Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gino Strada e la Croce Rossa


Gino_Strada.jpg

Ricevo da Emergency una lettera scritta da Gino Strada.

“Mi fanno conoscere da Milano, la sorprendente intervista ad Alberto Cairo, «il medico italiano da 16 anni in Afghanistan», uscita su Magazine. Chissà perché i giornali si ostinano a definire Alberto Cairo un medico, e chissà perché Alberto Cairo regolarmente non smentisce? Sa anche lui di non esserlo, è dottore in legge, di professione fisioterapista.
Così, dopo aver appreso che l’oppio-2006 «sarà una grande annata, senz’altro il migliore raccolto dal ’99», il fisioterapista italiano spazia sul mondo: dalla droga a Karzaj, dagli aiuti umanitari a Maurizio Scelli. Ne ha per tutti.
«La gente comincia a non fidarsi più del simbolo della Croce Rossa». Che scoop! Se ne è accorto, con anni di ritardo, anche Alberto Cairo, che tra l’altro per la Croce Rossa lavora, anzi per l’Icrc, il nucleo originario ginevrino del movimento della Croce Rossa.
Noi, sfortunatamente, ce ne rendiamo conto da molto tempo. E ci rendiamo conto che «la gente», anche qui in Afghanistan e non solo in Iraq, ha perfettamente ragione a non fidarsi.
Ai tempi della occupazione sovietica, i responsabili dell’Icrc definivano i mujaheddin «la resistenza afgana» (vi sono centinaia di rapporti e documenti con questa definizione), ma ai tempi dell’occupazione americana (e italiana!) quelli che combattono le forze occupanti sono tutti chiamati da Cairo «talebani», semplicemente. Alla faccia della «neutralità», uno dei sacri e sbandierati principi dell’Icrc. «E gli americani sono cinque anni che li combattono» precisa il fisioterapista.
Verissimo. Da cinque anni in Afghanistan vi sono scontri, attentati, assassinii, rapimenti, sparizioni, torture, bombardamenti. Direi che la parola «guerra» descriva bene la situazione.
Invece no, almeno secondo Cairo, che non perde l’occasione – per lui un vero hobby – di lanciare frecciate ad Emergency. Io sarei «bravissimo a farmi pubblicità»: grazie, me ne compiaccio.
Ma poi, per dare sostanza alla calunnia, precisa «i suoi ospedali curano le ferite di guerra. Ma la guerra è finita».
Gli ospedali, naturalmente sono quelli di Emergency e non i miei. Strana però questa guerra, nella visione di Cairo: un po’ c’è, un po’ no, si combatte ma è finita, si spara ma non ci sono feriti... Ho l’impressione che se Emergency decidesse di aprire un reparto ustionati il dottor Cairo direbbe che il fuoco non scotta. Problemi suoi.
Quando nel 2000 Emergency decise di aprire il Centro di Kabul per curare le vittime di guerra, l’Icrc insorse. Protestarono con l’ambasciata italiana a Islamabad (quella di Kabul era chiusa), con il Ministero della sanità a Kabul (talebano), con la delegazione italiana all’Onu a Ginevra.
Protestarono perché si apriva un ospedale: perché pensano di detenere in esclusiva - lo pensano davvero! – il diritto di decidere quando un ospedale serve e quando no, se è bene o male che ci sia.
In quella occasione, e fu anche l’ultima, Alberto Cairo visitò la sede di Emergency a Milano.
Venne a spiegarci che «quell’ospedale per vittime di guerra non serviva», che i bisogni erano «coperti da loro», cioè dall’Icrc.
Intendeva ben altro, ma non poteva dirlo.
Avrebbe dovuto dire che il Comitato Internazionale della Croce Rossa aveva ricevuto in passato, e continuava a ricevere, una grande quantità di milioni di dollari all’anno – soprattutto da vari governi – per curare i feriti di guerra in Afganistan. Voleva dire che chiunque avesse aperto un nuovo Centro – magari un ospedale pulito, efficiente, di alto livello – poteva fare ombra (e far calare i dollari e gli yen) alla mitica Icrc e al «suo ospedale» a Kabul: quello di Karteh-Seh, che ben conosco.
Lo visitai nell’aprile del 2000: una sorta di immondezzaio dove le pazienti-donne stavano chiuse in una prigione con un chiavistello e la guardia davanti, a impedire visite a chiunque, medici compresi. Chiuse a chiave e guardate (non a vista, naturalmente) dai talebani, in un ospedale sostenuto dalla Croce Rossa. In questo modo erano «coperti» i bisogni. Da loro.
Emergency ha aperto il Centro di Kabul (che ha fatto seguito al Centro di Anabah e ha preceduto quello di Lashkargah) perché ce n’era bisogno. Nel 2001, epoca talebana.
L’ unico ospedale nel Paese, ancora oggi, dove i feriti non spendono nulla per essere curati.
In cinque anni, quell’ospedale «inutile» ha curato 40.890 pazienti, ricoverati o trattati ambulatorialmente, ed eseguito 12.173 interventi chirurgici. Senza distinzione, neanche di genere. Le donne hanno potuto essere curate e hanno potuto lavorare, curare altri, senza chiavistelli né burqa, in un ambiente ospitale non discriminante.
Quell’ospedale «inutile» è riconosciuto ufficialmente dal Ministero della Sanità afgano come il Centro di eccellenza nazionale per la chirurgia di guerra e traumatologica.
In quel Centro – dotato tra l’altro dell’unico reparto di Rianimazione di tutto il Paese e dell’ unica tomografia computerizzata gratuita per la popolazione - c’è un alto standard di cura e di passione nel lavoro. Anche per questo, oltre che per la sua igiene e in qualche modo la sua “bellezza”, questo ospedale è considerato da tutti il migliore in Afganistan.
Non da Alberto Cairo, ovviamente, che senza averlo mai visitato può comunque proclamare che «di ospedali così ce ne sono almeno altri 15». Mi piacerebbe davvero.
Avanzerei una proposta, a giornalisti del Corriere o di altre testate. Andate a vederli, gli ospedali segnalati da Alberto Cairo, e scriveteci su, magari immaginandovi di essere voi i pazienti.
Poi, se ne avete voglia, passate a visitare il «Centro Chirurgico per vittime di guerra di Kabul». Qui lo chiamano «Emergency Hospital», qualsiasi cittadino di Kabul ve lo saprebbe indicare. Non servono appuntamenti né preavviso, non abbiamo bisogno di passare un po’ di vernice fresca...
E già che ci siete, chiedete ad Alberto Cairo di farvi visitare, essendone direttore, i «6 ospedali ortopedici della Croce Rossa Internazionale sparsi in tutto l’Afghanistan».
Ospedali ortopedici? Neanche l’ombra!
Laboratori per la produzione di protesi sì. Ma che c’entrano con gli ospedali? Se un fisioterapista (con tutto l’affetto per la categoria) diventa “medico”, un centro protesi diventa poi un ospedale ortopedico? Non è “creativa” solo la finanza!
Dimenticavo. Ogni anno, dall’ «ospedale ortopedico» dell’Icrc di Kabul numerosi pazienti, vittime di guerra “a guerra finita”, sono stati inviati al Centro di Emergency perché bisognosi di interventi ortopedici. Feriti immaginari i nostri o ospedali fantasma i loro?

Finale a sorpresa. Ho finito da poco di scrivere queste note in risposta ai reiterati attacchi giornalistici (non provocati, come si usa dire) di Alberto Cairo contro Emergency e contro di me, e mi accingo a gustare la pastasciutta serale con il resto del team di Emergency, quando riceviamo la visita - alle venti e trenta di mercoledi 5 aprile - del Capo Delegazione dell’Icrc.
Il numero uno della Croce Rossa Internazionale in Afghanistan, Reto Stocker, viene a casa nostra accompagnato dal dottor Alberto Cairo.
Ci spiega che «it has been a big fuck-up», espressione grassoccia equivalente a «una gran stronzata». Il dottor Cairo ci dice d’essere stato a cena in Italia con amici, tra i quali la giornalista Camilla Baresani, autrice del “servizio”. Chiacchierando nel dopocena – quando, si sa, la lingua è più sciolta... - si spazia da Karzaj a Scelli, dalla droga alle Ong e gli sono scappati quei commenti su Emergency. Spiega anche, molto dispiaciuto, di avere detto sul nostro lavoro anche altre cose molto carine che la giornalista cattivona e faziosa ha poi «tagliato» dall’intervista travisandone il senso. Che peccato!
Il Capo Delegazione dichiara che questa vicenda è stata un grave errore da parte di Alberto Cairo, e che dall’Icrc hanno anche protestato con la giornalista, oltre che pesantemente redarguito il loro dipendente.
«Sono venuto per porgere ufficialmente le scuse dell’Icrc e per assicurare a Emergency che una cosa del genere non si ripeterà» ha detto Reto Stocker, in presenza di testimoni. Bene. Ma le calunnie e il danno sono pubblici. Perché non scrivere queste cose al Corriere, chiedendo una rettifica? Lo abbiamo chiesto ufficialmente. «Io non sono disposto a farlo» ha risposto Cairo.
Prima getta fango su Emergency in centinaia di migliaia di copie – ma le sue parole sono state fraintese, d’altra parte capita anche ai Presidenti del Consiglio! -, poi si rifiuta di scrivere una lettera al giornale per dire come stanno le cose.
Sono in ritardo per la cena. Arrivederci alla prossima.”
Gino Strada.

25 Mag 2006, 19:45 | Scrivi | Commenti (1490) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Impossibile dire la verità anche sul Medioevo e su DANTE e BEATRICE.

Giovangualberto Ceri 21.03.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni il governo non ha istituito gli ordini professionali che oltre 530000 professionisti sanitari si aspettavano da circa 40 anni, in primis per tutelare il cittadino (ho già scritto una mail a info@beppegrillo.it come vicepresidente nazionale del sindacato italiano fisioterapisti). Chiedo allora a Beppe chi garantisce che Alberto Cairo sia fisioterapista ? Il fisioterapista è un professionista che si laurea nelle università, ma il fenomeno dell'abusivismo nel settore è allarmante, ci sono state diverse denuncie in proposito. Perchè questo paese deve tutelare solo il medico e il dentista ???? Simone Patuzzo vicepresidente nazionale SPIF

simone patuzzo 07.03.08 08:55| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!!! adesso non ne posso più! ma anche qui, lettori del blog di un rivoluzionario delle comunicazioni pensate che gino strada e Emergency siano miracoli inviati da Dio??? Leggete, informatevi e magari parlate con chi in certi paesi c'è stato veramente e vi renderete conto di cosa si tratta veramente!!! basti rendersi conto che all'interno degli ospedali di Emergency non può controllare nessuno! ne esercito, ne polizia ne nessun'altra forma di controllo nazionale od internazionale!!! neanche dio piò entrare lì! vi dice niente questa cosa? tutti i terroristi e le armi di questo mondo potrebbero trovarsi dentro un'ospedale di Emergency e nessuno potrebbe fare niente! Strada ci ha messo talmente poco a far liberare Mastrogiacomo...e gli altri soldati italiani? giornalisti e volontari morti assassinati? stranamente quello di Emergency se l'è cavata senza nemmeno un graffio..pensateci!!!!!!!!!!!

kikko_1981 30.08.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono affetta da cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva ho 14 anni gia sono stata operata 3 volte e se è possibile avere un contatto cn il Dottor:Strada Gina aspetto una vostra risposta
mille grazie
chiara

De Lucia Chiara 26.05.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento

dopo il casino che ha dovuto fare lo stato italiano per l'iberare il giornalista di repubblica è possibile che non si sente più parlare di gino strada e del suo staff.
ricordiamo a tutti quelli che hanno la memoria corta che per liberare il giornalista che voleva fare uno scupp(non so come si scriva)a condannato a morte un autista, liberato 5 talebani, fatto arrestare un collaboratore di gino strada e dissolto nel nulla il suo traduttore !!!
tutto questo per un'intervista ?
tutto questo è giusto ?

fabrizio p. Commentatore certificato 04.04.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Prima di sparare sulla Croce Rossa, associazione fatta di persone con pregi e difetti, come in tutte le associazioni suggerirei di leggere la storia di Henry Dunant, il suo fondatore...non infanghiamo con polemiche chi dedica la sua vita e parte del suo tempo ad aiutare gli altri...

mari aguila 03.04.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per favore pochi intrighi e ascoltate Dr. Gino Strada persona di SANI principi eccellente rapresentante di ONESTI italiani nel mondo. Ministri non dovete esitare, lo dovete a tutti i costi aiutare. Dottor Strada pretenda è grazie al suo impegno se il signor Mastrogiacomo è LIBERO l'Italia non può ignorare.


Italia Nazione Garante dei Valori per la VITA.

Se un sequestratto muore per non cedere al pagamento del riscatto sei connivente dell'OMICIDIO. Se paghi il riscatto dai ALTO VALORE alla VITA. Di sicuro se uno STATO funziona, chi sequestra prima o poi se VERAMENTE si indagha i colpevoli si trovano. (SE LA VITA DI UNA PERSONA E' IL BENE PIU' PREZIOSO SALVALA HA QUALUNQUE COSTO). Pagando un riscatto non stai soccombendo ma giustamente SALVANDO LA VITA ALL' OSTAGGIO.

Sè il lavoro è il nobile prncipio di VITA, l'opera di un solo giorno dei fornai ha più SENSO e VALORE di tutte le giornate spese per le stupide improduttive e devastanti guerre. Lavoro guarentigia per la VITA - Le armi sono la caparra per la morte. ITALIA Promessa e impegno dei VALORI di VITA, UGUAGLIANZA, PACE e LAVORO esortiamo NO alla GUERRA PERilBENEdiTUTTI. Governanti fatte LARGOaiGIOVANI lasciando a loro le redini del LAVORO per creare un mondo di PACE. E' ora di passare dalle parole ai FATTI. ITALIANI TUTTI DEDICHIAMOCI AFINCHE' ROMA DIVENTI LA CAPITALE DEI PIU' ALTI VALORI DA DIFFONDERE AI POPOLI DELLA TERRA LIBERTA', PACE, AMORE.

Mario Flore 24.03.07 15:29| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente, perchè ricordo che la Croce Rossa, proprio il comitato internazionale della CR ha creato una cosa importantissima, il Diritto Internazionale Umanitario e le CONVENZIONI DI GINEVRA!!!!!!

STUDIATELE PRIMA DI SCRIVERE.

GRAZIE ALLA CROCE ROSSA SIAMO TUTTI TUTELATI IN OGNI CONFLITTO!!!

ciccio elia 22.03.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, io dico solo una cosa, è bravo gino strada a sparare sulla Croce Rossa quando anche lui faceva parte di essa!!!!

e tutti i volontari che lavorano ogni giorno gratis andando nelle case di cura, con i bambini e dando il proprio tempo libero per la Croce Rossa non diciamo niente?

la cosa che odio e chi sputa sul piatto in cui a mangiato!

e facile accusare quando si è popolari...e facile.

perchè invece non spiega che i 7 principi della Croce Rossa impongono l'imparzialità e la neutralità per permettere di poter operare in ogni ambito e con tutte le necessarie garanzie del caso?

è troppo facile accusare....

Alessio La Monica 22.03.07 22:31| 
 |
Rispondi al commento

ma quanto ci guadagna la croce rossa a non pagare i dipendenti ed avere solo volontari.....e con che risulteti??????

davide randone Commentatore certificato 21.03.07 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non so se e chi leggerà queste righe che sto scrivendo ma scrivo lo stesso...
tra qualche mese,se tutto va bene,sarò medico e tra qualche anno,se tutto va bene,sarò chirurgo...
una vocazione,una missione,per qualcuno solo un mestiere che fa avere un nome e dà prestigio...per me è dedizione...dedizione pura, come una madre può averla per un figlio...non posso paragonarla ad altro perchè non c'è altro!!!
GINO STRADA...dire che è il mio mito è stupido perchè è riduttivo e persino sminuente..I miti sono i cantanti,gli attori di hollywood...Lui è un essere umano nel senso sacro del termine, un essere umano cherinuncia a momenti di gioia e tranquillità per essere vicino a chi questi termini non li conosce e potrei continuare a tessere le sue lodi senza fermarmi ma non avrebbe senso.Tutti sappiamo chi è e quello che fa,tutti(o quasi)lo stimiamo,lo apprezziamo...ma io forse un motivo in più ce l'ho...Lui è la persona che io non avrò mai il coraggio di essere...Lui è li' dove io non sarò mai...Lui fa quello che io farò sempre e solo in un ospedale con tutti i comforts...
nella vita ci vuole forza e coraggio...
ho sempre pensato di averne tanti ma quando nella mia mente balena la sua,di vita,mi rendo conto di essere piccolissima...
Gino,non leggerai mai queste parole ma lo stesso ti ringrazio per essere ciò che sei,per fare ciò che fai e..per ricordare a me stessa come potrebbe essere...
chissà forse un giorno quella forza che sono cosi' convinta di avere si manifesterà davvero e quel coraggio cosi' ben nascosto all'interno del mio animo esploderà e...
GRAZIE GINO!

grazia savino 29.01.07 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao caro e grande Gino,
ti ringrazio perchè ci sei e per quello che fai. Ti ringrazio perchè sapere che esistono persone come te mi riconcilia con il genere umano.
Vorrei ora dirti che nel cuore dell'Asia stretto tra India e Cina esiste un piccolo staterello: il NEPAL.
In Nepal ormai da anni ribelli maoisti cercano di opporsi ad un regime quasi dittatoriale. La gente diventa sempre più povera e chi soffre di più sono i bambini.
Ma in Nepal non c'è il petrolio, in Nepal non c'è nulla di interessante per le grandi potenze mondiali ed allora nessuno interviene (e per certi versi l'IRAQ insegna che forse è meglio).
Gino, il Nepal per me è un piccolo ma immenso paese, è il paese di nascita di mio figlio.
Ci ho trascorso due mesi e mezzo lì lottando con la buracrazia di un paese che per cultare non conosce la parolà "velocità". Lì manca tutto, i bambini non vengono curati, se nati da famiglie irregolari non vengono neanche registrati all'anagrafe e quindi per il paese "non esitono" e non hanno diritto a nessuna assistenza.
I bambini in istituto muoiono di infezioni polmonari ed dissenteria, quelli per strada non li guarda nessuno. I bimbi che negli istituti non riescono ad entrarci stanno ancora peggio di quelli che lì arrivano. Ci sono tantissimi casi di poliomelite. Per strada si vede parecchia gente trascinarsi su piccole assi di legno alle quali hanno messo delle rotelle.
Io non riesco a passare un giorno da quando sono stata lì a prendere mio figlio senza pensare a quella gente, a quei bambini...
Lo so Gino che il mondo è pieno di persone che hanno bisogno di voi, ma io non posso non chiedertelo: "Il Nepal è tra i vostri progetti? Ci avete pensato? Magari si ed io non ne sono a conoscenza".
Spero che questo messaggio ti arrivi.
Un augurio a te e a tutte le persone che lavorono per Emergency.
Roberta

Roberta Mandelli 08.06.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni in cui la parola eroi viene usata a sproposito e spesso per giustificare e sostenere la presenza italiana in iraq, l'informazione ufficiale non si accorge o fa finta di non vedere chi sono i veri eroi, personaggi che dedicano la propria vita all'aiuto dei più sfortunati, spesso in condizioni difficilissime ed estreme. Per questo anche se mai Gino Strada riceverà una medaglia d'oro per comportamento eroico, per me (e per moltissime altre persone) è l'Eroe assoluto e un grande esempio per tutti!! Grazie Gino per quello che fai

massimo vernazza 07.06.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio solo esprimere la mia riconoscenza e gratitudine a Gino Strada un uomo che ha dedicato la sua vita agli altri....GRAZIE

annamaria giordano 07.06.06 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo: Viviana, ti assicuro che non cerco riscatto, di nessun genere. Per me la vita non ha molto valore, e sinceramente che l'umanità si perpetui o si annienti non fa differenza. E già questo proverebbe che il famoso valore imprescindibile della vita non è universale, perché c'è qualcuno, più di qualcuno, per cui non ha alcuna importanza.
Che ognuno faccia quello che vuole, che ognuno pensi quello che gli pare, questo sostenevo. Che si voglia la pace o la guerra atomica, tutti hanno le loro ragioni. Torto e ragione sono parole che ciascuno riempie a suo talento.
Io non so cos'è bene e cos'è male, per me sono parole vuote; so solo che ognuno ha la sua idea; è come il bello e il brutto: non ci si può accordare, è giudizio individuale. E non c'è nulla di strano.
Quello che non riesco a capire, in tutta onestà, è perché mai quello che per uno, mille o un miliardo di persone è bene e male debba obbligatoriamente esserlo per tutti. Anche se tutto il mondo fosse compatto in un'etica unica, io non crederei al suo valore. E con chi non crederà a quel valore non avete che due strade: o lasciare che faccia quello che vuole, o imprigionarlo. O tollerare tutto o reprimere. Tollererete un assassino? No, lo rinchiuderete. Ecco l'autorità.
Cosa c'è di difficile?

davide fanigliulo 01.06.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Signori.
Non è il caso di mettere in mezzo la termodinamica, io parlavo di morale (per il signor valerio paoli): parlavo del bene e del male, non della fisica.
Secondo: vi prego di non mettere in mezzo Kant(per viviamna vivarelli). La sua morale si presta ad ogni contenuto. Precisiamo, anche se mi secca molto: kant dice "agisci in modo che la massima per la quale agisci (il tuo principio morale Ndr) possa valere da principio universale". Benissimo. Se il "principio" che adotto è la mia distruzione e quella dell'umanità, ed agisco di conseguenza, per kant compio un'azione morale.
E ancora: la morale di kant non è una morale del bene e del male, ma della forma dei un imperativo, e non dei suoi contenuti.
La volete più semplice? Proviamo: ditemi e chiedetevi perché si DEBBA rispettare gli altri; ditemi e chiedetevi perché si DEBBA operare per la vita degli altri; ditemi e chiedetevi perché si DEBBA essere altruisti; ditemi e chiedetive che cosa obbliga senza scampo una persona qualsiasi a fare quello che qualcun'altro dice che si DEBBA fare.
Io non contesto che prima o poi ci possa essere un accordo, il futuro è oscuro, non lo conosco. Ma una accordo globale non trasforma i principi morali su cui ci si accorda in verità assolute. Se così fosse, se tutti si accordassero sullo sterminio dei disabili, questo sarebbe un valore indiscutibile, "morale".
La volete ancora più semplice? Se un uomo vuole uccidere, perché non dovrebbe farlo? perché per voi non è "giusto"? e se per lui lo è? come costringerlo? se per lui è assolutamente giusto uccidere, dov'è il suo errore? In fondo, anche per voi NON uccidere è assolutamente giusto, e non tollerate che vi si costringa a credere il contrario. Perché per lui deve essere diversamente? perchè lui deve "tollerare" la vostra idea?
O volete dirmi che chi non condivide la vostra morale è "pazzo", "stupido", "ignorante"? Qual è il modello della ragione, dell'intelligenza? Voi? Lo credete davvero? Tanta presunzione? Buon per voi.

davide fanigliulo 01.06.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento

beppe, innanzitutto grazie e complimenti di esistere...ce ne fossero !!!!!
volevo solo invitarti ad intervenire con la tua solita incisione sulla vicenda (ex fiat avio ), io sono un dipendente dell'Avio di Brindisi.
Da quando qualcuno ha deciso di venderci agli americani o meglio al fondo finanziario speculativo Carlyle, noi siamo in crisi, è da 3 anni che subiamo cassa integrazione prima ordinaria ora straordinaria...dove vogliono portarci ????
indaga bene in quanto nel frattempo la stessa azienda si è insediata in polonia, ha creato da pochissimo la aviofix ed altro ancora, ma a Brindisi hanno deciso che deve soffrire...ti prego indaga in quanto ritengo ci sia qualcosa di non tanto lecito dietro.
ciao maurizio, sono già iscritto al tuo ed ho anche giorni fa ordinato il cd

maurizio flore 01.06.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Piero
la tua risposta ci dà pace, anche questa stortura sembra corretta e speriamo che non vengano governi che commettano altri abusi in nome di una interpretazione distorsiva del potere.
Buon lavoro a voi tutti!
E' di persone buone e generose di sé che il mondo ha bisogno!

viviana vivarelli 01.06.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Solo per mandare un abbraccio a Gino Strada
e ringraziarlo
perchè è un grande esempio di come si possano cambiare le cose concretamente.
Roberto

Roberto Pirani 01.06.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Kant diceva:
"Non considerare mai l'essere umano, l'altro o te stesso, come mezzo ma sempre come fine"

E diceva ancora:
"Agisci in ogni preciso momento pensando se vorresti che il tuo agire diventasse legge universale"

Già tenere presenti questi due principi migliorerebbe molto le cose
Forse Davide pensa a serie specifiche e dettagliate di comandamenti, ma l'etica è molto più complessa di quello che qualunque codice possa prevedere. Vista un un altro modo è molto più smplice
Quando si parla di un'etica universale si indicano alcuni principi fondamentali che possono sussistere in paesi diversi e per popoli a culture diverse perchè sonn fondamentalmente riconoscibili come giusti
Credo fermamente che ciò sia possibile
Del resto lo studio sulle religioni comparate prova che esiste un nocciolo di possibilità comuni in cui consiste la salvezza dell'uomo e del mondo

viviana vivarelli 01.06.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera , Volevo informare la persona che mi ha chiesto se era vero che il presidente della CRI è stato eletto da noi volontari e non da Ginevra che la risposta è si.Il nostro statuto prevede un determinato numero di aventi diritto al voto per il rinnovo della carica di presidente ossia 720 persone che sono parte di tutte le componenti della CRI, quindi rappresentano ovviamente la volontà della base.
Per quel che concerne il Sig. Scelli MOLTO CONTESTATO DA UNA GRANDE MAGGIORANZA DEI VOLONTARI DURANTE I SUOI TRE ANNI DI COMMISSARIAMENTO, ormai è una qualunque persona che non ha più nulla a che fare con la CRI dal dicembre scorso.Quindi non so cosa abbia ricevuto come promesse dal Sig. Berlusca ,ma puoi star tranquilla che il sig Scelli potrà rientrare in CRI solo seguendo la strada che possono seguire tutti ossia fare un corso come volontario e se supera i vari esami diventerà un volontario come chiunque ciao Piero

Piero Pulsinelli 01.06.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No, Davide
credo che possa esistere un'etica universale e che l'umanità possa evolvere crescendo anche nel suo senso di bene e male. Credo in un'etica storica e relativa che non sia solo imposta in modo cogente da un'autorità ma che corrisponda al modo di sentire prevalente di un popolo e credo anche che i nuovi media stiano raccogliendo e diffondendo principi comuni a più popoli

Partiamo dal rispetto
rispettare l'essere umano comporta una serie di comportamenti conseguenti

come rispettare l'ambiente naturale

o se stessi

Già il rispetto porta a considerare l'inutilità e la ferocia delle guerre, cosa impossibile solo 60 anni fa, il pacifismo fa parte di una nuova etica che non conosce distinzioni di culto o di bandiera
Rispettare l'essere umano contraddice lo schia vismo, il colonialismo, lo sfruttamento dei lavoratori, l'uso perverso dei bambini, il maltrattamento delle donne, induce un'idea precisa di insediamento umano, di democrazia, di economia, di cultura..
Rispettare l'ambiente naturale è un principio che anticamente era universalmente diffuso in tutte i nuclei primitivi che consideravano la natura qualcosa di sacro da cui trarre sostentamente senza distruggerla, e la lotta al neoliberismo sfrenato e alle multinazionali sta facendo di questo principio di rispetto del pianeta un nuovo punto etico universale
Infine il rispetto per se stessi contrasta col principio prevalente nel mercantilismo per cui tutto si può comprare e vendere e anche l'uomo non ha valori o coscienza ma può asservirsi a tutto pur di raggiungere certi scopi (il fine giustifica il mezzo)
La corruzione e la degradazione del mondo attuale in ogni suo ambito (vedi lo sport) mostra come, cadendo il rispetto di se stessi e prostituendo l'uomo al denaro e al potere, ogni cosa decada
Può essere che i tempi siano duri, ma certo le critiche e le amarezza costanti su ogni blog provano il desiderio di un riscatto e di un'etica
E lo provi anche tu con le tue obiezioni

viviana vivarelli 01.06.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide, non esiste un valore assoluto? Non esiste una morale assoluta? Non è una cosa negativa in assoluto stuprare uccidere tortutare? Eppure nell'universo, lo dico perchè mi pare che tu abbia una cultura da centri sociali modello "liberi tutti", esistono delle leggi ben precise: se scaldi l'acqua, quella dopo un po' bolle ed evapora; se immergi un corpo in un liquido, quello posta l'acqua dello stesso volume del liquido immerso, se perdi l'equilibrio mentre cammini, per effetto della forza di gravità, cadi per terra. Secondo il tuo ragionamento invece, qualcuno potrebbe "reputare" che scaldando l'acqua si crei il ghiaccio, oppure che immergendosi in una vasca l'acqua sparisse. Qualcuno potrebbe pensare, solo perchè non ci sono le verità assolute, che, su questa terra, perdendo l'equilibrio mentre si cammina, si vada verso l'alto e non verso il basso come la legge di gravità ci indica. Vedi, caro amico, non devi confondere ciò che non ti piace con ciò che invece è. Le verità assolute esistono,che a te piaccia oppure no.

Valerio Paoli 01.06.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Faccio sapere che durante la trasmissione Zapping (Rai radio uno) di ieri 31.05.06, un radioascoltatore sollevava il problema dei parlamentari condannati. Il conduttore "cadeva dalle nuvole", diceva di non sapere e che comunque la notizia andava verificata. Parlando poi delle fonti si citava questo blog: "Ah beh i blog.... ci scrive chiunque..." questa la risposta del conduttore Aldo Forbice. Beppe, come rispondiamo a questo "imparziale " giornalista? Ho intanto inviato l'elenco alla sua redazione.

Alfio Vinci 01.06.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti volevo solo esprimere una mia opinione. restando dell'idea che la politica per sua natura e'falsa nel dna qualunque esso sia il colore,ma non riesco proprio a capire come e' possibile che entro 15 giorni dall'insediamento del nuovo governo persone come bompressi e forse anche sofri, autori di un delitto e riconosciuti colpevoli da tutti i gradi di giustizia,venga data a loro la grazia. che strano molto strano chissa' se i figli del commissario calabresi facessero la stessa cosa a loro fra qualche anno chissa' magari una piccola grazia una graziella ciao e scusate.la sicurezza della pena e' soltanto di chi subisce il reato la pena che si porta dentro per non avere piu' con se una persona cara ITALIA.....

maurizio conti 31.05.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Piero
grazie di averci dato la notizia che aspettavamo da tre anni. Come mai nessuno ne ha parlato?
Ora, siccome sei dentro la CRI, dicci anche un'altra cosa: Berlusconi promise a Scelli che anche se non fosse diventato presidente della CRI i suoi poteri non sarebbero cambiati. Non sappiamo che cosa intendesse dire. magari puoi illuminarci.
Buon lavoro a te a tutti quelli come te
cari saluti

P.S.
Avevo letto che il presidente delle CRI sarebbe stato nominato dalla sede svizzera della CR, mentre tu parli di elezioni di voi volontari e questo dice anche Wikipedia. Ho dunque letto male?
Grazie.

viviana vivarelli 31.05.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Scelli,ex commissario della croce rossa,quello che disse a Sberlusconi:"Se servono volontari per Forza Italia io li posso fornire" si è presentato alle comunali di Milano con una lista deniminata
"S.O.S.Italia"(Con l'evidente richiamo alla croce rossa ed a Forza Italia)ha ottenuto lo 0,0% dei voti validi.
Bravo Scelli,compliments!
Ma va a ciapà i ratt.

giangi deinavigli 31.05.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera a tuitti sono un Volontario della CRI da 10 anni circa vorrei precisare alcune cose da diversi mesi la CRI NON è PIù COMMISSARIATA abbiamo un presidente eletto da noi (non il solito commissario di turno ora di questo ora di quello schieramento politico) Il nostro presidente Massimo Barra è un volontario come noi e ha già avuto nel mese di marzo un incontro con il sig Gino strada per cercare di fare insieme una cosa che sicuramente sappiamo fare molto bene SIA NOI DELLA CRI CHE I VOLONTARI DI EMERGENCY OSSIA AIUTARE DISINTERESSATAMENTE TUTTI INDISTINTAMENTE DA CREDI O COLORI DI PELLE.
spero serva a far capire che nella croce rossa non ci sono solo dei burocrati ma CENTINAIA DI MIGLIAIA DI VOLONTARI CHE DEDICANO GRATUITAMENTE IL LORO TEMPO AGLI ALTRI per favore non facciamo di tutta un erba un fascio

PIiero pulsinelli 31.05.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Non ci siamo capiti: NON ci sono valori universali. Ne potete parlare per l'eternità, il risultato sarà lo stesso. D'altra parte se ne parla fin dall'Origine...
O si accetta che chiunque la pensi come gli pare o si ricorre all'autorità per imporre un sistema di valori. Laica o no, una morale dice cosa è bene e cosa è male: è questa l'assurdità.
Come si fa a dire che quello che per noi è assolutamente e senza alcun dubbio "buono" lo debba essere per tutti? Non capite che TUTTI quelli che hanno un'etica pensano lo stesso?
Come si può avere la presunzione che la nostre etiche siano "giuste"? "Giusto" è una parola, non è una legge scritta nelle stelle.

Il problema è tutto quì: chi ha ammazzato Tommaso Onofri non è cattivo; è cattivo solo per chi lo reputa tale. Ma "reputare" non è niente: altre persone reputeranno diversamente la stessa azione.

Sgozzare, stuprare, infibulare, torturare: il fatto che per qualcuno sia male non significa in nessun modo che sia Male in assoluto.
IN ASSOLUTO niente è bene o male: è una questione di valutazioni individuali.
Ora, se tutto è valutazione individuale, come si può avere la presunzione di spacciare la propria morale come LA morale? Con che presunzione si può pretendere che venga da tutti rispettata, anche da quelli che la pensano esattamente in modo opposto? Le morali non si impongono per la loro verità, ma per l'autorità che le supporta. Il carcere ne è l'esempio: imprigionare è sancire che una certa condotta è male, e che va punita. Ma è una valutazione. Sono sempre uomini a "sancire" qualcosa.
Non c'è uscita. O sperate che magicamente e senza imposizioni di sorta tutto il mondo si accordi, il che è utopia da catechismo; oppure dovete imporre con la forza della spada o della legge i vostri Vangeli (laici o no).
O sperare nel paradiso in terra o costringere.

Farsi modello dell'etica universale, sinceramente, è presunzione che rasenta l'idiozia.
Finchè ci saranno uomini, ci saranno morali irriducibili.

davide fanigliulo 31.05.06 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide
introduci un tema arduo: se possa esistere un'etica universale o se l'etica dipende da una data cultura (o religione) e dunque è relativa
Ratzinger riconosce solo un assoluto, che è la "sua" interpretazione del cattolicesimo
Ma un luterano, un battista, un mormone, un ortodosso avrebbero interpretazioni diverse
E così un imam, un brahmino ecc.
Il problema per noi è invece se possa esistere un'etica laica che trascenda culture e religioni, ma alla fine nel villaggio globale potremmo arrivarci
Come no global sento che è possibile sperare in un insieme di diritti umani universali che possano costituire un'etica laica mondiale
I filosofi stanno oggi sviscerando proprio questa possibilità che cozza contro i neo-confessionalismi e i fanatismi ideologici a base mercantile che invece vogliono circoscrivere oasi di assoluti separati tra loro e ostili l'un l'altro
Su rai 3 dal 9 giugno andranno in onda 8 puntate proprio su questo argomento: un'etica comune, e i migliori filosofi mondiali daranno la loro soluzione
Viviamo in un mondo sempre più meticciato (con buona pace di Pera e di Bossi), dove molti sperano in un Parlamento Mondiale che veda l'estinzione della guerra e corrisponda agli Stati Uniti del Mondo.
Sembra assurdo ma nel 1800 anche parlare di Unione europea sembrava assurdo eppure ci siamo arrivati. Se le 4 grandi potenze: USA, CINA, RUSSIA, INDIA non saranno un ostacolo troppo grave, assisteremo a federazioni successive di stati, prima per specifici interessi (come nel Sudamerica per il gas) poi per rapporti politici sempre più armonizzanti e allora il discorso di un'etica comune su cui posare nuove Costituzioni federali diventerà sempre più forte
Io spero molto in questo processo graduale che dovrà per forza di cose porre un insieme di diritti-doveri concordato
Temo che in questo passaggio le Chiese integralista come le ideologie colonialiste costituiranno un ostacolo e proprio per questo tali poteri dovranno essere superati o limitati

viviana vivarelli 31.05.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perché ci si debba sentire obbligati a fare quello che ci si dice di fare.
Non capisco perché si debba essere altruisti, onesti, trasparenti; non capisco perché si debba venire incontro ad una morale che non ci appartiene. L'etica è una convenzione, lo dimostra il fatto che ce ne sono tante quante sono le culture, quante sono le religioni.
Tutti abbiamo un altare da servire: imporre la nostra morale è puerile, è presunzione.
Costringere ad abbracciare la nostra visione del mondo e della vita, non è violenza?
Assassini, stupratori, pedofili, genocidi: tutti hanno le loro ragioni, i loro moventi.
Il fatto che per noi il Male abbia un certo perimetro non significa che il perimetro sia quello in assoluto, e non significa che debba essere lo stesso per tutti. Il Male, come il Bene, sono parole vuote, che la legislazione riempie e l'analisi distrugge.
Ogni volta che ci si indigna e si condanna una certa condotta, ci si fa modello di comportamento, ma il Modello non esiste, è una nostra abitudine, è costume.
Perché continuiamo a sbraitare, quando in fondo tutti hanno ragione e nessuno ce l'ha?
Uccidere è legittimo quanto difendersi, fare i propri interessi è legittimo quanto fare quello degli altri. è solo la nostra opinione che discrimina. Ma l'opinione è nulla, è parzialità.
E allora comportiamoci pure come più riteniamo giusto, ma dire cosa è bene e cosa è male è costituirsi in autorità, è terrorismo culturale.
Uccidere un bambino o salvarlo, in definitiva, non fa differenza, se non per quelli che vogliono farvi differenza.
Il resto è talk-show.

davide fanigliulo 31.05.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Non mi pare che Strada o i volontari di Emergency abbiano mai sparlato dei volontari della CRI o abbiano tolto loro alcun merito e non mi pare che sul blog ci sia stato qualcuno che abbia negato loro il giusto onore. Accuse sono state rivolte a e da alcuni vertici specifici, Scelli in primo luogo
Strada pensa a fare il suo lavoro senza impicciarsi per 1° degli altri, ma è successo invece che vertici della CRI abbiano cercato di infangare Strada
Chiedo ai volontari della CRI se questo sia lecito, e se realizzi una buona immagine della loro associazione
Mi stupisce poi che, tra tutti i volontari, non ce ne sia stato uno che abbia trovato almeno strano l'uso spregiudicato e partitico che Scelli fa della CRI, che ha come 1° comandamento la neutralità, mentre parteggiare per un governo che ha forze di occupazione in Irak ed Aghanistan, è come stare dalla parte degli aggressori. Vedo che nessuno di loro ha trovato perlomeno inquietante il legame tra Scelli e la sua carriera politica in FI, i poteri amplissimi che ha ricevuto da B, e l'uso che egli vorrebbe fare dei volontari come propagandisti di FI
Infine mi pare strano che non ce ne sia uno che si sia chiesto come mai un commissariamento che doveva durare 6 mesi stia durando da più di 3 anni senza che si nomini il vero presidente della CRI
Chiedo agli intervenuti della CRI cosa dovrebbe fare uno come Gino Strada quando viene infangato da persone come Scelli o Cairo con dichiarazioni pubbliche infamanti
Dovrebbe ingoiare e tacere? Dovrebbe porgere l'altra guancia? Conoscendo la malafede della gente, ciò, come minimo, permetterebbe di dire che le accuse sono fondate
Insomma, cercate di guardare là dove nasce lo scandalo, non là dove nasce una difesa probabilmente irosa (Strada non è San Francesco) ma umanamente comprensibile
Cercate anche di dire come si lega il senso di una associazione umanitaria al rifiuto della guerra "o" all'accettazione di guerre vendute come umanitarie

viviana vivarelli 31.05.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Croce Rossa ed Emergency sono due associazioni che svolgono un lavoro encomiabile in tutto il mondo; questa guerra fra le due associazioni mi sembra veramente assurda ed inutile.
Strada conosce bene la Croce Rossa Italiana e conosce bene quali sono i suoi difetti e pregi; conosce l'apparato burocratico e la struttura, che la rendono macchinosa, ma allo stesso tempo conosce il cuore dei suoi volontari, che la rendono capace di portare assistenza in ogni luogo, tutti i giorni: siamo sulle ambulanze, nelle case di riposo, nelle scuole, lavoriamo con i disabili, con i tossicodipendenti, i clochards, gestiamo le emergenze di protezione civile, siamo capaci di allestire un campo profughi per 7000 persone in un giorno (chi con me era a Kavaje, in Albania, nel 1999 ne sa qualcosa).
Da volontario della Croce Rossa quale sono, nutro il massimo rispetto per l'attività di Emergency; chiedo lo stesso da parte di Gino Strada, volontario di Emergency.

Amedeo Cutuli
Volontario CRI Sesto San Giovanni


Mi piaceva lavorare in piena salute, essere italiana tra persone umane e credere nella democrazia e nella civiltà: mi hanno rubato tutto. Se volete capire di più potete visitare il mio sito internet: w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra). dove ogni affermazione viene provata documentalmente e dove è pubblicata anche la sentenza di ottemperanza del T.A.R. per la Lombardia http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u.c.o.m/c.r.o.n.a.c.a_d.o.c.u.m.e.n.t.a.t.a..php (per leggere fare come spiegato sopra).
Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.
Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” ROBERTO FORMIGONI e l’Assessore alla Sanità CARLO BORSANI (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio, HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.
Oltretutto mi vedo deridere e molestare con un Blog su Splinder che è stato creato appositamente per questo. E’ vergognoso. Sospetto siano i soggetti che hanno perso le elezioni e vomitano su di me la loro rabbia. Oltre a tutto quello che ho subito e subisco dal luogo di lavoro ora mi vedo cancellare i miei post anche su questo Blog di Beppe Grillo. Vedete se potete aiutarmi. Grazie.
Se vi è possibile per favore fate conoscere il mio caso e la Petizione. Cordiali saluti e buon giorno. G i o v a n n a

G i o v a n n a N i g r i s 31.05.06 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Emergency svolge un lavoro encomiabile, sono per (poche) cose come questa che sono ancora fiero di essere Italiano. Purtroppo non posso dare un contributo 'fisico' in quanto non ho alcuna conoscenza in campo medico, ma il 5 per mille non ve lo leva nessuno!

Alessio M. 31.05.06 11:32| 
 |
Rispondi al commento

...è grazie all'esistenza di persone come gino strada (e purtroppo ce ne sono poche!) che continuo ad avere fiducia negli italiani...! la sua encomiabile opera rappresenta un esempio per tutti coloro che hanno rinunciato a lottare adagiandosi nella comoda convinzione che la realtà non possa essere cambiata e migliorata...!

angela munafò 30.05.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELEZIONI: Con gli ultimi risultati delle elezioni amministrative, una cosa è certa, Berlusconi con queste premesse, non sarà più Presidente del Consiglio e questa è indubbiamente una ottima notizia. Tutto è accaduto per un forte strabismo su coloro che venivano etichettati quali “COGLIONI”. Abbiamo visto tutti chi merita maggiormente di essere chiamato così: DARE A CESARE QUELLO CHE E’ DI CESARE!

Si è affermato maggiormente quasi ovunque il centro sinistra. Ha vinto perché è riuscito ad affermare l’originalità italiana nel contesto europeo e perché è riuscito a mobilitare i suoi, capovolgendo l’esito elettorale in vari comuni. Questo significa che al di là del clima estremamente conflittuale e minaccioso imposto da Berlusconi, c’è un’altra Italia quella Italia che ha in passo sicuro, forte e promettente. Questo non può non fare riflettere persino gli intellettuali di centro destra di fronte a lampanti riscontri oggettivi di progresso della coalizione avversaria.

Ora c’è bisogno di divulgatori di verità contro ogni genere di ipocrisie e inganni. Il cardine primario sarà l’informazione, la cultura, la chiarezza e la propagazione di notizie VERE su internet, che sono le migliori armi contro il centro destra italiano che illude e inganna l’elettorato sul tema dell’imparzialità e della giustizia, sino a tollerare pacificamente col silenzio assenso anche gli effetti del crimine esercitati persino ai danni di una donna ridotta sempre più ammalata e disabile in servizio e per causa di servizio, così come meglio spiegato e provato nel seguente sito web di legittima difesa:
http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m/c.r.o.n.a.c.a_d.o.c.u.m.e.n.t.a.t.a..php (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra). Questo è lo scotto che bisogna subire per fare informazione e per potere postare in questo blog all’insegna del suddetto sito senza subire ostruzionismo.

G i a c o m o M o n t a n a 30.05.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

L'attività di Emergency è molto ampia e naturalmente ha bisogno di una sede organizzativa.
Per es, nella sede di Milano tra le altre cose si fa lo screening dei volontari

Appello tipo:
Per le missioni in Afghanistan
ricerchiamo Tecnici sanitari di radiologia medica (TRSM) in possesso dei seguenti requisiti:

. Diploma di tecnico di radiologia;

. Esperienza ospedaliera di almeno 3 anni continuativi in reparti di radiologia

. Esperienza nell’esecuzione di esami TC

. Conoscenza di apparecchi radiologici tradizionali a bassa tecnologia;

. Capacità organizzative.

Per tutti è richiesto:

• Capacità di adattamento a lavorare secondo protocolli clinici e operativi standardizzati.

• Capacità di adattamento a lavorare secondo ruoli prestabiliti e nel rispetto delle norme di lavoro e sicurezza.

• Disponibilità a svolgere attività di formazione e insegnamento allo staff locale.

• Predisposizione alla vita comunitaria.

• Disponibilità di permanenza all'estero per almeno 3 mesi.

• Buona conoscenza della lingua inglese scritta e parlata.

A Milano ma anche a Roma ci sono decine di persone che si occupano della gestione di un enorme apparato, ospedali, comunicazione, coordinamento dei volontari (100 gruppi in Italia)

In Afganistan Emergency ha 3 ospedali, un centro di maternità e 24 ambulatori
in Sierra Leone un centro chirurgico
centri per gli sfollati e un centro cardiochirurgico in costruzione in Sudan
centri chirurgici in Iraq
Cambogia
Israele
Palestina
Nicaragua
Kossovo

E' incredibile che un uomo solo abbia dato vita a una organizzazione così grande in soli 12 anni

viviana vivarelli 30.05.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma caro Gino, non credere che noi si possa abboccare a quello che dice questa gente. Lo sappiamo bene chi sei, e quello che fai. Lo sappiamo bene che la riqualificazione dell'essere umano passa anche attraverso l'operato tuo e di quelli che, come te, se ne strafottono delle leggi politiche o di mercato e gli vanno in culo (scusa ma non riesco a trovare una frase che desciva meglio) a tutto ed a tutti pur di soddisfare quella necessità che dovrebbe essere fondamentale per ogni essere umano REALE, ovvero aiutare chi da solo si trova a fronteggiare situazioni insostenibili...non si può ragionare con una mina antiuomo dopotutto.
Perciò conta sempre sul nostro sostegno. quando i fatti parlano da soli, l'ipocrisia della gente può ben poco, ed i tuoi di fatti ci rendono orgogliosi. Di più, ci rendono felici. e' sempre un piacere vedere in giro gli stand di Emergency. E' sempre un piacere lasciarci qualche euro, magari per comprare una maglietta con sopra un dipinto di Augusto Daolio. E' sempre un piacere poter pensare di aver così contribuito, seppur in minima parte, a qualcosa di così importante e bello.
Perciò non dare troppa importanza a questi veleni. Puoi senz'altro permetterti di guardare questa gente dall'alto verso il basso. E se mai commenti come questi dovessero arrivare da chi sta troppo in alto...bèh, allora ti prendo sulle spalle io, che son alto quasi due metri, e vediamo chi la spunta!
Con tutto l'affetto e l'ammirazione possibili,

Alessandro

Alessandro Ciamei 30.05.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Lo sappiamo tutti che la CRI come l'UNICEF ha spese di struttura altissime..e pure che la guerra muova cifra sbalorditive...

i dati di Emergency invece mi hanno stupito, tutto qui. Poi a uno che va in Afghanistan a operare io lo coprirei d'oro...mi stupisce solo che abbiano bisogno di 41 persone a Milano, come dire non esattamente in prima linea..

Matteo Lolli 30.05.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Le cifre dei bilanci di chi cura le vittime della guerra possono sembrare alte ma sono briciole davanti alle enormi cifre che vengono spese per le guerre. In genere i volontari sono tollerati purché non prendano posizione contro le menzogne dei governanti. Questo è l'atto politico che non è assolutamente consentito
La guerra, come il colonialismo o la depredazione, si fondano su una serie di atteggiamenti ipocriti che permettono di compassionare le vittime purché ci si astenga dall'accusare i carnefici
Ma assumere un comportamento etico significa necessariamente assumere un atteggiamento politico, perché non si può curare il male senza accusarne la fonte
Per questo Strada sarà sempre messo in stato di accusa da chi trova comodo difendere la guerra
Teniamo presente che dietro ogni guerra ci sono capitali gestiti da banche. Le banche armate sono quelle che usano i nostri risparmi per esportare armi e fomentare guerre
Contro di loro si svolge da anni una campagna di pressione che ha spinto Banca Popolare di Milano e Unicredit a ridimensionare i loro affari in armi. BPM l’anno scorso si era impegnata ad uscire dell’export di armi e invece ha fatto 26 operazioni per 34,6 milioni di €, meno dei 53 milioni di € dell’anno prima ma ancora troppo
Tra le nuove autorizzazioni ministeriali citiamo una fornitura di 4 elicotteri Agusta AB139 per impiego militare all'Irlanda per 29,8 mil. di € e una autorizzazione verso la Cina per 5,26 mil. di €
Nell’export delle armi si riduce anche l'Unicredit di Alessandro Profumo, che era passata da 664 mil. di € a 20, ma ora ha avuto altre autorizzazioni ministeriali per export di armi per 101 milioni di €
Le prime 3 banche di appoggio al commercio delle armi sono italiane con Capitalia (168 mil. di €), S. Paolo Imi (164 mil.) e Cassa di Risparmio di La Spezia (112 mil.)
Anche Capitalia ha dichiarato che ridurrà questi investimenti
Se gli uomini tenessero i loro occhi più aperti meno uomini di questo mondo dovrebbero chiuderli

viviana vivarelli 30.05.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Beh, Matteo, giacché ci sei, perché non ci dai anche il bilancio della CRI?
C'è fin troppo sommerso in Italia perché le pulci si facciano solo a chi ha trasparenza!

viviana vivarelli 30.05.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Matteo, non esageriamo
volontario non vuol dire uno che vive d'aria
e un ospedale è una struttura complessa che si regge su molte voci, c'è chi cucina, chi pulisce, ripara, fa il portantino, opera, mura, costruisce protesi, è infermiere, amministra...non puoi pretendere che siano tutti volontari, un ospedale dà lavoro a tutto un territorio e non puoi pensare: 1°)che che tutto l'ospedale si mantenga su volontari e che essi possano sostenersi totalmente a spese proprie, 2°) che chiunque lavori in o per un ospedale lo faccia gratis
Volontario vuol dire uno che offre la sua opera, non si arricchisce su quella e spesso si fa carico di spese di viaggio, vaccini, farmaci ecc. quando addirittura non porta lui denaro, macchinari, medicine e altro.
Normalmente chi fa il volontario in Italia lo fa nel tempo libero e a spese sue o con un rimborso zero o così basso che non riesce a coprire le spese di vitto e alloggio, tant'è che il volontariato in Italia non è sostenibile per lunghi periodi salvo casi eccezionali connessi a chiese, comunità ecc.; invece per chi va all'estero è prevista spesso una diaria, ma sufficiente a coprire vitto e alloggio, generi di prima necessità, medicine.. nessuno si arricchisce di questo ma è il minimo che permette di sostenere l'impegno, altrimenti farebbe il volontario solo chi è molto ricco
Ricorda anche che questi ospedali vanno ad arricchire dei paesi poveri e impiegano in gran parte personale preso sul posto, vuoi che questa gente non riceva alcun compenso?
Criticare va bene ma "cum iudicio"
Naturalmente, come ho già detto, le ONG sono tante, in molte purtroppo il fine di lucro è prevalente
Il governo italiano ha fatto di tutto per impoverire le già magre risorse delle associazioni umanitarie arricchendo i vertici della CRI
E' vero che i volontari della CRI non sono pagati ma è vero anche che ci sono alcuni che si sono dati stipendi altissimi, l'una cosa non elimina l'altra, mi dispiace

viviana vivarelli 30.05.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal bilancio di Emergency 2004:

Raccolta = 16 mln di euro

"costi" di raccolta 1,5 mln di euro (circa 10%!)

Stipendi 4,6 mln di euro (ma non sono tutti volontari?)

acquisto medicinali = 1,6 mln di euro

dipendenti della sede di Milano (non volontari) = 41
quindi bravi si, ma non eroi.

Matteo Lolli 30.05.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da tanto che seguo Gino ed Emergency ma non avrei mai creduto che qualcuno avrebbe messo loro i bastoni fra le ruote.Spero che continuino con il grande lavoro che stanno facendo e spero che Gino scriva un altro bel libro.Vorrei avere la fortuna un giorno di stringergli la mano per poterlo ringraziare di persona per cio' che sta' facendo.
Grazie Gino ciao eros.

eros calzolari 30.05.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Manuel, malgrado questa campagna su questo blog, c'è tanta gente che ci vede vicini quando ha bisogno e ci dimostra l'affetto in mille modi, continuiamo ad andare avanti silenziosamente e lavorando come noi volontari abbiamo sempre fatto, la Croce Rossa non ha bisogno di pubblicizzarsi nei progarammi televisivi o giornali di parte. La miglior pubblicità e il nostro lavoro quotidiano silenzioso e volontario
Filomena Mezzatesta
Volontaria della Croce Rossa

filomena mezzatesta 30.05.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

ed ho pianto e riso in Italia dove faccio attività con bambini leucemici, (www.progettoesperanza.org ) con i tossicodipendenti, con le prostitute..io come migliaia di altri volontari,tutti i giorni..mi dispiace dott.Strada che Lei sia uscito dalla Croce Rossa; è stato una grande perdita per la cri; io molto piu modestamente ho fatto un altra scelta: non creda anch' io a volte mi arrabbio per le cose che non vanno ma per merito di tante persone che ho conosciuto e di uno dei pochi maestri che ho incontrato nella mia strada Massimo Barra ( l attuale presidente della CRI , che tra l'altro per rispondere sui stipendi milionari non PRENDE UN EURO per tale incarico ) sono ancora qui..il dott. Strada ha fatto un altra scelta,importante anche essa ma per cortesia la smetta di attaccare tutta la Croce Rossa e i propri appartenenti.. abbiamo 150 anni di storia, siamo presenti ovunque c'è qualcuno che ne ha bisogno, ovunque c'è un ingiustizia, nei carceri, nei lager, in mezzo alle discariche,nelle periferie delle grandi citta a recuperare dei ragazzi in overdose e lo facciamo ogni giorno da anni senza andare sui giornali o al Maurizio Costanzo..quindi leggiamo e cerchiamo di comprendere, sig Grillo, la rabbia del dott. Strada ma essere presi per cio che non siamo questo no..spero che darà a chi vuole la possibilita di rispondere con lo stesso spazio dato al dott. Strada..auguro inoltre al dott. Strada un sincero grosso in bocca al lupo per il futuro..

con stima grazie dell attenzione
un volontario CRI
Manuel Monti

Manuel MOnti 30.05.06 13:15| 
 |
Rispondi al commento

gentile Sig. Grillo,

Le scrivo a proposito della lettera che ha scritto sul Suo blog qualche tempo fa il dott. Gino Strada; pultroppo ho letto la lettera solo ora per tale motivo vorrei che mi dedicasse due minuti per cio che le scrivo. non m'interessa se pubblicherà questa lettera ne se rimarrà soltanto una fra milioni di commenti del suo blog ( e quindi letta da una minoranza di persone.) m'interessa che Lei la legga.
Mi chiamo Monti Manuel ho 26 anni sono un volontario della Croce Rossa ed un medico; mi sto specializzando in Medicina d'urgenza.
Sono in CRI da 10 anni studiavo ancora ai superiori,ho fatto l università lottando ocntro il tempo perp oter fare volontariato e nello stesso tempo dare gli esami in corso,e di essere in Croce Rossa è una delle poche cose di cui sono fiero..
Le scrivo perchè non ritengo corretto che il dott. Strada possa scrivere una cosa cosi grave sul sul Blog senza che nessuno della Croce Rossa possa rispondere; cio forse è successo anche al dott. Strada sul Corriere della sera e me ne dispiace ma ora io scrivo a Lei.

Non voglio mettere in confronto il movimento internazione della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa con Emergency anche perchè non avrebbe nessun senso.. Emergency fa grandi e belle cose ma non puo essere confrontata con il movimento internazionale ( se volete Le do un po di numeri 105 milioni di volontari presenti in quasi tutti i paesi del mondo in missione in centinaia di paesi bisognosi ogni giorno si assistono centinaia di milioni di persone vulnerabili ) ma i numeri nemmeno sono importanti.. è importante le passione dei volontari che vanno all estero senza essere pagati ( vedi IRAQ; AFGHANISTAN ASIA ect )con come unica ricompensa un sorriso, un abbraccio di una persona malata, sola,umiliata..sono stato in Romania ed in Bosnia e li ho pianto insieme ai bambini di cui mi occupavo alle mamme che sfogavano con me la propria impotenza disperazione..ed ho pianto e riso in Italia dove (CONTINUA )

Manuel MOnti 30.05.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

gentile Sig. Grillo,

Le scrivo a proposito della lettera che ha scritto sul Suo blog qualche tempo fa il dott. Gino Strada; pultroppo ho letto la lettera solo ora per tale motivo vorrei che mi dedicasse due minuti per cio che le scrivo. non m'interessa se pubblicherà questa lettera m'interessa che Lei la legga.
Mi chiamo Monti Manuel ho 26 anni sono un volontario della Croce Rossa ed un medico;
Sono in CRI da 10 anni studiavo ancora ai superiori,ho fatto l università lottando ocntro il tempo perp oter fare volontariato e nello stesso tempo dare gli esami in corso,e di essere in Croce Rossa è una delle poche cose di cui sono fiero..
Le scrivo perchè non ritengo corretto che il dott. Strada possa scrivere una cosa cosi grave sul sul Blog senza che nessuno della Croce Rossa possa rispondere; cio forse è successo anche al dott. Strada sul Corriere della sera e me ne dispiace ma ora io scrivo a Lei.

Non voglio mettere in confronto il movimento internazione della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa con Emergency anche perchè non avrebbe nessun senso.. Emergency fa grandi e belle cose ma non puo essere confrontata con il movimento internazionale ( se volete Le do un po di numeri 105 milioni di volontari presenti in quasi tutti i paesi del mondo in missione in centinaia di paesi bisognosi ogni giorno si assistono centinaia di milioni di persone vulnerabili ) ma i numeri nemmeno sono importanti.. è importante le passione dei volontari che vanno all estero senza essere pagati ( vedi IRAQ; AFGHANISTAN ASIA ect )con come unica ricompensa un sorriso, un abbraccio di una persona malata, sola,umiliata..sono stato in Romania ed in Bosnia e li ho pianto insieme ai bambini di cui mi occupavo alle mamme che sfogavano con me la propria impotenza disperazione..ed ho pianto e riso in Italia dove faccio attività con bambini

Manuel Monti 30.05.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Un grande GRAZIE e un profondo riconoscimento a:
- carovanaperlacostituzione.it
- bloggers.it/movimentolaureati
- triburibelli.org
- sceltelibere.it
che appoggiano la nostra campagna di sensibilizzazione per la CLASS ACTION.
Tutte le informazioni sulla nostra bacheca virtuale sul: forum.rai.it


Sottoscrivi la PETIZIONE lanciata su internet:
CLASS ACTION NOW
10, 100, 1000 Azioni Collettive per sovvertire i rapporti di forza in Italia!


Puoi sottoscrivere attraverso il link:
http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.htm

LA BACHECA 30.05.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questi burocrati delle Oranizzazioni Internazionali che vanno in giro per il mondo a fare la bella vita e depauperare i conti dei diversi Oranismi. Gli stipendi oscillano sui 30.000 DOLLARI MENSILI a seconda della posizione direttiva. Li ho visti in Africa Occidentale, e anche in quella Orientale e so che sono sparsi in tutto il mondo. Vanno nei Paesi in guerra cosi' guadagnano di più. Non date più soldi a queste Organizzazioni perchè più dell'80% lo spendono fra stipendi, auto, ville e tutto di lusso estremo. Questo vale dall'Onu in giù compreso la Cooperazione Italiana e i Rappresentanti dell'Italia all'estero. Mir

mirella camagna 30.05.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

eheheheh Ginaccio.... cosi diranno che hai la lingua troppo lunga. io dico senza peli.
siete sempre nel mio cuore... appena posso ritorno a darmi da fare con voi.
un abbraccio a tutti dal
SERPIERI (te lo ricordi il mio soprannome cambogiano ;)

mauro marac 30.05.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Avresti potuto scegliere strade molto più "semplici", chirurgo di successo in importanti ospedali, invece hai preferito aiutare coloro di cui difficilmente ci ricordiamo e a me basta questo per per stimarti, ed apprezzarti profondamente.
Grazie per tutto quello che fai ....che fate!
Cora

cora prussi 30.05.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

*******************AUGH!!***********************

Ciao Tribù... o meglio miei amati, adorati,venerati ammiratori che provate ardore nel leggere le mie intelligentissime informazioni dove mi spremo le meningi per effettuare il "copia/incolla", mi dispiace oggi non aver potuto scuotervi le mutande come nei giorni scorsi, ma ho capito che sono una povera demente a caccia di attenzioni, che cerco l afama nel posto sbagliato, così d'ora in poi cercherò di limitarmi a esprime mie pure opinioni personali in assoluta attinenza ai post di beppe e riserverò le mie carinerie ai chi mi sta vicino perchè così è giusto...

Fatevi coraggio, stanotte toccatevi pensando al mio nome e immaginandomi come volete nella vostra fantasia, appena posso cercherò di indurirvelo con qualche copia incolla nascosto nei commenti non temete!

Intanto chiedo al webmaster di crearmi una chat apposta col mio nome dove voi tutti potrete entrare e scambiarci tutte le moine e la carinerie di cui la vita i priva.

A presto miei devoti ceresa,vitolo,arrigoni,gerrit,flavio ecc. scusate se non vi nomino tutti, ma vi auguro un buonvenerdì-sabato-domenica, una splendida serata-mattinata-pomeriggio-ariserata-arimattinata ecc. e vi mando tanti baci baci baci e tanti ma proprio tanti abbracci abbraccissimi abbraccioni, non vi dimenticate della vostra amica che ha tramutato un blog di informazione in un lurido luogo di ritrovo di sfigati da chat amorosa-sex

metto tanti asterischi sennò non mi notate

augh

BAU BAU

MICIO MICIO
**********************

Annamaria Farina 26.05.06 17:13 | Rispondi al commento | Chiudi discussione
Discussione

non sei una povera demente,saresti giustificata dalla mancanza di intelletto sin dalla nascita,tu che sei "soltanto" una povera stupida.
quindi ti RIPETO : se vuoi parlare di gino Strada ed Emergency questo è il posto giusto,sennò,no.
E che sei SOLO una povera stupida lo dimostra il fatto che ho dovuto RIPETERLO.

Rossovivo 30.05.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

100 milioni di mine antiuomo contaminano 90 paesi (dati delle Nazioni Unite) e si continua a metterne un milione l'anno
Il business è enorme, ogni anno si costruiscono 10 milioni di mine e se ne tolgono 150.000 per cui... esse bloccano agricoltura e mobilità e continuano a mietere vittime
Ci saranno certo militari italiani addetti allo sminamento e certo fa bene Cairo a fare un laboratorio di protesi ma il compito è immane e queste rivalità tra operatori sono vergognose e non vorremmo vederle
La responsabilità dell'Italia in questa atrocità è altissima. Nel '97 l'Italia firmò con 137 paesi(senza le solite Russia, Cina e Usa) il bando delle mine antiuomo e l'impegno ala loro distruzione, eppure l'Italia conserva il primato per n° di mine conservate nei magazzini delle forze armate (ben 4,8 milioni), perché? Cosa vuol farne?
La principale produttrice era la Valsella della Fiat, sembra che non ne produciamo più ma restiamo il 3° produttore di armi leggere del mondo che vendiamo, in piena violazione di legge, a paesi rei di gravissime violazioni umane. Amnesty International denuncia vendite per 1.715 miliardi a Eritrea, India, Pakistan, Algeria, Turchia, Colombia..e Ciampi gongolava per la vendita di armi italiane alla Cina (?)
Le vittime della guerra sono militari solo per il 7%, il resto sono civili, il 34% bambini
L'Afghanistan è uno dei paesi più minati del mondo (le mine sono russe, americane e italiane)saltano in media 100 persone al mese (prima erano 200), le vittime (uccisi o mutilati) sono 1 mil. e mezzo e 716 mil. di mq di territorio sono contaminati, anche se dal '90 a oggi sono state neutralizzate 320.000 mine antiuomo. Per sminare l'Afghanistan occorrerebbero, ai ritmi attuali, 4.300 anni
Se questa è democrazia!!?
Ogni 30 minuti esplode nel mondo una mina e fa una vittima
Costa circa 3 dollari ma per toglierla occorrono dai 300 ai 1000 dollari e una protesi costa almeno 5.000 euro, la morte, poi, non ha prezzo
Quanto sarà il ricavo di 3 dollari?

viviana vivarelli 30.05.06 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gino sei grande . continua la tua opera tutti noi ti siamo vicini ( io sicuramente si )

Antonio Alì 30.05.06 07:28| 
 |
Rispondi al commento

grazie gino...sei eccezionale...
una studentessa di medicina

Rita Savino 29.05.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento


tanto per avere un'idea di cosa parlavo al precedente post
saluti a tutti

http://bloghdad.splinder.com/1092514291#2731790

mari beatrice 29.05.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Coraggio Sign. Strada
Il suo impegno è un concreto esempio per tutti.

Albarto Vit 29.05.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Troppe volte si spara con piacere sulla Croce Rossa. Per favore ridimensionate le leggende metropolitane di questi stipendi milionari. Andate a vedere cosa fa giornalmente la Croce Rossa, con silenzio e umiltà prima di sparlare senza per altro essere informati, ammiro Grillo, ma se le altre verità sono come "questa" comincio ad avere seri dubbi anche sulle altre notizie.
Posso parlare perchè io sono stata a bagdad assieme agli altri volontari della Croce Rossa e non ho preso un euro, a curare la popolazione nell'ospedale civile, curavamo i grandi ustionati, visitavamo le persone, potabilizzavamo l'acqua che era imbevibile,rischiando la vita, ancora ho nel cervello l'odore della carne bruciata...e non va più via, un po di rispetto per favore, dalle vostre comode poltrone del vostro pc ,

mari beatrice 29.05.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Questa vicenda mi rattrista molto, perchè mi ricorda molto da vicino le liti da pollaio della nostra Sinistra.Da qualche parte, forse su "Repubblica" tempo fa avevo letto una rubrica di Cairo in cui affermava proprio di non essere medico, perciò mi pare che la smentita l'abbia già data.Concordo per tutto il resto, ma pregherei Gino Strada ed Emergency di non scadere in polemiche inutili e anche dannose.Sia l'uno che l'altra stanno facendo un lavoro umanitario meraviglioso e ammirevole:non sminuitelo, per favore,con incomprensioni reciproche e lasciate a noi, comuni mortali lontani,la certezza che da qualche parte, su questo pianeta, COMUNQUE, c'è chi qualcosa di buono in prima persona è capace di farlo. Ne abbiamo bisogno.Grazie.Tiziana

Maria Tiziana Bazzani 29.05.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che Cairo d'Egitto!

blisco jaio 29.05.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE GINOOOOOOOOOOOO!


Gianni Nasutti 29.05.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Non è esatto che emergency e cri si attaccano...è quasi sempre cri che attacca emergency ed è un dato di fatto!
Gino Strada non può far altro che ribattere dicendo le cose come stanno, anche se a volte usa toni troppo poco "comunicativi", soprattutto per il pubblico televisivo...
sostenete emergency, sempre.

alessandro bozzara 29.05.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Io ho sempre sostenuto ce ciò che appare, dista mille mille miglia da ciò che è in realtà.... matrix!!! e c'è chi la definisce fantascienza

Roberta Bigatton 29.05.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole per il "gruppo di Emergency"; Tutti gli ospedali dovrebbero essere così...forse un applauso è poco, ma meglio di niente.
Auguro a Gino Strada e a tutto il suo "staff" di continuare così, ma la cosa cha augurerei VERAMENTE e che si smettesse con questa DANNATA GUERRA e LA PRODUZIONI DI QUESTE FOTTUTE ARMI...

Un saluto da
FRANCESCO

FRANCESCO GIORZA 29.05.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Copio:
"Gli uomini di fiducia nominati da Scelli alla Cri percepiscono stipendi dell’ordine di 150.000 € l’anno mentre ci sono ambulanze fuori uso e carenze di ogni tipo.. Scelli ha assunto a tempo indeterminato Salvatore Stefio, uno dei 4 contractors rapiti in Irak (poi candidato per AN) e lo ha piazzato al Centro intervento di emergenza, uno dei posti-chiave della Cri, affidandogli la gestione del 118 in Sicilia
Cosa ha a che fare un mercenario con la Croce Rossa?
Scelli ha anche fatto assumere a tempo indeterminato la moglie di Stefio, Manuela Nicolosi"
Alla faccia di una CRI neutrale e lontana da ogni partito! Qui come ci giriamo troviamo della brutta gente protetta da Berlusconi o da AN se non addirittura stragisti di destra!
Non vi sembra che questa commissione tra mercenari e volontari sia a dir poco scandalosa?
Ci aggiungiamo la medaglia d'oro a Quattrocchi che veramente non capisco a quale senso dell'onor patrio appartenga, visto che si tratta di uno pagato per ammazzare al di fuori di ogni legge, bandiera o divisa e solo per sporchi soldi! Una medaglia che offende ogni giusto!
Quando durerà ancora questo commissario Scelli che doveva supplire per 6 mesi e non si muove dal suo posto da più di 3 anni (aprile 2003)?
L'ottobre scorso si diceva che mancavano 2 mesi alla nomina del vero presidente della CRI. E' stato nominato? Che si aspetta ancora?
E si diceva che B, in ogni caso, avrebbe lasciato a Scelli fortissimi poteri. Quali? E ciò deve sussistere col governo Prodi? Non è una vergogna? Scelli è un'anomalìa intollerabile che deve essere sanata!
Una Croce Rossa mescolata a mercenari sporchi di sangue, a rei di stragi e ad arrivisti di partito mi pare proprio insopportabile!
Sarà il caso che Prodi sani questo stravolgimento che crea un'onta su tutti i volontari dalla CR

(Per chi abita a Bologna, ricordo che Gino Strada sarà martedì 30 maggio alle 20.45 in Aula Magna di S. Lucia, in Via Castiglione 36)

viviana vivarelli 29.05.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io l'ho visitato l'ospedale di Emergency a Kabul per due volte ed ho potuto constatare di persona il grande lavoro che viene svolto lì... ed anche l'umanità con cui vengono trattate le persone che vi si trovano.

Il tutto è possibile vederlo anche sul documentario (il trailer è su www.whitetara.org) che vi abbiamo girato.

Bravo Beppe per aver dato voce allo sfogo di Gino Strada.... continua così !

Gianluca Di Santo 29.05.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

CINQUE PER MILLE PER EMERGENCY!

Ho devoluto il 5 per mille a Emergency, i soldi meglio spesi in vita mia.

Dario C. 29.05.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

la croce rossa è un immenso magna magna. non dovrebbero + ricevere un centesimo. è diventata un'organizzazione elefantiaca che brucia miliardi di $ e E per cercare di raggranellarne altrettanti, altro che spirito del 22 08 1864.
con questo non amo gino strada e il suo stile da primadonna

fabrizio rioldi 29.05.06 10:57| 
 |
Rispondi al commento

ricordatevi di tutti i maxi stipendi (o concorsi spese) del mitico Scelli e dei suoi collaboratori strettissimi scelti da lui dopo la nomina a super commissario della CRI. Così sappiamo dove vanno a finire i nostri soldi. La cosa che dispiace è che la CRI è una cosa veramente seria, dove tantissime persone prestano i propri sevizi a costi zero.

piero cremonesi 29.05.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Come l'avreste visto Gino Strada Ministro della Sanità???

roberto timperi 29.05.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino grazie di esistere ....la gente come te mi fanno tornare il piacere di essere italiano .

Paolo De Iuliis 29.05.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe

leggendo l'articolo sulla Croce Rossa non posso fare altro che dirti di guardarci bene dentro. Carte alla mano , parlo di quella italiana, per il 90% il tutto vive sull'uinteresse personale. La mia esperienza di 10 anni nella componente V.D.S mi ha fatto uscire vomitando. Scritte lettere a tutti gli altri dirigenti con prove documentate dell'operato vergognoso dei responsabili, mai trovato uno disposto, nemmeno il nazionale, a darsi da fare.
se questa e' la CRI figuramioci la Internazionale.
I PRINCIPI FONDAMENTALI SONO CALPESTATI OGNI SECONDO DAGLI STESSI CHE ALL'INIZIO CE LI FANNO PASSARE COME " ORO COLATO"
saluti

roberto zampier 29.05.06 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Invece di collaborare si fanno la guerra!

in ogni caso non dimentichiamo che queste questioni c'entrano ben poco o nulla con la CRI che opera sul nostro territorio...
apprezzo fortemente emergency e gino strada ma anche lui forse a volte esagera...

Enrico Contri 28.05.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la svista della doppia emme di Emmergency, ah il mio inglese....

Massimiliano Masia 28.05.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Non è la prima volta che leggo dei dissapori tra CRI e Emmergency e come le altre volte l'unica reazione che ho è una sola: schifo. Sono un volontario della Croce Rossa da molti anni e da molti anni ho capito, avendo a che fare con altre organizzazioni di volontariato, che c'è una verità assoluta ovvero che i volontari, quelli veri, quelli della "base" sono semplicemente "tutti uguali", tutti spinti da quella strana e desueta (?) voglia di una cosa strana che si chiama "solidarietà". Da volontario, quindi, mi fa schifo sentire Emmergency che attacca la CRI e (forse ancora di più) la CRI che attacca Emmergency. La verità è che la solidarietà è diventata un business e che si aiuta per tornaconto e questo per me è inaccettabile come inaccettabile è pensare che esitano organizzazioni migliori di altre. Ciascuno opera con un proprio fine e in un ambito specifico come è giusto che sia ma alla fine tutti dovrebbero ricordare che sono li per gli altri e dovrebbero farlo senza fare tanto casino e impegnadosi per questo più che per fare polemica. La Croce Rossa a volte dimentica di applicare i propri principi a 360 gradi ovvero non solo ai bisognosi ma anche ai propri vicini che, come lei si prodigano per qualcun altro. Non sono esperto di teatri di guerra, di opedali da campo e di missioni umanitarie ma so per certo che domani mattina un volontario della mia sede di Croce Rossa si alzerà all'alba per fare un servizio, per una dialisi per un intervento di urgenza e sulla sua strada incontrerà un volontario di una pubblica assistenza, dell'AUSER o di chissà quale associazione che come lui si reca ad aiutare il prossimo. Non credo che in quei posti lontani sia diverso semplicemente perchè la solidarietà non ha confini. Smettetela di polemizzare, tutti quanti, è un insulto a chi crede in voi.
Un abbraccio.

Massimiliano Masia 28.05.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo solo segnalarvi un ottimo sito, dal quale potreste apprendere molte altre notizie, relative anche agli argomenti trattati sul Bloggone del Beppe, che sarebbe bello discutere anche qui.
http://www.nessunacensura.com/
ciao a tutti e W BEPPE!

Stefano Brembilla 28.05.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi piaceva lavorare in piena salute, essere italiana tra persone umane e credere nella democrazia e nella civiltà: mi hanno rubato tutto. Se volete capire di più potete visitare il mio sito internet: w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra). dove ogni affermazione viene provata documentalmente e dove è pubblicata anche la sentenza di ottemperanza del T.A.R. per la Lombardia http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u.c.o.m/c.r.o.n.a.c.a_d.o.c.u.m.e.n.t.a.t.a..php (per leggere fare come spiegato sopra).
Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.
Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.
Oltretutto mi vedo deridere e molestare con un Blog su Splinder che è stato creato appositamente per questo. E’ vergognoso. Sospetto siano i soggetti che hanno perso le elezioni e vomitano su di me la loro rabbia. Oltre a tutto quello che ho subito e subisco dal luogo di lavoro ora mi vedo cancellare i miei post anche su questo Blog di Beppe Grillo. Vedete se potete aiutarmi. Grazie.
Se vi è possibile per favore fate conoscere il mio caso e la Petizione.Cordiali saluti.

G i o v a n n a N i g r i s 28.05.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO LE PROMESSE POLITICHE SI RIVELANO UN RAGGIRO
-di G i a c o m o M o n t a n a


UNA VOCE LIBERA: Quando fallisce un progetto politico come quello della coalizione del centro destra in Italia, significa che il popolo ha compreso che è stato ingannato con promesse non mantenute di imparzialità, giustizia e progresso. Come abbiamo visto, Berlusconi è riuscito per cinque anni ad ingannare gli elettori lasciando l’Italia con lo stesso debito pubblico sino alla scadenza del suo mandato. In questo modo la fede pubblica è stata calpestata. Personalmente ho visto persino consumare reati di lesioni colpose gravissime ai danni di una dipendente ospedaliera e poi ho constatato che non si è mai celebrato il processo conclusivo contro i quattro imputati e così i colpevoli non sono stati puniti perché i reati sono stati fatti andare tranquillamente in prescrizione. E’ stata rovinata una donna e alla fine ho visto gioire gli imputati: SI AGGIUNGE IL PEGGIO AL PEGGIO. Ecco la sua storia che ripercorre e per certi versi riflette la vita travagliata del Paese. Tutto è accaduto così come meglio riportato e provato e documentato, nel seguente sito web: http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra, diversamente in questo blog non mi viene data la possibilità di pubblicare). Il governo di centro destra dopo essere stato informato dei fatti criminali ha sempre dato il silenzio assenso alle conseguenze di omissione di atti di ufficio, falso ideologico e violenza privata da un bestiale mobbing ancora ai danni di quella stessa donna vittima di reato. Sappiamo che i reati contro la “fede pubblica” offendono due interessi: la fiducia e la sicurezza nelle relazioni giuridiche, come ha potuto il governo Berlusconi dare il silenzio assenso agli effetti dei reati sopra citati e provati nel suddetto sito web?...CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(S I S U 2)…

G_i_a_c_o_m_o__ M_o_n_t_a_n_a 28.05.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONTINUAZIONE:

…(S I S U 2)… Adesso lo stesso personaggio chiede di essere votato dai cittadini per le elezioni amministrative, sperando di potere continuare ad ingannare su un progresso inesistente, personalmente lo trovo disgustoso! Lo trovo persino ripugnante perché è noto che il falso non è mai fine a se stesso e la frode non è che un mezzo per offendere determinati interessi, interessi che nella persona di Berlusconi entrano più in particolare a fare parte nel conflitto di interessi, che tutti sappiamo assolutamente incompatibili con un’attività di governo. Che differenza c’è tra una associazione politica e questo nuovo tipo di associazione? Libertà e democrazia non sono soltanto due parole ma dovrebbero essere una realtà per tutti i cittadini! I cittadini vanno aiutati a vederci chiaro e non a rimanere allo scuro. Immaginatevi una causa in tribunale, una denunzia, una contesa che venga risolta con la prescrizione e con l’archiviazione perché ci sono pressioni politiche che indicano che deve andare così come la vicenda sopra citata e vedere il governo che resta pacificamente solo a guardare, lo votereste quel tipo di governo? Io assolutamente no!! Alcune volte mi chiedo quanta gente viene spinta al suicidio ed è morta perché privata della giustizia, dell’onore, della salute. La connotazione forte di democrazia e libertà è soprattutto politica ed è da qui che bisogna partire per avere un vero progresso giuridico, sociale ed economico che non sia falso come quello che ci ha fatto per tanti versi vedere Berlusconi col suo governo. La confusione attuale è quella che parecchia gente è incerta e non si sa a chi assegnare il voto per le elezioni amministrative. Io credo che chi è più attento sa bene da che parte stare, svincolandosi da una sete di potere spaventosa e dalle intimidazioni arroganti e boriose di un Paperon dei Paperoni.

G_i_a_c_o_m_o__ M_o_n_t_a_n_a 28.05.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi piaceva lavorare in piena salute, essere italiana tra persone umane e credere nella democrazia e nella civiltà: mi hanno rubato tutto. Se volete capire di più potete visitare il mio sito internet: w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra). dove ogni affermazione viene provata documentalmente e dove è pubblicata anche la sentenza di ottemperanza del T.A.R. per la Lombardia http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u.c.o.m/c.r.o.n.a.c.a_d.o.c.u.m.e.n.t.a.t.a..php (per leggere fare come spiegato sopra).
Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.
Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio, HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.
Oltretutto mi vedo deridere e molestare con un Blog su Splinder che è stato creato appositamente per questo. E’ vergognoso. Sospetto siano i soggetti che hanno perso le elezioni e vomitano su di me la loro rabbia. Oltre a tutto quello che ho subito e subisco dal luogo di lavoro ora mi vedo cancellare i miei post anche su questo Blog di Beppe Grillo. Vedete se potete aiutarmi. Grazie.
Se vi è possibile per favore fate conoscere il mio caso e la Petizione. Cordiali saluti.

G i o v a n n a N i g r i s 28.05.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

rif: Barbara Zappitello 27.05.06 21:38 |

Scusa il ritardo, ma ho visto il commento solo ora.

Guerra alla Guerra di Ernst Friedrich: l'introduzione è di Gino Strada.

Personalmente ti consiglio, se hai, occasione di dargli una sbirciata anche se, ripeto, è un libro utile.

L'introduzione di Gino Strada è "superabile", il problema è il contenuto, è quello che personalmente mi ha fatto riflettere in maniera come dici tu "dura".

Penso che sia un testo che ogni buona madre dovrebbe infilare nella tasca del figlio, quando sente puzza di divisa.

Una sorta di manuale di sopravvivenza alle idiozie protagonistiche e propagandistiche militari.

I giovani a 18/20 anni pensano che il mondo gira intorno a loro e lo affrontano con la stessa determinazione e convinzione, pensano di essere dei leoni imbattibili ma ... anche i leoni imbattibili muoiono e a volte le scelte di vita li fanno morire nel peggiore dei modi.

Un saluto, grazie del commento e scusa per il ritardo.

By Gian Franco Dominijanni



rif: Barbara Zappitello 27.05.06 21:38 |

Scusa il ritardo, ma ho visto il commento solo ora.

Guerra alla Guerra di Ernst Friedrich: l'introduzione è di Gino Strada.

Personalmente ti consiglio, se hai, occasione di dargli una sbirciata anche se, ripeto, è un libro utile.

L'introduzione di Gino Strada è "superabile", il problema è il contenuto, è quello che personalmente mi ha fatto riflettere in maniera come dici tu "dura".

Penso che sia un testo che ogni buona madre dovrebbe infilare nella tasca del figlio, quando sente puzza di divisa.

Una sorta di manuale di sopravvivenza alle idiozie protagonistiche e propagandistiche militari.

I giovani a 18/20 anni pensano che il mondo gira intorno a loro e lo affrontano con la stessa determinazione e convinzione, pensano di essere dei leoni imbattibili ma ... anche i leoni imbattibili muoiono e avvolte le scelte di vita li fanno morire nel peggiore dei modi.

Un saluto, grazie del commento e scusa per il ritardo.

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 28.05.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Il Blog di B. Grillo, mi fa venire in mente il grillo di pinocchio, la coscienza e a questa quando porta informazioni di Gino Strada bisogna dare retta in modo da non essere più dei burattini. Mi piace dare una definizione del medico Strada di come "uno che taglia fili".Complimenti a Gino.

antonio tafuri 28.05.06 12:23| 
 |
Rispondi al commento

candidato impresentabile... legge 109/96. Favoreggiamento... oppure alzare la testa e guardare avanti.

La mafia fa schifo?

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/cassata-siciliana-questa-volta-no.html

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/questo-che-riporto-di-seguito-solo-un.html

Gianpiero Romano 28.05.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Gino,da te si può apprendere tanto..grazie!

laura tota 28.05.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO LE PROMESSE POLITICHE SI RIVELANO UN RAGGIRO
-di G i a c o m o M o n t a n a


UNA VOCE LIBERA: Quando fallisce un progetto politico come quello della coalizione del centro destra in Italia, significa che il popolo ha compreso che è stato ingannato con promesse non mantenute di imparzialità, giustizia e progresso. Come abbiamo visto, Berlusconi è riuscito per cinque anni ad ingannare gli elettori lasciando l’Italia con lo stesso debito pubblico sino alla scadenza del suo mandato. In questo modo la fede pubblica è stata calpestata. Personalmente ho visto persino consumare reati di lesioni colpose gravissime ai danni di una dipendente ospedaliera e poi ho constatato che non si è mai celebrato il processo conclusivo contro i quattro imputati e così i colpevoli non sono stati puniti perché i reati sono stati fatti andare tranquillamente in prescrizione. E’ stata rovinata una donna e alla fine ho visto gioire gli imputati: SI AGGIUNGE IL PEGGIO AL PEGGIO. Ecco la sua storia che ripercorre e per certi versi riflette la vita travagliata del Paese. Tutto è accaduto così come meglio riportato e provato e documentato, nel seguente sito web: http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra, diversamente in questo blog non mi viene data la possibilità di pubblicare). Il governo di centro destra dopo essere stato informato dei fatti criminali ha sempre dato il silenzio assenso alle conseguenze di omissione di atti di ufficio, falso ideologico e violenza privata da un bestiale mobbing ancora ai danni di quella stessa donna vittima di reato. Sappiamo che i reati contro la “fede pubblica” offendono due interessi: la fiducia e la sicurezza nelle relazioni giuridiche, come ha potuto il governo Berlusconi dare il silenzio assenso agli effetti dei reati sopra citati e provati nel suddetto sito web?...CONTINUA QUI SOTTO APPENA POSSIBILE…(S I S U 2)…

G_i_a_c_o_m_o__ M_o_n_t_a_n_a 28.05.06 03:46| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE:

…(S I S U 2)… Adesso lo stesso personaggio chiede di essere votato dai cittadini per le elezioni amministrative, sperando di potere continuare ad ingannare su un progresso inesistente, personalmente lo trovo disgustoso! Lo trovo persino ripugnante perché è noto che il falso non è mai fine a se stesso e la frode non è che un mezzo per offendere determinati interessi, interessi che nella persona di Berlusconi entrano più in particolare a fare parte nel conflitto di interessi, che tutti sappiamo assolutamente incompatibili con un’attività di governo. Che differenza c’è tra una associazione politica e questo nuovo tipo di associazione? Libertà e democrazia non sono soltanto due parole ma dovrebbero essere una realtà per tutti i cittadini! I cittadini vanno aiutati a vederci chiaro e non a rimanere allo scuro. Immaginatevi una causa in tribunale, una denunzia, una contesa che venga risolta con la prescrizione e con l’archiviazione perché ci sono pressioni politiche che indicano che deve andare così come la vicenda sopra citata e vedere il governo che resta pacificamente solo a guardare, lo votereste quel tipo di governo? Io assolutamente no!! Alcune volte mi chiedo quanta gente viene spinta al suicidio ed è morta perché privata della giustizia, dell’onore, della salute. La connotazione forte di democrazia e libertà è soprattutto politica ed è da qui che bisogna partire per avere un vero progresso giuridico, sociale ed economico che non sia falso come quello che ci ha fatto per tanti versi vedere Berlusconi col suo governo. La confusione attuale è quella che parecchia gente è incerta e non si sa a chi assegnare il voto per le elezioni amministrative. Io credo che chi è più attento sa bene da che parte stare, svincolandosi da una sete di potere spaventosa e dalle intimidazioni arroganti e boriose di un Paperon dei Paperoni.

(SI INVOCA TANTO LA LIBERTA’ E POI QUESTO MIO POST VIENE CANCELLATO!)

G_i_a_c_o_m_o__ M_o_n_t_a_n_a 28.05.06 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi piaceva lavorare in piena salute, essere italiana tra persone umane e credere nella democrazia e nella civiltà: mi hanno rubato tutto. Se volete capire di più potete visitare il mio sito internet: w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u..c.o.m (per cortesia se volete visitare il sito web trascrivete il link togliendo i puntini tra una lettera e l’altra). dove ogni affermazione viene provata documentalmente e dove è pubblicata anche la sentenza di ottemperanza del T.A.R. per la Lombardia http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g-s.i.s.u.c.o.m/c.r.o.n.a.c.a_d.o.c.u.m.e.n.t.a.t.a..php (per leggere fare come spiegato sopra).
Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.
Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.
Oltretutto mi vedo deridere e molestare con un Blog su Splinder che è stato creato appositamente per questo. E’ vergognoso. Sospetto siano i soggetti che hanno perso le elezioni e vomitano su di me la loro rabbia. Oltre a tutto quello che ho subito e subisco dal luogo di lavoro ora mi vedo cancellare i miei post anche su questo Blog di Beppe Grillo. Vedete se potete aiutarmi. Grazie.
Se vi è possibile per favore fate conoscere il mio caso e la Petizione.Cordiali saluti.

G i o v a n n a N i g r i s 28.05.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento

X Alberto Cairo:

ultima settumana di guerre: Afghanistan Vs Irak = 392 a 174

vatti a leggere stò link

http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idc=&idart=5483

...o sei in malafede o disinformato!!!

La guerra in afghanistan è finita eh? Ma vaffanzum vah!!!!

Andrea Pase 27.05.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe mi sono permessa di inserire la lettera nel mio blog, ovviamente citando la fonte.Spero serva a far conoscere un po'di più certe realtà anche a persone che magari non si aspettano di trovare notizie del genere...Grazie per ciò che fai,ti auguro di essere sempre coerente,anche e soprattutto fra le tue quattro mura,con quello che ci scrivi tutti i giorni.Io a volte mi chiedo come sia possibile pensare a tutto,soprattutto quando non puoi permettertelo,economicamente parlando.Ci sto provando.Ciao

Ilaria Romeo 27.05.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni anni fa ho avuto l'infelice idea di fare volontariato in Croce Rossa Italiana. Per me è stata una pessima esperienza. In pratica ormai è un ente finanziato dallo stato, e dovunque ci sono i soldi si sa... c'è lotta. Ma c'era anche tanta gente davvero dotata di buona volontà. Persone che lavorano a testa bassa, senza badare a chi invece pensa a ben altro.
Mi sa che le associazioni di volontariato le dovrebbero fare "a scadenza". quando invecchiano si istituzionalizzano, cominciano a diventare famose. Tutti ne pensano bene, e quello è il momento che cominciano a infiltrarsi i personaggi che, in realtà, sfruttano il nome per pensare a se stessi, più che a quello che fa l'associazione. Speriamo che Emergency duri a lungo "vergine". Auguri.

Gianni Mancino 27.05.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Gino,
Ci rendi fieri, spero tu lo sappia!

Nunzio Buono 27.05.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Gino Strada, fondatore di Emergency, e’ un chirurgo di guerra, specializzato in chirurgia d’urgenza. Con i libri "Pappagalli verdi" e "Buskashì" ha vinto due premi.
Emergency nasce nel 1994 da una piccola organizzazione, per aiutare le vittime della guerra e delle mine antiuomo. Obiettivi: curare gratuitamente le vittime e attuare i diritti umani, promuovendo una cultura di pace e solidarieta’.
Emergency e’ sempre assolutamente neutrale in qualsiasi conflitto, non si chiede se ci siano buoni o cattivi, ma vede solo persone la cui dignita’ e’ da rispettare e che hanno diritto ad essere curate.
Emergency è presente in Cambogia, Afganistan, Iraq e Sierra Leone, dove ha fatto ospedali per i feriti di guerra e per emergenze chirurgiche, centri per la riabilitazione fisica e sociale delle vittime di mine antiuomo e di altri traumi, posti per il trattamento immediato dei feriti, centri sanitari per l'assistenza medica di base. Dal 2002 interviene anche in Palestina, Sudan, Nicaragua e Kosovo.
Decide i propri interventi su due criteri fondamentali: l'effettivo bisogno della popolazione di assistenza medico-chirurgica specializzata, e la scarsita’ o mancanza di altri interventi umanitari analoghi nel Paese.
Forma personale locale secondo criteri e standard di alto livello professionale, assiste i prigionieri in situazioni di conflitto, realizza progetti di sviluppo e cooperazione. Cura anche malattie invalidanti come la polio o endemiche come la malaria. Prevede interventi oltre che in guerra anche in situazioni di poverta’ e di abbandono.
In Italia i gruppi di Emergency sono più di 200 e diffondono una cultura di pace.
(Da wikipedia)

viviana vivarelli 27.05.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono concittadina di Alberto Cairo. E' proprio per questo motivo che sono diventata volontaria per Emergency!

La verità è difficile da diffondere...credete in Gino e nella sua, nella nostra organizzazione!

Mirella Borgna 27.05.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gino,
devo rinforzare il messaggio che ti ho inviato l'altra sera, in cui ti ringraziavo per tutto e mi indignavo per la superficialità di certe persone.
Ci ho pensato e ripensato.
Qui non si tratta solo di superficialità.
Avevo parlato così solo per contrapporre la stupidità di certe persone alla sostanza di altre.
Ma qui non si tratta solo di stupidità. Credo che persone come Alberto Cairo siano meschine, invidiose, e credo che umanamente siano molto ma molto misere.
Tante persone nel sito ti hanno appoggiato, sostenuto.
E' così. E tante altre persone, in silenzio, ti stimano infinitamente e sono dalla tua parte. Dalla parte di Emergency.
E' sempre con immenso piacere che ti leggiamo e che ti vediamo.
Spero capiti più spesso.
Il tuo esserci non è pubblicità, come ha sostenuto qualcuno (che forse non ha ben chiaro il concetto di vuota pubblicità e di concreto lavoro sul campo!).
Vederti, leggerti, sentirti è SPERANZA.
TU ed EMERGENCY SIETE LA SPERANZA PER UN MONDO MIGLIORE!!!
Un forte abbraccio e ancora grazie a te e a Emergency,
Donatella

Donatella Leibanti 27.05.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Gino (mi permetto di darti del tu perchè mi voglio sentire vicino),
se leggerai questo commento, per favore stampalo e dallo ai tuoi figli e a tua moglie:
"Grazie di condividere con noi quest'Uomo,"

D. Volpin 27.05.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gente è più buona di quanto immaginiamo, ne abbiamo idea quando c'è qualche calamità dai versamenti giganteschi oltre ogni rosea previsione
Ma uno degli scandali su cui ancora non si è fatta luce è quanto ci guadagnino su questi versamenti banche, telecom e comitati ministeriali.. Poi ci sono i privati (si pensi a Pavarotti o a Bob Geldof arricchiti sul cuore della gente)
C'è qualche bancario che sappia dirci a quanto ammontano le commissione bancarie? o postali?
Al tempo dello tsunami, Intesaconsumatori(Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori) chiese di abolire le commissioni sui versamenti umanitari in banca o in posta e di verificare cosa arrivava davvero ai soccorsi. Non fu fatto.
Ripetiamo la richiesta, sapendo che anche nelle adozioni a distanza le banche sottraggono una lauta fetta dei versamenti, in pratica derubano i bambini poveri. Non solo gran parte di esse sono 'armate', cioè usano i nostri risparmi per finanziare le guerre nel mondo, ma sottraggono fondi anche alla solidarietà internazionale, senza che i governi ci mettano un freno.
Se oggi abbiamo un business peloso accanto a una solidarietà disinteressata è perché gli aiuti umanitari sono privi di 2 strumenti fondamentali: riscontro e responsabilità: FEEDBACK e ACCOUNTABILITY .
Chi controlla che i nostri soldi vadano a buon fine? Chi dà informazioni certe su tutto l'iter dalle nostre tasche allo meta e punisce i profittatori? Noi vogliamo aiutare chi ha bisogno non i mediatori!
Dice William Easterly: L'Occidente ha speso 2.300 miliardi di dollari per gli aiuti umanitari negli ultimi 50 anni e non è riuscito a far avere a tutti i bambini medicine dal costo di 12 centesimi per prevenire le morti per malaria o 3 dollari a testa alle madri per non far morire 5 milioni di neonati.
Per lo tsunami versammo col cellulare 55 mil. di €. Il Vaticano impose di aiutare lo Sri Lanka perché era cattolico (non ho parole!?)
40 progetti per 20 milioni di €
E gli altri? Qualcuno sa dove sono finiti?

viviana vivarelli 27.05.06 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Ivano per la sua bella frase che sarà riportata
Cercare di migliorare se stessi è una fatica ardua e lo dice una che di scivoloni verso il basso ne fa parecchi, la lotta principale è contro il nostro negativo ma vale la pena di provarci. Perché cercare di essere peggio se possiamo diventare meglio?

Su G. Strada volevo dire un'altra cosa. Io non sono di Emergency anche se li ammiro e stimo come Medici senza frontiere, i Comboniani delle bidonvilles, quelli di Manitese, del Microcredito o di Un ponte per... come ammiro tutti coloro che danno la loro energia per aiutare chi ha meno o può meno in qualunque luogo o modo con o senza organizzazioni, perché se si vuol fare, si fa
Mi gira la testa pensando a quanti milioni di persone si prodigano, un minuto o una vita, nel segreto delle loro case o in luoghi lontani e in condizioni disagevoli per aiutare, curare, sistemare, accomodare, assistere, amare... milioni di mani operose, di cuori gentili, di energie spese bene, di vite degne di essere vissute, persone di religioni diverse, colori diversi, laici o credenti, milioni di creature incredibili che i nostri media ignorano, di cui non ci raccontano le storie, mentre le tv devastano le nostre menti con personaggi francamente inutili, vacui e disdicevoli, il peggio del peggio
.. volevo dire questo: in febbraio Strada attivò un n° di cellulare con cui si poteva versare un € con un sms per la costruzione del famoso ospedale di Khartoum, l'unico ospedale cardiochirurgico in una zona dell'Africa grande come 3 Europe dove vivono 300 milioni di persone senza alcuna assistenza. Non so quanto ci guadagni Tronchetti Provera da questi versamenti e forse è uno scandalo anche questo (le banche ci fanno affari sui versamenti e così telecom), ma uno di Emergency può dire se possiamo versare questo € ancora?
Strada disse: Negli USA ci sono 55 milioni di persone, 15-20% della popolazione, che non hanno diritto all’assistenza sanitaria, il mio ospedale è aperto anche a loro

viviana vivarelli 27.05.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento

che bello sapere che al mondo esistono Gino Strada e i suoi ...... sto pensando da tempo di fare la volontaria per loro qui a Roma ...... grazie Gino!
Barbara

Barbara Bagli 27.05.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

adoro gino strada e spero che abbia sempre la forza di combattere contro tutti e che i suoi progetti vadano a buon fine.
Sei grande GINO!

daniela maffei 27.05.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per il suo operato a favore della razza umana.
Dieci,cento, mille Gino Strada.
Giuseppe Trentin

Giuseppe Trentin 27.05.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gino, uno dei pochi che ci fa sentire fieri di essere italiani come lui.
Grazie

Michele Givanardi 27.05.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

"è molto più facile cercare di trascinare gli altri verso il basso piuttosto che cercare di elevare se stessi" (autocitazione) ecco ciò che fanno in molti per coprire con improbabili alibi la loro insipienza o, peggio, malafede.
Per fortuna uomini come Gino Strada sanno volare alto, pur trovando giusto precisare a favore di chi potrebbe travisare o farsi condizionare da pilotati messaggi mediatici, e continuano il loro lavoro indifferenti sia a critiche che a lodi.

ivano camponeschi 27.05.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

@ Paolo Dodet
@ Michele Urban

Conosco il grandissimo e indimenticabile poeta della vita De Andrè e conosco quelle citazioni. Mi scuso se ho arrecato offesa a qualcuno ma la citazione ermetica di Michele poteva essere inequivocabilmente vista come una velata presa per il cu.o, tant'è che non sono stato l'unico a caderci. Ora me ne ritorno per la mia scala. Buone cose.

Jean Gauvin 27.05.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino Strada eroe dei nostri tempi.Ma l'aspetto piu triste di questa tragedia è che il mondo è all'oscuro(grazie ad alcuni mezzi di informazione x nulla professionali)della presenza di gente come Gino Strada nel mondo.

FrancescoEsposito 27.05.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento

trovo incomprensibile che si sia scelto come miglior commento qualcosa che non c'entra assolutamente nulla con il Post di Gino Strada.
Possibile che siamo tutti alla deriva in questo modo?
Ogni volta che Strada rende pubbliche le sue parole mi sembra di poter respirare meglio.
Ma questa bombola d'ossigeno non è inesauribile.
Dobbiamo trovare un modo per autoricaricarci senza dolore.
Dobbiamo ripartire con il contare le aste e metterle in fila senza barare.
Dobbiamo tornare a ridere perchè ogni volta che guardo il viso di Gino Strada ho paura che i solchi della sofferenza prendano il sopravvento sulla sua infinita ironia,prima o poi.

Silvano Rieder 27.05.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Non tutti la pensiamo allo stesso modo ed è giusto che sia così. Però è triste leggere basse insinuazioni su Gino Strada.
In questa Italia malandata, Gino Strada è una delle poche persone che riescono a tenere ancora alta la nostra bandiera.
Ti ammiro e finalmente ho deciso a chi devolvere il 5 per mille della mia misera dichiarazione dei redditi (ho 3 modelli CUD e questo la dice lunga: sono una lavoratrice precaria).
Saluti e buon lavoro ad Emergency

Anna Colli 27.05.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Gino Strada è solo da applaudire per quello che fa...
SUPPORT EMERGENCY!

Carlo Bontempelli 27.05.06 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Umberto
quando uno non ha fatti, avanza insinuazioni
La calunnia..lasciamo perdere...
La tua malafede è più che evidente
Dici:
"Ma tu, caro Strada,hai sempre prestato soccorso a tutti in maniera imparziale?"
Cosa vuoi insinuare con una domanda simile?
Lo sai perché associazioni come Medici senza frontiere o Emergency o la Croce Rossa non dovrebbero avere connessioni nazionalistiche o partitiche? proprio perché devono aiutare i feriti di qualunque parte siano, è proprio la loro neutralità che permette loro di non essere attaccati come partisan di questo o di quello, di non essere visti come collegati a governi o a invasori, come nemici, e di muoversi sul campo di battaglia, bene accette ad ambedue i contendenti, esse devono essere sopra le parti in conflitto, la neutralità e l'aiuto a tutti indifferentemente è il loro 1° comandamento
La Croce Rossa internazionale ha 7 principi fondamentali, 3 sono: indipendenza, imparzialità e neutralità. Persone come Scelli li hanno calpestati, infangando l'associazione
Ti dico un'altra cosa: Strada ha bisogno di soldi, di una montagna di soldi, per questo viene spesso in Italia e parla di quel ch efa, perché fare un ottimo ospedale costa, le strumentazioni raffinate e moderne costano, e gli ospedali di Strada sono moderni e bellissimi, non sono baracche provvisorie, sono luoghi dove la sofferenza si cura anche con l'amore e la bellezza, ma lo scopo di Strada è fare ospedali per lasciarli ai paesi dove li costruisce, e ci addestra personale locale perché prenda il posto suo e delle sue équipes. Li fa per loro! Per lasciarli a loro!
In 12 anni Emergency ha curato più di 2 milioni di feriti
Ora si raccolgono fondi per il Centro di cardiochirurgia di Khartoum, che servirà 10 paesi africani in modo gratuito "senza alcuna discriminazione politica, ideologica, etnica o religiosa"; si chiamerà “Salam – Pace” e farà 1500 interventi cardiochurigici l'anno

viviana vivarelli 27.05.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Dire ONG non è dire tutto.
Nelle ONG, come nel calcio o in ogni cosa umana che abbia un risvolto finanziario, c’è di tutto, l’ottimo e il pessimo.
E c’è di tutto anche in associazioni internazionali eccellenti (che per definizione dovrebbero essere neutrali e apartitiche) come la Croce Rossa, tant’è che, accanto a volontari straordinari di grande anima, troviamo un arrivista come Scelli che non solo ha forte colorazione partitica ed è lì grazie a un preciso appoggio (Ruini-B) ma tenta di usare i volontari per scopi di partito e addirittura predilige l’estrema destra stragista (vd Mambro e Fioravanti)
Per l’amore che porto alla Croce Rossa e a tutti i suoi volontari, per lo splendido lavoro che hanno sempre fatto, spero solo che questa vergogna possa finire!
L’esperienza di Nairobi (Kenia) mi ha mostrato come su 100 ONG, 90 fossero inciuciate con governi, per una spartizione di fondi, i loro membri vivevano in lussuosi grattacieli e non vedevano i reietti delle bidonvillles nemmeno di lontano. I soldi che ricevevano da mezzo mondo servivano solo al proprio arricchimento.
Ma si pensi solo all’Unicef, organismo Onu con un fine eccellente, l'aiuto ai bambini sofferenti: il personale è trapagato, i costi di gestione sono giganteschi e oltre l'80-90% di quanto raccoglie serve per mantenere la sua stessa megalitica struttura
Ovunque ci sia un grosso giro di soldi, là ci sono governi, chiese e amici di questi che incassano somme favolose pro domu sua
Il principale motivo per cui Strada è odiato è perché esce da questo circuito affaristico perverso e poi perché è recisamente contro la guerra, tutte le guerre, fatte da chicchessia
Dice: "la guerra è cosa troppo seria per lasciarla in mano ai militari"
"anche la politica è una cosa troppo seria per lasciarla in mano ai politici"
Io direi che anche l’assistenza umanitaria è cosa troppo seria perché la si possa abbandonare nelle mani degli speculatori

viviana vivarelli 27.05.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Manuel
perché citi solo Il Corriere?
Quello stato che ignora disoccupati, poveri, anziani e malati sciala 667 mil. di € l'anno(1.324 mild di L) a TUTTI i giornali (nessun paese europeo finanzia i giornali) grazie alla legge di 2 leghisti (e Roma ladrona?) senza controllo su copie vendute, regalate o buttate
Finanzia giornali che non sono in edicola e persino bollettini spediti agli iscritti. Taglierà questi sprechi il governo Prodi?
5 mil. e mezzo di € Libero e l'Unità
4 La Padania
3 e mezzo il Foglio
2 e mezzo cadauno il Borghese (nemmeno si vende)
idem il Riformista (2.000 copie), Linea di Fiamma Tricolore, l'Indipendente, Denaro, Giornale d'Italia
2 l'Opinione
più di 1 Napoli più
Addirittura 6 mil. l'Avvenire della CEI, finanziamo anche i giornali del Vaticano?
Il Bollettino di Mastella, inviato a casa a Ceppaloni ha 1.350.000 € l'anno
I 12 giornaletti locali di Ciarrapico, re di acque minerali e cliniche private, 5 mil. di € l'anno e nemmeno vendono, sono allegati al Giornale
Trovi il sunto del bellissimo Report della Gabanelli su Masada 305
http://www.masadaweb.org

Le finanziarie di B hanno costantem. tagliato i fondi alla cooperazione, col crescere delle spese militari, 600 mil. di € l’anno solo per l'Iraq! 1.200 mild!
Siamo ultimi con gli USA nella solidarietà internazionale
L’ 8 per mille, invece di essere speso in opere sociali, serve per l’80%, a missioni militari
Il tot, versato una tantum e senza computo alcuno, alla Chiesa mantengono il clero e non le opere umanitarie che vediamo negli spot
Non è la solidarietà nazionale lo scempio, e non è certo G. Strada lo scandalo, che dei fondi pubblici nemmeno usufruisce. Guarda altrove!
Vedi l'IMPRESSIONANTE:

http://nationalpriorities.org/index.php?option=com_wrapper&Itemid=182

che mostra come corre la spesa militare USA solo in Irak
283.885.520.000 dollari

Invece di spacchettare i ministeri, vorrei un ministero contro gli sprechi, gestito rigorosam. da un funzionario svi

viviana vivarelli 27.05.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe sono un commercialista che in questi giorni stava già facendo qualcosa di concreto per gino strada!
sul mio studio ci occupiamo anche di modelli 730, io quando i contribuenti vengono a presentare le loro dichiarazioni dei redditi e non mi esprimono preferenze per il 5 x mille, di mia iniziativa devolgo il loro contributo a emergency invito quindi altri a fare come me.
se vuoi puoi indicarmi anche altre associazioni a cui devolvere questo contributo.
saluti e teniamo duro che possiamo farcela a cambiarci questa società

ernesto vitale Commentatore in marcia al V2day 27.05.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Fabio
perché le citazioni non le fai per intero?

Per la guerra in Afganistan il governo offrì a Strada 3,5 mild di L. per le vittime future, ben superiori ai 2.563 morti delle Torri. Strada rifiutò, dicendo che non prendeva soldi da governi di guerra e la sua era una scelta eticamente e moralmente doverosa. Questo rifiuto clamoroso produsse uno scandalo di cui parlarono tutti, su google trovi ancora post di gente scandalizzata perché Strada aveva rifiutato quei soldi, solo tu fai finta di dimenticartene
Questo è peggio che disinformazione! E' il tipo di deformazione delle notizie in cui alcuni ci sguazzano

Naturalmente c'è anche di peggio:
ricordo la campagna infame orchestrata dai giornali di dx, e che Il Corriere si premurò di riportare con cura, che si diffuse in un lampo come un mito metropolitano di bocca in bocca e su tutto internet (orrendo tormentone) secondo cui le 2 Simone prendevano 8 milioni di lire al mese, che, guarda caso, era la cifra di ingaggio dei militari volontari in Irak. Strano scambio di dati che né i giornali di dx né Il Corriere si premurarono di correggere, nemmeno quando il povero Fabio Alberti, presid. di Un ponte per.., disperato, mise in chiaro tutti i conti della sua organizzazione di volontari

Mi sono imbattuta spesso, con gelido disagio, nell'odio viscerale che alcuni mostrano contro persone come Gino Strada, Alex Zanotelli, le due Simone, i volontari in genere, i pacifisti.. un odio cieco che ha la sua base ben radicata e capziosa in molti membri del passato governo, quelli per intendersi che parlano di 'guerra umanitaria'
Non è cambiato nulla da quella folla di invasati che, dovendo scegliere tra Gesù e Barabba, urlò con tutte le sue forze che si doveva liberare Barabba
Non penso che ciò sia qualcosa a cui si possano contrapporre verità, dati, fatti. Ci sono situazioni eterne
Credo che per certe cose che nemmeno riusciamo ad accettare, comprendere o giustificare ci sia solo l'esorcista

viviana vivarelli 27.05.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè in questa Italia di dottori quando si parla di un medico vero non lo si presenti come tale.
Saluti affettuosi al Dott. Gino Strada.

Tieni duro Beppe!

Giovanni Paolucci 27.05.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento

alcuni quotidiani nazionali era apparsa nei giorni scorsi la notizia di un possibile collegamento tra l’utilizzo del ReNu e l’insorgenza di cheratite da Fusarium (un fungo responsabile di un’infiammazione della cornea) in più di un centinaio di casi negli Stati Uniti. Per questa ragione, in America il prodotto era stato ritirato.


La Bausch & Lomb ammette ora che “alcune caratteristiche della formula di MoistureLoc in circostanze estremamemente rare possano aumentare il rischio relativo di infezioni da Fusarium”, un’infiammazione che, ricordiamo, si presenta con sintomi come rossore, dolore, lacrimazione, sensibilità alla luce, visione offuscata e nei casi più gravi può portare anche alla cecità. In via cautelativa e in attesa di proseguire l’attività di indagine al fine di chiarire il possibile collegamento tra l’uso della soluzione e l’insorgenza della cheratite, l’azienda ha iniziato a ritirare definitivamente la soluzione dall’intero mercato mondiale, quindi anche in Europa, dove peraltro (sostiene sempre la Bausch & Lomb) “non si erano manifestati fenomeni di proporzioni analoghe a quelle statunitensi”.

Raccomandiamo pertanto ai consumatori:

- di recarsi presso il proprio ottico o il proprio rivenditore per richiedere direttamente la sostituzione del prodotto - di scegliere soluzioni alternative per la manutenzione delle lenti a contatto.

Buone abitudini

Alcuni problemi agli occhi (nei soggetti che utilizzano le lenti a contatto) sono spesso correlati a un utilizzo non corretto delle soluzioni detergenti per lenti. Per questo motivo pubblichiamo di seguito alcune raccomandazioni generali sui prodotti di disinfezione per lenti a contatto diffuse anche dal Ministero della Salute:

- seguite attentamente le raccomandazioni dei contattologi, con particolare attenzione alle istruzioni sull’uso e sulla sostituzione delle lenti: - usate sempre i prodotti appropriati: soluzioni saline e lacrime artificiali non sono idonee a disinfettare le lenti;

-

cosimina vitolo 27.05.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande Beppe, grande Strada!
io credo in emergency. Fate come me che ho devoluto ad emergency il cinque per mille della dichiarazione dei redditi.

armando valente 27.05.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma tu, caro Strada,hai sempre prestato soccorso a tutti in maniera imparziale?

Umberto Luigi Corlianò 27.05.06 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Consigli per i coscritti.

Personalmente mi fanno ridere quelle madri che hanno perduto i propri cari militari, (scarrello quando le vedo) che si presentano davanti alle telecamere trasmettendo la loro angoscia e rivendicando il diritto alla giustizia nella più espressiva comunicazione Meroliana.
Magari proprio loro, che hanno contribuito perchè i figli facessero delle scelte militari.
Mi chiedo ma queste madri li conoscono i mestieri?
Ne presento un paio che insegnano alle elementari:

il calzolaio: ripara le scarpe, il pericolo è che possa tagliarsi con il trincetto, martellarsi un dito con tutte le conseguenze.

Il contadino: coltiva i campi e li prepara per le coltivazioni successive, il pericolo è che gli vada male il raccolto con tutte le conseguenze.

I soldati sono dei militari, quindi uomini d'armi, i rischi: di scontrarsi con militari di fazioni diverse dalla propria, nella peggiore (forse) delle ipotesi può subire o dare la morte, può anche creare o subire ferite più o meno permanenti, con tutte le conseguenze.

A questo punto mi chiedo, queste madri, tra un libro di Harry Frottoler e Il signore dei dardanelli, non potrebbero dare uno spazio, sul proprio comodino anche a libri utili, di questi tempi indispensabili, es. Guerra alla guerra di Ernst Friedrich (non vi dico da chi è stilata l'introduzione) magari alternato a Maus di Art Spiegelman? (anche qui non vi dico da chi è stilata l'introduzione).

Consigli per i costretti

By Gian Franco Dominijanni



--------------------------------------------------------------------------------

IL GAZZETTINO

26 MAGGIO 2006


Animali….


di FAUSTO PAJAR


Non sono tempi da lupi, sono tempi da orsi. Dopo quello trentino che di nome fa «Bruno», avvistato nella terra di Papa Ratzinger, in Baviera e condannato a morte dal governo locale, salvo l'altolà dato da Sua Santità «giù le mani dal mio amico peloso che figura sullo stemma», adesso arriva anche l'avvistamento friulano. Un orso, infatti, è stato visto (alleluja, alleluja) sulle pendici del monte Zoncolan, nei pressi di Ravascletto (Udine), da un gruppo di escursionisti pordenonesi che, verso le 8,30 di ieri. Appena ripresisi dall'emozione - e dal comprensibile spavento - gli escursionisti hanno allertato la vigilanza venatoria della Provincia di Pordenone, la quale, a sua volta, ha segnalato la vicenda all'Ufficio studi faunistici della Regione Friuli Venezia Giulia. L'avvistamento, in particolare - secondo quanto rende noto la Provincia di Pordenone - è stato fatto da un cittadino residente a Zoppola (Pordenone), che si è accorto della presenza del plantigrado sullo Zoncolan, a circa due chilometri dalla vetta, in una zona brulla, lungo la pista da sci. L'uomo, che era insieme ad altre tre persone, ha osservato l'animale ad una distanza di non più di 500 metri, per un breve periodo. Dopodiché l'orso se n'è andato, scomparendo nel fitto del bosco.Intanto l'orso del Papa che scorazza in Baviera, potrebbe avere varcato la «frontiera» con l'Austria e trovarsi attualmente in Tirolo. Definizione ovviamente inpropria perché gli orsi, comportandosi - come sempre - meglio degli uomini, non hanno frontiere. Un cacciatore tirolese ha raccontato di avere visto nel bosco di Kufstein, un orso bruno la cui descrizione combacia con quella dell'animale descritto come «Bruno», il terribile mostro delle Alpi. Ma non fatemi ridere

cosimina vitolo 27.05.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Sento il dovere di dare il mio appoggio a Gino Strada, per la grande stima che provo nei suoi confronti e per l'avversione assoluta contro tutti quelli che vivono (in Italia sono tasissimi tanto da averne quasi fatto "il sistema paese") da parassiti sfruttando risorse della collettività solo per un tornaconto personale e della cricca che gli garantisce di perpetuare il sistema. Se tutto ciò avviene poi sfruttando il paravento degli aiuti umanitari e simili c'è veramente da vomitare.
Un abbraccio a Gino Strada, un esempio per tutti noi.

vincenzo di caro Commentatore in marcia al V2day 27.05.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA: POPOLO DI PICCIOTTI, GAMBIZZATTI E SANTI.

La mafia non è in Sicilia ...è nella testa degli Italiani, ma anche impiantata nel Codice Civile e Penale. Infatti, se il mafioso ha una Partita IVA ed è un fornitore il reato di ricatto a scopo di estorsione è depenalizzato ...può gambizzare il cliente e ricattarlo indefinitiamente e nessuno lo ferma. Tutti i mafiosi dovrebbero prendere una partita IVA: anche Provenzano doveva averne una, altrimenti dopo 47 anni non sarebbe pensionato a spese dello stato: a carico di chi paga le tasse.

Oggi è arrivata una nuova fattura ADSL, emessa il 17/05/06, relativa al periodo 01/03/2006 - 30/04/2006 (è arrivato o "PIZZINU": sul sito del fornitore non c'è traccia della fattura). Però il 11/04/06, la compagnia telefonica ha disattivato ADSL per errore e poi ha violato il contratto e i nostri diritti non rispondendo mai ai fax e alle raccomandate, mentre gli operatori telefonici (i picciotti) si sono fatti spiegare ogni volta tutto da capo, facendoci presente più volte che pagando i 758,40 Euro richiesti "per errore", miiiii..., avremmo riavuto ADSL entro 48/96 ore, diversamente - esercitando i nostri diritti - aspetteremo probabilmente fino al 5 Giugno 2006.

Abbiamo contestato la fattura, chiedendo che rivedano i calcoli, e poi che si ravvedano ...e che riattivino ADSL. Baciamo le mani comparuzzi!!

Giorgio Orvello 27.05.06 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Il miglior modo di commentare sta nell'aiutare Emergency e Gino Strada. Le parole le porta via il vento. Emergency aiuta tutti e ha bisogno di aiuti onesti e puliti, della gente comune. Solo così potrà continuare ad essere indipendente nell'elargizione degli aiuti, a testa alta senza tema di smentite né bisogno di scuse.

Marisa Cesarano 27.05.06 07:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè comprare un giornale sta diventando sempre più un tormento?
Ma perchè tutti, nel nostro piccolo, sapendo come gira il mondo ci lasciamo schiacciare dalla sua stessa fangosa inerzia?
Ho sempre avuto ben chiaro quale fosse e come si espletasse il fine di Emergency, e come me sono convinto che lo sapesse anche la nostra cara Camilla Baresani, ciò nonostante a fare notizia è e sempre sarà il "fango" e poco importa se reale o fittizio, l'importante e che lo si possa vedere con i mentecatti e allucinati occhi di tutti noi "popolino" che anela anche il più macabro e inverosimile espediente per poter puntare il dito contro chicchessia!!!
Concludo con una curiosa osservazione: avete mai notato come lo "scoop" in senso lato troneggi sempre tra le prime pagine e al contrario la smentita o confutazione dello stesso si comprime silenziosa perdendosi fra i trafiletti della pagina "27" di turno??
E' proprio vero, stiamo distruggendo la nostra stessa lingua tanto da esser costretti ad interpretare e farcire di accezioni anche un termine semplice e inequivocabile quale è "informazione".

ivano salomone 27.05.06 04:05| 
 |
Rispondi al commento

Che Tristezza...
incredibile
sono riusciti a separare
dominio assoluto

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/che-tristezza_17.html

Gianpiero Romano 27.05.06 03:37| 
 |
Rispondi al commento

candidato impresentabile... legge 109/96. Favoreggiamento... oppure alzare la testa e guardare avanti.

La mafia fa schifo?

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/cassata-siciliana-questa-volta-no.html

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/04/questo-che-riporto-di-seguito-solo-un.html

Gianpiero Romano 27.05.06 03:35| 
 |
Rispondi al commento

Un grande senso di ammirazione e di gratitudine provo da "sempre" nei confronti del GRANDE Gino Strada e di tutti i suoi collaboratori, che nell'anonimato quasi assoluto (mai che venga dato "risalto" da giornali e tv, all'impegno UMANITARIO/MISSIONARIO svolto da questi veri uomini....), operano a favore di tutte le vittime delle infinite ingiustizie, derivate da guerre +/- inventate, da regimi dittatoriali che calpestano la dignita' umana, a favore di arricchimenti sempre maggiori di individui senza scrupoli e a scapito sempre dei più deboli.
Purtroppo se facciamo riferimento al nostro cosiddetto "paese civile", ci rendiamo conto che l'avidità per i propri interessi più o meno tali, si antepone sempre di più ad ogni forma di diritto umano e rispetto nel prossimo (siamo tutti FRATELLI figli dello stesso PADRE, Nostro SIGNORE: non lo dobbiamo dimenticare). I nostri organi di informazione, purtroppo, oltre a costanti e sempre più frequenti fatti di cronaca che si verificano nei confronti dei più deboli (quasi sempre donne e bambini) vittime designate da "individui malati" della propria istintiva cattiveria, passano da uno scandalo all'altro come fosse una gara a creare quello più grande. Ma forse è sbagliato definirli "scandali": mi riferisco alle "truffe" effettuate da Wanna Marchi e co. nei confronti di quelle persone psicologicamente deboli colpite magari da situazioni famigliari tragiche, per cui facilmente (ma non giustificatamente) soggette a raggiri economici molto pesanti senza il più che minimo scrupolo. Ultimo in ordine di tempo è lo scandalo sul calcio che stiamo vivendo in questi giorni: per poter "vincere" una gara "sportiva", che dovrebbe essere basata sulla reciproca lealta' e rispetto, si è ricorso ad illeciti molto gravi che non hanno precedenti. Si stà instaurando una "cultura truffaldina" secondo la quale chi è più furbo deve cercare di raggirare il primo che capita traendone profitto. Ma dove stiamo andando? X questo dico W il GRANDE Gino Strada.

Angelo Sfregola 27.05.06 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TENETE BENE PRESENTE QUESTO:TUTTO QUELLO CHE VEDETE E CHE SENTITE IN MODO UFFICIALE NON E' MAI QUELLO CHE SEMBRA. Non è molto consolante,ma
è così.Dovrebbe essere ormai lapalissiano,ma leggendo alcuni commenti,mi rendo conto che per molti non lo è.Basta spaziare in un qualunque settore della nostra società,per rendersi conto che,anche dinnanzi a gente agonizzante,POTERE E DENARO hanno la meglio.La lettera di Gino Strada ne è uno dei tanti esempi.Senza nulla togliere al suo valore,non mi esimo dal dire che fa il suo dovere di MEDICO,ossia di qualcuno che ha deciso di curare l'umanità.Ovvero,una missione.
In terre lontane,come qui da noi. Ma avete mai visto il DVD "LA MAFIA E'BIANCA"?Sicuramente gli
ospedali di G.STRADA,pur in mezzo alle macerie di guerra,sono meglio di quello di Palermo.E non solo.L'elenco sarebbe lungo. Avete mai visto un documentario su RAI3 sulla CAMBOGIA?Davanti agli occhi di non si sa quante ORG.UMANITARIE,BAMBINI/E,ESPOSTI IN FILA DIETRO
VETRINE,per essere scelti da porci dell'Occidente "CIVILIZZATO",retto dalle famose
democrazie che qualcuno vorrebbe "esportare" e
che anche loro avrebbero raggiunto dopo gli Kmer Rossi...peccato sia peggio di prima:di 22.000.000 di dollari c/a che entrano per il turismo,giusto 2o3 vengono stanziati per la popolazione.Democrazia fa sempre più rima con corruzione...ne sappiamo qualcosa pure noi. Avete letto il libro di Giorgio Bocca "NAPOLI SIAMO NOI"? Un procuratore che viene isolato perchè,soprattutto,era riuscito a far luce sui
vari legami massonici tra i potentati di lì,lo
Stato e varie ramificazioni,un far west TOTALE
con tanto di capo camorrista con 300 uomini stipendiati come killer(un vero esercito)con a disposizione ogni tipo di armi con tanto di visori notturni,poligono di tiro negli scantinati,parchi macchine e moto,autorimesse..
Nulla di nuovo,forse per molti sì,ed è questo il grave: Gino Strada come altri che fanno ciò che dovrebbe essere normale diventa caso raro,
L'UMANOCHEFINEHAFATTO?

viviana semprini 26.05.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Dr. Gino Strada: Quando aprirà un ospedale così anche in Italia? Scherzo! COMPLIMENTI!! SIETE CORAGGIOSISSIMI!! Queste polemiche non fanno certo onore alla C.R. Spero che facciano delle scuse ufficiali, anche nel rispetto di tutti que volontari che nella C.R. si adoperano e ci credono.

serpi maurizio 26.05.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. Strada

vorrei esprimerle la mia più sincera ammirazione;se provo a pensare a quello che succede nel mondo (per quel poco che so) a quello che sono capace di fare per le mie idee e i miei principi e quello che riescono a fare uomini come lei con coraggio, spirito umanitario e competenza, mi sento abbastanza una nullità.

E' da tempo che guardo con interesse le vicende che riguardano lei e il gruppo a cui apppartiene, almeno quelle poche a cui è consentita una divulgazione sufficiente. Dopo avere letto la sua lettera ho deciso che anch'io contribuirò, in maniera forse irrilevante ma sicuramente impegnativa per me e la mia famiglia, a sostenere lei e il fantastico gruppo Emergency.

Con tutto me stesso vorrei che riusciate a far ancora meglio per tutto il tempo che servirà (temo a lungo, purtroppo) e che la forza e più nobili principi umani siano con voi.

Con la massima ammirazione

Massimo Petritoli

da Castelfidardo, Ancona

Massimo Petritoli 26.05.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per rafforzare l'idea che ormai il dio denaro la fa da padrone, segnalo a voi tutti e in particolar modo a Beppe, che il Corriere della Sera per raggiungere la quota di copie stampate necessarie per ACCAPARRARSI le sovvenzioni Statali, scarica ogni mattina all'I.R.C.C.S. Lazzaro Spallanzani di Roma almeno 8 pacchi di (credo) almeno 30 copie l'uno, del quotidiano, da distribuire gratuitamente. Per dovere di cronaca lo scarico avviene a singhiozzo nel senso che spesso i giornali non vengono consegnati, credo che il padroncino li venda sottobanco a qualche edicolante.

manuel serra 26.05.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

credo che sia dovere di tutti riconoscere il valore umano e professionale di persone come Gino Strada e tutti i suoi collaboratori, che curano le vittime innocenti di queste tante, troppe guerre che dilaniano il nostro mondo, gratuitamente e con una professionalità e dedizione difficili da trovare, anche e soprattutto nel sistema sanitario di paesi come il nostro.A tante persone questo però dà fastidio, visto che toglie pazienti, e quindi milioni e milioni di contributi a quelle organizzazioni come la stessa croce rossa. A Gino Strada ed a tutti i suoi collaboratori va la mia più grande ammirazione ed un abbraccio grandissimo, perchè sono la dimostrazione che un altro mondo è possibile.

Giulia Lamelza 26.05.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gino, salutaci Kabul.
Un giorno ci verró.
Promesso.

stefano vergani 26.05.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,volevo solo esprimere tutta la mia ammirazione per UOMINI come Gino Strada e ammettere quanto, a volte ,la mia vita mi sembri inutile rispetto alla loro,ma com'e' possibile che ci siano MEDICI come lui e gentaglia che ti chiede 500€ per ficcarti un dito nel ....e trattarti come un deficente?CIAO!!!

Elisabetta Trebse 26.05.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se Gino Strada ha inviato questa lettera anche al Corriere, tutti noi ci aspettiamo che venga pubblicata.
Staremo in guardia e controlleremo tutte le uscite del Corriere.
Se non ci sarà la pubblicazione del racconto di Gino Strada, allora noi non ne acquisteremo più neanche una copia e cercheremo di non leggerlo sul web.

Anna Colli 26.05.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gino Strada
A differenza di Grillo non ho un blog sul quale difendere te e il tuo immenso spirito umanitario,ma domani quando vado al bar con gli amici mi faccio seccare la lingua per fare in modo che conoscano te e la tua opera.
Grazie per quello cha fai
il mio piu caloroso abbraccio a te e ai tuoi collaboratori

Antonello Sepe 26.05.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

proprio in questo momento il massimo d'alema sta parlando del ritiro delle truppe italiane dall'iraq. "bisogna che il governo(?)iracheno lo chieda", "stiamo aiutando gli iracheni", "bush e blair stanno pacificando l'iraq".. bla bla bla..
forse insieme a cairo bisognerebbe bacchettare (leggi bastonare) anche queste pappemolli, che tra l'altro ho votato.

sono sotto di 5.000€ in banca, negli ultimi tre anni mi hanno fottuto tutto quello che avevo risparmiato in 25!! anni di lavoro, ma 25€ per emergency li ho sempre trovati. lo so, non è molto, ma è l'unica organizzazione di cui mi fido. e sono orgogliosa di esserne una sostenitrice.

per quanto riguarda il resto, qualcuno si ricorda dell'operazione "arcobaleno"? no? niente paura, è un male tipico italiano. si dimenticano i ladri e truffatori e si rompono le palle a uno come gino strada, che magari non è simpatico (quello simpatico è berlusconi che in iraq c'è voluto proprio andare), ma credo che nemmeno noi saremmo molto di buon umore se facessimo il suo lavoro.

w gino e tutte le persone di buona volontà come lui.


ivana giordani 26.05.06 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino, perchè non dici che hai preso, anche tu come tutte le ONG, 3,5 miliardi di lire all'inizio della guerra in Afghanistan per realizare i tuoi ospedali??????

Fonte MAE!!!!

Fabio Torretta 26.05.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma anche il corriere santo cielo prima di pubblicare certe eresie un minimo di attenzione ma pur di far notizia....comunque chiunque segue seriamente le vicende del mondo sa distinguere le brave persone...un ospedalino funzionante anche in certe regioni italiane non sarebbe male non me ne voglia quel sant'uomo di Gino a cui va tutta la mia ammirazione.

martini patrizia 26.05.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

C'è chi ci marcia sui tormentoni
Uno di questi è legare Praga a Napolitano, cosa non intelligente visto che Napolitano stesso ha considerato l'invasione un gravissimo errore
La repressione ungherese del moto popolare è dell'autunno '56. Nella sua autobiografia Napolitano parla di una tormentata autocritica proprio che non poteva accettare le ragioni sovietiche. Ma al tempo l'URSS era un faro incontestabile e il PCI temeva che l'unità del partito si lacerasse se si faceva un atto di accusa contro l'URSS e non riusciva a sciogliersi dalla sua egemonia (oggi analoghe giustificazioni coprono le aberrazioni statunitensi in nome di una fantomatica democrazia da salvare, che viene negata nei fatti proprio dal militarismo statunitense, e allora?)
Il PCI romperà con l'URSS all'invasione sovietica della Cecoslovacchia del '68 che chiuse la primavera di Praga di Dubcek.
Stiamo parlando di fatti di 50 anni fa.
Napolitano parla della Cecoslovacchia come del 1°momento di pubblica rottura con l'URSS
Longo aveva apprezzato Dubcek e le sue aperture e Napolitano condannò decisamente la perversa manovra sovietica di repressione
Ma dissentire con Mosca era allora una cosa terribile e angosciante, come rompere un tabù sacro, e per molti i fatti furono un vero chock. Longo ne ebbe addirittura un ictus
C'erano solo due modelli: quello sovietico e quello cinese. Napolitano li rifiutò entrambi per un riformismo socialdemocratico, moderato. Fu sempre avanti alla politica del PCI, per quanto il partito gli permise di esserlo, senza arrivare a rotture rovinose. Non mi pare proprio la persona che possa essere demonizzata come un rivoluzionario stalinista a oltranza, se posso dirlo, poi alcuni potranno anche continuare coi loro slogan rozzi senza fare alcun esame storico, ma non è questo il modo di guardare i fatti
La storia è sempre un fenomeno complesso e non un tronco a cui si debba dare mazzate con un'accetta

viviana vivarelli 26.05.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Chi sia Gino Strda lo sanno tutti. Che le disgrazie altrui (in questo caso degli afgani) spesso sono da corollario per dire fregnacce e sputare sentenze, è una cosa divenuta ordinaria, in un mondo ipocrita come questo.
Sono solidale con il grande Gino Strada....gli altri farebbero bene a lavorare in silenzio...lavorare.....lavorare....

Giuseppe Porcacchia 26.05.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

vorrei avere un decimo del coraggio di Gino e dei suoi collaboratori, magari per dare il mio contributo sul posto, ma sicome non ce l'ho (e come me penso tanti altri) proporrei al nuovo governo di potere scegliere di destinare l'8 per 1000 anche alle associazioni come Emergency!
alla faccia di Alberto Cairo...
tieni duro Gino, il mondo ha bisogno di te :-)

Tommaso

Tommaso Greco 26.05.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.
Dalla lettura di questa lettera emerge evidente la strumentalizzazione dei dei media per l'informazione.
Ma e' proprio possibile che non si possa interverire, mai... !
Vediamo di organizzare qualche comunicazione di forte impatto sull'opinione pubblica, interessando sia i nostri governanti sia la Croce Rossa internazionale.

Pier Angelo Albertini 26.05.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Quando ho visto per la prima volta la faccia di Gino Strada in televisione e il suo modo di comunicare agli altri gli orrori che aveva visto nei territori di guerra, ho avuto subito la certezza dell'onestà intellettuale e di intendimenti della persona che avevo di fronte,la sua ferma volontà a perseguire un obiettivo nobile senza i lacci della burocrazia e della bassa politica.
La fiducia in Gino e, conseguentemente, in tutti i suoi collaboratori mi ha indotto, per la prima volta in vita mia, a fidarmi di terzi per delegare qualcuno, attraverso aiuti in denaro,a fare in mia vece e sicuramente meglio di me, qualcosa per chi ha bisogno di tutto.
Siamo sempre in situazioni di emergenza , la guerra non è solo quella che si combatte con le armi, ma soprattutto è fatta di indifferenza, di superficialità, di birignao quotidiani di politici, di attaccamento di noi "occidentali ricchi" a riti e cose del tutto inutili.
Gino Strada è un MEDICO che sicuramente ha trovato la strada maestra per mettere al servizio degli altri ciò di cui la natura lo ha dotato: capacità, onestà,ideali e forza di volontà non comuni per perseguirli.
Continua, Gino, io ci sarò, continuando, nel mio piccolo, a finanziare ogni iniziativa che EMERGENCY metterà in atto, sicura che in oqni situazione voi tutti agirete secondo il migliore dei modi possibili.
Termino col ricordare a tutti voi di EMERGENCY,a proposito di tutto quello che è stato rovesciato su di voi da persone indegne, le parole di Dante Alighieri,che per me è un simbolo di coerenza e onestà intellettuale :"....non ti curar di lor, ma guarda e passa."
Maria Foniciello, da San Prisco in provincia di Caserta .

maria foniciello 26.05.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

UN SALUTONE A TUTTA LA TRIBUUUUU'!!!!

ragazzi, non vi si può lasciare soli un attimo!
Vi avevo lasciato con un post bellissimo dove quasi tutti erano d'accordo, e già! e' difficile sparare sulla croce rossa (ma soprattutto su gino strada). Oggi invece, sentendo forse la mancanza di guerre vere, ve ne siete costruita una tutta per voi. Ma bravi, ma bene! tutti contro il nemico cattivone e pericolosissimo, una pericolosa sovversiva che lancia saluti e baci come missili intelligenti, talmente intelligenti che hanno fatto tutti centro: hanno colpito maleducati, repressi, depressi, invidiosi, violenti, fascisti, inconcludenti, ecc ecc
Annamaria, hai tutta la mia solidarietà, ma cerca di seguire il mio metodo: NON RISPONDERE! è l'offesa più insopportabile che puoi fare a queste persone, loro sì in cerca di visibilità.
W gino strada W la pace
wisper words of wisdom. let it be!

liliana pace 26.05.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OFF TOPICS - FUORI DAL TEMA DELLA DISCUSSIONE
Soggetto: Liberare i dati cartografici.

Visito con piacere questo spazio e capisco che se tutti facessero come me adesso, lo spazio che Beppe Grillo ci offre diverrebbe assai angusto, perciò mi scuso con tutti Voi.
Vi invito a prendere visione del progetto di abolizione del monopolio sui dati cartografici,
alla pagina
******
http://okfn.org/geo/manifesto.it.php
******

Qual'è il problema? come ci coinvolge?
Problema: In Italia vige il monopolio sulla produzione/validazione dei dati cartografici. I dati sono coperti da restrittive licenze d'uso e ceduti solo dietro lauto pagamento.

Ci coinvolge! Le Autorità Locali acquistano licenze di dati geografici con i nostri soldi. Le regioni, cercando di coordinare gli acquisti, sono tenute a pagare per i dati geografici. Lo Stato, anch'esso acquista i dati. Le aziende produttrici di dati derivati devono pagare anch'esse, per poi riversare il costo sui committenti pubblici.
Noi cittadini paghiamo per questi "dati" molte volte, tutte le volte che occorre... Quale diritto ci viene riconosciuto? Nessuno.

In verità il Ministero dell'Ambiente si adopera, da tempo, per valicare questi ostacoli ed ha istituito un portale cartografico con libera "visione" di parte dei dati acquistati (www.atlanteitaliano.it).

Negli Stati Uniti, i dati prodotti o acquistati con i soldi dei cittadini sono parzialmente liberi. Questi dati sono il fulcro delle iniziative divulgative e pubblicitarie promosse da Google (Earth e Maps), Yahoo e Microsoft (es. impiego dei dati gratuiti da google Maps http://www.makingeo.com/maps/t4.html).

Perchè dovrei cambiare il sistema?
L'attuale rendita di posizione induce al monopolio e alla mancanza di iniziativa,inoltre comporta l'aggravio dei costi per il cittadino.
Obbligando gli Enti produttori a rilasciare gratuitamente dati e competere nell'aggiornamento degli stessi porterebbe vitalità, competitività e crescita a lungo termine.


Buona giornata

Michelangelo Marchesi 26.05.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra strano il blog per tante cose che mi sono passate sotto gli occhi.
Soprattutto l'intransigenza.
La cultura ha sempre più la c minuscola. Soprattutto da quando si decise che tutto, ben messo, divenisse cultura.
La cultura divenne di massa (l'articolo prima del soggetto è obbligo. Di fatti così cultura è in minuscolo....).....................Ciao ora esco.

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Rivoluzione d'Ungheria, il popolo scende in piazza a combattere contro i carri armati sovietici, mentre qui in Italia Napolitano viveva tranquillo e si guadagnava la pagnotta difendendo a spada tratta l'operato dei criminali di Mosca che versavano soldi nelle casse del partito comunista italiano in cambio dell'appoggio

Non vi puo' essere differenza di sorta tra una persona che difendeva quei carri armati ed una persona che approvava l'operato di Pinochet

(l'unica differenza sta nel numero dei morti) Napolitano difendeva quelli che ne hanno causati molti di piu')

Link diretto al video

mms://media.fastweb.it/WM9/raiclick
/FMVRAI04000001065332.wmv

Michele Fanti 26.05.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Provate a immaginare Romano Prodi che esce dall’assemblea di Confindustria e riaccende il telefonino. Prima chiamata, Bertinotti. «Cavo Vomano, vicovdati che gli industviali votano a destva e io i voti li piglio a sinistva». Seconda chiamata, Guglielmo Epifani, Cgil. «Senti, ci hai presi per il culo prima o ci stai prendendo per il culo adesso? Non credere di cavartela solo con la menata della concertazione!». Terza chiamata, Rutelli. «Bravo Romano, ma…». Quarta telefonata, D’Alema: «Attento, Romano che…».
Di telefonata in telefonata, Prodi arriva a palazzo Chigi, dà un bacino alla moglie Flavia e poi va in ufficio. Dove arrivano tre ex sindacalisti: due li ha fatti ministri, Damiano al Lavoro e Ferrero alla Solidarietà sociale, e un altro l’ha fatto presidente del Senato, Marini.
Col quarto ex sindacalista (Bertinotti) s’erano già sentiti prima. Si potrebbe ancora dire degli altri personaggi in cerca d’autore che si fregiano dei galloni di ministro, viceministro o sottosegretario.
Si potrebbe ricordare di quelli che preferiscono parlare con il subcomandante Marcos oppure di quelli che se ascoltano Castro si commuovono e se invece ascoltano Bush vomitano, o di quelli che tra Israele e Palestina non hanno dubbi o ancora di quelli che Marx in fin dei conti ci aveva visto giusto...
Se non fosse che ormai coi rossi ci sguazza, Prodi ieri davanti alla platea degli industriali sarebbe dovuto diventare rosso di vergogna. Roma non è Vicenza; ma non siamo neanche lontani anni luce dal mitico Nordest. Lo sa bene Luchino Liberaebella che nel giro di due mesi ha fatto una capriola da circo Orfei. Le stimmate della sfida vicentina sono ancora lì da vedere: per Prodi due giri di applausi, per Gianni Letta (in rappresentanza del passato governo di centrodestra) una standing ovation. Per colpa delle sue trame, Montezemolo ha rischiato la leadership: ha fatto un passo indietro anche se la sua forza non è più quella dell’elezione.

ivana iorio 26.05.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate il quasi OT, ma se per sbaglio andate su worstpills.COM (che volete farci? abitudine al ctrl+invio) anziché .ORG c'e un portale finto-medico che lista siti su cui comprare meravigliosi farmavi. Si poppa da qualunque tetta, eh...

Andrea Manconi 26.05.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Romano Prodi: «Il Ponte? Non è un demonio, ma nemmeno una priorità.

in pratica gli e' mancato il coraggio di dire
SI o NO

ivana iorio 26.05.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONA SERA A TUTTI

cosimina vitolo 26.05.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

a te che importa: tu continua a sognare un mondo ideale..se la realta' delle cose non la vuoi vedere io cosa posso farci ?.

ivana iorio 26.05.06 18:52

___________________

No "cara": io "il mondo ideale" non solo lo "sogno", ma cerco anche di realizzarlo, in quello che posso fare, che sarà molto o poco, ma sempre moltissimo di più di quello che fanno quei disgraziati (nel vero senso della parola) che dicono "la realtà delle cose è così e non si può cambiare".

Eh no, "cara". Il mondo, le cose, sono così perché siamo NOI che le facciamo così. Se siamo gretti, insensibili, ignoranti, egoisti, furbetti e disonesti, il mondo sarà gretto, insensibile, ignorante, egoista, furbetto e disonesto. Mentre se ciascuno di noi, nella vita di tutti i giorni, nei suoi pensieri, nelle sue azioni e nei suoi rapporti con gli altri, prova ad essere meno gretto, meno insensibile, meno ignorante, meno egoista, meno furbetto e meno disonesto, allora anche il mondo cambierà un po'... e sarà un posto migliore per vivere, per tutti.

Pensaci, invece di stare a spargere veleno gratuitamente. Non ti rendi conto del danno che fanno le tue parole? Quando invece potrebbero contribuire a fare tanto bene? Ti costerebbe lo stesso sforzo, ma quanto sarebbero diversi gli effetti.

Mario Gabrielli Cossellu 26.05.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Che Gino Strada possa anche solo lontanamente paragonare la presenza dei sovietici su suolo afghano a quella americana e italiana mi sembra davvero spaventoso. Dall'accenno che ne fa, mi sembra che pensi che in fondo non vi sia tutta questa differenza.
Secondo la Risoluzione sull'Afghanistan del Parlamento Europeo del 12 giugno 1986 l'Unione Sovietica si è resa colpevole di "genocidio" (si parla di un milione e mezzo di morti, senza contare i feriti e i profughi). Va da sé che tutto ciò avvenne nel pressoché totale silenzio dei nostri amati intellettuali simpatizzanti del paradiso sovietico. Non mi risulta che adesso in Afghanistan stia avvenendo un simile SISTEMATICO e PREMEDITATO sterminio della popolazione civile (cosa che invece sta probabilmente accadendo in Cecenia). Il resoconto attuale di Amnesty sull'Afghanistan (http://www.amnesty.it/pressroom/ra2006/afghanistan.html) - per quanto poco allegro - è nulla se paragonato ai resoconti - accessibili da decenni a chiunque abbia voglia di leggerli - di ciò che i russi hanno compiuto in quel paese ( ad es. http://content.cdlib.org/xtf/view?docId=ft7b69p12h&chunk.id=d0e5195&toc.depth=1&toc.id=d0e5195&brand=eschol ). Dato che tutto ciò che dice Gino Strada è preso per oro colato e accettato del tutto acriticamente, forse sarebbe il caso che egli facesse più attenzione a come usa le parole.

Martino Rossi Monti 26.05.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei esprimere la mia solidarietà a Gino Strada e ad Emergency che incarnano una visione del mondo e della dignità delle persone che dovrebbe essere al primo posto di ogni agenda di ogni politico (anche il nostro nuovo presidente della Repubblica ne ha parlato a favore dei popoli africani) e di ognuno di noi.

sull'ircr conosco poco, mi dispiace molto di quello che ho letto nel post, anche se credo che il marcio sono le persone non le istituzioni in sè. Se mai all'ircr arriv asse uno come Gino magari si avrebbero davvero 10 ospedali eccellenti e mille altri uguali nel mondo.

Prendiamo per il naso Cairo e tutti quelli come lui ma non sputiamo sulla Croce Rossa...

pace e bene
Mattia

Mattia Saccenti 26.05.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Io sono un membro della croce rossa e grandissimo estimatore di Gino Strada, le due associazioni non dovrebbero scontrarsi, ma lavorare insieme! E vi assicuro che in croce rossa tanti la pensano come me, ricordatevi che la croce rossa non è fatta solo di alti papaveri come Cairo, ma è fatta da 300.000.000 di persone nel mondo che danno il loro tempo e le loro energie GRATUITAMENTE per aiutare il prossimo!E' molto brutto per me vedere queste stupide rivalse e litigi che fanno solo del male a tutti! W la croce rossa, W gino strada!

ale jacco 26.05.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA APERTA A BEPPE GRILLO E PER TUTTI E PER NESSUNO

Caro Beppe, i progressi, riguardo al numero dei contatti giornalieri, fatti da questo blog, sono fantastici e confermano che la linea da te seguita si dimostrò, almeno sino ad oggi, vincente.
La scelta di fare entrare chiunque senza password, offrì la possibilità a moltissime persone di cominciare a scrivere, verificando che avevano qualcosa di valido da dire.
Da qualche mese ho avuto l'impressione però, che questo blog stia subendo un'involuzione qualitativa notevole, ma spero che si tratti di un punto di vista personalissimo e sbagliato.

Molti dei migliori cervelli che circolavano nel blog sono emigrati nei vari meetup e, da informazioni assunte, pare che le loro migliori qualità che qui erano espresse, nei meetup siano imbrigliate piuttosto che elaborate; ma forse sono informazioni sbagliate.
Le motivazioni che spinsero l'emigrazione dei migliori, dal blog generale ai meetup, furono varie, tra cui molte nobili ed alcune meschine; resta il fatto però, che quei vuoti dettero la stura ad un prolificare di contatti che stanno trasformando il blog in una pessima chat, almeno così io penso.
A questo tipo di blog, così gestito, io penso di non avere più nulla da dire e, in ogni caso, sarà un'assenza che non rallenterà minimamente l'ascesa/discesa del blog.

Io stesso, da qualche tempo, ho deciso di conformarmi all'andazzo generale e divertirmi a raccogliere il letame sparso in abbondanza nel blog, appallottolarlo come uno stercorario e divertirmi a lanciarlo o infilarlo nel ventilatore; devo ammettere che quando queste scelte si fanno, dopo aver dimostrato di saperne fare anche di altre di genere opposto, il risultato, a breve è catartico, divertente, ma è un gioco che non affascina a lungo e, dopo un po' scaturisce una considerazione: - Meglio andarsene!- Con questo credo di avere anche risposto ad alcuni amici/che che, in questo blog, o sul mio, forse anche con un po' di sussiego, si chiedono se sono veramente io che scrivo in questi ultimi tempi, perché non riconoscono più il mio stile.

In questo messaggio ovviamente, non vi è nulla che sia degno di riflessione da parte tua o da altri, ma visto che per 15 mesi mi fu permesso di scrivere alcune mie considerazioni su fatti e situazioni da te brillantemente esposti, desidero ringraziarti e salutarti prima di chiudere questo rapporto virtuale.
Buon divertimento a tutti!

Max Stirner


LA STORIA. Un caso negli Usa: Judith Levine ha rinunciato
per 12 mesi a carte di credito, cinema e ristoranti
"Il mio anno senza shopping"
In un diario la sfida all'ossessione
dal nostro inviato VITTORIO ZUCCONI

(...)Forse furono il vapore, l'odore di umanità compressa, la mischia dei sacchetti ma in quel momento a Judith Levine venne la nausea e con la nausea, una decisione potenzialmente più catastrofica per la "Civiltà Occidentale" di un attacco terroristico: la decisione di non comperare più. Di disintossicarsi dalla sindrome dello "shopping".

Per un anno, Judith e il fidanzato Paul si giurarono di non comperare più nulla che non fosse strettamente necessario. Saldarono e distrussero le armi più insidiose del nemico, le carte di credito. Accettarono, e offrirono, pranzi e cene soltanto in casa.

http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/esteri/noshopping/noshopping/noshopping.html


Lo trovo un pò troppo agguerrito, il Gino, nel difendere il suo operato.
Ma non è lo stesso Gino, che in una manifestazione pacifica, incitava a schiaffegiare Fassino?

gi-licheri 26.05.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'O.T.
Ma vorrei rispondere al tale Michele Fanti che anche oggi ha cominciato a spandere il suo spamming.

Vuoi uno che si proclami comunista? Eccoti accontentato. Hai qualche problema? Tu dici che in Polonia mi metterebbero in galera? Ma certo, allo stesso modo in cui in Italia mettono in galera chi si proclama fascista. Ti rinnovo l'invito che già qualcuno ti ha fatto: ti piace tanto la Polonia? Vacci, che aspetti? Non hai trovato posto nella comitiva del Ratzinger? Peccato, ti sei perso anche il tuo amato Cile di Pinochet, accidenti se non ti sbrighi non ti resterà proprio più nulla in giro, anche l'Italia è caduta in mano ai più biechi comunisti mangiabambini!

Vorrei anche aggiungere una breve nota sui fatti dell'Ungheria 1956. La condanna che oggi, finalmente, facciamo di quei fatti non deve esimerci dal considerare il contesto degli anni della "guerra fredda". Quella cosa che ha permesso che le truppe inglesi abbiano represso nel sangue, dal 1944 al 1947, il movimento socialista e comunista greco, perché, anche se maggioritario e con la gloria della guerra partigiana contro gli occupanti tedeschi nazisti e italiani fascisti, la Grecia era stata "assegnata" alla sfera d'influenza "occidentale", quindi non era tollerabile nessuno "sgarro". Sarebbe successo esattamente lo stesso se alle elezioni del 1948 in Italia avessero vinto i comunisti. Infatti, quando le truppe dell'URSS e dei suoi alleati repressero i moti ungheresi, nessuno in occidente mosse un dito, oltre alle "normali" dichiarazioni di facciata.

Ah, e ricorderei anche che, in contemporanea alla repressione in Ungheria, le truppe "occidentali" del Regno Unito invadevano il canale di Suez, in risposta alla nazionalizzazione decretata da Nasser. Ognuna delle due parti del mondo "curava" gli interessi del proprio "cortile".

Quindi, caro Michele Fanti, quello che stai facendo tu non è altro che l'uso strumentale e tendenziale del passato per attacchi di bassa lega, e di nulla efficacia poi.


Michele Fanti 26.05.06 18:41 |
----------------------------------------
Essere comunista non significa "simpatizzare" con i genocidi o dittature.

Hai elementi contro Giorgio Napolitano?

Se SI,mostrali!

Altrimenti VAFFANCULO...e RESTACI!!!!!!!!!!

Antonio Ciardi 26.05.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate la volgarità, ma dico: cazzo Signore, perchè non ci mandi più persone come Gino Strada invece di questi stronzi che ci governano? Amen

Fortunato Fiorenza 26.05.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

WALKER TEXAS RANGER 26.05.06 17:19

Proprio una bella osservazione
Complimentoni, giustiziere

Giorgio Santi 26.05.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

********* ********** ********* ********* **********
* * * * * * * * *
* * * * * * * * *
* * * * * * * * *
********* * * ********* * * *
* * * ** * * *
* * * * * * * *
* * * * * * * *
* ********** * * ********* **********

********** ******** * * **********
* * * ** * *
* * * * * * *
* * * * * * *
* ********** * * * ********
* * * * * * *
* * * * * * *
* * * * ** *
********** * * * * **********

Mario puzo 26.05.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Gino Strada è una persona utile
E noi lo ammiriamo per questo
Il mondo si divide tra chi è neutro e vive solo in sé e per sé, chi distrugge il mondo indifferente al dolore che porta come se non avesse anima, e chi tenta faticosamente di ricostruire e risanare ciò che è stato distrutto
La Bibbia dice che Dio getta lontano da sé le pietre tiepide e che nessun distruttore avrà la sua pietà
L'Apocalisse predice che si salveranno solo 144.000 giusti. Forse noi siamo ancora solo pietre tiepide e il cammino è tanto, ma non possiamo diventare elogiatori della distruzione o trovarle degli alibi. Per nessun motivo
La guerra è il retaggio di un mondo barbarico e crudele che deve essere superato. Dobbiamo arrivare a un Parlamento Mondiale e mettere al bando la guerra, come abbiamo messo al bando la schiavitù, il cannibalismo, i sacrifici umani... come dovremmo mettere al bando la pena di morte e la tortura. Ma chi applica ancora la schiavitù, la guerra, la pena di morte e la tortura non ha nessuna credenziale per presentarsi come sceriffo del mondo
Il mondo è diviso tra coloro che sentono orrore per la guerra e quelli che appartengono a un'era di dinosauri.

E ora tocca
a voi battervi
gioventù del mondo;
siate intransigenti
sul dovere di amare.
Ridete di coloro
che vi parleranno di prudenza,
di convenienza, che
vi consiglieranno
di mantenere
il giusto equilibrio.

La più grande
disgrazia che vi
possa capitare
è di non essere
utili a nessuno,
e che la vostra
vita non serva
a niente.

(Raoul Follerau)

..

Nasceva cento anni fa il drammaturgo Samuel Beckett. Diceva:

"Si nasce tutti pazzi. Alcuni lo restano".

Ma chi è più pazzo? Chi è pazzo, o chi difende la sua pazzia?

Con tutto quello che sappiamo ormai sulle menzogne della guerra, con tutto quello che sappiamo ormai della crudeltà, dell'orrore, dell'inutilità della guerra.. come è possibile che visia ancora qualcuno che difende la guerra?

da Masada 299
http://www.masadaweb.or

viviana vivarelli 26.05.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X
LEO


L'esempio di come una emerita associazione come la croce rossa diventando con strutture gigantesche, nonostante ci siano presenti volontari splendidi, si macchia purtroppo di affari personali, complici figure che ne approfittano.

Puo' far capire come il volontariato di nicchia, anche se immenso come gino strada e la sua associazione siano determinanti per il futuro.

Naturalmente non bisogna buttare l'acqua porca col bambino, ma denunciare scorrettezze e' doveroso.

Ciao leo, buona cena.

ivo serentha' 26.05.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è alcuna differenza tra un Giorgio Napolitano che difendeva l'azione dei carri armati sovietici in Ungheria e tra un acceso sostenitore della bontà dell'operato di Pinochet.

Nessuna differenza

Michele Fanti 26.05.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sparate sulla croce rossa - bis
***************************

Salve a tutti.

Nei miei post precedenti ho espressio il dispiacere per gli attriti tra la croce rossa italiana ed emergency.
Sono cose che capitano, ma sempre sgradevoli in ambiti "umanitari".

Nel caso specifico, è chiaro che tutti difendiamo Gino Strada.
Ma non spariamo però sulla croce rossa che, nonostante tutto, rimane un punto di riferimento importante, anche in Italia.
E' migliorabile, ma non buttiamo via il bambino con l'acqua sporca.

Per informarsi sulle attività dell'ICRC:

http://www.icrc.org/


R. Leo 26.05.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FATECI CASO.....NEGLI ULTIMI ANNI LE FAMOSE "ONLUS" SONO AUMENTATE IN MANIERA ESPONENZIALE....(MO BASTA AVERE DUE CANI RANDAGI DA ACCUDIRE E SI FA UNA BELLA ASSOCIAZIONE ONLUS)....PER CARITA' LODEVOLI LE INIZIATIVE DELLE TANTE BRAVE PERSONE CHE METTONO ANIMA E CORPO NELLA SOLIDARIETA'....PERO' A VOLTE SENTO....COME DIRE......PUZZA?...IDEM PER I VARI SMS DA 1 EURO CHE CONTINUAMENTE PUBBLICIZZANO ALLA TV....MAH....PER NON DIRE POI DEI VARI BONSAI ROSE GLADIOLI CICLAMINI ARANCE MELE....ETC....CHE QUASI OGNI DOMENICA CI TIRANO DIETRO NELLE PIAZZE....!!!!

IMMAGINO POI IL "MAGNAMAGNA" CHE CI SIA IN CERTE ORGANIZZAZIONI ENORMI COME LA CROCE ROSSA....O LA PROTEZIONE CIVILE.
.....ANCHE IN EMERGENCY.....PURTROPPO !!!!

VA BE' ......W GINO....W LA VITA...!!!!

cristian berardi 26.05.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto MATRIX di ieri sera?
E' stata una vergogna, hanno censurato fatti fondamentali e hanno montato i filmati apposta per nascondere le immagini più importanti che non vanno d'accordo con la versione ufficiale che ci hanno raccontato.
Per non parlare dei vigliacchi trucchetti di taradash... Uno schifo.
E' proprio vero che l'unico modo di informarsi correttamente ormai è internet:

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/immagini_eloquenti.htm

Giacomo Positani 26.05.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

guerra umanitaria (ossimoro insopportabile)
viviana vivarelli 26.05.06 18:24

Solo lo stolto continua a pretendere che la via delle armi sia chiamata la via della Pace.
La via della Pace è quella di Gandhi e Strada, una via difficile e complessa. Andare con le armi in pugno ad esportare la democrazia non può essere la strada giusta, ma la cosa che spaventa di più è con quanta noncuranza venga presa questa decisione. Non si pensa al dolore che si può generare da una guerra, non sarebbe prima il caso di cercare una strada NON VIOLENTA?

Carlo De Zan 26.05.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

ciao!

Giovanni Bentivoglio 26.05.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

CARA VIVIANA

Voglio un mondo dove gino strada lavori in fabbrica
Voglio un mondo dove gli ogm non siano solo americani
Voglio un mondo dove le mine antiuomo abbiano la forma di valigette 24h
voglio un mondo dove non si parli di religione solo quando fa comodo
Voglio un mondo dove i soldi si spendano x guarire e non x uccidere
finchè tutto questo non ci sarà continuo a dubitare dei mussulmani degli americani del petrolio e dei professionisti dell 'aiuto umanitario .. preferisco gli animali...si vede che appartengo alla categoria...
alla prossima
max@**

massimiliano crescini 26.05.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nelle scuole si dovrebbe cominciare a parlare degli olocausti compiuti dal comunismo, perchè è bene che i giovani devono sapere la verità, e che non vi potra' mai essere giustizia in una società che copre di disinformazione.

Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano spaccio' per "pericolosi antiriviluzionari" gli operai ungheresi che insieme alla popolazione tutta scese in piazza per combattere contro i carri armati inviati da Mosca. Il presidente Napolitano, che all'epoca dei fatti era il corriere incaricato dal pci italiano di correre a Mosca per ritirare i soldi che i criminali sovietici versavano nelle casse del partico comunista italiano arrivo' a dire che quei carri armati difendevano la pace in Europa.

Chiunque si vanti di essere comunista dovrebbe essere accusato di apologia di reato. In Polonia Napolitano verrebbe sbattuto in galera.

Esigiamo la verità su tutto.

Michele Fanti 26.05.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Badanti,infermieri,colf,operai sotto pagati nei lavori piu' umili e nocivi, nell'edilizia.

Mai una parola di elogio verso queste persone.

Continuate cosi', diventate ogni giorno sempre piu' piccoli ed inutili.

ivo serentha' 26.05.06 18:15 | Rispondi al commento |
*******************************************
l'elogio ?? certo prendono 500 al posto di 1000 senza dire una parola per questo che sono ben richiesti, e sicuro al 99 % se li metti in regola poi ti fai passare in nero la spesa dei contributi, oppure se gli dai un'alloggio te lo fai pagare in nero a costi altissimi..altrimenti non li assumerebbe nessuno..e smettela con la favola che nessuno vuol piu' fare lavori semplici: basta pagare e trovi la gente..............gente onesta che lavora e che non e' sicuramente lanciar sassi o a incappucciarsi o a scrivere nel blog..

qui tutti parlano bene e razzolano male..se ti azzardi a dire queste cose sei bollato come razzista.


se invece paghi una badante a livello di un medio operaio in regola , vedrai quante ne trovi: ma la gente normale, furba, vuole sempre fare l'affare e allora richiedono sempre piu' extracomunitari

e stai tranquillo..che anche tu se avessi la possibilita, li sfrutteresti..non venire a fare il moralista

la sinistra e la destra e sindacati sanno del fenomeno..ma chiudono gli occhi: in parole povere non gliene frega nulla, l'importante e' avere un posto fisso e sicuro al parlamento

ivana iorio 26.05.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di olocausti la razza umana ne ha visti parecchi e ne vedrà ancor di più!!!
Non c'è bisogno che ci dicano la verità basta usare una piccola porzione in più di cervello che normalmente viene lasciata " a Riposo" in quell'oblio chiamato mente, grazie all'ipnotizzazione di massa insita nella società.
Sarebbe ora che ci fosse un movimento di deipnotizzazione globale invece di parlare delle solite stronzate materiali, tanto quelle ci saranno per parecchi millenni ancora....

walter_damico 26.05.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Eroe, una parola troppo spesso abusata e che non mi piace utilizzare. Tuttavia per me Gino Strada è un Eroe. Credo che la sua opera sia paragonabile a quella di Gandhi, ovviamente a modo suo. Vuola la pace crede nella pace e a differenza di alcune altre associazioni umanitarie si espone politicamente per denunciare la guerra e gli orrori che ne derivano. Da secoli i potenti ci hanno detto che la guerra è qualcosa di nobile, di cavalleresco o semplicemente necessario. E per fortuna di sono persone che con i loro scritti (mi viene in mente Tolstoj) o con le loro azioni, come Gandhi o Gino Strada appunto, ci dimostrano il contrario.
Per quanto riguarda la "polemica" in questione è solo l'ennesimo attacco che ha ricevuto in passato e che continuerà a ricevere in futuro che viene portato nei confronti di Emergency proprio perchè con forza denuncia gli orrori della guerra e li condanna, e questo semplicemente non fa comodo a chi la guerra l'ha voluta.
A volte Gino Strada viene criticato perchè fa politica e dicono "pubblicità". La forza di Emergency sta proprio nel voler combattere la guerra, sia con gli ospedali aiutando chi della guerra è vittima ingiusta, sia con ogni altro mezzo possibile quindi anche esponendosi SENZA SE E SENZA MA contro tutti quelli che dicono che la guerra è indispensabile, e questo da fastidio, ma è proprio per questo che non bisogna assolutamente nascondersi e fare campagne nell'ombra.
Questo in risposta a coloro che dicono che preferiscono le persone che lavorano nel silenzio!

Un saluto a tutto il blog e a tutta la Tribù che stasera vedo maltrattata più del solito

Carlo De Zan 26.05.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Massiliano, ti dò qualche dato:

nel solo 2004 l'Italia ha speso in armi e soldati per la guerra all'Irak 284.984.563 euro
per le spese umanitarie solo 20.925.066 euro

Se la guerra costa 10 volte di più della pace, non mi è possibile, nemmeno con la più buona volontà, credere nella guerra umanitaria (ossimoro insopportabile)
Se poi penso che quel decimo è servito per ricostruire qualcosa che prima c'era e che noi abbiamo distrutto, il debole pretesto diventa ancora più vergognoso
L'acqua c'era e l'abbiamo inquinata
L'agricoltra c'era e l'abbiamo schiavizzata agli OGM americani
La terra c'era e l'abbiamo contaminata
Il petrolio c'era e lo abbiamo rubato
Le case, le scuole, gli ospedali c'erano e li abbiamo rasi al suolo
Le vite c'erano, le famiglie, gli uomini, le donne, i bambini.. e li abbiamo uccisi
Nessuno, nessuno, ci dice quanti sono gli iracheni morti. Non si fa nemmeno un pallido tentativo di dire quante sono le vittime
Bush e Blair fanno rientrare le bare dei loro stessi soldati in incognito come fossero una vergogna da nascondere
Le leggi c'erano e le abbiamo devastate
Le opere d'arte c'erano e le abbiamo bombardate
La religione c'era e l'abbiamo dissacrata
Le leggi internazionali c'erano, c'erano le leggi sulle guerra, sui prigionieri, sulle vittime civili, e ci abbiamo sputato sopra
In questa guerra non si salva nulla. Nulla
Siamo primi nel mondo nella produzione di mine antiuomo, 10 milioni di mine seminate ogni anno che continueranno per decine e decine di anni a esplodere tranciando gambe e corpi di bambini, di innocenti
Hanno la forma di gai giocattoli colorati per colpire l'attenzione dei bambini ed essere raccolte e cosi' far esplodere i bambini
G. Strada opera questi disgraziati, le vittime della nostra follia, opera e cura corpicini devastati, rosi dal fuoco, dagli arti lacerati, opera e cura e mette arti artificiali perché chi non cammina non vive
Abbiamo riempito il mondo di morti e di orrori
Cosa altro vuoi?

viviana vivarelli 26.05.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

PETIZIONE SCIE CHIMICHE

http://217.133.13.110/dev/scie/petizione.php

DAL SITO
http://www.disinformazione.it/

FIRMATE GENTE FIRMATE

albano fini Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Sull'11 settembre ci hanno detto tante bugie,

sull'olocausto almeno 10 volte di piu', e la distorsione della realtà continua dopo decenni di continuate menzogne.

i veri olocausti sono quelli che sono stati compiuti nei gulag sovietici, ma se chiedi ad un giovane cosa è un gulag probabilmente di dirà che è un gelato.

basta con le menzogne, si cominci a parlare dei veri olocausti

Michele Fanti 26.05.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che e' strano che i vari leghisti sono sempre pronti a dare addosso allo straniero colorato o meno.

Mai un'occasione di affermare l'importanza di tutta questa gente nell'economia del nostro paese

DOVEVI AGIUNGERE anche tutti gli extracomunitari che hanno aperto un'impresa ed hanno assunto italiani: se leggete i dati delle camere di commercio, non sono pochi....

Antonio Amati Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Alessandra.
Non sò cosa ti è capitato di leggere, ma qui nessuno fa muro contro nessun altro.
Mi sembra che tutti i bloggers siano interessati ad un confronto civile su varie tematiche.
Lo scontro nasce solo quando un disturbatore tenta di impedire questo confronto usando l'arma dell'insulto, ma questo non ha proprio nulla a che vedere con la normale dialettica tra persone anche di diverso orientamento.

Ciao.

Annamaria Farina


---

Questo esempio è davvero ECCELLENTE, sei talmente FALSA e bieca che arrivi al punto di INGANNARTI.

Tra parentesi, piantala, cortesemente con la tua mania di "apparire".

Non se ne può +, +, +, questo è un blog non è una chat, piantala con i tuoi bacetti, bacini, patetici e noiosissimi!!

FATTI UN TUO BLOG, se tanti ci tieni!

Infesti il blog a tutte le ore con queste FESSERIE pseudo-adolescianziali.

Se proprio vuoi scambiarti tutte queste effusioni fallo privatamente con chi ti viene dietro, che questi poi siano tanti o pochi (sono i pochi ben noti) fatelo privatamente, che è più facile e se permettete discreto:

questo non è il vostro salotto.. il bello come molti hanno già sottolineato che poi tu (?) ti accanisci contro chi non segue il tema del post o altro (!).

NB
e non tirare fuori il problema demente dei copia-incolla.

Al tuo confronto pietro lascala diviene squisito e gradevole:

BASTA!

Carmelo Borrelli 26.05.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi volesse ancora devolvere il 5 x mille ad emergency di gino strada.

Il codice fiscale associazione e' 97147110155

Grazie per l'eventuale adesione.

ivo serentha' 26.05.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

azz come siete agressivi....

ma quando Amato vi ha prelevato il 6 x mille dal vostro conto corrente in banca come avete reagito ?

usate la rabbia per altri scopi, perche' mentre vi azzannate tra di voi ve lo prendete in quel posto...

all'occhio....

gualdo Epifani 26.05.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Da parte mia condanno chiunque infranga la legge, in questo caso tutti gli extra comunitari che hanno frodato devono pagare penalmente.

Quello che e' strano che i vari leghisti sono sempre pronti a dare addosso allo straniero colorato o meno.

Mai un'occasione di affermare l'importanza di tutta questa gente nell'economia del nostro paese.

Esempi.

Badanti,infermieri,colf,operai sotto pagati nei lavori piu' umili e nocivi, nell'edilizia.

Mai una parola di elogio verso queste persone.

Continuate cosi', diventate ogni giorno sempre piu' piccoli ed inutili.

ivo serentha' 26.05.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quanto ho letto forse qualcuno può essere interessato a questa petizione per destinare
l’ 8 per mille alla ricerca: http://85.37.183.5/8x1000/index.htm
Per quanti volessero semplicemente informazioni sull’8 per mille, il sito www.uaar.it al link http://www.uaar.it/laicita/otto_per_mille/
è ben curato.

Grande Emergency

Alessandro Locci 26.05.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Beh, è chiaro che non ci possiamo ritirare dall'Iraq: la frittata l'abbiamo fatta, è giusto che restiamo per raccogliere i cocci di quel che abbiamo scocciato

Antonio Amati Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe un'ostracismo di tal guisa l'ho letto questa mattina un coso sindaco di catania molto amico del personaggio che impazza nei media da qualche mese il..bilos-rancoroso NANO ,leggevo che ha ridotto il finanziamento gia'stabilito per il restauro di una chiesa ,ma poiche'il parroco da anni tuona contro il servilismo siciliano verso i poteri infetti e che poi abbia avuto la malsana idea di accettare che emergensy ponesse una base per approfondire il lavoro che svolge fuori dai circuiti mefistofili della CROCE ROSSA..il coso ha deciso ..chi non si allinea al pensiero del NANO...e'COMUNISTA..come siamo ridotti male.......ciao beppe e gino....

roberto valentini 26.05.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

ciao Annamaria, un saluto amichevole!
sono appena entrata, ho dato una scorsa e ho visto che oggi qui è pieno di "amici"...

vittoria colonna 26.05.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

prova

Paola Bassi 26.05.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, dovresti affrontare anche un'altra organizzazione che è sommersa dal marcio, tra intrallazzi, finanziamenti che spariscono, affaristi: la protezione civile

Antonio Amati Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

bisogna piantarla con questa FALSA storia del ritiro subito delle truppe dall Irak ..poi i civili italiani che sono li li facciamo proteggere dagli americani ? Da Bin ? o gli spariamo direttamente in fronte così non soffrono? ...
alla prossima

max@**

massimiliano crescini 26.05.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

L'esempio di come una emerita associazione come la croce rossa diventando con strutture gigantesche, nonostante ci siano presenti volontari splendidi, si macchia purtroppo di affari personali, complici figure che ne approfittano.

Puo' far capire come il volontariato di nicchia, anche se immenso come gino strada e la sua associazione siano determinanti per il futuro.

ivo serentha 26.05.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

E' TROPPO RAZZISTA CHIEDERE CHE TUTTI GLI EXTRACOMUNITARI CHE SARANNO RICONOSCIUTI COLPEVOLI, OLTRE A RESTITUIRE I SOLDI E FINIRE IN GALERA,

VENGANO SUCCESSIVAMENTE ESPULSI DAL TERRITORIO ITALIANO???

NO, A CONDIZIONE che vengano espusi anche gli altri truffatori delinquenti come Wanna Marchi, Moggi, Galliani, ed i politici condannati, come Dell'Utri, etc. etc.

Antonio Amati Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per WALKER TEXAS RANGER e compagnia:

sapete che in europa qual'è la nazione che produce più immigrati e subisce meno immigrazione tra tutte?
in questo blog ci sono risposte con cui arricchire un pò meglio le vostre conoscenze in materia di immigrazione:

http://pragablog.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1009102

buona lettura

franco zappa 26.05.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

"C'è anche un esercito, in Italia, che non indossa divise, che non porta armi, che non ha caserme. Un esercito di milioni di giovani e di non più giovani, che si va ingrossando ogni anno e che è tenuto insieme dall'amore verso il prossimo, da una grande, infinita, disponibilità a lenire i patimenti e le angosce degli altri. È l'esercito dei quattro milioni di volontari, che ogni giorno, in silenzio, quasi in segreto, scende nelle strade dell'Italia e del mondo per combattere la sofferenza nei suoi mille aspetti. È un esercito composto da 38.000 organizzazioni, che opera nell'ambito della sanità, della protezione civile, del servizio ambulanze, dell'assistenza domiciliare ai malati e ai disabili, del doposcuola ai bambini e del sostegno agli immigrati. Un esercito senza generali, senza mostrine, senza medaglie, senza fanfare, che non percepisce salari e il cui solo compenso si esaurisce e si esalta nel gestod'amore. Se ci sono italiani che meritano di essere definiti "brava gente", nell'accezione vera, non autoassolutoria, non mitizzata, questi sono proprio gli splendidi e umili operai del volontariato."

____________________


Conclusione del libro di Angelo Del Boca "Italiani, brava gente?" - Neri Pozza Editore, Vicenza 2005.

http://www.neripozza.it/schedelibri/2005/settembre/19_09/italiani_brava_gente.htm


Nella mia miserissima vita c'è sempre stato e c'è tanto amore da portarmi a scusare anche atteggiamenti incivili come il tuo Paolo.

Tirarti un bacio però mi parrebbe eccessivo...pardon.

Buona serata!

Annamaria Farina

POVERINA NON RIESCI PROPRIO A STARE LONTANO DALLA TUA PROSOPOPEA DI BACI-ABBRACCI-CAREZZE-SALUTI ETC
CHE ADESSO LI VOMITI NEI COMMENTI, SEI COSI' RIDICOLA CHE ORMAI TI SEI PRESENTATA QUALIFICATA E PERSINO GIUSTIFICATA, UNA CHE HA AMORE E UN LAVORO NON PASSA IL GIORNO SU QUESTO BLOG A SPARARE NOTIZIE NON SUE E A ELARGIRE UN BUONISMO DA VOLTASTOMACO.

SE DAVVERO C'AVESSI UN UOMO AVRESTI DI MEGLIO DA FARE E SE DAVVERO ESISTESSE T'AVREBBE GIA' DATO UN CALCIO IN CULO.

STAI ALLA LARGA, POVERA FEMMININA DI QUART'ORDINE E LASCIA RESPIRARE QUESTO BLOG DALLE TUE STRONZATE!

Giovanni Trevisan 26.05.06 16:24


---


Sono sempre stata qui Flavio. Ho il computer sotto gli occhi purtroppo!
Sono tutti impazziti!!!
La cosa mi puzza...secondo me, come al solito, è sempre il solito, sotto mentite spoglie.

Annamaria Farina 26.05.06 14:43


E CHE ALTRO POTRESTI FARE TU SE NON STARE SU QUESTO BLOG TUTTO IL GIORNO?

SE TU AVESSI AMICI, MARITO, FIDANZATO O SOLTANTO DEI COLLEGHI CHE TI DESSERO UN MINIMO DI CONSIDERZAZIONE NON AVRESTI PROPRIOIL TEMPO DI STARE A VOMITARE COPIA E INCOLLA E COMMENTI INSULSI CON MOINE DA VOMITO.

SIAMO IN TROPPI A LAMENTARCI ADESSO

FATELA FINITA, PARLATE DI COSE ATTINENTI ALLE NOTIZIE E SENTITEVI TELEFONICAMENTE O TRAMITE MAIL PER LE VOSTRE STUCCHEVOLI PSEUDOATTENZIONI!

Angelo Ripa 26.05.06 15:03


&&&&&&&

Era ora, qualcosa si muove contro questa/o/i melensi baciapile! ..maronna che disgusto..

il bella che sta tizia/o/i si erge a DIFENSORE del blog, di Beppe Grillo, etc, etc, come se ne avessero i requisiti, come se qualcuno gliel'avesse chiesto e SOPRATTUTTO come se la cosa in se AVESSE UN SENSO!!

basta!

il blog è di tutti e di nessuno, chi è contro, chi è pro, chi è di qua, chi è di là, chi è bianco, chi è nero, gli UNICI a non farne

Carmelo Borrelli 26.05.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://appelli.arcoiris.tv/appello_viasubito/

è il link per aderire ad una petizione per il ritiro immediato delle nostre "forze di pace".
non si chiede nulla, solo una firma.
i primi firmatari sono don luigi ciotti, tonio dell'olio e ovviamente gino strada.
beppe manchi ancora tu!!!!!!
baci
sei forte!!!

simona lippini 26.05.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A. Di Napoli:

L'arroganza non ha
pieta´di nulla
trita tutto
divorando la verita´...


da Masada 300
http://www.masadaweb.org

viviana vivarelli 26.05.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

viviana vivarelli 26.05.06 17:47
certo ke se parli come scrivi a casa tua davanti alla tavola tutti terrorizzati me li immagino quei poveri cristi con il complesso di emergency... ma svegliati quale civile vuoi che parta x una zona di guerra senza una minima tutela ? al limite non si deve mandare nessuno ..nemmeno gli aiuti ma questa è un' altra storia..
alla prossima
max@**

massimiliano crescini 26.05.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

O.T. ma non troppo..
**********
Il ministro ha solo metà dei fondi destinati alle commissioni
Il resto - dice - nel 2003. Mancano 40 milioni di euro
Troppo pochi i soldi ai prof
bufera sull'esame di maturità
A meno di un mese dall'inizio delle prove
parte la protesta dei 120mila commissari
di MARIO REGGIO
**********
(24 maggio 2002)
ROMA - Aria di burrasca sui prossimi esami di maturità. Manca meno di un mese all'inizio delle prove, la prima si svolgerà il 19 giugno, e mancano i soldi per pagare i 120 mila commissari e i settemila presidenti di commissione. Malgrado il governo Berlusconi, per risparmiare, abbia cancellato i commissari esterni e le relative trasferte, in cassa il buco è di almeno 40 milioni di euro. Ma non basta. Quelli stanziati nella finanziaria, poco più di 40 milioni di euro, non sono tutti immediatamente disponibili e i compensi previsti per i commissari e i presidenti sono inferiori a quelli pagati lo scorso anno. Così, ieri pomeriggio, al termine dell'incontro tra sindacati della scuola e due direttori generali del ministero, è stata sancita la rottura.

Le organizzazioni sindacali hanno chiesto un incontro immediato con il ministro Moratti ed hanno respinto la proposta di dilazionare il pagamento della metà dell'indennità, poco più di 150 euro, al luglio del 2003. "L'incontro ha segnato una netta e profonda rottura tra ministero e sindacati di categoria - dichiara il segretario nazionale dell Cgil-scuola Enrico Panini - basti dire che aumentano in modo consistente i compiti e le responsabilità dei commissari e dei presidenti rispetto al passato, visto che da quest'anno i commissari saranno tutti interni, e non solo non si adeguano le retribuzioni, ma in diversi casi, viene ridotta l'indennità rispetto al 2001.. ecc. ecc.
(24 maggio 2002)
*********************
Mi sembra un po’ datato l’articolo, per poter essere reso attualità..
O è la storia che si ripete?
Forse io farei un po’ più di attenzione nei vari copia/incolla..

paola almasio 26.05.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe grazie per avere pubblicato la lettera di gino è un grande,quando posso aiuto emergency...grazie a tutte le persone che non si lasciano vivere ma vivono.grazie a tutte le persone che hanno l anima negli occhi..se potessi essere utile,spendermi anche io in maniera attiva lo farei solo per potere dire anche io ho vissuto e nonmi sono lasciata vivere..w la gente bella con l anima negli occhi.un abbraccio.ritasilva

rita pistolozzi silva 26.05.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo dire che dispiace vedere con quanto accanimento ve la prendete con Annamaria Farina, se c'è una persona educata, pronta al confronto, senza ergersi a "so tutto io" come fanno tanti del blog, sarebbe, prima di tutto, un modo di scambiarsi le impressioni civilmente, a me personalmente Annamaria piace per come si pone, non significa niente il fatto che possa fare il copia-incolla, è una cosa lecita, anche per comunicare fatti che spesso non si riescono a sintetizzare in altro modo, non ho capito lo scopo di sputare tanto veleno contro di lei, io personalmente non la penso come lei, ma ci sono cose di destra che non mi piacciono come altre di sinistra che danno da pensare, quindi scambiare i propri pensieri e principi non può che portare giovamento a tutti.
Annamaria è deliziosamente una donna, come dovrebbero esserlo anche altre sul blog, che spesso usano parole non proprio raffinate, si dovrebbe ricordare che spesso l'offesa, nasconde l'incapacità di interloquire. Vorrei pregare Annamaria di non badare alle sconcezze o al modo di certi ignoranti di prenderti in mezzo, penso che la maggior parte del blog abbia piacere di leggerti, non solo, ma anche quando mandi baci,è un modo carino di salutare.
Seguita a postare tranquillamente, sappi che ti leggiamo sempre con molto interesse.
Un saluto sincero a te e alla dolcezza delle ragazze e donne del forum.
Francesco

Francesco Panniello 26.05.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

L'8 x 1000 a tutti tranne che alla religione. Qualunque essa sia.

PS: Ma avete visto gli occhi di Ratzinger? Sembrano quelli del demonio. Anafettivi e se gli occhi sono lo specchio dell'anima, be' lui non ne ha!

Biagio Roggia 26.05.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Continua così Gino! Tu andrai in paradiso!

domenico selvi 26.05.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

La differenza tra Gino Strada e personaggi governativi è che Strada non riconosce alcuna patente di guerra umanitaria o di esportazione di democrazia, rifiuta ogni retorica militarista o patriottarda, è contro la guerra in modo secco e dunque è anche contro i governi che la guerra la fanno sia che il presid. che la racconta si chiami D'Alema o Berlusconi

Dice:
"L'orrore della guerra in Iraq e Afghanistan non viene mai mostrato: viene mostrata una caricatura, una parodia della guerra. Si vuole trasferire un'immagine della guerra come fosse un'operazione anticrimine, di una guerra che addirittura produce democrazia, partecipazione, benessere. Basterebbe essere là per vedere che in realtà la guerra è la grande vergogna della razza umana, il grande mostro da eliminare: il vero nemico è quello. È ciò che fa decidere a un gruppo di potere di andare ad ammazzare qualcuno.
Cosa significa processo democratico? Che democrazia sarebbe se nel nostro Paese vi fossero circa 150.000 militari stranieri che possono scorrazzare, ammazzare, torturare, prelevare chiunque vogliono? Credo che, se la democrazia si riduce al voto, avremo solo un grande trucco che consente alle classi dominanti di continuare a dominare la maggior parte dei cittadini del mondo
Se si tratta di curare i bambini non servono carabinieri ma servono pediatri.
Se si tratta di costruire case, pozzi, scuole, ospedali servono ingegneri e non serve il battaglione Tuscania
Non capisco perché per attività civili siano necessari i militari
Se si vuole camuffare un'aggressione militare, cui noi partecipiamo ovviamente come servi dei potenti, con un'operazione umanitaria, questo non sta in piedi"

G. Strada è stato proposto al Nobel per la pace da persone come Rita Levi Montalcini, Renato Dulbecco, Dario Fo, Michail Gorbaciov e Rigoberta Menchu
Pensare che un governo debba avere il monopolio delle operazioni di aiuto umanitario è un'idea che cozza violentemente proprio contro l'idea del volontariato.

viviana vivarelli 26.05.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Immaginate ...
che Cicciolina chiedesse fondi per combattere la prostituzione,
che Vanna Marchi conducesse "Mi Manda Rai Tre" per combattere le truffe,
che Riina cercasse fondi per combattere il racket,
che Pablo Escobar si impegnasse pubblicamente contro il traffico di droga,
che Bin Laden aprisse una scuola di piloti di jet per poveri orfanelli:
dopo una bella risata vi mettereste le mani nei capelli?
In Italia succede che l'ex ministro della Sanità De Lorenzo,amico di Poggiolini (quello che nascondeva i soldi nel materasso), arrestato e condannato perchè si è fatto i soldi vendendo farmaci scaduti in Africa(tra le varie cose), si presenti ora in TV (a Canale 5) a chiedere un sms di un euro per un'assocazione di volontariato.
Mi viene da vomitare.

Per completezza, ecco una notizia a suo riguardo di qualche tempo fa:


NAPOLI, 7 LUGLIO - È stato condannato in appello a sette anni e cinque mesi di reclusione l'ex ministro della Sanità Francesco De Lorenzo al termine del processo per le tangenti sui farmaci. La sentenza è stata emessa dai giudici della prima sezione della corte d'appello di Napoli che hanno accolto quasi integralmente le richieste del sostituto procuratore generale, che aveva concluso per una condanna a dieci anni di reclusione. La corte ha condannato l'ex ministro per 95 capi d'imputazione su 97, non ha riconosciuto le attenuanti richieste in subordine dalla difesa e non ha derubricato alcuna delle accuse di corruzione in finanziamento illecito. Associazione per delinquere, corruzione, illecito finanziamento dei partiti e false fatturazioni i reati contestati.

Giuseppe Napoli 26.05.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Confondere il Sig. Cairo con il CICR è secondo me un grande errore da parte di Strada, non è che se Cairo lavora (male?) per il CICR allora tutto il sistema è sbagliato; è come dire che gli italiani sono un popolo becero unicamente perchè non riescono ad avere un governo degno di questo nome.
Inoltre ho purtroppo letto nei messaggi qualcuno dire che 1'11 settembre e l'olocausto sono bugie, passi per l'11 settembre, ma negare l'olocausto è revisionismo storico e, non so in Italia, ma nel resto d'europa è punito anche con l'incarcerazione, ma poi cosa centrano l'olocausto e l'11 settembre con la discussione sulle ONG?

sergio vigna 26.05.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto ciao a Gino Strada,e a tutti i medici come lui che danno la loro vita per riportare alla vita le vite spezzate dai PORTATORI DI DEMOCRAZIA OCCIDENTALI,talvolta in condizioni al limite della sopravvivenza.da ora in poi quando ne avrò la possibilità,oltre che ai bambini brasiliani le mie donazioni,seppur minime,andranno a EMERGENCY.
ciao Gino e hasta la victoria!!!!! siempre!!!!!!!

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

From: Gian Franco Dominijanni
To: Antonio Verrone 26.05.06 16:18

TRASPARENZA DEI LEOPARDI

Sono d'accordo con te, però ho seri dubbi che tutte le amministrazioni comunali intraprendano questa linea, sarebbe un eccesso di zelo nei confronti dei cittadini.

Eppoi in molti comuni è radicata la consuetudine di far funzionare le serrature delle camere che vogliono farti visitare.

Basta ricordare il buffo comportamento di alcuni amministratori nei confronti delle incursioni di radio/televisive es. Oliviero Beha, Striscia la Notizia, Report, le Jene ecc.

Ti sono sembrati atteggiamenti di persone che non avevano niente da nascondere?
Per di più davanti a milioni di radio/telespettatori.

Amministratori che sarebbero potuti uscire da quelle situazioni incalzanti, molto ma molto più elegantemente, evidentemente sotto sotto non tutto è trasparente e quel che è peggio non sono riusciti a rimuovere il dubbio anzi... .

Sorge un problema: le amministrazioni che non lo vogliono adottare? Imporlo?! a questo punto va a farsi benedire l'autonomia locale, ripeto sarebbe un buon sistema di trasparenza nei confronti del cittadino, ma come tutte le cose buone per il cittadino, trova difficoltà di applicazione... purtroppo.

TRASPARENZA A MACCHIA DI LEOPARDO

Un saluto

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 26.05.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Forse la Croce è rossa per la vergogna... Grande Gino Strada, sempre un filino polemico, ma così è, grande vanto dell'Italia, altro che cazzi...

Non ti fare il sangue cattivo con quaquaraquà come Scelli e Il Cairo (sputtanato e umiliato da un suo stesso superiore, e alla grande, io mi sarei immediatamento dimesso, ma la dignità tanti non sanno cos'è...), continua così...

Il mio 5 x 1000 quest'anno è andato alla LAV, se mi liberano l'8 x 1000 dalle pastoie catto-naticane, il prossimo anno te lo do tutto (quest'anno piuttosto che a una chiesa l'ho dato alla stato)
PS visto la botta di religioni proposte, a quando Shiva, Venere e il mago Otelma?

Carlo Cappelletti 26.05.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perdonami, ma non ho cpompeso il tuo post.
??????

Annamaria Farina 26.05.06 17:31


COME VOLEVASI DIMOSTRARE!!!

AH AH AH


l'8xmille alla chiesa cattolica serve ANCHE a pagare gli avvocati che difendono i preti pedofili, io fossi in voi un pensierino a come impiegarlo meglio lo farei
peace&love
gianfranco fazzeri 26.05.06 15:36 | Rispondi al commento |
Discussione
@@
Ciao Gianfranco.
Purtroppo sull'8 per mille, a differenza del 5 per mille, non abbiamo potere decisionale. Pur non esprimento alcuna preferenza infatti, il contributo finisce comunque nelle tasche del nostro amato Vaticano.

Annamaria Farina 26.05.06 16:24 |

--------------------------------------------
Ragazzi, l'8x1000 datelo alla chiesa Valdese. Infatti per statuto, i valdesi non possono utilizzare le donazioni per il sostentamento del "clero".
Annamaria, noi possiamo scegliere... Facciamolo!
Chiesa Valdese
La somma ricevuta dalla Chiesa Valdese (4,6 milioni di euro nel 2004) non può essere usata per alcuna attività religiosa, ma esclusivamente per progetti sociali, assistenziali e culturali. L'obiettivo è di assegnare almeno il 30% a progetti per combattere la fame nel mondo, e di non superare il 5% per le spese di pubblicità e di gestione (in realtà nel 2004 la somma di queste due voci ha raggiunto il 6,88%; lo 0,38% è stato speso per il personale).Ogni anno viene pubblicato un resoconto molto dettagliato delle spese, che elenca tutti i progetti finanziati e la relativa spesa.Per quanto riguarda l'Italia (64,92% del totale, circa 3 milioni di euro), i finanziamenti sono stati ripartiti in questo modo:

32,90% cultura, pace e diritti umani
24,65% anziani e sanitübr /> 17,80% bambini e giovani
18,36% occupazione, assistenza sociale
6,49% rifugiati, migranti e nomadi
Per quanto riguarda l'estero (27,82% del totale, circa 1,3 milioni di euro) la suddivisione è stata la seguente:
22,82% sviluppo agricolo e attività produttive
25,39% bambini e giovani
36,90% assistenza e sviluppo sociale
11,13% sanitübr /> 3,54% diritti umani

Veronica Boni 26.05.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

auguro ai bloggers un meraviglioso fine settimana.


Stefano Ceresa 26.05.06 17:24

CIAO AMORE MIO, CIAO BACI BACI BACI

AUGH BAU BAU MICIO MICIO

***********************************

Annamaria Farina 26.05.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

grazie gino grazie di esserci.io quando posso ti aiuto materialmente,ma vorrei fare molto dipiù per emergency...dato il notevole tempo che ho passato in ospedale,fra un operazione e l altra ho appreso un pò di nozioni infermieristiche..mi piacerebbe tanto fare qualcosa se non altro per non dire mi sono lasciata vivere,ma ho vissuto.grazie a gino a tutte le belle persone che vivono la vita amando e comprendendo noi perchè il prossimo siamo noi..grazi di cuore a tutte le belle persone che esistono in tutta l umanità..uno cento mille gino strada.lui si che ha capito il vero valore della vita e come lui tanti altri..grazie di esserci.un abbraccio a tutta la bella gente..che ha l anima negli occhi.ciao e grazie.ritasilva

rita pistolozzi silva 26.05.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Liberalizziamo gli ORDINI PROFESSIONALI!

http://andryyy.ilcannocchiale.it

Antonio Piras 26.05.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

MA ILLUMINATI CON LA BENZINA VEDRAI CHE LUCE DEMENTE

cosimina vitolo 26.05.06 17:24


Mi dici dove abiti te ne porto un BARILE!!
ah ah ah


x annamaria .....quella dei tanti asterischi ...altrimenti chi la nota?
Ma sai ke nn ti capisco ? Scrivi e vai controcorrente e pretendi di nn faticare ... nn è che 6 dipendente pubblico?
nn prendertela è 1 battuta ..6 permalosa un bel pò!!!..
abrracci e pochi baci (sennò viene l'herpes ke come tutti sanno ha inventato il nano portatore di democrazia)
alla prossima....

max@**

massimiliano crescini 26.05.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

tutti al mare :)
e non scordate la vignetta
al link sul mio nome

baci

filippo ricca 26.05.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gino Strada
Grande Emergency
Da anni vi seguo e vi sostengo, e continuerò a farlo.
Come sempre, grande Grillo che dà voce a queste splendide persone.
Ciao a tutti
Chiara

Chiara Ba 26.05.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
auguro ai bloggers un meraviglioso fine settimana.


Vedo che l'educazione è di casa stasera!!!!!

Flavio Mancini 26.05.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Scusami, ma sei davvero un i-diota.

Annamaria Farina 26.05.06 17:17


Sì sì sì finalmente l'ho capito sono un
I-DIOTA
I-DIOTA
I-DIOTA

Ah finalmente sono stata illuminata!

Che bello tanti baci e abbracci a me c'ho l emani dappertutto.... ahah ah

AUGH BAU BAU MICIO MICIO


Petizione europea promossa dall'europarlamentare svedese Cecilia Malmström:
http://www.oneseat.eu/

(firmate con Cognome e Nome. Obiettivo: arrivare a 1 milione di firme)

La sede del Paralmento Europeo dovrebbe essere Bruxelles
Al contribuente europeo costa all'incirca 200 MILIONI DI EURO lo spostamento del Parlamento da Bruxelles (Belgio) a Strasburgo (Francia). In quanto cittadino europeo richiedo che la sola sede del Parlmamento sia Bruxelles.

Join 187012 other european citizens in signing the petition!

http://www.oneseat.eu/

Alessandro De Bellis 26.05.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

BASTAAAAAAAAAAAA
Quanto ci costano i parlamentari?
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
BASTA votare i pregiudicati
BASTA pagare lo stipendio a dei ladri
tutte le informazioni dettagliate su
http://handly.bloggers.it

Andrea Liga 26.05.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Scelli: un ambizioso, scelto da Letta e Ruini come commissario speciale della CRI, che da associazione internazionale trasforma in appendice di Fi
Comincia da presidente Unione-trasporto-malati-per-Lourdes.
Nel 2001 si presenta a Roma per FI per un seggio alla Camera, finanziato da B, ma perde
Nel 2002 è scelto per una supplenza di 6 mesi alla CRI in Irak, in attesa del nuovo presidente, con B la supplenza diventa eterna
Si ripresenta come candidato governatore dell’Abruzzo FI ma non va

Seguono episodi indecorosi:
-il suo convoglio abbandona Baldoni che viene assassinato
-manifesta il suo odio a Emergency diffamando Gino Strada
-insulta pacifisti e volontari (che per B sono fuori di cervello, salvo che non lavorino per FI)
-quando B ordina a tutti i civili di evacuare l’Irak, solo a lui è concesso di restare, perché la CRI è l’alibi della guerra ‘umanitaria’ senza il pericolo di resoconti non embedded
-segue il rapimento di Cupertino-Stefio-Agliana, l’azione sconsiderata di Scelli manda a monte le manovre per la liberazione e i servizi sono obbligati a chiedere che in futuro si astenga
-B lo chiama a Firenze a organizzare con Storace il convegno dell'Onda Azzura, i giovani propagandisti di FI. Scelli, ordina a 150.000 crocerossini di supportare B e invita come ospiti d’onore i terroristi Mambro e Fioravanti (rei di stragi), come prototipi del giovane azzurro, col tripudio della Destra Nazionale. I crocerossini svicolano. Gli stragisti non fanno audience. Il convegno è un flop
-Mentre B si mangia le mani, Scelli esce a dire che, per liberare le due Simone, ha nascosto 4 terribili terroristi schedati e ricercati dall'esercito USA, e, come non bastasse, dichiara che ciò è stato deciso da B e Letta. Fa anche capire che Calipari sapeva tutto e forse è stato ucciso per questo.

Non proseguo per carità cristiana
Onore ai volontari, ma cosa si aspetta a far fuori questo personaggio?

Non conosco Cairo, ma la CRI merita che si faccia pulizia

viviana vivarelli 26.05.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

telecom...un covo di spie:

http://213.215.144.81/public_html/
articolo_index_24448.html

roberto stabile Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono liti di bottega.
Gino Strada vive come un pascià negli Sheraton, e si lamenta perchè il comune di Milano vuole dargli, sì, la sede in comodato gratuito, ma non in Piazza Duomo.
Non è una congrega di fraticelli, e questo livore verso il suo collega (non è medico, ma tanto neanche Strada fa il medico, fa conferenze) ne è la piena dimostrazione.
Ugo Fantozzi 26.05.06 16:26 |
-------------------------------------------------

signori, mi sembra che se scrivete cose del genere, voi siate a conoscenza delle prove di quanto sostenete. purtroppo, credo che voi semplicemnte millantiate la conoscenza dei fatti. d'altra parte, se non ci fosse tra voi un tale esempio così illustre di millanteria, non avreste nemmeno una guida che vi possa "illuminare" il cammino, perchè non vi perdiate tra i "meandri" della coscienza. i vostri illustri maestri, tanto rispettati e temuti, si sono rivelati nel tempo dei semplici malfattori con un'enorme potere. ahimè, le tesi cospiratorie sull'ordine mondiale non considerano la maggior parte delle volte l'idea che in realtà chi cospira non è poi così intelligente e infallibile come comunemente si crede. l'afghanistan lo dimostra. una guerra sostenuta solo per ingrassare poche miserabili vite, a danno di una popolazione che rassegnata subisce la violenza e l'ingordigia di potenze economiche che solo con gli scarti di quanto producono sfamerebbero l'intero pianeta! c'è una tale alterigia e una tale insensibilità da parte di autorità governative, militari, "umanitarie", giornalisti e corpi diplomatici, che hanno pensato bene di trincerarsi all'interno di strutture lussuose e comforts impensabili anche per un occidentale medio, dove appena un metro più in la c'è rovina e dolore. emergency ha veramente costruito strutture e dato accoglienza a persone che sono abbandonate a se stesse, nell'indifferenza di questi numerosi sciacalli che hanno a cuore solo i loro spregevoli interessi. queste cose verificatele da SOLI in afhanistan, se potete...

giorgio ragazzi 26.05.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*******************AUGH!!***********************

Ciao Tribù... o meglio miei amati, adorati,venerati ammiratori che provate ardore nel leggere le mie intelligentissime informazioni dove mi spremo le meningi per effettuare il "copia/incolla", mi dispiace oggi non aver potuto scuotervi le mutande come nei giorni scorsi, ma ho capito che sono una povera demente a caccia di attenzioni, che cerco l afama nel posto sbagliato, così d'ora in poi cercherò di limitarmi a esprime mie pure opinioni personali in assoluta attinenza ai post di beppe e riserverò le mie carinerie ai chi mi sta vicino perchè così è giusto...

Fatevi coraggio, stanotte toccatevi pensando al mio nome e immaginandomi come volete nella vostra fantasia, appena posso cercherò di indurirvelo con qualche copia incolla nascosto nei commenti non temete!

Intanto chiedo al webmaster di crearmi una chat apposta col mio nome dove voi tutti potrete entrare e scambiarci tutte le moine e la carinerie di cui la vita i priva.

A presto miei devoti ceresa,vitolo,arrigoni,gerrit,flavio ecc. scusate se non vi nomino tutti, ma vi auguro un buonvenerdì-sabato-domenica, una splendida serata-mattinata-pomeriggio-ariserata-arimattinata ecc. e vi mando tanti baci baci baci e tanti ma proprio tanti abbracci abbraccissimi abbraccioni, non vi dimenticate della vostra amica che ha tramutato un blog di informazione in un lurido luogo di ritrovo di sfigati da chat amorosa-sex

metto tanti asterischi sennò non mi notate

augh

BAU BAU

MICIO MICIO
**********************


alessandra lattuada @@@@@@@@@


Io non sò quale strana forma di avversione anima i vostri interventi questa sera, comunque il blog è uno spazio libero e pubblico dove chiunque può leggere e commentare.
Se hai dei pregiudizi nei miei confronti ti prego si specificare nel tuo prossimo intervento una richiesta perchè io mi astenga dal commentare...la rispetterò.

Ciao.


Salve a tutti,
ma non vi sembra il momento di dire basta a stè quattro,avete monopolizzato il post,le vostre cialtronerie riservatele alle riunioni di condominio della "palazzina",propongo un minuto di silenzio in ricordo di questa terribile giornata.
Saluti

Peppone Deiana 26.05.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

la fitzer una nota casa farmaceutica creo un farmaco contro la meningite oltre a testarlo sugli animali si reco in un paese africano dove c era un alto tasso di malati di meningite e inizio a testare poi un bel giorno all improvviso scomparvero.Negli stati uniti il farmaco venne meso sul mercato e causo gravi danni al fegato e cosi si decise di darlo solo agli adulti perche era destinato ai bambini dopo tanti disastri il farmaco e stato ritirato ed ora si e aperta una nuova inchiesta su questo fato

cosimina vitolo 26.05.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viva Il POPOLO ANTITRIBU' 26.05.06 16:56 | Rispondi al commento

Sono sostanzialmente daccordo nel sottolineare l'assoluta mancanza di informazioni,dal fronte afghano.
Purtroppo si tende a dimenticare quel conflitto tuttora in corso, o, almeno è quello a cui tendono i paesi coinvolti in quel conflitto che preferiscono considerarla un capitolo chiuso.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 26.05.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che i fatti abbiano abbondantemente dimostrato la differenza di impegno di Gino Strada rispetto ad uno Scelli o addirittura ad un Cairo Tra le altre cose Emergency ha un costo di gestione che incide per il 6% rispetto a quanto riceve tra contributi e prebende, per cui veramente i soldi vengono investiti in operazioni umanitarie piuttosto che per mantenere carrozzoni inefficienti. Vorrei anche ricordare che Gino Strada è stato l'unico che ha avuto il coraggio di rifiutare il contributo annuo dell'ex governo Berlusconi per questioni di principio. Quanti avrebbero accettato il compromesso al posto suo, a cominciare da Scelli o da Cairo stesso(che non mi risulta abbia fondi autonomi)? Chi critica un uomo che ha rinunciato a guadagni enormi che la sua professione gli avrebbe consentito per andare in zone di altissimo rischio ad aiutare concretamente chi soffre denota solo meschinità e merita solo il nostro disprezzo

Antonello Vasi 26.05.06 17:08|