Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La guerra dei media


bocca aperta.gif

Wikipedia, la più grande enciclopedia del mondo, ha oscurato il Congresso degli Stati Uniti.
Gli ha bannato l’IP.

Lo ha fatto per evitare che i senatori rimuovessero informazioni sgradite che li riguardavano.

Marty Meehan, un senatore repubblicano, si è distinto in questa guerra moderna contro l’informazione, detta anche “edit war”.
Per sei mesi ha utilizzato il suo staff e le linee del Senato (tutti soldi pubblici), per cancellare notizie, come la promessa (non mantenuta) di lasciare l'incarico dopo otto anni e la spesa per la sua campagna elettorale, superiore ad ogni altro senatore.

Wikipedia non è la verità, ma ci si avvicina molto. E più si avvicina più è attaccata.

Oggi è al 19° posto nel mondo per numero di visite e ha tre milioni di articoli, è sei volte più grande dell’Enciclopedia Britannica.

La settimana scorsa la Cina ha oscurato Wikipedia per motivi politici; la Guardia di Finanza (su richiesta di SKY) ha chiesto ai provider italiani di oscurare la Cina per impedire la visione di partite di calcio di serie A su Internet; il Giappone ha proibito ai suoi atleti di aggiornare i loro blog nel periodo olimpico per non danneggiare i media giapponesi.

La censura è l’unico strumento rimasto a questa economipoliticainformazione palelolitica.
Ridotta a un gruppo arrancante di intermediari senza valore aggiunto. Che intercettano soldi, rappresentanza e verità.

Ma quanto potranno andare avanti?
Ormai gli sono rimasti solo le balle e la censura.

2 Feb 2006, 18:08 | Scrivi | Commenti (1375) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Scusate il fuori tema ma avrei una cosa importante da chiedere.
Io come molti italiani ho un'assicurazione sulla vita di pochi spiccioli fatta 3 anni fa per crearmi un piccolo salvadanaio.
L'assicurazione ogni mese mandava a casa un suo ispettore che prelevata la quota mensile ti rilasciava documentata ricevuta.
Il servizio era ottimo, anche perchè una cifra così irrisoria (57 euro) non l'avrei mai portata in banca e non l'avrei forse mai risparmiata.
Bene, una legge recente pare che obblighi l'assicurazione a ricevere la cifra o con assegno o tramite bollettino postale.
Secondo voi posso mai fare la fila in posta per pagare un bollettino postale destinato al risparmio? o emettere un assegno mensile di 57 euro? e/o disporre un prelievo tramite rid?
A questo punto ho detto al promotore che intendevo retrocedere dal contratto e volevo riavere i miei soldi versati in passato, mi ha risposto che o attendo la scadenza del contratto oppure pago una grossa penale.
Se la legge mi toglie la comodità di un servizio perchè io non posso avere la possibilità di retrocedere da un contratto a me non più comodo?

ROBERTO NAPOLITANO Commentatore certificato 25.07.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe come mai che non ti sto vedendo piu' in televisione.il mio giudizio e critico ,ene sono stato sempre convinto e ogni giorno sempre di piu' io mi allaccio ad una mitica frase fatta l'italia dobbiamo fare gli italiani, e tuttora dobbiamo ancora farli.
io non credo al rosso al verde all'azzurro sono tutti allo stesso scanno ma credo che non abbiamo cultura ne mentalita' ciao da un vero cittadino italiano meridionale

martino rocco sirica 05.05.07 17:45| 
 |
Rispondi al commento

L'altro giorno mi è arrivata una mail a proposito dell'informazione negativa e della manipolazione dei dati. A me sembra una cosa impressionante.. allego la mail qui sotto.

................................................
................................................

Oggetto: I Cambi

................................................

Ciao.
Avete ricevuto il libro di Silvio?

Io sì. Vai a pagina 154: c'è una serie di informazioni interessanti, tra cui, quella che più mi ha colpito è la prima.

E' scritto che nel 2006 il reddito medio degli Italiani è pari a 27.119 dollari, mentre nel 2001 era di 24.670 dollari. Facendo due conti, perciò, risulta che il reddito medio degli Italiani è cresciuto di circa 2.500 (2449) dollari.

Mi sono chiesto: ma perché mi danno le cifre in dollari? Io già ho difficoltà a capire le cifre in Euro, figuriamoci con la moneta di uno stato estero. E come me, anche moltissime famiglie, massaie e pensionati che hanno ricevuto il libro!

Comunque, per capire meglio queste cifre, mi sono fatto un po' di conti; sono andato sul sito internet www.uic.it, che è il sito dell'Ufficio Italiano dei Cambi, per tradurre le cifre in euro.

Dunque, il 22 maggio 2001 (il giorno dopo le ultime elezioni politiche), per fare un dollaro ci voleva un euro e 15 centesimi, quindi 24.670 dollari (reddito 2001) moltiplicato per 1,15 fa: 28.370,5 euro.

Poi, il 31 marzo 2006 (l'altro ieri), per fare un dollaro bastavano solo 83 centesimi di euro, quindi 27.119 dollari (reddito 2006), moltiplicato per 0,83 fa: 22.508,77 euro.

In altre parole, mi si spacciano le cifre in dollari per farmi credere che il reddito medio sia aumentato, mentre, invece, di fatto è diminuito di 5861,73 euro!!!

Ho sbagliato i conti? E se sono giusti, ti prego, diffondi questa informazione!

................................................

Fine. Io sono senza parole.

Mezzalira Paolo 08.04.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

L'altro giorno mi è arrivata una mail a proposito dell'informazione negativa e della manipolazione dei dati. A me sembra una cosa impressionante.. allego la mail qui sotto.


>>>>


Fine. Io sono senza parole.

Mezzalira Paolo 08.04.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho capito che il vero e unico problema che c'è in Italia e in tutti gli altri paesi industrializzati, è l'informazione. Infatti se l'informazione fosse rispettata, non influenzata dalla politica, dall'economia, ma fosse indipendente e desse notizie reali, incorrotte, la gente conoscerebbe veramente come stanno le cose, i giochi sporchi dei politici, le innumerevoli guerre presenti in tutto il mondo, gli sfruttamenti da parte delle multinazionali, ecc... Così i cittadini saprebbero chi votare, e correggere gli errori dei politici tramite internet, creando una specie di grandissima commissione formata da milioni di persone, che insieme hanno un potere enorme, quello di criticare le scelte delle persone al governo, di modificarle e al limite, di scegliere altri rapprentanti se fosse necessario. In questo modo ci sarebbero meno ingiustizie, meno speculazione e spreco di soldi, più rispetto per i diritti umani, e inoltre il livello culturale si alzerebbe moltissimo, non lasciando spazio alle stronzate che girano ora per TV.

Fabio Andreon 07.04.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
forse vado fuori tema, ma lo voglio esprimere lo stesso:

Il recente “bon mot” di Berlusconi (consentitemi di non chiamarlo “onorevole”, termine che non gli si addice) mi ha offeso, ma non più di tanto, considerato che ormai da anni, con toni denigratori, mi sta definendo “komunista”, mi dice che sono un fesso perché pago le tasse, ed ultimamente mi ha detto che la mia esistenza, per il mio Paese, è stata solo una palla al piede...
Quello che più mi ha scandalizzato, invece, sono stati i calorosi applausi che quella platea ha tributato a quella triste volgarità gratuita.
Un pubblico attento, serio e dignitoso avrebbe accolto quelle parole con un silenzio di gelo, e non l’avrebbe accettata nemmeno quale semplice ironia.
Quegli spettatori plaudenti hanno dimostrato di essere un’accolita di bottegai, magliari, osti e pizzicaroli, sicuramente selezionati fra i più convinti forzitalioti, e Berlusconi ha dimostrato di trovarsi bene al loro cospetto, avendone lo stesso spessore morale e lo stesso livello culturale.
Spero che qualche adepto di Berlusconi - numerosi su questo blog - vorrà replicare.
Cordiali saluti.
Roberto Sega

Roberto Sega 05.04.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visitato il sito di wikipedia.it dove scrivo abitualmente riguardo la storia della musica... sono sconvolto! Prima di ogni articolo compare una sentenza della procura di Milano che intima al sito di chiudere a partire dalla 15.00 di oggi sabato 1 aprile. La sentenza di cui giustamente hanno ocurato i nomi (... non so perchè ma ho una strana sensazione..) parla di "denuncia a carico del vostro sito internet" poichè colpevole di "aver pubblicato notizie e fatti di natura ingiuriosa, atti a ledere l’onore e la reputazione del mio cliente". Ma è una mia impressione la democrazia sta veramente crollando? Non voglio credere si possa arrivare a tanto...

federico melis 01.04.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Invito tutti quelli che leggono queste righe a visitare il sito:

www.viralvideo.it

Non Ve ne pentirete, Grazie
Ugo Mantova

Ugo Mantova 09.03.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Invito tutti quelli che leggono queste righe a visitare il sito:

www.viralvideo.it

Non Ve ne pentirete, Grazie
Ugo Mantova

Ugo Mantova 09.03.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Brevetti: la "censura" della conoscenza.
http://punto-informatico.it/p.asp?i=58246&r=PI

Maurizio De Giorgi 09.03.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Scusate io ho un problema. Ho acquistato due libri Regime e Inciucio e ho finito il primo e cominciato il secondo solo che non riesco piu a dormire mi hanno fatto talmente incazzare! possibile che la minima garanzia di democrazia e pluralismo (antitrust e conflitto di interesse)siano cosi poco considerate non solo da destra e da Sua Emittenza ma anche sigh da sinistra?

Matteo Montini 08.03.06 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione !!! I siti:

http://www.webcalcio.net/
http://www.coolstreaming.it/
http://www.coolstreaming.us/

sono tuttora off-line, che ci sia stata della recludescenza da parte della Reazione ?
Su uno si dice genericamente:
"In attesa di chiarimenti sulla faccenda delle partite trasmesse sul web lo staff di webcalcio mette a disposizione uno speciale forum"
Gli altri due sono proprio off-line e anche il Mediacenter di coolstreaming non funziona.
Che skyfo sia tornato alla carica ?
Amici sosteniamo webcalcio e coolstreaming, difendiamo la nostra libetà di wedere la tv via web, anzi non chiamiamola neanche più tv che va a finire che si sono comprati pure il nome (tv); viva lo streamming libero in rete, viva un web senza confini ne censure; amici ci vogliono fregare anche questa libertà; i comunisti gli danno fastidio quando censurano internet (quando lo vuole censurare il papa invece va tutto bene); ora vogliono censurare il web per farsi gli affaracci loro e come al solto legarci i cogl.... col filo di ferro e per andare su ci devono liberare loro a pagamento; basta siamo stufi dei grandi fratelli e delle fattorie quotidiane e di tutta quella merda che ci viene proposta quotidianamente dai tubi catodici; vogliamo decidere noi cosa vedere in TV è il web è l'unica strada per avere la libertà che ci spetta; se vogliono l'esclusiva delle partite che comprino i diritti globali mondiali sul calcio e che se lo gardino pure tutto solo loro.
Viav la libertà viva Internet libero.

Roberto Rosito 05.03.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento

da quanto ho letto prima tante persone intervengono in questo blog.... quindi è solo la controprova che ciò che dice beppe grillo, sveglia ed "acende" le menti... ribelliamoci e sabotiamo questi sistemi così "comodi" che in fondo ci rendono soltanto schiavi.... associazioni sempre più potenti si uniscono per frgarci ma come spesso beppe ama ricordare, oggi esiste il WEB....

filippo sacchetti 28.02.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

per restare in tema di censura, ti segnalo questo sito dove sono presentati degli stralci di redazioni fatte da vari organismi internazionali, sulla situazione italiana inerente la censura e il controllo da parte dello stato dei media.

http://www.disinformazione.it/liberta_di_stampa.htm

Cordialmente

Stefano Franzoso

Stefano Franzoso 27.02.06 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

per restare in tema di censura, ti segnalo questo sito dove sono presentati degli stralci di redazioni fatte da vari organismi internazionali, sulla situazione italiana inerente la censura e il controllo da parte dello stato dei media.

http://www.disinformazione.it/liberta_di_stampa.htm

Cordialmente

Stefano Franzoso

Stefano Franzoso 27.02.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

http://www.pentagonstrike.co.uk/flash.htm#Main

Alessandro Terni 25.02.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

La guerra dei media.....
cosa vuol dire...? Censuri informazioni, le distorci, oppure ne dai troppe per non farle trovare.
Una volta che la trovi che si fa? Aspettiamo fiduciosi la mano invisibile di Adam Smith che metta tutto in ordine?
Il potere della pressione sociale l'unica cosa che avevamo l'ha tolta Berlusconi, insegnando ai suoi avversari politici che non è necessario dimettersi ed è rimasto 5 anni, fotuna che ha chiesto le royalty a Fazio
che voleva emularlo.
Facciamo la catena di S.Antonio, io convinco cinque persone, che convincono altre cinque...ma di cosa e quali alternative..? Loro hanno un pacchetto tutto compreso , bufale e programmazione della nostra vita sociale ed economica. Noi oltre a venire a conoscenza di un frammento di verita e raggiungere consapevolezza, quali alternative possiamo dare...Aspettiamo.

Mujibur Rahman 23.02.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho ascoltato Oscar Luigi Scalfaro alla LUmsa. Ha ricordato quando, come presidente della Repubblica, si rifiutò più di dieci anni fa, di accettare, e firmare, l'indicazione di Berlusconi che voleva come ministro della Giustizia il proprio avvocato. E come attualmente ci troviamo coinvolti, "come forza di pace", (nonostante oggi su Repubblica vi sia notizia di italiani implicati nelle carceri della tortuta), in una guerra ingiusta, voluta e dichiarata sulla base di menzogne di cui tutta l'amministrazione Bush ha responsabilità, oltre che noi italiani, come hanno rivelato gli articoli, troppo presto spenti, apparsi su tutti i giornali, sul falso dossier armi "non convenzionali" confezionato da elementi dei servizi segreti italiani.
Ora visto che nel diritto internazionale la sola guerra giusta è quella per legittima difesa, mi chiedo perchè siamo ancora con chi ci ha mentito e non lo additiamo pubblicamente alla vergogna e al ludibrio. Forse proprio perchè siamo anche noi complici. E Berlusconi che esalta il suo ruolo nell'aver dato prestigio all'Italia in politica estera, dovrebbe rendersi conto che non è proprio titolo di merito essere benvoluti e ben ricevuti da certa gente. O ci è abituato?
Comunque vorrei chiederle come orientarsi in questo ginepraio di menzogne che certi informatori e anche certa informazione ci fa bere.

stefania martani 23.02.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno che i network cosidetti "in chiaro"saranno in rete sara' la fine del monopolio.Ognuno potra' farsi la sua talavisione ,bastera' una videocamera!

Arturo Ardennati 23.02.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

forse se uccidiamo vespa possiamo cominciare a lavorare sulla questione informazione in italia...

Pietro De Simone 22.02.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono venuto per la prima volta su questo blog dopo aver assistito al tuo spettacolo di Roma il 20.02. Al di là del fatto che posso o meno essere d'accordo su alcune delle cose che dici (occhio, il rischio di populismo è sempre dietro l'angolo) ho molto apprezzato il tuo invito a ricorrere alle opportunità offerte dalla rete, tanto come informazioni quanto come servizi, senza troppi intermediari e con un pluralismo d'offerta in entrambi i casi che garantisce un livello accettabile di "verità" nel complesso.
Proprio riguardo alle reti però, in particolare alle ADSL, c'è da sottolineare quelle che sembrano vere truffe a danno dei consumatori, perpetrate dai vari LIBERO, tele2, tiscali, etc... Infatti mentre nelle condizioni contrattuali viene specificato che non vi sono restrizioni di servizio relativamente all'utilizzo della banda a disposizione, nella realtà Libero in primo luogo, ma anche gli altri, sembrano aver adottato dei veri e propri filtri anti peer to peer. Ora scambiare in peer to peer materiale coperto da copyright è illegale, ok, ma l'utilizzo di questa tecnologia in sé NO! quindi è assolutamente un sopruso che questi gestori decidano di limitare in modo arbitrario il quantitativo di dati scambiabili in tal modo, quando ci sono ancora ampie "fette" di banda disponibile. I consumatori devono sapere di questo fatto, e che gli viene venduta una adsl a 4 mega, a volte a costi non indifferenti (se non altro perché tutti questi contratti sono vincolanti per un intero anno), solo per poter navigare su internet, operazione per cui basta ampiamente mezzo mega di banda.
Ti sarei davvero grato se volessi parlarne anche tu, in modo da evitare che tanti poveri ragazzi (come è successo anche a me) debbano fare sacrifici economici per pagarsi una adsl (oltre all'attivazione della linea telefonica a caro prezzo, grazie al monopolista telecom) per poi vedersi impedito il pieno utilizzo di ciò che hanno acquistato.E anche voi amici del blog, diffondete la cosa

Luca Liberace 22.02.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

sono senza parole. cioè, non è che io non abbia mai pensato a certe forme di censura da parte dei potenti per 'pararsi il culo' (dato che è proprio questo ciò che fanno), ma non pensavo si potesse arrivare fino a questo punto. per di più da parte degli usa, ovvero la nazione che il nostro amatissimo presidente del consilgio prende d'esempio.
beh, lo schifo non può aver limite.

Sara Bondioli 22.02.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè nessuno parla più di Echelon...

Echelon fa perdere appalti per millioni di euro a tutte quelle aziende che fanno concorrenza a gli U.S.A.

NESSUNO DICE NIENTE...

anche le nostre istituzioni sono spiate non soltanto per via del telefono ma direttamente negli uffici...

le nostre ambasciate sono spiate, le nostre aziende...

nessuno ne parla (tranne alcune trasmissioni corraggiose francesi sul satellite)

Echelon non serve a spiare il terrorismo come ci vogliono far credere, ma serve solo per fare interessi delle multinazionali americane a discapito di aziende concorrenti...

la N.S.A. (NATIONAL SECURITY AGENCY)
a sul libro paga 38'000 dipendenti, più della C.I.A. e del F.B.I. messi insieme.

la N.S.A. non si concentra sul terrorismo (la prova 11/9) ma im gran parte sul spionaggio industriale...

Mario Marra 21.02.06 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe, girando per la rete e cercando notizie su altri giornali,come spesso ci consigli,ho trovato questo articolo:

http://www.timesonline.co.uk/article/0,,13509-2049055,00.html

Io ho una conoscenza della lingua inglese scolastica ma subito sono saltate all' occhio parole come indagini, Berlusconi, mediaset, soldi dati in "regalo".. Insomma sembra una storia che scotta ma in Italia non se ne parla; ma come è possibile???

Giacomo Cardella 21.02.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
ti segnalo una notizia che per ora vedo pubblicata in prima pagina su Liberazione. Il titolo è "Alta velocità, svelato l'imbroglio: l'UE taglia i fondi, ma messuno lo dice". Bene, sembra che l'UE già da giugno 2005 abbia ridotto e di parecchio, da 20 milioni di € per trenta progetti prioritari, tra cui la Torino-Lione, restano solo 6 miliardi di €, mentre la tratta internazionale della Torino-Lione ne costerebbe da sola 9,7 miliardi di €. In poche parole, a parte l'opportunità economica e il rapporto costi-benefici dell'opera, i soldi non ci sono e se l'opera si farà bisognerà trovare i soldi e trovare anche un progetto meno costoso. E poi, altro notizia interessante che riguarda le opere pubbliche e che si lega direttamente a quest'ultima. Ieri sera ad 8% su La7, il sociologo Luca Ricolfi ha presentato un libro che analizza il contratto con gli italiani di Silvio Berlusconi. Bene, sulle opere pubbliche si scopre che per almeno il 50% è stato realizzato nel senso che molte opere sono state cantierate, ma, tralasciando il giudizio sulle opere e sulla loro reale priorità di realizzazione e a parte il fatto che aprire un cantiere non significa progettare di terminare l'opera e in Italia ne abbiamo molti esempi, si scopre che la maggior parte delle opere sono già in fase di assegnazione della commessa, nel senso che c'è già un vincitore di gara, ma i soldi non ci sono!!! Chi governerà dovrà trovare nelle tasche degli italiani i soldi per pagare le imprese vincitrici per le opere che realizzeranno oppure per pagare le penali!! Interessante no?!

andrea paina 21.02.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo è ciò che mondo si forma nella testa...Il mondo è soprattutto pensiero del mondo e pensieri sul mondo...Colui che produce le rappresentazioni del mondo e ha i mezzi per farne immagini collettive,coscienza comune,senso comune,possiede o possiederà le menti e le coscienze...Da qui la grande e grave responsabilità di tutti coloro che lavorano per l'intelletto e su tutto ciò che diventa circolazione culturale...Di chi quindi la colpa della deriva della verità? Di chi la colpa dell'occupazione furbesca e pericolosa degli spazi di coscienza sia individuale che di massa?
Chi dobbiamo ringraziare per le correnti visioni del mondo che stanno facendo precipitare e deflagrare il mondo?
Intellettuali pontificatori e ben pagati, untori della mente e imbianchini della coscienza,mercenari della parola e del pensiero,
ladri di anime...
A loro e ai loro committenti va ascritta la responsabilità di questo terribile mondo presente,lacerato e reso tragico dal verbo del denaro e dal verbo degli dei(o meglio dei loro portavoce...)

Grillo, la madre di tutte le battaglie è quella sull'informazione: chi prima la vince, si frega il mondo.
Ciao, e scusa la schizofrenia stilistica del testo...è tardi,ho lavorato tutto il giorno e sono stanco e obnubilato...

Ciccio Franco 20.02.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Essendo stanco di pagare un canone per dover vedere solo i pippi baudo,i vespa, domeniche in ecc.. Pensate sia fattibile una tv tipo quella negli stati uniti (azz non ricordo il nome)che ho visto in un servizio di zucconi, finanziata dai sottoscrittori.
Dove vorrei rivedere : oliviero bea,massimo fini, travaglio, grillo, ecc...?
biondani francesco.

francesco biondani 20.02.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe...sono stata al tuo spettacolo a roma il 19.2...che dire...molto bello...tante risate amare... vista la situazione in cui ci troviamo ma hai ragione tu...bisogna svegliarsi...reagire!...solo un piccolo appunto...a proposito di informazione... nel parlare della giustizia hai fatto riferimento ai tre gradi di giudizio...ormai lo dicono tutti...anche le più alte cariche dello stato che si riempiono spesso la bocca della parola costituzione...chissà se l'avranno poi mai letta!!!...bhè...i gradi di giudizio sono solo due...la cassazione è solo giudice di legittimità e non entra nel merito delle questioni decise in senteza dal giudice di secondo grado.
Ciao a presto

Sonia Ranieri 20.02.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Siamo spiati.... sempre
dormite tranquilli


inutile bisbigliare ci sentono lo stesso...
inutile mandare fax sanno cosa hai scritto...
inutile mandare e-mail anche li sanno cosa hai scritto...

il Grande Fratello ha un nome e il solo fatto di scriverlo segnalerà questo post e il blog nel suo cervellone (saprà da dove è stato mandato e da chi, saprà anche chi lo legge).......

ECHELON...
ECHELON...
ECHELON...
ECHELON...
ECHELON...

chi dobbiamo ringraziare per questo?

in primis

U.S.A.
U.K.
CANADA
AUSTRALIA
NUOVA ZELANDIA

la terza guerra mondiale è già cominciata... oggi il vero potere non appartiene a chi possiede la bomba atomica...
appartiene a chi gestice ECHELON (U.S.A)

dormite tranquilli...

Beppe Grillo, dal tuo Blog di la tua su Echelon (sperando che non ti preoccupa più di tanto di entrare nella lista nera del Grande Fratello)

Mario Marra 20.02.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrivo per raccontarvi una cosa che a mio giudizio è importantissima. Forse molti di voi lo sapranno già o forse no.

Ebbene nel 2004 in America è stato realizzato un reportage sulla libertà di informazione negli Stati Uniti. Questo servizio si concentra sopratutto su Fox News la nota emittente televisiva di R. Murdoch, la quale è asservita al Governo Bush al 100%. Il filmato di cui vi sto brevemente parlando si chiama OUTFOXED. Non ha alcun fine politico, non desidera farvi votare a "sinistra" non contiene tesi opinabili come quelle contenute in F. 9/11 di Moore.

Io l'ho visto poco fa su SKY Cinema Autore (lo replicano anche domani mattina). (lo so!Un servizio che attacca duramente la Fox perchè mai viene trasmesso su una rete Sky?? Forse Murdoch non lo sa, ne dubito...)

Per chi non ha Sky, può visitare il sito www.outfoxed.org qui ci sono anche tutti gli altri link che si occupano di una infomazione pluralista e democratica.

Insomma, Outfoxed è uno spaccato d'America sconcertante, ci fa capire che Fox News (che si ama definire Fair & Balanced) sia lo strumento attraverso il quale il Governo suggerisce agli Americani cosa pensare.

Spero, nel mio piccolo, di aver aiutato la campagna di outfoxed.

Ciao

matt b. 20.02.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrivo per raccontarvi una cosa che a mio giudizio è importantissima. Forse molti di voi lo sapranno già o forse no.

Ebbene nel 2004 in America è stato realizzato un reportage sulla libertà di informazione negli Stati Uniti. Questo servizio si concentra sopratutto su Fox News la nota emittente televisiva di R. Murdoch, la quale è asservita al Governo Bush al 100%. Il filmato di cui vi sto brevemente parlando si chiama OUTFOXED. Non ha alcun fine politico, non desidera farvi votare a "sinistra" non contiene tesi opinabili come quelle contenute in F. 9/11 di Moore.

Io l'ho visto poco fa su SKY Cinema Autore (lo replicano anche domani mattina). (lo so!Un servizio che attacca duramente la Fox perchè mai viene trasmesso su una rete Sky?? Forse Murdoch non lo sa, ne dubito...)

Per chi non ha Sky, può visitare il sito www.outfoxed.org qui ci sono anche tutti gli altri link che si occupano di una infomazione pluralista e democratica.

Insomma, Outfoxed è uno spaccato d'America sconcertante, ci fa capire che Fox News (che si ama definire Fair & Balanced) sia lo strumento attraverso il quale il Governo suggerisce agli Americani cosa pensare.


Ciao

matt b. 20.02.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrivo per raccontarvi una cosa che a mio giudizio è importantissima. Forse molti di voi lo sapranno già o forse no.

Ebbene nel 2004 in America è stato realizzato un reportage sulla libertà di informazione negli Stati Uniti. Questo servizio si concentra sopratutto su Fox News la nota emittente televisiva di R. Murdoch, la quale è asservita al Governo Bush al 100%. Il filmato di cui vi sto brevemente parlando si chiama OUTFOXED. Non ha alcun fine politico, non desidera farvi votare a "sinistra" non contiene tesi opinabili come quelle contenute in F. 9/11 di Moore.

Io l'ho visto poco fa su SKY Cinema Autore (lo replicano anche domani mattina). (lo so!Un servizio che attacca duramente la Fox perchè mai viene trasmesso su una rete Sky?? Forse Murdoch non lo sa, ne dubito...)

Per chi non ha Sky, può visitare il sito www.outfoxed.org qui ci sono anche tutti gli altri link che si occupano di una infomazione pluralista e democratica.

Insomma, Outfoxed è uno spaccato d'America sconcertante, ci fa capire che Fox News (che si ama definire Fair & Balanced) sia lo strumento attraverso il quale il Governo suggerisce agli Americani cosa pensare.


Ciao

matt b. 20.02.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Se per caso qualcuno abitasse zona toscana o giu' di li..e si ritrovasse l'Opinionista Paolo Del Debbio nel giardino di casa..non esiti..anche la legge e' dalla tua parte...SPARAGLI!!
La domanda di oggi AGLI ITALIANI era la seguente:

"Secondo lei,e' giusto che un TERRORISTA IRAQENO spari alle TRUPPE DI PACE italiane?"

Apparte che qualcuno dovrebbe rispondergli qualche volta con un " mai i hazzi tuoi hun the li fai mai?"..ma lo avranno gia' fatto e lo avranno prontamente modellato come il pongo..
La risposta sa un po' di bastardata...perche' se sei d'accordo con l'affermazione per motivi tuoi personali..sei un terrorista.
Se invece sei assolutamente contrario "sei dei nostri" come direbbe il Nanetto.
Non a caso ,oggi,..pensate un po'..quando il titolo di prima pagina..ma cosa dico..una edizione SPECIALE doveva ricordare il FONDATORE dei radicali italiani..cmq una forza politica che ha attraversato decenni di magistrature..e sicuramente una persona che ,anche se muta,poteva benissimo sostituire l'omni-multi-marcescente "opinionista"(oggi anche sul TG5 pensate un po' con che domanda?..)
La cosa forse + irritante di questo pioniere di un nuovo job invented,l'opinionista appunto,e' che se ne strafrega oltremodo delle risposte!!
Oggi meta' degli intervistati ha risposto che 10-100-1000 nassyria e' una COSA INDEGNA..ma allo stesso tempo ha ricordato che forse gli irakeni..e con un forse molto timido..nn lo sapevano che i nostri soldati erano li in missione di pace..(del resto anche Paolo del Debbio parla di TRUPPE..gli irakeni avranno capito male..)e un altro ha ribadito che finche' andiamo li vestiti coi giubbotti da soldato,i mitra,i mezzi corazzati e quant'altro..non ci SCAMBIERANNO MAI PER FORZE DI PACE..ma come nella migliore tradizione MEDIASET poi l'OPINIONISTA salva tutti da questa domanda di M... con un intervento mediatico dal sapore dell'orto di Arcore.., sterza verso gli imam arrestati e le cifre da sondaggista statunitense omologato..

paolo delcribbio 20.02.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, si fa un gran parlare del nostro occidente progredito economicamente e nei suoi valori di democrazia e libertà; e di come l'america, questa è bella, sia e debba essere per noi faro dei suddetti valori, dall'alto dei suoi trecento anni di storia del cazzo , far west compreso(Coloni e bovari arrcicchiti ecco cosa sono); e da tantissimo tempo a questa parte, da dopo la guerra penso, non hanno fatto altro che pascere le generazioni imbottendogli la testa di queste cazzate; ma negli ultimi anni la cosa e aumentata a dismisura e mai in modo cosi' evidente e irritante come negli ultimi 5 anni;
faccio degli esempi: Uno mattina e' diventata la bandiera di forza italia,con la Maggioni che durante le trasmissioni di Celentano e' andata a nassyria(non so come si scrive) apposta per chiedere ad uno stuolo di alti Ufficiali in mimentica "vi e' piaciuto Celentano?" ovviamente coloro hanno risposto quello che raiuno voleva sentirsi dire; questo come se i cittadini volessero pagare il canone per usare la tv per screditare questo o quello a vantaggio di qualcun'altro; ed in piu' poi uno mattina e diventato uno spot unico, ma no solo elettorale anche commerciale; che dire poi dei tg?
mentre su raitre il tg si apre con 50.000 metalmeccanici in piazza incazzati neri, il tg1 e tg2 declama IN APERTURA : "MALTEMPO IN TUTTA EUROPA", e poi cronaca (se particolarmente rilevante) con OMISSIONE COMPLETA di tutto il resto, politica ecc; (scandaloso!!!!); infatti io scherzando con la mia famiglia, dopo aver visto il tg3, alle ore 20.00 e poi alle 21.00, dicevo:"e adesso guardiamo anche il meteo" e mio fratello: "il tg1 vuoi dire!", ed io: "si esatto il meteo!"; QUESTO è IL MONDO CIVILE E DEMOCRATICO CHE LE PERSONE CHE ABBIAMO VOTATO CI HANNO CONFEZIONATO! e tutto sta diventando schifosamente americano fin nei piu' piccoli dettagli giacche' uno di questi politici ha fatto studiare anche i figli in america; e questo spiega anche la riforma sull'istruzione;
Carissimi Saluti a tutti.

Serrano Antonio 20.02.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Sempre a proposito del sito raiclick.
Da un PC su cui gira Windows XP, cercando di vedere qualche contenuto "recente" si ottiene il messaggio che richiede di aggiornare alcuni dei componenti DRM (digital rights management).
Già questo, come ho scritto prima, mi urta i nervi.
Non volendo aggiornare componenti sul PC che utilizzo, avendone uno vecchio con installato Windows 98 ho pensato di vedere il filmato che mi interessava con quello. Risultato: non appare lo stesso messaggio, invece si apre una finestra di Internet Explorer su un sito "v1.licacq.com" che poi non è altro che un sito su un sito pseudoporno (russiangirl) e non c'è verso di vedere nulla ...
Un autogol della Microsoft dopo quello della RAI ?

Stefano Dell'Accio 18.02.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ... il mio commento precedente, a proposito di raiclick e del DRM, era in risposta a quello di Pieragostini Valter scritto più sotto. Però ovviamente può interessare tutti.

Stefano Dell'Accio 18.02.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non l'hanno neanche fatto apposta, quelli di raiclick. Non se ne sono semplicemente resi conto, di aver bloccato "tutto". Io sono in Italia, ma per principio non ho intenzione di cliccare "OK" sul messaggio della Microsoft che adesso mi appare.
Cliccando su "ulteriori informazioni" si finisce sul sito di microsoft dove si legge:
----- "... Se si accetta l'aggiornamento, Windows Media Player si connetterà a un sito Internet Microsoft e invierà un identificativo univoco e un file di protezione per Windows Media Player. L'identificativo univoco non contiene dati che consentano l'identificazione personale. Microsoft sostituirà il file di protezione con una versione personalizzata che contiene l'identificativo univoco. In questo modo viene incrementato il livello di protezione offerto da DRM." -----
Non mi sembra affatto che io abbia bisogno di installare un identificativo univoco sul mio PC!! Non soffro di crisi d'identità, so benissimo chi sono, e non vedo perché qualcuno dovrebbe identificarmi univocamente !

Stefano Dell'Accio 18.02.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

cari amici del Blog di Beppe Grillo, sul nuovo forum di visiblmedia abbiamo inserito una sezione chiamata "ma quanto mi BLOGghi..." dove potete inserire il vostro blog.
E' sempre un piacere fare nuove amicizie...
un salutone, Dani. http://www.visibilmedia.com/linkamici.htm (vai su FORUM).

Daniele Badursi 18.02.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono andati a trovare chissa' dove una frase volgare di BOCCACCIO,mi domando se era il caso visto la grande volgarita' "corruzzione" di certi giornalisti che spadroneggiano in TV.

lucci.camallo55 18.02.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Volevo anche aggiungere uno sputno che riguarda la libertà di informazione. Da tempo è in progresso un'operazione economica di dimensioni enormi, che coinvolge i principali produttori di software e sistemi del mondo (Microsoft, AMD, IBM e molti altri). L'accordo consiste, in pochissime parole, nel fornire i pc di particolari sistemi INTEGRATI (e quindi non eliminabili) per la gestione dei dati. Spiegarlo qui verrebbe veramente troppo lunga, e rischierei comunque di esprimermi in modo non chiaro, ma in ogni caso, una ricerca su google con TC, Trusted Computing, TCPA o ancora Palladium o NGSCB, restituirà in meno di un secondo migliaia di pagine con chiare spiegazioni. Se come dici tu, caro Beppe, la censura e le palle sono le ultime armi che gli rimangono, bisogna non perdere d'occhio gli sviluppi di questa iniziativa, dal momento che un controllo integrato su ogni nostro computer in grado di DECIDERE PER NOI quali file siano buoni e quali invece debbano essere eliminati ha proprio l'odore di una pianificazione globale. Personalmente non mi piace pensare ai complotti segreti e cose simili, sopratutto al giorno d'oggi, ma come dicevo prima, il problema è che tutto ci passa davanti agli occhi, non hanno nemmeno bisogno di nasconderci una cosa del genere, dal momento che saremo noi stessi a richiedere questo controller, che ci permetterà di installare il nuovo Window vista, con mille sfumature e animazioni, ma che è in realtà il più grande spiegamento di forze repressive della storia. Confido comunque che ognuno si informi a riguardo, in modo che qualcuno più preparato di me possa smentire le mie visioni pre-apocalittiche.

Marco Zunino 17.02.06 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Il bollettino del cigno morto, i numeri sparati del nano, le vignette, il caro gas. Ci siamo rotti, ci siamo logorati il cervello,. non se ne può veramente più... Spegnamo l'elettrodomestico rumoroso, chiediamo al nano come mai è aumentata la delinquenza all'interno delle ns. città, W le promesse tradite, W le palle sparate dal nanetto, W i fraticelli stupratori, sono disgustato da questa m..da che ci viene propinata a scopo di wash-brain.

Ugo Mannerini 17.02.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, è da tempo che sono pessimista sulle sorti del nostro Paese... Ma dopo il tuo "intervento" del 6 febbraio qui a Pavia, ho capito che è meglio cercare lavoro all'estero! SEI UN GRANDE! Se ti dovessero mai arrestare (x via di tutti i processi che hai in giro) non ti preoccupare!!! Avresti migliaia di visite al giorno. Ciao

Giancarlo Restifo 17.02.06 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Per come la vedo io, la censura esiste da sempre e si basa sull'intolleranza e sulla paura del potere che hanno intrinsecamente le masse. Non credo di sbagliare quando interpreto così il messaggio di Beppe; se qualcuno pensa che sia necessario nascondere ai più un qualcosa, significa che l'intervento di queste masse potrebbe rovinare loro dei progetti. Chiunque poteva percorrere un iter in modo da 'elevarsi' e raggiungere uno status che gli permettesse di cambiare le cose, solo che chi giungeva a ruoli di potere, o era predestinato dinasticamente, e quindi faceva già parte di questa oligarchia, oppure giunto al termine del cursus onorum era già stato corrotto. Oggi non abbiamo più bisogno di niente, tutto, grazie a Dio, è a portata di mano, grazie soprattutto a internet, ma non solo. Chiunque sia interessato può sapere come veramente stanno i fatti, e questo accesso diretto alle informazioni, se non sarà sprecato dalla nostra pigrizia intellettuale, sarà ciò che ci permetterà di scegliere noi stessi per il nostro futuro, senza dover accettare quello preparato ad hoc da terzi. Su questo si basa la censura di oggi: impigrire quanto più possibile la nostra curiosità in modo da accettare quello che ci viene presentato, con tutti i grandi fratelli e isole dei famosi, in modo che l'uomo rinunci di sua spontanea volontà ai mezzi che GIA' ESISTONO E CHE SONO GIA' ACCESSIBILI! Non lasciamo che questo accada, non priviamoci della nostra più grande libertà. La vertità ce l'abbiamo sotto gli occhi, dobbiamo solo mantenere viva la voglia di leggerla, e non di assimilarla tramite balletti preconfigurati e predigeriti per noi. Non è un favore che ci fanno!

Marco Zunino 17.02.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE HO 18 ANNI E T SEGUO DA QUANDO NE HO TREDICI.
SEI IL MIO GURO, MI HAI FATTO INNAMORARE DELLA TUA POLITICA.AIUTAMI, E SE PUOI RISPONDIMI, K POSSO VOTARE?IL MEZZO STRONZO O LO STRONZONE?

stefano cupelli 17.02.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

giusto chiara.
ridurci a degli automi.come in una grande e metallica fabbrica di uova.
mangia
caga
produci
consuma

take the power

mauro ghezzi 16.02.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Dalla Cina con censura

Google e i colossi della ricerca su web, Microsoft e Yahoo! compresi, limitano la libera circolazione delle informazioni in Cina: questa l'accusa da parte del Congresso degli Stati Uniti

16 Febbraio 2006

http://computer.virgilio.it/Notizie/PC_Software/censura_cina.content?pmk=hpstr2_3

Corrado Massa 16.02.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

http://www.antoniodipietro.it/

http://www.radicali.it/

http://www.radicali.it/view.php?id=52476


AIUTOOOO!!!!!!! Visitate "La guerra a internet del Pentagono" su www.disinformazione.it

mauro sottovia 16.02.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

COSA INTENDI PER NO AL LIBERISMO? Io credo sia immorale che ci siano persone che spendono 500 euro per un paio di scarpe,che mangino al ristorante con 200 euro al colpo ecc. ma non voglio neanche che si sia tutti uguali,che chi non fa un cazzo abbia come chi si fa il mazzo,ci devono essere delle differenze in base alle caratteristiche individuali, garantendo però a tutti il minimo indispensabile,impedendo che ci sia gente che spende in un giorno ciò che un operaio guadagna in un mese . Più equilibrio ma senza che ci sia uno stato che ci imponga ciò che secondo lui è meglio per noi. Ad esempio lo stato non deve dirci quanti figli dobbiamo e possiamo fare ne può obbligarci a portare a termine una gravidanza. Può tentare di convincere i suoi cittadini che sarebbe meglio fare 1-2 figli a testa e che non bisogna abortire ma non deve obbligarci con la forza. Può invitarci a bere solo 2 bicchieri di vino al giorno e toglierci la patente se guidiamo ubriachi,ma non deve vietare l'alcool o le canne; può educarci a farci una camomilla per dormire ma non può vietare i sonniferi;può spiegare che la vita sedentaria e l'obesità sono un male,ma non può vietare la vendita di isaccati e bignè, ne può costringerci con la forza a mangiare verdure e fare attività fisica, anche se questo provvedimento sarebbe molto più utile in termini di costi sanitari e sociale della nuova legge sulle droghe

chiara bettini 16.02.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimentissimi ovviamente, ma vado al dunque. Lavoro in Giappone da due anni e seguo le notizie tramite i TG su RaiClick. Da quando sono iniziate le olimpiadi invernali il Comitato Olimpico ha dato il suo assenso alla trasmissione delle gare su RaiClick ma solo sul territorio nazional. La Rai ha quindi bloccato tutte le trasmissioni inserite su RaiClick dopo l'undici febbraio non solo quelle riguardanti le Olomipiadi, risultato niente più TG per gli Italiani all'estero fino a fine Olimpiadi. E' giusto? Possibile che non era possibile bloccare solo quelle relative alle gare Olimpiche?

Pieragostini Valter 16.02.06 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono l'editore di un quotidiano locale serale che ha trattato la questione morale oggi attuale alla Provincia Regionale di Siracusa. Il centrosinistra ha stretto un'alleanza politica ed amministrativa con l'Udeur, rappresentato in Provincia di Siracusa dal Commissario Luigi Foti, già sottosegretario DC ed oggi condannato dalla Corte di Cassazione "per avere favorito le organizzazioni criminose della provincia di Siracusa durante la campagna elettorale del 1992". Il nostro quotidiano tratta la questione da circa sei mesi e ci siamo visti notificare un'azione giudiziaria di risarcimento, da parte del Presidente della Provincia, Bruno Marziano (DS) che chiede appena un milione di euro perché si sente diffamato dall'essere continuamente accomunato a Foti. Allora perché lo stesso é rappresentato in giunta da ben due assessori e siede, a pieno titolo, al tavolo del centrosinistra? Cosa dirà il centrosinistra a Rita Borsellino, paladina dell'antimafia, che si vedrà affiancata all'attuale commissario dell'Udeur? E poi, per il centrosinistra, Cuffaro é mafioso. Allo stato attuale é solo indagato. Foti é condannato. La nostra é una battaglia che non si fermerà. Siamo gente libera e non intendiamo subire condizionamenti dai potenti di turno, di qualunque colore politico essi siano. Vi chiediamo aiuto. Aiuto in nome della libertà di stampa e di satira. Grillo, pensaci tu!

Giovanni Di Lorenzo 15.02.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho visto solo oggi il tuo video del tour 2005.
Sono venuto quì, nella sezione INFORMAZIONE perché
credo che margini(piccolissimi) di informazione
(quella vera) siano presenti in tv. Per es. Report
e La storia siamo (con Minoli, Quello che faceva MIXER).Caso strano tutti su raitre!!!
Per coloro che volessero Buone info mi permetto di segnalare il sito www.altreconomia.it e www.rai.report.it.
p.s. Leggendo tanti commenti mi ritorna alla mente una canzone che definiva provocatoriamente
il telegionale come "OBIETTIVAMENTE IMPARZIALE".

Daniele Lollobattista 15.02.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Corrado ha ragione, la censura è ovunque, quindi anche su internet. Certo il caso citato da Grillo su Wikipedia non è censura ma salvaguardia. Esempio: se oggi aprissi un sito hard, sia di primo che di secondo livello, esso verrebbe subito oscurato (censurato). Di hackers si sa il mondo è pieno e spesso vengono assoldati da coloro che son stati "sfreggiati" dalle loro gesta informatiche. Questo sicuramente accade anche in Italia. Prova a chiedere a ns caro Beppe quanti tentativi di intrusione o danneggiamento avrà sicuramente subito questo suo sito. Siamo in mano a dei fanatici ingordi di un potere che nemmeno comprendono e che non sono in grado di gestire con lucidità, portandoci sempre più nel fondo del baratro.

davide mastromauro 15.02.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

..Non so di preciso perchè sono qui..!Sono una ragazza di appena 18anni(sto scrivendo con la registrazione di mia madre)e voglio chiedere una mano.Non c'è da spaventarsi!! ;-))
Sono un'adolescente che, come tanti altri non sa ciò che sta succedendo.In questo periodo stanno accadendo tante cose che io,penso di poter parlare anche a nome di molti miei coetanei, non sono in grado di capire!!
Guardandomi intorno capisco di quanto, davanti a me, le cose cambino rapidamente, di quanto tutto fugga veloce...e immagino quanto ancora accada in modo occulto,nascosto, ai miei e agli occhi di tutti!!
Sono una persona che AMA SAPERE,CAPIRE e CONOSCERE...ma in questa società io non capisco niente.L'unica cosa che so è che praticamente non ci si può fidare più di nessuno se siamo costretti a crescere facendo i primi passi su uno STATO FALSO E TRADITORE.
Due anni di diritto a scuola mi sono serviti ad imparare come dovrebbe funzionare il nostro Governo.e quindi a capire quanto quello attuale si allontani.Fino a qui ci sono arrivata.Quello che mi da fastidio è come la società si ponga nei confronti di noi adolescenti..ne avrei così tante da dire.La nostra società è cannibale nei nostri confronti.Ogni giorno siamo invasi da una marea di messaggi contradittori.L'omologazione ci ha fatto diventare fotocopie di un qualcuno che non esiste.Mi guardo allo specchio e vedo tutte le ragazze del mondo:stessi abiti,stesso taglio,eppure ne siamo consapevoli!Tuttavia,se noi non fossimo copie di nessuno,non saremmo nulla dentro questa società!
Ho studiato che l'identità di un individuo si forma anche in base agli altri,perchè l'uomo da solo non è nessuno..perciò per rimanere a galla e non essere travolti noi dobbiamo"adeguarci".
La nostra società ci incanta mandandoci prototipi perfetti di persona,si basa sull'esser belli,sullo stare bene,ma non ci informa.A lei andiamo bene ignoranti,così siamo più facili da incantare.Come posso farmi da sola quella cultura che la mia società dovrebbe darmi?

Cristina Marighella 14.02.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di censura e non solo italiana cosa ne pensate del coinvolgimento della strage dei servizi segreti nella strage dell'11 settembre ?
vedi www.911inplanesite.com e nexusitalia.com
e del grande dott. Hamer che è stato imprigionato ingiustamente in Francia solo perchè pericoloso per gli interessi delle grosse multinazionali del farmaco? vedi www.albanm.com.

La censura è ovunque e solo internet ci può aiutare

corrado canero 14.02.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

La censura continua!
http://punto-informatico.it/p.asp?i=57857&r=PI
Invece di perseguire chi compie i reati, meglio adottare una sana censura preventiva. Gli italiani sono così stupidi da non distinguere un reato da una cosa lecita. Decida il governo cosa gli italiani possano leggere o vedere, così si risolve ogni cosa.

Giovanni Crisci 14.02.06 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo solidarietà per la VERGOGNOSA continua pubblicità,di Rai2 in occasinone delle trasmissioni delle Olimpiadi.Solidarietà di Protesta.Spero molto di trovare aiuto.Spero che questo messaggio venga letto anche dal nostro grande BEPPE:

Roberto Moretti 14.02.06 20:08| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti.
purtroppo siamo di fronte ad un problema veramente grande. le nuove generazioni, cioè gli adolescenti e i giovani, che fra qualche anno saranno cittadini, sono completamente imbottiti di input inutili. la televisione è il piu grande imbuto per far entrare nella testa tutte le cose che non servono. l'informazione non è mai stata libera, tranne internet.
le soluzioni sono tante, la piu semplice spegnere la tv, ma questo non lo si puo dire in tv!! anche leggere il quotidiano a scuola non permette di avere informazioni vera. purtroppo i problemi non si risolveranno finchè non si avrà l'umiltà di preferire i capaci ai belli di facciata. una proposta faccio: siccome i problemi li risolvono gli ingegneri, perche imparano a ragionare e a vedere il problema senza l'aspetto soggettivo, fare questa prova: solo chi ha studiato ad ingegneria sono candidabili, in qualsiasi contesto politico. gli altri no. risultato? forse in cinque anni si farebbe quello che in tutti questi anni non si è fatto e che nemmeno nei in trentanni di politici si potrebbe fare.
il problema si pone anche quando un politico deve chiamare un consulente tecnico per prendere una decisione. ma allora perche non fa il politico il consulente? si risparmierebbe tempo, denaro e si avrebbe sempre la scelta migliore.
ogni scelta deve essere registrata. quindi non piu votazione per alzata di mano, per acclamazione, perche non è una votazione diretta, ma si opera per gli altri, e gli altri come fanno a sapere se hai fatto le scelte di chi ti ha votato?.
ogni anno fare un elenco delle scelte e delle votazioni fatte. cosi il cittadino può sapere se il politico ha fatto il dipendente del cittadino oppure solo i suoi interessi.
e se non si rispettano le scelte dei cittadini: si cambia il singolo politico e si interdice dalla pubblica funzione.

siamo liberi solo quando possiamo fare ciò che ci piace e che non danneggia gli altri. non siamo liberi dal punto di vista energetico e questo è molto grave, perchè dobbiamo scendere a compromessi. e il valore del nostro valore si abbassa perche una parte dei nostri soldi viene sprecato. cioè il lavoro non rende, perche parte di esso viene volatilizzato. pensate di dover andare a prendere l'acqua nel pozzo del cortile, il tempo perso non è sprecato? fin da piccolo sognavo un mondo migliore, l'auto ad acqua , delle case inserite nel verde e tante altre cose positive. le automobili potrebbero consumare meno, perche un mezzo che brucia petrolio non puo chiamarsi ecologico!! per fortuna che ci sei tu Beppe, a portare avanti queste libertà. ma non sei solo.
per la scuola: c'è una guerra tra pubblica e privata. i dico questo: pubblica, ma con un contributo commisurato alle possibilità economiche.
nella pubblica c'è uno spreco enorme,perche i soldi vengono dall'alto. ma ch esi inizisse a dare un premio a chi fa finalmente risparmiare dei soldi. e che la si finisse per dire abbiamo speso s si iniziasse a dire abbiamo risparmiato perhcè c'era unio spreco.
altrimeni rischiamo che la scuola non ha soldi, che gli studenti non hanno laboratori adeguati, non hanno soldi perche li hanno spesi tutti in cellulari e lettori mp3.
io a pagare la scuola ad uno studente del genere non sono daccordo, prima i soldi di spendono per le utilità, se avanzano anche per le altre cose.
daltronde si è liberi solo quando si ha la possibilità di ragionare, e la scuola deve insegnare questo. deve anche insegnare che le cose si ottengono col sacrificio, che nulla è dovuto, che chi non merita non va avanti. altrimenti avremo tantissimi diplomati ignoranti e arroganti.
una scuola seria, con un contributo che sia da stimolo ad investire il prorio tempo.
le famiglie non hanno i soldi? che smettano di comprare play station e altro, di cellulari da manager ai loro figli quindicenni.

Giovanni

giovanni col 14.02.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

http://www.antoniodipietro.it/

http://www.radicali.it/

http://www.radicali.it/view.php?id=52476

ijimiaz galir 14.02.06 18:14| 
 |
Rispondi al commento

MULTA PHOTORED f17a: INVALIDITA’ DELLA MULTA CON PHOTORED PER L’ASSENZA DI AGENTI IN LOCO, NONCHE’ PER LA MANCATA CONTESTAZIONE IMMEDIATA

Le multe elevate agli automobilisti con gli apparecchi “photored” con annessa decurtazione dei punti sulla patente,sono tutte annullabili, qualora gli apparecchi stessi, siano carenti dell’omologazione e della verifica dei requisiti di legittimità dei dispositivi e per l’assenza di agenti in loco, nonché per la mancata contestazione immediata.
E’ quanto sancito dalla sentenza di oggi , su ricorso predisposto dallo “Sportello dei Diritti” della Provincia di Lecce la cui delega è stata assegnata all’Assessore CARLO MADARO. Questa ulteriore battaglia dello “Sportello dei Diritti”, era finalizzata a veder riconosciuto il diritto del cittadino ed in particolare alla sig.ra Montinaro Silvia da Lecce - utente della strada – alla certezza della violazione contestata.
La sentenza emessa oggi 14 febbraio 2006 dal giudice di pace di Lecce. Dr. Corrado Serio, ha sancito la nullità della multa e, quindi, l’annullamento della decurtazione dei punti e la non debenza della sanzione pecuniaria.
Lecce, 14 febbraio 2006 L’Assessore al “Mediterraneo”
con delega allo “Sportello dei Diritti”
Carlo Madaro


__________________________________________________________________________________________________www.provincia.le.it SPORTELLO DEI DIRITTI SERVIZI IMMIGRAZIONE SALENTO
viale Marche n° 17 73100 LECCE tel.e fax 0832/342703 - e mail: c.madaro@libero.it

carlo madaro 14.02.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ragazzi
Dalla rubrica Dossier informazione del corriere della sera di lunedi ho scoperto che esiste una classifica(la prima del genere) che valuta e giudica l'attività scientifica svolta nelle facoltà italiane. L'obiettivo sarebbe anche quello di indirizzare la scelta e quindi migliorare l'orientamento universitario oltre che la competizione fra atenei.
Non voglio svelarvi le sorprese.
Ovviamente tenete conto che la ricerca è effettuata per il periodo che va dal 2001 al 2003.
Il sito di riferimento e www.civr.it
qui ci sono tutte le statistiche dettagliate,sistemi di valutazione, la composizione dei panel di valutazione scientifica per ogni area, il rating, le distribuzioni dei giudizi di merito etc..
Se volete approfondire ce n'è di materiale
Ciao a tutti!

Salvatore Morelli 14.02.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento

RIFERITO AL COMMENTO DI GIACOMO INNOCENTI... Eh caro Giacomo, sono convinto che se tutti la pensassero come te su questo argomento... La televisione sarebbe un mondo migliore. Ma la televisione, si sa, preferisce assecondare le ''preferenze indotte'' del pubblico a casa, sul quale pesa un destino di appiattimento mentale. Personalmente io scelgo di spegnere la tivù piuttosto che assistere ad uno spettacolo che normalmente mi si presenta solo alla toilette (perchè non citare le flatulenze, eruttazioni del Grande Fratello?).

Daniele Liotta 13.02.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Sul sito dell'auditel è scritto: "Auditel svolge il suo servizio dal dicembre 1986. Dall'agosto del 1997 la numerosità del campione è raddoppiata. Oggi, il sistema di rilevazione si vale della collaborazione di 5.101 famiglie: 8.000 rilevatori meter, attivi su altrettanti televisori, fotografano le scelte di circa 14.000 individui in ogni momento della giornata."
Quindi solo 14000 persone decidono cosa devono guardare gli altri 30 milioni.
...in teoria ci potrebbero essere 30 milioni di persone che spengono la TV e 14.000 che guardano l'isola dei famosi e il risultato sarebbe lo stesso.
La verità è che (ammesso e non concesso che dati e tele-campioni non siano pilotati ) io e altri NON lobotomizzati, con il telecomando non abbiamo proprio nessun potere.
Quelli come me, grazie ai 14.000 eletti, sono obbligati o a spengere la tv o a sorbirsi spazzatura .... se cambiamo canale non se ne accorge nessuno.
QUINDI PER PAR CONDICIO FACCIO UNA PROPOSTA PROVOCATORIA:
ALMENO PER UNA VOLTA, MAGARI UN SOLO MESETTO OBBLIGHIAMO QUESTI 14.000 SIGNORI A GUARDARE QUELLO CHE PIACE ALLA (PRESUNTA) MINORANZA: COMMEDIE DI EDUARDO, CONCERTI DI BEETHOVEN, FILM DI CHAPLIN E KUROSAWA ECC.
LEGHIAMOLI ALLA SEDIA PER UN MESE DAVANTI ALLA CULTURA VERA...CHISSÀ CHE ALLORA NON GLI RICRESCA UN PO’ DI MATERIA GRIGIA.
Saluti.

Giacomo Innocenti 13.02.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

francicalà domenico 13.02.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

francicalà domenico 13.02.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

francicalà domenico 13.02.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO


*************************************************
LIBERA UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SAN PIO V
*************************************************

….IL MERCATO DELLE LAUREE FACILI
….BASTA SOLO PAGARE ED IL GIOCO E’ FATTO

francicalà domenico 13.02.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, vorrei esporre un mio commento sulla notizia dei soldati inglesi che hanno picchiato dei ragazzini iracheni.
Seguendo i vari notiziari ho notato che nessuno ha detto: vuoi vedere che questa gente c'è l'ha con l'occidente perchè di questi fatti ne succedono tutti i giorni, mentre all'occidente stesso vengono nascosti e solo ogni tanto escono fuori? I vari eserciti dovrebbero aiutare la popolazione, siamo li in missione di pace, il petrolio non ci interessa...ma perchè nessun governo si prende delle responsabilità e ci dice le cose come stanno? Io ho dei seri dubbi spero che qualcuno mi faccia capire di più su quanto sta succedendo.
un saluto a tutti
francesco

francesco lisci 13.02.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,non so se quello che sto per dire,sia, importante,io credo di si.
Riguarda lo spot televisivo fatto dal governo sui prodotti contraffatti.
Praticamente,dice che chi acquista i suddetti prodotti,fa concorrenza sleale,alle aziende italiane serie.
Ma i condoni fin qui fatti,Non è concorrenza sleale in confronto alle ditte che hanno pagato le tasse fino all'ultimo Euro.

Piergiovanni Fiorio 12.02.06 23:38| 
 |
Rispondi al commento

I Giganti Di Monte Prama
Marzo 1974, località Monti Prama, Sinis, comume di Cabras, provincia di Oristano. il contadino Sissinio Poddi sta arando. sotto la lama gli finisce una testa di pietra gigantesca. "una cosa ciclopica che quasi mi ruppe l'aratro, un arciere grande". chiede aiuto, arrivano i rinforzi
marzo '74: L’Archeologo / Giovanni Lilliu e Enrico Atzeni, tra le massime autorità dell'archeologia sarda, si precipitano. è sera e piove. nel fango trovano "attaccata al braccio la testa di un pugilatore".
1979: iniziano gli scavi, tra gli altri c'è lui, il signor Carlo Tronchetti. http://www.gatc.it/biblioteca/tronchetti-sardi.htm (guardare l'immagine della copertina del libro dell'88. è uno dei giganti)
silenzio, fino al 21 giugno 2005, articolo del giornale di Sardegna.
il ritrovamento. si tratta di 30 statue alte 2 metri all'incirca, di 2700 anni fà all'incirca. Guerrieri, lottatori, pugilatori, a guardia di un sepolcro, hanno occhi come dischi solari, bocca inesistente, acconciature con treccia celtica, abito di foggia orientale, con scollo a v. sono enormi, armati. solo il piede è taglia 52
il viaggio a ritroso. si scopre che nel 2003, in maniera rocambolesca e quasi privata, le statue dei giganti vengono condotte dai polverosi magazzini del museo di Cagliari in un centro di restauro (li punti), a Sassari
in questi lunghi anni di silenzio - 32 per l' esattezza - pare siano stati pubblicati svariati documenti accademici, non tradotti per i comuni mortali.
scavando nelle carte, pare che gli scavi a monti prama siano stati ben più lievi e si attestino solo sugli 80 centimetri, si scopre che il tema sia arrivato in consiglio regionale, è il 4 dicembre del 2003. i capigruppo chiedono alla giunta di allora un piano economico per il recupero. non se ne farà nulla.
Continua……

Franca Ricci 11.02.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continuo…… I Giganti Di Monte Prama
La SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI PER LE PROVINCIE DI SASSARI E NUORO che sta restaurando i giganti, denuncia la scomparsa di uno scarabeo che era nel blocco dei reperti. il 23 giugno il giornale di Sardegna lo "trova": è sotto tutela di Carlo Tronchetti
guerra tra sovrintendenze? dimenticanze? queste statue dopo 32 anni sono a pezzi, l'attuale giunta ha stanziato un milione di euro per rimetterle a posto.
i pochi esperti che parlano dicono si tratti di uno dei più grandi ritrovamenti dell'intero mediterraneo, una roba che riscrive la storia archeologica, una cosa simile ai bronzi di Riace.
32 anni di silenzio.
chi ha paura dei Giganti Di Monte Prama?

Fine.

Franca Ricci 11.02.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

continuo.... I Giganti Di Monte Prama:
La SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI PER LE PROVINCIE DI SASSARI E NUORO che sta restaurando i giganti, denuncia la scomparsa di uno scarabeo che era nel blocco dei reperti. il 23 giugno il giornale di Sardegna lo "trova": è sotto tutela di Carlo Tronchetti
guerra tra sovrintendenze? dimenticanze? queste statue dopo 32 anni sono a pezzi, l'attuale giunta ha stanziato un milione di euro per rimetterle a posto.
i pochi esperti che parlano dicono si tratti di uno dei più grandi ritrovamenti dell'intero mediterraneo, una roba che riscrive la storia archeologica, una cosa simile ai bronzi di Riace.
32 anni di silenzio.
chi ha paura dei Giganti Di Monte Prama?

Fine.

Franca Ricci 11.02.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finché la censura rimane qualcosa affidato a dei "tirapiedi" che applicano metodi ben poco efficienti (è bastato un ban dell'IP per arginare la cosa)... ...c'è ancora poco da preoccuparsi.

quando invece si inizia a avere dei filtri passivi a livello di utenza la cosa puo dare dei problemi.
mi spiego meglio.
Internet è un grosso calderone e se qualcuno è minimamente informato sa come reperire le informazioni che interessano. Magari non sapranno farlo tutti ma bastano pochi che urlano e sentono in molti.
Il problema è quando tolgono le corde vocali ai singoli, spacciando controllo e censura per "aiuto" e "protezione".

Mi sto riferendo al Trusted computing

http://www.no1984.org/

(cosa che francamente non sospettavo, ho trovato il link casualmente mentre giravo per
http://www.molecularlab.it/ )

sono gia sconcertato che nessuno parli del progetto palladium al di fuori di internet.


http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102


Secondo me non è la censura "da ridere" che hanno applicato ora che deve far pensare.Ma la censura "invisibile" che sarà applicata fra poco. Godiamoci internet finché è una risorsa libera (o quasi).

Pietro Frugoni 11.02.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho letto la prima pagina del corriere della sera di oggi, quotidiano che leggo tutti i giorni per essere aggiornato ormai solo sui necrologi e neanche quelli sono più genuini.
Approfitto della tua ospitalità, anche se non sempre condivido quello che dici, ma oggi credo che il notiziario degli obituaries d’Italia abbia superato veramente sé stesso.
Ieri in Italia è stato celebrato un evento, che con tutta la retorica del caso, ci proietta su uno schermo mondiale, volenti o no qualche miliardo di persone saprà nei prossimi giorni chi, che cosa, dove è Torino.
Cito copertina di oggi di Time = fiaccola olimpica a piena pagina, New York Times = la bara avvolta nel tricolore di DON ANDREA e la fiaccola olimpica.

Il corriere dei necrologi della sera:
Sartori: l’energia dimenticata. Da chi? Dall’87 a oggi ci sono stati migliaia di giorni per martellare sull’argomento, eppure silenzio siderale.
Un foglietto tra casini e veltroni. Ma chi sono, i sette nani?
Pescante la scalata fallita. Dove doveva andare sul K2?
Rutelli il partito democratico fatto in casa. Che schifo.
Carte di consorte nell’inchiesta castellano. Ignoto tale ferrarelle.
Politica e TV scontro sull’autorithy. Chi cazzo è l’autotitititititi.
Rifondazione litiga sui diritti d’ISRAELE. Livia michilli.
Bonino di liberto gli alleati nemici.

Infine 5 righe:
olimpiade, grande show senza incidenti.
La sorpresa di TORINO allegra. Aldo Cazzullo
La solitudine dei cinquecento. Chi sono? io ne conoscevo trecento ed eran giovani e forti.
Ciliegina sulla torta: “ce l’ho fatta di Giannelli”, che è ridicola, però smettiamola di fare i buffoni, le barzellette raccontiamocele tra di noi. Rispettiamo la solennità e almeno qualche volta anche un po’ di retorica ci vuole, soprattutto quando il mondo ci guarda e parla di noi.
Il direttorio di questo giornale, che dovrebbe rappresentarci nel mondo, dovrebbe essere “manu militari” cacciato a calci con intesta il suo direttore, che una volta stimavo p

FRANCO CAPEL BADINO 11.02.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento

GIORNATA INTERNAZIONALE DI PROTESTA CONTRO L'INDUSTRIA DELLE PELLICCE CINESI!
Lunedì 13 febbraio 2006 ci sarà, davanti alle ambasciate e consolati cinesi in tutto il mondo, una protesta contro il rifiuto cinese di agire contro lo spaventoso trattamento degli animali nell’industria delle pellicce.
Info sui presidi organizzati nel mondo alla pagina http://www.fur.arforum.org/?lang=it
L’OIPA sarà presente in Italia con un presidio
Lunedì 13 febbraio 2006
Ritrovo alle ore 10:30
davanti al Consolato Cinese
Via Benaco 4 – Milano (MM 3 Piazzale Lodi)
Partecipate numerosi con cartelli e striscioni. Facciamo sentire la voce di chi non ha voce!
Info alla pagina http://www.oipaitalia.com/appuntamenti/febbraio_presidiopellicce.htm
Firma le petizioni contro il commercio delle pellicce dalla Cina alla pagina http://www.oipaitalia.com/index_pellicce_canegatto.html

clelia berti 10.02.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe,
credo di aver risolto il problema con Voip

Mi scuso per il disturbo

Stefano Ancilotto

stefano ancilotto 10.02.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi prude la lingua,ho bisogno di esprimere la grande rabbia che ho dentro.
Mi sembra che mi manchi l'aria,sono a casa in malattia e mi torturo assistendo a tutti gli incontri "politici" in tv.
MA TI CHIEDO AIUTO!!!!!!!!
PERCHE' QUESTO TUO SILENZIO,IN QUESTO MOMENTO DRAMMATICO DELLA VITA POLITICA?
VA BENE PARLARE DI ENERGIA ALTERNATIVA E INTELLIGENTE,DI BANCHE E TARIFFE TELEFONICHE ECC,ECC TI SEGUO DA SEMPRE,SEI LA MIA VOCE.....
RAPPRESENTI IL MIO PENSIERO......

FORSE SONO UN PO' LIMITATA NEL CAPIRE,FORSE LA FEBBRE NON MI AIUTA,MA ORA PIU' CHE MAI SENTO LA NECESSITA' DI SCAMBIARE CON TE E IL TUO BLOG,RIFLESSIONI,PAURE,INCERTEZZE.......INC...
INSOMMA COSA STA SUCCEDENDO.PERO' HO ANCHE UN GRANDE DESIDERIO E.......
TI CHIEDO:-PERCHE'NON CI TROVIAMO TUTTI INSIEME,UN APPUNTAMENTO IN UNA CITTA',IN UNA PIAZZA,AL CIRCO MASSIMO DI ROMA.....DOVE TI PARE,QUANDO TI PARE,PER UN "RADUNO"DI BEPPEGRILLIANI,SAREBBE UN INCONTRO STORICO,SAREMMO TANTI,E SAREBBE ANCHE UN SEGNALE CONTRO LE PREPOTENZE MEDIATICHE IN CORSO.

PER QUELLI CHE TI SEGUONO,CHE TI ASCOLTANO,CHE TI AMMIRANO E ANCHE PER QUELLI CHE TI CONTESTANO CIVILMENTE,PORTANDO SEMPRE NUOVE IDDEE E CONFRONTI E PENSIERI ALTERNATIVI.
GRAZIE X TUTTO
P.S.MI E' ARRIVATO IL DVD DEL TUO SPETTACOLO DI ROMA 2005,VADO A GODERMELO FORSE E' LI' QUELLO CHE CERCO?BACI

giovanna ribechini 10.02.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

da repubblica.it

Wikipedia, sui nomi dei politici
è guerra nell'enciclopedia aperta


Il cartello prima della voce Fassino dice così: "Questo articolo è stato sottoposto negli ultimi giorni a ripetuti vandalismi (modifiche false e/o faziose NdR) o si trova al centro di una edit war, pertanto la sua modifica è permessa ai soli amministratori. Eventuali modifiche devono essere proposte nella pagina di discussione".

Le chiamano Edit War, guerriglie della scrittura e della modifica. Fassino e Berlusconi, ma anche i senatori americani. I politici sono al centro di una guerra della conoscenza combattuta da plotoncini di portaborse esperti di computer. Un elogio del capo qui, un po' di manipolazione sull'avversario là. E poi tutto dentro Wikipedia, quel veicolo sempre più ricco e grande che è l'enciclopedia nella quale ogni lettore può diventare autore. Per l'enciclopedia che si vuole autogestita, ma che ha un pugno di volontari amministratori impegnati in modo più diretto, una bella sfida della credibilità. Finora affrontata bene.

Torniamo a Fassino. Siamo sul sito italiano di Wikipedia (www.it.wikipedia.org) , più di 137 mila voci, edizione nella nostra lingua di quell'enciclopedia aperta che nel mondo è arrivata a 1,8 milioni di articoli, un'opera alla quale tutti possono lavorare, su qualsiasi voce, anche quella che riguarda se stessi - di recente Umberto Eco ha rivisto la sua, trovandola corretta, con l'eccezione di un solo particolare errato. Quel Wikipedia, che di recente uno studio di Nature ha trovato, in materia di cose scientifiche, accurata quanto la Britannica.

I problemi arrivano quando i "redattori" litigano fra loro e se qualcuno si mette in testa di combattere la guerriglia delle modifiche. In quel caso, quando fiuta aria di guerra, il governo di Wikipedia - che non è la sua direzione di contenuto - interviene e mette sotto chiave la voce.

Anche a protezione di Berlusconi c'è un lucchetto: "Questo articolo descrive persone o fatti correlati alle elezioni politiche italiane del 2006. Per evitare l'inserimento di materiale non neutrale o eventuali vandalismi, la sua modifica è permessa ai soli amministratori". Ma come, non era aperto a tutti? E su Berlusconi chiudono?

Se andiamo a vedere la voce "Benito Mussolini", vediamo che nel capitolo riservato al duce del fascismo si può scrivere e cambiare il testo, sul suo nome non c'è nessun cartello di "chiuso". Su Berlusconi sì. Ma il presidente del Consiglio non ha comprato Wikipedia, almeno non ancora: un modo per modificare quella voce c'è. Il volontario aggiornatore non ha che da scrivere il suo contributo in una bozza. Poi gli amministratori verificheranno che non vi siano vandalismi o faziosità estreme e a quel punto inseriranno il nuovo testo.

Si sono chiesti a Wikipedia: è etico per chi è portatore di un interesse costituito poter intervenire sulla voce che riguarda la sua persona o l'attività che svolge? Che è come se si dicesse: è giusto che Consorte scriva la voce Unipol?

Questo genere di riflessione è stato innescato da quanto è avvenuto negli ultimi giorni negli Stati Uniti. Wikipedia ha denunciato che dai computer del Congresso sono venuti numerosi tentativi di vandalismo e di modifiche, risultate poi false, di voci relative alle biografie dei parlamentari.

C'è quello che si è vantato di aver volato in missione di guerra sul Nord Vietnam quando invece marciva (e sopravviveva) dietro una scrivania. E c'è il senatore che ha nascosto il dato sui suoi voti in aula e in commissione: sta rifacendosi una fama di "liberal" e quel 98% di consenso alle decisioni del presidente Bush pesavano sul curriculum. Insomma una edit war che pone una questione famigliare a noi italiani: il conflitto di interesse.

Finora a Wikipedia hanno dimostrato di saperlo gestire, facendo funzionare strumenti "amministrativi" e tecnologici che si muovono su quel sottile confine che sta fra il rispetto delle regole e l'intervento nel contenuto. Un terreno sottile sottile che sta fra neutralità e "informazione opinionata", fra il sogno e finora realtà di Wikipedia. Un compito da far tremare i polsi.


Carlo Gamna 10.02.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

GRANDISSIMO BEPPE GRILLO ,
sono un accanito tifosi di calcio che come molti Italiani quest'anno ho acquistato il decoder mediaset per seguire le partite di calcio.
Da anni con un gruppo di amici organizziamo un nostro campionato di fantacalcio , così per divertirci ma come avrai notato quest'anno nel campionato hanno deciso LORO chi deve vincere lo scudetto (non sono contro il club Juve che comunque sta usufruendo di questi arbitraggi a suo netto favore).
Parlando ieri con i miei amici di questo problema siamno i disposti ad appoggiare una campagna per il prossimo anno contro questi abbonamenti:
visto tutto quello che sta succedendo ,vorrei proporre a tutti gli amatori del VERO calcio di rinumciare per il prossimo campionato a qualsiasi tipo di abbonamento così i diritti che acquistano li paghino SOLO LORO.
DEVONO SAPERE CHE SENZA DI NOI SONO FALLITI LORO CON TUTTE LE SOCIETA' DI CALCIO.

La cosa che mi fa più rabbia e che hanno DISTRUTTO IL CALCIO ITALIANO.
PER QUESTO CHIEDO IL TUO AIUTO...SOLO CON TE POSSIAMO VINCERE.
SONO UN TUO ACCANITO SOSTENITORE , come già detto , e non sai a quante persone ho installato SKYPE e grazie a te stanno risparmiando compreso me e la mia azienda!!!
CREDO CHE CON IL TUO AIUTO POSSIAMO FARCI SENTIRE...ORMAI SI PARLA SEMPRE ED OVEMQUE DI TE E DEL TUO BLOG.
SEI L'UNICA PERSONA AL MONDO DI CUI MI FIDO CECAMENTE.
Capisco che ci sono tanti altri problemi più importanti da risolvere ma vorrei dare una grossa risposta a questa dirigenza che ha ormai rovinato il nostro calcio.
GRAZIE DI AVER CREATO QUESTA POSSIBILITA' DI POTER DIRE LA NOSTRA ...VISTO CHE SOSTENGONO CHE L'ITALIA è UNA DEMOCRAZIA.
SOLO TU PUOI SALVARE LA NOSTRA AMATA TERRA!!
SEI UN GRANDE.

Impoco Fabio 10.02.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

ho seguito il tuo consiglio.
Ho aperto un contatto con VoIP-In per telefonare gratis o quasi e questè è la risposta che mi hanno dato dopo che ho effettuato il versamento.

"Sorry – at this moment there are no VoIP-In numbers available for your country (yet). We will inform you as soon as there are (new) numbers available for your region.
Click to go back. "

Ciao

Stefano Ancilotto

stefano ancilotto 10.02.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

"Pur condividendo in gran parte le critiche alla gestione soprattutto politica di chi stà realizzando la linea TAV in Val di Susa "
Gestione politica?
La realizzazione del progetto e' inserita in un be piu' ampio progetto a livello europeo per la realizzazione di un corridoio per lo scambio di merci e passeggeri.
LA GESTIONE POLITICA LA STA PORTANDO AVANTI CHI SI OPPONE AL PROGETTO!!!
Senza contare la diminuzione del numero di Tir e merci trasportate su strada.
Ma pensate prima di aprire bocca....

D. Cassago 10.02.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sen Antonio di Pietro
il 2 febbraio 1994 Sama parlò di un miliardo di vecchie lire dato al PCI ( Gardini a D'Alema?) e 200 milioni dati a Bossi.

Mi pare che Bossi fu condannato.

Ma nessuno mai seppe se si indagò il PCI o qualche dirigente in merito.

Lei lo ricorda ?

Bruno Poli 10.02.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo sicuri che Wikipedia sia veramente libera e apolitica?
Per maggiori informazioni vi consiglio un articolo:
http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo295896.shtml

Claudio Burchi 10.02.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei brevemente fare una considerazione sul discorso Giochi Olimpici. Pur condividendo in gran parte le critiche alla gestione soprattutto politica di chi stà realizzando la linea TAV in Val di Susa penso però sia inopportuno prendersela con i Giochi Olimpici. Io sono uno sportivo e pur avendo idee sicuramente definibili di sinistra (a volte nemmeno troppo moderate..) penso che lo spirito sportivo sia un valore assoluto non etichettabile con bandiere di alcun genere. Anche se è pur vero che Multinazionali e Governi strumentalizzano un evento come questo per interessi palesementi extrasportivi, prendiamocela pure con questi Governi e queste multinazionali ma salvaguardiamo lo spirito sportivo. Le Olimpiadi possono essere uno momento e uno strumento utile anche per chi difende ideali e contesta abusi di qualsiasi genere. Lo sport deve unire ed aiutare a sviluppare uno spirito di fratellanza e competizione ONESTA E LEALE che sarebbe un ottimo presupposto anche per affrontare tematiche di tipo politico , economico o sociale.

Marco Zen 10.02.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho visitato il sito Wikipediaclassaction. Molto interessante.
Tu beppe dici che wikipedia e' attaccata in quanto si avvicina molto alla realta'.
Ho letto la pagina relativa alle foibe, scandalosa, niente che si possa neanche lontanamente avvicinare alla realta'. Non credo che come esempio di informazione sia poi cosi' efficiente. Mi spiace, ma stavolta non sono d'accordo con te.
Ciao

Davide Cassago 10.02.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è possibile che per il tuo spettacolo a Roma non si trovi più un biglietto ?
E si che il Palaeur è gigantesco !
Vorrei sapere se è realmente questa la situazione o se ci sono problemi di distribuzione.
Perchè non è possibile acquistare i biglietti direttamente dal tuo sito ?
Comunque, anche se con mia moglie non riusciremo a essere presenti ti ringraziamo, anche a nome dei nostri 3 figli, per tutto quello che fai.
Ciao

Massimiliano Gatti 10.02.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

poco tempo fa ho visto in dvd il tuo 'intervento' a Roma nell'aprile scorso. Mi sono del tutto ricreduta sulla tua figura che giudicavo male perché non la conoscevo affatto, vista anke la mia età. Ti ricordavo ai tempi di Sanremo quando poi è andata come è andata. Sei invece una persona speciale, il Giordano Bruno dei nostri tempi (scusami se faccio questo paragone ma voglio solo dire che una persona che vuol mostrare la verità a tutti senza il suo personale rendiconto è considerata da me al pari di un martire...).
Vorrei inserire l'ultimo post che ho inserito oggi sul mio blog ma è troppo lungo, se ti fa piacere dagli un'occhiata.

Un abbraccio, sei in gamba e ti apprezzo moltissimo anche se ti ho conosciuto 'davvero' solo da 2 mesi a questa parte, nonostante chiunque io conosca non abbia fatto che dire cose belle di te.

Laura Federici 10.02.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

finalmente è arrivata una multa a Rete 4 per la sua molta parzialità sul prigramma della Pivetti. la risposta di Berlusconi, come al solito, non si è fatta attendere. Ha detto che non c'è parzialità nell'antitrust che ha dato la multa a Mediaset. Ma se è proprio Lui o il governo (comandato da lui) che hanno messo lì quelle persone... Soprattutto perchè non mettono una multa anche al TG4 visto che è il più parziale?

Fabio Zanatta 10.02.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento

nuova truffa tim??????
prezzi offerta tim famiglia:
1 cent al minuto ,tariffazione 30 secondi ( .5)+ 16 secondo scatto alla risposta...ecco il dattaglio della mia bolletta

TRAFFICO TELEFONICO PREPAGATO EFFETTUATO DALLA LINEA 3394239408
Periodo dal 26/01/2006 al 09/02/2006
Tipo traffico selezionato: Voce Nazionale - SMS Nazionali Roaming
Tipologia Descrizione Numero chiamato Data e Ora Volume\Durata Costo (Euro) Profilo
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 04/02/2006 23.24.57 0:23:30 3,69 TIM Famiglia
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 05/02/2006 23.01.20 0:23:11 3,69 TIM Famiglia
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 05/02/2006 23.24.55 0:0:27 0,23 TIM Famiglia
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 06/02/2006 23.09.24 0:3:19 0,69 TIM Famiglia
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 07/02/2006 23.09.00 0:6:33 1,21 TIM Famiglia
Fonia Nazionale Chiamata 3346509*** 08/02/2006 23.41.01 0:25:37 3,98 TIM Famiglia
contattata las tim la risposta è stata..non siamo autorizzati a risarcimenti..non ha più credito faccia una ricarica!!!!!!!!1

livia manzutto 10.02.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Egregio signor Grillo,

nelle ultime settimane ho assistito ad un suo spettacolo nella Svizzera italiana e sono rimasta colpita dal suo modo di fare spettacolo e presentare la realta' italiana e mondiale... eccezionale e con grande Leadership.
Complimenti sia per lo spettacolo e per il suo Blog, quest'ultimo molto interessante.

Adesso vorrei porgerle una domanda:
come specificato sopra ho presenziato alla sua "performance" e volevo chiederle se fosse possibile ricevere per e-mail una copia della lista concernente i cibi (snacks, ecc.) "dannosi" per la salute che gentilmente aveva mostrato al pubblico. Spero che riesca a capire a cosa mi riferisco. Ho "sfogliato" il suo blog ma non ho trovato niente in merito.

Ringrazio gia' sin d'ora per la sua ev. risposta. Distinti saluti

Sara Gallo 10.02.06 07:38| 
 |
Rispondi al commento

è possibile che YAHOO per accaparrarsi il beneficio
del governo cinese
e quindi 1 000 000 000 di utenti web
continui a ledere la libertà di espressione di un popolo
governando la stampa, censurando ed imprigionando i giornalisti più sinceri.

Yahoo è stata la più esplicita, ma google con
il suo motore di ricerca cinese già censurato
e la Microsoft?
......
bisogna far qualcosa.. come ad esempio boicottare
Yahoo..e domanandare PERCHE' con mail giornalmente.
chiedere ai politici di intervenire...
la libertà di stampa...porterebbe giustizia ed una certa equità delle condizioni di lavoro dei nostri amici con gli occhi a mandorla

ecco il link all'articolo apparso su repubblica
http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/scienza_e_tecnologia/cinaweb/liuxiaobo/liuxiaobo.html

grazie beppe per la voce che dai alle nostre grida
a presto
______________________ a n d r e a

andrea g 10.02.06 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrivo nuovamente per aggiornarvi sulle novità di questa truffa, che alla luce dei nuovi fatti risulta ancora più diabolica.
In pratica la WIND telecomunicazioni ha in corso dei procedimenti penali contro la DATA CONTACT, questa agenzia che tramite dei ragazzi "intraprendenti" del suo call center gli ha procurato questi contratti per la telefonia fissa con tariffe rivelatesi poi fasulle o comunque non così vantaggiose. Quindi la WIND era ed è a conoscenza di questo problema ma ha continuato a tempestarmi di lettere di avvocati (e come me penso migliaia di persone) per fare in modo che pagassi le bollette di un contratto mai firmato (perchè avevo capito che le tariffe non corrispondevano a quelle promesse da chi mi aveva contattato). Sarebbe stato invece correto da parte loro, che erano a conoscenza del problema, ricontattare gli utenti non paganti o che comunque non avevano poi sottoscritto il contratto per chiedere conferma o rescissione del contratto. In altri casi (enel, telecom, acqua) il servizio viene interrotto dopo una bolletta non pagata, in questo caso invece no, le bollette sono continuate ad arrivare e dopo un pò anche le minacce dei loro avvocati tanto che alla fine, vista anche la cifra minima il mio avvocato mi ha consigliato di pagare per evitare altri fastidi. Ma ora ecco che la WIND mi manda altre 2 fatture, perchè secondo loro, pagando quelle bollette ho accettato il contratto, anche se questa possibilità non mi era stata comunicata dai loro solerti avvocati e dai loro gentili operatori, che messi di fronte alla verità preferiscono fare "educatamente" cadere la linea. Siamo insomma alla farsa e ahimè all'ennesima truffa a danno dei consumatori che come me hanno sperato di risparmiare e invece si sono trovati a pagare un servizio non richiesto o comunque non sottoscritto da nessun contratto. E noi paghiamo....

DINO CATUCCI 10.02.06 01:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono un architetto, vi scrivo da Laterza (TA) per segnalarvi una truffa operata dalla WIND a danno dei consumatori che come me, purtroppo, hanno abboccato
In breve le cose sono andate così:
Vengo contatto da un operatore WIND che mi propone una tariffa vantaggiosissima, tipo 24ore su 24 telefonate gratis per i primi 3 mesi e poi da agosto in poi una tariffa di 8 euro, che potevo eventalmente anche rifiutare, io ovviamente accetto e spingendo un tasto del telefono (5 mi pare) accetto questo contratto. Dopo 1 settimana però scopro che la tariffa non era così vantaggiosa e che mi avevano anche attivato la preselezione automatica, ma non avendo firmato nessun contratto ho pensato che non mi avrebbero potuto far pagare niente, e che eventualmente dopo la prima bolletta non pagata mi avrebbero lasciato in pace (non avendo firmato nessun contratto)
E invece no, decine di solleciti di pagamento, minacce di avvocati per procedimenti penali, che vista la cifra irrisoria (20 euro) alla fine ho deciso di pagare (andare in tribunale a milano a raccontare la verità mi sarebbe costato di più in termini economici e di tempo perso). Non lo avessi mai fatto, appena hanno ricevuto il mio pagamento, pronti con altre 2 fatture di 20 euro per un servizio mai usato che probabilmente pagherò di nuovo (sempre per lo stesso motivo).
Oggi ho inviato un fax per chiedere la recissione di un contratto mai firmato e spero che la faccenda finisca quì, ma temo di no, confido in voi per raccontare alla gente questi raggiri, di operatori senza scrupoli, di minacce di avvocati e agenzie di recupero crediti, di operazioni pianificate a tavolino da manager senza scrupoli che con questi sitemi cercano di tirare su il bilancio di una azienda che non a caso è la meno utilizzata per la telefonia.
Si tratta insomma di una truffa miliardaria (se moltiplichiamo la cifra da me pagata per tutti i "polli" d'italia)

A PRESTO

DINO CATUCCI

DINO CATUCCI 10.02.06 01:30| 
 |
Rispondi al commento

creare un'alternativa , farla conoscere , essere di esempio , vivere nella verità con coraggio , trovi tutto scritto nella bibbia , è un buon libro di sopravvivenza di tutti i tempi , un consiglio leggilo senza dubbi , con fiducia


ciao

stefano de luca 09.02.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

PRENDI LA VITA DI ITALIANO NELLE TUE MANI: solo così puoi creare una nuova prospettiva, un nuovo modello di vita economica e sociale. Dopo una tale conquista, si possono bene conseguire progressi sino a quel momento imprevedibili. Così si ottiene un nuovo vero approccio alla realtà italiana che non è certo come quella degli U.S.A. in quanto là, sanno in anticipo come garantirsi l’avvenire. Come? Ma semplicemente presentando inesatte asserzioni in politica estera ai cosiddetti paesi amici. Prendiamo il nostro Premier per esempio, lui attua un sistema che si accosta molto a quello degli U.S.A. anche lui pensa al suo futuro !! Egli è stato votato per ricevere l’incarico di Premier quando in tribunale aveva dei capi di imputazione per aver frodato le tasse, ma in Italia siamo tutti buoni e non ci siamo certo fermati lì, c’è anche chi avrebbe sostenuto che Berlusconi avrebbe partecipato attivamente alla mafia , "cosa nostra" ma anche questa sarà una illazione che resta nulla. Chi dice che Berlusconi è l'uomo più ricco d'Italia? Questa potrebbe essere solo una favola, perché lui è talmente una persona a modo, che non chiede mai niente a nessuno, da dove dovrebbero saltare fuori i fantomatici capitali! Poveretto, si accontenta di poco, ha solo Milano 2, ha le Televisioni, ha le Banche, qualche piccola casetta in Sardegna e poco più qua e là. Ha quasi il monopolio della tv. con Mediaset e altre tv regionali e poche altre cose… insomma nessuno può negare che non è un povero uomo e che non abbia bisogno di aiuto per ricevere un altro incarico da Premier. Vogliamo aiutarlo tutti insieme a farlo “volare” ancora da Premier? Come abbiamo visto, lui è talmente umano e buono con tutti, che mediante un mezzo importantissimo, quale è la stampa e la pubblicità, ci vuole persino fare portare verso una nuova prospettiva e una diversa mentalità economica e sociale, quindi, votarlo ancora per mantenerlo da Premier, non dovrebbe poi essere cosi poi tanto penoso, o no? Giacomo Montana

Giacomo Montana 09.02.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Detto, fatto!

Non perché lo dice wikipedia deve essere vero per forza. Qualcuno ha già citato in questo Blog il paragrafo sulle foibe (controllate voi stessi: http://it.wikipedia.org/wiki/Foibe). Il caso più famoso al mondo, riportato anche dal Corriere (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/12_Dicembre/18/wikipedia.shtml) riguarderebbe "l’ex assistente di JFK John Seigenthaler, bollato da una voce di Wikipedia come coinvolto nell’omicidio del presidente Kennedy".

Addirittura esiste un'associazione: Wikipedia Class Action che gestisce, "un sito «di servizio» che permetterà a chiunque di segnalare errori, falsità e casi di diffamazione contenuti nelle pagine dell’enciclopedia online, per poi raccogliere in maniera logica e coordinata un fascicolo in grado di costituire la base per un’azione legale contro la Fondazione Wikimedia" http://www.wikipediaclassaction.org/.

Ma vi faccio un esempio molto banale che mostra come con un po' di attenzione non sia difficile trovare panzane ben celate in wikipedia. Andate alla voce "i signori della truffa", sì l'innocuo film con Robert Redford, e leggete l'ultima riga della trama: "...riprende a divertirsi come faceva da giovane, smistando i soldi del conto in banca del partito repubblicano verso le casse di Amnesty International, Greenpeace ed Emergency." Non che citare - a sproposito - Emergency sia un reato, o abbia la gravità dei casi citati sopra, ma è semplicemente falso, sfido chiunque a contraddirmi film alla mano.

La domanda che voglio porre a tutti è questa: Se spontaneamente uno inserisce una voce in wikipedia, banale come può essere la trama di un film, cosa lo spinge a farlo alterando la verità?

Marco Lamperti 09.02.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Quali informazioni riceviamo????
In un recente programma di Rete4, il giudice Tina Lagostena Bassi, ha invitato, a seguito di una domanda dei telespettatori, a fare richiesta presso l'OIM (org. internazionale per le migrazioni) circa il risarcimento per i prigionieri di guerra che hanno lavorato nei campi di concentramento e di sterminio in Germania presso società tedesche. Ciò è successo anche a mio padre, che, fatto prigioniero nei suddetti campi, ha lavorato per circa due anni alla Bayer, ovviamente gratis.
In questi giorni ho chiamato l'OIM presso la sede di Ginevra tel 0041-225928230 e mi sento rispondere che la domanda di risarcimento doveva essere fatta entro il 31/12/2001. Sono entrato nel sito www.compensation-for-forced-labour.org, scritto in diverse lingue tranne che in Italiano, ed in effetti, pare, che i termini siano chiusi. A parte che detti risarcimenti dovrebbero essere sempre aperti considrato che molte persone, viste le numersose richieste arrivate in questi giorni alle assoc. combattenti e reduci, non erano a conoscenza di questa possibilità, ma mi chiedo quali informazioni stiamo dando, se anche gli esperti (il suddetto giudice) non hanno verificato che le domande per detti risarcimenti non era possibile inoltrarle ? Se si sapeva ciò non sarebbe stato il caso, in una trasmissione televisiva, far presente che alcuni risarcimenti non dovrebbero avere prescrizione ?
Mi chiedo se ci dobbiamo fidare ancora di tutto quello che ci viene detto, in particolare da persone che dovrebbero essere competenti ????
A voi tutti l'ardua sentenza.

roberto belotti 09.02.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE !!! su wikipedia ci sono scritte anche minchiate.... sulle foibe c'è scritto che venivano utilizzate per eliminare i partigiani comunisti!!! è stato esattamente il contrario !!! basta un coglione che scrive su wikipedia che tutti gli altri gonzi gli vanno dietro ? ma perfavore!!!

Simone Rizzo 09.02.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stamattina leggevo Bananas, sull'Unità, dove giustamente Travaglio, in merito all'eventuale duello televisivo tra Prodi e Berlusconi, spiega che non esistono giornalisti neutrali;semmai, imparziali. In un duello politico dovrebbero essere presenti giornalisti che mettono alle strette i due contendenti, e all'orizzonte non se ne vedono. Allora io proporrei: perchè non fare intervistare Prodi da Emilio Fede e Berlusconi da Marco Travaglio? Grazie per l'attenzione e complimenti.

Raffaele Cocorullo 09.02.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

{Appello a tutti i credenti moderati che vivono la loro fede in libertà e nel rispetto delle differenze}

Nessuno chiede a nessuno di stare chiuso in casa. Ma è evidente che l'indottrinamento coatto non è, come dire, un buon punto di partenza.

Trascurando ovviamente i commenti che negano il dialogo, chiederei a TUTTI, in particolare a chi professa liberamente il proprio credo di dissociarsi pubblicamente dal progetto di "disegno intelligente", che rigurda direttamente la nostra scuola e la formazione dei nostri figli, per le ovvie ragioni sotto riportate {rif. articolo nòva}. E' molto importante non confondere i TEOREMI con i DOGMI {a cui nessuno ha dato valore negativo}.

Ve lo chiedo vivamente come cortesia personale all'insegna del dialogo e della TOLLERANZA: evitiamo l'impastoiamenti.

RELIGIONE ALLA RELIGIONE, SCIENZA ALLA SCIENZA.

L'appello è diretto in particolare a tutti coloro che professano in libertà il proprio credo.

Un saluto.

ijimiaz galir 09.02.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

{Appello a tutti i credenti moderati che vivono la loro fede in libertà e nel rispetto delle differenze}

Nessuno chiede a nessuno di stare chiuso in casa. Ma è evidente che l'indottrinamento coatto non è, come dire, un buon punto di partenza.

Trascurando ovviamente i commenti che negano il dialogo, chiederei a TUTTI, in particolare a chi professa liberamente il proprio credo di dissociarsi pubblicamente dal progetto di "disegno intelligente", che rigurda direttamente la nostra scuola e la formazione dei nostri figli, per le ovvie ragioni sotto riportate {rif. articolo nòva}. E' molto importante non confondere i TEOREMI con i DOGMI {a cui nessuno ha dato valore negativo}.

Ve lo chiedo vivamente come cortesia personale all'insegna del dialogo e della TOLLERANZA: evitiamo l'impastoiamenti.

RELIGIONE ALLA RELIGIONE, SCIENZA ALLA SCIENZA.

L'appello è diretto in particolare a tutti coloro che professano in libertà il proprio credo.

Un saluto.

ijimiaz galir 09.02.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

IL GIUSTIZIERE CAP 4°
Giorgio Castellari, sparì di casa la mattina di una giornata uggiosa, pioveva quella mattina quando lasciò la sua famiglia per andare al lavoro; non prese mai servizio quella mattina nel suo ufficio delle Partecipazioni Statali e non tornò a casa quel giorno. Era tarda sera quando la moglie allertata dall’insolito comportamento di suo marito, un uomo abituato a una vita normale, denunciò la sua scomparsa ai Carabinieri. La mattina dopo forse anche per il clamore che suscitò sulla stampa la scomparsa di un dirigente “indagato” delle Partecipazioni Statali si scatenò una vera e propria caccia all’uomo centinaia di persone batterono le campagne di Sacrofano, amena località alle porte di Roma, dove nel frattempo era stata ritrovata parcheggiata la sua auto, uomini a cavallo, con i cani e addirittura 2 elicotteri batterono per tre giorni i prati e i boschetti di Sacrofano e intanto pioveva in quei giorni … pioveva. Giorgio Castellari fu ritrovato dopo 3 giorni in cima ad una collinetta ordinatamente disteso su un prato pulito e rasato (Sacrofano è famosa per la sua bellezza proprio perché e popolata da numerosi maneggi di cavalli con distese di prati senza reticolati e paradiso di animali al pascolo libero), una collinetta più volte perlustrata anche dall’elicottero in quei giorni, con un buco di pistola sulla tempia destra (Castellari era mancino), con la colt Cobra 38 Special a canna corta riposta nella cinghia dei pantaloni sul lato destro, qualcuno dopo decise che era stato un caso, che invece di cadere in terra o rimanere stretta in pugno la colt si conficcò nella cintola dei pantaloni, nonostante Castellari indossasse un impermeabile stile Colombo, nonostante il medico legale disse che si suicidò stando seduto sul prato, e soprattutto con il cane abbassato, particolare non di poco conto dato che la cobra quando spara ha un dispositivo che rialza il cane e solo un pollice umano può riabbassarlo.
p.s. scusate ma il IV cap non era partito ....

marta neri 09.02.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL GIUSTIZIERE – CAP 1°
Antonio “giustiziere” Di Pietro fu protagonista, come tutti sanno, di Tangentopoli; si partì da uno squallido personaggio tale “Chiesa” (PSI) presidente del Pio Albergo Trivulzio, un Ente assistenziale che si occupava di carità ed emergenza per anziani e barboni e fu arrestato con 7 milioni di tangenti nelle mutande.
Dopo che lo scandalo si allargò un po’ a tutte le cerchie politiche, tra la gente comune si fece forte la speranza che finalmente un senso di giustizia e di presenza delle Istituzioni come appunto la Magistratura, facesse piazza pulita di tutti i corrotti restituendo dignità e legalità al mestiere del politico.
Il culmine fu appunto quando il solerte Magistrato, sostituto di D’Avigo che era capo delle Procura di Milano scoperchiò il calderone della Madre di Tute Le Tangenti, 1000 miliardi di vecchie lire che si divisero i partiti per la “fusione ENI-Montedison”. Questa operazione passò grazie ai voti favorevoli del PENTAPARTITO (DC, PSI, PRI, PSDI, PLI) e, soprattutto, alla decisiva astensione del PCI! Gli altri partiti votarono tutti contro.
I solerti Magistrati del Pool di Mani Pulite (mai nome fu, ahimè, più improprio), decimarono i partiti di governo ma evitarono sistematicamente, con trucchetti più o meno velati, di fare piazza pulita sia dei vertici del PCI e sia di quei superstiti della DC come appunto i De Mita (corrente di sinistra - Prodi), gli Amato-Boselli (i veri traditori di Craxi), i Forlani (sinistra DC – Mastella). (CONTINUA....)

marta neri 09.02.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

IL GIUSTIZIERE - CAP 2°
QUESTA E’ LA VERA VERGOGNA! CREDEVANO DI AVER CONSEGNATO DEFINITIVAMENTE L’ITALIA A UNA PARTE POLITICA LATENTE, POTENTE E NASCOSTA, SOPRATTUTTO A QUEL PCI CHE , NONOSTANTE LA CADUTA DELL’IGNOBILE MURO DI BERLINO, CONTINUAVA E CONTINUA A PROFESSARE TEORIE E TESI CHE HANNO MANDATO A SCATAFASCIO L’ECONOMIA DI MEZZO MONDO, MA CHE IN REALTA’ OLTRE CHE CORROTTI ERANO ANCHE TRADITORI DELLA PATRIA DATO CHE PRENDEVANO TANGENTI ANCHE DALL’U.R.S.S., NONOSTANTE QUESTA AVESSE PUNTATO I SUOI MISSILI NUCLEARI SULLE NOSTRE CITTA’, SULLE NOSTRE CASE, SUI NOSTRI ASILI, OSPEDALI E CHIESE.

Sapete come si concluse l’indagine ENIMONT? Con la morte di tutti i protagonisti principali della vicenda e cioè, RAOUL GARDINI, Presidente del Gruppo Ferruzzi, a cui faceva capo la Montedison, GABRIELE CAGLIARI, Amministratore Delegato dell’ENI, allora di proprietà dell’I.R.I. (e quindi dello Stato), GIORGIO CASTELLARI, alto Dirigente del Ministero delle Partecipazioni Statali, e, caso ancora più strano, tutti e tre morti ufficialmente di “suicidio”, Gardini si “suicidò” nell’alloggio del portiere del palazzo dove abitava (perché proprio là?) si sdraiò sul suo letto (del portiere), si sparò in testa senza lasciare bigliettini e nonostante ne avesse infinite di disposizioni da lasciare soprattutto alla famiglia, e poi ripose la pistola sul comodino accanto al letto, già fu proprio là che fu trovata e nessuno ha ancora spiegato come ci finì, come nessuno ha mai spiegato come avesse avuto le chiavi dell’alloggio del portiere dato che non le aveva in tasca, e nessuno spiegò mai come un uomo abituato alle lotte più intestine si possa suicidare in quattro e quattrotto solo per aver ricevuto un avviso di garanzia.

marta neri 09.02.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

IL GIUSTIZIERE CAP 3°
Gabriele Cagliari si “suicidò” in cella di isolamento, poco prima dell’interrogatorio dei giudici, si sdraiò sulla branda e si lasciò soffocare infilandosi UNA BUSTA DI PLASTICA in testa; bè a parte il fatto che il regolamento carcerario stabilisce da sempre che quando un detenuto entra in carcere, prima dell’interrogatorio dei giudici, deve essere recluso nel braccio di isolamento, che sono celle di 4 brande e con una sola ora d’aria al giorno riservata agli isolati per evitare contatti con estranei e durante questa detenzione non è possibile l’accesso ai colloqui, alla tv, alla radio, ed ai giornali e soprattutto ai “pacchi”, cioè indumenti e derrate alimentari che i famigliari del recluso fanno arrivare al congiunto e non è come si immagina una cella dove te ne stai tutto il giorno solo soletto. In caso che l’arresto sia avvenuto nel proprio domicilio e quindi si è avuta la possibilità di prepararsi una borsa con dentro indumenti di ricambio compreso spazzolino da denti o asciugamani è assolutamente vietato dal regolamento introdurli nella cella di isolamento, infatti l’amministrazione ti fornisce di una bacinella con dentro le lenzuola, un asciugamano, un pettine, spazzolino saponetta e dentifricio, soprattutto NESSUNA BUSTA DI PLASTICA! Se poi pensiamo alla difficoltà che può avere un signore di 60 anni a lasciarsi coscientemente soffocare da una busta di plastica, e soprattutto senza dibattersi, nemmeno negli ultimi istanti se si pensa che le foto lo ritraggono steso ordinatamente sul letto e con indosso ancora le scarpe nonostante queste non avessero (per regolamento!) più le stringhe, ed alla facilità che possono avere tre energumeni che nel silenzio di un carcere 2 ti immobilizzano e uno ti infila una BUSTA DI PLASTCA in testa, bè se 2+2 ….

marta neri 09.02.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

IL GIUSTIZIERE CAP V°
Accanto al cadavere di Castellari fu ritrovata una bottiglia di wiskhey in piedi senza tappo con ancora tre dita di liquore, Castellari era astemio e lì pioveva da tre giorni e aveva le scarpe completamente pulite … e li pioveva da tre giorni.
I giudici, negli anni successivi archiviarono tutte le indagini relative a questi 3 strani suicidi, molte furono le inchieste, soprattutto quelle giornalistiche, resta comunque un dato di fatto che nessun reporter di partito, vedi “chi la visto”, o Minoli, o lo stesso Biagi abbia mai approfondito certi interrogativi con trasmissioni mirate come tante altre volte hanno dimostrato di saper fare, come nessun scrittore di “gialli italiani” di “indagini insabbiate” come nei casi (e giustamente) Ustica, Piazza Fontana ecc. abbia mai pensato di dedicare qualche capitolo, o come nessun giullare più o meno di corte tipo Fo-Rame-fo Jr, si sia mai cimentato a rappresentare questi strani episodi nemmeno così lontani ….. (continua)

marta neri 09.02.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Sconcertante .... leggete qui:

http://www.drunkendonkey.net/ita/index.php?showtopic=133661

Massimiliano Marchetto 09.02.06 10:42| 
 |
Rispondi al commento

IL FILM Bye Bye Berlusconi


Opera prima da regista, di un giovane attore tedesco, Jan Henrik Stahlberg, il film, nella sua versione originaria, voleva raccontare la vendetta di un gruppo di terroristi (o di spettatori televisivi esasperati?) sul premier italiano. Il timore delle ripercussioni giudiziarie di una simile impostazione hanno poi spinto regista e seneggiatori a correggere il tiro e volgere la storia in commedia surreale. Scompare il nome del premier e con lui i riferimenti al nostro paese ma la vicenda rimane la stessa.

Nel paese dell'immaginaria Topolonia un imprenditore televisivo proprietario della sguaiata Melonen TV, di una squadra di calcio e di un vero e proprio impero costruito sulla vendita di angurie viene rapito da una banda di terroristi. Lo scopo? Sottoporlo ad un processo via internet per essere finalmente giudicato da tutti i liberi cittadini di Topolonia.
Girato in poche settimane nel corso della primavera del 2005 e con soli 90mila euro di budget "Bye bye Berlusconi" verrà presentato nel corso del prossimo festival di Berlino e difficilmente, stando a quello che sostengono i produttori, lo si vedrà in Italia. Nessuna casa di distribuzione nostrana sembra infatti disposta ad accollarsi il rischio di mettere sugli schermi un film così marcatamente di parte per giunta nel corso di un anno elettorale. E così se tedeschi, francesi, ungheresi, polacchi, austriaci e svizzeri hanno già prenotato le loro copie gli italiani probabilmente non sapranno mai come andrà a finire la storia e dovranno accontentarsi di sapere che in un modo o nell'altro lo scaltro imprenditore televisivo riuscirà a cavarsela. Gli interpreti del film (che hanno lavorato gratis) sono tutti italiani a cominciare da Maurizio Antonini con un decennio di onorata carriera da sosia ufficiale di Silvio Berlusconi. Lo affiancano Lucia Chiarla, Pietro Bontempo, Franco Leo, Consuelo Barilari, Fabio Bezzi, Pietro Ragusa e Tullio Sorrentino.
MI AIUTATE A TROVARLO...

Simone Batocco Commentatore in marcia al V2day 09.02.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Buone notizie per i consumatori e per i consulenti rc auto: anche l’Antitrust esprime dubbi sull’indennizzo diretto
Lo “Sportello dei Diritti” della Provincia di Lecce, nei mesi scorsi, aveva richiamato l’attenzione, sui rischi che l’introduzione della procedura d’indennizzo diretto potrebbe apportare sul sistema delle tutele degli danneggiati, oltrechè sul mercato assicurativo e in particolare sulla concorrenza nello stesso, e pochi o nulli benefici per i consumatori-assicurati.
A sottolineare tali timori è intervenuta l’Antitrust che nella riunione del 1 febbraio 2006, con un articolato e severo parere ha formulato alcune osservazioni sullo schema di Decreto del Presidente della Repubblica relativo alla “Disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale in attuazione dell’articolo 150 del Codice delle assicurazioni”. Il garante della concorrenza e del mercato “auspica un’ampia riformulazione” in particolare “per garantire che la procedura obbligatoria di risarcimento diretto riesca a contenere le tariffe”. Secondo l’autorità, suscita “forti perplessità” l’art. 13, comma 5 n.2 che prevede la costituzione di uno o più consorzi per “l’organizzazione e gestione del sistema del risarcimento diretto” con l’individuazione di parametri tecnici ed economici”.
Il Garante ha spiegato che per garantire che la procedura obbligatoria di risarcimento diretto riesca ad abbassare i costi delle polizze, “dovrebbero essere esplicitamente previste regole che evitino un coordinamento non necessario fra le imprese su aspetti competitivamente rilevanti e relativi all’autonomia dei singoli operatori”.
L’Autority, infine, ravvisa l’assenza di una puntuale disciplina nei casi in cui l’incidente non ricade nella disciplina di risarcimento diretto ed in tema di limiti temporali per le liquidazioni.
Questa ulteriore battaglia dello “Sportello dei Diritti”, è finalizzata a sensibilizzare Governo e associazioni dei consumatori ed esperti, SEGUE


Ieri sera ho visto la trasmissione l'infedele..mi e parsa veramente interessante e significativa benche costellata da una marea di nettuno tuffati nell'olio del tonno...Si dovrebbe parlare e confrontarsi piu spesso tra noi gente comune visto che tanto i media danno una visione distorta e allucinante della realta ...Non capisco come mai tutti si sono adagiati in uno stato di torpore mentale e morale ... A volte mi pare che la comprensione della vita e la capacita di guardare obbiettivamente le cose dipenda anche dall'eta mentale raggiunta...l'umanita non ha ancora raggiunto i 40 anni.?.io purtroppo si..Grazie per l'entusiasmo e la dovizia con la quale sa spiegare quelle cose che spesso si evitano perche appaiono complesse e incomprensibili...Lio

lionella latella 09.02.06 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non so dove scriverti questa roba e ho scelto l'argomento informazione. Dunque, ieri ho trovato nella cassetta delle lettere una busta contenete un plico e una lettera scritta dal ns. presidente del consiglio. Posto che in quella missiva si tratta un'argomento pienamente condivisibile, anzi mi pare pure in ritardo, mi chiedo e ti chiedo dove sta il pacco?
Alcune idee 1) deve far vedere che ha fatto qualcosa e spera di cuccarsi il mio voto. 2) Publicizza i suoi prodotti (tra gli altri indicati nel plico) a spese nostre... mie.
Ciao e grazie.

Marco Carrega 09.02.06 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Lo stile mafioso di un mare di silenzio si sta sciogliendo come neve al sole. Ieri è stato pubblicato un altro articolo inviato da un giornalista davvero eccezionale con verità che ho sempre visto mantenere nascoste verosimilmente per proteggere i malfattori dell’ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano che mi hanno distrutto e rovinato la salute, la pace, la tranquillità, l’economia e la vita di relazione con il Governo Berlusconi che sta solo a guardare. Una volta persino la sua segretaria di Palazzo Chigi, mentre chiedevo un aiuto fattivo rivolto allo stesso, mi maltrattò chiudendomi il telefono in faccia. Questa è una ulteriore dimostrazione lampante di quanto viene rispettata la legge n. 104/92 anche da Palazzo Chigi e di come viene aiutata la disuguaglianza in favore dei portatori di handicap. Durante questo governo Berlusconi sono stata persino ancor più rovinata perché non mi viene resa giustizia e vengono protetti e lasciati sempre impuniti i malfattori che oltretutto continuano a dirigere quello stesso Ospedale. Ringrazio pubblicamente con tutto il mio cuore l’impareggiabile e unico dott. Vincenzo Raimondo Greco per la sua serietà, professionalità e umanità. L’articolo è il seguente: http://www.girodivite.it/Mobbing-e-malasanita-a-Milano-il.html
http://www.mobbing-sisu.com
Il futuro dell’Italia dipenderà dalla perspicacia, dall’intelligenza e dall’onestà degli italiani, così non va. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 09.02.06 01:22| 
 |
Rispondi al commento

X Sandra Leo
Le tue parole dicono una grande verità,è che noi italiani in questi ultimi anni abbiamo sobbato il grande potere che ci è stato dato il "VOTO".
Usiamolo ma questa volta non facciamo errori.

Maurizio Dovier 08.02.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

IL SILENZIO

In questa notte politica italiana.
mi ritrovo ancora a vivere
nel mare del silenzio.

A notte si levano i ricordi
e come da stormi di avvoltoi impazziti,
ti senti divorare i tuoi diritti e l’anima.

Ti senti persino dire: io non so niente…
ti si presenta tutto in modo oltraggioso,
così si vede osservare uno stile mafioso.

Le tenebre dell’ignoto rivolte al futuro
hanno spento tutti i lanternini
anche se lui non si chiama Berluschini.

Lui ora, è il nostro Premier in Italia,
ci tengo a dirlo si chiama Silvio Berlusconi
peccato che qui, gli manchino i marroni.

Vuole governare ancora poveretto
non ha guadagnato abbastanza,
colma ancora la mano che sarebbe sola.

Non ci sono in lui sorrisi mancati
non un volto stanco, o trascurato
persino il bisturi lo ha aiutato.

E’ quasi dolce ma insensibile
compie il suo passaggio dei soldoni
e in questo campo ci mette i marroni.

Giacomo Jim Montana

N.B. Questa poesia viene dedicata dall’autore
a tutte quelle persone che in silenzio e di nascosto vengono rovinate e fatte morire lentamente nella più vile e crudele disperazione,
come ancora accade nella vicenda
della signora Giovanna Nigris
descritta e provata nel sito web:
www.mobbing-sisu.com


Giacomo Montana 08.02.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Nuova campagna: Spegnamo il Berlusca!

Con l'ennesimo colpo di mano, Berlusconi si è assicurato l'ultimo fiume di parole a chiusura della campagna elettorale (ovviamente senza contraddittorio).
Un vecchio amico di mio padre ha lanciato quest'idea: e se tutti chiudessimo il televisore, proprio quando il nostro si avvicina al microfono?
A me sembra una buona iniziativa, che ne dite di aiutarmi a diffonderla?

sandra leo 08.02.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio signore evidentemente Lei ha per gli elettori di Prodi lo stesso rispetto che ha il signor Berlusconi. E' proprio per questo settarismo pericoloso che ha instaurato Berlusconi che bisogna andare tutti a votare per Prodi e mandare a casa chi non conosce la Democrazia. Saluti.

giovanni critelli 08.02.06 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
da circa 20 anni ti seguo e vedo che non perdi occasione di parlare male delle banche( ricordo quella della penna attaccata alla catenella)Per molte cose hai ragione ma parli solo di cose che non vanno e mai di quello che di buono anche le banche fanno. Se non sbaglio anche una tua cara azienda genovese è stata salvata dall'intervento delle banche.Per quanto riguarda il risparmio gestito ,il sottoscritto, alla fine degli anni ottanta ha acquistato presso la Cassa di Risparmio di Parma quote del fondo Azionario Professionale ottenendo in due anni un rendimento del 100% e ho cosi ristrutturato la mia casetta senza toccare il capitale.Ora quello che ho è investito un po' di qua e un po'di la;una parte è nel fondo Giotto Equity Azionario Finanza collocato dal gruppo bancario CR Firenze e in tre anni mi sta rendendo il 67%
Comunque leggendo il tuo articolo sono veramente preoccupato e siccome quello che dici e'senz'altro vero ,per favore dimmi dove metti i tuoi soldi che vengo anch'io

grazie e sinceri saluti
elvio perioli


p.s.
scusami ma non è che il tuo sogno era di entrare in banca e siccome non ci sei mai riuscito continui a parlarne solamente male?

elvio perioli 08.02.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Il cittadino che deve sottostare ad abusi e reati vergognosamente protetti dalla politica e che deve subire persino manifestazioni di derisione e scherno per il suo stato di handicap, non solo deve cercare di schivare il concreto, fenomeno più inquietante dello spirito umano, ma si trova anche a combattere in condizioni di estrema inferiorità. Significa dovere lottare contro i giganti che, proprio noi cittadini con fiducia abbiamo scelto di fare eleggere in Parlamento. Quello che disgusta maggiormente lo scrivente è soprattutto il fatto che le regole civili vengono violate di nascosto e dopo vengono insabbiati i fatti illeciti per potere contestualmente apparire agli occhi della gente, persone normali, rispettabili e talvolta persino degnamente titolati. Questo a chi scrive come credo a chi legge non può che suscitare il più vivo sentimento di disapprovazione e di sdegno. Anche in Italia la gente deve impedire le illegalità e ancor più se tali fatti vengono esercitati ai danni di chi è stato fatto divenire sempre più debole,ammalato e handicappato. Si deve comprendere che non sempre le azioni incivili e vili che vengono esercitate sono riportate dai media. Verosimilmente la gente viene a conoscenza del 20% di quanto accade in realtà, di cui una gran parte di fatti illeciti succedono in altre nazioni. C’è una netta tendenza a fare buttare l’attenzione del popolo lontano sia dal punto di vista temporale (si continua a parlare di fatti accaduti alcuni decenni fa) sia dal punto di vista spaziale (si controlla come si comportano i capi di stato di alcuni paesi arabi, altro ed oltre). Questo meccanismo porta facilmente a potere fare violare le leggi dello Nazione e fa dimenticare tutto ciò che c’è stato di illecito ai danni di qualcuno. Chi impedisce che sia causata la morte a qualcuno, perché in parecchi fanno finta di non sapere, svolge solo il suo dovere di cittadino. Mi spiace tanto per chi è scomparso anche a causa di un mare di silenzio. Giacomo Montana

Giacomo Montana 08.02.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto gli spettacoli di B. Grillo in DVD e vorrei sapere come si puo' conciliare l'importanza e l'utililta' che indubbiamente ha il Web nella ricerca di notizie e documenti che, se cercati e trovati offrono la possibilita' di capire meglio in che modo noi "poveri mortali" veniamo continuamente fregati dai "potenti", con il fatto che il Web stesso si regge su dei server di proprieta' americana.Cercando nella rete sono venuto a sapere che tutta la rete Internet si appoggia a 13 grandi nodi, server che regolano il traffico in tutto il mondo.Se il web e' il "luogo non luogo" dove tutti possono depositare e rendere pubblico tutto e quindi anche "materiale" anche molto compromettente per chi rappresenta il potere costituito, come e' possibile che sia stato creato e non venga osteggiato dagli americani.
Parlando con un'amica siamo arrivati alla conclusione che e' vero che il web offre la grandissima opportunita' di cercare, trovare, confrontare dati di importanza enorme e soprattutto non smaccatamente di parte e controllati, per comprendere alla verita', ma come contropartita si deve sottostare al fatto che chi gestisce la rete conosce tutto quello di cui si parla e chi ne parla e ha quindi il potere di tenere costantemente sotto controllo il "malcontento" e chi lo fomenta.
Che mi dite?
Ciao a tutti.

domenico vasoni 08.02.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo avete visto ieri sera PRODI da Vespa? ma ci avete capito qualcosa? è prorpio un fenomeno è riuscito a non rispondere a tutte le questioni che le sono state poste! domande del tipo che cosa farete, se andrete al governo, per le famiglie italiane in difficoltà? " per le famiglie non c'è dubbio che bisogna far qualcosa e sarà una delle nostre priorità" oppure farete le infrastrutture? come farete per la TAV "noi dialogheremo con gli Enti Locali ci vuole dialogo perchè le opere vanno fatte ma siamo anche vicini a chi non le vuole".
AIUTO!!!! ma come si fa? è prorpio vero come diceva qualcuno ieri il 50% degli elettori di prodi sono fannulloni dediti all'assistenzialismo e al parassitismo e l'altro 50% dei perfetti imbecilli:

alvaro iaquinta 08.02.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Baudo annuncia: "Grillo ospite a fine febbraio a RaiUno"
e al Festival invece vogliono SCHWARZENEGGER !


Arnold Schwarzenegger al Festival di Sanremo. Trattative in corso.

http://www.repubblica.it/2005/e/sezioni/spettacoli_e_cultura/sanremo2006/presfest/presfest.html

SCHWARZENEGGER, IL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA, CHE DIFENDE LA PENA DI MORTE (ALTRE DUE ESECUZIONI IN CALIFORNA RECENTEMENTE) IN TRATTATIVA PER UN INVITO COME OSPITE AL FESTIVAL.

BEPPE GRILLO INVECE, ESSENDO UN PERICOLOSO PROPUGNATORE DELLA CULTURA DELLA VITA, UN RIDANCIANO PROVOCATORE DI FOLLE, (PER DI PIU' HA ANCHE UN PO' DI TRIPPA), NON HA DIRITTO DI ESSERE INVITATO AL FESTIVAL.


Logicamente Schwarzenegger sarà pagato con i soldi frutto del canone televisivo, quindi I VOSTRI SOLDI.

TERMINATOR, GO HOME !


Se non vi sembra questa la migliore ragione per scrivere alla RAI e aderire alla Campagna, siete irrecuperabili.

"NO alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com


IL SILENZIO

In questa notte politica italiana.
mi ritrovo ancora a vivere
nel mare del silenzio.

A notte si levano i ricordi
e come da stormi di avvoltoi impazziti,
ti senti divorare i tuoi diritti , l’anima.

Ti senti persino dire: io non so niente…
ti si presenta tutto in modo oltraggioso,
così si vede osservare uno stile mafioso.

Le tenebre dell’ignoto rivolte al futuro
hanno spento tutti i lanternini
anche se lui non si chiama Berluschini.

Lui ora, è il nostro Premier in Italia,
ci tengo a dirlo si chiama Silvio Berlusconi
peccato che qui, gli manchino i marroni.

Vuole governare ancora poveretto
non ha guadagnato abbastanza,
colma ancora la mano che sarebbe sola.

Non ci sono in lui sorrisi mancati
non un volto stanco, o trascurato
persino il bisturi lo ha aiutato.

E’ quasi dolce ma insensibile
compie il suo passaggio dei soldoni
e in questo campo ci mette i marroni.

Giacomo Jim Montana

N.B. Questa poesia viene dedicata dall’autore
a tutte quelle persone che in silenzio e di nascosto
vengono rovinate e fatte morire lentamente
nella più vile e crudele disperazione,
come ancora accade nella vicenda
della signora Giovanna Nigris
descritta e provata nel sito web:
www.mobbing-sisu,com

Giacomo Montana 08.02.06 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa da leggere...

http://www.nwo.it/elite_denaro.html

Un saluto.

ijimiaz galir 08.02.06 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Patrizio lei è fortunato.Pensi che ho aspettato il modem Alice per tre mesi e non l'ho mai ricevuto. Secondo Telecom loro lo hanno spedito,mi hanno attivato la linea dal 06/12/2005,e nonostante tutte le mie proteste anche per raccomandata non ho avuto alcuna risposta. Anzi sulla bolletta arrivatami mi hanno addebbitato 2,10 euro di noleggio. Mi avevano detto che era omaggio e mi stanno facendo pagare un canone per un Modem che non ho mai ricevuto. P.S. Prodi sarà anche antipatico ma è un SIGNORE per cui andiamo a votare tutti e mandiamo a casa il nano esportatore di democrazia e Previti,Dellutri,Bondi,Bossi, ecc.ecc.

Giovanni Critelli 07.02.06 19:56| 
 |
Rispondi al commento

ma non ha senso... se mi collego da una parte che non sia la casa bianca posso fare le modifiche che voglio....

cataldo coglio 07.02.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

SEI GRANDE! Cerchiamo di essere presenti e vivi...Guardiamo di capire che ognuno ha il suo cervello e le sue opinioni da rispettare. Certe cose sono da condannare senza appello(vivisezione,pena di morte,violenza...),però il rispetto umano deve essere vivo sempre nelle nostre menti.L'amore per la vita non si deve scordare, anche se non sono cattolica praticante DIO è dentro di noi,sempre,in ogni momento della nostra vita,lasciatelo dire a me che lavoro con disabili e tornando a casa vivo con una schizofrenica ed un'arteriosclerotica...Ciao

Paola Cassettari 07.02.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
oggi navigando su wikipedia per rendermi conto di questa notizia ho trovato una cosa un pò sconcertante,ovvero in mezzo a questa "edit war" è rimasto per così dire "offeso" anche l'articolo su di te (http://it.wikipedia.org/wiki/Beppe_Grillo)
Purtroppo,dovendomi informare sul tuo conto per poter scrivere un articolo decente per il giornale in cui lavoro,ho dovuto rifarmi alle informazioni che ho trovato in lingua inglese.
Ormai siamo allo sbando totale.

mario pontieri 07.02.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Dopo un po' di tempo che ebbe creato il genere umano, Dio decise di dotare i vari popoli che lo componevano di un paio di caratteristiche al fine di distinguere gli uni dagli altri. Così decise che gli Inglesi avessero la puzza sotto il naso e amassero curare il giardino, i Francesi fossero grandi cuochi e non amassero molto l'igiene della persona, gli Svizzeri fossero puntuali come un orologio e riservati, e gli Italiani fossero onesti, intelligenti e... di destra. Al che l'arcangelo Gabriele gli fece notare che a tutti aveva concesso due doti e agli Italiani tre; e il buon Dio decise che potevano averne tre ma ne potevano usare contemporaneamente solo due.
Da cui si desume che:
- Uno di destra e onesto non è intelligente
-Uno intelligente e di destra non è onesto
-Uno intelligente e onesto non è di destra!


Caro beppe,
sarà l'influsso del libro "Inciucio" di Travaglio e Gomez, che ho appena finito di leggere, ma in questo periodo più che mai tutto ciò che vedo e sento sui media mi sembra,falso e strumentale.
Gli ultimi avvenimenti riguardanti la pubblicazione delle vignette anti-islamiche, mi ha fatto sorgere una domanda:
premesso che condanno aspramente la reazione contro le sedi diplomatiche, ma qualcuno mi sa dire perchè quelle vignette sono considerate unanimamente satira, mentre gli spettacoli dei vari Luttazzi, Guzzanti, Rossi, eccetera, non lo sono?
Scandaloso è che da chi dovrebbe denunciare queste mistificazioni governative,riceviamo un silenzio (quando non assenso) disarmante.
Saluti a tutti

Alessandro Fontana 07.02.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe,
sarà l'influsso del libro "Inciucio" di Travaglio e Gomez, che ho appena finito di leggere, ma in questo periodo più che mai tutto ciò che vedo e sento sui media mi sembra,falso e strumentale.
Gli ultimi avvenimenti riguardanti la pubblicazione delle vignette anti-islamiche, mi ha fatto sorgere una domanda:
premesso che condanno aspramente la reazione contro le sedi diplomatiche, ma qualcuno mi sa dire perchè quelle vignette sono considerate unanimamente satira, mentre gli spettacoli dei vari Luttazzi, Guzzanti, Rossi, eccetera, non lo sono?
Scandaloso è che da chi dovrebbe denunciare queste mistificazioni governative,riceviamo un silenzio (quando non assenso) disarmante.
Saluti a tutti

Alessandro Fontana 07.02.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
in merito alla notizia secondo la quale alcuni senatori americani cercano di cancellare notizie che li riguardano da wikipedia.
ti segnalo una vicenda che sta accadendo ad una persona che conosco (non sono io).
questa persona un anno fa è stata accusata di far parte di un giro di evasori fiscali. la notizia è uscita su alcuni giornali locali anche online. a tuttoggi chi cerca sui motori di ricerca il nome di questa persona trova in bell'evidenza la vecchia notizia del suo coinvolgimento.
ora, al di la del fatto che nessun rinvio a giudizio ne processo ha ancora deliberato che costui sia o meno colpevole, resta una domanda: è giusto che risulti in un archivio elettronico pubblico, che diventa così una sorta di moderna gogna elettronica perenne, una notizia vecchia di mesi, anche anni, senza che l'interessato possa far niente per farla cancellare?
pensate a questa persona, ma non è un caso isolato, che cerca lavoro e non ko trova perchè bastano un paio di clic su internet per visualizzare la sua disavventura.
anche se fosse colpevole, è giusto che della sua condanna resti traccia per sempre sul web? se uno ha bisogno di informazioni penali su una persona già ci sono gli archivi dei tribunali.
credo bisognerrebbe rifletterci sopra e magari cercare di proteggere e di garantire anche chi può aver sbagliato. a voi
ciao
aldo

aldo baldi 07.02.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe
in merito alla notizia secondo la quale alcuni senatori americani cercano di cancellare notizie che li riguardano da wikipedia.
ti segnalo una vicenda che sta accadendo ad una persona che conosco (non sono io).
questa persona un anno fa è stata accusata di far parte di un giro di evasori fiscali. la notizia è uscita su alcuni giornali locali anche online. a tuttoggi chi cerca sui motori di ricerca il nome di questa persona trova in bell'evidenza la vecchia notizia del suo coinvolgimento.
ora, al di la del fatto che nessun rinvio a giudizio ne processo ha ancora deliberato che costui sia o meno colpevole, resta una domanda: è giusto che risulti in un archivio elettronico pubblico, che diventa così una sorta di moderna gogna elettronica perenne, una notizia vecchia di mesi, anche anni, senza che l'interessato possa far niente per farla cancellare?
pensate a questa persona, ma non è un caso isolato, che cerca lavoro e non ko trova perchè bastano un paio di clic su internet per visualizzare la sua disavventura.
anche se fosse colpevole, è giusto che della sua condanna resti traccia per sempre sul web? se uno ha bisogno di informazioni penali su una persona già ci sono gli archivi dei tribunali.
credo bisognerrebbe rifletterci sopra e magari cercare di proteggere e di garantire anche chi può aver sbagliato. a voi
ciao
aldo

aldo baldi 07.02.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho aspettato 20 giorni prima che quei figli di buona donna della telecom mi mandassero il modem, questa mattina mi chiamana un coriere al telefono dicendo che ha un pacco per me mi precipito ed era il terzo "aladino" mi si è chiusa la vena del cervello a momenti meno e per incantesimo, sarà stato "aladino", è uscito dal furgone un modem ed eccomi quà. per quanto riguarda il calcio gratis cinese io so che un paio di siti sono già stati chiusi, strano permettevano di non pagare !!! Ho letto che è a rischio anche questo amatissimo blog, che non sia vero perchè mi si richiude la vena faccio come Attila, a parte gli scherzi dobbiamo tutelare i nostri diritti dobbiamo opporci a tutti i costi contro il proibizionismo la dittatura informatica non dobbbiamo cedere oltre perchè dalla mano poi si prendono, e lo stanno facendo, tutto il braccio. L'unione può farsi valere e quì siamo in tanti almeno con un'idea in comune cioè ESSERE LIBERI NON CON PAROLE

patrizio morganti 07.02.06 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Per G. MONTANA

Brutt'affare, questo è lo specchio del nostro paese. Comunque se vuoi aiutare la tua assistita un modo ci sarebbe. Ti spiego: il mobbing è un arma sopreatutto psicologica, che serve a rendere una persona ai minimi termini e sappiamo tutti che effetti può avere sulla mente e di conseguenza, per effetto della somatizzazione sul fisico.
Ma questa non è l'eccezionalità. E' la regola.
é la base della Nuova Medicina del dottor R.G.Hamer. NON E' UNA TEORIA. Le malattie sono causate da conflitti, poichè il corpo umano risponde all'assioma Psiche Cervello Corpo.
Risolvi il conflitto e tornerai quello di prima. La cosa importante è mai spaventarsi e niente chemio. Mai.Perchè la medicina moderna non ha capito proprio un cazzo del corpo umano.
Non voglio dilungarmi, ti do qualche link: http://www.albanm.com/home.htm
http://www.disinformazione.info/paginanuovamedicina.htm

http://www.zzz.it/zzz/library/hamer/index.html
Io che sto leggendo il suo ultimo tomo, son oconvinto che qiest'uomo non sia di questo pianeta.
Auguri.

Ancinelli Marco 07.02.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

L’Italia oggi è come un pozzo senza fondo. Da molti anni aiuto con il mio lavoro di volontariato, una signora vittima della violenza più vile in Italia. Dopo che ha contratto la tubercolosi in servizio e per causa di servizio, con continui boicottaggi, le sono stati impediti illecitamente i diritti di legge e di contratto. La stessa signora si è appellata al Tribunale Regionale per la Lombardia e ha vinto contro l’Ente datore di lavoro in maniera schiacciante per ben due volte. Sul versante penale per le lesioni colpose gravissime procurate alla stessa signora sono stati mantenuti per anni in attesa di giudizio senza mai incardinare completamente la causa, quattro imputati sino alla prescrizione dei reati. La stessa signora è stata riconosciuta vittima anche di mobbing dalla Clinica del Lavoro degli Istituti Clinici di perfezionamento, lo ha provato con relativa documentazione ma anche questo inutilmente. La sfortunata signora dopo che le è stata distrutta la salute, come abbiamo visto ed è stato provato nel sito di legittima difesa: www.mobbing-sisu.com a forza di violenti stressi emotivi a causa di infiniti raggiri e insabbiamenti della verità sui fatti di servizio, gli è stato causato un tracollo delle sue difese immunitarie, sino ad avere avuto una seconda pericardite con febbre e malessere generale. Per questo dopo la precedente cura massiccia farmacologia, durata quattordici mesi ne è seguita un’altra analoga durata nove mesi. Dopo tutto questo,la A.S.L. di Milano l’ha sottoposta a Visita Medica Collegiale ed è stata riconosciuta portatrice di handicap in base alla legge per i disabili n. 104/92. Successivamente la stessa A.S.L. ha inoltre riconosciuto le condizioni della stessa signora configuranti in malattia grave in quanto sottoposta a prescrizione di ossigenoterapia quotidiana domiciliare. Continua…

Giacomo Montana 07.02.06 07:02| 
 |
Rispondi al commento

Continua...Dopo che le sfortunata signora presentando centinaia di petizioni firmate dai cittadini, si è rivolta al nostro attuale Presidente della Repubblica sia in veste di garante della Costituzione sia in quella di Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura si è sino ad ora vista ignorare anche in quella Sede. Tutti i Parlamentari a cui si è rivolta l’hanno anch’essi ignorata preferendo di imboccare la strada: “dell’io niente so!”. Questo stile mafioso, purtroppo dimostra quanto in Italia ci si fa coinvolgere nell’inerzia e come ci si fa vedere dalla vittima come potenziali assassini. Ora la stessa signora che si chiama Giovanna Nigris soffre anche di improvvisi gravi crampi muscolari e contestualmente appare con improvvisa mancanza di colorito al volto. Io ricordo di avere avuto due crampi muscolari dopo una nuotata al mare tanti anni fa e so che sono tremendi. E’ indicibile quello che provo quando sento chiedere voti elettorali dopo questa grave vicenda e parecchio altro che ho visto quando avevo la carca di dirigente sindacale. Continua…

Giacomo Montana 07.02.06 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione…Per tutto questo ieri sera preso dalla più viva preoccupazione per la sorte della vita della sventurata e tutto ciò che viene ancora mantenuto segreto ai danni della stessa, ho giustamente espresso la mia opinione sul Blog del grande Beppe, sostanzialmente sull’argomento supplica del Senatore Antonio di Pietro, il tutto riferito a coloro che attendono di ricevere il voto elettorale per governare nuovamente l’Italia. Ne ho ricevuto subito dopo ( 06.02.06 23:17) da persona che mette nome e cognome, la seguente frase: “questo è mobbing politico, fatto da malviventi nei confronti di politici onesti” Evidentemente gli interessi saranno grandi quanto il mare. A questo punto ho ritenuto non rispondere perché ritengo che tale espressione si commenti da sola. Alla signora Giovanna essendole venuto meno illecitamente, come meglio spiegato e provato nel sito internet: www.mobbing-sisu.com , il riconoscimento della causa di servizio col risarcimento dei danni biologici che le sono stati inconfutabilmente causati, oggi è impossibilitata di curarsi a sufficienza persino per garantirsi la sopravvivenza. Purtroppo è anche questa l’Italia. Scusate ma da tutto questo ne sono stato duramente provato anche io, non credevo che l’uomo fosse capace di distruggere la vita di nascosto anche in questo modo. Al peggio non c’è mai fine: l’Italia come mi viene fatta vedere oggi è come un pozzo senza fondo. Per niente e per nessuno al mondo avrei mai pensato che chi raggiunge il potere in Italia avesse un’anima così sporca! Auguro a tutti sinceramente, la fortuna di avere i parlamentari onesti che vi aspettate, ma dove sono?. Giacomo Montana


Giacomo Montana 07.02.06 06:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INFORMATEVI RIGUARDO ALLA "FUSIONE NUCLEARE FREDDA", L'UNICA SPERANZA PER NON DEVASTARE E DEVASTARCI ULTERIORMENTE!!!

samuele galassi 07.02.06 05:43| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo e stimatissimo Beppe, sono appena rientrato a casa dal tuo spettacolo a Pavia (4spettacoli, e 2 presenze!) e avrei voluto renderti informarti che skype va bene, ma c è di meglio: www.voipstunt.com chiami GRATIS a telefono FISSI in TUTTA ITALIA e in alcuni paesi esteri da pc (è sufficiente un modem analogico 56k,cuffie e microfono). provatelo!

matteo Lanzani 07.02.06 00:48| 
 |
Rispondi al commento

No al liberismo. No alla TAV. No al nucleare.
No alla vivisezione. Boicottate, boicottate,
boicottate: l'acqua minerale, la frutta esotica,
la Nestlè. Ci sono tante cose da boicottare.
Comprate la "Guida al consumo critico, portatela sempre con voi quando andate a fare la spesa e , prima di acquistare un prodotto verificate dulla Guida che non sia da boicottare. E acquistate
i prodotti del Commercio Equo e Solidale.
Saluti a tutti. Franca Maria Bagnoli


Sono molto deluso e mi sento opprimere ogni giorno che passa da questo sfascio ormai dilagante in ogni aspetto di questa società malata. Mi sento preso in giro ogni volta che sento un telegiornale o leggo qualche articolo che parla di politica.Siamo alla mercè di una banda di malfattori che ci hanno spremuto come limoni.Una volta io ero un classico lavoratore dipendente del ceto medio ,con moglie e due figli.Due auto, una pizza ogni tanto,qualche vestito ai cambi stagione, due settimane di ferie all'anno e qualche soldo da parte per aiutare i miei ragazzi a studiare.Oggi dopo 4 anni di governo col nano di Arcore e i suoi leccapiedi, devo vendere una macchina, la pizza non c'è più, ci vestiamo ai mercatini, quest'anno niente ferie e quello che avevo da parte è stato fagocitato da bollette e assicurazioni, tasse ecc. ecc. I miei due figli devono lavorare; una 29enne laureata a 400 € al mese precaria e senza i contributi e l'altro a 800 € al mese con contratto interinale deve vivere fuori casa in un'altra città.Ora vi chiedo :ma come si può ancora avere dei dubbi per chi andare a votare? Era questo il miracolo italiano? Fra poco sarò un pensionato e se le cose non cambieranno so che il mio futuro e quello dei miei figli potrebbe essere anche peggiore.Andiamo a votare e mandiamo a casa questi bas...di!!!Tanto qualsiasi sinistra ci fosse al potere non potrebbe mai fare i danni che hanno fatto questi 4 affaristi/fascistolegaioli.

billy tid 06.02.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Sarò molto stringata. No al neoliberismo. No alla TAV. No alla vivisezione. Boicottate, boicottate, boicottate. Ci sono tante cose da boicottare. La frutta esotica, la Nestlè, l'acqua minerale. Comprate il libro di Francesco Gesualdi: Guida al consumo critico. Quando andate a fare la spesa non dimenticate di portarlo con voi. Prima di acquistare un prodotto guardate la guida e verificste se è da boicottare. E acquistate i prodotti del Commercio Equo e Solidale. Buon boicottaggio a tuttio. Franca Maria Bagmoli.

Franca MariaBagnoli 06.02.06 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Ordinaria ingiustizia a Ostia Lido

Una storia agghiacciante di presunti abusi ed omissioni presso il Municipio Roma XIII di Ostia Lido.

Pubblico un esposto (l'ultimo di una lunga serie ignorata) per far valere i miei diritti negati e schiacciati dall'apparato burocratico e istituzionale di Ostia Lido, aggrappata all'ultimo barlume di speranza rappresentato dalla magistratura.

Lucia Salvati

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
XIII GRUPPO OSTIA LIDO (ROMA)

e, p. c.:
AL SIG. PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO
IL TRIBUNALE DI ROMA


AL SIG. SINDACO DI ROMA
ON. WALTER VELTRONI

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
DI ROMA


Oggetto: Esposto per segnalazione presunto abuso edilizio ed inquinamento da rumore conseguente ad esso.


Io sottoscritta SALVATI Lucia, nata a Gorgoglione (MT) il 17/12/1940 e residente in Roma alla Via Peio, 30, riferisco alla S.V. quanto segue:
Manifesto, prima di inoltrarmi nei particolari piuttosto inquietanti che hanno tessuto la trama dell’intera vicenda che vado a esporre, tutto il mio disappunto, nonché la mia profonda delusione per le irregolarità presunte (da accertarsi comunque nelle sedi competenti), che hanno costellato e viziato tutto l’iter procedurale imposto dalla normativa vigente che, alla luce dei fatti, è stato disatteso o quantomeno percorso in maniera distorta e superficiale.
Delusione e disappunto accresciuti in maniera esponenziale dal fatto di avere sempre creduto nell’apparato istituzionale (in un’epoca storicamente incerta e di abbondante sfiducia e diffidenza da parte dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione), che ho sempre servito con lealtà, abnegazione e senso del dovere innato, in quanto dipendente statale da poco in pensione, pretendendo sempre, sopra ogni cosa il rispetto della legalità e della trasparenza.
<<<<<< per proseguire http://italy.indymedia.org/news/2005/12/954242.php

Lucia Salvati 06.02.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento

La vera magia non è quella di stregoni antichi, ma è nella parola, nell'informazione....e loro sono proprio degli abili prestigiatori...un saluto

Donato Gregorio 06.02.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

prima o poi la verità viene sempre a galla l'importante per non rimanere schiavi è cercarla da soli prima che venga resa pubblica, perchè quando questo viene fatto significa che non ha più peso può essere anche detta....il che ci dice che sotto sotto adesso i segreti sono altri e così via.....per tanto onore a wikipedia baluardo della verità speriamo ancora per molto.

QUALCUNO HA DETTO:
LA VERITA IMPARA SEMPRE A CERCARTELA DA SOLO SENZA DARE CREDITO A CERTA GENTE...

francesco raucci 06.02.06 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Non sapendo dove farti questa domanda, ho scelto un posto a caso, sperando che acettiate le mie scuse se ho infranto delle regole del web !
Premessa:
E' ormai noto ai più il grande a gradito lavoro che tu Beppe hai fatto e spero continui a fare !
Domanda:
Un'amico ,di opposte idee politiche, mi ha fatto nascere un dubbio che mi lascia perplesso !
Pere che nel tuo parche macchine ci sia un fuoristrada 4800 cc V8 a benzina il che cozza con i principii di tutela ambientale !
Ti ringrazio se vorrai darmi materiale per smen tire questa notizia !

Di Sacco Leonardo 06.02.06 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/57.

I post di altri blog che fanno riferimento al post La guerra dei media:

» hanno creato un "mostro" da terramadre
quello che hanno ceato rappresenta qualcosa che e più grande di loro, alla quale non riusciranno a mettere il bavaglio. l'attacco alla rete è forte e non è il solo quello dell'oscuramento di siti. in america molte scuole stanno mettendo sotto cont... [Leggi]

02.02.06 21:10

» La guerra dei media da Lopster Italian Community
Marty Meehan, un senatore repubblicano, si è distinto in questa guerra moderna contro l’informazione, detta anche “edit war”. Per sei mesi ha utilizzato il suo staff e le linee del Senato (tutti soldi pubblici), per cancellare notizie, come la prome... [Leggi]

02.02.06 22:44

» Media War... da The Dubliners Blog
read more about it: http://www.beppegrillo.it/2006/02/il_congresso_in.htmlhttp://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/57 [Leggi]

03.02.06 14:20

» Rif: Riflessioni sulla Performance [e ordinatore di bit] da Alejandro Gonzalez @ UGIdotNET
[Leggi]

03.02.06 17:34