Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

CIDIELLEUNIONE


Prodi Berlusconi.jpg
foto: www.guardian.co.uk

Mi domando a cosa serve protestare, argomentare, portare testimonianze di tecnici, economisti, vigili del fuoco, sindaci, cittadini della Val di Susa e perfino dei frati francescani.

Mi domando a cosa serve farsi manganellare nel sonno nelle tende, farsi spaccare la faccia dalla polizia, manifestare pacificamente con bambini e carrozzine in 100.000 nelle vie di Torino, spiegare le proprie ragioni alla triade piemontèis del traforo, al binario morto fassinobressochiamparino.

Mi domando chi oggi in Italia ci rappresenta realmente, chi vuole questa maledetta e inutile Tav in Val di Susa, chi ci guadagna se non ci guadagnano i cittadini?

Mi domando perché CIDIELLEUNIONE in apparenza in disaccordo su tutto, sulla TAV siano invece ostinatamente e ferocemente d’accordo. Questo buco nel nulla di 50 km pronto tra 15 anni costerà a tutti noi 12 miliardi di euro pagati con le prossime finanziarie, con le nostre tasse. Ma chi passerà all’incasso? Io non voglio pagarlo, non ho delegato nessuno, se lo paghino CIDIELLEUNIONE.

Mi domando perché non si investono i 12 miliardi di euro nelle ferrovie italiane allo sfascio, nella Salerno-Reggio Calabria, nella ricerca, negli ospedali, nelle scuole.

Mi domando se CIDIELLEUNIONE non sia in realtà un partito unico.

Mi domando se c’è qualche differenza tra le parole del dipendente Lunardi: “E’ solo un problema di ordine pubblico” e quelle dell’aspirante dipendente Prodi: “La Tav si fa. Punto e basta!”. E’ aspirante dipendente e già vuol comandare. Parole irridenti di persone che non rappresentano più nessuno e non se ne sono ancora accorte.

Tra il peggio e il meno peggio oggi non è più facile scegliere come una volta.
Chi è il meno peggio se Prodi spiega così il nostro futuro:
“Evidentemente la società democratica ha bisogno di democrazia, e traspare l’urgenza di una politica trasparente entro le rinnovate prospettive di un rinnovato contesto sociale”.

14 Feb 2006, 12:35 | Scrivi | Commenti (2675) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Interesting website. Very helpful, great share.

mutuelle 17.05.11 14:21| 
 |
Rispondi al commento

CI STIAMO AVVICINANDO ALL' ENNESIMO COMPROMESSO STORICO,VERRA CHIAMATO IN UN ALTRA MANIERA PER MASCHERARE L'ENNESIMA FIGURACCIA CHE FARANNO,E PER PRENDERCI, PER L'ENNESIMA, VOLTA PER IL CULO !!!! SE VOTI O NON VOTI NON CAMBIA NIENTE!!! IO,IL 9 APRILE, MI VADO A FARE UN WEEK END CHE C'E' PURE MENO GENTE E SI STA' MEGLIO. Capisc'a me!!!!!!

Antonio Cataldi 14.02.06 14:07

| Rispondi al commento |

_______________________________________________


Lo dicevo piu' di un anno fà !


Capisc'a me

Antonio Cataldi 20.06.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento

miei non sono consigli, ma sensazioni di cosa vogliono la maggior parte degli italiani (quelli onesti e fedeli allo Stato)

1) La riduzione degli stipendi di tutta la classe politica ministeriale, regionale provinciale e comunale a favore dei meno fortunati; non è possibile che ci sia un gap così sproporzionato a favore dei primi.

2) Il taglio delle pensioni d'oro a favore dei pensionati da 500 €uro al mese.
Non è possibile che chi ha già messo da parte una fortuna economica con la quale può vivere tranquillamente debba ancora attingere dalle casse dello stato. L'INPS deve essere un serbatoio dove i più ricchi mettono e dove i più poveri attingono. Questo è lo spirito di Stato!!

3) Combattere drasticamente l'evasione fiscale, magari incentivando gli uomini della guaradia di finanza con percentuali di guadagno sull'importo evaso. Pene durissime per gli evasori fiscali. Ci siamo annoiati di vederli in libertà a fare la bella vita.
4) Istituire di nuovo un serio ministero per il turismo, nostra più grande ricchezza, con poteri di controllo qualitativo e tariffario.

Caro Presidente questo è quello che vuole l'Italia, basta ricambiare le accuse della sinistra con altre accuse

marco vitti 17.03.06 00:30| 
 |
Rispondi al commento

L'altra sera nel dibattito tra Prodi e Berlusconi se ne sono sentite di tutti i colori... Il presidente del Milan ha detto, tra le tante cose, che negli uffici postali c'erano pochi clandestini che facevano le richieste per regolarizzarsi. Questo a parte Milano e Roma. Allora, mi sono chiesto come mai in un telegiornale ho sentito che nelle poste centrali di Treviso c'erano 10.000 persone circa e in quelle di Venezia circa 11.000 contro le 30 di Berlusconi?!?
Beninteso che anche Prodi ha detto tante bubbole.
Ormai sembra che si sia arrivati ad una gara per chi vuiole fare di più nella prossima legislatura o per chi lo farà meglio, io sono dell'opinione che chiunque sarà al governo ce la vedremo brutta. Il problema, purtroppo, sta proprio nel riuscire a capire qual'è il partito leggermente meno peggio.
Anche chi non sa a chi dare il voto deve andare alle urne e non scegliere il partito che promette troppo perché, come è successo sempre, non riuscirà mai a mantenerlo.

fabio zanatta 16.03.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho trovato nel curriculum di R. Prodi (dolci approdi !!!) disponibile sul sito dell'UE all' elenco delle sue pubblicazioni due interessantissimi titoli :
entrambe aventi come soggetto la crisi dell Italia e della sua Industria
il primo del 1978 per l'editore F. Angeli di Milano
il secondo del 1991 per l'ed. Il Mulino di Bologna

E nel 2006, si sta ancora a dare ascolto a gente simile !!!

Una volta venivano chiamavati boiardi di stato, non professori. Questi si, che come categoria, devono veramente sentirsi umiliati di avere un collega di questa fatta

Antonino

Antonino Trunfio 15.03.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho inviato il 12/3/2006 questa e-mail all'indirizzo elezionipolitiche2006@esteri.it e per conoscenza all'indirizzo delle pubbliche relazioni Rai. Mi e` giunto solo un messaggio con partenza automatica della Rai. Non penso di riuscire a vedere il duello televisivo.
Non so se ci sono altre persone con le mie stesse necessita`.

Testo:
Mi chiamo Anna MUSIO,
abito in Giappone con mio marito, cittadino giapponese, e mia figlia nata il 13/12/1987 (ha compiuto da poco 18 anni) cittadina sia italiana che giapponese.
Sia io che mi figlia siamo iscritte nelle liste degli italiani all'estero e tra non molto dovremmo ricevere le schede elettorali, delle elezioni politiche 2006, dal Consolato d'Italia in Osaka.
Ho saputo che il 15 marzo ed il 3 aprile ci saranno in TV due incontri tra i due rappresentanti dei due schieramenti politici.
Noi che abitiamo all'estero potremmo ascoltare quello che dicono entrambi solo collegandoci in rete, tramite il sito internet della Rai.
Ma generalmente la Rai nazionale non manda in onda via rete questi programmi`.
Come possiamo fare noi che viviamo all'estero per essere informati dei programmi di governo dei due schieramenti politici?
Noi esprimeremo il nostro voto ma possiamo informarci solo tramite le pagine dei giornali, che generalmente sono di parte, e non direttamente dai candidati.
Potreste intercedere, per nostro conto (noi italiani all'estero), presso chi di dovere?
Spero di ricevere un accenno di risposta in merito.
Anna Musio

anna musio 13.03.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Non ci si confronta con la personificazione della menzogna, dell'illegalità e dell'arroganza.
Mai!

emilio d'ambrosio 13.03.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domandati come siamo messi sulle infrastutture
handiccap 50% su paesi Europei
la Tav è una di queste che bisogna farla,
poi noi troviamo tanti argomenti sia da una parte oppure dall'altra....
Lavoriamo tutti per un'Italia moderna,
perchè se continui cosi la fame la fai qui tra ventanni
Vedi le grande Industrie hanno bisogno di Prodi per avere soldini, tuoi miei di tutti...
poi conteremo i licenziamenti come caporetto....
cassa integrazione a + non posso
soldi che vanno all'estero, perchè chi ha soldi non se li fa tassare...
poi noi pagheremo per tutto
ti do una chicca ... come la tassa sulla casa riforma catastale....
Tra poco si starà bene se non hai nulla... fai il povero cosi prendi, oppure devi pagare perchè tu con una casa sei capitalista,poi se hai solo un reddito di 18000 tutto l'anno totale lordo in euro hai i figli chiedi alcomune di avere sconti sulle mense scolastiche sui libri compilando il mod. isee ti troverai che non puoi avere nulla causa il reddito catastale valorizzato bella fregatura ... Svegliatevi


Cittadino/elettore, che, speranzoso, ha votato la Cdl nel 2001,
rifletta sulla realtà prodotta da questa maggioranza!
Si osservi intorno e con onestà veda tutte le vergogne di Berlusca e soci!
Dall'altro lato non vi sono persone perfette, ma hanno più rispetto per le regole, più attenzione per i bisogni della collettività e non varate leggi per tutelare interessi economici e penali personali, facendo strame dello stato di diritto!
Rivotare la Cdl è un atto di masochismo! Meglio amputarsi la mano!
A meno che non sia nel piccolo gruppo dei beneficiati da questo governo e abbia smarrito il senso dell'orgoglio nazionale, tanto umiliato dalle pulcenellate di Berlusconi, che va in giro a produrre volgarità gestuali e verbali!
Saluti da un cittadino, che più volte è stato ingiuriato all'estero per la dirigenza politica del suo Paese.
Ridiamoci le condizioni di un Paese normale e, soprattutto, ridiamo la speranza nel domani ai nostri figli!
Buona riflessione!

emilio d'ambrosio 10.03.06 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un professore ancora tutto da scoprire :
dal brillante curriculum del cosiddetto professor Prodi (prima o poi qualcuno si deciderà di spiegarci di cosa e di chi ?) risulta che nel 1978 egli pubblicava "Un diverso modello per uscire dalla crisi", in Industria in crisi: soluzione nazionale o europea?, ed. F. Grassini, Franco Angeli, Milan, 1978
Poi il professore rimane a cercare la soluzione (oppure cade in letargo come dicono i meglio informati) per 13 anni e nel 1991 ritorna alla carica, ma attenzione non per dare la meritata risposta alla precedente pubblicazione, ma solo per rinnovare la domanda ai lettori, con "Una crisi non solo politica: L'industria italiana a rischio", Il Mulino, No 5, 1991
Sono passati 15 anni dal 1991 e affranti dall’estenuante protrarsi del letargo, attendiamo tutti per il 9 aprile 2006 la nuova rivoluzionaria pubblicazione del bell'addormentato nel chiosco : "28 anni per trovare le cause : tutta colpa di Silvio". Di sicuro il successone editoriale dell’anno. Speriamo vivamente che il povero professore, o meglio povero scolaretto Romano Prodi, ritorni a dormire per un altra decina di anni e al resto ci pensi nel frattempo l'Alzhaimer. A Romano, ritorna a scuola, ma sui banchi !!! Non è mai troppo tardi. Alzhaimer permettendo.
Antonino

Antonino Trunfio 08.03.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Rilevo dalla lettura di molti messaggi la volontà dei loro autori di non voler partecipare alla consultazione elettorale de 9 aprile, dimenticando, ovviamente, che
la DEMOCRAZIA politica si regge sulla PARTECIPAZIONE!
Boicottare le urne sarebbe la MORTE della democrazia, perchè ciò che la SOSTANZIA e la VITALIZZA è proprio l'espressione del VOTO, che è farsi carico dei problemi della propria comunità locale o nazionale!
Essa non è stata elargita da chi gestiva il potere per un atto di magnanimità sociale, ma gli è stata strappata dai nostri predecessori con lotte cruente e sofferenze psicologiche secolari, intraprese sia contro i tanti oppressori"stranieri", sia contro i tiranni "nostrani"!
Abbiamo il DOVERE di essere memori e degni di questi immensi sacrifici da LORO fatti, ripagandoli con la partecipazione al voto!
E' il primo ONERE CIVICO di solidarietà, mentre il secondo è PAGARE le TASSE, che è un'altra forma di partecipazione e di solidarietà!
Chiunque voglia fregiarsi della qualifica di CITTADINO deve onorare questi due OBBLIGHI SOCIALI, la loro inadempienza annulla qualsiasi organizzazione umana democratica!
Il voto, ovviamente, deve essere il frutto di un'attenta e prolungata riflessione sull'operato di chi ha gestito il POTERE politico, analizzando se la gestione è stata rivolta alla soluzione dei PROBLEMI della COLLETTIVITA o di quelli PERSONALI e dei propri SODALI.
Contestualizzando si deduce immediatamente che l'ATTUALE GESTIONE è stata TUTTA FINALIZZATA alla SOLUZIONE dei TANTI PROBLEMI personaliI
di OGNI NATURA (penale, fiscale e di arricchimento), tradendo la funzione della POLITICA, che è lo strumento inventato ( 500 A.C.) teso a recepire i problemi sociali e ad elaborare democraticamente, cioè con il concorso dei cittadini, le loro soluzioni più efficaci.
Al gestore politico spetta, dunque, la coordinazione e gestione della VOLONTA' POPOLARE, non la propria, altrimenti è AUTOCRAZIA!

emilio d'ambrosio 04.03.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

seconda parte

Chi ha gestito e gestisce il potere ha elaborato la strategia dell'ONNIPRESENZA MEDIATICA (audiovisiva e murale da panico! ) per suscitare in ogni cittadino un facile senso di DISGUSTO verso di lui con la subdola speranza che, poi, ogni cittadino trasferisca tale sentimento al mondo della POLITICA TUTTA e se ne allontani fino a disertare le urne!
Può sembrare paradossale questo disegno, addirittura masochistico, ma la storia ci ammaestra che certuni, inebriati dal POTERE, pur di conservarlo, sono ricorsi ad ogni mezzo, anche ai più pazzeschi!
Non si faccia l'errore di confondere l'IDIOZIA, che è esaltazione smodata dei propri interessi, con la STUPIDITA', che è incapacità di prendere decisioni efficaci!
Agli attuali gestori si può razionalmente attribuire la prima qualità umana, non la seconda!
Si vada, dunque, in massa alle urne per riconquistare la nostra qualità di cittadini di un PAESE NORMALE: abbiamo un dovere generazionale verso chi ci ha preceduto e verso chi ci seguirà!
DERATTIZZIAMO le nostre ISTITUZIONI!!!
Saluti a tutti

emilio d'ambrosio 04.03.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

UNA CLASSE POLITICA SENZA VERGOGNA?

UN SINDACATO CHE NON SI SA’ CHI DIFENDA?


La Ruffo di Bientina Pisa azienda leader nel settore dell’alta moda chiude.

MA QUESTA AZIENDA NON CHIUDE PER CARENZA DI LAVORO?

QUESTA AZIENDA CHIUDE PER PERMETTERE AI SIGNORI DELLA MODA DI FARE MAGGIORI PROFITTI.

I CAPI DELLE GRANDI FIRME VENGONO CUCITI IN CROAZIA, ARRIVANO IN ITALIA CON IL CARTELLINO MADE IN CROAZIA.

VIENE CAMBIATO IL CARTELLINO, CON QUELLO MADE IN ITALY E SPEDITI AI NEGOZI.

LE LAVORATRICI HANNO DENUNCIATO AL SINDACATO QUESTA SITUAZIONE?

MA IL SINDACATO NON HA FATTO NIENTE IN QUESTO SENSO.

100 LAVORATRICI E LAVORATORI DA DOMANI SARANNO A CASA?


ORA DELLE DUE UNA?

O QUI SIAMO DI FRONTE A UNA TRUFFA?

IL CONSUMATORE A IL DIRITTO DI SAPERE DA DOVE VIENE IL PRODOTTO CHE ACQUISTA?
UN CAPO DI ALTA MODA, FORSE IL VALORE AGGIUNTO SI CHIAMA MADE IN ITALY.

OPPURE SI GIOCA CON UNA LEGGE?

ALLORA LA CLASSE POLICA CHE CI RAPPRESENTA VECCHIA E NUOVA NON HA FATTO NULLA PER TUTELARE LA NS PRODUZIONE DI QUALITA’?


LO RIPETO SIAMO DI FRONTE AD UNA FABBRICA CHE PRODUCE PRODOTTI DI QUALITA’.

IL NOSTRO MADE IN ITALY CHIEDE PROTEZIONE CONTRO CHI NON RISPETTA LE REGOLE E FALSIFICA I LORO PRODOTTI?

MA LORO LE REGOLE LE RISPETTANO?

I LAVORATORI E I CITTADINI CHI HANNO DELEGATO PER LA TUTELA DEI LORO INTERESSI?

SI PARLA DI ECCELENZA?

SI PARLA DI QUALITA’?

QUI TUTTI QUESTI REQUISITI C’ERANO.

MA DA DOMANI 100 PERSONE SARANNO SENZA LAVORO.

QUALCUNO HA SBAGLIATO MA I COSTI LI PAGANO SEMPRE I LAVORATORI.

VERGOGNA…..VERGOGNA…..VERGOGNA….

ernesto scontento 04.03.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

HO SENTITO LA PUBBLICITA' DEL COMITATO "PER PRODI"

Suona più o meno così:
VOTA PRODI - LA SERIETA' AL GOVERNO

Mi è venuto in mente questa:
VOTA GRILLO - LA COMICITA' AL GOVERNO

L'altro giorno Prodi ha detto una cosa giusta -tragicamente vera - e verificabile:

----------------------------------------------
QUESTO E ' UN PAESE IN CUI IL PANE COSTA DIECI VOLTE IL PREZZO DELLA FARINA
----------------------------------------------

Io aggiungo che, nel pane, la farina è diluita in acqua (per giunta).

-----------------------------------------------
Purtroppo perderà i voti di 100.000 Panettieri.
-----------------------------------------------

Il fatto è che in questo paese i problemi oramai sono troppi e il punto di non ritorno non si sa più se sia davanti o ... di dietro

Harry Steed 03.03.06 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo oggi sulla "Repubblica" :"Bobo Craxi correrá per l'ulivo, grazie ad un seggio "offerto" dai DS in Lombardia".
Ora mi chiedo se siamo impazziti o semplicemente "alla frutta" nella spasmodica raccolta indiscriminata di voti.
La ricomparsa del nome Craxi nelle liste elettorali mi sconvolge e mi riempe di indignazione.
Non ci meravigliamo se poi anche le persone piú convinte "di sinistra" non hanno il coraggio di tapparsi il naso e di votare per l'Unione!

Antonella Formica 03.03.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

sono senza parole dopo essere cresciuto facendo politica da attivista,aver fatto volontariato ...ectect averci creduto ectect mi ritrovo a meta´40 che il paese dove sono nato mi fa schifo, non voglio ne´piu´pagare le tasse ne´andare a votare.(ho sempre fatto tutte e due, diligentemente).pagare le tasse e perche`?per un paese governato da furbi con a capo uno piu´furbo di tutti? in cui chi vorrebbe essere onesto fa la figura di un gran coglione? e a votare?per chi?tapparsi il naso e votare l únione e perche´?perche´e´di sinistra?ma de che´!ecchissene frega tanto manco so´moderato. scusate ma che ce stiamo ancora affa´qua vendemose tutto(se ancora c avete qualcosa) e via da qua! la vita e´corta e bella léuropa e´grande e da qualche parte si vive lavora ectect propio meglio che qua,e se non e´abbastanza fuori mica ce stanno solo gli stati uniti. basta co sto belpaese da presa per il culo.che se lo tengano!

mario rossi 02.03.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

sono senza parole dopo essere cresciuto facendo politica da attivista,aver fatto volontariato ...ectect averci creduto ectect mi ritrovo a meta´40 che il paese dove sono nato mi fa schifo, non voglio ne´piu´pagare le tasse ne´andare a votare.(ho sempre fatto tutte e due, diligentemente).pagare le tasse e perche`?per un paese governato da furbi con a capo uno piu´furbo di tutti? in cui chi vorrebbe essere onesto fa la figura di un gran coglione? e a votare?per chi?tapparsi il naso e votare l únione e perche´?perche´e´di sinistra?ma de che´!ecchissene frega tanto manco so´moderato. scusate ma che ce stiamo ancora affa´qua vendemose tutto(se ancora c avete qualcosa) e via da qua! la vita e´corta e bella léuropa e´grande e da qualche parte si vive lavora ectect propio meglio che qua,e se non e´abbastanza fuori mica ce stanno solo gli stati uniti. basta co sto belpaese da presa per il culo.che se lo tengano!

mario rossi 02.03.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Bebbe,
un piccolo appunto! Ma se Berlusconi oddia così tanto andare in TV (come lui stesso ha dichiarato in più di un'occasione)come del resto odia volare, mi chiedo cosa ci facesse al congresso Americano. Sono senza parole e disgustato. Italiani toglietevi il prosciutto dagli occhi o finiremo male

Giuseppe Cirillo 02.03.06 08:10| 
 |
Rispondi al commento

sono un'insegnante di scuola media e voglio esprimerti il mio disagio professionale, non dovuto al trattamento economico, ma alla situazione difficile nella quale dobbiamo operare e per le prospettive dei nostri ragazzi.
Molti problemi sono cronici e se la scuola ha funzionato è sempre stato per merito di coloro che ci hanno messo testa e cuore.
Nelle classi trovi alunni di differenti età (i bambini possono accedere alla scuola a 5 anni) di differenti nazionalità e con problematiche personali delegate ormai a noi insegnanti.
Non puoi dire : che bello ho due cinesi in classe potranno aiutarsi a vicenda. Purtroppo parlano due dialetti differenti e quindi non si capiscono.
Il bambino con il "carciofo" in testa (lo dico con rispetto) è un sick e non comunica con il connazionale indiano che viene dalla periferia di Calcutta.
naturalmente non ci sono i fondi per i mediatori culturali e poi ce ne vorrebbe uno per ogni regione del mondo.
Così ti sbattono in classe questi ragazzi e tu ti riduci spesso a fare il mimo.
Delle famose tre I la prima mi è incomprensibile, la seconda alquanto variabile , la terza di difficile realizzazione: impresa(?), inglese (2ore,3ore,5ore???),informatica:12 computer per 300 alunni quando va bene.
L'ora di religione è assicurata e gli insegnanti, scelti dalla curia, sono stati assunti dallo Stato.
Dal 2006/07 parte la riforma delle superiori: tutti ai licei con accumulo di debiti già a 14 anni e di crediti( e la famosa I di impresa? magari qualcuno vorrebbe fare l'idraulico o l'elettricista).
Si arriva alle lauree triennali: un numero sterminato di corsi con rapporto studenti/proff. 1/0 (matematicamente impossibile) o proff/studente 0/1=0 con conseguente anullamento dello studente per irreperibilità docente
Alla fine del triennio hai la tua laurea in unghia incarnata, malattia del pino canadese, rapporti con il Mali......( le statistiche vanteranno un aumento dei laureati in Italia ).
Ecco che puoi fare il co.co.co
(pericoloso in questo periodo visto l'influenza aviaria).
Ti salvi dall'infezione anche perchè nel frattempo ti hanno cacciato per non aver venduto ALICE o i vari bond.
Apprendi che non puoi partecipare ai pubblici concorsi, sia perchè non ci sono bandi, sia perchè il tuo titolo di studio non lo consente quindi ti iscrivi alla laurea specialistica biennale con costi maggiorati per la tua famiglia e per lo stato
Finito questo percorso ti richiederanno i masters, due anni di esperienza lavorativa, ottima conoscenza di almeno due lingue ecc....
Se rimarrai nella sanità sarai fortunato se potrai iscriverti alla scuola di specialità di durata quadriennale. All' università potrai conseguire il dottorato di ricerca......
Questo il presente dei nostri zagazzi; sarà così anche il loro futuro? ho scritto di getto e mi scuso per le imprecisioni ma sono stanca e preoccupata anche perchè il livello di preparazione culturale , a mio parere, sta calando a picco.

romanavalentini 01.03.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Ci incazziamo, ci indigniamo, ci scandalizziamo, ma poi rimane tutto lì.
Mi riferisco alla lista di parlamentari condannati in via definitiva.
Perchè non si organizza una manifestazione fuori al parlamento, per richiedere che questa
gentaglia esca fuori dalle istituzioni.
Perchè non diamo un segnale concreto che siamo inca.....ti???
Usiamo questo spazio per parlarne, raccogliere adesioni, organizzarci.
Siamo tutti complici di questi personaggi? Se non lo siamo, dimostriamolo.

Aldo De Masi 01.03.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci incazziamo, ci indigniamo, ci scandalizziamo, ma poi rimane tutto lì.
Mi riferisco alla lista di parlamentari condannati in via definitiva.
Perchè non si organizza una manifestazione fuori al parlamento, per richiedere che questa
gentaglia esca fuori dalle istituzioni.
Perchè non diamo un segnale concreto che siamo inca.....ti???
Usiamo questo spazio per parlarne, raccogliere adesioni, organizzarci.
Siamo tutti complici di questi personaggi? Se non lo siamo, dimostriamolo.

Aldo De Masi 01.03.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Dice Fassino a proposito dello "scomodo" modello
zapateriano: «Sono contrario a trasferire
meccanicamente esperienze di altri paesi in contesti diversi. Cercheremo di governare nel migliore dei modi».
E' imbarazzante sentire queste cose da chi,dopo la Bolognina, pur di andare al governo del paese, ha preso a piene mani e, soprattutto, applicato "meccanicamente" per 5 anni, terze vie fallimentari da ogni dove possibile ed immaginabile ! Ti ricordi la cd."buona flessibilità"?
Ho capito! Ammesso che l'Unione vinca, ce la
prenderemo nel c...., un'altra volta!
Scusami la scurrilità, ma mi sà tanto che questi in mano non hanno niente neanche stavolta!
Cordialità

Germano Delfino, Portici (NA)

Germano Delfino 01.03.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti seguo da anni e da quando c'è il tuo blog ti leggo quasi tutti i giorni. Sei uno dei pochi che sa cogliere i veri problemi della società ed è per questo che ti affido il mio sfogo. Mi fa sempre molta rabbia leggere che la legge Biagi è servita a tutelare le fasce deboli e soprattutto le donne. Ho dovuto fare una figlia a 36 anni, dopo aver rimandato per anni in attesa che la situazione lavorativa si sistemasse. Sapevo benissimo che non avrei percepito stipendio per tutta la maternità. Son tornata a lavorare quando mia figlia ha compiuto 10 mesi e mi son dovuta accontentare di un call center. Adesso dopo un anno e mezzo sto lavorando per una grande multinazionale: ho un contratto interinale di 3 mesi. Dal 2001 cambio 4 lavori all'anno: non faccio nemmenno in tempo ad ambientarmi che già devo ricominciare la ricerca. Ogni anno mi trovo senza lavoro a luglio e dicembre (cioè quando le spese son maggiori...). Dovrei cambiare la macchina ma, ipotizzando di avere i soldi per farlo, nessuno mi concederebbe un finanziamento. Ho perso le speranze di poter essere un giorno assunta e di poter dare un fratellino o una sorellina alla mia bimba. In sintesi ci è stata tolta la speranza nel futuro. Un abbraccio con stima ed ammirazione Angelita

Angelita Compasso 28.02.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

continua...
PRODI, NAPOLI E IL BENE DESIDERATO
L’unica giustificazione di questa storia è che nella modernità il perseguimento del bene comune non è più possibile né desiderato.”
Sia chiaro, la condivisione dell’analisi proposta, non significa automaticamente imputare il degrado intollerabile nel quale è sprofondata negli ultimi anni Napoli, esclusivamente all’operato del Sindaco, ma un dato, facilmente verificabile percorrendo le strade e parlando con la gente, è parimenti incontrovertibile. I Napoletani Rosa Russo Iervolino sindaco, non la vogliono più.
Il Professore sappia, che la scelta del candidato sindaco del centrosinistra a Napoli, è avvertita come un’imposizione calata dall’alto, certamente non assimilabile con le primarie, percorso democratico di scelta, che ha individuato plebiscitariamente, nella sua persona, il leader a cui affidare nei prossimi cinque anni la guida del Paese.
Napoli città fortemente piegata, ma non spezzata rivendica il proprio legittimo diritto a sperare di poter confutare la conclusione di Bocca …”il perseguimento del bene comune non è più possibile né desiderato.”, ma azione propedeutica all’esercizio di tale diritto è poter scegliere liberamente il proprio sindaco, con convinzione e consapevolezza. La scelta non potrà mai essere condizionata da delicati bilanciamenti politici centrali.
Prodi, incalzato dai giornalisti circa la presenza di Marco Rossi-Doria -altro sfidante nell’area del centrosinistra-, ha tagliato corto affermando “Le amministrative locali vengono gestite localmente”.
Io vorrei proporgli le ultime righe del libro citato…”rinunciare alla rivoluzione dei proletari che non ci sono più e puntare su quella dei giovani che ci sono e che non ne possono più di vivere da ladri e da bugiardi, qui e nel resto di Italia, che vogliono essere cittadini di un paese civile.”
Napoli-Carlo Leggieri

carlo leggieri 28.02.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
credimi, se avessi letto ieri l'affermazione di Prodi in calce al tuo post "CIDIELLEUNIONE", forse avrei evitato di inviare al suo sito una mia lettera, peraltro pubblicata su "La Repubblica"-Napoli il 25 u.s.
Censurata dai responsabili del sito, in quanto probabilmente, non ritenuta in linea con scelte di opportunità politica che rispondono solo a logiche di alchimia politica e conservazione del potere, la propongo, ringraziando di questo spazio di libera espressione.
PRODI, NAPOLI E IL BENE DESIDERATO
“Vinciamo insieme. Vogliamo vincere con Romano a Roma e Iervolino a Napoli” così il presidente della giunta regionale della campania Antonio Bassolino ha esordito martedì 21, dal palco del Politeama presentando Prodi, capolista dell’Ulivo a Napoli nella prossima consultazione elettorale, Il Professore, in città per la tappa partenopea del tour “Incontriamoci”, è anche intervenuto, in veste di sponsor della Iervolino, al Circolo Artistico Politecnico sede dei forum della “campagna di ascolto” promossa dal sindaco per riproporre la sua rielezione.
Augurandoci, con l’ottimismo della ragione, che il 10 aprile ci si possa risvegliare con la lieta notizia, parafrasando Eduardo, che “è passat’ ‘a nuttat’”, vorrei sensibilizzare il premier in pectore sulla necessità di valutare con attenzione l’opportunità politica di presentarsi a Napoli quale sostenitore del sindaco uscente.
Giorgio Bocca, in “Napoli siamo noi” sottotitolo “Il dramma di una città nell’indifferenza dell’Italia”, quale giornalista acuto e scrupoloso, ha analizzato meticolosamente attraverso una dolorosa quanto circostanziata inchiesta il malessere della nostra città.
Inviterei Prodi a riflettere sulle parole conclusive del cap.30 -Dietro la napoletanità-“Napoli è stata fatta così com’è oggi dalla sua storia, e la sua storia è segnata da una mancanza o debolezza di una classe dirigente capace di perseguire il bene comune".
continua....

carlo leggieri 28.02.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
credimi, se avessi letto ieri l'affermazione di Prodi in calce al tuo post "CIDIELLEUNIONE", forse avrei evitato di inviare al suo sito una mia lettera, peraltro pubblicata su "La Repubblica"-Napoli il 25 u.s.
Censurata dai responsabili del sito, in quanto probabilmente, non ritenuta in linea con scelte di opportunità politica che rispondono solo a logiche di alchimia politica e conservazione del potere, la propongo, ringraziando di questo spazio di libera espressione.
PRODI, NAPOLI E IL BENE DESIDERATO
“Vinciamo insieme. Vogliamo vincere con Romano a Roma e Iervolino a Napoli” così il presidente della giunta regionale della campania Antonio Bassolino ha esordito martedì 21, dal palco del Politeama presentando Prodi, capolista dell’Ulivo a Napoli nella prossima consultazione elettorale, Il Professore, in città per la tappa partenopea del tour “Incontriamoci”, è anche intervenuto, in veste di sponsor della Iervolino, al Circolo Artistico Politecnico sede dei forum della “campagna di ascolto” promossa dal sindaco per riproporre la sua rielezione.
Augurandoci, con l’ottimismo della ragione, che il 10 aprile ci si possa risvegliare con la lieta notizia, parafrasando Eduardo, che “è passat’ ‘a nuttat’”, vorrei sensibilizzare il premier in pectore sulla necessità di valutare con attenzione l’opportunità politica di presentarsi a Napoli quale sostenitore del sindaco uscente.
Giorgio Bocca, in “Napoli siamo noi” sottotitolo “Il dramma di una città nell’indifferenza dell’Italia”, quale giornalista acuto e scrupoloso, ha analizzato meticolosamente attraverso una dolorosa quanto circostanziata inchiesta il malessere della nostra città.
Inviterei Prodi a riflettere sulle parole conclusive del cap.30 -Dietro la napoletanità-“Napoli è stata fatta così com’è oggi dalla sua storia, e la sua storia è segnata da una mancanza o debolezza di una classe dirigente capace di perseguire il bene comune".
continua....

carlo leggieri 28.02.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Basta!! Il voto è una farsa!! Ma che c...o, come si fa a essere così ciechi. La democrazia è morta. Ma è da tanto che è morta. Viene utilizzata e strumentalizzata troppo spesso questa parola per prenderci per il culo tutti...
Democrazia è potere di decisione del popolo, in tutti i settori di una società civile cazzo... il popolo decide e il politico deve solo rappresentare le decisione del popolo punto. Ma non è mai così... Fanno sempre tutto loro, prendono decisioni loro per noi, e poi pateticamente e ipocritamente ci dicono che lo fanno per noi.... cazzo.... ma chi glie lo chiede? Ci hanno mai chiesto se potevano mandare le truppe in Iraq? no! Il lavoro del politico dovrebbe essere quello di obbedire ai nostri ordini!! Dovrebbero essere dei nostri dipendenti!Siamo noi che li paghiamo. E allora voglio essere io a dire cosa devono fare o quantomeno devono chiedermi il permesso se vogliono fare qualcosa!!!

massimo cancelliere 28.02.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Leggete tutti:

http://liberoblog.libero.it/politica/bl2772.phtml

Sarà vero?

Giovanni Turco 27.02.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Leggete tutti:

http://liberoblog.libero.it/politica/bl2772.phtml

Sarà vero?

Giovanni Turco 27.02.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento

è l'unico modo per cambiare...come? forse votando quelli che hanno meno reati..persone che hanno un pò di cultura economica, sociale ecc. anchio a volte penso di starmene a casa, ma cosi si fa il loro gioco...

sandro gerra 27.02.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

PRODI NON E' UNA MORTADELLA MA UN CAVALLO DI TROIA

I PRODI COMPAGNI

GRANDE CONFUSIONE SOTTO IL CIELO...BREVE CORRISPONDENZA TRA CHI ASPIRA AD
UN MONDO DIVERSO SU ...GLOBALIZZAZIONE...RIFORMISMO...E...MASSIMI SISTEMI.

RITENENDO CHE QUANTO RIPORTATO NON SIA UN POST PERSONALE MA POSSA ESSERE
DI DOMINIO DI TUTTI, NE RICHIEDO LA PUBBLICAZIONE.GRAZIE

p.s.: Giosuè BOVE é il segretario della provincia di Caserta del partito
della rifondazione comunista.
--------------------------------------------------------------------------
From: camillo.coppola@tin.it
To: Undisclosed-Recipient:;
Sent: Tuesday, March 01, 2005 11:25 PM
Subject: PRODI NON E' UNA MORTADELLA MA UN CAVALLO DI TROIA,
VEDI REPORT-RAI DEL 9/6/2000 http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=7

...HA PARTECIPATO ALLA SEDUTA SPIRITICA DEL "DE PROFUNDIS" PER
ALDO MORO,CON RESPONSO " GRADOLI "
HA SVENDUTO L'ALFA ROMEO AGLI AGNELLI, LA PIGNONE, LA CIRIO ECC.ECC..

IN EUROPA HA PROMOSSO LEGGI AD HOC PER GRUPPI DI PRESSIONE MULTINAZIONALI,
VEDI TRASMISSIONE RAI REPORT DEL 9/6/2000.

IL SIG.BOLKENSTEIN,UN SUO COMPONENTE COMMISSIONE EUROPEA CHE EGLI
PRESIEDE,HA AVUTO LA SUA BENEDIZIONE ALL'AVVIO DEL CAPORALATO EUROPEO
ECC.ECC..

ED ALLORA PERCHE' MORTADELLA ?

I NUOVI CAVALLI DI TROIA SI SPACCIANO CON LA RITRITA DEFINIZIONE DI
RIFORMISTI

PERCHE' RICORDARE LA DICHIARAZIONE VOTO DI FRANCO GIORDANO DEL PRC A
FAVORE DEL "PACCHETTO TREU" del giugno 1997

PRO MEMORIA SINISTRO PER L'AUTOCRITICA AL PECCATO ORIGINALE DEI:
NOI SIAMO PIU' RIFORMISTI DI TUTTI

PERCHE' NON VI RIMETTETE IN PACE COL MONDO:

Grazie al pacchetto TREU,di cui siete stati artefici iniscindibili,gravi
sono le responsabilità in relazione alla pressoché totale distruzione dei
diritti, delle tutele e della vita stessa dei lavoratori dipendenti. Varato
in parlamento nel 1997 da tutte le forze dell'allora governo di
centrosinistra e che ha riportato in Italia il caporalato delle agenzie per
l'aff

Camillo COPPOLA 26.02.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi piace pensare che riusciremo ad ottenere un giusto modo di vivere.Io a seguito di un infortunio sul lavoro causato da negligenza di terzi ci ho rimesso i denti davanti.Inal mi risposto noi ti paghiamo solo in base al tariffario nazionale dei medici dentisti cioe una fattura di 6.400€ loro mi risarciscono solo 2.900 gli altri ce li rimetto di tasca mia.Allora se l'associazione medici dentisti prevede un tariffario come mai nessuno lo applica?Sono divorziata con una bimba di 10anni e guadagno 900€ di cui 500€li pago di affitto..Vorrei solo giustizia.Chiedo Troppo?Ho comprato il tuo dvd sei un grande.

sabrina nocchetti 26.02.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ambientalista da decenni (ho 60 anni!), ma questo non mi induce ad atteggiamenti parossistici:conservo la capacità di giudicare nel merito le soluzioni riguardanti problemi ambientali.
Tra il trasporto su gomma e quello su rotaia, opto per il secondo, accettando la costruzione della ferrovia con il minor impatto sull'ambiente, che vuol dire tutelarela salute e la qualità della vita delle popolazioni locali.
La tecnologia, oggi, consente l'armonizzazione di queste priorità, se vi è la volontà di non renderla funzionale al solo profitto!
Così per quanto riguarda la produzione di energia, protendo verso lo sfruttamento di qualsiasi fone energetica rinnovabile (eolica, idraulica, geotermica, eliotermica e fotoelettrica) pur di ridurre la produzione di gas inquinanti (famigerata CO2 e simili), allontanandoci dai combustibili, soprattutto fossili, ed esorcizzando qualsiasi ipotesi di riesumazione del nucleare.
Non condivido le posizioni indignate di coloro che inorridiscono alla visione degli aeromotori, perché abbrutiscono il paesaggio ed altre simili astrazioni!
Questi soggetti sono semplicemente paradossali, perché, presi dal loro parossismo estetico-ambientalista, offrono l’alibi ai filonuclearisti ed inquinatori vari di martirizzare il nostro pianeta!
Sollecito i vari Verdi o Rossi di smetterla visione d'intangibilità ambientale, perché è dannoso all’ecosistema, giacchè non accettando l’evoluzione tecnologica delle modalità di soddisfacimento dei bisogni umani, si conservano le vecchie procedure, che sono grandemente più rovinose!
Ben vengano treni veloci, in alterativa agli anche agli inquinanti aerei, e le installazione di eolomotori!
La demagogia, storicamente, non è stata mai una buona guida!
A meno che non si incominci una ferrea politica di contenimento della natalità umana a livello planetario (vero fattore di distruzione!) e di ritorno al neolitico.
L'uomo ha incrementato il consumo di energia di almeno 150 volte in 10.000 anni.

emilio d'ambrosio 26.02.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

La DEMOCRAZIA POLITICA è coinvolgimento razionale di ogni cittadino, il quale usa le informazioni per elaborare il proprio consenso per una delle parti e lo esprime col voto.
L'informazione, dunque, esercita il ruolo più importante di questa forma di organizzazione della società, perchè orienta il comportamento elettorale di ogni suo componente.
La qualità imprescindibile di questa comunicazione è la VERITA'!
La MENZOGNA politica è OFFESA della DIGNITA' e LIBERTA'del cittadino.
E' NEGAZIONE della DEMOCRAZIA.
Il politico bugiardo è ANTIDEMOCRATICO!
Il panorama politico italiano è agitato da qualche lustro da un personaggio, che ha fatto della menzogna il suo "modus comunicandi".
Egli è la personificazione della MENZOGNA!
E' la negazione della DEMOCRAZIA!

emilio d'ambrosio 26.02.06 10:37| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,HAI RAGIONE LA TUA LOTTA PER GIUSTO MI FA CAPIRE SE CONTINUARE O STARE ZITTO ED ESSERE VITTIMA DEL SISTEMA MA SECONDO ME L'UNICA COSA DA FARE E FARE CAPIRE ALLE GENTE DI NON ANDARE A VOTARE ,E NON LO DICO PERCHE' SONON ANARCHICO MA BENSI DI DESTRA ME DESTRA FATTA DI UOMINI E NON DI GALEOTTI O FORSE NESSUNA DESTRA O SINISTRA MA SOLO MASSONERIA CIAO BEPPE

VENTURA SANTI 25.02.06 03:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, ti scrivo un pò amareggiata, dopo aver fatto un giro sul sito del ministero degli affari esteri. Scorrendo tra i titoli principali, ho letto quasi per caso, che forse l'Italia, non è poi così messa male....bè il ns Ministro Fini, ha l'intenzione ricostruire la Moschea di Samarra e chiese in Nigeria. Ovviamente nel nome dei diritti fondamentali dell'uomo e religiosi. Lì per lì, la notizia non mi turba, ma un attimo dopo ripenso all'economia italiana sempre più in crisi, a noi giovani che non abbiamo un lavoro stabile, agli stipendi sempre più bassi, e alla vita che rimane dispendiosa..Ingenuamente, mi domando, se i politici le vedano queste cose e sappiano contare.Evidentemente i loro stipendi gli offuscano la vista e pure il pensiero. O forse, io non sono abbastanza intelligente per comprendere la questione: che bisogno c'è di dar soldi agli altri, quando noi non ne abbiamo?gli altri Paesi, ce li danno? I musulmani, quando andiam da loro si pongono il dilemma di costruire chiese cattoliche sui loro territori?non mi pare. E allora, perchè noi si?

Vi sarò grata per una risposta.
Saluti, G

giovanna vaccari 24.02.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Salve.
Poiché ho scritto una sorta di romanzo breve che - in chiave ironica e pseudo-fantascientifica - prende un po' in giro Berlusconi e la politica in generale, vi segnalo il (mio) sito dove, gratuitamente, è possibile leggerlo.

http://digilander.libero.it/egginardo71

Saluti.

bruno alberghini 24.02.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Salve.
Poiché ho scritto una sorta di romanzo breve che - in chiave ironica e pseudo-fantascientifica - prende un po' in giro Berlusconi e la politica in generale, vi segnalo il (mio) sito dove, gratuitamente, è possibile leggerlo:

http://digilander.libero.it/egginardo71

Saluti.

Per dare un'idea di cosa si tratti, allego sotto un breve riassunto.
----

L'opera e' impostata su un taglio pseudo-fantascientifico che ricalcaun po' le orme dello sceneggiato televisivo Star Trek; tuttavia l'uso
della fantascienza e' puramente strumentale poiché in realtà mira a fare una critica satirica, un po'; trasgressiva e comunque surreale
alla politica in generale e al premier attualmente in carica in particolare.
Lo schema adottato è quanto mai semplice e intuitivo: inverte i nomi dei protagonisti ( il titolo:"OIVLIS DA EROCRA" equivale a "SILVIO DA ARCORE" letto al contrario) e, sulla falsariga delle missioni di Star Trek,intervalla le lettere che il nostro protagonista scrive alla moglie
con le famose annotazioni del capitano Kirk (nel romanzo:"Krik") sul "diario di bordo".

Come succede spesso nelle puntate della saga tv del vero Star Trek,anche ai nostri eroi capita un guasto meccanico all'astronave, che li
costringe a una sosta forzata sul pianeta Terra. Giacché la Flotta Stellare ha tra i principali compiti quello di combattere l'ideologia
comunista (atsinumoc, nel romanzo) in tutto l'universo, in attesa dei soccorsi il capitano assegna ai "suoi due ragazzi" una missione di
riempimento finalizzata appunto ad annientare i comunisti terrestri.
Il nostro buon Oivlis sceglie allora l'Italia come campo di azione e s'immedesima in un cantante e barzellettiere "da crociera" - che tra
l'altro è un suo omonimo, sia pure al contrario - e lo porterà fino ai vertici della politica. Contrasterà con impegno i comunisti dello
Stivale, però a un certo punto si scoprirà che dietro il suo accanimento nel combatterli e lo strano, deleterio comportamento tenuto nel

bruno alberghini 24.02.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Salve.
Poiché ho scritto una sorta di romanzo breve che - in chiave ironica e pseudo-fantascientifica - prende un po' in giro Berlusconi e la politica in generale, vi segnalo il (mio) sito dove, gratuitamente, è possibile leggerlo:

http://digilander.libero.it/egginardo71

Saluti.

Per dare un'idea di cosa si tratti, allego sotto un breve riassunto.
----

L'opera e' impostata su un taglio pseudo-fantascientifico che ricalcaun po' le orme dello sceneggiato televisivo Star Trek; tuttavia l'uso
della fantascienza e' puramente strumentale poiché in realtà mira a fare una critica satirica, un po'; trasgressiva e comunque surreale
alla politica in generale e al premier attualmente in carica in particolare.
Lo schema adottato è quanto mai semplice e intuitivo: inverte i nomi dei protagonisti ( il titolo:"OIVLIS DA EROCRA" equivale a "SILVIO DA ARCORE" letto al contrario) e, sulla falsariga delle missioni di Star Trek,intervalla le lettere che il nostro protagonista scrive alla moglie
con le famose annotazioni del capitano Kirk (nel romanzo:"Krik") sul "diario di bordo".

Come succede spesso nelle puntate della saga tv del vero Star Trek,anche ai nostri eroi capita un guasto meccanico all'astronave, che li
costringe a una sosta forzata sul pianeta Terra. Giacché la Flotta Stellare ha tra i principali compiti quello di combattere l'ideologia
comunista (atsinumoc, nel romanzo) in tutto l'universo, in attesa dei soccorsi il capitano assegna ai "suoi due ragazzi" una missione di
riempimento finalizzata appunto ad annientare i comunisti terrestri.
Il nostro buon Oivlis sceglie allora l'Italia come campo di azione e s'immedesima in un cantante e barzellettiere "da crociera" - che tra
l'altro è un suo omonimo, sia pure al contrario - e lo porterà fino ai vertici della politica. Contrasterà con impegno i comunisti dello
Stivale, però a un certo punto si scoprirà che dietro il suo accanimento nel combatterli e lo strano, deleterio comportamento tenuto nel

bruno alberghini 24.02.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

DELL’ALTERNANZA POLITICA

Due soldati di guardia alla caserma girano assieme attorno alle mura dell’edificio quando si trovano davanti una merda. Appena superata, uno dei due dice all’altro: - … ma tu la mangeresti? – L’altro risponde di no. Il Primo allora rinforza l’offerta : - neanche per 100 euro ? – Il Secondo rifiuta ancora.
Il Primo migliora sensibilmente la proposta: - … ma neanche mezza? – Il Secondo ci pensa un attimo e ricapitola: - Mezza per 100 Euro, ma solo mezza … si potrebbe fare!. Il Primo accetta, il Secondo al primo giro utile La raccoglie, la spezza in due, depone la metà in eccesso e mangia la metà concordata. il Primo scuce i 100 Euro e riprende il cammino. Il giro successivo reincotrano la mezza porzione rimasta e il Secondo dice al Primo indicandola: - … e tu? .. mangeresti quella metà lì per 100 Euro? – Il Primo risponde: - … e Perché no, se vale 100 Euro per te li vale anche per me! Il Primo la prende in mano e la mangia in un sol boccone. Al giro di ronda successivo però la merda non c’è più, e ognuno percepisce distintamente la mancanza della sua metà, ma proseguendo tutti e due non possono fare a meno di guardarsi ed è in quel momento che insieme, d’un solo fiato si dicono: - ma .. non è che in due ci siamo mangiati una merda (intera) per niente?

La storiella mi è stata raccontata da un vecchio democristiano che non aveva più un partito da perdere.

Harry Steed 24.02.06 00:54| 
 |
Rispondi al commento

CidielleUNIONE: sono due schieramenti diversi nelle loro rispettive compagini ma ambedue affascinati dalla voglia di cementificare quel che resta dell'Italia. In Val Susa il Presidente della Regione, una diessina, si schiera con il Ministro dei Trasporti Lunardi a sostegno della Tav. In Toscana si svolge il medesimo spettacolo ridicolo: il Presidente Martini, diessino pure lui (non sarà mica una malattia?, paladino del Social Forum fiorentino del 2002) approva la distruzione del Mugello dove ancora non sono finiti i lavori della Tav Toscana. Addirittura sempre il Super Martini firma il 23 gennaio 2006 un accordo per cementificare la famosa Piana di Castello, insieme al sindaco di Happy Days da guardare solo negli occhi Leonardo Domenici e al margheritone Presidente della Provincia Don Matteo Renzi, con il plurinquisito ed amico di Berlusconi nonchè patron della Fondiaria SAI Salvatore Ligresti. Verranno gettati 1 milione e 400 mila metri cubi di cemento per realizzare gli uffici delle rispettive sedi, appartamenti di lusso, scuola dei carabinieri...nell'ultimo lembo verde rimasto vicino al disgraziato aeroporto fiorentino di Peretola. Da notare che la zona è a rischio idrogeologico tant'è che la ditta Baldassini e Tognozzi Pontello (bono pure quello) che sta costruendo le prime fondazioni per la scuola benedetta dell'Arma ha già interrotto i lavori per ovvi problemi incontrati. Faccio notare che per le Olimpiadi a Torino sono stati gettati 1000000 di metri cubi di cemento; forse a Firenze si può sciare sulla pista dell'aeroporto!
Ancora dalla Margherita( ma c'è un'epidemia?)arriva la grande proposta di realizzare una tangenziale Nord a Firenze detta TUBONE ma per chi se ne intende è ribattezzata ECO VIA (è più scic, ed è ambientalista!). Si tratta di un collegamento fra est e ovest della città d'arte (da Varlungo a Castello)che traforando la collina di Fiesole si svilupperà per 6 km in galleria e per 3 a vista. Un capolavoro!

Votiamoli
UNITI NEL CEMENTO!!

francesco azzini 23.02.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono sposata da un anno e mezzo ho una bambina di due anni a fine mese ci arriviamo a stento in casa lavoriamo entrambi e ringrazio il cielo che ho dei genitori che mi danno una mano perche fino ad ora il nostro governo non ci ha fatto vedere neanche le dita della mano.ma io voglio sapere come fa quel silvio berlusconi a dire tutte quelle belle stronzate in tv manon ci csrede neanche piu un italiano emigrante che non viene in italia dal dopoguerra.si presenta in tv con i suoi bei fogliettini e spara statistiche ma chi glieli fornisce questi dati il mago casanova?ah silvio silvio sei salito al governo solo per emanare leggi che ti parano il culo dalle tue malefatte.ciao

mina vitolo 23.02.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Gli Italiani non hanno bisogno di dati e di statistiche per capire che sono diventati più poveri in questi ultimi cinque anni per il voluto mancato controllo dei prezzi dei servizi (pubblici e privati) e delle merci nella fase di passaggio dalla lira all'euro, sempre in omaggio al principio berlusconiano e soci del "ruba chi può", sostituendo, nel rapporto economico, il principio tacito del giusto guadagno quello del maggior profitto!
Ciò ha determinato una fondata diffidenza e diffusa rabbia nel comune cittadino/consumatore, il cui reddito è divenuto insufficiente per soddisfare i tradizionali bisogni, esaurendosi già alla fine della terza settimana!
E’, comunque, utile riportare alcuni aumenti relativi al periodo 2001-2005, tratti dal Blog di Antonio Di Pietro:
> > - Affitto +66%
> > - RC auto +23%
> > - Benzina +27%
> > - Latte +25%
> > - Acqua minerale + 81%
> > - Pane + 38%
> > - Pasta +43%
> > - Olio +40%

Non tutti gli Italiani hanno le capacità di spesa del signor Berlusconi!


emilio d'ambrosio 23.02.06 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono un tuo concittadino.Che ne diresti di fare un poco di campanilismo?
Sono un imprenditore (fatto da se non come il berlusca)nel settore delle riparazioni navali in porto a Genova , ci siamo anche già incontrati per la inaugurazione di un cantiere preso in gestione da comuni amici,esperienza finita male a causa degli sciacalli che passeggiano su queste banchine.
Mi aiuti a capire per quale motivo "tutte" le autorità cittadine e portuali se ne fregano altamente di questo settore che mal contati da lavoro ad un paio di migliaia di dipendenti e di conseguenza ad altrettante famiglie.
Sembra che l'ultimo problema , per questi personaggi , che ho peraltro votato , sia l'occupazione . Ora sono tutti eccitati dall'affreso di Renzo Piano e non si preoccupano minimamente di comunicarci quale potrà essere il nostro futuro destino.Siamo fierissimi di avere come concittadino l'Architetto più famoso del mondo ma srebbe bene che detto Architetto si facesse vedre qui tra noi , un caffè ed un pezzo di focaccia glielo offriremmo volentieri ,intanto potrabbe apprendere direttamente quali sono i nostri problemi ed i giornali cittadini la smetterebbero di dire che siamo contro di lui.Forse che dovremo andare a riparare le navi ad Alessandria?Sono veramente scoraggiato (eufemismo). Che sia giunta l'ora di chiudere bottega ? Lasciare i miei dipendenti liberi ed andare tutti assieme a passeggiare sulle nuove meravigliose trasformazioni della città , peccato che molti non potrnno nenche prendersi un caffè.Ciao Franco

Franco Guerci 22.02.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono un tuo concittadino.Che ne diresti di fare un poco di campanilismo?
Sono un imprenditore (fatto da se non come il berlusca)nel settore delle riparazioni navali in porto a Genova , ci siamo anche già incontrati per la inaugurazione di un cantiere preso in gestione da comuni amici,esperienza finita male a causa degli sciacalli che passeggiano su queste banchine.
Mi aiuti a capire per quale motivo "tutte" le autorità cittadine e portuali se ne fregano altamente di questo settore che mal contati da lavoro ad un paio di migliaia di dipendenti e di conseguenza ad altrettante famiglie.
Sembra che l'ultimo problema , per questi personaggi , che ho peraltro votato , sia l'occupazione . Ora sono tutti eccitati dall'affreso di Renzo Piano e non si preoccupano minimamente di comunicarci quale potrà essere il nostro futuro destino.Siamo fierissimi di avere come concittadino l'Architetto più famoso del mondo ma srebbe bene che detto Architetto si facesse vedre qui tra noi , un caffè ed un pezzo di focaccia glielo offriremmo volentieri ,intanto potrabbe apprendere direttamente quali sono i nostri problemi ed i giornali cittadini la smetterebbero di dire che siamo contro di lui.Forse che dovremo andare a riparare le navi ad Alessandria?Sono veramente scoraggiato (eufemismo). Che sia giunta l'ora di chiudere bottega ? Lasciare i miei dipendenti liberi ed andare tutti assieme a passeggiare sulle nuove meravigliose trasformazioni della città , peccato che molti non potrnno nenche prendersi un caffè.Ciao Franco

Franco Guerci 22.02.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Siamo l'unico paese democratico al mondo ad avere un Premier con plurimi capi d'accusa. Questo denota la serietà di chi è stato eletto e dell'elettorato. Siamo per la stampa mondiale una nazione ridicola...

Franzo P 22.02.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 22.02.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono un italiano di 47 anni che vive in Costa Rica, mi ero rotto i coglioni dell'italia. Dicono che questo é il terzo mondo, ma all'ora in italia per alcune cose dove siamo? al 438mo posto?
Solo ieri ho avuto la Fortuna e l'ONORE di poter vedere il tuo spettacolo a Roma nel 2005.
Sono rimasto senza parole, penso che con le veritá che stai dicendo dovrai andare in giro con almeno 20 guardie del corpo. Spero che tu possa continuare sempre cosí, dicendo quello che nessun'altro ha il coraggio di dire, dicendo quello che la gente vuole o non vuole sapere (a volte é piú comodo). Ti faccio tutti i miei migliori auguri, e ti garantisco che se dovessi mai fare un partito politico, verrei in italia appositamente solo per votarti.
Un

Filippo Barone 22.02.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, condivido quasi spesso le tue battaglie ed attingo soventemente al tuo blog per avere delle informazioni. Oggi te ne voglio dare una io: forse non sai che lo spazio dell'Università Bicocca a Milano, essendo area dismessa della Pirelli, fa capo al Tronchetto dell'Infelicità. Ebbene, i parcheggi che sono all'interno dell'area, sono a pagamento(euro 1,95 ad ora). Quasi nessuno sa, che il Tronchetto sulle multe fatte dai Vigili Urbani, detiene la metà degli incassi per infrazione alle norme del c.d.s.
Nel salutarti, ti chiedo di scrivere qualcosa sulla situazione del Porto di Gioia Tauro, vera opera pubblica che consentirebbe l'emangipazione seppur relativa di aree depresse d'Italia.

Giovanni Messina 22.02.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento

se cliccherete sul mio nome in basso a sinistra mi farà piacere così saprete tanto di me.
Caro Beppe è bellissimo leggere i tuoi blog con relativi commenti - è un pò come fare il compito in classe di Italiano alle scuole superiori -
io ho scritto anche alla tua redazione questo mio suggerimento ma vorrei quì esporlo anche pubblicamente - allora ho fatto riferimento al compito in classe di italiano delle scuole superiori non a caso, che ti davano i titoli dei temi dove c'erano i titoli da scegliere tra il letterario, di storia, e quello di attualità o tema libero,ecco nella sessioni degli argomenti dove noi possiamo andare a dire la nostra potresti aggiungere " Tema libero parlate di quello che vi pare " così non rischiamo di andare fuori tema, io intendo nella sessione "MURO DEL PIANTO aggiungi "TEMA LIBERO" così si creerà come un forum a tema libero dove tutti possono dire la loro su qualsiasi problematica o argomento, uno spazio dunque completamente autogestito da chi ti legge e "lo sai" siamo in tanti - perchè a volte vorremmo dire tante cose ma non troviamo lo spazio dove dirle altrimenti rischiamo di andare fuori tema - se qualcuno che legge questo post fosse daccordo con me mi scriva così conterò quanti siamo a pensarla così e dopo caro BEPPE ti riscriverò con la forza del referendum popolare e forse otterremo di avere uno spazio con argomento A PIACERE PER DARE LIBERO SFOGO INDIVIDUALE .Per scrivermi "PER REFERENDUM" SULLO SPAZIO CON ARGOMENTO A PIACERE clicate sul mio nome in basso a sinistra.
Se questo mio post fosse messo all'ordine del giorno sarebbe una cosa straordinariamente democratica - cioè pubblicato in prima pagina .

Tony Zecchinelli 22.02.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti,innanzitutto complimenti al mitico beppe che anche quest'anno ho seguito al palalottomatica epoi volevo sapere come si carica il credito per chiamare cellulari con skipe.attendo con ansia una risposta visto che ho scaricato il programma il giorno dopo lo spettacolo ma non so come fare per chiamare. grazie

floriana brancati 22.02.06 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici,

gli scienziati hanno unanimamente riconosciuto che una delle cause primarie di patologie gravi in costante aumento, come il cancro, le allergie, la sterilità maschile e le
malattie neurodegenerative (Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla, ecc.) è l’immissione nell’ambiente
di un numero sempre crescente di sostanze chimiche. I cittadini europei hanno dunque accolto con entusiasmo
il progetto di un regolamento europeo denominato REACH per la valutazione e regolamentazione delle sostanze chimiche immesse nell’ambiente. Di questo progetto è relatore un membro italiano del Parlamento Europeo, l’On. Guido Sacconi, che ha dovuto far fronte a immense pressioni delle industrie chimiche, fermamente intenzionate a contrastare REACH.

Ma il progetto REACH, seguendo le indicazioni dell’OCSE, intende valutare la tossicità delle sostanze da autorizzare con metodi che si basano in grande parte sulla sperimentazione animale. In tal modo il nuovo regolamento:
* vanificherebbe l’intento stesso dell’intero progetto, basandolo su dati non validi per
l’uomo
* consentirebbe alle industrie di nascondere la vera tossicità delle sostanze che ad esse conviene commercializzare
* consentirebbe ancora alle industrie, quando si verificano danni, di evitare la responsabilità civile servendosi
della “incertezza della prova”
* condannerebbe (inutilmente, come sempre) svariate decine di milioni di
animali alla vivisezione.

Il Comitato Scientifico EQUIVITA ha svolto da anni, insieme al Comitato francese “Antidote”, un’azione costante per introdurre in REACH l’obbligo di una valutazione di tossicità fatta con metodi scientifici (non basati sul modello animale), con svariati seminari (a Parigi nel 2003, a Londra nel 2004, a Bruxelles nel 2005, a Roma nel 2005 e 2006) ed alcuni parziali risultati sono stati raggiunti nella stesura della bozza approvata a Strasburgo in 1a lettura.
E’ tuttavia oltremodo importante proseguire per ottenere di più nel testo finale.
Abbiam

susanna penco 22.02.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Signor Grillo. Oggi per la prima volta ho letto i suoi commenti sulla Legge Biagi. Lei è l'unica persona a pensarla come i tanti giovani che vivono la precarietà del lavoro. Fare il politico di certo è il mestiere più semplice del mondo dicono la loro su cose che per loro fortuna non vivono direttamente. Perchè non estendiamo la flessibilità che loro osannano così tanto a tutti i lavoratori vecchi e nuovi? Di sicuro ci sarebbe una rivoluzione vedrebbero cadere tutte le leggi a loro favore (ammortizzatori sociali...)Per lavorare si richiedono ovunque titoli,esami e la famosa esperienza che nessuno mi da. Penso ci voglia un '68 con un unico tema: il lavoro.
Sono sfiduciata e sono sicura che resterò a vita con due lauree alla call center di Matera.
Grazie

Eufemia Cansoniere 22.02.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

salve
complimenti per quello che fai
ti volevo chiedere visto la tua conoscenza nel campo delle energie pulite se potresti dare un'occhiata su quanto scrive il prof Ruggero Maria Santilli sui carburanti puliti sulla matematica adronica sui reattori adronici etc.
su tuttoun discorso dell'inquinamento da energia derivante dall'idrogeno.
Visto che tu mi sembri un assertore dell'energia derivante da idrogeno ed anche io. ti chiedevo, essendo tu un esperto per certi versi, quanbto cè di vero in quel che asserisce il prof. Santilli.
penso che cercando su internet troverai qualcosa come per caso io ho trovato qualcosa cercando informazioni sull'energia solare
certo di una tua risposta
Cordiali Saluti
Gaspare Calabrò

Gaspare Calabrò 22.02.06 07:09| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggio politico:
Bush e Blair decidono di consultare a turno i parlamentari europei presso la residenza del presidente degli Stati Uniti di Camp David per decidere sulla guerra. Al ritorno in Patria dei parlamentari italiani però per un’avaria ai motori viene attuato un atterraggio di fortuna in una piccola isola deserta e “fortunatamente” si salvano tutti. Tu ti trovi a passare di là con una piccola imbarcazione. Li vedi e ti dicono che da lì non riescono a chiamare i soccorsi.
Per farli tornare in Italia su quella tua piccola imbarcazione hai la possibilità di caricarne soltanto sette, chi sceglieresti? Chi non vorrebbe salvare nessuno di loro è ovvio che non deve rispondere.


Giovanna Nigris 22.02.06 05:33| 
 |
Rispondi al commento

Preg.mo Sig. Grillo,
(avrei voluto fare una introduzione, un preambolo ma ho desistito per non tediarla)Le chiedo:
"cosa La rende "diverso", dal resto del genere umano, così da farla sentire più simile e/o più "vicina" a me?"

Cordiali saluti.

Leonardo Bottiglieri 22.02.06 03:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma certo che strazio vivere vicino a un cantiere. Stanno costruendo case vicino alle nostre, qualcuno vorrebbe un tetto. Abbiamo detto no, chiamato un centinaio di sfaccendati dai centri sociali e occupato l'area. Quella cooperativa vada a costruire da un'altra parte. Noi condomini nn vogliamo rumori e traffici vicino a casa nostra.
Si arrangno altrove, sti rompi palle come quelli della TAV! Di Liberto Pecoraro Bertinotti Anarchici Giottini Disobbedienti e altri eroi della democrazia e della protesta comunista sono con noi. Si deve costruire solo nel deserto, a Bengàsi per esempio! Cavoli, un pò di rispetto per chi la casa ce l'ha già!

Fausto Orazi 22.02.06 02:52| 
 |
Rispondi al commento

Chiedersi se per caso i due poli non siano in realtà uno è già darsi una risposta. A conferire una parvenza di bipolarismo reale provvedono, non è chiaro quanto consapevolmente, i folklorismi degli alleati "estremi" tanto utili per rastrellare un'infornatina di voti, tanto irrilevanti nella realtà una volta che i giochi (elettorali) sono fatti.
Resta una melmosa distesa tutta franata al Centro. Un centro liberista che pur riempiendosi la bocca di Sociale riconosce, com'è nel suo DNA, unicamente gli interessi privati. I GRANDI interessi, s'intende. Un centro che SOLO ha la facoltà di governare e che è soggetto a poche e semplici, ma tassative e uguali PER TUTTI.
Soggetto a periodiche ratifiche sopranazionali, ossequioso applicatore di misure "tecniche", ordinate da tecnici che nessuno di noi può eleggere. Gli elettori sono quegli stessi interessi. Grandi. Rigorosamente privati.
La "piccolezza" nel Male.

renato carpaneto 22.02.06 02:05| 
 |
Rispondi al commento

continuare il teatrino "maggioranza-opposizione"...ma chi glielo da questo potere?il popolo...e chi può toglerlo se non il popolo?immagina cosa potrebbe succedere se la gente si rendesse conto della trappola elettorale e non andasse più a votare...i politici si renderebbero conto della propria inutilità...il popolo inizierebbe una nuova esperienza di autogestione,di autodeterminazione,di vera democrazia dal basso...discorso utopistico,eh?sarà,ma è una convinzione personale molto forte...e poi basta a chi dice di votare il meno peggio...il politico meno peggio non esiste e qualora esistesse ma perchè dovrei votarlo se ho la possibilità di mandarli a casa tutti?sono convinto di una cosa:L'ASTENSIONE è LA RIVOLUZIONE!

domenico manente 22.02.06 01:48| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ho 20 anni e sono uno studente universitario...ho poche idee ma ben chiare...mi chiedo perchè dovrei votare... per quale motivo dovrei delegare i miei sogni ad altri che perseguono unicamente i propri interessi...perche dovrei fidarmi dei personaggi politici di oggi...sfruttano la loro posizione di potere per

domenico manente 22.02.06 01:22| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe. penso che tu abbia ragione. sono un partito unico. ho visto il film della Guzzanti "viva Zapatero" e ho scoperto la faccenda dell'accordo per non toccare le tv di Berlusconi ricordato da Violante al suo amico Anedda di An. che vogliamo di più?

mary rossi 22.02.06 00:48| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, certo che sono un partito unico. in un sistema che si dice democratico(sic!) ci vuole chi recita la parte della maggioranza e chi quella dell'opposizione. altrimenti che democrazia è? ma recitano, appunto.il teatrino. poi vanno a cena assieme e tante altre belle cose sempre assieme. purtroppo per noi conoscono molto bene l'arte e tutti i trucchi per gestire il potere con tutti i suoi privilegi. sanno molto bene che quello che diceva il filosofo dell'antica gracia Eraclito è sempre attualissimo: la maggior parte della popolazione è costituita da imbecilli. saluti a tutti.

luca martinelli 22.02.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Riesco a tollerare ogni tipo di argomentazione meno che la qualunquistica e idiota sollecitazione di non votare.

Agatino Marzà 22.02.06 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe
Riguardo alla tua iniziativa contro la legge Biagi ti raccontero la mia piccola esperienza.Ho lavorato per circa 8 mesi presso il call center della TIM(119) di Milano di via val Torta; la mia posizione è stata di interinale, ufficialmente assunto dalla società man power dopo aver tenuto un corso di operatore presso la stessa TIM.
Ho iniziato con entusiasmo il mio primo contratto di 6 mesi e spronato dalle tante promesse di un eventuale assunzione a tempo indeterminato sia da parte della socieà di lavoro interinale sia da capistruttura della TIM.
Pero già prima ancora di presentarti ti avvertono non ufficilmente che tu come interinale non ti puoi ammalare, non puoi chiedere ferie di nessun tipo, non puoi scioperare, prendere parte ad assemble a meno che tu voglia non essere riconfermato per i 6 mesi successivi.Infatti solo dopo la firma del secondo contratto di 6 mesi ci era permesso chiedere delle ferie non superiori a dieci giorni.
La grande prospettiva di assunzione di cui hanno usufruito alcuni dei miei colleghi più anziani è che prima della scadenza dei 24 mesi venivano assunti dalla TIM con un contratto di formazione, cosi che la formazione che di legge non dovrebbe superare i 2 anni arriva a quasi 4.
Naturalmente chi rompeva o era antipatico a qualche capocia se pur bravo nel propio lavoro non veniva riconfermato.


un cordiale ciao
forza Beppe.

Andrea Bassi


cordiali saluti Andrea Bassi


Andrea Bassi 21.02.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono un lavoratore co.co.co.di un call center di Napoli.Volevo solo aggiornarti su quanto guadagno all'ora,non 5€,magari, prendo 3€ di merda......capito....,ho 25 anni come posso mettere su una famiglia, avere un futuro con quello che prendo.Se le cose non cambieranno non ci sarà più nessuno che guarderà al futuro con ottimismo.............

Pasquale Esposito 21.02.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, parole sante. Mi viene in mente la clamorosa ultima pagina del settimanale DIARIO di enrico Deaglio. Egregio. U articoletto che spiega come negli ottantta Berlusconi, Cossutta, la Mobicoop e Pubblitaitalia e compagnia bella facevano Business in Russia. Come molti matrimoni, poi non si va d'accorso e sucede quel che succede. Le ragioni di cotanta timidezza in certa parte della sinistra, hanno, purtroppo radici lontane e mentre cuocevo salamelle alle feste dell'unintà, qualcuno preparava la svolta che, poi si è trasformata in, storta.
Un saluto e avanti così.

Fabio Masetti Commentatore in marcia al V2day 21.02.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento

a chi serve il PONTE DI MESSINA?
Giorgio Alescio.

Alescio Giorgio 21.02.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ho notato che su blog si parla tantissmo della realizzazione della TAV, non sarebbe ora di cominciare a parlare della realizzazione "inutile" del PONTE DI MESSINA?
Giorgio Alescio.

Alescio Giorgio 21.02.06 20:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao.
IERI HO VISTO LO SPETTACOLO DEI SIG. GRILLOOOOO
ED E' STATA UNA COSA FANTASTICA SPERO CHE SI POSSA GODERE IN FUTURO DEL GRILLO ANCHE IN TV XCHE' LE COSE CHE DICE SONO SANTE E VERE, E SE NE AVESSI IL POTERE LO ELEGGEREI DIRETTAMENTE COME PRESIDENTE DELLA CAMERA NONOSTANTE IO NON SIA DELLO STESSO COLORE POLITICO.
6 UN GRANDE E CONTINUA COSI'

de rosa pasquale 21.02.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/notav2.htm
http://www.disinformazione.it/adhd7.htm
http://www.diario.it/index.php?page=search&mode=results


Dia una lettura a questi articoli (li ho raccatati molto in fretta, sono alcuni di quelli che mi e' capitato di leggere nel corso di tutta questa vicenda e che forse le potrebbero far cambiare idea :-)
un cordiale saluto,
simona

simona serena 21.02.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sicuramente ripeterò cose già dette, per cambiare questa classe politica bisognerebbe mandarli a casa tutti e subito. Sarebbe utile imporre un limite massimo di due mandati parlamentari. Per fare questo dovemmo iniziare evitando tutti di andare a votare, esprimendo così il nostro dissenso all'intera classe politica italiana, non solo a livello nazionale ma anche, in molti casi, locale.
IL GIORNO DELLE ELEZIONI ANDIAMO TUTTI A FARE DELLE SCAMPAGNATE, sicuramente il nostro tempo sarà speso meglio.
Ciao Luca

Luca Dalprà 21.02.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

IL PESO DELL’IPOCRISIA. Chi combatte le ipocrisie messe strategicamente in campo da individui abietti insopspettabili, non ha un compito facile. L’essere umano, in perfetta buona fede, in ogni momento e in ogni luogo della terra, a sua più totale insaputa può essere vittima di mezze verità tanto da farle passare come assolute verità sostanziali sia su ciò che sta per accadere sia su quello che è già accaduto. L’ipocrisia è “la peggiore bestia che sorride”. Con essa si ha uno sporco mezzo per ottenere vantaggi immeritati di ogni tipo e in ogni campo e in ogni luogo. Nel mondo della politica purtroppo l’ipocrisia raggiunge i massimi livelli di spudoratezza e la difesa contro di essa è pressoché nulla tanto che qualsiasi cittadino sotto tale effetto viene mantenuto in balia degli eventi, controllati, mascherati e indotti a danno di chiunque viene scelto come ignara vittima. Un esempio teorico dimostrativo di dinamica dell’ipocrisia potrebbe essere questo: se io mostro il momento in cui un individuo uccide un altro, secondo l’apparenza dimostro che quello che uccide è un assassino. Se poi invece spiego la reale dinamica dell’accaduto, dimostrando che la persona rimasta uccisa, pochi minuti prima aveva sterminato la famiglia dell’assassino, l’aspetto cambia di parecchio, perché si è indotta una persona in preda a raptus e quindi in stato di estrema disperazione e di legittima difesa. Chi volesse potrebbe mostrare mezza verità e fare apparire come assassino chi in realtà in momenti normali senza istigazioni, non avrebbe fatto neppure del male ad una mosca. Oggigiorno anche in Italia ho preso atto che c’è chi prova immenso piacere ad incutere sofferenza con una forte carica di sadismo a chi è più debole e non può difendersi, perché indotto ad essere sempre più diversamente abile. Per mezzo delle ipocrisie bene programmate e attuate il torturatore agli occhi della gente apparirà costantemente “faccia d’angelo” CONTINUA SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…

Giacomo Montana 21.02.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:
…. un gentiluomo e la vittima una persona di poco conto, di poco valore, di poca resa e di poca credibilità. In questo modo vengono falsate le conoscenze su chi è semplicemente e soltanto una vittima. Nell’era contemporanea mai nessuno sosterrà che la peggiore violenza è quella mantenuta nascosta dai veri sadici criminali che dirottano l’attenzione verso la violenza armata e manesca, ma personalmente so bene che i criminali di professione vengono usati per causare violenza e poi vengono protetti e mantenuti nascosti all’opinione pubblica. Grazie all’aiuto di Dio non tutte le persone lasciate nella morsa della tortura divengono violente. Molti soggetti subiscono fino all’ultimo come fa la Signora Giovanna Nigris che col mio aiuto riesce almeno a protestare (come meglio spiegato e provato nel suo sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com altri purtroppo non ci sono più perché sono stati indotti ai gesti estremi del suicidio. Mai nessuno ne saprà le cause perché essi non ci sono più. Meglio sempre avere delle proprie idee originali su tutto e MAI FARSI INCULCARE QUELLE DEGLI ALTRI: POTREBBERO ESSERE MEZZE VERITA’ SOTTO IL PESO DELL’IPOCRISIA. Giacomo Montana

Giacomo Montana 21.02.06 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo signor Grillo e
gentilissimi lettori di questo blog
che io preciso, non conoscevo; perchè tanto catastrofismo su opere, grandissime opere in cemento e calcestruzzo che verrebbero promesse e sostenute da giunte sia di destra (centro) che di centro (sinistra)?
Perchè continuare ad affermare che la politica risponde agli interessi degli imprenditori nel caso nostro i famosi "immobiliaristi"?
La Tav in Val Susa, come i mirabili tunnel già realizzati nello splendido Mugello, nella Toscana "detta rossa", che visiterò personalmente ai primi di marzo, sono generose opere di impiego sociale! Fanno lavorare migliaia di onesti operai, muratori e perchè no qualche costruttore e politico col senso comune. Pensiamo ad un altro meraviglioso progetto come il famoso "Tubone" un progetto targato Margherita(preciso: lo definiscono così un manipolo di ambientalisti fiorentini): un tunnel di 9 chilometri che sotto attraverserà Firenze partendo da campo di Marte, bucherà la collinetta di Fiesole e uscirà sulla piana di Castello. Un'opera originale classificata come Eco-via, altro che tuboni! Permetterà di inglobare ed aspirare tutto il fumo degli scarichi delle macchine che attualmente invadono i viali della città di Firenze. Questo è il progresso e il cemento è lo strumento adeguato per attuarlo.
La ringrazio e vi ringrazio

Vostro

Prof. Arch. Adriano Cemento
docente di Teoria e Tecnica di Cementificazione di Massa, presso la Facoltà di Architettura di Agrigento, attualmente in visita nel capoluogo toscano.


MA LA TAV SERVE VERAMENTE? O NON RISULTA CHE L'ATTUALE LINEA FERROVIARIA, ALLO STATO ATTUALE, E' SOVRADIMENSIONATA VISTO CHE IL TRAFFICO FERROVIARIO E' SCARSO E NON SI PREVEDE, A LUNGO TERMINE, UN INCREMENTO TALE DA GIUSTIFICARE TALI COSTOSISSIME OPERE? E NON SI DOVREBBE ATTUARE LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI PRIMA DEI PROGETTI E NON A GIOCHI FATTI?
L'ESSERE IN EUROPA SIGNIFICA ANCHE IMPARARE DA NAZIONI PIU' PROGREDITE NELLA VERA DEMOCRAZIA E NON ANDARE A CACCIA SOLO DI EURO.....

Raffaele Di Marcello 21.02.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Sento proprio in questi istanti dall'odioso Tg5 che e' stata fatta la pace tra Berlusconi e la lega.Le dichiarazioni di Maroni hanno ottenuto il risultato sperato:strappare a Berlusconi una contropartita alle dimissioni di Calderoli.
"Berlusconi e' lunico in grado di fare le riforme "dice bossi "e poi e' anche simpatico, al contrario di prodi". Di certo la malattia la cambiato,un tempo quest' uomo diceva cose "leggermente" diverse su Berlusconi.

Su www.berluscastop.it tutto quello che pensava(?)o pensa(?)Bossi di Berlusconi
www.berlusconisilvio.com/banca1.htm l'inchiesta del giornale la padania sulla famigerata BANCA RASINI

arturo ardennati 21.02.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si potrebbe fare a mio avviso una cosa molto furba: premesso che il tunnel sarebbe lungo ben 53 Km, che nelle viscere delle montagne pare esserci amianto e uranio, visto che stiamo finalmente parlando nuovamente di centrali nucleari, che la francia già ce l'ha, visto che nel tunnel dovrebbero passare solo merci e non passeggeri;
perchè non ipotiziamo il passaggio di treni automatici che possano lì depositare, passando, anche scorie nucleari sia della francia che dell'italia?

Lucio Salimbeni 21.02.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi domando perché sono stati smobilitati gli scali merci di quasi tutte le stazioni d'Italia invece di essere via via adattati alle nuove esigenze di trasporto. Che cosa risolve una sorta di cerbottana che fa scorrere a velocità folli mercanzie con scarsa possibilità di porosità sui territori attraversati.
Viareggio-Firenze, treni passeggeri, tempo minimo 100 minuti per 80 km scarsi, tempo max 125 min, dai tempi dei garibaldini ad oggi.
Scorrono i secoli e non corrono i treni.
Saluti miei Prodi, punto e basta.
Alberto Micarelli

Alberto Micarelli 21.02.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Il titolo dell'articolo scritto qui sotto per un problema inspiegabile non stava nella lunghezza dello stesso, pertanto per completezza lo scrivo qui: Dal mondo del crimine di un ospedale italiano.
L'altra faccia dell'Italia: tra cuori di ghiaccio e crimini protetti.

L'articolo l'ho scritto non tanto per me che oramai ho la salute completamente distrutta da persone che riescono a raggirare la società, quanto per tentare di impedire o diminuire o frenare il crimine protetto che uccide lentamente e spietatamente di nascosto. Grazie Beppe per la tua grandezza d'animo che mi hai dato la possibilità di fare semplicemente informazione diretta. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 21.02.06 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggi No Tav:
tutti si agitano e mandano all'attenzione del pubblico i sondaggi a favore della Tav specie della Valsusa ovviamente sondaggi favorevoli dove a quanto sembra i cittadini si dichiarano favorevoli. Saranno veri non dico di no ma, viziati. Si dimenticano di inserire una sottodomanda:
Se abitassi nei pressi dei cantieri Tav della Valsusa o Torino Lione saresti ancora favorevole?
Chissà perchè questa interessante sottodomanda se la dimanticano di fare.
Magari ci puoi pensare tu Grillo a fare un sondaggio simile con inclusa questa sottodomanda.
Perchè una cosa è abitare in Sardegna e dire favorevole un'altra è abitare vicino a quei cantieri.

cauduro piero 20.02.06 23:55| 
 |
Rispondi al commento

E' una proposta troppo sensata per essere accettata !!!.I politici in servizio permanente (e gli ex che godono di pensione privileggiata) legati a doppio filo ai centri di potere economici combatteranno all'ultimo sangue per affossare una proposta del genere.Ho vissuto sulla mia pelle alcune vicende in ambito "politico";la prima a 35 anni candidato (su loro richiesta)in un piccolo partito (quasi azzerato dopo tangentopoli)per le amministrative in una regione a statuto speciale...i primi due arrivati (che avevano fatto campagna l'uno per l'altro)sono arrivati a vertenza legale per brogli....chi sarebbe andato alla regione aveva avuto solo 16 voti in più!!!l'ultima:nel seguire un segretario provinciale , a mio giudizio (sto per diventare nonno per la terza volta e...un poco di esperienza e di saggezza mi è dovuta!) persona valida sotto ogni aspetto,ho scoperto che è stato "fatto fuori" con accuse false portate da elementi vicino al leader di un partito che aveva fatto della trasparenza e della legalità la sua bandiera!!!COMUNQUE NONOSTANTE TUTTO continuiamo a combattere...condivido e ci aggiungerei alcune altre considerazioni tipo età limite per ricoprire certe cariche ecc...

fulvio rosati 20.02.06 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Proposta di referendum, come per i sindaci, eleggibilità dei parlamentari al massimo per 2 legislazioni. Il limite varrà anche per legislature non portate a termine e per legislazioni successive. Si potrà ricandidarsi alla 3 legislatura e non prima che siano trascorsi 5 anni dalla seconda rielezione. Che ne pensate?

Francesco Talbot 20.02.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

La TAV. Ecco un'altro passo verso l'Ordine Mondiale. Un altro tentativo di creare un mercato unico a spese dei popoli e della Natura. Grazie a quest'asse il petrolio e pochi altri beni d'interesse del Governo Ombra ( o Banche ) potrà scorazzare per l'asse Europa-Asia, sfruttando poi canali marittimiper la distribuzione nel resto del mondo. Ecco perchè diventa indispensabile fare il Treno.
Inoltre dal Sig. Castoldi, dal manuale di Tecnica Turistica, apprendo che i treni sono stati inventati per i ricchi, e stanno tornando ai ricchi, dato lo stato pietoso in cui versano. Ecco il motivo oscuro, creare un nuovo POPOLO DI SUDDITI, mentre il sistema bancario ha già superato i governi, da DECENNI, offrendoci il sistema del "signoraggio" attuale.
Pensate: noi paghiamo con le nostre tasse il debito pubblico, il quale non è che differenza fra il denaro prestato dalle banche allo Stato e quello (A COSTO ZERO) che viene prestato al popolo ad un tasso d'interesse,il quale, oltretutto, viene modificato ogni momento a piacimento (euriborspreadtaeg).
Del resto cosa pretendiamo: se non si conosce nemmeno il testo della Costituzione Italiana, non si può pretendere di sconfiggere un sistema basato sul nulla!
Quando molte volte ho cercato di parlare dell'Ordine Mondiale, mi riferivo al sistema economico (che ci passano come globalizzazione, da cui i NO GLOBAL e i disobbedienti - al regime) che ormai vede finanziatori dell'altro capo del mondo fra i soci della Banca d'Italia, la quale è, UDITE!, PRIVATA!
Insomma, chi emette il denaro PUBLICO è un ente PRIVATO! Vi basta per capire almeno il sistema che state sopportando? Se io fossi un socio della BCE o della Bank of England, per lo meno inventerei crisi economiche e, perchè no, GUERRE SU MISURA (es. il TERRORISMO), allo scopo di far quadrare di tanto in tanto il bilancio DEBITOPUBBLICOINTERESSITASSEUTILI.

Giuliano

PS: dimenticavo, è in offerta l'ultimo mAodello di dvd nei negozi, andate e... comprate! e.. FORZA ITAL

Giuliano Caimmi 20.02.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Proposta di referendum, come per i sindaci, eleggibilità dei parlamentari al massimo per 2 legislazioni. Il limite varrà anche per legislature non portate a termine e per legislazioni successive. Si potrà ricandidarsi alla 3 legislatura e non prima che siano trascorsi 5 anni dalla seconda rielezione. Che ne pensate?

Francesco Talbot 20.02.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Non esercitare il diritto di voto non aiuta a risolvere i problemi del nostro Paese. Anzi, poiché chi ci governa oggi é per una democrazia qualitativa e non quantitativa; non recarsi al voto il 9 e 10 aprile,significa dare ragione ai corrotti ed ai lestofanti che usano la politica per l'uso del potere fine a se steso ovvero per arricchirsi personalmnete; ancora, per evitare processi scomodi. Evitiamo di ripetere gli orrori di un passato che a parole, tutti vorremmo che non ritornasse più; mentre,ad alcuni governanti non dispiacerebbe affatto,seppur in chiave moderna, riproporre il funesto Ventennio.Medita amici, meditate prima che sia troppo tardi. Dopo il voto, sarebbe auspicabile che in nostro eroe Beppe Grillo, aprisse un dibattito su un possibile modello di Società e conseguentemente un modello di Stato coerente con i principi ispiratori della società che vorremmo costruire, ricordandoci che la tolleranza é la base per una convivenza civile anche tra popoli di diversa cultura e religione.I tristi avvenimenti di questi giorni testimoniano che la forza delle ARMI é portatrice solamente di ODIO. E'il caso di citare che la storia non é maestra di vita!
Concludo, dicendo che il 9 e il 10 aprile occorre andare a votare... il MENO PEGGIO.
cordialmente
francesco

francesco palmizio Commentatore in marcia al V2day 20.02.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo pienamente con quanto scritto da Beppe.

Per chi e' d' accordo e vorrebbe votare per l' Unione, perche' non ricordare a Prodi che e' un nostro "dipendente" e che non vogliamo la Tav.

Bastano due ricghe o incollare il link di questa pagina di Beppe.

Ecco gli indirizzi per scrivere all' Unione o a Prodi:
- dal sito di Prodi :
http://www.romanoprodi.it/contatti/caro_romano.html

- dal sito dell' Unione:
http://www.unioneweb.it/2006/02/11/assemblea-programmatica/#comment-2915

Facciamoci sentire ! Indignamoci ancora !

Cesare Iametti 20.02.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si vede che abiti lontano e non conosci la valle di Susa.
Gli imbelli abitanti valsuini al di là di ogni colore politico lottano uniti per sopravvivere per i prossimi 20 anni contro la costruzione di un'opera inutile (la linea TORINO -LIONE è già STATA SOPPRESSA DUE ANNI FA PER MANCANZA DI UTENTI)che prevede la realizzazione di due gallerie lunghe rispettivamente 22 e 50 Km sotto montagne ricche di uranio e amianto, il cui stoccaggio dello smarino nei nostri orticelli causerebbe un notevole aumento di tumori ai polmoni e al sangue.
Forse saresti disposto a ospitarne qualche mc anche tu nel tuo giardino? in questo caso potresti prenotarne un po'
Noi non siamo contro il passaggio della TAV - chiediamo per questo il potenziamento della linea esistente, che attualmete la sua inefficenza costringe i nostri pendolari, tra cui i nostri ragazzi che devono andare a scuola a Torino e in Alta Valle a lunghe maratone quotidiane.
Oltretutto spendendo un decimo di quanto stanziato per il progetto esistente c he solo in minima parte è finanziato dalla Comunità Europea e il resto a carico di tutti i contribuenti italiani

angela vai 20.02.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento

FUORI PER SEMPRE CHI HA PRECEDENTI PENALI DAL GOVERNO E DAL PARLAMENTO!
NO ALLA VIOLENZA E FUORI IL NUCLEARE MILITARE DALL’ITALIA, DALL’EUROPA E DAL MONDO!
Dall’anno 1991 con la prima guerra del Golfo,venne distrutta violentemente la pace,il disarmo e lo smantellamento del nucleare militare. A nulla sono mai valse le molte manifestazioni contro chi vuole giocare alla guerra anche al costo della vita degli innocenti
Alla coraggiosa manifestazione mista nella quale aderirono le associazioni di: Arci – Acli – Assopace – Donne in nero – Udi – Fiom, fu anche respinta la protesta al grido: FUORI LA GUERRA DALLA STORIA” Oggi gli slogan diviene inevitabile che siano due come quelli del titolo dell’articolo
Basta con le provocazioni da pulcinella! Immaginiamo se fossero fatte caricature su Gesù Cristo, come reagirebbe il Vaticano ed i Cristiani,compresa me. E’ ora di finirla,di fare i finti tonti nel mondo della politica. Ho il sospetto che a qualcuno prudono le mani per riuscire a giocare con le bombe ”intelligenti” in un’altra guerra e per potere poi dire noi siamo i più forti
Ora una cosa è giocare politicamente con sadismo con la vita dei cittadini più deboli che non hanno alcuna tutela come quello che accade a me da donna ridotta ammalata, disabile e ancora torturata impunemente dal posto di lavoro (vedi sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ) e un’altra è volere giocare per provocare una guerra nucleare che poi diverrebbe mondiale per ovvie ragioni
L’Italia ha problemi gravi di stabilità politica,economica,sociale e del territorio,devastato da un modello di sviluppo insostenibile con personaggi al governo che a tutto pensano (compresi i litigi spesso infantili) meno che interessarsi dei reali problemi del Paese. So che per la guerra, annualmente paghiamo 500 dollari a testa dalle tasse così ne veniamo coinvolti! Col rischio della distruzione del pianeta. Poi si fa salire il costo della vita e si dice che si aiutano le famiglie.FORZA SISU

Giovanna Nigris 20.02.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione Beppe, il discorso è sempre il solito. Votare tra il PEGGIO ed il MENO PEGGIO. Ma io che ho 24 mi sono gia' rotto le scatole di doverlo fare. Fino ad ora ho sempre votato per il centrodestra ma stavolta basta!! Stavolta andro' in cabina elettorale ma non me la sentiro' piu' di dare credito o a ladri affaccendieri o ad ipocriti che nel tempo libero fanno affari personali con l'altra fazione...Basta!!! Scheda bianca e basta. A volte mi stupisco di come certi miei coetanei lobotomizzati, in certe discussioni riescano a schierarsi da una delle due parti. Mi sembra davvero incredibile. Ognuno usi la propria testa...e a quel punto lasciare la scheda bianca sara' una logica conseguenza!!! Luca Pirondini

Luca Pirondini 20.02.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' L'ARROGANZA E L'IPOCRISIA E' COSI' RADICATA IN QUESTI PSEUDO POLITICI ( POSSIAMO CHIAMARLI POLITICI?)? CHI E' CHIAMATO A GESTIRE LA COSA PUBBLICA, NON DOVREBBE PERSEGUIRE L'INTERESSE COMUNE? SE LA GENTE CHIARAMENTE NON VUOLE QUEST'OPERA DELLA TAV, PER QUALE MOTIVO PRODI-BERLUSCONI VOGLIONO PERSEGUIRE A TUTTI I COSTI IL PROGETTO? LA POLIZIA CHE MAL MENA DELLE PERSONE QUALI CITTADINI, SINDACI, TECNICI, ETC., NON E' LA PROVA CHE SI STA SBAGLIANDO TUTTO?
MA CHE RAZZA DI PAESE SIAMO DIVENTATI?ALLORA DOVREI PENSARE CHE IL FINE NON E' L'INTERESSE PUBBLICO? PARLIAMO DI TAV QUANDO UNA PIOGGIA O NEVICATA MANDA IL TILT IL SISTEMA FERROVIARIO NAZIONALE? ABBIAMO UN SISTEMA DI TRASPORTO SU FERRO SUL TERRITORIO DEL SUD INPRESENTABILE. E CI PREOCCUPIAMO DI 50 KM DI TAV? IL SISTEMA ITALIA, USANDO UNA METAFORA, E' COME UN AFFAMATO . NON PREOCCUPIAMOCI DELLA MARCA DELL'AMARO CHE GLI DAREMO A FINE PASTO, PENSIAMO A SFAMARLO PRIMA!!!!OCCUPIAMOCI DEI GRANDI PROBLEMI DI UN PAESE DOVE I GIOVANI 30ENNI NON POSSONO SPOSARSI E COMPRARE UNA CASA, OCCUPIAMOCI DELLE AUTOSTRADE ITALIANE ( VOGLIAMO PARLARE DELLA SALERNO REGGIO CALABRIA?.
UN'ULTIMA COSA : PER QUALSIASI TIPO DI ASSUNZIONE PUBBLICA O PRIVATA, VENGONO RICHIESTI IL CASELLARIO GIUDIZIARIO E CARICHI PENDENTI.FACCIAMO VALERE QUESTA COSA ANCHE AGLI ASPIRANTI PRETENDENTI DI RUOLI NELLA POBBLICA AMMINISTRAZIONE NELLA QUALIFICA DI DEPUTATO, SENATORE, MINISTRO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI CAMERA E DEL SENATO?
LANCIO UNA PROPOSTA : 9 E 10 APRILE SOLO SCHEDE BIANCHE!

Gamal WADAN 20.02.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo portare la mia (nostra) solidarietà alla gente della Val di Susa da chi come me, sente ancora sulla pelle i brividi quando guarda la valle del Vajont. E' quasi banale dire che bisogna ascoltare chi abita in un posto prima di costruire, cambiare, intaccare l'ambiente. Ma nessuno sembra avere il coraggio di sostenere queste idee... purtroppo io non ho risposte.

simone palma 20.02.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Non si possono commentare le parole di Prodi che hai riportato nel post, non vogliono dire assolutamente nulla...
Ho ascoltato molte volte i suoi discorsi, in radio o in tv, ma COME TUTTI I POLITICI DICE COSE SENZA SENSO !!
L'Italia intera - quella con un minimo di coscienza, quella che ancora non si è FRITTA IL CERVELLO a furia di TELEVISIONE - ha un unica arma:il voto ...
Mandiamoli a casa, prima che facciano altri danni.
Alle prossime elezioni votiamo
ANTONIO LA TRIPPA... Italianiiiii !!! =)

Alessio La Selva 20.02.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quale Salerno-Reggio Calabria
E' ora di finirla con questa burla tutta Italiana caro Beppe...
Sono ormai 20 anni che percorro quella maledetta strada che ha inghiottito risorse e mancato sviluppo al Nord per il portafoglio di qualche mafioso/politico (politico/mafioso) del Sud.
Non capisco come ti sia venuto in mente di destinare risorse necessarie per il Nord ormai congestionato e isolato dal resto d'Europa per pensare innocuamente e genericamente di concentrare le stesse per il Sud che di tutto ha bisogno ma sicuramente non di risorse per quella strada che non sarà mai finita.
Pensa caro Beppe che, a cantieri interminabili , quanto le code, come somma beffa, ogni anno, ci vedo la Lamborghini della polizia che sfila fiammante e bellissima al cospetto di generazioni bruciate dal sole cocente allo Zenit di quella maledetta autostrada figlia di politici e di istituzioni che tanto hanno fatto per interessi particolari ma pochissimo per quelli generali.
E' ora di pensare all'economia altro che a ospedali e a scuole (comunque necessari).
La TAV è un'opera necessaria non foss'altro che per dare un segno all'Europa e a noi stessi che l'Italia c'è e che non vuole perdere il treno della modernità, quello stesso treno che perdemmo con la sciagurata decisione di far decidere a degli imbelli cittadini sul destino economico in fatto di energia.
L'economia non è una materia che può essere decisa a referendum ma segue regole e leggi dettate dal mercato che, per fortuna, è libero dall'interesse particolare.
Allora io dico attenzione a continuare sulla strada dell'irresponsabilità perchè se non guardiamo oltre il nostro orticello ben coltivato ed amministrato, allora ci precludiamo i vasti campi ancora poco sfruttati che la comunità Europea, in questo caso, ci mette a disposizione.

VAGLIA ALESSANDRO 20.02.06 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
pensando alla questione TAV mi viene in mente la situazione sullo stato delle ferrovie nella mia regione,la Basilicata.credo che tu sappia che Matera sia l'unico capoluogo di provincia in Italia a non avere una rete ferroviaria nazionale.Non sai quanto questo penalizzi lo svilluppo,soprattutto sul piano turistico,della città,famosa per i Sassi,l'antico nucleo urbano dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità.il collegamento con Potenza è assicurato solo da alcuni autobus i cui orari di partenza spesso non sono compatibili con le esigenze degli utenti,quindi risulta che i due capoluoghi della regione siano quasi completamente isolati tra loro.Un modo per raggiungere in treno Matera da Potenza(dove vivo e studio)e viceversa c'è:usando la rete gestita dalla FAL(ferrovie appulo lucane)che però costringe ad un tragitto tortuoso che passa per alcuni comuni pugliesi prima di giungere a Matera.Durata del viaggio dalle tre alle quattro ore!sono 20 anni che Trenitalia parla di progetti ferroviari per Matera,ma non si è fatto mai niente,solo chiacchiere.il paradosso:relizzare un progetto inutile e costoso,la TAV,invece di risolvere seri problemi di viabilità,come questo,un esempio dei tanti presenti nel nostro Paese.ti ringrazio per l'attenzione.
Fernando,Potenza

Fernando Turturiello 20.02.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI DA ORA E PER SEMPRE CHI HA PRECEDENTI PENALI DAL GOVERNO E DAL PARLAMENTO!
NO ALLA VIOLENZA E FUORI IL NUCLEARE MILITARE DALL’ITALIA, DALL’EUROPA E DAL MONDO!

Sin dall’anno 1991 con la prima guerra del Golfo,venne distrutta violentemente la pace,il disarmo e lo smantellamento del nucleare militare. A nulla sono mai valse le molte manifestazioni contro chi vuole giocare alla guerra anche al costo della vita degli innocenti.

Alla coraggiosa manifestazione mista nella quale aderirono le associazioni di: Arci – Acli – Assopace – Donne in nero – Udi – Fiom. fu anche respinta la protesta al grido: FUORI LA GUERRA DALLA STORIA” Oggi gli slogan devono indispensabilmente essere due come quelli nei del titolo dell’articolo.

Basta con le provocazioni da pulcinella! Vorrei vedere se fossero fatte caricature su Gesù Cristo, come reagirebbe il Vaticano ed i Cristiani,compresa me. E’ ora di finirla,di fare i finti tonti nel mondo della politica. Ho il sospetto che a qualcuno prudono le mani per riuscire a giocare con le bombe ”intelligenti” in un’altra guerra e per potere poi dire noi siamo i più forti.

Ora una cosa è giocare politicamente con sadismo con la vita dei cittadini più deboli che non hanno alcuna tutela come quello che accade a me da donna ridotta ammalata e disabile sul posto di lavoro (vedi sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ) e un’altra è volere giocare per provocare una guerra nucleare che poi diverrebbe mondiale per ovvie ragioni.

L’Italia ha problemi gravi di stabilità politica,economica,sociale e del territorio,devastato da un modello di sviluppo insostenibile con personaggi al governo che a tutto pensano (compresi i litigi spesso infantili) meno che interessarsi dei reali problemi del Paese. So che per la guerra,dalle tasse annualmente paghiamo 500 dollari a testa e ne veniamo coinvolti in questo modo! Non serve a nulla sapere che le guerre restano una rovinosa corsa verso la distruzione del pianeta. FORZA SISU

Giovanna Nigris 20.02.06 07:57| 
 |
Rispondi al commento

Volevo rispondere a Luigi che il problema non è rimanere indietro rispetto all'Europa e al mondo, che pure è una questione importante, ma il problema primario credo sia prendere decisioni concordandole con coloro che vivono in quella zona. Prima di tutto non credo che sia necessario seguire il progresso o presunto tale in modo cieco, acritico. Se poi ci si rende conto che oggi come oggi la maggior parte delle opere si fanno per rispondere ad interessi economici sempre più grossi, a vantaggio di pochi, senza nessun vantaggio per la popolazione, anzi spesso addirittura fregandosene della salute degli abitanti delle zone interessate, beh allora credo che non basti più neppure la critica, ci vorrebbero ben altri metodi di protesta! Il discorso della TAV è che innanzitutto è tutta da dimostrare la sua utilità, perchè probabilmente basterebbe potenziare le linee già esistenti ed evitare inutili e costosissimi lavori, e, secondariamente, che non esistono certezze sulla non pericolosità di quei lavori per la salute pubblica. Ma secondo te sono tutti impazziti gli abitanti della valle che manifestano contro il progetto ? Oppure avranno i loro buoni motivi per ritenere, in assenza di certezze, che ci possano essere dei rischi gravissimi per la loro salute? D'altronde non sarebbe la prima volta che si passa con i carri armati sulla vita delle persone no? Per interessi privati o per la "ragion di stato". Ricordi la triste storia dei petrolchimici di mezza Italia, dove morivano operai come le mosche e per anni e anni ci raccontavano che non era possibile dimostrare una connessione tra quelle morti e l'amianto? Sono morte centinaia di persone forse più e ora veniamo a sapere che i dirigenti già sapevano dall'inizio (anche in assenza di prove certe non era poi difficilissimo chiedersi perchè morisse così tanta gente di cancro ai polmoni no?. Ha pagato qualcuno? Forse una-due persone. Ma la classe politica che sosteneva quelle decisioni? Niente. La storia si ripete.....

Gianluca Vitiello 19.02.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, siamo una coppia che ha partecipato al tuo spettacolo venerdì 17 Febbraio.
Sei stato bravissimo e ci siamo divertiti un mondo ma ciò che hai detto su politica ed economia ci ha lasciato con l'amaro in bocca e ci ha confermato quello che già pensavamo da tempo e cioè che siamo in un bel casino e che i politici,
che siano di sinistra, destra o centro sono una massa di incompetenti che pensano solo ai propri interessi e non a quelli del paese.
Siamo d'accordo sul fatto che dobbiamo informarci tramite il blog......almeno questo può darci una grossa mano,
ma fra un mese sarà nostro dovere andare a votare....si..........ma per chi???? Per più di una volta abbiamo votato per 5 anni il meno peggio ma per queste elezioni la scelta è veramente difficile.......ci viene voglia di non andare ma in questo modo non si risolve nulla.
Ci domandavamo per quanto tempo ci scambieremo informazioni di ogni genere comunque utilissime sul tuo blog e staremo a guardare questi
"nostri dipendenti"
che faranno fallire la nostra azienda Italia?? Si è vero, scambiandoci informazioni corrette su ogni argomento possiamo creare qualche problemino ai nostri dipendenti ma fino a quando loro saranno lì e noi qui, noi non faremo altro che subire tutte le conseguenze delle loro scelte più sbagliate che mai.

Mario Rossi 19.02.06 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un tua ammiratore, di sinistra.Volevo capire perche il progetto della TAV è inutile. IO penso che tutto sia utile non possiamo rimanere indietro.è vero che ci sono cose più inportanti ma anche questa per me lo è.Il fatto è che ci sono opere incompiute,cantieri aperti è non finiti,che rischiano di diventare opere fantasma perche si mangiano tutti i soldi.opere gia finaziate e mai finite,per esempio la Perugia Ancona che sta rischiando dopo 20 anni di lavorazione di fermarsi per sempe.secondo me dobbiamo cambiare radicalmente il sistema di governare.ciao bok

Bianchi luigi 19.02.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Andate anche voi al sito di Prodi e inondatelo di mail dove scrivete quello che vi aspettate se dovesse andare al governo. Come dice Beppe investire nelle ferrovie che già ci sono, cambiare la sanità che ormai è nelle mani dei privati, una politica della casa che renda equo l'affitto per proprietario ed inquilino, una scuola di tutti e per tutti, FAR PAGARE LE TASSE A CHI NON LE PAGA E POI MAGARI VUOLE LA PENSIONE SOCIALE (scusate se ho scritto maiuscolo ma siamo all'evasione pari a 500.000 miliardi delle vecchie lire). Basta con le false privatizzazioni; paghiamo tutto di più dalle banche alle assicurazioni e per acqua, luce, gas, rifiuti, scuola bus ecc., quando se ne occupavano i singoli comuni pagavamo, in proporzione, molto meno. Per tutto questo e per molto altro che certamente avrete da dire ancora facciamoci sentireeeeeeeeee! Auguri a tutti per un'Italia migliore.

Lionello Gobbo 19.02.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

FUORI DA ORA E PER SEMPRE CHI HA PRECEDENTI PENALI DAL GOVERNO E DAL PARLAMENTO!
NO ALLA VIOLENZA E FUORI IL NUCLEARE MILITARE DALL’ITALIA, DALL’EUROPA E DAL MONDO!

Sin dall’anno 1991 con la prima guerra del Golfo,venne distrutta violentemente la pace,il disarmo e lo smantellamento del nucleare militare. A nulla sono mai valse le molte manifestazioni contro chi vuole giocare alla guerra anche al costo della vita degli innocenti.

Alla coraggiosa manifestazione mista nella quale aderirono le associazioni di: Arci – Acli – Assopace – Donne in nero – Udi – Fiom etc. fu anche respinta la protesta al grido: FUORI LA GUERRA DALLA STORIA” Oggi gli slogan devono indispensabilmente essere due come quelli nei del titolo dell’articolo.

Basta con le provocazioni da pulcinella! Vorrei vedere se fossero fatte caricature su Gesù Cristo, come reagirebbe il Vaticano ed i Cristiani,compresa me. E’ ora di finirla,di fare i finti tonti nel mondo della politica. Ho il sospetto che a qualcuno prudono le mani per riuscire a giocare con le bombe ”intelligenti” in un’altra guerra e per potere poi dire noi siamo i più forti.

Ora una cosa è giocare politicamente con sadismo con la vita dei cittadini più deboli che non hanno alcuna tutela come quello che accade a me da donna ridotta ammalata e disabile sul posto di lavoro (vedi sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ) e un’altra è volere giocare per provocare una guerra nucleare che poi diverrebbe mondiale per ovvie ragioni.

L’Italia ha problemi gravi di stabilità politica,economica,sociale e del territorio,devastato da un modello di sviluppo insostenibile con personaggi al governo che a tutto pensano (compresi i litigi spesso infantili) meno che interessarsi dei reali problemi del Paese. So che per la guerra,dalle tasse annualmente paghiamo 500 dollari a testa e ne veniamo coinvolti in questo modo! Non serve a nulla sapere che le guerre restano una rovinosa corsa verso la distruzione del pianeta.


Difficile, personalmente, non essere d'accordo con il dato di fondo dll'intervento di Pannella.
La bomba demografica ,se non corretta, scoppierà prima o poi e sotto quali sembianze ( guerre,epidemie, etc.)e con quali effetti mi preoccupa non poco.

luciano ballarini 19.02.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe come mai in Francia invece quel traforo lo vogliono ? Come mai, pur non essendone particolarmente entusiasti, dicono che serve ?
Pensi che la tratta Salerno-Reggio Calabria sia parimenti strategica come la tratta in questione ?
Mi rendo conto come sia difficile valutare le iniziative sul piano personale quando esse mostreranno la loro utilità solo dopo molti anni e su un piano che è quello nazionale. Ci vuole capacità di visione. Questo è chiesto ad un politico, ma anche ad un bravo manager. La differenza tra i due, almeno la differenza che vorremmo riscontrare, sta nella ricerca del consenso. Un politico dovrà sostenere un costo di ingaggio ben maggiore e non limitarsi, come il capitano d'azienda, a fare un comunicato di quelli che un tempo si affiggevano in bacheca ed ora si pubblicano sui portali delle intranet aziendali:"Serve e ci garantirà un grande sviluppo". Il povero politico dovrà incontrare le popolazioni, mostrare plastici, ascoltare le richieste, valutare azioni mitiganti dell'impatto ambientale, discutere, confrontarsi, stare a sentire. Il tutto ad un prezzo elevatissimo: il tempo. Il manager che è "uomo del tempo" riterrà dispensioso investire troppo, la decisionalità è uno dei suoi valori. Il politico che deve essere "uomo del sogno" troverà lo spazio anche per questo, incarnerà l'immagine di "uomo del possibile" che tutti ci aspettiamo.
D'altro canto, caro Beppe, la politica è arte della mediazione, incontro di opposti, democrazia, confronto ed opinioni compatibili. Forse lo abbiamo dimenticato.
Anche tu sei un figlio del tuo tempo. Parli a chi ti conosce da qui e sfrutti questo mezzo per dire e leggere. Cerca di leggere nelle sfumature, dunque, perchè su certe azioni della politica è la forma, già proprio la forma, a fare la differenza.
La sostanza dove sta, ti starai chiedendo. Ebbene una grande opera, accettando per il momento che abbia una effettiva ed inopinabile utilità(è evidente come la pensi così) travalica l'uso. Parla di noi!

pasquale esposito 19.02.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

So di essere un tantino estremo nell'esempio che porto, ma vorrei avere un fucile di quelli con la doppia canna, non me ne intendo, vorei puntarlo alla mano di quelli che sono per la TAV e dir loro:"se vuoi la tav è necessario che ti faccia un buco con questo fucile nella mano. Che ti importa? E' solo qualche centimetro di pelle da sacrificare, in fondo ti rimane tutto il resto del corpo"!

Chissà se capirebbero il senso del messaggio...

D.

Dario Carta 19.02.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Credo che non ci sia più coscienza civile, credo che l'aridità d'animo stia contaggiando la maggior parte degli italiani, sempre costretti a soffrire, subire. La televisione di stato e non ha reso gli italiani incapaci di ragionare con la propria testa: da perfetti pecoroni accettano ogni dannosa novità con la recondita speranza che forse "poi non è così male!". E chi ancora ragiona e non sopporta più, chi vorrebbe lottare per cambiare qualcosa, chi ancora crede nei sogni, che cosa può fare? l'unica cosa che mi viene in testa è quella di scendere in piazza urlare, urlare a perdifiato..e poi? Come faccio ad ostacolare o a costringere i politici che manderemo al governo che noi non ne possiamo + di tasse, di inutili e dannose opere pubbliche, di manipolazioni di notiziari, di libere interpretazioni degli eventi politici mondiali? Oltre tutto sono una donna, e devo pure subire le sentenze della Cassazione che comunque giustificano lo stupro su una minorenne....forse è proprio qui il nocciolo della situazione, LE DONNE. Perchè non ci uniamo tutte, veramente e senza condizioni, e ci diamo daffare per cambiare qualcosa? Non mi sento una femminista, sono solo una donna sicura di essere + intelligente di tanti uomini.

mariagrazia gueli 19.02.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Alessandro.


Anch'io vivo da 18 anni in valle, come te ho pensato alle soluzioni che elenchi per la TAV ma hai una vaga idea di quanti migliardi occorrono per mettere in pratica le misure di prevenzione e sicurezza che proponi??
OLtre ai 20.000 miliardi di euro che lo Stato non ha e non avra' mai per questa struttura progressista quanti ne dovrebbero tirare ancora fuori e per QUALE PROFITTO?
Mettere in sicurezza quattro montanari valsusini?!
Vivi sempre sul pianeta Terra? Ti ricordi come gira questo mondo purtroppo??!
Gira solo dietro il lucro e il profitto!!
A nessuno importa salvare la SALUTE E L'AMBIENTE quando in palio ci sono fior fiori di MILIARDI!!
SVEGLIA!!!!
Vedi Kyoto e tante tante altre GRAVI MANCANZE non solo Italiane ma MONDIALI!!
La Valsusa e' stata condannata anni e anni or sono a MORTE come tanti altri luoghi dell'Italia e non solo...questa volta ci siamo dentro anche noi valsusini!!Discariche tossiche e nucleari a cielo aperto con abitazioni a 5 metri!
L'elenco da fare purtroppo e infinito MA TACIUTO E SOFFOCATO da slogan stupidi e vuoti come " si deve fare!!" serve al benessere dell'Italia " non possiamo essere tagliati fuori dalla Francia e dall'Europa "
Se sei valsusino saprai che da e con la Francia (paesi europei e estraeuropei)abbiamo sempre commercializzato alla grande da tempi immemorabili, sai anche che possiamo SEMPLICEMENTE E MOLTO MENO DISPENDIOSAMENTE MIGLIORARE LE QUATTRO VIE DI COMUNICAZIONE GIA ESISTENTI, DUE STATALI, UNA TANGENZIALE E LA FERROVIA, sono in funzione da sempre, DA SEMPRE COMUNICHIAMO E COMMERCIALIZZIAMO CON L'EUROPA!!
Basta con i falsi luoghi comuni, gli slogan di gente ignorante.
SEI UN VALSUSINO, SEI UN ITALIANO, SEI UN CITTADINO DEMOCRATICO guarda le cose come stanno, abbi la forza di accettare la verita' e se ami la Valsusa e l'Italia difendi la tua Terra. So bene che e' una lotta impari e molto dura ma non e' detta l'ultima parola.
Sara' dura!
SEMPRE E SOLO NOTAV

Giu lemani 19.02.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Sinistra e la Destra sono ENTRAMBE due forze sedicenti politiche totalmente avulse dal contesto REALE. In ENTRAMBE le parti "politiche" ci sono personaggi oscuri, la cui possibile eventuale ri-elezione fa raggelare il sangue, ma questi personaggi oscuri "fortunatamente" NON sono egualmente rappresentati dalle due fazioni.
Alle prossime Politiche, la Sinistra meriterebbe di perdere, se non fosse che a quel punto vincerebbe la Destra.
Per quello che può interessare, io ho 26 anni e sono un laureando in Ingegneria qui a Palermo, dove vivo: voterò a Sinistra, con la speranza che comunque presto vadano a casa TUTTI e ci siano FACCE NUOVE, possibilmente GIOVANI, chiamate a SERVIRE questo splendido Paese.

Natale D'Armetta 19.02.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

premetto che cio che sto per dire centra nulla con i discorsi sopra letti.
sono un fisioterapista, e da anni ormai la stragrande maggioranza dei professionisti come me si riunisce in associazioni affinche vengano tutelati i diritti/doveri del fisioterapista. ma la nostra battaglia piu grande da sempre è quella per il riconoscimento dell'albo professionale. ritengo che sia importantissima la costituzione dell'albo per noi terapisti, e ancor più per i nostri utenti, che si troverebbero cosi ad aver a che fare con un professionista di categoria e non con un "cane sciolto". ma il governo, questo attuale governo, che fa? con un colpo di coda legiferativo, prima di morire, sentenzia che coloro i quali siano in possesso di laurea triennale in scienze motorie, vedranno equiparapato il loro titolo di studio a...FISIOTERAPISTA! ma questi nostri dipendenti la conoscono la differenza tra terapista e istruttore Isef? la conoscono la differenza tra Normalità e Patologia?
aiuto.
la terapia è una cosa seria, tanto quanto l'attività svolta dagli istruttori Isef. ma non si possano confondere le cose. non è giusto per noi professionisti, ancor piu per i pazienti. aiuto

gianvito iacovelli 19.02.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

aggiunta all'intervento precedente.
Dimenticavo l'invito ai Sindaci dei paesi Valsusini a non utilizzare la battaglia no TAV per mettersi in mostra politicamente ma a pensare a tutte le opere, Piani regolatori, e scelte fatte in passato e ancor oggi, che non sono neanche definibili .
Ancora saluti.

Alessandro Solimano 19.02.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ciao,
vedo che sei sempre sulla breccia per denunciare fatti altrimenti non evidenziati, per molti condivido l'opinione che esprimi e reputo indispensabile quest'opera di denuncia.
Per la TAV sono in disaccordo come per il ponte di Messina.
Sono cresciuto in val Susa e amo quella valle, ma non si può arrestare il progresso mentre lo si può controllare e cioè:
Controllare che le opere non creino impatto ambientale, se sono in galleria non provocano disturbo.
Controllare che i lavori non creino particolari disagi alla popolazione.
Controllare che gli inerti asportati dagli scavi siano trasportati in sicurezza.
Controllare che i pochi percorsi esterni siano protetti da barriere fonoassorbenti e mimetizzati da piante.
Chiedere come contropartita alla realizzazione che venga sistemata la vecchia ferrovia interrando gli attraversamenti urbani.
Obbligare al navettaggio su rotaia il transito dei mezzi pesanti, vero problema della valle.
Sistemazione dell'alveo del fiume Dora mediante pulitura e dragaggio (opere sempre contrastate in Italia ma indispensabili per la manutenzione fluviale).
Ecc.ecc.
Difficile capire questi concetti? forse è più facile schierarsi con chi non farebbe mai niente e non vuole che anche altri facciano niente.
Ci sono molte battaglie più sensate da portare avanti, facciamole!
Un saluto a tutti anche a chi non la pensa così.

Alessandro Solimano 19.02.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toscana, (Italia)
EU

...sì, ma non hai scritto su quale pianeta ti trovi!!!

Stefano Koch 19.02.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, tutte le volte che succede qualcosa di cui apparentemente non riusciamo a dare una spiegazione, la domanda da farsi è: a chi giova tutto ciò? in questo caso la risposta è: entrambi i rappresentanti delle forze(?!...) politiche. Ho già avuto modo in questo stesso blog di linkare ad un articolo molto interessante, ma repetita juvant. E per giunta ne ho trovato anche un altro, altrettanto interessante. Ecco i link:

http://www.legambientevalsusa.it/
poi cliccate su documenti nel menu a sinistra e scorrete alla sezione documenti vari. L'articolo è tratto da "Il Manifesto" del 23 agosto e si intitola: "Conflitto di interessi in casa Lunardi"...

altro articolo interessante lo trovate invece qui:

http://ww2.carta.org/articoli/articles/art_5287.html

Gianmaria Griglio 19.02.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

VIA LIBERA E DANNI AGLI INNOCENTI. Caro Beppe, oggi la libertà del popolo è solo una copertura apparente delle vergogne, degli abusi e dei crimini protetti dal malcostume. La verità come sappiamo è che la gente è costretta ad assegnare il proprio voto elettorale non a chi piace di più ma a chi dispiace di meno e questo lo si fa alternativamente tra lo schieramento che governa il Paese per ultimo e quello che aveva governato prima. Anche questa è una vergogna!
La sicurezza reciproca che si sentono di avere i noti personaggi politici italiani oggi è proprio questa: OGGI GOVERNATE VOI E DOMANI TORNIAMO IN CAMPO NOI. Si è creato un circolo vizioso che sacrifica sempre di più gli innocenti del Paese, lasciando via libera al liberalismo sfrenato, alla libertà che invade quella degli altri, agli incentivi destinati ai “pupilli” dei personaggi politici, alle discriminazioni tra cittadini nell’aula di tribunale e alle frodi legalizzate o comunque tollerate e tutto esercitato a danno altrui. Nessuno lo dirà mai, ma queste sono le sporche caratteristiche che prevalgono oggigiorno ed alla cui dirigenza vi sono soggetti forniti di quella aggressività e rapacità che si vogliono persino fare apparire come virtù politiche e teologiche richieste all’italiano d’oggi.
Mentre ci mostrano altre dittature del passato o del presente sparse per il mondo per impressionarci e incantarci, si commettono i più orrendi crimini ai danni degli innocenti ai quali i mezzi di comunicazione tolgono loro persino la voce per protestare. Tutto questo marciume del malcostume viene mantenuto strettamente segreto e gli innocenti di volta in volta ne subiscono gli atroci e vili danni alla persona. CONTINUA QUI SOTTO…

Giacomo Montana 19.02.06 05:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONTINUAZIONE…
Il mio è soltanto un intervento caratterizzato da spirito umanitario per fare luce sulla situazione attuale italiana e fare osservare a tutti i livelli e da tutte le angolazioni possibili i danni alle vittime che hanno la sola colpa di credere alle promesse dei soliti “MAGHI E ILLUSIONISTI” della politica italiana.
Ci vuole una politica nuova, una politica SISU!
SISU è una parola di origine finlandese e credo ancora che sia una parola intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina.... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di SISU. Se questo non basta è possibile visitare il sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com e ci si rende conto in pratica che cosa significa il valore di “SISU”. Oggi tutte le persone oneste dovrebbero gridare all’ITALIA e all’EUROPA: “IO SONO SISU E VOGLIO UNA POLITICA SISU!!
Se volete salvare l’Italia dal marciume di illegalità che c’è, parlatene, ditelo ai parenti e amici, scrivetelo e ripetetelo: “SISU”. Esigete che a partire dai personaggi politici si debbano avere davvero le MANI PULITE, MANI SISU. Ci si aspetta una messa a fuoco di un’inizio di presa di coscienza dei reali problemi sopraccitati degli italiani affinché l’uomo possa fare per sé stesso e per i suoi figli una scelta che sino ad oggi è sempre stata fatta nei più manipolati e controversi modi, dai tecnicissimi e scientificissimi servi del capitale! Allora tutti in coro per il bene dell’Italia gridiamo: FORZA SISU! Con il grande Beppe Grillo che apre i riflettori su tante sporche verità italiane mantenute nascoste da chi gestisce il potere, al PRIMO POSTO D’ONORE E DI SALVEZZA. Giacomo Montana

Giacomo Montana 19.02.06 05:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
pur apprezzandoti,la tua posizione sulla TAV mi sembra intrisa di populismo.Personalmente l'idea non mi entusiasma nè mi inorridisce;osservo però alcune cose:
- i cittadini sono contrari?tutti preferiamo che i disagi che un'opera comporta se li sorbisca qualcun'altro,mentre siamo prontissimi a goderne i benefici (ometto per brevità gli esempi,ma se ne possono fare a decine).
- i sindaci sono contrari?certo,sono votati dagli stessi cittadini che protestano;un sindaco che fosse pro-TAV sarebbe politicamente "bruciato";non a caso chi ha ruoli di diversa prospettiva (come la Bresso alla regione) non è contraria
- tecnici ed economisti:l'economia non è una scienza esatta;i vantagi/svantaggi che un'opera può portare sono ipotizzabili,ma difficilmente quantificabili a priori,così come le ricadute sul sistema produttivo e sullo sviluppo di un'area nel medio-lungo periodo.
- il fatto di aver portato in piazza 100.000 persone non dice nulla;mentre su altre tematiche come il ritiro dall'Iraq sono in gioco percentuali a due zeri dell'intera popolazione italiana,qui parla di una frazione irrisoria.
Mettiamo che in piazza ci sia andato 1 su 3 (ottimistico) di chi è fermamente contrario,cioè 300.000 su circa 60 milioni:lo 0,005%...
Per ultimo Ciampi:penso che tutti convengano sull'onestà intellettuale del presidente,oltre all'evidenza di non avere alcun interesse personale nel permettere l'opera; beh,Ciampi (che di economia,sviluppo,Europa e conti se ne intende un pochino...) è categoricamente favorevole e si è espresso in merito più volte.

CIAO BEPPE!
(ti aspetto impaziente qui in Emilia col tuo spettacolo)
Massimiliano


Massimiliano Dall'Olio 19.02.06 02:19| 
 |
Rispondi al commento

Fondamentalmente dopo 2600 messaggi chi esprime un opinione?
Chi capisce il significato smog,camion,aeri,traffico?????...in quale trasmissione volete partecipare.
La destra per come gestisce le cose mi fa vomitare , la sinistra almeno cerca il dialogo , ma gli indecisi fanno più schifo , sono quelli che te la mettano nel culo.......

donatello argiolas 19.02.06 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Stasera su LA7 alle 23.30 programma sulla TAV. Mi sono vergognato di essere di sinistra. Come si fa a dire "SI FA E BASTA". Li c'e gente che ci vive e che pensa. l'unica loro colpa è di avere detto NO BASTA. Perchè non faccianmo un bel nodo autostradale ad Arcore o a casa di qualcuno dei politici che contano, vediamo cosa dicono.

GINO DAMICO 19.02.06 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è vero. Il nucleare andava sostituito con energia alternaiva. Che è possibile, basta volere. Ma diciamo pure che non è voluta.
Non mi pare che l'alta velocità ci permetta di spostarci meglio. Che sia eurostar o intercity, può capitare di aspettare a VR un treno per Peschiera 2h. Senza che ti avvertano che nel frattempo ti puoi anche accontentare di un locale se vuoi.
Chissà perchè il nucleare piace tanto! Spiegassero come risolvono anche il problema scorie... Ma se nemmeno risolvono il problema rifiuti!

Adelina Valcanover 19.02.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

A mandarlo in bestia basta infatti il pensiero che al mondo, in questo mondo che lui disprezza e detesta perché sa bene che non sa che farsene delle sue stupide chiacchiere di vacuo, vanaglorioso, parassitario disubbidiente, esistono invece moltitudini di giovani che mentre lui, non sapendo fare assolutamente niente, nemmeno un discorso sensato, vorrebbe rifare tutto, sognano di raggiungere la perfezione in qualche ardua disciplina atletica
e per raggiungerla sono disposti ad affrontare per anni una vita fatta essenzialmente di esercizio e sacrificio. E mediante questo suo odio per le Olimpiadi in quanto luogo che onorando e premiando le virtù sportive onora e premia simbolicamente qualsiasi forma del fare, del gareggiare e del produrre raggiunge quell'altro feroce odiatore del lavoro e dello sforzo in tutte le loro forme che è il terrorista islamista. Affine al terrorista islamista in questo sdegnoso rifiuto di ogni possibile attività creativa ricreativa e produttiva, il teppista antiglobale si distingue da lui soltanto mediante il rifiuto del metodo suicidario. Però chissà: non è forse lontano il tempo in cui anche lui si voterà a quella nobile prassi. Nella lunga storia dell'epos rivoluzionario egli comunque costituisce una novità assoluta. Nelle zucche di tutti i suoi supposti predecessori (padri, nonni, bisnonni, trisavoli e altri antenati appartenenti a quell'epos) c'era infatti sempre, insieme a molti “no”, qualche ragionevole sì.
Per la prima volta accade invece che nella capa di un vero o supposto discendente di quella nobile schiatta non ci sia altro che un mucchio di “no”. Un montarozzo di “no”. Una moltitudine di “no”. Mai finora si era infatti vista una così gagliarda promozione del puro e semplice “no”, del “no” assoluto e perpetuo, del “no” senza se e senza ma, del “no” incessantemente urlato e sputato contro tutto e il contrario di tutto, al rango di unico principio teorico e pratico.

michelangelo merisi 18.02.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra peggio e meno peggio infatti è meglio non andare a votare. viva l'Anarchia!

andrea caputo 18.02.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Una carica d’odio dietro la voglia di dire solo «no»
Il principale dei molti motivi per i quali il teppista antiglobale odia le Olimpiadi, e vorrebbe volentieri farle saltare in aria, e non potendo farle saltare in aria tenta in vari modi di ostacolarle, avvelenarle e sfregiarle, non è affatto, come lui crede e dice, la loro supposta natura di mito capitalistico. Ovviamente in questa sua avversione c'è come sempre anche l'odio per la civiltà capitalistica come tale e per tutte quelle cose (eventi, fenomeni, istituzioni) nelle quali è possibile,a torto o a ragione, vedere altrettante sue espressioni. Ma nel caso delle Olimpiadi questa sua generale ostilità verso il capitalismo e le sue varie manifestazioni assume la forma purissima e assoluta di un odio rivelatore: l'odio che chi non sa e non vuole fare mai nient'altro che chiacchiere vanagloriose e stupide imprese vandaliche non può non provare per chiunque invece voglia e sappia far bene qualcosa, sia pure un salto con l'asta o il lancio di un giavellotto. A imporre al teppista antiglobale di esecrare le Olimpiadi è insomma la loro evidente funzione di cerimonia mondiale basata sulla valorizzazione dello sforzo individuale
della prestazione individuale, della ricerca e della conquista dell'eccellenza individuale. A mandarlo in bestia basta infatti il pensiero che al mondo, in questo mondo che lui disprezza e detesta perché sa bene che non sa che farsene delle sue stupide chiacchiere di vacuo, vanaglorioso, parassitario disubbidiente, esistono invece moltitudini di giovani che mentre lui, non sapendo fare assolutamente niente, nemmeno un discorso sensato, vorrebbe rifare tutto, sognano di raggiungere la perfezione in qualche ardua disciplina atletica.
e per raggiungerla sono disposti ad affrontare per anni una vita fatta essenzialmente di esercizio e sacrificio.

michelangelo merisi 18.02.06 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo. E' scioccante. Come dice Di Pietro, vedono il diventare politici come una professione qualsiasi e non come il mettersi a disposizione dei cittadini.

Giusi Rotondo 18.02.06 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Votare l'Unione senza sentirsi a casa propria, capire che non c'è altro da fare per mandare a casa la destra ma avere il cuore altrove, il voto diventa una necessità, un dovere, non uno slancio di passione, la politica è ormai decantata dall'idealità, dalle emozioni, una routine per una prospettiva futura che già sai che non affronterà mai i veri nodi, le questioni nevralgiche, probabilmente viaggeremo nel mare del disincanto e della rassegnazione, e proveremo un profondo disagio (io già lo provo)nel sentire parlare chi nel profondo non mi rappresesenta. La domanda sorge spontanea: non è che qualsiasi partito si vota in realtà si vota DS e Margherita? Un pò come tutte le strade che portano a Roma........

lino clementi 18.02.06 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggo mi informo cerco di essere obiettivo capisco cerco di capire , non ho la soluzione in tasca, ma voglio dare i mio contributo a una nostra crescita , voglio fare parte .............
Non sono eterno , ho due ragazzi , voglio lasciare a loro un futuro migliore , Grillo sono di sinistra , ma tu mi hai rotto i coglioni ... ti spiego il perchè:
- la sinistra ha il corraggio di candidare delle persone anti conformiste ( sono contento)

- la sinistra cerca di instaurare un dialogo anche per le minoranze.......

- la sinistra vuole rendere partecipe ad ogni cittadino

dove sta i problema? FERRANDO e uguale a CALDEROLI l'unica differenza è il colore verde e rosso.

La TAV , ok diciamo di no , poi ci lamentiamo per i camion , smog e altre puttanate , e si continua ad andare in aereo..più smog più costo..., ma tu Grillo che ne sai fra 10 anni cosa stiamo combinando , ....diciamo che stiamo così e non facciamo un cazzo , magari fra 10 anni siamo uno stato fallimentare ...ma che ne sappiamo.
Cerchiamo , condividendo i pro e i contro di , di trovare la migliore soluzione per noi ITALIANI.
E' FACILE DIRE NO , NON SI GESTISCE......E' DIFFICILE DIRE SI' PERCHE' E' DA GESTIRE....


donatelo argiolas 18.02.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Avevo sempre saputo che chi si trova in carcere è una persona da disprezzare perché viola le leggi dello Stato. Poi alla soglia dei venti anni andai a lavorare come marittimo e tra gli stati che la nave ha toccato c’era anche il Sud Africa. Già là con il razzismo che ho visto praticare (erano gli anni ’60) avevo capito quanta violenza ci può essere nella società senza che nessuno intervenga. Al porto di Città del Capo, lavoratori di colore mi raccontavano che pur facendo lo stesso lavoro (portuali), alle persone di colore veniva pagato metà stipendio. Avevano le lacrime agli occhi e uno di loro mi aveva supplicato di nasconderlo nella nave per farlo giungere in Italia per farlo uscire dalle violenze. Poiché io ho sempre voluto rispettare la legge di ogni paese, non ho accettato.

Dopo tanti anni tiro le somme su tutte le ingiustizie e i crimini che ho visto esercitare ai danni della gente più debole e indifesa,compreso quelli che ho visto commettere di nascosto in Italia sino ad oggi. Sono giunto alla conclusione, che IL CRIMINE PEGGIORE E’ QUELLO CHE VIENE ESERCITATO E POI I CRIMINALI VENGONO PROTETTI DA QUALCUNO CHE PROVVEDE AD INSABBIARE I DELITTI. Mi è stato fatto constatare molto bene che le persone che noi sappiamo essere dei criminali in carcere sono in realtà delle persone che non hanno ricevuto sufficienti protezioni politiche.

Ora da tempo so molto bene che i peggiori criminali sono coloro che dopo avere commesso reati si nascondono dietro protezioni politiche e si fanno passare come persone molto rispettabili. Essi fingono alla gente di essere dalla parte dell’onestà, della giustizia e della legge, prendendosi persino gioco di loro. Per distogliere ad hoc l’attenzione dai crimini che di nascosto succedono in Italia, oggi con “mille maniere” vi è l’abitudine di rivolgere l’attenzione del popolo italiano a quello che succede all’estero e se non basta si ricorre a inesattezze e provocazioni in campo religioso. E’ davvero una vergogna! Giacomo Montana

Giacomo Montana 18.02.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

E forse il contrappasso, la carriere edipica di Francesco, comincia proprio così, dal padre. Ingegnere capo delle Fs, governatore regionale dei Rotary, fu propio lui a progettare le infrastrutture dell'Alta velocità a Benevento, un viadotto e il tunnel ferroviario, opera che oggi permette di viaggiare in eurostar da Benevento a Foggia in poco più di un'ora. Strano pedigree per il movimentista che blocca i binari, sabota i cantieri e promette battaglia agli alleati che tentennano sul no alla Tav.
«Quando ero piccolo mio padre mi diceva: se vai alla manifestazione ti rifilo due ceffoni. E io col cavolo che ci andavo». Per diventare ribelle Francesco ha aspettato la maturità. Adesso può vantarsi di avere 12 avvocati per le sue 29 cause giudiziarie aperte. Al Rotary ha preferito il Chiapas, ma alle proprietà non ha rinunciato.
Qualcuno dica a Bertinotti che il curriculum del suo capolista in Calabria sembra uscito dai registri di uno yacht club di Montecarlo. O forse il leader già lo sa.
perchè non è così nuovo il caso di un antagonista che sotto il materasso nasconde un patrimonio da ricco borghese. Ma Caruso li supera tutti, e anche in questo è un no global sui generis: l'unico che partecipa ai cortei in bicicletta per non faticare, e che a Seattle, dopo un assalto al McDonalds's interrogato dalla Cnn sui motivi della protesta così rispondeva: «Nun lo saccio, chillo panino è bbuono assai». Ma lo conoscono meglio a Benevento, dove le malelingue stavolta aggiungono:«Tanto se gli va male in politica,
i soldi per arrivare a fine mese non gli mancano di certo». Per lui, San Precario non ha bisogno di preghiere.
ECCO I VOSTRI COMPAGNI DI LOTTA.

michelangelo merisi 18.02.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, mi farebbe piacere che intervenissi più spesso nelle discussioni che proponi, che le animassi un po', insomma.
Ad esempio, che ne dici della sintesi che da tempo ne fa Pannella di questa confusione-distinzione fra centro-dx e centro-sx:

DA UNA PARTE UNO CAPACE DI TUTTO E DALL'ALTRA DEI BUONI A NIENTE

A me pare veramente “esplicativa”.

Enrico Sbardolini 18.02.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento



Il disobbediente Francesco Caruso, candidato di Rifondazione comunista alla Camera, è un latifondista milionario. Lui, che agli elettori promette l'esproprio delle seconde case, è proprietario di uliveti, vigneti, terre da agrumi, terreni da pascolo e immobili, sparsi tra vari comuni in provincia di Cosenza, frutto del generoso lascito di uno zio.
La visura catastale su terreni e fabbricati intestati al leader dei no global meridionali Francesco Saverio Caruso, è lunga sette pagine.
Nei comuni calabresi di Longobucco, Calopezzati, Corigliano Calabro, nel Cosentino, il giovane no global è un padrone a cui dare del voi. Ha proprietà, immobili e terre, per un valore enorme. Sei appezzamenti tra terreni da pascolo e uliveti in località Calopezzati. Una frazione di un vasto agrumeto a Corigliano Calabro, metà proprietà di due terreni da 15 e 9 ettari a Longobucco, dove possiede anche una frazione di due appartamenti di 5 locali. Nella sua rendita catastale figurano poi altri 35 terreni (vigneti,
uliveti e pascoli) sempre a Longobucco. Tra cui un uliveto di 54 ettari e un altro di 60, un querceto di 22 ettari, un frutteto di 38 ettari, poi pascoli e campi a perdita d'occhio. Nel complesso, una proprietà da latifondista coi fiocchi.
Ma anche da papà e mamma non è mancato nulla al giovane Francesco, antagonista cresciuto negli agi della ricca famiglia beneventana prima di trasferirsi nell'Officina 99 e nel centro sociale Ska di Napoli, dopo l'università a Bologna, la laurea all'Istituto universitario Orientale di Napoli e la scoperta del mondo dei centri sociali.
Con i genitori e il fratello ha vissuto per anni, fino alla fine del liceo,in un superattico di 350 mq nel centro storico di Benevento, nella lussuosa via Calambra. Appartamento in cui la famiglia Caruso stava in affitto, con un canone di favore.Proprietaria dell'immobile erano infatti le Ferrovie dello Stato, di cui il padre era - oggi è in pensione - un dirigente, chiamato a Benevento dalla sua Calabria

michelangelo merisi 18.02.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo,
buonasera..le do del Lei perche'non so che tipo e' di persona (l' ultima volta che l' ho vista era in tv piu' di dieci anni fa e mi stavo quasi per urinare addosso dalle risate..credo fosse qualcosa tipo LO SPRECO ED IL NON GETTARE VIA LA TESTA DEGLI SPAZZOLINI DA DENTI MA "SAREBBE MEGLIO" RIMPIAZZARLA).E dato che sta diventando piu' famoso ultimamente ( la sua voce ha raggiunto anche l' inghilterrapienaditalianialondraedintornicomemedatantiannioramai) sento l' urgenza di vedere la sua opinione su un punto in particolare:
la democrazia e' la cosa piu bella che ci sia o invece e' il meno peggio?
Io personalmente, piu' cresco e piu penso che la tanto elogiata democrazia sia divenuta oramai un giocattolo fagocitato dai magnati dei mass media scesi in politica.
In Italia PER ESEMPIO La democrazia ha eletto Silvio Berlusconi che l' ha comprata.
La democrazia ( SECONDO ME) E' oramia in Italia un gregge di pecore che ora va a votare a destracentrodestra, ora torna a votare a sinistradestra e NON HA MAI SENSI DI COLPA QUANDO VA A VEDERE I SUOI SPETTACOLI.
Chi pensa piu alle minoranze?Alle tante , tantissime NUMEROSISSIME minoranze?Fatte anche di una sola persona ma che quando si comportano bene contribuiscono tanto all' umanita' E INVENTANO COSE UTILI?
rapporto democrazia/individuo=scala su 1/100000000000000000000000000000000....etc etc all infinito.
ps se anche Lei peccasse di demagogia e voglia di fans La stimerei comunque per la sua vena comica.

Ciao

Enrico Maure 18.02.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo fare un'azione ,come dici tu, di "democrazia diretta":inviamo infinite email al Ciampi affinchè ci ripulisca l'esistenza da questa gentaglia!

anna alhaique 18.02.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPOSTA
Visto che il ns presidente ha accomulato in questi anni di governo, grazie alle leggi e leggine approvate per se e pe i suoi intimi, un capitale equivalente a costruire il buco facendo al tempo stesso un'altro buco nelle finanze dello stato, propongo che sia lo stesso a finanziare buona parte dell'opera. La parte rimanente potrebbero finanziarla tutti quei politici che non si sono opposti o sono stati compiacenti e collusi per permettere allo stesso di arricchirsi in modo così sconsiderato. Partiti di opposizione comprese.
Credo che l'unico modo per farsi intendere sia quello di scendere in piazza. Non sono un rivoluzionario ma quando i partiti politici non ti rappresentano che si deve fare?

andrea besantini 18.02.06 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Io ho trentacinque anni e una famiglia con una figlia di sei anni.la politica a lungo mi ha incuriosito e affascinato e della politica con la morte della mia curiosità e della mia speranza,ho capito solo una cosa...... ed è l'unica da ricordare per tutti i cittadini....Ci fregano a farci discutere su destra e sinistra,su cose ormai morte..l'unico modo per ottenere delle piccole cose utili a noi,alla civiltà,al progresso alla civiltà,L'UNICO MODO è MANDARLI A CASA OGNI 5 ANNI...AFFINCHè NON SI SENTANO PADRONI DELLA NOSTRA TERRA,LA NOSTRA STORIA AGLI OCCHI DEL MONDO......

federico parra 18.02.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento

no tav no mose no pont no nano pelurioso...una razza politica così fetida non è capace di smaltirla neppure il depuratore più grosso d'italia ... quello di torino...fede vespa e ferrara ci provano ancora a riciclare questi ladroni...dai antonio che stavolta famo il pieno

piero bartorelli 18.02.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Salve!Ieri ho letto sul giornale una notizia a dir poco sconcertante: la condanna per una violenza sessuale compiuta ai danni di una minorenne che " ha già avuto esperienze" DOVREBBE essere meno grave rispetto a quelle di ragazze che non ne hanno avute ( esperienze). Sono rimasta basita di fronte A questa notizia che mi conferma quanto a volte certe persona possano essere .........STUPIDE!per quanto mi sia sforzata di capire tali persone riguardo questo tema, non riesco, nonostante i miei sforzi, a comprendere come si possa pensare che la gravità di un REATO, perchè di tale si tratta, possa essere discussa in base al passato inerente la vittima!!!!Una violenza è sempre tale, indipendentemente da chi la compia e da chi la subisca; se non si comprende questo non si potrà continuare a vivere!NON SI PUò VIVERE in una società in cui i reati più gravi vengono insabbiati( vedi la maggior parte dei "nostri" politici che dovrebbero rappresentare l Italia al mondo) e quelli meno gravi vengono esaltati solo perchè compiuti da povera gente, magari costretta dalle necessità della vita.Non si può andare avanti in un mondo in cui dominano coloro che meglio riescono ad ingannare gli altri,a prendere il potere senza alcun reale diritto!E la cosa più grave è che persone simili vengono protette dallo stato; questo non deve però portare a vedere la realtà di oggi con rassegnazione, anzi deve scuoterci ancora di più e convincerci che è giunta da tempo l' ora di porre la parola fine a questa triste pagina della storia umana!!!!!!
E voi cosa ne pensate?????

papessa giovanna 18.02.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

spesso,leggendo le mail,noto tanta frustrazione per la incapacità a modificare una situazione politica che mortifica la nostra intelligenza.
Anch'io mi sento frustrato. Dal 2001 voto scheda bianca perchè:1)ho votato prodi nel '96 ma non ho gradito la scelta poco democratica di scalfaro di formare una nuova maggioranza con il jolly mastella;2)non ho gradito la nomina a presidente del non eletto d'alema che in tv ha giustificato quella scelta con la necessità dell'Italia di mandare i ns soldati in Bosnia; 3) Non ho voluto votare forza italia. Le stupidaggini che ho sentito e continuo a sentire mi rafforzano nella mia idea. Non riesco a vedere niente di buono nel futuro,comunque vadano le cose. Per me i problermi dell'Italia sono:1)un parlamento stracolmo di politici superpagati che per oltre il 60% non servono;2)consigli regionali altrettanto stracolmi che saccheggiano anch'essi le ns tasche;3)una pubblica amministrazione che non produce per quello che guadagna;4)sindacati di parte che vanno sciolti subito per ricrearne uno solo,nuovo e lontano dai partiti, che si occupi dei problemi dei lavoratori e non faccia pastette con le aziende per ottenere i distacchi sindacacali che servono solo a mantenere strutture territoriali e nazionali in concorrenza fra loro;5)le tante lobby che si sono ritagliate privilegi scandalosi che offendono l'intelligenza e la dignità di tanti giovani diplomati e laureati;6)i tanti enti inutili che da decenni vivono alle ns spalle;7)le spese delle amministrazioni periferiche che spesso vengono fatte per comprare consensi e comunque senza alcun rispetto x chi ha pagato le tasse. C'è un politico,tra quelli in lizza,dotato di tanta forza morale e soprattutto capace di rinunciare ai compromessi anche se può costargli l'elezione?.Io non ne vedo.La gente sa chi è Berlusconi.Ma se certi difetti si notano anche nella sinistra che conta si perde la speranza.E'quello che è accaduto a me e a tanti italiani tra i quali ci sono pensionati con E500 al mese.

dino cilli 18.02.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

E' UNO SCHIFO (come direbbe il mio povero nonno). Ma è l'opinione del popolo che ormai non conta più. Tutti i "nostri" politici fanno quello che vogliono, non ascoltano più nessuno e pensano solo ai loro guadagni; ed è per questo che volgiono la TAV. Per guadagnare ancora di più. (prelevando dai nostri portafogli, OVVIAMENTE). E' UNO SCHIFO

Marco Gramigna 18.02.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento

io non so proprio chi votare,i comunisti che così si fanno chiamare o il più grande comunista d'italia che come tutti i comunisti una volta preso il potere cerca di non perderlo .
Berlusconi è un comunista e io non posso votarlo,non posso votare neanche alleanza nazionale (fascisti filo islamici come i comunisti e antisemiti)
no non voto.
migliaia di persone sono morte per la democrazia e il diritto di voto a tutti(donne incluse alla faccia dell'islam) e non spreco il mio voto per questi buffoni illiberali e antioccidentali

gianni rizzo 18.02.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senza parole

non aggiungo un altro commento alla lista gia' lunghissima

scrivo solo per manifestare la mia indignazione
e il mio dispezzo le losche manovre dei nostri "dipendenti"

nessuno avra' il mio voto perche lo scegliero' come mio rappresentante
lo avra' solo perche' fortunato che l'alternativa eleggebile fa ancora piu' schifo di lui

marco atella 18.02.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono laureato molto tardi, fuori corso, fuori di testa perchè mi piaceva vivere anzichè studiare.
Poi, 3 anni fa, avevo 45 anni, un mio caro Amico mi invitò ad essere uno dei relatori di un seminario organizzato da una grande multinazionale inglese nel quale giovani neolaureati stavano per prendere il volo nel mondo del lavoro e del management.
Gli chiesi perchè voleva anche me a quel tavolo, la sua risposta fu semplice e mi disse che avevo sempre amministrato le aziende con buon senso soprattutto nei momenti difficili e così anche la mia famiglia. Ne fui lusingato e riuscii a tramettere a quei ragazzi l'entuasiasmo di essere servitori di un gruppo di lavoro di un team.
In sostanza parlava di buon senso quello che dovrebbe avere ogni persona ancor + quando questa è posta ad amministrare il bene comune in nome della gente che li ha eletti.
Oggi siamo fuori da ogni schema, il buon senso è scomparso è c'è poca razionalità.Ormai la ns. politica non ha + alcun buon senso dall'estrema destra all'estrema sinistra, questo è il problema.
NON SERVONO I POLITICI MA BUONI AMMINISTRATORI TECNICI BEN PAGATI E BEN MOTIVATI I QUALI SE SORPRESI A RUBARE DEVONO ESSERE MESSI ALL'ESILIO.
POCHE E SEMPLICI REGOLE.
Buon week end a tutti.

Ferdinando Giordano 18.02.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

WWW.LUOGOCOMUNE.NET

arturo ardennati 18.02.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Dal Finacial Times:

"Essenzialmente il signor Berlusconi ha trasformato la vita italiana nel più lungo

reality show del mondo: ogni giorno la notizia principale, sia essa positiva o negativa,

seria o frivola, riguarda lui". Lo scrive il

Prof. Alexander Stille, docente di giornalismo
internazionale alla Columbia University, in un lungo articolo pubblicato nella pagina dei
commenti dal Financial Times.
Secondo il Professore, "nell'era post-ideologica, Berlusconi non vende un partito o un programma,
vende se stesso", "dominando i media, controlla il dibattito politico e mette a tacere i suoi critici"

ed è " un maestro del populismo di destra che, usando la sintassi e il linguaggio del corpo

dell'uomo comune, porta avanti politiche principalmente a vantaggio dei più abbienti".
Facendo un paragone con "Il Truman Show", un film nel quale il protagonista viveva in un set
televisivo credendo che fosse la sua vera vita, Stille scrive: "Gli elettori italiani sono disillusi nei
confronti di Berlusconi avendo realizzato che le cose non sono come le presenta lui. Ma quanto

è profondo questo disincanto? Prima dell'ultima offensiva del sorriso di Berlusconi, il suo tasso
di apprezzamento era disastrosamente basso. Le prossime elezioni verificheranno se la realtà

ancora conta o se si può governare solo con l'apparenza".

Vanessa Retanda 18.02.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè in risposta degli odiosi spot sullo stato della nostra (im)mobilità nazionale non si organizza un contro-spot prendendo una semplice video-camera e filmando a scelta uno dei tratti della A3 o anche della ss106 le uniche due vie di comunicazione verso l'ipotetico ponte...
Con una colletta ne autofinanziamo la messa in onda su qualsiasi rete nazionale o locale e vediamo di riportare le cose un pò nella loro dimensione reale

Vincenzo Barbaro 18.02.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

beppe è inutile menare il can per l'aia, passa ai fatti. l'ho già detto e lo ripeto: qui dato che sinistra destra centro, sopra e sotto, sono tutti uguali la soluzione è una bella rivoluzione, risposta ai nostri problemi, e credo che ci siamo vicini.

laura galli 18.02.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Perchè in risposta degli odiosi spot sullo stato della nostra (im)mobilità nazionale non si organizza un contro-spot prendendo una semplice video-camera e filmando a scelta uno dei tratti della A3 o anche della ss106 le uniche due vie di comunicazione verso l'ipotetico ponte...
Con una colletta ne autofinanziamo la messa in onda su qualsiasi rete nazionale o locale e vediamo di riportare le cose un pò nella loro dimensione reale

Vincenzo Barbaro 18.02.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

BASTA !!! Devono smetterla !!

Sinistra e Destra, quando saliti al governo hanno fatto i macelli, IL MENO PEGGIO ????? ma che roba è ?, siamo arrivati alla frutta, ma dico io possibile che non si rendono conto che stanno dicendo e facendo in tv e sui giornali delle cose scandalose, senza un minimo di responsabilità, Calderoli sei stato nominato VATTENE. Il meno peggio cosa devrebbe essere, la destra l'abbiamo vista appena ora, la sinistra ce la siamo scordata?? governi che cadono in un lampo, non hanno idee comuni tra i signori della sinistra, Prodi con quale maggioranza vuoi governare se ognuno dice cose diverse (Bertinotti, Dalema, Fassino, ...). Il meno peggio per me sarebbe cercare almeno un po' di stabilità e giungere a fine mandato facendo una figura appena decente in Europa. Ma come si farà con i nostri politici???

Riccardo Pantella 18.02.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo ringraziare, molto cordialmente, nonna Germana Campagnolo per i presiosi e saggi consigli sul comportamento da adottare con la "posta indesiderata" pervenutami... seguirò scrupolosamente i suoi suggerimenti e rimanderò indietro il libercolo (compreso di lettera accompagnatoria), allegandogliene una mia con tanto di considerazioni personali sulla reale validità dello stesso ai fini sociali...
buona serata e saluti a tutti i fruitori del presente blog...
Achille Conforti (Corigliano Calabro)

Achille Conforti 18.02.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ti chiedo di dire,la sera del 9 marzo a Iesi, una parola nei confronti di Giancarli, presidente ds della Provincia di Ancona, fervente cattolico e praticante,che è
diventato famoso per aver licenziato 14 giovani laureati co.co.co.i giorni precedenti il santo natale senza criteri e senza alcun preavviso. La questione è ancora aperta.Sicuramente sarà seduto in prima fila ad appaludirti.

cesare beccaria 18.02.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento

sepper con molto ritardo rispetto a tutto quello che ha detto finora finalmente un uomo inutile ed inconcludente lo' mandano via, bastava solo un bricciolo di intelligenza non c'è nè voleva tanto per capire quello che sarebbe successo e lui è uno dei migliori ---figuriamoci gli altri, mi meraviglio del signor berlusconi si vede che siamo in periodo di elezioni (bè non è ancora detta l'ultima parola puo darsi che alla fine sara' ancora colpa della sinistra che si è inventata tutto) speriamo che lo dice è da un po' che non ridiamo.

giovanni smimmo 18.02.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

E noi paghiamo..............
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (!)un AUMENTO di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135,00 Euro al mese.

Inoltre la mozione è stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

+

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza

miki prezzy 18.02.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono d'accordo quasi sempre con le tue idee, frutto sempre di un punto di vista non imposto da partiti politici, carta stampata e media, multinazionali, e altri manipolatori di informazioni. Però sulla TAV secondo me ti stai sbagliando. E' un progetto europeo che, per quanto costoso, ci permetterà di stare agganciati agli altri paesi anzichè rincorrerli come abbiamo sempre fatto, perchè facciamo sempre scelte sbagliate o in ritardo.
Il fatto che governo e opposizione su questo siano d'accordo è semplicemente perchè sarebbe irresponsabile tirarsi indietro.
Sai, nei tuoi spettacoli spesso fai la battuta di chi si rivolge a te per chiedere aiuto in campo economico, farmaceutico, medico invece di andare dagli specialisti. Bene, quella della Tav, come tutto il resto, la prendo come l'idea del comico più acuto e informato al mondo, che è poi il motivo per cui c'è il tuo blog. E non la verità assoluta, come tanti tuoi fan purtroppo fanno.
Comunque, grazie x la tuo lavoro prezioso, continua così!

Alessandro Papapicco 18.02.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

perché espellere ora Calderoli quando in passato ha detto di peggio? I membri del governo italiano vogliono far vedere di essere severi, ma se il contratto è scaduto perché cercano altre proroghe? Molti imprenditori italiani vanno in America per conseguire dei master e poi ritornano in Italia, se sono così bravi perché l'America non se li tiene? Questo per dire che i master americani al pari dei sondaggi sono pagati profumatamente. La fuga dei cervelli italiani riguarda persone con lauree e specializzazioni conseguite in Italia. Se il contratto è scaduto è scaduto. Ci vuole alternanza politica.

giorgia della seta 18.02.06 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...CONTINUA
Come ho già detto, qualunque personaggio politico con un briciolo di senso dello Stato, si sarebbe dimesso un minuto dopo gli avvenimenti libici, altro che pretendere scuse o attendere il verbo di Bossi!
Il suo comportamento è inqualificabile. Quando avrà capito che il mondo non finisce alla Padania, che 'Roma' e 'l'Italia' non esistono solo quando c'è da prendere lo stipendio di Parlamentare, che la poltrona del potere non è proprietà privata, ma un seggio che bisogna guadagnarsi lavorando veramente per il bene pubblico, quando avrà chiaro che fare i buffoni quando si ricopre un incarico di governo non fa affatto ridere, ma è anzi molto pericoloso, quando avrà un po'più chiaro tutto questo forse potrà ritentare la carriera politica.
Nel frattempo faccia un favore all'Italia e a se stesso, SI DIMETTA.


Chiara Macchi, studentessa

Toscana, (Italia)
EU

Chiara Macchi 18.02.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DI CALDEROLI
che dopo aver causato la morte di almeno 11 persone ancora non ha capito che se ne deve andare!!!
Questa è l'email che ho mandato a: riformeistituzionali@palazzochigi.it

Al Min. Roberto Calderoli

Come cittadina italiana
non riesco a capacitarmi che, dopo aver causato la morte di 11 persone con il suo comportamento a dir poco irresponsabile, il dipendente degli Italiani Ministro Calderoli ancora non sia persuaso della necessità di sue dimissioni immediate.
Forse il Ministro ha scambiato la politica per un gioco, in cui si può non tener conto della sensibilità religiosa di popoli che per cultura e religione sono molto lontani da noi, ma non per questo da tenere in minor rispetto, forse il Ministro, quando si lancia in crociate a difesa dell'Occidente con toni da armata Brancaleone, non è abbastanza accorto da pensare a tutte quelle persone (ambasciatori, inviati, consoli, organizzazioni umanitarie, militari,...) che rischiano la vita, ogni giorno, nello svolgimento delle loro mansioni, nelle regioni più problematiche del globo.
Forse il Ministro non lo sa, ma è anche sua la responsabilità politica per l'incolumità di queste persone, dal momento che ha accettato un incarico delicato come quello di Ministro della Repubblica, di componente del governo italiano, anche se il suo senso dello Stato, a quanto pare, non travalica i confini della Padania (figurarsi quelli dell'Italia).

E'già abbastanza imbarazzante, per cittadini di sicura fede democratica e progressista come me, doversi presentare al mondo come un Paese che ha nel proprio governo dei razzisti come lei e i vari Borghezio e company, ma quando poi la vostra mancanza di levatura morale e politica compromette addirittura l'incolumità fisica di altre persone (quei morti ce li ha sulla conscienza anche lei), mi sembra evidente che non si può più star zitti.
CONTINUA...

Chiara Macchi 18.02.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe..
pur mettendo in prima linea le altre varie linee ferroviare, veramente in stato comatoso, non sono tra quelli che dicono No alla TAV per principio.
Son tra quelli che auspica che se un governo nazionale, insieme agli altri governi europei, decidano una strategia per il trasporto merci, passeggeri e quant'altro, pur totalmente nella FOLLIA piu totale, è giusto che si tenti di realizzare l'opera tenendo conto dei vincoli ambientali, del territorio, delle popolazioni, ecc.
Se poi non si trova nessuna possibilità di realizzazione, l'opera si accantona.
Non è democrazia questa?

Gianluca Astolfi 18.02.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Amico elettore, amica elettrice,
grazie al tuo voto ho potuto raggiungere l'obiettivo concreto di raddoppiare il mio patrimonio in soli 2 anni.
Ecco come:
1) grazie alla legge Gasparri, nel solo anno 2004 la pubblicità per Mediaset è aumentata del 3,8°,'0 (circa 1 miliardo e 200 milioni di euro all'anno).
2) l'appalto concesso dal Governo alla Banca Mediolanum, senza asta, per potere utilizzare i 14.000 sportelli delle Poste Italiane, mi ha reso] milardo di euro all'anno.
.
3) nel 2001 la Presidenza del Consiglio (governo Prodi) aveva commissionato solo 1 milione e 750 mila euro di spot a Mediaset, nel 2002 la Presidenza Berlusconi ha commissionato 9 milioni e 250 mila euro, ed ha aumentato ogni anno fino agli oltre 10 milioni di euro dell'anno scorso (Economist-London).
4) come assicuratore avrò vantaggi per miliardi di euro dalla nuova legge sulla previdenza assicurativa, già con una serie di norme a mio favore ho incassato qualche centinaia di milioni di euro all'anno in più.
5) ho risparmiato dalla riduzione delle tasse diversi milioni di euro (e con me hanno risparmiato mia moglie, mio fratello e i miei figli, tutti titolari di qualche fetta della mia grande redditizia torta).
6) uno dei produttori italiani di apparecchi per ricevere il digitale terrestre è un'impresa control­lata, attraverso la finanziaria Pbf srl, da mio fratello Paolo Berlusconi, e giustamente usufruisce dei contributi statali per il digitale terrestre. (Washington Post).
7) il decreto salva calcio mi ha fatto risparmiare 240 milioni di euro, e la riduzione delle plusva­lenze (Tremonti 2002) ha fatto risparmiare a Mediaset 340 milioni di euro.
Caro elettore, cara elettrice,
tutti dicono che c'è crisi ma grazie a questo governo, ora io sono il 25esimo uomo più ricco del mondo. Pensa, nel 2001 ero solo il 48esimo! La crisi è chiaramente una menzogna dei comunisti. Ti chiedo il voto per altri 5 anni e così potrai vantarti di avere il Presidente del Consiglio più ricco al mondo.

emilio d'ambrosio 18.02.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono la giornalista che insieme al regista Francesco Chiesa ha realizzato il servizio sulla Valle di Susa.Mi fa piacere che il nostro servizio venga segnalato in molti siti, ma nel contempo sono sorpresa dalle decine di mail di apprezzamento che ci arrivano dall'Italia: segno che c'era un reale bisogno di informazione su quanto succede veramente in Valle di Susa! Incredibile...
Ci conforta il fatto che da molti telespettatori ci venga riconosciuta la serietà della ricerca effettuata sul posto.
E' sempre molto difficile essere esaustivi con temi complessi che coinvolgono politica,ambiente, scienza, finanza, diritti dei cittadini ecc. Farlo in 30 minuti ( per un pubblico come il nostro che appoggia incondizionatamente la costruzione in corso del più lungo tunnel ferroviario del mondo , il Gottardo) è stata una sfida e abbiamo scelto di farlo privilegiando gli attori sul campo,le loro parole semplici ma chiare, fatte di fatti e dati scientifici e anche di sincero impegno civile! Il movimento coalizzatosi in Vallle di Susa è un vero fenomeno sociale che sta facendo scuola in altre parti d'Italia.
Sono contenta anche perché ho avuto la conferma della bontà del metodo che continuo a difendere nel nostro modo di fare giornalismo: mai dare niente per scontato, andare sul posto "vergini" (..o quasi...!) e rivoltare il tutto come un guanto, parlare con la gente coinvolta in prima persona e ascoltare, ascoltare,ascoltare!
Un caro saluto a tutti! E se Beppe mi legge : torna a Bellinzona, sei sempre il benvenuto! Ciao Franca

Franca Verda Hunziker 18.02.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

però mi arrabbio quando leggo questi forum di persone che non sanno chi votare perchè hanno capito ormai, quindi ti faccio questa domanda, cosa è meglio per questa gente?
sergio napolitano 18.02.06 00:18 | Rispondi al commento |
...

purtroppo io capisco tutta questa gente che non va a votare, ma non posso condividere con loro il gesto di non votare, un po' di tempo fa avevo postato un commento ironico per tutti gli indecisi, non posso negare di aver avuto apprezzamenti per questo concetto che quindi ti allego, sottolineando che per me come mi sembra di aver capito anche per te, è maturo il tempo di FORTI novità ti lascio la mia mail aktarus1973@hotmail.com :

PER TUTTI GLI INDECISI:
Quando io ho un foruncolo in faccia ho un irrefrenabile impulso a schiacciarlo (chi no lo ha questo impulso ?), devo combattere quello che non mi piace, devo eliminarlo, magari faccio un casino e mi deturpo la faccia, ma è più forte di me! SONO DI SINISTRA INFATTI, ma non so non andare fino in fondo ai problemi.
Invece c’è chi quando ha un foruncolo non ha come istinto quello di sopprimerlo di eliminarlo, ma corre subito ad incipriarsi a nascondere il difetto QUESTA E’ UNA PERSONA DI DESTRA!
Queste elezioni sono fondamentali.
DESTRA o SINISTRA !!! una scelta di vita, di modi di intendere l’esistenza.
Voi cosa fate o cosa vorreste fare quando vedete un foruncolo in faccia?
Per gli indecisi, fate questo gioco!
Se decidete che vi pervaderà un irrefrenabile impulso di spremerlo allora votate a SINISTRA (chiudete pure gli occhi, fatelo a caso, ma votate).
Se decidete invece di andarvi ad incipriarvi e di nasconderlo e non vi viene nemmeno in mente lontanamente di sfiorare il foruncolo allora votate DESTRA (chiudete pure gli occhi, fatelo a caso, ma votate).
PS: Si dice che sia peggio schiacciarlo un foruncolo, meglio che maturi. No, io la penso diversamente, per me va combattuto, magari senza deturparsi!

Fabio Neri 18.02.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo con te.
l'unica cosa che mi vien da pensare non è che noi cittadini ormai stanchi di essere ingannati, truffati e spennati dalle tasse abbiamo perso la lucidità per analizzare ciò che è conveniente per il paese e le bischerate di turno.

Andrea Santiangeli 18.02.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
solo gli imbecilli, che sono la gran parte degli Italiani, non hanno ancora capito che fra questo centro-destra e questo centro-sinistra non vi è alcuna differenza politica. Entrambi gli schieramenti, a parte qualche differenza culturale e morale dei loro rappresentanti più appariscenti, sottintendono alla stessa logica di potere e rappresentano i medesimi interessi economici e sociali di pochi burattinai che stanno nell'ombra.
Occorre una diffusa e trasversale presa di coscienza senza la quale il Cittadino conterà come il due di coppe quando la briscola è a mazze.
Ciao e buon lavoro.

salvo sapuppo 18.02.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo Beppe, oggi è difficile scegliere anche tra PEGGIO e MENO PEGGIO. Alternative possibili, però, ne esistono: www.altramoneta.org
Si tratta di farle crescere. Invito a leggere i 10 punti del programma. Grazie.

Alessandro Gilibini 18.02.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo. Non vedo altra soluzione pratica, e sono davvero orribilmente preoccupata che questo governo volgarmente demagogico, pericolosamente corrotto, fiero di sé nel vedersi tutte le strade sempre più piane - per colpa della nostra povertà mentale, delle nostre meschinerie, dell'ignoranza oscurantista dilangante - rimanga dove è, a consolidare una dittatura di nuovo profilo. Un jamais vu sulla faccia della terra. Abito in Francia, insegno la lingua e la cultura del mio paese a gente che ammira quello che siamo stati, che siamo ancora, voglio credere. Voterò da qui, certo. Voterò nel solo modo che mi sempre responsabile.

Francesca Sensini 18.02.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ci sono alcune cose che tu porti avanti, che non riesco a condividerle, ma stavolta sono d'accordo con te, la parola più inutile che esiste oggi in Italia è la parola "Democrazia".
Cambiando argomento, spiegami come mai quando ricevo un tuo blog e lo vado ad aprire, trovo già decine e decine di commenti. Forse mi arriva in ritardo rispetto agli altri?
Ciao e buon lavoro.
Domenico.

Domenico Mori 18.02.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

complimenti per il tuo nuovo spettacolo, sono venuto a vederti a Verona, sei sempre acutissimo nelle tue valutazioni...complimenti.
Ti scrivo per parlare di TAV, adesso ovviamente l'attenzione è focalizzata sulla Val di Susa, ma ci tenevo a sottolineare il fatto che per arrivare fino ai confini francesi questa inutile, costosissima, impattante opera dovrà passare inevitabilmente anche per la pianura padana. Interessante, perchè mi prende direttamente in causa, è il tratto Padova-Verona. Dato che l'amministrazione di Vicenza voleva a tutti i costi una fermata nella minuscola cittadina gli scianziati plurilaureati che giocano a fare i parlamentari a Roma hanno deciso inizialmente di spostare la tratta a nord dei Monti Berici per favorire la fermata a Vicenza, poi quando qualche tecnico serio ha sottolineato che, se si fermasse anche lì, il treno di superveloce non avrebbe nulla, hanno negato la fermata, ma hanno tenuto il tracciato a nord. Con il primo progetto, il treno sarebbe passato a sud dei Monti Berici viaggiando quindi in piena campagna da Verona a Padova.
Ora, il punto sottolineato dall'attuale Sindaco di destra del nostro Paese, è che con sta benedetta legge obiettivo, gli enti minori e quindi i cittadini delle comunità interessate non sono stati tagliati fuori, anche con giochetti burocratici poco chiari. Il CIPE, la settimana prossima, confermerà in via definitiva il progetto della tratta Verona-Padova.
La tratta taglierà a metà San Bonifacio e molti altri paesi che si sono sviluppati nel corso del tempo lungo le principali arterie ormai sclerotizzate come quella ferroviaria.
Con una mail è difficile spiegarti il problema, ma credo che questo stia avvenendo anche in altri paesi e credo sia necessario unirsi per fare la voce grossa proprio in questo periodo di elezioni!!!!
Tu sei il punto d'unione che mancava tra comunità diverse che altrimenti sarebbero in balia degli eventi. CONTATTAMI. Ciao Marco Montanari San Bonifacio (VR)

marco montanari 18.02.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

...mi domando che ci fa Bertinotti nella
lista dell'unione...mi domando che ci fa il verde Pecoraroscanio ,Diliberto, e tutti i vari "predicatori" del bene comune ...

gaspar van wittel 18.02.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

CIDIELLEUNIONE?

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 18.02.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

completamente d'accordo con te.da notare il decisionismo inopinato del soggetto che su molti altri argomenti ugualmente impegnativi e seri si è sempre espresso con cautela .

gentile armando 18.02.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E bastaaaaaaaaaaaa

O ci ribecchiamo Berlusconi/Calderoli o ci becchiamo Prodi.

Non ci sono alternative.

Anche se 30 milioni di italiani non andassero a votare o annullassero la scheda:
O CI RIBECCHIAMO L'ASSOCIAZIONE A DELINQUERE O CI BECCHIAMO PRODI&COMPANY.

Direi che sarebbe il caso di stoppare a ogni costo questi pazzoidi sfrontati che da5anni fanno il bello e il cattivo tempo.

Giuliano Pieri 18.02.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe è ora che mandiamo a casa tutto il Parlamento Italiano e non sto dicendo per scherzo. Dobbiamo fare qualcosa che dia veramente orgoglio al nostro essere italiani. Dobbiamo pulire il parlamento italiano. Questa gente di merda non capisce quel che succede nelle case degli italilani, non sà cosa accade negli uffici ( ammesso che si lavora ) non riesce nemmeno a mandare una mail ad un elettore che volesse votare per loro perchè non ci capiscono un cazzo di pc, perchè sono lontani anni luce da noi. E' come essere comandati da marziani che vengono sulla terra solo per accarezzarci ogni tanto, circa ogni 5 anni....
Non possiamo permettere che i nostri dipendenti ci schiaffeggiano... RACCOGLIAMO LE FIRME PER MANDARLI A CASA...VOTIAMO SCHEDA BIANCA O VOTIAMO UN PARTITO PICCOLISSIMO ALMENO C'E' ARIA NUOVA....ASCOLTATEMI E SEGUITE IL MIO CONSIGLIO VOTIAMO UN PARTITO AL LIMITE DELLA SOGLIA DELLO SBARRAMENTO!!!!!


Beppe carissimo,
non so se sei al corrente del fatto che il nostro "esimio" Presidente del consiglio e il suo prode "onorevole ministro" Lucio Stanca hanno fatto pervenire a tutte le famiglie italiane un opuscolo riguardante "L'innovazione digitale per le famiglie" con tanto di timbro della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministro per l'Innovazione e le tecnologie per istruirci circa gli "incentivi per acquistare il computer, i corsi per imparare ad usarlo, i servizi per chi sa navigareed informarci sui vantaggi e la finalità...che carini vero?il tutto, accompagnato da una bella letterina di 2 pagine riguardanti "la realizzazione del vasto ed articolato piano di riforme per l'ammodernamento dello Stato... ed in particolare per il cambiamento e la valorizzazione delgli uffici della Pubblica Amministrazione" condite dai saluti finali del nostro dolce premier...

A parte il fatto che questa corrispondenza "non richiesta" è già stata ampiamente saldata con i nostri soldi (fatto che mi stizzisce alquanto), ma poi volevo da te sapere cosa si nasconde dietro questa operazione e se mi è consentito rispedire indietro l'intero plico (naturalmente privo del francobollo postale) senza peraltro accollarmi le sanzioni amministrative dovute qualora il tutto mi dovesse ritornare indietro...
Ti abbraccio, grazie tante e confido in una tua pronta risposta...

P.S.: complimenti per il tuo nuovo tour sempre attuale, istruttivo e pungente...continua così, mi raccomando...
Achille Conforti, Corigliano Calabro (CS)

Achille Conforti 18.02.06 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mia nonna dice da tempo che Calderoli ha la faccia DA RECLUSO IN MANICOMIO CRIMINALE.

E ditemi che non ha ragione.....hahahahahah

Alessia Belleno 18.02.06 10:54| 
 |
Rispondi al commento

La Tav si fa. Punto e basta!??????
Ma che risposta è????!!!E noi permettiamo ancora che questi imbecilli rimangano al governo?Il Nostro governo?
La TAV non lo vuole nessuno, non serve a nessuno e non si deve fare.Punto e basta!
Siamo noi cittadini a decidere!Il Paese è Nostro e non di quei quattro cogl...i!
Scusate per lo sfogo...
Un saluto a tutti

Carlo Scarascia 18.02.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Basta, non votiamo più nessuno! tanto fanno quello che vogliono. Facciamoli fare una bella figura. Chissa come ci si sente a essere votati da nessuno!! Forse è il modo per arrivare a dei cambiamenti.

sara osenda 18.02.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

propongo una raccolta fondi per la realizzazione di magliette stampate con la faccia del Ministro Calderoli in una vignetta satirica di pessimo gusto, da utilizzare in una grande manifestazione pubblica. Sono indignita, schifata e offesa. Grazie

Mariangela Corona

Mariangela Corona 18.02.06 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un nostro diritto astenerci dal voto. Allora non votiamo più nessuno.
Bello essere eletti con una partecipazione della popolazione pari al 1/1000. Che bella figura.ehee

sara osenda 18.02.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

La TAV contestata dai no global....
___________________________
| I NO GLOBAL AL GOVERNO ?
| NO GRAZIE
|_________________________|

......... Meglio i mafiosi !

mino catalano 18.02.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve,premetto ke nn ho nessuna preferenza politica nè destra nè sinistra,perkè?ma perkè nn ci credo,ormai crederci nn serve fanno tutto a loro immagine e somiglianza.Avrei tante cose da dire...ma mi fermo a dire che io che 19anni come tanti altri ragazzi ke futuro abbiamo??se gia a quest'età la società si mostra cosi,se chi ci governa è cosi,quello che nn forse nn è entrato nella mente dei Signori che bramano di potere e di denaro è che tutti siamo mortali....ma loro credono il contrario...a quanto pare...e si credono di essere chissa chi...

fiorella terranova 18.02.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe hai perfettamente ragione; vorrei però farti una domanda, se posso....il progetto della TAV quando è nato? Non credo negli ultimi mesi, anzi da quello che capisco è un "canale" di collegamento europeo est-ovest di grande "respiro". E allora la mia domanda è: dove sono stati fino ad ora i nostri politici, non solo quelli a Roma, ma anche quelli locali e soprattutto quelli eletti in "Europa"...e i giornali?...
Infine hai sentito l'ultima di Prodi; rivedere gli estimi catastali per diminuire l'ICI...secondo lui gli estimi catastali sono troppo alti (da quanto ho capito); ma se lo sanno anche i bambini che il valore dichiarato ai fini ICI,ricavato dalla rendita catstale, è notevolmente inferiore (almeno nel 90 % dei casi)al valore di mercato degli immobili; si dimentica, il nostro futuro dipendente, che i Comuni vivono essenzialmente con le entrate ICI...un minimo di informazione, caro Prodi...solo un minimo....

Fausto Zorzi 18.02.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se i signori della politica sono eletti da NOI cittadini dovrebbero tenere in considerazione l'opinione di migliaia di Loro elettori!!!!!
Se questa è la considerazione che meritiamo sia da destra che da sinistra, è meglio che pensiamo bene
quale schieramento votare alle prossime elezioni.
Stimoliamo il cambiamento anche attraverso questo sito,alle prossime elezioni mandiamo a casa il 50% di chi sta al potere OGGI.ciao Max

massimo aglietti 18.02.06 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma caro Beppe Grillo, ce lo ha insegnato Lei che le multinazionali (e ciò che loro serve) sono molto più potenti degli Stati...per cui la TAV si fa perchè è strategica per i grandi traffici....che sia logica, opportuna, utile o altre "piccolezze" del genere non interessa.

E' stata decisa a livello mondial-europeo: i poveri Prodi, Bresso, Berlusconi devono solo adattarsi.

Quanto volte lo pensata quando sentivo in azienda (multinazionale,) dove lavoravo allora i commenti dei capoccia....."il salame? non è strategico per gli americani, dimenticatevelo!" (perfettamente in linea con i concetti "grilliani")....e ciò che sostituirà il salame dovrà correre sotto i monti della Val di Susa avanti e indietro (perchè le merci - come ci ha insegnato Grillo - vanno a spasso anche a vuoto: basta rispettare la strategia logistica delle aziende!)

Con ciò vada avanti e grazie!

Marvi Rachero 18.02.06 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Se nei posti di comando abbiamo "uomini deficenti" ....la loro quantità non fa certo qualità....
Che le "vignette" siano strumento di propaganda contro il mio mondo....è certo...ma che un esponente del governo si adoperi ad infiammare ciò che già arde.......è da ".......".
Essere sovversivi è una dote che non tutti hanno.....cambiare in meglio il mio mondo..non parte certo da DS ..Forza Italia...lega nord..ogni giorno mi alzo e lotto per un "mondo migliore"...già e non mi vergogno...non amo compromessi di sorta...sono uno specchio dove chi pone lo sguardo si sente in "pericolo".

gabriella folci 18.02.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento

........Devo ammettere che nella mia ignoranza ogni tanto provo a ragionare, per rendere ragione alle ingiustizie date dall'arroganza del potere capitalistico e giustificate da loro come bene necessario per fini comuni......ma non trovo tante risposte, chi giunge in nome del progresso a calpestare l'indifesa dignità di una intera comunità come quella della Val di Susa, per il bene comune, deve nascondere qualcos'altro.
Consiglierei un test attitudinale annuale all'esame di psichiatri, pedagogi, filosofi, fisici e prossimi Santi, senza aspettare che muoiano prima di diventarlo.
Aggiungerei una radiografia al cervello, nel caso nascondessero un cip che li comanda.

Andrea Albertazzi 18.02.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Schivare il concreto resta uno dei fenomeni più tangibili e al tempo stesso preoccupanti della storia dello spirito umano. C’è una netta tendenza a volerci programmare il nostro futuro, ma tuttavia parecchie volte non ci riusciamo ed andiamo a sbattere contro ciò che abbiamo tentato di evitare. Molte volte non si tratta di evitare ciò di cui non siamo all’altezza di affrontare, ma di qualcosa che genera conseguenze al momento inimmaginabili, ma tuttavia in parte prevedibili, tanto da sapere che vi saranno sempre altre nuove complicazioni e pertanto altri nuovi fenomeni.

Compreso questo, ci viene fatta conoscere meglio in che cosa realmente consiste la cosiddetta “prudenza nell’agire per abbattere barriere e ostacoli che talvolta persino ci vengono appositamente predisposti da qualcuno”. Una volta compreso questo, ci sentiamo di essere in un’area più ampia del nostro orizzonte e ci sentiamo orgogliosi della conquista. Tuttavia ci sono momenti della vita che le barrire e gli ostacoli pregiudicano gravemente la possibilità di sopravvivenza di qualcuno che non riesce a superarle da solo ed allora ti trovi di fronte ad un bivio: o lo aiuti a superare quei momenti o fai il vigliacco e fai finta di non avere visto né saputo niente di lui e te ne vai per l’altra strada, lasciandolo morire sotto la PRESSIONE CRIMINALE ESERCITATA PROPRIO DA QUELLE BARRIERE E DA QUEGLI OSTACOLI. Io ho sempre scelto di aiutare la vittima, cosi come ho fatto per la signora Giovanna Nigris, vittima, nel più assoluto silenzio, di torture psico-fisiche che oramai durano da 14 anni (vedi sito web di legittima difesa: www.mobbing-sisu.com ) . CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…

Giacomo Montana 18.02.06 09:29| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE…..Quando però mentre stai aiutando la persona che diviene sempre più in pericolo di vita, ti accorgi che ti trovi a dovere lottare da solo contro un’associazione di personaggi che a tutti i costi vuole causare la morte della persona che stai aiutando a sopravvivere, ti accorgi che in quel momento l’orizzonte si oscura. A questo punto con aspettazione tremante non puoi fare altro che sperare che anche “altri” si accorgano della vera identità di quei soggetti criminali torturatori, che fingono di essere persone oneste. A tal punto speriamo che anche questi “altri” soccorrano la vittima prima che sia troppo tardi.

Qui fai un’altra scoperta, il mancato sufficiente senso di empatia, con l’egoismo e l’individualismo di altre persone, divengono purtroppo un altro punto di forza delle associazioni criminali e non puoi fare altro che sperare, anche “nel risveglio” di quella parte di società italiana che si è fatta trasformare, facendosi completamente assopire la coscienza. Il confronto tra società potenzialmente vigile e civile e l’altra sempre più omertosa, corrotta e potenzialmente sempre più assassina diviene sempre più palese e comunque non si può fare a meno di immaginare che anche l’uccisore di professione, che scambia la sua insensibilità per coraggio e intrepidezza, in fondo in un luogo tenuto bene celato del suo animo, anch’egli tutto sommato si atterrisca al solo pensiero che quello che sta causando alla vittima un giorno forse anche solo per uno scherzo del destino potrebbe capitare anche a lui. Nessuno oggi può sapere che tipo di società italiana stiamo costruendo per il nostro “DOMANI”. Giacomo Montana

Giacomo Montana 18.02.06 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Invito il sig. Calderoli a liberare le nostre Istituzioni dalla sua presenza.
Oltre a mostrare di non aver sufficiente buon senso, mette in evidenza la sua incapacità di comprendere cosa significhi fare il ministro. Se ne vada e torni alle sue attività ludiche che le saranno così consentite senza dover per questo coinvolgere l'intera nazione.

Massimo Mei 18.02.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra che ormai il potere sia tenuto da coloro che gridano di più tra gli indefferenti, stanchi,disgustati, annoiati e apatici della maggioranza. Non voglio entrare nel si o nel no del traforo ma dire la mia sui soldi che la maggioranza preferirebbero dare alle ferrovie che sono allo sfascio. Perché sono allo sfascio?
Io non ho notato niente. Salvo che i ferrovieri sono sempre in sciopero allorché sono i meglio pagati d'Europa. Finché il diritto di sciopero si puo' tirar fuori ogni volta che si vuole un fine settimana prolungato, i ferrovieri faranno sciopero anche coi 12 milioni supplementari, allora, se devo scielgliere preferisco il traforo. Ogni volta che in Italia si parla di fare qualche cosa di grande, ci si urta a tutte le piccole mentalità pronte ad abbattere colui che vorrebbe andare avanti. Il traforo messo in moto da Dalema non avrebbe avuto nessuna chance con gli oppositori di destra. Ma guarda il caso ecco che la destra ora vuole portarlo avanti. Perché siamo in democrazia, ognuno ha il diritto di dire la sua ma dopo un po' bisogna pur prendere una decisione, no? In Italia purtroppo, per le cose importanti vince sempre il no mentre per le cose superflue vince il si. Sono trent'anni che Venezia sprofonda nelle acque e ci vorranno forse ancora trent'anni prima che ci si renda conto che sarà poi troppo tardi per prendere un provvedimento. Forse tutti sarebbero daccordo ma colui che avrebbe il merito di volerlo fare sta nell'opposizione e perció non bisogna assolutamente dargli la possibilità di ottenere simpatie ma contestare, contestare fino all'inverosimile. Ci mancherà sempre l'ésprit de grandeur dei francesi che pur sono i nostri cugini anche negli scioperi e nella contestazione. Viva il traforo e vive la France:-)

sommarti jaio 18.02.06 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho rispolverato la storia dell'ascesa economica di Berlusconi. Milano 2, Fininvest, Holding varie...Banca Rasini....misteri su misteri. Miliardi e miliardi di MISTERI.

A tutti gli estimatori di Berlusconi sono letture che consiglierei di fare prima di andare a votare.

Oggi, GIURO, NON ho DUBBI su chi sia il "meno peggio".

Corrado Leiri 18.02.06 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualche mese fa NON CONDIVIDEVO L'ENTUSIASMO e le speranze di amici e conoscenti PERBENE (lavoratori privati e pubblici seri e motivati , pagatori di tasse e di ricevute fiscali, riciclatori solo di monnezza, padri e madri consapevoli non telelobotomizzati, addirittura qualcuno lettore di libri al posto della TiVi, abbonati bus e metro o ciclisti urbani, amanti e difensori delle bellezze archeo-paesaggistiche...) insomma la parte SANA del Paese che resiste, resiste, resiste …

che mi tranquillizzavano, dicendo:
"Stai allegro Fabrì, finalmente il mafioso di Arcore, con tutta la sua corte di orribili delinquenti prezzolati, fascistoidi e razzisti ignoranti perderà e forse ci sarà anche un risveglio civile, morale, ambientale ed economico del Paese"

Io speravo con loro, ma ero comunque inquieto, temevo che la collaudata organizzazione delinquenziale o qualche neo-strage di Stato (la storia insegna) potesse impedire la rinascita democratica.

Vedere che questi mostri riprendono quota anche grazie al qualunquismo e al protagonismo di Grillo mi atterrisce e mi toglie la residua speranza in un' Italia migliore.

Grillo sei intelligente, fermati! Non confondere la pagliuzza della sinistra con la trave della banda B. (Previti, Dell'Utri, Calderoli, Borghezio, Taormina, Gasparri....)

AVE caiofabricius VALE

fabrizio quaranta 18.02.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

comparare la CdL all'Unione è un'offesa all'intelligenza ed un atto di azzeramento della propria sensibilità democratica o della propria memoria!

emilio d'ambrosio 18.02.06 04:54| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è un paese in cui anche l'amministrazione locale di un piccolo comune era capace di bloccare un'opera di interesse internazionale. La legge obiettivo (si scrive con una b) ha sbloccato molte di queste situazioni, che con il passare del tempo avevano lasciato l'Italia in una situazione di arretratezza infrastrutturale. In una democrazia il popolo elegge i propri rappresentanti e lascia loro fare il proprio lavoro. Se gli abitanti di qualche paesino della Val Di Susa e qualche altro fanatico bloccassero un'opera di interesse nazionale, non la reputerei una democrazia, direi che il potere appartiene a quella minoranza.
Quest'opera la si può considerare giusta o sbagliata, vi ricordo che è un tratto di un importante corridoio di collegamento europeo, ma non si può criticare la legge: se si desse ascolto ad ogni voce non si potrebbe mai perseguire l'interesse di nessuno, e quando si tratta di grandi opere (che sono interese di tutti) è normale che nessuno vuole che siano costruite nel proprio giardino, ma un paese non si può bloccare per l'interesse di pochi.
Che poi guardate che ipocrisia: se non sbaglio la linea TAV è stata decisa da D'Alema, beh io non ho sentito mai nessuno criticarlo per questa decisione, si critica Berlusconi perchè ha investito nelle grandi opere e perchè ha fatto una legge che le fa finalmente procedere.
Bah, mi sembrate tante marionette...

Bruno Pandolfi 18.02.06 02:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è proprio questo... Non fidarsi..le consiglio un'ottima lettura 1984 di Orwell... non si può vivere nell'ignoranza... Perchè in questo modo sia i nostri down politici sia l'idraulico riescono a fregarti senze fatica... la nostra libertà è solo un'illusione... ma non si può ignorare che centinaia di persone non la vogliono questa dannata tav ascoltiamoli e capiamo perchè come potrebbe essere possibile un accordo altrimenti proporrei DI COSTRUIRLA SOTTO CASA SUA COSì I SUOI BAMBINI POTRANNO ANDARCI A GIOCARE INSIEME A LEI!!! E' facile parlare quando il problema non ci riguarda quando non è sotto casa nostra

giorgia bassano 18.02.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, scrivo per sfogarmi un pò sperando di superare lo sconforto...
c'è chi si chiede se per caso ancora oggi esista una P2 segreta: io penso di no...oramai è palese che una forza antidemocratica ha preso il sopravvento...ho 26 anni e probabilmente sono la meno accredidata per poter fare un paragone col passato, ma, cavolo, ho letto tanti libri e visto molti bei documentari e quindi oggi non posso far altro che piangere, letteralmente, ogni volta che apro un quotidiano o vedo un tg...la resistenza, le lotte operaie, berlinguer, piazza fontana, la stazione di bologna, capaci, via d'amelio, mani pulite...e tanto altro ancora...l'elenco è lunghissimo. Si tratta di cose recenti, considerato che siamo una repubblica giovane, MA DAVVERO SEMBRANO PASSATI SECOLI !!! il punto è: rassegnarsi? la tentazione per noi giovani è forte, ma se solo ci penso davvero bene mi dico che
BISOGNA RESISTERE RESISTERE E RESISTERE...
resistere quando ti trovi davanti a persone per le quali il fatto che tu sia di sinistra è sinonimo di stalinisti, resistere di fronte a persone che preferiscono parlare del grande fratello piuttosto che dei problemi che affliggono la nostra società...resistere e combattere di fronte alle connivenze che esistono, eccome, tra politica e mafia, o camorra o n'drangheta o come la si vuole chiamare,
resistere ... è solo una parola ma è fondamentale....a volte con i miei amici scherziamo e parliamo di una fantomatica rivoluzione....beh, si scherza è vero, ma giurerei che attualmente di ragazzi come me pronti a lottare per la riaffermazione di valori, sentimenti,diritti e libertà democratiche e sociali, ce ne sono a miglaia...Rivoluzione ...è una bella parola, ora come ora una bella rivoluzione è mantenere intatta la nostra libertà intellettuale e la nostra nitidezza morale.SEMBRA POCO MA COI TEMPI CHE CORRONO è MOLTO...
IO NON SOGNO UN'ITALIA DI SINISTRA, NE' DI DESTRA
IO SOGNO UN'ITALIA IN CUI SENTIRSI ITALIANI ESPRIMA DIGNITA'

mari paci 18.02.06 01:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo. E' proprio per queste grandi opere (dal grande impatto ambientale, economico e sociale) che bisogna ricorrere alla democrazia e a tutte le sue "garanzie" al fine di compiere una scelta giusta e che soddisfi la MAGGIORANZA dei cittadini. Per questo si DEVONO ascoltare e valutare con molta serietà le opinioni di tutte le parti in causa a livello nazionale e locale. Se scendono in piazza 100.000 persone a dire NO, e si trovano contro 1) il governo, 2) la politica di destra e di buona parte della sinistra?, 3) l'INFORMAZIONE (giornali e televisioni per fortuna internet è ancora "indipendente")... e addirittura 4) le forze dell'ordine (polizia e carabinieri picchiatori), mi sembra che ci sia qualcosa che non va tanto bene in questa democrazia.
Per altre decisioni che riguardano più marginalmente l'interesse di TUTTI i cittadini italiani (proibizione delle intercettazioni telefoniche, abbreviazione dei tempi di prescrizione nei processi, pacs, droghe leggere etc. etc.) ti posso anche dare ragione: nel senso che un conto è fare una legge che metta in galera quattro sfigati che si tovano con un po' di hashish in tasca, oppure farne una che prescriva reati gravi che rimangono impuniti o ancora una legge che renda inutili a fini processuali spiate telefoniche che rivelano la vera natura "truffaldina" di alcuni potenti. Altro è fare la "legge obbiettivo" che passando allegramente al di sopra delle opinioni dei cittadini, permette di devastare l'ambiente, di prosciugare le nostre già povere tasche etc. etc. . In tutti i casi le leggi assurde che son state fatte si possono cancellare senza grosse perdite per noi tutti, diverso il caso della "legge obbiettivo" che sta facendo e rischia di fare danni molto gravi senza che nessuno possa opporsi. Anche se verrà cancellata questa legge si lascierà indietro una scia di errori irreparabili. In una DEMOCRAZIA questo non lo si può permettere.
Ciao
Andre

andrea olivero 18.02.06 01:11| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, perchè Lei dice "la gente" ?
Chi lo ha detto che "la gente" non vuole la TAV ?
Io, per esempio, sono parte della gente e la TAV la voglio... E sono disposto anche a pagarla con le mie tasse...
E poi, onestamente, Il popolo è bue !
Il popolo che cosa ne sa di questioni tecniche ?
Che ci piaccia o no, il popolo si deve "fidare" dei "dipendenti" che democraticamente elegge per essere governato !
...così come io mi fido, ad esempio, quando scelgo l'idraulico che mi pare più "fidato" per mettere le mani nei tubi di casa mia...
Io lo "pago" l'idraulico...
...ciononostante non pretendo che l'idraulico faccia quello che gli dico io (che non capisco nulla di tubi) ...

MASSIMO BERTONI 18.02.06 01:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL 9 APRILE ANDIAMO TUTTI A VOTARE PER I PARTITI DELL'UNIONE E PER CACCIARE QUESTO GOVERNO DI LADRI CHE HA ROVINATO IL PAESE E CALPESTATO OGNI PRINCIPIO DEMOCRATICO!!!

Lorenzo Cecchi 18.02.06 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Fabio, grazie per avermi risposto, il primo passo l'abbiamo comunque fatto perchè ci siamo confrontati e ora ho voglia di informarmi sulla tesi utopica del comunismo, ma tu devi fare lo stesso, anche da questa sera, tra un argomento e un altro tira fuori quello che ci siamo detti agli amici, alla tua compagna, ai tuoi colleghi di lavoro domani al bar tra un cornetto e cappuccino, anche scherzandone perchè no! basta che ne parli e senti le loro reazioni, le loro opinioni, prendilo come un gioco se vuoi, l'ho fatto al lavoro e ridendo e scherzando abbiamo fatto una riforma delle carceri, sull' istruzione, sul modo di votare in parlamento, sulle pensioni per dirne quattro e sai perchè?
Perchè ognuno dalla propria esperienza e dal proprio bagaglio culturale diceva la sua e siamo arrivati ad essere tutti daccordo, mica male eh? calcolando che abbiamo provato in trenta tra ragazzi, uomini e donne ognuno con le sue idee e radici sociali.
Ma ora pensa se si facesse sul serio, aggiungendo grazie a un'invenzione come Internet, l'opinione di un magistrato, o quella di un ingegnere o di politico in gamba (Cofferati o forse Prodi), la cosa cambierebbe, ma come? bè visto che nessuno ci ha mai provato non possiamo saperlo ma meglio del mondo fasullo che ci hanno insegnato a chiamare realtà, non credi?
hai detto che troppi interessi verrebbero lesi, è verissimo, ma gli interessi di chi? dal modo in cui viviamo sono gli interessi dei soliti uomini ch hanno lavorato da secoli dandosi il cambio, trovando nuovi adepti, creando nuove sette (P2), di generazione in generazione per tenere in piedi questa farsa; bè mi è bastato uno spettacolo di Beppe Grillo o leggere un'articolo di Travaglio per sentire il mio sangue bollire e sentirmi libero; vedendo la gente che li segue a migliaia capisco di non essere solo però mi arrabbio quando leggo questi forum di persone che non sanno chi votare perchè hanno capito ormai, quindi ti faccio questa domanda, cosa è meglio per questa gente?

sergio napolitano 18.02.06 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, cos'è che ti trattiene da entrare in politica?credo veramente che oggi come oggi tu sia l'unico che può portare qualcosa di nuovo,è chiaro che romperai i maroni a tutti e probabilmente ti farebbero anche fuori però ti farebbero anche un grande funerale e qualcosa per quel poco che rimarresti in vita non lo scorderebbe più nessuno.Dico questo perchè è un classico per chi apporta novità e da fastidio al potere, però usciresti dall'"anonimato" e cominceresti a mettere in pratica tutto quello a cui hai sempre creduto, con tanta ammirazione, Gabriele

Gabriele Magnani 17.02.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quanto andremo avanti con ste vignette seminacasino ????
Contro il fanatismo non c'è nulla da fare, bravo ministro testa di cocco. Ma quanto ci costano VERAMENTE queste olimpiadi pattugliate dai caccia militari ???? E' tutta una follia !!!!!!

Ugo Mannerini 17.02.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Protesto per la candidatura alle prossime elezioni politiche 2006 di coloro che informati dei fatti illeciti di servizio, di nascosto permettono la prosecuzione delle torture psico-fisiche alla mia persona presso l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano luogo di lavoro dal quale dipendo con la qualifica funzionale di assistente amministrativo e allo stesso tempo anche luogo ove di nascosto da oltre 10 anni mi vengono fatti subire le conseguenze di: LESIONI COLPOSE GRAVISSIME; FALSO IDEOLOGICO; OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO; VIOLENZA PRIVATA DA MOBBING con il boicottaggio dei DIRITTI CIVILI della causa di servizio sino da dopo il contagio della tubercolosi in servizio e per causa di servizio, per violazione dei dispositivi di sicurezza e di legge tra i quali l’art. n.2087 codice del civile. Tutto come meglio spiegato e provato sul seguente sito web di legittima difesa:http://www.mobbing-sisu.com.

Protesto i trattamenti illegali, incivili e anti-democratici perché ai funzionari dirigenti dello stesso Ospedale è stato permesso di calpestate due sentenze dei Giudici del Tribunale Amministrativo Regionale per Lombardia che mi hanno dato ragione su tutta la vicenda (Sentenze del 14 ottobre 1999 e del 27 novembre 2001).

Protesto sia perché il processo penale è stato boicottato per parecchi anni senza che vi fosse mai celebrato il processo sino al raggiungimento della prescrizione dei reati di lesioni colpose gravissime, sia perché nonostante che alla Clinica del Lavoro degli Istituti Clinici di Perfezionamento mi sia stato riconosciuto essere vittima del mobbing i funzionari dell’Ente datore di lavoro da donna vengo fatta oggetto di derisione e scherno e tenuta in forza, da dipendente, in malattia grave con ossigenoterapia quotidiana domiciliare da due anni con la più completa privazione dei diritti che mi derivano dalla causa di servizio. Sono per tutto ciò così sistematicamente e sadicamente danneggiata, umiliata e con cinismo derisa e schernita.

Giovanna Nigris 17.02.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ormai scriverti è un obbligo verso il nostro paese e verso i nostri concittadini...è un obbligo ed un dovere che come tanti altri accetto con piacere.
Ti scrivo per porre a te e a tutti gli italiani una domanda molto semplice....ma chi si può votare alle prossime elezioni?
sembra la domanda di un ignorante o di chi di politica non ne capisce nulla..beh ti posso garantire che non sono nessuno dei due..eppure dopo dibattiti, tribune politiche, appelli , e chi più ne ha più ne metta...NON SO PRPRIO CHI VOTARE.

Chi? in nano portatore di democrazia....no...ci porterebbe allo sfascio.
Il mortadella....come si può essere rappresentati da uno che non ha un progeramma politico.
Bertinotti...io sinceramente lo avrei anche votato...ma come si può votare uno che porta alle elezioni un travestito (non che sia contro ma finchè prostititute e travestiti non pagheranno le tasse per me non saranno cittadini come me) o un no global con un pò di processi a carico (stiamo cercando di togliere i politici condannati dal parlamento e ne portiamo uno che deve essere ancora condannato) ...nooo
Un Rutelli...l'uomo che invece di controbattere al nano lo invita a buttarsi dal futuro ponte di messina.
La lista è lunga....ma allora chi???
Voglio lasciarvi tutti con questa domanada...ALLORA CHI?

Michele Patella 17.02.06 22:42| 
 |
Rispondi al commento

vorrei dare sfogo (prendo le mie responsabilita)vorei dire al signor CALDEROLI.sei un PIRLA.avrei piacere immenso se il dentista mi rispondesse personalmente

franco salvi 17.02.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono irritato e, nel contempo, prostrato per il quotidiano spettacolo, che viene offerto dalla coloro che occupano cariche istituzionali pubbliche, che con grandissima spudoratezza e spregiudicatezza se ne impossessano per servirsene per fini personali o dei propri famigli, distorcendone, dunque, i fini.
Non solo costoro percepiscono lautissimi stipendi ed una marea di privilegi accessori, ma, incontrollati, usano la carica pubblica per stipulare accordi, corrompere e ricattare.
Quando, poi, vengono scoperti, ipocritamente, protestano e con somma spudoratezza si qualificano perseguitati dalla magistratura politicizzata e abrogano le leggi infrante, abolendo il reato!
W l'innocentismo riconquistato per negazione del reato! W Caino!
In questo loro starnazzare ricevono la solidarietà, com'é ovvio, anche dei tanti collusi politici.
Bella concezione della "democrazia", che continua ad avere questa "razza padrona"!
Fino a quando si continuerà a confondere questa nostra società con quelle organizzate sui tre principi nati dalla rivoluzione francese?
Quando si prenderà coscienza che essa é strutturata ancora in caste (il 10% parassita irrimediabilmente il 90%)?
Sono fiducioso, comunque, che presto finirà, perché é ineluttabile che termini questo letargo cerebrale, che opprime il popolo italiano ed ha favorito un sistema così ingiusto!

emilio d'ambrosio 17.02.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

grazie alla regola del passaparola si formerebbe un partito unico al mondo.

in breve si soppianterebbero i partiti odierni, si parlerebbe di vera politica e si farebbe vera politica, sarebbe una vera e propria RINASCITA SOCIALE ecco questo potrebbe essere il nome:
Partito di Rinascita Sociale non posso trovare un nome più appropriato.

e parecchio ormai che ci penso ma sinceramente non so da dove partire, anzi, sono partito da te, perchè mi è piaciuto il tuo commento, che ne pensi?

sergio napolitano 17.02.06 18:30 |
...

Scusa se ti rispondo solo adesso, ma sono appena tornato dal lavoro ed ho appena acceso il PC, la tua idea è lodevole e il tuo punto di vista mi trova in totale accordo. Però prova a pensare questa cosa: l'idea del Comunismo in se, quello utopistico intendo, è molto più facilmente realizzabile che un “fantastico” Partito di Rinascita Sociale addirittura mondiale. Ci sono troppi interessi da sconfiggere e non credo che una bella idea, se pur giusta, possa bastare. Io sono convinto che ormai il mondo è pronto ad un cambiamento, ma non sarà NON VIOLENTO. Ma dalla tua idea si può trarre spunto quantomeno per provare ad allargare il nostro intervento che per ora si limita a scrivere degli interventi, ma magari potrebbe prendere sempre più sostanza, corpo e legittimità. Cosa ne pensi ?

Fabio Neri 17.02.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Domande:
a cosa serve la tav?
a cosa serve distinguere m***a e risotto, se dopo dicono le stesse cose, cioè hanno lo stesso sapore?
e poi domani Lui viene nella mia città, io vado adirgli4 paroline assieme allla chimica e amici.
venite in quel di verona...

martina fraccaroli 17.02.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, hai molte ragioni ma non confrontiamo la MERDA (berlusca) con il risotto (PRODI) altrimenti facciamo il gioco di chi dice che sono la stessa cosa (come ama ripetere da ultimamante la MERDA...)

agostino saglietti 17.02.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per questo come per altri problemi, internet ci aiuta perchè chiunque di noi possa avere documenti utili per valutare situazioni diverse, dovrebbe condividerli.
Io mi sono messo a disposizione per il problema dei prodotti bancari che risultano essere più costosi che utili, ma nessuno mi ha chiesto nulla.
Credo che per molti sia più facile criticare che darsi da fare anche solo per conoscere.
Spero che questo diventi sempre più un blog di fornitori e di lettori di informazioni, in modo da diventare il blog del conoscitore. Caro Grillo e cari lettori, ripeto, per quello che mi compete io sono a disposizione. Voglio conoscere le scelte del governo, sia a destra che a sinistra.
Per dimostrarvi che prego bene ma cerco di non razzolare male, chiedo: Ci sono relazioni mediche riguardanti tutte le droghe per capire il senso o, (come credo), il non senso dell'ultima legge approvata? Premetto che l'attuale governo io l'ho votato; ma non mi vergogno a dire che questa legge non la condivido.C'è la possibilità di leggere il documento dove la BCE commenta l'operato del governo sotto l'aspetto dei conti economici??????????????????? Prima di andare a votare penso che interessi a molti no?!?!?!?!?
Già che ci siamo, vediamo anche l'operato del governo precedente!!!
Ho parlato di commissione europea, Li Berlusconi e Prodi mi pare non ci siano.
O prendiamo i giudizi qua e la' e ci comportiamo come vogliono a Palazzo Chigi?

Francesco Solmi 17.02.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che affrontiamo il problema dal punto di vista errato perchè siamo stati cresciuti nell'ignoranza da persone che si susseguono da secoli e che hanno plasmato questa realtà in modo da usarci tutti come pecore.

E pensare che se volessimo potremmo sistemare tutto in modo molto semplice...come?

La risposta ce l'abbiamo avuta sotto il naso da tanti anni e si chiama INTERNET!

Grazie a internet possiamo raggiungere qualsiasi persona e confrontarci con essa su qualsiasi argomento.

Sappiamo inoltre che si può creare una legge dello Stato raccogliendo il giusto numero di firme giusto?

Forse ne io ne tu abbiamo la cultura e l'informazione necessaria per farlo ma abbiamo internet, quindi possiamo raggiungere la persona giusta tramite altri che ci mettano in contatto con lui e confrontarci tutti insieme imparando l'uno dall'altro e arrivando alla formazione di una legge per così dire perfetta, formata dall'insieme di persone che vogliono solo giustizia. E' stato gia fatto mi pare.

Io parlo di formare un nuovo partito raccogliendo persone di ogni ceto e classe sociale del calibro di Beppe Grillo, Travaglio, Biagi, Gomez, Santoro, Furio Colombo...cito loro e ce ne sarebbero tantissimi (fortunatamente)che hanno avuto le palle di cercare la verità mettendo in gioco la loro vita lavorativa; persone come potevano essere Falcone e Borsellino; persone che hanno combattuto per creare e sostenere associazioni in difesa della povera gente, dei diritti, della verità.

grazie alla regola del passaparola si formerebbe un partito unico al mondo.

In breve si soppianterebbero i partiti odierni, si parlerebbe di vera politica e si farebbe vera politica, sarebbe una vera e propria RINASCITA SOCIALE ecco questo potrebbe essere il nome:
Partito di Rinascita Sociale non posso trovare un nome più appropriato.

E parecchio ormai che ci penso ma sinceramente non so da dove partire, anzi, sono partito da te, perchè mi è piaciuto il tuo commento, che ne pensi?

sergio napolitano 17.02.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bè siamo in una democraXia no?
Siamo in una democrazia indiretta quindi chi eleggiamo può eleggere a sua volta altri che non avremmo mai eletto! Straordinario! Siamo tra i pochi Paesi al mondo dove il presidente del consiglio è indagato per diversi reati. Ma questo si ripete da diversi anni e da diversi governi siano di Sinistra che di Destra. Anche queste tipologie di partito ormai non sono più identificabili in quanto (ora nel periodo di elezione la cosa è esemplare) basta un nulla e uno di sx diventa prima di centro sx, moderato, centro dx per finire ministro di un partito di dx. L'unica arma del popolo sono i referendum ma sono inutili se non raggiungono il Quorum. Ormai il popolo è esausto di votare e vedere sempre ogni volta di aver perso...anche quando viene eletto il candidato che aveva ottunuto il tuo voto. Bisognerebbe mandarli a casa TUTTI e rimpiazzare l'intero parlamento ed esponenti politici con facce nuove e gente che abbiano idee costruttive. Persone (laureati e non) che fino a ieri guadagnavano 800 euro. Persone Motivate e colte. Votando il meno peggio si resta sempre con il grattare il muro come quando si vota il peggio in assoluto.

Roberto Pisa 17.02.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

...“Abbiamo preso in esame circa 130 km di costa. Esistono delle aree a maggiore criticità come quella di Martinsicuro, Pescara sud e alcune zone del Chietino, dove addirittura in più punti non esiste più la battigia. Esistono poi altre aree dove il problema non ha ancora assunto dimensioni così preoccupanti, e in queste rientrano le zone
di Silvi e Pineto. Gli interventi saranno diversi a seconda della gravità del fenomeno. Nel primo caso si tratterà di bloccare l'arenile, creare una barriera a 100 metri dalla costa e poi pensare al ripascimento. Nel secondo si dovrà invece intervenire ricostruendo i fondali e con dei costanti interventi di manutenzione, cioè di ripascimento sulla battigia. La Regione crede molto
in questo tipo di interventi e siamo convinti che, con l'aiuto della Comunità montana, riusciremo ad arginare il fenomeno”. I fatti del Governo Berlusconi per la Provincia di Teramo.

( http://www.forzaitalia.it/diretta170206/ )

Nicola Facciolini 17.02.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Teramo / Il Governo Berlusconi risolve il problema erosione della vallata Piomba/Fino: stanziati dal Ministero dell'economia e finanze 2 milioni e mezzo di euro. Tra due mesi sarà pronto il progetto esecutivo. Entro l'anno completati i lavori.
Come si evince dalle relazioni presentate questa mattina nella sala Conferenze della Comunità montana zona "N" di Cermignano. All’importante incontro-dibattito sul problema dell'erosione costiera, erano presenti, tra gli altri, il vicesindaco di Pineto Domenico Ruggieri, i rappresentanti del comitato per la difesa della costa pinetese, il Presidente della Comunità montana Sandro Sierri e l'ingegner Carlo Visca,
responsabile delle opere marittime per la Regione Abruzzo. “Si tratta - spiega il Presidente della Comunità montana Sierri - di un incontro tecnico operativo che si inserisce nella nostra strategia incentrata sulla trasparenza. Ogni passaggio di questo delicato progetto verrà spiegato a
tutti gli interessati”. Merito inequivocabile del Governo Berlusconi di centrodestra e degli eletti di Forza Italia in Abruzzo. “La Comunità montana, grazie anche all'interessamento del Senatore Salini di Forza Italia - spiega Sierri - ha potuto ottenere un finanziamento di quasi due milioni e mezzo di euro, che verranno erogati in tre tranches. La prima, che ammonta a circa 900.000 euro, è già arrivata. Il nostro ufficio tecnico, guidato da Aldino Del Cane, si è già occupato di stendere un progetto preliminare, utilizzando gli studi effettuati dall'Arta. Siamo in una fase propedeutica di progettazione, ci auguriamo che nel giro di due mesi riusciremo a dare il via alla fase esecutiva”. L'ingegner Carlo Visca ha poi fatto il punto sullo stato dell'erosione nella costa abruzzese. “Gli studi sul problema sono partiti sin dal 2000”, con la vittoria regionale della Casa delle libertà in Abruzzo...

Nicola Facciolini 17.02.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

CIDIELLEUNIONE?

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 17.02.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la prima volta che scrivo e non so nemmeno se riuscirò a far leggere a qualcuno il mio commento.Per lavoro abito a Novara, città che con Foggia e Rovigo si contende la palma di posto più brutto d'Italia (credo che vinca Novara),ma ho i genitori e gli amici di una vita a Torino. Stasera prenderò l'appena inaugurato TAV che mi porterà nella città olimpica in soli 36 minuti per 12 € in II classe.Con l'interregionale ce ne mettevo 60 di minuti e per 5.10 €.Ora direte voi cosa te ne fai di quei 24 minuti risparmiati?Niente per ora ma quando le distanze saranno maggiori i riparmi cresceranno via via.Non entro nel merito del problema di amianto e uranio non perche non voglia ma perchè ho informazioni poche e confuse dico solo che cosi come hanno rinunciato a fare la pista di bob a Salice D'ulzio per il problema dell'amianto (e infatti l'hanno costruita a Cesana)se fossero confermati i pericoli per la popolazione per radiazioni e polveri d'amiano dovrebbero rinunciare anche al tunnel ed inventarsi un nuovo percorso per far passare sto treno che, ripeto, a mio parere è bene costruire.
ciao a tutti
Maui

Maurizio Gadaleta 17.02.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Alta velocità/Alta capacità, un vermone che sfreccia nel cuore di una montagna per 50 KM, è una roba un po' diversa dal trenino ciuf-ciuf che conosciamo!
Ce n'è bisogno?
Pare che tutti siano d'accordo sul fatto che il treno fa bene all'ambiente.
Allora prché no Tav?
Milioni di motivi, dicono gla appassionati No Tav.
Ognuno dice la sua: radioattività della montagna (caspita, questa è pesante!), 15 anni di Tir in valle per portare i materiali di costruzione della Tav, migliore utilizzo dei fondi per altri scopi....
Risponda il popolo No Tav a questa domanda: ma alla fine, servirà la TAV?
Rispondo io:SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!
E allora, perché non la si vuole?
Perché verrà spesa una valanga di soldi, e tutti
da un lato fiutano i soliti inconvenienti dei ricchi appalti, e dall'altro pensano che una tale massa di denaro può essere dirottata altrove (nella maggior parte dei casi, nel proprio piccolo settore di interesse).
E' sufficiente a dire no alla TAV?
Rispondo io:NO!
Prima della guerra, in Italia si viaggiava praticamente in carrozza, poi sono state costruite le autostrade, quelle che il popolo No Tav usa per andare in vacanza o al lavoro.
Ora che le autostrade sono intasate di automezzi e TIR che vomitano gas di scarico velenosi, qualcuno pensa che il treno è meglio, ma - guarda un po'- la TAV no, vogliamo il trenino ciuf-ciuf e autostrade migliori.
Ci vedo molta malafede da parte di alcuni e molta ingenuità da parte di tutti gli altri.............

Alessandro d'Alessandro 17.02.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

probabilmente sembrerò un pò stupida. ieri sera ho visto il film "la mafia è bienca" non sono più riuscita a dormire. Ho 33 anni e faccio un bel lavoro e spero un buon lavoro... ma soffro, soffro per l'indifferenza che vedo intorno, e per la mia stessa capacità di adattarmi ad un sistema che non mi piace, pieno di contraddizioni, ma non di quelle sensate e costruttive, ma di quelle del tipo più scialbo e vergognoso.
Ultimamente mi accorgo di avere qualcosa dentro che mi fa male.
ho sempre pensato che fare il politico fosse un onore, e una possibilità per migliorare qualcosa...non è così..e quello che mi sconvolge è conoscere tante persone della mia età che quasi non sanno nemmeno cosa sia la politica.. totalmente disinteressate, come se fosse una cosa poco importante. E' un dolore che ho dentro e che incupisce il mio animo, e me lo porto tutti i giorni con la speranza che qualcosa cambi, che l'uomo possa comprendere. non so, tra lo spettacolo di Beppe Grillo e il film di ieri sera la mia tristezza che prima era un timido dolore, sottile e comunque presente, ora è più forte e cattiva e mi rende più intollerante nei riguardi di quelle persone che ignorano o fanno finta di ignorare questa situazione preoccupante e a mio avviso pericolosa.
Forse dovremmo unirci e ribellarci ai sopprusi che ogni giorno subiamo.. in silenzio, perchè è proprio questo che distrugge.. il silenzio.

michela nieri 17.02.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè solo oggi ci accorgiamo che le linee TAV sono quasi inutili? Perchè quando si è fatta la linea Roma Napoli nessuno ha detto niente?
Eppure si è passati in zone come Roccamonfina (zona dell'acqua Ferrarelle) e in zone con ricchezze archeologiche inestimabili e nessuno: i giornali, la televisione, ecc. nemmeno un cane ha parlato. Signori fate attenzione "il problema è stato già espressamente risolto da qualcuno di noi" qualcuno sa di chi sono le imprese come la Rodio, Benoto, e altre megaimprese specializzate in gallerie.
Non dico altro ma siamo seri per carità.
Vi dico solo una cosa e vi prego di riflettere: in alcuni casi hanno pagato gli espropri anche 10 volte il valore di mercato degli immobili, guarda caso quando fi fanno le gallerie non si fanno espropri in quanto la proprietà rimane intatta. Vuoi vedere che qualcuno vorrebbe l'indennizzo? Ovvero il 10 volte il valore di mercato??
a presto a.p.

antonio paone 17.02.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

da giovane val susino e ormai stufo delle castronerie che escono quotidianamente dalle bocche di politicanti burattini e burattinai volevo solo far presente a tutti il dissenso che si sta creando all'interno dello stesso MOVIMENTO no tav (come già successo per le elezioni regionali)per i fatti di contestazione alla fiaccola olimpica...capisco che il povero tedoforo non centri niente e si trovi li perchè gli piace correre ma ritengo che il polverone alzato dalle autorità che avendo annusato puzza di dissenso in bassa valle e hanno deviato il percorso della fiaccola sia stata una bella manovra in tempo di elezioni.Ora io non ho visto nulla di così pericoloso se non le solite facce piene di disprezzo per la sempre più comune politica degli sprechi,qui in zona sono state costruite ben 3 rotonde in meno di 1 km dove prima c'era una strada a dir poco dritta e senza incroci tutto grazie ai finanziamenti olimpici che qualcuno ha deciso bene di dividersi in famiglia.Ormai la politica qui in valle non esiste più come è giusto che sia siccome migliaia di persone sono già state abbindolate(e poi manganellate)da quella faccia di culo della Bresso e sinceramente non mi sembra un fatto starordinario se qualcuno decida di andarsi a fare una bella passeggiata domenicale al posto di sprecare un pezzo di carta per votare...io non mi lamento, chiunque salga al governo, tanto è sempre la stessa mafia.Ritenendo il mio tempo troppo importante per farmi rubare anche quello saluti tutti.

P.S.:a proposito di risparmio energetico per tenere acceso il focolare olimpico in questi 15 gg si consuma la stessa quantità di gas utile a circa 3000 famiglie in un anno intero a voglia a dire che è l'Ucraina a rubare il gas

ercoli elio 17.02.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi trovi pienamente d'accordo con i commenti.
Purtroppo "i nostri dipendenti" come tu li chiami sono troppo interessati alla riconferma della loro poltrona (e dei loro stipendi che si aumentano di 1.300 euro + benefit a botta). Questi dipendenti non ragionano dal punto di vista dell'interesse collettivo bensì da quello personale e di partito. Inoltre è vergognoso pensare che possano essere eletti uomini che sono stati condannati definitivamente!!!!!! Basta
E' ora di cambiare rotta e l'idea del tuo blog mi sembra valida. Cerchiamo di lottare affinchè si possa arrivare ad avere dei rappresentanti degni di tale nome e non scelti dai partiti! Finiamola

Paolo Gualandi 17.02.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Chiunque si proponga di essere assunto in una qualsiasi organizzazione, sa che la prima cosa che gli verrà richiesta è il mitico CURRICULUM. Anche i parlamentari dovrebbero mandarci il loro: attività svolte, formazioni politiche in cui hanno precedentemente militato, proposte di legge avanzate, precedenti penali e affini, etc etc ...

Giorgio Ghelfi 17.02.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.antoniodipietro.it/

http://www.radicali.it/

http://www.radicali.it/view.php?id=52476

ijimiaz galir 17.02.06 16:13| 
 |
Rispondi al commento

CIDIELLEUNIONE?

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 17.02.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo sulla formula cidielleunione. Le differenze tra i due schieramenti sono solo formali e non sostanziali. Per chi votare? Io ho deciso di votare la rosa nel pugno, primo perché i radicali sono gli unici ancora garanti delle istituzioni e fanno da sempre battaglie politiche contro lo sfascio dlle istituzioni ad opera dei vari partiti che si alternano al governo. Perché sono gli unici che hanno fatto battaglie sociali e portato dei risultati. Perché non sono né di destra né di sinistra, arcariche categorie non più rappresentative dei valori fondanti che un tempo erano alla base. Perché nelle precedenti elezioni hanno chiesto alla destra di appoggiare il loro programma (senza successo) ed ora lo chiedono alla sinistra, quindi pensano solo a realizzare le cose in cui credono, senza appunto pregiudizi ideologici. Perché non hanno bramosia di potere, visto che per anni sono stati fuori dal parlamento piuttosto che avere una poltrona a discapito delle cose in cui credono. Perché ogni loro forma di lotta è non violenta ma efficace. Perché sono stati definiti "una spina nel fianco dell'unione" e credo che di questo ci sia bisogno se vogliamo che l'unione stessa governi un po' meglio di quanto fatto dalla destra. Perché la loro concezione liberale e liberalista deve arginare l'assistenzialismo finto ed elettoralistico tipico di buona parte della sinistra, visto che il nostro Paese sta andando economicamente alla deriva. Perché in questi anni nessuno si è mai curato di invitarli in televisione per farli parlare, sono scomodi..... e guarda caso ora che i sondaggi li danno al 4% (dall'1,5% della partenza) quindi con la stessa forza del partito di Casini, solo adesso hanno anche loro uno spazio sui media...... Io sono dalla parte di chi è SCOMODO, e siccome mi sento da sempre "parte della minoranza" (che oggi grazie a questo blog mi sembra sempre più numerosa!!) credo che gli unici meritevoli di una POSSIBILITA' CONCRETA siano proprio loro.

Daisy Dal Torrione 17.02.06 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho pagato una ricevuta bancaria al San Paolo con addebito in conto corrente, mi hanno fatto pagare 0,30 euro. Se la pagavo in contanti dovevo sborsare 2 euro in più. Fino a pochi giorni fa non pagavo nulla. Io ho un'attività commerciale e pago 7-8 ri.ba. al mese....Sono solo uno, in un oceano di conti correnti.
Ecco i soldi delle olimpiadi e delle grandi opere.

Un Saluto a tutti.

Lucio da Caserta Commentatore in marcia al V2day 17.02.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Dopo trent'anni che seguo la politica, comincio a stufarmi della democrazia che comincia ad assomigliare a un bastone fra le ruote delle grandi decisioni e comincio a stufarmi di un bipolarismo in cui la destra dichiara che non voterà mai una legge proposta dalla sinistra e viceversa, trascurando quel piccolo particolare che le leggi devono andar bene solo al popolo.
Sono anche stufo del garantismo di questa democrazia che tutela sopratutto le persone furbe e disoneste, mi chiedo quindi se devo diventare un " Qualunquista informato" non andando a votare, o come diceva il grande Montanelli, turarmi il naso e votare per il centrosinistra.

IRENEO GEROLOMINO 17.02.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, non ti preoccupare. Troveranno certamente i soldi per la TAV, in quanto questa sarà per i politici - tutti - la prossima .... sala mensa.
Sai dove li troveranno? Dai risparmi che si apprestano a tassare al 23% (dal 12,50)
Risparmi di semplici cittadini lavoratori e pensionati, e non rendite di grossi capitali, in quanto questi se ne fuggiranno bellamente all'estero e nei paradisi fiscali mediante costituzione di società ad hoc create.
Sono tutti uguali, destra, centro e sinistra e pensano solo ai loro interessi e a quelli dei loro cari. Saluti.

Antonio 17.02.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, fare delle omologie fra i due schieramenti è un'iperbole dialettica, una provocazione per accendere gli animi degli utenti del blog, quindi, è funzionale all'economia della sua frequentazione!
E' così abissalmente diversa, in meglio, l'UNIONE, anche alla luce di questi cinque anni di potere assoluto della CdL (+100 deputati e +50 senatori), che hanno prodotto immani sconcezze in tutti i campi, coprendoci di vergogna e di ridicolo sul piano internazionale e sconquassi sul piano economico/occupazionale sul piano interno, lasciando il comune cittadino in balia del vertiginoso aumento del costo della vita!
Se non avessimo avuto l'euro a proteggerci oggi saremmo con un'inflazione al 25/30%!
La CdL ha operato legslativamente, proteggendo gli interesse dei cittadini disonesti (condoni e depenalizzazioni varie) fino all'esaltazione dell'imputato, che se riesce a farla franca nel primo giudizio, non è più risottoposto a verifica!
Ottima concezione della giustizia: iperdifesa del reo e umiliazione della vittima!
W l'ingiustizia, la furbizia e la società della violenza!!!
Si diano le corrette informazioni, senza animosità, se vogliamo concorrere alla costruzione della decisione elettorale del cittadino/elettore, suggestionato dalle immagini psichedeliche del "dominus"!

emilio d'ambrosio 17.02.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

CIDIELLEUNIONE?

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 17.02.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

http://multimedia.repubblica.it/home/129457

Ascoltatela!

Franca Torino 17.02.06 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Condivido tutto, ovviamente, caro Beppe. Ad eccezione di una frase: "Parole irridenti di persone che non rappresentano più nessuno e non se ne sono ancora accorte." perchè, secondo me, se ne sono accorte, solo che se ne fregano di non rappresentare più nessuno. Nessuno eccetto se stessi ed il gruppo affaristico al quale fanno capo! Proprio questo è il problema: sia loro che noi sappiamo che l'attuale classe politica non rapresenta più gli interessi dei cittadini ma cosa si può fare per cambiare? Come si fa, ad esempio, a sostituire Prodi-Berlusconi (cidielleunione) con Beppe Grillo o Rino Porrovecchio o Pincopallino se sia Beppe Grillo che Rino Porrovecchio o Pincopallino non hanno alcuna possibilità di candidarsi con successo senza aderire alla cidielleunione? Come fare a liberarsi dell'attuale classe politica? Riproponiamo l'ostracismo dell'antica Grecia? Magari in una formula un po' più moderna, chessò tipo grande fratello!? Ogni politico che riceve 100.000 nomination va al televoto e se perde il televoto deve sparire! Quantomeno dalla scena politica nazionale! ;-)
Un abbraccio.

Rino Porrovecchio 17.02.06 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,

Mi piacerebbe davvero che il nostro paese vivesse una sorta di anno zero, dal quale poter ricominciare, forse, a sperare in un futuro migliore. Perché la speranza oggi, almeno per quel che mi riguarda, é morta. Concordo pienamente sulla pochezza degli uni e degli altri (CDL e UNIONE), ed anche sul fatto di non sentirmi rappresentato da nessuno di coloro che fanno troppo spesso passerella a tarda serata nei salotti bene della tv (ma quando lavorano?). Quando vedo persone che assumono un protagonismo fuori luogo, atteggiandosi a grandi statisti mi viene da rabbrividire. Poi peró penso alle buone influenze familiari di molti di loro e tutto si ricompone; cambio canale e con amarezza penso che é tutto assolutamente normale, siamo in Italia...E poi tanti, tantissimi altri che siedono in parlamento o negli uffici che contano, e che calpestano giorno dopo giorno i limiti della decenza e della sopportazione di tutti coloro che s'inventano il modo d'arrivare a fine mese tra problemi veri.
Diamo, vivo all'estero da parecchi anni, un'immagine penosa, di paese stanco, svuotato e privo di risorse (intellettuali), capaci di stimolare la speranza delle persone. Non é necessario leggere un'analisi dell'Economist per rendersene conto.
Se penso alle prossime elezioni la prima cosa che mi viene in mente é che Berlusconi si levi di torno; peró poi guardo gli altri con la stessa prospettiva (cidielleunione) e non so se rallegrarmene o meno. Ma si puó pensare di ad uno che é stato a capo dell'IRI come a qualcuno che non é un politico? E meno male che fece entrare l'Italia in Europa! In quegli anni hanno semplicemente bombardato di tasse gli italiani in nome dell'europeismo, dei sacrifici....e guardate dove siamo adesso....
Per non parlare dell'influenza, sempre presente, della Chiesa sulla vita del nostro paese...vivo in Spagna e mi chiedo spesso che paese saremmo senza il Vaticano...Lo scenario é di una tristezza sconcertante. Davvero desolante.

Daniele Dal Monte 17.02.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento

La CdL (casa dei liberticidi) è allergica alla democrazia, in quanto ha depenalizzato reati gravissimi, come il falso in bilancio, l'evasione fiscale, illegalità edilizie, tangenti... coprendo il nostro Paese di vergogna sul piano internazionale.
Gli Italiani all'estero hanno difficoltà di declinare la propria nazionalità, come è successo anche a me, perchè si è guardati con commiserazione!
Grazie CdL!!!
Liberiamoci dalla violenza della MENZOGNA, dall'ARROGANZA MEDIATICA e dalla DEPENALIZZAZIONE dell'ILLEGALITA'!!!

emilio d'ambrosio 17.02.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Beppe e a voi blogger chiedo aiuto. Siamo davveri guinti al punto in cui non si sa più chi sia il meno peggio. La cosa più assurda è che molti miei amici e colleghi si pongono le stesse domande: vogliono andare a votare e non sappiamo per chi. Giuro non mi era mai successo. E non mi va neanche di trascurare una questione così importante dicendo "quelli di adesso hanno fatto casino voto per i nuovi" perchè signori non ci prendiamo in giro vi prego: le filosofie politiche non servono a niente in un contesto di crisi e debito pubblico. E dall'altra parte si profila un futuro di mediocrità non migliore di quello di adesso. Aiutateci.

Massimiliano Tiranti 17.02.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono spaventato !
Ce la faremo a sopravvivere con questi ?

No TAV !
No Vajont !

Baci,Michele S

michele sebastiani 17.02.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di voto:

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 17.02.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

scrivi: "Mi domando se CIDIELLEUNIONE non sia in realtà un partito unico."

Trovo gravemente irresponsabile in questo preciso momento mettere sullo stesso piano la destra di Berlusconi e la sinistra di Prodi.
Puo' non piacere Prodi, si puo' considerare l'alleanza di centrosinistra una accozzaglia schiava di pochi squallidi personaggi, si puo' essere completamente in disaccordo con la TAV in Val di Susa (e su questo siamo in tanti, siamo la maggioranza e i politici dovranno rendere conto).
Ma in ogni caso tutto questo e' COMUNQUE MEGLIO della prospettiva di avere Berlusconi per almeno altri 5 anni.

ieri a Roma con gli studenti hai detto: "Il centrosinistra ha fatto un programma di oltre 200 pagine con la copertina gialla, nessuno sa cosa c'è dentro, l'importante è il contenitore".

Trovo sconcertante questa ironia qualunquista sul Programma dell'Unione.
"Nessuno sa cosa c'e' dentro": basta leggerlo, sfogliarlo; io l'ho fatto e ho trovato una coerenza di massima, idee interessanti, proposte pratiche e soprattutto il senso di un progetto che almeno sulla carta e' sottoscritto da tutti.

In particolare per quanto riguarda l'aspetto dell'Energia, molto caro a te e sul quale non a caso hai cominciato il tuo progetto di Primarie dei Cittadini, sono ripresi molti temi proposti dalle Primarie del blog (da Pagina 140 fino a Pagina 143)

Ecco, mi sarebbe piaciuto leggere sul tuo Blog:
"Avete visto che e' servito a qualcosa il nostro lavoro sulle primarie? Sul Programma dell'Unione si leggono gran parte delle cose che abbiamo proposto. Non tutto ma e' un buon inizio in 'leggera controtendenza'.
Due nuovi obbiettivi per tutti: stargli attaccati alle palle perche' le cose che hanno scritto le facciano davvero; far si' che anche le altre cose che abbiamo proposto vengano discusse e prese in considerazione."
Questo si' che mi sarebbe piaciuto.

Ciao
Alebrto

Alberto Lovato 17.02.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi domando se CIDIELLEUNIONE non sia in realtà un partito unico.

In realtà non e' una domanda, ormai, e' una certezza!!! Come diceva qualcuno: "E' tttutto un MAGNAMAGNA"
Che tristezza

paolo doria 17.02.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo bisogno dell'alta velocità?
Viaggio sull'Intercity Roma - Pisa

Prenoto un biglietto su www.trenitalia.com per il 3 febbraio 2005. Richiedo l'invio di un sms di conferma ed ottengo come risultato di non avere nè l'sms nè il messaggio di mail di conferma. Dovendo rimandare di un'ora la partenza sono costretto a chiamare il numero a pagamento delle ferrovie, che peraltro non mi risolve il problema. Sono quindi obbligato ad andar in stazione,fare una coda per l'emissione biglietto dalla macchinetta, e una seconda coda alla biglietteria per spostare la partenza di-un'ora.

Il giorno 3/2 arrivo in stazione Roma Ostiense con circa pochi minuti di anticipo rispetto all'orario previsto (9.55). Alle ore 10.08 ci viene comunicato che il treno sarà in ritardo di 25 minuti. Il treno parte alle ore 10.35.
Dopo inspiegabili rallentamenti in piena campagna, e la visita di un controllore gentile, scrupoloso e con due orecchini,alle ore 11.00 doppiamo il riconoscibile castello di Santa Severa, a ben 54 km a nord di Roma. Alle 11.20 il treno si ferma alle porte di Civitavecchia, lasciando a i viaggiatori la possibilita di ammirare ad ambo i lati della ferrovia baracche, rovi, incannucciate e carriole arrugginite. Nell'altra direzione, sfreccia un regionale.
Dopo 5 minuti si riparte, ed il treno si ferma nella statione di Civitavecchia alle ore 11.27, offrendoci il consueto spettacolo di bobine di cavi, mucchi di sabbia e sassi, capannelli di operai in giubbottino fluorescente che discorrono tra materiale rotabile da collezione.
Ore 12.00 si raggiunge Montalto di Castro. Faccio un rapido calcolo, e mi rendo conto che alla velocità media di neanche 70 Km/h non potrò giungere al mio appuntamento a Pisa. I pendolari presenti mi dicono che è quasi sempre così. Decido di scendere a Livorno ed abbreviare la tortura, e devo passare dal vagone vicino perchè la porta non si apre.

Francesco Martelli 17.02.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Beh...sicuramente Di Pietro è una persona estremamente intelligente,sa il fatto suo e non bisogna dimenticare che è grazie a lui che molte persone di "nostra" conoscenza sono nel posto giusto: in galera...
purtroppo per pulire un pò l'Italia avremmo bisogno di troppi "Di Pietro" ma non bisogna dimenticare che lui,a mio parere,non è un vero politico...e che se in Italia tutti ci lamentiamo di tutto forse dovremmo votare Bertinotti che forse è l'unico che ancora vive di ideali...
La TAV è la dimostrazione che l'Italia in questi anni fa schifo e che si preferisce spendere tutti quei soldi per fare un lavoro definito da molti "
necessario" invece di usare quel denaro per potenziare la linea già esistente e non solo quella...ma quella di tutto il nostro Paese che fa schifo...
Irene

Irene Carrieri 17.02.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Se la TAV ha un difetto, è di non essere stata ancora realizzata....il nostro Paese ha una millenaria vocazione di territorio di transito, di ponte verso Asia e Africa, e le vie di comunicazione sono l'ossigeno di cui ha bisogno questo organismo. Mi pare che su questo piàù o meno tutti siano d'accordo, mentre al contrario non è chiaro come vada usato lo strumento della democrazia. Mi spiego: la democrazia costa, perché non lasciare decidere a uno significa allestire organismi decisionali composti da più persone. Tribunale composto da tre Giudici, Consiglio Comunale comosto da 25 a 90 consiglieri, Parlamento composto da 630 e 315 parlamentari, ecc...
Tuttavia la dittatura è ormai lontana, i tempi di decisione si sono abbreviati moltissimo, e quindi alcune cose possono essere decise anche con procedure un po' più veolci, meno costose e meno partecipative, pur senza il timore di dover lamentare di trovarsi in un regime.
La Legge Obiettivo è stata fatta proprio perché lo strumento partedipativo capillare, tipico di una democrazia che esce da un regime, aveva provocato semplicemente la paralisi di tutti i processi decisionali e di tutte le opere necessarie al Paese.
Ha comunque conservato procedure che prevedono la consultazione degli Enti locali e la loro conseguente partecipazione al processo decisionale. Non nego che la filosofia di fondo sia un po' meno "democratica", ma credo anche che a sessant'anni dalla caduta del fascismo ce lo possiamo permettere...l'aletrnativa è continuare a discutere all'infinito, mentre i paesi confinanti si leccano i baffi pregustando il crollo della vocazione commerciale del nostro Paese e l'alba di un loro nuovo ed imprevisto benessere....

Alessandro d'Alessandro 17.02.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di voto:

Fassino avanza, usa la palla SME, dribbla Berlusconi finta ! tiro GOOAL!
Berlusconi recupera, tiro a effetto UNIPOL, il portiere è sorpreso PAREGGIOO!

E così via.

Tre punte oppure una punta? No, meglio melina, tattiche di gioco, due squadre in campo e tanti opinionisti (giornalisti incapaci tutti).
E il popolo ITALIANO? è lì! come SPETTATORE

Per molti di voi sembrerà normale, per me è una “situazione aberrante”. La colpa non è dei politici. Destra o sinistra ne approfittano dell’intelligenza del popolo, che è stata ridotta, da un insieme omogeneo di sinapsi, ad un insieme “omologato” di pixel telecomandabili! Ci facciamo trattare come spettatori non come attori. Che gusto ci trovate Popolo! a vedere Prodi che sfida Berlusconi?

Berlusconi che dice squadra che vince non si cambia! vince contro chi? a favore di chi?

Se la cantano e se la suonano tra di loro.

Io vorrei i FACCIA-A-FACCIA, ma dove ci sia una rappresentanza del popolo che non fa lo SPETTATORE, ma pone domande LIBERE! Berlusconi contro Popolo. Oppure Prodi contro Popolo. ecc. Ma mai tra di loro a farsi AUTO-GOAL, ma sempre contro il Popolo che gli fa domande su programmi.

Stiamo assistendo ad una FARSA sia di Destra che di Sinistra. Ed io sono stanco di far parte di un popolo che si sente Spettatore e non Attore. Sono veramente mortificato!

Noi Italiani, non abbiamo mai iniziative originali, siamo fondamentalmente dei codardi e ci accodiamo ai format-internazionali senza stimoli, allora se è così prendiamo almeno ad esempio l’Inghilterra, dove Blair è stato messo a confronto di una massa di giovani, il Popolo per l’appunto.

Apriamo gli occhi Popolo! Stiamo assistendo ad una partita di calcio Destra VS Sinistra dove il pallone è il nostro “fondo schiena”. Non meritiamo niente di meglio di quello che abbiamo, se continuiamo a fare il tifo per uno o per l’altro, anzi che per il Popolo!

Voglio COFFERATI in politica!

Mi vergogno di essere un vostro concittadino, ma amo l’Italia!

Fabio Neri 17.02.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Marco Travaglio e Peter Gomez hanno sintetizzato bene la situazione.

L'Italia è preda e predata da un gruppo di oligarchi gendarmi assolutamente indifferenti alle persone che dovrebbero rappresentare.

Tu Beppe figlio di imprenditore comprendi e discuti i meccanismi del Marketing, ed ecco un esempio lampante: gli schieramenti mi sembrano il risultato di una strategia di posizionamento, non più una schiera spinta da valori.

L'economia stessa ci insegna anche che ogni organizzazione non dotata di valori, se pur commercialmente (in questo caso politicamente) forte, è destinata ad estinguersi nel medio periodo.

Cerchiamo di fare in modo che questo medio periodo sia più stretto possibile.

Candidiamo il blog? Ovvero qualcuno del Blog?

Ciao,
Simone

Simone Bruschi 17.02.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma gli ambientalisti francesi chi sono? ne sento parlare come di un esempio...non lo credo affatto.
E' strano, sostenere l'ambiente con un'opera che produrrà decenni di cantieri aperti, facendo scappare anche le pulci dai monti vicini. Le VERE scelte coraggiose SONO POLITICHE, incentivi al trasporto su rotaia, rimodernizzazione delle ferrovie esistenti e soprattutto rallentamento dei consumi di massa, vorrei che tutti quelli che sostengono la TAV prendessero casa nella zona per i prossimi 15 anni, l'inquinamento dei camion edili, gru, macchinari di scavo, compressori, megageneratori, sarà devastante. Perchè invece di devastare valli e montagne le nazioni europee non si uniscono per far fronte al dominio del petrolio e quindi del trasporto su gomma? Se non lo faranno avremmo TAV e TIR insieme! sempre.
Saluti

emiliano gotelli 17.02.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
hai creato uno sfogatoio straordinario, si trova di tutto, chi è d'accordo con te, chi ti disprezza, chi non sa nemmeno lui quello che pensa... straordinario.
Però, io mi chiedo, a che pro?
La TAV è un bell'esempio per chiarire il mio pensiero.
Siamo di fronte ad una grande opera, probabilmente inutile (se presto fede a quanto letto su questo blog, tu dimostri spesso che è meglio essere sempre prudenti), ma che la politica dell'intero arco costituzionale ha deciso di imporre nascondendosi dietro a qualche slogan.
...interessi occulti o palesi, accordi infami e quant'altro...cose già viste e sperimentate.
Ma perchè gridare allo scandalo?
E qui vengo al punto, a che pro dare voce alla protesta se da ciò non scaturisce nulla?
Le denunce civili senza la successiva azione sono spesso una parte essenziale del gioco che tu denunci.
Molti ti chiedono di fare un partito, onestamente non so se ha senso, entri in un mondo non tuo, e molti appena entrati nel flusso sono scomparsi, ma uno sfogatoio come questo che senso ha se si ferma ad un semplice abbaiare alla luna?
Cosa ti aspetti ne scaturisca se non una terapia di gruppo?
E' solo il tuo modo di fare l'attore?
Geniale...

Riccardo Roman 17.02.06 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Protesto per la candidatura alle prossime elezioni politiche 2006 di coloro che informati dei fatti illeciti di servizio, di nascosto permettono la prosecuzione delle torture psico-fisiche alla mia persona presso l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano luogo di lavoro dal quale dipendo con la qualifica funzionale di assistente amministrativo e allo stesso tempo anche luogo ove di nascosto da oltre 10 anni mi vengono fatti subire le conseguenze di: LESIONI COLPOSE GRAVISSIME; FALSO IDEOLOGICO; OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO; VIOLENZA PRIVATA DA MOBBING con il boicottaggio dei DIRITTI CIVILI della causa di servizio sino da dopo il contagio della tubercolosi in servizio e per causa di servizio, per violazione dei dispositivi di sicurezza e di legge tra i quali l’art. n.2087 codice del civile. Tutto come meglio spiegato e provato sul seguente sito web di legittima difesa:http://www.mobbing-sisu.com.

Protesto i trattamenti illegali, incivili e anti-democratici perché ai funzionari dirigenti dello stesso Ospedale è stato permesso di calpestate due sentenze dei Giudici del Tribunale Amministrativo Regionale per Lombardia che mi hanno dato ragione su tutta la vicenda (Sentenze del 14 ottobre 1999 e del 27 novembre 2001).

Protesto sia perché il processo penale è stato boicottato per parecchi anni senza che vi fosse mai celebrato il processo sino al raggiungimento della prescrizione dei reati di lesioni colpose gravissime, sia perché nonostante che alla Clinica del Lavoro degli Istituti Clinici di Perfezionamento mi sia stato riconosciuto essere vittima del mobbing i funzionari dell’Ente datore di lavoro da donna vengo fatta oggetto di derisione e scherno e tenuta in forza, da dipendente, in malattia grave con ossigenoterapia quotidiana domiciliare da due anni con la più completa privazione dei diritti che mi derivano dalla causa di servizio. Sono per tutto ciò così sistematicamente e sadicamente danneggiata, umiliata e con cinismo derisa e schernita.Giovanna

Giovanna Nigris 17.02.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me "qui gatta ci cova, e piccione ci allatta"...
Abbiamo già vissuto questa situazione politica: erano cinque anni fa. Un nano ghiacciato (non so in quanti si ricordano degli squallor...) che si presenta con grandi promesse ed ironia (soprattutto ironia nelle promesse, del tipo: -Io lo dico, ma chi vuoi che ci creda?!?) e dall'altra parte un gruppetto di personcine che fanno tutto il possibile per passare per deficenti!!! Mi sa che ci risiamo...

Ci sono sondaggi, battute, milioni e milioni di ca...te dette, scritte, proclamate... E intanto il Berlusca si beffa degli altri.

C'è una sola ragione attendibile: li ha comprati! Pensiamoci: non è spiegabile altrimenti.

Sì, LI HA COMPRATI!

Non potendo comprare la popolazione italiana, anche se in molti si vendono a prezzo di costo, Berlusconi ha comprato l'opposizione per fare una brutta figura e farlo vincere di nuovo. Speriamo solo una cosa: voglio davvero augurarmi che non accettino pagamenti dilazionati, sennò qui finisce ancora peggio del solito e non riscono nemmeno a farsi le vacanze che sognavano!!!

Simone Carlini 17.02.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

S.O.S. DENUNCIA
Accendete la TV su Retequattro, adesso ore 9.05, c'è Berlusconi che tiene uno scandaloso comizio senza contraddittorio, tutto a favore del suo governo e di diffamazione degli avversari!! Ed i programmi definiscono questa trasmissione "Speciale TG4".
Ma vi pare sia possibile tutto ciò? Non siamo in par-condicio? Vale solo per la RAI? Forse sono ignorante in merito...
Come si fa a denunciarlo all'Autority delle Telecomunicazioni?
Beppe e collaboratori, se leggete questo messaggio potete fare qualcosa?
RITENGO SIA UNO SCANDALO!!

alessandra donato 17.02.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh, come puoi vedere non sei stato censurato, anzi sei in prima linea... ma hai dimenticato, dopo le lamentele, di farci partecipi delle cose più importanti: di cosa pensi e cosa proponi...

emj antonin 17.02.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella migliore tradizione STALINISTA continuamo a sparire POST da questo blog.
Attenti a quello che pensate: se non siete succubi, adepti, fanatici della nuova setta Beppe Grillo, qui non vi vogliono.
Non osate pensare con la vostra testa, non osate esprimere opinioni.
Il nuovo modello sociale che anche Beppe Grillo ci vuole imporre è quello degli insetti: UNO (lui) PENSA PER TUTTI, gli altri approvano, alla bulgara.
Gli altri, le voci fuori dal coro, i non allineati, i dissidenti, chi usa la propria testa, chi ha opinioni, saranno EPURATI, DEFENESTRATI, SPARIRANNO, esattamente come accade ai loro post sul blog del nuovo gerarca del dissenso organizzato Beppe Grillo.
Ricordatevene, perchè anche questo post, come tutti gli altri contenenti commenti appropriati ed inseriti negli altri blog sarà "DESAPARISIDO" (scuola PINOCHET, perchè gli estremi si toccano).

Rick Deckart 17.02.06 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sulla storia della TAV tutti destra a sinistra sono d'accordo, si farà e chi se ne frega di quanto costa (tanto !!!) di quanto è inutile (usiamo i tratti ferroviaria che già ci sono e sono utilizzati male) di quanto disagio creerà ai cittadini (in Val di Susa si calcola un cantiere che durerà , se va bene 20/25 anni !!) sigh!!. L?Italia è il paese dei grandi progetti inutili vedi il ponte sullo Stretto. Ma i nostri politici se ne fregano di noi cittadini, loro vivono in Sardegna, in Costa Smeralda, in Toscana in collina, e noi cittadini dobbiamo solo pagare per le c.......te che vengono in mente a loro.
Che schifo... E il 9 si dovrebbe andare a votare.... Ci andrò.... ma mi verrebbe da dire ... come diceva TOTO': - MA MI FACCIA IL PIAACERE!!!!!

Maria Maniotti 17.02.06 08:06|