Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli estremisti di buon senso


estremista.jpg

In campagna elettorale la verità è una “buona cosa di pessimo gusto” e chi la dice è un estremista.
Estremisti come Ferrando, che ha detto sull’Iraq e sulla Palestina cose che pensano molti italiani, e Luxuria che non mente su sé stessa.
Ferrando e Luxuria sono estremisti di buon senso.

E’ un rovesciamento delle parti.
Il politico moderato, privo di senso comune, avalla taviraqleggeelettoraletruffaleggiadpersonamnopacs - pontesullostrettocondannatiinparlamento.

L’estremista invece non tollera il ritorno dei mostriviventi pomicinodemitacraxijuniordemichelismartelli, vuole il ritiro delle truppe dall’Iraq, vuole abolire il precariato introdotto dalla legge Biagi, vuole il riconoscimento delle coppie di fatto senza discriminazione di sesso, spera che Ruini preghi di più e esterni di meno e tante altre cose che vogliono ormai molti italiani.

Il moderato è diventato estremista e dà dell’estremista al moderato.
E se l’estremista di buon senso protesta viene eliminato con moderazione.

Il moderato pratica la censura, decide lui cosa è giusto per i cittadini, manganella i sindaci in Val di Susa, mente (ma per il bene degli elettori), comanda ancora prima di essere eletto.
Il moderato soprattutto si indigna: la verità lo offende.
E chiama l’estremista di buon senso con nomi infamanti come: no global, giustizialista, trotskista.

Il moderato parla con i moderati, legge i giornali moderati, partecipa alle trasmissioni moderate.
Vota leggi che condonano, prescrivono, assolvono, ma con grande moderazione.
E vive nel suo mondo moderato provando un piacere da veri moderati: il piacere della disonestà.

18 Feb 2006, 18:56 | Scrivi | Commenti (2150) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.madredelleucaristia.it/indexit.htm

È stato svelato integralmente il terzo segreto di Fatima?
Qual è l'interpretazione giusta del frammento del segreto svelato?
Le risposte sono accluse nella lettera che abbiamo scritto ai Cardinali di tutta la Chiesa e nei messaggi che Gesù e la Madonna ci hanno dato.

Signor Cardinale,

ci rivolgiamo a V.E. con amore e rispetto, coscienti di compiere un servizio importante, delicato e richiesto dall'Alto: farle conoscere la verità sul terzo segreto di Fatima.
Ciò che le esponiamo è contenuto nei messaggi soprannaturali già dati alle stampe e diffusi sul nostro sito internet: www.madredelleucaristia.it e nei colloqui intercorsi tra Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo e la Madonna da una parte e il vescovo Claudio Gatti e la veggente Marisa Rossi dall'altra. Quest'ultima, a cui da molto tempo il terzo segreto è stato rivelato dalla Madre dell'Eucaristia, recentemente l'ha comunciato al Vescovo, per ordine di Dio.
Noi non conosciamo la terza parte del segreto rivelato il 13 luglio 1917 nella Cova d'Iria-Fatima ai tre pastorelli, ma sappiamo che non è stata integralmente diffusa e fatta conoscere all'opinione pubblica. Il suo contenuto più importante e sconvolgente non è stato rivelato e se continuerà ad essere nascosto dalla competente Autorità Ecclesiastica, verrà fatto conoscere, nel momento stabilito da Dio, dalle persone a cui da tempo è stato affidato.
Inoltre l'interpretazione fornita prima dal Segretario di Stato il 13 maggio 2000 e successivamente dal Prefetto e dal Segretario della Congregazione della Dottrina della Fede il 26 giugno successivo è sbagliata. Poiché il frammento fatto conoscere della terza parte del segreto è una rivelazione simbolica, necessita di una illuminata interpretazione per essere compreso nei dettagli.
Chi meglio di Dio, autore del segreto, e della Madonna, che l'ha affidato ai tre pastorelli, può dare l'esatta interpretazione?
Dio e la Madonna in colloqui con il V....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 10.02.07 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Sui pacs io sono completamente contraria!Su questo penso di essere come dice Grillo un'estremista,proprio perchè dico quello che la stragrande maggioranza degli italiani pensano,ma che per anticonformismo non ammettono,perchè oggi i veri anticonformisti sono le persone che vanno contro i pensieri di massa.Io non ammetterò mai scene come quelle viste sul tg dell'altra sera,premetto che non sono una vecchietta di 80 anni,ma una ragazza di 26 anni,quindi strano ,ma vero,ancora qualcuno della giovane generazione non fa parte della massa!!!Si battono per i diritti civili,quando invece vogliono essere i primi gay a dire di essersi sposati.Magari ottenuto questo diritto come loro lo chiamano,chiederanno di adottare figli,ma come possiamo dargli la possibilità di adottare figli?In natura esiste un papà,una mamma e i figli,frutto dell'amore o dell'unione di 2 esseri viventi,non ho mai visto un gatto maschietto che va in calore per un altro gatto maschietto,lo stesso per la tigre,il leone,la scimmia.Noi siamo esseri animali,dotati solo di intelligenza maggiore(questo poi è tutto da vedere) rispetto agli altri esseri viventi,ma se la nostra intelligenza ci porta poi a travisare la realtà,stiamo messi male!!!!!!
Io penso che se avessimo dei problemi più seri,la mente non cade in perversioni,perchè vi assicuro che sono perversioni che vogliono solo nascondere perchè a qualcuno conviene!!!
Viva l'anticonformismo MIO!!!!!!!!!!!!!!

michela maggio 19.12.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quel che concerne la dinamica incandescente che furoreggia intorno ai PACS vorrei esprimere la mia posizione di isolato cittadino, e quindi privo di peso politico, e di padre di due bimbi (uno di sei e l'altro di cinque anni).
Premetto che concettualmente non sono contrario ai PACS, anche tra individui dello stesso sesso, e che, a mio giudizio, ognuno è libero di scegliersi i rapporti umani a lui più congeniali, purché le forme di espressione di tali sentimenti non ledano i diritti e la suscettibilità altrui.
La settimana scorsa il Tg1 della sera ha mandato in onda un servizio sui PACS nel quale sono passate per più volte le immagini di coppie di uomini che si baciavano e abbracciavano.
Devo dire, sinceramente, che la cosa ha creato in me un senso di imbarazzo, ma, quel che è più grave è che il senso di imbarazzo è stato anche provato da mio figlio (Luigi Pio di cinque anni), che intorno alle 20 era vicino a me nel mentre si guardava il telegiornale.
Il bambino si è messo la mano sopra gli occhi come quando dei film, anche apparentemente innocui, presentano scene per lui paurose (ed io cerco subito all'occasione di cambiare canale, posizionandomi su filmati più tranquilli) ed ha detto "Va bene tra uomo e donna, ma non tra uomo e uomo o donna e donna. No, no".
Io e mia moglie siamo rimasti di stucco.
Non ci aspettavamo che il telegiornale presentasse scene simili, che per un minore non possono essere considerate innocue, a mio giudizio, in quanto frutto di eccessiva ostentazione di comportamenti, che, se giuridicamente sono leciti, richiedono per la loro fruizione di una maturità che un bimbo di cinque anni non può avere. Mi sono chiesto: "Ma si rendono conto di quello che hanno mandato in onda oppure se ne rendono conto, ma, siccome per ragioni elettorali devono farlo, fanno finta di niente?". Se così è, un genitore non può più neanche guardarsi il TG1 della sera abbracciato al proprio figlio, desideroso di stare vicino al papa.Non è essere bacchettoni!

Giuseppe Tafuri 13.12.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio farvi una domanda: secondo voi quante probabilità c'erano che la polizia di Londra decidesse nel 2005 di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui poi gli attacchi sono realmente avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora? La risposta è semplice: le stesse probabilità che c'erano, nel 2001, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a palazzi e grattacieli, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti...
Non ci credete?
E' tutto documentato sul mio sito, su www.xander.it/verità11settembre.htm e su http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=3048

Alberto Lupo 12.05.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
abbiamo vinto con un solo gol di scarto, su rigore, ai tempi supplementari.
Abbiamo vinto male.
Ma abbiamo giocato bene, e comunque ABBIAMO VINTO.
Da due giorni sono in orgasmo permanente, al pensiero che per la nostra vittoria è stato decisivo il voto che un infido comunista - dopo questi fatti, tale diventerà Tremaglia agli occhi di Berlusconi - ha voluto concedere agli Italiani all’estero…
Cari saluti,
Roberto Sega

PS: ma è proprio necessario che cittadini italiani che risiedono in permanenza all'estero votino in Italia? Non si corre il rischio che il loro voto abbia doppio valore: all'estero e qui da noi?
Certo, finchè i risultati sono questi, VA BENE COSI'!
PPS: quanto ci sono costati gli exit poll? Non sarebbe il caso di abolirli, data la loro evidente dimostrata fallibilità, oltre che la loro sostanziale inutilità?
Chi li vuole, se li paghi!!

roberto sega 13.04.06 00:09| 
 |
Rispondi al commento

gli estremisti di buon senso sono anche di buon affare: guardate un po' quella specie di ominide di Caruso e la "madre modello" Haidi Giuliani( che aveva sbattuto fuori di casa il povero Carlo , andato a morire per le schiene dritte dei centri sociali): ora diventano parlamentari con Rifondazione ( ma qel brav'uomo di Bertinotti lo sa chi si mette in casa?)e andranno a fare in Parlamento nè più ne meno di quel che fanno i "fascisti" da loro tanto odiati: cioè a "rubare" stipendio e pensione , alla faccia dei veri proletari.
Che pena gente, come faranno a non sputare più nel piatto di dove mangiano alla grande da quando sono venuti al mondo?
Almeno un risultato c'è: basta sprangate in testa ai cittadini che girano nelle strade per i fatti loro e costruzione di feticci pagani in piazza Alimonda.
Caruso ,caro, ora che come deputato avrai gli uomini in divisa di scorta per la tua protezione fisica , cercherai sempre di bastonarli e incediarne le auto come hai fatto fare alle tue truppe di squadristi rossi a Genova,Napoli, Milano?E' proprio vero che quei "fascisti "di antichi romani avevano ragione: " pecunia non olet"!!!
La cosa più squallida è quella di tirarsela da rivoluzionari e poi essere miliardari ( leggi Caruso).
Quando torneranno i veri comunisti saranno peni vostri.


lorenzo bottero 11.04.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici,
forse vado fuori tema, ma lo voglio esprimere lo stesso:

Il recente “bon mot” di Berlusconi (consentitemi di non chiamarlo “onorevole”, termine che non gli si addice) mi ha offeso, ma non più di tanto, considerato che ormai da anni, con toni denigratori, mi sta definendo “komunista”, mi dice che sono un fesso perché pago le tasse, ed ultimamente mi ha detto che la mia esistenza, per il mio Paese, è stata solo una palla al piede...
Quello che più mi ha scandalizzato, invece, sono stati i calorosi applausi che quella platea ha tributato a quella triste volgarità gratuita.
Un pubblico attento, serio e dignitoso avrebbe accolto quelle parole con un silenzio di gelo, e non l’avrebbe accettata nemmeno quale semplice ironia.
Quegli spettatori plaudenti hanno dimostrato di essere un’accolita di bottegai, magliari, osti e pizzicaroli, sicuramente selezionati fra i più convinti forzitalidioti, e Berlusconi ha dimostrato di trovarsi bene al loro cospetto, avendone lo stesso spessore morale e lo stesso livello culturale.
Spero che qualche adepto di Berlusconi - numerosi su questo blog - vorrà replicare.
Cordiali saluti.
Roberto Sega

roberto sega 05.04.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
forse vado fuori tema, ma lo voglio esprimere lo stesso:

Il recente “bon mot” di Berlusconi (consentitemi di non chiamarlo “onorevole”, termine che non gli si addice) mi ha offeso, ma non più di tanto, considerato che ormai da anni, con toni denigratori, mi sta definendo “komunista”, mi dice che sono un fesso perché pago le tasse, ed ultimamente mi ha detto che la mia esistenza, per il mio Paese, è stata solo una palla al piede...
Quello che più mi ha scandalizzato, invece, sono stati i calorosi applausi che quella platea ha tributato a quella triste volgarità gratuita.
Un pubblico attento, serio e dignitoso avrebbe accolto quelle parole con un silenzio di gelo, e non l’avrebbe accettata nemmeno quale semplice ironia.
Quegli spettatori plaudenti hanno dimostrato di essere un’accolita di bottegai, magliari, osti e pizzicaroli, sicuramente selezionati fra i più convinti forzitalioti, e Berlusconi ha dimostrato di trovarsi bene al loro cospetto, avendone lo stesso spessore morale e lo stesso livello culturale.
Spero che qualche adepto di Berlusconi - numerosi su questo blog - vorrà replicare.
Cordiali saluti.
Roberto Sega

roberto sega 05.04.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
forse vado fuori tema, ma lo voglio esprimere lo stesso:

Il recente “bon mot” di Berlusconi (consentitemi di non chiamarlo “onorevole”, termine che non gli si addice) mi ha offeso, ma non più di tanto, considerato che ormai da anni, con toni denigratori, mi sta definendo “komunista”, mi dice che sono un fesso perché pago le tasse, ed ultimamente mi ha detto che la mia esistenza, per il mio Paese, è stata solo una palla al piede...
Quello che più mi ha scandalizzato, invece, sono stati i calorosi applausi che quella platea ha tributato a quella triste volgarità gratuita.
Un pubblico attento, serio e dignitoso avrebbe accolto quelle parole con un silenzio di gelo, e non l’avrebbe accettata nemmeno quale semplice ironia.
Quegli spettatori plaudenti hanno dimostrato di essere un’accolita di bottegai, magliari, osti e pizzicaroli, sicuramente selezionati fra i più convinti forzitalioti, e Berlusconi ha dimostrato di trovarsi bene al loro cospetto, avendone lo stesso spessore morale e lo stesso livello culturale.
Spero che qualche adepto di Berlusconi - numerosi su questo blog - vorrà replicare.
Cordiali saluti.
Roberto Sega

roberto sega 05.04.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire che non è piu' possibile ascoltare i politici sia di destra che di sinistra, è proprio una sensazione fisica di nausea che si prova alla sola vista dei vari Casini, Rutelli e compagnia cantante......
Scusa Beppe per l'incursione ma era da stamattina che volevo dirlo....

roberto solavagione 05.04.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,sono un eterno diciottenne di 36 anni che eternamente vive la sua realtà lavorativa quotidiana con la fantasia e l'innocenza di cui i miei genitori mi ha donato(in primis mio padre,regista ed attore di teatro di una piccola città di provincia dove sei stato anni fa a fare un tuo spettacolo:Rieti,ricordi! ),e per questo mi appresto a scriverti questa lettera.Vivo e lavoro a Roma in un hotel al centro di questa metropoli piena di contrasti e contraddizioni come lo sono tutte le metropoli nel mondo (mi rimbalzano alla memoria in questo momento le immagini dei tuoi programmi RAI "Te lo dò io il Brasile"uno su tutti).
Andando al lavoro ieri,mi sono imbattuto nei manifesti dei fratelli anarchici di Roma e Napoli,dove in un ragionamento privo di ogn grinza,invitavano a non votare....ora il quesito è il seguente:bisognerebbe dargli ascolto (visto che comunque anche la sinistra ,purtroppo,insegue logiche che certamente nn fanno parte del loro bagaglio storico (uno su tutte,l'alleanza di una parte dell'ex psi con la destra di Sua Emittenza Berlusconi) o cmqe andarla a votare,e come direbbe Montanelli "bacio il rospo tappandomi il naso" pur di rispedirli a casa,e poi,sono da considerare anch'io un'anarco-insurrazionalista se dovessi dargli retta?
Ciao e grazie di questo spazio

alessandro vella 30.03.06 01:25| 
 |
Rispondi al commento

21 marzo
visita del premier a genova:
bilancio: bambina di quindici anni con trauma cranico per manganellata alla testa; insulto del premier a ragazzo che urlava Viva Mangano, o come cavolo si chiama lo stalliere del premier in odor di mafia...
piu' i soliti sorrisi
Il G8 non si dimentica e rivive nella cruda realta'..la polizia se la prende con donne e bambini

Lasa elias 21.03.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto vorrei dire due parole a quel signore che critica tanto la democrazia...dicendo fesserie senza rendersi conto,di quello che afferma.
Para tanto di no-global,di estremismi...ma si rende conto di cosa fanno quelle persone?sono degli imbecilli,amici di Bertinotti,mandati per creare disordine,distruggono vetrine di negozi,incendiano auto...ma poi,chi le paga ste cose??ci rimette sempre la povera gente,il disgraziato che lavora...vorrei vedere io a Milano chi paga tutti quei danni provocati...distruggono tutto quel che trovano,tutto quello,anche se del comune o dello stato,pagato con i soldi nostri,degli Italiani!!
Vi siete mai chiesti come mai nelle manifestazioni della sinistra i vostri amici,no-global,i disobbedienti,non si sono mai fatti vedere??ci sono sempre quando c'è qualche leader del centro-destra o un qualcosa che alla sinistra non va??è democrazia questa?a me proprio non sembra....altro che società segrete,la sinistra è un'abisso di falsità...scommetto mille euro che Prodi le tassa non le abbassa...anzi,ci troveremo una bella tassa sulla patrimoniale...intanto il suo amico D'alema,abita su un attico di proprietà dell'ATER(ex case popolari)e se ne va in vacanza con la sua barca in costa smeralda in sardegna..alla faccia nostra...intanto noi ci facciamo il culo per mantenerli!e con mille poco più di euro dobbiamo mantenere una famiglia!!!Grazie Prodi dell'Euro!ai lavoratori l'hai messo nel didietro per bene...prima fa la cazzata,poi scarica a Berlusconi la responsabilità...nesuno mai prende le proprie responsabilità....

Stefano Spinato 21.03.06 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e caro Beppe,

non resisto, fatemi dire qualcosa. Innanzi tutto chi incendia le macchine o incita alla violenza durante le manifestazioni non è molto diverso da chi era o è un piduista,che aveva contatti con mafiosi. Premesso che gente come Caruso non la sopporto, vorrei sapere: la destra ci grida che non possiamo candidarlo. Quando la maggior parte dei pregiudicati o condannati in via definitiva sono forzisti, Udc, ex socialisti.

Alberto Petricca 17.03.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

APPUNTI SU PRIVACY and More

Se volete qualche informazione sul controllo - legale - di Internet potete valutare una situazione pratica a questo indirizzo:

------------------------------------------------------------------
http://assistenza.aruba.it/news.php?newsid=27

-------------------------------------------------------------------

La cosa in sè è priva di interesse “attuale” ed è sata gestita dal Provider Internet in modo sereno, onesto e credibile, ma quello che ritengo interessante sono i riferimenti precisi agli articoli dei Codici P&C e la prospettiva che ritengo realistica in una ottica di positività in tempi non elettoralmente sospetti.

Inquadrare la cosa in questo modo potrebbe anche rendere inconsistenti alcune accuse di “moderazione” da parte del Grill espresse in altre parti del Blog da alcuni Bloggers soprattutto "incazzati".

Penso di far seguire rapidamente su questo Blog alcune mie considerazioni su quete problematiche che ritengo di grande impatto per il futuro dal momento che non credo che il problema vero sia la Protezione della Privacy ma il rispetto della Dignità della Persona.

Harry Steed 16.03.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, chi le parla è un Ufficiale Medico dell'Esercito che condivide buona parte delle sue battaglie. Per poter pensare di continuare a farlo ho bisogno di sapere da lei se è tra quegli italiani che, come è scritto sul suo bolg, condivide le affermazioni del signor Ferrando sulla strage dei nostri militari in Iraq. In vita mia non ho mai partecipato a una marcia per la pace, tranne che nell'occasione dell'intervento in Iraq (e penso che questo la dica lunga). Ciò detto, conosco bene quella che è l'opera dei nostri militari all'estero per essereci stato(personalmente ho patecipato alle missioni in Bosnia e Kosovo dove ho prestato assistenza medica alla popolazione civile e ai nostri soldati ; si parla sempre e con merito di Emergency e della Croce Rossa, è giusto che per una volta si parli anche di noi), per aver parlato con i colleghi MEDICI E NON che hanno operato anche in Iraq e soprattutto con i superstiti dell'attentato (che ho avuto modo di seguire una volta reimpatriati). Le posso assicurare che non hanno mai avuto alcun atteggiamento ostile nei confronti della popolazione se non per difesa e che sia prima sia dopo l'attentato hanno fatto tantissimo per quella gente (costruzioni,vaccini, supporto idrico ed alimentare, ordine pubblico, servizio di sicurezza elettorale ecc.) e sono benvoluti dai più.
Pur essendo critico nei confronti della guerra in Iraq, penso che sia giusto nei confronti dei NOSTRI ragazzi non mostare un così vergognoso disprezzo, anche perchè questa guerra non l'hanno voluta loro e, nei limiti delle loro possibilità, si stanno facendo onore e quindi non meritavano alcun attentato. Noi italiani dobbiamo finirla di sputarci sempre addosso! Spero di sapere quello che pensa a riguardo, mi creda , per me è veramente importante per capire tante cose di lei.
La saluto e buon Lavoro. Alberto.

Alberto D'Argenio 12.03.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe...
ti scrivo perchè ho il desiderio di liberare i miei pensieri e anche un po della mia rabbia.
"Lazio-Livorno stessa iniziale stesso forno"... a causa di questo indegno striscione apparso allo stadio olimpico
qualche settimana fa, il nostro Ministro Pisano ha deciso giustamente che la Roma avrebbe giocato la successiva gara in campo
neutro e a porte chiuse, per evitare incidenti e ripercussioni.
Oggi mi accorgo che lo stesso Ministro ha autorizzato a Milano una manifestazione piuttosto estrema, piena zeppa di simboli
fascisti e croci celtiche, senza minimamente pensare alla reazione dell'altra parte estrema....
Naturalmente ora sono tutti pronti a criticare e strumentalizzare l'OVVIO; mi è sembrato anche che qualcuno dei papponi
del palazzo avesse gia il discorso pronto. Mi viene il dubbio che fosse uno scontro "ad orologeria".
Ho sentito il RAZZISTA Calderoli chiedere le dimissioni di PRODI a candidato, (lui se ne intende di dimissioni)...
Allora io che NON sono razzista, che non ho mai rubato e che vivo con 1000 euro al mese di un Contratto Co.Co.Pro,
come onesto cittadino Italiano, chiedo le immediate dimissioni del ministro degli Interni Pisano,
che ha agito e deciso contro la nostra Costituzione.
Filippo Luly

Filippo Luly 12.03.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio

non riesco ad entrare nella stanza no global, anzi fino ad ora non riuscivo neanche a collegarmi al blog

ernesto scontento 07.03.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto! Nicola!
Nella stanza di 'Siamo tutti no global' ci sono due novelli Hugo e Marco (Robi e Daniele).
Adesso non ho tempo per intervenire e 'illuminarli' con la nostra recente esperienza. Se avete tempo date un'occhiata…

Saluti

Marco Zamparini 07.03.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

*COMUNICAZONE DI SERVIZIO*

Ricordate la mia denuncia sul blog di vennerdi sera per il licenziamento di 100 persone in una fabbrica di alta moda......

Bene mi hanno comunicato ora, che il giornale locale Domenica a dedicato un'articolo in merito.

Io l'avevo spedita anche a loro.

Non so cosa succederà ma in tanto la cosa è pubblica..... Il made in croazia non puo essere nade in Italy non vi pare....

Ciao Ernesto

ernesto scontento 07.03.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi dove vi siete cacciati? nn riesco a trovarvi..la stanza cococo nn è accessibile quella no global idem..dove siete allora? temo ke Hugo abbia ragione...

APPELLO
Nicola Amoruso 07.03.06 14:09

**********
Niente Paura Nicola oggi dovevo sbrigare alcune cose....

Comunque se fai una capatina nella stanza no global vedrai che il tuo comundenominatore lo trovi leggi attentamente i POST di questa ora.

Il POST della STANZA COCOCO è BLOCCATO?

Ugo sostiene che lo hanno fatto volutamente insieme alla cancellazione dei suoi commenti, ad esempio porta anche il blocco di questo nei giorni passati.

Io non so se sia vero... ma se cosi fosse è roba da terzo mondo.. non da società civile e libera.

Saluti Ernesto.

ernesto scontento 07.03.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi dove vi siete cacciati? nn riesco a trovarvi..la stanza cococo nn è accessibile quella no global idem..dove siete allora? temo ke Hugo abbia ragione...

APPELLO

le mie idee sono agli antipodi di quelle di Hugo Koilion, eppure ritengo sia fondamentale un confronto serio con ki la pensa diversamente ,pena una regressione intellettuale ed economica. la diversità,in tutte le sue forme ,produce rikkezza .il blog deve essere uno spazio di libera espressione delle idee (davvero vogliamo ke il web, ultimo spazio libero rimasto, faccia la fine di carta stampata e TV? )specie per ki,pur esprimendo idee opposte a quelle prevalnti nel blog si pone nella posizione di ki vuole apprendere dalla diversità, apportando il suo (cospiquo) contributo.ecco,Hugo mi sembra avere tali requisiti ,una voce dissonante da quella sorta di pensiero unico dell'espressione, tanto trasversale quanto petulante.finalmente si è cominciato a parlare di problemi REALI (nn di tifo calcistico; quello ke è oggi il dibatttito politico anke su questo blog, ahinoi) e di AZIONE concreta per risolverli,evidentemente questo fa paura a qualcuno .spero ke questo qualcuno si ricreda restituendoci l'opportunità di discutere ancora, fuori dai LUOGOCOMUNISMI ke ammorbano ogni angolo della nostra società.saluti.


Nicola Amoruso 07.03.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mia testimonianza riguardo alla cancellazione di alcuni commenti di Hugo Kolion (almeno, per le quattro eliminazioni ho potuto constatare, io).

Due interventi sono stati giustamente eliminati perchè completamente off-topic (a proposito di 'seghementali')…
L'altro paio riportava posizioni di Marx che forse non erano attinenti al 100% con il post ma seguivano il filo logico della discussione così come si era sviluppata. Non ho capito bene la cassazione di quest'ultimi che mi sembravano più attinenti di tanti altri apparsi in precedenza.

Saluti a tutti e allo staff del blog

Marco Zamparini 07.03.06 06:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legge sulla par condicio è un attentato all’intelligenza umana. Non si può applicare una legge simile solo a fine legislatura, dopo cinque anni in cui chi dispone delle emittenti televisive ha fatto ciò che ha voluto.
O si applica sempre o non la si applica.
E’ come se nel campionato di calcio ci fosse l’antidoping solo per le ultime due partite.
Comunque la par condicio è un concetto vecchio, superato, della metà novecento. Appartiene alla televisione, alla censura.
In Rete la par condicio non c’è e ognuno si informa come gli pare, approfittiamone.
*****
Caro Beppe, sono Ernesto un blogger del tuo blog.

UN MIO AMICO DEL BLOG DI NOME UGO KOLION SOSTIENE CHE LAI CENSURATO VOLUTAMENTE……

IN EFFETTI DEVO CONSTATARE CHE I SUOI POST NELLA STANZA NO GLOBAL SONO STATI TOLTI.

ORA IO E UGO NON ABBIAMO PROPRIO IDEE COMUNI MA SICCOME LA LIBERTA’ DI PENSIERO E DI PAROLA SENZA RECARE OFFESA A NESSUNO E UN DIRITTO.

SICCOME TU DICI CHE LA RETE E’ LIBERA E IL TUO BLOG PURE?

Delle due una:

O pubblichi chiaramente che ci sono degli inconvenienti tecnici,

Oppure devo credere che censuri quelli che non hanno in simpatia Bertinotti.


BENE BEPPE, IO SONO SEMPRE STATO UN UOMO DI SINISTRA.

SONO ENTRATO IN SEZIONE NEL VECCHIO P.C.I. ALL’ETA’ DI 12 ANNI

O VISTO IL TUO ESORDIO ALLA TELEVISIONE, QUINDI SONO ABBASTANZA VECCHIO…….

NEMMENO A ME STA SIMPATICO BERTINOTTI……

ANCHIO PRETENDO CHIAREZZA SUL PASSATO DEL COMUNISMO NON MEZZE LAVATE DI COSCIENZA…….

AGGIUNGO, SE VI DA FASTIDIO QUESTO, E SE LA CENSURA DIPENDE DA QUESTO...

TU E BERTINOTTI, POTETE VENIRE QUI A DISCUTERE CON ERNESTO.

IO SONO PIU’ ROSSO DI BERTINOTTI.. SONO ANCHE UN LIBERALE INTESO COME LIBERTA’ INDIVIDUALE,SONO UN DEMOCRATICO DA SEMPRE.

CONOSCO LA STORIA DELLA SINISTRA ITALIANA E DEL MARXISMO SE NON MEGLIO UGUALE A FAUSTINO.

FATE CHIAREZZA SULL’ACCADUTO O TU E IL TUO BLOG TUTTO SIETE TRANNE CHE DELLE ANIME LIBERE.

SPERO CHE RIMEDIERAI ALL’ACCADUTO

ERNESTO.


ernesto scontento 07.03.06 00:59| 
 |
Rispondi al commento

ERNESTO HAI RICEVUETO LA MIA MAIL
dimmi di si altrimenti sfascio il PC

@ maurizio musco 03.03.06 19:31

****************

Tutto ha posto ,ti ho già inviato quella di Ugo è Giovanni, a ugo e giovanni ho inviato la tua.

ernesto scontento 04.03.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento

UNA CLASSE POLITICA SENZA VERGOGNA?

UN SINDACATO CHE NON SI SA’ CHI DIFENDA?


La Ruffo di Bientina Pisa azienda leader nel settore dell’alta moda chiude.

MA QUESTA AZIENDA NON CHIUDE PER CARENZA DI LAVORO?

QUESTA AZIENDA CHIUDE PER PERMETTERE AI SIGNORI DELLA MODA DI FARE MAGGIORI PROFITTI.

I CAPI DELLE GRANDI FIRME VENGONO CUCITI IN CROAZIA, ARRIVANO IN ITALIA CON IL CARTELLINO MADE IN CROAZIA.

VIENE CAMBIATO IL CARTELLINO, CON QUELLO MADE IN ITALY E SPEDITI AI NEGOZI.

LE LAVORATRICI HANNO DENUNCIATO AL SINDACATO QUESTA SITUAZIONE?

MA IL SINDACATO NON HA FATTO NIENTE IN QUESTO SENSO.

100 LAVORATRICI E LAVORATORI DA DOMANI SARANNO A CASA?


ORA DELLE DUE UNA?

O QUI SIAMO DI FRONTE A UNA TRUFFA?

IL CONSUMATORE A IL DIRITTO DI SAPERE DA DOVE VIENE IL PRODOTTO CHE ACQUISTA?
UN CAPO DI ALTA MODA, FORSE IL VALORE AGGIUNTO SI CHIAMA MADE IN ITALY.

OPPURE SI GIOCA CON UNA LEGGE?

ALLORA LA CLASSE POLICA CHE CI RAPPRESENTA VECCHIA E NUOVA NON HA FATTO NULLA PER TUTELARE LA NS PRODUZIONE DI QUALITA’?


LO RIPETO SIAMO DI FRONTE AD UNA FABBRICA CHE PRODUCE PRODOTTI DI QUALITA’.

IL NOSTRO MADE IN ITALY CHIEDE PROTEZIONE CONTRO CHI NON RISPETTA LE REGOLE E FALSIFICA I LORO PRODOTTI?

MA LORO LE REGOLE LE RISPETTANO?

I LAVORATORI E I CITTADINI CHI HANNO DELEGATO PER LA TUTELA DEI LORO INTERESSI?

SI PARLA DI ECCELENZA?

SI PARLA DI QUALITA’?

QUI TUTTI QUESTI REQUISITI C’ERANO.

MA DA DOMANI 100 PERSONE SARANNO SENZA LAVORO.

QUALCUNO HA SBAGLIATO MA I COSTI LI PAGANO SEMPRE I LAVORATORI.

VERGOGNA…..VERGOGNA…..VERGOGNA….

*********

Lo postato su tutti i post di grilloe di di pietro,
per emails lo inviato anche a glillo,l'unità, la repubblica,il tirreno,

non succedera niente ma io ci ho provato.

Ernesto

ernesto scontento 04.03.06 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Hugo ed ernesto e anche la mia fata
vi pongo questo quesito
mettiamo che la devolution venga promossa al referendum,secondo voi decentralizzando ,la scuola ,l'ordinbe pubblico,e la redistribuzione dei soldi pubblici ,cosa potrebbe accadere in italia ?

maurizio musco 03.03.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

HUGO la mia fata non mi ha risposto riguardo la devolution,dici che non è più innamorata di mè?
non avrà mica 98 anni sulserio .

maurizio musco 03.03.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

ERNESTO HAI RICEVUETO LA MIA MAIL
dimmi di si altrimenti sfascio il PC

maurizio musco 03.03.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento

CI SONO COSE PIU’ URGENTI E’ REALISTICHE DA RISOLVERE?

Certo che sì, che discorsi!
Mi sarebbe piaciuto essere - come ho già detto - un musicista di talento, ma non lo sono e mi impegno a coltivare le caratteristiche migliori che posseggo, allegramente.
Non sto mica qui ad aspettare la morte nella speranza di reincarnarmi in un novello Mozart!

Saluti

P.S.: sognare, checchè ne possa pensare qualcuno, non mi impedisce di usare la logica. I miei 'tentativi', nel caso della dissertazione sulla frase "L'applicazione della Democrazia è realistica", lo dimostrano.

Marco Zamparini 03.03.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Quante parole per non ammettere quello che risulta evidente, quante arrampicate, acrobazie … ma mica per non cedere, altroché … qui c’è tutto un programma ben figurato … l’ordine nuovo, quello che va a “modificare o limitare” l’essere umano per via di un altro essere umano, un cosiddetto prescelto … che poi avrà il compito della modifica …
Certo, io non sono in grado di vedere la tua concezione di un idea che anche tu stesso dici di non riuscire minimamente immaginare … che bella idea dunque, dobbiamo aspettarci di tutto dunque … un mondo nuovo, diverso … qui ti consiglio di leggere certi appunti scritti negli anni 50-60, quella cricca di studenti parigini, che già allora aveva una concezione di un idea, con l’unica differenza che non riuscivano minimamente immaginare le conseguenze … ma l’idea si … il resto si sa, la Cambogia ha perso la metà della popolazione in una piccola manciata di anni
Hugo Kolion 03.03.06 09:01


Razionale, Empirista, Logico


****************
Mi è chiaro dove vedi la mia 'contraddizione' e, se mi mettessi nei tuoi panni, ti direi che che hai ragione.
Ma io non sono nei tuoi panni…
Quello che tu non sei capace di vedere, invece, è la mia concezione di un'idea che ancora, nè tu nè io, riusciamo MINIMAMENTE a IMMAGINARE.
(Non a caso ho riportato le parole di Stephen Hawking.
Credi forse che Hawking, quando si mette a fare i suoi calcoli, si faccia condizionare dall'ultima puntata di Star Trek? Gli potrà servire, casomai, per avere un'intuizione nuova che sulla base delle nozioni già acquisite non può manifestarsi.)
Marco Zamparini 03.03.06 07:39

Scienza, Futuro, Sogni, fiducia nel prossimo

*******************

TUTTO E SCIENZA,

La scienza DOVREBBE al servizio degli uomini ?

NON SEMPRE è stato così.

Ma senza la scienza è i suoi errori, il mondo sarebbe fermo all’età della pietra.

SOGNARE E’ BELLO MARCO MA DUBITO CHE TU LE VEDRAI REALIZZARE.

CI SONO COSE PIU’ URGENTI E’ REALISTICHE DA RISOLVERE ?

ernesto scontento 03.03.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto,
guarda che a parte questo 'piccolo dettaglio', penso che sarei d'accordo pressochè in maniera totale con Hugo per quanto riguarda i sistemi da adottare per fronteggiare il fututo prossimo che ci aspetta.
O, almeno, così mi pare dalle cose che scrive.

Un saluto

P.S.: hanno 'cassato' due commenti di Hugo: giuro, io non c'entro! :-(

Marco Zamparini 03.03.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

X Ugo e Marco

Non vi si può lasciare soli un momento che subito ricominciate la disputa…

PERLOMENO SE ERAVATE DI SESSO DIVERSO SI POTEVA DIRE CHE ERA AMORE?

Invece noto che i miei timori che questa disputa non finirà mai diventano fondati.

La vostra disputa è vecchia come il mondo è una disputa filosofica, che comincia in Grecia ( forse? probabilmente, anzi sicuramente inizia con l’uomo delle caverne in fin dei conti anche lui doveva vivere in comunità “villaggi se vi torna meglio) Socrate, Platone ed Aristotele ne sono esponenti di spicco , passa attraverso l’illuminismo, il Romanticismo, l’idealismo, con tutte le varie discipline della buona è vecchia Europa.

POSSIBILE CHE VOI DUE PENSIATE VERAMENTE DI RISOLVERE IL PROBLEMA?

IL MONDO SI INTERROGA SU QUESTE COSE DA SECOLI?

Il Buon Ernesto queste cose le sa bene, tutti i giorni LE VIVE PERCHE’, deve far convivere più teste pensanti fra loro senza che avvenga lo scontro fisico ( voi siete fornitati dialogate nel blog ).

LE REGOLE SONO LE STESSE CHE VALOGONO PER LA DEMOCRAZIA?

Libertà di espressione di pensiero e di parola, tolleranza, reciprocità queste sono le minime per andare d’accordo.

Il buon Ernesto aggiunge, Pragmatismo,logica, buonsenso, sogni, rispetto.

Si Ugo anche i sogni un imprenditore spesso sogna quei sogni possono diventare realtà.

Ma anche in politica ci sono stati sognatori JFK diceva ” spesso sogno cose impossibili e mi domando perché no”

Non so bene che sia stato ma credo il Dalai Lama che sentendo brontolare a voce alta un politico, alla domandato, MA quanti elettori rappresenta? Risp. il 3%,
con un sorriso il Dalai.Lama risponde “ allora lasciamolo brontolare”.

Ragazzi Possiamo parlare di tante cose sono molte quelle che ci accomunano, volendo. con saggezza possiamo parlare anche di quelle che ci accomunano meno.

La scelta è solo vostra, soltanto vostra.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 03.03.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Ah, Hugo! Dimenticavo!

Se dopo tutto quello che ho scritto per rendere trasparente il mio pensiero trovi tra le mie parole "un programma ben figurato", sei un paranoico.

Non che essere paranoici non sia utile, a volte;
semplicemente, non è sempre necessario esserlo.
Ma il paranoico di costituzione, purtroppo, non riesce a capire la differenza, perchè è malato.

Saluti

P.S.. per tranquillizzare tutti quelli che potrebbero essere del parere di Hugo, ci tengo a sottolineare che non ho mai partecipato attivamente alla vita politica (se escludiamo il voto), non lo faccio adesso e non ho intenzione di farlo in futuro.

Marco Zamparini 03.03.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

" l’ordine nuovo, quello che va a “modificare o limitare” l’essere umano per via di un altro essere umano,"

E dàgli con il voler imporre! Dàgli con il voler limitare!
Io non voglio imporre nulla!
E il modo con cui affronto le cose di tutti i giorni non tiene conto di quello che 'potrebbe essere' o che ancora 'non riusciamo a immaginare'. Il mio ragionamento, nelle scelte, non viene condizionato dalle ipotesi non verificabili.

Si è partiti a discutere dell'interpretazione, nel post di Grillo, dei termini 'moderato' e 'estremista' a fronte di fatti oggettivi. Argomento ragionevole, a mio avviso.
Poi si è passati a citare il Marxismo (che non ho tirato in ballo io, ma mi è stato affibbiato il termine) e si è discusso di quello.
Alla fine, si scopre che si parla dell'emergenza del pianeta e del poco tempo a disposizione per rimediare.
Va bene che la realtà non è fatta di compartimenti stagni, separati tra loro, ma mi spieghi di quale argomento stiamo parlando?
Poi sono io che sguscio come un pesce e mi arrampico sugli specchi!

Come ho già detto, non penso che sia necessario cambiare la natura umana ma si tratta di 'sostituire' la sostanza dei (falsi?) valori che la rendono fallace. Spero che ciò possa avvenire con consapevole naturalezza e non con la coercizione che, personalmente, aborro.
L'ho già spiegato più giù…

Saluti

Marco Zamparini 03.03.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hugo,
guarda che ho capito cosa intendi: e faccio un'ULTIMA concessione alla tua opinione. Dopodichè non ho intenzione di smuovermi nemmeno di un millimetro, se non di fronte a novità imprevedibili ed eclatanti.

Mi è chiaro dove vedi la mia 'contraddizione' e, se mi mettessi nei tuoi panni, ti direi che che hai ragione.
Ma io non sono nei tuoi panni…
Quello che tu non sei capace di vedere, invece, è la mia concezione di un'idea che ancora, nè tu nè io, riusciamo MINIMAMENTE a IMMAGINARE.
(Non a caso ho riportato le parole di Stephen Hawking.
Credi forse che Hawking, quando si mette a fare i suoi calcoli, si faccia condizionare dall'ultima puntata di Star Trek? Gli potrà servire, casomai, per avere un'intuizione nuova che sulla base delle nozioni già acquisite non può manifestarsi.)

Il fatto che io mi aggrappi, per una MIA mancanza di immaginazione e di cervello, agli eventi e le idee che si sono manifestati nella storia umana è un fatto esclusivamente strumentale. Strumentale per il pensiero. E basta.

E' inutile che se tu mi chiedi che tempo fa, e io ti rispondo che c'è il sole, tu mi risponda "Sì mi dici che c'è il sole ma vorresti dirmi che piove!"
La tua logica funziona solo perchè prendi in considerazione ESCLUSIVAMENTE i dati di cui disponiamo ora. Ed è giusto che sia così,ci mancherebbe!.
Ma purtroppo, dalle tue parole trapela che tu ritenga l'attuale natura umana la MASSIMA e onniscente espressione della sua evoluzione.

Dovesse capitare, spero che tu sappia reggere l'urto quando un novello Russell troverà il modo di farti vedere le cose in modo diverso, così come quando l'originale gettò nello sconforto Frege sottoponendogli il paradosso degli aggettivi autologici ed eterologici.
Non vorrei che si ritrovasse sulla coscienza un suicidio.

Saluti

Marco Zamparini 03.03.06 07:39| 
 |
Rispondi al commento

X Ugo

( se traduci dal tedesco il concetto in italiano il termine egoismo è inadeguato) Pensaci.

Harry Steed 01.03.06 20:17
***************

Ugo stamani con il blog ho avuto dei problemi ad entrare è successo anche a te.

Mi speghi se possibile cosa vuole dire Harry?

è un concetto non traducibile ho assume un significato diverso nella lingua originale?

Saluti Ernesto.

ernesto scontento 02.03.06 12:21 | Rispondi al commento |

---------------------
---------------------

Mi Spiego meglio il termine tedesco che Stirner usa ne libro che in italiano conosciamo come "L'Unico e la sua Proprietà" non è traducibile con "egoismo" come la traduzione stessa del titolo di cui sopra è solo vagamente interpretativa. Come pure tutto il testo si gioca sull'"Uso della Lingua Tedesca" e i giochi logici che essa permette.

Io non ho mai trovato un autore in cui i Passaggi Logici siano così legati alla Lingua che Usa.

Con questo non intendo dire che non è traducibile in Italiano quello che dice Stirner ma non è così facile farlo sinteticamente senza perdere significati e la lucida precisione dell'autore.

Stirner è la pecora nera degli Hegeliani, Marx aveva capito che il suo pensiero era lucidissimo e difficilmente "comprimibile" all'interno di ideologie compresa la sua.
Se vedi nel blog qualcuno parla di "egoismo intelligente" perchè l'egoismo porta con sè, per i più, anche valenze negative: non così nel termine impiegato da Stirner. Merita e ... non credetemi ... potete verificarlo.

CALCIO: mi piace l'Olanda di Kruiff

PRENDERE COSCIENZA: è quello che IO intendo quando dico CAPIRLO (che è un bisogno umano)


DEMOCRAZIA: sistema operativo obsoleto come il sistema basato su stati nazionali come l'MSdos.
Pieno di Routine in cui si può fare tutto e il contrario di tutto ma nessuno ci capisce più un c..o e devi perdere una marea di tempo per la manutenzione, devi rivolgerti a un giudice per ogni cagata, ma non puoi farlo direttamente ma ...

Harry Steed 03.03.06 00:26| 
 |
Rispondi al commento

ah la formula nn è del tutto esatta ..mancava la radice quadrata al denominatore :-)

E=Mc^2/(1-(v/c)^2)^(1/2)--->Mc^2 ,v--->0


Buona Notte

Nicola Amoruso 02.03.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento

molti individui sn lontani dal percepire la gravità della situazione,a questi vanno aggiunti uomini di potere ,ki deve prendere le decisioni...ki li indirizza?
i no al nucleare di molti ambientalisti sn ideologici...la faccenda è delicatissima ,ma date le circostanze,adesso abbiamo il dovere per indirizzarci in quella direzione (sembra una specie di punizione divina :energia praticamente gratis[in teoria] ma cn delle controindicazioni terribili e tali da avere costi sconvenienti).tuttavia abbiamo l'eccellenza di cui parli .in Italia per es abbiamo una scuola di fisica ke quanto a intlligenze nn è seconda a nessuno(lo sviluppo scientifico, tecnologico e di conseguenza economico degli USA è in gran parte dovuto all'emoraggia di cervelli ke da tutta Europa ,durante il nazifascismo fu costretta a emigrare ,svuotando le nostre accademie e le nostre casse) ,massacrata dal fascismo (ieri) e dai politicanti da 4 soldi oggi ..dopo Hiroshima e Naghasaki questa deve essere l'occasione del riscatto per nn poter + dire ke la scienza ha prodotto solo disastri

Buona Notte

Nicola Amoruso 02.03.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

un discorso fin troppo chiaro il tuo, quasi da hitleriano … però, non dicevi tempo fa che così si è intransigenti e radicali? Non sarà mica una revisione di pensiero la tua?

HK

nn c'è + tempo per skerzare...il problema è radicale e improrogabile, rikiede intransigenza..
..le ho sempre pensate queste cose...questa è una certezza ..incrollabile...

Nicola Amoruso 02.03.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

"(…) ke fare dunque? ricerca!ricerca !ricerca!"

Magari!

Peccato che gli ingranaggi attuali obblighino, di fatto, a 'monetizzare' il progresso scientifico, per cui una tecnologia diventa obsoleta finchè non perde il valore di mercato e non perchè diventa incompatibile con l'ambiente.

'notte

Marco Zamparini 02.03.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Decadente ma effettivo :-) ma scherzi a parte, in quella famosa partita del 70 c’era tutto, tattica, potenza, resistenza, volontà, emozioni … e due scuole completamente diverse, ma come dimenticare un Riva, un Müller, un Rivera e tanti altri? In ogni modo, due anni dopo, nel 72 avevo visto per la prima volta quel giocatore tedesco (ma atipico per il loro calcio) che era Netzer … il pallone intelligente, e qui credo che si sia aperta una nuova era del calcio … senz’altro interpretata al meglio dagli eterni sfigati (molto più di noi) … gli olandesi … e che calcio quello :-) un po’ come il marxismo, bello ma inefficiente … e qui si arriva al Milan di Sacchi, bello + efficiente :-) e a pensarci, fino ad allora sembrava impossibile, invece si è avverato, il che ci dice che niente è impossibile quando non c’è di mezzo la contraddizione :-) o sbaglio?

Hugo Kolion

decadente,mi riferivo al cacio dopo gli anni 90(+muscoli, + botte, - classe ,- tecnica,+gol ma dovuti a errori grossolani e regole a favore del gioco d'attacco :passaggio indietro vietato e fuorigioco in linea)..quello dei '70 penso fosse poesia...nn li ho vissuti ma ho avuto la fortuna di rivedere Italia Germania di Messico 70 (la riproposero in tv)..altri tempi e altro calcio,passione vera ,piacere di giocare,luoghi comuni ..forse...gli olandesi sn un esempio di marxismo calcistico quasi riuscito ,se fosse stata vera la proporzione : URSS sta all'olanda(di kruijff )come il marxismo sta al calcio,adesso staremmo a parlare dei puffi o forse saremmo marxisti senza rendercene conto...quell'olanda ha avuto la condanna riservata solo ai + bravi..quella di perdere! un marxista calcistico è zeman e kissà se nn ci riuscirà...

Nicola Amoruso 02.03.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento

"Optando dunque per un pensiero che limita il prossimo o che non è più fuori parte come per esempio quello marxista, nient’altro fai che uscire da questo concetto, e dunque metti fuori uso lo stesso principio al quale ti sei aggregato … lo raggiri, e qui non importa se poi lo fai di proposito o no, lo fai comunque. In questo caso però sei in forte contraddizione con te stesso oltre che con il concetto,"

Mah, Hugo, non se ne viene fuori proprio…
Non riesco proprio a immaginare un modo per esprimermi.
Ci provo ancora…

Se io la comunione dei beni produttivi, per esempio, la vedo come qualcosa di positivo (nel senso di una grande 'famiglia', formata da singoli consapevoli e responsabili nei rispettivi ruoli) ma, allo stesso tempo, mi comporto in pratica solo in base alla realtà di cui dispongo, senza farmi illusioni, non vedo la contraddizione.
Mi sarebbe piaciuto essere un musicista di talento ma non lo sono e faccio, serenamente e allegramente, altro: mi contraddico forse? Mi sembro equilibrato, invece.
Dovrei, forse, periodicamente presentarmi agli esami di Conservatorio per essere, ogni volta, inesorabilmente bocciato solo per dimostrare la mia (presunta) coerenza bastarda?
Qual'è, questa volta, la professione di fede che mi si chiede per non apparire…'confuso'?

Sia chiaro, io non ritengo che la Democrazia sia un 'ripiego' poco nobile e imperfetto rispetto a un mio ideale di mondo perfettissimo.
La Democrazia è una realtà pregnante, magari non sempre solidissima, ma soprattutto è anche la MIA realtà!
E ci dormo come tra due guanciali.

Ma tutto ciò non mi impedisce di pensare che la libertà dell'uomo possa assumere diverse forme da come la intendiamo oggi, se sono l'individuo e la società a sceglierle, liberamente, per sè.
E se ancora ci sarà qualcuno che avrà idee diverse, bisognerà trovare comunque il modo di tutelarlo nel rispetto reciproco.

Buona notte a tutti

Marco Zamparini 02.03.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

AMBIENTE

ci sn fatti incontrovertibili e inconfutabili ,questi sono DATI ,e nn si possono truccare non è una REALTA' "relativa" ,nn ci sn gioki di parole,o capriole dialettike ..il pianeta è una bomba ad orologeria se nn si interviene subito (Kyoto mi fa solo ridere..anzi piangere)saremo polvere di stelle..d'altra parte i tassi di sviluppo di cina e india (inarrestabili per diversi motivi ke ora nn interessa discutere)sono vertiginosi ,del resto nn si può loro impedire di entrare "nel libero mercato" ...cosa fare allora? il mio modestissimo parere è il seguente:partire dalla politica energetica (bella scoperta direte voi)
un miracolo sarebbe svincolarsi dal petrolio almeno per quanto riguarda la produzione energetica (per i trasporti ci sn in giro tante idee ke possono funzionare,ma ki glielo dice ai petrolieri?quelli mica ci credono ke stanno nella cacca pure loro.scusatemi).il miracolo nn è impossibile è questione di volontà ...politica ,nn so..il solare, l'eolico possono andar bene ma in termini di ciclo misto(ci sn un sacco di bei progetti a riguardo) ...ed eccola l'eresia, detta da un ambientalista poi(ma tutti dobbiamo essere ambientalisti e gli ambientalisti devono smettere di distinguersi da ki nn lo è),secondo me si deve ritornare a parlare seriamente di nucleare, per trovarci pronti ad affrontare la situazione ke ci ritroveremo tra qualke decennio.nn si tratta delle attuali centrali, quelle ,anke se hanno una bassa pericolosità hanno un enorme problema ambientale:le scorie! ke fare dunque? ricerca!ricerca !ricerca!
nn è ricerca cieca,nn si comincia dal nulla,ci sn progetti ke prevedono impianti ke minimizzano le scorie:investire su quelli! e poi c'è la fusione nucleare. fare un serio tentativo su quello, è un dovere se nn altro per nn doverci pentire di nn averci provato.se si riuscirà a produrre energia da fusione avremo energia praticamente gratis e probabilemte un mondo migliore...

E=Mc^2/(1-(v/c)^2)--->Mc^2 per v-->0

Nicola Amoruso 02.03.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio il tuo Amore per l'America è viscerale....

ernesto scontento 02.03.06 19:47

Si è vero ,e riconosco anche tutte le magagne di questa straordinaria terra .
Vedi ernesto ,credo che l'america sia l'unico popolo al mondo che non abbia bisogno delle critiche strampalate di altri, per mettersi in discussione,loro sono i primi ad ammettere i loro sbagli prima ancora che altri ipocriti glie li facciano notare.
Quando sento certe stronzate ,perchè così vanno classificate quelle della VIVARELLI ,mi chiedo se veramente qualcuno sà ,cosa realmente sia la democrazia .
Prova ad andare in america Ernesto, posso assicurarti che ti senti a casa ,puoi parlare italiano che ti capiscono,puoi parlare arabo che ti capiscono,una popolazione cha ha la consapevolezza di essere un gradino sopra gli altri ,ma ha il grandissimo pregio di non fartelo pesare .
In america è trattato uguale un tedesco da un giapponese ,e un italiano da un brasiliano ,è questo il civismo avanzato che non esiste in nessun altro paese al mondo.

maurizio musco 02.03.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

--"Niente pignoleria la mia, ma questione di principio … e un principio è un principio, non va interpretato a piacere, altrimenti non è un principio ma un suggerimento "--

Hugo, mi sa che parliamo di due cose diverse…

--"e dunque non ammettere l’evidente cambia nella sostanza il tuo ragionamento, eccome"--

Quello che sembra evidente a te può non esserlo per me, e viceversa.

Ma al di là delle opinioni, sono anch'io dell'idea che sia necessario non farsi paralizzare dall'indecisione, dall'incertezza.
Il problema è che il fatto di essere impastoiati dalla moltitudine delle opinioni si può superare solo con un'azione autoritaria.
A chi o cosa affidare la responsabilità di un'eventualità del genere?
Chi o cosa ha per te sufficiente autorevolezza per farlo?

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Questo mi sempra un vizio di tutti senza distinzioni di colori( o forse un colore c'è quello dei soldi.

Ma! Forse sono stanco è dico solo cazz....

Saluti Ernesto

ernesto scontento 02.03.06 19:47
HAI ragione ernesto devo chiedere scusa ,mi sono espresso male .
diciamo che gli atleti russi erano per così dire obbligati a doparsi ,senza nessun ritorno economico ,e in maniera disumana oserei dire , vedi la famosa università degli atleti dell'ex DDR .
Qui un atleta poteva e può decidere le sue sorti .c'era e c'è un limite al doping ,nell'urss di quei tempi non si permetteva all'uomo di decidere se doparsi o no ,ma l'imperativo era doping spregiudicato e basta .
Un numero altissimo di atleti dell'ex DDR e deceduto ,questo la dice lunga sull'uso selvaggio del doping ,che per loro a quei tempi probabilmente si chiamava ,ricerca.

maurizio musco 02.03.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Perché questo di fattore, la natura, è una componente (purtroppo per noi) vitale … che si pone davanti a tutte le questioni e modi, ideologie e altro … prima si capirà questo e prima si potrà (nota bene) tentare di salvare la baracca, anche se personalmente ritengo che sia già troppo tardi … perché mentre l’umanità era in propenso a disputare sempre le solite (e inutili) cazzate, come spesso accade in un condominio, si è dimenticata quello che realmente è … fino a prova contraria: stolta e stupida.

Perché solo uno stolto non alza lo sguardo quando il cielo si copre di nubi … il limite nostro, semmai sta in questo … la perenne contraddizione.

Hugo Kolion

la torta è sempre la stessa … è dunque veramente iniziato il conto alla rovescia, i tempi adesso si misurano in anni e non più in millenni … 10-20 secondo i calcoli, sono finite dunque anche le seghe mentali ragazzi … troppo lente, troppo lente … andavano bene quando c’erano ancora cavalli e carrozze, ma oggi ci vuole un pensiero razionale e veloce, altrimenti a fine discorso ci sveglieremo nell’aldilà :-) anche qui, sempre se esiste :-)
Hugo Kolion

alla fine è saltato fuori..nn l'ho mai menzionato ..troppo seria la faccenda anke per le nobili e aulike dissertazioni su qs blog ..doveva essere il mio asso nella manica . ..mi hai fregato Kolion :-)
l'AMBIENTE è il COMUNE denominatore..ma davvero comune,nel senso ke nessuno è escluso ...nessuno!

Nicola Amoruso 02.03.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

quella fortissima armata del colonnello lobanovsky non era altro che un gruppo di atleti dopati fino alle viscere intestinali,l'allora urss usava metodi di dopaggio vermente vergognosi, ma nonostante questo non ha mai vinto niente di importante se non un titolo europeo,credo.
te lo dimostrano tutti quei giocatori comprati come fenomeni i vari zavarov ,protassov,e micailichenko,soprannominato la locomotiva che quando arrivò alla sampdoria no aveva il fiato per finire una PARTITA .

maurizio musco
già hai ragione tutti gli atleti del blocco si dopavano..sai il partito esigeva risultati ,ma avresti detto la stessa cosa se si fosse trattato degli USA? (gli USA sn il paese +all'avanguradia per il doping ..nn si riesce a sgamarli ai controlli )
nn me ne frega 1 mazza dell'URSS calcistica( e nn) io ho sottolineato un possibile (e inquietante) ricorso storico...personalmente nn mi piace vincere amikevoli...poi per dovere di imparzialità bisogna dire ke negli anni '80 l'Urss era una squadra molto forte, molto tecnici e molto rapidi nel far girare la palla...per la cronaca nn hanno vinto nulla..mi sa un piazzamente buono nell'86 il 2° posto agli euro '88 ..solo la dinamo Kiev nel '75 se nn ricordo male vinse la coppa coppe (giocatore di punta l'ucraino oleg blokin) ..in ogni caso la cosa + oscena di quella squadra è stato il palone d'oro a igor belanov, attaccante ancor + ininfluente di quanto nn lo fossero già i vari zavarov e company,sorpreso a takkeggiare in un centro commerciale in germania(dv giocava)... conseguenze del marxismo "reale"..ah un utima cs ..mio padre e amici suoi in una tras di lavoro in russia giocarono una partita di calcio cn i russi(mio padre era un ex calciatore, e gli altri colleghi, mi disse, ke erano bravi).. bè i russi li strapazzarono letteralmente..mi viene qualke dubbio sul fatto ke fossero dopati...


Nicola Amoruso 02.03.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Opinioni in Libertà accesibili a tutti, risposte libere non sono permaloso.

************

SI HAI RAGIONE ,ma dimentichi una cosa importante ,quella fortissima armata del colonnello lobanovsky non era altro che un gruppo di atleti dopati

@ maurizio musco 02.03.06 18:18

**************
Maurizio il tuo Amore per l'America è viscerale, atleti dopati c'è ne sono stati anche in altre nazioni.

Ecco qui viene fuori unn'altro ragionamento su cui Ugo punta spesso?

Il primato ad ogni costo?

Forse anche questo è vizziaccio dell'essere umano, truccare le carte in tavola per conseguire il primato.

Questo mi sempra un vizio di tutti senza distinzioni di colori( o forse un colore c'è quello dei soldi.

Ma! Forse sono stanco è dico solo cazz....

Saluti Ernesto

ernesto scontento 02.03.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

"ma cercare di dare un senso al ragionemto marxista ,in un contesto mezzo democratico,"
" Per come la penso io uno o è marxista o non lo è punto e basta "

Maurizio,

io non ho mai cercato di dare un senso al ragionamento marxista NEL SUO INSIEME.
Su questo penso di essere stato sufficientemente chiaro.
Io conosco la mia 'debolezza' quando si fanno discorsi del genere: non voler giocare al gioco 'o dentro o fuori'.
Probabilmente si è stati abituati per troppo tempo, culturalmente, al senso di appartenenza, all'identificazione (forzata?) in un gruppo per riuscire a comprendere l'approccio alle cose di chi in questi meccanismi non si riconosce.
E non lo dico con un senso di superiorità.

Fuori dalle dissertazioni political-filosofiche, la mia vita è, poi, caratterizzata dall'immediatezza e dalla praticità. Sempre eticamente compatibile.

Credo che sia possibile guardare al mondo con coerenza, logica e giustizia senza dover aderire, a tutti i costi, a una ideologia specifica o a un movimento (per il voto politico il discorso cambia perchè subentrano altri elementi e ho già spiegato il perchè della mia scelta ATTUALE).
Quando esprimo l'opinione, per esempio, su di un'evento come la guerra in Iraq (un'errore commesso da un governo colpevole), non significa che se il feroce Saladino buttasse giù la mia porta di casa mi calerei le brache e neppure che assolvo i musulmani nella loro anacronistica società. E neppure che odio gli americani.
Ma, ohibò, c'è chi arriva (chissà mai perchè) a questa conclusione. E mi dà del no-global (non che la definizione mi offenda per principio, dipende dal no-global…).
Ti devo dire cosa mi sentirei dire se solo provassi a censurare i tre Carabinieri di Sassuolo, sull'altro post di Grillo? Lo possiamo immaginare…

Harry Steed è senz'altro una mente acuta ma mi fa incacchiare così come lo farebbe Odifreddi se scrivesse un libro in stile Confucio o in stile Socrate! Che il cielo lo fulmini! :-)

Un saluto

Marco Zamparini 02.03.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Va bene: tira una riga sull'incipit del periodo "Da un punto di vista pratico…".
Minchia che pignolo! Mi sembri mia moglie… ;-)
Tolte quelle parole, il contenuto sarà di tuo gradimento, alla fine. O almeno credo.

marco zamparini

qui mi devi scusare marco ,state oppure stai fac endo dei ragionementi molto complessi ,ora io non voglio valutarli ,ma mi sembra che siate andati troppo oltre ,l'amico amoruso ha detto che ti abbiamo messo all'angolo,io non credo ,mi sembri preparato ,hai le tue idee e le rispetto ,ma cercare di dare un senso al ragionemto marxista ,in un contesto mezzo democratico,come quello che stiamo vivendo ,ti porta inevitabilmente fuori strada .
Io credo che non arriverete mai ad un compromesso ,tu e hugo ,mi viene in mente l'intervento di harrys ieri sera ,che sapeva molto di quel dire non dire ,poi dire che l'aveva già detto,ecc...
In poche parole per vivere bene bisognerebbe cercare di non dare risposte stupide a domande idiote ,dico bene ?
Per come la penso io uno o è marxista o non lo è punto e basta ,ogni altro ragionamento non regge ,e solo un cercare di giustificare un pensiero vecchio collocato in un società nuova ,non tutte le ideologie sono state positive a questo mondo ,CRIBBIO (come dice il berlusca) .
per marx era imperativo il cambiamento della società nel suo pensiero filosofico,tu hai citato nietzche ,che invece ricercava nello spirito la massima elevatura dell'uomo ,secondo me e più manipolabile il pensiero di nietzche ,che non quello di marx.
Ovviamente questa è una mia idea ,e ripeto che io rispetto la tua.

maurizio musco 02.03.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

molti nn lo ricorderanno,ma nel 1988 ,prorpio in qs periodo, si giocò l'amikevole Italia -URSS vinta dagli azzurri(quelli di Vicini ,per nn creare equivoci :-)) .a giugno(e questo molti se lo ricorderanno), la sida si ripetè ma qs volta si trattava della semifinale dell'Europeo? ricordate cm andò a finire? 2 a 0 per i giocatori allenati dal colonnello Lobanovsky( Kolion mi spiace ,lo so, sn ricordi ke a te feriscono il doppio ,ma ti giuro ke nn lo faccio apposta :-) ).quella era una gran bella nazionale,c'erano Vialli e Mancini in avanti ,dietro una difesa impenetrabile(quasi) con Baresi ,Ferri al centro e sulle fasce Bergomi e Maldini.ragazzi piano con l'entusiasmo...ecco...la MEMORIA... :-)


Nicola Amoruso 02.03.06 14:31

SI HAI RAGIONE ,ma dimentichi una cosa importante ,quella fortissima armata del colonnello lobanovsky non era altro che un gruppo di atleti dopati fino alle viscere intestinali,l'allora urss usava metodi di dopaggio vermente vergognosi, ma nonostante questo non ha mai vinto niente di importante se non un titolo europeo,credo.
te lo dimostrano tutti quei giocatori comprati come fenomeni i vari zavarov ,protassov,e micailichenko,soprannominato la locomotiva che quando arrivò alla sampdoria no aveva il fiato per finire una PARTITA .

maurizio musco 02.03.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

LA RISCRIVO PERCHE' HO FATTO CASINO

Va bene: tira una riga sull'incipit del periodo "Da un punto di vista pratico…".
Minchia che pignolo! Mi sembri mia moglie… ;-)
Tolte quelle parole, il contenuto sarà di tuo gradimento, alla fine. O almeno credo.

Accettare la mancanza di 'tasselli' nella mia capacità espositiva non mi spaventa, anzi, ne ho ammesso l'esistenza. Ammetterlo non cambia nella sostanza il mio ragionamento.
Per ora.

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Va bene: tira una riga sull'incipit del periodo "Da un punto di vista pratico…".
Minchia che pignolo! Mi sembri mia moglie… ;-)
Tolte quelle parole, il contenuto sarà di tuo gradimento, alla fine. O almeno credo.

Accettare la mancanza di 'tasselli' nella mia capacità espositiva son mi spaventa, anzi, ne ho ammesso l'esistenza. Ammetterlo non cambia nella sostanza il mio ragionamento.

Saluti
Per ora.

Marco Zamparini 02.03.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

"E adesso sai perché ho contestato la contraddizione di Marco, per questo principio. E questo principio non permette il conseguimento di un primato (esempio marxismo),"

L'unica pecca che mi riconosco è quella di non essermi spiegato a dovere: ho dato troppo per scontato che alcuni significati fossero sottointesi. E afferrati.
Nonostante sia tornato indietro a leggere più volte i miei interventi, non sono riuscito a rendermi conto subito di dove la mia esposizione mancasse di tasselli sostanziali.
Pezzi necessari a far filare il discorso.

Anche con la tua ultima osservazione viene in risalto un elemento che, effettivamente, può apparire ambiguo perchè non specificato: io non ho mai inteso date una nobiltà esclusivista al marxismo.

Riguardo al tempo a disposizione, ho avuto più volte la tentazione di tirare in ballo la questione ma temevo di allargare il discorso.
Da un punto di vista pratico, il problema dell'ambiente è, infatti, un pericolo ben maggiore per la libertà più di quanto non siano la sinistra malata, la destra malata, le religioni malate…
Basta poco per immaginare quali sarebbero le restrizioni imposte dalle autorità nel caso che il precipitare degli eventi (con conseguente destabilizzazione repentina del tessuto sociale ed economico) generassero il disordine e l'anarchia diffusa.
Ho due bimbi, spero non ci aspettino tempi troppo bui…

Un saluto

Marco Zamparini 02.03.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

A ragazzi dimenticavo io Ugo è Maurizio insieme a giovanni un astensionista Liberale sfegatato ( che ci volete fare nessuno è perfetto) nei momenti di fiacca ci troviamo nel ns salottino privato,

Dipendenti co.co.co. http://www.beppegrillo.it/2006/01/post_5.html#comments

Naturalmente siete i benvenuti, dopo chissà Ugo se non abbiamo trovato altri due sostenitori del tuo progetto?

Vediamo

ernesto scontento 02.03.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Be', io se trovo persone disposte a uno scambio di opinioni degne di questo nome, mi intrufolerò ancora in temi che porporrà Grillo.
A una prima occhiata, però, il panorama attuale non invoglia molto, al di fuori di questo post…


Arrivederci a tutti

Marco Zamparini 02.03.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

X gli adetti ai lavori

a questo punto possiamo alzarci dal tavolo delle "trattative" (aspre) e possiamo scendere in campo...penso ke la discussione sia conclusa...

@ Nicola Amoruso 02.03.06 15:46

*************

Andate al frigorifero bevete quello che vi pare, offre Ernesto.

Ciao

HO NON SPARITE MI SONO QUASI ABBITUATO A VOI?

PERO' FATEMI UN FAVORE PARLATE POCO DI CALCIO, IO NON CI CAPISCO NIENTE.....

ernesto scontento 02.03.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Toglimi una curiosità ma tu è nicola siete matematici o fate informatica

ernesto scontento

Ernesto...fuochino...ma nn te lo dirò mai :-)

Nicola Amoruso 02.03.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Ero ancora molto piccolino, ma quella volta Italia-Germania a Città del Messico, credo sia stato il massimo per me (me la rivedo spesso), seguito da Italia-Brasile, Italia-Argentina e Italia-Germania nel 82 (immagina da straniero all’estero) … poi nel 90 dobbiamo dire che mancava un pelo di f…, il destino

Hugo Kolion

tanta è l'invidia ke potri odiarti :-) ...alcune partite nn avrei potuto vederle perkè nn ancora nato o in fasce...tuttavia penso ke il calcio post '90 sia decadente...probabilmente si è accesa un'altra discussione...

Nicola Amoruso 02.03.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

[Ernesto, quoto in pieno, credo di poter dire che la vediamo allo stesso modo :-) aggiungo per Nicola, che io non vedo in primis (i problemi causati) solo dal capitalismo e l’unica soluzione possibile nel marxismo … ma vado oltre, e qui (forse) ci differenziamo]

HK

neank'io penso ke sia tutta colpa del capitalismo...

Sono consapevole del fatto che il capitalismo è assolutamente incompatibile con l’uguaglianza, come però anche il marxismo con la libertà … e so anche bene che i problemi non si possono limitare solo in questo contesto-concetto … ma sono molto più complessi, perché generati dalla nostra stessa natura e non veduta … e qui c’è una bella differenza …

[

Secondo me prevale ancora (nonostante l’evoluzione) l’istinto umano sul ragionamento umano, ovvero siamo ancora più vicini al animale e meno a l’essere (realmente) umano]

HK

perfettamente d'accordo...e aggiungo..nn è nn può essere "l'uomo nuovo " di sovietica memoria


[ questo però non mi induce a cercare una soluzione che va a “modificare o limitare” l’essere umano per via di un altro essere umano, preferisco la soluzione che Ernesto ha sintetizzato … perché questa soluzione è aperta a tutti, senza limiti, credo o pregiudizi … guidata solo dal buon senso … e questo buon senso ci dovrebbe (anche grazie alla nostra storia) indicare una via neutrale per tutti, a cercare la soluzione per tutti, ma con un denominatore comune a tutti e non di parte ]

Hugo Kolion

nn aggiungo una virgola...

a questo punto possiamo alzarci dal tavolo delle "trattative" (aspre) e possiamo scendere in campo...penso ke la discussione sia conclusa...

Nicola Amoruso 02.03.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

"No ma Santi è Missonari sono una minoranza non ti pare?"

Per il momento, Ernesto, per il momento… ;-)

"Meno distanti invece è la consapevolezza dei problemi da risolvere, è gia qualcosa non ti pare?"

E io ti dico che non è molto: è un bene che, 'egoisticamente', mi tengo ben stretto…


Non so Nicola, io non sono un matematico nè un programmatore. Sono un 'illustratore e ti consiglio di guardare, rimanendo in tema, alcune tavole di Escher (www.mcescher.com), se non le conosci…
Ho solo iniziato ad assaporare il 'sangue', il piacere della logica.
Sto aspettando che i miei figli incomincino a studiare matematica sul serio per recuperare il tempo perduto.
Anche se non so quanto resisterò ancora a lungo…

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il punto è che non bisogna cambiare la natura umana, è sufficiente arrivare a un cambiamento della percezione dei valori, agendo sullo stesso tasto: la soddisfazione dei desideri personali, del piacere.
Se tu a 'danaro' e a 'potere' sostituisci 'riconoscimento' e 'stima', non hai necessità di cambiare la natura umana.
Prova a pensare al cittadino medio dell'Islam di oggi: non riesce nemmeno lontanamente a concepire i princîpi che noi tutti riteniamo naturalissimi.


Marco Zamparini 02.03.06 14:42


APPLAUSI A SCENA APERTA !!!


Nicola Amoruso 02.03.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"la fantascienza come Star Trek non è solo un buon divertimento, ma assolve anche uno scopo serio, che è quello di espandere l'immaginazione umana."
(E a imparare a rispettare la diversità, aggiungo io)

Chi lo dice che la fantasia (ammesso che sia tale) serve a nulla?

Saluti

Marco Zamparini

lo dice ki ha paura del nuovo,ki è ancorato con nostalgia alle sicurezze del "senso comune",ki ha paura della scoperta,ki ha paura di vivere senza inibizioni lo shok del cambiamento,ki ha ha paura di dover rielaborare le sue teorie, sulle quali,magari, ha costruito un'intera carriera o ancor + un'esistenza e pur di non disfare tutto tenta di impedire, con tutte le sue forze,un cambiamente ke lo travolgerà...


"porsi al di là del buon senso e della intuizione comune,purchè i conti tornino e le misure siano esatte"
Richard P. Feynman (Fisico statunitense poco conosciuto ai non addetti ai lavori ma sicuramente una delle menti più grandi e brillanti del ventesimo secolo)

Nicola Amoruso 02.03.06 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto scrivi:
"Il Marxismo è lo studio scientifico della società per calarvisi dentro al fine di attuare la comunione dei beni di produzione ( Comunismo).
Questa è tutta un’altra cosa, questa cosa affogherà sempre la natura umana perché è contro la sua natura."

Il punto è che non bisogna cambiare la natura umana, è sufficiente arrivare a un cambiamento della percezione dei valori, agendo sullo stesso tasto: la soddisfazione dei desideri personali, del piacere.
Se tu a 'danaro' e a 'potere' sostituisci 'riconoscimento' e 'stima', non hai necessità di cambiare la natura umana.
Prova a pensare al cittadino medio dell'Islam di oggi: non riesce nemmeno lontanamente a concepire i princîpi che noi tutti riteniamo naturalissimi.

In più ti porto un'altro esempio.
L'uomo è mosso principalmente dalla ricerca del piacere (intesa anche come sollevazione da ogni forma di sofferenza).
Pensiamo a un sacerdote missionario.
Egli 'spegne' la sua sete di 'piacere' donandosi totalmente nell'aiuto per il prossimo, perchè quello è il SUO piacere.
Lui ha traslato i suoi valori nella scala del piacere, sono in un ordine diverso dal quello più comunemente diffuso.

Adesso non dico che bisogna diventare tutti missionari…
Era solo per esemplificare il meccanismo che intravedo.

Saluti

P.S.: ovviamente, non bisogna nemmeno obbligare a diventare missionari ;-)

Marco Zamparini 02.03.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

ah ho dimenticato di dirvi cn quale risultato vinse l'Italia era 4 a 1 ..proprio come ieri...mi sa ke segnarono Vialli(2 reti) Bergomi e nn ricordo..

Nicola Amoruso 02.03.06 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Beh hugo penso che almeno al calcio non abbiamo niente da imparare neanche dalla grande germania ,per me va a finire 5:0 vedrai.....

maurizio musco 01.03.06 22:02

Per un attimino si sono riaccese quelle speranze Maurizio, questa di squadra assomiglia a quella del 82 di Bearzot … si riaccendono le speranze sconfinate nell’inconscio :-) vuoi vedere che stavolta ci siamo?

Hugo Kolion


molti nn lo ricorderanno,ma nel 1988 ,prorpio in qs periodo, si giocò l'amikevole Italia -URSS vinta dagli azzurri(quelli di Vicini ,per nn creare equivoci :-)) .a giugno(e questo molti se lo ricorderanno), la sida si ripetè ma qs volta si trattava della semifinale dell'Europeo? ricordate cm andò a finire? 2 a 0 per i giocatori allenati dal colonnello Lobanovsky( Kolion mi spiace ,lo so, sn ricordi ke a te feriscono il doppio ,ma ti giuro ke nn lo faccio apposta :-) ).quella era una gran bella nazionale,c'erano Vialli e Mancini in avanti ,dietro una difesa impenetrabile(quasi) con Baresi ,Ferri al centro e sulle fasce Bergomi e Maldini.ragazzi piano con l'entusiasmo...ecco...la MEMORIA... :-)

Nicola Amoruso 02.03.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento

E le contraddizioni? Caso mai, la contraddizione, perché è sempre e solo quella (tranne se vuoi uscire in spazi più ampi, naturalmente solo definiti da te) … l’incompatibilità del marxismo con la libertà, manca l’argomento, quello che ci spiegherebbe l’opposto :-)

Hugo Kolion


la "tua" contraddizione ke è temporalmente scaduta è stata sostituita dalla seguente :

"il capitalismo è incompatibile con l'uguaglianza" nn intesa ,banalmente, nel senso marxista(concetto temporalmente arretrato),ma intesa come uguaglianza nella soddisfazione dei bisogni primari...il capitalismo si nutre di disuguaglianza ,allora ke fare? abbatterlo? se sì con ke cosa lo sostituiamo? oppure, contenerlo? come?
se è vero ke uguaglianza e libertà sono inversamente proporzionali e ke di conseguenza l'annullarsi di una produce un sistema totalitario, allora è ragionevole pensare a una soluzione ke "medi" tra i due estremi, in termini matematici significa trovare una soluzione ke renda il loro "prodotto" diverso da zero.

Nicola Amoruso 02.03.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

In tema di realtà e astrazione del pensiero, riporto:

(…) Apre il libro la prefazione di Stephen Hawking, che ha recitato personalmente nell'episodio Il ritorno dei Borg di The Next Generation, interpretando se stesso che assieme ad Einstein e Newton gioca a poker con il comandante Data (ovviamente nel ponte ologrammi!) "Finalmente avevo una possibilità di mettere alle strette i due grandi scienziati della gravità", dice Hawking, "e in particolare Einstein, che non credeva nella probabilità e che negava che Dio giochi a dadi." Secondo Hawking "la fantascienza come Star Trek non è solo un buon divertimento, ma assolve anche uno scopo serio, che è quello di espandere l'immaginazione umana."
(E a imparare a rispettare la diversità, aggiungo io)

Chi lo dice che la fantasia (ammesso che sia tale) serve a nulla?

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Copio dal vocabolario:

Egoismo "Esclusivo e soverchio amore di sè stesso o dei propri beni, che non tiene conto delle altrui esigenze e diritti"

Intelligenza "Capacità generale che consente di adattarsi all'ambiente e che nell'essere umano si manifesta nei comportamenti e nel grado di elaborazione dei processi mentali (…) Capacità di intendere, pensare, giudicare"

Se con 'Egoismo intelligente' intendiamo forgiare un'ossimoro che vada oltre al significato dei singoli termini e assuma il senso di 'Responsabilità consapevole', sta bene.
Sennò la cosa mi sembra che vada a fare il paio con 'Altruismo stupido', generando un fattore esponenziale alle 'distrattezze' umane…

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho avuto problemi a entrate nel blog stamene:
per un attimo, ragazzi, ho temuto di avervi perduto per sempre! :-)

Marco Zamparini 02.03.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento


X Ugo

( se traduci dal tedesco il concetto in italiano il termine egoismo è inadeguato) Pensaci.

Harry Steed 01.03.06 20:17
***************

Ugo stamani con il blog ho avuto dei problemi ad entrare è successo anche a te.

Mi speghi se possibile cosa vuole dire Harry?

è un concetto non traducibile ho assume un significato diverso nella lingua originale?

Saluti Ernesto.

ernesto scontento 02.03.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Maurizio

Riguardo al discorso Devoluzione non sono in grado di affrontare il discorso nel dettaglio: non sono preparato per farlo. Lascio gli aspetti più tecnici a chi di dovere.

Posso ragionare, però, in termini generali.

Non sono assolutamente contrario, a priori, alla decentralizzazione in sè. L'importante è che le scelte dei poteri 'periferici' rispondano a criteri generali di indubbia validità. E che siano poste a verifica costante.
Solo in questo modo possiamo evitare gli abusi e l'eventuale insorgere di discriminazioni: pur contestualizzando la soluzione dei problemi per aree geografiche non dobbiamo usare due pesi e due misure.

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

1 di 2

E' il momento di chiarire cosa intendo per 'ispirarsi al marxismo' (spero di riuscirci).
Prima desidero sottolineare, se ce ne fosse bisogno, che il mio pensiero è il risultato di un contesto, cioè dei tempi che viviamo.

Per una serie di motivi (famiglia, occasioni di studio, mia negligenza, lacune nella divulgazione della cultura nel Paese) sono arrivato 'tardi' a confrontarmi con alcuni temi; nonostante ciò, il contatto con il mondo esterno ha fatto maturare 'presto' in me alcune perplessità, nel caso specifico, sul sistema capitalistico come lo conosciamo oggi.
Il mio passato scarso allenamento mentale e i 'vuoti' culturali hanno, a lungo, impedito a tali 'perplessità' di emergere come pensiero consapevole, ma esse erano sicuramente 'cresciute' prima ancora che io conoscessi determinate ideologie con dovizia di particolari: penso sia un fenomeno diffuso nelle persone di buon senso, indipendentemente dal tema.
(Preciso anche che sono conscio dei tranelli dell'effetto 'premonizione': l'elaborazione retroattiva del ricordo sulla base di avvenimenti successivi ai fatti a cui dovrebbe essere imputato il ricordo stesso. E non penso si tratti di questo.)

Le perplessità.
Osservando il panorama globale, mi è sempre riuscito difficile affermare che le cose funzionano, nonostante gli storici periodi di 'vacche grasse' in alcune aree del pianeta e il fatto che io non abbia mai avuto molti problemi ad arrivare alla fine del mese.
Il fenomeno, che più di tutti, alimenta le mie perplessità è il costante aumento del divario tra ricchezza e povertà. Ma non c'è solo questo.
Ho sempre guardato con sospetto all'aumento della produzione industriale (oltre alle reali necessità), all'inseguimento dell'aumento del PIL, alla 'sacralizzazione' del prodotto e al progressivo 'svuotamento' del senso del lavoro individuale (essì che sono cresciuto in un ambiente dove "i comunisti sono invidiosi dei soldi altrui" e che "se arrivano i Russi non avrai più giocattoli tutti tuoi!"

Marco Zamparini 02.03.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

2 di 2

Quindi, pur non essendo un meccanico, noto l'evidenza che, a motore acceso, se sei nell'abitacolo tutto fila liscio ma se ti ritrovi a respirare davanti al tubo di scarico fai una brutta fine. Il motore può essere migliore? E' possibile trovarne uno che non ci intossichi, indipendentemente da dove ci troviamo?
In definitiva, non ho bisogno di Marx per arrivare a capire che il meccanismo fin qui adottato non può durare in eterno nè, alla lunga, garantire benessere per tutti.
Io sono per la stabilità dei princîpi cardine su cui si fondano i diritti e le libertà dell'uomo ma non credo nell'immutabilità degli elementi strumentali utili alla nostra sopravvivenza: pensare che non ci siano alternative compatibili con la libertà individuale, al di fuori dell'attuale stato di cose, mi sembra solo un grande timore dei cambiamenti.
Inoltre, penso che un sistema, volutamente meritrocatico, dovrebbe spingersi di più verso il riconoscimento dei valori delle persone in termini di rispetto e stima da parte dei propri simili, piuttosto che a mezzo della gratificazione (per me illusoria) di poter esibire la propria capacità di accumulare denaro.

Quindi, ispirarsi al marxismo (o a qualsiasi altra ipotesi ragionata), non è inteso, da me, come trovare 'soluzioni' preconfezionate, univoche e inconfutabili, ma cercare strumenti per porsi 'domande', analizzare senza pregiudizi la situazione del momento e, se le condizioni lo consentono, tentare strade precluse a priori, in altri tempi. Senza ipotecare il futuro in un senso o nell'altro.
Sono convinto che siano i palesi limiti del capitalismo che legittimano il desiderio di soluzioni alternative, non il contrario. Pur considerando le ipotetiche migliorie del caso…
Se le cose funzionassero davvero, chi avrebbe motivo di obiettare?

Saluti

Marco Zamparini 02.03.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

La Libertà ?
ernesto scontento
Sei Molto Molto Molto vicino, adesso lo sforzo è minimo (tira via il dubbio, ma tiralo veramente via del tutto)

@ Harry Steed 01.03.06 20:39
**********************
Già, la politica e la religione servono solo agli individui che non sono in grado di costruirsi un'etica propria sulla base dell'esperienza e della storia umane.

@Marco Zamparini 01.03.06 14:37

Concetto interessante spero solo che si riferisca alla storia empirica,per costruire la cultura laica dell’uomo?
NON SARA’ MICA ANARCH…………. QUELLA ALTRO NON E’ CHE UTOPIA, IMPOSSIBILE DA REALIZARE FIN DAI TEMPI DELLA PIETRA.
Saluti Ernesto

ernesto scontento 01.03.06 16:20
***********************

Non so se il gioco lai già finito, comunque risulta interessante.
Ma forse se scorrevi sotto lo sforzo che mi chiedi tu lo leggevi.
Siccome non ai bisogno della Democrazia mi sembrava ovvio che non ai bisogno neanche dei suoi limiti?
Comunque sei simpatico Harry, anche se mandi al quel paese L’amico Maurizio in Romanesco, non è carino lo sai vero.
***************
a Ernesto
mi riferivo a Kolion quando parlavo di Godel,visto ke lui si è cimentato in(estenuanti,per lui) acrobazie logico-matematiche...

@ Nicola Amoruso 01.03.06 20:42

Nicola avevo capito, il ringraziamento era sincero, non conoscevo Godel, VERO, FALSO ,VERO,FALSO,
forse mi sarà utile un giorno chissà?
(la battuta sul mio narcisismo era per scherzare)
************************

ernesto scontento 02.03.06 01:21| 
 |
Rispondi al commento

La Libertà ?
ernesto scontento
Sei Molto Molto Molto vicino, adesso lo sforzo è minimo (tira via il dubbio, ma tiralo veramente via del tutto)

@ Harry Steed 01.03.06 20:39
***********
Già, la politica e la religione servono solo agli individui che non sono in grado di costruirsi un'etica propria sulla base dell'esperienza e della storia umane.
@Marco Zamparini 01.03.06 14:37

Concetto interessante spero solo che si riferisca alla storia empirica,per costruire la cultura laica dell’uomo?
NON SARA’ MICA ANARCH…………. QUELLA ALTRO NON E’ CHE UTOPIA, IMPOSSIBILE DA REALIZARE FIN DAI TEMPI DELLA PIETRA.
Saluti Ernesto

ernesto scontento 01.03.06 16:20
***********************
Non so se il gioco lai già finito, comunque risulta interessante.

Ma forse se scorrevi sotto lo sforzo che mi chiedi tu lo leggevi.

Siccome non ai bisogno della Democrazia mi sembra
ovvio che non ai bisogno neanche dei suoi limiti?

Comunque sei simpatico Harry, anche se mandi al quel paese L’amico Maurizio in Romanesco, non è carino lo sai vero.
***************

a Ernesto mi riferivo a Kolion quando parlavo di Godel,visto ke lui si è cimentato (inestenuanti,per lui) acrobazie logico-matematiche...

@ Nicola Amoruso 01.03.06 20:42

Nicola avevo capito, il ringraziamento era sincero, non conoscevo Godel, VERO, FALSO ,VERO,FALSO,

forse mi sarà utile un giorno chissà?
(la battuta sul mio narcisismo era per scherzare)
****************

ernesto scontento 02.03.06 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Prima delle elezioni ogni partito o raggruppamento politico rende pubbliche le sue proposte ai cittadini, ai suoi potenziali elettori. Il mio partito, l’Italia dei Valori, ha espresso il suo programma in sette punti.
Nei miei incontri e in questo sito con articoli quotidiani cerco di precisare gli aspetti del programma, di dargli una forma sempre più concreta, di spiegarlo.
Ai programmi devono però seguire i fatti e i cittadini devono essere in grado di giudicare i loro eletti per la coerenza dimostrata rispetto alle dichiarazioni.
Molte promesse (elettorali) fatte in questi giorni da diversi esponenti di partito stanno trasformando i programmi in libri dei sogni irrealizzabili e i politici in imbonitori da fiera paesana.

Nel dopo elezioni ho quindi deciso di dare evidenza puntualmente su questo sito delle attività parlamentari dell’Italia dei Valori per ogni punto del programma.
Lo farò perché ogni cittadino possa valutare, commentare, fare le sue critiche, dare i suoi suggerimenti.
Quest’attività di informazione e di confronto durerà per tutta la legislatura. E’ un’operazione di trasparenza che per gli eletti rappresenta un dovere.

I conti con i cittadini si fanno durante la legislatura e sulla base di dati e di informazioni certi e non solo alla fine.
La democrazia è basata sulla vera informazione, sul vero confronto, oggi quasi totalmente assenti nel nostro Paese.
Questa iniziativa è un punto di partenza.


Postato da Antonio Di Pietro in Corretta informazione

www.antoniodipietro.it

Maria Laura Frattarelli 01.03.06 22:49| 
 |
Rispondi al commento

siamo imprigionati in un mondo ke neppure Kafka e Orwell hanno potuto immaginare...ma cosa sto dicendo è solo una "percezione" distorta della realtà...come l'inflazione,del resto...sto solo percependo...niente + scioperi nè opposizione ,tutti d'accordo:superproduzione... terra d'eroi e santi senza peccato,di mafia P2 e stragi di stato ...il futuro è stato già programmato : nn ci saranno guai!

Buona Notte!

Nicola Amoruso 01.03.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

FRANCA RAME CON L'ITALIA DEI VALORI

Franca Rame ha accettato la proposta dell’Italia dei Valori per candidarsi come capolista al Senato in Lombardia e in Emilia.
Franca è una donna che si è sempre battuta per il sociale, una persona onesta. La sua decisione mi riempie di orgoglio.
Oggi ha rilasciato un’intervista alla Repubblica, ne riporto alcuni brani:

“Mi candido perchè queste elezioni sono troppo importanti, perchè penso che tanta gente schierata a sinistra potrebbe scegliere di nuovo di disertare le urne in mancanza di candidati credibili”

“Il partito di Di Pietro è stato l’unico a offrirmi la possibilità di entrare in Senato: siamo in guerra non possiamo stare alla finestra”

“Dario Fo e Beppe Grillo sono convinti che questa cosa può essere utile”

“Rinuncerò al mio stipendio di parlamentare, lo utilizzerò per fare chiarezza sugli enormi sprechi che ci sono nei conti dello Stato. Per 50 anni mi sono occupata dei conti della nostra compagnia: sono esperta e non ho mai fatto falsi in bilancio”

Ha aggiunto anche una frase, sicuramente eccessiva nei miei confronti, che cito, ma non per farmi dei complimenti:

“Di Pietro da Pm ha fatto cose grandiose, gloriose”

Chi ha letto l’articolo ha capito che:
- tra me e Franca Rame c’è una reciproca e grande stima
- Franca è felice di candidarsi con l’Italia dei Valori.

Il titolo dell’articolo suggeriva invece un contenuto completamente opposto:

“FRANCA RAME: “SIAMO IN GUERRA ADESSO VA BENE ANCHE DIPIETRO”,

e si sa che i lettori spesso si fermano al titolo senza leggere l’articolo.

Chi indirizza questi titolisti?
Per quale partito dovrebbe candidarsi Franca Rame secondo la Repubblica?
I suoi lettori credo che vogliano saperlo.


Postato da Antonio Di Pietro in Corretta informazione

www.antoniodipietro.it

Maria Laura Frattarelli 01.03.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento

dimenticavo, Italia-Germania 3:0 nel primo tempo …

Hugo Kolion 01.03.06 21:53 | Rispondi al commento |

Beh hugo penso che almeno al calcio non abbiamo niente da imparare neanche dalla grande germania ,per me va a finire 5:0 vedrai.....

maurizio musco 01.03.06 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, parliamoci chiaro, altrimenti sono solo delle seghe mentali …

Hugo Kolion 01.03.06 20:54 | Rispondi al commento |


Porca troia hugo e questa da dove viene ?

maurizio musco


la velocità di pensiero nn è sempre dalla tua parte Maurizio(scusami per la battuta me è + forte di me..nulla di personale :-)),nn ti preoccupare se Buttiglione è Ministro abbiamo tutti una possibilità a questo "sporco" mondo ... meglio tardi che mai...

[finalmente da quelle parti si sn accorti ke il Re è nudo]

Nicola Amoruso 01.03.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Il pensiero razionale in un contesto chiaramente (in questo caso non-filosofico) dovrebbe allora fare uno sforzo per ristabilire il contatto con la realtà, principalmente tramite la verifica delle proprie teorie astratte, confrontando costantemente le credenze sul verificarsi degli eventi con la prova concreta e sensoriale dell'effettiva percezione degli eventi medesimi
HK

bene Hugo la teoria ce l'hai (su quello nn ci piove) i dati pure (a meno ke tu nn li voglia truccare...come fa Brunetta ke parla di "percezioni"..sconfiniamo nello spiritismo...),quindi ?va proprio tutto bene? e le contaddizioni? so ke nn risponderai.

HK


[perché una mente dotata di senso è tale quando è ordinata e il pensiero è fecondo, cioè quando produce ordine, non quando lo subisce :-)]

esatto! sn i risultati ke hai ottenuto cn Marco Zamparini,ma nn perkè è disordinato mentalmente, come vuoi far credere a tutti quelli ke nn la pensano come te, ma perkè è troppo onesto,ha cercato di venirti incontro perkè lui sì ,è un sincero democratico ,tu invece hitlerianamente nn hai ceduto di un millimetro...la gomma e la ghisa...fate voi..

Nicola Amoruso 01.03.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.
A proposito di SanRemo, oggi ho sentito per caso sulla radio i compensi del conduttore e delle due vallette e dei super ospiti che si alternano sul palco, e a mio avviso sono esorbitanti per una tv di stato, anche perchè noi cittadini siamo costretti a pagare il canone televisivo e quindi in parte finanziamo la RAI senza parlare della pubblicità che è diventata invasiva quanto le tv private.
In altre parole trovo scandaloso che il Sig.Panariello guadagni a serata 200.000 euro
quando lo stipendio medio dei cittadini italiani non supera i 2000 euro/mese
Ieri sera il Sig.Travolta per un quarto d'ora di scena si è beccato 400.000 euro, alla faccia dei contribuenti.
Tutto ciò lo posso capire in una tv privata, ma in una pubblica no!
Bisognerebbe fare una petizione, voi cosa ne dite?
Ciao a tutti

livio rossi 01.03.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Io direi che stiamo girando attorno allo stesso problema con parole diverse e angoli di visuale diverse,.
Bene, cominciamo ad accettare che questa è la REALTÀ’ da cui non si scappa. Girare attorno al problema “di convivenza” in Blog o fuori significa DEFINIRLO. CAPIRE che i punti di vista sono diversi e Tutti Rispettabili significa CAPIRLO (secondo bisogno). Per andare avanti occorre cominciare ad accettare e non rinunciare alla DIFFERENZA e all’ERRORE.

Per oggi mi pare che il passo sia già grande: adesso occorre CAPIRLO

Ringrazio tutti per aver movimentato il Blog come una chat e Buona Serata a Tutti.

Harry Steed 01.03.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

La mia posizione è che tu vada dove vuoi, l’importante è che tu non ci spedisca me....
Harry steed
Ma io nella vita sono sempre andato dove ho voluto ,se poi tu ti sei fatto influenzare da altri questo è un problema tuo .
Senti STEED cerca di essere più chiaro ,sono stufo di falsi filosofi ,o metti in tavola qualcosa o te ne stai zitto,che è meglio.
maurizio musco 01.03.06 20:49
La mia posizione è che tu vada dove vuoi, l’importante è che tu non ci spedisca me....

---------------------

Abbiamo raggiunto una posizione condivisa (la prima)e adesso che lo abbiamo anche capito (questo è il secondo e più importante bisogno da cui siamo partiti) possiamo condividere che si può passare a questioni più interessanti.

Io l’ho capito ma Tu lo hai capito che puoi decidere della tua permanenza o uscita dal blog, i tuoi argomenti da mettere su piatto, ma quando vuoi decidere per altri crei conflitti.

Questo è qualcosa di molto consistente da mettere sul piatto ed è gia sul piatto – ma bisogna capirlo.

Questo è il secondo bisogno. CAPIRLO

Harry Steed 01.03.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Il pensiero astratto consente il volo pindarico della fantasia slegato da ogni dato concreto basato sulla percezione della realtà … e tutto diviene possibile :-) anche di illudersi di essere sopra le cose … A questo punto però occorre una verifica, perché il principio di non contraddizione è fondamentale per il pensiero logico (sempre se non vuoi invadere lo spazio di un altro), ma i soggetti in preda alla speculazione (ripeto, non quella filosofica), non si arrestano di fronte a dati contraddittori, ma proseguono nell’assoluta convinzione altrimenti annegano :-)

Ragazzi, parliamoci chiaro, altrimenti sono solo delle seghe mentali …

Hugo Kolion 01.03.06 20:54 | Rispondi al commento |


Porca troia hugo e questa da dove viene ?

maurizio musco 01.03.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

La mia posizione è che tu vada dove vuoi, l’importante è che tu non ci spedisca me....

Harry steed
Ma io nella vita sono sempre andato dove ho voluto ,se poi tu ti sei fatto influenzare da altri questo è un problema tuo .
Senti STEED cerca di essere più chiaro ,sono stufo di falsi filosofi ,o metti in tavola qualcosa o te ne stai zitto,che è meglio.

maurizio musco 01.03.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

HARRY STEED
Mahh... secondo me ci stai prendendo per il culo ,ma tu sai cosa sia l'autodeterminazione ?
maurizio musco

E si, è certo che si!

Harry Steed 01.03.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento

nn sn mancato poi così tanto e cosa trovo? trovo ke l'entropia della stanza è skizzata a livelli vertiginosi... big crunchin avvicinameto :-)


[ Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza, il comunismo è una giusta distribuzione della miseria: Churchill ]
Hugo Kolion

una piccola variante : il capitalismo è una ingiusta distribuzione della miseria


" E il modo più semplice per dominare il prossimo è offerto dalla politica e dal potere detenuto dallo Stato. Un tratto di penna dell'amministrazione può infatti paralizzare un intera branca dell'economia od ostacolarla in modo tale da precluderle la possibilità di affermarsi.

Questo tratto di penna non presuppone particolari doti intellettuali. In forza del potere detenuto dall'autorità, tale tratto di penna può nondimeno avere conseguenze nefaste … E poiché una disposizione piena di speranza non è l'unica qualità per essere un profeta, bisogna forse anche essere capace di guardare nel passato per poi spingersi in un futuro :-)

Hugo Kolion

nulla da aggiungere

a Ernesto

mi riferivo a Kolion quando parlavo di Godel,visto ke lui si è cimentato in(estenuanti,per lui) acrobazie logico-matematiche...


Nicola Amoruso 01.03.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Maria Laura,
E’ un bisogno che Io non ho e di cui non Ti dico, ma la risposta è già nella Tua domanda ( è lì …) e, solo quando veramente avrai, allora, e solo allora, veramente non l’avrai.
Harry Steed 01.03.06 19:44
**************
La Libertà ?
ernesto scontento

Sei Molto Molto Molto vicino, adesso lo sforzo è minimo (tira via il dubbio, ma tiralo veramente via del tutto)

Harry Steed 01.03.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Il meglio della autodeterminazione rispetto alla democrazia sta proprio nel dover litigare di meno e concentrare il negoziato sulle cose di Comune Interesse e a litigare solo di tanto in tanto.

HARRY STEED

Mahh... secondo me ci stai prendendo per il culo ,ma tu sai cosa sia l'autodeterminazione ?

maurizio musco 01.03.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Harry Steed 01.03.06 19:44
Il solito gatto che si morde la coda,praticamente una risposta assurda senza capo ne coda ,come odio queste cose,è ciò che ha fatto la politica negli ultimi 60 anni e cioè ,PRENDERCI PER IL CULO ,a steed ma vedi de annartene a fanc...
maurizio musco 01.03.06 20:13 | Rispondi al commento |
Leggi sopra, involontariamente, c’è la risposta alla cortese richiesta che mi fai anche se incompleta
La mia posizione è che tu vada dove vuoi, l’importante è che tu non ci spedisca me, è in questo modo che si fa incazzare la gente (scegliendo di mandarla dove vogliamo andare noi o dove vogliamo noi che loro vadano: Io non prendo per il C_ _ O nessuno e quello che scrivo non è liquidabile con un “PRENDERCI PER IL CULO ,a steed ma vedi de annartene a fanc...”

Harry Steed 01.03.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Hugo hai ascoltato l'intervento di berlusconi al congresso ?
volevo solo dare due punti sul mio personalissimo cartellino al berlusca ,per avere parlato italiano all'interno dell'aula politica più importante al mondo ,alla faccia di chi mi crede un scissioninista.

maurizio musco 01.03.06 20:28| 
 |
Rispondi al commento

MARIA LAURA mi devi ancora rispondere sul tema devolution ,io ho letto il programma di pietro ,non farai mica la snob .
Ti stai giocando una serata da sballo con un democratico moderato ,e pure figo ,te lo posso assicurare ;)

maurizio musco 01.03.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA PROLISSA a Hugo Kolion 01.03.06 19:26

No ho problemi a farmi dare del sognatore più di quanti non ne abbia ad andare al cesso.
Ma i sogni sono altre cose e i cessi pure. I cervelli sono buoni strumenti ma, concordo con te, non sono sempre in grado di agire sulla realtà.

Ne faccio un discorso molto pragmatico:

Tu puoi scegliere le Catene o La Liberta, personalmente non so quale delle due scelte sia la migliore, ne mi interessa determinarlo.
Io scelgo la Libertà anche se so che i cani legati alla Catena non vanno sotto ai camion, Tu scegli quello che preferisci, l’importante è che Tu non lo scegli per me (qualsiasi sia la tua scelta).

Vai Tranquillo che Io non estendo la mia scelta a Te.

C’è un sacco di gente in giro per il mondo che sceglie la pena di morte, ma per gli altri (quelli cattivi).
Io non ne faccio alcun problema se la scelgono per Sé, ma che non si sognino di scegliere … per Me.
Perché non sarebbero sogni, ma c..i.
Guarda che nella vita reale le cose stanno così, e quando siamo in regime di contenzioso, o negoziamo o litighiamo. Considera che gli Stati indipendenti e sovrani, che non sono costretti a rinunciare ai lori diritti come la maggior parte dei sudditi, si comportano così. Si riconoscono l’autodeterminazione reciprocamente nel loro ambito di competenza.

Il meglio della autodeterminazione rispetto alla democrazia sta proprio nel dover litigare di meno e concentrare il negoziato sulle cose di Comune Interesse e a litigare solo di tanto in tanto.

La gran parte delle liti sorge quando qualcuno vuole estendere il proprio copione a qualcuno che ha già il suo. Quello che molti chiamano egoismo intelligente alla Stirner è questo ( se traduci dal tedesco il concetto in italiano il termine egoismo è inadeguato) Pensaci.

Harry Steed 01.03.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Maria Laura,
E’ un bisogno che Io non ho e di cui non Ti dico, ma la risposta è già nella Tua domanda ( è lì …) e, solo quando veramente avrai, allora, e solo allora, veramente non l’avrai.

Harry Steed 01.03.06 19:44

**************

La Libertà ?

ernesto scontento 01.03.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Maria Laura,
E’ un bisogno che Io non ho e di cui non Ti dico, ma la risposta è già nella Tua domanda ( è lì …) e, solo quando veramente avrai, allora, e solo allora, veramente non l’avrai.


Harry Steed 01.03.06 19:44

Il solito gatto che si morde la coda,praticamente una risposta assurda senza capo ne coda ,come odio queste cose,è ciò che ha fatto la politica negli ultimi 60 anni e cioè ,PRENDERCI PER IL CULO ,a steed ma vedi de annartene a fanc...

maurizio musco 01.03.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

già Harry, anch'io non ho bisogno di essere governato,anzi aggiungo che mi infastidisce pure, ma per molti altri non è così, pertanto dobbiamo rispettare la volontà della maggioranza...è la democrazia che ce lo impone...saluti …

@ Nicola Amoruso 01.03.06 14:22

******************

PENSIERO POPPERIANO SULLA DEMOCRAZIA:
La "società aperta" vive, cresce e prospera nella misura in cui è libera: senza peraltro trascurare il problema del suo abuso, "noi non scegliamo la libertà politica perché ci promette questo o quello. La scegliamo perché rende possibile l'unica forma di convivenza umana degna dell'uomo; l'unica forma in cui noi possiamo essere pienamente responsabili di noi stessi. Se realizziamo le sue possibilità, ciò dipende da parecchie cose messe insieme e, prima di tutto, anche da noi stessi" (cfr. "Tutta la vita è risolvere problemi", Rusconi, Milano 1996). Si possono instaurare rapporti interpersonali concreti e costruttivi solamente tra persone libere. Nell'ambito di una società aperta, la libertà è ciò che permette l'uguaglianza delle opportunità, l'esercizio dei diritti fondamentali, il sano sviluppo della personalità e delle potenzialità di ogni cittadino.
Vivere all'interno di una società aperta comporta l'esercizio critico della ragione umana: da questo punto di vista, esso richiede il diritto-dovere al confronto costruttivo fra opinioni e idee diverse, poiché la libera discussione possiede una forte valenza politica: condiziona il comportamento dell'individuo nei confronti dei suoi simili e, pertanto, nei confronti della società in cui vive. Attraverso il confronto tra visioni del mondo differenti è possibile infatti risolvere problemi e inconvenienti, giungendo a soluzioni che altrimenti rimarrebbero sconosciute.

**************

SEMPRE PER GLORIFICARE IL MIO NARCISISMO TI
RINGRAZIO PER AVERMI FATTO CONOSCERE IL TEOREMA DI GODEL.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 01.03.06 20:12| 
 |
Rispondi al commento

ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
.................................................

Quale sarebbe il secondo bisogno?? Non ho capito... :)
Maria Laura Frattarelli 01.03.06 18:55 | Rispondi al commento |


Maria Laura,
E’ un bisogno che Io non ho e di cui non Ti dico, ma la risposta è già nella Tua domanda ( è lì …) e, solo quando veramente avrai, allora, e solo allora, veramente non l’avrai.

Harry Steed 01.03.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
.................................................


Quale sarebbe il secondo bisogno?? Non ho capito... :)

Maria Laura Frattarelli 01.03.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!


Harry Steed 01.03.06 13:21

già Harry, anch'io non ho bisogno di essere governato,anzi aggiungo che mi infastidisce pure, ma per molti altri non è così, pertanto dobbiamo rispettare la volontà della maggioranza...è la democrazia che ce lo impone...saluti...


Nicola Amoruso 01.03.06 14:22 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Già, la politica e la religione servono solo agli individui che non sono in grado di costruirsi un'etica propria sulla base dell'esperienza e della storia umane.

Saluti

Marco Zamparini 01.03.06 14:37 |

Chiudi discussione

NICOLA, LA DEMOCRAZIA PUO’ IMPORRE QUELLO CHE VUOLE, MA LO DEVE FARE SOLO AI DEMOCRATICI.
========================================

SE C’E’ DI MEGLIO DELLA DEMOCRAZIA PERCHE’ ACCONTENTARSI DI MENO DEL MEGLIO ?

Ti ricordi quando c’è stato quella recente “cazzatina” politica che riguardava gli embrioni e la possibilità di mandare su per l’utero di mia moglie due carabinieri ad agguantare il quarto embrione perché passeggero abusivo, In Francia, i Francesi, si esprimevano in altro senso e nessuno ha fatto obiezioni di merito sul fatto che i Francesi potessero scegliere in modo diverso. La scelta dei Francesi vale anche per i Francesi se sono in viaggio all’estero (anche gli italiano possono votare all’estero); quella degli Italiani vale per gli Italiani; CHE PROBLEMA C’E’ se SCELTE DELLA MAGGIORANZA VALGONO SOLO PER CHI LE HA FATTE ??? POI – MA SOLO POI - NEGOZIAMO IL RESTO !!! ah! A livello Internazionale si chiama autodeterminazione e non è Utopia ma la base della convivenza tra pari nella fin troppo REAL POLITIC.

Harry Steed 01.03.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

X Per tutti - 1 di 2

@ Nicola Amoruso 01.03.06 14:14
musica per le mie orecchie(per i miei occhi :-) )
**
Non avevo dubbi anche se non ho studiato come te, io ho fatto un’altra scuola oltre a quella obbligatoria
(Mi ha dato molto sono pochi gli uomini che ambiscono ad educare i propri allievi ad affrontare la vita senza dargli ideologie proprie)
ho fatto quella di partito, ma senza frequentare lezioni, ho solo praticato è osservato.
FAI ATTENZIONE PERO’ AMICO MIO SPESSO CHI FA POLITICA DI MESTIERE QUESTE COSE LE CONOSCE BENE….BENE….BENE….
I VALORI SONO BUONI, DIPENDE TUTTO DA QULI METODI SI USA PER RAGGIUNGERLI?

**
Marco Zamparini 01.03.06 14:18

Tu non sei come Marco? Non glorifichi il mio narcisismo.

Chi Ti ha detto che lo fatto involontariamente?

Se lo postato un motivo ci sarà ?

Sarà mica che da ignorante quale sono leggo solo quello che capisco, quello non capisco mi da fastidio non è chiaro.

Scherzi a parte lavora pure tranquillamente, il bello del blog e che uno non è obbligato risp. Subito.

Il Lavoro è la famiglia vengono prima del diletto, fa parte delle responsabilità delle ns scelte.

Comunque per come la vedo io manca un’anello della matassa,

IL METODO PER RAGGIUNGERE IL FINE?
Insisto su questo altrimenti tu è Ugo non finirete mai questa storia,
Lo ripeto le parole hanno un loro significato:
Comunismo = comunione dei beni di produzione
Socialismo scientifico o Marxismo ( il socialismo che scientificamente studia la società per calarvisi dentro)
Ripeto ancora che usare questi termini ha una percezione diversa da :
•chi li a vissuti o li vive nella loro applicazione,
•chi non li ha mai vissuti quindi li percepisce per il loro significato semantico,
•Chi come noi Italiani pur non avendoli vissuti nella pratica ma siamo stati il paese europeo con il più grande partito comunista Europeo, quindi non possiamo dire fortuna nostra di avere subito le cumane inflitte dal cosiddetto socialismo scientifico

ernesto scontento 01.03.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

X Per tutti - 1 di 2


Per quanto riguarda il buon Fausto Bertinotti la dovrebbe smettere di fare l’intellettuale da tre soldi….

Come dice lui finche il mondo sarà spazzatura ( peraltro copiata da Belinguer) ci sarà sempre un comunista,

Ma è anche vero che fino a che ci sarà un Comunista, ci sarà anche un liberale ( non ho detto liberalistà) che si sentirà in diritto di difendere il suo diritto naturale ha vivere secondo le sue libertà individuale e capacità personali,

Come dice Ernesto un liberalità individualista egoista troverà sempre un povero pronto a vendersi le braccia per campare,

PROBABILMENTE LA RAGIONE COME SPESSO ACCADE STA NEL MEZZO.

Va anche detto che questa ns particolarità Italiana ha ingessato quelle riforme progressiste bloccando lo sviluppo (sviluppo sostenibile intendiamoci) del pese. Non ultimo (visto che fai parte come tanti del popolo della partita i.v.a.) ma fattore importante per conseguire gli obbiettivi di cui sopra la meritocrazia deve essere premiata è vista come diversità utile alla comunità ( nella comunità ci viviamo tutti).

Forse se vi chiarite meglio vi accorgerete che le distanze fra voi sono minime.

Detto questo siccome qualche giorno addietro avevo detto che non volevo intervenire sulla questione comunista, mi chiamo fuori, voi se volete continuate pure sulla vs. strada, io leggerò.

Saluti Ernesto.

************
Già, la politica e la religione servono solo agli individui che non sono in grado di costruirsi un'etica propria sulla base dell'esperienza e della storia umane.

@Marco Zamparini 01.03.06 14:37


Concetto interessante spero solo che si riferisca alla storia empirica,per costruire la cultura laica dell’uomo?

NON SARA’ MICA ANARCH…………. QUELLA ALTRO NON E’ CHE UTOPIA, IMPOSSIBILE DA REALIZARE FIN DAI TEMPI DELLA PIETRA.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 01.03.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per non farci contaminare intellettualmente, uniamoci tutti in un'azione catartica: facciamo un giro al primo centro commerciale che troviamo per fare shopping.
Buona preghiera a tutti.

Marco Zamparini

ogni totalitarismo ha i suo templi...

Nicola Amoruso 01.03.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

uahauhauhaauhauhau e già..beati loro ke hanno tempo da perdere...la forma..nn sn un prof di Italiano...secondo me vai benissimo ..hai enegia e passione... l'egoismo intelligente secondo me nn è una contraddizione,dovrebbe essere considerato seriamente,ke poi si tratterebbe di applicare la Nostra Costituzione ,tanto vilipesa da un pò di tempo a questa parte...buon lavoro...il tempo sta per scadere anke per me...ciao..

Nicola Amoruso 01.03.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Nicola,
ti chiedevo solo un parere sulla FORMA, non sul contenuto…

Ciao

P.S.: adesso, giuro, mi metto a lavorare!
Posso smettere quando voglio di scrivere su 'sto blog… posso smettere quando voglio… posso smettere quando voglio…

Marco Zamparini 01.03.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

P.S.: Nicola, come sto andando? ;-)

Marco Zamparini

caro Marco,nn mi caricare di un pesante fardello :-) ,non sono qui per giudicare,nè per pontificare,nè per dispensare ricette miracolose...tuttavia posso dirti ke l'impalcatura IDEOLOGICA di Kolion era pericolante, solo ke bisognava lanciaravi un sassolino per poterlo evidenziare(mi ricorda tanto la nazionale di calcio Sovietica anni '80,perfetta tecnicamente ma bastava un giocatore avversario cn un minimo di fantasia per incepparne il meccanismo...corsi e ricorsi.. :-))..del resto, come avrai notato,le capriole logico-matematiche non si vedono + ,se avesse conosciuto il teorema di Godel(nn è una colpa nn conoscerlo,molti prof nn lo conoscono) non si sarebbe neanke azzardato in quell'impresa, costata un'inutile fatica...Kolion ti prego non mi odiare! :-)

Nicola Amoruso 01.03.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!


Harry Steed 01.03.06 13:21

già Harry, anch'io non ho bisogno di essere governato,anzi aggiungo che mi infastidisce pure, ma per molti altri non è così, pertanto dobbiamo rispettare la volontà della maggioranza...è la democrazia che ce lo impone...saluti...

Nicola Amoruso 01.03.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ernesto,

ti devo ringraziare tantissimo (senza ironia) perchè involontariamente hai messo in luce una delle tante carenze espositive che mi caratterizzano quando esprimo il mio pensiero.
Purtroppo, a furia di sparare cazzate, il lavoro si accumula e devo rimandare la stesura di quello che desidererei precisare, idem per Maurizio sul tema Devoluzione.
Vedete, io sono un freelance (sì appartengo al popolo della Partita IVA) e il mio 'principale' si accorge subito del perchè mi assento dal lavoro. Non ho scusanti•
Eppoi devo risponderne alla mia famiglia ;-)

Gustoso e interessante (anche se, in realtà, mi sembra una contraddizione in termini) il concetto di 'egoismo intelligente':può essere un potenziale grimaldello del pensiero per scassinare la porta delle incomprensioni.
Trovare un equilibio? Trovare un metro al buon senso?
Due domande mica da poco ma è un buon inizio…

Saluti

Marco Zamparini 01.03.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Aggiornamento stampa.

Il profeta del Marxismo Zamparini (nella foto qui sotto, mentre, alle spalle di Bertinotti, lo sbeffeggia appuntandogli le corna sulla testa) ha avuto l'ardire di dichiarare (sentite, è pazzesco!):

"E' possibile dire le cose giuste per i motivi sbagliati e, al contrario, pronunciarne sbagliate per motivi giusti. Che la denuncia di fatti criminali evidenti arrivi da fonti discutibili, non toglie minimamente la gravità dei fatti nella loro natura; possiamo, al limite, stigmatizzare il pulpito dal quale viene la predica e tenerne conto. L'importante è che ognuno parli per sè."

Purtroppo, non possiamo far altro che constatare la deriva più totale della coscienza del profeta.
Per non farci contaminare intellettualmente, uniamoci tutti in un'azione catartica: facciamo un giro al primo centro commerciale che troviamo per fare shopping.
Buona preghiera a tutti.

Marco Zamparini 01.03.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

articolo de "il Manifesto"


E perché un'autorità centrale dovrebbe stabilire cosa, come e per chi produrre e non invece più semplicemente vigilare perché principi ordinatori del bene comune ( = egoismo intelligente) vengano applicati e rispettati, cominciando dai diritti umani per tutti i cittadini del mondo?
Semmai un'autorità non "centrale" ma universale e democraticamente eletta, dovrebbe vigilare, attraverso le sue articolazioni territoriali, sulle forme di produzione e di accumulazione e sul mercato, affinché questi, per individualistica intenzione o per individualistica inconsapevolezza, non operino contro tali principi e obiettivi.


Ernesto Scontento

musica per le mie orecchie(per i miei occhi :-) )

Nicola Amoruso 01.03.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

un principio è e rimane un principio, e se Tonino (che io personalmente stimo molto) fa certi compromessi … secondo me sbaglia, perché il suo non è un programma, ma appunto un principio … che una volta messo in atto non può certamente venire corretto come un semplice programma politico, perché l’etica ben altra cosa è.

Hugo Kolion 28.02.06 17:08 |
................................................

Ti dico solo una cosa... solo perchè ho fretta di andare via: se in un paese i princìpi etici vengono dimenticati, non è ammirevole che qualcuno ne faccia un programma e attiri l'attenzione su certi temi ormai annebbiati e oscurati? Gli antichi correlavano etica e politica, perchè non rivalutare e ridar credito a tale binomio ?

Maria Laura Frattarelli 01.03.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento

A MARCO chiedo, cosa ne pensi del progetto devolution ?
Ah marco per una eventuale tua risposta ,assicurati che venga stampata,non capisco ma non ricevo tutti i post.....

maurizio musco 01.03.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Alla mia fata maria laura e a serena capasso ,se per caso aveste risposto al mio ultimo post di ieri sera ,io non riesco a leggerlo ,non so perchè ,ma non ricevo tutti i post ,mi dispiacerebbe non poter leggere sopratutto il post di risposta di serena, sempre che l'abbia fatto ,per quanto riguarda la mia fata deve ancora dirmi quanto è alta ,e se le piace il progetto devolution.

maurizio musco 01.03.06 13:26| 
 |
Rispondi al commento


Secondo me il riconoscimento delle coppie di fatto senza discriminazione di sesso è veramente un passo indietro nella cultura morale.

Se va avanti così nel prossimo futuro ci si potrà scopare anche il nostro cane purchè consenziente.

Che gran porcherie.

Certo che la sinistra pur di portarsi a casa i voti dei gay e simili farebbe carte false.

AUGURI VIVISSIMI A TUTTI

cappi massimo 01.03.06 13:26| 
 |
Rispondi al commento

ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!
ESSERE GOVERNATO SONO DUE BISOGNI CHE NON HO !!!

Harry Steed 01.03.06 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti in particolare 1 di 4

@ Marco Zamparini 01.03.06 09:14

@ Hugo Kolion 28.02.06 23:53

****************************

Pensiero Ernestiano?

Continuate a farvi del male a vicenda, possibile che non si possa parlare chiaro?

Giocare con le parole comporta incomprensioni?

Marxista Comunista hanno una loro connotazione, un loro significato semantico, una percezione diversa in base alle esperienze vissute.

Esempio:

Come reagirebbe all’uso di questi termini chi ha vissuto o vive nelle realtà dove il Comunismo (Marxismo o socialismo scientifico cosi cominciamo anche a chiamarlo con il suo nome è a collocarlo storicamente per non avere equivoci)?

Come reagiamo noi Italiani all’uso di questa parola senza avere vissuto le conseguenze causate dall’idea?

“ Ma soprattutto il buon Ernesto vorrebbe capire cosa si intende per recupero di una qualche filosofia marxista nella ns società”

Domanda:

Ma non è l’utopia di Saint Simon,

(era quasi religione, quindi astratta o meglio dove non arriva la ragione arriva la fede, se non ricordo male qualcuno sognava l’isola felice) si è evoluta considerando che l’uomo è un animale egoista ( intelligente come sottolinea l’amico Nicola, ma comunque lo diventa per vivere meglio, quindi come dice Ernesto troppo egoista individualista, lo fa solo per se stesso, questo è un dato di fatto l’uomo primitivo si associa con altri per cacciare altrimenti i dinosauri se lo mangiano),

è l’utopia liberalista Individualista, anch’essa egoista è furba ( il furba c’è la messo Ernesto) nello sfruttare i suoi simili diventa egoistica intelligente nel senso sopra citato,

(non scomodiamo ulteriormente Schopenhauer
“Per non diventare molto infelici il mezzo più sicuro è di non pretendere di essere molto felici”)

Invio due Contributi, se si vuole incanalare la discussione altrimenti smettiamola nessuno vuole sputare addosso all’altro?

ernesto scontento 01.03.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti in particolare 2 di 4

@ Marco Zamparini 01.03.06 09:14

@ Hugo Kolion 28.02.06 23:53

****************************

Ralf Dahrendorf

Il Nocciolo

Cambiare benessere economico,coesione sociale e libertà politica è la sfida che si trova di fronte le società del Duemila.
Alcune hanno già rinunciato alle libertà individuali,altre rischiano di perderle il benessere o la coesione sociale.

Riusciremo a quadrare il cerchio?

(fonte Quadrare il cerchio La terza Editore)

ernesto scontento 01.03.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti in particolare 3 di 4

@ Marco Zamparini 01.03.06 09:14

@ Hugo Kolion 28.02.06 23:53

***************

da "il manifesto" del 18 Agosto 2001

POLEMICHE
Il trucco? L'egoismo razionale

GIANNI ZAMPIERI
E se non si trattasse di rimuovere l'egoismo (o motivazione al profitto), bensì di prendere atto che esso è ineliminabile (non esiste l'altruismo) e che quindi si tratta di porre in essere la forma di egoismo più intelligente possibile?
E siccome, io credo che la forma più intelligente di egoismo è quella che assume come indissolubile e interdipendente la felicità individuale da quella dell'intera famiglia umana, non ne consegue che le scelte individuali più egoisticamente intelligenti sono anche quelle che perseguono il bene comune, o almeno non lo contrastano?
E perché un'autorità centrale dovrebbe stabilire cosa, come e per chi produrre e non invece più semplicemente vigilare perché principi ordinatori del bene comune ( = egoismo intelligente) vengano applicati e rispettati, cominciando dai diritti umani per tutti i cittadini del mondo?
Semmai un'autorità non "centrale" ma universale e democraticamente eletta, dovrebbe vigilare, attraverso le sue articolazioni territoriali, sulle forme di produzione e di accumulazione e sul mercato, affinché questi, per individualistica intenzione o per individualistica inconsapevolezza, non operino contro tali principi e obiettivi.

Continua Articolo


ernesto scontento 01.03.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti in particolare 4 di 4

@ Marco Zamparini 01.03.06 09:14

@ Hugo Kolion 28.02.06 23:53

****************************

Segue Articolo

Così che, ad esempio, sarebbe esclusa e proibita qualsiasi forma di produzione con uso schiavistico della forza lavoro, si porrebbero forti limiti alla concentrazione di ricchezza e si abbatterebbe l'altare idolatrico su cui è stato posto il mercato, dettando regole sull'equità dei prezzi così come sulla composizione degli stessi, includendovi ad esempio i costi dell'impatto ambientale.
Dire che il prezzo "equo" è quello che risulta dal gioco concorrenziale è come dire che la giusta soluzione dei conflitti è l'applicazione della legge del più forte. E' chiaro che per subordinare il cosiddetto "libero" mercato ai principi fondamentali utili o necessari al conseguimento del benecomune ( = egoismo intelligente ), sarà necessario anche porre limiti e condizioni a questa globalizzazione, per esempio per difendere mercati e produzioni locali, o per preservare l'ambiente e la biodiversità.
Ma occorre anzitutto che ci convinciamo tutti (comunanza d'intenti?), anche Luigi Cavallaro, che il sacrosanto ed ineliminabile egoismo personale confliggerà sempre meno con quello degli altri, quanto più saprà essere intelligente. Proviamoci.

http://www.ilmanifesto.it/g8/mm/3b935e4255336.html

******
Ragazzi una cosa è certa se non si trova un punto di equilibro in due è un bel casino?


Saluti Ernesto

ernesto scontento 01.03.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Cittadini,
la situazione sta precipitando!

Fonti attendibili dell'intelligence ci riferiscono che alla domanda di un uomo libero "Tu sei Marxista?", Zamparini avrebbe risposto "Tu lo hai detto."

Sacrilegio!

Marco Zamparini 01.03.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato.
La cattura di un seguace del pensiero Zampariniano ha consentito di risalire ad alcune IRRAZIONALI e INCOERENTI dichiarazioni del PROFETA, durante un colloquio riservato con un suo adepto.

"Vedi, caro mio, io prendo i princîpi del marxismo uno per uno e cerco di immaginare una società che possa fare suoi alcuni concetti, non necessariamente tutti. Sarei un pazzo a pensarlo.
Ma è la società che deve SENTIRLI veramente.
Finchè ciò non si verifica, abbiamo altre strade da percorrere e non se ne fa, giustamente, nulla.
Chissà, magari da qui ai tempi a venire, qualche illuminato troverà soluzioni MIGLIORI che sapranno più efficacemente metterci d'accordo tutti.

In verità, in verità ti dico, io non mi farei mai condizionare nelle scelte oggettive, come afflitto da un'inebriante lavaggio del cervello, se dovessi ricoprire cariche amministrative e statali. Così come, se fossi credente, non imporrei scelte di fede a chi non ne vuole sapere…
Non ti spaventare se vedrai questa mia apertura sventolata da alcuni come il segno di un pericolo incombente…"

A questo punto l'interrogatorio si è dovuto interrompere a causa della testardaggine dell'arrestato di piazzarsi sulla traiettoria di un colpo di machete partito per sbaglio.
(Per l'archivio: non conteggiare questo deceduto nel computo dei 200 milioni di morti del Comunismo)

Vi terremo informati su ulteriori sviluppi. Viva la libertà.
(Cribbio! Mi si è macchiato di sangue il cashmerino…)

P.S.: Nicola, come sto andando? ;-)

Marco Zamparini 01.03.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione!
E' stata consegnata una cassetta di Zamparini a Radio PolPotMarxAlè.
Tema: la libertà in seno alla Democrazia.
In breve, il farneticante contenuto:

"In Democrazia, la libertà non è 'fare il cacchio che ci pare'.
Semplicemente perchè NON ESISTE una regola che ci dica come DEVE essere la libertà ma ne esistono, invece, tante che la limitano se essa si manifesta nei modi che sono un pericolo per le libertà del prossimo.
(Per dirla come Socrate " C'è una voce che mi dissuade dal fare ciò che sto per fare, ma non mi incita mai a fare ciò che non sto per fare")

Si è liberi di usare la macchina, non di andare a 200K/h in autostrada;
si è liberi di suonare il pianoforte, non di farlo alle due di notte in un condominio;
si è liberi di costruirsi una casa bellissima, non lo si è se essa è troppo alta e sovrasta le altre, facendo loro troppa ombra, o perchè richiede troppe risorse per il suo mantenimento rispetto a quelle disponibili, nell'area, per tutti;
si è liberi di costruire una fabbrica e svilupparla; non lo si è se l'impatto sull'ambiente comporta un'EVIDENTE danno, superiore al beneficio che se ne vorrebbe trarne per la società.

Se qualcuno manifesta l'idea di AUTOLIMITARE la PROPRIA libertà, perchè si pone il problema costante dei possibili risvolti dannosi delle PROPRIE azioni, significa che ha solo iniziato a vedere la trave nel PROPRIO occhio e attende, fiducioso, che il prossimo veda la 'pagliuzza' nel suo.
Senza per questo arrivare a giudizi sommari e a 'catalogare' gli individui secondo gli schemi schizofrenici degli untori dei partiti."

Cittadini, divulghiamo ciò consapevoli che la presa di coscienza dell'esistenza di tali aberrazioni di pensiero sono il baluardo a difesa dei valori della VERA Democrazia e delle libertà individuali.
Invitiamo tutti, come azione dimostrativa e di protesta, a tirare tre volte lo sciacquone del cesso senza necessità e a comprare un SUV per andare a fare la spesa nel supermercato di città di fronte casa.

Marco Zamparini 01.03.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento

1 di 4
A uso e consumo della esegesi critica del 'pensiero Zampariniano', raccogliamo alcune frasi (in ordine cronologico) da egli scritte.
Anche il lettore più superficiale potrà constatare, con estrema facilità, le contraddizioni e le incoerenze che emergono da tale pensiero (chiaramente basate su sofismi e acrobazie letterarie).
L'ulteriore prova che le cose stanno così è rappresentata dal fatto che anche un non vedente dalla nascita è giunto alla stessa conclusione parecchi giorni prima che questo materiale fosse 'tradotto' su supporto braille!
Senza considerare, poi, il ritrovamento di alcuni numeri di 'Cuore' venuti alla luce dopo una perquisizione: erano 'abilmente' nascosti nel cassetto di un comò abbandonato in cantina. E in quale cassetto, per la precisione? Il primo in altro? Noooo! Nell'ultimo, in basso, sotto uno scampolo di linoleum!
Se non è il sintomo di una coscienza incoerente e turbata questo, che propone come UNICA ricetta il Marxismo per la soluzione dei mali del mondo, chiediamoci quali altre testimonianze dobbiamo attendere per cassare definitivamente le capacità analitiche di tali intelletti!
Buona lettura.

N.B.: circolano voci attendibili che alcuni apostoli di Zamparini si siano 'infiltrati' per sabotare la raccolta delle prove a suo carico; quindi, l'eventuale mancanza di frasi nella lista seguente non è da imputare alla difficoltà del setacciare un archivio ampio e complesso ma a estremisti che, con la loro azione illiberale e criminosa, cercano di cancellare ogni traccia compromettente.

Marco Zamparini 01.03.06 09:14| 
 |
Rispondi al commento

2 di 4
"Cosa c'entra la nostalgia del Comunismo con la denuncia dei misfatti egemonistici dell'Occidente, a spese di questa o quella nazione colpita dalle nefaste guerre che ne conseguono?"

" (Hugo) se mi parli di alcune concezioni di ideologie che hanno segnato il passo (anacronistiche, obsolete, NdA), se ne può fare un'analisi, se ne può discutere e vedere, ove possibile, dove buttare via l'acqua sporca senza gettare il bambino"

"…al di là di questo, si tratta di riuscire a trovare le risorse (con la collaborazione di tutti) per migliorare questo mondo."

"come cittadini del mondo, sarebbe meglio che ci scrollassimo di dosso il peso dei poteri oligarchici (e le conseguenti ideologie, NdA) per poter giudicare con maggior buon senso e poter vivere un'esistenza più UMANA"

"… Lo so che è una cosa difficile da realizzare (e noi non la vedremo di certo) ma mi rifiuto di pensare che sia solo utopia e, quindi, ipotesi da ignorare"
('L'utopia' a cui si riferisce è quella della frase precedente 'un'esistenza più umana (per tutti)', NON il marxismo, NdA)

" Io non giudico gli AMERICANI, io critico il Governo. Lo critico per le AZIONI che fa e che denunciano chiaramente quale è il PENSIERO che le guida"

" Io ho la lucidità necessaria per individuare le cattive azioni INDIPENDENTEMENTE da dove provengono (…)"

"Io, che non amo la politica classica, vedo magagne a Sinistra e a Destra. Solo per APPROSSIMAZIONE mi sento più vicino alla Sinistra"

"gli 'ERRORI' dell'Occidente NON giustificano determinate REAZIONI dell'Oriente"

"Io non prendo a modello nè Ferrando nè NESSUN altro. Valuto UNA sua dichiarazione che esprime UNA sua opinione.
Il fatto che nel caso specifico lui, per me, possa anche avere ragione, NON significa che accetto QUALSIASI sua opinione."

"anche se io trovo elementi di ispirazione nel marxismo, NON sono COMUNISTA in PRATICA; questo semplicemente perchè so bene che applicare ADESSO alcune teorie sarebbe disastroso…"

Marco Zamparini 01.03.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

3 di 4
"In una Democrazia è lecito esporre QUALSIASI opinione che non inneggi alla violenza o alla cancellazione, parziale o totale, dei diritti dell'individuo."

" io non ritengo che un'individuo di pensiero diverso dal mio sia un nemico: è mio nemico nel momento in cui egli mi obbliga con la violenza ad aderire al suo pensiero" (Ergo: anche un marxista ortodosso lo può diventare, NdA)

"Il mio personale desiderio, e cioè che la società possa essere diversa da quello che è adesso, non significa che io faccia PREVISIONI!(…) non mi comporto come se fossi detentore di verità indiscutibili. Solo la volontà CONSAPEVOLE e LIBERA dei popoli può dettare i cambiamenti."

"So benissimo che in preda alle proprie convinzioni è reale il rischio di divenire autoritarista e totalitarista ma spero che io non sia mai protagonista di azioni del genere"

"io non ho la certezza matematica che la vita ispirata a ideali marxisti, o quant'altro, possa NECESSARIAMENTE funzionare. Non cado nel facile tranello che "se ha funzionato con la Democrazia, deve poter funzionare anche con i concetti marxisti"

"sono dell'opinione che QUALSIASI forma di ideologia (la MIA eventuale, compresa) NON DEVE essere un'IMPOSIZIONE ma una SCELTA, della società, dei gruppi e dell'individuo (…) e censuro totalmente chi ha STRUMENTALIZZATO e strumentalizza per scopi di potere (CCCP compreso) qualsiasi pensiero umano, da Gesù a Marx."

" I princîpi del Marxismo (sotto alcuni aspetti discutibili) sono stati USATI così come le idee di Nietzsche sono state prestesto per il Nazismo"

"ho detto di NON essere comunista e NON lo sono in pratica;
ho solo dichiarato che trovo ispirazione in alcuni concetti espressi nel Marxismo, così come trovo ispirazione in frasi attribuite al personaggio di Gesù pur non essendo un credente. Cerco di trovare il buono ovunque senza farmi schiacciare dalle ideologie. Uso il buon senso."

Marco Zamparini 01.03.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

4 di 4
"non ho MAI negato i CRIMINI dei regimi TOTALITARI e ho censurato TUTTE le realtà dove la libertà e i diritti dell'individuo sono SOFFOCATE.
Ho anche dichiarato che ispirarsi a TALI regimi e mantenerne i simboli è un ERRORE"

" trovo alcune idee (del Marxismo, NdA) DISCUTIBILI (tra cui la sparizione dello Stato, aggiungo adesso);
MA SOPRATTUTTO, non vedo in tale ideologia una PREVISIONE di qualcosa che dovrà accadere PER FORZA

"Sul marxismo fai un'analisi che condivido, come impianto generale, e i pareri sintetizzati da me in precedenza su tale ideologia mi sembrano in linea con quello che hai scritto, se escludiamo il fatto che io, da inguaribile 'ottimista', ritengo possibile un'evoluzione della natura umana che possa far vedere le cose in maniera diversa. E' una mia opinione. Indipendentemente da questo, vale sempre, per me, il principio che qualsiasi 'regola' (leggi marxismo, se vuoi) non vada applicata pedissequamente, a prescindere dagli effetti nefasti che può generare."

" sostengo la Democrazia che abbiamo (nell'ottica di un miglioramento), non ritengo applicabile il Marxismo con gli attuali presupposti. (in parte o in toto, NdA)
Allo stesso tempo sono fiducioso in un miglioramento sostanziale dell'umanità (anche se mi paro il didietro, se occorre) fino a che sia possibile andare oltre alla Democrazia che conosciamo."

" L'importante è che ci si confronti con rispetto reciproco, secondo regole comuni, e non ci sia prevaricazione di una concezione sull'altra."

"Penso che la Sinistra non sia composta esclusivamente da forze antidemocratiche, così come non penso che a Destra siano tutti fascisti.
In caso di pericolo - dell'uno o dell'altro - confido negli anticorpi democratici dello Stato che sono sempre pronto ad accudire bene."

"il fatto di sperare in un mondo migliore, in un uomo migliore o anche nella venuta degli extraterrestri, è un'altra storia e non implica necessariamente perdere la capacità di discernere."

Marco Zamparini 01.03.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento


Pensieri Dahredorfiani su cui si può raginare o no?

Ci sarà un mondo migliore o no?

Il fine forse è lo stesso?

Quale il metodo migliore?

**************

Ralf Gustav Dahrendorf

PENSIERO

Esponente del neoliberalismo, Dahrendorf critica il liberalismo classico che, nel suo esasperato individualismo, ha ignorato alcuni problemi di equità sociale che vanno impostati, senza limitare l'iniziativa economica del singolo che è la molla del progresso sociale. Per Dahrendorf la società deve offrire a tutti pari opportunità, in modo che gli uomini possano diventare diversi per loro scelta e in forza del diritto e non a spese di altri: lo scopo dell'uguaglianza deve essere una diseguaglianza consapevole. Fiducioso, diversamente da Marx, nelle possibilità del capitalismo di rinnovarsi dall'interno, Dahrendorf ritiene che l'eccesso di partecipazione a tutti i livelli di decisione porti ad una sorta di paralisi: i rappresentanti dei vari gruppi sociali, come delegati, non possono prendere decisioni autonome in modo rapido ed efficace. Dahrendorf attribuisce un ruolo positivo al conflitto sociale, che egli analizza con l'ausilio della teoria marxista e della sociologia americana.


ernesto scontento 28.02.06 22:44| 
 |
Rispondi al commento

ah Kolion stavo per dimenticare un'ultima cosa, serissima:hai + paura tu di scoprire ke il marxismo "funzioni" di quanta nn ne abbia io di scoprire ke sia completamente da rigettare...per quanto mi riguarda quell'esperienza(da un pvs storico e nn personale,per fortuna nn sn della generazione del PCI ) è completamente digerita e perciò nn temo affatto una discussione seria sul tema, anzi la esigo, perkè,e in qs hai ragione,nn è stata fatta in maniera profonda (e nn mi riferisco ad un moralismo vittimista ke fa la conta delle vittime ),intendo una ANALISI critica(storica,economica,scientifica) ke ne evidenzi,senza vizi di parte,i meriti e i demeriti.scontato ke per te i meriti nn esistono, ma tanto nn sarai invitato alla discussione :-) .un saluto a TUTTI!

Nicola Amoruso 28.02.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la nocciola si crede solo una nocciola, con tutto il rispetto delle pere.
E mi sa che questa nocciola ha una percezione molto più veritiera della realtà di quanto ne abbiano quei 'frutti' della società, a detta loro, più savi e razionali.
A guardarsi intorno ora, i pericoli per la democrazia vengono da tutt'altra parte, piuttosto che dalle storiche e oscure vicende del baffone: nell'affarista che cambia le leggi a suo uso e consumo (discreditando chi gli affari li vuol fare onestamente) e nel sacerdote illiberale che vorrebbe imporre la sua concezione del mondo a tutti (delegittimando gli uomini che desiderano solo offrirsi per il bene del prossimo).

Vi sembra poco sensato prendere in considerazione i problemi in ordine di urgenza e, soprattutto, in base alla probabilità che essi si manifestino?
Si deve scegliere tra allarme e allarmismo.
E spesso, l'allarmismo, è il sasso scagliato nello stagno da chi ha tutto l'interesse che le acque si intorbidino.

La nocciola non ha stima per chi, a scopo personale, alimenta la paura infondata della perdita al diritto dell'amata proprietà, ma non ne ha neppure alcuna per chi strumentalizza la propria invidia della proprietà altrui allo scopo di mascherare la scarsa voglia o capacità di migliorarsi.
Poi, il fatto di sperare in un mondo migliore, in un uomo migliore o anche nella venuta degli extraterrestri, è un'altra storia e non implica necessariamente perdere la capacità di discernere.

Massì, dài! Mentre si smontano, pezzo dopo pezzo, i princîpi dello Stato di Diritto e della Costituzione, continuamo a contare, come le figurine doppie, 200 milioni di morti: forse, continuando a contarle e a consultarle come un'oracolo, riusciremo a esorcizzare le più profonde paure.
E a salvare la democrazia!

Marco Zamparini 28.02.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

senza dignità che credono di essere dei "super-uomini",ma che in realtà non rappresentano altro che la cacca sotto la tua scarpa,caro maurizio!!!
Spero tu possa risp,e,possibilmente,senza parolacce!

serena capasso 28.02.06 20:27

No cara serena ,io non ti risponderò assolutamente con le parolacce ne hai usate abbastanza tu ,ma non dovevi permetterti di dire,che io non conosco il sud, perchè sono siciliano,tiri in ballo senza alcun criterio persone che sono morte nelle varie guerre,e noi li ricambiamo così.
tu pensi che sia colpa dei, come li chiami tu padani, se è nata la lega nord ?
Attenzione ad offendere persone che hanno permesso al sud di rimanere attaccato all'europa cara serena ,capisco il tuo orgolgio ferito ,ma anchio mi sono sentito ferito tante volte ,sentendo certi discorsi ,di persone che però non avevano tutti i torti.
Sventoliamo la bandiera solo quando ci fa comodo,hai detto che vivi al sud ,io ti chiedo e devi essere sincera,il sud si merita di rimanere in europa così restando le cose?

maurizio musco 28.02.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Kolion e company adesso Basta! :-) è diventata una droga per me..mia moglie ha kiesto il divorzio...continuate a divertirvi senza di me...oddio mi sa ke l'ho detta una cazzata, forse qui l'unico ke si diverte sn io..cio Marco sei troppo onesto per stare qua dentro,nn farti mai la tessera di alcun partito!!
Kolion nn prendetevela se tornerò solo per farvi le pernakkie...ma sn sicuro ke quelle si sentono di + di qualsiasi bella parola ...ciao a tutti!

Nicola Amoruso 28.02.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma come ti permetti di parlare del Sud, tu che vivi nella comodità e nell' ipocrisia del tuo nord leghista (e, a mio avviso, sporco, anzi, lurido)? Tu non capisci e mai capirai la situazione del Nostro Sud,sei cresciuto in altri ambienti,ambienti in cui si fa appello ad uno sporco "diritto", quello di essere chiamati "padani"...ma ti rendi conto? hai un po' di cervello per capire quello che pensi e quello che scrivi? beh, secondo me No! per costruire quest' ITALIA di cui tu,come altri (purtroppo), ti vergogni,persone con cervello e con fermo coraggio si sono sacrificate, sono morte. Ed ora, a causa di persone xenofobe,razziste,e a momenti direi quasi omofobe,dobbiamo rendere il duro lavoro di questi secoli vano? Ma NON ESISTE AFFATTO!!!!!!!Qui al Sud siamo FIERI ITALIANI, nonostante tutti gli sforzi e i Sacrifici che dobbiamo sopportare. Non siamo certo felici di QUESTA Italia,guidata da LADRI,IPOCRITI che si alleano e stringono patti con persone che non possono far altro che recar danno all' intero sistema governativo e giudiziario.Persone come maroni, bossi e calderoli (giusto per citarne solo alcuni della lega) non dovrebbero essere accettati come ministri.Gente che non riconosce l' Italia,il nostro amato tricolore (un cretino disse,addirittura,che lo usava come carta igienica; che ci usi quel suo lurido stemma verde!), che non respira quel soffio di libertà che è l'inno di Mameli...come fa ad essere accettata in uno stato che si definisce liberale e democratico???
Quindi, per favore, finiamola di seguire ideologie ghe dovrebbero essere morte, che vogliono l'annullamento dell'uomo libero e non la sua espressione più totale;smettiamola di belare come tante pecore in onore di un sogno che inevitabilmente si rivelerà autodistruttivo;siamo tutti stanchi di sentire uomini senza dignità che credono di essere dei "super-uomini",ma che in realtà non rappresentano altro che la cacca sotto la tua scarpa,caro maurizio!!!
Spero tu possa risp,e,possibilmente,senza parolacce!

serena capasso 28.02.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine del discorso, la nocciola che si spacciava per pera è risultata per quello che realmente è (e che magari non sa neanche di essere), appunto una nocciola.

Hugo Kolion

pera,nocciola,marxista,kamikaze,ezbollah,scafiista,accademco dei lincei,mandrake,fascista,pensionata al minimo,capitalista...tutto posso essere tutto e il contrario di tutto e in virtù di questo ke qualunque giudizio tu esprima risulta essere sbagliato .. ognuno vede ciò ke + gli conviene a te conviene vedrmi cm marxista (capisco ke vedi rosso ovunque ma adesso è troppo :-)) tanto ke, già emerge ciò ke esiste nel tuo immaginario(mi vedi cm una sorta di hippy giramondo.questa mi mancava!grazie Hugo! :-)se solo sapessi cm sono in realtà ...),il problema nn è cm sn io, il problema e le questioni ke ho sollevato sn altre, e ke,come volevasi dimostrare, hai sapientemente aggirato. ecco un segnale di cedimento della tua impalcatura ideologica :

"l’incompatibilità tra il marxismo e la libertà (non certo limitata al pensiero)" (HK)

già cominci cn i distinguo..cn la tua "geometria variabile"(da quello ke spero tu abbia capito la mia "geometria variabile" è dikiarata ) è singolare ke tu mi dca di essere nocciola travestita da pera quando tu stesso sei un OGM ...ma mi facci il piacere cm diceva il compianto principe Decurtis... :-)

Nicola Amoruso 28.02.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio..vorrei sapere quale sarebbe un programma migliore di quello del mio amico Tonino =)....
Parla se hai il coraggio!! =)

MARIA LAURA FRATTARELLI

BEH cara fatina ,il mio programma preferito è quello della lega nord ,per essere più precisi la DEVOLUTION ,è ora di finirla di girare attorno al problema in italia ,fino a chè non abbatteremo almeno della metà la spesa pubblica ,in italia è vietato ogni pensiero di progresso,qui si tira in campo la parola democrazia ,non sarà certo democrazia prosciugare sempre le casse dello stato ,a scapito della ricerca ,delle infrastrutture,di cui il paese ha un urgente bisogno,per mantenere il più alto numero di dipendenti pubblici che un paese occidentale abbia.
in questo blog nella stanza di parlamento pulito,ci sono i nomi di bossi e maroni come parlamentari condannati,e sono stati condannati per aver detto la verità ,pensa,verità che dava fastidio a molti sopratutto a quella classe politica che ce la mette nel culo da anni ,e qui berlusconi non centra.
Ti ripeto mia fata ,che non capisco che cosa ci faccia di pietro schierato con bertinotti ,luxuria ,e il no global che non ricordo mai come si chiama ....
Per queste elezioni non voterò ancora lega nord ,ma se fonderanno un terzo polo ,e la sinistra vincerà le elezioni ,allora sicuramente il mio voto come quello di molti moderati qui al nord andrà alla lega nord.
Gli ipocriti che sostengono che l'italia sia ancora unita ,lo fanno solo per paura ,l'italia mia cara fatina è divisa da tempo ,te lo dice uno che il sud lo conosce molto bene ,e sfido chiunque a dimostrarmi concretamente il contrario ,ma non lo farà nessuno, perchè tutti sanno che sto dicendo la verità.
Qui al nord c'è voglia di progresso ,con le risorse che dovremmo aver messo da parte da anni non avremmo alcun problema a tener testa alle nazioni più avanzate ed evolute di noi purtroppo,ma quelle risorse tolte ingiustamente a molta gente qui,dove sono finite?
promettono da 60 anni maria laura 60 anni che il sud cambierà ,cos'è cambiato in 60 anni?
La gente qui è stufa di vergognarsi di essere italiana ,si è imprecato alla pazienza qui ,e la gente ha portato pazienza ,ora è stufa,qui c'è voglia di progredire ,si sente nell'aria ma non è giusto chiedere di fare un ennesimo sforzo non c'è quasi più benzina mia cara fata ,qui le imprese hanno bisogno di massicci investimenti per tenere il passo coi tempi ,ma a Roma non ci sentono ,continuiamo a gettare miliardi di euro nell'immenso buco senza fondo chiamato sud.
sai quanti ragazzi del sud ho conosciuto e che hanno lavorato, e lavorano nei cantieri qui da me?
Sai quanti ne ho visti piangere dalla disperazione ,gente sposata con figli ,che viene qui a lavorare e torna a casa il fine settimana ,pensa che uno di loro ,un giorno mi ha confessato di aver dato il suo voto alla lega nord ,per protesta ovviamente ,pensi che questa gente che io ritengo straordinaria abbia paura di affrontare una devolution,a chi realmente fa paura ,il mostro devolution.

maurizio musco 28.02.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Nicola

Odifreddi scherza sempre, soprattutto sulle cose serie… ;-)

Ciao

Marco Zamparini 28.02.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Su Odifreddi e dal "C'era una volta un paradosso":

Un partito estremista, la FIS, si presenta alle libere elezioni con il dichiarato progetto di eliminare la libertà.  E le vince.  I militari reagiscono: e con un metodo non demo cratico impediscono a un gruppo non democratico di abbattere la democrazia con un metodo democratico.  L'Algeria è la vittima recente e clamorosa di un paradosso. Il «paradosso della democrazia».  In un sistema democratico non è possibi le impedire con metodi democratici a un dittatore che ha con sé la maggioranza della popolazione di abbattere la de­mocrazia. Il paradosso è una situazione strana e inaspettata che va contro il senso comune. Di paradossi, di insuperabili e talvolta tragiche contraddizioni logiche è costellato il modo democratico di regolare i rapporti sociali tra gli uomini. Che infatti, come diceva Winston Churchill, non è il miglior sistema possibile di governo, è solo il meno peggio che abbiamo. La cosa strana, il paradosso, è che con la sua straordinaria intuizione l'arguto statista inglese, memore del fatto che il suo principale nemico, Adolf Hitler, sia andato al potere con metodi democratici, non coglieva un limite storico della democrazia, ma un limite intrinseco. Come, matematica alla mano, dimostrerà più tardi Kenneth Arrow che per questo nel 1972 sarà insignito del premio Nobel per l'economia, L'imperfezione di principio del sistema democratico è noto come «paradosso di Arrow»

-- continua

Marco Zamparini 28.02.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

--Segue

Da "Il matematico impertinente", sempre di Odifreddi:

"Il mondo è bello perché è vario è il titolo di un altro breve testo in cui il matematico si sbilancia criticamente e scrive: "c'è dunque un gran bisogno di una critica scientifica al totalitarismo occidentale (…) che senza più alcun pudore pretende di imporre al mondo intero, con il bastone dei carri armati e la carota della pubblicità, il credo monoteistico e trinitario di un unico modello economico (il capitalismo), un unico sistema politico (la democrazia) e un unico credo religioso (il cristianesimo)"

Per fortuna sono libri che avevo già in lista di attesa di lettura: non ne devo aggiungere altri!!!

Saluti

Marco Zamparini 28.02.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento

x Marco ed Ernesto


l'articolo di Odifreddi lo posseggo in forrmato cartaceo...nn ricordo dove l'ho messo e nn mi va di rovistare :-) in ogni caso nn va preso troppo seriamente(lui stesso skerza) ...

Ernesto mica l'ho presa male(tanta fatica sprecata ,fiumi di parole inutili :-) )...cm vedi sn qui a scriverti...cm dici tu il "rapporto telematico" cela le espressioni e gli stati d'animo quindi...poi per me è un divertimento scrivere ,un piacere,peccato ke nn ne ho il tempo... ke palle...

Nicola Amoruso 28.02.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Estremisti come Ferrando, che ha detto sull’Iraq e sulla Palestina cose che pensano molti italiani.

Siamo sicuri? E' davvero cosi'? Sull'Iraq forse, ma sulla Palestina e sul diritto a entrambi di esistere, penso che la maggior parte degli italiani NON la pensi come Diliberto, il quale a parole vuole due stati, ma nei fatti mi sembra che la pensi come il sindaco di Marano: se non ci fosse (Israele) sarebbe meglio.
IO NON SONO D'ACCORDO!!

Aldo Ciolfi 28.02.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto,
ho cercato sul sito di Odifreddi ma ho trovato nulla (però potrei aver anche visto male, controllerò ancora…).
Su 'Le Scienze' c'è solo un riferimento nella lista degli arretrati, numero di maggio 2004.

Saluti

Marco Zamparini 28.02.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

".il libro "le menzogne di Ulisse" nn l'ho letto invece...se nn lo capisci abbandonalo... :-)"

Be' Nicola,
la prima volta ne avevo capito solo un terzo, del libro; poi mi sono cimentato con altre letture in tema e, la seconda volta, sono arrivato a comprenderne la metà.
Se vado avanti di questo passo arriverò a capire anche il sommario ;-)

ciao

Marco Zamparini 28.02.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

x Marco e Nicola

a tal proposito ti consiglio di leggere un articolo del matematico P.G. Olifreddi su le Scienze, a riguardo del sistema di governo + democratico"

******************
Scusate ragazzi io non riesco a trovarlo in rete mi date l’indirizzo se c’è.
Magari dopo ne discutiamo, tutti seriamente.

Nicola lai presa male pero sei tu che ai cominciato?

Spesso un Blog fa passare le cose in maniera dura, non è espressivo, quindi si può fraintendere.

Ognuno è libero di pensare quello che vuole, non saro certo io ha negarti questo diritto.

Pero devi accetare la critica anche se dura, ma di critica si parla sempre ftta dal blog, quindi innocua.

Ernesto

ernesto scontento 28.02.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

dedicato ai compagni (che nn sanno di esserlo o che fanno finta),a quelli della sommossa anticomunista,a : Hugo ed Ernesto

quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia
chi vuol esser lieto sia ,del doman non v'è certezza...

PS ah beati voi ke avete tempo per cazzeggiare sul blog...un film ke vi consiglio vivamente di gurdare è "alba rossa"(nn è sulla Parietti)tratta l'invasione sovietica degli USA .regia di John Milius ke tra l'altro è stato sceneggiatore di Apocalipse Now.

Nicola Amoruso 28.02.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

"a tal proposito ti consiglio di leggere un articolo del matematico P.G. Olifreddi su le Scienze, a riguardo del sistema di governo + democratico"

Nicola,
ho trovato che l'articolo di Odifreddi sarebbe stato pubblicato nel numero di maggio 2004: sai se il contenuto si riferiva, a sua volta, a quello di un suo libro in particolare?
Preferirei comprare il libro che farmi arrivare l'arretrato della rivista…

Grazie
Un saluto

P.S.: hai letto 'Le menzogne di Ulisse'?
Cribbio! metà libro non ci riesco ancora a capirla…
Ma non mi arrendo!!!

Marco Zamparini 28.02.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ hugo & MAURIZiO

Bastardi! Stavate parlando male di me?????

Maurizio..vorrei sapere quale sarebbe un programma migliore di quello del mio amico Tonino =)....
Parla se hai il coraggio!! =)

Hugo! Brutto maldicente! Guarda che ho letto le tue malignità... La pagherai!!! =) Ti infesterò il PC di Virus!! IHIHIHIIHIHIHIHIHIH! =)

Maria Laura Frattarelli 28.02.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

.ah ti ricordo,per la cronaca, ke, se fossi nato in URSS sarei stato un feroce oppositore del regime, se fossi nato in Germania pure(sicuramente nn sarei qui a scrivere), se fossi in un blog pieno di fanatici del liberismo e dell’anticomunismo sarei un loro oppositore,ecc,ecc,ecc…essere contro,nn essere allineati a un pensiero unico,questo significa essere davvero liberi! ah un consiglio:spogliatevi dalle vostre pretese egemonike ,solo dopo potremo parlare SERENAMENTE di qualunque cosa ,da Pol Pot ai buki neri.saluti.

PS nn ho mai letto topolino ..ho sempre preferito i puffi :-) (lo sapevate ke i puffi sn comunisti? :-) )


[5]

Nicola Amoruso 28.02.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Andando oltre voglio sottolineare ke, a prescindere da come la pensi io (cs del tutto irrilevante e tale da nn dover suscitare alcun pregiudizo), ciò ke è sconcertante è ke, kiunque pronunci frasi del tipo di quella su citata,sia oggetto di feroci invettive.mi pare questo, un modo di procedere(e lo ribadisco) ke nega i principi di libertà(addirittura uno di voi dice ke dovrei essere emarginato dalla società, colpevole di aver scritto una frase a lui scomoda.bella lezione di democrazia.grazie.ah moscio, aggiustati il berretto nn si vede bene la doppia S),principi i quali implicano l’esistenza di idee differenti(Kolion spero ke tu nn voglia negarlo).così facendo assumete sempre + le sembianze dei vostri odiati nemici cn l’aggravante di nn rendervene conto.in definitiva,quello ke vorrei sia a voi kiaro è ke, la libertà anke se contenuta in un’ idea ,per poter diventare “reale” deve essere introiettata nell’individuo, e nn mi pare ke in voi sia avvenuto questo processo(sordo,ascolta la voce di un cieco). Ah kolion, mi ha divertito la precisione scientifica cn cui sei riuscito a mettere sullo stesso piano comunismo e nazismo(anzi ti sei superato, hai dimostrato ke il comunismo è peggio) ,pertanto il Capitale e il mein kampf sn la stessa cosa giusto? E se è così, mi spieghi perkè nn c’è stata una Norimberga per il comunismo?se riuscirai a rispondere vorrei ke lo spiegassi pure ai deportati scampati alle camere a gas. mi aspetto un triplo salto mortale con 6 avvitamenti e bacio accademico da baronessa 150enne.ah ,altra cosa secondo te bisognerebbe eliminare gli "elementi residui"(sn parole mie ma la sostanza è tutta tua) del marxismo dalla nostra cultura,lo sai ke questa si kiama censura ,oscurantismo culturale? nn sarebbe giusto ke ognuno si faccia un'idea e poi liberamente tragga la sue conclusioni(cs ke già succede per fortuna)?ti rendi conto della gravità e del livello di PARANOIA delle tue affermazioni?

[4]

Nicola Amoruso 28.02.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Devo dire,peraltro, ke sn sorpreso dalla sicurezza hitleriana ke mostrate nelle vostre idee(un fideismo pari a quello del culto della classe operaia di epoca staliniana),spesso sembrate + realisti del Re( incredibile, sull’anticomunismo avete scavalcato pure berlusconi …Putin docet) nn vi sfiora minimamente il dubbio (vi ricordo ke i nazisti nn avevano alcun dubbio su quello ke facevano ),mai sentito mettere in discussone le vostre idee ,mai!bizzarro, io ho poke certezze e molti dubbi.. kiederò soccorso a voi.e come se nn bastasse mi tocca assistire a noiosissime conversazioni ,tanto cervellotike quanto sterili:puro esercizio di scrittura(acrobati della parola unitevi!)… non ultimo :”hai letto il programma di Di Pietro?” .cn tutto il rispetto per il buon Tonino ,ma voi a questo punto state? Ma nn vi rendete conto ke la politica ,le istituzioni sn contaminate?credete davvero ke un programma politico possa cambiare un paese o ancor + possa trasformare la società(voi stessi nn ci credete ma fate in modo ke siano gli altri a credervi..il maiale si sa, è + uguale degli altri animali)? Kolion anzikè teorizzare sull’anticomunismo(lo so ke sei terrorizzato dai khmer rossi e ke pur di nn ritrovarteli in casa faresti qualsiasi cosa  )dicci come fare quanto meno ad arginare le contraddizioni ATTUALI e nn quelle del marxismo(in quanto queste ultime nn sn + un problema .nota ke ti sto concedendo l’ipotesi ke il marxismo è completamente da rigettare.tuttavia credo ci voglia una discussione SERIA prima di fare questo, ke nn è certamente quella del libro nero del comunismo dal quale ti nutri;a mio parere il marxismo può essere recuperato come elemento di arrikkimento di cultura politica ed economica e nn cm elemento dominante .ma questo vale per qualsiasi dottrina.se rifiuti anke questo allora la tua è FOBIA del marxismo e in qs caso nn ti resta ke il lettino dello psicanalista) da te citate.


[3]

Nicola Amoruso 28.02.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

comunista,bakkettone,testone,liberticida,antidemocratico,parassita e via discorrendo(e meno male ke siamo in uno stato di diritto ).se qualcuno di voi m’avesse fatto una pernakkia per quella frase ,l’avrei apprezzato,avrei detto:cavolo, uno ke ha finalmente colto nel segno. Invece voi avete dimostrato tutti i vostri anni ,avete dimostrato lentezza e kiusura mentale (senza offesa..si può sempre riparare), nn riuscite a cogliere l’ironia,la provocazione, il senso dell’umorismo,la fantasia, il distacco il disincanto e le mille sfaccettature e CONTRADDIZIONI ke possono convivere in UNICO individuo(perkè l’uomo stesso è complesso quanto l’universo) e ke sono certamente una risorsa e un valore aggiunto, virtù da contrapporre ad una visione PIATTA(anke nel senso di coloro ke credevano alla terra piatta) di ciò ke sta dentro e fuori la nostra mente .la vostra mancanza di energia giovanile, nn può essere un pretesto di oppressione verso qualunque cosa nn sia conforme ai vostri, peraltro limitati, parametri,al contrario la “diversità” anke stridente,e anke sideralmente distante, deve essere motivo di confronto,curiosità ,deve essere piacere della scoperta,nn vilipesa a priori e questo anke se si tratta del”comunismo contenitore di democrazia”.ciò ke vi ha “sconvolto” nn è la “sciokkezza” intrinseca delle frase, quanto il fatto ke essa costituisca un corto circuito mentale cn le vostre idee,in altri termini ,vi ha destabilizzato. si sente spesso parlare di America, ma cm al solito di quel paese attingete frutti malati,nn cogliete la rikkezza , la creatività ,il dinamismo(con tutto il carico di contraddizioni ke ne consegue) ke voi e la cultura europea nn avete.

[2]

Nicola Amoruso 28.02.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

cari Hugo ed Ernesto mi rivolgo a voi,per dirvi ke, nn è in qs blog ke devo aprire gli okki, tanto più ke il film al quale state partecipando nn solo l'ho visto ma vi ho pure preso parte(gli attori erano persone in carne e ossa nn nicknames) e questo nonostante la mia giovane età(le parole di Kolion sn sentite e strasentite, sembrano una predica logico-matematica tesa alla confutazione del paradigma comunista, con pretese pari a quelle di ki vuole trovare una formula matematica per dimostrare l'esistenza di Dio,col risultato di andare incontro a errori imbarazzanti;a tal proposito ti consiglio di leggere un articolo del matematico P.G. Olifreddi su le Scienze, a riguardo del sistema di governo + democratico,ne rimarrai sorpreso), tutto ciò per dirvi ke nn mi va di ripetere le estenuanti diatribe dialettike(mi limito a starmene seduto in platea e prendermi la libertà di fiskiare e applaudire) ke voi, a un certo punto della vostra vita, decidete di intraprendere magari presi dai sensi di colpa di una gioventù falce e martello e desiderosi di gridare al mondo intero ke il comunismo è il male del secolo,ma ke dico del secolo,della storia!.da tutto questo mi kiamo fuori! fuori perkè è inutile ,nn si va da nessuna parte(è velleitario , presuntuoso e irrispettoso pensare da parte vostra ke, il vostro bombardamento ideologico possa far cambiare idea ad es a Marco Zamparini ,la svolta,voi mi insegnate, avviene sulla via di Damasco, fanno eccezione le “pecore”.ciascuno di noi è libero di cambiare quando gli pare,anke mai! ).sn arrivato vostre stesse conclusioni già da tempo, senza peraltro violentare il mio cervello(e quello degli altri) con pericolosissime seghe mentali;il fatto ke nn abbbiate capito il “senso” dei miei interventi è sicuramente da addebitare a me(adoro la provocazione) ma buona parte è dovuta alla vostra superficialità di giudizio, per voi la frase “il comunismo supera la democrazia e la contiene “ implica ke ki la scrive è :

[1]

Nicola Amoruso 28.02.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Ugo ti ho mandato una mails.

ernesto scontento 28.02.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe 110 e lode.
la verità in italia è un tabù.
Daltronde con una popolozione che crede a vanna marchi ed ai maghi, la realtà proprio non fa audience. C'è ancora la Società della terra piatta e ci sono i soldati italiani in missione di pace. E le torture? Ed il fosforo? Cecità di comodo per non sovraccaricare i due tre neutroni dell' italiano MEDIOcre.

Bruno Lauri 28.02.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Hei hugo mi sono sempre dimenticato di chiederti una cosa, ma in germania esiste il partito comunista?

maurizio musco 28.02.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Poi l'ultima puttanata di bertinotti ,è stata quella di dire ,DAREMO LA PENSIONE A TUTTI ANCHE A CHI NON HA LAVORATO NELLA VITA.
Tutto questo per acaparrarsi i voti di moltissimi italiani che lavorano in nero e non versano una lira allo stato .
IL 40% di sommerso in italia e riusciamo a stare a galla a volte mi chiedo come facciamo.
Che razza di politici che abbiamo; puntano su gente che froda lo stato,bella filosofia,e poi danno dei razzisti ai leghisti ,e indagano bossi e maroni per avere causato depressione nel sistema nazionale,più deprimente delle parole di bertinotti per una nazione che si vanta di essere una grande democrazia,penso ci siano solo quelle dell'iraniano.

maurizio musco 28.02.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

stamattina a radio anch'io ,ho seguito il faccia a faccia MARONI, BERTINOTTI,non c'è nulla da fare il buon bertinotti non si smuove dai suoi ideali comunisti,è vent 'anni,che predica sempre le solite minestre ,lui vuole ridistribuire il denaro pubblico,sostenere l'economia interna,assumendo dipendenti pubblici ,il mondo economico moderno fa sforzi da gigante per smantellare l'organizzazione pubblica malata ,e lui continua imperterrito con il suo credo .
Un eventuale Governo di sinistra dovrà inevitabilmente fare i conti con questo signore ,che non vuole scendere a patti,è vero che dovevano perseguitare i comunisti al pari dei fascisti e nazzisti,per il semplice fatto che sono uguali .

maurizio musco 28.02.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Apologia di terrorismo e odio verso un intero paese (israele) sarebbe buon senso?! Ma per piacere!! Vergogna!!

Francesco Rossi 28.02.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo mi fai pena...sei una caricatura di comico. Perchè insieme a Ferrando non parti per l'Iraq....almeno avrei la soddisfazione di vederti un giorno ad Abu Graib

Dario Ujetto 28.02.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento

non ci sono piu' i grilli di una volta.quelli per lomeno frinivano con senso critico.questi ripetono le solite cose.non hanno molto da dire.

enrico nobili 28.02.06 07:29| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo oltre a non essere un moderarato e questo passi non è neanche una persona di buon senso pensa che la sua verità sia la verità assoluta non ha mai il minimo dubbio è offensivo in maniera carognesca insomma per stare al suo linguaggio è un obeso ricco ( belin che offesa!)pensa che gli unici degni di governare siano i post ex comunisti o forse i radicali chi la pensa diversamente è o un fascista o un clericale tipico del pensiero di sinistra complimenti continuate così

stefano forresu 28.02.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo
Israele è una nazione che cerca di praricare la democraziua in un area e tra culture profondamente antidemocratiche come quelle arabe del medioriente. Ci penserei due volte ad attaccare un popolo intero e schierarsi dalla parte dei terrorirsti.
Perchè piuttosto non commenti l'articolo di Mario Pirani sull'ultimo inciucio bipartisan dei nostri " dipendenti" di destra e di sinistra a scapito della efficienza del Sistema Sanitario Nazionale: tutti i trombati tutti caballeros!!
Ciao

Giorgio Giuliani 27.02.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Hugo non ho fatto i compiti per casa (LEGGERE IL PROGRAMMA DELLA SINISTRA )ma li farò.
Credo che la mia fata mi abbia lasciato ,ma come si fà dico io con un figo come me ,mah.
Ernesto hai letto il programma italia dei valori?
E tu hugo Lo hai letto?
cosa ne dite a me sembra buono gli dò un bel 6.5 ,ha un pò sorvolato il problema sud ma è un buon programma ,non so quanto potrà essere applicato(IN CASO DI VITORIA DELLA SINISTRA) con un rompi balle come bertinotti in groppa però non si sa mai.

maurizio musco 27.02.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

e qui ci siamo in pieno … la struttura (surreale) c’è, il seme anche, manca solo l’opportunità … a quel punto partirebbe immediatamente la modifica del genere umano .....

HUGO

Beh come contrariarti ,se pensiamo che il terzo reich è nato in una birreria di monaco.....
Nel post sul nucleare all'iran viene spesso sottovalutato il personaggio (non mi viene il nome di quel testa di cazzo)dell'iraniano, se solo pensiamo che il nazzismo è nato in una germania molto più avanti dell'attuale iran ,allora c'è veramente da preoccuparsi.

maurizio musco 27.02.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento

ridurre la spesa pubblica entro il, 2010 del 30% e entro il 2015 del 50%,portare gli orari di lavoro negli enti pubblici alle 8 ore ,dare priorità al posto di lavoro in ambito pubblico alle donne con figli ,concedere partime di 4 ore ,così facendo si avrebbero più posti di lavoro disponibili.

Vietare ogni tipo di propaganda ideologico politica al'interno delle scuole da partre degli insegnanti durante le ore di lezione ,pena il licenziamento immediato.

L'assenteismo non giustificato dal lavoro in enti pubblici ,deve esser punito con il licenziamento immendiato.
il ricatto dei movimenti sindacali dentro le medie e grandi imprese ai danni degli stessi operai, deve essere punito con il licenziamento immediato.

dare in appalto a ditte private ogni tipo di manutenzione pubblica .
Ridurre entro il 2010 il numero dei movimenti sindacali da 3 a 1 più che sufficente a difendere i diritti dei lavoratori.
rendere pubblico ogni contratto di appalto pubblico per grandi opere infrastrutturali,non concedere appalti a società che al loro interno abbiano Parenti (FIGLI, MOGLI ,fratelli)che abbiano ereditato ditte fallite in passato.
Non elargire denaro a ditte costruttrici da parte dello stato se non prima del cosidetto avanzamento lavori.
la direzione lavori va data a uffici tecnici privati ,alla regione o comune solo la super visione.

maurizio musco 27.02.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe essere grato di avere di fronte dei moderati, gli estremisti, qualora non si mettesse sulla loro linea, lo considererebbero un fascista e certemente non le permetterebbero di avere la libertà di parola sia di persona che sul suo sito web

Gianfranco Almansi 27.02.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

ahimè, constato che Nicola non sbagliava: non riuscite a sopportare chi la pensa diversamente, pure se determinato a seguire regole democratiche.
Poi, il fatto che, in fondo, io sia apolitico vi crea maggior fastidio, come di fronte una mosca insolente che non si vuol far beccare.

@ Marco Zamparini 27.02.06 17:45

Marco questa te la potevi risparmiare.

Tutto sommato scoprire le tue idee faceva parte del gioco non ti pare?

Noi le ns. le abbiamo subito dichiarate?

Cominciava a divenire interessante, anche se una fine la doveva avere, non poteva durare all'infinito.

Comunque sulla tua apoliticita non sei convincente?

Agnostico,si
Apolititico,no

Ricordi che ai detto che voti? potrai essere meno coerente, o più libero di cambiare se preferisci, ma qualche partito lo voti anche tu? almeno cosi ai detto.

Comunque auguri di cuore anche a te,in attesa di risentirci su un altro post.

ernesto scontento 27.02.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

@ Hugo e Ernesto,

ahimè, constato che Nicola non sbagliava: non riuscite a sopportare chi la pensa diversamente, pure se determinato a seguire regole democratiche.
Poi, il fatto che, in fondo, io sia apolitico vi crea maggior fastidio, come di fronte una mosca insolente che non si vuol far beccare.
Se, in cuor mio, scelgo da quale lato della barca voglio stare per evitare che - seduti tutti dalla stessa parte - essa si ribalti, mi sembra doveroso concedermi un minimo di rispetto.
Io non credo di avere un'etica più elevata della vostra e chiedo che mi sia riconosciuto lo stesso trattamento.
Per dire, io, come non credente, ho il rispetto del fedele (finchè egli ha rispetto di me) anche se, 'faziosamente', ne avrei ben donde di pensare che è incapace di intendere e di volere.
L'importante è che ci si confronti con rispetto reciproco, secondo regole comuni, e non ci sia prevaricazione di una concezione sull'altra.

Ho un amico che solo a sentire parlare di Sinistra ha un attacco di orticaria.
Con lui ho, a volte, scambi di opinioni.
Egli, però, non mi disprezza, perchè, alla fine, quando si tratta di valutare quelli che devono essere i nostri comportamenti, come ci si deve porre davanti a determinati problemi (oggi) siamo praticamente d'accordo su tutto. O quasi.

Penso che la Sinistra non sia composta esclusivamente da forze antidemocratiche, così come non penso che a Destra siano tutti fascisti.
In caso di pericolo - dell'uno o dell'altro - confido negli anticorpi democratici dello Stato che sono sempre pronto ad accudire bene.
Non mi auguro un mondo dove tutti la pensano allo stesso modo perchè sarebbe mostruoso; sono convinto che la diversità sia un elemento da preservare nell'interesse di tutti.
Spero solo nella buona volontà di individui che non credano di avere le Chiavi del Sapere, ammettano la possibilità dell'errore e non inveiscano nei miei confronti dall'alto della loro presunta infallibilità.

Auguro un bocca al lupo a voi e ai vostri cari
Marco

Marco Zamparini 27.02.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Lasciami solo dire che l'unico problema 'oggettivo' che io vedo è sottovalutare la concentrazione e l'incremento del potere in mano a chi ne ha già tanto, ritenuta da molti come un'egida contro l'ipotesi dell'applicazione coatta di una qualsivoglia forma di marxismo

Se è vero che la natura umana è quella che è, mi spaventa vedere tanto potere in seno a pochi; temo questa situazione, in quanto reale, più di quanto potrebbero essere i rischi di altri ipotetici panorami.
@ Marco Zamparini 27.02.06 11:59
Problema è la sua soluzione?

Potere in mano a pochi che ne hanno gia tanto?

Egidia ( protezione) contro una applicazione coatta (forzata) da una qualsiasi forma di marxismo?

Scusa Marco ma io come dici tu tanto per allenare la mente (il che non è male) ma anche per ricordarmi un passato ormai lontano.

Ti potrei definire per non darti etichette come dici tu in questa maniera ernestiana ?

Tu sei uno di quelle persone che credono nella filosofia marxista è che DEMOCRATICAMENTE Aspettano anche 100 o 200 ( LA NOZIONE DI TEMPO è INDEFINITA ) anni la sua realizzazione.

Arrivo ad azzardare questa ipotesi perché altrimenti tu evidenziando un problema “Potere in mano a pochi che ne hanno gia tanto” ti saresti posto una domanda Democratica tipo “come risolvere questo problema” ( visto che mi ai detto di conoscere Popper).

SEMPRE PER IPOTESI,SE HO INDOVINATO?

Ammesso che in un tempo futuro questo sia possibile ( io spero vivamente di no ho accettato, la democrazia con le sue imperfezioni come forma di governo, il resto per me è illusorio soprattutto nel rispetto dell’uomo).

Domanda?

La Democrazia rimane in piedi dopo o no, nel senso che se chi governa non va più bene a chi lo ha eletto ( inteso come accettazione del pluralismo di idee) sono disposti i governanti in carica a tornare in letargo o no.

ACCETTO ANCHE DI ESSERE CHIAMATO MATTO….. NON SONO PERMALOSO.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 27.02.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

@ Hugo
-------------
Alla definizione
"La Democrazia è realtà perché applicabile"
preferisco
"L'applicabilità della Democrazia è realistica".

Perchè se
"La democrazia è realtà perché applicabile" (VERO)
"Ciò che non è Democrazia è irreale perchè inapplicabile" (FALSO)

ma
"L'applicabilità della Democrazia è realistica" (VERO)
"L'inapplicabilità di ciò che non è Democrazia è irreale" (VERO)

OBIEZIONE:
Errore, perché la democrazia non esclude nessuna forma diversa dalla sua, semmai è la realtà che esclude … ogni forma impraticabile o non applicabile …
--------------

Se diciamo che:
"La realtà include (l'applicazione del)la Democrazia" è VERO
ma
"La realtà esclude (l'applicazione di) (tutto) ciò che non è Democrazia " è FALSO

Quindi:
"Ciò che non è Democrazia è irreale perchè inapplicabile" è FALSO,
perchè una dittatura (che non è D.) è reale in quanto applicabile;
ma
"L'inapplicabilità di ciò che non è Democrazia è irreale" è VERO
in quanto l'applicabilità di una dittatura (che non è D.) è reale (o l'inapplicabilità di una dittatura è irreale)

Possiamo, al limite, dire che:
"Non tutte le applicazioni che non sono Democrazia sono reali"

Saluti

P.S.: se replicherai lo vedrò verso sera

Marco Zamparini 27.02.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Hugo,
la mia idea è sempre stata la stessa:
sostengo la Democrazia che abbiamo (nell'ottica di un miglioramento), non ritengo applicabile il Marxismo con gli attuali presupposti.
Allo stesso tempo sono fiducioso in un miglioramento sostanziale dell'umanità (anche se mi paro il didietro, se occorre) fino a che sia possibile andare oltre alla Democrazia che conosciamo.
Fintanto, se mai dovessi prendere decisioni esecutive (e non c'è rischio che accada) lo farei nel rispetto dell'attuale Stato di Diritto e ispirandomi ai princîpi di equità della nostra Costituzione.
Tutto il resto è allenamento per la mente ;-)

Un saluto

P.S.: intanto penso alla tua puntualizzazione sulle frasi…

Marco Zamparini 27.02.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Marco toglimi una curiosità, percaso nella vita sei assessore.

O è un omonimo?

Se vuoi rispondere, non voglio violare la tua privacy.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 27.02.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah, un'ultima cosa!

Alla definizione
"La democrazia è realtà perché applicabile"
preferisco
"L'applicabilità della Democrazia è realistica".

Perchè se
"La democrazia è realtà perché applicabile" (VERO)
"Ciò che non è Democrazia è irrealistica perchè inapplicabile" (FALSO)
ma
"L'applicabilità della Democrazia è realistica" (VERO)
"L'inapplicabilità di ciò che non è Democrazia è irrealistica" (VERO)

Saluti

Marco Zamparini 27.02.06 12:42| 
 |
Rispondi al commento

X Marco è Ugo

Scusate se mi intrometto ma credo di avere trovato qualcosa su cui poter riflettere, nell speranza che vi faccia trovare un punto di incontro.

La Potremmo chiamare essenza Democratica?

*************
*Preghiera Cherokee*

"Oh Grande Spirito,
concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso cambiare,
e la saggezza di capirne la differenza".

*************

Credo che se non vi date un termine alla discussione possiate andare avanti all'infinito.

Ma purtroppo se si negano le anlisi empiriche è inutile discutere.

Pensiero di Ernesto?

Se L'empirismo è lesperienza se l'esperienza forma la ns cultura?

Se siamo animali inteligenti si presume che ciò che è sbagliato non lo dobbiamo ripetere?

Perchè ostinarsi a sbagliare......

Cosa centra con l'ottimismo......

*************

Nozione di Empirico

Empirico, dal greco empirikos, composto da en- ("che si muove nella"), peira ("esperienza"). Empirico è ciò che si muove entro l'esperienza dei fenomeni, ciò che è pratico e fa riferimento ai soli accadimenti e fenomeni che giungono ai sensi.
In forza di questo, l'empirismo è quella corrente filosofica affermante che ogni dato della conoscenza proviene solo dall'esperienza e non da idee già presenti alla mente.

************

Ma Forse è troppo semplice?

Saluti Ernesto

ernesto scontento 27.02.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì, Hugo,

come dici tu, dalla teoria alla pratica c'è un bel salto e, se ancora non si fosse capito, ne sono consapevole: partendo dal presupposto che la natura dell'uomo rimarrà tale in eterno, non è opportuno continuare a pontificare. Chi vivrà vedrà…
Certo, che se invece di partire a darmi etichette di ogni sorta, tu avessi cercato prima l'esposizione delle opinioni che hai adottato di recente, non avremmo impiegato così tanto tempo per arrivarci ;-)

Lasciami solo dire che l'unico problema 'oggettivo' che io vedo è sottovalutare la concentrazione e l'incremento del potere in mano a chi ne ha già tanto, ritenuta da molti come un'egida contro l'ipotesi dell'applicazione coatta di una qualsivoglia forma di marxismo.
Se è vero che la natura umana è quella che è, mi spaventa vedere tanto potere in seno a pochi; temo questa situazione, in quanto reale, più di quanto potrebbero essere i rischi di altri ipotetici panorami.
Ma cerco di non farmi condizionare più di tanto, non mi illudo e navigo a vista.
Democraticamente, s'intende.

Saluti

Marco Zamparini 27.02.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace dirlo ma non condivido le idee di Ferrando sia per quanto riguarda la strage di Nassirya come per i giudizi sulla questione israelo-palestinese; la verità è altra cosa, ed io che sono un elettore di sinistra mancato non voterò mai questa parte politica fintanto che non deciderà di eliminare ogni commistione con persone che non riconoscono anche il diritto all'esistenza di Israele.

Alessio Buffetto 27.02.06 11:53| 
 |
Rispondi al commento

1/3
Hugo,
intanto ti ringrazio per la lunga e impegnativa, per battitura, risposta.

Sul marxismo fai un'analisi che condivido, come impianto generale, e i pareri sintetizzati da me in precedenza su tale ideologia mi sembrano in linea con quello che hai scritto, se escludiamo il fatto che io, da inguaribile 'ottimista', ritengo possibile un'evoluzione della natura umana che possa far vedere le cose in maniera diversa. E' una mia opinione.
Indipendentemente da questo, vale sempre, per me, il principio che qualsiasi 'regola' (leggi marxismo, se vuoi) non vada applicata pedissequamente, a prescindere dagli effetti nefasti che può generare.
Diciamo che, in un certo senso, il marxismo fa il medesimo tentativo di una religione come quella Cristiana (tramutare l'acqua in vino), con l'unica differenza che, se per l'ideologia politica non c'è appello alla fine, per la religione subentra il conforto del Giudizio Divino a regolare le cose. Sbaglio?

Anche la dissertazione sul termine e sulla sostaza è valida e mi trova in sintonia: posso dire che avevo capito giusto la prima volta (o sto capendo male ancora la seconda adesso: leggi il seguito e scegli tu).
Il problema è che io non intendevo sollevare obiezioni sul termine in sè stesso, anche se poi ho utilizzato, a livello strumentale, altri termini (so che la parola 'mela' nè un suo disegno nè una sua foto sono LA mela).

La mia critica aveva come obiettivo le frasi, non i termini (sappiamo che i concetti di contradditorietà e negazione si possono applicare ai primi e non ai secondi).
A questo punto, pur conscio di aver sollevato IO il vespaio, sono costretto a 'semplificare' e usare la logica, intesa come mezzo per analizzare il pensiero che si ESPRIME attraverso il linguaggio.

--continua

Marco Zamparini 27.02.06 08:40| 
 |
Rispondi al commento

2/3
Copio e incollo, in ordine cronologico, tue frasi (mi sembrano univoche anche al di fuori del loro contesto) sulla realtà del concetto 'democrazia':
"La democrazia è realtà e libertà al contrario di certi altri pensieri astratti (es. marxismo, nda)"
"perché da un pensiero astratto non può nascere una realtà non astratta";
"Perché una cosa astratta non è reale, e cosa non è reale mai lo può diventare";
"(la democrazia) Non era comunque mai stato un pensiero astratto ma incompleto…" cioè "significa che non c’era, è nata dopo l’ora zero"(?);
"E’ vero, nel linguaggio è concreto quello che si riferisce a qualcosa che è percepibile con i sensi, mentre per astratto va definito il riferimento a qualcosa che esiste, ma che non è possibile cogliere con i sensi…"

Al di là del filo logico che non vedo e visto che noi con i SENSI possiamo constatare una MANIFESTAZIONE tangibile, cioè REALE, di un concetto ASTRATTO (manifestazioni d'amore, manifestazioni di libertà, manifestazioni di Democrazia), azzardo un'analisi…
Intendi FORSE dire che la Democrazia era già 'reale' - prima che si manifestasse nella vita sociale - perchè già presente come pensiero 'astratto' nell'uomo, così come l'uomo era già 'reale' - prima di apparire sulla terra - perchè presente nel pensiero di Dio?
Se il mio tiro non manca di molto il bersaglio, mi sento in diritto di dichiarare che questo è un DOGMA. E per me il dogma è sempre pericoloso e dannoso.
Hugo, se tu percepisci la Democrazia come un dogma, fai lo stesso errore di chi ha la stessa percezione nei confronti di qualsiasi altra ideologia, indipendentemete dal fatto che quest'ultima abbia lati positivi o no.
Il fatto che noi adesso non riusciamo a intravvedere altre SOLUZIONI che non siano Democrazia o marxismo o quant'altro, non significa che ALTERNATIVE non ne esisteranno mai.
Ed è da questo punto di vista che io cerco il buono ovunque e, se lo trovo, cerco di valorizzarlo.

-- continua

Marco Zamparini 27.02.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

3/3
In più, faccio un'ultima considerazione…
Quell'anello mancante che tu dici fondamentale perchè il marxismo si possa realizzare (cioè il mutamento in 'buono' della natura umana) è lo stesso che ci OBBLIGA alla consultazione popolare democratica, cioè a 'contare i nasi', anche su temi dove la popolazione non è competente nella scelta; semplicemente perchè non ci si FIDA della 'natura umana' dei 'tecnici' che potrebbero scegliere con cognizione di causa.
E così scoppiano i casini…
Il nostro terrore è che gli uomini, ipoteticamente preposti a prendere decisioni in modo autonomo, nella loro 'sostanza fallace', facciano scelte per interessi personali e non nell'interesse di tutti.
Per questo la Democrazia è solo il male minore, non la verità assoluta.

Un saluto

P.S.: frasi del genere "non sono un'intellettuale professionista" le ritengo, nel modo più assoluto, AUTOREFERENZIALI e non intendono essere valutazioni, più o meno esplicite, del prossimo.

Marco Zamparini 27.02.06 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto e Maurizio, l’avete letto o no il programma della sinistra? Ci vuole un parere vostro direi, e Blocher che fine ha fatto? E di Di Pietro cosa mi dite del suo programma?

E poi, che aria tira nelle altre stanze?

@ Hugo Kolion 26.02.06 22:09

No Ugo questa settimana in questa stanza è stata dura.
Se ci metti anche gli impegni di lavoro è un po di impegni familiari...

il Blog sta diventando un lavoro.

Comunque ho scaricato poco fa quello di Dipietro
e quello della CDL, in settimana faro una griglia di comparazione su alcuni punti sperando che siano comparabili ti faro sapere.

Blocher gli ho dato una lettura veloce, ti avevo gia detto che la parte riguardante principi come la concorrenza,la meritocrazia, sono il futuro per una società efficiente, ma ci vorra ancora un po di tempo qui da noi la realta la vivi anche tu è sotto i tuoi occhi.
Blocher perlomeno spera in utili dignitosi qui fra poco si fara il tesseramento se non si cambia sistema.
Le altre stanze facciamo un giro poi ci risentiamo quifra uan ventina di minuti.

fammi sapere


ernesto scontento 26.02.06 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Ugo sei in rete.

Mi sa che qui si perde tempo non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire, perlomeno Nicola mi da questa sensazione.

Ernesto

ernesto scontento 26.02.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

forse sarà quando ho detto egoismo intelligente.ma Ernesto, nn volevo dire ke sei deficiente (il mio stile nn lo consentirebbe) ,tra l'altro nn è mia l'invenzione dell'egoismo intelligente,forse ti manca qualke libro.
Nicola Amoruso 26.02.06 19:36 - 1 DI 2
****
Se leggevi a modo in fondo avresti capito che il post lo avevo già scritto….
Ma caro amante delle cose MAYA illuminami sulle recensioni, sono sempre disposto ad ampliare le mie conoscenze ( in tutti i sensi non disdegno neanche topolino ai mie tempi usava, nonno paperone ha dato lezioni di economia).
Per quanto riguarda la pensione ti confesso che spero di arrivarci, per ora mi limito ad un modico lavoro che purtroppo per me mi costringe ad alzarmi presto ( come mi garberebbe oziare ma il mondo gira con il concetto di capitale questo lo sai anche tu mangi tutti i giorni almeno spero)
Sono tue queste parole?
“ti hanno messo nell'angolo (da un punto di vista dialettico s'intende). voglio dire che ti hanno incastrato sul dualismo comunismo-libertà o comunismo-democrazia(dualismo inteso come inconciliabilità delle due idee).La via d'uscita "dialettica" (sarebbe più corretto chiamarla scappatoia)”
che il comunismo supera la democrazia contenendola e che trattasi di un processo storico lungo, ancora da compiersi
(CHE EGOISTI TUTTI GLI UOMINI GLI UOMINI DIRIGENTI COMUNISTI FILO MARXISTI IN TUTTE LE NAZIONI E RAZZE NON SONO RIUSCITI A MIGLIORARE LE CONDOIZIONI UMANE…. SONO PROPRIO PRIVI DI MORALE AI CAPITO ORA TESTONE)

ernesto scontento 26.02.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Nicola Amoruso 26.02.06 19:36 - 2 DI 2
****

ANGOLO, SCAPPATOIA, SONO SINTOMI DI GROSSE DIFFICOLTA ( voglio essere buono)
Il Comunismo contiene la Democrazia quindi lo supera?
Dove è quando è successo?
Ma non ti inventare niente non hai la sfera di cristallo per vedere il futuro, altrimenti il MAGO SEI TU? NON CREDI.
Non avere tanta pietà,nella vita non è che io stia tanto male, oltretutto mi accontento, SAI QUALE IL MIO MOTTO VIVI E’ LASCIA VIVERE.
SE QUALCHE FRASE TI è SEMBRATA INCOMPRENSIBILE, DATO PER SCONTATO CHE SEI SUPER, NON TI PREOCCUPARE E’ COLPA MIA SAI GLI STUDI SONO QUELLI CHE SONO.
MA ANCHE QUI STAI TRANQUILLO NON HO MAI AVUTO PROBLEMI, NEL MONDO DEGLI UOMINI IO MI SONO SEMPRE FATTO CAPIRE.
SU UNA COSA FORSE AI RAGIONE SONO NARCISISTA HO IMPARATO DA PICCINO “UN BUON COMUNISTA MANGIA CON IL VOCABOLARIO VICINO, NON SI SA MAI LO POTREBBERO FREGARE” .
Che ci vuoi fare ognuno è figlio della sua generazione.
Ciao rispondi pero ( ho non è mica obbligatorio qui non ti preoccupare)

Con affetto Ernesto (ma non ci prendere il vizio poi ti abbitui male)

ernesto scontento 26.02.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Hugo ascolta me è tempo perso,non vale la pena tuffarsi ,in un dialogo con certa gente ,tu dici che sono comunisti ,non sò se darti ragione ,per mè sono solo disobbedienti ,sono persone insicure ,facilmente manipolabili,che troveranno sempre un pretesto per dare sfogo alle loro paure.
Non mi chiedere di quali paure però..
questi non sanno cos'è il comunismo ,non sanno cos'è il facismo ,e neanche la democrazia ,scrivono papiri difficilmente comprensibili,che continuano a correggere ,sono persone che non potrebbero vivere senza l'aiuto di altri,difendono con le unghie quel poco che hanno ottenuto per merito di altri.
Lascia stare non fanno altro che trascinarti nella confusione ,non ne vale la pena tanto loro continueranno a fare i moralisti e a non cacciare una centesimo per aiutare coloro per cui sventolano una bandiera ,che ha solo arrichito i bagarini che la vendono.
Diranno sempre di no e quando saranno nella merda toccherà sempre a gente come me te ernesto e altri ,tirali fuori dal buco in cui si sono cacciati, è sempre stato così,solo da come scrivono si capicse quanto siano evanescenti e conoscano lontanamente la parola concretezza ,di cui hanno bisogno loro e il paese ,in america certe persone sono destinate all'emarginazione qui in italia siamo ancora troppo buoni o coglioni a tollerarli .

maurizio musco 26.02.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

a Hugo Ernesto e Musco

ragazzi sono piacevolmente sorpreso ,non immaginavo di scatenare tutte queste reazioni quasi(kolion tu sì ke sei un signore,anticomunista viscerale, ma signore ) tutte scomposte e fuori bersaglio, in quanto è il bersaglio stesso a non esistere! bersaglio frutto di una fantasia contaminata dal pregiudizio.. ma vediamo un pò..moscio sei arrivato addirittura al "lei non sa ki sn io"(ma ki te conosce) nn immagini quante risate mi sn fatto nel leggerti..per così poco poi, ma quanti anni hai? ma ti piace così tanto scaccolarti davanti al pc ,perkè lo ripeti in continuazione?le tue risposte e le tue offese sn un evidente segno di debolezza e mancanza di argomentazioni, lo stesso vale per te Ernesto ,aggiungo ke a tratti eri perfino imbarazzante ;hai scritto cose ke sn l'esatto contrario della realtà( è lì ke sn esploso in una risata ;siete un passatempo splendido).tuttavia mi kiedo cosa abbia provocato una tale reazione(Ernesto ,devo davvero pensare ke quei libri nn li hai letti?)..è vero la bestia ferita reagisce a scatti..ma cos'è ke l'ha ferita? perderò il sonno per questo ..forse sarà quando ho detto egoismo intelligente.ma Ernesto, nn volevo dire ke sei deficiente (il mio stile nn lo consentirebbe) ,tra l'altro nn è mia l'invenzione dell'egoismo intelligente,forse ti manca qualke libro..mi spiace ke ti sia infognato(ke butta parola)in un minestrone Findus ke va dalla psicologia da salotto fino alla storia secondo il Bignami passando per TV sorrisi e canzoni letto rigorosamente al barbiere.poi qualke frase incomprensibile,ma ti posso capire, eri sull'orlo di una crisi di nervi e ti tremavano le dita.tutto sommato ho pietà di te . Hugo ogni tanto (nn sempre) rispondi alle domande nn sei mica bruno vespa?o forse lo sei (:-O) ?cavolo sei tu il + preparato ,sn pure d'accordo su molte cs ke dici(eg comunismo), pensa te.in ogni caso apprezzo la vostra passione,almeno quella è sincera.saluti.

PS siete pensionati? invidio il vostro tempo libero

Nicola Amoruso 26.02.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Hugo, finalmente!
Forse imparo qualcosa!

Salto, ora, la prima parte del tuo commento e mi riferisco alla tua lunga citazione del "Libro nero del Comunismo".
Se hai tempo di scorrere i miei interventi precedenti, troverai che riguardo al marxismo ho detto a chiare lettere che:
ritengo ALCUNI concetti marxisti auspicabili;
trovo alcune idee DISCUTIBILI (tra cui la sparizione dello Stato, aggiungo adesso);
MA SOPRATTUTTO, non vedo in tale ideologia una PREVISIONE di qualcosa che dovrà accadere PER FORZA.
Ciò la dice lunga su come mi pongo di fronte alla cosa.
E' un peccato che questa non sia la dimensione più adatta per analizzare nel dettaglio i vari aspetti.

Riguardo al paragone con il Cristianesimo, è chiaro che io non intendo assolvere una cattiva azione di un'entità sulla base della cattiva azione di un'altra (avevo portato l'esempio sull'educazione dei miei figli, ricordi?).
Trovo solo un'analogia sulla dinamica di CAUSA ed EFFETTO e ritengo il paragone pertinente, al di là dei 'numeri' e oltre al fatto che uno sia stato 'cattivo' e l'altro sia stato 'cattivo meno meno'.
Posso fare errori di valutazione ma mi sforzo di essere sempre coerente.

Per quanto riguarda la prima parte, quella più… metafisica,
avrei bisogno di un paio di chiarimenti.
1) Qual'è il criterio che ti porta a scrivere, in rapporto alla mia obiezione sulla tua asserzione 'realtà della Democrazia/ astrazione del marxismo', la frase "Il linguaggio e le lingue non sono enti o sostanze, e la ricerca sull'essenza del linguaggio non si configura quindi come indagine sulla “natura” di una “cosa” (…)"?

2) La frase "Mentre l’intelletto è determinato dalla conoscenza, ma, se vuol essere umana (…), e non schiava degli istinti o di influssi esteriori, trova nella ragione il motivo della sua scelta … e perciò la libertà dovrebbe, per sé, essere rivolta al bene" è costruita bene? Puoi verificarla?

Perdona se sono duro di comprendonio: come ho detto, non sono un'intellettuale professionista.

Saluti

Marco Zamparini 26.02.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi amici , ogni discussione che leggo in questo blog, ogni ingiustizia sociale, morale , etica ma soprattutto civile commessa e qui denunciata, mi fanno tornare in mente le parone di un grande uomo :Tiziano Terzani.Suggerirei a chiunque di accostarsi alla lettura dei suoi libri da "asia" a Un ultimo giro di giostra" a Lettere contro la guerra.....Un uomo che racconta , sussurra , suggerisce verità ed atteggiamenti concreti di convivenza demoscratica .Leggetelo, facendo così un gran favore alla nostra umanità
grazie
Valentina

valentina vassallo 26.02.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi amici , ogni discussione che leggo in questo blog, ogni ingiustizia sociale, morale , etica ma soprattutto civile commessa e qui denunciata, mi fanno tornare in mente le parone di un grande uomo :Tiziano Terzani.Suggerirei a chiunque di accostarsi alla lettura dei suoi libri da "asia" a Un ultimo giro di giostra" a Lettere contro la guerra.....Un uomo che racconta , sussurra , suggerisce verità ed atteggiamenti concreti di convivenza demoscratica .Leggetelo, facendo così un gran favore alla nostra umanità
grazie
Valentina

valentina vassallo 26.02.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Mah AMORUSO ,comincio ad avere dei dubbi che tu sia no global o comunista,ma semplicemente un co......e rinsecchito e pure invertrebrato.
Odio farmi trascinare in queste diatribe colorite ma te la sei voluta tu .
Cosa fai di bello? dipendente pubblico? imboscato? la solita zecca succhiasoldi attaccata alla tetta dello stato.
Ma pensi di essere l'unico ad avere figli pezzo di imbe....e.
Ascolta se vuoi ti faccio avere il mio indirizzo ,non farai fatica a trovarmi sono conosciuto ,così potrai sparare tutte le Tue cagate ideologizzate,guardandomi in faccia sempre se ne hai il coraggio,ho sempre odiato dialogare con gli stolti senza poter guardarli negli occhi.
Non ho tempo per parassiti come te AMORUSO,ho finito le scuole medie tempo fà.
Se hai qualche argomento interessante che non offenda come al solito la tua materia grigia ,sei bene accetto ,sennò stai buono lì seduto davanti al tuo pc a lanciare caccole sulla foto di berlusconi.
Ti saluto RIMBECI...O.

maurizio musco 26.02.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

cosi faccio contento Nicola Amoroso, oltre ad essermi letto circa 20 anni fa ricchezza delle nazioni di Adam Smith,Capitalismo è Libertà di Milton Friedman, Economia di Ernesto Guevara

Ernesto Scontento 26-02-06

Ernesto ke dirti ...grazie per avermi mostrato la tua biblioteca..spero ke a differenza di qualcun'altro ke si mostrava davanti a colonne di volumi rigorosamente rilegati,tu li abbia letti quei libri...ma questo lo sai solo tu...
penso ke nn serva far sfoggio di libri e citazioni libraie (è riferito a tutti noi), il nozionismo senza conoscenza delle dinamike degli avvenimenti e senza la correlazione tra le stesse è inutile, si riduce a sterile esercizio di narcisismo intellettuale diffusissimo a sinistra, ma a quanto pare lo è anke sull'altra sponda...nn è bello ridursi a ocoparlatore arcipiubuono(ki ha letto 1984 sa di cs sto parlando...azz sn caduto ank'io nella trappola delle citazioni ).

l’uomo tende a migliorare solo e soltanto se stesso,quindi animale egoista per natura=l'uomo è governato dalle leggi della giungla=rifiuto di una società + giusta .tuttavia sai benissimo ke un tantino diversi dagli animali lo siamo ,dunque abbiamo il dovere di fare un piccolo sforzo ...si potrebbe chiamare egoismo intelligente =faccio i miei interessi senza danneggiare gli altri.è implicitamente contenuto il principio della libertà individuale che erroneamente viene fatta corrispondere alla libertà(indiscriminata) d'impresa e ke a sua volta introduce un principio di crescita illimitata(cosa ke va contro natura) ke porterà questo pianeta a skiantarsi se nn facciamo qualcosa nell'immediato.quindi il trucco della "classe dominante" sta nel far corrispondere la loro libertà con la libertà di tutti è questo il nuovo totalitarismo (dittature comuniste e nazifasciste sono solo riflessi del passato comodi spettri da agitare per la conservazione del potere attuale) FALSO! siamo tutti diversi!non ci sn ricette..cominciamo con l'abolire qualsiasi PENSIERO UNICO !

Nicola Amoruso 26.02.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti, continuo a non potermi trovare in disaccordo con il grande beppe, e continuo a pensare che siamo nel fango...

troppo spesso le persone parlano ancora di terrorismo o di omosessualità con una superficialità a dir poco incredibile

il sole asciuga il fango e l'acqua corrente lo sciacqua... partiamo dalle energie alternative e da persone come queste per dipanarci da questo groviglio inestricabile di STRON.I al governo!

portatore nano, attento... attento..

manuel szathvary 26.02.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Condivido il concetto: moderato=disonesto.
Sono convinto che non riusciranno ad eliminare tutti gli "estremisti" dalle liste ... al massimo li relegheranno agli ultimi posti....
Per farli eleggere basta andare a votare in massa per le liste contenenti "estremisti" ... anche se negli ultimi posti.

pietro palmisano 26.02.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

La moderazione è una cosa a mio avviso completamente inutile.
è un modo di pensare di chi ha paura di esprimere le proprie idee.
Stimo molto di + i cosiddetti "estremisti positivi".

Davide Garavaglia 26.02.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento

...DA SOTTO

non giudico le vostre idee ma il metodo ke utilizzate per affermarle; non vi rendete conto ke è proprio quel metodo ke nega idee di cui vi fate garanti.
avete parlato troppe volte,e a sproposito, di libertà, non accorgendovi di aver edificato una vera e propria gabbia intellettuale, con l'aggravante di farvi entrare anke chi non la pensa come voi ,di pensare addirittura al posto degli altri ,di elargire giudizi e pregiudizi a mano libera (vero moscio?),di appiccicare etichette senza che vi sia stato un confronto a priori...moscio ,ma sei sicuro che io sia comunista o noglobal? cosa te lo fa credere? e se fossi uno che si diverte a prendervi in giro?spero solo che la vostra sia una "tattica" dialettica funzionale solo al raggiungimento di una vittoria (tanto virtuale quanto inutile) sul terreno di questo blog(si vive anche di soddsfazioni effimere,contenti voi),vittoria che non avrete alle elezioni(ma questa è un'altra storia ,anche se dovesse vincere il CS, non ci sarebbe molto da festeggiare ).concludo ribadendo il mio rifiuto a partecipare a un teatrino che vede come attori i cloni del prof Teodori(avete capito bene, Teodori è un professore, con buona pace della categoria),di Anselma Dall'Oglio, suo marito ,Paolo Guzzanti (padre del buon Corrado,primo caso di nemesi al contrario,ndr),della Fallaci, tanto carichi di livore e tanto somiglianti a Musco e Hugo (non tanto nella forma quanto nella sostanza, il ke è tutto dire),in cui le comparse sono costrette a doversi giustificare di fronte a chi nn ha nè l'autorità morale, nè tantomeno quella intellettuale per farlo .continuerò a leggere con divertimento le vostre opinioni e chissà se la saga dei virus informatici avrà un seguito...questo dipenderà da voi[:-)].
vi saluto affettuosamente (ke bugiardo) ...non siamo noi che abbiamo ragione ma voi che avete torto...vado a prendermi un caffè...Zapatista ovviamente...

Nicola Amoruso 26.02.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento


Se reggi il confronto, puoi sempre esporci un tuo motivo valido per questa tua convinzione di dover riordinare la società, o e solo semplice fanatismo inspiegabile il tuo?

La tua risposta o non risposta ce lo dirà … su questo non ci piove

caro Hugo rispondo a te perchè Musco è ancora sotto sedativi .in primo luogo nn sono io che non reggo il confronto ,semmai è vero il contrario.in secondo luogo tu non hai alcuna autorità nell'imporre la "linea" ,facendolo negheresti di colpo i principi di "libertà" a te cari;ti ricordo che il blog è uno spazio libero, accessibile a tutti, nel quale chiunque può esprimere QUALSIASI idea, anche la più aberrante (per te è il comunismo per me il finto-liberalismo..il bello del relativismo) .inoltre sn convinto ke i dibattiti sul blog siano sterili , voi per primi che ci date lezioni di pragmatismo dovreste abbandonarli. dunque continuerò a utilizzare il blog quando mi pare, come mi pare e secondo regole che solo io posso impormi, guidato unicamente dalla necessità di esprimere un'opinione,senza PREVARICARE le DIVERSE idee, ke vi piaccia o no .non è mia intenzione essere coinvolto in discussioni che sono delle patetiche caricature dei già avvilenti dibattiti televisivi(banalità:i nostri politici sono lo specchio della ns società ).non si tratta di superiorità intellettuale , bensì di onestà intellettuale, quella ke manca, ahinoi, anke in qs bolg.inoltre quella ke voi giocate è una partita truccata, o al più una partita in cui alcuni giocatori sono pure arbitri.le regole sono quelle della "logica a due valori, quelle del "con noi o contro di noi" , "o guerra o terrorismo" ,"se rispondo mi confronto se nn rispondo nn mi confronto"(come vedi ti rispondo ma questo nn implica partecipare al gioco), di un manicheismo che sarebbe ingenuo se nn si trattasse di pura malafede, un modo di pensare e di agire che butta al macero secoli di progresso intellettuale e scientifico.in estrema sintesi trattasi di OTTUSITA'.

CONTINUA SU...

Nicola Amoruso 26.02.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Inserisco un pensiero del mio amico Giacomo:
"Se la visione
del futuro politico italiano
senza crimini occulti
è reale e forte
può cambiare il Paese.
Non potrà che essere cosi.
Con sollievo per l’anima
e la guarigione del cuore.

Giacomo Jim Montana (discendente Cherokee)"

vedi sito internet:http://www.mobbing-sisu.com
FORZA SISU!

Giovanna Nigris 26.02.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio,
scrivi "Tu parli di democrazia ,ateismo, agnosticismo, DIO,(a riguardo ho letto qualcosa a riguardo nella stanza NELLE MANI DI DIO),anima ,ma lo fai in maniera molto confusa e con parole belle si ,ma molto articolate e piene di contradizioni ,poi precisi ,cambi idea."

Le mie precisazioni riguardano la FORMA di come esprimo il mio pensiero e non la SOSTANZA.
Non sono un'intellettuale di 'professione', quindi ho le mie carenze espositive.
Se, perdonando alcune mie sbavature, rileggessi quanto ho scritto, ti renderai conto che sono 'discretamente' coerente.
Tu fai pure una DECOSTRUZIONE LOGICA delle mie asserzioni, argomenta dove individui i miei errori e ti ascolterò con sincera attenzione.
Non è sufficiente che tu mi dica che sono 'confuso', che dovrei leggere meglio 'questo o quello' (mediamente. i libri che non siano romanzi di appendice, li leggo tre volte o anche più), devi DIMOSTRARE i punti in cui io sono 'discutibile' e dove cado in 'contraddizione'.
Io generalmente faccio così con le opinioni degli altri.

Un saluto

Marco Zamparini 26.02.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Hugo,
sei un caso irrecuperabile.
Io faccio discorsi coerenti, di buon senso, dove sottolineo i misfatti che tu indichi e pio continui a ripetere, come un disco rotto, le stesse tiritere.
Che, per carità! sono vere (in quanto accadute) ma non riconducibili alle cause che tu adduci.
Tu sei un credente, sei un Cattolico, forse?
Tu lo sai quanti morti e sofferenze ha causato il Cristianesimo?
Daresti la colpa a Gesù Cristo, per questo?

Tutto sommato trovo lecito che tu possa pensare che io finga per mettertelo nel didietro, il mondo è pieno di uccelli paduli…
Mi dispiace che le mie parole non riescano a convincerti del contrario: purtroppo non so se avrò mai l'occasione di dimostrarti la mia buona fede, nè con le mie azioni nè con il mio comportamento.

Saluti

P.S.: ho sfogliato il quaderno di grammatica di mio figlio, dove ha svolto un compito sui termini "astratti e concreti": sotto la colonna dei temini astratti c'è "Libertà".
Mio figlio ha nove anni.
Ops! Scusa! Ho omesso di dire che, naturalmente, ha insegnanti 'comunisti'…

Marco Zamparini 26.02.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A MARIA LAURA (la mia fata)

5. Riduzione dei costi della politica
Ridurre di almeno il 20% i bilanci per il funzionamento delle istituzioni politiche (Parlamento, Presidenza del Consiglio e della Repubblica, Consigli Regionali) degli stipendi di ministri, deputati, consiglieri regionali
Ridurre di almeno il 30% il numero dei parlamentari
Ridurre il numero dei consiglieri regionali anche in relazione al numero di abitanti della regione
Ridurre i finanziamenti pubblici ai partiti almeno del 50%
Ridurre del 50% le indennità di carica ed i gettoni di presenza nelle Amministrazioni statali, regionali e territoriali, negli enti pubblici e nelle società a prevalente capitale pubblico
Scoraggiare il ricorso da parte della Pubblica Amministrazione locale a consulenze o incarichi esterni
Revocare i benefit e gli extra non aventi diretta e comprovata attinenza con il ruolo e l’incarico svolto da politici, amministratori e funzionari pubblici

Programma elettorale ANTONIO DI PIETRO

Qui non c'è una virgola fuori posto ,se antonio fosse schierato con l'altro polo ,o meglio ne mettesse in piedi un terzo, avrebbe quasi sicuramente il mio voto.
di questi punti sopra citati ,il buon ANTONIO avrà di che guerreggiare ,con inquilini scomodi sindacalisti mangiasoldi come bertinotti.
Potrei anche venire ad assistere,ad un comizzio di ANTONIO ,ma dovresti essere mora ,alta 1.70.,occhi verdi,e quarta di reggiseno....

Un saluto alla mia fata...

maurizio musco 26.02.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Hei ernesto ,Dai un'occhiata al programma ITALIA DEI VALORI è buono, poi mi dai se hai voglia un giudizio da 1 a 10.

maurizio musco 26.02.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

noi di "progetto comunista" abbiamo una sola necessita'..quella di esserci!!sempre e comunque
saluti!

@ Nicola Eramo 26.02.06 11:50

*****************

Siate educati però prima di entrare NELLA PROPRIETA'altrui chiedete se siete benvenuti?

Non si sa mai viste le nuove leggi sulla legittima difesa, qualcuno potrebbe sentirsi in pericolo.

INTENDIAMOCI DA BUON DEMOCRATICO LO DICO PER VOI...

NIENTE DI PERSONALE, MA SAI QUALCUNO QUANDO VEDE I FANTASMI SI PUO' SPAVENTARE (Gli Italiani sono molto superstiziosi).

POI VISTI I VS PRECEDENTI (IDEOLOGICI SIA BENEINTESO), VAGLIELO A SPIEGARE AL GIUDICE,CHE AVEVATE CAMBIATO METODO PER FAR ADERIRE LE ANIME LIBERE ALA VS CAUSA.

ernesto scontento 26.02.06 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, hai scritto un gran bel post, toccando diversi punti fondamentali, da chi ha l'ambizione di fare politica(perchè ancora un po' bisognerebbe averla....)non può discostarsi.

Enrico Raspadori 26.02.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

A MARIA LAURA (la mia fata)


1. Competitività del sistema economico
Occorre innanzitutto la “certezza del diritto”, quindi il divieto assoluto di procedere a nuovi indulti, amnistie, prescrizioni, condoni di varia natura.
Chi viola la legge deve pagare.
Rilanciare lo sviluppo del Mezzogiorno con la lotta alla criminalità organizzata e il rinvio del progetto del Ponte di Messina a favore di opere infrastrutturali più urgenti
Introdurre un nuovo credito di imposta per le imprese che investono in ricerca e sviluppo
Ridurre la dipendenza dai combustibili solidi per l’approvvigionamento dell’energia attraverso il ricorso a fonti alternative e sfruttamento energetico di rifiuti non riciclabili
Promuovere il Made in Italy
Detassare gli utili reinvestiti in attività che producono nuovi posti di lavoro
Rifinanziare il fondo antiracket ed antiusura per liberare le piccole e medie dallo strangolamento degli usurai e dal ricatto della criminalità organizzata
Sanzionare le imprese che producono all’estero sfruttando la manodopera
Introdurre la tassazione delle grandi rendite finanziarie
Aprire le banche al mercato internazionale
Limitare la concentrazione delle partecipazioni industriali nelle banche
Impedire la candidatura alla Camera e al Senato e al Parlamento Europeo di persone condannate in via definitiva

Programma ellettorale Antonio Di PIETRO

Mia cara fata ho letto il programma di DI PIETRO
devo dire che è buono ,ma come al solito anche antonio è stato un pò vago per ciò che riguarda il sud,e per ciò che riguarda la promozzione del made in italy due sfide che l'italia ha l'obbligo di vincere PENA ,"LA MORTE".
per ciò che riguarda il sud ,sì al sud prima del ponte ,servirebbero altri tipi di intervento,il problema è che al sud ci sono centinaia di cantieriche sono stati aperti in questi ultimi 50 anni ,con tanto di materiale già pagato e lasciato là a marcire.
L'Ue ci da un pò di soldi forse per fare il ponte non per fare gli acquedotti che dovrebbero giè essere stati terminati da anni.
i nostri occhi non devono distogliersi da questo problema ,invece negli ultimi 60 anni ogni governo ha saputo ben camuffare queste nefandezze.
Poi antonio non precisa bene come vuole promuovere il ,MEDE IN ITALY,che ti ricordo è il marchio più importante al mondo,è che gli imprenditori(SERI) italiani possono rivendicare a gran voce come loro prodotto e non certo dei tanti governi che ci hanno guidato in questi anni.
Per ciò che riguarda il primo punto LA CERTEZZA DEL DIRITTO,io lo voterei subito ,sono certo che il buon antonio farebbe un bel spolverone ,ma paradossalmente non è la priorità in questa politica malata che bisogna combattere con le sue stesse armi ,momentaneamente.

maurizio musco 26.02.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento

I PENSIERI DI ERNESTO DI PRIMA MATTINA ( lo so è mezzogiorno ma io ora mi sono svegliato è Domenica) - 2 di 2
************
Per non cadere in depressione vista l’età NON VOGLIO RITORNARE A MASTURB… MENTALMENTE, concludo dicendo, W LA DEMOCRAZIA E LA LIBERTA’, IL TUTTO INTESO COME AMPLIAMENTO DEI DIRITTI E DEL RISPETTO DELLE LIBERTA’ RECIPROCHE IVI COMPRESO LA VITA UMANA ANCHE PERCHE’ SENZA QUELLA PER CHI SI MIGLIORA. Va da se che facendo l’imprenditore ho accettato da tempo il mercato è le sue regole che più sono libere meglio aderiscono al concetto di distribuzione intesa che tutti partecipano senza raccomandazioni, dando a tutti la possibilità di emergere è migliorarsi partendo dalla solita linea di partenza ( accetto alcune regolamentazione dallo stato tipo scuola,sanità, servizi primari ecc..ecc.. lo già dette altre volte) anche perché io non ho mai visto nessuno fino ad oggi santi esclusi che abbiano rifiutato di migliorare la propria condizione economica quindi ambizione natura dell’uomo è se lo fanno rispettando le regole ben vengano ( la mia signora iscritta alla GGL sempre per Nicola dice che lei da quando ci sono i discaunt spende meno anche alla coop).

Comunque siccome oggi ho comprato l’ultimo numero di MicroMega dove c’è l’intervista a Zapatero sul tema laicità e coerenza oggi postero una mia opinione ha beneficio di chi la vuole leggere ( sempre per Nicola di sicuro a lui nemmeno Zapatero va bene) A NICOLA IERI MENTRE CAMMINAVO UN RAGAZZO MI HA VENDUTO LOTTA COMUNISTA, GLI HO DATO DUE EURO ANCHE SE NE VOLEVA UNO, MA IL GIORNALE DOPO UNA PRIMA OCCHIATA NON LO LEGGERO LO GIA’ SENTITI CERTI PENSIERI FORTI IL MIO FISICO SI E’ INDEBOLITO SONO TROPPO FORTI PER ERNESTO)
Ciao Ernesto

ernesto scontento 26.02.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un' estramista, un poco di buono della frangia del Prof. Ferrando ...
uno che si definisce trotskysta..sebbene esserlo veramente sarebbe un vero onore:-)
Essendo un 23 ed amico del Ferrando posso dirti chiaramente una cosa , le nostre intenzioni per creare un polo autonomo di classe (cosa che tu giudicherai sicuramente antiquata)sono presto dette.Noi "estremisti" siamo convinti di una cosa molto discutibile agli occhi dei piu' "moderati" crediamo che la piccola borghesia italiana oggi sia lo stesso ceto operaio che il "manifesto" definisce classe del low-cost , ovvero l'operaio oggi e' colui che sebbene svolga mansioni "specializzate" o comunque burocratiche , sia soggetto alla tremenda legge del (27 del mese)per non parlare di noi giovani reduci della legge Biagi, del precariato, di una universita' pubblica classista e corrotta(vedi Moratti!!!) insomma siamo persone che cosi' come i moderati critichiano aspramente una destra che amplia enormemente la forbice delle disparita' di guadagno in Italia, siamo estremi allora perche?
io credo che il rifiuto di ogni compromesso persino con rifondazione nasca dal fatto che noi rifiutiamo una cultura ed un senso di nazione troppo legato agli interessi di una democrazia a senso unico, essere comunista oggi puo' assumere piu'attributi, il comunista oggi per me' e' colui che rifiuta l'attuale realta' della cose,compreso il sinonimo di "Patria"legato troppe volte a Bugia!,attualizzare i principi di ugualianza e di liberta' proprie della grande prima internazionale e' comunque doveroso.Oggi noi esigiamo... l'autogestione delle imprese come in Argentina, uno stato che ripudi la guerra in ogni forma ,laico , che punti al progresso ,utile alla ridimensione del lavoro e non al vertiginoso aumento del profitto!! come asserivi tu negli spettacoli del 1993, imprenditori come il nonno del "tutancamon(Gianni Agnelli)",noi di "progetto comunista" abbiamo una sola necessita'..quella di esserci!!sempre e comunque
saluti!

Nicola Eramo 26.02.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Senti Hugo,
è chiaro che tu leggi dietro il filtro di una lente perversa che distorce i significati a tuo piacimento.

Io ho detto di NON essere comunista e NON lo sono in pratica;
ho solo dichiarato che trovo ispirazione in alcuni concetti espressi nel Marxismo, così come trovo ispirazione in frasi attribuite al personaggio di Gesù pur non essendo un credente.
Cerco di trovare il buono ovunque senza farmi schiacciare dalle ideologie. Uso il buon senso.
Inoltre ho anche spiegato quanto sarebbe dannoso e inutile APPLICARE in modo COATTO il Marxismo oggi.
Sarebbe come cercare di vendere la lampadina prima che sia stata scoperta la corrente elettrica (figùrati nei secoli scorsi!).

Io non ho MAI negato i CRIMINI dei regimi TOTALITARI e ho censurato TUTTE le realtà dove la libertà e i diritti dell'individuo sono SOFFOCATE.
Ho anche dichiarato che ispirarsi a TALI regimi e mantenerne i simboli è un ERRORE (e lo dico anche a chi ne fa uso).
Sono d'accordo che c'è stata, e c'è ancora, reticenza da parte di certa Sinistra nell'esternare la propria critica su determinanti eventi storici.

Purtroppo, e per FORTUNA, devo votare, quindi scelgo una soluzione che più si avvicina alle mie idee anche se non coincide PERFETTAMENTE.
E se per caso, andasse al Governo una forza di sinistra che volesse IMPORRE con la COERCIZIONE determinate idee (cioè, senza l'avvallo della coscienza popolare, ma solo sulla base di idee di una 'elite' oligarchica), stai sicuro che mi troveresti al tuo fianco, in piazza, per combattere tale mostruosità.

Allo stesso tempo, sono contrario alle mentalità come la tue che "buttano via il bambino con l'acqua sporca" solo per lo spauracchio del Comunismo Russo (ho visto manifesti di forzisti dove mancava solo la frase "se la Sinistra va al governo si potranno mangiare anche i bambini").
Spauracchio che serve ad ALCUNI per trovare ALIBI ai loro esclusivi INTERESSI e che non serve a fare VERA chiarezza sulle diverse responsabilità nella Storia.

Saluti

Marco Zamparini 26.02.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'altra cosa MARCO ,si è molto parlato in questo blog dei co.co.co.,ma non si è mai detto che l'italia è il paese occidentale che ha il più alto numero di lavoratori a posto fisso,(in poche parole che non possono essere licenziati)questa bella idea l'ha avuta e resa concreta l'ideologia di cui tu vuoi far parte ,a suon di manifestazioni e scioperi.
I dipendenti pubblici ,LA VERGOGNA D'ITALIA E DEL MONDO MODERNO,questo ti fà capire quanto sia fallimntare ogni innovazione se così si può chiamare ,portata da tale pensiero,e se mai questo pensiero abbia portato innovazioni,quell'innovazione che oramai si e diramata ,come la linfa in un albero ,la vera piaga, burocratica ,che non ci permetterà mai di guardare avanti senza paura.

maurizio musco 26.02.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRECISAZIONE BIS
La proposizione si esprime più correttamente in questo modo:
"Partiamo dalle parole ANIMA e DIO.
Queste indicano pensieri astratti CHE IPOTIZZANO QUALCOSA di cui non è possibile determinare l'esistenza."

Postato da Marco Zamparini il 26.02.06 09:07


PRECISAZIONE.
Il mio commento PRECEDENTE non è chiaro l'inizio.
Ho fatto un 'salto' nel ragionamento.


PRECISAZIONE.
Non è chiaro l'inizio.


Le frasi scritte da HK che ho riportato vorrebbero sostenere la tesi che la DEMOCRAZIA è valida perchè è una realtà e che il Marxismo è incompatibile perchè è un'idea astratta.

Io sono solo d'accordo sul fatto che la DEMOCRAZIA E' VALIDA.

Postato da Marco Zamparini il 26.02.06 08:44

Non c'è bisogno di tutte quste precisazioni caro marco ,non cambia la mia idea sulla tua confusine riguardo tale discorso, che io non oso neanche tentare di risolvere ,a me piace leggere RUSSEL perchè il suo pensiero e semplice e tangibile(cosa difficilissima a farsi e li sta la sua grandezza) ,ma io mi limito solo a leggerlo , cosa che dovresti fare anche tu.
Tu parli di democrazia ,ateismo, agnosticismo, DIO,(a riguardo ho letto qualcosa a riguardo nella stanza NELLE MANI DI DIO),anima ,ma lo fai in maniera molto confusa e con parole belle si ,ma molto articolate e piene di contradizioni ,poi precisi ,cambi idea.
a volte marco e bene limitarsi a leggere ,rimanere quel famoso scalino sotto,è il metodo più concreto che ha elaborato la povera mente umana per progredire in maniera veloce e sicura,si chiama COERENZA,valore assai poco diffuso te lo posso assicurare.

maurizio musco 26.02.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento

PRECISAZIONE.
Il mio commento PRECEDENTE non è chiaro l'inizio.
Ho fatto un 'salto' nel ragionamento.

Le frasi scritte da HK che ho riportato vorrebbero sostenere la tesi che la DEMOCRAZIA è valida perchè è una realtà e che il Marxismo è incompatibile perchè è un'idea astratta.

Io sono solo d'accordo sul fatto che la DEMOCRAZIA E' VALIDA.

Marco Zamparini 26.02.06 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio,
per te, dunque, una una frase del genere è corretta, sotto il profilo logico:
"perché da un pensiero astratto non può nascere una realtà non astratta"
Quindi anche la 'corroborante' frase:
"Perché una cosa astratta non è reale, e cosa non è reale mai lo può diventare".
Se lo afferma chi dice di aver studiato, i miei sospetti sulla caratura di tale mente vengono confermati…

Ascoltate tutti: LA DEMOCRAZIA E' UNA COSA ASTRATTA!!!
Così come amore, libertà, onestà.
Cribbio, poi vi incazzate se dico che mi sembrate scemi…

Mi SPIEGO.
L'uomo è capace di pensiero (astratto) e usa parole e linguaggio, mezzo per esprimere il pensiero.

Partiamo dalle parole ANIMA e DIO.
Queste indicano pensieri astratti che intendono ipotizzare qualcosa di cui non è possibile determinarne l'esistenza.
Esse rimangono ASTRATTE e NON verificabili.

Passiamo alle parole AMORE, ONESTA', LIBERTA', DEMOCRAZIA.
Queste indicano concetti ASTRATTI la cui manifestazione si può VERIFICARE a mezzo di: azioni o atti D'AMORE, comportamenti ONESTI, stati o situazioni di LIBERTA' o di DEMOCRAZIA.
Quando vedi un uomo, non puoi determinare se questi è onesto o ama suo figlio finchè egli non lo DIMOSTRA con azioni e comportamenti.
Un governo non si può dire DEMOCRATICO finchè, oltre a stabilire leggi democratiche, non DIMOSTRA di RISPETTARNE i princîpi (ehm…non bastano le parole, ci vogliono i fatti).
Anche se li verifichiamo INDIRETTAMENTE, questi concetti rimangono ASTRATTI.
Chi è riuscito, qui, a farsi dare due etti di libertà' dal SALUMIERE, o un chilo di democrazia dal FORNAIO?

Poi ci sono le parole che DESCRIVONO: PERA, MELA, ecc.
Qui si aprirebbe poi un'altro orizzonte sulla 'sostanza' ma l'argomento è irrilevante ai fini del discorso iniziale…

Questo che ho scritto è già stato 'RISOLTO' dai pensatori tanto, tanto TEMPO FA!

Saluti

P.S.: Hugo, ai carri non son state ancora sostituite PER IL MOMENTO le ruote.
Poi, si vede quando il tuo cervello va in corto: rigurgiti frasi da propaganda! ;-)

marco Zamparini 26.02.06 08:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo gentilmente a tutti di aiutarmi a vincere il crimine che mi distrugge e il silenzio stampa che impera. Vi allego l'ultimo articolo che ha scritto sulla mia vicenda un mio amico. Grazie e cordiali saluti a tutti. Giovanna Nigris

LA LUNGA MARCIA DI UNA DONNA VERSO LA CIVILTA’
La gravissima vicenda lavorativa della signora Giovanna Nigris narrata e documentalmente provata
nel seguente sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com è un’opera coraggiosa dalla quale se ne può benissimo ricavare un romanzo psicologico e sociologico in cui la violenza occulta contro una donna in un pubblico servizio, nella fattispecie è un ospedale pubblico, è particolarmente sondata persino nei reconditi risvolti più dannosi e malati che si annidano nella psiche occidentalizzata.
Con un paziente lavoro di ricerca sui riscontri oggettivi, nel suddetto sito web l’autrice, vi ha raccolto una serie di fatti criminali che le vengono fatti subire spietatamente, da ben 14 anni ed ancora oggi, vi sono in corso le atroci conseguenze: in breve, un impressionante panorama del sottobosco del crimine italiano, ovvero quello tenuto nascosto, perché mantenuto sempre protetto da personaggi insospettabili, che con degli artifizi, gli stessi vengono persino fatti stimare dalla società al punto da fare loro concedere incarichi dirigenziali di prestigio persino a qualsiasi livello istituzionale e di governo.
Viene costruita così artificiosamente una immagine di mistificazione delle coscienze è in questo modo viene documentata l’idea che della cultura si fa l’Italiano medio. Viene fornita alla gente una grave interpretazione tendenziosa e deformante di tutta una infinita serie di giudizi mitizzando così persino la storia del nostro Paese, con annessa la sempre più pericolosa strategia che investe persino la politica internazionale. CONTINUA QUI SOTTO….(2)

Giovanna Nigris 26.02.06 05:43| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE (2):
Leggendo il sito web dell’autrice vi si trovano anche delle poesie di sua composizione scritte durante “l’inferno che le viene fatto attraversare”, ma oltre questo e ai gravi danni alla sua persona si possono fare osservare le micidiali tecniche fattele subire di molestia mentale con la drammatica conseguenza di un tale costrutto di pensiero, pacificamente accettato dall’ipocrita utilitarismo mascolinocentrico che sempre impera persino con ciniche e agghiaccianti dimostrazioni alla vittima: l’orrore e i seguenti danni alla persona vengono realizzati per mezzo dell’atteggiamento e dell’azione offensiva, subdolamente viscidi e i cui malviventi responsabili tendono costantemente ad ogni costo a fare danneggiare la vittima fino a tentare di indurla a gesti estremi, fingendosi funzionari innocenti delle istituzioni, con modi apparentemente ineccepibili e persino arrogandosi la conoscenza di ciò che le donne vogliono, sentono, adorano fare sentire o sentirsi dire con empatia.
Oggi non è il vedere la mera mercificazione d’immagine elettorale esposta su un cartellone pubblicitario, a ferire di più nell’animo una vittima dello strapotere politico in Italia, bensì la successiva constatazione che persino il personaggio politico più inetto, dopo avere esercitato innumerevoli artifizi propagandistici basati sull’inganno, riesce sempre e comunque ad estorcere fiducia e vantaggi personali, dagli stessi cittadini.
Non è solo la mera tortura fisica e psichica a ferire maggiormente l’autrice dello stesso sito web che peraltro, per disperazione, ha imparato a gestirsi da sola come fosse lei stessa un web master, ma gli atti e i fatti criminali e i relativi reati penali, continuamente anche essi occultati all’opinione pubblica e tutto ciò che qui l’infido, perverso, falso e cinico spirito dell’uomo è riuscito pacificamente a costruirci attorno (annose le diatribe tra la morale come giustizia finta e la giustizia finta come morale) CONTINUA QUI SOTTO…(3)

Giovanna Nigris 26.02.06 05:42| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE (3):
per fare passare inosservata una donna fortemente danneggiata moralmente, nel fisico, (lesioni colpose gravissime), nella psiche, nell’economia e nella vita di relazione. Tutto ciò accade pacificamente da oltre dieci anni con le relative conseguenze e pertanto anche dopo che alla signora Giovanna Nigris
le è stata fatta contagiare la tubercolosi in servizio e per causa di servizio facendola lavorare in aperta violazione dell’art. n. 2087 del codice civile e più in particolare lavorando in ambiente contaminato con la più assoluta mancanza di mezzi di protezione da contagio e infezione. Tutto questo è sempre stato sistematicamente mascherato e forviato ad hoc, con la metodica della più brutale privazione alla vittima, del diritto al riconoscimento della causa di servizio. Privazione questa, imposta dal potere politico culturalmente dominante. Viene fatto pagare un prezzo troppo alto ad una vittima già duramente provata dalla tubercolosi e relativi postumi per fare falsamente apparire che in quello stesso ospedale, non è mai successo nulla di irregolare o peggio di illecito. C’è una sostanziale differenza di salute e igiene mentale tra l’applicazione della vera e sana morale e l’intenzione malata di non lasciare traccia dei crimini commessi distruggendo e sopprimendo lentamente una vita umana, una donna, una madre di famiglia, una lavoratrice. Tutto questo succede ancora in un moderno e attrezzato ospedale, dotato di funzionari dirigenti che hanno imparato molto bene la “lezione” di come si può nascondere la verità sostanziale dei fatti di servizio, ovviamente grazie al fatto che si ricevono ininterrottamente coperture ed appoggi esterni da personaggi persino insospettabili. CONTINUA QUI SOTTO…

Giovanna Nigris 26.02.06 05:41| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE (4)
Una donna che è costretta a subire tutto questo, francamente, credo che, non potrà mai stancarsi di raccontarlo al mondo intero per tutta la vita. Prima o poi devono cedere i criminali e non la vittima!! Auguro sinceramente con tutto il cuore a tutti indistintamente, di non trovarsi mai a dovere assistere come è toccato a me, ad una lenta più totale soppressione di un essere umano mentre c’è chi di fronte al crimine e ad una infinita carica di ipocrisia, sta solo a guardare. Grazie per avere letto. Giacomo Montana

Giovanna Nigris 26.02.06 05:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe!
Sono Simone 27 anni Torino,dovrei ringraziarti per anni ma sorvolo!
Nessun media o organo istituzionale ''stranamente''ci ha informato della presenza dei 3 venerabili lama .(a parte te con il tuo blog).
Sto facendo un report personalmente(pur non appartenendo ai giornalisti ne a partiti politici di qualunque genere o associazioni)intervistando il loro portavoce,intervistando la gente che si abboffa di cibo passando li davanti senza voler sapere nulla.
Intervistando l'unica ragazza torinese su migliaia di persone che ha cuore e coraggio nello sventolare una grande bandiera del tibet nell'ultima ''notte bianca''.
Domani pomeriggio assisterò all'incontro dei lama con le autorita' che in periodo elettivo entrano nel nirvana .
Avrei pero'una nuvoletta di domande.
Come un grillo per la testa che mi tartassa .
Se per cortesia qualcuno mi puo' rispondere.
Come mai delle persone che giungono da un genocidio ancora in atto vengono alloggiate in un cortile all'aperto sopra un ex fossa comune?
Non e' una cosa atroce o sono io che son pazzo?
Se e' cosi' per cortesia dimmelo che mi tolgo il dubbio.
Cerco dentro e ''fuori di me'' una risposta a questo e milioni di altre cose ma nulla.
Per esempio come mai i campioni olimpici hanno il collo di pelliccia animale squoiato vivo perchè il pelo e' piu' bello e celebrano la pace con una bella fiaccola gassosissima,in epoca di crisi energetica,che vedo purtroppo dal balcone tutti i dì?
Come mai nella ''notte bianca''olimpica hanno portato 1870 polli con 3 camion e quando han detto che eran GRATIS la fobia aviaria è scomparsa per magia ?
Quindi forse per sterminare 10 milioni di italiani basterebbe portare 10 milioni di fette
di pizza al cianuro in piazza e dire che son GRATIS?
Ovviamente non lo farei mai,non ho tutti questi soldi . :-)
Non so se leggerai questo messaggio,ma se qualcuno si trova sotto il cielo di torino
e vuole collaborare al report è ben accetto!1000 grazie in anticipo.

Simone Lazzarini

Simone Lazzarini 26.02.06 04:51| 
 |
Rispondi al commento

Forse, Maurizio, avrai ragione tu, ma di questo passo non dovremmo votare nessuno...io mi limitavo solo a proporre una 'separazione delle carriere' tra sesso e politica! e non perchè sia bacchettona!
Quanto a Cicciolina, quello era un voto di protesta, un voto 'contro' il sistema; quello per Luxuria invece sarebbe un voto 'pro' il libero accesso ad una carica istituzionale, che ripeto, è secondo me un diritto inviolabile, a patto però che le regole siano rispettate da tutti, e non è necessario per forza richiamare il più lascivo dei vizi capitali, sennò a superSilvio comwe lo dovremmo soprannominare: ..."Avidità"..??? a presto Lidia Monda

Lidia Monda Commentatore in marcia al V2day 26.02.06 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma il Parlamento è una cosa seria: se viene eletta, dovrà rappresentare tutti noi, il che è una bella responsabilità. Se Luxuria vuole raggiungere il suo obiettivo, quello sacrosanto di accedere al Parlamento .........

LIDIA MONDA

Secondo me stiamo dando i numeri ,ma perchè non ci buttiamo dentro cicciolina ,aldo busi,olio & stalio,gianni e pinotto,e pure shrek.
a me sembra lidia che il parlamento sia sempre più una pagliacciata ,che la politica italiana sia una panzanata ,e noi facciamo di tutto per alimentare queto teatrino squallido ,che ci fa vergognare sempre più di essere italiani,LUXURIA un falso comunista che predica il comunismo coi piedi nella bacinella del benessere .

maurizio musco 26.02.06 00:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre alle bestialità tollerate dal Governo-Berlusconi sulla mia vicenda (vedi: http://www.mobbing-sisu.com vi sono anche quelle ai danni di un povero bambino fatte patire spietatamente ai suoi genitori anche loro privi di giustizia. Valutate e meditate cari lettori, in che palude di governo siamo capitati e come il cavaliere pensa ai più danneggiati e sofferenti: http://federicoaldrovandi.blog.kataweb.it/
Speriamo al risveglio della democrazia. FORZA SISU!! Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 26.02.06 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una breve considerazione su Luxuria: l'ho ascoltata in qualche trasmissione e la trovo competente, sagace, preparata. Condivido gran parte delle sue battaglie, soprattutto si PACS. Sono avvocato: tutti i giorni combatto per la difesa di diritti e, quando sono fortunata, del diritto. Il diritto è logica, è matematica, ma è prima di tutto giustizia, ovvero parità di trattamento, indipendentemente dalle attitudini sessuali che attengono esclusivamente alla sfera dell'intimo. Pertanto mi chiedo : ma perchè Luxuria non insiste affinchè ci si riferisca a lei con un altro nome, che non sia semmai così evocativo? So bene che questo è il suo 'nome d'arte', ed è che così che è maggiormente riconoscibile rispetto alla pletora indistinta di politici da cui cerca di emergere. Ma il Parlamento è una cosa seria: se viene eletta, dovrà rappresentare tutti noi, il che è una bella responsabilità. Se Luxuria vuole raggiungere il suo obiettivo, quello sacrosanto di accedere al Parlamento anche da trans, allora deve portare avanti le sue idee, lasciando indietro le allusioni non politiche... a cominciare dal nome. un saluto Lidia Monda

Lidia Monda Commentatore in marcia al V2day 26.02.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho acquistato il credito su VOIPSTUNT, registrandomi come richiesto, dopo aver letto quanto segue:

If you want to enjoy UNLIMITED FREE CALLS to these destinations (quelle elencate a fianco, tra i telefoni fissi di Italia e Francia), you have to become a fully registered user by topping up your account. This credit deposit will stay untouched as long as you are calling the free destinations and remains valid for 120 days after your last purchase.

Dopo solo una settimana (7 giorni, non 120 come si legge sopra, di telefonate gratuite) dall'acquisto e effettuando solo telefonate sui tel fissi di Italia e Francia (le prime 20 ore sono state gratuite) sto pagando 0,005 centesimi di euro al minuto, che non è molto, ma non rispetta quanto detto nella descrizione del contratto.
A chi posso rivlgermi?
Ma soprattutto osa fare?

Trovo che sia l'ennesima presa in giro e informarsi non serve a nulla perchè spesso le informazioni risultano essere ingannevoli.

Grazie,
Anna Carri

Anna Carri 25.02.06 22:18| 
 |
Rispondi al commento

io votero Rita !
se rita cambia la sicilia anche l'italia dovra cambiare .
forza rita.
p.s. i primi due in lista dell'udc in sicilia saranno cuffaro e mannino , super indagati per mafia .

DANIELE PALERMO 25.02.06 21:25

Hai ragione daniele ,spero che rita borsellino possa essere utile alla causa siciliana ,la sicilia dovrà sostenere un importante esame ,e ce la dovrà fare questa volta ,non sono più permessi rinvii.
Salutami la sicilia terra straordinaria ,e piena di risorse.

maurizio musco 25.02.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

MALEDETTI POLITICI “MANGIASOLDI” STATALI

Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (!)un AUMENTO di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135,00 Euro al mese.

Inoltre la mozione è stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.


STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni possono

calogero g.

Ho trovato questo post girando un pò .
quello che mi chiedo è con quale coraggio questa gente punta il dito su berlusconi dicendo che fa leggi at personam .
Un ammasso di immondezza mangia soldi ,i più pagati d'europa ,e fortunatamente non siamo tra quelli che guadagnano di più in europa ,sennò chissà quanti soldi ci mangiavano questi 4 scansa fatiche .

maurizio musco 25.02.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento

io votero Rita !
se rita cambia la sicilia anche l'italia dovra cambiare .
forza rita.
p.s. i primi due in lista dell'udc in sicilia saranno cuffaro e mannino , super indagati per mafia .

DANIELE PALERMO 25.02.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

è che il comunismo supera la democrazia contenendola e che trattasi di un processo storico lungo, ancora da compiersi(l'URSS e affini,come ben sai, sono degli aborti ),sempre se nel frattempo, la razza umana non si sia estinta .allora cosa fare nell' immediato?

AMORUSO

E' incredibile mi chiedo se veramente l'uomo meriti di stare al mondo ,e cosa sia stato ad impedire una sua precoce estinzione,mi rendo sempre più conto che in questo blog oltre ai primi post di ogni commento di beppe che sono sempre occupati dai soliti 4 imbecilli di dx e sx ,per trovare un pò di realtà ci si debba isolare in un stanzino e parlare tra persone serie .
Non ho lasciato l'italia anni fà per amor di patria ,mi chiedo spesso se ho fatto bene ,mah non sò ,di una cosa però ho la certezza assoluta ,non getterò mai un giorno della mia vita ,ad inseguire la menzogna ,lascio questo patetico fagotto a chi se lo merita .

maurizio musco 25.02.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

...questi batteri hanno paura della donne ,e dei libri,guardano solo cartoni animati e giocano in continuazione col pisellino

maurizio musco 25.02.06 19:30

ma dai moscio ,oltre ad essere invidioso di come scrivo sei pure invidioso del mio pene...l'andropausa fa brutti scherzi o forse è la menopausa?sai che mi è venuto qualche dubbio?

PS io ho due donne vere sai, non mi accontento di rapporti virtuali. ..una ha quasi la mia età e l'altra è una splendida creatura di 15 mesi...ah, non cercare di imitarmi,i risultati sono pessimi,ma se sei così masochista da farlo pagami almeno i diritti ... saluti...e sorridi qualche volta...

Nicola Amoruso 25.02.06 20:59| 
 |
Rispondi al commento

la politica e i comizi TORNI nella piazza(l'agora,IL LUOGO DI "TUTTI" SOPRATTUTTO DEI LAVORATORI E DI TUTTI COLORO CHE NON HANNO VOCE, SICURARAMENTE BERLUSCONI PRENDEREBBE UNA BATOSTA ELETTORALE.

umberto nacchia 25.02.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento


2)"perché da un pensiero astratto non può nascere una realtà non astratta"

Perché una cosa astratta non è reale, e cosa non è reale mai lo può diventare.

HUGO KOION

beh MARCO credo che qui hugo ti abbia tagliato le gambe ,vedi marco io non ho grande capacità di sintesi ma come professano gli amici giapponesi ,si deve saper stare uno saclino sotto ,poi valutare e tirare le somme .
Per la cronaca i Giapponesi sono gli imprenditori più efficenti al mondo, e lo restreranno a lungo

maurizio musco 25.02.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Senti Hugo,
ricopia quello che ho scritto io e quello che hai scritto tu.
Porta il tutto da, che so… un professore di logica di tua fiducia e vediamo che ti dice riguardo alle tue considerazioni.
Poi ne riparliamo.

Saluti

P.S.: per la cronaca la ruota è già stata sostituita da qualcosa di 'migliore', più efficiente: vedi le ali degli aerei o i treni a lievitazione magnetica (sai, c'è meno attrito…).
Domani anche le auto, spero oltre al motore e con un sistema frenante adeguato, potranno fare a meno degli pneumatici.
Chissà…
Ma tu non azzardarti a cambiare le ruote alla tua, sai!

Marco Zamparini 25.02.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Sigh sigh...sedotta e abbandonata! =( Sigh Sigh

Postato da Maria Laura Frattarelli il 25.02.06 02:41

No no non piangere mia fata ,è che ora ciò da fare a scacciare un parassita ,energumeno,barbaro,di nome AMORUSO,credo che sia un baccello del virus h5n1 sai quello dell'aviaria,conosco questi batteri,si cibano di ignoranza ,e pop corn,tra una sega mentale e l'altra ,credo che sia geloso della nostra relazione ,questi batteri hanno paura della donne ,e dei libri,guardano solo cartoni animati e giocano in continuazione col pisellino,hanno le orecchie lunghe e vivono attaccati alle zecche è un lavoraccio debellarli,ma ci riuscirò .

maurizio musco 25.02.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe,

ti scrivo pensando a quanto hai scritto sui cosiddetti "estremisti di buon senso" e al fatto che nessuno dei "politici", soprattutto quelli della "sinistra" si sia posto una semplice domanda: quello che è stato detto dall'"estremista di buon senso" era vero o falso? Se uno qualunque si fosse messo a guardare il sito dell'ONU avrebbe scoperto chiaramente che le truppe italiane in Irak sono fuorilegge e che l'Italia guidata dal nano d'Arcore è uno "stato feccia", termine che piace tanto agli americani, però nessuno osa dirlo. Chi arresterà per questo crimine internazionale il nano milanese? Forse il "comunista" spagnolo Garzon? Cambiando argomento, ma non più di tanto, visto che si tratta di argomenti correlati, anzi della causa scatenante, non hai idea di che cosa significa affrontare l'argomento 11 Settembre 2001 con certe persone. Puoi elencare fatti, testimonianze, elementi probanti e quant'altro ma ti trovi davanti a delle persone che ritengono Orianna Fallaci la fonte della "verità". Affronta l'argomento sugli eventi di quel giorno nei tuoi spettacoli, perchè c'è da ridere amaro. Intanto preparati per l'attacco all'Iran.

Tanti saluti

P.s: Non vedo l'ora di rivederti ad Oristano.

Giovanni Corriga 25.02.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo ogni giorno che passa sempre più testa di...

ca dasd

non sforzarti troppo ...i tuoi neuroni potrebbero andare in corto circuito col gomito...

Nicola Amoruso 25.02.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo ogni giorno che passa sempre più testa di...

ca dasd 25.02.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Per Nicola Amoruso,

al di là del contenuto, ti invidio tantissimo…
Come mi piacerebbe saper scrivere così!

Saluti

P.S.: sì, sì, adesso lavoro…

Marco Zamparini 25.02.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, Hugo,

Ho da lavorare, ora.
Leggerò il blog stasera.

Saluti

Marco Zamparini 25.02.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Hugo,

1)"la democrazia non è nata ma si è sviluppata con l’uomo"
"Non era comunque mai stato un pensiero astratto ma incompleto…"
Cosa significa? Che la democrazia all'alba dell'esistenza umana (pure prima della Storia) c'era, ma solo parzialmente? Che le tribù avevano strumenti democratici abbozzati?
Se dici ciò, mi sembra un'affermazione molto discutibile. (C'è un'antropologo all'ascolto? Si faccia vivo!)

2)"perché da un pensiero astratto non può nascere una realtà non astratta"
Discutibilissimo. Così dovresti cancellare l'idea che gran parte dei progressi etici e scientifici siano il risultato di un'idea astratta (un'IPOTESI) che si realizza (APPLICAZIONE).
Perchè vedi, se mi porti come esempio il termine ANIMA, hai ragione, ma se ti riferisci anche solo a RUOTA o TRIANGOLO RETTANGOLO, ti sbagli di grosso. Si può solo dire è che è impossibile avere una ruota o un triangolo assolutamente PERFETTI.

3)"E oggi, questo risultato, fino a prova contraria, rimane quello meno peggio"
Appunto. Sono d'accordissimo però ambisco sempre a migliorare.

4)"se alla base della libertà c’è questa formula ormai collaudata e dunque ritenuta come valida, di che cos’altro vai in cerca? Vuoi migliorare o cambiare la libertà?"
Io non desidero cambiare i princîpi, sia mai! Io voglio che siano applicati a tutti gli effetti e dilatati. Ma non vedi? Anche se viviamo in una (presunta) Democrazia, ti sembra che le cose vadano tanto bene?

5)"la prova, che questa ideologia (il marxismo) è stata fallimentare"
I princîpi del Marxismo (sotto alcuni aspetti discutibili) sono stati USATI così come le idee di Nietzsche sono state prestesto per il Nazismo.
Non funzionerebbe da noi adesso, figùrati al soldo di una oligarchia oppressiva!
Non mi sembra che la 'prova' a cui ti riferisci sia molto attendibile.

6)" a trasformare l’incompatibilità con una formula magica in compatibilità …"
Niente magie. Solo tempo e lavorare sodo. Leggi più giù cosa ho scritto a Maurizio sull'istruzione…

Un saluto

Marco Zamparini 25.02.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Il MIT di Boston fa sapere,in una nota d’agenzia, che dall’ analisi spettrale dei virus, si evince che trattasi di specie monocromatica, ovvero di entità caratterizzate da un’unica frequenza(colore,ndr) questo risultato spiega la loro incapacità a vedre altri colori e quindi a concepire forme di vita diverse dalla loro, per questa ragione i virus entrano subito in conflitto con qualsiasi cosa presenti un aspetto policromatico:Finalmente risulta chiaro del perché siano terrorizzati dalla luce.Creature delle tenebre? Forse …Ma è chiaro che non c’è da stare tranquilli ,voci di corridoio della Santa Sede parlano di un Ruini furibondo ,”manderemo Milingo a fare pulizia “cattiva fede? Chissà…staremo a vedere,nel frattempo consolatevi col Grande Fratello.

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

Nicola Amoruso 25.02.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Prosegue ancora l'occupazione del blog da parte di un minuscolo gruppo dei virus informatici,identificati con i nomi in codice di, koglion, moscio e sparalesto scontento.Pronti a tutto,hanno dichiarato che sono disposti anche a farsi saltare pur di difendere la loro libertà.Sorpreso il capo della polizia che, in una nota del ministero degli interni ha dichiarato, "da loro non me lo sarei aspettato" .Tuttavia le trattative proseguono .Da Porta a Porta sarà inviata una folta delegazione tra le cui fila ,tra gli altri,spiccano i nomi di Butros Gali ,Martufello, Kofi Hannan e Valeria Marini,in dubbio la presenza del mago Otelma,nell'ultimo disperato tentativo di far evaporare le velleità intellettualoiodi e parapolitologiche degli agenti infettivi.Nel frattempo ,da un comunicato stampa del Max Plank Institute si apprendono nuovi inquietanti retroscena sulle origini dei virus .Secondo il comunicato,gli agenti patogeni provengono dal passato,sembra uno scherzo ma non è così!Essi sono la prova più evidente che le soluzioni a energie negative dell’equazione di Dirac hanno un riscontro nella realtà.Inoltre gli scienziati del prestigioso istituto ,facendo uso di un potente calcolatore ,sono riusciti a risalire con discreta precisione alla data della loro creazione,pare che si tratti del 1776; da notare l’inquietante coincidenza con la pubblicazione de “la ricchezza delle nazioni” di Adam Smith , il quale senza dubbio alcuno, può essere considerato il padre dell’attuale sistema economico dominante.In realtà,spiegano gli esperti,loro non sono un prodotto diretto di tale opera ma dei parassiti che si sono impossessati del testo per poi riemergere (è questo l’aspetto più inspiegabile) fino ai giorni nostri .A questo va aggiunto che il trasferimento di queste informazioni attraverso lo spaziotempo è avvenuto con inevitabili alterazioni delle stesse ,quindi non c’è da meravigliarsi se le pur scarse informazioni appaiano confuse.

Continua...

Nicola Amoruso 25.02.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

ripeto (un po' esausto) che sono dell'opinione che QUALSIASI forma di ideologia (la MIA eventuale, compresa) NON DEVE essere un'IMPOSIZIONE ma una SCELTA, della società, dei gruppi e dell'individuo;

MARCO ZAMPARINI

Il tuo discorso non fa una grinza ,però vorrei puntualizzare una cosa .
vedi l'uomo in generale è portato a fossilizzarsi,raramente persone cambiano pelle di loro spontanea volontà quando si tratta di ideali e rinnovamento.
l'uomo ha il grosso difetto di tentare di fottersi a vicenda,se a tentare di fotterci è una sola persona ,è più facilmente individuabile e valutabile,ma se a voler fotterci è un'ideologia ,allora la storia ci insegna che venirne fuori e assai arduo.

maurizio musco 25.02.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hugo,
faccio un ennesimo tentativo…

Domando: sei d'accordo se ti dico che la Storia insegna come la Democrazia (così conosciuta e apprezzata OGGI) non è nata con l'uomo?
(Forse, e dico forse, sotto un profilo antropologico si possono individuare socialità avvicinabili al concetto democratico, ma non nella struttura e nella forma, ripeto, che noi intendiamo ora)
Se sei d'accordo, fai sì con la testa, prima di incominciare a scrivere… (scusa il sarcasmo)

Quindi, faccio finta che tu sia d'accordo su quanto sopra e ti chiedo: la tua frase "La democrazia è realtà e libertà al contrario di certi altri pensieri astratti" significa, forse, che la Democrazia era già realtà quando ancora non si era manifestata nella vita dell'uomo?
La Democrazia era già realtà quando gli uomini seppero SOLO ipotizzarla e concepirla con il ragionamento? Non era forse un pensiero ASTRATTO che mancava di APPLICAZIONE?

Vedi, io non ho la certezza matematica che la vita ispirata a ideali marxisti, o quant'altro, possano NECESSARIAMENTE funzionare. Non cado nel facile tranello che "se ha funzionato con la Democrazia, deve poter funzionare anche con i concetti marxisti" (che poi dovrebbero inserirsi in una dimensione, comunque, democratica).

Ma SE per caso, se PER LIBERA SCELTA, se con strumenti DEMOCRATICI (con il tempo necessario al cambiamento consapevole) la società desiderasse LEI a provare ad avvicinarsi a tali princÎpi, cosa ci sarebbe di male? Quali sono i pericoli che vedi? Quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali che puoi IPOTIZZARE?

Prima di replicare sappi:
ripeto (un po' esausto) che sono dell'opinione che QUALSIASI forma di ideologia (la MIA eventuale, compresa) NON DEVE essere un'IMPOSIZIONE ma una SCELTA, della società, dei gruppi e dell'individuo;
ripeto che censuro totalmente chi ha STRUMENTALIZZATO e strumentalizza per scopi di potere (CCCP compreso) qualsiasi pensiero umano, da Gesù a Marx.

Aspetto le tue gentili risposte.

Marco Zamparini 25.02.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Oggi necessitano dei riformatori “purosangue”. Credo che le riforme rientrino in un etica di studio della determinazione della condotta umana e per questo diviene indispensabile partire da una posizione di riforma radicale ovvero da un dibattito sulla natura dell’uomo e sulla società del terzo millennio. Diviene altresì indispensabile guardare solo agli interessi della collettività, senza cedere a pressioni contrarie e/o di interesse di parte. L’approccio alla “questione disastrosa italiana” dovrebbe avere un retroterra onesto, trasparente e per questo, naturalmente diverso da quello dei sostenitori degli ideali assimilazionisti del secolo scorso. Se per un verso si accetta l’assunto fondamentale, ovvero la convinzione che gli italiani devono abbandonare concezioni clientelari, per un altro ne ricaviamo l’enorme vantaggio di restare a testa alta e sempre più a pieno titolo nell’Europa Unita.

Con queste basi possiamo essere messi benissimo a confronto con i problemi di questa nuova società, sino a potere sperare in un futuro più fecondo e duraturo per tutti e quindi senza discriminazioni tra cittadini. Oggi non si sente altro che parlare di raggiri, manipolazioni, truffe, bancarie, responsabili indagati etc. Sappiamo tutti che non possiamo continuare così, con questa nefandezza a rimorchio e danni ai cittadini a non finire. Grazie di avere letto. FORZA SISU (Sisu non significa “PARTITO POLITICO”, ma semplicemente una parola di origine finlandese, intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto con una parola allo stesso tempo, si invocano i seguenti valori: lealtà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu. Quindi è come se si dicesse FORZA ONESTA’ ma con un significato più dettagliato. Gridare a gran voce FORZA SISU! è come se si dicesse ABBASSO I DISONESTI E I PARASSITI. Giacomo Montana


Giacomo Montana 25.02.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Oggi necessitano dei riformatori “purosangue”. Credo che le riforme rientrino in un etica di studio della determinazione della condotta umana e per questo diviene indispensabile partire da una posizione di riforma radicale ovvero da un dibattito sulla natura dell’uomo e sulla società del terzo millennio. Diviene altresì indispensabile guardare solo agli interessi della collettività, senza cedere a pressioni contrarie e/o di interesse di parte, o di una parte. L’approccio alla “questione disastrosa italiana” dovrebbe avere un retroterra onesto, trasparente e per questo, naturalmente diverso da quello dei sostenitori degli ideali assimilazionisti del secolo scorso. Se per un verso si accetta l’assunto fondamentale, ovvero la convinzione che gli italiani devono abbandonare concezioni clientelari, per un altro ne ricaviamo l’enorme vantaggio di restare a testa alta e sempre più a pieno titolo nell’Europa Unita.

Con queste basi possiamo essere messi benissimo a confronto con i problemi di questa nuova società, sino a potere sperare in un futuro più fecondo e duraturo per tutti e quindi senza discriminazioni tra cittadini. Oggi non si sente altro che parlare di raggiri, manipolazioni, truffe, bancarie, responsabili indagati etc. Sappiamo tutti che non possiamo continuare così, con questa nefandezza a rimorchio e danni ai cittadini a non finire. Grazie di avere letto. FORZA SISU (Sisu non significa “PARTITO POLITICO”, ma semplicemente una parola di origine finlandese, intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto con una parola allo stesso tempo, si invocano i seguenti valori: lealtà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu. Quindi è come se si dicesse FORZA ONESTA’ ma con un significato più dettagliato. Gridare a gran voce FORZA SISU! è come se si dicesse ABBASSO I DISONESTI E I PARASSITI. Giacomo Montana


Giacomo Montana 25.02.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno si misura volentieri con la concorrenza. Già, perché la nozione di concorrenza evoca sforzi maggiori, prestazioni superiori e l'assidua ricerca di innovazioni.

BLOCHER


Cara MARIA LAURA quando l'italiano si avvicinerà anche SOLO un pochino a questa filosofia ,allora potremmo parlare di inizio di cambiamento, tutto ciò che si allontana da quest'ultima è roba vecchia .

maurizio musco 25.02.06 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Indeboliamo Rifondazione ed affini, e vedremo finalmente (la speranza è l'ultima a morire) l'evoluzione di uno schieramento più a passo coi tempi, dedito ai temi importanti, primo tra tutti la giustizia, e fedele alle garanzie Costituzionali. Diamo fiducia a chi propone un nuovo modo di far politica, più pulito e trasparente. Ti farò cambiare idea ...vedrai!! :)

MARIA LAURA

Si ma come si fa ad indebolire,coloro che promettono meno ore di lavoro + soldi + diritti ecc...
non certo facendo alleanza con loro.
Te l'ho già detto l'unica cosa che può farmi cambiare idea qual'è.

maurizio musco 25.02.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Posso consigliarvi un libro? Bracher. Il Novecento, secolo delle ideologie....

MARIA LAURA

lo leggerò ,mi fido di te ,ma poi vieni a cena con me?

maurizio musco 25.02.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Alla mia fata ,che vota di pietro .
Di pietro cara Maria Laura è una persona che stimo molto ,ma per ricevere il mio voto dovrebbe fondare un terzo polo.
L'unica cosa in grado di farmi mettere la croce nel carrozzone di csx è una sventola alta 1.70,capelli neri ,e la quarta di reggiseno.
ma a parte gli scherzi è contro ogni mio principio votare una coalizione che al suo interno ha un antiriformista come bertinotti e gli alri 2 pagliacci di luxuria e quell'altro fanfarone che adesso non mi viene il nome,il problema è che ora sono molto forti,pianteranno paletti ,a cui neanche il povero DI PIETRO potrà farci niente.
Il problema nefasto Cara la mia fata è il sud ,quanti Maria Laura pagano L'irpef al sud ,o L'inail ,l'ici,il canone,i rifiuti.....
Lo sai in 20 anni di imprenditoria quanto ho pagato in tasse allo stato?
Se te lo dico probabilmente avresti un malore,pensa che quest'anno per la prima volta ho avuto un rimborso IVA ,irrisorio ,ma me l'hanno dato.
Di Pietro in mezzo a tanti ciarlatani è una voce nel deserto,come lo è fassino,e Letta,politici di sinistra che stimo.
Mi piacciono le proposte leghiste ma non condivido il modo di fare politica che hanno i suoi rappresentanti.
L'unico modo che abbiamo per uscire da questa fanghiglia sono le riforme ,da persona pragmatica quale sono ,non posso far altro che dare il mio consenso a chi più và in quella direzione ,lo so devo anch'io andare a votare con il naso chiuso ,non sopporto molti politici di centrodestra ,non sopporto l'udc come partito ,e neanche forzauova.
Quasi sicuramenta i partiri riformisti fonderanno un terzo polo ,se costruiranno una alleanza seria ,darò sicuramente il mio voto a loro in futuro,sperando che ci sia un DI PIETRO loro alleato.

maurizio musco 25.02.06 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Pietro, per essere o rimanere credibile non doveva schierarsi, non quando sostiene certi valori, perché l’etica non è mai di parte ...

Huogo Kolion
-----------------------------------------------
L'etica hai ragione, non dovrebbe appartenere a nessuno schieramento. Ma se nel Polo la questione etica non solo viene accantonata, ma addirittura sbeffeggiata, cosa si fa? Non è certo una mancanza di Di Pietro! Io so che non è uomo di sinistra, ma cosa vuol dire? Torniamo al discorso che noi stessi abbiamo condannato? Ancora parliamo di destra e di sinistra? Non siamo noi quelli che diciamo che vanno superate le ideologie? Sappi che lo scopo di Di pietro era proprio quello di fare un partito completamente autonomo. Ma non avrebbe mai potuto farlo con un misero 2%, sarebbe stato un suicidio politico. Allora cosa è successo? Ha posto al tavolo delle trattative dell'Unione il piano etico dicendo: lo appoggiate o no? La risposta è stata un sì (forse forzato), ma comunque un sì. Non dovrei parlare di retroscena e intrighi di mia conoscenza, ma ti assicuro per esperienza personale, che è stato l'unico ad alzare la voce contro dei candidati pluricondannati, l'unico dell'Unione a porsi contro certe scelte di candidati, minacciando di uscire dalla coalizione. Non so se questo sia di destra o di sinistra, non mi interessa, proprio perchè, come dicevi tu, è etico!

Maria Laura Frattarelli 25.02.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Posso consigliarvi un libro? Bracher. Il Novecento, secolo delle ideologie, Laterza. Non si tratta di un testo filosfico-speculativo, ma di un'analisi dettagliata sulle ideologie del XX sec. scritta da un mostro sacro tra gli storici contemporanei.
Vengono scavate le matrici culturali delle dittature nazionalsocialista, fascista e comunista, a partire da fine '800. L'evoluzione degli ideali ispiratori. Ad esempio perchè il nazionalismo, partito rivoluzionario, finì con l'unirsi al conservatorismo sfociando così imperialismo? Quali sono i vantaggi e i limiti della democrazia? (Bracher dopo una dettagliata analisi ritiene quest'ultima l'unica via contro i totalitarismi, gli autoritarismi per il raggingimento della libertà). Cosa differenzia il socialismo di destra e quello di sinistra? Perchè la sinistra non ha mai fatto i conti con il passato rinnegandolo fermamente? Come si pongono le ideologie nei confronti dell'idea di progresso? Qual è la contraddizione di fondo dei nuovi movimenti pacifisti? Perchè nel '68 si ripresentò la reideologizzazione? Perchè i movimenti studenteschi dimenticarono la lezione di deideologizzazione degli anni '50?
Davvero molto molto interessante ed obiettivo, fondamentale per capire qualcosa in più di ciò che ci circonda...

Maria Laura Frattarelli 25.02.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto,
io non ritengo che un'individuo di pensiero diverso dal mio sia un nemico: è mio nemico nel momento in cui egli mi obbliga con la violenza ad aderire al suo pensiero.

Il mio personale desiderio, e cioè che la società possa essere diversa da quello che è adesso, non significa che io faccia PREVISIONI! E quindi, non mi comporto come se ciò fosse ineluttabile, non mi comporto come se fossi detentore di verità indiscutibili. Solo la volontà CONSAPEVOLE e LIBERA dei popoli può dettare i cambiamenti.

E' chiaro che se io sono razionalmente CONVINTO e IMPONGO qualcosa (soprattutto di qualcosa ancora non verificatasi) cado nel totalitarismo. Me ne rendo conto anche nell'educazione dei miei figli, quando non riesco a 'convincerli' con le buone e allora impongo la mia autorità (giuro che sto facendo di tutto per evitare di arrivare a simili situazioni, ed è un bel training!).

So benissimo che in preda alle proprie convinzioni è reale il rischio di divenire autoritarista e totalitarista ma spero che io non sia mai protagonista di azioni del genere.
Tra l'altro, confido nel sacrosanto diritto e dovere dello Stato Democratico di vigilare su tali mie possibili aberrazioni.

Sulla scorta di queste mie affermazioni, una mente acuta può trovare la chiave di lettura delle mie asserzioni precedenti e capire perchè sottoscrivo affermazioni di persone, magari, in antitesi tra loro (chi ha orecchie per inendere intenda).

Ora, se qualcuno desiderasse ancora appiopparmi 'etichette' di qualsiasi genere solo perchè censuro la guerra e, allo stesso tempo, IGNORO VOLUTAMENTE le analisi politiche spicciole, sappia bene che può andare a scopare il mare.

Un saluto

P.S.: in realtà sono più attirato a discutere i temi della 'falsificazione' di Popper. Ma qui non mi sembra il caso.

Marco Zamparini 25.02.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma se insisti forse convinci me, sarebbe una bella vittoria visto che ho sempre votato a sinistra, tanto siamo della stessa famiglia stiamo al centro non ti pare?

Pero tu insisti magari fino al 9 aprile il mio voto conta parecchio non è cosa da poco?

Ernesto CONTENTO!

La parola "centro" non è che mi piaccia molto perchè purtroppo la associo a personaggi sgradevoli (nell'attuale panorama politico italiano)... :) Ma anch'io ho un sogno, forse davvero un'utopia per questo malconcio Paese: un'effettivo modello liberale, con istanze sociali, ma non assistenzialista. IL problema è che questa destra non ha più nessun tipo di morale, ha appoggiato e giustificato le scelte di un disonesto; questa sinistra è ancora in lotta con sè stessa, aggrappata a morti viventi come Bertinotti, strizza l'occhio ai no-global e va a braccetto con gli ex democristiani. Facendo un bilancio davvero vedo in Di Pietro una buona scelta. Se avesse avuto maggiore seguito la sua intenzione era quella di formare un terzo polo alternativo.
p.s: tra l'altro l'ho anche conosciuto di persona e vi assicuro che è un uomo coraggioso e onesto, forse troppo "puro" per questa nostra politica.

Maria Laura Frattarelli 25.02.06 11:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco Zamparini 25.02.06 10:22

Marco ai mai letto Karl Popper.

"La società aperta è i suoi nemici"

Adorno Editore edizione del centenario
€.50,00

io ci ho messo 10 anni per trovarlo lo sto leggendo con cura....

un consiglio da amico se puoi leggilo.

Non ti spaventare se Popper fa parte della cosidetta scuola Austriaca del liberalismo.

I valori sociali non sono mai stati messi in discussione da quei pensatori?

è solo il metodo di come raggiungerli che cambia.

Ernesto

ernesto scontento 25.02.06 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Hai letto Blocher? C’è qualcosa di sensato o è da buttare quello che dice?

@ Hugo Kolion 25.02.06 10:19

**************

Non è da buttare ma è avanti di qualche anno, soprattutto per noi Italiani.

Ugo qui si fanno riunioni di colalizioni è invece di parlare di problemi reali è di come uscirne, magari con sacrificio ma uscirne?
Si raccomanda agli intervenuti di portare a votare anche gli invalidi, ma non per il loro diritto dovere di manifestare la propria opinione, ma facendogli capire dove mettere la X in cabina non si possono accompagnare....

Inoltre la solita mistificazione al capitale è ai capitalisti ( ieri poi anche se avevi due appartamenti eri capitalista)va sempre di moda nel 2006.

Manca la consapevolezza dei problemi veri,

Manca la progettualita di come risorverli,

sono stupidi chi erà li erà quasi ovvio dove guardava è inutile stare due ore per dire mi raccomando andate a votare è votate bene, non sono li gli astenzionisti, io ero fra i più giovani in quella stanza.

Capisci perchè la vedo dura?

ernesto scontento 25.02.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Guarda che ANCHE la, giustamente decantata, DEMOCRAZIA è stata un pensiero astratto per un sacco di tempo, nella storia dei popoli e anche qui in Europa!
Ma dove cacchio ce l'hai il cervello?
Solo con la spinta di uomini illustri (e io non mi ritengo tale) e con la consapevolezza MATURATA nella popolazione la Democrazia è riuscita a diventare qualcosa di TANGIBILE!

Non sono io che lo dico, è la STORIA che lo dice!
Ah no! Scusa, scusa…
Magari dalle profonde capacità di esegeta della Bibbia che hai, mi verrai a dire che lì ci sono inscritte le basi dei valori democratici!
E anche se ciò, assurdamente, fosse vero? Come la mettiamo con tutti i millenni precedenti? Quanti di esempi di Democrazia, nella forma che noi conosciamo oggi, mi porti?

Ma guarda te se devo perdere tempo a risponderti…

Marco Zamparini 25.02.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Per completare Ernesto … sarà che tra il dire e il fare c’è (ancora) di mezzo il mare :-) adesso forse comincerai a capire certe idee di una rete civica fuori parte … tanto per non stare fermi con quell’amaro in bocca … una variante senza bandiera alcuna, perché la libertà è di tutti …
@ Hugo Kolion 25.02.06 09:45
**************

Caro Ugo oggi è una giornataccia per Ernesto, ma non è per la pioggia che viene giù al mio paese?

E l’anima che è triste come potrai notare sono talmente depresso che faccio fatica a commentare, ma mi limito solo ad osservare.

Approfondiamo il discorso ( non so cosa intendi per rete civica ne, ai già parlato, ma ai anche parlato una volta di blog) vediamone la fattibilità e i costi se è sostenibile io ci sto.

Ugo o l’impressione che tra un paio di giorni questa stanza si spenga, noi comunque se ci perdiamo il ritrovo è nel solito posto.

Mi fa tristezza il ns salottino privato senza commenti, Giovanni spero che abbia riparato il pc.
È un pò lamentone ma simpatico.
Inoltre io non so se tutti i dati che dice siano veritieri, ma se così fosse è un bel pezzo come dicono da noi.

Dopo di qui casomai potremmo andare nella stanza il vento del sud mi sembra pertinente con i ns argomenti.

Ernesto

ernesto scontento 25.02.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma credo nei valori Democartici e mi batterò SEMPRE perchè TU possa parlare, scrivere ovunque, comunque ed esprimere le tue preferenze.
Posso solo sperare che siano in pochi a darti ascolto.

@ Marco Zamparini 25.02.06 09:41

*****************
Marco sarebbe carino quando citi qualcuno dirlo?

Questa è di Voltaire.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 25.02.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In una Democrazia è lecito esporre QUALSIASI opinione che non inneggi alla violenza o alla cancellazione, parziale o totale, dei diritti dell'individuo.

Visto che è CHIARO, tranne nella tua mente bacata, che la mia è un'OPINIONE riguardo la quale ho già SOSTENUTO che deve essere espressa nel contesto di uno Stato di Diritto, se ne deve dedurre che ESSA E' DEMOCRATICA e che io, di conseguenza, mi ispiro a tali PRINCIPI.

Se fosse invece come dici tu (sulla base di quello che credo sia una tua, spero momentanea, incapacità di intendere e di volere) tenterei di vietarti di partecipare alla vita pubblica, ti toglierei il diritto di voto.
Ma credo nei valori Democartici e mi batterò SEMPRE perchè TU possa parlare, scrivere ovunque, comunque ed esprimere le tue preferenze.
Posso solo sperare che siano in pochi a darti ascolto.

Adesso, con un voto dall'uno al dieci, quanta antidemocraticità trovi nelle mie parole?

Bye bye

"Una volta ho fatto una seria riflessione su quelli che possono essere i miei difetti e ho iniziato a fare una lista. Mi sono fermato al punto uno: a volte dimentico il cappello."
W. Allen

Marco Zamparini 25.02.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti gli amici in rete
***************************
Abbiamo detto di scrollarci di dosso le ideologie e i partitismi, quindi se il programma di Di Pietro rispecchia le mie esigenze e quelle che ritengo essere le priorità del Paese ben venga... Poi l'Italia dei Valori è un partito nuovo, ancora da plasmare, destinato a crescere, vedo in esso grandi margini di miglioramento, può davvero portare una boccata d'aria nuova.
p.s. hai dato un'occhiata al sito di Di Pietro? Leggi i suoi post, sono davvero interessanti e vedrai che anche lui si sta dirigendo verso idee riformiste... non è male...fidati della tua fata... ;)
@ Maria Laura Frattarelli 25.02.06 02:23

**********************
Sarà perché ieri sera sono andato alla festa della retorica, credendo di andare in un luogo dove l’olio si faceva con materiale di qualità,

Sarà che dopo ti ho letto è sono stato meglio nell’animo,

Sarà che Ugo è più intelligente di me in qualche maniera mi aveva avvertito,

Sara che tutto questo mi rattrista,

Ma se insisti forse convinci me, sarebbe una bella vittoria visto che ho sempre votato a sinistra, tanto siamo della stessa famiglia stiamo al centro non ti pare?

Pero tu insisti magari fino al 9 aprile il mio voto conta parecchio non è cosa da poco?

ernesto scontento 25.02.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Senti Hugo,
se ti rispondo non è perchè penso tu possa capire ma lo faccio per il lettore occasionale.

Creare una 'predisposizione' significa, per me, CONVINCERE senza IMPORRE, PERSUADERE senza PREVARICARE, ESPRIMERE le mie idee senza SOFFOCARE quelle degli altri.
Eppoi, nel 'materiale umano' mi ci metto anch'io, perchè anch'io sono criticabile e imperfetto. E sbaglio.

Chiaramente, tu ne sei escluso perchè è evidente che conosci perfettamente lo scibile umano e la VERITA' COSMICA in cui esso è immerso.
Se puoi, cerca di perdonare questo comune mortale…

Marco Zamparini 25.02.06 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ernesto! Ma è scomparso il tuo commento in cui dicevi che sei stato "casinista" o sbaglio???? Buh! Sto impazzendo!!

Maria Laura Frattarelli 25.02.06 02:06
*****************

Ai ragione è scomparso, succede spesso che alcuni post inviati al sera, la mattina dopo non ci sono più ( non solo i miei). Probabilmente dipende dalla manutenzione del sever di Beppe.

Ieri ai fatto le ore piccole,devo tirare le orecchie a Maurizio non si manda ha letto una donna senza augurargli la buona notte....

Saluti ernesto

ernesto scontento 25.02.06 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio,

è impossibile (cercare) di interpretare il Russell intellettuale, non il matematico, senza aver letto "Perchè non sono Cristiano".
Per me è stato, ed è, una delle menti che più ha mi consentito di avvicinarmi a un pensiero logico e razionale pur mantenendo un'apprezzabile sentimento di amore nei confronti dell'umanità.
Ed è con questa logica che sto analizzando i miei interventi sul tema di questo blog, per capire dove il mio pensiero non si è ESPRESSO in modo coerente (ammesso che sia così), a tal punto da dare l'impressione che io non abbia le idee chiare.
Se arrivo a conclusioni apprezzabili, presto ne scriverò.

Nel frattempo ho riflettuto nuovamente, sulla COMPATIBILITA' dei termini ATEO e AGNOSTICO e sono giunto a una considerazione che non avevo fatto ancora in modo CONSAPEVOLE: forse per questo ho scritto, Freud insegna, di essere "non credente E (copula) agnostico".
Secondo me una persona può definirsti ATEA e AGNOSTICA allo stesso tempo.
Si definisce atea IN PRATICA, cioè, non fa altro che considerare inattendibili, se non addirittura inesistenti, le prove che vorrebbero dimostrare l'esistenza di Dio;
si definisce agnostica FILOSOFICAMENTE, perchè non ha ragione porsi un problema che si ritiene irrisolvibile.
Quindi, le due essenze possono coesistere perchè nella vita di un'individuo non c'è solo una componente intellettuale ma anche la manifestazione del proprio pensiero con azioni e prese di posizione.
Al contrario, può succedere che un'impostazione IDEOLOGICA non si manifesti NECESSARIAMENTE in pratica.
Per esempio, anche se io trovo elementi di ispirazione nel marxismo, NON sono COMUNISTA in PRATICA; questo semplicemente perchè so bene che applicare ADESSO alcune teorie sarebbe disastroso, a causa della mancanza di predisposizione del 'materiale umano' attuale.
Ciò non toglie che io possa lavorare DEMOCRATICAMENTE perchè questa predisposizione si crei.

Un saluto

P.S.: Russell fu considerato 'estrmista' e incarcerato per 'pacifismo' ;-)

Marco Zamparini 25.02.06 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio!? Ci sei?? Non sto andando a nanna per aspettare la tua risposta... :( mi stai trascurando...
vabbè notte ...sto crollando... =(


Il tema giustizia mi sta particolarmente a cuore, ma dovrebbe interessare tutti noi. E visto che solo Di Pietro ne parla senza peli sulla lingua e in maniera competente, ha guadagnato gran parte della mia fiducia... ;)

Postato da Maria Laura Frattarelli il 25.02.06 01:26
Hai ragione su di pietro ,ma al suo fianco ci vedrei molto bene un riformista ,ho già detto che vedo di pietro come uomo di centro destra ,ma per la presenza del berlusca è scappato a sinistra.
Odio il sistema politcio italiano ,il bicameralismo che abbiamo votato al referendum è una pagliacciata .
tu guarda partiti come udc e udeur fanno da ago della bilancia sempre ,tutti quei partitini di pagliacci ,vedi luxuria ,ferrando ,veri e propri buffoni,non sarebbe meglio avere 2 0 3 poli come in altri paesi politicamente più stabili di noi.
tra poco faranno un partito anche AMORUSO E FERRARI vedrai vedrai ,il loro motto sarà
ITALIA DEI PANZONI .

maurizio musco 25.02.06 02:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Ernesto :)

Tesoro! Per "casinista" intendevo elettore di Casini! AUHAHUHAHHAUHAHUUHAUHAHAH! Non si era capito? :)
E poi pensandoci....non eri tu quello che mi sembrava casinista, ma ho qualche sospetto su Hugo! :)
Un bacione a tutta la banda! :*


Buongiorno Maria, ti vedo attiva anche su altri post (Il vento del Sud).

Il tema giustizia vedo che ti interessa, sei una addetta ai lavori o una dipietrista.

Ciao Ernesto

ernesto scontento 25.02.06 00:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI...

Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito - Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale - ma chiederebbe in cambio che l'Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito "noto avvocato del gruppo De Benedetti".

Ma fra i vari esponenti della sinistra l'on. Pisapia e' forse il piu' vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull'abolizione del "reato di opinione", per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia' nel 2002.

Inoltre Pisapia e' favorevole
1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm, 2) e' contrario al totale azzeramento delle cosiddette "leggi vergogna" di questa legislatura 3) a salvare "le parti buone" della riforma Castelli dell'Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe' i rami locali del Csm).

Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva "liberticida e anticostituzionale" il mandato di cattura europeo - molto osteggiato da Castelli e dalla Lega - ritenendo inaccettabile che "in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall'esecutivo" e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi "sulla stessa linea di Castelli.

Postato da: Pasquale D'Ambra |
www.antoniodipietro.it "

Maria Laura Frattarelli 25.02.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Notizia d'agenzia dell'ultim'ora: il blog di Beppe Grillo è sotto la minaccia di due o forse tre agenti patogeni di natura informatica

corrispondenti a, hugo kolion ,maurizio moscio ...muschio... muscio..musco...ernesto sparalestoguevara e pure scontento

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR :) :):-P


@ Nicola Amoruso 24.02.06 21:11

*********************

Tutto qui quello che puoi esprime? desolante fratello molto......molto.....molto......trite.
C'e' poco da essere contenti.

ernesto scontento 25.02.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento

i tre virus siano codificati attraverso stringhe alfanumeriche corrispondenti a, hugo kolion ,maurizio moscio ...muschio... muscio..musco...ernesto sparalestoguevara e pure scontento

NICOLA AMORUSO

quale sarebbe la risposta più saggia ?
beh per cominciare tirati via le mani dal naso mentre leggi ,so che per te è pesante ciò che scriviamo ,ti capisco.
secondo non guardarti il pisellino, potresti fare pipì.
poi potresti prendere spunto dal tuo amico ferrari ,lui si che sa attaccare bene le caccole sotto la tastiera,tu invece scommetto che fai bene le palline e le lanci pure lontano.
Saluti amico no global riformatore

maurizio musco 24.02.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i tre virus siano codificati attraverso stringhe alfanumeriche corrispondenti a, hugo kolion ,maurizio moscio ...muschio... muscio..musco...ernesto sparalestoguevara e pure scontento

NICOLA AMORUSO

quale sarebbe la risposta più saggia ?
beh per cominciare tirati via le mani dal naso mentre leggi ,so che per te è pesante ciò che scriviamo ,ti capisco.
secondo non guardarti il pisellino, potresti fare pipì.
poi potresti prendere spunto dal tuo amico ferrari ,lui si che sa attaccare bene le caccole sotto la tastiera,tu invece scommetto che fai bene le palline e le lanci pure lontano.
Saluti amico no global riformatore

maurizio musco 24.02.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Notizia d'agenzia dell'ultim'ora: il blog di Beppe Grillo è sotto la minaccia di due o forse tre agenti patogeni di natura informatica . Si tratta di entità virtuali fatte di bit(01011101011100101010...) che si annidano nell'hard disk del blog, pare che si alimentino di fotoni emessi dalle scariche del mP,hanno pure tentato di riprodursi, ma per nostra fortuna con pessimi risultati,per tale ragione si pensa che la loro successiva tappa evolutiva sia l'ermafroditismo."Speriamo di fermarli in tempo" è stata la dicharazione del segretario di stao USA Condoleeza Rice ,"altrimenti saremo costretti a bombardare il blog" .Fino a questo momento sono trapelate solo indiscrezioni provenienti dagli esperti della Microsoft.Secondo loro, sembra che i tre virus siano codificati attraverso stringhe alfanumeriche corrispondenti a, hugo kolion ,maurizio moscio ...muschio... muscio..musco...ernesto sparalestoguevara e pure scontento .Sempre a detta degli esperti, la loro dinamica è desritta dalla teoria del caosin(è la teoria del tutto e del nulla, ndr).In ogni caso,rassicurano sempre gli esperti,non sono un pericolo per gli esseri umani ,la loro dinamica è tale da portare il sistema centrale a fogocitarli, portando a evaporazione tutto l'enorme quantitativo di pseudoinformazione prodotta.Tuttavia alcuni interrogativi iquietanti emergono. Chi li ha creati? Come sono arrivati fin qui ? Da dove vengono? Siamo invasi dagli alieni?


PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR :) :):-P

Nicola Amoruso 24.02.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".