Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Emissioni d'aria


emissione aria.jpg

Moderni stregoni, i politici hanno il potere che noi gli attribuiamo. Riempiono di significati magici le parole. Usano le loro arti per trasformarle in realtà illusorie. Dignità del lavoro, mezzogiorno, lotta alla criminalità, informazione, sviluppo, innovazione, istruzione sono solo palloncini pieni d’aria, colorati. Fatti volare nel cielo per renderci contenti, leggeri, partecipativi.
I nomi di questi sciamani sono essi stessi armi, strumenti di magia potenziati dai media che li trasformano da ectoplasmi in sostanza e gerarchia. Pronunciati esigono rispetto, timore, reverenza.
Un nome qualunque, Verdi, Rossi, Bianchi è solo un nome.
Un nome mediatico, Mastella, Casini, D’Alema è un atto di potere.

Persi in questo incubo non ci accorgiamo che siamo in adorazione di nuovi vitelli d’oro, di faraoni televisivi, di imperatori del nulla.
La cui consistenza è quella dei miraggi, evanescente.
I loro discorsi, le loro azioni sono sottratti al nostro giudizio. Sacralizzati dalla ripetizione dei media, assimilati alle litanie dei riti religiosi.
Stasera in televisione, domani aprendo un quotidiano, i loro volti, i loro nomi ci appariranno come in un incantesimo, e così il giorno dopo, e il giorno dopo ancora.

I media sono i loro unici amuleti, i loro filtri magici, vere armi di distruzione di massa utilizzate per la loro sopravvivenza.
Senza tornerebbero nel nulla al quale appartengono.
Scoregge nello spazio profondo.

16 Mar 2006, 19:54 | Scrivi | Commenti (1360) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Voglio farvi una domanda: secondo voi quante probabilità c'erano che la polizia di Londra decidesse nel 2005 di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui poi gli attacchi sono realmente avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora? La risposta è semplice: le stesse probabilità che c'erano, nel 2001, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a palazzi e grattacieli, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti...
Non ci credete?
E' tutto documentato sul mio sito, su www.xander.it/verità11settembre.htm e su http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=3048

Alberto Lupo 12.05.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

prova collegamento blog

ernesto scontento 08.05.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
a volte quando leggo commenti o notizie sulla politica italiana mi vengono i brividi..."di paura".
Mi sembra di rivivere un film.
Il film è "Quarto Potere" di Orson Welles che tutti conoscerete...Nel film il protagonista era un personaggio dispotico, vanesio, prepotente ma sicuro del suo potere e del potere dei media.
Grazie ad essi infatti riesce ad influenzare le menti delle persone con una facilità disarmante.
E mi chiedo..come è possibile che questo sia avvenuto veramente? Come è possibile interpretare la realtà e plasmarla davanti agli occhi di tutti senza che nessuno riesca ad opporvisi? Come è possibile al giorno d'oggi e nell'era comunicativa che stiamo vivendo farsi ipnotizzare così?
Sarà forse che noi italiani siamo bravissimi ad indignarci a parole ma poi siamo svogliati nei fatti? E' su questa nostra debolezza che si è potuto creare e sviluppare un tal Governo?
Non lo so!! Di certo il limbo nel quale abbiamo vissuto non ha fatto onore alla nostra Italia..

alessandro morelli 28.04.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
abbiamo vinto con un solo gol di scarto, su rigore, ai tempi supplementari.
Abbiamo vinto male.
Ma abbiamo giocato bene, e comunque ABBIAMO VINTO.
Da due giorni sono in orgasmo permanente, al pensiero che per la nostra vittoria è stato decisivo il voto che un infido comunista - dopo questi fatti, tale diventerà Tremaglia agli occhi di Berlusconi - ha voluto concedere agli Italiani all’estero…
Cari saluti,
Roberto Sega

PS: ma è proprio necessario che cittadini italiani che risiedono in permanenza all'estero votino in Italia? Non si corre il rischio che il loro voto abbia doppio valore: all'estero e qui da noi?
Certo, finchè i risultati sono questi, VA BENE COSI'!
PPS: quanto ci sono costati gli exit poll? Non sarebbe il caso di abolirli, data la loro evidente dimostrata fallibilità, oltre che la loro sostanziale inutilità?
Chi li vuole, se li paghi!!

roberto sega 12.04.06 23:24| 
 |
Rispondi al commento

CON QUANTA PAZIENZA HO DOVUTO ASPETTARE,
CON QUANTA BUONA FEDE SONO STATO AD ASCOLTARE,
CARA,CARA DEMOCRAZIA SONO STATO AL TUO GIOCO,
ANCHE QUANTO IL GIOCO SI ERA FATTO PESANTE,
COSI' MI SENTO TRADITO O SONO STATO INGANNATO,
MI SENTO COME PARTITO E NON ANCORA APPRODATO,
SENTO UN VUOTO,SENTO UN VUOTO AL MIO FIANCO,
E NESSUNA CERTEZZA MESSA NERO SU BIANCO.
CON BENEDETTA ARROGANZA SONO STATO AVVILITO.
CON QUANTA LEGGEREZZA SONO STATO ALLEGGERITO;
CARA,CARA DEMOCRAZIA,GEMMA IMPERFETTA,EQUAZIONE SBAGLIATA NON SCRITTA E MAI CORRETTA.
DEVOTISSIMI DELLA CHIESA.FEDELISSIMI DEL PALLONE,NULLAPENSANTI DELLA TELEVISIONE,
SIAMO I RAGAZZI DEL CORO.LE CASALINGHE SEMPRE DACCORDO E LA CLASSE OPERAIA NEMMENO ME LA RICORDO....
DEMOCRAZIE PUBBLICITARIE.DEMOCRAZIE ALLO STADIO.DEMOCRAZIE QUOTATE IN BORSA.FANTADEMOCRAZIE...
LIBERTA' AUTORITARIE E LIBERTA' EGUALITARIE DEMOCRAZIE DEL LAVORO.DEMOCRAZIE DEL RICORDO E DELLA DIGNITA'...
AIH! CHE PESSIME ORCHESTRE,CHE BRUTTA MUSICA CHE SENTO,QUI' SI SECCA IL FIORE IL FRUTTO DEL NOSTRO TEMPO.
SONO GIORNI DURI....SONO GIORNI BUGIARDI...
CARA DEMOCRAZIA RITORNA A CASA CHE NON E' TARDI.......CARA DEMOCRAZIA RITORNA A CASA CHE NON E' TARDI.........

(grazie a Ivano Fossati questo è il testo di una sua recentissima canzone,per chi ne vuole sapere di più ed ascoltarne un pezzetto,di seguito rimando il link)
http://www.kwmusica.kataweb.it/kwmusica/
pp_scheda.jsp?idContent=125382&idCategory=2028

Claudio M. Berardi 08.04.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CON QUANTA PAZIENZA HO DOVUTO ASPETTARE,
CON QUANTA BUONA FEDE SONO STATO AD ASCOLTARE,
CARA,CARA DEMOCRAZIA SONO STATO AL TUO GIOCO,
ANCHE QUANTO IL GIOCO SI ERA FATTO PESANTE,
COSI' MI SENTO TRADITO O SONO STATO INGANNATO,
MI SENTO COME PARTITO E NON ANCORA APPRODATO,
SENTO UN VUOTO,SENTO UN VUOTO AL MIO FIANCO,
E NESSUNA CERTEZZA MESSA NERO SU BIANCO.
CON BENEDETTA ARROGANZA SONO STATO AVVILITO.
CON QUANTA LEGGEREZZA SONO STATO ALLEGGERITO;
CARA,CARA DEMOCRAZIA,GEMMA IMPERFETTA,EQUAZIONE SBAGLIATA NON SCRITTA E MAI CORRETTA.
DEVOTISSIMI DELLA CHIESA.FEDELISSIMI DEL PALLONE,NULLAPENSANTI DELLA TELEVISIONE,
SIAMO I RAGAZZI DEL CORO.LE CASALINGHE SEMPRE DACCORDO E LA CLASSE OPERAIA NEMMENO ME LA RICORDO....
DEMOCRAZIE PUBBLICITARIE.DEMOCRAZIE ALLO STADIO.DEMOCRAZIE QUOTATE IN BORSA.FANTADEMOCRAZIE...
LIBERTA' AUTORITARIE E LIBERTA' EGUALITARIE DEMOCRAZIE DEL LAVORO.DEMOCRAZIE DEL RICORDO E DELLA DIGNITA'...
AIH! CHE PESSIME ORCHESTRE,CHE BRUTTA MUSICA CHE SENTO,QUI' SI SECCA IL FIORE IL FRUTTO DEL NOSTRO TEMPO.
SONO GIORNI DURI....SONO GIORNI BUGIARDI...
CARA DEMOCRAZIA RITORNA A CASA CHE NON E' TARDI.......CARA DEMOCRAZIA RITORNA A CASA CHE NON E' TARDI.........

(grazie a Ivano Fossati questo è il testo di una sua recentissima canzone,per chi ne vuole sapere di più ed ascoltqarne un pezzetto,di seguito rimando il link)
http://www.kwmusica.kataweb.it/kwmusica/
pp_scheda.jsp?idContent=125382&idCategory=2028

Claudio M. Berardi 08.04.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

volevo solo dire che secondo me non dobbiamo attribuire a nessuno la creazione della leggie sul conflitto di interessi!infatti è capitato che sia stata creata dalla sinistra perchè c'era al governo la destra infatti è nell'indole dell'uomo appena si trova col potere in mano utilizzarlo per ciò mi piacerebbe tenere una posizione di neutrale anarchico comunque se dovessi votare non saprei proprio cosa fare............

nicola genio 07.04.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
forse si tratta di OT (credo significhi “fuori tema), ma lo voglio esprimere lo stesso:
il recente “bon mot” di Berlusconi (consentitemi di non chiamarlo “onorevole”, termine che non gli si addice) mi ha offeso, ma non più di tanto, considerato che ormai da anni, con toni denigratori, mi sta definendo “komunista”, mi dice che sono fesso perché pago le tasse, ed ultimamente mi ha detto che la mia esistenza, per l’Italia, è stata solo una palla al piede...
Quello che più mi ha scandalizzato, invece, sono stati i calorosi applausi che quella platea ha tributato a quella triste volgarità gratuita.
Un pubblico attento, serio e dignitoso avrebbe accolto quelle parole con un silenzio di gelo, e non l’avrebbe accettata nemmeno quale semplice ironia.
Quegli spettatori plaudenti hanno dimostrato di essere un’accolita di bottegai, magliari, osti e pizzicaroli, sicuramente selezionati fra i più convinti forzitalioti, e Berlusconi ha dimostrato di trovarsi bene al loro cospetto, avendone lo stesso spessore morale e lo stesso livello culturale.
Spero che qualche adepto di Berlusconi - numerosi su questo blog - vorrà replicare.
Cordiali saluti.
Roberto Sega

Roberto Sega 05.04.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

errata corrige

rispettare al posto di sospettare del post precedente.

giorgia della seta 04.04.06 06:56| 
 |
Rispondi al commento

Ceroni compatti ieri ha annunciato la scomparsa della sora Ici.

Per noi è deceduta, potrete gioire e non vi faremo patire.

Come si fa a sospettare un Ceroni fomentato da un sadico ministro del tesoro? sarà di lui la boutade? ma vadano insieme nelle valli svizzere a ritrovare quei paesaggi che han saputo amare.

Vadano a visitare quei centri commerciali pieni di banconote, titoli mondiali.

vadano, vadano via dalla vista mia.

giorgia della seta 04.04.06 06:54| 
 |
Rispondi al commento

NOI SIAMO IL TERZO POLO anzi SIAMO NOI IL TERZO POLO !!!

ASTENUTI, SCHEDE BIANCHE, SCHEDE NULLE, e i NOSTRI impresentabili, i votanti DISPERSI, alle prossime elezioni raggiungeremo con ogni probabilità il minimo storico, ma saremo comunque, il terzo polo. Andremo ben oltre il 20-25 % e ci spetterebbe di diritto:

¼ dell’Enel
¼ delle Ferrovie
¼ di ecc. ecc. ecc.
¼ dell’Italia al completo ( e Noi potremmo anche PERMETTERLE di funzionare)

Avremmo diritto anche di prenderci 2/3 della seconda rete televisiva nazionale e anche Canale 5 quasi al completo: magari potremmo lasciare Costanzo alle Sinistre e Rossella all’ex Premier (per leccarsi le brucianti ANOSE ferite elettorali e sempre magari tenerci la Parodi).

Non c’è alcuna ragione che giustifichi il fatto che chi vince si prenda tutto: è solo arbitraria prevaricazione.

Con un quarto dell’Italia, senza costi politici, NOI DEL TERZO POLO potremmo vivere alla grande.

IL FATTO è che se i politici ci sono e funzionano sono una risorsa, ma se non funzionano sono bel più che una rottura di p…e .

Il 9 Aprile Non esiste un’Unica Soluzione (quella di cambiarli) ma anche la ragionevole prospettiva di Non delegare e fare senza di Loro.

RICORDIAMOCI CHE UN QUARTO DELL’ITALIA E’ NOSTRO: PERCHE’ CONDIVIDERLO ?

Harry Steed 03.04.06 01:57| 
 |
Rispondi al commento

PRODI parla dei furbetti del quartierino, allora vi pongo una domanda. Beppe Grillo è un bugiardo, uno che getta calunnie e menzognie su Tronchetti Provera? Rispondetevi. Se è così allora Prodi è meglio di berlusconi ma se Grillo avesse ragione su Tronchetti Provera allora
spiegatemi che diferenza c'è tra votare Prodi o Berlusconi visto che Tronchetti Provera giusto per citare lo scqualo più grosso stà con Prodi. Ha dimenticavo ci stà anche quel santo di Andreotti. Ragionate con la vostra testa non andate a votare.

pietro paolo corona 30.03.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

è ora di finirla con le solite stronzate chi stà a siinistra è buono e giusto. Mi sembra di essere nel medioevo Andreotti viene considerato da molti un mafioso ma stà col centrosinistra e quindi molti politici e alcuna stampa a cambiato improvisamente oppinione. L'america dai tempi del vietnam è stata considerata una guerrafondaia ma come per le crociate nel medioevo durante la guerra contro Milosevic era cosa buona e giusta attaccare uno stat sovrano (in italia guarda caso ad appoggiare quella guerra cera il governo di centrosinistra. Dicono che questo governo lecca il culo agli americani può essere vero, ma non mi pare che ai tempi di Prodi e dalema vedi CERMIS BALCANI le cose erano diverse.molto probabilmente ci sarà una guerra contro lIran e noi ci saremo chiunque vinca. La dfiferenza e che se vince berlusconi diventerà un altro Iraq se vince prodi come è accaduto con la serbia e cosa buona e giusta. SVEGLIATEVI COGL…. FATE UNA COSA GIUSTA NON VOTATE

pietro paolo corona 30.03.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’ITALIA CHE SI E’ FERMATA
LE 21 SCHEDE

1. PIL (variazione percentuale)

2001 2005
+1,7 +0,2
(Fonte: 2001 Eurostat; 2005 Consensus Forecast)


2. Debito pubblico (in miliardi di euro) 2001 2005
1.348 1.542
(Fonte: Banca d’Italia)


Rapporto tra deficit e Pil (in percentuale) 2001 2005
3,2 4,3
(Fonte: ministero dell’Economia)


3. Export nazionale su totale mondiale (percentuale) 2001 2005
4,0 2,9
(Fonte: Fondo Monetario Internazionale)


4. Saldo bilancia commerciale (in milioni di euro) 2001 2005
+9.233 -10.368
(Fonte: Istat)


5. Posizione Italia nelle classifiche della competitività 2001 2005
24° 47°
(Fonte: World Economic Forum)


6. Percentuale del PIL investita in ricerca e innovazione Italia 0,9
Media europea 2,0%
Obiettivo Lisbona 3,0%


7. Information technology. Tasso di crescita nel 2005 Italia + 0,4%
Germania + 1,4%
Francia + 2,2%
Spagna + 2,3%
Regno Unito + 3,2%
(Rapporto Assinform 2005)

emilio d'ambrosio 29.03.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

continua
8. Imposte dirette e indirette (gettito in milioni di euro) 2001 2005
359.182 399.000
(Fonte: 2001 lavoce.info; 2005 Dpef)


9. Occupazione Sud (variazione percentuale) 2001 2004
+2,3 -0,3
(Fonte: Istat)


10. Pensioni
4.100.000 italiani hanno na pensione inferiore a 500 euro al mese

11. Affitti
Dal 2001 al 2004 gli affitti hanno avuto aumenti tra il 9 e il 14 per cento all’anno.


12. Evasione
200.000.000.000 di euro sfuggono alla tassazione


13. Italiani che non hanno risparmiato (in percentuale ) 2002 2005
38,0 51,4
(Fonte: Rapporto Bnl-Centro Einaudi)


14. Nel solo 2006 il fondo per le politiche sociali è stato ridotto di 482 milioni:
72.300.000 euro agli asili nido;
83.600.000 per prima casa e sostegno natalità;
33.740.000 per gli anziani disabili;
9.640.000 per abbattimento barriere architettoniche;
32.294.000 per le scuole dell’infanzia;
231.119.000 in meno alle regioni per l’assistenza a minori, anziani, disabili, tossicodipendenti e immigrati.


15. Gli investimenti nella scuola per le nuove tecnologie negli anni 2003,2004 e 2005

Zero

emilio d'ambrosio 29.03.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

continua
16. Investimenti in cultura dal 2001 al 2005 Italia 0,29%
Francia 1,00%
Germania 1,35%


17. Arrivi di turisti dall’estero 2001 2005
35.767.000 34.429.000
(Fonte: United Nations World Tourism)


18. Sicurezza Delitti denunciati 2001 2004
2.163.826 2.415.023
(Fonte: elaborazione Censis su dati Istat e ministero dell’Interno)


19. Grandi opere Costi previsti 264 miliardi di euro

Risorse realmente disponibili 21 miliardi di euro


20. Conflitto d’interessi. Ecco 15 leggi che hanno favorito anche Berlusconi:
Legge sulle rogatorie internazionali che le rende più complesse
Abolizione della tassa sulle successioni e donazioni per i grandi patrimoni
Depenalizzazione del falso in bilancio nella disciplina dei mercati finanziari
Scudo fiscale
Condono fiscale
Legge Cirami sul legittimo sospetto
Lodo Schifani sulla sospensione dei processi alle alte cariche dello stato
Decreto spalma-debiti per le società sportive
Decreto salva Rete4
Legge Gasparri di riforma del sistema radiotelevisivo nazionale
Legge Frattini sul conflitto d’interessi
Previdenza complementare che favorisce il sistema assicurativo
Norme sul digitale terrestre che finanziano la vendita di decoder
Legge ex Cirielli che accorcia i termini di prescrizione di molti reati
Inappellabilità delle sentenze di proscioglimento


21. Indice fiducia famiglie 2001 2005
122,7 104,2
(Fonte: Isae)

emilio d'ambrosio 29.03.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, ti prego di dare visibilità alla nostra vicenda
Mi preme ricordare la vicenda di trenta famiglie di Roma sfrattate(tra cui la mia). La documentazione è già stata inviata più volte in allegato. Queste famiglie dopo una vita trascorsa in immobili ex I.N.A. (Istituto Nazionale Asssicurazioni) avevano avuto assicurazioni dall'istituto che le case sarebbero state vendute alle persone che le abitano da decenni e decenni. Stranamente, sono state vendute a Tronchetti Provera, il quale, a sua volta le ha rivendute ad otto società(scatole cinesi?). Ora vogliono sfrattare gli attuali inquilini, oppure venderle a 10.000 euro al mq. ( impossibile comprare ) dopo aver tolto loro il diritto di prelazione. Quindi gli stessi vedono svanire il loro diritto di comprare la casa, alle condizioni che l’I.N.A. e la stessa Pirelli avevano assicurato.Beffa delle beffe, hanno ricevuto l'avviso di sfratto. Sappiamo che la cosa sta particolarmente a cuore, in quanto trattasi di diritti calpestati, della salute e della tranquillità di persone ultra ottantenni che vi abitano, aprendosi grosse problematiche per tutti i nuclei familiari formatisi nel corso degli anni .Confidiamo in un interessamento alla vicenda, affinchè trionfi la giustizia. Il problema siconoscebene, ma essere sfrattati per motivi speculativi è un grave delitto.
invio mie cordialità

eros boffi 27.03.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

In questo periodo non si fa altro che parlare di rischio per la liberta', incoerenza etc.
E' proprio sulla liberta' e sulla coerenza che vorrei spendere due parole.
Siamo liberi? Si, solo se la pensiamo come chi comanda, se accettiamo tutto quello che ci viene imposto come "il nostro bene", altrimenti siamo dei sovversivi, minacciamo la liberta' altrui con le nostre idee che non abbiamo neanche il diritto di dichiarare nostre in quanto chi comanda e' fermamente convinto che, se non la pensiamo come lui, allora ci siamo fatti fare il lavaggio del cervello dai suoi nemici e, pubblicamente in tv ci offende esortandoci a pensare con la nostra testa (traduco : Non sei coglione solo se la pensi come me).Siamo liberi quando sentiamo pubblicamente affermare che NESSUNO si e' lamentato della riforma della scuola? E tutte le manifestazioni che ci sono state (e che sono state ignorate)? Quella gente e' NESSUNO perche' non la pensa come me.
Potrei continuare a lungo con la lista delle azioni e delle affermazioni fatte da chi dice di difendere al nostra liberta', e lo vuole fare levandocela ma vorrei anche dire qualcosa a proposito della coerenza.
Per quei pochi che ormai ricordano questo termine vorrei far notare come, chi dice che i suoi avversari sono incoerenti non sia da meno. Io, proprio come quello li sono divorziato e, per la chiesa, quindi sono scomunicato o qualcosa del genere, non mi interessa, non ho mai avuto un'ottimo rapporto con la religione, qualsiasi essa sia. in ogni caso NON vado ad udienza dal PAPA, non sparo a zero contro l'eutanasia e la ricerca in campo genetico, solo per accaparrarmi voti. Coerenza significa non porsi il problema dell'eutanasia se davvero siamo religiosi e rispettiamo il volere di Dio. Per ES.Una persona paralizzata dalla testa in giu' che puo' vivere solo con l'aiuto di macchine collegate al suo corpo e' condannabile se decide di morire. Noi che ci sostituiamo a Dio collegando quelle macchine invece... Riflettete, ragionate e CIAO

Fabio Saccone 27.03.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Il premier a Napoli dice di essere il caimano per farsi compatire e se la prende con la giustizia rossa. E' rossa sì per la vergogna, palazzi di giustizia fatiscenti, riduzioni di fondi, mancanza di cancelleria, messi nelle condizioni di non operare, finché le cause diventano imprescrivibili per il 70% dei casi.

giorgia della seta 26.03.06 23:00| 
 |
Rispondi al commento

cosa blaterano i rappresentanti della casa della libertà (presuntuosi)? Avete fatto quanto promesso? no, volete proroghe? ancora? Criticate il programma del centro sinistra e andate addirittura indietro a epoche lontane.
Se volete andare...andate ma via dal governo. Avete scocciato. Fatevi da parte anzi no, rimanete chiusi in casa, della libertà e godetevela tutta.

giorgia della seta 26.03.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

IN EDICOLA
Qual è il Paese che affida il conteggio elettronico dei voti alla società americana protagonista dello scandalo in Florida?

Qual è il Paese in cui il figlio del ministro dell’Interno è un dirigente di quella società?

Qual è il Paese in cui tutto ciò avviene nel silenzio e a trattativa privata?

Qual è il Paese che sostituisce i prefetti con le miracolose «chiavette» elettroniche in mano a 18 mila neoassunti?

Qual è il Paese in cui il premier accusa preventivamente l’opposizione di brogli e schiera ai seggi 121 mila «Legionari azzurri»?

È l’Italia, Paese in cui c’è da scommettere che il voto del 9 aprile non sarà tranquillo
vi consiglio un breve escursus al sito diario.it.

renato delussu 26.03.06 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Attenti a non tentare di falsare il responso elettorale!
Sarebbe l'ultima MASCALZONATA!
Dovete togliervi di mezzo, perchè non ne possiamo più di LADRI, CORRUTTORI, PIDUISTI, EVASORI, MALVERSATORI, BUGIARDI, IMBROGLIONI, FASCISTI, MAFIOSI, NEPOTISTI e BUFFONI!
Ci avete coperto di VERGOGNA e di DEBITI in questi cinque anni!!!
VIAAAAAAAAAAAA!

emilio d'ambrosio 25.03.06 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, mio figlio Davide(30 anni)l'altra sera mi ha fatto vedere il cd del tuo spettacolo 2005 a Roma. I commenti e le riflessioni sono continuati anche dopo, quando Davide, tornato a casa sua, si è collegato on line. Io e Davide facciamo spesso lunghe chiaccherate per mezzo del messenger di Yahoo. Siamo stati svegli tutta la notte a discutere. Davide è giovane e come tanti giovani non aspettano altro che incontrarsi con chiunque sia pronto alla polemica, alla rivoluzione, all'attacco.
Tu sei una persona che fa parte dello spettacolo,sei molto conosciuto, hai la possibilità, come i politici, di parlare a migliaia di persone nei teatri, alle tv (anche se estere), sui giornali, come i politici, con la differenza che non hai contraddittori.
Dici spesso mezze verità che, per chi non ne è a totale conoscenza, possono essere interpretate come verità assolute; anche perchè, come tutti i sinistroidi, giocano con le mezze parole, stando molto attenti di selezionare solo quelle più di effetto sugli ascoltatori. Potrei scrivere qui per ore, se volessi contestare molte delle tue convinzioni, ma ciò che più mi importa è dirti:"forse inconsciamente, volendo ancora credere che urli quelle che sembrano tue convinzioni non solo per tuo interesse economico, per fare solo spettacolo, tu crei solo scompiglio nelle menti meno mature o meno preparate sugli argomenti che tratti. Ti consiglio di continuare a fare il comico, dove sei bravissimo. La gente ha bisogno di essere guidata, consigliata ed anche un po' programmata, non ha bisogno di essere sollecitata all'anarchia o alla rivoluzione. Dimentichi che in Italia, come nella maggiorparte del mondo, la gente crede ancora nei maghi e nelle cartomanti; questa è liberta di pensiero, ma anche estrema ignoranza. Dici frasi ovvie e retoriche convinto che siano novità. Convinci e soggioghi solo i poveri di cultura e i poco maturi, indipendentemente dall'età, persone che seguono solo chi urla di più e sfoga anche la loro innata rabbia."

Elena Borghetti 25.03.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VUOI CHE LA TUA OPINIONE SERVA A QUALCOSA????
POSTALA SU http://grillacci.blogspot.com/
----------

LEGGE ELETTORALE
Calderoli.... L'ex ministro leghista a "Matrix" spiega di averla scritta"per mettere in difficoltà la destra e la sinistra nei confronti diegli elettori"Calderoli: "La legge elettorale?L'ho scritta io, ma è una porcata".
-------------------------------------------------
Ma vi senbra normale lasciarci prendere per il culo a questo modo???
Questo post HA APERTO la discussione sul mio BLOG su come fareste VOI una nuova, DEMOCRATICA e quindi imparziale legge elettorale.
Se esce qualcosa di "carino" proverò a mandarlo ai vari PARTITI, per vedere cosa ne pensano e, in base alle risposte, avremo qualche elemento su cui valutarli SERIAMENTE per le future elezioni... Potrebbe essere una prima bozza di REALI PRIMARIE DEI CITTADINI... Come auspicato da Beppe Grillo, a cui va tutta la mia simpatia per aver animato la vita politica del Paese.

Franco
http://grillacci.blogspot.com/

Franco Marese 24.03.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

w caparezza

giacomo santambrogio 24.03.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
volevo sapere se, in quanto studente, potevo tapezzare la mia scuola con la lista dei nomi dei deputati condannati in via definitiva o con altre informazioni prese dal tuo blog così da sensibilizzare i miei compagni.Cmq complimenti per il tuo blog e per tutto il lavoro che stai facendo,il tuo spettacolo è divertente e fa riflettere allo stesso tempo.
PS
dovo lo trovo il filmato integrale della seduta del parlamento europeo,quello dovo berlusca ci fa fare l'ennesima figura di m***a??

Francesco Carroccio 24.03.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Berlusca è il vero terrorista!
Liberiamocene il 9 e 10 aprile, informando i cittadini sulle sue nefandezze.
Siate coraggiosi e non reticenti, denunciando anche l'ipocrisia della convivenza di questa carognoso bugiardo e del suo sodale Casini.
Due che si ergono a campioni della FAMIGLIA, secondo la concezione di santa romana chiesa!
IPOCRITI!!!
Avanti con la forza della verità, mettendo a nudo questi menzognieri!
La bugia è contro la DEMOCRAZIA!

Saluti e buon lavoro

emilio d'ambrosio 24.03.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCANDALOSA INFORMAZIONE
Come può oggi l'UNITA' pubblicare a caratteri cubitali una notizia smentita ufficialmente nelle più ampie forme di comunicazione addirittura dal Governo degli Stati Uniti ? Cioè, come può l'UNITA' dare pienezza di titolone ad una notizia palesemente falsa ? Che tristezza l'informazione in Italia. Crollato anche quello che sembrava l'ultimo baluardo di una certa autorevolezza, pur se venata, rappresentato dal Corriere della Sera, siamo davanti ad un panorama veramente disarmante. Non esiste un giornale non schierato. Corriere della Sera, Repubblica, Il Riformista,Il Messaggero, senza parlare ovviamente dell'Unità, Liberazione, Manifesto e tanti altri, sono schierati UFFICIALMENTE a sinistra; quindi di parte. Più a destra il Giornale e Libero, lasciando perdere il Secolo. L'opinione non si fà in televisione, con buona pace di Becchino, Cicciobello e Mortadella, ma sui giornali. Con questa corrazzata schierata a sinistra, un cittadino che non vorrebbe votare per Berlusconi, dove và ad attingere notizie buone DA LEGGERE ? Dove può trovare una informazione non manipolata, girata e rigirata, adattata e riadattata agli squallidi interessi di bottega ? Forse in qualche blog come questo ? Neanche tanto, purtroppo. Se quello che abbiamo avuto per 5 anni non era il miglior governo, quale garanzia ci può dare un'armata brancaleone capitanata da una testa di legno ?
Ai posteri l'ardua sentenza.
Fabio

Fabio Pietro 24.03.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Caro Beppe Grillo,
Sono un giovane architetto (ahimè…) di Verona, ma non di nascita.
Le scrivo perché stimolato dal suo (unico) interessante e intelligente Blog.

Lei è veramente un illuminato, oltre che un grande artista, comico.

Peccato che non possa essere un nostro "dipendente", perchè servirebbe assolutamente aria nuova, ma veramente “nuova”, nella politica del nostro paese!
Ma capisco che la sua scelta è forse la più saggia in questo momento.

Io mi chiedo che cosa dovremmo votare noi cittadini alle prossime elezioni?
In tanti vorremmo vedere un paese ottimista, spinto da ideali veri e da un senso di socialità reale e non d’egoismo diffuso. Egoismo che si sente soprattutto dai nuclei sociali più protetti, più chiusi nel proprio orticello, frutto dei localismi che negli ultimi vent’anni hanno creato un'Italia difficile da gestire.

E’ necessario proporre un nuovo modello di politica, un modello di socialdemocrazia liberale vera!!
Le nostre tasse (pagate!) in funzione del VERO BENE di tutti.

L’altra domanda è: come possiamo unirci (in tanti!) per proporre VERAMENTE tutto ciò?

Avrei un sogno da proporre agli italiani: riscopriamo un senso profondo di spiritualità in ogni istante della nostra giornata, dalle piccole cose ai grandi obiettivi e partiamo da qui!

Concluderei anche con questo slogan, se me LO CONSENTE: “E' necessario creare un nuovo modello di civiltà!”

La ringrazio per l'attenzione e le auguro di non abbandonare mai il suo impegno civico e le sue passioni.

Con stima,

Paolo Pieri.

PAOLO PIERI 24.03.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nando Dalla Chiesa si preoccupa che i caduti Repubblichini siano equiparati ai partigiani? Io NO !
Ritengo che prima di aprire la bocca e dare fiato al nulla bisognerebbe riflettere un po' di più, e documentarsi; magari per evitare il berciume qualunquistico di certe affermazioni. La presunta equiparazione del diavolo all'acqua santa è materia tanto sciocca quanto più vuoto può essere il cervello di chi pone in questi termini un serio problema di etica e di coscienza. Colui che il padre prendeva a sberle (lo ha detto bertinotti !), ci fornisce con certe dichiarazioni, uno dei tanti motivi per cui il grandissimo Carlo Alberto Dalla Chiesa, eroe, lui sì, lo avrà fatto. La Repubblica Sociale fu un sogno, un sogno sul quale si divise l'Italia e si infransero sentimenti e buoni propositi. Chi ha lottato e dato la vita a Salò lo ha fatto convinto di essere nel giusto, convinto di servire una patria, una patria che non poteva essere quella da consegnare a regimi d'oltre Alpe. la degenerazione, inevitabile, è stata frutto della disperazione, dell'odio e della vendetta. Equiparare i crimini di cui si è macchiato qualcuno, e sottolineo qualcuno, che si venne a trovare da quella che a posteriori viene considerata la "parte sbagliata", a quelli dei molti, e sottolineo molti che non significa affatto tutti, criminali partigiani, è un esempio di grande senso della storia e della giustizia. Decine di migliaia di civili incolpevoli, uomini, donne, ragazzi, bambini, trucidati a guerra finita da pseudo partigiani dell'ultima ora, motivati da odio ideologico, votati alla costruzione del comunismo in Italia, non valgono certo di meno dei tantissimi partigiani eroi, splendidi esempi,immolatisi per sconfiggere in cancro nazista. La storia è storia. le chiacchiere sono chiacchiere. I criminali sono criminali, le vittime vittime; gli eroi sono eroi di qualsiasi colore politico essi siano. Rispetto ed amore per la Verità e per la Storia; quella scritta con la "S" maiuscola.
Fabio

Fabio Pietro 24.03.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Invio a tutti quelli che vorranno usufruirne una mia poesia (mi è uscita dal cuore, anzi, per meglio dire dalla pancia)
Questo governo (ottobre 2004)
Trita, tritura, sminuzza
la storia
offende, calpesta, minaccia
il futuro
schernisce, dileggia, ferisce
il passato
mente, nasconde, imbarazza
il presente
chiude, rinchiude, spranga
orizzonti
guaisce, ruggisce, latra
alla belva
chiama, si chiama, richiama
tempesta
apre, riapre, spalanca
al buio
mangia, divora, ingoia
la memoria
arma, riarma, ritempra
violenza
cancella, uniforma, inganna
i colori
devia, allontana, esilia
i sorrisi
torce, avvolge, distorce
i linguaggi
striscia, trascina, attorciglia
chiarezza
svela, disvela, imbelletta
bruttezza
dalla tana emette latrati
di morte e fetore di marcio
sono già morti
e non lo sanno
never again
never again
Marilia Aricò

Marilia Aricò 24.03.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

RIMEDIO (Trilussa)

Un lupo disse a Giove:- Quarche pecora dice ch'io rubbo troppo... Ce vò un freno
per impedì che inventino ste chiacchere...
E Giove je rispose:- RUBBA MENO.

commento; o Trilussa era un veggente
o non cambia mai niente!

francesco redavid 24.03.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono un Ing. gestionale e ti scrivo in merito all'incontro/scontro televisivo avvenuto tra Prodi e Berlusconi settimana scorsa.
Concordo pienamente sul fatto che molti politici utilizzano spesso termini e dati fumosi e incomrensibili, a volte addirittura "inutili".

A tal proposito vorrei sottolineare la valagnga di numeri che Berlusconi ha citato nell'occasione del faccia a faccia con Prodi appunto, utilizzando molte volte espressioni in termini percentuali, che, se non ricordo male, anche tu concordi essere travisanti della realtà se non inseriti in un perciso conteso di calcolo (ossia se non si spiega come sono stati esattamente calcolati: quale campione è stato utilizzato e rispetto a cosa in particolare viene valutata la differenza percentuale).

Un paio di esempi:

1. Berlusconi afferma che durante il suon governo i titoli azionari italiani quotati in borsa sono aumentati del 4%: in questa valutazione è inserito o meno il tasso si inflazione? Io non credo e se così fosse, considerando che in questi 5 anni l'inflazione in Italia non è stata decisamente bassa, l'analisi di Berlusconi è quanto meno imprecisa.

2. Berlusconi afferma anche che il MOSE è arrivato ad un completamento di progetto pari al 25%: ma rispetto a cosa? lo stato di avanzamento di un progetto deve essere valutato sulla base temporale e sulla base economica-finanziaria. Questi, infatti, nel caso di un piano di investimento non lineare nel corso del progetto possono essere anche molto differenti.

Oltre a questi, altri numeri che Berlusconi ha citato, come per esempio i dati positivi sulla stato di occupazione; che non mi sembrano essere stati confermati dalle pubblicazioni di Bankitalia ed Istat, hanno suscitato in me alcune forti perplessità.

Caro Beppe, sei sicuramente più informato e attento di me, confermi i miei dubbi?

Francesco Del Proposto 24.03.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

http://grillacci.blogspot.com/


Persone che vivono di politica
Eletti: 149.593
Incarichi e consulenze: 278.296
Costo del sistema: 1.851.767.958
Fonte: "Il costo della democrazia", Salvi, Villone (Mondandori, 2005)
----------------------
Con queste cifre, da brivido, vorrei aprire il post di oggi a consigli commenti e INSULTI...
Su come dare un taglio netto a questi sprechi. Mantenuti con le trattenute in buste paga che spesso non superano la soglia del milione in vecchie lire.
Per rendere l'idea, è come se gli impiegati FIAT dovessero pagare i festini a base di coca di Lapo.... ops in effetti lo fanno.
Allora, è come se i cittadini pagassero i calciatori che si divertono in compagnia di veline/letterine/zoccoline.... ops.... anche questo succede....
Allora è come dire che, i privilegi di cui ancora godono banchieri e bancari e assicuratori, li sosteniamo noi con i nostri scarsissimi e rosicati risparmi... ahi è ancora così....
Non sarebbe in effetti l'ora di usare un buon prodotto per scrollarci di dosso un buon numero di parassiti????
Attendo commenti e idee sul mio blog... LIBERO... Senza censura....

Franco Marese 24.03.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe, tu che sei un non solo un comico ma soprattutto bello e chiaro nei tuoi video, aiutami a risolvere questo problema.

Mi chiamo Carmela Boccia e sono laureata da circa un anno in Farmacia. Sento molto spesso parlare in varie trasmissioni radio televisive di liberalizzazione delle professioni e francamente non ho ancora sentito discutere sull’argomento, in modo specifico, i vari politici chiamati a confronto. Mi spiego meglio; non so ancora quale dei due schieramenti abbia effettivamente le idee chiare sulla liberalizzazione delle professioni. Probabilmente entrambi hanno interesse a non affrontare l’argomento specificatamente; forse hanno interesse comune a non voler cambiare niente; forse hanno paura delle lobbie dei farmacisti, dei notai, degli apparati imprenditoriali ecc.. “che finanziano le loro campagne elettorali” .Io intanto continuo a lavorare in una farmacia compiacente senza percepire una …lira da più di dieci mesi e non riesco nemmeno a farmi assumere presso altre farmacie o case farmaceutiche con un contratto a termine. Avrei dovuto imparare un mestiere visto che un idraulico, un meccanico, un pasticciere e tante altre categorie dopo due anni di apprendistato possono liberamente aprire un’attività in proprio, ai farmacisti comuni non è possibile concedergli nemmeno un’autorizzazione a vendere farmaci da banco non mutuabili. Se questo è il nuovo allora vuol dire che dovrò cambiare nazionalità e trasferirmi in un paese dove poter svolgere liberamente quello che mi compete. A voi che siete così sensibili e documentati sull’argomento chiedo una risposta e nel ringraziarvi per aver letto questo messaggio, almeno lo spero, vi saluto cordialmente.

Carmela Boccia 24.03.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti/tutte , è mai possibile che nel 2006 ci siano ancora in giro dei titolari di aziende assolutamente privi di rispetto e di coscienza nei confronti dei propri dipendenti ? Alla fine del mese è SEMPRE la stessa storia per pagare gli stipendi , ogni volta noi collaboratori a progetto con contratto a tempo determinato dobbiamo UMILIARCI a chiedere se per cortesia possono pagare i NOSTRI stipendi !!!!!! L a vergogna maggiore è che nell'ufficio dove lavoro ci sia tanta omertà , nel senso che tutti si lamentano ma NESSUNO a parte me decide di mandarli a fare in culo cantandogli in faccia ciò che pensano realmente !!!!!!! La direzione generale vuole togliere il franchising e noi precari a progetto a tempo determinato che fine faremo ??????????

Flavia Ferrazzoli 24.03.06 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi sembra alquanto singolare che gli USA abbiano emesso un warning per i loro connazionali in Italia, palesando probabili rischi per la loro sicurezza, omettendo la stessa procedura nei confronti dei propri connazionali in una Francia esposta a continui disordini dovuti ad una politica sociale devastante.
E'quindi lecito ritenere che l'ingerenza americana in Italia sia di tipo prettamente strumentale e, se non direttamente richiesta cosa di cui dubito fortemente, manifestata con l'biettivo di appoggiare l'esecutivo in carica, visto che meglio incarna gli interessi statunitensi. Possibile che nessun organo di stampa o interlocutore politico abbia evidenziato questa anomalia? Cosa ne pensi?
Un saluto da un Voltrese romanizzato na anni.

bernardo giovanni odicini 24.03.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

DISCUTENDO di politica con la gente, c’è chi mi dice che: quel partito o l’altro si salva perché è il migliore. Io sono un uomo pratico, per l’esperienza di vita che ho non cedo alla spicciola propaganda elettorale fatta anche della spontanea emotività e animosità degli stessi elettori. Le promesse e le teorie le metto da parte e guardo solo ai fatti. Proprio su questa pista non ho mai visto nessun uomo o donna del nostro Parlamento, presentare una INTERPELLANZA PARLAMENTARE ai ministri di competenza per fare cessare il crimine e la interminabile privazione del diritto di legge e di contratto alla torturata Signora Giovanna Nigris
( http://www.mobbing-sisu.com ) .

Ciò in maniera agghiacciante, sta a dimostrare che non c’è rimasto nessuno, ma proprio nessuno tra i signori che chiamiamo ONOREVOLI che sia dalla parte della persona più debole, ossia dalla parte della vittima di reato!! Ogni partito politico ed ogni suo componente, vuole fare credere di essere il migliore ma è solo una ennesima BUFFONATA! Sono i fatti che contano, non le macchinazioni meschine delle promesse e degli inganni!!

Caro Beppe, tu sei l’unico che mi fa vedere il coraggio, la ponderatezza, la determinazione e i fatti. Mostri il sentimento puro del tuo cuore senza mai scendere in basso come fanno altri e mostrare disonore (con rima). Il mio voto elettorale lo assegnerei volentieri a te se tu fossi un candidato al Parlamento. Anch’io mi rifiuto di assegnare il mio voto elettorale a dei CONIGLI D’ORO. Sono buono, tollerante, paziente ma non sono un fesso e tanto meno sono come “UNA PECORA CHE SI FA CONTINUAMENTE TOSARE dopo ogni legislatura e poi sta lì buona, docile e muta.

FORZA E ONORE per un’ITALIA SISU!

Giacomo Montana

Giacomo Montana 24.03.06 07:01| 
 |
Rispondi al commento

LE PORTE POLITICHE DELLA DISTRUZIONE (non sottovalutate!)
-di Giacomo Montana


Oggi noi fantastichiamo ancora una realtà che in Italia non esiste. Pensiamo che in politica ci possano essere persone che aiutano i cittadini, i lori figli e nipoti ad avere un futuro migliore, ma non è così. Noi cittadini col nostro voto elettorale attualmente possiamo soltanto permettere di fare la dolce vita ai relativi candidati che vengono eletti, alle loro famiglie, parenti e amici. Attualmente non esiste un terreno fertile per fare crescere l’onestà e l’uguaglianza.

Ciò per un semplice motivo, perché i grandi mutamenti sino ad oggi, se hanno fatto crescere le economie dei paesi industrializzati, hanno prodotto anche una nuova forma di economia illegale, che non è più il brigantaggio, ma la multinazionale del crimine, che si impegna su più tavoli da gioco, investe denaro sporco, entra nell'economia di intere regioni e quindi proviene di fatto dal sudore del lavoro di tutti i cittadini onesti.

L’economia illegale cresce in verso direttamente proporzionale con quella legale anche se con proporzioni diverse. I cittadini ignari di tutto ciò di tanto in tanto si devono confrontare con questa nuova criminalità vedendo e subendo solo le conseguenze delle ignominie e dei danni ma mai gli viene permesso di vedere o di conoscere la radice e il seguito che produce i danni economici e morali al popolo italiano. Quello che conta è che ciascuno che causa danni ai cittadini, partecipa alla violenza. Queste azioni quali che siano, distruggono la salute, la vita e la libertà delle persone con atti particolari, ben calcolati e preordinati di un’operazione politica generale…CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu2)…

Giacomo Montana 24.03.06 05:56| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu2)…Il giudice Falcone capì tutto questo e di conseguenza voleva intraprendere una battaglia sul piano finanziario ove vi erano traffici illeciti immessi nei circuiti dei capitali legali. Comprese che tutto questo condizionava fortemente la nascita di una nuova imprenditoria e quando fu sicuro che accanto al grande crimine vi era anche un altro fenomeno in cui legalità e illegalità non avevano più limiti netti, capì anche che esisteva una imprenditoria senza scrupoli che appariva a prima vista una imprenditoria normale ma che in realtà non era così.

Collegò tutto questo meccanismo e capì che al vertice vi era la mafia che prosperava con tutti questi movimenti artificiosi e sporchi. Aveva capito che se esiste una domanda, un mercato, che recepiva un’offerta, gli affari per i malviventi andavano a gonfie vele. Tra questi affari vi era la prostituzione, la droga, le armi ed infine i voti elettorali. Ecco il fenomeno economico che genera l’imprenditoria dell’illecito. Questa forma perversa di imprenditoria si espande a macchia d’olio.

Dopo tutta questa premessa il pensiero che un uomo come Falcone fu ucciso perché aveva capito troppo e perché voleva un’Italia pulita, a chi scrive come credo a chi legge, da un certo sgomento. Un uomo solo non potrà mai migliorare l’Italia e renderla Sisu, ossia piena di valori positivi e costruttivi. Chi volesse saperne di più deve sapere che lo scambio elettorale politico-mafioso sussiste ancora anche senza erogazione di denaro. (FONTE: Cassazione , SS.UU. penali, sentenza 12.07.2005 n° 33748)
e più in particolare: http://www.altalex.com/index.php?idnot=14
…CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu3)…

Giacomo Montana 24.03.06 05:55| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu3)…Caro Beppe, chi può cambiare tutta questa sporcizia criminale sono soltanto gli elettori, ma finché si da credito a Berlusconi che di imprenditoria se ne intende, non possiamo che dispiacere persino alla memoria di quel grande uomo che fu FALCONE. Quello che bisogna dire agli elettori è che la qualità della vita, se avremo ancora un governo sbagliato, andrà sempre peggiorando e non verrà mai più restituito il senso del valore sociale vero, del lavoro e della vera legalità, con una parola sola non verrà mai restituito il valore Sisu!

Ho cercato in tante maniere di fare capire la verità pericolosa che abbiamo tutti sulle nostre teste. Ogni volta che ho parlato della grave vicenda della Signora Nigris (Vedi sito: http://www.mobbing-sisu.com ) è come se avessi detto: questa è la prova del nove, vedete cari lettori, che viene data carta bianca anche per continuare il crimine contro una donna indotta ad essere ammalata e portatrice di handicap in servizio e per causa di servizio e come se non bastasse, privata pure del relativo diritto di legge e di contratto? I funzionari amministrativi carnefici che sopprimono la signora e che mi leggono, sappiano che chi riceve un ordine politico criminale non può mai essere tenuto ad eseguirlo e non può rinunziare ad agire secondo la propria coscienza!

Peccato che c’è stato persino chi si è persino infastidito di avere letto la vicenda. Quei signori sono un terreno pronto e fantastico per la proliferazione dell’imprenditoria dell’illecito!!
A prescindere, desidero dire che c’è un vecchio detto siciliano che così recita: “Un uomo senza dignità è come un pupu senza puparu” (…è come un burattino senza burattinaio). Volete regalargli ancora il voto elettorale? Fatelo! Chi vuole intendere intenda. FORZA E ONORE per un’ITALIA SISU.

Giacomo Montana 24.03.06 05:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ... tu che hai denunciato e fatto emergere molta della SPAZZATURA che esiste in questo pianeta...velata dietro MOLTI INTERESSI ECONOMICI...

volevo chiederti : indipendentemente dalle risse e dalle PROPOGANDE ELETTORALI basate da ambedue i schieramenti SULLA PAURA....quella di sinistra disfattista di qualunque cosa fatta dall'attuale governo e di presagi di periodi bui per l'italia...quella di destra del pericolo rosso comunista....e delle
fronde di disobbedienti a rappresenraci al governo.. non e' forse ...da che mondo e mondo
che al governo ci va ....chi protegge i poteri forti delle grande imprese e delle banche ?

c'e' una cosa strana...che sembra funzionare all'incontario ATTUALMENTE e cioe'...il professor prodi mi sembra MOLTO INTERESSATO al mercato cinese...e guarda caso e' lo stesso interesse delle grandi aziende italiane... sembra piu' populista ...il berlusca...che raccoglie consensi dai piccoli imprenditori artigiani ecc...di piccole aziende italiane...

non e' che votando a sinistra ...prodi ci sta vendendo ai grossi gruppi...alle banche...e sopratutto alla cina ? volevo un tuo parere...

Roberto Scovi 23.03.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE PORTE POLITICHE DELLA DISTRUZIONE (non sottovalutate!)
-di Giacomo Montana


Oggi noi fantastichiamo ancora una realtà che in Italia non esiste. Pensiamo che in politica ci possano essere persone che aiutano i cittadini, i lori figli e nipoti ad avere un futuro migliore, ma non è così. Noi cittadini col nostro voto elettorale attualmente possiamo soltanto permettere di fare la dolce vita ai relativi candidati che vengono eletti, alle loro famiglie, parenti e amici. Attualmente non esiste un terreno fertile per fare crescere l’onestà e l’uguaglianza.

Ciò per un semplice motivo, perché i grandi mutamenti sino ad oggi, se hanno fatto crescere le economie dei paesi industrializzati, hanno prodotto anche una nuova forma di economia illegale, che non è più il brigantaggio, ma la multinazionale del crimine, che si impegna su più tavoli da gioco, investe denaro sporco, entra nell'economia di intere regioni e quindi proviene di fatto dal sudore del lavoro di tutti i cittadini onesti.

L’economia illegale cresce in verso direttamente proporzionale con quella legale anche se con proporzioni diverse. I cittadini ignari di tutto ciò di tanto in tanto si devono confrontare con questa nuova criminalità vedendo e subendo solo le conseguenze delle ignominie e dei danni ma mai gli viene permesso di vedere o di conoscere la radice e il seguito che produce i danni economici e morali al popolo italiano. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu2)…

Giacomo Montana 23.03.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu2)…Il giudice Falcone capì tutto questo e di conseguenza voleva intraprendere una battaglia sul piano finanziario ove vi erano traffici illeciti immessi nei circuiti dei capitali legali. Comprese che tutto questo condizionava fortemente la nascita di una nuova imprenditoria e quando fu sicuro che accanto al grande crimine vi era anche un altro fenomeno in cui legalità e illegalità non avevano più limiti netti, capì anche che esisteva una imprenditoria senza scrupoli che appariva a prima vista una imprenditoria normale ma che in realtà non era così.

Collegò tutto questo meccanismo e capì che al vertice vi era la mafia che prosperava con tutti questi movimenti artificiosi e sporchi. Aveva capito che se esiste una domanda, un mercato, che recepiva un’offerta, gli affari per i malviventi andavano a gonfie vele. Tra questi affari vi era la prostituzione, la droga, le armi ed infine i voti elettorali. Ecco il fenomeno economico che genera l’imprenditoria dell’illecito. Questa forma perversa di imprenditoria si espande a macchia d’olio.

Dopo tutta questa premessa il pensiero che un uomo come Falcone fu ucciso perché aveva capito troppo e perché voleva un’Italia pulita, a chi scrive come credo a chi legge, da un certo sgomento. Un uomo solo non potrà mai migliorare l’Italia e renderla Sisu ossia piena di valori positivi e costruttivi. Chi volesse saperne di più deve sapere che lo scambio elettorale politico-mafioso sussiste ancora anche senza erogazione di denaro. (FONTE: Cassazione , SS.UU. penali, sentenza 12.07.2005 n° 33748)
e più in particolare: http://www.altalex.com/index.php?idnot=14
…CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu3)…

Giacomo Montana 23.03.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu3)…Caro Beppe, chi può cambiare tutta questa sporcizia sono soltanto gli elettori, ma finché si da credito a Berlusconi che di imprenditoria se ne intende, non possiamo che dispiacere persino alla memoria di quel grande uomo che fu FALCONE. Quello che bisogna dire agli elettori è che la qualità della vita, se avremo ancora un governo sbagliato, andrà sempre peggiorando e non verrà mai più restituito il senso del valore sociale vero, del lavoro e della vera legalità, con una parola sola non verrà mai restituito il valore Sisu!

Ho cercato in tante maniere di fare capire la verità pericolosa che abbiamo tutti sulle nostre teste. Ogni volta che ho parlato della grave vicenda della Signora Nigris (Vedi sito: http://www.mobbing-sisu.com ) è come se avessi detto: questa è la prova del nove, vedete cari lettori, che viene data carta bianca anche per continuare il crimine contro una donna indotta ad essere ammalata e portatrice di handicap in servizio e per causa di servizio e come se non bastasse, privata pure del relativo diritto di legge e di contratto?

Peccato che c’è stato persino chi si è persino infastidito di avere letto la vicenda. Quei signori sono un terreno pronto e fantastico per la proliferazione dell’imprenditoria dell’illecito!!
A prescindere, desidero dire che c’è un vecchio detto siciliano che così recita: “Un uomo senza dignità è come un pupu senza puparu” (…è come un burattino senza burattinaio). Volete regalargli ancora il voto elettorale? Fatelo! Chi vuole intendere intenda. FORZA E ONORE per un’ITALIA SISU.

Giacomo Montana 23.03.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, tu"che puoi tutto.....o quasi", riesci a trovare la VERA black list completa e non solo quella che colpisce quei poveri Cristi del terzo mondo.
Non penso che in questo nostro mondo "civilizzato" sia tutto così perfetto.
Rosanna.

rosanna bigoni 23.03.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di scorregge..la sapete l'ultima?
Andate a farvi un giro sui siti di USA Today o
Washington Post o meglio ancora sul sito del Dipartim.di Stato USA(www.state.gov)e provate a trovare traccia dei rischi terroristici per le elezioni italiane..cos'altro salterà fuori prox?
E la stragrande maggior.degli italiani che non ha accesso alla rete?????

Massimo Pozzato 23.03.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho visto ieri a Perugia il tuo show così come ho fatto l'anno passato, è bello sapere che qualcuno combatte una guerra che sembra spesso persa e senza possibilità.
Stò per diventare papà, a Giugno, di Alice, confido da non credente che la sorte sia benevola e mi conceda il regalo del frutto dell'amore di mia moglie, Tiziana, che proprio allo show dell'anno scorso ti ha rincorso per fatti i suoi complimenti dal vivo.
e' retorico e banale dirlo, ma siamo orgogliosi di te e della tua passione, e proprio ieri ci tenevamo ad esserci perchè Alice potesse "ascoltare" un uomo puro e senza compromessi.
Purtroppo, come non lo è il suo padre, in corsa ogni giorno dietro all'affermazione professionale ed economica. Vorrei cambiare molte cose della mia vita, ma sembra, ormai, una strada senza svincoli.
Comunque, non voglio piangermi addosso e romperti troppo le palle,
siamo fieri di te e ti rinnoviamo i ns. complimenti,
sei un grande Beppe,
un abbraccio da Fabio, Tiziana e ........Alice

fabio antolini 23.03.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di scoregge politiche...vorrei segnalare la recente interrogazione parlamentere fatta da ben tre senatori dei partiti di maggioranza inoltrata nei confronti di una pseudo organizzazione di sinistra di colleghi insegnanti di un liceo ciociaro ,operante sul territorio.Con i soldi pubblici si finanziano anche simili baggianate.Mala tempora...

Paola Serra 23.03.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Leggo oggi su "La Repubblica" che George Clooney
ha acquistato una macchina elettrica che fa i 240Km/h, costa "solo" 108 mila dollari e te la vendono in kit! Alla faccia del c***o. Ma la smettessero di prenderci per il culo! Se 20 milioni di italiani fossero interessati, il modo di produrre vetture del genere si troverebbe, e costerebbero 10 volte meno! allora si potrei capire ad accettare i blocchi del traffico e le targhe alterne! Se non c'e' davvero la volontà politica di ridurre l'inquinamento e di cambiare mentalità siamo davvero lontani da qualunque soluzione!
Meditate, gente!
Angelo

Angelo Di Bari 23.03.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

"Atti eversivi" C'e' situazione di emergenza democratica". VERO!Finche' c'e' l'elefante in giro E'emergenza democratica.I ragazzi, la gente lo contestano , non e' colpa della sinistra che non organizza proprio nulla! L'elefante deve capire che i giovani non ne possono piu' di lui che gli ha tagliato l'albero del futuro.Prendersi contestazioni e'pura e' sana democrazia, come pure prendersi i fischi.POI che i notai sono addirittura "ASSALITI" PER IL TRASFERIMENTO DI BENI DA PADRE A FIGLIO,E' UNA VERA BUGIA, UNA VERA SCOREGGIA TROPPO MALEODORANTE (FORSE NON SA PIU' A CHE SANTO VOTARSI... E' IN AGONIA!)SIAMO STANCHI ,ELEFANTE, DEI TUOI ORRIBILI BARRITI E DISINFORMAZIONE DATA DAI TUOI LECCA-LECCA.

marygreenfield 23.03.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Casini stesso e' il leader indiscusso de l'UDC, dove militano e ne sono dirigenti un esercito di condannati o rinviati a giudizio per reati gravi.Cuffaro, Borzachelli,Vito bonsignore,Calogero Sodano e cosi' via.
Percio'!!!!!Casini appoggia l'elefante ....PER SOLIDARIETA'.Certo E' DA IRRESPONSABILI DIRE CHE FORSE..........SIAMO GOVERNATI DA MAFIOSI........

marygreenfield 23.03.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che Casini dice "dare del mafioso all'elefante e' pura irresponsabilita'"
Pure i ragazzi sanno!Dicono di un certo stalliere , un certo Vittorio Mangano, parlano di un uomo d'onore appartenente forse...a Cosa Nostra , forse della famiglia di Pippo Calo', un bravo personaggio, forse era una testa di ponte dell'organizzazione mafiosa del Nord-Italia, forse.....accusato forse... per traffico di droga che alcune volte si dice pure traffico di "cavalli" ecco perche', forse... faceva lo stalliere....a casa di chi...non ricordo....forse...tutti voi credo lo sapete! Coglioni!

marygreenfield 23.03.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, sono sempre più convinto che la parola chiave sia CONSAPEVOLEZZA, presa di coscienza, abbandono dello stato di LOBOTOMIA di cui è vittima una sempre più estesa parte della popolazione mondiale che ha accesso ai media (quelli che non hanno questo privilegio non hanno bisogno di essere lobotomizzati, dato che probabilmente domani o dopodomani moriranno di fame, di aids o di qualche epidemia).
spero che spazi episodici ma doverosi come questo tuo blog ci aiutino a svegliare sempre gente possibile: il blog come la "nabucodonosor", la nave del film matrix che salva le persone dai contenitori succhiaenergia, e se ricordi queste persone nel film sono tenute a bada da cavi che trasmettono al loro cervello la percezione di una finta esistenza, una realtà falsa ma credibilissima....

giuseppe cannone 23.03.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento


L'Idiota (accezione classica) per antonomasia, tronfio consapevole della sua incommensurabile megalomania, va blaterando da ogni occasionale pulpito "urbe et orbi", assolutamente immemore del ruolo istituzionale improvvidamente assegnato.
E' pur vero che la parte avversa non é immacolata, ma tale e tanta sconcezza putrida esorbita, anche dalla sola immaginazione, del suo più improbo componente.
Solo chi è burattino delle proprie insane pulsioni può prorompere in comportamenti così socialmente devastanti e, poi, ignobilmente GLORIFICARSENE!
L'Italia é assurta a livello mondiale a sinonimo di illegalità legalizzata!
E' un'esigenza etica primaria procedere alla DERATTIZZAZIONE delle nostre ISTITUZIONI, tanto infangate e asservite ai propri molteplici interessi personali!
Recuperiamo il 9 e 10 aprile le condizioni di un PAESE NORMALE, dove i cittadini EVASORI, CORRUTTORI, RICICLATORI di denaro, ORGANIZZATORI di trame(P2) contro la Stato stanno in CARCERE non ad insozzare le ISTITUZIONI!
Liberiamo l'Italia dalla violenza della MENZOGNA e dal brigantaggio MEDIATICO!
Riacquistiamo il diritto della SPERANZA nel domani, soprattutto, ridoniamolo ai NOSTRI FIGLI, che vivono nell'umiliazione del presente e nella disperazione del futuro!

emilio d'ambrosio 23.03.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso l'America e' preoccupata riguardo alla situazione dell'ordine pubblico e al rischio di attentati.
MA DA PARTE DI CHI? CI SIAMO INTESI????????????

marygreenfield 23.03.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento


----- Original Message -----
From: emilio d'ambrosio
To: laboccadellaverita@beppegrillo.it
Sent: Saturday, December 24, 2005 8:56 AM
Subject: idiota!


L'Idiota (accezione classica) per antonomasia, tronfio consapevole della sua incommensurabile megalomania, va blaterando da ogni occasionale pulpito "urbe et orbi", assolutamente immemore del ruolo istituzionale improvvidamente assegnato.
E' pur vero che la parte avversa non é immacolata, ma tale e tanta sconcezza putrida esorbita, anche dalla sola immaginazione, del suo più improbo componente.
Solo chi è burattino delle proprie insane pulsioni può prorompere in comportamenti così socialmente devastanti e, poi, ignobilmente GLORIFICARSENE!
L'Italia é assurta a livello mondiale a sinonimo di illegalità legalizzata!
E' un'esigenza etica primaria procedere alla DERATTIZZAZIONE delle nostre ISTITUZIONI, tanto infangate e asservite ai propri molteplici interessi personali!
Recuperiamo il 9 e 10 aprile le condizioni di un PAESE NORMALE, dove soggetti EVASORI, CORRUTTORI, RICICLATORI di denaro, ORGANIZZATORI di trame(P2) contro la Stato stanno in CARCERE non ad insozzare le ISTITUZIONI!
Liberiamo l'Italia dalla violenza della MENZOGNA e dal brigantaggio MEDIATICO!
Riacquistiamo il diritto della SPERANZA nel domani, soprattutto, ridoniamolo ai NOSTRI FIGLI, che vivono nell'umiliazione del presente e nella disperazione del futuro!

emilio d'ambrosio 23.03.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La commissione Servizi e Prodotti dell'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni ha punito il Tg4 e Studio Aperto. Proprio mentre il premier Silvio Berlusconi spiegava che il 90% dei media è nelle mani della sinistra, il telegiornale diretto da Emilio Fede è stato sanzionato con una multa di 200mila euro per aver violato la par condicio, ovviamente a tutto vantaggio della Casa delle Libertà.
Alla testata giornalistica di Italia Uno è invece stata inflitta una sanzione di 100mila euro.


L'Authority ha poi adottato la "diffida formale" nei confronti di Tg1 e Tg2.
Tg1, Tg2 e Tg3 sono poi stati invitati a concedere più spazio alla Rosa nel Pugno.
"Ci fa piacere che l'Autorità per le comunicazioni abbia alla fine battuto un colpo, riconoscendo in modo indiscutibile che ci sono state gravi violazioni della par condicio a Rete4, Italia Uno, Tg1 e Tg2 - ha commentato il diessino Giuseppe Giulietti - certo, per quanto riguarda le multe l'Agcom ha sicuramente applicato le regole, ma per Berlusconi sono l'equivalente di un pacchetto di sigarette, anche perché la quantità di spot mandati in onda per sostenere la sua campagna elettorale gli sarebbe costata ben altra cifra".

Mario Bianchi 23.03.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

mo' il dipartimento di stato americano dopo le manifestazioni a genova e gli insulti a baffettoni mette in guardia i suoi connazionali nel periodo delle elezioni italiane e definisce pericolose le manifestazioni di piazza. Prima Ruini poi Bush? Chi sarà il prossimo?


Che bravi ma se sono così bravi perché non hanno dato retta a loro stessi per le torre gemelle?

dal corriere:
«Americani in Italia attenti a dimostrazioni e terrorismo». Questo l’allarme lanciato improvvisamente dal Dipartimento di Stato in concomitanza con le nostre elezioni politiche di aprile e le Amministrative di maggio. In un pubblico comunicato, l’amministrazione ha invitato ieri i suoi cittadini nel nostro Paese «a essere vigili e fare il necessario per la propria sicurezza», evocando lo spettro di violenze da parte degli anarchici, i no global e altri estremisti, e di attentati di Al Qaeda.

L’allarme, che potrebbe danneggiare il turismo in Italia, rimarrà in vigore fino al 19 giugno, a meno che il nostro governo non prema perché sia revocato. L’iniziativa del Dipartimento di Stato sembra che sia scaturita da consultazioni con l’ambasciata Usa a Roma, dai moniti del governo italiano sulla «emergenza» e - come dice il documento - dalla possibilità prospettata dal nostro ministro della difesa Martino di un attacco terroristico come quello in Spagna. Il comunicato, preparato già l’altro ieri, è il primo dalla scorsa estate su di un Paese europeo alleato: i precedenti, una dozzina, riguardavano regioni in fermento, dalla Russia al Medio Oriente al Bangladesh.

giorgia della seta 23.03.06 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Evidentemente DIO ha deciso così, di lasciare che il Diavolo faccia la sua Opera, Ben venga una Sodoma e Gomorra, oppure era una bufala anche quella storia lì.
Ditemi dovè il bello della natura

Alessandro Imondi 23.03.06 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Il PIDUISTA gasogeno!

emilio d'ambrosio 23.03.06 07:29| 
 |
Rispondi al commento

SISU: LO SPECCHIO DEI VALORI

All’inizio del terzo millennio né il clima delle relazioni Stato-società né il modello di governo del cavaliere Silvio Berlusconi danno uno spiraglio di luce e di speranza per un futuro migliore. La giustizia finta, la potente discriminazione, da una parte e le carriere facili ed altrettanto facili arricchimenti dall’altra prendono tuttora il sopravvento!

A fronte di tutto questa iniquità e relativo disordine con l’approssimarsi delle elezioni politiche che ci saranno nel mese venturo, fa persino sorgere il sospetto che questo attuale governo si potrebbe organizzare persino un sistema elettorale fraudolento.

A prescindere da tutto ciò, se avremo la disgrazia di dovere avere in carica per la terza volta il governo con Silvio Berlusconi, dobbiamo rassegnarci ad avere un’amministrazione della giustizia corrotta, influenzata dal partito politico che continua a fare garantire l’impunità al terrorismo di Stato che tocca il fondo peggiore quando viene perfino rivolto ciecamente e senza scrupoli ai danni di chi è stato reso ammalato e disabile in servizio e per causa di servizio, come per esempio si verifica tuttora nella la vicenda della Signora Giovanna Nigris, così come meglio precisato e provato nel seguente sito web di legittima difesa della stessa dipendente assistente amministrativo di uno ospedale pubblico: http://www.mobbing-sisu.com

L’auge economico preparato e attivato da un vergognoso aumento generale del costo dei generi alimentari, prodotti petroliferi (con la benzina in testa), luce, gas, telefono ecc., in aggiunta agli affitti per la casa laddove i costi sono saliti alle stelle, fa rimarcare la tendenza del governo a non volere alleviare le misere condizioni di lavoratori e pensionati già duramente tartassati da una fonte di reddito davvero insufficiente in quanto era già stato reso assolutamente inadeguato al reale costo della vita. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu2)…

Giacomo Montana 23.03.06 07:24| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(Sisu2)…A mio modesto parere con l’insediamento dell’attuale governo vi è stata una bilancia di sperequazione che un corretto censimento potrebbe presumibilmente quantificare intorno al 30%, se non addirittura superiore. Di questo passo, se ci si avvicina al 50%, il potere di acquisto dei redditi da lavoro e delle pensioni, saranno presto dimezzati.

Se poi si considera che con il raggiro delle false verità per quanto attiene all’impiego vi è una disoccupazione sempre più preoccupante a fronte di una pretesa di questo governo di volere fare apparire che c’è più manodopera occupata con contratti di lavoro a termine, quando si sa bene che con questo sistema invece i lavoratori sono sempre più disoccupati, oltre al danno lo stesso governo ci aggiunge anche la beffa molto ben mascherata come in tante altre cose che amministra molto male.

Se poi si getta lo sguardo sulla politica fiscale, questa piuttosto che essere redistributiva tende parecchio ad essere incentivante per i settori imprenditoriali con fabbriche e manodopera all’estero (Cina e paesi dell’est europeo) con costi di produzione portati al minimo con ricavi enormi per condurre una vita molto più agiata in Italia.

Questi imprenditori con tale artifizio finanziario, oltretutto creano un grave danno al Paese, perché causano parecchia disoccupazione tra i lavoratori, di conseguenza, per sostenere chi è disoccupato e le loro famiglie, ci vorrebbe l’intervento straordinario di un governo imparziale che pensi anche a loro recuperando per esempio dagli imprenditori una tassa supplementare sulle merci importate di loro produzione. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu3)…

Giacomo Montana 23.03.06 07:23| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(Sisu3)… Altre spese che dovrebbero essere assolutamente evitate sono quelle legate ai costi delle guerre. Non è né leale né tanto meno onesto, fare sostenere tali costi anche ai cittadini che sono assolutamente contrari alla guerra. In questo caso questi cittadini, dovrebbero essere rimborsati su quanto il governo ha indebitamente percepito attraverso le tasse per finanziare la guerra.

Tasse che per non creare ulteriori proteste della gente, cautelarmene ne viene mantenuta nascosta la percentuale relativa di aggravio su tutti i prodotti di largo consumo che comunque incidono ulteriormente sul costo della vita. Questa teoria dei rapporti sociali nel suo insieme deve essere rivalutata e rimodernata. FORZA E ONORE IN UN’ITALIA SISU!

(Sisu è una parola finlandese, intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina.... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu). Giacomo Montana

Giacomo Montana 23.03.06 07:22| 
 |
Rispondi al commento

Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli uomini prosperassero, decise di concedere loro due virtù. E così fece:

*Gli svizzeri li fece ordinati e rispettosi delle leggi.
*Gli inglesi perseveranti e studiosi.
*I giapponesi lavoratori e pazienti.
*I francesi colti e raffinati.
*Gli spagnoli allegri e accoglienti.

Quando arrivò agli italiani si rivolse
all'angelo che prendeva nota e gli
disse: "Gli italiani saranno
intelligenti, onesti e di Forza Italia!".

Quando terminò con la
creazione, l'angelo gli disse:

"Signore, hai dato a tutti i popoli due
virtù ma agli italiani tre, questo
farà sì che prevarranno su tutti gli
altri".

"Porca miseria! è vero! Ma le virtù divine non si possono più togliere, che
gli italiani abbiano tre virtù! Però ogni persona non potrà averne più di due insieme".

Fu così che:

*L'italiano che è di Forza Italia ed onesto, non può essere intelligente.
*Colui che è intelligente e di Forza Italia, non può essere onesto.
*E quello che è intelligente e onesto non può essere di Forza Italia.

INVIATE QUESTO MESSAGGIO A TUTTI!!!
PERCHE' QUANDO SI ANDRA' DI NUOVO A VOTARE NON SUCCEDA CHE QUALCUNO PERDA L'INTELLIGENZA O L'ONESTA'.

Giuseppe Persichino 23.03.06 02:15| 
 |
Rispondi al commento

Ola beppe!
grazie ancora di tutto...
la proposta già ti sarà sicuramente stata fatta da altri... perchè non ti candidi?
io ti voterei...e non solo io...sei uno dei pochi ad avere ancora delle idee..idee vere...idee utili...
il mio voto ce l'hai:è una promessa!

matteo tempestini 22.03.06 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Salve!! è la prima volta che scrivo in questo blog.......volevo dire a beppe che sono una alunna del liceo meli di Palermo... e lo volevo ringraziare per la bellissima assemblea che ci ha regalato!!!nn era mai capitato..... m,i dispiace solo di nn aver potuto assistere allo spettacolo di domenica sera.....

francesca feo 22.03.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento

La verità dei politici ....
In questo ultimo periodo i toni della campagna elettorale hanno raggiunto un livello veramente insopportabile e penso che mai, come in questo ultimo periodo, la distanza tra i politici ed i cittadini è stata così enorme.
Sono tutti bravi in questo periodo a dare dimostrazione di ascolto dei cittadini: ma avete provato ad inserire dei messaggi nei forum dei leader politici o dei partiti ? avete mai visto un messaggio pubblicato ? non dico messasggi con insulti, ma semplicemente proposte "provocatorie" (per. esempio l'abolizione di alcuni privilegi da proporre nel proprio programma di governo per risanare ulteriormente il bilancio, la revisione del sistema pensionistico dei parlamentari, ...). Nessuna risposta ... anzi nessuna traccia..
Ovviamente è scomodo inserire dei messaggi in controtendenza ... è meglio far sembrare che tutto vada bene ....
povera Italia, poveri noi!

tommaso villari 22.03.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

si, scoregge come le menzogne mescolate a banalità (merda e puzza), come sono abituati a fare, come per esempio stanno facendo per i fatti di Genova...vergogna...vergogna...vergogna...

michele guelfo 22.03.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Qualcuno ieri sera ha visto Ballarò?
Qualcuno ha visto la situazione della "ricca" Bolzano? Ricchi, ricchissimi, praticamente in mutande...
Che dite, magari dopo aver visto una cosa simile anche la sinistra (che comunque avrà il mio voto) capirà che è ora di piantarla con questa "emergenza Mezzogiorno" (che sta in emergenza da 60 anni!!!) e deciderà di dedicarsi all'EMERGENZA ITALIA?
La mia unica speranza, da Milanese con cuore che batte a sinistra ma mentalità comunque padana, è che si capisca che, prima di offrire aiuto e solidarietà agli immigrati, dovremmo aiutarci ed essere solidali con gli ITALIANI! Ci sono laureati che si accontenterebbero di fare i baby sitter per qualche mese, per racimolare qualche soldo, ma non ci riescono perchè la senegalese o la bulgara accettano di lavorare per molto meno. Ci sono pensionati, qui a Milano, che rovistano negli scarti dei mercati ortofrutticoli per racimolare il pranzo! Li ho visti CON I MIEI OCCHI! Ci ho parlato! Una signora dignitosa, curata nel suo vecchio cappotto un po' logoro, che frugava tra spinaci e carote gettati via, infilava tutto nella borsetta e poi se ne andava! PENSIONATI! Gente che ha lavorato una vita! E che oggi non riesce a pagarsi sia affitto sia cibo e così si arrangia...
SINISTRA, DATTI UNA SVEGLIATA!!!

Elena Bianchi 22.03.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

La tentazione statalista degli imprenditori italiani - 1 di 2

di Stefano Magni http://www.opinione.it
Che strano: un imprenditore che chiede più Stato. L’intervento di Berlusconi a Confindustria ha messo di nuovo in luce questo insolito animale, una sorta di contraddizione vivente, che ha bisogno di libertà dallo Stato per agire meglio, ma vuole uno Stato più pesante e interventista, non può pagare tante tasse per crescere, ma chiede uno Stato ancora più costoso. In Italia ci siamo abituati: sin dai tempi della prima industrializzazione, i grandi imprenditori hanno chiesto interventi statali. Ovviamente per proteggere la loro industria. Infatti, la spiegazione potrebbe essere molto semplice e venire racchiusa in quegli “scheletri nell’armadio” citati dal presidente del Consiglio: un imprenditore diventa liberista quando deve emergere, statalista quando deve difendere una posizione di rendita. Tutti i nemici dello statalismo hanno sempre fatto notare l’affinità che c’è fra “big government” e “big business”. Un acerrimo nemico dello statalismo, l’anarco-individualista Albert Jay Nock, nel classico “Il nostro nemico, lo Stato”, sostiene che l’apparato statale nasce proprio per garantire agli individui che lo sappiano controllare, la possibilità di impadronirsi della ricchezza prodotta da altri. Ripercorrendo e smitizzando la genesi del governo federale statunitense, Nock sostiene che anche lo Stato nordamericano, che tuttora è considerato come uno dei più liberi del mondo, sia in realtà il prodotto degli interessi (del tutto privati) dei poteri forti economici di tre secoli fa.
Un altro politologo, Bertrand De Jouvenel, smascherava l’etica dello Stato interventista, dimostrando come rispondesse soprattutto all’interesse dei più forti, al di là dell’etica della redistribuzione: “In realtà la redistribuzione, più che un trasferimento dai più ricchi ai più poveri, come credevamo, è una redistribuzione di potere dall’individuo allo Stato”.

ernesto scontento 22.03.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

La tentazione statalista degli imprenditori italiani - 2 di 4

Lo Stato e l’imprenditore privato dovrebbero parlare due lingue diverse, ragionare secondo due logiche fra loro incompatibili se non opposte. L’imprenditore mette sul mercato il suo prodotto, frutto delle sue idee, e non può fare altro che far di tutto per farle piacere al più gran numero possibile di persone. Non essendo dotato di strumenti coercitivi, deve affidarsi alla persuasione (pubblicità) e adattarsi ai gusti dei consumatori potenziali. In un certo senso il mercato in cui agiscono gli imprenditori privati è la forma più compiuta della democrazia: emerge il prodotto che piace al maggior numero di consumatori, perché soddisfa maggiormente i loro bisogni e le loro esigenze. Lo Stato, anche se democratico, contrariamente all’imprenditore privato, ha la possibilità di imporre le proprie scelte con la forza. Essendo dotato del monopolio tendenziale della ‘violenza’, può, prima di tutto, costringere i cittadini a comprare direttamente i suoi servizi: la tassazione.
Indirettamente, tramite i monopoli legali, il protezionismo e i sussidi alle imprese, lo Stato può costringere i suoi cittadini a comprare un prodotto da una determinata azienda e non da altre. Da qui nasce la tentazione dell’imprenditore (soprattutto di quello che è già arrivato a ricoprire una buona posizione nel mercato e non intende perderla) di farsi proteggere e favorire dallo Stato. Anche le prime regolamentazioni anti-trust degli Stati Uniti, come rivelano i primissimi studi di economia di Alan Greenspan, erano in realtà una difesa di posizioni di rendita.
Tuttavia, la commistione di interessi statali e imprenditoriali rimane inspiegabile sotto un profilo culturale. Come può un imprenditore che vive di iniziativa individuale e di realizzazione di un profitto personale, predicare a favore di un’etica redistributiva?

ernesto scontento 22.03.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

La tentazione statalista degli imprenditori italiani - 3 di 4

Un’etica secondo cui si deve “togliere al ricco per dare al povero” e in cui essere troppo ricchi è necessariamente una colpa? Forse la spiegazione sulla disonestà intellettuale (predicare l’altruismo per conquistare una posizione di rendita) non è sufficiente. Ci sono sicuramente grandi imprenditori che credono seriamente nell’etica della redistribuzione. Secondo la filosofa Ayn Rand, questa è una delle peggiori patologie del capitalismo contemporaneo: “Karl Marx aveva predetto che il capitalismo si sarebbe suicidato.
I capitalisti stanno realizzando questa profezia” – aveva sostenuto nel corso della sua ultima conferenza al Ford Hall Forum nel 1981 “The Sanction of the Victims”, di fronte ad una platea di imprenditori – “denigrando sé stessi, stanno distruggendo il capitalismo, di cui sono il simbolo e il prodotto”. I capitalisti si autodistruggono nel momento in cui accettano l’etica dell’altruismo. Dove per altruismo Ayn Rand intendeva la filosofia dell’autosacrificio: non la benevolenza nei confronti del prossimo, ma la rinuncia al proprio benessere per il bene della collettività. L’affermazione intellettuale dell’etica dell’altruismo, sia di matrice cristiana che socialista, ha trasformato i sistemi di libero mercato in società collettivizzate: “L’altruismo è incompatibile con il capitalismo” – sosteneva sempre in “The Sanction of the Victims” – “così come è incompatibile con gli imprenditori.
Quello degli imprenditori è un fenomeno benevolo e ottimistico prevalentemente americano. L’essenza del loro lavoro è una lotta costante per migliorare la vita umana, per soddisfare i bisogni e i desideri dell’uomo, non la pratica della rassegnazione, della resa e l’adorazione della sofferenza

ernesto scontento 22.03.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

La tentazione statalista degli imprenditori italiani - 4 di 4

E qui c’è un profondo fossato fra l’imprenditore e l’altruismo: l’imprenditore non si sacrifica agli altri – se lo fa, finisce fuori dal mercato in pochi mesi o giorni – ma trae profitto, diventa ricco, viene premiato come gli spetta.
Questo è ciò che gli altruisti, i collettivisti e gli altri ‘umanisti’ alla moda, odiano degli imprenditori: il loro perseguire un obiettivo riuscendoci”. Ma in un sistema collettivizzato dalla cultura altruista, anche gli imprenditori cessano di essere indipendenti e si piegano alla mentalità e alle esigenze del sistema: “Molti imprenditori, al giorno d’oggi, hanno accettato il senso di colpa indotto in loro dagli altruisti”. E questo cambiamento di mentalità era considerato dalla Rand un vero e proprio tradimento della categoria verso se stessa: “Ogni minoranza etnica si fa ascoltare. Se qualcuno sensibilizza il pubblico sulla condizione dei curdi in Iran, vi saranno dozzine di voci che si leveranno in loro difesa. Ma nessuno fiaterà in difesa della minoranza di imprenditori quando vengono attaccati e insultati da tutti e in ogni occasione. Qual è la causa di questa evidente ingiustizia? La stessa politica degli imprenditori: il tradimento dei loro stessi valori, il loro appeasement con il nemico, i loro compromessi, tutto ciò che contribuisce a creare un clima di codardia morale. Si aggiunga il fatto che gli imprenditori stanno creando e sostenendo i loro stessi distruttori”. Dove per “distruttori” la Rand intendeva soprattutto gli intellettuali collettivisti, finanziati prevalentemente da imprenditori privati. Ma si aggiunga anche tutta la retorica statalista degli imprenditori stessi e il quadro del suicidio morale è completo.

ernesto scontento 22.03.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

APERTURA BLOG DEDICATO ALLE PROPOSTE:
Come preannunciato, da discussioni occorse in altri POST, in attesa che Beppe (che ovviamente ha un sacco da fare...) apra un'iniziativa dal TITOLO: PROPOSTE per migliorare la scelta tra il MARCIO E LA MUFFA...
Chi vuole, può iniziare a lasciare un contributo di come vorrebbe migliorare le cose sul BLOG creato ad hoc....

http://grillacci.blogspot.com/

Grazie ogni commento è benvenuto SENZA NESSUNA CENSURA... o preferenza

Franco Marese 22.03.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Dopo avere visto come sa imbroccare bene la strada dell’inganno Berlusconi, per il prossimo futuro, potremmo intraprendere un cammino diverso, più promettente, più sicuro e senza ostentazione. A Berlusconi, sono bastati cinque anni di mal-governo per paralizzare l’economia italiana (questa è la verità reale, quella virtuale scrupoli e senza morale lasciamola a lui) con conseguenze dolorose e traumatiche per la stragrande maggioranza dei cittadini e per la società italiana in generale, insieme alle forti tensioni che si sono sviluppate un poco in tutte le regioni della nazione.

Tutto ciò, ci ha insegnato che, il mal-governo, lungi dal risolvere i problemi degli italiani, verosimilmente risolve solo i problemi dei parenti e amici stretti, del noto cavaliere, provocando seri costi sociali. Ci insegna anche in modo inequivocabile che, finché continueranno a persistere le cause che hanno generato questo stallo e fermento, gli italiani vivranno ulteriore pericolo costante di nuovi disastri all’economia del Paese dalle conseguenze di uguale blocco economico, se non addirittura peggiori.

Per questo diviene di vitale importanza che coloro che manovreranno le leve del potere in Italia, coloro che ostenteranno il potere reale e quello formale, abbiano davvero la volontà e la ferma determinazione di volere rimuovere le cause nocive allo stato e al tempo stesso promuovere un serio dialogo senza pregiudizi con la minoranza in parlamento per la soluzione ragionata, razionale e pacifica dei problemi. Ne beneficeremmo tutti e faremmo una migliore figura in ambito internazionale.

Spero anche io che col nuovo governo possa ottenere la cessazione delle torture contro la mia persona come meglio spiegato dettagliato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com FORZA SISU! Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 22.03.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ormai è in conflitto con tutti,dalla cgil a confindustria,dal corriere della sera a stop,dalla magistratura all'istat,da Fini a Bertinotti,con tutte le reti tv (che non gli danno abbastanza spazio per spiegare agli italiani cosa cacchio ha fatto in 5 anni,con la moglie e la suocera.
Gli unici contro cui non ha motivo di protestare su qualcosa sono :
1)la mafia,
2)le alte gerarchie ecclesiastiche,
3)gli stolti, che agitano festosi le bandiere di Forza Italia ai suoi show(rigorosamente a porte chiuse per non sentire i fischi di fuori)e che ascoltano sempre le stesse litanie deliranti di uno sfascia costituzione.

alessandro bartolini 22.03.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

mi riferisco al tuo spettacolo di Palermo, durante il quale più volte hai fatto cenno ai 61 seggi ottenuti dalla destra nella nostra regione.
Dovresti scendere in Sicilia durante la campagna elettorale e capiresti come si svolge quest'ultima dalle nostre parti.
Ci sono paesi interi nei quali già qualcuno ha deciso per chi si deve votare, alla gente non resta che andare alle urne.
Caro Beppe, da noi c'è ancora molta gente che ha paura di ribellarsi, noi non ci sentiamo abbastanza protetti dalle istituzioni.
Grazie di esserci.

peppe corrao 22.03.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE L'USO DELLE MAIUSCOLE, MA CREDO CHE SOLO UN "URLO" POSSA RICHIAMARE L'ATTENZIONE SU CASA REALMENTE E' IMPORTANTE, ANCORA A FARSI LA GUERRA DESTRA CONTRO SINISTRA, ANCORA A LITIGARE PER QUESTA O QULLA LEGGE... SIGNORI I POLITICI "TUTTI, DESTRA, SINISTRA E CENTRO" PENSANO SOLO AI LORO SPORCHI INTERESSI FREGANDOSENE DEL POPOLO CHE LI HA ELETTI INTERESSANDOSI SOLO DI CHI GLI HA FATTO PRENDERE PIU' VOTI DANDO LORO UN CONTENTINO, PREOCCUPARSI DELLE VIOLENZE SU QUESTA O QUELLA PARATA O MANIFESTAZIONE... COSA SUCCEDEREBBE SE NESSUNO VOTASSE??? COSA SUCCEDEREBBE SE POTESSIMO VINCOLARE I PROGRAMMI DEI PARTITI AL LORO POTERE GOVERNATIVO??? E COSA SUCCEDEREBBE SE SI VOTASSERO SOLO I PROGRAMMI O SINGOLI PARTI DI PROGRAMMA DI QUESTA O QUELLA LISTA, INVECE DI VOTARE L'UOMO??? CREEREMMO UNA GABBIA OBBLIGATA PER I POLITICI A FARE CIO' CHE NOI ABBIAMO VOTATO E QUINDI CREARE UN MONDO FATTO DI LEGGI CHE SALVAGUARDINO I NOSTRI BISOGNI E LE NOSTRE NECESSITA'!!! Pensateci, pensateci!!!

Giovanni Felaco 22.03.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

I MILLE VOLTI DELL’INDIVIDUALISMO E DELLA VIOLENZA
-di Giacomo Montana

Anche il nuovo millennio ha conosciuto l'esplosione della violenza senza limiti, sia sul piano giustificativo della guerra, come parte dell’ingranaggio della politica, sia su quello della possibilità di potere fare altra conoscenza scientifica sul contagio di una malattia avvenuto in una struttura ospedaliera. Come vedremo sono capaci entrambe, sebbene in proporzioni notevolmente diverse, di una violenza che comunque, sul piano del profilo della disumanità, è da ritenersi inaccettabile.


Da questa cultura discende tutta una serie di danni alla persona con una infinità di conseguenze. Impressionante è la sequela dei mille volti della violenza! Inquadrando il rapporto di una vicenda drammatica e il potere politico, si riscontra che il tutto diviene assolutamente indissolubile, come se fosse un unico corpo. A questo punto emerge persino che il potere politico assume il monopolio della violenza.


Con questo sporco sistema la violenza viene legittimata, persino da quella parte di governo che ne è venuta a conoscenza e che nulla fa per fermarla. In questo modo, anche il valore fondamentale della sicurezza della propria vita per una vittima della violenza finisce inesorabilmente in fumo. Secondo la mia personale esperienza di osservatore, nella collettività vi sono parecchi usi della violenza e, anche quando apparentemente non fanno capo al potere politico, a lungo andare rientrano in un sistema criminale più generale ed è un modo nuovo di fare politica.


Il governo a questo punto, quanto meno anche solo con l’inerzia che manifesta non intervenendo in aiuto di una VITTIMA, incorpora alla violenza IL PROPRIO SILENZIO ASSENSO e contestualmente prende forma un sistema violatore di ogni principio morale, umano e religioso. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu2)…

Giacomo Montana 22.03.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu2)…A questo punto possiamo facilmente convenire che la violenza e i relativi delitti, talvolta sono da ritenersi il braccio terrificante del potere politico degenerato, specializzato nel sapere bene confondere ed annebbiare le coscienze dei cittadini, smistandone i consensi elettorali.


Sappiamo bene che c’è un’enorme differenza tra uccidere milioni di contadini, come è accaduto sotto il regime di Hitler, e uccidere lentamente e di nascosto qualcuno, ma ciò che unisce è la convinzione che in alcuni casi l'annientamento fisico di un soggetto talvolta viene tacitamente accettato dal governo, persino soltanto per salvare la faccia di parecchi criminali amici, che si sono coalizzati tra loro e sono addirittura divenuti parte della linfa vitale del potere politico.


Un’altra forma di violenza è anche quella che si manifesta quando si pretende che la vittima della violenza debba restare a subire senza protestare, come se ci si infastidisse più per la protesta della vittima che del crimine di stato. La protesta, secondo me, è l’unica arma di legittima difesa pacifica e legale che rimane alla vittima del crimine occulto e non può essere soffocata.

C’è da dire che, in un certo senso, rappresenta persino una lotta più generale contro le infinite reti appartenenti al conflitto di interessi, sia visibili e noti che non. Paradossalmente, la violenza viene mascherata in parecchie maniere, persino nel nome di ideali di fratellanza e di soccorso umanitario, sino a vederla rientrare nelle azioni illegali esercitate da funzionari di una struttura ospedaliera, così come è accaduto e meglio spiegato e provato nel seguente sito web di legittima difesa della Signora Giovanna Nigris: http://www.mobbing-sisu.com …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu3)…

Giacomo Montana 22.03.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(Sisu3)…In questo caso la vittima, come vedremo, è stata portata allo stremo delle sue forze ed oggi dopo 14 anni di torture, dopo essere stata ridotta ammalata in servizio e per causa di servizio, e successivamente anche disabile, da due anni è stata abbandonata in malattia grave con ossigenoterapia domiciliare e privata persino della possibilità economica di potersi curare sufficientemente, secondo prescrizione medica, a causa del fatto che non si può acquistare tutti e farmaci prescrittigli, non esentati dal pagamento dal Servizio Sanitario Nazionale.


Quando durante il mio lavoro di volontariato, vedo a volto assumere un colorito cianotico a questa signora, nonostante la somministrazione dell’ossigeno, è inspiegabile il sentimento di sdegno che provo, pensando a tutti i personaggi politici che continuano pacificamente ad ingannare la buona fede degli elettori, mascherando molto bene chi sono in realtà. Siamo liberi di capire, quanto di fare finta di non capire. Ricordiamoci sempre però che anche quando la violenza non ci tocca in prima persona, perché sopprime gli altri, non può comunque infondere tranquillità di spirito a nessuno. Forza e onore in un’Italia Sisu.


Giacomo Montana 22.03.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
ho visto che in questo spazio regna un po' di appiattimento.
"Sono tutti uguali i nostri politici, è tutto un MAGNA MAGNA, chiunque sale al potere non cambierà nulla e i danni sono irreparabili.
Del resto tutti pensano al loro tornaconto e noi siamo sempre coloro che se la prendono.....si li dietro avete capito...."
Non deve passare questa linea, vi prego!
Non adoro questa sinistra.
Non ho in camera il poster di Fassino, ne tantomeno la gigantografia di Prodi o di Rutelli.......ma veramente vogliamo rischiare altri cinque anni come questi....abbiamo davanti due montagne da scalare una di merda e una di fango........beh io scelgo di scalare quella di fango perchè ne ho abbastanza di B. e della sua masnada di YESMEN che in Italiano si traduce Leccaculi.....ma quello che mi fa morire e' il Federale Ripulito .....G.Fini....
Ha una voglia pazza di fare il saluto romano EIA EIA ALALA..... e di dare una sberla a Berlusconi...ma non puo' e sta impazzendo ....
Basta vi prego io vado a votare e voto per Prodi...basta qualunquismo tra i due mali scelgo il minore!

simone rossi 22.03.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Padre Sorge (seguita) evoca un nuovo riformismo per i cattolici
La democrazia italiana è in uno stato di grave emergenza. E lo sa anche chi finge che tutto vada bene:
Caduta di senso di socialità e cultura della legalità: basta vedere come si lotti meno contro la criminalità organizzata; l’Udc governa in Sicilia nonostante il Presid. e 10 consiglieri region. siano indagati o arrestati per associazione mafiosa
Concezione individualistico-libertaria, concezione privatistica dell'economia, mancata considerazione del bene comune...il berlusconismo, che non è solo una politica da negare, è nefasto per la democr. perché uno solo ha in mano tutti i poteri: dispone direttamente del legislativo e dell'esecutivo, condiziona economia e media, mette sotto di sé il giudiziario
Per non citare le leggi ad personam per salvare lui e i suoi da guai giudiziari (come la ex Cirielli ) e la ferita mortale inferta alla convivenza democratica dalle ultime leggi: la riforma costituz. che costituisce una manipolazione della Costit. e della democr. perché altera l'equilibrio fra i poteri, depotenzia il Parlam., ostacola le relazioni tra Camera e Senato, deprime il presid. della Repubbl., e la riforma elettorale che con un premio di maggioranza del 55% e l’abolizione delle preferenze trasforma il Parlamento in un insieme di feudi in mano al monarca
C'è dunque una democrazia da ricostruire, occorre difendere la Costituz. e la legalità democratica, difendere lo Stato sociale, riprendere lo sviluppo del Sud, globalizzare solidarietà, diritti e democrazia
Ma questa assunzione di responsabilità storica vuole cristiani liberi e forti, capaci di una laicità che non degeneri in omologaz, (al 'pensiero unico') e non favorisca la deriva neoliberista, capaci di opporsi a una visione utilitaristica della politica, che usa il potere a difesa di interessi corporativi o addirittura personali, relegando in secondo piano le ragioni dei deboli che non godono di diritti sociali

viviana vivarelli 22.03.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

sono sempre più convinto che li dobbiamo mandare a casa tutti e realizzare la nostra democrazia
ciao a tutti

christian laurito 22.03.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento

x Nicola Facciolini di Forza Italia
VIVA PRODI!
Sembri l'elefantino che snocciola numeri su numeri.
Ma lo sappiamo fare anche noi al contrario pero'.
Nel 2005 la crescita del PIL e' stata nulla (le previsioni convergevano su una crescita tra lo 0,1% - 0,2% e invece niente!) Consolazione non puo' venire dal risultato sul rapporto deficit/pil al 4,1%)
E' aumentata la spesa per le famiglie ed e' cresciuta dello 0,1% rispetto al 2004,mentre l'occupazione e' diminuita nel 2005 dello 0,4% per un valore di meno 102mila posti di lavoro.
L'occupazione non e' in crescita perche' l'ISTAT ha quantificato il lavoro non nei termini degli occupati o dei disoccupati, ha invece quantificato la quantita' di lavoro impiegato nell'intero sistema produttivo considerando il totale delle ore effettivamente lavorate e dividendo per il numero di ore che un lavoratore regolare a tempo pieno avrebbe lavorato nell'arco dell'intero anno.
Con questa magia, l'occupazione e' salita.Ma la crescita e' stata ottenuta ripartendo la quantita' di lavoro richiesta dal sistema produttivo su un maggiore numero di persone, col risultato di una riduzione delle ore mediamente lavorate da ciascun lavoratore,
L'occupazione cresce e la produzione di reddito no!
L'Italia sta creando troppi occupati rispetto alla sua crescita economica.
E' vero invece che l'Italia si e' spinta troppo sulla strada della flessibilita' SENZA PREOCCUPARSI DELLE GARANZIE COMPATIBILI CON LE NUOVE FORME DI LAVORO CONSENTITE: INTERINALE,A TEMPO DETERMINATO,A TEMPO PARZIALE,A COLLABORAZIONE COORDINATA A PROGETTO.
COL RISULTATO CHE OGGI LA FLESSIBILITA' E' TROPPO SPESSO SINONIMO DI LAVORO USA E GETTA, DI PRECARIETA' DA CORREGGERE AL PIU' PRESTO ONDE EVITARE UNO SVILUPPO SENZA QUALITA' DEL PAESE ED UNA GUERRA GENERAZIONALE, PER CARENZA DI GARANZIE AI GIOVANI.
ALLA FLESSIBILITA' BISOGNA DARE BUONI PILASTRI RIDUCENDO I RISCHI DI ESSERE BUTTATO FUORI A 40 ANNI DAL MERCATO DEL LAVORO, RIMANENDO PRECARIO A VITA.MAMME VOTATE!!

marygreenfield 22.03.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=60482

Nuovo durissimo attacco alla gestione dell'economia italiana dall'autorevole Financial Times. "L'Italia sta seguendo la stessa strada dell'Argentina verso la rovina", pubblicato oggi dal quotidiano sulla situazione delle finanze pubbliche dell'Italia e le similitudini con quelle del paese sud americano a fine anni '90 - dissesto che per Buenos Aires si concluse con un disastroso default e milioni di risparmiatori coinvolti. Firma di Desmond Lachman, American Enterprise Institute, uno dei maggiori think-tank di oltreoceano, già vice direttore del Policy and Review Department del FMI
Mario Draghi, nuovo governatore della banca dell'Italia, avverte che l'economia italiana "si è arenata
A parte le debolezze politiche ed istituzionali che disturbano l'Italia - come dimostra l'attuale campagna elettorale polemica e un altro grande scandalo bancario che ha rovinato ulteriormente la reputazione del sistema finanz. Ital. - la difficile situazione economica del paese è simile a quella dell'Argentina verso la fine degli anni 90. Draghi stesso riconosce implicitamente questa somiglianza quando asserisce che l'Italia deve migliorare il suo rendimento se si vuole avere qualche speranza di invertire il declino del paese

Ci sarà il bugiardo? Chi vede obiettivamente che stiamo marciando verso la rovina o quel tale che dice che la crisi non esiste?

Il problema non è fare il tifo per Berlusconi o Prodi, ma capire o rifiutare di capire che siamo messi molto male, perché se si rifiuta di capire questo, per la difesa insensata di un uomo solo, il paese è perduto.

Ing. Fabrizio Landi 22.03.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Eh, Russo Giuseppe, non è così che si fa, non si dà di bugiardo a uno perché non si sa cosa ribattergli, questa è la tecnica del tuo leader, ma ne abbiamo le scatole piene della sua pochezza di idee e dei suoi modi aggressivi e anti-democratici. Se non hai ragioni, non puoi tirare calcioni. Farsi ragone a suon di offese non è accettabile. Il calcio negli stinchi all'avversario non ha mai contrassegnato il diritto, semmai la prepotenza.
Se uno non ha di meglio da dire che offendere, passa prima per sconfitto senza conseguire alcuna primazia nel dibattito. Ad attaccare senza argomenti è solo chi si sente perso, e proprio perché argomenti non ne ha passa allo scherno o all'insulto o dice stupidamente che l'altro mente, e in tal modo è perduto. Tira calci chi non ha cervello.
Una persone di rispetto, se non è d'accordo su qualcosa, argomenta con prove serie e documentate. La ragione non si ottiene dando di bugiardo o peggio. Quello che non sai si chiama 'dialettica' ed è una delle arti più antiche del mondo. Gli antici Greci ne fecero una delle più eccelse attività dei cittadini, duemilaseicento anni fa, e la affinarono come strumento della logica e della democrazia. Chi invece persegue i metodi barbari dei distruttori sa solo dare di bugiardo, ma senza prove, o infamare, ma senza diritto, e il suo resta un grido grottesco che suscita solo disprezzo.
Nel caso specifico, tu credi a uno che ha gettato nel cesso tutti gli indicatori europei e internazionali, tutte le classifiche sul mondo, tutti i risultati delle indagini economiche, persino quelle di giornali come The Economist o Sole24ore. Secondo te, solo quello che rifiuta ogni prova reale dice la verità e chi lo critica mente? Metteremo la camicia di forza al dottore per liberare il matto? Un po' distorto, mi pare.

viviana vivarelli 22.03.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Nicola
L'ISTAT fu creata da Mussolini per dare al paese cifre addomesticate, di governo, e da allora ha dato sempre dati piuttosto discutibili, di regime, che troppo spesso hanno mancato di validità. I dati sono spesso troppo strani per non destare ilarità, anche considerando i mezzi con cui sono rilevati (basti pensare a un paniere in cui manca la spesa per l'assicurazione auto ma ci sono il caviale o le giarrettiere da uomo). Quanto valgano i dati Istat ognuno di noi l'ha potuto verificare di persona, confrontandoli con quel che paga di affitto o di spesa quotidiana (perfettamente ridicoli per es. i dati sull'orttofrutta). Le cifre spesso sembrano campate in aria o rpese con metodi strani.
Ora Berlusconi, mentre nega tutti gli indicatori economici europei o internazionali, si avvale di queste stesse cifre per avvalorare una presunta risalita economica, che ci sarà anche ma non certo per merito suo. Nello stesso tempo, appena due giorni fa, ha detto: "é noto che i vertici dell'ISTAT sono tutti comunisti".
Ora la sua ossessione che vede comunisti dappertutto, anche nell'ISTAT o in Sole24 ore, comincia a essere un po' pesante e sarebbe ora che si curasse, perché è da neurodeliri. Se anche ciò non fosse, dobbiamo notare la discrasia logica per cui si attacca all'ISTAT e nello stesso tempo dice che "é diretta da comunisti", ma di queste discrasie si faranno carico quelli che lo vogliono votare.
Sull'ISTAT notiamo anche il modo barbaro con cui viene stabilito il presunto aumento dell'occupazione. Se su 500.000 extracomunitari che lavorano in nero in Italia, 170.000 vengono regolarizzati, in verità non abbiamo 170.000 lavoratori in più, ma 320.000 lavoratori in nero. Ma questo l'ISTAT lo ignora. Dunque quel milione di posti di lavoro decantati da B non c'erano. Se nelle regioni del sud, la gente smette di iscriversi alle liste di disoccupazione, perché emigra o fa cose non lecite, l'ISTAT dice che la disoccupazione è diminuita. Questo ha senso per voi?

viviana vivarelli 22.03.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Disinformazione (2)
Ieri sera lo abbiamo anche dovuto sentire a Ballarò che chiudeva la bocca a Della Valle che spiegava il poco credito che hanno gli industriali all'estero a causa di B, dicendo: "Queste sono cose che al paese non interessano!" Se non è stupido...cosa? Agli italiani interessa, eccome, cosa si pensa di noi, perché se non esportiamo, le imprese chiudono e ne consegue disoccupazione e altra crisi! Se l'immagine dell'Italia crolla, gli investitori stranieri investono altrove. A frasi di questo tipo, ci cadono le braccia e ci chiediamo se questa gente ci fa o c'è
Di cose poco serie ne abbiamo dovute vedere fin troppe da questa sinistra per sperare in una informazione in un impegno corretti. Dal conflitto di interesse affossato in poi, è stato tutto un susseguirsi di atti collusivi: l’inciucio sulla bicamerale, la propensione al maggioritario o al premierato forte...la lode della globalizzaz...l'avversione alla difesa dell'articolo 18, l'avvio alla precarizz., le manovre con la Chiesa, l'abbandono delle quote rosa, l'assenteismo in parlam...il siluramento di Mieli in RAI, l'abbandono dell'Unità al fallimento e poi la rimozione forzata di Furio Colombo, il silenzio su Enzo Biagi e gli altri censurati, la mollezza sulla pace..non ce la faccio a dire quanto e quante volte una certa sinistra si e' adagiata sulle idee di B o gli ha fatto un favore. E' questo che vorremmo? Non credo.
Per ripetere parole non mie, ma di un vecchio contadino del pisano: "Non avremo mai democrazia e libertà, finché queste non saranno praticate dentro i partiti". E noi dentro i partiti non ne troviamo.
Mi basta vedere come Nando Dalla Chiesa sia stato espunto dalle liste dei DS e la moglie di Fassino, invece, ci sia, per capire come vanno le cose. Non è con questa gente che porteremo avanti l'Italia

viviana vivarelli 22.03.06 08:40| 
 |
Rispondi al commento

La disinformazione
dovrebbe apparire a molti che gli interessi di certa sinistra sono intrecciati a quelli di B. Ciò è apparso fin troppo chiaro nel poco che è trapelato sulla corruzione di Fazio e sulla collusione del sistema bancario con la politica (vedi Fazio ecc), sul favore a palazzinari come Ricucci, le mazzette di Fiorani, i patrimoni di Consorte.. Non so se l'intreccio affaristico attorno all'ex governatore di Bankitalia ci sarà mai svelato, ma i 'loro' affari non combinano certo coi 'nostri' interessi, e non possono fare a meno di proiettarsi sulla distorsione dell'informazione, sia televisiva che cartacea
A parte Lasette in mano a Tronchetti Provera che ha tutto interesse a tenersi buoni tutti e avere fido bancario (il presidio fisso di Ferrara e Baget Bozzo su LaSette è simile a quello di Mangano ad Arcore) che dovremmo pensare della cessione al governo della RAI? della persistenza di un Petruccioli? della pessima condotta di Annunziata quando era direttore? delle sue censure alla Guzzanti? del modo tutto con cui l'informazione RAI è impartita? delle vergogne di Rai3? di come chiama no global i peggiori delinquenti? o ripete a pappagallo le atroci frasi di Pisanu o gli slogan di B o le false cifre di governo, come fosse un galoppino imbelle? delle dirette negate sulle grandi manifestazioni? Di come devia l'attenzione su futilità distogliendola da cose di interesse? dalle manipolazioni della verità sul G8?
Mi spiace ripetermi troppo spesso nelle mie critiche a D'Alema, ma il suo snobismo elitario, gli interessi della sua fondazione, la benevola protezione a Fazio, agli immobiliaristi come Ricucci, gli ambigui interessi di Unipol.. poco hanno a che fare ...non dico nemmeno con la sinistra, ma con una condotta pulita e seria, e si intrecciano alla passivita' di Fassino, alla sua velata connivenza col peggio di governo, alla sua fiacchezza reattiva e smorta, alla sua scarsa vitalità politica

viviana vivarelli 22.03.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

X Ernesto

A Voi che votate (e avete tutto il mio rispetto)

Ernesto,
Ma se sbagliate a votare, sia che votiate a destra o a sinistra, come pensate di rimediare.

Non possiamo mica romperci le balle altri 5 anni. Col premio di maggioranza viene fuori un altro casino come quello che abbiamo vissuto in questi cinque ultimi anni

Non è una battuta: quale è il meccanismo per sfiduciare chi è stato votato “per sbaglio”, quale è il meccanismo per il recupero dell’errore ?

Quando c’era il proporzionale qualcosa avveniva in Parlamento, ma adesso (maggioritario o Premio di maggioranza) non c’è mica più una possibilità del genere.

In alcuni paesi del Nord Europa c’è un meccanismo di licenziamento per giusta causa, o un periodo di prova per i Parlamentari e i Governi in clima maggioranza/governabilità “forzata”. Voi, il 9 aprile, andate a firmare una cambiale in bianco.

Alle Passate elezioni ho assistito ad un colloquio tra un tabaccaio che commentava la vittoria della destra dicendo: - Beh, se non funziona, alle prossime lo cambiamo - e un operaio in pensione che rispondeva: - Si, ma se non funziona io non ho mica altri 5 anni da vivere – Adesso siamo alle solita

IO CAPISCO CHE SIATE CONVINTI DELLE VOSTRE IDEE, MA SIETE COSI CONVINTI DA GIOCARVI 5 ANNI DI VITA ? Perché deve valere una quinquennale legge del Menga ?

Harry Steed 22.03.06 01:13| 
 |
Rispondi al commento

X Giovanni Felaco 21.03.06 18:48

Non lo so se tu sei fuori luogo, ma non mi pare che ci sia niente fuori luogo nel tuo post, certo il tuo è un discorso “di ampio respiro”.

Personalmente ti segnalo una piccola "paranoia": se vuoi, collegala all’Aviaria.

IL PRINCIPIO DELLA SCHIAVITU’

Se si pongono dei vincoli alla macellazione del pollame non soggetto a controlli, quello che alcuni hanno nel pollaio per esempio, praticamente si toglie dal mercato il CIBO = MANGIARE = VIVERE "incontrollato". Si è fatto con il bovino (quella che in tempo di guerra si chiamava carne di fosso perché macellata di nascosto in campagna) e si farà con il resto.

Le vacche oramai sono schedate, i polli sono schedati, chi si alleverà i polli per proprio conto non potrà mangiarli senza un tributo.Il diritto a vivere sarà sempre più controllato.

Mettendo sotto controllo “sanitario “ TUTTO il CIBO di fatto costringi chi vuole vivere a “Tributare”. Metti sotto controllo il Diritto di Vivere e fai il prezzo della vita. ( Pay per Life).

Stiamo vietando “a chi a fame” di mangiare un pollo “suo” a suo insindacabile rischio e pericolo se non “Tributa“ ai Pochi Moloch.

Il motivo per cui non abbiamo potuto esportare i tortellini alla carne e i prosciutti negli erano “SANITARI” non protezionistici. Com’è che noi abbiamo continuato a mangiare i prosciutti che gli americani si rifiutavano di mangiare perché pericolosi per la salute ad un punto tale da non essere nemmeno importabili?

L’energia è un problema ma il mancato riconoscimento che l’Acqua è un diritto (che può essere artificialmente resa scarsa o inaccessibile) é già un problema più grosso ancora.

Gestire il prezzo dell’acqua equivale Gestire il Diritto alla Vita.

La Bulgaria, che si è trovata nel mercato competitivo europeo, mi pare abbia diversificato la politica energetica dalla politica di gestione dell’acqua: e Noi ? e Noi ? e Noi ?

Harry Steed 22.03.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"SACCONI: ISTAT CONFERMA MIGLIORAMENTO MERCATO DEL LAVORO". Merito del Governo Berlusconi.

I dati Istat sull'occupazione (nella media del 2005 il tasso di disoccupazione e' sceso al 7,7% per centro dall'8% del 2004 e sempre nella media del 2005, l'occupazione e' aumentata dello 0,7%, pari a 158 unita' in piu' rispetto al 2004) "confermano il miglioramento del mercato del lavoro dal punto di vista della sua attitudine a includere piu' persone che in passato a parita' di andamento dell'economia".
Lo ha affermato in una nota, il sottosegretario al welfare, Maurizio Sacconi, che ha osservato: "Nonostante la crescita zero del 2005 l'occupazione e' cresciuta e la disoccupazione e' diminuita e soprattutto sono buoni i dati tendenziali che fanno ben sperare per l'anno in corso. Cresce significativamente il lavoro a tempo parziale il cui contratto e' stato riformato dalla legge Biagi proprio per agevolarne l'impiego in quanto contratto richiesto da molti lavoratori e da moltissime lavoratrici". "A dispetto di tutte le esasperazioni strumentali sulla dimensione della precarieta' si conferma che nel complesso i contratti di lavoro permanente costituiscono l'87,3% del totale dei rapporti di lavoro, per cui i contratti a termine sono il 12,7% includendo in questa quota anche contratti di qualita' come quelli di apprendistato. In un anno difficile come il 2005 il mercato del lavoro ha quindi reagito positivamente ai pur modesti impulsi dell'economia e il risultato", conclude Sacconi, "si deve alla crescita del lavoro dipendente perche' quello indipendente e' invece diminuito a causa della cessazione di molte piccole attivita' marginali".

I gas del centrosinistra sono stati neutralizzati. I sondaggi indicano un + 5.5% al centrodestra.

www.forza-italia.it

Nicola Facciolini 21.03.06 22:12| 
 |
Rispondi al commento

COME CAMBIANO I TEMPI.

Credevo che in Italia si rispettasse la Carta Costituzionale.

Pensavo che in Italia per una persona fatta divenire disabile in servizio e per causa di servizio, esistesse la giustizia e non la più spietata discriminazione. Invece per quella vittima di reato gli vengono esercitate senza fine ulteriori umiliazioni,derisioni e violenti stress emotivi devastanti.

Ricordo che alcuni anni fa mentre mi trovavo di a passare da Via Meravigli a Milano, mi fu proposto di tesserarmi gratis al Club di Forza Italia. "L'Italia farà un salto di qualità con Berlusconi" mi disserro"; "Se va al governo lui,ne beneficeranno tutti gli italiani" soggiunsero. Ritirai la tessera gratuita che ancora ho per ricordo e me ne andai. Alcuni anni dopo che si è insediato il governo Berlusconi anche io ho avuto il dispiacere di constatare come sa non mantiene gli impegni Berlusconi.

E' sotto gli occhi di tutti coloro che non sono né ciechi né sordi, la crisi che travaglia la famiglia italiana: è crisi di giustizia, di imparzialità, di verità, di trasparenza e di carità.

Questo è il male che continua la sua inarrestabile corsa col governo Berlusconi. Tante promesse con capacità imprenditoriali che in politica sono state come fumo! Nessuno guardando i risultati reali può smentirlo!

Ci sono diversi ordini di grandezza nella storia, tra questi vi è la violenza (seza limiti di distruzione), la filosofia, l'amore. L'uso spregiudicato della violenza, il più delle volte esercitata per la sete di potere, semina disumanità, sofferenza e morte. Mentre la vilenza può arrivare a distruggere qualsiasi ordine di grandezza, fonte di vita e di pace, l'amore è il significato autentico della pace, della vita e della serenità.

Quando tra chi governa uno stato prevale la simpatia per la violenza, per quanto attiene ai reati, vengono protetti i criminali..Continua qui sotto..(Sisu2)...

Giacomo Montana 21.03.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

...(Sisu2)...e danneggiata sempre più la vittima di reato sia pure solo col silenzio assenso. Tutto questo è mostruoso e se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto!

Ora che ho visto esercitare ancora violenza estrema persino ai danni di una donna ridotta disabile per causa di servizio, vorrei tanto che non fosse vero ma non ci sono dubbi questa donna viene fatta morire lentamente privata dei suoi diritti di legge e di contratto, tanto che sono stati raggiunti i termini previsti dalla legge per dichiarare la prescrizione dei reati penali ed assolvere gli imputati di lesioni colpose gravissime.

La più grande vergogna che io potessi constatare ai danni di una vittima di reato l'ho vista esercitare di nascosto e sino ad oggi in Italia.

Gli atteggiamenti boriosi degli OMUNCULIS non mancano mai di fare delle sparate sintetizzabili in: “SO FARE TUTTO IO”. Poi quando la gente li smaschera e mostra loro chi sono realmente, restano loro soltanto i capitali che hanno accumulato nel frattempo. Forse da principio erano convinti di farsi credere a vita come fossero degli onnipotenti?

Con riscontri oggettivi alla mano, emerge che non è assolutamente vero che la violenza appartiene alle classi disagiate, ma si tratta della viltà di individui apparentemente normali e degni di ricevere fiducia, che spesso hanno ricevuto insegnamenti di famiglie deviate e oppresse, ecco perchè sono protetti i criminali e danneggiate sempre più le vittime.

Quindi: Per l’Italia: FORZA E ONORE e SEMPRE FORZA SISU.

Giacomo Montana 21.03.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Lancio un'idea: ad Aprile rechiamoci al seggio con una molletta al naso. E' semplice, non è oltraggioso, è non violento. Avrà visibilità internazionale e forse capiranno cosa pensiamo in questo momento storico. Articolo completo su: http://alessandria.blogspot.com/

Mirko Camerin 21.03.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Harry Steed 21.03.06 17:59

Harry ti vuoi proprio bene tu.....

Tu Harry non avrai mai bisogno di andare in analisi, il tuo IO sarà sempre soddisfatto, in fondo è un sano egoismo peraltro anche umano.

Saluti Ernesto

ernesto scontento 21.03.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse sono fuori luogo, ma... noi oggi viviamo in un mondo in cui i veri valori sono i soldi ed il consumismo! ADESSO mi chiedo perchè non usare il consumismo ed il denaro come armi contro questo tipo di sistema??? basta rendersi AUTONOMI a livello ENERGETICO, COMUNICAZIONE e SOPRATUTTO a livello FAMILIARE! Cosa intendo? il sistema in questione si basa sulla necessità di guadagnare sempre più quantità di denaro per coprire i nostri "finti" bisogni apparenti, quindi siamo incastrati in un meccanismo molto più grande di noi, ma... cosa succede se tutte le famiglie NON avesse più bisogno di PAGARE bollette del GAS, ELETTRICITA' E COMUNICAZIONE? BEPPE GRILLO ha chiaramente detto che ci si può rendere autonomi usando generatori di idrogeno che generano elettricità, gas per riscaldamento o cucinare oppure acqua calda per lavarsi, grazie all'IDROGENO, con un gruppo elettrogeno alimentato ad idrogeno ed un macchinario che ricava idrogeno con l'elettrolisi dall'acqua (tranquillamente a casa propria) ed usando INTERNET con un nuovo sistema WI-FI free via radio possiamo parlare con tutto il mondo, di conseguenza NIENTE COSTI, NIENTE NECESSITA' DI SOLDI, Ops... vuoi vedere che forse abbassano i costi??? e dimenticavo di dirvi che anche le auto possono andare ad idrogeno (FATTO IN CASA) praticamente distruzione di tutto il potere delle multinazionali e lobby internazionali del PETROLIO, DEI COSTRUTTORI DI AUTOMOBILI, DELLE MULTINAZIONALI DELL'ELETTRICITA' E DEL GAS. (E DIETRO TUTTE QUESTE MULTINAZIONALI O GROSSE AZIENDE, LE BANCHE!) Demolizione del sistema dall'interno e costruzione di un nuovo mondo dove al centro di tutto ci sia l'uomo in quanto essere umano e non il VILE DENARO.

Giovanni Felaco 21.03.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Giovanna Darco

ANCORA UNA RISPOSTA E POI CAMBI(AMO) DISCORSO !!!
.
(sia quando ha ragione che quando ha torto una persona intelligente sa sempre quando diventa sterile una contesa ed è ora di smetterla)

MI PIACI QUANDO TI ARRABBI.

Evidentemente sotto pressione tiri fuori la parte migliore di te: adesso hai detto il 70/80 % di cose che condivido, figurati se continuo a litigare per delle regole che tu hai letto su internet e di cui a me non me ne può fregar di meno.

1 – Io non imito: creo! (l’uomo che volle farsi re non è tra i miei punti di riferimento e non c’è neanche Kant con le sue ca..te categoriche Preferisco Bertrand Russel e Witgentein)

2 – Sei tu che segui la cartina alla lettera: siediti comoda e goditi il paesaggio e … gustati il prossimo.

3 – Il tuo: Io ti dico quale è il bene e quale è il male poi fai tu è una programmazione parentale “velatamente” intimidatoria (Io Adulto Contaminato dall’ Io Genitore: Certo che decido Io delle mie azioni, e chi se no?)
Se posso suggerirti … direi: E. Berne: “A che gioco giochiamo” ? e “IO sono OK e tu sei OK” di Thomas Harris.

4 – Certo che sarò giudicato per quello che valgo!!!: e non ho paura di mettermi in discussione.

5 – Mi piace quando scrivi le poesie: un pò “sturm und drang” ma l’emozione, la passione e il sentimento sono valori, anzi VALORI.

Il Korazym mi interessa poco, preferisco coltivarei Kabeza, Korason y Kochones.
Pensare con la propria Kabeza non vuol mica dire estar senza Kabesa, e i Kochones non fanno male al Korason.

Harry Steed 21.03.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

viviana vivarelli

sono sicuro che con tutte le bugie che hai detto ti si è allungato talmente il naso che ora dovrai sostuire il monitor del tuo pc. devi stare più attenta alle c......e che dici. per quanto riguarda la vergogna credo che tu possa tranquillamente ritenerti leader nel settore.
questo per essere gentile nei tuoi confronti.
buona fortuna a te e a tutti i tuoi simili.

Russo Giuseppe 21.03.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Russo Giuseppe
perché non risali il blog e non ti leggi l'articolo del Guardian, tanto per verificare la buona fama di B all'estero
E gli altri giornali inglesi non sono da meno, tanto per cominciare il più a destra di essi, The Economist, che ha dedicato intere puntate a criticare il fenomeno B, e l'Inghilterra non mi sembra un paese ostile, mi pare, visto che le nostre truppe in Iraq sono al comando di corpi d'armata inglesi e vista la familiarità di B con Blair

"Berlusconi è il fenomeno politico più pericoloso in Europa. Rappresenta la più seria minaccia alla democrazia nell’Europa occidentale dal 1945."
Se credi che godere di buona fama sia ricevere simili valutazioni, vivi nel mondo della luna.
Non sarebbe l'ora di smetterla di farsi le canne con gli slogan di B e guardare in faccia la realtà?

viviana vivarelli 21.03.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Russo Giuseppe
non credevo mai che qualcuno le dicesse cosi' grosse! Sei arrivato a dire che con B siamo stimati all'estero!? Ci sono interrogazioni al Parlamento europeo se l'Italia debba considerarsi ancora un paese democratico! La Svezia dà il premio Nobel a Dario Fo per il suo lavoro a favore della libertà contro il governo B! Il blog di Beppe Grillo viene addirittura premiato per lo stesso coraggioso lavoro! B ha esordito al semestre di presidenza offendendo tutti e aprendo un caso diplomatico con la Germania. Il ministro Calderoli ha appena prodotto un caso diplomatico con la Libia e Giovanardi ne ha aperto un altro dando di nazista al governo olandese e solo per un pelo abbiamo evitato il boicottaddio delle merci italiane in Olanda. Tutti i giornali del mondo ridono di noi. In USA si fa addirittura un filmato contro le smarronerie e i sistemi termondisti del nostro premier di cui tutti ridono. Quando B va a Strasburgo gli eurodeputati escono dalla sala. E quando B e' andato a Washington hanno dovuto chiamare i valletti per far finta che ci fosse in sala qualcuno. La Svezia fa addirittura uno spot per le sue televisioni e prende le televisioni di Mediaset come l'esempio peggioreo da cui guardarsi. Al Social Forum mondiale, B è addirittura premiato come uno dei peggiori statisti del mondo. Gli investitori stranieri si guardano bene dal portare soldi in Italia. Persino i paesi africani escono con articoli di sfotto' su B. Scendiamo a ritmo vorticoso tutte le classifiche mondiali, sulla libertà di informazione, il buon governo, i livelli democratici ecc. Si parla di mandare osservatori internazionali a moniorare le elezioni politiche perché si sospettano brogli elettorali da parte sua. E tu ci vieni a parlare di buona stima dell'Italia di B all'estero? Ma vergognati!
Ma sei venuto qui per ripetere le sconcie frasi di autocelebrazione che B fa a se stesso e che non stanno né in cielo né in terra?
Se la gente non ti risponde con una pernacchia è già tanto.

viviana vivarelli 21.03.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Harry
al governo c'è un campione di sfasciaregole, se ti va di imitarlo, liberissimo, poi però i giudizi negativi te li pigli e te li porti a casa
Ripeto: chi scrive tutto maiuscolo è un cafone, se ti va di esserlo, padrone. Se insisti pure, lo sei doppio e il problema è tutto tuo
Se la mappa stradale te la mangi invece di seguirla, puoi sbattere nel muro, e il paesaggio smetterai di vederlo
Se ti va di defecare in pubblico, poi non dire che non ti avevo avvertito
Ci sono regole di buona educazione. L'educazione è come la nobiltà, non ci diventi, ci nasci
Le prime sono quelle che dimostrano rispetto alla libertà degli altri (ti puoi studiare con calma Kant, lasciando in pace il paesaggio, che qui c'entra con la buona educazione come il resto che hai detto)


Non usare il "tutto maiuscolo"
C’è chi accetta di scrivere con le lettere maiuscole solo per sottolineare un punto importante o per distinguere un titolo o un sottotitolo dal resto del testo. Scrivere una parola, o (peggio) una frase IN LETTERE MAIUSCOLE - che non sono titoli - è considerato generalmente l’equivalente di "urlare": quindi una villania
http://www.korazym.org/news1.asp?IdSez=277
Altri siti dicono le stesse cose
Non è una regola imposta da un prepotente ma nata da una necessità riconosciuta, così come quella di un sito che ti prega di non scrivere più di 2000 lettere, per lasciare posto agli altri. Non lo fai? Sarai giudicato per quel che vali, come chi scrive sui muri o fa molestie sessuali o in casa d'altri ci porta zizzania

Oggi chi ama la Costituzione
è un carbonaro
Chi rispetta la legge
è obsoleto
La buona educazione?
Distorta
La civiltà?
Sorpassata
Le regole?
Fregole!
L’onesto, chi glielo fa fare?
Se hai un’idea
ti chiedono
per chi lavori
Se ti esponi per gli altri
sei deriso
Fanno trend i magnaccia, i bulli,
i rompicoglioni
Non sono di moda i valori,
ma i contanti
E' la cosiddetta
civiltà superiore
Ma di che?

Maria Giovanna Darco 21.03.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Raramente mi capita di incappare in persone così acide nell'esporre le proprie "idee"... anzi meglio dire opinioni.
Forse dopo decenni è la prima volta che il mondo ci considera un paese degno di rispetto grazie ai rapporti esteri così ben tenuti in questi ultimi 5 anni. Sembra che le dichiarazioni di questi giorno dell'ISTAT in merito alla ripresa dell'economia, dell'abbassamento del numero dei disoccupati ecc. siano notizie fasulle. Come si fa a non riconoscere mai niente quando si è convinti e così ciechi da dare credito ad una mortadella ammuffita priva di idee e solo piena di contraddizioni? Finalmente il mondo ci vede come una nozione in grado di prendere delle decisioni ed assumersi le sue responsabilità davanti a problemi della politica estera.
Siamo arrivati al punto di giudicare ora l'aspetto delle persone... questa è proprio mancanza di contenuti... Io vorrei che fossimo un po più attenti alle stuppidagini che vengono dette in maniera così gratuita danneggiando così davvero l'immagine dell'Italia.

Russo Giuseppe 21.03.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Tanti imprenditori "ONESTI" ripeto "ONESTI" danno il lavoro in Italia.
Ma l'Italia e' stata rovinata dall'elefante.
Egli odia veramente chi ha la schiena dritta ed ha a cuore i valori della liberta'e della trasparenza .
Ha fatto leggi solo per salvare se stesso e la propria azienda non ha tenuto a cuore i veri problemi degli italiani (lavoro, certezza di un lavoro, ricerca, scuola, sanita' ) e avvalendosi della pochezza morale dei suoi alleati in 5 anni di mal governo ha rovinato l'Italia aumentando le tasse a chi MENO HA. SIAMO PASSATI DA ANTONIO SEGNI, DE GASPERI, DE NICOLA A CALDEROLI , A BOSSI E COMPAGNIA.
IO NON HO MAI VISTO PRIMA D'ORA DISONORARE LA BANDIERA ITALIANA.CI MANCA POCO CHE CI URINANO SOPRA.
SI PARLA TANTO DI EUROPA UNITA E I PRIMI A FAR RIDERE IL MONDO SIAMO NOI CON QUESTO GOVERNO CHE DIVIDE L'ITALIA E DI CERTO NON SI UNISCE ALL'EUROPA.
L'ELEFANTE PARLA DELLE DONNE DI SINISTRA CHE NON SONO LAUREATE,MA QUELLE NON LAUREATE SPRIZZANO INTELLIGENZA DA TUTTI I PORI.
CALDEROLI NO!CASINI NO! LE CARLUCCI NO! BOSSI NO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
ABBIAMO UN GOVERNO DI INDAGATI - CI SIAMO RESI RIDICOLI AGLI OCCHI DEL MONDO, E TUTTO PER UNO IN ANDROPAUSA, CHE TIENE PIU' AI SUOI CAPELLI ALLE SUE RUGHETTE, ALLA SUA ALTEZZA ( VOGLIO ANCHE DIRE ALL'ELEFANTE CHE LA BELLEZZA E' UN DONO DI DIO CHE LUI NON HA )CHE DELLA SORTE DELL'ITALIA E DEGLI ITALIANI.
DONNE, AVETE MAI VISTO UN ELEFANTE PIU' RIDICOLO? E' UN ELEFANTE CON LE PALLE O UN TOPOLINO?

marygreenfield 21.03.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

L'altra notte ho visto il documentario, dei desaparesidos argentini, che negli anni '70 sono stati messi a tacere ,senza mezzi termini, dai militari allora al potere ,con l'appoggio di politici internazionali ,anche italiani .Mi chiedo, perchè nessuno in italia fece qualcosa per denunciare l'ambasciata italiana in argentina ? L'ambasciata era formata da uomini della loggia P2,erano la feccia dell'italia.
Uomini disposti a tutto per il potere.Ora penso alla situazione italiana che vede senza precedenti accuse infamanti delle destre contro il comunismo,come se sia il male del secolo scorso in europa se non addirittura del mondo .
n.b. Speriamo , che qualcuno (Roberto Benigni),spieghi cosa è il comunismo ,al grande pubblico dei teledipendenti.

franco lovecchi 21.03.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Quando in Italia una persona (L'elefante) ha il coraggio di dire in faccia le cose che pensiamo tutti si grida allo scandalo. I ns. Industriali
(vedi quello che si è dimesso, poverino) vanno in Cina a sfruttare una situazione veramente vergognosa per poi riportare in Italia il prodotto finito. La differenza è che mentre nel negozio cinese quell'articolo lo paghi si e no 20 euro Lui la vende a 250 euro. Mentre l'elefante perlomeno da lavorare in Italia alle migliaia di famiglie che poi hanno il coraggio di sparlarne e basta. A sinistra ci sono una marea di politici che nella vita non hanno mai dimostrato niente prima di occuparsi (e quanto bene...) dei nostri soldi... Sanno solo stravolgere la realtà con quel falso atteggiamente di perbenisti e buonisti quando gli fa comodo. Che schiffo!

Giovanni Saderi 21.03.06 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma avete visto il comportamento dell'ELEFANTE in questi giorni? Da pazzi! Siamo governati da gente ignorante - arrogante - che la figura dello STATISTA se la sogna solamente.
Ma cosa penseranno di noi all'estero! Vogliamo continuare ad essere delle marionette nelle sue mani? Vogliamo continuare a stare con quell'ignorante in ANDROPAUSA , fuori di testa che dice che "gli italiani li deve far sognare , perche' gli italiani vogliono solo questo!"
Ditegli che l'anello al naso lo abbiamo tolto da tempo e che gli italiani sono stremati e non VOGLIONO SOGNARE, MA VOGLIONO UNA POLITICA SERIA
NON VOGLIONO UN ELEFANTE VANITOSO CHE DELLA VITA DEGLI ITALIANI NON GLI FREGA NIENTE,GLI ITALIANI VOGLIONO CHE SE NE VADA A CASA CON LA MOGLIE E VADA A FARE IL NONNO, NOI NE ABBIAMO ABBASTANZA.CI HA FATTO FARE LE PEGGIORI FIGURE IN TUTTI I PAESI DEL MONDO , ROVESCIA LA SUA MERDA SU ALTRI ESPONENTI POLITICI ONESTI, SU INDUSTRIALI ONESTI PERCHE' PENSA CHE A VIA DI INSULTARE, INSULTARE E INSULTARE QUALCOSA RIMANE! caro elefante rimane solo la tua di merda e tutta addosso a te. MAMME , PADRI, GIOVANI ,NONNI ANDATE A VOTARE PER IL FUTURO DEI VOSTRI FIGLI E NIPOTI, ALTRIMENTI LA VERA DEMOCRAZIA MUORE E NASCE UNA DITTATURA, E STAVOLTA NON VELATA .

marygreenfield 21.03.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché Ruini dovrebbe pensare a fare il cardinale(specialmente sotto elezioni).

Gli interventi a tutto campo di sua Eminenza (Eminems,come lo chiama la Littizzetto)in campagna elettorale potrebbero anche andare bene se fossero limitati alla sfera religioso-spirituale di cui la Chiesa è depositaria,ma Ruini ha sbagliato libro e ha parlato di Costituzione.
Visto che la Chiesa 'non dice ai cittadini chi andare a votare',Ruini si è scagliato contro il riconoscimento della coppie di fatto e contro quelle Regioni che hanno avuto l'insolente modernità di approvare norme liberali in materia. Secondo Ruini ciò è incostituzionale (contro l'art.29 Cost.)e ha specificato che 'la Corte Costituzionale ha ripetutamente affermato che la convivenza more uxorio non può essere assimilata alla famiglia,cosi' da desumerne l'esigenza di una parificazione di trattamento'.

Ora,io provengo dalla 'regione canaglia' per eccellenza, la TOSCANA, dove addirittura le coppie di fatto(anche gay) sono state riconosciute con lo Statuto del 2004,prontamente IMPUGNATO dal Nano-Detoscanizzatore.
La Corte Costituzionale ha velocemente BOCCIATO per inammissibilità IL RICORSO del governo,perché?

Articolo 4 dello Statuto: la Toscana promuove ''la tutela e la valorizzazione della famiglia fondata sul matrimonio '' ma anche ''il riconoscimento delle altre forme di convivenza''.
Quindi non c'è nessuna parificazione,si rispetta anzi la superiorità accordata costituzionalmente al matrimonio (art.29:La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio),pur dando una sacrosanta tutela legale anche agli altri,compresi gli OMOSESSUALI che se per la Chiesa sono espressione di 'LIBERTA'ANARCHICA'(Ruini),per uno Stato laico sono semplicemente CITTADINI uguali agli altri davanti alla legge!

Niente incostituzionalità,dunque.Consiglio a Ruini di tornare a occuparsi di Santi e di lasciar stare i Fanti,che di retrogradi rimasti al Medioevo ne abbiamo già anche troppi

Chiara Macchi 21.03.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Maria Giovanna Darco 21.03.06 07:21 | Rispondo al commento |

Hai Sbagliato Indirizzo, tesoro, tutta la cazzateria a fondo-post non mi appartiene.
Ma proprio tutta. Sono più pacifista di Mark Twain (quello che si riteneva troppo pacifista per seguire sempre i pacifisti).

E Non nasconderti dietro alla netiquette (usi e costumi cambiano): il fatto che lo dica la netiquette non ha maggior valore di quanto ne abbia se lo dici tu.

Una Lingua si fa con il suo uso, e gli usi e i costumi ancor di più.

***********************************************************************

Personalmente mi sono sempre preoccupato di rispettare le persone, gli animali, le cose e l'ambiente e ... me stesso per quanto ho potuto (e anche te, tesoro).

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Con questo atteggiamento ho avuto raramente bisogno di seguire i galatei altrui e ho sviluppato un mio sistema di valori che non ho la pretesa di imporre ad altri chiamandolo netiquette.


A volte 2000 (duemila) parole non bastano a descivere le cose come sono e si usano dei modelli semplificati, delle frasi fatte, delle regole, ma:

La mappa non è il territorio:
(due punti, su due punti, è un po' aulico, ma lo uso)

puoi rispettare il paesaggio più delle carte geografiche.

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++


SEI SICURA CHE LE REGOLE VALGANO PIU DELLE PERSONE ?

Le regole sono quello che impari dagli altri, sta bene conoscerle, ma puoi (non devi) puoi anche usare la tua mente e verificare di persona quanto è grande il "mondo" e non limitarti a guardare le carte geografiche.

Certo puoi seguire le regole, applicare le formule, ma puoi anche ragionare con la tua personale capoccia.

ad Maiora

Harry Steed 21.03.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Mentre Ruini, parlando al summit della Cei, sottolinea che la Chiesa non si schiera con i partiti ma con i valori, prosegue la protesta della base cattolica contro l'opuscolo di Forza Italia inviato in occasione delle elezioni a parroci e istituti religiosi con una lettera di accompagnamento del coordinatore nazionale Sandro Bondi: «I frutti e l'albero. Cinque anni di governo Berlusconi letti alla luce della dottrina sociale della Chiesa».

Tra le risposte più sferzanti quella del vescovo emerito di Ivrea Luigi Bettazzi che intervenendo su «Settimana» (il periodico dei dehoniani rivolto ai parroci) scrive: «A leggere quello che proponeva molti anni fa il Gran Maestro della Loggia Massonica P2, Loggia sconfessata dalla stessa Massoneria - scrive il vescovo - si dovrebbe invece concludere che la politica dell'attuale governo si è modellata su quel programma più che sulla dottrina sociale della Chiesa».

E anche Bettazzi, per non entrare nel «campo delle indicazioni» di voto, esorta: «votiamo secondo coscienza, valutando ciò che è più utile alla gente...ma diffidiamo e contestiamo di fronte a chi si atteggia a difensore della fede, mentre in realtà è al servizio dei propri interessi».
(Unita' online)

viviana vivarelli 21.03.06 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Hary
c'e' un regola di internet che dice che scrivere stampatello maiuscolo e' da cafone
non lo dico io, lo dice la netiquette
Poi c'e' una regola psicologica per cui automaticamente cio' che e' maiuscolo uno non lo legge, perche' lo associa a un cafone
Come associa a un cafone le scritte sui muri o i manifesti troppo invasivi
E anche i messaggi ripetuti sui blog che dicono la stessa cosa danno parecchia nota e uno non li legge e manda l'autore a quel paese, lo stesso per chi forza le 2000 lettere di un post
Poi fai come ti pare a te
Puoi dar fuoco ai cassonetti, gettare immondizia nelle strade o sputare in faccia alla gente , puoi anche portarti dietro claque pagata che ti applauda, fare invasioni di campo, calpestare la buona educazione, le regole, i princi e i valori forzando ogni sorta di regole
Non avrai grande successo e ti qualificherai da solo per quello che sei

Maria Giovanna Darco 21.03.06 07:21| 
 |
Rispondi al commento

E così a Vicenza il buon Galan ha fatto arrivare cinque pulman pieni di ragazzotti padani, per fare la ola a a B, quelle brave camicie verdi gia' allenate ad applaudire a gridare nelle piazze di Calderoli e Borghezio, e poi tutto e' stato facile, con le telecamere che inquadravano lui solo o Ghedini (che c'entra un avvocato da Confindustria) o qualche deputato di AN o Fi (ma che c'entravano i deputati?) o qualche altro ragazzotto dell'Onda Rossa, disoccupati pagati da Dell'Utri per fare la parte, ora abbiamo capito per cosa; poi naturalmente si era nel vicentino e non saranno mancati quei padroncini da due dipendenti o tre del nordest che votano leghista e odiano confindustria perche' sono gli ultimi arrivati, quelli per intendersi che sono contro l'Europa e vogliono i dazi sul territorio e a cui era rivolta tutta la concione. Insomma un'indegna manovra costruita a tavolino per far apparire cio' che non e' e spaccare Confindustria che non lo ha mai fatto entrare nel salotto buono. Ma che i tg si siano prestati a questo sporco giochetto, avallando l'imbroglio, e che i giornali abbiano scritto quello che hanno scritto scambiando finzione per realta' e' vergognoso.
viviana

viviana vivarelli 21.03.06 07:14| 
 |
Rispondi al commento

UNA POLITICA ITALIANA ANDATA IN SECCA CIECA SOTT’ACQUA COME UNA NAVE
-di Giacomo Montana

Ritengo che ogni gruppo culturale dipenda da una propria storia, la quale a sua volta, in parte dipende dallo sviluppo interno della società e in parte dalle miriadi di influenze e sollecitazioni esterne che talvolta generano persino una grave stretta dipendenza da esse.

Da qui ne deriva il fatto sconcertante e che sappiamo un po’ tutti, che la storia della civiltà non rispecchia assolutamente una evoluzione uniforme in tutte le parti del modo, perché non esiste un rapporto direttamente proporzionale basato su un’impalcatura psicologica che al contrario determinerebbe una evoluzione più o meno equilibrata nel mondo.

Oggi con cinque anni di governo Berlusconi, di sviluppo interno non ne abbiamo visto, mentre abbiamo visto l’influenza e la relativa preoccupante ripercussione che produce la politica del Presidente Americano Buch sulla politica italiana: si accetta tutto e non si contesta mai nulla.

E’ mai possibile che l’Italia con tutta la sua ricca storia che meriterebbe di essere ai primi posti mondiali, si ritrovi ad avere una politica come una nave andata in secca cieca sott’acqua, con un capo del governo che verso la politica espansionistica del Presidente George W. Bush non riesce a contestare mai nulla? E’ così tanto un santo uomo il Presidente americano?

Perché non pensiamo invece a recuperare i valori che continuiamo a perdere proprio perché dal governo non parte una politica equilibrata, costruttiva e ragionata? Alle prossime elezioni non permettiamo che si debbano ripetere inadempienze ed inerzie ai danni dei cittadini!

Spero in una Italia Sisu che è una unica parola di origine finlandese vuole significare allo stesso tempo lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, disciplina.....

Quindi: FORZA SISU!

Giacomo Montana 21.03.06 06:22| 
 |
Rispondi al commento

UNA IMMAGINE TUTTA ITALIANA MANTENUTA NASCOSTA AGLI OCCHI DELLA GENTE

Se si considerano attentamente gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta a torture in quanto PRIMA le si è fatta contagiare la tubercolosi facendola lavorare per circa tre anni in ambiente contaminato in ospedale senza neanche i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione ( cosi come meglio dettagliato e provato nel sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ).

DOPO con un falso ideologico, omissioni di atti di ufficio e violenza privata da mobbing, i funzionari dirigenti di quello stesso ospedale hanno fatto in modo che la Seconda Commissione Medica Militare di Milano non le riconoscesse la causa di servizio.

POI con altri luridi artifizi ancora i funzionari dell’ospedale non hanno ottemperato a ben due sentenze del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia per mezzo del quale DUE GIUDICI di quel Tribunale hanno dato ragione in maniera schiacciante alla dipendente Signora Giovanna Nigris.

INFINE sul versante penale, sono stati fatti trascorrere circa NOVE ANNI con rinvii di udienza ed altri impedimenti burocratici per potere assolvere i quattro imputati responsabili del servizio ove era stata adibita a lavorare la Nigris (tre medici ed un funzionario dirigente amministrativo) per prescrizione dei reati (tutto come meglio provato nel suddetto sito internet).

Alla stessa dipendente a fronte di prove documentali le è stato formalmente riconosciuto di essere vittima di Mobbing in ospedale in quello stesso ambiente di lavoro. Oggi la signora Nigris Giovanna è ancora dipendente di quello ospedale ed è in malattia grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare da circa due anni con lo stipendio ridotto al minimo.

A fronte di tutto ciò la torturata signora, come meglio può e accumulando debiti su debiti, per curarsi i postumi della tubercolosi, …CONTINUA SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giacomo Montana 21.03.06 06:00| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…Sisu2)deve fare fronte a spese di farmaci non esentati dal Servizio Sanitario Nazionale e rinunziare ad una parte di essi per sostenere le proprie spese ordinarie e di sostentamento alimentare. Da anni è costretta a rinunziare alle vacanze in ambienti consoni al suo stato di salute.

Da anni viene in questo modo estremamente umiliata,offesa ed ancora danneggiata in salute con violenti stress emotivi causati dalle illegalità più ripugnanti. Ora dopo essere stata privata con gli inconfutabili artifizi menzionati,dei suoi diritti di legge e di contratto,la stessa Signora la si fa torturare perfino facendola vivere di stenti emarginata e estremamente disperata e sola.

La signora mi ringrazia e mi dice che se io col mio lavoro di volontariato non mi fossi messo nel suo inferno per aiutarla come infermiere, probabilmente non sarebbe più in vita. Questo mi fa pensare ad altri torturati alla stessa maniera e indotti a gesti estremi.

Mi fa domandare: quanti in punta di piedi hanno preferito volontariamente uscire di scena da una vita che gli viene resa un inferno? Quelli rimasti in vita, dovremmo aiutarli invece! Gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta da 14 anni a dette torture continuano pacificamente con il silenzio assenso di tutti gli ONOREVOLI che sono stati informati dei crimini di servizio e che ora sono anche più in vista facendosi fare della magnifiche fotogeniche immagini della propria persona da mettere sui CARTELLONI pubblicitari per incantare meglio la gente sui consensi elettorali.

Sono sconcertato del fatto che dalle immagini fotografiche dei CANDIDATI pronti a governare l’Italia, non si vedono le loro coscienze. Se ciò fosse realizzabile,misericordia! che mostri si vedrebbero. Si permettono danni e divertimento su una donna disabile e ammalata?

Il Governo italiano a questi livelli di civiltà, vuole dare esempio di democrazia?

Vogliamo esportarla nei paesi arabi?

Viva l’Italia Sisu!

Giacomo Montana 21.03.06 05:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, a volte scrivi davvero quello che penso io e ritrovare nelle tue parole quello che provo è veramente bello. Ci si sente meno soli, più sostenuti capiti e fiduciosi anche se davvero la situazione che descrivi, col solito pungente e sarcastico acume, è drammaticamente vero ed attuale. Con un certo dispiacere ho letto alcuni commenti di chi non condivide quanto scrivi, che - per la verità - sarei più portata a credere che non sia in grado di capire piuttosto che di condividere. Vedo infatti intorno a me molta pigrizia mista a ingenuità e totale incapacità di vedere oltre il proprio naso. Credo sia questo limite di non sapere/volere approfondire, la ragione per cui qualcuno ancora resta convinto che ci si debba schierare con qualche politico come se esistesse una condizione oggettiva per farlo. Approfondire costa fatica e così oltre al dilagare del pressapochismo siamo sempre più beffati e impoveriti di ogni capacità di sano e incondizionato giudizio.
Sono venuta al tuo spettacolo ad Assago. Credo che avremmo (noi, pubblico) dovuto essere più calorosi, ma almeno ho avuto la conferma che desti interesse o quantomeno curiosità visto che il forum era pieno.
Conto sul risveglio delle coscienze. Conto sulla voglia di contagiarci vicendevolmente in nome della correttezza e della giustizia, per aumentare questo necessario aumento di livello di consapevolezza. Avrei tante cose da aggiungere perchè a volte il cuore si riempie di emozioni e la testa deve trovare la maniera di spingerle nell'imbuto del trasformatore di pensieri ed emozioni in parole. Ecco: le parole vorrebbero essere ancora trascritte e usate per meglio descrivere ma mi fermo qui. Mi piacerebbe mi rispondessi o almeno sapere che leggi quanto ho scritto. Farò finta che sia davvero così. In sintesi: grazie. Per favore, continua così.
Anna

Anna Cheni 21.03.06 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, vorrei fare un commento ai tuoi post. Sono uno studente e in quanto tale mi sono accorto con sgomento che negli argomenti da commentare sul tuo blog ne manca uno fondamentale, dove tanti governi che si sono succeduti negli anni hanno fatto casini: la SCUOLA. Sarò ben felice di scriverti qualche commento in merito se lo introdurrai. Grazie mille
Alessandro - Macomer

Alessandro Sanna 20.03.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

scusate, non c'entra niente qui il commento, ma dopo quello che é successo in confindustria, credo che dovreste dare spazio a questa notizia.
é la prima volta che sono d'accordo con andreotti...
Il berlusca é costantemente strafatto di cocaina, ecco il perché di quelle enormi c....te che dice...

Andreotti: "Antidoping per Berlusconi"
"In queste ultime settimane bisognerebbe fare ai grandi leader politici l'esame antidoping". Così l'ex presidente del Consiglio Giulio Andreotti, a margine della presentazione del libro di Silvio Pons 'Berlinguer e la fine del comunismo', risponde ai cronisti che gli chiedono di commentare l'intervento di Silvio Berlusconi a Vicenza di fronte agli industriali.


antonio bozzardi 20.03.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, Beppe hai ragione la politica ha perso il suo slancio... io per esempio sono un precario... di un ente Pubblico...il Presidente della Peovincia regionale di Catania e segretario Nazionale... del famoso M.P.A.che parla di interessi della Sicilia e dei siciliani... ma per il momento ci toglie esattamente 9 ore settimanali per un totale di 36 ore mensili con una diminuzione netta... del 30%... e siamo precari... con il tempo determinato... ho scritto al suo sito ma non ho ricevuto risposta... ma dico io la politica non vede essere vicino alle esigenze legittime dei cittadini... e dei lavoratori... il lavoro non è un diritto? oppure è una concessione amministrativa del politico di turno... la manifestazione del potere a tutti i costi... io ho potere e lo dimostro non facendoti arrivare a fine mese...e poi sei costretto a chiedere favori di ogni tipo... non siamo liberi... abbiamo 40 ciscuno a ancora siamo precari...e forse lo saremo per sempre... grazie a questi Signori che adesso governano la provincia di Catania e la regione... ma che male abbiamo fatto per trattarci come cittadini di serie B. Cari concittadini... sappiate che il partito che rappresenta l'ON Lombardo eè una gtrande presa in giro... figurativi che non ci vuole incontrare perchè con noi si troverebbe in difficoltà... é inutile ha ragione Andreotti la politica logora chi non ce l'ha...Io mi sono allontananto dalla politica grazie a questi signori... come ti puoi creare una famiglia se ti tolgono il30% del tuo salario che non è alto... occupano una parte della politica che non gli compete... il famoso centro... a questo punto io voterei per l'estrema destra o l'estrema sinistra che secondo l'andazzo della politica sarebbero più moderati... io decidero fra loro due... se questi sono i moderati... ci salvi chi può. Grazie Di costa Luigi

Luigi Di Costa 20.03.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

A Givanna Darco
Posso accettare serenamente la correlazione "maiuscolo-cafone": non mi crea risentimento.

Ma:

1) Io non uso indistintamente il Maiuscolo: se leggi i miei post puoi notare che uso il maiuscolo, il minuscolo, le iniziali maiuscole e al tre combinazioni su cui posso tediarti su tua specifica richiesta.

2) Le maiuscole hanno. per molti, almeno dal 94 (anno in cui mi sono collegato ad internet con un account as AOL per la prima volta),un significato di grido (l'urlo di Munch)che qualche volta puo diventare straziante e disperato.

3) I Blog come questo danno ai piccoli scrivani ammanensi solo determinate possibilità di espressione (equivalenti a quelli che avevamo nelle prime BBS in formato testo)che comunque possono essere usate al meglio anche per farsi dare del cafone.

4) About Rule. Le regole si seguo fintanto che funzionano, quando non funzionano si cambiano.
Questo per dire che le regole non sono cose sacre protette nel tabernacolo dentro il sacrario dei tuoi sacri ed immutabili pensieri. Normalmente le regole derivano da pre-giudizi non condivisi coscientemente. E spesso la conflittualità sorge proprio dalla conflittualità di pregiudizi: religiosi, raziali, economici, ecc.

5)Nei Post sui Blog sono generalmente accettati ed accettabili errori di ortografia e differenze di opinione.

6) Tu puoi essere-scrivere quello che sei ed hai tutto il mio rispetto finche non imponi le tue scelte a me.

7) Sai Leggere STAMPATELLO MAIUSCOLO ? E allora dove è il Problema: Leopardi non è stato un grande poeta perchè aveva una bella calligrafia e scriveva senza errori (vedere manoscritti) come non puoi dire che Jacopo Ortis sia un'opera del c..o solo perché il suo manoscritto è pressochè illeggibile e pieno di correzioni, errori di ortografia e doppie mancate che il suo autore, da buon veneziano, infilava a volontà; certo Die Leiden des jungen Werthers è più piacevole anche se quel cafone di Goethe usa le maiscole a sproposito (in Tedesco).

Harry Steed 20.03.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

mancano pochi giorni alle elzioni e se vince la sinistra, tra pochi giorni il marescialletto grillo la smetterà di fare da megafono alla controinformazione e finalmente potrà decantare un paese forte serio fatto di intelligenze di santi di eroi di poeti di navigatori e sopratutto di PRODI!

Silvia Bada 20.03.06 13:41| 
 |
Rispondi al commento

POPOLO DI ASTENSIONISTI!!!!
In uno stato democratico siamo TUTTI liberi di decidere se votare e chi votare...
Ma se non votiamo perdiamo il nostro + importante DIRITTO, quello di LAMENTARCI e PROTESTARE contro un governo sbagliato.
Pertanto CHI sceglie di NON votare, SCEGLIE il SILENZIO e perde il diritto di PROTESTARE!!!

Filippo Luly 20.03.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO GRILLO..QUESTO TUO ATTRIBUIRE,TUTTO QUESTO POTERE AI MASSMEDIA......PREMETTE CHE NOI CITTADINI,COMUNI MORTALI..SIAMO TUTTI DEFICENTI,CON UN CERVELLETTO VUOTO E SPUGNOSO..IN GRADO DI ASSORBIRE QUALSISASI CAZZATA.....
LA MAGGIOR PARTE DELLA GENTE.E PENSO ANCHE TU,CON TUTTO CHE HAI AVUTO MODO ,PENSO..DI PARLARE E VEDERE DI PERSONA I BERLUSCONI I PRODI E D'ALEMA..E TUTTI GLI INDISTRIALI TIPO TRONCHETTI...DEBENEDETTI ECC......BENE DICEVO LA MAGGIOR PARTE DI NOI CONOSCE I POLITICI TRAMITE I MASSMEDIA..
VIVIAMO NEL'ERA DELL'INFORMAZIONE E NON MI PARE CHE SIANO I PICCIONI VIAGGIATORI CHE CI PORTANO LE NOTIZIE..
QUEST'ERA ERA PREDETTA ANCHE NELLA BIBBIA IN RIVELAZIONE..LO STESSO GESU' HA DETTO..'CHE COME NEGLI ULTIMI TEMPI NON CE NE SONO MAI STATI'...APPUNTO LA DIFFERENZA LA FA L'INFORMAZIONE...
MI FA PIU' PAURA CHI NON VUOLE L'INFORMAZIONE (PODI)CHE CHI LA USA E CMQ INFORMA,TIPO BERLUSCONI..
I MASS MEDIA NON CI FANNO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO ANZI L'INCONTRARIO POSSONO PROVOCARE RIGETTO RISPETTO CHI LI USA..
I MASS MEDIA AL MASSIMO AMPLIFICANO UNA NOTIZIA,MAGARI UN PO' FALSANDOLA,MA SEMPRE NOTIZIA E'..
QUESTO TUO POST MI SA DI DISCORSO DEMAGOGICO,ALLA RIFONDAZIONE,CIOE': VIVA HAMAS,VIVA CUBA...TORNIAMO INDIETRO DI 100 ANNI E XCHI SE NE FREGA...E ALLA FINE CHI VA AVANTI CI COMANDA...

ANCHE IL DUELLO BERLUSCONI vs PRODI , E LA DIMOSTRAZIONE DI COME I POLITICIE E I LORO APPARATI DI PSICOLOGI PROVITTORIA ECC,CI CONSIDERINO TUTTI DEI CERVELLI VUOTI SPUGNOSI..
BERLUSCONI DAVA I NUMERI SE LI SCRIVEVA SU UN FOGLIO E LI SOTTOLINEAVA,MESSAGGIO LANCIATO A NOI: 'QUELLO CHE DICO E ORO COLATO'...
PRODI..INVECE CONTAVA LE FIABETTE AI BAMBINI HANDICAPPATI O DEFICENTI..AVETE VISTO CHE FACCE CHE GESTI CHE SCENETTE...

CMQ I NUMERI SONO VERIFICABILI ..LE FIABE SONO FIABE.

pietro lascala 20.03.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posso capire , che ogni politico abbia il suo schiaramento,destra..., sinistra... , centro....ma una cos a non riesco propio a digerire, ma quanto mi costi???, Vi rendete conto che i nostri polici sono i piu pagati del mondo!!!.Andiamo per ordine, prendiamo un politico a caso, tralasciando quelli piu famosi(mortadellone ,jesus,e anoressico.)Prendiamone uno a caso,che per fare l'interesse del popolo percepisce 13.000 € al mese, poverino sigh! ce la farà ad arrivare a fine mese?, non considerando che al totale, dobbiamo aggiungere i vari coin di presenza(soldi dati ogni volta durante la votazione di una legge)ecco perche' una legge per essere approvata a bisogno di un centinaio di sedute, ehhhh
100 sedute = 100 coin = una mare di soldi, mha?
andiamo avanti al cio dobbiamo aggiungere le figure del porta borse, infatti c'e chi decide di propia spontanea volontà, di accollarsi questo durissimo mestiere, e con esso lo stipendio 2000, 2500€ (poverini); e come se il politico nascesse senza mani, e avesse per forza bisogno del porta borse. Rimborso spese; non gli volete mica far spendere i suoi 17000€ fin ora accumulati!potrebbe andare in depressione.Tutti questi soldi per cosa?! per dire
-destra l'italia va bene
-centro l'italia va abbastanza bene
-sinistra l'italia va male, ma lo stipendio non si tocca
Domanda:
Tutti questi soldi per arrivare a questa deduzione,
Credo che la parola "idrocefalo" si sentirebbe offesa a rapresentare tutto cio.
Quindi lasci a voi il termine giusto per rappresentarli:)

a presto.

maurizio serraggi 20.03.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, volevo chiederti se riuscivi ad informarti su una cosa.
Nella puntata della settimana scorsa a ballarò la trasmissione su raitre, il deputato per i comunisti (mi sfugge il nome) ha detto che solo per i giornalisti e i politici c'è già una legge che da tutti i diritti alle compagne anche se non sono sposati. Con lo sgomento di tutti Floris poi ha affermato dell'esistenza di questa legge.

Volevo chiederti se potevi informarti su questa cosa, perchè non riesco a capire come mai la sinistra non ha usato questa cosa per difendersi da tutte le accuse, e perchè nessuno politico ha mai detto dell'esistenza di questa legge SOLO PER POLITICI E GIORNALISTI??????

questa mattina su La 7 hanno fatto vedere le immagini di quando il Premier è arrivato alla conferenza di confindustria.
E' arrivato con a seguito 250 persone (erano le persone che lo applaudivano)tra l'altro in un altro servizio hanno fatto vedere che molte delle 250 persone arrivate erano vestite in modo non adeguato alla circostanza, un giornalista poi ha chiesto ad alcune di queste persone che cosa pensavano del discorso del Portatore nano e loro non hanno saputo nemmeno rispondere..........

preferisco non commentare, ............ che pena.........................

Un abbraccio
Cristina
(bergamo)

cristina patelli 20.03.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Dopo avere visto come sa imbroccare bene la strada dell’inganno Berlusconi, per il prossimo futuro, potremmo intraprendere un cammino diverso, più promettente, più sicuro e senza ostentazione. A Berlusconi, sono bastati cinque anni di mal-governo per paralizzare l’economia italiana (questa è la verità reale, quella virtuale scrupoli e senza morale lasciamola a lui) con conseguenze dolorose e traumatiche per la stragrande maggioranza dei cittadini e per la società italiana in generale, insieme alle forti tensioni che si sono sviluppate un poco in tutte le regioni della nazione.

Tutto ciò, ci ha insegnato che, il mal-governo, lungi dal risolvere i problemi degli italiani, verosimilmente risolve solo i problemi dei parenti e amici stretti, del noto cavaliere, provocando seri costi sociali. Ci insegna anche in modo inequivocabile che, finché continueranno a persistere le cause che hanno generato questo stallo e fermento, gli italiani vivranno ulteriore pericolo costante di nuovi disastri all’economia del Paese dalle conseguenze di uguale blocco economico, se non addirittura peggiori.

Per questo diviene di vitale importanza che coloro che manovreranno le leve del potere in Italia, coloro che ostenteranno il potere reale e quello formale, abbiano davvero la volontà e la ferma determinazione di volere rimuovere le cause nocive allo stato e al tempo stesso promuovere un serio dialogo senza pregiudizi con la minoranza in parlamento per la soluzione ragionata, razionale e pacifica dei problemi. Ne beneficeremmo tutti e faremmo una migliore figura in ambito internazionale.

Spero anche io che col nuovo governo possa ottenere la cessazione delle torture contro la mia persona come meglio spiegato dettagliato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com FORZA SISU! Grazie. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 20.03.06 07:20| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO TRATTAMENTO NASCOSTO AGLI OCCHI DELLA GENTE E’ ANCORA DEMOCRAZIA?

Ci sono degli interrogativi fondamentali che vorrei sottoporre alla cortese attenzione dei lettori:

quali sono i motivi e le cause che rendono possibili in un paese conosciuto civile e democratico come l’Italia, il causare e praticare sempre impunemente danni alla persona,persino con derisione e scherno?

Perché simili atrocità possono essere censurate da stampa e televisione e mantenuti sempre nascosti con questo artifizio agli occhi della gente?

Perché una donna in Italia può essere torturata in silenzio per causa di servizio,privandola dei diritti di legge e di contratto?

Da tempo ho deciso di svelare ai lettori di internet i meccanismi illegali utilizzati contro di me dai funzionari amministrativi dirigenti del mio posto di lavoro ossia l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano. In quel posto,malgrado ci fossero responsabilità specifiche affidate a medici specialisti,io da impiegata amministrativa sono stata adibita a lavorare in un locale contaminato e senza neppure i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione per circa tre anni.

Mi ero fidata dei medici responsabili e dei dirigenti amministrativi e credevo di non correre alcun rischio. Invece fui contagiata di tubercolosi,perché di tanto in tanto venivo a contatto a mani nude con materiali organici ogniqualvolta che fuoriuscivano dai contenitori impropri sui fogli di accompagnamento, durante la registrazione al computer dei materiali organici (urine, escreati ecc.).

Dopo il contagio ho vinto due sentenze al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia in maniera schiacciante. Malgrado ben due Giudici Amministrativi mi abbiano dato ragione, per parecchi anni e sino ad oggi la causa di servizio mi è stata illegalmente respinta CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giovanna Nigris 20.03.06 07:19| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(Sisu2)…e sono sempre stata ancora derisa e schernita dai funzionari amministrativi dello stesso Ospedale i quali mi hanno ancora beffata oltretutto con il più atroce mobbing riconosciuto formalmente anche dalla Clinica del Lavoro di Milano. Inoltre sono stati mantenuti quattro imputati per lesioni colpose gravissime (tre medici ed un funzionario dirigente amministrativo) in attesa di giudizio con numerosi rinvii di udienze e temporeggiamenti per arrivare dopo nove anni a fare ottenere agli imputati la prescrizione dei reati e quindi all’archiviazione dei reati.

Le protezioni politiche hanno fatto sì che fossero protetti i criminali e rovinata sempre di più la vittima. Oggi sono in malattia grave con ossigenoterapia quotidiana domiciliare da circa due anni. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, è stato informato dei fatti criminali, ma fino ad oggi non è mai intervenuto, neppure dopo avergli inviato alcune centinaia di petizioni firmate per solidarietà dai cittadini.

Vivo da 14 anni nell’inferno del crimine, del raggiro politico e della frode giudiziale. In questo modo sono stata spinta alla più estrema disperazione. Inoltre sono stata privata di potermi curare al meglio la tubercolosi (e relativi postumi), contagiata in servizio e per causa di servizio per la più assoluta mancanza di mezzi economici. CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu3)…

Giovanna Nigris 20.03.06 07:19| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(Sisu3)..Il mio avvocato mi fece sapere che tutti preferiscono salvare “la faccia” e così si preferisce sacrificare me. Comunicherò ad oltranza a tutto il mondo questo trattamento da DITTATURA nei miei confronti finchè non mi verranno dati i miei diritti di legge e di contratto e abbiano fine gli sporchi abusi sulla mia persona. Tutto come meglio spiegato e provato nel seguente mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com

Si dice che anche l’Italia vuole promuovere la democrazia nei paesi arabi. Cominciamo a farla applicare qua da noi senza sporche falsità. Per questo chiedo cortesemente ai lettori, di aiutarmi a fare intervenire il Presidente della Repubblica ed inoltre vi rivolga la seguente domanda: pensate che sia ancora democrazia tutto questo trattamento immondo, senza scrupoli, senza onestà e senza morale, nascosto agli occhi della gente? Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 20.03.06 07:18| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi Beppe, è disposto a esibirsi in spettacoli (al di fuori del suo tuor), chiaramante pagati cospicuamente? Nel senso: se io ed il resto degl'organizzatori preparassimo un "Beppe Show", chiaramente pagato, lui accetterebbe di venirci?

Tiziano Portas 19.03.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

CONVEGNO CONFINDUSTRIA:BERLU...NON ERA PRESENTE,ERA FUORI.........

piero tonelli 19.03.06 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Guarda che "porcata" non l'ha mai detto, come al solito i sinistri giornali ti lavano il cervello e tu bevi tutto come alla fonte della giovinezza, ha detto semplicemente che è migliorabile e penso che la differenza sia sostanziale, poi l'altra favoletta Prodiana, che all'estero ridono dell'Italia, è come il suo esempio di Quì, Quò e Quà e zio Paperone, buona parte dei giornali esteri anche schierati., ha avuto parole di elogio,...ecc..ecc...
15:12 |

Risposta a Paolo Franceschini

Ti ringrazio Paolo per tua attenzione, ma ritengo che comunque sia, detta o non detta la parola “porcata” era quantomeno sottintesa il che è la stessa cosa e comunque non toglie nulla al fatto che questa legge elettorale lo sia; pensi che sia democrazia non far esprimere agli elettori la preferenza verso un candidato?

Tengo a farti sapere che non leggo e non ho mai letto l’Unità (neanche per sbaglio); lo dico per precisare che la mia critica a questa legge elettorale non è di parte (e ti assicuro che non lo sono);

Tu dici che ha detto “semplicemente che questa legge è migliorabile”, allora ti do un consiglio amichevole, stai attento tu ai “lavaggi di cervello” perché detto da chi l’ha voluta una legge, “migliorabile” significa appunto “porcata”. Non credo che tu possa essere contento di votare mettendo la tua bella x sulla scheda, o scusa volevo dire il lenzuolo (merito sempre di questa legge), che ci daranno ai seggi senza doverti sforzare per scegliere il candidato.
Io se ho un difetto è quello di basarmi sui fatti e di non farmi influenzare dalle parole....in questo caso la parola “migliorabile” è sinonimo di “porcata”.... usa il tuo cervello e non farti influenzare dai “sinonimi” caro Paolo.

ti saluto cordialmente

Dario Salerno Commentatore in marcia al V2day 19.03.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che senza un reale contraddittorio ogni opinione ogni presa di posizione tende ad assumere i contorni di un dogma sacro, di una verità rivelata, se i mezzi di informazione sono tutti allineati nella direzione di escludere dalle discussioni i fatti scomodi.Noam Chomsky parla di "FABBRICA DEL CONSENSO".

massimiliano lautieri 19.03.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora lasciamo che passino queste elezioni, ma poi penso che occorrerà darsi da fare per costruire qualcosa di veramente nuovo ed alternativo a questo modo di intendere la politica.
Chi abbia idee in proposito può contattarmi su http://blog.libero.it/gabrielesottile/

Gabriele Sottile 19.03.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/103.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Emissioni d'aria:

» Indeciso io parlare a te da Il paese delle meraviglie
Lettera aperta al partito degli indecisi... [Leggi]

17.03.06 22:01