Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Covered warrants e così sia

  • 896


warrant.jpg
copertina gruppo dei Warrant

Le banche sono in preda a un orgasmo da prodotti creativi per far tornare il budget. Al cliente del loro budget non gliene può fregare di meno e vorrebbe che la loro creatività si esprimesse in buoni servizi a costi di mercato, quello europeo, non quello italiano. Le banche che negano un finanziamento alle piccole imprese sono le stesse che prestano miliardi di euro ai Tronchetti e ai Benetton. Soldi nostri, dei correntisti, dei piccoli investitori. Gli amministratori delegati delle banche rispondono da troppo tempo alle leggi della politica e delle relazioni dei salotti buoni invece che alle leggi del mercato.
Pubblico questa lettera, tra le tante che ho ricevuto, sul comportamento delle banche.

“Mi rivolgo a voi visto che siete una delle pochi voci che mette in guardia i risparmiatori sulle vessazioni fatte dalle banche nei confronti dei dipendenti addetti alla consulenza finanziaria (..se ancora la si può chiamare così).
L'ultima "invenzione" della banca in cui lavoro, vista la recente tendenza al rialzo dei tassi di interessi, è stata quella di proporre ai clienti che già hanno acceso un mutuo casa a tasso variabile, una cosiddetta operazione "di protezione dal rischio tasso", mediante la vendita di "covered warrants" di varia durata, che darebbero al cliente che li sottoscrive un'entrata di denaro periodica qualora i tassi di mercato superassero una certa soglia prefissata.
Tali covered warrant, alla loro naturale scadenza (che andrebbe a coincidere all'incirca con quella del mutuo originario), andrebbero poi a zero di valore.
Fin qui non ci sarebbe molto di strano nell'operazione, se non che tale vendita va anche accompagnata da un finanziamento al cliente dell'importo dei covered warrants sottoscritti: in pratica prima il cliente paga lauti interessi sulle rate del mutuo, poi si sobbarca l'acquisto di tali warrants che andranno a zero (..e che magari non gli daranno entrate se i tassi non dovessero salire molto) e inoltre ci paga anche gli interessi sul prestito per acquistarli.
Non vi dico poi le pressioni quotidiane per vendere tali prodotti (...insieme agli altri, spesso scadenti, già a catalogo!): mi domando fino a quale punto arriveremo in futuro.
Purtroppo la clientela si fida di noi che dobbiamo avere la faccia tosta di rassicurarli sulla bontà dei prodotti e mentiamo loro dalla mattina alla sera; se poi non vendiamo tali prodotti veniamo emarginati all'interno della banca.
I budget sono ormai "mostruosi" e se non riesci a raggiungerli ottieni pessime note di qualifica e niente premi incentivanti.
Io cerco di resistere a tali pressioni ma vi posso garantire che da alcuni anni ho i nervi a pezzi e soprattutto ho cominciato ad odiare un lavoro che mi piaceva: l'unica consolazione è quando si riesce a collocare i prodotti migliori e a non fare danni alla clientela, ma ciò accade sempre più raramente.
Vi ringrazio per aver potuto "sfogare" la mia rabbia.
Grazie ancora.”
M.

9 Mag 2006, 19:01 | Scrivi | Commenti (896) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 896

| La Settimana | Trackback (1)

Commenti

 

Offerta di prestito a persone in Difficoltà
Contattate da parte di Whatsapp su questo numero:+33673300607
Prestiti da 1000 € a 25.000.000 € con un tasso di interesse a prezzi accessibili. Investire investimenti prestiti a persone in Difficoltà Il mio tasso di interesse è 2% l'anno. Contatto: email: fransisco.branco00@gmail.com

branco fransisco (brancofransis), Napoli Commentatore certificato 18.11.16 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe pultroppo questa boiata dei covered warrant me l'anno rifilata a marzo del 2007 e mi tocca pagare 79 euro al mese per 10 anni sul mutuo senza avere benefici di nulla. Gentilmente volevo sapere se e possibile annullarla questa banale cosa. grazie

Bruno Perrone 22.01.08 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Non so se sono in tema, però faccio riferimento allo spettacolo che Beppe ha tenuto a Firenze il 22 maggio u.s. e durante il quale ha annunciato che stava aprendo un conto, se non ricordo male, con una banca di Londra per poter far accedere a prestiti "umani", quindi contro gli interessi delle nostre infide banche. Ricordo male? Vorrei saperne di più e, in caso, chiedere a Beppe un "prestito". Grazie. Alessia

alessia lenzi 18.07.07 10:26| 
 |
Rispondi al commento

e' giusto conoscere....decidere poi a chi credere e che fare.....

http://video.google.com/videoplay?docid=8208628600166597158

rosana savian 27.04.07 17:52| 
 |
Rispondi al commento

....e dalla manifestazioni qui sotto descritta, siamo riusciti ad ottenere questo:


http://www.iene.mediaset.it/video/video_1837.shtml?flv

rosana savian 16.01.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

23.24 OTTOBRE 2006 - MANIFESTAZIONE IN ROMA.

Oggetto: RISPARMIO TRADITO: chi ristora i risparmiatori? Perchè lo Stato non tutela i cittadini truffati a norma dell'articolo 47 della Costituzione?

LUNEDI' 23.10.2006

9.30-11.30 CONSOB
Via G.B. Martini, 3 (ang.Pzza Verdi)
00198 - ROMA
Fax 06.8417707
consob@consob.it

12.00-13.00 AMBASCIATA ARGENTINA
Pzza dell'Esquilino, 2
00185 - ROMA
Fax 06.4819787
Tel 06.4742551-55
www.ambasciata-argentina.it

13.15-14.25 BANCA D'ITALIA
Via Nazionale, 90
00186 - ROMA

14.30-18.00 MINISTERO DEL TESORO
Via XX Settembre, 97
ROMA
portavoce@tesoro.it
visco_v@camera.it
Capo di segreteria
06. 47614164
Fax 06.47614485
Segreteria Particolare
06.47613565
Fax 06.4743449
Consigliere diplomatico
06.47614432
Fax 06.4883956
Aiutante di campo
06.47614554
Fax 06.4814748
aiutantedicampo@tesoro.it
Capo gabinetto
06.4743619
Fax 06.47614249
segreteria.capogabinetto@tesoro.it
Vice capo di gabinetto
06.4826533
Fax 06.4820283
Segreteria di gabinetto
06. 4761.7753 - 7754 -7757
Fax 06.4761.4864
Direttore di gabinetto
06.47614161
Fax 06.4743012
Capo ufficio legislativo-economia
legislativo@tesoro.it
06.484700
Fax 06.4741603
Capo ufficio legislativo-finanze
legislativo.finanze@tesoro.it
06.4815665
Fax 06.47616841
Capo Ufficio Stampa
06.47614606/3799
ufficio.stampa@tesoro.it
daniela.bracco@tesoro.it


MARTEDI' 24.10.2006

9.30-13.00 MONTECITORIO
Pzza Montecitorio
ROMA
bertinotti_f@camera.it

13.00-18.00 PALAZZO CHIGI
Pzza Colonna
ROMA
urpdie@governo.it
trasparenzanormativa@governo.it
redazione.web@governo.it
programma@governo.it
santagata_g@camera.it

Concentramento del gruppo davanti alla sede della CONSOB alle 9.30 del 23/10/06 poi si raggiunge, nelle ore previste, gli altri punti ove manifestare. Chi arriva dalla stazione può utilizzare dei bus: 360 o 217.
A piedi si impiegano 20 minuti a passo turistico.
La Questura è al corrente.

rosana savian 13.10.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento

lavoro molto probabilmente per la stessa banca della persona che parla così male della possibilità di coprirsi dal rischio di rialzo dei tassi per i titolari di mutui casa a tasso variabile.
E' vero che le Banche sono aziende che devono fare quadrare i bilanci, ma nel caso specifico, mai servizio venduto negli ultimi anni sarà apprezzato da chi l'ha sottoscritto. I tassi si sono già alzati!!! Li leggi i giornali??? L'Euribor a 3 mesi è già salito di oltre un punto da Ottobre 2005, e le previsioni sono per un rialzo almeno fino a Giugno 2007!
I "warrant" venduti alla clientela in realtà altro non sono che una assicurazione contro un rischio molto reale; per cui l'operazione commerciale oltre che fare bene ai bilanci della Banca (e quindi al mio e al TUO stipendio, oltre che alle tasche dei tanti azionisti!!!) è andata incontro alle esigenze della clientela; oserei quasi dire che è stata una scelta "morale".
Un saluto.

giovanni paolo ronchi 03.09.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento

La Tfa sembra uno specchietto per le allodole”, ha dichiarato a Panorama Mauro Guerra, direttore della banca di Lugano. E Richeldi spiega:” La Banca di San Marino ha stanziato un fondo a copertura degli oneri legali, ritenendo così di erogare alla clientela una doverosa assistenza”. (Per maggiori informazioni www.bsm.sm).

L’articolo quindi prosegue con una domanda: ma l’Argentina, dopo aver perso la prima causa, ha pagato? “Non ancora… anche se il decreto ingiuntivo del giudice è granitico, devono restituire capitale e interessi”, risponde Guerra, informando che dopo la prima sentenza sfavorevole gli argentini stanno trattando: “Siamo in fase stragiudiziale e contiamo anche nel prossimo incontro tra Kirchner e Prodi perché molti dei n ostri clienti sono italiani”.

www.cdls.sm

Orlando Masiero 31.08.06 21:40| 
 |
Rispondi al commento

ECONOMIA – La Banca di San Marino fa causa all’Argentina


Risparmio tradito, adesso battono cassa anche gli istituti di credito. E’ il caso della Banca di San Marino, ex cassa rurale di Faetano, che ha fatto causa all’Argentina. In ballo 15 milioni di euro. Ne dà notizia il settimanale Panorama che nell’ultimo numero racconta i dettagli dell’azione legale intrapresa dalla banca sammarinese.

“Sembra la storia di Davide e Golia – scrive il news magazine – La piccola Banca di San Marino (ex cassa rurale di Faetano, nove sportelli, secondo istituto di credito della Repubblica del Titano) sfida l’Argentina nella guerra dei bond che Buenos Aires non vuole rimborsare”. E riporta le parole di Cesare Richeldi, direttore generale della banca: “Stiamo intentando un’azione legale negli Usa a favore della nostra clientela che ha investito in obbligazioni argentine. Già 170 investitori, su 200, hanno aderito. Pensiamo di avere buone possibilità di successo”.

L’istituto sammarinese punta a recuperare 15 milioni di euro ed è assistito dallo studio legale Carnelutti di Milano che, continua Panorama, “si fa forte di una sentenza già emessa a New York nel marzo scorso a favore di clienti della banca Arner di Lugano: il giudice Thomas Griesa di Manhattan ha condannato il governo di Buenos Aires a rimborsare 22 milioni di dollari ai risparmiatori che avevano investito in un bond, andato in default, con scadenza ottobre 2006”.

Curiosamente, sottolinea il settimanale, solo il piccolo istituto sammarinese ha imboccato questa strada mentre le banche italiane continuano a seguire la linea della Tfa, la Task Force Argentina, che tenta di negoziare col governo di Buenos Aires finora senza successo.

Orlando Masiero 31.08.06 21:37| 
 |
Rispondi al commento

“La Tfa sembra uno specchietto per le allodole”, ha dichiarato a Panorama Mauro Guerra, direttore della banca di Lugano. E Richeldi spiega:” La Banca di San Marino ha stanziato un fondo a copertura degli oneri legali, ritenendo così di erogare alla clientela una doverosa assistenza”. (Per maggiori informazioni www.bsm.sm).

L’articolo quindi prosegue con una domanda: ma l’Argentina, dopo aver perso la prima causa, ha pagato? “Non ancora… anche se il decreto ingiuntivo del giudice è granitico, devono restituire capitale e interessi”, risponde Guerra, informando che dopo la prima sentenza sfavorevole gli argentini stanno trattando: “Siamo in fase stragiudiziale e contiamo anche nel prossimo incontro tra Kirchner e Prodi perché molti dei n ostri clienti sono italiani”.

www.cdls.sm

Orlando Masiero 31.08.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere che si potrebbe infliggere un colpo notevole alle BANCHE se chi vuole investire lo facesse in aziende o in attivita' gia esistenti anziche far vendere i propri soldi alle banche dove guadagnano cifre incalcolabili nel prestare soldi non suoi ma dei clienti ad altri clienti che ne anno bisogno. SAREI PROPRIO CURIOSE DI VEDERE COSA ACCADREBBE SE IN UNA FILIALE DI UNA QUALSIASI BANCA SI PRESENTASSERO TUTTI I CLIENTI DI QUELLA FILIALE E CHIEDESSERO DI VEDERE I PROPRI SOLDI.
CREDO CI SAREBBE DA RIDERE UN BEL Pò.

luciano marchetti 27.08.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

sui mutui bancari sarebbe sufficente abolire il sistema alla francese e utilizzare quello americano che ti permette di pagare il mutuo e ritrovarti al termine dello stesso del danaro contante senza vincolarsi ad altra forma di investimento non richiesto dal cliente.

luciano marchetti 27.08.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

AVETE PRESO UN ABBAGLIO : sono un promotore finanziario che condivide tutte le battaglie di Beppe Grillo rivolte alla scoperta delle verità , delle truffe e dell'illegalità in genere. Il mondo bancario , come molte cose in Italia , avrebbe bisogno di riforme, di persone capaci ed oneste. Pur comprendendo lo sfogo del bancario e di tutte le urla dei molti risparmiatori truffati, in questo caso il problema è unicamente l' ignoranza. NELL'OPERAZIONE DESCRITTA NON C'E' NIENTE DI TRUFFALDINO , ma solo la non comprensione dell'operazione!
Gli strumenti consigliati sono Warrant cosiddetti esotici, e pagano dei "dividendi" solo se e quando i tassi superano una certa soglia , poniamo ad es. il 4%;
per ogni warrant sono calcolati gli interessi su un ipotetico controvalore di 5.000;
es.: se i tassi vanno al 5% , per ogni warrant posseduto si incasseranno 50 euro all'anno = 5.000 x ( 5% - 4%)= 50 euro
Quindi se i tassi rimarranno sotto il 4% si perde tutto, ma se i tassi salissero molto , si incassanno tanti euro! anche più dei soldi spesi.
Voi sapete che chi possiede un mutuo a tasso variabile rischia, nel caso di un forte rialzo dei tassi, di vedersi aumentare molto la rata .... ma se affianca al mutuo questi warrant , l'aumento della rata gli viene pagato dai "dividendi" dei warrant!!!!!
CAPITO! in pratica , con una spesa una-tantum (il valore del warrant) pre-definita , uno si copre dal rischio rialzo dei tassi!! un po' come una polizza rischi: se non si verifica l'evento negativo hai buttato via i soldi ( volentieri) , se si verifica l'evento negativo, sei risarcito del danno economico subìto!!!
Chi si vuole coprire da questo rischio con questi warrant DA OGGI può DECIDERE DI FARLO:
- QUANDO VUOLE
- PER L'IMPORTO CHE VUOLE
- COL TETTO MASSIMO CHE VUOLE
- USCIRNE QUANDO VUOLE
- A PREZZI TRASPARENTI
per approfondimenti potete scrivermi su lorenzo.amaro@caltanet.it(senzaquesto)
Dalle mie parti si dice : vedi a far del bene ai ciuchi

lorenzo amaro 04.08.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora il nuovo governo ha fornito LORO un sistema per spremere in modo semplice ma obbligatorio tutti i cittadini. La nuova finanziaria obbliga i professionisti ad essere pagati con assegni o sistemi elettronici (Bancomat ecc) per prestazioni di importo superiore a €100,00. Questo di fatto obbliga tutti i cittadini a possedere un conto corrente da cui attingere per pagare le prestazioni.
Io che da tempo sto cercando di liberarmi dalle sanguisughe delle banche mi trovo costretto mio malgrado a piegare il capo di fronte alla scelta: pagamento a nero o pagamento mediante supporto (supposta) banca......

Luigi Persia 31.07.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BOND ARGENTINA
LA tfa ha dichiarato che 125.000 risparmiatori hanno aderito all'ICSID. Beppe Scienza dichiara che non hanno nulla di cui sperare.
Il governo italiano quando prenderà posizione a difesa dei risparmiatori?

Orlando Masiero 31.07.06 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono uno studente universitario che sta svolgendo una tesi sul mercato italiano dei covered warrant e dei certificates. Ho letto l'articolo sul tuo blog, e ti posso dire che sono alquanto esterefatto. Ti preciso subito che i covered sono strumenti derivati altamente speculativi che alla scadenza si azzerano. Senza poi considerare il fatto che se si prova a venderli prima della scadenza sul sedex, non sempre l'operazione è facile in quanto il loro prezzo è fatto dai market maker, i quali però hanno spread bid- ask abbastanza elevati. Per meglio spiegarmi, comprano a 0,90€ ciò che nello stesso istante vendono ad 1€. Senza poi considerare che anche i movimenti di prezzo dipendono quasi totalmente dal market maker, i quali possono effettuare a proprio piacimento dei tagli di volatilità.
Ti posso assicurare che o si è veramente bravi ad utilizzarli ( mi riferisco a scalper e trader professionisti )o è meglio lasciarli perdere.
Per i semplici risparmiatori rappresentano un pò come giocare al lotto. In riferimento al tuo articolo reputo assurdo l'utilizzo che ne viene fatto dalle banche, in quanto per coprirsi dalle variazioni dei tassi è molto più adatto uno swap.

modesti cristiano 28.07.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Presidente della Banca D'Italia, si consiglia di indicare soluzioni reali al problema dei BOND ARGENTINA, anzichè interessarsi di indicare un aumento dell'età pensionabile quale toccasana per le casse dello Stato.

Orlando Masiero 18.07.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento

News ansa - In primo piano
DPEF: DRAGHI
ROMA - ''Va avviato con decisione il processo di graduale riduzione della pressione fiscale complessiva''. Lo ha detto il Governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, nel corso di un'audizione sul Dpef davanti alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato.

SERVE INNALZAMENTO ETA' PENSIONABILE
''Solo un significativo aumento dell' eta' media di pensionamento puo' rendere sostenibile il sistema previdenziale e garantire pensioni di importo adeguato''. Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, nel corso di un' audizione sul dpef davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Commento
Chi farà lavorare gli italiani dopo i 50 anni?

Orlando Masiero 17.07.06 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Nello stesso momento in cui numerose grandi banche vengono condannate a risarcire risparmiatori che hanno acquistato presso i loro sportelli obbligazioni andate in default, una delle più grandi banche di credito cooperativo del Veneto, Banca Prealpi, si muove controcorrente.L'iniziativa,cominciata nell'estate dello scorso anno, è giunta a termine anche grazie ad una commissione a cui hanno partecipato alcune associazioni a difesa dei consumatori. Questi i risultati. Sono stati analizzati tutti i dossier dei clienti che avevano in portafoglio obbligazioni Parmalat e Argentina . Si è cercato di tracciare un confine, quanto più chiaro possibile, tra chi ha acquistato questa carta "a rischio" conscio delle incognite a cui si prestava pur di ottenere un extra-rendimento rispetto ai tassi di mercato e chi, invece, si è fatto condizionare da eventi esterni (forse anche una non perfetta consulenza da parte della banca).Ai primi non dovrebbe essere riconosciuto nulla, mentre ai secondi andrà un contributo sottoforma di rendimento maggiorato rispetto ai tassi di mercato, offerto tramite una obbligazione della banca. L'obbligazione, a lungo termine, potrà comunque essere liquidata in ogni momento.Il discrimine è chiaro: la banca risponde per i risparmiatori che si sono avventurati nei bond argentini o Parmalat in buona fede, perché - evidentemente - consigliati dagli stessi impiegati della banca. Per gli altri, quelli che hanno agito su iniziativa propria e considerati in grado di valutare il rischio dell'investimento che andavano a fare, invece non ci sarà alcun rimborso. L'iniziativa, unica nel suo genere, merita alcune considerazioni. In base a voci non ufficiali pare che siano 350 i risparmiatori a cui sarà fatta una proposta.
Commento:
INVITIAMO GLI ALTRI ISTITUTI A FARE ALTRETTANTO.

Orlando Masiero 16.07.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

da il Gazzettino di Giovedì, 13 Luglio 2006


SONDAGGIO Verso il 70 per cento
Chimica, per il "No" risultato trionfale
Ma a Roma i sindacati trovano spiragli

Mestre
Oltre il 70 per cento dei veneziani si è espresso, in base ai parziali degli scrutini nelle diverse realtà del territorio, per il no al mantenimento del ciclo del cloro a Porto Marghera . A Favaro, dove lo scrutinio è pressoché finito, il 74-75 per cento degli abitanti ha detto no al cloro. Le percentuali degli abitanti di Marghera , dove sono stati scrutinati all'incirca i due terzi delle schede, l'82 per cento è per il no. Anche in centro storico dai risultati della prima decina di sezioni sulle 70 complessive ha registrato all'incirca un 80 per cento di no. A Mestre, scrutinate un terzo delle sezioni, il risultato è 68 per cento che ha votato "no".

Intanto i sindacati sono tornati dal duplice incontro romano con i ministri Bersani e Pecoraro Scanio abbastanza soddisfatti. Si parla di "virata" nell'atteggiamento dell'Eni e dell'apertura di due tavoli di confronto.


Nonostante il no della popolazione chi vuole tenere lo stabilimento aperto? La richezza prodotta è poca cosa rispetto al pericolo che esso rappresenta, essendo incuneato tra Venezia,Mestre,Marghera.
Chiudere uno stabilimento obsoleto è un'occasione unica per Venezia che disporebbe di immense aree da bonificare per la logistica, cantieristica,per il turismo,per la moda ecc.

Orlando Masiero 13.07.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Bond argentina.
I fondi dormienti che dovevano servire al ristoro dei risparmiatori dove sono finiti?

Orlando Masiero 11.07.06 20:55| 
 |
Rispondi al commento

beppe, perche' non ci ridai questo spazio???

http://www.beppegrillo.it/2005/03/pensionati_rapa.html


grazie!

rosana savian 04.07.06 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto sul Corriere Economia il prospetto informativo del collocamento di azioni Piaggio e Pirelli Tyre; ebbene mi sembra proprio di stare in una repubblica delle banane se si permette a questi "Grandi" dell'economia italiana di poter continuare a vendere i debiti che hanno contratto con le banche ai piccoli azionisti - nel frattempo loro si riservano remuneratissime stock option - senza che nulla, a livello istituzionale dica nulla. Il "tronchetto della felicità" continua a veleggiare, gli ex amici di Hopa, vogliono invadere i paesi emergenti con il loro finto e bugiardo mercato, i debiti come sempre .....vogliono rifilarli agli italiani. Bravi, proprio bravi questi nostri industriali.

Stefano D'Ammassa 04.07.06 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo che è stata avviata la petizione "ALTO TRADIMENTO", lettera aperta per il Presidente del Consiglio dei Ministri.

Obiettivi:

- Informare il cittadino sulla causa prima dell'ennesima manovra economica, che anche l'attuale Governo ha dichiarato di "dover" preparare...
- Chiedere al Governo di far uscire il Paese dal ricatto bancario, in quanto illegittimo ed anticostituzionale.

Vi Invito a sottoscrivere e diffondere la petizione:

http://sovranitamonetaria.org/statiche/alto_tradimento.html

Gianfranco Florio 04.07.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento

PETIZIONE CLASS ACTION ON LINE
www.petitiononline.com/cait2006/petition.html
sottoscrivi e collabora con il passa-parola.
Abbiamo bisogno di altri volontari per portare avanti la campagna di sensibilizzazione a sostegno della rapida approvazione di una buona legge.
Un PDL approvato alla Camera c’è anche se insabbiato al Senato da quasi due anni, quando il clima politico era determinato dalla CdL, che almeno formalmente alla Camera non si è opposta e perderebbe la faccia se oggi si opponesse.
La volontà di fare una legge è comune a tutti i Partiti del CSX ed é riportata nel testo finale del programma dell’Unione.
Quello che manca è il presidio di una forte volontà popolare che accenda i riflettori sull’argomento, solleciti ai Partiti proposte legislative effettivamente buone per i cittadini, eviti interferenze e annacquamenti delle lobbies combinate Multinazionali & Potentati politici_economici, escluda interessi privati delle voraci Associazioni Consumatori a livello nazionale, sovrintenda la qualità intrinseca della legge per evitare pataracchi all’italiana.
E’ l’embrione di questo presidio popolare che la petizione per la CLASS ACTION vuole rappresentare, una moltitudine di liberi cittadini che ha necessità di riconoscersi al più presto in un portabandiera con credibilità e visibilità nazionale al di fuori di condizionamenti partitici ed economici.

Tutte le informazioni sulla bacheca del costituendo comitato sul forum.rai.it:
www.forum.rai.it/index.php?showtopic=98232&f=141&hl

Antonio DA FABRIANO 13.06.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

IN 6 MESI I TASSI DI INTERESSE SONO STATI ALZATI BEN 3 VOLTE, CON UN AGGRAVIO SULLA RATA MENSILE DI CHI HA UN MUTUO.

E QUANTI SONO IN ITALIA CHE HANNO UN MUTUO? MOLTI, TANTI PRATICAMENTE PIU' DELLA META' DEGLI ITALIANI STIMO IO...

DUNQUE E' UN PO' COME IL GIOCHETTO DELLE AUTO..TI INVOGLIANO A COMPRARE IL DIESEL E POI TI ALZANO IL PREZZO AL LITRO QUASI COME LA BENZINA.

MA RITORNANDO A NOI..CIRCA 1 PUNTO PERCENTUALE IN PIU'DI INTERESSI...

MICA POCO..

HO VISTO UN INTERVISTA POCHI GIORNI FA NELLA QUALE SI CHIEDEVA AD UN POLITICO ITALIANO CHE LAVORA NEL PARLAMENTO ITALIANO (NON RICORDO PIU' IL NOME, SCUSATEMI) CONTO DI QUESTI SOLDI CHE NOI ITALIANI IN SPECIAL MODO, VISTO ANCHE L'ECONOMIA CHE ANNASPA, DOVTREMMO TIRARE FUORI IN PIU'...

LA RISPOSTA??

"IL COSTO DEL DENARO E' AUMENTATO,

GLI ITALIANI HANNO SI MUTUI,

MA ANCHE SOMME DI DENARO INVESTITE..

DA CUI TRARRANNO MAGGIORI INTERESSI...

QUINDI IL TUTTO SI VA EQUILIRARE..."


PECCATO CHE CHI FA MUTUI NON LO FA PER DIVERTIMENTO, MA PERCHE' NON HA INGENTI SOMME DI DENARO NON SOLO DA INVESTIRE, MA ANCHE PER L'ACQUISTO DELLA PRIMA CASA, FONDAMENTALE PER OGNI PERSONA.

QUINDI PERCHE' CI DOVETE SEMPRE PRENDERE PER IL CXXO??
MA E' POSSIBILE CHE NON CI SIA MAI UNA RISPOSTA SERIA??

E COME SEMPRE CHI PIU' NE HA PIU' NE PRENDE, CHI MENO NE HA PIU' SBORSA PER PAGARE CHI PIU' NE HA..

IL COMMERCIANTE CHE HA CASA PROPRIA E 100.000 EURO IN BANCA PRENDERA' 4.000 EURO DI INTERESSI AL POSTO DI 3.200...

IL DIPENDENTE CHE SBORSA 500 EURO E PATTUITO CIO' PER 15 ANNI ALLA STIPULA DEL MUTUO, ORA DOVRA' PAGARE 500 EURO PER 16-17 ANNI SENZA MOTIVI LOGICI..

COME SEMPRE CI RIMETTONO SEMPRE QUELLI..E IN PIU' SI SENTONO DIRE CHE NON E' VERO...

SPERO CHE CI SI STANCHI ALLA SVELTA DI QUESTA SITUAZIONE...
ANCHE A COSTO DI RASENTARE CONTESTAZIONI VIOLENTE..

Paolo Sterzi 12.06.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

vorrei fare una precisazione. I covered warrant sono strumenti di finanza derivata altamente speculativi. Non riesco a credere che ci sia una banca che usa i covered per coprire da i rischi di tasso. Le operazioni di copertura tassi che possono proporre sono SWAP o CAP o FLOOR. Le stesse operazioni che molto elegantemente il nostro Ex governo Berlusconi ha diffusamente applicato per rimodulare il debito pubblico. Sulle pressioni fatte a tutti noi dipendenti di banca...è indubbio che ci sono. Ma...la cura è semplice e non vale solo per la categoria: CONOSCENZA.

helena blake 09.06.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento

guardando la tv mi sono accorto che c'è stato un forte incremento della publicità di banche e assicurazioni quacuno sa spiegarmi perche?

marco marcazzi 08.06.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento

PETIZIONE CLASS ACTION ON LINE
http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html
sottoscrivi e collabora con il passa-parola.
Abbiamo bisogno di altri volontari per portare avanti la campagna di sensibilizzazione a sostegno della rapida approvazione di una buona legge.


Se vogliamo che le maxi truffe possano venire sanzionate celermente.
Se vogliamo che le condanne non siano ridicole e vergognose.
Se vogliamo che i risarcimenti siano equi e proporzionati al danno economico realmente subito.

Beh... E' l'ora di darsi da fare per introdurre anche in Italia lo strumento legale delle Cause Collettive.

Esattamente com'è quello negli USA che ha permesso condanne severissime per tutto il consiglio d'amministrazione della ENRON, una delle multinazionali più potenti del mondo.

Tutte le informazioni sulla bacheca del costituendo comitato sul: forum.rai.it
http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=98232&f=141&hl=

Antonio DA FABRIANO 08.06.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Non credo ci siano problemi come questi ancora per molto. Entro il 2010 l'Italia uscirà dall'Europa e vi sarà un profondo mutamento socio economico di questo piccolo paese dominato dalla mafia.

Paolo Maldini 06.06.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono un collega di un primario istituto di credito.
CONFERMO TUTTO QUANTO, LE PRESSIONI ORA SI FANNO PRESSANTI NON PIU' SU STRUMENTI DI INVESTIMENTO,BENSI' SU DERIVATI O RINEGOZIAZIONE DEL MUTUO DA VARIABILE A QUELLO CON RATA COSTANTE MA TASSO VARIABILE. IL BELLO CHE QUESTE OPERAZIONI COSTANO UNA "TOMBOLA" (3% O 2% DEL CAPITALE RESIDUO). I POVERI CITTADINI ITALIANI, GIA' TARTASSATI DA TUTTE LE PARTI, SI TROVANO ANCHE LE BANCHE CHE "SIMULANDO" UN AIUTO SPILLANO ULETRIORI SOLDI. IO COMINCIO AD ESSERE IN IMBARAZZO A DIRE CHE LAVORO IN BANCA. SPERIAMO CHE L'ETICA DIVENTI UNA COSA NON DI FACCIATA MA ANCHE REALE, CHE POSSA ESSERE UN VERO SERVIZIO ALLA CLIENTELA.

massimo m 05.06.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
a proposito di banche ed economia ladra..
A quando un tuo intervento sui fantomatici BILDENBERGERS?
così facciamo sapere a tutti cosa accade?

Ciao e grazie di tutto.

Daniele Carboni 05.06.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Alla cortese attenzione
Ministro del Tesoro
dott. Padoa Schioppa
dott Enrico Letta
dott Bruno Tabacci
dott. De Bortoli
Agli organi di stampa

UNMILIONETRECENTOCINQUANTAMILA risparmiatori hanno perso tutto con Parmalat, Cirio,Bond argentina ecc. Tantissimi di questi sono divenuti i nuovi poveri della Repubblica. L'articolo 47 della Costituzione prevede che lo Stato tuteli i risparmiatori. Questa tutela quando arriverà? E nel caso dei bond Argentina non sarebbe più corretto da parte delle banche aprire dei tavoli di conciliazione con i risparmiatori e definire al più presto il problema.Solo così metteremo certezze al mercato.
Siamo in tanti a credere che non ci siano più regole e che di casi Parmalat ce ne siano ancora parecchi in giro.
Vi ringrazio per una vostra risposta.
Masiero Orlando 388.94.53.925 Venezia


Vi allego un articolo tratto da internet.
"Quello che ci è capitato non è un penosissimo e involontario incidente:
i responsabili ci sono e devono pagare

In questo momento, i detentori di bonds argentini italiani stanno portando sul groppone ben il 17% del debito pubblico dell'intero stato sudamericano: ma noi non siamo il Fondo Monetario Internazionale, non siamo uno Stato sovrano, siamo 450.000 famiglie italiane composte, per la maggior parte, da gente comune: impiegati, operai e tantissime persone anziane. Eppure stiamo facendo da banca.

Una comoda banca perchè, purtroppo, facciamo fatica a difenderci, malauguratamente non siamo così potenti: tutt'altro, siamo soli e vulnerabili.

Ci hanno scippato i nostri risparmi, quelli di una vita, quelli che abbiamo messo da parte per il nostro futuro. Provate a pensare agli anziani coinvolti, per i quali il domani è già difficilissimo oggi.

Il quotidiano, comunque sia, è un'odissea per tutti. Immaginate cosa vuol dire, quale stato d'animo d'ansia comporti l'avere poco o nulla da parte per affrontare gli imprevisti che la vita può mettere sul nostro percorso, il non poter far fronte

Orlando Masiero 03.06.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non me ne intendo molto e fino a poco tempo fa non me ne fregava neppure più di tanto... Ma da quanto ho capito io le banche sono le uniche aziende che vanno veramente bene (bilanci asronomici). Da quando il conto corrente è diventato un sevizio che la banca fa a noi?? Noi paghiamo la banca per prendere i nostri soldi!! In più con lo sviluppo di internet si sta sviluppando tutto un mondo di e-finence che dovrebbe in breve tempo far sparire le banche perchè offre servizi migliori a prezzi migliori..
ci sono un sacco di promotori finanziari xche lavorano senza essere banca..
Allora perchè le banche continuano a guadagnare? Perchè non si fa nulla per garantire la concorrenza mettendo in chiaro che ci sono solide oppurtunità di investimento on line di cui fidarsi e quali sono?? il problema è solo la cultura delle persone o le banche sono veramente così potenti?

mary 30.05.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO-- REPORT di RAI 3 -SEI GRANDE-------a tutti i veri sportivi tifosi ,fatte come me' rimanete lontani dal calcio ad ( alti livelli ) per un po' di tempo . fa' bene alla salute ,disintossica. Rimette apposto la vera economia.Di sport salutari ce ne sono svariati.La bici e' UNO . www.controletruffe.com

cogo andrea 27.05.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Buonaseraaa!
mi è stato consigliato d dar 1 okkiata a questo sito(e devo dire che effettivamente è un sito da consigliare!)e quindi eccomi…
io sn al 3^ anno d economia e finanza…
..dal 1^ gg d università(nonké alle superiori)mi sn kiesta se esiste 1 modo x fare economia senza ledere il rispetto e l’identità altrui, se sussiste 1 equilibrio “tra l’arricchirsi e l’essere buoni”(Henry Thornton)..
..beh..negl’ultimi anni si sta sviluppando la finanza etica…
cos’è qlcn si kiederà…essa s concretizza in varie attività,come finanziamenti a realtà ke nn hanno le referenze personali e patrimoniali x rivolgersi agli intermediari tradizionali…, nonké nella costituzione di f.di comuni d investimento etici (ovvero fondi ke nn investono in società non etiche)…nonké altre attività interessanti.. (es: assicurazioni etiche
…non credo alle favole.Anche tali realtà nascondono delle ombre non lo nego,ma cmq rappresentano 1 alternativa alla finanza tradizionale..
quest’ ultima negl ‘ultimi anni si è infagata dei peggio appellativi…
…è giusto investire in fondi le cui società investono in armi?in società corrotte?
Io credo in questa finanza emergente (anche se la sua attività deve essere affiancata a manovre economiche volte a prevenire certi episodi “poco etici”…)
…le distanze tra etica ed economia son sempre maggiori ma non è mai troppo tardi x avviccinarle..
..se ognuno di noi da il suo contributo x questa società, essa ha buone possibilità per migliorare..l’azione del singolo non è irrisoria..
..è vero ke viviamo in una società in cui il mondo degli affari fa schifo,in cui le imprese adottano comportamenti etici xché dei codici glielo impongono e nn x 1 spontaneià nelle condotte, ma nn xdiamo la fiducia…
ripeto nn credo alle favole ma credo ke se ognuno di noi dà il suo contributo x 1 società migliore essa può solo ke migliorare…1 sorriso in + è sempre 1 sorriso in + e non dobbiamo dimenticarlo!ci son1000attività x soddisfare le nostre vene altrustike..!!scusatemi..!anna

anna vianello 25.05.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TREVISO--Ho visto le immaggini di TELEVENEZIA . Sulla manifestazione di MIRA (VE). COMPLIMENTI BEN FATTA. LA prossima saremmo in molti di piu' , la dobbiamo fare di sabato. Comunque sabato mattina io ero davanti alla banca MONTE PASCHI di SCORZE' con i cartelli a protestare contro i prodotti 4 you . LA gente mi esprimeva solidarieta'. Basta spiegargli, alla fine capiscono cosa ci hanno combinato.www controletruffe.com

cogo andrea 23.05.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

A molti privati, artigiani e piccoli imprenditori è capitato ad avere i problemi di rientro con le banche. Spesso costretti dalle avversità della vita.
In qualche anno il debito con gli interessi cresce a dismisura; i malcapitati vengono iscritti alla centrale rischi della Banca d'Italia, dove si rimane segnalati a vita, mai un amnistia. Questo impedisce a un imprenditore di lavorare: non può aprire conti correnti in attivo e fare operazioni finanziarie di qualsiasi tipo. Il privato non può fare gli acquisti a rate e non può neanche prendere un appartamento in affitto, perchè è in uso chiedere la fideiussione bancaria.
Questa è una bella mazzata sull'economia ed è inutile parlare della legge sul risparmio, senza prima affrontare questi problemi reali.
Per aggravare la situazione le banche vendono questo credito appesantito dagli interessi a istituti di recupero crediti, che a sua volta maggiorano gli interessi, e cercano di recuperare in maniera poco ortodossa questi crediti. Oppure queste finanziarie prestano soldi a tassi usurai a questi piccoli imprenditori e artigiani per avere la restituzione di questo debito, innescando un vero e proprio effetto domino. Nessuno viene punito.
Ha più giustizia, compassione e riabilitazione chi ha rapinato la banca.
Questo è un problema che nessun politico, giornalista o associazione vuole affrontare sul serio.
Distinti saluti.
Graziella Paron

Graziella Paron 23.05.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

se intercettassero una telefonata di qche amm.delegato(magari appena uscito da un'aasemblea con notizie fresche),o qualche giornalista o analista benevolo su un certo titolo o "all'oscuro" di certi risultati(parmalat),xche' magari il giornale in questione e' posseduto dalle banche che hanno in carico i titoli,o magari qualche gestore od operatore di borsa che sfrutta in modo tempestivo grossi ordini, ma nooooooooo cosa sto dicendo....c'e' la consob che vigila....e la borsa italiana e' trasparente...tanto trasparente che nn li vede nessuno....

andrea bruno 22.05.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ok. Siamo in mano ad una banda di ladroni. Ora qualche esperto mi dia una dritta .Ho due figli rispettivamente di 10 anni e 1 anno e vorrei versare mensilmente qualcosa per fare in modo di garantire loro gli studi. Premetto che essendo il primo gia' grandicello verserei per lui anche un piccolo capitale iniziale per tentare di colmare un po' il divario con il secondo.Come mi muovo? Ho il terrore d'affidarmi a qualcuno in banca perche' sono il tipico esempio di quello che lo prendera' in quel posto. Non potro' con molta probabilita' lasciar nulla a loro quindi non posso fallire.Grazie in anticipo.

edoardo massieri 22.05.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Torniamo alle quattro operazioni. Molti di noi, hanno smesso di farsi i conti in tasca propria, e si fidano degli esperti bancari e non. La scusa è giusta: come faccio a capire il fondo obbligazionario che mi propone la mia banca?
E' difficile. Per il linguaggio complesso e complicato "ad arte". Ma cerchiamo di ritornar padroni dei nostri soldi. Se investo 100 euro e dopo soli 6 mesi già vedo che son diventati 98...chiudo l'investimento e ME NE FREGO del consiglio da vampiro del consulente finanziario che mi dice che è sconveniente uscire. Mi ritroverò in tasca, molto di più così, che a proseguire, perdendo ancora. Non dobbiamo capire i prospetti d'investimento, scritti in un linguaggio appositamente impossibile. Ritorniamo capaci, invece, di dire la frase molto semplice:"I soldi sono MIEI, e non tuoi!", e non doniamoci interamente agli "ESPERTI". Diecimila euro sul conto corrente dopo un anno, a me personalmente, diventano 9850, a causa di 150 euro circa di spese per bancomat, carta di credito e spese di conto. Una volta investii una cifra molto simile in obbligazioni.Persi circa 500 euro. Perchè il rendimento venne "ucciso" dalle spese. Dove investire quindi i propri soldi, che magari non son poi molti, se ce lo chiedono? "DA NESSUNA PARTE!" Dobbiamo rispondergli. Perchè non siamo obbligati a far fruttare il nostro denaro, soprattutto se ne abbiamo poco, soprattutto avendo a che fare con questi prodotti bancari trasparenti. Difatti la fregatura non la vedi fino all'ultimo: quando è tardi. Grazie. Ciao.

Vincenzo Dali 22.05.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete visto la trasmissione Report ieri sera?
Trattava dei fondi pensione (incluso il fondo Cometa dei metalmeccanici), e di come spesso venegono utilizzati dalle banche per coprire traffici illeciti; trattava di come non esista il libero mercato nella gestione dei fondi.
Dopo tante accuse e "autoaccuse" da parte di chi proprio lavora in banca, perchè non scatta qualche "ricerca approfondita" da parte degli organismi competenti?
Perchè non si parte con un'operazione simile all'attuale sul Calcio?
Siamo stufi.
Ciao e grazie.

Federica Bettella 22.05.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento


Manifestazione effettuata a Mira per i bond argentina il 18/05/2006


La manifestazione si è tenuta regolarmente. Messaggi messi davanti alle banche:
1) A RIMETTERCI SOLO I RISPARMIATORI PARMALAT, CIRIO,BOND ARGENTINA
2) BANCHE IL NOSTRO RAPPORTO DI FIDUCIA SI STA INCRINANDO
PAUROSAMENTE
3)BANCHE APRITE I TAVOLI DI CONCILIAZIONE
4)LE BANCHE C.C. DI BRESCIA E DELLE PREALPI,LETTO IL LORO CODICE
ETICO, HANNO RIMBORSATO I RISPARMIATORI. LE ALTRE BANCHE?
La cronaca è stata trasmessa alle 19,.30 e alle 11.30 con un servizio di circa tre minuti da Televenezia
Nel corso dell'intervista si è dichiarato la vendita di prodotti ad
alto rischio senza adeguata informazione ai risparmiatori. Della necessità di
perseguire le banche per tali negligenze e non soltanto per i
piccoli errori formali che risolvono solo singole cause.
Tantissimi sono stati i passanti che si sono fermati a leggere e ad
assumere notizie.

Orlando Masiero 20.05.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

esistono dei contratti (IRS o FRA) che sono più indicati per coprirsi dal pericolo di rialzo dei tassi. E' vero quanto scritto sui CW ma non sono lo strumento giusto per il caso indicato. Io li ritengo utili strumenti di copertura o speculazione, ma in altri ambiti.

marco c 20.05.06 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TREVISO---MI SCUSO IMMENSAMENTE LA MANIFESTAZIONE A MIRA (VE) E' STATA FATTA GIOVEDI 18/05/06. www.controletruffe.com

cogo andrea 19.05.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

mi è stato proposto un mutuo con la stessa formulazione. Aldilà del fatto di dover sborsare una certa cifra iniziale per l'acquisto, la vera questione è:
ma il CW è uno strumento utile o no? la banca che lo propone garantisce veramente il cliente?

Fulvio Volpe 19.05.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

effetto prodi sulla borsa,questo governo fa ridere,speriamo cadano al piu' presto e vadano a lavorare...buffoni

andrea bruno 18.05.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono stato abbindolato dal contratto visione europa di mps contratto peggio del for you
facciamo approvare la CLASS ACTION,
http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

roberto nac 18.05.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Credo che uno strumento di difesa utile potrebbero l'approvazione della legge sulle CLASS ACTION (un insieme di cittadini raccolti in un'unica causa contro la banca, come avviene negli USA ). Almeno metterebbe un po' più di pressione alle banche e magari di attenzione non solo ai propri profitti.

E' aperta una raccolta firme come petizione per l'approvazione del disegno di legge sulle CLASS ACTIONS a questo indirizzo:
http://www.PetitionOnline.com/cait2006/

Attilio Moregola 18.05.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 17.05.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la copertura più adeguata dal rischio di innalzamento dei tassi sia uno piuttosto uno swap(strumento finanziario cosidetto derivato) e non un Covered Warrant.
Io lo sto proponendo ai miei clienti (e non) che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile o misto e la caratteristica sta proprio nella copertura da tale rischio.
Ne parlo solamente allo scopo di chiarire il fatto che chi vuole operare onestamente ed in maniera trasparente può farlo purchè sia altrettanto onesto e trasparente l'emittente (in questo caso la banca).
Non sempre, come si vuole spesso fare intendere, è colpevole il primo.
Ci sono ancora operatori che hanno la volontà di instaurare le basi per un rapporto duraturo di fiducia anche se oggi è sempre più difficile(ed è comprensibile).
L.B.

Luca Baiocco 17.05.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente con il collega sul fatto che i budget che le banche impongono alla loro rete distributiva siano molto pressanti...spesso troppo.
Ma un'operazione come quella descritta e' "criminale".
Se si sfruttano/spremono i clienti questi prima o poi diventeranno ex-clienti e il suddetto budget va a farsi benedire.
Nella "mia" banca forse e nel mio ufficio sicuramente, pur con un occhio sempre rivolto al conto economico, il rispetto per il risparmiatore è sempre stato presente e non è stato raro che io stesso lo dissuadessi dall'acquisto di un prodotto/servizio facendogli capire che non era adatto a lui...magari a favore dei vecchi BOT e BTP.
Ormai il binomio banca/ladri...banca/truffatori...sta diventando di moda ma non sempre è corretto fare di tutt'erba un fascio !
Il risparmiatore è più evoluto di un tempo e può e deve valutare attentamente quanto gli viene proposto e se necessario, anche se comporta degli inevitabili inconvenienti burocratici, cambiare prontamente la banca a cui si affida.
In 10 anni di lavoro ho dovuto affrontare clienti scontenti per vari motivi, che si lamentavano delle spese, che avevano perso denaro in investimenti rischiosi ma li ho sempre potuti guardare negli occhi sapendo di aver lavorato bene e difatti nessuno di questi mi ha mai accusato di averlo fregato.

Perdonatemi lo sfogo al contrario ma forse anche i bancari come i risparmiatori meritano rispetto.

Bancario Sano 16.05.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO--CHIEDO SCUSA ,la manifestazione CONTRO LE TRUFFE BANCARIE A MIRA (VE),E' SABATO 20 MAGGIO 06 ore 10.30-12.30.www.controletruffe.com

cogo andrea 16.05.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve, oggi mi è arrivato il vostro dvd...a casa..
tutto è stato come previsto...
Mi sono gustato battuta per battuta tutto il contenuto del dvd del suo monologo.
Complimenti inutili farli, lei parla delle verità nascoste ai nostri occhi che fanno riflettere, ma le dice in un modo che nn ci fa male come dovrebbe essere.

La cosa importante a mio avviso che c'è un inizio a tutto quello che sta facendo, di sicuro utile alle nostre riflessioni, poi anche se nn facciamo nulla, eehheh questo è un difetto della nostra cultura storica italiana.
Ho ascoltato la sua introduzione al Dvd, e lei stesso nn dice dove porterà tutto quello che sta facendo. Io penso che se non oggi le sue parole in un tempo futuro saranno ricordate nella storia, forse noi nn meritiamo ancora a vivere in un mondo giusto come dovrebbe essere, senxa imbrogli o bugie che ogni giorno ci bombardano i media.
Infine, signor Grillo,come diceva un grande Maestro al cui sto seguendo...nn faccio nomi, per evitare pubblicità, il sapere è meglio del non sapere, come la conoscenza che aiuta a vivere meglio ed essere più liberi con noi stessi.
Tutto ci fanno pensare di essere liberi, ma nn è cosi, siamo schiavi di tutto e di ogni informazione che la prendiamo senza una fermata o barriera per ragionare a quello che ci stanno dicendo.
La saluto e auguri per il suo lavoro, serio che sta facendo...
Giuseppe......

Giuseppe Manigrasso 16.05.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno di voi avra' visto lo SPETTACOLO DI GRILLO DEL 2006
Ecco io sto cercando da circa un'oretta di ricordarmi come si chiama il sito da cui poter scaricare le foto gratuitamente... "flick"? "flink"? So che la mia richiesta e' sciocca e di poco conto rispetto alle argomentazioni trattate dal blog per cui mi scuso sin da ora con tutti...

Agnese Pignoloni 16.05.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,
sono un lettore saltuario del suo blog e sa perche? perche ogni volta che lo faccio mi incazzo come una bestia.
Ho appena finito di leggere l'articolo sulla regione sicilia e più andavo avanti e più pensavo che è incredibile?
e allora mi sono chiesto se qualche sito del genere di disonorevoli.it esiste anche sulla mia regione , le Marche.
Controllare i nostri dipendenti è l'unica cosa seria da fare.
grazie

stefano feliciani 16.05.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Vorremmolanciare una riflessione sul dissennato uso dei guantini di plastica per prendere e scegliere "liberamente" frutta e verdura nei nostri supermercati.Il punto è che la frutta e la verdura vengono solitamente lavate o sbucciate e cotte ma ci viene detto che questo eè tema di legge e quindi l,obbligo è di usare il guantino con il quale tutti toccano tutto.Risposta di un cliente presente a questa discussione "ma..con tutte queste malattie...!!!

piero mazzoni chiara ballerini 16.05.06 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Dopo anni di lifting,bandane,trapianti di capelli,tacchi a spillo ,cerone e vistosissime tinte di capelli,ho visto un uomo pubblico presentarsi a tutti noi con un anonino cerotto sulla testa.
Un uomo,che avrebbe potuto-se avesse voluto-avere a sua disposizione i piu' consumati truccatori pronti a nascondere il sopraccitato cerotto.
Quell'uomo con il suo discorso ci ha riportato alla sostanza delle cose,alla serieta' istituzionale ed il suo piccolo cerotto posto sulla sua testa sembrava volerci dire:"Si chiude con l'avanspettacolo ,con i nani e le ballerine e si torna alla serieta'".
Signor Presidente La ringrazio di cuore per aver gettato alle ortiche l'apparenza ed averci mostrato come un uomo possa esser autorevole,elegante e rigoroso anche mostrando un vistoso cerotto sulla testa.

mirella mazzucchi 16.05.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

l'avevi mai letto il libro "LUKY LUCIANO" dedicato a MOGGI, scritto circa 5 anni fà con la foto di Moggi ed un pallone d'oro in copertina? non ho altre nontizie perchè il libro era di un amico. SEI GRANDE, (quando ritorni in Ancona ah..ah....) ciao mitico

paolo cruciani 15.05.06 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Alla spetabile attenzione del sig. Beppe Grillo.
Gentilissimo comico,
stavo leggendo sul suo blog l'articolo sui nuovi prodotti creativi delle banche che spolpano i soldi dei piccoli risparmiatori sovvenzionando soggetti particolarmente indebitati (come lei ci informa). Ho 23 anni, studio scienze della comunicazione, sono un pò lento a capire le cose, sto affrontando un esame di economia politica e forse avrei una piccola idea su come contrastare l'asse imprenditori-banche.
Le banche sono private, sono depositarie di soldi, molti dei quali appartengono ai piccoli risparmiatori, anche perchè gli imprenditori i soldi non li mettono nelle banche italiane ma in quelle estere.1) Per togliere potere ai cosiddetti imprenditori basta togliere loro i risparmi: credo che ritornare al sitema dei contanti e prelevarli direttamente nelle filiali della banca d'Italia sarebbe un piccolo passo; se non altro per la legge della domanda e del'offerta se togliessimo alle banche tanti introiti queste sarebbero costrette ad aumentare i tassi di interesse. 2) Creare una banca dei lavoratori, dove solo i piccoli risparmiatori, non collusi in alcun modo con le multinazionali, possono depositare soldi, dove gli investimenti e le operazioni di mercato vengano rese note ogni mese insieme all'estratto conto.
Gli investimenti, inoltre, dovranno essere riservati alle aziende italiane che assumono, creano utili e li ridistribuiscono tra i risparmiatori e i lavoratori di suddette aziende. Pensi quanti posti di lavoro per giovani come me!!
Con il contributo dello stato ci si può mettere in concorrenza contro i magnati del potere.
Non sarà tanto ma piano piano si fanno tante cose.
Grazie tante, spero che l'idea non sia banale.
Mi farebbe piacere cosa ne pensa lei, sig. Grillo e coloro che l'aiutano nella "missione umanitaria: istruiamo gli italiani a non prenderla sempre lì".

Stefano Seracini 15.05.06 22:55| 
 |
Rispondi al commento

ma cazzo vogliamo organizzare qualcosa contro questi fetenti manciasoldi a tradimento
mi rivolgo a lei sig grillo
organizzi qual'cosa
il direttore di www.annunci.gratuiti.org

saverio procopio 15.05.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

interessante!!!!!!!!!

michela fiorese 15.05.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo un ulteriore esempio di arroganza delle banche:
Ho un conto arancio presso la ING DIRECT. Dopo molto tempo che non lo usavo via internet (si può usare solo così) una settimana fa cerco di accedere per prelevare urgentemente del danaro ma mi viene impedito perchè il mio internet explorer è specializzato per non ricevere pop-up, cioè i messaggi pubblicitari durante la navigazione.
In parole più semplici la ING mi impedisce di accedere e operare sul mio c/c perchè io non voglio ricevere la sua pubblicità!
Messo con le spalle al muro, tolgo il blocco dei pop-up a internet explorer e riprovo ma ricevo lo stesso messaggio. Faccio un altro tentativo e stavolta ricevo il messaggio che mi è stato bloccato il conto perchè ho tentato di accedere ripetutamente con password errata.
Chiamo il call center e mi dicono che ora devo seguire tutta una procedura per sbloccare il conto che mi costerà almeno una settimana di attesa (così imparo a rifiutarmi di ricevere lo spamming pubblicitario del conto arancio!)
E la urgenza del mio prelievo? Va a farsi benedire ovviamente.
Per loro quello che conta è avermi "punito" per aver tentato di bloccare la loro pubblicità e io da povero suddito-schiavo posso solo protestare su internet.

Donato Belli 15.05.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento

un commento all grido dello sportellista obbligato dal datore di lavoro a vendere covered warrent? Secondo voi ce ne è ancora bisogno??!
Vengo dal settimo incontro dei traders italiani, e mi accorgo che, a distanza di anni, coloro che non si vendono alle regole di questo falso mercato finanziario sono pochissimi.
Amo condividere con gli atri le mie esperienze nella convinzione che ciò permettere a chi lo vuole di crescere professionalmente....
....Ma le leggi del mercato finanziario sono invece dominate dall'inganno , dai furbetti dei quartierini e dai tronchetti di turno che con l'appoggio determinante delle banche menano le danze.
La regola principe di questa danza è vecchia come l'uomo
...fotti, fotti, fotti
Per uscire dal quste storture a cui siamo abituali da millenni bisogna
crescere
capire le regole,utilizzarle per non esssere presi per il naso come il vecchio parco buoi!!!!
che ne dite?

pier giorgio assanti 15.05.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Volete telefonare, scrivere una lettera o recarvi di persona da Nigris e Montana per farli smettere di intasare il blog?

Qui trovate telefono e indirizzo che loro stessi hanno pubblicato su internet (per cui nessun problema di violazione della privacy o di altra natura legale).

http://pinoulivi.com/verita/sisu1.htm
http://lists.indymedia.org/pipermail/imc-portugal/2004-September/0902-yd.html

Il tutto è spiegato meglio sul mio blog:
altro-che-sisu.splinder.com

Fabio Alisei 15.05.06 11:21| 
 |
Rispondi al commento

@@@ cogo andrea 13.05.06 12:00 ... scrive:::

TREVISO--sabato 18 MAGGIO 06 a MIRA (VE) MANIFESTAZIONE CONTRO LE TRUFFE BANCARIE. PER DIRE "CLASS ACTION" ORA. ore 10.30-12.30. www.controletruffe.com ----porta anche tu il tuo slogan (non offensivo,dato il numero di mas madia previsti).GRAZIE GRILLO.

-------
-------

l'iniziativa è molto interessante, non potrò essere a treviso, ma seguirò la vicenda.
se puoi parla anche della mia storia!!!

presto aggiungerò il link al sito che hai segnalato, sul mio blog:::
http://bancadiroma.splinder.com/

ricordate anche la petizione online per l'approvazione del disegno di legge sulle CLASS ACTION a questo indirizzo:::
http://www.PetitionOnline.com/cait2006/

in cxxo alla balena e firmate la petizione

guido eugenio 15.05.06 06:00| 
 |
Rispondi al commento

@@@ massimo gurciullo 13.05.06 10:07 scrive:::

vorrei sapere a cosa cazzo serve la cassazione in Italia.Il 4 Novembre 2004 è stata emessa una sentenza definitiva che decretava l'illegittimità dell'applicazione degli interessi passivi sui c.c. in maniera trimestrale.Come mai ancora oggi BANCA INTESA si permette di fottermi trimestralmente 200 euro di interessi passivi?

-------
-------
le banche se ne fregano di leggi, codici, cassazione e giurisprudenza di merito, interpretano come più gli aggrada.
sai che nei tribunali quando una banca presenta un'ingiunzione i giudici la firmano in tempi lampo...
e se invece è un risparmiatore ad adire quella via, quegli stessi giudici studiano il caso a fondo e se possono rigettano l'atto.
chiudi i conti! questa è l'unica protesta sensata che puoi fare; l'alternativa son le poste oppure banche che non siano parte di grossi gruppi.

http://bancadiroma.splinder.com/

guido eugenio 15.05.06 05:41| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 14.05.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

La censura di questo blog non ha niente da invidiare al sistema politico che critica. Ragazzuoli un minimo di corenza. Chiaro se si censura una voce scomoda si hanno piu' probabilita' di mantenere credibilita' agli occhi di molti...ma i politici fanno la stessa cosa! A questo blog contrappongo Cicciolina l'unica onorevole, dalla nostra parte, l'unica che sapeva cosa significasse prenderlo in quel posto.
P.S.
La mia faccia sotto ai suoi piedi...e si puo' anche muovere (Non ci resta che piangere - Troisi/Benigni)

Ivan Ciani 14.05.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

INTRODUZIONE DELLA CLASS ACTION.
Azione processuale con la quale un’azienda può essere condannata a risarcire lo stesso danno subito da una molteplicità di cittadini, senza che tutti ricorrano in giudizio, avendone il beneficio in caso di vittoria giudiziale. La proposta di legge già approvata alla Camera dei deputati e depositata in Senato non soddisfa perché riserva la possibilità di ricorso solo alle associazioni e i benefici si riversano solo sugli associati e non su tutti. Il ricorso dovrebbe poter essere presentato da un singolo cittadino, eventualmente rappresentante di un insieme di soggetti, e i benefici di una sentenza favorevole si dovrebbero estendere automaticamente a tutti coloro che si trovano nelle medesime condizioni.

E' aperta una raccolta firme come petizione per l'approvazione del disegno di legge sulle CLASS ACTIONS a questo indirizzo:
http://www.PetitionOnline.com/cait2006/


La signora Giovanna Nigris si è tradita dimostrando che Giacomo Montana non è altro che lei stessa e ve lo dimostro con più prove sul mio blog!

Non era comunque difficile da ipotizzare confrontando date e orari dei vari messaggi e analizzando la sintassi e il lessico antiquati e il senso delle frasi spesso dubbio.

Applicando questa analisi ai post degli ultimi 2 mesi, il risultato è che si tratta sempre della stessa persona che si firma con diversi pseudonimi... continua su:

http://altro-che-sisu.splinder.com


P.s. Potete verificare che fino ad ora sono sempre stato rispettoso del blog utilizzando "rispondi al commento" per non infastidire nessuno, ma credo che questa notizia debba essere ben visibile!

Fabio Alisei 13.05.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 13.05.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO--sabato 18 MAGGIO 06 a MIRA (VE) MANIFESTAZIONE CONTRO LE TRUFFE BANCARIE. PER DIRE "CLASS ACTION" ORA. ore 10.30-12.30. wwww.controletruffe.com ----porta anche tu il tuo slogan (non offensivo,dato il numero di mas madia previsti).GRAZIE GRILLO.

cogo andrea 13.05.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei sapere a cosa cazzo serve la cassazione in Italia.Il 4 Novembre 2004 è stata emessa una sentenza definitiva che decretava l'illegittimità dell'applicazione degli interessi passivi sui c.c. in maniera trimestrale.Come mai ancora oggi BANCA INTESA si permette di fottermi trimestralmente 200 euro di interessi passivi?


Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


e se si parlasse un pò di più di banca etica

Caterina Monteleone 13.05.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che le banche facciano schifo lo si sa da troppo tempo oramai e andremo sempre in peggio fin tanto che continueremo a farci rimpinzare di balle dai soliti cravattini che ci troviamo di fronte ogni volta!

Per quanto riguarda il nostro amico bancario volevo dirti una cosa: purtroppo non sei decisamente in una buona posizione ma c'è sempre un lato positivo in ogni sfiga... tu puoi dormire sonni tranquilli, e anche se in questo momento sei costretto a fingere ai clienti, ti trovi comunque nella posizione in cui, a volte, anche tu lo dici, puoi aiutare quei poveri clienti spaesati che ti capitano davanti glli occhi...

Per il futuro: visto che, immagino, la tua paga sarà decisamente alta... perchè non metti via un bel gruzzoletto e tra qualche anno apri una bella struttura utile invece che startene su quella poltrona di banca che ti fa solo che arrabbiare? la mia vuole essere una spintarella per farti comprendere che nella vita, qualsiasi età tu abbia, siamo sempre noi a scegliere da che parte stare... se non ce la fai più, molla, altrimenti farai solo del male a te stesso!!

In bocca al lupo, Katia

katia brandaa 13.05.06 08:48| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo sul blog e allora sono un po' emozionato...
visto che si parla di banche e che io non capisco tanto bene perchè non sono propriamente un esperto volevo solo proporre un link che è www.bancaetica.com, che io non so se è una valida alternativa alle altre banche, ma magari voi che ci capite andate sul sito vedete e poi mi dite cosa ne pensate!

andrea rosada 13.05.06 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe GRILLLO hai fatto bene a pubblicare la lettera del bancario, ma ti chiedo di dare una scossa ancora più dura. Chiedi a quel signore quante clausole vessatorie, le banche mettono sui mutui e la gente non lo sa, cose che sono anche in contrasto alle norme del codice civile.
Sai qual'è il problema? Loro usano i nostri soldi, dando in cambio dei bit,ma alla fine se tutti andassimo a togliere il denaro dai c.c non riuscirebbero a darci dei soldi. Poi le banche estere che dovrebbero fare concorrenza,alla fine fanno le stesse condizioni delle altre banche, altrimenti non aprono sportelli.
Quando si parla di mafia non bisogna pensare solo ai malviventi come Provnezano, ma anche a coloro che lasciano il potere a banche, falsi imprenditori ecc., e lo gestiscono in maniera subdola. Non ti commento di più altrimenti mi denunci.

MARCO RUGO 12.05.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

VAI A STRISCIA!!!!!!!

@@@ epifanio nicosia 12.05.06 15:36 scrive in risposta al mio post

VAI A STRISCIA!!!!!!!

-----
-----

epifanio striscia e mi manda rai tre non sono come si può pensare. credevo possibile quella strada, in realtà ti dicono "le faremo sapere" ... poi con il passar del tempo comprendi che hanno "paura" dei gruppi bancari!
un esempio:::

il 21 aprile scorso mi manda rai tre ha trasmesso un servizio su banca intesa e rispoarmiatori truffati da zelanti funzionari.
be' se guardi il loro sito di quella trasmissione di venerdì 21 aprile non hanno messo on-line NIENTE!! e io mi domando perché?


capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 12.05.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento

@ mauro meggiolaro

Che posso dirti, tempo fa venni a sapere che banca etica finanziava delle parrocchie, essendo io profondamente anticattolico (antiislamico e antisionista) ho voluto vedere chi fossero i consiglieri d'amministrazione della banca. Il primo nome che ho trovato (e su cui ho fatto ricerche) era proprio quello di Roberto Leoni. Solo allora ho scoperto di chi si trattasse (arrivando a Sorella Natura).
Pochi giorni dopo, cercando di nuovo il cda di banca etica non riuscii più a trovarne l'elenco (quello aggiornato al 2006).
Intanto ti ringrazio per il link (mi potresti dire il percorso che hai seguito per arrivarci, anche per verificare se si tratti dell'elenco aggiornato).
Le uniche altre cose che avevo trovato su banca etica e sorella natura erano delle dichiarazioni di membri della banca che "bocciavano" la nuova organizzazione targata opus dei, fatte allorché l'organizzazione sorella natura vedeva la luce.
Se davvero non c'è più alcun rapporto tra le due entità io sono il primo ad esserne contento, ma ti assicuro che quando ho fatto la mia prima ricerca (e non conoscevo affatto sorella natura) il primo nome del cda della banca che ho trovato era proprio quello di Roberto Leoni.
La cosa mi lascia comunque perplesso.
Ciao

geronimo del baldo 12.05.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillaccio, ma perchè non ci organizziamo x una azione di massa, una petizione on line oppure cartacea, insomma qualsiasi cosa che porti fino al governo ed al parlamento, la nostra voce ed il nostro rifiuto a sopportare oltre le angherie delle banche e delle aziende di servizi primari (enel, acea, italgas, telecom, autostrade, ecc.).
UNIAMOCI X DIRE BASTA AI SOPPRUSI ED ALLE TRUFFE DELLE BANCHE E DELLE AZIENDE

pasquale rivoli 12.05.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

cambia lavoro, c'è gente che lavora in fonderia piuttosto di perpretare queste cose, ciao!

giulio rigano 12.05.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 12.05.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

E se provaste Banca Etica?

Andrea Cpmelli 12.05.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COSA DIRO' A MIO FIGLIO ?

Mio padre mi ha cresciuto nell'onestà e nel rispetto degli altri, insegnandomi valori quali la lealtà, la sincerità e l'onore della parola data.
Tra un mese proverò per la prima volta la gioia di avere un figlio e più che prepararmi a questa gioia, mi sto tormentando con una domanda: COSA DIRO' A MIO FIGLIO? Potrò trasmettergli gli stessi insegnamenti di mio padre e farlo vivere da coglione in un Italia dove:

Il tecnico della caldaia ti fa pagare il pezzo che non ti ha sostituito,

l'alimentari sotto casa ti vende i prodotti scaduti,

la compagnia dei telefoni ti frega il credito sul telefonino e se non te accorgi....amen,

la tua banca ti invia estratti conto incomprensibili ma pieni di spese ingiustificate,

La TV ti bombarda di fattoriegrandifratellimusicfarmmariedefilippi,

Personaggi usciti dal nulla (RicucciBriatoriTronchettietcetc)fanno vita da nababbi non si sa bene come (o forse si comincia a saperlo?)

... oppure potrò dirgli: Amore di papà, papà e nonno non hanno capito un c...o della vita, tu cresci prepotente, fregatene di tutto e di tutti e ruba più che puoi e ricorda: non PORGI L'ALTRA GUANCIA ma CHI MENA PER PRIMO MENA 2 VOLTE!!!

...SONO VERAMENTE COMBATTUTO....

stefano stefani Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe svilupparsi, ma nessuno tranne i risparmiatori ne hanno interesse, la figura del consulente indipendente che guadagna in percentuale al guadagno del risparmiatore.
Fondamentale sarebbe tagliare le spese e commissioni che ovviamente per ora vanno alle banche!!!!

epifanio nicosia Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti


Ciao a tutti. Sono un Promotore Finanziario innamorata del mio lavoro e vorrei dire la mia: esistono anche professionisti che svolgono la loro attività da tanti anni e che hanno fatto e fanno solo consulenza e gli interessi dei clienti, pane quotidiano per noi promotori finanziari.
Un saluto a tutti.

Luigia Filice 12.05.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DEMOCRAZIA:sistema di governo basato sulle esternazioni di tutti contro tutto.Tanto chi ha i soldi non gliene frega assolutamente niente!!

aurora celentano 12.05.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sono in procinto di comprare casa con annesso mutuo e vi posso assicurare che ho passato le ultime pause pranzo in banca per farmi imborniare di cazzate da impiegati che non sanno neanche spiegarti le procedure di pagamento .... è proprio vero che in banca assumono cani e porci, complimenti per la preparazione in materia .... e poi io dovrei affidare i miei pochi, ma sudatissimi, risparmi a degli emeriti imbecilli??? grazie

silvia gaido 12.05.06 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Da ex direttore di filiale di banca, non posso che associarmi alle osservazioni del collega.
Per quanto riguarda i cosiddetti "CAP", le coperture tassi sui mutui, le giudico una vera e propria presa in giro della clientela. Questo prodotto definito "protettivo" in realtà non protegge un bel niente e non interviene mai, infatti, i tassi dovrebbero avere impennate da capogiro per far ottenere un misero rimborso al cliente. Peraltro, qualora così fosse, il beneficio è minimo in rapporto alla spesa iniziale (anticipata). L'unica cosa che proteggono sono gli utili in commissioni della banca!
Il modo bancario, grazie a dei manager "mordi e fuggi", il cui obiettivo è unicamente ingrassare i loro portafogli con stock options milionarie a scapito di clienti e dipendenti, e che saltano di banca in banca per evitare il disastro successivo alla loro gestione, sta diventando ormai insopportabile per chi,alla base della piramide, fa questo mestiere.
I gestori sono esposti ai maggiori rischi e costantemente oppressi da pressioni divenute ormai inaccettabili.

Arduino Puglielli 12.05.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

@ donna chiara

so che la tua stanchezza, Donna, il tuo senso di impotenza, sono l'altra faccia della determinazione di tutte le donne, la capacità di vedere le cose nella loro complessità è anche la capacità di vederle nel complesso, e quando cominci a dire cos'è che non sopporti io ci vedo già quella reazione che serve quando capisci cos'è che non funziona.
Il parlamento non funziona? Pensa un parlamento occupato per metà dai parlamentari (e risparmiamo tempo e denaro) e per l'altra metà (magari un po' meno della metà!) da osservatori (della stampa, anche estera) che tutti i giorni vedono e sentono quello che succede.

geronimo del baldo 12.05.06 00:01| 
 |
Rispondi al commento

@ renzo caputo

come a rocco tano

geronimo del baldo 11.05.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento

@ rocco tano

quanto hai ragione! Il fulcro del problema è che l'economia, come la politica, è una creazione del pensiero umano, ma a differenza dell'economia la politica non trascende mai dalle cose umane. E invece l'economia sì, e da quando l'abbiamo inventata è cresciuta (la sua logica è cresciuta) fino a diventare un'entità che segue le sue leggi e se ne fotte delle persone. O almeno così ci raccontano. Se ci pensi anche il capitale di Marx fa di politica e economia (e filosofia) un unica entità.
Credo che dovremmo prendere il problema dell'incontrollabilità delle ragioni dell'economia di petto e, attraverso l'azione politica, assoggettarle alle ragioni dell'ecologia, che dall'uomo è stata solo scoperta, ma le sue leggi appartengono a qualcosa di più grande di noi, della nostra economia e della nostra politica.

geronimo del baldo 11.05.06 23:48| 
 |
Rispondi al commento

RIFORME ON LINE prima del referendum
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
QUALE MODELLO DI STATO VORRESTI IN ITALIA?
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
DEMOCRAZIA ELTTRONICA SU
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it

Andrea Bernaudo 11.05.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento

in breve: vivo in Gran Bretagna e voglio far sapere che per aprire e chiudere conti correnti non si paga niente. Niente per avre bancomat e carte di credito, niente per pagare bollette. Interesse varia di banca in banca: la mia, Nationwide, dà un interesse del 4,5% lordo se ogni mese ci versi 1000£. Ci sono investimenti senza tasse che danno il 4,6% o più. La gente paga le tasse e se non lavori hai sussidi e ti pagano anche l'affitto...Peccato che Tony abbia seguito george nella più grossa cazzata del secolo (finora)

Lil Rizo 11.05.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 11.05.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo, sign. Beppe Grillo, le scrivo a proposito dei fondi argentini. Io ho investito i miei risparmi su suggerimento del banco di sicilia proprio su questi fondi, oggi non so cosa fare e a chi rivolgermi vedendo il suo video sono venuto a conoscenza che forse c'è una via d'uscita (oltre a quella propostami dalla mia banca cioè aderire alla TFA)per recuperare i miei risparmi. Mi può dire come posso fare?
il mio Email è a.palazzo@archiworld.it
Grazie

elio frasca 11.05.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Io ora vivo in Svizzera, il paese del formaggio, del cioccolato, degli orologi, ma soprattutto delle banche. Sono uno dei tanti "cervelli in fuga".
Volevo solo segnalare il fatto che qui il conto corrente non ha spese di gestione. Infatti, purche' sul conto ci siano almeno 3000 CHF (circa due mila Euro), Non si deve pagare nemmeno un centesimo per tenerlo aperto, per ricevere gli estratti conto a casa ogni mese, per pagare le bollette o prelevare contanti agli sportelli della propria banca. L'unica spesa da mettere in conto e' eventualmente per la carta EC (ovvero la bancomat che puo' essere usata nei negozi) che costa circa 20CHF all'anno.
Gia' fatto il conto di quanti soldi vi ha rubato fino ad ora la vostra banca solo per darvi l'onore di prestarle i vostri soldi ?

Giovanni Cangiani 11.05.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti su www.sceltelibere.it !
DEMOCRAZIA ELETTRONICA
in un Paese sempre più oligarchico!
DOPO LE PRIMARIE ON LINE PER IL PRESIDENTE
Alla vigilia del referendum sulla COSTITUZIONE
VOGLIAMO SAPERE DAL WEB COME LA PENSANO!
RIFORME ON LINE
RIFORME ON LINE
RIFORME ON LINE
presto su www.sceltelibere.it
ORA SU www.sceltelibere.it le ragioni di questo nuovo sondaggio on line che a ore partirà.
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it

Andrea Bernaudo 11.05.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 11.05.06 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo sofferto in passato l'eccesso della politica sull' economia e ciò ha portato alle guerre mondiali .
Ora stiamo assistendo all'eccesso dell'economia sulla politica.
Cosa porterà questo?

renzo caputo 11.05.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe..io vorrei parlare di scuola,sono una insegnante precaria...oggi ho visto una insegnante di ruolo fumare in classe...e poi ci si lamenta della riforma della Moratti?! come fare a formare la nuova generazione, ad avere rispetto per gli adulti se noi insegnanti non ne abbiano nei suoi confronti!!la scuola è una delusione, a me sembra di essere una delle poche, te lo assicuro, che va contro corrente perché nella scuola ci credo!!!!!e credo che il buon esempio valga ancora come metodo di insegnamento!!!

ginetta fusaro 11.05.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO SUGGERISCO VIVAMENTE A TUTTI DI LEGGERE UN BELLISSIMO LIBRO DI GIUSEPPE CLOZA DAL TITOLO "BANCA BASSOTTI" edizioni stampa alternativa - collana eretica. Costa € 9.50 ma li vale tutti

roberto barbata 11.05.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo i soldi non ce li possiamo mettere sotto il materasso, anche se forse starebbero più al sicuro e spenderemmo meno. Il problema è che, gira gira, ogni banca cerca di fregarti, ogni banca ha il suo lato oscuro, ogni banca c'ha inciuci qui o là, ecc. Quindi cosa può fare il singolo individuo?
Io mi sono regolata in questo modo: ho aperto il conto in una banca on-line che mi manda comunicazioni solo tramite mail ed io ritiro i miei soldi solo tramite cartadicredito/bancomat con spese di gestione molto limitate. In questo modo, non avendo contatti con gli impiegati della banca, se ho voglia mi leggo la mail informativa altrimenti la cestino bellamente senza farmi problemi di sorta. Se dovrò accendere un mutuo utilizzerò cmq sempre una banca on-line che mi fa prezzi di gestione più bassi. La grandezza di internet è che se ti vuoi informare su qualcosa lo puoi fare anche da solo, quindi perchè non imparare ad autogestirsi?
Mi rendo conto che con tutti gli anziani e le persone poco adattabile che ci sono in italia, internet non è così comune a tutti e non per tutti è così semplice da usare, ma si può sempre accontentarsi e tenere i soldi solo sul conto corrente senza per forza investirli in qualcosa! Più che altro visti i tempi che corrono e viste le mega inc...te raccontate nei telegiornali e da alcuni programmi di denuncia e subite dai nostri connazionali.
Ma non dovrebbe esserci un organo che vigila sulle banche e controlla il loro operato proprio per evitare truffe e quant'altro?
Vero è che l'ignoranza non è tutelata dalla legge e che la legge è facilmente aggirabile, quindi mi sa che ci si deve un po' svegliare e smetterla di avere fiducia ceca nelle persone solo perchè hanno un titolo davanti al nome e si presentano ben vestite e sicure di sé.
Grazie comunque a questi signori che hanno avuto l'accortezza di informaci di ciò che sta succedendo.

monica comazzi 11.05.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO,
dalle mie parti si dice "chi gà danè fà danè"
la ns bella società moderna produce anche questo.
Bisogna creare e coltivare i giusti anticorpi
Grazie e cordiali saluti
Franco

franco porta 11.05.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono un Agente di una di quelle Compagnie Assicurative che vengono definite "primarie",per evidenti motivi ho messo solo le mie iniziali, posso garantirvi che ciò che è stato scritto e commentato non solo corrisponde perfettamente alla verita' ma la realtà quotidiana e spesso anche peggiore.
A differenza dei dipendenti di banca noi Agenti non abbiamo alcuno stipendio, pertanto solo l'onestà professionale e personale possono fare la differenza nei confronti del cliente.
Le Compagnie pressano i loro intermediari spesso attuando meccanismi "ricattatori" per vendere ciò che produce utili al fine di privileggiare il bilancio per l'azionista non solo, ma ormai gli unici modelli professionali degli inetrmediari che vengono apprezzati ed incentivati, sono quelli che si adattano di più al piano industriale fatto delle Compagnie.
Spesso i meccanismi vessatori che vengono applicati nei contratti sono di Legge!!! un banale esempio sono gli interessi di frazionamento sulla comunissima polizza dell' auto: l'interesse viene applicato su tutto il premio annuale ad esempio 3% per chi paga in due semestralità, allora perchè lo si applica su tutto il premio se la prima rata la pago subito ed in anticipo? ..in fondo il 3% con i tempi che corrono non è male come utile su miliardi di euro incassati dalle Assicurazioni..
Ma siamo arrivati all' assurdo con dei prodotti tecnicamente definiti Index linked (che vengono venduti da tutti gli operatori finanziari)che si sà sin d'ora che alla scadenza non renderanno alcunchè al cliente, allora qualcuno a pensato bene di farci ritornare dal cliente dopo un pò proponendo qualcosa di sostitutivo per rimediare e far vedere che: noi si che curiamo i nostri clienti,... con un "ovvio" costo che si aggiunge a quelllo già pagato all' inizio orbene senza nessuna remunerazione per l'Agente... meditate gente meditate.

A.A. 11.05.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ giuseppe del baldo

Lo so, hai ragione, le cose procedono spedite verso l'eliminazione della sovranità nazionale, è un meccanismo impossibile da bloccare, perché chi fa le leggi dipende da chi tiene le redini dell'economia, che fa quello che le banche gli dicono di fare.
Ma appunto per questo credo che l'unico modo per invertire la tendenza sia quello di sfruttare il funzionamento del sistema, partendo dal particolare (l'Italia) per muoversi poi anche all'estero sfruttando la differenza tra un sistema integrato antietico e un soggetto nuovo che si fondi su presupposti radicalmente diversi. Non si possono bloccare le importazioni dalla cina, ma si può utilizzare quello che il mercato mette a disposizione per cambiarlo.
Ti faccio un esempio banale: da un paese orientale che produce hardware a basso costo grazie allo sfruttamento della manodopera compriamo i pezzi, con cui poi assembliamo i computer per gestire impianti di produzione di energia pulita in africa o nello stesso oriente (oltre che in Italia).
L'importante non è cambiare il mondo oggi, ma mostrare al mondo la possibilità di essere diversi.

AAA esperti di economia cercansi

AAA donne con le idee chiare cercansi

geronimo del baldo 11.05.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ah tra l'altro ho visto che è sparita un'altra frase che ho postato ieri sera...mah! forse qualcuno tra una brucata e l'altra si è sentito offeso...

>>Le pecore son pecore e non possono far altro che le pecore, ma gli uomini sono uomini ed è loro dovere essere Uomini.<<

giuseppe del baldo 11.05.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

sono costretto a rispondere a quello che ieri sera mi diceva di aver spaccato i maroni al grillo ebbene guarda guarda è rimasta la sua risposta ma stranamente è sparita la mia affermazione fino a stanotte subito prima della sua..ma visto che ci sono la riscrivo:

"Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti."
grillo è il primo bugiardo del blog quando scrive questo e infatti non si possono scrivere alcune cose come

www.signo*raggio.com

sandro pas*cucci

e pure oggi ho dovuto aggiungere gli asterischi perchè fossero "scrivibili"!

giuseppe del baldo 11.05.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

caro geronimo del baldo
confermo ancora il mio apprezzamento per il tuo pensiero e i tuoi interventi, ma sono sempre dell'idea che una rivoluzione del genere debba giocoforza coinvolgere l'intero sistema globale, altrimenti saremmo sempre legati ad organi come la banca mondiale o il FMI e di certo nessuno ci lascerbbe fare come vogliamo, cioè, la nostra sovranità nazionale ormai non è che una barzelletta, noi possiamo solo decidere chi saranno gli artefici del nostro dissanguamento..perciò ho smessi di votare!
ti faccio un esempio spero chiaro: qualcuno vorrebbe che si fermassero le merci che arrivano dalla cina... ma la cina oltre ad avere in mano degli accordi di mercato con i quali ha il diritto di questo commercio, si estende per una superficie infinitamente più grande dell'italia ha 1,4 miliardi di persone,almeno 500 milioni sono uomini, l'italia è piccolissima in confronto con una popolazione di soli vecchi praticamente. e allora con quale forza l'italia ordina alla cina che per essa il nostro mercato è chiuso??
forse ho un po' divagato ma il concetto di riforme internazionali passa anche da queste riflessioni..

giuseppe del baldo 11.05.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

... Mi spiegò tutto il mio vicino di casa che lavora presso la banca dove ho il conto corrente da molti anni... Anche lui è schifato. Dato che non ha grosse possibilità di fare carriera (è troppo onesto) sta cercando di fare carriera nel sindacato per contribuire, dice lui, a limitare lo schifo...

gepaca 11.05.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Allora, necessariamente anonimo. Sono uno degli uomini che conosce i meccanismi dei budget e la loro distribuzione. Che dire? complimenti all'amico venditore che ha avuto l'energia vitale di dire quattro cose sul suo lavoro. Funziona così in effetti, ricordate bene che:

1)in banca non ci sono "amici", "consulenti", "gente fidata". Se anche vi sembra così è perchè voi non rientrate nella fascia dei "normali" clienti, ma in quelli che hanno i soldi ( attività varie etc ) che hanno bisogno di servizi che esulano dall'operatività normale delle filiali bancarie. ( di più non posso dire) Dovete sapere che sono TUTTI dipendenti sotto pressione e sotto monitoraggio. Devono vendere non quello che chiede il cliente, ma quel che gli assegnamo noi, in chiaro, almeno questo...

2)Il sistema premiante è spesso centrato ( oltre a un livello diciamo..generalista) su periodi brevi di prova di vendita di certi pacchetti, la cui vendita quindi non ha a che vedere con i falsi "consigli per gli acquisti" dei "consulenti".

3) Non c'è modo che il signore che vende esca dal meccanismo: spesso il suo stipendio dipende ( 1/3, ma anche 1/2 in certi casi) direttamente dalla vendita. Abituato a vedersi 10,15,20mila euri in più all'anno non è facile tornare indietro, la gente si compra per meno soldi.

4) Dove non arrivano le Banche arrivano le Poste: stessi meccanismi, ( un po' meno soldi in ballo sul premiante, ma siamo lì) Qui il discorso è anche un po' più complicato se possibile, comunque l'immagine esterna NON coincide con la realtà delle cose.

5) I "prodotti" portano ...soldi alle banche e quasi nessun vantaggio ai clienti, ma soprattutto li vincolano ai loro conti correnti, questa è una delle voci più grosse nei budget. ( vi siete mai chiesti perchè tanta pubblicità per i cc? e per i "servizi" di credito e debito ( pagamenti autom. ) collegati? Perchè il cliente diventa "stabile", le giacenze sui conti hanno un valore formidabile, a volte più degli investimenti.
Saluti.

pinco panco 11.05.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Geronimo Del Baldo, non te la prendere....

quando uno accenna alla minima possibilità di prendere provvedimenti dettati dal buon senso, i tromboni sono subito pronti:

orrore!! è demagogia-populista anzi populismo-demagogico!!

I primi sono i politici a sbandierare ai 4 venti il rischio demagogia+populismo quando si parla di ridurne compensi e privilegi (e vorrei vedere!!).

In sostanza l'italiota è contento solo quando lo prendono per i fondelli ed è disposto a pagare profumatamente per questo!!

Il sogno di ogni buon italiota sarebbe un Parlamento di deputati+senatori tutti Previti, lautamente retribuiti e preservati!!

Per metà ci sono quasi riusciti.....

D'altra parte dobbiamo essere realistici: non sarà mai possibile che un'accozzaglia di fannulloni come i politici voti delle leggi per auto-ridursi i compensi!! L'italiota impazzirebbe: ma a chi ho dato la mia fiducia?? Ad uno che si auto-riduce lo stipendio??

Quindi tutti d'accordo: politici+italioti che se li eleggono......con buona pace di noi tutti!!

Ciao.

tex willer bordon 11.05.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

@ mario iacobelli

Se sei esperto chiariscimi i punti deboli, no?
8 ore di lavoro era una proposta populista?
Il diritto di sciopero?
L'Italia è già la repubblica delle banane, grazie a berlusconi e ai berlusconiani, ma il centrosinistra deve ancora dimostrare di poter mettere apposto le cose.
Non so come la pensi, ma fondamentalmente non mi interessa, perché se ritieni che la lotta per la salvaguardia dell'ecosistema sia una velleità populista allora stai bene come stai, e soprattutto stai bene in questo mondo di guerre per il petrolio.
Ciao

geronimo del baldo 11.05.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

non c'è nulla di che stupirsi!
banche, promotori finanziari, assicuratori, impiegati postali e tutti coloro che vendano prodotti finanziari o polizze hanno lo stesso obiettivo: collocare un prodotto con il più alto guadagno in termini di provvigioni.

nonostante i giornali (soprattutto Plus del sole24ore) dicano realmente come stanno le cose, e spieghino dove stanno le fregature, la gente continua a farsi gabbare dal primo piazzista che passa.

per esperienza personale ritengo che la cosa migliore sia dedicare 3-4 ore alla settimana ad informarsi (sia su internet che sui giornali) e poi affidarsi ad un vero consulente indipendente "fee only".

il "fee only" infatti è pagato solo dal cliente a parcella e non dalla banca o dall'assicurazione (quindi è "obbligato" a fare l'interesse del cliente che altrimenti non lo paga): è simile ad un commercialista o avvocato.

basta mettere fee only in google ed escono alcuni siti (occhio che in america ce ne sono tantissimi, meglio mettere solo italia)

ciao

annamaria legani 11.05.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Cosa si può fare per risolvere tale situazione, chi può e deve intervenire in questi casi? Purtroppo le vessazioni sono all'ordine del giorno e in tutti i settori, Bravo ad aver denunciato questo problema. Tieni duro perchè è dall'interno che deve avvenire il cambiamento. grazie Mir

mirella camagna 11.05.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

se Grillo non fa politica facciamola noi!
Fondiamo un partito.
Programma:
1) dimezzamento dei parlamentari;
stipendio di un parlamentare 3000 euro al mese(sottosegretari,segretari,portaborse,galoppini 1000-1500 -non c'è trippa per gatti-);i parlamentari continueranno a godere degli attuali privilegi(cellulare gratis biglietti gratis,non ci si può lamentare);
2) riappropriazione da parte dell'Italia dei beni italiani posseduti dal vaticano;
3) l'Italia crea una sua banca(o si riappropria di bankitalia),presta cartamoneta(che stampa da sé)a interessi irrisori(0,5%-1%),e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi(4%-6%).Zero costi per i conti correnti.I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili(in italia e all'estero:fotovoltaico,idroelettrico,geotermico,
eolico,idrogeno...ci sono intere zone del pianeta -zone depresse- da salvare e salvaguardare).All'estero(nei paesi in via di sviluppo)la banca dello stato(partner dello stato)forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso,in cambio chiede di essere partner privilegiato(per esempio in africa,invece di mandare"aiuti"basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
4) Riscrittura del 1° articolo della costituzione:

L'Italia è una repubblica democratica fondata sulla salvaguardia dell'ecosistema,il mezzo per salvaguardarlo è il lavoro.

Non si può fare una banca perché nel resto d'europa non la accetterebbero?
La soluzione c'è:due monete!Gli euro per andare all'estero o commerciare con l'estero,l'altra moneta per l'Italia.
Lo Stato decide che tutto,in Italia,può essere comprato anche con l'altra moneta che stampa da sé,è una convenzione,basta essere tutti d'accordo.Le condizioni offerte dalla banca statale nazionale sono buone,percui i cittadini depositano euro e ricevono l'equivalente in nuova moneta.Gli investimenti all'estero sono un canale per rafforzare la nuova moneta,e dal rapporto con questi stati(e dal turismo)arriva moneta convenzionale.

geronimo del baldo 11.05.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nostro è un bellissimo paese che però si è molto sporcato di cacca e ovunque ti giri ti imbratti. Siamo "sporchi dentro" sempre pronti a metterlo nel culo a chiunque (anche al proprio migliore amico) perchè ci siamo convinti che il mondo è così ed è normale che lo sia. Bisogna fare un'accurata pulizia e disinfezione dentro e fuori di noi. Mi chiedo però se non è utopia pensare che un tale cambiamento sia possibile, un paese dove le persone, e di conseguenza le istituzioni, si sforzano di essere più pulite, corrette... è un bel sogno.

vincenzo di caro Commentatore in marcia al V2day 11.05.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Desidero,a proposito della sordità di tutte le banche ad applicare comportamenti corretti verso i loro clienti, segnalare (se non già rilevato da altri) come l'ulteriore gravame costituito dalla cosidetta " commissione di max. scoperto " applicata al passivo ( del cliente ) sui conti correnti abbia veramente connotati bizantini se non da feudo medioevale.
Cos'è in definitiva?
Un premio al rischio che la banca corre sulla massima esposizione ? Via non siamo mica a Zelig.
Oltretutto una volta era un balzello sopportabile ( 0,125 %) oggi si oscilla tra lo 0.250 o più frequentemente 0.375 sino ad arrivare all'1%; tale per cui il 30-40% degli interessi viene ad essere costituito da questa sola voce.

Potrebbe essere, dato che non ho mai visto applicare la " remunerazione " sul massimo
" coperto " lo spunto per la battagli a finale sull'anatocismo ( visto che le banche si difendono con la reciprocità trimestrale degli interesi attivi)

Perchè, Grillo, non lanciamo una protesta in tal senso?

cordialmente - franco lòtano

P.S. per la campagna sul contenimento del costo carburanti, io mi sto già attenendo al consiglio di boicottare un paio di grandi Compagnie

franco lòtano 11.05.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Non si può fare una banca perché nel resto d'europa non accetterebbero la nostra moneta?
La soluzione c'è: due monete! Gli euro per andare all'estero o commerciare con l'estero, l'altra moneta per l'Italia.
Lo Stato decide che tutto, in Italia, può essere comprato anche con l'altra moneta che stampa da sé, è una convenzione, basta essere tutti d'accordo. Le condizioni offerte dalla banca statale nazionale sono buone, percui i cittadini depositano euro e ricevono l'equivalente in nuova moneta.
Per gli investimenti all'estero (le operazioni di creazione di sviluppo nei paesi depressi) possono divenire un'altro canale per rafforzare la nuova moneta, e il rapporto privilegiato con questi stati potrebbe garantire l'afflusso di moneta convenzionale.

AAA Esperti cercansi

geronimo del baldo 11.05.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se beppe grillo non vuole fare politica facciamola noi!
Fondiamo un partito.
Programma:
1) dimezzamento dei parlamentari;
stipendio di un parlamentare 3000 euro al mese (sottosegretari, segretari, portaborse, galoppini 1000 - 1500 - non c'è trippa per gatti -); i parlamentari continueranno a godere degli attuali privilegi (cellulare gratis biglietti gratis, non ci si può lamentare);
2) riappropriazione da parte dell'Italia dei beni italiani posseduti dal vaticano;
3) l'Italia crea una sua banca (o si riappropria di bankitalia), presta cartamoneta (che stampa da sé) a interessi irrisori (0,5% - 1%), e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi (4% - 6%). Zero costi per i conti correnti. I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili (in italia e all'estero: fotovoltaico, idroelettrico, geotermico, eolico, idrogeno... ci sono intere zone del pianeta - zone depresse - da salvare e salvaguardare). All'estero (nei paesi in via di sviluppo) la banca dello stato (partner dello stato) forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso, in cambio chiede di essere partner privilegiato (per esempio in africa, invece di mandare "aiuti" basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
4) Riscrittura del 1° articolo della costituzione:

L'Italia è una repubblica democratica fondata sulla salvaguardia dell'ecosistema, il mezzo per salvaguardarlo è il lavoro.

geronimo del baldo 11.05.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

....dopo due ore dalla lettura di questa lettera mi è arrivata la telefonata del mio consulente bancario, che mi ha proposto la stessa cosa...(ho un mutuo di 22 anni)
non immaginate la soddisfazione che ho provato nel mandargli la lettera pubblicata...grazie!

mara ferrari 11.05.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

@ marina pianu

la mia idea di fare un partito sarebbe demagogica se io volessi eccitare i sentimenti dei bloggers allo scopo di ottenere qualcosa per il mio tornaconto, ma io non ho niente, forse ho meno di te che, chissà, potresti essere la figlia della segretaria particolare di qualche galoppino, o la figlia di un commesso della camera, non lo so, comunque io non ho nessun privilegio da salvaguardare o al quale puntare. Se l'idea del partito piace si può provare a verificarne l'aspetto economico e, chissà, se c'è un margine di realizzazione il partito si fa e basta. Tu puoi semplicemente non votarlo, come tutti gli altri, ma se io divento un parlamentare (a 3000 euro al mese) sono sì contento, ma + che per il guadagno perché sono convinti che ciò che tu bolli come demagogia siano misure che dovrebbero essere prese da chi già governa.

geronimo del baldo 11.05.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento

caro M., questa prassi è inuso da sempre nelle banche e la cosa più grave è che DA SEMPRE i dipendenti che OSANO chiedere spiegazioni più approfondite sui prodotti che vengono venduti e che si "rifiutano" di sottoporre alla clientela i prodotti nei quali non credono in quanto POCO CHIARI vengono emarginati e vessati .. DA SEMPRE. Ma loro hanno il coltello dalla parte del manico e non basta BEPPE GRILLO per far cambiare loro idea, purtroppo. La categoria dei BANCARI è fatta purtroppo in gran parte di pecoroni e di yes-men che non essendo in grado di usare la loro testa la fanno usare dai loro scaltri funzionari. Questo è il problema. claudio

claudio butteri 11.05.06 08:23| 
 |
Rispondi al commento

se i dipendenti si unissero tutti quanti e la smettessero di vendere veri e propri pacchi sulla pelle di poveri e ignari risparmiatori solo per portare a casa pochi soldi di incentivi e produttività(questo é il prezzo per far tacere la coscienza),sarebbero tutti più forti e non dovrebbero fare a gara per fregare il prossimo.
tirate fuori le palle.

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 11.05.06 02:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 11.05.06 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Guarda un pò, la mia banca in questi giorni mi ha offerto proprio questa cosa, inutile dire che io li ho mandati signorilmente a c****e, però insistono con le telefonate a casa. Credo che la prossima volta sarò meno signore e un pò più volgare. Capiranno?

paolo buzzini 11.05.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento

"Scie chimiche" o "chemtrails": il veleno piove dal cielo! PARTE II

"...che autorità e mezzi di informazione ne prendano coscienza e provvedano a
mettere in atto le misure di loro specifica competenza...

Video di "scie chimiche":
Video 1: http://revver.com/video/24029/5859
Video 2: http://revver.com/video/24030/5859

Cosa ne pensate?

Alberto Lupo 11.05.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento

"Scie chimiche" o "chemtrails": il veleno piove dal cielo! PARTE I
Vi riporto solo l'introduzione di un interessante opuscolo curato da Tom Bosco, direttore di Nexus Italia, che potete scaricare da www.nexusitalia.com/Scie%20chimiche.pdf

"Un considerevole numero di persone, in costante aumento negli ultimi anni, osserva allarmata nei nostri cieli un’anomala attività, spesso di proporzioni tali da risultare incredibile come un evento simile passi inosservato ai più: decine di velivoli che percorrono il nostro spazio aereo rilasciando dense scie persistenti le quali, nel giro di alcune ore, si allargano sino a formare una velatura omogenea che riduce la visibilità e il normale passaggio della luce
solare. La grande maggioranza degli individui interpreta erroneamente questo fenomeno come semplici scie di condensazione rilasciate dal normale traffico aereo, ma le rotte seguite da molti di questi aerei non seguono affatto le regolari aerovie, ed è palese la modificazione indotta sul clima dal loro costante passaggio. Se a questo aggiungiamo numerosi casi di malesseri registrati presso la popolazione direttamente interessata dal manifestarsi del fenomeno, è perfettamente comprensibile che l’attenzione di alcuni cittadini si sia rivolta alle anomale attività aeree che si svolgono nei cieli sopra di loro. Qualcuno ha persino tentato in forma anonima di sensibilizzare l’opinione pubblica realizzando degli adesivi da attaccare in giro, come quello riprodotto in questa pagina. In tutto il mondo questo fenomeno è stato denominato “chemtrails”, ovvero “scie chimiche”. Esiste ormai una vastissima letteratura sull’argomento, alla quale mi sono in parte ispirato per realizzare questo piccolo compendio, corredato di immagini per spiegare nei termini più chiari e succinti quanto è necessario sapere su quello che sta succedendo ormai da alcuni anni, illustrare le ipotesi più accreditate dalle evidenze e mettere in guardia dalle possibili conseguenze di queste operazioni. È auspicabil

Alberto Lupo 11.05.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

ohila'. leggere tutta la paginata di roba diventa un lavoro. a occhio e croce, vedo un po' di sana demagogia populista (fondiamo un partito, dimezziamo stipendi, cacciamo i delinguenti, sono tutti ladri, che vacca di paese, ecc.), un po' di sana incazzatura a tema con testimonial (banche), sforamenti fuori tema (di merito e non), provocazioni gratuite e salate, copia/incolla di articoli e degenerazioni varie.

* piu' in argomento:
ci vorrebbe una seria legge sul risparmio, seria regolamentazione (regulation) delle banche, e magari (utopico), sganciare gli interessi delle banche nella politica e viceversa (e per questo torniamo sempre all'ambito progetto di una legge sul conflitto di interessi).

poi, siccome del prodotto descritto nella lettera del consulente io non ci ho capito una razza, non esiste una legge (o serie di) che impongano alle banche chiarezza, trasparenza e semplicita'? siamo d'accordo che io cliente dovrei farmi gatto e non affidarmi ciecamente alla banca, ma anche la banca dovrebbe cercare di offrirmi un servizio che io posso usufruire. altrimenti: online banking, senza intermediari, senza costi di sportello, e senza dover avere a che fare con bancari assortiti.

cmq consiglio a tutti di bazzicare il sito dell'aduc dedicato agli investimenti e alle banche:
http://investire.aduc.it/
(se ne leggono delle belle, ma il consiglio e' sempre lo stesso: stare alla larga dai prodotti "creativi"!)


www.sceltelibere.it
DEMOCRAZIA SUL WEB
DOPO LE PRIMARIE ON LINE PER IL PRESIDENTE
RISULTATI DEFINITIVI DEL SONDAGGIO
TRA POCO PARTONO
LE RIFORME ON LINE per le istituzioni
su www.sceltelibere.it
DEMOCRAZIA ELETTRONICA
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it
www.sceltelibere.it

Andrea Bernaudo 10.05.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna bandire tutte le forme di speculazione. Ciò significa che le banche dovrebbero essere autorizzate a prestare denaro solo per i consumi e gli investimenti, ma non pe l'acquisto di azioni, per le fusioni aziendali e gli investimenti immobiliari di natura speculativa.

Carlos Pèrez 10.05.06 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Il paese dell'utopia

di Giacinto Auriti

scaricalo gratis in PDF

http://it.search.yahoo.com/search?fr=fp-tab-web-t-1&ei=ISO-8859-1&p=giacinto+auriti+il+paese+dell%27utopia+pdf&meta=vl%3D

Anna Medici 10.05.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento


Ciao Giuseppe Giuseppe, sei tu vero? Pas!
Ma che cosa pretendi dal Grillo! Ma gli avrai massacrato i maroni fino all'inverosimile! Comunque Beppe si muove in certi ambiti, e non può determinare un crollo dell'economia solo perchè tu o io lo vogliamo. Se conosci il potere della moneta, allora sai quanto essa sia strumento basilare per un sistema così instabile. Una scossa minerebbe l'intero sistema. Qui si mira al pascere, non a morire. O'Brien insegna! Si impara ad amare ciò che non si ama.

Giuseppe Miccoli 10.05.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com
www.signo*raggio.com

giuseppe giuseppe 10.05.06 22:21| 
 |
Rispondi al commento

caro geronimo del baldo
sono assolutamente d'accordo con te.. il problema, di questi tempi, penso sia oltrettutto la massiccia e quasi inestirpabile radice in tutto il mondo del "male dell'uomo moderno" che ha intrecciato ogni paese esistente agli altri cosicchè sia praticamente impossibile cambiare le cose in un paese senza che gli altri facciano altrettanto, diciamo che il nazionalismo mussoliniano è un utopia ancor più lontana del Comunismo, forse addiritura facilitato dalla "globalizzazione", in ogni caso ormai l'unica strada percorribile.
"proletari di tutti i paesi unitevi!"
>ad esempio l'italia in un momento difficile come questo non è che rischia di uscire dall'euro, son gli altri che dopo che essa si è indebitata in euro non la lasceranno mai uscire dall'euro, fatto che provocherebbe il fallimento dello stato..come in argentina, e la conseguente perdita di tutti i crediti!
>ad esempio non si puo' certo decidere di non avere il nucleare se poi la francia ce l'ha al confine(che poi..anche se fosse lontano..!)
e così non si puo' nemmeno lootare per riappropriarci della nostra moneta, per poi non poterla usare all'estero!!
Qello che hai scritto è per me sacrosanto ma la consapevolezza dev'essere internazionale e generale.. e quello che più mi spaventa e che probabilmente per arrivare questo saranno decisive future(ma non lontane) guerre in cui saremo inevitabilmente immischiati, ed essendo anche abbastanza giovane son sicuro che sarò in prima linea.purtroppo.

giuseppe giuseppe 10.05.06 22:18| 
 |
Rispondi al commento

guardate qui
http://www.signoraggio.info/

è la banca centrale stessa ad essere bacata! Come fanno a non esserlo le altre!?

Carlo Aglieri 10.05.06 22:06| 
 |
Rispondi al commento

..ah un'altra cosa.. giusto per prevenire quelli che "magari non sono un genio ma un po' di economia me ne intendo e le cose non stanno così" per via di regole e convenzioni economiche o altre cazzate varie. Il fatto è questo: la matematica non è un opinione, la fisica non è un opinione, la scienza naturale non è un opinione...sì, si usano delle convenzioni per rappresentarla, ma comunque la giri quello è e basta; ma l'economia sì, è un opinione! anzi è una vera e propria invenzione e non ha in realtà nessuna base solida da cui siano nate tutte quelle leggi conomiche , miliardi di formule, complessi calcoli di interessi, sconto, anticipazioni, spese, passaggi burocratici, trasformazioni.. il tutto per un solo e unico scopo: L'USURA. Siamo tutti schiavi dell'usura con la quale i banchieri ci tengono al guinzaglio! nel medioevo il feudatario aveva diritto alla "decima", cioè al 10% del raccolto, ora quella parte dovuta a chi detiene le redini del mondo(non è un'esagerazione) non è più il 10 ma il 50%! basta vedere le ritenute di buste paga etc. Per questo non è il 3 per mille alla chiesa che mi spaventa..ma il 40/60% ai banchieri!
Come diceva Ezra Pound, un popolo senza debiti fa rabbia agli usurai.

giuseppe giuseppe 10.05.06 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Condivido con l'autore della lettera due cose: il mestiere svolto e lo stato d'animo nel dovere offrire prodotti di cui conosci la dubbia qualità.
Rispetto a lui ho la fortuna di lavorare in una Banca dove le pressioni sono un pò più moderate. Non dico che non ci sono ma i quadri dirigenti hanno ancora l'acume di valutare la capacità professionale di un dipendente anche sulla base delle sue conoscenze professionali e sulla sua correttezza. Il problema del mio Istituto sta semmai nel non saper pubblicizzare a dovere questa etica.
Il mondo bancario è in gran parte corroso dalla logica del profitto a tutti i costi, ma sta a noi agire perché tale logica non prevalga su quella della correttezza nel gestire i patrimoni dei clienti.
Un cliente che capisce che si può fidare di noi non ci lascia più anche se il conto corrente della concorrenza gli costerebbe qualche euro in meno di spese di tenuta conto.
W.R.

Walter Rinaldi 10.05.06 21:40| 
 |
Rispondi al commento

se beppe grillo non vuole fare politica facciamola noi!
Fondiamo un partito.
Programma:
1) dimezzamento dei parlamentari;
stipendio di un parlamentare 3000 euro al mese (sottosegretari, segretari, portaborse, galoppini 1000 - 1500 - non c'è trippa per gatti -); i parlamentari continueranno a godere degli attuali privilegi (cellulare gratis biglietti gratis, non ci si può lamentare);
2) riappropriazione da parte dell'Italia dei beni italiani posseduti dal vaticano;
3) l'Italia crea una sua banca (o si riappropria di bankitalia), presta cartamoneta (che stampa da sé) a interessi irrisori (0,5% - 1%), e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi (4% - 6%). Zero costi per i conti correnti. I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili (in italia e all'estero: fotovoltaico, idroelettrico, geotermico, eolico, idrogeno... ci sono intere zone del pianeta - zone depresse - da salvare e salvaguardare). All'estero (nei paesi in via di sviluppo) la banca dello stato (partner dello stato) forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso, in cambio chiede di essere partner privilegiato (per esempio in africa, invece di mandare "aiuti" basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
4) Riscrittura del 1° articolo della costituzione:

L'Italia è una repubblica democratica fondata sulla salvaguardia dell'ecosistema, il mezzo per salvaguardarlo è il lavoro.

geronimo del baldo 10.05.06 21:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi non ha ancora le idee chiare su cosa sia il signoraggio(ho visto che qualcuno si lamenta che se ne parla in modo troppo vago..) vada pure a leggersi l'articolo a questa pagina...

http://digilander.libero.it/afimo/all_insaputa_del_popolo_sovrano.htm

e magari cerchi, si trova pure gratutitamente per volere dei due autori, il libro "il paese dell'utopia" del Professor Giacinto Auriti, scopritore del valore indotto della moneta.
Per il resto chi tiene un po' a se stesso, anzichè ricevere la "pappa pronta", legga per conto suo gli articoli(che non son pochi) come i due che ho segnalato io sul gravoso argomento.. poi magari torna qua a dire cosa ha capito, cosa ne pensa..
Intanto, magari vi incita un po', ecco una intelligente metafora del Prof. G.Auriti che sintetizza l'argomento(da "all'insaputa del popolo sovrano"):
[...]nell'attuale sistema, la banca centrale si comporta nei confronti della collettività come colui che presta reti vuote ai pescatori, e li indebita non solo di queste ma anche del pescato. Infatti la banconota, creata dalla banca e prestata alla collettività, è come una rete vuota (di valore quasi nullo) che la banca getta nel mare del mercato e che poi ritira piena di pesce, vale a dire di valore. La truffa consiste nel fatto di considerare e di far credere la moneta come proprietà della banca, mentre essa dev'essere di proprietà dei cittadini,
così come il pesce dev'essere di proprietà dei pescatori e non di chi presta loro le reti.

non so, spero che faccia riflettere, e magari faccia pure preoccupare un po' tutti.. intanto nemmeno il sito di "Report" e neppure Lutazzi hanno fatto caso alla mia email che l'incitava ad approfondire quest'argomento nei loro siti e programmi televisivi.

giuseppe giuseppe 10.05.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

vorrei raccontare quello che e' successo ad un mio amico. Premetto pero' che se fosse stato piu' attento non si sarebbe trovato nella situazione che andro' a dirvi. Praticamente il mio amico ha sottoscritto prestiti per un totale di 1500 euro al mese con una busta paga da guardia giurata che e' di circa 1100 quando va bene.Ha dovuto vendere la propria casa (acquistata due anni fa circa), per comprarne un'altra che costasse meno e con la differenza pagare i debiti. Quello che mi viene da pensare e' come mai i vari finanziatori hanno concesso dei prestiti sapendo fin dall'inizio, che sicuramente non sarebbero piu' tornati in possesso dei loro soldi. Perche' forse anche i cattivi pagatori sono fonte di guadagno per le societa' che si occupano di recupero crediti. Dovremmo tornare al baratto credo.

manuel serra 10.05.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


so che è appena stato eletto il capo dello stato e tanti sono sull'altro post, ma lancio il sasso senza nascondere la mano: se beppe grillo non vuole fare politica facciamola noi!
Fondiamo un partito.
Programma:
1) dimezzamento dei parlamentari;
stipendio di un parlamentare 3000 euro al mese (sottosegretari, segretari, portaborse, galoppini 1000 - 1500 - non c'è trippa per gatti -); i parlamentari continueranno a godere degli attuali privilegi (cellulare gratis biglietti gratis, non ci si può lamentare);
2) riappropriazione da parte dell'Italia dei beni italiani posseduti dal vaticano;
3) l'Italia crea una sua banca (o si riappropria di bankitalia), presta cartamoneta (che stampa da sé) a interessi irrisori (0,5% - 1%), e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi (4% - 6%). Zero costi per i conti correnti. I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili (in italia e all'estero: fotovoltaico, idroelettrico, geotermico, eolico, idrogeno... ci sono intere zone del pianeta - zone depresse - da salvare e salvaguardare). All'estero (nei paesi in via di sviluppo) la banca dello stato (partner dello stato) forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso, in cambio chiede di essere partner privilegiato (per esempio in africa, invece di mandare "aiuti" basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
4) Riscrittura del 1° articolo della costituzione:

L'Italia è una repubblica democratica fondata sulla salvaguardia dell'ecosistema, il mezzo per salvaguardarlo è il lavoro.

geronimo del baldo 10.05.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del blog,
dico subito che io di banche e in generale di finanza non me ne intendo granchè..
Però c'è una cosa che mi piacerebbe sapere circa una questione che riguarda il modo in cui lo stato gestisce le proprie entrate.
Quando uscì il superenalotto, in risposta ad alcuni moralisti che condannavano il gioco, alcuni esperti di finanza risposero che sarebbe stato utile al fine di rimediare ad una generale situazione di mancanza di denaro da parte dello stato.
Ho fatto alcuni calcoli molto approssimativi circa il volume delle entrate che lo stato percepisce dal lotto, superenalotto, gratta e vinci, schedine e scommesse autorizzate.
Secondo me si superano i 400 milioni di euro a settimana.
La domanda è semplice: che fine fanno questi soldi?
E' vero che in Italia le società che gestiscono questi servizi hanno delle commissioni molto più alte di quelle che ricevono le società straniere che in altri paesi gestiscono servizi analoghi?
Come mai nonstante l'introduzione di questi giochi la contabilità dello stato non è migliorata?
Scusate tutte queste domande, non è retorica, ma una sincera richiesta di informazioni.
Tutto questo soprattutto alla luce del fatto che di per sè, lucrare sul vizio del gioco e sulle gravi conseguenze che esso produce (vedi i poveri suicidi del 53 di venezia) da parte di uno stato che sulla carta persegue obiettivi etici, è vergognoso.
Buonasera a tutti

massimo fiorani 10.05.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

sono anche io un bancario e come il collega che scrive non posso fare altro che confermare una tendenza sempre piu' evidente con gli istituti di credito che invece di essere spinta propulsiva per un paese in fase di stagnazione sono sempre piu' preoccupati di raggiungere budget fatti di prodotti inutili nella migliore delle ipotesi se non addirittura dannosi sia per imprese che per privati cittadini, con sistemi all'insegna della non trasparenza.

dario iappelli 10.05.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, continua così!

pochi giorni fa su Radio24 hanno parlato molto del blog e di parlamento Pulito, anzi hanno fatto di più: sono andati ad intervistare tutti i politici elencati tra i pregiudicati, le loro risposte erano a dir poco comiche!!!

Per forza...FRIGERIO Gianstefano (deputato FORZA ITALIA)ogni mattina,prima di entrare in Parlamento,passa dai Carabinieri,firma perchè ha una condanna di 3° Grado in Cassazione a 6 anni più 2 con obbligo di FIRMA, il divieto di voto elettorele fino al 2009 e poi dopo aver fatto la sua firmetta da Galeotto,se ne va al Parlamento a VOTARE LA CIRIELLI in mezzo a tanti altri suoi Amici Galeotti!

Che bello...che meraviglia! Nessuno al mondo è come NOI! CHE VANTO!!!!!


SVEGLIATEVI ADDORMENTATIIIIIIIIII!!!!!

Non è da meno UMBERTO BOSSI!!!

..E LA CIRIELLI L'HA VOTATA ANCHE LA LEGA!!! PER FORZA,BOSSI E' UN GALEOTTO,UNO DEI 24 CONDANNATI DI 3° GRADO IN CASSAZIONE CHE SONO IN PARLAMENTO...MA NIENTE PAURA,I GALEOTTI SI SONO FATTI LA LEGGE SU MISURA E OOOOPPP...TUTTO A POSTO!

ED ORA DELLA CIRIELLI NE USUFRUISCE ANCHE PREVITI...MA CHE BRAVI RAGAZZI BERLUSCONI E COMPANY...VE LI RACCOMANDO!


CHE MERAVIGLIA...CHE VANTO per L'ITALIA!!!!


VERGOGNATEVIIIIIIIIIII...PUNTO!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Da tempo in famiglia abbiamo chiuso con tutte le banche.
Solo Poste Italiane.

anna schillaci 10.05.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio consiglio e' uno solo contro questi spenna lavoratori i soldi metteteli sotto il mattone di casa vostra cosi e' sicuro che li ritrovate!

Nazzareno Marchetti 10.05.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

da notare che vi sono alla voce Banche il numero 49, di cui:
10 presidenti di banche;
10 direttori generali di banche;
26 funzionari e direttori di banche;
3 membri di consigli di amministrazione di banche.

Su 962 iscritti alla loggia P2 di Licio Gelli ben 177 sono militari, tutti ufficiali. Ad essi vanno aggiunti 6 ufficiali del corpo delle guardie di PS, 5 prefetti e vice prefetti, 11 questori e 5 funzionari di polizia. Per un totale di 204 persone che, prima del giuramento massonico, avevano giurato fedeltà allo Stato. Come dire che più del 20% della Loggia massonica segreta era composta da servitori dello stato.

Elenco per categorie lavorative degli aderenti alla massoneria del venerabile maestro Licio Gelli:

MILITARI E FORZE DELL'ORDINE: 208
MAGISTRATI: 18
UOMINI POLITICI: 67
SEGRETARI PARTICOLARI (politici) 11
FUNZIONARI REGIONALI: 7
DIRIGENTI COMUNALI: 8
INDUSTRIALI: 47
DIRIGENTI INDUSTRIALI: 23
IMPRENDITORI: 18
SOCIETA' PRIVATE (Presidenti): 12
SOCIETA' PUBBLICHE (Presidenti): 8
SOCIETA' PUBBLICHE (Dirigenti): 12
DIRIGENTI MINISTERIALI: 52
SINDACALISTI: 2
DIPLOMATICI: 9
DOCENTI UNIVERSITARI: 36
PROVVEDITORI AGLI STUDI: 2
BANCHE: 49
COMMERCIANTI: 1
COMMERCIALISTI: 28
CONSULENTI FINANZIARI: 4
COMPAGNIE AEREE: 8
EDITORI: 4
DIRIGENTI EDITORIALI: 6
GIORNALISTI: 27
SCRITTORI 3
DIRIGENTI RAI-TV: 10
COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE: 6
MEDICI: 38
ENTI ASSISTENZIALI E OSPEDALIERI: 10
ARCHITETTI: 7
AVVOCATI: 27
NOTAI: 4
LIBERI PROFESSIONISTI: 17
ANTIQUARI: 6
ALBERGHI (Direttori): 4
ASSOCIAZIONI VARIE: 10
ATTIVITA' VARIE: 12
LIONS CLUB: 4
ROTARY CLUB 7


paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedi :faccio bene io che tra scoperto e visa spendo quello che mi serve e fan culo le banche.premetto che io ho sempre pagato tutto e non ho mai avuto protestima come gli dissi al direttore un giorno,tra non prendere niente e prenderli un po per volta e"sempre meglio un po per volta no! percio non la fare tanto lunga.pensa ai milioni che hai fuori con le imprese che se dichiarano fallimento te perdi anche il posto di lavoro.e fan culo! i miei soldi stanno al sicuro in nord europa dove non ci guadagnero"granche" ma neanche ci perdo.e complimenti per l onesta",sfogati pure quando vuoi il blog ti accoglie a braccia aperte

mario consiglio 10.05.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento


Vorrei esporvi una mia riflessione.
dopo ricerche documentali sul debito pubblico, riserva primaria, il “buco” lasciato dal governo di centrosinistra nel 2001, banche centrali, riserva frazionaria, ecc. ecc.
Mi sono fatta un personale quadro della situazione mooolto personale e oggetto di rettifica.. da parte di chi è più addentro di me..
********
Nel 2001 il governo di destra prende in mano i conti italia con un debito al passivo del 1.4% che
poi man mano cresce fino ad arrivare ad oggi intorno al 4%.
siamo oltre la soglia stabilita del 3%, ma a parte questo, considerato che il prodotto interno lordo italiano non è aumentato in questi 5 anni ma non è nemmeno diminuito, ed in virtù del fatto che il disavanzo è il rapporto tra debito pubblico e pil, appare chiaro che il disavanzo è aumentato perché il debito è aumentato. Ho ragione? Se no spiegatemi in cosa.
Ora.. in questi 5 anni lo stato ha diminuito la spesa pubblica, tagliando , come lamenta da tempo la sinistra, le spese per il sociale, le spese per la scuola, le spese per la sanità..ecc.ecc. quindi i costi per la spesa pubblica non dovrebbero incidere su tale aumento.
Anzi aiuterebbero le spese per le grandi opere pubbliche in via di svolgimento (gran parte di esse sono finanziate dall’europa, comunque)
Nello stesso tempo il governo “smobilizza” svariate proprietà immobiliari che, anche se ad oggi non tutte portate a buon fine, dovrebbero aver già aumentato, in bilancio, le entrate in attivo, quindi di fatto contribuirebbero a diminuire il debito p.
Ora passiamo ad un altro aspetto.
Nel marzo del 2000 avviene il crollo delle borse azionarie. Fatto voluto o no, gli investitori si buttano sul mercato immobiliare, che riprende dopo anni di stallo.
Si crea di fatto una domanda/offerta del mercato, coinvolgendo mezza italia che ancora non ha la prima casa, complice anche il fatto che, col mercato libero degli affitti, risulta essere di gran lunga più conveniente acquistare..
Le banche, i “disegnatori” di sempre, fanno “piovere” sul mercato milioni di contratti di mutui a tassi agevolatissimi, con tempi di rimborso molto molto lungimiranti, facendo abboccare all’amo chiunque abbia uno straccio di stipendio e voglia di casa propria.
Nel frattempo l’euro comincia a far vedere il suo vero volto.. ed i portafogli/ conti correnti
italiani cominciano a svuotarsi..
Riflessione: le banche dove hanno preso tutti questi soldi?
Nel frattempo i mercati internazionali snobbano la “cara” italia per i paesi dell’est asiatico, e come risultato il nostro pil non va avanti..
Chiedo:
1 cosa ha di fatto aumentato il disavanzo in questi 5 anni?
2 come hanno fatto le banche in questi anni ad aumentare la riserva frazionaria se i risparmi sono diminuiti?
3 potrebbe essere stato il signoraggio sulle grosse immissioni di denaro per le compravendite immobiliari ad aumentare il debito pubblico?
4 investendo in titoli di stato, la gente non “paga” il signoraggio, ma comprando casa si?

Questo spiegherebbe il grande divario tra la nostra finanza e quella degli altri paesi europei, che pur viaggiando sulla nostra stessa barca, non soffrono il mal di mare…

paola almasio 10.05.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO-PROCESSO PARMALAT 9 MAGGIO 06.E'STATA LA VOLTA del signor- ragionier- eminenza- TONNA.IL PROCESSO ALLO SCANDALO ,CHE HA PRESO IN GIRO L'ITALIA E GLI ITALIANI ,CONTINUA.neppure tanta-tanta pioggia mi ha fermato.La salute ha tenuto.Alle 11.00 ERO AL TRIBUNALE DI MILANO.www.controletruffe.com

cogo andrea 10.05.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto complimenti per la sincera critica al mondo dei promotori finanziari al servizio delle banche da parte di un appartenente a questo mondo.
La mia esperienza è di 25 anni in primaria Banca italiana e nel lontano 1986 ho lasciato la banca e dopo aver vinto il concorso per Agente di Cambio ho praticato la professione fino al 1991 quando, con l'avvento delle SIM e con il cosiddetto accentramento degli ordini sul mercato(cosiddetto in quanto a breve le Banche potranno aprire mercati paralleli - ed allora sì che saranno dolori- e riversare sul mercato - così come facevano prima - solo le differenze non incrociate all'interno). Da quella data ne ho viste di tutti i colori particolarmente sull'operatività in covered warrant dove non esistono regole di mercato se non a favore degli emittenti (dicasi Banche) e mi sono chiesto sempre a chi compete il controllo delle emissioni e delle regole di mercato: e la risposta e stata una sola dov'è la CONSOB? A catalogare ed archiviare i prospetti informativi?

attilio davide 10.05.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

grazie x la tua testimonianza...sei un grande a far sapere a delle persone comuni come queste associazioni a delinquere ci prendono il grano!!!! grazie ancora M.

luca fantinato 10.05.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Le banche
I politici
I giudici

Sono la rovina dell'Italia (ogni male è riconducibile a loro)

Antonella Arduini

antonella arduini Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che chi scrive di signoraggio avesse la cortesia di 1) essere più chiari 2) dimostrare con qualche prova 3) non fare come i testimoni di geova 4) essere più sintetici.
Secondo me alcuni dei motivi per cui non riuscite a "sfondare" con la vostra denuncia sono questi, e non trovo corretto continuare ad accusare a destra e a manca senza peraltro provarlo.

Alì il chimico Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco qual'è il problema, basta dire di no ad ogni proposta che esuli dalla necessità per cui ci si aia recati in banca.
La verità è che in fondo in fondo siamo tutti dei "furbetti del quartiere" e ci brillano gli occhi quando ci offrono la possibilità di guadagnare soldi senza lavorare....
Saluti da un ex promotore finanziario

Francesco De Rosa 10.05.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RISERVA FRAZIONARIA – un meccanismo perverso che consente alle banche di creare moneta virtuale o scritturale, che in realtà non hanno, e sulla quale i debitori devono restituire interessi e capitali reali, in parole povere quei soldi che vi prestano, accreditandoveli sul conto, non li hanno nei forzieri. Informatevi, e capirete. Ma c’è molto di più, come la grande bolla speculativa di titoli derivati e quant’altro, che rasentano la truffa, e che sono proposti ai risparmiatori ignari, da compiacenti impiegati bancari, titoli che non valgono niente, che non hanno nessuna economia solida alle spalle, fiumi di denaro che vanno avanti e indietro senza creare nessuna vera ricchezza. Noi siamo in un mondo dell’abbondanza, che produce molto più di quanto basterebbe a soddisfare tutti gli abitanti della terra, ma non viene distribuita questa ricchezza, perché non c’è moneta, risucchiata dai grandi capitali, che crescono in maniera esponenziale, in virtù del meccanismo degli interessi e degli interessi composti. Che fare? Qualcuno si sta muovendo, informatevi sulle monete locali o complementari, una esperienza che parte dal basso e che sta aiutando molto l’economia locale di molte regioni del mondo, ci sono circa 400 esperienze tra Giappone, Francia, Germania, Brasile, tutte funzionano molto bene. Beppe su questo potresti dare una mano. Tutti potrebbero dare una mano, se lo ritenete opportuno. Io credo che il sistema economico che governa il mondo è arrivato al capolinea, non possiamo più vivere in una realtà che fa dei soldi l’unico vero valore, in nome del quale si inquina, si fanno le guerre, si uccidono i nostri figli. Accumulare, accumulare, far crescere il capitale. Basta, insegniamo ai nostri figli e a noi stessi che i veri valori sono altri. Inseguiamo un’utopia possibile. Dove informarsi? Fate voi, certamente non in televisione, posso consigliarvi qualche libro come Euroschiavi di Marco della Luna, oppure un’altra moneta di Domenico De Simone.segue:

Nello De Gennaro 10.05.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente per questo tipo di consulenze sarà difficile essere ricompensati, tuttavia si potrebbe mettere a disposizione la propria personale competenza in modo da contraccambiare il favore, il metodo potrebbe essere quello della banca del tempo.
Io potrei per esempio darvi informazioni sul trattamento dell'acqua...o altro.

Alì il chimico Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici del blog,
Finalmente sì tocca l’argomento banche, anche se da una prospettiva ancora largamente riduttiva. Il mondo delle banche con i suoi prodotti che siano i derivati o mutui particolari, ecc. sono ancora una piccolissima parte della grande truffa. Io invito tutti gli amici del blog a fare una personale e particolare ricerca su alcune parole chiavi, parole che nessuno dice, neanche il nostro stimatissimo Beppe, e sapete perché? Sono argomenti che hanno lasciato vari cadaveri sul terreno. Certamente non rischiamo io e voi, chi ci conosce, ma i personaggi pubblici qualche rischio lo corrono. Chi di voi ha veramente a cuore le sorti del nostro pianeta, deve capire che qualunque rivoluzione deve partire da noi stessi, e allora le informazioni andatevele a cercare, in quel mare, che dico, oceano che è internet, sarà faticoso, ma quello che troverete non ve lo diranno mai in televisione. Tutti voi certamente sapete che le guerre hanno sempre un’origine economica, solo quelli che guardano i programmi di Maria De Filippi, o il grande fratello credono che non sia così. Ragion per cui la politica altro non può essere che al servizio dei grandi gruppi finanziari, che spingono il mondo da una parte o dall’altra a secondo di dove c’è da guadagnare. Diceva un poeta che i politici sono i camerieri dei banchieri, e non potrebbe essere diversamente, visto che sono i banchieri a finanziare le loro campagne elettorali, quasi nessuno escluso. A chi veramente tiene a cuore capire come stanno le cose lo invito ad informarsi su i seguenti argomenti, e ne vedrete delle belle, da farvi spalancare gli occhi: prima parola magica – SIGNORAGGIO - non cercatelo solo sull’enciclopedia, o sul vocabolario: pensate che il nostro debito pubblico, ma anche il debito pubblico di tutto il mondo dipende in gran parte da esso, ed è una truffa, una grande truffa a carico di tutta l’umanità. Seconda parola magica: - RISERVA FRAZIONARIA – segue

Nello De Gennaro 10.05.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento

ringrazio chi mi ha risposto anche se a dire la verità non ho chiarito del tutto, comunque per quanto riguarda questa tipologia di offerte o di piani di investimento o altro, una buona cosa potrebbe essere quella di istituire delle consulenze direttamente in questo blog dove chi ha la possibilità può aiutare chi deve prendere decisioni che hanno a che fare con le proposte delle banche.
Sarebbe anche un buon metodo per chi ci lavora dentro di sfogarsi e di ripulirsi la coscienza visto che da come ho letto di questi "pentiti" ce ne sono. Questo tipo di informazione mi ricorda il film "gli incredibili" , film di animazione dove il supereroe lavorava come consulente per una compagnia di assicurazioni e aiutava la gente a percorrere le giuste vie per ottenere i propri diritti.

Alì il chimico Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vivo all'estero e sulle banche ci sono un sacco di cose che non so.
Quelle che so, sono due:

1) Le banche si dovrebbero vergognare e basta. Pero' qui pagano fior di quattrini in caso di errore nei confronti dei clienti.

2) Qui dove vivo la gente fa assegni anche per le sigarette, se non ha contanti. Se pero' faccio un assegno a vuoto mi trovo per la legge considerato alla stregua di un "pericolo pubblico". Per 10 anni non potro' più emetterne, perdero' ogni diritto e non potro' più avere nessuna carta di credito, accedere a nessun mutuo, aprire nessuna partita iva. Automaticamente e da subito. Nessuna chiamata della banca per rientrare, nessun appello.

Credo che cosi' sarebbe più chiaro il ruolo di entrambi (cliente e banca). Chi sbaglia (in malafede) deve pagare.

Stefano Mazza 10.05.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Se a qualcuno interessa, posso aprire per suo conto un conto corrente presso una banca estera in Svizzera o Gran Bretagnaed anche in Paesi Off Shore. I versamenti li potete fare con bonifico sul conto o anche con vaglia postale.
Costa in tutto 25 euro (per una sola volta)
Poi...
Niente spese di gestione;
Niente spese di invio e/c
Disposizioni via Internet
Niente spese di chiusura
Carta di credito/debito
Libretto assegni,
Etc. etc.
e sopratutto...
Nessuno saprà mai i fatti vostri
Nessuno tenterà di prevaricarvi mai
romanolu2@luigiromano.191.it

Luigi Romano 10.05.06 18:14| 
 |
Rispondi al commento

nn si potrebbe pensare di favorire, vista la competenza di molti partecipanti di questo blog in tema "bancario", non gli istituti ma persino le filiali "oneste" in tema di offerta prodotti????

massimo scacchi 10.05.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma stat'ancor'a parlà?
Viat'a vuje, 'I nun tengo 'na lira e accussì 'e banche nun me fanno appaura e nun 'e caco proprio.

Esposito Gennaro 10.05.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Le cose cambieranno, avete fede e speranza che è già tutto in fermento e le cose a breve torneranno civili anche in Italia...
Già il fatto che questo è il blog più seguito d'Italia ne è una testimonianza!
Un saluto cordiale a tutti e ricordatevi di dare il vostro meglio in ogni piccolo gesto, da lì inizia a diventare un mondo più bello!

Claudio Tarsi Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In un'altro paese ci sarebbero degli interventi da parte dello stato....vediamo un po', quando decideranno di cominciare a lavorare ,cosa combina questa grande coalizione di brava gente.

alberto michielon 10.05.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh vorrei dire ad m se si è stufato di vedere il marcio dentro al sua banca puo sempre uscirne, anche io mi sono trovato nella stessa situazione, ho fatto fatica perchè mi facevo un mare di problemi, poi mi sono ritrovato a fare un lavoro piu' pulito, meno inquinante per la mia salute e quella della mia famigli e sopratutto senza far del male a nessuno...scrivimi M e ti faro sapere come fare


ciao a tutti
alessio

alessio teobaldelli 10.05.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa mi è successo con questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

questo capita solo nelle banche italiane, questo possono permettersi i grossi gruppi bancari

guido eugenio 10.05.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo nessuna banca si sottrae alla lucida esposizione di questo "collega bancario", sembra che abbiamo fatto "cartello" anche per questi prodotti. Da aggiungere la "perla" di fare sottoscrivere polizze vita a clienti ottuagenari, inutile resistere alle forti pressioni aziendali (altro che mobbing) senza contare che se parli con i "media" rischi anche il posto (la vicenda dei 6 ferriovieri intervistati sulla non-sicurezza dei nostri treni e poi licenziati in tronco insegna). Purtroppo non c'è limite al peggio.

Giovanni Barbini 10.05.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Invidio i bancari. Hanno dei principi. Hanno un tenore di vita.Hanno una busta sostanziosa.Non farti troppi scrupoli, se non li freghi tu verrà un altro.Argina il fenomeno,tienti il posto fisso.L'alternativa è fare il cococo presso interporti,officine,supermercati etc. E' ora che il CLIENTE si svegli. Che si informi PRIMA di affrontare scrivanie con uno con la cravatta dall'altra parte. Bisogna PREVENIRE.L'ignoranza non è più ammessa. Internet è l'oasi dei poveri.E comunque viva la f...a.Avviso aoi poveri. SMETTETELA di giocare al PICCOLO INVESTITORE. Me che ve ne fate di quella fame di rendita che vi salta fuori? Sputtanate piuttosto il "capitale" a birrerie,ristoranti e futilità che danno piccole ma costanti soddisfazioni. W IL CONSUMISMO EMOZIONALE.

Maurizio Busnardo 10.05.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento

****AMICI DEL BLOG******

vorrei fare una raccolta firme per un appello a Beppe Grillo affinchè parli finalmente di SIGNORAGGIO sul blog, se parte dalla Sua voce, che capitolo ne ha, magari qualcosa può nascere.
che ne dite??
..magari in abbinamento alla class action.

*********************
RACCOLTA DI FIRME PER BEPPE GRILLO AFFINCHE' SI PARLI CHIARAMENTE E REALMENTE DEL PROBLEMA SIGNORAGGIO IN ITALIA.

1 Alessandra Casati- milano

alessandra casati 10.05.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si ok...ci sono persone oneste che fanno un lavoro disonesto, ma comè possibile?
perchè questi pochi onesti non si rifiutano e cominciano a fare la storia?

vanessa stefani 10.05.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio il signore che ha scritto: Ha ragione: deve portare lo stipendio a casa, ma almeno mette in guardia il resto della gente... ce ne fossero come lui in tutti gli altri campi (assicurazioni, servizi vari, ecc)... la verità è che ancora oggi ci sono una banda di teste di pollo in giro... d'altronde basta vederemeno di mezza italia per chi ha votato in queste elezioni (parlo degli amici del nanoladro). saluti

gino ravaglia 10.05.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Il problema delle banche e' dovuto alla situazione di monopolio che e' mantenuto
grazie alle manovre per non far entrare banche straniere, come recenti fatti
hanno dimostrato.

Ogni tentative di mostrare con prezzi alla mano che le banche Italiane sono le
piu' care in Europa incontra la stessa accoglienza che il precedente governo
mostrava per le statistiche della piu' bassa crescita economica, cioe' tutto
falso secondo l'ABI anzi sono a prezzi competitivi !!!

L'altro problema e' che se uno vive in Italia ha meno termini di paragone
rispetto a chi vivendo all'estero puo' comparare i prezzi degli stessi servizi.
Per fare un sempio un bonifico di 40,000 dollari verso l'estero costa massimo 25 dollari
se lo eseguo da una banca Americana e 25 Franchi Svizzeri se lo seguo dalla
Svizzera verso paesi terzi. Presso la Banca di Roma lo stesso identico
bonifico mi e' venuto a costare 100 dollari divisi nelle seguenti voci: (a)
Comm. Intervento 60, (b) Spese 19,08 (c) Comm. Su C.V.S 7,64 e (d) spese SWIFT
12,72. Questo e' semplicemente dovuto al fatto che ci sono inventati ben
quattro voci di spesa di cui la piu' sostanziosa e' il carico dell' 1,5 per
mille sul totale trasferito come se trasferire elettronicamente 10,000 fosse
quattro volte piu' gravoso che spedierne 40,000, quando invece e' la stessa
cosa.

Vivendo in SudAfrica e trovandomi a Roma lo scorso Gennaio sono andato alla
banca di Roma dove mi hanno promesso che avrebbero ridotto i costi per futuri
bonifici. In Febbraio non avendo ricevuto notizie, ho minacciato di chiudere il
conto se non mi avesero risposto per iscritto e finalmente mi hano concesso uno
sconto del 50% sui costi dei bonifici. Lo scorso Aprile ho fatto un bonifico
ma qunado sono andato a controllare, le voci di spesa non erano cambiate (alla
faccia di quanto avevano scritto). Ho chiesto di rettificare la spesa piu' volte
ma ancora aspetto una risposta.

Venanzio Vella 10.05.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Buon pomeriggio a tutti.Come possiamo commentare questa frase :" oggi gli iniziati e gli uomini della elite controllano la politica , le banche, gli affari,i servizi segreti, la polizia, gli eserciti, l'istruzione e i media di tutto il mondo. Forse il più importante di questi settori , in termini di controllo, è quello delle banche.La creazione e la manipolazione del denaro".Letto e quì riportato.

nagual nigell 10.05.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Amici del blog, sono stato cliente di Antonveneta per alcuni anni; prima la mia banca era una popolare anche nei costi, poi entrata nel giro grande con fusioni e incorporazioni. E' diventata insostenibile per i costi e qualche ciofeca che mi hanno rifilato. Ero anche azionista, ma,vendute le azioni, sono passato alla Cassa Rurale e Artigiana di Brendola (Vi) da quasi 10 anni ed ogni cliente viene trattato in guanti bianchi, praticamente a costo zero, anche la chiusura di conto di fine anno. Mai un problema. C'è un consulente sempre corretto e disponibile che mi consiglia nel miglior modo possibile, non solo per i prodotti della Cassa Rurale, ma anche per altri, tipo assicurazioni, fondi pensione ecc. proposti da altri venditori. Poichè non ha scopo di lucro, non deve ripartire dividendi, perciò buona parte degli utili sono destinati a fare del bene, alle scuole, alle società sportive, ad ospedali ecc. ecc. Auguro a tutti voi di trovare anche dalle vostre parti una banca del genere

Lionello Gobbo 10.05.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Ali' il chimico.
I tassi di interesse negli USA non sono affatto al 7%.
Con il rialzo che la Federal reserve (la banca centrale) fara' questa sera i tassi saliranno al 5%. In Europa siamo "ancora" al 2,5%.

Riguardo invece alla clausola di protezione sul mutuo, tu in 10 anni tirerai fuori 18*12*10 Euro = 2160 Euro.
Hai fatto il conto di quanto ti costerebbe ogni 0,25% di rialzo oltre il 4% se non avessi quella clausola ?
Secondo me a guadagnarci e' la banca...

Giorgio Di Napoli 10.05.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come fa napolitano ad essere ,come è stato definito, un garante della convivenza pacifica fra i popoli quando ha appoggiato (come comunista) l'invasione da parte dell'urss di Ungheria ed Afghanistan ?????

Ale A 10.05.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Visto che ci sono così tanti consulenti finanziari, chi mi sa dire se è conveniente pagare 18€ al mese su una rata di 545€ a tasso variabile per coprire rialzi di tasso superiori al 4%, in pratica gli aumenti fino al 4% li pago io al di sopra non me li addebitano, questo per 10 anni.
E' possibile che i tassi nei prossimi anni aumentino così?
E' vero che negli stati uniti i tassi sono al 7 %?
Cortesemente aspetto risposte grzie ciao

Alì il chimico Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh eheh io ho appena compricchiato una macchinina utilitaria tramite finanziamento del concessionario, esattamente ieri.. oggi mi ha chiamato invece la mia banca dicendomi: Lei è stato inserito in un elenco di clienti che puo' usufruire di un prestito a tasso agevolato ! ( 8.50) " io ho subito replicato che ieri avevo preso il finanziamento tramite concessionario e che se mi avessere chiamato ieri magari.. eheheh .. l'impiegata ha avuto un collasso cardiocircolatorio con immediata depressione da mancato budget... :" MA PERCHE NON ME LO HA DETTO CHE VOLEVA COMPRARE LA MACCHINA ".. la cosa più tristemente comica è che mi ha proposto di annullare il finanziamento appena fatto per rifarlo con la banca... Certo che peccato se mi avessero chiamato prima... EVVIVA L'ITALIA!

Marko Barisich 10.05.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo con te...le istituzioni bancarie fanno quello che vogliono con il bene placido delle istituzioni e banca d'italia.A proposito di cowered warrant in generale (anche quelli che si possono sottoscrivere on-line) dico che sono una truffa legalizzata..con il valore che si azzera a scadenza molto spesso risci di prenderlo nel c...
Poi i prezzi li fanno loro i market maker e quindi sei in loro balia..un sistema per succhiare soldi ai risparmiatori..
Facevano pure pubblicità per radio e sembri scemo se non ascolti loro...incredibile ma dove viviamo nella repubblica delle banane???
Fatto sta che se abbocchi di sicuro vai a rimpinguare le loro casse con la tua liquidità. Devono vietare questo prodotto...peggio della spazztura.
ciao

gianni facco 10.05.06 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A L'ONESTO COLLABORATORE DI BANCA
Signore lei é una brava persona, posso dirle che dei miei amici come lei, occupavano sedie molto calde e hanno schelto di andarsene, vomitavano ogni giorno,qualità di vita zero ecc...Un consiglio...
CHI BRUCIA I PROPI PONTI FARÀ MEGLIO A ESSERE UN NUOTATORE MALEDETTAMENTE BRAVO, SPECIALMENTE IN QUEL GOLFO ZEPPO DI SQUALI. Fra non molto si mangeranno far loro.

silvano sarra 10.05.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capiamoci.., stiamo parlando di finanza e banche.
E le banche sono aziende che devono fare utili a tutti i costi.I promotori finanziari sono per lo piu professionisti male istruiti che si limitano a fare i piazzisti di prodotti e che sono costretti a rispettare budgets loro imposti dai capi, al solo scopo di far guadagnare di piu la banca. Cominciate a guardarli in quest'ottica e sarete piu sereni. le banche in un momento di sostanziale recessione come questo che viviamo, scoppiano di utili, e l'italiano medio è sempre piu povero. Chiedetevi come mai accade questo...
Infine una regola semplice: se dovede fare un investimento, fate quello piu semplice da capire,
e non fate "scommesse"...quelle le vincono sempre quelli che tengono il banco........

antonio gianturco 10.05.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho giusto ricevuto due richieste di contatto da parte degli addetti della filiale del CREDITO BERGAMASCO che mi vogliono propinare un prodotto che copra gli eventuali aumenti del mio mutuo a tasso variabile!!!

Per fortuna grazie a Beppe Grillo (e a Beppe Scienza) ho imparato a guardare con occhio piu critico le operazioni dei piazzisti del 2000.

Grazie ancora Beppe

Luca Bedin

Luca Bedin 10.05.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Sarò lapidario:

Ma vai a Fa......lo!

Scusa il MIO "sfogo", niente di personale, ma non riesco proprio a tollerare chi giustifica le proprie azioni con moralismi (è proprio il caso di dirlo) da/per 4 SOLDI!

Francesco Meduri 10.05.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ti rngrazio per questa informazione lavoratore di una delle tante ladro-banche,non altrettanto ringrazio i politiconi di ambo le parti che permettono questi latrocini,e i sindacati non vigilano,dove sono? ma è ovvio tutti alla unipol!

letizia maffi Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Ah, le banche! In genere non posto nulla, ma questa devo proprio dirvela: la peggiore di tutte è la banca Mediolanum (si, quella costruita intorno a noi, specie nei pressi del fondoschiena): arruola un pò di ragazzotti dall'aria ingenua e li indottrina a vendere fondi pensione. Quello che mi ha proposto l'affare ne capiva di economia quanto io ne capisco di scaldabagni e caldaie. Come ho detto prima aveva solo l'aria onesta (e probabilmente lui ci credeva sul serio a quello che diceva). Comunque sia, mi propone un fondo pensione. Ora, proporre un fondo pensione a un poveraccio che lavora con i fantastici contratti di biagi e berlusconi, è l'equivalente pensionistico di proporre a un privato di comprare un'auto col leasing: sono solo svantaggi. Comunque, come prima cosa gli chiedo il TAEG dell'operazione. Lo vedo letteralmente sbiancare e iniziare a dire frasi sconnesse. Praticamente sembrava D'Alema che sotto la macchina della verità debba parlare dell'unipol. Mi faccio allora dare la cartastraccia e vedo finalmente di che si tratta: Posso versara, ogni volta che voglio una somma qualunque, la quale serve a comprare una piccola quota di un fondo azionario. Le perdite sono tutte mie (che carini! mica mi possono togliere il sazio di aver buttato i miei soldi!), mentre i profitti ce li dividiamo io e la banca nei seguenti termini: alla banca spetta comunque una parte, che và aumentando al crescere dei guadagni. Se per un motivo o per l'altro per un anno vado oltre il 7 e qualcosa percento (e quindi la banca ci ha già guadagnato qualcosa come il dieci e rotti) tutto il sovrappiù và alla banca. Pare il totocalcio al contrario! Gli ho comunque risposto che se mai avessi voluto giocare d'azzardo lo avrei fatto comprando per azioni fatti miei, almeno se vinco vinco solo io e se perdo sò che è colpa mia

Catania Enzo 10.05.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


Un consiglio a tutti coloro che vogliono investire.
Aprite un conto in USA (escogitate il metodo). Lì il mercato è molto più controllato e non esiste la "finanza creativa". E, soprattutto, è ENORME!
Anche se domani mattina Bill Gates decidesse di fare una supermanovra di quelle cui siamo abituati qui da noi, farebbe solo un solletico a Wall Street.

Vi ricordo una cosa soltanto: caso Enron: il PM ha chiesto per il vicepresidente 350 anni di carcere, e per il presidente ben 500! Una pena di morte.

Come a dire: il prossimo che ci riprova sono caxxi amari!

Riccardo Biscossi 10.05.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte anche io del mondo dei bancari e proprio di quella branca dei Promotori Finanziari o Gestori Relazionali che dir si voglia, Ho intrapreso da due anni l'attività con una banca diversa da quella con cui ho collaborato per quindici anni e ora, a differenza di prima, il 27 del mese, piove o nevichi, il mio stipendio non me lo toglie nessuno, prima ero a provvigioni e il costruirmi la paga giorno per giorno mi portava a consigliare i miei clienti in base anche al mio guadagno e ai premi aziendali per il raggiungimento dei budget, ero sottoposto ad uno stress da budget insopportabile e proprio per la mia onestà interiore, quando decisi di abbandonare la vecchia banca, ho ritenuto opportuno risarcire i clienti che si sentivano danneggiati dal mio operato (che rispecchiava le volontà dei miei manager e che mi costò 70.000E. miei). Porto un esempio per tutti: ad un cliente, preferibilmente anziano o ignorante in materia finanziaria, che chiedeva un investimento tranquillo ad un rendimento certo, veniva proposto (o imposto???) un mix di fondi composto da uno azionario a rischio più un obbligazionario a rimborso sistematico delle cedole, più semplicemente: il cliente investiva 100ml per cinque anni e gli si prometteva un rendimento del 6% netto. Ora dei 100ml iniziali, 30 venivano messi nel fondo a rimborso che ogni anno gliene riaccreditava 6 come cedola (bel risultato... erano i suoi!!) e i 70 messi nel fondo a rischio con la speranza che in cinque anni tornassero a essere i 100 di partenza o anche di più... la cosa schifosa è che queste "dritte" venivano direttamente dai superpagati manager di quell'azienda ancora oggi leader nel settore degli investimenti...avessi avuto una telecamera durante le riunioni ... ora non me ne frega più niente, sono libero di consigliare il cliente come se stessi parlando con mio padre o mia madre e aff...lo la carriera è meglio potersi guardare allo specchio senza provare schifo e dormire tranquilli la notte... ve lo assicuro!!

stefano stefani Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'impressionante vedere la quantità di persone ingenue che postano qui cose tipo "andiamo a ritirare tutti i nostri risparmi" credendo che sia una cosa possibile.

Molti credono ancora che le banche siano come il deposito di Zio Paperone: con una megacassaforte che contiene tutti i soldi "che ha". Sveglia gente: qui siamo nel mondo reale e non a Paperopoli. Le banche sono obbligate per legge ad avere in banconote solo il 5% di tutti i depositi dei loro clienti (e cmq mi piacerebbe sapere chi fa questi controlli poi) cercate le parole "riserva frazionaria" e leggete.


pietro marcello 10.05.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 2015 saranno vietate le vendite di pentole in Teflon ( antiaderenti )e fino ad allora? Già affrontato l'argomento alluminio...e i suoi danni?

paolo franza 10.05.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro M.
quanto ti do ragione. Eppure fino a 5 anni fa, nella banca dove lavoravo allora, c'era un assoluto controllo e rigore sui covered warrant... e ora siamo già arrivati a questo punto.
Mi dispiace, che ANCHE tu sia arrivato a odiare il tuo lavoro... pensa un pò che io faccio parte del team informatico di una banca straniera, e questi sono riusciti a farmi odiare un lavoro che prima anche a me piaceva veramente (nonostante le 4 ore di andata e ritorno che mi faccio tutti i giorni per essere mestamente qui)...

Il popolo italiano ha perso il senso della rivoluzione, come ultima risorsa per riprendersi il controllo di ciò che è suo...

Birocchi Maurizio 10.05.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Anche Bancoposta, che sul mio magro deposito dava un 1,50% di intereressi creditori, è passat nel 2005 allo 0,50%. Ho chiesto spiegazioni, ma allo sportello nessuno sa mai nulla. Rimandano sempre al funzionario di chissà dove, che deve arrivare il tal giorno, che ha il n° di cellulare che è sempre staccato...
Pensavo al conto arancio, ma mi sembra di aver visto alcuni commenti sarcastici su questo prodotto. Qualcuno di voi sa se sia un "investimento" sicuro? Oppure anche qui si aggira una grossa fregatura?

Grazie, saluti

Carlo Bianchi 10.05.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che il vero problema e' come le banche istruiscano i propri promotori finanziari ad essere dei veri maiali, perche' il problema infatti non sta nello strumento covered warrant che di per se' se lo si conosce e' molto valido e puo' portare ad investimenti sull'azionariato a rischio zero, il vero problema e' che queste persone sono istruite per fregare il prossimo e fare gli interessi del datore di lavoro. Occorre tanta informazione e volonta' di capire come funzionano i meccanismi bancari e borsistici

Christian Tucson 10.05.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Le banche che dovrebbero finanziare onestamente la crescita del paese e dei cittadini sono ormai diventate delle sunguisughe,che con prodotti complicatissimi dissanguano i correntisti. Eppure questi servizi servono a noi tutti. Forse al momento l'unica alternativa è un conto corrente bancoposta, chiaro e trasparente e senza spese aggiunte come quello bancario,ma diffidate di tutti quei prodotti che le poste propongono ormai sulla falsariga di quelli bancari!! Fidatevi solo dei vecchi buoni eventualmente.

Simone Marcaione 10.05.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

geronimo del baldo @@@@@@

grazie per i link.
buona giornata!

Annamaria Farina 10.05.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Il post di oggi oltre ad essere interessante è anche molto utile:

i commenti del tipo "ma allora teniamoci i soldi sotto il materasso" ci danno finalmente un censimento immediato (seppur parziale) di chi ricade in una di queste categorie:

1) persone che non hanno mai lavorato in vita loro
2) persone che lavorano, ma completamente in nero

Mi sbaglio? provate ad avere un lavoro non in nero, e a chiedere al vostro datore di pagarvi in banconote.

Per quanto riguarda quelli della categoria 1) non c'è niente di male, se siete studenti ad es., lo sono stato anche io. Purtroppo queste cose, per quanto in realtà elementari, non vengono insegnate a scuola e nemmeno dalla famiglia.


pietro marcello 10.05.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Il mese scorso ho chiuso il mio finanziamento 4YOU del gruppo MPS (ne ha parlato recentemente anche striscia la notizia).
Ci ho smenato quattro soldi ma che soddisfazione!
Non farò mai più niente con nessuna banca.

p.s. Non c'è stato ancora nessun post sulle assicurazioni, possibile? qualcosa di irritante devono pur aver fatto!

Davide Cantarella 10.05.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi è quello nella foto??? Noto una certa somiglianza con Calderoli...AHAHAHAHAH!!

Stefano Laudani 10.05.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento

una persona mooolto vicina a me fa il tuo stesso lavoro !!!sai gli insulti che gli mando...
il problema è che per uno come te che sta male, ce ne sono a decine che sgomitano per fare carriera sulla pelle dei clienti.
La persona a me vicina, quando va bene, vionce qualche premio, al direttore della filiale vanno anche 30-40mila€ !!!!

pippo cantamessa 10.05.06 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho 31 anni e per l'acquisto della nostra prima casa, col mio convivente l'anno scorso abbiamo acceso un Mutuo presso la Banca Popolare di Milano.
Il Mutuo di 15 anni ha la caratteristica ogni 5 anni di poter scegliere se proseguire con tasso fisso o variabile o estinguere il mutuo senza penali. Ottimo! Peccato che noi abbiamo sempre chiesto all'addetta che ci seguiva di voler cominciare col tasso fisso per i primi 5 anni giacchè ritenevamo molto improbabile potesse scendere ancora. Il giorno del rogito invece davanti a notaio e direttore della Banca ABBIAMO FIRMATO COME DEI FESSI COL TASSO VARIABILE PER I PRIMI 5 ANNI. E mi sono accorta di tutto cio' solo 3 mesi dopo, perchè i primi due mesi il tasso non era variato e non mi ero accorta di nulla!! Quando abbiamo verificato con un collega (poichè chi ci aveva seguito è stato nel frattempo trasferito....ma....) non c'era possibilità di dimostrare che noi avevamo categoricamente optato per il tasso fisso.
Grazie Banca Popolare di Milano, ormai ci lega un rapporto indissolubile quindicinale, ma garantito che estinto il mutuo piuttosto metto i miei soldi sotto il materasso.
Grazie Beppe per lo splendido lavoro che svolgi, ti seguo da quando sono una bambina e ti trovo sempre fantastico. Baci chiara

Chiara Martino 10.05.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

X GERONIMO

Se Grillo non parla del signor-aggio (ammazza che 'aggio') e' perche' penso abbia paura !

E' un argomento da lasciarci la pelle ! Hanno fatto fuori dei presidenti americani !

juan miranda 10.05.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

@ juan miranda

di questo non so niente, ma provo a cercare se trovo qualcosa!
Per quanto riguarda il vaticano non c'è nemmeno bisogno di dire che sono loro il diavolo.

propste concrete per un mondo immaginario:

Lo Stato crea una sua banca (o si riappropria di bankitalia), presta cartamoneta (che stampa da sé) a interessi irrisori (0,5% - 1%), e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi (4% - 6%). Zero costi per i conti correnti.
I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili (in italia e all'estero: fotovoltaico, idroelettrico, geotermico, eolico, idrogeno... ci sono intere zone del pianeta - zone depresse - da salvare e salvaguardare).
All'estero (nei paesi in via di sviluppo) la banca dello stato (partner dello stato) forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso, in cambio chiede di essere partner privilegiato (per esempio in africa, invece di mandare "aiuti" basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
In breve l'italia diventa il volano del mondo, senza abolire il libero mercato ma ponendosi essa stessa come un soggetto economico e finanziario che facendo concorrenza alle varie spa e organismi sovranazionali li taglia fuori se questi non si adeguano all'andazzo.
Ca**o che bello sarebbe!

geronimo del baldo 10.05.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Poi, un mormorio, un consultarsi l’un l’altro, un confrontarsi con le proprie idee e conoscenze, economiche e politiche. E intanto il Beppe che incalza: “Bankitalia S.p.A. stampava le nostre lire, quindi erano dei privati che stampavano le nostre lire e le prestavano allo Stato, Stato Sovrano, con l’aggiunta di interessi, ovviamente, il famoso tasso di sconto. Ma quale sconto, poi?” “Oggi c’è l’euro e il tutto è gestito dalla BCE, che appartiene alla Banca d’Italia, per il 14,57% e per altre percentuali ad altre Banche Centrali degli Stati Membro – compresa la Banca Centrale di Inghilterra, 15,98% - che non usa neanche l’euro!” “L’euro è prestato allo Stato dietro la cessione di Obbligazioni e CCT, che poi Noi cittadini dobbiamo rimborsare, tramite le tasse!” “Una banconota da 100 euro costa 3 centesimi, ad emetterla (stampa, carta, colore, tecniche di contraffazione) ma lo Stato, ossia Noi, deve dare 100 euro veri per averla! Frutto di lavoro, di sudore vero, non di una semplice operazione di stampa meccanizzata. Più il 2,5% del tasso di sconto!” “Loro spendono 3 centesimi e Noi gli diamo 102,5 euro! Ma è roba da matti o no? Ma qui ragazzi stiamo scherzando?” “Vi siete mai chiesti perché esistono le banconote di 500 euro? Eccolo il perché!” “Vi ricordate quando Tremonti propose di avere la banconota da 1 e 2 euro? Ve lo ricordate o no? Siete svenuti? Pensavo le sapeste ‘ste robe qua, è così da 300 anni!” “In ogni caso, a quelli ancora coscienti: Duisemberg, allora capo alla BCE, rispose che all’Italia non conveniva la stampa delle banconote da 1 e 2 euro perché avrebbe perso, lo Stato Italiano, il diritto al signoraggio sulle monete metalliche” “Che cosa significa? Cos’è ‘sto signoraggio?

DI PIU' SU: http://www.ilariaalpi.org/dblog/articolo.asp?id=152

juan miranda 10.05.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento


So bene che parlar male di Beppe Grillo in Italia è come bestemmiare in chiesa (o peggio, come sostenere che non si ha passione per il calcio). Ma io vedo che il suo è, tutto sommato, un lavoro facile. Di cosa si occupa, in realtà, il Nostro? Di dire alla gente le cose che non vanno, in Italia. In Italia, capite? Grazie Beppe! Grazie tante! Ovunque getti un sasso, così al buio, becchi 35 situazioni illegali e 50 soprusi o scempiaggini dei politici al Governo! Si può quasi dire che tu sia un para-statale. Il materiale, infatti, te lo fornisce direttamente il Governo, qualunque esso sia! Da sempre! Certo che è utile fare informazione presso il grande pubblico. E’ anche ben remunerativo, se vogliamo dirla tutta. “Ma poveretto! Non lo sai che alla TV non lo fanno neanche avvicinare! Come ti permetti di criticare l’unico che in Italia dice le cose come stanno! Brutto e cattivo, pussa via!” Ebbene, il caro Beppe, idolo della mia adolescenza, potrebbe fare una cosa grandiosa, ma non lo fa. “Da un grande potere, deriva una grande responsabilità”, lo dice pure lo zio di SpiderMan! Ricordo i tempi quando il Beppe diceva di scrivere una cartolina postale alla Sip di Agnes e il giorno dopo c’erano i sacchi della Posta stracolmi! Il Beppe potrebbe semplicemente parlare del SIGNORAGGIO, e il mondo cambierebbe, domani mattina. Sono un utopista? Mi immagino il Beppe che dice “La Banca di Italia è privata, totalmente privata, ragazzi! I proprietari sono le banche e i gruppi bancari più grandi di Italia (naturalmente privati anch’essi). ·Gruppo Intesa (27,2%), ·Gruppo San Paolo (17,23%), ·Gruppo Capitalia (11,15%), ·Gruppo Unicredito (10,97%), ·Assicurazioni Generali (6,33%), ·INPS (5%), ·Banca Carige (3,96%), ·BNL (2,83%), ·Monte dei Paschi di Siena (2,50%), ·Gruppo La Fondiaria (2%), ·Gruppo Premafin (2%), ·Cassa di Risparmio di Firenze (1,85%), ·RAS (1,33%)... Sorrido all’immagine del pubblico che tace, dubbioso, spiazzato, scettico, all’inizio.

http://www.ilariaalpi.org/dbl

juan miranda 10.05.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Chi compera questi containers ?? Multinazionali che hanno interessi in quei paesi con cui pagano manodopera ed acquistano beni !!

juan miranda 10.05.06 13:13

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Aggiungendo devastazione alle gia' precarie economie locali !

juan miranda 10.05.06 13:17| 
 |
Rispondi al commento

X GERONIMO

Sai niente di cio' che fanno alcune banche vaticane in Africa ??

So da voci credibili che stampano illegalmente moneta di paesi africani e le rivendono sulla piazza europea al 10/20% del valore nominale! Sono containers di banconote che arrivano ai porti europei e vengono vendute al miglior offerente ! Chi compera questi containers ?? Multinazionali che hanno interessi in quei paesi con cui pagano manodopera ed acquistano beni !!

juan miranda 10.05.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Beppe Censore

NON MI FAI PIU' RIDERE!

PECCATO!!!

PS contunua pure a parlare di Skype e Tronchetti!

Giuseppe Alfino 10.05.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

@ annamaria

Banche private, moneta, signoraggio....Stò approfondendo l'argomento che ora mi è abbastanza chiaro. C'è una cosa che continua a sfuggirmi. In Italia, sin dall'unità, lo stato fu esautorato dalla sovranità di emettere denaro, compito affidato alla Banca Nazionale Piemontese (attuale Banca d'Italia). Per quale motivo uno stato affida tale compito ad una società privata?
Comprendo le connivenze attuali, ma non riesco a chiarirmi l'origine del fenomeno.
Avete qualche link da postare in merito?

annamaria farina
____________________________________
su disinformazione punto it, slash raggiredebito punto htm
slash parentesikennedy punto htm
slash signoraggio2 punto htm
slash maastricht punto htm
slash privatizzazioni punto htm

geronimo del baldo 10.05.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

@ annamaria

Banche private, moneta, signoraggio....Stò approfondendo l'argomento che ora mi è abbastanza chiaro. C'è una cosa che continua a sfuggirmi. In Italia, sin dall'unità, lo stato fu esautorato dalla sovranità di emettere denaro, compito affidato alla Banca Nazionale Piemontese (attuale Banca d'Italia). Per quale motivo uno stato affida tale compito ad una società privata?
Comprendo le connivenze attuali, ma non riesco a chiarirmi l'origine del fenomeno.
Avete qualche link da postare in merito?

annamaria farina
____________________________________

www.disinformazione.it/raggiredebito.htm
www.disinformazione.it/parentesikennedy.htm
www.disinformazione.it/signoraggio2.htm
www.disinformazione.it/maastricht.htm
www.disinformazione.it/privatizzazioni.htm

geronimo del baldo 10.05.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto alcuni commenti e secondo me è uno scandalo, tutte queste "aziende", le banche, le poste e soprattutto quest'ultime stanno diventando come dei negozi, entri e ti trovi scaffali pieni di articoli "per fortuna non sono beni alimentari" cavoli ma è possibile? e intanto paghiamo. Per chi ha un conto banco posta all'anno paga circa 75,00 EURO e con un tasso di interessi passato dal 2 % circa lordo di 4 anni fa a 0,50 % loro di quest'anno.
é uno scandalo io sto pensando o di cambiare o di tenermi i soldi come facevano i mie nonni sotto il cuscino!!!!!!
Ciao a tutti

Irving Da Riz 10.05.06 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cesare Previti e l'avvocato Attilio Pacifico possono lasciare il carcere di Rebibbia e tornare a casa. Lo ha deciso il giudice di sorveglianza che ha concesso gli arresti domiciliari ai due imputati condannati definitivamente dalla Cassazione per il processo Imi-Sir. Previti e Pacifico avevano chiesto di potersi avvalere della legge ex Cirielli che prevede la possibilità per chi ha compiuto 70 anni di scontare la pena a casa invece che in carcere. Previti è stato condannato definitivamente a 6 anni mentre l'avvocato Pacifico a 4 anni.

Antonio Amati Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

semplicemente, le banche devono capire che il cliente è sacro, e non va fregato.
sembrerà banale ma se freghi una persona una volta difficilmente lo potrai fregare ancora, ma sopratutto sicuramente non potrà consigliare ad un amico di andare li'. quindi clienti mancati.
non ci resta che aspettare una legge sul risparmio decente.....

.....comunque consiglio all'amico che ha scritto che continuare a consigliare hai clienti prodotti buoni e non fregature. è l'unico modo che hai per avere un po' la coscienza pulita.

gaetano maffullo 10.05.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

UN POPOLO UNITO NN SARà MAI VINTO
SE NN SIAMO UNITI CHE SENSO HA CHIAMARCI POPOLO?

gianfranco fazzeri 10.05.06 11:10

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

....infatti..anche il gregge e' unito...hai mai visto un bel gregge di pecore....bello compatto...andare al macello !!

ne ho visti si, infatti io parlavo di POPOLO e nn di GREGGE, sicuramente anche tu conosci la sottile differenza.

hasta luego juan


gianfranco fazzeri 10.05.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono un bancario...pentito. So bene cosa vuol dire ricevere pressioni dal capo che ti minaccia se non vendi quello che la direzione impone. Cosa si può fare? Lo chiedo ai bancari ovviamente. C'è un istituto veramente etico dove poter investire i propri risparmi? Credevo che BancaEtica fosse una bella iniziativa ma il post che ho letto mi fa ricredere.
Ciao

Massimo Monti 10.05.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Senza farla troppo lunga Sorella Natura (il cui FONDATORE fa parte del cda di bancaetica) è una specie di marchio che le banche (qualsiasi banca, indipendentemente dal tipo di investimenti che fa, siano equi o meno, di armi o meno) possono utilizzare per fregiarsi di essere solidali (che va di moda) e soprattutto TRATTENERE PARTE DEI SOLDI DEI CORRENTISTI (in più rispetto al normale) PER SCOPI BENEFICI (tipo alle parrocchie, magari): cioè "caro cliente, hai a cuore la natura e il commercio equo? Investi un po' di soldi nel progetto sorella natura (chiese, opus dei), noi, dei soldi che ci dai (e che potremo investire anche in armi se ci conviene) una parte (una parte dei TUOI soldi) li diamo in beneficienza!!"

Girolamo

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

MIIIINCHIIIIAAAAA !!! e si chiama pure : ETICA !!

Siamo alla sodomizzazione collettiva senza vaselina ...e continuiamo bel belli ad 'articolare' !!!

juan miranda 10.05.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comprendo molto bene lo stato d'animo dell'impiegato bancario. Anch'io sei anni fa quando si stava sempre più imponendo nella struttura della mia banca lo scelta di scaricare sugli addetti agli investimenti e finanziamenti l'onere (e pressochè nullo onore) del collocamento di prodotti costosi ed iutili al cliente, mi sono licenziato e sono entrato a fare parte di una struttura agile ed indipendente. Ora sono promotore finanziario e lavoro per me stesso, consapevole di agire nell'interesse del cliente ed anche mio, poichè l'essere imprenditori di se stessi, occorre lavorare con coscenza, onestà e costanza, il cliente altrimenti ti abbandona e il promotore non avrebbe più ragione di esistere.
Sono contento di aver fatto questa scelta; consiglio quindi al bancario di fare altrettanto per la sua salute, per la soddisfazione sua e dei clienti che lo vorranno seguire.

Franco Rumiano e-mail: ezelup@tiscalinet.it

Franco Rumiano 10.05.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

propste concrete per un mondo immaginario:

Lo Stato crea una sua banca (o si riappropria di bankitalia), presta cartamoneta (che stampa da sé) a interessi irrisori (0,5% - 1%), e garantisce a chi lascia in deposito alti tassi (4% - 6%). Zero costi per i conti correnti.
I soldi che ha li fa fruttare finanziando investimenti sostenibili (in italia e all'estero: fotovoltaico, idroelettrico, geotermico, eolico, idrogeno... ci sono intere zone del pianeta - zone depresse - da salvare e salvaguardare).
All'estero (nei paesi in via di sviluppo) la banca dello stato (partner dello stato) forma figure professionali tra gli autoctoni allo scopo di favorire lo sviluppo del paese stesso, in cambio chiede di essere partner privilegiato (per esempio in africa, invece di mandare "aiuti" basterebbe scavare pozzi per l'acqua).
In breve l'italia diventa il volano del mondo, senza abolire il libero mercato ma ponendosi essa stessa come un soggetto economico e finanziario che facendo concorrenza alle varie spa e organismi sovranazionali li taglia fuori se questi non si adeguano all'andazzo.
Ca**o che bello sarebbe!

geronimo del baldo 10.05.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Il giudice di sorveglianza Longo ha applicato la ex Cirielli
considerato che i condannati superano entrambi i 70 anni

Arresti domiciliari
per Previti e Pacifico


Cesare Previti
ROMA - Concessi gli arresti domiciliari a Cesare Previti e Attilio Pacifico entrambi condannati a 6 anni nel processo Imi-Sir. Adesso potranno uscire dal carcere di Rebibbia dove si erano spontaneamente consegnati il giorno dopo la sentenza della Cassazione.

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Fanculo fra 30anni, a 70 anni e un giorno mi togliero' tanti sassolini dalle scarpe !!

juan miranda 10.05.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento

tanto se voi foste banchieri avreste fatto lo stesso...ipocriti...

claudio Podda 10.05.06 10:40

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Hai ragione ! Con questa logica posso continuare a prenderlo in culo e tacere !!

juan miranda 10.05.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che oggi in Italia non ci si puo' mettere nelle mani di nessuno?
Ma come fanno i politici a dire che in Italia ci sono alcuni problemi da risolvere?
Diciamo che ci sono alcune cose da salvare.

Io stesso (all'età di 25anni)ho avuto a che fare per la MAGGIOR PARTE DELLE VOLTE
con notai,avvocati,commercialisti,impiegati,meccanici,
muratori,commesse ecc. ecc. ecc. che non vogliono o che non sanno fare il proprio lavoro.
Ma che aspettativa di vita ho in questo paese.

Chi me lo fa fare, di andare a lavorare tutti i giorni in ufficio impiegando 2ore e
mezza all'andata e 2 ore e mezza al ritorno.
Chi me lo fa fare, di pagare un mutuo trentennale per una casa
che se non paghi l'ultima rata magari te la tolgono.
Chi me lo fa fare, di uscire la mattina alle 7.30 e rientrare la sera alle 21.00.
Chi me lo fa fare, di pagare un'assicurazione spropositata per la macchina e
poi non usarla perche' il costo del gasolio e' troppo alto.
Chi me lo fa fare, di farmi un mazzo e risparmiare sulle spese se
poi c'e' chi dice che non lavoriamo abbastanza?

A volte quando mi prendo un caffe' in una pausa lavorativa,
non ci crederete ma mi viene in mente la curva del PIL che si
abbassa :-)) Divertente ma preoccupante.

Nonostate questo sono un ottimista!

Buona giornata

Fabio Renzetti 10.05.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Un ultima considerazione: unipol è la società di assicurazioni delle coop, a voi avrebbe fatto schifo che finalmente le coop fossero riuscite ad avere una loro banca?
Certo che il problema banche (che tra le altre cose ingrassano sul merecato delle armi e delle guerre) è di là da risolversi, ma a me non avrebbe fatto schifo per niente.

geronimo del baldo 10.05.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

"4YOU & MYWAY". Migliaia di famiglie in sofferenza.

Cortese Beppe GRILLO,
Desideriamo attirare la Sua attenzione e quella di tutti i Grillini sulla necessità di una mobilitazione continua di tutti i Risparmiatori Traditi, che vada oltre la soluzione di un problema personale come il nostro che vede coinvolte insieme a noi altre 170.000 famiglie italiane.
Ci riferiamo alla triste vicenda dei prodotti finanziari 4YOU & MYWAY venduti dal MONTE PASCHI SIENA.
Confidiamo che un Suo interessamento alla vicenda, aiuterebbe a:
- mantenere la giusta attenzione sull’argomento Risparmiatori Traditi vs MPS.
- sensibilizzare l’opinione pubblica ora che tante cause 4YOU & MYWAY stanno arrivando al traguardo.
- fare informazione su qualcosa che i giornali asserviti alle Banche sono costretti a tacere.
- svegliare dal torpore migliaia di R. T. che ancora non sanno cosa hanno acquistato.
- evitare che altri Risparmiatori in futuro cadano in trappole finanziare simili.
- sollecitare la nuova maggioranza parlamentare ad una rapida approvazione della legge sulla CLASS ACTION in ITALIA unico argine contro lo strapotere delle banche.

Per darci un minimo di visibilità ed aiutarci a creare un movimento capace di raccogliere le firme per una proposta di legge d’iniziativa popolare Le chiediamo l’aggiunta sul MURO DEL PIANTO del tema: RISPARMIO TRADITO.

Da parte di tutti i Risparmiatori Traditi ringraziamo in anticipo per la Sua cortese attenzione.
http://it.groups.yahoo.com/group/mpsclientidelusi/


Forte!! Un post in cui si parla delle banche!!
Ho iniziato a leggervi cari bloggers partendo dal basso e piano piano vi leggerò tutti.
Intanto qualche input:
BANCA ETICA: il fondatore dell'associazione "sorella natura" è nel cda di banca etica, andate a vedere chi è sorella natura: hanno un sito che nella sezione dedicata alle parrocchie(!)(già perché le parrocchie e il vaticano hanno bisogno dell'aiuto dei correntisti di bancaetica)assegna dei premi per lo sviluppo sostenibile e l'ambiente: i premi sono stati dati all'esercito italiano(!), al comune di milano(?), a Antonio Fazio(!!), al fondo panamericano per lo sviluppo non so cosa (se lo cerchi su internet troverai una condanna di un tribunale internazionale a carico di questo fondo panamericano per l'alimentazione per aver impedito agli stati del sudamerica di costruire un loro mercato alimentare).
Senza farla troppo lunga Sorella Natura (il cui FONDATORE fa parte del cda di bancaetica) è una specie di marchio che le banche (qualsiasi banca, indipendentemente dal tipo di investimenti che fa, siano equi o meno, di armi o meno) possono utilizzare per fregiarsi di essere solidali (che va di moda) e soprattutto TRATTENERE PARTE DEI SOLDI DEI CORRENTISTI (in più rispetto al normale) PER SCOPI BENEFICI (tipo alle parrocchie, magari): cioè "caro cliente, hai a cuore la natura e il commercio equo? Investi un po' di soldi nel progetto sorella natura (chiese, opus dei), noi, dei soldi che ci dai (e che potremo investire anche in armi se ci conviene) una parte (una parte dei TUOI soldi) li diamo in beneficienza!!"
Il perché del premio a Antonio Fazio è presto spiegato: è lui che ha promosso il progetto sorella natura nel mondo bancario, e in banca etica si erano levate voci di protesta. Pochi mesi fa' ho trovato il nome del fondatore di S.N. nel cda di Bancaetica. Ora, se cerchi i membri del cda su internet, non li trovi più.
MONETA: Cercate giacinto auriti
SIGNORAGGIO: google
www.disinformazione.it/bancadelmovimento.htm

geronimo del baldo 10.05.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La guerra tra sunniti e sciiti
"Bagdad, 1000 morti ad aprile"
Il bilancio ufficiale di Talabani. Oggi imboscata a Baquba, con undici vittime

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Stanno battendo il record ! Con questi mille hanno superato di gran lunga i morti civili fatti dagli americani nelle 2 guerre del golfo !!

juan miranda 10.05.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SENTI MIRANDA HAI ROTTO LE PALLE ,o scrivi qualche post più articolato ,o la smetti di fare il cecchino ignorante ,perchè è questo che sei un ignorante ,non nel senso offensivo.

BUFFALO BILL 10.05.06 12:01

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Cosa vuoi 'articolare', a forza di articolare vi hanno fottuto !!

Cecchino ?? Stai a guardare al cecchino quando c'e' chi ti silura il culo tutti i giorni !!

Ma che popolo (popolo ?/) cazzo !!

juan miranda 10.05.06 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono laureato in giurisprudenza e sono più portato per l'accusa che per la difesa.
Attualmente ho una grossa difficoltà a trovare lavoro come gran parte dei miei colleghi.

Un ragazzo disperato.

Domenico di Mango 10.05.06 09:07

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Mi dispiace ! Non posso nemmeno dirti vai a fare il muratore ! Prima dell'arrembaggio islamico un manovale prendeva 20mila lire l'ora, aria fresca, vita sana e abbronzati a fine aprile !! oggi con la concorrenza islamica si e no 5 eurini !!

O con un cazzo o un altro vi tolgono l'ossigeno !

juan miranda 10.05.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

La mia banca è DIFFERENYE!!!
cessu...cessu...

piero meloni 10.05.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

vivo in inghilterra, sto cercando di avere un mutuo dalla hsbc con cui ho1c/c ma nessuno riesce a spiegarmi come si arriva al prezzo che avro'pagato tra25anni,con quel tasso fisso nei primi3anni,e quello variabile ma non troppo nei successivi22.da pessima ragioniera quale sono, mi ricordo forse male la formula del montante e volevo chiarimenti dall impiegato che mi ha descritto le condizioni del mutuo.non e'in grado,il calcolo lo fa il computer e loro non sanno darmi altre informazioni se non quelle che ci sono nei volantini(che so leggere anche da sola)e dopo uno scambio di mail,quello che sono riuscita ad ottenere e'stata un ultima risposta scocciata e offesa per la mia impudenza nell insistere a chiedere"trasparenza".nessuna banca qui mi dira' come calcolano gli interessi,e' cosi e basta,le banche sono oneste e bisogna fidarsi.forse qualcuno tra di voi sa quanto dovrebbe essere l importo tra25anni,per un prestito di145.000sterline,a 4.69%fisso per3anni,poi a5.75%variabile per gli altri22. dicono che il tasso medio di riferimento e'5.6%.poi ci aggiungono 800 sterline di spese varie e il totale che gli risulta e'268.739,21sterline.magari e'giusto, ma e'possibile che questi si rifiutino di darmi informazioni,gli inglesi non chiedono di capire, ci stiamo abituando anche noi a parlare con macchine e non con persone,a chiedere solo diritti apparenti,ad accontentarci di sorrisi falsi?evviva la vecchia idea italiana di privilegi e fregature,che pero'quando viene smascherata perde la faccia,si scusa,da diritto al fregato di incazzarsi e prenderti a pugni.qui il sistema e'troppo grande,troppo sedimentato,troppo ignorante perche'la gente si possa ricordare che un giorno aveva avuto dei diritti veri,adesso e'la stessa gente che si meraviglia se fai delle domande che vogliono una risposta,la conversazione e'fittizia,lavoriamo tutti al mantenimento di un ingranaggio ben lubrificato,ed e' bene che sia ben lubrificato perche' quando te lo mettono nel c..altrimenti fa ancora+male

laura meneguzzo 10.05.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

A termine di legge molto probbilmente tutti questi "prodotti finanziari" sono anche legali! Pertanto, a questo governo chiedo che intervengano perchè tali truffe legalizzate non lo siano più! Chiedo a Prodi di inetrvenire per fermare questo andamento delle cose da parte delle banche. E chiedo coerenza da parte di voi agenti finanziari perchè oltre a salvare il posto di lavoro salviate anche la vostra coscienza! Grazie per la denuncia, ma fate anche in modo che tali denuncie siano chiare al nuovo governo costituente! Non si può andare oltre nell'indecenza di costi già esorbitanti rispetto alla media europea, nell'indecenza di non poter accedere al credito in termini ragionevoli e a tassi ragionevoli. Non si può sospettare ogni qual volta ti viene proposta un'operazione finanziaria da parte della tua banca. Se non ci si può fidare neanche delle banche allora siamo messi veramente male!

Ivano Croce Commentatore in marcia al V2day 10.05.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

La colpa è nostra. C'è stata una banca che ho restituito ai propri clienti quanto perso con i crack di Cirio e Parmalat. Qualcuno ha chiuso il conto presso la propria "banca ladra" per aprirlo su questa che si è comportata onestamente? Se non si privilegio chi si comporta bene che interesse hanno le banche a farlo?

Federico Tomassetti 10.05.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

E'CHIARO CHE LE BANCHE FANNO ORMAI PARTE DI UN SISTEMA SEMPRE PIU' MARCIO E QUESTO E' ANCHE IL RISULTATO DELLE TROPPE PRIVATIZZAZIONI!
QUESTI POVERI PROMOTERS COSTRETTI A VENDERE ARIA FRITTA AL POLLO DI TURNO,PENA L'ESCLUSIONE DAL POSTO DI LAVORO!QUESTO E' COME SI DICE..LA COMPETITIVITA' LEGATA INDISSOLUBILMENTE AL LIBERO MERCATO..E ALLORA IO DICO W LO STATALISMO!!!

gianfranco maggio 10.05.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

I soldi stanno bene in tasca o al massimo sotto la mattonella, se fosse stato così semplice guadagnare i banchieri non avrebbero chiesto aiuto a noi poveri deficenti e soprattutto non avrebbero diviso i pofitti con noi deficenti.......

Chi ha letto o visto la favola di pinocchio?
basta pensare alla promessa del gatto e la volpe di moltiplicare le monete di pinocchio.....

Angelo cobucci 10.05.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

UN POPOLO UNITO NN SARà MAI VINTO
SE NN SIAMO UNITI CHE SENSO HA CHIAMARCI POPOLO?

gianfranco fazzeri 10.05.06 11:10

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

....infatti..anche il gregge e' unito...hai mai visto un bel gregge di pecore....bello compatto...andare al macello !!

juan miranda 10.05.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 11:39

BONDI: STRAPPO DA UNIONE PRONTI A SCIOPERO FISCALE
"Utilizzeremo tutti i metodi e le forme che la democrazia ci offre per far valere le ragioni di oltre la meta' del popolo italiano", compreso "lo sciopero fiscale, che fra parte delle opzioni della disobbedienza civile".

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Hey...... Bondi parla di "disobbedienza civile", sta a vedere che l'ho convinto !!

juan miranda 10.05.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

PAPA: NO A VERA CHIESA FUORI DA SUCCESSIONE APOSTOLICA
Benedetto XVI ribadisce con forza il valore della "successione apostolica", per la quale il Papa e i Vescovi sono realmente i successori degli Apostoli. "Il legame tra i vescovi e la comunita' degli Apostoli - spiega all' Udienza generale - e' intesa nella linea della continuita' storica che si esprime in una catena storica: nella continuita' - scandisce - sta la garanzia del perseverare del Collegio Apostolico raccolto attorno a Cristo". La sottolineatura chiarisce perche' le recenti ordinazioni in Cina di vescovi privi di approvazione papale rappresenti una vera rottura della comunione ecclesiale, fino a comportare la scomunica "latae sententiae" prevista dal Codice di Diritto Canonico. Infatti, "per la Chiesa universale - sono ancora le parole di Ratzinger - la successione apostolica della Chiesa di Roma e' segno, criterio e garanzia della trasmissione della fede apostolica. La successione e' il criterio di permanenza delle singole chiese nell'unica fede apostolica. E' la via che garantisce la fedele testimonianza della fede apostolica. Non e' la semplice concatenazione materiale ma lo strumento storico di cui si serve lo Spirito per rendere visibile Cristo". Per il Papa, cioe' la continuita' tra gli Apostoli e i vescovi di oggi, "va intesa anche in senso spirituale perche' e' il luogo privilegiato dell'azione e della trasmissione dello Spirito Santo". "Con la successione - rileva - e' Cristo che ci raggiunge, che ci parla, che agisce mediante le mani dei vescovi: e' Cristo che agisce nei sacramenti e ci accoglie nel cuore di Dio. L'apostolicita' della comunione ecclesiale consiste nella fede e nella prassi degli apostoli".

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

X ROBERTO D'ANGELO

.....a noi ci danno di sta roba qui !!! RONF RONF...

juan miranda 10.05.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la politica segua le "leggi" delle banche(e non il contrario!), basti pensare che la campagna elettorale del nostro presidente del consiglio è stata finanziata dalla Goldman Sachs.

Stefania Muccio 10.05.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

'e banche, parlanne cu' rispette!
Ll'unica bbona jenn'a banca 'e ll'acqua
ll'add'appiccià 'a muntagna
a lloro e tuute chille 'ca campane manejann'e srde.
Statte bbuone Peppì a te e all'amice
Gennarino 'o maharajà

Esposito Gennaro 10.05.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Mia moglie, da quando si è licenziata dal "posto sicuro" in banca.....è come rinata!!!!
Mi sorella che ancora ci lavora è sempre più stressata e frustrata, aspetta solo di pagare le ultime rate di mutuo e poi spero si licenzi anche lei.

Paolo Valteroni 10.05.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile!! Io vivo da 2 anni in Inghilterra e la gestione del capitale del cittadino e' compleatamente diversa. Noi in Italia facciamo veramente schifo. Qui per aprire un conto ci vuole il passaporto e la prova di indirizzo e il conto e' gratis per sempre. Ti danno una debit card che puoi anche usare per comprare on-line. Puoi smarrire le tue carte quante volte vuoi, loro non ti faranno pagare mai niente. Inoltre i tassi di interesse sono al 5% netto fino ad un massimo di 3000 sterline di investimento.
Che dire... io ho aperto due conti e mi rendo conto della differenza con la precedente banca che avevo in Italia (Banca di Roma) che per chiudere il conto mi ha chiesto 160 euro. In ultimo qui le banche sono come normali uffici niente metal detector o altri strani sistemi di sicurezza.
Un saluto a Beppe che lo seguo sempre. Sei grande!!! ma io non torno....

vladimiro celardo 10.05.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Oro e argento...stanno salendo verticalmente da settimane l'oro e' arrivato a 700$ l'argento a 17.50$ oncia.
Siccome sono piuttosto convinto che andiamo incontro ad un nuovo crack ma bello grosso, e probabilmente non solo del dollaro, chi puo' investa i suoi pezzi di cartaccia chiamati soldi in qualcosa che ha un valore reale.

La cina sta facendo incetta..molte banche stanno comprando oro a tutto spiano.

L'Iran e' dietro la porta, e stanno per aprire la loro borsa in Euro, per la vendita del loro petroliom, il dollaro finira' sotto terra perche' altri paesi seguiranno l'esempio e questa e' la reale ragione per cui Bush vuole bombardarli. Altro che centrali nucleari.

Anche Saddam ci aveva provato nel 2001 guardate che fine ha fatto, appoggiati dai poteri finanziari sionisti che reggono questo sistema corrotto in piedi ai nostri danni riescono a cambiare la realta' e a far padssare i loro crimini per opere di bene.

Ora tornate a dormire..

roberto d'angelo 10.05.06 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Le assicurazioni sono diventate i "ladri legalizzati" mentre le banche sono gli "strozzini legalizzati", ma si può sapere a chi occorre votarsi per ottenere un minimo di garanzie?

Al Signore, non c'è altro!

Alfonsina MASSA 10.05.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento

lavoro nel settore finanziario e confermo, se ce ne fosse ancora bisogno che è questa la realtà italiana. sono un promotore finanziario e l'unica soluzione trovata fino ad adesso è stata di cambiare società nel momento in cui iniziavano a farmi pressioni per vendere prodotti onerosi per il cliente e assolutamente scadenti. mi chiedo però dove siano le organizzazioni sindacali ... senza dimenticare che il sindacato siamo noi e siamo noi che lavorando nel settore dobbiamo organizzarci per trovare la forza e ribellarci a questo terribile sistema, dato che gli organismi di vigilanza preposti latitano.
domando a coloro che ci impongono di portare i clienti a fare determinate scelte cosa farebbero se le loro mamme, figli o persone care fossero a loro volta dalla parte sbagliata della scrivenia.
Che la forza sia con noi, sempre.
f

franco.aldrovandi 10.05.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo abbiamo voluto che le banche diventassero SpA ?
Adesso devono per forza guadagnare, per l' azionista, per il manager, per il giro d' affari, per gli analisti finanziari.........
Un caro saluto

Giorgio Ghiglia 10.05.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia,mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 10.05.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Attiro l'attenzione di Beppe GRILLO e di tutti i grillini sulla necessità di una mobilitazione continua di tutti i Risparmiatori Traditi fino ad ottenere la rapida approvazione in ITALIA della legge della CLASS ACTION unico argine contro lo strapotere delle banche etc.
Chiedo l’aggiunta sul MURO DEL PIANTO del tema: RISPARMIO TRADITO.
Buone iniziative a tutti.

“Action Risparmiatori Traditi”.
http://it.groups.yahoo.com/group/mpsclientidelusi/


Antonio Da Fabriano 10.05.06 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Basta con ste cazzo di banche tradizionalmente ladre.
Le possibilità ci sono...(tipo IW Bank).
Fai cio che vuoi comodamente dalla tua poltrona.

mattia giori 10.05.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che loro (le banche) per darci i soldi si infomano, ci fanno le pulci come si sol dire, noi, invece, per dare i soldi a loro nn lo facciamo, i motivi del perchè sono molteplici e spesso ovvi, ma solo l'acquisizione di una nuova coscenza delle cose potrà tirarci fuori dall'abbisso.
noi nn siamo limoni da spremere, noi siamo il motore di questo merdoso sistema capitalistico se avessimo coscenza di cio potremmo tranquilamente deciderne le regole e nn lasciarcele imporre passivamente.
UN POPOLO UNITO NN SARà MAI VINTO
SE NN SIAMO UNITI CHE SENSO HA CHIAMARCI POPOLO?

gianfranco fazzeri 10.05.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Forse se ricominciassero a dare degli interessi ragionevoli almeno il 5% netto, potrebbero servire a qualcosa, fino a quel momento i miei soldi non li vedono piu'.
Non ho capito perche' devo prestargli i soldi per le loro speculazioni, loro si arricchiscono con i soldi vostri e non vi danno niente in cambio anzi hanno anche dopo che gli prestate i soldi (perche' di questo si tratta quando aprite un conto) di chiedervi le spese di tenuta conto!! le spese ahahaha...

riflettete sull'assurdita' di tutto questo sistema MARCIO.

Francesco Mancini 10.05.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Devo spezzare una lancia su un dipendente della banca Unipol di Ferrara. Stamattina sono proprio andato in banca per ridiscutere il mio mutuo in previsione di altri rialzi del tasso variabile.
Il signore con cui abbiamo parlato mi ha si accennato alla vendita di "covered warrants", ma sconsigliandocela vivamente piochè è una chiavica!
Per una volta VIVA L'ONESTA'!!
Nicola

nicola mosca 10.05.06 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
In questi giorni è passata sotto esame alla Commissione Europea la richiesta di abolizione dei costi di ricarica per le schede cellulari (i famosi 5 euro sui 30 che paghiamo) presentata da un comune cittadino italiano.Questo fenomeno è tutto italiano,negli altri paesi del mondo il credito telefonico corrisponde a quello che si ha pagato per la ricarica!
La notizia che la C.E. si stia mobilitando (e ha già preso contatti con l'Authority italiana) ci rinfranca moltissimo, ed è un segnale chiaro e pulito del fatto che qualcosa può cambiare.
Per questo riporto qui sotto un link nel quale si può firmare (online) la petizione per l'abolizione dei suddetti costi di ricarica. Bisogna arrivare a quota 50000 firme ... siamo solo a 13000!
(Ma quand'è che noi italiani la smetteremo di farci prendere per il culo?!?!? - ndr)

Il primo link qui sotto e quello che permette di accedere alla
petizione:

http://www.petitiononline.com/costidir/petition.html

Questo secondo link è quello che permette di accedere ad un articolo sul tema:

http://punto-informatico.it/p.asp?id=1473614&r=Telefonia

Ringrazio tutti per l'attenzione e spero che darete l'opportunità a tutti i vostri amici/conoscenti di fornire il loro contributo alll'iniziativa...e che loro lo facciano a loro volta!

FRANCO DE CESARE 10.05.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ieri volevo aprire un conto corrente con 5000 euro alla banca di Roma e l'impiegato mi ha detto di andare a ca....dato che non davo garanzie di uno stipendio adeguato!Meglio così dato che avrei dovuto pagare alla banca un canone di 10 euro al mese senza ottenere alcun interesse...
Ma il capitalismo-speculativo-bancario è davvero l'unico sistema possibile?

Fabrizio Rossi 10.05.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe molto utile fare un'inchiesta giornalistica di profondità, sul tipo "Report" su di un fattaccio di questo genere.

Bisognerebbe evidenziare il fatto che i consulenti finanziari delle banche, ormai, non lavorano nella serenità d'animo tale da consigliare il meglio per i clienti e quindi sono da considerare inaffidabili.

Amara verità, ma è meglio che le banche impieghino questo personale per migliorare la qualità dei servizi "bancari" da offrire alla clientela e non per turlupinarla con la "vendita" ora di questo e domani di quello.

Visto che gli scandali passati (parmalat etc) non hanno ancora fatto capire al grande pubblico che in banca ci si deve andare SOLO se costretti ad avere un c/c (per motivi di lavoro) e limitarsi ad avere il minimo dei rapporti in essere, bisogna organizzarsi e diffondere l'idea che tutto il resto dei prodotti sono rischiosi solo per i clienti, mai per la banca, ed i consulenti pur di portar a casa lo stipendio venderebbero qualsiasi cosa, nella maniera più convincente possibile.

Bisogna dare vita ad una massiccia campagna di controinformazione in risposta a tutte le pubblicità che vediamo in TV su quanto è bella questa o quella banca, su quanta fiducia merita l'una o l'altra.

Io diffido proprio delle pubblicità che mettono in primo piano gli impiegati con le faccine allegre, ed i clienti sorridenti che sembrano usciti da una favoletta per bambini.

E' strano ma la gente mentalizza ancora queste cazzate ed alla fine ci crede...
Quelli con le faccine felici possono fare solo il loro interesse... non il nostro che abbiamo poco da star felici...

Mha!!

Raffaele Marino 10.05.06 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me alcune battaglie si possono vincere, per esempio quella sulle spese di chiusura dei conti correnti, sui tassi che variano in continuazione (e quindi le spese), sui contratti illeggibili che ci vengono proposti quando apriamo un conto, due o tre pagine scritte con un filo di inchiostro.
Per il resto i poteri che ci sono dietro una banca sono davvero grandi e i casi sono due, o facciamo una rivoluzione o ci accontentiamo di scegliere la banca meno cara al cliente ...ed e' una gara dura!!

giuseppe caltabiano 10.05.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

tanto se voi foste banchieri avreste fatto lo stesso...ipocriti...

claudio Podda 10.05.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione