Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Hic Sicilia, hic salta


Sicilia.jpg

L'Italia non cambierà fino a quando la Sicilia non cambierà.
Oggi l'Italia ha una grande opportunità, una grande persona: Rita Borsellino, per la presidenza della Regione Sicilia. Rita dà fastidio a destra e forse soprattutto a sinistra.
Invito chi mi conosce, chi crede in un nuovo Rinascimento italiano, chiunque voglia un vero cambiamento in questo Paese ad appoggiarla pubblicamente.
Di seguito una lettera da Palermo sulle prossime elezioni regionali.

" A mani nude i magistrati sono stati uccisi, a mani nude poliziotti e carabinieri hanno cercato nei crateri del tritolo i corpi dei loro colleghi, a mani nude preti coraggiosi sono stati abbandonati nelle loro periferie e poi uccisi o trasferiti, a mani nude i giovani coltivano la terra confiscata alla mafia per vedere i loro raccolti distrutti, a mani nude altri giovani vanno via. A mani nude sono morti giornalisti, imprenditori, liberi pensatori.
A mani nude noi donne e uomini siciliani scendiamo in piazza, parliamo con la gente, aiutiamo le donne e i bambini delle periferie, i senza casa, i migranti. A mani nude combattiamo come meglio possiamo la mafia, da sempre.

La mafia che respiriamo nell’aria dalle esalazioni delle eco-mafie, che unge quelle poche monete e banconote che teniamo in tasca, che ospita nei suoi edifici scolastici i nostri figli, che ci cura nelle sue strutture sanitarie; la mafia che fa salire, con l’addizionale del pizzo, il prezzo dei nostri consumi; la mafia che s’infiltra in una compiacente burocrazia pachidermica che porta alla rassegnazione di chi chiede come un favore, in cambio del voto, tutto ciò di cui ha pienamente diritto; la mafia che si annida nell’incuria dei nostri monumenti e nel vigore del cemento abusivo.

A mani nude restiamo soli a perdere battaglie politiche combattute con armi impari, a mani nude restiamo invisibili ai leader del centrosinistra, a mani nude abbiamo individuato la candidata ideale alla Presidenza della Regione Siciliana, a mani nude abbiamo imposto le elezioni primarie per la scelta del candidato della coalizione, a mani nude le abbiamo vinte, a mani nude stiamo cercando di vincere le elezioni regionali. A mani nude la nostra candidata, con una forza angelica e sovrumana, con le armi della trasparenza e dell’onestà, percorre da mesi le strade della Sicilia parlando alla gente da qualsiasi postazione, anche dal tetto di un camion, e lì dove riesce ad arrivare è amata da tutti. La sua faccia pulita e onesta occhieggia dai nostri muri sovrastata dalle gigantografie degli avversari: troppe, troppo grandi, abbiamo soltanto le lenzuola ai balconi per contrastarle.
Potremmo anche perdere se non capirete tutti che la battaglia è di tutti noi. Il mondo ci guarda: giornalisti stranieri giungono qua, incuriositi da queste strane elezioni, rese ancora più emblematiche dall’arresto del boss Provenzano.
MA L’ITALIA DOV’E’?
Che queste elezioni abbiano un significato enorme lo sa il centrodestra, che, infatti, ha dispiegato forze inimmaginabili. La Sicilia è la sua ultima o più forte roccaforte e queste elezioni possono conferire forza, o togliere forza anche alle gambe del neo governo nazionale di centrosinistra. Noi, voi, ci rendiamo conto di questo?
Si perde quando si è soli e soli non vogliamo essere più, si perde quando i nostri leader pensano di poter vincere con i comizi degli ultimi giorni e qualche manifesto per strada. E’ ovvio che non basta e lo dimostrano le nostre sconfitte. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Abbiamo bisogno che voi, veniate in massa a vivere con noi questa primavera di passione politica: leader, dirigenti, movimenti di centrosinistra, intellettuali, artisti, gente di spettacolo, persone oneste. Venite con noi nelle periferie a parlare con la gente, a cantare, a recitare, a tenere comizi in piedi sulle sedie, a sgolarci dai megafoni delle automobili. Se avete il peso per essere ascoltati lanciate appelli pubblici dalle pagine dei giornali nazionali. Altrimenti contattate amici, parenti e conoscenti siciliani, per convincerli a votare per Rita Borsellino e appendere ai loro balconi lenzuoli bianchi con su scritto: RITA PRESIDENTE!."

Palermo, 21 Aprile 2006
Mariadele Cipolla, Comitato XX Settembre per Rita Presidente

23 Apr 2006, 14:15 | Scrivi | Commenti (1855) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Se i siciliani vogliono risolvere tutti i problemi della Sicilia nel giro di pochissimo tempo,impossibili da risolvere dai nostri politici incapaci, ma bravi solamente ad organizzare intrallazzi,dovrebbero chiedere all'America di colonizzare la Sicilia.Sono veramente incazzato di come vanno le cose.

Giacomo Cusimano 14.09.07 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Conoscete lo straccettino di Schiietti?

Forse no, è la sua ultima invenzione.

Ha lo stesso principio del goretex che lascia filtrare l'aria ma non l'acqua perchè i buchini del tessuto sono finissimi e la molecola di acqua non riesce a passare, mentre invece quella d'aria sì.

Schiietti ha creato uno straccettino di tessuto particolare che lascia filtrare la molecola di acqua ma non quella di sale.

Quindi da oggi è possibile attraveso due secchi in collegamento fra loro con un tubo ottenere acqua dolce.

Va riempito uno dei due secchi di acqua salata e l'altro va lasciato vuoto.

Lo straccettino di Schiietti va messo sul tubo da tutte due le parti dove si avvita sui secchi, in questo modo si hanno due straccettini ed è maggiore il filtraggio.

Quindi facendosi portare cisterne di acqua di mare, da oggi con lo straccettino di Schiietti è possibile avere grandi quantitativi di acqua dolce per coltivazioni o uso domestico.

Per sicurezza, per coltivazioni molto sensibili, noi consigliamo due passaggi dal secchio pieno a quello vuoto.

Per uso potabile servono comunque le clorine ed altri tipi di filtraggi attraverso sabbie apposite.

Acqua dolce per tutti perfavore, non ne possiamo più delle crisi idriche in Sicilia, Sardegna, Africa.

L'acqua è ovunque ed è sufficiente uno straccettino per desalinizzarla

Paola Dootttti 18.03.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma per favore!!!!
Secondo me quando si sfrutta un cognome verso il quale molti a sinistra dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di parlare si fa solo opera di sciacallaggio politico metodo molto discutibile e che per fortuna non ha pagato a livello elettorale

stefano garassino 02.10.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,

L'affermarsi della legalita', dell'antimafia e della politica dei siciliani per i siciliani puo' essere realta' ma ci vorra ancora tempo, anni, generazioni.

Tanti giovani siciliani -che sognano una Sicilia diversa- converranno con me sul fatto che le loro visioni/idee sui temi di politica, di informazione, di economia, etc., sono differenti da quelle un po piu' "conservative" dei loro genitori.
Ci vogliono generazioni per cambiare..

Bisogna partire dalle scuole, bisogna educare i bambini, alla legalita', al senso civico, al rispetto per la natura e per l'ambiente e al vero senso del "bene collettivo".

Ci si stupisce della vittoria di Cuffaro in un paese in cui la destra della "Casa delle Liberta'" -non di quella della Sig. Roosvelt!- ha mancato il suo secondo mandato per una manciata di voti?
In un paese in cui ci sono 25 onorevoli dis-onorevoli?
In un paese in cui programmi come il Grande Fratello, la Fattoria etc. fanno record di audience?

Quando corro una maratona scorro i km uno ad uno, fino alla fine.

Al Senato hanno da poco votato una risoluzione per bloccare i lavori del Ponte sullo Stretto, lo considero il primo km.

L'annullamento -che pare imminente- dei finanziamenti per gli inceneritori in Sicilia, il secondo km.

Bisogna correre, altro che pedalare.

Alberto Sampino 04.08.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SICILIANI, VOLETE RISCATTARVI?

MOBILITATEVI TUTTI, ALZATE LE CHIAPPE STANCHE E RASSEGNATE E VOTATE PER IL REFERENDUM CON UN BEL "N O".
DIMOSTRATE CON NON VOLETE LA MAFIA! MA FATELO VEDERE ALL'ITALIA INTERA.
Le vostre reazioni pulciose alla lettera provocatoria del carabiniere fanno solo ridere! Alzate il culo ed andate a votare! NO NO N O

Giuseppe Mazzei 16.06.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti vi dico come la penso io, purtroppo dopo essermi arruolato nell'arma dei Carabinieri, sono finito in Sicilia, ed ho dovuto sopportare di tutto e di più, siete un popolo ostile, analfabeta , e più di ogni altra cosa un popolo di criminali, Cuffaro giustamente ha ragione andare contro la mafia in sicilia significa essere Antisiciliani ed è la verità perchè qui legale ed illegale si fondono in un pastrocchio incredibile, io dico però se è così se non volete rispettare le regole italiane, andate via dall'italia, non chiedete uomini e mezzi per la vostra difesa, sparite dalla nostra vista e diventate un'altro stato tagliando ogni rapporto con il nostro, se venite a lavorare in italia siate sottoposti alla bossi fini.
Vovi volete sempre dall'italia con la scusa che siete poveri, però poi alla prima occasione tradite la patria facendovi i vostri personali fattacci io sono disgustato per il vostro modo di comportarvi e più ci sto più mi disgusta. Spero un giorno di poter scappare da qui.

Antonio Petrachi 04.06.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nostro dipendente Padoa Schioppa a capo del nostro ministero dell'economia ha dichiarato che vogliono aumentare le tasse IRPEF IRAP in sei regione italiane tra cui la Sicilia,perche' hanno sforato il tetto massimo a loro assegnato.
Avete capito cari signori vogliono scaricare sui cittadini le inefficienze e l'incapacita dei nostri dipendenti a governare,anche questo fa parte dell'abbattimento del cuneo fiscale e della riduzione delle tasse promesse a loro volta dal nostro primo dipendente PRODI.Ciao

Lo Pinto Quintilio 03.06.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,Carissimi Amici.
Con tanto rispetto Per il nostro Concittadino PAOLO BORSELLINO.A cui alla memoria noi italiani in particolar modo noi Siciliani ci inchiniamo,credo che la canditatura di RITA BORSELLINO sia stata strumentalizzata,come e' solo la sinistra sa fare.
I primi TRENTA giorni del governo di sinistra presieduta dal nostro primo dipendente ROMANO PRODI:
1)Occupazione delle tre alte cariche dello stato,infischiandosene del metodo CIAMPI e dell'opposizione,non in quanto opposizione ma rappresentanza di quel 50% di ITALIANI che per la sinistra non ne vogliono completamente sapere.
2)Grazia ad BOMPRESSI, come se era una priorita' del ministrero della giustizia presediuto dall'altro nostro dipendende MASTELLA,"vuole dare anche la grazia a SOFRI,che per altro non la chiesta neanche" Incurante perfino di avvertire la vedova del commissario CALABRESE.

3)Il blocco delle grandi Opere publiche di cui il nostro paese ha bisogno
4)Aumento delle tasse in quelle regioni che hanno sforato sulla sanita' c'e' anche la SICILIA
5)Festa della republica,che vogliono anche abolire, sono andati li' solo per facciata,e per prendere per il culo gli italiani anche quelli che li hanno votati non degnandosi ne di applaudire ne di sorridere,ne un cenno della testa ,neanche al passaggio dei reparti a cui appartenevano i nostri ragazzi caduti in IRAK e tornati in patria nelle bare avvolte dal TRICOLORE, e non da bandiere rosse.
Se il buongionro si vede dal mattino,e' se questi sono solo i primi trenta giorni di governo cosa succedera per i prossimi cinque anni,speriamo che non ci arrivino,altro che abbassare il Cuneo fiscale,mi sa tanto che sono sempre gli italiani a prenderla in culo,pero' questa volta con grande soddisfazione per gli italiani che hanno votato per la sinistra .
Ciao e grazie

Lo Pinto Quintilio 03.06.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Bravi, bravi co####ni...ancora quello lì, che ricorda molto un animale da cortile di cui non si butta via nulla. Adesso altri 5 anni di collusione con ciò che, secondo il precedende governo, è una realtà con la quale bisogna convivere.
Che nervi...un'isola con enormi potenzialità, sprecate per un manipolo di teste vuote, superiore comunque al 50% della popolazione.
Bravissimi.

Luca Deru 31.05.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Controlliamo I voti in Sicilia!!!
Dopo tutto quello che ha fatto la destra in questo periodo,dopo le accuse, i voti rivendicati dall'ex premier...Controlliamo la validità dell'elezione Regionale in cui è uscito vincitore il neo presidente Totò Cuffaro.

Si parla tanto di PAR CONDICIO!!! BENE PERCHE' NON SI MOBILITA NESSUNO?
BEPPE,PERCHE' I DS E RITA BORSELLINO NON SI MOBILITANO? PERCHE' NON CONTROLLANO I VOTI?
PERCHE' FARSI TORGLIERE IL TITOLO SOTTO IL NASO?

Eliaminiamo ogni dubbio: ricontrolliamo i voti in Sicilia, affinchè non si parli di brogli elettorali.

Questi miei dubbi sono sorti dal fatto che la maggioranza di persone che conosco NEGANO di aver votato per il presidente del centro destra.

per cui...chi ha votato Il Presidente Cuffaro?

La Borsellino è stata un'ottima candidata ma credo sia giusto non arrendersi,dobbiamo andare avanti e finchè la Sicilia non cambia , l'Italia non cambierà!

LA SICILIA ,DOPO I RISULTATI DELLE REGIONALI,E' SPACCATA IN DUE, DUE REALTA' INCONCILIABILI.

Vorrei che qualcuno si mobilitasse!!! Carissimo BEPPE, SARAI PIENO DI IMPEGNI, MA SPERO CHE POTRAI LEGGERE QUESTO MIO COMMENTO SUL LACRIMOSO RISULTATO.
TI RINGRAZIO !!!

AIUTIAMO LA SICILIA!!!

Giorgio Riso 30.05.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO AL VOTO
http://iovotoborsellino.splinder.com/)
Blog a sostegno della candidatura di Rita Borsellino per la Presidenza della Regione Sicilia. Il sito raccoglierà dichiarazioni di voto (in suo favore) dei siciliani, più o meno rappresentativi, che vorranno spendere il proprio nome per sostenere il bisogno estremo di civiltà che questa terra esige.

E' necessario che nel sito risulti forte anche un appello al voto alla Borsellino da parte di molti amici della Sicilia, rappresentanti del mondo della politica, della cultura, dell'arte e dello spettacolo nazionale. Servono testimonianze, da quelle del semplice cittadino a quelle forti, autorevoli e comunque generose, per almeno provare a cambiare.
Se vorrete aiutarci potrete spedirmi un vostro appello al voto alla Borsellino.

INVATE IL VOSTRO CONTRIBUTO E, SE POTETE, DIFFONDETE IL MESSAGGIO
GRAZIE.
(turtula@alice.it)

PRIME ADESIONI:

Nicola Piovani
------------------------------------------------------------------------------
Marcelle Padovani
-------------------------------------------------------------
Claudio Bisio.
-- -----------------------------------------------------
Carmen Consoli.
-------------------------------------------------------------
Fiorella Mannoia.
-------------------------------------------------------------
Nino D'Angelo
------------------------------------------------------------------------------
Don Tonino Palmese
-------------------------------------------------------------
Jole Garuti
-- -----------------------------------------------------
Laura Belli
-------------------------------------------------------------
Oliviero Toscani
-------------------------------------------------------------
Letizia Battaglia
-----------------------------------------
Giulia Maria Mozzoni Crespi
Presidente FAI

Raffaele Turtula 19.05.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

io non sono una che conta,rispondendo alla signora che chiede che chi conta vada giù in sicilia a farsi sentire.sono una che vive appassionatamente la propria professione di sindacalista cgil.per questo stimo e conosco alcuni cigiellini siciliani che si sono schierati con rita da subito. la mia passione per la sicilia è nata nel 1981, quando per motivi affettivi personali l'ho visitata per la prima volta.da allora mi è rimasta nel cuore,e ogni anno passo lo stretto con marito e figli per una vacanza, e mi ci innamoro ancora di più.per questo partecipo e soffro su ogni cosa che riguarda la sicilia. conosco la passione e il calore della gente, e mi ci arrovello cercando di capire perchè votano a destra..che poi non è destra e basta spesso è collusa e quindi fonte di sottosviluppo.poi mi informano che acora esiste il voto di scambio, e la gente è rassagnata, si accontenta dell'uovo e non crede nella gallina domani.io vi prego siciliani tutti, cacciateli via quei volti tronfii e mafiosi dalle vostre strade. state assieme a quei primi segnali di rivolta antipizzo dei giovani palermitani, e votate vi prego per rita borsellino. la cgil si è schierata con lei, ed esorto tutti coloro che come me lavorano in cgil a farlo con convinzione, e non solo per facciata. il senso di appartenenza alla vostra terra fa parte anche di me che siciliana non sono, sono toscana, e in nome di questo sentimento di appartenenza vorrei poter votare anch'io.Rita è venuta qua nel mio paese a parlare agli studenti, io c'ero e l'ho conosciuta. non è una avvezza alla politica all'italiana, credo che abbia la voglia di far cambiare le cose, e che ne abbia soprattutto la capacità. datele forza siciliani, non deve solo vincere deve essere un PLEBISCITO !.Monica Innocenti. cgil pistoia.

monica innocenti 14.05.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Dio come mi manca...
mi manca il sole, il mare, la gente che sa di buono e sincero..
e cosa posso fare se non aspettare che tutto cambi? vent'uno anni fa il cuore mi si è staccato pensando che non sarei mai più potuto tornare, perchè a quei tempi la situazione era ancora peggio. E adesso più passa il tempo, più imbianco e più si fa forte la voglia di camminare per la mia città che non ho mai dimenticato... il porto, il grande viale, la granita con la panna, la vara a ferragosto... vedo tutto nei miei sogni, a volte, e la malinconia mi assale, l'impotenza mi fiacca... vorrei votare per Rita, vorrei parlare con i giovani, spiegare loro quanto male ho vissuto in città fino a quando ho deciso di rendermi completamente libero e partire. Sa di vigliaccheria ? e chi può dirlo ? Tu non sai... ti risponderei a te che provi a darmi del vigliacco.. non puoi sapere quanta morte c'era dentro un ragazzo che non vedeva alcuna soluzione in niente. Lavoro, studi, futuro, libertà, civiltà, serenità, allegria erano tutti miraggi inconcepibilmente lontani quando vivevo lì... e adesso intanto ogni giorno di più sto progettando di tornare.. per fare cosa non lo so, forse per battermi, o forse per adeguarmi o forse per dimostrare a me stesso che ho fatto bene ad andarmene da lì... ma io vorrei che ci fosse qualcuno a dirmi di tornare e di dare un contributo per il grande cambiamento.
Non saremo dei don Chisciotte forse ?
Per quale motivo devo lasciare tutta la libertà conquistata in questi venti anni... per poter rivedere la mia città ? Ma ne varrà la pena ?
Poi rientro in me e realizzo immediatamente che mi conviene di più continuare a tenermi la mia libertà, continuando a lavorare e a mandare denaro alla mia famiglia che non avendo lavoro ne ha sicuramente di bisogno...
questo è tutto quello che posso fare.
un abbraccio a tutte le brave persone.
matth

matth pipito 12.05.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Borsellino se vinci occupati anche dei piccoli comuni, che vedono la loro classe politica collusa da anni con la mafia locale, che vedono la loro classe politica composta da gente che " NON RIESCE NEACNHE A PARLaRE UN ITALIANO CORRETTO"
Questo di seguito è l'esempio di uno di questi piccoli comuni, Vittoria(RG) la sua maledetta mafiosità ed la sua schifosa classe politica e dirigenziale.

saluti

http://www.leinchieste.com/casovittoria_index.htm

sicilia libera 09.05.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Cara Sig.ra Mariadele Cipolla,
Bello tutto ciò che scrive, ma più che bello è vero.
Io sono uno dei tanti siciliani che se n'è andato, non perché non amasse combattere, ma perché isolato e visto come colui che voleva cambiare il mondo. Sono originario di S. Stefano di Camastra (ME), la finestra sul mare, bella isola felice, ma non per questo esule dai giochi di potere. Non ho mai accettato la mancanza anche parziale di libertà, ovviamente nel rispetto del prossimo e delle Leggi. E così 10 anni fa ho fatto il cambiamento. Oggi lavoro a Torino e non ho intenzione di tornare, solo perché tornare è un tornare indietro, ma amo la mia terra natia e tutto ciò che di bello ha. Non rinnego le mie origini e tutti quando parlo si accorgono da dove vengo, mentre quando d'estate vengo in Sicilia nessuno si accorge dal mio parlare che vivo in Piemonte. Sono orgogliosamente siciliano, nel mio ufficio ho anche appesa la bandiera della Sicilia, ma non riesco a tornare indietro. Purtroppo da lontano mi accorgo che manca troppa democrazia, ci sono troppi favoritismi. Sono tante le "teste" che dovrebbero saltare e non so se questo accadrà. I giochi dei contentini fa vincere chi ha potere, perché chi ha poco preferisce l'uovo alla gallina. Io ho voluto la gallina e non posso quindi tornare indietro.
Spero di cuore che la Sig.ra Borsellino vincerà, ma non credo che possa farcela. Ci sono tanti che danno i santini e quelli determinano spesso le elezioni. Io per mia fortuna non li conosco, ma ne ho solo sentito parlare.
Vi rinnovo il mio in bocca al lupo e chiedo ai miei correggionali di avere la forza di cambiare per avere una nuova Sicilia ancora più libera e più bella.
Raffaele Scilanga.

Raffaele Scilanga 08.05.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Chi è Dalema e da dove viene?? di sicuro non rappresenta l'Italia e nemmeno secondo me ha affinità con democrazia e politica (nel 2001 riusci a dire dopo la sconfitta politica) che gli elettori non avevano capito il suo msg...così niente dimissioni (Jospin se ne andò per molto meno), ma in Italia sono sempre li
per la poltrona di Presidente ci vuole un Sartori o Tina Anselmi...almeno sappiamo da dove vengono e i valori che rappresentano...
ma Dalema da dove viene?? dalla Dc o da un ramo sinistroso della P2??

rolando mori 08.05.06 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Cittadini SICILIANI,
riconquistate la vostra dignità civile e politica, ridandovi un futuro senza MAFIA,
votando per la sig.ra Borsellino!
Ella prosegue, con pari determinazione, coerenza e coraggio del fratello Paolo, l'infida lotta a questo "cancro"!
Esso, infido, s'insinua nella realtà sociale con la connivenza dei gestori delle pubbliche istituzioni, che, anzichè predisporre le condizioni strutturali economicosociali per prosciugarne il consenso, ne sono conniventi traendone sostanziosi vantaggi finanziari ed elettorali!
Una SICILIA riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti gli ITALIANI, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Siate orgogliosi del vostro passato, ridandovi un futuro di pace sociale, presupposto indispensabile per una crescita economica, che apra alla speranza la vita dei vostri valenti giovani!
Auguri!
emilio

emilio d'ambrosio 07.05.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Cittadini SICILIANI,
riconquistate la vostra dignità civile e politica, ridandovi un futuro senza MAFIA,
votando per la sig.ra Borsellino!
Ella prosegue, con pari determinazione, coerenza e coraggio del fratello Paolo, l'infida lotta a questo "cancro"!
Esso, infido, s'insinua nella realtà sociale con la connivenza dei gestori delle pubbliche istituzioni, che, anzichè predisporre le condizioni strutturali economicosociali per prosciugarne il consenso, ne sono conniventi traendone sostanziosi vantaggi finanziari ed elettorali!
Una SICILIA riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti gli ITALIANI, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Siate orgogliosi del vostro passato, ridandovi un futuro di pace sociale, presupposto indispensabile per una crescita economica, che apra alla speranza la vita dei vostri valenti giovani!
Auguri!
emilio

emilio d'ambrosio 07.05.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Cittadini SICILIANI,
riconquistate la vostra dignità civile e politica, ridandovi un futuro senza MAFIA,
votando per la sig.ra Borsellino!
Ella prosegue, con pari determinazione, coerenza e coraggio del fratello Paolo, l'infida lotta a questo "cancro"!
Esso, infido, s'insinua nella realtà sociale con la connivenza dei gestori delle pubbliche istituzioni, che, anzichè predisporre le condizioni strutturali economicosociali per prosciugarne il consenso, ne sono conniventi traendone sostanziosi vantaggi finanziari ed elettorali!
Una SICILIA riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti gli ITALIANI, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Siate orgogliosi del vostro passato, ridandovi un futuro di pace sociale, presupposto indispensabile per una crescita economica, che apra alla speranza la vita dei vostri valenti giovani!
Auguri!
emilio

emilio d'ambrosio 07.05.06 10:50| 
 |
Rispondi al commento



Cittadini SICILIANI,
riconquistate la vostra dignità civile e politica, ridandovi un futuro senza MAFIA,
votando per la sig.ra Borsellino!
Ella prosegue, con pari determinazione, coerenza e coraggio del fratello Paolo, l'infida lotta a questo "cancro"!
Esso, infido, s'insinua nella realtà sociale con la connivenza dei gestori delle pubbliche istituzioni, che, anzichè predisporre le condizioni strutturali economicosociali per prosciugarne il consenso, ne sono conniventi traendone sostanziosi vantaggi finanziari ed elettorali!
Una SICILIA riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti gli ITALIANI, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Siate orgogliosi del vostro passato, ridandovi un futuro di pace sociale, presupposto indispensabile per una crescita economica, che apra alla speranza la vita dei vostri valenti giovani!
Auguri!
emilio


emilio d'ambrosio 07.05.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento



Cittadini SICILIANI,
riconquistate la vostra dignità civile e politica, ridandovi un futuro senza MAFIA,
votando per la sig.ra Borsellino!
Ella prosegue, con pari determinazione, coerenza e coraggio del fratello Paolo, l'infida lotta a questo "cancro"!
Esso, infido, s'insinua nella realtà sociale con la connivenza dei gestori delle pubbliche istituzioni, che, anzichè predisporre le condizioni strutturali economicosociali per prosciugarne il consenso, ne sono conniventi traendone sostanziosi vantaggi finanziari ed elettorali!
Una SICILIA riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti gli ITALIANI, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Siate orgogliosi del vostro passato, ridandovi la speranza nel vostro futuro di pace, di sviluppo economico e sociale!
Auguri!
emilio


emilio d'ambrosio 07.05.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
abbiamo provato a contattarLa tramite l'indirizzo email disponibile in questo sito con scarsi risultati, così proviamo a scriverLe tra i commenti nella speranza che legga questo post.
Come forse già Lei sa, la rete dei comitati Rita-express si è costituita per unire i siciliani fuorisede, studenti nelle più disparate università italiane (da Napoli a Gorizia), nel sostenere la candidatura di Rita Borsellino a Presidente della Regione Sicilia. Ci siamo costituiti in un network di attività e di sostegno per creare spazi e iniziative a livello locale, per fare campagna elettorale e comunicazione, per sensibilizzare l'opinione pubblica e per portare l'evento elettorale alla ribalta nazionale.
Grazie alla rete è stato possibile fare tutto ciò e grazie alla stessa riusciamo a tenerci in contatto e coordinarci. Il progetto culminante verso cui stanno confluendo tutti i nostri sforzi sarà un treno (il Rita-Epress, appunto) che ci porterà gratuitamente in Sicilia a votare il prossimo 26 maggio. Purtroppo i risultati elettorali ci bollano sempre come regione più azzurra d'Italia e Le assicuriamo che ogni volta è un pugno allo stomaco, un'amara delusione perché la gente siciliana continua a sbattere la testa contro lo stesso muro dal dopoguerra senza voler scegliere una strada alternativa, perdurando negli errori/orrori di sempre. Eppure, noi non ci rassegniamo, perché a vent'anni non possiamo perdere la speranza nel cambiamento, perché – come ha detto Rita Borsellino – noi non torniamo per votare, ma votiamo per tornare (e c'è una gran bella differenza...).
Nell'ambito delle nostre attività avremmo il piacere di invitarLa in videoconferenza ad un incontro con gli studenti sull'antimafia e l'incandescente situazione siciliana (tra inaspettato arresto di Provenzano e vigilia delle elezioni).
Se fosse disponibile per una simile iniziativa può contattarci all'indirizzo rita4president@gmail.com.
Con stima,
Comitato Rita-Express Trento
www.ritaexpress.it

rossana ducato 06.05.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

tra poco più di venti giorni in sicilia ci sono delle elezioni campali , da un lato il simpatico governatore pluriinquisito per mafia totò cuffaro dall'altro rita borsellino .
ora io qui sento parlare solo del candidato dell'udc , vedo fini a catania , si aspettano leader udc ovunque , berlusconi a catania e palermo e il centro sinistra ?
silenzio assoluto !
ma forse essendo la borsellino candidata senza partito i vari leader si sentono più liberi ,l'impressione è che il centro sinistra sembra non crederci, peccato perchè qui qualcosa si muove (comitati anti pizzo) ripeto peccato, davvero un peccato .
daniele palermo,sciacca.

daniele palermo 06.05.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ai tanto amanti della sinistra e di Fidel Castro, leggete qui:
Castro più ricco della regina Gb
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo308227.shtml

Fabrizio Aureli 05.05.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sosterò Rita Borsellino a più non posso,
però ho paura per lei perché secondo me è una
persona fortemente a rischio.
L'altro giorno a Catania ho assistito ad un
suo incontro e le misure di sicurezza erano, secondo me, veramente esigue.

In bocca al lupo e forza
Rita dai una speranza a questa Sicilia
che ne ha tanto bisogno.

Roberto Torrese 03.05.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

La Borsellino da fastidio alla sinistra?

Non mi sembra proprio. Se adesso è candidata alle elezioni si deve alla vittoria delle primarie in cui era sostenuta da tutta l'Unione tranne Margherita e Udeur.

Non diciamo inesattezze!

Nunzio Censabella 02.05.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Avevo quindici anni quando sono morti Falcone e Borsellino. Ricordo ancora il mio primo pensiero: "doveva accadere". Ricordo ancora la rabbia e la vergogna per quel pensiero, dentro cui c'era la rassegnazione e la stanchezza per un destino che si pensava fosse inevitabile, ineluttabile. Ricordo la rabbia ai funerali, la cappa di angoscia sopra Palermo, le lacrime della gente per le strade, la disperazione unita alla voglia di ricominciare a vivere dentro una città e una società mai più vittime predestinate. Ricordo bene quei giorni. Le lacrime di Caponnetto ai funerali di Falcone. Cosi come ricordo la rassegnazione e il servilismo tornare a farla da padrone, quando è salito Cuffaro. Queste non sono solo delle semplici elezioni. E' un referendum sul tipo di società che vogliamo vivere. Se vogliamo ancora e sempre essere vittime e servi. Se vogliamo che siano dei signorotti corrotti e corruttibili a decidere delle nostre vite. O se vogliamo che torni a fischiare nuovamente quel vento che attraverso' Palermo e la Sicilia in quel tragico 1992 e che per qualche anno vide Palermo e la Sicilia provare a ripartire. Forza Rita. Possiamo farcela

Massimo Anzalone 02.05.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo a Roma e sono fidanzato con una Siciliana.

Sono appena tornato da una settimana trascorsa a Palermo e divisa fra lavoro e amici stupendi. In questi giorni ho avuto il privilegio di incontrare personalmente Rita Borsellino per ben due volte e rimanere sempre colpito dalla sua incredibile umanità. E' una persona assolutamente all'altezza delle aspettative, dotata di un carisma allo stesso tempo leggero e toccante.

La domanda che mi sono posto in entrambe le occasioni è stata "come si può NON votare Rita Borsellino?" visto che sembra incarnare tutto quello che ci si aspetterebbe da un candidato e considerando - inoltre - che il suo avversasio è Salvatore Cuffaro, personaggio di dubbia moralità e plurinquisito per mafia...

Eppure pare che la strada sia tutta in salita.

Per quanto mi rigurda farò quanto mi è possibile per sostenerla.

FORZA RITA!!!

Manfredi Giffone 02.05.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici del BLOG,
il 28 maggio in Sicilia non si vota tra destra e sinistra, ma per qualcosa di molto piu´ importante: si vota per dire basta alla politica del compromesso morale, dell´inciucio e del malaffare. La destra ha capito che la posta in gioco e´ molto alta e sta investendo una valanga di soldi nella campagna elettorale. Dall´altra parte molti leader del centrosinistra fanno finta di non sentire la voglia di Primavera che parte della Sicilia. Solo poco giorni fa Anna Finocchiaro, senatrice Ds, a proposito dell´elezione del Presidente del Senato, affermava che e´ "sbagliato politicamente e anche strategicamente ricordare le vicissitudini processuali" di Andreotti "come invece fa Marco Travaglio sull'Unità". Ci sono infatti "ben altri argomenti a suo sfavore: per esempio l'età". Noi cittadini italiani siamo veramente esasperati di questo andazzo. Ci meritiamo qualcosa di meglio.
Cosa possiamo fare?
Loro hanno soldi e televisioni, hanno "voci potenti e lingue allenate a battere il tamburo". Noi abbiamo le nostre mani nude, ma non solo. Abbiamo anche le notti passate da Giorgio Ambrosoli a ricostruire le malefatte di Michele Sindona, le lotte di Placido Rizzotto e Peppino Impastato, il coraggio di Roberto Antiochia e la forza di tutti gli Uomini delle Istituzioni che in questi anni ne hanno raccolto la scomoda eredita'. Il piccone che fa breccia nel muro viene da molto lontano, come dice Riccardo Orioles. Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Nino Caponnetto sono oggi piu' vivi che mai: basta guardare gli occhi di Rita Borsellino.
La mia idea e´ questa: UN BALCONE PER RITA. Appendiamo alle nostre finestre un lenzuolo con scritto RITA PRESIDENTE, in ogni citta´, da Palermo ad Aosta. Un abbraccio per Rita da tutt´Italia. Facciamo sentire ai Siciliani che non sono soli, che la loro lotta e´ anche la nostra.
Cosa ne pensate?

Marco Bertelli


Marco Bertelli 01.05.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno sig.Grillo,
mi sto informando per quanto riguarda l'installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto di casa mia, per, diciamo, un investimento a lungo termine sia in salute che economico visto che la mia bolletta dell'enel è piuttosto salata. a questo proposito l'ing che mi ha proposto il preventivo mi ha detto una cosa agghiacciante, e cioè che i nuovi contatori elettronici misurano oltre alla potenza attiva anche quella reattiva, quella cioè prodotta dall'enel per la mia abitazione anche se non consumata. mi dica se sbaglio la prego! cosa posso fare? oltretutto quando mi hanno allacciato la corrente mi hanno fatto pagare oltre 700euro solo attaccarmi per il contatore anche se non hanno dovuto fare nessun tipo di impianto perchè la linea già c'era visto che ho costruito una mansarda recuperando il sottotetto dell'abitazione dei miei. quelli del gas mi hanno chiesto solo 40e per quelle 2 ore che ci hanno messo ad attaccarmi il contatore, che differenza c'è?
abito a cologno monzese e lavoro a milano, non prendo mai la macchina e uso sempre i mezzi pubblici: faccio prima sono meno isterico e non inquino. un impianto fotovoltaico per rendermi quasi autosufficiente mi costerbbe più di 25000e
non dovrebbero esserci più incentivi in questo senso? é una cosa per me e la mia famiglia, non voglio mica contributi a fondo perduto ma almeno non so favorire pagamenti agevolati o cose del genere. ci guadagneremmo tutti: meno petrolio bruciato meno inquinamento e quindi meno spese sanitarie etc. cosa mi consiglia per dipendere meno dall'enel? bella privatizzazione. i miei hanno una casa in montagna ad un metro da un impianto di innevamento artificiale che passa sul nostro terreno, e l'enel ha detto che non ci attacca la corrente perchè in pratica non le conviene:aaaaaaaaiuto!
andrea primo-via milano 114/a-cologno monzese 20093 milano-3385832898-02-2046735(uff)-0225397072(abit.)

andrea primo 01.05.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

SALVE A TUTTI VORREI, PRIMA DI TUTTO, SEGNALARE UN FENOMENO ALLARMANTE DI PROPORZIONI SEMPRE PIù PREOCCUPANTI: MARCO BELLENTANI, CHE ABITA A BERGAMO IN VIA CARDUCCI,è UN PERICOLOSO SPACCIATORE DEI PROPILEI(CHI ABITA A BERGAMO L'AVRà BEN CAPITO). COMUNQUE VOLEVO DIRVI CHE è UN IMPEGNO MORALE E CHE DENOTA UNA GRANDE MATURITà DENUNCIARE ALLE COMPETENTI AUTORITà GIUDIZIARE TUTTI I CASI RISCONTRABILI DI PERSONE CHE SPACCIANO DROGA, COME IL GIUNTO, SOPRANNOMINATO "POLLINE" O "TERRA", OLTRE CHE SEGNALARE IL CONSUMO E LA VENDITA DI MAIJUANA E FUMO NERO ECC.

LUIGI CORTINOVIS 01.05.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per l’illustrissimo lucuzzu rattuzzu detto luca ratti @Luca - Ratti 29.04.06 12:14 |
Debosciato morale (per sregolatezza dei costumi)


Insisti nel volere disprezzare le donne di cui una ammalata e disabile grave. Lotti contro i mulini a vento!! Sarai completamente stravinto e moralmente disintegrato dalle donne con il giusto ignorarti e da te stesso deriso, umiliato e messo alla berlina (al circo potresti fare anche ridere). Solo un debosciato morale si comporta così. Per te non esiste ancora sufficiente disprezzo perché bisognerebbe crearne uno a tua immagine e somiglianza, deturpata dal tuo animo e dal tuo cervello preso da una gallina e trapiantato in una testa vuota. Non è possibile in queste condizioni aspettarci razionalità e obiettività da te. Scusa te stesso pirito gonfiato e puzzolente! A proposito, stimo troppo chi è di sinistra per credere che tu stia da quella parte. Ma i ratti non stanno più nelle fogne?


andrea focus 01.05.06 01:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo..tu per me sei un mito come Michele Santoro...Daniele Luttazzi..Siete delle persone che vorrebbero rendere più veritiera la nostra povera Italia...ma come ben sapete : è impossibile.Perchè tutti vi mettono i bastoni fra le ruote?Perchè in Italia comanda la Mafia Sthealt...una Mafia invisibile.
Questa Mafia non pùò essere debellata..perchè lo Stato Italiano la sostiene..in tutti i campi.
Borsellino...Falcone...quando si sono avvicinati ai "piani alti"..li hanno uccisi...e per combattere la vera Mafia...i magistrati antimafia devono avere le p...e di scontrar
si con tutti(a parere mio...oggi la procura antimafia non può far nulla).

Io sinceramente voterò per la Borsellino..anche se dubito che Lei potrà contrastare il Monopolio Mafioso di Oggi...ma come si dice sempre...la speranza è l'ultima a morire.


ruggero santoro 30.04.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

MI SONO STUFATO DI SENTIRE SEMPRE LE STESE COSE IN POLITICA . DOBBIAMO RIBBELLARCI ......
SE UNA COALIZIONE NON RIESCE A COMPLETARE IL SUO MANDATO TUTTI I POLITICI CHE HANNO ADERITO A QUELLA COALIZIONE CHE HANNO FIRMATO UN PATTO . SE IL GOVERNO CADESSE PRIMA DELLA SCADENZA TUTTE LE SPESE PER LE NUOVE ELEZIONI DOVRANNO PAGARLE LORO PERCHE A QUESTO PUNTO CI HANNO TRUFFATI QUESTA RICHIESTA SAREBBEBELLO CHE DIVENTASSE LEGGE . COSI VEDIAMO SE FARANNO ANCORA GLI STUPIDI. RIBBELLIAMOCI..........................

RAFFAELE AVALLONE 30.04.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

la tua rete di informazione mi aiuta a capire qoello che la stampa e la tv non vogliono farci sapere, grazie.
Relativamente al problema dell'Irak e delle 3000 centrifughe per l'arricchimento dell'uranio ti chiedo:
-provenienza di questi macchinari.
-gli impianti attuali da chi sono stati forniti?
-le conoscenze necessarie da chi sono state fornite?

Rieti 30/04/06

Paolo Masini

masini paolo 30.04.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Se ciò che dico offende cancellate.Scrivo x esprimere la mia delusione sulla politica italiana che lascia agire in modo a dir poco INADEGUATA personaggi che hanno perso ogni diritto di potere ma che ancora indiscriminatamente nè fanno uso e abuso senza alcun minimo ritegno e rispetto x quel popolo che hanno irretito e illuso con falsità e menzogne visto che in virtù dei fatti all ordine del giorno ci hanno lasciato della miseria,con lavori precari offerti a tempi determinati,quindi senza possibilità di poter usurfruire di prestiti o mutui,per poco nn si tornava alle antiche modalità di far spesa con l'immancabile libretto in cui si segnava la spesa giornaliera a debito,tra tasse e aumenti nn si arriva alla fine del mese lavorando in 2,immaginiamoci se si riesce a metter da parte qualche soldo!Il governo Berlusconi a mio avviso ci ha bellamente turlopinati, derubandoci di ogni diritto sociale economico e umano tanto faticosamente avuto con lotte e movimenti operai.Berlusconi nn si è di certo fatto mancar nulla,ha inventato leggi e condoni che in fondo son serviti in primis a lui,non ha fatto nessun tipo di beneficenze di tasca sua e tutti noi italiani sappiamo cheè uno tra le poche persone + ricche del mondo,ebbene io dico che da buon leader del governo doveva usare parte dei suoi introiti x sanare alcune cose in italia (es:sanità) e inoltre non mi par giusto mantenere sino al foglio di carta igienica free tutte quelle personalità che decidono le sorti del nostro amato paese con lauti stipendi e troppe agevolazioni,ma bensì anche x loro x amor di patria stipendi mensili e con detrazioni eguali ad una qualsiasi categoria di impiegati statali.Amare e guidare un paese non è dittatura o regime ma un coinvolgimento umano nelle situazioni di tutti quelli che compongono questa comunità chiamata ITALIA .
Sarebbe ora che Berlusconi & company la smettessero di calunniare la maggioranza attuale con false menzogne,sarebbe + dignitoso x loro accettar la sconfitta senza farse!

SGARBI DESIRME 30.04.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Buonpomeriggio a tutti,
oggi è l'anniversario della scomparsa dell'uomo piu' fotografato del mondo.

Ringrazio pubblicamente il sig.GRILLO per non praticare alcuna censura nel blog.E' merce rara !
Erwin di www.thule-toscana.com

ERWIN-THULE 30.04.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, continua così!

pochi giorni fa su Radio24 hanno parlato molto del blog e di parlamento Pulito, anzi hanno fatto di più: sono andati ad intervistare tutti i politici elencati tra i pregiudicati, le loro risposte erano a dir poco comiche!!!

Per forza...FRIGERIO Gianstefano (deputato FORZA ITALIA)ogni mattina,prima di entrare in Parlamento,passa dai Carabinieri,firma perchè ha una condanna di 3° Grado in Cassazione a 6 anni più 2 con obbligo di FIRMA, il divieto di voto elettorele fino al 2009 e poi dopo aver fatto la sua firmetta da Galeotto,se ne va al Parlamento a VOTARE LA CIRIELLI in mezzo a tanti altri suoi Amici Galeotti!

Che bello...che meraviglia! Nessuno al mondo è come NOI! CHE VANTO!!!!!


SVEGLIATEVI ADDORMENTATIIIIIIIIII!!!!!

Non è da meno UMBERTO BOSSI!!!

..E LA CIRIELLI L'HA VOTATA ANCHE LA LEGA!!! PER FORZA,BOSSI E' UN GALEOTTO,UNO DEI 24 CONDANNATI DI 3° GRADO IN CASSAZIONE CHE SONO IN PARLAMENTO...MA NIENTE PAURA,I GALEOTTI SI SONO FATTI LA LEGGE SU MISURA E OOOOPPP...TUTTO A POSTO!

CHE MERAVIGLIA...CHE VANTO per L'ITALIA!!!!


VERGOGNATEVIIIIIIIIIII...PUNTO!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 30.04.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento

NOLTRALA AI RAGAZZI SICILIANI CHE CONOSCI, grazie!


Le Università di tutta Italia sono piene di studenti siciliani, e non è una novità: la qualità didattica, strutturale e della ricerca dei nostri Atenei è tristemente al di sotto della media nazionale; e, soprattutto, il mercato del lavoro che attenderebbe un giovane laureato in Sicilia è tra i più stagnanti d’Europa.
La scelta di seguire i propri orizzonti personali troppo spesso costringe i giovani più vivaci ad emigrare; ma non è una scelta facile.


E’ una scelta che fa sentire tutto il peso di una situazione politica sempre più assurda e anacronistica, eppure che fino ad ora non si è saputa fronteggiare. E’ una scelta in cui c’è troppo poco da scegliere, perchè la situazione è imposta. La Sicilia ci caccia, e molto spesso non ci accoglie più.


Noi siamo studenti siciliani - nati negli anni ottanta, e cresciuti con le reazioni alle bombe del ‘92 - che hanno seguito i propri cammini. Questi ci hanno portato, almeno per adesso, fuori dalla nostra isola. Ma c’è un filo che ci tiene legati alla Sicilia, e che
difficilmente si romperà . E’ il filo che si alimenta della voglia di riscatto.


La candidatura di Rita Borsellino a presidente della Sicilia rappresenta per noi un momento storico: Rita è da anni un simbolo, per noi giovani, di lotta alla mafia. Rappresenta un’occasione di discontinuità reale e possibile rispetto al sistema che da anni governa la nostra terra; Rita partirà da quello che ha sempre fatto, per offrirci nuove vie per combattere l’arretratezza economica, politica e culturale della Sicilia. Per questo crediamo in lei. Il filo che ci tiene legati alla Sicilia sarà sempre più forte, fino al giorno delle elezioni: vogliamo vedere la speranza di cambiamento vincere contro la cupa accettazione di ciò che è già .


Questa rete di comitati è nata per dare modo a tutti i siciliani in Italia, studenti e non, di costituirsi in un network di attività  e di
sostegno. E’ nata per creare spazi e iniziative, e

Delia Maccarrone 30.04.06 12:29| 
 |
Rispondi al commento

HO PERDUTO I MIEI POST !

ERWIN THULE 30.04.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Le ondate di criminalità dovrebbero portare a riflettere e non ad arrivare ad insultare e deridere anche pubblicamente la vittima di reato.
Dovrebbero fare guardare ad un bilancio della giustizia e della politica immensamente tristi e sconvolgenti. La furia della delinquenza continua al galoppo la sua marcia per tentare di distruggere sempre più la vita, le vite.

I delinquenti sanno che per uno che viene arrestato, molti ne sfuggono alla cattura. Dopo l'amara e triste mia esperienza di molti e tanti anni di torture psicofisiche così come meglio spiegato nel sito web: http://www.mobbing-sisu.com si vede rimanere sul vecchio sentiero la vita della vittima, la mia vita, costellato di dolore, di umiliazione, di rinunce, sino a vedere serpeggiare l'odio, la brutalità e l'efferatezza nel posto di lavoro in ospedale, anche contro il proprio diretto superiore [Vedi articolo del Corriere della Sera del 5 gennaio 2001 http://www.mobbing-sisu.com/ferrari.php (clicca sulla relativa miniatura per ingrandire)] e poi anche dovere prendere atto che i colpevoli non vengono mai arrestati e rimangono in circolazione come mine vaganti.

Non occorre essere Sherlok Holmes per capire che il sistema italiano specialmente in questi ultimi anni non ha funzionato. Dulcis in fundo, io come vittima, devo anche subire diffamazioni, insulti e derisioni sempre più apertamente, ultimamente persino con espressioni scritte da persone che nascondono le loro osservazioni dietro una falsa paternità. Non posso che sospettare persino che siano le stesse persone che nell'ospedale mi hanno rovinato la vita o loro amici che fanno vita protetta orbitante pacificamente nel mondo della politica….Continua qui sotto…(Sisu2)…

Giovanna Nigris 30.04.06 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione:

…(Sisu2)…I fatti inoppugnabili, desunti anche dalla consultazione del sito: http://www.mobbing-sisu.com , stanno a dimostrare che vero è che anche la vittima della vicenda, di dominio pubblico, riportata nell'articolo esposto in: http://www.mobbing-sisu.com/ferrari.php, in realtà era il mio diretto superiore (clicca sulla relativa seconda miniatura per ingrandire). Ho sempre avuto il presentimento che lo stesso fosse sospettato di potere dire il vero motivo per cui sono torturata da anni nel posto di lavoro, senza soluzione di continuità. Tuttora non so chi sono i veri mandanti che da anni non mi danno pace e mi distruggono sempre più in tutti i sensi.

Anche se la verità è come il sole ed esiste anche quando non si vede, ho sempre voluto mettere in luce tutti i vari passaggi delle illegalità che ho dovuto subire e che subisco e nonostante tutto sono stata lo stesso abbandonata nelle mani del crimine. Vi chiedo cortesemente di firmare la petizione esposta nel suddetto mio sito web di legittima difesa. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 30.04.06 08:55| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di mafia...
questa è una storia che non fa ridere. Conducevamo una trasmissione radiofonica su radio Galileo, storica emittente ternana che si ascolta in tutta l'Umbria, nel Lazio fino a Roma ed in parte della Toscana.
La mtrasmissione si chiamava "Io sto con Galileo" ed aveva la pretesa di essere divertente e sagace. Si parlava di tutto: attualità, costume, politica, sport e società, cercando di afrontare ogni argomento partendo dagli aspetti magari meno "eclatanti", ma da cui si poteva risalire al valore generale di un tema.
Considerando che Provenzano è rinchiuso a Terni, giovedì 20 aprile 2006 abbiamo parlato, scherzando, di "pizzini" e lanciato l'invito a telefonare ai nostri ascoltatori ed alle nostre ascoltatrici chiedendo: "quand'è quella volta che avete usato un 'pizzino'?" (Ovviamente inteso in senso lato: per passarvi il compito in classe; per comunicare con l'amante.. o che diavolo ne so io).
Poi abbiamo intervistato i ragazzi del comitato Addio Pizzo di Palermo.
Tanto è bastato perchè il presidente della cooperativa che gestisce l'emittente decidesse di cacciarci dalla radio... durante la trasmissione... per sempre. "Potete parlare di tutto, ma non dei mafiosi" ci ha detto mentre lo ascoltavamo basiti, "potete persino parlare male dei politici, tanto quelli non vi fanno niente, ma i mafiosi ci bruciano la radio".
Tutto questo succede in Umbria.
Vorremmo che questa tristissima vicenda non sia dimenticata così.
Altre notizie sono sul nostro BLOG: iostocongalileo.blog.tiscali.it
grazie per l'attenzione

Luca Ceccarelli - Paolo Pacifici 30.04.06 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, continua così!

pochi giorni fa su Radio24 hanno parlato molto del blog e di parlamento Pulito, anzi hanno fatto di più: sono andati ad intervistare tutti i politici elencati tra i pregiudicati, le loro risposte erano a dir poco comiche!!!

Per forza...FRIGERIO Gianstefano (deputato FORZA ITALIA)ogni mattina,prima di entrare in Parlamento,passa dai Carabinieri,firma perchè ha una condanna di 3° Grado in Cassazione a 6 anni più 2 con obbligo di FIRMA, il divieto di voto elettorele fino al 2009 e poi dopo aver fatto la sua firmetta da Galeotto,se ne va al Parlamento a VOTARE LA CIRIELLI in mezzo a tanti altri suoi Amici Galeotti!

Che bello...che meraviglia! Nessuno al mondo è come NOI! CHE VANTO!!!!!


SVEGLIATEVI ADDORMENTATIIIIIIIIII!!!!!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 29.04.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma su questo blog non era stato fatto tanto puzzo per coloro che venivano eletti nonostante avessero condanne definitive?
E con Caruso come la mettiamo?
E' tutta una presa per il culo.
CHITI


e non venitemi a parlare della "libertà di espressione" che chiunque ha il diritto di esprimersi e tante belinate. Sono daccordo. Allora si prende un tizio che è stato in galera per una ventina di anni e si fa senatore anche lui, perchè anche lui ha il diritto di esprimersi, poi si prende un pedofilo e ANCHE LUI ha il diritto di esprimersi.
Via ma davvero.

antonio silberio chiti 29.04.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento

http://www.votaprovenzano.org/index.asp


rita 4 president...avremmo veramente bisogno di xsone del genere,con passati del genere e kon la voglia e la forza di fare davvero qualcosa...un bacio a tutti...quando votiamo usiamo la testa...non l'immagine ke ci è stata infilata nel cervello fino alla fine....

angela rossi 29.04.06 00:49| 
 |
Rispondi al commento

PRIMARIE ON LINE su www.sceltelibere.it
caro beppe, rita borsellino è stata indicata dalle "primarie", primarie certo tra virgolette, perchè in Italia questo sistema democratico di selezione non è previsto e in realtà viene utilizzato in modo strumentale, ma nonostante tutto a fatto diventare "la borsellino" RITA Borsellino e Prodi un candidato premier con un minimo di leadership. Ora mentre ti scrivo assisto disgustato alla elezione dei Presidenti di Camera e Senato. Durante la campagna elettorale il "grande vecchio" Pannella l'aveva detto: lanciamo le primarie anche per queste cariche e soprattutto per il Presidente della Repubblica. Se lo ascoltavano a sinistra si sarebbero risparmiati qualche brutta figura. Ma la risposta è stata no, mai! I Presidenti della Camera e del Senato li elegge il Parlamento e il Presidente della Repubblica poi, figuriamoci! Le prime 3 cariche dello Stato sono troppo importanti. Ma se in base all'art.92 della Cost. il Presidente del Consiglio lo nomina il Presid. della Repubblica allora cosa dobbiamo pensare? che l'Unione ha fatto le primarie per coartare la volontà del Capo dello Stato? No, le hanno organizzate per dare a Prodi una investitura popolare e rafforzare la sua leadership, e bene hanno fatto! Sono il portavoce di SCELTE LIBERE, non siamo pochi, sul sito www.sceltelibere.it ci sono le foto dei 2 convegni che abbiamo organizzato, uno sull'ecologia liberale e uno sul ruolo dei liberali.Stiamo per lo più a Roma e non facciamo altro che osservare l'attualità politica, specie nell'area liberale. Non dipendiamo da nessuno, non viviamo di politica, ma ci piace proprio è il nostro hobby! Beppe abbiamo avuto un idea geniale: LE PRIMARIE ON LINE per il futuro Presidente della Repubblica, la cosa sta circolando in diversi forum. In questa cosa ci crediamo, ma siamo troppo giovani e troppo piccoli col nostro sito per fare il salto.AIUTACI! fai diventare il nostro giochetto un evento mediatico da paura! oh, non ci rubà l'idea!cliccaci!

andrea bernaudo 28.04.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che la Sicilia abbia davvero voglia di cambiare...

Luca Lodi 28.04.06 12:49 | Rispondi al commento | Chiudi discussione
___________________________

luca
io la penso così:
Sono certi personaggi al governo a non volere che la Sicilia cambi.

Gli sta comodo così da sempre

Loredana Solerte 28.04.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, mi permetto di riportare qui di seguito il discorso fatto alla Camera dall'onorevole Girolamo Li Causi (29 novembre 1962), in occassione della approvazione della legge sulla commissione parlamentare antimafia:

-Se non si capisce che questo potere che noi definiamo mafia è un'organizzazione, frutto di un determinato ordine sociale che diventa parte integrante della struttura politica, non comprendiamo niente, perchè altrimenti possiamo spiegare il fenomeno solo in due modi: o rifacendoci al carattere dei siciliani, o considerandolo come delinquenza.Ma affrontando il problema della mafia come problema di delinquenza non si è mai riusciti a risolverlo; e richiamandosi al carattere dei siciliani si finirebbe per ricorrere alla differenza tra sicani e siculi, cioè tra siciliani orientali e occidentali, ossia a tutte quelle sciocchezze con cui si dilettano i disoccupati mentali, coloro che non hanno alcuna capacità di aderire alla realtà ed amano speculare su cose astratte.Questo è il punto che bisogna fissare: la mafia è un elemento permanente dell'equilibrio politico dello Stato.Ripeto se non si capisce questo non si capisce nulla. Possiamo fare tutte le disquisizioni che vogliamo sulla mafia, possiamo cercare di spiegare il fenomeno ma non arriveremo mai a capire perchè esso non possa risolversi.Ed è naturale, perchè la mafia essendo un problema politico la prima cosa che bisogna considerare è quali sono stati i rapporti tra la mafia e lo stato.
Quanti governi che si sono succeduti dal 1948 ad oggi hanno avuto nel loro seno mafiosi qualificati.Abbiamo avuto ministri mafiosi bollati e riconosciuti tali.....-

La Borsellino vuole provarci?? Beh io dico che se non altro non è di certo mafiosa come invece tanti mafiosi ladri,alcuni a piangere al funerale di Borsellino stesso,altri a baciare i Salvo, ed altri ancora sono stati sino a pochissimo tempo fa presidenti del consiglio ed hanno avuto come stretti amici mafiosi come Mangano e dell'Utri.

Giovanni Di Martino 28.04.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Però anche la Sicilia vota Lega...e allora vi riporto questa fresca notizia curiosa dalla marca trevigiana:

Consigliere leghista sorpreso a imbrattare i muri


Brutto scivolone di Antonio Tovenati , assessore comunale a Mareno di Piave (TV) e attuale consigliere provinciale della Lega Nord. È stato sorpreso e multato dalla polizia municipale di Vazzola per avere imbrattato con scritte inneggianti a se stesso e alla Lega i muri del cimitero di Tezze. Su segnalazione di un automobilista, dal comando è partito un vigile che, giunto sul posto, ha riscontrato che effettivamente erano comparse le scritte. A quel punto il vigile, ipotizzando un secondo bersaglio, si è recato al cimitero di Santa Maria di Piave, dove Tovenati era ancora in azione, sempre sul muro esterno. L'agente però, trovandosi fuori dalla sua competenza territoriale, non ha potuto sanzionarlo, ma solo registrare l'accaduto e segnalarlo al sindaco di Mareno, competente per territorio. Da Vazzola è partita invece la multa da 200 euro a Tovenati per le scritte a Tezze. Da almeno due anni l'amministrazione si trova a fare i conti con scritte "W Tovenati ", "W Lega" e "W Zaia" sia sul muro del cimitero che lungo le canalette a bordo strada. Il sindaco le fa cancellare, ma dopo pochi giorni ricompaiono.

Rosa Di Maggio 28.04.06 14:27| 
 |
Rispondi al commento

vedo con piacere che tanta gente , anche non siciliana sostiene Rita Borsellino.
Gli studenti siciliani fuori sede stanno organizzando un treno RITAEXPRESS per tornare a votare e stanno lanciando una campagna di autofinanziamento per questo treno.All'homepage del sito www.ritaexpress.it si trova il contocorrente con cui è possibile darci una mano!
Ne saremmo felici e sarebbe un bel modo per sostenere la candidatura di Rita Borsellino!
grazie.

elisabetta cangelosi 28.04.06 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che la Sicilia abbia davvero voglia di cambiare...


x sergio sacrificato

sapessi quanto io stimi sebastiano musumeci...

innanzi tutto musumeci nn è uscito da AN perché si dissociava da cuffaro. Questo è dimostrato dalle sue dichiarazioni riportate daLl'UNITÀ e da LA REPUBBLICA nel Novembre del 2004 (dichiarazioni opposte alle tue) e segnalate sul sito antimafiaduemila.com. Musumeci, probabilmente si è sentito maltrattato da FI perché questa favorì la candidatura a sindaco di Catania a Scapagnini e solo alla fine anche a lui (proposta che rifiutò proprio perché offertagli troppo tardi).
Fece cmq buon viso a cattivo gioco acconsentendo in seguito al ruolo di vicesindaco, ma, visti i continui disastri di questa giunta ha preferito vigliaccamente defilarsi.

il costo della campagna elettorale di Rita Borsellino sarebbe quindi di 1.452.202 delle vecchie lire? beh non so se i tuoi "numeri" son veri, (dimostrami questi dati) né se sono giustificati, però posso dirti che la campagna è molto ben fatta; al contrario di quella del tuo beniamino, che ha riciclato il simbolo di forza italia, usufruisce della stampa dell'azienda della moglie (la quale tra l'altro stampa anche le schede elettorali) ma che fa "pena" dal punto di vista grafico e mediatico. (andrà sicuramente al risparmio, ma sarei proprio curiosa di sapere se le somme dichiarate per curare la sua campagna elettorale corrispondano davvero alle somme effettimente spese, visto che per la stampa si appoggia all'azienda della moglie)

quanto alla tua conclusione sul fatto che i voti di cuffaro vireranno su di lui, aiutando di conseguenza Rita Borsellino:

Guarda che semmai, saranno molti fra quelli cn le idee vere della destra (nn contaminate quindi dall'idea dell'opportunismo mafioso) a votare la Borsellino perché lei da l'idea di Giustizia.
musumeci è solo un buzzurro perbenista.
Rita Borsellino è davvero una signora per bene

Cinzia Puglisi 28.04.06 01:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FINALMENTE QUALCUNO CHE DICE LA VERITA' SU RITA BORSELLINO, PERCARITA' , NULLA DA DIRE SULLA PERSONA E SOPRATUTTO SUL POVERO FRATELLO,MA PERCHE' NON CANDIDANO ANCHE LA SORELLA DI FALCONE? O LA MOGLIE DI BORIS GIULIANO O LA SUOCERA DI CASSARA? ... NO POVERA SICILIA... E' L'ITALIA MORALISTA, IPOCRITA, BIGOTTA E FALSA CHE DEVE CAMBIARE ... PORCA MISERIA!!!!!!!
E COMUMQUE FORZA BORSELLINO ... MEGLIO CHE VOTARE CERTE FACCE DA PAPPONI CHE FANNO BELLA MOSTRA IN GIGANTOGRAFIE NELLE VIE DI PALERMO.
MANDIAMOLI A CASA !!!!

benedetto lighea 28.04.06 01:46| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE QUALCUNO CHE DICE LA VERITA' SU RITA BORSELLINO, PERCARITA' , NULLA DA DIRE SULLA PERSONA E SOPRATUTTO SUL POVERO FRATELLO,MA PERCHE' NON CANDIDANO ANCHE LA SORELLA DI FALCONE? O LA MOGLIE DI BORIS GIULIANO O LA SUOCERA DI CASSARA? ... NO POVERA SICILIA... E' L'ITALIA MORALISTA, IPOCRITA, BIGOTTA E FALSA CHE DEVE CAMBIARE ... PORCA MISERIA!!!!!!!
E COMUMQUE FORZA BORSELLINO ... MEGLIO CHE VOTARE CERTE FACCE DA PAPPONI CHE FANNO BELLA MOSTRA IN GIGANTOGRAFIE NELLE VIE DI PALERMO.
MANDIAMOLI A CASA !!!!

benedetto lighea 28.04.06 01:38| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di leggi ad personam!!!!

Corte appello Milano ha respinto tutte le eccezioniSme: niente appello per Berlusconi(ANSA) - MILANO, 27 APR - Sul caso Sme, per Silvio Berlusconi, prosciolto e assolto in primo grado, non ci sara' il processo d'appello. La Corte d'appello di Milano ha respinto tutte le eccezioni, compresa quella sulla legittimita' costituzionale della legge sull'inappellabilita', proposte da accusa e difesa

mica male eh?????

Adriano Alfieri 27.04.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

VOTATE RITA BORSELLINO!LA VOTEREI ANCHE IO, MA STO IN CAMPANIA.

ciro ricci 27.04.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire perchè ogni volta che si tratta di parlare di sicilia, di meridione...si dimentica il reale e si finisce per andare all'ideale...
io sono siciliano..e la politica per le regionali la vorrei incentrata su uomini ed idee..non contro un punto e basta!!! così finisce che l'unica vera cosa importate, la sicilia (in questa tornata elettorale) rimanga l'ultima delle cose di cui discutere...tanto..rimane sempre il fatto che se un malvimente qualunque fa qualcosa di illegale fuori dalla sicilia resta un malvimente..se un malvimente ha nel sangue in gene di un lontano parente (nonno dello zio del bisnonno del fratello del cugino) di origine siciliana..allora il malvimente diventa di origine siciliana, meridionale, e perdè il connotato della parola malvimente..il suo sinonimo è di origini meridionali...cominciamo con il combattere questa idea, questa mela bacata nell'uso comune... valori,principi, idee, progetti...non uno contro tutti e tutti contro di lui..così si crea un martire, sempre e comunque... mi sono davvero scocciato di non essere rappresentato con forza...destra e sinistra..è sempre uno contro l'altro, e qui si sta sempre in mezzo a prendere calci e pugni da tutti.
Non se ne può più, ed intanto i processi non finiscono mai, le pene non sono certe, il potere è sempre degli stessi ed il barile del petrolio è a 72 dollari... e per prendere un aereo dalla sicilia Low cost un piffero...ed il lavoro? e le risosre? e le libertà? e l'accesso ai finanziamenti? lo sviluppo della libera impresa? e tutte le altre cose che servono? dove sono? io nei manifesti elettorali non li vedo... sarà anche ceco...e forse sordo..ma muto no...e domando..e chiedo...e parlo...e basta!

Giancarlo Baio 27.04.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Però non mi spiego una cosa...Borsellino era un uomo d'ordine, un uomo da sempre vicino alla destra, un uomo che nella sua gioventù fu anche attivista di quella destra. Ed ora, demonizzando quelle stesse idee in cui credeva il marito, la Signora Borsellino si presenta con l'appoggio di chi ha fatto del disordine e del disobbedire le proprie bandiere. Abbia il coraggio di rinunciare pubblicamente ad una parte di quei voti di cento-sinistra che i suoi vanno chiedendo e forse anche una parte del centro-destra, la parte sana e che esiste, le offrirà il suo aiuto. Ma questo, credo e temo, non accadrà.

andrea de ceglia 27.04.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che Vomito!!!

La Legge Pecorella approvata negli scorsi mesi dalla maggioranza parlamentare della Casa delle Libertà - quella che impedisce ai pm di presentare ricorso contro le assoluzioni in primo grado - ha centrato il suo principale obiettivo: Silvio Berlusconi - prosciolto in primo grado (grazie alla prescrizione) nell'ambito della vicenda Sme - non sarà infatti sottoposto al secondo grado di giudizio. Per lui - grazie appunto alla legge sull'inappellabilità delle sentenza di assoluzione - una condanna è adesso praticamente impossibile (in teoria adesso i Pm potrebbero presentare un ricorso in Cassazione).


La Procura generale di Milano aveva provato ad opporsi a questo scenario presentando un'eccezione di costituzionalità sulla Legge Pecorella, ma i Magistrati della Corte d'appello del capoluogo lombardo (quelli che la Casa delle Libertà bolla spesso e volentieri come "toghe rosse") hanno oggi bocciato l'istanza salvando di fatto il premier dal processo di secondo grado.

Mario Bianchi 27.04.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento

...e purtroppo la Sicilia non cambierà in tempi brevi!

Sono un palermitano che da quasi otto anni vive e lavora in Lombardia.

Torno a Palermo ogni due-tre mesi ed ogni volta riparto con una sensazione dolce-amara, dolce perchè è bello tornare in questa terra meravigliosa ricca di bellezze naturali e artistiche, amara perchè il contraltare è il menefreghismo dei siciliani (non di tutti, per fortuna, ma la sensazione è che sia una malattia generale)per le cose di tutti. Dalla spiaggia alle campagne, dalle strade alle aiuole, dai marciapiedi ai monumenti. Ognuno pensa che sia suo e quindi degno di essere rispettato soltanto ciò che si trova entro il recinto di casa propria. Qualcuno vada a guardare cosa succede in questi giorni alla spiaggia di Mondello a Palermo, sicuramente una delle più belle spiagge d'Italia...è una specie di pattumiera a cielo aperto. I cittadini mentecatti lasciano ciò che resta dei loro panini, bibite, sigarette, etc... ed il Comune non pensa nè a pulire nè a predisporre dei cestini per i rifiuti all'interno della spiaggia.
E poi basta guardare le strade, o peggio le campagne...le discariche abusive sorgono dovunque...anche in mezzo a splendidi agrumeti. Ci sono corsi d'acqua tranquillamente utilizzati come fognature da gente che avendo costruito abusivamente adesso non si fa scrupolo di utilizzare un tubo in pvc per allontanare i propri scarichi dal proprio recinto...e chi se ne frega se questo si perde su un versante e arriva in un corso d'acqua. Se poi il versante ha dei dissesti ed il dissesto interessa la strada chi paga le spese? La collettività! Tanto la collettività non siamo noi, sono gli altri!

E come si fa ad avere speranze per una terra in cui ancora c'è chi, disperato, paga per avere un posto di lavoro. Ormai non siamo più alla semplice raccomandazione, occorre pagare...milioni di vecchie lire (o migliaia di Euro) per un lavoro che potrebbe arrivarti anche fra tre-quattro anni.

Ciao a tutti.

Davide

Davide De Cristofaro 27.04.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ahooo Cinzia Puglisi......

in tutta questa baraonda mi sono scordato di salutarti!!

Ecco dov'eri finita!!

Ciao e......

forza SISU - forza Giovanna Nigris

Ma perché quelli che ora andranno al Governo e Beppe Grillo non la aiutano??

Ciao Ciao Ciao....

ivan verdi 27.04.06 11:41| 
 |
Rispondi al commento

DI mafia I SICILIANI NON NE POSSONO PIU'

UN NO FERMO E DECISO ALLA MAFIA

SI' RITA BORSELLINO PRESIDENTE

ivan verdi 27.04.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

CHI E' RITA BORSELLINO?

Una che ha un cognome importante e basta.
Se il fratello fosse vivo non avrebbe mai fatto niente in vita sua.

E' ora di finirla! La mafia non la si combatte con le sorelle dei magistrati! CI VUOLE SERIETA'!

FRANCO FRANCI 27.04.06 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che non venga eletto Andreotti presidente del senato altrimenti sarà il primo vero segnale che dal nuovo governo non potremo aspettarci niente di buono.

http://www.antoniodipietro.com/2006/04/andreotti_colpevole_di_associa.html

http://www.marcotravaglio.it/stoccataefuga.htm

Sandro Restini 27.04.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rita Borsellino è davvero tutta un'altra storia. Non c'è alcun paragone con un musumeci o un cuffaro. Non confondiamo la lana con la seta

Cinzia Puglisi 26.04.06 22:51

Loredana Solerte 27.04.06 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Buondì,

ho tanti amici e conoscenti in Sicilia, con loro concordo sul fatto che la "endlosung" giusta sarebbe l'inabissamento dell'isola, tranne la valle dei templi. Dopo sei mesi potrebbe riemergere tutta.

erwin x www.thule-toscana.com


Propongo la seguente modifica dell'art.29 codice penale:
Art. 29 (nuovo testo): Casi nei quali alla condanna consegue l'interdizione dai pubblici uffici.
1. L'interdizione PERPETUA dai pubblici uffici consegue in caso di condanna, a qualunque pena, riportata per aver commesso uno o più dei seguenti delitti (Libro 2°c.p.):
-contro la personalità dello stato;
-contro la pubblica amministrazione;
-contro l'amministrazione della giustizia;
-contro il sentimento religioso;
-contro l'ordine pubblico;
-contro l'incolumità pubblica;
-contro l'economia pubblica,l'industria e il commercio;
-contro la libertà sessuale (artt.609bis-609decies c.p).
2. Per tutti gli altri delitti, l'interdizione PERPETUA del condannato dai pubblici uffici consegue alla condanna all'ergastolo e alla condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a 5 anni.
3.Ogni altra condanna penale importa sempre e comunque l'interdizione TEMPORANEA dai pubblici uffici per la durata di 10 anni.
4.La dichiarazione di abitualità o di professionalità nel delitto ovvero di tendenza a delinquere importa l'interdizione PERPETUA dai pubblici uffici.
5.Agli effetti del presente articolo, si equipara alla condanna l'assoluzione per intervenuta prescrizione del reato.

Barbara Gasbarrini 27.04.06 02:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
io e mia moglie siamo stati felici di votare per Rita alle primarie che si sono svolte poco tempo fà, ma nonostante questo non posso fare a meno di fare una considerazione.
Se Rita non si fosse candidata qual'era l'alternativa?
Alle primarie l'alternativa era il Magnifico Rettore dell'università di Catania,campione nel passare da uno schieramento all'altro, che finalmente,dopo che l'anno scorso aveva invano provato a diventare il Sindaco di Catania,è riuscito, grazie a questa bella legge elettorale ad essere eletto nelle ultime elezioni politiche.
Voglio ricordare, inoltre, che l'appoggio a Rita da parte di Leoluca Orlando ha causato le ire di Rutelli con la conseguente espulsione di Orlando dal partito.
Con questo voglio dire che per la lotta all'illegalità non si ci può affidare ad una sola persona, perchè così facendo, la si metterebbe nel mirino di cosa nostra.
L'unico modo di non lasciare Rita da sola è difficile e quasi improbabile e cioè cambiare la mentalità di noi siciliani.
Non voglio fare retorica ma sento gente che dice "quando c'era Santapaola almeno si lavorava";
o quando decidi di aprire una qualsiasi attività non aspetti la "telefonata" ma prima di richiedere la licenza al comune vai a cercare chi comanda nel quartiere;
se un condominio decide di farsi fare un lavoro da una ditta edile (mettiamo ad es. il prospetto esterno)è implicito che dovrà pagare qualcosa in più per l'autorizzazione summenzionata.
Potrei continuare all'infinito ma credo di aver reso l'idea.
é per tutto ciò che non credo più alle fiaccolate, alle marce o a tutto ciò che sento dire a gente che non ha idea di cosa sia vivere in Sicilia.
Comincino a fare delle indagini serie appalti,supermercati (controllati nella quasi totalità da cosa nostra)e in tutti i settori dove c'è un forte movimento di denaro.
Io non mi ritengo pessimistà ma realista.
Spero per i miei figli, o forse per i miei nipotini, che il tempo mi dia torto.
ti ringrazio ciao nino

nino Marcellino 27.04.06 02:03| 
 |
Rispondi al commento

...ma la fiat potrebbe costruire una macchina ibrida?
grazie

gaetano vella 27.04.06 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Lo psico-nano afferma queste cose!

Oramai sappiamo chi è!

Psico-Silvio (almeno è chiaro per tutti) va in TV e dice: l'inflazione 2005 è stata del 2,1% (dato istat),mentre le paghe,i salari sono aumentati del 3,6% vuol dire che il reddito procapite è aumentato del 1,5%...

...nanetto,ma che ci dici! Ma possibile che nessuno te lo dice in faccia? Ci vuoi far credere che Gesù è morto di sonno?
Le percentuali sono giuste,si bravo Psico-Silvio,ma i periodi sono diversi!
Gli stipendi sono aumentati del 3,6% ma dal 2001 al 2005,mentre l'inflazione dal 2001 al 2005 è stata del 9,6 quindi vuol dire che gli STIPENDI SI SONO ABBASSATI DEL 6%.....hai capito TRUFOLO??????

Copiate e Incollate e Diffondete!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 27.04.06 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima la persona, niente da ridire, la Borsellino è alla pari di suo fratello ma la sinistra la userà, purtroppo.
Nello Musumeci è l'uomo retto e integro dagli alti valori al quale si può affidare il governo della regione siciliana.
Avrebbe potuto tranquillamente entrare in seno alla Cdl ma per non andare a compromessi egli ha preferito presentarsi da solo anzichè appoggiare Cuffaro.
Devo dire che, in sostanza, se non diventerà presidente ,i voti da lui raccolti, favoriranno comunque la Rita Borsellino in quanto saranno voti tolti alla Cdl.
Come dire, meglio una buona donna usata come pupazzo che un Cuffaro alquanto torbido.

sergio sacrificato 26.04.06 18:51
____________________________________________


un uomo retto e integro non garantisce per cuffaro, per lo meno se non ne è sicuro

Nello musumeci l'ha fatto:


« A scommettere sull’innocenza di Cuffaro, sono ancora l'eurodeputato ed esponente di An Nello Musumeci e l'eurodeputato di Forza Italia, Giuseppe Castiglione.»
UNITA' ON LINE 2 NOVEMBRE 2004

«Da An la solidarietà arriva dall´eurodeputato Nello Musumeci, sebbene osservi che "la questione morale resta prioritaria per tutta la galassia dirigente siciliana della Cdl". Piena fiducia dal´assessore alla Famiglia Raffaele Stancanelli, dal capogruppo di An all´Ars Santi Formica, dal parlamentare nazionale Nino Strano. E fiducia e stima rinnova anche Vincenzo Milioto, coordinatore regionale del Nuovo Psi.»
LA REPUBBLICA EDIZIONE PALERMO 3 NOVEMBRE 2004

http://www.antimafiaduemila.com/print.php?sid=510
_____


Adesso, tu, sergio sacrificato
sostieni che musumeci si presenta da solo per non dover appoggiare cuffaro.
Ma a chi la racconti?


Rita Borsellino è davvero tutta un'altra storia. Non c'è alcun paragone con un musumeci o un cuffaro. Non confondiamo la lana con la seta


Cinzia Puglisi 26.04.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono siciliana...di quei siciliani che vogliono credere di non essere diversi dagli altri,di quei siciliani che si arrabbiano quando vedono il resto d'italia marchiarli come "MAFIOSI", di quei siciliani che si sono vergognati quando in seguito all'arresto di provenzano..sono state mandate in onda interviste di corleonesi che continuavano a definire la famiglia provenzano una famiglia di brave persone!
sono una siciliana che spera che piano piano la sicilia trovi la forza di non aver paura senza la nostra paura,senza il nostro silenzio la mafia non può sopravvivere.
è per questo che voterò rita borsellino..è il miglior simbolo di una sicilia che vuole cambiare!
speriamo bene :)

anna s. 26.04.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

x la fantomatica Giovanna Marronis & Co. 26.04.06 18:53 nel Post di Beppe Grillo "Gli schiavi moderni4"


E' ALTAMENTE PROBABILE CHE GLI INSULTI E LE DERISIONI CHE MI RIVOLGONO PROVENGANO DAL SERBATOIO DI CORRUZIONE E MALVIVENZA.
Le relative bassezze umane iniziate sin da subito dopo che ho informato i nomi di coloro che hanno per anni coperto le violazioni di legge civili e penali esercitate ai miei danni, ovvero il Governatore per la Lombardia Roberto Formigoni e l'ex Assessore alla Sanità per la Lombardia Dott. Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) non portano lontano dal comprendere chi sei oppure di che gruppo si tratta.

Facendo così mi aiuti nel compito di fare conoscere meglio le mascalzonate e la delinquenza che viene nascosta ai miei danni. I cittadini italiani devono sapere da che individui siamo ancora circondati e persino governati con il centro-destra.

Quello che scrivete per me è uno stimolo per fare sempre sapere la verità ai lettori e significa che ho colpito nel segno tanto da adirarti contro di me. La gente ha diritto di sapere il vero volto degli individui ai quali assegnano il voto elettorale.

E’ inutile favorire i malviventi che si presentano come persone oneste, scoraggiando me di fare sapere verità sostanziali su di loro, offendendomi. Il mio sacrificio imposto con torture, derisione e offese deve aiutare il popolo a buttare giù la vostra schifosa maschera. Giovanna Nigris

http://www.mobbing-sisu.com


vorrei riprovarla

http://fiamme.blogsexy.it/index.php?blogId=212


Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a tutti gli amici.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)



desidero cancellare la mia inscrizione ,ma non riesco tramite il vs servizio me lo potete fare Voi.
grz AC

agostino consolini 26.04.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo solo se i siciliani sanno che a destra c'è anche un certo partito che si chiama Lega Nord che con la devolution vuole accentuare la divisione fra nord superaccessoriato superfigo superquattrinaio e sud supersfigato supersenzalavoro supercodeospedaliere supersenzaautostrade...ahhhhh forse lo votano per il superponte sullo stretto!!!
Guarda io proprio non li capisco.
Votate Rita e provate a voltare pagina.

elena porciatti 26.04.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima la persona, niente da ridire, la Borsellino è alla pari di suo fratello ma la sinistra la userà, purtroppo.
Nello Musumeci è l'uomo retto e integro dagli alti valori al quale si può affidare il governo della regione siciliana.
Avrebbe potuto tranquillamente entrare in seno alla Cdl ma per non andare a compromessi egli ha preferito presentarsi da solo anzichè appoggiare Cuffaro.
Devo dire che, in sostanza, se non diventerà presidente ,i voti da lui raccolti, favoriranno comunque la Rita Borsellino in quanto saranno voti tolti alla Cdl.
Come dire, meglio una buona donna usata come pupazzo che un Cuffaro alquanto torbido.


la sentiamo nell'aria la mafia, noi siciliani...è il modo di fare della gente...purtroppo...è la mancanza di opportunità...è il silenzio che troppi lasciano urlare senza lottare...
spero che la Borsellino possa davvero diventare presidente della regione!forse poterbbe cambiare qualcosa, ma se non cambiamo noi per primi serviranno a poco i suoi sforzi...


ma che c..z.o è sta roba? ma che cervello avete? siete i soliti sinistrati "ecologisti" e animalisti dediti all'aborto, siete un danno per questo paese e per le future generazioni! combatterò fino alla fine e spero che tra qualche mese spariate per sempre, C..GL..NI!

gianni nazzaro 26.04.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo una cosa mi viene da dire FORZA RITA FORZA SICILIA combattiamo la mafia , combattiamo il pizzo, combattiamo la violenza, combattiamo contro i politici collusi e corrotti,cerchiamo di trasformare questa meravigliosa isola in un motore per l'italia perche'le possibilita'ci sono a patto che per primi i siciliani stessi facciano con coraggio un passo avanti rivolto a un futuro migliore con la consapevolezza che solo loro e non i politici sono la vera spinta per una rinascita che ormai e'prossima ad arrivare.

claudio castagnetti 26.04.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Hanno appena arrestato oggi pomeriggio un politico Calabrese di Alleanza Nazionale. Lo hanno beccato mentre sull'Autostrada riceveva una tangente.- Si dice che sia dell'area di Storace. Buon sangue non mente.

artemio franchi 26.04.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,ti scrivo da Carpi (MO), ieri sera ero a Rimini al tuo spettacolo,termine sbagliato, lo chiamerei UNA APERTURA MENTALE, UNA VENTATA DI NOTIZIE, come giustamente dici tu, manca l'informazione. Sono d'accordo quando dici che tutto passa dalla Sicilia, ovviamente non vale per tutti i Siciliani, però....Credo in quello che hai detto, ma penso che ormai tutto ciò sia talmente radicato, talmente vecchio, che toglirsi di dosso questa macchia, sarà un'impresa non da poco. Comunque complimenti, sei una delle poche persone a cui credo. Ciao
Milvia

Milvia Venturi 26.04.06 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,cari amici di blog era tanto che non scrivevo,mi limitavo ultimamente solo a leggere.Il periodo elettorale l'ho passato a farmi fumare le palle(mi leggevo 3 giornali al giorno e guardavo tutti i tg che potevo, non so a voi ma il nano nero a me fa ancora paura),e come voi sapete è un occupazione a tempo pieno.RITA ,RITA ,RITA non sono elettore della provincia siciliana ma quanto mi piaci, ti ritengo la persona giusta al posto giusto,penso che il sangue che hai versato( era un po anche tuo quel sangue sul marciapiede,vero?)fara scudo ad ogni compromesso politico.Non so come andranno a finire le elezioni ,ma si puo avere dubbi circa il tuo concorrente? Esiste disgraziato piu corrotto e mafioso di "toto vasia vasia cuffaro "?Se si ditelo a berlusconi che magari lo candida!

alberto fortuzzi 26.04.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dire è scioccante il magro silenzio dei nostri eletti sul caso Rita Presidente, nessuno politico del centro sinistra parla del caso Siciliano...Della ricandidatura del "Cuffaro for president" e della Sicilia come ultimo baluardo dell'antidemocraticità. Tutti i siciliani all'estero dovrebbero toranre per queste delicatissime elezioni, ma le vacanzette degli stronzetti "extra"comunitari siciliani hanno la priorità sulle cose importanti che accadono nella loro terra. Giovani e meno giovani commossi e promossi da un impegno che non conosce spiegazioni.
Crediamoci, parliamone tutti i giorni alla gente, per strada, ai supermercati, alla posta, al mercato, stampiamo tutti fogli con su scritto: "Rita Borsellino per una Sicilia onesta e libera dalla Mafia". Quante mediocri bugie dobbiamo ancora subire dalla popolazione subordinata alla paura di "non" essere mafiosi....

Angelo Santuccio
da Siracusa

angelo santuccio 26.04.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

leggo ormai da qualche mese questo blog. Lo ritengo uno dei migliori usi di internet che si può fare. Volevo solo dire che, da uomo di destra, voterò RITA BORSELLINO PRESIDENTE. Si avete letto bene. Vivo da quasi 41 anni a Palermo e con il lavoro che faccio la respiro profondamente ogni giorno. E ogni giorno muoio un pò...
Ho solo un unico dubbio che non è da poco: Rita sarà in grado da sola? O meglio, quelli dietro lei saranno davvero validi? Da sempre estimatore di beppe grillo, chi mi vuole contattare può farlo su gi652@inwind.it

gio elle 26.04.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono pienamente daccordo,
la Sicilia è una realtà complessa e dimenticata in un certo senso.....la prepotenza della illegalità,
ha preso da troppo tempo il sopravvento.
Le tante persone oneste che ci sono, sia per mancanza di mezzi, sia per ignoranza, non conoscenza, si piega ai poteri forti che conosciamo.

martini alessia 26.04.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre creduto che esistono delle cose sacre che non possono essere assolutamente toccate! La costituzione è sacra ed è ridicola quanto abnorme l'attività di modifica che è stata effettuata! l'opera di magistrati che hanno sacrificato se stessi e senza riconoscenza è sacra! sacra e inviolabile è la volontà degli esseri umani di cambiare! e infine sacro è il dinamismo volto al cambiamento! Non si può solo parlare perchè come dice mia nonna...vox populi...acqua e chiacchiere non fann frittelle!
è necessario evidenziare il problema e analizzarlo con capacità critica ma bisogna ancor più camminare

simona schiavoni 26.04.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Per costruire un'Italia migliore ognuno di noi, GENTE ONESTA, deve fare la sua parte e cercare di non soccombere a chi vuole il male sociale per trarre profitto.
Nessuna persona da sola può cambiare la realtà siciliana o peggio italiana, ma iniziamo a cacciare fuori chi ci danneggia, primo tra tutti il Berlusca e tutti i suoi amici.

In sicilia Borsellino Presidente.
In Italia Enzo Biagi Presidente della Repubblica.

Da Niele 26.04.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe sono Alessandro un ragazzo di cassino che studia economia. Nella mia universita' ho avuto l'oppurtunuta' di conoscere tanta gente tra cui 2 ragazzi siciliani.Sono bravissimi ragazzi ma il loro pensiero politico e sociale è discutibile.Uno di loro mi ha raccontato i legami profondi che ci sono tra la genta comune ed i vari bos e ,contrariamente a quanto immaginavo, mi ha spiegato che la stragrande maggioranza delle persone si fida più di loro che dello stato.Fino a quando questa mentalita', che ha ragioni storiche di esistere, non cambiera' non penso sia possibile un cambiamento per la Sicilia.


Lasci perdere la buona parte di una certa sinistra. Se la prenda con l'altra parte. E' lì il vero tumore da estirpare.

alessandro melli 26.04.06 13:02 |

______________________________________________

MA TI PARE CA CALAMU DEI MUNCIUFFI??

Cinzia Puglisi 26.04.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande Rita come ho detto e sostenuto più volte sei l'ultima speranza per i siciliani per tanto ti appoggeremo con tutto quello che è in nostro possesso.
ciao

LUCA TRICOMI 26.04.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo non cambiera' finche' la mafia esistera'...e non e' un fenomeno solo siciliano, diciamo che altrove si mimetizza 'meglio', per esempio nel nord Europa o nel nord Italia (laddove negli altri continenti a me sembra molto evidente).

giulia de knop 26.04.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Rita!!!

ciao
gn

Gianni Nasutti 26.04.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Per BEPPE.
Il blog è sicuramente aprezzabile, ma come ogni cosa andrebbe ,secondo me,canalizzato verso un nuovo modello più redditizio.
Ora,per come è concepito, sembra il MURO DEL PIANTO che consente di esternare, senza alcun timore, pensieri mossi da un bisogno di partecipazione.Vi sono anche esternazioni di contrarracco mossi dal bisogno di vomitare accuse a prescindere dai contenuti.
Secondo me la considerazione più deludente è che si partecipa come sciventi ma non come lettori,troppo materiale che sfugge senza che ci sia la possibilità di approfondire e quindi capire.
Pertanto,se condividi l'osservazione, organizza una specifica sezione da dedicare all'approfondimento di questioni veramente fondamentali con lo scopo dichiarato di far crescere una coscienza ed un movimento corposo che sia capace di incidere sulla nostra falsa DEMOCRAZIA.
PS.Come esempio ti suggerisco di sviluppare l'argomento trattato nel programma di rai tre "REPORT" di domenica sera.

MILIONI DI EURO ELARGITI A TUTTI I GIONALI ITALIANI ANCHE A CHI FINTAMENTE FA STAMPARE UN MIGLIAO DI COPIE.
SONO SUFFICIENTI DUE PARLAMENTARI E UN PAIO DI FINTI GIORNALISTI PER ERODERE SOLDI PUBBLICI.
PER ULTIMO TI FACCIO NOTARE CHE UNA STAMPA MANTENUTA NEGA LA DEMOCRAZIA ED è INTERESSI DI TUTTI CHE CIò NON AVVENGA.

CIAO Marcunzio

LILLO MARCUNZIO 26.04.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici del blog,
siamo veramente in grado di cambiare?
siamo in grado di essere onesti?
sono sempre stata molto ottimista ma leggendo solo il blog sento di indebolirmi. è importante avere speranza,è vero, ma sappiamo benissimo che le cose o cambieranno in sicilia come in italia.
ci sara sempre chi vorrà fare il furbo, intascare denaro..è la nostra indole,siamo cosi...SIAMO ITALIANI. dico questo con grande rammarico se solo penso a quanto siamo stati grandi solo fino al secolo scorso e ora all estero si burlano do noi!

valentina lorizzo 26.04.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI!!! ANDATE SUL SITO:
www.berluscastop.it

Maddalena Iodice 26.04.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

uno due tre quattro cinque sei sette otto nove dieci undici dodici tredici quattordici quindici sedici diciassette diciotto diciannove venti ventuno ventidue ventitre ventiquattro venticinque ventisei ventisette ventotto ventinove trenta trentuno trentadue trentatre trentaquattro trentacinque trentasei trentasette trentaotto trentanove quaranta quarantuno quarantadue quarantatre quarantaquattro quarantacinque quarantasei quarantasette quarantotto quarantanove cinquanta cinquantuno cinquantadue cinquantatre cinquantaquattro cinquantacinque cinquantasei cinquantasette cinquantotto cinquantanove sessanta sessantuno sessantadue sessantatre sessantaquattro sessantacinque sessantasei sessantasette sessantotto sessantanove settanta settantuno settantadue settantatre settantaquattro settantacinque settantasei settantasette settantotto settantanove ottanta ottantuno ottantadue ottantatre ottantaquattro ottantacinque ottantasei ottantasette ottantotto ottantanove novanta novantuno novantadue novantatre novantaquattro novantacinque novantasei novantasette NOVANTOTTO NOVANTANOVE... CENTO PASSI
CENTO PALERMITANI
CENTO SIRACUSANI
CENTO MESSINESI
CENTO CATANESI
CENTO MAGISTRATI
CENTO POLIZIOTTI
CENTO BAMBINI
CENTO SICILIANI
e CENTO e ancora CENTO storie da raccontare
e CENTO e ancora CENTO immagini per non dimenticare...
COMPAGNI di Sicilia... IO NON VOGLIO DIMENTICARE!
BUONA FORTUNA, di cuore Rita...
da Roma...

Francesca Ferrante 26.04.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono sarda, ma vivo e lavoro a Milano da quasi 7 anni... Vorrei dare il mio contributo per l'elezione di Rita Borsellino.: mi dite come posso fare?

Laura Deiana 26.04.06 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho tanti amici in Sicilia ,con loro sono arrivato alla conclusione che salvati loro...se sprofondasse (la sicilia) sarebbe un gran bene.
Con la somma di soldi che ci "puppa" si risanerebbe il bilancio statale. Lo stesso discorso vale per Il Sud Tyrol : ci costa un mare di soldi e serve solo per andarci in vacanza.

erwin www.thule-toscana.com


È probabile che buona parte di una certa sx, adesso usi Rita Borsellino per comodo e approfittando e strumentalizzando la sua immagine.
Ma è la stessa parte che alle primarie proponeva il voltagabbana Ferdinando latteri

Cinzia Puglisi 26.04.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sull'energia:

http://www.disinformazione.it/lettera_a_10000_sindaci.htm

geronimo del baldo 26.04.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite. Io non ho mai pensato che sia giusto assumere degli atteggiamenti scorretti solo perchè gli altri lo hanno già fatto.Pensi che quello che tu dici per Catania non valga anche per Napoli? sarebbe già un grande fatto non provare sempre a "fregare" la buona fede degli umili, non credi?

Umberto Luigi Corlianò 26.04.06 09:47


-------------------------------
in pochre parole vorresti dire che a fregare la buona fede degli umili (fra questi mi ci metto orgogliosamente anch'io) sia proprio Rita Borsellino?

Scusami, ma la tua insinuazione non merita alcuna risposta
si giudica da sola

Cinzia Puglisi 26.04.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Umberto Luigi Corlianò 26.04.06 09:26 |
------------------------------------

sapessi quanti voti la dx ha fregato alla gente umile di Catania, attravero balletti brasiliani, carne di cavollo alla brace, sconti ai supermercati (tra l'altro appartenenti alla stessa dx), "posti" di lavoro come posteggiatore, rimborsi per danni lavici inesistenti etc?

Piuttosto...alla luce di tali fatti,
consideri onesta la tua osservazione?

Cinzia Puglisi 26.04.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima leggo che Rita Borsallino da fastidio forse più a sinistra che a destra.
Poi: " abbiamo bisogno che voi veniate in massa a vivere con noi questa primevera di passione politica: leader, dirigenti, movimenti di centrosinistra, intellettuali, artisti, gente di spettacolo, persone oneste ".
A parte il fatto che vi appropiate sempre di tutte le "primavere" e le "passioni", ho notato che buon ultimi dopo tutti gli adepti della sinistra invitate anche le "persone oneste".
Non sarà anche questa la solita ciarlatanata ( che usate in ogni campagna elettorale ) per "fregare" il voto alle persone umili e veramente oneste di Sicilia ?.

Umberto Luigi Corlianò 26.04.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Sig.ra Borsellino se eletta Presidente della Regione Sicilia potrà concretizzare una fattiva lotta a questi immondi e prevalicanti uomini mafiosi, così da cancellarli definitivamente dalla società civile?
Penso di no, semplicemente perché ritengo che la mafia vada combattuta a trecentosessanta gradi visto che è ben radicata su tutto il territorio nazionale (diverse realtà lo testimoniano come la camorra, la ‘ndrangheta, la sacra corona unita, e altre più tenue forme mafiose), quindi reputo più opportuno che tale problematica sia esclusiva prerogativa del Legislatore che, in primis, dovrebbe fare “pulizia” al proprio interno. A tale riguardo sappiamo che tanti politici sono impelagati con la giustizia a vari titoli, molti dei quali anche per questioni di mafia.
Tante riflessioni andrebbero fatte, ma ormai credo che sia solo ora di “armare” queste mani nude per presentare un conto veramente salato a costoro che mafiano impunemente e indiscriminatamente. Ossia avviare un processo che porti a leggi dure che prevedano provvedimenti drastici da indirizzare a chi con cognizione di causa influenzi il normale e corretto andamento del quotidiano vivere, a chi fa della legge mera carta straccia, a chi sovente si sostituisce allo Stato.
Escludendo tutte quelle forme di pene che esulano dall’umana coscienza, come la pena di morte, la tortura o la gogna, seppure appropriate, sarebbe opportuno prevedere per questi delinquenti provvedimenti che li eliminassero definitivamente dalla società civile. Una prerogativa potrebbe essere l’isolamento assoluto e la perdita di tutti i diritti, nonché l’internazione vita naturale durante in luoghi di detenzione, e ponendo ovviamente la clausura come baluardo insormontabile a difesa da tali barbari. In definitiva dare a costoro un'altra “vita esclusiva”, fatta di stenti e di pene, dove la sofferenza deve costituire il quotidiano, in modo da farli stare in un sorta di inferno terreno perpetuo senza prevedere redenzioni alcune.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 26.04.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento

X TERESA CAMPISI

...Punto secondo, con tutto il rispetto per la sig.ra Borsellino, che personalmente non conosco, ma quanta preparazione politica ha, per far fronte a vecchissimi lupi della politica sia di dx che nella stessa sinistra?...

teresa campisi 25.04.06 21:41
____________________________

cadono le braccia a sentire proprio da una donna, presumibilmente persino siciliana, tale sfiducia condita dai pregiudizi maschilisti più diffusi (• 1º ma c'ha ffari na fimmina in menzu l'ommini e a politica • 2ºnon avere ancora considerazione di una donna e del "suo proprio" cognome, è come se tutt'oggi il cognome di una donna non viene considerato se non associato con quello dell'eventuale marito)

RITA BORSELLINO HA SUBITO UNA GRAVE INGIUSTIZIA

LE HANNO UCCISO UN FRATELLO CHE SI BATTEVA PROPRIO CONTRO LE INGIUSTIZIE

RITA BORSELLINO STA CONTINUANDO A SUO MODO, LA STESSA BATTAGLIA

la destra attuale è piena di gente marcia, in Sicilia come nel resto d'Italia

non credo che Paolo Borsellino, se fosse ancora vivo, avrebbe mai votato i candidati regionali attuali della dx siciliana
---------------------------------

quale sarebbe attualmente l'alternativa di dx valida a Rita Borsellino?
nello musumeci? quello che si fa minacciare (e cosi' apparire anche lui come una possibile vittima della mafia) attraverso il centralino del pronto soccorso e dei vigili del fuoco?
Ma quando mai la mafia minaccia in questo modo così plateale?

e in ogni modo, non tutti i morti per mano della mafia sono delle vittime innocenti o addirittura eroiche come Paolo Borsellino.
Il più delle volte è perche' non hanno continuato a rispettare certi codici "d'onore"

Cinzia Puglisi 26.04.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x sebastiano tomarchio e tutti i sostenitori di nello musumeci:

A scommettere sull’innocenza di Cuffaro, sono ancora l'eurodeputato ed esponente di An Nello Musumeci e l'eurodeputato di Forza Italia, Giuseppe Castiglione.

UNITA' ON LINE 2 NOVEMBRE 2004

http://www.antimafiaduemila.com/print.php?sid=510

Cinzia Puglisi 26.04.06 08:04| 
 |
Rispondi al commento

E' stata licenziata in tronco, dal suo modestissimo lavoro di donna delle pulizie, la coraggiosa signora di Partinico che con la sua denuncia ha permesso di catturare il violentatore assassino che ha ucciso una ragazza di ventidue anni. La signora Rita - si chiama anche lei cosi' - e' una donna povera, di pochi studi, ma Siciliana: non ha avuto paura dell'assassino e dei suoi amici, e' andata dai carabinieri e l'ha denunciato. Chi l'ha licenziata, invece - ricco, vigliacco e siciliano solo di nome - s'e' messo dalla parte del violentatore e, volendolo o no, l'ha difeso. Non voleva? Non ha importanza. S'e' fatto i "fatti suoi" e ha cercato di indurre anche Rita ad essere vigliacca come lui.
(E non e' il primo caso: l'anno scorso una povera ragazza di Ballaro', che aveva denunciato un traffico di droga di cui era a conoscenza, e' stata licenziata in tronco dal rispettabile professionista da cui lavorava come domestica. Aveva "parlato coi giudici", e tanto basta)

* * *
Io penso che sia un fatto penalmente rilevante, e che quest'uomo dovrebbe aspettare in carcere una sentenza che lo punisca. Ma non e' questo l'importante. L'importante e' che una storia come questa mostra meglio di cento discorsi com'e' spaccata in due la Sicilia: la societa' civile ma anche, specularmente contrapposta, una buona fetta di societa'
incivile.

Quest'ultima non comprende solo mafiosi con la coppola e la lupara. Tutt'altro. E' fatta principalmente di rispettabili professionisti, che con la mafia ci convivono e bene. Non tutti i commercianti palermitani sono innocenti vittime del pizzo. Molti lo pagano volentieri, in cambio dei servizi (protezione dalla piccola malavita, accesso al credito clandestino, ecc.) che la mafia vende loro. Lo fanno sapendo benissimo che i loro interlocutori sono anche degli assassini. ...

Cinzia Puglisi 26.04.06 07:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO,dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


x sebastiano tomarchio e tutti i sostenitori di nello musumeci:

A scommettere sull’innocenza di Cuffaro, sono ancora l'eurodeputato ed esponente di An Nello Musumeci e l'eurodeputato di Forza Italia, Giuseppe Castiglione.

UNITA' ON LINE 2 NOVEMBRE 2004

http://www.antimafiaduemila.com/print.php?sid=510

Cinzia Puglisi 26.04.06 07:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi è Rita Borsellino

dal 1995 è stata vicepresidente di Libera, l’associazione fondata da don Luigi Ciotti per organizzare la società civile contro le mafie e per diffondere in particolare tra i giovani una cultura di legalità, giustizia e pace.
Nel corso dell’assemblea nazionale di Libera di quest’anno è stata nominata presidente onorario dell’Associazione.
Con Libera ha contribuito in maniera determinante all’approvazione delle legge 109/96 sull’uso sociale dei beni immobili confiscati alle mafie e sostiene attivamente il progetto Libera Terra.

Già dal 1992 è impegnata attivamente nella società civile nel campo dell’educazione alla legalità democratica, nel diffondere una cultura di giustizia e solidarietà, non solo per tener vivo il ricordo del fratello e di tutte le vittime della mafia, ma soprattutto perché in particolare le nuove generazioni attraverso la conoscenza dei fatti acquistino consapevolezza dei propri diritti, del valore della legalità e della democrazia, una coscienza critica e responsabile che, una volta adulte, consenta loro di fare scelte giuste e coerenti per il bene loro e della collettività nella quale sono chiamate a vivere.

Dal 1994 assieme all’ARCI Sicilia e in seguito con la collaborazione di Libera contribuisce all’ideazione e alla crescita dell’iniziativa “La Carovana Antimafie”, un’esperienza ormai di carattere internazionale che mira a “portare per tutte le strade” l’esperienza di un’antimafia propositiva che vuole incidere positivamente sulla realtà economica, sociale, amministrativa dei luoghi che attraversa stringendo intrecci solidali ed etici tra i cittadini, le istituzioni e le diverse realtà della società civile organizzata presenti sui territori.

Cinzia Puglisi 26.04.06 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cassata Siciliana. Questa volta NO!

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/cassata-siciliana-questa-volta-no_24.html


stampa internazionale

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/questo-che-riporto-di-seguito-solo-un.html

Gianpiero Romano 26.04.06 00:01| 
 |
Rispondi al commento

CHE SENSO HA LA VITA SE SI è COSTRETTI AD ALLONTANARSI IN CERCA DI LAVORO DALLA PROPRIA TERRA, MERAVIGLIOSA E ALTRUISTA COME NESSUN'ALTRA?
forza Rita! da una neolaureata disperata

Simona Trapani 25.04.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Volete che la Sicilia cambi?
Votate NELLO MUSUMECI, lui si che fa paura a dx e sx!
La Borsellino e solo una facciata che usa la sx, che sfruttando il nome di un grande magistrato (che si dichiaro' simpatizante per la dx) spera di vincere le elezioni!
Votate NELLO MUSUMECI, E POI DADECI IL PONTE SULLO STRETTO E LE FERROVIE ADEGUATE!

Sebastiano Tomarchio 25.04.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Maria Adele Cipolla, rispondo da persona che da sempre ha votato l'estrema destra (almeno così viene definita, in Italia, a me non sembra poi così estrema).
E ti rispondo su due cose: la prima, che le battaglie di libertà e di autonomia dei siciliani, sono battaglie civili, e che non hanno colore politico (ti ricordo che Borsellino era di dx, ma non ne faceva una bandiera, lui faceva solo il suo lavoro, come dovrebbero fare tutti).
Allora, il punto primo, é che se c'é una battaglia civile, deve essere di tutti, e non identificarsi con una forza politica.
Punto secondo, con tutto il rispetto per la sig.ra Borsellino, che personalmente non conosco, ma quanta preparazione politica ha, per far fronte a vecchissimi lupi della politica sia di dx che nella stessa sinistra?
IL dubbio che mi viene, e casomai mi scuso prima, é che posas essere una persona in perfetta buona fede, strumentalizzabile, ed utilizzabile dalla sua parte politica per il nome che porta.
Appendice al secondo punto. Non amo le persone, da sempre estranee alla politica, che orfane di mafia, usino o sfruttino i parenti deceduti come una patente di sacralità. Ma questo é un mio personale pensiero.

Teresa campisi 25.04.06 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sono siciliano, ma sono calabrese. quindi, posso dire la mia sul tema mafia, visto che vivendola ne so qualcosa. già, perchè chi non è di queste parti può solo immaginare l'entità e il tipo di problema che sono intrinseci al solo termine "mafia". mafia non è quello che si vede in tv o quello che si racconta, cose da far west. e non crediate che delle manifestazioni come quelle di locri servano a qualcosa. certo, sono lodevoli, "fanno scena" e contribuiscono a non far dimanticare questa questione che è senza dubbio la più importante in assoluto in italia (mentre nella recente campagna elettorale non ho sentito una parola su di essa), ma non pensate che bastino: proprio a locri, e lo dico perchè l'ho visto coi miei occhi, non avete idea di quanti mafiosi e figli di mafiosi si vedessero per le strade a "protestare contro se stessi". purtroppo non basta questo e non bastano gli eroi, non basta l'arresto di provenzano nè quello di peppe morabito. bisognerebbe che la gente si sollevasse unita contro la mafia, ma non basterebbe un trattato per spiegare come e perchè questa sia una utopia irrealizzabile, ora e sempre.

per tutto questo esprimo il mio malessere e invito tutti col cuore ad andare a votare al referendum contro la devolution. non si può abbandonare il mezzogiorno e i suoi abitanti, i suoi giovani come me che a 17 anni spero di potermi realizzare altrove, consapevole della speranza nulla che ritrovo nella mia terra natale, conscio del fatto di dover emigrare e di avere una prospettiva futura, in proporzione, peggiore di quella che alla mia età si trovavano di fronte i miei genitori e i miei nonni.

pensate un po': questo è il livello a cui il popolo italiano è riuscito ad arrivare.

non oso immaginare quello a cui arriverà la mia generazione.

nando Loia 25.04.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe chiedo ancora una volta di fare un sondaggio tra i blogger.
Vendiamo la Sicilia cosi appianiamo il debito dell'Italia.
Un siciliano.

ciccio caracciolo 25.04.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscrivo oghi sigola parola.
Rita Borsellino PRESIDENTE

Patrizia Barria 25.04.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per una cosa sbagliata che ho scritto (non si finisce mai di imparare).
Il referendum che Berlusconi ha rimandato più che poteva e di cui non so ancora la data, in cui voteremo per abrogare la riforma berlusconiana che ha modificato ben 52 articoli della Costituzione snaturandone ogni senso e dando ogni potere al premier, non sarà uno dei soliti referendum ma un referendum costituzionale (cosa a cui non siamo abituati) per cui non è richiesto un numero legale ma vince chi tra i votanti ha la maggioranza.
Siccome questi articoli prevedono anche la devoluzione leghista, ci si aspetta una forte affluenza di quelli della Cdl. Spero a questo punto che chi ama la Costituzione com'era e chi vuole difendere i principi fondamentali della democrazia compreso l'equilibrio tra i poteri, si informi su cosa è questo referendum e vada a votarlo, per far cadere l'assurda costruzione che Berlusconi ha messo in piedi con l'aiuto dei suoi amici leghisti per trasformare questa repubblica in un sistema totalitario.

viviana vivarelli 25.04.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI I SICILIANI!!!

Vittorio Sgarbi si candidera' in Sicilia a finaco di Toto' "Riina" Cuffaro, in una lista chiamata "La Sicilia nel cuore"...

Ricordate che nel 1991 quando l'eruziuone dell'Etna minacciava il paese di Zafferana, Sgarbi disse che LA LAVA AVREBBE FATTO BENE A DISTRUGGERE UNA SIMILE SCHIFEZZA"!

Questa e' la sua Sicilia nel cuore... Puuuu' fitusu!!
Vaffanculo!

Sugnu Sicilianu 25.04.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non ha paura di sognare: So che le collusioni mafiose non sono solo nel CD. So che a molti piace il dinamismo dei programmi del CD e fa paura la tendenza ai no del CS. So che alcuni siciliani siamo ipersensibili a tutto ciò che riguarda la nostra terra, mentre altri, troppi, tendono ad ignorare il più grave problema, il che ci rende tutti strani. So che la candidatura di Rita non è gradita da alcuni settori ambigui del CS e da altri ammalati di ideologia. So che nel CD molti giudicano questa candidatura solo "un cognome". Io non lo penso. Ma se anche fosse solo un simbolo per una battaglia d’immagine, combattiamola questa battaglia. Appoggiamo esplicitamente questa persona pulita contro tutte le pericolose ambiguità dell’altra candidatura, contro l’interessata indifferenza o l’atteggiamento distratto del CD sul tema della legalità, contro la scarsa empatia fra partiti di sinistra e Siciliani, contro ogni ragionamento o calcolo. Qualche volta è bello sognare!
Per chi non ha paura di ragionare. So che una Sicilia all’opposizione rispetto al governo nazionale, con un 61 a 0 ed un recente 60% / 40% da “farle pagare” avrebbe vita durissima. So che alcuni pensano che possiamo “fare a meno” del resto d’Italia. Sbagliano. So che molti vedono la battaglia siciliana come l’ennesimo duello CD/CS. Sbagliano. So che una posizione fredda, ragionata, verso i due poli (entrambi col sangue agli occhi) oggi ha pochi seguaci. Ma chi si candida a rappresentare gli interessi della Sicilia non può permettersi il sangue agli occhi. L’unico “ragionamento” che oggi può pagare è quello che, prescindendo da visioni di parte, consenta alla Sicilia di combattere la sua doppia battaglia per coniugare Legalità e Sviluppo. Conviene allora sposare la parte che, vincitrice a Roma, punta per la Sicilia sulla legalità, rappresentarvi con forza le nostre esigenze di sviluppo, scongiurare “da dentro” eventuali tentazioni “punitive”. Realismo, ragazzi! Realismo! Tommaso M. Patti

Tommaso Maria Patti 25.04.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO A BEPE GRILLO
prego di voler prendere in esame la nostra vicenda , dare visibilità e se possibile amplificarla al massimo, cercando di risolvere la cosa in nome della giustizia, come si può ben immaginare, è di vitale importanza.
Mi preme ricordare la vicenda di trenta famiglie di Roma sfrattate(tra cui la mia). La documentazione è già stata inviata più volte in allegato. Queste famiglie dopo una vita trascorsa in immobili ex I.N.A. (Istituto Nazionale Assicurazioni) avevano avuto assicurazioni dall'istituto che le case sarebbero state vendute alle persone che le abitano da decenni e decenni. Stranamente, sono state vendute a Tronchetti Provera, il quale, a sua volta le ha rivendute ad otto società(scatole cinesi?). Ora vogliono sfrattare gli attuali inquilini, oppure venderle a 10.000 euro al mq. ( impossibile comprare ) dopo aver tolto loro il diritto di prelazione. Quindi gli stessi vedono svanire il loro diritto di comprare la casa, alle condizioni che l’I.N.A. e la stessa Pirelli avevano assicurato.Beffa delle beffe, hanno ricevuto l'avviso di sfratto. Sappiamo che la cosa vi sta particolarmente a cuore, in quanto trattasi di diritti calpestati, della salute e della tranquillità di persone ultra ottantenni che vi abitano, aprendosi grosse problematiche per tutti i nuclei familiari formatisi nel corso degli anni .Confidiamo in un interessamento alla vicenda, affinchè trionfi la giustizia. Il problema si conosce bene, ma essere sfrattati per motivi speculativi è un grave delitto. Quindi, occorrerebbe porre fine, una volta per tutte, agli abusi che vengono gestiti da “persone” che calpestano diritti e dignità di esseri umani che si differenziano da “loro” solo perché non hanno il potere e i soldi per sopraffare e soffocare la voce della giustizia che queste persone oneste chiedono senza averne risposta.
Cordialità

eros boffi 25.04.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Certo che Rita Borsellino è una candidata d.o.c. per la Regione Sicilia. Il problema è però uno: la sig.ra Borsellino chi avrà intorno ? Cosa potrà concretamente fare ? Io penso che la sig.ra Borsellino avrà l'arduo compito, se eletta, di porsi a capo del popolo siciliano che NON VUOLE la mafia e le brutture che hanno fatto di una perla, quale la Sicilia, un'isola INFELICE. Poi, considerato chi è Rita Borsellino, lo Stato deve difenderla con il coltello tra i denti, così come vanno difese tutte le persone che dicono NO alla mafia. Rita Borsellino è una garanzia e spero che non si sciupi un'occasione del genere per il nuovo rinascimento siciliano.

Giuseppe Porcacchia 25.04.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

La Sicilia deve essere una presa di coscienza di tutta l'Italia ma la scintilla di ribellione deve venire da voi per quanto la mafia sia insita nella cultura siciliana.

Daniele Ferrari 25.04.06 13:39

________________________________

scusa Daniele, ma se la cultura mafiosa è insita in noi siciliani...

berlusconi, andreotti, frigerio, sgarbi, etc non sono da definirsi mafiosi perché non siciliani?

Tangentopoli è un'esclusiva siciliana?
nn mi pare, anzi

Loredana Solerte 25.04.06 15:17

Loredana Solerte 25.04.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Da Torino, nel mio piccolo, solidarietà per Rita Borsellino.
Avanti, Rita. La mafia si può vincere. Per la Sicilia, per l'Italia che proprio oggi festeggia la liberazione.

Samuele Siani 25.04.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero che l'Italia non cambierà se la Sicilia non cambierà...credo sia proprio il contrario..Finchè ci saranno i mandanti degli omicidi di Falcone e Borsellino, di Della Chiesa come Senatori a vita...niente potrà cambiare!
Credo che Rita Borsellino vincerà perchè la Sicilia e i Siciliani si ricordano ancora quel maledetto giorno in cui il giudice Borsellino fu ucciso...per non parlare di Falcone!La mia adorata Sicilia non cambierà finchè i mafiosi non smettono di avere il potere politico alle spalle!!!Facciamo finta di non sapere chi è davvero Dell'Utri,Berlusconi ed il nostro caro Andreotti che vorrebbe essere Presidente della Repubblica....Ma si può andare avanti con tutti sti capi mafia in Parlamento!??!!?
Parlamento Pulito prima e poi si potrà dare colpe alla Sicilia se la mafia ci sarà ancora!!
Vai Rita continua così!!

Teresa Amato Commentatore in marcia al V2day 25.04.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Non possiamo annullare l'ennesimo referendum, ora più che mai non possiamo

Come avremmo voluto un governo di tecnici, economisti, costituzionalisti, magistrati (NON segretari di partito, NON rimasugli della Prima Repubblica o della vecchia DC, NON filomafiosi o voltagabbana)...che affrontasse i problemi immediati e rimettesse in piedi questa sciagurata Repubblica senza farci rimpiangere quel voto dato per disperazione ma senza più amore!

Ma quello che sembrerebbe storica necessità di sopravvivenza si nullifica nella lottizzazione di partiti faziosi, obsoleti e autoreferenti che ci danno la loro immagine più bassa, senza un filo di riomorso o di pudore.

Un anno a preparare programmi e questa partitocrazia egocentrica non ha nemmeno deciso cosa fare di una vittoria strozzata. Se almeno si chiudessero da qualche parte finché non hanno diviso e deciso e ci risparmiassero la tortura delle loro lotte intestine!

Nessuna gioia ci viene a pensare al referendum, dove almeno potremmo con la nostra volontà scavalcarli e rigettare la tremenda riforma costituzionale di Berlusconi. Ma il referendum ha un impianto ormai anacronistico che lo annienta perché risulta impossibile, oggi, ottenere il numero di votanti necessario alla sua validità.

In questa Italia sempre meno democratica, facciamo appello alle forze della maggioranza perché cambino (alla fiducia) queste regole! Perché avvenga come in ogni paese civile che sia la maggioranza "dei votanti effettivi" e non "degli elettori potenziali" a dire sì o no!

In tanti furti di democrazia, rendeteci almeno questa possibilità!

viviana vivarelli 25.04.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Spero che Rita Borsellino vinca anzi, che trionfi. Che possa servire da schiaffo morale ai vari leader (e a quelli che vorrebbero o credono di esserlo) perche finalmente si spoglino del loro immenso narcisismo. La Sicilia non ha bisogno di gente vogliosa di apparire davanti alle telecamere per riempire i telegiornali di banalità, di cose ridette fino alla nausea, violentando la grammatica immediatamente prima della nostra intelligenza.

Auguro a Rita Borsellino di vincere la sua sfida e di avere sempre la forza sufficiente per affrontare con vigore le "vipere amiche" che troverà inevitabilmente sul suo cammino.

RITA PRESIDENTE! Per i morti di uccisi dall'indifferenza, per i vivi che nell'indifferenza muoiono ogni giorno un poco.

Armando Gulino 25.04.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Oggi per la quinta volta il governo, ormai sconfitto, di questo stato, ha disertato le celebrazioni della Repubblica. Colui che si è compiaciuto di stare a fianco di Bush per celebrare la liberazione americana ma non quella italiana ha sempre osteggiato la lotta partigiana, dimenticando volutamente che i partigiani erano di ogni partito fuor che quello fascista e che stavano dalla parte degli americani e non contro e che volevano la rinascita del nostro paese, non la sua rovina.
Ma la Cdl non riconosce la liberazione, non riconosce la democrazia che ne è nata, non riconosce i valori della Repubblica. E' rimasta mentalmente prigioneira della vergognosa repubblica di Salò che raccolse gli ultimi fascisti anche dopo che l'Italia era stata venduta e rinnegata dal re e dal governo di Mussolini.
Accanto a questi nemici della nostra patria e della nostra democrazia si schierano oggi i leghisti. Accanto ancora ci sono, nuovi arrivati e accolti con onore, i rimasugli dei gruppi prima considerati eversivi ed extraparlamentari, di Tilgher, di Rauti, di Romagnoli, i neonazisti, i fascisti, ancora superstiti nel nostro paese, quella feccia che ogni civile paese europeo ha messo fuori legge e ha combattuto. Sono queste le persone che Berlusconi onora e che sente simili a lui.
Che per un uomo caduto così in basso che si allea con la mafia e col neonazismo contro l'Italia abbiano ancora votato tanti italiani è cosa che riempie di sgomento.

viviana vivarelli 25.04.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Poesia sulla camorra del mio amico Antonio di Napoli

Camorra

L'urlo impazzito della citta´
sboccia nel cuore squarciato del mare
annaffiato di sangue
il livore cieco
di stupratori prefessionisti
scanna le gole
di bambini
che corrono felici
senza sapere
dove vanno
sotto un cielo vestito a lutto
abbandonata
nelle mani di sciacalli
frustata senza pieta´
avvelenata dalla crudelta´
la nottata non passa
i papponi attendono
i soldi della tua prostituzione
le spine nelle carni
provocono lancinanti dolori
non lasciarti morire
insieme alla speranza
rioni carichi di sopravvivenza
che si arrampicano
nelle viscere corrose
della maledizione
non vogliono capire
il tuo disumano sfacelo

Napoli ferita a morte
dalla camorra
e´uguale a tutte
le mamme del mondo
composta nel suo
immane dolore
attende fiduciosa
gli ingrati figli
ai piedi del suo capezzale
per il bacio dell'addio...

viviana vivarelli 25.04.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ancora Valentina, il mondo sarebbe migliore se tutti fossimo come te.

Sembra che la Lega appoggi la candidatura di Andreotti. Non ho parole.
Appoggerà anche quella di Cuffaro?
Si sono già adeguati al peggio?
Dovremmo dire Viva la Mafia! Viva la morte! ???

Speravamo che gli ultimi fossero migliori dei primi, ma così... tutto si confonde in un magma nero dove ogni speranza si perde. E in questo magma c'è ben poco di cui essere fieri. E' una sola grande desolazione.

viviana vivarelli 25.04.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei tanto si parlasse di più della Sicilia. La mafia va debellata. Ma solo il governo può farcela. Non credo sia un problema del popolo. Il popolo si adatta, come fa in ogni parte del mondo.
Un'operazione come Parlamento Pulito è già un inizio fondamentale. Come fa un governo a pretendere legalità se nn è presente al suo apice?

Loredana Solerte 23.04.06 17:35
--------------------------

che esempio possono darci elementi come giulio andreotti e silvio berlusconi? In Sicilia si chiama mafia. Forse è il caso di chiamarla delinquenza, illegalità, abuso di potere?

a coloro che si credono immuni, superiori e integri, perché del nord...

andreotti e berlusconi non sono siciliani. Hanno permesso che la delinquenza siciliana stesse al governo della regione perché hanno approfittato dei loro favori.
andreotti e berlusconi hanno anche loro agito illegalmente. A votarli non son stati solo dei siciliani.
____________________________________________________

Mariadele Cipolla scrive
L'Italia non cambierà fino a quando la Sicilia non cambierà

È una frase che mi dà molto da pensare.
Alle volte sono d'accordo e allo stesso tempo no.
Io ho l'impressione che da sempre, tutti (a cominciare da Cavour) abbiano abbandonato la Sicilia al governo dei bulli, perché non si sono mai presi la briga di volersene occupare più seriamente, e soprattutto gli stava benissimo così.

Loredana Solerte 25.04.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sviluppo ancora, per finire, un altro tema che dovrebbe convincere una volta per tutte i "prodi" (!!!!) miei concittadini siciliani.

Precisamente si tratta del tema Sanità.

Ora, è evidente che mettere al Governo delle Regione uno staff ed un capo che, per abitudine, truccavano i concorsi nella Sanità e facevano passare nomine gradite alla mafia non ha impedito ad una certa parte politica di incassare il 60% dei voti (il 9 Aprile!!).

Attenzione, dico io, che con la Sanità non si scherza. Se questa Regione tracolla e rimane nelle mani della mafia di centro-dx, se questo Governo nazionale tracolla......il Paese è bello che andato!!

Allora poi, quando ci presenteremo in farmacia o al pronto soccorso di un Ospedale, troveremo una bella porta sbarrata!! Il collasso dello Stato avrà le sue dure conseguenze prima di tutto sui servizi sociali e sull'assistenza sanitaria, soprattutto alle classi più disagiate e povere.

Capisco che questa situazione per anni è andata bene a molti, soprattutto qui in Sicilia, dove la ferrea mano della mafia ha sempre orientato il voto a suo piacimento. Ma ora i nodi sono venuti al pettine: i soldi sono finiti e cercare di continuare su questa via, a partire da oggi, non potrà che portare al collasso irreversibile della Regione e del Paese. Alla fine di ogni assitenza sociale e sanitaria.

Cari siciliani, pensiamoci bene a quelo che stiamo per fare e stiamo attenti.....ché stavolta inidietro sarà difficile tornare!!

Ciao.

ivan verdi 25.04.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Rita Borsellino nel suo libro “Rita Borsellino,una sfida siciliana" ,racconta un “curioso” episodio avvenuto il 10 Ottobre 1994:

“Quel pomeriggio ero sola in casa con una gamba ingessata.Verso le 16 sento suonare il citofono…e qualcuno mi annuncia che il presidente del consiglio Silvio Berlusconi era davanti al portone e …voleva salire a salutarmi.”Non sono nelle condizioni di ricevere visite da parte di nessuno”,mi limitai a rispondere e chiusi la comunicazione.Subito dopo il citofono squillo nuovamente:stavolta era il prefetto Luigi Rossi.Mi disse che il presidente insisteva ,che voleva parlare con me,ma io continuai cortesemente a rifiutare…arrivo’ la terza citofonata…ormai ero fuori dai gangheri,questa insistenza mi sembrava fuori luogo,per cui tagliai corto:”Se il presidente ha qualcosa di importante da dirmi venga al citofono”E lui venne al citofono ed esordi?”Signora ,la volevo chiedere che cosa si puo’ fare contro la mafia…”Risposi”Tutto, perche ‘ siete al governo e potete fare tutto quello che c’e’ da fare .”Se ci lasciano lavorare, se rilasciano fare tutte le cose belle che vogliamo fare per l’Italia.”A quel punto mi sono veramente arrabbiata ,“Anche mio fratello non lo lasciavano lavorare –gli ho detto-ma lui ha continuato a fare il suo dovere,infatti li dov’e’ lei adesso, lo hanno ammazzato”

mario numa 25.04.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo velocemente i post ripercorro e ritrovo tutta una serie di opinioni già venute fuori a suo tempo........

alcune frutto dei soliti disturbi politico-mentali che si possono così riassumere:

1. Rita Borsellino non sa amministrare perché non è mai stata in politica

2. Rita Borsellino intende sfruttare il nome del fratello

Agghiacciante!! Rispondo come già detto con un NO COMMENT!!

Ovviamente si continua a discutere, perché il blog è fatto per questo!! Io taglio corto e ripropongo la mia questione iniziale:

Quesito referendario:
CITTADINI SICILIANI VOLETE VOI LA MAFIA AL GOVERNO DELLA REGIONE??

NO NO NO = RITA BORSELLINO

SI' = totò-vasa-vasa e compagnia del cosiddetto pseudo centro-dx!!

Già purtroppo il 9 Aprile l'esito preliminare del referendum è stato la vittoria del SI'

Sono tuttavia in parte fiducioso; molti possono ancora ricredersi, tornare indietro ed evitare di ripetere il danno irreversibile che stavano per fare al Paese;

Inoltre: attenzione che se alla Predsidenza del Senato passa Andreotti, il Governo Prodi cade prima ancora di nascere!! In quel caso il tracollo del Paese è cosa fatta!! Una vittoria mafiosa del centro-dx sarebbe ancora più determinante della querelle sulla Presidenza del Senato.

Quindi gambe in spalla e lavoriamo per mandare a casa la mafia dicentro-dx!!

Buona Liberazione a tutti.

ivan verdi 25.04.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

la vittoria della Borsellino in sicilia e' da apprezzare e da caldeggiare nonostante sia improbabile.
certo è che una presidenza di regione simile in un contesto difficile come quello siciliano sarebbe proprio quello che ci vuole...per la regione sicilia sarebbe giusto far votare tutta l'Italia.
Ho letto che e' sconcertante notare che c'è ancora chi ha dubbi tra Cuffaro e la Borsellino ma e' questo solo uno dei tanti paragoni improponibili che gli italiani hanno trasformato in una lotta tra titani...l'italia :il paese dove tra il mafioso e l'icona dell'antimafia si decide al fotofinish ,dove un odontotecnico rozzo e incapace è ministro dove le proveei reati della classe dirigente viaggiano in circuiti alternativi senza che nessuno ne sappia niente...
Sono infatti daccordo con grillo sul ruolo centrale dell'informazione (laguerra della conoscenza)senza la quale chi non sa vive in un piacevole stato di incoscienza e chi sa si preoccupa perche' sa quello che non dovrebbe sapere e si e' procurato delle ansieche poteva risparmiarsi per delle cose che non cambieranno di certo

edoardo altavilla 25.04.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

se potessi votare anche per la regione sicila certamente darei il mio voto a Rita Borsellino sorella degli uomini che hanno dato la propria vita in tutti i sensi per ripulire la nostra italia dai mafiosi e dai politici collusi.questo é il miglior modo per sconfiggere l'omertà,che é il collante che consente alle mafie di continuare ad'imperversare nella nostra penisola.
grande Rita avrai l'appoggio di tutti gli italiani che vogliono fare politica in modo onesto senza farsi fregare dagli intermediari mafiosi.

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 25.04.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO,dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


mi piace la proposta di biagi for president persona di alta elevatura penso pero' che non abbia dalla sua l'età anagrafica.per quanto riguarda le elezioni in sicilia penso che l'elezione di rita borsellino portera una ventata di aria pulita che farò bene non solo alla sicilia ma l'italia tutta!

massimo montauti 25.04.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento

la mafia non si combatte con i nomi e la baraccopoli che ti sta dietro "vedi Angelo Capodicasa"...ma con la cultura, la scuola..."IL SENSO CIVICO
colui che si firnma Beppe Grilletto 25.04.06 09:40

_______________________________________

dacci allora questi esempi, spiegati.
secondo te quali sono gli esempi da seguire...

quelli di cuffaro?
quelli di musumeci (con quella che ha la pretesa e l'ardire di definire scuola di danza, quella cosa orribile gestita da suo figlio e sua nuora e frequentata dai figli di tutta una massa di gente (mi spiace dirlo, ma molti che la frequentano non hanno sicuramente dei modi raffinati) che non sa affatto cosa significa danza)?
...SENSO CIVICO quello di cuffaro e musumeci?
ah ah ah ah ah ah

Cinzia Puglisi

Cinzia Puglisi 25.04.06 10:02| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe
ogni giorno, aprendo il tuo blog, respiro un'aria di libertà.Ho conosciuto Rita Borsellino da un prete di strada a Pezzoli, che per la sua voglia di libertà ha dovuto emigrare in brasile.
Mi sono rimasti impressi i suoi occhi: ti trasmettono un senso di pace e di armonia.
Con tutto il mio cuore tifo per lei e per la sete di giustizia che i siciliani hanno diritto di sentir appagata.
Sarà un gran giorno per la Sicilia e per tutti noi quando sarà eletta, perchè di questo ne son certo. Abbiamo tutti bisogno di donne forti come Lei.
Le mafie in tutte le loro forme certamente non possono bloccare il desiderio di libertà che il suo sorriso pervade chi la incontra.

moreno ghisellini 25.04.06 09:56| 
 |
Rispondi al commento

...come al solito il nostro "Santone" vuole influenzare le elezioni!!!!...ma da Siciliano e soprattutto da ITALIANO...dico che la mafia non si combatte con i nomi e la baraccopoli che ti sta dietro "vedi Angelo Capodicasa"...ma con la cultura, la scuola..."IL SENSO CIVICO"...vai SANTONE VAI!!!!!

Beppe Grilletto 25.04.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma sti mafiosi maledetti, se li prendiamo e ci facciamo un bel falò! :-)
vai rita libera la Sicilia!

Andrea Maraffino 25.04.06 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Siciliani, datevi un futuro senza MAFIA!
Votate per la persona, che si è offerta di aiutarvi a liberarvene!
Ella con pari tenacia prosegue sulla strada politica il cammino intrapreso dal fratello sul piano giudiziario!
Una Sicilia riconquistata alla sensibilità della legalità statale è indispensabile alla crescita di tutti, innanzitutto, dei cittadini siciliani!
Auguri!

emilio d'ambrosio 25.04.06 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Domenica quando da Fabio Fazio è arrivato il Dott. ENZO BIAGI, la commozione mi ha provocato le lacrime e lanciato un desiderio "MAGARI FOSSI IL NOSTRO PRESEDENTE DELLA REPUBBLICA!"
Se fossi capace istituirei un comitato, ma sapendo della Vostra attività ho pensato che potreste essere voi a lanciare questa proposta, voi sapete come si fà. Io come molti, abbiamo
bisogno di gente al governo che più ci rappresenta, mi scandalizzo alla sola idea di avere Andreotti come Presidente, poverino!! dopo tutti i soldi che gli arrivano dallo stato anche quello da Presidente?? Ci siamo appena liberati di un Presidente del Consiglio concusso e siamo pronti a farci rappresentare da un altro "delinquente"? Io ho 43 anni siciliana che vive per lavoro a Forlì, ancora precaria e per risparmiare ho affittato una camera, i miei 2 figli me li mantiene la mamma in Sicilia e la mia casa, è chiusa perchè non riesco ad affittarla, grazie al numero delle case che supera gli abitanti, con lo stipendio che prendo non riuscireia mantenere casa e figli, perciò anche l'ex Governo Andreotti è colpevole di questo mio stato e quello di altre migliaia di persone che viviamo come poveretti.
Abbiamo bisogno di un Governo che si preoccupa di noi e dell'ambiente, di un Presidente della Repubblica che guardandolo negli occhi rivedi la bontà del nostro amato PAPA GIOVANNI PAOLO, noi italiani ne abbimo il diritto.
Pensate se davvero il Dott. BIAGI diventasse il nostro Presidente!! Berlusconi che è costretto a chinarsi davanti a lui ad ossequiarlo, dopo che lo ha buttato fuori dalla RAI!!!
Povero dittatore, megalomane, arrogante, tracotante ecc. ecc. chissà che con questo colpo basso non espatrierà per sempre in Marocco o nell'Isola che non c'è.
Spero di essermi spiegata, intanto Vi saluto augurandoVi buon lavoro e buon successo sempre.
Enrica Chiaramonte del 15/07/62.

ENRICA CHIARAMONTE 25.04.06 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si parla di mafia è obbligatorio ricordare che la Cdl è la principale alleata di Cosa Nostra. B ha voluto una legge apposta CONTRO CASELLI, eccezionale procuratore antimafia, legge “contra personam” affinché non potesse presentarsi al concorso per la carica di Procuratore Nazionale Antimafia, avendo 66 anni. "Si vietano ai magistrati incarichi direttivi se mancano loro meno di 4 anni per andare in pensione" (l’emendamento è di AN). Poi fa un’altra legge apposta per mantenere in carica Vigna fino ai 72 anni
Questa legge è una delle vergogne di questo paese! B ha detto in tutti i modi possibili il suo odio contro i magistrati. La magistratura è il suo nemico, come lo è di qualunque criminale. Non le è permesso di indagare sui potenti. Per questo c’è la feroce campagna di delegittimazione dei giudici “antropologicamente diversi” e l’invenzione delle toghe rosse. Gli unici giudici che B tollera sono quelli che può comprare e gli unici testimoni quelli che ha già corrotto. Chi è eletto dal popolo non deve essere sottoposto a controllo di legalità e non deve valere il principio di uguaglianza di fronte alla legge che è la base di ogni democrazia. A questa pretesa autoritaria si accompagna la pretesa delirante della Lega che vuole giudici eletti dal popolo.
Dice Caselli: “L’addebito che mi si fa è di non aver rispettato determinati santuari. Ma il rispetto ai santuari non fa parte dei doveri del magistrato, che al contrario è chiamato ad applicare la legge in modo indiscriminato. I portavoce governativi si sono scagliati non solo contro i PM ma contro tutte le corti di Giustizia che hanno preso provvedimenti sgraditi, dal Tribunale di Milano alla Corte di Cassazione. Tutte "toghe rosse" o "golpisti" o "criminali". Siamo di fronte a una concezione profondamente pericolosa dello stato, in quanto limita il controllo di legalità e insieme ad esso il controllo dell’opinione pubblica sui pubblici poteri”

A tutto questo la Lega ha dato il suo pieno appoggio


viviana vivarelli 25.04.06 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggere “L’eredità scomoda” di Caselli
Eredita il compito di Falcone e Borsellino
7 anni a Palermo contro la mafia. Una vita blindata, lasciando a casa moglie e figli
"Nel 92, l’Italia è in ginocchio, sconvolta dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio, come stia aspettando il colpo alla nuca, 2 stragi di inaudita ferocia, a 2 mesi una dall’altra Sembra tutto perso. Poi .. le istituzioni unite contro la mafia, l’opinione pubblica fortemente mobilitata, le piazze di Palermo piene di giovani a ricordare Falcone e Borsellino, la legge sui pentiti, sul trattam. carcerario dei mafiosi, la 41 bis.. chieste da Falcone e Borsellino ma fatte solo dopo la loro morte
Risultati impressionanti: catture di latitanti come non mai: Riina, Bagarella, Brusca, Graviano, 24 mila rinviati a giudizio, 10 mila miliardi di patrimoni sequestrati solo a Palermo, una cifra enorme anche se è ancora poco. Nel solo 2.000, 116 condanne all’ergastolo riguardanti mafiosi importanti
Ma la destra attacca i magistrati: assassini, terroristi, farabutti, sadici, torturatori, folli, bugiardi, criminali.. falsità incredibili, nega i risultati.. e sono gli stessi che avevano insultato Falcone: il Giornale, il Foglio, Panorama, Sgarbi ogni giorno in tv. Un’area politica precisa
Poi l’assoluzione per insufficienza di prove ad Andreotti
“la sentenza che assolve conferma punti significativi dell’impianto accusatorio, i rapporti con Salvo Lima, Sindona, Ciancimino.. Parlare di teorema, di accanimento, persecuzione, uso politico della funzione giudiziaria, è una bestemmia, una violenza fatta alla verità dei fatti. Falcone e Borsellino col maxi processo avevano dimostrato che la mafia può essere sconfitta. Invece di essere sostenuti, furono spazzati via dalla destra e il pool fu demolito… Mentre una parte ci insultava, l’altra parte non ci difendevacon rassegnata indifferenza”
Poi alle elezioni 61 a 0. Ovvio!
E ora la Lega insulta i Siciliani! Dopo aver appoggiato tutto questo! Non hanno vergogna!

viviana vivarelli 25.04.06 07:59| 
 |
Rispondi al commento

No. Parlare di omertà oggi non vale. L'omertà appartiene a vecchi tempi e non parlarne oggi è solo pregiudizio. Il fatto è che la conoscenza di delitti è limitata proprio dalla legge.
B è presidente il 9 giugno 2001, ma la legge che limita le confessioni dei pentiti è del 7 febbraio, dunque sotto il governo Dini?! Vi lavorano Vigna e Grasso ma la legge inspiegabilmente viene cambiata, così da rendere più difficili le collaborazioni dei pentiti “e solo un pazzo accetterà di collaborare sapendo che i suoi familiari saranno protetti solo se sono conviventi e che potranno subire il sequestro anche di beni di provenienza lecita”. La legge prevede che siano inutilizzabili le dichiarazioni rese dopo 6 mesi dall’inizio della collaborazione e magari la colpa è di ritardi addebitati al lavoro dei pm. Si dimentica che, dato l’inquinamento politico, può diventare significativo il cambiamento del quadro politico o costituzionale. E perché poi la legge esclude il narcotraffico? O impone di dare informazioni solo su organizzazioni criminali del territorio di residenza? O che il collaboratore di giustizia dia rendiconto di tutti i suoi beni, che gli vengono sequestrati?
Piero Grasso è durissimo: “Viste le nuove regole, fosse per me, io non collaborerei mai con la giustizia…dopo 6 mesi, noi magistrati dovremmo punire il collaboratore senza nemmeno svolgere indagini sul delitto, dimenticando il principio della obbligatorietà dell’azione penale... egli non può comunicare e rischia pure una riforma in peggio della sentenza emessa a suo carico. Cosa che non accade nemmeno per i capi di Cosa Nostra"
Insomma, è la legge stessa che mette impedimenti. E questa legge diventa poi con la Cdl ancora più rigida in modo da ostacolare la giustizia.

viviana vivarelli 25.04.06 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono siciliana e non ho paura, non paura dell'ignoranza, non ho paura del razzismo, non ho paura della gente che non la pensa come me,
non ho paura di combattere per quello in cui credo, non ho paura. Non ho paura dei furbetti del quartierino (e qui ce n'è assai), non ho paura della lupara, non ho paura della stupida gente, non ho paura dei miei trent'anni, no, non ho paura. Non ho paura della mafia, di chi ne fa parte, di chi si nasconde e di chi ne gode, non ho paura nemmeno di te che stai leggendo pensando che sono una povera illusa siciliana del ca**o, di te che ti senti superiore, di te che credi davvero di essere migliore, di te non ho paura, anzi, ho solo un pò di pena per i tuoi figli che forse pensi cresceranno meglio dei miei solo perchè stai nel nord di un paese che nemmeno conosci. Ma per te, non servono parole, non servono lezioni, chiusi i lucchetti della mente non esistono chiavi per aprirli. Così continua pure a credere ciò che vuoi, ho già speso troppe parole per te. Ma a tutti gli altri voglio ancora dire, non ho paura e non sono sola, chiunque vincerà queste elezioni che sia Rita o Cuffaro, noi non ci stancheremo, se si deve lottare si lotterà, se si deve morire si morirà.

viva l'onestà e la libertà
Vale

valentina genchi 24.04.06 16:50

Loredana Solerte 25.04.06 07:24| 
 |
Rispondi al commento

x Maria Grazia Attinasi


sono siciliana anch'io...
la mia era purtroppo una critica per aver letto alcuni commenti scrittti proprio da alcuni nostri conterranei su questo blog. E anche alcune constatazioni dopo aver sentito le opinioni di tanta gente siciliana.
Una delle opinioni pià comuni fra i catanesi è: «Rita Borsellino non è un vero politico. La sinistra la sta usando, sfruttando il cognome del noto giudice ucciso dalla mafia»
Io la penso in tutt'alro modo. Se leggi anche i miei post antecedenti quello delle 22:03 lo constaterai.
Per quanto riguarda i nostri conterranei... conosco molta gente che la pensa come me, ma molti miei concittadini (Catania) purtroppo, vedono la Borsellino come un personaggio debole.
Quando ne parlo, spiego che è un punto di vista sbagliato...
ma è un po' dura...

Cinzia Puglisi 25.04.06 07:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Cinzia Puglisi

nello musumeci è il sostituto di cuffaro, visto che cuffaro si è ormai bruciato agli occhi del resto d'Italia.
In Sicilia, purtroppo, la gente pensa che sia normale che un mafioso stia al potere

Per questo la figura di Rita Borsellino non sembra abbastanza potente.
Oltretutto è pure una donna, e gente come una certa lina arena, non prende nemmeno in minima considerazione quella che si dice solidarietà femminile. Di certo un candidato non va votato solo per questo, ma Rita Borsellino è una persona cristallinamente onesta, culturalmente elevata, valida sotto tutti i punti di vista.
Mestamente, mi viene da pensare che i suoi corregionali non rispecchiano la sua figura

Condivido in pieno quello che dici eccetto : "In Sicilia, purtroppo, la gente pensa che sia normale che un mafioso stia al potere" e "Mestamente, mi viene da pensare che i suoi corregionali non rispecchiano la sua figura [Rita Borsellino]"
Sono Siciliana mi ritengo una persona onesta, e ha un livello culturale medio-alto e voterei Rita Borsellino se in questo momento nn vivessi nelle Filippine. Bene, questo per dire che la dovete piantare di fare di tutta l'erba un fascio e pensare che TUTTI i Siciliani siano moralmente corrotti e ignoranti e mafiosi!!! E' un atteggiamento irritante soprattutto quando queste affermazioni provengono da persone che non conoscono ne' la Sicilia ne' i Siciliani, ma vivono di luoghi comuni. Tu conosci la Sicilia? Su che basi fai affermazioni del genere?
Spero veramente i Buoni Siciliani si rimbocchino le maniche senza aspettare l'aiuto delle istituzioni e della politica! Spero presto di essere una di loro! Ci piace che la gente sia solidale con noi ma nn ci piace la commiserazione e soprattutto non ci piacciono le offese!

buona giornata

Maria Grazia Attinasi 25.04.06 05:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO,dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


Questo è l'ultimo video di Borsellino poco prima della sua morte...ovviamente censurato dalle nostre PluriReti.mavaffankuloalleReti.

http://video.google.com/videoplay?docid=2207923928642748192&q=borsellino&pl=true

e se vi interessa questo sito di Informazione di condivisione:
http://www.viralvideo.it/
e il film "Quando c'era Silvio"sul sito di Arcoiris Tv:
http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=4409

elena Laden 25.04.06 03:18| 
 |
Rispondi al commento

Chi dice che la mafia è nella gente,chi dice che la mafia non si vince,chi dice che l'italia non può cambiare,chi dice che una donna fa sciacallaggio di un fratello morto ammazzato,chi resta con i piedi per terra, impastati di fango, chi tace per quietovivere,chi finge di non vedere,chi finge di non sentire, chi vive nell'anti-sistema,

la mafia è dentro, la mafia è nel sangue la mafia è nell'omertà, la mafia è mortale!

c'è chi lavora, c'è chi muore ammazzato, c'è chi va al bar con la scorta, c'è chi denuncia un sopruso, c'è chi gli si brucia il negozio, c'è chi sogna, c'è chi vuole respirare c'è chi vuole rivendicare con la giustizia il fratello morto ammazzato, c'è chi scende nelle piazze dei morti per mafia, c'è chi manifesta nelle loro piazze.

La mafia è fuori, la mafia è vulnerabile, la mafia è estirpabile, la mafia teme il coraggio, la mafia teme la solidarietà, la mafia teme le masse, la mafia è mortale!!

Antonio Pignalosa 25.04.06 02:05| 
 |
Rispondi al commento

vi allego un volantino dello sciopero proclamato, il quinto in due mesi, dai lavoratori del call center di Alitali che proprio in Sicilia ha sede...
Lo faccio per poter sensibilizzare gli animi di chi, siciliani come noi, co aiuti a non dover lasciare la nostra bellissima terra...


"VA BENE CHE SIAMO IN SICILIA…
MA BASTA SPREMERCI COME LIMONI!

I lavoratori del call center Alicos stanno lottando per il rinnovo del Contratto Assaereo, scaduto da 46 mesi e contro il tentativo dell’azienda di applicare COATTIVAMENTE un contratto diverso.

Siamo circa 800 giovani laureati che a fronte di un’altissima professionalità guadagnano solo 500 euro al mese.

L’Alitalia rappresenta il 40% di questa società e, in un momento in cui tenta di rilanciarsi sul mercato non può ignorare la nostra condizione, figlia delle scelte da lei operate 5 anni fa, quando, per risparmiare sul costo del lavoro decise di esternalizzare questi servizi a Palermo usufruendo di ingenti contributi pubblici.

Oggi ignora gli impegni presi e cerca di scaricarci e spostare i servizi all’estero.

Il Call Center Alicos rappresenta la più grande biglietteria Alitalia nel mondo. Qui emettiamo 36.000 biglietti al mese, gestiamo le prenotazioni nazionali ed internazionali, le assistenze e i servizi speciali, il supporto agli agenti di viaggio per i mercati stranieri e il telecheck-in, il tutto in più lingue.

Non si tratta dunque di “un call center”,ma del più grande e sofisticato centro prenotazioni di Alitalia.

Oggi noi rivendichiamo l’appartenenza al settore dei trasporti perché solo con un contratto che riconosce la specificità dell’attività da noi svolta possiamo avere qualche certezza per il futuro.

La Sicilia è ricca di giovani laureati che meritano di restare a lavorare dignitosamente nella propria terra, per farla prosperare nella legalità. Siamo stanchi di spendere la nostra professionalità altrove, dove ci viene riconosciuta.

Diciamo dunque BASTA!

Alessandra Da Graca 25.04.06 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni consigli su come fare un post:

1^ esempio: cercate di non apparire troppo intelligenti, o troppo colti, la gente si annoierebbe. Quindi, mostrate di scrivere senza patemi, qualunque cazzata, tanto chi più ne ha più ne metta (gagliardi!).

2^ Essere creativi, una bella poesia, oppure una cosa in dialetto: magari roba che fa ridere, ma,
mostrate di non essere secondi a nessuno (in senso culturale, come certi che amano parlare al microfono in ogni occasione, quindi "culto della personalità")

3^ siete un ragazzo che non ha nulla da fare!
vi incazzate con tutti, pure coi muri, entrate e uscite dal blog con nomi diversi, sfottete chi vi pare, tanto de intrenet, chi se ne freega?
è il miglio modo di dissacrare, divertirvi,
scantonare..(è certo che romperete i coglioni a tantissimi)

4^ una signorina, che scrive da tale, sincera,
priva di sdoppiamenti, fa un'osservazione banale, rivolgendosi a un amico, di cui si presume una relazione di semplice amicizia (forse, ma non per lui, che potrebbe essere il suo compagno di giochini)

5^ Il passante occasionale, entra con una lettera tutta tirata, sul campo politico, lamenta gravi lacune dello stato, ma che! di tutti i partiti.. a noi resta solo da tirare le somme (?)

6^ persate una frase di poche parole o sillabe,
mandata a qualcuno e non ad altri. Fate in modo
che sia incomprensibile a tutti, passerà come una puzzetta silenziosa, magari, è rivolta maggior mente allo stesso scrittore.

7^ Quanto è grande questo blog, sei solo a rispondermi? siamo certi? io dico il caso volle che..

ciao Erika ! scriveme !
scusa e diverse versioni, se deve cresce!

salvatore palermo 25.04.06 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Sì sosteniamo Rita Borsellino, e che il fratello, dall'alto, possa assisterla quotidianamente in difesa del popolo "ONESTO". Fuori la mafia dai palazzi! Fuori la mafia dalle istituzioni! Si deve abbattere l'atteggiamento mafioso.Quante volte ci troviamo nella condizione di affidare i nostri diritti nelle mani dell'amico di turno a causa della disorganizzazione burocratica.Se tutti gli sportelli, statali, comunali, etc., dessero l'efficienza adeguata, la mafia inizierebbe già a perdere terreno.Pensate che queste radici possano essere estirpate?Francamente me lo auguro.Almeno che ognuno di noi si debba fornire di telecamerina e registrare qualsiasi disservizio, denunciando di conseguenza questi primi atti mafiosi.Bisogna evitare di alimentare il clientilismo ai piccoli uomini,i quali prendono piccoli poteri diventando subalterni dei potenti.Si deve optare per una politica che faccia funzionare il sistema e non la politica stessa,poichè ci hanno resi schiavi della nostra stessa libertà

giuseppe alberghina 25.04.06 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cassata Siciliana. Questa volta NO!

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/cassata-siciliana-questa-volta-no_24.html


Questo che riporto di seguito è solo un esempio...

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/questo-che-riporto-di-seguito-solo-un.html

Gianpiero Romano 25.04.06 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Forza Rita........

Oscar Selicato 24.04.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Premi

La giuria del blog ha assegnato i consueti premi ai frequentatori più assidui:

Giovanna Nigris, 1° classificata nella categoria "muro del pianto"
Motivazione: per la tenacia e la costanza con cui ha copiato e incollato lo stesso post per ogni giorno dell'anno, sia stato esso un giorno di sole di pioggia o semplicemente coperto.

Sostenitori del motore Schietti 1° classificati nella categoria "tecnologie dall'universo parallelo"
Motivazione: Per aver saputo restare a galla anche in presenza di opinioni avverse e per aver dato un contributo assolutamente originale nel campo dello studio delle leggi della fisica.

Paolo Tescali 1° classificato nella categoria "ma di che parla?".
Per aver saputo tenere viva la tensione riguardo ad un argomento (il signoraggio) che nessuno ha compreso, ma che alimenta il 90% dei nostri incubi notturni.

La giuria ha inoltre assegnato il premio speciale "alle domande rispondo con altre domande" alla moltitudine degli scrittori di destra.
Motivazione: Per la determinazione con cui hanno affermato verità prima nascoste, grazie alle quali hanno saputo convincerci che Dio esiste e ci parla attraverso il suo figlio prediletto Silvio Berlusconi.

I partecipanti che non sono stati citati, non si scoraggino, la giuria è vigile e non dispera di poter assegnare altri importanti premi a breve tempo.

Mario Angelino 24.04.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Da premettere che sono politicamente di destra ma alle nazionali scorse, per protesta, ho votato a sinistra.
Tra Cuffaro e Borsellino meglio Nello Musumeci che so come ha lavorato 10 anni alla presidenza della Provincia di Catania. La Borsellino si fa forte solo del cognome , per il resto, a quanto ne so, non ha esperienza politica quindi è appoggiata da gente politicamente "vecchia". Cuffaro secondo me è morto in partenza:
"Totò va curchiti!".

W Nello Musumeci.

Francesco Barletta 24.04.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma dai a chi la raccontiamo questa favola....??? non si possono cambiare gli eventi!... o no? la russia è cambiata? si in peggio ora chi è povero muore invece di sopravvvvivere.... la cina è cambiata?? si ora le scarpe che vendono in italia vengono confezionate dai bambibini dell'età di mia figlia, 5 anni... e gli organi dei condannati a morte venduti ai ricchi indigeni. provate a cambiare la sicilia e la gente non potrà crescere perchè taglieremo i ponti con chi tiene in piedi l'economia locale... o no?

Paolo Lincetto 24.04.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente la candidatura di Rita Borsellino come presidente della regione Sicilia; così come sono convinto che un cambiamento del modo di ammministratre la regione Sicilia possa determinare la base per un cambiamento più esteso del nostro paese. Questi sono segni chiari di chi vuole il ritorno alla legalità e quindi alla libertà. Come diceva il giudice Paolo Borsellino:"il puzzo del compromesso morale", che si elimina solo con il profumo della legalità che è anche il profumo della libertà. E' ora di spezzare queste catene che tengono troppo uniti il mondo della politica e il mondo della mafia; perchè il secondo passo, cioè quello di eliminare la mafia, possa essere compiuto facilmente e senza indugio. Gridiamo ad alta voce NO ALLA MAFIA!!! oggi i siciliani possono farlo in modo ancora più esplicito e cioè sostenendo uniti RITA BORSELLINO!!!!

aldo cimmino 24.04.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla candidatura della Signora Borsellino, sono in difficoltà nel dare un giudizio nel merito, ma mi vengoni in mente quante persone sono per mano della mafia in sicilia, e penso che ci vorrebbe uno sforzo più complessivo di tutta la società civile per battere la mafia, e la camorra per Napoli dove ormai essa è diventata organica nella società e se ne parla solo quando ci sono dei morti poi cala un silenzio assordante.
saluti beppe

M.d.L-Salvatore Morra 24.04.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il cervello, anche se ne avevo poco. Ero scema e anche un po' tonta.
Mi hanno distrutto la bambolina, mi hanno fregato il lecca-lecca e hanno fatto la spia a mammà.

Le mie parole saranno come scoregge puzzolenti. Il Governo italiano che da anni acconsente alle persone imbecilli come me di postare continuamente su questo blog, rompendo i coglioni a tutti, sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito, chiedendo la mia soppressione.

Mi hanno rubato i dentini da latte, che custodivo gelosamente in una bustina sotto il cuscino, e quando la notte mi venivano i dolori di pancia e dovevo correre al gabinetto per non cagarmi addosso, pensavo che fossero tutti gli accidenti che mi tiravano quelli a qui rompevo continuamente i coglioni su questo blog.

Il servizio di pubblica utilità (questo blog) è stato da me vergognosamente rovinato, mettendo a dura prova la pazienza dei frequentatori. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante e dopo il governo Berlusconi, dove molti vorrebbero impalarmi in piazza ed espormi al pubblico ludibrio. E tutti, informati formalmente delle suddette intenzioni, si sono messi in fila PER ASSISTERE ALLO SPETTACOLO.

Mi hanno rubato il cioccolato, senza il quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia in me stessa (vedi sito internet: http://www.vai-a-cagare-giovanna-nigris.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedermi finalmente appesa ad una corda, in una bella giornata limpida di sole, in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto che possa rompere più i coglioni al popolo, per permettergli di leggere con tranquillità e serenità il blog di Grillo.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che hanno firmato la petizione per il mio impalamento (o, alternativamente, impiccagione).

Forza Troia! Giovanna Nigris

(Troia è una parola di origine italiana e significa: birichina, bricconcella, etc.)

Giovanna Marronis 24.04.06 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nello musumeci è il sostituto di cuffaro, visto che cuffaro si è ormai bruciato agli occhi del resto d'Italia.
In Sicilia, purtroppo, la gente pensa che sia normale che un mafioso stia al potere

Per questo la figura di Rita Borsellino non sembra abbastanza potente.
Oltretutto è pure una donna, e gente come una certa lina arena, non prende nemmeno in minima considerazione quella che si dice solidarietà femminile. Di certo un candidato non va votato solo per questo, ma Rita Borsellino è una persona cristallinamente onesta, culturalmente elevata, valida sotto tutti i punti di vista.
Mestamente, mi viene da pensare che i suoi corregionali non rispecchiano la sua figura

Cinzia Puglisi 24.04.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

su Rita c'è ben poco da dire.... se non che queste elezioni sono già perse.
come tutti quelli che credono ancora nella democrazia porterò il mio piccolo contributo a questa causa, ma sono purtroppo convinto che poco ci sia da fare in questa terra in cui lo stato è assente da secoli, privatizzato e reso arido da pseudopolitici incompetenti e corrotti, tutti eletti con voti di mafia.
la tattica è molto semplice: o voti
per chi ti dicono o non lavori, non trovi sovvenzioni, ti tagliano fuori da tutti i posti che contano, chi non si adegua ha solo due scelte: o migrare o restare a fare i conti alla fine del mese, cercando di non andare in mora.
uella per Rita è una battaglia persa, ma vale la pena combatterla fino in fondo, forse è l'unico momento democratico in cui pussiamo cambiar qualcosa.
sogno una terra di normali problemi da affrontare con mezzi normali, per poterci costruire un futuro da uomini.

mitakuye oyasin

Giacomo Cirincione 24.04.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

le alternative sono solo tre
musumeci ha avuto il coraggio di dire che cuffaro e Borsellino sono due facce della stessa medaglia
beh, io penso che le facce di quella stessa medaglia (che non si chiama partitocrazia, ma semplicemente mafia) sono proprio lui, musumeci, e cuffaro.

Lui si permette di paragonare Rita Borsellino a cuffaro e noi non possiamo paragonare musumeci alla mafia?

Cinzia Puglisi 24.04.06 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Per scacciare la dipendenza mafiosa dalle menti
di chi sta in Sicilia, occorre tempo. Come dimostrano i recenti eventi qualcosa sta cambiando, infatti la vecchia mafia si è già mutata in qualcosaltro. Diventerà più delinquenza comune, e meno organizzata.
Se chi denuncia un mafioso venisse ascoltato e le pene legate alla mafia venissero scontate in galera tutte, non solo quelle dei grandi boss, la mafia risulterebbe perdente, e la gente comincerebbe a diffidare e a prendere le distanze. Cosa, mi dicono, che sta già avvenendo.
Quello che trovo vergognoso è che la sinistra si
autocertifica come il partito dell'antimafia, e non è vero. Punta l'indice contro il centrodestra
accusandolo di collusioni varie, che sono equivalenti alle proprie. La Sicilia ha dato un segnale votando contro questo tipo di sinistra,
che, come al solito, sta dalla parte dei buoni e dei deboli, solo a parole. Nei fatti questi signori appoggiano l'immobilismo economico, che favorisce i mafiosi. Pensate al progresso economico della Sicilia in tutti i suoi aspetti
legati al turismo, alla vicinanza con l'enorme mercato nord africano, alle nuove rotte commerciali che si sviluppano con il commercio
con l'oriente. La Sicilia e la Calabria potrebbero diventare il motore di sviluppo del Paese, se solo fossero tutti d'accordo a volerlo.

carlo alibrandi 24.04.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono certo che la Borsellino vale mille Cuffaro.
Sono altrettanto certo che la Borsellino non avrà alcuna possibilità di garantire una società migliore ai siciliani.
Le illusioni sono patologie per gente che come me ha bisogno di alimentare la speranza di una società migliore;è ben venga la Borsellino e chi con lei abbia questa illusione alla guida della regione Sicilia.
Da calabrese,esperto mafiologo,per essere vissuto direttamente dentro le stesse problematiche di voi siciliani, non posso che condividere la vostra lotta, nutrendo la speranza di una vittoria piena dovuta necessariamente al cambiamento della maggioranza dei Siciliani.
Detto questo, dovrò adesso affrontare l'argomento con il senso della realtà,questa si, necessaria alla comprensione delle vere cause che fanno del fenomeno mafioso una questione irrisolvibile a meno che non si è disposti al totale ribaltamento di questo sistema sociale.
L'esistenza delle mafie è funzionale allo stato, di ieri e di oggi,gestito da oligarchie amorali e da una borghesia parassitaria e papalina.
Le classi politiche sono da questi prescelte e devono osservare alcune regole non scritte che consentono al sistemma di sopravvivere ma soprattutto essere conservato.
La funzione delle mafie è quella di impedire lo sviluppo ecomomico per consentire una divisione netta tra produttività e consumo necessario al mantenimento degli interessi strategici delle oligarchie.
Il debito pubblico,gli appalti statali,la permissività di praticare impunemente qualunque tipo di illegalità è stata la ricompensa dei servigi resi.
Il clientelismo che ha consentito 50 anni di governo democristiano ha avuto la sua forza nei notabili paramafiosi elevati a politici rispettabili e temuti.
Le conseguenze degenerative del tessuto sociale,delle miglia di morti ammazzati ,di giudici,di uomini contro sono variabili indipendenti.
La mafia assolve al compito più importante che è quello di CAPRO ESPIATORIO ,unico responsabile.

LILLO MARCUNZIO 24.04.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Tutta l'Italia onesta e' con Rita Borsellino, specialmente per la stragrande maggioranza di cittadini che come me ha vissuto soffrendo tanto, anche per l'impotenza di poter fare qualcosa, e la rabbia di vedere morire persone simbolo dello stato che lotta la mafia sotto gli occhi. Ricordo che in quegli anni un giornale commentava che un simile disastro civile con l'attacco cosi' sfrontato ai rappresentanti delle istituzioni paragonabile neanche a Beirut.

leonardo calo' 24.04.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO,dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)



io vivo in sicilia da sempre tranne qualche periodo più o meno breve a bologna e all'estero , votero rita presidente ma purtroppo ho paura che il mio voto sarà invano , prendiamo la mia città sciacca , dove cuffaro ha promesso lavoro a tutti , centinaia di lsu , decine all'esattoria ,alla regione , alla condotta agraria ,alla nettezza urbana ecc ecc .
tutta questa gente sa che il posto non c'è ma spera di avere un opportunità , chi lo sa mai mantenesse la promessa e cosi i voti fioccano .

daniele palermo 24.04.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

LA QUESTIONE MERIDIONALE
Queste due parole messe insieme hanno suscitato in me una certa inquietudine.
Ma ci rendiamo conto che questa questione è sorta all'indomani della venuta in Sicilia di quel guerrafondaio di Garibaldi?Come è possibile che nessuno ha mai voluto risolvere questa questione?Forse a qualcuno che non è siciliano
con la complicità di qualcuno che è siciliano a fatto comodo che la questione non sia mai stata risolta:terra serbatoio di voti tramite collusioni con la mafia.E scusate se è poco.
Io voterò per Rita Borsellino sperando che possa essere l'inizio per risolvere finalmente la questione.

Diego Livoti Commentatore in marcia al V2day 24.04.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

" NON SEMPRE SI PERDE QUANDO SI E'
SCONFITTI, SEMPRE SI PERDE QUANDO NON SI
COMBATTE"
La frase non è la mia, l'ho letta una volta su un giornale e a dire il vero non ricordo neanche di chi sia, ma comunque ciò che volevo dire e che lontano dalla sicilia e non vivendo, quindi quella realtà, l'impressione è che spesso più che essere sconfitti dal sistema, ciò che aggrava la situazione è l'inerzia nel non reagire energicamente a un cambio di rotta che a dire il vero spesso coinvolge tutto il paese. Mi sembra che spesso per non essere coinvolti, per non trovarsi in prima linea, per non esporsi in prima persona, sin dalla base, partendo dalle piccole cose, si resti inerti, continuando a vivere fra le proprie cose come se il mondo fosse una cosa astratta. Riflettendo, poi, sappiamo tutti che non è così ma, nonostante tutto, le risposte le cerchiamo lontano da noi.
No, no, no, forse è un modo per cambiare, no a questo sistema che ci schiaccia! In prima persona tutti insieme, ORA, SUBITO!
FORZA RITA! FORZA RITA! FORZA RITA!

bruno belardino 24.04.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento

vivo a torino,ma farei qualsiasi cosa per poter VOTARE per rita borsellino!!!
stando qui so' benissimo quanto sia importante il voto in sicilia,ci spero e ci credo, anche se so' benissimo quanto sia difficile confrontarsi con un mafioso come cuffaro! eletto nelle liste dell'udc che ha avuto anche nelle elezioni politiche dei candidati sotto processo per mafia!
in questo paese non c'è piu' il senso della giustizia,dell'onesta'.
me ne fotto di destra (mafiosi,ladri,bastardi,maiali),ne di sinistra.
in sicilia come in tutto il paese serve gente onesta!
ce n'è ancora qualcuno?...
forza rita!!!!! sempre!!!!!!!!!!!!!! forza mariadelia!!!!! forza chi ci crede ancora!
luca

luca 24.04.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

e' sempre meglio un cossiga oun andreotti che falsi proletari come d'alema e bertinotti.
pensa poi a rutelli e fassino e dimmi che ciai da dire.

alfonso negri 24.04.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A mani nude.... dopo che Pippo Baudo ha rinunciato avete pensato di continuare lo spettacolo....
A mani nude avete preso il cognome di un eroe e l'avete fatto vostro
A mani nude.... non avevate uno che sia uno ! politico da contrapporre a Cuffaro !... e questa è una competizione politica ... non un reality show !
A mani nude... smettiamola di dire che voi siete i buoni e tutti gli altri sono cattivi
A mani nude non avete uno straccio di programma
A mani nude non vi arrogate il diritto morale della lotta alla mafia.... perchè la mafia è un male assoluto... e quindi non fa schifo solo a voi !
A mani nude non facciamo i processi di piazza... o di giornali o di tv
A mani nude le dichiarazioni di un pentito o di uno pseudo tale non sono sentenze della cassazzione
A mani nude... Quando Paolo Borsellino è entrato nel pool anti mafia, non ha più rinnovato o fatto ex novo alcuna tessera di partito...Ne tantomeno ha fatto politica attiva Dite ai vostri amici magistrati di prendere esempio....E non di andare a manifestazioni politiche dove si presentano DVD "elettorali"

Giovanni Lo Franco 24.04.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri ho intrapreso un viaggio di "piacere" a Est- SudEst della provincia di Catania. Un viaggio che ha attraversato le province desolate e depresse di Agrigento e Trapani. Non conoscevo ancora queste zone e fino al giorno in cui non saranno "adeguatamente" collegate, strutturalmente e CULTURALMENTE, con il resto dell'Isola e dell'Italia non vi metterò più piede in segno di protesta verso gli abitanti e gli amministratori locali. Aree depresse culturalmente dove l'aria che si respira è di Destra ed è PESANTE come un macigno. Dove poco ci manca che le donne portano il Burqa. Aree desolate e abbruttite da opere edili selvaggie. L'uomo da quelle parti è stato capace di rendere brutto tutto quello che ha toccato, contrariamente a quello che la natura gli ha donato e gli antichi Greci hanno fatto per rendere quella parte di Isola ancora più bella. Per chi non lo sapesse la Sicilia è spaccata in due economicamente e culturalmente. Forse mi beccherò una Fatwa da parte di chi ancora manda pizzini e non parlo di Provenzano. Ma è vero, se non cambia la Sicilia l'Italia non cambia. Quella parte dell'isola, quella Occidentale, quella dove ancora non si può parlare di comunismo, di libertà, di legge, di legalità...quella Sicilia senza CULTURA, dove Internet deve essere SATANA. Quella Sicilia...che tristezza. Un mare bellissimo, una storia, un'arte...e tanto malessere

Turi Finocchiaro 24.04.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco_ Lodola_ 24.04.06 16:54

Se morisse tuo fratello??.....

Vai, corri a votare Cuffaro Vasa vasa

Hai il cervello giusto

Elio Cortini 24.04.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho intrapreso un viaggio di "piacere" a Est- SudEst della provincia di Catania. Un viaggio che ha attraversato le province desolate e depresse di Agrigento e Trapani. Non conoscevo ancora queste zone e fino al giorno in cui non saranno "adeguatamente" collegate, strutturalmente e CULTURALMENTE, con il resto dell'Isola e dell'Italia non vi metterò più piede in segno di protesta verso gli abitanti e gli amministratori locali. Aree depresse culturalmente dove l'aria che si respira è di Destra ed è PESANTE come un macigno. Dove poco ci manca che le donne portano il Burqa. Aree desolate e abbruttite da opere edili selvaggie. L'uomo da quelle parti è stato capace di rendere brutto tutto quello che ha toccato, contrariamente a quello che la natura gli ha donato e gli antichi Greci hanno fatto per rendere quella parte di Isola ancora più bella. Per chi non lo sapesse la Sicilia è spaccata in due economicamente e culturalmente. Forse mi beccherò una Fatwa da parte di chi ancora manda pizzini e non parlo di Provenzano. Ma è vero se non cambia la Sicilia l'Italia non cambia. Quella parte dell'isola, quella Occidentale, quella dove ancora non si può parlare di comunismo, di libertà, di legge, di legalità...quella Sicilia senza CULTURA, dove Internet deve essere SATANA. Quella Sicilia...che tristezza. Un mare bellissimo, una storia, un'arte...e tanto malessere

Turi Finocchiaro 24.04.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Volevo fare presente al Sig. La Scala e a quelli come lui che, a differenza di quanto accade nei siti di destra (vedi SivlioBerlusconi.it oppure ForzaItalia.it), i siti di sinistra pubblicano anche gli interventi chiaramente in polemica con gli ideali di sinistra-alla faccia della liberta' di opinione: le uniche che pubblica Berlusconi sono quelle che fanno comodo a lui.

Vincent Pastura 24.04.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Si scrive sul blog per il piacere di condividere idee e leggere post come quelli dell'amico Marco Rami (ore 16:58 di oggi).

Con i post di segaioli mentali e disturbati politici-culopienisti ci ho sempre fatto la birra!!

Ciò detto, passo a rispondere brevemente all'amico Luca B Prevot:

penso che i tempi oggi siano diversi da quelli di mussolini!!

Qualche post più sotto qualcuno chiedeva: i siciliani vogliono forze dell'ordine che facciano il loro lavoro e che siano messe nelle condizioni di farlo??

Io rispondo senza esitazione: SI'

Nella richiesta di uno Stato forte e presente non bisogna solo vedere estremismi di tipo fascista. Io penso sempre all'esempio dell'Inghilterra: perché lì le forze dell'ordine di quartiere girano disarmate?? Perché gli agenti di polizia sono temuti per la loro immagine stessa, perché rappresentano lo Stato!! Ve lo immaginate da noi gli genti delle forze dell'ordine disarmati?? Dovremmo contare i cadaveri!!

Va bene combattere gli alti vertici, ma la vera lotta alla mafia passerebbe anche dalla bassissima manovalanza criminale. Forse molti non sanno come un "teppistello" da ragazzino comincia a vedere la possibilità di passare alla mafia. MA non è troppo difficile immaginarlo. E' un passaggio quasi automatico legato alla capacità dimostrabile di sapere delinquere con efficacia e rapidità.

Lo Stato deve anche dimostrare di essere presente. Qualcuno parla di controllo del territorio. Ogni volta che lo Stato ha fatto un passo indietro in quest'ambito, le conseguenze drammatiche si sono subito manifestate!!

Vabbé, buona serata a tutti.

ivan verdi 24.04.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal sito web: www.societacivile.it


Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue società. In primo grado è stato condannato a 2 anni e 9 mesi per tutte e quattro le tangenti contestate, senza attenuanti generiche. In appello, la Corte concede le attenuanti generiche: così scatta la prescrizione per tre tangenti. Per la quarta (Telep..............

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 24.04.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

all'attenzione di LUCA RIDOLFI

a te, a quelli come te, non ho nulla da dire.

***vale

genchi valentina 24.04.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le vittime più note fino al 98

47 massacro di Portella della Ginestra 11 morti 56 feriti
44-46 lotta per l’occupazione delle terre. Morti 38 sindacalisti, tra cui Placido Rizzotto
60 commiss. Cataldo Tandoy
63 strage di Ciculli 7 poliziotti
70 scompare De Mauro redattore del quotidiano L’ora
71 procur. Scaglione e autista
77 colonn. dei carabinieri Russo e insegnante Costa
78 Peppino Impastato, ucciso per la sua radio con cui accusava Badalamenti
79 Francese, cronista del giornale La Sicilia
Ambrosoli, avvocato liquidatore dell’impero di Sindona
Boris, capo della squadra mobile di Palermo
Terranova, giudice istruttore e autista
80 presid. di regione Piersanti Mattarella
capitano dei carabinieri Basile
procurat. Costa
82 Pio la Torre, segretario del Pci
4 carabinieri
uccisi il prefetto Dalla Chiesa la moglie l’autista
83 Ciaccio Montalto giudice
83 capitano dei carabinieri d’Aleo e 2 carabinieri
autobomba, magistrato Chinnici e 2 persone
84 giornalista Giuseppe Fava
ucciso il 1° pentito
85 un attentato al giudice Palermo uccide una mamma con due bambini
vicequestore Cassarà e agente
88 Insalaco sindaco di Palermo
Saetta presid. della corte d’appello col figlio
giornalista Mauro Ristagno
90 giovane giudice Livatino
Scopellitti, magistr. di Cassaz.
91: Libero Grassi che rifiutava di pagare il pizzo
92: Falcone la moglie e la scorta
strage di Via D’Amelio, ucciso Borsellino e 5 agenti
93 giornalista Beppe Alfano
bomba di via Georgofili 5 morti
bomba di via Palestro 5 morti
ucciso padre Puglisi
98 ucciso il sindacalista Geraci

Vorrei che questi morti sorgessero dinanzi a coloro che sputano sui magistrati
e anche dinanzi a coloro che hanno svenduto il loro voto dandolo a chi è colluso con la mafia
Come si vede, non sono proprio le strade il 1° problema della Sicilia!
Provo una profonda vergogna nel leggere certi post.



viviana vivarelli 24.04.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

dal sito web: www.societacivile.it

Parlamento pulito.
Il catalogo è questo.


Gli eletti condannati, riciclati, candeggiati, arrestati.
Piccole e grandi storie ignobili da Repubblica delle banane.

Il catalogo è in ordine alfabetico ed è aggiornato periodicamente.
Suggerisci il tuo candidato candeggiato all'indirizzo
sloweb@societacivile.it

Personaggi che sono stati coinvolti in vicende di corruzione Personaggi i cui nomi erano negli elenchi della loggia segreta P2
Personaggi che sono stati indagati e messi sotto processo Personaggi che sono stati coinvolti in vicende di mafia
Personaggi che hanno già subito una condanna definitiva Personaggi che sono stati arrestati e sono stati in carcere


Andreotti, Giulio


Senatore a vita, nominato dal presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Politico democristiano, sette volte presidente del Consiglio. Ventisette volte messo in stato d'accusa dal Parlamento, sempre salvato (anche grazie al Partito comunista).
• Processato a Palermo con l'accusa di essere stato il massimo referente politico dell'organizzazione mafiosa siciliana Cosa nostra. In primo grado è stato assolto con formula dubitativa (che corrisponde all'insufficienza di prove del vecchio codice). La sentenza, pur assolvendolo, sottolinea che Andreotti ha più volte mentito al Tribunale e aveva stretti rapporti politici con i referenti siciliani di Cosa nostra, Salvo Lima e i cugini Salvo. La sentenza d'appello riforma in parte quella di primo grado, sostenendo che sono provati i suoi rapporti con gli uomini di Cosa nostra, almeno fino al 1980, anche se per pochi mesi scatta la prescrizione del reato. La Cassazione conferma: dunque sono provati i rapporti di Andreotti con Cosa nostra, almeno fino alla primavera del 1980.
• Processato a Perugia con l'accusa di essere il mandante dell'omicidio del giornalista Mino Pecorelli, che era a conoscenza di imbarazzanti segreti di Andreotti: i soldi ottenuti nell...

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 24.04.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

cari amici amanti della legalita'non penso che le prossime elezioni in sicilia porti ad un cambiamento il presidente bacio-bacio- cuffaro si è preparato in tempo con una cerchia di politici di tutti gli schieramenti preparando il terreno con il condonificio totale,assunzioni di migliaia di dipendenti pubblici inutili(votata ad unanimita' da tutti),milioni di€ a fondo perduto a cliniche,scuole private e confessionali.( ma le opere tanto strombazzate dal nano ... che dovevano portare la sicilia in europa)..cara Rita vincere questo comitato d'affari sara' dura ma avrai dalla tua parte la vera sicilia quella che ama la legalita.'....P.S.come si permette quel personaggio che ti accusa di sfruttare il ricordo di Borsellino.. la lezione di irridere il politico avversario dello gnomo fa proseliti..

roberto valentini 24.04.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

ALL'ATTENZIONE DELLA SIGNORA

VALENTINA GENCHI


BLA BLA BLA BLA....

SOLO PAROLE, QUI SERVONO FATTI CONCRETI, NON LE SOLITE ARRINGHE RETORICHE.
NON MI SENTO SUPERIORE AD ALCUNO (SEMMAI SIETE VOI SICIALIANI AD AVERE COMPLESSI DI SUPERIORITA',LA STORIELLA DI PLATONE E DELLE BANANE DOCET....), NON PER QUESTO IPOCRITAMENTE NEGO DI VOLERE LA SICILIA FUORI DALL'ITALIA, FUORI DAL MIO PAESE, FUORI DALLA MIA TERRA.
NON E' RAZZISMO, E' SEMPLICEMENTE SEPARAZIONE SULLA BASE DEL PRINCIPIO DI ONORE E NAZIONALITA': GLI ITALIANI CON GLI ITALIANI, I VIGLIACCHI CON I VIGLIACCHI.
SIETE UN POPOLO PRIVO DI DIGNITA' ALCUNA, QUOTIDIANAMENTE SOTTOMESSO DA ANIMALI, NON MERITATE NEMMENO PIETA' E COMPASSIONE, SALVO RARE CIRCOSTANZE.
L'UOMO, PUR DI SALVAGUARDARE LA SUA DIGNITA', PER NATURA E' DISPOSTO ANCHE ALL'ATTO SUPREMO, PERDERE LA VITA; VOI NO, IN QUANTO POPOLO SOTTOMESSO DA SECOLI DAI PIU' DISPARATI OCCUPANTI, SIETE ORMAI ALLA STREGUA DI PLEBEI MODERNI, UMILIATI E OFFESI IN CASA E PER DI PIU’ RIDICOLIZZATI NEL MONDO.
SAPETE SOLO LAMENTARVI, LAMENTARVI, LAMENTARVI (QUI AVETE PRESO UN PO’ DAI VOSTRI CUGINI ITALIANI), QUANDO NON VI ACCORGETE CHE CON LA LAMENTELA FINE A SE’ STESSA MORITE DENTRO SEMPRE DI PIU’, OGNI GIORNO DI PIU’. AGITE! COMBATTETE! ANCHE SE HO IL PRESENTIMENTO CHE A VOI VADA BENE COSI…………

LUCA RIDOLFI 24.04.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E che ne dite di questo?

Efisio Marcalberto Papuracchia 24.04.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Rita Borsellino sicuramente non sarà la panacea per i siciliani, ma è un piccolo e significativo passo verso la liberazione. La terra dei profumi, del sole, dei poeti e pensatori...ha accumulato ormai troppa sporcizia! Bisogna agire d'astuzia e di braccia. Nessuno verrà a regalarci un mondo più onesto, dobbiamo prendercelo. Lottare senza paura e chiudere il telefono in faccia ai politici che chiamano nel periodo delle elezioni sperando in un "aiuto", promettendo e garantendo una vita senza ostacoli. La schiavitù sembra molto più comoda, ma i grandi sogni e i guerrieri dove sono seppelliti? Sperare che la Sicilia cambi non è abbastanza...

Rosaria Colica 24.04.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi auguro che la sig.ra Borsellino sia eletta a furor di popolo, ma dopo gli esiti delle ultime votazioni comincio a pensare che gli italiani siano un popolo di masochisti, neanche 5 anni di disastri della CDL sono bastati per cambiarne la mentalità.
Troppe volte ho sentito dire " io non ho votato S.B. ho votato AN o LEGA o UDC "
E la differenza dov'è ?

Dobbiamo trovare il coraggio di cambiare, Rita Borsellino potrebbe essere il punto di partenza per cambiare quella meravigliosa terra che è la Sicilia.

Forza Rita, forza Sicilia.

Ciao.

Marco Auriemma 24.04.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, vi ho fottuto anckora. Ah ah ah...

Ermenegisto Pierpiero Sperticolli 24.04.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Io avrei candidato la Prestigiacomo alla presidenza della regione Sicilia.
E' una donna capace ed affascinamte, ed io personalmente....

La Scoperei 24.04.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per Ivan Verdi, e per tutti i siciliani (/italiani)

mi associo al grido di furore tuo e di tutti quelli che hanno scritto sulla mafia.

MA...

voglio ricordare due fatti storici (ormai) della lotta alla mafia

1) MUSSOLINI cerco' di eradicarla. Aveva il potere assoluto, mando' giu' in sicilia il prefetto Cesare Mori con l'esercito, e Mori fece un bel casino, rastrello interi paesi e arresto' (o fece fuggire, in America) moltissimi mafiosi.

MA...

finiti i pesci piccoli, arrivo a toccare quelli piu grossi. E appena inizio a toccare quelli grossi, Mussolini lo richiamo, gli diede una carica in parlamento e tutto fini in niente.
Nemmeno il potere assoluto di un dittatore pote' nulla contro i pesci grossi (che stanno a e controllano Roma)

2) BORSELLINO E FALCONE, fecero questa cosa splendida, il POOL, che lavorava praticamente in segreto, chiuso ermeticamente per evitare bastoni tra le ruote, superefficiente, SUPER ONESTO.
Come forse ricordate, fece un bel casino. In galera un sacco di pesci piccoli. Una rivoluzione.

MA...

finiti i pesci piccoli, il POOL arrivo' a toccare quelli piu grossi ( a Roma). E appena inizio a toccare quelli grossi, LI AMMAZZARONO, tutti e due.

LA lotta alla mafia, a mio parere deve iniziare dai giovani. Bisogna che i prof delle medie e superiori, degli ASILI, cristu! CREINO NUOVI italiani. Quelli che ci sono adesso, e che ci governano, beh, che dire...
beh, tanto per citarne due:

la destra candida ANDREOTTI al senato

(TROVATO colpevole di associazione mafiosa, ma a piede libero per sopravvenuta PRESCRIZIONE)


l'italia governata 5 anni dal NAN0
(il PROCESSO per concorso in associazione mafiosa e riciclaggio e' stato ARCHIVIATO per decorrenza dei tempi massimi per le indagini, vedi:
http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html


lb prevot 24.04.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per Ivan Verdi, e per tutti i siciliani (/italiani)

mi associo al grido di furore tuo e di tutti quelli che hanno scritto sulla mafia.

MA...

voglio ricordare due fatti storici (ormai) della lotta alla mafia

1) MUSSOLINI cerco' di eradicarla. Aveva il potere assoluto, mando' giu' in sicilia il prefetto Cesare Mori con l'esercito, e Mori fece un bel casino, rastrello interi paesi e arresto' (o fece fuggire, in America) moltissimi mafiosi.

MA...

finiti i pesci piccoli, arrivo a toccare quelli piu grossi. E appena inizio a toccare quelli grossi, Mussolini lo richiamo, gli diede una carica in parlamento e tutto fini in niente.
Nemmeno il potere assoluto di un dittatore pote' nulla contro i pesci grossi (che stanno a e controllano Roma)

2) BORSELLINO E FALCONE, fecero questa cosa splendida, il POOL, che lavorava praticamente in segreto, chiuso ermeticamente per evitare bastoni tra le ruote, superefficiente, SUPER ONESTO.
Come forse ricordate, fece un bel casino. In galera un sacco di pesci piccoli. Una rivoluzione.

MA...

finiti i pesci piccoli, il POOL arrivo' a toccare quelli piu grossi ( a Roma). E appena inizio a toccare quelli grossi, LI AMMAZZARONO, tutti e due.

LA lotta alla mafia, a mio parere deve iniziare dai giovani. Bisogna che i prof delle medie e superiori, degli ASILI, cristu! CREINO NUOVI italiani. Quelli che ci sono adesso, e che ci governano, beh, che dire...
beh, tanto per citarne due:

la destra candida ANDREOTTI al senato

(TROVATO colpevole di associazione mafiosa, ma a piede libero per sopravvenuta PRESCRIZIONE)


l'italia governata 5 anni dal NAN0
(il PROCESSO per concorso in associazione mafiosa e riciclaggio e' stato ARCHIVIATO per decorrenza dei tempi massimi per le indagini, vedi:
http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html


luca b prevot 24.04.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Epifanio Ononzio Vitalberghi
*********************************

ciao ciccio!
sei ancora qui?
sei stato tutta la notte a sparare commenti inutili ?

povero tesoro! dev'essere dura non aver di meglio da fare...

mi sembri sempre più...scontento...

ps.

potresti prenderti un cane...fanno molta compagnia sai?


carissimi,vorrei poter fare qualcosa,ma posso solo far conoscere questo messaggio a chi vuole ascoltare:forse qualcosa riusciremo a far saper anche a chi non vuol sapere...ammiro profondamente chi agisce in una situazione così drammatica e cercherò di fare qualcosa.
cordialmente Daniela Pallotta

Daniela Pallotta 24.04.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Vedi caro Massimo Piras, io posso non conoscere la storia della mafia......ma conosco bene il presente della mafia.

E ti riconfermo che la mafia trova linfa vitale nella bassa manovalanza criminale, soggiogando intere categorie sociali con una semplice, feroce e primitiva violenza!! Il mio è lo sfogo di una persona che da decenni è costretta a vedere e subire un certo modo di fare.

Comunque oggi sono contento per avere visto tante mie opinioni su questioni così importanti, confermate in pieno da questo post del nostro Beppone nazionale....

e non mi va di discuterne con te che, più che altro, mi sembri un fessacchiotto intento a pestare su una tastiera senza neanche rispettare le regole dell'ortografia (dopo la punteggiatura ci va uno spazio!!).

E mi dispiace dire queste cose perché ho avuto sempre simpatia per i sardi!!

ivan verdi 24.04.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AL PAZZO CRIMINALE
******************

TU SI NA COSA GRANDE !

TU SEI NATO PER FARE LA MONGOLFIERA !

E NON PARLARE DI RITA BORSELLINO, NON NE SEI DEGNO E LO HAI DIMOSTRATO BENE !

(e se insisti in serata arrivano le truppe, i CC)

SMIDOLLATO !

salvatore palermo 24.04.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici siciliani,
avete la fortuna di vivere in una terra splendida che dell'Italia ha dato il meglio e il peggio.
E' infatti grazie a siciliani come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Don Pino Puglisi, Libero Grassi e Peppino Impastato se moltissimi di noi si sentono ancora italiani, se sentono ancora un pur debole senso di appartenenza a questo Paese.
Ora siete chiamati ad una scelta che può rappresentare un svolta epocale per la vostra meravigliosa terra: ed è più che evidente che Rita Borsellino alla Presidenza della Sicilia sarebbe un duro colpo a Cosa Nostra, che in questi anni si è fortemente rinfrancata grazie alla spudorata connivenza di chi ha detenuto il potere politico a livello sia nazionale che regionale.
Sono convinto che dalla Sicilia potrà partire un input, una grande lezione di maturità a tutto il Paese.
Un abbraccio a tutti Voi.

Marco Rami 24.04.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬█╩╬╦█═█╬

MARCO CHIOTTI 24.04.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Gia'l'ho postato tempo fa e mi ripeto.
Il degrado al sud,la disoccupazione e'una strategia politica,pianificata da anni.

Dove c'e'"bisogno"e'piu'facile promettere ed avere la situazione sotto controllo.

Anche noi cittadini dobbiamo cambiare strategia.
Manifestare contro la mafia...non ha senso!

Bisogna operare un'inversione di tendenza...e manifestare contro lo stato.

La mafia in quanto associazione criminale,tutela i propri interessi,agendo in maniera illegale.

E'come chiedere a un ladro:Per PIACERE non rubare!

DOBBIAMO manifestare contro lo stato,che non ci tutela dalla mafia
e non a braccetto con i politici,che non fanno NIENTE!

Lo stato ha abbandonato per anni queste regioni alla merce' dalla delinquenza.
Offrendoci overdose di demagogia,ogniqualvolta succede qualcosa.Chiedendoci solidarieta'.

LI DOBBIAMO CONFORTARE!
Non uno straccio di politica seria del lavoro
di politica sociale,culturale,di occupazione,di turismo.

Tasso di disoccupazione,piu'alto d'Italia.
Tasso di criminalita'piu'alto d'Italia.
E dobbiamo manifestare "a braccetto".

....MA ANDATE A FARE IN CULO!!!

Antonio Ciardi 24.04.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

La Sig.ra Borsellino,

come tutta la sinistra, speculano sulla morte del GRANDE UOMO GIUDICE BORSELLINO.

CHE SCHIFO, QUESTO SCIACALLAGGIO!

Marco_ Lodola_ 24.04.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono siciliana e non ho paura, non paura dell'ignoranza, non ho paura del razzismo, non ho paura della gente che non la pensa come me,
non ho paura di combattere per quello in cui credo, non ho paura. Non ho paura dei furbetti del quartierino (e qui ce n'è assai), non ho paura della lupara, non ho paura della stupida gente, non ho paura dei miei trent'anni, no, non ho paura. Non ho paura della mafia, di chi ne fa parte, di chi si nasconde e di chi ne gode, non ho paura nemmeno di te che stai leggendo pensando che sono una povera illusa siciliana del ca**o, di te che ti senti superiore, di te che credi davvero di essere migliore, di te non ho paura, anzi, ho solo un pò di pena per i tuoi figli che forse pensi cresceranno meglio dei miei solo perchè stai nel nord di un paese che nemmeno conosci. Ma per te, non servono parole, non servono lezioni, chiusi i lucchetti della mente non esistono chiavi per aprirli. Così continua pure a credere ciò che vuoi, ho già speso troppe parole per te. Ma a tutti gli altri voglio ancora dire, non ho paura e non sono sola, chiunque vincerà queste elezioni che sia Rita o Cuffaro, noi non ci stancheremo, se si deve lottare si lotterà, se si deve morire si morirà.

viva l'onestà e la libertà
Vale

valentina genchi 24.04.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Sig. Borsellino,

come tutta la sinistra, speculano sulla morte del GRANDE BORSELLINO.

CHE SCHIFO!

Marco_ Lodola_ 24.04.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia non cambierà fino a quando la Sicilia non cambierà.
Oggi l'Italia ha una grande opportunità, una grande persona: RITA BORSELLINO
********************
QUOTO!!

Il mio voto alla sig.ra Borsellino

Paolo Rivera 23.04.06 18:22

Paolo Rivera 24.04.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

C'é un bavaglio alla libertà di espressione, questo blo g censura le diverse idee!

Poi si parla di libertà.

PROVE TECNICHE DI REGIME.

Marco_ Lodola_ 24.04.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Rivera 23.04.06 18:29
Preti coraggiosi sono stati abbandonati nelle loro periferie e poi uccisi o trasferiti, a mani nude i giovani coltivano la terra confiscata alla mafia per vedere i loro raccolti distrutti, a mani nude altri giovani vanno via. A mani nude sono morti giornalisti, imprenditori, liberi pensatori.
*********************

QUOTO!!

Paolo Rivera 24.04.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

La forza dell'onestà di Rita Borsellino mantiene vivo il ricordo e l'OPERA del giudice. complimenti vincerai...

Alfredo Rossi 24.04.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

La mafia fa salire, con l’addizionale del pizzo, il prezzo dei nostri consumi.
***************************
UN INTERO POPOLO CHE PAGA IL PIZZO E' UN POPOLO SENZA DIGNITA'

http://www.addiopizzo.org/

Paolo Rivera 23.04.06 18:29

Paolo Rivera 24.04.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Francesco Didio 24.04.06 16:07

Beh, potrebbe restituire allo stato ciò che ha illegalmente "prelevato", parte delle aziende comprese, senza mandare a casa migliaia di lavoratori

Elio Cortini 24.04.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

mi fa piangere questo appello ma non soltanto di tristezza e di rabbia, mi fa piangere di gioia, mi fa sperare, io non voglio un futuro migliore ho fretta voglio che sia migliore il presente, basta con il senso di impotenza, con un sud in ginocchio, con un Italia peggiorata, riprendiamoci la voglia di lottare, di cambiare, la mafia ha messo radici? a mani nude stradichiamole, diamo un senso al nostro quotidiano, regaliamoci un sogno...

lia d'arcangelo 24.04.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo bisogno che voi, veniate in massa a vivere con noi questa primavera di passione politica: leader, dirigenti, movimenti di centrosinistra, intellettuali, artisti, gente di spettacolo, persone oneste.
Facciamo crollare l'ultima roccaforte...

FORZA E CORAGGIO....
Paolo Rivera 23.04.06 18:33

Paolo Rivera 24.04.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Vedo con piacere che la ottima Mariadele Cipolla esprime un concetto da me sostenuto più volte. Un concetto che sulla stampa non vedo attualmente tanto pubblicizzato (ma tra qualche giorno ci arriveranno anche loro!!):

IL VOTO DI QUESTE ELEZIONI REGIONALI AVRA' UN IMPATTO DECISIVO ANCHE SULL'ATTUALE PANORAMA POLITICO NAZIONALE. IN PARTICOLARE SULLE POSSIBILITA' DI SOPRAVVIVENZA DEL NUOVO GOVERNO PRODI. E SE CADE QUESTO GOVERNO AFFONDA IL PAESE!!

Ciò detto, faccio una variazione sul tema. Dice benissimo l'amico che invoca una massiccia presenza dello Stato nelle nostre lande desolate. Una presenza autoritaria!! Altro che omertà del @@zzo, quella è una conseguenza. La causa è la violenza feroce ed indiscriminata che la mafia attua senza sosta per mantenere tutto sotto controllo. E noi la accettiamo perché abbiamo paura di perdere quelle 4 libertà e ca@@te che scambiamo per chissà quale privilegio.....

Posti di blocco militari e coprifuoco nelle ore notturne e cedrai come i più terribili mafiosi, e gli str@@zi che gli vanno appresso, diventano delle fighettine da 4 un soldo!! Qui tutti ci strappiamo le vesti quando succedono omicidi di mafia efferati, poi passato il lampo tutti pronti a tornare alle antiche abitudini.....la lotta alla mafia vera è anche disponibilità a sacrifici più o meno duri!!

In tutti i casi non facciamoci illusioni, la feccia mafiosa di centro-dx sta già oliando la sua perversa macchina elettorale. Non è difficile per chi vive da queste parti cogliere i segnali di tutto ciò....

Ma bisogna provarci a ribaltare la situazione, altrimenti la prevedibile sconfitta (evitata per un soffio alle nazionali!!) lascerà forti rimorsi in tutti noi siciliani di buona volontà!!

Pax et bonum

ivan verdi 24.04.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che tristezza leggere questi commenti.
Chi scrive tanto per scrivere i luoghi comuni sulla sicilia e sul sud, chi offende, chi dice bestialità, chi dice cose col cuore, chi dice cose documentate, chi non dice niente…
A me sembra che la sicilia sia come i sintomi della malattia, un po' come le placche nella gola di chi è raffreddato.

Le placche si vedono, ma non sono la malattia, la malattia sta in tutto il corpo.

Ecco, in sicilia si vedono le placche, ma è tutta l'italia ad essere ammalata.
Sì, anche le valli alpine hanno la stessa malattia.
E leggendo questo blog è evidente.

Rita Borsellino - Totò Cuffaro.
Ma chiunque saprebbe a occhi chiusi che da una parte c'è l'onestà e dall'altra l'imbroglio.
Solo in italia si può litigare su questo.
Sicilia-mafia-italia-andreotti presidente della camera-berlusconi al governo-parlare male di luxuria perché è trans (non per le cose che dice)…il pericolo comunista…
Veramente siamo messi male.

antonio povero 24.04.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal Veneto posso solo dare il mio appoggio morale a Rita Borsellino. Che sia davvero un altro passo la pulizia totale del Parlamento, delle Amministrazioni Regionali, provinciali e comunali, dei Consigli di banca, consorzi vari, comunità montane e quant'altro. Una morale propria di chi governa o amministra con il solo vero principio dello spirito di servizio CI VUOLE AL PIU' PRESTO. ...DA ENTRAMBE LE PARTI. La comunità condotta "dai più furbi" in nome dell'interesse particolare non concede un futuro di sviluppo ecocompatibile e una vita a misura di uomo. Non credo che i siciliani non credano in questo. Avranno soltanto un po' di paura per la tensione imposta e la voglia di quieto vivere adattato. SPERO CHE LA BORSELLINO CE LA FACCIA. Poi ci vorebbe qualcosa anche in Calabria e in Puglia. Io guardo al Veneto e molto spesso mi vien da vomitare.

Franco Zambon 24.04.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Anzi, visto che parli ignorando la legge di gravità,

presto avrai mie notizie

salvatore palermo 24.04.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Per combattere la mafia il metodo è uno solo.

Strappare i bimbi da 20 mesi in giu' alle famiglie siciliane. Crescerli in un ambiente sano, magari tra le vallate svizzere o negli alpeggi del nord Italia. Nel frattempo aspettare che la stirpe siciliana si estingua e infine ripopolare la regione con le nuove leve.

Frantombolo Carcarlo Mitszubisci 24.04.06 15:04 |


per eliminare i dioti come te e' semplicissimo: farti vivere una settimana (forse e' troppo) in uno dei quartieri ad alta densita' mafiosa

romolo fido 24.04.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei informare la gente del blog che continua con insulti e diffamazioni, che le autorità giudiziare possono risalire alla loro identità.

Grazie,
e... FINITELA!

Antonio Poggi 24.04.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

AL DEMENTE...che fra tanti si è riconosciuto
********************************************

Da quello che scrivi, si deduce una cosa sola:

SEI IN LIBERTA' VIGILATA

Se potessi, ti metterei le MANETTE AL CERVELLO, ammesso che tu ne abbia uno.

Se ti vuoi suicidare, ci sono I PONTI!!

Addio....demente NON CI MANCHERAI


Penso che sia troppo,troppo superficiale affermare che una sola persona,per quanto ammirevole come Rita Borsellino,possa realmente fare qualcosa per combattere (e vincere eventualmente)la dura battaglia contro la mafia.

La mafia non distingue tra sinistra e destra;la mafia cerca appoggi politici,da qualunque parte essi vengano.La Borsellino da questo punto di vista promette una dura battaglia?E' in grado di controllare ogni suo eventuale assessore,ogni membro della giunta e ogni suo collaboratore?No,e questo è solo il minimo.Perchè se la mafia trova chiusa una porta,di solito le si spalanca un portone...e se a Palermo la porta è chiusa,quella di Roma troverà sicuramente qualcuno pronto ad aprire.

Cosa voglio dire?Voglio dire che la mafia non è qualcosa che si sconfigge con pene più severe,con maggiore impegno delle forze politiche e delle forze di polizia:è ovvio che esse ci debbano essere,ma da sole non bastano.Posso dirlo da sardo,da ragazzo che viene da un piccolo paesino nel cuore della Sardegna dove la mafia intesa come quella siciliana non c'è ma esiste un "valore" comune fondamentale,quello della mentalità.

E' inutile,finchè la mentalità delle persone non cambia nulla potrà servire a sconfiggere la mafia.In posti dove l'omertà è considerata un pregio(da me è così e chi parla è uno spione e merita di pagarla)non si va da nessuna parte.Da isolano penso di poter insegnare tanto a persone che lassù al nord non possono neanche immaginare come la pensa qui la maggior parte delle persone.

Massimo Piras 24.04.06 16:21|