Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Primarie dei cittadini: sanità. Marco Cappato


marco cappato.jpg

Marco Cappato, segretario dell’Associazione Luca Coscioni(*), a nome della Rosa nel Pugno mi ha inviato questa lettera per le Primarie sulla Sanità.

Caro Grillo,
credo che, per la sanità, a ogni discorso di efficienza e di organizzazione vada premesso un obiettivo di maggiore libertà e autonomia. Era la battaglia di Luca Coscioni e, come segretario dell’associazione “per la libertà di ricerca scientifica” che porta il suo nome, voglio riportare gli obiettivi sottoscritti da alcuni dei più importanti scienziati italiani e fatti propri dalla Rosa nel Pugno:
- consentire, attraverso limiti e regole stringenti sul modello della Gran Bretagna, la ricerca scientifica sulle cellule staminali embrionali finalizzata alla comprensione e alla cura di malattie che colpiscono centinaia di milioni di persone nel mondo:
- consentire l’accesso alla fecondazione assistita e alla diagnosi preimpianto per le coppie affette da malattie genetiche, oltre alla fecondazione assistita con seme esterno alla coppia;
- garantire la libertà terapeutica, affidata al rapporto tra medico e paziente, nella effettiva somministrazione di farmaci ampiamente testati e autorizzati in tutti i Paesi civili, ma ostacolati (e in alcuni casi proibiti) nel nostro Paese, quali: pillola abortiva RU486, cannabis terapeutica,trattamenti farmacologici per i cittadini tossicodipendenti e oppioidi per il trattamento del dolore;
- consentire autonomia e responsabilità individuale nelle scelte relative alla fine della vita, innanzitutto per abbattere il fenomeno dell’eutanasia clandestina attraverso il rispetto della volontà individuale liberamente e inequivocabilmente espressa, anche attraverso il riconoscimento delle direttive anticipate di trattamento e forme di regolamentazione dell’eutanasia sul modello olandese, belga, svizzero o secondo l'orientamento che sta assumendo anche il parlamento britannico. […]I primi firmatari sono Elena Cattaneo, Gilberto Corbellini, Giulio Cossu, Elisabetta Dejana, Cesare Galli, Piergiorgio Strata, Antonino Forabosco, Demetrio Neri. Seguono le firme di 130 accademici.

A questi obiettivi voglio aggiungere tre campagne promosse e sostenute da Luca Coscioni:
- “libertà di parola”: investimenti e iniziative di adeguamento normativo per mettere a disposizione gratuitamente strumenti e tecnologie che aiutino i disabili nella comunicazione e nell’acquisizione e produzione di informazioni;
- “libertà di lettura”: garantire la disponibilità dei libri in versione digitale per disabili e non vedenti;
- “vita indipendente”: potenziare libertà di scelta basate sugli effettivi bisogni del disabile e del malato e non sulle esigenze burocratiche degli enti erogatori dei servizi, favorendo una progressiva de-medicalizzazione dei servizi al fine di rendere possibile il ricorso a fondi assicurativi o bonus.
Come ultimo punto, trovo più che condivisibile l’obiettivo di attuare una politica sanitaria fondata sull’informazione. In tutti i Paesi industrializzati è fortemente aumentata la spesa volta ad aumentare la quantità di sanità, ma con effetti modesti in termini di salute guadagnata. La spesa sanitaria varia tra il 7 e il 15% del PIL (dunque del 100%!)senza che vi siano differenze in termini di salute (aspettativa di vita, mortalità…).

A questo proposito è bene ricordare anche che:
l’influenza positiva sulla salute non dipende solo dalla sanità (ospedali, farmaci,…), ma anche e soprattutto da altri fattori (stile di vita, condizioni economiche, ambientali, patrimonio genetico..) : un famoso modello (Dever, fine anni ’70) quantificò nell’ 11% circa il peso della sanità sulla salute rispetto agli altri fattori!
molti studi hanno messo in luce l’uso ”distorto” di parte della sanità; un famoso studio (Domenighetti, Canton Ticino) ha mostrato che i medici ricorrono ad interventi chirurgici su di sé (o su i propri famigliari) con una frequenza metà di quella che suggeriscono ai loro pazienti (solo se questi ultimi sono avvocati allora la frequenza coincide!). Altri studi hanno evidenziato che un secondo parere medico conduce circa la metà delle volte a conclusioni terapeutiche diverse.
Tutto ciò porta molti a ritenere che il vero deficit non è della spesa, ma dell’informazione a disposizione dei cittadini. Sinora l’informazione è stata nelle mani esclusive degli operatori (medici, corporazioni professionali e sindacali) che hanno perseguito più gli interessi della sanità che quelli della salute. Solo recentemente, ad esempio, sta emergendo tutta la problematica del rischio sanitario, cioè dei danni e dei morti dovuti ad errori medici e della sanità. Studi specifici portano a stimare che in Italia ci siano tra i 15mila e i 50mila morti per errori medici; quelli per le sole infezioni ospedaliere sono almeno 7000 l’anno (i morti per incidenti stradali sono “solo” 5000 l’anno).
Grazie per l’ospitalità".

Marco Cappato - www.rosanelpugno.it

(*) L’associazione Coscioni è, insieme a Radicali italiani, SDI e FGS, uno dei soggetti costituenti della Rosa nel Pugno

15 Mar 2006, 17:22 | Scrivi | Commenti (1015) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Grande Grillo,

a proposito della sanità io vorrei che fosse definitivamente APOLITICA. Le milizie policratiche che infestano gli ospedali di raccomandati a livelli di comando (amministratori, primari, docenti)devono essere distrutte. Le carriere mediche dovranno essere solo pertinenti ai meriti della carriera ed alle effettive capacità del medico che deve essere prima di tutto un medico appunto. Inoltre i medici dal grenerico dottore di famiglia al grande luminare riconosciuto a livello internazionale per i suoi meriti professionali ed eventualmenti di ricercatore devono leggere le riviste scientifiche medeiche e sottoporsi a corsi di aggiornamento su nuove tecnologie, metodiche, farmaci per il bene di tutti noi. Non è possibile che ancora oggi vi siano dottori che non hanno mai aperto una rivista scientifica o che abbiano abbandonato ogni aggiornamento relativo alla propria granchia di specializzazione appena dopo la laurea.
Non è possibile che un laureato in scienze dell'informazione insegni anatomia umana a Bari; Il nepotismo dei vari Corrias, De Benedetto, Nicoletti, Venza, Dolci, Peretti, Agostoni, Agrifoglio, Bertelli, Capra, Cenini, Guidobono, Maiocchi, Giorgino, ecc, ecc...;così ben descritti e denunciati in "Un Paese di baroni " libro illuminante di Davide Carlucci & Antonio Castaldo. Questa è la sanità Italiana che vorrei.
Inoltre ho sentito attonito Tremonti alla conferenza sulla finanziaria che enunciava "Non ci saranno più finanziarie!". Tutto contento e felice...Come non ci saranno più finanziarie...e le spese della cosa pubblica chi le paga?? Gli evasori!!! E' tutto un Delirio!!! (mi permetta).

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 25.09.09 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
ti scrivo dalla provincia di quell'Abruzzo che, in tema di sanità, ultimamente è imploso nel suo marciume politico.
voglio raccontare un episodio degno di rilevanza, se non altro perchè a rimetterci è stato mio nonno, un cittadino onesto, lavoratore agricolo e reduce dai campi nazisti. per un problema alla prostata è stato portato all'ospedale di Penne dove avrebbero dovuto mettere un catetere rigido, ma l'urologo non c'era. l'hanno trasportato all'una di notte a pescara (35 km) per un maledetto catetere per poi riportarlo a Penne (altri 35 km). ci potrebbe anche stare, ma se la mancanza dell'urologo a Penne è dovuta alla chiusura del reparto di urologia per MANCANZA DI FONDI...allora m'incazzo! mio nonno ormai è in fin di vita e quei politici che si sono spartiti i FONDI sono visitati in carcere tre volte al giorno. vorrei far sapere questa cosa a gente come Ottaviano Del Turco (per esempio...) per vedere cosa ne pensa, se la loro coscienza ha una consistenza. rubare sulla sanità è scandaloso, ma come si può?
scusate lo sfogo personale, ma qui è l'unico posto dove mi sono sentito libero di scrivere.
grazie ancora Beppe

mauro c. Commentatore certificato 27.07.08 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
il problema della sanità in Italia è un cancro peggiore della mafia, della camorra o quant'altro.
i nostri amministratore non pensano minimanente alla salute dei cittadini-tutti conoscono la nostra Costituzione la migliore e la più bella al mondo-ma cercano solo di tutelare la salute delle loro tasche.
La inefficienza degli amministratori andrebbe combattuta mettendo loro le mani in tasca, e cioè rendendoli responsabili direttamente senza parlare più di responsabilità del Pubblica Amministrazione.
Oggi giorno solo le strutture private si arricchiscono. A Napoli, io sono napoletano e rivoglio la mia napoletanità, oramai le analisi ospedaliere, per i lunghi mesi o forse anni di attesa, non le fa più nessuno, solo i raccomandati (amici dei dott., degli infermieri o di qualche pezzo grosso) e così si è creato il mercato parallelo, i centri che con o senza convenzione si accontentano di importi pari ai ticket.
E' una vergogna.
questa società sta creando un ceto sempre più povero eun ceto sempre più ricco, facendo venire meno anche quel senso di carità cristiana
ormai tutti pensano al maledetto dio danaro e nessuno al vero DIO
scusatemi di questo sfogo ma io CREDO ancora, anche ad una società migliore, fatta di bontà e non di continua violenza
Cordiali saluti
Antonio Fuscaldo Napoli

antonio fuscaldo 27.04.08 10:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
visto lo spazio che ci consenti di avere per diffondere le opinioni personali su temi di interesse generale, ne approfitto per dire la mia in tema di sanità pubblica: abbiamo tutti ben note le "liste di attesa" e l'assenza di informazioni quando ci necessitano cure sanitarie di qualunque tipo. Se poi vogliamo (e possiamo) permetterci la soluzione "intra moenia", che premia anche la struttura che percepisce parte del compenso, non facciamo altro che incentivare l'inefficienza, premiandola anche economicamente. Perché dobbiamo alimentare questo sistema? Perché non lasciare la libertà di scegliere, in alternativa al sistema pubblico, un'assicurazione privata, eliminando il contributo che ciascuno versa alla sanità pubblica, o meglio obbligando al solo versamento di un "fondo di solidarietà"? Credo che la concorrenza tra sistemi sia l'unica spinta utile possibile, ovviamente con gli opportuni correttivi solidaristici e con la ineludibile vigilanza di organi pubblici di controllo.

Vito SIVILLI 25.04.08 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d accorco con Cappatto.Lo stato deve èssere laico e purtroppo la chiesa continua a mettersi in mezzo come per esempio la fecondazione assistita e intanto gli altri paesi sono più avanti di noi.Per quanto riguarda gli errori medici siamo a cifre spaventose un vero e propio campo di battaglia...nello sbarco in Normadia ne sono morti meno,viene solo rabbia!Chi sa come stanno i genitori di quel bambino che a un ivalidità del 40% al braccino per colpa del personale medico.

Fabien V. Commentatore certificato 05.01.08 19:33| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

I sardi sono 1.700.000, la regione sarda spende 6000 milioni di vecchie lire /anno, quindi quasi 2000 € a testa, si priviligia l'accanimento terapeutico, le ricette delle medicine e non si spende niente per la prevenzione, per le salutari "colonie" estive ed invernali.
quando si ammalano e si devono curare seriamente devono pagare a parte.
Rivalutare le opere di prevenzione creerà meno business turistico ma sicuramente diminiranno gli informatori sanitari e le ricette dei medicinali e tutta la spesa sanitaria fasulla indotta.

pasquale lovicu Commentatore certificato 23.12.07 20:29| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Oggi a sky stella da Costanzo ho inviato il seguente scritto a Marco Cappato:
A NATALE NON SI PROMUOVE L' EUTANASIA
Marco Cappato fatte anche a te gli auguri di buon Natale - la nascita di quel bambinello che visse per riscattare i peccati dell’uomo e per chiedere in punto di morte perdono al Padre per i suoi assassini - ti chiedo:Come fai a promuovere contemporaneamente due cose paradossalmente in antitesi: l’abolizione della pena di morte e l’eutanasia? E’ come dire parafrasando un tuo slogan: nessuno tocchi Caino, uccidetelo semplicemente. So già la risposta. Risparmiamela.

Caro Beppe, sai qual'è il pericolo col governo che abbiamo? Mentre il mondo abolisce la pena di morte e la Cassazione la ripristina dando al padre di Eluana Englaro il diritto di uccidere sua figlia.
Caro Beppe voglio sperare che tu non la pensi così.


Ho contattato un centro che si occupa di iniezioni di cellule staminali per malati di sclerosi multipla ma questo tipo di trattamento, per ora, viene effettuato solo in Cina e in Thailandia. Non riesco ad avere informazioni circa la serietà professionale di questi operatori e degli ospedali dove operano (Hangzhou e Bangkok) pertanto vorrei sapere se qualcuno si è recato presso questi centri per la terapia e, eventualmente, con quali risultati.
Grazie.

laura piumetti 07.12.07 14:40| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
non so se ho ricevuto dei voti e nemmeno mi
interessa. Ho comunque notato che i commenti
più votati sono solitamente i peggiori: dato
che ho l'impressione che IL VOTO dei votanti
(nella maggioranza dei casi) non brilli di
molta razionalità . . .

Severino Verardi 08.11.07 15:59| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento


sono un' infermiera di torino.
lavoro in sala operatoria e credo che avrei da raccontarne di cotte e di crude.
sono dell'idea che l'accanimento terapeutico esista e sia un fenomeno sempre + in aumento. Indicazioni terapeutiche all'intervento chirurgico border-line, trattamenti sanitari complessi e non supportati da un reale beneficio per i pazienti, disorganizzazione , inerzia burocratica , cattiva gestione delle varie figure ospedaliere.... Questo non solo perchè il chirurgo è un manager di se stesso( nel privato perlopiù ma anche nel pubblico)ma perchè l'educazione e l'informazione sanitaria ancora non riescono a contrastare le posizioni a volte anche anti- etiche del medico.
Con questo non dico che non esistano chirurghi medici o infermieri capaci o corretti; è che la persona che entra nella struttura ospedaliera viene vissuta , al contrario da quello che potrebbe essere in apparenza, come un corpo malato sul quale operare.
Il detto " L'intevento è perfettamente riuscito , ma il paziente è morto" è un'ironia che non si allontana tanto dalla realtà. Invece di potenziare la corsa agli interventi e veder inesorabilmente aumentare le liste d'attesa, andiamo a valutare bene l'effettiva qualità della vita residua qualora si parli di tumore;potenziamo l'assistenza territoriale onde evitare la spersonalizzazione degli anziani che soffrono, cerchiamo di vedere se quelle migliaia di letti di ospedale occupati da anziani possono essere svuotati per far sì che possano passare più decorosamente il decorso della loro malattia o gli ultimi momenti della loro vita. Facciamo correre i nostri bambini nei parchi( e ce ne sono a torino!!!),permettiamo loro di costruirsi un sano sistema immunitario;e non facciamo diventare la gravidanza o la vecchiaia sinonimi di malattia... e andiamo a controllare se nelle aziende , nelle fabbriche negli ospedali e in tutti i posti di lavoro a rischio ci sono le corrette misure protettive o precauzionali!!!

silvia boi Commentatore certificato 27.10.07 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco Cappato scrive a nome della Rosa nel pugno.
E' uno di quei signori che votano per mastella, prodi, D'Alema and company?
E allora smettila di parlare dei cittadini, voi non sapete neanche cosa sono.

dario r. Commentatore certificato 24.09.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto, a grandi linee, quello che si scrive su blog circa la sanità. Voglio intervenire su due punti: pubblico/privato; eutanasia sì/no.
Punto 1: in Italia non c'è più, come tanti sembrano credere, una divaricazione tra pubblico/privato. In Italia, dal 1993, decreto Cassese,è stata introdotta la cosiddetta attività intramuraria dei medici, vale a dire l' attività a pagamento (per i pazienti) è "assorbita" nell'ambito dell' attività ospedaliera. Della parcella, pagata al medico, una parte va all' Ospedale: più alta è la parcella del medico più l' Ospedale ci lucra. Questa, in effetti, è diventata una delle maggiori fonti di finanziamento degli Ospedali. I quali, per altro, non hanno nessun interesse a ridurre le liste di attesa, perché, se ciò facessero, cioè se funzionassero, avrebbero meno introiti da questa lucrosa attività. Perciò in Italia è diventato del tutto superato discuter circa pubblico/privato perché noi siamo riusciti a fare "molto meglio": un perfetto connubbio che però funziona a senso unico, non per il paziente, il quale, se non paga la "tangente" legalizzata, cioè la visita intramuraria, non c'è verso che riesca ad ottenere alcun tipo di intervento.
Riguardo all' eutanasia: reputo che a certi livelli di sofferenza e/o di mancanza totale di vita relazionale, la vita non sia più tale. Senza dignità non c'è vita. Senonché oggi, da noi, qualsiasi discorso sull' eutanasia (e su molto altro) è inficiato, oltreché da ragioni ideologiche e pseudo religiose, dal fatto che nessuno conosce, o vuole conoscere, le reali condizioni di "vita" di molti anziani, malati, ecc... Per esempio, in molte delle cosiddette strutture protette (RSA et simili delle varie Regioni), c'è una totale promiscuità: dall' anziano che ha problemi di althzeimer et simili a quello che ha prevalentemente problemi fisici e di carattere motorio.Questi subisce spesso la violenza, non solo verbale, degli altri che hanno la psiche un po' ...disturbata. C'è da riflettere...

elsa Aimone 14.09.07 22:32| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I costi della sanita' ricadono interamente sulla classe media impiegatizia che in effetti sono coloro che la finaziano,infatti,mentre i ricchi ricorrrono alla sanita' privata, la classe media deve per forza far ricorso alla assistenza pubblica e nel momento in cui decide di usufruire delle strutture pubbliche,in regime ambulatoriale,paga il ticket contribuendo due volte al finanziamento del sistema.In ultima analisi,nelle realtà meridionali abbiamo tre fattispecie di fruitori:
1)i ricchi che usano il sistema pubblico come optinal che pur pagando il ticket se non soddisfatti fanno ricorso all'assistenza privata;
2) la classe media che finanzia per la maggior parte del costo, la sanità pubblica e paga il ticket ogni volta che ha probblemi di salute;
3)la classe dei disoccupati o dei lavoranti in proprio in nero che sfuggendo a qualsiasi catologazione hanno l'esenzione ticket,questi non finaziano la sanità hanno diritto alla casa popolare ed ad altre facilitazioni o previdenze quali la disoccupazione o gli assegni familiari,però si vedono girare in suv, mercedes e bmw.Quando la classe media,sucui grava per il 90% il costo della gestione pubblica prenderà coscienza politica del suo ruolo avremo sicuramente una società più giusta.

leonardo di stefano 24.06.07 08:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorresti entrare gratis alla fiera internazionale del libro di torino dal 10 al 14 maggio ?

contattami sul sito http:\\www.arabafenicelibri.it

mauro Casella 07.05.07 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo le scrivo perchè sento di denunciare una realtà sconcertante, sono una malata L.E.S.(Lupus Eritematoso Sistemico),faccio parte di un gruppo a livello nazionale per la Lotta contro il L.E.S., sono sconcertata perchè nonostante di malati ne siamo tanti nessuno sa cosa è questa malattia e per noi è difficile sia avere una giusta attenzione da parte dei medici come l'attenzione da parte de delle istituzioni e sai perchè? Non siamo agganciati politicamente. Facciamo parte di una lunga schiera di malati cronici e invalidi perchè la diagnosi tardiva ci porta alla compromissione di organi, noi molto presto saremo costretti ad affidarci a qualche politico perchè possa finire questa ignoranza e indifferenza, è difficilissimo avere un seguito anche per un semplice spot divulgativo, non si sa perchè vengono sempre bocciati. Mi dirai che è normale tutto questo, a me personalmente fa schifo, niente in cambio di niente.
Ognuno di noi ha una storia sanitaria su cui si potrebbe scrivere un libro, gli ospedali li conosciamo pressappoco tutti, sentendosi dare sentenze nefaste e terrorizzanti, in più nel lavoro è meglio non dire cosa hai perchè l'ignoranza porta a dei pregiudizi che possono danneggiarti.Se riesci ad avere l'invalidità sai di essere un peso per la società che vuole correre e tu sei una zavorra che va piano e a fatica e troppo spesso sei costretto a fermarti.
Scusa lo sfogo, ma dei malati cronici non si parla quasi mai, non conviene ai medici, non possono guarirti e avere un riconoscimento per questo, le case farmaceutiche non possono promettere il miracolo della guaricione come nel cancro, per le istituzioni, mi ripeto, siamo un peso da sostenere economicamente, per i politici siamo tenuti in considerazione prima delle elezioni con promesse che non verranno mai mantenute. Noi però ci siamo, e anche se invalidi fisicamente abbiamo altre potenzialità che possono essere utili agli altri. Ne dico solo una abbiamo tanto coraggio nell'andare avanti.

Stefania Viscillo 05.04.07 16:04| 
 |
Rispondi al commento

La fine naturale della vita

Se ho fame mangio
e chiedo cibo
Se ho sete bevo
e chiedo acqua
Se non chiedo nè acqua nè cibo
non voglio nè mangiare nè bere.

mariagrazia m. Commentatore certificato 03.04.07 23:20| 
 |
Rispondi al commento

sono un medico di medicina generale ed ex ospedaliero. voglio candidarmi a prossimo ministro della salute.
rinuncio fin da ora alla paga da parlamentare ed ai vari benefit tranne il rimborso spese di viaggio e soggiorno fuori casa mia. non intendo essere pensionato dopo il canonico tempo di una legislatura, ma l'unica garanzia che chiedo è di mantenere il mio attuale guadagno quale media delle dichiarazioni dei redditi degli 2004-5-6, negli anni di MINISTERO e fino alla pensione. dopo 4-5 anni, a fine legislatura mi dimetterò in maniera irrevocabile; ciò per dimostrare che non voglio arrichirmi, ma neppure rimetterci. sono disposto, a nomina avvenuta, a rendere pubblica la dichiarazione redditi mia e di mia moglie. chi acectat la scommessa ?

corrado paolizzi 06.01.07 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao vorrei far notare che la responsabilità degli errori medici è spesso attribuibile alla struttura che utilizza il personale medico in modo improprio (per risparmiare?).
Mia madre è morta nel corso di un intervento chirurgico all'ospedale San Giuseppe di Milano
perchè il responsabile della Divisione di Anestesia aveva mandato in sala operatoria un medico neolaureato invece che un anestesista specializzato,come prevede la legge.
NB:la cosa è stata segnalata alla Regione Lombardia che dovrebbe controllare "la qualità e l'appropriatezza dei servizi sanitari erogati dalle strutture" al fine di salvaguardare la salute dei pazienti: vi garantisco che ha fatto
l'impossibile per coprire l'ospedale! (ho tutta la documentazione che lo prova).

renata ferrari 14.11.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe da pretendere l'applicazione del metodo scentifico nella medicina senza l'utilizzo della statistica per avvalorare le teorie più o meno assurde.Vorrei sapere da quando le cellule degli esseri viventi seguono le regole della statistica anzichè della biologia?Perchè si sente dire il 20% dei casi o il 70% dei casi nelle diagnosi e nelle cure. Un dottore ha scoperto 5 leggi biologiche che portano a spiegare la causa delle malattie . Nel periodo successivo alla sua scoperta sembra abbia trovato solo ostacoli anzichè supporto e verifica da parte degli enti preposti.Utilizzando le sue scoperte io ed alcune migliaia di persone ci stiamo curando qualsiasi malattia con successo e non vedo perchè non possa essere valutata dagli organi preposti visto anche l'economicità di molte cure oltre al loro successo.Per l'acquisizione di informazioni in merito a quanto detto consultate il sito "www.albanm.com".

Aurelio Mariotti 06.11.06 00:06| 
 |
Rispondi al commento

parliamo di staminali cerchiamo di fare in modo che le facciano anche in talia io sono malata e per farle mi sto vendendo anche la casa perchè la mia malattia la sla sclesori laterale amiotrofica in questo paese non è curabile se voglio avere qualche speranza devo per forza andare altrove, facciamo tutti qualcosa perchè tute le persone malate si possano curare eavere qualche sperqanza grazie

antonella giuliana 16.10.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, sulla copia di 'avvenire' del 06/09/06 c'è un articolo in prima pagina riguardo le ultime ricerche sulle cellule staminali condotte su embrioni umani. per prima cosa viene smentita la dichiarazione di un certo professor Robert Lanza che aveva annunciato sulla rivsta 'nature'di aver estratto linee di staminali embrionali senza uccidere i donatori, vale a dire gli embrioni. la smentita è stata fatta dallo stesso Lanza che si è trovato costretto ad ammetere che "quando togli una cellula da un embrione per lui è uno choc". in pratica i 16 embrioni trattati sono finiti tutti a prostitute, che è un modo di qui per dire che sono ora inutilizzabili in quanto morti.l'articolo afferma che "malgrado sforzi, investimenti e sacrifici ingenti di embrioni, sinora in nessun laboratorio al mondo si è scoperta una sola terapia funzionante" e che "con le sole staminali adulte già si guarisce da un lungo elenco di malattie". è quindi possibile trovare in un organismo già completamente formato giacimenti di cellule capaci di rigenerare sangue, tesuti e organi. e a quanto pare, godi Fiorenzia, l'équipe fiorentina dell'Ospedale Careggi ha isolato per laprima volta al mondo cellule staminali adulte da un rene per la cura dei casi più di insufficienza renale. questo il giornale lo definisce un "primato mondiale" ma senza sottovalutarne l'importanza vorrei sapere quanto effettivamente conta l'etica nel nostro paese per quanto riguarda questo settore della ricerca scientifica. non dimentichiamo che Prodi ha spedito in Cina i soldi di noi italiani per aiutare il gigante orientale nella sua campagna pro-aborto che in certi casi comporta l'affogamento del bimbo nato contrariamente all'imposizione dei medici di interromperne la gravidanza. siamo effettivamente un paese di cui almeno sotto i ferri possiamo ancora essere orgogliosi per qualcosa o siamo una volta di più una manica di oche che segue la moda europea di importare embrioni trattati nei laboratori esteri per crederci fighi?

barchielli nicolò 18.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei inviare libro mio" De ... eutanasia klettera aperta di un laico ai laici" A on. Cappato chiamato in causa e a Beppe GRillo
Grazie
Dr. Luciano di Nepi

luciano di nepi 29.06.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho tentato di inviare all'on.Cappato il mio libro"de ..Eutanasia,lettera aperta di un laico ai laici" in risposta a U.Veronesi"Diritto di morire" Dato che entrambe sono nominati nel libro stò aspettando di avere risposta: Religiosi e Politici si accapigliano intorno ai malati terminali per far prevalere le propie ragioni(?9 Ma al Sociale nessuno parla:Io sono medico 78 anni ,53 di professione e 3 anni e mezzo di tumore polmonare.Penso di aver le carte in regola per essere ascoltato da chi vuole ascoltare.
Dr. Luciano di Nepi

luciano di nepi 26.06.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

incredibile ma vero caro beppe sei incredibile....spero solo che il nostro premier ti anzi CI ascolti...

daniele catacchio 10.06.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento

la sanità è legata all'acqua che beviamo. Con la prevenzione a partire dall'acqua pulita,e dimostrato,che servono meno farmaci.
allora parliamo con l'acqua!
ciao da Paolo


Finalmente qualcosa sta cambiando nel panorama farmaceutico: da più parti ci si chiede perché una minoranza di farmacisti (17 mila farmacie) debba avere così tanti privilegi rispetto alla maggioranza (50 mila farmacisti collaboratori dipendenti) che non ha alcuna, dicasi alcuna possibilità di aprire una farmacia.
Federfarma si batte ridicolamente per difendere il suo feudo con costosi annunci (loro se lo possono permettere!) sui principali quotidiani italiani e per esaltare i molteplici servizi della farmacia 24H su 24, omettendo che tali servizi gravano interamente sui dipendenti farmacisti collaboratori che si vedono aumentare il lavoro in misura esponenziale; prenotazioni cup e recup, analisi del sangue, dei capelli e quant’altro, misurazione pressione ecc., mentre il vantaggio in termini economici e di pubblicità va tutto al titolare (sempre in misura esponenziale).
Esaltano la funzione della F. come “presidio della salute del cittadino”, che la F. non è un “negozio dove si entra e si acquista un prodotto come fosse una bevanda o un condimento”, e allora perché vendono di tutto? Scarpe, deodoranti, caramelle, vestiti, giocattoli e financo vibratori?
E allora perché i poveri farmacisti dipendenti sono inquadrati contrattualmente nel settore terziario servizi e commercio e non nel settore sanità?? Eppure anche loro come i titolari svolgono “un’importante funzione nel campo sanitario” (parole del Dott. Giacomo Leopardi sul mensile d’informazione dell’Ordine dei F.).
Perché devono guadagnare così poco (stipendi ridicoli) rispetto alla fortunata minoranza che guadagna miliardi grazie al monopolio di cui gode da anni (secoli??).
Perché i titolari non concedono ferie al di fuori della chiusura prestabilita della F.? Perché i titolari non concedono i permessi retribuiti anche se il contratto prevede 3 giorni all’anno? E’ possibile vivere una vita senza MAI, dico MAI fare un ponte festivo, perché comunque in mezzo c’è sempre l

Laura Costanzo 08.06.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,volevo semplicemente segnalare,sempre se interessa a qualcuno,la situazione in cui versano i malati mentali in italia,a proposito di alcune comunita', cosidette di recupero,lautamente pagate dal servizio sanitario nazionale,ma che di recupero,non fanno niente, anzi i malati e parlo di minorenni ,vengono lasciati, nella loro malattia,anche dal punto fisico ,non vengono curati,lasciati zozzi senza nemmeno essere aiutati a fare una doccia , solo perche' il ragazzo non vuole.......ah dimenticavo....mi risulta che per ogni ragazzino...ricevono dai 150 ai 200 euro al giorno.....ci vorrebbe una calciopoli anche per le comunita' di recupero.....ne vedremmo delle belle....ciao

rossi giacomo 26.05.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Un ciao a tutti, ho 22 anni e da un paio d'anni fumo ganja(mariujana,canapa..).
Ingenuamente, agendo da uomo libero, mi sono fatto le mie 6 piantine di marijuana, orgoglioso di proveddere da solo ai miei vizi senza ricorrere (oramai lo sappiamo tutti)al mercato nero.Risultato?Con una retata in internet su un sito di coltivatori appassionati,vengo preso con la zappa in mano...
Avvocati sanguisughe,processo frettoloso e condanna per Coltivazione NON ai fini di spaccio con patteggiamento a 6 mesi di carcere e una multa di 800 euro pena sospesa poichè incensurato.Premetto che studio e lavoravo, lavoravo come dipendente nei SUPERMERCATI P.A.M.,almeno fino a quando non è stata pubblicata la sentenza con il mio nome e cognome,dopo la quale mi hanno licenziato senza addurre motivazione plausibile, ma ricorrendo ad una imprecisata regola aziendale.La colpa a sentire i miei superiori locali è stata presa dall'alto..
Tenendo conto che al vertice della P.A.M. c'e' una famiglia di Ebrei,ironicamente, mi domando come possa la loro azienda licenziare per una DISCRIMINAZIONE su usi e costumi dei propri dipendenti, sopratutto ai dipendenti come me visto che ho sempre dimostrato piena
affidabilità .
Ho capito gli interessi monetari, ma una spolveratina alla Torah gliela consiglio volentieri.

Incazzato come pochi

Giuseppe Pisepi

Pisepi Giuseppe 25.05.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sanità e ticket. è da un pezzo che non se ne parla! esempio lampo del figlio di un mio collega di lavoro: il bambino ha 6 anni, è affetto da una grave forma di distrofia muscolare. Tutti i fine settimana deve recarsi a Roma per le terapie riabilitative. E' riconosciuto invalido al 100%. Eppure non gli spetta l'idoneo passeggino e i plantari che vanno pagati "appieno" secondo la sanità. Potrebbe andar bene anche un ticket ragionevole o che il materiale sia completamente a carico della sanità, no? Informazione aggiuntiva: l'unica fonte di reddito familiare è il padre del bambino che percepisce una paga mensile di 1.200 euro.
In che razza di nazione viviamo?

maurizio gasparini 16.04.06 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ad elisa battistel:
tu vuoi scegliere di rimanere in vita anche nelle condizioni più atroci?
non c'è problema, nessuno te lo impedisce.
io che sono "sana", domani posso scegliere di mettere fine alla mia vita, in piena autonomia, se non mi riesce non mi metteranno in prigione e penso che nessuno mi condannerà moralmente (a parte la chiesa, ma non mi interessa il parere di chi non si oppone senza compromessi alla guerra e allo sfruttamento e poi viene a farmi la lezione su scelte che riguardano solo me).
altri invece, non potrebbero morire neanche se lo volessero, proprio perché fisicamente non potrebbero compiere il gesto, non possono compiere alcun gesto...
attenzione a quel che dici.
pensa per te e non obbligare gli altri a vivere secondo i tuoi dettami e i tuoi dogmi.
scusa, ma credo tu non abbia idea di certe situazioni di disperazione.
sono di origine olandese e ti posso assicurare che mia cugina, dopo quindici anni di sofferenze, era una delle persone più serene che io abbia mai visto quando ci siamo dette arrivederci, una settimana prima che le fosse concesso di lasciare questo mondo e riposare, finalmente.
ciao.

suzanne galfredi 11.04.06 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO LUCA COSCIONI
forse un giorno guarderemo insieme,
ma ora aiutami a far accorrere medici e esperti sul nuovo sito www.hevite.org
come te non voglio arrendermi e la CFS
incalza insieme al male ricevuto dal mercurio
Prega x me e x tutti, ne abbiamo bisogno ciao un bacio
adriana battist
NUOVO SITO www.hevite.org

adriana battist 08.04.06 08:10| 
 |
Rispondi al commento

PEr chi ancora non lo conoscesse segnalo il seguente sito: www.voisietequi.it

Fabrizio Capone 07.04.06 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo sulla separazione della carriera dei medici tra pubblico e privato.
Le obiezioni che vengono poste alla proposta sono legate al fatto che i medici "migliori" andrebbero tutti a lavorare nel privato.
Ma ne siamo proprio sicuri?
Quante cliniche private hanno medici assunti a tempo pieno?
Quante cliniche private hanno in organico gli infermieri professionali previsti per le equipe operatorie?
Quanti medici si portano in "trasferta" gli infermieri (pubblici dipendenti) presso le stesse cliniche "private", magari favorendoli nell'organizzazione dei turni presso l'ospedale pubblico?
Quante prestazioni sono rese da cliniche private solo perchè i clienti vengono "trovati" dai medici negli ospedali pubblici dirottando le risorse pubbliche alle cliniche convenzionate?

Obbligare i medici a scegliere, obbliga la sanità ad organizzarsi per servire meglio gli utenti e consente agli stessi medici di orgnizzarsi per esercitare sempre al meglio la propria professione. Un posto "sicuro" attira di più che un'attività a rischio.

Renato Mezzo 06.04.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Luisa Desimone :


ma come fai a criticare l'alleanza tra boselli e la Bonino ????

ma ti sei guardata attorno?

ci sono Nazionalisti assieme a Secessionisti, Comunisti assieme a Democristiani, Cattolici assieme a Diessini....


almeno Larosanepugno cerca di mantenere pochi punti fermi !

gianluca carli 05.04.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

e a nome dei cittadini italiani onesti io chiederei di cancellare la rosa del pugno dal blog, visto che ha personaggi all interno che sono indagati

Jacopo Prati 04.04.06 00:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi trovo in seria difficoltà.non posso essere d'accordo con quello che viene definito ed etichettato come un diritto.io non riesco ad accettare che avere figli sia un diritto non posso condividere il diritto di scegliere come e quando morire.la malattia, la sofferenza fisica e psicologica fanno parte della vita e non credo che il modo migliore per aiutare persone che si trovano in tale situazione sia quello di concedergli una "dolce morte".tutti abbiamo paura e siamo fortemente scandalizzati dalla sofferenza ma ribadisco che questa non è la soluzione.
non posso neanche essere d'accordo con la sperimentazione scientifica sugli embrioni.la vita non è qualcosa che un piccolo uomo può creare in un laboratorio e considerare solo un mucchietto di cellule.la vita è molto di più.e per di più si parla delle staminali embrionali come se fossero la via certa ed assoluta che porti alla cura di molte patologie oggi letali, via che viene chiusa e non intrapresa a priori.non sottovalutiamo gli ottimi risultati che stanno dando anche la staminali adulte.
io condivido molte posizioni della sinistra relative alla "giustizia sociale", alla pace alle risorse energetiche,...ma quando poi mi trovo di fronte ad affermazioni così radicali riguardo alla vita e alla morte vado in crisi!che cavolo dovrei votare?
saluti!

elisa battistel 03.04.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,
l'Italia ha bisogno di persone con idee concrete, nuove, pronte ad andare contro alla politica intesa come espressione di falsità e corruzione!
PER FAVORE: prenda in considerazione l'idea di dare una ripulita alla politica italiana, prenda in considerazione l'idea di diventare presidente del consiglio! Sono certo che lei potrebbe arrivare a quella carica e dare una svolta al nostro bel paese, purtroppo infangato da una politica marcia che pensa solo alle proprie tasche e a quelle di parenti e amici!
Lei ha del talento, lo metta al servizio di tutti noi che vogliamo più giustizia e meno falsità!!

P.S. complimenti per lo spettacolo di mercoledì sera!

Luca

Luca Colombo 31.03.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://plasson.blog.tiscali.it/xb1249156/

ijimiaz galir 31.03.06 02:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A parte il fatto che nella lettera di Cappato non si parla di eleggere alcunchè; non credo sia giusto coinvolgere tutta la popolazione (con elezioni o referendum o sondaggi o quantaltro) quando si trattano argomenti fortemente specialistici. Perchè se è vero che si deve informare tutti su tutto e anche vero che qualche serata di "porta a porta" non può trasformare un cittadino comune in un esperto. Altrimenti dopo duemila puntate su Cognè e su Erika e Omar oggi, tutti noi, potremmo fare gli psicologi o i criminologi di professione.

Roberto Cerrato 29.03.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Primarie per il Ministro della Salute.

Chi scieglieresti tra Umberto Veronesi, Paola Binetti e Ignazio Marino come prossimo Ministro della Salute?

su http://www.lucacoscioni.it

puoi indicare la tua preferenza.

Zdenek Rosa 29.03.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Ragioni di Coalizione:

"Programmi elettorali su privatizzazioni e liberalizzazioni"

http://www.lavoce.info/news/view.php?id=31&cms_pk=2080&from=index

Un saluto.

ijimiaz galir 29.03.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Ragioni di Coalizione:
*lavoriamo un po quando c... ci piace :)

"Programmi elettorali su privatizzazioni e liberalizzazioni"

http://www.lavoce.info/news/view.php?id=31&cms_pk=2080&from=index

Un saluto

ijimiaz galir 29.03.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, ti prego di dare visibilità alla nostra vicenda
Mi preme ricordare la vicenda di trenta famiglie di Roma sfrattate(tra cui la mia). La documentazione è già stata inviata più volte in allegato. Queste famiglie dopo una vita trascorsa in immobili ex I.N.A. (Istituto Nazionale Asssicurazioni) avevano avuto assicurazioni dall'istituto che le case sarebbero state vendute alle persone che le abitano da decenni e decenni. Stranamente, sono state vendute a Tronchetti Provera, il quale, a sua volta le ha rivendute ad otto società(scatole cinesi?). Ora vogliono sfrattare gli attuali inquilini, oppure venderle a 10.000 euro al mq. ( impossibile comprare ) dopo aver tolto loro il diritto di prelazione. Quindi gli stessi vedono svanire il loro diritto di comprare la casa, alle condizioni che l’I.N.A. e la stessa Pirelli avevano assicurato.Beffa delle beffe, hanno ricevuto l'avviso di sfratto. Sappiamo che la cosa sta particolarmente a cuore, in quanto trattasi di diritti calpestati, della salute e della tranquillità di persone ultra ottantenni che vi abitano, aprendosi grosse problematiche per tutti i nuclei familiari formatisi nel corso degli anni .Confidiamo in un interessamento alla vicenda, affinchè trionfi la giustizia. Il problema siconoscebene, ma essere sfrattati per motivi speculativi è un grave delitto.
invio mie cordialità

eros boffi 27.03.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE, quand'e' che la finisci di illudere la gente ?
invece di stare qui sul blog, non credi che e' il momento di scendere in campo.
Berlusconi disse un giorno, e' arrivato il momento ho fatto una scelta di campo (anche se la scelta era personale)
Dimostra quando tieni a quest'Italia scendi in campo, o e' piu' conveniente per te trincerarsi dietro un blog e spararle a tutti.
E' troppo comodo cosi caro Grillo.
Io sono ancora con te, ma fino a quando ?
che senso ha seguire un GRILLO che non salta, ma se ne sta' rintanato.
Indici una marcia su Roma dal titolo

" RIDATECI L'ITAlIA"

Ciao


http://grillacci.blogspot.com/


Persone che vivono di politica
Eletti: 149.593
Incarichi e consulenze: 278.296
Costo del sistema: 1.851.767.958
Fonte: "Il costo della democrazia", Salvi, Villone (Mondandori, 2005)
----------------------
Con queste cifre, da brivido, vorrei aprire il post di oggi a consigli commenti e INSULTI...
Su come dare un taglio netto a questi sprechi. Mantenuti con le trattenute in buste paga che spesso non superano la soglia del milione in vecchie lire.
Per rendere l'idea, è come se gli impiegati FIAT dovessero pagare i festini a base di coca di Lapo.... ops in effetti lo fanno.
Allora, è come se i cittadini pagassero i calciatori che si divertono in compagnia di veline/letterine/zoccoline.... ops.... anche questo succede....
Allora è come dire che, i privilegi di cui ancora godono banchieri e bancari e assicuratori, li sosteniamo noi con i nostri scarsissimi e rosicati risparmi... ahi è ancora così....
Non sarebbe in effetti l'ora di usare un buon prodotto per scrollarci di dosso un buon numero di parassiti????
Attendo commenti e idee sul mio blog... LIBERO... Senza censura....

http://grillacci.blogspot.com/



votero' la rosa nel pugno al fine di dare piu' forza ai radicali per poter ribaltare la legge 40
e dare dignita' alle persone che sono in condizione di salute meno fortunate di altri
spero che tutto il centro sinistra non dimentichi
cio' che non ha' fatto nel momento in cui doveva battersi affianco dei radicali
sono in attesa di vedere iniziata in italia la ricerca sulle staminali embrionali un saluto affettuoso

franco mega 23.03.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La giornata del non voto!

Personalmente non posso votare a destra, ma devo dire che anche a sinistra non riesco a votare.
Che posso fare?
Sono stato sempre contrario al non voto, ma questa volta sono in grave difficoltà.
Perché non creare un movimento del non voto?
Un non voto, bisogna chiarire, che in realtà è una scelta alla pari del voto, perché vuole chiaramente affermare il forte disagio di una fetta di cittadinanza (grande o piccola?).
Il giorno delle votazioni, ci si potrebbe organizzare di fronte ai propri municipi, ovviamente pacificamente, per rendere visibile questo disagio e disponibili per coloro che chiedono le motivazioni.
Un non voto che non è menefreghismo, ma richiesta di un cambiamento, a suo modo una sorta di voto.

Saluti

Giovanni Marucci Commentatore in marcia al V2day 23.03.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invito tutti i partecipanti a questo blog a recarsi sul sito www.silvioberlusconifansclub.org. Vi troverete un articolo dell'integerrimo giornalista nonchè direttore di"Libero" Vittorio Feltri dal titolo" Deficienti o in mala fede?" Non voglio fare commenti, ma aspetto i vostri. E si parla tanto di libertà di stampa! Certa gente dovrebbero imbavagliarla! Ma il Sign. Feltri si è guardato bene dal pubblicare lo stesso articolo sulla prima pagina del suo giornale. Vergogna!

donato benegiamo 22.03.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La riforma universitaria ha distrutto l'intero sistema culturale italiano. Vi invito a leggere l'articolo in cronaca sul Corriere della Sera del 22 marzo 2006 di Gian Antonio Stella.

Sergio Impronta 22.03.06 14:40| 
 |
Rispondi al commento

ho visto il tuo spettacolo a roma,complimenti.ti seguo da tanto tempo(Bellinzona,per capirci)e posso permettermi,forse,di consigliarti di non vendere prodotti nelle sedi dei tuoi spettacoli;mi sembrava di essere da Padre Pio.Per carità,il fine è ottimo ma come si fa a controllare se non si rilasciano ricevute?e sei sicuro che l'immagine che lasci sia quella giusta?scusa,per questo mio appunto ma è la troppa stima di te che mi ha spinto a scrivere.

nello panzini 22.03.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

ASSASSINI!!!!

Lucilla Siri 22.03.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho saputo che nella sua recente visita a Palermo ha solidarizzato con i coristi del Teatro Massimo.Apparentemente hanno ragione. Io parlo da utente che ha pagato un biglietto molto caro per le prime che, ha mantenuto, grazie al grande amore per il Teatro. I rappresentanti dei lavoratori da tre anni hanno mortificato il rinato Teatro, dopo la lunghissima chiusura.Tre anni fa prima degli abbonamenti, dato che il pubblico era perplesso dei venti di guerra degli scioperi, i sindacati avevano promesso, formalmente, che avrebbero rispettato gli spettatori. Nulla di tutto ciò. Quest'anno ogni prima ed altri vari spettacoli sono stati danneggiati da manifestazioni varie di sciopero. Il risultato qual'è: Il pubblico è stanco di non poter seguire il cartellone e la prova evidente sta nel fatto che negli ultimi due spettacoli sono stati fischiati e buiati. Arriveranno certamente da altri spettatori segni di protesta per dei lavoratori dissennati, da cui ci si aspetterebbe, per il lavoro culturale che svolgono, una maggiore comprensione del disagio economico del Teatro. Infatti dovrebbero risolvere la laro situazione economica non danneggiando gli unici paganti, cio'....il pubblico. Spero che il Teatro continui a vivere...per il bene della cultura. La ringrazio per lo spazio accordatemi e la saluto caldamente

paolo cigno 22.03.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Dando per scontato che la gente abbia capito chi è Berlusconi, cosa ne pensate di Prodi, ex dc e capo dell'Iri ? Ci sarà da fidarsi ?
Perchè non votiamo tutti per Beppe ?

Massimiliano Zappa 22.03.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Marco Cappato:
1 Non è vero che in italia non esiste la libertà di eutanasia, infatti ci sono a disposizione tante modalità per suicidarsi anche in modo indolore e dignitoso, e per di più la legge non ti può neanche perseguire. Allora perchè disturbare e costrinfgere una seconda persona a ucciderti e burocratizzare tutto?

2 Su l'accanimento terapeutico, che è un'altra cosa, si può discutere?

3 Per "liberare" la sanità forse è necessario recidere l'ingerenza impropria dei partiti che la gestiscono. Ad ognuno le sue competenze.

4 Anche il furto illegale e molto diffuso. Perchè non lo legalizziamo?

salvatore arena 22.03.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I MILLE VOLTI DELL’INDIVIDUALISMO E DELLA VIOLENZA
-di Giacomo Montana

Anche il nuovo millennio ha conosciuto l'esplosione della violenza senza limiti, sia sul piano giustificativo della guerra, come parte dell’ingranaggio della politica, sia su quello della possibilità di potere fare altra conoscenza scientifica sul contagio di una malattia avvenuto in una struttura ospedaliera. Come vedremo sono capaci entrambe, sebbene in proporzioni notevolmente diverse, di una violenza che comunque, sul piano del profilo della disumanità, è da ritenersi inaccettabile.


Da questa cultura discende tutta una serie di danni alla persona con una infinità di conseguenze. Impressionante è la sequela dei mille volti della violenza! Inquadrando il rapporto di una vicenda drammatica e il potere politico, si riscontra che il tutto diviene assolutamente indissolubile, come se fosse un unico corpo. A questo punto emerge persino che il potere politico assume il monopolio della violenza.


Con questo sporco sistema la violenza viene legittimata, persino da quella parte di governo che ne è venuta a conoscenza e che nulla fa per fermarla. In questo modo, anche il valore fondamentale della sicurezza della propria vita per una vittima della violenza finisce inesorabilmente in fumo. Secondo la mia personale esperienza di osservatore, nella collettività vi sono parecchi usi della violenza e, anche quando apparentemente non fanno capo al potere politico, a lungo andare rientrano in un sistema criminale più generale ed è un modo nuovo di fare politica.


Il governo a questo punto, quanto meno anche solo con l’inerzia che manifesta non intervenendo in aiuto di una VITTIMA, incorpora alla violenza IL PROPRIO SILENZIO ASSENSO e contestualmente prende forma un sistema violatore di ogni principio morale, umano e religioso. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu2)…

Giacomo Montana 22.03.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:


…(Sisu2)…A questo punto possiamo facilmente convenire che la violenza e i relativi delitti, talvolta sono da ritenersi il braccio terrificante del potere politico degenerato, specializzato nel sapere bene confondere ed annebbiare le coscienze dei cittadini, smistandone i consensi elettorali.


Sappiamo bene che c’è un’enorme differenza tra uccidere milioni di contadini, come è accaduto sotto il regime di Hitler, e uccidere lentamente e di nascosto qualcuno, ma ciò che unisce è la convinzione che in alcuni casi l'annientamento fisico di un soggetto talvolta viene tacitamente accettato dal governo, persino soltanto per salvare la faccia di parecchi criminali amici, che si sono coalizzati tra loro e sono addirittura divenuti parte della linfa vitale del potere politico.


Un’altra forma di violenza è anche quella che si manifesta quando si pretende che la vittima della violenza debba restare a subire senza protestare, come se ci si infastidisse più per la protesta della vittima che del crimine di stato. La protesta, secondo me, è l’unica arma di legittima difesa pacifica e legale che rimane alla vittima del crimine occulto e non può essere soffocata.

C’è da dire che, in un certo senso, rappresenta persino una lotta più generale contro le infinite reti appartenenti al conflitto di interessi, sia visibili e noti che non. Paradossalmente, la violenza viene mascherata in parecchie maniere, persino nel nome di ideali di fratellanza e di soccorso umanitario, sino a vederla rientrare nelle azioni illegali esercitate da funzionari di una struttura ospedaliera, così come è accaduto e meglio spiegato e provato nel seguente sito web di legittima difesa della Signora Giovanna Nigris: http://www.mobbing-sisu.com …CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(Sisu3)…

Giacomo Montana 22.03.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(Sisu3)…In questo caso la vittima, come vedremo, è stata portata allo stremo delle sue forze ed oggi dopo 14 anni di torture, dopo essere stata ridotta ammalata in servizio e per causa di servizio, e successivamente anche disabile, da due anni è stata abbandonata in malattia grave con ossigenoterapia domiciliare e privata persino della possibilità economica di potersi curare sufficientemente, secondo prescrizione medica, a causa del fatto che non si può acquistare tutti e farmaci prescrittigli, non esentati dal pagamento dal Servizio Sanitario Nazionale.


Quando durante il mio lavoro di volontariato, vedo a volto assumere un colorito cianotico a questa signora, nonostante la somministrazione dell’ossigeno, è inspiegabile il sentimento di sdegno che provo, pensando a tutti i personaggi politici che continuano pacificamente ad ingannare la buona fede degli elettori, mascherando molto bene chi sono in realtà. Siamo liberi di capire, quanto di fare finta di non capire. Ricordiamoci sempre però che anche quando la violenza non ci tocca in prima persona, perché sopprime gli altri, non può comunque infondere tranquillità di spirito a nessuno. Forza e onore in un’Italia Sisu.


Giacomo Montana 22.03.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei comunicare questa pagina http://www.programmifree.com/telefonare_gratis2.htm, riguardo a telefonare senza pagare.

Ho avuto difficoltà a capire come allegare un file

ati 3 21.03.06 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo,

ho seguito il tuo consiglio scaricando da internet il soft di skype. Dopo aver fatto l'account ho provato a fare una telefonata al mio cellulare e sorpresa:
1 minuto e 34 secondi di (pessima) telefonata per la "modica" cifra di 0,52 €.

Vincenzo Aleci 21.03.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME CAMBIANO I TEMPI.

Credevo che in Italia si rispettasse la Carta Costituzionale.

Pensavo che in Italia per una persona fatta divenire disabile in servizio e per causa di servizio, esistesse la giustizia e non la più spietata discriminazione. Invece per quella vittima di reato gli vengono esercitate senza fine ulteriori umiliazioni,derisioni e violenti stress emotivi devastanti.

Ricordo che alcuni anni fa mentre mi trovavo di a passare da Via Meravigli a Milano, mi fu proposto di tesserarmi gratis al Club di Forza Italia. "L'Italia farà un salto di qualità con Berlusconi" mi disserro"; "Se va al governo lui,ne beneficeranno tutti gli italiani" soggiunsero. Ritirai la tessera gratuita che ancora ho per ricordo e me ne andai. Alcuni anni dopo che si è insediato il governo Berlusconi anche io ho avuto il dispiacere di constatare come sa non mantiene gli impegni Berlusconi.

E' sotto gli occhi di tutti coloro che non sono né ciechi né sordi, la crisi che travaglia la famiglia italiana: è crisi di giustizia, di imparzialità, di verità, di trasparenza e di carità.

Questo è il male che continua la sua inarrestabile corsa col governo Berlusconi. Tante promesse con capacità imprenditoriali che in politica sono state come fumo! Nessuno guardando i risultati reali può smentirlo!

Ci sono diversi ordini di grandezza nella storia, tra questi vi è la violenza (seza limiti di distruzione), la filosofia, l'amore. L'uso spregiudicato della violenza, il più delle volte esercitata per la sete di potere, semina disumanità, sofferenza e morte. Mentre la vilenza può arrivare a distruggere qualsiasi ordine di grandezza, fonte di vita e di pace, l'amore è il significato autentico della pace, della vita e della serenità.

Quando tra chi governa uno stato prevale la simpatia per la violenza, per quanto attiene ai reati, vengono protetti i criminali..Continua qui sotto..(Sisu2)...

Giacomo Montana 21.03.06 21:57| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

...(Sisu2)...e danneggiata sempre più la vittima di reato sia pure solo col silenzio assenso. Tutto questo è mostruoso e se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto!

Ora che ho visto esercitare ancora violenza estrema persino ai danni di una donna ridotta disabile per causa di servizio, vorrei tanto che non fosse vero ma non ci sono dubbi questa donna viene fatta morire lentamente privata dei suoi diritti di legge e di contratto, tanto che sono stati raggiunti i termini previsti dalla legge per dichiarare la prescrizione dei reati penali ed assolvere gli imputati di lesioni colpose gravissime.

La più grande vergogna che io potessi constatare ai danni di una vittima di reato l'ho vista esercitare di nascosto e sino ad oggi in Italia.

Gli atteggiamenti boriosi degli OMUNCULIS non mancano mai di fare delle sparate sintetizzabili in: “SO FARE TUTTO IO”. Poi quando la gente li smaschera e mostra loro chi sono realmente, restano loro soltanto i capitali che hanno accumulato nel frattempo. Forse da principio erano convinti di farsi credere a vita come fossero degli onnipotenti?

Con riscontri oggettivi alla mano, emerge che non è assolutamente vero che la violenza appartiene alle classi disagiate, ma si tratta della viltà di individui apparentemente normali e degni di ricevere fiducia, che spesso hanno ricevuto insegnamenti di famiglie deviate e oppresse, ecco perchè sono protetti i criminali e danneggiate sempre più le vittime. Quindi: Per l’Italia: FORZA E ONORE e SEMPRE FORZA SISU.

Giacomo Montana 21.03.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

caro signor beppe grillo
sono un suo ammiratore
e ho partecipato al montaggio e smontaggio delle sue apparecchiature in un suo spettacolo... solo così ho trovato il modo di vederlo.
Sono d'accordo sul fatto che lei è un personaggio
noto, ma come è possibile che facciano pagare 30 euro per vedere il suo spettacolo? lei è una persona che va intaccando ogni multinazionale e tira per ciò che è giusto...
le sembra giusto che io debba lavorare 24 ore per assistere al suo spettacolo? aspetto una sua risp.

nicolò la iacona 21.03.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe , mi sono iscritto ormai più di un mese fa al tuo blog e attendevo la mail giornaliera come scritto nella mail di notifica dell'avvenuta iscrizione ...ma ancora non mi arriva nulla non so perchè...se puoi darmi un consiglio su come fare te ne sarei grato. P.s. complimenti per lo spettacolo di Verono al palasport, esilarante , nuovo e simpatico, come in Arena l'estate scorsa. Gianluca

Gianluca Malini 21.03.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Ti ho visto al liceo Meli di Palermo e sei stato bravo come sempre: però, quando parli con i ragazzi, dovresti dire loro che devono studiare, impegnarsi ed imparare la legalità, intesa come consapevolezza dei propri diritti e doveri; navigare su internet è meraviglioso, ma un ignorante resta tale anche se salta da un sito all'altro, è come dare una ferrari ad un tizio senza patente! Voglio anche dirti che, dalle poche parole pronunciate in proposito, mi sembra che sottovaluti la gravità della criminalità mafiosa, ritenendola un fenomeno arcaico e sorpassato: purtroppo la realtà è che cosa nostra in Sicilia, come la camorra in Campania e la ndrangheta in Calabria, controlla praticamente tutto il territorio e condiziona la vita politica della regione; poichè ormai non ci resta che sperare nel miracolo RITA BORSELLINO (del resto, non è stato un miracolo politico anche la vittoria di Nichi Vendola in Puglia?), sarebbe bello se tu prendessi pubblica posizione in suo favore perchè, te lo posso assicurare, al sud lo scontro non è tra il centro-destra ed il centro- sinistra, ma tra la mafia e l'antimafia.
Grazie per quello che sentirai di fare anche a nome dei miei due figli (13 e 15 anni), per i quali oggi non posso che immaginare un futuro lontano dalla nostra amata e disgraziata terra, nonostante internet!

francesco visconti 21.03.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Altre informazioni sull'eutanasia in Olanda, in particolare sulle ipotesi di applicazioni sui minori. Per riflettere.

http://www.aduc.it/dyn/eutanasia/noti.php?id=138242

Marco Zamparini 21.03.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Prova trasmissione

Flavio Martinis Commentatore in marcia al V2day 21.03.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Socialisti e radicali...
uhmm
socialisti che inneggiano al libero licenziamento...
socialisti che vogliono una sanità stile USA
socialisti che vogliono il contratto ad personam..
Mi sa che Boselli si è fatto uno spinello di troppo...
O i radicali a furia di andare un pò di qua e un pò di là abbiano preso la dimensione del camaleonte:
Ieri liberali
Oggi socialisi
Domani cosa?
BUhhh ? un'altra pera in vena e vediamo cosa esce fuori........
Che pena ....

Luisa deSimone 21.03.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi desiderasse fruire di un 'bigino' riguardo a quale sia l'impostazione della legge Olandese sull'eutanasia, vada su
http://cadavrexquis.typepad.com/

Buona lettura

Marco Zamparini 21.03.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

"Ritengo, da cattolico, che la vita sia nelle mani di Dio e non nelle nostre; è Lui che deve decidere chi nasce, chi vive e chi muore. Capisco che per un ateo o per un non cattolico questo discorso non abbia senso, perciò rispetto la tua idea ma non la condivido"
Cesare Poppi 20.03.06 17:41

Cesare,
a me sta benissimo l'opinione diversa come la tua. Da un certo punto di vista, oggi come oggi, la ritengo… necessaria.
Sarebbe un pericolo enorme pensarla tutti alla stessa maniera.
Infatti, è pensarla totalmente in un modo o nell'altro, senza aprire la possibilità al buon senso nel determinare scelte difficili, che porta a deformazioni.
La battaglia (passami il termine) laica non ha lo scopo di abbattere le regole di convivenza più tradizionali e fagocitarle; ha come obiettivo quello di allargare le possibilità di scelta sulla base di concezioni di vita diverse, moralmente lecite se non sono dettate esclusivamente da una ricerca della 'comodità'.
So benissimo che la libertà di scelta può generare abusi, come tutte le libertà, ma se non diamo occasione agli uomini di maturare senza costringerli a una omologazione del pensiero non avremo mai un miglioramento globale dell'umanità.

Un caro saluto

Marco Zamparini 21.03.06 07:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA POLITICA ITALIANA ANDATA IN SECCA CIECA SOTT’ACQUA COME UNA NAVE
-di Giacomo Montana

Ritengo che ogni gruppo culturale dipenda da una propria storia, la quale a sua volta, in parte dipende dallo sviluppo interno della società e in parte dalle miriadi di influenze e sollecitazioni esterne che talvolta generano persino una grave stretta dipendenza da esse.

Da qui ne deriva il fatto sconcertante e che sappiamo un po’ tutti, che la storia della civiltà non rispecchia assolutamente una evoluzione uniforme in tutte le parti del modo, perché non esiste un rapporto direttamente proporzionale basato su un’impalcatura psicologica che al contrario determinerebbe una evoluzione più o meno equilibrata nel mondo.

Oggi con cinque anni di governo Berlusconi, di sviluppo interno non ne abbiamo visto, mentre abbiamo visto l’influenza e la relativa preoccupante ripercussione che produce la politica del Presidente Americano Buch sulla politica italiana: si accetta tutto e non si contesta mai nulla.

E’ mai possibile che l’Italia con tutta la sua ricca storia che meriterebbe di essere ai primi posti mondiali, si ritrovi ad avere una politica come una nave andata in secca cieca sott’acqua, con un capo del governo che verso la politica espansionistica del Presidente George W. Bush non riesce a contestare mai nulla? E’ così tanto un santo uomo il Presidente americano?

Perché non pensiamo invece a recuperare i valori che continuiamo a perdere proprio perché dal governo non parte una politica equilibrata, costruttiva e ragionata? Alle prossime elezioni non permettiamo che si debbano ripetere inadempienze ed inerzie ai danni dei cittadini!

Spero in una Italia Sisu che è una unica parola di origine finlandese vuole significare allo stesso tempo lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, disciplina.....

Quindi: FORZA SISU!

Giacomo Montana 21.03.06 06:23| 
 |
Rispondi al commento

UNA IMMAGINE TUTTA ITALIANA MANTENUTA NASCOSTA AGLI OCCHI DELLA GENTE

Se si considerano attentamente gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta a torture in quanto PRIMA le si è fatta contagiare la tubercolosi facendola lavorare per circa tre anni in ambiente contaminato in ospedale senza neanche i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione ( cosi come meglio dettagliato e provato nel sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ).

DOPO con un falso ideologico, omissioni di atti di ufficio e violenza privata da mobbing, i funzionari dirigenti di quello stesso ospedale hanno fatto in modo che la Seconda Commissione Medica Militare di Milano non le riconoscesse la causa di servizio.

POI con altri luridi artifizi ancora i funzionari dell’ospedale non hanno ottemperato a ben due sentenze del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia per mezzo del quale DUE GIUDICI di quel Tribunale hanno dato ragione in maniera schiacciante alla dipendente Signora Giovanna Nigris.

INFINE sul versante penale, sono stati fatti trascorrere circa NOVE ANNI con rinvii di udienza ed altri impedimenti burocratici per potere assolvere i quattro imputati responsabili del servizio ove era stata adibita a lavorare la Nigris (tre medici ed un funzionario dirigente amministrativo) per prescrizione dei reati (tutto come meglio provato nel suddetto sito internet).

Alla stessa dipendente a fronte di prove documentali le è stato formalmente riconosciuto di essere vittima di Mobbing in ospedale in quello stesso ambiente di lavoro. Oggi la signora Nigris Giovanna è ancora dipendente di quello ospedale ed è in malattia grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare da circa due anni con lo stipendio ridotto al minimo.

A fronte di tutto ciò la torturata signora, come meglio può e accumulando debiti su debiti,per curarsi i postumi della tubercolosi, …CONTINUA SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giacomo Montana 21.03.06 06:11| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:
…Sisu2)…deve fare fronte a spese di farmaci non esentati dal Servizio Sanitario Nazionale e rinunziare ad una parte di essi per sostenere le proprie spese ordinarie e di sostentamento alimentare. Da anni è costretta a rinunziare alle vacanze in ambienti consoni al suo stato di salute.

Da anni viene in questo modo estremamente umiliata, offesa ed ancora danneggiata in salute con violenti stress emotivi causati dalle illegalità più ripugnanti. Ora dopo essere stata privata con gli inconfutabili artifizi menzionati,dei suoi diritti di legge e di contratto,la stessa Signora la si fa torturare perfino facendola vivere di stenti emarginata e estremamente disperata e sola.

La signora mi ringrazia e mi dice che se io col mio lavoro di volontariato non mi fossi messo nel suo inferno per aiutarla come infermiere, probabilmente non sarebbe più in vita. Questo mi fa pensare ad altri torturati alla stessa maniera e indotti a gesti estremi.

Mi fa domandare: quanti in punta di piedi hanno preferito volontariamente uscire di scena da una vita che gli viene resa un inferno? Quelli rimasti in vita,dovremmo aiutarli invece! Gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta da 14 anni a dette torture continuano pacificamente con il silenzio assenso di tutti gli ONOREVOLI che sono stati informati dei crimini di servizio e che ora sono anche più in vista facendosi fare della magnifiche fotogeniche immagini della propria persona da mettere sui CARTELLONI pubblicitari per incantare meglio la gente sui consensi elettorali.

Sono sconcertato del fatto che dalle immagini fotografiche dei CANDIDATI pronti a governare l’Italia,non si vedono le loro coscienze. Se ciò fosse realizzabile, misericordia! che mostri si vedrebbero. Si permettono danni e divertimento su una donna disabile e ammalata?

Il Governo italiano a questi livelli di civiltà, vuole dare esempio di democrazia?

Vogliamo esportarla nei paesi arabi?

Viva l’Italia Sisu!

Giacomo Montana 21.03.06 06:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho trovato l'intervento di Cappato estremamente interessante, ed avendo sentito questi giorni in televisione un ulteriore suo intervento in seguito la morte di Luca Coscioni (anche questa volta ben preparato, preciso e chiaro), mi sono messo da fare su internet per trovare qualche notizia su Cappato, un politico che di certo non appare spesso in televisione. Sono rimasto sorpreso... la sua attività politica è precoce e folgorante! Sembra aver ricevuto diversi premi e riconoscimenti... Ho notato in particolare l'impegno riguardo informatica, internet, comunicazioni, privacy e nuove tecnologie in generale (argomento che mi sta molto al cuore), e ho scoperto che il suo partito si batte per l'abolizione della legge urbani (unico forse in italia). Ho scoperto l'impegno nell'associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. che dire... bravo Cappato: l'Italia ha bisogno di politici come te.

Matteo Evangelista 21.03.06 04:09| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA AL SIGNOR PIERO FASSINO CI SARA PURE UN CONFLITTO DI INTERESSI MA VOI I CINQUE ANNI CHE AVETE GOVERNATO CHE COSA AVETE FATTO....
NON DICO CHE IL CENTRO DESTRA A FATTO DI TUTTO E DI PIU' CI SONO COSE CHE NON SONO STATE FATTE,MA LE RICORDO CHE ABBIAMO FATTO LA MIGLIORE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE BOSSI FINI CHE E MAI STATA FATTA IN'EUROPA,2 LA LEGGE MORATTI CHE NON TROVO UNA LEGGE SBAGLIATA ANZI... E POI POTREI ELENCARE MOLTISIME COSE FATTE DAL CENTRO DESTRA CHE IL CENTRO SINISTRA NON A FATTO COME L'AUMENTO DELLE PENSIONI MINIME CHE PURTROPPO NON A TUTTI SONO STATE AUMENTATE MA VOI NEANCHE QUESTA COSA AVETE FATTO... AVETE SOLO PARLATO MA, DI LEGGI APPROVATE? INVITO AI GIOVANI VISTO CHE HO 35 ANNI E MI SENTO ANCORA UN GIOVANE DI NON TORNARE INDIETRO PERCHè CON LA SINISTRA SI TORNA INDIETRO IL FUTURO SIAMO NOI LA DESTRA.(MILANO 11/03/06 UNA VERGOGNA QUELLO CHE ANNO FATTO I NO GLOBAL E CONDANNO ANCHE LA DESTRA ESTREMA CHE A SFILATO CON BANDIERE CON LE CROCI CELTICHE PERO' ANCHE SE LI CONDANNO DEVO DIRE CHE SI SONO COMPORTATI DA SIGNORI SENZA SFASCIARE NULLA.)UN SALUTO ED INVITO A VOTARE PER ALLEANZA NAZZIONALE, NON HO PROBLEMI A DIRLO ANZI NE SONO FIERO DI FARE PARTE DI QUESTA QUALIZIONE.BERLUSCONI PRODI HO DORMITO... DISCORSO BERLUSCONI PRODI CONFINDUSTRIA BERLUSCONI GRANDE PRODI HO DORMITO. CIAO DA ROMA PER SINDACO ALEMANNO CIAO NICOLAS

gisonno nicolas 21.03.06 03:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@mariacristina menozzi
Apprezzo tanto il tuo aiuto da "lontano". Ma tu sei giovane e idealista come lo ero io 30 anni fa. E poi, sono state proprio le conseguenze del mio dissenso verso la situazione corrente e concreta a provocare una mia reazione di totale isolamento e refrattareità verso ogni "nuova" (cioè straripetuta) ideologia di una sanità buona (vedi programmi vari) e quello che in pratica ne è derivato in passate occasioni, tutte finite nello stesso squallido modo.
ciao e in bocca al lupo! jb

jelly bean 21.03.06 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho partecipato a molti tuoi spettacoli, complimenti. Se posso permettermi vorrei suggerirti un argomento scottante per una tua prossima ricerca: la verità sulle cellule staminali embrionali. Se cercherai di aggiornarti, scoprirai che attualmente nessuna ricerca scientifica seria si sta occupando di questo argomento. La ricerca scientifica non sta andando assolutamente verso questa direzione. E' tutta una grande bufala. Gli unici risultati positivi con le cellule staminali sono quelli ottenuti con l'utilizzo di cellule staminali adulte o del sangue del cordone ombelicale, mai con le staminali embrionali. Una cellula staminale inoltre, volendo, come tutte le altre cellule, può essere clonata con le nuove tecniche di clonazione e, volendo, venduta in tutto il mondo senza necessità di utilizzarne di nuove, ah! se solo si volesse! (esiste uno che lo ha fatto, ma a quanto pare questo non è mai stato fatto sapere). Ti sei mai chiesto perchè non viene mai pubblicizzata la possibilità di clonare le cellule staminali? Chieditelo e chiedilo a chi di dovere. Io non sono un ricercatore, ma lo sono stato nel mio piccolo. So cosa è possibile e cosa non lo è e soprattutto in quale senso sta andando la ricerca oggi.
Apri gli occhi su questo argomento e vedrai che gli embrioni verranno lasciati in pace (informati su quello che è successo con le cellule staminali embrionali usate nel m. di parkinson. E' stato un fallimento, con l'insorgenza di gravissimi effetti collaterali perchè le cellule staminali degli embrioni sono troppo indifferenziate. Perchè non hanno mai fatto sapere cosa è successo alle persone trattate con quelle cellule?). Gli embrioni, e te lo dico indipendentemente dal fatto che siano ritenuti persone o meno, non servono e credo non serviranno mai a nulla sotto il profilo della ricerca. Io leggo, leggo anche le notizie scritte a latere, anche le notizie che sfuggono agli occhi distratti e poi memorizzo e ricollego. Ciao

b. v. 20.03.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento

PUNTO 2 : rispondo al signore che diceva di mandare i radicali a lavorare al call centre . Caro Marco Fusi , io sono convinta che chi non ha mai rubato soldi a quest ' italia cieca sia disposto a lavorare ovunque anche per meno di 800 euro al mese . Ho letto in questi giorni un 'intervista a Emma Bonino in cui lei diceva di aver ipotecato la casa donatale dalla mamma per il partito .
Ma i partiti non li finanziamo noi ? Non si sostengono attraverso lo stato ?
PUNTO 3 : perché si parla di pedofilia ? cosa c 'entra la lettera di Marco Cappato ?
PUNTO 4: ho provato a leggere la legge biagi ma non ho capito dove andrebbe a rivederla capezzone .
ciao Maria cristina . grazie. Sandra

Sandra Occhipinti 20.03.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Mariacristina apprezzo molto le tue parole . In realtà non chiedo consensi , sono loro che mi controllano . Mi piacerebbe essere in un luogo più intimo per raccontare la mia storia . Tutti noi guardiamo questi problemi con distacco e il nostro egoismo ci consente di esprimere pareri anche inopportuni , ma se ci blocchiamo per un secondo e ci guardiamo bene intorno ci rendiamo conto che ciascuno di noi ha qualcosa da raccontare . Io avrei molto da dire su tanti punti: riguardo alla cattiva gestione sanitaria ; all' ipocrisia incondizionata delle persone con particolare specificità sulla questione aborto ; all'isolamento dei diversamente abili con cui ho avuto a che fare per tanti anni ; al vivere sperando di porre fine alla sofferenze quando un male incurabile ti aggredisce l'apparato digerente e non ti permette di ingoiare nulla al di fuori di cucchiaini di latte sopravvivendo grazie ad una sacca nutritiva che ti hanno legato allo stomaco , su una sedia a rotelle . E quanto ancora . Ma l 'uomo non si rende conto della propria fragilità finché non vive queste cose e allora forse inizia a parlare con obbiettività e a comprendere che in certe circostanze se c 'è una possibilità su 100 di poter guarire quella possibilità è data dalla ricerca e da tante persone che dedicano la loro vita alla scoperta di metodi per salvare una vita umana . Ammiriamo i bei palazzi e disprezziamo il muratore . Vorremmo averne uno anche noi ma non siamo disposti a pagare il lavoro . Lo vorremmo gratis . Vorremmo l 'elisir di lunga vita e crediamo nei miracoli . Non esistono miracoli . Altrimenti io non sarei così sola e triste , esiste una vita e cerchiamo di viverla bene finché ci è possibile .
PUNTO 2:

Sandra Occhipinti 20.03.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

(continua)
E poi, vorrei dirti un'altra cosa. Qui non si valuta la situazione familiare di ogni persona che scrive nel blog. Non "stai lavando i panni sporchi in pubblico", perchè non ci conosciamo e quello che sappiamo l'uno dell'altro è solo quello che si deduce dai commenti. Quindi non farti problemi di tipo "confidenziale". Scrivi quello che ti serve x mettere in ordine i pensieri e basta. Nessuno è curioso e nessuno ti chiederà di più di quanto tu non abbia già detto.
A Jelly Bean vorrei dire che capisco la sua frustrazione nel vedere tante ingiustizie e scorrettezze, soprattutto all'interno di un ente in cui tutti dovrebbero meritare lo stesso trattamento e nessuno dovrebbe approfittare della situazione, perchè è un patrimonio comune. Continuo a pensare che un dissenso sia meglio di un silenzio, ma solo perchè è uno dei pochi modi che le persone "comuni" hanno per farsi sentire dalle istituzioni. Forse non servirà a nulla, ma credo che dire "così non va bene" sia cmq preferibile al dover subire le decisioni degli altri senza possibilità di replica. Poi.. "Ognuno sa di casa sua", come si dice da noi, quindi il mio è solo un parere e nulla di più. (Il discorso del centro commerciale era solo un esempio, non c'era alcun riferimento).
Vorrei spostare un attimo l'attenzione sulla situazione di Giovanna. Mi sembra agghiacciante che sia stata trattata così, che non abbia avuto nessuna tutela prima e, men che meno, dopo l'accaduto. Francamente, mi auguro che tu possa stare meglio e che la tua voce venga ascoltata da qualcuno che può darti una mano a far valere i tuoi diritti. E' impensabile che in un "paese civile" accadano ancora queste cose.

mariacristina menozzi 20.03.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno! Vorrei rispondere ad Alessandra e a Jelly Bean. Ad Alessandra vorrei dire di evitare l'indigestione elettorale: come dicevo, è facile prendere lucciole per lanterne, valutare le opinioni o gli avvenimenti da un solo punto di vista. E' piuttosto difficile condividere per intero (intendo punto per punto) l'intero programma di un partito o di una coalizione, perchè ognuno di noi ha la sua testa, un suo sistema di valori ed un vissuto alle spalle, che lo porta a certe conclusioni invece che ad altre. Prima di prendere decisioni e prima di dare giudizi affrettati o "per sentito dire" (non mi riferisco ad un tuo commento in particolare, solo alla sensazione che ho avuto dopo averli letti tutti), pensaci un attimo e poi decidi. Non c'è fretta. Ti proporrei di scrivere da sola i post, senza "controllo qualità" finale da parte della tua famiglia: qui non c'è un voto da prendere, non è un modo in cui si valuta "la conoscenza e la cultura" degli altri, è solo un modo per scambiarsi le opinioni. Se tu ne hai una, che senso ha far leggere i commenti in famiglia prima? Non vale il discorso "Sono una casalinga". Cosa vuol dire? Solo perchè una persona ha preferito dedicarsi alla famiglia, invece che ad un'altra attività, non vuol dire che non possa decidere e pensare da sola. Quindi, armati di coraggio e metti da sola i tuoi post sul blog, senza paura. In quanto ai tuoi figli.. Io sono una studentessa universitaria e, quando finirò, forse non avrò subito un posto fisso. Certo, l'inizio non è per niente allettante, ma perchè non dai a tuo figlio l'occasione di migliorare la sua vita (e, di riflesso, anche la vostra, perchè sarebbe una persona soddisfatta)? Ok, tua figlia non ha trovato ancora lavoro. Capita. Ma non fare di ogni erba un fascio e dai a tuo figlio l'opportunità di realizzarsi.

mariacristina menozzi 20.03.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco a molti, prima di esporre le proprie opinioni sull'eutanasia (o di credere di averne una!), di leggere alcuni documenti su www.portaledibioetica.it.
Il sito contiene voci pro e contro (mi preoccuperei del contrario!)
su questo scottante argomento.
Aiuta i pensieri…

Buona lettura!

Marco Zamparini 20.03.06 08:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo avere visto come sa imbroccare bene la strada dell’inganno Berlusconi, per il prossimo futuro, potremmo intraprendere un cammino diverso, più promettente, più sicuro e senza ostentazione. A Berlusconi, sono bastati cinque anni di mal-governo per paralizzare l’economia italiana (questa è la verità reale, quella virtuale scrupoli e senza morale lasciamola a lui) con conseguenze dolorose e traumatiche per la stragrande maggioranza dei cittadini e per la società italiana in generale, insieme alle forti tensioni che si sono sviluppate un poco in tutte le regioni della nazione.

Tutto ciò, ci ha insegnato che, il mal-governo, lungi dal risolvere i problemi degli italiani, verosimilmente risolve solo i problemi dei parenti e amici stretti, del noto cavaliere, provocando seri costi sociali. Ci insegna anche in modo inequivocabile che, finché continueranno a persistere le cause che hanno generato questo stallo e fermento, gli italiani vivranno ulteriore pericolo costante di nuovi disastri all’economia del Paese dalle conseguenze di uguale blocco economico, se non addirittura peggiori.

Per questo diviene di vitale importanza che coloro che manovreranno le leve del potere in Italia, coloro che ostenteranno il potere reale e quello formale, abbiano davvero la volontà e la ferma determinazione di volere rimuovere le cause nocive allo stato e al tempo stesso promuovere un serio dialogo senza pregiudizi con la minoranza in parlamento per la soluzione ragionata, razionale e pacifica dei problemi. Ne beneficeremmo tutti e faremmo una migliore figura in ambito internazionale.

Spero anche io che col nuovo governo possa ottenere la cessazione delle torture contro la mia persona come meglio spiegato dettagliato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com FORZA SISU! Grazie. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 20.03.06 07:26| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO TRATTAMENTO NASCOSTO AGLI OCCHI DELLA GENTE E’ ANCORA DEMOCRAZIA?

Ci sono degli interrogativi fondamentali che vorrei sottoporre alla cortese attenzione dei lettori:

quali sono i motivi e le cause che rendono possibili in un paese conosciuto civile e democratico come l’Italia, il causare e praticare sempre impunemente danni alla persona,persino con derisione e scherno?

Perché simili atrocità possono essere censurate da stampa e televisione e mantenuti sempre nascosti con questo artifizio agli occhi della gente?

Perché una donna in Italia può essere torturata in silenzio per causa di servizio,privandola dei diritti di legge e di contratto?

Da tempo ho deciso di svelare ai lettori di internet i meccanismi illegali utilizzati contro di me dai funzionari amministrativi dirigenti del mio posto di lavoro ossia l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano. In quel posto,malgrado ci fossero responsabilità specifiche affidate a medici specialisti,io da impiegata amministrativa sono stata adibita a lavorare in un locale contaminato e senza neppure i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione per circa tre anni.

Mi ero fidata dei medici responsabili e dei dirigenti amministrativi e credevo di non correre alcun rischio. Invece fui contagiata di tubercolosi,perché di tanto in tanto venivo a contatto a mani nude con materiali organici ogniqualvolta che fuoriuscivano dai contenitori impropri sui fogli di accompagnamento, durante la registrazione al computer dei materiali organici (urine, escreati ecc.).

Dopo il contagio ho vinto due sentenze al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia in maniera schiacciante. Malgrado ben due Giudici Amministrativi mi abbiano dato ragione, per parecchi anni e sino ad oggi la causa di servizio mi è stata illegalmente respinta CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giovanna Nigris 20.03.06 07:26| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(Sisu2)…e sono sempre stata ancora derisa e schernita dai funzionari amministrativi dello stesso Ospedale i quali mi hanno ancora beffata oltretutto con il più atroce mobbing riconosciuto formalmente anche dalla Clinica del Lavoro di Milano. Inoltre sono stati mantenuti quattro imputati per lesioni colpose gravissime (tre medici ed un funzionario dirigente amministrativo) in attesa di giudizio con numerosi rinvii di udienze e temporeggiamenti per arrivare dopo nove anni a fare ottenere agli imputati la prescrizione dei reati e quindi all’archiviazione dei reati.

Le protezioni politiche hanno fatto sì che fossero protetti i criminali e rovinata sempre di più la vittima. Oggi sono in malattia grave con ossigenoterapia quotidiana domiciliare da circa due anni. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, è stato informato dei fatti criminali, ma fino ad oggi non è mai intervenuto, neppure dopo avergli inviato alcune centinaia di petizioni firmate per solidarietà dai cittadini.

Vivo da 14 anni nell’inferno del crimine, del raggiro politico e della frode giudiziale. In questo modo sono stata spinta alla più estrema disperazione. Inoltre sono stata privata di potermi curare al meglio la tubercolosi (e relativi postumi), contagiata in servizio e per causa di servizio per la più assoluta mancanza di mezzi economici. CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu3)…

Giovanna Nigris 20.03.06 07:25| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(Sisu3)..Il mio avvocato mi fece sapere che tutti preferiscono salvare “la faccia” e così si preferisce sacrificare me. Comunicherò ad oltranza a tutto il mondo questo trattamento da DITTATURA nei miei confronti finchè non mi verranno dati i miei diritti di legge e di contratto e abbiano fine gli sporchi abusi sulla mia persona. Tutto come meglio spiegato e provato nel seguente mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com

Si dice che anche l’Italia vuole promuovere la democrazia nei paesi arabi. Cominciamo a farla applicare qua da noi senza sporche falsità. Per questo chiedo cortesemente ai lettori, di aiutarmi a fare intervenire il Presidente della Repubblica ed inoltre vi rivolga la seguente domanda: pensate che sia ancora democrazia tutto questo trattamento immondo, senza scrupoli, senza onestà e senza morale, nascosto agli occhi della gente? Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 20.03.06 07:24| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio della pubblicazione di questi contenuti di programma e tuttavia mi dichiaro estremamente SPAVENTATO di alcune idee publicizzate; in particolare la liberalizzazione dell'eutanasia. Sono preoccupato di ciò che accade in Olanda dove i bambini diversamente abili come quelli affetti dalla sindrome di down e/o da altre deformità vengono soppressi fino all'età di 12 anni. La notizia è stata diffusa sabato 18 marzo su tutti i telegiornali in seguito ad una "denuncia" del ministro Giovanardi. Beh, io sono molto spaventato di ciò. Non vorrei che le troppe libertà in questa direzione ci portassero all'autodistruzione. E' bene aprire gli occhi. Da parte mia sono assolutamente contrario a quanto proposto dalla rosa nel pugno.

Cesare Poppi 19.03.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 19.03.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SPERIAMO IN UN PROSSIMO BUON GOVERNO

Dopo avere visto come sa imbroccare bene la strada dell’inganno Berlusconi, per il prossimo futuro, potremmo intraprendere un cammino diverso, più promettente, più sicuro e senza ostentazione. A Berlusconi, sono bastati cinque anni di mal-governo per paralizzare l’economia italiana (questa è la verità reale, quella virtuale lasciamola a lui) con conseguenze dolorose e traumatiche per la stragrande maggioranza dei cittadini e per la società italiana in generale, insieme alle forti tensioni che si sono sviluppate un poco in tutte le regioni della nazione.

Tutto ciò, ci ha insegnato che, il mal-governo, lungi dal risolvere i problemi degli italiani, verosimilmente risolve solo i problemi dei parenti e amici stretti, del noto cavaliere, provocando seri costi sociali. Ci insegna anche in modo inequivocabile che, finché continueranno a persistere le cause che hanno generato questo stallo e fermento, gli italiani vivranno ulteriore pericolo costante di nuovi disastri all’economia del Paese dalle conseguenze di uguale blocco economico, se non addirittura peggiori.

Per questo diviene di vitale importanza che coloro che manovreranno le leve del potere in Italia, coloro che ostenteranno il potere reale e quello formale, abbiano davvero la volontà e la ferma determinazione di volere rimuovere le cause nocive allo stato e al tempo stesso promuovere un serio dialogo senza pregiudizi con la minoranza in parlamento per la soluzione ragionata, razionale e pacifica dei problemi. Ne beneficeremmo tutti e faremmo una migliore figura in ambito internazionale.

Spero anche io che col nuovo governo possa ottenere la cessazione delle torture contro la mia persona come meglio spiegato dettagliato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com FORZA SISU! Grazie. Giovanna Nigris


Giovanna Nigris 19.03.06 16:13| 
 |
Rispondi al commento

certo che la dice grossa e inopportuna il sig. marco cappato & Co!! per dirla breve: siete a favore della droga, della pedofilia, della pornografia, del libertinaggio e compania bella allora il nome che vi siete iscritto vi si addice bene: una rosa nel pugno (un pugno a tutti?) no grazie!!

luca Iacovino 19.03.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

La dichiarazione di capezzone è assurda, in quanto auspica l'introduzione di ammortizzatori sociali (per il futuro) e propone di lasciae invariata la situazione del presente.
Ora, il riformismo di queste persone pretende sempre di introdurre subito gli svantaggi per il lavoratori, rimandando i vantaggi in un futuro ipotetico. Per adesso gli ammortizzatori sociali di cui parla Capezzone non esistono, e chissà quando lo saranno, visto che sono tanti anni che se ne parla e non si è ancora riusciti a far nulla.
Per intanto, però, loro dicono di voler lasciare invariata la legge Biagi, con tutti gli svantaggi che comporta per i lavoratori, poi si vedrà.gli svantaggi subito, i vantaggi chissà quando.
nel frattempo, propongo ai rappresentatni dei radicali di andare al lavorare in un call center a 800 euro al mese con contratto trimenstrale, aspettando che loro al governo facciano gli ammortizzatori...

Marco Fusi 19.03.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento

UNA IMMAGINE TUTTA ITALIANA MANTENUTA NASCOSTA AGLI OCCHI DELLA GENTE

Se si considerano attentamente gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta a torture in quanto PRIMA le si è fatta contagiare la tubercolosi facendola lavorare per circa tre anni in ambiente contaminato in ospedale senza neanche i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione ( cosi come meglio dettagliato e provato nel sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ).

DOPO con un falso ideologico, omissioni di atti di ufficio e violenza privata da mobbing, i funzionari dirigenti di quello stesso ospedale hanno fatto in modo che la Seconda Commissione Medica Militare di Milano non le riconoscesse la causa di servizio.

POI con altri luridi artifizi ancora i funzionari dell’ospedale non hanno ottemperato a ben due sentenze del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia per mezzo del quale DUE GIUDICI di quel Tribunale hanno dato ragione in maniera schiacciante alla dipendente Signora Giovanna Nigris.

INFINE sul versante penale, sono stati fatti trascorrere circa NOVE ANNI con rinvii di udienza ed altri impedimenti burocratici per potere assolvere i quattro imputati responsabili del servizio ove era stata adibita a lavorare la Nigris (tre medici ed un funzionario dirigente amministrativo) per prescrizione dei reati (tutto come meglio provato nel suddetto sito internet).

Alla stessa dipendente a fronte di prove documentali le è stato formalmente riconosciuto di essere vittima di Mobbing in ospedale in quello stesso ambiente di lavoro. Oggi la signora Nigris Giovanna è ancora dipendente di quello ospedale ed è in malattia grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare da circa due anni con lo stipendio ridotto al minimo.

A fronte di tutto ciò la torturata signora, come meglio può e accumulando debiti su debiti, per curarsi i postumi della tubercolosi, …CONTINUA SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giacomo Montana 19.03.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…Sisu2)…deve fare fronte a spese di farmaci non esentati dal Servizio Sanitario Nazionale e rinunziare ad una parte di essi per sostenere le proprie spese ordinarie e di sostentamento alimentare. Da anni è costretta a rinunziare alle vacanze in ambienti consoni al suo stato di salute.

Da anni viene in questo modo estremamente umiliata, offesa ed ancora danneggiata in salute con violenti stress emotivi causati dalle illegalità più ripugnanti. Ora dopo essere stata privata con gli inconfutabili artifizi menzionati, dei suoi diritti di legge e di contratto, la stessa Signora la si fa torturare perfino facendola vivere di stenti emarginata e estremamente disperata e sola.

La signora mi ringrazia e mi dice che se io col mio lavoro di volontariato non mi fossi messo nel suo inferno per aiutarla come infermiere, probabilmente non sarebbe più in vita. Questo mi fa pensare ad altri torturati alla stessa maniera e indotti a gesti estremi.

Mi fa domandare: quanti in punta di piedi hanno preferito volontariamente uscire di scena da una vita che gli viene resa un inferno? Quelli rimasti in vita, dovremmo aiutarli invece! Gli esperimenti condotti sulla resistenza umana di una donna sottoposta da 14 anni a dette torture continuano pacificamente con il silenzio assenso di tutti gli ONOREVOLI che sono stati informati dei crimini di servizio e che ora sono anche più in vista facendosi fare della magnifiche fotogeniche immagini della propria persona da mettere sui CARTELLONI pubblicitari per incantare meglio la gente sui consensi elettorali.

Sono sconcertato del fatto che dalle immagini fotografiche dei CANDIDATI pronti a governare l’Italia,non si vedono le loro coscienze. Se ciò fosse realizzabile, misericordia! che mostri si vedrebbero.

Noi italiani a questi livelli di civiltà, vogliamo dare esempio di democrazia?

Vogliamo esportarla nei paesi arabi?

Fraterni saluti alle persone oneste rimaste (Sisu). Viva l’Italia Sisu! Giacomo Montana

Giacomo Montana 19.03.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di primarie dei cittadini vorrei segnalare il sito
http://www.voisietequi.it

Mi sembra un buon esempio di concretezza.
Potete anche proporre dei nuovi temi ( io ho appena proposto l'eleggibilità dei candidati pregiudicati ).
Ciao

Lorenzo Piccardo 19.03.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è semplice ed è generato da questi condizionamenti sociali che non sono attribuibili solo alla chiesa ( io stessa sono cattolica ) ma alle menti in generale e glielo spiego subito: io la chiamo figlia ( come chiamo marito da più di 20 anni il mio compagno ) ma lei non vuole che io la nomini o le rivolga la parola perchè è figlia del precedente matrimonio di mio marito e non mi ha mai accettato come nuova compagna del suo papà . Non mi va di sventolare i miei panni in pubblica piazza . Mio figlio mi ha rimproverato perchè già mi sono esposta troppo . E ' lui che controlla le risposte qui e mi avvisa dicendomi che sono riuscita a > anche su questo forum . Sono logorroica e lo avrete capito e anche tanto curiosa del mondo .
Ora basta altrimenti diventa un vizio . buona domenica . Sandra

Alessandra Occhipinti 19.03.06 01:45| 
 |
Rispondi al commento

" …si colleghi sul sito www.radicali.it e faccia una ricerca digitando Biagi-Cappezzone: le appariranno una serie di articoli nei quali esponenti radicali difendono a spada tratta quella legge."
Marco Fusi 18.03.06 18:16

Roma, 3 marzo 2006
• Dichiarazione di Daniele Capezzone, della segreteria della Rosa nel Pugno
Io credo che sia necessario recuperare le proposte di un grande socialista, che è stato anche iscritto allo Sdi, come Marco Biagi. Io, che pure riterrei un errore grave l'abrogazione secca della Legge Biagi, comprendo una critica che viene mossa: perché gli unici a rischiare, a stare davvero sul mercato, debbono essere i lavoratori? Domanda serissima, e la risposta giusta non è quella di sottrarre loro al mercato, ma quella di portare sul mercato anche tutti gli altri (penso ai settori delle professioni e dei servizi, in primo luogo).
Da questo punto di vista, un esercizio importante sarebbe quello di esplorare la distanza (che c'è, e non è poca) tra quella che poi sarebbe stata definita la "legge Biagi" e -invece- il Libro Bianco che Marco Biagi aveva, ben prima, realizzato. In realtà, è proprio quella prima opera ad indicare il cammino da riprendere, perché non si limitava a prevedere forme di flessibilità per i lavoratori, ma inseriva forme importanti di riequilibrio: sia riscrivendo il sistema degli ammortizzatori sociali, sia portando anche altri sul mercato, superando la cattiva abitudine italiana per cui le riforme liberali si fanno solo sul blocco sociale "altrui"

-----

Non mi pare che i Radicali difendano in modo… 'radicale' la legge Biagi. Questo vuol dire 'a spada tratta', no?
Quindi, perchè rischiare di buttare via il bambino con l'acqua sporca, solo per partito preso?
Berlusconi deve essere battuto ma questo non significa che bisogna fare tabula rasa di tutto l'operato del suo Governo.
Ragioniamoci sopra, questa è la mia opinione.

Saluti

Marco Zamparini 18.03.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento

signora Occhipinti non è che alla fine ha piu' figli lei in panchina che l'inter?

aveva dichiarato nel precedente post di avere solo un figlio, ora ne ha due.

Berlusconi è stato osceno oggi! la sua scenetta da 4 soldi (vecchie lire) avrebbe potuto risparmiarsela o forse è andata meglio così: ancora una schiarita per il cielo italiano offuscato dalle nubi.

E poi non capisco perché Pannella non le sarebbe piaciuto nel suo sostegno al Rientrodolce quando è lei stessa a compiacersi con Cappato su argomenti che collimano?

Ci spieghi meglio, perché magari è solo confusa e vittima di "conoscenza acquisita in maniera distorta".

Magari è più vicina al programma della Rosa nel pugno di quanto creda e non si faccia intimorire da chi non la pensa come lei o l'attacca.

Comprenderà che qui è facile essere forti o sentircisi.

Francesco P 18.03.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

E sarei ancora più felice se ci fosse unapposito argomento dedicato a questa nuova riforma del lavoro così conosciamo un pò il funzionamento della cosa . Ringrazio tutti per le risposte precise e di grande aiuto .buona domenica. Occhipinti Sandra

Alessandra Occhipinti 18.03.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono costernata , signor Fusi , che lei l' abbia presa così male ma cerchi di capire che io sono una mamma e vivo chiusa in casa ,cercando di aggiornarmi fino dove possibile . Che non possa conoscere qualche nuova leva non è grave . Io non capisco molto la politica e si figuri che ricordo a malapena i nomi dei grandi . Pannella lo ricordo per i suoi digiuni e spesso l 'ho anche criticato perchè un uomo della sua età dovrebbe limitarsi con le violenze fisiche ed è stato di recente ospite qui con un argomento a me non tanto simpatico . Oggi ho visto Berlusconi che ha partecipato a quel famoso convegno nonostante il mal di schiena e ha anche raccontato la storiella della bistecca . Lei mi parla di leggi o programmi di lavoro di cui io non ho cognizione ma so che sarà dura per mio figlio trovare una sistemazione dopo il diploma . I nostri padri hanno lavorato tutti 35 anni ,40 nello stesso posto , i figli di oggi 3 mesi o 4 . E la laurea spesso è motivo di diniego dell ' impiego perchè si è troppo qualificati per il lavoro da svolgere . Difatti mio figlio vorrebbe andare all ' università ma io l ' ho sconsigliato perchè credo che un diploma di ragioniere sia più che sufficiente ed è meglio che inizi a faticare sin da subito così fa gavetta e acquisisce esperienza . A lui piace Informatica , ma abbiamo in casa già l ' esperienza di mia figlia che si è laureata 4 anni fa in legge con il massimo dei voti e ancora sta facendo praticantato da un avvocato poichè non riesce a superare l ' esame di stato . E poi che è finita lì . Ma chi fa queste leggi pensa al sacrificio dei giovani o pensa soltanto a garantire o aumentare di pochi euro la pensione per quando si sarà anziani e la vita sarà bella che vissuta (male)?Non perdo , comunque sia, l ' ottimismo . Da tanta lotta così efferata qualcosa di buono emergerà sicuramente . Io intanto mi godo il bel sito di Grillo che mi appassiona tanto e vorrei chiedere proprio a Grillo di trattare anche argomenti semplici per donne .

Alessandra Occhipinti 18.03.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Per la signora Occhipinti.

Carissima signora
non so cosa lei intenda con l'espressione "sputare veleno su Marco Pannella".
Se con questo intende dire che le cose che ho scritto non sono vere, lo dimostri: in caso contrario, rifletta su quello che ho detto, dato che sull'argomento mi sono documentato.
In particolare mi fa piacere venirle incontro sull'argomento del rapporto tra legge Biagi e partito radicale (sul quale lei stessa ammette di non essere informata): si colleghi sul sito www.radicali.it e faccia una ricerca digitando Biagi-Cappezzone: le appariranno una serie di articoli nei quali esponenti radicali difendono a spada tratta quella legge.
Con questo spero che lei capirà che essere contro la precarietà e le leggi sul lavoro approvate ultimamente e simpatizzare per i radicali è come essere vegetariani e comprare la quota di una macelleria.
Detto questo, ribadisco che ci vuole una bella faccia di c... per cercare voti sul blog di Grillo ed essere contemporaneamente per la TAV, la legge Biagi, le guerre degli USA, aver appena cercato di tirar dentro nella Rosa nel Pugno De Michelis e Craxi ecc.

P.s. Caro capezzone, perchè non prendi un pò di coraggio e non scrivi una bella lettera con le vostre posizioni sull'argomento lavoro a questo Blog? Vedresti quanto entusiasmo nelle risposte...

Marco Fusi 18.03.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

INERZIA, SADISMO E MASOCHISMO
di Giacomo Montana

In un’epoca di crescente tensione sociale e politica, mentre l’Italia si trova nel pieno centro di una stagnazione economica e industriale paurosa senza precedenti, non si vede nessun cenno che intellettuali, politici e amministratori pubblici si confrontino sulle possibili soluzioni da adottare nei confronti di quei gruppi che fingono solo di essere operosi, ma in realtà dimostrano di essere oziosi presenti nel Paese e che molti ambienti considerano una delle cause principali della sostanziale instabilità della Nazione. Io non sono un grande studioso di economia, ma avendo conseguito il diploma come ragioniere e perito commerciale, non sono neppure ignorante in materia per non capire che l’inerzia di questo governo galoppa alla velocità della luce. Ci sono tanti bei discorsi da incantatori da circo, ma poi quando confrontiamo le parole, le promesse e i progetti con i fatti successivi vediamo lo sconcertante e squallido vuoto. Anche come cittadini ci rendiamo perfettamente conto che stipendi, salari e pensioni sono stati esageratamente compressi e mai rapportati al reale costo della vita! E’ UNA VERGOGNA CRIBBIO!! Ho il sospetto che se Berlusconi continuerà a governare l’Italia con l’inerzia che ha apertamente dimostrato, in futuro ci aspetta il destino che ha colpito l’Argentina. Le persone oneste faticano ad arrivare a fine mese e questo è molto più importante di qualsiasi bel discorso preparato e articolato da un buon oratore. Il peggioramento generalizzato delle condizioni di vita degli italiani onesti sono sempre più causa di scontri e poi si dice che ci sono gruppi violenti. Guardiamo piuttosto nella giusta direzione, ovvero chi causa malcontento e disperazione e dove è la vera ignobile sadica violenza! Non facciamoci travisare le idee sulla verità sostanziale dei fatti. ..CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE..(Sisu2)…

Giacomo Montana 18.03.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(Sisu2)…Per fare un parallelo è come vedere un signore che grida: “al ladro!, al ladro! attirando l’attenzione altrove e poi invece il ladro è proprio lui. Vedo che è ancora debole il confronto sociale e politico sulla disuguaglianza di trattamento che c’è tra i cittadini e più in particolare sulle caratteristiche interne della stratificazione sociale. A volte sembra quasi che in risposta all’inerzia e al sadismo berlusconiano vada di moda il masochismo individuale di diversi cittadini che ancora si lasciano incantare da Berlusconi, tanto che si riscontra che c’è chi dimostra di essere ancora simpatizzante della politica di Berlusconi.

Giacomo Montana 18.03.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

ERRATA CORRIGE. L'INDIRIZZO WEB CORRETTO QUI SOTTO MENZIONATO E'IL SEGUENTE:
http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/21541.html

Scusate l'errore. Giacomo Montana

Giacomo Montana 18.03.06 07:40| 
 |
Rispondi al commento

UN GOVERNO CHE SI NASCONDE DAVANTI AI PROBLEMI?
IN TEORIA HA GIA’ PERSO, MA L’INGANNO A VOLTE FA MIRACOLI
-di Giacomo Montana


Quante persone anche in Italia vengono indotte a non morire di morte naturale? Quando chi è vittima del crimine non solo non riesce a ricevere giustizia per i danni cagionati alla persona,ma viene anche derisa e schernita dai carnefici con il silenzio assenso del governo non c’è neppure la più pallida ombra di dubbio, è proprio il caso di dirlo, la giustizia è giunta al capo linea della catastrofe così come viene denunziato nel seguente indirizzo web: http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/21541.html .

Quando un governo ciò che sa fare meglio è nascondersi di fronte ai problemi del Paese come può credere di avere il diritto di potere essere rieletto in carica? Un governo che si rispetti deve sapere bene esprimere un pensiero d’insieme, deve sapere intervenire su questo o su quello aspetto della politica nazionale e internazionale. Non basta dimostrare di essere dei bravi oratori per meglio incantare e ingannare il popolo che deve accedere alle urne elettorali per assegnare la propria preferenza. Un governo che si rispetti non deve fare credere falsamente che l’Italia sta facendo progressi in tutti campi mentre in realtà deve ancora da cinque anni recuperare terreno.

I cittadini hanno bisogno di verità e non di false verità!
NON SI USA LA TATTICA INGANNEVOLE PUR DI CARPIRE VOTI ELETTORALI.
AVETE CAPITO CARI SIGNORI ASSOCIATI DEL GOVERNO “SILVIO BERLUSCONI”? NASCONDERSI DI FRONTE A GRAVI PROBLEMI ANCHE DI UN SOLO CITTADINO TORTURATO SISTEMATICAMENTE PER 14 ANNI E DISTRUTTO PUO’ GIA’ ESSERE QUESTO UN BOOMEGANG SUFFICIENTEMENTE AUTODISTRUTTIVO PER UN GOVERNO! (VEDI SITO WEB: http://www.mobbing-sisu.com .

Io non credo assolutamente che il popolo italiano sia ignorante, forse un po’ troppo credulone sì, ma ignorante come verosimilmente pensano parecchi uomini politici assolutamente no! …CONTINUA QU

Giacomo Montana 18.03.06 07:07| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

..(Sisu2)…La tentata istigazione al suicidio per indotta estrema disperazione in Italia deve finire! Chi scrive non darà mai pace a nessuno finché ci sono potenziali assassini protetti da personaggi politici e che quest’ultimi paradossalmente presentano alla società come persone rispettabili e oneste.

Chi scrive non farà mai finta di non vedere e di non sapere, capito cavalier Berlusconi? Non sono io che devo fermare i miei comunicati ma devono fermarsi coloro che nel governo col silenzio assenso continuano a dare carta bianca ai potenziali assassini! Oggi ogni sforzo va inquadrato in un contesto europeo, si deve rendere conto anche all’opinione pubblica internazionale, non è più il caso di dire che “I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN CASA” come si diceva e faceva in passato.

Oggi abbiamo la Comunità Europea. La FAMIGLIA si è ingrandita “cari signori del governo Berlusconi”, non ve ne siete ancora accorti? Non è più il caso di fare come lo struzzo che per non vedere la realtà intorno a lui nasconde la testa sotto la sabbia. Caro Berlusconi, perché per il caso Nigris continui a fare come lo struzzo da ben cinque anni? Perché non hai mai dimostrato laddove occorreva di avere davvero… CARISMA. Chi ti ha insegnato il l’artifizio di fare finta di ignorare mentre contestualmente vuoi ingannare il popolo che in veste di Presidente del Consiglio sai fare tutto bene soltanto tu?

L’Italia non ha bisogno che nella politica ci siano le FAVOLE per bambini! Alla Nazione, per quanto attiene alla sfida tecnologica internazionale, si deve assicurare la possibilità di acquisire le risorse indispensabili per potere competere a TESTA MOLTO ALTA con gli altri partner europei. All’Italia l’inerzia di questo governo è assolutamente dannosa!
Dopo le imminenti elezioni gradirei un governo che di fronte a tutto questo non si nasconda!
Chiedo troppo secondo voi cari lettori? Viva l’Italia Sisu.

Giacomo Montana 18.03.06 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Mariacristina cara , mi piace essere informata su questa terra dove ci sono troppi mezzi per diffondere notizie ma non tutte le notizie arrivano a destinazione . Ti sembrerà strano ma sentendo parlare di eutanasia ho avuto l'immediato bisogno di vederci chiaro e di capire . Così sull' aborto , fecondazione assistita e tante altre faccende che riguardano i diversamente abili . Ho spulciato parecchio oggi tra i vari siti web a disposizione e ho visto che Cappato è l' unico a prendere a cuore vicende così importanti di vita . Ora non sono certa su chi votare poichè è argomento complesso ma piano piano ci arriverò . Mi dispiace che questo spazio virtuale sarà destinato prima o poi a scomparire e mi rammarica che argomenti di tal portata siano presi così sottogamba . Ci sono pochi interventi e a detta di mio figlio i pochi sono forzati . Volevo invece rispondere a Danilo dicendo : - hai pienamente ragione . Non tutti siamo uguali ma abbiamo parità di diritto . Ora però non posso ignorare questo signor Fusi che sputa veleno su Marco Pannella . Sarà per l'età,mia, non più giovane ,sarà chissà quale sentimento quello che provo , ma Marco Pannella è l ' unico politico che io ricordi insieme a pochi altri nomi . Mi è parso sempre come uno spirito libero e quindi adattabile ad ogni polo o simbolo . Capezzone e la legge biagi non li conosco ma mi informerò anche su di loro . L'argomento lavoro è cosa seria per il nostro paese . La flessibilità in questo momento equivale a precarietà ed instabilità . sono certa si possa fare di più . Io sono mamma di un figlio e vorrei per lui la realizzazione . Il mio unico desiderio . La felicità di mio figlio e la serenità per me . Informateci . Usate mezzi comodi e informateci . Noi casalinghe non conosciamo e ci fa star male questa situazione . A me sicuramente .tante grazie . Sandra

Alessandra Occhipinti 18.03.06 01:38| 
 |
Rispondi al commento

@maria cristina menozzi

Sono contenta che almeno qualcuno riesce a capire in che situazione di strangolamento lavoriamo, tiranizzati da amministratori non medici che impongono, anzi "ordinano", regole assurde e anche purtroppo da pazienti (anzi "utenti") non cosi bisognosi di cure urgenti.
Comunque non vado mai nei centri commerciali e il mio post è davvero espressione di totale esaurimento e ripugnanza verso ogni tipo di "programma politico" in particolare su temi non vissuti e non analizzati come la sanità pubblica. Sicuramente non cambierà niente ma almeno non sarò più colpevole di aver dato il mio voto a questi ciarlatani con DNA mafioso, sostenitori di professionisti non molto professionali, e non aggiungo altro. Ciao

jelly bean 18.03.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti. Vorrei ringraziare Alessandra per aver letto il mio commento e vorrei esprimere quello che penso a proposito dell'intervento di Jelly Bean. Ad Alessandra vorrei dire che non è mai troppo tardi per farsi un'opinione, per esprimersi: è meglio una decisione lunga ma consapevole, piuttosto di una decisione casuale o "guidata". Quindi hai ancora qualche settimana per schiarirti le idee e per decidere cosa fare. Come puoi informarti? Beh, dato che ho visto già due interventi tuoi, penso che frequentare il blog, in cui ci sono tanti argomenti di discussione, sia già un buon inizio. Poi, puoi provare a visionare i siti dei partiti (uno alla volta o rischi l'indigestione!) e salvare sul pc i programmi o le parti che ti interessano di più. Li puoi leggere con calma, puoi confrontarli e tratte le tue conclusioni. Il fatto è che, spesso, le cose non sono come sembrano. Sulla carta, tutto è perfetto. Nella realtà, non lo è quasi niente. Devi fare le tue valutazioni, senza farti influenzare e senza aver paura di fare domande e di chiedere. Qui c'è sempre qualcuno che ti da una mano, o almeno così mi piace pensare. Vedrai che pian piano ti appassionerai, altro che argomenti da uomo!!! In bocca al lupo!!
A Jelly Bean: certo, il "non votare" è un segnale. Ma il risultato finale cambierà? Ovvero: la tua critica, che condivido appieno e che allargherei anche ad altri settori, verrà ascoltata? Quello che mi chiedo, e che mi sono chiesta anche a proposito del referendum, è: chi ti distinguerà da una persona che se n'è andata al centro commerciale a fare spese, invece di andare a votare? La domanda l'ho posta alle persone che conosco e che non sono andate a votare per protesta (ci tengo a precisarlo: io non sarei mai mancata ed ho votato secondo coscienza, non secondo gli "ipse dixit"). Non sarebbe stato più utile andare ed esprimere la propria opinione, il proprio dissenso? Forse non cambierà nulla, ma cosa ci costa provare? Cosa ci costa dimostrare che PENSIAMO?

mariacristina menozzi 17.03.06 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono un medico ospedaliero plurispecializzata che, poco acculturata ma non stupida, rimarrà a casa il 9 aprile. Caro Cappato, serve una politica sanitaria basata sull'informazione ma soprattutto sull'onestà. Ha forse notato nel frattempo che l'Italia si trova al quarantesimo posto su 158 paesi per onestà? (http://liberoblog.libero.it/economia/bl2921.phtml).Gli ospedali sono pieni di "colpi di frusta" (re: blog Valentina Grimaldi 16/3)che aspettano una bella diagnosi per motivi assicurativi o "cefalee improvvise" che necessitano di TAC urgenti, "mal di stomaco dopo abbuffata" eccetera, che alla fine consumano letteralmente le energie dei medici di guardia, già esaurite dalla cosiddetta "medicina difensiva" (pletora di esami diagnostici superflui e costosi che servono a difendersi dalle possibili denunce).Quindi, sì, siamo pagati per lavorare, come tutti del resto, (vedi risposta al medico di pronto soccorso) ma ormai senza più passione solo per dovere (concetto diverso). Siamo stufi di sentire parlare ininterottamente (commenti, interviste, conferenze pre-elettorali) sulla sanità "giusta" quando chi amministra la sanità non è affatto giusto,siamo stufi di vedere procedere nella carriera persone che non possono garantire qualità dell'atto medico perché trainati non dalla professionalità ma solo dalle loro amicizie e parentele (errori medici e rischio clinico in crescita esponenziale), siamo stufi del disagio e dallo spreco degli eterni cantieri ospedalieri e non capiamo ancora bene perché un'azienda ospedaliera deve ospitare 4 direttori generali in 5 anni.
Sì, l'astensione è diventata una vera opzione.
P.S. Informare il malato è uno dei doveri del medico.

jelly bean 17.03.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono stufo di sentire parlare i radicali dopo tutte le boiate che hanno combinato in questi ultimi anni. cito le prime che mi vengono in mente:

sostegno a spada tratta del berlusca, con Pannella nel'94 che andava un giorno si e l'altro pure ad incensarlo in tv, sostenendo quanto fosse liberale e contribuendo a sdoganarlo.

sostegno a spada tratta della guerra usa in irak (Pannella: chi si oppone alla guerra è paragonabile ai pacifisti inglesi del '39 che non volevano la guerra al nazismo)

sostegno alla tav (dopo che Pisanu aveva mandato la polizia a manganellare i contestatori, la Bonino dichiara sul corriere: non c'era altra scelta!?!?).

Hanno promosso un referendum per l'abolizione dell'art. 18;sanità la volevano privata mod. USA

La scorsa primavera, Pannella dichiara che se dovesse vincere la coalizione di Prodi, lui se ne scapperebbe all'estero...dopo qualche mese ci si allea.

Ma la porcata più grossa l'hanno fatta con il sostegno incondizionato alla direttiva Bolkestein, in discussione al parlamento europeo, una sorta di legalizzazione del caporalato, grazie alla quale i nostri cari imprenditori avrebbero a disposizione mano d'opera a basso costo dai paesi dell'est grazie al principio del paese d'origine, che gli consentirebbe di applicare i contratti di quei paesi...già oggi molte imprese (spesso con subappalti di lavori pubblici, cioè finanziati con i nostri soldi) importano lavoratori rumeni pagandoli 2,50 euro all'ora (in nero)...questi malati di mente vorrebbero rendere queta situazione legale

Propio oggi ho sentito Capezzone dichiarare "partiamo dal libro bianco di Biagi": ancora a rompere i coglioni con questa flessibilità? Ma andate a lavorare in un call center a 800 euro al mese, coglioni! forse la pianterete di dire certe scemenze...

chiedo scusa per il lingaggio un pò volgare, ma sono stufo di sentire gente in giacca e cravatta che, cortesemente e con educazione, si dà da fare per rovinarmi il futuro pagato 15.000 euro al mese

marco fusi 17.03.06 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-Per Aniello-
Non comprendo la differenza tra un aborto classico, quindi con trattamento, e quello farmacologico.
Lei, uomo, come fa ad evidenziarne la differenza e a sottolinearla?
E se in alternativa ha degli elementi validi di confronto tra i due metodi la pregherei vivamente di farli presenti qui visto e considerato che ormai siamo in argomento, anche se credo decisamente lontani dal messaggio di Cappato non del tutto concentrato su questo argomento.
Cioè, le chiedo espressamente: poiché lei accetta l'aborto, lo condivide come rimedio estremo (e tutti siamo con lei su questo punto) perché d'altro canto esclude l'aborto farmacologico demonizzandolo?
Se uno riconosce ad una donna la possibilità di abortire perché poi le nega la soluzione piu' indolore per arrivare al medesimo risultato?? (come per dire hai voluto abortire e allora soffri, umiliati..)
E' una domanda semplice, sforziamoci di comprendere la molla generatrice di ipocrisia.
Ciao Adele

Adele Ferrara 17.03.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

La RU 486 è un mostro in sperimentazione che ha già ucciso diverse persone. Bisogna liberalizzare l'aborto assistito in ospedale, o nulla!

Aniello Russo 17.03.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Candidati Beppe!
Lo so che questo è molto di più di quello che intendevi fare. Lo so che il mondo della politica ti sempre schifato profondamente e solo l'idea di andare la a vedere quelle facce e discutere con loro e tutte le rotture di coglioni che ci vanno dietro, ti fanno rabbrividire, ma adesso non puoi rifiutarti di seguire la tua missione.
Tu non sei più un comico come dici sempre, tu sei Beppe Grillo e noi tutti, Italiani con un pizzico di lucidità e patriottismo, chiediamo te.
Per noi, per i nosri figli, per tutti gli stronzi
che sono sempre in agguato, per te.
Cos'è che ti ferma. Inizi a sentirti stanchino?
Troppo benessere economico?
Ti ci vogliamo te che vai a spiegargli a Bush le nuove intenzioni degli Italiani per al pace.
Ti ci vogliamo te che vai a tutelare la nostra salute e il nostro diritto a una vita dignitosa.
Ogni tuo discorso è energia e verasperanza per i popoli. Vogliamo te.
Scusa se mi sono permesso, lo so che fai già infinitamente tanto ma come possiamo noi non esigerti. Dovevi pensarci prima.
La rosa nel pugno potrebbe essere un buon inizio, no?
Dai, basta.. La smetto.
Ciao

Federico Bonadiman 17.03.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

SPERO IN UNA ITALIA SISU
-di Giacomo Montana

"Sono tante le speranze che coltivano gli italiani nel proprio animo. Oggi siamo in periodo elettorale. Rimanendo in tema, quale commozione suscita ancora oggi in noi la prima volta che andammo a votare per esprimere il nostro consenso elettorale.

Ci sentimmo improvvisamente adulti a tutti gli effetti. Da allora sono passate diverse primavere a seconda dell’età di ciascuno di noi. Siamo qui come popolo d'Europa ammaestrati dalle esperienze di vita vissuta, però con l’ardente desiderio di una riconquista della libertà vera: ovvero quella libertà che rimane ancora oggi il bene supremo, consacrato dalla Costituzione repubblicana della nostra stessa amata Patria.

Quella vera libertà, che se agli italiani fosse davvero concessa sotto tutti gli aspetti, darebbe un senso alla vita, a quella dei nostri giovani, a quella di tutti gli altri, ma stando così le cose, non ci viene consentito neppure minimamente di sperare nel nostro futuro perché tutto viene convogliato in un vortice di caos generale.

Oggi abbiamo il dovere di fare ricordare a tutti, cinque anni di mal-governo esercitato dall’Onorevole Berlusconi, perché ne resti una forte traccia nei cuori e nei sentimenti di tutti, affinché non si debba ripetere mai più un sistema ingannevole a questi livelli.

Spero che lo spirito che animò gli italiani quando si ottenne L’unità d’Italia, possa tornare tra di noi ad essere viva anche oggi e fare vedere ogni più positivo e tangibile miglioramento ai cittadini. Dalla politica italiana riceviamo troppe inerzie, troppe informazioni inesatte, troppe ingiustizie, tensioni, delusioni. Tutto questo acquista un sapore amaro persino di vergogna interna ed internazionale…CONTINUA QUI SOTTO NON APPENA E’ POSSIBILE…(2)…

Giacomo Montana 17.03.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(2)…Come abbiamo visto sono stati cacciati i leghisti dal consiglio d’Europa. Una vergogna dietro l’altra. In questo modo manca l’armonia della tranquillità soprattutto di spirito senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. In mancanza di tutto questo ci manca un’aria di vera libertà e di trasparente democrazia togliendoci la fierezza di essere italiani anche nei confronti dei paesi esteri.

Ci resta la speranza che quanto prima è possibile chi sarà al governo e all’opposizione possa fare tornare parità di trattamento tra cittadini senza sporchi artifizi che privilegiano gli uni e danneggiano gli altri. Fare così tornare entusiasmo e fiducia nella capacità di costruire un futuro migliore italiano ed europeo con l'impegno solenne a mantenere fede agli ideali di libertà dei cittadini e alla coesa unità della Patria.

In Italia è diverso tempo che siamo fermi e non andiamo avanti, verso la ricostruzione fattiva, civile e politica. Tutto è fermo anche se le menzogne ben architettate in periodo elettorale fanno recitare il contrario. E’ sperabile che il nuovo governo sia più sensibile, che non ami anch’esso l’inerzia, che sia più capace di governare una burocrazia ministeriale allo sbando e prenda i necessari provvedimenti per garantire la più trasparente imparzialità e giustizia per tutti, senza mantenere, agli occhi della gente, nascosti ma anche irrisolti nella ferocia disumana delitti con una premeditazione persino più infame. ( Vedi nel seguente sito web le torture psico-fisiche esercitate di nascosto su una donna oggi martoriata da 14 anni sia fisicamente che psicologicamente: http://www.mobbing-sisu.com ). Dobbiamo mantenere alta la salvaguardia della memoria storica della Nazione! Giacomo Montana

Giacomo Montana 17.03.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di conflitto di interessi: allora .... con l'unione(so che fa ridere il nome ,ma hanno scelto questo)abbiamo schierate le maggiori banche(intesa,paschi,unicredito,ecc),le quali hanno rifilato le varie azioni parmalat ,cirio,ecc,a poveri risparmiatori,i quali,non potendo difendersi in altro modo,si sono rivolte all'unioneconsumatori,anch'esso schierato con l'unioneconsumiamoli.Le stesse banche sono poi presenti (insieme a rispettabili imprenditori)con varie partecipazioni, in rcs(rimane cosa sinistra).Niente male per il partito del popolo....w le banche e gli affari sporchi

andrea bruno 17.03.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

DAL BLOG www.antoniodipietro.it
che vi invito a visionare. Blog dell'ITALIA DEI VALORI- ANTONIO DI PIETRO CON PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA PRESENTE ALLE ELEZIONI (CAMERA E SENATO)E CHE VI INVITO A VOTARE, SULLA BASE DELLA COERENZA E DELL'INTEGRITA' MORALE DEI PROPRI CANDIDATI, DEL 9 E 10 APRILE P.V.


La menzogna come strumento politico


Le promesse dei politici, si sa, vengono spesso equiparate a quelle dei marinai. Ne parlo anche in un video che potete vedere nella parte destra del blog. In Italia, unico tra i Paesi democratici, la menzogna e la negazione della verità sono purtroppo tollerate in chi rappresenta i cittadini.
Quasi che debbano far parte del bagaglio professionale del buon politico, che può dire e non dire, affermare e ritrattare, fraintendere ed essere frainteso.
Le foto dei cosiddetti pianisti in Parlamento che votavano anche per i colleghi assenti sono state pubblicate in questi anni da molti giornali, ma questi parlamentari sono ancora lì, dopo un’azione, derisoria e mendace nei confronti degli elettori, in cui hanno alterato l’esito delle votazioni.
Bill Clinton fu messo sotto accusa per anni per aver mentito su una sua presunta relazione; il nostro presidente del consiglio ha mentito sulla sua affiliazione alla P2, è stato condannato in primo e secondo grado e quindi prescritto. E’ stato riconosciuto colpevole senza ombra di dubbio dal tribunale di Venezia.
Clinton si sarebbe ritirato a vita privata.
Nella vita pubblica italiana la menzogna non è più tollerabile, chi mente, chi nega la verità, non può rappresentare i cittadini e il nostro Paese.
Nella prossima legislatura, anche sul mio sito, non mancherò di rilevare ogni falsità provata da parte dei politici.


ALEX BROGGI 17.03.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

grazie danilo ,
mio figlio mi ha anche memorizzato tra i favoriti un sito che si chiama www.politicaonline.net dove alla voce partiti si trovano tutti i partiti . Però ho visto che manca la rosa nel pugno di Cappato ma fortunatamente l'indirizzo è nella sua lettera . Che dire della mia pigrizia ? Ciascuna donna si affida al proprio uomo per conoscere argomenti maschili . Un tempo così si definivano . C' erano argomenti maschili e femminili . Oggi le cose sono cambiate e voglio aggiornarmi . Mi dispiace per la dottoressa che non vuole votare e sono d'accordo con mariacristina , facciamoci sentire ! Siamo tutti uguali ,o così ci dicono . ciao a tutti e buona fortuna per le elezioni .Vinca il migliore dei peggiori . Cercherò di leggere nel frattempo e di far buon uso del mio voto . Auguri . Ciao Beppe .

Alessandra Occhipinti 17.03.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul tg2 salute di oggi è apparso un pediatra circondato da bambini che consigliava e raccomandava la vaccinazione contro il morbillo parotite e rosolia assicurando gli ascoltatori sulla certezza scientifica che non ci siano controindicazioni. È di oggi la notizia (non proprio in prima pagina, su Repubblica in 35 pagina ) del ritiro del vaccino MORUPAR. quando si fa informazione bisognerebbe farla bene se no sarebbe meglio soprassedere.

marina cappucci 17.03.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco e tutti,
attenzione all'impostazione "dalli giù alla malpractice"senza un serio approfondimento della questione.Oggi il paziente è allarmato da notizie di drammi personali accaduti a pazienti vittime di grossolani ed inescusabili errori medici. In questa situazione i pazienti sono attratti da personaggi che, interessati solo al lucro, prospettano la possibilità di grandi guadagni attraverso richieste di risarcimento.Nello stesso tempo i cittadini possono divenire oggetto della “medicina difensiva”, ossia di quella serie di scelte terapeutiche che i medici operano a volte più per cautela giudiziaria che per reale convincimento scientifico.I medici stanno vivendo un momento molto delicato, controllati dalla magistratura e giudicati ancor prima dalla stampa.Parimenti si assiste ad una battaglia mediatica e giudiziaria contro la classe medica, troppo spesso accusata con leggerezza di “malpractice” sulle prime pagine dei giornali. E’ ben noto che la gran parte dei sanitari sottoposti a giudizio sarà assolta perché non colpevole, subendo comunque frustrazioni e stress giudiziari che determineranno danni incancellabili dal punto di vista morale e danni patrimoniali non trascurabili. Altra problematica molto sentita dai medici è la disdetta della garanzia assicurativa. Le assicurazioni, infatti, indipendentemente dall’accertamento della responsabilità del sanitario, opera operano la disdetta del contratto assicurativo ad ogni notizia di richiesta di risarcimento che giunge loro. Inoltre, offrono coperture per responsabilità civile gravate da clausole e franchigie sempre più onerose e, lamentando mancati guadagni, attuano un aumento esponenziale dei premi per riassicurare i medici “disdettati” da altra compagnia. Si è arrivati al punto che un chirurgo stenta a trovare una compagnia che lo assicuri pur spendendo un premio che può superare un’intera mensilità.
Una "dottora scottata" candidata nella Rosa nel Pugno

Mirella Parachini 17.03.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Per "pasquale Noto"...

Io credo che lei sia offensivo quando parla di "dolce morte per i vigliacchi"...
Crede che una persona in tale difficilissima situazione sia vigliacca?

Crede che se io firmassi un foglio dove do indicazioni su cosa fare di me se, malauguratamente, fossi costretto a vivere da vegetale solo con una spina, sarei vigliacco? Nei confronti di chi?

Danilo

Danilo Valerio 17.03.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono una grande fan di Beppe Grillo e questo è l'unico sito che a mio figlio ho chiesto di impostarmi così ogni volta che mi collego a internet lo trovo subito . Sono imbranata con la tastiera , inizio un concetto e poi per la mia lentezza spesso non riesco a terminarlo e lo dimentico . Riniziamo . Perchè sono qui ? Perchè sono casalinga , non informata e di recente è accaduto un episodio alquanto singolare . Ero a messa come tutte le domeniche e il prete ha parlato di eutanasia . Devo dire che ho impiegato un pò per capire l'argomento , e tornata a casa ho fatto subito una ricerca nell'enciclopedia di mio figlio . Non è come dice lui la siringa della morte . E' un rimedio alla sofferenza che ho visto è molto praticato in altre parti del mondo . Allora mentre leggevo ho letto questa bella lettera di Cappato . Mi è sembrato un segno del destino . Non condanno Berlusconi per averci definito analfabete seppure l'abbia fatto con stile anzi mi voglio impegnare per votare al meglio .Però e arrivo al punto ( strano che non mi sia ancora persa per strada ) voglio fare un appello : noi casalinghe che trascorriamo le nostre giornate tra camicie e stoviglie perché non siamo raggiunte da informazione ? Io per esempio ho sempre chiesto a mio marito chi dovessi votare e lui mi ha sempre riferito nome e lista . Oggi , mi sento di dover scegliere da sola e qualcuno di voi sa dove posso reperire un sito internet dove prendere conoscenza dei vari programmi dei partiti ? Voglio saperne di più . Grazie e forza Grillo . PS . Ho fatto l'insegnante di sostegno anni fa , nessuno può sapere quanta forza c' è nel cuore di chi ora viene definito diversamente abile . Bella iniziativa del voto per loro . Cappato ha tutta la mia ammirazione anche se non la conosco .

Alessandra Occhipinti 17.03.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lettera aperta al sig. Marco Cappato
Signor Cappato
Invece di dire inesattezze sia riguardo la fornitura e l'ausilio di tecnologia e di protesi necessari al lavoro e alle funzioni quotidiane che lo Stato passa regolarmente a noi disabili gravi, e sia alle puttanate totali che riguardano l'eutanasia, la pregherei vivamente, di occuparsi di un problema molto caro a migliaia di noi e che vado subito a mostrarle.
Ha mai visto per strada un disabile grave? e ha mai visto un disabile grave con i suoi bambini? lo sa Lei che i bambini dei disabili gravi non hanno alcuna tutela? lo sa Lei che lo stato ancora si occupa, e giustamente, dei figli degli invalidi di guerra dei profughi e dei mutilati di guerra, e nulla riguardo ai nostri bambini? non ho capito come mai nemmeno un movimento sensibile come il suo non vede questi fantasmi.
NON TUTELARE CONIUGI E FIGLI DEI DISABILI GRAVI NON E' DA STATO CIVILE inserirli nelle categorie protette non costerebbe nulla i bambini dei disabili gravi hanno tutto il nostro amore ma non hanno un papà che potrebbe fare il cameriere o lo stagnino per quanto riguarda i coniugi se mia moglie, normodotata è disoccupata e cerca lavoro DEVE EVITARE DI FAR SAPERE CHE IO SONO DISABILE, in quanto avendo lei diritto ai permessi di cui all'art. 3 commi 1,2,3,4,5,6,7 della L. 104/92 il datore di lavoro se ne guarderebbe bene dall'assumerla e lo stesso varrà per i miei figli!
invece di propagandare la dolce morte per i vigliacchi o la liberazione legale dei parenti di un allettato che finalmente possono andare al mare senza problemi (a questo serve l'eutanasia)fate lavorare la zucca o se lo fate apposta evitate di dire stronzate nei BLOG ne vale del vostro pudore!
con osservanza
Pasquale Noto e le sue bambine

Pasquale Noto 17.03.06 13:22| 
 |
Rispondi al commento

"La malattia che mi ha colpito sta facendo diminuire il livello di ossigeno nel sangue e aumentare quello della anidride carbonica, poiché non c'è un adeguato scambio di aria ed è compromessa la funzione dei muscoli respiratori. E' chiaro a tutti quanto l'ossigeno sia indispensabile alla vita e quanto venga utilizzato da ogni cellula del nostro corpo. Senza di esso le cellule, e quindi il corpo, morirebbero.

Non posso che vivere il tempo dando più fiato possibile, che è anelito d'amore e di speranza, a questa storia di libertà, di civiltà, di democrazia, di chi malato, ha il diritto civile di avvalersi del progresso della ricerca scientifica affinché il diritto alla salute, alla guarigione o comunque alla riduzione della sofferenza, vengano rispettati e non violati da una legge-dogma di Stato che in nome della fede blocca, sbarra la libertà di fare ricerca, di scoprire il mondo della vita e della natura.

Dunque una battaglia che non può che darci maggiore consapevolezza degli sforzi che sono necessari - i cui risultati non sono almeno per ora, scontati e prevedibili - per far conoscere il valore della libertà, della ricerca scientifica, di una sorta di religione della libertà che è imprescindibile per il progresso storico - politico, della democrazia nel nostro Paese."

Luca Coscioni
intervento al Consiglio generale dell’Associazione per la libertà di ricerca scientifica che porta il suo nome, 27 luglio 2005

Francesco D'Ambrosio 17.03.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento


**** A GIANCLAUDIO MORINI

CAPISCO LA SUA ...

SUA
SUA
SUA

SUA FRUSTRAZIONE

IO SNO COLLEGATO CON UN IP - FISSO - DA CASA MIA E QUINDI SONO COMODAMENTE PERSEGUITABILE DALLE ISTITUZIONI PER QUELLO CHE DICO MA LE DICO UGUALMENTE E A MAGGIOR RAGIONE QUELLO CHE SEGUE:

" SI RIVEDA IL FILM CON NINO MANFREDI DOVE C'E' "IL PASQUINO" CHE SCRIBACCHIA SUI MURI DI ROMA E "BUNANOTTE POPOLO" CHE' "BUONGIORNO LIBERTA'" NON TUTTI POSSONO ANCORA DIRLO CHECCHE' LEI NE PENSI O ABBIA LETTO DA QUALCHE PARTE.

----------------

LEI HA SVILUPPATO UNO SPIRITO CRITICO ?

SE Sì , LO USI !

UNO STRONZO ANONIMO NON RACCONTA "PER NATURA" PIu' BALLE DI UN UOMO CHE HA IL POTERE DI DIRE QUELLO CHE PENSA.

IL POTERE
IL POTERE
IL POTERE
IL POTERE


Egr. Beppe Grillo,
mi scuso per l' o-t, ma vorrei porre una questione di metodo.
Leggo nelle avvertenze quanto segue:
"Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)"

Al contempo, noto che (specie quando c'è di mezzo un radicale) qui dentro si scatenano turpiloquio, offese, razzismo, spamming, off topic e quant'altro.

Se Ella volesse essere realista, dovrebbe dunque:
- o togliere quelle avvertenze che sono, di tutta evidenza, un wishful thinking
- o provvedere a moderare il suo blog nel senso "auspicato" dalle avvertenze stesse.

Ne guadagnerebbe il livello della discussione e, di conseguenza, anche il suo blog.
Che, al momento, sembra divenuto una virtuale discarica di violenti frustrati, più che un blog di informazione.

La ringrazio per l'attenzione.

Gianclaudio Morini - Roma

Gianclaudio Morini 17.03.06 10:05 |

Harry Steed 17.03.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Signor Coppato
Invece di dire inesattezze sia riguardo la fornitura e l'ausilio di tecnologia e di protesi necessari al lavoro e alle funzioni quotidiane che lo Stato passa regolarmente a noi disabili gravi, e sia alle puttanate totali che riguardano l'eutanasia, la pregherei vivamente, di occuparsi di un problema molto caro a migliaia di noi e che vado subito a mostrarle.
Ha mai visto per strada un disabile grave? e ha mai visto un disabile grave con i suoi bambini? lo sa Lei che i bambini dei disabili gravi non hanno alcuna tutela? lo sa Lei che lo stato ancora si occupa, e giustamente, dei figli degli invalidi di guerra dei profughi e dei mutilati di guerra, e nulla riguardo ai nostri bambini? non ho capito come mai nemmeno un movimento sensibile come il suo non vede questi fantasmi.
NON TUTELARE CONIUGI E FIGLI DEI DISABILI GRAVI NON E' DA STATO CIVILE inserirli nelle categorie protette non costerebbe nulla i bambini dei disabili gravi hanno tutto il nostro amore ma non hanno un papà che potrebbe fare il cameriere o lo stagnino per quanto riguarda i coniugi se mia moglie, normodotata è disoccupata e cerca lavoro DEVE EVITARE DI FAR SAPERE CHE IO SONO DISABILE, in quanto avendo lei diritto ai permessi di cui all'art. 3 commi 1,2,3,4,5,6,7 della L. 104/92 il datore di lavoro se ne guarderebbe bene dall'assumerla e lo stesso varrà per i miei figli!
invece di propagandare la dolce morte per i vigliacchi o la liberazione legale dei parenti di un allettato che finalmente possono andare al mare senza problemi (a questo serve l'eutanasia)fate lavorare la zucca o se lo fate apposta evitate di dire stronzate nei BLOG ne vale del vostro pudore!
con osservanza
Pasquale Noto e le sue bambine

Pasquale Noto 17.03.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO
MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO
MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO
MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO
MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO
MERITA UNA REPLICA E ME LA REPLICO DA SOLO


AI BENPENSANTI

ABOUT POLIGAMIA

«Il Canada dica sì alla poligamia»

I giuristi incaricati dal governo aprono alla depenalizzazione. Cotler frena
Articolo pubblicato il: 2006-01-14
Dopo l'approvazione della legge che ha consentito la celebrazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, il Canada potrebbe compiere l'ennesimo strappo nei confronti della concezione tradizionale di famiglia.
Uno studio finanziato dal Dipartimento federale della Giustizia e commissionato a tre giuristi della Queen's University di Kingston, in Ontario, è infatti giunto alla conclusione che il reato di poligamia dovrebbe essere derubricato dal Codice penale canadese.
I tre docenti universitari hanno giustificato le loro conclusioni spiegando che la criminalizzazione delle unioni plurime metterebbe a rischio i diritti delle donne e dei loro figli, facendo riferimento ai numerosi immigrati di fede islamica che ogni anno giungono in Canada.

http://www.corriere.com/viewstory.php?storyid=47145

Harry Steed 17.03.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

AI BENPENSANTI

ABOUT POLIGAMIA

«Il Canada dica sì alla poligamia»

I giuristi incaricati dal governo aprono alla depenalizzazione. Cotler frena
Articolo pubblicato il: 2006-01-14
Dopo l'approvazione della legge che ha consentito la celebrazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, il Canada potrebbe compiere l'ennesimo strappo nei confronti della concezione tradizionale di famiglia.
Uno studio finanziato dal Dipartimento federale della Giustizia e commissionato a tre giuristi della Queen's University di Kingston, in Ontario, è infatti giunto alla conclusione che il reato di poligamia dovrebbe essere derubricato dal Codice penale canadese.
I tre docenti universitari hanno giustificato le loro conclusioni spiegando che la criminalizzazione delle unioni plurime metterebbe a rischio i diritti delle donne e dei loro figli, facendo riferimento ai numerosi immigrati di fede islamica che ogni anno giungono in Canada.

http://www.corriere.com/viewstory.php?storyid=47145

Harry Steed 17.03.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rosanelpugno.it/wiki/index.php/Abrogazione_della_Legge_Urbani
http://www.rosanelpugno.it/wiki/index.php/Abolizione_della_SIAE

Francesco D'Ambrosio 17.03.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento


Abrogazione della Urbani


Abolizione della SIAE!

Francesco D'Ambrosio 17.03.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Non si chiama Luca,come qualcuno ha scritto, bensì Marco :-) E sì, è un grande. Sta investendo anima e corpo per continuare sulla strada aperta da Coscioni.

Emanuele Martinelli 17.03.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

7°PARTE blog dell’ITALIA DEI VALORI www.antoniodipietro.it
07.02.2006 Intervista a Sergio Flamigni C’era una volta la P2. Ma c’è ancora...
strada tracciata da Gelli. Altro provvedimento negativo, dal forte profumo piduista, è la legge sull’ordinamento giudiziario per la riduzione dell’autonomia della magistratura. Ma la vera essenza della P2 resta rappresentata dal dominio dei mass media. È il capitolo piduista in gran parte realizzato: potere televisivo del Cavaliere consolidato dalla legge Gasparri. Nel berlusconismo è poi rimasta una certa cultura affaristica e della corruzione, anima della P2: si perpetua nelle pratiche di governo con il conflitto di interessi e leggi ad personam».
Gelli, maestro venerabile, potrebbe sopportare la par condicio?
«Nemmeno per sogno. È una legge che si contrappone al predominio piduista. Non a caso Berlusconi l’ha definita liberticida. I richiami del Presidente Ciampi dimostrano quanto sia importante stabilire condizioni di parità nell’uso della Tv. Tutto ciò che Gelli combatteva».
C’era una volta la P2. Ma c’è ancora... CONTINUA

ALEX BROGGI 17.03.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Non si chiama Luca,come qualcuno ha scritto, bensì Marco :-) E sì, è un grande. Sta investendo anima e corpo per continuare sulla strada aperta da Coscioni.

Emanuele Martinelli 17.03.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

7°PARTE
07.02.2006 Intervista a Sergio Flamigni C’era una volta la P2. Ma c’è ancora...
strada tracciata da Gelli. Altro provvedimento negativo, dal forte profumo piduista, è la legge sull’ordinamento giudiziario per la riduzione dell’autonomia della magistratura. Ma la vera essenza della P2 resta rappresentata dal dominio dei mass media. È il capitolo piduista in gran parte realizzato: potere televisivo del Cavaliere consolidato dalla legge Gasparri. Nel berlusconismo è poi rimasta una certa cultura affaristica e della corruzione, anima della P2: si perpetua nelle pratiche di governo con il conflitto di interessi e leggi ad personam».
Gelli, maestro venerabile, potrebbe sopportare la par condicio?
«Nemmeno per sogno. È una legge che si contrappone al predominio piduista. Non a caso Berlusconi l’ha definita liberticida. I richiami del Presidente Ciampi dimostrano quanto sia importante stabilire condizioni di parità nell’uso della Tv. Tutto ciò che Gelli combatteva».
C’era una volta la P2. Ma c’è ancora... CONTINUA

alex broggi 17.03.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Si possono tarpare ali e mettere a tacere bocche ma è chiaro che un messaggio a disposizione di tutti nel Forum di Beppe Grillo prevede che ci siano risposte (belle e brutte!). Il popolo, la plebe, gli acculturati come lei, gli ignoranti come noi, devono scrivere, scrivere, scrivere e leggere, leggere, leggere, per migliorarsi.
Caro Grillo, metta anche me nella gabbia degli esclusi, ma almeno io, benché sia stata monotematica, ho letto la lettera del dott. Cappato, rigo rigo, e ho riflettuto, rigo rigo, e ho espresso il mio parere di donna che si batte per la vita e per il sociale. La democrazia è utopia nell'universo dei ciechi. Ora vado a lavoro. Saluti. dott.ssa M.C.

Manuela Conti 17.03.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Luca Cappato è un grande. A TSP (rai) ha chiaramente detto che se la Chiesa vuole fare politica, visto che spesso anzi troppo si intromette, deve farlo senza l'otto per mille, gli stipendi statali dei docenti di religione, ecc. SONO D'ACCORDO!! Grandeee.
E per il sostegno della ricerca scientifica, degli aiuti sanitari ai disabili e di tutti gli obiettivi portati da Luca Coscioni ha anche qui ragione. Cappato va ascoltato, finalmente un giovane che la testa sulle spalle.

Luca Lodi 17.03.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti. Vorrei rispondere a chi predica l'astensione dal voto per le donne, dopo le affermazioni del Presidente del Consiglio sull' "angelo del focolare", che, secondo lui, non desidera allontanarsi dalla famiglia per cinque giorni alla settimana. Io penso che non sia assolutemente corretto. Capisco che l'astensione possa essere considerata una protesta, ma è, di fatto, una "non-espressione". E, come si diceva una volta, "chi tace, acconsente". L'unico modo per far capire che siamo pari, che siamo "uguali", è quello di andare a votare e di esprimere la nostra opinione, giusta o sbagliata che sia (tutto è relativo..). Ho avuto la stessa discussione a proposito del referendum sulla fecondazione: andare a votare o no? Il diritto di voto è frutto di lotte, di morte, di atrocità, e non possiamo sprecare l'opportunità di far sentire il nostro parere e la nostra voce. Votare è un diritto, ma è anche un dovere: non possiamo "non votare" e poi lamentarci delle mancanze di questo paese: ti è stata data la possibilità di migliorare le cose, devi solo sfruttarla. Devi solo renderti conto che, lottando tutti insieme, le cose possono cambiare. Ora, capisco che questa "autocoscienza" non sia ben vista da molta gente, in questi anni si è portata avanti la teoria "dell'ignorantizzazione": ti parlo di al bano e della lecciso, ti piazzo delle belle telenovelas e faccio ballare qualche ragazzina seminuda, piazzo i programmi migliori in terza serata, ti parlo di qualunque cosa possa servire a renderti un automa incapace di avere un pensiero critico e cosciente. Personalmente, proporrei di diffidare da chi dice "Avrei voluto più donne al governo, ma, poverine, sono a casa con la famiglia.." Dopo che ha cercato di lobotomizzarci, veniamo anche bollate come "desperate housewives"! Le persone, donne comprese!!!, hanno un cervello, un buonissimo cervello. Devono solo premere il tasto "ON".

mariacristina menozzi 17.03.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Beppe Grillo,
mi scuso per l' o-t, ma vorrei porre una questione di metodo.
Leggo nelle avvertenze quanto segue:
"Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)"

Al contempo, noto che (specie quando c'è di mezzo un radicale) qui dentro si scatenano turpiloquio, offese, razzismo, spamming, off topic e quant'altro.

Se Ella volesse essere realista, dovrebbe dunque:
- o togliere quelle avvertenze che sono, di tutta evidenza, un wishful thinking
- o provvedere a moderare il suo blog nel senso "auspicato" dalle avvertenze stesse.

Ne guadagnerebbe il livello della discussione e, di conseguenza, anche il suo blog.
Che, al momento, sembra divenuto una virtuale discarica di violenti frustrati, più che un blog di informazione.

La ringrazio per l'attenzione.

Gianclaudio Morini - Roma

Gianclaudio Morini 17.03.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio di ALERTBOX #62 - 16/03/2006

SEMPRE AFFERMAZIONI INSINCERE SULL'IMMIGRAZIONE

La nuova messa in scena sui permessi di lavoro per gli extracomunitari, pantomima evocata per giustificare un'altra "sanatoria", ci fa veramente sbellicare dalle risate.
La giustificazione per la nuova sanatoria è che per avere il permesso di soggiorno gli immigrati DEVONO AVERE un posto di lavoro ed una casa.
Ma questa è la solita distorsione perché:

- I "datori di lavoro" in genere sono prestanome, spesso stranieri, spesso sono cooperative collegate con la sinistra o la Caritas . Imprese il cui "core business" è proprio quello di incassare dei soldi in cambio di assunzioni fittizie di immigrati. Si sa che le prostitute dell'Est, che intascano anche mille euri o più al giorno, non hanno problemi a trovare solerti "imprenditori" disposti al meritorio gesto di assumerle. E neanche devono ripagare il favore in moneta cartacea.
- Anche la storiella della casa non regge. Ricordiamo, a titolo di esempio, una notiziola, emersa qualche tempo fa, di un cittadino cingalese che a Milano "affittava" il proprio squallido appartamentino a quaranta suoi connazionali, bisognosi di una residenza, per la modica cifra di 500 euri al mese "cadacranio". Questo signore incassava IN NERO 40 milioni di vecchie lire al mese! Probabilmente per costui il costo della vita a Milano non sarà stato così eccessivo!

Come noi abbiamo da sempre scritto, il progetto è di farci diventare come il Kossovo con gli immigrati nel ruolo degli albanesi dell'UCK ed i cattocomunisti nostrani nel ruolo dei comunisti di Tito.
Si salvi chi può!

Canna-Power Team
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

giuseppe resoli 17.03.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Italia SISU! Mille leggi, leggine, leggette. Questa che viviamo è la nostra Italia. Quelle leggi sono l'operato polico. Devono pur far qualcosa i nostri ministri e i nostri parlamentari. "Oggi" (in prossimità delle elezioni) sono tutti svegli e vispi ma per i prossimi 5 anni cadranno in letargo e "cagheranno" leggi (funzione naturale che non si puo' arrestare, poiché fisiologica). Qualcuno produrrà di più, qualcuno di meno, ma quello è il loro mestiere. Non ci resta che augurare una stipsi a qualcuno di loro! Ma torniamo a noi e all'oggetto delle critiche mossemi da brillanti scribacchini.
Sig. Marco le dice niente il principio del bene del figlio? Lei ha 3 figli! Quella cosuccia di cui parliamo che ha appena 200 giorni è vita e mi rammarico che lei la pensi diversamente.
Ci sono donne che pagherebbero e pagano per averne una nel loro grembo, che ricorrono alla fecondazione (anche con gamete esterno) sapendo che nella maggior parte dei casi il figlio non arriverà mai e con conseguenze sulla psiche e sulla stessa coppia di notevole evidenza.
Venga a fare un giro nei consultori e si convincerà del suo contrario: ragazze minorenni che non hanno la minima conoscenza di nulla, che cercano solo un lavatoio per il peccato e che non hanno nessuna informazione per capirne la gravità. Si approvi una legge per introdurre educazione sessuale a scuola; nessuno comprende quanto se ne ha bisogno. Oggi a 13 anni si hanno già i primi rapporti sessuali, cosa si può capire? La famiglia è sempre più disgregata, il dialogo inesistente. Ci si orienta con standard troppo innaturali prodotti da una società senza valori. Io rispetto il suo punto di vista ma la esorto alla riflessione. dott.ssa Manuela Conti

Manuela Conti 17.03.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MILLE LEGGI, NESSUN CONTROLLO!

Italia: terra di santi, poeti, navigatori, ma anche di incorreggibili contravventori!
Siamo la nazione che in Europa, numeri alla mano, ha il primato di leggi, codici e regolamenti.
Siamo il paese che per ogni cosa, per ogni fatto, per ogni azione ha un ordinamento ad hoc! E forse per sì tanta munifica giurisprudenza, siamo anche tra i più "fuorilegge" del vecchio continente.
Siamo talmente oberati di adempimenti, obblighi e coercizioni che i nostri anticorpi hanno sviluppato nel corso degli anni le giuste difese per sopravvivere nella giungla di leggi e leggine, preservandoci dal contrarre sanzioni amministrative e penali (alias, farla franca senza pagare multe o finire in galera).
L'infrazione è la regola, l'assioma - radicatosi anche nella mente del cittadino più onesto ed integerrimo - secondo il quale rispettare le leggi non conviene! Chi lo fa è un ingenuo, chi non le rispetta, un furbo!

Mille e mille regole… mille volte disattese, eluse, raggirate, grazie, anche, a quei meccanismi di furbizia legislativa intrinseci alle stesse direttive!
E allora, per far sì che le disposizioni vigenti vengano rispettate, giù a fabbricarne di nuove, perché si pensa - illusione, dolce chimera sei tu! - ne occorrano sempre delle altre e delle altre ancora per sancire quelle vecchie! Così alla maniera dell'aumento delle tasse - che non produce un incremento delle entrate, ma un calo del gettito nelle casse dello stato - idem per le leggi: più norme, meno trasparenza, meno giustizia!

Siamo il paese del bengodi, dove fatta la legge, trovato l'inganno!
L'Italia di quelli che superano gli ingorghi stradali sorpassando sulla corsia d'emergenza e di quelli che non ne hanno il fegato, ma gli piacerebbe tanto farlo e domani, chissà…
L'Italia di quelli che non pagano le tasse perché, a conti fatti, conviene aspettare il prossimo condono e di quelli che non hanno il coraggio di evadere e...

continua su http://www.rinoscribano.it

Rino Scribano 17.03.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento

L’ALBERO ITALIANO DELLA VITA
CHI DESIDERA che i propri figli abbiano un futuro con una vita libera al punto da avere un lavoro certo e duraturo con una serenità dignitosa;
CHI VUOLE che i personaggi politici che rappresentano il popolo in Parlamento non siano dei pregiudicati che hanno commesso reati;
CHI ESIGE che ci sia trasparenza negli atti amministrativi ad ogni livello e grado dello Stato e non ci siano conflitti di interessi nei personaggi che sono al governo o anche solo al Parlamento;
CHI CHIEDE che in Italia ci sia una stampa davvero libera, e che non vengano nascosti crimini agli occhi dell’opinione pubblica, esercitati da persone protette da qualcuno che esercita male il proprio potere politico;
CHI NON VUOLE che ci siano guerre fatte passare come guerre giuste con una infinità di artifizi con morti di persone innocenti anche di italiani coinvolti nel raggiro chiamato a sproposito MISSIONE DI PACE;
Mandi come protesta all’attuale marcio sistema: lettere, comunicati, e-mail, sul telefonino cellulare con questa semplice frase: VOGLIO UN’ITALIA SISU!!
SISU E’ UNA PAROLA DI ORIGINE FINLANDESE E CREDO CHE SIA INTRADUCIBILE IN QUALSIASI ALTRA LINGUA IN QUANTO VUOLE DIRE ALLO STESSO TEMPO: LEALTA’, ONESTA’, CORAGGIO, TENACIA, PRUDENZA, PROBITA’ SACRIFICIO, DOVERE, OBBEDIENZA, DISCIPLINA. Nella vita, nel mondo del lavoro ed in particolare nelle Forze dell’Ordine e nell’Esercito, si sono sempre visti, molti esempi di SISU. Per farsi un’idea di dove arriva la malvagità umana in Italia SENZA SISU basta cominciare a visitare il sito web: http://www.mobbing-sisu.com
Io sono un pensionato non ho nessun interesse di impicciarmi di altri problemi ma detesto vedere raggirare e vigliaccamente danneggiare dalla politica tutte le persone oneste e in buona fede della Nazione. Chi fa le orecchie “DA MERCANTE” non danneggia altro che i propri familiari, amici e gli altri connazionali. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE..(2)…

Giacomo Montana 17.03.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:
…(2)…Per arrivare a capire il perché sono arrivato a dare questa dritta, si dovrebbe innanzitutto sapere che cosa ho visto di illegale fatto mantenere nascosto agli occhi dell’opinione pubblica col silenzio stampa. In tal caso si conoscerebbero le orge di furia bestiale a cui persino personaggi candidati ad essere attualmente rieletti Onorevoli al Parlamento nella migliore delle ipotesi, autorizzano illegalità col silenzio assenso con tanta burocratica freddezza, disumanità e malvagità, facendo infierire sui loro simili, facendoli danneggiare anche umiliandoli e calpestandoli.
Oggi questa piaga coinvolge anche i giovani del nostro amato Paese togliendo loro un lavoro sicuro e continuativo sino ad esasperarli e a renderli sofferenti e insicuri del proprio futuro. La civiltà insegna molto bene a domare la spietata asocialità istintiva ed insegna ad essere razionali sino a potersi liberare della paura di protestare pacificamente. Su questo sentiero si vede trasformare l’asocialità in comportamento sociale e quindi umano. Le norme morali oggi sono sempre meno ricordate e praticate, facendo vedere gli edifici di un complesso residenziale che poggia su un suolo vulcanico che continua ad eruttare.

La protesta SISU serve a liberarsene con FORZA! I cittadini onesti sono la maggioranza dell’Italia e possono vincere! Anche le azioni malvagie che rovinano l’esistenza, la salute e la vita dei loro connazionali sono fatte da uomini che all’epoca, quando vennero al mondo non erano mostri come invece oggi sono divenuti. CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE..(3)

Giacomo Montana 17.03.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:
…(3)…Oggi pur di occupare posti importanti strategici della società e di arricchirsi sempre di più, tentano di continuare a narcotizzare e paralizzare le coscienze e le facoltà umane per mezzi delle più ignobili bassezze ed istinti egoistici bestiali e distruttivi. DOBBIAMO FERMARLI col passa parola del: VOGLIO UN’ITALIA SISU! Espressione indipendente, naturale e pura che potrebbe essere un esempio che si potrebbe espandere ad altri popoli detti in regime democratico ma che in realtà sono oppressi. Grazie di avere letto e di avere capito.
VOGLIO UN’ITALIA SISU! FORZA SISU. Giacomo Montana

Giacomo Montana 17.03.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Da padre di due figli (che se per caso dovesse aspettarne un terzo per un profilattico difettoso, non è certo che ricorrerebbe all'aborto) commento alcune asserzioni della Dottoressa Conti…

" a 7 settimane quel cosino lì è una vita e ha un animo e un cervello (tralasciando l'anima)"
Animo, anima? Che significa?
E' molto chiaro che l'opinione palesa un dogmatismo e, quindi, è al di là del confine del verificabile.
Se restiamo impastoiati da tali concezioni non riusciremo MAI a trovare un terreno comune dove discutere apertamente su come la scienza può agire.
Mai riusciremo a migliorare le leggi che possono regolamentare una materia così complessa sia sotto il profilo scientifico che etico.
Se partiamo dal presupposto che l'etica stia tutta da una parte, che solo una concezione (la vita sempre e comunque!) è valida, non faremo mai reali progressi.

"(la RU486) è un modo per esimersi dalle proprie responsabilità in maniera più irrazionale dell'aborto chirurgico"
Cerco sempre di esprimermi in maniera educata e pacata ma di fronte a questa frase non posso astenermi dal dire che è una sonora stronzata!
Io non credo che moralmente mi sentirei più a posto se utilizzassi la RU486 o l'intervento chirurgico.
Sicuramente ci sono persone ignoranti e immature che prenderebbero entrambe le misure sottogamba.
Questo non significa che bisogna privare del mezzo tutte le persone che fanno una scelta sofferta e consapevole di fronte a problematiche oggettive e non solo sulla base delle proprie comodità.
Sono convinto che la società ha il dovere di ridurre il ricorso all'aborto con la prevenzione, la divulgazione e l'offerta di aiuto (reale) ai genitori in difficoltà. Non con i moralismi e la proibizione.

" Io voto per la vita."
Sempre? Anche quando l'embrione o il feto sono gravemente malati? Anche quando l'individuo e la sua famiglia saranno destinati a sofferenze senza senso?
Chiunque può scegliere per sè la sofferenza ma non deve imporla, di riflesso, agli altri.

Un saluto

Marco Zamparini 17.03.06 08:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ad es. sulle droghe sono favorevole, ma la liberalizzazione delle droghe fa si che ogni ragazzo debba essere informato dei pro e dei contro. Oltre ad una buona educazione sessuale nelle scuole proporrei un'educazione all'utilizzo o conoscenza di droghe. Tossicologia forense per tutti. Allora si! Conoscenza, sapere. Non risparmiatevi con i giovani. Divulgate. Questa è una saggia prospettiva. In merito all'uso di droghe per uso terapeutico si negano l'evidenza e il giusto successo ai tanti studi in materia. Sono favorevole al 100%. Mi spiace ma nonostante tutto non voterò quest'anno perché rientro tra quelle tante donne poco acculturate di cui parlava Berlusconi l'altra sera. Forse la sua Veronica avra' poca cultura e allora lui fa di tutta un'erba un fascio. Bhe mi fa piacere. Sono felice di sentirmi donna in confronto a tale esempio di razzismo mascherato maschile.
Viva l'astensione. Torneremo a votare in base al censo e in base al reddito. Viva l'astensione! Donne unitevi e sterminiamo con il silenzio questo miserabile. Viva la vita, viva l'astensione.

Emanuela Conti 17.03.06 02:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ESPERIMENTI POLITICI

Tra gli esperimenti storicamente incriminati, condotti su esseri umani, oggi è divenuto quasi un optional politico quello di saggiare la loro pazienza, la sopportazione e la resistenza, anche coprendo reati vergognosi di danno alla persona.

Verosimilmente si vuole studiare fino a dove resiste un essere umano e sino a dove si possono comprimere salari, stipendi e pensioni, per potersi gustare il sadico piacere di avere più potere sul popolo.

Individui che da un lato supplicano il popolo di essere scelti tra i candidati e dall’altro dopo avere ricevuto le cariche politiche, dimostrano di essere dei soggetti che non sono in sé non perché non vedono, ma perché per comodità non vogliono vedere le gravi carenze e i più svariati problemi dei giovani, meno giovani e anziani.

Ognuno dopo le elezioni si identifica con narcisismo con la carica politica, col prestigio, col grado, con la corrente politica e giammai si sente il dovere di andare in aiuto del cittadino lavoratore o del pensionato.

In questo modo vi è un fuggi fuggi generale dai doveri nei confronti del popolo, senza peraltro che si possa giustificare il ruolo disumano intrapreso per il macabro soddisfacimento della vanità che emerge dal proprio individualismo sadico arrogante e autoritario.

Quanto più in alto nella scala dei valori fanno salire il proprio individualismo e tanto più da vicino si vedono le vessazioni, le torture psico-fisiche e i misfatti.

Ieri sera, per esempio, mi trovavo a transitare in una zona centrale di Milano e in tale occasione ho visto un gruppo di militanti del partito di Alleanza Nazionale gridare con un megafono frasi contro i centri sociali…CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE..(2)…

Giacomo Montana 17.03.06 01:48| 
 |
Rispondi al commento


CONTINUAZIONE:

..(2)…Nel gruppo c’era chi rideva soddisfatto e mentre passavo hanno invitato anche me a “mettere una firma contro i centri sociali” cosa che io ho rifiutato. Tutto intorno vi erano state disposte delle auto della polizia a protezione di quegli individui.

Al che io mi sono detto, se qui accorrono quelli dei centri sociali, quest’ultimi in questo caso passerebbero da violenti e mai nessuno saprà che sarebbe una violenza istigata da provocazione.

Alleanza Nazionale è un partito che attualmente è ancora al governo e a mio modesto parere, almeno in questo frangente dovrebbe dimostrare pacifismo e moderazione, cosa che ieri sera non ho visto assolutamente fare.

Che razza di esempio proviena da una parte del governo? Anche gli italiani devono vivere in pace, non nell’odio, nel disordine e nella provocazione. E’ tanto bello il reciproco rispetto e la pace. Al contrario spesso si vede preferire la violenza, la supremazia e la prevaricazione.

Qui si causa la catastrofe con la politica senza curarsi specialmente dei cittadini più deboli (in quanto più giovani), degli ammalati, degli invalidi, degli anziani, come se tutti costoro non contassero nulla! Al contrario invece contano i parenti, gli amici e le persone facoltose.

Prima delle elezioni elettorali ci si lascia sempre incantare da quelle speciose promesse apparentemente convincenti. Mentre tutti noi italiani ogni volta paghiamo a caro prezzo le nostre scelte sbagliate. Le paghiamo con la perdita progressiva dei nostri diritti. Le scontiamo qualora fossimo vittime di reati, vedendo nascondere quegli stessi reati in mille maniere, per proteggere gli amici dei personaggi politici.

Contestualmente si vede fare sacrificare sempre di più la vittima, privata del diritto di legge e pertanto anche per questo derisa e schernita dalli stessi malviventi. …CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE..(3)…

Giacomo Montana 17.03.06 01:48| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

..(3)…(UN ESEMPIO LO SI PUO’TROVARE NEL SEGUENTE SITO WEB DI LEGITTIMA DIFESA, SITO INTERNET DI UNA DONNA CHE VIENE TORTURATA DA 14 ANNI CON NUMEROSE VIOLAZIONI DI LEGGE, ABUSI E RELATIVE CONSEGUENZE DRAMMATICHE: http://www.mobbing-sisu.com

Questo fenomeno della violenza e dell’inerzia di chi dovrebbe invece fare assicurare civiltà e democrazia, presenta innumerevoli variazioni. Una delle più comuni consiste nel considerare il potere politico come qualcosa di assoluto.

E’ al potere politico che ci si devrebbe adattare noi. Pertanto il popolo, per la politica è stato trasformato in un oggetto usa e getta. Difatti viene dimenticato, come se venisse gettato via per cinque anni e questo ogni volta che ci si presenta alle urne per votare!

Dopo tutte queste osservazioni c’è da dire che oggi sotto l’attuale governo, siamo tutti in pericolo, perché come detto prima siamo sottoposti alle più crudeli conseguenze sia economiche che sociali. Per l’ITALIA: sempre FORZA SISU! Giacomo Montana

Giacomo Montana 17.03.06 01:47| 
 |
Rispondi al commento

OK-Il Tuo Discorso che non fa una grinza anche se probabilmente Tu usi un linguaggio troppo immediato per le signore del Blog ma è un linguaggio che io conosco e parlo correntemente.
------
Ecco, dovrebbe valere anche per le droghe.

Gustavo Lapasta 16.03.06 14:34
------

Il problema è che chi non la pensa come Te ritiene che Tu NON abbia affatto il diritto di tirarTi una matellata sui coglioni, cioè di farti i cazzi Tuoi, proprio perché vuole farSi i cazzi Tuoi.

IL PROBLEMA VA DUNQUE RIDEFINITO ALLA LUCE DELLE ESPERIENZE SBAGLIATE DEL 68 (LA FAMOSA LIBERTA PER TUTTI)

Un uomo può scegliere la libertà o le catene.
Io non so quale scelta sia la migliore ( sono uno sporco relativista più sporco e più relativista del Buon Eintein padre della Teoria della Relatività).

Personalmnete preferisco la LIBERTA.

Anche se so bene che i cani legati alla catena non vanno sotto ai Camion.

Non ho la pretesa di sceglierla per gli altri e so che non sorgono conflitti se altri scelgono per se le catene (per se) e non ne sorgono neanche se scelgono la Liberta (per sè).

Spiritosamente Puoi considerarlo anche un pensiero No-Global proprio perchè nessuna delle due scelte ha la pretesa di avere validità globale (non me ne vogliano i No-globals).

La maggior parte dei conflitti sorgono quando gli altri vogliono “scegliere per me” le catene cioè vogliono farsi i cazzi miei (è lì che sono cazzi ... per ... Tutti = GlobalCazzi).

In linguaggio politicamente corretto possiamo dire che occorre installare un nuovo sitema operativo che sia in grado di favorire la convivenza civile.

Il Sistema operativo attualmente in uso assomiglia al Dos con una marea di routine che possono sì servire a fare di tutto e di più, ma che entrano in conflitto tra loro e anche spesso con sé stesse.

Personalmente vedo bene un Sistema Operativo con una buona ed ampia Base Open Source su cui si può anche innestare qualcosa di Legacy.

Like Macintosh oserei dire.

Harry Steed 16.03.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

RIPOSTO (MI MANCAVA UN PEZZO)PER RISPONDERTI

Ecco, dovrebbe valere anche per le droghe.

Gustavo Lapasta 16.03.06 14:34
----------------------------------------------------------------

Il problema è che chi non la pensa come Te ritiene che Tu NON abbia affatto il diritto di tirarTi una matellata sui coglioni, cioè di farti i cazzi Tuoi, proprio perché vuole farSi i cazzi Tuoi.

IL PROBLEMA VA DUNQUE RIDEFINITO ALLA LUCE DELLE ESPERIENZE SBAGLIATE DEL 68 (LA FAMOSA LIBERTA PER TUTTI)

------------------
------------------
------------------
------------------
------------------

Un uomo può scegliere la libertà o le catene.
Io non so quale scelta sia la migliore ( sono uno sporco relativista più sporco e più relativista del Buon Eintein padre della Teoria della Relatività).

Personalmnete preferisco la LIBERTA.

Anche se so bene che i cani legati alla catena non vanno sotto ai Camion.

Non ho la pretesa di sceglierla per gli altri e so che non sorgono conflitti se altri scelgono per se le catene (per se) e non ne sorgono neanche se scelgono a Liberta (per sè).

Spiritosamente Puoi considerarlo anche un pensiero No-Global proprio perchè non ha la pretesa di avere validità globale (non me ne vogliano i No-globals).

La maggior parte dei conflitti sorgono quando gli altri vogliono a scegliere per me le catene cioè vogliono farsi i cazzi miei (è lì che sono cazzi ... per ... Tutti = GlobalCazzi).

In linguaggio politicamente corretto possiamo dire che occorre installare un nuovo sitema operativo che sia in grado di favorire la convivenza civile.

---------------------------------------------------------------

Harry Steed 16.03.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Per Claudio Cenni:
La mia ragazza è portatrice di una malattia genetica. Una diagnosi preimpianto (cioè sull'embrione, e non sul feto) ci permetterebbe di avere un figlio sano (al 95% dei casi) senza dover pregare giorno e notte che sia la natura a portarcelo (al 27% dei casi). Io per fortuna sono benestante, e quando mi sentirò pronto per il magnifico passo, un volo ryanair per Valencia e una supercostosa clinica spagnola... E' questa la libertà che si vuole mantenere in Italia? I benestanti che possono usufruire di cure all'estero e i non-benestanti che devono subire le idee morali di altri?

No, non ci sto... Un Italia covernata dai precetti morali mi inorridisce...

Per questo voto Rosa Nel Pugno...

Inoltre, alla dott.ssa Manuela Conti, la quale non vuole dire la percentuale di embrioni che si trasforma in feto, vorrei ricordare che le sue aragomentazioni contro la RU486 sembrano voler dire:
"L'aborto è una cosa sbagliata ed è giusto che chi lo faccia debba soffrire di più (e quindi con una operazione chirurgica rispetto a farmacologica)..."

Questa idea, a parte essere contro la nostra costituzione, è un orribile ricordo (in versione più mascherata) delle punizioni corporali dei tempi passati...

un saluto a tutti,

Danilo

Danilo Valerio 16.03.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un pensiero alla volta.
=======================

1° Postulato sulla vita:

LA MIA VITA E' MIA !!!
----------------------------------------------------------------
1° Corollario sulla Salute

LA MIA SALUTE E' MIA !!! !!!
----------------------------------------------------------------

Il medico è un consulente per la salute.
Questo non contraddice il postulato 1°.(punto)
----------------------------------------------------------------

La sua professione deriva da quella dello Stregone.

Come l'Alchimista e poi il Chimico
Come il Mago e poi il Prete il Teleimbonitore Moderno
Come l'Astrologo e poi il Fisico Nucleare
Come il Venditore di intrugli del Far West e poi ecc.

(mentre il politico discende dal capo tribù e dai sui leccapiedi).

Se leggiamo quello che hanno somministrato nel corso degli ultimi due millenni ai diabetici c'è da inorridire (cioccolata a parte).


Harry Steed 16.03.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Beppe carissimo,
sono un medico e lavoro in un pronto soccorso. In ospedale ci sono da quasi 20 anni e considero il mio lavoro non "una missione" -termine troppo cristiano per chi come me ha colla fede un rapporto ondivago- ma un SERVIZIO da mettere a disposizione della collettività; di quel che faccio io sono sinceramente soddisfatto, anche se a volte penso che in questo mio lavoro ci sto forse lasciando parte del lume delle mie coronarie e del patrimonio dei miei neuroni.
Fatte queste premesse passo a due semplici considerazioni su quanto scrive Cappato.
- Lo sai a mio modo di vedere qual’è il requisito fondamentale per avere una sanità efficiente? È che siano I MEDICI a decidere come deve essere la sanità, non le amministrazioni degli ospedali nè tantomeno dei primari che salvo rare eccezioni sono ostaggi delle amministrazioni stesse. Solo dopo avere assicurato questa priorità si potrà discutere di cose, peraltro degnissime, come la fecondazione assistita o lotta al dolore, le cellule staminali o altro, di cui parlano Cappato e Di Pietro nei loro post.
- La seconda riguarda gli “errori dei medici”. I 2000 caratteri di tetto massimo non mi consentono di dirti cosa ho dovuto fare ieri pomeriggio durante il mio turno di guardia in pronto soccorso: ne ho fatte di ogni, compreso difendermi da un tossicodipendente ubriaco e sieropositivo, e di certo avrò fatto anche degli errori. È vero: i medici sbagliano, chi del resto non lo fa?. Però, prima di discutere di queste cose inviterei tutti coloro che di sanità e di “errori dei medici” vogliono parlare a farsi un giro negli ospedali per vedere come medici e infermieri sono costretti a lavorare, magari dopo avere dato una scorsa a cosa il nostro contratto dice ad esempio in materia di orario di lavoro e di organici medici. Venga il sig. Cappato, vengano Di Pietro e tutti coloro che hanno proposte da fare: vengano, discutano con chi nella sanità opera e poi di sanità e di errori dei medici parlino.
Ciao, Marco

Marco Brivio 16.03.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

---"Oggi è embrione, domani sarà feto, poi neonato, poi bimbo, poi uomo." Con simpatia,
dott.ssa Manuela Conti ---

Dottoressa,
in quale percentuale un uovo fecondato, passato allo stadio di embrione, riesce a svilupparsi naturalmente fino a diventare un individuo che viene alla luce?
Un saluto
Marco Zamparini 16.03.06 19:46

non riesce a diventarlo a maggior ragione se viene privato della luce.
l'embrione è vita.
Manuela Conti 16.03.06 19:55

Questo è chiaro, Dottoressa.
Ma mi piacerebbe sapere 'naturalmente' come andrebbero le cose senza l'intervento deliberato dell'uomo.
Mi perdoni ma sa, io non sono l'Annunziata, e quindi a parità di condizione tra me e Lei posso reiterare la domanda senza espormi al giudizio deontologico di alcuno.

Buona serata

Marco Zamparini 16.03.06 20:12| 
 |
Rispondi al commento

---"Oggi è embrione, domani sarà feto, poi neonato, poi bimbo, poi uomo." Con simpatia,
dott.ssa Manuela Conti ---

Dottoressa,
in quale percentuale un uovo fecondato, passato allo stadio di embrione, riesce a svilupparsi naturalmente fino a diventare un individuo che viene alla luce?

Un saluto

Marco Zamparini 16.03.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l uomo è uguale nel dolore, con la malattia l uomo diventa indifeso ed il ricco, il povero , il credente, l ateo sono uguali.
la malattia ha il sopravento ...Luca ha lottato per far sì che l uomo sia curato ed libero di curarsi.
la ricerca della cura è importantissima e il diritto fondamentali e la salute senza di essa non abbiamo nulla.
non abbiamo più Luca , ma labbiamo lui attraverso la sua Associazione e la Rosa nel Pugno
tvb
Rosalba

Rosalba Forcione 16.03.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sia la strada giusta:
trasparenza, attivazione di cittadinanza partecipe e non succube o soggetta a nessun potere. Complimenti alla Rosa nel pugno, unica forza politica veramente innovatrice.

Massimo

Massimo LA Rocca 16.03.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

l'unica forza politica che mi rappresnta....

ROSA NEL PUGNO !!

daniele Capoferri Commentatore in marcia al V2day 16.03.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
mi spiegate qual è il nesso tra "i messaggi-insulti, divagazioni 'post-parto' Prodi-Berlusconi, altre asimpatie verso i radicali italiani..." e la lettera di M. Cappato?
Chi invece può spiegarmi il crimine di queste righe senza scadere nella partitocrazia o nella "vaticanicità"?
Non sono un medico e appunto per questo vorrei conoscere pareri di esperti sui 3/4 punti:
- è bene che una donna subisca un'interruzione volontaria della gravidanza alla "vecchia maniera" (anestesie, raschiamento o aspirazioni dell'utero etc.) oppure è bene utilizzare il semplice mifepristone (ormai ampiamente usato in gran parte dei paesi europei, e in qualche parte della nostra italia europeista)? Cosa è meno invasivo? Quale dei due aborti ha ripercussioni maggiori sulla donna?
- quante settimane o mesi deve avere l'embrione per essere considerata vita umana?
- perchè non è possibile la manipolazione degli embrioni?
- cosa vuol dire eutanasia? vuol dire che si puo' facilitare l'ascesa al paradiso (o al vuoto per qualcuno)? ma le persone a cui viene applicata sono già clinicamente morte? O sono persone che versano in condizioni estreme? e se così fosse perché si oppongono proprio i credenti "certi di un paradiso felice" e di una prosecuzione nell'aldilà?
- la morfina nel 1800 non fu isolata dall'oppio proprio per le sue funzioni terapeutiche? si era piu' evoluti all'epoca o si avevano meno mezzi? Mi piacerebbe conoscere le motivazioni per cui queste problematiche (attuali da sempre e per sempre) suscitano tanta avversità e mi piacerebbe avere una qualche risposta alle mie domande.
Ringrazio Marco Cappato per avermi fatto riflettere (con questa lettera) su argomenti (fortunatamente) a me estranei, per il momento, e faccio i miei piu' cari auguri affinché quest'associazione dedicata ad un uomo "vittima", quale Luca Coscioni, possa avere il meritato successo e possa dar sostegno a quelle persone che pur soffrendo conservano sempre la speranza di una qualche cura.

Alessandra Feltrinelli 16.03.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo al commento di claudio Cenni 16.03.06 18:34, il quale premetto, per quanto ne so e mi sembra di capire, è in perfetta buona fede.
La diagnosi pre impianto non fa nulla di più (anzi semmai ha capacità diagnostiche inferiori) rispetto a quello che è in grado di diagnosticare l'amniocentesi, esame gratuito nelle coppie a rischio, in seguito al quale la donna può decidere di interrompere la gravidanza.
In ogni caso, purtroppo o perfortuna, la SLA non è diagnosticabile se non quando è conclamata (non si sa se dipenda da una anomalia di un gene, più geni o a fattori "ambientali" -fatto più probabile se si considera che colpisce particolarmente giocatori di calcio).
Infine devo sottolineare che in corso di discussione del lungo iter legislativo della Legge 40 (ho seguito per motivi professionali il DDL già nella legislatura Prodi e sono stato audito sulla materia in commissione sanità del senato della presente legislatura) si è proposto (IL PROF. FLAMIGNI) che venisse stabilito un elenco delle malattie genetiche per cui si poteva effettuare la Diagnosi preimpianto, proprio in accoglimento alle legittime questioni etiche sollevate dal sig. Claudio Cenni.
Purtroppo, e secondo me irragionevolmente, il divieto è stato totale.
...... la PMA come la diagnosi preimpianto, sono degli strumenti e gli effetti, positivi o negativi, sono differenti a seconda dei casi...... sarebbe come vietare la benzina perchè ci si possono costruire molotov.


Giorgio Muccio 16.03.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

via dei ciceri e guardia ok ricevuto

Fausto Gori 16.03.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordissimo con Marco Cappato. Libertà di cura e di scelta!

Gianluca Rumpel 16.03.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, le scrivo, in primo luogo per ringraziarla del suo impegno e degli strumenti che ci mette a disposizione per diventare cittadini impegnati del mondo.
In secondo luogo però non posso non essere provocato a rispondere alla lettera del signor Marco Cappato.
Per quanto riguarda la Lettera in oggetto, se posso condividere in pieno tutta l'attenzione alle persone disabili, ai loro problemi di cui nessuno si occupa, non posso non sottolineare che questa difesa dei più deboli si perde poi nell'ideologia secondo cui ognuno deve essere lasciato libero di decidere quello che vuole sulla sua vita e oserei dire anche su quella di altri (vedasi il tema dell'aborto).
Se da una parte si difendono i diritti dei soggetti più deboli della nostra società, occorre arrivare poi a capire che non si può prendere la Vita nascente e manipolarla a proprio piacimento neanche per usi cosidetti terapeutici e neanche per salvare un'altra vita.
Posso farle notare una contraddizione? (poi ce ne sarebbero moltre altre ma lo spazio è poco...)
Il signor Cappato scrive "consentire l’accesso alla fecondazione assistita e alla diagnosi preimpianto per le coppie affette da malattie genetiche, oltre alla fecondazione assistita con seme esterno alla coppia;"
Ma già solo in questo passo è chiaro che questa mentalità porta a dire che le personte affette da malattie genetiche è meglio che non esistano !!!
Se fosse così non sarebbe nato neanche il signor Coscioni... l'avrebbero eliminato prima di nascere! IO CREDO CHE LA VITA VADA RISPETTATA IN TUTTO IL SUO ESSERE, DAL SUO INIZIO AL SUO TERMINE NATURALE e nessuno si può arrogare il diritto di decidere né sulla propria vita né su quella altrui... NON SAPPIAMO NEMMENO NOI QUANTO LA NOSTRA VITA POSSA ESSERE IMPORTANTE PER GLI ALTRI e non abbiamo nessun diritto di decidere su di essa.
MI SCUSO se non sono riuscito a farmi capire concretamente e sono disponibile poi a chiarire meglio se riterrà opportuno.
La saluto. Cenni Claudio.

claudio cenni 16.03.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

""guarda che la maggior parte delle persone intelligenti che fanno o hanno fatto uso di droga anche pesante non diventerà mai tossicodipendente ".
Fausto Gori 16.03.06 17:06

Interessante anche l'inverso:
La maggior parte delle persone stupide che non fanno o non hanno fatto uso di droga pesante diventerà sempre tossicodipendente. :-)

Comunque, penso che il Sig. Fausto si stia solo divertendo…
Sì, perchè uno che che scrive tante sciocchezze con convinzione non riuscirebbe a scrivere "la maggior parte delle persone diventerà…", ma scriverebbe "la maggior parte delle persone DIVENTERANNO…"
Ma forse sbaglio. O ppure no, Sig. Fausto? ;-)

Saluti

Marco Zamparini 16.03.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

@ Fausto Gori 16.03.06 17:06

"guarda che la maggior parte delle persone intelligenti che fanno o hanno fatto uso di droga anche pesante non diventerà mai tossicodipendente ".

Caspita, che bella frase... Vuoi dirci che le persone intelligenti che si drogano non sono tossicodipendenti?

Wow!!!


Kirghisia kirghisia 16.03.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Franco o Franco...
più che da sbirro parli come un tossicomane.
NON ci credo che sei stato sbirro...
FRANCOOooooooo ma vai a Zelig a dire certe sparate..
Ci mancava lo sbirro Radical chic..
Ma va a mori ammazzato...te possino

Franco Neri 16.03.06

Veramente tossicomane lei lo dice a sua sorella e poi io non 'sparo' niente (e Zelig manco lo vedo per fortuna).
Il mio non é un pensiero radicalshic, come ho detto prima, io sono semplicemente una persona 'informata dei fatti'e con un briciolo di buon senso. Lei invece l'informazione probabilmente pensa che é quello che gli da Emilio Fede!
ma mi faccia il piacere

Franco Franco 16.03.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE UNISCITI A NOI DELL' ATLI
per la diffusione della notizia che sì, in italiano, si scrive con l'accento, sennò è pronome!!!

sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì

ATLI (Associazione Tutela Lingua Italiana, sez estera tedesca D.A.I.S.)

Helmut Rezzori 16.03.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Franco o Franco...
più che da sbirro parli come un tossicomane.
NON ci credo che sei stato sbirro...
FRANCOOooooooo ma vai a Zelig a dire certe sparate..
Ci mancava lo sbirro Radical chic..
Ma va a mori ammazzato...te possino

Franco Neri 16.03.06 17:34 | Rispondi al commento |

Franco Franco 16.03.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Franco o Franco...
più che da sbirro parli come un tossicomane.
NON ci credo che sei stato sbirro...
FRANCOOooooooo ma vai a Zelig a dire certe sparate..
Ci mancava lo sbirro Radical chic..
Ma va a mori ammazzato...te possino

Franco Neri 16.03.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE questo POST per ricordarti che sì, in italiano, si scrive con l'accento (correggi il sito), e già, con questo è ufficiale, anche la sez. laziale dell'ATLI si è unita (dopo un'attesa un po' colpevole dovuta ai 100 impegnia) alla campagna di sensibilizzazione lanciata dalla sez. ligure e ormai sottoscritta da 11 sez. nazionali dell'ATLI e una estera (quella tedesca nella persona del dottor Helmut Schlisser), Siamo Tanti, siamo unici: vinceremo!!!!

sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì
sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì


Caro Grillo, ho aperto il blog con entusiasmo, ma sono rimasta delusa circa l'articolo del candidato della Rosa nel pugno.Sto per iscrivermi all'albo dei Medici e Chirurghi, faccio del volontariato in un PS in attesa del concorso per la scuola di specializzazione e quindi parlo per esperienza diretta.In PS arrivano più spesso pazienti di livello socioculturale più basso e questo perchè?di certo l'attività lavorativa influenza la aspettativa di vita, ma non è solo per questo...la strada del PS è quella più breve per ricevere degli esami per i quali bisognerebbe aspettare per settimane se si seguisse il normale iter, ad un PS si può facilmente alzare la voce e pretendere una celerità spesso non giustificabile:per una gastroenterite con febbre e diarrea NON SI DOVREBBE ANDARE AL PS, ESISTONO i medici di base per questo...ma certo i loro studi sono più affollati. Ciò che manca è il rispetto per la professionalità del medico e questo grazie anche ai massmedia, che non esitano nel distorcere situazioni già drammatiche per definizione, e anche grazie alla caterva di avvocati allo spasso in cerca di cause appetibili.I PS sono invasi da "colpi di frusta" poco obiettivabili, che non solo impegnano personale medico e soldi delle AUSL, ma che spesso si lamentano perchè un codice rosso è stato visitato prima di loro. La maggior parte dei pazienti non ha alcuna fiducia nella buona fede del medico e non esita neanche un attimo nel pronunciare la celeberrima frase "io la denuncio"...riflettiamo su questo, la malasanità esiste, ma esistono migliaia di medici pronti ad aiutare il prossimo e innamorati della propria professione. Se poi si vuole fare demagogia vista l'aria di elezioni...allora scusate il disturbo.

valentina grimaldi 16.03.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

"quanti studi ci sono che dicono il contrario delle stronzate che dici tu?
Fausto Gori 16.03.06 17:06

Fausto, scusa,
puoi indicarmi fonti, link, libri e riviste che divulgano i dati a cui ti riferisci. Mi interessano…
Grazie mille

Un saluto

Marco Zamparini 16.03.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dovresti sapere se solo avresti un briciolo di intelletto è che se uno si droga è perche gli piace e se ti piace loro te la danno così non rompi le palle, e poi nei paesi tipo olanda dove fumi liberamente prima cosa er fumo costa una cifra di più e poi se tu ci vai dopo un pò ti accorgeresti di aver decuplicato la quantità di robba che ti fai li ti fai tre di tutto proprio perchè è libera e lo sai chi sono i consumatori? sono proprio quegli immigrati che il loro buonismo ha portato li annullano con la droga e contemporaneamente riparano all'epopea coloniale. e sta gente se va al governo daranno il contentino a tanti di voi che osannate l'antiproibizionismo, furbi no?

Fausto Gori 16.03.06 16:43


Caro signor Gori
Vengo da una esperienza uguale alla sua, borgata romana (Quadraro) anni 70 a 16 anni, amici persi per droga 60%. E si, ne ho visti morire tanti. L'eroina la passava lo stato liberamente in quegli anni, é vero, proibindola formalmente ma chiudendo un occhio sui grandi traffici e accontentandosi di fare qualche operazione per pura propaganda. Con l'eroina del resto hanno distrutto generazioni di giovani americani che hanno servito in Vietnam (agli alpini gli davano la grappa), con l' LSD hanno distrutto la gioventú americana progressista e di sinistra degli anni 50 e 60, e il movimento del 68 ha avuto un tarttamento simile. di fatto la droga é libera e lo é sempre stata perche io posso scendere al bar e comprarmela, nel vero senzo della parola, lei che é 'de Roma' mi capisce.
le politiche della repressione sono ineffettive e controproducenti ce ne siamo resi conto da tempo ma non sappiamo cosa fare, e le comunitá, perche non é la struttura sanitaria ad occuparsi del recupero dei tossicodipendenti invece che strutture private finanziate, non sempre in modo idiretto, dallo stato?

Franco Franco 16.03.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor GORI,
la sua maleducazione è forse indice della scarsità dei suoi argomenti.
"penso che la cosa più pericolosa che finora hai fatto è stata con la play station" mi dice, ma lei non mi conosce così come io non consco lei, io non mi permetto di azzardare alcunché su di lei, noto che lei invece risponde con arroganza.

"se rispolverano la droga libera e altre cazzate è perchè sanno bene quali sono gli effetti e cioè quello di annullare gli scemi come te per poi avere strada libera"

Lei non sa di cosa parla, l eho fatto notare che l'alcool ha causato morti e la cannabis no, un utente ha postato un documento della DEA, un Iestituzione Statunitense, e lei lo ignora, lei enuncia cose preconcette ed ideologiche.

"nei paesi tipo olanda dove fumi liberamente prima cosa er fumo costa una cifra di più e poi se tu ci vai dopo un pò ti accorgeresti di aver decuplicato la quantità di robba che ti fai li ti fai tre di tutto proprio perchè è libera e lo sai chi sono i consumatori? sono proprio quegli immigrati che il loro buonismo ha portato"

Ma che dice? Visito l'Olanda regolarmente, impiegati di banca, manager, gente di ogni categoria e ceto sociale freq2uenta i coffee-shop e fa uso di cannabis, ma lei ignora ed è pure arrogante, poiché si vanta di conoscenze che non ha.

Rispetti le idee altrui, l'Italia è un paese libero e democratico, anche per gente come lei, ma di certo non grazie a lei.

Jean-Antoine-Nicolas-Caritat Condorcet 16.03.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma mica queste incursioni da parte dei politici servono per ..............

io spero di no grillo, altrimenti ........

si blog , no reclutamento....

Maurizio Storani 16.03.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento

MA VOI SINISTROIDI,CHE DALL'ALTO DELLA VOSTRA SUPERIORITA' INTELLETTUALE,CHE POI NON VI SERVE NIENTE DATO CHE NELLA STORIA ALLA FINE VE LA SIETE SEMPRE PRESA NEL DIDIETRO(ISTRIA,COMUNISMO IN RUSSIA ECC)
BENE DICEVO ..VOI COMUNISTI PENSATE CHE BASTA CHE UNO ABBIA 3 TELEVISIONI,E ALCUNE TESTATE GIORNALISTICHE(MAI QUANTE NE HA LA SINISTRA ..POI)PER FARCI A TUTTI IL LAVAGGIO DEL CERVELLO??
.
SE NON CI FOSSE STATO L'IMPRENDITORE BERLUSCONI..CHE PER SOPRAVVIVERE ,COME TUTTI AVRA' PAGATO LE SUE BELLE MAZZETTE,AVREMMO GUARDATO SOLO LA RAI IMMAGINO..E SE NON CI FOSSE STATO LUI..NON CI SAREBE STATA UNA DESTRA..CIOE' CI SAREBBE SOLO FINI E BASTA..COL 10 PER CENTO..

LO VOLETE CAPIRE..SE NON CI FOSSE STATO BERLUSCONI ..L'ITALIA SAREBBE STATA TOTALMENTE IN MANO AI FASSINO..PRODI..DEBENEDETTI..D'ALEMA...
EVETE CAPITO FENOMENI DA BARACCONE...DA DOVE VIENE TUTTO L'ODIO DEI VOSTRI CAPI...DAL FATTO CHE IL NANO(CHE POI IN ITALIA SIAMO BASSI,PERCIO COME AL SOLITO VI SPUTTANATE DA SOLI VOI DI SINISTRA)..BENE ..DICEVO..BERLUSCONI E L'UNICO IMPEDIMENTO ,TRA LORO E IL POTERE ASSOLUTO...PROVATE A PENSARE POTRESTE AVERE L'ITALIA IL PIU BEL PAESE DEL MONDO IN MANO E UNO NON VE LO PERMETTE..
GUARDATE CON CHE ARROGANZA USANO LA RAI ,CON CHE ARROGANZA E CATTIVERIA,E ANNI CHE PARLANO SOLO DI BLOCCARE BERLUSCONI E MEDIASET SU E GIU ECC..
MENTRE TUTTE LE ALTRE AZIENDE,TIPO TELECOM,CIRIO,PARMALAT ECC,HANNO E FANNO QUELLO CHE VOGLIONO...

TANTO STUDIATI CHE SIETE ..E VI FATE USARE COSI MALE POI..
IERI PRODI COSA FACEVA..CONTAVA LA FIABETTA....SAPETE COSA PENSA PRODI DI NOI..PENSA CHE SIAMO TUTTI COME QUEI FENOMENI CHE DAVANO I SOLDI A VANNA MARCHI....AVETE VISTO COME GESTICOLAVA..FACEVA LE SCENETTE..L'INCAZZATURA CON BERLUSCONI PERCHE' LO DEVE RISPETTARE...SONO 6 ANNI CHE TIRANO MERDA ADDOSSO A BERLUSCONI.!!! E LUI HA IL CORAGGIO DI CHIEDERE RISPETTO...

SIETE TUTTI IMPAZZITI...SINISTROIDI.. O SIETE COMPLETAMENTE CIECHI....O VERAMENTE PER VOI E SOLO UNA QUESTIONE DI GUADAGNO E BASTA..

pietro lascala 16.03.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento


ALTRA NOVITA PER FARVI CONTINUARE A DROGARVI SENZA CORRERE RISCHI:

La droga era mescolata a un farmaco, il «Diltazem», usato in sala operatoria per le sue capacità ipotensive e per evitare le probabilità di arresto ...
*********************

Busto Arsizio: tre marocchini in manette per spaccio. I Carabinieri sventano tentativo di furto in alcune ditte cittadine

IVANA IORIO 16.03.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

PIRLONI , SMETTELA DI DROGARVI, PENSATE SOLO AL FATTO CHE 4 ANALFABETI DELINQUENTI EXTRACOMUNITARI SI ARRICCHISCONO FACENDOVI MORIRE..
E VI PRENDONO ANCHE PER IL CULO..CHE FESSI QUESTI ITALIANI !!!!
La Finanza trova 43,5 chili di droga purissima nascosta in un tir proveniente dall'Albania. Da tempo non se ne sequestrava tanta. Valore commerciale: 15 milioni €.
BARI - Circa 43 chilogrammi e mezzo di eroina del tipo ‘brown sugar’, divisa in 70 panetti, sono stati sequestrati al porto di Bari da militari della Guardia di Finanza e da funzionari dell’Agenzia delle Dogane
Il cittadino albanese è stato arrestato e rischia, a causa del recente inasprimento delle pene, una condanna da 6 a 20 anni di reclusione.
Secondo quanto hanno riferito gli inquirenti, durante una conferenza stampa nella sede della Guardia di Finanza, si tratta del più ingente sequestro di eroina a Bari negli ultimi cinque anni sia come quantità ma anche come qualità e valore della sostanza sequestrata che era tagliata al 32%, quindi molto pura. Una volta immessa sul mercato, avrebbe consentito un guadagno di 15 milioni di euro
*******************************************
SOLO NOI LI TENIAMO STRETTI STRETTI ..NON RIMANDIAMOLI A CASA LORO CHE ALTRIMENTI LI METTONO IN CARCERE
La polizia comunale bernese ha fermato 42 richiedenti l'asilo e tre svizzeri in un'operazione contro lo spaccio di droga. Gli agenti hanno confiscato 59 grammi di cocaina e piccole quantità di droghe leggere, si legge in una nota diramata oggi.

Dei fermati, 23 sono tuttora trattenuti per chiarimenti con la polizia degli stranieri o con l'accusa di violazione della legge sugli stupefacenti, precisa la polizia comunale nel comunicato. I denunciati per quest'ultimo reato sono 19, gli arrestati per ordine del giudice istruttore 15. Cinque persone sono state poste in detenzione in vista dell'espulsione. Gli africani fermati provengono in particolare da Eritrea, Gambia, Guinea, Mali, Mauritania, Nigeria e Costa d'Avorio

IVANA IORIO 16.03.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo il proibizionismo è un'ideologia, ma non un'ideologia che vuole liberare, bensì un'ideologia votata a reprimere e simili idee mettono il carro davanti ai buoi, perché anziché servire l'uomo si servono dell'uomo.
Jean-Antoine-Nicolas-Caritat Condorcet 16.03.06

Signor Condorcet lei fa onore al suo cognome certamente...:-) concordo pienamente di nuovo
un caro saluto
Franco

Franco Franco 16.03.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Per Giovanni Marucci:

sappia che le patologie allergiche dell'infanzia molto spesso migliorano da sole, semplicemente col tempo.

Ebbene, sì... per certe patologie il "tempo" a volte è davvero il farmaco migliore.

Dott. Nicola Mosti

Nicola Mosti 16.03.06 10:34 | Rispondi al commento _______________________________________

E' vero che il tempo, a volte, è il farmaco migliore, ma in questi casi in cui il cambiamento è stato repentino?

Saluti

Giovanni Marucci Commentatore in marcia al V2day 16.03.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento

morire perchè la droga era tagliata è la cazzata più grossa che si può sentire sull'argomento droga si muore perchè ci si droga e nessuno mai ti convincerà a non drogarti se a te ti piace l'unico sistema è toglierla dalle palle e per sempre e per far questo bisogna eliminare i consumatori niente consumatori niente spacciatori niente politici ciarlatani

Fausto Gori 16.03.06 16:10


e come li elimini i cnsumatori, mitragliatrici o camere a gas?

Franco Franco 16.03.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima o poi gli uomini politici dovranno smettere di fuggire e dovranno affrontare l'evidenza: la Cannabis in sé non è un pericolo per la società, mentre costringerla all'illegalità può senz'altro diventarlo.
(Così si conclude un articolo di: Rivista medica The Lance, vol.346, novembre 1995)

Yet, despite this long history of use and the extraordinarily high numbers of social smokers, there are simply no credible medical reports to suggest that consuming marijuana has caused a single death.
By contrast aspirin, a commonly used, over-the-counter medicine, causes hundreds of deaths each year.
In strict medical terms marijuana is far safer than many foods we commonly consume. For example, eating ten raw potatoes can result in a toxic response. By comparison, it is physically impossible to eat enough marijuana to induce death.
Marijuana, in its natural form, is one of the safest therapeutically active substances known to man. By any measure of rational analysis marijuana can be safely used within a supervised routine of medical care.
(DEA - US Department of Justice, Docket no. 86-22, Sept. 1988.)

TRADUZIONE:
Nonostante la lunga storia del suo uso e il numero straordinariamente alto dei suoi consumatori, non esistono rapporti medici attendibili che suggeriscano che l´uso della marijuana abbia causato un solo caso di morte; al contrario, una medicina comune come l´aspirina provoca centinaia di morti ogni anno. In termini strettamente medici, la marijuana è una sostanza molto più sicura di molti cibi usati comunemete".

Jules Bonnot 16.03.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Signor FRANCO FRANCO, mi fa piacere che un poliziotto faccia una critica costruttiva sul problema del proibizionismo.

Posto un'altra volta il mio pensiero, desidererei un suo parere in merito. Nel frattempo la saluto.

Credo che uno Stato, nella fattispecie l'Italia, se vuol davvero fare un salto di qualità debba considerare i cittadini come degli individui maturi.
Ora, un individuo maturo è libero di scegliere il proprio cammino, e se questo cammino lo condurrà all'autodistruzione, ebbene che sia così, ciascuno paghi per le proprie libere scelte, è appunto il prezzo da pagare se si vuole rivendicare la propria maturità, la propria indipendenza.
Io non fumo, mi concedo un buon bicchiere di vino ogni tanto, eppure se qualcuno vuole usare sostanze stupefacenti, finché non si comporterà in modo antisociale, per me sarà solo affar suo, e così dovrebbe essere per lo Stato.
A meno che non abbiate un'idea di Stato secondo cui spetta alle Istituzioni dettare la morale, invadere il campo privato dei cittadini, insomma a meno che non siate dei convinti statalisti, secondo cui le Autorità hanno la precedenza sulle vostre scelte rispetto a voi stessi. La legge del signor Fini è molto statalista, molto autoritaria, pretende di impartire una morale.
Allo stesso modo sbandierare la sacralità della famiglia è per nulla liberale, roba da Stato Patriarcale, uno Stato che dice cosa debba intendersi per "famiglia" e per "matrimonio", uno Stato che reputa i propri cittadini palesemente immaturi e bisognosi di essere costantemente accuditi dallo Stato stesso.

Jean-Antoine-Nicolas-Caritat Condorcet 16.03.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come assicurarsi la vecchiaia

Ecco come Storace, prima di dimettersi, ha ripartito i soldi destinati alla ricerca sul cancro

di Ravelstein

Mentre la soap-opera tra Prodi e Berlusconi continua a tenere occupati i palinsesti televisivi e i cervelli, e mentre dall’altra parte dell’oceano stanno oramai definendo come intervenire militarmente e illegittimamente in Iran (sembra che uomini delle truppe speciali israeliane siano già penetrati nel territorio iraniano per individuare i siti da far esplodere, qui da noi il ministro della Salute Storace prima di rassegnare le dimissioni ha firmato il decreto (previsto nella Finanziaria 2006) sulla ripartizione dei soldi per la ricerca sul cancro!

Ebbene, dei 100 milioni di euro stanziati per la ricerca oncologica dallo Stato (e quindi usciti dalle nostre tasche), oltre la metà (55 milioni) finiscono nelle tasche di società private - controllate da banche private - e il rimanente va agli Irccs pubblici (Istituti di Ricovero e Cura a carattere scientifico)!

L’agenzia di stampa Adnkronos Salute ha anticipato i nomi di questi destinatari, e quello che è emerso è molto interessante.

Questi sono i servizi pubblici che hanno ricevuto i soldi:
- Istituto nazionale dei tumori di Milano à 10 milioni di euro ù
- Istituto Regina Elena di Roma à 20 milioni
- Istituto Superiore di Sanità à 5 milioni di euro
- Alleanza contro il cancro à 10 milioni di euro
E questi altri sono quelli privati:
- S. Raffaele Monte Tabor à 20 milioni di euro
- Istituto Europeo di Oncologia di Milano à 20 milioni di euro
- San Raffaele della Pisana di Roma à 7 milioni di euro
- Fondazione Santa Lucia à 5 milioni
- Fondazione Maugeri di Pavia à 3 milioni di euro

....link
http://liberoblog.libero.it/economia/bl2971.phtml

masso salvi 16.03.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

"LE BUGIE hanno le gambe corte" ripete sempre il nostro Pietro Lascala... corte come quyelle di Berlusconi.
Infatti Draghi, governatore della Banca d'Italia, offre un quadro sconcertante, che smentisce l'ottimismo populista e falso di Berlusconi.

http://www.repubblica.it/2006/b/sezioni/economia/contipubblici16/previbankit/previbankit.html

Jules Bonnot 16.03.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perché oltre alle offese nessuno di voi critici mi risponde in merito alle proposte?
invito chiaramente rivolti a tutti

Franco Franco 16.03.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per correttezza devo precisare una cosa, io non sono e non sono mai stato un radicale, ma un poliziotto si, e il problema lo conosco da vicino
ciao a tutti

Franco Franco 16.03.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Franco Franco 16.03.06 15:35 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

"sei direttamente resopnsabile di tutte le morti che con una politica séria senza demonizzazioni si potrebbero evitare"
ma come ti permetti Franco...
o dovrei dire OOOOO FRANCOOOOOOOOOO?
ma sei proprio così coglione di natura o ti sei fatto una sniffata?
E' colpa di una mamma se gli muore il figlio...
Perchè secondo te NON moriva comunque? ma stai delirando...
sei proprio un poveretto..
Mi sdisgusti..
prenditela con un uomo e non con una donna:
supponente
testa di cazzo e
pure vigliacco
Gainfranco Tucci 16.03.06 15:40

è inutile offendere Gianfranco, io lo ribadisco, direttamente. Ma facciamo le persone serie, non isi responsabilizza chi ocompra la droga per le morti relative e per finanziare il crimine? bene, anche chi sostiene la soluzione giudiziaria e di polizia sulla questione della tossicodipendenza é direttamente responsabile
saluti

Franco Franco 16.03.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"prenditela con un uomo e non con una donna:
supponente
testa di cazzo e
pure vigliacco
Gainfranco Tucci"

Gianfranco,
sei fuori luogo.
Qui si usa la parola non la stazza fisica.
La signora può difendersi benissimo da sola.
E convincere qualcuno delle sue idee se ci riesce.

Un saluto

Marco Zamparini 16.03.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Pensatela come vi pare,ma i ragazzi la maggior parte del tempo sono SOLI e lo STATO deve dare una mano a tutela della loro SALUTE.
Pensatela come vi pare,ma i ragazzi la maggior parte del tempo sono SOLI e lo STATO deve dare una mano a tutela della loro SALUTE.
POi che qualche miliardario si vuole rovinare NON mi interessa.. {(QUESTA NON L'HO CAPITA)]
SO solo io i soldi che la mia famiglia..e i turni di notte che ho dovuto fare...le corse all'ospedale e le bugie di mio figlio..
il trovarlo sempre più debole,sempre più perso..
Mamma sola 16.03.06 15:17

Cara mamma sola, vedo che il tuo dolore non ti permette di fermarti un attimo a ragionare.
É vero lo stato li deve tutelare e NON TRATTARLI COME DELINQUENTI. le corse all'ospedale perché le sostanze che si inettava tuo figlio erano TAGLIATE E IN QUANTITÁ IMPROPRIE
le bugie le diceva perché éra costretto, si sentiva un criminale, non aveva nessuno per aiutarlo a uscire da quel terribile circuito
Mamma sola, pensala come vuoi, ma tu col tuo attegiamento che viene strumentalizzado da chi sopra le droghe ci fa i soldi sei direttamente resopnsabile di tutte le morti che con una politica séria senza demonizzazioni si potrebbero evitare
non so proprio che diriti di piú, le mie proposta le ho postate un po di tempo fa, (Franco Franco 16.03.06 15:24) se mi dici cosa ne pensi ti rignrazio

Franco Franco 16.03.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mamma sola 16.03.06 15:17...
Quanta verità c'è in questo tuo commento. Non voglio discutere il tuo pensiero anche se la penso diversamente... ma se ci fossero più persone che si sentono coninvolte personalmente... come sarebbe più importante leggere quello che dicono... ovviamente non dico che gli altri siano indifferenti ma si sente una certa superficialità in diversi dei commenti riportati nei blog...

Ivano Cortesini 16.03.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Bah
come sono suscettibili i radicali: così presi dal loro smisuratissimo ego che appena qualcuno li tocca: odio in che paese siamo? e bla bla bla.
Insomma signori : siete una forza politica ridicola
avete mendicato un posto negli schieramenti
avete solo in mente la MANCANZa DI regole: ognuno faccia quello che gli pare..
E poi arriva l'ultimo figlioccio della Bonino che ci vuole insegnare come gestire la sanità...
Partendo da dove SI E' perso:
dal referendum...
Democrazia :zero
Dignità: zero
Arroganza: 10
snobbismo :10
Che bel movimento....
rosa nel pugno....
rosa nel cesso....

Marco Ricci 16.03.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Ste Firbo
Hai affermato prima che non si puó essere 100% per liberalizzazione o contro, allora, vediamo di ragionare in cima a delle proposte
1) le tabelle "legali" di classificazione degli psicotropi devono essere riviste a secondo del grado della effettiva pericolositá per la salute e per la societá COMPRESI tabacco e alcool. il controllo sulla vendita sarebbe differenziato a seconda della categoria dia appartenenza della droga. per le droghe non eccessivamente pericolose come la mariuana si potrebbe avere una legislazione come quella che vige sugli alcolici, ossia non usare la sostanza quando si ha bisobno di uttte le proprie facoltá e riflessi, tipo guidare lavorare etc.
per le droghe pesanti si potrebbe avere una distribuzione basata sul cadastro degli usuari, in modo che chi vuole drogarsi puó farlo senza avere bisogno di andare a rubare o uccidere, e inoltre puó essere acompagnato dal punto di vista medico e psicologico e con restrizioni dovulte al suo vizio considerato come una MALATTIA, per alcune attivitá, di nuovo, non posso avere la patente etc..
si devono allo stesso tempo mantenere leggi attuali e anche piú severe contro i tarfficanti illegali.
questo porterebbe i seguenti benefici:
1) ridimensionare fortemente, e col tempo, eliminare i guadagni dei cartelli criminali.
2) eliminare i problemi derivanti dalla impuritá delle droghe vendute illegalmente (la maggior parte delle morti per droga avviene per questo motivo)
3) creare un rapporto di fiducia fra lo stato e i cittadini con questo problema, ricordiamo che é un vizio, una malattia, in modo che si possa vivere la propria condizione di drogato x abbastanza tempo e con l'appoggio necessario per uscirne.
MA SOPRATTUTTO
Informazione, molta informazione, fin dalle scuole elementari, sulle droghe, e non l'informazione distorta che si sbandiera per motivi populisti ma una corretta informazione su effetti e conseguenze dell'uso di tutte le droghe, vino, droghe, e psicofarmaci etc.
Gradirei un tuo commen

Franco Franco 16.03.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Veramente un bello spettacolo di disfacimento e "si salvi chi può" di quella che era la banda unita dei forzo-fascio-clerico-legaioli, come si vede dalla cronaca in http://www.repubblica.it/2006/c/dirette/sezioni/politica/confront/giovedi16/index.html

Sottolineo l'espulsione dei legaioli dal gruppo parlamentare europeo in cui erano integrati, come avevo anticipato riportando articoli di EUObserver.com prima ignorati dalla stampa italiana. In sintesi, la gentaccia come Bossi, Carderolo, Castelli e Borghezio fanno schifo pure ai loro correligionari europei. E il napoleongesù invece li tiene nel governo e ne reclama l'appoggio.

Aggiungo al quadretto un episodio appena visto oggi qui a Bruxelles, a un convegno di Unioncamere sulla strategia di Lisbona: era presente anche il ministro uscente con sentenza in giudicato Giorgio La Malfa, il cui intervento, quando ha approfittato della situazione e ha fatto cenno alla "demagogia" di Prodi, è stato applaudito da meno di dieci persone su un totale di circa 200 presenti. Una figuraccia in piena regola.

Mario Gabrielli Cossellu 16.03.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Col passare delle ore si susseguono a ritmo vertiginoso lo stillicidio di notizie che scoprono sempre più il velo che che dava alla destra una parvenza di rispettabilità. Ora il re è nudo ...e puzza davvero di m...a!!!!

Jimmy Jazz 16.03.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Ti vorrei vedere se avessi un figlio e scoprissi che si buca(!) Non vorrei augurartelo! Mi pare che essere per la droga libera sia da IRRESPONSABILI. (escludo le droghe leggere, per quello è tutta un'altra storia)

Stefano Firbo 16.03.06 14:59 |

Discorso ormai classico il tuo, liberticida, monotono, a te piace il gregge suppongo, dovresti andare a vivere in una dittatura... vabbé che per 5 anni è quello che abbiamo fatto tutti in Italia.
Tu la libertà degli altri di fare delle scelte e semmai scontarne lo scotto niente eh, ci deve pensare lo stato a dirigerti o a educare un figlio a non drogarsi, tu vuoi la pappa pronta?

Jules Bonnot 16.03.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Lega espulsa dal gruppo all'Europarlamento Strasburgo, 16 mar. (Adnkronos/Ign) –
L’accusa è di quelle pesanti: razzismo. Con questa motivazione il gruppo ‘Indipendenza e democrazia’ del Parlamento europeo ha espulso i quattro deputati della Lega nord dalle sue fila insieme a sette rappresentanti polacchi. Gli eurodeputati della Lega, Umberto Bossi, Mario Borghezio, Matteo Salvini e Francesco Speroni erano entrati nel gruppo, che include euroscettici britannici e scandinavi e un partito di destra polacco, dopo le ultime elezioni europee. Ma già da qualche tempo, gli alleati di gruppo avevano cominciato a esprimere dubbi sulla convivenza col movimento 'padano', fino ai commenti negativi che sarebbero stati sentiti nei corridoi di Strasburgo dopo l'esibizione della maglietta antislamica in televisione da parte dell'allora ministro Calderoli.

Enzo Mattarella 16.03.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo documento strategico degli Stati Uniti sulla sicurezza
nazionale individua nel governo di Teheran "la sfida maggiore"
Gli Usa: "Serve un'azione diplomatica
non escludiamo attacco all'Iran"
"La nostra strategia è bloccare le minacce poste dal regime
ed estendere il nostro impegno e raggiungere la gente oppressa"

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$444

ahi ahi ahi ahi ahi ahi .........

iraniani ora o mai piu' !! non siete arabi ne' maghrebini, venite voi si' da una grande civilta', avete avuto Zarathustra, l'islam vi ha occupato, disfatevi di quella lercia cricca di religiosi del cazzo che vi opprimono !!! poi provate a vendere il petrolio al miglior offerente !! AMERICANI PERMETTENDO !!

juan miranda 16.03.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Vasco nazionale appoggia il movimento della Rosa nel Pugno : http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/node/716 .
Meditate gente, meditate ...

[ il Bufalo ]

Marco Poli 16.03.06 14:48 | Rispondi al commento |
--------------------------------------------
E chi se ne .....
Medita tu piuttosto

marcello corrado 16.03.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Quindi la tua idea sarebbe "lasciamo che questi giovani si autodistruggano,apriamo i droga-shop così uno se si vuole ammazzare che faccia pure"
Massimo Piras 16.03.06 14:35

Massimo,
ci sono tanti modi per distruggersi la vita senza usare droghe.
Penso all'alcool, al vizio del gioco (legalizzato) o anche semplicemente al provare il brivido di "guidare a fari spenti nella notte".
La paura e la repressione non generano mai consapevolezza ma sensi di colpa e disperazione. Con conseguente indebolimento della forza di volontà in personalità già problematiche…

Eppoi si tratta di rendere legale ma regolamentato l'uso, non di liberalizzare indiscriminatamente.
Una struttura dello Stato sarebbe in grado di offrire aiuto a chi si rivolge ad essa per la sua dipendenza: possiamo dire lo stesso dello spacciatore classico?

Un saluto

Marco Zamparini 16.03.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Non posso votare il 9 Aprile perche sono all'estero in questo momento. Qualcuno sa di qualche possibilita per far votare un parente per me (su mie apposite istruzioni)?

Grazie mille!
Alex

Alex Berre 16.03.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento

X Patrizia Borghammer

L'omeopatia e' medicina ufficiale in inghilterra, in germania e mi sembra anche in francia, e in tanti altri paesi del mondo e' considerata alla stregua dell'allopatia !
Prendere delle posizioni solo perche' la scienza "ufficiale" (quella che fa comodo al profitto degenerato) dichiara che l'omeopatia e' acqua fresca mi sembra arrogante !
Domani probabile o anche no, che troverannno le spiegazioni al perche' l'omeo lavora !

Sono d'accordo quando dici che il corpo umano ha delle risorse incredibili, vedere gente che supera chemio e radiazioni ha veramente dell'incredibile !!

juan miranda 16.03.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

L'inizio della terza guerra mondiale.

Attenti! I rapporti sempre più in crisi tra paesi Islamici e l'Occidente, derivanao da una sempre crescenta prevaricazione di quest'ultimo su i popoli mediorientali e africani, che reagiscono in maniera forte.
Nessuna giustificazione, sul loro comportamento, ogni segno di violenza è da condannare!
l'Islam moderato non esiste, diversamente dai cattolici i musulmani sono religiosi o non lo sono, in virtù degli insegnamenti che la loro religione impone.
Il potere è il danaro vero motivo del diverbio, vanno a discapito di interi popolo, la dittatura, la storia ci insegna, si regge sull'ignoranza e la dottrina inculcata fin da piccoli.
L' IRAN, è diventato uno stato temibile, la volontà di dominare ed il ricatto nucleare, sfocia in un'altrettanto irruenta superbia degli Stati Uniti.
Mi fanno rabbrividire certe affermazione della Rice: «Se necessario non escludiamo l'uso della forza prima che un attacco nemico possa avvenire» .

NO!, basta No!, nessuna Guerra ci dovrà essere, ricordo ancora le parole del Santo Padre Giovanni Paolo II, che supplicava i i potenti della terra a desistere dai conflitti di qualsiasi natura, evidenziando la crudeltà e l'efferatezze della Guerra.

ANCHE NOI NE ABBIAMO COLPA, NESSUNO ESCLUSO.
Partecipiamo e contribuiamo ogni giorno al sistema, nessuno di noi vuole perdere ciò che ha, ed è per questo che non possiamo accusare nussuno.


genny.grimaldi@yahoo.it

Genny Grimaldi 16.03.06 14:49| 
 |
Rispondi al commento

(dedicato a tutti coloro che in questa pagina hanno tirato palate di merda sui radicali)

LIBERI LIBERI

Ci fosse stato
un motivo per stare qui
ti giuro sai
sarei rimasto sì
son convinto che se
fosse stato per me
adesso forse sarei laureato
e magari se "lei"...
fosse stata con me
adesso....
...sarei sposato!
Se fossi stato,
ma non sono mai stato così;
insomma dai
adesso sono qui!
vuoi che dica anche se
soddisfatto di me
in fondo in fondo non sono mai stato
"soddisfatto" di che
ma va bene anche se
qualche volta mi sono sbagliato

Liberi liberi siamo noi
però liberi da che cosa
chissà cos'è?.......chissà cos'è!
Finché eravamo giovani
era tutta un'altra cosa
chissà perché?.......chissà perché!
Forse eravamo "stupidi"
però adesso siamo "COSA"...
che cosa....che?.....che cosa...se!..?...
"quella voglia", la voglia di vivere
quella voglia che c'era allora...
chissà dov'è! ........chissà dov'è!?

Che cos'è stato
cos'è stato a cambiare così?
...ti giuro che, sarei rimasto qui....
vuoi che dica anche se
soddisfatto di me
in fondo in fondo lo sono mai stato
"soddisfatto" di che
ma va bene anche se....
se alla fine il passato è passato!

Liberi Liberi siamo noi
però liberi da che cosa
chissà cos'è,....chissà cos'è!
...e la voglia, la voglia di ridere
quella voglia che c'era allora
chissà dov'è?!....chissà dov'è!

COSA diventò, COSA diventò
quella "voglia" che non c'è più

COSA diventò, COSA diventò
che cos'è che ora non c'è più

COSA diventò, COSA diventò
quella "voglia" che avevi in più

COSA diventò, COSA diventò
e come mai non ricordi più.....

[ da "Liberi Liberi" di Vasco Rossi, 1989 ]

*******************************************

Compagni diossini pensateci sopra ... che COSA è oggi il partito ch'è dentro all'albero storto e nodoso ?
Vi ricordate che COSA era ieri ? E oggi ...

Il Vasco nazionale appoggia il movimento della Rosa nel Pugno : http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/node/716 .
Meditate gente, meditate ...

[ il Bufalo ]

Marco Poli 16.03.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Droga: Premesso che non sono nè per la liberalizzazione nè per il proibizionismo totale (almeno per la canapa indiana), perchè non credo che basti legalizzare tutto o proibire tutto x risolvere il problema, mi chiedo, perchè il 95% dei familiari di drogati e più del 50% dei terapeuti, come pure gli ex drogati recuperati dalle comunità terapeutiche preferirebbe una linea dura invece che la legalizzazione? L'errore per me è considerare un drogato una persona libera di poterlo fare o non fare, purtroppo non è così! Ovviamente chi si fà uno spinello una tantum non lo considero un vero drogato.Ma chi vive in funzione del "farsi" ha un grosso problema, non è una persona libera,rischia di estrare in giri malavitosi,perde i rapporti sociali, ecc.. ecc..E' un problema che la società può risolvere,a mio modesto avvviso,solo stando vicino al soggetto, aiutandolo con le buone o con le cattive ad uscire dalla sua schiavitù. IL DROGATO NON E' UNA PERSONA LIBERA. E' uno schiavo che deve essere liberato dal suo status di schiavitù.Droga libera è un bellissimo slogan postsessantottino ma non significa nulla.Occorre cercare percorsi che permettano di aiutare i soggetti a "liberarsi".Aiutando anche le famiglie, perchè quello è un'altro dramma.E gli spacciatori vanno considerati peggio degli assassini, altro che depenalizzazioni varie!

Stefano Firbo 16.03.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Insomma, considerate che una "sensitiva" sta cercando Tommy, il bambino rapito...fatto?
Ora, vi sembra ancora possibile discutere seriamente di temi quali fecondazione assistita, cellule staminali ecc. ecc.?
O per caso vi sono cascate le palle in terra, avete un groppo alla gola e la voglia di andare a vivere da qualche altra parte?

Andrea Brizzi 16.03.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento

MA VOI SINISTROIDI,CHE DALL'ALTO DELLA VOSTRA SUPERIORITA' INTELLETTUALE,CHE POI NON VI SERVE NIENTE DATO CHE NELLA STORIA ALLA FINE VE LA SIETE SEMPRE PRESA NEL DIDIETRO(ISTRIA,COMUNISMO IN RUSSIA ECC)
BENE DICEVO ..VOI COMUNISTI PENSATE CHE BASTA CHE UNO ABBIA 3 TELEVISIONI,E ALCUNE TESTATE GIORNALISTICHE(MAI QUANTE NE HA LA SINISTRA ..POI)PER FARCI A TUTTI IL LAVAGGIO DEL CERVELLO??
.
SE NON CI FOSSE STATO L'IMPRENDITORE BERLUSCONI..CHE PER SOPRAVVIVERE ,COME TUTTI AVRA' PAGATO LE SUE BELLE MAZZETTE,AVREMMO GUARDATO SOLO LA RAI IMMAGINO..E SE NON CI FOSSE STATO LUI..NON CI SAREBE STATA UNA DESTRA..CIOE' CI SAREBBE SOLO FINI E BASTA..COL 10 PER CENTO..

LO VOLETE CAPIRE..SE NON CI FOSSE STATO BERLUSCONI ..L'ITALIA SAREBBE STATA TOTALMENTE IN MANO AI FASSINO..PRODI..DEBENEDETTI..D'ALEMA...
EVETE CAPITO FENOMENI DA BARACCONE...DA DOVE VIENE TUTTO L'ODIO DEI VOSTRI CAPI...DAL FATTO CHE IL NANO(CHE POI IN ITALIA SIAMO BASSI,PERCIO COME AL SOLITO VI SPUTTANATE DA SOLI VOI DI SINISTRA)..BENE ..DICEVO..BERLUSCONI E L'UNICO IMPEDIMENTO ,TRA LORO E IL POTERE ASSOLUTO...PROVATE A PENSARE POTRESTE AVERE L'ITALIA IL PIU BEL PAESE DEL MONDO IN MANO E UNO NON VE LO PERMETTE..
GUARDATE CON CHE ARROGANZA USANO LA RAI ,CON CHE ARROGANZA E CATTIVERIA,E ANNI CHE PARLANO SOLO DI BLOCCARE BERLUSCONI E MEDIASET SU E GIU ECC..
MENTRE TUTTE LE ALTRE AZIENDE,TIPO TELECOM,CIRIO,PARMALAT ECC,HANNO E FANNO QUELLO CHE VOGLIONO...

TANTO STUDIATI CHE SIETE ..E VI FATE USARE COSI MALE POI..
IERI PRODI COSA FACEVA..CONTAVA LA FIABETTA....SAPETE COSA PENSA PRODI DI NOI..PENSA CHE SIAMO TUTTI COME QUEI FENOMENI CHE DAVANO I SOLDI A VANNA MARCHI....AVETE VISTO COME GESTICOLAVA..FACEVA LE SCENETTE..L'INCAZZATURA CON BERLUSCONI PERCHE' LO DEVE RISPETTARE...SONO 6 ANNI CHE TIRANO MERDA ADDOSSO A BERLUSCONI.!!! E LUI HA IL CORAGGIO DI CHIEDERE RISPETTO...

SIETE TUTTI IMPAZZITI...SINISTROIDI.. O SIETE COMPLETAMENTE CIECHI....O VERAMENTE PER VOI E SOLO UNA QUESTIONE DI GUADAGNO E BASTA..

pietro lascala 16.03.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

X MAMMA SOLA

Mi dispiace per tuo figlio, ma se c'era un controllo probabilmente era ancora vivo !

Ti ricordi il ministro Colombo DC, e' stato anche presidente del consiglio di questa farsa di paese, ebbene lui tira di coca quotidianamente, sotto controllo, glielo ha ordinato il medico, ed e' bello vispo !!

Le droghe leggere non verrano mai legalizzate in itaglia finche' e' in mano alla mafia !!

juan miranda 16.03.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Dicono (è già così) che lo stato deve proibeire per legge le droghe perché fanno male.

Anche tirarsi le martellate sui coglioni deve fare un gran male, esiste dunque una legge che lo vieta?

No.

Perché no?
Perché se proprio ti vuoi tirare una martellata sui coglioni son cazzi tuoi, te lo deve proibire lo stato?

Ecco, dovrebbe valere anche per le droghe.

Gustavo Lapasta 16.03.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siccome si fa confusione, posto i risultati dei referendum che non sono stati validi solo perchè non è stato raggiunto il quorum, quindi non validi.
Come potete vedere i risultati sono schiaccianti, a favore della ricerca scientifica

LIMITE ALLA RICERCA CLINICA E SPERIMENTALE SUGLI EMBRIONI - Si 88,0 % %
NORME SUI LIMITI DI ACCESSO - Si 88,8 %
NORME SU FINALITA', DIRITTI SOGGETTI COINVOLTI E LIMITI ACCESSO - Si 87,7 %
DIVIETO DI FECONDAZIONE ETEROLOGA - Si 77,4 %

Francesco D'Ambrosio 16.03.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

In questo post abbiamo fatto bellissime ed interessantissime discussioni sulla sanità, Dott. Hamer, ecologia, cellule staminali, referendum, qualità della vita in generale. Tutti bellissimi discorsi nei quali anch'io mi sono immerso.Ma non scordiamoci di fondo come siamo fatti noi italiani nella nostra maggioranza: non ce ne frega niente di cosa succede nel mondo ma neanche in Italia, basta avere soldi in tasca (è per questo che oggi sono tutti incavolati con mr. b.)e poter fare le proprie cose in santa pace.I politici continuano a rubare, i preti a dirci quello che dobbiamo o non dobbiamo fare, e tutto va bene.Abbiamo le nostre case con i giardini pulitissimi, ma appena usciamo fuori buttiamo cartacce a destra e a manca. Siamo moralisti in pubblico e magari pedofili in privato, gridiamo allo scandalo per i fatti altrui e venderemmo nostra madre al primo vu cumprà di passaggio...esagero? certamente, però siamo abbastanza delle canaglie.Non facciamo più un sacco di lavori "considerati umili" e non vogliamo che vengano da fuori a farli al posto nostro, siamo tolleranti ed antirazzisti, "basta che non ci rompano gli zibidei", pretendendo una vita decorosa.Abbiamo fatto gli emigranti per 100 anni e abbiamo perso la nozione di cosa vuol dire vivere fuori la propria terra per guadagnare 2 lire.Se siamo di sinistra spesso è solo per poter sfruttare i nostri dipendenti senza essere attaccati dai sindacati,se siamo di destra,non è amore di libertà, ma perchè abbiamo necessità di qualche condono.Sputiamo regolarmente sui piatti dove mangiamo,amiamo farci prendere per i fondelli da persone autoreferenziate,siamo contro le raccomandazioni a parole,basta solo riuscire a sistemare mio figlio.Non riusciamo a vedere al di là del nostro naso,entriamo storicamente nelle guerre solo quando pensiamo di poterle facilmente vincerle,ci facciamo del male da soli sputtandoci in europa per colpire l'avversario politico,siamo contro la guerra e spacchiamo le vetrine,.... ITALIANI BRAVA GENTE!

Stefano Firbo 16.03.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento

@ Francesco D'Ambrosio 16.03.06 14:18

Rispondo alla signorina Radicale:
un anno fa mio figlio è morto per droga...
_______
Mi spiace ma questo è quello che accade con la politica attuale sulla droga. In un regime di legalizzazione e controllo (non liberalizzazione) questo poteva non accadere in quanto controllato.

*************************************************


Ehm...signor D'Ambrosio...credo che lei si rivolgesse a Mamma Sola e non a me. Qua mi hanno appioppato il nomignolo di Signorina Radicale, senza aver compreso che NON SONO E NON VOTO RADICALE!!!

Comunque concordo pienamente con quanto scrive.

La saluto.

Taiana Montenero 16.03.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un anno fa mio figlio è morto per droga...
Nonostante tutto quello che ho potuto fare lui non è più con me.
Il vostro schifoso partito proponendo la droga libera metterebbe ancora più a rischio la vita dei nostri ragazzi.
Già così i nostri giovani periscono come cani..figuriamoci se avessero libero accesso a qui veleni.
Vi dovreste vergognare a proporre le droghe:
le auguro una vita come la mia...di avere un figlio morente tra le braccia..
Vi disprezzo
Mamma Sola 16.03.06 13:51

cara mamma sola, purtroppo la stessa morte di suo figlio, e di tanti altri, dimostra la necessitá di cambiare le cose nel modo in cui si affronta questo gravissimo fardello della societá.
Facciamo due semplici ragionamenti
1) con il tarffico della droga ci guadagna "immensamente" (se pensiamo quanto l'illegalitá permetta di gonfiare i prezzi, nel caso della cocaina anche di un milione di volte tra produzione e vendita al dettaglio)il crimine organizzato e chissá chi altro. se questo venisse fatto dal governo ci potrebbe essere un cotrollo sulla salute di chi si droga e un taglio netto ai finanziamenti dei vari cartelli ciriminali internazionali
2) Non é vero che atualmente la droga non é libera. La puoi traovare senza difficoltá nella tua cittá.
L'esperto ONU sul narocotarffico a idichiarato a piú riprese che finché si continuerá a insistere sul modello repressivo si favorirá chi lucra sulla vendita della droga e che l'unico modo per sconfiggere il traffico é la legalizzazione di TUTTE le droghe, e non solo la innocua (informati, molto piú innocua di alcool e tabacco) mariuana che si poropone liberalizzare.
Ma c´'e anche la possibilitá (che io mi auguro sia vera) che tu non sia una mamma sola e solo un troll furbetto, pronto a fare leva su argomenti populisti per fare disinformazione, se questo dovesse essere il caso allora mio caro, hai sulla coscienza molte solitudini di mamme perché quello che uccide i nostri figli sono le politiche repressive e populiste e chiaramente inefficaci.

Franco Franco 16.03.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La verità è che la legalizzazione delle droghe leggere ha fallito,ci vuole il pugno di ferro.E poi il fatto che nessuno sia morto per aver fumato canne non vuol dire che facciano bene alla salute.

Massimo Piras 16.03.06 14:25
----------------------------

Signor Piras, lei quindi contesta le idee liberali? Libertà sua.
Ma le piacerebbe che lo Stato le dettasse la morale, che lo Stato le dicesse cosa è bene e cosa è male, come crescere i suoi figli, e quant'altro? Perché vede, se si rinuncia a un pezzettino di libertà, poi è facile perderla del tutto.
Lo Stato che, pare, piace a lei è esistito, dettava la morale, la condotta, ed è imploso, si chiamava Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, ed era un vero inferno.

Jean-Antoine-Nicolas-Caritat Condorcet 16.03.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio Cappato,
lei s'è avvicinato alla verità.Un altro passo...
Glielo suggerisco:aboliamo la sanità e i medici, tutti a zappare e la vita tornerà a sorriderci.
Parola di medico;per quello che vale.
Saluti
Sandro zonfrilli

sandro zonfrilli 16.03.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento

-----Rispondo alla signorina Radicale:
un anno fa mio figlio è morto per droga...
Nonostante tutto quello che ho potuto fare lui non è più con me.
Il vostro schifoso partito proponendo la droga libera metterebbe ancora più a rischio la vita dei nostri ragazzi.
Già così i nostri giovani periscono come cani..figuriamoci se avessero libero accesso a qui veleni.
Vi dovreste vergognare a proporre le droghe:
le auguro una vita come la mia...di avere un figlio morente tra le braccia..
Vi disprezzo
Mamma Sola 16.03.06 13:51 -----

Sono un padre e posso capire il dolore inconsolabile di una tale perdita.
Di recente, nel paese dove vivo, una famiglia ha perso un ragazzo perchè si è schiantato con la sua utilitaria contro un palo: era sobrio, lucido e non sotto l'effetto di droghe.
Andava solo troppo, troppo forte.
Adesso credo che nessuno si metta in testa di vietare l'uso dell'auto per questo. Mi sbaglio?

Quello che fa la differenza è il modo con cui gestisco il mio libero arbitrio: di qualsiasi cosa posso fare un non-uso, uso o abuso.

Non da ultimo, poi, c'è da considerare che il proibizionismo non riesce a limitare, in pratica, l'acquisto delle sostanze vietate.
Io, che non ho mai fatto uso di droghe e quindi non ho il mio pusher di fiducia, posso procurarmi qualsiasi droga senza la minima difficoltà.
Magari, dovendo fare al massimo un paio di telefonate…

Un saluto

Marco Zamparini 16.03.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In più hanno fatto coalizioni con chiunque, anche coi fascisti!
_____________
I radicali non sono in parlamento da 5 anni, i risultati si sono visti. Uno come Zapatero potrà esserci se le idee liberal-socialiste non verranno totalmente eliminate. Gli unici rimasti sono nella Rosa nel pugno, che ti piaccia o no

Francesco D'Ambrosio 16.03.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Credo che uno Stato, nella fattispecie l'Italia, se vuol davvero fare un salto di qualità debba considerare i cittadini come degli individui maturi.
Ora, un individuo maturo è libero di scegliere il proprio cammino, e se questo cammino lo condurrà all'autodistruzione, ebbene che sia così, ciascuno paghi per le proprie libere scelte, è appunto il prezzo da pagare se si vuole rivendicare la propria maturità, la propria indipendenza.
Io non fumo, mi concedo un buon bicchiere di vino ogni tanto, eppure se qualcuno vuole usare sostanze stupefacenti, finché non si comporterà in modo antisociale, per me sarà solo affar suo, e così dovrebbe essere per lo Stato.
A meno che non abbiate un'idea di Stato secondo cui spetta alle Istituzioni dettare la morale, invadere il campo privato dei cittadini, insomma a meno che non siate dei convinti statalisti, secondo cui le Autorità hanno la precedenza sulle vostre scelte rispetto a voi stessi. La legge del signor Fini è molto statalista, molto autoritaria, pretende di impartire una morale.
Allo stesso modo sbandierare la sacralità della famiglia è per nulla liberale, roba da Stato Patriarcale, uno Stato che dice cosa debba intendersi per "famiglia" e per "matrimonio", uno Stato che reputa i propri cittadini palesemente immaturi e bisognosi di essere costantemente accuditi dallo Stato stesso.

Libertà ed Eguaglianza!

Jean-Antoine-Nicolas-Caritat Condorcet 16.03.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FAi un opera buona anche tu:
VOTA PRODI
e manda un rincoglionito al governo
o se preferisci
VOTA BERLUSCONI
per avere più veline per tutti.

Max Toni 16.03.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni tanto, bisogna anche morire ...

Mauro Roncoroni 16.03.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo alla signorina Radicale:
un anno fa mio figlio è morto per droga...
_______
Mi spiace ma questo è quello che accade con la politica attuale sulla droga. In un regime di legalizzazione e controllo (non liberalizzazione) questo poteva non accadere in quanto controllato.


Quelli posti dal cappato sono tutti problemi con i quali nella società moderna ci si deve confrontare, con equilibrio e con impegno. La fecondazione assistita, l'impatto delle droghe nella società (e tutti i risvolti più o meno ufficiali), l'eutanasia etc... sono argomenti che richiedono impegno, nel documentaresi, nell'ascoltare anche le voci fuori dal coro, senza pregiudizio. L'ultimo referendum, quello che non ha raggiunto il quorum, ha purtroppo evidenziato la mancanza di impegno, attitudine, capacità (qualsiasi cosa, ma qualcosa è mancato) da parte della maggior parte dei cittadini di impegnarsi al fine di poter prendere decisioni importanti per il futuro della propria società. Fra l'altro ero scrutinatore, ho notato che nel mio seggio sopratutto i giovani non hanno votato. Un seggio non è tutta la popolazione, ma la cosa mi ha preoccupato. Questi non sono temi di cui poter occuparsi domani, ogni momento di riflessione, non di contrasto dialettico, è utile per formare la propria opinione o coscienza civile.

Daniele Nosi 16.03.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Scusate,
ma su tutti questi argomenti, non era stato fatto un referendum?
Si

Il risultato è stato schiacciante?
Si

Ma allora ai radicali non importa nulla di ciò che la gente pensa!

Beppe, che cosa ci stai raccontando?

Saluti.
Maurizio

www.Zigolo.net

Maurizio Caudana Commentatore in marcia al V2day 16.03.06 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Sentite eh! Basta essere difesi solo dai radicali. Già negli anni 80 si parlava di partito radicale come unico difensore dei gay solo perchè militavano Pannella (sic!) e Rutelli (arisic!!). Ma poi avete visto ad esempio la trasformazione di Rutelli? Profuma di incenso e si genuflette ogni 3x2 alla Chiesa. Beh...Pannella si piscia addosso e se la beve...In più hanno fatto coalizioni con chiunque, anche coi fascisti! E questa è la coerenza che li fa andare avanti da anni? Meno male che hanno un seguito esiguo. Che spariscano dalla faccia della Terra una buona volta. I diritti civili, come quelli dei gay e delle coppie di fatto devono essere tutelati per Costituzione. Ma finchè non ci si libera del giogo clericale non ce la potremo mai fare. QUANDO ARRIVA IN ITALIA UNO COME ZAPATERO? QUANDO???

Biagio Roggia 16.03.06 14:13| 
 |
Rispondi al commento

@ Mamma Sola 16.03.06 13:51

Rispondo alla signorina Radicale:
un anno fa mio figlio è morto per droga...
Nonostante tutto quello che ho potuto fare lui non è più con me.
Il vostro schifoso partito proponendo la droga libera metterebbe ancora più a rischio la vita dei nostri ragazzi.
Già così i nostri giovani periscono come cani..figuriamoci se avessero libero accesso a qui veleni.
Vi dovreste vergognare a proporre le droghe:
le auguro una vita come la mia...di avere un figlio morente tra le braccia..
Vi disprezzo
**************************************************
Arridaie...ho mai detto di essere una radicale? Rileggetevi bene i miei post, per piacere!
Mi dispiace per suo figlio, signora. Evito, per rispetto al Suo dolore, di entrare in polemica sull'accesso libero (Le assicuro che è moooolto libero, anche se non legalizzato).

Non condivido l'augurio rivoltomi; personalmente lo ritengo un gesto di pessimo gusto, comprensibile solo con la rabbia e l'immenso dolore del vuoto creatosi con la morte di Suo figlio.

La saluto con affetto.

Tatiana Montenero 16.03.06 14:12| 
 |
Rispondi al commento

In molti commenti leggo delle cose che non tengono conto dell'intero post di Cappato, prendendo solo qualche parola qua e là...
Ad esempio quest:
"politica sanitaria fondata sull’informazione"
questo è quanto dice Beppe nello spettacolo (almeno a roseto) dove la gente (della fascia bassa) va a farsi sempre analisi e controanalisi consigliate dai medici (che non le fanno per loro stessi) e le liste sono destinate ad essere sempre più lunghe. Perchè sono come il debito, le code non sono fatte per essere estinte ma per cambiare...evolversi!
Quindi i cittadini dovrebbero sapere a cosa servono le analisi che stanno per fare e quali CONTRO comportano, oltre a conoscere la storia dei falsi positivi e falsi negativi, etc.

Francesco D'Ambrosio 16.03.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Fini:- Caruso non merita il titolo di onorevol.

Mah... mi chiedo... avrà fatto + danni Caruso ed i suoi 4 gatti (tra l'altro + funzionali alla dx che non alla sx) o Lei, Sig. Fini che ha votato tutte quelle porcate... (scusi sa, ma sono parole di un Suo alleato... tale Calderoli... lo conosce? ....)... ma se le stesse leggi che fate le definite porcate.... che ci state a fare in Parlamento?..... le voglio dare un consiglio, si vada a riposare per 5 anni, si (ri)ripurifichi (sa, dopo la prima volta a Fiuggi)... (dopo 5 anni di naso turato.... anche queste sono parole di un suo alleato..... tale Follini... lo conosce?....i suoi polmoni necessitano di un poco di aria pura....ed anche i ns)..... e magari tra 5 anni potrà a pieno titolo rientrare in un parlamento bonificato da quelle PORCATE che hanno obbligato Voi a turarVi il naso e noi a vergognarci di essere Italiani.... Spero mi accontenti e si riposi. Roberto.

roberto brianzolo 16.03.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ JdQ. hai verificato /ieri sera? ciao jacopo

luca ursillo 16.03.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dunque, ricapitolando:
Le primarie sull'energia hanno avuto l'adesione dei seguenti partiti:
-I Verdi
-Rifondazione Comunista
-Italia dei Valori
______________________
Hai dimenticato La rosa nel pugno

Francesco D'Ambrosio 16.03.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Dunque, ricapitolando:
Le primarie sull'energia hanno avuto l'adesione dei seguenti partiti:
-I Verdi
-Rifondazione Comunista
-Italia dei Valori
Le primarie sulla sanità:
-Italia dei Valori
-La Rosa nel Pugno.

PRIMA DOMANDA: MA DOVE SONO I PARTITI DI DESTRA?
PERCHE' NON RISPONDONO ALL'APPELLO QUANDO SI PARLA DEL BENESSERE DEI CITTADINI?
E SE NON LO FANNO..CHE CI STANNO A FARE?
(magari Ilaria Rizzo o Ivana Iorio potrebbero spiegarmelo...:P)

SECONDA DOMANDA: PERCHE' I PARTITI DI SX NON ADERISCONO TUTTI QUANTI ALLE PRIMARIE?
ALCUNI PROPRIO NON CI SONO, ALTRI HANNO ADERITO AD UN TEMA E NON ALL'ALTRO.
L'unica eccezione è l'Italia dei Valori...

Vabbè è comunque qualcosa...

Nicole Tirabassi 16.03.06 13:58|