Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Mafia condicio


H6S big.jpg
Vignetta di: Massimo Ciotoli

Agostino Saccà direttore di Rai Fiction, quindi nostro dipendente pagato con soldi pubblici, ha vietato la messa in onda del film “Giovanni Falcone” in cui compariva anche il giudice Paolo Borsellino.
Il programma doveva andare in onda il 23 maggio, anniversario della strage di Capaci, prima delle elezioni siciliane, ma Saccà non vuole che sia diffuso per la par condicio, per non favorire Rita Borsellino candidata alla presidenza regionale.
Al posto di “Giovanni Falcone” Saccà manderà in onda un giallo ambientato in Marocco: “La moglie cinese”.
Saccà sta applicando la mafia condicio.
In Sicilia, fino alle elezioni, deve essere però proibita la saga del "Padrino" di Marlon Brando in televisione e ritirato dai cinema “Il fantasma di Corleone” di Amenta.
La mafia condicio deve essere portata fino in fondo, anche gli altri candidati non devono godere di alcun vantaggio.

Pubblico una lettera di Stefania che mi scrive dalla Sicilia.

Caro Beppe,
tra pochi giorni in Sicilia, si voterà per eleggere i deputati del Parlamento Regionale.
Sai Beppe, sui muri delle città siciliane in questi giorni, campeggiano (spesso abusivamente) manifesti elettorali strappa lacrime, con frasi da bacio perugina rancido.
Ad un tratto tutti hanno idee nuove, la Sicilia nel cuore, un grande futuro ci attende, giovani orgogliosi di essere siciliani, ripartiamo dal sud, un grande progetto...
Bene, io mi chiedo una sola cosa: ma prima dove eravate?
Queste frasi e queste belle idee diverse vengono da gente che dentro i palazzi della politica regionale ci "bruca" da anni e vedere che, dopo aver passato a nostre spese in quegli uffici cinque anni, sia loro finalmente venuta in mente "un'idea diversa", mi riempie il cuore di gioia ...

Beppe, immagina di essere il presidente di una società con 90 dirigenti costosissimi che passano le giornate a farsi i fatti loro e litigare per l'ufficio più bello. Nel frattempo la tua società va in fallimento, ma loro sono sempre stati strapagati. Allo scadere del contratto ti dicono che "ti amano" che "hanno un'idea diversa". Dimmi una cosa, li riassumi?? In Sicilia, si!
Beppe, temo che riassumeremo la gente che ci ha portati al fallimento e che lì vuole tenerci.E quando dico fallimento, non parlo solo dei debiti e dell'allegra gestione della Regione, parlo di un concetto molto più ampio e radicato, lo chiamerei … il "complesso del cardellino".
Mi spiego: immagina un nido con un cardellino affamato che aspetta di essere nutrito dalla premurosa mamma … scena tenera, eh? Se non fosse che quel cardellino è in età pensionabile.
Siamo un popolo abituato ad aspettare l'aiuto dalla Regione o dal sedicente politicante, un popolo tenuto per le palle. Andiamo avanti non a programmi, ma a promesse. Ti stupirai, ma qui la gente crede ancora alla promesse di un politico... La gente qui ti vota per un buono benzina, per un pacco di pasta o per 50 euro.Più volte, mi sono chiesta il perchè. Ignoranza? Forse. Disperazione? Forse. Cretinaggine? Mah, non credo.
E' piuttosto un mix di povertà e di insano opportunismo.
E’ la povertà dei furbi, di quelli col sussidio di disoccupazione e il lavoro in nero, di quelli che non trovano lavoro perchè non vogliono lavorare, di quelli per cui "lo Stato è assente e non mi dà la casa, il lavoro e l'assistenza", di quelli che, pur di non far nulla, bussano alle porte dei politici per avere qualche briciola.
Non considerando il fatto che quella briciola -che sia un lavoro, un precariato, un appaltino, un raccomandazione o altro- la sta pagando carissima e la sta facendo pagare anche a noi.
Quando i nostri politici assumono 18.000 precari in un giorno (fatto recentemente avvenuto) i soldi non provengono dalle loro tasche, quei soldi vengono tolti allo sviluppo, ai servizi, alla sanità e alle infrastrutture dell'intera Sicilia.
Finché esisteranno persone che non rinunciano all'elemosina e al ricatto dei politici, questi signori avranno vita facile. E vinceranno le elezioni passeggiando e abbracciando e baciando gli elettori.
L'aspetto strano di questa faccenda della promessa è che al siciliano doc le parole "rispetto", "dignità", " onore", da sempre fanno vibrare le corde: "mancare di rispetto" qui è un peccato capitale, siamo fieri per nascita.
Almeno così credevo.
Questo mollusco con la mano tesa e lo sguardo da ruffiano pronto a vendere il futuro suo e il mio per 30 danari, non è il siciliano doc e non merita comprensione..E’ la zavorra, è il freno a mano del nostro futuro. Le persone come lui formano quel prezioso "allevamento di voti" che non ci permette di mandare a casa la gente che ama vederci sottosviluppati e ricattabili.

Caro Beppe, potrei citarti migliaia di casi di promesse non mantenute dai politici e di gente imbestialita: lo so io e lo sanno quelli che ancora ci credono. Io chiedo loro solo una cosa. Prima di dare un consenso, vi prego: cercate di capire chi avete davanti. Chi vi promette facili favori, non vi ama e non vi darà nulla. Non lo dico io, lo dice la loro storia: basta dimostrarvi chi sono.
Caro Beppe, a te e a coloro che leggono chiedo di aiutare questa gente a capire..Esiste un sito che in maniera molto semplice fa un bilancio dello scempio che coloro che oggi ci chiedono il voto hanno fatto negli ultimi cinque anni di governo regionale. Gente priva di scrupoli che si arricchisce sulle nostre sventure.

Prima di votare, bisogna assolutamente leggere le notizie di questo sito:
www.disonorevoli.it

Grazie di cuore.”
Stefania.

13 Mag 2006, 20:29 | Scrivi | Commenti (1025) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

LETTERA AL GENERALE CARLO ALBERTO DALLA CHIESA

Carlo Alberto,
non sai quanto onore
io sento per te
direi quasi amore
mi resta
soltanto l’amaro
di un giorno violento
costato a noi caro
ti canto
la mia ammirazione
perché eri davvero
un uomo migliore
invece noi stolti
piccini e paurosi
magari anche colti
ma tanto omertosi

Generale
Con tutto il rispetto
A nome di un cuore
Che batte nel petto
Mi sento di dire
Che chi ti ha fermato
Non è la Sicilia
Ma tutto lo stato
Colui che hai servito
Con tanto rigore

È lui l’assassino
È lui il traditore

Carlo Alberto
Non sei tu a perire
Ma questo stivale
Votato a morire
Ti abbraccio
Dicendoti piano
Che dal 3 settembre
Non sono italiano…

Walter D. Commentatore certificato 08.09.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

contro la mafia italiana
domani sarà il 5 marzo 2007 ed io saporito giuseppe andrò all'ispettorato del lavoro di palermo a denunciare il teatro massimo di palermo per come mantiene il baboratorio scenografico che è completamente fuori norma.Ho paura,io ho ragione da vendere ho delle foto che mostrano tutto quello che c'è da vedere e anche di più,ma sono solo io che mi lamento,il presidente della fondazione è il sindaco,ma i soldi arrivano dal fondo unitario dello spettacolo e sono soldi pubblici che arrivano da roma,la denuncia sarà fatta ai carabinieri che rappresentano lo stato,le foto che ho fatto sono state mostrate da un giornalista al nostro sovrintendente il quale ne ha proibito la pubblicazione sotto la minaccia di querela ,domani le stesse foto le mostrerò ai carabinieri dell'ispettorato che ne risponde al governo di roma,il giornale al quale le avevo mostrate era il giornale di sicilia,ho anche provveduto a farle avere a vari teatri lirici in italia,quindi non dovrei essere solo,ma vivo in sicilia e l'unica mia fonte di sussistenza è il mio lavoro per il quale non ho pregato nessuno per ottenerlo,l'ho imparato in italia facevo parte del "gruppo della rocca" una coperativa di firenze molto nota negli anni 70.Ho una figlia che vive in germania e vorrei rivederla,ma ho paura. il messaggio nella bottiglia.
SPARTACUS52

giuseppe s. Commentatore certificato 04.03.07 15:11| 
 |
Rispondi al commento

E'bello leggere quello che son costretto a ripetere senza sosta e che mi costringe preferire la solitudine di una casa isolata dal lamento dei vivi morenti. Ma lavoro a contatto della gente , in un posto saldamente ancorato al clientelismo più spudorato , ad Agrigento. Ed è stancante , mortificante rendersi conto che viviamo in un contesto storico che vede l intelligenza al servizio della furbizia , dell opportunismo.
Mani appiccicose da stringere e sorrisi a denti stretti , cercando un cenno di consapevolezza che è distolto dall interesse personale, troppo personale per non essere avido. I furbi vengono premiati dal sistema e gli onesti incamerano risentimento . Com'è difficile rimanere onesti.
Se da pecora passi a caprone hai sempre un pastore con il bastone.
Per scalare la gerarchia e cambiare le regole devi prima accettare le regole ...e quelle sono il divieto di non cambiarle. Diventi un ingranaggio più grande , ma girerai sempre nel verso sbagliato. Per questo posso solo spargere mollichine dal basso , piluccando le mie ...

francesco correnti 03.06.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma spiegatemi una cosa:

Ma perchè dovrei votare per qualcuno solo perchè *dicono* che sia pulita? Del resto anche di Cuffaro *dicono* sia mafioso.

Insomma, ho aspettato trepidante che la sinistra mostrasse il suo cavaliere contro l'odiato cuffaro, mi aspettavo che contro un POLITICO (perchè cuffaro è quel che è però è un politico!) mi ponessero un POLITICO magari (anzi speravo) pulito!. Ed invece no! Prima chiedono a Pippo Baudo (cavolo, ma perchè se uno sa fare il presentatore sa anche amministrare la Regione più grande e problematica di Italia???), poi mi passano un imprenditore cambia bandiera opportunista ed infine una farmacista parente di vittima di mafia! Insomma, nulla da ridire contro Rita Borsellino, però vorrei anzi PRETENDO che la sinistra mi schieri in SICILIA pezzi da 90! Insomma, a Roma è andato Veltroni lasciando la dirigenza del partito e i risultati si sono visti! Ora Roma lo adora! Perchè in Sicilia si devono raccattare (fatemi passare il termine, ve ne prego) nomi di personaggi Illustri senza pensare che i Siciliani, ANCHE QUELLI CHE ODIANO LA MAFIA, vorrebbero vedere qualcuno che *sa fare* oltre che qualcuno *pulito*. Mi dispiace ma per me non va bene. Non so se Rita Borsellino magari poteva essere un Ottimo Governatore, ma non posso farle fare "gavetta" amministrando LA SICILIA. Se la sinistra crede in lei sono sicuro che la proporrà come amministratore di comuni più piccoli per dimostrare quanto vale!.

Quello che chiedo a tutti i Siciliani onesti è di fare sentire la propria voce non per urlare "Cuffaro = Mafia" ma per chiedere a gran voce qualcuno che sia sì pulito ma anche CAPACE (e già ben allenato...)

Pierfrancesco Li Castri 30.05.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento

MA SECONDO VOI, NEGLI SPAGHETTI AL TONNO CI VANNO ANCHE LE CIPOLLE O SOLO L'AGLIO? ED IL PARMIGIANO? MANGIARE LE CICORIE FA DIVENIRE MAFIOSI?
Seriamente, ricordo di un giornalista Rai (i migliori nel campo) che disse su per giu' alla cattura di Provenzano: "c'e' qualcosa di sospetto nella passione del boss per le cicorie, forse nasconde qualche altro segreto". Il sospetto e' che per rimbecillire gli Italiani, che non brillano di proprio, mettano i piu' cretini in Tv cosi' gli altri poi li imitano!
Cordiali Saluti
BCM

Berlusca Capo Mafia 28.05.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

sono pienamente d'accordo
ma non credi che si incominci a fare REALMENTE qualcosa per la nostra isola

domenico platania 27.05.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

...A NOI LA MAFIA CI RENDE PIù SICURI, CI IDENTIFICA...

era più o meno con queste parole che si chiudeva il film "i cento passi" e queste parole a me del sud mi hanno fortemente segnato e non sapete quanto mi logorano dentro.

Cara Stefania penso che il problema non sono i politici di turno, quelli che usano "la poltrona" solo per arricchire le proprie tasche, ma il vero problema è la nostra mentalità che deve cambiare, la nostra cultura deve essere trasformata, non posso credere che nella mia terra esistono così tanti ignoranti (lasciatemi passare questo termine),

allora RISORGIAMO!!!

francesco lucente 26.05.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

L’artiglio indomito della sua paura e di quello da cui prende ordini decisionali, sono come un amore splendido e luminoso per la criminalità che sguazza in politica e che viene giustamente menzionata dalla signora G_i_o N_i_g_r_i_s nei suoi articoli. E’ come se chi scrive volesse esprimere queste parole: “guardate che io difendo la delinquenza, cerco di farvi mantenere il più a lungo possibile il doppio solito binario uno legale e l’altro illegale, mantenuto nascosto agli elettori.
Il suo comportamento da sedicente osservatore che posta con nominativi diversi tra loro sapeste quanto, sia a me che ai miei amici, ci fa sganasciare dalle risate, tanto che se lui ne vedesse solo il dieci per cento, gli verrebbe un ulcera dalla rabbia. Sia che lui sia un politico nel blog sotto falso nome, sia che sia un mandatario, se col suo modo di supplicare a molestarmi pensa di farmi preoccupare questa volta ha sbagliato proprio persona. Mette nel blog di Beppe Grillo il mio telefono e il mio indirizzo credendo di farmi dispiacere, copiandolo da dove l’ho già pubblicato io. Che colossale intelligenza!
Pensava che non capissi a che risma di luridi personaggi poteva appartenere. Il suo comportamento non fa che provare un esagerato livore “DI PERSONA” che si sente scoperta dalla verità sostanziale provata dalla N_i_g_r_i_s nel suo sito web: moc.gnibbom.www (chi fosse interessato a leggere il sito per cortesia lo digiti all’incontrario e scusate)
Solo chi è parte in causa delle persone menzionate dalla signora sopraccitata possono avere una reazione sproporzionata e insistente a tal punto.
Soltanto un altro burattino comico che è in mezzo a sporchi interessi si comporta come lui, chiunque esso sia! Vedrete che se continua così gli verrà consegnato il riconoscimento assoluto di stupidità sociale con cinque stelle. Che conti pure sul mio voto e quello di qualche centinai di persone di mia conoscenza, il resto lo deve fare lui continuando con la sua sceneggiata da un centesimo.

G. M_o_n_t_a_n_a 21.05.06 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Mi piaceva lavorare in piena salute, essere italiana tra persone umane e credere nella democrazia e nella civiltà: mi hanno rubato tutto. Se volete capire di più potete visitare il mio sito internet: MOC.GNIBBOM.WWW (se volete leggere il sito leggetelo al contrario per favore-mi scuso)

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Se vi è possibile per favore fate conoscere il mio caso e la Petizione. Grazie. Cordiali saluti.

G_io N_i_gr_i_s 21.05.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

E’ interessante coinvolgere noi tutti in una riflessione e messa in comune della lista di motivazioni che spingono o potrebbero spingere i Cittadini ad auspicare una legge che permetta le “Azioni collettive”.

Aderisci anche tu, sottoscrivi la petizione e lascia un post sul BLOG sostituendo alla mie motivazioni le tue motivazioni.

Ho firmato perché:
ho immaginato un’Italia dove le Case Farmaceutiche testano i prodotti prima di venderli per paura che i Consumatori uniti in una CLASS ACTION gli possono fare pagare i danni biologici indotti.

Caro Beppe GRILLO dacci una mano con un tuo thread, aiutaci a trasformare una iniziativa di base in uno strumento di pressione sui Politici per indicare loro le priorità espresse dai Cittadini. Metti un link alla petizione sotto le tue INIZIATIVE.
Grazie a nome di tutti.

Antonio LA PETIZIONE 21.05.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania, di siciliani doc come te sembra che ce ne siano pochi e invece rincuora sapere che ce ne sono molti molti di più... Quelli che insistono ad arrabbiarsi, a rifiutarsi, quelli che continuano a prendersi commenti da salotto (da chi non ci conosce), quelli che non smettono di chiedersi perchè, e che trovano "normale" dire no... Alla faccia di chi li minimizza, ce ne sono tanti.
Oggi, al comitato elettorale di Rita, ho visto solo ragazzi che si facevano il mazzo: giovani, entusiasti, fiduciosi. Bella squadra.
Posso solo sperare che le nuove generazioni siano migliori delle vecchie, posso solo sperare che chi legge, pur non essendo siciliano, capisca quanto tutto questo faccia male, e che opinioni come la tua vadano lontano. Ma non mi illudo pù che lo pseudo-siciliano, sbruffone, presuntuoso, arrogante (e non è solo allo Zen, ce ne sono di più nelle zone "bene"), la smetta di vendersi e di svendere questa regione, non mi illudo che siano loro a cambiare. Spero solo che vengano calpestati da chi nel frattempo sta "crescendo".
Chi legge, oltre lo stretto di Messina, non sa cosa sta accadendo a noi che aspettiamo queste elezioni come un momento storico. Con una voglia di rivincita inimmaginabile.
Perciò grazie ai Siciliani come Stefania, grazie a chi sta lavorando con e per Rita Borsellino.
E grazie a chi, al di là dello stretto, (senza ponte, per carità?!!) hanno capito COSA saremmo capaci di fare, COSA saremmo capaci di esportare.
Marcella

Marcella Rizzo 20.05.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

fiumi di ichiostro e quintali di servizi su tutti i telegiornali alla notizia della morte di un gatto causa influenza aviaria . in questi giorni c'è una vera emergenza con ecatombi di polli e 7 / 8 casi di infezione su persone. non dall' altra parte del mondo ma nella vicinissima ROMANIA!!!! ci avessero informati,magari di notte,invece neanche una parola.
è una vera vergogna. WALTER

walter sabatini 19.05.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

un cordiale fan culo a tutti quelli che continuano a tifare per juve e italia

caloggero maffillo 19.05.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento

I primi 100 giorni qualificano l’impronta sociale di un nuovo Governo.
Aderite anche Voi alla petizione per ottenere subito in Italia la legge che introduca la possibilità della CLASS ACTIONS:

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

Una legge che permetta ai Cittadini unendosi di contrastare con un’unica azione giudiziaria i soprusi subiti dalle grandi Organizzazioni strutturate con potenti Uffici legali.
Un reale strumento di giustizia nelle mani dei cittadini.

Qualificate la Vostra sottoscrizione lasciando nel commento:
" Beppe GRILLO’s blogger "

Postate le vostre idee e i vostri suggerimenti in:
Thread: “Mastella da Ceppaloni” del 17.05.06
@ Antonio Da Fabriano 19.05.06 09:18
Facciamo di questo post la bacheca settimanale del costituendo Libero comitato promotore " Beppe GRILLO’s blogger" per la campagna di sensibilizzazione a sostegno di una legge moderna che permetta le “AZIONI COLLETTIVE”.

Antonio Da Fabriano 19.05.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
non capisco se discutiamo di una specifica cosa
i problemi devono investire forzatamente altri livelli di spiegazioni utili.
quello che voglio dire è semplicemente che di sicilia stiamo parlando e non di altro.
la Sicilia, che fino al 1860 o giù di lì era spagnola. Esisteva una monarchia, c'erano oi nobili e non stò qui a raccontarvi le storie da dove veniamo e dove (sic) andiamo
mi facciano il favore che chi non è mai stato in sicilia intanto smetta di scrivere su questo argomento... perchè non sa un c....
seconda cosa chi c'è stato per una settimana al mare qualche volta non menefrega niente...
quale è la identità di italiano ... nessuno mi venga a dire il risorgimento le guerre la repubblica è successo in 100 anni o poco più non è niente rispeto a nazioni come inghilterra - francia - spagna
siamo un agglomerato di specificità uniche che ognuna farebbe a meno di quell'altra
la nostra nazione è sostanzialmente spaccata in tre, escluse le isole!
il mio vuole essere un saluto ed un incoraggiamento a stefania a disonorevoli alla signora Borsellino e a tutti i cittadini onesti e svincolati di vincoli e parentele a continuare nel rendere pubbliche le condizioni in cui la legalità opera (all'interno del tutto calcolato voti compresi) e cerca con il sacrificio di uomini che danno la vita per garantire delle regole che effettivamente non esistono.

accidenti al ponte e a chi lo voleva fare

riconvertire i petrolchimici in sicilia

investire sul turismo

incrementare i porti

diminuire tutte le retribuzioni pubbliche nazionali copreso quelle parlamentari nazionali

grazie beppe

peppe rosso

peppe rosso 18.05.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo commento : giuro
Vanno letti a ritroso , a "Passo di Gambero"
Quindi mi auguro e prego che almeno in Italia i neoeletti di sinistra si facciano carico delle problematiche urgenti che riguardano sia il futuro dei trentenni italiani , che si occupino
dei nuovi inquilini balcanici e soprattutto di attuare un reale RILANCIO MORALE , CIVILE ED ECONOMICO del Nostro Stivale !
Pedalare Prodi pedalare !

Valeria Martore 18.05.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Segue e basta : lo so è un commentone !
Non dico in maniera rigida come in Danimarca magari , però una via di mezzo ci vuole .
Credo anche che i comuni italiani e non solo organizzazioni onlus come S. Egidio , debbano creare momenti di aggregazione con le diverse culture che aiutino la comprensione reciproca .
Il razzismo , la violenza possono essere sconfitti con il dialogo , non è un concetto utopico : a volte funziona !
Non facciamo di tutta l’erba un fascio: ci sono persone bene intenzionate e male intenzionate .
Allora i flussi migratori vanno controllati , si dovrebbe pensare ad uno smistamento in base alle capacità di accoglienza dei vari comuni tenendo conto anche delle peculiarità e dei percorsi formativi dei migranti .
Qualora ne fossero sprovvisti ed i candidati si ritenessero comunque validi oppure godessero dello status di rifugiati ad esempio , il comune potrebbe avvalersi dell’ausilio di organizzazioni no profit
ed insegnare ai nuovi arrivati le basi della nostra cultura : la lingua italiana ed i fondamenti dell’educazione civica , le normative che regolano i rapporti con le istituzioni .
Poi ad esempio le biblioteche comunali potrebbero organizzare serate in cui si parla degli aspetti della cultura romena piuttosto che albanese , assieme ad esponenti di tale cultura ( non mi riferisco a letterati bensì alla gente comune ) , organizzare corsi di cucina romena ad esempio oppure letture di favole romene ( ne avranno sul Conte Dracula se non altro ! ) .
La butto lì , ma non è un problema da sottovalutare : va risolto alla svelta come il problema del rilancio dell’ Italia sul piano internazionale .
Insomma per creare un clima di consenso popolare ed evitare una “ balcanizzazione coatta “
è necessario attuare subito politiche capillari di reciproco scambio culturale .

Valeria Martore 18.05.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Segue da 4°commento :
Oltre al problema del precariato e delle sue dirette conseguenze ( impossibilità di creare nuovi nuclei familiari – bassa natalità ) esiste il problema del costante ed incontrollato flusso migratorio dai paesi della Ex Unione Sovietica .
L’Europa è il primo approdo per un Est in cui il fatale mix di disoccupazione , miseria , corruzione
e mancanza di politiche sociali spinge queste persone a rivolgersi altrove .
Tornando al libro di Eco , l’Europa è a rischio BALCANIZZAZIONE .
Se vi è mai capitato di prendere la metropolitana a Roma a qualsiasi ora , vedrete come il 70 % degli utenti provengano da paesi dell’ Est Europeo .
Ed è una strana e spiacevole sensazione , diciamolo , sentirsi straniero in casa propria .
Mi viene in mente un personaggio del romanzo “ La Svastica sul Sole “ di P. Dick , un americano in un’ America sconfitta nel secondo conflitto mondiale dalla Germania e dal Giappone in cui rappresenta quindi una minoranza linguistica e culturale . Brividi .
Ci viene detto che l ‘economia italiana ed europea necessita di mano d’opera straniera .
Bene , ma le nostre società europee dovrebbero allora preoccuparsi di favorire politiche atte a creare un clima di reciproca comprensione fra le diverse culture

Valeria Martore 18.05.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Segue da 3° commento :
Guardiamo in casa nostra dove le cose non vanno meglio : Corruzione ovunque , grandi aziende che falliscono e manager che rubano soldi a destra e a manca . Politici collusi con mafiosi , giri di denaro incredibili .. anche il più pulito ha la rogna .
Si parla di politiche per la famiglia che sfumano in un nulla di fatto .
Noi trentenni che percepiamo uno stipendio di 1000 euro mensili con contratto a tempo indeterminato non ce la passiamo meglio dei precari infatti .
Con gli affitti alle stelle siamo costretti anche noi a condividere un appartamento con altre persone . Spesso non ci si sposa e non si fanno figli per questi motivi e non perché non lo si voglia
( la favola sui mammoni che non vogliono lasciare la casa materna non andrebbe più raccontata ! )
Ma torniamo al libro di Eco che offre spunti per una più ampia visione delle cose :
parliamo di Roma , la mia città .
Mi sembra chiaro che vivendo in una condizione ovattata che li esula dal contatto diretto con la società, i nostri politici che hanno il chiodo fisso di apparire nel salotto buono di “Porta a Porta” per fare propaganda politica , non si rendano conto di come stia cambiando la nostra società e di quali siano i nuovi urgenti problemi da risolvere .

Valeria Martore 18.05.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Segue da 2°commento:
Guardiamo in casa nostra dove le cose non vanno meglio : Corruzione ovunque , grandi aziende che falliscono e manager che rubano soldi a destra e a manca . Politici collusi con mafiosi , giri di denaro incredibili .. anche il più pulito ha la rogna .
Si parla di politiche per la famiglia che sfumano in un nulla di fatto .
Noi trentenni che percepiamo uno stipendio di 1000 euro mensili con contratto a tempo indeterminato non ce la passiamo meglio dei precari infatti .
Con gli affitti alle stelle siamo costretti anche noi a condividere un appartamento con altre persone . Spesso non ci si sposa e non si fanno figli per questi motivi e non perché non lo si voglia
( la favola sui mammoni che non vogliono lasciare la casa materna non andrebbe più raccontata ! )
Ma torniamo al libro di Eco che offre spunti per una più ampia visione delle cose :
parliamo di Roma , la mia città .
Mi sembra chiaro che vivendo in una condizione ovattata che li esula dal contatto diretto con la società, i nostri politici che hanno il chiodo fisso di apparire nel salotto buono di “Porta a Porta” per fare propaganda politica , non si rendano conto di come stia cambiando la nostra società e di quali siano i nuovi urgenti problemi da risolvere .

Valeria Martore 18.05.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Seguito al commento :
In mezzo a Cina , India e Stati Uniti rimaniamo noi europei : sprovvisti di una reale coesione interna , sprovvisti di cospicue risorse energetiche e privi di una politica estera comune , ( anzi ci lanciamo palate di cacca in Parlamento come fece Berlusconi verso il collega tedesco che lo ammoniva che in Europa ci sono ancora persone di buone senso che non tollererebbero che un inquisito con un irrisolto conflitto di interessi , avesse carta bianca nel Parlamento Europeo ) .
I politici europei sembrano ( op hanno ) perso il contatto con la realtà , il senso della direzione … il senso del loro lavoro e soprattutto perso ogni contatto con la REALTA’ SOCIALE .
Guardiamo alla Francia : alle rivolte per i CPE , alle rivolte delle periferie ed alle lotte machiavelliche per le poltrone del potere fra i ministri Sarkozy e Villepin .
Oggi ci tocca scendere nuovamente in piazza per ricordare ai signori politici che debbono fare il loro mestiere e non solo occuparsi degli affaracci propri !

Valeria Martore 18.05.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Quale futuro per l ‘ Europa ?

Nel suo ultimo libro “ A Passo di Gambero “ Umberto Eco dedica un capitolo - breve ma
intenso nella sua drammaticità – al tema quali “ Prospettive per l ‘Europa “ ?
Poche righe di introduzione prima del commento per chi non avesse letto il libro :
Nel contesto globale di ascesa di nuove potenze come Cina e India nel panorama storico ed economico , si vanno delineando i futuri assetti geopoltici mondiali .
Il polo di interesse degli Stati Uniti si sposta verso queste nazioni emergenti con cui dovranno fare i conti e delineare le future linee guida per una convivenza fruttuosa e possibilmente pacifica .

Valeria Martore 18.05.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il mio primo commento ad un post. E per conscenza lo devo fare. Sono del Nord, e, come si sa, non vediamo benissimo certi atteggiamenti e comportamenti opportunistici di alcune persone del "Sud", pronti a gridare al mondo (con ipocrisia) che le cose non vanno e che vanno cambiate. La lettera di Stefania mi ha un po' messo il buon umore, c'è ancora gente con la voglia di fare, per costruire un futuro migliore, a scapito di qualche sacrificio nel presente. E' così che si cambiano le cose, però prima di tutto bisogna cambiare una mentalità diffusa (non solo al Sud) il che è molto molto difficile.
AUGURI A TUTTI NOI!!!

Patrizio

Patrizio Masut 18.05.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Il Governo è fatto. Pensiamo alle iniziative concrete.
Dimostriamo nei fatti come si Governa per coagulare consenso e non dividere.
Diamo priorità a quelle riforme che non costano nulla e portano benefici a tanti.

Contro lo strapotere delle grandi Organizzazioni (banche, case farmaceutiche, telecomunicazioni e altro) che schiacciano impunemente il singolo Cittadino chiediamo ad alta voce l'approvazione immediata della CLASS ACTION con tutti gli opportuni emendamenti.

Firmate la petizione
http://www.petitiononline.com/cait2006/

Diffondete questo messaggio su tutti i siti sensibili e attivate il passa parola tra conoscenti.

Antonio Da Fabriano 17.05.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Che scene pietose!!! Esiste ancora la censura, altro che par condicio!

PS su www.psycosomatica.it c'è la traduzione ufficiale delle "10 regole per un uso sicuro dei farmaci" direttamente da worstpills.org. Leggete, scaricate e diffondete! Alla faccia della multinazionali farmaceutiche.

Daniele Aprile 17.05.06 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania
consentimi di darTi del Tu. Sono un ingegnere campano e mi sento assai vicino a quel che dici.
Da sempre lavoro in giro per l'Italia, estraneo al sistema dei partiti campani che, appropriatisi della cosa pubblica con i metodi che Tu descrivi assai bene, ne danno ai proprio fedeli e accoliti. Così il lavoro sicuro (alla Regione, ad esempio) è solo per i fedeli: gli altri, no devono lavorare e pagare le tasse anche per mantenere i parassiti e i ladroni (di futuro).
E allora sono d'accordo con Te: uniamoci e diamo forza a chi come Grillo può indicare una via d'uscita veritiera.
Evviva la Borsellino presidente.

Ti saluto
paolo citarella

paolo citarella 17.05.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

CARA STEFANIA
ORAMAI CREDO CHE PER IL POPOLO ITALIANO SCANDALIZZARSI SIA DIVENTATO LO SPORT-ATTITUDINALE,IN QUANTO,IN ALTRI PAESI DEL MONDO MODERNO E COSIDDETTO CIVILE, ALLO SCANDALO SI SUSSEGUONO MOVIMENTI DI IDEE,FORZE SOCIALI E CULTURALI,A SOSTEGNO DI QUELLO CHE I NOSTRI PROGENITORI CHIAMAVANO DIGNITA', COSA CHE DA NORD A SUD D'ITALIA NON SAPPIAMO PIU' COSA SIA.COME ESEMPIO, VORREI PORTARTI UN REPORTAGE DELL'OMONIMA TRASMISSIONE "REPORTE" DI QUALCHE SETTIMANA FA, SUI CONTRIBUTI EROGATI A MANI LARGHE AI QUOTIDIANI NAZIONALI E NON.HANNO CREATO SOLO QUALCHE DISSENSO DA PARTE DI ALCUNI CANDIDATI IN CERCA DI VOTI, COSA CHE OGGI AVRANNO CERTAMENTE DIMENTICATO,MA MI DOMANDO COME SI FA A DIRE AI NOSTRI GIOVANI RICERCATORI CHE PER LORO NELLE FINANZIARIE NON CI SONO SOLDI E QUINDI SE VOGLIONO FARE IL LORO LAVORO BISOGNA CHE VALORIZZINO QUALCHE ALTRO PAESE.L'ALTA SOCETA'ITALIANA CULTURALE,INVECE DI PRENDERE POSIZIONE,SONO ANCORA TUTTI IMPEGNATI A RIEMPIRE I SALOTTI BENI DI COLORO CHE, E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO, MOVIMENTERANNO QUALCHE ALTRO SCANDALO E HANNO DECISO DI METTERSI LA MANO DAVANTI AGLI OCCHI,POI CI LAMENTIAMO DEI MOVOMENTI EXTRA-STATO, TIPO, BRIGATE ROSSE,BLACK-BLOK E TUTTI QUELLI CHE IN UN CERTO QUAL MODO VOGLIONO SCUOTERE QUESTO GENERE DI SOCIETA.
SCUSAMI SE FORSE SONO ANDATO UN PO FUORI ARGOMENTO, MA LO STATO D'ANIMO CHE CI AVVINGHIA SONO SICURO CHE E' LO STESSO. FACCIAMOCI CORAGGIO PRIMO O POI UN'ALTRO MASANIELLO DOVRA' ARRIVARE, L'IMPORTANTE E' FARSI TROVARE PRONTI.CIAO SERGIO

sergio dalessandro 17.05.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

La partecipazione al blog ha assunto un aspetto patologico.

Luoghi comuni e steriotipi affollano le menti
degli pseudo scrittori che partecipano al blog,
non leggono nessun post e se qualcuno lo fa non capisce ciò che legge.

Le propie opinioni restano immutate e il solo interesse e quello di aver scritto.

non si impara nulla e tutto è un esercizio inutile e stupido.

elio moretti

ELIO MORETTI 17.05.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

«Fine della corsa per il padrino»

con un titolo che gioca con l'arresto di Bernardo Provenzano, «The Independent» dedica un lungo articolo alla fine dell'era del Cavaliere dopo le elezioni del 9 e 10 aprile e alla cattura del "capo dei capi".

«Il fatto che un'era sia finita - scrive il quotidiano britannico - è stata sottolineata dalla straordinaria notizia, appena sette minuti dopo che la sconfitta di Berlusconi è apparsa certa, che il mafioso più ricercato della Sicilia...era stato arrestato».

Si è trattato della «più strana delle coincidenze», secondo «The Independent».

http://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 17.05.06 05:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Stefania, ti scrivo da Torino e ho attentamente visitato il vostro sito. Volevo complimentarmi per la dimostrazione di chi, finalmente, parla in concreto di ciò che accade nella tua regione.
Mi auguro che il vostro 'urlo' torni utile per l'elezione della Borsellino, ma sappi che, anche se la Sig.ra Rita non dovesse farcela, prima o poi tutti coloro che rubano in maniera così scandalosa finiranno la loro miserabile esistenza additati per quello che sono: ladri senza coscienza. Fa parte dell'evoluzione, in stati più avanzati è successo molto (ma molto) tempo fa, da noi in Italia probabilmente accadrà tra qualche decennio.
Continua così.

Flavio Mansi Commentatore in marcia al V2day 17.05.06 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio apparire razzista o classista, ma perchè mai al sud tutta la vita è sempre impregnata di malaffare e dalla cultura dell'imbroglio? Dai politici che amministrano spudoratamente per interessi personali/partitici e mai per il popolo elettore, agli imprenditori che truffano la EU invece di usare i finanziamenti per costruire vere realtà produttive, ai cittadini che chi rispetta le regole è un fesso. E' talmente radicata questa cultura da diventare la caratteristica tipo dell'italiano vero.E l'emigrazione l'ha portata e fatta conoscere al mondo. Le comunità meridionali in Liguria, nelle città cantieristiche del nord, hanno regole tutte loro. A seguito arrivano tipi e regole camorristiche/mafiose che non rispettano niente e nessuno. E non ditemi che è per fame e bisogno, perchè si trasferiscono in realtà ricche e industriali, con regole di convivenza presistenti da rispettare. Ma ciò non avviene perchè il rispetto è per i fessi del nord, noi del sud ce ne fottiamo ed inc...questi qui che buoni buoni lavorano e sono civili. Ovviamente questa è la base, la radice della cultura oscura, paramalavitosa della vita italiana, che degenera più in alto nei furbetti der quartierino, della cupola di Moggi nel calcio, nello sfruttamento dei lavoratori in nero, nell'altissima evasione fiscale, nei politici mafiosi, nei Berlusconi che si comprano l'Italia, negli imprenditori che non innovano ma comprano yachts e alla via così. Parrebbe tutto un calderone il mio, ma c'è un filo logico invece. Curiamo la furbizia meridionale ed italiana di conseguenza, e forse diventeremo un popolo migliore che crea e costruisce, non che truffa e s'arrangia.

Peter Ujka 16.05.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania,

ho letto oggi la tua lettera. Mi fa piacere leggere parole come le tue. Io abito in Veneto, quindi apparentemente i "fatti" siciliani non mi dovrebbero riguardare. E invece penso che siamo tutti sulla stessa barca (alcuni, immagino, pensano che sia un carrozzone!), quindi quanto succede in Sicilia interessa ogni altra regione d'Italia. Quanto scrivi mi induce a pensare che l'Italia è un paese stupendo, con grandi ricchezza di persone e sensibilità. E questa stessa Italia è un paese tremendo, con tanti preoccupati unicamente del proprio tornaconto, fregandosene altamente della comunità civile. Ebbene, io faccio il tifo per la prima metà. Mi auguro abbia forze sufficienti per emergere. Se guardo la maggioranza di persone che conosco e frequento, penso che vi sia un bacino di energie positive delle persone che viene sfiaccato, disperso, vanificato dall'immobilità delle istituzioni, dal perpetuarsi di situazioni già note e, cosa che trovo più pericolosa, dal serpeggiare della rassegnazione che tale stato di cose non si possa cambiare.
Spero proprio di no. Nonostante tutto, voglio avere fiducia. Sono persone come te che ancora la alimenta.
Grazie,
Sandro

Sandro Berra 16.05.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Esportiamo la democrazia in Sicilia, a Napoli, e in tutte quelle regioni e realtà dove è necessario garantire la legalità casa per casa, quartier per quartiere!! Spostiamo i militari italiani dove c'è bisogno per i nostri interessi nazionali. La loro missione può tranquillamente continuare in terra italiana.
Prima di fare peace keeping in Iraq, guardiamo cosa succede a casa nostra, e lanciamo una operazione di maphia storm, o di camorra freedom! Saluti.

gianni pacioti Commentatore in marcia al V2day 16.05.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Eeeeh! Questo Bel Paese non cambierà mai....

Andrea Montesi 16.05.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono Siciliano,
Il problema credo non riguardi solo la Sicilia ma un pò tutto il Meridione.
In Sicilia le cose forse sono un pò' più evidenti visto che abbiamo l'autonomia che mi auguro ci tolgano presto, se non altro per proteggerci da noi stessi. Qualche anno fa Report dedicò una puntata alla Sicilia ed alla sua autonomia confrontandola con altre regioni autonome quali i Trentino ed altre. Non ne siamo usciti bene (manco a dirlo..) e mi sono vergognato per ciò che la mia gente ha saputo esprimere in questi decenni. Da amministratori disonesti, ad amministratori onesti ma approssimativi, ignoranti superficiali. Da coloro i quali favorivano l'abusivismo edilizio dei grandi costruttori in cambio di favori, a quelli che favorivano l'abusivismo dei singoli perchè un piano ergolatore degno di essere approvato nmon lo sapevano fare o non lo volevano fare perchè inutile (a parer loro)!
Spero le cose cambino.
Non credo basti il nostro voto a cambiare le cose!
I nostri governanti alla fine riflettono ciò che siamo.
Cerchiamo di migliorare anche noi. Perchè anche se per caso dovessimo eleggere un governante onesto capace e volenteroso, da solo non potrà far molto.


Davide Brazo 16.05.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedo che la data fissata per il referendum è il 26-27 giugno (a meno che non abbia letto una notizia non aggiornata)
Mi chiedo: perchè non accorpare il referendum alla domenica di ballottaggio delle elezioni amministrative, il 12-13 giugno? (in una buona fetta d'italia si utilizzerebbero così personale e spazi in maniera più efficiente)
Ci sarà qualche motivo legato magari a regolamenti elettorali?
Forse qualcuno del blog mi sa rispondere.
Ciao a tutti.
Mauro.

Mauro Perin 16.05.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 16.05.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma dico, caro Rizzo G. vuoi scherzare o vuoi fare del qualunquismo?
Che la politica, tutta, ci abbia insegnato ad essere diffidente siamo d'accordo ma fare di tutterba un FASCIO mi sembra poco giusto nei confronti di quelli che come Stefania lanciano accuse precise.
Ma vuoi mettere come funzionano gli ospedali a nord rispetto a quelli del sud...ad esempio e ancora di più, vai a vedere i redditi medi procapite e i tassi di disoccupazione.
Credo che Stefania stia dicendoci che lì stanno pagando secoli di sottosviluppo e di collusione mafia-politica che assieme alla chiesa cercano di tenere in stato di "ignoranza" quelle popolazioni per poter continuare a fare i comodi loro.
a Stefania dico, speriamo che vinca la Sig.ra Borsellino. E' l'unica speranza di una possibile rinascita.
Auguroni

vincenzo russo 16.05.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania,
e voi tutti siciliani. Anche io da sardo vi comprendo come penso qualsiasi cittadino italiano. Il motivo? Semplice! La vostra situazione è purtroppo quella di tutte le regioni italiane ed in piccolo una proiezione di come vanno le cose nel nostro Paese a livello generale. Questo governo "incredibile" (è l'unico termine che mi viene in mente) ce lo siamo faticosamente levato di mezzo ma ancora mi vengono i brividi nel pensare a come metà degli italiani abbia, come dici tu, voluto riconfermare chi non ha fatto niente per il nostro sviluppo ed in 5 anni non ha saputo far altro che impoverirci gettando le colpe su una precedente gestione. Succede a livello statale, si ripresenta al livello regionale. Ma non solo! Le cose vanno così al livello politico, perchè dovrebbero differire a quello amministrativo? Questo per dirti che non c'è ambito della vita del nostro Paese che sfugga a questa inesorabile logica: i venditori di fumo la spuntano sempre sulle persone motivate perchè hanno i mezzi per vendere le loro fandonie ad un prezzo più appetibile della verità!

Michele Bulla 16.05.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

vorrei che esistesse un sito tipo disonorevoli.it per ogni regione.
apprezzo moltissimo il lavoro fatto e spero che molti siciliani lo leggano anche se (spero di sbagliarmi)probabilmente non basterà per far cambiar loro idea.
forza sicilianiiiiiiii

stefano feliciani 16.05.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania,
sarei in un certo senso felice di sapere che "solo la Sicilia" è come la descrivi.
Mi spiace deluderti... non siete i peggiori perchè qui nel profondo Nord da quale ti scrivo... riusciamo ad essere peggio!!! L'ipocrisia e la doppia faccia è il simbolo delle nuove generazioni di "votanti" che fanno in modo che "destre e sinistre" vadano al Governo. E' tutta una pagliacciata... e lo si sa bene, ma chi ha Onore, Onestà, Solidarietà? In Sicilia MOLTO MALE??? Da noi TI GARANTISCO... PEGGIO!!!
Ciao e in bocca al lupo.

Rizzo Giampiero 16.05.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti ragazzi, il vostro lavoro è stupendo!! Finalmente qualcosa di chiaro.

Ciao.

sebastiano d'alessandro 16.05.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento

OGGI MI E' ARRIVATA LA NUOVA TESSERA SANITARIA CHE SOSTITUIRA' IL CODICE FISCALE CON UNA BELLA LETTERA FIRMATA TOTO' CUFFARO. MANOVRA ELLETTORALE??!!
COMUNQUE PER CHI NON CONOSCESSE IL TIPO ANDATEVI A CERCARE SUL MULO CUFFARO.E' L'UNICA PERSONA CHE HO SENTITO DARE DEL MAFIOSO A FALCONE.

Luigi Spatafora 16.05.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve, è la prima volta che scrivo e vorrei poterlo fare per molto tempo, ringrazio la persona che mi da la possibilità di farlo, è bello che in italia c'è un piccolo posto dove posso esprimere le mie idee, scambiare opinioni e venire a conoscenza di fatti di cui i mass media spesso si dimenticano di comunicarci perchè magari impegnati a raccontarci altro.
grazie.
marcos.

carmen mennella Commentatore in marcia al V2day 16.05.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Leggiamo lo schifo che c'è in politica. Sono cose che bene o male si sanno. Ci possiamo solo "schifare" ancora di più, ma per il resto siamo impotenti. O meglio, le cose potrebbero cambiare a partire dai nostri gesti quotidiani (non pensate che ci sia una relazione fra il fatto che al nord la gente abbia una maggiore educazione civica, a partire dalla carta che si butta a terra "tanto non è certo il mio pezzetto di carta che rende la città è più sporca". Noi votiamo noi stessi.
Tornando alle votazioni reali: io non credo che si possa votare la coalizione o la persona ideale, possiamo (e dobbiamo) scegliere il "meno peggio" (mi fa ridere chi si incazza sulla destra, la sinistra, quella coalizione o quell'altra... equiparo queste persone ai tifosi di calcio).
La politica andrebbe riformulata dalle basi: stipendio di 2000 euro più le spese (reali documentabili e senza estensioni ai familiari) e meno visibilità nei media. Basterebbero queste 2 semplici regole per avere una bella scrematura e far si che entri in politica solo chi vuole fare qualcosa per città (regione.. stato..) di cui fa parte.
Un'idea carina per un nuovo reality show: una bella telecamera dove dove si discute del nostro futuro (parlamento, assemblee regionali, dovunque ci siano riunioni e si discutano del nostro futuro) sempre accesa, 24/24 e la possibilità di vederla in tv, computer ecc. E ogni settimana il televoto: il politico ha proposto una cazzata? Sei stato nominato!! Un'altro non è mai presente alle riunioni? Sei stato nominato!!!
Fuori, quale pensione a vita dopo due anni. Puoi sempre andare a fare il canguro da Maurizio Costanzo invitato a Buona Domenica insieme ai vari Taricone.

Dino Agate 16.05.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che per mandare a casa questi che ci hanno governato in questi ultimi 5 anni l'unica speranza è la magistratura il popolo siciliano non è ancora maturo e forse mai lo sarà...

Gianpaolo Chimenti 16.05.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

La lettera di Stefania è accorata e bellissima, ma come fare a far capire a tutta questa gente che la Sicilia è frutto di quello che noi vogliamo e facciamo? Come fare a far capire che votare il "signor" Cuffaro che si fa fotografare con le veline (e questa è solo il suo male minore)è una follia?
Grazie
Maurizio - Messina

Maurizio Munaò 16.05.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento

le elezioni regionali saranno il test per capire se la sicilia e pronta a svoltare pagina e scrivere una nuova storia sulla base di pochi e semplici concetti: GIUSTIZIA SVILUPPO E LEGALITA... in tanti ci siamo mobilitati per questo sogno che sembra finalmente raggiungibile ed e per questo che e nata l'iniziativa civile e auto finanziata che al prezzo di
##################################################
**********************
********5 EURO********compreso di
******A/R SICILIA*****permettera a tanti
**ELETTORI SICILIANI**di scendere e dare il loro
**********************voto
##################################################
per info

*************************************
**********WWW.RITAEXPRESS.IT*********
*************************************

nicola Emmanuele 15.05.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento

salve peppe grillo
leggo con molto sdegno ed approvo la lettera di una mia conterranea sicula (stefania) sull'imminente voto regionale, devo aggiungere che provo vergogna per l'immagine che esportiamo all'esterno e vorrei gridarlo ma non abbiamo i mezzi noi poche persone rimaste veramente liberi da quell'intreccio di favori che lega il mio popolo al mafioso=politico del momento. credimi conosco molte persone oneste che vorrebbero gridare la loro onesta ma siamo poki e mal attrezzati....a queste persone vorrei dire uniamoci ed iniziamo ad alzare la voce contro questo sistema che non funziona...
fammi sapere come dobbiamo fare!!!!
ciao
agostino

agostino aglieri rinella 15.05.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Simone Airoldi, non so per quale motivo ti mischi in una faccenda che non ti riguarda, sappi, peró, che dovresti vergognarti, i discorsi qui sono seri, torna a giocare con le bambole.

Castigamatti 15.05.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao raga!!!

olivier GRATTON 15.05.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo due parole:

GRAZIE, STEFANIA!

Lucio Bilancini

Lucio Bilancini 15.05.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

le elezioni regionali saranno il test per capire se la sicilia e pronta a svoltare pagina e scrivere una nuova storia sulla base di pochi e semplici concetti: GIUSTIZIA SVILUPPO E LEGALITA... in tanti ci siamo mobilitati per questo sogno che sembra finalmente raggiungibile ed e per questo che e nata l'iniziativa civile e auto finanziata che al prezzo di
##################################################
**********************
********5 EURO********compreso di
******A/R SICILIA*****permettera a tanti
**ELETTORI SICILIANI**di scendere e dare il loro
**********************voto
##################################################
per info

*************************************
**********WWW.RITAEXPRESS.IT*********
*************************************


nicola Emmanuele 15.05.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Saccà è ancora in RAI?
Insieme a Del Noce, Mimun, Vespa ed a quiei "giornalisti" agli ordini del nano-bandana?
Sono tutti ancora lì?
Si?
Ma allora il centro-sinistra non ha ancora fatto pulizia.
Che cosa aspetta?

ignazio loddo 15.05.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che Rita Borsellino possa comunque battere toto' vasa vasa... (nonostante tutti i suoi poteri , isuoi "amici" e protettori in Sicilia ed altrove..)

agostino saglietti 15.05.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

La relazione di Stefania spiega benissimo le conseguenze di una situazione reale della
SICILIA.

Una medesima relazione potrebbe,perfettamente
calzare su una qualunque regione meridionale,ma potrebbe ,sotto certi aspetti essere considerata comune all'Italia intera.

Confondere le conseguenze con la causa fa perdere
orietamento,la confusione consente la stabilizzazione ma soprattutto rende irrisolvibile il problema.

Credete veramente che il ricottaro PROVENZANO
è il capo assoluto di una multinazione che
produce il 10% del PIL italiano?

Credete veramente che sia una questione di uomini?

Se credete questo passeranno 2000 anni e ci sarà un 'altra Stefania che racconterà le stesse cose.

Ovviamente non intendo sminuire una splendida ragazza Siciliana che sicuramente fa parte della
della meglio gioventù.

Le mafie radicate su tutto il territorio meridionale sono la conseguenza di situazioni storiche,l'uso moderno, invece, è stato concepito
come strumento funzionale al sistema
CAPITALISTICO, IDEATO DA UNA OLIGARCHIA PARASSITARIA E DA UNA BORGHESIA AMORALE E PAPALINA
CHE HA TRACCIATO LE LINIE GUIDA DI UNO SVILUPPO A DUE VELOCITA'.

L'ESISTENZA DI UN CAPRO ESPIATORIO ,COME LA MAFIA,
E' STATO L'INGANNO MEGLIO RIUSCITO DALLA CULTUA
DEMOCRISTIANA,DIFATTI HA GOVERNATO MEZZO SECOLO ININTERROTTAMENTE,RACCOGLIENDO CONSENSI BULGARI IN TUTTO IL MEZZOGIORNO D'ITALIA.

L'UNICO ERRORE CHE ANDREOTTI E I SUOI FRATELLI
NON AVEVANO CONSIDERATO E' STATO CHE LA
TRASFORMAZIONE DELLA MAFIA CONTADINA IN MAFIA IMPRENDITRICE AVREBBE ALLA LUNGA DOMINATO L'ITALIA MA SOPRATTUTTO CHE LA SUBCULTURA
MINORITARIA SAREBBE DIVENTATA CULTURA DOMINANTE.

L'ITALIA E' MAFIOTIZZATA E L'OMERTA' DA PAURA E' STATA SOSTITUITA DA UNA OMERTA' DI CONVENIENZA.

UN SALUTO E UN AUGURIO DI UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA ALLA MEGLIO GIOVENTU' ITALIANA

LILLO MARCUNZIO


lillo marcunzio 15.05.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come mai allora quando qualcuno, al nord, dice queste cose é tacciato di razzismo e di ignoranza?

Al giorno d'oggi si è sempre pronti ad essere comprensivi con tutti fuorché con quelli che sono scomodi.

Un kamikaze va capito nel suo folle gesto; ci si deve sforzare di comprenderne le ragioni.
Uno che vota lega o autonomia sarda é un fanatico coglione e basta.

Com'è che nessuno spiega questa strana trasparenza di opinione che va ad intermittenza?

Costantino Rover 15.05.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Come mai allora quando qualcuno, al nord, dice queste cose é tacciato di razzismo e di ignoranza?

Al giorno d'oggi si è sempre pronti ad essere comprensivi con tutti fuorché con quelli che sono scomodi.

Un kamikaze va capito nel suo folle gesto; ci si deve sforzare di comprenderne le ragioni.
Uno che vota lega o autonomia sarda é un fanatico coglione e basta.

Com'è che nessuno spiega questa strana trasparenza di opinione che va ad intermittenza?

Costantino Rover 15.05.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, con cruda lucidità Stefania ha detto quello che è la realtà della Sicilia alla quale, purtroppo, sembra non ci sia rimedio. Stefania è una delle poche voci "fuori dal coro" e sicuramente rischia se si espone pubblicamente, ma io l'ammiro lo stesso perchè attraverso il blog il suo messaggio sarà letto e forse 100 - 1000 o 10000 persone penseranno che sarà ora di vivere in una Sicilia serena, governata, anzi amministrata da chi ha veramente a cuore questa perla del Mediterraneo. Stefania ti abbraccio fortemente.

Giuseppe Porcacchia 15.05.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania, anchio sono siciliano e vivo a Catania, una citta occupata da anni da uomini del centro destra. Faccio parte di diverse associazioni di società civile è ho sempre lottato contro le mafie di ogni tipo. Certe volte penso di smettere anche perchè mi costa tempo e danaro e i risultati sono quelli di avere Sacpagnini sindaco di questa citta e Lombardo presidente della Provincia(quello che ha fatto l'accordi elettorale alle nazionali con la Lega).
Agli inzi degli anni novanta con le denunce che quotidianamente facevamo in Procuramolta gente(Amministratori, Politici, funzionari, affaristi , porta borse, Amici, amici degli amici, ecc. finirono in galera,Rubavano anche sulle Brioscine dei bambini dell'asilo o sul gasolio di riscaldamento delle scuole e non mettendosi d'accordo su come dividere il malloppo lasciavano i bambini al freddo e morti di fame.
Ho sperato in quegli anni la gente partecipava ed era protagonista delle scelte della politica, ma....Non passarono che pochi mesi e le stesse persone che avevano contribuito al riscatto suddetto cominciano a sostituire quelli che nel frattempo erano stati arrestati. Qui ci sarebbe da fare un lungo discorso. Noi siciliani siamo abituati a scavalcare la fila alla posta ai botteghini dello stadio, al comune, all'INPS, negli ospedali ecc. e per noi motivo di orgoglio dire quì ho un'amico ci pensalui al tuo problema che è un tuo diritto ma che diventa con l'intervento dell'amico un favore che poi devi ricambiare con il voto. E poi ci sono i soldi che nel periodo elettorale ne girano parecchi e molta gente scambia i bisogno con il voto, la speranza (di un posto per il figlio o per la figlia) con il voto. E cosi i novanta ladroni continuano a stare lì a Palazzo d'Orleans. Io invito chi ha la possibilità di visitare quel palazzo che è di una bellezza rara, però nel contempo vi invito ad assistere ad una seduta del parlamento siciliano, Basta vederli i novanta sembrano di essere in pescheria,(continua)

Giuseppe Lentini 15.05.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

ma siete impazziti? avete cancellato il mio post nel quale ricordavo la militanza missina di Borsellino.
Vergognati Grillo, eroe dei miei coglioni.

Ugo Fantozzi 15.05.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
mi risulta che nella civilissima Inghilterra non esista il reato di voto di scambio.

Forse perchè a nessun inglese non verrebbe mai in mente di pagare per il voto di un'altro ... o forse perchè non ne vedono la conveninza (di chi compra ovviamente) ... o non ci vedono nulla di male se uno non ha nient'altro da vendere ... o forse perchè pensano che nel voto ci debba essere una sorta di contratto tra eletto ed elettore.
Poichè la volta scorsa Berlusconi presentò il suo contratto in maniera chiara e concisa vinse, mentre questa volta non ha fatto altrettanto ed ha perso. Però non mi sembra che Prodi abbia brillato in chiarezza e concisione ... l'idea che gli italiani si sono fatti è che almeno un programma questa volta la sinistra ce l'ha ma non hanno idea di cosa contenga.

Se puoi, ti prego, dacci qualche perla per sorridere (o per piangere ... fai tu) sulle differenze tra noi italiani e loro inglesi.

CHE NE DICI DELLE DIFFERENZE tra ENI e BP??
PROVA A CHIEDERE IN GIRO QUALE MINISTRO DELL'INDUSTRIA (e perchè) HA COMANDATO ALL'ENI DI FOCALIZZARSI SUL CORE BUSINESS PETROLIFERO E DI TRALASCIARE TUTTI GLI ALTRI SETTORI COME IL BIOETANOLO INIZIATO DA GARDINI?

Cordialmente
Raimondo

Raimondo Barbera 15.05.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Come mai non rieco mai ad aprire i commenti del thread del giorno?? Mentre tutti gli altri si??

Marco Tardini 15.05.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Che bella lettera. Complimenti a Stefania. Per fortuna che esistono persone sveglie.
Purtroppo lì, come "era" nel calcio e da tante altre parti, l' ambiente è marcio; tutti fanno. sì. ma per se stessi!
Speriamo che Rita Borsellino vinca!!!!

P.S. Spero che quelli ignoranti che credono che al Sud siano tutti mafiosi leggano questa lettera.

IO sono di Bologna

giulio paltrinieri 15.05.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania, io sono di Venezia, pur avendo anche qui una classe politica dirigente arrogante ed inetta, leggo la tua lettera come una storia d'altri tempi.
Credo dipenda dalla mentalità, qui siamo di matrice austro-ungarica, magari abbiamo la testa dura, la gente vota per quello che gli fa spendere meno soldi (tasse) e per quello che fa guadagnare di più le imperse visto che il Veneto ha un numero impressionante di imprese; però non è che crediamo molto alle promesse.
Qui guardano solo entrate ed uscite, della società non importa a nessuno.
Il miracolo del nord-est è una truffa.
Però meglio qui che in Sicilia suppongo.

Il sito internet a cui te facevi riferimento nell atua lettera, lo guarderanno solo quei pochi che la pensano come te e che hanno l'accesso ad Internet, gli altri elettori non sanno nemmeno cosa sia, quindi tu ti sati rivolgendo solo ad una sparuta minoranza che sa già quello che dici; scusami, ma a che serve?

La politica (perchè questa è) si fa tra la gente.
Se volete cambiare dovete cambiare la testa delle persone, temo sia difficile, quasi impossibile, ma non bisogna mollare mai.

Devo dirti la verità, io ho difficoltà a venire in Sicilia e se dovessi scegliere Sicilia o Francoforte, sceglierei senza dubbio Francoforte.
Tanti auguri.

Ivano Bosello 15.05.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Paolo Campanelli
Non facciamo di tutta l'erba un fascio. Chi parla come te semplicemente ignora la realtà meridionale e non ha la minima idea di cosa significa Mafia.
Io ho vissuto mezzo secolo in tutta italia e ti rispondo che la prima differenza che sale agli occhi di un meridionale che emigra al Nord è la qualità della vita: vuol dire più servizi, ordine pubblico, lavoro, sicurezza. E qualcuno dirà che voi avete più soldi e abbiamo chiuso la faccenda. Poi noti la pulizia delle strade e rifletti che da me a Catania in un quartiere ad alto reddito TUTTI fanno cagare il cane sul marciapiede. Tu non sai cosa c'è nel voto di scambio. C'è una miseria che a Bologna non esiste neppure se te la vai a cercare. Fatti un giro nelle case popolari di Bologna e poi ti accompagno allo Zen di Palermo o a Fossacreta di Catania. Non credo che a Bologna avete quartieri popolari con le fogne a cielo aperto, abitati da 10.000 famiglie che dichiarano reddito zero eppure mangiano, cambiano scooter e telefonino. Tu sconosci la disoccupazione come condizione giovanile nel Sud,l'impossibilità di crescere ed emanciparsi a meno di emigrare.
Ma è un fatto politico. Vent'anni fa partì la cosiddetta ristrutturazione e su dieci licenziati otto furono al Sud. Ieri il Nordeste si arricchì con la manodopera dell'Est Europeo. Poi la Biagi. Oggi mio nipote ingegnere si deve spostare a Milano per cercare lavoro (e lo trova)poiché le agenzie qui non passano una informazione decente.
Cosa si fa in Sicilia? Si ricicla il disoccupato tra corsi di formazione ed agenzie di lavoro interinale, prestiti e finanziamenti egualmente infruttuosi:una spirale infame che attraversa trasversalmente partiti e classi sociali allo scopo di spartirsi i soldi.
La mafia infine non è cifre: è una contiguità inimmaginabile tra società e criminalità, una cultura che si sostituisce allo Stato. E comincia dal vederci tutti buoni.

sergio pensato 15.05.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un brivido lungo la schiena... per la realtà che vivete... così vicini, così lontani... simili negli obiettivi, così diversi nei mezzi... così diversi nelle paure e nelle speranze...

Un brivido lungo la schiena nel vedere che gente come te esiste...
Ti ammiro.
Mirka (Bologna)

Mirka Rivola 15.05.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi a Napoli (città di cui sono cittadino), cosa succede?
Non oso manco pensarci.
Purtroppo non esiste lagge che inculchi un po di senso sello stato e di dovere alle persone.
La vedo nera.

bye
A


Antonio Angrisani 15.05.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente sconvolto come qui in Sicilia oggi la gente,sapendo che Cuffaro è un mafioso e i suoi sostenitori sono dei mafiosi, molti lo votano perchè come si dice " alla fine sappiamo chi è e cosa ha fatto".......Ma dico diciamo vero?Noi abbiamo un'opportunità con il nostro voto di mandare a casa sti sporchi mafiosi che vogliono privatizzare l'acqua, che fanno affari illeciti o fregano i soldi alla regione.Purtroppo qua in Sicilia e lo dico con grosso rammarico prima votiamo sti buffoni e dopo che salgono li critichiamo ripromettendoci di non votarli più e invece 5 anni dopo siamo di nuovo la a votarli.....

Fabio Costa 15.05.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Stefania

E' con molta tristezza che leggo le tue frasi, sono di Milano, ma questo poco importa in quanto mi sento Italiano, quindi isole isolette e tutto il resto, ne vado fiero, ma mi domando quello che succede dalla tue parti succede in tutta Italia.
Mai visto in tutta la mia vita (46) un corri corri per la polroncina (mlanese carega) così disgustoso, promesse tantissime risultati inesistenti, bisognerebbe avere la forza o la fortuna di bonificare tutta la razza dei ns dipendenti (pura utopia).
Che dire ci aspettano altri 5 anni di sofferenze 5 anni di mal di stomaco 5 anni di incaz....e e poi......

Saluti
Mario

Mario Battaglino 15.05.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Borsellino, per coloro che ancora non la conoscono, su www.xander.it/berlusconi.htm c'è il video dell'ultima intervista rilasciata da Borsellino. Il 21/5/1992, una cinquantina di giorni prima di essere ucciso dalla mafia, Paolo Borsellino rilasciò un'intervista a Fabrizio Calvì e Jean Pierre Moscardò, due giornalisti francesi che stavano realizzando un documentario sugli affari della mafia in Europa. Nell'intervista Borsellino parlò di Vittorio Mangano, detto lo "stalliere" di Arcore, che per un periodo di tempo ha vissuto in casa si Berlusconi dopo esser stato fatto assumere da Marcello Dell'Utri come fattore...
Aprite bene le orecchie...
http://www.xander.it/berlusconi.htm
Sempre allo stesso indirizzo trovate un video di Marco Travaglio che parla di mafia, dell'utri e altre cosine interessanti..


La Mafia colpisce ancora,sicuramente il "Presidente" di rai fiction è indubbiamente amico di Totò Vasa vasa e quindi ....... anche lui.
Ne abbiamo piene le scatole di soppressione dell'Informazione,pensavo che tolto il nano dai cogl.... avremmo ritrovato un pochino di quell'informazione che da anni ci veniva nascosta.
Che disonestà!!
forse anche lui avrà i suoi scheletri???

Giorgio Barbagallo 15.05.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
sono entrato nel sito www.disonorevoli.it e, credetemi, stavo per vomitare.Per la verità quelle notizie mi erano in parte già note perchè l'arogomento "regioni autonome" è stato oggetto parecchi mesi fa della trasmissione "report" di raitre condotta da una impareggiale e coraggiosa giornalista.Ma tutti quei particolari mi mancavano.E'UNA VERGOGNA!.Ma ci rendiamo conto?. La situazione si è talmente incancrenita che credo non serva più limitarsi ad una semplice denuncia sui giornali o su internet perchè i nostri politici hanno le facce toste come le pietre.Occorre organizzare una manifestazione di protesta,se possibile anche di più giorni, davanti alle due camere per sputare in faccia ai nostri "onorevoli" tutta la rabbia accumulata nel corso degli anni.
E' urgente manifestare perchè nonostante le denucie di questi anni giornalmente ci accorgiamo che il loro comportamento non cambia. Seguite le prodezze di Mastella. Ha un partito dello zero virgola eppure non si sa più cosa dargli.Vuole il ministero della difesa ma vuole restare senatore per continuare a condizionare la coalizione, per non rinunciare alla retribuzione e quindi ai contributi pensionistici.Ma come si fa ad avere nella coalizione un elemento del genere?.Prima della fine della legislatura è stata modificata la legge che assegnava ai partiti un euro di rimborso elettorale per ogni anno della legislatura.Ora, anche se la legislatura dura un anno, il rimborso elettorale è sempre moltiplicato per cinque anni.C'è un politico che ha sollevato obbiezioni a questa modifica?. Se c'è mi piacerebbe conoscere il nome. E' stata approvata una leggina che permette agli ex onorevoli nazionali e regionali di poter ricoprire la carica di direttore delle ASL a prescindere dalle competenze. C'è qualcuno che ha obbiettato?.A me non risulta.
Beppe Grillo la vuoi organizzare questa manosfestane?.Oppure dobbiamo continuare ad ingoiare rospi e sperare sempre che il prossimo parlamento sia migliore del precedente?.

dino cilli 15.05.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Solo una copertina in tema :

----------------------------------

Saverio Lodato
Marco Travaglio

INTOCCABILI

ed Rizzoli

--------------------------------
L'ho letto circa un anno fa.
È un libro interessante su Cuffaro, su Androtti, su Dell'Utri e sui livelli di copertura mediatica e politica di cui molti hanno beneficiato.

Arrivederci.

Mario Capelluti 15.05.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Che stolto... avevo capito che con la messa in onda di "Falcone" il cadidato mediaticamente sovraesposto (e quindi favorito) fosse Cuffaro in quanto lo sceneggiato parla di mafia... quando si dice che uno della vita non ha capito niente!

Filippo Miniati 15.05.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

carissimi e affranti connazionali siciliani vi scrivo da una città che si chiama napoli . Questa città non è così diversa sapete ? ... l' accattonaggio sociale è una piaga diffusa in tutta la nazione . Ma non è innata è indotta. Ci vogliono così , ci progettano così e saremo così ancora per lungo tempo. Cosa fare per cambiare atteggiamento ? Insegnamo almeno ai nostri figli a non buttare i rifiuti per la strada o in mare ... viviamo ancora in un medioevo , ci governano i vescovi e la terra è sempre piatta ... bacio le mani eminenza

graziano zanacchini 15.05.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

QUANTO SONO VERE LE TUE PAROLE STEFANIA!
Miriam da Taranto

miriam d'angiulli 15.05.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

ex-Contrardio), che guarda caso non ha la concessione per il bacino di Napoli......
Afferma Antonio di "RadioAzzurra":
"...c'e' del marcio in danimarca,si racconta nell'amleto ....e a napoli..?"
Fammi sapere se ci puoi aiutare....
Ti lascio pure i dati del coordinatore
di questa "RadioAzzurra":
SIG. ANTONIO DI ROSARIO
email:antonio.dirosario@libero.it
tel. 338/5472144
Grazie e ciao....
Nicola MICHELI -
Organizer
Meetup “Cervello” / “Emarginati Emancipati” / “Prove Tecniche di Libertà”: BA/TA/FG/BR/RC – “La Sicilia con Beppe” (Palermo) – SR- ME, Assistent Meetup 192 e 214 Già fondatore dei Meetup di Venezia, di Bergamo , del Meetup 164 di Trento e del Meetup "Siamo tutti Valsusini"

Nicola Micheli 15.05.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Vorrei che parlassi di cosa succede quando la mafia clericale e l'oligarchia dei media vanno a braccetto per affondare tutto il resto.....
Sono il fondatore storico di molti Meetup locali legati al tuo blog....
Ti scrivo per farti sapere che da più di un anno a Napoli RADIOAZZURRA la radio ufficiale dei portatori di handicap della Campania (gestita da un dializzato)
è stata incredibilmente oscurata dalle sol prediche di RadioMaria contro i separati, i divorziati, i gay, i comunisti e gli islamici.
Intendo aiutare questa radio a poter continuare
ad esser d'aiuto agli invalidi ai quali
da sempre riconosce spazio e dignità,
considerando che il servizio che rende
non è affatto inferiore a quello della rete religiosa di cui è vittima...
Essendo sensibile a queste problematiche,
amando la libertà di comunicazione
ed essendo pure io invalido da circa 10 anni,
stamattina ho scelto di nominare "RADIOAZZURRA":
Assistente Onoraria dei Meetup di:
Fantasticheria (Napoli), Bari, Palermo
e Reggio Calabria.
Ti chiedo di farmi sapere se te la senti di
denunciare nei tuoi spettacoli questa prepotenza
nei confronti dei diversamente abili.....
penso che sia importante che la gente sappia
che si può fare tanto bene al prossimo anche
senza prendere a prestito la religione
perchè anche le radio laiche possono
rendere grandi servizi alle comunità territoriali...
inoltre esiste una legge che prevede
lo spegnimento delle frequenze in eccesso
e dunque siccome RadioMaria su Napoli
sta utilizzando contemporaneamente
sei impianti di trasmissione
gradirei che denunciassi che è una radio "fuorilegge"....
Le radio locali che da sempre hanno un contatto
diretto con le popolazioni del territorio
in cui operano sono sempre più zittite
da giochi di poteri fra network nazionali
che si scambiano postazioni e impianti,
secondo uno schema oligarchico e liberticida...
Infatti le interferenze a RADIOAZZURRA
vengono anche dal network "FANTASTICA"....

Nicola Micheli 15.05.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici,
sono Siciliano come Stefania. Mi permetto di aggiungere un aneddoto cruciale circa l'ignoranza e la mancanza del CONCETTO DI VOTO che esistono ancora tra la gente.

Una signora discuteva sull'autobus con una ragazza:
"Signorina, lei per chi ha votato? Io per Berlusconi, ma sono contenta che ha vinto Prodi! Perchè quello parla parla, ma non fa niente!"

...succede ogni giorno! No comment!

Ma non molliamo! E, soprattutto, INFORMIAMO!

Giovanni Fasola 15.05.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Tu parli degli ultimi cinque anni, ma forse sarebbe più corretto parlare di un epoca ben più vasta, perchè non vorrei che si finisse per puntare il dito come sempre contro il centro destra, che avrà sicuramente gravi responsabilità, ma non credo sia l'unico o il peggiore di quanti hanno governato in Sicilia.
In ogni caso, da quanto tu scrivi, si capisce come la mancanza di prospettive concrete, protratte nel tempo, sia alla base di questo comportamento; meglio poco, ma subito, che tanto ma chissà quando e chissè se arriverà.
Questa generale sfiducia genera il fenomeno che tu hai citato alla perfezione.
Speriamo nelle nuove generazioni che possano imprimere un cambiamento reale alla tua magnifica regione.

francesco cassina 15.05.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con Saccà ,la lotta alla mafia è stata strumentalizzata politicamente;la Borsellino non ci ha detto come ha scelto i nominati del listino e chi saranno i suoi assessori
saluti giuseppe
ps invito ad annullare la scheda ,chi ha più amici venga eletto

giuseppe siracusano 15.05.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

E chi lo dice Stefania, che sia un problema solo siciliano?Forse da te è più radicato, ma ti assicuro che noi ( io sono genovese) non stiamo molto meglio: io sarò licenziata e per trovare un altro lavoro (sempre che lo trovi visto che ho 56 anni!) e nonostante tutta la mia lunga esperienza lavorativa, dovrò scendere a qualche compromesso!!!
RP

Rita Porrega 15.05.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo. Il film "Il postino" di Troisi insegna sulle promesse non mantenute dai politici... Possibile che dopo 60 anni non si riesca ancora ad imparare dalle esperienze passate?
Eppure conosco una famiglia in Sicilia che alle ultime elezioni nazionali ha preso 500 euro (100 euro per ogni membro votante) per votare un certo partito... indovinate quale?!

Eleonora Ventura 15.05.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao alla splendida ragazza siciliana che ha postato questo messaggio, scrivo, oltre che per essere vicino moralmente alla ragazza e a tutti i siciliani onesti, semplicemente per segnalare (a chi non lo conoscesse) un film/documentario fatto veramente bene e che , stranamente, è stato poco pubblicizzato; si chiama "La mafia è bianca" e spiega con chiarezza quali sono i poteri forti che dominano in Sicilia, chi è Totò Cuffaro (attuale presidente della regione Sicilia), chi sono i suoi amici, chi sono i veri mafiosi (perlopiù medici a quanto pare, come il latitante boss Guttadauro, medico chirurgo ex primario del civico di Palermo) in Sicilia e non solo, altro che pizzini e masserie!! Saluti a tutti.

Daniele Iannotta 15.05.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tua lettera mi fa sperare che il giorno in cui le cose saranno "giuste" è sempre più vicino. Grazie e complimenti per le tue scelte.
Massimo.

massimo colombo 15.05.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Un grazie di cuore a te Stefania.
Ed un augurio che anche da voi come da noi in Puglia arrivi una ventata di legalità e decenza politica.

Mauro De Giorgi 15.05.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie, Stefania, per la tua splendida lezione di dignità.

Mauro Valocchi 15.05.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Volete telefonare, scrivere una lettera o recarvi di persona da Nigris e Montana per farli smettere di intasare il blog?

Qui trovate telefono e indirizzo che loro stessi hanno pubblicato su internet (per cui nessun problema di violazione della privacy o di altra natura legale).

http://pinoulivi.com/verita/sisu1.htm
http://lists.indymedia.org/pipermail/imc-portugal/2004-September/0902-yd.html

Il tutto è spiegato meglio sul mio blog:
altro-che-sisu.splinder.com


Cara Stefania,
ce ne vorrebbero di persone come te, e per fortuna ce ne sono.
Continua in questo modo e vedrai che prima o poi tutto il marcio di quella meravigliosa terra che e' la Sicilia verra' estirpato.
Molte di queste cose gia' si sapevano; vedi Report di qualche anno fa, ma ora e' giustissimo che vengano ribadite e sbattute in faccia a chi ancora tiene la testa sotto la sabbia.
Quello che voglio dirti e' che non sei sola.
Io sono a Roma e come tanti in questo periodo stiamo facendo "qualcosa" per cercare di migliorare il nostro futuro.
Tieni duro, non sei sola continua cosi'!!!!!

Eugenio Tanfani 15.05.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento

LA VERA MAFIA E' QUELLA AMERICANA!

www.11settembre.sito.tv

SCOPRITE QUELLO CHE CI STANNO NASCONDENDO!

Vinicio Beccaro 15.05.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Lettera meravigliosa; stefania sei una donna intelligente, tenace e coraggiosa. Ci vorrebbero più persone come te in Sicilia, o forse ci sono e devono solo trovare il coraggio di farsi sentire, di non avere paura come hai fatto tu.
Tieni duro, anche se dal Friuli, ti sono vicina.
Con grande ammirazione
Roberta MASAT - Pordenone

Roberta MASAT 15.05.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Una lettera bellissima, a tratti commovente.
capisco stefania, forse mia coetanea. questa sicilia che descrive, sembra tuttavia paradigmatica dell'italia che abbiamo in mano. sembra aprirsi all'italia tutta, immobile e immorale. scrivo mentre l'unico business sopravvissuto viene travolto dagli (sospettabilissimi) scandali...
gli splendidi anni che abbiamo avuto alle spalle hanno prodotto molta corruzione, poco sviluppo. a noi trentenni adesso al sfida...
non sono d'accordo soltanto su una cosa con stefania: che il cardellino sia sessantenne... anche i trentenni vivono in quella stessa deprecabile condizione... evolviamoci

auguri

Ilaria Bucciarelli 15.05.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania, il tuo scritto è quanto di più vero si possa dire sia della tua regione che purtroppo della nostra intera Italia. La mia riflessione sta nel come uscirne? Come trovare la strada per fottere chi ci fotte in continuazione dimenticando che la politica è al servizio dei cittadini e non dei propri interessi o interessi di gruppo. Tutto sembra appassirsi, bloccarsi difronte a questi delinquenti che oramai sono statalizzati. Destra, centro, sinistra, la chiesa chi... Chi avrà il coraggio di lottare contro questi poteri? Chi sarà il nuovo "capo" che potrà condurre questa battaglia senza compromessi, e dove sono i suoi soldati. La tua regione spesso ha dato martiri per la causa della vera libertà, ma in questo clima a che cosa sono serviti? Nelle elezioni pseudo demoratiche quante possibilità avrebbe un candidato non appoggiato da questi poteri nascoti e quanto durerebbe in carica e con quali possibilità ? La risposta a queste domande ?Immaginatela................

Paolo Giorgi 15.05.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

in sicilia tutto è regolata dalla mafia e sulla mafia. possiamo cambiare ad ogni votazione ma nella nostra gente nulla cambierà mai. il rispetto per il padrino è sovrano a corleone come a palazzo cuffaro.
auguri

fabio rioldi 15.05.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se proviamo a ripercorrere la storia non solo quella recente ci renderemo conto che le ricchezze quelle che contano, i grandi patrimoni non sono mai stati direttamente proporzionali all'onestà, all'inizio e nel durante sono stati utilizzati strumenti e procedure al limite e spesso al di là del limite della legalità, ed il relativo mantenimento ha sovente rafforzato queste modalità. Però,ieri come oggi questi individui ed i loro "bravi" sono stati considerati abili, furbi, intelligenti, sono stati fortemente ammirati, fotografati, intervstati,sulle loro imprese sono stati realizzati addirittura corsi di formazione aziendale. Qualsiasi forma di potere e di ricchezza crea ai più umili e non solo inspiegabili desideri di sottopmissione e di vicinanza sino agli estremi più sciocchi e forse più preoccupanti, come il bisogno di un autografo di una velina o di un calciatore, figuriamoci la forza di questi sentimenti nei confronti di poteri che incutono anche paura. La lettera di Stefania descrive con estrema chiarezza la situazione Siciliana ed in particolare la Sua fortissima preoccupazione che nulla cambierà, che nonostante tutto ciò che è avvenuto e che continua ad avvenire nulla cambierà. Ciò è' molto probabile, e forse continuerà ad esserlo, sino a quando il disinteresse di molti non sarà sostituito dalla vera partecipazione non solo virtuale, quando il voto non sarà solo delega assente, quando si comincerà a pensare e ad agire a favore di qualcosa e non solo contro qualcuno. La foza dei giovani è quella di avere occhi nuovi con i quali guardare il mondo non dando troppa importanza al passato, e prima che il passato diventi un ancora troppo pesante essi devono ricominciare a partecipare trascinando anche quelli che sono rancorosamente bloccati e scettici, ma che in fondo attendono solo di poter ricominciare. Leggendo attenatamente gli interventi che si susseguono in qeste pagine anche quelli più feroci e negativi emerge con evidenza il desiderio di cambiare, CORAGGIO!!

Ugo Arcaini 15.05.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

le elezioni regionali saranno il test per capire se la sicilia e pronta a svoltare pagina e scrivere una nuova storia sulla base di pochi e semplici concetti: GIUSTIZIA SVILUPPO E LEGALITA... in tanti ci siamo mobilitati per questo sogno che sembra finalmente raggiungibile ed e per questo che e nata l'iniziativa civile e auto finanziata che al prezzo di
##################################################
**********************
********5 EURO********compreso di
******A/R SICILIA*****permettera a tanti
**ELETTORI SICILIANI**di scendere e dare il loro
**********************voto
##################################################
per info

*************************************
**********WWW.RITAEXPRESS.IT*********
*************************************

nicola Emmanuele 15.05.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO,
IL cambiamento della politica passa anche attraverso queste cose che non devono più avvenire.
Una TV pubblica deve essere della gente e sopra le parti.
cordiali saluti
Franco

franco porta 15.05.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Occorrono sicuramente delle buone leggi, ma, come ben dice Stefania, è necessario parlare alla gente, educarla se occorre,farle capire quanto sia importante esprimere un consenso, farle capire che quello è l'unico strumento che i cittadini hanno in mano per migliorare la loro stessa vita e quella dei loro figli. Finchè ci sarà gente che "concede" il proprio voto per un buono di benzina, la criminalità, unitamente ai politici senza scrupoli, avranno terreno fertile su cui coltivare i propri interessi.

Rita Saracino 15.05.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Chi fosse tentato di relegare la mafia al sud faccia un salto all'isola d'elba.....

Bruno Barbieri 15.05.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

SI', INSANO OPPORTUNISMO MISTO A IGNORANZA. CLASSE POLITICA CORROTA NAZIONANE INFETTA. LA CLASSE POLITICA SICILIANA E' LO SPECCHIO DI CHI LA ELEGGE, QUINDI DELLA MAGGIORANZA DEGLI ELETTORI SICILIANI. SPIACE DIRLO, MA E' COSI'. LO FU COSI' AI TEMPI DELA DC LO E' ANCOR OGGI. E' MANCANZA DI SENSO CIVICO CHE FA DIRE CHE LO STATO NON SIAMO NOI. E' LONTAMO MA CI DEVE AIUTARE. VEDETE. QUEST'ANNO SONO TRENT'ANNI DAL TERREMOTO DEL FRIULI. SE SI GIRA LA PROVINCIA FRIULANMA CI SI CHIEDE SE QUESTA TERRA FU MESSA IN GINOCCHIO 30 ANNI FA. NON CI SONO PIU' SEGNI. OGGI IL FRIULI TUTTO SOMMATO, HA UN'ECONOMICA CHE TIRA. MERITO DI CHI? ANCHE IL FRIULI ERA TERRA DEMOCRISTIANA, UN PO' CONSERVATRICE, DI CULTURA CONTADINA. UN PO' COME LA SICILIA. LA CLASSE POLITICA DOMINANTE ERA SEMPRE SCUDOCROCIATA. EPPURE, LA STORIA E' ANDATA DIVERSAMENTE. PERCHE' LA DIFFERENZA, COME IN TUTTE LE DEMOCRAZIA, NON LA FA LA CLASSE POLITICA, MA I CITTADINI, I LAVORATORI, GLI IMPRENDITORI. NON E' STUPIDO REVANSCISMO PADANO, MA UN'ANALISI OBIETTIVA DELLA REALTA'. DI QUESTO QUEI POCHI SICILIANI COME STEFANIA DEVONO PRENDERNE ATTO. I CUFFARO NON SONO IL PROBLEMA, SONO GLI EPIGONI. IL PROBLEMA STA NELLA RADICE. CARA STEFANIA, MA DISPIACE DIRLO: MA LA SICILIA NON CAMBIERA' MAI.

rossella santini 15.05.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Il "malessere" descritto da Stefania lo ritrovo in tutto e per tutto applicabile ad una città del centro-nord: Bologna.
Anche da noi la gente crede ancora alle promesse di un politico, ma solo se il politico è rosso.
Pur di votare il candidato prescelto dalla sinistra, la città ha più volte nominato amministratori incapaci che hanno ridotto in pezzi la città.

L'ultimo incapace in ordine di tempo nominato a Bologna è Sergio Cofferati, la cui giunta giorno dopo giorno sta riducendo la mia città ad una latrina a cielo aperto.
Il malgoverno è sotto gli occhi di tutti i bolognesi, eppure se si tornasse a votare sono certo che il candidato di sinistra tornerebbe a vincere.
Perchè anche a Bologna si va avanti non a programmi, bensì a promesse.

Uno scenario deludente, che dopo tutti questi anni ancora non ha smesso di farmi male.
Sotto sotto, spero ancora che un giorno gli amministratori e politici vengano votati in base alle loro reali capacità e non alla loro appartenenza politica o connivenza mafiosa/camorristica.
Se hanno fatto bene, il popolo li rielegge.
Se hanno fatto male, il popolo li manda a casa.

Io ci credo. Ancora oggi.

Saluti
Pablo

http://www.ciccino.it/blog/

Paolo Campanelli Commentatore in marcia al V2day 15.05.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

La gentile e combattiva signora Stefania ha semplicemente riscoperto l’acqua calda.
E’ forte il rancore e l’odio che tale situazione incute in ognuno di noi, ma scardinare questo sistema diffusissimo non solo nella regione Sicilia è meramente impossibile o quantomeno difficile in un tessuto dove una buona parte della cittadinanza ancora naviga nell’ignoranza e nella credulità.
Per evitare o per contenere tale fenomeno andrebbe subito approvato un provvedimento che vieti tassativamente la rieleggibilità oltre il secondo mandato elettorale, ed andrebbe fatto attraverso un referendum popolare propositivo visto che i politici, e soprattutto quelli di professione, non si sognerebbero mai di proporlo ed approvarlo considerati parte in causa.
Prevedere inoltre pene severissime per chi si macchia di inerzia negli incarichi di funzione pubblica fino al marchio (pubblico annuncio) e al bando perpetuo in tali funzioni.
In più andrebbe combattuta la mafia insita negli enti pubblici i quali la esercitano attraverso la esasperabile burocrazia.
Un caso eloquente di mafia capitatomi: ho chiesto un prestito ad un ente pubblico assistenziale per l’acquisto della prima casa e mi sono visto richiedere decine e decine di documenti per averlo oltre che ha seguire una trafila interminabile e tempi inaccettabili. Ho provato a tastare l’ambiente e ho constatato che se si fa intervenire l’uomo giusto, magari anche elargendogli qualche regalino, la pratica si risolve facilmente e in tempi molto ristretti.
Per cui, caro Beppe, ti domando se non sia arrivato il momento di muoversi, magari promuovendo l’iniziativa del referendum di cui sopra, visto che il messaggio della signora Stefania difficilmente arriva a quella parte disinformata o ignorante della popolazione che fa si che il fenomeno della mafia, capeggiata dalla politica, continui indisturbato ad imperare nel nostro Paese tutto.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 15.05.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento

x Elio Martino

La mafia deve combatterla la magistratura. Di magistrati e di poliziotti l'Italia è piena (molto di più di qualunque altro paese europeo), ma evidentemente non vogliono/possono fare il loro lavoro. Dubito molto che tu possa fare, faccia, o abbia fatto qualcosa per combattere la mafia. Probabilmente non sai di cosa stai parlando e ti basi su quattro cose sentite in televisione. Ripeto non parlate di cose di cui non sapete nulla. Non uscite fuori le solite frasi fatte. Siete degli ometti che farebbero bene a ritornare alla loro piccola dimensione quotidiana.

Giuseppe Foti 15.05.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

cavoli, ho visto il sito proposto dalla ragazza...
guardatelo, è veramente impressionante!!!
Dobbiamo trovare un modo per avere un quadro su tutta l'italia e andare tutti a mangiare a casa dei nostri dipendenti una volta tanto visto che paghiamo noi (e caro!!!!!!!)per fare 4 chiacchere...

Fabiano Cabrini 15.05.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Racconto una storia realmente accaduta. PRemetto che sono un siciliano che lavora al nord ormai da qualche annetto, visto che in Sicilia, come insegna il nanetto, tutto funziona perfettamente.
Mi arriva una telefonata (TUTTO VERO, LO GIURO, ANCHE SE DEVO MANTENERE L'ANONIMATO):
IO: "Pronto?"
LEI: "Parlo con l'ing. Tizio?"
I: "Sì, sono io, chi parla?"
L: "Sono l'ing. Caio della segreteria dell'Ing. Sempronio. Lo conosce?"
I: "Veramente no, chi è?"
L: "E' quello che ha fatto i lavori nella città di XXXX [la mia città di origine] in via YYY, a piazza ZZZ, sul corso WWWWW"
I: "Mi dispiace ma non lo conosco, perché è da alcuni anni che sono via da XXXX"
L: [dispiaciuta] "Ah, ma allora lei non è più residente a XXXX?"
I: "Sì, ma sto per spostare la residenza dove abito adesso. Perché?"
L: "Quindi lei non vota per le regionali? Siccome l'ing. Sempronio si è candidato con il partito [uno di dx] la vorrebbe incontrare"

- Piccola digressione: io non lo conosco, lui non mi conosce, non abbiamo mai lavorato insieme, ha preso il mio nominativo dall'albo degli ingegneri. Cosa cavolo mi viene a chiedere il voto peraltro per la dx? Vorrebbe che votassi per lui e quindi per Totò "vasa vasa" Cuffaro??? MA siamo pazzi!!!!!!! -
I: "No, guardi, io non voto in Sicilia" [bugia, TREMENDA BUGIA, il mio voto andrà a Rita così come quello di tutta la mia famiglia......]
L: "Ho capito, mi scusi se l'ho disturbata".

HANNO LA FACCIA COME IL CU.O!!!!!!!!!!!!!!!!E secondo loro voto per la mafia? Ma neanche ammazzato!!!!! FORZA RITA, VINCI PER NOI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! La riscossa deve partire dalla Sicilia, noi siciliani abbiamo un'occasione d'oro. NON SPRECHIAMOLA, mandiamo a casa i mafiosi e gli amici dei mafiosi!!!!

Anonimo siciliano 15.05.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara stefania, tutto questo succede appunto tra gli ignoranti, paurosi, ipocriti... e via via tanti altri. E un problema di mentalità. Ormai queste cose sono radicate in molti siciliani e i giovani, tanti di loro crescono con queste mentalità. E' difficilissimo ma bisogna lottare per cercare tra tanti quei pochi che ragionano con la testa e cominciare a formare e riformare. Ripeto, è dura e difficile ma bisogna partire perché altrimenti si cade ancora più giù e quei pochi capaci, prima o poi soccomberanno e si adegueranno. Una volta queste si chiamavano Rivoluzioni, e si spargeva molto sangue. Oggi tutti, bene o male, (in Italia) mangiano, bevono e... non capiscono un cazzo! Quindi le Rivoluzioni non si fanno. Non rassegnarti. Io ti sono vicina, anche se non vivo nella tua regione. Ma nel mio piccolo farò qualcosa per far si che almeno UN siciliano si svegli e faccia svegliare altri... Saluti vivissimi.-

claudio florio 15.05.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Tutti gli italiani sono così stefania, nn solo i siciliani.
Ci piacciono i furbi, ammiriamo i ladri, rispettiam la gente senza scrupoli, per l'italiano medio uno che paga le tasse potendole evadere non è una persona onesta, è un pirla.
Finchè avremo questa mentalità sarà sempre così.

daniele mattalia Commentatore in marcia al V2day 15.05.06 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto sull'Unità di stamattina che per tutti gli studenti e i siciliani che lavorano fuori dalla sicilia è predisposto il RITAEXPRESS,un treno speciale per raccogliere tutti gli esuli e riportarli in patria a votare Rita Borsellino.
Visitate il sito ritaexpress.it. Non fate i minchioni ,votate Rita Borsellino!!!!

luana firrincieli 15.05.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento

disonorevoli.it è un ottimo sito (consiglio solo di curare un po' meglio la parte grafica, così da renderlo più immediatamente fruibile e imprimere qualche messaggio anche a chi non clicca sui link di approfondimento)
auguri :-)

Rudi Aste 15.05.06 08:36| 
 |
Rispondi al commento

-----SONDAGGIO---

A quale legge ritieni il nuovo governo Prodi debba immediatamente mettere mano?


1) la Biagi sulla riforma del mercato del lavoro
2) la Moratti sulla scuola
3) la Bossi-Fini sull'immigrazione
4) sulla fecondazione assistita
3) la depenalizzazione del falso in bilancio
5) La gasparri sulle Telecomunicazioni
6) una nuova legge sul conflitto d'interessi
7) una legge che tuteli le coppie di fatto (pacs)
8) ritiro immediato delle truppe dall'Iraq

VOTA QUI:

http://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 15.05.06 01:54| 
 |
Rispondi al commento

una soluzione per risolvere il problema c'è...e penso sia l'unica applicabile anche per il lungo termine...

prendere tutti i giovani italiani di età compresa tra i 10 ed i 30 anni....e riallocarli in altre nazioni...

successivamente lasciare che in italia la generazione dell'imbroglio vada ad esaurirsi....invecchiando...autoestinguendosi...

successivamente reintegrare in italia soltanto i giovani che saranno stati in grado di dimostrare (fatti e testimonianze reali alla mano) di aver avuto una vita onesta o di aver generato una vita onesta (prole con cognizione di vita sociale)...

in questo modo, tra un paio di generazioni l'italia potrà diventare un grandissimo paese...

non vedo altri modi...visto che noto con forte dispiacere che il clientelismo si tramanda "geneticamente" da generazione in generazione...

e visto...ancora con maggior dispiacere...che lo stesso clientelismo spesso...haimè...è tragicamente uno dei mezzi più affidabili per ottenere qualcosa!

per alcuni il clientelismo è una risorsa in Italia...e questo è uno scempio...anzi è lo scempio madre...quello su cui si basano tutte le mafie...e quindi tutte le politiche...visto che le 2 cose coincidono ormai..

Siamo volontariamente deboli...

mi dispiace profondamente per la sicilia...ho amici siciliani ma guarda caso tutti sparsi per il nord italia...tutti emigrati...
una terra grande come la sicilia dovrebbe essere dalle mille risorse...avrebbe tutti i presupposti per offrire lavoro anche a gente di altri paesi...
invece chi vi abita...è nella stragrande maggioranza dei casi...costretto ad emigrare per aspirare ad una vita un minimo degna...

l'italia dovrebbe ripartire dalla sicilia...e lo dico io che sono un napoletano...

ma prima ancora di essere napoletano...sono italiano...

anche se di questi tempi un pò mi vergogno a svelare a me stesso ed agli altri la mia nazionalità...

spero in futuro di non dovermi ritrovare in tale difficoltà...

Nino.

Nino D'Errico 15.05.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ke x una sola volta venga fatta giustizia su Cuffaro. Roma sta lì a guardare senza prendere provvedimenti,Roma non terrà mai conto della nostra reale difficoltà di far parte di questa nazione. Mi domando quale vergogna più grande può esserci x Roma nel momento in cui si dà la possibilità ad uno come Cuffaro di candidarsi al Governo della Sicilia, quando nel casolare di Provenzano sono state trovate le sue foto assieme a quelle del sindaco di Corleone. Cogliere con le mani nel sacco ha signifikato qualkosa per Roma? ...ve lo diko io, niente!

emanuele scuderi 15.05.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Parlando del film "Giovanni Falcone" ho notato un fatto molto sgradevole... durante una scena in cui Borsellino (Giannini) parla al telefono di un pacco o qualcosa del genere viene censurato un nome da lui pronunciato... Ho una copia del film registrato in cassetta anni fa e li, quando Borsellino sta per dire il nome, la scena sembra tagliata e riattaccata in modo che il nome non si senta e sembri solo un problema casuale... Ho poi rivosto il film in televisione un paio di anni fa e questa vlta il nome è coperto da un chiaro beep! Questi fatti mi inastidiscono... molto... magari non è niente di serio... ma sentire una copertura del genere in un film come quello è molto strano e fastidioso...
Signor Grillo e voi tutti che leggete, ne sapete niente? Vorrei poter essere più chiaro nel dirvi a quale sia l'esatto punto del film ma sono certo che lo troverete senza problemi.
Un saluto a tutti.

-Claudio Cecchetti-

Claudio Cecchetti 15.05.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Cara Stefania,
Le elezioni passate e il casino di questi giorni nel calcio non ti hanno fatto capire una cosa?
Cio che tu credi essere un fatto "regionale","siciliano", insomma, non è altro che quello che sta avvenendo nell'Italia tutta...
Non vedi con quante urla si grida allo strazio delle "famiglie" in pericolo,della sicurezza dei"cittadini"?
Siamo un paese in cui i bambini non debbono essere usati se non per fare pubblicità ad automobili o usati per tirare avanti lo show del sabato sera....
Un paese in cui il pericolo sono gli immigrati,dove la gente non pensa a Cogne,Novi Ligure,il delitto Carretta,il mostro Gatti,la donna decapitata do Genova....
Siamo un paese in cui"tutti colpevoli=nessun colpevole"!
Cara Stefania,sei,purtroppo,in buona compagnia!

Simone Velieri 14.05.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la logorrea ma debbo(!) correggermi... giuro che non è un atto mancato

Quanto alla RAI, proprio Grillo ci parlava di un certo elefante. Non è che a parlare di par condicio con tanta insistenza poi ingigantiamo il mito del potere mediatico? Se Prodi avesse avuto un attacco di balbuzie la sera del confronto con Berlusconi io NON avrei votato diversamente; non mi sembra ragionevole pensare che tutti gli altri sono più fessi di me. Nel frattempo i politici si sono ridotti a marionette per far spettacolo e il programma elettorale non lo discute più nessuno.
C'è una servitù alla televisione sfacciata, originata dal marketing parossistico in cui si consuma il nostro sistema economico: la par condicio non mi basta, qui bisogna cambiare gioco e non soltanto le regole!

sergio pensato 14.05.06 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Quanto alla RAI, proprio Grillo ci parlava di un certo elefante. Non è che a parlare di par condicio con tanta insistenza poi ingigantiamo il mito del potere mediatico? Se Prodi avesse avuto un attacco di balbuzie la sera del confronto con Berlusconi io avrei votato diversamente; non mi sembra ragionevole pensare che tutti gli altri sono più fessi di me. Nel frattempo i politici si sono ridotti a marionette per far spettacolo e il programma elettorale non lo discute più nessuno.
C'è una servitù alla televisione sfacciata, originata dal marketing parossistico in cui si consuma il nostro sistema economico: la par condicio non mi basta, qui bisogna cambiare gioco e non soltanto le regole!

sergio pensato 14.05.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefania,
da come scrive credo che tu sia una ragazza giovane.
E pulita.
Sono certo che ci sono tanti giovani come te in Sicilia,così come nella mia Terra:la Sardegna.
Eppure anche da noi,seppure siano abituati ad considerarci liberi dalla mafia,le cose che ci racconti ci sono tutte.
Precise,precise.
Il ricatto del voto con le promesse dei soliti personaggi che dalla politica ci campano e lucrano dalle situazioni che descrivi ci sono anche da noi e,sono cert,in tutta l'Italia.
Il voto ultimo ce lo ha dimostrato perchè se anche noi,che non siamo mafiosi,che non vogliamo essere governati dai personaggi dell'ultima tornata,con un "quasi pareggio" abbiamo sancito le cose che ci racconti.
ho già passato i 50 e ho sempre lottato perchè certe cose non si possono accetare ma,purtroppo,devo constatare che in troppi le rendono possibili.
Spero che tu possa vedere il giorno in cui tutto ciò non si dovrà più raccontare.
Francesco

francesco porcu 14.05.06 22:06| 
 |
Rispondi al commento

x Fabrizio Pifferi
Nella Napoli dei Borboni c'erano i cosiddetti Lazzaroni che costituivano una cresta del sottoproletariato: vivevano di espedienti ai margini della società e il potere costituito si serviva di loro, ripagandoli con feste, farina e forca ogni tanto. Costoro si sottomisero al Cardinale Ruffo e fecero la resistenza alle truppe francesi; aprirono la gola a molti Giacobini (egualitari che anticiparono il suffragio popolare)al grido di evviva il re evviva San Gennaro. Nella mia Catania ci sono 10.000 famiglie che che abitano case popolari dichiarando reddito zero... non si fanno mancare auto, videotelefonino e scooter però. A questa gente la parola legalità non dice nulla. Venderanno il voto finché non avranno delle alternative concrete. Avete visto le facce che fanno politica in Sicilia? Alcune appoggeranno la Sinistra.
Questi toni da Crociata sono patetici, se nel frattempo rinunciamo a fare la cosa giusta. La Borsellino è una scelta obbligata, votiamola senza discutere. Però parliamo, parliamo e parliamo di occupazione, è quello il punto strategico e non la cosiddetta legalità che vale solo per i garantiti.

sergio pensato 14.05.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

E` Stefania Petyx, quella di s.l.notizia:
www.striscialanotizia.mediaset.it/inviato/inviato_stefania_petyx.shtml

DISONOREVOLI è ancora poco

Domenico Cis 14.05.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

taci schiavo

Jenna Pace


Per favore,vuoi spiegarmi perche'? Grazie.

francesco pace 51 14.05.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento


mi è passata la voglia....di sentirvi, di leggervi...di capire come molti grafomani se
ne fottono...scrivono e dicono cose a c...zi loro.

nulla c'entrano con i vari stimoli di beppe!!!!

fortuna c'è ancora qualcuno che sa dare un senso
a questo blog....la lettera di STEFANIA per esempio.

sono anni che non ascoltavo un analisi così attenta,lucida e al contempo impietosa ma
sopratutto...vera!!!!

i miei complimeti Stefania non solo hai centrato il problema, che io estenderei a tutto il sud,
ma ne hai dato anche la soluzione.

non facilmente attuabile...ma si può fare!!!

vengo subito a visitare il sito da te segnalato
mi hai messo addosso una strana euforia!!!!

e in quanto a voi, che amate parlavi addosso inutilmente dei c...zi. vostri... siete pregati
di non INTASARE andate a c...re altrove.

state rendendo stò posto invivibile.....

lasciate il giusto spazio a gente come STEFANIA.

un abbraccio....


ciro fontana 14.05.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Replica

O.T.

Ragazzi, nei prossimi giorni avrò bisogno del vostro aiuto e, se sarà disponibile, dell'aiuto di Beppe.
Stò raccogliendo un pò di materiale informativo relativo al problema di numerosissime famiglie romane. Si tratta di handicap e pubblica assistenza sanitaria.
Il centro Sant'Antonio di Roma, in largo Beltramelli è stato privatizzato (o lo sarà a breve) per mancanza di fondi regionali. La questione mi tocca personalmente. Mio nipote, affetto da sindrome dismorfica, è stato seguito sino ad oggi dal centro, con un'assistenza di tre ore giornaliere. D'ora in avanti per continuare il programma sarà necessaria una spesa di 25 euro l'ora, che tantissime famiglie non possono permettersi. Stiamo cercando altri centri convenzionati, ma le liste d'attesa sono spaventosamente lunghe (la comunità Capo d'Arco garantisce un posto fra tre anni!).
Non mi spingo in altri dettagli in quanto le informazioni in mio possesso non sono al momento precise.
Mi riservo di postare una descrizione più dettagliata del problema nella speranza che Beppe voglia trattare l'argomento.

**************************************************

Spero di non aver urtato la suscettibilità di nessuno. Nel caso lo avessi fatto me ne scuso.
Auguro a tutti una buona serata.

Annamaria Farina 14.05.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Quello che scrive Stefania, oltre ad essere la pura e triste verità, è per certi versi......edulcorato!!

In base ai risultati di poco più di un mese fa purtroppo l'esito delle regionali sarebbe segnato!! Ma io, dal mio personale punto di vista, vedo che molti stanno cominciando a riflettere.

Questo della Rita Borsellino, della sua entrata in politica "come una di noi" - del suo programma scritto a 4 mani insieme ai cittadini nelle riunioni di piazza, nei cantieri, è forse l'ultimo treno che sta passando per voltare veramente pagina!!

In parallelo c'è la tenuta del Governo nazionale. Una sconfitta elettorale del centro-sx alle regionali siciliane avrebbe conseguenze nefaste anche a livello centrale!!

Riflettiamoci bene: dietro la riconferma del centro-dx ci sarebbe stata la deriva sudamericana!! Dietro una sconfitta della Borsellino ci sarebbe la consegna allo strapotere mafioso di un'intera regione!! I due fatti non sono disgiunti.

Siciliani passiamoci una mano per la coscienza, riflettiamo ed andiamo in massa a votare per il nostro REFERENDUM SULLA MAFIA!!

SI'RITA BORSELLINO PRESIDENTE!!
NO ALLA mafia

Fate come il sottoscritto: parlate nei pianerottoli, attaccate volantini di Rita Borsellino nelle bacheche condominiali e al lavoro. Non lesinate alcuno sforzo, non si può mollare proprio ora!! Parlate, parlate ed ancora parlate.....

Il nuovo Governo di galantuomini non si è ancora insediato e già un sistema marcio fino all'osso sta per scomparire dalla scena, crollando miserrimamente!! Pensiamoci ed impegniamoci, manca poco e di certi personaggi guasti resterà solo un triste ricordo. Lo dico soprattutto ai Siciliani!!

Superata questa prova resterà l'ultimo impegno, non meno importante: IL REFERENDUM COSTIUZIONALE di fine giugno!! Anche lì guardia alta: dobbiamo respingere al mittente il vile ricatto della lega che vuole dividere definitivamente il Paese, violando la Costituzione ed i suoi principi!!

Buon voto a tutti.
"un siciliano"

Paolo Rivera 14.05.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

e tragico costatare questa dura realtà!!ma pultroppo non soltanto siciliana!!

alfonso luberto 14.05.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento

per tutta la TRIBU'
ragazzi, io personalmente sono solidale con Francelfo. Non mi piacciono gli attacchi personali, non mi sono mai piaciuti. Tra l'atro, questa storia del signo-raggio è un pò inquietante, e mi riferisco all'insistenza con cui alcuni cercano di impore questa tematica allattenzione di Beppe. Ma, io dico, se io possiedo un blog (o un sito, come nel mio caso) su quello scrivo quello che mi pare. I frequentatori possono, eccome, chiedere che venga trattato un tema piuttosto che un altro, ma non pretendere che questo avvenga.
Personalmente anche io ho dei temi che mi stanno acuore, per la mia storia personale e il mio background politico e culturale (i pacs, la fecondazione assistita, le unioni omosessuali, la sperimantazione sulle cellule staminali, ma anche lo stato sociale, i diritti degli immirati e le minoranze e così via) ma non mi sogno nemmeno di bersagliare Beppe di post pretendendo che parli di quello che io ritengo priotitario. Lui scirve di quello che gli pare, noi commentiamo, se ci va, i suoi post, e se vogliamo scriviamo OT che non vengono censurati, se renstano nella normale amministrazione.
La pratica clinica mi fa affermare, senza ombra di dubbio, che un comportamento OSSESSIVO, qualunque esso sia, non deve essere rinforzato in alcun modo.
Ecco, questo è quello che penso
FRANCELFO se ci sei batti un colpo!!!!!!


è una mia iniziativa
STRONZA VENDUTA

abcdef ghilm 14.05.06 20:22 |
----------------------------

Il tuo misero tentativo di replicarti è tristemente fallito da tempo.
La tua demenza non ha pari e comunque diciderai di firmarti, non avremo mai dubbi: sei e rimarrai un emerita nullità.


Sull'altro "tema latente" di questo post e di troppi altri post, vorrei esprimere tutto il mio appoggio ad Annamaria e altri "sotto attacco" dei paladini del sr. aggio, che continuano con la loro missione di sfracellamento di organi vari con la loro insistenza, il loro vittimismo, i loro piagnistei, le loro paranoie e la loro aggressività, e tutto questo mescolato.

Veramente, non vi capisco. Avete un vostro sito web, e lo avete amplissimamente pubblicizzato qui. Ci sono altri siti poi che trattano il problema, per cui chi si voglia informare, lo può perfettamente fare. Ma voi vi siete messi in testa di "colonizzare" questo blog, di "redimerlo" e salvare i poveri peccatori che si azzardano a dubitare della vostra verità rivelata, o che la situano nella sua giusta dimensione, o che addirittura la considerano una vera e propria bufala scassamarroni (personalmente mi situo in quest'ultima opzione, e ho già spiegato perché, e non ho voglia di ripeterlo ancora).

Avete ottenuto moltissima visibilità, ma non vi basta. E per di più siete anche noiosi, ripetitivi e inutili. È tutto qui quello che sapete fare per portare avanti la vostra causa? Invece magari di informare su altre denunce e su risarcimenti, essendo quindi utili per creare un vero movimento di rivendicazione, vi dedicate qui ad accusare Beppe Grillo delle cose più inverosimili, ad insultare chi non vi dà retta, a denunciare censure e paranoie varie.

Voi paladini volete imporre al proprietario di questo blog di trattare i temi di vostro gradimento e quando questi e non solo vi manda, giustamente, a farvi fare analmente, gridate allo scandalo, alla censura, alla persecuzione, alla cospirazione. E vi dimenticate invece che è nel suo perfetto diritto cancellarvi e buttarvi fuori, anzi per me per esempio, al suo posto non solo sarei molto più rigoroso nelle pulizie e nel bannaggio, ma vi metterei anche una vera e propria denuncia penale per molestie e petulanza mediante sistemi informatici.

A mai più rileggervi!


Caro Beppe,
ti seguo da sempre e condivido molte delle tue idee ma mi permetto di dissentire da questo post.
Trovo corretta la decisione presa da Saccà in questo frangente...la gente non deve essere influenzata mediaticamente, come lo è stata però in fase pre-elettorale con l'uscita del film "il caimano" .
Sei grande! Continua a tenere sveglie le nostre coscienze!
Saluti

Rocco G. 14.05.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ,stamattina 14 maggio 2006 alla stazione di genova brignole è successo un fatto che non so se giudicare increscioso o vergognoso fai tu.Mia figlia 21enne che studia e lavora a Genova ha preso al volo il treno regionale R11263 delle ore 11e20,essendo senza biglietto a causa del ritardo ha cercato subito il controllore che l'ha CACCIATA giù dal treno perchè secondo lui non aveva abbastanza soldi per pagare il biglietto fino a sarzana e dicendole che "non gliene poteva fregare niente se lei doveva tornare a casa "A parte che il biglietto per la tratta costa 5 euro e che mia figlia ne aveva in tasca di più,non avrebbe potuto il controllore farle un verbale e mandare relativa fattura a casa?Cosa è questo razzismo verso i giovani?Abuso di potere?Siamo andati noi in auto a prenderla a Genova,ma se noi non ci fossimo stati?Danno così noia questi nostri ragazzi che cercano di farsi strada con i loro mezzi e non con i soldi dei vari papà danarosi e fighetti?Ho scritto una mail a mimandaraitre e una ad altroconsumo al quale sono abbonata,domani manderò una raccomandata all'ufficio legale di trenitalia,non mi aspetto niente ma non posso stare a guardare e basta,ciao ti saluto rispondimi se vuoi

cristina vittoria 14.05.06 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Coglionaggio ===> l'amico di pasciuccio 14.05.06 19:59

R. Leo 14.05.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Nel post e nella lettera riportata è descritto benissimo che cos'è la "mafia", che non è altro che il modo di fare, di pensare e di sentire di tanti, troppi italiani, che fa di questo paese e di questo popolo qualcosa di "unico" al mondo - e non certo in senso positivo.

Da dove viene questa unicità? Lasciando perdere sciocchezze di DNA e di ubicazioni geografiche, si potrebbe dire che è un misto di circostanze storiche, culturali, geopolitiche... in particolare, la frammentazione del paese in staterelli retaggio di signorottie feudali, ognuno con il proprio campanile che alla fine non era altro che il procacciarsi il proprio interesse, per sé e i propri "famigli"; e le modalità e le circostanze dell'unificazione, realizzata tardi diversamente da altri grandi stati comparabili come Francia e Spagna, con una minoranza attiva molto ideologizzata e una maggioranza passiva e impoverita.

Ma quello che rende veramente unica l'Italia, tanto da far sospettare che sia questo il fattore decisivo, è l'onore e l'onere di essere la sede della massima rappresentazione del potere religioso in questo mondo, la cosiddetta "chiesa cattolica". Non è l'unica religione naturalmente ma è la più potente, influente e gerarchizzata. Con la sua mentalità del peccare finché si voglia e si possa perché sempre ci si potrà "pentire" ed essere assolti, dell'ipocrisia assunta come teoria e pratica di vita (vedi le doppie/tripli morali sulla sessualità, sulle coppie, sulla guerra, sull'intolleranza etc.), dell'"amicisimo" corporativo che porta a coprire qualunque cosa in nome dell'appartenenza (affari sporchi delle finanze vaticane, l'ambiguità del missionarismo, la pedofilia etc.).

Tutti questi tratti si sono perfettamente travasati e integrati nell'"italianettismo" della mafia e della corruzione, del furbismo e della grettezza, della mano che lava l'altra, del capisc'a me: di tutto questo che abbiamo davanti, ormai da sempre, e sembra che sarà per sempre ormai... salvo un bel miracolo laico!!!


beppeee...perkè non mandano il film la lotta per le spartizioni delle cadreghe e l'invenzione pura di nuove cadreghe ma ke bello ,e dire ke lo fanno per noi per mettere a punto i conti statali ,...e cosi ke si fà poi si aumenteranno le paghe ..eee ma loro sono i più bravi, ma bravi davvero bravissimissimi (e ma è giusto ke tu non dica niente beppe...sai bisogna...ma si dai ti capisco.il pantano non è acqua forse è piu vicino al letame e meglio non parlarne)ciao ciao

renato luccon Commentatore in marcia al V2day 14.05.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

@ Raffaella Biferale 14.05.06 19:33

Hallo Raffaella!
Ich wusste nicht, dass Du so gut auf Deutsch schreiben kannst! Wo hast Du es gelernt?
Willkommen im Klub!
Beste Grüsse!

Carmelo Di Stefano 14.05.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Francelfo!
Non commento la tua personalissima decisione (per amore della musica sono disposta a rinunciare alla tua presenza :D), ma sò per certo che sarai con noi. Più silenzioso e attento, magari meno interventista del solito, ma sempre presente.
Il mio saluto per te non mancherà mai. Ho avuto il picere di leggerti in questi mesi. Ho apprezzato la tua ironia, la tua disponibilità a metterti sempre in discussione, la tua carica. Mi mancherai, nella consapevolezza che sarai sempre pronto a palesarti, qualora tu lo ritenessi opportuno e ove un nostro richiamo dovesse raggiungerti.
Ti bacio elfo, a presto.


Annamaria Farina 14.05.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

@ R. Leo 14.05.06 14:29
**********
ciao Leo, condivido l'analisi e le proposte (come al solito.. :)

@ Francesco Folchi
*****************
mica puoi andare via così!!.. (non ti sei offeso per ieri sera vero? il mio velato invito a limitare il numero dei post - acc. al sign.gio e a chi l'ha inventato! - era fatto nell'interesse dei lettori nuovi e seminuovi che potrebbero scoraggiarsi nel cercare di seguire le discussioni più accese)
Auguri per le tutte le tue cose, ci sono ovviamente interessi e affetti fuori del blog, ma prometti che continuerai a leggerci e a scriverci quando puoi!! i tuoi CARICAA!! mi mancherebbero troppo :)

@ Giampiero Puddu
*****************
ti rivolgo lo stesso invito a moderare un poco -se puoi- i tuoi commenti: io lo so che sono l'espressione della tua rabbia e della tua indignazione, ma altri potrebbero non capirlo! (e la mafia ahimé non credo si applichi molto nella lettura del blog..non volermene)

@ paola boggi 14.05.06 16:13
***********************
brava, queste sono le cose che reputo più concrete, passi piccoli ma continui..

e adesso che ho dato i voti, buona serata a tutti!
La maestrina dalla penna rossa



Mi auguro che i siciliani finalmente capiscano dove esiste il marcio con promesse elettorali che finiscono miseramente, solo gli abitanti di quella regione possono cambiare strada per tentare una politica trasparente e di sviluppo.

Sulla censura di sacca', nonostante l'anniversario dell'attentato a quel grand'uomo di falcone, non ho commenti, sono automatici vengono da soli.


ivo serentha' 14.05.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento

vogliamo occuparci di cose più gravi? Il tg3 regionale del lazio ( notoriamente in quota AN)sta facendo la campagna elettorale per alemanno sindaco di roma, vogliamo mobilitarci per impedire un uso così personale e criminale del mezzo pubblico? io ho mandato qualche email, ma sono sola

liliana pace 14.05.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

offtopic .. ma mica tanto poi..

Moggi distrutto : 'lascio il calcio'.

Chi glielo va a dire a Moggi che quello NON era calcio.. ?

Da repubblica
<

dan sallo 14.05.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo devo segnalare (e non esagero) che c'è una guerra di civiltà nel cinema!!!
Oggi il paese è avvolto in un mare di balle storiche difficili anche da spiegare, esiste un film intitolato "IL LEONE DEL DESERTO" (1973)con grandissimi attori che narra del colonialismo fascista in Libia(dove abbiamo ucciso almeno 100mila persone). Ebbene, esiste in lingua araba,inglese e francese ma non in italiano!!!
Dimenticavo che non è neppure in vendita nemmeno su Amazon (potete controllare tra tutti i film interpretati da questi attori famosi solo questo non compare)!!!
Dobbiamo riappropriarci della nostra vera storia nonostante Holliwood perciò scaricatelo da internet facendo molta attenzione alla DIGOS!!!

Gianni da Modena 14.05.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Castigamatti 14.05.06 18:57

Caro blogger anonimo
Non voglio offenderti, ma capirti. Io mi sento in un certo senso un siciliano, dato che i miei genitori sono partiti dalla tua isola ed hanno dovuto emigrare in Svizzera per sfamare una famiglia numerosa. Io sono andato già svariate volte nella Sicilia meridionale e conosco la mentalità di alcune persone della zona. Vuoi o non vuoi sono nato in Svizzera e mi tocca affrontare le pene della vita qui. OK?
Ma tu, che dici di vivere a Palermo, cosa fai nel tuo piccolo per combattere la peste mafiosa? Dai almeno un cosiglio a coloro che vorrebbero fare qualche cosa di concreto. Ti costa proprio così tanto essere un po' più disponibile al dialogo costruttivo?
Saluti!

Carmelo Di Stefano 14.05.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le elezioni regionali saranno il test per capire se la sicilia e pronta a svoltare pagina e scrivere una nuova storia sulla base di pochi e semplici concetti: GIUSTIZIA SVILUPPO E LEGALITA... in tanti ci siamo mobilitati per questo sogno che sembra finalmente raggiungibile ed e per questo che e nata l'iniziativa civile e auto finanziata che al prezzo di
##################################################
**********************
********5 EURO********compreso di
******A/R SICILIA*****permettera a tanti
**ELETTORI SICILIANI**di scendere e dare il loro
**********************voto
##################################################
per info

*************************************
**********WWW.RITAEXPRESS.IT*********
*************************************

nicola Emmanuele 14.05.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

-terrorizzato- | -colonnelli-

D u l c i s i n F u n d o

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/non-so-dire-se-ero-pi-sconcertato.html

Gianpiero Romano 14.05.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Tutto splendido, peccato che questo non è un problema solo Siciliano, ma planetario, di mafie politiche planetarie e quindi ragazzi miei sono cavolacci di ognuno di noi di impedire a chicchessia ci governi di fare porcate, ma temo che fichè dura questa fintissima pace sarà dura.
Io non amo la guerra ma comprendo quello che disse: Tempo di pace?.... Porta pazienza!!!!
Ciao Elio

elio montanari 14.05.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Stefania parla di furbi, e ha ragione. Uno dei più grandi problemi italiani è proprio quello dei furbi; che non sono tutti uguali, ma fanno tutti ugualmente un sacco di danni.
Un mese fa scrivevo di furbi in un'altra circostanza, ma il ragionamento è lo stesso e si adatta perfettamente a quello che scrive Stefania.

http://www.pleonastico.it/modules/news/article.php?storyid=63

ilBuonPeppe
------------------
www.pleonastico.it - Alla riscoperta del buon senso

Peppe Dantini 14.05.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Agostino Saccà, come tutti i servi è più realista del re. Noi siciliani che onoriamo la memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Boris Giuliano e Ninni Cassarà, Peppino Impastato, Pippo Fava, Rocco Chinnici e Rosario Livatino e tutti gli altri assassinati dalla mafia, dalla complicità di settori dello stato, dalla connivenza della "borghesia mafiosa" e dalla indifferenza di tanti, siamo indignati che le sorti del servizio pubblico radiotelevisivo siano in mano a personaggi simili.
Ettore Majorana
C'è un sito che racconta nel dettaglio che cos'la mafia, vale la pena dargli un'occhiata.
http://www.terrelibere.it/

Ettore Majorana 14.05.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

ho trovato un sito interessante.

http://www.bernardoprovenzano.net/
aggiornato nell'aprile 2006

Buona lettura

igor longato 14.05.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo se l'ARS mi risponderà: ho appena inoltrato una garbata richiesta tramite l'area preposta (link in basso):

----
Da recenti letture apprendo che presso l'ARS operano una novantina di deputati, lautamente stipendiati nonostante un basso rendimento e numerosissime assenze.
Allo scopo di far chiarezza, trattandosi di pubblici dipendenti chiedo di conoscerne i nomi, i relativi stipendi, i vari benefits, le ore di lavoro, le presenze e le assenze.

Nella certezza di ottenere un'esaustiva e dettagliata risposta, che possa fugare ogni dubbio in merito ad eventuali cariche indegnamente ricoperte, porgo cordiali saluti.


Tiziano Miani

----

Sies baraos trapolorum...

Tiziano Miani 14.05.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

piccolo contributo per approfondire il discorso censura si, censura no, e poi basta perchè francamente mi sembra proprio che stiamo sprecando tempo ed energia per qualcosa che non lo merita.
Qualche tempo fa, quando imperversavano quelli degli accenti, ve li ricordate? presa da un attacco di gogliardia acuta, mi sono inventata un fantomatico comitato e ho fatto qualche post scherzoso con un nome inventato, usando però il mio indirizzo e mail vero. Beh! dopo un pò i miei post sono scomparsi, quindi probabilmente se avessi usato una e mail nuova sarebbero rimasti. A voi tirare le conclusioni, io non sono un granchè esperta

liliana pace 14.05.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento

MAFIATIZZAZIONE
La subcultura della mafia contadina,ieri minoritaria,ha invaso l'Italia tutta.

Una vittoria straordinaria e per alcuni aspetti paradossale,se consideriamo un aspetto sottovalutato e indicibile.

L'IGNORANZA VINCE LA CULTURA,
difatti tutto è mafiatizzato,lo stato ,l'economia. la finanza, la sanità ,il calcio,le banche,il commercio etc. etc.

IL CAPO ASSOLUTO E', SECONDO FONTI ATTENDIBILI,
PROVENZANO,RICOTTARO SICILIANO ,MASTER IN ECONOMIA ALLA SCUOLA ELEMENTARE DI PALERMO.

LE NOSTRE UNIVERSITA'SONO SUPER MAFIOTIZZATE,
I RETTORI SELEZIONANO LA MEGLIO GIOVENTU', I FUTURI GOVERNANTI E TUTTA LA NOSTRA CLASSE DIRIGENTE.

DICONO I SERVI: SE TUTTO E' MAFIA, NIENTE E' MAFIA.

DIFATTI ANDREOTTI E' STATO ASSOLTO E COSI' TUTTI GLI EREDI DEMOCRISTIANI.
OGGI NUOVI DEMOCCRISIANI MIMETIZZATI IN TUTTI GLI SCHIERAMENTI GOVERNANO,IL PAPA ASSOLVE.

lillo marcunzio 14.05.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/163.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Mafia condicio:

» Da Beppegrillo.itMAFIA CONDICIO da riccioporcospino
A chi si lamenta che in Sicilia la politica è corrotta, ricordiamo sommessamente che da una ventina di anni l'Italia intera entra a pieno titolo tra le aree dove la corruzione è legge. La politica come il calcio come l'economia come la società. Questa... [Leggi]

14.05.06 02:04

» OMERTA' da Il Mondo Nuovo
Nei film hollywoodiani sulla mafia, quando qualcuno “cantava” lo ammazzavano e gli ficcavano un uccellino in bocca come a dire: “lo abbiamo eliminato perché ha parlato troppo…”. Lo scopo era ovviamente quello di ammonire chi “sapeva troppo” e favorire ... [Leggi]

15.05.06 17:24

» Cassata Siciliana da fuocoamare
Questa volta NO! Questa non sarà una fotocopia delle elezioni politiche: non ci sarà da andare a votare per qualcuno solo perchè gli altri fanno più schifo di lui. Dall'altra parte ci sarà una persona che ha combattuto contro la mafia: Rita Borsellino. [Leggi]

18.05.06 01:17

» Par Condicio? da Manfredimente
"Andrà meglio. Quando? Quando governeranno i cani?"Elias Canetti Ficta Si avvicina la fatidica data delle elezioni reginali siciliane.Stasera, su RaiUno, doveva andare in onda la fiction intitolata Giovanni Falcone. Difficile ... [Leggi]

23.05.06 20:29

» cosa nostra fa la coppa uefa da xantology blog inutile
Il Palermo non gioca più a Battipaglia ed Ercolano. Adesso fa le trasferte a Londra e Praga. E a Londra, Praga e in mille altre città quello che sanno di Palermo è una parola sola. Mafia. Così spuntano i siti web con le scritte Slavia Praga vs Kosa... [Leggi]

14.10.06 15:29