Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quannu tira u ventu fatti canna!


arresto provenzano RID3.jpg
Vignetta di: Vilfred Moneta

L’arresto di Bernardo Provenzano (detto “U tratturi” per la spietata ferocia con cui massacrava tutti suoi avversari) è un fatto di straordinaria importanza. Un successo per la Polizia di Stato e per i magistrati della Procura di Palermo. Quarantadue anni di latitanza sono comunque tanti. Troppi. E toni più misurati nel celebrare l’evento a volte non guasterebbero. Ma il fatto resta memorabile. Anche se qualcuno insinua che Provenzano si sia lasciato arrestare, la realtà è che “U tratturi” sta ora in carcere.

Piuttosto c’è da riflettere sull’immagine che forse lo stesso Provenzano, col suo arresto, vuole offrire di sé. E sugli scopi che vuol raggiungere. E sul momento in cui è avvenuto l'arresto, il giorno dopo le elezioni vinte dal centro sinistra. Coincidenza insondabile...

Campagna desolata. Pastorizia. Una costruzione mezzo diroccata. Una mano che spunta e afferra una bottiglia di latte, come neanche i più incalliti misantropi. Un rifugio che schiferebbero gli extracomunitari più sfigati. Ambiente squallido. Puzza di rancido e di formaggio andato a male. Pagliericci. Sacchi a pelo unti e bisunti. Pizzini. Pitali. Macchine per scrivere antidiluviane. Carta carbone nell’era dei computer. Prostata. Pannoloni contro l’incontinenza. Banconote nascoste nel pannolone. Cicoria. Vangeli annotati, che per un assassino non sono niente male.

Uno scenario di assoluto squallore, tutto meschinità e sciatteria. Quale “galantuomo” (quale politico, quale amministratore pubblico, quale imprenditore, quale commercialista, quale medico, quale funzionario pubblico……), chi mai potrebbe avere rapporti d’interesse o di scambio, chi mai potrebbe stipulare un qualche patto, stringere un accordo, fare affari con “U tratturi”?
Nessuno!

Dunque, chi blatera di “relazioni esterne”, chi sostiene che il punto di forza della mafia sono le complicità e le coperture di cui essa gode ad opera di personaggi insospettabili, ma autorevoli, dislocati un po’ dovunque, si rassegni: tutte balle. Assolutamente improponibili. Basta vedere com’era ridotto Provenzano per convincersi. E chi non si convince è pazzo. Oppure il solito irriducibile comunista.

“U tratturi” potrebbe aver reso, con un’abile sceneggiata, un ulteriore servizio a chi di servizi – in questi anni – è assai probabile che gliene abbia fatti non pochi. E il cerchio si chiude: se il boss dei boss si rende impresentabile in società, ostinarsi a considerare una grave, imperdonabile colpa frequentare mafiosi, chiedere e offrire loro favori, discutere con loro di soldi, voti e delitti, equivale a prendersela con dei fantasmi, prodotti da una fantasia malata. Ma quel che è frutto di fantasia malata non può essere considerato illecito, né sotto il profilo giudiziario, né sul piano politico. Allora, le “relazioni esterne” con la mafia possono tranquillamente continuare, come metodo di azione politica. Senza scandalo. Per il passato, il presente ed il futuro. Anche quando si tratti di politici di primo piano. Siciliani o nazionali.

Senza un buon marketing ormai non si può più prendere sul serio nessuno: neppure la mafia.

15 Apr 2006, 14:40 | Scrivi | Commenti (1367) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro beppe... noto con preoccupazione che a qualche mese dall'arresto dell'ormai mitico provenzano, nessuno dedichi servizi approfonditi a chiarire i dettagli della sua quantomeno strana latitanza. seguire la biancheria lavata e stirata dalla di lui moglie per qualche chilometro e trovare un vecchio con tanto di macchina da scrivere nascosto in una baracca "formato covo" a me non convince.
sono tanti quarantadue anni. sono, politicamente, un'era geologica. non è la scarsa incidenza dell'azione repressiva che mi impensierisce, quanto la disorganizzazione a livello politico e amministrativo. siamo passati dal ministro lunardi che con la mafia, diceva, bisognasse imparare a convivere... a chi? a giuliano amato? quello del prelievo forzoso dai conti correnti di quasi quindici anni fa, se non erro. il mio dubbio non è sulla persona che non conosco direttamente, ma sulla rispondenza della classe politica cui appartiene alle esigenze di oggi, 2006, in italia, appendice sudamericana in europa...
molti impianti accusatori di processi per mafia dimostrano prove alla mano che esiste una contiguità della politica con gli amministratori in contatto con esponenti mafiosi, camorristi e quant'altro... ora: a prescindere dalla posizione processuale di chi è imputato in quei processi, registro che nessun "autorevole commentatore" cerchi spiegazioni per un fenomeno tanto macroscopico, ossia la propensione politica della grande delinquenza organizzata. una tendenza che in italia è di proporzioni colossali. questo è un problema, mi pare. è come se la politica del nostro paese fosse "mafiogena", nel senso che nel sottobosco di leggi, leggine, regolamenti attuativi e sentenze varie si sviluppasse il terreno di coltura più indicato per certa delinquenza.
la legge antidroga varata dal passato governo ne è un esempio lampante: nessuna novità procedurale per rendere più veloci e incisive le indagini... non una parola sui grandi patrimoni costruiti sulla droga...

alberto torboli 08.06.06 09:32| 
 |
Rispondi al commento

w o tratturi sempre

sadro adney 02.06.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Comunque secondo me...............................
ERA MEGLIO QUANDO C'ERANO GLI SQUALLOR!!!

Giacomo Sannino 29.05.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo perchè mai nessuno parli della Croce Rossa Italiana, di ciò che di buono sta facendo in Iraq, Bosnia, ed altri posti fuori dal territorio, e soprattutto della pessima situazione dei dipendenti, dei militari che sono in Italia, diritti negati stipedndi a rischio per i civili mancata applicazione della legge 196 e successive modificazioni e leggi successive valide per il Ministero della Difesa e quindi per le Forze Armate ma per i militari della C.R.I. no!
si dice che le stellette sul bavero sono indicazione di appartenenza allo Stato ciò non è valido per i militari C.R.I., non tutti sanno che quest'ultimi NON sono statali ma appartenenti all'Ente C.R.I. ovvero militari di un Ente non dello Stato, e le stellette? beh le stellette stanno a guardare!?!
per i dipendenti tutta un'altra storia, mancanza di fondi o forse dirigenti che nonostante il peso delle loro buste paga non hanno la forza di alzare una penna per firmare ciò che ai dipendenti spetta, siano essi civili o militari.
dirigenti che vengono pagati per le respnsabilità che dovrebbero assumersi ma che di fatto non neanche ci pensano, allora? meglio non firmare nulla, bloccando così ogni attività dell'Ente stipendi, pagamenti a fornitori, affossando le attività di soccorso delle ambulanze da nord a sud e non divulgando le attività dei militari C.R.I. impegnati all'estero.
quando si pensa alla croce rossa italiana la memoria va alle crocerossine ed alle componenti volontaristiche ma non esistono solo loro in minima parte forse ci sono i dipendenti ed i militari, però agli occhi dell'opinione pubblica i militari sono dell'Esercito ed i civili non esistono neanche.
cosa bisogna fare per far sì che la gente sappia che esistiamo anche noi e che abbiamo dei diritti e non soltanto doveri?

Riccardo Red 09.05.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

E mantre si parla di patrie galere...
Lo dico con estrema franchezza: il Comune si Genova mi ha inviato 5700, avete letto bene, 5700 di multe arretrate. Sulle cartelle leggo cifre del tipo 430 euro + more, 396 euro + more.
Qualche divieto di sosta in passato l'ho anche preso e non l'ho pagato, ma non mi sembra che le cifre siano ricunducibili a questo ordine di grandezza.
Le spiegazioni fornite dalla societa Gestline (San Paolo) sono state inesistenti. Sono ricorso al giudice di pace, mi ha fatto un bel regalo (ANTONIO FALLACI di GENOVA) non ha accolto la richiesta di sospensione del provvedimento e mi ha fatto scattare un'ipoteca sulla casa. Altri 700 euro per cancellarla. Mi ha dato torto e questo va bene, anche se 1700+630 euro non sono dovuti, ma il vigile urbano che fa consulenza al Palazzo di Giustizia di Genova mi ha rimbalzato, di concerto con Fallaci al matitone dove mi hanno letteralmente detto che doveva stornare l'importo il giudice.
Una massa di veri pigliaperil...o. Morale occhio ai comuni senza + soldi ci fanno il dadino nuovo. Occhio ai Velox in appalto ai privati, occhio alle ordinanze emesse dai sindaci: a Reggio E. ho accostato sulla DX pe frugare nel bagagliaio della mia auto: mi sono viste elevare contravvenzione per 154 euro (ordinanza del sindaco). (ALI BABA).
A Genova durante Euroflora sono fioccate centinaia di multe, il comune sta rifacendo la copertura del Bisagno e ringrazia i visitatori per l'apporto benefico. Mi raccomando accorriamo in massa alle fiere a Genova: il comune ha grande bisogno di fare multine rimpinguacasse, i poveri impiegati comunali (vigili urbani) sono ormai a Budget, si pagano lo stipendio a botta di multe. Per la cronaca i miei 5700 euro li ho già pagati, e la casa non me la prende il Comune, come ha già fatto con 8000 alloggi nel 2005, dico 8000 letto sul Secolo XIX. Dico 8000 !!! Grande Comune, Grandi Assessori e Grande Pericu, andate forte !


Nel paese delle contraddizioni, ce ne sono alcune davvero gravi che dovrebbero far riflettere.
Cesare Previti è stato condannato in via definitiva da un tribunale regolare della repubblica Italiana, eppure viene trattato come un martire e osannato da tutti i politici del centro-destra, uomini dello stato che dovrebbero rispettare le istituzioni e dare il buon esempio agli italiani rispettando le sentenze.
In questa vicenda i giudici sono diventati dei carnefici e l'imputato un perseguitato, quale insegnamento può trarre il cittadino da una vessazione così esplicita dei politici verso le istituzioni?
Allora quello che decide un giudice non è più giusto ma facilmente denigrabile da una parte politica e dagli uomini del governo vicino ad essa. E ASSURDO!

antonio gabellone 07.05.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, facci sapere il tuo parere...io spererei di aver capito male, ma ne dubito....
a causa della legge pecorellaberlusconi, alcuni brigatisti rossi
prosciolti in primo grado dall'accusa di concorso nell'omicidio del prof. Biagi
sarebbero in procinto di essere dichiarati non perseguibili per la giustizia.....
Dopo avergli tolto la scorta, dopo avergliela più e più volte ri-negata,
dopo aver usato il suo nome per coprire una legge sul lavoro che lui non
aveva più modo di commentare, adesso si arriva a mandare liberi
i suoi presunti assassini e/o i loro complici dopo il primo processo...;
chissà se questo può essere considerato un semplice effetto secondario di una legge
più che legittima (si sa, nulla è perfetto) o se si farà un intervento speciale
-mostrando così di voler correggere caso per caso e solo là dove risultasse utile
al pazzo di turno- la flessibilità sembra debba estendersi dal
mondo del lavoro anche alla famosa bilancia scolpita nella pietra dei palazzi di
giustizia, chissà se il prof. Biagi sarebbe d'accordo anche su questo.

Antonio Trezzi Commentatore in marcia al V2day 04.05.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uauuu.....
Ma si ci voleva pure la pensione per Provenzano... Notoriamente dopo 40 anni di attività a piede libero era necessario trovargli una sistemazione stabile dove finire i propri giorni... Quanto di meglio potesse egli stesso sperare finalmente viene portato nel suo regno... Un boss mafioso non può essere che accolto come un re in ogni fottuto carcere si possa immaginare...
Uauuuu....

Ventriloco Destro 03.05.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sconvolgente tutto questo ma in gran parte vero...

Prima delle elezioni, durante i famosi dibattiti televisivi, ho sempre notato un fatto importante: al di là della mancanza di contenuti nelle risposte, non si è mai parlato di politica estera o di lotta alla mafia...

Come mai?

Sono sicuro della collaborazione fra mafia e politica e sono abbastanza certo che Provenzano sia stato arrestato solo per spettacolo: secondo me il suo posto era già stato preso da qualcun'altro e quindi quello str**** di Provenzano è stato lasciato solo e arrestabile grazie all'ottimo lavoro delle forze dell'ordine e degli onesti siciliani (sono stato felice di vedere moltissimi giovani insultare Provenzano)...

Sono anche certo che le cose (relazioni fra mafia e politica) non muteranno con questo nuovo governo ma spero riesca a fare qualcosa per l'Italia, se non altro darci la libertà che ora non abbiamo, e così passo al secondo argomento: la politica estera.

TUTTI si sono domenticati della crisi del gas russo!!!! In campagna elettorale nessuno ha parlato di energie pulite, di fonti rinnovabili, di abbandonare il petrolio, questo maledetto petrolio per colpa del quale sono scoppiate, di recente, le guerre in Iraq e in Afganistan, e sono morti bravissimi militari italiani...

Tutta la cumunità internazionale contro l'Iran. Stato che cerca di difendere il suo territorio:
dal 2004 gli Stati Uniti d'America, Israele e Turchia hanno avviato vari esercitazioni militari nel confine iraniano e sono già pronti i piani per un bombardamento sistematico dell'area con uso massicco di AMD (armi di dstruzioni di massa) etichettate come "non dannose per i civili" perchè di soli 5 kilotons (Hiroshima ne aveva 15)...

E gli Stati Uniti, legalmente, ha formito armi nucleari a Israele, Turchia, Italia, Germania, Danimarca (paesi considerati non-nucleari)...

E ci preoccupiamo dell'Iran quando gli USA legalizzano l'uso delle bombe atomiche senza prevederne le conseguenze...

Saluti a tutti

Ivan Anzanello 03.05.06 01:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

volevo segnalare a te e ai lettori del blog un bel film sul Provenzano, che e' uscito pochi mesi prima della cattura. Si chiama Il Fantasma di Corleone, ed e' stato proiettato a Milano al cinema Mexico il giorno dopo la cattura. Pare che sia stato venduto alla RAI, ma visto che era troppo lungo, e' stato tagliato. Guarda caso e' stata eliminata la parte riguardante le commistioni tra mafia e politica ....

Matteo Iannacone 02.05.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo sostenere le associazioni che si oppongono alla mafia in Sicilia ed anche a tutte le forme di malavita che hanno occupato quasi interamente intere regioni; i loro componenti hanno, come unica difesa, il loro corpo. C'è un sito internet: www.addiopizzo.org ; invito tutti i frequentatori a visitarlo ed a lasciare un commento di sostegno. Scaricate col mulo:" La mafia è bianca" di Bianchi-Nerazzini avrete testimonianza della mafia in colletti bianchi

Lionello Gobbo 02.05.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, continua così!

pochi giorni fa su Radio24 hanno parlato molto del blog e di parlamento Pulito, anzi hanno fatto di più: sono andati ad intervistare tutti i politici elencati tra i pregiudicati, le loro risposte erano a dir poco comiche!!!

Per forza...FRIGERIO Gianstefano (deputato FORZA ITALIA)ogni mattina,prima di entrare in Parlamento,passa dai Carabinieri,firma perchè ha una condanna di 3° Grado in Cassazione a 6 anni più 2 con obbligo di FIRMA, il divieto di voto elettorele fino al 2009 e poi dopo aver fatto la sua firmetta da Galeotto,se ne va al Parlamento a VOTARE LA CIRIELLI in mezzo a tanti altri suoi Amici Galeotti!

Che bello...che meraviglia! Nessuno al mondo è come NOI! CHE VANTO!!!!!


SVEGLIATEVI ADDORMENTATIIIIIIIIII!!!!!

Non è da meno UMBERTO BOSSI!!!

..E LA CIRIELLI L'HA VOTATA ANCHE LA LEGA!!! PER FORZA,BOSSI E' UN GALEOTTO,UNO DEI 24 CONDANNATI DI 3° GRADO IN CASSAZIONE CHE SONO IN PARLAMENTO...MA NIENTE PAURA,I GALEOTTI SI SONO FATTI LA LEGGE SU MISURA E OOOOPPP...TUTTO A POSTO!

CHE MERAVIGLIA...CHE VANTO per L'ITALIA!!!!


VERGOGNATEVIIIIIIIIIII...PUNTO!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 30.04.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sindrome della "Pareggite Italica Multiforme"
Why i say you that! (Che tte lo dico a fare!)
Abbiamo votato e svuotato ancora un po' la oramai scarna riserva di civiltà e cultura sociale che il nostro popolo aveva ereditato da migliaia di anni di storia.Abbiamo scelto di non scegliere... come sempre in ogni campo, dal più futile a più serio e decisivo.Noi italiani preferiamo pareggiare e poi perdere ai rigori una partita indecente che sarebbe potuta diventare un'occasione di riscrivere la storia se solo avessimo deciso di giocarcela al cento per cento rischiando di perderla, ma anche di stravincerla!E basta pensare al calcio all'italiana, il turismo dilettantistico e precario dei "professionalissimi faidatè", la politica che cerca soltanto di accontentare ciò che pensa domini l'opinione pubblica... e i loro finanziatori... la televisione, lo spettacolo, la musica che vanno dietro a umori e mode autoprodotte e riciclate pensando di uniformare e quindi facilitare la produzione di eventi e artisti e opere nuove... e quindi di massimizzare la manna che per secoli pioveva sopra un disco di un deficiente qualsiasi... su trasmissioni televisive o allestimenti teatrali incontinenti (cioè che si fanno lo spettacolo addosso!).Potrei continuare all'infinito! Perchè l'opinione pubblica omologata ed uniformata è oramai convinta di alcune valutazioni... di alcune “cose” che non è più figo fare… o che non è conveniente.. che se non portano soldi o ricchezza materiale vuol dire che non funzionano e non sono utili… ecc.Il punto di arrivo della Pareggite Italica è quello paradossale di preferire una semi sconfitta al solo rischio di perdere… senza minimamente tener presente che si può vincere!Si può rischiare ogni tanto una canzone nuova, un programma televisivo rivoluzionario…di distribuire un film indipendente, di giocare con i migliori giocatori del momento e vedere come va, rischiare idee politiche ed economiche che... continua da me: http://nightfreeqnc.ilcannocchiale.it

Claudio Salvini 30.04.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

In questo sito c'è troppa gente che si fa canne dalla mattina alla sera......
Il risultato sono le cavolate scritte nel forum....
Ciao a tutti

calabria lorenzo 28.04.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO

Siamo venuti a sapere di un'azione comune per esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere.
Possiamo far abbassare il prezzo della benzina ai colossi del petrolio,senza dover rinunciare ad acquistare benzina!
Anche se non hai la macchina,per favore fai circolare il messaggio agli amici.
E'un'idea geniale!
Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.40 euro al lt.
Possiamo far abbassare il prezzo solo se ci muoviamo insieme,in modo intelligente e solidale.
Ecco come.
Posto che l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie
sanno benissimo che,per noi,si tratta solo di un pieno differito,perché alla fine ne abbiamo bisogno!
c'è un sistema che invece li farà ridere pochissimo,purché agiamo in tanti.
La parola d'ordine è: colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci da soli.
Ormai i consumatori hanno scoperto che possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende,
e basta decidere di usare il potere che abbiamo.
La proposta è che,da qui alla fine dell'anno,non si compri più benzina delle 2 più grosse compagnie,
SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una compagnia soltanto.
Se non venderanno + benzina,saranno obbligate a calare i prezzi.
Se queste due compagnie calano i prezzi,le altre dovranno per forza adeguarsi.
Per farcela,però dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e Shell,in tutto il mondo.
Questo messaggio,proveniente dalla Francia,è stato inviato a una 30 di persone;
se ciascuna di queste aderisce e lo trasmette a diciamo 10 amici,siamo a 300.
Se questi fanno altrettanto siamo a 3000 e così via.
Di questo passo,quando questo mess.gio sarà arrivato alla 7.ma generazione avremo raggiunto e informato 30 mil. di consumatori!
Inviate questo mess.gio a 10 persone,chiedendo loro di fare altrettanto.
Calcolato che se tutti sono abb.veloci nell'agire potremmo sensibilizzare circa 300mil. in 8gg
Certo agire così non si perde,che ve ne pare??

Franco Piccolo 28.04.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Non so se molti di voi hanno avuto occasione di poter vedere le immagini dell'arresto di provenzano.......

Gli insulti si mischiavano alle urla di invocazione di pena di morte(...), poi, la cosa molto particolare:
UNA VOCE FUORI CAMPO HA DETTO:" BASTA COSI' BASTA COSI'!"
E improvvisamente la folla esplode in un applauso liberatorio.........
Preferisco pensare di avere avuto le allucinazioni e di aver malpensato......mi piacerebbe sapere la vostra opinione.

Mauro Cogoni 28.04.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio pensiero sull'arresto di provenzano :
La mafia sostituisce il vecchio capo malato.
Il vecchio capo malato si farà tranquillamente curare attraverso il
carcere....

Ciao

Domenico Fontana 27.04.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo psico-nano afferma queste cose!

Oramai sappiamo chi è!

Psico-Silvio (almeno è chiaro per tutti) va in TV e dice: l'inflazione 2005 è stata del 2,1% (dato istat),mentre le paghe,i salari sono aumentati del 3,6% vuol dire che il reddito procapite è aumentato del 1,5%...

...nanetto,ma che ci dici! Ma possibile che nessuno te lo dice in faccia? Ci vuoi far credere che Gesù è morto di sonno?
Le percentuali sono giuste,si bravo Psico-Silvio,ma i periodi sono diversi!
Gli stipendi sono aumentati del 3,6% ma dal 2001 al 2005,mentre l'inflazione dal 2001 al 2005 è stata del 9,6% quindi vuol dire che gli STIPENDI SI SONO ABBASSATI DEL 6%.....hai capito TRUFOLO??????

Copiate e Incollate e Diffondete!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 27.04.06 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Lo psico-nano afferma queste cose!

Oramai sappiamo chi è!

Psico-Silvio (almeno è chiaro per tutti) va in TV e dice: l'inflazione 2005 è stata del 2,1% (dato istat),mentre le paghe,i salari sono aumentati del 3,6% vuol dire che il reddito procapite è aumentato del 1,5%...

...nanetto,ma che ci dici! Ma possibile che nessuno te lo dice in faccia? Ci vuoi far credere che Gesù è morto di sonno?
Le percentuali sono giuste,si bravo Psico-Silvio,ma i periodi sono diversi!
Gli stipendi sono aumentati del 3,6% ma dal 2001 al 2005,mentre l'inflazione dal 2001 al 2005 è stata del 9,6 quindi vuol dire che gli STIPENDI SI SONO ABBASSATI DEL 6%.....hai capito TRUFOLO??????

Copiate e Incollate e Diffondete!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 27.04.06 00:32| 
 |
Rispondi al commento

tutte le volte che ci sono le elezioni chesiamo politiche, amministrative, europee o chi sa che cosa succede sempre qualcosa e questa volta provenzano è stato un caso....forse berlusca pensava di catturarlo prima delle votazioni e invece nulla....caro piccolo insignificante uomo la tua epoca è finita ed ora rinascerà la vita..... serena da follonica

serena apollinari 25.04.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA DOMENICA DEL 23 APRILE HO ASSISTITO AL PROGRAMMA REPORT SU RAI TRE, PROGRAMMA CHE VERTEVA SUI FINANZIAMENTI DELLO STATO ALLA COSI'DETTA INFORMAZIONE SU CARTA.SONO RIMASTO ALLIBITO PER COME TUTTO ACCADE ALLA LUCE DEL SOLE E COME NESSUNO SI RIBELLA.E' VERAMENTE DEPRIMENTE CONVINCERSI DI APPARTENERE AD UN PAESE IN CUI LA FURBIZIA E' LA REGINA.

NICOLA LOIACONO 24.04.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto report puntata straordinaria su finanziamento ai giornali notizie interessanti, molto interessanti.Da oggi dovremo sapere di tutto cio' che consumiamo chi lo finanza e perche'.

luca lombezzi 23.04.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

ciao gente, ho sentito di un viaggio di formazione interculturale in Mozambico che stanno proponendo in quel di padova..andate tutti sul sito www.freewebs.com/dumbanengue/ ...dumba nengue significa(in lingua locale mozambicana)..
“Dumba-nengue” nella lingua del sud del Mozambico significa “mercato di strada”. E’ stato scelto questo nome per richiamare l’idea d’intercultura intesa come processo di scambio continuo. A questo scopo il Progetto prevede diverse occasioni di contatto con la realtà locale che privilegeranno i contesti giovanili mozambicani e i contesti informali locali. In quest'ottica l’alloggio sarà presso famiglie e si parteciperà alla vita sociale del contesto e ad attività tradizionali e di vita quotidiana. Il viaggio diventa quindi occasione non di semplice svago, ma di co-costruzione di un’esperienza, che attraverso la gestione dell’interazione con la realtà locale possa creare una spazio culturale “terzo”.

Inoltre, il Progetto è stato costruito sulla base dei criteri del “turismo solidale” (vedi Carta d’Identità per Viaggi Sostenibili, pubblicata dall’Associazione Italiana Turismo Responsabile), utilizzati come espediente formativo nei confronti dei giovani partecipanti. La conoscenza e la sperimentazione di azioni concrete in questo ambito rappresenta un’occasione formativa per collocare i giovani rispetto a questioni “mondiali” critiche, appartenenti alla dimensione più generale dei rapporti tra Paesi del nord e del sud del mondo. Per tanto si utilizzeranno risorse, infrastrutture e mezzi di trasporto dell’imprenditoria mozambicana e si consumeranno cibi locali.
Se siete interessati vi ricordo di andare sul sito www.freewebs.com/dumbanengue/ ..
Ciao a tutti
P.s. Beppe sei un grandissimo..

Paolo Maosn 23.04.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe
ieri sono stato al tuo convegno al mandela forum a firenze e sono rimasto molto colpito dalle tue parole. io credo alle tue parole, ma lo faccio con molto rammarico, in quanto mi rendo conto che sei uno dei pochi che dice e non inventa, mostrando una verità amarissima di un?Italia che, per l'egoismi di pochi, va a rotoli.
ma è proprio vero che il digitale terrestre di cui tanto ci elogiamo con gli amici non è che una falsa immagine di veri passi avanti dell'informazione e della tecnologia? ciao

lorenzo giudici 23.04.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 23.04.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

I Ciakaba sono un gruppo musicale afrobresciano, composto da 10 elementi. La filosofia espressa nei testi è l'integrazione razziale e multietnica. La loro musica è il reggae.
Sostieni la partecipazione dei Ciakaba al Rototom Sunsplash European Reggae Festival.
Vota i Ciakaba sul sito www.rototomsunsplash.com
Sezione Italian Reggae Contest 2006.

Claudio Maffei 23.04.06 06:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,vi chiedo scusa se quasi sicuramente scrivo cose già scritte in post precedenti ma,vi confido che è la prima volta che scrivo in un blog.
Abito in un piccolo paese (3000 anime) della provincia di Crotone precisamente Casabona;a tutt'oggi purtroppo non abbiamo ancora l'ADSL per poterci collegare alla rete come la gran parte degli ialiani,sappiamo di essere esclusi sa master,telefonia tipo voip e quant'altro ed onestamente non ci sta bene,abbiamo raccolte firme,telefonato telecom sia in modo privato sia attraverso il comune ma nessuna risposta.Ci avevano promesso che per fine gennaio 2006 avremmo avuto la tanta agoniata ADSL ma niente.
Volevo chiedervi per cortesia se esiste un modo anche attraverso istituzioni come il comune, per inoltrare domanda ad avere la linea veloce?
Onestamente ci sentiamo TERRONI non "Cavernicoli".
Grazie infinite
Luigi Palmieri

Luigi Palmieri 23.04.06 01:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Presidente,
DOVE HA PRESO I SOLDI? DOVE HA PRESO I SOLDI? DOVE HA PRESO I SOLDI? DOVE HA PRESO I SOLDI?

Francesco Cabiddu 22.04.06 21:18| 
 |
Rispondi al commento

ragà volete che non si pagano + il costo della ricrica per le schede dei cellulari? firmate questa petizione cosa seria

http://www.petitiononline.com/costidir/

passate parola

eduardo trampini 22.04.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Un uccellino vede uno strano cane, diverso dagli altri, e allora scende e gli chiede:
"Ma cosa sei?"
"Un cane lupo"
"...?Cosa?Ma deciditi, o sei un cane, o sei un lupo"
"Mia madre era un cane e mio padre un lupo, io sono un misto tra i due"
"Aaaaah...capito grazie!"
L'uccellino torna a volare...ma vede uno strano pesce in aqua.
Allora scende e gli chiede:
"Ma cosa sei?"
"Una trota salmonata"
"???Cosa?Scusami, ma o sei una trota, o sei un salmone"
"Mia madre era una trota e mio padre un salmone, per questo sono così"
"Aaaaah...ho capito grazie!"
L'uccellino torna di nuovo a volare...e vede una zanzara strana...
Gli va vicino e gli chiede:
"Ma tu cosa sei?"
"Una zanzara-tigre"
"Ma vaffanculo vaaaaaa" (gruppo leggette by fily)

adriano satana 22.04.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Se Spock, il vulcaniano tutta logica di Star Trek, analizzasse le operazioni compiute da Tronchetti Provera e dalla dirigenza Telecom, le sue perplessità sul genere umano, aumenterebbero di Molto. Nonostante il debito di Telecom Italia, derivato dalla finanza creativa di Colaninno prima e di Tronchetti Provera poi, sia arrivato "dove nessun uomo(e società) è mai giunto prima", Telecom Italia ha distribuito utili agli azionisti e Tronchetti Provera ha ricevuto un bel aumento di stipendio, arrivato a 8 milioni di euro nel 2005

Telecom logica è uno di quegli ossimori che contraddistinguono l'incumbent del bel paese, insieme a Telecom Trasparenza, Telecom correttezza, Telecom etica ecc.
..segue...


Gli aumenti certo non riguardano solo Tronchetti Provera ma anche molti altri manager italiani, e mentre i consumatori sono costretti a stringere la cinghia e pagare le tariffe più alte d'Europa per telefonia, elettricità, gas, autostrade, ecc a questi signori viene aumentato lo stipendio per meriti non molto chiari, inoltre nel caso di Telecom gli utenti sono anche costretti a subirsi dichiarazioni del tipo, le tariffe di Telecom sono tra le più convenienti d'Europa, il mercato della telefonia in Italia è pienamente liberalizzato ed è un esempio per l'Europa, Telecom è una società sana ed etica.
Ma chi decide gli aumenti degli stipendi?
Se non loro, comunque persone dello stesso jetset.

massimo vasile 22.04.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedo come sia possibile... 40 anni al sicuro dalle forze dell'ordine.
Vabbè, poteva avere tutti gli attacchi con politici e persone importanti che voleva...
Ma resta il fatto che non stava nascosto in una casetta tra le Alpi, stava a 2-3 KM da casa sua!
Vicino a Corleone, una zona che dovrebbe ben essere sorvegliata per i pericoli che provengono da lì.
Mi chiedo per quanto ancora si vedranno cose di questo genere.

Renato Leoni 22.04.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INTERVISTA DI PAOLO BORSELLINO RILASCIATA IL 19 MAGGIO 1992 AI 2 GIORNALISTI FRANCESI EAN PIERRE MOSCARDO E FABRIZIO CALVI

Leggere gli ultimi 11 post dal basso verso l'alto, leggendo anche le discussioni (in rosso)

alcune parti sono ripetute me ne scuso

Enzo Damilano 22.04.06 02:02| 
 |
Rispondi al commento

E uno come Mangano può essere l'elemento di connessione tra questi mondi?

Versione L’Espresso:
«Ma, guardi, Mangano era una persona che già in epoca ormai diciamo databile abbondantemente da due decadi, era una persona che già operava a Milano, era inserita in qualche modo in un’attività commerciale. E' chiaro che era una delle persone, vorrei dire anche una delle poche persone di Cosa Nostra, in grado di gestire questi rapporti».

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Però lui si occupava anche di traffico tre droga, l'abbiamo visto anche in sequestri di
persona...

Versione L’Espresso:
«Ma tutti questi mafiosi che in quegli anni - siamo probabilmente alla fine degli anni ‘60 e agli inizi degli anni ‘70 - appaiono a Milano, e fra questi non dimentichiamo c'è pure Luciano Liggio, cercarono di procurarsi quei capitali, che poi investirono negli stupefacenti, anche con il sequestro di persona».

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

E questa inchiesta quando finirà?

Versione L’Espresso:
«Entro ottobre di quest'anno ... ». Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Quando è chiusa, questi atti diventano pubblici? Versione L’Espresso:
«Certamente…». Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Perché ci servono per un'inchiesta che stiamo cominciando sui rapporti tra la grossa
industria...

Versione L’Espresso:
«Passerà del tempo prima che ... ». Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.
-------------------------------------------
Fine dell’intervista

Enzo Damilano 22.04.06 01:57| 
 |
Rispondi al commento

addirittura monopolistico, nel traffico di sostanze stupefacenti, Cosa Nostra cominciò a gestire una massa enorme di capitali. Una massa enorme di capitali dei quali, naturalmente, cercò lo sbocco. Cercò lo sbocco perché questi capitali in parte venivano esportati o depositati all'estero e allora così si spiega la vicinanza fra elementi di Cosa Nostra e certi finanzieri che si occupavano di questi movimenti di capitali, contestualmente Cosa Nostra cominciò a porsi il problema e ad effettuare investimenti. Naturalmente, per questa ragione, cominciò a seguire una via parallela e talvolta tangenziale all’industria operante anche nel Nord o a inserirsi in modo di poter utilizzare le capacità, quelle capacità imprenditoriali, al fine di far fruttificare questi capitali dei quali si erano trovati in possesso».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Dunque lei dice che è normale che Cosa Nostra s'interessi a Berlusconi?
Versione L’Espresso:
«E' normale il fatto che chi è titolare di grosse quantità di denaro cerca gli strumenti per potere questo denaro impiegare. Sia dal punto di vista del riciclaggio, sia dal punto di vista di far fruttare questo denaro. Naturalmente questa esigenza, questa necessità per la quale l'organizzazione criminale a un certo punto della sua storia si è trovata di fronte, è stata portata a una naturale ricerca degli strumenti industriali e degli strumenti commerciali per trovare uno sbocco a questi capitali e quindi non meraviglia affatto che, a un certo punto della sua storia, Cosa Nostra si è trovata in contatto con questi ambienti industriali».

Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

E uno come Mangano può essere l'elemento di connessione tra questi mondi?

V

Enzo Damilano 22.04.06 01:56| 
 |
Rispondi al commento

quale atti sono ormai conosciuti, ostensibili e quali debbono rimanere segreti, questa vicenda che riguarderebbe i suoi rapporti con Berlusconi, è una vicenda che la ricordi o non la ricordi, comunque è una vicenda che non mi appartiene, non sono io il Magistrato che se ne occupa quindi non mi sento autorizzato a dirle nulla>>.
____________________________________________________________

Ma c'è un'inchiesta ancora aperta?

Versione L’Espresso:
«So che c'è un'inchiesta ancora aperta».
Versione RadioNews24:
>.
_____________________________________________________________

Su Mangano e Berlusconi? A Palermo?
Versione L’Espresso:
«Su Mangano credo proprio di si, o comunque ci sono delle indagini istruttorie che riguardano rapporti di polizia concernenti anche Mangano».

Versione RadioNew24:
>.

Concernenti cosa?
Versione L’Espresso: «Questa parte dovrebbe essere richiesta... quindi non so se sono cose che si possono dire in questo momento».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Come uomo, non più come giudice, come giudica la fusione che abbiamo visto operarsi tra industriali al di sopra di ogni sospetto come Berlusconì e Dell'Utri e uomini d'onore di Cosa Nostra? Cioè Cosa Nostra s'interessa all'industria, o com'è?

Versione L’Espresso:
«A prescindere da ogni riferimento personale, perché ripeto dei riferimenti a questi nominativi che lei fa io non ho personalmente elementi da poter esprimere, ma considerando la faccenda nelle sue posizioni generali: allorché l'organizzazione mafiosa, la quale sino agli inizi degli anni Settanta aveva avuto una caratterizzazione di interessi prevalentemente agricoli o al più di sfruttamento di aree edificabili. All’inizio degli anni Settanta Cosa Nostra cominciò a diventare un'impresa anch'essa. Un’impresa nel senso che attraverso l'inserimento sempre più notevole, che a un certo punto diventò addirittura monopolistico, nel traffico di sostanze

Enzo Damilano 22.04.06 01:54| 
 |
Rispondi al commento

indagini di cui non mi sono occupato personalmente>>.
_____________________________________________________________


Domanda che non compare sull’Espresso:
Non le sembra strano che certi personaggi, grossi industriali come Berlusconi, Dell'Utri, siano collegati a uomini d'onore tipo Vittorio Mangano?

Versione RaiNews24:
>.
____________________________________________________________

Si è detto che Mangano ha lavorato per Berlusconi

Versione L’Espresso:
«Non le saprei dire in proposito.. Anche se, dico, debbo far presente che come magistrato ho una certa ritrosia a dire le cose di cui non sono certo poiché ci sono addirittura... so che ci sono addirittura ancora delle indagini in corso in proposito, per le quali non conosco addirittura quali degli atti siano ormai conosciuti e ostensibili e quali debbano rimanere segreti. Questa vicenda che riguarderebbe i suoi rapporti con Berlusconi è una vicenda - che la ricordi o non la ricordi - comunque è una vicenda che non mi appartiene. Non sono io il magistrato che se ne occupa, quindi non mi sento autorizzato a dirle nulla».

Versione RaiNews24:
<<Non le saprei dire in proposito o anche se le debbo far presente che come magistrato ho una certa ritrosia a dire le cose di cui non sono certo, so che ci sono addirittura ancora delle indagini in corso in proposito, per le quali non conosco quale atti sono o

Enzo Damilano 22.04.06 01:51| 
 |
Rispondi al commento

riferisca una circostanza vera... So dell'esistenza di Rapisarda ma non me ne sono mai occupato personalmente».

Versione RaiNews24:
>.
__________________________

Domanda che non compare sull’Espresso:
Lei di Rapisarda ne ha sentito parlare?

Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

A Palermo c'è un giudice che se n'è occupato?
Versione L’Espresso:
«Credo che attualmente se ne occupi .... ci sarebbe un'inchiesta aperta anche nei suoi confronti ... ».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

A quanto pare Rapisarda e Dell'Utri erano in affari con Ciancimino, tramite un tale Alamia [Francesco Paolo Alamia, presidente dell'immobiliare Inirri e della Sofim, sede di Milano, ancora in via Chiaravalle 7. NDR]

Versione L’Espresso:
«Che Alamia fosse in affari con Ciancimino è una circostanza da me conosciuta e che credo risulti anche da qualche processo che si è già celebrato. Per quanto riguarda DellUtri e Rapisarda non so fornirle particolari indicazioni trattandosi, ripeto sempre, di indagini di cui non mi sono occupato personalmente».

Versione RaiNews24:
<<Che Alamia fosse in affari con Ciancimino è una circostanza da me conosciuta e che credo risulti anche da qualche processo che si è già celebrato. Per quanto riguarda Rapisarda e Dell'Utri, non so fornirle particolari indicazioni, trattandosi ripeto sempre di indagini di c

Enzo Damilano 22.04.06 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Ah, oltretutto
Versione L’Espresso:
«Sì».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

C'è una cosa che vorrei sapere. Secondo lei come si sono conosciuti Mangano e Dell'Utri?

Versione L’Espresso:
«Non mi dovete fare queste domande su Dell'Utri perché siccome non mi sono interessato io personalmente, so appena… dal punto di vista, diciamo, della mia professione, ne so pochissimo, conseguentemente quello che so io è quello che può risultare dai giornali, non è comunque una conoscenza professionale e sul punto non ho altri ricordi».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Sono di Palermo tutti e due...

Versione L’Espresso:
«Non è una considerazione che induce alcuna conclusione... a Palermo gli uomini d’onore sfioravano le 2000 persone, secondo quanto ci racconta Calderone, quindi il fatto che fossero di Palermo tutti e due, non è detto che si conoscessero».

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

C'è un socio di Dell'Utri tale Filippo Rapisarda (i due hanno lavorato insieme; la telefonata intercettata di Dell'Utri e Mangano partiva da un'utenza di via Chiaravalle 7, a Milano, palazzo di Rapisarda. NDR) che dice che questo Dell'Utri gli è stato presentato da uno della famiglia di Stefano Bontade [i giornalisti si riferiscono a Gaetano Cinà che lo stesso Rapisarda ha ammesso di aver conosciuto con il boss dei corleonesi, Bontade. NDR]
Versione L’Espresso:
«Beh, considerando che Mangano apparteneva alla famiglia dì Pippo Calò... Palermo è la città della Sicilia dove le famiglie mafiose erano le più numerose – almeno 2000 uomini d'onore con famiglie numerosissime - la famiglia di Stefano Bontade sembra che in certi periodi ne contasse almeno 200. E si trattava comunque di famiglie appartenenti a un'unica organizzazione, cioè Cosa Nostra, i cui membri in gran parte si conoscevano tutti e quindi è presumibile che questo Rapisarda riferisca una c

Enzo Damilano 22.04.06 01:43| 
 |
Rispondi al commento

ma non ne conosco i particolari>>.
_____________________________________________________________

Dell’Utri. Marcello Dell’Utri o Alberto Dell’Utri (Marcello e Alberto sono fratelli gemelli, Alberto è stato in carcere per il fallimento della Venchi Unica, oggi tutti e due sono dirigenti Fininvest. NDR)

Versione L’Espresso:
«Non ne conosco i particolari. Potrei consultare avendo preso qualche appunto (Borsellino guarda le carte. NDR), cioè si parla di Dell’Utri Marcello e Alberto, entrambi».

Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

I fratelli?

Versione L’Espresso:
«Sì».

Versione RaiNews24:
>.

Quelli della Pubblitalia, insomma?

Versione L’Espresso:
«Sì».

Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

E tornando a Mangano, le connessioni tra Mangano e Dell’Utri?

Versione L’Espresso:
«Si tratta di atti processuali dei quali non mi sono personalmente occupato, quindi sui quali non potrei rivelare nulla».

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.
____________________________________________________________________

Sì, ma quella conversazioni con Dell’Utri poteva trattarsi di cavalli?

Versione L’Espresso:
«La conversazione inserita nel maxiprocesso, se non piglio errori si parla di cavalli che dovevano essere mandati in un albergo (Borsellino sorride. NDR). Quindi non credo che potesse trattarsi effettivamente di cavalli. Se qualcuno mi deve recapitare due cavalli, me li recapita all’ippodromo, o comunque al maneggio. Non certamente dentro l’albergo».

Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

In un albergo. Dove?
Versione L’Espresso:
«Oddio, i ricordi! Probabilmente si tratta del Plaza (l’albergo di Antonio Virgilio. NDR) di Milano».

Versione Rai News24:
N

Enzo Damilano 22.04.06 01:39| 
 |
Rispondi al commento

riferisce allora a Dell'Utri che ha un affare da proporgli e che ha anche il cavallo" che fa per lui. Dell'Utri risponde che per il cavallo occorrono "piccioli' e lui non ne ha. Mangano gli dice di farseli dare dal suo amico "Silvio". Dell'Utri risponde che quello lì non "surra", [non c'entra, NDR]) ».

Versione L’Espresso:
«Si, comunque non è la prima volta che viene utilizzata, probabilmente non si tratta della stessa intercettazione. Se mi consente di consultare [Borsellino guarda le sue carte, NDR). No, questa intercettazione è tra Mangano e uno della famiglia degli Inzerillo... Tra l'altro questa tesi dei cavalli che vogliono dire droga è una tesi che fu asseverata nella nostra ordinanza istruttoria e che poi fu accolta in dibattimento, tant'è che Mangano fu condannato».
Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

E Dell'Utri non c'entra in questa storia?
Versione L’Espresso:
«Dell’Utri non è stato imputato nel maxiprocesso, per quanto io ricordi. So che esistono indagini che lo riguardano e che riguardano insieme Mangano».
Versione RaiNews24:
>.
_____________________________________________________________

A Palermo?
Versione L’Espresso:
«Si. Credo che ci sia un’indagine che attualmente è a Palermo con il vecchio rito
processuale nelle mani del giudice istruttore, ma non ne conosco i particolari».

Versione RaiNews24:
<<Si, credo che ci sia un'indagine che attualmente è a Palermo con il vecchio rito processuale nelle mani del giudice istruttore, ma non ne c

Enzo Damilano 22.04.06 01:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[di quell’estorsione nel processo dei cani con la testa mozzata... Mangano negò in un primo momento che ci fosse stata questa possibilità d’incontro... ma tutti e due erano detenuti allUcciardone qualche anno prima o dopo il 77».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Volete dire che era prima o dopo che Mangano aveva cominciato a lavorare da Berlusconi? Non abbiamo la prova...
Versione L’Espresso:
«Posso dire che sia Buscetta che Contorno non forniscono altri particolari circa il momento in cui Mangano sarebbe stato fatto uomo d’onore. Contorno, tuttavia – dopo aver affermato, in un primo tempo, di non conoscerlo – precisò successivamente di essersi ricordato, avendo visto una fotografia di questa persona, un presentazione avvenuta in un fondo di proprietà di Stefano Bontade (uno dei capi dei corleonesi. NDR)».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Mangano conosceva Bontade?
Versione L’Espresso:
«Questo ritengo che risulti anche nella dichiarazione di Antonino Calderone [Borsellino poi indica un altro pentito ora morto, Stefano Calzetta, che avrebbe parlato a lungo dei rapporti tra Mangano e una delle famiglie di corso dei Mille, gli Zanca, NDR]...».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Un inquirente ci ha detto che al momento in cui Mangano lavorava a casa di Berlusconi c'è stato un sequestro, non a casa di Berlusconi però dì un invitato [Luigi D'Angerio, NDR] che usciva dalla casa di Berlusconi.

Versione L’Espresso:
«Non sono a conoscenza di questo episodio».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.

Mangano è più o meno un pesce pilota, non so come si dice, un'avanguardia?
Versione L’Espresso:
«Sì, le posso dire che era uno di quei personaggi che, ecco, erano i ponti, le “teste di ponte” dell'organizzazione mafiosa nel Nord Italia. Ce n’erano parecchi ma non moltissimi, almeno tra quelli individuati. Un altro personaggio che risiedeva a Milano, era uno dei Bono,

Enzo Damilano 22.04.06 01:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[...]«Il Mangano, di droga (Borsellino comincia a parlare, poi si corregge. NDR), Vittorio Mangano, se ci vogliamo limitare a quelle che furono le emergenze probatorie più importanti, risulta l’interlocutore di una telefonata intercorsa tra Milano e Palermo nel corso della quale lui, conversando con un altro personaggio delle famiglie mafiose palermitane, preannuncia o tratta l’arrivo di una partita di eroina chiamata alternativamente, seco do il linguaggio che si usa nelle intercettazioni telefoniche, “magliette” o “cavalli”. Il mangano è stato poi sottomesso a processo dibattimentale ed è stato poi condannato per questo traffico di droga. Credo che non venne condannato per associazione mafiosa – beh, sì per associazione semplice – riporta in primo grado una pena di 13 anni e 4 mesi di reclusione più 700 milioni di multa…La sentenza di Corte d’Appello confermò questa decisione di primo grado».

Versione RadioNews24:
>.

Quando ha visto per la prima volta Mangano?

Versione L’Espresso:
«La prima volta che l’ho visto anche fisicamente? Fra il ’70 e il ‘75».

Versione RaiNews24:
Non c’è né la domanda, né la risposta.

Per interrogarlo?

Versione L’Espresso:
«Si, per interrogarlo».
Versione Rai News24:
Non c’è né domanda, né risposta.
___________________________________________________________________-

E dopo è stato arrestato?
Versione L’Espresso:
«Fu arrestato fra i1 ‘70 e il '75. Fisicamente non ricordo il momento in cui l'ho visto nel corso del maxiprocesso, non ricordo neanche di av

Enzo Damilano 22.04.06 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INTERVISTA RILASCIATA DAL MAGISTRATO PAOLO BORSELLINO IL 19 MAGGIO 1992 AI GIORNALISTI JEAN PIERRE MOSCARDO E FABRIZIO CALVI

ECCO IL TESTO DELL’INTERVISTA NELLE SUE DUE VERSIONI:


Tra queste centinaia di imputati ce n'è uno che ci interessa: tale Vittorio Mangano, lei l'ha conosciuto?

Versione L’Espresso
«Si, Vittorio Mangano l’ho conosciuto anche in periodo antecedente al maxiprocesso, e precisamente negli anni fra il'75 e l’80. Ricordo di avere istruito un procedimento che riguardava delle estorsioni fatte a carico di talune cliniche private palermitane e che presentavano una caratteristica particolare. Ai titolari di queste cliniche venivano inviati dei cartoni con una testa di cane mozzata. L'indagine fu particolarmente fortunata perché - attraverso dei numeri che sui cartoni usava mettere la casa produttrice - si riuscì rapidamente a individuare chi li aveva acquistati. Attraverso un'ispezione fatta in un giardino di una salumeria che risultava aver acquistato questi cartoni, in giardino ci scoprimmo sepolti i cani con la testa mozzata. Vittorio Mangano restò coinvolto in questa inchiesta perché venne accertata la sua presenza in quel periodo come ospite o qualcosa del genere - ora i miei ricordi si sono un po' affievoliti - di questa famiglia, che era stata autrice dell’estorsione.
Fu processato, non mi ricordo quale sia stato l'esito del procedimento, però fu questo il primo incontro processuale che io ebbi con Vittorio Mangano. Poi l'ho ritrovato nel maxiprocesso perché Vittorio Mangano fu indicato sia da Buscetta che da Contorno come uomo d'onore appartenente a Cosa Nostra».
Versione RaiNews24
<<Sì, Vittorio Mangano l'ho conosciuto anche in periodo antecedente al maxi-processo e precisamente negli anni fra il 1975 e il 1980, e ricordo di aver istruito un procedimento che riguardava delle estorsioni fatte a carico di talune cliniche private palermitane. Vittorio Mangano fu indicato sia da Buscetta che da Contorno come "uomo d'onore" appar

Enzo Damilano 22.04.06 01:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Elio Veltri Marco Travaglio
L'Odore dei soldi.
Origini e misteri delle fortune
di Silvio Berlusconi.
Editori Riuniti.
---------------------------
"Per me Berlusconi era proprio come un parente. La fiducia che aveva in me era pari a quella che io avevo in lui e nella sua famiglia. A Berlusconi ci voglio bene, fino ad oggi.
E' una persona onesta, scrivetelo"
(Vittorio Mangano, boss della famiglia di Porta Nuova, condannato a due ergastoli per mafia, omicidio e traffico di droga, "Corriere della sera", 14 luglio 2000).

"Anziché occuparsi di rapine e spaccio di droga, ci sono magistrati che preferiscono perseguitare Berlusconi e altre persone che danno loro visibilità [ ... ]. L'obbligatorietà dell'azione penale non esiste [ ... ]. E nelle cose che sia il governo a definire gli indirizzi della lotta alla criminalità [ ... ]. E' ragionevole che tocchi al governo indicare le priorità da seguire nella tutela del cittadino, rivolgere le opportune raccomandazioni a chi ha il compito della repressione"
(Marcello Dell'Utri, "la Repubblica, 6 dicembre 2000).

"La verità è che se Berlusconi non fosse entrato in politica, se non avesse fondato Forza Italia, noi oggi saremmo sotto un ponte o in galera con l'accusa di mafia. Col cavolo che portavamo a casa il proscioglimento nel lodo Mondadori"
(Fedele Confalonieri, "la Repubblica" 25 giugno 2000).
-------------------------------------------------------------------

1. INTRODUZIONE
Cavaliere, dove ha preso i soldi?

Questo libro può essere utile per molte ragioni.
I fatti che racconta, nonostante la loro gravità, sono conosciuti solo da una ristretta cerchia di politici, magistrati e forze dell'ordine.
I partiti e quasi tutti gli organi di informazione hanno una sorta di consegna al silenzio, che rispettano con impegno inusuale e compattezza granitica.
Negli altri paesi dell'Unione europea i fatti di cui parliamo provocherebbero un terremoto politico e, comunque, costringerebbero i responsabili ad abbandona

Enzo Damilano 21.04.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

la tua lucida analisi e' condivisibile, ma per molti di noi, meridionali rimasti tali, anche se trapiantati al Nord come nel mio caso, l'esperienza diretta della sotto-cultura mafiosa renderebbee persino credibile l'esperienza di latitanza del BOSS descritta nel tuo post.

L'uomo d'onore e' tale quando rappresenta per gli accoliti un esempio autorevole (e spesso anche autoritario).

Sono convinto anche io che il buon Provenzano fosse in quel postaccio solo di passaggio, che dietro ci sia qualche ragione e che i suoi oltre 40 anni di latitanza siano stati in realta' vissuti in ben altre, gradevoli, dimore.

Piu' difficile e' credere che gente abituata a vivere tutti i giorni scortata per non essere ammazzata, onesti (si onesti perche' ancora gli onesti ci sono anche in Italia) uomini delle Forze dell'Ordine siano tutti al "soldo" di quel potere occulto che sia in grado di manovrarli per rendere credibile la "sceneggiata".

No, non e' Provenzano ad essere connivente e "suddito" del nano arrogante, ma e' il nano e tutta la sua Banda di accoliti che e' gestita dal pastore analfabeta e dal suo successore. Anzi il suo successore e' gia' al lavoro per trovare il nano giusto anche nel centro-sinistra in attesa del ritorno al passato.

Ciao Luciano

Luciano Gagliardi 21.04.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Quindi, l'11Aprile 2006,mentre L'Unto lottava tra la vita e la morte politica,Bernardo Provenzano,il boss dei boss della mafia siculo-italiana,veniva con reverenza prelevato e trasferito da una fetida catapecchia del corleonese ad una confortevole suite imperialista di Terni!Solo 9 giorni dopo,ieri 20 Aprile 2006,giungeva la lieta novella circa il decesso politico del "simpatico demonio dalla faccia di plastica"(anche se quel 24% per Forza Italia mi induce,ahimè,a pensare che forse si tratti solo di morte apparente!). Ora,un uomo nano, sprezzante del pericolo ed amante fedelissimo del potere,parzialmente abbandonato dal suo popolo,senza più un Viminale dove comandare,che può fare? Due cose fondamentalmente:A)ritirarsi in Tunisia e meditare nostalgicamente sulle proprie bravate e su quelle di un fraterno amico esule socialista B)cercarsi un altro posto che gli assicuri quanto e più potere del precedente. E' statisticamente provato che il 100% dei nani capitalisti ed iperambiziosi optano per la soluzione B! E qual'è in Italia il posto di potere più ambito dopo quello della Presidenza del Consiglio? No,non è la conduzione di"Porta a Porta";quello viene subito dopo! E' la conduzione di "Cosa Nostra"! Sì,sì,perchè non è mai stata solo "cosa loro"! Che ci piaccia o no è anche "Cosa Nostra",di noi gente semplice e stanca,di noi gente semplicemente stanca! Le agenzie immobiliari di Corleone si stanno già mobilitando per accaparrarsi il casolare del boss dalla faccia da tranquillo pensionato vizioso! E,secondo indiscrezioni,già ci sarebbe un potenziale acquirente:un facoltoso Cavaliere milanese,abbandonato pure dai suoi... Prodi, caduto recentemente in disgrazia politica...! "U'Tratturi" verso la rottamazione!E' ormai obsoleto! Si va verso verso lo svecchiamento (di 3 anni) di "Cosa Nostra"!

Rosario Acito 21.04.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
credo che il tuo spettacolo del 10 aprile a reggio emilia l'abbiano veramente capito neanche il 10 per cento degli spettatori.
Non parliamo delle "reazioni" dei replicanti della giunta rapanello. Rossa fuori bianca dentro
Per quello che posso mi attivero' come cittadina libera, pensante, e non omologata.

P.S: Scusa se ti ho fotografato. Senno' l'enzina andava in crisi isterica......

giovanna gozzi 21.04.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

E questo sarebbe il "BOSS dei BOSS"?
Uno che per criptare i suoi messaggi utilizzava un giochetto da "La Settimana Enigmistica"?
Un giochetto così scemo, al cui confronto il metodo adottato da mio nipote di sei anni per nascondere i messaggi con la sua "banda" sembra elaborato dalla famosa macchina "Enigma"?
Ma per favore! Non facciamo ridere! Diciamo che Provenzano doveva essere lasciato in pace ed andava catturato al momento opportuno (non chiedetemi quale e perchè...)

Roberto Sega Coglione 21.04.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
molti pensano alla strana coincidenza dell'arresto del boss e il risultato delle elezioni politiche. Mi sembra però che molti si dimenticano che a fine maggio in sicilia si terranno le elezioni regionali e questo mi sembra forse più interessante. Ci sarebbe da chiedersi cosa farà il nostro "amato" presidente Totò Vasa-Vasa detto Cuffaro, molto fortemente indiziato per collusione con la mafia. E' possibile che l'arresto decreti anche la fine del pingue governatore?
Suggerisco a tutti i lettori (soprattutto i siciliani) di vedere il documentario "la mafia è bianca?" che reputo molto ma molto illuminante in materia.
Saluti affettuosi.

sebastiano rizzo 21.04.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

non ho mai sentito dire dai media che le 5 bibbie identiche di Provenzano potrebbero essere servite per codificare/decodificare messaggi cifrati
Ad un numero si fa corrispondere l'ennesima lettera di un testo comune ed il gioco è fatto!

angelo giugni 21.04.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

coincidenza strana davvero...ah ah ah...spero che tra i pizzini di Provenzano ci sia un nome che tanti si aspettano...indovinate chi?

francesca strafino 21.04.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,

Lavoro come commerciale nel settore elettrico,vorrei se possibile parlati in privato,ti spiego, sono al corrente di un progetto di una multinazionale per il risparmio della energia elettrica,ho potuto constatare con mano la reale efficacia del prodotto.ora,a prescindere dai guadagni che giustamente questa società trarrà da questo progetto,noto una presa di coscenza sui problemi ambientali,tra qualche mese la pubblicità che ieri ho visto in anteprima verra proiettata su tutti i canali e tutti ne prenderanno atto,se sei interessato a sapere qualcosa di più ,prima, in modo da capire di cosa si tratta....contattami....il mio indirizzo E-mail lo hai...penso possa essere buon materiale per uno dei tuoi monologhi...

p.s ci tengo a precisare che io non faccio parte del progetto pertanto non lo faccio a scopo di lucro...ma semplicamente credo che questo progetto sarà il precedente...e tu sai che quando esiste un precente crei la storia...
questo progetto portera a un significativo cambiamento nel settore dell'illuminazione...

cordialità,

DIEGO

Diego Liseno 21.04.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, sono stata ieri sera a vedere il tuo spettacolo ad ancona e a proposito degli incenitori e dell'associazione Bortolani mi chiedevo se non fosse possibile destinargli il 5 per mille.

fammi sapere. grazie, lucia

lucia pierini 21.04.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ma si può esultare per l'arresto di un Boss in latitanza da quarantadue anni a 2 KM da casa sua? La realtà è che probabilmente Provenzana, a più di settanta anni, aveva finito il suo ciclo e proprio come era successo con Riina nel '93 Cosa Nostra l'ha consegnato, in cambio di cosa, ancora non si sa. All'epoca si trattò di una valigia piena di documenti sicuramente in grado di far mettere in manette non si sa chi. Ultimo, all'anagrafe Mori( per intenderci il Raul Bova della fiction), è accusato di favoreggiamento per quella vicenda. Binu, u tratturi, ha ora protezione vitto e alloggio garantiti dallo stato:il letto su cui dorme è sicuramente più comodo del sacco in cui dormiva in quella casa di campagna. Il suo sorriso
è dunque più che chiaro; il suo arresto conviene a lui, probabilmente a Cosa Nostra e sicuramente all'oponione pubblica. Intanto i mafiosi veri, i mafiosi nuovi, di cui Binu era soltanto un dipendente, il braccio armato, stanno al loro posto in giacca e cravatta!!!!

Alessandro Petralia 21.04.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

storia che Provenzano è stato catturato proprio a casa sua, a Corleone, sotto gli occhi di tutti, non è una cosa curiosa?
______________________________________
E' una vecchia idea quella di nascondersi a casa, nel posto in cui tutti guardano ma nessuno ti trova, o fa finta di non trovarti.

E la notizia della morte di Provenzano, data solo qualche giorni prima dell'arresto?
_____________________________________
Se il suo avvocato ha detto che il boss era morto, vuol dire che lo era. Bisogna solo saper interpretare il significato di "morto". In questo caso voleva dire che non serviva più a nessuno, che la sua carriera era finita.

Quindi non si deve essere contenti della sua cattura...
Siamo tutti felici, è sempre bello quando si arrestano certi "santuari". Solo non si può dire che ieri si sia inferto un colpo mortale alla mafia.

Per ascoltare tutta l'intervista a Camilleri e a Maresco, basta aprire il podcast di Fahrenheit.


Giovanni Ruotolo 20.04.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

ANDREA CAMILLERI commenta l'arresto di Provenzano

E' felice della cattura di Provenzano?
_____________________________________
Doveva arrivare alla fine di una parabola prima o poi e ci è arrivato. Non è una grande vittoria. La mafia in tutti questi anni ha avuto il tempo di trasformarsi e diventare qualcos'altro, mafia non era più rappresentata da Provenzano.
Ci sono altre persone che la coordinano e non usano i "pizzini" per dialogare ma internet.

I pizzini in che lingua sono scritti?
______________________________________
Alla catarella, metà siciliano e metà italiano. Rappresentano il retaggio di una vecchia mafia. Vorrei segnalare che ogni mafioso ha sempre con sè qualcosa che fa riferimento al Signore: un santino, una preghiera...

Perchè questo legame religioso con Dio?
________________________________________
Non è una cosa di fede ma superstizione

_--------------------------------------------
lo riposto perche' merita

Giovanni Ruotolo 20.04.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo: nel vedere il volto del Provenzano mi sono detto: questo non ne ha ancora per molto, da vivere. Chi gestisce un potere, (e che potere!), può vivere in anonimato, ma non morire in anonimato. Se è vero ciò che penso, mi domando se l'hanno preso, o se si è fatto prendere. Al momento, il Provenzano ha scelto di non rispondere ai Giudici. Dal suo punto di vista, perché dovrebbe! Per privarsi del potere di poter continuar a "comandare" per importanza di "mito", quando non più, per importanza di figura? Secondo me, il Provenzano ha già fatto "testamento", ha già nominato il suoi eredi. Ora, non ha altro da fare che "divertirsi", nel vedere le azioni e le emozioni di chi crede di aver scoperto un tesoro da... campo dei Miracoli. Se vere le ipotesi e se fossi al suo posto, sorriderei "sotto i baffi" come il Provenzano ha sorriso, quando l'hanno "preso". Un Provenzano "pentito", poi, non c'è lo vedo proprio! O c'è lo vedo, come pericolosissima mina, ondivagante fra politiche sponde. Lo vedo meglio, come "pentito" per il regno dei cieli. Vuoi per le bibliche letture, vuoi perché luogo di silenzio. Silenzio non necessariamente mafioso, tuttavia, sempre silenzio è! Cordialità

vitaliano gazzabin 20.04.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento

si parla di mafia, di camorra e di corruzione?
www.rosaria-avolio.blogs.it
vivalacorruzione

Rosaria Avolio 20.04.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Forse può interessare un po' a tutti, ricevo dalla mailing list di Rai.Report.it la seguente comunicazione:

Vi comunichiamo che domenica 23 Aprile alle 21.30 su RAI TRE andrà in
onda la puntata di Report dal titolo “Il Finanziamento quotidiano” di
Bernardo Iovene.

Segue sinossi:

“Lo stato finanzia l’editoria per circa 700 milioni di euro all’anno. A
chi, come, e soprattutto a che titolo vengono spesi questi soldi? Poiché
in Italia si legge poco e nessun giornale riesce a vivere di sole vendite,
nel 1981 fu approvata una legge, pensata proprio per dare sostegno ai
giornali di idee, come i giornali di partito, penalizzati dal mercato e
non sorretti dalla pubblicità e allegati. Ma nell’inchiesta di Bernardo
Iovene scopriamo che in realtà i giornali considerati di partito oggi in
tutto prendono il 5% degli stanziamenti. E allora il restante 95% a chi
va?..........."

Marco Imperiale 20.04.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sebastiano Tomarchio, ma se dell'utri ha affermato, durante un'intervista con chiambretti, che la mafia non esiste (nel dvd documentario "Quando c'era silvio") che CAZZO di successo può essere per il nano???? al massimo una disgrazia non ti pare????

Francesco Speranza 20.04.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento

quinquennato, ora andrà in pensione,non preoccupatevi nessuno ha PARLATO,riorganizzatevi..."Così Grasso ricava Fama dall'opinione pubblica,Il governo BERlusconi vanta la sua eccezionale lotta alla criminalità(?!),la mafia appare meno forte più sconfitta,l'opinione pubblica si sente soddisfatta e al sicuro della mafia, e intanto provenzano se ne sta in una stanza calda con TV radio letto e sanitari, altro che 41bis ormai è superata anche se per ottenerla è morta gente,Quindi Vitto e alloggio Gratuiti (gratuito per lui ovviamente perchè anche qui,il mantenimento detenuti lo paghiamo noi).Voglio dire rispetto alla fattoria fatiscente in cui stava prima e con problemi di prostata e di vecchiaia in generale avrà fatto due conticini..protezione e chissà quantaltro......

mmm non voglio fare la paranoica ma io non credo alle coincidenze di questo calibro.E ora dopo il MEDIATICO arresto-provenzano(girato bene..), chi oserebbe mettere in discussione il lavorato, il vissuto a volte ambiguo e le amicizie(tipo dell'utri) e i vari intrighi di conoscenze emblematiche del Procuratore Grasso, che in poche parole,anche se non per mano diretta sua, ha soffiato il posto a Caselli?

IOOOOO!!!ma saremo sempre una minoranza visto che in Italia non esiste l'informazione imparziale...
MA I POST VENGONO PUBBLIKATI DALL'ULTIMO AL PRIMO..DALLA FINE ALL'INIZIO..INTERESSANTE.
MAGARI CIO KE DICO è SOLO UN MIO SOGNO,MA DEVO DIRE KE DA QUANDO BERLUSC è 1MINISTRO LA PARANOIA SI FA STRADA..A VOLTE è FONDATA ALTRE VOLTE è ESAGERATA..Però le controverse(e mafiose)amicizie di Piero Grasso(tipodell'Utri)sono incontestabili come il fatto ke caselli è stato appositamente escluso,e come ilfatto che mediaset non trasmette maiFatti"mafiosi",anzi chiude le trasmissioniChe lo fanno(es.BLUNOTTE),quindi il fattoke addirittura mediaset abbia fatto specialiProvenzano, e ne abbia più che parlato mi INSOSPETTISCE.....

ELENA LONSO 20.04.06 02:03| 
 |
Rispondi al commento

operano in fatiscenti e non attrezzati quindi pericolosi appartamenti oppure in lussuosi ma fuoriluogo ospedali nuovi di zecca,ma privati.Quindi ospedale pubblico, ke garantisce erisponde della salute dei cittadini ,CHIUSI o senza SOLDI e "stanzette "private destinate ai colletti bianchi mafiosi in piena attività economica garantita con i nostri soldi,le tasse,i contributi.E silvio se ne vantava dicendoche ha fatto sta nuova legge che dice .. se non si riesce a ottenere una tempestiva visita o cura medica si può risolvere la "COSA"privatamente, nelle cliniche privateMafiose gratuitamente, come da servizio pubblico,che tanto poi ci pensa lui ,Con I NOSTRI SOLDI, le nostre tasse ,A rimborsare i mafiosi Per La CRIMINALITA' SVOLTA....Questi sono solo pochi esempi dello schifo che stà iperversando da nord a sud il nostro CECO PAESE.Mi sono persa via nell'argomento...in pratica credo facesse e farà comodo allo stato mafia,escludere in maniera assoluta il diritto di rivalsa del NOTO procuratore antimafia incorruttibile Caselli e alcuni partiti di sinistra che hanno protestato contro la legge illegittima CONTRO-PERSONAM, fatta da governo silvio quindi il possibile rischio di un FUTUROgoverno di sinistra,SE RITENUTO ILcaso,VISTO L'ILLEGITTIMA ESCLUSIONE DI CASELLI potesse rivalutare se cedere,legittimamente la nomina Procuratore antimafia a CASELLI.Questo avrebbe rotto un equilibrio relativamente Duro ottenuto in questi 5 anni di puro stato mafioso..che ogni tanto per fare"scena"sull'opinione pubblica , ha consegnato alla giustizia solo qualche pesce piccolo poi in gran parte prosciolti o assolti visto l'INCERTEZZA DELLA PENA e la diffilcoltà di condanna,Causata dal GovernoSilvio.Quindi questo messaggio dell'avvocato di provenzano(probabile ideatore della mafia dentro lo stato,dentro la cosa pubblica, più ke contro lo stato,e infatti guarda caso i contatto con amici di silvio e silvio risalgono a una 40ina d'anni fa)poteva in realtà significare "provenzano ha finito il suo

elena lonso 20.04.06 01:53| 
 |
Rispondi al commento

da amministrazione pubblica e partiti.Consiglio,TRA I TANTI di guardare il Film-documentario"La mafia è Bianca"e il film "Quando c'era Silvio"(disponibile sul sito di Tv indipendente Arcoiris tv).Quindi ora ci troviamo davanti a una mafia che non essendo più necessariamente frontalmente ANTISTATO e quindi troppo VISIBILE , è all'interno e al comando di esso,più che tendere ad arricchirsi principamente di traffico di droga, si occupa di appalti pubblici,sanita,pubblica amministrazione, insomma tutto cio ke i contribuenti pagano con le tasse varie, i servizi essenziali di un paese,finiscono in mano a Partiti politici collusi con la mafia,la mafia stessa e quindi alla criminalità,ma CIO HA UN SENSO visto i tagli netti fatti dal governo BerlusKeiser alla Magistratura causandone rallentamento,disagi e quindi la prescrizione di processi, anche Reo-colpevoli, voluta e ridotta a 4ANNI,4 ANNI da Mister Berlusconi,,e tipo "le grandi Opere "mafiose ostentate da Berlusconi come capolavori, ma che invece sono sola appalti,soldi pubblici regalati alla mafia,infatti le grandi opere citate sono solo mucchi di rottami e mezze finte fondamenta edilizie, il famoso aspirato "Ponte" che unirebbe NON 2 COSTE BENSì COSCHE, agevolando la loro comunicazione e i loro trasporti,La sanità pubblica ke al Sud rasenta L'incredibile,il tasso di mortalità al sud negli ospedali è altissimo rispetto al resto d'Italia,Quindi quando una ragazza muore per una semplice pendicite perchè non le è stata fatta una competente diagnosi o perchè chi operava il giorno prima spacciava eroina, e questo era il suo unico contatto con la medicina,Gli Ospedali al sud chiudono o vanno avanti in condizione più ke precarie perchè Il caro governo ha deciso di dare Pre-crediti(quindi soldi dei cittadini contribuenti tolti dai servizi pubblici necessari per il paese) ai "funzionari mafiosi statali" su loro RICHIESTA e senza controllo ,per lo svolgimento delle loro sporche private attività)e che

elena lonso 20.04.06 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Quando Caselli(praticamente visto l'alto livello del proprio curriculum riguardo la lotta alla mafia,ovvero il portare avanti la lotta e il metodo cognati soprattutto dalle attività e i sacrifici di Falcone e Borsellino)si apprestava a partecipare al concorso al fine di ottenere l'alta carica di procuratore generale antimafia, Ecco ke Spunta NANOMAFIOSO&FRIENDS ke fà un decreto legge Contro-personam,Contro-Caselli, ovvero un gira e rigira disonesto tra età massima anche solo per la partecipazione al concorsodi 66anni,L' età pensionabile e diciamolo il fatto di aver messo in discussione e in risalto il processo legittimo e comprovato a carico del Signor andreotti ...poi assolto per prescrizione grazie alle LEGGI SPECIALI DI SILVIO....e ora addirittura senatore a vita...però!Tralaltro L'Età delimita esperienza visto la consapevolezza e il vissuto di diverse realtà mafiose che da troppi anni imperversano dentro,fin ai vertici (vedi forza italia e uDC)l nostro Stato-governo .Quindi in pratica fa una LEGGE SPECIALE contro Caselli,ed è così,per il semplice fatto ke solo Caselli non ha potuto nemmeno partecipare al concorso per ottenere il posto da Procuratore generele antimafia, per cause indignose e oVVIAMENTE MAFIOSE.Quindi tuutta stà storia mediatica Provenzano mi inquieta..Prima l'avvocato da uno strano messaggio.."Provenzano è morto.."tralaltro messaggio ampiamente e ingiustamente,poichè assolutamente non provabile,diffuso a ripetizione da mediaset(mediasetDalFinaziamentoOskuro) Magari era appunto un messaggio per dire-c'è rischio di un cambio di governo(da non sottovalutare poichè attualmente la mafia che è più che mai a capo dello stato e attività econimiche, ricordate come è nata forza italia,lo spostamento dei voti mafiosi prima dalla Dc,poi ai socialisti di craxi, e infime visto che la Mafia non era ancora soddisfatta ha creato ilproprio partito da se, quindi Forza Italia,piuttosto che continuare ad appoggiarne altri partiti senza ottenere rilevanti"concessioni"

Elena Lonso 20.04.06 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Di Provenzano non ho capito niente. Perchè sia stato preso proprio li e proprio allora... Ma una cosa ho capito: bisogna aiutare, sostenere, incoraggiare quelli che contro i mafiosi lottano tutti i giorni: a parte i magistrati onesti che rischiano la vita tutti i giorni, in questo momento mi vengono in mente quei giovani che insieme ai congiunti di Libero Grassi, hanno riaperto e portato avanti la sua azienda: compriamo i prodotti di questa azienda! Mi vengono in mente quei ragazzi che coltivano mirtilli e lamponi sui terreni sequestrati alla mafia di cui non ricordo il nome... vorrei aiutarli perchè ho saputo che il loro raccolto è stato distrutto con il veleno; ma perchè non si può optare per queste realtà quando dobbiamo versare il famoso 5 per mille?
Se qualcuno può fornire indirizzi di veri baluardi contro la mafia, lo faccia, garantisce beppe!

monica gargini 19.04.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

La cattura del Boss dei Boss vuol dire solo una cosa: che la mafia come noi siamo abituati a pensarla (coi corleonesi e balle varie) ormai non conta più niente. Davvero qualcuno pensa che coi pizzini nell'era di internet si faccia girare un business che vale non so quante manovre finanziarie all'anno? Nuove mafie e più aggressive si stanno mangiando l'onorata società, mafie che vengono dall'est e che nella nostra economia malata trovano terreno fertile per riciclare impunemente e facilmente i loro soldi sporchi ed allargare la loro influenza. Godiamo pure della cattura di u Tratturi, ma con la consapevolezza che questa rappresenta tutto tranne che un grave colpo alle mafie.

filippo ziveri 19.04.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento

www.la220.it

E' un buon inizio!

Andate a vedere.

Ciao a tutti!

Lorenzo Bolognini 19.04.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Un altro successo del governo Berlusconi! Inutile negarlo!
La sx non la ha preso per 4a anni quando provenzano e' stato preso vi ricordo che il ministro dell'Interno (capo della Polizia) era Pisanu, quindi UN GRANDISSIMO SUCCESSO DEL GOVERNO BERLUSONI!!!!!!!!!

Sebastiano Tomarchio 19.04.06 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo molti post trol di destra (chiamasi troll un individuo con seri problemi personali che sfoga le proprie frustrazioni infilandosi nelle discussioni dei blog con affermazioni gratuitamente provocatorie al solo scopo di far abbassare il livello della discussione al suo scadente quoziente intellettivo.
Rispondo ai trol di destra con una battuta di un fil di sergio leone. ora che siamo al potere "GIù LA TESTA COGLIONI"

antonio gerani 19.04.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento

La Mafia...bhe io non vorrrei sembrare quello che vede complicita' dello stato nelle cose ma cmq qualche dubbio purteoppo mi viene.Io sono di Bari, da noi c'era il famoso contrabbando di sigarette, qualcosa che assomigliava all'evasione fiscale, la gente (quasi normale) al bar metteva delle quote per il viaggio, poi gli spettava il quantitativo di sigarette o i soldi, un po' come il totonero, se lo scafo faceva tutto per bene e non arrivava "la giusta" si guadagnava qualcosa. Per lo sbarco si "assumevano" ragazzi non obbligatoriamente malavitosi, a volte anche studenti o piu' semplicemente disoccupati a 100 mila lire a notte, un lavoro di carico e scarico. Poi d'improvviso le sigarette sono diventate il problema italiano per eccellenza si sono mobilitate tutte le polizie, si sono spesi fiumi di soldi, si sono sequestrate le auto ai contrabbandieri e dipingendole sono diventate della finanza, si è iniziato a sparare, anche nelle irruzioni agli sbarchi(dove ripeto c'erano i ragazzi da 100 a notte), ogni giorno in tv si parlava di inseguimenti tipo Franco Nero nei film.... dopo qualche mese,pochi, le sigarette contrabbando non c'erano piu'...ahinoi ci sono ancora:eroina, coca, appalti, estorsioni, tangenti etc (etc!sigh..).Mi chiedo, allora se si puo' fare per le sigarette, attivita' di cui non è mai almeno morto nessuno, se non di cancro o di sparatoria, si puo' fare per tutto no?Allora perche' non si fa, perche la mafia sta al nord come al sud ma al sud rompe i coglioni alla gente mentre al nord nemmeno sanno di avercela. Io qualche idea l'avrei...forse, non sara' che con le sigarette si toglieva una particina di soldi allo stato, mentre pare non si possa mettere il monopolio alla droga o agli appalti?...e se qualcuno mi dice che almeno un'attivita' criminale è stata sgominata, mi chiedo,sempre, perche' non cominciare da quella che fa' piu' morti, oltretutto è stata sgominata un'attivita' criminale ma non i criminali....good vibration ciao a tuttti .

beppe medina 19.04.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono un consulente piccolo. Piccolo studio per campare. No segretarie e molto attento a tutto
quello che faccio nei limiti della morale.
Ho letto (grazie a una radio privata) il tuo blog, sugli onorevoli...tutti autodichiaratesi brave persone. Nonostante le condanne conclamate.
LEGGE SULLA PRIVACY. sANZIONI DA 10.000 A 50.000 EURO, PER CHI NON OTTEMPERA AGLI ADEGUAMENTI.
ALLARME ALLO STUDIO, antivirus, informativa ai clienti,oppure arresti da sei mesi a due anni . Ho dovuto mettere anche i lucchetti al mio naso ed alle orecchie e dal 31 marzo 2006 vado con gli occhi socchiusi per timore che mi leggano l'anima. Ho ottemperato bene o devo avere ancora paura, visto che in caso di arresto non ho i mezzi necessari per difendermi?

gino cusanno 19.04.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento

mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e'"cosca")esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie COSA NOSTRA-A history of the Sicilian Mafia

mario numa 19.04.06 00:59| 
 |
Rispondi al commento

Dunque, vedo, ahimè con ritardo, che si è disquisito sulla popolazione siciliana al gran completo. Me ne rammarico, come sempre. Da siciliana, quale sono, vi racconto non la verità assoluta sui siciliani, anche perchè mi sfugge, ma la mia personale esperienza. Sono nata a Messina 30 anni fa, ci vivo esattamente da 30 anni. La mafia io l'ho vista nei film come voi, con questo intendo dire che la mafia non esiste? Assolutamente no, perchè come tutti i poteri forti, anche la mafia la gente comune non la respira neanche nell'aria, o forse si, ma come la puzza non si vede. Devo però aggiungere, la mia città annovera diverse zone degradate, gran parte di queste costituiscono il sud della città. Il risultato elettorale nel sud è sempre impressionantemente lo stesso. Qualcuno sostiene, anzi dice: "molti politici vanno là e regalano soldi, o si accordano per il lavoro di tale ditta in tale palazzo...". Questa povera, brava gente vota perciò come chi ha seguito la promessa dell'Ici, cioè badando alle proprie tasche? No, semmai pensa alla bocca, riempire le tasche sarebbe troppo, e questa gente al massimo avrà una baracca, e non scherzo, sono baracche quelle in cui vivono..Messina è famosa per le baracche. Per avere un certo elettorato inoltre, un elettorato cospicuo intendo, qualche accordo con qualche mafioso è davvero improbabile che tu non l'abbia fatto. Il risultato della destra da queste parti è sempre spaventosamente alto. Infine voglio ricordare che la Sicilia e i siciliani hanno alle spalle migliaia di anni di storia e la mafia non arriva neanche ai cent'anni. L'unità d'Italia perciò non c'entra nulla?A me la mafia sembra un fenomeno tutto Italiano, e a chi ne dubita vorrei ricordare la condanna di Andreotti per associazione mafiosa..troppo comodo fare dei siciliani tutti dei mafiosi..troppo comodo.

Manuela Rella 18.04.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che è stressante leggere i commenti di quei lecchini di destra
perlomeno si riconscono dal modo in cui urlano (notare scrivono sempre in stampatello) e si riconoscono pure dalla loro enorme ignoranza su tutte le materie economiche che politiche; per lo meno state zitti che fate più bella figura

rispondo a quell'ebete che afferma che ora che ha vinto la sinistra c'è il rincaro del petrolio...
ma dico ma sapete che è causa lo sconquasso usa con israele il rincaro o sapete parlare a vanver acome i vostri amati politici?
No non potrete mai capirlo del resto crescete di fronte a trasmissioni come grande fratello, linguaggi scurrili di film e telefilm, tg in forma ridotta ecc penso sia diffcile riuscire a capirne qualcosa
e questo è solo uno dei tanti esempi della vostra ignoranza perchè ce ne sarebbero a centinaia prendendo tutte le stronzate che avete detto.

Proporrei a Grillo o il moderatore del blog di *eliminare* i post in stampatello

Paolo Grassi 18.04.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

certo catturato appena ha perso Silvio fa un po' pensare.....

PS. Su www.psycosomatica.it c'è la traduzione ufficiale delle "ten rules for safer drug use" di worstpills.org

Daniele Aprile 18.04.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento

lo so quello che dici che lo stato siamo noi
ma quando postano messaggi scrivendo che la maggior parte dei siciliani sono mafiosi mi viene molta rabbia x' so che nn e vero

matteo sicilia 18.04.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

l'arresto di provenzano non ha cambiato nulla!!!!! è sempre stato così e sempre così sarà. riflettete:quanti capi ha cambiato la mafia negli ultimi anni???? e cosa è successo ogni volta???? è cambiato qualcosa????? a me pare di no purtroppo.
caro Matteo sicilia quello che affermi non mi piace x niente. il tuo ragionamento sui siciliani mortifica la loro intelligenza. che significa "votano berlusca perché sta a destra".ALLORA VOTEREBBERO PURE BIN LADEN SE FOSSE DI DESTRA?????? le cause di questa situazione sono da ricercare altrove. e ricordati che lo stato SIAMO NOI CITTADINI E SOLO NOI. ricordiamocelo tutti

Francesco Speranza 18.04.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

salve a Tutti voglio rispondere a un ragazzo che ha postato che in Sicilia la metà delle persone sono con la mafia.
ti dico solo una cosa secondo te se in sicilia secondo le statistiche paga il pizzo l'80% delle persone come potrebbero votare un mafioso quell'80%?
po affermare come dici tu che una gran farte di siciliani e con la mafia mi sembra un'assurdità non siamo mica nell'800, se hai confidenza con le persone in sicilia una grossa maggioranza ha le palle girate contro la mafia, stai tanquillo che sia
quando è salita la destra che la sinistra la mafia e stata sempre forte anzi ti posso dire io che da quando c'èra berlusconi dove abito io anno arrestato molte + persone boss e altre cazzate varie della sicilia, che lui sia mafioso o no quasto non te lo so dire non sono un mafioso la cosa che so e che la fafia c'è anche a sinistra stai tranquillo e come un cancro.

Ora ti dico una cosa i siciliani non votano berlusconi perchè e berlusconi ma perchè è a destra solo questo,almeno lui qualche supermercato
e qualche azienda l'ha fatta aprire qui,
lo stesso motivo di questa tendenza c'è stato sempre anche quando c'èra mussolini, infatti qui ci sono stati sempre + fascisti che altrove x questo motivo, perchè con lui almeno sentivano che esistiva lo stato,qui praticamente c'è, l'assenteismo dello stato per questo la gente non parla c'è omertà anche se di meno in confronto ad altri tempi com morale della favola non puoi riche che in sicilia vogliamo la mafia anzi quasi tutti penzano che è un cancro. ciao a tutti w la sicilia


Matteo sicilia 18.04.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Inspiegabilmente Atroce
...sindrome di chi è in vantaggio:

http://fuocoamare.blogspot.com/

Gianpiero Romano 18.04.06 15:36| 
 |
Rispondi al commento

DIFFIDATE ANCHE DI CHI DEVE TUTTE LE SUE FORTUNE E PERFINO LA VITA STESSA ALLA MAFIA-PERCHE'NON POTRA' MAI LIBERARSI DI ESSA!!!


Giovanni Ruotolo 18.04.06 13:41| 
 |
Rispondi al commento

incredibile durante i 43 anni di latitanza-Provenzano abbiamo avuto 5 Papi, 6 Presidenti della Repubblica più di 40 governi centinaia di ministri e il vitello d'oro (falso)servo del Sistema glie l'accolla a Berlusconi! RAGAZZI NON E' STATO BERLUSCA A TRATTARVI DA COGLIONI MA E' grilletto che continua a mancarvi di rispetto calpestando la vostra intelligenza! gente DIFFIDATE DEL COMICO DI REGIME! (S.BADA)

filippo meda 18.04.06 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i mezzi di protezione in ambiente contaminato. Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona.


Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia e in particolare l’Assessorato alla Sanità erano stati perfettamente informati dei fatti di servizio illeciti.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese ed è intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina.... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu).


RAGAZZI CHE AVETE VOTATO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA DIFFIDATE DA QUESTI LOSCHI FIGURI, DA QUESTI GIUDICI DA 4 SOLDI, VERI EVERSIVI IN QUESTO PAESE, DIFFIDATE DEI SERVI COME GRILLO! L'ITALIA E' UN GRANDE PAESE NONOSTANTE QUESTI PARASSITI, FATE IN MODO CHE QUESTE PERSONE NON NUOCIANO PIU' ALL'ITALIA COME E' GIA' SUCCESSO IN OCCASIONE DEL GOLPE DI TANGENTOPOLI, AMATE IL VOSTRO PAESE E VIVETE UNA VITA A TESTA ALTA SENZA FARVI IPNOTIZZARE DA QUESTI CIALTRONI CHE MINANO LE VOSTRE INTELLIGENZE CON DANNI GRAVISSIMI ALLA NOSTRA ITALIA! RAGAZZI NON MOLLATE! NON MOLLATE SOPRATUTTO IN QUESTO DELICATISSIMO MOMENTO FATE ATTENZIONE A CHI DILEGGIA PER PROFESSIONE PERCHE' SIGNIFICA CHE E' COLLUSO FATE IN MODO CHE L'ITALIA NON CADA NELL'OBLIO DI QUESTI MASCALZONI, IL DELIRIO Della LETTERA di LENZI E' LA DIMOSTRAZIONE DELLA MALAFEDE E DELLA MILITANZA DI CERTE ISTITUZIONI, DIFFIDATE DI QUESTO COMICO DA STRAPAZZO PERCHE' E' UNO DI LORO, NON HA MAI PARLATO DELLA SME, DI UNIPOL, DI TELEKOMSERBIA, DELLE SEDUTE SPIRITICHE, DELLE CONVERGENZE PARALLELE CHE HANNO PORTATO AL POTERE IL PEGGIOR COMUNISMO MONDIALE CHE E' QUELLO ITALIANO INSIEME ALLA PARTE PEGGIORE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA E DEI SOCIALISTI HANNO LE MANI IN PASTA DAPERTUTTO E CON L'ALIBI BERLUSCONI HANNO RAGGIRATO GLI ONESTI CITTADINI APPROPRIANDOSI DI TUTTE LE RICCHEZZE DELLO STATO! HANNO IN MANO TUTTE LE ISTITUZIONI DALLA SCUOLA ALLA MAGISTRATURA, DAI SINDACATI AGLI ENTI PUBBBLICI, LE BANCHE I GIORNALI LE TELEVISIONI LE GRANDI INDUSTRIE E I MONOPOLI DI TUTTI I SERVIZI DALL'ACQUA AL GAS ALL'ELETTRICITA', HANNO IN PUGNO LE CASE POPOLARI E I PIANI REGOLATORI E QUINDI LA POSSIBILITA' DI POSSEDERE UNA CASA CHI PUO' PAGARE AVRA' UNA CASA GLI ALTRI SI DOVRANNO ALLINEARE ALTRIMENTI NON L'AVRANNO MAI HANNO CREATO UN SISTEMA ASSISTENZIALISTA CHE RENDE SCHIAVI! UNA COSA ANCORA NON HANNO, LA VOSTRA INTELLIGENZA! APRITE GLI OCCHI!grillo VERGOGNATI LE ELEZIONI LE AVETE PILOTATE CON LA PROPAGANDA MA NON AVETE VINTO RESISTETE RAGAZZI! s.b.

filippo meda 18.04.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAGAZZI CHE AVETE VOTATO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA DIFFIDATE DA QUESTI LOSCHI FIGURI, DA QUESTI GIUDICI DA 4 SOLDI, VERI EVERSIVI IN QUESTO PAESE, DIFFIDATE DEI SERVI COME GRILLO! L'ITALIA E' UN GRANDE PAESE NONOSTANTE QUESTI PARASSITI, FATE IN MODO CHE QUESTE PERSONE NON NUOCIANO PIU' ALL'ITALIA COME E' GIA' SUCCESSO IN OCCASIONE DEL GOLPE DI TANGENTOPOLI, AMATE IL VOSTRO PAESE E VIVETE UNA VITA A TESTA ALTA SENZA FARVI IPNOTIZZARE DA QUESTI CIALTRONI CHE MINANO LE VOSTRE INTELLIGENZE CON DANNI GRAVISSIMI ALLA NOSTRA ITALIA! RAGAZZI NON MOLLATE! NON MOLLATE SOPRATUTTO IN QUESTO DELICATISSIMO MOMENTO FATE ATTENZIONE A CHI DILEGGIA PER PROFESSIONE PERCHE' SIGNIFICA CHE E' COLLUSO FATE IN MODO CHE L'ITALIA NON CADA NELL'OBLIO DI QUESTI MASCALZONI, IL DELIRIO DI QUESTA LETTERA E' LA PALESE DIMOSTRAZIONE DELLA MALAFEDE E DELLA MILITANZA DI CERTE ISTITUZIONI, DIFFIDATE DI QUESTO COMICO DA STRAPAZZO PERCHE' E' UNO DI LORO, NON HA MAI PARLATO DELLA SME, DI UNIPOL, DI TELEKOMSERBIA, DELLE SEDUTE SPIRITICHE, DELLE CONVERGENZE PARALLELE CHE HANNO PORTATO AL POTERE IL PEGGIOR COMUNISMO MONDIALE CHE E' QUELLO ITALIANO INSIEME ALLA PARTE PEGGIORE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA E DEI SOCIALISTI HANNO LE MANI IN PASTA DAPERTUTTO E CON L'ALIBI BERLUSCONI HANNO RAGGIRATO GLI ONESTI CITTADINI APPROPRIANDOSI DI TUTTE LE RICCHEZZE DELLO STATO! HANNO IN MANO TUTTE LE ISTITUZIONI DALLA SCUOLA ALLA MAGISTRATURA, DAI SINDACATI AGLI ENTI PUBBBLICI, LE BANCHE I GIORNALI LE TELEVISIONI LE GRANDI INDUSTRIE E I MONOPOLI DI TUTTI I SERVIZI DALL'ACQUA AL GAS ALL'ELETTRICITA', HANNO IN PUGNO LE CASE POPOLARI E I PIANI REGOLATORI E QUINDI LA POSSIBILITA' DI POSSEDERE UNA CASA CHI PUO' PAGARE AVRA' UNA CASA GLI ALTRI SI DOVRANNO ALLINEARE ALTRIMENTI NON L'AVRANNO MAI HANNO CREATO UN SISTEMA ASSISTENZIALISTA CHE RENDE SCHIAVI! UNA COSA ANCORA NON HANNO LA VOSTRA INTELLIGENZA! APRITE GLI OCCHI!grillo VERGOGNATI LE ELEZIONI LE AVETE PILOTATE CON LA PROPAGANDA MA NON AVETE VINTO RESISTETE RAGAZZI! s.bada

filippo meda 18.04.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

----------------------------------------
Forza Italia è l'alleanza politica di Provenzano

Documenti scomodi, difficilmente reperibili sulle pagine dei giornali, ancor meno in televisione. Documenti processuali che indicano come i rapporti tra Cosa Nostra e gli “illustri” fondatori di Forza Italia:
http://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 18.04.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Il mio commento su:

http://ivano.blog.aruba.it

Ivano Croce Commentatore in marcia al V2day 18.04.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma in questo caso non esiste la pena di morte?
Facciamo un nuovo pentito?
Lo paghiamo noi?
gli diamo la scorta?
Perchè non la pena di morte?
PENA DI MORTE!!
PENA DI MORTE!
queste persone devono essere uccise!

denis paz 18.04.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche il presidente Ciampi si è congratulato per la cattura di Provenzano. Ma come dopo 43 anni che lo cercavano fanno pure i compliemnti? ma quanti nostri soldi hanno speso in tutti questi anni per trovarlo? o forse ne hanno spesi pochi xchè c'erano solo due poveri carabinieri che lo cercavano? e già gli altri sono tutti impegnati a fare la guardia alle ville del Berlusca!!!(sapete quanti uomini in divisa vengono impegnati giornalmente alla guardia delle due Ville principali del Berlusca...Arcore e Macherio....180)

ermesago 18.04.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...a parte che l'unico motivo per cui l'hanno beccato è perchè non conta più niente...ma avete visto il tg5 che cercava di farlo passare come un povero padre che non poteva comunicare con la moglie e i figli , che soffriva di solitudine e aveva crisi mistiche...ma vaff..cioè questo ha ammazzato una marea di persone e gli fanno l'apologia!....vagli a dire ste cose ai parenti delle vittime (che magari il padre non lo vedranno più) e vedrete come reagiscono...

Lorenzo Dibenedetto 18.04.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento

In questa italia ipocrita ogni volta che ci avviciniamo ad eventi politi importanti si da il via alla farsa.....vorrei se possibile chiedere asilo politico in Danimarca

Marco Bettini 18.04.06 09:00| 
 |
Rispondi al commento

OOOps... mi è partito il post.
Dicevo, questo affare dell'arresto di Provenzano è davvero una bufala che più bufala non si può.

Questo signore se ne è stato bello bello in giro per per il suo paese come un qualsiasi cittadino per 43 ANNI!

Poi, non si sa bene come, lo prendono, in una catapecchia a mezzo chilometro da casa sua! Ma ci hanno preso proprio per CRETINI?

Vorrei dire, l'avessero beccato in un remoto paesino thailandese, con i connotati cambiati, sotto diverso nome, a vivere dentro un buco-bunker tipo Saddam Hussein.... beh ci potevamo pure cascare... MA COSI' NO!

E poi, visto che Grasso ha avuto il coraggio di avanzare l'ipotesi di connivenze con la politica, spero si facciano le dovute indagini (che non dovrebbero essere nemmeno troppo complesse), perchè se io rubo un cellulare domani mi beccano, se un tizio massacra a destra e a manca non può essere preso quasi mezzo secolo dopo nel giardino di casa sua!

Saluti

Patrick De Angelis 18.04.06 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo affare dell'arresto di Provenzano

Patrick De Angelis 18.04.06 07:39| 
 |
Rispondi al commento

x Jack Torrence
_________________
Mi scuso prr il ritardo

Si sono d'accordo che l'unione dei singoli coraggi come li chiami tu sia ad oggi l'unico rimedio possibile contro lìillegalita' per quanto riguarda il sud d'Italia, ma l'isolamento il cui esso versa e' una causa della sua arretratezza .Se hai letto alcuni vecchi post capisci cosa voglio dire: c'e' comprensione per le persone costrette ad avere a che fare diciamo cosi' con la criminalita' tutti i giorni, ma la mafia viene percepita come un fenomeno lontano.E' ancora opinione diffusa che Cosa Nostra La Camorra La 'ndrangheta sia fenomeni legati solo al territorio invece sappiamo che non e' cosi.La mafia investe i suoi soldi dove i soldi si investono ;vale a dire ovunque tranne che al sud.
Cosa voglio dire? Che la battaglia contro l'illegalita' va combattuta in tutto il paese perche riguarda tutto il paese.Ma in questo paese vige" IL GROSSO EQUIVOCO-"
Certi argomenti non si possono sviscerare.le televisioni tutte nelle mani della stessa persona, che e' ilpotere in senso lato non solo mediatico(Mafia, massoneria) non spiegano, approfondiscono,oggi piu' diieri.I giornali apparentemente contrari fanno lo stesso.

Spro di non essere stato troppo sconclusionato

saluti

Mario Numa

mario numa 18.04.06 01:03| 
 |
Rispondi al commento

caro mario numa,

non c'è bisogno di leggere john dickie per sapere come operano le mafie in Italia. Tutto quanto ha l'aria di un trattato, non può valere per analizzare situazioni frastagliate che vedono puglia, campania, calabria e sicilia pagare ancora il prezzo sociale di una disperazione solitaria che il neoregno d'Italia ereditò da quello delle due sicilie. Da allora monarchie e repubbliche non hanno fatto nulla per cambiare lo stato delle cose. Anzi, l'emancipazione del sud si è sempre arenata sui tanti patti scellerati tra stato e mafie(vedi cassa del mezzogiorno). La criminalità è così radicata perchè si è insediata prima nel tessuto sociale, e i governi non hanno mai fatto carte false per sostituirvisi. In molti paesi da me in Calabria, senti i bimbi di 5-6 anni chiamare i poliziotti "sbirri i mmerda", la legalità è ancora lontana dall'essere avvertita fondamentale come l'aria, e i soli miglioramenti sociali e civili di cui si avverte la presenza sono quelli spontanei, ma per la loro stessa natura molto lenti, nella presa di coscienza collettiva e nel comune sentire della gente. Proprio perchè per andare avanti è indispensabile il coraggio dei singoli, e l'unione di questi singoli "coraggi", per riprendersi ciò che ci spetta, senza purtroppo l'aiuto necessario da uno stato che, nella migliore delle ipotesi, è troppo vigliacco per affiancarti.

saluti jack

http://iononcentro.splinder.com/

jack torrence 17.04.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dell'arresto di "Provenzano" il Boss di mafia latitante da 40 e più anni, colui che è stato a capo delle cosche mafiose della Sicilia, ora è "morto" (ma come nel clero morto un papa se ne fa un'altro), chi è il suo successore? Come mai è stato arrestato proprio all'indomani delle elezioni? Forse a qualcuno non faceva più comodo! Ma mi viene sempre spontaneo pormi delle domande dato che sono siciliano: come nel famoso romanzo de "I Promessi Sposi" di A. Manzoni abbiamo un certo Don Rodrigo con i suoi bravi, ora se Provenzano è il capo dei bravi (la manovalanza della mafia) chi è il Don Rodrigo della situazione? In una scena del film "Cento giorni a Palermo", ho prestato un pò di attenzione quando un ufficiale dei carabinieri commentando col Prefetto di Palermo Gen. Dalla Chiese fa presente quanto segue: >. Su questo argomento io da siciliano ci medito sempre, a voi dico meditate, meditate sempre e per bene.

Grasso nunzio Francesco 17.04.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi sento razzista,però ho,come forse molti di voi,dei pregiudizi che vorrei potermi togliere di addosso,magari con il vostro aiuto.
Uno di questi riguarda i Siciliani.
Nel 2001 votarono a senso unico per la cdl:un plebiscito.
Nel 2006 sono lievemente migliorati perchè ,alla camera Forza Italia è scesa da oltre il 35% al 27-28%(rimanendo comunque il primo partito) ma sono aumentati An ed Udc e la Cdl ha preso circa il 58%.
Io,nel segreto dell'urna, ho sempre diffidato del o dei partiti che prendono la maggioranza in Sicilia(ricordate la vecchia dc?)in quanto i più collusi con gli interessi mafiosi.
Anzi converrebbe quasi,per paradosso,far votare prima i Siciliani così che gli altri Italiani si potrebbero regolare con il loro voto e forse darebbero meno appoggio a partiti a dir poco affaristi.
I Siciliani(non tutti certo, ma conti alla mano oltre la metà)si trovano bene con la loro creatura(cosa nostra) e quasi la proteggono,anzi la esportano anche a Roma e sul continente(Milano ormai fa concorrenza a Palermo come tasso di mafia anche se più evoluta,senza pizzini per intenderci).
Se qualcuno di quella regione(magari uno del 42%di coglioni) mi sa spiegare i motivi di questo vero e proprio autolesionismo pluridecennale gliene sarei grato.
Ultima nota:a reggere il potere Berlusconiano ci sono tanti,troppi siciliani(Dell'Utri,Miccichè,Schifani,La Loggia,Martino,Nania,La Russa ecc.ecc.);è l'ora di toglierli dai centri di potere;vadano a casa o (qualcuno)in galera.

alessandro bartolini 17.04.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

La mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e'"cosca")esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie COSA NOSTRA-A history of the Sicilian Mafia

|

_________________________________________________

mario numa 17.04.06 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Io ci ho provato ma il mio blog è stato risputato
due volte.

Allora, immaginiamo di scrivere tanti nomi di italiani che HANNO IMPIANTATO L'ERA MODERNA , chiedere a qualcuno se per caso non ha voglia di dire che non li digerisce (!?!?!)

Come la pizza? (che è stata fatta a Napoli, no a New York)

Forse noi italiani abbiamo qualche rimpianto per
non aver posato il piede ancora da qualche parte?

Siamo in epoca futuristica di nuovo?

(la morte non esiste, noi la uccideremo? ma che cazzate!)

A proposito: una persona mi ha detto cosa è più veloce del pensiero!

Io non potevo pensare che potesse esistere:
.............. IL TEMPO ..........

Questi delinea precocemente i nuovi coglioni (prima del loro pensiero)


salvatore palermo 17.04.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna stilare i nomi dei nostri Padri, di quelli che hanno fatto l'Italia grande e rispettata.

Bisogna per esempio dire che la stampa non è una invenzione grande come la radio..

salvatore palermo 17.04.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Che cosa ci aspetta?
Nessuno di noi lo sà...
Pero' e sconvolgente questa tiritera di brogli o imbrogli, che ci rende tutti coglioni e pecoroni in mano a questi squallidoni professionisti del nulla...
C'è da sentirsi davvero coglioni ( un coglione di destra e un coglione di sinistra)al 50%...
Meglio sarebbe stato, forse, rimanere coglioni di centro in incognito...

Mario Rondini 17.04.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

http://video.google.com/videoplay?docid=2348009799741438657&q
Tieni duro Beppe!

Giovanni Paolucci 17.04.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Stasera ho visto "Zapatero" di Sabina Guzzanti, non è che prima avessi grande voglia di ridere, però ancora una volta mi ritrovo ad aver paura che la democrazia in questo Paese sia davvero, ma davvero in pericolo. Ho paura della tracotanza dei potenti, dell'arroganza dei soldi, del trasformismo degli assetati di potere, della vigliaccheria di chi pensa solo al suo piccolo meschino campicello. Sono preoccupata per l'atteggiamento di quelle persono che non vedono e non vedono sul serio (quelli che fanno finta di non vedere rientrano nelle categorie di prima) un pericolo in questi personaggi che hanno fatto della loro vita (ma lo sanno che le case farmaceutiche non hanno inventato l'immortalità ?) il rullo compressore della vita degli altri.

Marisa Morello 17.04.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..... Provenzano non sentirà freddo in quello umida cella , poverino solo soletto , senza affetto senza i pizzini ... quando sono cattivi ... , vergogna non si tratta cosi una persona anziana che ha fatto tanto per la sicilia,ha contribuito al suo sviluppo, ne ha fatto una perla del nostro paese,abbiamo parchi ricchi di verde e tante belle cose con un mare cosi pulito che ci puoi fare gli spaghetti occorre solo il pomodoro e il basilico poi tanto cemento che ci protegge dal vento,che gente ingrata,vorrei portagli una torta di mele fatta con le mie mani,poi che parole "BOSS" è tutta invidia,mangia BOSS non lasciarti andare e che sei un incompreso come tutti i geni,dormi bene e leggi la bibbia che ti illumina..... ciao BOSS e grazie di tutto.... ma propio di tutto....

Massimo Miniera 17.04.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche a me non piace molto la mortadella,

ma certo uno che riesce a carburare con quella
roba, deve essere uno tosto !

eppoi, sono certo che i chilometri con la bici li ha fatti veramente..

prodi è un nostro impiegato, se va male lo cacciamo, magari senza cassa integrazione.

ma non pensiamo che un golpino sia meglio!
tutti ce la cantano: fanno scommesse, non governano, finisce male, cosa dite dell'Argentina? io penso che alla fine direbbero pure che gli italiani sono gli scemi del villaggio! (se ci riescono sarà così)


Ma si sa che disprezza poi compra..

Spiegato che un re in Italia porta sfiga, chiude i sogni, e molti anche di quelli meno recenti.

Vorrei sapere perchè in tanti dicono: duce, duce..

ben sapendo che non può essere l'amico di tutti?

ueh ! tutti debbono pensare eventualmente a una retina !

salvatore palermo 17.04.06 20:12| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA RISCHIA DI USCIRE DAL'EURO COLPA LA MAGGIORANZA RISICATA DI PRODI,E COLPA LE SCELTE ECONOMICHE CHE HA INTENZIONE DI FARE..
PER GOVERNARE DOVRA ACCONTENTARE OGNI RICHIESTA DI BERTINOTTI..
OGGI I NOSTRI ALLEATI DI HAMAS HANNO FATTO ESPLODERE UN BAMBINO KAMIKAZE ,IN MEZZO ALLA GENTE CHE FACEVA LA FILA PER LA PIZZA....

DA UN ARTICOLO DEL FINANCIAL TIMES...

IL PETROLIO E' ALLE STELLE...MA NON ERA COLPA DI BERLUSCONI???..

MA COME ,AVETE DETTO CHE ALL'ESTERO C'E L'AVEVANO SOLO CON BERLUSCONI.....E INVECE CE L'HANNO ANCHE CON PRODI...MA ALLORA AVETE DETTO SOLO CHE PALLE,PER CONVINCERE LA GENTE A VOTARE PRODI...

5 ANNI BUTTATI IN CESSO..E CAMERIERI DEL MONDO..

YUPPIIII.... CHE BELLO HA VINTO LA SINISTRA..

YUPIIIIII...

__________________________________________________
Consiglio di non rispordere piu' a questa persona...posta i suoi messaggi piu' volte senza replicaRE.

E' SOLTANTO UN PROPAGANDISTA FORSE PREZZOLATO...

Michele Stagliano' 17.04.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARI AMICI, SONO ALLIBITO!!!
Ho sentito poco fa dal TG1 che stiamo rischiando di uscire dall'euro!!!
Ma ci rendiamo conto qual'è il livello di considerazione cui ci ha ridotto in Europa e nel mondo questo indegno, sconcio governo?
Ma ci rendiamo conto che ci stanno trattando come Israele tratta il Governo Palestinese, democraticamente eletto e "non accettato" da un Paese straniero ed occupante?
Non ho parole, non so che fare, non so che pensare: nella mia non breve vita, non ho mai MAI visto tanta cialtroneria da parte di un Governo che non vuole rassegnarsi ad uscire di scena, mai visto un Presidente del Consigilio così aggrappato con le unghie alla sua poltrona, da inventarsi brogli e fantasiose interpretazioni di regolamenti elettorali.
Cosa ancora dovrò vedere?
Roberto Sega - Coglione

Roberto Sega Coglione 17.04.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' indubbiamente divertente leggere tutte queste enunciazioni sul significato temporaneo della cattura di Provenzano.
Vorrei far riflettere su qualcosa che mi sembra non viene analizzata abbastanza e che a me sembra sconvolgente.
Ma davvero ritenete che Provenzano ora, e Riina prima fossero a capo di una holding che muove migliaia di milioni l'anno, c'è qualcuno almeno che immagina cosa possa significare tenere in piedi una organizzazione del genere?
Certo la soluzione ideale per il ventunesimo secolo sono i pizzini, chi va a raccontarlo ora a Bill Gates?!
In tutti i modi credo che finchè questi blitz della polizia si faranno in masserie isolate delle campagne siciliane, non si scoveranno i veri mafiosi che continuano ad occupare le loro poltrone all'interno dei consigli di amministrazione delle grandi lavanderie eemmh... banche.
Senza di essi questi fenomeni non potrebbero mai assumere queste ingenti portate.
Mi sbaglio? Se ritente di no riflettiamo su queste cose ed iniziamo a porci altri interrogativi, invece di discutere di questi che vogliono farci credere che siano i capi.
Sveglia.

Gianni P. 17.04.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'UNICA COSA CHE MI AUGURO è CHE CHI ORA CI GOVERNERA' LO FACCIA CON QUELLO CHE è DEFINITO NEL NOSTRO CODICE " IL BUON PADRE DI FAMIGLIA" E PERCIO' NEL NOSTRO INTERESSE E NON NELL'INTERESSE DEL LORO PORTAFOGLIO ....

valentina basso 17.04.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

"Al ritorno faro' un po' del mio sport preferito, le freccette contro l'immagine del mortadella, (ma stavolta faro' finta che al posto suo vi sia l'immagine di coloro che lo hanno votato)

Trollo Trolli 16.04.06 01:20"

Eccola qui, un'altra, coloratissima mosca cocchiera. Premurosa, servizievole, schierata, allineata e di lingua lesta. Di lingua lesta ma non per parlare, naturalmente: per quell'esercizio in cui i fedeli del Brianzolo si sono da tempo specializzati.
Ma non ti viene da vomitare, signor Trollo dei miei stivali, quando ti guardi allo specchio?
Il problema, poi, è che nel gioco delle freccette non ci può essere par condicio. Infatti, mentre è semplice e naturale mettere il faccione di Prodi su un bersaglio, per il Brianzolo si presenta un problema. Cioè: qual'è la faccia? Quella sulla testa o quella che per guance potrebbe avere le parti basse?
Un bel problema.
Sono stato elettore di destra, prima che il Brianzolo "scendesse in campo" e, come tale, negli anni '60 mi associavo a coloro che chiamavano i comunisti (quelli di allora) "trinariciuti".
Be', devo dire che se, allora, l'espressione poteva forse essere calzante, adesso non lo è più di certo. E forse avrei detto lo stesso allora, se solo li avessi conosciuti un po' meglio. Ma a volte si sbaglia per seguire una tradizione famigliare, per mancanza di conoscenza, per cattiva informazione: quello è stato il mio caso.
Ma adesso il titolo di trinariciuti spetta di diritto ai FORZITALIOTI: sono loro che oggi se lo meritano appieno, con la loro fede cieca, la lingua lesta (e ormai quasi inutilizzabile per l'accumulo di peli e altre scorie), l'obbedienza cieca e senza esitazioni, lo spirito di protezione ad oltranza verso il loro Serenissimo.
Solo che "trinariciuti" ha fatto il suo tempo ormai: propongo di chiamarli "TRINARTALIOTI".
Ma, naturalmente, accetto suggerimenti e sarò felice di adottare qualsiasi altra espressione, se meglio azzeccata.


giuseppe ricci 17.04.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre è servito come diversivo per distogliere l'attenzione dai risultati(che infatti ancora sono avvolti nella sola ufficiosità ma non sono ancora ufficiali).Due piccioni con una fava.
Aspettavano solo il momento giusto per usarlo come pedina di scambio.

alessandro bartolini 17.04.06 18:16 |


Secondo me la cattura è servita a dare a Pisanu quell'aura di professionalità, di dirittura morale, di perfetta dedizione al servizio dello stato, che poi hanno fatto molto comodo il giorno stesso -e il giorno dopo- nei ripetuti scambi che ha avuto col Brianzolo. Recandosi di soppiatto più volte a palazzo Grazioli quando gli scrutini erano ancora praticamente in corso. Rifiutandosi di dichiarare apertamente la validità dell'organizzazione e dello svolgimento del voto.
Peccato per Pisanu, che mi aveva fatto una pessima impressione nella campagna elettorale 2001 -in cui s'era comportato da perfetto piaggiatore- ma sul cui conto m'ero poi ricreduto, avendolo giudicato un perfetto ministro degli interni.
Ma si vede che ora, praticamente esaurito il suo compito ministeriale, vuole re-ingraziarsi il padrone, e torna alle vecchie abitudini.
E che malinconia, poi, vedere che tutti si recano ossequiosamente alle varie residenze del Serenissimo, ignorando assieme a lui che per tali appuntamenti esistono sedi istituzionali.
Spero proprio che sia finita, che si torni alla normalità uno schifo così, francamente non lo sopporterei più.

giuseppe ricci 17.04.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Spero che qualcuno abbia inteso che senza serietà
non si va da nessuna parte!

soldi non ce ne sono perchè si è evitato che la gente potesse produrre.

Il gioco della dama cinese è in atto..

(una pedina mangia tutte le altre e vince, altro che produrre!)

Non credo ai gùru semplificatori.

credo che un motore d'automobile renda al massimo il 40 % .. chiunque parla di miracoli nel beccare tutti gli obbiettivi è un sognatore.
E quelli che vogliono inventare una scienza alternativa (come la medicina alternativa), sono
solo quelli che dicono in continuo: "ho sentito dire.." ma non hanno idea di quello di cui parlano.

Abbiamo quindi rispetto per chi ha i titoli per insegnare le abilità, è meglio per tutti che si parli di lavoro, di sudore vero e non di ispirazioni da veggenti

salvatore palermo 17.04.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Bonaiuti,l'inguardabile portavoce del cavaliere,ha fatto l'ennesima sparata contro Prodi reo,ha detto, di voler imbavagliare i tg.
Il professore ieri infatti aveva criticato ,giustamente,i tg della Rai che avevano dato eccessivo risalto alla nuova stronzata e bufala Calderoliana sulla necessità di abolire per legge 45.000 voti confluenti nella Unione,per un cavillo che solo lui conoscerebbe della sua nuova porcata ,la legge elettorale.Ma vada a cacare!!!Ormai dopo tutto quello che ha fatto e con la faccia da Jack lo squartatore che si ritrova non si sente imbarazzato a sparare nessun tipo di cazzate.
Prodi ha fatto proprio bene a tirare le orecchie ai Tg ed ai suoi direttori che hanno portato così in basso il livello di tg1 e sopratutto tg2.
Ormai in quanto a schifezza per scalette,modi di presentazione delle notizie,ordine delle stesse,occultazione di fatti ben pù interessanti di quello che va facendo il Papa(ormai tutti i giorni ci viene presentato dentro i tg,manca solo che ci indichino se evacua regolarmente)hanno raggiunto e quasi superato lo schifosissimo studio aperto e alitano sul collo del tg4 di Fede!
Rivoglio Minoli,Santoro o altri non asserviti in maniera rivoltevole agli esponenti di governo!!

alessandro bartolini 17.04.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ITALIA RISCHIA DI USCIRE DAL'EURO COLPA LA MAGGIORANZA RISICATA DI PRODI,E COLPA LE SCELTE ECONOMICHE CHE HA INTENZIONE DI FARE..
PER GOVERNARE DOVRA ACCONTENTARE OGNI RICHIESTA DI BERTINOTTI..
OGGI I NOSTRI ALLEATI DI HAMAS HANNO FATTO ESPLODERE UN BAMBINO KAMIKAZE ,IN MEZZO ALLA GENTE CHE FACEVA LA FILA PER LA PIZZA....

DA UN ARTICOLO DEL FINANCIAL TIMES...

IL PETROLIO E' ALLE STELLE...MA NON ERA COLPA DI BERLUSCONI???..

MA COME ,AVETE DETTO CHE ALL'ESTERO C'E L'AVEVANO SOLO CON BERLUSCONI.....E INVECE CE L'HANNO ANCHE CON PRODI...MA ALLORA AVETE DETTO SOLO CHE PALLE,PER CONVINCERE LA GENTE A VOTARE PRODI...

5 ANNI BUTTATI IN CESSO..E CAMERIERI DEL MONDO..

YUPPIIII.... CHE BELLO HA VINTO LA SINISTRA..

YUPIIIIII...

pietro lascala 17.04.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.......... IL LAVORO DELLE LOBBY

OCCHIO CHE CI RIPROVANO !

SE L'ITALIA INVECE IMBOCCA LA STRADA DELLA VIRTU', EVITANDO DI FAR NASCERE ALTRI DIRITTI ACQUISITI, E EVITANDO DEI PERSONAGGI CHE NE SCREMANO ANCORA L'ECONOMIA, CE LA FACCIAMO.

DALLA NOSTRA C'E' LA GIUSTIZIA..

SOLO DOVE REGNA L'INGIUSTIZIA VIENE LA ROVINA ECONOMICA.

NOI SIAMO A POSTO.

RIPARATO IL SACCO METTIAMO DENTRO QUELLO CHE ABBIAMO (TUTTI).

QUINDI OCCHIO AL CANNIBALISMO ECONOMICO STRANIERO..

NESSUNO DI LORO PUO' VANTARE TUTTA QUELLA GIUSTIZIA ECONOMICA DI CUI PARLANO.

SPERO CHE SIA CHIARO !

QUELLE MONTAGNE PARTORISCONO SOLO DEI TOPOLINI !!

salvatore palermo 17.04.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao sono troppo contento!
Uniti si fa la forza togliamoci le fette di salame davanti agli occhi e impariamo a vedere le cose in modo distaccato, ci accorgeremo che è solo e sempre proprio il marketing che ci rovina.

NON CASCHIAMOCI!

NO TAV!
www.montagnanostra.altervista.org

matteo cicchelli 17.04.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

*PER CHI SUONA LA CAMPANA*

Io spero che suoni per l'attuale dirigenza dei DS, Fassino è D'Alema....il risultato vergognoso di queste elezioni è merito loro.
DALLE NOTIZIE CHE IO SPERO ATTENDIBILI ( non me ne frega un cazz...se il Giornale è di Bellachioma)

Estratto:

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=82522

E nei Ds il flop elettorale apre il processo a Fassino

Luca Telese

da Roma

Cosa succede nei Ds?

Passato «l'effetto-immagine» incassato con la vittoria «tecnica» della coalizione, il risultato deludente del partito, il 17,5 incassato al Senato (solo 0.9 in più del primo voto dopo la Bolognina, nel 1994!) ha iniziato a scavare e a corrodere le fondamenta della leadership di Piero Fassino.
Non è - ovviamente - uno schianto, ma non è nemmeno un caso:
prova ne è il fatto che il segretario abbia aperto la prima riunione di segreteria con una sorta di richiesta di fiducia ai dirigenti del gruppo ristretto:
«Se qualcuno ha critiche sul sottoscritto...». Ha (forse) ottenuto, quello che sperava, «un anno di proroga», come scrive Il Riformista, sempre informato sulle cose diessine.
L'immagine che si cerca di accreditare è quella di una discussione serena: ed era a dir poco meraviglioso, ieri, sentirsi ripetere dal portavoce di D'Alema, Matteo Orfini, frasi del tipo: «Il risultato del partito non è insoddisfacente, ed è dovuto al fatto che il presidente e il segretario hanno fatto campagna per la lista unitaria, nell'ultimo mese prima del voto D'Alema non ha fatto nemmeno un comizio sotto il simbolo dei Ds!». Peccato che per mesi tutte le città d'Italia siano state popolate dalla tabellonistica della Quercia, e dal memorabile slogan, «Domani è un altro giorno» (e non, guardacaso, dai 6x3 dell'Ulivo).
Ovviamente occorre ripartire dai fatti. Il primo: Fassino ha fatto strage dei deputati uscenti (quasi settanta fuori) per inserire i suoi uomini (e sua moglie, Anna Serafini) in posizioni vincenti.

ernesto scontento 17.04.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Trovo che l'azione della Polizia italiana sia stata eccezionale. Spesso, troppo spesso, ci dimentichiamo dei tutori dell'ordine, costretti a sobbarcarsi un lavoro sfiancante, con mezzi limitati e con i continui tagli. Sò bene quali sono i problemi delle Forze di polizia in quanto ne faccio parte ed allora applaudo il lavoro fatto dai colleghi siciliani. BRAVISSIMI.
Poi che ci siano cose che non si sapranno mai o i motivi, altro, questo è un discorso che in Italia è similari a tanti altri, cioè i "segreti di Stato" che alla fin fine non giovano a nessuno.

Giuseppe Porcacchia 17.04.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,io sono nato in prv di R.E.e sono molto legato a questa terra,anche se da sempre vivo a milano.Sono daccordo sul discorso dell'inquinamento della pericolosità di alcune forme di smaltimento ecc.Dove io abito,N.E di Milano,sono circondato da discariche.e un inceneritore,ma mi chiedo:se non abbattiamo i consumi di alcuni materiali(es polistirolo)e altro, se non iniziamo ad abbassare la quantità di pattume che produciamo,si proporrà sempre il problema dello smaltimento rifiuti!Non è solo un problema di fonti energetiche alternative,ma di consumi mirati altrimenti i rifiuti ci seppelliranno,anche se ricaviamo energia dal sole o dal vento.

giancarlo franzoni 17.04.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti i Candidi del nostro paese:
http://video.google.com/videoplay?docid=2348009799741438657
Tieni duro Beppe!

Giovanni Paolucci 17.04.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo sapesse, lo Strutturalismo, spiega che l'uomo è bisognoso del soprannaturale.

Cioè nel fondo c'è appunto tale DESIDERIO.

Allora, qualunque comportamento teso a uccidere
la religiosità e/o i principii annessi è certamente atto a distruggere quella che a prima vista potrebbe essere definita "follia umana conservativa".

Abbiamo visto anche che molta gente dedita a commettere delitti, poi chiede perdono ecc..

Allora, senza studio, e senza apporto specialistico, mi pare che l'argomento tenda a divenire assai autolesionista dell'equilibrio della mente generica.

Qualunque attività gratuita, verso l'orrore, e/o a scopo di divertimento è chiaramente una forma di depravazione.

Inogni caso, molti studiosi si sono trovati d'accordo sul fatto che l'uomo è la misura di (in) tutte le cose.

Appunto, qualunque cosa precluda di essere in tale visione è semplicemente una mania, e porta
a menomazione.

chi ha interesse a portare la popolazione verso la "mostruosità"? e perchè ?

Difatti il delitto
è il concetto della primarietà delle circostanze (...)
Quali circostanze spingerebbero la gente a delinquere? la noia?
o qualcuno che ne trae giovamento e diletto?


salvatore palermo 17.04.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a "roberto valentini.
Ho letto il tuo ragionamento sulla violenza, scaturita in misura notevole, per te, dai violenti films americani. Premetto che la paura di un mondo pieno di violenze è certamente sempre più diffusa e lecita (infondo c'è chi guarda al prossimo come una essenza del suo stesso valore e come tale da preservare e da amare) ma guardiamo indietro, nella storia.. Dante ci da informazioni molto vivide della storia del Conte Ugolino.. Che mangiò i suoi figli per non farli morire di fame. E quelle scene, vere o false che siano state, se immaginate, sono 100 volte più potenti dello schermo di un cinema. Insomma la letteratura è strapiena di esempi di come ammazzare gli altri esseri umani (lasciamo perdere il cannibalismo- per me fa parte di una cultura ormai troppo lontana dalla nostra), sebbene non esistessero mezzi di comunicazione paragonabili a quelli di ora.. Ricordiamo le torture, i bambini ammazzati dai conquistadores dopo il battesimo... Le forche le impiccagioni i roghi le persecuzioni le crociate. I fiumi inquinati dal sangue, dopo una battaglia.. Non sono scene abbastanza forti per scatenare fantasie omicide???... Io penso che oggi siamo molto meno cattivi e rozzi ma PIU'SPAVENTATI PERCHE'I MEDIA AMPLIFICANO OGNI COSA A PIACIMENTO DI CHI NE TRAE PROFITTO. La paura secondo me è un bell'affare al giorno d'oggi.. scrivetemi! debbist@yahoo.com
ciao!!!!!!!!

Alessandro Sulpizio 17.04.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Lo “Sportello dei Diritti” della Provincia di Lecce la cui delega è stata assegnata all’Assessore al Mediterraneo Carlo Madaro informa i cittadini che a seguito delle numerose e incalzanti lamentele di avvocati, esperti di infortunistica stradale ed assicurati preoccupati dalla Riforma attuata dal Testo Unico sulle Assicurazioni in particolare nella parte relativa all’introduzione generalizzata del cosiddetto “indennizzo diretto” nel ramo R.C.A. è in fase di costituzione una commissione tecnica volta alla elaborazione di una proposta di legge di Controriforma del mercato assicurativo tesa al riequilibrio delle posizioni contrattuali tra assicurati-danneggiati e Compagnie assicurative, che sarebbero gravemente lese dalla introduzione definitiva della Riforma così come presentata dal precedente esecutivo.
Il tutto alla luce del contraddittorio parere definitivo del Consiglio di Stato reso nell’adunanza del 27/02/06, rubricato con n. 746/06, che di fatto non sembra avallare in tutto e per tutto l’”indennizzo diretto” predisposto con lo schema di Decreto Presidenziale attuativo dell’art. 150 del D.LGS. 209/05, ma che in realtà non boccia la Riforma.
La commissione sarà partecipata da esperti del ramo ed associazioni di settore, tra cui l’ANEIS (Associazione Nazionale Esperti d’Infortunistica Stradale), l’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati) nonché da alcune Associazioni dei Consumatori, dall’Avv. Antonio Tanza vicepresidente dell’Adusbef.
La commissione discuterà della proposta dell’Assessore Madaro che ha più volte auspicato l’introduzione di una norma volta alla separazione dei Servizi di Liquidazione dei Sinistri o tesa all’obbligo della gestione separata degli stessi ai fini di una più efficiente e corretta amministrazione nel rispetto della normativa sulla privacy e della trasparenza dei bilanci. Una norma di tal portata è da molti esperti ritenuta imprescindibile al fine di garantire un mercato assicurativo trasparente e realmente concorrenziale con c

carlo madaro 17.04.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Giacomo Montana ha fatto riferimento nel suo post a questo link:
http://it.news.yahoo.com/16042006/58-56/usa-bimba-uccisa-vicino-voleva-mangiare.html
Sono rimasta sconvolta nel leggerlo. Questa violenza e brutalità fanno rabbrividire. Come è possibile che nessuno faccia un commento, che nessuno comprenda che tutta questa violenza si ritorcerà poi anche contro noi stessi? Ci dobbiamo tutti ribellare contro queste gravissimi crimini e non pensare che siano di normale amministrazione.


Io ho sempre pensato che la cultura degli Stati Uniti avrebbe portato la rovina in Italia e nel mondo, perchè basata fondamentalmente quasi dappertutto sul materialismo, l'economia e dove l'essere umano viene considerato zero a partire da quando nasce a quando muore. Noi "persone" siamo considerate solo dei numeri che producono. Quando per qualsiasi motivo non produciamo, torniamo all'epoca di Sparta e metaforicamente veniamo buttati dalla Rupe Tarpea.


C'è una grande differenza però, che negli Stati Uniti chi viene danneggiato viene risarcito saporitamente e anche chi lavora onestamente ha uno stipendio che gli permette di vivere dignitosamente. Qui in Italia abbiamo importato solo il negativo, tralasciando il positivo che c'è in quella cultura. Se andremo avanti così chissà come finiremo.


Per questo chiedo al nuovo Governo di prendere degli immediati provvedimenti per migliorare la qualità della vita degli onesti cittadini. Giovanna Nigris


http://www.mobbing-sisu.com

Giovanna Nigris 17.04.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

è solo una coincidenza che il giorno dopo la sconfitta di berlusconi viene ritrovato il super-latitante Provenzano??
NO, NON é UNA COINCIDENZA...


copia incolla e leggi attentamente

http://www.aldomoro.blogs.it/


"Al ritorno faro' un po' del mio sport preferito, le freccette contro l'immagine del mortadella, (ma stavolta faro' finta che al posto suo vi sia l'immagine di coloro che lo hanno votato)

Trollo Trolli 16.04.06 01:20"

Eccola qui, un'altra, coloratissima mosca cocchiera. Premurosa, servizievole, schierata, allineata e di lingua lesta. Di lingua lesta ma non per parlare, naturalmente: per quell'esercizio in cui i fedeli del Brianzolo si sono da tempo specializzati.
Ma non ti viene da vomitare, signor Trollo dei miei stivali, quando ti guardi allo specchio?
Il problema, poi, è che nel gioco delle freccette non ci può essere par condicio. Infatti, mentre è semplice e naturale mettere il faccione di Prodi su un bersaglio, per il Brianzolo si presenta un problema. Cioè: qual'è la faccia? Quella sulla testa o quella che per guance potrebbe avere le parti basse?
Un bel problema.
Sono stato elettore di destra, prima che il Brianzolo "scendesse in campo" e, come tale, negli anni '60 mi associavo a coloro che chiamavano i comunisti (quelli di allora) "trinariciuti".
Be', devo dire che se, allora, l'espressione poteva forse essere calzante, adesso non lo è più di certo. E forse avrei detto lo stesso allora, se solo li avessi conosciuti un po' meglio. Ma a volte si sbaglia per seguire una tradizione famigliare, per mancanza di conoscenza, per cattiva informazione: quello è stato il mio caso.
Ma adesso il titolo di trinariciuti spetta di diritto ai FORZITALIOTI: sono loro che oggi se lo meritano appieno, con la loro fede cieca, la lingua lesta (e ormai quasi inutilizzabile per l'accumulo di peli e altre scorie), l'obbedienza cieca e senza esitazioni, lo spirito di protezione ad oltranza verso il loro Serenissimo.
Solo che "trinariciuti" ha fatto il suo tempo ormai: propongo di chiamarli "TRINARTALIOTI".
Ma, naturalmente, accetto suggerimenti e sarò felice di adottare qualsiasi altra espressione, se meglio azzeccata.

giuseppe ricci 17.04.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni ho ascoltato con crescente interesse la bagarre suscitata dall'arresto e devo ammettere anche con un sorriso...perchè?
Qualche giorno prima della cattura, l'avvocato di Provenzano ha dichiarato ai giornalisti che "u tratturi" era "MORTO",per tutti è una dichiarazione di un legale che vuole solo distogliere l'eccesiva attenzione dal suo assistito...ma...il significato era tuttaltro...O Provenzano rischiava di essere ucciso dalla nuova mafia, o non valeva la pena nemmeno di ucciderlo perchè non era un pericolo e quindi poteva essere consegnato.Il linguaggio è quello tipico della mafia, infatti hanno deciso di fargli fare una tranquilla pensione.
Un ultimo appunto sul luogo e le condizioni in cui è stato ritrovato.
Non credo che sia una ricostruzione per la stampa o per i fessi anzi credo che quella fosse la latitanza di un uomo che comandava senza poter godere dei frutti insaguinati del suo lavoro.
In sicilia si dice "Cumannari e megghiu di Futtiri"
Quindi qualunque fosse lo stato in cui viveva poteva decidere della vita e la morte.

Dario Lo Giudice 17.04.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Cappuccio, grembiule e compasso!
Tutto dimenticato?

carlo bonuccelli 17.04.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno!

la mafia non ha una struttura unicamente piramidale. Pensare la mafia solo come una piramide è prendere un granchio.
Provenzano è tutto un rebus, forse messo davanti a noi per non farci pensare ad altro. Di certo non stava là e non comandava con i pizzini quello che noi intendiamo un'organizzazione enorme. IL fatto è che non sappiamo cos'è la mafia.
Per molti la parola mafia vuol dire Mazzini Autorizza Furti Incendi Avvelenamenti
(http://encyclopedia.jrank.org/LUP_MAL/MAFIA_MAMA_.html).
la mafia assomiglia alla massoneria, ci sono diversi ordini, diversi capi, ci sono scontri interni e grande devozione ad una divinità femminile.

ciao!

arnon debernardi 17.04.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento

credo di non sbagliare,gli avvocati del provenzano saranno il TAORMINA,GHEDINA,PECORELLA con la consulenza di CASTELLI,i quali sicuramente affermeranno che questo povero pastore è solo vittima dei giudici toghe rosse e comunisti, per confutare le loro tesi chiameranno dei consulenti svizzeri...

roberto valentini 17.04.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento

La violenza e la brutalità umana non conoscono limiti. Ho letto quanto accaduto ad una povera bambina e c’è da rabbrividire. Il fatto è successo negli U.S.A. e credo che i films carichi di violenza che sfornano in America ne siano una delle cause bestiali. Gli U.S.A. anche da questo aspetto, non sono un buon esempio per il mondo, o perlomeno questa è solo una mia convinzione. Rispetto comunque anche chi su questo argomento non la pensa come me. Ci vorrebbero più films educativi e meno films violenti. Se continuiamo a fare vedere films violenti, non si fa altro che alimentare altra violenza facendola sembrare a tutti sempre più normale anche nella vita. Cerchiamo di sostenere sempre la pace e i veri sentimenti umanitari!

Attenzione! non cerchiamo di fare finta di non sapere, sarebbe un probabile boomerang!

Dispiace che mancando unità dei cittadini contro il crimine, chi paga questa piaga sono sempre le vittime più deboli, a cominciare dei poveri bambini. Vi inserisco il Link e l’inizio dell’articolo.

http://it.news.yahoo.com/16042006/58-56/usa-bimba-uccisa-vicino-voleva-mangiare.html

Reuters - Dom 16 Apr

Usa, bimba uccisa da un vicino che la voleva mangiare

OKLAHOMA CITY (Reuters) - Un uomo è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso una bambina di 10 anni, figlia di un suo vicino di casa, e di aver progettato di mangiarne il corpo, ha detto oggi la polizia di Oklahoma City.

Kevin Underwood, 26 anni, è stato arrestato venerdì per l'uccisione di Jamie Rose Bolin, scomparsa dopo essersi essersi recata mercoledì scorso in una biblioteca a Purcell, 58 chilometri a sud di Oklahoma City.

"In merito a un possibile movente, sembra che questo faccia parte di un piano di rapire una persona, violentare, torturare, uccidere, tagliare la testa, estrarre il sangue dal corpo, compiere atti violenti sul corpo, mangiarlo, quindi disporre gli organi e le ossa", ha detto il capo della polizia di Purcell David Tompkins in una conferenza stampa...

Giacomo Montana 17.04.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

spero che il mio precedente commento nn sia stato inserito per mio errore.

cmq... ecco alune cose che penso sull'arresto di provenzano:
1) se è stato preso, significa che è stato precedentemente sostituito.
2) i mafiosi vogliono il potere, d'accordo, ma schifano quello politico, che sfruttano solo tramite dei burattini a loro piacere.
3)secondo me, è una montatura, un boss nn si riduce ad una vita così
4) 40 di latitanza, per vivere come un reietto?
5) se nn usava tutti quei soldi che dicono di aver trovato, chi li sfruttava?
6)una persona che nn ha finito la 2 elementare come fa ad essere a capo dell'organizzazione mafiosa per eccellenza?
7) è possibile che tutto si reggeva sugli ordini dei pizzini?

cosa che mi ha sbalordito...la reazione della gente. credo che per provenzano il miglior nascondino sia stata l'omertà di buona parte delle persone che "eroicamente" ora si facevano belli a gridargli offese. complimenti.
un saluto a tutti

davide scorzelli 17.04.06 03:12| 
 |
Rispondi al commento

per combattere la mafia, occorre un intervento di un elemento terzo (unione europea), perché uno Stato immischiata con la mafia non può combattere se stesso dall'interno...
e per un intervento dell'unione europea occorre la sollecita richiesta dell'italia, che a questo punto non potrà venire mai...


saluti,
terry...

Giuseppe Perez 17.04.06 02:50| 
 |
Rispondi al commento

La mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e'"cosca")esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie COSA NOSTRA-A history of the Sicilian Mafia

mario numa 17.04.06 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Inspiegabilmente Atroce
...sindrome di chi è in vantaggio:

http://fuocoamare.blogspot.com/

Gianpiero Romano 17.04.06 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Trovo in tanti post un senso di distacco nei confronti della mafia malgrado la comprensione:Cosa Nosra e'per molti una realta' lontana.E' sbagliato vederla cosi'.
La mafia nasce e si sviluppa in Sicilia lo sappiamo tutti; ma oggi piu' che mai essa e' potere e soprattutto affari.La mafia investe i suoi soldi dove "i soldi girano".E i soldi girano dappertutto tranne che in Sicilia.
La mafia per esercitare potere non puo' contrapporsi allo Stato,non e'l'antistato:la mafia e' dentro lo Stato
Ma insomma abbiamo un presidente del consiglio(forse ex ma non e' detto)che deve tutte le sue ricchezze a Cosa Nostra e in Sicilia non ci ha mai messo piede!

mario numa 17.04.06 01:17| 
 |
Rispondi al commento

..Si..Beppe..c'è qualcosa,qualcosa che non convince..forse eccessivo trionfalismo? forse eccessive certezze?..certo un pensiero che si diffonde è che la mafia non sraebbe poi una gran cosa se questo è il CAPO SUPREMO..e soprattutto sarebbe normai roba di braccati e rozzi macellai,di trogloditi selvaggi..ma la mafia ha molti volti e molte mani..è il riclaggio del denaro sporco,il mercato delle droghe,il controllo dei voti..è colossali appalti da miliardi di euro..si innesta nei movimenti di molti grandi della finanza e della politica..abbiamo "veramente" scoperto i "veri" vertici della mafia?..è stato "veramente" un arrestoi di un re al massimo della sua potenza,o piuttosto di un nobile decaduto?..non stiamo forse perdendo lo sguardo sulla mafia dei colletti bianchi,dei grandi capitali,deli connubbi politici?..non rischiamo forse di confondere ciò che vorremmo che sia con ciò che è?..nonostante quel che sembra non sono domande retoriche..e certamente io non so le risposte..di sicuro conviene restare sempre vigili..avere gli occhi aperti..del resto è l'eterna domanda..ciò che ci "vendono" è reale?..le informazioni che riceviamo sono del tutto vere?..le parole che ascoltiamo sono neutre e indipendenti o veicolano messaggi o ideologie?..qual è la verità..c'è una verità..o è tutto un gioco di specchi?..sono sicuro che è un bene che l'ennesimo macellaio mafioso sia stato scoperto..sono sicuro che era potente..ma non sono sicuro,e quindi spero mi aiuterete a capire,se..era veramente il capo dei capi..e che senso ha parlare di capo dei capi..se il suo arresto non sia stato in qualche modo veicolato..e fa riflettere la riflessione tua Beppe..quanto diventa difficile o possibile parlare adesso ancora di rapporti mafia-politica,mafia-finanza,mafia-massoneria,mafia-servizi segreti..l amafia non è mai stato una realtà di puro materialato criminale,se vediamo solo quello ci mettiamo una bella fetta di prosciutto sugli occhi..ma allora..quali sono le immagini reali?

alfredo cosco 17.04.06 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se esco un po' dal seminato "profondo", ma che diamine ci faceva Anna La Rosa nella masseria di Provenzano con tecnici e cameramen? oggi al tg erano tutti in tuta bianca e mascherina, mentre ieri s'è vista Donna La Rosa spettegolare fra le cose del più ricercato latitante italiano da decenni...
MA SIAMO MATTI???
Chi ha dato il consenso a fare entrare tonnellate di fondo tinta in un luogo dove il RIS deve lavorare per mesi?
CHI LE HA DATO L'AUTORIZZAZIONE, PERDINCI!!!

Annamaria Loschi 17.04.06 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il cerchio si chiude dove tutto fuoriesce x ricostruire un nuovo cerchio!!!
c'è solo una differenza che l'uomo politico mafioso cade in prescrizione mentre un provenzano puo trascorrere 42 anni di latitanza!!

ema zaghi 17.04.06 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mafia fatta di codici d'onore,silenzi,rispetto e apparente miseria appartiene alla vecchia generazione di padrini,proprio quella di Provenzano.Chi non vive in Sicilia e non è siciliano e non conosce il contesto,la mentalità gretta,il profondo attaccamento al territorio e il potere occulto non potrà mai capire come questo ominuccolo malaticcio abbia tenuto le fila dell'organizzazione criminale.Invece è proprio così,potete fare tutte le disquisizioni possibili e immaginabili,ma credetemi la realtà è proprio questa,fatta di cicoria,formaggio e ricotta.

Vittoria Montana 16.04.06 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho lasciato un mio precedente messaggio con una domanda im sospeso.
Perche' non lo hanno arrestato 48 ore prima?
Qualcuno la ha ripresa ma nessuno ha dato una risposta precisa.
A mio modesto parere, sempre facendo fantapolitica alla maniera andreottiana (gobbo batte nano 7:0), in tale caso la mafia avrebbe portato via a Berlusky piu' voti di quelli che Berlusky avrebbe raccattato nel resto dell'Italia.
E non si dica che era una normalissima operazione di Polizia; certe operazioni vengono SEMPRE concordate dall'alto, Servizi e/o politica.
Altrimenti, se non occorresse l'ok politico per qualsiasi arresto eccellente, non vedo come mai il parlamento non si spopola.


Enzo Visc 16.04.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento

43 anni di latitanza......incredibile. In un paese normale ci sarebbe da defenestrare tutti i vertici di GDF, Carabbinieri, Polizia ecc. Inoltre faccio notare che lo hanno preso a Corleone, questa mitica grande metropoli, ove nascondersi deve essere davvero facilissimo e si può diventare davvero imprendibili...meno male che c'era "ladrusconi" al governo....

Gino ravaglia 16.04.06 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi ripeto, ma per me questa tortura si ripete ogni giorno, compresi i festivi, Natale,Capodanno e Pasqua, da più di 11 anni:

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i mezzi di protezione in ambiente contaminato. Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia e in particolare l’Assessorato alla Sanità erano stati perfettamente informati dei fatti di servizio illeciti.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese ed è intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina.... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu.

Giovanna Nigris 16.04.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento

dal blog di DI Pietro
The Guardian
Un Golpe all' italiana, Silvio Berlusconi si avvicina come sembra possibile a emulare il Generale Franco . E'passato molto tempo da quando c'è stato il colpo di stato in un paese europeo occidentale, così forse noi abbiamo dimenticato le cose in cui si assomigliano. Oltre alla Grecia nel 1967, penso l'ultimo tentativo efficace di sfidare un'elezione nella nostra parte del mondo è stato eseguito da Franco Generale negli anni '30. ale e i colonnelli greci. Ma Silvio Berlusconi diviene il più vicino possibile e molto più vicino di quanto egli dovesse, a emulare il Caudillo e i colonnelli. Il suo rifiuto di accettare i risultati ufficiali dell'elezione generale di Italia si colloca al limite delle regole costituzionali del paese, sebbene sia scettico su quello, ma sia incontestabilmente l'atto di una caduta di stile morale. Non è il modo giusto da comportarsi in una democrazia. Quando l'altro schieramento prende più voti e seggi, Silvio, dovete andare via. Il gruppo che ottiene la maggior parte degli obiettivi è il vincitore, anche con un calcio di rigorefinale. Loro sono le regole. Ma Berlusconi è stato sempre insofferente alle regole, uno che le schiva fregandosene delle responsabilità. Il rifiuto di accettare le regole esistenti è al cuore della sua politica. Quello è il motivo per cui lui non va via ora. E, mentre siamo a questo mettiamo sul tavolo tutte le preoccupazioni. Il Berlusconi più lungo controlla le azioni, più è probabile che egli fisserà il risultato, con la corruzione o trucchi sporchi, in suo favore. Userà tutti i mezzi per avere una revisione e un nuovo conteggio e così via - ma non sotto la supervisione di un governo al quale tende ad aggrapparsi D' ufficio .Quello che vediamo è vicino ad essere un oltraggio alla democrazia del genere con cui l'Unione Europea non è poco conosciuta.
segue

masso salvi 16.04.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Quannu tira u ventu fatti canna!
-----------------------------------

Io la conosco come "calati juncu ca passa la china"(piegati giunco che passa la piena).

La palma 16.04.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Questo era il modo in cui Milosevic si è comportato quando laSerbia ha votato, il modo in cui Viktor Yanukovich ha agito quando l'Ucraina ha avuto la sfacciataggine di votare per Yushchenko. Quando hanno provato ad aggrapparsi a questi cavilli ,alla faccia dei risultati, i nostri governi hanno agito insieme ri e hanno mantenuto la regola di democrazia e legge. Perché il comportamento che si vede in italiana è oggi diverso? Risposta: non lo è. Se Berlusconi non va via, le nazioni dell'Europa dovrebbero rompere rapporti diplomatici. L'Italia dovrebbe essere esclusa da tutte le funzioni UE fino a che l'elettorato non viene rispettato.

masso salvi 16.04.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Non ho ben capito cosa volevi dire con questo post qui:"E il cerchio si chiude: se il boss dei boss si rende impresentabile in società, ostinarsi a considerare una grave, imperdonabile colpa frequentare mafiosi, chiedere e offrire loro favori, discutere con loro di soldi, voti e delitti, equivale a prendersela con dei fantasmi, prodotti da una fantasia malata. Ma quel che è frutto di fantasia malata non può essere considerato illecito, né sotto il profilo giudiziario, né sul piano politico. Allora, le “relazioni esterne” con la mafia possono tranquillamente continuare, come metodo di azione politica. Senza scandalo. Per il passato, il presente ed il futuro. Anche quando si tratti di politici di primo piano. Siciliani o nazionali."

Voglio dire... la cosa è ironica o parlavi sul serio? No perchè se parlavi sul serio mi cade un mito...(ma tanto ormai ci sono abituato).

Fabio Ruggieri 16.04.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Se la democrazia dei partitidiventa solo per le élite Dove sonole sedi per la politica
di massa?

hahttp://www.liberazione.it/giornale/060415/archdef.asp posto la mia amica.

Estratto:

Piero Sansonetti

Una mia amica, ieri sera, mi ha chiesto: «Ma se io, dopo tanti anni, volessi ricominciare a fare politica, come potrei fare?» Non le ho saputo rispondere. Lei ha iniziato nel Pci, da ragazzina, negli anni sessanta, e poi si è impegnata fino alla Bolognina e anche dopo. Da qualche anno era fuori, sfiduciata, delusa. Questa campagna elettorale però ha preso anche lei, come tanti di noi, e la vittoria della sinistra, seppure solo d’un soffio, le ha fatto tornare la voglia di impegnarsi. Però non ha più trovato una sede per fare la politica. Il vecchio mondo di 15 anni fa non esiste più. La politica importante dove si fa? In televisione, un po’ sui giornali, nelle stanze degli stati maggiori dei partiti. Fuori dai quartieri generali o dalle televisioni cosa è rimasto?

E’ vero, naturalmente, che c’è una rete vasta di realtà, associazioni, gruppi, organizzazioni, dove si pensa, si discute, si agisce, pecialmente su obiettivi specifici, su questioni di grande valore concreto e di forte spessore etico. Sono i piccoli fiumi carsici che ogni tanto riemergono e danno vita a quelle grandi ondate che abbiamo visto negli anni scorsi, quando è dilagato il movimento no-global. Ed è anche vero, che in alcune realtà locali, si accendono ogni tanto delle grandi battaglie, come fu a Scansano, come è stato recentemente in Val di Susa. Ma il problema che mi ha posto la mia amica è un altro. Potrei riassumerlo così: in questa democrazia, fondata sui partiti, i partiti dove sono? Bastano le poche sezioni di Rifondazione (col loro modesto potere) a colmare il vuoto?
Voi capite bene che è una domanda inquietante, che nasce dal buonsenso e da una esperienza personale, ma riguarda il cuore del nostro sistema.

ernesto scontento 16.04.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

@ mario numa 16.04.06 16:37

Perché, a chi credi si sia rivolto Garibaldi quando è sbarcato in Sicilia, per "conquistare" i siciliani?

Fabio Fazio 16.04.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicuramente l'ha fatto apposta il caimano. subito dopo le elezioni vinte dalla sinistra.

cuffaro lo sapeva fin dal primo momento dov'era provenzano

vito giuli 16.04.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma finiamola dai con questo tifo da calcio. Qualsiasi cosa si faccia bisogna cercare complotti detro altri complotti.
Devo pensare allora che per beccare Desdemona Lioce e COMPAGNI doveva esserci un governo di destra? Ma dai...

Poi le solite frasi fatte:
a pensar male è peccato...
Ci sono voluti 40anni per beccarlo...

Vi state chiedendo come uno che sembra un pezzente possa comandare la mafia.

Ma se ci sono migliaria di persone che si fanno fregare solo a parole (vedi Vanna Marchi e medici fasulli), volte non ci riesca uno con la lupara?

Speriamo solo che i Siciliani trovino il coraggio di non lasciarsi calpestare la faccia dal prossimo boss di turno.

Nicola Manente 16.04.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FORSE HAI RAGIONE TU CAIMANO:
Esistono miriadi di cavilli da sfruttare!
Ma in realtà quello che pesa più di tutti è:
IL POTERE
Forse non ci hai fatto caso, ma in realtà siamo un popolo pacifico, che non ama la girata continua su qualunque cosa..
Abbiamo la nostra dignità e la nostra morale che ci impedisce di dare il cervello in pasto ad ogni autore.
In realtà già noi siamo l'autorità, e cercavamo solo di votare.. (e non il contrario: non siamo personaggi in cerca d'autore)
E poi, chi dà tutto questo potere a un uomo?
E' una cosa giusta che invece di cercare la verità della gente, si cerchi solo quella che fa comodo? come se le case italiane fossero tombe?


salvatore palermo 16.04.06 01:08 |
-----------------------------------
Condivido:
I TG ITALIANI FANNO SCHIFO.
I GIORNALI ITALIANI FANNO
SCHIFO.
CONTRIBUISCONO A DIFFONDERE QUESTO FALSO SENSO DI INCERTEZZA SUI VINCITORI.
COME SE CONTINUANDO A GRIDARE NON HAI VINTO
LA COSA POSSA DIVENTARE REALE.

SIAMO VERAMENTE ALLA FRUTTA: C'E' TROPPA GENTE
CHE MERITEREBBE DI FARE POLITICA NELLE FOGNE.(forse i topi si offenderebbero)

marcello corrado 16.04.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Sia chiaro che per famiglie deviate intendo come quelle di provenzano!

Teresa Distefano 16.04.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Per chi volesse contattare la birreria Pedavena, ecco il link del sito internet:

http://www.birreriapedavena.info/

E per tutti:

Alla salute!!!

Paolo Dodet 16.04.06 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Provenzano era ed è il capo di una banda fatta di rapinatori, assassini, persone senza scrupoli che incutono paura grazie alla loro violenza esagerata, si, ma non era e non è soltanto questo, era ed è anche il direttore artistico di come devono andare le cose in un certo paesino e in una certa Italia.
Sopra di lui troneggiano persone importanti che insistono a tirare i fili di una certa società, e non si tratta soltanto di politici, questo è chiaro, ma anche di settori più nascosti che hanno a che fare con una religiosità estremista per la quale la famiglia è più importante dell'individuo, "puoi ammazzare quanti bambini e donne e uomini vuoi con le tue bombe intelligenti, ma non puoi mettere in discussione la famiglia", ma quale famiglia?
Si sa, esistono miliardi di famiglie, alcune oneste e sincere e alcune deviate, non si può proteggere la famiglia, a cui provenzano e tutti i mafiosi tengono tanto e fregarsene degli individui!!!!!!!!!
E allora? Oltre ai mafiosi chi è così estremamente legato ad un tipo di famiglia e solo a quella?
Meditiamo gente, meditiamo!

Teresa Distefano 16.04.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"La mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e'"cosca")esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie-Cosa Nostra

mario numa 16.04.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

IN QUESTO BLOG VENGONO SISTEMATICAMENTE CENSURATI I COMMENTI DI CHI CRITICA LA SINISTRA.

COMPLIMENTI A BEPPE GRILLO QUANDO EVOCA LA LIBERTA', FACCI ALMENO SAPERE CHI TI PAGA.

E PARLATE ANCHE DI MAFIA......

P.S:
tra pochi minuti questo post verrà fatto scomparire, cosi come tutti gli altri che ho trasmesso in precedenza.

Gianni P. 16.04.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedo ma com'è stato possibile non candidarlo a queste ultime elezioni? perchè buttare al vento tanta materia organica......è forse peggio del Vs. ex presidente del consiglio?

nicola cossu 16.04.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Cettina, finalmente un'altra siciliana che non giudica dall'alto e troppo frettolosamente il fenomeno mafioso! Io credo che non c'entra la volontà quando se non paghi il pizzo rischi di avere bruciata la tua attività. La paura è molta e va superata con un movimento di massa (vedere il comitato addiopizzo) e con il giusto sostegno dello stato. Ho visto "la mafia è bianca", un documentario molto ben fatto, ma anche "In un altro paese" dedicato all'antimafia. Sono d'accordo con te Cettina, non è facendo progetti sulla legalità nelle scuole borghesi che si agisce contro la mafia. E' l'ignoranza che dovrebbe essere combattuta, come ha fatto Pino Puglisi, nei quartieri più disagiati delle città. Lui parlava la loro stessa lingua.
E' l'ignoranza delle vecchie generazioni che ha paura di dire quello che pensa. E' l'ignoranza di chi non immagina un mondo diverso, perchè per loro esiste soltanto questo.

M.Pia Rizzo 16.04.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Buona Pasqua e speriamo bene per i prossimi giorni.

Emilio Aurelio 16.04.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Provenzano "l'hanno" preso perchè non conta più un cazzo da anni.

Non è questione di marketing.

Questo vecchio col pannolone , non recita.

Questa è una colossale presa per il culo degli italiani.

cimbro mancino 16.04.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

su falo (televisione svizzera) hanno presentato alcuni spezzoni de "il fantasma di corleone".

Spezzoni in cui tra l'altro, intervistavano Michele Riccio (carabinieri) che raccontava di quanto un volta fu vicino alla cattura di Provenzano ma il comando non gli diede l'autorizzazione a procedere.....

L'autorizzazione doveva arrivare da Mario Mori....


Ricci che é stato premiato dal FBI per un indagine antidroga in Italia é stato, per la stessa indagine, indagato per spaccio....

Mario Mori é ora a capo del sisde....

e Ricci é stato anche denunciato per l'intervista rilasciata....
ciao a tutti e buone feste

Igor Scicchitano 16.04.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Per Roberto Frattini

'A Robe'!! Ma che ciai le chiappe der cervello che te scureggiano? O come tutti i sinistroidi ciai la coda de paja? Io non sono un elettore de F.I., e quinni hai capito proprio male. Io ho detto senza tema de esse smentito cha da 60 anni a sta parte, tutti quelli che sto stati ar Governo se so' magnati sto monno e quell'artro.
Che to 'o ricordi Craxi, Forlani, etc.. o ti i sei scordati? Ciao ni'

alfio grezzi 16.04.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Come avevamo ampiamente previsto, Beppe Giulietti non è stato eletto. Non per demerito suo, anzi: se tutti i candidati dell'Unione avessero fatto campagna elettorale quanto lui, il centrosinistra avrebbe raccolto ben più dei miseri 25 mila voti di vantaggio alla Camera. La responsabilità è tutta dei dirigenti del futuro cosiddetto Partito Democratico, che prima l'hanno trombato, poi - dopo l'appello firmato per primo da Enzo Biagi- hanno garantito il ripescaggio, poi fra il lusco e il brusco l'han confinato all'ottavo posto nel Piemonte-2 (Beppe è veneziano), dove l'Ulivo prevedeva di eleggere sei deputati. Così è stato. Ma - assicuravano al Botteghino- Prodi e Gentiloni avrebbero optato per altri collegi, liberando due posti per il settimo e l'ottavo in lista, cioè per il primo e il secondo escluso (Giulietti, appunto). Ora si scopre che non sarà così, almeno per Gentiloni, il quale dovrebbe tenersi il Piemonte-2. E' una vergogna, una delle tante di queste folli elezioni. Una vergogna contro cui tutti i nemici dell'inciucio devono far sentire la loro voce, scrivendo al Botteghino per Giulietti e firmando l'appello (che riportiamo qui sotto) per Tana De Zulueta. Anche il segretario dei Verdi, Pecoraro Scanio, sta facendo il furbo. Aveva candidato Tana De Zulueta sbandierando la battaglia per la departitizzazione della Rai, ma ora per un gioco di incastri pare intenzionato a penalizzare la ex corrispondente dell'Economist a vantaggio dicandidati di apparato più "affidabili". Beppe e Tana scontano un peccato originale davvero imperdonabile per la partitocrazia: in questi anni hanno combattuto e denunciato ogni censura alla Rai e, se eletti, si batterebbero per una legge severa sul conflitto d'interessi. Dunque, contro ogni inciucio sotterraneo con Berlusconi. Se non troveranno posto in Parlamento, sapremo che cosa significa: l'inciucio è già cominciato.

Marco Travaglio

http://www.marcotravaglio.it/stoccataefuga.htm

Annamaria Farina 16.04.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

OT
IMPORTANTE!

In queste ore si sta delineando il pericolo della non rielezione della Senatrice Tana De Zulueta, che per un complicato gioco di incastri dovrebbe rimanere fuori dalla Camera. Per i Verdi significherebbe perdere due volte: perdere una validissima rappresentante istituzionale e perdere il rapporto con una parte importante della società civile italiana. Il grande lavoro condotto da Tana in questi mesi ha aperto ai Verdi la possibilità di confrontarsi con mondi importanti come quello della libera informazione, della legalità, dell'immigrazione e della politica europea.
Tutti temi che i Verdi negli scorsi anni hanno sfiorato con sufficienza e con poca profondità. Noi militanti , elettori, cittadini e simpatizzanti dei Verdi e non, chiediamo al Presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio di garantire la presenza di Tana De Zulueta alla Camera dei Deputati, altrimenti sarà l'ennesima riprova della sordità dei Verdi verso delle istanze vere e reali.

Primi firmatari:

Sabina Guzzanti
Furio Colombo
Carlo Freccero
Giulietto Chiesa
Marina Astrologo
Silvia Bonucci
Enrico Fontana
Marco Travaglio

Chi volesse aderire all'appello, può mandare una mail con la sua firma al seguente indirizzo pertana@gmail.com


Annamaria Farina 16.04.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

"Il 16 Aprile 2002 fu catturato Antonino Giuffre detto manuzza[...]Il nomignolo gli deriva dalla mano destra sfigurata,effetto di un incidente di caccia[...]
In Giugno sentendosi tradito dal suo capo ,Giuffre comincio' a parlare ai magistrati inquirenti:"Ero il collaboratore di Provenzano e dovevo cercare di riorganizzare Cosa nostra su vasta scala."Ma la sua dichiarazione piu' sorprendente fu che nel 1993 Cosa Nostra aveva avuto contatti diretti coi rappresentanti di Silvio Berlusconi.
Si ricordera' che il 1993 fu l'anno della campagna di attentati dinamitardi lanciati da Cosa Nostra all'Italia continentale.E nello stasso anno Berlusconi era impegnato a dar vita a un nuovo partito politico in risposta alla crisi provocata dall'inchiesta di Mani Pulite.Secondo Giuffre' l'argomento del presunto incontro tra gli uomini di Berluscon e Cosa Nostra era un'alleanza tra la mafia e il nuovo partito nascente,che sarebbe stato presto battezzato Forza Italia[...]"

John Dickie COSA NOSTRA -A History of Sicilian Mafia-

mario numa 16.04.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se sento qualcuno che ancora si mette a dire: povero Provenzano, gli faccio fare la fine che lui ha fatto fare a un sacco di persone!

Vi prego italiani smettetela di dare giudizi con dati ricevuti dalla televisione....lo dico per voi....non date giudizi nemmeno con "solo" i dati di questo blog!

Una persona se proprio vuole dare giudizi deve essere informata...!!

riccardo lo nigro 16.04.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

C'E' NESSUNOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

CAZZO APEENA ARRIVA UN NUOVO POST SCAPPANO TUTTI!!!

E' LA CONFERMA CHE HA SCRIVERE SONO I SOLITI 4 GATTI


Vincenzo Nigro 16.04.06 15:16 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

maccheccazzo dici

Dario Mozzaglia 16.04.06 15:38 |

**********************************************

Esatto, sono circa 648 persone che postano nel BLOG del portatore COGLIONE OBESO di democrazia!

dei quali 300 sono minorenni DROGATI ed i rimanenti 348 sono persone poco raccomandadabili ... vedi caruso e di pietro

Truant Giancarlo 16.04.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe,
non ci vuole molto a capire ke provenzano ora, come riina prima, si sono lasciasti prendere perkè ormai avevavo il vuoto attorno..non rientravano piu nei piani del "burattinaio"...ma scuasate un attimo..sofermatevi un attimo a pensare: la Mafia su cosa si basa? la ricerca del profitto..ad ogni costo!
l'imprenditore a capo dell'"azienda Italia" ( perke cosi "lui" definisce il nostro paese) su cosa basa la sua esistenza? la ricerca del profitto ad ogni costo! Macchiavelli diceva "...il fine giustifica i mezzi..." a Berlusconi piace MOLTO macchiavelli...non per nulla per stalliere sie era preso tale Vittorio Mangano boss della mafia...non per nulla l'ideatore, il creatore di quella srana cosa a metà fra multilevel marketing e partito politico ,sto parlando di forza italia, e un certo dell'utri, condannato ..ripeto CONDANNATO non indagato, per mafia...meditate gente..meditate

roberto frattini 16.04.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pe' Grezzi er Grezzo

Ma fesso ce sarai te e tutti quelli della palazzina tua!!

alfio grezzi 16.04.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[...] Senza un buon marketing ormai non si può più prendere sul serio nessuno: neppure la mafia. [...]

Sono daccordissimo, quindi debbo aggiungere due cose:

1. Provenzano è stato arrestato perché faceva parte di una mafia che non può piú essere presa sul serio, appunto perché non ha un buon marketing.

2. La mafia che conta oggi è quella che ha un buon marketing. Che può essere presa sul serio.

La domanda allora nasce spontanea:

Chi sono i nuovi mafiosi?
Chi sono quelle persone che, oggi come oggi, hanno un buon marketing? Che possono permettersi il buon marketing e che hanno tanto potere mediatico da poter influenzare le opinioni e che quindi possono essere o capi mafia o alleati importanti? Chi può essere "preso sul serio"?

Le risposte datele voi.

Non vi dico Buona Pasqua perché non sono cristiano e per me la Pasqua non vuol dire niente.

Buone feste.


C'E' NESSUNOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

CAZZO APEENA ARRIVA UN NUOVO POST SCAPPANO TUTTI!!!

E' LA CONFERMA CHE HA SCRIVERE SONO I SOLITI 4 GATTI

Vincenzo Nigro 16.04.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco, appunto di questo si tratta...

Di spostare l'asse politico verso IL CENTRO
e non di stare a destra, per non essere investiti..

(altro che sinistra! molta gente parla di sinistra pensando al comunismo, in realtà la mancanza della passione, allo studio e la mancanza di riconoscimento dei maestri indispensabili per ogni indivuduo fa di molti dei musicisti ben stonati)

ARMONIA VUOL DIRE EQUILIBRIO.

Appunto, la mancanza del giusto pocessamento del pensiero ci rende mediocri e sopratutto immutabili

(Difatti oggi che il delitto è prova di patologia, molta gente lo paventa! mostrando
il desiderio solo di fare del male)

salvatore palermo 16.04.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento

"La mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e'>)esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie-Cosa Nostra

mario numa 16.04.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Buona Pasqua a tutti ..belli e brutti!

Provenzano?...io non farei mai affari con uno cosi'...ma non posso dire lo stesso di altri!
...ma quello che mi sconvolge e' che gli hanno trovato bibbie e vangeli, e dice in continuazione:"che Dio vi protegga"!

..secondo me ogni volta che ha massacrato qualcuno, e' corso subito dopo a confessarsi...io avrei preferito gli avessero ritrovato amuleti,candele,cose da messa nera insomma,almeno uno sa da che parte sta il male...adesso ho una tremenda confusione.....quindi uno che non massacra nessuno,che al contrario aiuta gli altri, sarebbe meglio esclamasse:"che il diavolo vi maledica"!


bhaaa....sti cattolici stanno sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato!!!!!


Carissimo Beppe,
l'impressione che ho tratto io dall'"abile sceneggiata"(condivido la tua analisi)mi ha fatto associare l'arresto di Provenzano alla promessa di togliere l'ICI sulla prima casa e l'imposta sui rifiuti urbani di PsycoSilvio.Doveva essere forse un altro scoop a fini elettorali.Peccato che la polizia abbia agito solo il giorno dopo il voto! C'è stato forse un frainteso sulle date o una parziale disobbedienza civile delle forze dell'ordine?
In mancanza di verità tutte le ipotesi sono possibili, ti pare? Buona Pasqua, Viola

Viola Ferrante 16.04.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

"LA MAFIA SIMULA E DISSIMULA"

"Provenzano e' stato catturato sotto il governo Berlusconi"

"

" le sue televisioni gli sono tutte contro ,Guardate striscia la notizia,le iene..."


LA MAFIA E' QUESTA!

Giovanni Ruotolo 16.04.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso non è possibile pensare che non si tratti di altro che una coincidenza l'arresto del boss il giorno delle elezioni...
C'è infatti chi dice che si sia trattato di un vero e proprio errore, perchè l'operazione, iniziata 6 e dico 6 anni fa, avrebbe potuto benissimo concludersi giorni prima, cosa che anzi il buon Pisanu auspicava fortemente, per sfruttarne il minimo ritorno in immagine del governo, ed io sinceramente, penso che sia credibile... forse Grasso non ha voluto fare alcun favore ad un governo filomafioso... ed anche questo è possibile...
Cmq, quello che trovo sconcertante, è come si possa ritenere quest'arresto un'arresto importante...
Cioè la mafia esiste da centinaia di anni... molto prima della repubblica italiana, molto prima del primo regno d'italia, è uno stato nello stato, non è mai stata battuta perchè è retta da gente con le palle, con sistemi furbi, ma più che altro perchè ha anche una qualche forma di sostegno popolare, al di là delle angherie, soprusi e pizzi, nonchè merletti, essa opera un certo controllo del territorio...
Ogni qualvolta qualcuno viene preso, ci sono 2 strade aperte, o era qualcuno che non contava molto, e sarà quindi facilmente sostituito, e reso inoffensivo, o è uno che non conta più molto...
Ora che Provenzano fosse un leader, se non addirittura "il" leader, è anche possibile, ma lo stanno cercando da 43 anni... in che modo non lo so ma dicono lo stiano cercando da questo tempo...
ora hanno acchiappato un vecchietto... ha già fatto il suo tempo, è un leader carismatico, e rappresenta un periodo, ma se l'hanno acchiappato è perchè i giochi che contano li sta facendo qualcun'altro...I nostri inquirenti, a cui va tutto il mio rispetto, purtroppo per loro, vuoi per volontà politiche o per altro...non arrivano per primi da nessuna parte. forse sui ladri di polli, forse sui piccoli spacciatori...sul resto sono all'inseguimento. Il Provenzano che hanno preso ha un valore simbolico, ma vale come il 2 di picche a briscola

Dario Mozzaglia 16.04.06 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se Provenzano fosse stato arrestato 48 ore prima probabilmente la destra avrebbe vinto le elezioni.

Andrea Giova
----------------------

Se Provenzano fosse stato arrestato 48 ore prima, probabilmente la CDL avrebbe avuto un risutato inferiore.
Rifletti.....

Annamaria Farina 16.04.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo forum di democrazia ve ne è ben poca:
siete tutti bravi a parlar male dell'avversario, accusarlo, dargli del mafioso...siete tutti onesti!
Se la sinistra avesse avuto una vera vittoria, tra un pò avremmo assistito ad una "pulizia etnica" di massa, in nome dell'onestà e del "comando io e ora ti elimino"...non poi molto lontano dal nazismo insomma..siete pericolosi; ricordatevi che non vi è nulla di peggio delle convinzioni di massa, della caccia alle streghe (Beppe il grande inquisitore)! Siete tutti onesti!E gli altri tutti mafiosi!
E poi non parlate di mafia se non ne sapete nulla...rischiate solo di dire sciocchezze...la Sicilia non è tutta uguale: sono siciliano, e nel mio paese non c'è mai stato un voto scambiato con la mafia, almeno ormai da quando sono abbastanza grande da avere un pò di coscienza politica.
E cmq a differenza vostra io mi misuro con gli altri, non mi sento il Grande Perfetto!
Beppe Grillo un tempo mi piaceva....se solo fosse davvero super partes!

Ps:se mandassimo tutti i gestori di telefonia a fanculo come vuole Grillo, altro che 5000(?) licenziati da Tronchetti...quante persone perderebbero il lavoro?Ma voi sareste contenti: l'importante è avere qualcono di cui straparlar male!

Daniele Lo Castro 16.04.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
Fantastico! ci stavo cascando. Quando ieri sera, poco prima di uscire da casa, ho dato un'occhiata al tuo messaggio ho pensato: il povero Beppe, vittima del pregiudizio ideologico secondo il quale nulla di buono può accadere sotto il governo Berlusconi, e vittima del complesso di superiorità, sta sottovalutando sia l'arresto che la figura del Provenzano.
Questa mattina, dopo un'attenta rilettura mi sono dovuto ricredere e ne sono ben felice. Due parole (spero) vorrei dirle anche io.
Questo arresto è un fatto enorme non tanto e non solo per la lunga latitanza ma perché Provenzano era ancora al vertice dell'organizzazione mafiosa. Forse non era Il Capo ma faceva parte del gruppo di comando, che per alcuni include ancora Riina!
Può un personaggio simile essere considerato il capo di Cosa Nostra. Certamente sì se noi teniamo presente una importante distinzione: quella tra l'ala militare e la borghesia mafiosa. Provenzano era un punto di riferimento per l'ala militare e punto di raccordo con altri soggetti.
Adesso rimane da capire se c'è già stato il ricambio al vertice o se inizierà la guerra per la successione. Personalmente non credo si sia consegnato me che sia stato abbandonato da molti. Perché? forse perché è malato, e forse perché non è riuscito a condurre in porto i patti del 1992/93.
Un elemento su cui occorre soffermarsi è la clamorosa "dimenticanza" da parte di Silvio Berlusconi di questa eccezionale cattura. Non ci sono giustificazioni che tengono, considerando che il personaggio non perde mai occasione per attribuire meriti al suo governo; se Provenzano fosse stato arrestato 48 ore prima probabilmente la destra avrebbe vinto le elezioni.
Non credo che il governo c'entri molto, ma che i meriti vadano attribuiti alle forze dell'ordine.
Detto questo, la Mafia appare oggi fortissima e quasi invincibile. Non è stata un argomento di discussione della recente campagna elettorale. La conferma che viviamo in un grande incantesimo.

Andrea Giova 16.04.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

http://www.divax.it/petizione/petizione.asp

PETIZIONE

Raccolta firme attivata il 14 Aprile 2006 alle ore 12.45

Appello al Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi

Signor Presidente,

ci rivolgiamo a Lei perché assuma, nel più breve tempo possibile, una posizione pubblica al fine di accelerare la creazione di un nuovo governo in accordo con la volontà del popolo italiano, che il 9 ed il 10 Aprile 2006 è stato chiamato alle urne per il rinnovo del Parlamento.

http://www.divax.it/petizione/petizione.asp

Rumeno prodi 16.04.06 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****************Auguri tribù*********************

Buongiorno e srene pasqua a tutti!

L´AMACA
MICHELE SERRA
E invece, ragionandoci meglio, la vera domanda è: ma come ha fatto Berlusconi a perdere le elezioni in un paese anticomunista e conservatore come il nostro, nel quale la sinistra, da quando esiste il suffragio universale, ha raramente superato il quaranta per cento dei voti? Come ha fatto a catalizzare contro la sua persona la metà della popolazione italiana, dunque una percentuale almeno doppia rispetto ai cosiddetti "comunisti"? Come ha fatto a sperperare la clamorosa egemonia culturale di massa che i suoi modelli televisivi hanno largamente imposto? Come ha fatto a trasformare il voto degli italiani all´estero in un mezzo plebiscito contro di lui? Come ha fatto a farsi sconfiggere da una coalizione così poco coesa da mettere insieme la liberista Bonino e lo statalista Bertinotti, il moderatissimo Mastella e lo smodato Caruso? Come ha fatto a far vincere questa sinistra affaticata, raccogliticcia, litigiosa e malinconica?
La risposta spetta agli italiani di centrodestra, che si ritrovano con un super-leader, genio della comunicazione, idolo delle folle, redentore dei ceti medi, straricco e strafigo, buttato fuori da Palazzo Chigi avendo perduto una valanga di voti (dal 29 al 24 per cento) dopo cinque anni di sedicente "buongoverno".Una volta tanto, il ruolo di Tafazzi è tutto degli italiani di destra. Buona Pasqua anche a loro.

Annamaria Farina 16.04.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.prodigit.splinder.com/post/7559802

mettetevi comodi e ascoltate...

Giovanni Ruotolo 16.04.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento

se il signor berlusconi lunedi ancora non ha fatto le valigie per levarsi da palazzo chigi, (riconoscendo anche la vittoria all'unione), io andrò a sedermi in piazza colonna aspettando che lo faccia...protestando contro questa sua arroganza. mi porterò solo acqua e libri da leggere e ci resterò fino a quando qualcuno non mi darà la notizia......io protesterò perchè è diventato davvero insostenibile questo comportamento
INVITO TUTTI QUELLI CHE SONOI DACCORDO AD UNIRSI ALLA PROTESTA
VI LASCIO MIA MAIL PER CONTATTI....DOBBIAMO FARGLI CAPIRE CHE NN PUò FARE COME VUOLE...LE REGOLE CI SONO E VANNO RISPETTATE.......ACCORRETE IN TANTIIIIIIII

cristiano9@tiscali.it

cristiano fioravanti 16.04.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente i pensieri di beppe riguardo l'arresto di provenzano e mi chiedo..chi verrà dopo di lui?perché,pensandoci bene, non é che preso il boss il cerchio si chiude..anzi..é proprio ora che non bisogna abbassare la guardia!la mafia é una fitta trama difficile da districare,conta tantissime persone, molte delle quali insospettabili, che hanno molto potere molto influente in ogni posto.Perciò, questo è solo un piccolo passo dopo tantissimi anni di ricerche..comunque sia, complimenti a coloro che l'hanno reso possibile, rischiando anche la loro stessa vita

Francesca Loi 16.04.06 13:07| 
 |
Rispondi al commento

provenzano ti dà una mano

un vecchietto, contadino, ricottaro. Chi lo conosce provenzano? In verità avrebbero potuto mettere là un vecchietto qualsiasi. Noi non sappiamo niente. Come è possibile che il covo di un super boss sia sede di una trasmissione di anna la rosa?
E' tutto un congegno mediatico? Sembra di si. Le coincidenze non esistono, soprattutto quando le incontriamo nel nostro elettrodomestico di fiducia. Questa tv ci fa vedere lontano, dove i nostri occhi non possono accertarsi di nulla. Chi fa televisione lo sa benissimo. La televisione è presente in tutti i punti di svolta della storia, pronta a mentire, lo abbiamo visto per cose molto più grandi di questa.

arnon debernardi 16.04.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

A Mortade' nun me te copro pe' niente!!Nun te riconosco come mio Presidente del Consiglio, perche' tu come l'artri che ce so' stati prima de te, te farai li c...i tui (se l'amichi tua te li faranno fa') e bonanotte ai sonatori!!!

alfio grezzi 16.04.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi chi non cambia marca,chi non rischia e non cambia il colore dei vestiti,chi non parla a chi non conosce.Muore lentamente chi evita una passione,chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle i piuttosto che un insieme di emozioni,proprio quelle che fanno brillare gli occhi,quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,chi è infelice sul lavoro,chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.Lentamente muore chi non viaggia,chi non legge, chi non ascolta musica,chi non trova grazia in sé stesso.Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,chi non si lascia aiutare;chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,chi non fa domande su argomenti che non conosce,chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.Evitiamo la morte a piccole dosi,ricordando sempre che essere vivorichiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
Pablo Neruda

Buona Pasqua a TUTTI anche ai COGLIONI!

Truant Giancarlo 16.04.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciampi non prende POSIZIONI perche si è riletto la legge elettorale e............

la CDL ha VINTO le elezioni

Truant Giancarlo


E allora lo dica, qual'e' il problema? E' li' per quello.

francesco pace 51 16.04.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente Provenzano arrestato...e questo dopo qualche giorno della falsa notizia della sua morte...che strano....CMQ AUGURONI A TUTTI!! GRANDE BEPPE...

Stefano Laudani 16.04.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Leggete voi stessi il decreto d'archiviazione del 3 maggio 2002 del gip di Caltanissetta per le stragi Falcone e Borsellino dopo le indagini su Berlusconi (Alfa) e Dell'Utri (Beta). Dobbiamo sbattere in carcere questa gente. CI VUOLE RESPONSABILITA' CIVILE CA**O !!!!!!!!!!!

http://www.societacivile.it/memoria/articoli_memoria/archiviazione.pdf


SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Matteo Terzi 16.04.06 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se il signor berlusconi lunedi ancora non ha fatto le valigie per levarsi da palazzo chigi, (riconoscendo anche la vittoria all'unione), io andrò a sedermi in piazza colonna aspettando che lo faccia...protestando contro questa sua arroganza. mi porterò solo acqua e libri da leggere e ci resterò fino a quando qualcuno non mi darà la notizia......io protesterò perchè è diventato davvero insostenibile questo comportamento
INVITO TUTTI QUELLI CHE SONOI DACCORDO AD UNIRSI ALLA PROTESTA
VI LASCIO MIA MAIL PER CONTATTI....DOBBIAMO FARGLI CAPIRE CHE NN PUò FARE COME VUOLE...LE REGOLE CI SONO E VANNO RISPETTATE.......ACCORRETE IN TANTIIIIIIII

cristiano9@tiscali.it

cristiano fioravanti 16.04.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

STORIA DELLA MAFIA

Si dovrebbe indagare un po’ sulla storia per capirci meglio qualcosa.
La Sicilia si trova al centro del Mediterraneo ed è sempre stata occupata da potenze straniere che l’hanno governata. Di contro si è sempre formata una specie di resistenza, di antistato, di una rappresentanza clandestina del popolo occupato.

L’impronta più grande è stata lasciata dagli arabi molto tempo fa. Risale d’allora la gelosia verso le proprie donne? L’importanza dell’inviolabilità, dell’onore?
Poi vennero i Borboni e anche lì si creò l’antistato occupatore, fatto da uomini d’onore che aiutavano le loro famiglie e gli amici degli amici e il fenomeno dei briganti in tutto il meridione.

Quindi arrivò, dall’estero, Garibaldi che sbarcò a Marsala. Che cosa sei venuto a fare? Sono venuto a unificare l’Italia e cacciare gli invasori. Sei benvenuto, cacciamoli tutti insieme. Poi arrivarono nei pressi di Roma e si fermarono: obbedisco! Non c’era riuscito Attila pensa se ci riusciva Garibaldi; quindi mettiamoci l’anima in pace.

La storia non cambiò perchè con l’unificazione avvenne anche la piemontesizzazione del sud. Ad ogni ufficio amministrativo, di potere statale, ci piazzavano un piemontese e la lotta allo stato continuò.

Un giorno arrivarono gli americani che sbarcarono poco più in là di Marsala. Cosa siete venuti a fare? Siamo venuti a cacciare Mussolini e liberarvi dal fascismo. Chi? Il duce? Quello che prende i mafiosi li lega alle sedie e li fa bere l’acqua di mare per farli parlare? Ok, però questa volta invece di mettere dei rappresentanti estranei nel nostro territorio, vorremmo mettere i nostri a Roma. Non è possibile perché a Roma, come da voi qui, c’è uno stato nello stato e dovremmo accontentare tutti. Ok, mettiamoci d’accordo: voi fate i nostri interessi e noi facciamo i vostri.
(Tra parentesi, si dovrebbe usare questo sistema contro le cosche: a chi non parla acqua in bocca… di mare. D’altronde si tratta di terrorismo, di attacco a Continua...

Francesco Marillo Commentatore in marcia al V2day 16.04.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auguroni di Buona Pasqua a tutti!!

Stefano Soro 16.04.06 12:48| 
 |
Rispondi al commento

x Anna De angelis

Grazie,ho trovato la lettera e l'ho spedita.Ciao.Invito tutti a spedire la lettera per sveltire i tempi d'insediamento del nuovo governo a Ciampi,la trovate al commento delle 02.25 in questo blog. L'indirizzo e'
presidenza.repubblica@quirinale.it

francesco pace 51 16.04.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"La mafia siciliana persegue il potere e il denaro coltivando l'arte di uccidere e di farla franca,e organizzandosi in una maniera peculiare,unica che combina gli attributi di uno stato ombra,di una societa' d'affari illegale e di una societa' segreta cementata dal giuramento,come la massoneria.
Cosa nostra somiglia ad uno stato perche' punta al controllo del territorio.Con il consenso della mafia nel suo complesso,ciascuna famiglia mafiosa(la parola usata durante buona parte della storia della mafia e' >)esercita i poteri di un governo ombra sulla popolazione residente nel suo territorio.per una famiglia mafiosa i racket del pizzo sono cio' che sono le tasse sono per un governo legale.La differenza sta nel fatto che la mafia cerca di tassare tutte le attivita' economiche, non importa se legali o illegali:il pizzo viene pagato dal negoziante come dal ladro.Puo' benissimo capitare che un mafioso si trovi a proteggere sia il proprietario di un autosalone sia la banda di ladri che lo depreda.il risultato e' che in qualunque accordo di protezione tra tuttte la parti interessate,l'unica che ci guadagna sicuramente e' la mafia.Come uno Stato la mafia si arroga il diritto di vita e di morte sui suoi sudditi.La mafia non e' un governo alternativo:esiste infiltrandosi nella Stato ufficiale e stravolgendolo ai suoi fini[...]

John Dickie-Cosa Nostra

mario numa 16.04.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace dirlo, ma questa volta Beppe Grillo sbaglia molto, soprattutto quando valuta la mafia ininfluente politicamente. Posso assicurare, da siciliano, che nella mia regione natia Cosa Nostra ha un potere ed un controllo assoluto (la dimostrazione la si può notare ad ogni elezione, fino ad oggi si votava per il centrodestra, prima vi era Democrazia Cristiana). Proprio Beppe ha pubblicizzato il documentario "la Mafia è bianca" ed ora sottovaluta l'influenza della mafia?

Fiorano Borbone 16.04.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se il sign9or berlusconi lunedi ancora non ha fatto le valigie per levarsi da palazzo chigi, (riconoscendo anche la vittoria all'unione), io andrò a sedermi in piazza colonna aspettando che lo faccia...protestando contro questa sua arroganza. mi porterò solo acqua e libri da leggere e ci resterò fino a quando qualcuno non mi darà la notizia......io protesterò perchè è diventato davvero insostenibile questo comportamento
INVITO TUTTI QUELLI CHE SONOI DACCORDO AD UNIRSI ALLA PROTESTA
VI LASCIO MIA MAIL PER CONTATTI....DOBBIAMO FARGLI CAPIRE CHE NN PUò FARE COME VUOLE...LE REGOLE CI SONO E VANNO RISPETTATE.......ACCORRETE IN TANTIIIIIIII

cristiano9@tiscali.it

cristiano fioravanti 16.04.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi chi non cambia marca,chi non rischia e non cambia il colore dei vestiti,chi non parla a chi non conosce.Muore lentamente chi evita una passione,chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle i piuttosto che un insieme di emozioni,proprio quelle che fanno brillare gli occhi,quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,chi è infelice sul lavoro,chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.Lentamente muore chi non viaggia,chi non legge, chi non ascolta musica,chi non trova grazia in sé stesso.Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,chi non si lascia aiutare;chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,chi non fa domande su argomenti che non conosce,chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.Evitiamo la morte a piccole dosi,ricordando sempre che essere vivorichiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
Pablo Neruda

Buona Pasqua a TUTTI anche ai COGLIONI!

filippo ugolini 16.04.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento

http://www.divax.it/petizione/petizione.asp

PETIZIONE

Raccolta firme attivata il 14 Aprile 2006 alle ore 12.45

Appello al Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi

Signor Presidente,

ci rivolgiamo a Lei perché assuma, nel più breve tempo possibile, una posizione pubblica al fine di accelerare la creazione di un nuovo governo in accordo con la volontà del popolo italiano, che il 9 ed il 10 Aprile 2006 è stato chiamato alle urne per il rinnovo del Parlamento.

http://www.divax.it/petizione/petizione.asp


Personalmente rispetterei senza dubbio un'altro tipo di destra.

Quella del ducetto & company chiamarla politica e' una bestemmia.

Non si tratta neppure di turarsi il naso, la sghinga li ha sprofondati per diversi metri.

ivo serentha'i 16.04.06 11:50

Pienamente daccordo, Ivo.
Di fatti gli auguri erano per il popolo della destra, loro li sento italiani come me. Anche se hanno votato i loro capetti.
Il Popolo di destra è differente dai capi.....A proposito, tu che come me fai il tifo per la sinistra, ti riscontri con i tuoi capetti?

Ivo o noi popolo li squotiamo a quelli lassù (sia di destra che di sinistra) o non cambierà mai nulla.
Se ci scambiamo idee possiamo farcela.....Ciao Auguri!!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 16.04.06 12:34| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma nessuno si rende conto che il nano ha perso ma non se ne va? che accampa scuse inesistenti per sovvertire il risultato finale? e calderoli ora viene fuori con i voti dell'alto adige...qui si prepara qualcosa di brutto, beppe per favore proponi un bel blog, bisogna mobilitarci perchè l'aria s'è fatta pesante!

stefano fiocchi 16.04.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT - (corriere.it)

(Spagna)

Zapatero, "E' la sinistra che fa crescere democrazia"

MADRID (Spagna) -

"In questo paese la destra mi ha insegnato che e' la sinistra che fa crescere la democrazia". Lo ha detto il primo ministro spagnolo, Jose Luis Rodriguez Zapatero in occasione dei due anni di governo, che cadono domani, lunedi' 17 aprile. "Le priorita' per la seconda meta' della legislatura sono il processo di pace, i diritti sociali, compresa la stabilita' del mercato del lavoro e l'educazione", ha dichiarato Zapatero in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano spagnolo El Mundo.

E' bello sapere che esistono politici (persone) come Zapatero,

grazie.

Mattia Ronzelli 16.04.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

se il sign9or brlusconi lunedi ancora non ha fatto le valigie per levarsi da palazzo chigi, (riconoscendo anche la vittoria all'unione), io andrò a sedermi in piazza colonna aspettando che lo faccia...protestando contro questa sua arroganza. mi porterò solo acqua e libri da leggere e ci resterò fino a quando qualcuno non mi darà la notizia......io protesterò perchè è diventato davvero insostenibile questo comportamento
INVITO TUTTI QUELLI CHE SONOI DACCORDO AD UNIRSI ALLA PROTESTA
VI LASCIO MIA MAIL PER CONTATTI....DOBBIAMO FARGLI CAPIRE CHE NN PUò FARE COME VUOLE...LE REGOLE CI SONO E VANNO RISPETTATE.......ACCORRETE IN TANTIIIIIIII

cristiano9@tiscali.it

cristiano fioravanti 16.04.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Buona Pasqua a tutti

Gianni Cesari 16.04.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

... ciao carissimo, volevo sapere se non avessi mai pensato di iniziare la carriera politica ????
forse qualcosa potrebbe cambiare...
Ne avremo veramnete bisogno....
Ti auguro un sincero augurio di buona pasqua..
ciao Franca da Sanremo

franca viola 16.04.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti e buona Pasqua a tutti,
ho leto il alcuni commenti e francamente non riesco proprio a capire come mai si debba a tutti i costi cercare un intreccio (possibile) fantapolitico tra la latitanza, la cattura di Provenzano e il risultato elettorale. Certamente i 40 anni di latitanza che questo criminale ha passato sono sicuramente stati coperti anche da uomini politici ma non capisco perchè si debba per forza dare la colpa a Berlusconi. Ha perso le elezioni e di questo ne sono superfelice ma non riesco proprio a vederci alcun collegamento diretto, ne suo ne dei suoi stretti collaboratori. Volendo tutto è possibile ma se usiamo un pò di raziocinio secondo me è molto più probabile che le persone coinvolte siano i politici, gli imprenditori e anche i poliziotti corrotti a livello locale e regionale. Ricordiamoci che quello che conta per davvero in queste vicende è il controllo e la conoscenza del territorio e la capacità di controllarlo quindi il vero dramma come al solito (non per razzismo) sono i siciliani stessi (o almeno la maggioranza) che puntualmente ogni volta che vanno a votare mettono il potere e il controllo del territorio nelle mani sbagliate. Questo può capitare una volta, due, tre... ma quando succede per più di 50 anni consecutivi ho i miei seri dubbi che si possa sperare di fare qualcosa di concreto se non catturare qualche mafioso di "vertice" che, come dice Beppe, fa molto marketing per gli occupanti delle sedie del potere. Mi permetto un paragonone un pò ardito. Questa è la stessa logica (ma in diverso ambito) che governa il discorso delle cooperative al centro-nord. Anche se Berlusconi ha cavalcato il problema in modo demagogico, superficiale e qualunquista, in fondo non ha torto quando dice che in certe zone d'Italia c'è una vera e propria casta che gestisce il potere economico attraverso le cooperative e che questo è possibile solo grazie ai politici locali e regionali.Il prolema è bloccarsi sulle proprie posizioni per troppo tempo.

Giuliano Buccheri 16.04.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Il form di inserimento commento non funziona con Firefox
:-(

enzo visc 16.04.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In molto si aspettavano la bomba elettorale, un attacco nel momento di transizione, peggio ancora se nel momento di maggiore instabilita' politica...

Eccola: e' la bomba Provenzano.

Lo "scoppio" di questa bomba, non casuale come si pensa, ma programmata con un prescisissimo timer, puo' avere solo alcune spiegazioni:

1 - A Cosa Nostra e' saltata la copertura politica, prova schiacciante del coinvolgimento del governo uscente con la mafia...

2 - Arresto "preventivo", poiche' essendo stata la compaggine berlusconiana il garante d'impunita' e referente politico per gli affari di Cosa Nostra, non essendo piu' in condizioni di garantire nulla Berlusconi sarebbe finito esattamente come Salvo Lima (uguale uguale)...
Prova schiacciante del coinvolgimento del governo uscente con la mafia...

3- Provenzano "consegnato" dalla mafia stessa: al momento del ricambio politico arriva il ricambio gerarchico in Cosa Nostra... un segnale per Prodi, una richiesta di "Grande Coalizione" (notare l'analogia)? E Berlusconi che alimenta l'instabilita' sanabile solo con la sua permanenza anche coalizzato con la Sinistra, ancora garante...
Prova schiacciante del coinvolgimento del governo uscente con la mafia...

Con o senza spari e bombe, tutto cio' che verra' di diverso da cio' che abbiamo votato sara' un Golpe, ricordatelo... prova schiacciante di un governo che e' stato della mafia

Semplice Ragionamento 16.04.06 12:07| 
 |
Rispondi al commento

RINGRAZIO BEPPE GRILLO, detto cavalletta, per aver (FORSE?) tenuto conto di aprire un blog sull'argomento che ieri avevo esposto...un po' fuori tema per ieri! MA OGGI NO! Mi auguro altresì di aver espresso perplessità condivisibili. A proposito di MAFIA e BRUSCA e SERVIZI SEGRETI...Vi sembra normale che dopo l'insuccesso di più di 40 anni; gli investigatori che, con una certa strana strategia dell'attesa;riusciti a mettre le mani su un vecchio FINITO!Abbiano avuto la voglia, direi eccessiva, di raccontare con tanta enfasi l'avvenimento? Aveva poi così tanto merito oggettivamente e sostanzialmente un arresto eccellente di una persona che ormai di eccellente non aveva più nulla? Che cosa era rimasto di Provenzano nel tugurio e nello squallore che tutti abbiamo visto? TROPPO TARDI signori miei! per gioire e godere e fare salti mortali pur di esserci in tutti i notiziari TV e speciali. A me viene il sospetto che abbiano esagerato tutto esclusivamente per lustro personale per tardivo successo. Peggio, esigenze di brillare di luce riflessa che coloro che sono stati sacrificati emanavano.
MA COME E' STATO POSSIBILE invitare o solo permettere ad uno staff di 60 persone (oltre alla presentatrice o conduttrice OCA GIULIVA di Raidue) che con telecamere e luci e piedi e mani vanno a stravolgere un sito dove dovranno continuare importanti indagini?
Altro che le veline e i calciatori!QUESTI di questi servizi più o meno segreti hanno solo ricercato DIVISMO, tutti insieme e tutti d'accordo... e quanti eranoad aggiudicarsi meri! Ma Vi ricordate che addirittura per l'altro BOSS SALVATORE RIINA non si è nemmeno perquisita la casa dove si era rifugiato? adesso che scusa prenderanno se le ricerche non avranno risultati positivi e concreti?
...COLPA DI BERLUSCONI e DEL CENTRO DESTRA?

gianni silva 16.04.06 12:07| 
 |
Rispondi al commento

BUONA PASQUA a tutta la tribù!
:-) :-):-)


Se avete soulseek, cercate BORSELLINO BERLUSCONI, troverete un video in cui Paolo Borsellino, poco prima di morire, parla proprio di Berlusconi e dei suoi rapporti con Cosa Nostra.
Sara' stato un comunista anche Borsellino?

Anche qui scaricate e diffondete

Carmela La Spada 16.04.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

L'arresto di Provenzano potrebbe essere uno scherzo a Prodi.
Provenzano, per i suoi agganci politici, aiutava a tenere buona mezza Sicilia.
Mancando lui, manchera' quel "potere occulto" nell'isola, si scateneranno lotte, nessuno da Roma potra' controllare.

Altra considerazione:
poiche' Provy era stato gia' localizzato da svariato tempo, l'azione era gia' pronta (non penso che la abbiano predisposta in 48 ore), perche' non l'hanno arrestato il sabato, che poteva portare voti a Berlusky?

enzo visc 16.04.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni sopra i cieli della provincia
di Oristano, stanno scorrazzando aerei KRIMINALI,
che stanno spargendo SCIE CHIMICHE.
Quale è il progetto di questi bastardi?
Preghiamo insieme perchè possano sfraccellarsi
nelle case dei loro mandanti kriminali.

luca mura 16.04.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

www.berlusconisilvio.com/banca1.htm

www.berlusconisilvio.com/lapadania.htm

it.wikipedia.org/wiki/Banca_Rasini

www.berluscastop.it/_und/silvio_it4.htm

Per tutti quelli che credono ancora alla lega

Giovanni Ruotolo 16.04.06 01:49 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

ciao, ho letto
la pagina del
link. io di tutta questa vicenda non so niente, anche perchè sono giovane. potresti dirmi dove informarmi meglio per capire un po' delle vicende dei nostri vecchi "politicomafiosi"???grazie e buona Pasqua

Ruggero Del Zotti 16.04.06 09:41 |

Chiudi discussione
_________________________________________________

Basta cercare su Google Banca Rasini-p2-Stefano Bontade etc
Se vuoi puoi anche scaricarti il documentario di Diario "quando c'era Silvio"

Giovanni Ruotolo 16.04.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Su questo link:

http://www.skugnizzo.it/2005/09/il-video-di-falcone-al-costanzo-show.htm

potete scaricare il Video di Toto' Cuffaro, presente nel pubblico di un programma con Santoro, che attacca Giovanni Falcone, sostenendo che aveva fabbricato delle menzogne sulla DC in Sicilia.

Scaricatelo e diffondetelo.


L'arresto di Provenzano?

Tre (discutibili) ipotesi:

A) E' già avvenuto il passaggio di consegne al nuovo Padrino di Cosa Nostra.

B) I magistrati, benché già informati della posizione del boss, hanno ritardato l'arresto per inviare un chiaro messaggio politico: certe azioni non erano consentite con il Governo di Centro-Destra, ma una volta che la CdL ha perso le elezioni e che è dunque venuta meno la copertura politica della Mafia, è stato deciso di fare pulizia...

C) Berlusconi ha voluto punire la Cupola perché incapace di garantire il successo schiacciante di FI e della CdL in Sicilia (troppo esigua la differenza di seggi). Secondo questi "maligni" Don Silvio avrebbe voluto sottolineare la sua leadership all'interno di Cosa Nostra ("cumannare è megghiu che futtere!").

Nicola Mosti 16.04.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Calderoli dovrebbe lavarsi i denti...fa schifo!

Enzo Mattarella 16.04.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

LA DESTRA DEL NANO è come il cervello di chi scrive difendendo una vittoria della cdl....indescrivibile.
Ma vi ricotradate la frase dei liberali della mazza: "i comunisti dicono che una cosa si può fare solo quando lo prescrive la legge, noi diciamo che se la legge non prevede l'argomento, vuol dire che quella cosa si può fare".
La cassazione ha già dato il suo parere. Ed un partito non si può sciogliere perchè calderoli ha bevuto troppa sgnappa!
guardate che il testo della legge, che solo un leghista ignorante poteva scrivere, dice: (se nproprio questa legge deve dire qualcosa, oltra a farvi rosicare come dei matti) che le liste per le minoranze linguistiche possono concorrere al massimo in una sola circoscrizione nelle regioni a statuto speciale. Non c'è nessun numero minimo di circoscrizioni per le altre liste.
Fate il piacere andate a farvi un pic nic che a pasqua vi conviene.

Buona Pasqua.

arnon debernardi 16.04.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione Grillo!
c'hai azzeccato in pieno.

ANNA LA ROSA sta sdoganando il Provenzano Mentecatto in TV.

Tra pochi minuti va in Onda su RAI3 con TOTO' CUFFARO...

il 9 e il 10 aprile ha vinto la MAFIA in ITALIA!!

Prodi e il CSX?

Basta un pò di TV berlusconiana (MEDIASET + RAISET + LASET), qualche giorno di cura mirata, e tornano bellamente al loro posto di comprimari..

L'italia è spacciata! tutti penzolano dalla TV come rincoglioniti! nessuno pensa più! il cervello serve solo per ricevere i segnali che arrivano dall'etere e spenta la tv - spento il cervello!

LEGGETEVI L'ARTICOLO DI EUGENIO SCALFARI di oggi su LA REPUBBLICA!

http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/politica/
elezioni-2006-11/scalfari-italia-spaccata/
scalfari-italia-spaccata.html


ciao mito!

marco silimbani 16.04.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

camillo virge 16.04.06 11:33

a te e a quanti straparlano di mafia. sembra che tutti voi siate espertissimi di mafia. sembra quasi che voi siate parte della mafia, tanto ne sapete! criticate come e quando è stato preso il provenzano. così facendo, npn fate altro che mettere in dubbio le qualità della magistratura e delle forze dell'ordine. tutti collusi con la mafia? dimostrate tutti di essere espertissimi. forse fareste bene a tacere e lasciare a chi ha il compito di scoprire il mondo mafia di farlo come meglio crede. anche il vostro modo di parlare a volte è mafioso!

morta della 16.04.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso che il governo è cambiato potrò vedere in tv tutti coloro che sono stati censurati e cacciati dalla televisione? Vedere anche te Beppe sarebbe un utopia o si può ancora sperare?

Francesco Tormene 16.04.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

In questi ultimi giorni ho letto assiduamente i testi dei commenti agli articoli di Beppe. In molti casi più che commenti erano solo invettive che venivano sia da destra che da sinistra.
Forse sarebbe più opportuno utilizzare questo blog per scambiarsi informazioni, per segnalare abusi, da qualsiasi parte vengano a prescindere dal colore politico. Ricordate quello che dicevano gli antichi romani: DIVIDI ET IMPERA.

PS: Dalla rete ad esempio è sparito il video integrale del famoso intervento di Berlusconi al Parlamento Europeo.

Saluti a tutti

Debora Piacenza 16.04.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Firbo 16.04.06 11:30
Ciao Stefano, sei di destra?

Ti ringrazio molto per lo scambio.
Se il tuo cuore batte per la destra, sei la dimostrazione pratica che si può guardare al mondo lasciando da parte le proprie credenze.
Se sei daccordo, potremmo riproporre a tutti il dialogo avuto alla luce del sole, proprio per dimostrare a tutti che si può.... si deve colloquiare per il bene comune, l'Italia e gli italiani.
Troppi dimenticano che sia di destra che di sinistra, siamo tutti italiani e basta.
Grazie Stè!!

Vado a fare la pappa. Ci si legge più tardi carissimi.
VIVA IL POPOLO DI SINISTRA! VIVA IL POPOLO DI
DESTRA!
VIVA GLI ITALIANI.

Per i credenti: Buona Pasqua!
Per i non credenti: Buona Domenica!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 16.04.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA RIVOLTA DEL MEDIOCRE

Volevo fare un appello.

Io penso che la situazione italiana sia al limite della follia.

Da alcuni giorni sento solo discorsi illogici e violenti provenire dai così detti ONOREVOLI discorsi pieni d'odio trasfuso nelle vene di un paese allo sbando.

Essendo PASQUA, pur non essendo cattolico, ho deciso di fare un fioretto, una scelta :

NON GUARDERÒ PIÙ LA TELEVISIONE e NON COMPRERÒ PIÙ GIORNALI

Userò solo internet ogni tanto per sapere qui e la quello che sta succedendo.

Lo faccio perché voglio smetterla di incazzarmi, di sentire stronzate di ricevere come martellate i pensieri di gente incolta ed incivile con la bava finta alla bocca, di aiutare questi animali ad avvelenare il paese per cercare di sovvertire l'ordine democratico.

Lo faccio perché non mi riconosco più in questi discorsi violenti e senza scrupoli, per evitare la grossa presa per il culo che questi signori continuano a mandare avanti, rendendosi conto che stanno spaccando tutto e fregandosidel danno irreparabile che stanno facendo al paese.

Io lo devo comunque fare per me stesso e per la mia famiglia, però penso che qualcun altro mi seguirà, quelli che come me ne hanno pieni i coglioni, dall'altra parte potrebbe arrivare un piccolo segnale in questo mondo di sordi.

Lo farò fino a quando la situazione non sarà migliorata e spero che questo accada presto.

Ciao e Buona Pasqua a Tutti (anche agli altri) !

Mario Capelluti 16.04.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ricordo un solo intervento di questo governo che sia stato concretamente decisivo per la lotta alla mafia, cioè decisivo per lo smantellamento dell'organizzazione criminale "cosa nostra". Ricordo le parole di alcuni rappresentanti del governo berlusconi che si dirigevano verso "la convivenza" dello Stato italiano con la mafia... Nello specifico non ho ricordi di dichiarazioni dell'ex presidente del consiglio che condannassero in maniera forte il fenomeno mafioso. Ma di cosa dovremmo stupirci? La disinformazione regna sovrana in questo nostro paese, nessuna tv ci ha informato che una sentenza ha accertato l'incontro avvenuto in quel di Milano negli anni 70 tra berlusconi dell'utri e stefano bontate(capo della mafia dell'epoca) incontro organizzato da dell'utri e gaetano cinà, insomma.. se la gente sapesse.. cosa accadrebbe in Italia? Quali sarebbero gli effetti della conoscenza? Se si sapesse chiaramente di mangano? Se la gente in una puntata verità di porta a porta ,un inedito ma proprio assai inedito bruno vespa,esercitasse sul serio il diritto di cronaca e parlasse di dell'utri, di mangano, dei soldi della banca rasini, di berlusconi e bontate e cinà e di mille altre cose che gli italiani avrebbero il diritto di sapere.. cosa potrebbe succedere? E se si parlasse addirittura della sentenza andreotti? Tutti gli italiani sono convinti che sia stato prosciolto.. è una vergogna, in un mondo globalizzato la verità è occultabile come e più che nel medioevo. Io mi ostino a credere che in fondo gli italiani onesti sono la maggioranza.. ma a poco a poco questa certezza sta cominciando a vacillare.. non so cosa pensare..siamo in balia di un perdente che minaccia la sicurezza del nostro paese. Auguri Italia.

Simona Forlano 16.04.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Buona Pasqua a tutti

Stefano Firbo 16.04.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Buona Pasqua Pagana!

Recuperiamo il valore pagano (quello reale) delle festività.

Il termine "Pasqua" deriva dall'antica parola ebraica "pèsach", che significa "passaggio" e che corrisponde alla transizione dalla stagione fredda alla stagione calda, al risveglio della Natura, dei sensi e degli istinti vitali.
E' in effetti il periodo in cui con maggior frequenza le persone affette dalla malattia maniaco-depressiva sviluppano ricorrenze maniacali (periodi di eccitamento psichico).

Buon risveglio a tutti voi!

P.S. Ma Prodi dove ha messo i suoi di coglioni! Cazzo, deve imporsi! Lo deve a tutti gli italiani che lo hanno votato.
Ma a lui una bella fase di eccitamento non gli viene mai?

Nicola Mosti 16.04.06 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Auguri, messer Francesco, ho postato alle 11.01.
Vi riverisco.

Candido Volteri 16.04.06 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Vedo gia' che il "compagno" D'Alema sta gia' facendo le prove per il prossimo inciucio ma non e' proprio possibile che lo pensionino il baffetto malefico?
Se risuccede ancora la SX quella attuale e' proprio morta e i voti di milioni di persone se lo potranno scordare OCCHIO!!!

roberto amo 16.04.06 11:14 | Rispondi al commento |

Non amo il mozzo di Ikarus!!!
Non fatemelo difendere per favore!!!....Grazie!!
Prepariamo bene stivali texani a punta e ben limati da schiantare nel suo deretano di skipper da due soldi. D'Alema, ha derive pericolose e va controllato SEMPRE......MA......
stavolta, a parte una marea di banalità assortite, ha dichiarato nulla di che!!!!

OVVIO è che, il presidente della repubblica, è un personaggio di garanzia e che si deve trovare un'ampia convergenza fra i poli per la sua elezione!!!!!

Azz......mi è venuta bene!!

D'Alemese perfetto!!!!

Vado a vomitare....

Be happy

maurizio spina 16.04.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/134.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Quannu tira u ventu fatti canna!:

» I PIZZINI DI PROVENZANO da Bellerofonte
[Leggi]

16.04.06 15:27

» Per chi vota Provenzano??? da guerrilla radio
All\'interno del casolare di Corleone nel quale è stato ieri arrestato il boss supremo della mafia siciliana Bernardo Provenzano è stato ritrovato questo volantino elettorale: .   (foto da  repubblica.it)   ... [Leggi]

18.04.06 12:19