Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Telecolpodistato


Eiar.jpg

Pubblico questa lettera di Norberto Lenzi, giudice di Bologna, in un momento molto critico per la democrazia nel nostro Paese.

“ Può sembrare ingenuo e perdente fare del moralismo quando ci si confronta nel campo della politica, che è il regno del pragmatismo. Ma voglio lanciare ugualmente una sfida ai pragmatici chiedendo di verificare che cosa hanno ottenuto rispetto a quello che si sarebbe potuto ottenere con il semplice, rigoroso rispetto delle regole, che è soltanto uno dei tanti aspetti dell’etica.
Un Presidente del Consiglio amante dei paradossi ha chiesto una verifica della legalità delle elezioni. Una cosa che tutti hanno diritto di fare, tranne lui.
Perché sappiamo tutti che Berlusconi non può essere eletto. Lo dice una legge dello Stato (n. 361 del 1957) che prevede la ineleggibilità in Parlamento dei titolari di concessioni pubbliche di rilevante interesse economico. Sappiamo anche che quasi nessuno ha mosso un dito per impedirlo, anzi non se ne parla proprio più.
Eppure fino a qualche tempo fa l’argomento ogni tanto veniva ancora trattato: D’Alema, il 15.9.2000 alla Festa dell’Unità di Bologna aveva dichiarato che “Berlusconi, concessionario dello Stato, era ed è ineleggibile per incompatibilità; la decisione della Giunta per le elezioni è stata una finzione”.
Governava ancora il centrosinistra e il cuore dei legalitari si era aperto alla speranza. Ma quando, qualche mese più tardi, gli è stato chiesto perché non si era risolta la questione, ha incredibilmente risposto “abbiamo rispettato il voto di tanti milioni di italiani”.
Ho detto una volta che quando la Giunta per le elezioni ha interpretato quella legge sostenendo che concessionario delle TV era Confalonieri e non Berlusconi, in un attimo la Patria del diritto si è trasformata nell’Ospizio della idiozia. Quando D’Alema dice che Berlusconi è legittimato dal voto degli italiani deve essere reso consapevole che sta assicurando il profitto della vincita ad un baro.
Se un centometrista- come dice Moretti- parte 20 metri avanti agli altri viene squalificato anche se vince e lo stesso avviene se un atleta viene trovato positivo all’antidoping.
Soltanto nel nostro Paese è stato consentito al titolare del conflitto di interessi di dire di avere fatto lui una legge per risolverlo. Perfino in Thailandia, dove aveva vinto il clone di Berlusconi, la gente è andata in piazza e lo ha costretto a dimettersi.

Ci sono leggi in tutto il mondo che stabiliscono un limite al possesso delle televisioni, ma (dice Giuliano Ferrara) non sempre esistono leggi che stabiliscono che chi possiede una TV non può assumere cariche politiche. Non ci sono perché non servono, perché bastano il buon senso e le regole della democrazia.
E noi dobbiamo ascoltare costui, che possiede tre Tv e fa abusivamente politica da 12 anni usandole come un randello sugli oppositori, quando evoca lo spettro di leggi punitive e di inammissibili vendette? E dobbiamo davvero discutere tra noi se potrebbe essere sufficiente togliergliene una, magari sentendoci anche un po’ in colpa?
Ma con quale spudoratezza si può parlare di punizione quando viene semplicemente e finalmente ripristinata la legalità? Su quello che è successo finora avrei una domanda per i pragmatici: vi siete trovati bene in questi anni in Italia? Cosa avete pensato quando i giornalisti liberi sono stati scacciati dalla TV e Mentana ha detto che si sarebbe incatenato se mandavano via Santoro? Avete sentito rumore di catene mentre intervistava il suo datore di lavoro in campagna elettorale?
E quando quel liberale di Berlusconi si arricchiva con le sue rendite monopolistiche sulla pubblicità, mentre il resto del Paese si impoveriva, non vi siete ricordati di quando un altro liberale (Adam Smith) bollava come infamia i privilegi concessi dalla monarchia inglese alla Compagnia delle Indie per condurre affari anche illeciti restando impunita?
Vi è piaciuto il crescendo di insulti ai giudici, in mezzo al crepitare delle leggi ad personam, culminato negli ultimi epiteti di “indegni” ed “infami”?
Se, come spero, non vi è piaciuto, se ritenete che in fin dei conti quella piccola parte dell’etica che è la legalità può in qualche modo rimediare a questo scempio, lasciate perdere le offerte di collaborazione, mozzate le mani tese che vi avrebbero strangolato se avessero vinto.
Cercate di essere sempre più credibili e magari smettete anche voi di candidare nelle liste elettorali persone con condanne definitive: non è accettabile che chi non potrebbe accedere ad un posto di bidello possa rappresentarci in Parlamento.
E da quando la miglior difesa è la difesa?
La scaletta che propongo sul conflitto di interessi è:
1) Berlusconi non può essere eletto in Parlamento in base alla legge vigente.
Se qualcuno sostenesse (ma vorrei sapere con quali argomenti) che questo è esagerato o, diciamo, non pragmatico, sono disposto a passare al punto
2) La nuova, vera, legge sul conflitto di interessi deve stabilire che nessuno può avere più di una Tv, e al punto
3) Chi ha anche una sola quota in una concessione Tv non può essere eletto in Parlamento.
Tenete conto che i punti 2) e 3) facevano parte del programma dell’Ulivo nel 1996. Coerenza vuole che oggi si rimedi alle incoerenze altrui.

P.S. Ho letto questo intervento in una assemblea davanti ad alcuni parlamentari del centrosinistra. Mi sembrava di essere quel topo che propose di attaccare un campanello alla coda del gatto: molti consensi e pochi proseliti. Perché – mi si è detto - il tema della serata era la costituzione del partito democratico...”.

Norberto Lenzi

17 Apr 2006, 22:13 | Scrivi | Commenti (2216) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Fra una settimana Belusconi sara' al governo, con buona pace di te Grillo e di tutti i compagni che ti stanno intorno.Per cui perche' sprecare tutto questo fiato ?

Filippo Nicolosi 07.04.08 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Non sono di sinistra (non mi piace lo Statalismo)nè di destra (quella Berlusconiana). Non sono di centro (nè carne, nè pesce). Come mi schiero? Penso:Sarebbe bello far votare solo chi ha un quoziente d'intelligenza di un certo valore. Il partito? se vi piace lo si chiamerebbe: "La minoranza pensante". E' utopia! D'accordo. Allora facciamo i seri. Se i c... votano, eleggono Berlusconi ed eleggono Prodi L'uno vive per i suoi interessi, l'altro s'accanisce contro chi dovrebbe tutelare. Cosa si fa? Costruiamo uno Stato di polizia? I politici si ribellano non vogliono intercettazioni: Scheletri negli armadi? Se controllano il mio telefonino al massimo trovano una telefonata con l'amante. Vogliamo provare a dare consigli (siamo capaci di farlo?). Non posizioniamoci perchè possessori di tessera, non portiamo l'intelletto all'ammasso. I bombardamenti in Bosnia con i nostri tornado, legge Amato sulle pensioni (Governo di sinistra) non sono certo migliori di pari iniziative del Governo di destra? A proposito non s'era propagandato (Prodi: novello Robin Hood) avrebbe tolto ai ricchi per dare ai poveri... Compilo buste paghe d'operai e credetemi i modestissimi importi sono stati ancora tagliati. Chi guadagna € 1.000,00 con € 20,00 di ulteriori balzelli (da Regioni, Comuni) è diverso da chi ne guadagna 10.000,00 e ne paga € 500,00. Non vi pare che l'ideatore di tale scempio, oltre alla svendita lira/Euro debba un poco vergognarsi? Avere una tessera schierata significa far autorizzare nuovi vergognosi accordi a toccare le già misere pensioni? Mai però affrontare scandali di chi percepisce pensioni e stipendi annui medi da 250.000,00 a salire. I c... votano e mandano al potere il Governo che si meritano, qualcuno diceva. Il buonista recita: "Nessuno tocchi Caino". Qualche mano da mozzare sarà concesso, ladri nobili (Cirio, Parmalat, ecc.) nei miei sogni li vedo monchi. A proposito devo svegliarmi, stavo sognando realmente. Che dite vogliamo costringere gli altri ad essere seri?

Antonio Bove 08.02.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

chi campa de invidia more de rabbia
meditate gente meditae
mentre voi pensate silvio seguita a guadagnare
il vostro difetto e kè teorizzate troppo tutto
Pensiero e Azione

cristiano gardini 22.10.06 05:00| 
 |
Rispondi al commento

credito al consumo e cioe'


D E B I T I"""""""

eW W I W A CAPIRE CHE SONO I GIORNALISTI A NON DARE NOTIZIE VERE CI VUOLE MOLTO? DOVE C'E' FINANZA IL GIORNALISTA TACE!!! NON TI INFORMA!:

RAI MEDIASET LA 7 I NOTIZIARI SONO UGUALI E IN SCALETTA IDENTICA POSSIBILE CHE UNO NON ABBIA UNA NOTIZIA DIVERSa dagli altri si parlano tutti prima come moggi con gli ; insomma le giacchette ex nere!!!

alberto milan 23.05.06 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Più che altro sarebbe molto più utile se si facesse qualcosa di utile per tutti i cittadini, sia lavoratori che non, piuttosto che sempre e solo per i politici.
Questi dovrebbero smetterla di comportasi come dei bambini per avere una fetta della torta Italia tramite ministri (come si è appena visto con i Radicali e con la lista di Pietro) o per qualche legge a favore.
Noi cittadini dovremmo farci valere di più e far valere i nostri diritti con queste persone, visto che siano noi che li eleggiamo e che li paghiamo fior fior di quattrini. Inoltre, i nostri cari politici dovrebbero capire che le persone contano qualcosa e non sono solamente dei numeri creati solo per prendere i voti alle elezioni (e per lavorare quasi come nei lagher nazisti perchè la paga non basta più a nessuno) e poi fregarsene altamente.
è anche ora che si riescano a capire quali sono le notizie veramente importanti per la gente. Cosa può interessare a me di Costantino o del Grande Fratello, della Fattoria o di tutte quelle bubbole? Ce le mettono solo per non parlare dei veri problemi del paese. Mi chiedo come mai dicono che ad ogni ponte ci sono milioni di italiani che vanno in ferie... quando tanta gente non ha i soldi per farlo??? O ci sono milioni di ricchi, cioè buona parte della popolazione (che è molto difficile) o ci prendono in giro...

Fabio Zanatta 21.05.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Quanti politici stavano vivendo di stenti? poverini! adesso la nostra sinistra operaia li accontenta tutti, su' non disperate un giorno sara' la volta di chi lavora adesso lasciamo che siano loro a non morire di fame!!!!

alberto milan 19.05.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Voglio farvi una domanda: secondo voi quante probabilità c'erano che la polizia di Londra decidesse nel 2005 di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui poi gli attacchi sono realmente avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora? La risposta è semplice: le stesse probabilità che c'erano, nel 2001, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a palazzi e grattacieli, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti...
Non ci credete?
E' tutto documentato sul mio sito, su www.xander.it/verità11settembre.htm e su http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=3048


Leggevo la settimana scorsa la segnalazione di un utente d cui non ricordo il nome che iniziava come sotto riportato.

"Dal Blog di Beppe Grillo parte una iniziativa. Provare non costa nulla....... COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO!!!!!! Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici. Benzina a metà Prezzo......."

ATTENZIONE è una bufala....

è meglio sempre controllare prima di forwardare, trattasi di BUFALOVIRUS!

http://www.attivissimo.net/antibufala/caro_benzina_idea_francese/caro_benzina_idea_francese.htm

http://www.attivissimo.net/antibufala/caro_benzina/caro_benzina.htm

Ciao

Alfonso Cice 10.05.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento

credevo ed invece era un calesse, dipinto di rosso, ma rosso non era!!! poesia di rodari, i politici mirano al potere, i giornalisti a vendere, i proff. al colpo di stato,gli statali al posto sicuro e al lavoro nero,gli operai a fine mese,gli studenti ad imparare le stronzate che gli insegnano senza neanche chiedere perche'!!ma la juve vince sempre, : non vi sembra strano ,fiat a gonfie vele ,entrate guardioa di finanza + 80% , emilia piena di coop ,grandi questi G I O R N A L A I ; compreso BEPPE e IL SUO SSS TTTT AAAA FFFF!!!!

alberto milan 06.05.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non facciamo come si è fatto con Fazio? comperiamo la pagina di un quotidiano dove tutti noi chiediamo che venga rispettata la legge che impedisce a chi ha concessioni dallo stato di essere eletto? dai forza Beppe facciamola sta raccolta fondi diamoci voce!!!

Marco Pagano 04.05.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile fare qualcosa affinchè una legge dello stato venga rispettata? facciamo qualcosa insieme, paghiamo un avvocato tutti noi baipassiamo i partiti, e facciamo in modo che la legge sul conflitto d'interesse venga rispettata. Beppe cosa possiamo fare?

Marco Paolini 04.05.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,a proposito della lettera del giudice Lenzi,che condivido nella sostanza,vorrei se possibile un chiarimento:poichè Berlusconi oggi non è presente nel consiglio d'amministrazione di fininvest,resta valida l'ipotesi di ineleggibilità espressa nella lettera? Ovvero:è sufficiente per la legge passare la propria società ad un parente? grazie comunque per il servizio che ci rendi attraverso questo blog,con affetto Luca

luca finamore 02.05.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Per cortesia mi rispondi a questa domanda?

A mio avviso in Italia come sempre si fanno due pesi e due misure!
Perchè si sono fatti i funerali di stato per i tre carabinieri uccisi in Iraq ed invece per quel carabiniere travolto eed ucciso da un auto vicino Verona, non si è fatto lo stesso trattamento?
Ciao e grazie (SEI UN GRANDE !)

pietro cotellessa 02.05.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento

La Moratti candidata sindaco a Milano fa tutti i giorni parlare di sè con pubblicità gratuita, evidentemente ha lo stesso press agent di una certa Persona...Ma dov'era gli scorsi 25 aprile? In piazza a manifestare o presa dai suoi incarichi istituzionali? Dovevano essere pesanti visto che non considerava lo stesso popolo cui ora si vuole associare. Ha sempre rifutato il dialogo, ce lo siamo dimenticato? Lei è padrona di fare la manifestazioni che vuole visto che siamo per la democrazia.Ma ci permetta di ricordare i suoi comportamenti antidemocratici e non portati al dialogo. Poveri milanesi! Non appena eletta vedrete come vi riceverà, come riceveva al tempo in cui era Ministro della pubblica istruzione. A volte lo scarso rispetto verso gli altri viene ricambiato. Non tutti i cittadini soffrono di amnesia acuta.

roberta ratti 01.05.06 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo sinteticamente agli interventi in coda al mio messaggio del 22/4 (è regolare?)

Signora Viola ha ragione, ripeto l’ ovvio, ma ho l’ impressione che ce ne sia enorme necessità; noto nelle discussioni di tutti i giorni un livello di coscienza terribilmente basso su questi argomenti anche tra persone che per livello culturale dovrebbero esserne pienamente consapevoli. Forse la soluzione sarebbe qualche TV che facesse il controlavaggio del cervello, ma c’è il rischio di cadere dalla padella nella brace. Grazie per la risposta.

Signor Nicola, ma ha letto bene cosa ho scritto? A metà degli Italiani avrò dato del cieco e non mi pare un insulto, ma ho dato del delinquente ai delinquenti e del mafioso ai mafiosi; in ogni caso il mio discorso è partito da Berlusconi quindi non generalizzi sugli italiani che hanno votato a destra attribuendomi cose non dette! Ma sente proprio così gran bisogno di emulare i vari Schifani, Bondi, Nania, ecc. nella delegittimazione di chi ha opinione diversa? Le chiarisco per completezza che la qualifica di “gangster che credono gli sia stata conferita l’ impunità col voto” la attribuisco a TUTTI gli “onorevoli” con condanne penali sulle spalle, elencati diligentemente su questo sito; guardacaso in maggioranza eletti a destra. Grazie comunque per il commento.

Signor Paolo, non ho grande fede come lei, ma condivido in pieno il passo evangelico da lei citato. Ebbene, si tolgano tutte le “travi nell’ occhio” ovvero le impunità se questo aiuta, ma si perseguano anche TUTTE le illegalità; non è comunque giusto restare inerti davanti alle malefatte altrui magari solo per costruire un qualche alibi per le proprie. Noto però che il solo che ha sentito il bisogno di impunità per se ed alcuni suoi noti accoliti (Previti, Dell’Utri,..) facendo votare delle leggi ad hoc è guardacaso Berlusconi, anima candida e generosa, Unto del Signore, nipote di zia suora, ecc.; non sarà che sta prendendo per i fondelli anche tutti i cattolici convinti?

Paolo Caparello 29.04.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

MESSAGGIO 3: Nel caso non fosse chiaro il messaggio precedente, spiego che gli elettori italiani sono rappresentati per intero alla Camera e perciò bastano i voti dati alla Camera per capire da che parte è la (risicata) maggioranza degli elettori italiani. Tra gli elettori della Camera sono inclusi sia i più giovani (meno di 25 anni) sia coloro che hanno votato per il Senato (25 anni compiuti). I votanti italiani sono circa 38 milioni, mentre Berlusconi, sommando voti per Camera (38 mil.) e Senato (34 mil.), ne conta 73 milioni (in realtà, gli abitanti in Italia sono solo 57 mil., di cui solo 47 mil. hanno diritto al voto e solo 38 mil. hanno davvero votato) … la Cdl ha ricevuto circa 19 milioni di voti alla Camera e 17 milioni al Senato. Sommando arbitrariamente questi voti Berlusconi ottiene 36 milioni di voti (su 73), e in base a questo calcolo dice che la maggioranza degli italiani è con la CdL! Un conteggio sfacciatamente arbitrario, non degno di un Premier.

MESSAGGIO 4: Vi ho ricordato, nei tre messaggi precedenti, che Berlusconi presenta argomenti palesemente incoerenti quando parla di brogli elettorali e che i calcoli in base ai quali continua a dichiarare che la maggioranza degli elettori ha votato CdL sono palesemente arbitrari. Questa assoluta mancanza di serietà da parte di Berlusconi rende inattendibile ogni sua parola e lo rende ridicolo, moralmente indegno della carica che ancora legittimamente ricopre. Tutt'altro che "vincitore morale", come si autodefinisce. Direi invece legittimamente Premier, ma moralmente indegno di rappresentare l'Italia, poiché credo che l'Italia sia composta in maggioranza da persone serie.

Paolo de Leva 29.04.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

MESSAGGIO 1: Vorrei ricordare che Berlusconi ha dichiarato oggi, 28 Aprile 2006, di avere "tutta una serie di nuove prove documentate" dei brogli elettorali e contestualmente ha spiegato che il risultato finale sarebbe altamente sospetto perché le proiezioni del Viminale davano "100 mila voti di vantaggio" alla CdL (su circa 20 milioni di voti per ciascuna coalizione, si tratta di un voto in più ogni 200, come dire che le proiezioni dicevano che la CdL era in vantaggio per 201 a 200). Un argomento ridicolo, data la natura incerta delle proiezioni, che sono pure previsioni statistiche, sia pur basate sui primi risultati ricevuti dal Viminale. Prima Berlusconi parla di "prove documentate", poi spiega le ragioni di un sospetto che si rivela chiaramente infondato. Un discorso sfacciatamente privo di logica, non degno di un Premier.

MESSAGGIO 2: Vorrei ricordare che Berlusconi e i membri di Forza Italia continuano a ripetere che la maggioranza degli italiani è con la CdL. E spiegano anche di aver fatto i conti sommando i voti ricevuti al Senato con quelli ricevuti alla Camera. Con questo trucco contano due volte gli elettori del Senato (perchè chi ha votato al Senato ha votato anche alla Camera), cioè moltiplicano per due il vantaggio che la CdL possiede al Senato. Un conteggio sfacciatamente arbitrario, non degno di un Premier.

Paolo de Leva 29.04.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento

ma non si può fare niente x esprimere ai ns cari senatori che gli Italiani non VOGLIONO un presidente del senato riconosciuto colluso con la mafia?
voglio andare a vivere in spagna
aah
aah

mariagrazia di re 28.04.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Italia moderna

Con una nuova legislatura si cambia tutto, programmi nuovi, idee nuove, ma soprattutto personaggi nuovi.
Nuove proposte:Andreotti

Se il buon giorno si vede dal mattino...

Claudio Lilli 28.04.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA! Ora la destra ha sbendato il cadavere puzzolente di Andreotti e cerca di resuscitarlo come Lazzaro. Dall’altra parte, la sinistra ha dato una delle piu’ alte cariche di stato al vecchio Bertinotti che si pavoneggia davanti alle telecamere con un sigaro in bocca sullo sfondo di una gigantesca Falce e Martello, simbolo tragico dei gulag e delle prigioni manicomio di stato. E tutto questo mentre la Banca Centrale Europea ha posto l’Italia sotto LIBERTA’ VIGILATA, come dice Scalfari. L’unica speranza per l’Italia e’ che l’Unione Europea metta l’Italia sotto la sua tutela non solo finanziaria, ma pure politica. Alle ultime elezioni italiane a cui ho partecipato mi ricordo di avere votato con i piedi. Sono infatti scappato da questo paese ingovernabile e il mal di fegato che mi affliggeva da anni e’ subito scomparso. Non tornero’ mai piu’.

Enrico Rossi 28.04.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

egr.dott.N.Lenzi concordo con lei su tutto,la mia preoccupazione è che una parte del centrosinistra non ha capito la lezione. l'unico che in questi giorni si è espresso in maniera chiara è stato l'On Bertinotti. riuscirà a convincere quei pecoroni dei colleghi come fassino o d'alema

francesco marcelli 28.04.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile organizzare una raccolta di firme(autotassandoci) per indire un referendum al fine di modificare la legge relativa ai requisiti che devono avere i candidati alle varie elezioni, nazionali, regionali, ecc. affinchè non si possano candidare coloro che hanno subito delle condanne o hanno delle pendenze giudiziarie in corso? (negli USA chi si trova in queste condizioni non può neppure votare).
Se fosse anche possibile proporre la riduzione dei benefit che hanno i parlamentari e che ogni qualvolta si aumentano gli stipendi o i gettoni di presenza o rimborsi vari, queste proposte debbano essere approvate dal popolo?
Chissà che un qualche piccolo partito in cerca di visibilità non sia disponibile a dare una mano in tal senso.

Un saluto a tutti

Pier Giorgio Rocchietti 27.04.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti invio l'ultima trovata del Cavaliere e quello che ha intenzione di fare:
Con un occhio alla partita del Milan ("ci hanno annullato un gol assolutamente regolare, comunque abbiamo giocato bene" e' stato il suo commento) e con la testa al voto del 9 aprile. Silvio Berlusconi oggi in Cdm ha riproposto la questione dell'irregolarita' del voto, ma sull'accertamento della verita' sull'esito delle elezioni il premier ha lavorato fino alle 3 di notte tenendo una serie di riunioni a palazzo Grazioli. Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari di Forza Italia si sarebbe scoperto che nelle istruzioni ministeriali rilasciate dalle prefetture "c'era la prova che Calderoli aveva ragione. I libretti - spiega una fonte di Fi - parlavano chiaro: se una lista correva in una sola circoscrizione il voto di quella lista non poteva essere sommato nel computo totale. C'e' da capire perche' il ministero non ha applicato questa interpretazione che pure era stata data". Si sarebbe scoperto inoltre - spiega un'altra fonte azzurra - che dai verbali delle circoscrizioni estere si evincerebbe che lo scrutinio non sarebbe stato completato, anzi dai verbali risulterebbe che "addirittura - spiega la stessa fonte - i voti ad un certo punto sarebbero stati assegnati a caso, un po' qua e un po' la'". Per questo motivo nella riunione di ieri il premier avrebbe manifestato l'intenzione di fare pressioni affinche' domani non ci fosse la proclamazione degli eletti all'estero. E per questo motivo c'e' chi ieri - nella riunione a Palazzo Grazioli - avrebbe proposto di rivolgersi alla procura della repubblica. Berlusconi non avrebbe escluso - riferisce un esponente di Forza Italia che lo ha incontrato ieri sera - di rivolgersi a Ciampi per mettere al corrente il Capo dello Stato di quanto e' successo.
Fonte "La Repubblica online"

francesco semeraro 27.04.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Non è il possesso della televisone ma l 'utilizzare di questo strumento in modo alienante. Gli italiani, popolo che non legge, si forma una opinione tramite l' informazione televisiva. I programmi demenziali sono ladri di tempo e di induzione alla stupidità. Mi piace molto l' articolo 16 del programma del partito
internettiano perchè fa riflettere sull'argomento

silavno franolich 27.04.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo la seguente modifica dell'art.29 codice penale:
Art. 29 (nuovo testo): Casi nei quali alla condanna consegue l'interdizione dai pubblici uffici.

1. L'interdizione PERPETUA dai pubblici uffici consegue in caso di condanna, a qualunque pena, riportata per aver commesso uno o più dei seguenti delitti (Libro 2°c.p.):
-contro la personalità dello stato;
-contro la pubblica amministrazione;
-contro l'amministrazione della giustizia;
-contro il sentimento religioso;
-contro l'ordine pubblico;
-contro l'incolumità pubblica;
-contro l'economia pubblica,l'industria e il commercio;
-contro la libertà sessuale (artt.609bis-609decies c.p).

2. Per tutti gli altri delitti, l'interdizione PERPETUA del condannato dai pubblici uffici consegue alla condanna all'ergastolo e alla condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a 5 anni.

3.Ogni altra condanna penale importa sempre e comunque l'interdizione TEMPORANEA dai pubblici uffici per la durata di 10 anni.

4.La dichiarazione di abitualità o di professionalità nel delitto ovvero di tendenza a delinquere importa l'interdizione PERPETUA dai pubblici uffici.

5. Agli effetti del presente articolo, si equipara alla condanna l'assoluzione per intervenuta prescrizione del reato.

Barbara Gasbarrini 26.04.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Dalla lettura della lettera del Giudice Norberto Lenzi nascono spontanee queste considerazioni,
È evidente che il 50% degli italiani:
1)Non considera importante i precedenti giudiziari dei candidati parlamentari.
2)Vuole essere governato da un governo legalmente illegittimo.
3)È ciecamente fiducioso sulle capacità di un essere umano di riuscire a separare in modo onesto e obbiettivo gli interessi pubblici e quelli privati.
4)Durante la legislazione Berlusconiana si riconosce in questa filosofia di condotta.
5)È soddisfatto dell'immagine dell'Italia che questo governo ha creato all'estero (vedi figuracce al Parlamento Europeo.
Naturalmente potrei continuare, ma forse basta...

Certo è che la sinistra non ha fatto e non fa veramente molto per mostrarsi sinceramente ed onestamente diversa!

Tommaso Esposito 26.04.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Grazie signor giudice per le sue delucidazioni, sarebbe importante che il suo messaggio arrivi al parlamento.
Balducci Ester

Balducci Ester 26.04.06 13:29| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI!!!!!!!!!!!!!! ANDATE SUL SITO:
www.berluscastop.it

Maddalena Iodice 26.04.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Il commento del tizio ,impiegato statale nel settore "giustizia", fa capire perfettamente il perche' del terrore delle persone NORMALI quando si trovano ad aver a che fare con simili "impiegati di stato". Si sentono "investiti" di una "missione" ! Col cazzo ! Siete lì solo per un concorso vinto.Per uno stipendio. Come un Quattrocchi normale ...per la pagnotta. Quello che fa arrabbiare di piu' è il fatto che lo stipendio ,sti impiegati, li pigliano dal mio lavoro! Quindi si dive in Toscana : BECCHI,BASTONATI e l'USCIO addosso !!
Erwin www.thule-toscana.com


Giudice Norberto Lenzi,
grazie per averci confermato ulteriormente i ns. dubbi sulla legittimità dell'operato del Cavaliere e,La prego, non smetta di attirare l'attenzione sulla 361 del '57 ogniqualvolta ne avrà l'occasione anche a coloro che sembra non vogliano sentire, vedrà che prima o poi avranno l'illuminazione. Mai perdere la speranza, mai cessare d'indignarsi.
Con stima. Paolo-Basiano-mi-

PAOLO SALVATICI 26.04.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Tutto quello che si dice mi sembra verosimile e di conseguenza vergognoso.Ma mi piacerebbe almeno sul tuo blog caro Beppe leggere qualcosa di diverso dai soliti attacchi al nostro(finalmente) ex(purtroppo)premier,dalla scorsa tornata elettorale,che the people o non sa o non vuol sapere alcuni particolari che fanno del panorama politico italiano,un'anomalia che supera qualsiasi fantasia e risultato più che evidente....quindi basta attacchi e sotto con le proposte costruttive!!!UNA SU TUTTE?!? RIDUZIONE DI STIPENDI E PRIVILEGI DEI NOSTRI DIPENDENTI!!!! Un abbraccio a tutti dal tacco della nostra bella penisola,baci Giù

Giuseppe Petracca 25.04.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

non ci sono dubbi sulla precisione dell'analisi del signor lenzi e il riferimento con la thailandia suona traumatico. del resto pare che nessuno ricordi la P2 e il periodo d'oro dei servizi segreti deviati, quando mai li avranno raddrizzati? comunque dubito che nei fatti questo tipo di proposte trovino lo spazio della realtà... però sarebbe bello ciao luciano

luciano pozzobon 25.04.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con soddisfazione la bella lettera di Lenzi e continua a sorprendermi il muro di sordità contro cui si spengono anche i più autorevoli appelli. E mi indigna l'insolente ed immorale noncuranza di chi, facendosi scudo di un falso pragmatismo, concepisce la democrazia solo a proprio uso e consumo, fino a confonderla con il proprio personale benessere. Sembra quasi che ad una parte non piccola di italiani non interessino quei valori che sono fondamento di una democrazia e che trovano la loro vitalità, non tanto in una solenne enunciazione costituzionale, quanto piuttosto nella loro effettività. Ed è appunto sulla effettività di quei valori che oggi mi interrogo. Soprattutto in questi ultimi 5 anni ho assistito incredula alla sistematica eliminazione di ogni regola democratica. Ho visto un Presidente del Consiglio fare un uso personalistico e distorto del potere di cui era stato investito, tra l'altro illegittimamente. Sono rimasta basita di fronte alla colpevole, per nulla dignitosa e politicamente miope complicità dei suoi alleati di governo. Ho atteso invano la reazione indignata, costruttiva ed incisiva del centrosinistra. Ho subito impotente e indifesa, l'arroganza e gli insulti di un mio concittadino, Berlusconi, che, da Presidente del Consiglio, ha insultato le istituzioni di questo paese e, da ultimo, lo stesso corpo elettorale. Il tutto di fronte ad una ricca platea di fedelissimi, che si è spellata le mani per applaudirlo, mentre e proprio perché ci insultava. Ho visto fare leggi per violare la legge. Ho visto inneggiare apertamente all'illegalità..
Io sono un'ingenua moralista, credo nell'uguaglianza, nella libertà, nella solidarietà,nella giustizia, nello stato diritto e nella legalità. E credo che ci sia un solo modo per difendere la legalità: praticarla.

Barbara Gasbarrini 25.04.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,scusa se ti do del tu,memorabili sono le tue apparizioni sulla tv svizzera e spettacolare il dvd continuo a guardarlo e riguardarlo consigliandolo a tutti gli amici..dimenticavo abito a grumello cremonese e mi chiedevo perche' in una tua turnee' non inserivi una data a cremona qua molti hanno bisogno di una svegliata...salutoni e continua cosi luca....

luca sandri 25.04.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho assistito allo spettacolo di Firenze del 23.04.2006. FANTASTICO!!!
Non sono riuscito pero' a trovare la formula della coca cola per poterla bere, perche' ne sono assuefatto; ma anche per poter boicottare la ditta che la produce.
C'e' qualcuno che mi puo' aiutare in tal senso?

GRAZIE !!!!!

Graziano Tinti 25.04.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, sono stata al tuo spettacolo di Firenze il 22 aprile scorso... Non ho fatto altro che applaudire fino alla fine quando, peccato, hai dato secondo me un messaggio SBAGLIATISSIMO riguardo la mammografia. Nel tumore alla mammella, come in quello al colon e allo stomaco una REALE diminuzione della mortalità è stata ottenuta proprio grazie alla diagnosi precoce, che nel caso specifico del carcinoma mammario si può ottenere, nelle donne sopra i 40 anni, proprio con la mammografia!!! E' vero che, come hai detto tu, bisogna "rassegnarsi" all'invecchiamento e al fatto che non siamo eterni... ma quella "punta" di accanimento verso i medici e la loro insistenza alla DIAGNOSI PRECOCE, che ho colto al tuo spettacolo la trovo decisamente fuori luogo. Non sono i traguardi scientifici della medicina con i quali ti devi accanire!

Linda Sirinelli 25.04.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Finchè ATTUALMENTE la sinistra si spreca solo nel sparlare a destra e a manca di berlusconi e a fargli i dispettucci, non andrà MAI lontana. Suvvia, fate vedere che potete cambiare l'Italia! Mettete un maledetto punto al capitolo berlusconi e dedicatevi a cose più serie che tanto, o Beppe Grillo parla, o Norberto Lenzi parla, berlusconi sta sempre pieno di soldi che si fa una risata leggendo, se le legge, queste cose.

Pino Tuorli 25.04.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Il grande Leonardo Sciascia , sosteneva che la speranza e il futuro della Sicilia, era nelle mani degli insegnanti delle scuole elementari!
Il futuro e la speranza dell'Italia è come sempre
nelle nuove generazioni: che prospettive abbiamo
se ogni giorno ci vengono proposti esempi abomine
voli dai politici che ci governano?
Quando una civiltà ha smarrito l'elementare senso
civico, è destinata al declino !
ITALIANI SVEGLIAMOCI !!!!!!!! oscar

Oscar Selicato 25.04.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che tra il quasi 50% di italiani che hanno votato centro sinistra, ci sia qualcuno che intimamente non condivida quanto espresso da Bertinotti. Una osservazione vorrei però fare: quando è stata approvata la legge che depenalizzava il falso in bilancio il centro-destra si è ben guardato dal fare tanto rumore prima, così pure per la ex Cirielli e per tutte le leggi ad personam approvate. Questo per sollecitare la redazione di un buon disegno di legge condivisibile, senza allarmare troppo gli avversari. E' un po' come se Ulisse avesse scritto ai Troiani che avrebbe lasciato davanti le mura di Troia un cavallo pieno di Greci. Caro Bertinotti un po' di buon senso e se qualche volta lei dicesse che certe strategie vanno concordate con gli alleati ed evitasse di esternare i propri pensieri a tutti costi ( vedi 180000 euro di tetto per le tasse di successione), forse gli italiani avrebbero qualche pensiero in meno.
saluti
Angela

angela ciarlanti 25.04.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

OGGI 25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE.
A LEGGERE I COMMENTI E AD ASCOLTARE IL BUON LENZI PARREBBE COSTRUITA SU MISURA PER FESTEGGIARE LA LIBERAZIONE DELL'ITALIA DA SILVIO. PORACCIO! SONO CURIOSO DI VEDERE , PASSATI GLI ULTIMI SUSSULTI POST ELETTORALI CON LE VARIE PROPOSTE DI INELEGGIBILITA', DIMAGRIMENTO TELEVISIVO, MESSA ALLA GOGNA GIUDIZIALE E MEDIATICA, CHI FARA' DA VALVOLA DI SFOGO , CHI SARA' L'OSCURO OGGETTO DEL PUBBLICO LUDIBRIO. DAL GIORNO DELL'INSEDIAMENTO DI PRODI E C OCCORRERA' TROVARE UN ALTRO SISTEMA PER ADDOSSARE OGNI DEMERITO AL SILVIO NAZIONALE.
LE PROVE GENERALI DELLA DEMOCRAZIA FUTURA FORSE SI POSSONO LEGGERE NEL GHIGNO SPREZZANTE DEI DALEMA O NELL'INSOFFERENZA ANORESSICA DEI FASSINO PER I QUALI 19 MILIONI E ROTTI DI ITALIANI NON SOLO HANNO SBAGLIATO NEL VOTARE IL CENTRODESTRA MA PER LEGGE SI TROVERANNO A CONTARE MENO DI NULLA DI FRONTE ALLA GIOIOSA MACCHINA DA GUERRA ULIVISTA. TORNEREMO A VEDERE IN TV I SANTORO, IMPAREGGIABILE ESEMPIO DI EQUILIBRATO GIORNALISMO, I LUZZATI CON LE LORO MERDACCE IN DIRETTA , I GUZZANTI ( CHE SPERO RITORNERANNO A PESCARE DAL LORO CAPPELLO A CILINDRO L'ESILARANTE MACCHIETTA DEL FUTURO PRESIDENTE DELLA CAMERA, L'IMMARCESCIBILE FAUSTO MAXIMO, AI TEMPI IN CUI CON DIALETTICA FUTURISTA, RIUSCIVA AD AFFASCINARE LE CINQUANTENNI COMPAGNE ROMAGNOLE SPARANDO CAZZATE A RAFFICA SENZA ALCUN SENSO COMPIUTO).
SARA DURA, COMPAGNI, SOSTITUIRE IL PICCOLETTO DI ARCORE NELL'IMMAGINARIO COLLETTIVO. FINO AD OGGI PER PIU' ( POCO PIU') DEL 50% DEGLI ITALIANI SE PIOVEVA E TEMPESTAVA ERA SUFFICENTE GUARDARE AD ARCORE OGGI DOVE POTREMO RIVOLGERE I NOSTRI SGUARDI ATTONITI E SCONSOLATI.
A CHI SARANNO RIVOLTI GLI SLOGAN SCOLASTICI ORA CHE LA MORATTI SI E RITIRATA NELLE AMBROSIANE LANDE, DI CHI SARA' LA RESPOSNABILITA' DI TASSE, BALZELLI E SOVRATASSE CHE , SIAMO CERTI, NON MANCHERANNO PUR AMMANTATI DI SINISTRE PROMESSE E ROSSI MANTELLI.

alessandro de gaspari 25.04.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

LEGGENDO IL TESTO DI QULL'IMPIEGATO DI STATO,SI CAPISCE TUTTA LA DIFFIDENZA E PAURA DEI COMUNI MORTALI VERSO LA GIUSTIZIA. MA COSI' E' !!

ERWIN x www.thule-toscana.com

ERWIN ERWIN 25.04.06 09:14| 
 |
Rispondi al commento

WOW! RAGAZZI QUESTA E' FANTASTICA... DIAMOCI DA FARE (II Parte)

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO
....


Se questi fanno
altrettanto, siamo a 3000, e così via.

Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato alla... settima
"generazione", avremo raggiunto e informato trenta milioni di consumatori!

Inviate dunque questo messaggio a dieci persone, chiedendo loro di fare
altrettanto.
Se tutti sono abbastanza veloci nell'agire, potremmo sensibilizzare circa
300 milioni di persone in otto giorni dal12Aprile 2006. E' certo che, ad
agire così, non abbiamo niente da perdere,non vi pare?

Coraggio diamoci da fare !


Ramon Cipressi 25.04.06 01:06| 
 |
Rispondi al commento

WOW! RAGAZZI QUESTA E' FANTASTICA... DIAMOCI DA FARE (I parte)

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO

Siamo venuti a sapere di un'azione comune per esercitare il nostro potere
nei confronti delle compagnie petrolifere.

Possiamo far abbassare il prezzo della benzina ai colossi del petrolio,
senza dover rinunciare ad acquistare benzina!!! Anche se non hai la
macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici. E' un'idea
geniale!

Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.50 euro al litro.

Possiamo far abbassare il prezzo solo se ci muoviamo insieme, in modo
intelligente e solidale.

Ecco come. Posto che l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno
ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che,per noi, si tratta solo di
un pieno.. differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c'è un sistema
che invece li farà ridere pochissimo, purché si agisca in tanti.

La parola d'ordine è: colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci
da soli.
I petrolieri e l'OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che
varia tra 0,95 e 1 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far
loro scoprire che un prezzo ragionevole anche per loro é circa la metà.

I consumatori possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende.
Bisogna usare il potere che abbiamo.
La proposta è che, da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina
delle due più grosse compagnie,SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una
unica compagnia.
Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a calare i prezzi.
Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza
adeguarsi.

Per farcela, però dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e Shell, in
tutto il mondo.

Questo messaggio, proveniente dall Francia, è stato inviato a una trentina
di persone; se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo trasmette
a...diciamo una decina di amici, siamo a trecento. (segue)

Ramon Cipressi 25.04.06 01:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rete 4 sul digitale terrestre(così non la vede più nessuno) e regole ferree per le altre due....Tre televisioni in mano ad un esponente politico sarebbe inaccettabile anche in un paese in via di sviluppo...L'uso scorretto di questi mezzi di comunicazione è stato palese in questi anni

matteo pasquinelli 24.04.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono felice di comunicarvi che la Valle d'Asota ha deciso di non iriellegere il suo ex senatore Augusto Rollandin presente nella lista dei parlamentari condannati in terzo grado.
Ricordo che nelle passate elezioni aveva avuto più del 50% dei voti!!!
Non abbiate paura quando andate a votare!

gabriele martinet 24.04.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

50 e 50, o meta' e meta', o se si preferisce un "coglione" su due ha votato per il centrodestra
ora se e' il maggior rumore che vale il 50% che ha " perso" le elezioni magari turandosi il naso piu' o meno come molti dell'altra sponda possono aver fatto di fronte a vladimir( promosso deputato per il solo fatto di avere gusti non consoni ai miei) o al capo disobbediente napoletano dovra' ascoltare tamburi e tromboni inneggiare alla pordiana via per qualche settimana ancora salva poi l'invalsa abitudine tutta italiana di denigrare in ogni caso chi sara' al governo e non riuscira' a soddisfare le aspettative degli elettori di magiche riprese economiche, pensioni d'oro per tutti servizi efficenti e salari da parlamentare anche per l'operai delle fonderie Dalmine.
Un po' Prodi e C. pena mi fanno ma bonariamente lo affermo. I conti si fanno purtroppo con la realta' , nemmeno con quella dittuti i giorni ma proprio con il petrolio a 70 dollari ( grazie Chavez e tutti i disallineati) le sparate iraniane, gli speculatori delle borse internazionali e , non ultimi, quelli nostrani , quelli del quartierino e , sopratutto , quelli del sistema bancario nazionale. Chi ancora oggi presenta la politica come lotta di classe, contrapposizione imprenditore-operaio, fregiandosi magari di bellissime giacche di caschemire e di un aplomb all'inglese che , unito al risultato di non poche lezioni di logica e grammatica italiana gli permettono oggi di propinarci anche qualche discorso apparentemente di senso compiuto e di pretendere con verve di democristiana memoria presidenza di camera e piu' d'un ministero, lo fa per mero calcolo personale o al massimo nell'interesse dei privilegiati che un posto l'hanno avuto con il favor di leggi non applicabili nell'era della globalizzazione e nemmeno in quella del commercio solidale ( che poi a ben guardare , e' la stessa cosa).
tre mesi e le ingiurie oggi tipicamnete indirizzate al tremonti di turno saranno appannaggio dei Visco e dei Bersani.

alessandro de gaspari 24.04.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prodi? Un brav'uomo.
http://www.ilgiulivo.com/blog/?page_id=184

vittorio Rollo 24.04.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti. Potreste leggere la notizia a pagina 111 di raiuno riguardante i controlli tra Maggio e Giugno che dovranno essere fatti dal Fondo Monetario Intenazionale incapace di valutare l'attuale deficit italiano a causa della poca trasparenza dei dati inerenti ai conti pubblici????
Ripetete con me: Buffone Berlusconi e Buffone Tremonti!
E meno male che con loro l'economia era in ripresa!!!! Chissà che buco ci lasciano...

Elisa Mastro 23.04.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono completamente d'accordo con ANDREA IL GIURISTA leggi certe e senza scappatoie per tutti
e che siano certe proprio partendo dalle piu' piccole come il codice stradale ,drog,fisco etc. etc. etc.
e poi lavoro lavoro lavoro ,in bianco in nero su e giu'
e gente che produca enon che faccia rollare i pollici con le mani giunte!!

alberto milan 23.04.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento

sigh. RICCI!
anche tu fai parte di quella sinistra che vuole sentire solo cio' che gli fa' comodo? il tuo amico, futuro presidente del consiglio' ha dato in successione ai figli ,quello che una famiglia diciamo normale, risparmierebbe in dieci vite , e mi fai la morale 1 tutti in I T A L I A siamo colpevoli del nostro degrado tu forse sei ilprimo anon pagare il dovuto al fisco
e non venirmi a raccontare che i tuoi dico tuoi ! politici sono fuori dai sistemi, assieme agli industriali filo cinesi ci sono i tuoi politici svegliati ragazzo!
della valle e' l'esempio e vpoi lo avete candidato alla faccia dei conflitti di interessi!!!!!!!

alberto milan 23.04.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento

dimenticavo non sono la mosca cocchiera :
sono il cocchiere della mosca ,e tu ti sei lavato i denti ? credo dovrai usare il filo !!!

alberto milan 23.04.06 21:30| 
 |
Rispondi al commento

ieri 22-4-06 sono stato in svizzera a tovare amici e parenti.Tutti contenti del risultato elettorale con risate verso la nano macchietta,i nostri concittadini mi hanno confermato che chi ha voluto ha votato ,tutti hanno ricevuto in casa le schede conoscono bene i personaggi politici italiani e i loro programmi, La Svizzera e un paese federale serio e le tasse vengono pagate a tre soggetti Confederazione, Cantone, Comune,sono onerose ma vengono spese bene la sanita ed i servizi funzionano nessuno fa campagne elettorali per abolire tasse e servizi.Andata auto strada To Aosta Monte Bianco dalle 8 -11 una pattuglia di polizia con autovelux in val D' Aosta un po di coda mezzora al Bianco. Ritorno pochi minuti di coda al Bianco viaggio dietro ad un tir durato poi fino a Chamony ed in Italia coda al bianco con camion ed auto ferme in coda fino all'inizio autostrada , ho visto 4 auto della polizia in quel tratto mi chiedo : non si possore fermare prima invece di 180 metri prima del blocco mettere un cartello : possibilità di code ? si possono fare fermare agli auto grill nelle prossimita di cittadine dove uno ha la possibilità di mangiare un boccone e un caffe o tee e le pattuglie di polizia abbandonano un attimo il registratore di cassa e si organizzano transiti umani sotto il buco bianco Grazie

Valdo Plavan 23.04.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

vorrei far osservare a tutti che sarebbe sufficiente che fossimo tutti d'accordo sul fatto che in uno stato le leggi sono da rispettare e si risolverebbero tutti i problemi di cui stiamo parlando? e introdurre una nuova figura di reato nel nostro ordinamento chiamata "pubblico disprezzo della legalità?" la cui pena sia il non poter accedere a nessuna carica pubblica, ivi compresa quella di parlamentare, primo ministro ecc??
Detta così pare una proposta provocatoria ma teoricamente non sarebbe di così difficile applicazione.
Andrea il giurista

andrè giordana 23.04.06 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei far osservare a tutti che sarebbe sufficiente che fossimo tutti d'accordo sul fatto che in uno stato le leggi sono da rispettare e si risolverebbero tutti i problemi di cui stiamo parlando? e introdurre una nuova figura di reato nel nostro ordinamento chiamata "pubblico disprezzo della legalità?" la cui pena sia il non poter accedere a nessuna carica pubblica, ivi compresa quella di parlamentare, primo ministro ecc??
Detta così pare una proposta provocatoria ma teoricamente non sarebbe di così difficile applicazione.
Andrea il giurista

andrè giordana 23.04.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento

vorrei far osservare a tutti che sarebbe sufficiente che fossimo tutti d'accordo sul fatto che in uno stato le leggi sono da rispettare e si risolverebbero tutti i problemi di cui stiamo parlando? e introdurre una nuova figura di reato nel nostro ordinamento chiamata "pubblico disprezzo della legalità?" la cui pena sia il non poter accedere a nessuna carica pubblica, ivi compresa quella di parlamentare, primo ministro ecc??
Detta così pare una proposta provocatoria ma teoricamente non sarebbe di così difficile applicazione.
Andrea il giurista

andrea giordana 23.04.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andreotti Presidente del Senato??????
Noooooo per favore noooooooooo!!!!!!
Non è forse vero che la sentenza della Cassazione dice che è colpevole di associazione esterna in concorso mafioso fino all' ottantuno?
E che il reato è prescritto ma non per questo non consumato?
Se la sinistra fa questo è semplicemente un orrore.
Bisogna cambiare il Paese e in meglio, per favore non deludete i vostri elettori gia' troppe ne abbiamo subite

arturo scocciato 23.04.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Non fate delle comparazioni assurde: Destra e Sinistra sono valorialmente inconciliabili!
Schematizzando al massimo gli orientamenti: la Destra esalta il famelico egoismo, di contro la Sinistra il principio della socialità.
L'una è antidemocratica, l'altra è democratica!
Le vicende aberranti, conseguenti al voto, sono un corollario di questa concezione!

emilio d'ambrosio 23.04.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho l'impressione che il sig alberto milan sia costretto a servirsi dela carta igienica, a tavola, invece che del tovagliolo.
alberto milan: sei una schifosa mosca cocchiera!

giuseppe ricci 23.04.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

ehi beppe tutto fatturatio??? non credo!!!!

alberto milan 23.04.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

?domanda? quanto guadagna un senatore, un ministro,un deputato, e?? quanti di loro anno conflitti di interessi , quanti di loro hanno azioni fininvest,unipol,fiat,eni,iri,enel, nessuno di noi potrebbe governqare ,V E R G O G N A!!!!!

alberto milan 23.04.06 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gia' siamo tutti teledipendenti si' di zelig e rai tre ? e paghiamo il canone ? e i giornalisti sono pagati da noi ? e moretti fa' i film? e moretti vince i david grazie a berlusconi? se n0' che avrebbe mai vinto senza il caimano?
dica grazioe a noi che lo stipendiamo se no' si licenzi e faccia politica pagato da noi!!!!!!!!

alberto milan 23.04.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

@ franco filippini

"La legge 361 del 1957 è ancora in vigore ?
O è stata abrogata?
Se è ancora in vigore,invece di abbaiare alla luna,perchè non crei un comitato di cittadini che,impugnando la legge presso la competente autorità(la magistratura?) ottenga una sentenza che costringa quell'infida persona( il cui nome da solo mi procura un profondo malessere)a scegliere se far politica o dedicarsi alle sue televisioni?
Sicuramente qualcuno ci avrà già pensato....
Perchè non tentare?
O aspettiamo per altri 5 anni una legge contro il conflitto di interessi così da legittimare ancora la partecipazione dell'"innominato"alla vita politica del paese pur essendone moralmente indegno?"

Sono d'accordo, al 100 %.
E non capisco perchè non ci si muova subito.
Lo si considera antidemocratico?
Lo si considera pericoloso?
Lo si considera disdicevole?

Ma allora, come dovremmo definire il triplicare le proprie fortune stando comodamente seduti sullo scranno di primo ministro?
O l'ordinare le leggi che fanno comodo, in tutta tranquillità, come se nulla fosse?
O il mantenersi a piede libero grazie a marchingegni legali e alla colaborazione di compiacenti alleati politici?
O il dare impunemente del coglione a metà del popolo italiano?
O il fare carta igienica della nostra Costituzione?
Sì, Franco Filippini, hai ragione! Sarebbe ora di cominciare a farci sentire.
Ma, apparentemente, sia i politici che i conduttori di questo blog, sono in altre faccende affacendati.

giuseppe ricci 23.04.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
VENERDI' SERA ERO AL PALADOZZA A BOLOGNA,TI HO SEGUITO CON MOLTA ATTENZIONE, MI HA IMPRESSIONATO LA TUA FLUIDITA' DI LINGUAGGIO,SENZA FOGLI DAVANTI,SEI UN GRANDE!!!
CONTINUA COSI'L'ITALIA HA BISOGNO DI GENTE COME TE!
IO SPERO CHE VERAMENTE I NOSTRI POLITICI RIUSCIRANNO AD IMPRIMERE UNA SVOLTA A QUESTA POVERA ITALIA DISASTRATA....LO SPERO MOLTO,PER MIO FIGLIO, PER I TUOI FIGLI,E PER I FIGLI DI TUTTI GLI ITALIANI!!!
GIANFRANCO -BOLOGNA

gianfranco maggio 23.04.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare che quando aumenta il profitto delle aziende che vendono pubblicità...questo si traduce semplicemente con l'aumento del costo dei prodotti per i consumatori finali (tutti noi)Dove pensate che prendono i soldi per pagare gli spot le aziende??Ma aumentando il costo dei prodotti semplicemente,Così mentre alcuni si ingrassano..noi si dimagrisce sempre...

Ramella Piero 23.04.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche,sappia che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo,vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel suddetto mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 23.04.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

I Ciakaba sono un gruppo musicale afrobresciano, composto da 10 elementi. La filosofia espressa nei testi è l'integrazione razziale e multietnica. La loro musica è il reggae.
Sostieni la partecipazione dei Ciakaba al Rototom Sunsplash European Reggae Festival.
Vota i Ciakaba sul sito www.rototomsunsplash.com
Sezione Italian Reggae Contest 2006.

Claudio Maffei 23.04.06 06:07| 
 |
Rispondi al commento

I Ciakaba sono un gruppo musicale afrobresciano, composto da 10 elementi. La filosofia espressa nei testi è l'integrazione razziale e multietnica. La loro musica è il reggae.
Sostieni la partecipazione dei Ciakaba al Rototom Sunsplash European Reggae Festival.
Vota i Ciakaba sul sito www.rototomsunsplash.com
Sezione Italian Reggae Contest 2006.

Claudio Maffei 23.04.06 06:05| 
 |
Rispondi al commento

C'è poco da stupirsi e scandalizzarsi, tutto ciò si sapeva, o si dovrebbe sapere...siamo troppo pigri per farlo presente alle autorità competenti? ci sono ancora delle autorità competenti? Come mai la sinistra è stata zitta per 13 anni? come mai, ogni volta che parla Cicchitto nessuno lo zittisce con un "zitto tu, schifoso piduista!!" ? come mai non ricordiamo l'ammiraglio Eduardo Massera, anch'egli nella P2, che ha fatto 30.000 morti in Argentina con con i suoi degni e schifosi compari? E' proprio un bel paese di m...a il nostro! Ma soprattutto un paese di IGNORANTI E TELEDIPENDENTI

Francesco Cabiddu 22.04.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dichiarazione di voto

‘’ Qui ad Atene, noi facciamo cosi’. Il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi, per questo e’ detto democrazia. Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private.Ma in nessun caso si occupa delle pubbliche faccende per risolvere le sue questioni private. Qui ad Atene noi facciamo cosi’.
Ci e’ stato insegnato a rispettare i magistrati , e c’e’ stato insegnato a rispettare le leggi, anche quelle leggi non scritte la cui sanzione , risiede soltanto nell’universale sentimento di cio’ che e’ giusto e di buon senso..

Pericle – Discorso agli aeniesi – 461 a.C.

( Qui si dimostra come il buon senso non ha confini ne’ storici, ne’ geografici, ne’ politici.)

Maria Gabriella Velardi 22.04.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

nel 461 a.C., c’e’ chi riferiva queste cose:

Dichiarazione di voto

‘’ Qui ad Atene, noi facciamo cosi’. Il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi, per questo e’ detto democrazia. Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private.Ma in nessun caso si occupa delle pubbliche faccende per risolvere le sue questioni private. Qui ad Atene noi facciamo cosi’.
Ci e’ stato insegnato a rispettare i magistrati , e c’e’ stato insegnato a rispettare le leggi, anche quelle leggi non scritte la cui sanzione , risiede soltanto nell’universale sentimento di cio’ che e’ giusto e di buon senso.
La nostra citta’ e’ aperta ed e’ per questo che non cacciamo mai uno straniero.
Qui ad Atene, non facciamo cosi’.’’.

Pericle – Discorso agli aeniesi – 461 a.C.

( Qui si dimostra come il buon senso non ha confini ne’ storici, ne’ geografici, ne’ politici.)

Maria Gabriella Velardi 22.04.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

e le onlus?????

alberto milan 22.04.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

dear
SignOR GRILLO LEI E' PULITO'

usa i mezzucci ci denuncia ma lei che scaglia pietre a destra e a manca e' pulito??????

avrei dei seri dubbi , da piccolo alle elementari si gridava viva tizio viva caio viva mao tze t!!! ho no'!! ma allora i nostri genitori venivano dalla guerra, invece ora che sono io genitore! vengo dalle raccomandazioni di sinistra!!!!!! chi e' meglio imparentato piu' guadagna e' anche il suo caso? vedi pippo b:1111

alberto milan 22.04.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,Beppe
non sapevo dell'esistenza di questa legge del 1957,
per la prima volta l'ho letto nel libro di Marco Travaglio "INCIUCIO" e nonstante abbia ormai 42 anni ci sono rimasta malissimo.
Dovrei aver capito ormai che l'Italia non è un paese normale dove una legge dello STATO che ci sia o che non ci sia è la stessa cosa, o meglio se conviene si rispetta altrimenti no e nessuno si stupisce di questo.
Ma non voglio pensare che sia tutto inutile ci deve pur essere un modo per rompere i coglioni
per farsi sentire per far capire a tutti che l'immobilismo porta solo all'annullamento di qualsiasi cosa di buono ci sia ancora rimasto!

Ciao, da Giuliana i miei miti siete tu e Travaglio.

giuliana marchini 22.04.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
e se invece di blaterare si passasse ai fatti?
La legge 361 del 1957 è ancora in vigore ?
O è stata abrogata?
Se è ancora in vigore,invece di abbaiare alla luna,perchè non crei un comitato di cittadini che,impugnando la legge presso la competente autorità(la magistratura?) ottenga una sentenza che costringa quell'infida persona( il cui nome da solo mi procura un profondo malessere)a scegliere se far politica o dedicarsi alle sue televisioni?
Sicuramente qualcuno ci avrà già pensato....
Perchè non tentare?
O aspettiamo per altri 5 anni una legge contro il conflitto di interessi così da legittimare ancora la partecipazione dell'"innominato"alla vita politica del paese pur essendone moralmente indegno?
Il tuo bog è,per importanza il 15.mo al mondo....
Non ne avresti la forza e il coraggio?
Su cittadini,diamoci una mossa e cominciamo a farci sentire!!!
Io sottoscrivo e aderisco a qualsiasi iniziativa.
Cordiali saluti.
Franco

Franco Filippini 22.04.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Basta! Berlusconi ha rotto le P@lle a tutti! fa i capricci come i bambini. cos'ha da temere? ha qualcosa da nascondere e ha paura che adesso venga fuori tutto? Bisogna che se ne vada via, fa schifo! non ha un briciolo di cogli0ni e di buongusto per ammettere di aver perso. Mi fa veramente schifo, è ridicolo e un pagliaccio. Ma sua madre Rosa non gli dice niente? Fossi io sua madre, santa donna, lo prenderei a schiaffi e lo manderei a lavorare. Anzi dovrebbe andarsene in pensione con 400 euro al mese. Per quanto riguarda Fede, spero con tutto il cuore che lo caccino via e che si vada a giocare quello che gli rimane al casinò di Montecarlo. Dopo può anche andarsi a buttare a mare.
Buon 25 aprile!

Stefano e Sandra 22.04.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, a proposito di telecomunicazioni, ho saputo che il Brasile vuole sviluppare l'energia nucleare come l'Iran, ma in quel caso nessuno nell'informazione ne parla, uno dei tantissimi casi di scarsa-mala-informazione, del resto in Brasile non c'è il petrolio che ha l'Iran.
Gli Usa non pensano al Brasile, non ha la pericolosità dell'Iran, ma soprattutto non ha le possibilità "minerarie" che ha l'Iran, la tele-comunicazione del nostro paese continua a scrivere e a dire quello che gli viene imposto dai nostri (!) alleati (?).
Vorrei dei giornalisti in Italia, non dei burattini.
Gli americani pensassero agli affari di casa loro e noi pensiamo ai nostri, come ho già ho scritto sul blog giorni fa ABBIAMO UNA NAZIONE EUROPEA DA COSTRUIRE.

Claudio Lilli 22.04.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei replicare a quanti hanno qui scritto sui magistrati che si occupano di politica, chiaro riferimento allo strombazzato accanimento giudiziario verso Silvio Berlusconi. Cari signori, avreste tutte le ragioni se le imputazioni riguardassero atti politici da lui compiuti nell' espletamento di una carica pubblica. Guardacaso invece TUTTI i vari processi a suo carico riguardano per lo più corruzioni in denaro con fini di illecito guadagno personale compiuti prima della sua elezione in Parlamento. E quindi? Un magistrato diventa automaticamente un forcaiolo comunista quando persegue un comune delinquente se costui si spaccia per paladino della destra solo per difendersi dal rischio della galera? Mi pare che abbiate molte fette di salame davanti agli occhi e dovreste riflettere bene prima di etichettare i magistrati nell' esercizio del loro lavoro. Borsellino era dichiaratamente di destra, ma questo non gli impediva di combattere i mafiosi, criminali da sempre stati storicamente appoggiati da esponenti politici di destra (così perlomeno si collocavano loro stessi senza che il popolo della destra sentisse il bisogno di confutarlo). Sono personalmente convinto che i magistrati non siano diversi dal resto degli Italiani e tra loro ci sia la stessa suddivisione tra destra e sinistra; la differenza sta solo nel fatto che QUESTI FATTI DI DELINQUENZA COMUNE AVVENGONO PREVALENTEMENTE TRA LE FILE DELLA DESTRA e qualunque magistrato li combatta diventa un forcaiolo comunista per il solo fatto di opporsi alla impunità che questi gangster credono gli sia stata conferita dagli Italiani col voto. Non criminalizzate perciò la magistratura a prescindere, la sua indipendenza è una vera garanzia per tutti, anche per voi elettori onesti di destra; riflettete sul fatto che a suo tempo ci ha liberati dal ladro di Hammamet, un soggetto che si autodefiniva di sinistra.
Riflettete infine sul fatto che state difendendo uno che ha già collezionato tre condanne definitive per questi reati.

Paolo Caparello 22.04.06 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Descovich prego , il diritto non è ne di
destra ne di sinistra.

Nicola Descovich 22.04.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Signor Descovich è perfettamente inutile che ripeta l'OVVIO ! Quelli...non ci sentono! Hanno imparata la canzone e la ripetono come i carillon di un tempo! Provi a chiedere ad un elettore di CS se prodi ha fatte le sedute spiritiche ! Non gli risulta...come la mafia.

erwin x www.thule-toscana.com

ERWIN POGGI 22.04.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto il conflitto di interessi su cui si potrebbe scrivere un dizionario dalla A alla Z
è una cosa punto,negare un diritto a un
cittadino anche solo nella forma, da parte di
un giudice, mi lascia perplesso di nuovo.

Nicola Descovich 22.04.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pur esperti in agitazioni e allora custodi di notevoli masse elettorali per movimenti e iniziative nel Mezzogiorno, non ritennero di andare al di là delle visite agli scioperanti. Ormai la Lega rossa delle Cooperative aveva presentato con gli altri all’Iri la sua offerta d’acquisto.

Abbiamo voluto raccontare un risvolto aggiuntivo che crediamo non di poco conto ai commenti e ai giudizi di questi giorni a proposito del risorgente “affaire” Sme per trarre anche una proposta di encomio: assegnare alla consociata Prodi-De Benedetti il triste alloro di Operatori Anti-Meridionalisti d’eccellenza. Senza dimentica tutto il resto. parte terza si legge dal basso verso l'alto mi picerebbe che il giudice lenzi commentasse il capolavoro del suo concittadino prodi oltre alla tassa della salute 85000 lire e la tassa pro euro 65000 lire donne vecchi e bambini non si salvò un solo italiano

francesco cefalù 22.04.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

e iniziative nel Mezzogiorno, non ritennero di andare al di là delle visite agli scioperanti. Ormai la Lega rossa delle Cooperative aveva presentato con gli altri all’Iri la sua offerta d’acquisto.

Abbiamo voluto raccontare un risvolto aggiuntivo che crediamo non di poco conto ai commenti e ai giudizi di questi giorni a proposito del risorgente “affaire” Sme per trarre anche una proposta di encomio: assegnare alla consociata Prodi-De Benedetti il triste alloro di Operatori Anti-Meridionalisti d’eccellenza. Senza dimentica tutto il resto.

francesco cefalù 22.04.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

in quel momento presidente della Buitoni.

Per non essere ripetitivo, non entro nella questione, eloquentemente citata dal Presidente Berlusconi al Tribunale di Milano, delle tangenti (spesso abituali per tutti) in questo caso ad alcune correnti dorotee della Dc, ma rilevo una circostanza significativa: nessuno prese apertamente ed efficacemente nella giusta e doverosa considerazione l’evidente depauperamento che l’operazione Prodi-De Benedetti avrebbe arrecato agli interessi già mutati per decenni, con peso strutturale, nella storia economica del Sud, dalla Campania alla Calabria. E’ vero comunque, che un ministro irpino, Salverino De Vito, tentò di far sentire una voce di protesta, ma la cronaca di quegli anni si limita a registrare “il suo stupore in quanto come ministro per il Mezzogiorno mi aspettavo un ulteriore rafforzamento del settore”. Giusta riflessione che l’autorevole presidente dell’Iri, pur con la stessa ispirazione confessionale, ritenne di poter agevolmente trascurare.

La sinistra, allora verosimilmente più unita di oggi, ma ugualmente fornita della abituale strumentale doppiezza tra sostanza e gesti di facciata, simulò una solidarietà meridionalista, priva di qualsiasi esito.

Nel febbraio 1993, operai e agricoltori congiuntamente con i dipendenti occuparono la sede della finanziaria agroalimentare Sme per protestare contro la divisione in tre aziende. La resistenza durò circa 70 giorni e durante il suo svolgimento, i comunisti non mancarono di esprimere solidarietà. Bassolino non lesinò critiche e denunzie di fuoco contro “l’ennesima speculazione ai danni del popolo meridionale”. Quando poi espresse il suo parere critico anche il vescovo anti-camorra Antonio Ribaldi di Acerra, si mosse Napoletano. Lui, personaggio motivato che più cauto non si può, aderì con misurata prudenza alla lotta dei dipendenti napoletani. Non una sola manifestazione: i comunisti, pur esperti in agitazioni e allora custodi di notevoli masse elettorali per movimenti

francesco cefalù 22.04.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------------------------------------------------
La bocciata ditta Prodi e De Benedetti ha svenduto il Sud Prodi & C.


Ripubblichiamo un articolo di un anno e mezzo fa...

L’atto di (s)vendita della Sme stretto il 30 aprile 1985 tra Romano Prodi, allora presidente dell’Iri, per giunta procuratore non abilitato, e Carlo De Benedetti fu una autentica spoliazione. Di Napoli e del Mezzogiorno, innanzitutto. La sinistra ora tace e sorvola, come al solito confusa, allora parlò e agì con alcuni personaggi di ieri e adesso rappresentativi. La Sme, infatti, nata come “Società Meridionale di Energia” fino alla nazionalizzazione delle aziende elettriche, aveva il cuore produttivo al Sud dove aveva fornito servizi, sviluppando la competenza dei propri quadri, accumulando profitti. Quando fu creata l’Enel, la Sme cedette i suoi impianti e reinvestì nell’industria agroalimentare insediata soprattutto nel Meridione. In seguito alla successiva suddivisione in un modesto “spezzatino”, ossia frantumazione delle proprie attività, attualmente è rimasta in vita a Napoli la sola “Sme servizi” che, del resto, non ha mai saputo o potuto decollare. L’intesa Prodi-De Benedetti fu sciagurata per almeno questa innegabile caratteristica: fu un’operazione pensata e gestita in chiave anti-meridionalista, cioè come sottrazione di profitti e strutture all’interno del Mezzogiorno.

Un eminente uomo politico meridionale di ieri, Ciriaco De Mita, ancor oggi sulla breccia, soprattutto per le sue patetiche e inconcludenti baruffe-riconciliazioni con il governo Sassolino, ha raccontato nel gennaio 2002 a Paolo Mieli che il presidente Prodi si recò da lui, allora segretario della Dc, non per motivi di carattere nazionale, ma semplicemente per chiedergli se avevano, come democristiani, preclusioni verso eventuali compratori della Sme. Sopito questo delicato rovello di parte, Prodi marciò più spedito e perfezionò il desiderio di cedere la Sme a De Benedetti, in

francesco cefalù 22.04.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che Sig.Berlusconi conflitto di interessi
o no,possibilità di essere eletto o meno sia
sempre e comunque un cittadino italiano equindi
possa chiedere una verifica della legalità delle elezioni. Un giudice che afferma il contrario
mi lascia molto perplesso.

Nicola Descovich 22.04.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma guarda un po' che bravi e zelanti questi magistrati bolognesi. Dico questo da "persona informata dei fatti", perche' a Bologna ci abito e vedo il degrado costante di una citta' che e' ai primi posti delle classifiche per rapine di banca, furti in appartamento, spaccio e altri episodi di criminalita'.

Invito il Dott. Lenzi cosi' come i suoi colleghi a svolgere piu' attentamente il proprio lavoro, lasciando perdere le questioni politiche alle quali il popolo italiano ha risposto con il voto alle ultime elezioni politiche.

E se proprio il Dott. Lenzi vuole occuparsi di politica, lo invito a guardare quello che sta succedendo nella nostra citta' con le "velate" minacce di Verdi e Rifondazione al suo collega Giovagnoli. Allora non e' il solo Berlusconi a non nutrire fiducia nella magistratura...

Catone il Censore 22.04.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i mezzi di protezione in ambiente contaminato. Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia e in particolare l’Assessorato alla Sanità erano stati perfettamente informati dei fatti di servizio illeciti.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese ed è intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina...).

Giovanna Nigris 22.04.06 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi e i suoi compari hanno distrutto il concetto di appartenenza ad una società organizzata, ad uno Stato, chi lo ha votato non vede al di là dello steccato di casa sua,teme per il suo orticello, la società itesa come entità a cui fai parte e che quindi riconosce all'individuo dei diritti ma anche dei doveri, non c'è più...ognuno guarda in tasca propria...Berlusconi è un re Mida all'incontrario, dove arriva lui distrugge: ha distrutto il mondo del calcio, ha distrutto la televisione ed ora anche lo Stato Italiano.
In tutti i discorsi che ho sentito in questi mesi, non c'è nè stato uno che abbia parlato delle donne lavoratrici in modo intelligente. Belli i discorsi sulle quote-rosa ( che ipocriti se ne ricordano solo a ridosso delle votazioni ) ma la stragrande maggioranza delle donne italiane non sa che farsene delle quote-rosa: sono lavoratrici con una famiglia a casa e vorrebbero lavorare a part-time ( quando i bambini sono ammalati o in vacanza non possono andare negli asili) nessuno parla di part-time, nessuno concede più il part-time eppure Berlusconi anni fa aveva promesso una legge seria che avrebbe favorito il part-time. Niente di più falso e il part-time è più penalizzato di prima e con esso le donne e la famiglia ...bravo Berlusconi, Casini e Co. e poi non venitemi a dire che siete voi quelli che tutelano i valori della famiglia ...( della vostra sicuramente e poi dico io lo sapete che la famiglia tradizionale fondata sui valori cristiano-cattolici non accetta che si divorzi dalla 1a moglie e se ne sposi un'altra?? Voi l'avete fatto bell'esempio... bell'esempio )

Patrizia Pezzali 22.04.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Lei signor "giudice" è la rappresentazione perfetta di cio ' che teme la gente comune.
Erwin x www.thule-toscana.com

ERWIN POGGI 22.04.06 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe per il tuo coraggio, onesta' e il grande humor che ti distingue .
Sono emigrato da molti anni e devo dire che
Berlusconi ha considerevolmente imbarazzato
anche noi italiani all'estero. Trovo
sconcertante che mezza Italia abbia votato
per la sua coalizione dopo tutte le guasconate
che ha detto e fatto durante la campagna elettorale, aggiungendo queste alla corruzione politica e il mismanagement economico degli
ultimi anni. Ora, rifiutandosi di accettare la sconfitta, Berlusconi sta rivelando a tutti l'autocrate che e' sempre stato.

Ernesto dal Canada 22.04.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,mi sono iscritto da poco al tuo blog, volevo solo farti i complimenti per tutto quello che fai e dici.ciao

roberto mangano 21.04.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Brutta cosa per l'ex premier la paura di finire in cella ora che ha perso la maggioranza qualora si dovesse votare per una eventuale autorizzazione a procedere contro lui e i suoi scagnozzi. E' questo il motivo per cui si ostina tanto a non voler perdere. Chi non ha di questi problemi ha già accettato la sconfitta.

Fabrizio da Roma 21.04.06 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè non andiamo alla casa bianca, prendiamo la legge americana sul conflitto di interessi sulle televisioni,la fotocopiamo, la traduciamo e la facciamo applicare in italia. ci diranno,forse,che è una legge comunista?

sono stanco del nano,scusatemi.ma svegliamoci. fondiamo Sveglia Italia,informiamo,educhiamo,svegliamo,scateniamo,agiamo,ma facciamo qualcosa

Romano

antonio romano cugini 21.04.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

la sinistra deve chiamare Berlusconi per chiedere scusa di aver vinto con le leggi particolari che la destra ha votato convinta,a settembre, di una possibile vittoria del centrosinistra; pertanto visto che le cose non sono andate secondo previsioni,secondo Fede e berlusconi, è la sinistra che dovrebbe chiedere nuove elezioni convalidando solo quelle che danno vincente la destra, reale espressione politica. Mi domando: a che punto è arrivata l'immagine dell'Italia nel mondo? possibile che nessuno della sinistra si alzi in piedi per denunciare l'anomalia in cui viviamo? E' normale accettare e vedere che degli italiani, seppur di destra, esultino per le volgarità o per le parole offensive che ogni giorno sentiamo?

silvio giacovazzo 21.04.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Ill.mo "GIUDICE" Norberto Lenzi,
Ho letto con sgomento la Sua lettera, non tanto per il contenuto, quanto per il fatto che si è qualificato "GIUDICE".
Le ricordo che recentissimamente il Capo dello Stato ha invitato formalmente tutti i Magistrati non solo ad esserlo, ma soprattutto ad apparire "imparziali" e noto con ammirazione con quanta deferenza Lei rispetti tale autorevole invito del suo Capo Supremo.
Le ricordo anche che il Suo stipendio non è pagato solo con i soldi dei contribuenti di sinistra, bensì di tutti gli italiani per i quali dovrebbe avere maggiore considerazione.
Lei è libero di esprimere le Sue idee, ma abbia almento l'intelligenza ed il buon gusto di non qualificarsi "GIUDICE"
Parla di conflitto di interessi ma non cita gli Jilly/caffè, i Soru, il sindaco di Messina ed i tanti altri di sinistra gonfi di miliardi.
Dopo aver letto quanto da Lei scritto, in cui riversa tutto suo odio e vomita veleno, penso con terrore a quei poveri concittadini che si attendono da Lei un giudizio sereno ed imparziale.
Spero in Dio di non incontrarla mai nella mia vita.

Roberto di Nasso 21.04.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, questa indifferenza che viviamo da ormai troppi anni deve finire. Questo nano l´abbiamo lasciato fare per troppo tempo.... e´ora di fare manifestazioni come i nostri vicini Francesi. Una manifestazione pacifica ma che mandi un chiaro messaggio...Il nano in parlamento non puo´starci..se vogliamo almeno apparire come una vera democrazia. Beppe e ragazzi del Meetup fissate un giorno e saremo tutti a Roma.....!!!

Sergio Gallo - Colonia (Germania)

Sergio Gallo Commentatore in marcia al V2day 21.04.06 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo siamo nel paese dei balocchi!
Solo in Italia si vedono cose del genere!
Come fai ad aspettarti che gli italiani insorgano una volte per tutte se le recenti elezioni hanno dimostrato che metà del paese sta con il Nano e continua a votarlo?
Io ho solo 27 anni ma già mi sono stancato di vivere in questo paese di m...a!
Speriamo che qualcosa cambi e cambi in fretta perchè non si può andare aventi così!!!!

Gianluigi Paladino 21.04.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento

@ cecilia magnelli

"non accettiamo passivamente, come del resto facciamo sempre,questi soprusi della cdl;"

Bello che sia una signora a dirlo. Infatti, più volte ho pensato: ma che fine hanno fatto le sinistre?
Io sono un ex elettore di destra, e forse sono troppo vecchio, ma mi pare che ai miei tempi le sinistre esibissero una combattività ben diversa!
Ci siamo forse tutti rimbambiti davanti ai calciatori, alla TV (!?), alle discoteche?

giuseppe ricci 21.04.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè ancora nessuno stia facendo niente per impedire che il Sig. Berlusconi, nonchè EX presidente del consiglio continui nella sua folle corsa, non capisco perchè ancora non si sia formando il governo della sinistra vincitrice! Ma facciamo qualcosa facciamo petizioni! Scendiamo in piazza! non accettiamo passivamente, come del resto facciamo sempre,questi soprusi della cdl; che le istituzioni e i partiti prendano una posizione forte! Ma sono l' unica a vedere la nostra democrazia in pericolo???Beppe sei un grande sarò a vederti il 23 a Firenze!

cecilia magnelli 21.04.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, come puoi facilmente verificare mi sono iscritto da poco al tuo blog e devo riconoscere che è decisamente coinvolgente.
Mi si accavallano in testa un sacco di idee, domande, risposte, proposte … e non sono abituato a fare ordine così per oggi ne ho isolato una:
“Quale è la funzione del Presidente della Repubblica?”
Io ho sempre pensato che fosse quella di Garante della Democrazia e della Legalità ma in tutta la discussione sul conflitto di interessi e sulla ineleggibilità del nano non è stato mai coinvolto.
Ma Ciampi è uomo d’onore …. Viene riconosciuto da destra e da sinistra, e allora cosa c’è che non funziona?
Ranieri Zanni

Ranieri Zanni 21.04.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

e arrivato il momento di dire basta.........

il giorno dopo le elezioni politiche
il sig. berlusconi in un momento di ritrovata e toccante riunificazione nazionnale annuncio ' nello stupore dei sui alleati sedudi al suo fianco ( senza avvertirli ovviamente in democrazia si decide da soli )un apertura alla sx
e un governo di unita ' nazionale
( la stessa sx communista mangiatrice di bambini alla quale eveva detto tutto il peggio possibile durante la campag. elett.)
dopo un netto no della sx e di qualche alleato si cambia strategia non si riconosce il risultato degli avversari ci sino brogli schede nulle errori UNIDIREZIONALI solo la cassazione potra dire l'ultima sulla vicenda .
la cass. dice che la vittoria e della sx ma il sig. berusconi non la riconosce smentento ancora se stesso cambiando ancora versione ancora ricorsi al tar al consiglio di stato allo spirito santo ecc ecc .
non vi sembra che in questa viceda l'unica cosa che emerge con chiarezza e' che li sig berlusconi
abbia una sola cosa chiara in mente rimanere al potere a tutti i costi con la dx o la sx
l'importante che lui ci sia per evitere rifome del sistema televisivo ma ancora di piu' della raccolta della publicita ' dove lui e monopolista .
praticamente la tutela dei sui interessi personali non certo quella degli ITALIANI

elio silvestri 21.04.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

E BASTA!ADESSO ANCHE IL RICORSO AL TAR. VERGOGNA! A QUESTO PUNTO POTEVATE FARE UN COLPO DI STATO ED ERA MEGLIO.IL BERLUSCA E I SUOI "PICCIOTTI" NON VOGLIONO PROPRIO ACCETTARE LA SCONFITTA.
FINI,MI MERAVIGLIO ANCORA UNA VOLTA DELLA DESTRA, MA PROPRIO TI PIACE RITIRARE "LA CALZETTA" AL BERLUSCA.E TU CASINI, CATTOLICO,CHE PARLI TANTO DELL'ALLEANZA DI PRODI CON BERTINOTTI,TU,CHE CI STAI A FARE CON LA LEGA?CON GENTE CHE SI SPOSA CON IL RITO CELTICO, GENTE CHE DICE CHE L'HA DURO OSSIA GENTE CAFONA,CHE ARRIVA A DISPREZZARE ANCHE GLI ITALIANI DEL SUD,(A PROPOSITO LA MOGLIE DI BOSSI CHE E' DEL SUD COME FA A STARE CON BOSSI? ABBIAMO PERDUTO L'ORGOGLIO DI ESSERE SICILIANI?o i soldi sono tutto nella vita di una donna!) COME FAI CASINI A STARE CON IL BERLUSCA E POI ANDARE IN CHIESA A BATTERTI IL PETTO?QUANTI COMPROMESSI FAI OGNI GIORNO? PER VOI LA PORTA SANTA A ROMA DOVREBBE ESSERE APERTA GIORNO E NOTTE PER LA REMISSIONE DEI PECCATI.ALZATE LA TESTA E CERCATE DI ESSERE VERI DEMOCRATICI NON PER FINTA

marygreenfield 21.04.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi stupisce che il giudice di Bologna, Dr. Norberto Lenzi, occupi il suo tempo, da me pagato pro quota visto che il suo lauto stipendio da pubblico dipendente lo pago anch'io con le mie tasse, trovi il tempo per questo proclama giacobino. Comunque anche questa é democrazia....
Vorrei sapere cosa faranno nella loro vita, lui e quelli che la pensano come lui, quando non avranno più una persona su cui scaricare l'odio giacobino.
Non mi sembra di aver letto nessun sofferto proclama del Giudice di Bologna o persona similare quando il primo Governo Prodi legiferò la legge sulla rottamazione delle auto (e poi ci fanno lezioni sulle regole di mercato uguali per tutti !!), per ringraziare la Casa Reale torinese (FIAT) per l'appoggio avuto alle politiche e successivamente alle amministrative (Castellani vinse contro Costa per circa 4000 voti: stesso numero dei dipendenti di Corso Marconi !?!). Ne ho sentito echi di geremiadi quando al Ministero degli Esteri fu richiesta la disponibilità di Susanna Agnelli che poi fu ministro, sempre alla Casa Reale torinese, dall'allora Presidente della Repubblica "di tutti gli italiani" Oscar Luigi Scalfaro (altro magistrato, che combinazione !!) sul cui operato stendo un pietoso velo per rispetto alla decenza. Come mai nessuno eccepì l'evidente ed ingombrante CONFLITTO DI INTERESSI ?
Nutro una profonda pena per coloro che, pensando di essere unti dal signore, vogliono fare agli altri la morale "ideologica”.
In un paese dalle profonde radici cattoliche come il nostro penso che sarebbe opportuno, per ognuno di noi, riflettere in SILENZIO su quanto disse più di 2000 anni fa uno "straccione" blasfemo, così considerato per le consuetudini di allora, che con parole semplici disse: .
Infatti la storia ci racconta che non usarono le pietre per dargli il benservito, ma i chiodi.
Un simpatico saluto a tutti, giustizialisti e non.

alberto muratorio 21.04.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

l'altra sera ho inviato un commento offensivo. Mi sono permesso di chiamare il Coglione di Arcore nano. Uno dei lettori del Blog , del quale non ricordo il nome, si e' palesemente offeso. Chiedo quindi scusa a tutti i tuoi lettori ed in particolare a tutte le persone, come me, di piccola statura. D'ora in avanti mi riferiro' a lui come il "Coglione di Arcore" o piu' semplicemente CdA, sperando che nussun testicolo se la prenda male.

Giancesare Moro 21.04.06 13:47| 
 |
Rispondi al commento

@ Claudio Tarsi


Dubito che tra i destinatari delle tue esortazioni ve ne siano di permeabili ai sentimenti auspicati.
Insomma: la persona è lì da vedere. Le leggi che ha fatto confezionare; le parole con cui si rivolge alla "gente" in generale e ai "coglioni" in particolare; il piglio pragmatico (ma "gretto" sarebbe più calzante) con cui affronta o finge di affrontare i problemi: tutto è in perfetta evidenza, alla luce del sole. Eppure un bel quarto degli italiani lo osanna. Dico "un quarto" perchè ho personalmente le prove che, malgrado egli sbandieri un 50%, moltissimi che non stanno nel suo partito non lo amano e molti non lo conoscono ma lo votano per disciplina di schieramento.
Dico "finge di affrontare" perchè lui in realtà dei problemi della "gente" se ne impipa. C'è chi ha sciupato per lui la parola "statista" ma non c'è persona più distante dai problemi del popolo e dello stato.
Peggio di lui ci sono soltanto i leader politici suoi alleati, senza i quali non potrebbe fare proprio un bel nulla: dovrebbe ingoiare il proprio veleno e, con ogni probabilità, avrebbe conosciuto il sole a scacchi.

giuseppe ricci 21.04.06 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a tutti quei curiosi che pur votando Berlusconi buttano un occhio su questo Blog a voler vedere cosa fanno quei "coglioni" illusi che ancora credono che i soldi non fanno la felicità... e neanche aiutano. A tutti voi invito a riflettere sulle volte che veramente avete sentito cantare il vostro spirito, che avete volato su pensiri di pace dove nessuno esisteva se non la vostra felicità. E ricorderete che lì ci eravate per un sorriso, magari di vostra figlia, della vostra amata, di vostro padre, quello di uno sconosciuto a cui avete regalato un pò del bello che c'è in voi. E soprattutto ricorderete che vi sentivate più vicini a Dio nell'alto dei cieli, che a una bestia nella giungla dove comanda la legge del più forte. E allora vi domando perchè volete trasformare questa terra in quella giungla così lontana dalla vostra felicità.
Vi amo tutti, amatevi anche voi!

Claudio Tarsi 21.04.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sia doveroso il ringraziamento al giudice Lenzi, non solo per la lucida analisi del problema, ma anche per il metaforico schiaffo al pragmatismo ossessivo. In questi anni molti hanno parlato di Berlusconi come di un'anomalia, tanto strana ed incapibile da non riuscire a vederne la soluzione. Perché, quando il problema é chiaro e in una qualche misura "normale", allora appare anche normale trovare una via d'uscita. Ma che razza di intoppo é Berlusconi, un "padrino" dell'editoria e della televisione che diventa capo del governo, che elude tutte le regole del gioco per arrivare sempre primo?! Sembra di avere a che fare con i bulletti dell'asilo, che fanno di tutto per rubarti la merenda e metterti in cattiva luce con la maestra! Viene da pensare, allora, ma come é possibile che una democrazia progredita come la nostra, che dovrebbe affondare le proprie radici nella resistenza antifascista (un regime di quelli mica male!) permettere la nascita di un'autocrazia mediatica come quella degli ultimi dieci anni? E, ancora piú sconvolgente, come é possibile che dopo cinque anni di governo Berlusconi Forza Italia e il suo leader non siano ancora stati cancellati dalla scena? Forse che il problema é piú profondo di quanto si pensi, e che la soluzione non puó essere trovata solo attraverso la pragmatica degli eventi. Perché un paese dove la televisione é in grado di delegittimare la legge, il problema non é tanto politico, quanto di percezione della realtá. Se la costruzione della veritá non passa piú attraverso la vita degli individui, che quella veritá la possono toccare, allora diventa qualcosa di languido e amorfo, suscettibile a qualsiasi interpretazione e cambio d'umore. In questo scenario c'é poco spazio per la pragmatica, che non ha piú oggetti fisici su cui lavorare, ma solo parole ed immagini che viaggiano attraverso il tubo catodico. Gli antichi scrivevano le leggi sulle tavole di pietra, a sottolinearne la granitica stabilitá...

Mattia Temponi 21.04.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dubito che la sinistra possa fare qualcosa di concreto, vedi esperienze precedenti, l'atteggiamento segnalato sopra, ma pensiamo alle leggi ad personam del dipendente Maccanico negli anni 80 se non erro.
Sembra che la protezione del dip Berlusconi sia molto estesa a SX...ma vanno tutti dal grand maestro a scuola??

rolando mori 21.04.06 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Tutta la vicenda "elezioni", ma più in generale la farsa tragicomica della politica degli ultimi cinque anni, mi ha provocato un crescente disagio nei confronti degli organi di informazione (giornali) ai quali faccio di solito riferimento. Parlo delle principali testate, da La Repubblica al Corriere della Sera, alla Stampa e così via.
I casi sono due: o sono io che non ho capito in che mondo vivo (probabile) o i così detti "valori imprescindibili e irrinunciabili", in Italia, sono ormai un dato solo formale. Come mai questi baluardi della correttezza, della socialità, della Giustizia con la "G" maiuscola, delle Istituzioni pilastro del Paese, di fronte alle vicende quasi metafisiche alle quali abbiamo assistito, hanno assunto toni tanto dimessi, spesso trattandole alla stregua di stravanganze da buontemponi? Di che parlo? Di ministri della Repubblica che con la bandiera d'Italia ci si "puliscono il c...", di un Capo del Governo (inelleggibile!!) che ha umiliato l'Italia in ogni occasione internazionale alle quali ha partecipato, che ha massacrato l'economia italiana millantando il contrario, che di fronte all'esito elettorale (da lui costruito e gestito!) si permette di dire che DEVE cambiare! ...e così via. Gli esempi sono perfino troppi e tutti mortificanti, per aver voglia di attardarsi in elencazioni. La mia preoccupazione è che chi occupa un posto così importante nella formazione delle opinioni, i principali giornali appunto, non sappia o non voglia dare ai fatti (e quindi ai valori lesi) il giusto rilievo, contribuendo alla confusione generale. Penso che, purtroppo, il "pericolo" non sia affatto scampato e che abbiamo tutti un estremo bisogno di verità dette per intero, a tutti, subito. Signor Grillo, come la pensa? Vuol dare una mano agli italiani (e, per quel che sento, non siamo in pochi) che condividono queste preoccupazioni? La ringrazio in anticipo. Paolo Anichini

ANICHINI Paolo 21.04.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma che cosa pretendiamo come informazione, quando i nostri giornalisti (stampa o tv) con il culo al caldo della loro sediolina faticosamente conquistata e con la lingua felpata per le leccate date, al mattino alle 8.00 in punto accendono il pc alla loro scrivania, leggono le notizie dell'ANSA della Reuter, etc etc, montano i vari pezzi e scrivono il giornale?
Ma che informazione è che se provate a fare zapping fra i telegiornali in contemporanea serale, la scaletta delle informazioni e delle notizie è la STESSA? Se leggete i giornali, gli articoli sono gli stessi, non cambiano nemmeno le virgole, e a volte copiano persino gli errori. Non sto parlando di opinioni, ma di riportare notizie, informare, divulgare.....che schifo

Paolo Forsennati 21.04.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

(4à parte. Va letto dal basso verso l'alto, dalla 1à parte alla 4à...purtoppo, la prossima volta sarò più attento! Scusate!!!)
Caro Presidente, in milioni sperano che il suo nuovo hobby la ripaghi dei patimenti subiti in oltre dodici anni di vita pubblica e sperano di cuore che la consacrino quale miglior artista di questo secolo.

Sergio Ferreri 21.04.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

3à parte.
Il vero conflitto di interessi, interno, che dilania il nostro ex Premier è costituito dalla sua talentuosa vocazione artistica.
Non mi riferisco alle sue proverbiali battute che gli hanno valso un enorme prestigio internazionale: precise e puntuali citazioni storiche, Romolo e Remolo che hanno fondato Roma, o dando del “Kapò” ad un irriverente europarlamentare, Martin Schulz;
senza parlare poi dell’enorme fascino virile esercitato verso il gentil sesso, messo spesso a servizio del Paese in delicati ed opportuni accordi con altri leaders tipo la Presidente della Finlandia, valorizzando il nostro culatello rispetto alla renna affumicata finlandese;
senza poi citare ovviamente il suo alto senso di considerazione nei confronti dei votanti del centrosinistra, assimilati giustamente a precise parti anatomiche, segno inequivocabile delle sue ampie conoscenze mediche.
Ma il vero conflitto intestino che il nostro ex Premier vive è per l’appunto tra il suo alto senso di responsabilità, ineluttabile che l’ha spinto, dopo attenta e sofferta richiesta di parere alla sua amata madre nell’ormai lontano 1994, a risollevare le sorti dell’Italia e il suo indiscusso talento di cantante.
Lo vedremo addolcire i cuori di sterminate folle in compagnia del suo amico Apicella?
Mi sia consentito dire a chiare lettere, che non solo un uomo come Berlusconi merita un reale e sentito riconoscimento per il suo impegno ed i suoi ottimi risultati prodotti in oltre dodici anni di impegno politico, ma auguro a quest’uomo la giusta ribalta artistica che merita.
I testi delle sue canzoni sono sotto gli occhi di tutti noi, e non gli si può non riconoscere il prorompente talento.
Molti, anzi moltissimi, compreso il mio attuale allenatore di calcio, stimano e vedono in Berlusconi il più grande statista della storia italiana.
Cosa aggiungere di più?

Sergio Ferreri 21.04.06 10:31| 
 |
Rispondi al commento

2à parte
Il dramma di quest’uomo, spogliato del suo passatempo preferito (la conduzione del Paese Italia), potrebbe vedere la luce solo ed esclusivamente trovando la giusta e meritata consacrazione nel mondo artistico.
Come le più grandi menti della storia dell’umanità, il nostro Premier, e purtroppo sarebbe ormai il caso di chiamarlo Ex Premier, dispone di una personalità di spicco, poliedrica e piena di talento.
Quando dico poliedrica intendo in senso letterario, infatti sono tante le personalità che convivono nel suo più che decoroso corpo, che spesso si fondono e si confondono. Tanto spesso da provocargli vuoti di memoria, che non portano altro che a veri e propri conflitti con se stesso.
E non mi riferisco tanto alla sua proverbiale coerenza, né tanto meno alla sua capacità di essere oggettivo e vedere con limpidezza la realtà senza mai essere stato sedotto dalla menzogna o dalla falsità. Quanto piuttosto a quel vero e dilaniante conflitto interno di interessi che lui vive da tempo.
E non è certo bastata una Bicamerale né tantomeno una recente legge a risolvergli il problema.

Sergio Ferreri 21.04.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

1à parte.
All’indomani della sentenza della Corte di Cassazione che riconosce all’Unione di Romano Prodi l’ingiusta vittoria delle elezioni politiche, il nostro caro Presidente, che ha lottato come un leone, non pare arrendersi all’evidenza dei fatti.
O meglio non lo dichiara lui apertamente, ma lo lascia dire ai suoi più intimi e stimati collaboratori, nonché compagni di partito.
Tutto ieri l’On. Tremonti, il Sen. La Loggia e l’On. Ghedini (avvocato del Premier) hanno dichiarato di non riconoscere la vittoria al centro-sinistra, perché a loro avviso occorrono ulteriori calcoli.
Probabilmente alla Suprema Corte di Cassazione viene giustamente attribuito da parte di chi ci ha governato negli ultimi cinque anni, una mera funzione di consulenza statistica, alla stregua di una qualsiasi società di sondaggio.
Fin qui tutto nella norma, o quasi….
Ma i veri nodi da sciogliere e di ben più rilevante importanza sono altri.
Cosa farà il nostro caro Premier per i prossimi cinque, o giù di lì, anni?
Molte le ipotesi ventilate in questi giorni, e tutte per la verità suggestive.
Nella Casa delle Libertà vari rumors accrediterebbero al Cavaliere la presidenza del Quirinale, altri lo vedrebbero, già come certo, sulla panchina del Milan; altri ancora danno per scontato la sua prossima conduzione di un noto programma televisivo.
Tante, troppe voci, forse infondate. Ma vista da fuori la vicenda andrebbe approfondita ed analizzata a dovere.
Non è facile per uomo come Berlusconi inventarsi dall’oggi al domani un nuovo hobby.
Credetemi, senza ironia, non è facile.
Mettetevi un attimo nei panni di uomo di settant’anni che non ha nessun genere di problema economico né di salute.
Forse potrebbe averne di carattere giudiziario, ma la storia ci ha insegnato che la parte politica a lui avversa ( la Magistratura) le ha provate tutte, senza per ora grandi risultati.

Sergio Ferreri 21.04.06 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Quanta foga per un nemico a lungo e potentemente vilipeso! Altrettanta ne auspico contro chi ha creato dall'IRI il debito pubblico italiano, da capo del governo l'affaire Telecom Serbia, dall'imminente stangata di 30.000 miliardi di €. Si concentri ed arriverà anche Lei a comprendere che le tasse non sono necessarie per estinguere il debito pubblico, ma è il debito pubblico indispensabile ad elevare le tasse. Buona grassazione!

ing. Federico Ranaudo

Federico Ranaudo 21.04.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Porgo i mieri complimenti al giudice Lenzi per il coraggio dimostrato nalla sua "sfida ai pragmatici" considerato che il coraggio non è più una qualità degli uomini, degli italiani in particolare. Accondiscendenti alla mano del potere, che sotto la falsa illusione del benessere falcia la nostra libertà di espressione, abbiamo perso il CORAGGIO di rispettare le regole. E noi, figli di padri e di madri che coraggiosamente hanno lottato per conquistare e affermare tutti quei sacrosanti diritti di cui oggi godiamo, non abbiamo nemmeno un bricciolo di sfrontatezza per dire "basta" e preferiamo restare chiusi nel nostro sicuro cantuccio.
Che Italia vogliamo costruire se siamo spettatori immobili della nostra storia!
Gridiamoli i nostri diritti, sbattiamoli in faccia alla nostra classe dirigente, facciamo sentire la nostra voce insieme a quella di persone che come Lenzi hanno il coraggio di liberare il proprio pensiero e di riconoscere la propria identità.
E allora, cara sinistra, ridaci la speranza di riconquistare la nostra dignità di cittadini per costruire un futuro migliore, guardando al passato per tirar fuori il coraggio di compiere le scelte giuste in nome e per conto del popolo italiano, affinchè tutti riacquistino fiducia in quello Stato Sociale che è la nostra Reppubblica.

Sandra Manca 21.04.06 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Questo intervento del Dott. Lenzi è molto significativo in quanto ci fa rendere conto di come l'Italia viene amministrata. Non è assolutamente possibile pensare che esista una legge dello stato lasciata là in una qualche gazzetta ufficiale il cui valore potrebbe essere vincolante, così come non è possibile che determinati strumenti possano essere utilizzati per la risoluzione di questioni private e personali come, ad esempio, il procedimento legislativo. Ma tutto questo è talmente scontato che non dovrebbe neanche essere oggetto di qualche discussione, così come non si dovrebbe discutere sui metodi adottati nei rapporti istituzionali: un presidente del consiglio non può dire che per fare il giudice è necessario essere dei pervertiti così come non può insultare e prendersela con i giudici se ha qualche problema con la giustizia...i giudici fanno il loro lavoro e scovano i "cattivi" chiunque essi siano. In questo modo non solo non si assicura quella serenità tanto proclamata dalla Costituzione e dalle norme di ordinamento giudiziario, ma si delegittima la stessa magistratura e in uno stato "democratico" come il nostro questa è una conseguenza molto grave. Il problema è fondamentalmente culturale, le persone di buona volontà devono impegnarsi a risolverlo.

aldo cimmino 21.04.06 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo airingraziamenti fatti a lei, giudice ma nel contempo continuo ad arrovelarmi sul fatto che dagli anni 90 le cose sempbrano andare alla rovescia. A partire dal fatto che il popolo chiedeva giustizia al magistrato più famoso d'Italia: Di Pietro. Giustizia sociale , questa la prima anomalia, l'inizio di una inversione o perversione da parte degli italiani e del loro senso della giustizia .Da quel momento tuttosi è capovolto e i valori sociali e culturali, i riferimenti politici e i ruoli istituzionali si sono completamente intoricigliati e ora gli italiani, almeno una buona metà non riescono distinguere la virtù dalla furbizia, il ladro dall'imprenditore,il politico dal giudice.
E direi di più, non sappiamo nemmeno salvaguardare i nostri figli, proteggere la nostra famiglia, essere autorevoli e credibili con le generazioni più giovani . In questo mare nero dove anche le ombre sono state inghiottite, l'unica certezza è e resta sempre la stessa: i dipendenti a reddito fisso (e basso) se non pagano una sola bolletta ,in tutta la loro carriera di "pagatori" gli tolgono luce,acqua e gas, che sia sano omalato e in buona fede. E nessun giudice o politico trova INGIUSTO tutt'al più viene annoverato tra i problemi sociale, da risolverecon i tempi che la politica ha.(lunghi per una sola generazione).
Sorge una domanda : non è che con i più deboli e i meno ammanicati è facile far rispettare le regole? Quindi il punto è non abbiamo strumenti per far rispettare le leggi della convivenza e dei valori civili, o chi è più furbo, ricco e potente , nonsolo le regole non valgono più,ma gli uomini che rappresentano quelle regole non contano più. Fate una bella cosa non chiedete ai politici cosa è legale e cosa non è legale, non è compito della politica. In America e non solo è legale uccidere (Leggi pena di morte). Nell'800 era legale avere degli schiavi , etc. Rivoluzionate e denunciate la classe dei magistrati se questi non fanno rispettare le regole a tutti Cordialmente

marina tango 21.04.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Va riconosciuta al dott. Lenzi grande chiarezza, anche se i concetti espressi paiono così ovvi che non dovrebbe esserci bisogno di un magistrato per illustrarli. Mi chiedo però come possa essere stato consentito ad un INELEGGIBIE di essere eletto in barba ad una legge vigente; pazienza gli stipendiati di forza italia, mediaset ed il resto dell' impero più o meno velatamente ricattabili; pazienza gli alleati lego/fascisti per i quali Berlusconi era la sola possibilità di sdoganamento fuori dai loro covi storici; pazienza gli inciuci che non sapremo mai per i quali D' Alema ed altri personaggi della sinistra hanno dimostrato in passato e tuttora dimostrano di fatto una sudditanza verso di lui; ma chi e cosa impediva alla magistratura di destituirlo come avvenne per il LADRO Bettino? Mi viene da pensare che alla fin fine, anche i contrasti con la magistratura siano delle liti di facciata, tanto i magistrati che contano li ha sempre avuti in pugno con mezzi poco puliti.

Paolo Caparello 20.04.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Pregevole lo scritto di N.Lenzi.A mio modesto parere,ravviso però la solita infruttifera memoria del conflitto d'interessi o meglio, della sua applicazione, od ancora spero una nuova legiferazione più ferrea di merito. Al contempo sono sbalordito dell'insabbiamento di tutte le malefatte del ns.ex (grazie a Dio)presidente dal"sorriso perpetuo" del suo decursus di "grande impreditore" che si è fatto da sè! Il suo miracolo parte da terreni agricoli che per intervento divino sono resi edificabili, di enti che a "mattone" fermo gli acquistano palazzi, di ripetute violazioni della diretta televisiva,di "stallieri" pluripregiudicati a domicilio, di iscrizione alla P2,di come mai ha fatto chiarezza davanti ai giudici e perciò al popolo italiano dei finanziamenti percepiti agli albori dell'emittenza privata..perchè tutto questo e molto altro non viene URLATO??!! perchè anche se tutto ciò è di dominio pubblico?!Tristemente finisce tutto nell'oblio mediatico nel quale la maggioranza degli italiani sono sopiti e monitorizzati, alienati pure nel loro più piccolo pensiero od opinione...solo il ns.spirito, la nostra memoria ed i ns.reali valori ci salveranno..Grazie Lenzi!

paolo coruzzi 20.04.06 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie giudice Norberto Lenzi
ha esposto talmente bene la situazione che sarebbe un peccato aggiungere qualche parola di troppo.
Spero che chi leggerà la sua relazione abbia la mia stessa reazione: stampare e diffondere quanto Lei ha esposto.
Cordialmente, Amalia Fracasso

Amalia Fracasso 20.04.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento

MI COMPLIMENTO CON CHI NON DIMENTICA QUANTO QUESTO STATO HA REGALATO AL NANO DI CORTE,CHE
DI FRONTE ALLE REGOLE NON POSSIEDE E NON RISPONDE,
MA DI FRONTE AGLI ITALIANI DEBORDA E PONTIFICA.
IL 41 BIS LO ASPETTA, SE NON DIVENTA PRESTO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA (?!?!)
TIENI DURO, POPOLO SOVRANO, E NON ARRENDERTI MAI !

LUIGI GHIGI 20.04.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Oh, gente, la notizia è abbastanza fresca e non so se qui ne avete già parlato.
Al processo IMI in Cassazione il PG ha praticamente chiesto l'assoluzione per Squillante e cospicue riduzioni di pena, rispetto all'appello, per Previti etc.
Com'è questa storia?
Un po' strana, non vi pare?
Io ho votato per la sinistra perchè nauseato da come certi processi hanno proceduto ... ma adesso ...
Non è che adesso assisteremo a un ammorbidimento generale delle destre verso il nascente governo?

giuseppe ricci 20.04.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

continuazione
con la speranza di arrivare in paradiso.
Un ulteriore vantaggio era politicamente più appetibile,poteva dimostrare la sua diversità morale ma soprattutto la collusione del potere democristiano con la mafia .
Un'altra grande forza partecipò al GRANDE INGANNO,
per interessi più sottili ma meno perdonabili,visto la sua grandezza morale.
Questa potenza morale intervenne come forza consolatrice distribuendo SPERANZA E PROVVIDENZA
COME SOLUZIONE DELLA DISPERAZIONE SOCIALE ED INDIVIDUALE.
Ovviamente molti partecipavano involontariamente ma le menti finissime dell'alto clero ne erano consapevoli perchè è connaturato in loro agire pro stato(erano i referenti della democrazia cristiana)e conveniva loro perchè povertà e miseria sono condizioni necessarie alla loro sopravvivenza.
Un insieme di interessi convergenti hanno permesso il GRANDE INGANNO.
Come ultima cosa le faccio presente che il MASSARU PROVENZANO,latitante e sconociuto per 43 anni,ha gestito la multinazionale MAFIA ED I RAPPORTI INTERNAZIONALI DA SOLO;
Lei ci crede,io no.

cordialmente
LILLO Marcunzio


LILLO MARCUNZIO 20.04.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che personalmente non posso vedere il "nano che ride", ma dopo avere letto la lettera del giudice attentamente vorrei fare un appunto, la carica ricoperta dal signor Lenzi gli impone di denunziare i fatti in caso venga a conoscenza di palesi violazioni della legge e mi chiedo come mai un fatto così grave non abbia mosso la magistratura?.....mi riferisco al discorso del possesso delle televisioni.

Maurizio Lelli 20.04.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ringraziare pubblicamente il giudice Lenzi per avermi dato l'ennesimo tassello fondante per per opporsi a tutto ciò che fin ora abbiamo subito da un governo ad personam, che aveva come prima mira l'appagamento della sete di potere. Mi piacerebbe che il Giudice Lenzi e chi gli somiglia parlassero a noi giovani più spesso con questa chiarezza che ispira fiducia e che ci permette di far crescere una coscienza. Grazie, perchè sono questi gli adulti di cui abbiamo bisogno.

lucia cesarini 20.04.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

La presenza strutturale delle mafie nella gestione del potere determina un incompatibilità evidente con la democrazia.
Doppie tasse,pizzo locale ed imposte nazionali,doppie autorizzazioni per aprire una qualunque attività,doppie protezioni,doppie morali,sudditanza psicologica.
Come vede il comportamento illegale del sig Berlusconi non è stato considerato antidemocratico dal 50% degli italiani.
In tempi non lontani anche i partiti di sinistra con la famosa bicamerale stavano legalizzando l'illegale.
Adesso affrontiamo il male assoluto e le responsabilità che consentono il GRANDE INGANNO
(non è il titolo di un film):
Il nostro capitalismo amorale controlla e quindi determina i comportamenti politici ed isituzionali
di ieri e di oggi.
La voluta suddivisione di due Italie,una produttiva e l'altra consumista,è stata una scelta strategica motivata da una visione miope, forse discutibile.
Tale scelta ha comportato la concentrazione di investimenti produttivi e strutturali tali da favorirne uno sviluppo crescente con l'aiuto determinante di milioni di immigrati,sottopagati perchè straccioni meridionali;un paio di milioni hanno oltrepassato i confini e con le loro rimesse dirette hanno contribuito a sostenere lo sviluppo.
Quesa situazione è stata favorita dalla presenza delle mafie che per conto del padrone impediva uno sviluppo nelle zone meridionali.
Gli interessi convergenti con i governi democristiani, avvantaggiati dal sistema clientelare che consentì loro 50 anni di governo(come avrebbero potuto resistere tanto), favorì il GRANDE INGANNO.
Se ancora oggi moltissimi meridianali ritengono la mafia responsabile del loro sottosviluppo dimostra semplicemente che l'opetrazione è perfettamente riusscita.
Come complici interessati e consapevoli che hanno mantenuto parte attiva con motivazioni diverse ma non meno importanti troviamo un partito comunista interessato alla forza propulsiva della classe operaia,organizzata e concentrata nelle zone produttive.segue

LILLO MARCUNZIO 20.04.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

DURA LEX, SED LEX

Il giudice Lenzi ha tutta la mia stima per aver esposto chiaramente quanto in Italia si sia perso il senso della legalità e dell'etica, valori per me fondamentali, insieme alla partecipazione, su cui si costruisce una democrazia reale e viva.
Stiamo assistendo ad un'orgia mentale generale sulla scena politica che mi lascia semplicemente sbigottita. Si permette ad un ancora presidente del consiglio di non accettare il decreto della Corte di Cassazione relativo ai risultati elettorali, solo perché non gli piace! Di usare i media per esternare le sue elucubrazioni mentali per insinuare dubbi sulla legalità e veridicità dell'operato sia del Viminale, gestito e controllato dal suo governo ancora in carica, che della Cassazione. Un solo cittadino che cerca di bloccare lo Stato, sconvolto dalla constatazione di quanto può essere forte una croce messa su una scheda elettorale!Lui che della disinformazione e del non rispetto delle regole ha fatto un credo di vita, non sà come comportarsi di fronte alla legalità di un voto popolare svoltosi nel rispetto delle regole democratiche.Spero che questo atteggiamento non diventi dottrina,che non abbia il seguito da lui auspicato, insieme ai suoi compagni di partito, e che l'opinione pubblica sappia leggere nel modo giusto questo comportamento improponibile in una democrazia viva e popolare, quale quella italiana!
Viola Ferrante

Viola Ferrante 20.04.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Egr. giudice,
un capitalismo amorale e una borghesia parassitaria e papalina governano l'Italia dall'unità d'Italia.
Noi italiani siamo sempre vissuti in una democrazia apparente e nonostante la presenza di una libera stampa e l'accresciuta accultorazione di massa non abbiamo ancora acquisito il concetto di vera democrazia.
In una vera democrazia sarebbero banditi i comportamenti politii ed individuali che osserviamo comunemente ed a volte pratichiamo perchè così fan tutti.(avrà avuto modo,anche all'interno dei palazzi di giustizia,di osservare la comune pratica di favoritismi e di privileggi?).
In questo contesto il diritto di essere uguali tra gli uguali non trova quasi mai applicazione.
Il potere ed il denaro(spesso non sono disgiunti)
fanno la differenza,le commistioni tra controllori e controllati generano confusione ma soprattutto mancanza di controllo democratico.
Consideri poi he lo strumento principe in una vera democrazia è la libera informazione ed in Italia quasi tutta l'informazione è controllata dal potere oligarcico che direttamente condiziona
e manipola con l'avallo di nani e ballerini tutto ciò che potrebbe nuocere al loro potere.
Potrei elencare una infinità di accadimenti a sostegno di questa incontrovertibile verità,ma offenderei la sua intelligenza .
Pertanto mi limiterò a raccontargli una storia infinita che nonostante le conoscenze e la cultura democratica perdura dall'unità d'Italia.
Una MAFIA cialtrona e contadina si evolve, nonostante la nostra democrazia,in una grande multinazionale dei nostri giorni.
Contolla tutti i traffici illeciti,gli appalti pubblici,il monopolio assoluto del calcestrutto,gli enti ospedalieri, i comuni,le carceri,ha azioni e/o partecipazioni nella economia e nell'alta finanza etc.etc.
Ha ucciso per propio conto e per commissione centinaia di persone, che nonostante coscienti dell'alto rischio si erano frapposti a difesa di un stato di diritto immaginato e sperato.
segue ,

LILLO MARCUNZIO 20.04.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Giudice Lenzi
in merito all'elezione del Sindaco di Messina, candidato vincitore del centro-sinistra, faccio presente che costui è il propietario della più importante compagnia di traghetti che opera sullo stretto.
Inoltre è propietario dei 6 alberghi più importanti di Messina.
E' inutile dire che come rappresentante dell'Unione è contrario alla costruzione del ponte sull'omonimo stretto.
Secondo lei "giudice" non c'è conflitto di interessi?

sara faletti 20.04.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio un appello sia alle persone di destra che di sinistra:LAVORIAMO PER IL PAESE!
Almeno fra noi cittadini non alimentiamo queste inutili polemiche il paese ha bisogno di coesione e di risolvere i gravi probblemi che ci sono, se si parte dal basso ad essere più costruttivi, pian piano lo faranno anche in alto.
Spero che gli uomini di potere non continuino a litigare per le poltrone perchè ogni giorno di inutile litigio si fà un danno al paese.

antonio gabellone 20.04.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ebbene, ma di emerge, si potrebbero informare Prodi e tutti i prossimi nostri dipendendi, una e-mail, cosi da far sì, che non vogliamo al parlamento dei farabutti, quindi come prima legge mandare a casa costoro, non vogliono, bene si cambiano le leggi che li favoriscono e li si manda a casa, anche con i Carabinieri,se necessario, spero che più che a casa li preferirei in galera, comunque, è possibile che io, se dovessi cercare lavoro devo presentare la fedina penale pulità, se nò ciccia lavoro, e questi delinquenti, condanati, sono lì al governo a fare i loro sporchi giochi,bisogna subito mandarli via, così non ci sono più neppure i problemi dei numeri, per governare, visto che i più sono di forzaschifoberluscananoviscido, ma come può la gente non rendersi conto, della truffa di questi imbonitori, venditori dell'elisir di lunga vita, certo la loro, dopo averti spremuto.
Mà, se è possibile avere le e-mail dei nostri prossimi dipendenti, ci penso io a mandargli quanto tu rilevi ed io, ringraziandoti, concordo e condivito.
A tutti un buon tuc
Vincenzo Brambilla

vincenzo brambilla 20.04.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Noto che molti attaccano il giudice Lenzi come se per il fatto stesso che è magistrato, fosse sua competenza fare tutto, come invalidare certe candidature elettorali. Un giudice non può fare tutto ma solo applicare la legge per il campo a lui pertinente, e in questo caso non credo sia competenza del giudice Lenzi bloccare un soggetto come B che è già non candidabile per preesistente veto di legge. Prima di tutto ci sono leggi che prescrivono comportamenti ma non prevedono poi sanzioni se quei comportamenti sono violati, sono leggi monche che è facile sorvolare. Poi esiste un ufficio elettorale apposito che ha la competenza di accettare o meno le candidature e il giudice non può metterci bocca.
Attaccare ora e sempre il magistrato per tutto il male che succede è un cattivo vezzo che è stato inegnato agli italiani da B con un martellamento costante per il semplice fatto che chi trasgredisce la legge non vede di occhio buono i giudici e trova più semplice diffamarli che discolparsi
Il giudice è legato all'applicazione della legge e non può fare nulla di più o di meno di quello che la legge gli consente
Ma la legge è fatta dalla maggioranza del Palamento secondo l'indirizzo politico del governo e, se finora nessuno degli ultimi governi ha ritenuto giusto mettere sanzioni o cogenze rigide nel divieto generalizzato già esistente, non è colpa del magistrato, che è un mero esecutore e controllore, ma di chi la legge l'ha voluta così in modo che non avesse sanzione o non l'ha sostituita con legge nuova. E qui i colpevoli sono esattamente Amato, Prodi e D'Alema
Ed è inutile che D'Alema si offenda oggi per questa insinuazione e dica genericamente che è senza senso, quando invece ha una responsabilità gravissima per la sua mancanza, imperdonabile! Eppure i Ds lo candidano a presid. della Camera e Fassino dice che la cosa non è così importante! Quanto schifo per tutto questo!!! Che violazione del diritto e della democrazia!!

viviana vivarelli 20.04.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Come può esserci competitività economica e democrazia politica dove c’è degrado istituzionale? e un proliferare di leggi astruse ostacola il cittadino? e processi infiniti oltraggiano una giustizia equa in tempi ragionevoli?
Di giustizia, sicurezza e trasparenza normativa nessun partito ha parlato, come se la legge, la sua applicazione e difesa fossero problemi alieni
Il malgoverno allontana gli investitori dall’Italia, ma che investimenti si possono avere dove per aprire una impresa si deve superare una burocrazia di molti mesi, per fare impresa si deve dare la mazzetta al politico e poi un’altra al mafioso, dove mancano le infrastrutture e strade e ferrovie sono pencolanti, gli aeroporti assenti o non collegati, il sistema bancario e’ incartato e chiede favori per quei crediti che altrove si hanno per diritto, e che, alla 1° grana (inadempienza contrattuale o mancato pagam.) apre un processo che supera i 10 anni? E che se poi uno lavora per un ente locale, sarà pagato 2 anni dopo
Se l’impresa non e’ affiancata da uno stato agile e giusto, come fa l’economia a svilupparsi? Mettere una tassa in meno o un condono in più non risolve e una mole di leggi pletoriche aggrava solo il sistema
Le finanziarie di B erano enormi, votate come numeri al lotto, nell’ignoranza dei contenuti. L’ultima corrisponde a 12 pag. di giornale in corpo 6
La prolissità e complessità della legge, la sua oscurità, la difficoltà interpretativa.. bloccano la vita del paese
Con B tali vizi sono aumentati e il malgoverno si fa anche così
Nella finanziaria 2005, 38 art. sono diventati 1 con 572 commi, votato in un colpo solo. Un art. ha ben 612 commi ! E tutti votati dalla Cdl in fretta e furia
E’ piu’ lunga la finanziaria, l’Odissea o la Divina Commedia? La risposta e’ scontata: la finanziaria
La democr. diventa un sistema dove uno stuolo di avvocati fa, per il comodo di uno solo, leggi che nessuno capisce e che delegati della volonta’ popolare approvano o disapprovano al buio

viviana vivarelli 20.04.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

A T T E N Z I O N E !!!!!

RIPORTO UN LINK GIA` RIPORTATO, MA DI IMPORTANZA FONDAMENTALE!!!!!

http://www.liberacittadinanza.it/index_html

Flavio Agreste 20.04.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ricevo dal mio amico Luca

Carissimi Fausto e Massimo
questa mia era per chiedervi se, al posto della poltrona di Presidente della Camera dei Deputati, vi puo’ andare bene anche uno sdraio al Bagno Corallo di Punta Marina, perche’ secondo me, con le bizze che avete cominciato a fare ora (per non parlare dei casini che avete combinato prima, soprattutto nel periodo 1996 - 2001) vi meritate al massimo di trovare un posto di lavoro, per la stagione estiva, presso uno dei nostri stabilimenti balneari in Romagna (cosi’ vi teniamo d'occhio).
Massimo potrebbe lavorare in spiaggia a sistemare gli ombrelloni e i lettini a tenere pulita la battigia, a noleggiare i pedalo’, i mosconi, e a dare qualche lezione di navigazione a vela. Al Fausto invece farei fare un lavoro all'interno allo stabilmento, magari lo sguattero di cucina (cosi’ si rende conto di cosa vuole dire lavorare veramente).
Questo e’ quello che vi meritereste di fare.. altro che presidente di questa o quella istituzione... Se, con le vostre storie, fate saltare la nuova maggioranza, vi vengo a cercare io.. e qualche mio amico... cosi’ poi ve lo diamo noi l'incarico.
LUCA

viviana vivarelli 20.04.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Onorevoli D’Alema e Bertinotti,
ho molto ammirato il convincimento e la coerenza di gruppo, con cui hanno, quasi in ogni circostanza, avete condotto la ampagna elettorale.
Ora, però, state offrendo una rappresentazione non lodevole di Voi!
Gli elettori di centrosinistra Vi hanno votato non perché litigaste sulla scelta della poltrona, su cui sedere, ma perché deste il Vostro positivo contributo alla soluzione dei tanti gravi problemi, che attanagliano l’Italia e che giornalmente vengono sottolineati dai vari organi di stampa nazionali ed internazionali e che viviamo giornalmente.
A me cittadino non interessa la Vostra collocazione all’interno dell’organigramma della gestione politica: se l’uno o l’altro occuperà la presidenza della Camera o andrà a dirigere un Ministero!
Voglio rammentarVi, però, le Vostre le gravissime responsabilità politiche, che determinarono lo sciagurato arrivo al potere dell’ammorbante Bottegaio, che tanto ha offeso la nostra dignità, l’economia e la giustizia, esaltando e normando tutto ciò che una società civile aborrisce!
Gli antichi vizi dell’arroganza e dell‘arrivismo, purtroppo, non Vi hanno ancora abbandonato, come testimoniano il litigio da pollaio, che state alimentando in questi giorni, e l‘assenza di sensibilità democratica, che non Vi indotto, finora, a chiedere scusa agli Italiani, neanche agli elettori di centrosinistra, per aver inflitto loro questo violento ed immorale quinquennio!
Sarebbe opportuno che foste messi in condizioni di non più nuocere, occupando semplicemente uno scranno e svolgendo diligentemente la funzione legislativa.
Nessuno, per quanto affetto da egotismo esagerato, ad eccezione del Megalomane, può reputarsi naturalmente designato!
Il ruolo, cui siete delegati dagli elettori , è di interessarVi dei bisogni del Paese e, pertanto, l’esigenza di una maggiore appariscenza istituzionale rientra nella sfera del Vostro “misero privato“, che deve soccombere davanti agli interessi pubblici.
Avete già, probabilmente in combutta, tradito le nostre aspettative, dunque, evitate di reiterare l’operato proditorio, perché questa volta le conseguenze sarebbero drammatiche non solo per il sistema economico/finanziario, ma per la stessa DEMOCRAZIA.
C’è sempre un aspirante tiranno dietro l’angolo, il quale profitterebbe dello stato di disperazione e di frustrazione di noi tutti, per impossessarsi definitivamente delle leve del potere

emilio d'ambrosio 20.04.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, ho appena avuto modo di constatare un fatto agghiacciante, sono andata nel sito di Forza Italia, ho scritto un commento in cui chiedevo se avesse intenzione di fare un golpe come il suo amico Bush... ed indovinate un po': NON E' STATO PUBBLICATO il mio messaggio.
Li mortacc...
E' questa la libertà di pensiero e di espressione di cui tanto si vantano quelli di destra???? Provate anche voi, per credere!

Elisa Mastro 20.04.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

seconda parte
!Historia docet“, anche quella recente!
I cittadini hanno ancora una volta premiato l’onestà politica, la competenza tecnica e la grande abnegazione del Presidente Prodi!
Egli, coagulando le varie forze partitiche intorno ad un progetto politico per un’Italia ammodernata in ogni settore e ben reintegrata nella struttura europea , ha entusiasmato i cittadini più aperti alla fiducia nell’intelligenza e alla volontà nell’impegno, cogliendo la maggioranza dei voti, nonostante la mediatica tracimante demagogia, che ha inondato le mura domestiche di tanti cittadini, i quali si alimentano quotidianamente dell’irrealtà suadente del messaggio veicolato, soggiacendo, così, all’obiettivo subliminale di rimuovere qualsiasi capacità autonoma di interagire con la realtà vera.
Ognuno degli eletti deve avere il senso della responsabilità storico/politica di privilegiare i problemi della società tutta e concorrere alla loro soluzione, rinfocolando, così, nell’animo di in ogni cittadino il sentimento di speranza, che negli ultimi anni si era dileguato.
Gli Italiani, se sono diretti da una classe politica coesa e ben determinata nel perseguimento degli obiettivi scelti, sanno imporsi dei sacrifici, come hanno già dimostrato, per entrare nell’euro!
Ognuno ha il dovere civico di dare il meglio di sé, in qualsiasi ruolo giochi, senza sciocchi personalismi, perché si costituisce tutti assieme una squadra (società!) e ogni giocatore deve con umiltà svolgere il ruolo, che gli viene assegnato, altrimenti la squadra non vince!
Distinti saluti ed auguri di buon lavoro

emilio d'ambrosio 20.04.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Leggo or ora su Corriere.it che Andreotti visa la presidenza del senato... Andreotti? ANDREOTTI???!!!
ma tutti insieme: VAFFANCULO!! scusate il termine volgare, ma non riesco piu' a trovare parole sane per sfogare la frustrazione... ma gli vogliamo cosi male a questa Italia? se non fossi gia' scappata lo farei un'altra volta, e di corsa...

Stefania Paolik 20.04.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Volevo rispondere a quanti affermano che i giudici non devono immischiarsi di politica e non devono star dietro a Berlusconi: finchè chi ci governa (o meglio "che ci ha governato", per fortuna) sarà perseguibile ai fini della legge, è GIUSTO che giudici e magistratura gli diano contro! Senza tirar fuori le solite storie su toghe rosse e magistratura comunista. Se una persona è meschina e diventa uno degli uomini più potenti d'Italia con mezzi illeciti e gettando sabbia sui suoi inciuci DEVE ESSERE FERMATO! Ci sono processi in corso e lui sta tremando perchè se viene tagliato fuori dalle alte cariche dello stato lo metteranno in gattabuia!!! Aprite gli occhi!

Elisa Mastro 20.04.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco ai molti che hanno apprezzato l'intervento di Norberto Lenzi. Fa piacere che una persona qualificata esprima nei termini di legge ciò che cittadini forniti di intuito e poca conoscenza legislativa pensavano già 10 anni fa. Ma dov'è stata l'opposizione? Il finale sarà quello del Caimano? Noi abbiamo bisogno di reiterare i governi più e più volte, altrimenti non capiamo. La situazione è fluida e critica. Saggezza vuole di superare gli interessi di partito, di dialogare con l'altra metà dei cittadini italiani e di lavorare bene. Basta inciuci che non pagano, più si è chiari e meglio è per tutti. E, per il futuro più o meno prossimo, cercate di cambiare cavalli altrimenti diamo l'idea di stare fermi al passato.

roberta ratti 20.04.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

L'intervento del giudice dimostra come funziona la giustizia in Italia: concentrati per trovare il modo di punire Berlusconi anzichè lavorare e diminuire i tempi necessari per il giudizio.
Mi piacerebbe che anche i giudici debbano rendere conto del loro operato al Popolo e dover essere eletti...

Gianluca Azzola 20.04.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho fatto un giro sul sito di FI e ho letto i commenti e i messaggi di solidarietà che i simpatizzanti forzisti rivolgono a Berlusconi.
Mi chiedo: ma sono pazzi? Le frasi che vi si leggono sono stupide e malcelate ammissioni di pecoronaggine!
Già che ci siamo, vista questa loro propensione alla divinizzazione (di un demone) perché non propongono anche il sacrificio di vergini una volta all'anno prima del raccolto in onore del loro dio? (Sì, ok, ma dove stanno le vergini?...)
Mi chiedo come facciano a dar fiducia e lodare chi li ha messi in ginocchio. Ma i conti in tasca, loro, non riescono a farseli?
Ci sbeffeggiano dappertutto! Da ogni angolo del mondo ci prendono per i fondelli.
Questa situazione è divenuta davvero ridicola.
E pericolosa.
Purtroppo io non mi sento rappresentato né dalla sinistra né TANTOMENO dalla destra. Ed alle precedenti elezioni avevo dato LA MIA FIDUCIA alla destra.
Ma quel che mi chiedo è, dopo aver compreso che la destra mi ha solo preso per il naso:
Ma non avrebbero dovuto esser i non-berlusconiani (tra i quali adesso anch'io) a scendere in piazza per far sì che le promesse fatte fossero mantenute?
Ragazzi, in piazza ci stanno andando loro! Per spodestare chi ha vinto ANCHE contro una legge elettorale definita dallo stesso suo ideatore "PORCATA"!
Si è stravolto tutto. E più vedo questa commediola del perdente derelitto e menagramo, più mi vergogno che LUI sia italiano.

Alessio Panicacci 20.04.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto un giro sul sito di FI e ho letto i commenti e i messaggi di solidarietà che i simpatizzanti forzisti rivolgono a Berlusconi.
Mi chiedo: ma sono pazzi? Le frasi che vi si leggono sono stupide e malcelate ammissioni di pecoronaggine!
Già che ci siamo, vista questa loro propensione alla divinizzazione (di un demone) perché non propongono anche il sacrificio di vergini una volta all'anno prima del raccolto in onore del loro dio? (Sì, ok, ma dove stanno le vergini?...)
Mi chiedo come facciano a dar fiducia e lodare chi li ha messi in ginocchio. Ma i conti in tasca, loro, non riescono a farseli?
Ci sbeffeggiano dappertutto! Da ogni angolo del mondo ci prendono per i fondelli.
Questa situazione è divenuta davvero ridicola.
E pericolosa.
Purtroppo io non mi sento rappresentato né dalla sinistra né TANTOMENO dalla destra. Ed alle precedenti elezioni avevo dato LA MIA FIDUCIA alla destra.
Ma quel che mi chiedo è, dopo aver compreso che la destra mi ha solo preso per il naso:
Ma non avrebbero dovuto esser i non-berlusconiani (tra i quali adesso anch'io) a scendere in piazza per far sì che le promesse fatte fossero mantenute?
Ragazzi, in piazza ci stanno andando loro! Per spodestare chi ha vinto ANCHE contro una legge elettorale definita dallo stesso suo ideatore "PORCATA"!
Si è stravolto tutto. E più vedo questa commediola del perdente derelitto e menagramo, più mi vergogno che LUI sia italiano.

Alessio Panicacci 20.04.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire, da persona competente, quanto nel mio piccolo sostengo da anni, ma senza risultato alcuno. Siamo stati governati, e per giunta MALE! da un "governante abusivo". Grazie per aver risollevato il problema. Franca

Franca Antelli 20.04.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono davvero infuriata e vorrei sfogarmi un pò con te.
Sono molto preoccupata per le sorti del nostro paese, soprattutto dopo le affermazioni dello psiconano riguardo le intenzioni di guerra dichiarata, verso il governo Prodi.
Ma la vogliono smettere di fare come se l'Italia fosse un loro affare?!!
Sono spocchiosi e superbi, ci porteranno alla deriva! Il nostro è un paese che ha bisogno di immediate cure, come il sole 24ore di eri diceva, non ci possiamo permettere queste stupide, inutili guerre!
Ma poi dico, non si rendono conto i forzisti&co, che ormai sono completamente smascherati? O forse continuo a sbagliarmi, perchè per fortuna il velo che mi copriva la capacità critica, si è rotto, ma solo per me.
Io, 5 anni fa, ho votato lo psiconano, perchè pur essendo informata e continuamente incazzata, non sono partitica e volevo provare a vedere come si sarebbe stati.
Beh, il risultato è che sento di aver fatto una cosa gravissima all'epoca, perchè così hanno preso piede tutte le trovate-porcherie mediatiche-del nanaccio, che sarà difficile sradicare.
Comunque sia, chiedo sia fatto qualcosa, un appello che arrivi, da parte di tutti noi, perchè non vogliamo essere più presi in giro, bistrattati e considerati non aventi voce o diritti.
Facciamo qualcosa!
Lancerei una campagna:
SALVIAMO IL PAESE!!!
A presto, grazie per l'attenzione escusa lo sfogo!

giuditta aliperta 20.04.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che tutti abbiano letto le notizie di questi ultimi giorni sul mancato riconoscimento della vittoria elettorale al centrosinistra.
Ma scusate: non vi siete accorti che questo e' un lampante caso di COLPO DI STATO!
Altro che telecolpo di stato!
L'unico flebile baluardo e' un ottuagenario presidente della repubblica!Aiutooooooooooo!
Allertatevi tutti! La liberta' o quel che gia' ne rimaneva, e' morta!

Laura Paglia 20.04.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

spettabile giudice io non sò se sono pragmatico sono un libero cittadino che ha l'abitudine ha pensare con il proprio cervello nella sua lunga lettera lei non ha fatto altro che parlare di berlusconi come se lui nella lunga storia di misfatti politici e non fosse l'unico responsabile della disastrosa situazione in cui si trova l'italia, io credo che non sia così. che egli possegga tre televisioni mi sembra che non abbia impedito alla sinistra di apparirvi come e quando ha voluto e di vincere le ultime elezioni, ma vedo invece che non impedisce ai giudici di accanirsi contro di lui nella speranza di incriminarlo vedi l'ultimo avviso di garanzia alla vigilia delle elezioni. io non sò se berlusconi è un delinquente ma questa continua ricerca di ingabbiarlo mi sembra che non sia proprio un principio di democrazia e continuo a chiedermi come mai i giudici italiani siano tutti di sinistra non è questo anche conflitto di interesse? e poi ancora perchè i giudici si occupano di politica mi sembra che la costitutzione italiana proibisca ai giudici di fare politica salvo dimettersi da tale incarico? perchè ancora i giudici emettono sentenze assurde proteggendo uno stupratore con la scusa che il delitto è stato commesso in un contesto sociale degradato? vogliamo scommettere che qualche giudice fra un paio di mesi metterà in libertà l'assassino di tommaso ha già richesto la libertà condizionale. quando sarà che i giudici invece di occuparsi di berlusconi, che per inciso a me pare meno pericoloso dello stupratore di cui sopra, si occupino solo ed esclusivamente della delinquenza e lascino stare la politica?

francesco cefalù 20.04.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le sentenze di prescrizione del reato presuppongono l'accertamento della commissione del fatto e della colpevolezza del suo autore, altrimenti il giudice sarebbe stato costretto a pronunciare sentenza di assoluzione per uno dei seguenti motivi:

1) perché il fatto non sussiste;

2) perché il fatto non costituisce reato;

3) perché all'autore non è rimproverabile il fatto;

Per quanto riguarda la prescrizione di un reato in seguito alla concessione di attenuanti, la Corte di Cassazione ha sentenziato:

"Qualora l'applicazione della causa estintiva della prescrizione del reato sia conseguenza della concessione di attenuanti, la sentenza si caratterizza per un previo riconoscimento di colpevolezza dell'imputato ed è fonte per costui di pregiudizio"

Ricordiamo allora i reati estinti per prescrizione con concessione di attenuanti che ha Berlusconi:

a) Lodo Mondadori: Corruzione giudiziaria (sentenza definitiva);

b) Caso All Iberian 1: 23 Miliardi di tangenti a Craxi (sentenza definitiva);

c) Caso Lentini: Falso in bilancio (sentenza definitiva);


Abbiamo dunque in almeno tre sentenze definitive che su Berlusconi é stata applicata la prescrizione in conseguenza delle attenuanti generiche (ricordo che senza di esse non si poteva prescrivere il reato!) che, come dice la Corte di Cassazione, si caratterizza come previo RICONOSCIMENTO DI COLPEVOLEZZA DELL'IMPUTATO ED E'FONTE PER COSTUI DI PREGIUDIZIO.

Quindi sono le sentenze definitive e la Corte di Cassazione che ci permettono di avere un profondo pregiudizio su Berlusconi, dunque abbiamo il pregiudizio (lecito) che egli abbia corrotto giudici, pagato tangenti e effettuato falso in bilancio.

Oltre alla legge citata, dal giudice, esiste quindi almeno un pregiudizio etico molto forte sulla persona Berlusconi, dovuta a fatti giudiziari bene accertati, al contrario di chi in questo post continua ripetutamente a parlare di Prodi il quale non ha nessuna condanna o prescrizione a suo carico.

Roberto Gaeta 20.04.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento

@@@Simone Palmieri 20.04.06 12:23 |

Io sono di Sinistra,caro Gato,mi faccio un mazzo così dalla sera alla mattina e non giro per strada in coppia con un gemello.Per mia fortuna conosco gente di Destra che conosce il rispetto e l'obiettività.Mi spiace constatare che tu non potresti mai farne parte.

------------------
a me invece non spiace affatto, conosco anchio persone di sinistra e mi creda si girano tutti i pollici dalla mattina alla sera nei loro uffici pubblici, non sanno che significa lavorare, hanno il sabato e la domenica pagati e gli basta un colpo di tosse per telefono per per avere la giornata pagata per malattia.
Poi conosco persone di sinistra che come me la mattina alle 4 si svegliano aprono il cassetto prendono i soldi e si recano al mercato dei fiori spendono minimo 200 euri dei LORO soldi vanno al banco e alzano la serranda, cambiano l'acqua ai fiori puliscono i "mazzi" fanno la "mostra" vanno a fare le consegne poi mangiano un panino si fanno l'apertura degli ospedali aspettano aspettano fino a sera che chiudono i negozi e arrivano a casa dopo le 9 di sera il tempo di una doccia un piatto di pasta e dopo la sigaretta crollano stremati per poi ricominciare lamattina dopo all'alba. Tutto questo sotto il sole sotto la neve di festa di sabato di domenica con la febbre sotto la pioggia con il freddo con il caldo sotto il vento solo perchè NESSUNO gli paga malattie ferie e feste. ECCO questi sono i COGLIONI!
la saluto
p.s. nuovo post in arrivo a dopo s.b.

gato barbieri 20.04.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@Simone Palmieri 20.04.06 12:23 |

Io sono di Sinistra,caro Gato,mi faccio un mazzo così dalla sera alla mattina e non giro per strada in coppia con un gemello.Per mia fortuna conosco gente di Destra che conosce il rispetto e l'obiettività.Mi spiace constatare che tu non potresti mai farne parte.

------------------
a me invece non spiace affatto, conosco anchio persone di sinistra e mi creda si girano tutti i pollici dalla mattina alla sera nei loro uffici pubblici, non sanno che significa lavorare, hanno il sabato e la domenica pagati e gli basta un colpo di tosse per telefono per per avere la giornata pagata per malattia.
Poi conosco persone di sinistra che come me la mattina alle 4 si svegliano aprono il cassetto prendono i soldi e si recano al mercato dei fiori spendono minimo 200 euri dei LORO soldi vanno al banco e alzano la serranda, cambiano l'acqua ai fiori puliscono i "mazzi" fanno la "mostra" vanno a fare le consegne poi mangiano un panino si fanno l'apertura degli ospedali aspettano aspettano fino a sera che chiudono i negozi e arrivano a casa dopo le 9 di sera il tempo di una doccia un piatto di pasta e dopo la sigaretta crollano stremati per poi ricominciare lamattina dopo all'alba. Tutto questo sotto il sole sotto la neve di festa di sabato di domenica con la febbre sotto la pioggia con il freddo con il caldo sotto il vento solo perchè NESSUNO gli paga malattie ferie e feste. ECCO questi sono i COGLIONI!
la saluto

gato barbieri 20.04.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono cinque anni che predico al vento questi temi,ed averli letti ben scritti ed articolati mi da non poca soddisfazione...Condivido appieno...Mi sono vergonato di vivere in un paese governato da berlusconi per troppo tempo,ora posso andare all'estero senza vergognarmi di essere italiano..Ora che anche la grottesca conta dei voti(ragazzi sembra un bambino di 4 anni che non sa perdere al gioco che lui stesso aveva pianificato e voluto) è ora di tornare a lavorare per dare un futuro a questo paese..

P.S. casa in Svizzera,ricucci a Regina Coeli,secondo me quel bassissimo signorotto di Arcore comincia a soffrire un po' di vertigini

matteo pasquinelli 20.04.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

come mai non mi è riuscito di trovare la legge n.361 del 1957 che dovrebbe regolamentare l'eleggibilità dei parlamentari? i riferimenti sono giusti? qualcuno può darmi qualche dritta?

Roberto Motta 20.04.06 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Tra i principali risultati prodotti dallo studio, occorre ricordare i seguenti passi:
1. “Un treno che viaggia a 300 km all’ora impiega metà tempo di uno che procede a 150 km orari a percorrere lo stesso tragitto”;
2. “Più alta è la velocità, maggiore è il rischio di incidenti”;
3. “Il beneficio dell’alta velocità è la velocità”;
4. [a proposito della Stazione Termini]: “La zona era, un tempo, linda e simpatica, ma poi si è degradata”;
5. “La velocità consente di risparmiare tempo”;
6. “Quattro corsie, o binari, consentono più scorrevolezza di due o una”
7. “Il posizionamento frontale dei seggiolini facilita la socializzazione”.
Nel 1995, a causa dell’accresciuto impegno in politica, Prodi lascia la Società dove, ancora oggi, è ricordato, con rimpianto, come uno dei più grandi economisti del secolo.

gato barbieri 20.04.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRODI-NOMISMA 2° INVIO
Nel frattempo, Prodi, grazie ai successi delle ricerche di NOMISMA, guadagna i galloni di Presidente dell’IRI (che manterrà fino al 1989, ma di questo si parlerà prossimamente) e l’IRI, assieme al solito Ministero, all’ENEL, l’odierna TELECOM ITALIA, ed altri grandi clienti, sommergono NOMISMA di richieste di consulenza. Soltanto i soliti malpensanti ipotizzano che tutte queste consulenze siano, in qualche modo, legate al ruolo ricoperto da Romano Prodi il quale, però, forte del suo carisma, riesce a mettere a tacere sia la Corte dei Conti (organismo reazionario che, subdolamente, si chiede come mai si debbano appaltare all’esterno lavori che potrebbero essere svolti agevolmente anche con risorse interne) che il Collegio Sindacale dell’IRI che, nel 1985, certamente sobillato dai detrattori del Presidente, si permette di rilevare:
"...l'eccessiva frammentazione e ripetitività degli incarichi conferiti a soggetti diversi relativamente ad argomenti sostanzialmente identici..."
fino a giungere, con una manovra vergognosa, a chiedere di verificare se queste consulenze siano state effettivamente prestate.
Nel 1989, Prodi lascia la Presidenza dell’IRI, disgustato giustamente da questo clima di feroce antipatia, ma resta saldamente al timone di NOMISMA. E’ un momento difficile, la società entra in crisi e i clienti nicchiano. Ma, dopo tante difficoltà, nella gestione delle quali Prodi dimostra tenacia e incrollabile volontà, arrivano le commesse del TAV (Treni Alta Velocità) che incaricano NOMISMA di stabilire che senso abbia realizzare il progetto.
E qui, il Professore dà il meglio di sé. Cinquemilacinquecento pagine di rapporto (39 volumi) che, a detta di coloro che li hanno letti, costituiscono una pietra miliare nella storia dell’analisi economica. Costo del lavoro di NOMISMA nemmeno esagerato, appena 9,7 miliardi di lire.

gato barbieri 20.04.06 13:12| 
 |
Rispondi al commento

siccome qualcuno continua a rompere che vuole le "prove" eccovi qualche indizio
PRODI - NOMISMA 1° INVIO
Il primo della serie riguarda il suo passato imprenditoriale perché la sua esperienza dimostra come competenza, serietà e limpidezza morale siano la sola strada percorribile per salire le scale del paradiso del Potere.
L’esperimento a cui mi riferisco si chiama NOMISMA, società di consulenza che il Professore fonda nel 1981, sotto l’ala protettrice di Nerio Nesi, assieme a BNL: capitale iniziale 500 milioni di vecchie lire di cui ben cinque versati da Prodi (gli altri 495 ce li mette la Banca).
In quegli anni, Nesi è Presidente della BNL e Prodi di BNL è il consulente economico. Ovvio che la Banca abbia scelto persone conosciute e di fiducia per realizzare questa operazione. Tuttavia, probabilmente per non dare il destro alle malelingue, già il giorno dopo Prodi cede le sue quote alla BNL e resta come Presidente del Comitato Scientifico. L’operazione, grazie alle grandi capacità del futuro “Professore”, ha successo.
Il primo esercizio segna un fatturato vicino ai due miliardi di lire, il secondo quattro e cinque nell’84. Di cosa si occupa, nello specifico, NOMISMA? Della “potentia coeundi” dei somari somali e delle velocità medie di cammelli e ovini nel deserto (incarichi del Ministero degli Esteri, Dipartimento per la Cooperazione).

gato barbieri 20.04.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Il Sig. Calderoli non riconosce la vittoria di Prodi perche'deve continuare ad appoggiare chi gli da il pane e il potere, quel potere che gli si e' attaccato addosso come una seconda cotenna.Ma lo sa Sig. Calderoli che in questa vita tutto si lascia,anche la vita.
Lei ci ha fatto fare pessime figure nei confronti di paesi stranieri e dato che di politica non ne capisce nulla e' meglio che si ritiri in buon ordine per far spazio a chi e' capace di governare.NELLA CAMERA DEI DEPUTATI ABBIAMO LA MAGGIORANZA E ANCHE AL SENATO.QUANDO DOVRANNO ESSERE APPROVATE LE LEGGI TUTTI PRESENTI, SE E' IL CASO SI PONE LA FIDUCIA E SI VOTA ALLINEATI E COPERTI, VEDI POI SE SI GOVERNA O NO. ANCHE NOI COME DISSE IL CENTRODESTRA NON FACCIAMO PRIGIONIERI.CHE DIALOGO VUOLE IL BERLUSCA, SE AVESSE VINTO LUI NON AVREBBE FATTO ACCORDI,E ADESSO VUOLE SEDERSI A TAVOLA CON I CANNIBALI?
SPERIAMO TUTTI, DICO TUTTI , NELLA PRESENZA ASSIDUA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI QUANDO SI DEVE LEGIFERARE E NELLA PRESENZA DEI SENATORI E NELLA LORO LEALTA' VERSO PRODI,E VERSO L'ITALIA, UNA TERRA CHE CON IL GOVERNO DEL BERLUSCA E' STATA MASSACRATA

marygreenfield 20.04.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Come non essere d'accordo con quello che ho appena letto...... d'altronde il problema non e' la destra ne' il cavaliere (il loro programma l'hanno rispettato al 100%, volevano fare certe leggi e le hanno fatte passare tutte).
Il problema e' che il centro sinistra nel 1996 non ha fatto l'unica sacrosanta cosa che doveva fare nei primi 100 giorni (sarebbe stato meglio nelle prime 100 ore) e cioe' la Legge sul conflitto di interessi.
Quindi teniamo presente la Bicamerale con Dalema e il Cavaliere; Bertinotti che ha contribuito a far cadere il governo e regalare la vittoria successivamente alla destra...le esternazioni di Violante sui ..poveri ragazzi della Repubblica di salo'.............
E allora siccome le nubi sono sempre piu' pesanti sul nostro Paese sarebbe meglio far giungere una voce oltre che a Prodi anche a tutti gli altri figuranti che (sic) ci rappresentano (Dalema & Bertinotti su tutti) che hai prossimi casini che combineranno non staremo piu' con le mani in mano; li andremo a prendere a casa uno per uno perche' come dice il buon Grillo essendo dei dipendenti DEVONO adoperarsi per la collettivita' e non farsi i porci comodi come coumnque hanno fatto fino ad oggi. Questo e' l'ultimo treno che abbiamo poi canteremo la canzone di Fossati.... "trasmettiamo da una radio d'Argentina "..................................

ROBERTO GAMBROSIER 20.04.06 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con interesse la lettera del giudice bolognese, condividendo ogni punto e prendendo atto della inconsistenza della sinistra( per la quale voto da sempre..) Mi irrita terribilmente sentir parlare di Mediaset come di "un patromonio della Nazione" in quanto ritengo che abbia contribuito solo ad involgarire la popolazione. Il piano piduista- controllo dei mass media- messo in atto dal nostro ex ineffabile Presidente del Consiglio, ha ottenuto i suoi scopi con l'asservimento dei cervelli.
E' ora che il nuovo governo tuteli finalmente l'informazione in Italia con il varo di una nuova legge sulle televisioni(li abbiamo votati anche per questo) e non si nasconda dietro l'alibi di metà della popolazione che ha votato forza Italia. Anche Hitler ha avuto l'appoggio dei suoi connazionali, ma non per questo ha governato bene! Come elettrice pretendo il rispetto della legge perchè sono stanca di vedere i dipendenti Mediaset che parlano a nome del popolo italiano quando, in realtà, pensano solo ad interessi privatissimi ed essere rappresentata da Dell'Utri, Previti e Iannuzzi.
A proposito di quest'ultimo chi mi può spiegare perchè Ciampi ha ritenuto importante ed urgente concederle la grazia ad un personaggio considerato dagli stessi mafiosi "affidabile?

Rossana Paglionico 20.04.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALLORA SEI UNA DONNA? METTI IL TUO VERO NOME,TI NASCONDI?

antonio gabellone 19.04.06 19:30 |

---
e poi dice..
----
il sigr Gato quando non sà cosa rispondere insulta è tipico della destra prepotente e imperialista, La verità è che quando messi davanti ai fatti dimostrati non sapete cosa dire, siamo nel 2006 questa vostra cultura appartiene al passato. Ricordate quante persone c'erano nelle piazze quando parlavano Mussolini o Hitler e come venivano acclamati eppure dicevano delle cose assurde ma la gente era stregata ,poi sappiamo come è finita. Ora non siamo a quei livelli ,ma il livello di ipnosi collettiva è uguale,(QUESTA VOLTA GIRA TUTTO SUL DENARO, IL SUO)spero che qualcuno di voi si fermi qualche volta a RAGIONARE,PONDERARE,ANDARE INDIETRO NEL TEMPO,VALUTARE.DEVE FINIRE L'EPOCA DEGLI IPNOTIZZATORI DI POPOLI!!!

antonio gabellone 19.04.06 19:26

---
b'èh quelli destra sono i soliti cattivacci prepotenti imperialisti ignoranti ecc ecc ma tu sei un vero coglione!, giggio prima mi prendi per donna e non vedo che differenza c'è, come se fossi una bestia, poi preso dal livore e dalla prevaricazione politica infierisci con i soliti argomenti-non-argomenti e rompi con hitler e mussolini abbiamo assistito a 5 anni di governo durante i quali i tuoi referenti politici si sono messi di traverso su tutto e quindi deduco che lo hai fatto anche tu e adesso pretendi, dato che non hai argomenti che ci facciamo da parte perchè siamo ignoranti, cattivi ecc ecc, decisamente non ci sarebbe nemmeno da risponderti ma ora non ho un cavolo da fare e ti dico:
GLI ELETTORI DI SINISTRA SONO AL 50% PARASSITI ASSISTENZIALISTI E AL 50% COGLIONI TOTALI!

gato barbieri 20.04.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Perchè essere imparziale ?? perche un giudice o un giornalista o un comico o ... deve essere imparziale ?? Grillo non lo è, la Magistratura non sa neanche che significa essere imparziali , Santoro e company passano pure per giornalisti liberi !!! ma che vergogna,
Era ora che Berlusconi andasse a casa, ma è stata gente come voi a farlo votare ancora, altro che le sue tre televisioni...
c'è una grossa fetta dell'italia che vorrebbe
1 ) un presidente del consiglio serio competente ed omesto
2) giornali e tv non di parte ( di qualunque essi siano siete comunque solo dei servi di qs o quel partito )
3) una magistratura imparziale
4) trovare lavoro senza doversi procurare una raccomandazione...

ma questa italia da chi è rappresentata ??

non da voi ne da berlusconi...

poveri noi

questa

lino ventre 20.04.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ha fatto ricorso alla Cassazione per contestare il risultato di Milan-Barcellona. Il Cavaliere ha detto che con un solo goal di scarto non si puo' parlare di vincitori e perdenti. "E' vero che il Barcellona ha segnato al 57' minuto - ha aggiunto Berlusconi - ma e' anche vero che in tutti gli altri 89' minuti non ha mai segnato". Berlusconi propone una "Grosse Risultaten" che assegnerebbe ad entrambe le squadre un punto e mezzo ciascuna ma grazie allo scorporo dei calci d'angolo ed un premio di maggioranza per via del maggior numero dei tifosi milanisti sugli spalti, i rossoneri dovrebbero aggiudicarsi il match. Intervistato da Tosatti all'uscita dello stadio alla domanda "Cavaliere pensa che il risultato cambiera'?" Berlusconi ha risposto: "Sono fiducioso, Galliani sta verificando i tacchetti dei giocatori avversari e il risultato DEVE cambiare!" Bonaiuti nel frattempo ha dichiarato che il festeggiamento di Giuly e degli altri spagnoli e' anticostituzionale e fara' un esposto al Parlamento Europeo per far rimuovere i clacson alle auto con targa spagnola.

Calderoli nel frattempo ha messo in discussione la partecipazione stessa del Barcellona alla Champions League. "Io avevo chiaramente indicato nella legge, che ho scritto io stesso tra una vignetta e l'altra, che s'intendeva Barcellona in Sicilia e non quella spagnola che si scrive Barcelona. Quindi bisogna rimuovere tre goals al Barcellona e quindi il Milan ha vinto 0 a -2". Bondi si e' dichiarato sbalordito dal fatto che truffaldinamente il Barcellona spagnolo si sia spacciato per quello siciliano e dichiara che gli spagnoli vogliono mettere il bavaglio alla UEFA.

Simone Palmieri 20.04.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Ci aspettano appuntamenti importanti.
Nomina del capo dello stato.
Amministrative.
Referendum.

Un'altra richiesta vorremmo fare al nuovo governo:
una modifica alla legge sul referendum, l'unico istituto di democrazia diretta che ci e' rimasto, poiche' la legge attuale impone un quorum assolutamente anacronistico e inattuabile, che di fatto lo vanifica.

Si voti dunque per o contro la riforma costituzionale che vuole piegarci alla devolution leghista ma sia valido il voto a maggioranza semplice, qualunque sia il numero di coloro che vanno alle urne!

In questo modo il governo in carica mostrerebbe di rispettare quella sovranita' popolare, che, sola, garantisce la democrazia e che le leggi di Berlusconi hanno sistematicamente calpestato.

Vogliamo essere di nuovo un paese democratico,
non regredire al feudalesimo, quando il potere era in mano a una cricca ristretta di potenti privilegiati che lo ripartivano tra mogli, figli, nipoti e cloni, escludendone la marmaglia!

viviana vivarelli 20.04.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe,
devo dire che ti ho seguito,non assiduamente, ma ti ho seguito.ho visto alcuni tuoi dvd,qualche spettacolo dal vivo,visito il tuo blog...ma sono rimasto deluso,profondamente deluso.quello che e' successo all'italia in queste elezioni e' ignobile,una maggioranza non definita,una parte che festeggia prima ancora di avere i risultati di una camera,un'altra parte che fa il diavolo a quattro paventando brogli.sono schifato da questa politica, fatta di ipocrisia e di arrivismo a tutti i costi.da te mi aspettavo l'imparzialita',perche' per quello che dici non puoi seriamente appoggiare una parte,e invece no,ti sei dimostrato anche tu fortemente schierato.come puoi appoggiare un prodi,capo di una coalizione senza capo ne' coda che,dopo una evidente spaccatura dell'italia intera,continua a dire di poter governare,senza avere una vera maggioranza(e si sa che alle camere non ci sono mai tutti i presenti,tranne quando si deve votare una aumento di stipendio!)che potrebbe peggiorare ancora di piu' la situazione creata da berlusconi e da prodi stesso,sono 12 anni che l'italia e' in crisi,e dopo 12 anni chi ci ritroviamo a votare?gli stessi prodi e berlusconi,2 persone che si sono rivelate INCAPACI.sommiamo a questo che la "maggioranza" che andra' a governare non e' leggittimata dalla maggiornaza assoluta(50%+1) degli elettori, veri "sovrani" della nazione. insomma,con quale coraggio si puo' governare un popolo in cui la meta' esatta degli aventi diritto al voto non ti vuole.da te mi sarei aspettato qualcosa di diverso,come un invito a scendere in piazza per mandarli a casa,MA TUTTI, perche' la classe dirigente attuale ha dimostrato di non essere in grado,e deve andare a casa, tutti quanti.tu invece mi scrivi la lettera a bush per far fare i complimenti a prodi, ma a cosa serve.mi pubblichi questa lettera di lenzi,dove si inveisce contro il privato,una sola concessione, sono d'accordo,ma allora niente tv di stato,perche' sarebbe di parte.spero in una tua risposta.

walter montone 20.04.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio dott. Lenzi
Rispetto la sua linea di condotta e il suo tenace attaccamento alle leggi e alle regole morali desidererei conoscere il suo pensiero su quanto segue:
Cosa ne pensa del fatto che un ex Ministro della Repubblica, che poi è stato Presidente dell'IRI, Presidente del Consiglio dei Ministri, Presidente della Commissione Europea, che per ben tre volte davanti a 2 Commissioni Parlamentari sulla strage di via Fani e 1 Commissione Parlamentare sullo spionaggio ex U.R.S.S. ha ufficialmente dichiarato di essere venuto a conoscenza del covo brigatista di via Gradoli tramite una seduta spiritica, fatta insieme al futuro sottosegretario del Governo Dini, chiamando come testimoni, testuale, 5 bambini, le ricordo che la strage di via Mario Fani vide il sequestro e la morte del Presidente DC ed ex Primo Ministro Aldo Moro e la morte di 9 poliziotti 8 dei quali padri di famiglia.
Cosa ne pensa del futuro riCapo del Governo di questo paese che ha tentato di "vendere" sottobanco a 400 miliardi di vecchie lire il Gruppo SME a Carlo De Benedetti, sottostimandone il valore di almeno 1500 miliardi ed in assoluto silenzio, contravvenendo oltre che alle leggi di mercato anche al ruolo di Presidente dell'IRI che come gestore di un Ente Pubblico doveva fare gli stretti interessi del cittadino.
Cosa ne pensa, insomma, di Romano Prodi che quando era nella DC sfruttò i suoi precedenti rapporti con le Istituzioni e i suoi precedenti come Ministro fondando la Nomisma che grazie a dei prestanome ammucchiò miliardi di lire con consulenze a dir poco sospette se non scandalose come quella da 10 miliardi sulla T.A.V..
Cosa ne pensa, infine, del Presidente Prodi che mentre definiva immorali i condoni fiscali e le detassazioni sulle successioni, allo stesso tempo e in silenzio, sanava debiti miliardari con il fisco di società di famiglia e donava patrimoni da nababbo ai suoi figlioli senza pagare una lira di tasse.

"certo" di un cortese riscontro
gato barbieri

gato barbieri 20.04.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mia nonna direbbe, bisogna avere la faccia come il sedere per dire certe cose.. cito da """"""Repubblica.it 11:06 Confalonieri: "Nessun lucro con Berlusconi"
"Non abbiamo avuto trattamenti di favore, abbiamo semplicemente lavorato molto". A sostenerlo è il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, nel corso del suo intervento all'assemblea dei soci del gruppo a Cologno Monzese. Respingendo le critiche da parte di chi sostiene che con il governo guidato da Silvio Berlusconi Mediaset abbia potuto avere dei favoritismi, per Confalonieri "se solo si guarda da vicino Mediaset, come stiamo facendo oggi, si dimostra come infondata l'accusa di aver lucrato su un quadro politico favorevole".Confalonieri ha promosso la legge di riforma del sistema radiotelevisivo varata dal centrodestra.""""""

La cosa piu' triste e' che oltre agli azionisti, ci credono anche circa il 50% degli italiani, a queste menate! Poveri noi.
A Napoli quelli che fanno cosi', li chiamano "Chiagni e fotti" (in questo caso Preventivo, come la guerra preventiva, altra invenzione delle destre BBB di nuovo millennio).. D'Alemino li ha gia' graziati una volta.. speriamo che questa volta almeno Bertinotti, DiPietro, ecc.. riescano a frenare i suoi sospetti buonismi inopportuni. Non gli e' bastata a Bicamerale e poi la legge sul conflitto di interessi mancata???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Mario Toscari 20.04.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento

al Sig. Zeneise

buongiorno. ho letto attentamente tutti i suoi commenti e l'unica cose che si evince chiaramente è la totale mancanza di autocritica. mi spiego: lei non vuole accettare il turn over del governo, vuole trovare a tutti i costi una scusa che dimostri come sia stata una "congiura magistratura-sinistra-giornali-giornalisti.." ecc (le ricordo che nell'usuale discorso del suo presidente erano presenti anche le cooperative, che lei non ha citato) a togliervi la possibilità di restare al governo per altri anni ancora, e non il libero voto dei cittadini. se lei impiegasse il suo tempo domandandosi cosa non ha funzionato, per che cosa non avete convinto, in che cosa avete sbagliato, probabilmente si renderebbe conto dei molti comportamenti discutibili che hanno generato la vostra sconfitta, e non cercherebbe scuse a qualunque costo per privare gli altri della legittima vittoria.

menozzi mariacristina 20.04.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ma perkè metti il naso nella politica??lascia perdere, ti bruci e basta, tu non devi essere ne di destra ne di sinistra, devi essere apolitico, non puoi schierarti, se no fai la stessa identica cosa di quelli che critichi..cazzo sono bravi tutti a parlare quando hanno sotto il culo un mercedes e un bel conto in banca coadiuvato da una bella villa..dai Beppe, parla solo dei problemi del mondo, non della politica..perkè la politica è un controsenso unico, è tutto da rifare, ma la vera verità è che la politica non conta un cazzo..i soldi decidono tutto..e da quando è stato tolto il regime aureo stiamo andando allo scatafascio..non si sa piu cosa è giusto e cosa no..non ci sono piu certezze..uno si sveglia alla mattina e al posto che stampare 10 pezzi di carta del valore di 500€ ognuno, ne stampa 20, oppure ne stampa 10 ma 2 volte con gli stessi codici e diventa ricco facendolo tutti i giorni..resterà in piedi questo cazzo di mondo basato sul popolo ignorante controllato dai pochi ricchi..oppure cadrà perkè la maggioranza della popolazione è come noi (si guarda intorno e capisce cosa sta succedendo) ?? Beppe, queste domande devi affrontare, non la politica..se no scrivi nel blog che anche tu vuoi la pila e andiamocene tutti affanculo! ciao da un tuo sostenitore 20enne e di destra..


Intanto dobbiamo allinearci alle democrazie occidentali perchè purtroppo adesso siamo + simili a governi Sudamericani o Africani quindi: nessuno che ha un potere mediatico può stare al governo del paese e nemmeno chi ha un grosso potere economico per non cadere nel conflitto d'interessi.
Cosa penso io di questa situazione ???.....forse qualcuno non se nè accorto ma siamo vicini ad uno scontro sociale a rivolte nelle piazze .
Forza Italia cerca di negare il voto alla sinistra ma rischia una rivolta sociale che si può tramutare in disordini e violenze nonchè in vittime.

lorenzo Birbi 20.04.06 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto questo articolo con un po' di magone , perche' vivo all'estero da 6 anni: il caso e il lavoro hanno voluto che mi trasferissi 6 anni fa a Bruxelles e da qui ho assistito al quinquennio del centrodestra.
Da una parte mi sento in colpa per essere andato via "nel momento del bisogno" e dall'altro ho l'impressione di averla scampata bella ; da qui ho dovuto sopportare lo scherno e i commenti arroganti di paesi, statisti e giornalisti che ci davano lezioni di democrazia e buon senso e che potrebbero riempire la loro vita professionale con articoli, interviste e dibattiti semplicemente guardando dentro i loro confini patri. Da qui ho visto l'economia italiana finire in ginocchio (ah ma pare sia colpa dell'11 settembre...)e il nostro paese retrocedere oltre il settantesimo posto nella classifica dei paesi dove si rispetta la liberta' d'espressione, sempre da qui ho visto il solo quotidiano italiano di prestigio (il corriere della sera)fatto a pezzi e il buon ferruccio de bortoli cacciato, da qui mi sono sciroppato le sparate gogliardiche del nostro primo ministro e l'indomani , irrimediabilmente, ho dovuto spiegare ai miei colleghi olandesi , inglesi , belgi, francesi come diamine sia possibile che una maggioranza di italiani votino per questo signore ( e la risposta non la so trovare)adesso con una maggioranza piu' o meno risicata c'e' una coalizione al governo che SPERO ci rendera' di nuovo un paese normale e inizi a fare quello che va fatto . Un po' di pulizia per favore , per piacere........

Luca Righi 20.04.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno distrutto nell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i mezzi di protezione in ambiente contaminato. Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia e in particolare l’Assessorato alla Sanità erano stati perfettamente informati dei fatti di servizio illeciti.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (vedi sito internet: http://www.mobbing-sisu.com).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti a Beppe, a tutti gli amici e a tutti coloro che mi hanno firmato la petizione che c'è nel mio sito internet.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese ed è intraducibile in qualsiasi altra lingua, in quanto vuol dire allo stesso tempo: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, prudenza, probità, sacrificio, dovere, obbedienza, disciplina.... Nella vita, ed in particolare nelle Forze dell'Ordine e nell'Esercito, si vedono molti esempi di Sisu).


Giovanna Nigris 20.04.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

mi chiamo diego, ho trent'anni e pur essendo italiano ho deciso di trascferirmi all'estero vergognandomi, tra l'altro, dell'indecenza e cecitá ipocrita della nostra classe politica che simula scontri in tv per essere solo libera poi di stipulare inciuci per salvare la propria casta, un male di cui l'italia non si libererá facilmente in cuanto non c'é la minima volontá di farlo.
Consiglio la visione di questo documentario: "Quando c'era Silvio - Storia del periodo berlusconiano". Si puó accedere con questo indirizzo.
http://www.arcoiris.tv/index.php?lb=10

diego vicenzutto 20.04.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

AHAHAHAHAHAHHAHAHA

Intollerante?

AHAHHAHAHHAAA

Macchè.... io la tollero benissimo signor "Zeneise"....anzi.... mi sta facendo fare un sacco di risate... continui la prego

parla di sinistra provocatoria? e Lei cosa sta facendo?

A proposito... che ci fa qui? non è con gli altri a ricontare i voti? ahahaahhahah

Per cortesia... non parli genovese affinchè non si pensi che noi genovesi siamo tutti come Lei

Tanta fortuna

Marco Serio 20.04.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento

bELIN bEPPE....
il popolo di sinistra sta diventanto intollerante, legge del taglione, vuol farsi giustizia da solo, non tiene conto che siamo in democrazia e vuole andare contro le norme parlamentari e levare leggi di botto.
Chi non la pensa come loro e' deriso..come Padano, del Nord, e poi danno agli altri dei razzisti,
Pagato dal Berluska, quando magari loro sono dipendenti statali che si lamentano solo e pensano solo a sbaffare...tanto Mamma Italia paga, (stato assistenzialista tipico concetto di sinistra, di un Prode che vuol dare 200 euro fino a 18 anni , come si dice ..ti do il pesce invece di insegnarti a pescare)
Forse nel bunker c'e stata la sinistra negli ultimi 5 anni....indiferente a quanto condanna ora.

Beppe....ma come si puo' competere in europa con una mentalita' cosi ristretta , provocatoria ed a senso unico?
Se la si pensa cosi....non si puo' dire dove sei stato, perche' avendo girato italia, estero ho visto i cantieri, l italia che lavora veramente, i 30 /40 enni che si danno da fare mentre i 20 enni pensano alle canne ed alla discoteca.
Ho visto i centri sociali che vivono a sbafo dei comuni , mantenuti dai sindaci di sinistra...che poi spaccano tutto , e tu magari ti vedi tutto distrutto anni di lavoro...

questa e' OTTUSITA'

Sicuramente Lei è un uomo del "Nord" oppure "Padano" oppure "pagato da Berluska"........... ma in questi 5 anni di mal governo Berluskoniano dove è stato? Chiuso in un bunker? Tra le braccia di Tremonti o Calderoli per essere cullato o ad Arcore a farsi un bagno in piscina?
Non Le sembra di aver pagato abbastanza in libertà e soprusi camuffati da sorrisi e false promesse, fra parole, parole e parole di un uomo che ha processi in corso e si è fatto leggi a sua misura per governare? L'unico posto dove deve stare Berlusconi è la Galera ma a vita! Le sue sono solo bischerate......... come si dice noi in Toscana.......... per fortuna la "rossa" Toscana.
Le auguro di stare bene nel suo mondo..........
Patrizia Pitt

giorgio zeneise 20.04.06 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Giorgio Zeneize.....

Un dubbio.... non è che Zeneize si scrive con la Zeta e non Zeneise? boh.... forse mi sbaglio io...

Continui a scrivere commenti su commenti... ma non lavori mai?

ah scusa sei berlusconiano..... perdonami non avevo collegato le due cose ....

Tanta fortuna.

Marco Serio 20.04.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

...qui si mischia la capacita' di un politico di trasmettere televisivamente un'immagine ....con il conflitto di possederne tre
Se la sinistra utilizza per la sua campagna elettorale ancora mezzi degli anni di Peppone, non credo sia da demonizzare chi ha imparato ad utilizzare il mezzo televisivo.

A me risulta...e credo anche a parecchi milioni di iTaliani, che non esiste la Rai e Mediaset....ci sono in Italia tanti imprenditori che hanno televisioni....o a te risulta che non ci siano televisioni private a copertura nazionale...la7 Odeon e tante altre..
In campo televisivo esiste pluralismo...solo che Mediaset e' piu' in gamba., tanto da competere con la Rai.
I privati? ma chi sono i privati? Tutte le testata , televisive , giornalistiche non sono di UNO, ma di societa', cioe di capitali

Il berlusca potrebbe benissimo far diventare Mediaset una SPA e mettere sul mercato le azioni.
E che problema ci sarebbe...sarebbe come avere azioni Fiat, Eni, Enel o Parmalat.

Vorrei vedere la sinistra che fa...UNA LEGGE CONTRO LE SOCIETA? AZIONARIE?

AAHA AHHAH

Belin....semu tutti nesci...tanto Dalema va in barca a vela miliardaria, Bertinotti con le giacche di cashmire da 3000 euro,e Prodi non sa quanto valga un appartamento e spara80milioni che manco ci compri un garage in centro citta',e vive in una casa valutata 850milioni ,al pari del berlusca.

giorgio zeneise 20.04.06 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma Dalema ,rappresentante degli operai,alla festa dell'unità dove ha detto quella frase sui paradossi e conflitti di interessi, è arrivato in barca e con l'assegno da 20.000 euro che si prende ogni mese, o su una mercedes scortato da 15 guardie del corpo??
Magari c'era anche Prodi a quella festa..che pur non avendo mai lavorato ma solo fatto politica tutta la vita ha firmato una donazione hai figli di un milione di euro(il che fa presumere che ne abbia tanti altri!!) ma che cmq fa sempre l'amico di tutti.
A me questi conflitti di interessi fanno molto più ridere : )

Niccolò Milesi 84 20.04.06 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' incredibbile che si voglia mettere in discussione l'impatto che le televisioni hanno sulle persone e ridicola rispetto a quella dei giornali .
e bene ricordare che nelle rivoluzioni o colpi di stato a cui abbiamo assistito dopo la sconda guerra mondiale prendere il controllo della tv andava di paripasso al controllo del parlamento .
chi controlla la tv puo' manipolare la verita'
e' il piu' potente e diretto mezzo di inforazione che ce'.
io non credo che berlusconi nelle ultime elezioni avrebbe preso tanti voti se non avesse avuto tutto il potere mediatico che ha.
anzi senza le sue televisioni non sarebbe diventato neanche un politico .
chi gli avrebbe dato credito ?
avrebbe avuto una discesa cosi forte ?
nessuno avrebbe potuto fare quello che lui ha fatto in politica senza i sui mezzi mediatici.

ora per il bene della democrazia di questo paese si dovrebbe fare una buona legge sul conlitto di interesse e privatizzare il mercato televisivo per cui tutti i privati possono avere delle frequenze nazionali non un singolo sogetto
unico modo per avere un pluralismo che davvero manca dove sia premiata la professinalita' dei girnalisti non la loro appartenenza politica

elio silvestri 20.04.06 08:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI I GIUDICI DALLA POLITICA!!!
oltre a Berlusconi, anche il fatto che molti giudici si interessini pressantemente alla politica mina la nostra democrazia

Antonello Tarantino 20.04.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento

...Belin Beppe

tu pubblichi solo lettere di persone apertamente di sinistra, infarcite di personaggi apertamente di sinistra.

Io ti farei una domanda...ma invece di continuare a dare addosso alla precedente maggioranza, perche' tutta questa energia il popolo di sinistra la incanala verso gli antagonisti politici , invece di essere propositiva verso i prossimi 5...( anni o mesi si vedra presto).
Non ci sono proposte ..ma solo distruzione, tabula rasa di 5 anni, un indiscriminata distruzione di tutto cio' che possa essere avvenuto 5 anni.
belin beppe...mi sembra come In russia che cambiavano i testi dei libri ad ogni cambio di soviet...( mi viene in mente Don Camillo e Peppone..che vanno in Russia e si trovano nel mezzo di un cambio politico..e di notte vengono sostituiti i quadri del soviet ).

BElin Beppe...mi sembra che tutti qui procedano come chi compra casa e a tutti i costi vuol stravolgere chi vive nel caseggiato da anni e buttare giu' tutto perche' non gli piace.
allora leviamo pure la patente a punti? il poliziotto di quartiere?Rileviamo l inglese nelle scuole medie ? gli incentivi per le auto a basso inquinamento e torniamo tutti alle 500?Buttiamo giu le strade costruite? Ritappiamo le gallerie scavate?

Belin Beppe...chi voglion tutti sciuscia' e sciurbi..

AHAHA HA HAH A H H AHHA

giorgio zeneise 20.04.06 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

belin Beppe

qui tutti sinistroidi san solo sparare a zero su tutto, e a invocare a gran voce ..Fuori dalle Palle

forse si sono gia'scordati che sono solo meta' degli italiani ( meta' risicata, essendoci in senato una parita')....e che essendo in democrazia, eiste chi governa e chi si oppone, e che solo si sono inveriti i ruoli?

Secondo me molte persone hanno solo un odio,invidia,astio ,sterili e poco civili.Non eiste un dibattito politico ,a ma sento ragionamenti da paesi mediorentali stile legge del taglione....
Ma chi oggi vorebbe prendere il bastone, e' al corrente di cosa abbiano fatto i loro beniamini di sinistra , come opposizione in 5 anni, visto che ora sembra che per 5 anni, secondo le loro parole, ci sia stata non democrazia, ma dittatura? Cosa han fatto? dove erano? cosa facevano? come si opponevano?

Non capisco perche' le analisi vengano sempre fatte a senso unico, senza valutare come e cosa avviene in Parlamento, come sono le leggi elettorali, che siamo in Europa e dipendiamo da normative europee,(cioe' le nostre leggi devono riprendere normative europe) che siamo membri Onu e dipendiamo da un consiglio internazionale.
Sembra che qui tutti ragionino come se fossimo la Svizzera dell'800 che chiuse le frontiere faceva i comodi suoi ......e non si renda conto di cosa sia diventata l europa negli ultimi 20 anni,,,

Belin Beppe....ti che ti disce?

giorgio zeneise 20.04.06 08:17| 
 |
Rispondi al commento

...belin beppe


ma nessuno parla di quanti finanziamenti statale prende l Unita' ???

lo stato italiano mantiene i giornalisti di un giornale di partito.... Da tenere conto...

Nessuno parla di magistratura democratica....?
E' una specie di sindacato rosso, che ricopre tutte le cariche piu' importanti all'interno della magistratura. Una magistratura di partito, non credo sia meglio di avere piu' di una televisione.

Gran parte della stampa....Scalfari,Mieli, sono apertamente dichiarati a sinistra. Ma oltre la televisione vogliamo parlare dei giornali ?

Ma chi legge sto blog e' al corrente che le televisioni , sono concessioni publiche e che Mediaset si regge esclusivamente sulla pubblicita', che deve sottostare alle regole Nazionali previste per legge in ambito di corettezza politica? Che le testate giornalistiche hanno un loro organo interno indipendente?
Che persino Mentana ex direttore, e' apertamente di sinistra?

Ma nessuno si chiede.....se i direttori dei gionali sono di sinsitra, pure i giudici, pure i giornalisti ( pagati dalla Rai ), pure i conduttori della televisione, pure i comici, se i giornali di sinistra ricevono milioni di finanziamenti, purei preti ( Don Gallo ),mega imprenditori come Della Valle ( la cui societa' e' in Lussemburgo e non ha manco piu' un dipendente italiano avendo trasferito col benestare dei sindacati la produzione delle scarpe all estero nei paesi sottosviluppati ) .....ma nessuno considera che ci sono figure, cariche che fanno indebitamente politica, che vanno contro interessi etici?

Oppure vogliono dare addosso solo all'ex presidente in maniera sterile e vessatoria, per l evarsi di torno l unico ostacolo al loro modo di pensare la politica ? Come dire...non avendolo levato politicamente, e' ancora a capo del partito piu' votato d Italia, non essedoci riusciti con i giudici compiacenti ( mandato di comparizione studiato ad arte durante la riunione europea a Napoli di qualche anno fa ), quindi e' SCOMODO .

beppe..che ti disce

giorgio zeneise 20.04.06 08:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo aver ricontrollato i voti e assegnato la vittoria al centro sinistra, Berlusconi non accetta ancora l'esito del voto ?!?

E' pazzesco, non ho mai conosciuto una persona così arrogante e pericolosa !!!

Meno male che ha vinto la sinistra, con lui e i suoi fedelissimi, si rischiava di tornare indietro di 50 anni....

S. Tondini 20.04.06 07:38| 
 |
Rispondi al commento

-----SONDAGGIO---

A quale legge ritieni il nuovo governo Prodi debba immediatamente mettere mano?


1) la Biagi sulla riforma del mercato del lavoro
2) la Moratti sulla scuola
3) la Bossi-Fini sull'immigrazione
4) sulla fecondazione assistita
3) la depenalizzazione del falso in bilancio
5) La gasparri sulle Telecomunicazioni
6) una nuova legge sul conflitto d'interessi
7) una legge che tuteli le coppie di fatto (pacs)
8) ritiro immediato delle truppe dall'Iraq

VOTA QUI:

http://guerrillaradio.iobloggo.com/


Dai, vi prego, per favore... dalla lettura di questo bolg ho dedotto alcune cose che mi hanno fatto venire i brividi... ditemi che non è vero che c'è anche la minima possibilità che con un ricorso Berlusconi potrebbe capovolgere il risultato. In effetti ci sono troppe acque chete per poter godere appieno della vittoria. Non può essere. E ditemi anche che non succederà mai che Berluska andrà a fare il presidente della repubblica!!!! Ho deciso la meta dell'esilio volontario nel caso in cui accada e se qualcuno volesse seguirmi: Australia... oppure ancora meglio, ISOLA DI PASQUA (a 4000 miglia da qualsiasi tipo di continente)!!! Mi avete rovinato il sonno... ;-) Il caro signor psiconano non molla forse perchè se non ricopre una delle 5 cariche più importanti del nostro paese la magistratura (comunista!!! eh eh eh!) potrebbe metterlo in gattabuia... ;-) Ma con gli impicci che c'ha non ci finirà mai!

Elisa Mastro 20.04.06 02:18| 
 |
Rispondi al commento

che palle sto berlusconi. ha perso le elezioni e non gli va proprio giu. ma di cosa ha paura? ha la coscienza tanto sporca da aver bisogno assolutamente di restare nella maggioranza? E suvvia, farebbe piu bella figura ad ammettere la sua perdita che, data l'esigua minoranza di voti, non è nemmeno tanto vergognosa. Cosi facendo, invece, si sta rendendo pietosamente riducolo. ma qualcuno dei suoi compagni non glielo dice? almeno Fede potrebbe dirglielo.

Stefano Gen 20.04.06 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante il cognome identico a Beppe non discendiamo dalla stessa stirpe...ma debbo dire che condivido spesso le sue idee...

Ci sono cose assurde in politica che non riesco a capire e condividere...

A volte i politici mi sembramo dei "muli" di destra o sinistra, nel senso che un'idea di destra deve essere per forza opposta a quella di sinistra...

Io penso che qualcosa detto dalla destra è valido così come qualcosa di sinistra...

Secondo me non esiste una legge-idea univarsamente corretta ma ogni cosa deve essere
valutata con precisione e seguendo un'analisi
approfondita.

E' così irragionavole trovare persone che al posto di farsi la guerra sul partito e segno politico, trovino reali soluzioni LOGICHE ai problemi dell'ITALIA?


P.S. Vogliamo che i politici abbassino il debito pubblico??? Iniziamo ad abbassare i loro stipendi in modo equo e corretto!!!

Daniele Grillo 20.04.06 00:17| 
 |
Rispondi al commento

...fritto misto...

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/frit
to-misto-oggi-la-corte_114546734391514468.html

Gianpiero Romano 20.04.06 00:13| 
 |
Rispondi al commento

La chiusura di questa toccante lettera la dice lunga sulle prospettive che l'imminente cambio di governo apre sulla scena politica italiana. Un fastidioso presentimento suggerisce che, nonostante venti milioni di italiani abbiano varcato la soglia dei seggi elettorali con la precisa intenzione di togliere dallo scranno del potere, conquistato e mantenuto attraverso il supruso del monopolio dell'informazione-manipolazione, un individuo che non merita di occuparlo (sia da un punto di vista giuridico che da un punto di vista prettamente politico -basti pensare alla consorteria di deputati e ministri che lo accompagnano, da Calderoli a Previti...-), la coalizione che, attraverso il voto, ha ricevuto l'incarico di realizzare l'impresa, si presenta titubante, perplessa, di fronte all'opportunità dell'atto dovuto di una SERIA, DURA LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI.

La necessità di questa opzione rientra nella lunga serie di argomenti che hanno determinato la vittoria di Prodi: molti italiani lo hanno votato per porre rimedio al vergognoso abuso che la figura di berlusconi rappresenta, un vero e proprio sfregio alle istituzioni italiane. Gli elettori del centrosinistra PRETENDONO, dunque, che il futuro governo agisca nella direzione qui indicata. E' un atto DOVUTO, indispensabile per ridare dignità al paese.
Tutto il resto è retorica.

Propongo dunque che, una volta insediato il governo, si dia voce alla pretesa di tale adempimento, anche per mezzo di manifestazioni di piazza. Grillo ci darà senz'altro supporto affinchè le logiche di palazzo non abbiano il sopravvento su cio' che gli elettori hanno democraticamente scelto.

ENRICO BEDOGNI 20.04.06 00:07| 
 |
Rispondi al commento

...fritto misto...

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/fritto-misto-oggi-la-corte_114546734391514468.html

Gianpiero Romano 19.04.06 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
Rispondo al giudice raccontando una cosa che può sembrare stupida, ma che oggi accade nella mia città: Napoli.
Nella nostra città, qualche anno fa, in vari punti furo montati certi tipi di cartelloni pubblicitari elettronici; questi cartelloni dopo un certo periodo, furono oggetto di discussione della giunta Iervolino, in quanto l'assessore preposto voleva farli rimuomevere perchè non in linea con il "maquillace" della nostra splendida città. Questi stessi cartelloni oggi, a parte che sono ancora là, ma poi sono tutti e, dico tutti, occupati dal faccione della Iervolino che aimè si ricandita perchè per Napoli la minestra riscaldata va sempre bene.
La cosa più curiosa di queste immagini della Iervolino, è che l'hanno così truccata e modificata (manco doveva fare il calendario di MAX) che non sembra lei; è ringiovanita di almeno 20 anni, o meglio, mai nella sua esistenza è stata così piacevole. Cosa voglio dire con questo, voglio dire che quando quei trucchetti, tipo capelli che non aveva li usava il cavaliere venivano e vengono, giustamente, ridicolizzati,additati ect ect..ora li mette la sx e tutto è consentito. Magari si dirà che ci si limita ad usare i mezzi del nemico.
Oggi leggevo su IL MATTINO, che un altro esponente, che risponde al nome di Cardillo, sempre dell'attuale giunta, annuciava ai cittadini che l' ICI sarà portata via...ma non si era detto che era l'ennesima burla del cavaliere??!
Ora sicuramente mi beccherò l'accusa di essere di parte, invece tutto questo non è, è solo che volevo puntualizzare che tutti i buoni propositi e il moralismo della sx è come sempre una farsa, demagogia come quella della dx. Io mi gioco i genitali che seppur dura 5 anni il prossimo governo, non ci sarà ne midifica della legge sui conflitti d'interesse, ne l'ineleggibilità per gente dalla fedina penale sporca o prossimi a sporcarsela o cmq colpiti da avvisi di garanzia, che è la vera vergogna dell'Italia, più del conflitto d'interessi.
Saluti
Pasquale Autiero

Pasquale Autiero 19.04.06 23:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sono rotto le scatole!!!l'EX presidente del consiglio oggi ha detto :''Daremo battaglia, battaglia... I conti li devono fare con noi''...
bene
continua a minacciare mezza italia con toni golpista-mafioso...
che lo facciano stare zitto
ora ricorrerà al tar del lazio
e poi???
che cosa gli dobbiamo permettere ancora di poter fare???
quello li è capacissimo di farci trovare al nostro risveglio le nostre strade cittadine piene di carri armati...insisto tira ariuccia,un'ariuccia di golpe in pieno stile nuovo millennio...
ce n'era un altro,di dittatori,che voleva TUTTO A MODO SUO:adolph hitler.
empeachment against the midget
FUORI DALLE PALLE.PLEASE...

gian mario vistoli 19.04.06 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me il bello deve ancora arrivare, il nano malefico sta zitto da troppi giorni e dall'altra parte stanno preparando unghie, fauci e zanne pronti a cannibalizzarsi per le poltrone. Vedrete che alla fine ce la prendiamo in quel posto noi.

Alessio Giorgi 19.04.06 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Non mi meraviglierei più di tanto del comportamento di alcuni democratici di sinistra. Ricordo le frasi pornografiche di Massimo Dalema che ha ripetuto in due occasioni a distanza di anni: "Mediaset è una ricchezza per il paese".
Ora se un presidente del maggior partito di opposizione dice queste corbellerie stiamo freschi.
"La tassa degli italiani", quale è di fatto la pubblicità, cioè il costo aggiutivo a ogni prodotto che il passaggio in tv obbliga con conseguente pagamento all'ottavo nano di una tangente su tutto, è qualcosa di molto triste.
Per questo Mediaset mi sembra una ricchezza solo per il ducetto che effettivamente si è arricchito esponenzialmente mentre tutta l'Italia affondava.
Se invece vogliamo parlare della sistematica demolizione della cultura italiana ed europea con il reiterato propinamento di rimbambente spazzatura mediatica americana "non in quanto americana ma in quanto la più brutta e violenta produzione di quel paese che fà più spesso di altri del grande cinema" beh si allora abbiamo fatto bingo. Bravo il nostro Dalema, se io fossi in lui proporrei un'altra bicamerale per cercare di sdoganare il personaggio... Continuiamo a farci del male!

lino bottaro 19.04.06 23:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Lenzi,
quanto sto per scrivere sarà bollato da molti come "qualunquismo". Per chi ha voglia di andare oltre questa semplificazione, proverò a spiegare perchè sono tristemente sicuro che il suo augurio (retorico?) non sarà degnato, non dico di un seguito politico all'interno della compagine di centro-sinistra, ma neppure di un minimo di replica su un qualsivoglia mezzo di comunicazione, incluso questo spazio.
Le ragioni per le quali quella che un tempo veniva chiamata la sinistra storica italiana non ha mosso un dito per impedire la degenerazione formale della prassi politica negli ultimi quindici anni (come ha chiaramente indicato), vanno cercate molto più lontano.
Come sosteneva uno dei pochi pensatori liberi della storia repubblicana, osservare e mettere in relazione i fatti osservabili ci autorizza a fare delle valutazioni basate sulla logica e pertanto non smentibili.
Tutto questo lungo cappello per dire che le ragioni dell'etica avrebbero dovuto portare a difendere la legalità e la verità rispetto ad accadimenti precedenti alla stagione berlusconiana. Mi riferisco alla notte della repubblica che ha visto una serie impressionante di stragi e di omicidi. L'talia repubblicana è stata vittima di una gestione del potere molto più simile a quella dei paesi sudamericani che non di quelli nordeuropei. E' un fatto che durante i governi di centro sinistra, precedenti al quinquennio che si è chiuso, il ministro degli interni, il ministro della difesa, il presidente del consiglio, non hanno dato agli italiani, non dico la verità, ma neppure un barlume di speranza eliminando uno degli omissis, rendendo noto uno dei documenti riservati, dando un volto ad uno dei mandanti delle stragi ecc. ecc.
Caro Lenzi lei cita la Tailandia, io vorrei citare il Cile, l'Argentina ed il Brasile come esmpio di paesi in cui la notte sta cedendo il passo ad un nuovo giorno.
In Italia le complicità e le connivenze inconfessabili sono ancora troppo vive per poter sperare altretanto.

Chiaro Chiaro 19.04.06 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Allora?
Berluscoi ha perso.
Basta no?
Adesso chi troverete come Male Supremo del Creato?
In fondo un pò vi dipsiace, suvvia

Mein Gott 19.04.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se bis-losconi diventa presidente della rep,io divento kamikaze

luca kiri 19.04.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/136.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Telecolpodistato:

» Deve cambiare da C'è chi dice no! (Viaggi, musica e...tecnologia)
Dopo aver ascoltato le parole del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi chiedo asilo politico ai miei amici sparsi per il mondo. Afferma prima che ci sono “brogli, tanti brogli” e poi che il risultato “deve cambiare”. In b... [Leggi]

18.04.06 00:03

» http://www.paologardinali.com/scrap/archives/2006_04.html#002302 da scrapblog
Telecolpodistato... [Leggi]

18.04.06 06:50

» Replica alla lettera del Senatore Debenedetti da Aragosta BBS
Egregio Senatore, innanzitutto mi preme ringraziarla per la risposta datami e per gli auguri d... [Leggi]

18.04.06 14:28

» Replica alla lettera del Senatore Debenedetti da Aragosta BBS
Egregio Senatore, innanzitutto mi preme ringraziarla per la risposta datami e per gli auguri d... [Leggi]

18.04.06 14:28

» Berlusconi non può essere eletto per legge! da DisKoWeb.it
Vi propongo questa interessantissima lettera di un giudice bolognese pubblicata sul blog di beppe grillo.Dove tra l'altro scopro una cosa per me nuova: ossia che berlusconi per legge non poteva e non può essere eletto in parlamento. Buona lettura..... [Leggi]

19.04.06 13:16

» (incredibilmente atroce) Un paese spezzato in due da fuocoamare
...accozzaglia politica contro la coalizione dell'insulto ...legge sul conflitto di interessi ...uso dei mezzi di informazione [Leggi]

20.04.06 00:09

» Sulla necessità di escludere Berlusconi dal processo politico da guerrilla radio
. La risicata vittoria del centrosinistra è stata pienamente legittimata dal verdetto della Cassazione. Nonostante un sempre più infantile Berlusconi  non riconosca ad oltranza la sua sconfitta (così come non r... [Leggi]

20.04.06 03:36

» La grande scuola della soap-opera da Nannerl Mozart
Quando penso al berlusconismo televisivo mi viene in mente qualcosa di diverso dalla soap [...] Io ero piccola, ma guardavo “Drive in” e non capivo perché ci fosse bisogno di accostare ai comici (maschi) degli oggetti sessuali (femmine) così grossolani. [Leggi]

24.04.06 11:45

» Non si rassegnano all’evidenza da Democrazia o no?
Che Berlusca e compagni proprio non vogliano rassegnarsi al verdetto democratico che gli italiani hanno espresso, beh, ce l’... [Leggi]

29.04.06 01:37

» Citazione della Citazione: Telecolpodistato da Epper's Blog
Riporto la lettera di Norberto Lenzi, un giudice di Bologna, pubblicata sul blog di Beppe Grillo. Inutile dire che condivido ogni singola virgola di quanto scritto. Condivido ogni singolo bit, per gli informatici che stanno leggendo, e sono curioso dei... [Leggi]

15.07.06 15:03