Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Paghi rinnovabile, compri fumi di scarico

  • 1085


energia solare.jpg

A sette mesi dall’avvio del Conto Energia voglio fare il punto della situazione.

La legge è stata accolta con entusiasmo dagli italiani: 25.000 domande sono arrivate al Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN), per una potenza complessiva di circa 900 MWp, di cui si prevede siano 19.000 quelle senza errori, per una potenza di circa 700 MWp. Una simile potenza fotovoltaica è in grado di generare l’energia elettrica che verrebbe prodotta da una centrale termoelettrica di circa 140 MW!
Purtroppo l’aggiornamento della legge avvenuto a inizio febbraio ha posto un limite di 85 MWp/anno per le domande pervenute dopo il primo marzo, pari a un decimo della potenza installata in Germania nel 2005. Molte richieste rimarranno così insoddisfatte.

Sembra che la ragione di tale limite sia nell’eccessivo costo da sostenere se si installassero troppi sistemi fotovoltaici. Infatti le risorse finanziarie per il Conto Energia arrivano dalla componente tariffaria A3, che troviamo nelle nostre bollette con la descrizione “Costruzione impianti fonti rinnovabili”.
Su una bolletta di un anno su un totale, per esempio, di 936 Euro si pagano 34 Euro (3,6% del totale) per finanziare le fonti rinnovabili italiane. In realtà solo il 20% circa (meno di 7 Euro) va alle fonti rinnovabili. I 27 Euro rimanenti pagano l’energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti “assimilate”, così definite (fonte GRTN): “quelli in cogenerazione; quelli che utilizzano calore di risulta, fumi di scarico e altre forme di energia recuperabile in processi e impianti; quelli che usano gli scarti di lavorazione e/o di processi e quelli che utilizzano fonti fossili prodotte solo da giacimenti minori isolati”.

Quanti italiani sanno che dal 1992 ad oggi abbiamo pagato (di tasca nostra) circa 30 miliardi di Euro (pari quindi a due importanti finanziarie) che, stando a quanto scritto sulle bollette, dovevano essere destinati alla “Costruzione impianti fonti rinnovabili”?
Alla fine circa solo 6 di quei miliardi di Euro sono serviti per supportare le energie pulite (principalmente idroelettrico).
Buona parte degli altri 24 miliardi ha invece gonfiato i ricavi di note aziende petrolifere che bruciavano (e bruciano) gli scarti della loro produzione (che è anche la parte più inquinante) per produrre energia elettrica. E ancora oggi ci scrivono sulle bollette che quei soldi servono per sostenere le fonti rinnovabili invece dei petrolieri.
Non vi sembra una grande presa per il c..o? Gli interessi dei grandi (e ricchi) gruppi energetici sono più importanti della maggioranza degli italiani, che ha dimostrato la volontà a sviluppare le vere fonti rinnovabili.
Tra i primi provvedimenti il nuovo governo elimini il limite degli 85 MWp/anno, ma soprattutto elimini dalla destinazione “Costruzione impianti fonti rinnovabili” le fonti assimilate o di cogenerazione. Questa situazione riduce investimenti ed occupazione in un settore di protezione per l’ambiente dalle enormi potenzialità di sviluppo.E inoltre aumenta la nostra bolletta per l’importazione di energia.

In una conferenza dello scorso febbraio, il neo dipendente Romano Prodi ha detto: “…come minimo dobbiamo raggiungere la potenza fotovoltaica installata in Germania”. Ora si tratta di rispettare le promesse. Pedalare, pedalare Prodi...

21 Apr 2006, 18:47 | Scrivi | Commenti (1085) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1085

| La Settimana | Trackback (8)

Commenti

 

Ciao signor / signora
E 'con profonda gratitudine che voglio te
portare la mia testimonianza qui, voi che state cercando
prestito di denaro, non so come condividere con voi
la mia gioia per essere me stesso alla ricerca di prestito I
Ms Anissa attraverso Kherallah affari. Ha concesso
un finanziamento di € 150.000 con un tasso del 3%, e ho parlato a
molti colleghi che hanno anche ricevuto prestiti da
che la signora senza preoccupazioni. Soprattutto per me,
Ho ricevuto la mia richiesta di credito da un bonifico bancario
durata 72 ore senza protocollo e sono abbastanza
soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio
è che questa donna continua a fare
si chiede alle persone che sono veramente nel bisogno.
Così ho deciso di condividere questa opportunità con voi
che non hanno il beneficio di banche o che doveva
fare per disonesti istituti di credito che non abusano di
la personalità degli altri; si dispone di un progetto o di bisogno
il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegargli
la situazione; vi aiuterà se è soddisfatta
la tua onestà. Ecco la sua e-mail: developpement.aide@gmail.com

jake william Commentatore certificato 24.10.16 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Da 10 anni , in Italia lavoro con Idrogeno come carburante alternativo . adesso sono emigrato in Romania per poter sviluppare il progetto Hydrom : sostituisce al 100% in combustibile fossile sia per le macchine ma anche per le caldaie . Per che non si vuole investire in questa tecnologia ? Perché dobbiamo essere schiavi del petrolio ?
Abbiamo l'opportunita di avere acqua come carburante , di essere liberi . Informatevi e condividete . AmirHHO e un azienda italiana che sta per morire . Cercate sul web per vedere il lavoro di questa azienda !

naser solaiman 15.09.16 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono appena iscritto e vorrei sapere cosa ne pensate dei pirogassificatori. Lo ritenete un investimento interessante? Si possono portare l'eventuali polveri o fumi in germania? Come l'inceneritore di brescia. Fatemi sapere. Grazie

gabriele U. Commentatore certificato 26.04.11 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che il prezzo dei pannelli solari stà scendendo rapidamente(sia per la crisi finanziaria sia per le speculazioni avvenute in seguito al boom della spagna) dovrebbe essere possibile finalmente sviluppare le enormi potenzialità che possiede il mercato italiano per quanto riguarda il solare.Tanto enorme che potrebbe diventare nel 2010 il secondo mercato al mondo. Il rpoblema è la miopia di una certa classe politica...

In Cina si sta investendo parecchio nel fotovoltaico: una dopo l altro vengono inauguarte centrali e progetti ambiziosi che porterà la Cina a diventare il primo paese per quanto riguarda l energia solare.
All'inizio di quest'anno è stato inaugurato il progetto della centrale solare piu' grande al mondo,nel Gansu(CIna)

Per informazioni riguardo lo sviluppo del fotovoltaico in Cina rimando al sito di Euro-China Solar Promotion Association, associazione no-profit composta da esperti nel settore che da anni occupa un ruolo leader in Cina nello sviluppo del fotovoltaico tra Cina e Europa.

Notizie in tempo reale tradotte in inglese ( e presto in italiano!)

www.solarpromotion.org

Tang Kai 12.02.09 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,io più che fare un commento vorrei chiederti un consiglio:vorrei aderire alla 220,la verde,e utilizzare quindi energia ricavata da FONTI RINNOVABILI;ora,cosa ne pensi?l'energia è DAVVERO ricavata da fonti rinnovabili?Sono una ragazza scettica di mio,ma da quando ti seguo lo sono ancora di più!Spero che tra i tuoi MILLE "casini" riuscirai a trovare il tempo per rispondermi,grazie e buon lavoro!LARA

LARA MIGLIORATI 06.03.07 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi
Io vi scrissi la mia esperienza per il conto energia . Abbiamo adottato la strada fai da te ed è stata una difficile avventura una corsa ad ostacoli. Finito tutto,abbiamo i pannelli fotovoltaici che funzionano,ci siamo accorti di aver fatto un errore nei tempi di consegna dei documenti al GRTN.
Siamo stati tra i primi a fare la domanda e quando ci dettero l'OK. telefonammo al GRTN e spiegammo che a noi non servivano permessi dal comune perchè avevamo già il progetto approvato da tre anni.
Era una sostituzione, per essere in regola con i permessi edilizi del comune di Livorno avevamo realizzato la struttura e al posto dei pannelli c'era una lastra di alluminio che li attendeva.
Avevamo fatto la domanda Cento tetti ma niente.
A questo punto volevamo mettere i pannelli.
Ci dissero a Gennaio del 2006 che non c'era bisogno di mandare i documenti al GRTN ma bastava mandare tutto al gestore locale. E così abbiamo fatto. L'Enel di Livorno poi ha ritardato tantissimo i tempi e a noi mancavano i fogli che erano richiesti. Praticamente non c'era un inizio dei lavori al GRTN.
Abbiamo mandato tutto comunque e speriamo bene-
Credo comunque che abbiamo perso la corsa ad ostacoli.
l'abbiamo fatto per risparmiare e ci mettono i bastoni tra le ruote su tutti i fronti.
Viste le spese ,si spendeva dai 14 ai 16.000€ si è visto bene di informarsi da dei nostri amici tedeschi, dove abbiamo preso i pannelli . questi li hanno portati dalla germania e insieme ad una ditta locale li hanno montati. All'Enel di Livorno ebbero da dire che l'inverter funzionava troppo bene...... e fogli su fogli e conformità e schemi di funzionamento roba da matti......sembra di aver fatto qualcosa di male!!!!!!!!
E infatti ci puniscono.... avete sbagliato bene...
eleminati dalla corsa. E pazzesco.La ditta Tedesca che ci ha fatto risparmiare tanti soldi è la SUNTECHNICS - per inform. www.suntechnics.de
a chi interessa mi può contattare La.casavivente@alice.it che gli mando l'indirizzo preciso.

annamaria mammini (la casavivente) Commentatore certificato 29.01.07 01:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi
Io vi scrissi la mia esperienza per il conto energia . Abbiamo adottato la strada fai da te ed è stata una difficile avventura una corsa ad ostacoli. Finito tutto,abbiamo i pannelli fotovoltaici che funzionano,ci siamo accorti di aver fatto un errore nei tempi di consegna dei documenti al GRTN.
Siamo stati tra i primi a fare la domanda e quando ci dettero l'OK. telefonammo al GRTN e spiegammo che a noi non servivano permessi dal comune perchè avevamo già il progetto approvato da tre anni.
Era una sostituzione, per essere in regola con i permessi edilizi del comune di Livorno avevamo realizzato la struttura e al posto dei pannelli c'era una lastra di alluminio che li attendeva.
Avevamo fatto la domanda Cento tetti ma niente.
A questo punto volevamo mettere i pannelli.
Ci dissero a Gennaio del 2006 che non c'era bisogno di mandare i documenti al GRTN ma bastava mandare tutto al gestore locale. E così abbiamo fatto. L'Enel di Livorno poi ha ritardato tantissimo i tempi e a noi mancavano i fogli che erano richiesti. Praticamente non c'era un inizio dei lavori al GRTN.
Abbiamo mandato tutto comunque e speriamo bene-
Credo comunque che abbiamo perso la corsa ad ostacoli.
l'abbiamo fatto per risparmiare e ci mettono i bastoni tra le ruote su tutti i fronti.
Viste le spese ,si spendeva dai 14 ai 16.000€ si è visto bene di informarsi da dei nostri amici tedeschi, dove abbiamo preso i pannelli . questi li hanno portati dalla germania e insieme ad una ditta locale li hanno montati. All'Enel di Livorno ebbero da dire che l'inverter funzionava troppo bene...... e fogli su fogli e conformità e schemi di funzionamento roba da matti......sembra di aver fatto qualcosa di male!!!!!!!!
E infatti ci puniscono.... avete sbagliato bene...
eleminati dalla corsa. E pazzesco.La ditta Tedesca che ci ha fatto risparmiare tanti soldi è la SUNTECHNICS - per inform. www.suntechnics.de
a chi interessa mi può contattare La.casavivente@alice.it che gli mando l'indirizzo preciso.

annamaria mammini (la casavivente) Commentatore certificato 29.01.07 01:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho sviluppato e pensato di distribuire GRATUITAMENTE un SW "SIMULARE2.0" che è un simulatore economico solare in CONTOENERGIA per l'analisi del ritorno economico di un investimento solare fotovoltaico che è scaricabile GRATUITAMENTE al seguente link:
http://www.ingegneri.info/?cartel=software&page=classifica_mese&sfx=_classifica
L'iscrizione al portale è GRATUITA e si effettua in 30secondi.L'Ouput di SIMULARE2.0 produce risultati e grafici da cui si possono capire tante cose...se passa il NUOVOCONTOENERGIA con il nuovo tariffario incentivante non c'è proprio da stare allegri...ma valutate voi bastano 39click e 10minuti del Vostro tempo per renderVi conto che ci stanno prendendo in giro.Noi pensiamo a rigasificare in Germania con la metà della nostra radiazione solare fanno i miracoli...lasciamo stare va...
Il SW In 4gg è stato scaricato da 1342 utenti...ciò dimostra che c'è molta attesa riguardo al CONTOENERGIA e se ne sa veramente pochissimo purtroppo.Spero di esservi stato utile.Buon lavoro
Ing.Alessandro Caffarelli
P.S: il SW è in continuo aggiornamento relativamente anche alle nuove disposizioni ministeriali attese riguardo il CONTOENERGIA ed è sempre scaricabile di volta in volta GRATUTITAMENTE allo stesso link.
Ing.Alessandro Caffarelli


alessandro caffarelli 24.12.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono venuto a conoscenza del tuo blog poco tempo fa', tramite un amico. Ho appreso con grande felicita' che anche tu, come me hai a cuore le sorti del nostro ambiente.Da anni lotto contro l'ignoranza e l'ingordigia dei miei amministatori locali.Pero' per fortuna qualcosa sta cambiando.Mio padre possiede una azienda agricola che si estende per circa 100 ha, sui quali ho fatto finalmente impiantare delle pale eoloiche, almeno produco energia che non sprigiona co2(a tal proposito vorrei sapere cosa nei pensi dei generatori eolici), ma ovviamante mi sono imbattuto negli interessi degli amministratori comunali.Ho dovuto cedere alle loro richieste economiche altrimenti non mi avrebbero dato le autorizzazioni necessarie, poco importa,l'ambiente e' molto piu' importante.
Oggi ti pongo un'altro quesito:trasformare i residui organici vegetali derinvanti dalla manutenzione del verde pubblico e privato, gli scarti di lavorazione delle aziende ortofrutticole, gli scarti cimiteriali ecc, in humus (il cosidetto compost)per poi restituirlo al terreno.Potrebbe essere secondo te un ulteriore aiuto all'ambiente, visto e' considerato che diversamente questi scarti vengono abbondonati in discariche abusive o ai bordi dei marciapiedi? Se possiedi notizie sul compost puoi farmele pervenire.Ciao e grazie

giuseppe totaro 21.12.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi Funziona!
Fotovoltaico 6kWp e Conto Energia

-Installato nel mese di Maggio 2006
-Allacciato alla rete ENEL in Giugno 2006
-Concluso tutto l'iter burocratico, non con poche difficoltà, a fine Settembre 2006.

Finalmente ora il GSE, ex GRTN, ha pagato al nostro cliente l'energia elettrica che è stata prodotta da Giugno 2006 fino a Novembre 2006 prevedendo una rata costante mensile di circa 250€ da conguagliare poi a fine anno solare quando l'omino Enel si farà vivo per leggere il contatore dell'energia prodotta. Mensilmente non vengono a fare le letture e la telelettura dei contatori è solo un miraggio. Intanto arrivano anche le prime bollette ENEL con scritto "Non cè nulla da pagare".
Il sistema funziona quindi, anche se occorre armarsi di una buona dose di pazienza, soprattutto con ENEL e Uffici Tecnici Comunali!! I primi per la pessima organizzazione (si perdono i documenti inviati nei meandri dei loro archivi) i secondi per completa ignoranza vorso questa tecnologia! Ci vogliono a volte 60+30 giorni per avere una autorizzazione a costruire un impianto fotovoltaico!! Ridicolo!

Noi andiamo avanti nonostante tutto. Sono certo che piu impianti si realizzeranno e piu la tecnologia dovrà essere incentivata dai governi che si susseguiranno.

Tanti auguri a tutti!


Alla faccia del Governo che diceva in campagna elettorale " dobbiamo trasformare l'Italia in un campo fotovoltaico " .
L'ex ministro Scaiola che ha la fama di favorire i gruppi di potere, ci dava 0,46€ a kWh prodotto e questi che si dicono " verdi " ce lo riducono a 0,30/0,42 .
E' la solita presa per i fondelli dei governanti ... predicano bene e razzolano male .
Visto il successo che ha ottenuto nei cittadini il decreto del 28/7/2005 se vogliono veramente incentivare l'energia fotovoltaica devono riproporre in toto il decreto del 28 luglio 2005 ed aumentare la tariffa incentivante in modo che il finanziamento dalla banca rientri in meno di 10 anni .
Penalizzare poi gli impianti a terra è un'altra c... zata perchè bisogna invogliare i contadini a riconvertire le aree improduttive e le colture inquinanti .
Non avete idea di come inquinano la falda i pesticidi che usano in agricoltura o i teli di plastica con cui si coprono i tendoni d'uva e le serre .
E' preferibile vedere distese di campi fotovoltaici che distese di tendoni di uva coperti con la plastica .
Dillo al " dipendente Prodi " di non fare un'altra cassata .

Ossequi
Filippo Intreccio

Filippo INTRECCIO 12.12.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe mi potresti dare delle dritte per via di installare pannelli fotovoltaici per casa mia
mi conviene comprarli fuori dall'italia
e poi quali sono i migliori
grazie mille
e continua a rompere i coglioni hai politici

andrea mori 15.11.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe
sono un ragazzo di 23 anni, che cerca di uscire dal sistema di "truffe" che le grandi aziende fanno.
Ho iniziato,installando SKYPE,salutando così il tronchetto.....
studio architettura a Roma e già da un pò cerco di dirigermi su idee e progetti che riguardano il risparmio energetico degli edifici, montaggio di pannelli fotovoltaici,micro pale che sfruttano l'energia eolica.
Adesso misono deciso di realizzare l'idea nella mia abitazione.
leggo sul blog che è più difficile del previsto, sai tu indicarmi delle società (oneste per favore) a cui posso rivolgermi per l'installazione di pannelli solari e micro pale?
Agevolazioni ce ne sono?
Ti ringrazio per quello che fai....
continua a saltare grande Grillo...

Navarra Pierpalo 10.11.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho un progetto approvato con il conto energia di 49 KW.
Non riesco a trovare una banca che abbia approntato uno strumento finanziario adeguato.

Qualcuno di voi conosce una banca che si è attrezzata per potere realizzare i progetti legati al conto energia?

A presto
giancarlo

giancarlo erario 01.11.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho installato un'impianto fotovoltaico di 2,7 kw per la mia abitazione in data 27 set 2006. A tutt'oggi non riesco ancora ad avere copia del verbale di installazione da parte dell'enel e che è INDISPENSABILE per richiedere l'attivazioe delle tariffe incentivanti sul mio progeto approvato.
qualcuno di voi sa a chi posso rivolgermi per ottenere questo "pezzo di carta"?
Io vivo in provincia di viterbo per cui se qualcuno può aiutarmi sarei a lui grato. a presto
giancarlo

giancarlo erario 01.11.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti.
Anche io come molti e' sempre alla ricerca di nuove fonti rinnovabili, purtroppo il solare sarebbe si conveniente ma molto costoso.
Ho avuto la possibilita' di vedere dal vivo il funzionamento di un generatore ad idrogeno e funziona alla grande non fa rumore genera un po' di aria calda e condensa e la corrente generata e' molta ma c'e' il problema dell'idrogeno... dove lo vado a recuperare? sicuramente non e' bello avere una bombola da 300atm in casa.
Poi ho trovato un progetto fatto ancora nel 1800 ed e' il motore Stirling un motore a ciclo chiuso a scambio termico abbastanza semplice da costruire (e ci sto pure io lavorando ad ore perse)il quale potrebbe funzionare tranquillamente con il solare mediante una parabola convergendo i raggi solari sul motore.
Pensare che in america in danimarca esistono persino dei gruppi elettrogeni che usano tale motore ed hanno un generatore da 25Kw richiedendo poco gas per il funzionamento.
per fare acqua calda ci sarebbe pure la pompa idrosonica che non usa nessun tipo di propellente gas o altro e genera vapore, la turbina di Tesla che pochi conoscono ma che ha in rendimento maggiore delle turbine convenzionali..
Basterebbe solo avere il coraggio di iniziare nel mio piccolo mi sto attrezzando sinceramente sono stufo di essere preso in giro da ENEL e similari..
A tutti voi un saluto

matteo bicego 31.10.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti!!!!
io sto a fabriano, da queste parti sui monti tira un sacco di vento!!!!!
2 pale eoliche a fossato di fico le anno messe!!!
infatti la gente paga meno tasse al comune!!!
adesso ma perche non riempire i monti di pale eoliche, magari in posti dove danno meno fastidio!!!!
avremmo energia pulita le tasse diminuirebbero!!!
perche? perchè non si fa!!!

giuseppe latelli 17.10.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve!
volevo chiederle gentilmente, dato che lei e' informato sul fotovoltaico,se conosce una ditta di nome Leader srl, con sede amministrativa a Brescia ,che vende contratti a possessori di partita iva, principalmente imprenditori con la formula di rimborso del credito versato all'ENEL x la produzione d' energia da fonti rinnovabbili,che si paga in teoria dal 1992 in bolletta ENEL.Questa ditta, dice di essere convenzionata con l'Enel per proporre il conto energia e l'installazione di pannelli Fv.
Questa ditta inoltre propone di svilupparsi aruolando personale con il famoso multi lavel marketing cioe' passa parola, con provvigioni a ogni persona da me iscritta.
Cosa ne pensa?

Grazie x l' aiuto o solo per l'attenzione

prestata.

Federico Zen 17.10.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve!
volevo chiederle gentilmente, dato che lei e' informato sul fotovoltaico,se conosce una ditta di nome Leader srl, con sede amministrativa a Brescia ,che vende contratti a possessori di partita iva, principalmente imprenditori con la formula di rimborso del credito versato all'ENEL x la produzione d' energia da fonti rinnovabbili,che si paga in teoria dal 1992 in bolletta ENEL.Questa ditta, dice di essere convenzionata con l'Enel per proporre il conto energia e l'installazione di pannelli Fv.
Questa ditta inoltre propone di svilupparsi aruolando personale con il famoso multi lavel marketing cioe' passa parola, con provvigioni a ogni persona da me iscritta.
Cosa ne pensa?

Grazie x l' aiuto o solo per l'attenzione

prestata.

Federico Zen 17.10.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, vi volevo informare di un progetto davvero geniale di cui sono venuto a conoscenza: free energy per tutti!
Sul sito http://www.freeenergymax.com è descritto un progetto inventato da poco che permette di produrre energia elettrica illimitata! L'inventore si serve di un apparecchio meccanico e garantisce appunto un funzionamento illimitato. Egli da tempo provvede al soddisfacimento delle esigenze familiari tramite questo apparecchio! Ora ha deciso di divulgarne i disegni e i mezzi perchè tutti abbiano free energy!
Saluti,
Marco

Marco Buffetti 20.09.06 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Politici e amministratori fanno un gran parlare
di energia pulita e rinnovabile pero'poi continua-
no a comprarla all'estero mandando poi il conto (salato) a noi contribuenti.Se passi in Friuli
sul passo di MONTE CROCE CARNICO vedrai un'enorme
sistema eolico in territorio austriaco a ridosso
del confine italiano che ,sfrutta le correnti d'aria che arrivano dal nostro territorio..
Quindi gli austriaci sfruttando le nostre risorse
producono corrente a basso costo che poi ci rivendono....meno parole e piu' fatti dai nostri
"dipendenti"


paolo rossi 12.09.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe
A proposito di Energia...
Avevo (sic) smesso di fumare da 15 giorni: stasera ho ripreso a causa del Fornitore Ufficiale di Energia Elettrica. Causa bolletta atipica. Per me almeno. Dunque: ho la caldaia a gas, le lampadine a risparmio energetico, il computer con il basso ocnsumo di Energia, respiro una volta sì e l'altra no. Vado anche a lavorare in pulman, per risparmiare energia, anzi Energia. E CAVOLI mi vedo recapitare una bolletta da 100 euro. Direte "di che ti lamenti?" Miseria! Se pago 100 € di telefono sono sicura di averli consumati, ma di Energia elettrica NO, assolutamente. E poi: nuovo contatore, di quelli ultramoderni con la telelettura che non si sbagliano neanche morti o affumicati come il salmone norvegese. Mi dico: "vado a vedere quante Kwh ho consumato" Nulla, non c'è scritto nulla, neppure un numerino piccolo piccolo. E io come faccio a sapere che ho davvero consumato quelle Kwh? Mi devo fidare dell'ENEL? Mah!
Guardo il retro informativo della bolletta: dettaglio componenti tariffarie A, UC, MCT. Attività nucleari residue, costruzione impianti fonti rinnovabili ( ma non fattemi ridere) contributi sostitutivi regimi speciali...
Ma mi spiegate cosa significa? Cosa vuol dire?
Per piacere!!! Io sono solo un'isolana, sarda per di più. Centrali eoliche non ce n'è e sì che il maestrale soffia; impianti nucleari in Italia ne abbiamo ancora? Informatemi vi prego. Ma soprattutto chiaritemi due cose.
Primo: cosa significa copertura oneri derivanti dalle misure di compensazione territoriale.
Secondo: perché se ho consumato 547 Kwh e cioè 52,93 €, devo pagarne 95,19?

Antonella, un'isolana perplessa e molto incavolata

Antonella Ziulu 06.09.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Volete ENERGIA ELETTRICA GRATIS senza sborsare le migliaia di euro per un impianto fotovoltaico, sperando di godere delle agovolazione del conto energia (che a meno che non siate potenti o politicamente agganciati, potete scordarvi e quindi recuperereste il vostro investimento quasi al termine della vita utile del vostro investimento), e abitate un una zona medio ventosa (velocità media del vento superiore a 3 m/s)come per esempio la Liguria?...
ISTALLATE SUI VOSTRI TETTI DELLE MICRO PALE EOLICHE...costano circa 1200 € per 1 kWp (per il fotovoltaico ne servono in media 5000-7000 € per 1kWp)...e li trovate pure in offerta sul famoso sito di aste online
Saluti a tutti

Lorenzo Balsamelli 31.08.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non mi intendo di politica pero' credo che l'argomento dell'energia sia molto di attualita' ovunque,ultimamente...mi tengo informato con questo sito,devo dire molto all'avanguqrdia,con tutto quello che succede nei laboratori e gli apassionati in tutto il mondo,almeno ci si puo' sprovincializzare un po' http://www.freeenergynews.com/

reginato claudio 29.08.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

A che punto siamo con l'eliminazione del limite degli 85 MWp/a?

PAOLO CITARELLA 29.08.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei portare all'attenzione di tutti la notizia dello studio 'Renovables 2050' sulle energie rinnovabili eseguito in Spagna (Instituto de Investigaciones Tecnológicas de la Universidad Pontificia Comillas - Madrid) e su un piano che potrebbe portare la Spagna a rendersi energeticamente indipendente entro il 2050. Leggere per credere:

www.elmundo.es/elmundo/2005/11/22/ciencia/1132662304.html
www.ecoage.com/spagna-autosufficiente-con-le-energie-verdi-entro-il-2050.htm

Segnalo anche l'articolo 'CONTO ENERGIA FOTOVOLTAICO UN ANNO DOPO': www.ecoage.com/conto-energia-un-anno-dopo.htm

Cosa aspetta il Nostro dipendente Prodi?

Marco Ciampoli 29.08.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Approposito di energia alternativa io ho costruito una casa nuova con doppia caldaia una che funziona con combustione a legna (dato che il metano da una mano a svuotare solo il portafoglio e io e il mio compagno abbiamo del terreno in motagna con molto bosco).
Ci abitiamo da un anno e l'inverno scorso si scopre che la legna inquina più del metano.... e che addirittura proibiranno le stufe a legna... ma non c'era persino una sovvenzione dello stato per comprarle?
Ora vorrei sapere la combustione della legna è davvero così dannosa?
Comunque io volevo istallare dei pannelli per produrre pure energia elettrica giusto per avere la mia piena autonomia ma nessuno me li ha installati... qualcuno mi potrebbe consigliare qualche istallatore serio? grazie mille

roberta gelmi 28.08.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un uomo che apprezza le soluzioni pratiche, anche se non disdegno la dialettica e la discussioni sui principi. spesso mi accorgo che la gente si dichiara energeticamente consapevole, perche' ha installato dei panelli solari sul tetto della propria casa. Purtroppo non si rende conto che questo non e` piu` di un gesto simbolico, anche se lodevole.
L`nenergia solare potrebbe benissimo bastare per riscaldare le nostre case, come metodi di costruzione e progettazione potrebbero praticamente eliminare il 80% dei costo delle consumo energetico per l`aria condizionata. tutto il know how e le tecnologie per fare cio` esiste gia'.
la mano pubblica continua invece ad incentivare le industrie che sviluppano panelli fotovoltaici. Questi potevano essere prodotti in Europa, ma ormai abbiamo perso il treno e i soldi destinati a fare crescere aziende europee vanno a finire in Asia.
Ho poi scoperto un articolo sul settimanale tedesco " DIE ZEIT" che illustra il cammino solitario di una iniziativa spagnola, dove con il sole si produce energia elettrica con sistemi non fotovoltaici, ma termici. Il sistema ha una tecnologia molto meno "microelettronica" e funzionera` perfettamente in stati meditteranei. L'autore afferma che il sistema e` vincente rispetto a quello fotovoltaico. (DIE ZEIT, 22.06.2006 Nr. 26 -Mehr Watt von oben
http://www.zeit.de/2006/26/T-Sonnenenergie?page=all
).

Intanto lo stato italiano ma anche altri stati dell` unione europeo continuano a finanziare i costosissimi panaelli fotovoltaici.

Morale: qui qualcuno non fa i compiti e ci fa spendere soldi inutilmente. Quando saremo capace di non dare incarichi nuovi a gente incompetete?

Andi Schoenhuber 27.08.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti! mi interessano molto le energie pulite e alternative; qualcuno sa darmi dei indirizzi sul idrogeno. grazie e buon blog

stefano mom 23.08.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Rigassificatori: Cappato a Di Pietro “il Governo dia priorità alle rinnovabili”

Roma, 21 agosto 2006
• Dichiarazione di Marco Cappato, membro della Segreteria nazionale della Rosa nel Pugno, Deputato europeo

Leggo su “L’Unità che secondo il Ministro Di Pietro "occorrono subito quattro rigassificatori”. Personalmente, sono convinto della inadeguatezza relativa della soluzione rigassificatori a causa del costo e dei tempi di realizzazione, che ci farebbe arrivare tardi per mitigare il problema. Un analogo impegno potrebbe essere più utilmente prodigato per avviare un programma serio di solare termico e di diffusione delle pompe di calore per il riscaldamento delle case, dei cogeneratori diffusi o centralizzati, nonché il miglioramento dell'isolamento termico degli edifici.

Questi presidi potrebbero in via teorica ridurre di molte volte il fabbisogno di gas per riscaldamento, rendendo l'attuale fornitura sovrabbondante e perciò inutile l'ampliamento delle infrastrutture di ricezione esistenti, accelerando inoltre il necessario processo di superamento dell’uso dei combustibili fossili condannati ad un futuro di scarsità e costi crescenti.

L’unico rigassificatore italiano, in funzione nel golfo di La Spezia, fornisce il 3% del fabbisogno nazionale di gas, quindi ogni intervento che permettesse di risparmiare e/o ottenere direttamente dal sole il 3% dell'energia per il riscaldamento oggi ottenuta dal gas, equivarrebbe ad un nuovo rigassificatore. Tale obiettivo – come sostengono gli esperti dell’Associazione radicale Rientro Dolce - è fattibile senza particolari difficoltà da subito, e rappresenterebbe un rilancio delle attività artigianali e delle PMI ed uno stimolo all’economia.


in italia potremmo avere migliaia di impianti fotovoltaici senza impegnare le famiglie con l'investimento iniziale di circa 15000 euro , come?
ad oggi quanto spende una famiglia media all'anno?
ipotizziamo 1000-1500 euro di bolletta enel o municipalizzata . ipotizziamo che l'impianto fotovoltaico produca circa il 70% del fabbisogno annuo quindi su 1000 euro sono 700 euro di valore prodotto giusto? benissimo se l'enel o una municipalizzata dicesse : l'impianto lo installo io , con i miei tecnici (dipendenti o subappaltanti)il materiale lo faccio produrre io (vedi economia di scala) e tu utente continui a pagarmi la bolletta energetica + ti garantisco che il corrispettivo di quel 70% mantiene il prezzo bloccato per 10 anni mentre pagherai gli aumenti dovuti al caro-petrolio per il restante 30% (ma se sei bravo e risparmi... paghi meno).
In pratica l'utente pagherebbe l'impianto come il mutuo della casa e non cambierebbe nulla nel suo bilancio familiare , anzi avrebbe la garanzia di sapere esattamente cosa spende , l'enel o la municipalizzata oltre a recuperare il capitale attraverso la bolletta su un impianto che dura almeno 20 anni avrebbe degli indubbi vantaggi di ritorno quali : la NON costruzione di centrali a combustibili fossili , la MINORE importazione di energia dall'estero , il MINORE investimento nelle infrastrutture per il trasporto dell'energia , l'avvio di un ciclo virtuoso che porterebbe ad avere impianti fotovoltaici sempre piu' efficienti e meno costosi.
ci sarebbe inoltre un riflesso positivo sociale perchè verrebbero creati sicuramente posti di lavoro (tecnici installatori/manutentori , aziende produttrici del materiale necessario , progettisti , ecc).
ed in fine avremmo tanta bella , buona , stupenda ENERGIA PULITA !!!

buon blog a tutti

cesare lombardi 18.08.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
riguardo alle energie rinnovabili non si capisce....come mai ad esempio in Svezia siano funzionanti delle centrali idroelettriche sperimentali che utilizzano come energia il moto ondoso, impatto ambientale minimo e visivo praticamente zero, e in Italia paese per tre quarti sul mare non esistano.
P.s. queste centrali gia' producono energia.
Che fine hanno fatto le centrali idroelettriche a ciclo chiuso? Unico esempio funzionante e' in Basilicata: l'utilizzo della stessa identica acqua di bacino a ciclo continuo utilizzando parte di energia prodotta per ripompare l'acqua senza intaccare fiumi e laghi. Due esempi di energia sempre disponibile pulita che purtroppo non utilizziamo. Per non parlare degli studi di Tesla ma forse troppo rivoluzionari. Ciao

Ferrone Giuliano 16.08.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Sul Sole 24 ore di oggi il ministro Pecoraro Scanio annuncia di voler destinare più risorse al solare in modo da soddisfare tutte le richieste del conto energia.

Vedremo quando passeranno dalle parole ai fatti.

Alberto Villa 12.08.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sono uno di quelli che non riesce a capirci niente su questi benedetti pannelli solari. che fare? dove andare? ecc.
comunque sto cercando di informarmi. Poi si procede.
A proposito di pedalare, ci sono tante palestre in giro per il paese, e paghiamo per andare in ciclette al chiuso, se collegassimo ad ogni ciclette una dinamo? sarebbe energia pulita per l'illuminazione?

Ciao a tutti e buona energia.

Paolo Grossi 10.08.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Tutto sembra congegnato per non far perdere utili e monopolio alle grandi imprese petrolifere. Le fonti alternative crescono ma non devono crescere troppo in fretta. E pensare che oltre agli utili delle grandi imprese petrolifere finanziamo anche quei paesi arabi che alimentano il terrorismo e lo finanziano.
Bravi.

Giancarlo Cassarino 07.08.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento


Ho fatto anche io la domanda per installare i pannelli fotovoltaici ma,una settimana fa ho ricevuto (anch'io) da GRTN (Commissione Fotovoltaico) la lettera in cui mi si dice che "la domanda è idonea..nel rispetto dei termini e delle condizioni...tuttavia essa non è risultata ammissibile a causa dell'esaurimento della potenza limite annuale disponibile..."
Di questo il governo quando se ne farà carico?
Sono incazzato!

mimmo turturro 06.08.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALVE A TUTTI scusate se cio che scvrivo non riguarda "paghi rinnovabile..." ma ho bisogno di chiarezza.....tempo fa si parlava che con la nuova legge del ministro lunardi si dovevano accendere i fari dell'automobile anche di giorno, comportando così un consumo annuo di circa 60-70 euro l'anno......la domanda è....come mai tenere più tempo le luci accese dell'automobile causa un aumento di consumo di carburate, dato che l'organo che produce la corrente ossia l'alternatore è comunque sempre collegato all'automobile???? cioè l'alternatore essendo sempre collegato all'automobile in che modo le luci accese/spente influiscono sul carburante??? anche perche se le luci sono spente l'alternatore non è sconnesso meccanimente dall'auto quindi è un carico sempre presente. GRAZIE p.s. comunque sono contrario alle luci accese di giorno.

FRANCESCO BOLETTIERI 03.08.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie beppe il mio impianto fotovoltaico e' gia'funzionante con i contatori elettronici .abito a reggio emilia ma c'e' ancora molta poca inform.anche da parte dell'enel non mollate sono i primi impianti

marco strianese 03.08.06 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato numerose volte di installare pannelli votovoltaici sul tetto della mia abitazione , mi sono informato sulle tecnologie ,sui costi , e sui contributi che si sono succeduti in questi ultimi anni.
Ho così scoperto alcuni fatti che ritengo importanti e significativi e che sarebbe opportuno fossero pubblicizzati:
1)In Italia non è mai stata fatta ricerca sulle celle fotovoltaiche se non ultimamente, pertanto non esistono produttori nazionali.
2) I prezzi dei pannelli hanno un andamento cronologico che rispecchia precisamente l'andamento dei contributi statali a vario titolo stanziati nel tempo.Come per i contributi alla rottamazione di auto e moto le case aumentano i prezzi di listino esattamente del valore del contributo salvo poi aumentare lo sconto " normale " quando il contributo cessa.
3)stessa cosa per i pannelli solari per il riscaldamento dell'acqua.
4)In Italia nessuno o pochissimi sanno che esiste un riscaldamento domestico realizzabile nelle costruzioni con giardino che recupera riscaldamento e refrigerazione di origine geotermica gratuito. Molto diffuso nella Francia del nord (vedi " geotermico" su wikipedia).

maurizio catti 02.08.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Abito in friuli e vorrei installare un inpianto fotovoltaico , Sono ancora in tempo?

TONEGUZZO MAURO 31.07.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io sono molto interessato a tutto quanto riguarda le energie alternative e pulite, ho ristrutturato una casa ed ho già installato una pompa geotermica e pannelli solari. Mi aspettavo che questo governo facesse qualcosa subito al riguardo delle energie rinnovabili invece di andare ad impelagare con l'indulto. Non so se Prodi è sulla via giusta per mantenere le promesse che si aspettava chi ha allontanato lo psiconano... Ho fatto anche la domanda per installare i pannelli fotovoltaici ma,ieri ho ricevuto (anch'io) da GRTN (Commissione Fotovoltaico) la lettera in cui mi si dice che "la domanda è idonea..nel rispetto dei termini e delle condizioni...tuttavia essa non è risultata ammissibile a causa dell'esaurimento della potenza limite annuale disponibile..."

Come hai ben spiegato il 21.4 scorso, un Paese che dipende da petrolio, carbone ecc. non si deve permettere di dissuadere in questo modo chi vorrebbe un ambiente migliore.
CHI DEI NOSTRI DIPENDENTI DEVE FARE QUALCOSA? I VERDI DOVE SONO FINITI?

Speriamo che pedalino tutti bene!

Paolo Cicognani


Paolo Cicognani 28.07.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io e mio marito siamo molto interessati a tutto ciò che riguarda le energie alternative e PULITE per rendere indipendente ed ecologica la nostra casa. Ci potete segnalare pubblicazioni o siti dove rivolgerci a questo proposito?
Grazie e buon lavoro Daniela e Riccardo

daniela forghieri 28.07.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
dopo la grande delusione dell'indulto quasi generalizzato, non so se Prodi è sulla via giusta per mantenere le promesse che si aspettava chi ha allontanato lo psiconano... Intanto ieri ho ricevuto da GRTN (Commissione Fotovoltaico) la lettera in cui mi si dice che "la domanda è idonea..nel rispetto dei termini e delle condizioni...tuttavia essa non è risultata ammissibile a causa dell'esaurimento della potenza limite annuale disponibile..."

Come hai ben spiegato il 21.4 scorso, un Paese che dipende da petrolio, carbone ecc. non si deve permettere di dissuadere in questo modo chi vorrebbe un ambiente migliore.

Spero che le pedalate di Prodi portino da qualche parte...
ciao, continua a pungere non sei solo

marco bonotto 28.07.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ho istallato i pannelli fv con il conto energia lunedi verra' l'enel per i contatori i tempi non sono poi cosi'lunghi ma la burocrazia ti sfianca speriamo che il ministro pecoraro dopo le parole passi ai fatti visto che e'una risorsa che fa bene propio a tutti forza ragazzi non molliamo ciao reggio emilia enza

enza cavallaro 25.07.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non pensate sia il caso di muoversi tutti per sollecitare il caro ministro Pecoraro & co. a destinare maggiori risorse al conto energia e ad incentivare la produzione di energia solare?

E' facile sparlare quando si è all'opposizione, ma adesso viene il bello, vediamo cosa sono capaci di fare adesso che non devono solo più parlare parlare e parlare…

Mi ricordo che lui è venuto qua sul blog (ma non solo qua) a fare propaganda elettorale e a chiacchierare di tante belle cose. Vediamo se adesso riesce a tramutare almeno qualcuna delle tante chiacchiere in realtà!

Posso solo dire una cosa: ho grossissimi dubbi che ciò avvenga.

Sperando di essere presto smentito saluto tutti.

guido frangipane 25.07.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe grillo
sono uno dei pochi fortunati che ha fatto domanda nel settembre 2005 ed ottenuto l'OK per l'istallazione dei pannelli fotovoltaici. siamo a fine luglio e sono ancora qui ad aspettare il definitivo OK dal mio comune (Legnago provincia di Verona)ti devo confessare che comunque sono arrivato alla fine pensando molte volte di mollare tutto. è davvero un'impresa immane districarsi tra una burocrazia che tutto fa pur di metterti in difficoltà e tutto in nome di "è la legislazione che lo impone" ma perchè non ci ribelliamo a questa situazione. aiutaci, parla sempre di questi problemi nei tuoi spettacoli, spero che a forza di battere il chiodo qualcuno capisca. le energie rinnovabili dovrebbero essere una priorità nazionale e dovrebbero avere una priorità nell'istallazione ma tutti ne parlano a parole ma poi nei fatti se ns fregano ampiamente. quando avrò terminato l'impianto ti scriverò nuovamente e di comunocherò esattamente quanto tempo ho impiegato per realizzarlo così ognuno potrà trarne le dovute conclusioni
ciao sei FORTISSSSSSIMO
continua così la Gente è con TE

beniamino zanella Commentatore in marcia al V2day 24.07.06 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho installato l'impianto fotovoltaico e sto aspettando che l'ENEL monti il contatatore per poterlo attivare. La legge prevede un limite di 30 giorni dalla fine dei lavori, ne sono passati più di 45 da quando l'Enel ha ricevuto la raccomandata. Conosco altri 3 casi come il mio. Che spreco! Cosa si può fare? Grazie e saluti.

Isidoro Assaiante 21.07.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Secondo il mio modesto parere (scusate il gioco di parole) ma il problema è che i problemi non si vogliono risolvere!!!
Ci sono talmente tante fonti energetiche naturali, basterebbe solo investire un po’ di più in questi settori.
invece per colpa dei potenti della terra e dei loro interessi, per generare energia, dobbiamo utilizzare quello che per loro è più conveniente.
A loro non importa se così facendo distruggeranno la terra!!!
Addirittura ho saputo che l’enel vuole con i NOSTRI SOLDI costruire centrali nucleari in Romania.
CHE TRISTEZZA!!!
L’unica speranza è che aumenti a dismisura le gente come noi solo così i nostri figli potranno avere un futuro più PULITO!!!

FORZZZZZA BEPPE SEI UN GRANDE!!!

SERGIO GIULIANI 16.07.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti inviterei volentieri a vedere un progetto portato avanti nella provincia di Terni e dove nonostante tutto lavoro. E dico nonostante perché si lavora tra molteplici difficoltà a volte create proprio dalla politica che, al contrario di favorire uno sviluppo sostenibile, sembra il più delle volte indifferente ai progetti in fase di realizzazione. E pensare che il Consorzio nel quale lavoro è per più del 50% di proprietà pubblica e per di più che il Ns. presidente è anch'egli una figura politica di rilievo della nostra provincia (quasi quasi sembra stia esponendo troppo il fondo schiena ai funesti venti della politica). Chissà!
Un saluto al tutto il blog.
Corrado Pani

Corrado Pani 13.07.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento

http://petrolio.blogosfere.it/2006/07/uk_e_risparmio_.html

Dino Orsato 13.07.06 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Sono un frustrato da scelte sbagliate. Ovvero, dopo che leggo i tuoi post sul blog e vedo i tuoi spettacoli, mi sembra di aver sbagliato tutto nella vita (l'auto, il lavoro ed anche l'acquisto della mia casa...)e mi sento un po' idiota... Per molte scalte sbagliate, non possofare molto, ma per il risparmio di energia della mia casa, forse si. Vorrei fare delle modifiche alla mia villetta a schiera che mi permettano di risparmaire energia elettrica e termica secondo le tue indicazioni (pannelli elettrovoltaici e termovoltaici) nonchè usare acqua non potabile per utilizzi non alimentari(giardino, lavatrice e lavastoviglie). Ma nell'oceano della rete non è facile trovare le giuste dritte per aere maggiori informazioni tali dispositivi e delle eventuali contribuzioni della CEE a riguardo. Potresti darmi un mano tu a sapere dove andare a sbattere la testa per fare la cosa nella giusta direzione (dopo utto quel che si sente ho paura di finire nelle grinfie di qualcuno che invece di vendere soluzioni intelligeti ti vende i suo personale profitto....)?

Pablo Asensio 13.07.06 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,sono uno di quelli che ha presentato un progetto entro il 31 marzo 2006 (mio figlio Fabiano)che risponde al N 27600 assegnato dalla GRTN per una centrale di produzione energia da fotovoltaico per un totale di 600 kw/p circa in Sanremo. Sono stato escluso ,nonostante la idoneità del progetto, perchè esaurite le disponibilità da parte della GRTN.Ora penso che si presenti anche un altro problema (forse):come è possibile che ci siano state offerte al ribasso oltre i limiti possibili, cioè in base ai calcoli economici da sostenere per installare un impianto fotovoltaico (costo a kw/p)e parlo di offerte di 0,32 di incentivo? Non ci sarà sotto un bel riciclaggio? Non è il caso di andare a vedere a chi e con quale criterio sono stati assegnati gli impianti? Come giustamente si evidenzia ,non è il caso di riconsiderare gli impieghi in bolletta e liberalizzare gli investimenti in energia "pulita" come in Germania visto che c'è chi vuole investire? Tieni conto che la ragione del ns. progetto era quella di utilizzare delle strutture agricole purtroppo abbandonate a causa dell'andamento economico del settore quindi si voleva anche evitare un disastro totale e recuperare il "recuperabile".
Saluti
Giorgio Boeri

giorgio boeri 06.07.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

vorrei che lei potesse controllare la via crucis di tutti gli italiani che hanno installato un impianto fotovoltaico con incentivazione GRTN. secondo me non c'è alcuna volonta, da parte di nessuno, tantomeno dell'enel di collegare questi impianti alla rete. Personalmente sto ancora aspettando e sollecitando l'enel per avere il collegamento alla rete (due-tre contattori per ca. un'ora di lavoro) Premetto che tutta la documentazione è corretta e dichiarata in ordine. I miei pannelli sono fermi sul tetto ed inutilizzabili.(Sono ca. 2o mila euro fermi). Hanno ragione allora tutti gli italiani che invece di avere un minimo di senso civico, con quei soldi se ne vanno in vacanza da qualche parte?

luigina lodolo 05.07.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

L'era dell'oro verde è arrivata?

I più importanti uomini del campo informatico (tra cui Bill Gates ed i creatori di Google Larry Page e Sergey Brin) stanno investendo milioni e milioni di dollari..ma su cosa?

http://falla-girare.blogspot.com/

Massimiliano Borella 03.07.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di pannelli fotovoltaici... e facciamo bene!

Con la mia classe quando andavo alle Superiori (ITI G.Marconi di Staranzano (GO)) e con l'Unione degli Industriali di Gorizia abbiamo progettato un cancello a energia solare e, appena concluso, tutti son rimasti sbalorditi per il fatto che un pannello di discrete dimensioni poteva produrre l'energia sufficiente per alimentare non solo il cancello, ma anche per contribuire in casa... "peccato però che rimarrà una delle tante opere dimenticate..." come funziona sempre in Italia.

NOTA: si parla tanto male sul Meridione, ma ad Avellino ci sono i pannelli fotovoltaici direttamente su ogni lampione stradale... altro che noi che con la "farsa della raccolta differenziata" stiamo ritornando al punto di partenza dove già siamo...


tiè, beccateve questo e pensate a quanto costa farsi installare un impianto fotovoltaico....
http://www.xmx.it/sylcell.htm
non ho ancora potuto provare quanto scritto nel sito, ma non ho motivo di dubitarne, almeno per ora!
"salta il grillo,salta e risalta.... prima o poi da qualche parte arriverai!"

ivan del mastro 27.06.06 22:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e ciao a tutti,
da tempo mi interesso alle fonti rinnovabili e torno ora dal InterSolar Expò di Friburgo dove ho assistito al gigantesco spiegamento di forze da parte dei più importanti produttori di pannelli solari fotovoltaici e termici.
Di italiano c'era veramente poca roba, che peccato.... ma penso che la causa sia da imputare alle illusioni e incantesimi tramandati da una lista di adepti pro nucleare che ho scoperto essere online!
eccola qua: http://www.galileo2001.it/identita/comunicati/051217_lettera_aperta.php

Ti consiglio di creare un link dal blog dove sarà possibile ogni giorno verificare i nuovi NEMICI delle fonti rinnovabili italiane.
Grazie a tutti per quello che facciamo, ci si risente alla prossima scoperta!

Simone Coccia 26.06.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

io vorrei segnalare una cosa molto importante riguardo al'energia pulita e rinnovabile.
il CNR ha messo a punto un'apparecchiatura per la produzione di energia elettrica sfruttando l'idrogeno ed il fotovoltaico insime.
Si tratta di un piccolo impianto in grado di fornire tre Kw ad un appartamentoe funziona così:
dei pannelli fotovoltaici forniscono l'energia per la produzione di idrogeno dall'acqua e poi con l'idrogeno viene prodotta l'energia elettrica del fabbisogno di un appartmento.
Io mi domando se il governo Prodi ha intenzione di incentivare qusta ricerca per produrre energia elettrica in grandi centrali?
questo sistema potrebbe risolvere il fabbisogno italiano di energia?
secondo me noi poveri mortali dovremmo far prssioni sul governo per incentivare qusto sistema.
grazie dell'attenzione
Gianfranco

Gianfranco Guadagnoli 22.06.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

caro sig. Grillo sono stufo di sentire che l'Italia è sempre così indietro, soprattutto su una questione importante come l'energia pulita. Ho sentito in un documentario che basterebbero 500 km quadrati di pannelli solari x soddisfare il fabbisogno di tutto il mondo. Ma la cosa che mi ha sconvolto maggiormente è stato il grafico che mostrava la proporzione tra questi 500 km e tutto il sahara(una piccola parte). Non ci ho dormito la notte, e questo tarlo mi lavora in testa da allora io ho un bimbo di 15 mesi e uno/una in arrivo a febbraio non posso pensare che non faccio niente x il loro futuro. Come si fa in Italia a mettere i pannelli? A chi mi devo rivolgere? Non so proprio nulla al riguardo.

Digosciu Giuseppe 21.06.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non so come raggiungerti direttamente per denunciare una delibera varata in febbraio di questo anno, una delle ultime buffonate del vecchio governo, perciò posto il mio lamento sperando di avere una risposta.
Parlo della delibera n. 28/06 che annulla il contratto che, noi speranzosi di un mondo più vivibile, avevamo firmato con l'allora ENEL sugli impianti fotovoltaici che abbiamo montato sulle nostre case.
Di fatto questa delibera annulla il vecchio e ti costringe a firmare il nuovo contratto con il quale il gestore non ti paga più i Kw in eccesso ma te li accumula per un max di tre anni per eventuali conguagli. Quasi come l'attuale, ma il trucco dov'è?
Passati i tre anni l'energia accumulata, se non riutilizzata, va in tasca al gestore.
Questa delibera truffaldina ha due scopi: scoraggiare chi vorrebbe farsi un impianto fotovoltaico;
costringere chi consuma meno a consumare di più (quindi ad azzerare i benefici del fotovoltaico) e rimpinguare le tasche del gestore che, poverino, guadagna poco.
E' uno schifo e ti chiedo, visto che anche tu avrai lo stesso problema, cosa possiamo fare per bruciare questa delibera sapendo che se non firmi il nuovo contratto in ogni caso il vecchio è annullato e il gestore ti appioppa quello che più gli garba (ci sono due tipi di contratto, quello standard e quello a fasce orarie).

Luigi Gentile 21.06.06 02:03| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
è la prima volta che scrivo nel blog e vorrei dare il mio contributo per quel che concerne il tema dell'energia rinnovabile.Parlo dell'energia termica ed elettrica prodotta dall'utilizo di colture agricole ddedicate. Cercando di sintetizzare:
- l'agricoltura del nostro paese (ma in tutti maggiori paesi europei ) è in crisi e gli agricoltori non sanno più cosa piantare soffocati dal crescente prezzo del petrolio che alza (e alzerà ) il costo delle lavorazioni;
- è possibile convertire le classiche e non più redditizie colture tradizionali (es. mais, grano, barbabietola, tabacco, etc.) con colture dedicate a scopo energetico (es. pioppi, sorgo, etc.) che vengono raccolte, trasformate (cippato, palletts, cialde, etc) e bruciate in apposite caldaie, sia ad usao domestico che industriale, per la produzione di energia elettrica, calore e, in estate, aria fresca;
-la rivoluzione sta nel fatto che si da un anuova speranza alle centinaia di aziende agricole che stanno chiudendo pagando i produtti delle loro coltivazioni e addirittura gli scarti delle lavorazioni come la paglia e le potature che attualmente rappresentano un costo!
- stessa cosa vale con il ritiro degli scarti del verde pubblico cittadino, della lavorazione del legno (già si fà) e incrementando la ricerca nel settore anche di altri prodotti potenzialmente produttori di energia pulita.
- tutto ciò permetterebbe il rispetto del Protocollo di Kyoto, la realizzazione del "credito verde" per i proprietari dei terreni messi a coltura con specie agricole a scopo energetico ( e li potrebbero vendere alle industtri e che producono CO2...), lasciare i costo energetico nei nostri territori esenza foraggiare gli arabi e gli americani...

In Umbria terra esiste un progetto che ha fatto già molta sperimentazione in merito e che, come tutti i progetti che funzionano, stenta a decollare per mancanza di sostegno pubblico.
Sarei lieto di avere vostre opinioni in merito e darevi ulteriori informazioni.


daniele romito 19.06.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

UniCredit Banca finanzia le piccole imprese che intendono dotarsi di sistemi solari per la produzione di energia elettrica.

Grazie a un progetto governativo che fa propria la direttiva dell'Unione Europea volta all'incentivazione dell'utilizzo di fonti alternative di produzione di energia, si legge in una nota, le piccole imprese che si dotano di impianti fotovoltaici, secondo un calcolo del Ministero dell'Ambiente, possono ottenere da 15 a 25 mila euro l'anno come contributo per un impianto medio da 35 kw.

UniCredit Banca sostiene le piccole imprese con finanziamenti chirografari (per i quali non e' necessaria una garanzia reale) per un ammontare massimo di 300 mila euro in 10 anni, e per i casi piu' impegnativi o di durata maggiore con finanziamenti ipotecari (per i quali e' necessario fornire una garanzia ipotecaria), il 100% degli investimenti, lasciando al cliente la scelta fra il tasso fisso e il tasso variabile

Alberto Villa 19.06.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento

SAPETE COSA SUCCEDERA'?

NEL CONCRETO LO SVILUPPO DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, EOLICI ETC NON SARA' FAVORITO DAL GOVERNO SE NON CON LE PAROLE O DA MULTINAZIONALI CHE HANNO IL POTERE DI CONTRATTAZIONE,

I PAESI EUROPEI SVILUPPERANNO LA RESA, L'UTILIZZO, LA RICERCA...

IL PETROLIO AUMENTERA' DI PREZZO VERTIGINOSAMENTE..

E QUANDO SAREMO SUL BARATRO DELL'INDIPENDENZA ENERGETICA... E INTERESSI DI POCHI NON POTRANNO ESSERE TUTELATI PER LO SFASCIO TOTALE DELLA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA...

FORSE

SI FAVORIRA' LO SVILUPPO DI UTILIZZO DI QUESTE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI...

MA SAREMO IL FANALINO DI CODA EUROPEO NEL CAMPO (LA STIAMO GIA' CONSOLIDANDO ORA QUESTA POSIZIONE)...

E QUINDI DIPENDEREMO ANCORA UNA VOLTA DALLE TECNOLOGIE ALTRUI...

E ANCORA POCHE PERSONE AGIRANNO DA FILTRO E DA MEDIATORI...
PER SUCCHIARE IL SANGUE A QUESTI ITALIANI...
CHE PAGANO..PAGANO..LO PRENDONO NEL CXXO..E STAN ZITTI...

QUALCUNO MI SPIEGA PERCHE' I PANNELLI SOLAR IN GERMANIA COSTAN DI MENO CHE IN ITALIA?
FORSE PERCHE' LORO HAN SVILUPPATO PIU' IN RICERCA E DIFFUSIONE?
OK
MA IN GERMANIA NON C'E' NOTORIAMENTE MOLTO PIU' FREDDO E MENO SOLE CHE DA NOI??
MISTERI..!
MA A PARTE QUESTO...
PERCHE' SE IO VADO A COMPRARE IN GERMANIA UN PANNELLO PIU' CONVENIENTE CHE IN ITALIA, IN DOGANA MI FANNO PAGARE I DAZI??CIOE' ME LO RENDONO ANTI-ECONOMICO?
l'ITALIA NON HA RISORSE PER SVILUPPARE LA DISTRIBUZIONE E DIFFUSIONE DI QUESTE TECNOLOGIE?
BENE, PERMETTETEMI DI AVERE UN PIZZICO DI INTRAPRENDENZA E PREMIATEMI PER QUESTO..
NON ROMPETE I COGLIONI ALLE DOGANE..
NO!
DEVO IMPORTARE CLANDESTINAMENTE PRODOTTI PER AVERE UN VANTAGGIO..ECONOMICO MIO E AMBIENTALE LA NAZIONE..

MISERIE TUTTE ITALIANE...

NON FINIRO' MAI DI CHIEDERMI PERCHE' 4 TESTE DI CAXXO DIPENDENTI AL GOVERNO DEVONO IMPORMI QUESTE INGIUSTIZIE..PER AGEVOLARE RITORNI ECONOMICI DI GRANDI IMPRESE...

CHE PAZIENZE...!!!

Paolo Sterzi 16.06.06 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe sapere come mai il rivoluzionario motore a idrogeno (che consuma acqua e non inquina) non viene considerato come produttore di elettricità economico e non inquinante.

enzo lucano 13.06.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei sapere perchè i ricercatori non continuano le ricerche di nikola tesla, non diffondono le sue incredibili scoperte, la maggior parte delle persone non sa neanche chi è!! questo grande uomo che ha cambiato il mondo era forse uno "scomodo"? potevamo avere un mondo migliore..ma nessuno ne parla...e tu lo conosci? un saluto a tutti...

Diego salerno 12.06.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

La prima centrale nucleare ad essere realizzata in Europa negli ultimi 15 anni sarà in Finlandia, proprio il primo Paese che si accorse e subì le conseguenze dell'esplosione di Chernobyl. Il dibattito politico interno è stato acceso, secondo solo alla disputa sull'adesione alla Ue, ma ha prevalso la logica. La società moderna si trova a scegliere tra il ritorno al passato o ad un futuro sempre più affamato di energia. I recenti casi di black out lo hanno dimostrato: se non si rinuncia ad uno stile di vita a progressivo aumento di consumo energetico, la scelta del nucleare sarà inevitabile.
Sarebbe auspicabile pertanto una maggiore coerenza anche da parte dei contestatori di casa nostra: suscita una certa perplessità l' atteggiamento di chi si oppone all' installazione delle antenne per la telefonia mobile e poi impreca che "non c'è campo!" se non riesce a telefonare o di chi non vuole le centrali di produzione energetica ma non rinuncia ai numerosi elettrodomestici e apparecchi elettrici sempre piu' energivori.

Mauro Luglio 09.06.06 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
che ne dici del fatto che il famoso campo solare su progetto del Prof. Rubbia che si doveva realizzare in Sicilia ora pare non si farà più; il premio Nobel lo farà in Spagna nelle vicinanze di Barcellona, dove c'è già l'area ed i soldini pronti.
La tecnologia proposta da Rubbia è all'avanguardia; energia termica dal sole, stoccata in una concentrazione salina e in seguito utilizzata per la produzione di energia elettrica; questo in sintesi il principio.
Ora, pare che il Geometra messo dal Governo di Arcore al posto di Rubbia abbia dichiarato che questa tecnologia non funziona.
Ma, caso strano, pare anche che lo stesso Geometra stia conducendo una trattativa per vendere questa tecnologia alla Cina.
Delle due l'una: o ha ragione Rubbia e ancora una volta la nostra Italietta si sta perdendo un'occasione, oppure stiamo truffando i cinesi (cosa che mi pare difficilina).
Rimane il fatto che, dal 1980 da quando mi occupo di solare, ho visto moltissime occasioni perse e nessuna volontà politica.
Già da allora la tecnoclogia degli stagni solari a diversa concentrazione salina era nota.
Informati se puoi su questa situazione e raccontaci cosa riesci a sapere per favore.
Io, nel frattempo continuo a realizzare impianti solari termici, a recuperare le acque meteoricheed a progettare impianti a bassissimo consumo energetico.
Ti ringrazio.

Luigi Monguzzi 08.06.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se può interessare una casa quasi autosufficiente c'è anche in italia, guardate qui. Si può vedere anche il funzionamento in tempo reale.

http://www.lacombustione.it/modules/realizzazioni/index.php?id=6

davide.checchin 07.06.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Regione Liguria: contributi per impianti solari termici

La Giunta regionale ligure, con il provvedimento n.484 adottato nella seduta del 19 maggio 2006, ha approvato un bando di cui al decreto ministeriale del 24 luglio 2002 e la relativa modulistica concernente la presentazione delle domande di contributo, per la realizzazione di interventi d’installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento delle piscine, riscaldamento degli ambienti, destinando risorse per complessivi € 153.749,51.
In particolare:
possono presentare domanda di contributo tutti i soggetti, pubblici e privati, proprietari della struttura cui si riferisce l’intervento o che siano autorizzati dal proprietario stesso;
le domande presentate dai soggetti privati devono essere in bollo, così come previsto dalla vigente normativa, sottoscritte dall’interessato e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore;
per quanto riguarda le domande presentate dal sistema imprenditoriale (Pmi e Grandi Imprese), l’eventuale contributo è concesso a titolo “de minimis” (Regolamento CE n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001);
devono essere richiesti alle competenti Autorità tutti gli atti di assenso (autorizzazioni, concessioni, nulla osta ecc.) necessari per la realizzazione degli impianti solari termici;
gli interventi vengono finanziati con un contributo in misura del 25% del costo di investimento ammesso non inclusivo dell’IVA. In ogni caso il contributo totale non può superare la somma massima di € 25.000,00 ad intervento;
la Regione provvede ad effettuare l’istruttoria delle domande (da trasmettere a lavori ultimati) con procedura valutativa a sportello e a concedere ed erogare in un’unica soluzione il contributo ai richiedenti, fino ad esaurimento dei fondi disponibili, seguendo l’ordine di spedizione delle stesse

http://www.esi-italia.com/single_news.aspx?id=152

Mario de Chiara 07.06.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

SAREI INTERESSATO AD IMPIANTARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN PUGLIA SU UN TERRENO ESTESO DI 60000 MQ.
C'E' QUALCUNO CHE MI PUO' AIUTARE A CERCARE LE GIUSTE PERSONE DA CONTATTARE PER AVERE INFORMAZIONI INERENTI?
GRAZIE

GENTILE NATALE 04.06.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allucinante!
Chi di voiha avuto la fortuna di seguire questa notte lo speciale del TG1 sull'energia?
tante belle parole per propinare l'importanza di fare dei rigassificatori!
La riconversione di centrali ad olio verso il gas e il carbone! Terrificante!
Per il fotovoltaico il direttore del GTRN non ha detto nulla del tetto massimo di qualche MW per anno fissato dal decreto sul conto energia!
Chi ha fatto il servizio manco se l'é posta la domanda! Bravi giornalisti!
l'impianto solare termico del progetto archimede in sicilia sta aspettando decisioni politico-mafiose, Rubbia se rotto le palle e se ne va in Spagna, questo non l'hanno detto!
Poi come al solito questi servizi vanno in onda nelle fasce più comode!!
Porca mignotta! Della biomassa neanche un esempio!
Il biogas non se ne parla neppure!

Facciamoci sentire!
Che servizi del genere li faccia Report di rai tre in una fascia serale!

Coccia Simone 29.05.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Allucinante!
Chi di voiha avuto la fortuna di seguire questa notte lo speciale del TG1 sull'energia?
tante belle parole per propinare l'importanza di fare dei rigassificatori!
La riconversione di centrali ad olio verso il gas e il carbone! Terrificante!
Per il fotovoltaico il direttore del GTRN non ha detto nulla del tetto massimo di qualche MW per anno fissato dal decreto sul conto energia!
Chi ha fatto il servizio manco se l'é posta la domanda! Bravi giornalisti!
l'impianto solare termico del progetto archimede in sicilia sta aspettando decisioni politico-mafiose, Rubbia se rotto le palle e se ne va in Spagna, questo non l'hanno detto!
Poi come al solito questi servizi vanno in onda nelle fasce più comode!!
Porca mignotta! Della biomassa neanche un esempio!
Il biogas non se ne parla neppure!

Facciamoci sentire!
Che servizi del genere li faccia Report di rai tre in una fascia serale!

Coccia Simone 29.05.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig.Grillo mi potrebbe indirizzare verso un'azienda che installi sistemi fotovoltaici nella mia zona (Sardegna), e che sia esperto nelle normative a tutela di questi investimenti .
Grazie e saluti .
Roberto Saba

Roberto Saba 26.05.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domenica scorsa a Savona sono rimasto veramente perplesso.
Sono candidato alle elezioni comunali nella lista dei verdi nella coalizione del centrosinistra.
Ero al Santuario di Savona dove un piccolo gruppo di candidati dell' Unione in circoscrizione teneva un modesto presidio.
Si discuteva tra di noi e con i rari passanti mentre volontari dell' UNITALSI aiutavano anziani e malati a raggiungere il Santuario per la messa dell' organizzazione in occasione dell' annuale pellegrinaggio.
Sarebbe stata una scena agreste e di un tranquillo paese dove le discussioni politiche anche serrate si fanno in piazza discutendo con le persone magari davanti ad un bicchiere consci di lavorare tutti, pur con diverse posizioni per il bene comune nel rispetto reciproco.
Ad un certo punto dal fondovalle arrivano due fuoristrada e una macchina più piccola.
Era la lista di "sinistra alternativa" denominata "A sinistra per Savona", che veniva a fare un comizio elettorale.
"canzoni partigiane" a tutto volume (certamente ottima la scelta dei testi) ...le macchine si fermano un pochino più in su della piazza e via ad un comizio di circa mezz'ora.
Poi partenza verso una nuova località...
Alla sera il telegiornale annuncia che la Svizzera vuole tassare i fuoristrada circolanti perchè inquinanti sia per le emissioni che per il rumore.
Mi sorge un dubbio anche rispetto al protocollo di Kyoto:
"Eravamo più alternativi noi, che discutevamo tranquillamente ...o chi è arrivato in fuoristrada?

danilo bruno 25.05.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e Amici
scrivo per contestare una vostra affermazione.
Voi annoverate l'energia da fonte fotovoltaica come pulita, in realtà questa è una panzana!!!
Se facessimo una semplice valutazione meramente energetica limitata solamente alla fase d'uso il fotovoltaico è pulito ma a rigore scientifico non si può non tener conto della produzione e dello smantellamento dell'impianto entrambi processi particolarmente energivori...quindi un'analisi che tiene conto dell'intero ciclo di vita ci porterebbe a concludere che abbiamo consumato più energia di quella prodotta e abbiamo emesso più co2 di quella risparmiata con un forte dispendio di risorse da parte del contribuente.Quindi pulita un c...o!!!
Gli energetici.

Luigi Ciotta 25.05.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non pensi sia il caso di muoversi per sollecitare il ministro Pecoraro Scanio a destinare maggiori risorse al conto energia?

Mi ricordo che lui è venuto qua sul blog a fare propaganda elettorale..vediamo se adesso che viene il bello si ricorda di noi!

Alberto Villa 24.05.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

con piacere vedo che molti hanno interesse e competenza sull'argomento, io nutro altrettanto interesse e passione per tutte le fonti rinnovabili e da quando ho terminato gli studi cerco di fare di questa passione un lavoro, ahimè con scarsi risultati. Sarei molto grato a chiunque potesse indicarmi società o enti cui proporre la mia candidatura (sopratutto in Liguria).

grazie a tutti

Federico Zanzarsi 24.05.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti,
solo per portare alla vostra attenzione che il GRTN ha appena comunicato l'esaurimento della potenza incentivabile per il 2006 ( http://www.grtn.it/news/procedure/leggi_news.asp?IdNews=7060 ).

Dal comunicato, l'allegro gestore ci comunica che è sconsigliabile presentare domanda d'incentivazione nella prossima finestra di giugno 2006, se non intervengono variazioni normative.

Osservando i dati pubblicati, prendendo a riferimento impianti di potenza inferiore ai 50Kw (in questa categoria rientrano gli impianti domestici) il gestore ci informa che sono pervenute 13.827 domande per complessivi 365 MW di cui solo 60MW avranno accesso alle incentivazioni quest'anno.

Facendo un rapido calcolo, chi avesse presentanto domanda di incentivazione a fine marzo 2006 (eccomi!) dovrà aspettare il 2011 per realizzare l'impianto.

Come noterete inoltre, il gesTHORe in questa breve ma intensa comunicazione, si è ben guardato dal dire come verranno trattate le domande già presentate risultate inevase quest'anno.

A questo punto c'è solo da sperare che si intervenga al più presto per eliminare il decreto truffa 6 febbraio 2006.

...Mannaggia!

Andrea Nanni 24.05.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
solo per portare alla vostra attenzione che il GRTN ha appena comunicato l'esaurimento della potenza incentivabile per il 2006 ( http://www.grtn.it/news/procedure/leggi_news.asp?IdNews=7060 ).

Dal comunicato, l'allegro gestore ci comunica che è sconsigliabile presentare domanda d'incentivazione nella prossima finestra di giugno 2006, se non intervengono variazioni normative.

Osservando i dati pubblicati, prendendo a riferimento impianti di potenza inferiore ai 50Kw (in questa categoria rientrano gli impianti domestici) il gestore ci informa che sono pervenute 13.827 domande per complessivi 365 MW di cui solo 60MW avranno accesso alle incentivazioni quest'anno.

Facendo un rapido calcolo, chi avesse presentanto domanda di incentivazione a fine marzo 2006 (eccomi!) dovrà aspettare il 2011 per realizzare l'impianto.

Come noterete inoltre, il gesTHORe in questa breve ma intensa comunicazione, si è ben guardato dal dire come verranno trattate le domande già presentate risultate inevase quest'anno.

A questo punto c'è solo da sperare che si intervenga al più presto per eliminare il decreto truffa 6 febbraio 2006.

...Mannaggia!

Andrea Nanni 24.05.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

EUROPA PRIMA NEL FOTOVOLTAICO

Nel 2005 sono stati istallati 1.727 MegaWatt fotovoltaici, contro i 1.200 MW del 2004. L'Europa guida la classifica delle aree con la maggior crescita nel settore, trend superiore perfino al Giappone, leader mondiale del fotovoltaico.

L'area nipponica mantiene il primo posto nella top ten mondiale, con 833MW di celle fotovoltaiche e un +33% rispetto al 2004. La produzione dei Paesi europei ammonta a 452 MW, con un +44%, mentre gli Stati Uniti hanno segnato solo il 10% di incremento rispetto all'anno precedente, nonostante verso la fine dello scorso anno siano stati varati una serie di provvedimenti per incentivare la produzione elettrica dal sole (fra gli stati più attivi, la California dove il Governatore Arnold Schwarzenegger ha firmato un programma per la promozione di 3000 MW fotovoltaici, e gli esperti stimano quindi che per il 2006 ci sarà un miglioramento delle cifre rispetto ai risultati del 2005).

Sul fronte degli operatori, il titolo di numero uno mondiale è andato ancora una volta alla giapponese Sharp, leader nella produzione di celle fotovoltaiche. Nel 2005 Sharp ha registrato un balzo del 32% e si è nuovamente assicurata, per il sesto anno consecutivo, la vetta del podio.

A livello europeo al primo posto c'è Q-Cells, che nel 2005 ha raddoppiato la sua produzione, mentre il produttore cino-australiano Suntech ha triplicato la sua produzione rispetto al 2004.

'Scoop', in termini negativi, sempre secondo la rivista PV News, la caduta in classifica di BP Solar che dalla seconda posizione del 2004 è scesa in settima nel 2005.

In questo contesto la realtà italiana resta marginale. La rapida crescita delle installazioni solari nel 2006 - 2007, dopo l'entrata in vigore del conto energia, sta però muovendo le acque anche nel nostro paese e diversi progetti di nuovi impianti di produzione di celle sono attualmente allo studio da parte di investitori italiani e stranieri.

Mario de Chiara 23.05.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, da quando è partito il "Conto Energia" mi occupo di fotovoltaico e sarei lieta di divulgare tali informazioni a chiunque ne fosse interessato : sia per chi li voglia installare, per chi vuole proporre il "pacchetto chiavi in mano" o per avere semplici informazioni.
Spero che il fotovoltaico in Italia si sviluppi come già in altri paesi europei è successo e cresca sempre di più in noi un animo ambientalista.

ariela savio 23.05.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho predisposto la domanda per realizzare un tetto fotovoltaico sulla mia casa da inviare al GRTN nel prossimo bando di giugno.
L'impresa che ha predisposto il progetto ha contattato il GRTN che riferisce di un possibile blocco dell'accettazione delle domande, forse con annullamento dell'intero nuovo bando a causa dell'eccessivo numero di domande pervenute gia' nel bando di marzo.
E' possibile che tante aspettative vengano frustrate in questa maniera? Facciamo sentire la ns. voce ai nuovi governanti per incrementare il ridicolo limite di 85MV imposto dalle leggi attuali!!!

Fabio Magrelli 22.05.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti, di seguito espongo la mia situazione a tutti i blogger: a inizio anno ho installato sul mio tetto un impianto solare fotovoltaico e, conseguentemente, ho richiesto il conto energia al GRTN, ancora oggi e per la seconda volta il mio installatore mi ha informato che la mia domanda per l'attivazione del conto energia non è stata accettata.
le mie domande sono:perchè?come posso far valere i miei diritti e ottenere l'atticvazione del conto energia(il collegamento all'enel è già funzionante...)?
riproporremo la domanda al primo di giugno, in caso negativo pensiamo di passare al tar.
ciao a tutti.
grazie beppe.

dario colombo 20.05.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto su focus questa notizia e io ve la rimando, i modi per generare energia pulita e alternativa al petrolio sono innumerevoli, adesso in portogallo stanno per realizzare anche i serpentoni M/V Sea Power per ricavare corrente elettrica dalle onde del mare. Per maggiori informazioni a riguardo leggete il numero 164 di Focus o andate al sito http://www.ecoblog.it/post/1280/energia-dalle-onde-del-mare-primo-impianto-in-costruzione-in-portogallo

gesuino napoli 17.05.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,

hai visto ancora una volta in Italia il sole è tramontato ancor prima di sorgere!
...e così il Progetto Archimede se ne va pare per l'ennesima complicazione (o insabbiamento!???) burocratico, che schifo!
In effetti l'Italia non può permettersi di sfruttare il calore del sole per fare energia elettrica pulita, tale calore e appena sufficiente per scaldare tutte le sedie dei nostri "Tecnici" politicanti!!...Io ho una proposta aggiungiamo ai loro benefits un chilo di fagioli gratis al giorno, così le sedie se le scaldano da soli e noi possiamo produrre energia con il sole!

Ciao Federico

Federico Zanzarsi 16.05.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Ci siamo quasi ci voglio ora uccidere tutti hanno deciso la nosta vita tranne che noi l'enel ha deciso la gente di Civitavecchia deve morire,e che la morte gli giunga presto
gli trasformiamo la centrale al carbone.
é possibile che nessuno se ne occupi parlate di juve parlate di Moggi, e le nostre vite? Nessuno ne parla o fà finta di parlarne

sergio rotti 15.05.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io nella trasmissione di Fabio Volo ho notato che nella vicina Spagna vi è una legge che obbliga le nuove costruzioni ad installare sui tetti un'impianto fotovoltaico. Alla domanda di un'altro blogger l'italia e sempre ultima ad attrezzarsi per queste nuove fonti, posso solo dire che non c'è la voglia di volerle fare perchè siamo trascinati dalle grandi lobby del petrolio. Con un paese come il nostro sempre esposto al sole non vedo il motivo di non volerle, si parlava di energia nucleare di iniziare a costruire nuove centrali, questo andrebbe si a vantaggio di noi consumatori, ma a discapito dell'ambiente perchè non sappiamo ancora smaltire i rifiuti tossici.
Allora mi domando e forse anche Beppe Grillo se lo chiede perchè non usufruire di queste fonti rinnovabile pur avendo un limite di 85 Mwp, perchè non aumentare questo limite, tanto di tetti c'è ne sono cosi tanti che si potrebbe produrre tanta energia durante il giorno da soddisfare il nostro fabisogno, con una conseguenza che, si brucierebbe meno petrolio e carbone, salvaguardando l'ambiente, ma sospratutto cercando di eliminare a poco a poco l'uso dei combustibili fossili.
Vorrei sapere se questo è un problema legato ai solo costi degli impianti fotovoltaici oppure ad e un problema come sempre di non voler migliorare la vita di tutti noi?

Cosimo Limone 12.05.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Inizio con una premessa... Sono un agricoltore (giovane), negli ultimi 15 anni la situazione per l'agricolture italiana è andata progressivamente peggiorando: il costo delle materie prime in costante aumento ed il costo del prodotto in costante diminuzione... Tanto che ora con il "supporto" dell'europa (riforma della PAC) ci conviene non coltivare nulla... si hai capito bene "dobbiamo" lasciare incolti migliaia di ettarei di terreno. Tanto che molti di noi si chiedono dove è il BIODIESEL perchè non se ne parla più proprio ora che il petrolio minaccia di salire fino ai 100 $ al barile. Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero su questo tema e magari sapere se non fossi interessato ad aiutare degli agricoltori associati in cooperetiva ad installare una "piccola raffineria".

Giacomo

Giacomo Giorgi 11.05.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Ieri nella trasmissione italo-spagnolo di Fabio Volo ho avuto modo di conoscere che in spagna le nuove abitazioni devono avere dei pannelli solari installati (per elettricità o acqua calda), questo obbligatoriamente per legge! ma perche dobbiamo essere sempre gli ultimi qui in italia.

Angelo Volpo 11.05.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento

segnalo un articolo:
http://www.edilportale.com/edilnews/NpopUp.asp?idDoc=8003&iDCat=27

ivan jacquemod 10.05.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Intanto per risparmiare ci possiamo organizzare andando alle stazioni di rifornimento di benzina che fanno il prezzo piu' basso e segnalarle agli altri per fare in modo che chi pratica prezzi piu' alti li abbassi. Date un'occhiata a http://www.pienorisparmio.it


Salve,mi chiamo Anita e mi occupo da non molto della azienda agricola di famiglia. Azienda dell'agro pontino, zona IGP di pregio, che ha rischiato, e forse rischia ancora, di essere tranciata da qualche chilometro di asfalto: Corridoio Tirrenico e Bretella Cisterna Valmontone (ora li chiamano Superpontina e collegamenti trasversali ma il progetto è uguale:Storace o Marrazzo non cambia un c...!. Ho fatto talmente tanto casino che alla fine sono stata pure eletta nel consiglio della Unione Provinciale della Confagricoltura di Latina! Che c'entra questo con il fotovoltaico? Ho imparato da mio padre il rispetto della terra, per lui mi sono trasferita qui dalla città,in questo ultimo anno di lotte ho capito che la vera ricchezza è la terra,l'ambiente, e solo chi la coltiva può mantenere intatto questo patrimonio, di tutti. Mi piacerebbe tantissimo che le nostre aziende potessero produrre l'energia, pulita, di cui hanno bisogno (fotovoltaico, biomasse, etc....) senza dover per questo investire alla cieca i soldi che purtroppo è sempre più difficile raggranellare con "frutto" del nostro lavoro.... frutti pagati sempre meno e che ai poveri consumatori costano sempre di più (ma questo è tutta una altra storia!!!). Non avrei mai pensato di dovermi rivolgere ad "un comico" per avere notizie vere e concrete:ti ho fregato una battuta ma.... nessuno mi fa luce!!! Conviene?... Non conviene?... Secondo me siamo in netto ritardo, ma visto che il mese prossimo si dovrà organizzare un incontro in associazione per dare delle direttive valide a chi ha intenzione di non continuare a pagare l'energia più di quanto gli vengono pagate le pesche, o l'insalata, ho pensato di chiedere ragguagli a te che sei chiaro e diretto e da anni ti produci l'energia da solo! Un caro saluto dall'agro pontino
Anita Ruggiero
via Mediana Cisterna 35, Campoverde, Aprilia (LT)
335 5880685
06 92900044

Maria Anita Ruggiero 08.05.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto questo messaggio, di cui ne trascrivo solo solo una parte:

"Dal Blog di Beppe Grillo parte una iniziativa.
COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO!!!!!!

> La proposta è che, da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina delle due più grosse compagnie, SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una unica compagnia.
Se non venderanno più benzina,saranno obbligate a calare i prezzi. Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi. Per farcela, però dobbiamo essere milioni di non clienti di Esso e Shell, in tutto il mondo.
Questo messaggio, proveniente dalla Francia..."

Tutt'ora vorrei sapere se questa initiative parte del suo blog.
Ma poi, fare questo non approfita a Total Fina, che, dal punto di vista ecologico ma anche economico fa pure delle belle schifezze?
Se non vado da uno, un altro ne approfita, non?

Aurélie Faivre.

Aurèlie Faivre 08.05.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti voglio portare a conoscenza un dubbio e utilizzo le parole di blogger: "Cercasi super esperto fiscalista?
Mi spiego meglio:
io sono uno di quelli che non informati da alti gradi sull'entrata in vigore del conto energia non ha fatto in tempo a presentare per la prima scadenza 30 settembre domanda per conto energia ed in attesa della pubblicazione del nuovo decreto per vedere se mi viene accolta le domanda presentata a inizio novembre(sono circa al n° 4900 del GRTN)
Il mio problema riguarda però un aspetto del dm 28/07/05 cioè il trattamento fiscale inerente il contributo statale.
Mi spiego meglio nel DM 28/07/05 non dice da nessuna parte se il contributo di 0,445 €/Kw è esente da imposte oppure se deve essere considerato reddito a quindi tassato su UNICO in tutto il decreto l'unico rimando in merito è l'articolo 6 comma 5 del DM in questione in cui cito testualmente "sono fatti salvi gli obblighi previsti dalla normativa fiscale in materia di produzione di energia elettrica" COSA VOGLIONO DIRE ?
Se qualcuno di Voi è al corrente della materia chiedo i seguanti quesiti che sono sicuro non interassano solo a me:
1) il contributo statale (tariffa incentivante) di 0,445 €/Kw che tipo di contributo è ? cioè esente da inposizione fiscale? se non esente deve essere considerato reddito e quindi soggetto a Irpef o IRE?
2) nel caso che l'impianto venga come nel caso del sottoscritto costruito da ditta artigianale e asservito all'azienda il contributo è anche soggetto ad IVA? se soggetto ad IVA il contributo di 0,445 deve esse inteso al netto od al lordo di IVA?
3) La costruzione dell'impianto fotovoltaico per la ditta può essere considerato bene strumentale (pur non producendo un incremento della produzione della ditta ma unicamente risparmio minor bolletta energetica) e quindi deducibile ai fini fiscali?"

la discussione si trova sul forum: http://www.forumcommunity.net/?f=6903

grazie a chi ha notizie fiscali e li volesse portare a conoscenza

giancarlo licitra 08.05.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente caro beppe ne sei al corrente ma sono notizie talmente belle che vorrei renderle note a tutti..tratto da ecoblog del 3 maggio 2006..
Mentre in Italia si fa sempre più minacciosa la tentazione nucleare, in Portogallo hanno appena finito di firmare gli accordi per la più grande centrale fotovoltaica al mondo. Gli 11 megawatt (11!) di potenza previsti saranno pronti entro il prossimo febbraio. La località prescelta è invece Serpa, una delle località più soleggiate d’Europa, a sud-est di Lisbona. I moduli fotovoltaici (tutti monocristallini) installati saranno 52.000. L’impianto userà anche una tecnologia chiamata PowerLight’s PowerTracker che permette ai panelli di orientarsi nella posizione ottimale durante le diverse ore del giorno. L’impianto permetterà di evitare l’emissione 30.000 tonnellate di Co2 ogni anno.
Se qualcuno tra i nostri burocrati se lo fosse dimenticato, anche l’Italia a quantità di Sole non se la passa male. E come al solito rimaniamo sempre più indietro nelle rinnovabili, a volte mi viene il dubbio che un’insolazione pesante se la siano presa quelli che decidono le nostre politiche energetiche nazionali..grazie dell'attenzione..

nadia baroni 07.05.06 23:21| 
 |
Rispondi al commento


Oggi ho assistito a una conferenza di Massimo Scalia. Docente universitario alla Sapienza di Roma, è uno dei fondatori di Legambiente e ora fa parte del Movimento Ecologista…
Critica “l’economia del cowboy”: la fede incrollabile nel progresso lineare e nella disponibilità illimitata delle risorse (crollo di Prometeo).
Nemmeno il tabù del nucleare ha prodotto in Italia una politica energetica efficiente.
Bush e Blair pensano che tra 20 anni la 4 a generazione di reattori risolverà la crisi del petrolio… Alcuni studiosi credono che nel 2009 sarà raggiunto l'apice della “curva di Hubber”, ossia quel punto oltre il quale la quantità di petrolio disponibile sarà sempre minore e l'estrazione del petrolio si farà più ardua e costosa.
L’Effetto serra è antropico e causa di grande instabilità climatica.
Nel 2002 si è staccato un iceberg grande come la Valle d’Aosta. Nello stesso anno a Praga la Moldava ha avuto una piena tipo il Rio delle Amazzoni. Nel 2005 l’uragano Katrina ha causato l'inondazione del 90% della città di New Orleans.
I fenomeni estremi sono sempre più frequenti e incontrollabili.
Per far fronte a questo problema e allinearsi al “Protocollo di Kyoto” l’Unione Europea ha pubblicato il “Libro Verde” (23-03-2006), con l’obiettivo del risparmio del 20% dell’energia e la produzione del 25% dell’energia elettrica attraverso le fonti rinnovabili, ma USA e Japan non hanno aderito al protocollo (insieme producono circa ¼ delle emissioni totali di gas serra). Si potrebbe denunciarli al WTO per “concorrenza sleale”.
C'è chi sostiene che a fronte di situazioni di rischio, come le catastrofi naturali, anche il concetto di democrazia deve cambiare… Cosa possono fare i cittadini della Terra? Iniziare a cambiare lo stile di vita appare una necessità.

Io sono consulente per una società che produce pannelli solari e moduli fotovoltaici. Se qualcuno avesse ottenuto il “Conto Energia” e stesse cercando il materiale e/o l’installazione…
robzaghen@tele2.it

Roberto Zaghen 04.05.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ben vengano le fonti di energia alternativa sia fotovoltaica che eolica.
non dimentichiamo però che se non ci affrancheremo dalla schiavitù del petrolio,lo sviluppo delle energie alternative sarà lento, molto lento.
provate a convincere Bush , oltre che american president, anche noto petroliere, che il suo amato petrolio ovunque pagato in dollari, non serve.
provate pure a dire all America che con il 6 per 100 della popolazione mondiale, attinge al 50 per 100 dele risorse mondiali ed inquina come il 50 per 100 dell umanità,cosa ne pensa del protocollo di kyoto per la riduzione delle emissioni responsabili dell effetto serra.
la risposta è la stessa,l american way of life non puo cambiare e se per l america petrolio .equivale a ricchezza e potere sino al suo esaurirsi continueremo ad inquinare.
comunque asfissieremo combattendo..
quindi forza con le politiche e le iniziative pro energie alternative

mario raina 04.05.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

La Provincia di Milano ha presentato alla stampa il progetto che prevede l’istallazione di 48 impianti fotovoltaici presso altrettante scuole superiori di Milano e Provincia per produrre energia “pulita”.
Gli impianti installati permetteranno alle scuole un notevole risparmio energetico riducendo l'energia assorbita dalla rete che viene viceversa prodotta localmente facendo ricorso alla fonte energetica solare fotovoltaica.
"Per combattere l'inquinamento e per diminuire i consumi energetici e le emissioni inquinanti - ha dichiarato il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati – la Provincia di Milano ha già attivato diverse iniziative: dal controllo degli impianti di riscaldamento nei Comuni con meno di 40.000 abitanti, all'applicazione del principio del risparmio energetico anche nelle sedi della Provincia, dove si è regolata la temperatura al di sotto dei 20 gradi, alla diffusione dei nuovi regolamenti edilizi che indurranno una riduzione del 50% dei consumi di combustibili nei nuovi edifici e in quelli ristrutturati. Con la costruzione degli impianti fotovoltaici – ha concluso Filippo Penati – continua il lavoro di sensibilizzazione, a partire dai più giovani, sul risparmio delle risorse energetiche."

Mario de Chiara 04.05.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Ho installato un' impianto Fotovoltaico nella zona di Roma dalla metà di febbraio ma non ho avuto ancora l'allaccio con l'enel (contabilizzazione bidirezionale) perchè l'enel dice che non ha i contatori. Che posso fare? Io ho mandato un'e-mail a MI MANDA RAI3

alessio.giardi@fastwebnet.it

Grazie e a risentirci

Alessio Giardi 04.05.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Domenica scorsa andiamo, con mia moglie, a Moa Casa, rassegna dell'arredamento alla Fiera di Roma. Tra i vari stands quello di Enel; in esposizione pannelli solari, se registri il tuo nome ti regalano lampadine a basso consumo. A casa ho un bel terrazzo, abbastanza assolato. Il mio sogno è di installare, sul tetto di un casotto ubicato sul terrazzo, un bel pannello solare per la produzione di energia elettrica. L'addetto alle vendite è disponibile e preparato. Mi dice che l'energia prodotta deve essere "girata" al GRTN che l'acquisterà a determinati prezzi; chiedo quale sia il costo dei pannelli: 7000 euro a Kw; faccio un rapido calcolo: mi sono accorto che gli attuali 3 Kw a volte non bastano, casa è grandina, ne vorrei 4,5. Moltiplicati per 7000 diventano 30000 euro, sull'unghia. Chiedo quali siano gli incentivi che il GRTN o chi per lui ha previsto per sostenere l'installazione dei pannelli e il venditore ammette che non sono previsti incentivi sull'acquisto o sull'installazione del materiale, o meglio sono previsti in un arco di tempo che varia da un minimo di 8 fino a 30 anni. Gli faccio notare che l'investimento iniziale è scoraggiante per il privato, e lui ammette che è proprio quello il motivo principale per cui il fotovoltaico non si sviluppa nel nostro paese.
In conclusione questa chiacchierata mi ha fatto capire che puoi risparmiare, rientrando dell'investimento iniziale in tempi lunghissimi, a patto che ti puoi permettere un investimento inziale nell'ordine delle decine di migliaia di euro. Ovvero, puoi risparmiare se te lo puoi permettere.

Roberto Reho 04.05.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono Mauro di Livorno ci siamo conosciuti un po' di anni fa a Bologna quando mi chiamasti a lavorare con te nelle prime turnè di informazione. Lavoravo con il computer ed il video insieme ad Edi. Conobbi grazie a quel lavoro quel fantastico personaggio di nome Marcus Friedly. In questi anni ho continuato a lavorare sia con Internet - che tanto denigravi ! - che con l'ambiente. Dove vivo ora ho installato pannelli solari e una caldaia a biomasse e nel terreno che ho vicino a casa ho inizato a coltivare il mais con il quale faccio funzionare la caldaia. Mi sto rendendo indipendente dal petrolio e con me le persone che vivono qua. Il prossimo passo che voglio fare è quello di produrre la nostra corrente elettrica, ed invece di mettere un generatore a biomasse con un antico motore a vapore vorrei intraprendere la strada di Marcus e installare una centralina ad idrogeno. In un momento come questo dove da troppe parti ci stanno riproponendo il nucleare penso sia importante muoversi facendo delle cose concrete che possano essere di buon esempio. Mostrare che affrancarsi dal petrolio, dal nuclearee dalle fonti energetiche dannose è possibile. Ti scrivo perché vorrei ricevere contatti ed informazioni per iniziare aprogettare un impianto ad idrogeno per la casa e realizzarlo. Le stesse informazioni poi penso potranno essere d'aiuto e stimolo agli altri lettori del blog.

Mi puoi aiutare?

Saluti

Mauro Pieri


dott.grillo, qualcuno, ditemi se è vero...ho letto che la produzione di idrogeno e dannossa in quantità globale oltre ad essere 10 volte piucostosa della benzina...se è vero abbiamo un problema visto che si progettano e gia si vendono auto a questo combustibile ecologico.
se non fosse vero allora gia si disinformazione pure su questo per poter ancora vendere tecnologie preistoriche.....il problema sembrerebbe essere nella grossa produzione in quanto il costo verrebbe ad essere superiore a quello della benzina per cui poi anche all'utente finale costerebbe ...quindi è possibile che ogni volta che le multi nazionali si riuniscono il risultato e sempre lo stesso piu soldi per loro se vogliamo guadagnarci in salute o in qualcosa anche noi?!

Alex Carrozzino 02.05.06 03:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, volevo tramite il tuo bolg ringraziare pubblicamente l'enel per i grandi passi in avanti fatti sulla riduzione del costo dell'energia, infatti a gennaio ho attivato la tariffa BIORARIA SERA, che fancendo una media, mi ha fatto risparmiare,avendo superato il 26% dell'energia erogata nella fascia ridotta (32%) su 1055 kw ben 60 centesimi di euro (tasse esculse), nella convizione che questi soldi vanno oltre "quello che vediamo" spero che si decidano presto ad investire i soldi della pubblicita' in INNOVAZIONE.
Grazie.

pasquale Strino 29.04.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

DOPO LA FIGURA DI IERI NOTTE dei nostri senatori della repubblica per l'elezione del presidente del senato:
Rivalutiamo Caligola che fece senatore ilsuo cavallo!!!!!!!!!!
Petizione al presidente della Repubblica perche' faccia senatora a vita Varenne

Fabrizio Braschi 29.04.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Io non sapevo nulla....
che richiesta?

francescos4r@hotmail.com

Francesco Mussi 28.04.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

speriamo si faccia qualcosa per migliorare la resa dei pannelli... e spero che le nuove costruzioni sia sempre più dotate di queste tecnologie...

per abbattere inquinamento, impatto ambientale e costi serve laiuto di tutti.

stefano "akiro" meraviglia 28.04.06 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Il decreto sul Conto Energia ha impresso una bella accelerazione al fotovoltaico. Bene, benissimo, evviva. Io ho uno studio di progettazione che si occupa proprio di energie rinnovabili. Alleluia!

Però, dopo l'euforia, viene da chiedersi se non stiamo cercando di risolvere il problema sbagliato. Parlando contro il mio interesse, mi viene da pensare che costruire nuovi impianti fotovoltaici non è sempre la soluzione migliore. Spesso basterebbe usare meglio ciò che abbiamo già. Vi faccio un esempio, suggeritomi da un mio amico americano:

Domanda: cosa costa meno?

Sostituire una lampadina ad incandescenza da 60W con una a risparmio energetico da 14W (lampade fluorescenti compatte), oppure installare nuovi impianti per fornire quei (60W-14W) = 46W aggiuntivi necessari al funzionamento della lampadina?

Risposta: una lampada a risparmio energetico costa 5 euro. Ai prezzi di oggi, installare ogni watt di picco di pannello fotovoltaico costa circa 6 euro.

Lampadina: 5 euro
Potenza aggiuntiva: (60-14)*6 = 276 euro

Certo è bello incassare in contanti esentasse i proventi del proprio impianto fotovoltaico. Ma il guadagno maggiore è non dover mettere mano al portafoglio.

Saluti,

L.


Caro Romano Prodi,

ti prego accogli questa richiesta di Beppe Grillo, come imprenditore ho bisogno di ridurre il costo dell' energia elettrica consumata nella mia azienda e presenterò il mio progetto di installazione di pannelli fotovoltaici per 50 KW alla sessione di giugno 2006 :

"Tra i primi provvedimenti il nuovo governo elimini il limite degli 85 MWp/anno "

Cordiali saluti,

Duccio borghi

duccio borghi 28.04.06 07:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto contenta di aver scoperto questo blog, nella serata a Sanremo prima delle elezioni,Ho una domanda, qualcuno organizza raccolte di firme, invio di e-mail ecc. per chiedere ai nostri politici-dipendenti di FARE ciò di cui noi parliamo? A chi posso chiedere? Grazie!! Ambra.

Ambra Ghiglione Commentatore in marcia al V2day 27.04.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


12 mq
sul tetto a tutti

Maurizio Capaldo 27.04.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe, volevo ringraziarti per lo spettacolo di sabato e dirti che lunedì io c'ero.... e sono indignato con questi politici di firenze ... ti invio il comunicato stampa del comune di firenze...
fai qualcosa...

fficio Stampa - Comune di FirenzePalazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 FirenzeTel. 055 276 8075 - Fax 055 276 8282

COMUNICATO STAMPA
Firenze, 26 Aprile 2006
BEPPE GRILLO, AMATO (FI): "CRUCCOLINI HA CALPESTATO ANCORA UNA VOLTA IL PROPRIO RUOLO ISTITUZIONALE"
"Il Presidente del Consiglio Comunale, Eros Cruccolini, ha calpestato ancora una volta il proprio ruolo istituzionale partecipando ad un comizio non autorizzato di Beppe Grillo tenutosi all'interno del Consiglio Regionale su iniziativa di Rifondazione Comunista". Lo ha detto il capogruppo di Forza Italia Paolo Amato. "Cruccolini - ha detto Amato-, unitamente agli altri partecipanti, si è quindi preso la reprimenda del Presidente del Consiglio Regionale Riccardo Nencini, che ha doverosamente richiamato tutti al rispetto delle regole istituzionali".
"Ma perché il Presidente Cruccolini ha voluto presenziare al comizio di Grillo contro gli inceneritori? Perché non condivide la politica del centrosinistra in materia di termovalorizzatori o perché è il garante del rapporto e di un accordo - per Palazzo Vecchio - tra centrosinistra e Rifondazione?", si domanda il capogruppo di Forza Italia
"Resta il fatto - ha specificato Paolo Amato- che il Presidente di un'assemblea comunale è tenuto ad altri - e più seri - comportamenti, e che Cruccolini non è in grado (come abbiamo più volte ripetuto) di interpretare correttamente le proprie funzioni istituzionali. Con questo, però, cerchiamo anche di capire Cruccolini: fare qualcosa di sinistra, accanto ad un comico come Beppe Grillo, è stata per lui una tentazione troppo forte. Tanto più che tra comici è più facile intendersi. Peccato che a soffrirne sia poi (come troppo spesso accade con Cruccolini) la dignità del Consiglio Comunale".(lb)

paolo romagnoli 27.04.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento

x Paolo Antonello
Caro Paolo;
se dobbiamo intenderla come Tu dici, un tecnico potrebbe anche consigliare ad un piccolo consumatore di fare un impianto da 21Kwp. In quel caso avrà come contributo addirittura 0,460 anziche 0,445 e non avrà bisogno di "sprecare energia", in quanto gli impianti al di sopra dei 20kwp non hanno queste pseudolimitazioni. Il disorso UTIF vale per tutte le tipologie di impianti. Quello che voglio dire è che, fermo restando possa anche essere concorde nel far si che gli impianti piccoli debbano essere costruiti entro limiti finalizzati al solo autoconsumo, il "sistema" escogitato per scoraggiare installazioni di impianti aventi capacità di rendimento superiori al consumo annuo rischia di disperdere in energia sprecata le risorse economiche messe a disposizione.
Ti ringrazio e Ti Saluto


X-Luca Ratti

C'è chi dice che il fenomeno criminale bisogna prevenirlo, arginarlo, fronteggiarlo, frenarlo, disboscarlo, ma poi diviene sempre più impunito e sempre più manifesto.

Il vergognoso atteggiamento di pochi (o tanti, si vedrà)italiani che hanno perso le attuali elezioni politiche, portano a constatare che non conoscono l'onesta e/o la civiltà e ciò si verifica perché nelle illegalità verosimilmente ci sguazzano e pretendono che in Italia i danni alla persona e il crimine non debba mai pagare.

Perciò può accadere di tutto, dalle vessazioni, ai tentati omicidi e alle provocazioni, tutte indecenze ignominiose così come meglio spiegato in questo
link:

http://www.mobbing-sisu.com

e quest'altro:

http://www.mobbing-sisu.com/ferrari.php

Mi fa piacere che chi si diverte ai miei danni esca allo scoperto, (se i nomi sono veri) così si potranno distinguere meglio coloro che si divertono a provocare ingiuriare e minacciare una donna ammalata grave e invalida (I VERMI) dagli esseri umani che la rispettano e l'aiutano.

Che la giustizia vera in Italia non esiste le persone oneste lo devono vedere con i propri occhi! Almeno per valutare se con il governo del Centrodestra eravamo già in dittatura. Chiaro no? Un cordiale saluto alle persone oneste. Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 27.04.06 05:11| 
 |
Rispondi al commento

Leggo sul Corriereconomia di lunedì 24 aprile a firma di E.Comelli un articolo dal titolo "Rubbia, così perdiamo il treno del sole" dove Carlo Rubbia dice chiaramente che il suo progetto denominato Archimede che voleva aprire in Italia la strada ad una filiera energetica made in Italy tutta incentrata sul termodinamico é stata ripetutamente boicottata e affossata. Oggi lo scienziato lavora con successo al suo progetto in Spagna. C'é qualcuno dei bloggers che mi sa dare una spigazione puntuale e convincente degli interessi economici che stanno dietro ad una scelta così folle come quella italiana di affossare progetti così interessanti e concreti come quello di Rubbia?
Grazie mille

Maria Rita Biagini 26.04.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x la fantomatica Giovanna Marronis & Co. 26.04.06 18:53 nel Post di Beppe Grillo "Gli schiavi moderni4"


E' ALTAMENTE PROBABILE CHE GLI INSULTI E LE DERISIONI CHE MI RIVOLGONO PROVENGANO DAL SERBATOIO DI CORRUZIONE E MALVIVENZA.
Le relative bassezze umane iniziate sin da subito dopo che ho informato i nomi di coloro che hanno per anni coperto le violazioni di legge civili e penali esercitate ai miei danni, ovvero il Governatore per la Lombardia Roberto Formigoni e l'ex Assessore alla Sanità per la Lombardia Dott. Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) non portano lontano dal comprendere chi sei oppure di che gruppo si tratta.

Facendo così mi aiuti nel compito di fare conoscere meglio le mascalzonate e la delinquenza che viene nascosta ai miei danni. I cittadini italiani devono sapere da che individui siamo ancora circondati e persino governati con il centro-destra.

Quello che scrivete per me è uno stimolo per fare sempre sapere la verità ai lettori e significa che ho colpito nel segno tanto da adirarti contro di me. La gente ha diritto di sapere il vero volto degli individui ai quali assegnano il voto elettorale.

E’ inutile favorire i malviventi che si presentano come persone oneste, scoraggiando me di fare sapere verità sostanziali su di loro, offendendomi. Il mio sacrificio imposto con torture, derisione e offese deve aiutare il popolo a buttare giù la vostra schifosa maschera. Giovanna Nigris

http://www.mobbing-sisu.com


Ciao Beppe, io e la mia associazione stiamo lottando da molti mesi contro la costruzione di un mega inceneritore di rifiuti nella provincia di Foggia...adesso è tutto nelle mani dell'ARPA Puglia..ma sappiamo ke sarà molto difficile vincere questa battaglia, xkè ci sono molti interessi politici...e xkè siamo soli...abbiamo mandato e-mail ai VERI, a DiPietro,a un sacco di associazioni "ambientaliste"...abbiamo cercato in tutti i modi di avere un'incontro con il nostro presidente della regione Puglia, ma i risultati sono stati negativi...nessuno ci ha contattato...
NOI ABBIAMO BISOGNO DI AIUTO!!!!
Purtroppo la gente non è ancora ben informata sulle conseguenze degli inceneritori, esperti come il dott. Montanari dovrebbero andare in tv e spiegare TUTTE LE VERITA' NASCOSTE SUGLI INCENERITORI!!!

Isabella Antonacci 26.04.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto il blabla che vanno a fare quelli là,và a finire che per questi quà,cioè noi,rimane sempre ben poco!!No?...

Alessandro Rho 26.04.06 15:11| 
 |
Rispondi al commento

x giacomo
Cosa dicono i Verdi?

I verdi lo urlano e lo dicono a squarcia gola da più di vent'anni, solo che i mass media impediscono che tali messaggi passino tra le maglie. Per i media i verdi sono coloro che:

impediscono la pulizia dei fiumi
impediscono l'uso dei fitofarmaci così paghiamo i pomodori più cari
impediscono la tav
impediscono grandi infrastrutture viarie
impediscono lo sviluppo del nucleare e il caffè mi tocca macinarlo a mano.
impediscono il ponte sullo stretto
impediscono la TAV a Torino
ecc.ecc.
insomma...NON GLI VA' MAI BENE NIENTE

SVEGLIA!!! L'INFORMAZIONE C'E', SOLO CHE TE LA DEVI ANDARE CERCARE.

Oppure pensi che con il 2% di consensi si possa fare la rivoluzione?

vittorio ceoloni 26.04.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più vado avanti ne leggere queste informazioni e più mi fa schifo la gestione di questi governi.. Avete visto la trasmissione "Report" di domenica...Ecco dove vanno a finire i nostri soldi, invece di essere utilizzati per cose oneste e necessarie, finiscono nelle tasche di quel..p... di Giuliano e Ferrara e co. Ed i soldi per le fonti alternative, nelle tasche di altri P.. Datemi il mio 3,6 %, me lo finanzio da solo il mio Fotovoltaioco. M.G.

Giuseppe Manuli 26.04.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

In effetti assimilare alle energie rinnovabili quella degli impianti di cogenerazione, con il solito trucchetto dell'intepretazione estensiva della legge e davvero sporca.
Speriamo che con il bioetanolo l'unione petrolifera riesca redimersi almeno un pochetto.
Forse gliela diamo l'assoluzione !!!

Davide Tramma 26.04.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

curiosita' , ma i "verdi" cosa dicono.
pace e prosperit ]-

giacomo biagetti Commentatore in marcia al V2day 26.04.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho assistito al tuo spettacolo di Rimini complimenti non mi dilungo oltre
interessante il il discorso del ricercatore in merito allo smaltimento dei rifiuti , mi chiedo
che alternative abbiamo agli inceneritori???
a volte mi dicono IL PROGRESSO ha un prezzo da pagare puo essere vero???
grazie beppe

ricci fabio 26.04.06 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA CON LO SPERARE che qualcuno faccia qualcosa, è ora di pretendere, di ricorrere al TAR e di fare giudicare questa truffa ai nostri danni, l'ENEL non può fare dei guadagni e dei dividendi così alti in regime di monopolio nemmeno per un giorno, i nostri soldi spesi per spot televisivi per non perdere quote di mercato, dov'è lo Stato, dove siamo noi, ci sono i Giudici?
Perchè non ci uniamo e gli facciamo causa tutti insieme, esisterà pure il diritto?
Fabrizio Cevoli

Fabrizio Cevoli 26.04.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe oltre che sul conto energia indaga un po' anche sulle altre agevolazioni previste per l'autoproduzione. Troverai che oltre a considerare fonti rinnovabili anche gli inceneritori sono alla pari gli impianti a biomassa. Purtroppo molti impianti vengono realizzati solo allo scopo di godere dei vantaggi di legge e non per l'effettivo spirito di risparmio energetico. Ad Asiago sta partendo il progetto DEMETRA, già il nome suscita filoni hollywoodiani, dove si prevede la costruzione di un impianto di cogenerazione a biomassa. Tutto bene ma ci si dimentica che tutto l'altipiano di Asiago non ha ne impianti ne tradizioni dedite alla lavorazione del legno, dal quale si dovrebbero poi recuperarne gli scarti come combustibile. Per godere al massimo dei finanziamenti si dovrebbe realizzare oltre alla produzione di energia elettrica anche la produzione di calore da cedere mediante teleriscaldamento. Anche quì l'inconguenza di realizzare un sistema costosissimo su impianti con bassi consumi (case di vacanza) con utilizzo esclusivamente stagionale, mentre tale sistema sarebbe da prevedere su utilizzi continui e di trigenerazione (energia elettrica, riscaldamento, condizionamento). A dimostrazione delle mie perplessità, come accade per gli altri impianti già realizzati in provincia di Vicenza (Valli del Pasubio, Monte di Malo, Torrebelvicino), in attesa che la miseria ci costringa a racattare come nel dopoguerra i rami secchi del sottobosco, la materia prima (cippato) viene importata dall'Austria, su gomma e via Brennero. Mi scusino i sigg. ecologisti della neonata società http://www.vienergia.it/ ma non riesco a capire dove sia il risparmio? Senz'altro non nelle mie tasche visto che detta società a capitale pubblico, pagata dal contribuente, và ad interesse politico ed economico dei soliti noti "furbetti del quartierino" ovviamente ben protetti da qualsiasi cambiamento politico grazie ad eque spartizioni.

Paolo A. 26.04.06 10:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sono il proprietario di un piccolo ingrosso di materiale elettrico di Pontassieve (FI) e mi occupo di fotovoltaico da 4/5 anni. Vorrei puntualizzare una parte importante del decreto relativo al conto energia. Con l'integrazione al decreto del 28/7/2005, emanata in data 6 Febbraio 2006, si stabilisce che per gli impianti inferiori ai 20 Kwp la parte della produzione energetica dell'impianto fv avrà come tetto massimo l'equivalente al valore dell'energia consumata, indipendentemente dalla capacità di produzione dell'impianto. In parole povere se costruisco un impianto che produce 10.000 Kwh annui, ma consumo 7.000 Kwh annui, percepirò la sovvenzione esclusivamente per i 7.000 Kwh. Questo in teoria dovrebbe scoraggiare i cittadini a installare impianti sovradimensionati rispetto alle proprie capacità di utilizzo energetico, permettendo la realizzazione di un maggior numero di piccoli impianti. In pratica, poichè riceviamo la sovvenzione in funzione dei consumi, veniamo pagati se consumiamo, cioè anche se "sprechiamo" energia. Sarà cioè sufficiente accendere la stufetta elettrica in pieno Agosto, metterla nel giardino di casa, accenderla, affinchè si riceva il pagamento di tutta l'energia prodotta. Ecco una altro esempio di come una sovvenzione che vuole promovere lo sviluppo delle rinnovabili, nonostante come dice il grande Beppe l'esigua entità di quanto messo a disposizione (specialmente a confronto con chi il sole non ce l'ha), possa in parte diventare in Italia un incentivo allo spreco energetico.

Saluti a tutti

Fabrizio Chelli


Visto che una qualsiasi casetta di meno di quattro piani puo' produrre con pannelli solari l'energia che utilizza, cosa succedera' se i vari inquilini acquisteranno l'energia necessaria dal condominio?

luigi mazzoletti 25.04.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Dal 1 luglio del prossimo anno ogni utente domestico potra' finalmente acquistare la corrente da chi desidera. Cosa puo' succedere se in massa dovessimo disdire il contratto dalle varie Enel per farne uno con produttori di energia pulita (tipo comune di Varese Ligure) ?.

luigi mazzoletti 25.04.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti. mi inserisco nel discorso delle energie pulite e rinnovabili a costo zero che sono alternative a quelle sporche, inquinanti e non rinnovabili, che hanno purtroppo un costo sempre più alto. Parlo dei pannelli solari termici finalizzati alla produzione di acqua calda e pannelli solari fotovoltaici finalizzati alla produzione di energia elettrica, per la precisione parlo di collettori termici e moduli fotovoltaici.Il primo impianto avente una capacità di 200 litri produce una quantità di acqua calda per 3-4 persone e un costo di circa 1800-2000 euro con il quale si elimina sicuramente quasi totalmente l'uso dello scaldabagno. Il secondo impianto merita un discorso a parte, dal momento che è stata cambiata la legge, cioè il primo decreto del 28.07.05 che era vantaggioso è stato modificato dal decreto uscito in febbraio 2006 che ha ridotto il guadagno netto dell'utente possessore dell'impianto. Con il primo decreto l'utente dell'impianto a moduli fotovoltaici di 16 metri quadri e una potenza di 2 KWP era in grado di produrre in un anno, in centro Italia, 2600 KWH di energia elettrica.Dimenticavo di dire che questo si chiama conto energia e permetteva di guadagnare ogni anno 1170 euro di autoconsumo e un risparmio di 470 euro di cessione dell'eccedenza; complessivamente il guadagno economico annuale per l'utente era di 1640 euro. Questo vantaggio con il nuovo decreto non c'è più. Aspetto commenti costruttivi.P.S. il prezzo chiavi in mano di un impianto così descritto è di circa 15000 euro iva 10% inclusa.

nagual nigell 25.04.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

CHERNOBYL CHI DIMENTICA E' COMPLICE
(26 aprile 1986-26 aprile 2006)
Milano 26 aprile 2006
giornata milanese contro il nucleare
Galleria d'arte Blancheart - piazza S.Ambrogio 4

Ore 12 mostra fotografica su Chernobyl
aperitivo con Afonso Pecoraro Scanio Presidente dei Verdi
inaugurazione mostra di Elio Colavolpe
"A vent'anni quel che rimane"

è l'occasione ideale per fare qualche domandina al (futuro) Min. Pecoraro Scanio...

Ore 18.30 dibattito
MILANO: QUALE ENERGIA PER IL XXI SECOLO?

Per qualsiasi informazione su pannelli solari (chiarimenti normativi, preventivi, progettazione…)
robzaghen@tele2.it

Roberto Zaghen 25.04.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

ma che schifo combinano?????!!!!!

PS. Su www.psycosomatica.it c'è la traduzione ufficiale delle "ten rules for safer drug use" di worstpills.org

Daniele Aprile 25.04.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

questa dovrebbe essere la nuova frontiera per l' europa!! il disimpegno dai carburanti fossili entro 20 anni... sarebbe la soluzione per la fine dei tanti conflitti che, mascherati da guerra di religione, insanguinano il mondo e fanno regredire i popoli. Come ben sappiamo il vero scontro non è tra civiltà, come ci vogliono far credere, ma è uno scontro tra potentati economici per il controllo dell' energia. Ci sono i petrolieri americani, ci sono gli emiri e i falsi regimi religiosi del medio oriente, ci sono le lobby del nucleare e quelle delle automobili, ci sono le compagnie petrolifere europee statali e private. Ci sono già le tecnologie per liberarci delle fonti di energia obsolete ma le compagnie e gli stati che detengono il controllo di queste fonti non hanno nessun interesse che cambi questo modello. Oramai gli stati sono governati da queste lobby: bush è un petroliere legato a filo doppio con i petrolieri.
Putin ha incarcerato per 12 anni il suo unico avversario politico che possedeva la più grossa compagnia petrolifera mondiale, la yukos, che è stata poi nazionalizzata. Bin laden punto al controllo dei pozzi petroliferi dell' arabia saudita, è il suo vero obbiettivo dichiarato. Chavez in Venezuela, un matto, conta solo per le sue riserve petrolifere. Pensate agli interessi enormi che muove il petrolio e alla ricchezze che consente di accumulare. In un paio di anni ha raddoppiato il suo prezzo: questo vuol dire che gli utili non sono raddoppiati ma decuplicati perchè i costi fissi di estrazione e distribuzione sono rimasti gli stessi.
Questi contollano tutto, contollano l' economia e con immensi capitali la politica...

michele mori 25.04.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto degli impianti pirolitici che permettono di recuperare, anche da un materiale dichiarato come rifiuto, prodotti pregiati come gas combustibili e carbone.
L’energia in eccesso viene recuperata per la produzione di vapore da utilizzare per la generazione di energia elettrica mediante un sistema turbina a vapore-alternatore.
Il materiale, nel reattore, subisce un processo di pirolisi craking della materia organica con produzione di pirogas e materiale solido.
L'impianto pirolitico come spiegato nel sito www.eko-technology.com funziona a una temperatura "bassa" 500/600 C° e, come ho capito da www.nanodiagnostics.it la temperatura non sembra sufficiente a produrre nanoparticelle la cui emanazione nell'atmosfera non è nemmeno considerata dalla legge.
Sembra che le emissioni inquinanti siano pertanto tutte entro i limiti di legge.
Secondo voi, e secondo te Beppe che ti appassiona il campo energetico, bisogna preoccuparci?

Fabrizio Cavicchi 25.04.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

25apr.ansa:usa,washington:il presidente Bush ha ordinato un'inchiesta per accertare se i prezzi della benzina alla pompa siano manipolati negli usa, ha detto: se le compagnie energetiche manipolano i prezzi in modo scorretto,avranno a che fare con noi,poi ha aggiunto di non avere la bacchetta magica per ridurre subito i costi della benzina. Noi......sempre in controtendenza ci facciamo prendere in giro, è disgustoso ,prima dicevano che era il superdollaro,poi la guerra in Irak, e sappiamo bene che il prezzo della benzina non corrisponde al vero perchè la quotazione dello stramaledetto barile è espressa in dollari e la valuta usa l'ansa dice che ha perso terreno sull'euro,chissa come mai qui non ci sono mai le condizioni giuste per non rubare,chissà perchè quando il prezzo del barile schizza in alto,le compagnie non perdono mai il tempo di trsferire i rincari sul prezzo della benzina:due pesi e due misure.

stefano masetti********* 25.04.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
qui a quanto pare molti di noi hanno visto la puntata di Report sui fondi ai giornali e come insegni tu non finisce qui!!
Nel tuo spettacolo di Busto Arsizio di del 29 Marzo mi ricordo che ci mostravi molti altri casi di MILIONI DI EURO sperperati nelle riviste più assurde che di certo non meritano sovvenzionamenti statali!!!
Stiamo parlando di centinaia di milioni di Euro che in una futura finanziaria potrebbero essere inseriti in un programma per il sostentamento delle fonti rinnovabili!!
Cerchiamo di fare leva su uno spostamento di investimenti!!
Io come tanti siamo pronti a sostenerti in qualsiasi campagna!!

Nicola Dalessandro 25.04.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
a gennaio scorso mi sono documentato anch'io del fotovoltaico perchè avevo intenzione di far domanda, ma dopo il D.L. di fine febbraio mi son cadute le braccia.Ci si dovrebbe ribellare come fanno i francesi:riescono a far annullare una legge non giusta. Ma in Italia pochi sono quelli che hanno i coraggio di alzare la voce e farsi sentire, forse nemmeno i parlamentari del partito di Pecoraro Scanio!
Io credo fermamente alle fonti alternative per l'energia e vorrei che queste fossero incrementate in Italia, a breve termine.Non si può più aspettare!
Si attende con fiducia dal nuovo staff dirigenziale, coordinato da Prodi, un impulso vigoroso e decisivo per la costruzione da parte dei cittadini di impianti fotovoltaici legiferato in modo chiaro. Speriamo bene!
Il danaro potrebbe essere recuperato, se non completamente, almeno in massima parte dal fiume di soldi pubblici usufruito dalle innumerevoli "cooperative" sorte come i funghi per la pubblicazione di giornali, giornalini e giornaletti e da tante altre esistenti.
Chi ha visto Report di RAI 3 di domenica scorsa ha potuto rendersi conto di quanto SPRECO DI DANARO PUBBLICO ESISTE IN ITALIA con leggi truffaldine.
Cordialità.

Giuseppe Troccoli 25.04.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHERNOBYL CHI DIMENTICA E' COMPLICE
(26 aprile 1986-26 aprile 2006)
Milano 26 aprile 2006
giornata milanese contro il nucleare
Galleria d'arte Blancheart - piazza S.Ambrogio 4

Ore 12 mostra fotografica su Chernobyl
aperitivo con Afonso Pecoraro Scanio Presidente dei Verdi
inaugurazione mostra di Elio Colavolpe
"A vent'anni quel che rimane"

è l'occasione ideale per fare qualche domandina al (futuro) Min. Pecoraro Scanio...

Ore 18.30 dibattito
MILANO: QUALE ENERGIA PER IL XXI SECOLO?

Per qualsiasi informazione su pannelli solari (chiarimenti normativi, preventivi, progettazione…)
robzaghen@tele2.it

Roberto Zaghen 25.04.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

MA NON SI POTREBBE DENUNCIARE L'ENEL?

Sandro Sari 25.04.06 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Unica soluzione! Rivoluzione!

Cico cico 24.04.06 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Ti informo che quanto dici relativamente al conto energia è riportato esattamente, con lo stesse parole e virgole, in un bollettino informativo di una Ditta produttrice di pannelli fotovoltaici. I casi sono tre: o tu fai copia e incolla dal loro bollettino o viceversa (senza citare le relative fonti) o tu sei il proprietario della ditta, che si firma Ing. Viscontini.
Ciao e compliementi
PS se fai copia e incolla cita la fonte!

Paolo Piatti 24.04.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, volevo esporre una mia riflessione:

--LA STUFA GLOBALE ---

Alle scuole medie insegnano il principio dell'energia secondo il quale "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma".
Un'automobile, come sappiamo, ha un rendimento del 20% circa. L'altro 80% è dispersione termica.
Con questi presupposti la domanda è: che fine fa il calore generato da milioni di veicoli nel mondo? La logica mi succerisce che esso venga trasmesso all'aria.
Se leggete questa riflessione guardando la via sotto casa, magari non vi dice molto.. Ma coi grandi numeri?
Basti pensare che solo in Italia circolano 35 milioni di veicoli. Insomma, una produzione di calore 24 ore al giorno. Ovviamente possiamo aggiungere a questa lista qualsiasi cosa produca calore(centrali, industrie, ma anche condizionatori..)
Questo calore in eccesso cosa comporta? Non potrebbe fare da spalla all'effetto serra?
Una piccola prova che qualcosa non va?
Secondo me senza scomodare scienziati vari, la possiamo vedere tutti anche da casa: guardate le scie degli aerei!
Per avere una condensa mi servono due cose: gas e particelle. Il primo ce lo mette la Terra con il vapore acqueo, le seconde gli aerei con l'aerosol che viene espulso dalle turbine..
Se la memoria non mi inganna, una decina di anni fa non tutti gli aerei lasciavano scie di condensa, vero? Adesso sembra di vivere sotto una ragnatela!
Ovviamente il punto non è il fatto di avere più scie in cielo, ma l'aumento dell'umidità nell'aria perchè significa che a monte è presente una maggiore evaporazione dei mari che a sua volta è dovuta alla crescita di temperatura dell'aria!

E qui stiamo parlando del ciclo dell'acqua!!

Ah, dimenticavo:
Più energia termica viene data all'atmosfera, maggiore è il rischio di fenomeni violenti come gli uragani (Liberamente tratto da un'articolo di Focus sulle possibili conseguenze dell'estate 2003)

Voi che ne pensate?


Ciao!

Sergio Zanotti 24.04.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho assistito ieri allo spettaolo di Firenze, ho sentito quello che è stato detto sulle nanoparticelle e devo dire che HO MOLTA PAURA per il futuro. Vivo in un piccolo comune nella provincia grossetana ed l mio comune negli ultimi anni è vissuto esclusivamente con gli introiti delle discariche, spero che la nuova ricerca possa coinvincere i nostri governatori a non farci rischiare la vita e non farla rischiare soprattutto ai nostri figli con l'illusione di una falsa energia pulita!!!!!!

Alessio Capanni 24.04.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO,dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)



Ho presentato ancora il 30 settembre la domanda ma per un banale errore del progettista è stata rifiutata.Ho ripresentato i documenti corretti ancora agennaio e da allora non so più niente.Io credo lo Stato a parole voglia lo sviluppo del fotovoltaico ma nei fatti lo ritarderà il più possibile. Rompere l'egemonia dell'Enel e dell'Eni, sarà dura.

Ieri ho visto reportdove venivano evidenziati i finanziamenti ai giornali. Inoltre come saprete lo Stato rimborsa i partiti per le spese della campagna elettorale.
Non sarebbe più giusto che queste risorse venissero investite nel fotovoltaico?

Tony Pacati 24.04.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo ti ringrazio infinitamente per tutte le informazioni che ci dai,ha differenza dei giornali e i vari tg dove non riesco a trovarle.Vorrei tanto riuscire a combattere tutte queste ingiustizie che vanno a discapito di noi comuni mortali e fanno arricchire la grandi aziende e i grandi manager,ma ogni giorno c'e' sempre qualche aumento vedi la benzina,la luce,il gas etc...e magari ci sono giovani precari che non riescono a comprarsi una casa e quindi non possono progettare un futuro con la propria compagna e avere dei figli.
VORREI SAPERE COME SI FA A COMBATTERE TUTTO QUESTO E AD AVERE PIU' GIUSTIZIA E DIRITTI?

nello petito 24.04.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
pensa che dovevo ristrutturare una casa in Puglia e volevo impiantare un sistema fotovoltaico e aderire al conto energia. Premesso che Vendola, non ha inserito alcun finanziamento al fotovoltaico e il costo è veramente alto, credo che ritornerò sui miei passi.


A proposito esiste anche un auto la "EOLO" ad aria compressa ad emissione zero. E' sparita dalla circolazione.
Mi viene qualche dubbio..... Potresti informarci degli sviluppi?

Donato Carlucci 24.04.06 15:38| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha esperienze con il fornitore la200 (http://www.la220.it/)?
Buone o cattive?

Luca Nobili 24.04.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.


Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a tutti gli amici.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


Ciao a tutti,
avrei da fare una domanda: qualcuno di voi sa di preciso cos'è il FAP (filtro anti particolato attivo)? Ho senti che non è proprio un filtro che rispetta l'ambiente, ma è un dispositivo che riesce ad eludere i rilevatori di polveri sottili.
Qualcuno ha delle info più dettagliate?

Grazie in anticipo
Giuseppe

Giuseppe Ruscigno 24.04.06 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ DANIELE FICHERA

E chi ti dice che gli farebbero fare il suo lavoro??

Visto come stanno andando le cose nell'Unione in questi giorni, gli Italiani si stanno già chiedendo se percaso hanno sbagliato di nuovo......

Fausto

Fausto Di Trani 24.04.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo,
scrivo per la prima volta ad un Blog.
Ti seguo da sempre perchè mi diverti, ma negli ultimi anni perchè gridi quelle parole che vorrei gridare dal profondo della mia anima, ho 46 anni e sono un dirigente di una multinazionale,tre figli e poche speranze per il loro futuro. Ho letto il libro di Jeremy Rifkins che parla del tramonto dell'era del petrolio e ciò mi ha provocato un brivido di terrore,se i giacimenti si esauriranno,come teorizza questo economista blasonato,entro 20-30 anni,ai consumi attuali(e la domanda di India Cina etc.sembra accorciare la previsione), il mondo intero entrerà in una crisi energetica e quindi economica senza pari nella storia. Tutti i governi dovrebbero porre al primo punto dei loro programmmi, quindi,la questione energetica.Rifkins propone di sfruttare come combustibile l'idrogeno.Naturalmente non voglio semplificare,perchè per ammissione dello stesso la tecnologia attuale di utilizzo dell'idrogeno è ancora troppo costosa rispetto all'estrazione del petrolio.Ma quando il barile sarà arrivato a 200 $(come predice il tuo amico economista B.L.)allora l'idrogeno sarà conveniente?
Non ho più sentito nel tuo ultimo spettacolo riferimenti all'idrogeno come futuro combustibile,perchè?
Grazie per il tuo impegno.

Antonio Miraglies Commentatore in marcia al V2day 24.04.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni volta che leggo un tuo blog, mi rendo conto di quanto io sia sciocco, lavoro dalla mattina alla sera e faccio sacrifici per poter mantenere il mio tenore di vita. Guardo mia figlia e mi chiedo se riuscirò ad essere sempre pronto a supportarla nella sua vita, e poi mi rendo conto che i miei sforzi, vengono vanificati da leggi assurde, che come al solito favoriscono i soliti. Ma se questo fosse a discapito di un gelato o di una pizza, mi importerebbe poco, possibile che non si rendano conto di quanto male fanno anche a loro stessi. Caro Bebbe, il problema, ne sono sempre più convinto, è che tra di noi, ormai non c'è più l'onore, quello che ti impedisce di commettere azioni immorali non per la paura di essere scoperto, ma per la coscienza di sapere che non và fatto.
Continua così,
Grazie

Alessio Di Virgilio 24.04.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe buonagiornata, si fa per dire. Ieri e cominciato Report su Rai tre con un servizio sul finanziamento a fondo perduto ai giornali. Oltre allo sconcerto (per non dire inca....ra)che mi ha preso nel vedere che buttimao i nostri soldi per finanziare giornali che per la gran parte va al macero e convivenze con entità politiche che definire strane è un'eufemismo, pensavo tramite il tuo sito di lanciare una campagna di pressione presso il nuovo governo del tipo "tagliamo i fondi inutili a giornali e lasciamoli agli ospedali".
Un saluto

Pierluigi Tosato 24.04.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lettori sostenitori di Beppe Grillo, vista l'esperienza pluriennale che il nostro amico si è fatto in campo energetico perchè non gli diamo un grattacapo in più e creiamo una prospettiva per il nostro paese????

Propongo di mandare agli inirizzi dell'Unione (info@unioneweb.it) e degli altri partiti che ci governeranno la seguente proposta:

BEPPE GRILLO MINISTRO DELL'ENERGIA!!!!!

Daniele Fichera 24.04.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO

Siamo venuti a sapere di un'azione comune per
esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere.Possiamo far abbassare il prezzo della benzina ai colossi del petrolio,
senza dover rinunciare ad acquistare benzina!!!
Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici. E' un'idea
geniale!
Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.20 euro al litro.Possiamo far abbassare il prezzo solo se ci muoviamo insieme, in modo
intelligente e solidale. Ecco come. Posto che
l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che, per noi, si tratta solo di un pieno.. differito, perché alla fine ne
abbiamo bisogno!), c'è un sistema che invece li
farà ridere pochissimo,
purché agiamo in tanti. La parola d'ordine è:
colpire il portafoglio
delle compagnie senza lederci da soli. I petrolieri e l'OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che varia tra 0,95 e 1 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far loro scoprire che il prezzo conveniente é la metà. Ormai i consumatori hanno scoperto che possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende, e basta decidere di
usare il potere che abbiamo. La proposta è che,
da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina delle due più grosse compagnie, SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una compagnia soltanto. Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a calare i prezzi.
Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi. Per farcela,
però dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e
Shell, in tutto il mondo. Questo messaggio, provenienQuesto messaggio,proveniente dalla Francia,è stato inviato a una trentina di persone; se ciascuna di queste aderisce e a
sua volta lo trasmette a...diciamo una decina di amici, siamo a trecento. Se questi fanno altrettanto, siamo a 3000, e così Di
questo passo.

Balcon MArco 24.04.06 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speriamo che questi nuovi dipendenti si diano da fare...

....peccato però che per il momento in TV domina il toto-ministri e presidenti della camera/senato. Come se alla gente POTESSE FREGARGLIENE QUALCOSA!

Ma quando le televisioni e i giornali cominceranno a parlare dei problemi CONCRETI del Paese???

Questo dell'energia è un punto importantissimo, perchè non si vigila attentamente? Personalmente annoterò gli indirizzi e-mail di tutto il parlamento e il senato, e li bombarderò con i post di Beppe, chissà che non servi a qualcosa.

Saluti!

P.S. Non so se avete visto la trasmissione di ieri di Report sui finanziamenti pubblici ai quotidiani: ennesimo "MAGNA MAGNA", coi soldi nostri (tra l'altro eravamo già stati informati da Beppe mesi fa!).... e poi dicono A NOI che dobbiamo fare sacrifici... non ho parole (solo parolacce) http://www.report.rai.it/

Patrick De Angelis 24.04.06 07:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come inizio vedo molto importante le macchine ad idrogeno,cominciamo ad inquinare meno,poi mano mano attuiiamo il piano delle rpimarie dei cittadini per energia.

stefano masetti********* 24.04.06 02:56| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe bello conoscere la storia che riguarda questi maledetti barili di petrolio,e se è valida la teoria di acquistare solo benzina agip e non shell-esso che rimanendo invenduta ,secondo quel signore,farebbe livellare i prezzi,costringendo ad abbassare il prezzo del barile ,come concetto potrebbe calzare, anche perchè ,non esiste un prezzo vero ,è sempre imposto in base a parametri speculatori e basta. Comunque l'agip è petrolio libico di miglior qualità,comerciato in euro e non in dollari e,se la teoria è valida,per la benzina,si potrebbe fare la prova, visto che è raffinato,ed il bitume è formato,almeno rientriamo dei ricavi gonfiati passati!.Quando l'on.prof.Prodi si recherà dal P.Putin potrebbe proporre alla Russia di modernizzarsi adottando i dollari,fare in modo di commercializzare in dollari il petrolio dell'Asia Centrale con gli USA,fare adottare l'euro all'Inghilterra ,e, visto che il petrolio arabo viene trattato in euro,lasciare all'Europa tutto il mercato arabo,e a loro quello dell'Asia Centrale in modo da creare un mercato netto euro -dollaro e modernizzare anche la Russia che riversa in un medioevo un pò cupo in tutti i settori.Inoltre, alle trattative,bisognerebbe cominciare a smetterla,dopo il monito dell'11 settembre alle multinazionali,di negare ai popoli, soprattutto a quelli che poggiano i loro piedi su grandi ricchezze,di negare loro i diritti umani,basta bombe,crimini,violenza,terrorismi,armi nucleari,promuovere la cooperazione fra stati e nazioni,creare ricchezze ma distribuendole riassettando il mercato del petrolio,e credo che a questo debbano pensare i politici,ancora sento dire che tutto va bene,la crescita c'è,non c'è pericolo di uscire dall'euro,e nessuno ha il coraggio di stracciare i Bot,e si continua a dire che il nord produce e il sud vive di espedienti e delinquenza,la ventata di aria nuova dov'è?

stefano masetti********* 24.04.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...fritto misto...

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/frit
to-misto-oggi-la-corte_114546734391514468.html

Gianpiero Romano 24.04.06 00:47| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della cogenerazione, vorrei chiarire una cosa.
Quando si produce energia elettrica in una centrale elettrica (qualsiasi sia il combustibile), per la 2^ legge della termodinamica (una legge che nemmeno i nostri politici e i mafiosi riescono ad eludere...), succede che più di metà dell'energia utilizzata viene dissipata nell'ambiente come calore inutilizzabile.
La cogenerazione è un sistema per recuperare questo calore disperso, in modo da poterlo utilizzare per il riscaldamento, portando il rendimento complessivo della produzione di energia e calore ad oltre il 90%.
In altre parole, con questa tecnologia si recupera una quantità di energia SUPERIORE a quella utilizzata come energia elettrica.
E' per questo che la cogenerazione, così come il risparmio energetico, deve essere a pieno titolo considerata alla stregua di una fonte rinnovabile, perché consente di ridurre l'anidride carbonica e gli altri inquinanti immessi in ambiente, in misura pari a quella che si otterrebbe con il solare o altre fonti.
Credo, quindi, che la cogenerazione sia da rivalutare e non sia da confondere con altri mezzi molto criticabili come gli inceneritori, che producono un aggravamento di inquinamento.

angelo frascarolo 23.04.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far presente che l'appello per far calare il prezzo della benzina è, purtroppo, una bufala, come ampiamente spiegato dal divulgatore informatico Paolo Attivissimo.
Vds. link: http://www.attivissimo.net/antibufala/caro_benzina_idea_francese/caro_benzina_idea_francese.htm

Sarebbe troppo bello se fosse così facile...

angelo frascarolo 23.04.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe,a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa:lealtà,onestà, coraggio, tenacia, etc.)



Mi è arrivata questa e-mail,il cui fine attraverso il blog diviene più realizzabile.Forse è il caso di inserire un articolo a questo proposito...leggete e ve ne renderete conto anche voi...
"DIFFONDETE
>QUESTA MAIL: COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO
>Anche se
>non hai la macchina, per favore
>fai
>circolare il messaggio agli amici.
>E' un'idea geniale! Si
>sente dire che la
>benzina aumenterà ancora fino
>a 1.20 euro al
>litro. Possiamo far abbassare
>il prezzo solo se ci
>muoviamo
>insieme, in modo intelligente e solidale. Ecco
>come. Posto
>che
>l'idea di non comprare la
>benzina un determinato giorno ha fatto
>ridere le compagnie (sanno benissimo
>che, per noi, si tratta solo
>di
>un pieno.. differito, perchè alla fine ne
>abbiamo bisogno!),
>c'è un
>sistema che invece li farà ridere pochissimo,
>purchè
>agiamo in tanti.
>La parola d'ordine è¨: colpire il portafoglio delle
>compagnie senza
>lederci da soli. I petrolieri e l'OPEC ci hanno
>condizionati
>a credere
>che un prezzo che varia tra 0,95 e 1 euro
>al litro sia un buon
>prezzo,
>ma noi siamo far loro scoprire che
>il prezzo conveniente è la metà .
>Ormai i consumatori hanno
>scoperto
>che possono incidere moltissimo
>sulle politiche delle
>aziende, e basta
>decidere di usare il potere che
>abbiamo. La
>proposta è che, da qui alla fine
>dell'anno, non si compri
>più¹
>benzina delle due più grosse compagnie, SHELL e
>ESSO, che
>peraltro ormai formano una compagnia soltanto. Se non venderanno
>più
>benzina, saranno obbligate a calare i prezzi. Se queste due
>compagnie
>calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi.
>Per farcela,
>però
>dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e
>Shell, in tutto il
>mondo."
Questo messaggio proviene dalla Francia,prego il signor Grillo e i lettori di tenerlo a mente..Io sarò il primo a far di tutto per non andare ai distributori SHELL e ESSO.Ciao,Gabriele

Gabriele Morsiani 23.04.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il mio prossimo obiettivo è dopo aver votato sx è credere nella possibilità di non fare ciò che fanno gl'altri ma essere d'esempio per le altre nazioni del G8 o G...loro.Cmq spero che ci sia sviluppo economico ciao a tutti e buona fortuna e speriamo che pedali lui e noi con lui

ciccio bisceglie 23.04.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Credo necessario procedere all'assegnazione di quanto da noi versato per le fonti di energia rinnovabili a tale voce: mi pare illecito il modus operandi sin qui utilizzato. Ma siccome ritengo inutile piangere sul latte versato, di vita ne ho una sola e passa in fretta, credo sia importante guardare avanti e darsi da fare per cambiare in fretta le cose. Anzi, subito!
Per me, noi e i nostri nipotini.
Luisa

Luisa Moleri 23.04.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra coretto riportare la definizione di "fonti rinnovabili" data dalla stessa ENEL.

http://www.enel.it/attivita/ambiente/glossario/fonti_rinn.asp

Fonti rinnovabili
Sorgenti di energia riconducibili a tre flussi energetici inesauribili che investono l'ambiente in cui viviamo: l’energia solare, l’energia geotermica, l’energia di marea (originata dall’attrazione gravitazionale di Sole e, soprattutto, Luna). La fonte rinnovabile di gran lunga più importante è quella solare, da cui derivano l’ energia idraulica, la biomassa utilizzata come combustibile, l’energia eolica, la conversione fotovoltaica.

Qualcuno inoltre mi ha informato che in questa italia è possibile fare causa allo Stato, mi sembra che i presupposti ci siano tutti, chi è d'accordo con me?
Basta che scrivete si su questo blog.

Giovanni Andreoletti 23.04.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra coretto riportare la definizione di "fonti rinnovabili" data dalla stessa ENEL.

http://www.enel.it/attivita/ambiente/glossario/fonti_rinn.asp

Fonti rinnovabili
Sorgenti di energia riconducibili a tre flussi energetici inesauribili che investono l'ambiente in cui viviamo: l’energia solare, l’energia geotermica, l’energia di marea (originata dall’attrazione gravitazionale di Sole e, soprattutto, Luna). La fonte rinnovabile di gran lunga più importante è quella solare, da cui derivano l’ energia idraulica, la biomassa utilizzata come combustibile, l’energia eolica, la conversione fotovoltaica.

Qualcuno inoltre mi ha informato che in questa italia è possibile fare causa allo Stato, mi sembra che i presupposti ci siano tutti, chi è d'accordo con me?
Basta che scrivete si su questo blog.

Giovanni Andreoletti 23.04.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio blog di oggi ho pubblicato un interessantissimo intervento di Filippo Zuliani in merito alle energie alternative, se volete lasciatemi un commento su:
www.bloggers.it/movimentolaureati/

Paolo Ares Morelli 23.04.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Uomini e quaqquaraquà

Lo stesso giorno in cui D' Alema, l' unico primo ministro ad essersi dimesso dopo una sconfitta elettorale, forniva un fulgido esempio di senso dello Stato e di poco o nullo attaccamento alle poltrone ritirandosi dalla corsa a Montecitorio, il quaqquaraquà di Arcore continuava nei suoi soliti sproloqui sui brogli, rifiutandosi di riconoscere la sconfitta anche dopo la certificazione della Cassazione.

Certo che gli amici destri devono avere uno stomaco di ferro per sopportare un gradasso simile. L' abolizione dell' ICI fa gola a tutti, d' accordo. Ma ci sarà pure un limite di sopportazione alle sparate, alle bufale, alle menzogne, alle dichiarazioni eversive, oltre al quale manco un destro è disposto ad andare.
Nemmeno in cambio dell' abolizione dell' ICI.

gianni

gianni guelfi 23.04.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe il mio più che un commento è un ringraziamento per quello che fai..è la prima volta che scrivo...anche se leggo il tuo blog da tempo....
l'altra volta all mia università (facoltà di economia parthenope di napoli) sono venuti ,nella mia totale incredulità, a trovarci marco travaglio e il caro padre alex zanotelli...beh che dire molto interessante...ma peccato che eravamo solo in una 50ina ad ascoltarli in una università che conta migliaia di iscritti di cui la maggioranza di loro potrebbe tranquillamente e dignitosamente partecipare alla trasmissione della de filippi uomini e donne ...quindi insomma eravamo i soliti 4 gatti che in fondo una presa di coscieza sulle schifezze che ci circondano già la hanno avuta...la domanda che ti porgo visto poi che nell'incontro si è fatto riferimento a te più di una volta( e devo dire anche con tanto di applauso alla pronuncia del tuo nome..)e visto che poi in fondo il comunicatore lo fai di mestiere è la seguente: cosa e come bisogna fare per conivolgere queste persone che a mio parere costituiscono una cospicua maggioranza!?!? Diceva travaglio a i suoi tempi le aule univeritarie erano piene..che dirti forse siamo solo figli dei tempi in cui viviamo...ciao.

Cifariello Roberto 23.04.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, speriamo che le sue denuncie portino a una presa di coscienza da parte dei cittadini italiani sul fatto che i propri legittimi diritti sono continuamente, illegalmente e vergognosamente violati.

roberto ziliotti 23.04.06 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Secondo i tuoi legali ci sarebbero gli estremi per fare causa a chi ha sfruttatto indebitamente 24 miliardi di Euro per finanziare gli impianti alimentati da fonti “assimilate”?
Se si dividessero questi soldi per tutti i comuni che decidessero di proporre un progetto di sfruttamento fotovoltaico, avremmo risolto un bel po' di problemi.
Penso a un'ingiunzione che obblighi tutti i soggetti che hanno beneficiato di questi finanziamenti, alla restituzione della quota loro concessa all'ANCI (associazione sindaci italiani) che a loro volta, previo un piano di investimento, possano redistribuirla a seconda delle necessità e delle richieste.

Tiziano Pinacoli 23.04.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


Ciao Beppe, ciao cari lettori sempre più informati della disinformazione.
Volevo solo segnalare un link di una sorta di esperimento di gruppo di controinformazione al quale tutti possono partecipare.

Scrittura collettiva.

www.ilballodisanvito.com

Perdonatemi se la cosa ha assunto le sembianze di no spot, forse lo è ma l'intento è quello di allargare la comunità e il pluralismo.

Lele Di Franco 23.04.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il tuo commento sul contoenergia del fotovoltaico e mi trovo d'accordo, ma per ciò che riguarda la "cogenerazione" occorre valutarla diversamente.
Come é noto cogenerare significa produrre energia elettrica e termica allo stesso tempo e tale situazione é in grado di produrre un notevole risparmio energetico.
Pensa al condominio, dove per il riscaldamento c'é una caldaia e per l'energia elettrica c'é la rete elettrica. Nel caso della cogenerazione al posto della caldaia ci sarebbe un cogeneratore che farebbe le due cose e una quasi a gratis.
Naturalemente l'energia primaria potrebbe essere gasolio /metano /gpl oppure biodiesel,biogas,olio di colza e per finire idrogeno...

VINCENZO GRECO MANULI 23.04.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%
WWW.UNCAS.SPLINDER.COM
%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

Sottoscrivo il post ... ma allora qualcuno mi spiega come mai in Umbria si oppongono all'eolico proprio quelli che dovrebbero sostenerlo???

http://www.wwf.it/Umbria/comunicati.asp

Francesco Bastianelli 23.04.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento

bravo Beppe, raccogli le firme... che siamo tutti con te!
Buon lavoro

Claudio Britti 23.04.06 07:41| 
 |
Rispondi al commento

I Ciakaba sono un gruppo musicale afrobresciano, composto da 10 elementi. La filosofia espressa nei testi è l'integrazione razziale e multietnica. La loro musica è il reggae.
Sostieni la partecipazione dei Ciakaba al Rototom Sunsplash European Reggae Festival.
Vota i Ciakaba sul sito www.rototomsunsplash.com
Sezione Italian Reggae Contest 2006.

Claudio Maffei 23.04.06 05:51| 
 |
Rispondi al commento

...fritto misto...

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/frit
to-misto-oggi-la-corte_114546734391514468.html

Gianpiero Romano 23.04.06 01:47| 
 |
Rispondi al commento

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO
Siamo venuti a sapere di un'azione comune per esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere. Possiamo far abbassare il prezzo della benzina ai colossi del petrolio, senza dover rinunciare ad acquistare benzina!!!
Si sente dire che la benzina aumenterà ancora senza sosta.
Possiamo far abbassare i prezzi solo se ci muoviamo insieme, in modo intelligente e solidale. Ecco come. Posto che l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che,per noi, si tratta solo di un pieno.. differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c'è un sistema che invece li farà ridere pochissimo,purché agiamo in tanti. La parola d'ordine è: colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci da soli. I petrolieri e l'OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che varia tra 0,95 e 1 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far loro scoprire che il prezzo conveniente é la metà.
Il potere lo abbiamo noi. La proposta è che, da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina delle due più grosse compagnie, SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano
una compagnia soltanto. Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a calare i prezzi.
Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi.
Per farcela, però dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e Shell, in tutto il mondo.
Questo messaggio,proveniente dalla Francia,è stato inviato a una trentina di persone; se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo trasmette a...diciamo una decina di amici, siamo a trecento. Se questi fanno altrettanto, siamo a 3000, e così via. Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato alla settima generazione avremo raggiunto e informato trenta milioni di consumatori! Abbiamo calcolato che, se tutti sono abbastanza veloci nell'agire, potremmo sensibilizzare circa 300 milioni di persone in 8 giorni. Fate girare questo messaggio.

Adriana Mendez 22.04.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

//////////////////////

La Rivoluzione di RUBBIA:
energia pulita, economica e rinnovabile.

ROMA - "Il nuovo solare termodinamico ad alta temperatura, l'energia catturata dagli specchi parabolici e immagazzinata da un fluido salino, è la terza via delle rinnovabili. Una fonte pulita, perfettamente competitiva, abbondante e sicura. Basta un quadrato di tre chilometri di lato, la lunghezza di una pista di aeroporto, per ottenere la stessa energia di una centrale nucleare. E per giunta è tecnologia italiana: una ricchezza che possiamo utilizzare direttamente ed esportare". E' un Carlo Rubbia in grande forma quello che...


continua su:
http://solforico.blogspot.com

//////////////////

Simone Perin 22.04.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma quei bei bacini artificiali, che in alcune zone d' Italia produrrebbero anche scorte di acqua là dove manca, fanno così schifo? Nel sud della Francia le pale per la produzione di energia sono uno spettacolo che da piacere a vederlo, sapendo poi cosa producono e quali cancri ci evitano non sarebbe bello averne di più? No, più il petrolio e il gas naturale costano e più facciamo viaggiare le centrali termo elettriche e chi ci vive nei pressi muore alla facciaccia di questi predoni che per far soldi non guardano in faccia anessuno. Mettiamoci anche qualche centrale nucleare e così al primo guaio siamo a posto, come se di guai non ne avessimo a sufficienza.

Maurizio Gatti 22.04.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiano vogliono pannelli solare su tutte le case e pali eolici ovunque ci sia vento!!! Aboliamo petrolio, carbone e rifiuti come fonti energetiche!!! Governo, sbrigati a produrre energia pulita ed economica, i risparmi degli italiani stanno per finire, gli asiatici si stanno guadagnando i nostri soldi!

Alessio Giorgi 22.04.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mariano Miuci@@@@@@

Sì, leggera...appena un pò.

Ah ah ah!!!

Buon fine settimana.

Annamaria Farina 22.04.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono uno studente di ingegneria e mi trovi completamente d'accordo sull'applicazione e lo sviluppo di forme rinnovabili di energia. In Italia in materia di energie pulite siamo veramente una vergogna. Tuttavia, a differenza di te, penso che la creazione di centrali nucleari sia indispensabile negli anni avvenire per sostenere la sempre più incalzante richiesta di energia. Guardando la crescita esponeziale del consumo energetico nell'ultimo secolo, si prevede che nel giro di 10 anni la richiesta aumenterà del doppio. Allo stato attuale mi pare che il consumo annuo di energia per l'Italia sia di 60TeraW(6*10 alla 12esima Watt)quindi tra 10 anni saranno almeno il doppio. La potenza erogata da una grande centrale elettrica ad olio combustibile(come la maggioranza delle centrali italiane)è di circa 1000MW. Quindi capirai che nella attuale situazioni della tecnologia del rinnovabile 1000MW è un risultato molto lontano. Per soddisfare il fa bisogno energetico dell'Italia per esempio con il fotovoltaico, non basterebbe tutto il suo nazionale. L'unica soluzione è investire nella ricerca per arrivare ad un risultato soddisfacente. ed avere una distribuzione capillare delle risorse sul territorio.Il solito problema dell'energia nucleare sono le scorie che rimangono attive per anni a causa del lento decadimento. La soluzione che hanno adottato è la stipazione in luoghi poco abitati o sotto terra. Non piace nemmeno a me l'idea di vivere in un immondezzaio radioattivo. ma dobbiamo essere pragmatici e trovare la soluzione migliore. Il problema della sicurezza è ormai risolto.
Apparte tutto hai maledettamente ragione tu l'energia rinnovabile deve entrare massicciamente a far parte del nostro futuro.

lorenzo vettori 22.04.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per finire...
Ivo Serentha' 22.04.06 14:25 ti ha fatto gli elogi sul tuo commento, e tu non hai risposto dicendo che era scritto da terzi
Concordo con Smilla e Gianfranco

Buffona

Ivano Villa 22.04.06 17:10 |

--------------------------------

E tre!
Ora capisco perchè molti non avevano compreso l'ironia del post di Beppe sui pizzini.
Ivo mi conosce. Sa benissimo che quel post è un copia/incolla. La discussione sarebbe stata sul contenuto.
Grazie comunque per il "buffone". Il buffone di corte aveva il diritto di dire al re le cose più atroci, e assumeva la funzione provvidenziale di un grillo parlante.
Io non vi dico nulla.
Voi non siete dei regnanti, ed io non sono donna capace di formulare un pensiero in piena autonomia, ma qualora dovessi trovare una frase ad effetto da copiare ed incollare, ve la posterò con piacere.

Bye bye!


Ma guardiamoci,
commenti isterici, insulti, abuso di nomi altrui..
e dovremmo essere noi a trovare una soluzione al futuro energetico del pianeta?
Sarà già bello se, il giorno non lontano in cui mancheranno le risorse, non ci accoltelleremo nel tentativo di rubarci le patate dai vasi sul balcone.
Ha ragione l'autore di matrix, siamo un virus.


Annamaria Farina 22.04.06 16:47 | Rispondi al commento |


Cucù, Cucù, Cucù, forse sei esterica perche uccelli tu non hai più? Cucù,Cucù.

gianni silva 22.04.06 17:00 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Cazzo sono costretto a mollare il Blog!
Troppa gente vigliacca approfitta di liberta di utilizzare i nomi altrui.
Questo solo per quel figliodiuncanediGrillo che lo permette.
ANDATE A FARVIFOTTERE TUTTI SOPRATUTTO CHI USA IL MIO NOME!

gianni silva 22.04.06 17:07 |

gianni silva 22.04.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Annamaria vedo che tira una brutta aria,oggi il sig.Gianni mi sembra particolarmente incazzato forse perchè è rimasto solo sul blog mi sono appena connesso e cerca di resistere non ti curar di loro ma guarda e passa.Un saluto da Achille

lanata achille 22.04.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E se il 25 aprile, diciamo verso le 11, organizzassi un Grillo-coffee a Firenze, ci verrebbe qualcuno?
Magari potrebbe essere una occasione per "postarci" di persona e pensare ad iniziative condivise.


nuovo post...

alex bettini 22.04.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Annamaria Farina 22.04.06 16:47 | Rispondi al commento |

Cucù, Cucù, Cucù, forse sei esterica perche uccelli tu non hai più? Cucù,Cucù.

gianni silva 22.04.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senti emerita paranoica, finiscila di giocare.

gianni silva 22.04.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho una idea per un personaggio forte, bipartisan alla presidenza del senato...

anche meglio di Andreotti, proporrei Provenzano. Sono sicuro che "u'tratturi" sarebbe lieto di accettare, per superare le muraglie (del suo carcere).

Andrea Maggioni 22.04.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Un consiglio ad Annamaria.
Continuare questa diatriba è inutile. Non devi dimostare nulla ed è chiaro che ti stanno prendendo in mezzo.
Chiudi questo blog e vai a distenderti i nervi.
Fidati di me.

michele martelli 22.04.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gianni silva 22.04.06 16:15 | Rispondi al commento |

Oh!!!!! a coso! smettila.

Robert A. Zimmerman 22.04.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Sentiemerito stronzo (mi scuso con il resto dei partecipanti, ma il soggetto merita), questo post non è il mio, è evidente.
Prima cloni il mio nome (ed anche malamente), poi commenti il tuo stesso post con degli insulti al mio indirizzo....ma perchè non ti fai curare invece di rompere le scatole su questo blog?!

Annamaria Farina 22.04.06 16:02 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Non ho queste distorsioni mentali!
A queste manovre non puoi che arrivarci tu!
IO HO RISPOSTO A TONO AD UNA FRASE SCRITTA DA UNA NULLATENENTEDIMERDA!
Se qualcuno Ti imita non sono certo io per poi inventare la risposta...
TU SEI VERAMENTE MALATA!

gianni silva 22.04.06 16:04 |

gianni silva 22.04.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

VI PREGO DI CHIUDERE TUTTE LE DISCUSSIONI SULLA TRAVAGLIATA RELAZIONE TRA FARINA E SILVA, SI VEDE CHE SI AMANO ALLA FOLLIA LASCIAMOLI ALLA LORO BLOGUERRA PERSONALE E INVITO LORO A NON COINVOLGERCI, E NOI A NON CASCARCI COME SI DICE TRA MOGLIE E MARITO NON METTERCI IL DITO.

mariano miucci 22.04.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè s'è incazzato? è un troll? o gli ha fatto male la moglie con le candele per davvero?

marzio rossetti 22.04.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh, dico, ma siete folli, parenti di Claudio Regis, o soffrite di manie di persecuzione?!!!

Calmatevi!

Era un articolo, solo un articolo!
Io davvero non vi capisco....


http://www.x-cosmos.it/news/visualizza.php?id=3291

Non ho parole per definire le vostre bassezze.
Il mio post era "evidentemente" un articolo riportato da altre fonti.
Non era certo mia intenzione occultarne la fonte, non ce n'era motivo.
Scusate la dimenticanza, e se non siete capaci di rivolgervi al prossimo con il minimo rispetto dovuto, evitate di leggermi. Il blog è bello perchè è vario.

Spero, per oggi, di aver sedato la vostra fame di scontro.

Annamaria Farina 22.04.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

@annamaria
scusa non sapevo che hai bisogno dei pensieri altrui, per poter scrivere i tuoi concetti.
Cos'e` ti sei comprata la licenza Media.
Spiegami, se puoi, perche` ometti i crediti????

Smilla Cecchi 22.04.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento

PASSATE SUL MIO BLOG, SE LASCERETE UN COMMENTO VI ACCADRà UNA COSA SPETTACOLARE !!!!
cIAO....


Gianni Silva@@@@@@@@

La tua smania di protagonismo la dice lunga sulla tua personalità e il tuo risentimento non fa che rafforzare il mio sospetto.
Evita di rivolgerti a me con sproloqui se ti riesce, ma se proprio non puoi evitare, pazienza...ognuno da quel che ha!

Annamaria Farina 22.04.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

La miglior energia rinnovabile

su:
http://medica.altervista.org/

Matt Bress 22.04.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Pentimenti sospetti; Chicco Testa e gli ambientalisti nuclearisti
di Sabina Morandi
Chissà se a spingere un ambientalista storico a intraprendere la crociata contro “l’Italia che non vuole crescere” (dal titolo di un articolo di qualche mese fa) conta di più l’esperienza alla presidenza dell’Enel o quella meno nota di membro dell’European Advisory Board del Carlyle Group, il mega-fondo di investimento della famiglia Bush. Certo da Chicco Testa, fondatore 20 anni fa di Legambiente, non ci si aspetterebbe una tale entusiastica adesione per qualunque progetto in cantiere - dai futuristici gassificatori off shore alle vecchie centrali della generazione di Chenobyl che l’Enel ha recentemente acquistato in Slovacchia e che si accinge a completare. Però, dall’insalata energetica del suo editoriale pubblicato ieri da Il Giornale, appare abbastanza evidente la preferenza data alle grandi opere rispetto alle “piccole” iniziative di risparmio energetico e fonti rinnovabili che pure, naturalmente, vengono menzionate. Ma, inequivocabilmente, l’accento cade sull’appello alla “responsabilità bipartisan” da dimostrare, appunto, approvando in tutta fretta la costruzione di gassificatori e centrali nucleari, oltre naturalmente al carbone del quale si auspica un "ricorso più esteso". Del resto, continua Chicco Testa, non è questo il nocciolo dei progetti energetici proposti da Bush e da Blair ai rispettivi paesi? Quel che c’è di diverso è che in Gran Bretagna, così come negli States, gli ambientalisti di vecchia data non si limitano a fare il tifo ma criticano, indagano e, conti alla mano, smontano le nuove svolte energetiche come ha fatto Franck Vervastro, esperto energetico del Center for Strategic and International Studies che, sul Financial Times della settimana scorsa, scriveva: "E’ molto più facile promettere invenzioni fantascientifiche piuttosto che infastidire i produttori di automobili e altre lobby industriali imponendo loro degli standard di efficienza energetica più elevati".
Insomma, non è certo un bel modo per ricordare Chernobyl riproporre pari pari la vulgata nuclearista che credevamo definitivamente liquidata dal referendum dell’87. Una vulgata che si basa su mirabolanti tecnologie - come i reattori autofertilizzanti dell’epoca di Nixon o i mai testati gassificatori off shore - e sulla solita esternalizzazione dei costi il che, tradotto in parole povere, significa non conteggiare mai, nel costo di una tecnologia, quello che potrebbe venir fatto pagare ai contribuenti - magari a quelli della generazione successiva come avverrà per le conseguenze ambientali e sanitarie dell’incidente in Ucraina dell’86. Ma lasciamo comunque perdere gli incidenti che i nuclearisti mettono sotto la categoria dei rischi più o meno evitabili - anche se la tecnologia non si è affatto evoluta come si vuole far credere - e facciamoci due conti veri.
Il problema è che alla domanda, quanto costa un chilowattora prodotto con l’energia nucleare? , non si può rispondere limitandosi a fornire le tabelle di una centrale già operativa. Se si vuole essere onesti bisogna aggiungere gli elevatissimi costi di costruzione delle centrali e di dismissione delle stesse - vedi il Superphoenix francese - cui bisogna sommare il prezzo dell’annoso problema dello smaltimento delle scorie.
Perché, diciamocelo, avremo pure "trent’anni di esperienza in più", come scrive Testa, ma non s’è trovato altro modo per liberarsi delle scorie che seppellirle in qualche cava - Scanzano insegna - oppure esportarle nel Terzo mondo con il solerte aiuto delle mafie internazionali. Le nostre poche scorie, insieme a quelle francesi e tedesche, sono finite fra il Mozambico e la Somalia come Ilaria Alpi qualche anno fa stava per dimostrare. Ma questa, ovviamente, è un’altra storia.
Su di una sola cosa Chicco Testa ha ragione: il nucleare riduce le emissioni di gas serra - naturalmente escludendo dal conteggio il grande dispiego di energia necessario per la loro costruzione, dismissione e smaltimento scorie… - e il problema del cambiamento climatico, ormai sotto gli occhi di tutti, richiede un intervento tempestivo e globale. Alle preoccupazioni ambientali va aggiunto poi quello del declino della produzione petrolifera - il famoso picco - che rende il prezzo dell’oro nero suscettibile a qualunque evento e soggetto a ogni tipo di speculazione. Si sottovaluta, in questo discorso, che anche l’uranio è destinato ad esaurirsi - di qui a vent’anni secondo quei noti ambientalisti dell’Us Army - e il gas è votato al medesimo destino.
Ci troviamo dunque di fronte a un cambiamento epocale - il superamento dell’età dei combustibili fossili - da affrontare con scarsità di risorse e di strumenti operativi, visto che la furia distruttiva della stagione iper-liberista ha tagliato le unghie a governi e organismi di controllo. Per gestire il passaggio ci saranno insomma pochi soldi e pochi strumenti per monitorarne l’impiego, il che dovrebbe suggerire ai governanti prudenti di spendere poco e bene, possibilmente investendo nelle opere a più alto impiego di manodopera e a più basso impiego di capitale. Ci si aspetterebbe quindi che un ambientalista di razza fornisse una lista delle priorità basata appunto su questi parametri, nella quale dovrebbe svettare al primo posto misure di efficienza energetica come il rifacimento dell’intera rete elettrica nazionale che - Testa lo saprà meglio di chiunque altro - si lascia sfuggire un 15-20 per cento dell’energia che trasporta, ovvero l’equivalente di parecchie centrali. Naturalmente nella lista andrebbero anche le rinnovabili, fermo restando il criterio base che dovrebbe guidare questa sorta di New Deal Ecologico: un chilowatt risparmiato costa sempre meno di un chilowatt prodotto. Utilizzando questi semplici criteri, più economici che ambientalisti, l’energia nucleare non riuscirebbe a piazzarsi nemmeno agli ultimi posti. E’ un ragionamento davvero così disfattista e anti-industriale? A noi sinceramente non sembra proprio. Forse sarebbe però opportuno cominciare a esplicitare di quale sviluppo e quali interessi si stia parlando, se quelli dei grandi gruppi come il Carlyle o quelli dei contribuenti ai quali, finita la stagione del mercato über alles, si chiede nuovamente di aprire il portafoglio.

Liberazione
21 aprile 2006

Michele Maggio 22.04.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Accolgo il saggio consiglio di Martelli , che ci invita a non dare tiro ai troll , rinnovo il mio apprezzamento per il lavoro dei veri blogger .
Annamaria mi scuserà se mi sono intromesso con un messaggio un pò forte , ma esprime tutta la mia stima e ammirazione , grazie per il tuo impegno .

Michele Maggio 22.04.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDA:

IL FUTURO MINISTRO DELLA DIFESA NEGHERA' I VOLI NATO AGLI AEREI-KILLER CHE CI GASANO CON IL LORO SPORCO LAVORO?


*****S-C-I-E C-H-I-M-I-C-H-E******

marcello corrado 22.04.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

perchè per dire qualcosa di intelligente - che può benissimo essere contrastato da altri che la pensano diversamente- bisogna poi finire con insulti e frasi oscene?

laura galli 22.04.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@gianfranco meoni
@smilla cecchi


Questo è uno spazio libero.
Capisco che la vostra idea di libertà sia un pò viziata.
Qui si esprimono idee, si postano informazioni (copia/incolla)con l'intento di renderle disponibili a tutti e, haimè, si insultano le persone.
Io sarò anche un genio nel copia/incolla, ma voi siete dei pessimi esempi di buona educazione!


DOMANDA:

IL FUTURO MINISTRO DELLA DIFESA NEGHERA' I VOLI NATO AGLI AEREI-KILLER CHE CI GASANO CON IL LORO SPORCO LAVORO?

**** S-C-I-E C-I-M-I-C-H-E******

marcello corrado 22.04.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi per favore non date corda ai Troll.
Lasciate perdere, siate saggi.

michele martelli 22.04.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quando mi diverto a leggere stronzate in questo Blog non mi sono mai nascosto e mi sono sempre firmato con nome e cognome.
AnnamariaTROIA FARINA Attivista comunista spalleggiata da altri stronzi come lei...
AVVERTIMENTO!
Per il solo pensiero che tu esponi per mettere in dubbio la mia buonafede mi invoglia a spappolare tutto quello che possiedi di ancora morbido! Se c'è qualcuno del Blog che non si è camuffato dietro a pseudonimi o finzioni sono io.

gianni silva 22.04.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

NULLATENENTEDIMERDA.

gianni silva 22.04.06 15:55 |
--------------

Sentiemerito stronzo (mi scuso con il resto dei partecipanti, ma il soggetto merita), questo post non è il mio, è evidente.
Prima cloni il mio nome (ed anche malamente), poi commenti il tuo stesso post con degli insulti al mio indirizzo....ma perchè non ti fai curare invece di rompere le scatole su questo blog?!

Annamaria Farina 22.04.06 16:02 |

RISPOSTA ALLA DIVINA ANNAMARIA (quella verace)
Non ho queste distorsioni mentali!
A queste manovre non puoi che arrivarci tu!
IO HO RISPOSTO A TONO AD UNA FRASE SCRITTA DA UNA NULLATENENTEDIMERDA!
Se qualcuno Ti imita non sono certo io per poi inventare la risposta...
TU SEI VERAMENTE MALATA!

gianni silva 22.04.06 16:04 |

Chiudi discussione

Annamaria ti amo !!


Michele Maggio 22.04.06 16:00 | Rispondi al commento | Chiudi discussione
Discussione

Beccatela la tua Annamaria fatevi benedire da Bertinotti e mettetevi insieme. RicordateVi di stabilire chi dovrà fare marchette per mantenere la coppia!!!ed i bastardi che potrebbero uscire.
NULLATENENTIDIMERDA.

gianni silva 22.04.06 16:02 |

Chiudi discussione


Postato da F A R I N A.

SENTITE UN PO' STA SCEMOTTA CHE CAVOLATE DICE:
"La proprietà privata è un furto! Il risparmio accantonato è il frutto di razzie compiute a danno della collettività, pertanto un tassazione pesante è quantomai legittima

Annamaria Farina 22.04.06 15:51 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione


L'unico modo che hai per diventare utile al prossimo lo indica il tuo nome. Tu sei all'estremo della follia ed una che ragiona come te serve a fare mangime per i polli.
NULLATENENTEDIMERDA.

gianni silva 22.04.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVO BERTINOTTI,GRANDE STATISTA,SI E' SUBITO

MOSSO PER DELLE CAUSE IMPORTANTI..LOTTIZZARE LA

POLTONA ALLA CAMERA..BRAVO..SE NO DAVA L'APPOGGIO

ESTERNO AL GOVERNO..CHE SENSO DI

RESPONSABILITA'..MENO MALE CHE D'ALEMA NON E' CEREBROLESO SE NO ERAVAMO GIA' IN CRISI DI GOVERNO..

MA PERCHE' DEI PERSONAGGI MEDIOCRI DEVONO SCREDITARE IL CENTRO SINISTRA!!!

MA COME SI FA' ANCORA PRIMA DI GOVERNARE IN UNA SITUAZIONE DEL GENERE INPUNTARSI PER UNA POLTRONA..

CON TUTTI I PROBLEMI CHE A L'ITALIA E I LAVORATORI..RISCHIARE UNA CRISI DI GOVERNO..

MA CERTO POI BERTINOTTI SE ANDASSE MALE FAREBBE L'OPPOSIZIONE,SAI CHE DIFFICOLTA CON 20000 EURO AL MESE E IL 'BUON RITIRO IN UMBRIA' CASALE CON PISCINA..

E INTANTO NOI LAVORATORI SCHIATTIAMO CON 1000 EURO AL MESE.

CARO FAUSTO,SAI DOVE STO ANDANDO????

SUL SITO DI FORZA ITALIA A ISCRIVERMI COME SOCIO BENEMERITO

LO SO CHE MI LEGGI..LO SO..TUTTI LEGGETE QUESTI POST

ADDIO BERTI

SANDRO GOZZI 22.04.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

*********************BUON GIORNO*****************
Al blog....e a tutte le mie belle signore.

X IO LEGGO SOLO FELTRI.

Carcere duro per i no global, magari con il 41bis
che ne dici? Così lo togliamo ai tuoi amici mafiosi.
Questa è la teoria di quelli come te, i contestatori in galera, e i mafiosi al governo vero? E' giusto mettere in galera i violenti, e chi danneggia la proprietà altrui, io sono d'accordo, ma perchè non parli dei mafiosi che anzicchè stare in carcere li avete mandati al parlamento? Bella tattica la tua alzare polveroni
su quattro stronzi di contestatori, per nascondere la vera causa della rovina del paese.
Fai una cosa oltre a leggere vacci pure a scrivere da feltri, perchè qui le tue stronzate non attecchiscono.

pasquale.rezza 22.04.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

La proprietà privata è un furto! Il risparmio accantonato è il frutto di razzie compiute a danno della collettività, pertanto un tassazione pesante è quantomai legittima

Annamaria Farina 22.04.06 15:51
-------------

Il signor Gianni Silva ha postato quest'affermazione con l'intento di attaccarmi.
Casca male, la sottoscrivo!


Conquistata la Camera dei Deputati .

http://www.liberazione.it/giornale/060410/default.asp

Michele Maggio 22.04.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

NULLATENENTEDIMERDA.

gianni silva 22.04.06 15:55 |
--------------

Sentiemerito stronzo (mi scuso con il resto dei partecipanti, ma il soggetto merita), questo post non è il mio, è evidente.
Prima cloni il mio nome (ed anche malamente), poi commenti il tuo stesso post con degli insulti al mio indirizzo....ma perchè non ti fai curare invece di rompere le scatole su questo blog?!


Annamaria ti amo !!

Michele Maggio 22.04.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Postato da F A R I N A.

SENTITE UN PO' STA SCEMOTTA CHE CAVOLATE DICE:
"La proprietà privata è un furto! Il risparmio accantonato è il frutto di razzie compiute a danno della collettività, pertanto un tassazione pesante è quantomai legittima

Annamaria Farina 22.04.06 15:51 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

L'unico modo che hai per diventare utile al prossimo lo indica il tuo nome. Tu sei all'estremo della follia ed una che ragiona come te serve a fare mangime per i polli.
NULLATENENTEDIMERDA.

gianni silva 22.04.06 15:55 |

gianni silva 22.04.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La candidatura di Bertinotti mi pare più che legittima, anche perchè non si può ignorare il successo ottenuto dai partiti di estrema sinistra.
I DS più che con rifondazione, dovrebbero prendersela con la Margherita che richiedono il Senato dopo aver piazzato Prodi come Presidente del consiglio. E' vero, ufficialmente Prodi non appartiene più al partito della Margherita, ma di fatto Prodi proviene da questo partito e resta pur sempre il massimo esponente della corrente cattolica di centro-sinistra.
Ecco, mi parebbe più logico che i DS richiedessero la presidenza del Senato.
Detto questo, devo ammettere che questi giochini di potere mi irritano. Mi piacerebbe un pò più di responsabilità e maturità dai politici italiani.

michele martelli 22.04.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento

il risultato elettorale ha premiato la sinistra radicale, e schiaffeggiato l'ala moderata della coalizione

ma che dici, l'ala moderata (l'ulivo, di pietro) ha preso molto di più degli estremisti.
solo che non siete abituati a certi risultati, ed ingigantite un normale risultato elettorale facendolo passare per un successo

Antonio amati Commentatore in marcia al V2day 22.04.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La proprietà privata è un furto! Il risparmio accantonato è il frutto di razzie compiute a danno della collettività, pertanto un tassazione pesante è quantomai legittima

Annamaria Farina 22.04.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho fatto richiesta il primo marzo per una potenza di 3,5 Kwp.
Una cosa è cambiata con la delibera di febbraio, il fatto che è incentivata solo l'energia prodotta e consumata.
Come qualcuno a scritto, questa legge non è fatta per risparmiare energia.
Per assurdo se vedo che entro la fine dell'anno o consumato meno energia di quella prodotta, mi conviene accendere stufette all'aperto per consumare tutta l'energia e ricevere così l'incentivo, che tra l'altro è essenziale per rientrare dei costi iniziali, circa 25000 euri.
ciao

Fabio Ferri 22.04.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

ROMA, 22 aprile 2006 - Gianni Letta e Pier Ferdinando Casini hanno proposto a Giulio Andreotti la Presidenza del Senato.

----------

Lo dicevo io!
Provenzano in gattabuia, con un tappo in bocca. Andreotti al senato.
Pizzini....pizzini.....pizzini.....mafia....politica....potere....piercasinando......

Annamaria Farina 22.04.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Il tema dell'energia è fondamentale, se ne parla troppo poco perché gli italiani (ancora troppo ignoranti in materia) sono convinti che sia un tema che non tocca i loro portafogli...

Paolo Ares Morelli 22.04.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Andreotti al Senato????
Ma siamo impazziti?
Ma ancora vogliono prenderci per il c..ooo???

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 22.04.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Energia alternativa

su:

Matt Bress 22.04.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Andreotti al Senato? 'Accetto
in un'ottica di conciliazione'

Il senatore a vita si proclama al di sopra delle parti e spiega: 'Mi piacerebbe che sul mio nome ci fosse un accordo esteso, base per un possibile dialogo'

ROMA, 22 aprile 2006 - Gianni Letta e Pier Ferdinando Casini hanno proposto a Giulio Andreotti la Presidenza del Senato.

------------------------------

e noi ?

Ci vuole un fisico speciale
per fare quello che ti pare
perché di solito a nessuno
vai bene così come sei
Tu che cercavi comprensione sai, comprensione sai
Ti trovi lì in competizione sai, competizione sai

Ci vuole un fisico bestiale
per resistere agli urti della vita
a quel che leggi sul giornale
e certe volte anche alla sfiga
Ci vuole un fisico bestiale sai, speciale sai
anche per bere e per fumare sai, fumare sai.

Ci vuole un fisico bestiale
perché siam sempre ad incrocio
a sinistra a destra oppure dritto
il fatto e' che e' sempre un rischio

Ci vuole un attimo di pace sai, di pace sai
di fare quello che ci piace sai, mi piace sai
Come dicono i proverbi
e lo dice anche mio zio
mente sana in corpo sano
e adesso son convinto anch'io.

Ci vuole molto allenamento sai, allenamento sai
per stare dritti contro il vento sai, contro il vento sai

Ci vuole un fisico bestiale
per stare nel mondo dei grandi
e poi trovarsi a certe cene
con tipi furbi ed arroganti

Ci vuole un fisico bestiale sai, speciale sai
anche per bere e per fumare sai, fumare sai
ci vuole un fisico bestiale
o il mondo e' un grande ospedale
e siamo tutti un po' malati
ma siamo anche un po' dottori
e siamo tutti molto ignoranti sai, ignoranti sai
ma siamo anche un po' insegnanti sai, insegnanti sai

Ci vuole un fisico bestiale
perché siam barche in mezzo al mare.

Michele Maggio 22.04.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Intanto - conclude la nota dell'Udeur - prendiamo atto, come prende atto il Paese, che la coalizione va sempre più a sinistra e, per quanto ci riguarda, all'interno di questa coalizione siamo sempre più simili alle ombre dantesche.

IO LEGGO SOLO FELTRI
--------------------

A te, come all'UDEUR, sfugge un piccolo particolare: il risultato elettorale ha premiato la sinistra radicale, e schiaffeggiato l'ala moderata della coalizione.....Di questo la nostra classe politica dovrà farsi una ragione!


W BERTINOTTI!

Annamaria Farina 22.04.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe desiderabile che la massa di frustrati, che fanno sempre le stesse polemiche inutili, si astenessero ogni tanto per lasciare spazio agli argomenti del giorno proposti.
Così non saremmo costrtti a leggere tutti gli sproloqui di tali professionisti del nulla per andare a cercare qualche brano attinente all'argomento proposto.


RAGAZZI...SAPERE CHE RICUCCI PIANGE TUTTI I GIORNI NELLA SUA CELLA DI REGINA COELI MI FA GODERE DI GUSTO...CHE BEL MESE CHE STO PASSANDO...BERLUSCONI INKAZZATO NERO...I SUOI ALLEATI CHE SE NE FUGGONO...STO ANCHE TROMBANDO DI PIU'...FINALMENTE LA SVOLTA ;-)))

Alex Biscia 22.04.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ivo serentha' 22.04.06 14:25 @@@@@@@@@


Ciao Ivo!
Scusa, ti leggo solo ora...mi ero assentata.
Poi ti spiego il trucco (lo uso solo occasionalmente, per non ingolfare la pagina).
Hai visto smilla? Che savoir faire! Ah ah ah!!!!

Ci sarò Ivo, a stasera.
Felice giorno.


Porto Tolle: chiesta condanna Enel e chiusura centrale
Le perizie hanno riscontrato l'inquinamento dell'area entro 25 km dalla centrale

Al processo in corso ad Adria che vede i dirigenti dell’ENEL alla sbarra sotto l’accusa di aver inquinato, con la Centrale di Porto Tolle, il territorio del Delta del Po, i legali di Legambiente (ammessa al procedimento in qualità di parte civile) hanno chiesto la condanna di Franco Tatò e Paolo Scaroni (Amministratori Delegati del colosso energetico all’epoca dei fatti) e dei dirigenti ENEL che si sono succeduti alla direzione della centrale, la bonifica dei territori inquinati, il risarcimento dei danni e la chiusura della centrale in quanto operante in violazione delle normative nazionali ed europee.

Paolo Scaroni è attualmente Amministratore Delegato dell’ENI e, se il il giudice accoglierà la richiesta della Procura della Repubblica, non potrà usufruire della sospensione condizionale della pena causa una precedente condanna riportata negli anni ’90. Con questo intervento l’Associazione Ambientalista si è così associata alla richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica di Rovigo che ha chiesto 16 mesi di reclusione per Tatò e Scaroni e 9 e 6 mesi di reclusione per i due Direttori della Centrale.

Anche l’avvocatura di stato, sulla base di perizie disposte dal Pubblico Ministero, che indicano l’area inquinata in un raggio di 25 km dalla centrale, ha ribadito la richiesta di condanna ed ha chiesto un risarcimento di danni per 100 milioni di euro, oltre al ripristino, per quanto possibile, delle situazioni precedenti.

"Con questo processo - ha detto Roberto Della Seta, Presidente di Legambiente - vengono alla luce i disastri ambientali provocati in aree pregiate del nostro "Belpaese" con politiche energetiche dissennate fondate esclusivamente sui combustibili fossili (in particolare i prodotti petroliferi), mentre permangono ostacoli pesanti e ostruzionismi nei confronti della produzione di energia da fonti rinnovabili quali l’eolico, il fotovoltaico e il solare termico".

LEGAMBIENTE

Michele Maggio 22.04.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Cosa faremo di nuovo per l'energia?

Giovani, il futuro è vicinissimo.

Il sole è l'unica energia pulita, priva di inconvenienti.

Non tocca allo Stato fare tutte le prove, ma a ognuno di noi. In America, chiunque mostra idee innovative, riceve aiuti dal Governo..

Quindi, si facciano le leggi giuste per offrire ai più capaci un'opportunità.

L'innovazione è legata al capitale umano, di cui solo pochi possono disporre.

Ricordiamoci quali e quanti uomini hanno fatto grande l'Italia.

salvatore palermo 22.04.06 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Auto ad aria compressa: affossata

carburanti ecologici: affossati

iniziativa della regione lombardia di un paio di mesi fa di vietare la PRODUZIONE di motori diesel:
affossata.

pubblicita' in Italia delle due piu' economiche (si fa per dire) auto ibride (benzina +elettrico) (toyota prius e honda civic): affossata.

carburatore ad acqua : affossato.

pannelli fotovoltaici piu' efficienti : affossati

p.s. All'igegnere che ha brevettato l'auto ad aria compressa eolo gli han lasciato presentare a Roma nel 2005 dei gruppi elettronici basati sullo stesso motore (presente anche la rai).
I gruppi elettronici che disturbo danno? Non stravolgono certo il modello di sviluppo economico.

Non illudetevi che cambi qualcosa a livello di consumi energetici di massa, soprattutto in Italia.

marcello corrado 22.04.06 15:19| 
 |