Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Zucchero amaro/2


bieticoltura-italiana.jpg
da www.anb.it

Dopo la pubblicazione del post "Zucchero Amaro" ho ricevuto molte segnalazioni, sia su Casei Gerola, sia su altri zuccherifici chiusi o in fase di chiusura in tutta Italia.
Da oggi pubblicherò alcuni interventi con l’obiettivo di capire, attraverso i vostri commenti, le motivazioni dello smantellamento degli zuccherifici e di valutare, se esistono, attività alternative.
Di seguito riporto un estratto di un documento che allego, ricevuto da Ivan Nardone.

“ Invio una nota sullo zucchero che potrebbe aiutare a capire le follie della chiusura di 13 stabilimenti su 19 in Italia, un Paese che non copre il suo fabbisogno nazionale.
Buon lavoro e con stima e affetto”
Ivan Nardone. Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea - Commissione Agricoltura


“Da sempre abbiamo considerato inevitabile una riforma del settore dello zucchero, un settore immodificato dal 1968 e che attraverso i prezzi minimi garantiti, le restrizioni alle importazioni e i sussidi alle esportazioni ha permesso che il prezzo dello zucchero dell’UE fosse un terzo più alto del prezzo mondiale e che l’UE diventasse uno dei maggiori esportatori di zucchero anche provocando dumping nei paesi terzi.

Da sempre abbiamo sostenuto la riduzione delle quote di zucchero dell’UE ma a partire ovviamente dai paesi eccedenti, con l’assegnazione ad ogni paese comunitario in grado di produrre zucchero di una quota rapportata in linea di massima, ai consumi interni, ridotta di una quota proporzionale atta a pareggiare le previste importazioni preferenziali, fissando contingenti di importazione da concordare con i paesi interessati ( EBA, ACP, Balcani), riconoscendo prezzi minimi di acquisto in modo da fornire al contempo un sostegno ai Paesi con deboli economie e realizzare una apertura armonica del mercato europeo nel suo insieme, nonchè cancellando ogni forma di restituzione alle esportazioni dall’area comunitaria.

Con questa posizione abbiamo sostenuto gli scioperi, e abbiamo spinto molti enti locali a pronunciarsi, nonché il Parlamento europeo nella seduta del 10 marzo della precedente legislatura con prese di posizione dove si richiedeva il rispetto di tutti trattati europei che in chiave agricola non sostengono mai le aree maggiormente vocate ma rivendicano un principio di solidarietà tra le diverse regioni agricole proprio per la funzione sociale e ambientale che l’attività agricola svolge.

L’ultima proposta della Fischer Boel del taglio del 36% del prezzo di intervento era totalmente irricevibile per un paese come il nostro che da tempo non copre neanche il fabbisogno interno di zucchero, è valso il principio dei paesi forti economicamente e politicamente a discapito delle norme comunitarie che da tempo si basano sul principio di solidarietà, per il nostro paese è stata una Caporetto e le responsabilità del Governo sono tante, un Governo sempre più isolato in Europa e nel mondo e che rivendica invece senza il minimo pudore la perdita del 50% delle quote, la chiusura di 13 stabilimenti su 19 una vittoria della mediazione Italiana.

Una riforma avversata da tanti ma non da tutti, e che non ha nulla a che vedere con l’aiutare i paesi poveri affamati dall’egoismo dei paesi ricchi:
- contro questa riforma si sono espressi i sindacati italiani dell’agroalimentare, con ripetuti scioperi, e notoriamente i sindacati non difendono gli egoismi dei ricchi,
- contro questa riforma hanno manifestato piccoli e medi produttori di bietole su scala europea, i paesi dell’Africa dei Caraibi e del Pacifico che hanno rapporti privilegiati con l’UE e che questa riforma penalizza,
- sono contrari alla riforma i paesi EBA: ovvero i 50 paesi più poveri del mondo che rigettano totalmente la riforma,
- respingono totalmente questa riforma i movimenti sociali di Brasile, India, Australia, poichè le grandi corporation troveranno sempre più conveniente produrre zucchero per le esportazioni con monoculture di canna con gravi impatti ambientali e sociali a discapito della diversificazione produttiva e la sovranità alimentare.
- Il Parlamento europeo ha bocciato totalmente la riforma rivendicando un ruolo invece negato dalla commissione e avanzando proposte intelligenti quali l’abolizione entro il 2010 delle restituzioni alle esportazioni e una riduzione del prezzo dello zucchero del 30% in 4 anni.

Coloro che si sono detti d’accordo con la riforma sono stati i Governi agricoli forti del sud e del nord del mondo quali Brasile, Francia, Germania, Australia, India e le grandi aziende del nord che incasseranno 730 euro ogni tonnellata dismessa e le multinazionali che hanno delocalizzato nel sud che possono esportare maggiormente le loro produzioni.

In Italia con l’ulteriore decurtazione del 10% avanzato dalla commissione europea ed il riporto delle eccedenze degli anni passati la nuova campagna bieticola difficilmente potrà superare il 30% di produzione della campagna precedente con ulteriore confusione anche riguardo gli accordi interprofessionali".

2 Mar 2006, 14:47 | Scrivi | Commenti (382) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mi occupo di salute e alimentazione. Nella cura delle malattie gravi (tumori) e malattie del sistema nervoso (sclerosi, parkinson, alzheimer), tutta la medicina naturale e alternativa è concorde nel dire che lo "zucchero bianco", cioè quello di barbabietola e raffinato è un veleno a piccole dosi, è assolutamente da evitare, mentre lo zucchero di canna integrale è una vero cibo indispensabile e, anche secondo una associazione di dentisti francesi, un alimento indispensabile nella prevenzione delle carie. Basta mettere in bocca un pezzo di barbabietola da zucchero per rendersi conto, per ore, di quanto poco zuccherata e dannosa è... Ci vogliono tanti prodotti chimici per estrarne lo zucchero, di cui rimangono tracce nel prodotto finale che comunque, raffinato, è puro saccarosio, acidificante e aggressivo per l'organismo. Quindi, ben venga che si chiudano i nostri zuccherifici e che tutti facciano uso di zucchero di canna integrale, ottenuto praticamente dalla sola spremitura di una canna dolcissima e piacevolissima da mangiare anche al naturale.

Pierre Pellizzari 28.03.06 22:43| 
 |
Rispondi al commento

cosa ne pensa degli aumenti delle pensioni che berlusconi promette agli anziani?a noi cinquantenni vedove con figli minori a carico con una pensione di reversibilità inferiore ai 500 euro chi ci tutela?eppure esistiamo anche noi.....lavoro non ce ne offrono perchè siamo
troppo grandi...
firmato una vedova senza speranza

vilma ghisu 15.03.06 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, Ho letto il post riguardo la chiusura di molte fabbriche di barbabietola da zucchero qui in Italia.
Ma invece di chiudere queste fabbriche, mandare a casa moltissimi lavoratori, avvantaggiare le multinazionali..etc..non sarebbe lecito anzi incrementare queste colture?Vi spiego anche il perchè: In Brasile utilizzano la canna da zucchero oltre per la produzione di zucchero anche per la produzione di alcool da utilizzare in sostituzione della benzina..Non potrebbe essere una buona idea utilizzare la bietola per produrre alcool?Invece di importare milioni e milioni di tonnellate di petrolio, affossare sempre di più la nostra bilancia commerciale, produrre inquinamento e incentivare la disoccupazione?

Sergio Di Giovanni 11.03.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici mi segnalano questo sito su come vengono gestiti gli allevamenti animali e su ciò che di conseguenza ci mangiamo...
Mi sembra interessante, che ne dite?

www.themeatrix.com/italian/action/about.html

Pierpaolo Sparacino 10.03.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che non si parli molto anzi affatto di quello che rischia una fabbrica Come la Barigelli(ex Bargam) che fa parte dell' indotto saccario. Questa azienda produce macchine per la raccolta di barbabietole da zucchero semoventi e trainate da diversi anni. Chairamente essendo un' azienda con circa 60 operai che fa una produzione a livello artigianale non riesce ad essere competitiva a livello europeo e chiudendo la maggioranza degli zuccherifici in italia le conseguenze sono la cassa integrazione degli operai. Il mercato attuale delle barbabietole è situato in russia e paesi limitrofi di conseguenza per essere competitivi in quel mercato(la diretta concorrente tra l' altro fa parte di una multinazionale con capitali da investire di molto superiori alla barigelli)bisognerebbe aprire un vero e propio centro d' assistenza con costi annui molto elevati. Per gli agricoltori e per i zuccherifici sono stati stanziati dei fondi di risarcimento, perchè per questo tipo di aziende non viene fatto nulla? Si dovrebbe attendere la riconversione degli zuccherifici(chissà quando avverrà) o si va al fallimento?

Corinaldesi Elìa 10.03.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

prova

elisabetta pavani 08.03.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Oggi pomeriggio durante la conferenza stampa tenutasi presso l'Aula Magna dell'Ospedale di Niguarda-Milano, in occasione della festa della donna e per riconoscere l'impegno encomiabile svolto dal TELEFONO DONNA, ho conosciuto il Ministro Dott.ssa Moratti. In tale occasione ho consegnato al Ministro la grave vicenda scritta delle torture psico-fisiche subite sul posto di lavoro dalla signora Giovanna Nigris (v. sito:www.mobbing-sisu.com). Mi ha risposto che "non mi promette niente". Ho visto che è una gran brava persona ma deve avere dei potenti vincoli di potere decisionale. Giacomo Montana

Giacomo Montana 08.03.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fddff

fdff 08.03.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più viva che mai è la questione sconfinata della mafia e della sua trasformazione, in associazione e associazioni, con una dilagante degenerazione istituzionale che è sotto gli occhi di tutti. Tutti ne hanno sempre parlato, l’anno sempre sottoposta al tentativo di rimuoverla, ridimensionarla, annientarla, specialmente dopo le stagioni dei “lenzuoli bianchi” seguita alle stragi di Capaci e Via D’Amelio, ma ogni tentativo di espugnarla dalla coscienza civile, dalla vita democratica, dalla cultura, dalla politica, dall’economia, in una espressione: “dalla vita degli italiani” è sempre fallita! Sospetto che da come vanno ne cose nel nostro Paese essa sia al vertice della politica ove CRIMINE, POLITICA E SFRUTTAMENTO, imperano pacificamente indisturbati. Noi cittadini ci litighiamo per le ideologie politiche e contestualmente c’è chi si SGANASCIA soddisfatto che non è stato compreso nulla! Personalmente cari amici, ho fondati sospetti che la fonte di dimensione della politica, e la scelta di chi deve governare appartiene alla mafia, da qui vengono poi determinati gli ordini dei poteri, delle priorità e dei privilegi di ogni ordine grado e luogo. Ecco perché in Italia prende sempre più piede la giustizia finta, ecco perché diviene possibile e facile potere torturare impunemente in silenzio senza che nessuno sappia nulla col silenzio stampa(vedi torture su Giovanna Nigris, sito di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com . Quanti torturati come la Nigris ci saranno in Italia? Quanti sono stati spinti al suicidio? La giustizia oggi è scomparsa e dilaga a velocità supersonica la discriminazione. Si protegge il criminale e si fa morire lentamente e crudelmente la vittima. E pensare che l’origine della mafia era legato al fatto di aiutare le vittime del crimine (LEGGI I BEATI PAOLI Casa Ed. Flaccovio di Palermo)…. CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…

Giacomo Montana 08.03.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(2)...Coriolano della Floresta che era il capo che si batteva per i più deboli e vittime del potere. Vedete come si capovolgono i sentimenti dell’essere umano? Vedete come ci fanno scannare a parole mentre la verità è assai più diversa e complessa? Rimango sempre neutrale e legato alla stupenda ideologia di: FORZA SISU che non dipende da nessuno. Giacomo Montana

La sofferenza di qualcuno é la sofferenza di tutti, la gioia di uno é la gioia di tutti.
--dal Codice Etico del Nativi Americani


Sono nato nella prateria,
dove il vento soffiava libero
e non c’era niente
che interrompesse la luce del sole.
Sono nato là dove ogni cosa
respirava liberamente.
--DIECI ORSI, COMANCHE

Anche qua il vento
non soffia più libero,
inseguendo la chimera
del centrodestra
si insegue la penombra,
tutto interrompe la luce del sole.
Sono nato là a Livorno,
tra mare e praterie
dove ogni cosa
respirava liberamente.
--Giacomo Jim Montana, discendente Cherokee

Non si vende la terra sulla quale la gente cammina.
(Tashunka Witko (Cavallo Pazzo))

La rana non s'ingozza mai di tutta l'acqua dello stagno in cui vive.
Proverbio Sioux Teton

(Perché Belusconi si?)

Giacomo Montana 08.03.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, incredibile! Sulla rivista Capital del 1° marzo scorso, a pag.42, c'è un articolo del Tronchetti Provera dal titolo "Come si risanano le aziende" (sottotitolo: non mollare mai e circondarsi di persone capaci)..... Non credi meriti una risposta? Sappiamo che ti sfugge sempre, forse attraverso la stampa si sentirebbe obbligato a rispondere?

Vincenzo Puggioni 08.03.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

cosa ne pensate di quel volpone che afferma che non esiste il carovita da euro ?
.... ma ....chissà chi sarà lo "sponsor"!

annarita sanuti 08.03.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

L'URLO DEL CITTADINO!
Sono un'insegnante di Roma e sto lavorando con i miei alunni sul problema del degrado urbano.
Sono anche in contatto con "l'Ufficio per il decoro urbano" del Comune, dal quale mi hanno fatto sapere che la legge finanziaria del 2005 ha depenalizzato il reato di affissione abusiva per i committenti. Possono essere multati solo coloro che attaccano i manifesti, se vengono colti in flagrante. La città di Roma è invasa da affissione selvaggia della quale è regina Alleanza Nazionale, che deturpa senza scrupoli tutti i muri della città. E non gli si può neanche dire niente!
COMBATTIAMO L'AFFISSIONE SELVAGGIA!
grazie
Silvia Mari

silvia mari 08.03.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

L'URLO DEL CITTADINO!
Sono un'insegnante di Roma e sto lavorando con i miei alunni sul problema del degrado urbano.
Sono anche in contatto con "l'Ufficio per il decoro urbano" del Comune, dal quale mi hanno fatto sapere che la legge finanziaria del 2005 ha depenalizzato il reato di affissione abusiva per i committenti. Possono essere multati solo coloro che attaccano i manifesti, se vengono colti in flagrante. La città di Roma è invasa da affissione selvaggia della quale è regina Alleanza Nazionale, che deturpa senza scrupoli tutti i muri della città. E non gli si può neanche dire niente!
COMBATTIAMO L'AFFISSIONE SELVAGGIA!
grazie
Silvia Mari

silvia mari 08.03.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

GOVERNO CRIMINE E POVERTA’

C’è un interrogativo fondamentale che ormai ci poniamo in parecchi: quali sono i motivi e le cause che hanno reso possibile il tradimento dei personaggi politici del centro destra, ai danni della gente, sulle aspettative diffuse di buon governo?

Quali le cause che fanno tollerare persino atrocità su di me, persona ammalata grave e portatrice di handicap? (vedi mio sito web: www.mobbing-sisu.com ) Sarebbe utile, in un dibattito televisivo per arrivare a fare svelare non solo i MECCANISMI ma anche i FINI che il centro destra intende raggiungere. Che sia l’inizio di una nuova DITTATURA?

Da tempo mi viene fatta respirare “aria” di dittatura e mi viene fatta avvertire una condizione di grande pressione psicologica che, di conseguenza, compromette sempre più anche il mio stato di salute.

Una volta ero fiera di essere nata in uno stato democratico coma l’Italia, oggi sono scandalizzata e disgustata, persino di come vengono raggirate ed economicamente danneggiate le persone oneste del nostro Paese: si fa aumentare il costo della vita di “CINQUANTA” e poi si fa vedere che si sono aumentati i redditi da lavoro e le pensioni di “DIECI”.

Ciò che viene esercitato attualmente è la lenta distruzione della mia identità, basata sul continuo impoverimento assoluto e il continuo lento isolamento dal mio contesto sociale per ragioni di povertà. Pratiche completamente estranee a qualsiasi considerazione dei diritti umani e del Diritto internazionale.

Oltre a particolari ristretti interessi economici di persone privilegiate, non saranno gli svantaggi dell’alimentazione transgenica ad abbassare il grado di attenzione su alcuni cittadini che voteranno il centrodestra? Se il motivo è questo, temo che dovremo sopportare ancora un mal governo perchè potrebbero vincere ancora le elezioni. FORZA SISU! Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 08.03.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento

stamani mi e' arrivata via mail questo link
forse e' il caso che gli diate un occhiata..

raul

http://www.themeatrix.com/italian

raul cosi 08.03.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Pongo all'attenzione di tutti il seguente articolo dal quotidiano la Repubblica che descrive la situazione attuale sui mutui invitando a riflettere su come ci si possa affidare ad un governo noncurante su temi di interesse primario e collettivo

http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/economia/bce/mutui/mutui.html?ref=hpstr6

Perdonate la BANALITA'ma stiamo annegando nel "QUOTIDIANO".

Marco Esposito 08.03.06 08:50| 
 |
Rispondi al commento

La sofferenza di qualcuno é la sofferenza di tutti, la gioia di uno é la gioia di tutti.
--dal Codice Etico del Nativi Americani


Non si vende la terra sulla quale la gente cammina.
(Tashunka Witko (Cavallo Pazzo))

Sono nato nella prateria,
dove il vento soffiava libero
e non c’era niente
che interrompesse la luce del sole.
Sono nato là dove ogni cosa
respirava liberamente.

--DIECI ORSI, COMANCHE


Anche qua il vento
non soffia più libero,
inseguendo la chimera
del centrodestra
si insegue la penombra,
tutto interrompe la luce del sole.
Sono nato là a Livorno,
tra mare e praterie
dove ogni cosa
respirava liberamente.

--Giacomo Jim Montana, discendente Cherokee


Non si vende la terra sulla quale la gente cammina.
(Tashunka Witko (Cavallo Pazzo))

La rana non s'ingozza mai di tutta l'acqua dello stagno in cui vive.
Proverbio Sioux Teton

(Perché Belusconi si?)

Giacomo Montana 08.03.06 08:05| 
 |
Rispondi al commento

La sofferenza di qualcuno é la sofferenza di tutti, la gioia di uno é la gioia di tutti.
--dal Codice Etico del Nativi Americani


Non si vende la terra sulla quale la gente cammina.
(Tashunka Witko (Cavallo Pazzo))

Sono nato nella prateria,
dove il vento soffiava libero
e non c’era niente
che interrompesse la luce del sole.
Sono nato là dove ogni cosa
respirava liberamente.

--DIECI ORSI, COMANCHE


Anche qua il vento
non soffia più libero,
inseguendo la chimera
del centrodestra
si insegue la penombra,
tutto interrompe la luce del sole.
Sono nato là a Livorno,
tra mare e praterie
dove ogni cosa
respirava liberamente.

--Giacomo Jim Montana, discendente Cherokee


Non si vende la terra sulla quale la gente cammina.
(Tashunka Witko (Cavallo Pazzo))

La rana non s'ingozza mai di tutta l'acqua dello stagno in cui vive.
Proverbio Sioux Teton
Perché Belusconi si?

Giacomo Montana 08.03.06 07:46| 
 |
Rispondi al commento

IL VALORE SOCIALE DELLA VERITA’
(Un arcobaleno politico di ingiustizie)

Il chiarimento dei fatti e il riconoscimento delle atrocità rivolte contro la mia persona da quattordici anni, sono quello che mi aspettavo dagli italiani che sono alla guida politica del nostro bene amato Paese. Invece, da parecchi anni pur chiedendo aiuto persino al nostro caro Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi anche inviando centinaia di petizioni firmate dai cittadini che hanno più spirito umanitario, vedo solo che tutti si nascondono e fanno finta che non è successo nulla.

La verità per il cittadino ha un valore sociale molto importante anche per coloro che non sono colpiti direttamente dalle violazioni di legge, dal crimine e dalle conseguenti torture d’inerzia contro tutto ciò. Sento tanto disprezzare altre popolazioni, altre culture, altre religioni e per quello che ancora mi viene fatto subire, provo tanta vergogna per gli italiani.

Sono stata ridotta in silenzio ad essere questo. Per il mio caso e chissà per quanti altri casi questa società italiana viene spietatamente sottoposta alla censura stampa, alla manipolazione dei miei fatti di servizio e di tanti altri fatti e in più io per certi aspetti, sono sottoposta all’isolamento sociale più atroce e crudele.

Mi auguro che l’avere aperto il mio sito: http//web:www.mobbing-sisu.com per legittima difesa possa contribuire a smascherare la delinquenza organizzata che mi sta ancora uccidendo privandomi illegalmente dei miei diritti di legge e di contratto per la causa di servizio, contro l’ospedale pubblico, ente datore di lavoro ove sono dipendente come assistente amministrativo e dove con la più assoluta privazione persino dei più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione e in aperta violazione dell’art. n.2087 del codice civile, mi è stata fatta contagiare la tubercolosi che mi ha rovinato tutta la mia esistenza…CONTINUA..(2)..

Giovanna Nigris 08.03.06 06:54| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(2)..La conoscenza dei fatti di servizio,la relativa crudele violenza e l’atrocità, consultando il mio sito web come da indirizzo sopra riportato, specialmente in periodo elettorale come siamo ora, può contribuire ad aumentare il livello di conoscenza su ciò che nel più assoluto silenzio avviene in Italia ai danni di una donna. Conoscere fatti orrendi nascosti di distruzione dell’essere umano, domani sarà la nostra storia, ma a cominciare da oggi per il futuro noi cittadini potremmo fare evitare che sia posta in essere qualsiasi versione falsificata della verità sostanziale di qualsiasi fatto e di qualsiasi realtà.

Ognuno per il futuro anche dei propri figli, può farsi carico impegnandosi per l’attuazione di una giusta riparazione delle vittime siano essi militari o civili che vengono distrutti e completamente rovinate durante l’adempimento dei propri doveri di servizio. E’ indicibile quello che provo quando sento promettere alla gente da noti personaggi politici che daranno un’Italia migliore, se da quello che vedo è stata ridotta nel fango di una palude di illegalità, connivenze e omertà.

Una lettrice alcuni giorni fa mi ha scritto che una disgrazia va sopportata, alludendo in questo caso alla mia, ma quella signora purtroppo non ha capito nulla della mia odissea, per me si sono tenuti ben nove anni quattro imputati di lesioni colpose gravissime (tre medici e un dirigente amministrativo) sino al raggiungimento della prescrizione dei reati, privandomi così del diritto di vederli processare.

Ti rivolgi al tribunale per ricevere giustizia, paghi cifre esorbitanti all’avvocato che ti rappresenta e poi vedi ridere gli imputati che ti guardano. Se non è fango questo il vero fango che cos’è? Guardando alla mia vicenda estremamente torbida, e a chissà a quante altre, ci si potrebbe chiedere, ma io a chi sto assegnando il voto elettorale a dei potenziali assassini che non fanno nulla per combattere e annientare il crimine.. CONTINUA..(3)

Giovanna Nigris 08.03.06 06:54| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(3)…e al contrario fanno proteggere i criminali amici di cordata sino a fare raggiungere i termini temporali della prescrizione dei reati? E’ questa l’Italia che vogliamo che sia anche per il futuro con quegli stessi soggetti politici? Oggi io sono in malattia grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare, senza neppure avere i mezzi economici per curarmi al meglio. So che si aspetta la mia scomparsa di scena per nascondere ancora meglio il tutto ma io fino all’ultimo sento il dovere di italiana di informare i miei connazionali di che risma sono i nostri amati (qualcuno li ama) politici.

Sono nata ad Auronzo di Cadore in provincia di Belluno, un meraviglioso angolo della Terra ove le Dolomiti con le Tre Cime di Lavaredo simboleggiano tutto quello che di più bello e spettacolare può esistere nel nostro pianeta. Successivamente i miei genitori (mio padre di origini friulane e mia madre di origini trentino/austriache) per motivi di lavoro - si trasferirono a Milano e qui terminai i miei studi, conseguendo il diploma di maturità classica presso l’Istituto Carducci di Milano.

Successivamente, convinta di onorare la memoria sia di mio nonno che del mio bis-nonno, i quali erano medici, decisi di andare a lavorare come impiegata amministrativa in un ospedale: l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano. Ero orgogliosa di lavorare in un servizio di pubblica utilità, così come sono stata orgogliosa della medaglia d’oro al valor civile che ricevette mio nonno Dottor Carlo Nigris dal Comune di Saronno per meriti di servizio.

La sensibilità che mio nonno ha dimostrato di avere durante tutta la sua vita come medico io credo di averla ereditata anche per quanto concerne la composizione di poesie delle quali alcune sono pubblicate nel mio sito web: http://www.mobbing-sisu.com/poesie/poesiegio.htm . …CONTINUA..(4)…

Giovanna Nigris 08.03.06 06:52| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(4)…Inoltre da pochi giorni ho aperto un Blog intitolato “Poesia e Mobbing” con il quale cerco, attraverso le esternazioni emotive delle mie poesie e anche attraverso gli scritti ed opere di Grandi Autori, di uscire dalla prigione che il mobbing ha creato intorno a me: http://sisu-g.splinder.com/. Quello che una persona impara e conosce e il proprio arricchimento interiore nessuno lo può rubare.

A parte questa parentesi purtroppo però per me dopo circa tre anni di lavoro in ambiente contaminato e privata di qualsiasi mezzo di protezione da contagio e infezione, in aperta violazione dell’art.2087 del Codice Civile, come ho già detto, mi è stata fatta contrarre la tubercolosi in servizio e per causa di servizio. Per questo i miei diretti superiori (tre medici e un amministrativo) sono stati imputati di lesioni colpose gravissime e lasciati in attesa di giudizio per alcuni anni, sino al raggiungimento dei termini di legge necessari per dichiarare la prescrizione dei reati, così come puntualmente si è verificato.

In questo modo oltre che nella mia salute psico-fisica sono stata rovinata in campo patrimoniale per la riduzione del mio stipendio a causa delle mie assenze dal servizio, dovute alla tubercolosi e persino per avere dovuto sostenere spese legali per tutto quello che il mio avvocato difensore aveva scritto al Tribunale per patrocinarmi nei miei diritti di legge e di contratto.

Oggi, con l’animo colmo di dolore, mi ribello all’ingiustizia subita, perché per tutto questo sono stata ridotta senza salute, non abbiente e pertanto nella più assoluta impossibilità economica di potermi curare i postumi della tubercolosi, ovvero potere fare fronte a tutte quelle spese mediche, farmacologiche e di laboratorio non dispensate dal Servizio Sanitario Nazionale. Anche se al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (T.A.R.) contro l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano ho vinto in maniera schiacciante, …CONTINUA…(5)…

Giovanna Nigris 08.03.06 06:52| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(5)…i dirigenti dell’Ospedale con la più vergognosa elusione del giudicato continuano a lasciare efficaci contro di me altri reati penali di cui OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO, FALSO IDEOLOGICO e VIOLENZA PRIVATA DA MOBBING, così come meglio spiegato e documentalmente provato nel mio sito internet: http://www.mobbing-sisu.com .

In termini reali e non certo in termini polemici, mai avrei potuto immaginare che, come dirigenti di un Ospedale pubblico vi fossero politicamente assegnati dei malviventi che causano una lenta morte alla propria dipendente, così lontani dallo spirito dello scopo umanitario che un ospedale deve coltivare. Per nessun motivo al mondo avrei potuto credere che per un servizio di pubblica utilità si soffrisse così atrocemente.

Oggi vedo persone che, pur essendo state elette a governare il Paese, senza alcun rispetto della legge e senza dissipare alcun tipo di dubbio e di sospetto al cittadino, non si prodigano affatto per risollevare le sorti della gente più indifesa e della Nazione. Nessuno manifesta di volere sanare le distruzioni prodotte al cittadino e al proprio Paese, nessuno cerca di unire gli animi per costruire qualche cosa di buono, di conseguenza non si fanno risparmiare altre lacrime e altro dolore al popolo che viene sempre più oppresso, tartassato e rovinato.

Purtroppo vi sono anche parecchie persone che lontane dal supremo interesse del Paese, pur di accrescere stima e simpatia dai malfattori senza scrupoli, si rendono complici di qualsiasi genere d’illegalità, avvalendosi di un istituto disumano perverso e violatore di ogni sano principio. Si sente solo parlare di conflitti di interessi, di buoni e cattivi uomini politici e di reciproche frasi avvelenate, ma il bene del “cittadino” pare che non interessi più, si ricordano di esso e della sua esistenza solo quando gli si chiede il voto elettorale. CONTINUA…(6)…

Giovanna Nigris 08.03.06 06:51| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(6)… Io come i miei nonni ho compiuto semplicemente il mio dovere di italiana, dedita completamente a un servizio di pubblica utilità, ma a differenza dei miei antenati, io, come compenso, pare che riceva in silenzio una lenta morte. Oggi la libertà individuale e giustizia sociale non trovano più il loro pieno equilibrio.

Tutto accade in spregio alle leggi e al potere sovrano della Magistratura, perché gli uomini politici pensano solo al proprio arricchimento personale, sollevando continue questioni senza mai risolverle. Tutto questo clima violento, le contestazioni e i moti popolari minacciano l’unità nazionale e non pongono certamente le basi per vedere in futuro un’Italia libera, forte e unita.

Ci viene data una sensazione spiacevolmente, preoccupante, lontana da qualsiasi genere di conforto morale, politico e sociale. Dei frutti della fede e dei sacrifici dei nostri padri, alla stragrande maggioranza di chi ci governa, pare che non importi proprio nulla. Che Iddio ci protegga. Giovanna Nigris

SEMPRE FORZA SISU!

Giovanna Nigris 08.03.06 06:51| 
 |
Rispondi al commento

ho attivato SKYPE ma vorrei disperatamente liberarmi di TELECOM.E' POSSIBILE? SE SI, COME POSSO FARE PER STRAPPARE QUESTO CANCRO (TELECOM APPUNTO) DALLE MIE TASCHE? Spero qualcuno mi illumini al piu presto, GRAZIE!
BEPPE NON MOLLARE

michele aversa 08.03.06 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Forse può interessarti. M.

Piero Taglieri 07.03.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

URGE UN CAMBIAMENTO DELLA REALTA’ CRIMINALE CHE INFESTA L’ITALIA


Quasi ogni testimonianza udita leggendo questo blog parla del tentativo volere suggerire un impegno socio-politico per una reinterpretazione tra quello che i noti personaggi politici ci vogliono fare credere e ciò che invece è la realtà italiana dei fatti, avvertita e subita da lavoratori e pensionati.

Tutto ciò credo mira a coinvolgerci tutti per impegnarci ad affrontare la situazione estremamente grave e crescente, che mina la sicurezza dei bambini, delle donne, degli anziani, dei malati e di tutti gli altri. Anche io sono d’accordo che è sempre più indispensabile cercare di fare arginare il vergognoso crimine protetto e nascosto e con una sterzata di onestà, dare un buon futuro alla nostra Italia e speriamo in un domani senza discriminazioni, ingiustizie e lente uccisioni ai danni dei più deboli, fatte persino passare inosservate agli occhi di tutti.

La violenza va affrontata, non bisogna nasconderci e vivere nell’ignavia! Bisogna improntare un tentativo di organizzazione dei cittadini e delle comunità colpite dalla soppressione, dalla discriminazione e dallo strapotere politico di chi sa solo parlare bene, ma ama simpatizzare persino con i criminali più irriducibili. Non sarà un cammino facile, perché siamo in ritardo con la tabella di marcia: oggi i criminali sono in rapida espansione in quasi tutti gli angoli del Paese.

Basta vedere le cronache dei rotocalchi: rapine a mano armata addirittura nelle case, rapimenti di bambini, sequestri, pedofili sempre in azione, stupri nelle strade e in prossimità delle metropolitane, giustizia finta in tribunale, prestiti di danaro ad usura, e tutto quello che pur altrettanto grave viene messo sotto il silenzio stampa, verosimilmente per fare credere alla gente che qualche cosa in Italia funziona. CONTINUA SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…(2)…

Giacomo Montana 07.03.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(2)…Per tutto questo lavoro ci sarà bisogno di costituire una organizzazione a livello nazionale davvero operativa per i diritti umani. Occorrono urgenti sottoscrizioni per cominciare una lotta molto forte e dura contro il crimine e i criminali di ogni specie che oramai si nascondono anche nei posti più impensabili! L’Italia dovrà tornare come un fiore vero (non di carta) pulito e splendente. Solo questo potrà fortificare le coscienze.

Sarà una lotta per l’Italia che naviga in mezzo al crimine dilagante e sempre prontamente nascosto e protetto dai politicanti più corrotti. Personalmente non ho nessuna mira espansionistica di comando, sono pronto ad essere l’ultimo della marcia contro il crimine, vorrei soltanto rendermi utile per il Paese. Basta che si parta prima che sia troppo tardi e ci troviamo con una nuova dittatura oramai alle porte.

Di certo c’è che non si può più stare solo a guardare la rovina generale del nostro Paese riscontrabile con sconcerto ovunque! Resto a disposizione per tre punti che richiedono salvataggio: LA LEGALITA’ LA CIVILTA’ E LA DEMOCRAZIA. Cordialmente a disposizione. Giacomo Montana

Giacomo Montana 07.03.06 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Nicola Pari, è giustissimo quello che dici; ma se tante persone hanno votato per lui un messaggio l'avrà pure trasmesso. E sarebbe troppo riduttivo, oltre che semplicistico e fuorviante, attribuire quei voti ad una latente stupidità. In Italia chi ha la licenza elementare è ancora in numero di gran lunga maggiore di chi ha la laurea; e i voti degli uni equivalgono a quelli degli altri. Non sempre i migliori prodotti sono quelli che si vendono di più.

Lucio Gobbetti 07.03.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

IL VALORE SOCIALE DELLA VERITA’
(Un arcobaleno politico di ingiustizie)

Il chiarimento dei fatti e il riconoscimento delle atrocità rivolte contro la mia persona da quattordici anni, sono quello che mi aspettavo dagli italiani che sono alla guida politica del nostro bene amato Paese. Invece, da parecchi anni pur chiedendo aiuto persino al nostro caro Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi anche inviando centinaia di petizioni firmate dai cittadini che hanno più spirito umanitario, vedo solo che tutti si nascondono e fanno finta che non è successo nulla.

La verità per il cittadino ha un valore sociale molto importante anche per coloro che non sono colpiti direttamente dalle violazioni di legge, dal crimine e dalle conseguenti torture d’inerzia contro tutto ciò. Sento tanto disprezzare altre popolazioni, altre culture, altre religioni e per quello che ancora mi viene fatto subire, provo tanta vergogna per gli italiani.

Sono stata ridotta in silenzio ad essere questo. Per il mio caso e chissà per quanti altri casi questa società italiana viene spietatamente sottoposta alla censura stampa, alla manipolazione dei miei fatti di servizio e di tanti altri fatti e in più io per certi aspetti, sono sottoposta all’isolamento sociale più atroce e crudele.

Mi auguro che l’avere aperto il mio sito: http//web:www.mobbing-sisu.com per legittima difesa possa contribuire a smascherare la delinquenza organizzata che mi sta ancora uccidendo privandomi illegalmente dei miei diritti di legge e di contratto per la causa di servizio, contro l’ospedale pubblico, ente datore di lavoro ove sono dipendente come assistente amministrativo e dove con la più assoluta privazione persino dei più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione e in aperta violazione dell’art. n.2087 del codice civile, mi è stata fatta contagiare la tubercolosi che mi ha rovinato tutta la mia esistenza…CONTINUA..(2)..

Giovanna Nigris 07.03.06 07:13| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(2)…La conoscenza dei fatti di servizio, la relativa crudele violenza e l’atrocità, consultando il mio sito web come da indirizzo sopra riportato, specialmente in periodo elettorale come siamo ora, può contribuire ad aumentare il livello di conoscenza su ciò che nel più assoluto silenzio avviene in Italia ai danni di una donna. Conoscere fatti orrendi nascosti di distruzione dell’essere umano, domani sarà la nostra storia, ma a cominciare da oggi per il futuro noi cittadini potremmo fare evitare che sia posta in essere qualsiasi versione falsificata della verità sostanziale di qualsiasi fatto e di qualsiasi realtà.

Ognuno per il futuro anche dei propri figli, può farsi carico impegnandosi per l’attuazione di una giusta riparazione delle vittime siano essi militari o civili che vengono distrutti e completamente rovinate durante l’adempimento dei propri doveri di servizio. E’ indicibile quello che provo quando sento promettere alla gente da noti personaggi politici che daranno un’Italia migliore, se da quello che vedo è stata ridotta nel fango di una palude di illegalità, connivenze e omertà.

Una lettrice alcuni giorni fa mi ha scritto che una disgrazia va sopportata, alludendo in questo caso alla mia, ma quella signora purtroppo non ha capito nulla della mia odissea, per me si sono tenuti ben nove anni quattro imputati di lesioni colpose gravissime (tre medici e un dirigente amministrativo) sino al raggiungimento della prescrizione dei reati, privandomi così del diritto di vederli processare.

Ti rivolgi al tribunale per ricevere giustizia, paghi cifre esorbitanti all’avvocato che ti rappresenta e poi vedi ridere gli imputati che ti guardano. Se non è fango questo il vero fango che cos’è? Guardando alla mia vicenda estremamente torbida, e a chissà a quante altre, ci si potrebbe chiedere, ma io a chi sto assegnando il voto elettorale a dei potenziali assassini che non fanno nulla per combattere e annientare il crimine..CONTINUA..(3)

Giovanna Nigris 07.03.06 07:13| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(3)…e al contrario fanno proteggere i criminali amici di cordata sino a fare raggiungere i termini temporali della prescrizione dei reati? E’ questa l’Italia che vogliamo che sia anche per il futuro con quegli stessi soggetti politici? Oggi io sono in malattia grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare, senza neppure avere i mezzi economici per curarmi al meglio. So che si aspetta la mia scomparsa di scena per nascondere ancora meglio il tutto ma io fino all’ultimo sento il dovere di italiana di informare i miei connazionali di che risma sono i nostri amati (qualcuno li ama) politici.

Sono nata ad Auronzo di Cadore in provincia di Belluno, un meraviglioso angolo della Terra ove le Dolomiti con le Tre Cime di Lavaredo simboleggiano tutto quello che di più bello e spettacolare può esistere nel nostro pianeta. Successivamente i miei genitori (mio padre di origini friulane e mia madre di origini trentino/austriache) per motivi di lavoro - si trasferirono a Milano e qui terminai i miei studi, conseguendo il diploma di maturità classica presso l’Istituto Carducci di Milano.

Successivamente, convinta di onorare la memoria sia di mio nonno che del mio bis-nonno, i quali erano medici, decisi di andare a lavorare come impiegata amministrativa in un ospedale: l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano. Ero orgogliosa di lavorare in un servizio di pubblica utilità, così come sono stata orgogliosa della medaglia d’oro al valor civile che ricevette mio nonno Dottor Carlo Nigris dal Comune di Saronno per meriti di servizio.

La sensibilità che mio nonno ha dimostrato di avere durante tutta la sua vita come medico io credo di averla ereditata anche per quanto concerne la composizione di poesie delle quali alcune sono pubblicate nel mio sito web: http://www.mobbing-sisu.com/poesie/poesiegio.htm . …CONTINUA..(4)…

Giovanna Nigris 07.03.06 07:12| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(4)…Inoltre da pochi giorni ho aperto un Blog intitolato “Poesia e Mobbing” con il quale cerco, attraverso le esternazioni emotive delle mie poesie e anche attraverso gli scritti ed opere di Grandi Autori, di uscire dalla prigione che il mobbing ha creato intorno a me: http://sisu-g.splinder.com/. Quello che una persona impara e conosce e il proprio arricchimento interiore nessuno lo può rubare.

A parte questa parentesi purtroppo però per me dopo circa tre anni di lavoro in ambiente contaminato e privata di qualsiasi mezzo di protezione da contagio e infezione, in aperta violazione dell’art.2087 del Codice Civile, come ho già detto, mi è stata fatta contrarre la tubercolosi in servizio e per causa di servizio. Per questo i miei diretti superiori (tre medici e un amministrativo) sono stati imputati di lesioni colpose gravissime e lasciati in attesa di giudizio per alcuni anni, sino al raggiungimento dei termini di legge necessari per dichiarare la prescrizione dei reati, così come puntualmente si è verificato.

In questo modo oltre che nella mia salute psico-fisica sono stata rovinata in campo patrimoniale per la riduzione del mio stipendio a causa delle mie assenze dal servizio, dovute alla tubercolosi e persino per avere dovuto sostenere spese legali per tutto quello che il mio avvocato difensore aveva scritto al Tribunale per patrocinarmi nei miei diritti di legge e di contratto.

Oggi, con l’animo colmo di dolore, mi ribello all’ingiustizia subita, perché per tutto questo sono stata ridotta senza salute, non abbiente e pertanto nella più assoluta impossibilità economica di potermi curare i postumi della tubercolosi, ovvero potere fare fronte a tutte quelle spese mediche, farmacologiche e di laboratorio non dispensate dal Servizio Sanitario Nazionale. Anche se al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (T.A.R.) contro l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano ho vinto in maniera schiacciante, …CONTINUA…(5)…

Giovanna Nigris 07.03.06 07:12| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(5)…i dirigenti dell’Ospedale con la più vergognosa elusione del giudicato continuano a lasciare efficaci contro di me altri reati penali di cui OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO, FALSO IDEOLOGICO e VIOLENZA PRIVATA DA MOBBING, così come meglio spiegato e documentalmente provato nel mio sito internet: http://www.mobbing-sisu.com .

In termini reali e non certo in termini polemici, mai avrei potuto immaginare che, come dirigenti di un Ospedale pubblico vi fossero politicamente assegnati dei malviventi che causano una lenta morte alla propria dipendente, così lontani dallo spirito dello scopo umanitario che un ospedale deve coltivare. Per nessun motivo al mondo avrei potuto credere che per un servizio di pubblica utilità si soffrisse così atrocemente.

Oggi vedo persone che, pur essendo state elette a governare il Paese, senza alcun rispetto della legge e senza dissipare alcun tipo di dubbio e di sospetto al cittadino, non si prodigano affatto per risollevare le sorti della gente più indifesa e della Nazione. Nessuno manifesta di volere sanare le distruzioni prodotte al cittadino e al proprio Paese, nessuno cerca di unire gli animi per costruire qualche cosa di buono, di conseguenza non si fanno risparmiare altre lacrime e altro dolore al popolo che viene sempre più oppresso, tartassato e rovinato.

Purtroppo vi sono anche parecchie persone che lontane dal supremo interesse del Paese, pur di accrescere stima e simpatia dai malfattori senza scrupoli, si rendono complici di qualsiasi genere d’illegalità, avvalendosi di un istituto disumano perverso e violatore di ogni sano principio. Si sente solo parlare di conflitti di interessi, di buoni e cattivi uomini politici e di reciproche frasi avvelenate, ma il bene del “cittadino” pare che non interessi più, si ricordano di esso e della sua esistenza solo quando gli si chiede il voto elettorale. CONTINUA…(6)…

Giovanna Nigris 07.03.06 07:11| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(6)… Io come i miei nonni ho compiuto semplicemente il mio dovere di italiana, dedita completamente a un servizio di pubblica utilità, ma a differenza dei miei antenati, io, come compenso, pare che riceva in silenzio una lenta morte. Oggi la libertà individuale e giustizia sociale non trovano più il loro pieno equilibrio.

Tutto accade in spregio alle leggi e al potere sovrano della Magistratura, perché gli uomini politici pensano solo al proprio arricchimento personale, sollevando continue questioni senza mai risolverle. Tutto questo clima violento, le contestazioni e i moti popolari minacciano l’unità nazionale e non pongono certamente le basi per vedere in futuro un’Italia libera, forte e unita.

Ci viene data una sensazione spiacevolmente, preoccupante, lontana da qualsiasi genere di conforto morale, politico e sociale. Dei frutti della fede e dei sacrifici dei nostri padri, alla stragrande maggioranza di chi ci governa, pare che non importi proprio nulla. Che Iddio ci protegga. Giovanna Nigris

SEMPRE FORZA SISU!

Giovanna Nigris 07.03.06 07:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, càpito per la prima volta sul blog di Beppe.. mi piace, c’ è aria di gente che ragiona!!
Vediamo se è vero: vorrei chiedere a Gianni:1)perché attacchi dando dell’ ignorante alla tua interlocutrice?non è carino.2)perché attribuisci le sue argomentazioni (peraltro ben esposte) a“sindacati comunisti?”dite le stesse cose!..cioè: a)l’Europa paga per far chiudere. b)i dipendenti se lo pigliano tergo. c)l’ indotto va a ramengo. -differenza sostanziale:lei accusa l’Europa e il dipendente (mi piace!)Alemanno, tu accusi l’europa e proponi il succitato dipendente(a proposito, ha veramente rinunciato all’ immunità parlamentare per la tangente parmalat?attendo news..)quale campione della difesa degli zuccherifici(sig…).Pongo un quesito:non è che il liberismo della disperazione europeo (grandissima europa del centrosinistra, ri-sig..) è uguale al delinquenzial-liberismo del governo nazionale, che ha prodotto danni quali: 1)la tua banca così come è 2)la tua informazione così come è 3)l’ invasione dei ladroni della finanza, dell’ediliza,del mercato etereo..(multi-azz!) . il problema non è come si chiama il ladro,né da che parte viene!il problema è che ti frega tutto, e dopo che ti ha vuotato le tasche sei ancora lì a fare il tifo per il ladro buono!!(mega-azzz!!)

mauro borellini 06.03.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Sul settore zucchero ancora bugie si scrivono, enessuno a il coraggio di dare un motivo e un nome ai fatti.
1- nome- Coldiretti nazionale, perchè ha preferito l'assistenzialismo offertoli dalla comunità europea alla conpetizione produttiva, difatti è l'unico paese, l'italia , in cui sono state tagliate le quote in cambio di soldi, era facoltà nostra accettare di coltivare o meno, anzichè fare i pensionati con i soldi della comunità europea.
2- motivo- l'italia zuccheri controllata dalla coltivatori diretti ha preferito 730/€ tonnellata zucchero per l'abbattimento delle fabbriche, per risanare i suoi disastrosi bilanci, se non arriverannno presto andranno i libri in tribunale.
3-Non si capisce perchè dobbiamo avere paura della competitività dei paesi come il brasile ,africa, caraibi e pacifico del loro zucchero di canna, quando da un anno a questa parte non hanno più interesse ad esportarlo perchè. prima di noi. hanno capito che si può fare energia. lo dimostra il fatto che il prezzo dello zucchero mondiale. negli ultimi tempi. è cresciuto più del doppio.
Ancora una volta l'informazione in una democrazia controllata ha raggiunto il suo obiettivo:ha fatto molta confusione, se pensiamo che leggengo alcuni commenti sul tuo blog, risulta che lo stato italiano sostiene il prezzo ai bieticoltori, non è vero perche la bietola è l'unica coltura autofinanziata.
Grazie per l'opportunita di poter dire la mia visto che da 25 anni sono un adetto ai lavori e fra poco a casa. Ciao

claudio zanetti 06.03.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

PER GIOVANNA NIGRIS

Leggo cio che scrivi, dalla poesia al sito internet di legittima difesa.
Sei sull'onda del potere della comunicazione, e sulla grandiosa prateria del pensiero e delle sconfinate espressioni e sensazioni.


La stampa, l'immagine, la parola, il libro, la rivista, il giornale, il film e un programma radiofonico o televisivo, non danno ciò che si può dare con la semplicità e la spontaneità della comunicazione pura.


La comunicazione fra anime è tutt'altra cosa, offre un posto di riguardo.
E' difficile scrivere e allo stesso tempo remare contro corrente come fai tu, mentre nessuno lotta con te.


Con te che hai una miriade di ostacoli da superare, anche ora mentre sconcerto e scoraggiamento si assalgono per la tua salute.
Vorresti una vita normale, dopo anni di torture, ma l'odio altrui di ferma. Non puoi cambiare nulla come non è possibile rovesciare una grossa roccia solo con lo spingerla.


Da sola non puoi farcela neppure scorticandoti le mani. Per ora aspetta, forse qualcuno oltre me ti aiuterà, guidato da chi è infinitamente più importante e più grande di noi. Giacomo Jim Montana

Ho letto anche il blog: http://sisu-g.splinder.com/ (BRAVA!)

SEMPRE FORZA SISU!

Giacomo Montana 06.03.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

ZUCCHERO AMARO 2

Caro Beppe,
io sono una delle licenziate di cui parla il poster di zucchero amaro
Facevo parte dell'ASSOZUCCHERO, associazione centenaria che rappresnetava l'industria saccarifera italiana. Purtroppo il settore è gestito da persone che non pensano al bene comune. Basta pensare al bioetanolo che potrebbe salvare il settore dal fallimento. Purtroppo il pesce puzza dalla testa. Grazie per l'attenzione

giovanna Giorgini 06.03.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento

La riforma dello zucchero è stata fatta per un motivo valido e cioè aumentare la competitività e l’orientamento al mercato del settore dello zucchero dell’Unione europea, a garantire al settore un futuro sostenibile a lungo termine e a rafforzare la posizione negoziale dell’UE nell’ambito dell’attuale ciclo di negoziati sul commercio mondiale.

Prezzi di vendita:

375 euro/tonn - mondiale

404 euro/tonn - riforma OCM zucchero Europa

600 euro/tonn - italia fino ad ora

Questo eccessivo protezionismo se si vuole ragionare in termini di economia globale è ingiusto e lo scarto di prezzo lo paghiamo noi con le nostre tasse,dobbiamo essere contenti ?? praticamente sovvenzioniamo la filiera bieticolo-saccarifera perché non siamo competitivi,soldi statali ed europei in mano a privati contadini e industriali.
Vi sembra giusto ??
In Italia stiamo pagando così tanto in termini di chiusure perché sono diversi decenni che i soggetti della filiera non investono per competere con l’avvallo del protezionismo economico,abbiamo le fabbriche tecnologicamente arretrate,la logistica delle materie prime da migliorare,poca industrializzazione agricola,piccoli proprietari terrieri.
In Francia,Germania ecc non hanno arraffato come in Italia,hanno investito,bisogna dargliene atto.
Adesso con la riforma avremmo tanti soldi ( 730 euro/tonn ) di zucchero prodotto per chiudere stabilimenti fatiscenti.
Questi soldi dovrebbero essere spesi per migliorare gli zuccherifici che rimarranno aperti e convertire e costruire alternative valide per un futuro sicuro per le generazioni future
SPERO FACCIANO QUALCOSA DI PIU’ IN FUTURO e che non verranno ancora una volta spesi e reinvestiti in altri settori come fino ad ora è stato fatto.

Le alternative industriali sono :

Biomasse per produzione energia elettrica,

bioetanolo per autotrazione

Esse utilizzano materie prime di derivazione agricola ad esempio Coltivazioni ad hoc (mais, sorgo, orzo, bietola, e canna da zucchero),r

Incavolato nero 06.03.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

A proposito degli zuccherifici che stanno chiudendo, mi viene in mente che in Brasile con la canna da zucchero producono alcool come combustibile per le automobili che è più ecologico e più economico della benzina.
Anche con la barbabietola si può produrre alcool.
Negli impianti degli zuccherifici invece di chiuderli si potrebbe quindi produrre l'alcool.
Tutte le case automobilistiche producono già per il mercato brasiliano automobili che vanno sia ad alcool che a benzina.
Roberto Testori

Roberto Testori 06.03.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

è possibile che retequattro continui a divulgare campagna elettorale indisturbata anche se siamo in parcondicio? chi deve controllare cosa fà dorme? non capisco, qualcuno sà il perchè?

grazie

rolando zanichelli 06.03.06 14:04| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
credo dovresti fare più di qualche post sulla comunicazione e sulla comunicatività. Non è possibile scrivere periodi composti da oltre cento parole, che quando arrivi alla fine non sai più da dove eri partito. E' bellissimo poter esporre le proprie idee, ma se non sono recepibili è come non averle. Di Berlusconi tutto si può dire (e il contrario di tutto) ma non che non sappia comunicare. Usa frasi corte, efficaci, che quando arrivi alla fine non ti sei dimenticato l'inizio. Il buon Ivan Nardone sembra invece che questo non lo abbia ancora compreso. Non basta avere buone idee: bisogna anche saperle comunicare.

Lucio Gobbetti 06.03.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di energia. Ho sentito dire che nei vecchi motori diesel si puo' inserire del banalissimo olio di colza. Si perde di potenza, ma va bene lo stesso. E' vero? Ho capito bene? C'è qualcuno che puo' spiegarmi meglio? Grazie.

silvano criscuoli 05.03.06 22:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, come al solito la mafia dell'informazione fa sì che quest'ultima sia sempre frammentaria e volutamente di parte.
Ciò induce la gente a rincorrere falsi problemi.
Veniamo al dunque a proposito della chiusura di molti zuccherifici, e, a tal proposito vorrei dire che se è pur vero che questo comparto dell'agricoltura è in parte assistito con le sovvenzioni governative, è altettanto vero che non si è cercato mai di utilizzare in maniera diversa e forse anche più proficua, le eccedenze e i resti della lavorazione. Mi riferisco alla possibilità di trasformare in alcol le eccedenze della barbieticultura, e non solo, vedi anche viticultura ecc.ecc.. A tal proposito proprio oggi nel TG nazionale delle 13.30 veniva trasmesso un servizio dal salone di Ginevra, dove si evidenziava una cresita d'attenzione da parte dei costruttori ance europei, verso i motori ibridi tra cui quelli ad alcool. In conclusione prima di decretare la morte di un comparto non sarebbe più opportuno, cercare di trovare un nuovo impiego più proficuo? Non potrebbe essere una valida alternativa al petrolio? Perchè tali opportunità non vengono divulgate, perchè non se ne fa parola? Non è forse vero che in Brasile in Argentina ormai sono decenni che i costruttori d'auto ivi compresa la FIAT fornisce a quei mercati motori ad alcool?. In Italia non è possibbile, e, si preferisce azzerare un intero compartimento con perdita di centinaia di posti di lavoro, e di famiglie che vedranno perdere forse l'unica fonte di reddito.
Perchè non formare un movimento ed intasare di email i blog governativi a sostegno dei produttori di barbabietole da zucchero, e per uno sviluppo sostenibile.

michele conte 05.03.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho sbagiato l'ho pagato 4.50euro ma 10 chili

Ornella Ferrari 05.03.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Post di grillo del 19/07/05!!!

Il 14 luglio 400.000 persone hanno dimostrato contro l'abbassamento delle sovvenzioni allo zucchero imposto dal WTO all'Europa.
Anche il nostro Ministro Alemanno era in prima fila a difendere i 70.000 sovvenzionati in italia.

Produrre zucchero in Europa costa il triplo del prezzo internazionale, però l'Europa è uno dei maggiori esportatori.

Com'è possibile?

Secondo la teoria economica se da noi è così faticoso e costoso produrre zucchero, dovremmo importarlo dai Paesi dove i costi di produzione sono più bassi.

Questo lo insegnava Antonio Martino prima di essere modificato geneticamente da Berlusconi.

Continuare a produrre zucchero in Europa è come continuare a produrre le banane in Svezia o gli abeti in Congo.

Come potrebbe la Svezia diventare un esportatore di banane cresciute nelle serre del Circolo Polare sotto gli occhi delle renne?

Con le sovvenzioni.

Ogni 3 euro di zucchero europeo venduto, 1 euro lo mette il mercato, 2 euro li mette lo stato.

Così l'Europa può invadere il mercato con le sue eccedenze (10 milioni di tonnellate l'anno), rovinando i Paesi come il Brasile più adatti a produrre zucchero perchè hanno più sole, terra migliore e più manodopera.

A causa delle sovvenzioni ai produttori di zucchero, il Brasile ogni anno perde un miliardo di euro.

Questo è un effetto della globalizzazione. Domanda, offerta, competizione, libero mercato... sono termini ormai senza senso.

La famosa "mano invisibile" che regola il mercato di Adamo Smith, è ormai un pugno con il dito medio teso verso l'alto.

mauro mauri 05.03.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Volevo far sapere che io a Livigno lo zucchero l'ho pagato 4.50 euro al chilo quindi in Italia tutto il resto sono tasse

Ornella Ferrari 05.03.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione 6
Spero vorrete perdonare l'abuso, ma ritengo che l'informazione meritasse d'essere integralmente riportata ....

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Ma l'India e la Cina per esempio vogliono utilizzare l'alcol per sostituire interamente i combustibili a base di petrolio. Il Giappone invece ha approvato una legge che concede sussidi per la costruzione di centrali termoelettriche ad alcol. Una curiosità: l'anno scorso nel modenese sono state distrutte migliaia di tonnellate di barbabietole da zucchero per un'eccedenza di mercato.

Franco Rondini 05.03.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione 5
Cioè, quando si brucia alcol si inquina soltanto un po' meno che bruciando benzina. Però in questo caso l'anidride carbonica che va a finire nell'ambiente è la stessa che la canna da zucchero assorbe per crescere.

SILVERIO BONFIGLIOLI - Magneti Marelli Brasile
Fra il CO2 che non emette il veicolo e fra la CO2 che assorbe la canna in atmosfera il ciclo completo dà un'emissione uguale a zero.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ma c'è dell'altro.

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
La si vede accumulata tutta la parte legnosa della canna che noi trasformiamo in energia elettrica che utilizziamo per far funzionare la fabbrica. E questo invece è il residuo organico della fermentazione dell'alcol, lo utilizziamo per fertilizzare i campi.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Come per il maiale da noi, in Brasile della canna da zucchero non si butta via niente, un modello di industria sostenibile. Sarà anche esportabile?

EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
Ci sono come minimo una ventina di paesi che sono in grado di produrre alcol.
Questi paesi possono replicare la nostra esperienza. Ma perché questo sia possibile bisogna che il mondo occidentale faccia uno sforzo per stimolare la domanda di alcol. Deve essere detto chiaramente che il problema oggi non è come produrre alcol ma come e dove venderlo.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Un problema che per ora né l'Unione Europea né gli Stati Uniti sembrano voler affrontare, visto che invece di stimolare la domanda, sull'importazione di alcol applicano dazi stratosferici.

EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
In Europa è impossibile esportare il nostro zucchero a causa dei dazi, ed è impossibile esportare alcol. Significa che all'Europa noi proprio non piacciamo, ed è un peccato.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Ma l'India e la Cina per esempio vogliono utilizzare l'alcol per sostituire interamente i combustibili a base di petrolio. Il Giappone invece

Franco Rondini 05.03.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione 4
EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
C'è stato un momento a metà anni '80 dove il 95% delle auto prodotte in Brasile utilizzavano solo alcol. Dopodiché il prezzo del petrolio precipitò.

SILVERIO BONFIGLIOLI - Magneti Marelli Brasile
Conseguentemente il mercato dell'automobile ad alcol è quasi scomparso fino all'inizio dell'anno 2000 dove la produzione era attorno all'1%, quindi siamo passati dal 95 all'1%.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Funziona sempre così, in tempi di vacche magre c'è la corsa verso le alternative, ma quando tornano grasse alle alternative non ci si pensa più. E così oggi i consumatori non si fidano, e l'unico modo per vendergli un auto ad alcol è garantire che un domani ci potranno mettere anche la benzina.

EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
Oggi stiamo vivendo un aumento costante della domanda che non è
supportato da un aumento dell'offerta. Oggi le domande che ci poniamo sono
se il petrolio da 60 dollari al barile scenderà a 40 oppure schizzerà a
100, e quando questo avverrà. Siccome l'etanolo diventa competitivo non appena il petrolio sfora quota 35 dollari al barile…è evidente che abbiamo un margine enorme.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ed è proprio questa la buona notizia. e cioè che per il Brasile il caro petrolio non è un problema, ma un'opportunità, perché con questi prezzi le alternative convengono economicamente, ma di rimando ci guadagna pure l'ambiente.

SILVERIO BONFIGLIOLI - Magneti Marelli Brasile
Assorbendo CO2 nel processo di fotosintesi e quindi di crescita della canna da zucchero, per ogni tonnellata di canna prodotta si evitano 2,6 tonnellate di CO2 nell'atmosfera 2,6 tonnellate sono equivalenti a 10.000 chilometri percorsi da un veicolo di media cilindrata in Europa.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Cioè, quando si brucia alcol si inquina soltanto un po' meno che bruciando benzina. Però in questo caso l'anidride carbonica che va a finire ne

Franco Rondini 05.03.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione 3
Noi produciamo 350.000 vetture l'anno in Brasile E nell'ultimo mese il 90% delle auto prodotte avevano tecnologia flex.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E qui siamo nel parcheggio dei nostri coltivatori di canna.
CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Questa è flex; anche questa. Renault clio, è flex. Fiat palio, flex.
AUTORE
Insomma ci sono 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7…facciamo 20 auto.
CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
15 sono flex.
GUSTAVO SCHMIDT - Volkswagen Brasile
Il successo era scontato, anche perché non ci sono costi aggiuntivi rispetto a una macchina a benzina.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ad oggi in Brasile con questa tecnologia si producono 1 milione di veicoli l'anno, il 60% del mercato. E ai distributori di carburante, a malincuore, non rimane che adeguarsi e così a San Paolo dove ti giri ti giri accanto alla benzina trovi l'alcol.
AUTORE
Gasolina o alcol?
BENZINAIO 1
Alcol.
BENZINAIO 2
Alcol.
BENZINAIO 3
Uso solo alcol.
BENZINAIO 4
Ne vendiamo veramente tanto.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E il motivo è il più banale.
BENZINAIO 1
È più economico.
BENZINAIO 3
Costa circa la metà.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E infatti…
AUTORE
Ancora alcol.
BENZINAIO 1
No, gasolina.
BENZINAIO 3
Gasolina.
AUTORE
50 real, 20 litri?
BENZINAIO 3
19 e 62.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Con l'alcol invece è tutta un'altra musica.
AUTORE
Con 60 real, quanti litri?
BENZINAIO
48 litri.
AUTORE
Con 60 real quanta benzina avresti messo? 25 litri?
BENZINAIO
Un po' meno.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
La differenza è quasi del 50%, circa 40 centesimi di euro l'alcol e 80 la benzina. Sono attenti qua in Brasile, con questa doppia tecnologia, usano il carburante che conviene di più. Precipita il prezzo del petrolio? Si passa alla benzina! Il petrolio sale?: via con l'alcol! Va avanti così dalla fine degli anni '70. Ma non converrebbe produrre macchine che vanno solo ad alcol?
EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zuc

Franco Rondini 05.03.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione 2

EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
L'utilizzo dell'alcol come carburante per i veicoli privati è iniziato in Brasile nel 1973 dopo il primo shock petrolifero, allora cominciammo a produrre una miscela di benzina e alcol. Poi con il crollo del prezzo del petrolio, il programma fu praticamente abbandonato. Da alcuni anni invece la tendenza è stata nuovamente invertita, e oggi produciamo più alcol che mai.
CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Solo in questo impianto trattiamo circa 10, 11 mila tonnellate di canna da zucchero al giorno il 60% serve per produrre zucchero, e il 40% per produrre alcol, e la quota sta crescendo. In tutto fanno circa 70 milioni di litri di alcol l'anno.
EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
Con questo raccolto nel centro sud abbiamo raggiunto una produzione di 14 miliardi di litri di alcol, ai quali vanno aggiunti altri 2 miliardi di litri prodotti al nord, in tutto sono 16 miliardi di litri l'anno.
AUTORE
E a chi lo vendete?
EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. produttori canna da zucchero
A tutti, perché la benzina che vendono ai distributori contiene il 25% di alcol.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Non è poco in un mercato dove circolano 15 milioni di auto. Eppure è solo l'inizio.
SILVERIO BONFIGLIOLI - Magneti Marelli Brasile
Le sto mostrando la tecnologia flex, è un motore che può funzionare con alcol puro o può funzionare con benzina pura, o con qualunque miscela dei
due combustibili nel serbatoio.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
La tecnologia flex fuel è il contributo dell'industria italiana all'universo dell'alcol. Un successo.
PAOLO URIBA - Rivenditore General Motors
Tutti ormai vogliono la tecnologia flex. E tutte le chevrolet in Brasile la usano.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Come la usano praticamente tutte le Volkswagen.
GUSTAVO SCHMIDT - Volkswagen Brasile
Noi produciamo 350.000 vetture l'anno in Brasile E nell'ultimo mese il 90% delle au

Franco Rondini 05.03.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

C O N T I N U A Z I O N E 1
CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Questa che vedete qua intorno è tutta canna da zucchero. 25.000 ettari di canna da zucchero. Oltre alla nostra ci sono decine di altre piantagioni. In tutto in quest'area viene prodotto circa il 60% della canna da zucchero prodotta in Brasile, che è il leader mondiale del settore. Quindi possiamo dire che questa è la capitale mondiale della canna da zucchero.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Eccola qua l'alternativa al petrolio…almeno in Brasile.

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Queste sono le piante che abbiamo tagliato ieri. Una volta tagliate vengono caricate sui camion e direttamente trasportate alla fabbrica.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Oltre mille viaggi al giorno per trasportare 10.000 tonnellate di canna da zucchero.

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
La canna arriva là. Gli diamo una lavata poi la tagliamo e la pestiamo. La schiacciamo bene, 5 volte, 1, 2, 3, 4 e 5. A questo punto abbiamo il succo per lo zucchero e per l'alcool. Qui avviene la fermentazione del succo per l'alcool.
E questo è il prodotto finito. Senti l'odore, questo è l'alcol che usiamo come carburante. Non ti consiglio di berlo.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E questo è il laboratorio.

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Qui controlliamo la qualità del prodotto continuamente.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E se non ci sono problemi l'alcol può essere messo direttamente nel serbatoio della macchina. Carburante fatto in casa, sei un po' orgoglioso?

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Molto orgoglioso.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ne ha tutte le ragioni, perché per avere carburante non c'è bisogno di spendere miliardi in perforazioni, e neanche di farsi la guerra per un fazzoletto di terra. Con la canna da zucchero il pieno, volendo, lo puoi fare anche nelle aziende agricole che a noi sembra un miracolo, e loro ci prendono per fessi.

EDUARDO PEREIRA DE CARVALHO - Pres. Ass. p

Franco Rondini 05.03.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di inserire il testo scritto del servizio svolto in Brasile da inviato della trasmissione "Report" di Milena Gabanelli, il cui tema era la produzione di etanolo estratto da barbabietola.

L'AUTO VEGETALE
news di: domenica 13 novembre 2005


di Giuliano Marrucci

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Il prezzo del petrolio vola e pare che non ci sia alternativa alla benzina. All'inizio degli anni '80 Raul Gardini aveva cercato di produrre bioetanolo dai cereali e dalla barbabietola da zucchero. Ma sembrava non economico. Oggi in Brasile 3 milioni di veicoli funzionano ad alcol, e loro per viaggiare spendono la metà. Il racconto è di Giuliano Marrucci.

DAL TG1 del 30/08/2005
In apertura ci occupiamo della corsa del prezzo del petrolio.

DAL TG3 dell'11/08/2005
65 dollari al barile.

DAL TG2 del 30/08/2005
L'oro nero non accenna a frenare la sua corsa.

DAL TG2 del 12/08/2005
Nel pomeriggio ha toccato i 67 dollari al barile.

DAL TG2 del 12/08/2005
Il petrolio macina record su record.

DAL TG1 del 30/08/2005
Si aggira attorno ai 68 dollari.

DAL TG3 del 31/08/2005
Sfiora i 71 dollari a New York. La benzina verde sfiora ormai 1 euro e 30 al litro.

DAL TG2 del 12/08/2005
Secondo l'Istat in un mese è aumentata del 3,5%.

UOMO 1
Mi ci vogliono 50 euro a settimana e io non ce la faccio.

DAL TG2 del 12/08/2005
Del 9,5% in un anno.

UOMO 2
È come se io pagassi per andare a lavorare.

DONNA
D'altra parte le 7 sorelle vogliono guadagnare, no?

AUTORE
Ma secondo lei quale può essere una soluzione al caro benzina?

DONNA
Eh, farla camminare con l'acqua.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Può anche darsi che ci si arrivi…per ora ci accontenteremmo di una alternativa sicuramente meno pulita ed economica, ma più realistica. Ci hanno pensato i brasiliani.

CLEBER AGUIAR - Produttore canna da zucchero
Questa che vedete qua intorno è tutta canna da zucchero. 25.000 ettari di canna da zucchero. Oltre alla nostra ci sono decine di altre piantagioni. In tutto in quest'area viene prodott

Franco Rondini 05.03.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

cosa dire di quel "simpaticone" di Eros Ramazzotti, quando e' stato insignito dell'onorificenza di Commendatore della Repubblica dal Sottosegretario alla Presidenza della Repubblica On.Gianni Letta (galantuomo nel senso autentico della parola), quando il borgataro di Cinecitta'-Don Bosco milanesizzato rivolgendosi all'on.Letta gli ha detto: On. ma deve parlare solo lei? E poi che obbrobrio questo simbolo della Commenda, Giugiaro avrebbe fatto di meglio. Il nostro "simpaticone" non sa che nel campo della ricerca scientifica ci sono barba di operatori che con spirito di abnegazione si prodigano in attivita' meritorie e proficue per l'Umanita' intera, distanti miliardi di anni-luce dalla sua attivita' di menestrello, senza aver alcun riconoscimento?

f.to Silvano Criscuoli

silvano criscuoli 05.03.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento


Leggete l’articolo LA GANDE OPERA NECESSARIA: ROMA DELENDA EST nel sito web

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

giuseppe resolk 05.03.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

La vera diavoleria da eliminare è il meccanismo delle restituzioni che deruba gli agricoltori e premia le grandi lobby. Lo zucchero è un problema, ma va detto che la coltura della barbabietola si adatta solo in una porzione dell'"italia agricola". Sappiate che stanno scomparendo la coltivazione del grano duro, e anche quella del pomodoro da industria e ortaggi non se la passano bene. Questo perchè la commissione europea non sta lavorando alla salvaguardia del mondo rurale, bensì all'aumento degli utili dei grandi gruppi che gestiscono i flussi mercantili dei prodotti agricoli, come accade nel resto del mondo. Occorre una sterzata decisa, che non poteva evidentemente venire dal neo laureato Sig. Alemanno. Occorre riscoprire concetti come autosufficienza alimentare, colonna della politica agraria dell'Unione Europea del dopoguerra, ma soprattutto occorre riscoprire il concetto di sovranità alimentare: i cittadini devono sapere che ciò che acquistano sta diventando sempre di più una miscela diabolica di materie prime di incerta provenienza, e questo vale per prodotti base: dalla pasta e latte ai prodotti precotti, dalla frutta alle farine. Tutto questo mentre le aziende agricole medio piccole muoiono con contributi ridicoli e produzioni azzerate senza la minima prospettiva retributiva. L'ingegnere ha fatto un bel lavorino...

Gian Luca Corbelli 05.03.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento

LA DISGREGAZIONE E LA CRISI POLITICA IN ITALIA


L’escalation di violenza, di tensioni e il caos che vi regna come contorno, obbliga la gente a schierarsi alla cieca con un gruppo politico che comunque non dimostra garanzie di nessun tipo e in un clima inverosimile e senza precedenti.


La divisione inizia con i veleni che ci sono tra gli stessi schieramenti che oltrepassano la linea della politica fatta di dialogo, di lucidità e ponderazione e vanno oltre dove si può benissimo immaginare.


Il popolo che in democrazia dovrebbe essere sovrano, al posto di ricevere stabilità e sicurezza economica e sociale si trova spiazzato e impreparato a dovere scegliere tra un tremendo mal di denti e una colica addominale.


E’ difficile scegliere tra due forti dolori, ma questa oggi è l’Italia. Sicuramente io eviterei la colica addominale che sebbene con modi garbati procura il BUSHDIPENDENTE Silvio Berlusconi con il mare di discriminazioni e di iniquità.


Da quello che anche io ho constatato ho il sospetto che se esistesse il premio di MISTER IPOCRISIA il nostro BUSHDIPENDENTE vincerebbe il PRIMO PREMIO.


A questo punto già da ora ce lo potremmo immaginare con una statuetta in premio raffigurante un PINOCCHIO con le gambe corte come le bugie che racconta al Popolo Italiano ma poiché appunto, le bugie hanno le gambe corte non dovrebbero durare più di questa già quasi passata legislatura.


Poi speriamo che si verifichi: via il dente, via il dolore. Saluto cordialmente solo chi vuole il bene dell’Italia. Esprimo tutta la mia solidarietà e comprensione alla vittime del crimine Signora Giovanna Nigris con sito web: http://www.mobbing-sisu.com . Segue sotto al punto –2.

Giacomo Montana 05.03.06 09:10| 
 |
Rispondi al commento

2) So bene che parecchia gente fa finta di non sapere delle torture ancora in corso, ma state tranquilli amici, so di averne tanti a cominciare dai miei ex iscritti al sindacato che rappresentavo come dirigente per la Lombardia, Dio esiste e qualcuno delle serpi che hanno rovinato la signora Nigris dipendente della Pubblica Amministrazione credo che se ne sia già accorto.


L’indifferenza e la freddezza ai danni di una vittima del crimine, dovrebbe fare ricordare ogni tanto un proverbio: “CIO’ CHE A TE NON PIACE AD ALTRI NON FARE” Un domani potremmo essere proprio noi a non essere ascoltati nel momento del bisogno, chi può dirlo che non sia proprio così?.


Anche io ringrazio di cuore (come ha fatto la signora Nigris) tutti i numerosissimi lettori che hanno inviato la petizione firmata alla stessa torturata signora. Riconosco che in Italia c’è anche tanta bella gente con un’anima indenne (anche questo devono saperlo tutti!) dal marciume politico in cui ci troviamo a nuotare. FORZA SISU! Giacomo Montana

Giacomo Montana 05.03.06 09:10| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA APERTA, SENZA FRONTIERE, A TUTTI I CITTADINI ONESTI


Se ci si facesse una graduatoria relativamente a tutti i personaggi politici italiani sull'ingordigia politica, sugli obiettivi più negativi ai danni dei cittadini onesti cui può mirare un governo, sull'appoggio del tacito assenso con chi esercita il crimine, con conseguente accettazione della protezione dei criminali e rifiuto automatico di protezione delle vittime, Berlusconi ne uscirebbe il vincitore assoluto col massimo negativo dei voti.
A me mi sta facendo morire lentamente, tollerando a tutta forza che vengano protetti i criminali funzionari dirigenti dell'Amministrazione dell'Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano che mi hanno fatto spezzare la salute anche dopo il contagio della tubercolosi in servizio e per causa di servizio, come meglio spiegato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com
AL RIGUARDO, PERSINO DUE VITTORIE SCHIACCIANTI IN MIO FAVORE AVANTI AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER LA LOMBARDIA NON SONO SERVITE A NULLA. SONO STATE CALPESTATE DAGLI STESSI DIRIGENTI FUNZIONARI AMMINISTRATIVI PER LUNGHISSIMI ANNI.
La violenza politica con la sua potenza devastatrice, lacera il tessuto sociale italiano, specialmente dove ci sono cittadini in buona fede, onesti e fiduciosi in un miglioramento politico anche per loro. Con questi uomini politici di ogni partito politico che abbiamo oggi votarli sarebbe come un suicidio economico elettorale e sociale persino per quanto attiene allo stato di diritto…CONTINUA SOTTO NON APPENA E’ POSSIBILE…(2)

Giovanna Nigris 05.03.06 07:32| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(2)… Le torture che mi sono state inflitte col contagio della tubercolosi in servizio e per causa di servizio e i successivi abusi di potere relativi al boicottaggio dei miei diritti di legge e di contratto ne sono una prova lampante, basta leggere con un poco di pazienza anche le prove delle false attestazioni che mi state presentate ai miei danni esposte sul mio sito internet di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com .
Dopo avere letto, capirete che la continua distruzione della salute che mi è stata causata, unitamente alla lenta distruzione dei sufficienti mezzi più elementari di sopravvivenza (economia devastata per le assenze dal servizio per lo stato di malattia, enormi spese sanitarie in oltre dieci anni per riuscire a farmi effettuare visite mediche specialistiche urgenti e potere acquistare farmaci prescritti a parziale e totale mio carico, esorbitanti interessi bancari per prestiti di danaro, eccetera).
Tutto questo in una donna alla quale si è fatta contagiare di tubercolosi sul posto di lavoro per la più assoluta mancanza dei più elementari mezzi di protezione suscita anche un senso di sconfitta, di disperazione e di esasperazione. Poi mi si chiede a chi darò il voto elettorale io, voi lettori se foste al mio posto, dopo avere constatato che sulla propria vicenda tutti i personaggi politici si nascondono e dopo avere capito molto bene la delinquenza politica che c’è, in Italia chi votereste?
E’ terribile vedere i miei sacrifici anche economici, le mie lotte e il mio lavoro fatto di enormi sacrifici persino da ammalata e disabile andare perduti e che le criminali perdite che mi sono state fatte subire, non danneggiano soltanto me ma anche la Costituzione italiana il cui garante dovrebbe essere il Presidente della Rapubblica Carlo Azzeglio Ciampi il quale anche dopo il mio invio di centinaia di petizioni firmate per la mia vicenda da cittadini esemplari non è ancora mai intervenuto.…. CONTINUA SOTTO NON APPENA E’ POSSIBILE…(

Giovanna Nigris 05.03.06 07:31| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(3)… Io non so voi cittadini come chiamereste un uomo PRESIDENTE DEL CONSIGLIO che fa accettare tutto questo se capitasse a chi legge. Ho il dovere morale di avvertire tutti gli ignari cittadini in buona fede che la peggiore discriminazione l’ho vista applicare proprio durante il mandato che ha ricevuto Berlusconi come capo del Governo
Credo che gli italiani abbiano l’ultima possibilità di salvezza recandosi alle urne ed impedire altre rovine e che Berlusconi recuperi consensi elettorali per provvido intervento del Presidente U.S.A. che vuole solo alleati a favore di ogni guerra che gli passa per la mente: ATTENZIONE: LORO SI AIUTANO E SI CONSIGLIANO PERCHE’ SI RASSOMIGLIANO! …Continua qui sotto appena è possibile.
HA RAGIONE PRODI CHE DESIDERA DAVVERO PROMUOVERE LO SVILUPPO DA BRAVA PERSONA CHE E’, DIFATTI HA DETTO: “BERLUSCONI E’ UN PERICOLO PER IL PAESE”. Mi piange il cuore doverlo ammettere anch’io, ma purtroppo mi è stato tragicamente provato anche ora che sono in ossigenoterapia quotidiana domiciliare.
BERLUSCONI che ha la leadership del nostro caro Paese, DOPO CHE E’ STATO INFORMATO DEI TRAGICI FATTI DI SERVIZIO CHE MI RIGUARDANO, MI HA DIMOSTRATO DURAMENTE DI NON AVERE UN CUORE UMANO, MA DI PIETRA. Egli pensa solo ad approfittare della sua carica politica e basta, pensando solo alla sua bottega.

PER LA MIA VICENDA INVECE, COL SILENZIO ASSENSO ACCONSENTE CHE CON L’USO DEI BOICOTTAGGI ILLECITI, MI SIA RIFIUTATO IL RISARCIMENTO DANNI ALLA MIA PERSONA RIDOTTA ANCHE SUL LASTRICO SENZA NEPPURE POTERMI CURARE CON RELATIVI FARMACI A SUFFICIENZA PERCHE’ DOVREI PAGARLI SENZA POSSIBILITA’ ECONOMICHE. E’ A QUESTO PUNTO CHE DAL POSTO DI LAVORO SONO STATA SPIETATAMENTE INDOTTA. FORZA SISU Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 05.03.06 07:31| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe
in Brasile con la fermentazione della canna da zucchero creano carburante (credo fondamentalmente alcool..) x automezzi, basta una piccola modifica alla vettura e il gioco è fatto..
Questo carburante viene utilizzato soprattutto nei periodi in cui il prezzo del greggio è alle stelle (come ora..?!?!), quindi è possibile avere una FONDAMENTALE alternativa ai combustibili fossili ed loro prezzo di mercato..
Se importare zucchero dal sud america costa meno non si potrebbe proporre una conversione anche parzile della nostra produzione zuccheriera in quella di carburante alcolico?
sarebbe così costoso?

Si aiuterebbe sia il settore dei bieticoltori che i singoli cittadini creando in casa nostra combustibili..se poi lo vende l'agip non importa, basta che PER LEGGE abbia un costo inferiore alla benzina/gasolio.

..e se i problemi sono i fondi ricordo che l'ENI ha appena dichiarato un utile record di 8 miliardi di euro nel 2005..
se non erro il 32% dell'ENI è ancora statale, QUINDI DI TUTTI NOI!

si potesse fare un referendum x poter NOI CITTADINI avere FINALMENTE potere DECISIONALE sugli utili delle compagnie statali o parzialmente statali.

p.s. stesso discorso vale per il 22% dell'ENEL in mano allo stato (quindi ripeto di TUTTI NOI!), si parla dell'opa sui francesi.. un opa costa, un opa vuol dire che ENEL compra.. ma con che soldi?
Hanno chiesto a noi 22% degli azionisti come vogliamo siano utilizzati gli utili? No!

grazie 1000 dell'attenzione

Michele Cauda 04.03.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO SI MOSTRA ALLA GENTE UNA FACCIATA ARTIFICIALE

"Pubblicare o non pubblicare in Italia i crimini mantenuti nascosti perché vi sono della protezioni mosse da personaggi politici?
E’ giusto applicare a queste notizie, sulla loro attività, le regole di "autolimitazione" per mantenere in piedi le protezioni che chiedono i criminali?
Il dilemma è difficile per la presenza di spinte contrastanti: da un lato la sete di informazione del pubblico rischia di fare aumentare le tentazioni del sensazionalismo, dall'altro lato la tendenza di fare il gioco dei criminali, pone l'interrogativo spinoso sulla permanenza illegittima di forme sia pure concordate, e non imposte, di censura che oltretutto danneggiano ulteriormente le vittima di reato.
Ad ogni nuovo episodio, a causa del crimine protetto dal mondo della politica, si spaventa ulteriormente la vittima di reato perché essa comprende bene che anche in questo caso prevale il servilismo e la sottomissione verso i malviventi con grave ulteriore danno del diritto del proprio diritto a vedersi tutelare con una “cassa di risonanza deterrente” contro la violenza occulta. In tutto questo discorso in una democrazia che si rispetti, dovrebbe tornare un certo equilibrio ed essere così una necessità indispensabile anche da dovere essere dibattuta pubblicamente, ma questo, per comodità politica, in Italia purtroppo non avviene.
L’Italia come abbiamo visto in questi ultimi anni, applica una censura ai danni di una vittima di reato estremamente spaventosa (vedi anche vicenda della signora Giovanna Nigris sul suo sito di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com ) . A tal punto non possiamo non ammettere che ci troviamo in una "situazione di governo che col suo silenzio assenso opera di nascosto ai danni delle persone oneste in cui di riflesso, ogni possibile ricorso al tribunale presenta persino un mare di incognite, e di incertezze. CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…(2)…

Giacomo Montana 04.03.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(2)….Ritengo pertanto che la situazione più valida e giusta sia di annullare la copertura dei fatti criminali, sino a giungere, alle pubblicazioni delle notizie: proprio perché i malviventi mirano ad usare il silenzio stampa e altrettanto dicasi per la televisione, come incoraggiamento a proseguire in silenzio e di nascosto la violenza e gli effetti delle relative conseguenze.
Per la falsa bonaria immagine dei malviventi e per i loro programmi criminali, occorre negargli il raggiungimento di tali obiettivi". La strategia dei criminali è a tale riguardo molto significativa. La stampa così viene spesso e da molti parti giustamente accusata di manipolare terribilmente l'opinione pubblica.
A questo punto viene spontaneo chiederci: "Ma tale comportamento di censura ai danni di una vittima del crimine, non significa anche un mezzo per fornire a protettori e criminali il massimo riconoscimento del loro potere sulla società anche laddove vi si aggiunge quello sporco tipo di potere che non dovrebbe esserci?".
Se in Italia ci fossero degli uomini politici coraggiosi e al tempo stesso onesti, non dovrebbero adoperarsi in tutte le maniere legittime per "restituire alla gente il senso della realtà" e contestualmente distruggere la dimensione irreale causata loro?
Perché si continua sistematicamente a permettere che la gente sia mantenuta lontana dalla conoscenza di fatti realmente accaduti?
Che tipo di società si vuole che diventiamo?
Forse si vuole alterare drasticamente e radicalmente la naturale e chiara realtà tradizionale, per indebolire e mettere in grave pericolo il senso di identità e di sicurezza dei cittadini?......CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…(3)…

Giacomo Montana 04.03.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(3)….Se le risposte, ammesso e non concesso, fossero affermative, beh! allora si capirebbe il motivo del ricorso ad una facciata artificiale attraverso il silenzio stampa, su fatti criminali protetti: si da una mano di aiuto per nascondere l’obiettivo fondamentale per giocare con la politica e poi verosimilmente fare anche candidare gli “amici di cordata insospettabili” che hanno chiuso un occhio sia che essi siano giornalisti, sia che siano altri insospettabili. Grazie per avere letto. Giacomo Montana

Giacomo Montana 04.03.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

invece di produrre zucchero negli zuccherifici si potrebbe produrre bioetanolo per i motori flexa come in brasile così da portare in attivo gli stabilimenti e non sprecare ingenti somme dei contribuenti che in passato hanno finanziato con le tasse il loro mantenimento le lobbi del petrolio potranno in qualche maniera essere scardinate muoviamoci perchè oltre tutto molte famiglie rischiano la fame grazie a questa situzione in brasile gli zuccherifici hanno differenziato la produzione (con la canna da zucchero)proprio per salvagurdare sia il settore che i cittadini evitando le speculazioni dei petrolieri.
la mia vuole essere umilmente una proposta e una domanda nello stesso tempo chi ne sà di più che parli grazie a presto.max koln

max koln Commentatore in marcia al V2day 04.03.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Leggete qua:
http://www.lorlandocurioso.it/nofollow.cfm?date=01%2F02%2F2006&blogaction=archive&file=blog_2_2006.xml
e diffondete!!

matteo martini 04.03.06 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Leggete qua:
http://www.lorlandocurioso.it/nofollow.cfm?date=01%2F02%2F2006&blogaction=archive&file=blog_2_2006.xml
e diffondete!!

matteo martini 04.03.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me sarebbe una cosa molto sensata far si che tutte queste barbabietole venissero utilizate per la produzione di alcool, cosi le aziende avrebbero lo stesso le sovvenzioni europee, visto che non si produrra zucchero, gli agricoltori continuerebbero a coltivare ed a guadagnarsi i soldi onestamente con il loro prezioso lavoro ed in più si creerebbe un'alternativa alla benzina, come succede in Brasile dove la maggior parte delle macchine in circolazione possono andare sia a benzina che ad alcool a seconda del prezzo dei due carburanti.

Pietro Astorino 04.03.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

sIGNORI, SI FA UN GRAN PARLARE DI ZUCCHERIFICI CHE CHIUDONO E ZUCCHERO ITALIANO CHE NON SI VENDE PIù PER RAGIONI CONCORRENZIALI (SIC!)
MENTRE NOI PERLIAMO GLI ALTRI FANNO GLI AFFARI.
SE NON LO POSSIAMO PIù MANGIARE ALLORA E' BENE CHE SI INIZI A CONSIDERARE LA BIETICOLTURA UNA FONTE DI ENERGIA ALTRNETIVA.
IL BIOETANOLO E' GIA' UNA PRASSI PER MOLTI PAESI. CONVERTIAMO IL TUTTO E CHE IN OSTRI DIPENDENTI SI DIANO DA FARE AFFINCHE' CIO' AVVAENGA NEL MINOR TEMPO POSSIBILE.
SONO I.......O NERO!!!!!

sarno michele 04.03.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito ci sono pochi testimonianze dal settore agricolo che riportino la situazione reale nelle nostre campagne e i tuttologici vanno a gonfie vele!!!!
Probabilmente rimarrò senza lavoro e credetemi la rabbia è tanta visto che si è passati da un anno di super lavoro allo sfacelo più completo senza permettere agli attori del settore di capire come muoversi!!!
Vorrei fare un pò di chiarezza:
*13 zuccherifici sono ormai chiusi e questo è un fatto incontrovertibile
*la riconversione è un discorso prettamente politico/elettorale visto che ad oggi 5 Marzo non c'è nessun progetto avviato che tuteli la coltivazione di barbabietola per bioetanolo
*LE ASSEGNAZIONI DI SACCAROSIO AGLI AGRICOLTORI SONO TRUCCATE E CHI NE AVREBBE DIRITTO VIENE INSPIEGABILMENTE TAGLIATO FUORI

Potrei andare avanti ancora per molto ma vorrei ricordare ai detrattori dell'agricoltura che la Pac è stata introdotta per contingentare i prezzi dei prodotti primari di largo consuma e permettere ai cittadini UE di avere più soldi nel portafoglio!!!
Mio padre mi ha sempre detto che si è sempre stato meglio senza la pac e quindi l'agricoltura è stata sacrificata per sviluppare tutto il resto ma ora siamo nel mkt mondiale e il giocattolo dei burocrati si è rotto!!!
Nel 1980 1Qle di mais costavsa 28-30000mila lire ora???12.5 euro;provate a fare i conti con un livello medio di inflazione del 2% e ditemi quanto dovrebbe costare ora?????

Poi se in nome della globalizzazione vogliamo mangiare zucchero di canna trattato con derivati dal ddt sfruttando poveri manovali in mano ai proprietari terrieri/multinazionali intossicatevi pure ma non scandalizzatevi

Cordialmente

Davide Calzolari 04.03.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito ci sono pochi testimonianze dal settore agricolo che riportino la situazione reale nelle nostre campagne e i tuttologici vanno a gonfie vele!!!!
Probabilmente rimarrò senza lavoro e credetemi la rabbia è tanta visto che si è passati da un anno di super lavoro allo sfacelo più completo senza permettere agli attori del settore di capire come muoversi!!!
Vorrei fare un pò di chiarezza:
*13 zuccherifici sono ormai chiusi e questo è un fatto incontrovertibile
*la riconversione è un discorso prettamente politico/elettorale visto che ad oggi 5 Marzo non c'è nessun progetto avviato che tuteli la coltivazione di barbabietola per bioetanolo
*LE ASSEGNAZIONI DI SACCAROSIO AGLI AGRICOLTORI SONO TRUCCATE E CHI NE AVREBBE DIRITTO VIENE INSPIEGABILMENTE TAGLIATO FUORI

Potrei andare avanti ancora per molto ma vorrei ricordare ai detrattori dell'agricoltura che la Pac è stata introdotta per contingentare i prezzi dei prodotti primari di largo consuma e permettere ai cittadini UE di avere più soldi nel portafoglio!!!
Mio padre mi ha sempre detto che si è sempre stato meglio senza la pac e quindi l'agricoltura è stata sacrificata per sviluppare tutto il resto ma ora siamo nel mkt mondiale e il giocattolo dei burocrati si è rotto!!!
Nel 1980 1Qle di mais costavsa 28-30000mila lire ora???12.5 euro;provate a fare i conti con un livello medio di inflazione del 2% e ditemi quanto dovrebbe costare ora?????

Poi se in nome della globalizzazione vogliamo mangiare zucchero di canna trattato con derivati dal ddt sfruttando poveri manovali in mano ai proprietari terrieri/multinazionali intossicatevi pure ma non scandalizzatevi

Cordialmente

Davide Calzolari 04.03.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Non strumentalizzate la discussione, per favore. QUi si parla di un sistema enonomico-industriale che scomapre da un giorno all'altro e venite fuori con estremismi del tipo "lo zucchero fa male"?
Ma cacchio c'entra? Lo zucchero, come tutti i carboidrati, è un vettore energetico che l'essere umano assimila dai vegetali (è di origine vegetale, se non l'avete capito) così come gli amidi di pasta e pane, solo che è una molecola più semplice e viene quindi assimilata prima dal corpo, ecco perché è ottimo come fonte energetica e perché se assunto in modo sconsiderato alza i livelli glicemici. Comuqnue per i diabetici esistono altri tipo di dolcificanti (il fruttosio per esempio).
Cero, lo zucchero ha molte proprietà tra cui quella di conservante ma non è la formaldeide, caspita! Non è cancerogeno! Gli sciroppi di glucosio si usano come aggreganti, il melasso, dottoprodotto delle industrie saccarifere, si usa per fare i lieviti.
Insomma informatevi!
Lo zucchero di canna è IDENTICO a quello di bietola, il grezzo che trovate in commercio è non depurato, cioè ha meno saccarosio e contiene altre sostanze (sodio, potassio, solfati, megnesio, proteine), è cioè un'altra cosa.
Saluti

Stefano Tiburzi 04.03.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA APERTA, SENZA FRONTIERE, A TUTTI I CITTADINI ONESTI

Se ci si facesse una graduatoria relativamente a tutti i personaggi politici italiani sull'ingordigia politica, sugli obiettivi più negativi ai danni dei cittadini onesti cui può mirare un governo, sull'appoggio del tacito assenso con chi esercita il crimine, con conseguente accettazione della protezione dei criminali e rifiuto automatico di protezione delle vittime, Berlusconi ne uscirebbe il vincitore assoluto col massimo negativo dei voti.

A me mi sta facendo morire lentamente, tollerando a tutta forza che vengano protetti i criminali funzionari dirigenti dell'Amministrazione dell'Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano che mi hanno fatto spezzare la salute anche dopo il contagio della tubercolosi in servizio e per causa di servizio, come meglio spiegato e provato nel mio sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com

AL RIGUARDO, PERSINO DUE VITTORIE SCHIACCIANTI IN MIO FAVORE AVANTI AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER LA LOMBARDIA NON SONO SERVITE A NULLA. SONO STATE CALPESTATE DAGLI STESSI DIRIGENTI FUNZIONARI AMMINISTRATIVI PER LUNGHISSIMI ANNI.

Io non so voi cittadini come chiamereste un uomo PRESIDENTE DEL CONSIGLIO che fa accettare tutto questo se capitasse a chi legge. Ho il dovere morale di avvertire tutti gli ignari cittadini in buona fede che la peggiore discriminazione l’ho vista applicare proprio durante il mandato che ha ricevuto Berlusconi come capo del Governo.

Credo che gli italiani abbiano l’ultima possibilità di salvezza recandosi alle urne ed impedire altre rovine e che Berlusconi recuperi consensi elettorali per provvido intervento del Presidente U.S.A. che vuole solo alleati a favore di ogni guerra che gli passa per la mente: ATTENZIONE: LORO SI AIUTANO E SI CONSIGLIANO PERCHE’ SI RASSOMIGLIANO! …Continua qui sotto appena è possibile..(2)…

Giovanna Nigris 04.03.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(2)….HA RAGIONE PRODI: “BERLUSCONI E’ UN PERICOLO PER IL PAESE”. Mi piange il cuore doverlo ammettere, ma purtroppo mi è stato tragicamente provato anche ora che sono in ossigenoterapia quotidiana domiciliare. BERLUSCONI, DOPO CHE E’ STATO INFORMATO DEI TRAGICI FATTI DI SERVIZIO CHE MI RIGUARDANO, MI HA DIMOSTRATO DURAMENTE DI NON AVERE UN CUORE UMANO, MA DI PIETRA. Egli pensa solo ad approfittare della sua carica politica e basta, pensando solo alla sua bottega.

PER LA MIA VICENDA INVECE, COL SILENZIO ASSENSO ACCONSENTE CHE CON L’USO DEI BOICOTTAGGI ILLECITI, MI SIA RIFIUTATO IL RISARCIMENTO DANNI ALLA MIA PERSONA RIDOTTA ANCHE SUL LASTRICO SENZA NEPPURE POTERMI CURARE CON RELATIVI FARMACI A SUFFICIENZA PERCHE’ DOVREI PAGARLI SENZA POSSIBILITA’ ECONOMICHE. E’ A QUESTO PUNTO CHE DAL POSTO DI LAVORO SONO STATA SPIETATAMENTE INDOTTA. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 04.03.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento

UNA CLASSE POLITICA SENZA VERGOGNA?

UN SINDACATO CHE NON SI SA’ CHI DIFENDA?


La Ruffo di Bientina Pisa azienda leader nel settore dell’alta moda chiude.

MA QUESTA AZIENDA NON CHIUDE PER CARENZA DI LAVORO?

QUESTA AZIENDA CHIUDE PER PERMETTERE AI SIGNORI DELLA MODA DI FARE MAGGIORI PROFITTI.

I CAPI DELLE GRANDI FIRME VENGONO CUCITI IN CROAZIA, ARRIVANO IN ITALIA CON IL CARTELLINO MADE IN CROAZIA.

VIENE CAMBIATO IL CARTELLINO, CON QUELLO MADE IN ITALY E SPEDITI AI NEGOZI.

LE LAVORATRICI HANNO DENUNCIATO AL SINDACATO QUESTA SITUAZIONE?

MA IL SINDACATO NON HA FATTO NIENTE IN QUESTO SENSO.

100 LAVORATRICI E LAVORATORI DA DOMANI SARANNO A CASA?


ORA DELLE DUE UNA?

O QUI SIAMO DI FRONTE A UNA TRUFFA?

IL CONSUMATORE A IL DIRITTO DI SAPERE DA DOVE VIENE IL PRODOTTO CHE ACQUISTA?
UN CAPO DI ALTA MODA, FORSE IL VALORE AGGIUNTO SI CHIAMA MADE IN ITALY.

OPPURE SI GIOCA CON UNA LEGGE?

ALLORA LA CLASSE POLICA CHE CI RAPPRESENTA VECCHIA E NUOVA NON HA FATTO NULLA PER TUTELARE LA NS PRODUZIONE DI QUALITA’?


LO RIPETO SIAMO DI FRONTE AD UNA FABBRICA CHE PRODUCE PRODOTTI DI QUALITA’.

IL NOSTRO MADE IN ITALY CHIEDE PROTEZIONE CONTRO CHI NON RISPETTA LE REGOLE E FALSIFICA I LORO PRODOTTI?

MA LORO LE REGOLE LE RISPETTANO?

I LAVORATORI E I CITTADINI CHI HANNO DELEGATO PER LA TUTELA DEI LORO INTERESSI?

SI PARLA DI ECCELENZA?

SI PARLA DI QUALITA’?

QUI TUTTI QUESTI REQUISITI C’ERANO.

MA DA DOMANI 100 PERSONE SARANNO SENZA LAVORO.

QUALCUNO HA SBAGLIATO MA I COSTI LI PAGANO SEMPRE I LAVORATORI.

VERGOGNA…..VERGOGNA…..VERGOGNA….

ernesto scontento 04.03.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre più complimenti a Beppe Grillo ed ai suoi blogger. Caro Beppe ora è arrivato il momento di dare un aiuto a Chi la pensa come te, avendolo dimostrato in tutti questi anni, dapprima da Magistrato e, successivamente da Europarlamentare.
Parlo dell'On.le Antonio Di PIetro che ha costituito il movimento ITALIA DEI VALORI, integerrimo su aspetti di sana vita comune civile e democratica. La "QUESTIONE MORALE", "LA CERTEZZA DELLA PENA", LA NON ELEGGIBILITA'-CANDIDABILITA' DI COLORO I QUALI SONO COLPEVOLI DI REATI CON SENTENZA PASSATA IN GIUDICATO (1° GRADO) ECC.
Allora, insieme noi tutti, tu in primis beppe e, noi tutti blogger e tuoi estimatori per le tue lotte di icviltà, uniamoci e facciamo sentire sempre più forte la nostra voce e i nostri fatti.
Un modo concreto per farlo è quello di aiutare l'ITALIA DEI VALORI affinchè tanta gente onesta, sincera, leale, abbia una rappresentanza in PArlamento alla CAmera dei Deputati ed al Senato. Votiamo e facciamo votare ITALIA DEI VALORI invitandovi a visitare il proprio blog
www.antoniodipietro.it
"La libertà di ognuno di noi è data dalla propria coerenza e dai propri comportamenti".
Alex.


alessio brusini 04.03.06 09:16| 
 |
Rispondi al commento

VI SIETE MAI POSTI IL PROBLEMA SE VERAMENTE LO ZUCCHERO SERVA AL NOSTRO ORGANISMO?
(Ho già visto un contriuto simile al mio ma vorrei ripeterlo dicendo che )

E' stato introdotto dal Mercato come CONSERVANTE
ma è assolutamente dannoso e inutile, esiste fior di bibliografia (ovviamente non accettata dal sistema ortodosso) Ma se chiedete ad alcuni medici particolarmente aperti scoprirete che vi sconsiglieranno di usare Zucchero raffinato (bianco) presente ormai in tutti prodotti alimentari!!!!!.

Il PROBLEMA nell'alimentazione è QUALE PRINCIPIO si sta seguendo: quello della SALUTE o quello dell' ECONOMIA????

Ahhh! forse voi mi riporterete che lo zucchero fa bene al cervello! Eh beh si ..lo diceva anche una pubblicità....già!

matteo Bologna 04.03.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho notato che gli interventi su questo argomento sono pochi rispetto ad altri temi affrontati in questo blog. Forse perchè alla gente non interessa da dove provenga lo zucchero o non capisce la differenza tra coltivare questo o quello.
CARO BEPPE, IO LA BUTTO COSì:
E SE DIETRO A QUESTE CHIUSURE DI ZUCCHERIFICI C'è UNA CELATA VOLONTà DI ELIMINARE DAL TERRITORIO, POSSIBILI INDUSTRIE CHE IN FUTURO POTREBBERO TRASFORMARSI IN PRODUTTORI DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE, VEDI ETANOLO?
Con il prezzo del petrolio destinato a salire, si parla di ottenere carburanti da altre fonti, vegetali ad esempio. Che strano che a 10 anni da un possibile cambiamento di fonti di energia, si decida di chiudere gli zuccherifici. E se tra un po' ci chiedono di non coltivare più mais o girasoli?

Bernardo Trombaturi 04.03.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

La parte "incriminata" del provvedimento è quella
sulle agevolazioni per il versamento dei contributi agricoli

Aviaria, manca la copertura
Ciampi rinvia decreto alle Camere
Parlamento subito convocato per la settimana prossima


Il presidente Ciampi
ROMA - Il presidente della Repubblia ha rinviato alle Camere il decreto legge sugli aiuti ai settori colpiti dall'influenza aviaria. Ciampi ha rilevato una mancanza di copertura finanziaria della spesa prevista. Il capo dello Stato ha agito in tempi molto rapidi, considerato che il decreto è stato approvato dalle Camere appena tre giorni fa.

La parte del decreto che manca di copertura finanziaria è quella relativa alle agevolazioni per il versamento dei contributi previdenziali agricoli. Il rinvio alle Camere sembra sia stata deciso perché l'esame del provvedimento ha rivelato che la spesa sarebbe molto superiore, di diverse volte, rispetto a quella indicata nella relazione della Ragioneria depositata agli atti del Parlamento. Il rilievo non riguarda il merito del provvedimento, ma solo questo aspetto della copertura della spesa, sanabile con una nuova deliberazione del Parlamento.

Immediata è arrivata la convocazione delle Camere. L'assemblea di Montecitorio si riunirà mercoledì alle ore 14 e il Senato martedì alle 17 per esaminare il decreto che contiene, oltre ai provvedimenti urgenti sull'aviaria, anche il condono agricolo fortemente voluto dal ministro dell'Agricoltura Gianni Alemanno.

Il Parlamento, a questo punto, ha dieci giorni per una nuova deliberazione sulla conversione in legge del decreto. Si può procedere all'esame dei decreti anche nella situazione attuale, con le Camere sciolte.

MA CI RENDIAMO CONTO DA CHI SIAMO STATI GOVERNATI, UN DECRETO TANTO SBANDIERATO SENZA COPERTURA ECONOMICA! E' VERGOGNOSO....E POI VA A PARLARE AL CONGRESSO
LA POLITICA DEL FUMO.......BASTA VI PREGO

Pasquale Sullo 04.03.06 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, grazie di esistere, sono un ex-produttore di bietole di casei gerola, 24 anni fa mio padre buon anima ha fatto le barricate sull'autostrada (sempre la solita) per tener aperto lo zuccherificio ed essere pagato quanto gli era dovuto. Evidentemente la mia generazione, ho 41 anni, ha già al suo "attivo" un fallimento. Voglio ricordare però che ci sono delle cose strane poco note ma dimostrabili che riguardano questo zuccherificio:
1 - la proprietà "Italia Zuccheri" ha capitale sociale così composto: 50% alla cooperativa di Minerbio "Coprob" con funzioni amministrative, 50% a "Finbieticola" società nata da un fondo pubblico statale e da trattenute involontarie dei bieticoltori (forse anch'io) con controllo solo sugli atti straordinari. Dove è finito il valore della proprietà della parte pubblica o popolare?
2 - Casei è stato chiuso adducendo motivi di costi di produzione, ma risulta a molti che la qualità dello zucchero ivi prodotta sia la migliore d'Italia, infatti le più importanti ditte di dolciumi e bibite qui vengono a rifornirsi. Se io e lei siamo soci e io ho la possibilità di disporre come mi pare del suo magazzino, chi fa meglio bilancio? Non dico altro riguardo i costi di produzione.
Oggi gli agricoltori della zona non sanno cosa seminare, me compreso, perchè la riconversione ha tecnicamente bisogno di almeno tre o quattro anni di lavori che non sono ancora iniziati e che comunque comporteranno la costruzione di un impianto che oltre a dare solo la metà dei posti di lavoro sarà fortemente poco competitivo per motivi logistici e strutturali. Saluti a tutti.

Adriano Fortusini 03.03.06 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig.Grillo, vorrei in primis farle i complimenti per lo spettacolo ma soprattutto per il coraggio e la grinta che mette nel difendere il cittadino dalle mille insidie che il mondo di oggi ci riserva (banche,politici da destra a sinistra totalmente inadeguati a rappresentarci ecc. ecc.) se mi è permesso credo che le sue ideologie politiche e le mie siano al quanto diverse, ma questo non toglie che io e lei non la pensiamo per la stragrande maggioranza degli argomenti da lei trattati nella stessa identica maniera specialmente quando parla del sistema bancario e qui non vado oltre per non diventare volgare e sui giornalisti, chimiamoli cosi, che invece di essere i nostri occhi sul mondo ci raccontano ogni volta la favola/tragedia di turno (personalmente di cogne ne o piene le ....) Però un appunto voglio farlo quando parla dei no global (qui fose si capisce la diversità politica)pensa veramente che costoro siano i nuovi partigiani, i suoi concittadini che si sono ritrovati i negozi distrutti(dopo anni di sacrifici) le strade pagate con i soldi dei contribuenti ecc...io al contrario di lei che li ritiene nel giusto penso che tutti questi ragazzotti non abbiano nulla(.....) da fare che non hanno rispetto per la proprieta pubblica che per loro non importa per quale causa ma l'importante è dare sfogo all'istinto animalesco al pari di quelli che vanno a picchiarsi negli stadi anzi peggio perche questi individui si fregiano di essere nel giusto spero di aver fatto capire il vero valore di un no global viva l'italia viva il tricolore

ATTILIO BRACALENTE 03.03.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig.Grillo, vorrei in primis farle i complimenti per lo spettacolo ma soprattutto per il coraggio e la grinta che mette nel difendere il cittadino dalle mille insidie che il mondo di oggi ci riserva (banche,politici da destra a sinistra totalmente inadeguati a rappresentarci ecc. ecc.) se mi è permesso credo che le sue ideologie politiche e le mie siano al quanto diverse, ma questo non toglie che io e lei non la pensiamo per la stragrande maggioranza degli argomenti da lei trattati nella stessa identica maniera specialmente quando parla del sistema bancario e qui non vado oltre per non diventare volgare e sui giornalisti, chimiamoli cosi, che invece di essere i nostri occhi sul mondo ci raccontano ogni volta la favola/tragedia di turno (personalmente di cogne ne o piene le ....) Però un appunto voglio farlo quando parla dei no global (qui fose si capisce la diversità politica)pensa veramente che costoro siano i nuovi partigiani, i suoi concittadini che si sono ritrovati i negozi distrutti(dopo anni di sacrifici) le strade pagate con i soldi dei contribuenti ecc...io al contrario di lei che li ritiene nel giusto penso che tutti questi ragazzotti non abbiano nulla(.....) da fare che non hanno rispetto per la proprieta pubblica che per loro non importa per quale causa ma l'importante è dare sfogo all'istinto animalesco al pari di quelli che vanno a picchiarsi negli stadi anzi peggio perche questi individui si fregiano di essere nel giusto spero di aver fatto capire il vero valore di un no global viva l'italia viva il tricolore

ATTILIO BRACALENTE 03.03.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig.Grillo,
vorrei in primis farle i complimenti per lo spettacolo ma soprattutto per il coraggio e la grinta che mette nel difendere il cittadino dalle mille insidie che il mondo di oggi ci riserva (banche,politici da destra a sinistra totalmente inadeguati a rappresentarci ecc. ecc.)
se mi è permesso credo che le sue ideologie politiche e le mie siano al quanto diverse, ma questo non toglie che io e lei non la pensiamo per la stragrande maggioranza degli argomenti da lei trattati nella stessa identica maniera specialmente quando parla del sistema bancario e qui non vado oltre per non diventare volgare e sui giornalisti, chimiamoli cosi, che invece di essere i nostri occhi sul mondo ci raccontano ogni volta la favola/tragedia di turno (personalmente di cogne ne o piene le ....)
Però un appunto voglio farlo; quando parla dei no global (qui forse si capisce la diversità politica)pensa veramente che costoro siano i nuovi partigiani, i suoi concittadini che si sono ritrovati i negozi distrutti(dopo anni di sacrifici) le strade e giardini distrutti pagate con i soldi dei contribuenti ecc...io al contrario di lei che li ritiene nel giusto penso che tutti questi ragazzotti non abbiano nulla(.....) da fare che non hanno rispetto per la proprieta pubblica che per loro non importa per quale causa ma l'importante è dare sfogo all'istinto animalesco al pari di quelli che vanno a picchiarsi negli stadi anzi peggio perche questi individui si fregiano di essere nel giusto
spero di aver fatto capire il vero valore di un no global
viva l'italia viva il tricolore

Attilio Bracalente 03.03.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento

EVITIAMO LA DISINFORMAZIONE!
1) zucchero di canna e zucchero di barbabietola sono uguali! È la stessa molecola, il saccarosio! Non confondiamo lo zucchero GREZZO di canna che non è raffinato!
2) la calce non serve a "raffinare" lo zucchero ma a DEPURARE i sughi di estrazione della bietola perché da questa non si estrae solo saccarosio ma tante altre sostanze contenute in essa (i cosiddetti "nonzuccheri")! Si usa anche per la canna! Non ci sono "sostanze nutrienti da sottrarre, c'è solo saccarosio da cristallizzare!
3) di zucchero non è mai morto nessuno, nessuno che sia tanto stolto da seguire una dieta a base di solo saccarosio! Non diciamo enormità, perdiana!

Il bello dei blog è la libertà ma non trasformiamola in un'arma di disinformazione altrimenti si riduce ad un pollaio o alle chiacchiere da bar!

Saluti

Stefano Tiburzi 03.03.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

egr.sig.grillo tanto si è detto sulla riforma ocm zucchero e tra mezze bufale e qualche verità che piaccia o no con dolore o sofferenza la riforma è ormai deliberata ed in atto,indi gli zuccherifici sono chiusi.il rovescio della medaglia comunque c'è (o meglio ci dovrebbe essere) ed è proprio a lei che chiedo un'aiuto ed alcuni chiarimenti visto che da molti anni si occupa in maniera degna ed impegnata di energie alternative...dalla campagna gli approvigionamenti per creare energie non mancano e sono fonti rinnovabili..l'ocm zucchero comprende anche riconversione non solo chiusure..grazie per l'attenzione ed un saluto speranzoso..p.s. a sua disposizione x informazioni anche dettagliate su quanto accaduto in un bacino bieticolo del nord...un terzista del nord..

alberto marcomini 03.03.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Lo zucchero raffinato di barbabietolo è uno degli alimenti più dannosi comunemente accettato (Per cui estremamente pericoloso) di cui usufruiamo giornalmente. Causa primaria di Diabete Obesità Tumori , Per non parlare delle carie dentali : Indice insulinico superiore a 98 praticamente glucosio. Assolutamente imposto dal mercato degli anni sessanta (Che probabilmente ha creato più morti malattie e sofferenze delle ultime due guerre mondiali SHOA inclusa.) Per cui di per se reputo questa chiusura un bene per la umanità e senza altro per la qualità complessiva dell'alimentare italiano.
Naturalmente se tutto questo significa una riconversione di tutte queste energie per anni votate al male ad una ripresa delle agricolture di grande qualità del nostro paese : mi riferisco soprattutto alla canapa ITALIANA (A cui la scellerata campagna mondiale delle multinazionali del petrolio ne ha imposto la distruzione; vedi spettacoli di Beppe Grillo dal 1980 dove denunciava tutto quello che sto scrivendo.)in grado di produrre tessuti di qualità nettamente superiore al cotone e materiali nettamente superiori a qualsiasi materia plastica e probabilmente per resilienza e leggerezza fino al carbonio.
E' quindi inutile che ci si continui a fare manicure ("I nostri mezzi ragionamenti") immersi in una vasca piena di merda.
Meditate gente meditate.

Gabriele Bartoletti 03.03.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPOSTA:se ormai la caporetto rispetto allo zucchero c'è stata,non vedo perchè si debba ugualmente buttare a mare tutto.Da non intenditore della materia mi chiedo perchè quella quota persa non possa essere recuperata con la produzione di etanolo,ricavabile proprio dalle barbabietole. 250.000 di barbabietole iniziano ad essere una cospicua quantità in termini di produzione di etanolo (30-35 litri ogni 100 di barbabietole).
Il mercato dell'etanolo come tutte quelle delle energie rinnovabili è in crescita e da profitti. Ci si può "tagliare" la benzina fino al 30% senza richiedere modifiche ai motori delle auto. Per di più l'etanolo eroga anche più ottani della benzina stessa. Si tratterebbe di riconvertire una parte del settore. E lo zucchero lo compriamo da Cuba o dal Brasile. Lo zucchero non è un settore strategico: quello dell'energia si.Naturalmente ci vuole un governo serio capace di governare la riconversione, investire e crederci.

p.s. visto che parlo di energia: sapete che C. Rubbia tempo fa è stato costretto alle dimissioni dall'ENEA, perchè aveva criticato i tagli alla ricerca, ed era in diaccordo con i politicanti del CDA dell'Enea.Rubbia ha avviato una ricerca estremamente innovativa di sfruttamento dell'energia solare termica. Si chiama progetto Archimede (digitate su google che vi viene fuori tutto).E aveva tali caratteristiche di relativa semplicità e competitività che l'impianto sperimentale previsto a Priolo in sicilia doveva produrre ben 20MW di energia elettrica assolutamente conveniente e pulita(che c'è di più pulito del sole?),sufficiente,giusto per dare una dimensione, ad una cittadina di 20.000ab.
Appena Rubbia si è dimesso è stato assunto immediatamente dall'ente spagnolo dell'energia, per realizzare lo stesso progetto:RISULTATO?
GLI SPAGNOLI METTERANNO A PUNTO UNA TECNOLOGIA ENERGETICA ALL'AVANGUARDIA E COMPETITIVA CAPACE DI RISOLVERE AMPIAMENTE IL PROBLEMA ENERGETICO...E L'ITALIA POI LA COMPRERA' DA LORO. COME SI DICE:CORNUTI E MAZZIATI

alessandro rossi 03.03.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

non c'entra molto con l'argomento...come mai in questo blog lo stesso Grillo si è preso un po gioco di Calderoli per quello che è successo...e gheddafi cosa dice?che quella era solo una scusa, loro voglionon l'indennizzo per la colonia?
che cosa??????????in Libia ancora viaggiano sulle strade costruite da Balbo, gente abita sulle case fatte dagli italiani...ma Gheddafi ha capito una cosa, che gli italiani cercano sempre di mettersi d'accordo, magari con qualche sotterfugio!paghiamo perchè non ci mandimo gli extracomunitari. Il Colonnello ci sbeffeggia e si prende gioco di noi, e non è la prima volta, ricordate il missile che lancio per dimostrazione qualche anno fa?e noi che abbiamo fatto?niente, chiediamo scusa, e loro ci deridono. Poi tutti a fare i perbenisti, poverini qua poverini là...Se ci fosse stato Mussolini,secondo voi Gheddaffi farebbe tanto il ''gallo''?Signori bempensanti e solidalisoprattutto della sinistra, datemi una risposta!che sia decente però,e non parlatemi di democrazia!!!!Volevano uccidere il conosole!lo ha detto il Colonnello!Ma ci rendiamo conto?e come se io vado dal primo che trovo e gli dico''ciao, sai che sei un figlio di p.....??'' lui invece di darmi un pugno mi chiede scusa, e mi dice che forse ho ragione!

max san 03.03.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

LA CIVILTA’ DEVE CONTINUARE AD ESISTERE ANCHE NEL NOSTRO BEL PAESE

Leggo sempre con attenzione, sbigottimento e sconcerto, gli articoli di un'amica che ha vissuto in prima persona, in presa diretta, le enormi sofferenze che gli vengono fatte patire in Italia da quattordici anni attorniata da un’infinità di italiani che dopo essere stati informati delle torture psico-fisiche anche postume al contagio di tubercolosi subito in servizio e per causa di servizio, purtroppo vediamo che fanno finta di non sapere e di non vedere.

I suoi articoli esposti sul seguente suo sito web di legittima difesa: http://www.mobbing-sisu.com però, le hanno fatto ricevere centinaia di petizioni firmate, esse sono il prodotto dell'empatia di altri cittadini italiani che sanno ancora capire e con spirito umanitario sanno esprimere la propria solidarietà alla vittima di fronte ad una così grave sofferenza che comunque può risultare difficile da comprendere a chi non l'ha condivisa.

Sono urla di dolore e frustrazione per la sofferenza di una donna, cittadina lavoratrice distrutta impunemente sul posto di lavoro e con derisione e scherno abbandonata e privata illegalmente dei diritti di legge e di contratto sino ad avere persino gravi problemi economici da non potersi neppure acquistare i farmaci prescritti a pagamento come aggiunta a quelli dispensati dal Servizio Sanitario Nazionale. In questo modo le viene anche boicottata una cura farmacologica completa, pena: il peggioramento delle sue condizioni di salute. Poi sento dire che gli italiani sono buoni e le belve feroci sono solo gli stranieri. E’ ORRIBILE!! ….CONTINUA QUI SOTTO APPENA E’ POSSIBILE…(2)

Giacomo Montana 03.03.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(2)….Mi rendo conto che, per persone senza scrupoli e desiderose fino all’inverosimile di accendere focolai di attriti e violenze non interessano le violenze tutte made in italy, mi rendo perfettamente anche conto che per loro possano essere argomenti poco digeribili o addirittura indigesti: la forte carica emotiva che li genera a volte deborda come fosse un contenitore di materiali organici, supera gli argini non solo dell’onesta ma anche della ragionevolezza, della cristianità, della civiltà.

Persino la connivenza, l’omertà, il silenzio diventano pietre, che le fanno male come ulteriori frustate date con rabbia o come pugni diretti che arrivano all'improvviso da una persona che senza farsi notare da nessuno le infligge a tradimento. Eppure parecchi di loro sanno dare punti di vista sulla non violenza da lasciare commossi e sbalorditi. A volte mi chiedo, ma davvero questa è oggi l’Italia? Che fine hanno fatto tutti i valori positivi esistenti al mondo, se si permette che venga ancora torturata una lavoratrice che si può tranquillamente definire in modo feroce quanto illegale, il boicottaggio della causa di servizio che viene esercitato anche dopo due vittorie davanti al Tribunale Amministrativo Regionale per La Lombardia, così come meglio documentato e provato nel suddetto sito web di legittima difesa. Giacomo Montana

Giacomo Montana 03.03.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe, ma conosci la pianta STEVIA REBAUDIANA? E' una piccola pianta originaria del Brasile-Paraguay,la caratteristica delle sue foglie è quella di possedere una straordinaria capacità dolcificante (il suo estratto è 100-400 volte più dolce dello zucchero), non causa il diabete, non è tossica, zero calorie...In natura non ha nemici naturali (tolto i produttori dello zucchero)quindi niente pesticidi, solo non è possibile commercializzarla qui da noi PERCHE' ??? Io l'ho coltivata e mangiata, OTTIMA.
Alcuni link utili :
www.xmx.it/stevialibera.htm
www.xmx.it/stevia.htm

Maurizio 03.03.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento

STOP KILLING SEALS, OR WE WILL NOT BUY ANYTHING MORE FROM YOUR COUNTRY AND WE WILL NEVER AGAIN COME THERE AS TOURISTS! WE KNOW THAT A GREAT NUMBER OF PEOPLE THERE IN CANADA LOVES SEALS TOO LIKE WE DO HERE IN EUROPE.
Caro beppe vorrei che tu ti impeganssi molto anche per difendere le fohine; mi sento davvero male quando vedo quelle immagini, i loro occhi mi ricordano quelle di piccoli gattini o cani o cmq innocenti indifesi; Cari amici se potete sottoscrivete la richiesta nel sito del primo ministro Canadese, gia' indicata in altro meetup dal bravo rosario, https://community.hsus.org/campaign/harper_protectseals, e scrivete in massa anche questo messaggio all'ambasciata canadese in Italia , a quella italiana in canada, e a tutti gli indirizzi nazionali ed internazionali che vi trasmetto, per farci sentire civilmente ed arrestare l'atroce mattanza di foche che ogni anno vengono sterminate. E mi raccomando, diffondetelo ai vostri amici in tutta italia e nel mondo. E' indegno per un paese civile come il Canada consentire (da parte dei politici locali) di fare quello che in pochi fanno in quel paese stesso, disonorando il Canada tutto!

Grazie
Un abbraccio a tutti
Marco

Ambasciata canadese in Italia è in Via GB de Rossi 27, 00161 Roma; tel. 06 44 59 81, fax 44 59 87 50; l’ufficio visti e la sezione
rome@international.gc.ca
http://www.dfait-maeci.gc.ca/canada-europa/italy/menu-it.asp

Gabriele SARDO AMBASCIATORE D'ITALIA IN CANADA
ambasciata.ottawa@esteri.it
http://www.ambottawa.esteri.it/ambasciata_ottawa

marco montanari 03.03.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Curiosità:lo sapevate che lo zucchero che ingeriamo ogni giorno contiene ANTIBIOTICI?
Stiamo diventando dei raccoglitori di medicinali umani!Ormai ce li somministrano in tutti i modi!

Francesco Brignola 03.03.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Se non vogliono lo zucchero, perchè non si prende al volo questa occasioni e si fa come in Brasile. Tramutiamo le coltivazioni di bietole e produciamo alcol dallo zucchero. Iniziamo anche qui a costruire automobili e mezzi (pubblici per esempio) che vanno ad alcol, invece di fare incentivi per il solo GPL, che fra l'altro stanno già aumentando di prezzo, guarda caso. Perchè invece di vendere auto con solo impianto a gas non le costruiscono anche ad alcol. LO sò, sto scoprendo l'acqua calda, ma lo "spirito" c'è . Chissà se fra un pò qualche costruttore europeo non si redima e capisca che anche questa può essere una strada per salvarsi dall'inferno...su questa terra.
Saluti Giuseppe

Giuseppe Manuli 03.03.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

ops: Equador (o Ecuador)!

Evelin Busetto 03.03.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sarei felice di comprare lo zucchero italiano per tutti i motivi che hai fatto presente anche tu in questo contesto. Sai come viene "raffinato" (le parole x prenderci in giro, come al solito) lo zucchero? Italiano e non? Lo zucchero a cui siamo abituati tutti, che sia di canna o barbabietola? Con la calce... e viene privato delle sue sostanze nutrienti! Allora... perché non produciamo zucchero buono qui in Italia? E così non dovrò più farlo arrivare grezzo e integrale dall'Equator attraverso il mercato equo? E magari fra qualche anno ci sarà un "Beppe Grillo" equadoregno che mi spiega che anche il mercato equo è una presa in giro... Comunque, italiano o straniero, vorrei che fosse prima di tutto sano!!!

http://www.laleva.org/it/2004/01/zucchero_raffinato_perche_sostituirlo.html

http://www.mangiarebene.com/accademia/gusti/bambini/divagazioni/zucchero.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Zucchero_di_barbabietola

Evelin Busetto 03.03.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento

In brasile dalla canna da zucchero si producono carburanti per macchine che vanno sia a benzina che ad alcol tratto dallo zucchero.
A seconda del costo della benzina si introduce questa o alcol.

vedi http://www.report.rai.it/2liv.asp?c=n&q=69

Giorgio Muccio 03.03.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che tanti ma tanti si domandano perchè non usiamo lo zucchero in eccedenza per produrre carburanti...già, perchè?
Dipendiamo dall'estero pure per i fiammiferi e il gas degli accendini, mi risulta che una legge vigente prescrive l'aggiunta di percentuali sempre crescenti, nei prossimi anni, di carburanti di origine biologica alla benzina che si vende alla pompa. Carburanti di origine biologica farebbero pensare all'etanolo, no? Se smettiamo di produrre barbabietole da zucchero, un domani l'etanolo non lo potremo produrre in casa, se non importando barbabietole o canna da zucchero. Ora mi consta che il 2005 ha visto il deficit della nostra bilancia dei pagamenti toccare livelli record, o almeno mai visti da decenni.
Se questo ragionamento è sbagliato tutto va bene e meglio così, ma se contiene un fondo di verità gli attuali ministri (in)competenti, ora che tutte le faccende di berlusca sono state sistemate e non hanno un cazzo di altro da fare, non potrebbero pensare anche alle questioni riguardanti noialtri italiani?
Speriamo che ci pensino i prossimi, almeno.

Andrea Brizzi 03.03.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Amici,
vedo che in generale siete poco informati oppure poco coerenti. Volete che il "mercato" non sfavorisca i pesi in via di sviluppo ma al contempo vorreste mantenere la produzione dello zuchero in Italia tramite delle protezioni.
Le due cose non si possono avere. Io lavoro in una casa di spedizioni e vedo il traffico di zucchero dall'est, so anche quanto queste produzioni aiutano i paesi produttori, fino a pochi anni fa questo zucchero era impossibile importarlo a causa della PAC.
Governare non è cosa facile, commentare e sparare sentenze invece è alla portata di tutti.
In definitiva o proteggiamo la produzione interna, e quindi addio eco solidarietà, oppure consentiamo il libero mercato, e quindi addio zuccherifici e barbabietola italiani.
L'alternativa è produrre con gli stessi terreni biocarburanti, forma di produzione virtuosa perchè aiuta la bilancia commerciale, migliora l'aria che respirimo e offre lavoro alle stesse persone che lo stanno perdendo senza necessità di grandi riqualificazioni.

Ciao a tutti, non siate troppo certi delle vostre idee.

Andrea D.M.

Andrea De Monte 03.03.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alemanno, Pinto & company hanno portato il mondo agricolo allo sfacelo, con una tattica di tutela del prodotto e di svendita della materia prima.
Oggi siamo al paradosso del fare il prosciutto di S. Daniele con le cosce dei maiali di Praga, beviamo latte che ci vendono come italiano, ma che in realtà arriva dalla Germania direttamente dai camion (almeno prima arrivava via container).

Oggi per ammazzare l'agricoltura si è arrivati alla logica della PAC come vitalizio fino al 2013: ciò vuol dire che gli agricoltori, gli allevatori, i coltivatori con della terra di loro proprietà, prenderanno dei contributi senza che debbano produrre alcunchè.
Pagati per non lavorare, ecco qual'è la logica dell'unione europea.

- Il Parlamento europeo ha bocciato totalmente la riforma rivendicando un ruolo invece negato dalla commissione e avanzando proposte intelligenti quali l’abolizione entro il 2010 delle restituzioni alle esportazioni e una riduzione del prezzo dello zucchero del 30% in 4 anni.

E poi si profilano al governo questi: che prima di tutto non sanno usare la punteggiatura, e che poi parlano bene di un proposta del parlamento europeo che comunque ammazzerebbe la produzione agricola del nostro paese. La riduzione del prezzo del 30% equivale alla chiusura.

La logica di tutti questi personaggi è quella del marchio. Da bravi incoscenti quali sono, non gli interessa sapere se il Parmigiano Reggiano è prodotto con latte italiano o tedesco. L'importante è che ci sia il marchio e che non costi troppo. Poi il gusto... beh, si arrangerà!

Marcello Robotti 03.03.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, a proposito dello zucchero, nella puntata di report del 13\11 "il re della bistecca" nell'altro servizio, verso la fine si diceva che in brasile (vedibile su RaiClick, anche se non sono riuscito a scaricarlo), con un brevetto italiano, si era riusciti ad ammortizzare il costo del petrolio facendo andare le automobili ad alcol. In brasile l'alcol lo producono con lo zucchero. Perchè non utilizzare la nostra tecnologia con il nostro zucchero per far andare le nostre macchine? Sembra fantascienza ciò che dico, invece è tutto vero, assurdo, in Italia si chiudono fabbriche che potrebbero far risparmiare ogni singolo italiano.

Gianni Corsi 03.03.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Direi che c'è una netta differenza tra lo zucchero di canna e lo zucchero di bietola!
Ad ogni modo io li vedo como due prodotti differenti uno di "nicchia" e l'altro di largo consumo.
Il 70% circa della produzione nazionale di zucchero di bietola è rivolto all'industria ( bibite, biscotti, dolci, pastine, bevande ecc.. ) ed è qui la vera differenza; si parla di grandi volumi destinati a essere coperti da zucchero d'importazione (serbo-croato). E intanto una sacco di persone vengono messe a casa o in cassa in attesa che vengano convertiti gli zuccherifici (si parla di 4 anni circa). Le produzioni alternative potranno dare valore aggiunto perchè alcuni saranno convertiti a biomasse e altri a bioetanolo ma chi ci mette i soldi necessari alle conversioni degli impianti? L'UE da dei contributi ma il grosso delle spese è a carico delle aziende. Questo significa taglio dei costi e meno posti di lavoro! Oggi uno zuccherificio da da lavorare a 50-60 fissi + un sacco di stagionali. Un impianto convertito deve funzionare con al massimo 30 dipendenti.
In italia ci sono coperative di coltivatori che FANNO BIETOLE, la cosa più logica è continuare a coltivare BIETOLE nell'interesse della collettività per non far scomparire del tutto la produzione italiana di zucchero!

Mirko Castelli 03.03.06 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , ti inviterei ad analizzare il perchè il comparto bieticolo sia arrivato alla riforma solo oggi e non 2 anni fa come tutto il comparto dei seminativi. Purtroppo interessi di persone, aziende, industrie, lobby in genere (le stesse che oggi manifestano tutta la rabbia) volevano manatenere allegramente il precedente sistema, onerosissimo per i cittadini comunitari. Lo status quo era impossibile di fronte poi a nazioni che nel frattempo avevano investito per rendere molto più redditizia la produzione (quella Italiana è dal 1985 assesatata a 6 t/ha di saccarosio contro gli attuali 11 t/ha della Francia).
Aggiungiamoci poi che l'eccedenza di zucchero dello scorso anno è, in alcuni stabilimenti, di qualità talmente infima che non può nemmeno essere svenduta al terzo mondo, creando quindi ulteriori tagli di superficie per il 2006.
Il comparto è certo importante, una delle rare colture redditizie in agricoltura, ma con il sitema vecchio lo era solo per le forti sovvenzioni esistenti. Non serve oggi piangere e disperarsi (patologia tipicamente Italiana quella di addebitare ad altri anche le proprie colpe, perchè in Italia un colpevole, uno solo, ci deve sempre essere), ma capire il perchè il sistema ha fallito e cercare da qui di ripartire. Il Brasile (dato l'attuale prezzo del petrolio e il famoso sistema di iniezione dei motori brevettato dalla Magneti Marelli) oramai la propria produzione la converte in etanolo, quindi il prezzo mondiale e la domanda di zucchero sarà necessariamente in aumento, quindi più che mai sarà necessaria una maggiore qualità, la certezza dell'origine e di legame al territorio.

andrea odorizzi 03.03.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ingegnere (ex) capo fabbrica nello zuccherificio di Fermo (AP) appena chiuso e vorrei chiarire alcuni aspetti che non a tutti gli utenti del blog sono definiti.1)L'Europa ha da sempre finanziato l'agricoltura e la nuova PAC tenta di riformare il settore per aprire il mercato.Ora, se a parole sembra semplice, liberalizzare il mercato dei prodotti agricoli mi sembra una grossa cazzata. È un po' lungo da spiegare ma sia chiaro che non sono certo i paesi più poveri, dove le colture sono certo meno costose, a giovarne bensì le aziende già ricche che ne sfruttano impianti e manodopera.Il risultato per l'Italia è che ci ridurremo a difendere prodotti di nicchia come il prosciutto, i formaggi e i vini rincorrendo miriadi di etichette DOC, DOP, IGP e via dicendo ma rinunciando a prodotti di base come appunto lo zucchero (e non solo).Mi sembra stupido paragonare la coltivazione della bietola in Italia a quella delle arance in Svezia perché in realtà in Italia non si potrebbe fare zucchero altrimenti.Estendendo il ragionamento a tutta l'agricoltura possiamo dire addio al 90% delle nostre produzioni! E poi, data la differenza di resa tra canna e bietola, alla fine in uno scenario di libero mercato, il Brasile ucciderebbe TUTTI i mercati prima abbattendo la concorrenza con prezzi ridottissimi poi, ridotti a zero gli avversarari, imponendo prezzi a piacimento.
2)Bioetanolo:il Brasile ha avviato la sua politica energetica in un particolare momento storico-politico e allora la sua indipendenza non preoccupava nessuno. La Fiat non ha fatto altro che interessarsi a quel business.Produrre bioetanolo? Certo, ma quando il prezzo del petrolio salirà ancora, quando ci saranno veicoli ed impianti alimentabili, quando ci saranno seri incentivi alla produzione 8riduzione accise, defiscalizzazioni).
3)Gli agronomi vi confermeranno l'importanza di ruotare le colture.Se manca un anello addio salute dei terreni. Vi invito a visitare il sito http://zuccheroamaro.altervista.org.
Ciao

Stefano Tiburzi 03.03.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi limito a copiare un intervento del blog dell'ITALIA DEI VALORI che vi invito a visionare
www.antoniodipietro.com

Caro On. Antonio Di Pietro sono pienamente d'accordo con lei e con tutti quelli che sono dalla nostra parte. Se io fossi al suo posto nel blog aggiungerei anche l'idea di proporre a tutti i cittadini italiani di avanzare una PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE D'INIZIATIVA POPOLARE per stabilire una volta per tutte delle regole molto chiare e rigorosissime per chi sceglie di (accedere) intraprendere la carriera politica.
Un esempio della norma come di seguito descritta.

REQUISITI PER LA FUNZIONE PARLAMENTARE ED EUROPARLAMENTARE.
Possono candidarsi a un partito politico ed assumere la Funzione Parlamentare o Euro-Parlamentare tutti i cittadini italiani o appartenenti all'Unione Europea che:

1) NON SIANO STATI CONDANNATI CON SENTENZA DEFINITIVA PER REATI NON COLPOSI ANCHE SE PRESCRITTI PER RIABILITAZIONE, AMNSTIA O INDULTO;

2) NON ABBIANO PROCEDIMENTI PENALI PENDENTI PER REATI NON COLPOSI;

3) NON SIANO DESTINATARI DI PROVVEDIMENTI CHE RIGUARDINO MISURE DI SICUREZZA O DI PREVENZIONE;

4) NON SIANO STATI DICHIARATI PROTESTATI O FALLITI;

5) NON SIANO STATI DICHIARATI INTERDETTI O INABILITATI;

6) NON POSSIEDANO NESSUN MONOPOLIO DI STAO A QUALUNQUE LIVELLO;

7) ABBIANO ALMENO UN TITOLO DI STUDIO MINIMO BASE, IL DIPLOMA DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE DI 2° GRADO CON UNA VOTAZIONE NON INFERIORE A 48/60 EQUIVALENTE A 80/100, RILASCIATO DA UNA SCUOLA PUBBLICA O PARIFICATA, RICONOSCIUTO NEGLI STATI MEMBRI DELL'UNIONE EUROPEA.

Per avere uno Stato vero, sano e forte occorrerebbe fare vera pulizia in Parlamento.
Basta, bisogna chiudere a chiave e blindare la porta del Parlamento per impedire l'accesso agli inquisiti e ai condannati per reati non colposi.
Non si può continuare ad andare avanti così.
Ci vorrebbe una politica molto più pulita, seria, e sopratutto più trasparente e credibile di fronte a tutti i cittadini.

alessio brusini 03.03.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la globalizzazione signori!!!! con l'abolizione dei sussidi, la produzione si sposta laddove sono minimi i costi per materie prime e mano d'opera, e dove massime sono le economie di scala raggiungibili!!! Questa cosa è giusta o sbagliata??? Non lo so, sta di fatto che la nostra economia sussidiata è ormai completamente fuori mercato, laddove saltano le misure protezionistiche saltano intere filiere di produzione!!!! sarebbe meglio pensare ad un futuro di riconversione dei processi industriali a fini energetici, o la riconversione dei terreni verso la produzione di beni di alta qualità come la frutta(settore massacrato negli anni passati dalle politiche di sussidio europee) piuttosto che continuare a difendere un sistema drammaticamente inefficiente!!! Certo per le riconversioni servono le risorse, e qui di capitalisti veri non è che se ne vedano parecchi!!!!!!

enrico mantovani 03.03.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento

LA GUERRA DALLA PRIVATIZZAZIONE DEL DIALOGO TRA PIU’ PARTI, ALLA UFFICIALIZZAZIONE ATTRAVERSO L’OCEANO DELLA SCONFINATA POLITICA

Non dobbiamo dimenticare che il modello di conduzione della guerra segue l’indiscusso modello socio-economico dominante. Nel Medio Evo la guerra veniva messa sulla gestione privata, veniva assoldato un capitano di ventura e si stipulava un contratto chiamato “condotta” da qui il termine condottiero. Suggerisco di assegnare al cavaliere nostro presidente del consiglio anche questo ulteriore appellativo. Da qui ne potrebbe derivare anche il seguente titolo successivo di un articolo che descrive le ultime sue s-prodezze: IL NOSTRO CONDOTTIERO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO HA FATTO….BLA…BLA…BLA…e ha detto BLA…BLA…BLA… Saluto tutti quelli che hanno capito e anche gli altri. Giacomo Montana

Giacomo Montana 03.03.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho scritto a Grillo ricordandogli questo svarione, ma non ha risposto. Francamente sono piuttosto deluso da questo modo di fare che assomiglia troppo ad una arrabbiatura professionale, ma che si basa su un approccio superficiale.

L'agricoltura è gestita a livello europeo e l'Italia gioca da anni in difesa su questo fronte. Vorrei ricordare che quando si parla di agricoltura si ha a che fare con: alimentazione, ambiente, salute. Da ciò discende che è un settore strategico su cui investire senza ideologismi e senza preconcetti.
Quando si affronta il tema spesso però c'è una ignoranza abissale su come funziona oggi il mondo agricolo in tutti i suoi livelli.

Gabriele Peron 03.03.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ragazzo che si occupa di progetti comunitari e volevo intervenire riguardo alla chiusura degli zuccherifici.Il tutto nasce dalla vecchia politica agricola europea basata sui sussidi alle produzioni,tra le quali lo zucchero aveva un ruolo fondamentale. Ora l'europa cerca di finanziare i prodotti che possono essere competitivi sul mercato disaccoppiando sussidi dalla produzione. lo zucchero costa meno negli stati del sud e centro america e deriva dalla canna. Qundi l'agricoltura si deve specializzare in prodotti tipici e competitivi sul mercato. In qusto modo indirettamente aiutiamo i paesi in via di sviluppo ( comprando il loro zucchero di canna) e non coltiviamo prodotti che possiamo avere a minor prezzo comprandoli fuori e che senza i contributi della Pac( politica agricola comunitaria) non starebbero sul mercato.
E' come se si pretende di coltivare banane e mango in Giappone, è anti economico, i prodotti dei paesi del sud del mondo compriamoli da loro e noi vendiamo buon vino, olio, grano duro agrumi di sicilia ecc

Marco Fischetti 03.03.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao beppe...che dire...ho lavorato per due stagioni saccarifere nello stabilimento di Pontelongo(PD) e a Roma sono andato anche io in dicembre a protestare contro il ministro Alemanno.Beh...voglio solo dire una cosa...recentemente ho lavorato in una pasticceria e vedere che venivano usati sacconi di zucchero ungherese mi ha reso parecchio triste!!!La qualità è veramente molto..ma mooooolto inferiore alla nostra!!lo zucchero è brutto,grosso,umido....il nostro zucchero è un patrimonio da conservare....w lo zucchero italiano!!!!!!

Marco Ceconello 03.03.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Mesi fà quando la commission europea si è riunita per decidere i tagli al prezzo dello zucchero sulle televisioni italiane non ne veniva data notizia mentre su quelle di altri paesi interessati da questo taglio la notizia era riportata come prima all'apertura del tg. Sulla TV spagnola mentre un loro ministro asseriva "che il taglio era spinto da una grossa multinazionale produttrice di un bibita gasata (ma non ne faceva il nome)" si vedevano le immagini dei lavoratori che protestavano ... quasi tutti italiani!!!
Le nostre TV si sono interessate al caso solo a taglio avvenuto e dopo oltre un mese. Che tristezza :(

Aldo Beru 03.03.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.

Credo che dovresti ricordarti di me.
Ti feci conoscere nel lontano 1999, la scissione dei Testimoni di Geova nel mio bar di Via Pisacane a fianco a Pippo, il riparatore della Nokia.
Vorrei farti conoscere nei dettagli il progetto Alfa & Omega, come metodo per creare una nuova moneta che rispetti la convertibilità, capace di creare occupazione e ricchezza.
Vuoi esserne promotore?
Credo che dovrebbe interessarti, almeno per comprendere appieno tutti i meccanismi.

Ti saluto con affetto.
Ciao

Enrico Frassinetti

Enrico Frassinetti 03.03.06 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Sembra di cader a puntino Infatti EURONEWS.. almeno qui nel nord europa, ha trasmesso un servizio sulle PRODUZIONI AGRICOLE che potrebbero contribuire al problema dell'aumento del prezzo del combustibile.. RICONVERTIRE il settore AGRICOLO per economie sostenibili e non ASSISTENZIALISTEeeeeee.... BUON GOVERNO DOVE SEI?

Certo che sti governanti non ne azzeccano una per tempo e continuano a grattarsi la testa per le pulci che lasciano crescere all'infinito. Hanno pure infestato i cittadini con un sacco di gratta capi, mort...i loro.

Massimo Di Bella Commentatore in marcia al V2day 03.03.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, capisco la tua avversione a questo governo, ma elogiare cosi le organizzazioni sindacali agricole e sintomo di non conoscenza: prova a chiedere ai bieticoltori cosa ne pensano delle organizzazioni sindacali agricole...... Tu dirai che i numeri(gli iscritti) danno ragione al sindacato, ma allora ti chiedo: sottoscriveresti una tessera in mezzo al deserto con uno che con un carico d'acqua ti offre 10 cc di tale liquido? io credo di si seppur la tua opinione nei suoi confronti non sia proprio ... delle migliori... sbaglio?

Pardinu Binu 03.03.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Ottima descrizione, lucida e sintetica, della realtà in cui viviamo.
Diffonderò...
fabio

Fabio Amoretti 03.03.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Ottima descrizione, lucida e sintetica, della realtà in cui viviamo.
Diffonderò...
fabio

Fabio Amoretti 03.03.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite: la colpa è di destra o di sinistra? Vi do al riguardo una piccola informazione: Il comparto bieticolo, come tutti i comparti agricoli, è normato dalla COMUNITA ECONOMICA EUROPEA, che decide per conto degli stati membri cosa e quanto produrre. Gli Stati altro non possono fare che adeguarsi a queste decisioni. E' quindi colpa del governo se la Cee ha deciso di produrre meno zucchero? Siamo sicuri che la Cee(quella voluta tantissimamente dal sig. Prodi) ci stia tutelando veramente? Ho visto tanti bieticoltori sul lastrico a causa delle politiche sbagliate della Cee che prima di dice di investire sulle atrezzature (leggasi fiat) e poi ti dice che non si deve più produrre zucchero e tu nel mentre devi andare a far marchette per poter pagare Montezzemolo & C. in qunto se no ti portano via la casa e tutto il resto.
Meditate gente

Pardinu Binu 03.03.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Pazzi...sono tutti pazzi...la ragione ce la siamo giocata del tutto, qui si pensa solo al vil denaro, altro che vivere in un Mondo migliore, sara' sempre peggio.
Le proposte intelligenti ed ecocompatibili nonche' sostenibili vengono accantonate in virtu' di meri calcoli di profitto che non sono assolutamente gestibili a livello umano ne sostenibili.
Abbiamo dato il Mondo in mano a dei bambini deficenti e cattivi, dobbiamo riprendercelo o finiremo in casini immensi.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 03.03.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho lavorato per una ditta che fa manutenzione e utensili per le ditte zuccherifice, per fortuna non ha solo quel settore, voglio dire che le chiusure degli zuccherifi non riguarda solo lo zuccherificio in se per se, ma, anche altre ditte che svolgono mano d'opera per il settore, nei prossimi giorni se vi interessa e mi contattate posso sapere le ditte interessate. Esprimo preoccupazione e solidarietà per i lavoratori, ma credo anche che non sia il solo settore colpito. Potete anche postare sul mio blog.

marco cucini 03.03.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto la notizia che l'Interpid foundation ha conferito al Cavallier Mi consenta la Medaglia della Libertà, per essersi distinto nella lotta per difendere la libertà e democrazia nel mondo!!!!! Io sono depresso, già mi tocca vedere tuuti quei proclami elettorali, pieni di c....te e adesso mi tocca sentire anche questa!!!!! Cosa ne pensi, riusciremo a togliercelo dai piedi prima o poi? Ciao Fabio

FABIO MARTINI 03.03.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si fanno le cose complicate è sempre per mettercela in quel posto...
Semplicità, semplicità, semplicità: come sia possibile dare dei soldi per far chiudere una relatà produttiva... mi riesce molto complicato da capire !

Maurizio M 03.03.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Giovedi (09/Marzo) sarò a Jesi a vederti....anche lì c'é un importante zuccherificio a rischio (la Sadam ne ha già chiuso uno a Fermo)...credo che sia un argomento di cui trattare nel tuo spettacolo.....Ciao mitico Grillo

Emanuele Marchesini 03.03.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cioè.. scusate : La magneti marelli fa centraline per motori FIAT che vanno ad alcool in brasile.. e noi chiudiamo gli zuccherifici ???????

antonio vriero 03.03.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e utenti del forum,
qui in Germania, la Südzucker ( uno dei + grandi produttori di zucchero ) sta avviando la produzione di etanolo da autotrazione utilizzando gli scarti delle barbabietole. Dov'é finita la creativitá italiana?

Blochin Cuius 03.03.06 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate la mia ignoranza in materia ma:
di chi sono gli zuccherifici?
comprateli!
fateci lo zucchero
ivendetelo in Italia o dove vi pare
al dilà di ogni polemica, non siamo in un libero mercato?
Questo è alzarsi le maniche e (sempre nella mia ignoranza) che non sia una multinazionale XXo XXY
NOMI E COGNOMI.
CRISTINA.

Cristina Burelli 03.03.06 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Ok,
lettera e informazioni provenienti dall' area di sinistra...Adesso vorrei leggere le ragioni della destra.
Caro Beppe siamo in campagna elettorale e tu pubblichi una lettera di un "comunista" che non perde tempo a far notare le responsabilità dell' attuale governo.
Ti consiglio di non pubblicare lettere solo di una parte, ma di entrambe le ottiche, non per par condicio, ma per fare chiarezza ed avere un quadro completo.
Non farti strumentalizzare per attirare una manciata di "voti"; il tuo blog è molto popolare e per questo devi gestire un bel po' di responsabilità.
Ciauz


Sono perfettamente d'accordo con questo post. Vorrei dare il mio contributo. In fondo la storia dell'uomo e' fatti di giochi di forza, che nulla hanno a che vedere con quello che noi chiamiamo giustizia e democrazia. In realta' democrazia e giustizia sono quasi una specie di utopia, un sogno di molte persone, almeno per la giustizia umana. In fondo non esiste una vera giustizia umana, il mondo e' sempre andato avanti con i giochi del potere, e il potere viene dato dalle masse. In fondo il governo che ci siamo ritrovati qualcuno lo ha votato. Io penso che ultimamente ci sia un oscuramento delle coscienze, come dice il caro Beppe, siamo in qualche modo addormentati e drogati da questa disinformazione dirompente proveniente dai mass media, principalmente dal tubo catodico. Io ho deciso di ELIMINARE LA TV da casa mia, di informarmi, di leggere questo post e navigare in internet, fare ricerca per capire la verita' da tutte le sfumature. Non e' facile. Comunque alla fine la cosa piu squallida e' giocare con le coscienze, usando i mezzi tipici della comunicazione. Si, perche' il nostro presidente e' riuscito a prendere in giro gli Italiani grazie alla sua capacita' di usare la comunicazione come mezzo per accumulare potere. Io penso che una grossa verita' sia contenuta in due libri sempre attuali, oggi piu' che mai: 'la fattoria degli animali' e 1984 di Orwell, un uomo che ha visto molto lontano.
Comunque se certe persone stanno al potere, qualcuno si e' fidato di loro, e dobbiamo ammetterlo in fondo a molti fa comodo rimanere addormentati e servili in silenzio, senza una propria capacita' di sintesi, imbambolati dalle varie fattorie e grandi fratelli che scorrono dal tubo catodico.
Io ritengo gia' fortunate molte persone che leggono e scrivono su questo blog, perche' sicuramente dimostrano una propensione al cambiamento e a non adagiarsi alla realta' passivamente.

Angelo Balbo


Angelo Balbo 03.03.06 08:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma fattelo un giro in Europa. Ignorante!! Cazzo, ma chi credi di essere. Parlo con circa 8000 stranieri europei al mese e tutti mi dicono la stessa cosa: voi Italiani siete dei ladri!!

umberto lusoli 02.03.06 19:15
*********************************************
8000 stranieri diviso una media di 21 giorni lavorativi vuol dire 380 chiaccherate al giorno

teniamo conto di 28.800 secondi al giorno disponibili ( le 8 ore lavorative classiche ) vuol dire 75.79 secondi dedicati a persona.....
tenedo conto di un piccolo obbligatorio fermo dovuto a a funzioni fisiche per 180 secondi, un secondo piccolo fermo di 180 secondi per cercare di aumentare lo zucchero nel sangue altrimenti vai in crisi....tenendo conto che almeno per 300 secondi al giorno devi anche respirare vuol dire che tu dedichi ad ogni cliente straniero
(sperando in dio che la loro lingua sia fluente)
la bella cifra di 74.05 secondi cadauno.


GULP !!! SOLO ???????

LASARUN DU LASARUN !!! e ti permetti di perdere tempo a chiedere come vanno le cose in europa !!! devi aumentare la redditivita'....da oggi niente piu' respiro, niente piu' pausa caffe e niente piu' funzioni fisiche altrimenti ti licenzio !!!!!!


finale : ma va a ciapa' i ratt !!!!

e ovvio che dopo i matrimoni falliscono : manca il dialogo ...... e cosi' stressato magari fai anche sesso ? ...occhio che l'infarto e' dietro l'angolo !!!

ivana iorio 03.03.06 05:00| 
 |
Rispondi al commento

Che rabbia eh? Con Berlusconi il lancio delle monetine non funziona. Oh perbacco!

Francesco Mainetti 03.03.06 02:17| 
 |
Rispondi al commento

http://www.intrepidmuseum.org/pages/freedomaward

Intrepid Freedom Award a Berlusconi

Per Prodi la mortadella rossa international

Danilo Contursi 03.03.06 02:14| 
 |
Rispondi al commento

CNN sta parlando del
berlusconi scandal
soldi dati al marito della ministra inglese
sono dieci minuti che approfondiscono

cristina moser Commentatore in marcia al V2day 02.03.06 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Buon lavoro e ricordiamo sempre che ognuno di noi e padrone di se stesso e del proprio futuro e di quello dei propri figli.

APPUNTO !

E allora perchè rinunciarvi affidando il proprio e quello dei propri figli a dei Politici ?

Harry Steed 02.03.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Bella roba essere parte dell'Unione Europea.
Se farne parte vuol dire questo era meglio prima, quando si usava il passaporto per andare in giro.

Giovanni Principe 02.03.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Dopo che ho visto ancora un Grande Beppe il 28-2 a modena ho deciso di dire la mia. Ho 58 anni, da sempre ho votato centro sinistra, tranne l'ultima volta ed è successo il patatrac. Ora torno a cambiare, ma quando vedo in quella scatola malefica la faccia del mio quasi conterraneo(mortadella)mi si gira lo stomaco. Mi turerò il naso un'altra volta. Non sono sicuro che cambierà qualcosa. Lo spero per mio nipote.
ciao a tutti e forza BEPPE

dario meloncelli 02.03.06 22:27 |
-----------------------------------------------

Non c'entra molto con lo zucchero ma sento di dover fare una considerazione in merito a quello che scrivi.
----

Io non ho certo e certo e certo colpe per il patatrac ma proprio per questo mi sento di trnquillizzarti la coscienza.

----

oggi non ci ricordiamo più del perchè alle ultime elezioni siamo arrivati dove siamo arrivati:

**** IN QUEL MOMENTO SAREBBE STATO ACCETTABILE ANCHE IL TEDESCO COI BAFFETTI QUADRATI SE SOLO SI FOSSE PRESENTATO ANCHE IN UNA LISTA CIVICA ****.

---- adesso non ce lo ricordiamo più !

Voglio sperare che non ce lo facciano rimpiangere ! e guarda che ... (e non ci voglio proprio pensare)

Harry Steed 02.03.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un tuo grande stimatore e molto attento lettore del blog. A tal proposito vorrei farti presente che con il post del 19 luglio 2005, con mia sorpresa, condannavi i paesi europei che producevano zucchero a discapito di altri paesi, mentre ora stai con gli operai che stanno perdendo il posto di lavoro negli zuccherifici. Mi piacerebbe tanto ricevere una spiegazione in modo da non avere neanche il minimo dubbio che anche tu ti schieri a secondo di come tira il vento


Smantellare la politica agricola sarebbe una buona idea... ma in tutta Europa (Francia e Polonia comprese), non solo in Italia!

Barbara Improta 02.03.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche' non si fa biocarburante con le eccedenze agricole? Mi sembra una soluzione semplicissima da capire che procurerebbe ricchezza e occupazione.

francesco pace 51 02.03.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

----------MO MORC-------------------

Movimento per la modificazione e la redistribuzione del consumo

Vogliamo ottenere una modificazione delle abitudini di consumo.

La modificazione dei consumi è l'unica azione con cui possiamo oggi stesso modificare il nostro futuro.

Le azioni della politica sono indirizzate dall'interesse di poche persone e gruppi di persone.

Costoro non vogliono un futuro con uomini dissetati e rispettati, ma prevedono nel futuro di controllare l'acqua dolce, l'energia, le risorse, le persone. Noi.

Noi lo permettiamo consumando troppa plastica, carta, energia, acqua dolce, risorse naturali. Che non sono infinite.

E alcuni miliardi di uomini che non consumano, vogliono farlo. Alcuni amici hanno detto loro che è bello. Lo hanno sentito alla radio, visto alla TV.

LI BOMBARDIAMO O RI-DISTRIBUIAMO
LE RISORSE ?

luca ursillo 02.03.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’ITALIA, IL CAOS, LA DISUMANA INDIFFERENZA E L’INSICUREZZA NAZIONALE
Nel nostro paese, veniamo sempre più abituati da tempo immemorabile a tollerare il crimine in silenzio senza ricevere una vera giustizia, come se si trattasse di normale amministrazione. Contestualmente, a nostra insaputa, dobbiamo stimare persino persone colpevoli di reati che pur violando la legge, nessuno conosce come soggetti criminali.
Ciò accade perché i malviventi con la maschera, vengono protetti da amici e simpatizzanti di cordata. Da qui le violazioni di legge, vengono oscurate al massimo e la giustizia in tribunale certe volte viene fatta mostrare incapace di indagare, processare, giudicare e punire i responsabili dei crimini anche quando, i crimini contro i diritti umani sono gravi.
Si può verificare questo, verosimilmente perché a monte c’è l’ordine di offrire protezione, non alla vittima, ma bensì agli esecutori materiali dei delitti, facendo in questo modo palesare la mancanza d’indipendenza dei giudici costituendo gravi violazioni del diritto al regolare processo e di infrazioni al dovere dello Stato di indagare, giudicare e castigare la violazione dei diritti umani. Determinati fatti illeciti pertanto, non faranno mai scandalo perché tutto l’orrore viene tenuto molto bene nascosto. Questo sistema vergognoso è anche esso stesso un sistema organizzativo di stampo mafioso, anche se generalmente in tali casi la mafia vera e propria non c’entra.
Si crea così un sistema che, simpatizzanti e aspiranti criminali “strizzano l’occhio” ad altri come loro, felici di passare agli occhi della gente, sempre inosservati. Ogni persona che fa l’indifferente o improvvisamente devia qualsiasi discorso che comprometterebbe qualcuno degli stessi amici criminali, si presta a farlo subito volentieri, pur di smorzare sul nascere qualsiasi discussione scottante trattata in ogni luogo e maniera che comprometterebbe qualcuno della stessa risma. CONTINUA APPENA E’ POSSIBILE QUI SOTTO…(2)..

Giacomo Montana 02.03.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

(2)….Si improvvisano così scuse di ogni tipo che servono a giustificare ogni sorta di delitti e di imbrogli e quindi ogni malvivente anche sconosciuto alla gente magari anche presentandosi sotto falso nome, ha decisamente così contribuito a non rendere quei fatti criminali di dominio pubblico. Lo Stato con questa maniera cerca di fare ignorare la vittima. Il silenzio, l’apatia e la grave mancanza d’interesse nella sfera della partecipazione politica sono parte delle conseguenze imputabili e rappresentano un vero ostacolo per un intervento concreto della cittadinanza del Paese.
Tutta questa organizzazione RAMIFICATA, diviene come una tabe che ha contagiato non pochi politici e intellettuali sia fra i laici che fra i cattolici. In questo secondo caso lo sconcerto è anche maggiore, data la pretesa dei cattolici di essere portatori di una moralità più ampia e più elevata di quella dei laici. L’esempio lampante di torture rimaste sempre impunite per oltre un decennio e sino ad oggi lo si può vedere inconfutabilmente dai riscontri oggettivi esposti nel sito web: http://www.mobbing-sisu.com Viva l’ITALIA E FORZA SISU. Giacomo Montana

Giacomo Montana 02.03.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe non capisco perchè se la prendano con te se non parli di SIGNORAGGIO... LA RETE E' COLLABORAZIONE... e a questo proposito ho scritto qualcosina sul mio blog (bagghiuzcorner.blogspot.com un blog che se ne fotte della par condicio...)

Luca Basanisi 02.03.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
son un bieticoltore e ancora non ho il contratto per il 2006.
ANB dovresti tutelare noi invece sei con gli industriali! fate schifo

nicola tonelli 02.03.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Io non vedo altra soluzione che il BIOETANOLO

Riccardo Fiume 02.03.06 21:41| 
 |
Rispondi al commento

salve;
riguardo alla produzione in eccesso di barbabietole da zucchero ,prendendo spunto dal brasile con la canna da zucchero, bisogna fare di tutto affinche' vengano utilizzate per produrre etanolo da misclerare con la benzina oppure sempre come in brasile per alimentare in modo puro le auto con una piccola modifica al motere grazie alle centraline prodotte dalla italiana magneti marelli, vedere il servizio andato in onda su rai tre con il programma 'report'..........
saluti.

mauro falesiedi 02.03.06 21:39| 
 |
Rispondi al commento

IL governo non sapeva che le raffineria dovevano essere chiuse?!??! che centinaia di lavoratori finivano in mezzo alla strada ?!??! non era a conscenza che si sarebbero poture riconvertire per l'etanolo non sapevano che c'era questa direttiva europea, la benzina va alle stelle si sarebbe potuto miscelare l'alcool alla benzina per abbassarne il prezzo o forse l'hanno fatto gia i petrolieri per guadagnare di più ?!!?! O FORSE NON GLIENE FREGAVA NIENTE IMPEGNATI COMìERANO AD ARRAFFARE L'IMPOSSIBILR?!?!??

I governi membri dell’UE, dal 1° gennaio 2005, applicheranno una tassazione ridotta o una esenzione totale per i veicoli alimentati tramite ecocarburanti in forma pura o miscelata. Ulteriori vantaggi saranno rappresentati dall’esenzione in caso di blocco del traffico, dal mancato pagamento dei parcheggi cittadini e da una riduzione del 20% dell’imposta sugli autoveicoli aziendali.

Infine, una direttiva emessa lo scorso anno impone agli stati membri di introdurre entro il 2005 delle misure che portino il consumo degli ecocarburanti ad almeno il 2% del consumo totale di benzina e diesel nel settore dei trasporti; entro il 2010 tale percentuale dovrà raggiungere il 5,75%. General Motors si muove in questa direzione, perseguendo la sua strategia per un futuro più pulito, attraverso un triplo approccio: un primo passo a breve termine sarà rappresentato dal potenziamento dell’efficienza dei motori a benzina e diesel e delle trasmissioni, nonché dall’utilizzo di carburanti alternativi, come appunto l’etanolo. Il passo successivo saranno le auto ibride mentre le “fuel cell” alimentate a idrogeno offriranno l’ultima risposta al problema ambientale

masso salvi 02.03.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Non puoi lamentarti dei sussidi dati generosamente versati agli agricoltori e nello stesso tempo denunciare la chiusura dei zuccherifici. Pure Fidel sta ristrutturando l'industra saccarifera del paese!
Delle due l'una o sei d'accordo come me della necessità di sostenere l'agricoltura, oppure se sei d'accordo con i radicali di smantellare la Politica Agricola.
Un saluto
Fabio

Fabio Borgo 02.03.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma far andare la macchina ad etanolo no?????

francesco sias 02.03.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@@@@@@@@@@@@ GIACOMO PADRIN.

La questione morale non potrà MAI distaccarsi dalla politica, dobbiamo gridarla anche nel deserto.

Sappiamo benissimo che chi ha deciso di votare la destra, non cambia idea neanche se candidano Totò Rina ma c'è tanta altra gente che deve sapere dove sono i candidati inquisiti, quindi la questione morale è sempre all'ordine del giorno.

Ricordi di chi è questa frase?

"Mussolini non ha mai ammazzato nessuno, Mussolini mandava la gente a fare vacanza al confino". (11 settembre 2003)

Ti sembra una cosa moralmente accettabile?

basoli giovanni 02.03.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@GIULIO DIR.


Se ti è condividi ciò che dice Bersani, sei agli antipodi del duo Berlusconi -Tremonti quindi sei dei nostri.EVVIVA!

basoli giovanni 02.03.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

giampiero puddu 02.03.06 20:09 | Rispondi al commento |

io ti sostengo giampiero, ma non ti viene il dubbio(io penso di averne la quasi totale certezza)che forse ormai alle persone non interessa più la "questione morale" nella politica?

ormai la gente è talmente assuefatta dalla vita, da tutte le stupidaggini della tv, e da un italia ormai poco credibile in qualsiasi campo, che non si cura più della coscienza politica, non credi?

non fa presa su chi sceglie di votare FI, ormai è assodato..

ciao e continuiamo(io un pò meno convinto di te però)

giacomo padrin 02.03.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@GIANPIERO PUDDU.


Stai tranquillo, la visita di berlusconi negli USA sta facendo aumentare il distacco fara CX e CDL. Siamo già a +5,5

basoli giovanni 02.03.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Oggetto: chi l'ha detto?

"Non stringeremo mai più accordi nè con il mafioso Berlusconi, uomo di Craxi e della p2, nè con il fascista forcaiolo Fini.

U.....O B...I 1995



Mar 31 Gen 2006 23:29

basoli giovanni 02.03.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a San Remo?

umberto lusoli 02.03.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

perchè ve la prendete col berlusca?
mica è colpa sua se in giro è pieno di coglioni.....date la colpa alle televisioni....ma se la sinistra non è stata capace di fare nemmeno una legge sul conflitto di interessi adesso volete che resusciti questo paese? sperate che prodi in pochi anni sia diventato un genio della finanza?
l'unica persona competente, seria e incazzata che ho sentito ultimamente si chiama bersani, per il resto pochissime novità positive.

giulio dir 02.03.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi invito a visionare il blog:
www.antoniodipietro.com
Penso che dando il voto all'ITALIA DEI VALORI (DI PIETRO) potremo avere delle certezze e delle garanzie. Lo ha dimostrato in tutto ciò che ha fatto. La "QUESTIONE MORALE" è propedeutica a tutto il resto. Si può essere semplici cittadini, si può essere Parlamentari della Repubblica, ma un sacrosanto principio non può e non deve essere tradito, essere "Integri Moralmente".
Quindi per un'Italia Pulita vota e fai votare:
ITALIA DEI VALORI.
Alex.

alex brusini 02.03.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

continuate pure a votare questa massa di incompetenti... se rivince il BErlusca ci troviamo nella merda fino ai denti, visto che al collo ci è gia arrivata....

saluti

Gabriele Festuccia 02.03.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Alfonsina
La delocalizzazione delle imprese non si può impedire fintanto che ha retto questo clown.
Aveva da pensare ai suoi interessi.Molti di questi propietari sono finanzieri della sua cerchia.Cercano dove trovare schiavi per pagarli un tozzo di pane e che lavorano 19 ore anzichè le normali ore contrattuali.Un pochettino come i propietari leghisti che scendevano al Sud facevano finta di costruire le strutture,arraffavano i miliardi dello Stato e poi scappavano al Nord.
Allearsi con il Clown per loro è andata a fagiolo,perchè non scendono al Sud ed attingono direttamente dalla Cassa.
Vedi un po come hanno ridotto l'Italia.Poi parlano dell'euro invece di vergognarsi.Predicano falsamente bene,ma razzolano malissimo.Siamo vicino a mandarli a casa.Un solo problema non sanno scrivere le lettere di dimissione.Peccato che TOTO' e morto.
Gliela facevamo scrivere a lui.Ti ricordi il film.

Roberto Massa 02.03.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi invito a visionare il blog dell'ITALIA DEI VALORI ANTONIO DI PIETRO www.antoniodipietro.com
e votare nelle prossime elezioni del 9 e 10 aprile ITALIA DEI VALORI.
E' l'unico modo concreto, come oltretutto fa Beppe Grillo, per avere voce nel parlamento e fare proposte e rispettive leggi per debellarci da tutti i mali esistenti e che i nostri attuali parlamentari hanno creato.
Buon lavoro e buon voto! Rifletteti bene su chi votare:1- gli imbonitori, che hanno avuto, hanno ed avranno a che fare con il malaffare, le corruzioni, le concussioni, i falsi in bilancio, il legittimo sospetto, e chi più ne ha più ne metta;
2- Le persone serie ed oneste che hanno pagato anche personalmente per portare avanti sacrosanti principi di vita comune: lotta alla illegalità, alla evasione fiscale, alla corruzione, alla concussione, alla truffa, all'appropriazione indebita, agli interessi personali in atti d'ufficio, e chi più ne ha più ne metta!
Buon lavoro e ricordiamo sempre che ognuno di noi e padrone di se stesso e del proprio futuro e di quello dei propri figli.
ITALIA DEI VALORI - ANTONIO DI PIETRO.
UN NOME UNA GARANZIA.
www.antoniodipietro.com
Alex.

alex brusini 02.03.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento

@@@

IVANA IORIO

ovvero

Donna Caciotta, e ai sui fidi scudieri Sanchi Panza - i paladini del nulla verso un nemico invisibile_

in Europa non ci sono certo state le speculazioni sui prezzi in Euro che ci sono state in Italia, perché là i governi hanno vigilato_

COMUNQUE
comincio a dubitare che lo scontro virtuale sul blog ti ecciti fino all'orgasmo - sai Internet è LA PATRIA DELLE VARIETÀ SESSUALI: c'è chi ci si fa le pippette, chi seduce in chat, e chi si eccita a farsi sculacciare sui Blog avversari, da brava masochista on line_

scusa, una domandina che mi viene di getto, il tuo mouse vibra??

Leonardo Migliarini 02.03.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi da Bush.. un favorino elettorale, che altro? Merce di scambio.
Io sostenni la tua guerra, tu ora mi rendi il favorino. E in piu' mi prendo gioco dell'Europa, visto che l'euro ha superato il dollaro e vi siete un po' allarmati, ok? Ok!

E proprio da Bush dovevamo andare? Isolato dal pianeta per le sue guerre petrolifere sanguinarie.
Un personaggio che sta diventando impopolare anche negli Stati Uniti. La figura politica più triste e pericolosa di questo nuovo secolo e noi che facciamo? Andiamo a sostenerlo, ovvio.
E c'è chi la reputa una grande trovata e ne va fiero.

Personalmente mi sono vergognato, da italiano, vedere uno squallore simile, di portata storica.

Pace e Bene

Luca Popper 02.03.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono vecchio conosco bene Friulani e Veneti
in Canada dove anche loro sono emigrati ad ognuno
che li chimava rispondevano (comandi);tornai in Italia xil militare fine anni 50, tutte le domestiche e le pu....e erano padane;adesso si sentono ricchi e superiori,siete solo egoisti.

di paolo gianfranco 02.03.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La coperta corta
*************


La questione dei sussidi all‘agricoltura è un rompicapo di portata mondiale…probabilmente irrisolvibile.
Tutti concordano sul fatto che bisogna sostenere gli agricoltori, ma poi nella pratica le cose non sono semplici, e tante sono le contraddizioni. Eccone alcune…

Attualmente in Europa i contributi vengono elargiti secondo logiche spesso proporzionali ai rapporti di forza esistenti tra gli stati. Più si ha peso politico e più si potranno "estorcere“ questi contributi, o comunque deciderne le modalità di utilizzo…certo non senza fini egoistici.

Per non parlare poi delle decisioni spesso discutibili che vengono prese a Bruxelles.
La democrazia rappresentativa che vi domina è sempre meno democratica perché esclude dal processo decisionale la gente, i diretti interessati.

Poi esiste anche il problema "globale“ di come tutelare l‘agricoltura europea senza farlo a discapito di quella dei paesi in via di sviluppo.
Molti prodotti coltivati in Europa costano molto di più rispetto a quelli di altri paesi del sud del mondo.
Spesso facendo del protezionismo, o sussidiando le nostre produzioni, aiutiamo certo i nostri contadini a restare sul mercato, ma impediamo ai contadini dei paesi più poveri di entrarci in questo mercato.
Non possiamo aiutare i nostri contadini senza ammazzare quelli del terzo mondo.
E per loro la cosa è spesso ancora più grave in quanto, oltre all‘agricoltura, non hanno altre carte da giocare.
Allora chi aiutiamo, la nostra agricoltura o la loro ?
Sembra la storia della coperta troppo corta…

Insomma il sistema delle sovvenzioni è artificioso, drogato, a volte assurdo... da qualsiasi parte lo si guardi.

Almeno fin che si ragiona con queste logiche e con queste regole del gioco; fino a che esisteranno paesi poverissimi ed affamati ed altri ricchi ed opulenti,le cose non cambieranno...

Forse, proprio perché si parte da una situazione di ingiustizia, il rompicapo sarà sempre irrisolvibile.

R. Leo 02.03.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pare che anche in Abruzzo ed in particolare a Celano la zuccherificio esistente debba chiudere i battenti. Non sono a conoscenza diretta della situazione reale, ma stando alle informazioni locali-regionali, molti dipendenti sono già in mobilità-cassa integrazione ed il futuro di molti altri è incerto. Si può interessare Lei sig. Grillo a tale specifico caso. Il problema dello zuccherificio di CELANO e tra i tanti che ci sono in Abruzzo soprattutto nel settore metalmeccanico e delle telecomunicazioni. Ci sono circa 10 vertenze in atto dei maggiori gruppi dei settori. Si può interessare su tutta la situazione abruzzese e, soprattutto delle chiacchere sulla task force (per i propri interessi) di questo maledetto governo capeggiata da un tal ministro dr. on.le (di che?) Borghini.
Vi invito a visionare il sito-blog dell'ITALIA DEI VALORI DI PIETRO www.antoniodipietro.com.
alex.

alex baretti 02.03.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

@@@

ENZO MANNI

eccone un altro

che bello, avere la Fossa Biologica intasata, il bagno pieno di merda marcita, ed essere contenti che ce l'abbia anche l'odiato vicino- e nessuno dei due, davvero pratici e intelligenti, che chiami lo Spurgo_

io vi dico, ripuliamo l'una e l'altra parte - diventiamo un paese all'avanguardia, più avanti del 1º mondo, da invidiare e prendere ad esempio_

facciamolo tutti insieme, cacciando ora questo governo, poi quell'altro, e pretendendo una nuova politica, una nuova struttura_

ma voi continuate con le vostre bizze perché qualcuno vi ha tolto il ciuccio, e non rispondete, scappate - e rimanete con la merda di 50 anni fino al collo_

d'altra parte se non vi piacesse la merda non l'avreste votata, sono stupido anch'io che non me ne rendo conto_

perché io ho votato una merda, anni fa, pensando fosse crema chantilly, ma appena mi sono accorto che era merda l'ho subito rifiutata e ho cercato di fare di tutto per spazzarla via_

ma a voi piace_

Leonardo Migliarini 02.03.06 19:17| 
 |
Rispondi al commento

...purtroppo e' andata cosi in tutta europa e nessuno lo aveva previsto. stop

e' chiaro che la sinistra spinge su sto tasto !

ivana iorio 02.03.06 19:08


Ma fattelo un giro in Europa. Ignorante!! Cazzo, ma chi credi di essere. Parlo con circa 8000 stranieri europei al mese e tutti mi dicono la stessa cosa: voi Italiani siete dei ladri!! (con la dovuta diplomazia me lo dicono, certo micca sono terroni come noi!!

E tu ci vieni a raccontare che alla fine siamo fissati???

Ma vai....

umberto lusoli 02.03.06 19:17| 
 |
Rispondi al commento

x ivana iorio e la schiera di cavernicoli:

ogni giorno ringrazio la mia cara mamma di non avermi fatto leghista
un bacione mamma, grazie

giacomo

giacomo padrin 02.03.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Bello dissanguono l'Italia con baci ed abbracci,quelli che urlavano Roma ladrona,ora che sono diventati compagni di merenda,dicono che ci siamo svegliati dopo cinque anni.
Questi hanno faccia e c...o della stessa forma.
Che bello la coerenza e la ragione delle proprie idee.Si vede che sono fusi mentalmente.

Roberto Massa 02.03.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento

@lat machine

ormai sappiamo tutti che in questo blog ci sono persone pagate dal centro-destra per scrivere e per destabilizzare. più si avvicinano le elezioni e più numerosi siete.

anzichè parlare del centro-sinistra perché non pensi allo SPORCO che c'è in casa tua? cioè nella tua casa delle libertà?

grillo dice sempre che alle elezioni dobbiamo scegliere il "meno-peggio".

tra un assassino e uno moltato per divieto di sosta, io sceglierei come amico quest'ultimo.

tu invece sceglieresti l'assassino.

fatti tuoi.

spero comunque che sei pagato bene per quello che scrivi e che il tuo cuore sia abbastanza sporco da permetterti di non provare alcun rimorso per il fango che berlusconi sta buttando sopra l'italia intera.



pietro martini 02.03.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nullafacente sarai te cara, è il tuo governo di merda che ce l'ha messo in tasca, non l'euro.
Tanti italiani si sono arricchiti speculando sui prezzi grazie all'euro, e il tuo bel governo, ripeto di merda, non ha mosso un dito.
Sai perchè? Perchè chi si è arricchito in questo modo, per la maggior parte vota lega e forza italia

tu sei fissato con questo aumento dei prezzi...cosa pensi che se al posto di berlusconi in quei momenti ci fosse stato prodi vi avrebbe aumentato il salario e diminuito i prezzi ? adesso la menate su che la colpa e' di berlusconi...purtroppo e' andata cosi in tutta europa e nessuno lo aveva previsto. stop

e' chiaro che la sinistra spinge su sto tasto !

ivana iorio 02.03.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUuuuuuuuuuuuuuuu''''!

VIVA SILVIO!
VIVA LE LIBERTA'
VIVA LA DEMOCRAZIA

M I TERRORISTI

DISFATTISTI

MUSSULMANI

CHE INFANGANO IL NOME DELLA CARA ITALIA,

CHE SILVIO E' RIUSCITO A RISOLLEVARE DALL'OBLIO BOLSCEVICO

AVETE VISTO DOVE E' STATO IERI IL LEGGENDARIO PREMIER?

DA BUSH!!!!!!!!!!!!


MICA BANANE!

E VOI CONTINUATE AD INSULTARLO!

VERGOGNA,

NONOSTANTE TUTTO QUELLO CHE HA FATTO PER VOI!

UN MINIMO DI RISPETTO

PER L'ITALIANO PIU' AMATO E RISPETTATO AL MONDO!


.......

GIANNI SOLDINO 02.03.06 18:10

Eh si!!! Quale onore...!!!Prima di Lui solo Andreotti, Craxi e De Gasperi. Nella storia il caro Nano è davvero in ottima compagnia!

Ora seriamente:

cos'è che ha fatto per noi l'ex pelato?!

Fammi l'elenco delle leggi, norme, iniziative, opere che hanno giovato davvero al paese e hanno migliorato la nostra vita!!(Non citare per favore nè il ponte sullo stretto nè il digitale terrestre...)

Esigo questo elenco, visto che non sono in grado di farlo da solo...

L'italiano più amato e rispettato al mondo è Valentino Rossi, cretino!

Antonio Gatto 02.03.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anb rende noto che il CdM agricoli del 20/2/06 ha approvato una serie di atti regolamentari che segnano l’avvio ufficiale della riforma dell’Ocm zucchero con tutti i suoi devastanti effetti sul settore bieticolo-saccarifero del nostro Paese.

I regolamenti sono accompagnati da una serie di dichiarazioni fatte dalla Commissione,dal Consiglio o dalle delegazioni dei vari Paesi.
Nessuna dichiarazione è stata messa agli atti dall’Italia.
22/6/05,la Commissione presenta al Consiglio tre proposte di regolamenti sulla riforma dell’Ocm zucchero

26/10/05,il Comitato economico e sociale formula il parere sulle proposte,il parere è negativo

26/11/05,il Consiglio dei Ministri approva un progetto di riforma col voto contrario di Grecia e Polonia

12/12/05,il Comitato speciale agricoltura approva il progetto di massima sempre con il voto contrario di Grecia e Polonia,cui si aggiunge la Lettonia

19/1/06,il Parlamento europeo nel suo parere lamenta il fatto che,in pratica,il Consiglio abbia già deciso

13/2/06,il Comitato speciale agricoltura prende atto che ai Paesi contrari alla riforma si aggiunge la Lituania,mentre la Slovenia decide di astenersi

20/2/06,approvazione dei Regolamenti.Si applicano in pratica dal 1° luglio prossimo e scadono con la fine della campagna 2014/15.Sono approvati a maggioranza qualificata,col voto contrario di tre Paesi: Grecia,Polonia,Lituania

Interessante è il resoconto di una riunione della CIBE,il sindacato dei bieticoltori europei,tenutasi a Bruxelles il 31/1/06,dove,esaminati gli effetti della riforma,sono stati espressi i pareri circa le intenzioni di semina per il 06/07 nei vari Paesi della Ue
Ecco la situazione:
Spagna,Polonia -0%
Germania,GBR -5%
Danimarca,Lettonia,Paesi Bassi -10%
Ungheria -10/12%
Francia,Svezia -10/15%
Grecia -15%
Belgio,Rep.Ceca -10/20%
Austria,Portogallo -20%
Finlandia,Irlanda,Slovenia n.p

L’Italia è quindi il solo Paese che riduce volontariamente del 50% la quota al fine di incassare un po’ di euro in più.
A.N.B.

Jacopo della Quercia 02.03.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

c'è da spiegare anche un'altra faccenda se no non si capisce a che gioco si sta giocando.

Gli usa dal 1973, anno in cui il dollaro venne sganciato dall'oro, stampano pezzi di carta a vuoto con cui comprano tutto. In cambio di carta hanno tutti i prodotti del mondo.

Ora da buone scimmie che scimmiottano il peggio degli altri, la banca europea stampa l'euro ed i politic europei volgiono in cambio di pezzi carta con scritto euro avere tutti i prodotti del mondo come gli americano.

Peccato che perchè ciò avvenisse nel frattempo dal 1970 ad oggi quasi metà delle specie viventi si siano estinte.

l'estinzione è per sempre.

http://www.liberaassociazioneilpopolo.it/1/3/semplificazione/societa-liberta/

Domenico Schietti 02.03.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me L'Italiano in generale è un amante fottuto e più questo fattore si ripete e più persevera.
Possibile che nessuno abbia ancora imparato col tempo e con le delusioni prese, che sia destra che sinistra sono ormai idee obsolete, da ricordare solo sui libri di storia per non ripetere gli errori?

Anche alle prossime elezioni ci troveremo davanti i soliti personaggi che ci hanno fatto arrivare dove ci troviamo, sono i stessi che hanno permesso alle Banche di renderci schiavi e pagare anche da morti - Fiorani doget - dipendenti che se ne sono sbattuti delle volontà popolari, stravolgendo i referendum sul sovvenzionamento ai partiti e tanti altri nei quali avevamo espresso le nostre volontà.

Secondo me non si vota chiudendo l'occhio accettando il meno peggio, ma questi personaggi vanno presi a calci in culo e portati al confino (dopo avergli sequestrato il conto in banca fatto con i nostri soldi) come nemici della patria.

Invece no, facciamo i nostalgici... Savoia ci avete venduto, ma si rientrate pure. Prodi ci ha scalzato una percentuale dal giorno alla notte mettendoci le mani in tasca in banca, ma si ma che venga ancora. Berlusconi ha svenduto le proprietà di stato e permesso alla mafia di prendere potere gettando la maschera, ma si che vuoi che importa vivi e lascia vivere... oh sveglia che c'hanno fatto un culo tanto e ce l'hanno fatto proprio quelli che ci accingiamo a rivotare!!!

E che diamine! sembra che teniate ai vostri figli solo quando comprate il prosciutto cotto e... mi raccomando senza polifosfati, che non sono altro che conservanti naturali aggiunti (che abbiamo per altro tutti addosso, senza saremmo una pozza di cellule disgregate) questo non lo legge o ascolta nessuno,visto poi, che essendo il prosciutto una parte di un cadavere i conservanti ci devono essere per forza.

Il politico è colui che deve prendersi cura del Popolo, non colui che si è creato un posto fisso.

Sveglia popolo di rammolliti, state per cascarci ancora.

Libero Sempre 02.03.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Iorio

Nullafacente sarai te cara, è il tuo governo di merda che ce l'ha messo in tasca, non l'euro.
Tanti italiani si sono arricchiti speculando sui prezzi grazie all'euro, e il tuo bel governo, ripeto di merda, non ha mosso un dito.
Sai perchè? Perchè chi si è arricchito in questo modo, per la maggior parte vota lega e forza italia.

Saletti Walter 02.03.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

# Crisi dell'economia globale? Rilancio immediato!

Per difendere il lavoro ed il salario dobbiamo acquistare solo prodotti che rispettino i diritti dei lavoratori, dell'ambiente e dei consumatori.

Purtroppo per conquistare fette di mercato, la competizione selvaggia induce a ribassare i prezzi dei prodotti, per ribassare i prezzi bisogna ribassare gli stipendi e ribassando gli stipendi nessuno ha più soldi per comperare niente.

La crisi dell'economia globale è tutta qua.

Sul mercato ci sono tutti i prodotti che si vogliono, ma sempre meno persone hanno i soldi per comperarli.

Bisogna acquistare solo prodotti che siamo sicuri rispettino i diritti dei lavoratori e dell'ambiente: non basta lottare per difendere il posto di lavoro o avere un salario migliore, bisogna aiutare quelle aziende che retribuiscono equamente i lavoratori!

http://www.free-people-world.com/1/campagne-attivita/vita-amore/2006/02/crisi-delleconomia-globale-rilancio.html

Domenico Schietti 02.03.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, perche' non apri una Stazione Radio? Oltre che utile sarebbe un evento epocale!

Nico Bianchi 02.03.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Soltanto un cervello (bacato) leghista potrebbe solo immaginare di uscire dall'Europa.

Saletti Walter 02.03.06 18:50


ovvio non da soli, ma tutte le nazioni europeee . basta solo tirare via l'ultima carta del castello di carte.....

ivana iorio 02.03.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti^^

mmhh.. sto leggendo un po', ci si vede più tardi :)

.. Negli anni ‘60 l’Anb affianca le rappresentanze pubbliche nel difficile compito di costruire le linee normative per dare vita al Mercato Comune dello Zucchero. Nel 1968, dopo vari anni di gestazione, viene così alla luce il regolamento di base Comunitario del tutto rivoluzionario rispetto agli altri comparti..

Paola Bassi 02.03.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento


X enzo manni
Vogliamo fare la Convention di Fini,Casini e dell'Innominato?Vogliamo fare la convention di dell'Utri,Cuffaro;di Gasparri,di Bocchino ecccccc...........................dulcis in fundo che dici ci mettiamo Previti?Se non va bene fammelo sapere ti faccio l'elenco ed è lunghissimo.Che fai per quel che ti riguarda fai come gli struzzi?Metti la testa sotto terra per non sentire e non vedere.
Ha già, voi per queste cose siete bravi.

Roberto Massa 02.03.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, forse il post e' un po' troppo tecnico per noi mortali. Onestamente ho capito solo che le quote di produzione di zucchero verranno diminuite. Il perche' un po' meno...

Se qualcuno per una volta tanto facesse un post che porti un po' di chiarezza, invece delle solite polemiche sterili, questa sarebbe una cosa molto gradita.

TYA.

diego roversi 02.03.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Soltanto un cervello (bacato) leghista potrebbe solo immaginare di uscire dall'Europa.

Saletti Walter 02.03.06 18:50


soltanto uno che e' nullafacente e che sta bene puo' pensare che l'euro ci ha dato una mano

ivana iorio 02.03.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Soltanto un cervello (bacato) leghista potrebbe solo immaginare di uscire dall'Europa.

Saletti Walter 02.03.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Io dico che a ci ci gavernerà dopo il 9 Aprile speriamo la sinistra che magari il 60% dei componenti auto e le auto stesse siano fatte in Italia noi italiani non vogliamo essere solo camerirei o cantanti e servire solo a faree divertire chi viene in Italia per ferie.

gabriele monti 02.03.06 18:44

PERMETTI SE AGGIUNGO CHE NOI ITALIANI NON SIAMO TERRA DI CONQUISTA PER LE IMPRESE ESTERE MENTRE ALL'ESTERO SI CHIUDONO A RICCIO? (VEDI LA FRANCIA)

PERMETTI SE AGGIUNGO CHE IL DISCORSO CHE FAI TU LO HA FATTO TREMONTI A PORTA A PORTA TEMPO FA'?
DIFESA DELLE AZIENDE ITALIANE, E DI TREMONTI TI PUOI FIDARE, AL CONTRARIO DI COLORO CHE DOVRANNO RISPONDERE DI CIO' CHE FANNO AD ALTRI CHE LA PENSANO DIVERSAMENTE DA LORO, (E CHE ABITANO TUTTI NEL CENTRO SINISTRA)

PER TUTTO IL RESTO CHE SCRIVI A DIFESA DELLE AZIENDE ITALIANE CONCORDO CON TE

Enzo Manni 02.03.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@@@MAURIZIO CATALDO.

Sono d'accordissimo con te, ma come facciamo a votare i migliori ( secondo noi) se la legge ce lo impedisce?

Come ho già detto prima, la nuova legge elettorale ci consente di votare solo una lista.
Nessuna scelta di nomi. I nomi li hanno già decisi i partiti. Se ad un partito spettano 5 eletti, saranno i primi 5 della lista. E' cosi che ha voluto il centrodestra con la nuova legge elettorale. Spero che sia cambiata ma per ora è così.

basoli giovanni 02.03.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro blog .
Porto la mia solidarieta agli operai dello zuccerificio ma e una delle tante fabbriche che chiudono in Italia in barba a tutti i proglami di greazione di posti di lavoro si chiude quello che c'è e si precarizza tutto il resto.
Voglio portare a conosenza dei frequentatori del blog qullo che sta succedendo a LIVORNO in una fabbrica EX FIAT ora DELPHI settore componentistica auto, essere licenziati via E.MAIL. Daa maggio la produzione verra trasferita in Polonia come ha gia fatto la FIAT con la produzione della nuova Panda . 400 Operai e le loro famiglie sono da un giorno all'altro senza lavoro e nessuna prospettiva di trovorlo entro breve tempo .
Non sono solo le multinazionali a andare in paesi a bassso cost del lavoro ma anche la nostra FIAT che dice di comprare Italiano le auto che ci vende le fa in Polonia e in altri paesi in via di sviluppo non c'è coerenza ma la cassa integrazione la paghiamo tutti noi.
Io dico che a ci ci gavernerà dopo il 9 Aprile speriamo la sinistra che magari il 60% dei componenti auto e le auto stesse siano fatte in Italia noi italiani non vogliamo essere solo camerirei o cantanti e servire solo a faree divertire chi viene in Italia per ferie.

gabriele monti 02.03.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento


Sostanzialmente abbiamo dei deficienti a Bruxelles.
Basta vedere i commissari. Noi dopo aver avuto il presidente della commissione e monti alla economia, procediamo con Frattini di FORZA ITALIA alla GIUSTIZIA. Con sta gente li, ne possono decidere di robe senza che nessun italiano banfi. A noi l'unica cosa che interessi è che alla giustizia non si inventino qualcosa per mettere dentro i vari pregiudicati.
Ecco a voi l'elenco http://europa.eu.int/comm/commission_barroso/index_it.htm Ma perchè proprio una danese all'agricoltura ?

Marco Bona 02.03.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Ultima convention del centro sinistra:

Presenti Prodi - Fassino - Rutelli

Il primo indagato per il caso Iri/Sme e salvato dalla galera gazie ad una depenalizzazione del reato.

Il secondo un segretario di partito moooooolto interessato a scalate bancarie e a "portare a casa tutto"

Il terzo l'ex sindaco del comune di Roma condannato a restituire il maltolto sottratto ai contribuenti per consulenze inutili e costose elargite a piene mani ai suoi amici.

Come triade non c'è male. Proprio niente male.

Ma noi che non siamo del centro sinistra non possiamo giudicare.

Enzo Manni 02.03.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento

La lega vuole un referendum per uscire dall'euro?

Che io sappia ci vogliono 500.000 firme e l'unico medo per raccoglierle è di chiedere un aiuto agli amici extracomunitari.

Ne avranno il coraggio?

basoli giovanni 02.03.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Candido Volteri h.18.14

E poi ci stupiamo se in Europa non contiamo più un cazzo!

Saletti Walter 02.03.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani sul quotidiano "La Provincia Pavese" si parlerà ancora una volta del caso zuccherificio di Casei. E dei bloggers di www.beppegrillo.it. Passate parola!

Emanuele Bottiroli 02.03.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento

ciao scusami credevo lo conosessi.
leo bassi e un comico italiano che risiede in spagna, ieri sera prima dello spettacolo al teatro alfil di madrid un operaio casualmente incontro una bomba casera con temporizador,lasciata li da gente che non e daccordo con la opera che sta mettendo in scena.
la opera parla di laicismo non isulta nessuna religione, da un punto di vista un po trasgressivo sulla chiesa.

comunque su www cadenaser.com troverai piu informazioni o el pais.es.
ciao a piu tardi vado a fare la cena ai miei figli.

agostino bove 02.03.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA SCUSA BEPPE, PRIMA DICI CHE I COLTIVATORI DI BARBABIETOLE DA ZUCCHERO ITALIANI SONO DEI MOSTRI PERCHE' TOLGONO LAVORO AI BRASILIANI (LO SCRIVESTI TU SU QUESTO BLOG IN UN POST DEDICATO) DICESTI CHE NON SOLO SI AFFAMAVANO I BRASILIANI MA CHE LO ZUCCHERO VENIVA A COSTARE DI PIU' (FACESTI L'ESEMPIO DI UNA IPOTETICA SVEZIA PRODUTTRICE DI BANANE)

ADESSO PRENDI LE DIFESE E CHIEDI AD ALTA VOCE CHE "NON SI ESTINGUANO LE COLTIVAZIONI DI BARBABIETOLA"

PRIMA NON TI ERA VENUTA IN MENTE L'IDEA CHE CHI LAVORAVA LA BARBABIETOLA IN ITALIA ERANO LAVORATORI? VOLEVI CHE CHIUDESSERO O SBAGLIO?

DIMOSTRI POCA LUNGIMIRANZA, COME I TUOI AMICI DEL CENTRO SINISTRA, UNA CONTRADDIZIONE CONTINUA.


----------> DOMANDA:
E' ANCORA IN PIEDI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL'UNIPOL POST CONSORTE?

Enzo Manni 02.03.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@@@@@@@@@@@ MAURIZIO CATALDO

Tutte doti presenti nei MEMBRI del governo. o no?

basoli giovanni 02.03.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ecco l'imitazione di un tipico disturbatore del blog:

SI VOI PARLATE PARLATE DIETRO AL VOSTRO DIO BEPPE GRILLO COMUNISTI INTANTO NOI CELA PRENDIAMO IN QUEL POSTO A 'A' SIETE ALLA FRUTTA BEPPE FAI SICHIFO NON CAPITE CHE IL MONDO VA' DALL'ALTRA PARTE E SOLO L'INNIZZIO MEDITTATE GENTE MEDITTATE
Postato da: bollo franco


caro beppe, fai sentire la tua voce tu che sei + in vista di molte altre persone che per farlo hanno bisogno di radunarsi in manifestazioni. porta a tua testimonianza le nostre voci, ciò ke ti scriviamo ogni giorno, la nostra voce. è così che noi ci facciamo sentire , anke tramite te. sfrutta i mezi a tua disposizione come noi sfruttiamo il tuo mez<zo di trasmissione, questo bloog. daje giù beppe. ciao

giulio terruzzi 02.03.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

@@@@CANDIDO VOLTERI.

Il tuo post non è in linea con l'argomento " zucchero", ma lo voglio integrare con alcune frasi celebri del nostr grande statista Silvio Berlusconi.

L’ha detto Berlusconi, il grande statista, a proposito di Giustizia ed altro.

"Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa perché lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro, devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana". (4 settembre 2003)

"In Italia c'è stata una guerra civile della magistratura contro la classe politica dal 92 al 94"

"Mussolini non ha mai ammazzato nessuno, Mussolini mandava la gente a fare vacanza al confino". (11 settembre 2003)

"Non c'è nessuno sulla scena mondiale che può pretendere di confrontarsi con me, nessuno dei protagonisti della politica che ha il mio passato, che ha la stessa storia che ho io. Da un punto di vista personale c'è qualcuno che ha una posizione di vantaggio e questo qualcuno sono io. Quando mi siedo a fianco di questo o di quel primo ministro o di un capo di stato, c'è sempre qualcuno che vuole dimostrare di essere il più bravo, e questo qualcuno sono io". (7 marzo 2001)


"L'omicidio D'Antona è un regolamento di conti interno alla sinistra"
(campagna elettorale 2001)

Si potrebbe continuare con le giustificazioni fatte alla guardia di finanza sull'evasione fiscale ed altro, ma ci saranno altre occasioni.

basoli giovanni 02.03.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O bella! Dopo 5 anni si svegliano ?Buongiorno...

paolo moretti 02.03.06 18:18 |


veramente son da anni che lo dicono...

ivana iorio 02.03.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

@@@@ MARTA NERI

@@@ROBERTO MIGLIARINI.


Il problema degli inquisiti esiste in entrambi gli schieramenti, anche se bisogna distinguere chi è inquisito per abuso edilizio da chi è inquisito per corruzione di magistrati.

Purtroppo la nuova legge elettorale non ci consente più di scegliere il candidato che ci ispira più fiducia e siamo costretti a votare un simbolo che a livello locale può essere "pulito", ma a livello nazionale possono essere presenti personaggi poco affidabili.

La responsabilità ( o il merito) di questo sistema è certamente del centrodestra e non credo che questo si possa contestare.

Credo che se la prossima legislatura questa anomalia sarà modificata gli elettori di entrambi gli schieramenti ne saranno lieti.

basoli giovanni 02.03.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma beppe ma perchè ti fai spedire sta roba dai comunisti...che schifo..

pino scotto 02.03.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

OT

Chiedo veramente scusa non formale per l'OT, ma sta cosa l'ho vista ieri sera e penso sia molto importante informarvene. Ho visto il DVD di Deaglio, "Quando c'era Silvio".
La visione di questo DVD dovrebbe essere OBBLIGATORIA per tutti quelli che andranno a votare ad aprile, e OBBLIGATORIA in tutte le scuole. Basta solo l'episodio degli insulti a Shultz al parlamento europeo senza censure e taroccamenti dei giornalisti rai che merita i 17(!) eurazzi del film!
Come si legge in "Regime" di Travaglio, la giornalista rai Susanna Petruni fu premiata con la conduzione del tg delle 13 per i taroccamenti operati nei servizi da Strasburgo, coprendo con la sua voce i fischi al cav. Inutile dire che in questa situazione abbiamo fatto come italiani la più colossale figura di merda in Europa e nel mondo intero. Si, c'era stata la dichiarazione sulla civiltà islamica inferiore alla nostra; l'articolo del sottosegretario leghista al turismo che in piena estate aveva scritto che i turisti tedeschi erano una massa di ruttoni e scorreggioni; in seguito ci sarebbe pure stato l'incidente con la presidente della Finlandia, con tanto di convocazione dell'ambasciatore italiano, perchè il cav. aveva detto che era riuscito a portare in Italia l'università della gastronomia, facendo un pò la corte alla presidentessa...
Ma una figuraccia come quella della presidenza italiana a Strasburgo rimarrà veramente nella storia!
E in ultimo, che non guasta mai, la piccola considerazione su ciò che è stata l'informazione in questi cinque anni in Italia... trovatele voi le parole...
Buona discussione e... saluti!

Candido Volteri 02.03.06 18:14| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO BEPPE,

UN MODO GIUSTO PER FARE DEL BENE!

CONDIVIDO ED APPOGGIO:

LE FABBRICHE DI ZUCCHERO NON DEVONO CHIUDERE

COME POTREMO POI ADDOLCIRE IL SIMPATICO NANETTO!?

TAKE A LOOK TO MICROSOFT'S FUCKED SECRETS:

espertone.blogspot.com

!!


!
****************************

!

Giorgio Faletti 02.03.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento

La Lega continua a pensare ad un referendum popolare per l'uscita dell'Italia dall'euro. Lo ha detto il ministro del Welfare, Roberto Maroni, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi.
Rispondendo alle domande dei giornalisti che chiedevano se il Carroccio stesse raccogliendo le firme per un referendum anti-euro o se la proposta fosse solo una boutade, Maroni ha risposto: "le boutade le lascio volentieri a qualcun altro. La Lega fa politica, non boutade. E comunque - ha concluso riferendosi alle firme per il referendum - quando le depositeremo glielo diremo".

****************************************

ivana iorio 02.03.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche vicino a me hanno chiuso un zuccherificio...
Si tratta dello stabilimento di Castiglion Fiorentino in prov di arezzo...
il risultato è che hanno impedito agli agricoltori della valdichiana di produrre barbabietole per gli anni a venire causando la perdita di una coltura adatta per la rotazione del terreno e limitando la scelta colturale ormmai ridotta solo a cereali e (ki ha grossi capitali) ortaggi

Jacopo Acquarelli 02.03.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

*************

BUuuuuuuuuuuuuuuu''''!

VIVA SILVIO!
VIVA LE LIBERTA'

VIVA LA DEMOCRAZIA

M I TERRORISTI

DISFATTISTI

MUSSULMANI

CHE INFANGANO IL NOME DELLA CARA ITALIA,

CHE SILVIO E' RIUSCITO A RISOLLEVARE DALL'OBLIO BOLSCEVICO

AVETE VISTO DOVE E' STATO IERI IL LEGGENDARIO PREMIER?

DA BUSH!!!!!!!!!!!!


MICA BANANE!

E VOI CONTINUATE AD INSULTARLO!

VERGOGNA,

NONOSTANTE TUTTO QUELLO CHE HA FATTO PER VOI!

UN MINIMO DI RISPETTO

PER L'ITALIANO PIU' AMATO E RISPETTATO AL MONDO!

MA VOI CONTINUATE AD ANDARE CONTROCORRENTE

HA RAGIONE IL SENATORE GALLI

QUANDO DICE CHE SE VINCERETE VOI,

BIN LADEN SARA' SENATORE A VITA.

PER VOI POTREBBE ESSERE, ANZI SARA' SICURAMENTE LUI IL LEADER.
IN PIU' FARETE EVADETE HUSSEIN, E LO ELEGGERETE VICE MINISTRO DELL'ITALIA SOVIETICA!

SALUTI AI TERRORISTI IGNORANTONI!


marta Neri 02.03.06 17:35 |

Egregia signora Marta, buonasera.
Gradirei che lei ci desse l'opportunità di informarci sul suo argomento fuori di qui.
Con questo intendo dire che lei da numeri e fatti.
Dove li lesse? L'indirizzo dal quale lei ha estratto le notizie si può avere?
Le sarei profondamente grato se potesse fornirmi questi dati. La informo che ho spulciato col motore i due nomi. Per ora appaiono solo articoli di giornale (per sincerità sulle 885 pagine circa mi sembra siano solo i giornali a parlare e non ho ancora concluso tutta la ricerca....per cui se fosse così gentile da darmi l'indirizzo dal quale lei estrae......).
Pertanto se lei è qui a parlare parzialmente di articoli di giornale che di loro e per necessità danno notizie parziali.........Mi perdoni, non è credibile.
L'argomento del post richiederebbe le culture tutte, destre sinistre, centriste e chi più ne ha ne metta. E' argomento interessante e meriterebbe rispetto. Non tanto per chi lo tratta, ma per coloro che sono e saranno coinvolti da questi fatti.
Le consiglio vivamente di leggere anche il precedente. Il numero 1.
Ringraziandola vivamente, le auguro le fortune che sta cercando.

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 02.03.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Urge anche una legge che impedisca la delocalizzazione delle imprese, chi può realizzare una proposta del genere?
Cosa fanno i sindacati? Perchè in tanti anni non si è riusciti a fare almeno una riforma fiscale che punisse severamente le aziende che si spostano all'estero? E noi cittadini abbiamo a disposizione strumenti perchè ciò si verifichi?

Alfonsina Massa 02.03.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

@@@@ROBERTO PARDINI.

Non fraintendermi, non voglio mandarti via dal blog.

Le problematiche dei nostri rapporti con i figli sono trattati in un forum specifico su www.corriere.it. Nella parte bassa della home page ci sono diversi forum fra i quali uno "genitori e figli" molto seguito ed interessante.

ti saluto.

basoli giovanni 02.03.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non convertire gli zuccherifici in distillerie e far marciare le nostre auto con l' alcool, così come avviene già in Brasile?
Non è certo facile evolversi fino a raggiungere livelli sudamericani, ma con un po' di impegno da parte dei nostri dipendenti...

P.S. Il marchingegno per far andare le automobili indifferentemente ad alcool o benzina si chiama "FLAT"; l'ha inventato e lo commercializza la FIAT sui suoi ed altri modelli di auto.

Roberto Spandre 02.03.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

@@@@

MARTA NERI

scusi, se sono ladri e mafiosi sia a destra che sinistra - perché non buttiamo fuori questo governo, adesso, e poi anche quell'altro, e riscostruiamo un paese civile??

o volete vivere nell'unico paese latinoamericano d'Europa, nel Paraguay d'Europa??

e perché a questa domanda non rispondete mai, avete paura di dimostrare la vostra cattiva fede??

io mi impegno fin da ora a buttare fuori anche quegli altri se continuano su questa politica melmosa e inefficace - per ricostruire la struttura stessa del paese - una struttura che metta il potere più vicino ai cittadini_

che le pare??

è disposta a un dialogo su questo piano o preferisce sparare PROVOCAZIONI AD EFFETTO, PUR SAPENDO CHE IL PUBBLICO DI QUESTO BLOG NON È QUELLO DELLA TV, e scappando vigliaccamente al confronto??

CI DIMOSTRI LA SUA BUONA FEDE_

Leonardo Migliarini 02.03.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza, ogni volta che leggo un post di Grillo mi chiedo: chissà dopo quanti interventi la gente inizierà a scannarsi sulle divisioni tra destra e sinistra invece che sul problema oggetto della discussione?

"E' colpa di Prodi! No di Barroso che è amico del Berlusca! No no, di Prodi! Ma sta zitto coglione non capisci un cazzo! Sta zitto tu troll del cavolo, vattene impiccati! Io sto qui quanto mi pare!"...

E avanti così all'infinito... cioè fino al post successivo di Grillo. Allora 10/20 commenti a tema e poi via tutti a scannarsi su Berlusconi e Prodi... E questi due, che scemi non sono, fomentano l'odio politico... Così l'attenzione della gente si sposta e intanto i problemi rimangono.

Non bisogna poi stupirsi se l'Italia va male. A volte prima di capire a chi dare la colpa, converrebbe rimboccarsi le maniche e risolvere i problemi!! Altro che Prodi e Berlusconi!! Quelli non faranno mai un cazzo!!

Mauro Vinni 02.03.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
sono uno studente universitario di 23 anni e vivo in un paesino della provincia di Caltanissetta. Come tutti i siciliani adoro la mia terra e non sopporto l'idea che la mafia viene ormai considerata come un fattore fisiologico, che non deve essere combattuto e deve rimanere nascosto facendo finta di non vedere..
Ho visto un documentario intitolato "La mafia è bianca" di Stefano Maria Bianchi e Alberto Nerazzini, presentato da Michele Santoro. Si tratta di un documentario agghiacciante, che rivela il profondo intreccio tra mafia e politica a livello regionale e non solo. Basta sentire e vedere le intercettazioni telefoniche e ambientali riportate nel documentario per capire il motivo per cui l'on. Cuffaro è sotto processo per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra. E' semplicemente scandaloso!! Vorrei sapere come mai si parla pochissimo di questo documentario.
Capisco bene che il giornalismo italiano raramente ha svolto la funzione di giornalismo d'inchiesta, ma è a dir poco strano che un documentario del genere non venga promosso.
Pertanto ti chiedo di pubblicizzarlo il più possibile organizzando anche degli incontri con gli autori. Credo che ogni cittadino (siciliano e non) debba avere il diritto di essere informato su un tema così delicato, affinchè possa esercitare i propri diritti politici con più consapevolezza.
Ti ringrazio anticipatamente per l'attenzione

Con Stima
Antonino Augello

Antonino Augello 02.03.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLO OT PER SDRAMMATIZZARE

da corriere.it

il Papa
"basta razzismo negli stadi"

"è nelle strade che si devono massacrare gli stranieri"

Leonardo Migliarini 02.03.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non ci sono alternative alla chiusura degli stabilimenti? Tipo acquisto delle eccedenze da parte dell'Unione Europea a prezzi minori per rivenderle a prezzi di costo ai paesi poveri. Perchè buttare al vento tutto???????? Questa non è Unione Europea...questa è aberrazione europea. Ci deve essere una soluzione,lo Stato italiano deve mediare e proporre idee alternative!!!!! La Francia mica è cosi europeista...se ne sbatte proprio e tutto va bene lo stesso!

castelli franco 02.03.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

....@@
GRILLO invece di fare falsa ed ipocrita propaganda dimostrati un pò serio e fai un post sul caso Fiorani-Consorte stessi reati stesso codice penale ma un peso e due misure ... DELLA SERIE IN ITALIA LE LEGGI PER I NEMICI SI APPLICANO E PER GLI AMICI SI INTERPRETANO
marta neri
FALSO!!!! Consorte ha speculato co i SUOI soldi e non con quelli dell'Unipol e de suoi correntisti, Fiorani ha speculato con i soldi dei suoi correntisti con appropriazione indebita, pagando tangenti a politici.
Due mondi diversi.
Se vuoi saperlo al processo sta andando peggio Sacchetti di CONSORTE ...lo sapevi?

Giovanni Macri Masi 02.03.06 17:17 |

Consorte è INDAGATO PER FALSO, AGIOTAGGIO E ASSOCIAZIONE A DELINQUERE COME FIORANI più altri reati in più è stato preso con 50 milioni di euro su un conto monegasco lui dice che sono soldi di una consulenza fatta alla Telecom ed è stato sbugiardato da Tronchetti Provera suscitando l'ira di D'Alema, bene le consulense che si pagano al nero e sui conti esteri per altri erano e sono tangenti e costituiscono motivo per carcere, perquisizioni, e pubblici processi vedi Berlusca ed altri 2000 imputati della catena di San Vittore, per lui sono credibili e non sono oggetto di sequestri, processi, ecc. ecc.
La verità è che mi sembra stupido stare quì a commentare una stronzata come la tua, sono convinta sempre di più che il 50% degli elettori di SX è in malafede perchè parassita ed opportunista l'altro 50% è semplicemente stupido, quindi la tua o è subdola propaganda o un semplice abbaiare alla luna

marta Neri 02.03.06 17:35 |

marta Neri 02.03.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DI PIETRO il "Valoroso" DIVERSO :)) Sentite, sentite++++++++++++++++-
-
Dal forum "valoroso" www.antoniodipetro.it
_______________________
Vergogna! Vergogna! Vergogna!Sono disgustato da ciò che ho appreso oggi 02/03/2006 da un articolo del giornale : La Repubblica,in base a tale articolo il Signor Pino Pisicchio sarebbe candidato subito dopo di Lei e prima del Signor Madaro nella Lista Pugliese dell'IDV alla Camera.
Questa notizia merita di essere commentata con una sola parola Vergogna!!!
Tanto valeva candidare Dell'Utri o De Michelis!!!
Stiamo parlando di una persona che ha fatto del voto clientelare (per non usare parole che sarebbero più consone) il mezzo principale della sua attività politica.
Persona che è sempre stata pronta a "saltare" sul carro del vincitore (......)
Personaggio il Pisicchio che (...) si è candidato con una lista civica e ha impostato la sua campagna elettorale dicendo che Emiliano(attuale sindaco di Bari ed ex Magistrato)non avrebbe dovuto candidarsi alla poltrona di Sincaco di Bari, perchè ex Magistrato!
Ma guarda un po' oggi è pronto a candidarsi con un ex Magistrato solo perchè nessuno se lo "fila più".
Caro Signor Di Pietro io l'ho sempre votata fino alle primarie del Centro-sinistra, come Lei ben sa visto che son stato contattato in tal senso dalla sua segreteria!!!
Ma questa volta , se la notizia pubblicata dalla Repubblica fosse confermata, sicuramente non la voterò! E con me sicuramente tantissime altre persone!
E mi adopererò per non farla votare, visto che a questo punto è come gli altri se non peggio,
(....)
Antonio Matera: uno che si è svegliato
___________ www.ricostruire.it _________
il Killer

Prospero Pirotti 02.03.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Blog.
E' la prima volta che scrivo, sono del resto un nuovo iscritto. Volevo porre l'attenzione su un tema di cui poco si parla, quasi fosse un tabù.
La poca, scarsa libertà dei genitori ormai ostaggi dei figli. E' vero li abbiamo fatti noi e sapevamo "le conseguenze dell'amore" tanto per citare un bel film. Ma il punto è questo. Quanta libertà insegnamo ai nostri figli, quanta gliene diamo rispettando la loro privacy, specie a carattere sessuale o sentimentale. E quanta poca, per non dire nulla ne riceviamo. Dico questo perchè non essendo un vecchio di 90 anni, ed avendo due figli uno di 24 e uno di 16. Io, che sono un cinquantenne, non ho più spazi per la mia intimità. E se poco, poco, ne parlo con molta attenzione a non ferire nessuno (tantomeno l'intoccabile Edipo) Vengo visto come un pazzo. Come a dire che io e mia moglie non abbiamo più diritto a quel rispetto di tempi e spazi che noi genitori aperti, concediamo con allegria e saggezza ai nostri giovani compagni di viaggio.
Preferendo lasciarli soli al momento giusto...o evitando proprio di entrare in casa sapendo che...c'è aria di amore nell'aria. Si può arrivare ad una comprensione da ambo le parti. Una sensibilità reciproca. In quelle poche occasioni dove questa andrebbe rispettata. Es festa degli innamorati, compleanni, e insomma non fatevi l'idea che io lo faccio solo in simili ricorrenze. Ma tanto per dire, almeno quando c'è un motivo?.

Riconosco che in un blog di questo taglio la mia domanda può risultare sciocca, ma io mi rivolgo a quelli che come lo stesso Beppe si saranno certamente trovati nella condizione di dire: Ma questi e la loro valanga di amici perchè non si tolgono un attimino dalle palle.

Grazie e se è il caso consigliatemi una strategia.

Roberto

roberto pardini 02.03.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La globalizzazione selvaggia, per questo come per altri prodotti, portata avanti da governi di centrodestra, ha trovato un felicissimo connubio con le politiche assistenzialiste, portate avanti dai governi di centrosinistra.
Risultato; qualità dei prodotti sempre più scadente e prezzi al dettaglio sempre più alti.
Senza contare, lo so per conoscenza personale del problema, che molti agricoltori non coltivano più alcuni prodotti, perchè gli verrebbero poi pagati a dei prezzi infimi, che non coprono nemmeno le spese.

Saletti Walter 02.03.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

FORUM POLITICO SULLA TELEVISIONE

CENSURE, BUGIE DEI POLITICI, PAR CONDICIO VIOLATA

PARTECIPATE ANCHE VOI E FATE LE VOSTRE SEGNALAZIONI

http://www.freeforumzone.com/viewforum.aspx?f=82841

LA REGISTRAZIONE E' RAPIDISSIMA

aureon pasto 02.03.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Volevo farti conoscere un'iniziativa che reputo molto interessante poichè non solo informa e mette in luce (semmai ce ne fosse ancora bisogno, ma come dicevi l'italia è un paese di ciechi.. e sordi aggiungo io)
in modo accattivante una realtà scomoda, quella degli allevamenti intensivi, ma propone forme di lotta concrete e soprattutto accessibili e sostenibili da ciascuno di noi.

Le azioni possibili
http://www.themeatrix.com/italian/action/actionalerts.html

La realtà attraverso un simpatico rifacimento del famoso film
http://www.themeatrix.com/italian/

Se vogliamo cambiare il mondo in cui viviamo dobbiamo farlo partendo dal basso, è assurdo pensare e pretendere che qualcuno lo faccia per noi.

Ciao a tutti,
Giorgio
Ps. Scusate se non è del tutto in linea con l'argomento.

Mario Rossi 02.03.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

@@@ BEDIN SILVANO

sU CON LA VITA L'ITALIA HA BISOGNO ANCHE DI TE ....PER L'EQUILIBRIO BIOLOGICO.

basoli giovanni 02.03.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

totalmente d'accordo..mi ricorda lo stile pannelliano...

daniele moneghini 02.03.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Be in brasile e non solo i distributori di benzina distribuiscono etanolo, come farebbero con il gpl.Probabilmente se i grossi gruppi italiani, intraprendessero questa politica(vedi ENI,ENEL ed altri)quando il petrolio scarseggierà veramente e per una politica ottusa il fotovoltaico ed altri metodi produttivi alternativi non saranno sviluppati al massimo; potrebbero essere i leader in un settore per ora sconosciuto.

Guido Gagliotti 02.03.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

IN CERTE GIORNATE SEMBRA CHE LA VITA NON ABBIA UNO SCOPO
TI ALZI DAL LETTO E NON TROVI MEZZA RAGIONE PER NON TORNARTENE SOTTO LE COPERTE
IL CIELO GRIGIO SEMBRA VOLERTI SOFFOCARE… TUTTO TI APPARE VUOTO, BUIO, SENZA SENSO…
MA POI QUASI SENZA ACCORGERTENE, TROVI SULLA STRADA DELLA VITA IL SEGNO CHE ASPETTAVI… FORSE NON E’ PROPRIO VERO, FORSE LA VITA HA UNO SCOPO… FORSE VIVO PER QUALCOSA… FORSE…

Bedin Silvano 02.03.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@ MAX TOM

Il problema sono i soldini in tasca alle massaie.

Se ci sono paesi che producono lo zucchero a costi molto più bassi, si possono fare solo 2 cose: o chiudi il libero mercato o produci altre cose a costi competitivi.

Poichè sei in concorrenza con chi si accontenta di vivere con 60 euro mensili, non potrai mai vendere il tuo prodotto finchè sul mercato c'è quello del tuo concorrente a 60 euro al mese.

Da noi ci sono i discount pieni dove si acquista il latte che viene dalla germania è imbustato in prov. di Verona e costa quasi la metà ed il nostro latte (Fra i migliori d'italia) non è su quegli scafali. Lo stesso discorso vale per l'olio extra vergine e così per altri mille prodotti. Una giungla dove non si capisce se ciò che mangiamo è sano oppure no, guardiamo solo il prezzo perchè soldi non ce ne sono.

basoli giovanni 02.03.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento

ANCH'IO VORREI TANTO CHE CI FOSSE L'ETICHETTATURA DI VERA PROVENIENZA DEL PRODOTTO

ORMAI NON SAPPIAMO PIU' COSA REALMENTE MANGIAMO!!!

Saluti
Francesco

FRANCESCO GIORZA 02.03.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Sveglia!!!
Nelle Marche si sta cercando di riconvertire la produzione di zucchero in alcol per autotrazione. Così si salvaguarda parte dell'occupazione dello zuccherificio e si permette agli agricoltori di continuare a coltivare barbabietole.

Però basta con i sussidi agli agricoltori che hanno fatto più vittime nel mondo di molte guerre...

Matteo Moroni 02.03.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nicolò Signorini 02.03.06 15:58 | Rispondi al commento |
Facciamo due conti: la riduzione dell'IVA da 20% al 4% significa un calo del gettito fiscale di ben 16 punti percentuali (che come al solito verrà fatto pagare o con aumenti di tasse o indebitamento). Avrei preferito vedere questa riduzione sostanziosa sui cd musicali e i dvd (che di sicuro avrebbe provocato meni danni a livello erariale visto che avrebbe smosso i consumi con aumenti delle vendite e quindi di bgettito d'imposta)ma l'interesse dei nostri governanti non è quello di far ripartire l'economia con crescita 0 ma di farsi i fatti propri (a discapito delle future generazioni e di questa)
saluti
Enzo


Vincenzo Curcio 02.03.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre più inorridito da questa Unione Sovietica Europea e dal suo così detto "libero mercato".

Dito Sbatto 02.03.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A GRILLO!!
va bene che stiamo sotto elezioni e da buon soldatino devi fare propaganda, bastava seguire gli eventi qualche mese fa ed ascoltare quello che il Ministro Alemanno ha portato a casa e cioè l'apertura del 50% degli stabilimenti che dovevano essere chiusi secondo i precedenti accordi presi dall'UE quando il Presidente della Commissione era il tuo attuale principale e cioè il MORTAZZA e gli incentivi per ogni tonnellata di zucchero non prodotto, quanto agli agricoltori è già stato stabilito nelle sedi opportune che presto produrranno per fabricare il bioetanolo, invece di fare falsa ed ipocrita propaganda dimostrati un pò serio e fai un post sul caso Fiorani-Consorte stessi reati stesso codice penale ma un peso e due misure ... DELLA SERIE IN ITALIA LE LEGGI PER I NEMICI SI APPLICANO E PER I NEMICI SI INTERPRETANO

marta Neri 02.03.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

enzo romano 02.03.06 16:32 | Rispondi al commento |


Ma cambi nome ogni ora?

Mino Bolognese 02.03.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con Davide Rossi. L'articolo non e' molto chiaro!

Giovanni Sindoni 02.03.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido quanto postato da davide rossi.

Ps
come mai non ho letto nell'intervento del rappresentante di RC, (toh, combinazione), una condanna sul fatto che l'economia agricola si è basata sui contributi distribuiti a pioggia e la vicenda zucchero non è altro che la conseguenza di una politica assistenzialista che conveniva a TUTTI?

giuliano bes 02.03.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

:(

aron prati 02.03.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Scusate me nei paesi del Sudamerica, hanno avuto problemi di eccedenze di coltivazioni(anche canna da zucchero)e costi del petrolio elevati; hanno cominciato a produrre bioetanolo.
L'utilizzo di questo carburante alternativo ha quasi soppiantato la benzina, tanto che sia i disributori che i produttori di auto (anche la FIAT in Brasile)si sono dovuti adeguare distribuendo e producendo auto predisposte a questo carburante.
Bene se ci impediscono di fare lo zucchero, facciamo l'alcool, il bioetanolo, qualsiasi cosa costi meno per utilizzare l'auto inquinando poco.
Nessuno crede sia possibile? Beppe sono curioso di saper cosa ne pensi, rispondimi, grazie.

Guido Gagliotti 02.03.06 16:36 | Rispondi al commento |

Guido,
queste sono le VERE domande che dobbiamo porre!
Il problema è che solo 2 o 3 persone su 100 in questo blog centrano il problema come hai fatto tu!
Gli altri lo usano per postarsi contro, per ridurre il tutto ad uno scontro tra destra e sinistra. Noi italiani siamo fatti così: parole, parole, parole...
PERCHE' NESSUNO RISPONDE A QUESTE DOMANDE?
PERCHE' I POLITICI NON CI SPIEGANO COME MAI NON POSSIAMO ALIMENTARE LE NOSTRE AUTO CON L'ALCOOL COME FANNO IN BRASILE?
PERCHE'
PERCHE'
PERCHEEEE'?????

Pietro Menchini Commentatore in marcia al V2day 02.03.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento

La globalizzazione selvaggia voluta sopratutto dal liberismo economico sta portando scompensi in tutti i settori.

Stiamo perdendo quote di mercato non solo verso l'esportazione ma anche internamente sopratutto nel tessile e nell'agroalimentare.

I Paesi meno sviluppati e sopratutto dove i lavoratori non hanno diritti (estrmo oriente)
producono gli stessi prodotti a costi notevolmente inferiori e quando le massaie fanno la spesa, non guardano se lo zucchero è prodotto in cina od in Italia, guardano il prezzo.

L'errore secondo me è di aver concesso il libero mercato delle merci, ma non dei diritti dei lavoratori.

La concorrenza è sleale. In apparenza chi acquista sta spendendo di meno, ma la Società dovrà accollarsi attraverso il fisco, gli oneri dovuti alla inevitabile disoccupazione, per cui ci saranno costi sociali elevatissimi che tutti noi dovremo pagare.

Il settore chimico presente in Sardegna sta per essere chiuso e tutti i lavoratori andranno in mobilità lunga per 10 anni. Chi pensate che pagherà quei costi? Li pagheranno: l'inps, lo stato e gli industriali interessati. Cioè tutti noi.

C'è un rimedio a tutto questo?
La politica deve dare delle risposte e siccome non voglio apparire di parte, vi invito a leggere le 12 righe di programma per l'agrcoltura della CDL e le 3 pagine di programma del Centrosinistra.

www.forzaitalia.it a pag 14 del progr.
www.dsonline.it da pag 154 a pag. 156 del progr.

saluti a tutti ed auguri ai bieticoltori.


basoli giovanni 02.03.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

non mi sono arrabbiato, e poi c'era il riferimento al credito bancario. Mi dispiace quando capita di vedere interventi off-topic che sembrano fatti solo per polemica. Il blog è interessante se si usa per discutere civilmente, è un secchio di niente se lo si usa per fare polemica e trollare.
Guarderò il filmato.
Ciao

bruno biagini 02.03.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Scusate me nei paesi del Sudamerica, hanno avuto problemi di eccedenze di coltivazioni(anche canna da zucchero)e costi del petrolio elevati; hanno cominciato a produrre bioetanolo.
L'utilizzo di questo carburante alternativo ha quasi soppiantato la benzina, tanto che sia i disributori che i produttori di auto (anche la FIAT in Brasile)si sono dovuti adeguare distribuendo e producendo auto predisposte a questo carburante.
Bene se ci impediscono di fare lo zucchero, facciamo l'alcool, il bioetanolo, qualsiasi cosa costi meno per utilizzare l'auto inquinando poco.
Nessuno crede sia possibile? Beppe sono curioso di saper cosa ne pensi, rispondimi, grazie.

Guido Gagliotti 02.03.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

matteo conti 02.03.06 15:54

***************************

ciao matteo,
guarda che io ti ho risposto nell'altro post...

ciao devo andare.
ci si legge più vecchi!!!


Anche io sono contrario alla chiusura degli zuccherifici, capisco i problemi vari e che è molto difficile combattere contro i mulini a vento ... ma guardando oltre, gli agricoltori potrebbero coltivare mais per produrre quantità industriali di biodisel in modo da arginare l'enorme dipendenza mondiale dal pertrolio, dai petrolieri (ed affini) e da quei beduini ...
questa sì che sarebbe una vera rivoluzione, ma altro che mulini a vento ...

BEPPE PREMIER !!!

ciao

ENRICO CIMATTI 02.03.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento

ZUCCHERO... PER ADDOLCIRE LA TRANVATA CHE ANCORA UNA VOLTA HAI PRESO SUL POST DI IERI.

COME CON LA LETTERA DI ZANOTELLI SUI ROM (per chi non lo sapesse, il loro nome è acronimo di Rapidamente Occultare Malloppo) SPERAVI I TUOI DISCEPOLI INIZIASSERO A BLATERARE DI INTEGRAZIONE, MENTRE HAI VISTO BENE COME LA MAGGIORANZA, PER QUANTO PLAGIATI DAL TUO CARSIMA, SI SONO SCHIERATI CON IL CARABINIERE.

C'E' POCO DA FARE, GLI ITALIANI DEGLI IMMIGRATI

*** SI SONO ROTTI I COGLIONI UNA VOLTA E PER TUTTE ***

NON CI IMPORRETE NESSUNA INVASIONE !!!


SUL POST DI OGGI: PERCHE' CHIUDONO GLI ZUCCHERIFICI? CHIEDETELO A PRODI CHE DA PRESIDENTE DELL' UNIONE EUROPA HA APPROVATO QUELLE SOVVENZIONI, BRANCO DI PIRLA!

ED E' SOLO L'INIZIO, PENSATE QUANDO AVRA' MESSO LE MANI SULL'ITALIA E SOPRATTUTTO DENTRO I VOSTRI PORTAFOGLI

enzo romano 02.03.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Imparate a parlare in italiano!
Io, che sono avvezzo a questo lessico, ho fatto fatica a leggere questo intervento scritto nel piu' oscuro sindacalese.
Siamo d'accordo sul fatto che si tratta di una questione non semplice, ma presentata cosi' puo' solo provocare crisi di rigetto.

Davide Rossi 02.03.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Risposta personale al manifesto della foto: NON CON I NOSTRI SOLDI!

Parliamoci chiaro: se gli zuccherifici in questione possono sopravvivere con le loro gambe, ben venga.

Se questi zuccherifici possono campare solo col sistema delle sovvenzioni, che li chiudano!

Non vedo perchè dobbiamo avere delle finte imprese che in realtà sono una forma surrettizia di imprese di stato a fondo perduto (stile Alitalia), con tutte le inefficienze conseguenti alla mancanza di vera e seria concorrenza. Di imprenditori che distribuiscono le perdite e incassano i guadagni, ne abbiamo già avuti fin troppi in Italia!

Non capisco perchè chi lavora in uno zuccherifico debba vivere con 2/3 (stando ai dati di Grillo sul suo blog in Luglio) dello stipendio finanziato dallo Stato (o Comunità Europea), mentre tutti gli altri lavoratori no!
Quantomeno, giustizia vorrebbe, che 2/3 di stipendio venissero da fondi statali di vario genere per tutti i lavoratori!

La verità è che da decenni il settore agricolo è un settore privilegiato e non credo che la perdita dei privilegi sia un'ingiustizia! Tutt'altro!

Poi se c'è da tutelare specificità e varietà in via di estinzione, tipo Presidii Slow-Food, questo può anche correttamente essere fatto con partecipazione dello Stato.

Ma non credo che la barbabietola rientri in questo caso.

Mauro Longone 02.03.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel dibattito politico si parla tanto di tracciabilità, di marchi di qualità per i prodotti agricoli, di agricoltura multifunzionale, biologica e biodinamica senza pensare che stiamo parlando di settori strategici per la PRODUZIONE DI ALIMENTI. Come nel caso dello zuccherificio manca una strategia politica per la PRODUZIONE e la DISTRIBUZIONE dei NOSTRI prodotti. Anche in questa campagna elettorale non si parla di agricoltura e competitività in un settore strategico che sembra destinato all’abbandonando. Mi sembra che le attuali strategie politiche per i settori agricolo e zootecnico siano rivolte alla tutela dei prodotti di nicchia e non alla salvaguardia di un settore che ha bisogno di infrastrutture per aumentare l’EFFICIENZA della distribuzione dei prodotti (deperibili), di abbattere i costi di una filiera che strozza i produttori e spenna i consumatori.
Forse servirebbe qualche dipendente-contadino nel nostro parlamento ma mi sembra che non ce ne siano molti in lista.

Francesco Gatto 02.03.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe il tuo interesse al caso delle chiusure degli zuccherifici mi ha portato a portare all'attenzione l'ennesimo segno di disinteresse e di abbandono di una realtà quella della SADAM di Villasor unica realtà produttiva nel settore saccarifero in Sardegna.L'immobilismo del Governo nazionale, incapace di attuare la benché minima riforma nel settore bieticolo-saccarifero, sta consentendo che in Italia sia smantellata completamente una delle più importanti filiere agro-industriali;

- in Sardegna ha cessato la sua attività lo zuccherificio di Villasor determinando danni ingentissimi alle aziende agricole collegate;

- quasi 5000 addetti di 1500 aziende e 2100 contoterzisti (aratori, seminatori, fresatori, estirpatori che hanno investito somme importanti in macchinari agricoli) sono privi di ammortizzatori sociali e si trovano nell'impossibilità immediata di convertire le proprie produzioni agricole;

- le coltivazioni della bietola interessavano 85 comuni nelle diverse province della Sardegna con 31.000 ettari di terreno disponibile che, con rotazione quadriennale, consentiva una potenzialità di circa 8.000 ettari di terreno a disposizione annuale.La chiusura di quest'azienda è stata una lenta agonia dovuto ai periodi siccitosi...giustificazione apparente.La Sardegna ha già pagato lo sconto di politiche europee riguardanti le quote di produzione vinicola con la chiusura con la chiusura di cantine sociali a suon di milioni ad ettaro riconvertito.Si sta verificando la stessa cosa strumentalizzata solo dalla richiesta di palliativi regionali e non di una politica nazionale forte.

Fabio Matta 02.03.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

CI RISIAMO
.... e inevitabilmente partiranno in giro per il mondo navi, aerei, astronavi cariche di merci prodotte quà e là e perchè non si sà (.... o no ?).
E inevitabilmente :
- prima lo buttano in culo ai loro stessi clienti (i lavoratori)
- poi piangeranno miseria perchè non riescono a piazzare la loro mercanzia ('nciavemo 'na lira dottò!)
- poi lo ri-buttano in culo ai loro stessi clienti (lo Stato siamo noi) chiedendo sovvenzioni e $oldoni.

CHE BEL MESTIERE, LO ZUCCHERIEREEEE...EEE,
DI QUALITA', DI QUALITA' (con musica dal barbiere di Siviglia)

Un saluto amaro.

Marco Gioanola Commentatore in marcia al V2day 02.03.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

"La Val di Susa ha insegnato a tutti che non si possono prendere decisioni senza coinvolgere le persone, senza ascoltarle."

GRAZIE BEPPE PER QUESTA BELLISSIMA CITAZIONE!!!

Francesca Marzo 02.03.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

confesso la mia ignoranza in materia di politiche agricole, per cui prima di esprimere un giudizio o un commntno vorrei capire meglio, sopratutto capire se, come dice la lettera di Nardone, è vero che la chiusura degli zuccherifici non aiuta i paesi del terzo mondo che vivono sulla coltivazione di canna da zucchero, e se è vero il contrario.
Non ho elementi personali per poter trarre conclusioni, qualcuno di voi ne sa di più?


A proposito di zucchero, posso far un piccolissimo commento alla disposizione di legge che obbliga i bar e ristoranti ad utilizzare le bustine di zucchero? Io ogni volta che bevo un caffè ne utilizzo la metà.Il resto viene buttato via.Quanti caffè sono consumeti ogni giorno?Pensate quanti come me fanno la stessa cosa e che spreco è buttare nella spazzatura kg o tonnellate di zucchero,un alimento, quando milioni di persone rischiano di morire o muoiono di fame! Che assurdità. Una delle tante della nostra "civiltà" moderna. Beppe, la lotta agli sprechi dovrebbe essere uno dei dieci punti principali del programma di uno schieramento serio. (questo è un piccolo esempio, ma volendo si potrebbe parlare degli sprechi quotidiani nell'uso dell'energia, dell'acqua,ecc....

alessandro lunetta 02.03.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Se si continua con questa politica europea cieca,e che realmente bada agli interessi nazionali,quest' Europa è destinata a saltare.
Noi tutti ci preoccupiamo che in Italia le cose cambino,ma come si fa a cambiare l'Europa ancora legata a mentalita' provinciali e ancor piu' legata a interessi di lobby e multinazionali ? Se questa è la globalizzazione io la rifiuto,questo mi sembra di piu' una cosa vicina alla "impoverarizzazione".

Antonio Cataldi 02.03.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Anche il "caso" dello zucchero è una delle tante prove SCHIACCIANTI per dire che il CAPITALISMO è la PEGGIORE società che l'essere UMANO abbia realizzato!

Mascetti Lello 02.03.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IMPORTANTE: C'è UN BLOGGER DI TISCALI CHE TRUFFA LA GENTE, IL SUO BLOG è: http://chiarafuori.blog.tiscali.it/

CHIUNQUE AVESSE SEGNALAZIONI A RIGUARDO LE POSTI AL SITO:

http://chiaraseifuori.blog.tiscali.it

Giovanni Bivona 02.03.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

parli di barbabietole ma non di signoraggio, eh?

sei ridotto proprio male grill0!

che ti tocca fare per guadagnarti il credito bancario, eh?

fai pena.

Octavio Vladimir 02.03.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

**********************************************************************************************************************************************************************************************

BUSINESS ELETTORALE, IVA SULLE CAMPAGNE ELETTORALI SCENDE AL 4% (DAL 20%), LEGGE VOTATA DA AMBEDUE GLI SCHIERAMENTI

***********************************************************************************************

In vista della campagna elettorale, i partiti hanno messo da parte per un attimo dissapori e divergenze e, insieme e velocemente, hanno approvato, nel mese di aprile, una norma ad hoc che ha ridotto al 4% l'Iva sulle spese sostenute nel periodo pre-elezioni: un bello sconto rispetto al canonico 20%. L'agevolazione è passata quasi inosservata, trattandosi di un breve comma all'art. 7 nella Legge 80 dell'8/04/2004. Comma che modifica una legge di 11 anni fa e ne allarga la portata: se allora lo sconto sull'Imposta sul valore aggiunto valeva soltanto per il materiale tipografico attinente le campagne elettorali, ora l'Iva al 4% si estende a carta, inchiostro, acquisto di spazi di affissione, di comunicazione politica radio-tv, di messaggi elettorali su quotidiani e periodici, all'affitto di locali e agli allestimenti e i servizi connessi alle manifestazioni. Si è valutato che l'onere derivante da questa piccola modifica normativa, corrisponde a circa 14 milioni di euro.

PER INFORMAZIONI AGGIUNTIVE SUI GUADAGNI DEI PARTITI:

http://svolte-epocali.blogspot.com/


********************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************

Nicolò Signorini 02.03.06 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho dovuto chiudere con molta tristezza il mio blog.
Dispiace parecchio per i 135 mila che mi leggevano tutti i giorni.
ritornerò presto online.

baciuz
xxx
chiara fuori


qualcuno ha visto la puntata di Report in cui, in pratica, si diceva che stiamo tornando al fuedalesimo? per via di una riforma del sistema europeo delle sovvenzioni che darà un sacco di soldi a chi possiede grandi appezzamenti e nulla ai piccoli produttori (che quindi finiranno per sparire), il tutto indipendentemente dal fatto che la terra venga coltivata o meno (mentre fino ad oggi per avere una sovvenzione dovevi dimostrare di aver coltivato il tuo compicello)

il mondo stà andando a rotoliiiii

Roby Dorligh 02.03.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento

@ Matteo Conti.
Mi unisco a Manuela, nel tentativo di capire cosa sia questo furore che ti spinge a sproloquiare e urlare tutto il tempo, alzando il livello dello scontro e tentando di farlo sfociare in r