Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Primarie dei Cittadini: economia


strategie RID2.JPG

Vignetta di: Vilfred Moneta


Oggi pubblico le proposte per le Primarie dei Cittadini sull’economia. Le integrerò con i vostri commenti.
Sono andato fuori tempo massimo per i confronti sul blog con i segretari di partito. Comunque, i risultati delle Primarie dei Cittadini su energia, salute, informazione ed economia saranno proposti al nuovo presidente del consiglio, se ci vorrà ascoltare...

Un’economia sana deve avere una strategia di lungo termine, decenni, secoli, che ne consenta lo sviluppo e disporre di regole che ne permettano l’attuazione ed il controllo. Strategia e regole sono due temi che vanno indirizzati insieme.

Strategia.

La nostra economia è basata sul petrolio, ma in tempi più o meno brevi ne dovremo fare a meno, e insieme al petrolio dovremo rinunciare per sempre all’economia degli sprechi, delle mega opere, dei trasporti su scala mondiale di beni già disponibili sul territorio, come l’acqua e il cibo, i maglioni e gli utensili.
L’economia dovrà essere sostenibile, e quindi basarsi su fonti rinnovabili, che dovranno essere incoraggiate e diffuse con politiche fiscali premianti.
Le imprese senza impatto ambientale dovranno avere una forte riduzione fiscale che dovrà essere compensata con un pari aumento per le aziende che producono danni all’ambiente.

Regole.

- Introduzione della class action
- Abolizione delle scatole cinesi in Borsa
- Abolizione di cariche multiple da parte di consiglieri di amministrazione nei consigli di società quotate
- Introduzione di strutture di reale rappresentanza dei piccoli azionisti nelle società quotate
- Abolizione della legge Biagi
- Evitare lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno (es. zuccherifici)
- Vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale
- Responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una compartecipazione alle eventuali perdite
- Impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se questa si è resa responsabile di gravi reati (come è avvenuto per la Banca Popolare Italiana, in cui due consiglieri della gestione Fiorani sono stati confermati nel nuovo consiglio: Castellotti e Olmo)
- Impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (come è avvenuto a suo tempo per Telecom Italia)
- Tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato
- Abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, Eni, Enel, Ferrovie dello Stato
- Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei
- Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato, sia con il taglio degli sprechi, sia con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari
- Ampliare il mandato delle Authority, cambiare i loro attuali vertici ed inserire regole sulla concorrenza trasparenti e chiare per i cittadini. Obbligo di rendere pubbliche sui principali media, giornali, radio e televisioni, le motivazioni di condanna del comportamento delle aziende eventualmente condannate
- Vietare la nomina di persone condannate in via definitiva (es. Scaroni all’Eni) come amministratori in aziende aventi come riferimento lo Stato o quotate.

8 Apr 2006, 16:21 | Scrivi | Commenti (2577) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro beppe,
per la nostra 'povera' Costituzione,
ci vorrebbe una bella e sana Platonica cura filosofica da applicare ai suoi articoli (scritti in un periodo nefasto e quindi adattati a quel momento).
Se non è troppo, vorrei citare alcune righe del filosofo Platone:
Platone poneva alla base della sua teoria politica il fatto,
così naturale, che il fine della politica deve essere l'uomo e la sua realizzazione, e non l'economia.
Platone descrive ciò che intende per conoscenza e ignoranza, tracciando una descrizione retrospettiva
del proprio cammino di conoscenza:
la caverna è il mondo,
le ombre sono ciò che noi, prigionieri, percepiamo con i sensi;
ben diverso è il mondo delle Idee, ciò che è fuori della caverna, che è percepibile solo da chi,
dopo un faticoso cammino di ricerca e di lavoro su se stesso, riesce ad accendere nel proprio intelletto
la scintilla dell'intuizione.
Il filosofo è colui che ha portato a compimento tale cammino:
il termine filosofo non indica in Platone colui che ha alle spalle lunghi anni di studio,
tali studi di per sé non garantiscono la vera Conoscenza.
Platone intendeva proporre una filosofia che fosse al tempo stesso una pedagogia,
nel senso più profondo che tale parola può assumere, ovvero una scienza di trasformazione interiore,
l'arte di far generare alle anime ciò che esse portano nascosto dentro di loro.
Platone fa notare che non si tratta di infondere la vista ad occhi ciechi,
ma che tutti i prigionieri delle ombre ci vedono benissimo;
sono semplicemente rivolti nella direzione sbagliata.:
l'educazione è la capacità di far volgere gli occhi dell'anima verso quelle cose che sono a lei più affini,
essendo essa fatta della stessa sostanza di cui sono fatte le Idee.
in uno Stato giusto non esistono leggi scritte,
(le cui caratteristiche sono l'armonia e l'unità),
garantisce che gli uomini siano in grado di dirimere le loro questioni senza bisogno
di fissare per iscritto le leggi.

roberto b., milano Commentatore certificato 26.09.08 17:58| 
 |
Rispondi al commento

I primi 3 articoli della nostra Costituzione fanno così :

Art. 1.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Io la metterei più così :
Art. 1.
L'Italia è una repubblica democratica, la cui sovranità appartiene al popolo e che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
L'Italia riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, sociale ed economica.

Art. 2
L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro.

Tutto cambierebbe !
Cambierebbe cioè tutto quello che andrebbe in primis contro il rispetto della qualità della vita di ogniuno di noi.
Pensateci bene!
Non potrebbero legalizzare niente finchè non si ha l'assoluta certezza che non arrechi danno alle persone (prima che del lavoro), quindi le auto a gasolio non ci sarebbero da decenni e ora saremmo forse il 1° paese al mondo per l'energia alternativa...
Magari avremmo meno soldi ma tra di noi vivremmo qualitativamente...
DA PAURA !!!!

roberto b., milano Commentatore certificato 26.09.08 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Guardate che siamo in Italia non in un paese europeo. Se volete fare queste cose, bisogna cambiare residenza. Chi ha tentato di farle è finito male: suicidato, imprigionato, giustiziato; a voi la scelta

Marco T. Commentatore certificato 30.05.08 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi,
ma avete sentito Berlusconi ieri sera? Ha detto che farà partire il piano di costruzione di nuove centrali nucleari! I giornalisti, mentre erano alla conferenza stampa, non hanno detto nulla!!! E il grande referendum fatto contro il nucleare?
Sono incavolatissimo!!!!!!
Si fanno beffa della costituzione! IL POPOLO è SOVRANO e non loro!
Ciao e scusate.

Salvatore G. Commentatore certificato 22.05.08 15:28| 
 |
Rispondi al commento

non ho letto tutti i post. sicuramente ci sono buone idee. aggiungo quello che ritengo giusto anche se può essere stato già scritto.
abbiamo il paese più bello in assoluto e non sappiamo sfruttare questa grande ricchezza. pensate se eravamo nati in afganistan..... ci sono economie che con semplicità fanno le cose meglio di noi. queste sono le idee, che sono frutto anche di quanto ho osservato nel tempo:
1. rendere ogni cittadino un esattore dello stato dandogli la possibilità di poter detrarre dal proprio reddito ogni spesa documentata, anche quelle più strane ma che fanno girare l'economia. In questo modo, si eliminerebbe l'economia sommersa e si potrebbero ridurre le tasse. La riduzione delle tasse, attira di conseguenza gli investitori sia nazionali che esteri, sono loro che creano lavoro! Non certo le chiacchere o le ideologie di partito o peggio di pensiero! Provate a pensare un lavoratore che può detrarre dalle prorie tasse tutti gli scontrini che come "esattore dello stato" può portare in detrazione. Vorrebbe dire che il suo stipendio sarebbe privo di tassazione. Ma qualcun altro pagherebbe le tasse e gli introiti per lo stato aumenterebbero pur diminuendo l'aliquota.
2. Mettere in condizione gli impiegati statali di essere non una casta protetta, ma come in tutte le aziende del mondo, dei collaboratori sottoposti a rendimento e valutazione;
3. Far pagare a ciascuno per la quantità di rifiuti che produce. Non una tassa che non ha alcun rifermento, ma sul peso e/o sul volume. Questa cosa funziona benissimo in altri paesi. Tutti, dall'industria alla persona fisica, si adopereranno dal giorno dopo nella raccolta differenziata, perché il prodotto riciclabile non ha costo di smaltimento, tutt'altro è una ricchezza per il paese. Si avrebbe questo risultato perché ognuno di noi è attento solo ai propri interessi, senza corsi di formazione od obblighi.
Ci sono altre 2/3 cose che possono essere fatte, ma lo spazio è finito e se a qualcuno interessa, continuerò.

giovanni menci 01.05.08 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco la riappropriazione dello Stato Italiano della proprietà della Banca d'Italia che ora è di istituzioni private* (tra l'altro in violazione dello Statuto della B. d'Iatlia). Il valore del signoraggio bancario è uguale al 6% del debito pubblico, quante cose si potrebbero fare nel sociale e per il nostro paese con una tale risorsa oggi nella disponibilità di banche* private?
Pochi sanno che non è la Zecca dello Stato a stampare della carta comune trasformandola in Euro, bensì il tipografo della Banca d'Italia*?!
Perchè i media non ne parlano e nessuno denuncia questa anomalia economica?
Non mi addentro sugli scenari cervelloticci e strampalati descritti nel libro "Euroschiavi", ma la Banca d'Italia deve essere PUBBLICA (di proprietà Statale). E' illegittima la proprietà privata sia perchè è contraria a quanto espresso nello statuto della stessa, quanto perchè la B.d'I. è controllata da Banca private che dovrebbe controllare come compito d'istituto.
Inoltre la proprietà del valore delle banconote in circolazione deve essere delo Stato che ne legittima il corso legale, non si può regalare il signoraggio a dei privati quando lo Stato ha un bisogno incredibile di risorse per lo sviluppo e la socialità.
Non sono un reazionario o un utopista e mi basterebbe un ritorno allo Stato della Banca d'Italia e del diritto alla proprietà di stampare gli Euro su delega della banca Centrale Europea.

Davide Panzavolta Commentatore in marcia al V2day 17.04.08 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento dire "oggi si sono bruciati tot miliardi in borsa" mi girano le ...... In fondo erano miliardi di speculazione e non di economia reale, erano nati nel modo in cui oggi si sono bruciati.

Un appello a tutti: consumiamo solo ciò che serve e preferiamo prodotti con imballi minimi. Io lo faccio per i miei figli, fatelo per i vostri.

N. M. Commentatore certificato 03.04.08 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Soluzione:
- rendere pubblica Bankitalia, staccarsi dalla BCE
- emettere gli Euro con Bankitalia dello Stato, quindi senza l’inutile emissione di Titoli di Stato, e quindi senza creazione di Debito Pubblico
- Integrare il denaro mancante, ovvero il denaro del Debito Pubblico + il Money Supply attiale. Totale: 6.700 miliardi.
- Come?
o CREANDO a costo zero e senza emissione di Titoli di Stato 300 miliardi all’anno, che andranno a sopperire alle tasse pagati daa Cittadini e Aziende: quindi, 11 anni senza tasse
o aumentando la spesa pubblica di 300 miliadi all’anno per 11 anni; questo rilancerà immediatamente l’economia.

Dopo 11 anni si avrà raggiunto la quantità ideale di denaro, 7.700 miliardi, e tale quantità rimarra costante in quanto il prelievo fiscale del 10% sulla moneta posseduta, e non sul fatturato, permetterà di portare in pari i bilanci statali e tai denari, rispesi fra la popolazione, riporteranno il Money supply a 7.700.
Quindi, non ci sarà inflazione, che è dovuta agli interessi sui crediti.
I denari verrano prestati a interesse zero.
Saluti a tutti, Antonio Miclavez, coautore di Euroschiavi, www.miclavez.com o www.bankslaves.com

antonio miclavez Commentatore certificato 30.03.08 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Situazione di BCE e Bankitalia:
- Bankitalia è al 95% privata, contro lo Statuto che la vuole pubblica
- Bankitalia è socia della Banca Centrale Europea, che è posseduta dalle altre banche nominalmente “centrali” come la Banca d’Inghilterra, che non ha l’Euro.
- La BCE non è emissione della Comunità Europea, ed i suoi 5 Governatori non sono eletti dai cittadini
- Bankitalia su commissione della Banca Centrale Europea crea denaro quanto vuole ed al tasso d’interesse che vuole, senza nè garanzie auree nè altre.
- La BCE ha come unico interesse il proprio benessere, non certo quello dell’Europa; è un organo extreuropeo verso il quale gli stati Europei sono degli stranieri.
- La BCE non deve dichiarare cosa decide durante le sue riunioni; le sue decisioni sono inappellabili.
- La BCE è l’unica che può far emettere l’Euro dalle sue banche centrali associate, e l’Euro è l’unica moneta ammessa nella CE.
- La BCE guadagna cifre immani dalla creazione del denaro, o Signoraggio, essendosi appropriata con alto tradimento dei politici al potere a quei tempi, della sovranità monetaria delle nazioni europee.
- La BCE ha la possibilità di alzare il Costo del Denaro a 20 punti se vuole, facendo fallire tutte le società che non siano multinazionali in pochi mesi.
- La BCE è l’organo preposto alla globalizzazione, ovvero al governo mondiale centralizzato, alla distruzione delle economie locali, all’eliminazione delle diversità regionali.
Il costo della gestione del denaro da parte di BCE-Bankitalia è:
- 85 miliardi sull’interesse del Debito “Pubblico” - il 5% su 1.700 miliardi
- 600 miliardi di iteresesse sul credito – il 10% sui tutti i 6.000 miliardi di Money suppy, essendo TUTto il denaro creditizio.
- totale: 685 miliardi all’anno, più del Bilancio Statale.
Soluzione:
- rendere pubblica Bankitalia, staccarsi dalla BCE
- emettere gli Euro con Bankitalia dello Stato, quindi senza l’inutile emissione di Titoli di Stato, e quindi senza creazione di Debito Pubblico
.... continua

antonio miclavez Commentatore certificato 30.03.08 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera a tutti.
Vorrei che qulcuno mi spiegasse una cosa.Sono state raccolte le firme per fare il referendum elettorale ed è evidente che per un motivo o per un altro la grande maggioranza degl italiani vuol cambiare la legge elettorale.é caduto il governo e ora ci vogliono far tornare a votare con la stessa legge e poi farci fare il referendum.Con quale legge hanno potuto fare questo?Questa legge non va contro l articolo 1 della costituzione(la sovranità appartiene al popolo)?Chi vincerà le elezioni del 13 aprile, una volta fatto il referendum dovrà andarsene?Se non se ne andrà violerà l'articolo 1.Si dovrà tornare subito al voto o entrerà un governo "tecnico". Le domande sono tante,cercate di rispondermigrazie.filippo

filippo borchi Commentatore certificato 27.03.08 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe!
In ogni votazione (politica e amministrativa) noi assumiamo centinaia di migliaia di dipendenti (tra regioni, province e comuni) pagandoli da nababbi affinchè si occupino dei problemi dei propri datori di lavoro (cioè noi). Ora, poichè da troppo tempo questi dipendenti si occupano di noi solo per dissanguarci e pensano solo alle loro poltrone e alle loro rendite "ROMANIZZATE" (a tutti i livelli) e visto che stanno creando, allegramente, disastri di ogni genere, in collusione con i colossi dell'economia e della finanza (industrie, banche, assicurazioni, fondi pensione, fondi comuni, SGR, SIMM, SICAV, COVIP...), occorre fermarli prima del disastro totale.
Come?
"LICENZIAMOLI" per scarso, dannoso e pericoloso rendimento.
Come fare?
Promuoviamo un REFERENDUM POPOLARE per:
1. Dimezzare i parlamentari;
2. Ridurre le Regioni a 3 (Nord, Centro e Sud + isole), sopprimendo quelle a statuto speciale;
3. Sopprimere le Province (anche quelle a statuto speciale);
4. Decimare i Comuni (cioè accorparli, lasciandone attivi solo 1 su 10);
5. Trasferire alle regioni e ai comuni superstiti le funzioni delle regioni, province e comuni soppressi.
6. Ridimensionare drasticamente le loro rendite;

Solo così possiamo fare un po' di pulizia e mandare a casa centinaia di migliaia di dipendenti: non solo superflui, ma anche dannosi, pericolosi e costosissimi, che succhiano il sangue ai loro datori di lavoro i quali, per il loro mantenimento, non riescono più ad arrivare neppure alla terza settimana, mentre loro: gozzovigliano senza pudore, si romanizzano le rendite, si pensionano dopo un mandato (o 2,5 anni), candidano nelle liste pupazzi che non devono sapere nulla di politica ma solo ubbidire e votare come vogliono i capi delle segreterie di partito - mentre noi non contiamo più nulla.
Beppe! Promuoviamo un referendum per detto disboscamento. Solo così ci possiamo salvare e riportare speranze e respiro a tutti.
Forza Beppe che ce la facciamo

gerry g. Commentatore certificato 13.03.08 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti

A questo punto:
- Responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una compartecipazione alle eventuali perdite
Integrerei il minimo di compartecipazione al 35% su qualsiasi prodotto speculativo, di investimento.

A quest'altro punto:
- Impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (come è avvenuto a suo tempo per Telecom Italia)
Integrerei l'abolizione della riserva frazionaria a tutti gli istituti finanziari(banche) in modo che certe acquisizioni non possano avvenire.

A questo punto:
- Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato, sia con il taglio degli sprechi, sia con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari
Ci sarebbe bisogno anche di integrare il ritorno di una politica
di sovranita' monetaria allo Stato senza una banca centrale e quindi l'uscita dall'unione monetaria (come sono fuori tra l'altro GB, DK e S).
Spero che quanto sopra possa essere integrato.
Ciao a tutti e buona discussione.

Alex Dinsdale - Massa Lubrense, NA

Alexander Dinsdale Commentatore certificato 12.03.08 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, è la mia prima volta ke posto una discussione su questo blog, anzi diciamo pure ke è la prima volta ke scrivo su un blog.
Condivido in pieno quanto scritto e vi invito a dare un'okkiata a questo link ke parla del virus HIV.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=4208

Molto interessante.
Ciao tutti
I love Beppe =)

Andrea1 M. Commentatore certificato 04.03.08 13:46| 
 |
Rispondi al commento

energia alternativa!!!!!!!!!!!!!!!!!1

Alex S. Commentatore certificato 02.03.08 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Condivido le strategie di medio-lungo periodo e da tecnico quale sono in quanto commercialista mi sento di proporre una soluzione semplice per evitare evasione nelle fasce basse di reddito che modifica l'attuale regime forfettone introdotto dal 2008:
fino a 40000 euro di fatturato,si paga il 20% di tasse con ritenuta d'acconto direttamente in fattura,senza applicare iva,senza potersi dedurre costi se non i contributi inps,senza studi di settore....così si eviterebbero milioni di incroci di fatture tra chi ha bisogno di costi e chi di ricavi,inoltre così facendo le persone riceverebbero i soldi già tassati e non vivrebbero al di sopra delle proprie possibilità.

andrea zambrini 28.02.08 17:07| 
 |
Rispondi al commento

AUMENTI SALARIALI PER SOPRAVVIVERE E PARLANO SOLO DI TOGLIERE LE TASSE DA STRAORDINARI

QUESTA FRASE MI Fà SALIRE IL SANGUE ALLA TESTA
E PER ARRIVARE A FINE MESE CIOè SUPERARE LA CRISI DELLA TERSA E QUARTA SETTIMANA NON DOBBIAMO STARE LONTANI DA CIò CHE CI PREME DI + FAMIGLIA E FIGLI ...FACENDO 10/15 ORE DI STRAORDINARIO.

PER NON PARLARE DELLA PENSIONE SEMBRA UN MIRAGGIO IRRAGGIUNGIBILE :5 ANNI DI SLITTAMENTO.

SALUTI


ROSA SINATRA 20.02.08 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Un Saluto a tutti
Ma se i nostri bravi politici si dimezzassero lo stipendio?? non vivrebbero ugualmente bene?? non sanerebbero un pochetto il "loro" debito??
ditemi voi.....

Fabio Zambelloni 17.02.08 19:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul fatto di ridurre i costi ed aumentare le entrate problemi non ce ne sarrebbero, esempio:
- Eliminazione dei finanziamenti ai giornali di partito, ma quale testata giornalistica appogerebbemai una tale proposta politica!
- Eliminazione, a mezzo di incarichi a persone competenti, dei budget in rosso di aziende statali (es:Tirrenia € -200'000'000.00, Ferrovie dello stato, peggio ancora, Alitalia non ne parliamo proprio ), ma chi intasca questi soldi, non appoggerà mai un tale intento politico, e in genere sono organizzazioni che si portano dietro un sacco di voti!
- Adeguato aumento dello stipendio agli impiegati statali che producono, ma mandare a casa gli scansafatiche che non producono, ma quale nulla facente dell'amministrazione pubblica che riceve uno stipendio a sbaffo, considerando che sono un'ampia percentuale di una moltitudine della popolazione italiana, appogerebbe mai una tale proposta politica!
- Richiesta del giusto pagamento dell'aliquota ICI alla chiesa, ad eccetto degli immobili a disposione della gente quali i luoghi di culto, ma solo degli immobili che producono un reddito quali affitti a persone raramente indigenti, visto che si stima un 22% degli immobili italiani come proprietà della chiesa vuol dire che almeno 4 regioni d'Italia non pagano l'ICI, ma quale cattolico praticante condizionato dalla chiesa voterebbe mai un tale progetto politico.
- Argomento delicato e da considerarsi a parte, sono le regioni autonome, ... vi siete mai chiesti perchè vivono in modo molto più agevolato rispetto al resto degli Italiani, quali sono realmente i vantaggi fiscali di queste regioni, e come pensate che possano votare gli abitanti di queste aree geografiche fiscalmente agevolate, una tale proposta politica!
Beh! facendo due conti, penso che mai e poi mai possa essere eletta una persona capace di risollevare le sorti del nostro paese... Dubito che mai potrà candidarsi un "pazzo" capace di tali interventi necessari, tanto per iniziare, al nostro Paese.

Orfeo V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.02.08 12:48| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

vivo in toscana, sono toscana da sempre e vengo, come il 90% dei miei conterranei, da famiglie contadine che mi hanno trasmesso l'amore per la terra e per la campagna. purtroppo però vivo in una zona che negli anni sessanta, ha avuto un boom economico incredibile, tutte le campagne sono state abbandonate e le persone si sono trasferite nei pressi delle industrie. interi peasi sono sorti proprio per assecondare queste esigenze. poi ci si è accorti che le campagne toscane sono particolarmente belle, la cucina è buona e la gente cordiale e spiritosa e si è scoperto "l'agriturismo". l'idea iniziale era ottima: dare un'altra fonte di guadagno ai contadini e spingere le persone a tornare nelle campagne. la realtà è stata un'altra e cioè che gli industriali della zona si sono comprati tutti i poderi a prezzi sempre più alti e anzichè continuare a investire nelle loro aziende hanno scoperto i fondi neri che si ottengono da questo tipo di attività. l'agriturismo vero non si sa neppure dove stà di casa, sono in realtà dei residence o alberghi, che affittano a cifre notevoli. inoltre cosa si è ottenuto? che se qualcuno, con questo mondo, volesse tornare a fare il contadino per essere sicuro almeno di non morire di fame, deve prima avere un paio di milioni di euro per poter comprare un piccolo podere da coltivare. e intanto la televisione dice, solo per dirne una, che l'italia produce solo il 50% del miele che consuma. non sarebbe meglio cercare di incentivare i giovani a tornare a produrre qualcosa che ha sicuramente mercato anzichè dargli dei contratti da schiavi?

anna v. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.02.08 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono molti fatti che ci autorizzano a definire quanto meno ‘bizzarra’ la crisi di governo che in queste settimane sta rapidamente portando allo scioglimento anticipato delle Camere. E, dunque, alle elezioni politiche in aprile, rinviando a data da destinarsi l’impegno a risolvere le numerose sfide che il Paese deve affrontare.
Tra questi fatti ne spicca uno particolarmente insolito.


Nel corso delle consultazioni condotte al solo ed unico scopo – indicato dal Presidente della Repubblica Napolitano – di costituire un governo istituzionale per l’approvazione di una nuova legge elettorale, il Presidente del Senato Marini ha voluto ascoltare anche le cosiddette ‘parti sociali’. Per la precisione, come si è letto nei comunicati ufficiali: i ‘rappresentanti’ delle imprese (Confindustria, Confcommercio, Confcooperative, Confagricoltura, Confartigianato, Cna, Confesercenti, Legacoop e Casartigiani), i ‘rappresentanti’ dei lavoratori (Cgil, Cisl, Uil e Ugl), il Comitato per il referendum e un - non meglio identificato – Comitato per la legge elettorale.
Senz’altro una novità, se si pensa che, nella storia della Repubblica, le consultazioni per la costituzione di un nuovo governo si sono sempre esaurite nell’alveo delle segreterie dei partiti rappresentati in Parlamento. Ma una novità che dice molte e contraddittorie cose rispetto al tema tradizionale della rappresentanza.

Che cosa, in particolare?
In primo luogo, si conferma per l’ennesima volta la profonda crisi di rappresentanza e – si dovrebbe aggiungere - di reputazione dei partiti. Chi, infatti, avrebbe ancora oggi la spudoratezza di affermare che questi rappresentano i cittadini?
Secondo: si riconosce che, al di là dei partiti, esistono dei soggetti sociali che hanno qualcosa da dire in situazioni di crisi come questa che stiamo vivendo, almeno per il fatto di rappresentare alcuni interessi specifici.
Terzo: si selezionano i nuovi interlocutori secondo le superate logiche d

V. Commentatore certificato 14.02.08 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi chi rappresentate?

V. Commentatore certificato 14.02.08 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Votare da una parte o dall'altra:che fare? Economia,ideologia,antipatia viscerale.Generalmente la scelta avviene per quest'ultima ragione:c'è chi odia Prodi e chi Berlusconi.Ma il voto non dovrebbe risolversi con il tifo da stadio.Le considerazioni ideologiche mascherano invece un atteggiamento da tifosi di una parte politica.Più concrete le considerazioni economiche.In questo i due schieramenti non sono diversi:gran campagne,sbandierando situazioni irrilevanti per la maggioranza di noi,poi stringistringi sono identici.L'economia è la scienza di utilizzare le risorse limitate:i soldi.I mafiosi hanno una tecnica pratica,li prendono a chi li guadagna.Anche lo Stato fa così, ma da una posizione etica che dovrebbe essere molto diversa:si parla di "redistribuzione".Parola che fa accapponare la pelle ai pensionati che possiedono la propria casa, e infatti votano Berlusconi.Ecco il punto:pochi sono gli italiani con situazione economica ben definita - pensionati o lavoratori dipendenti in affitto nelle case del Comune - questi "avrebbero" tutti i vantaggi economici a votare un partito di sinistra. Dall'altra parte ci sono professionisti che dichiarano dieci volte di meno di quanto guadagnano:hanno ben ragione,dal loro punto di vista,a votare un partito di destra.Lasciatemelo dire,sono invidiabili:sono la categoria che ci comanda.In effetti,questo è il punto,la CASTA dei politici,che comanda a noi,appartiene quasi esclusivamente alla categoria dei professionisti - avvocati,commercialisti,notai,medici,idraulici,gondolieri.. Forse proprio perchè sono sempre della stessa stoffa i politici tendono a fare scelte economiche dello stesso tipo.Sia che vinca la destra, sia che vinca la sinistra.Nel film di Moore sulle presidenziali 2000 molti elettori non avevano potuto votare,protestarono al Congresso:nemmeno un senatore li appoggiò,nemmeno Gore.La CASTA è la cosa più importante in USA, figuriamoci qui.Mandiamo a casa il maggior numero di politici:il massimo che possiamo ottenere.

carlo ANDREATTA Commentatore certificato 13.02.08 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dato che pare che l'evasione fiscale(dico "pare" perchè secondo me non può essere il barista che non fa lo scontrino per un pacchetto di caramelle a rovinare l'Italia)sia un grosso problema, consentire ai cittadini di fare una dichiarazione dei redditi per poter recuperere l'IVA sui TUTTO ciò che acquista porterebbe secondo me a eliminare tutto il "nero". potrebbe essere consegnata ad ogni cittadino un tesserino magnetico dove caricare ogni spesa dai vari commercianti, che a fine anno può essere scaricata dal commercialista che si occuperà di fare la dichiarazione. toccherà al cittadino conservare tutti gli scontrini da mostrare in caso di verifica e l'IVA che si dimostrerà di aver pagato potrà essere defalcata dalle tasse dovute per l'anno successivo, ad esempio per i lavoratori dipendenti la cifra potrebbe essere anche suddivisa nelle 12 mensilità dell'anno successivo. se l'evasione è veramente il problema, la cifra che si dovrà restituire ai cittadini sarà compensata da una crescente entrata fiscale ma daremmo maggior potere di spesa ai cittadini e secondo me anche una maggiore sensazione di equità.
grazie per l'attenzione

anna v. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.01.08 11:45| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei parlarvi dei rifiuti organici, perche`i comuni non aiutano i cittadini a installare dei dissipatori sotto i lavelli per eliminare i rifiuti organici? Si avrebbero dei vantaggi non indifferrenti, per esempio l`eliminazione dei costi di ritiro e smaltimento,risparmio sull`acquisto dei sacchetti,MAI PIU`ODORI NAUSEANTI nel periodo estivo, la rottura dei sacchetti in attesa di essere rimossi da parte di animali,ci sarebbero vantaggi anche per i depuratori che avrebbero un carico organico maggiore che aiuterebbe a diminuire la composizione dei fanchi inquinanti, con un possibile riutilizzo degli stessi im agricoltura. Proviamo a convincere la politica di questo!!!

Maurizio Fare` Commentatore certificato 27.01.08 12:34| 
 |
Rispondi al commento

L'introduzione delle class action in italia con la finanziaria 2008 è un vero bluff. Nessun risarcimento punitivo è previsto nei confronti delle aziende che con comportamenti spregiudicati violano i diritti dei cittadini. In Italia, infatti, nonostante la diffusa convinzione che il danno morale sia sempre risarcibile, l'unico danno realmente risarcibile è quello patrimoniale, salvo casi eccezionali (come l'ipotesi di commissione di reati o lesione di diritti di importanza primaria). Ciò vuol dire che se, ad esempio, una società vende il proprio prodotto taroccato del valore di € 1 a centomila cittadini italiani e solo 1000 cittadini chiedono il risarcimento con la class action (perchè gli altri preferiscono perdere 1 euro piuttosto che mettersi in mano alla burocrazia della giustizia), il giudice, in linea di massima, potrà condannare la società ad un massimo di € 1000,00 pur avendo quest'ultima intascato centomila euro. In questi casi il giudice non potrà neanche adottare provvedimenti nei confronti degli amministratori di srl ed spa, i quali non rispondono personalmente dei debiti della società. Morale della favola, la società guadagna con un comportamento contrattualmente illecito 99 mila euro e gli amministratori che hanno avallato tale comportamento sono riconfermati dai soci interessati solo agli utili. E allora dov'è la finalità dissuasiva di questa class action ? Il punto 1 pertanto andrebbe modificato con: riforma della disciplina delle class actions.

Valerio Del Rosario 26.01.08 09:42| 
 |
Rispondi al commento

1-a proposito di rifiuti proporrei la abolizione del costo raccolta rifiuti da prelevare con aumento di tutti i beni in base al costo del loro futuro smaltimento.La gente comprerà - cazzate e chi + le compera + paga alla fonte.
2-rottamazione degli edifici + osceni permettendo poi la ricostruzione con sistemi energeticamente efficenti dando possibilità di raddoppiare la cubatura o qualcosa di adeguato purchè estetico. il giudizio andrebbe dato da architetti non coinvolti nel ciclo che ha devastato il territorio.Basta ad ulteriori cementificazioni ma solo spostamenti si coperture del suolo. Penso a commissioni edilizie con laureati non professionisti, magari artisti o altro...non in conflitto di interessi.

bruno prati 16.01.08 23:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cito...."Le imprese senza impatto ambientale dovranno avere una forte riduzione fiscale che dovrà essere compensata con un pari aumento per le aziende che producono danni all’ambiente."

Non sono d'accordo : è giusto invece che "nessuna azienda dovrà produrre danni all'ambiente!"
Da subito !!

e poi :

Leggi salva-campionato di calcio, condoni tombali per le concessionarie che ci devono 98 miliardi di euro, indulti, inciuci, politica in tv, tv in politica, leggi ad hoc para-onorevole, ecc. ecc...

....no !
Questo non è il mio paese, questa non è la mia patria, non è il futuro dei miei tre figli; farò tutto il possibile per spingerli lontano da qui, che paghino le giuste tasse in un paese civile, non qui, in questa falsa Italia.

Però amo la mia patria e la rivoglio.
RIPRENDIAMOCELA TUTTI INSIEME !


Daniele Cultrera
Milano


Daniele Cultrera 13.01.08 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Catircalà a TELECAMERE programma condotto dall'arroccata rai pluriindagata e cocca di del noce, Anna La rosa, che mi sembra John travolta nel suo ultimo film Hairspray (meglio lui) Ha detto che ci sono pochi giovani che fanno politica e che loro poverini sono costretti a governare non avendo un ricambio politico, non dice che per entrare a palazzo, devi essere un associato al crimine organizzato, che forse forse abbiamo troppi giovani onesti per questa babilonia governativa ? Catri... Bà curcati (vai a dormire)


Pino Potenza Commentatore in marcia al V2day 07.01.08 01:02| 
 |
Rispondi al commento

certo che questo è proprio un bel piano economico...ma come si fa a metterlo in atto dato che la nostra gerarchia politica è costituita da mafiosi,ladri,truffatori...e chi più ne ha,più ne metta)signori il problema qui è molto più grave di cm credete...i nostri politici,ci guadagnano dandoci tecnologie ormai in disuso e fregandosene dei problemi che affliggono il nostro paese: (immigrati senza regolare permesso,inceneritori,rigassificatori,le truppe in afghanistan a spese nostre e la situazione che sta vivendo la campania ecc ecc...)io spero nella giustizia divina perchè il nostro sistema è ormai talmente marcio,che è quasi impossibile fare nulla...bisogna organizzare una vera e propria rivolta perchè non si può continuare a parlare dei problemi senza però far nulla...beppe proponi di cambiare tutti i nostri politivi...destra,centro e sinistra,sono sicuro che milioni di persone ti appoggeranno...

Gabriele Zoccolante Commentatore certificato 06.01.08 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Ora capisco perchè molta gente scappa dall italia.Il nostro sistema economico e finanziaro è ostacolato da tutte queste regole inutili.se eliminassero tutte queste cose ci sentiremo più leggeri tutti

Fabien V. Commentatore certificato 05.01.08 18:45| 
 |
Rispondi al commento

soluzione 1:
caricare un soggetto disponibile a sacrificarsi con 200 tonnellate di tritolo e mandarlo a esplodere in parlamento durante una riunione con tutti i politici.
soluzione 2:
pagare un killer professionista che non lasci traccia per far sparire uno ad uno i politici
soluzoine 3:
continuare a lamentarsi finchè non succede qualcosa di interessante come stiamo facendo ora...questo è solo molarismo.bisogna passare a fatti

a ma piace sia la 1 che la 2...

Daniele Corda 20.12.07 00:31| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

non so se è la sezione giusta,ma volevo fare una considerazione sull'omicidio di perugia.possibile che gli investigatori(pula,caramba,magista etc)non riescano a far confessare tre stronzetti ventenni,e quando hanno a che fare con i mafiosi allora che cazzo fanno?questo omicidio mi ricorda quello di cogne.anche qui sono coinvolte persone che hanno degli agganci,la franzoni era parente di prodi,qui invece sollecito ha una sorella ufficiale dei carabinieri e un padre con conoscenze impotanti e ricco.ci stanno prendendo per il culo.capisci a me

stefano cambio Commentatore in marcia al V2day 09.12.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

IL TERRITORIO CHE CAMBIA & APPRENDE
un viaggio nella Calabria che vogliamo
8-10 Dicembre Sila greca - Area costiera del basso ionio cosentino

conferenza stampa | 10 dicembre 2007 | ore 12
Casa delle Culture | Palazzo San Bernardino | sala grigia | Rossano

Si discute della lontananza della gente dalla Politica. In Calabria la Politica è sinonimo di ‘malaffare’, di privilegio, di arroganza, un campo dal quale tenersi ‘fuori’.
Non è stato semplice e non è semplice coinvolgere e creare partecipazione. Lo stiamo facendo con giovani che imparano ad interpretare il ruolo di leader secondo nuovi modelli dell’agire politico.
Non è facile formare nuove classi dirigenti, persone che sappiano interpretare i bisogni, difendere e promuovere il bene comune (il patrimonio naturale, le giovani generazioni, il lavoro, le imprese, le istituzioni) che sappiano unire, ricomporre conflitti, ma anche imprimere cambiamenti di rotta, infondendo energie e coraggio a chi si sente tradito o preferisce la comodità dell’elemosinare assistenza.

Noi siamo fermamente convinti che partecipazione responsabile e nuovi modelli dell’agire politico sono l’unica strada possibile. Siamo convinti che non ci siano angeli (la gente) o demoni (i politici), che l’innovazione è possibile e più ragionevole della conservazione, ma che occorrono donne e uomini che si assumano il coraggio di abbandonare abitudini consolidate che ostacolano la rinascita di questa regione. La Calabria nell’attuale scenario geopolitico ha la reale possibilità di uscire dal tunnel del sottosviluppo.

Alcuni candidati ed eletti nel collegio di Rossano Calabro, per l’assemblea nazionale costituente del PD, si sono proposti di cambiare prospettiva e così restituire ai legittimi proprietari un terreno espropriato ed utilizzato per destinazioni d’uso improprie. Lo fanno in un territorio difficile, più per una debole volontà dell’attuale leadership politica.

Pierluigi Rossano 06.12.07 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
saro molto rapido.

davide e. Commentatore certificato 04.12.07 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Popolo italiano tutto,
quì è ora che ci svegliamo una volta per tutte e smettiamo di commentare le beghe politiche (che è tutto un teatrino). Dobbiamo capire una volta per tutte che la destra,la sinistra, il centro, e aggiungo anche i sindacati non contano un bel nulla! Qualsivoglia governo ha solo il compito di emanare le leggi finanziarie di turno per prelevare i soldi ai cittadini per pagare il debito pubblico che i politici contraggono sistematicamente con la Banca D'Italia che emette la CATRAMONETA (gli Euro) gravati di interesse e del costo materiale. Orbene signori questo è il SIGNORAGGIO BANCARIO! Tutto il resto ha poca valenza... tutti i problemi nascono da lì. Questa è una truffa legalizzata. In sostanza il debito pubblico non esiste...è un modo per derubare i cittadini da parte delle banche!
Quindi è inutile che commentiamo le varie notizie sul teatrino politico… non serve a nulla… finché LORSIGNORI avranno le poltrone sotto al culo eseguiranno gli ordini delle banche nazionali ed europee. Sono lì per questo! Per approvare le varie finanziarie che prelevando i soldi dalle tasche dei cittadini per appianare il DEBITO PUBBLICO che pur non esistendo perché generato da una truffa non potrà MAI estinguersi perché non esistono in circolazione banconote sufficienti a estinguerlo. Infatti già alla loro emissione ogni banconota che viene emessa viene gravata dal costo del realizzo più interesse, quindi lo Stato dovrà rimborsare alla Banca d’Italia il valore della banconota più costo di realizzo e relativo interesse. Nota bene che però la quantità di banconote che servono in più per estinguere il debito non viene emesso! Morale: il debito non sarà MAI estinto! Popolo italiano devi scendere in piazza prima di fare la fine dell’Argentina!… altro che vaffa-day… qui bisogna fare qualcosa molto in fretta per far conoscere il problema! Hai capito Beppe Grillo… devi parlare del SIGNORAGGO!
Beppe Grillo… DEVI PARLARE DEL SIGNORAGGIO! Beppe Grillo… DEVI PARLARE!!!!!!!!!

Ugo Caira Commentatore certificato 03.12.07 04:42| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti
(riporto il commento scritto in energia)

partecipo anch'io al lamento italiano , come un sottomesso al padrone o forse meglio dire come coglione sballottato senza poter reagire , assisto al potere politico che calpesta ogni diritto acquisito col referendum , ma il peggio che gli organi di giustizia sono consenzienti , non intervengono , il volere popolare non conta , forse è meglio smettere di lavorare per 1 2 anche 3 mesi non pagare più niente e vedere cosa succede , a mali estremi .. estremi rimedi .

cosa succederebbe se venissero sequestrate completamente :

- tutti i possedimenti dei politici e degli amministratori pubblici , dei gestori (enel , poste , telecom , tim , ecc ), dei funzionari e capi che non hanno fatto il loro dovere ( come per esempio chi ha lasciato ancora la Vanna Marchi continuare a fare un lavoro commerciale , continuare la sua arte , anzichè metterla in condizione di scegliere un mestiere più terra terra )
e tutti i loro parenti diventati misteriosamente ricchi subito dopo ... ,
anche chi è già in pensione ,
- tutte le loro pensioni (visto che ne hanno 2, 3 strano perchè assunti come un'operaio che non potrebbe avere un'altro lavoro , questo sempre perchè la legge è uguale per tutti )

meno male che posso ancora descrivere apertamente i miei sogni ... libero dall'inganno della privacy

stefano de luca Commentatore certificato 02.12.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, vietare più cariche in aziende diverse ai managers significa eliminare anche la possibilità del doppio o triplo impiego anche per gli altri lavoratori a contratto seppur non tutti abbiamo lo stesso stipendio di Tronchetti Provera, e in linea di principio è scorretto. Bisognerebbe forse richiedere più trasparenza negli scambi azionari e relazionali che le grandi SpA hanno tra di loro. Mi sembra demagogica l'idea della diminuzione degli stipendi dei politici quando esistono invece enti statali e parastatali che non servono più a nessuno, ma nel caso in cui questi venissero liquidati che fine farebbero tutti coloro che ci lavorano? Sembra che in Italia il cane si morda sempre la coda, ma anche per quanto riguarda l'economia mondiale pensi veramente che si possa fare anche un solo passa indietro rispetto alla globalizzazione retta da un max di mille aziende internazionali sui cui introiti e scambi si muove tutta l'economia mondiale? sempre tuo

ernesto gibellina 01.12.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Propongo di vincolare lo stipendio dei parlamentari a quello di una categoria contrattualizzata tipo “metalmeccanici” maggiorato di un giusto coefficiente.
Se non altro per aumentarsi lo stipendio dovranno prima farlo alla categoria a cui sono agganciati.

Propongo che a quei cittadini (politici compresi) riconosciuti colpevoli di evasione fiscale vengano sospesi quei diritti che gli altri cittadini si pagano con le tasse.
Nel senso che dovrebbero pagarsi come minimo l’assistenza sanitaria quando usufruiscono di strutture pubbliche.


valerio tessari 30.11.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sulla questione Monopoli di fatto, considererei anche l'ambito televisivo, in quanto rai e mediaset, se non considerabili un unicuum, sono in ogni caso capaci di eliminare qualsiasi altro concorrente, mentre secondo me, l'unico modo per superare questo empasse di comunicazione e' quello di far sorgere altre televisioni che siano parimenti accessibili!

Matteo Senesi 16.11.07 08:46| 
 |
Rispondi al commento

bn giorno a Beppe Grillo e a tutti gli italiani che lottano per salvare la loro dignità di esseri umani.Sono daccordo nell'eliminare tutte le agevolazioni di cui gode la nostra classe politica che ha creato un altro stato tanto potente da schiacciare un altro stato quello di noi cittadini,obbligati ad arricchirli ed agevolarli in qualsiasi settore.Vogliamo proporre a questi politici di lasciare 3/4 del loro stipendio nelle casse del nostro stato dei cittadini,di rinunciare a tutte le loro agevolazioni, di pagare le tasse ,di eliminare la burocrazia,di dimezzarsi come numero perchè sono troppi e soprattutto di essere interessati al bene di tutti gli italiani e non solo al loro o di chi gli interessa di più,di eliminare l'I.C.I. sulla prima casa anzi di eliminarci le tasse versando quei 3/4 di stipendio che a noi italiani non va' più di regalare a loro per sanare il debito pubblico,per sanare la sanità,per sanare la giustizia,perchè non si vada a finire in una guerra civile ,e i sentori ci sono tutti.La gente psicologicamente e fisicamente è messa a dura prova cè troppa disparità,non c'è equilibrio,è tutto il contrario di tutto.

guadalupi pieranna 14.11.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa a beneficio economico immediato è la LINEA NO DURA, GRANITICA con gli evasori fiscali, che spesso e volentieri sono quelli CHE POSSONO BENISSIMO PAGARE.
Perché? Perché così sarebbero MENO STRARICCHI?
Allora, qui, buona che sia la legge, la dappocaggine umana spadroneggia.
Non potrebbero tutti gli imprenditori fare come quello della società di pasta - che ora non mi ricordo - che ha vissuto un mese con stipendio operaio e, non riuscendo ad arrivare alla fine, ha dato un aumento di Euri 200 ad ogni dipendente?
No?

Come facciamo allora ad educare colui che ha la pecunia a capire quanto può essere utile a Stato e comunità???

EBBENE???

Mi verrebbe da sacramentare, come corollario, ma mi asterrò.

Jacques Bonhomme (metalhead) Commentatore certificato 10.11.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
non so se ho ricevuto dei voti e nemmeno mi
interessa. Ho comunque notato che i commenti
più votati sono solitamente i peggiori: dato
che ho l'impressione che IL VOTO dei votanti
(nella maggioranza dei casi) non brilli di
molta razionalità . . .

Severino Verardi 08.11.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

sulla legge Biagi non sono convinta che l'eliminazione sia una soluzione. Bisogna invece:
1)triplicare gli stipendi dei precari
2)stabilire un tempo minimo di un anno per i contratti a termine (ho un'amica cui hanno proposto due mesi.....)
3)inserire degli ammorizzatori sociali importanti (70% dello stipendio per almeno un anno) a carico dei datori di lavoro in caso di mancato rinnovo con tanto di contributi figurativi e garanzie sulla maternità.

Così la flessibilità resta e i lavoratori possono fare la loro vita. magari anche decidere di investire un anno di disoccupazione in formazione per poi collocarsi in un settore più interessante.
Faccio notare che per i giornalisti questo tipo di ammortizzatore sociale già esiste per garantire la libertà di pensiero....e naturalmente di stampa

francesca fiore 02.11.07 09:55| 
 |
Rispondi al commento

sono completamente d'accoro con tutti ipunti citati,sono e siamo stanchi di vedere gente che si arricchisce sempre di piu alle spalle dei cittadini

Mirko S. Commentatore certificato 30.10.07 15:00| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SCRIVO PER SAPERNE DI PIù DI COME è ANDATO A FINIRE IL VAFFANCULO DAY
SOLO DA POCO STO SEGUENDO LE TUE BATTAGLIE
PERCHè SOLO ADESSO HO VISITATO IL TUO SITO
SEI GRANDE CONTINUA COSI

MAX SCARSELLETTA (demone) Commentatore certificato 26.10.07 00:31| 
 |
Rispondi al commento

cari amici buongiorno,
avete notato come i nostri difensori dei valori si divertano a formare partiti e entità nuove portandosi ai consigli,alle riunioni,alle assemblee di piazza i soliti copioni?.....sempre i soliti soltanto i soliti per sempre i soliti! CARI POLITICI ANCHE UN FALLITO CAPIREBBE CHE STATE SPRECANDO TEMPO CON L'ITALIA IN GINOCCHIO ....VERGOGNATEVI!

1xtutti tuttix1 25.10.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento

cari amici buongiorno,
avete notato come i nostri difensori dei valori si divertano a formare partiti e entità nuove portandosi ai consigli,alle riunioni,alle assemblee di piazza i soliti copioni?.....sempre i soliti soltanto i soliti per sempre i soliti! CARI POLITITI ANCHE UN FALLITO CAPIREBBE CHE STATE SPRECANDO TEMPO CON L'ITALIA IN GINOCCHIO ....VERGOGNATEVI!

1xtutti tuttix1 25.10.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Altro che primarie, la vogliamo finire con le baggianate. Qua si deve tornare a votare seriamente, ad applicare la costituzione ed i suoi principi. poi oggi sono veramente inviperita e seriamente intenzionata ad espatriare, non potendone veramente più dui questo c. di paese. Ma insomma un avvocato di pendente che guadagna 1500-2000 euro a Milano deve pagare di botto 1000 euro di iva 2000 di previdenza dimmi come c. ci campo!!!!! E considerate che dobbiamo anticipare tutte le spese di studio. io mi sono veramente scocciata!!!!!Spero che sto governo orribile duri perchè se torna il nano tutti i sacrifici fatti bisognerà riferli cent'anni ancora e allora a che serve campare!!! Ma comunque pure sto governo è una vera chiavica!!!!!!

Francesca Caricato 16.10.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Solo un sistema scolastico "serio" e selettivo può ricreare quella classe dirigente che può risollevare l'Italia dall'attuale situazione. Ma oggi migliaia di studenti ( e professori!) PROTESTANO PER il primo timido tentativo di riportare un pò di serietà nela scuola con la reintroduzione degli esami di riparazione.
Se si è di sinistra occorrerebbe comprendere che l'unica arma che hanno i figli delle classi medio/basse di emergere è di potersi affermare negli studi, cosa non possibile nella scuola attuale con il 99% di promossi i quali, senza una preparazione professionale adeguata,sono inevitabilmente destinati a gonfiare la massa di "precari". E poi diciamo che la colpa è di Biagi!

sergio cenerini 12.10.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Come ha suggerito Grillo, nel nostro Paese ci sono scienziati, geologi, dottori, economisti ecc.
Usiamo questo strumento "internet" per comunicare e risolvere NOI CITTADINI i problemi dell'Italia. In maniera TRASPARENTE in modo che tutti, leggendo, possiamo vedere quello che si sta attuando, e magari, proporre altre soluzioni o mettere in evidenza i problemi nelle nostre città (vedi Striscia la Notizia).
Siamo noi stessi i nostri politici!
Attraverso la rete, possiamo comunicare ed essere vicini come se fossimo un piccolo comune.
Non abbiamo bisogno di tutti quei politici, ne bastano pochi, ma scelti da NOI, non dai partiti!
I vari programmi per l'economia, l'ambiente, l'istruzione ecc. facciamoli noi italiani sul blog, con idee nostre, li discutiamo e ne tiriamo fuori un programma elettorale NOSTRO!
Cosa ne dite?

Alessandro F. Commentatore certificato 08.10.07 02:42| 
 |
Rispondi al commento

le primarie sono unacosa inutile, anche perche' l'informazione ormai e' sempre piu' controllata.
la voce insistente e' che il Giornale supportera' la brambilla per i suoi circoli, mentre la santanche', con il beneplacito di fini, lo fara' con il quotidiano Libero, cha pare stia comprando.
pare ci sia anche un supporto da parte di "amici" del sole 24 ore, che sta per quotarsi e che riceverebbe un forte supporto in sede di collocamento.
e il cerchio si chiude.
che pena.
AR

Andrea R Commentatore certificato 07.10.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento

le primarie sono unacosa inutile, anche perche' l'informazione ormai e' sempre piu' controllata.
la voce insistente e' che il Giornale supportera' la brambilla per i suoi circoli, mentre la santanche', con il beneplacito di fini, lo fara' con il quotidiano Libero, cha pare stia comprando.
pare ci sia anche un supporto da parte di "amici" del sole 24 ore, che sta per quotarsi e che riceverebbe un forte supporto in sede di collocamento.
e il cerchio si chiude.
che pena.
AR

Andrea R Commentatore certificato 07.10.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento

ve ne dico una nuova a proposito di politica e informazione.
AN sta mettendo le mani sul quotidiano Libero. Fini e la Santanche' vorrebbero utilizzarlo per supportare le prossime politche, con la santa de che come alternativa alla brambilla.
E berslusconi che ne pensa? E mai possibile che un giornale come libero si presti a questo? E Feltri, dacci un segno!
M

mastrogia mastrogia Commentatore certificato 06.10.07 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile signor Grillo,per prima cosa grazie per l'ospitalità e l'opportunità dataci.Sono un dirigente pubblico,un segretario comunale.Il motivo che mi spinge ad intervenire sul blog é il seguente.Le questioni sollevate e le proposte formulate da Lei in materia di economia e,più in generale,di libertà dei cittadini e delle istituzioni dalle prevaricazioni della politica dimenticano, a mio avviso,di affrontare un problema cruciale:il condizionamento dell'amministrazione pubblica da parte della politica e gli strumenti con cui la politica organizza il consenso. Le farò,per brevità,uno solo esempio.In Italia ed in modo particolare al sud(vivo in uno piccolo centro della prov. di Avellino)non esiste campo del vivere civile che non sia ostaggio della politica. La libertà delle professioni non esiste.Il potere delle lobby professionali e degli ordini é assoluto e produce effetti devastanti.In Campania se non si é legati a qualche carrozzone politico non si lavora. Si é mai chiesto quanti sono i parlamentari iscritti ad un ordine professionale. Sono oltre il 60% del totale. Ha mai fatto il calcolo del valore economico (immobili ed altro) che le Casse di previdenza degli ordini gestiscono e di quali sono i rapporti tra queste e "la politica". A suo giudizio é ancora possibile che nel terzo millennio vi siano avvocati,geometri, ingegneri, architetti,ecc.,che possano esercitare la professione e siano, al tempo stesso,docenti di scuola media (di I e II grado),o che vi sia una categoria:i notai che, come la triste vicenda dell'abusivismo edilizio di Casalnuovo(Napoli)ha dimostrato,non garantiscono niente e nessuno. Si è mai chiesto perché il regime delle incompatibiltà
a ricoprire cariche elettive dei dirigenti sanitari non é stato anche esteso ai medici di famiglia convenzionati con il S.S.N.(pensi a quello che accade nei piccoli paesi). Tutto ciò serve solo ad organizzare il consenso. Nessuna libertà sarà veramente possibile se non sarà rimosso questo vulnus.Discutiamone

matteo sperandeo 06.10.07 12:28| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe sono un ragazzo di Genova ho 26 anni è da un anno che lavoro stabilmente,non sono mai stato portato per lo studio e quindi ho deciso di entrare subito nel mondo del lavoro.Che cos'è il lavoro?Andare a lavorare vuol dire praticare un mestiere per portare a casa il pane.Esistono tanti mestieri manuali ma nessuno ce li insegna!!Scuola e lavoro dovrebbero essere collegate e invece non lo sono!!Dove sono le scuole per il muratore?per l'elettricista?per il carpentiere?Perchè chi va all università e si fa un culo a studiare me lo ritrovo in agenzia interinale?Siamo una gioventu'sprecata!!!Ci stanno buttando nel cesso!!Conosco gente che va all'universita'perchè non sa cosa fare e poi non riescono a laurearsi.Nelle primarie unirei istruzione e lavoro insieme:Devono rinascere le scuole dei mestieri dove impari un mestiere manuale ed esci lavoratore finito.Abbiamo il diritto di essere istruiti per diventare sia idraulico che avvocato!!I nostri dipendenti dovrebbero tirare fuori il meglio di noi stessi sin dall adolescenza,ognuno di noi ha delle capacita'che deve poter scoprire e sfruttare attraverso l'istruzione sia nell'intelletto che nella manualità.Nessuno sarebbe tagliato fuori,ci sarebbe possibilita'per chi vuole lavorare manualmente di sfruttare le sua capacita'essendo istruito,e nelle università ci sarebbero meno disperati.La scuola è diventata uno spreco della gioventù,l'universita' un rifugio antiinterinale momentaneo.Bisogna buttare all'aria la scuola e rifarla da zero perchè da che mondo e mondo per creare lavoro ci vuole chi studia per tirare fuori idee e chi studia per metterle in pratica.Dobbiamo ricominciare a inventare e costruire cose nuove,sostituendole con quelle ormai sorpassate.Dobbiamo uscire dal medioevo per ritornare una potenza mondiale e per farlo mandiamo a casa i nostri dipendenti medievali che stan rovinando il paese che è di propieta'di 65.000.000 di persone.

Massimo Cipriani 28.09.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Tra le tante cose che della politica italiana non accetto è che dei personaggi come Cimoli (strapagato) possano riuscire ad affossare un bene di Stato come le ferrovie, dimettersi con una mega buona uscita ed essere (dallo stesso Stato) messo a capo di un altro bene pubblico (Alitalia) con uno stipendio ben superiore agli analoghi colleghi europei, facendo ulteriori disastri. E l'Italia paga.... La differenza con l'Europa è che i dirigenti europei sono pagati molto meno e se sbagliano pagano. Noi, invece, piu' sono inefficienti e piu' li premiamo. E i soldi sono sempre i nostri.

luisa m. Commentatore certificato 28.09.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento

una mia riflessione.
Problemi caro benzina.
Prodi quando per farci entrare in europa ci mise l'eurotassa ( che poi ci avrebbe restituito e non è mai stato fatto ) ci promise grandi vantaggi dall'entrare in europa:
economia;
energia;
queste sono solo due vantaggi ma :
siamo entrati in europa e ancora l'italia è il primo stato con il prezzo dei carburanti più alto
l'economia è in discesa perche con l'euro così caro non compra più niente nessuno dall'italia e cosa ci abbiamo guadagnato?
bene:
i cinesi ci vendono la loro merce a 2 soldi, le aziende italiane producono i loro prodotti in cina, e noi tra poco per campare cosa faremo?
L'euro è ai massimi sul dollaro 1.42 €/dollaro, il petrolio è arrivato a 84 dollari, se il cambio è a noi favorevole perche l'euro vale più del dollaro anche se aumento il prezzo del graggio noi non dovremmo almeno avere degli aumenti e invece:
ce lo mettono nel di dietro e aumenta tutti i giorni , ora la mia considerazione su tale argomento é:
inutile fare auto euro 4-5-6 finche non arriveranno a 10 e tana libera tutti, facciamo tanto rumore e ancora non ci siamo ribellati, basta, basta, basta, tanto prima o poi in bicletta torniamo ad andarci perchè non ci potremmo permettere più un litro di gasolio.
Mi hanno rotto anche il buco di dietro con tutte ste bufale.
Pensateci sù, la politica è su tutto.
Mandiamoli tutti a fare in c.....o

simone barboni 26.09.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbandonare la politica è una cavolata. La questione è molto più semplice: ricordare agli stipendiati in politica che hanno un datore di lavoro che gli paga lo stipendio. Noi. Se lo sono dimenticati? Non c'è problema, vuol dire che alle prossime elezioni si candida non più l'impiegato, ma il datore di lavoro. Per fortuna non manca poi molto, però diamoci da fare.

Igor Uboldi 26.09.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE E PECHE NON SCARICATE TUTTO E TUTTI DICE PRODI NON E POSSIBILE


MA SCUSA COSI ELIMINEREMO IL 95% DI EVASIONE FISCALE IN ITALIA E SI SAREBBE TASSATI SUL NETTO GUADAGNATO PULITO.COSI LA FATTURA ME LA FAI E PAGHI LE TASSE ANKE TE!

SE UNO IN 10 ANNI METTIAMO DICHIARI:

REDDITO 2007: 20000 EURI
REDDITO 2008: 23000 EURI
REDDITO 2009: 25000 EURI
REDDITO 2010: 27000 EURI
REDDITO 2011: 30000 EURI
REDDITO 2012: 33000 EURI
REDDITO 2013: 32000 EURI
REDDITO 2014: 32000 EURI
REDDITO 2015: 33000 EURI
REDDITO 2016: 35000 EURI
REDDITO 2017: 34000 EURI
TOTALE REDDITO AMMONTATO IN 10 ANNI(2007-2017):

324000 EURI QUINDI NON PUOI AVERE LO YACHT DI PROPRIETA O UNA VILLA DA 2 MILIONI DI EURO NO?????????
VUOL DIRE CHE HAI EVASO ALLA GRANDE E QUINDI DOVRAI PAGARE FINO ALL ULTIMA GOCCIA DI SANGUE

simone mirri 24.09.07 23:02| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti...sn uno studente di quinta liceo...anni fa guardando uno spettacolo di grillo mi colpì molto un suo intervento sulla canapa...quindi incomincia a fare ricerche progetti ecc...quest'anno avrò gli esami di stato e come tesina sto preparando un progetto in cui ho ideato un mondo utopico dove al posto del petrolio la fonte energetica principale è la canapa...ho immaginato un economia sostenibile...possibile solo con l'abbattimento di ipocrisie e bigottismo...che malgrado per ora dominano il mondo...salve a tutti...

joseph coffa 24.09.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

sono daccordo con te BEPPE hai al seguito la folla, la gente stanca, le persone veramente devastate da un paese che cade a pezzi dobbiamo unirci dobbiamo protestare dobbiamo prenderci la mano e per una volta essere uniti davvero...BEPPE hai tutti noi hai il popolo che ti sostiene usaci e prendiamo azione dobbiamo agire non

Annamaria D. Commentatore certificato 24.09.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento

credo che siano proposte e parole sante, ma saranno davvero attuabili?
potremo pero' cominciare con l'inquinamento, io vivo solo, ho 28 anni, uso lampadine a basso consumo energetico, per il riscaldamento uso una stufa a pellet che non inquina, o dicono che inquina meno del metano, la mia auto è euro4.
faccio raccolta spazzatura differenziata, se tutti facciamo qualcosa, ecco che il mondo sarebbe piu pulito, ma l'imput principale dovrebbe partire dai datori di lavoro nostro:i politici.
ti ho visto dal vivo una sola volta, ma è stato stupendo.

andrea bonellino 18.09.07 01:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro,Beppe Grillo ho 45 anni sono apartitico da sempre e comunque avevo perso ogni speranza, credevo che le mie udee fossero utopiche ma vedo che siamo in molti ed io sono felice e vorrei partecipare all'idea di costituire una lista civica . sono al punto che quando vedo un politico o il Papa in tv la spengo ho cambio canale.firmato Franco Carmine

Franco Carmine 17.09.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Io ho indirettamente seguito il tuo Blog tramite un amico che ci partecipa attivamente, grazzie al V Day mi sono entusiasmato ed ho dato un occhiata.

Riguardo alla politica economica (non solo Italiana) è da precisare che non solo le leggi che regolano il sistema vanno riviste, ma i presupposti stessi dell' attuale sistema!

La macroeconomia si basa su alcuni concetti ottusi, primitivi, e bigotti risalenti a personaggi come Adam Smith e Thomas Hobbes che hanno vissuto un paio di centinaia di anni fa.

Ossia, l' economia moderna si basa sui tre principi che vogliono che l' uomo sia:
CODARDO
EGOISTA
RAZIONALE (definendo arrogantemente l' uomo come unico animale razionale).
per altro nel definire "razionalità" i signoroni vanno a pescare storie filosofiche allucinanti che ubriacherebbero il più abile dei nostri politicanti e che tornano ancor meno che questi tre arbitrari principi (Io studio Filosofia ed i difensori del sistema mi stan provando ad inculcare in ogni modo che han ragione: PERNACCHIE! ecco cosa rispondo!)

Ora un' osservazione anche non attenta indica che l' uomo non risponde nella maggioranza dei casi a quei paradigmi di Razionalità da loro stilati...

Da tutto ciò mi tiran fuori che l' attuale forma economica dovrebbe portar ad un lento (cavolo! Molto lento!) appiattimento delle differenze patrimoniali. Strano... mi sembrava che invece le differenze aumentino! Come mai se c' è questo appiattimento più del 90% del PIL italiano è in mano a meno del 10 % della popolazione?

Quindi... per cambiare l'economia cominciamo a cambiare i parametri su cui si basa... Come si fa a contare nel PIL la rendita finanziaria? Ma siamo matti? cioè se tanta gente vuole la società "cacca di vacca" (che è in mano ad un solo diavolo) la società cacca di vacca schizzerà alle stelle sol perchè in tanti la vogliono, facendo guadagnare da matti il proprietario di "cacca di vacca" con il risultato che la sua rendita sia calcolata nel PIL. Ma dove è la produzione?

Guido Gasparro 17.09.07 12:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'ECONOMIA SI FA'CON LE IDEE.

1- CREATE DELLE COOPERATIVE MUSICALI , ANCHE VOI CANTANTI FAMOSI, E FINANZIATE I PICCOLI ARTISTI MUSICALI

2- INFORMATEVI SU COSA SIA IL COPY-LEFT

3- PROPONETE UNA LEGGE PER PROPORRE UNA ALTERNATIVA EDITORIALE E DELL'INFORMAZIONE RISPETTO A QUELLE VIGENTI

4- CREATE DELLE S.P.A AD AZIONARIATO POPOLARE PER COSTRUIRE METROPOLITANE, STRADE, FERROVIE, PARCHI , IMMOBILI ECC.

5- INFORMATEVI SU ECO-TECNOLOGIE A COSTI CONTENUTI PRESENTI IN ITALIA E IN ALTRE NAZIONI.

6- INFORMATEVI SULL'INVENZIONE BREVETTATA DA SIGNOR NAPOLEONE , ROMANO EX RADIOTECNICO DELLA RAI IN PENSIONE , CHE HA IDEATO UN DISPOSITIVO PER ABBASSARE NOTEVOLMENTE LE SOSTANZE INQUINANTI PRODOTTE DALLE AUTOVETTURE E UTILIZZABILE ANCHE PER PURIFICARE L'ARIA NELLE CITTA' (DISPOSITIVO BASATO SUL PRINCIPIO DEL FULMINE)

7- PERDONATE TUTTO E TUTTI , COSI L'ANIMA PORTERA' I FRUTTI

C'ERA UNA VOLTA CHE QUALCUNO DISSE
L'ANIMA DEL FANTA SCRISSE

WWW.FANTAREPORTERS.135.IT (IL FANTAGIORNALISMO)

FABIO R. DETTO IL PICCOLO MERLO - MERLINO

Fabio R. Commentatore certificato 13.09.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

grandissimo beppe paladino di un italia che crede in te come un roberspierre del terzo millennio

antonello alberto 08.09.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, non ne capisco assolutamente nulla, economia? borsa? tesoretto? debito pubblico? Ma...mi sto chiedendo e nessuno mi sa rispondere, perchè non ci è possibile comprare il denaro...ovvero io vado in banca e con dieci euro me ne compro venti, la banca li paga cinque, li vende a me a dieci, prima della fine del mese, in tasca 200 euro, vado e ne compro 400. Possiamo lavorae part-time e tutti e il resto della giornata dedicarci a cose più costruttive per il nostro benessere. nessun povero e la richezza di ognuno sarebbe il frutto del nostro lavoro e della nostra parsimonia e quindi chi se ne frega se mi tassi, non dovrei neanche partecipare al V-day con tutto quello che ho da fare sabato!

patrizia aloisio 05.09.07 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Boschetto a Difesa del RIO FERGIA contro gli USURPATORI D'ACQUA della ROCCHETTA spa / IDERA srl !!!

Filmato 1: http://it.youtube.com/watch?v=9aY2OjMDGxI

Filmato 2: http://it.youtube.com/watch?v=sI4zkwcmPLA

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.08.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Il giornalista romano ha rinunciato in extremis alla candidatura

Antonello De Pierro non correrà più per la guida del Partito Democratico

Il direttore di Italymedia.it e storico conduttore di Radio Roma, oltre che leader del movimento “L’Italia dei diritti”, aveva deciso di candidarsi, ma come si apprende dal coordinatore nazionale del movimento stesso Dario Domenici, è stato costretto a ritirarsi per motivi personali

Aveva accettato di candidarsi per le Primarie del 14 ottobre 2007, per concorrere alla carica di segretario nazionale del Partito Democratico, dopo che da più parti gli erano giunte richieste in tal senso, e, sostenuto da più associazioni e gruppi, oltre naturalmente che dal movimento per i diritti dei cittadini “L’Italia dei diritti”, di cui è presidente, aveva avviato in tutta la penisola la raccolta delle firme necessarie da consegnare entro il termine fissato, per accedere all’elenco degli aspiranti. In extremis però il popolare giornalista Antonello De Pierro, direttore di Italymedia.it http://www.italymedia.it e voce storica dell’emittente radiofonica Radio Roma, giannizzero di tante battaglie in campo sociale, sempre per tutelare i diritti dei più deboli, schierato contro l’arroganza dei potenti e la corruzione dilagante di settori deviati delle istituzioni, per motivi personali ha rinunciato a candidarsi. E’ quanto è stato reso noto dal coordinatore nazionale del movimento “L’Italia dei diritti” Dario Domenici, che non ha specificato il motivo della defezione, che come già accennato risalirebbe a motivi prettamente personali. Sembra che la decisione di De Pierro di concorrere alla carica per cui sono candidati Walter Veltroni, Furio Colombo, Enrico Letta, Rosy Bindi, Mario Adinolfi ed altri, sia scaturita dalla necessità soggettiva di apportare una ventata di forte coinvolgimento sociale in una classe politica ormai impopolare, e sempre fedele al suo motto, ripescato nell’archivio geniale di Cesare Pavese “Non bisogna andare inco

ufficio stampa 12.08.07 12:10| 
 |
Rispondi al commento

I nostri governanti/rappresentanti, quelli che abbiamo votato perché noi si possa vivere dignitosamente, DEVONO PRENDERE MENO SOLDI e DEVONO GUADAGNARSELI,devono TIMBRARE IL CARTELLINO PER CERTIFICARE LA LORO PRESENZA SUL POSTO DI LAVORO,e poi é il LORO LAVORO, NON POSSONO averne UN ALTRO! E le loro pensioni le hanno dopo pochi anni di "servizio" e si accumulano facilmente, io se voglio passare da INPS ad un'altra cassa di previdenza devo pagare dei soldi in più!
E poi si permettono di urlare e insultarsi come i bambini, capricciosi e viziati;
e quando escono vengono sommersi da miriadi di microfoni ottusi perché possano andare nelle televisioni di tutti gli italiani,come fossero dei divi, e dire sempre le stesse cose (fate caso, ultimamente, che qualsiasi cosa succeda quando si intervista un esponente della cdl, questi dice "il centro sinistra non ha la maggioranza" :ma perché allora continua a governare, soprattutto perché non ti metti a fare qualcosa di costruttivo invece di dire sempre le solite boiate!?!)
Non parliamo di tutti i privilegi che hanno!!! e di tutti i leccapiedi che li attorniano per raccogliere le bricioline che scivolano da quelle bocche ingorde!!Paghiamo noi anche quelli!
Volevo in fine chiedere a chi segue questi blog ed è sicuramente più informato di me: il cittadino di "destra" e quello di "sinistra", vogliono davvero un'Italia e una vita così differente?

Andrea M. Commentatore certificato 30.07.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Hai visto il sito del candidato alle primarie jacopo gavazzoli schettini www.jacopo-g-schettini ? be mi sembri sposi il tuo approccio. che ne dici?
pr

paolo r. 12.07.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, + AZIONE!!!
______________________________________
Bene il V-Day, ma si può di più:

RICORDATE CELENTANO, CHE FECE CAMBIARE CANALE A MILIONI DI PERSONE E TERRORIZZO' LA RAI?
GRILLO, HAI UN SEGUITO DI PERSONE ENORME:
USALOOOO!!!!!
_______________________________________
"Appuntamenti" di protesta ATTIVA e di ASTENSIONE!!! Ad. es. "il 6 agosto non compriamo benzina per protesta contro la politica magnaccia!". Vedi quando lo Stato PERDE SOLDINI, come si attiva!!! DAI DAI!!!!
_______________________________________
ABBIAMO L'ARMA DEI CONSUMI: USIAMOLA!!!

Emmanuel Rivaro 10.07.07 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari amici
spero che il mio messaggio arrivi a qualcuno che possa ascoltarlo e diffonderlo.
la situazione italiana è disperata;oggi leggendo i dati del dpef sono rimasto sconvolto! non esistono soldi per fare le cose scritte!in parole povere l'idea di risanare i conti e investire nella crescita del paese nello stato sociale è FUMO negli occhi! invito tutti a sottoscrivere una petizione che chieda alle forze politiche di abbandonare le barricate e di unirsi per SALVARE IL PAESE! se no tra qualche anno ci aspetta la fame e allora non farà più differenza chi voteremo!
SERVE UN CAMBIO DI ROTTA E SERVE SUBITO!
cari saluti a tutti
maurizio p.

maurizio polignano 28.06.07 18:19| 
 |
Rispondi al commento

cari amici
spero che il mio messaggio arrivi a qualcuno che possa ascoltarlo e diffonderlo.
la situazione italiana è disperata;oggi leggendo i dati del dpef sono rimasto sconvolto! non esistono soldi per fare le cose scritte!in parole povere l'idea di risanare i conti e investire nella crescita del paese nello stato sociale è FUMO negli occhi! invito tutti a sottoscrivere una petizione che chieda alle forze politiche di abbandonare le barricate e di unirsi per SALVARE IL PAESE! se no tra qualche anno ci aspetta la fame e allora non farà più differenza chi voteremo!
SERVE UN CAMBIO DI ROTTA E SERVE SUBITO!
cari saluti a tutti
maurizio p.

maurizio polignano 28.06.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono con Te, ma i temi sono troppo generici. Ormai il dubbio non è sulle cose da fare, ma come farle, altrimenti il rischio è la demagogia. Bisogna che vi siano le primarie dei tecnici, che ci forniscano le possibili opzioni. Manca un tema importante: quello delle pensioni.

Rob

Roberto Cannata 26.06.07 14:54| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei veramente mandarli a casa...ci costano veramente tanto,non ce li possiamo permettere. Lo stanno facendo anche con me...lavoro da 20 anni nel campo del servizio di ossigeno terapia domiciliare,siccome devono risparmiare, la sanità della regione lazio ha deciso di fare delle gare di appalto per questo tipo di servizio.Prima era la farmacia che dispensava l'ossigeno a casa del paziente,ora se ne fregano della qualità del servizio e fanno delle gare al prezzo più basso. In sostanza cercano di attappare i buchi più piccoli,lasciando aperte delle voragini dove passano fiumi di soldi...e io a 40 anni rimango senza lavoro,premesso che sono solo io che lavoro in famiglia e con un bambino di 5 anni a carico,un mutuo e tanto rodimento di culo.Mi sono creato questo lavoro che ho sempre svolto nella maniera più umana a contatto con persone malate e fidelizzandomi le farmacie con cui ho un rapporto quasi familiare. Il Lavoro creato in venti anni finito per pochi euro di risparmio.

Francesco Recchia 18.06.07 19:18| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE

Visto che non vuoi parlare di chi, nel 1905, aveva brevettato un sistema di trasmissione SENZA FILI per l'energia elettrica, ho pensato di fargli un pò di pubblicità. Se eri in buona fede, dimostramelo con un "post" sul più grande genio dell'umanità. Altro che Leonardo Da Vinci.

Guido Fawkes 10.06.07 06:40| 
 |
Rispondi al commento

CHI SALVERA' L'ITALIA E GLI ITALIANI?

UNA NUOVA DEMOCRAZIA?
UN NUOVO REGIME DITTATORIALE?
UNA NUOVA MONARCHIA?
UNA NUOVA CHIESA?
UNA NUOVA RIVOLTA POPOLARE?
UNA NUOVA ASSOCIAZIONE TERRORISTICA?
UNA NUOVA ASSOCIAZIONE MAFIOSA?
UNA NUOVA TECNOLOGIA?
UNA NUOVA FORMA DI ENERGIA?
UNA NUOVA TEORIA ECONOMICA?
UN NUOVO FARMACO?
UNA NUOVA TRASMISSIONE TV?
UNA NUOVA PUBBLICITA'?

TUTTE COSE GIA' VISTE E SENTITE MA NON SONO SERVITE, COME FARE ALLORA?

Antonio Oliviero 24.05.07 02:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente in accordo con tutti i punti delle regole sopra elencate, aggiungerei solo un punto:niente partiti.

Credo che una organizzazione partitica per quanto ci provi rimarra sempre una utopica rappresentazione del pensiero dei cittadini.

Basti pensare a quello che accade oggi in un partito ove si arriva giovani e aitanti e solo dopo un abile indottrinamento che dura anni si arriva per vie traverse alla fatidica poltrona, quando ormai i fuochi della gioventù e la voglia di cambiare si sono assopiti e tutto si trsforma in una banale corsa al potere.

Oggi la politica è una oligarchia, un governo di pochi(gli stessi).
Guardate le aule di montecitorio e riconoscerete gli stessi volti di sempre, sia che facciano cose positive o negative per il paese saranno sempre sempre gli stessi, osannati dai loro seguaci sempre pronti a difenderli a spada tratta.

Se veramente siamo intenzionati a cambiare dobbiamo solo eliminare i partiti e tutto ciò che essi rappresentano sia a destra che a sinistra solo allora si darà il giusto peso alla persona nell'attuazione di un vero sistema meritocratico.

Credo fermamente che dovremmo distinguerci per cio che ci differenzia e non per cio che ci accomuna.
Solo così potremo veramente rappresentare e rappresentarci in quell'ammasso ben organizzato di pecore belanti e affamate di potere che oggi alcuni si ostinano a chiamare parlamnto.

Stefano Alessandrelli 16.05.07 01:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due punti a proposito delle regole.
Punto 1: quella di mettere un tetto agli stipendi dei manager mi sembra una grossa sciocchezza, per non dire un autogol. Perchè? Il problema di un'azienda è trovare un management (non solo l'AD quindi)capace di ottenere risultati che garantiscano prosperità e sviluppo. Questi risultati vanno retribuiti. Il vero punto semmai è trovare l'equilibrio tra "stipendio base" e bonus da risultati che oggi "parrebbe" (in assenza di dati empirici, il condizionale è d'obbligo)essere troppo squilibrato a favore dello stipendio fisso. Qualcuno ha dati "empirici" da condividere sul rapporto tra stipendio e premi nell'ambito del top mngt italiano?
Punto 2: (che peraltro manca nelle regole) vogliamo pensare seriamente a come far crescere i talenti (intellettuali, manageriali, scientifici, etc..) e a un sistema premiante correlato?

alessandro p. Commentatore certificato 07.05.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorresti entrare gratis alla fiera internazionale del libro di torino dal 10
al 14 maggio ? contattami al 3333 244 812 o all'indirizzo mao.ca@hotmail.it
o sul sito www.arabafenicelibri.it

mauro Casella 06.05.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento

caro BEPPE sono convinto che se siamo tutti uniti abbiamo la facoltà di poter licenziare i nostri "dipendenti",per me basterebbe che nelle varie manifestazioni di quello o di quell'altro partito non si presentasse nessun cittadino e si facesse in una piazza a fianco una manifestazione di soli cittadini ciao BEPPE grazie di esistere

Miani Daniele 01.05.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ormai sono sempre più convinto che discutere tra noi non basta più...... Andiamo in Parlamento, presentiamoci con un nostro progetto, come quello da te illustrato. Creiamo un nostro movimento politico per riprenderci il governo del paese...........

Vincenzo P. Commentatore certificato 29.04.07 20:48| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

non è solo colpa dei politici tutto quanto... è la società intera che si trova in una condizione di assoluta decadenza. non sono solo i politici a voler mantenere i loro privilegi, ma tutti. tutti tutti. a maggior ragione quelli che di privilegi ne hanno così pochi che non ci vogliono proprio rinunciare. a parlare siamo bravi tutti ma poi quando c'è da fare qualcosa, da agire, hanno tutti paura, paura di perderci qualcosa.anche se questo qualcosa vale la pena perderlo per una giusta causa, anche se questo qualcosa è veramente misero. io ho proposto una petizione all'università per cercare di scuotere i professori dallo stato di beato ozio in cui versano. sapete cosa mi sento rispondere? "e ma no.. ho paura di ripercussioni... già vado male, non voglio aggravare la mia situazione." oppure: "queste cose non servono a niente, è sempre stato così e così sarà per sempre". per non parlare di quelli che sono bravissimi e non si metterebbero mai contro ai professori perchè nella loro immaginazione perversa pensano che al prossimo esame prenderanno 29 invece che 30 e lode, solo per aver firmato una petizione assolutamente pacata e innocente. scendete per strada, e scoprirete che la gente è così. la maggior parte non segue beppe grillo, segue il grande fratello. finchè la gente non perderà tutto, ma proprio tutto, non cambierà nulla. solo quando non avremo più niente da perdere ci sveglieremo. la gente fa le rivoluzioni solo quando non ha niente da perdere. non ha un quattrino, non ha una casa, non ha niente, non ha più una famiglia, niente. però bisognerebbe decidersi prima. e non aspettare che tutto collassi

Stefania . Commentatore certificato 19.04.07 21:06| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Video di BEPPE GRILLO a ROZZANO del CDA TELECOM:

http://www.youtube.com/watch?v=9uwcfXrXsW0


Ma ancora non lo avete capito se vogliamo cambiare le cose dobbiamo armarci di buona volontà ed in modo poco democretico andare a Roma a prenderli tutti a calci in c...o perchè quel branco di c......i fa lavita comoda e di noi se ne frega uniamoci in marcia e cancelliamo la classe dei politici esistenti creandone una nuova fatta di giovani che non devono favori a nessuno.
LOTTIAMO UNITI

Alessandro B. 14.04.07 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ancora non lo avete capito se vogliamo cambiare le cose dobbiamo armarci di buona volontà ed in modo poco democretico andare a Roma a prenderli tutti a calci in c...o perchè quel branco di c......i fa lavita comoda e di noi se ne frega uniamoci in marcia e cancelliamo la classe dei politici esistenti creandone una nuova fatta di giovani che non devono favori a nessuno.
LOTTIAMO UNITI

Alessandro B. 14.04.07 02:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

questo e' tutto bellissimo ma come diavolo si fa a ficcarlo nella testa vuota e arrivista dei (purtoppo) nostri politicanti preoccupati soltanto di mantenere le chiappe al caldo

livio ciotta 10.04.07 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo VIDEO ANNOZERO!!!

http://www.youtube.com/watch?v=dW_YpsZO-94


DIFFONDETE!!!!!!

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.07 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe for President!

condivido ogni singola parola. Si tratta di concetti che minano gli interessi dei gruppi di potere che i ns politici difendono, quindi non mollare perchè la strada sara' lunga e faticosa, ma almeno non potremo dire di non averci provato!
Fai bene a rompere le scatole ai politici cosi'come loro le rompono a noi!

FABIO PICATTO 28.03.07 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono dalla Tua parte.

Io sono certo che nessun politico che è in parlamento possa farsi carico di far approvare un solo punto di quando è scritto soprara.
oggi abbiamo 23-25 (non ricordo) condannati in via definitiva, pensa se approvi ciò.
si dovrebbero ammanettare fra di loro, sai che casino?? non basterebbero le manette.
ciao fatti coraggio, continua così che siamo sempre di più che hanno le palle girate.
"ITALIANI... ITALIANI" come dici tu.

marco b. 23.03.07 23:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

BASTA!!! BISOGNA FARE QUALCOSA!!!
Voglio vedere TUTTI i politici in mutande!!!!
Sono stufa di vedere trasmissioni di denuncia
(Report, W L'Italia, Niente di Personale.. etc.etc), sullo schifo che abbiamo in Italia, e quasi tutto grazie ai politici.. CHE NOI PAGHIAMO ED ELEGGIAMO!!!
Tante PAROLE, INDIGNAZIONI e chi più ne più ne metta... ma alla fine tutto resta uguale...
Stiamo li a guardare, sperando che qualcosa cambi.. ma cazzarola.. siamo noi che dobbiamo fare qualcosa... non esiste nessun super-eroe che faccia il lavoro per noi!!!
Quindi: per me ci vuole una RIVOLUZIONE, ma quelle vere, quelle di una volta.. come quella dei Francesi, quella di Masaniello...
Insomma noi li abbiamo eletti e noi li mandiamo a casa TUTTI, ma soprattutto, dobbiamo togliergli TUTTO.. Devono trovarsi nelle stesse situazioni di disperazione..in cui ci troviamo noi....
Si, lo so.. tutto sto discorso sembra molto idealista... ma VOLERE è POTERE...

gina Giugliano 12.03.07 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani....stò raccogliendo le firme per "BEPPE GRILLO PRIMO MINISTRO", a sua insaputa, mandatemi le vostre adesioni direttamente a nicolascaramuzzo@alice.it o mediante il blog. Beppe è l'unica possibilità di svolta di questo Paese: INCORRUTTIBILE, ONESTO, PREPARATO, INTELLIGENTE, VICINO AI PROBLEMI DELLA GENTE, comico....
Non potrà non tenere conto di migliaia, milioni di noi... diamogli la "delega" per svuotare Montecitorio.
DIFFONDI AL MASSIMO L'INIZIATIVA

Nicola Scaramuzzo Commentatore certificato 11.03.07 12:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

una sola camera composta da 100 membri.(un seggio più ampio per disincentivare il clientelismo).
Abrogare le partecipazioni pubbliche a società a diritto pubblico.
Fissare nella Costituzione un parametro di controllo per il debito pubblico(es. non deve superare 10 volte la media degli stipendi rispetto al debito pro-capite).
Come per gli stipendi dei politici(es. non superiore a 10 volte la media degli stipendi). Non come il furbone di Bertinotti che voleva 10 volte lo stipendio dei dipendenti pubblici(voto clientelare, pezzo di...).

esteban laquidara 07.03.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Farevole per tutti i punti.
Trasparenza totale nel pubblico. Chi si candida deve rendere nota la propria fedina penale, se ha debiti, etc... poi sarà il cittadino a decidere.
Soprattutto vorrei un Presidente della Reppubblica eletto direttamente dal cittadino con il compito di difesa della Costituzione, nomina e revoca dei garanti, e difesa della "legalità", e cioè garantire che le leggi brutte o belle che siano, vengano applicate e fatte rispettare a tutti i livelli e su tutto il territorio. Se lo Stato non è in grado di farle rispettare (come succede ora) che vengano abolite o modificate. Un esempio: normative usl per la preparazione di alimenti. Il ragionamento che fa lo Stato è questo...le norme ci sono, se poi uno non le rispetta e qualcuno si ammala, si interviene duramente. Il problema è che molta gente che segue le regole ha notevole difficoltà a seguirle e per queste ragioni molteo spesso rischia il fallimento. se si abrogassero il risultato sarebbe lo stesso, ma per lo meno l'onesto avrebbe la facoltà di seguire il disciplinare senza essere penalizzato.
Studi di settore per le imposte (eccetto iva)
Il controllo dell'iva serve per aggiornare gli stessi studi di settore.
Non penalizzare la ricchezza produttiva, e rifarsi molto di più sugli accumuli di capitale.
L'ECONOMIA NON è UN FENOMENO ASTRATTO. BASTA STUDIARLO CON IL GIOCO DEL MONOPOLI!
Cercare di essere più competitivi con l'estero detassando e migliorando i servizi degli enti preposti(vedi cam. di com. e ice) che a volte se non hai la proposizione "dott." non ti cagano di striscio (bastardi!).
Focalizzare l'attenzione della guardia di finanza sulle uscite finanziarie dall'Italia.
Cercare di promuovere la figura del dipendente, aiutando l'imprenditore che si preoccupa al benessere, invece di farlo ammazzare dal fisco e dalla concorrenza sleale (ditte che assumono in nero o rubano sugli stipendi).
Una seria legge Antitrust.
Una seria legge sul conflitto di interessi.

esteban laquidara 07.03.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

complimenti Elio!!!
ottima pensata per il referendum!!
credo che comunque fosse già nella mente e nel cuore di tutti.
ma quali sono i presupposti per l'indizione di un referendum?? da come ricordo basta anche la volontà di un determinato numero di persone, e non obbligatoriamente l'intervento di un politico, anche perchè sarebbe come credere ad una favola.
possiedo un diritto e mi vergogno di non sapere come esercitarlo. e come me credo molti altri cittadini.

MASSIMO L. Commentatore certificato 01.03.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento

GOVERNO PRODI, HARAKIRI AFGHANO (?)

ragazzi ditemi la vostra,

http://futuribilepassato.blogspot.com/

un saluto
luca


caro peppe,

il parlamento legifera, ritengo che bisogna fare
bene le fondamenta:
tetto al numero dei parlamentari e senatori
non oltre due mandati;
se inquisiti ritirare la candidatura se condannati cacciarli;
tetto di spesa da 1 a 7 (STIPENDI)
non cumulabili cariche pubbliche;
PROPONIAMO REFERENDUM COSA NE PENSI???

elio di domenico 20.02.07 15:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

ma perchè tra i temi del muro del pianto non ci metti anche l'istruzione? Secondo te è un campo dove non ci sono problemi? E' forse un settore non importante?

Si parla tanto di tanti problemi ma poco si parla di come sta funzionando la scuola, di quanto gli allievi imparino, di quanto questi siano cambiati e quanto ciò richieda che anche la scuola e gli insegnanti cambino.

Nessuno parla del fatto i tempi medi per laurearsi siano sempre più lunghi (è stata fatta una vergognosa riforma con il 3+2 per scimmiottare l'Europa e nascondere l'evidenza che chi si laurea lo fa con tempi sempre più lunghi).

Nessuno dice che alle superiori i compiti che si davano 10 anni fa nelle materie tecniche (parlo di quelle che conosco), ora non si possono più dare, perchè altrimenti i risultati sarebbero disastrosi.

Pochi parlano dell'idiozia che è stata realizzata con i debiti formativi che hanno permesso agli allievi di sentirsi autorizzati a scartare le materie più antipatiche dal primo all'ultimo anno delle superiori. Nessuno ha il coraggio di dire che dobbiamo tornare indietro?

E allora invece si parla se è lecito il numero chiuso alle università, anzichè chiedersi quale debba essere la preparazione minima necessaria...

Si parla di riduzione della dispersione scolastica (abbassando i livelli richiesti, cioè promuovendo tutto e tutti) anzichè di chiarire cosa vogliamo che gli allievi delle scuole sappiano fare o essere...

Si parla se finanziare o meno la scuola privata, ma non si pensa all'utente, che deve poter scegliere in quale scuola mandare il proprio figlio, indipendentemente dal fatto che sia pubblica o privata; mi riferisco alla possibilità di scegliere se mandare il proprio figlio in una scuola dove ancora potrà imparare qualcosa e non stare a guardare come gli allievi più sfaticati possano essere promossi senza far nulla solo per ridurre la dispersione...

Non ti sembra ora che si possa dire qualcosa e si raccolgano le idee?

Grazie per lo spazio

Patrick Zanon 12.02.07 03:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

ma perchè tra i temi del muro del pianto non ci metti anche l'istruzione? Secondo te è un campo dove non ci sono problemi? E' forse un settore non importante?

Si parla tanto di tanti problemi ma poco si parla di come sta funzionando la scuola, di quanto gli allievi imparino, di quanto questi siano cambiati e quanto ciò richieda che anche la scuola e gli insegnanti cambino.

Nessuno parla del fatto i tempi medi per laurearsi siano sempre più lunghi (è stata fatta una vergognosa riforma con il 3+2 per scimmiottare l'Europa e nascondere l'evidenza che chi si laurea lo fa con tempi sempre più lunghi).

Nessuno dice che alle superiori i compiti che si davano 10 anni fa nelle materie tecniche (parlo di quelle che conosco), ora non si possono più dare, perchè altrimenti i risultati sarebbero disastrosi.

Pochi parlano dell'idiozia che è stata realizzata con i debiti formativi che hanno permesso agli allievi di sentirsi autorizzati a scartare le materie più antipatiche dal primo all'ultimo anno delle superiori. Nessuno ha il coraggio di dire che dobbiamo tornare indietro?

E allora invece si parla se è lecito il numero chiuso alle università, anzichè chiedersi quale debba essere la preparazione minima necessaria...

Si parla di riduzione della dispersione scolastica (abbassando i livelli richiesti, cioè promuovendo tutto e tutti) anzichè di chiarire cosa vogliamo che gli allievi delle scuole sappiano fare o essere...

Si parla se finanziare o meno la scuola privata, ma non si pensa all'utente, che deve poter scegliere in quale scuola mandare il proprio figlio, indipendentemente dal fatto che sia pubblica o privata; mi riferisco alla possibilità di scegliere se mandare il proprio figlio in una scuola dove ancora potrà imparare qualcosa e non stare a guardare come gli allievi più sfaticati possano essere promossi senza far nulla solo per ridurre la dispersione...

Non ti sembra ora che si possa dire qualcosa e si raccolgano le idee?

Grazie per lo spazio

P. Zanon 12.02.07 03:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

ma perchè tra i temi del muro del pianto non ci metti anche l'istruzione? Secondo te è un campo dove non ci sono problemi? E' forse un settore non importante?

Si parla tanto di tanti problemi ma poco si parla di come sta funzionando la scuola, di quanto gli allievi imparino, di quanto questi siano cambiati e quanto ciò richieda che anche la scuola e gli insegnanti cambino.

Nessuno parla del fatto i tempi medi per laurearsi siano sempre più lunghi (è stata fatta una vergognosa riforma con il 3+2 per scimmiottare l'Europa e nascondere l'evidenza che chi si laurea lo fa con tempi sempre più lunghi).

Nessuno dice che alle superiori i compiti che si davano 10 anni fa nelle materie tecniche (parlo di quelle che conosco), ora non si possono più dare, perchè altrimenti i risultati sarebbero disastrosi.

Pochi parlano dell'idiozia che è stata realizzata con i debiti formativi che hanno permesso agli allievi di sentirsi autorizzati a scartare le materie più antipatiche dal primo all'ultimo anno delle superiori. Nessuno ha il coraggio di dire che dobbiamo tornare indietro?

E allora invece si parla se è lecito il numero chiuso alle università, anzichè chiedersi quale debba essere la preparazione minima necessaria...

Si parla di riduzione della dispersione scolastica (abbassando i livelli richiesti, cioè promuovendo tutto e tutti) anzichè di chiarire cosa vogliamo che gli allievi delle scuole sappiano fare o essere...

Si parla se finanziare o meno la scuola privata, ma non si pensa all'utente, che deve poter scegliere in quale scuola mandare il proprio figlio, indipendentemente dal fatto che sia pubblica o privata; mi riferisco alla possibilità di scegliere se mandare il proprio figlio in una scuola dove ancora potrà imparare qualcosa e non stare a guardare come gli allievi più sfaticati possano essere promossi senza far nulla solo per ridurre la dispersione...

Non ti sembra ora che si possa dire qualcosa e si raccolgano le idee?

Grazie per lo spazio

P. Zanon 12.02.07 03:46| 
 |
Rispondi al commento

Ottime iniziative le approvo e aggiungerei anche, delle detrazioni fiscali per quelle aziende che pagano i fornitori puntualmente, mentre sanzioni per quelle che non lo fanno. CI SAREBBERO DELLE ENTRATE GIGANTI PER IL FISCO

Alessandro Cipriano 09.02.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

CarissimiTutti ed in primis carissimo Grillo (grazie per dar voce a molti di noi!)
La situazione è talmente grave che occorre cambiare ... sono d'accordo con le tue proposte.
Innanzitutto occorre fare piazza pulita di tutti i vertici malati che ci amministrano e ripristinare la legalità a tutti i livelli della res publica ... innanzi tutto cacciamo i condannati dai posti di comado in cui stanno abusivamente!
DOBBIAMO RIPORTARE LA LEGALITA' IN TUTTI GLI STRATI SOCIALI SOPRATTUTTO IN QUELLI MOLTO RAPPRESENTATIVI ...
Continuiamo così, insieme possiamo fare sentire la nostra voce!!!
Un abbraccio a tutti e grazie!
Erika

ERIKA CONTI Commentatore certificato 06.02.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento

a preoccuparmi soprattutto di tutta questa situazione e il menefreghismo e la rassegnazione della gente comune ma porca puttana ci sarà un modo per poter cambiare e possibile che non arrivino politici giovani con i coglioni o e vero che tutti quelli che arrivano li poi si adeguano a quello che fanno gli altri cioé un cazzo Vorrei fare qualche cosa non per me ma per mio figlio e i figli di mio figlio se sono ancora in tempo ciao

paolo massa 31.01.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento

STAI ATTENTO BEPPE,lo sai meglio di me ,che questi hanno la lingua biforcuta,escludi subito il pannella,che tale di lingue se ne intende.occhio al pecoraro,perchè uno lo chiude l'altro lo tiene aperto,invece il bertinotti,sarebbe ora,che i suoi guadagni,li depositasse in italia,non all'estero.eppoi quelli che si chiamano cappon,non mi sono mai piaciuti,mentre antonio lo puoi fare circolare come vuoi.salutoni romano.

romano negromanti 24.01.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento

perche' perche' perche' falsa politica morte idiologie percchè perche' perche' incapaci che ci governano osannati da ogni tg perche' perche' perche' amarica america america grazie ancora dopo 20 anni di occupazione culturale adesso anche qualche km in più di occupazione territoriale..eh..ma ci ha liberato dai tedeschi..eh..prodi prodi.. NUOVO governo nato dagli stessi pensieri già morti... perchè perchè percheè dopo due mesi in giro per il mondo ho visto bambini solo altrove e da noi solo vecchi.. perche' perche' perche' al parlamento il nido gratis dalle 8 alle 8 e con uno stipendio base il nido e' irraggiungibile.. perche' perche' un figlio e' un lusso.. perche' perche' la famiglia muore perche' PERCHE' CAZZO PERCHE' NON ANDATE TUTTI A LAVORARE DAVVERO OGNI MATTINA COME DICEVA MIO NONNO...EH.. NUOVO GOVERNO...

cinzia manara 19.01.07 23:36| 
 |
Rispondi al commento

SCRIVOPER FARVI UNA DOMANDA ED E' LA SEGUENTE COME MAI NEL COMPRENSORIO DI SASSUOLO (MO) SI STA VERIFICANDO IL FENOMENO DELLE LEUCEMIE , E SO ANCHE CHE UN MEDICO STAVA INDAGANDO E L'ANNO FERMATO COMUNQUE LE STATISTICHE CHE MI HANNO RIFERITO E CHE SU 10 MESI SI SONO AMMALATI 9 BAMBINI E UNO DI QUESTI E MIA FIGLIA.

ANDREA DI COSTANZO 16.01.07 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver visto lo spettacolo di Beppe incantesimi, mi sono venuti in mente delle cose che ho letto qualche tempo fa e che riguardano la conoscenza. ATTENZIONE sembrano banali ma non lo sono. La prima: i problemi non esistono. La seconda: i mali devono essere estirpati alla radice. La Terza : La radice di tutti i problemi è l’ignoranza. In poche parole Beppe ha colto nel segno quando dice che la battaglia di questo inizio secolo sarà quella dell’informazione. Se noi cittadini siamo correttamente informati,non daremo più nutrimento a questa radice e i problemi svaniranno come neve al sole. Dobbiamo porre la fiducia in persone competenti e soprattutto oneste se vogliamo tirarci fuori da questo pantano inesistente. Auguro a tutti un anno di buona informazione.

Caro Bettega mai parole fuorone spese meglio...
Essendo ovviamente d'accordo con te direi che se ci si vuole togliere da questo pantano inesistente dobbiamo per forza "investire" sulle nuove generazioni cioè sull'istruzione ma investire fior di quattrini (che se poi si fanno i conti non saranno poi così tanti), ma soprattutto investire in materiale umano in persone qualificate che trasmettano LA CULTURA e soprattutto la capacità di CRITICA alle nuove generazioni!!!!

Alessandro Dellanoce

Alessandro Dellanoce Commentatore certificato 13.01.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Pur essendo un ragazzo di 13 anni, capisco le cose e condivido al massimo i tuoi articoli che metti sul blog.
Sei un grande continua a scrivere perchè in questo mondo non c'è più giustizia e il governo, se si può chiamare ancora così, non fa più nulla per cambiare le cose che accadono in questo "Stato".
Continuerò a seguirti e vediamo di scassare i maroni a tutti i politici sperando che sappiano amministrare il Paese al meglio.

Cordiali saluti

Cairoli Donetello

Cairoli Donatello 06.01.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
leggendo le tue proposte credo che tu abbia messo insieme un bel programma di governo.
Ora ti resta da fare una cosa:
il presidente del Consiglio.
Io ti votero'.

bruno f. Commentatore certificato 01.01.07 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo aver visto lo spettacolo di Beppe incantesimi, mi sono venuti in mente delle cose che ho letto qualche tempo fa e che riguardano la conoscenza. ATTENZIONE sembrano banali ma non lo sono. La prima: i problemi non esistono. La seconda: i mali devono essere estirpati alla radice. La Terza : La radice di tutti i problemi è l’ignoranza. In poche parole Beppe ha colto nel segno quando dice che la battaglia di questo inizio secolo sarà quella dell’informazione. Se noi cittadini siamo correttamente informati,non daremo più nutrimento a questa radice e i problemi svaniranno come neve al sole. Dobbiamo porre la fiducia in persone competenti e soprattutto oneste se vogliamo tirarci fuori da questo pantano inesistente. Auguro a tutti un anno di buona informazione. Bettega Moreno

Bettega Moreno 27.12.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLO SAGGIO SUL “VOLGARE”
(Dedicato ai filologi)

Pensate che la lingua italiana sia stata partorita come per magia dalla testa di Dante?
Che l’italiano sia solo un intreccio volgare di sintassi se confrontato col nobile latino?
Ho il sospetto che per volgare non s’intende/va definire l’italiano presente peraltro da sud a nord, ma s’intendeva quel lessico tipico popolare infarcito di parolacce, di volgarità appunto.

Ad es. cosa significa letteralmente e da dove nasce la parola -usata moltissimo e assente nel vocabolario italiano- vaffan..lo?
Significa: vai a fare… ecc. ed è un invito esplicito che esorta l’interlocutore a farsi sodomizzare, a dedicarsi in una pratica dolorosa e umiliante. Sono sincero, mi hanno mandato in tanti nel corso della mia vita, ma non ci sono mai andato nel vero senso della parola.
So che c’è chi gradisce questo tipo di prestazione, ma tutto sommato, è una pratica abbastanza rara soprattutto fra uomini.
Ma allora, da dove nasce e perché persiste l’uso corrente di un auspicio che nella vita reale ha poi scarso riscontro? Se si aggiunge poi che siamo un popolo ‘dedito’ alla castità, il mistero s’infittisce.

Andando a ritroso nel tempo si scopre che nell’antica Roma il sesso non era un tabù e si praticava in tutte le maniere possibili e anche inimmaginabili. Ho il sospetto che abbiamo ereditato il repertorio delle tipiche parolacce italiane da quel periodo libertino.
Infatti, mi sono sempre chiesto da dove nascessero certe ‘volgarità’ quando poi nella realtà non vi era riscontro alcuno. Mi hai rotto il c…o. Con questa frase s’intende far presente all’interlocutore che si è raggiunto il limite di sopportazione nei suoi confronti ed è intesa spesso anche come minaccia perché è carica di astio e risentimento. Anche qui, in vita mia mi è capitato solo una volta di avere una leggera escoriazione e non mi dava fastidio tranne che durante il rapporto. Data la frequenza blanda con cui praticavo – e si pratica- cont. in discussione..

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 12.12.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
mi sono da poco iscritto al tuo blog.
Premetto che ti conosco, tra l'altro, anche perchè gestisco una piccola impresa che opera nel solare termico e fotovoltaico, e so che sei stato tra i primi, se non il primo in Italia a dotarti di impianto fv residenziale.
Per quanto riguarda le proposte di economia ti seguo su tutta la linea, ma occhio ad un paio di cose:

1. Il potere un giorno (dovremmo averlo tutti già oggi se fossimo in vera democrazia) lo avremo noi e le persone come te, e toccherà a noi decidere per il bene comune senza farci inzozzare.

2. L'introduzione della tecnologia migliora qualunque tipo di servizio erogato, ma spiegarlo ad una collettività ancora poco pronta (perchè questo siamo in Italia) potrebbe concretizzare il classico buon tentativo attuato nel momento sbagliato. Senza contare tutti quei "funzionari" pubblici che, seppur inutili, si troverebbero col culo per terra. Qundi, una scelta coraggiosa come la tua la sostengo con forza, ma solo se sei disposto a fare di tutto per il bene degli italiani, a costo di apparire impopolare con chi di te si fida poco. Se conti sulla fiducia di chi ti sostiene vinci per forza contro tutti gli altri, che non sanno più di chi fidarsi.

Partire dal basso per non scordarsi mai da dove si è partiti, questo dobbiamo fare.

Ciao.

giovanni amante 12.12.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non unite i vostri sforzi?http://www.laspedizionedei1001.it/

saluti,
benny

Benny Trespo 12.12.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bebbe,
Cari Amici,
per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 12.12.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 12.12.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento

...innanzitutto voglio esprimere la mia gioia quando mandi a quel paese i potenti e poi questo blog è un'opportunità : grazie;l'italia ha bisogno di persone come te sensibili.servono giovani,tecnologie e soprattutto una guida forte ..un saluto

luca righetto 11.12.06 07:11| 
 |
Rispondi al commento

togliamo le banconote alle banche private. distruggiamo la bce.
affossiamo il s i g n o r a g g i o.
la moneta deve diventare del popolo, per un' economia legale, contro i vizi della moneta.
ricercate su internet, informatevi, informate
S I G N O R A G G I O!!!!!!!
S I G N O R A G G I O!!!!!!!

emanuele miraglia 10.12.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

s i g n o r a g g i o
s i g n o r a g g i o
s i g n o r a g g i o
se ne parli per un nuovo piano economico.
S I G N O R A G G I O
aggio de signore
parlatene, informatevi

emanuele miraglia 10.12.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo sulla proposta di aumentare il prelievo fiscale per le aziende che producono danni all'ambiente. A parte il fatto che alcune aziende italiane le tasse le evadono e un aumento gli fa un baffo, i danni ambientali non devono proprio esistere! E chi li commette deve pagare di persona, con delle multe ma anche con il carcere. Forse è meglio il carcere visto che a certe multinazionali conviene pagare le multe invece di smettere di inquinare il pianeta.

Lorenzo Ordinelli 10.12.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, conosci il Signor Aggio?????
claudio

claudio rosa 06.12.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Si Però sembra che la banda Prodi non prenda neppure in considerazione questi punti..cosa possiamo fare?????

alessio rossini 27.11.06 21:41| 
 |
Rispondi al commento

d'accordo su tutti i punti.a proposito la tassa della ricarica sarà definitivamente abolita ? beppe grillo for president!!
CIAO

rosangela torriani 25.11.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace il programma sovrastante.
Allora sì che si ha un'Italia che rientra nella norma e che si avvicina di più agli altri stati europei organizzati accettabili a livello sociale, politico ed economico.

Grande Beppe.

Dino Serrao 07.11.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ciao Beppe Grillo

Oggi è un 'ottima giornata a Napoli,

Fabrizio Melis 31.10.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Beppe Grillo, TI CHIEDO di NON PRENDERCI IN GIRO!!!!
Tanta gente è stanca di vedere l'incoscienza politica e di subirla. Tu hai avuto il coraggio di parlarne e di denunciarne gli scandali grandi e piccoli. Ci hai impedito di dormire alla notte sbattendoci in faccia le realtà. hai dato voce a tecnici, a persone che per loro natura sono l'antipodo della politica. persone che non hanno tempo di fare una campagna elettorale, persone che disdegnerebbero di spendere milioni di € per essesre eletti, ma li impegnerebbero in ricerca, nel sociale o altro di molto più importante delle campagne elettorali. Ok, cè li hai presentati, (vedi: Interviste) ma ora devi avviare le Primarie sul tuo Blog!! E' INUTILE ed E'DANNOSO TERGIVERSARE, devi avere il coraggio delle tue azioni fino in fondo!!! hai intrapreso una strada senza ritorno, hai mosso l'anima di centinaia di migliaia di persone ed ora NON PUOI ESSERE EVASIVO!!! oltre ai temi che hai proposto alla voce "primarie dei cittadini" (cè ne sono naturalmente tanti altri) devi convincere i personaggi importanti nelle specifiche discipline a scendere in campo E DEVI FARCELE VOTARE, QUI, NEL TUO SITO!! per ogni Ministero i personaggi più indicati, anche più di uno e noi li voteremo! poi li eleggeremo appena possibile!! TI PREGO FAI QUALCOSA DI CONCRETO. DACCI LA POSSIBILITA' DI DARE VITA AD UN VERO GOVERNO ITALIANO, VOLUTO DAGLI ITALIANI!! PRONTO A RIVOLUZIONARE L'ITALIA. APRI UNA SEZIONE DEL SITO DEDICATO AL NOSTRO VOTO AI CANDIDATI. ASPETTO CON SPERANZA.

IN OLTRE considererei l'idea di

"VINCENZO AMATO del 26.10.06 alle ore 00:50 su RESET"

verificala è una ottima strada per mettere ordine al Blog.

TI PREGO DACCI UN SEGNO DI CONCRETEZZA!!!!!!

Ditemi se sbaglio!!!!!!!

Mauro Tavalazzi 28.10.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riguardo alle nuove tecnologie per ridurre la spesa pubblica:
1) Utilizzare software open-source per i sistemi operativi (Linux) e/o i programmi di videoscrittura (OpenOffice) sulle centinaia di migliaia di computer della pubblica amministrazione, ospedali etc... PERCHE' SONO GRATIS e vanno benissimo (qualche miliardo risparmiato)
2) Collegare tramite il "sistema matrix" (che è un software) o simili tutti i computer pubblici alle università, in modo che quando non vengono usati (spesso) e sono accesi (sempre) possano essere utilizzate comunque le loro potenzialità di calcolo.
3) Potenziare i servizi internet e detassare le connessioni ADSL, forzando i gestori a fornire servizi efficienti
4) Quanlcuno ha altre idee?

Alessandro Pepi 26.10.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Grillo,
sono un ragazzo di Palermo e volevo solo riferirle il mio pensiero che se lei si candidasse alle elezioni vincerebbe sicuramente!!!!!!!!!! E si realizerebbe un sogno per molti italiani compreso me!!!
LA RINGRAZIO E ATTENDO SUE RISPOSTE!!!
DISTINTI SALUTI DOMENICO TRIPI!!

tripi domenico 25.10.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Se sei cosciente che il mondo attuale va alla deriva…
• Se condividi l’idea che la ricchezza dovrebbe essere meglio ripartita ed il
potere più democratico, non soltanto tra Nord e Sud, ma anche tra
concittadini
del nostro stesso paese…
• Se attorno a te sei stufo di vedere ingiustizie e prevaricazioni sempre a
danno dei più deboli e degli ultimi…
• Se ammetti che per fare questo, lo Stato debba avere un ruolo chiave da
ricoprire, ma un ruolo in gran parte diverso da quello attuale…
• Se consideri che la maggior parte dei politici di qualsiasi schieramento
sono disonesti ed incompetenti…
• Se pensi che tuttavia è soltanto attraverso la politica che le cose possano
veramente cambiare…
• Se malgrado il tuo scetticismo benché legittimo, accetti di dedicare un pò
del tuo tempo e soprattutto le tue qualità per offrire una chance storica al
nostro paese…
• Allora sei la persona che cerchiamo !
• Siamo un gruppo di cittadini basati a Padova che hanno l’ambizione di
operare una svolta realmente democratica nel nostro paese.
• Fai parte di una lista di circa 200 persone alle quali chiediamo sostegno e
partecipazione.
• Se accetti di tentare questa avventura, rispondi semplicemente a questa
mail
e ti ricontatteremo appena possibile per una tappa ulteriore.

Questo per rispondere alla tua domanda.
Saluti e grazie della attenzione.

Yvan Rettore 23.10.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, dai video che ho visonato sul tuo blog "Le primarie degli Italiani", ho percepito la tua autentica partecipazione alla "passione" di una popolazione esasperata dalle prepotenze subite in ambito politico da sempre. Ritengo altresì un fatto l'assoluta puerile "fradicia" falsità dell'atteggiamento del ns. Onorevole I° Ministro Romano Prodi. In effetti io credo fermamente che lui e quella manica di tirapiedi misto sciacalli del potere nonchè infidi vermilingui, costituiscano quel cancro inestirpabile del ns. paese. Saltimbanchi di campagna senz'arte ne parte, impovvisatori di se stessi nell'interpretazione di un ruolo o l'altro (tanto vale), senza mai dimostrare il minimo scrupolo per quell'umanità che dicono di rappresentare.Proseguono governo su governo a sopravvivere da parassiti della società che sono, riciclandosi proprio come le idee che essi stessi professano, concetti astratti ed inconcludenti che ci stordiscono quotidianamente, propinati con sapiente arte di affabulatori. Tutto questo facendoci puntualmente allontanare, dividere e sfogare in maniera parallela ai problemi che denunciamo, quindi con assoluta inefficacia, proprio come sto facendo io in questo momento.
Già, scrivo avvelenato dal mio stato d'animo, mi sfogo, tiro un sospiro si apparente sollievo consapevole di gridare assieme a tante altre persone la mia frustrazione di essere italiano, incapace di prendere ben più drastiche misure per far "strage" di chi sappiamo, affinché serva d'esempio!!!
Spero solo che a questo punto la situazione possa ulteriormente aggravarsi (abbiamo ancora ampi margini), così che la disperazione comune si acutizzi e le nostre energie possano meglio canalizzarsi in uno sforzo realmente comune.
Con scarsa fiducia in quest'ultimo concetto, ti saluto.
Stefano Vedovini.

Stefano Vedovini 21.10.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, Beppe.

A proposito della "Riduzione del debito pubblico" e di ciò che nostri egregi economisti/governanti sanno e non denunciano, leggiti http://digilander.libero.it/afimo/all_insaputa_del_popolo_sovrano.htm

Sono fatti verificabili o solo fesserie facilmente screditabili?

Se sono fatti, non verrebbe la pena di portare a conoscenza quante più persone possibile delle conseguenze?

Grazie per tutto ciò che stai già facendo.

Paolo Mereu 18.10.06 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Non ho, purtroppo, mai trovato riferimenti alla questione monetaria (e cioè di come lo Stato non emetta la propria moneta, ma chieda invece ad enti privati di regolarne l'emissione tramite "prestito oneroso", indebitandosi cioè nei confronti degli emittenti). Il nostro presidente del consiglio dovrebbe sapere qualcosa a riguardo e, sinceramente, qualche domandina gliela farei.

Altra cosa: perchè in Germania è possibile (e, pare, un meccanismo molto efficace e molto usato) per gli enti locali l'emissione di una moneta parallela al fine di ridare slancio all'economia locale, mentre questo in Italia è osteggiato in tutti i modi? Non è che questo potrebbe essere visto come una minaccia per le banche?

Visto anche cosa stanno per decidere nella finanziaria a riguardo dell'uso dei TFR, credo sia un tema quanto mai da sviscerare.

Paolo Mereu 18.10.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

perchè lo stato non imita i paese del sud america che hanno adottato biodiesel (colza ) e canna da zucchero (etilico ) visto che le fiat li sono con tecnologia flex (che e un catalizzatore diffuso sll 95% delle auto in circolazione)la benzina costa il 70%in meno ee l impatto ambientale e zero. Ci sono le soluzioni a tutti i problemi,mettiamo un comitato al parlamento, fatto di famiglie che lavorano e che fanno le file alle poste o agli uffici di collocamento etc fonzionerà meglio Beppe siamo con te

ciro sodano 17.10.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono marco,., persona come molte laureata e occupata con i co.co.co..,., sto provando a prendere un altra laurea in attesa di una futura assunzione.,., in attesa di crearmi una vita da """"stabile""".. parola oggi messa al bando.,. la stabilità.,.forse perchè la classe instabile più difficilmente crea la cosiddettà mobilità di classe in step.. cioè io instabile non darò mai fastidio.... lettera incentrata sulla parola stamilita

marco pompili 16.10.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di TFR. Vorrebbero regalarlo all'INPS. Premesso che sono tra quelli che qs governo lo ha voluto fortemente e votato, trovo profondamente sbagliato dare il TFR che una persona ha accumulato presso l'azienda cui lavora all'INPS per pagare le pensioni degli anziani che il governo non riesce a fronteggiare. Ma perchè i parlamentari non tagliano i propri stipendi e li prendono di lì i soldi, piuttosto di rompere le balle al ns TFR????? C'è una legge del contratto da dipendente che consente di farsi anticipare dall'azienda il proprio TFR per poter acquistare la prima casa, o per fronteggiare delle spese sanitarie urgenti, insomma per poter vivere in maniera dignitosa senza chiedere soldi a istituiti di credito dove paghi con il sangue gli interessi per il prestito! E questo loro non lo sanno?????? Se ad una persona viene tolta anche questa possibilità, come cavolo fa a comprarsi una casa, pagarsi le spese mediche, se non ha dei soldi da parte? E come fa a mettere dei soldi da parte se non fa altro che pagare tasse????? Ma siamo impazziti per caso???? Mi auguro profondamente che la proposta sul TFR non passi...e poi parlano del TFR come fosse cosa loro. Ma sono o non sono soldi che tolgono al ns stipendio mensilmente per potercelo restituire a fine rapporto???? Ergo, sono ns soldi, non loro. E ci tolgono anche questo. Per una pensione che al 99,9% non vedremo MAI!!!!

Mariella Rucci 16.10.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono un esperto in merito, ma penso ke uno stato per fornire servizi validi al cittadino debba controllare la reale concorrenza tra tutte le aziende ke offrono prodotti (assicurazioni,telecomunicazione beni di primo consumo)al cittadino appunto.Evitare ke possano formarsi "cartelli",cosa ke ,ahime',sono sorti come funghi negli ultimi anni

STEFANO ROSSI 16.10.06 00:06| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
sono un cittadino fortemente incaz.... per i soprusi che i ns. dipendenti di destra,sinistra e centro ci riservano quotidianamente.
Visto che non esiste modo di toglierli dalle pal.. non potremmo rivolgerci alla unione europea per farci governare direttamente dal parlamento europeo (ovviamnete non dai membri italiani)?

p.s. c'è la faremo a mandarli tutti a casa?

luca mariani 15.10.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO-- 23 24 ottobre 06 ROMA -- CONTRO LE TRUFFE BANCARIE--programma 0422-424655.vedere argomento BLOB ECONOMA . www.controletruffe.com

cogo andrea 14.10.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Nelle prossime elezioni vorrei poter esprimere i voti di preferenza e non vedermi imporre un elenco redatto dai partiti. Solo cosi possiamo scremare i condannati, gli inquisiti, i prezzolati ecc. Ciao, Gian Luca Giardini Bo

Gian Luca Giardini 13.10.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
dopo le elezioni che ho perso ricomincio da te.ti sto seguendo...ho comprato i tuoi nuovi dvd,ti ho visto sul web da prodi,ho visto che gli dai del tu e questo mi è bastato per mandartia fare in culo tante volte,ma mi sn riavvicinato perchè sei un pò europeista,quasi come me.
io voglio andarmene a vivere in baviera,in 3 ora di auto ad idrogeno sarò a dudine,faccio schooping e me ne torno a norimberga dove nn sanno cosa sia un antifurto,dove le cose funzionano meglio di qui e dove se i politici dicono o fanno cazzate se ne vanno.
INSOMMA BEPPE A VEVI CHIESTO A PRODI DI FARE QUALCOSA DI NUOVO RISPETTO A BERLUSCONI.AVEVI DATO FIDUCIA A QUELLO LI.
AVEVI CHIESTO PIù SOLDI E TUTELA DELL'AMBIENTE.
INVECE CI HANNO MENTITO SULLE REALI SITUAIZONE DELLA FINANZA PUBBLICA...
PIù TASSE,STANNO SVENDENDO L'ITALIA A GOLDMANN...LA BANCA DA DOVE VENGONO DAGRI PADOA E PRODI,NN SOLO COME LA SEDUTA SPIRITICA SUL MORO PRODI HA DIMOSTRATO DI MENTIRE ANCORA,SE FASSINO VOLEVA UNA BANCA...LUI VOLEVA TELECOM CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI...MA SIAMO MATTI NOI A DARGLI ASCOLTO.
DICEVI CHE il digitale era una tecnologia vecchia e lui nella finanziaria da incentivi al DIGITALE....e 4.
5 cazzata di tutti i politici che qui hanno chiesto voti per portare avanti le ns idee solo dipietro lo sta facendo...e nessuno lo caga.
ORA METTITTI A CAGARE E FALLO BENE PERCHè PRODINO E I SUOI NN STANNO VAFENCO UN CAZZO DI QUELLO CHE GLI AVEVAMO CHIESTO CON LE PRIMARIE E SE TU USI QUESTO BLOG PER FARTI I SOLDI ALLORA VAI A FARE LO STITICO DA UN'ALTRA PARTE.
VOGLIO FATTI
E NN FATEMI INCAZZARE.
CAGA COME DIPIETRO E MUOVI IL CULO VOGLIO ESSERE TEMUTO COME CONSUMATORE COEM SUCCEDE IN GERMANIA CHE L'IKEA HA PAURA DELL'ASSOCIAZIONE DEI CONSUMATORI E FA LE COSE BENE O RIDUCE IL PREZZO.
CHE SN UN COGLIONE CHE PAGO TUTTO DI PIù PER AVERE UN CAZZO?voglio avere dignità perchè sn onesto.
con osservanza,
giuseppe

giuseppe francesco Ragusa 11.10.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

www.legalizziamoipartiti.com

Solo se tutti uniti, senza distinzione di destra e sinistra, possiamo arrivare al riconoscimento giuridico dei partiti.

MARCO BIANCHI 10.10.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

EBBENE L'HO FATTO!
ECCO COSA PROVAI IN QUEI MESI TERRIBILI:

1) EFFETTO SPAESAMENTO: COSA CI STO' A FARE IN CASA SENZA TELEVISORE? (2 MESI)

2) EFFETTO PAURA DI SE STESSI: MA COSA VOGLIO DIMOSTRARE? (3 MESI).

3) EFFETTO MOSCA BIANCA: FATE COME ME, MA NON NE SEI ANCORA CONVINTO. (5 MESI E' DURA, E' PREFERIBILE FARLI COINCIDERE CON L'INIZIO DELLA PRIMAVERA).

4) EFFETTO CULTURA: SI LEGGE DI PIU' E SI CONSULTA INTERNET. (DURA ANCORA OGGI).

5) EFFETTO SOCIALE: SI TROMBA DI PIU',SI SOCIALIZZA VOLENTIERI COL PROSSIMO E I VICINI DI CASA. (SPERIAMO CHE DURO ANCORA).

6) EFFETTO SOLLIEVO: RIESCO A SENTIRMI BENE LO STESSO E DECIDO PIU' LIBERAMENTE PER CHI VOTARE PERCHE' HO SMESSO DI FARE PARTE DELLA TIFOSERIA IDEOLOGICA. (I NUOVI GOVERNANTI VENGONO SCELTI PER LE LORO IDEE E CURRICULUM PUBBLICATI SU INTERNET, IL DIBATTITO AVVIENE SUI BLOG, I NEWSGROUP E NELLE PIAZZE).

7) EFFETTO SPERABILE: SE TANTI SI AGGREGANO E SI DETERMINA UN MOVIMENTO NUOVO DI CIVILTA' I PREZZI SCENDONO.

PERCHE?

MENO PUBBLICITA' IN TV, PERCHE' INVESTIRE PER PARLARE A 4 GATTI?
MENO SOVVENZIONI AI PARTITI DA PARTE DELLE AZIENDE, TANTO CHI LI ASCOLTA PIU' QUEI VECCHI BABBIONI?
PIU' QUALITA' PERCHE' INFORMAZIONI SU INTERNET E PASSAPAROLA;
LA RADIO TORNA AD ESSERE LA REGINA DELL'INFORMAZIONE E LA FIGURA DEL GIORNALISTA NE BENEFICIA INNESCANDO UN CICLO VIRTUOSO PER L'EFFICENZA DI SANITA' SCUOLA INFRASTRUTTURE

8) EFFETTO A DISTANZA: DOPO ALCUNI ANNI DI LATENZA LA TV TORNA A ESPLETARE LE SUE GIUSTE FUNZIONI DI INFORMAZIONE INDIPENDENTE E DI PACATO INTRATTENIMENTO PERCHE' DICEVA UN SAGGIO: "GUAI SE MANCASSE LA MANCANZA"! OVVERO SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO, MANCAVANO LE COSE MA C'ERA PIU' CONTATTO FRA LE PERSONE (ALTRO CHE FILM E PARTITE TUTTI I GIORNI, CHIUSI NELLA BARA CASALINGA).

9) OGNI SERA PRIMA DI ADDORMENTARMI, SALUTO MR. ORWELL, GLI MANDO UN BACETTO E UN SORRISO DI RINGRAZIAMENTO.

10) HO COSTRUITO UN CAMINETTO, PROPRIO LA', NELLA PARETE DOVE STAVA AVVIZZENDO IL SECONDO RINASCIMENTO!

JECKYLL&HIDE 04.10.06 04:30| 
 |
Rispondi al commento

Piuttosto che la formazione della nazionale, mi preme suggerire una piccola riforma istituzionale:
Secondo me il Premier e tutti i ministri del Governo non dovrebbero essere riconfermabili per due mandati consecutivi, ti fai la tua legislatura e poi devi passare obbligatoriamente la mano, questo porterebbe ad una maggiore responsabilità e serietà degli uomini di Governo che, avendo i giorni contati, perderebbero meno tempo, soprattutto a fine legislatura. Un sistema del genere era in uso nella Repubblica di San Marino, non so se lo è ancora.

Ivano Gigli 02.10.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

A dimostrazione che cambiano le minchie ma i culi sono sempre i nostri sul tirreno del 27/09 c'era un'intervista a pieraldo Ciucchi segretario regionale del SDI che 1anno fa presentò una mozione per diminuire il numero di sindaci,assessori e consiglieri nelle pm.Come?Applicando la Costituzione,vale a dire abolendo le Provincie.naturalmente la mozione venne respinta altrimenti a Natale cosa cosa trovano sotto l'albero?!Va bè va bè ribadisce Ciucchi cominciamo con l'eleiminare i comuni sotto i 10.000 che in Toscana sono:141 sotto i 5000abitanti e 63 sotto i 3000 su un totale di 287 comuni.Considerando poi ci sono i dipendenti,le sedi da pagare,le bollette di gas e telefono.Moltiplicando tutti sti costi sarebbe un gran bel risparmio PER TUTTI.Per il governo che deve far quadrare i conti e per noi che magari ci scansiamo un'altra tassa
P.S. Addirittura pare che il padre di queta bella pensata fosse Craxi.....trent'anni fa!!!!!

lorenzo caira 01.10.06 01:13| 
 |
Rispondi al commento

-RACCOLTA DI FIRME-
Le cosE che fai e dici tu sono da "santo" probabilmente se non ci fosse l'informazione ti metterebbero in croce per poi adorarti 2000 anni dopo.
Non e' una leccata di culo,e' un dato di fatto...
la tua voce deve crescere e piu' di cosi'sei la ns ultima possibilita' e molti non lo sanno neanche, non vedono o sentono quello che hai da dire,WE NON GLIELO DICE NESSUN ALTRO....purtroppo i bacucchi che abitano il ns paese difficilmente si compreranno un computer e impareranno ad usarlo nonostante sia facile,l'unica soluzione possibile e' che tu possa tornare in tv!TU DEVI TORNARE IN TV,LA GENTE DEVE SENTIRE LE TUE "PROFEZIE" e capire che non sei nostradamus ma semplicemente che fate il lavoro che altri sono pagati per fare e non fanno...controllare...e' pazzesco,a me viene da spaccare tutto quando sento che parlavate di scandali giudiziari-economici 3 anni prima che succedessero .
DEVI TORNARE IN TV,DEVI FARE COSTANZOSHOW AL POSTO DI QUELL'ALTRO NANO,OPPURE IL TG5!SU RAI 3 ,MANCO SU RAI3 TI VOGLIONO POSSIBILE?
TORNA IN TV-TORNA IN TV-TORNA IN TV PORCA VACCA.Facciamo un referendum una raccolta di firme,voglio pagare il canone rai solo se vedo te (O una trasmissione di VERA informazione) in tv,e SI AMMAZZINO tutti gli altri.
In politica non credo che ti metterai mai,ma almeno in tv facciamo sta raccolta di firme?magari l'avete gia' fatta.
Queste sono le mie primarie!beppe grillo o chi per lui ministro della telecomunicazione(no e' troppo)presidente della rai(vabene,troppo anche quello)ma almeno una trasmissione dato che di ascolto ne faresti piu' di quelli che ci stanno ora ,si!almeno questo...ciao a tutti e grazie.

lagotto stefano 28.09.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Errata Corrige

Sono un cittadino Casertano che come tanti vive qua nel disagio di una politica di possesso. Invito a leggere e capire la DISCUSSIONE fatta da Dante Stefano del vecchio 29.08.06. Caro Stefano quello che hai scritto è poco, i giochetti schifosi e ingannevoli che ti potrei raccontare su Donatella Andrisani & Company è molto più grande. Del resto hai ragione, non cambierà niente in questa città addebitata e saccheggiata da questi personaggi loschi. Bel forum, ciao Beppe....

Lucy Lasco 23.09.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono un cittadino Casertano che come tanti vive qua nel disagio di una politica di possesso. Invito a leggere e capire la DISCUSSIONE fatta da Bruna Gazzelloni 30.08.06. Cara Bruna quello che hai scritto è poco, i giochetti schifosi e ingannevoli che ti potrei raccontare su Donatella Andrisani & Company è molto più grande. Del resto hai ragione, non cambierà niente in questa città addebitata e saccheggiata da questi personaggi loschi. Bel forum, ciao Beppe....

Lucy Lasco 23.09.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stanno maturando i tempi per un più che probabile ingresso di Beppe in politica ....d 'altronde se in America l'attore Ronald Regan è stato eletto presidente non ci sarebbe da stupirsi se un comico fosse a capo del governo.

Grillo for President !!!!!!


gianluca porro 14.09.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, intanto per prima cosa bisognerebbe "scovare" una persona in grado di assumersi delle responsabilità nei confronti degli Italiani, fare e non dire per poi non fare nulla. Ci servirebbe un uomo o degli uomini guida, seri e ragionevoli e non degli spregiudicati e inaffidabili ministri-imprenditori. La politica, secondo un mio modesto punto di vista, deve essere fatta da gente "normale" e non da miliardari, perchè è la gente comune che conosce i problemi di tutti i giorni(che ne sanno loro cos'è un piano mensile di gestione dello stipendio!!!).E' inutile che fanno finanziarie oppure aumentano l'età pensionabile per aumentare le entrate per poi finanziare guerre o per coprire "BUCHI" enormi delle Aziende a loro "amiche".Non pensano(anzi non vogliono pensare) che occorre un nuovo piano energetico e promuovere nuove idee di sviluppo da proporre ai cittadini Italiani con Referendum seri, ma seri porca troia!!! Poi mi chiedo una cosa, ma come mai i migliori scienziati e ricercatori(quelli veri non quelli delle case farmaceutiche)fuggono dall?Italia? Abbiamo le migliori menti del mondo nel campo della ricerca dello sviluppo e delle nuove tecnologie e questi fuggono,un motivo ci sarà? Perchè ancora paghiamo le accise sui carburanti comprese quelle della prima guerra mondiale che è terminata da ottantotto anni? Bene a tutti e a moltri altri di questi perchè dovrebbe corrispondere l'identikit delle persone che dovrebbero guidare l'Italia verso il nuovo RISORGIMENTO!!!! Ciao a presto

Cristiano Caporale 12.09.06 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Forum su Beppe Grillo:

http://www.forumfree.net/?c=113066

Vi aspettiamo!

Leo De Santis 11.09.06 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito Politicaonline.net un "contributo" da chi (a sinistra) non ama molto Beppe Grillo:
contro beppe grillo
________________________________________
accio un appello sincero alle persone oneste, democratiche e di buon senso, di destra e di sinistra. Lasciamo perdere Beppe Grillo.
Non abbiamo bisogno di predicatori e santoni da idolatrare. La mia insofferenza nei confronti di Beppe Grillo aumenta esponenzialmente ogni suo post. Lo dico da persona di sinistra (seppur liberale, come larga parte dell'attuale sinistra italiana purtroppo non è). Lasciamo che Beppe Grillo faccia il comico, e nient'altro. Gli riesce bene. Io ho pure un paio di suoi dvd. Ma per il resto, lasci fare ad altri: non abbiamo bisogno di un Beppe Grillo così come si mostra attraverso il suo blog.

Illiberale, quando con la sua campagna Parlamento pulito vorrebbe negare il diritto di candidarsi alle elezioni a qualsiasi persona che, condannata da un tribunale per un qualsiasi reato, abbia scontato la sua pena, ponendosi in aperta contraddizione con la legge italiana e mezza tonnellata di convenzioni e trattati internazionali sui diritti politici, compresa la Dichiarazione universale dei diritti umani, al suo articolo 21.

Ignorante, quando pensa che il regime cinese abbia messo il suo nome nella lista dei contenuti da censurare attraverso Google. Ammesso che in Cina qualcuno sappia chi è Beppe Grillo, sarebbe bastato farsi aiutare da un nipotino in grado di usare un motore di ricerca per capire che aveva preso un granchio grande quanto la muraglia cinese.

Ridicolo, quando si arroga il diritto di andare dal Presidente del Consiglio a consegnare una sedicente "lettera di licenziamento" e uno pseudo-programma elettorale chiamato "Primarie dei cittadini" con toni apocalittici, dimenticandosi che la maggioranza degli italiani ha dato mandato di governare a Romano Prodi sulla base di un altro programma e che le primarie - quelle vere - ci sono già state,
SEGUE...

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 30.08.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

primarie? caro peppe grillo,

Ho dovuto soffrire non poco per aspettare il tempo
necessario (sic!) per spiegarti quanto erano un inganno le primarie
casertane: un preliminare di contratto quasi sottobanco con il centro
destra. Ed ecco il contratto definitivo post elezione: il neo sindaco
petteruti presenta giunta e staff, dove spuntano ben otto (N°8) ex
luigi falco transitati e premiati da petteruti: 1) donatella andrisani
ex psi, ex assessore al personale di falco e city manager oggi; 2)
luigi del rosso ieri consigliere udc, oggi ass. ambiente; 3) giuseppe
casella cons.udc, oggi assesore pubblica istruzione; 4) pasquale
toscano ex capogruppo F.i. oggi capogruppo lista caserta è libera
(lista di petteruti); lorenzo gentile udc e pres. commissione
urbanistica, oggi presidente commiss. urbanistica; marcello iovino
dirig.esterno attività produttive con falco, rinominato dirigente
attività produttive con petteruti; infine, due altri coniglieri di
falco passati da F.i. alla margherita (hanno sostenuto il candidato
sindaco per i ds).
Invertendo i termini il prodotto non cambia!!! ben
otto della passata gestione falco sono pari pari con petteruti. Credo
che è non avremo futuro!

dante stefano del vecchio
ufficio stampa di
alois per la campagna elettorale.
dantesdv@virgilio.it
333.43.04.063
p.s.
ho atteso questo tempo per risponderti, prima
era impossibile farsi credere che si poteva arrivare a tanto, MA
ESSENDO UN GIORNALISTA PER DOVERE DI CRONACA E ONESTA INTELLETTUALE PER
LA MIA SCELTA FATTA ALLORA, HO DECISO DI INFORMARTI.
CON LA STIMA DI
SEMPRE

questo il tuo commento di allora:

Nel più puro stile
democratico-popolare i Ds hanno opposto il loro: “Me ne frego!” al
risultato delle primarie a pagamento (un euro per votare) a Caserta. I
9000 votanti “non avevano capito” e hanno dovuto essere rieducati con
una decisione dall’alto, la prossima volta votino con maggiore
attenzione.

dante stefano del vecchio 29.08.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Trovo diversi passi del blog postato da Grillo sicuramente condivisibili.
Tuttavia sento che sarebebro necessari alcuni approfondimenti onde evitare che le enunciazioni non diventino luoghi comuni e quindi che non si traducano in azioni concrete (qualunque governo le volesse porre in essere).
Ad esempio: il concetto di sostenibilità è abbastanza complesso ed ai più alquanto oscuro; sarebbe opportuno spiegarne bene il significato ed insistere sulla responsabilità di tutti noi nei confronti delle generazioni future!
Trovo, poi, l'abolizione dil leggi (come la legge Biagi) un sistema decisamente fazioso per cambiare linea di condotta; non commettiamo gli errori compiuti nel dopoguerra per negazione assoluta del fascismo. Mi spiego meglio: il regime aberrante del fascismo ha prodotto danni e sofferenze al nostro Paese, tuttavia esso è stato capace di introdurre aspetti positivi come le prime tutele del lavoratore (seppur sotto regime corporativo). Con ciò voglio significare che la legge Biagi così com'è non va bene in assoluto ... tuttavia ci sono alcuni aspetti, importanti, che vanno mantenuti. Quindi si dovrebbe pensare più a leggi integrative, magari creando un testo unico del lavoro (cosa che, nel maremagnum di T.U. italiani, non esiste ancora), per coordinare e migliorare tutte le leggi in ambito jus-lavoristico.
Per quanto concerne gli altri argomenti non trovo grossi motivi di obiezione, fatta eccezione per la scelta, al quanto tendenziosa, degli esempi proposti (i nomi, di persone e/o aziende, o si fanno di tutti o di nessuno ... CHIARO???)

GIOVANNI CATANIA 26.08.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

SOLO QUELLI CHE SONO COSì FOLLI DA PENSARE DI CAMBIARE IL MONDO, LO CAMBIANO DAVVERO.

WWW.3ANIMALI.SPLINDER.COM

tre animali 20.08.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco thygam

Bravo Beppe! Ben fatto!

Commento: Ma siamo tutti impazziti a lasciare le sorti del paese ad un "COMICO"?

SU FORZA DIAMOCI UNA MOSSA ANCHE NOI...

Un appassionato saluto d'amore a tutti i "NUOVI PIONIERI".

M.T. Firenze
(avevo scritto:
@ Marco Thygam

Saro' breve poichè deciso a passare al "BLOG DELL'AZIONE" ed abbandonare il blog dell'"Intenzione".

Non è importante cosa si pensa o cosa siè fatto, l'importante è "fare" e fare il bene per il bene di tutti. In Italia questo non accade più, o solo occasionalmente, abbiamo superato abbondantemente la misura...E' ora di chiedere asilo politico altrove!
La risposta è cercarsi una nuova frontiera, da soli o in conpagnia.

Un appassionato saluto d'amore a tutti i "NUOVI PIONIERI".

M.T. Firenze )

Marco Thygam 20.08.06 02:37| 
 |
Rispondi al commento

Che bello!

Come vorrei vedere la nostra Italia finalmente darsi delle regole precise e NON MANIPOLABILI (finché naturalmente qualche furbo...).

Io non ho partecipato alla stesura, ma voglio complimentarmi con coloro che ne hanno preso parte.

Chissà se qualcuno avrà orecchie per sentire...

Christian Ofria 14.08.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

E' fondamentale, per poter contestare chi dovrebbe governarci ed invece ci danneggia da ormai tanti anni, avere le idee chiare .
Per fare cio' abbiamo un gran bisogno di informazione (quella vera non i TG del Cavolo).Condividere un idea di vita compatibile con il Mondo che calpestiamo e inquiniamo (ma chissenefrega tanto fra 50 anni non ci sarò più).MA SOPRATTUTTO avere un idea precisa di giustizia in genere, chi governa deve limitarsi a fare il bene della collettività e non di inciuci introiti e speculazioni...
POLITICI TRUFFATORI VERGOGNA e A CASA (se non in galera )
IN GALERA QUESTO è IL VOSTRO POSTO
CARI ONOREVOLI WANTED !

Ci sarà un giorno in cui chi ha idee per migliorare la vita o per risolvere i problemi VENGA PUBBLICIZZATO e chi propone i termovalorizzatori venga RIDICOLIZZATO e contestato ?
Beppe ...se non ci fossi tu io non saprei un bel niente! e sarei in balia di questi inconsapevolmente, mentre ora lo sono sapendo di esserci(nella M).
ciao grazie!

alessandro anzaldi 14.08.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di suggerire anche di introdurre a tutti i livelli dell'apparato statale il principio per cui se una legge non viene rispettata dalla maggioranza dei cittadini per un certo periodo questa automaticamente decade, possibilmente con una penalizzazione per l'ente che ha emesso la legge e non l'ha fatta rispettare.

Ciò spingerebbe i legislatori locali e nazionali a:
1) Scrivere leggi che per i cittadini sia praticamente possibile rispettare,
2) impegnarsi a diffondere la conoscenza della legge, a spiegarne le motivazioni
3) ed infine a pretenderne il rispetto con le necessarie sanzioni.

In altre parole, più concretamente, non sopporto che un Comune possa istituire un divieto di sosta in una strada dove per decenni nessuno lo rispetta, limitandosi a far passare i vigili un paio di volte l'anno a far multe.
-E' iniquo per gli sfortunati che si prendono la multa.
-E' diseducativo per tutta la cittadinanza, per i giovani, per i nuovi cittadini a cui si dovrebbe insegnare a rispettare le regole.
-E' inutile perchè non tiene libera la strada.
-E' controproducente perchè alla lunga i cittadini si abituano a non rispettare le regole che dovrebbero essere di utilità comune.

In altre parole Diseduca al Senso Civico!

Ed è ben facile pensare che i cittadini applichino lo stesso comportamento a regole più importanti, prima tra tutte il pagamento delle tasse.

Chiedo ai nostri amministratori che si impegnino a darci regole "RISPETTABILI".
Rispettabili in tutti i sensi: che sia possibile rispettarle praticamente, che siano motivate e fatte rispettare.
Il mio sogno di un paese civile, dove ci sono POCHE regole, CHIARE, CONOSCIBILI e CONOSCIUTE, RAGIONEVOLI, GIUSTIFICATE, RISPETTABILI e RISPETTATE. Dove io che rispetto la regola non mi devo sentire un esemplare raro perchè LA MAGGIORANZA LE RISPETTA!

Meno regole, più rigore!

Daniel Witting 14.08.06 01:54| 
 |
Rispondi al commento

La Mia Proposta: economia

Favorire l’imprenditoria non significa non far pagare le tasse agli imprenditori o permettergli di infischiarsene delle leggi, favorire l’imprenditoria significa favorire lo sviluppo di nuove imprese, che creano posti di lavoro, che creano benessere, la mia proposta è basata totalmente sulla visione utopistica di una banca che faccia i propri interessi, ma anche quelli del cliente.

Mi spiego meglio con un esempio.

Mettiamo che io voglia acquistare un albergo in Trentino (infatti mi piacerebbe)
L’albergo in questione costa circa 2 milioni di euro
Io non ho un euro.

Mi presento ad una banca con le mie credenziali e quelle di eventuali soci ed espongo il progetto
La banca valuta i libri contabili dell’attività che intendo acquistare (e che quindi per gli anni precedenti è stata costretta a non evadere il fisco per mantenere un alto valore di mercato)
Ora mettiamo che l’albergo in questione abbia un UTILE medio di circa 20 mila euro mensili.
La banca a questo punto approva il progetto, e mi finanzia l’acquisto con un prestito che prevede un rientro ventennale, io restituisco alla banca 12.500 euro al mese.

La storia potrebbe finire qui e prevedrebbe un vantaggio:
Per me (ho realizzato il mio sogno, guadagno più che bene, tra 20 anni sarò proprietario di un albergo)
Per il precedente gestore (ha venduto la sua attività, può intraprendere attività più grandi)
Per la banca (Non ha rischio di perdere i soldi perchè se non pago si prende l’hotel, in 20 mette in tasca 1 milione di euro tondi tondi comunque vada)
Per il fisco (combatte l’evasione delegando le banche al controllo)

Ampliando ulteriormente il discorso la banca potrebbe anche pensare di vendere delle “quote azionarie a scadenza ventennale” (una cosa simile già la fa il Ventaglio) guadagnandoci di più e riducendo i rischi, monitorerebbe l’afflusso di turisti (fiscale) perchè se dovesse rientrare in possesso dell’ albergo deve almeno aver mantenuto il suo valore

Mirko Rudello 08.08.06 03:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Decreto Bersani

Guardate qui:

http://www.aduc.it/dyn/farmaci/

E poi dite la vostra qui:

http://www.altroconsumo.it/

o qui:

http://www.adiconsum.it/Sala%20Stampa/ComunicatiStampa/2006(11.07)liberalizzazioni.shtml


Salviamo ciò che ancora resta del decreto, per il bene di NOI CONSUMATORI. Non è un discorso di destra o di sinistra, è un discorso di POTER RISPARMIARE (tant'è che ne parlano favorevolmente TUTTE le associazioni per la tutela dei consumatori...).


Elena Bianchi 19.07.06 08:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zuccherifici??? Perche' mai bisognerebbe evitare che chiudano?? Gli zuccherifici sono gia' un settore protettissimo!! l'Unione Europea spende gia' un mucchio di soldi come sussidi in questo settore (sottraendo denaro a settori che ne avrebbero certo bisogno come la ricerca tecnologica) e tiene artificialmente alto il prezzo dello zucchero. Inoltre l'UE tiene chiuso il mercato all'importazione di zucchero dai paesi extracomunitari facendo concorrenza sleale ai paesi in via di sviluppo.
Non sono contro tutti i sussidi all'agricoltura, ma sostenere un settore inproduttivo e fuori mercato invece di aiutare la produzione di qualita' (formaggi, vini, prodotti tipici e biologici in generale) mi sembra solo buttar soldi!!
Caro Beppe, spero che ci ripensi su questo punto!

Pasquale Panuzzo 05.07.06 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto io possa appoggiare le iniziative del sito del Beppe e ne rispetti le regole (in fondo è lui il padrone di casa) bisogna capire un concetto fondamentale:
una minoranza che impone le sue decisioni ad una maggioranza è una dittatura
morbida forse, ma pur sempre una dittatura, e noi (mi ci metto dentro anche io) siamo una minoranza, lo dimostra ad esempio il fatto che dario fo non ha vinto le primarie a milano (ora sarebbe sindaco forse), bhè ripensandoci non è l’esempio più azzeccato ma ormai l’ho scritto e non voglio tornare indietro a cancellare, comunque il fattore principale è che non possiamo passare come una lezione di democrazia ciò che non lo è, questo BLOG NON E’ DEMOCRATICO, E’ UN ESEMPIO DI DITTATURA. Perchè?

Perchè si discute su ciò che dice il Beppe, lui da le informazioni e noi in coro che siamo con lui (io per primo) quindi più che primarie dei cittadini mi sembra una ricerca di legittimare l’idea del ducebeppe, poi aggiungiamo il fatto che alcuni commenti vengono cancellati (censura) e cosa otteniamo? Un bel coro con (poche) voci soliste a dimostrare che qui si è liberi di dire tutto.

Lungi da me il desiderio di cambiare questo blog che trovo utile (mi ripeto ognuno è libero di fare ciò che vuole a casa sua) mi piacerebbe semplicemente che iniziative meravigliose come quella sulle primarie dei cittadini fossero ospitate in un altro sito, non riconducibile a beppe grillo ne a nessun altro, ma dove ognuno (compreso beppe) possa postare con lo stesso “peso” di chiunque altro.

Mirko Rudello 04.07.06 03:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe,e blogghers mi chiamo Algieri Giancarlo e
scrivo da colle val d'elsa (siena). Vorrei Che tu parlassi del progetto H.A.A.P nascosta frai ghiacci dagli stati uniti e del suo scopo. Essa ha a che fare con il progetto Guerre Stellari voluto da Reaghan negli anni 80. Cerca su google informazioni su Nicola Tesla, e sul suo pregetto di Free Energy. La popolazione del globo corre un gravissimo rischio. Beppe, ti prego, parla anche delle scie chimiche (Chemtrails)...e' tutto collegato. Il futuro che ci attende e' spaventoso. Beppe, ti supplico, Cerca su google gli esperimenti militari americani sul progetto della guerra a Controllo Climatico...e' tutto collegato...Beppe, ti supplico. Divulghiamo queste notizie. P.S
Il futuro dell'energia si chiama:
CONCENTRATORI PARABOLICI PUNTUALI SISTEMI DISH-STIRLING
www.webalice.it/oseido

algieri giancarlo 03.07.06 03:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Leggo sul decreto che ha fatto Bersani oggi che, tra le altre cose, hanno introdotto la "Class Action".
Possiamo cominciare a cancellare la prima riga dell'elenco.
E non è neanche male l'abolizione dei tariffari degli ordini professionali.
Ciao a tutti


L'Italiano

Lasciatemi cantare
con la chitarra in pugno
lasciatemi cantare
sono un italiano indegno!

Povera Italia! Gli spaghetti al dente
e Berlusconi dovunque presente,
Con le televisioni sempre in suo potere
Al servizio del grande imbonitore!
Povera Italia di nani e ballerine
Di truffatori, furbetti e veline
di nobili che in realtà sono cialtroni
di sportivi sleali e imbroglioni
Povera Italia ti piango con il cuore
Povera Italia, non ho più parole!
Ho gli occhi pieni di malinconia
Povera Italia, povera Italia mia!

Lasciatemi cantare
con la chitarra in pugno
lasciatemi cantare
sono un italiano indegno!
Ma di essere indegno
Sono in realtà fiero
Sono l'italiano
L'Italiano vero

GIORGIO ALBEGGIANI

Giorgio Albeggiani 22.06.06 08:04| 
 |
Rispondi al commento

ciao,+ che commento 1 considerazione e cioè: guardando 1 intervento televisivo dell'on.Buttiglioni ho notato il suo interesse egoistico di potere, arrogandosi il diritto di precisare che il problema Italiano e dell'on Prodi, riguardo (non x retorica)i nostri Militari in missione di Pace, nella assurdità e la presunzione di alcuni confusi.

domenico valerio 20.06.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora un po' di cose:
- deducibilità totale di scontrini, ricevute, fatture
- abrogazione delle norme sulla privacy, laddove vietano l'incrocio dei dati personali a fini di accertamento di reati (esempio; incrocio tra i dati del 730 e quelli sul catasto)
- attribuzione di parte dei fondi recuperati (da evasione, elusione, ecc) a chi li ha recuperati (GdF), e a chi ne ha reso possibile il recupero (esempio: concorrenti che denunciano; clienti)
- attribuzione agli enti locali (Comuni) della riscossione delle sanzioni da evasione fiscale
- eliminazione delle pastoie burocratiche per apertura/gestione aziendale
- sgravi fiscali per incentivare TUTTI alla produzione di energia da fonti rinnovabili
- introduzione di dazi (a livello europeo; io comincerei dal'Italia) per le aziende che non rispettano le norme Ue in materia di 626 e ambiente (così risparmiando sulle spese aziendali)
- introduzione della class action
- divieto di nomina a capo di società pubbliche di pregiudicati (almeno per reati societari).
Se mi vien in mente ancora qualcosa, scrivo...

Alessandro Radrizzani 20.06.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

(parte seconda) Scusate gli errori di battitura nella prima parte.
Dicevo, se, caro Beppe, vuoi migliorare la Sanità, se noi Cittadini vogliamo migliorare la Sanità dobbiamo prima di tutto sapere con che cosa abbamo a che fare. Perché bisogna prima di tutto aggiustare il sistema (il Sistema Sanitario Nazionale). Non facciamoci infinocchiare da quelli che dicono che bisogna abbattere il ticket (che andrà pure tolto, ma non risolve altri poroblemi ben più gravi), non facciamoci infinocchiare da chi dice "accorciamo le liste d'attesa" (chi crea le liste d'attesa? il medico ospedaliero, il medico di base il paziente che vuole la visita "tanto per fare un controllo" - ti assicuro che sono tanti -); e basta con i medici che guadagnano troppo (ma quali medici - i primari, i professori, i "baroni della medicina", i medici di base massimalisti, i direttori sanitari, etc).
Io lavoro in media 9 ore (il mio contratto dice 6,20) al giorno, e da 6 anni non mi vengono pagati gli straordinari, per andare ai congressi sono costretto a prendere le ferie, non posso fare i riposi dopo la notte, sono medico di reparto e devo fare i turni di notte in PS (che non è il mio reaprto) perché non mi posso rifiutare, perché non ci sono i soldi per assumere altri medici (e mi pagano 100 euro a notte). E oltre a tutto questo, sono uno di quelli (come tanti colleghi) che cerca di fare il proprio dovere, mettendoci passione, anche se spesso non ce ne più, sono uno di quelli che fa da interfaccia con l'utente/paziente, il quale è sempre giustamente, perennemente incazzato perché gli hanno fatto credere che avrebbero risolto ogni suo problema. E invece non è così perché non trova di fronte a sé un Supermedico, in grado di fare magie, ma solo e soprattutto un uomo. Ecco, questo è il mio spaccato di Sanità. Pensa anche a me, anche a noi, Beppe. Pensaci.

Giuseppe Di Flumeri 17.06.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho visto purtroppo in ritardo, che hai creato le Primarie dei Cittadini. Io sono un giovane medico ospedaliero.Ma sono anche e prima di tutto un Cittadino! Ha letto con molta amarezza tutte le proposte per la Sanità ed anche tutti i commenti. Dico con amamrezza perché le proposte parlano solo dei cittadini utenti (come li chiamano oggi gli amministratori: politici, diretori generali, direttori sanitari, etc, etc). Nessuno ha fatto proposte o commenti riguardo agli operatori della Sanità, finalizzate a migliorare il loro quotidiano lavoro, a comprendere i quotidiani soprusi, a capire i quotidiani problemi. Nessuno ha intuito che siamo cittadini che prestano un servizio per altri cittadini. Non schiavi ai loro ordini. Si parla di togliere questo o quello a imedici, di imperdire che facciano questa o quella cosa. A quali medici ? A tutti ?. Si fa come al solito di ogni erba un fascio. La zizzania si sa esiste dappertutto, ma chissà perché in sanità ciò non è previsto. Se il paziente muore è quasi sempre errore medico ("cosa avete fatto a mio padre" mi sono sentito dire da un uomo il cui genitore, colpito da icuts e in progressivo peggioramento era gihto in osedale da poche ore. Qualcuno si è mai post il problema, Tu ti sei mai posto il problema di vedere come si lavora in un ospedale, con quali risorse con quali difficoltà. Non sai che oltre alle implicite difficoltà dovute al fatto "che non ci sono i soldi per..." (risposta tipica dei primari, direttori sanitari, direttori generali, politici, etc.), i medici oggi lottano anche contro le aspettative sbagliate del paziente/ utente, ad rte create da tatnta malapubblicità, malainformazione, malacutura pseudomedica (le reti televisive pullulano di programmi pseudoscientifici di tal fatta e chi ascolta non ha spesso la capacità di discernere ciò che è vero da ciò che è falso, soprattutto in relazione al proprio grado di istruzione e alla prorpia età. (prosegue)

Giuseppe Di Flumeri 17.06.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Questi erano in mille a non fare niente e si prendevano i soldi pagati da chi lavora!! Ci credo che poi non bastano.

FALSI BRACCIANTI AGRICOLI: FOGGIA, 46 DENUNCE PER TRUFFA

I militari della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Foggia hanno deferito all'Autorita' giudiziaria 46 persone, responsabili a vario titolo, di sofisticati sistemi fraudolenti ai danni dell'Inps, attraverso false assunzioni di braccianti agricoli. In particolare, le Fiamme Gialle a seguito di complesse indagini - caratterizzate da una dettagliata analisi economica e finanziaria - hanno individuato oltre mille falsi braccianti, i quali avrebbero indebitamente percepito indennita' di disoccupazione, maternita' e malattia per circa 28 milioni di euro, grazie alla compiacenza di decine di aziende agricole, alcune delle quali costituite "ad hoc", che simulavano le assunzioni senza versare pero' i relativi contributi, ammontanti a circa 12 milioni di euro. In taluni casi invece i finti operai agricoli venivano inseriti nel sistema informatico dell'Inps e portati in "carico" ad imprese ignare, che cosi' subivano un ingiusto onere contributivo, per assunzioni mai avvenute. I militari della Guardia di finanza hanno eseguito a carico dei denunciati alcuni sequestri di beni mobili ed immobili nonche' di depositi bancari per un ammontare ingente.

Alberto Villa 16.06.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Vietare che società quotate in borsa abbiamo una hoding o siano partecipate da società con sede sociale nei c.d. "paradisi fiscali.

Alex Buzzi 16.06.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

A mio parere manca un punto fondamentale : LA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE

Federico Micheli 15.06.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Perchè il nuovo governo non modifica le norme del codice civile sulla nomina del collegio sindacale, organo di controllo delle società di capitali (tutte quelle quotate in borsa), in modo che tali nomine siano effettuate da un'Entità esterna alla società da controllare e dalla stessa Entità pagati i compensi annui ai sindaci?
Così si finirebbe di avere che il controllato (società) influenza in controllore (sindaco).

Salvatore Brunetti 13.06.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Politica deve essere una Missione Sociale a difesa di tutti i Cittadini per le Pari Opportunità.Purtroppo in Italia è utopia,i grandi potentati non ti permettono di operare a difesa del popolo,il quale per loro deve vivere senza Democrazia.
Perfino i Partiti tutti hanno tolto a noi la possibilità di eleggere i Nostri Rappresentanti,ebbene noi Italiani veniamo valutati come emeriti poltroni che non hanno il coraggio di ribellarsi a questo sistema.
Hanno radoppiato i prezzi con la scusa dell'€uro,
stanno indebitando tutti perfino i vecchietti con la cessione del 5° stipendio e/o pensione.
Le case sono radoppiate di prezzo indebitando le nuove copie per 35 anni.
Se hai soldi sei curato,una visita medica è arrivata a costare perfino 300,00 € anche in nero,mentre i direttori generali ASL beccano 300mila € di stipendio annuo.
La luce,l'acqua,il gas viene gestito in monopolio garantito dallo Stato e noi soccombiamo e paghiamo due volte; la prima economicamente e la seconda con la Salute.
Non occorrono grandi progetti per riportare il tutto alla difesa dei cittadini,basta la volontà di decidere che essere politico è una Missione a tutela della Società.
Vivere in mezzo la gente,vivere il quotidiano,fa capire che l'Italia è malata e il medico che può guarirla,è l'Uomo che ha i Valori della Solidarietà,Equità e eguaglianza,le Pari Opportunità.
Da anni cerco di proporre uno sportello sociale per il cittadino ,da vari anni ho proposto progetti di trasparenza fiscale a tutto il mondo associativo e sportivo,da vari anni chiedo l'abbattimento del 50% degli stipendi ai Parlamentari,l'eliminazione degli incarichi ai politici sui cda pubblici,l'incompatibilità di più incarichi nelle P.A. e nelle Municipalizzate.
E' assurdo che società e/o Enti pubblici paghino la Quota Associativa alla Confindustria, si Parla di Milioni € che ricadono sui costi a noi cittadini.
Il Politico che vuole cambiare questo sistema risponda ,io Ci sono a disposizione gratuita
Gaetano Ferrieri.

Gaetano Ferrieri 13.06.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Penso che prima o poi ci vorrà uno come te Beppe o un tuo clone perchè in Italia c'è una necessità impellente che è quella di cancellare tutto tranne la costituzione e ripartire da zero copiando e migliorando da altri le cose buone. Con i cervelli che ci sono in Italia avere una classe politica del genere è un vero controsenso. Dobbiamo muoverci il prima possibile per salvare questo nostro stupendo paese. Non servono maggioranza e opposizione ma una classe politica che faccia del bene all'Italia. Sono stufo e arcistufo. Io ti assumerei subito serve qualcuno che ha i cogl.... e tu hai dimostrato di averli nonostante tu sia stato oscurato dalla tv sei il più seguito dei comici/consulenti economici.
Forza Beppe hai tutto il mio appoggio.
Viva l'Italia e la sua costituzione
A.Parmeggiani

Andrea Parmeggiani 11.06.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Una battaglia é già iniziata.
E' la priorità nel campo economico per il suo valore aggrecante e per il suo potenziale antideterrente.
Si chiama CLASS ACTION e per contarci abbiamo lanciato una petizione on line
http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html
in 1.650 già abbiamo aderito ma per dare all'iniziativa la visibilità nazionale adeguata abbiamo bisogno anche della tua collaborazione.

Tutte le informazioni sulla bacheca del costituendo comitato sul: forum.rai.it
http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=98232&f=141&hl=


Primo contatto con il sito, mi permetto un paio di consigli.
E' un gran casino. Tanta energia sprecata, troppi temi, troppi proclami. Se Beppe può essere il nuovo UomoQualunque che ci ridà un po' di dignità dobbiamo forse imparare a canalizzare meglio le nostre forze.
Beppe, fai una scelta, tira fuori due o tre temi, non importa quali ma fanne una battaglia concreta e ti seguiremo e allora più che portatori di un messaggio saremo portatori di un metodo "nuovo" di democrazia.

Andrea Veltri 09.06.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,
fanno schifo pure questi.
in germania dopo le smentite con la presunta intervista steregrafata del prodino,siamo stati noi tacciati d'essere i soliti italiani.
infatti il direttore di uno dei tanti giornali seri della potenza germanica,tra le altree cose italiano,ha dovuto smentire la smentita di prodino.lui quando scrive un articolo fa una registrazione dell'incontro,perchè lui ha una serietà da rispettare altrimenti niente clienti.ebbene ha detto ha chiare lettere che smentisce prodi perchè ha una registrazione.e allora mi spieghi perchè in Italia nessuno dice nulla?cos'è?siamo peggio di prima

Giuseppe Ragusa 09.06.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, dato che si sta avvicinando il referendum, perchè non ne parliamo, dato che potrebbe costituire una netta riduzione dei costi dello stato!?!
invece nelle primarie non hai parlato della stupidità della legge sulla privacy(che ha costi rilevanti per le aziende) e di abolire le lobby (vedi farmacisti, notai,...).
confido in una risposta

Pietro Penza 09.06.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

tanto per cominciare il calcio andrebbe vietato per legge visto che porta le persone alla demenza !!!!!del nuovo governo cosa dire........speriamo bene.

biagiotti daniele 09.06.06 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Fra le iniziative che il nuovo governo Prodi dovrebbe, o meglio ancora deve prendere nei suoi primi giorni di vita c'è l'abolizione di molti privilegi di cui godono i nostri politici, a tutti i livelli, dalle amministrazioni locali al Parlamento nazionale.

Innanzitutto perché una volta eletti, professionisti come avvocati, medici, commercialisti e così via possono continuare ad esercitare la loro professione? Sinché dura il mandato si dedichino completamente solo a servire i loro elettori.

Perché gli ex presidenti di Camera, Senato, Consiglio,Corte Costituzionale mantengono uffici, auto blu, segretari una volta che non svolgono più quell'attività? L'ex premier Berlusconi ha una guardia di circa 30 persone che lo proteggono nei suoi spoostamenti, tutte a carico dello Stato. Non è un'esagerazione? Prodi è andato a Perugia con 5 auto di scorta, e s'è ridotto la vigilanza da 50 a 30 persone! Non è esagerato tutto questo? Quanti soldi si potrebbero risparmiare con interventi mirati,eliminando molti status simbol, non ultimo il diritto alla pensione dopo pochi anni di mandato quando si discute se i normali cittadini debbano andare in pensione dopo 35, 40 anni di contributi?

Con l'economia allo sbando questa è l'occasione buona per mettere da parte ogni interesse di partito, di casta, e finalmente decidere nell'interesse della Comunità. Senza di questo penso che sarà difficile per i cittadini capire i nuovi sacrifici che Padoa-Schioppa e Prodi chiederanno.

Abbiamo dunque una possibilità per cambiare, non sprechiamola, facciamo sentire la nostra voce il più possibile. E questo ovviamente anche per il calcio, l'informazione e per tutti quei settori che manifestano gravi scompensi.

Nino Puliatti 08.06.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

agli italiani non bisogna toccare il calcio, le donne e le ferie... per il resto siamo una massa di pecoroni indecenti.. speriamo di porre fine a questa tristezza infinita. Beppe e amici di Beppe, coraggio... dobbiamo aver coraggio.
P.S. la legge biagi deve essere abolita. va te se la mia azienda mi deve aver sfruttato per un anno e mezzo adesso mi lascia a casa 20gg per poi riassumermi per un altro anno.. e la cosa strana è che non è strano per nessuno.. addirittura dicono che ho culo che per un anno ancora ho la certezza del lavoro.... il mondo va proprio a rotoli...

Daniele Coppa 08.06.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Tassazione del patrimonio e/o dei profitti delle aziende che sono possedute da altre aziende (scatole cinesi).

Se una azienda (chiamata A) è posseduta da un'altra (detta B) che a sua volta è posseduta da un'altra ancora (detta C), allora la tassazione (dell'azienda A) è ancora più severa. In questo modo si penalizzerebbero (e non proibirebbero) le lunghe catene di scatole cinesi.

Se un'azienda (ad esempio la C) della catena (che parte da A come nell'esempio precedente) ha sede fuori dall'Italia, allora è tenuta a fornire l'elenco di tutte le aziende che la precedono nella catena (dette D, E...) in modo da definire la tassazione dell'azienda di partenza (detta A). Se questa informazione non è fornita (tipicamente questo succede per le aziende che hanno sede nei paradisi fiscali) allora la tassazione è ancora più elevata.

Questo meccanismo permetterebbe un cambiamento graduale del sistema economico e della sua struttura: nei primi anni la tassazione dovrebbe essere bassa, e via via sempre più alta pre costringere il sistema a dirigersi in una direzione virtuosa.

Patrick Zanon 02.06.06 02:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora

Per brevettare qualcosa in Italia occorre:
1. pagarsi un consulente perchè nessuno ti sa spiegare come si fa
2. pagare il brevetto

Non si può liberalizzare e semplificare???
Non sarebbe un passo piccolo piccolo contro la concorrenza cinese????

silvana paganelli 29.05.06 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Una proprosta piccola piccola.
Non si può cambiare la legge sul diritto di autore?????
Si mantenga al limite il diritto di autore solo per 5 anni per le nuove opere, ma ha senso che si paghino ancora di diritti per le canzoni degli anni 60???? E che chi scarica una canzone gratuitamente da intenet commetta un reato???
Grazie

silvana paganelli 29.05.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

ECONOMIA :
Una cosa molto difficile x l'italia, far girare l'economia in qst paese è unpò come far girare un cubo, gira unpò e poi si ferma. Questa è una terra che ha poco da vendere, non ha centrali nucleari, non ha pozzi di petrolio, risorse di gas, risorse di carbone, ha molta verdura e frutta ma ne importa moltissima dall'estero, tonnellate di arance italiane vengono lasciate a marcire. Abbiamo molti extracomunitari, molti di loro aprono attività in proprio, ( nn sono razzista ) ma preferirei prima risolvere problemi di lavoro a cittadini d'italia. Comunque, al dilà dei gusti personali politici-destra o sinistra, la vita non sta ne a dx ne a sx, i problemi si risolvono senza dx e sx. Ha poco l'italia da importare, x ciò il denaro è quello che è, l'economia non potrà mai girare, nemmeno se un politico dice : (cerchiamo di essere protagonisti nel mondo), che sia un governo di sx o dx il problema economico non si risolverà mai. C'è anche questa cosa, anche se molti non capiranno mai, finchè in italia ci saranno così tanti santoni e così tanti politici dubito che questa terra diventi azzurra, Dante diceva che la chiesa debba fare il suo e la politica altrettanto , ed è ancora una cosa attuale, sempre. Tranquilli ragazzi, chiesa e politica sono culo e camicia. Mi fanno ridere questi santoni, quando mettono in risalto la parola di Dio, e nel medesimo atto decidono ( assieme ai politici ) cosa debba esserci o no in italia, qual'è il giusto o no, essere gay vuol dire essere un grande peccatore, ( invece allargare sempre + interessi di moneta principalmente per loro, è normale ), non lo si dice ma è normale. Finchè ci saranno sempre conflitti politici, finchè un politico litigherà con un altro, finchè la chiesa collaborerà con la politica, finchè non si darà importanza alla natura, finchè i politici diranno sempre tante belle poesie, l'italia rimarrà sempre a secco, e questo paese non è libero come si dice, bensì il contrario, è un paese corrotto in tutti i suoi aspetti

pierfranco pagnoncelli 22.05.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo con forza che il nuovo governo si attivi velocemente per l'approvazione di una legge sulla CLASS ACTION, esattamente come è applicata negli Stati Uniti. E' il solo modo per tagliare le unghie ai famelici furbacchioni del quartierino che stanno truffando a man bassa milioni di risparmiatori ( MyWay/For YOU prodotto di punta dell'"ingenieria finanziaria" del Monte Paschi, Parmalat e Cirio di tutte le banche, ect ect ect è una lunghissima lista) . Sta per decollare la previdenza integrativa. Sono in gioco miliardi di euro. Il governo non puo' lasciare i soldi dei lavoratori in mano a gestori molto furbi, ma per nulla onesti. Chiedo molto? Chiedo solo la normalita' delle cose per un'ITALIA NORMALE. Null'altro.
grazie
Giacomo

giacomo tortora 22.05.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO SPRECO NO PARTY : ELIMINIAMO LE PROVINCIE
cari Beppe e amici
sono un piccolo consigliere comunale di un piccolo comune, ma non abbastanza piccolo da non accorgermi di come sia diventato quasi impossibile svolgere volontariato (non ricevendo nessun emolumento a differenza dei molti, troppi dipendenti eletti che ricevono molto più del loro impegno) politico a causa del sistema autogiustificante e auto alimentante che tende ad espellere i NO-yes-men e che rende problematico svolgere coerentemente la propria funzione andando contro gli interessi ecomomici che controllano qualunque organo politico a qualunque livello. proporrei di dare una scossa reale al sistema togliendo una grossa fetta della torta che viene spartita senza arrecare danni ai cittadini: ELIMINIAMO LE PROVINCIE come ente locale che non servono praticamente a niente ma dove i soliti ignoti piazzano CENTINAIA DI MIGLIAIA di loro soldatini facendoli stipendiare da tutti noi ma che servono solo a lor signori per poter controllare meglio ogni ganglo vitale.
se a tuo parere la mia idea può avere senso logico, mi impegno a scavare nei dati di bilancio per evidenziare l'unità di grandezza del fenomeno.

Marco

marco cardia 18.05.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Beppe,
desidero apporre, se possibile, il mio contributo.
tutti i punti delle tue primarie sono sacrosanti, al punto che in paesi più civili alcuni sono addirittura reati.
mi riferisco sia agli incroci azionari che all’acquisto prevalente a debito.

Io personalmente ritengo che la prima urgenza, in Italia, sia introdurre strumenti concreti a difesa dei cittadini, in particolare mi riferisco alla CLASS ACTION.

E' un fatto che il mercato liberalizzato esponga tutti i piccoli allo strapotere dei grandi, nel mio caso le truffe delle banche, ma ci sono le truffe dei call center, delle compagni etelefoniche, del gas, della luce, troppe vergogne.

In Italia per fare causa bisogna permettersi di poter perdere, perche, miracolosamente, le sentenze dicono tutto e il contrario di tutto.

il singolo cittadino non può permettersi di perdere una causa, sono botte da almeno 5.000Euro, e già non arriviamo a fine mese, la verità nella nostra nazione è che la giustizia è un bene di lusso che magari a breve tassano pure!

Come detto, urge sbloccare questa legge, ferma al senato da troppo tempo!

consiglio tutti di visitare questo sito, dove c'è una petizione in merito:
http://www.petitiononline.com/cait2006/

Cordialità e compliemnti per il tuo operato
Marco

Marco Alleva 16.05.06 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, con la presente vorrei condividere con Te alcune riflessioni che ultimamente mi sono ritrovato a fare sul mondo del lavoro. La mia giornata lavorativa è composta mediamente da 8 ore di lavoro e 2 ore per gli spostamenti. Il mio lavoro, come quello di tutti gli informatici, consiste nel interagire con un elaboratore, che nella migliore delle ipotesi si trova qualche piano più in basso, nel mio caso si trova a Torino (io a Roma). Lo scambio di informazioni con i miei colleghi avviene via posta elettronica, anche se il mio collega si trova ad un metro e mezzo da me. Mi capita sempre più di frequente di partecipare a riunioni in viva voce con i colleghi di altre sedi. Quando la sera sono in macchina, in fila, sul grande raccordo anulare, non posso fare a meno di pensare che tutto quello che ho fatto durante il giorno avrei potuto farlo tranquillamente da casa. E più ci penso e più non riesco a trovare svantaggi ne per me ne per il mio datore di lavoro. Innanzi tutto guadagnerei 2 ore di vita al giorno. Risparmierei sul carburante, sulla manutenzione auto, sui vestiti e sulla salute. Il mio datore di lavoro risparmierebbe poiché non dovrebbe più fornirmi una scrivania, una sedia, una cassettiera ed un armadio. Non dovrebbe tenermi pulita la postazione di lavoro, il pavimento e le scale. Non dovrebbe fornirmi l’acqua corrente, il sapone e gli asciugamani. Se il mio datore di lavoro mi chiede di realizzare un’applicazione entro 3 mesi, non ha nessuna importanza che io lavori di giorno o di notte. I computer non hanno bisogno di dormire, i miei figli si. Potrei scegliere di stare con la mia famiglia nelle ore in cui loro vogliono stare con me, e lavorare quando loro dormono. Vorrei che questo governo guardasse al mondo del lavoro con occhi nuovi, incentivando il telelavoro. Aumenterebbe la qualità della vita. Ne gioverebbe l’ambiente, il traffico, i trasporti e le tasche delle famiglie. Con stima. Enrico

Enrico Mattioli 15.05.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cinque per mille: solo squallido marketing elettorale
(di Gianni Selleri*)
Sperimentazione utile a sostenere il volontariato e la ricerca oppure semplice "marketing" elettorale, quello introdotto dalla Finanziaria 2006, con il provvedimento sul 5 per mille dell'IRPEF? Secondo Gianni Selleri, la risposta è la seconda

Come un gregge di "pecore senza pastore" circa 100.000 organizzazioni e associazioni stanno rincorrendo il miraggio del 5 per mille dell’IRPEF, che potrà essere destinato alla solidarietà e alla ricerca.
Il primo adempimento richiesto per partecipare al riparto è l’iscrizione - entro poche ore da quando scriviamo - all’apposito elenco che sarà costituito presso l’Agenzia delle Entrate; l’invio della domanda d'iscrizione dev'essere effettuato da un intermediario abilitato al Fisco telematico. Da segnalare poi l'ulteriore presenza di scadenze e complicazioni.

Sono previsti quattro settori di attività, molti dei quali sovrapponibili:
a) volontariato, ONLUS, associazioni di promozione sociale ecc.
b) finanziamento degli enti di ricerca scientifica e delle università (che saranno indicati dal Ministero dell’Istruzione);
c) finanziamento della ricerca sanitaria (su indicazione del Ministero della Salute);
d) attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente.

Il contribuente potrà quindi esprimere la propria scelta firmando all’interno del riquadro riferito a uno dei quattro settori di attività e - se vorrà destinare il contributo ad uno specifico ente o associazione - indicare il codice fiscale del destinatario.
Quando poi il contribuente (come succederà quasi sempre) si limiterà a firmare l’intenzione generica (volontariato, ricerca scientifica, ricerca sanitaria, attività sociali del Comune di residenza), senza indicare il preciso destinatario, la ripartizione seguirà un criterio proporzionale commisurato al numero delle destinazioni espresse mediante il codice fiscale.

Giorgia Meneghel 09.05.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com/

6 anni ed ancora i miei denari non me li hanno restituiti

questo capita nelle banche italiane, questo possono permettersi i grossi gruppi bancari

€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com/

6 anni ed ancora i miei denari non me li hanno restituiti

questo capita nelle banche italiane, questo possono permettersi i grossi gruppi bancari

€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€€

guido eugenio 05.05.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE PRODINO che ci fai tornare a montecitorio,
manco lo splippino ci fai metter per il bagnino.
GRAZIE PRODINO che in 1 mese nn hai fatto un governino,ma solo un gran casino.
GRAZIE PRODINO che nn ci fai spender soldi in campagna elettorale,basta la tua parola per far capire che votare Berlusca è meglio.
GRAZIE PRODINO che nn vuoi abitare a Roma,ma stai tranquillo nella tua Mortadella,
coccolato dall tua bella ciao.
GRAZIE PRODINO 1 100 1000 unione se disgiunte come siete.
GRAZIE PRODINO perchè hai dimostrato che c'avevamo ragione,siete un gran Casino.
GRAZIE PRODINO,che fate tutto da soli per mettervela in ter culo....
GRAZIE PRODINO di esistere avessimo tutta la sinistra come voi sareste da WWF.
GRAZIE PRODINO MO' d'alema ti fa gustare i sorci verdi.

Giuseppe Ragusa 03.05.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei fare una piccola riflessione sulla formazione, scolastica e professionale. secondo me è anche necessario pensare ad un tipo di l'apprendimento basato sullo sviluppo del senso di responsabilità, e cioè su un programma di sviluppo che permetta l'assimilazione del concetto e la successiva applicazione e trasmissione ad altri. come facevano i nostri avi, che imparavano in fretta a gestire i fratellini e ne diventavano in parte responsabili. tale esempio è esportabile in tutti gli ambiti dell'apprendimento, con i dovuti adattamenti. con l'obiettivo di sviluppare, oltre le competenze, senso di partecipazione e responsabilità. un saluto a tutti

marco bozzi 02.05.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo in generale sulle varie proposte. Ma per la legge Biagi occorrebbe fare una riflessione più ampia, ovvero il mercato del lavoro va regolamentato tenendo conto che esiste la mondializzazione delle merci. Quindi una regola applicata in un solo mercato indebolisce solo tale mercato. Ma quale scopo vogliamo dare al lavoro?
e quale scopo alle persone?
Nella "mia" costituzione la repubblica non deve essere fondata sul lavoro, ma sulla persona e sulla reciprocità. Io vorrei vivere in un paese in cui le persone sono rispettate e che a loro volta si comportano con reciprocità verso gli altri individui. Tornando a Biagi e al lavoro, la flessibilità cura un male che è insostenibilità dei costi del lavoro in un paese che non ha le stesse leggi di altri, ma che consuma il lavoro meno caro e meno tutelato di altri paesi. NON ho le idee chiare ma si può proporre che per ogni prodotto sul mercato italiano ci debba essere una carta d’identita (anche x il terziario) con requisiti definiti per il rispetto dell' ambiente e per i lavoratori. Importante si devono coinvolgere anche i terzisti. Se alcune caratteristiche mancano va corrisposta in denaro una cifra che per reciprocità sana lo scompenso che la società subisce.
E’ uno spunto per tutti. Merci.

mauro rossi 01.05.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

La cultura e l' informazione rendono la persone libere di essere persone.
La democrazia è lo srtumento che le persone libere adottano per governarsi.
Per governarsi liberamente occorre essere liberi da vincoli di classe sociale, sesso, religione, appartenenza a minoranze etniche o politiche.
In Italia negli ultimi anni l' informazione che è alla base della cultura e della libertà è venuta a mancare soffocata dalle continue esternazioni, dal vago sapore di televendita, di chi non ha nè cultura di sorta ne apparteneza a gruppi o schieramenti.Soffocata da leggi prodotte ad uso e consumo di chi le fa.
Soffocata da chi è reo ma non confesso.
Soffocata da chi si burlato della dignità altrui e della debolezza di molti.
Oggi abbiamo tutti un obbligo nei confronti di ancora non è nato in questo paese, dobbiamo ridare ossigeno all' informazione, facciamola respirare, facciomola riemergere e non vergognamoci mai più di ciò che siamo o siamo stati.Saremo un grande paese composto da grandi persone. Grazie per questo spazio.

antonio marinu 30.04.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Cento miliardi di € di evasione fiscale.Un paese con tassazione iniqua non è un paese civile. E non v'è dubbio che noi ci siamo dentro in pieno...C'è un solo modo per risolvere il problema, a mio avviso, vediamo se riesco a spiegarmi.
Supponiamo che ciascuno di noi abbia un tesserino tipo bancomat con relativo codice fiscale e che ogni volta che fa un acquisto strisci il tesserino nella macchinetta ( importo in uscita ) e che ogni volta che incassa , stipendio o pensione che sia, o guadagni in borsa, vincite al lotto ecc.ecc., strisci il tesserino ( importi in entrata ). Le tasse si pagano sulla differenza tra entrate e uscite.
Faccio un esempio per essere piu' chiaro: guadagni 50000€ e ne spendi 40000. Paghi le tasse su 10000 €.
Guadagni 50000€ e ne spendi 50000. Non paghi tasse.
In questo modo:
- si avrebbe una buona ragione per fatturare tutto e perciò non si avrebbe più evasione di iva e ire, o irpef che dir si voglia
-si potrebbero effettivamente abbassare le aliquote fiscali perchè emergerebbe una enormità di iva e ire
- essendo incentivati a spendere si darebbe una brusca accelerata alla produzione
-anche i redditi fissi si potrebbero scaricare tutte le spese ( benzina , affitto, dentista,ecc.ecc. )
Io l'ho fatta molto semplice, probabilmente ci vorrebbe qualche accorgimento tecnico, ma questo è lavoro per gli economisti, però non mi sembra neanche una cosa impossibile. Forse...basta volerlo.Saluti a tutti/e i bloggers.

alessandro diana 29.04.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Ottime proposte avantate dal Beppe nazionale!
L'Italia riparte!

Bertinotti e Marini sono i primi 2 obiettivi raggiunti.
Alla faccia di Schifani e Castelli che fanno i bambini al Senato. Vergogna!

www.mariacampese.com

Antonella Scalfari 29.04.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

quando parli del debito pubblico dell'italia ti sei dimenticato di parlare del signoraggio. e' forse tabu'?

fabrizio bertuzzi 26.04.06 05:59| 
 |
Rispondi al commento

Introduzione nella dichiarazione dei redditi di un quadro nel quale il contribuente possa indicare quali sono i capitoli di spesa pubblica per cui dovranno essere usati i PROPRI soldi delle imposte. Ad esempio si potrebbero indicare 10 capitoli in ordine di priorità, cioè ad esempio: 1. sanità; 2. educazione; 3. giustizia; 4. ricerca; 5. polizia; 6. esercito; 7. pensioni; etc...
A livello nazionale questo dovrebbe portare ad una lista di capitoli di spesa con relativa priorità che dovrà essere pubblicata con la finanziaria. Il governo non è obbligato a seguire queste indicazioni, tuttavia, nella finanziaria esso è tenuto ad indicare dove e perchè abbia deciso di disattendere le indicazioni dei contribuenti.
Naturalmente è necessario che anche il governo nella finanziaria debba riassumere con gli stessi capitoli le varie voci di spesa, senza che questo possa aggirarle con trucchetti come ad esempio "il finanziamento ai giornali" fatto passare sotto "finanziamento ai movimenti politici" (vedi www.report.rai.it, finanziamento quotidiano).
Cosa ne pensate?

Patrick Zanon 26.04.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TREVISO-Caro Prodi.Ti abbiamo messo li.GRAZIE a GRILLO.Ora 100 giorni per la CLASS ACTION poi il resto.Fatti perdonare qualche sbaglietto che hai fatto in passato.IL giorno del voto abbiamo fatto finta di non vederli.A MAGGIO PROVINCIALI A TREVISO .TI FAREMMO CAPIRE SE STAI MANTENENDO LA PROMESSA CLASS ACTION.----SPERIAMO CHE CI SIA LA VOGLIA DI TANTI GRILLI PER FARE UNA LISTA DI GRILLI TREVIGIANI.WWW.CONTOLETRUFFE.COM

cogo andrea 21.04.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/127.