La ricerca imbavagliata

ricerca imbavagliata.jpg

Hanno dato troppo fastidio e li hanno puniti. Scoperchiare certi pentoloni in cui bollono inceneritori, acciaierie e centrali elettriche ad olio pesante, e fare ombra a tromboni e pseudoscienziati sono attività che non attirano simpatie.
E allora, non potendoli attaccare scientificamente, si è pensato di togliere lo strumento con cui Antonietta Gatti e Stefano Montanari provocano grossi fastidi.
Si tratta di un microscopio elettronico a scansione ambientale del costo di circa 350.000 euro con il quale i due hanno scoperto i meccanismi con cui le nanoparticelle prodotte dalle combustioni sono capaci di uccidere, e con questo il perché delle malattie che colpiscono i reduci dalle guerre del Golfo e dei Balcani, come funziona la truffa scientifica che sta dietro gli inceneritori, che cosa viene scaricato nell’ambiente dai tre milioni di tonnellate di oli pesanti bruciati ogni anno da una centrale elettrica e un sacco di altre cosette che hanno aperto una strada del tutto nuova nel campo della medicina.

Via il microscopio e noi, che non ci possiamo permettere di perdere Antonietta e Stefano, gli daremo un altro microscopio. In fretta e più potente del primo.
Da oggi parte una sottoscrizione per l’acquisto da parte della Associazione Carlo Bortolani Onlus. Io ho già dato il buon esempio devolvendo l’incasso della serata di Modena del 28 febbraio, i ragazzi dei Meetup si stanno attivando e tutti potrete rinunciare ad una pizza per non trovarvi la prossima piena d’inquinanti.

7/3/2007. Obiettivo raggiunto! Il microscopio elettronico è stato acquistato! Siete MERAVIGLIOSI!!! GRAZIE!

Postato il 13 Marzo 2006 alle 15:20 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (2660) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico
| La Settimana | Trackback (18)

Commenti piu' votati


da http://www.sosambiente.ch/temi_bibliomedica.html
CAMPI MAGNETICI

Radioprotection. Nouvelle étude sur les effets exercés par les champs magnétiques basse fréquence sur la santé
Bulletin de l’Office fédéral de la santé publique 2006 ; no. 36 – 4 settembre : 716-717
Studi già un po’ datati (per esempio presso personale FFS 1972-1993) mostravano un’aumentata incidenza di leucemia mieloide acuta presso le persone più esposte (per esempio i macchinisti delle locomotive). Dati più recenti non mostrano questo rischio, ma evidenziano un aumento di malattie neurodegenerative tipo malattia di Alzheimer. Ma i dati sono molto grezzi e preliminari.

R. Bardelli – SOS Mendrisiotto Ambiente – 11 giugno 2007

Sono un macchinsita...le ricerche al riguardo della nostra salute sono state da anni imbavagliate!I mezzi ci sono ma nessuno viene a fare i rilevamenti in macchina, durante il normale esercizio!Vedo i miei colleghi ammalarsi e morire di tumore...i tumori piu strani..tumori alla mammella(che nell'uomo è rarissimo), tumori alle ossa..tumori tumori tumori...moriamo!E a nessuno importa nulla!AIUTATECI!
Ho postato qui perche non so dove farlo!
AIUTATECI!

Matteo F. Commentatore certificato 24.09.07 14:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Complimenti per il blog, ho internet da 4 giorni e ne sono entusiasta. Condivido l'idea che internet possa fare la differenza, soprattutto in questa Italia di burattini e burattinai.
Se le persone, il popolo inizierà (come posso vedere), ad afferrare il concetto che internet può far sì di farci scegliere, di farci dire la nostra, potremo sperare di raggiungera quell'indipendenza che abbiamo potuto osservare da lontano, poi da vicino, e, poi di nuovo da lontano. Con questo non intendo dire che il merito sia di internet o di un blog ma delle persone il cosiddetto materiale umano (ma che preferisco definire umanità).
Per me è spero per altri questo è il significato di rivoluzione: non armata; non di sangue; ne di guerra; ma di mente; di concetto; di animo.
Caro Beppe sono ormai 2 anni che annullo la scheda e continurò fino al giorno in cui non avremo la possibilità (come popolo italiano) di assumere elegendo, i nostri dirigenti, e se lavorano male di mandarli a CASA.
SCHEDA NULLA (che è un'espressione di voto) NON RINUNCIAMO A FAR CAPIRE CHE CI POSSONO SEMPRE GIRARE..........

Francesca D. Commentatore certificato 25.05.08 11:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo, Stefano Montanari & company,
vorrei portare a vostra conoscenza che, come indicato in miei precedenti interventi sul blog, con la strumentazione idonea è stato possibile misurare la distribuzione delle polveri in emissione al camino in termini di numero di particelle. Vuol dire che si può MISURARE quante particelle di qualsiasi diametro vengono emesse da inceneritori/termovalorizzatori. Dalle misure effettuate è risultato un impatto di un inceneritore in un'ora confrontabile con il passaggio di circa 30-50 auto per un tratto di 1 km. Sono disponibile a mettere con voi e con chiunque lo voglia questa conoscenza a fattor comune.

Ad maiora

buonanno@unicas.it

Giorgio Buonanno 24.10.07 09:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ho combattuto i petrolieri denunciandoli per l'uso che facevano del termine " verde " per indicare la famigerata benzina che sono stati costretti a chiamare " super senza piombo". li ho costretti a far scendere il tenore del benzene sotto il 3% e rutelli poi si prese il merito. mi sono giocato un patrimonio ed un matrimonio. nessuno conosce come me i problemi delle fonti di energia. La lotta agli inceneritori la stanno facendo i petrolieri ed è un peccato che Grillo non se ne sia accorto. sono a disposizione per portarvi le prove di quanto da me affermato.spero di essere contattato

lorenzo pastore 16.10.07 17:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E di questo che mi dite? http://www.attivissimo.net/int_conf/20070802-montanari-disinformatico-testo-integrale.pdf

John Doe 14.09.07 14:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un cittadino italiano ha finalmente deciso che gli fa troppo male respirare le polveri sottili e vedere persone a cui vuole bene morire di cancro intorno a sé per il benessere delle multinazionali petrolifere e ha chiesto alla commissione europea (dipartimento dell'ambiente) di creare una legge che obblighi i padroni del petrolio ad installare accanto ad ogni distributore di benzina almeno un distributore ad idrogeno e di incominciare a produrlo utilizzando energie rinnovabili.

In parole povere questa legge favorirà l'introduzione sul mercato delle automobili ad idrogeno a
***ZERO INQUINAMENTO*** e ad alte prestazioni!!!

Finalmente potremo respirare a pieni polmoni e anche i figli dei nostri figli!

L'auto del futuro esiste già ed in vari modelli!

Bastano 800.000 firme per far abbassare la testa ai padroni del petrolio.

Firmate la petizione per voi, i vostri amici e parenti!

Cogliamo questa opportunità e facciamone un'arma, anche per altre piccole
battaglie.

Io l'ho giá fatto e sono il numero 2.787!!!

FIRMA LA PETIZIONE A QUESTO INDIRIZZO:
http://www.petitionon...

PS: per favore, fatela girare, questa e' seria ... non diciamo poi che non
cambia mai niente se non ci impegniamo almeno in queste occasioni.

paolo borghese 06.03.07 23:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Scusate ma dopo l'acquisto del nouvo microscopio ...
è lecito chiedere una nuova e più completa lista di prodotti analizzati?
Non vorrei nel frattempo fare una scorpacciata di titanio o roba simile,grazie!
E ricordate di non mangiare assolutamente alimenti che contengono GLUTAMMATO MONOSODICO e ASPARTAME,due sostanze che vanno a stimolare rovinosamente tutta una serie di recettori ,se ne volete sapere di più http://www.identiavvelenati.com/blaylock.html

Giulia Perri 06.02.08 00:16| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivido pienamente anche se mi fanno schifo tutti....bisognerebbe fare una bella pulizia, mettere a capo del governo Beppe Grillo e all'opposizione Marco Travaglio.

Monica Rendina (moka) Commentatore certificato 16.07.07 13:07| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Volevo esprimere soddisfazione per il raggiungimento di questo importantissimo obiettivo; tuttavia è altrettanto importante vedere in tv al posto dei soliti tromboni i dott.Montanari e Gatti a spiegare i reali rischi che si corrono con gli inceneritori; perchè se in tv vanno solo quelli che degli inceneritori tessono solo lodi e tacciono i difetti, pericolosissimi, siamo fritti.

Domenico Acquafredda 12.01.08 10:51| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Che infamia togliere degli strumenti di lavoro a persone competenti,mi piacerebbe che le nano particelle per un giorno si ingrandiscano così tutti vedrebbero con chi hanno aq che fare

Fabien V. Commentatore certificato 07.01.08 01:06| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Carissima Sonia Toni
naturalmente lei e' liberissima di sponsorizzare quello che vuole ma io sono altrettanto libero di riportare fatti facilmente verificabili, sul blog e con il nome che preferisco. Se il caro Dr Montanari non ha voluto rispondermi quando ho usato il mio vero nome in privato non credo che risponderebbe al Dr Bianchini e comunque perche' non risponbe sul blog? I bloggers che hanno pagato per il suo microscopio non hanno alcun diritto? Devono cercarsi le verita' da soli? Le calunnie! Aspetto una reazione! Non e' forse vero che hanno raccolto soldi facendo credere che avrebbero analizzato alimenti o scarichi di inceneritori e adesso l'argomento di ricerca e' diverso? Non e' forse vero che riciclano una ricerca pubblicata nel 2004 e 2005 con altri autori che probabilmente non sono contenti e magari hanno reclamato? Li contattero' e se lo permettono pubblichero' le loro risposte sul blog. Il blasonato marchio? Un frammento di campione di ogni tipo? Prodotti puliti su una lista e contaminati sull'altra, potrebbero almeno dire che hanno ripetuto l'analisi su quel campione e stavolta e' pulito, la prossima non si sa! Non credo di dover ripetere tutto visto che almeno lei e' cosi' attenta alla lettura del blog. Come mai e' sparito un suo messaggio diretto a un certo Giorgio di Modena?

dr bianchini 26.03.07 21:35| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma invece di lamentarvi delle conseguenze ambientali dei residui delle centrali ad olio pesante perché non vi battete perché si riapra la questione sulle centrali nucleari?
ci porterebbero fuori dalla dipendenza energetica da francia e svizzera rilanciando in parte l'economia con l'abbattimento dei costi della corrente

paolo p 01.02.08 10:09| 
 
  • Currently 1.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei sapere di piu sul caso dei 2 ricercatori che hanno abbindolato beppe.grazie

ale galli (alex31) Commentatore certificato 29.02.08 00:07| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel laboratorio di 2 famosi scienziati era una giornata di inspiegabile calma; i due girovagavano insofferenti per quel forzato non da fare quando arrivò per sbaglio un pacchettino. Era un pezzetto di fegato umano che fu subito messo sotto al potente microscopio per essere scrutato a fondo. Ingrandisci e ingrandisci alla fine apparve un gruppo di nanoparticelle di aspetto familiare. Dice LUI: questa e’ ceramica e lei: sei sicuro? Lui si lancia verso l’archivio e tira fuori la foto dell’STD15, ossia della dentiera che sua nonna per risparmiare aveva fatto da quel cinese che imitava tutto. La mette vicino al monitor e praticamente le 2 foto risultano identiche. Dice LUI: E’ proprio vero mia cara che dietro ad ogni donna di successo c’è sempre un grande uomo! Chiamarono il proprietario del fegato, lo mandarono da un amico dentista che per amor loro gli fece una nuova dentiera gratis e il paziente guarì. A quel punto nel cervello di LUI si squarciò una nuvola e, mentre lei guardava perplessa esclamò: A noi due Nemmar, mi avevi quasi convinto che le nanoparticelle arrivavano al fegato passando dai polmoni ma io ti dimostrerò che questa non è l’unica verità! Iniziò quel giorno un’attenta osservazione di alimenti.
In base a un’indagine di mercato M. scelse degli alimenti di largo consumo quali probabili prodotti trasportatori di nanoparticelle! A questo punto successe il guaio, dopo soli 5 anni dall’inizio delle loro indagini, qualcuno si accorse delle loro losche trame e gli rubò il microscopio! Per fortuna dalle loro precedenti indagini risultava che un certo G., famoso ma intelligente comico, amava fare colazione con le Macine del Mulino Bianco, dove loro sfortunatamente avevano trovato nanoparticelle di Titanio, particelle identiche a quelle trovate anche in numerosi trombi venosi! Aspettarono! Prima o poi G sarebbe passato da lì (qualcuno dice invece che un famoso medico avvertì G. che si precipitò a parlare con M.).

la nana ignorante 30.07.07 12:27| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Gli autori diminuiscono il contenuto sembra lo stesso! Nel 2007?
Detection of micro- and nano-sized biocompatible particles in the blood. Gatti, A. M.; Montanari, S.; Monari, E.; Gambarelli, A.; Capitani, F.; Parisini, B J. of Mat. Sci: Materials in Medicine (2004), 15(4), 469
The research deals with new scanning electron microscopic evaluations of the interface between blood and explanted temporary vena cava filters from patients affected by blood disorders. The analyses showed that both samples (thrombus and newly formed tissue) contained foreign, in some cases nano-sized, bodies. The chem. of these particles was different and varied, and unusual compds. contg. non-biocompatible elements like bismuth, lead, tungsten were also detected…


In-vivo short- and long-term evaluation of the interaction material-blood. Gatti, Antonietta M.; Montanari, S.; Gambarelli, A.; Capitani, F.; Salvatori, R. J of Mat Sci: Materials in Medicine (2005), 16(12), 1213

Through an innovative electron microscopy technique, thrombi and fibrotic tissue taken from 14 explanted vena cava filters were obsd. Twelve cases showed the presence of micro-and nano-sized inorg., non biodegradable nor biocompatible particles which did not belong to the metal the device was made of and which could be the sole cause or, more likely, a pre-existing cause for thrombosis. ..

Retrieval analysis of clinical explanted vena cava filters. Gatti, A. M.; Montanari, S. J of Biomed Mat Res, Part B: Applied Biomaterials (2006), 77B(2), 307

Vena cava filters are the most commonly used mech. devices to prevent pulmonary embolism. An innovative environmental SEM technique allowed detection of micro- and nanosized foreign bodies inside thrombi and tissues, and chem. anal. could be carried out by energy dispersive spectroscopy. All specimens contained different quantities of foreign debris ranging from few tens of microns to 50 nm; their chem. was not homogeneous when patients were compar

dr bianchini 26.03.07 18:44| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Gli autori diminuiscono il contenuto sembra lo stesso! Nel 2007?
Detection of micro- and nano-sized biocompatible particles in the blood. Gatti, A. M.; Montanari, S.; Monari, E.; Gambarelli, A.; Capitani, F.; Parisini, B J. of Mat. Sci: Materials in Medicine (2004), 15(4), 469
The research deals with new scanning electron microscopic evaluations of the interface between blood and explanted temporary vena cava filters from patients affected by blood disorders. The analyses showed that both samples (thrombus and newly formed tissue) contained foreign, in some cases nano-sized, bodies. The chem. of these particles was different and varied, and unusual compds. contg. non-biocompatible elements like bismuth, lead, tungsten were also detected…


In-vivo short- and long-term evaluation of the interaction material-blood. Gatti, Antonietta M.; Montanari, S.; Gambarelli, A.; Capitani, F.; Salvatori, R. J of Mat Sci: Materials in Medicine (2005), 16(12), 1213

Through an innovative electron microscopy technique, thrombi and fibrotic tissue taken from 14 explanted vena cava filters were obsd. Twelve cases showed the presence of micro-and nano-sized inorg., non biodegradable nor biocompatible particles which did not belong to the metal the device was made of and which could be the sole cause or, more likely, a pre-existing cause for thrombosis. ..

Retrieval analysis of clinical explanted vena cava filters. Gatti, A. M.; Montanari, S. J of Biomed Mat Res, Part B: Applied Biomaterials (2006), 77B(2), 307

Vena cava filters are the most commonly used mech. devices to prevent pulmonary embolism. An innovative environmental SEM technique allowed detection of micro- and nanosized foreign bodies inside thrombi and tissues, and chem. anal. could be carried out by energy dispersive spectroscopy. All specimens contained different quantities of foreign debris ranging from few tens of microns to 50 nm; their chem. was not homogeneous when patients were compar

dr bianchini 26.03.07 18:32| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

mi scuso per aver fatto confusione con le riviste. Il prof. Williams e' l'Editore di Biomaterials, rivista sulla quale la Dr.ssa Gatti ha pubblicato ma non di recente e non con il marito.
Il prof. Williams mi ha comunque risposto una prima volta il 17 marzo u.s.

Thank you for your e-mail. I am well aware of the controversy surrounding the work of Dr Gatti, which is now being taken into account in future
submissions to my journal. Thank you for drawing this to my attention
Regards
Professor David Williams

la seconda del 21 marzo u.s. e' quella gia' sul blog. Potete chiedere conferma. Evidentemente anche lui ha avuto altre rimostranze oltre alle mie.

dr bianchini 26.03.07 14:40| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori