Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

No Tav sei mesi dopo


No_Tav.jpg

Zitta, zitta, la repressione No Tav sta arrivando in Val di Susa. Il blog vuole però riaccendere i fari sulla No Tav e darle voce. Oggi pubblico la lettera di un valsusino.

“Ci sono otto persone indagate, a 6 mesi dai fatti, per aver fronteggiato pacificamente (al massimo qualche vaf...lo) l'occupazione militare del territorio (c'erano anche i parlamentari UE della Commissione Petizioni con noi quei giorni ed hanno visto di persona).
Per quel poco che se ne capisce ciò che succede non è che l'inizio di una nuova ondata di cacca. Noi ormai nell'elemento sappiamo destreggiarci, certo che spargerla senza capire che si possono sporcare anche quelli che la buttano è senza senso...
Per capire meglio leggete il messaggio che sta girando sul web...”

Situazione grave, vi giriamo un messaggio ricevuto da uno dei comitati valsusini No Tav.

La politica della carota, adottata con l'instaurazione dell'Osservatorio "Virano", visti i fallimenti dei tentativi di mediazione, cede il passo a quella del bastone.
Sono arrivati i primi otto avvisi di garanzia per la Resistenza al Seghino del 30 ottobre e per i blocchi del giorno successivo.
Si tratta di otto valsusini tra cui il sindaco di Bussoleno, Peppe Joannas, e uno dei no Tav più noti, Alberto Perino. Le imputazioni dovrebbero comprendere reati come resistenza e minacce.
A ciò si aggiunga che il 12 maggio si terrà un'udienza al tribunale di minorenni di Torino (Corso Unione Sovietica 325) che vede alla sbarra un No Tav all'epoca dei fatti minorenne.
Infine mercoledì 17 maggio, al tribunale di Torino (Corso Vittorio Emanuele 300) ci sarà il processo a carico di Marco Martorana, un No Tav torinese accusato di lesioni ad un poliziotto durante una manifestazione spontanea svoltasi la sera del 6 dicembre a Torino, dopo l'assalto della polizia al presidio di Venaus.

Nella giornata di ieri sono arrivati gli avvisi di garanzia e il giorno stesso, in serata a Bussoleno, è arrivata la risposta del movimento. Un'assemblea affollatissima ha ribadito la propria solidarietà più piena alle persone inquisite e si prepara a numerose azioni di lotta. Si è inoltre ribadito che il sequestro dei terreni di Venaus ad opera della magistratura è atto politico che rigettiamo e a cui ci opporremo.
Ribadita altresì la ferma opposizione al raddoppio del tunnel autostradale del Frejus.

I prossimi appuntamenti a Torino:
- venerdì 12 al tribunale dei minorenni per il processo al No Tav minorenne.
- mercoledì 17 maggio davanti al tribunale per il processo a Marco Martorana.
- sabato 13 a Pianezza per la biciclettata No Tav

A sarà dura!” O.

11 Mag 2006, 23:35 | Scrivi | Commenti (924) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

tanto la nostra stazione è fatta di porfido, quindi saremo pronti a tirarlo quando passerà la Tav

federico becchio, sant'ambrogio Commentatore certificato 12.09.09 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Non vuole essere un allarmismo qualsiasi, ma un tentativo di pensare quel che potrebbe accadere fra qualche nese(periodo estivo pieno)alle varie realtà che ostacolano la politica antipopolare del governo.
Si inizia con un tentativo di spargere nuovi rancori su vecchie questioni mai chiarite(ad esempio commemorazione della morte del commissario Calabresi, lasciando la morte dell'operaio anarchico Pinelli sempre sospesa in un "limbo").
Si continua, quando all'inagurazione della nuova questura di Grosseto il Ministro degli interni continua a spargere veleni gridando al terrorismo mai vinto, che è sempre pronto a colpire.
Forse si continuerà, quando compariranno altre scritte fantasiose(come quelle già memorizzate dalla digos con ben 215 casi di "eventuali" atti di terrorismo "repubblica del 20/05/07).
Poi possono scoppiare all'improvviso qualche ordigno in qualche zona della pemnisola dove lo scontro fra i cittadini e gli "usurpatori del potere", ha già avuto dei momenti caldi(vedi Val di Susa o Serre o Vicenza).
Tutto con una discreta campagna mediatica di informazoione a senso unico, giusto per preparare il terreno. A CHE COSA?
Ad un bel blitz su vasta scala nazionale dove si scoveranno eventuali nuovi "terroristi", giusto per colpire le lotte popolari che sul territorio nazionale stanno fronteggiando le scelte impopolari dell'attuale governo(cioè continuazione del precedente)
Si stia attento signor Beppe Grillo, con barba i capelli lunghi e grigi potrebbe essere scambiato per il NUOVO GRANDE VECCHIO CHE TIRA LE FILA DI QUESTO NUOVO "TERRORISMO".
Grazie per avermi ospitato, spero che con queste mie illazioni di non avervi annoiato. Saluti

Francesco Gargiulo 21.05.07 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Beppe Grillo,le scrivo perchè ho un problema:quest'estate con un gruppo di miei amici ho trascorso le vacanze in spagna,precisamente a Bilbao,non avendo la possibilità di partire con la propria vettura,giunti all'aereoporto ne abbiamo affittate due .Tornati in italia ci sono pervenuti due verbali per ecceso di velocità.Dopo l'avvenuto pagamento dei verbali,ci è giunta un'altra notifica nella quale era richiesto che venissero indicati i nomi dei conducenti, non capendo la motivazione ci siamo recati presso: la compagnia di noleggio,la Polizia di stato, il corpo di polizia municipale, l'ambasciata spagnola in Italia e telefonato all'ambasciata italiana in spagna senza riuscire ad avere alcuna spiegazione, su quali sarebbero state le sanzioni previste dal codice stradale spagnolo una volta comunicati i nominativi. Da aggiungere che all'atto del noleggio ci sono stati richiesti i nominativi dei due conducenti e che i due conducenti non erano alla guida al momento dell' infrazione.il nostro problema è quello di sapere quali sono le sansioni previste in spagna sia per i conducenti che guidavano al momento dell'infrazione sia per i conducenti che hanno prestato il loro nome e dato garanzia al momento del noleggio, ma che poi non erano alla guida al momento dell'infrazione. Dal momento che siamo in comunità europea, x giungere alle sanzioni,dobbiamo attenerci al codice stradale italiano?? Spero che almeno lei riesca a darci una risposta,dal momento che l'incompetenza italiana è deprimente........e poi mi sorge una domanda ma nn era meglio che il verbale fosse stato scritto in italiano o quanto meno in inglese per permettere la compresione della cosa????Grazie in anticipo

Marco Vitale 12.01.07 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NOTAV DIECI MESI DOPO, E LA PENALE?

nell'ambito del lancio della campagna "pan per focaccia" per debellare la malaria infettando le zanzare con un virus o un batterio letale che si possano trasmettere fra loro contagiandosi ed eliminandosi da sole scoppia lo scandalo

su indymedia svizzera
http://www.indymedia.ch/it/2006/09/43134.shtml

un esponenente anonimo dell'aska di torino attacca schietti e un gruppo di schiettisti risponde svelando dei retroscena inimmaginabili nell'ambito della lotta notav , delle persecuzioni a schietti da parte di comunisti, verdi e e movimento notav a partire dal marzo di quest'anno

una torta da dividere, la penale per la mancata costruzione del tunnel in val di susa.

chi si spartirà la penale? a quanto ammonta la penale?

si dice che sarà di 5 miliardi di euro, schietti voleva chiarimenti , e da quel giorno inizò la persecuzione contro lo schietti che così cominciò ad essere attaccato da tutti, sinistra, destra e tutti i complottisti del mondo.

http://www.indymedia.ch/it/2006/09/43134.shtml

verdi, comunisti e notav andarono al governo con i sitav ... e della penale si continua a non sapere nulla

albertino salungo 18.09.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Al Capone for President

complimenti vivissimi all'ideatore, mai letto niente di più appropriato per la nostra Italia !!

rosalinda maggenti 16.08.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, che diciamo ai nostri dipendenti Prodi e DiPietro (ed a questo fantastico governo messo li perche' non c'era di meglio) che adesso, una volta seduti in poltrona, stravedono per la TAV mentre ieri era il governo di destra che lka voleva?
Forse che invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia?

Con buona pace di chi ancora crede che esista una destra ed una sinistra e non una classe politica di collusi con i poteri forti di questo paese, abbiamo sbagliato mestiere, diamoci alla politica, ottimo stipendio e puoi spararle grosse senza che nessuno si lamenti, sai che divertimento!

Lorenzo Canapicchi 22.06.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

PRODI RASSICURA DE PALACIO, LA TORINO-LIONE VA AVANTI

ROMA - "Il cambio al Governo in Italia non comporta un cambio di strategia. Non c'é dubbio: la volontà del nuovo Governo di andare avanti con la Torino-Lione c'é". Rassicurata da Romano Prodi, e dal ministro Antonio Di Pietro, Loyola De Palacio preannuncia che lo scriverà nel prossimo rapporto che invierà a Bruxelles come coordinatrice per l'Unione Europea del progetto per il corridoio 5 Lisbona-Kiev, che comprende la linea ferroviaria ad alta velocità da Torino a Lione.
Dopo lo stop per le proteste per il tunnel in Val di Susa, per il nuovo Governo il prossimo passo sarà riaprire il confronto. E lo farà rinunciando "alle scorciatoie della Legge Obiettivo", dice Di Pietro: "Possiamo discutere di modifiche al tracciato, non del progetto". Ed anche per l'Unione Europea non ci sono ostacoli ad apportare modifiche: "Il progetto non é chiuso", conferma Loyola De Palacio.
L'ex commissaria europea è venuta a Roma "per sapere - spiega - se con l'attuale maggioranza il progetto della Torino Lione è ancora una priorità del Governo": ha incontrato prima Di Pietro al ministero delle Infrastrutture, poi Prodi a Palazzo Chigi, ha avuto rassicurazioni sulle intenzioni dell'esecutivo, ed ora attende passi avanti (ed in particolare che Prodi convochi il tavolo politico per riaprire il confronto) sollecitando una risposta prima della riunione della commissione intergovernativa italo-francese, il 4 luglio.
"Il presidente Prodi è stato molto chiaro nel considerare l'opera prioritaria, benché ci siano ancora alcuni punti da affrontare", ha detto Loyola De Palacio lasciando Palazzo Chigi. Poco prima, dopo l'incontro al ministero, la posizione del Governo era stata illustrata da Antonio Di Pietro: "All'Unione Europea abbiamo inviato il messaggio politico che il nuovo Governo intende rilanciare le infrastrutture, comprese quelle che l'Unione Europea intende prioritarie, come il corridoio 5 e il traforo del Brennero".

Alberto Villa 22.06.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento


Comprendo gli abitanti di Venaus, ma l'alta velocita' deve andare avanti. E' un investimento troppo importante per essere ridotto al nulla.
Se vi sono problemi dovuti al tracciato, all'impatto ambientale, alle tracce di uranio (dico bene?) allora vanno si' discussi e risolti. Ma il progetto deve proseguire: e' importante per lo sviluppo del paese. Io la penso cosi', con tutto il rispetto per chi non la pensa in questo modo.
Saluti

Paolo Paolucci 21.06.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

con il centro sinistra la pillola sarà solo + dolce ad alta velocità, hahahahahahh ieri manifestavano con voi e adesso

MARCO BIANCHI 21.06.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

ROMA - La linea ferroviaria ad Alta velocità Torino-Lione si farà, ed è anzi considerata dal governo "un'opera prioritaria". Lo ha assicurato il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro

marco bianchi 21.06.06 13:50| 
 |
Rispondi al commento

ROMA - La linea ferroviaria ad Alta velocità Torino-Lione si farà, ed è anzi considerata dal governo "un'opera prioritaria". Lo ha assicurato il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro

marco bianchi 21.06.06 13:49| 
 |
Rispondi al commento

C'è un articolo sul sito di Repubblica sulla TAV e sul nostro "amico" Di Pietro, Ministro delle Infrastutture. Nell'articolo si precisa che non è in discussione il progetto, che si realizzerà e che è "prioritario", ma si valuterà meglio l'impatto ambientale.
Ancora una volta non è importante la voce dei cittadini!!!

http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/cronaca/tav3/dipietro-depalacio/dipietro-depalacio.html

Lorenzo Deliso 21.06.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Poiché a fine anno si concludono i lavori d'adeguamento agli standard di “Tratta Alta Capacità" della linea ferroviaria Torino - Modane, come affermato da un documento di Unioncamere Piemonte http://www.trail.pie.camcom.it/inter/ipf000500.htm, su "La Stampa" del 13/6 Luigi Rivalta, presidente della commissione che esamina i progetti della Torino-Lione, evidenzia 2 problemi per cui al posto della linea storica (TAC 2006) è preferibile una futura linea con relativo tunnel che entrerebbe in funzione nel 2020 (TAC 2020).
Problema 1: «Si fanno salire i treni merci che trasportano anche materiali pesanti a 1300 metri con un dispendio di tempo ed energia».
Che il dispendio di tempo sia trascurabile lo si comprende ... in poco tempo confrontando 2 distanze:
- il corridoio "T5 esteso" Lisbona - Kiev ha una lunghezza di oltre 4000 km;
- con la TAC del 2020 tale lunghezza si ridurrà di circa 30 km.
Che tale riduzione avvenga tutta in Italia, con conseguente diminuzione dei ricavi rispetto alla TAC del 2006 è solo un piccolo dettaglio economico che è sfuggito ai più.
Dispendio d'energia: si posson dimostrare le seguenti cifre:
- 150 GWh, energia elettrica annua risparmiata dalla TAC 2020 rispetto alla TAC 2006 con treni da 500 t ogni 5 minuti;
- 120 GWh, energia elettrica prodotta da un campo fotovoltaico realizzato con i 555 milioni di Euro previsti per finanziare gli studi dei progetti ed i lavori di ricognizione della TAC 2020.
Problema 2: «Circa 36 mila persone abitanti nei paesi della Bassa Val di Susa vivrebbe accanto ad una linea che vede transitare dai 250 ai 300 treni al giorno. E' sopportabile?»
Certo che no, ma se non si realizza la TAC del 2020, con una piccola parte dei 6695 milioni di Euro previsti per fare il lavoro si fanno le migliori barriere antirumore per la linea attuale. Barriere che dovranno comunque essere fatte per non esasperare ulteriormente i 36 mila abitanti di cui sopra nei 14 anni che seguono all'entrata in funzione della TAC 2006. :)

Guido Gilli 19.06.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente posso dire la mia!Mi domando,e non ho mai avuto risposta,perché la Tav è una grande occasione di sviluppo per la valle?Forse che le imprese di costruzione sono valligiane o sui binari ci passeranno convogli merci "AV" fruibili dagli abitanti oppure saranno previste fermate per i passeggeri dei piccoli comuni del percorso per andare (ma poi a fare che) fino a Milano o a Lione?Vorrei evitare la solita tiritera eco-proletar-qualunquista che "la TAV servirà a fare arricchire i soliti" ed invece cogliere l'occasione per dire: non sarebbe meglio pensare ad un corridoio a "Alta Capacità" dove far circolare anche le merci più velocemente, rallentando un pò i treni passeggeri (ma dove si corre a 300 all'ora?), cogliendo l'occasione per non restare tagliati fuori dall'Europa degli affari e dei finanziamenti e per costruire qualcosa di utile anche per le generazioni che verranno, ad impatto ambientale forse minore del traffico dei camion attuale?Per l'arricchimento dei soliti non vedo possibilità di risoluzione purtroppo....ma che almeno serva a tutti.

Stefano Ricci 18.06.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho presentato ieri sera il mio progetto per la realizzazione di un canale che collega Venezia a Cannes... Il canale passerà per la val di Susa, più precisamente per Bardonecchia e in quel punto sarà profondo 1312 metri... Non vi sembra un progetto meraviglioso?
Gli abitanti della ridente località alpina potranno andare in costa azzurra in motoscafo...
Le merci provenienti in nave dall'est adriatico troveranno una scorciatoia notevole per essere portate verso l'Altlantico...
Verrà inoltre sensibilmente abbattuto il traffico su gomma proveniente da quei paesi...
Con la terra ricavata dall'enorme scavo ricca di amianto e ogni sorta di minerale dannoso compreso qualche virus ignoto realizzeremo delle meravigliose isole artificiali al largo di Imperia...

Un'assurdo... si... così come è assurdo questo progetto dell' "Alta Velocità" che spero muoia in fretta come è giusto muoia un ridicolo ricordo di un progetto funanbolico ed inutile...

Saluti

Stefano Lanci 17.06.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao A tutti.Torno dalla posta piuttosto incazzato in quanto gli impiegati nullafacenti di un'azienda monopolista mi hanno riferito di aver ricevuto direttive per richiedere soldi ai cittadini che devono fare una raccomandata in merito al tagliando che la raccomandata necessita.Pertanto devo pagare oltre il costo esoso della raccomandata anche il costo del tagliando.Non sanno più come fregarci, è un'assurdità.

NICOLA LOIACONO 16.06.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe fare qualche bella domanda al sindaco Chiamparino (torino) e alla Bresso (governatore del piemonte) del tipo:

1 - a quanto ammontano i benefici fiscali che voi o il partito (ds)avrete dalla realizzazione della nuova linea Torino-Lione?
2 - se volete farci credere che non metterete in tasca niente mi fate capire perchè rompete così tanto? Prestigio? Carriera?
3 - perchè non pensate a tutte quelle persone che ogni giorno prendono i mezzi pubblici per fare meno di 10km e ci mettono delle ore?
4 - ma voi... cosa sapete dell'opera in realtà??

Andrea Cane 13.06.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè la sinistra non insorge più? Nessuno che grida più allo scandalo, dove sono tutti sti martiri girotondini, le trombe non sparano più le solite tiritere demagogiche da rosso (sbiadito), niente più bandiere niente di niente, quella gente come al solito è stata solamente usata per scopi propagandistici...
Mi spiace tanto per i valsusini, pedine come tanti.
Come sempre vergogna.

Alberto Liberto 12.06.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Be' Caro Marco
sembra che Beppe Grillo come la maggior parte dei politici italiani se ne frega di Carlo Parlanti. Che strano tutti dicono che fanno per il bene dei cittadini, ma nessuno ascolta i cittadini....ma come fanno a sapere di che hanno bisogno i cittadini?

Katia Anedda 10.06.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Volevo semplicemente sottolineare che i problemi correlati a i trasporti in Italia si rispecchiano anche sul tipo di servizio.
Ho fatto un viaggio da Foggia a Zurigo.
Sino a milano il treno ha accumulato un'ora di ritardo. Ho perso la coincidenza e all'atto di chiederere il rimborso del 50% del biglietto pagato mi sono sentito dire che solo se si è residenti all'estero il rimborso è monetario altrimenti si tratta di un buono da consumare presso le ferrovie nei prossimi sei mesi.
Questa mi sembra l'ennesima ingiustizia e sarebbe bene che qualcuno cominci a fare qualcosa.
Perchè gli italiani devono essere cosi' poco rispettati dalla loro compagnia ferroviaria?
Perchè sulla linea sino a zurigo ci è stata offerta dalle ferrovie svizzere una bevanda gratis(non è molto ma è sempre qualcosa) per un ulteriore ritardo accumulato sulla linea svizzera?
Perchè in italia i cosi detti treni super veloci rimborsano il prezzo del biglietto solo se si fa un ritardo maggiore di mezz'ora (per me dovrebbe essere molto meno)? Perchè gli annunci frivoli (ristorante, velocita' fermate)vengono detti in piu' lingue ma la possibilità di rimborso solo in italiano.

Grazie ancora per il servizio offerto e buon lavoro.

Luciano Dimastrogiovanni

luciano dimastrogiovanni 09.06.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, ma ammetto la mia ignoranza e non capisco perchè ci si deve battere contro la TAV; se è vero come viene scritto che l'attuale linea TO/Lione non è sfruttata a dovere perchè non pretendere, in cambio della TAV passeggeri, di potenziare il vecchio tracciato ed obbligare il passaggio di tutto il trasporto merci da e per la francia via ferrovia. Non sarebbe un bel vantaggio per l'ecosistema ? inoltre ridurre a tre/quattro ore il tempo di percorrenza tra torino e parigi renderebbe l'aereo (estremamente più inquinante e le cui rotte passano sopra la val di susa) antieconomico anche in termini di tempo; chi come me ha utilizzato l'aereo per recarsi a parigi sà molto bene che i tempi di trasporto sono : 1 ora prima a caselle + 1 ora circa di volo + 20 minuti sbarco e bagagli + 50 minuti minimo per raggiungere il centro = 3 ore e 10 minuti (se tutto và bene e non ci sono ritardi) oltre al costo del taxi....
Se il pericolo è il materiale di scavo estratto dalla montagna e le polveri derivate bisogna fare in modo che l'agenzia per l'ambiente (ARPA) vigili attentamente come del resto fà per gli scarichi undistriali ecc. ecc.
Davvero, visto da esterno alla Val Susa non vedo controindicazioni. Ma siccome non sono direttamente coinvolto forse mi sbaglio.
In attesa di Vs delucidazioni vi saluto cordialmente.
Maurizio

maurizio becchia 08.06.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa a chi ha letto il mio commento,ma devo solo correggermi,quello che volevo scrivere è che noi giovani ormai possiamo scordarci è una "pensione" futura nn una persona...... mea culpa

Forcherio Noel 05.06.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, la TAV penso che nn riusciremo mai a toglierla dalla testa di questi politici corrotti, come dire, che dire, quando abbiamo una tratta Torino Lione sotto sfruttata del 90%, e oltretutto a livello del terzo mondo... ma qualcuno ha visto la stazione di susa in cui nn si possono nemmeno acquistare i biglietti?
Qualcuno ha visto quello scabroso servizio mandato sulla RAI, in cui intervistavano solo ed esclusivamente chi diceva che la tav è da fare a qualsiasi costo, e quei pochi che invece negavano, venivano puntualmente interrotti?Chi ha sentito i sindaci francesi che dicevano che volevano la TAV, peccato che avessero avuto rassicurazioni che nn si sarebbero neanche notati i lavori, che nn avrebbero avuto problemi, che sarebbe tutto passato sotto,insomma tutti i vantaggi senza le grane.Questo finche alla partenza dei lavori si sono visti devastare le valli e si sono visti le case che si crepavano per i lavori di questi criminali, dicendogli che avrebbero poi fatto qualche cosa alla fine dei lavoooori!!!!!Ora io dico ho 23 anni e vivo in uno stato in cui nonostante io nn trovi un lavoro neanche per caso, dicono che noi giovani siamo tutti occupati, in cui ci hanno già detto di scordarci una persona, e il perchè, e cioè che se li sono già mangiati i nostri cari politici e nel quale mi spiace ma non vedo nessun futuro.

La verità è che nessuno vuole la TAV solo quello scriteriato di Lunardi delaa Bresso e quel gruppo di fascisti lobbisti che ne traggono profitti lo vogliono, PERCHè QUEI SOLDI NN LI USANO PER GARANTIRE UN FUTURO A NOI? PERCHè STI SOLDINON LI USANO PER GARANTIRE UN FUTURO AI PROPI FIGLI E ORMAI TRA UN PO AI NOSTRI FIGLI, COME PENSANO CHE IN QUESTE CONDIZIONI CI SIA ANCORA QUALCUNO COSì FOLLE DA METTERE AL MONDO DEI FIGLI CHE NN FARANNO ALTRO CHE SOFFRIRE LA FAME?

Noel Forcherio 05.06.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

a quanto sembra il neoassunto dipendente alfonso pecoraro scanio ha perso un'occasione per risparmiare fiato e starsene zitto.

se è vero che abbia proposto, per recuperare risorse, una supertassa sui veicoli fuoristrada con la sscusa che inquinerebbero di più...

su quale base fà un'affermazione del genere?

non sà, il dipendente in questione, che oramai sono diversi anni che gli autoveicoli vengono sottoposti a controlli periodici di revisione e non ultimo son sottoposti annualmente, ovemai non bastassero i controlli già fatti, al conrollo per il conseguimento del "bollino blù".

dopo tutti questi controlli quale inquinamento vuole che ci sia?

delle due l'una, o i controlli servono a qualcosa e quindi la nuova supertassa non serve o sono stati "inventati" per favorire qualche categoria privilegiata...?

se invece, come credo, è solo una scusa per arraffare un pò di denaro dal solito vessato automobilista trovooltramodoiniquo prelevare soldi solo da una parte dei contribuenti.

di questopasso tasseremo gli anziani perchè hanno necessità di maggiori cure mediche e così via dicendo.

servono soldi?

bene allora mi parrebbe corretto "spalmare" il prelievo su tutta la popolazione magari fatte salve categorie più deboli con redditi bassi.

il buon pecoraro farebbe bene ad informarsi prima di sparar cazzate e magari consigliarsi con qualcuno che ne sà più dilui.

credo sia moltopiù inquinante un'automobile di ven'anni fà ch un fuoristrada di recente costruzione.

marcello corsi 05.06.06 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

compagni e compagne ma che amianto al massimo c'è un pò di granita, forza che si buca forza che adesso si fa sul serio e uniamo l'italia all europa, adesso ciò che è grigio diventerà verde!!!

marco bianchi 05.06.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Adesso con il dialogo la sx, vi infilerà la tav tutta intera.
HAHHHAHAHAHHHAHHH

marco bianchi 05.06.06 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
vi parlo ancora un poco di Tav. La scorsa settimana due amici che militano in Rifondazione e che seguono molto da vicino la vicenda, sono stati all'Arpa Piemonte per chiedere i risultati dei sondaggi fatti al Seghino. Il 22 marzo, l'Arpa dichiarava che non si erano riscontrate tracce d'amianto. Bossuto ed i compagni del circolo prc di Bussoleno, si recano all'arpa regionale e chiedono l'estratto totale dei 400 metri di carotaggi effettuati a marzo. E che succede? Mettendo le mani avanti, oltre alla documentazione completa , l'agenzia ambientale allega una lettera "cautelativa" che mette le mani avanti circa i risultati dei carotaggi. Ma il colpo forte della lettera è: "I punti di campionamento sono stati individuati sulla base delle indicazioni fornite da Ltf, da evidenze geologiche non casuali" .
e inoltre "Si evidenzia che istituzionalmente il compito di fornire e redigere i dati scientifici è attribuito al proponente e in questo caso alla società Ltf e non all'agenzia scrivente, che ha funzioni di controllo per quanto stringente."

Da quello che si evince dalla documentazione fornita, risulta che i carotaggi sono arrivati ad una profondità di 452 metri, ma i quattro esaminati e divulgati arrivano a 160 metri.
Sono state indette due conferenza stampa, una a Bussoleno, che ha avuto scarso seguito ed un'altra oggi in regione, alla presenza di La Stampa e Repubblica. Ma i media televisivi "nicchiano", per la stampa bisogna aspettare domani e il web tace. Ho paura che tutto rimanga nella sabbia e che nella testa della gente rimanga solo "La Tav si farà".

Una considerazione ancora: NON abito in Val di Susa ma a Torino, NON ho una seconda casa i valle, NON ci vado da molto tempo. Lo faccio per le mie figlie. Non voglio un futuro più drammatico di quello che si avvista, e inoltre mi chiedo ma davvero nessuno crede che l'amianto possa arrivare giù in città?
Ieri e oggi sono state due giornate ventose, e le montagne erano li, a guardarci.

Girolamo PASIN 30.05.06 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Una segnalazione : vedere il commento della Ryanair ( la prima compagnia aerea low-cost europea )nei riguardi di uno degli enti italiani meno utili ( ENAC ) riguardo ai voli da Alghero a Milano e viceversa : uno dei soliti giochi di potere all'italiana cui siamo ormai abituati, ma che come sempre hanno un costo - e nessun beneficio - per tutti. www.ryanair.com.
Uno dei responsabili ENAC è il sig. Manera Silvano, direttore generale dell'ente. Sommergiamolo di e-mail.

Luigi Marcolla 30.05.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del ponte di Messina.
La sinistra ha vinto le elezioni. Non ha altri mezzi, per rilanciare il nostro paese, se non un incremento rapido della competitività economica e strutturale dell'azienda Italia. A questo punto io le chiedo: è sensato bloccare un progetto indispensabile al rilancio del sud, che consentirebbe di eliminare il vecchio schema dell'Italia a due velocità, se non a tre, sempre praticato dai tempi del democristianesimo clientelare, e non, invece, imprimere un vero cambiamento alla politica nazionale? E sensato che, dai cosiddetti progressisti, io mi veda bocciare l'unico strumento, il ponte, che consentirebbe al sud di divenire il polo d'attrazzione verso il futuro sviluppo dei paesi mediterranei? Immaginavo una sinistra diversa, tesa al vero rinnovamento, e lo spero ancora! Ci aiuti.

F.Colli
Palermo

fabio colli 28.05.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono uno scienziato, faccio tutt'altro mestiere:il musicista.Ho viaggiato per 6 anni dalla Calabria alla Sicilia, perchè tutte le settimane andavo da Cosenza a Palermo.Il disagio è incredibile soprattutto se vai in treno:da Cosenza circa 8 ore, perchè da Messina a Palermo c'è il binario unico per gran parte del tratto ferroviario, sicchè l'InterCity o l'Eurostar diventa irrimediabilmente un comunissimo treno locale che si ferma in continuazione per via degli incroci con gli altri treni.Quindi il ponte non serve praticamente a nulla, perchè ti farà si risparmiare qualche minuto(dieci, al massimo venti), costando molto di più che rendere la linea ferroviaria ME-PA con due binari come in gran parte dell'Europa, che invece farebbe risparmiare 2 ore!Ha ragione il Ministro Bianchi dicendo che il ponte è inutile e dannoso; che non cerchino di zittirlo, per favore.Almeno quando c'è una persona sensata, che abbia voce "contro" dal di dentro del palazzo, la si accetti e si rifletta.La T.A.V., probabilmente non è inutile, ma è altrettanto dannosa.Basta pensare(nessuno ne parla)all'amianto che si dovrà togliere dalle montagne in questione, ed ai danni mortali delle popolazioni locali.Allora:val la pena far morire di cancro delle persone, al solito scopo:guadagnare tempo!La verità è che pochi guadagneranno miliardi;una parte guadagnerà tempo ed altri guadagneranno il paradiso.

gino santo 24.05.06 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
ciò che è successo la notte tra il 21 maggio e il 22 maggio ha dell'incredibile! Quello che era partito per essere un rilassante week end lungo ad Amsterdam è diventato un incubo. il colpevole?MERIDIANA. 21 maggio 2006, volo di ritorno delle ore 19,35 AMSTERDAM - TORINO -FIRENZE prenotato con MERIDIANA. Viene segnalato un ritardo di 3 ore. Nessun addetto Meridiana ci fornisce informazioni. Dopo ore di attesa, qualcuno si mobilita e va a chiedere al box info. Ci dicono che il volo delle 19,35 non ci sarà, e che sarà sostituito da quello delle 22,15. Intanto altri aerei per l'Italia partivano e noi attendavamo trepidanti il nostro turno. Alle 22,30 finalmente arriva il nostro aereo,una persona dell'equipaggio ci informa che verrà omesso lo scalo a Torino e che i passeggeri torinesi sarebbero stati dirottati su Firenze e poi portati a Torino con un pulman. Alle 11 decolliamo. Arriviano a Firenze all'1. All'1 partiamo per Torino in pulman. 500 km in pulman!!!! alle 5,30 arriviamo finalmente a Torino, ma attenzione!!! nn a Torino città, a caselle!! 15 km dal centro. nessun taxi e nessun mezzo a quell'ora, il primo disponibile era alle 6,20. Ovviamente, le persone avrebbero dovuto andare a lavorare, ma a meridiana cosa importa? Non crediate che tutto ciò sia avvenuto senza discussioni, ricriminazioni, proposte alternative da parte dei paseggeri. Nessuna disponibilità, un muro davanti, nessun addetto meridiana ci ha fornito spiegazioni, informazioni, scuse, assistenza. INCREDIBILE!!! VOGLIAMO ESSERE RISARCITI!!! VOGLIAMO CHE MERIDIANA SMETTA DI TRATTARE LE PERSONE IN QUESTO MODO!!! CLIENTI PAGANTI OLTRE TUTTO!!!! AIUTATECI A NON FARGLIELA PASSARE LISCIA ANCHE QUESTA VOLTA!!!! baci, Pina

Pina Pes 23.05.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

.....capiranno mai ke nn vogliamo treni a velocità supersonica, ma ke ci bastano treni ke funzionino, o ke magari ogni tanto arrivino in orario??????!!!!

matteo cotichella 23.05.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

e aggiungo, quanto costa fare un binario in piu' invece di far supermega viadotti spaventosi come quelli di piacenza che poveretta ha gia' le due torri, manca solo l occhio di sauron e orde di orchi che scorazzan giu per il trebbia.

caspita e' un binario in piu. certo forse i vari impregilo e compagnia briscola lavoran di meno ma noi pagheremmo meno tasse e preserveremmo il nostro territorio che e' la COSA CHE POTREBBE PORTARCI UNA RICCHEZZA SPAVENTOSA. ma sapete che il sogno di tutta la gente che c'e' al mondo (e lo so perche' studio a Boston) e' di venire almeno una volta in Italia?? lo sapete che abbiamo il 70% del patrimonio mondiale UNESCO????? il 30% che rimane se lo deve spartire il mondo intero. E poi ci perdiamo in cazzate tipo l alta velocita'. ma che cacchio non oso immaginare il costo del biglietto! ad ogni modo LONDRA VERONA costa 10 euro con rian air. altro che treno per le grandi distanze, migliora le piccole no? NO, perche' siamo in Italia.

jacopo prati 22.05.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento

caro enrico, il problema e' nei piccoli tratti, anch io ho passato molte avventure sui treni, altro che indiana jones. Provate a prendere un treno che va da verona a piacenza, sn 120 km e ci mette 3 ore se va bene, perche' la milano mantova e' a binario unico, perche' i treni son vecchissimi, perche le coincidenze sn letteralmente tali (cioe' e' proprio una coincidenza se riesco ad arrivare in orario a codogno per poter poi prendere il treno che da milano va a piacenza).
la tav pero' non collegherebbe piccole tratte ma solo grandi distanze. quindi sarebbe inutile per me e per milioni di pendolari costretti ad andare con treni della prima rivoluzione industriale. secondo me la TAV serve solo per far vedere ai tedeschi che noi siamo fighi con i supertreni, poi se si guarda meglio siamo un paese allo sfascio.

jacopo prati 22.05.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che sia importante un collegmanto ferroviario sull'asse ovest est europeo, ma quanto alla necessità dell'opera, di qualsiasi opera, dovrebbe essere fissato un criterio dato dall'interesse superiore della salute e della sicurezza dell'uomo, degli altri esseri viventi e dell'ambiente. Nessuna altra motivazione dovrebbe essere considerata di interesse superiore (magari chiamandolo impropriamente collettivo) rispetto al diritto alla salute, presente e futura.
Se laggiù c'è amianto, la TAV non si deve fare, si deve cercare un altro punto per far passare il treno, che deve essere anche per trasporto di persone, oltre che di merci.
Se non è tecnicamente possibile, mi dispiace, non morirà nessuno ma non si deve fare.

Massimo Idra Commentatore in marcia al V2day 22.05.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti io scrivo da Piacenza dove la TAV passa e nn sn ancora riuscita a farmiuna reale opinione su di essa: ok ke avrà la sua utilità, sennò siam fuori dall'Europa (ci dicono) ecc....xò il mio fidanzato è pescatore spesso andiamo dalle parti di guardamiglio s.stefano e limitrofi nel primo lodigiano, ed ora.... cosa vediamo???? colate di cemento....km di strade inutilizzate ke hanno distrutto bacini naturali e quindi hanno contribuito alla morte di tutta quella flora e fauna ke ne dipendeva....ora ci rimangono solo quasi i laghetti artificiali e x cosa????? x qualcosa ke nn si sa se verrà mai finita???? se funzionerà???? ora x me TAV significa distruzione....x voi????
grazie dell' attenzione...

Sara Ziliani 22.05.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti: io sono uno studente che ogni venerdì deve prendere il treno per tornare a casa e poi riprenderlo, per ritornare alla sede universitaria la domenica sera, questo da 5 anni a questa parte.
Uno dei motivi per cui ho smesso di leggere questo blog, è che, a mio parere, ma forse ho capito male, appoggia quelli che protestano contro la linea ad alta velocità. Il mio personalissimo punto di vista sulla questione, senza voler offendere nessuno, è che si tratta di un opera pubblica che serve: i nostri treni sono veramente alla frutta, il traffico è semplicemente eccessivo, e l'Unione Europea ha affermato che l'impatto ambientale dell'opera è nei limiti consentiti: visto il modo (poco rispettoso) con cui è stata trattata la relatrice che leggeva la conclusione dell'UE, mi viene il dubbio, che la protesta sia il tipico caso di NIMB (Not In My Backyard), percui tutti vogliono le comodità, ma non vogliono avere le esternalità negative delle stesse.

Enrico Rampazzo 21.05.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe presi come siamo dallo scandalo calcio non vorrei l'istituzione del nuovo governo passasse un pò innosservata.
Ma se invece di proporre un referendum sulla devolution proponessimo un referendum per togliere a Berlusconi la cittadinanza italiana non sarebbe meglio?
L'abolizione della festa della Repubblica è così importante? Non è meglio continuare a celebrare l'istituzione che ci accoglie al suo interno e ci permette ,in una qual maniera, di vivere in uno stato civile?
Perchè siamo sempre così accondiscendenti con chi ruba e ci corrompe? Basta con le giustificazioni "poverino non lo sapeva" o "poverino non c'entra"!
Chi sbaglia deve pagara chiunque egli sia dall'imprenditore al politico alla nuova mafia che non opera più nella politica ma attraverso il nuovo strumento di consenso chiamato calcio.

Elvia Fuscaldo Commentatore in marcia al V2day 19.05.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

buonasera signor grillo,sono un ragazzo cagliaritano di 19 anni,visito il suo sito per la prima volta e premettendo che le mie idee politiche tendono verso il centro destra vorrei complimentarmi per ogni suo attacco sia politico sia di cultura generale che mira al farci aprire gli occhi su come stiano veramente le cose nella nostra società al giorno d oggi..purtroppo la verità la maggior parte delle volte viene nascosta alla gente comune venendo cosi attuata una sorta di democrazia formale,spero che andando avanti così nn si arrivi ad una sorta di declino della civiltà attuale come e successo in tempi passati ad altri popoli...arrivederci e a presto -nicola-

nicola dessì 19.05.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di trasporti, le Ferrovie Nord Milano ce la mettono tutta per stare al passo con l'andamento delle ferrovie nazionali. Oggi, 19/05/06, giornata di scioperi nei trasporti locali, é stato soppresso un treno (tratta Varese-Milano) prima dell'inizio dello scopero e malgrado l'indicazione, nell'orario ufficiale delle FNME, "treno garantito in caso di sciopero"; affermazione impegnativa ma scritta nero su bianco nelle note a pié di pagina, quindi degna, si direbbe, di fiducia. Niente affatto:"Causa sciopero il treno tale é soppresso". Grazie FNME, un'altra perla nel vostro ...variegato curriculum.

Valerio Colombo 19.05.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

I primi 100 giorni qualificano l’impronta sociale di un nuovo Governo.
Aderite anche Voi alla petizione per ottenere subito in Italia la legge che introduca la possibilità della CLASS ACTIONS:

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

Una legge che permetta ai Cittadini unendosi di contrastare con un’unica azione giudiziaria i soprusi subiti dalle grandi Organizzazioni strutturate con potenti Uffici legali.
Un reale strumento di giustizia nelle mani dei cittadini.

Qualificate la Vostra sottoscrizione lasciando nel commento:
" Beppe GRILLO’s blogger "

Postate le vostre idee e i vostri suggerimenti in:
Thread: “Mastella da Ceppaloni” del 17.05.06
@ Antonio Da Fabriano 19.05.06 09:18
Facciamo di questo post la bacheca settimanale del costituendo Libero comitato promotore " Beppe GRILLO’s blogger" per la campagna di sensibilizzazione a sostegno di una legge moderna che permetta le “AZIONI COLLETTIVE”.

Antonio Da Fabriano 19.05.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Per la TAV (o meglio per la non TAV)
periamo nel Pecoraro verde...
che lo sia (verde) di cuore e d'intelletto
e non solo di bandiera.
Ovvero che non sia come quei "comunisti" che sono
simili ai rapanelli: "rossi fuori e bianchi dentro".
(Era tua la battuta Beppe? credo di sì, non ricordo bene, ma calza a pennello).
Per i processi, mbeh... credo non ci sia molto da sperare nella giustizia, quella non è uguale per tutti, è solo cieca!
Nei PM e Magistrati "rossi" credo poco e credo solo in quel che sento e vedo:
e vedo un Mario Placanica e tanti altri come lui,
liberi di uccidere (con coscienza?), manganellare
e pestare, sopraffare e abusare.
Meno forze armate in Italia e più lotta agli evasori fiscali!
Meno lotta agli spinelli e più attenzione ai bordelli della Plutocrazia imperante.
Macché democrazia in Italia...
te lo do io il Brasile... (giusto Beppe?)

stefano cavagnis 19.05.06 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
anni fa mi è stato rubato un telefonino.
Avendo il sospetto di chi era stato, ho pensato bene di denunciarne il furto segnalando il codice IMEI (EMEI?) all'atto della denuncia. L'obbiettivo era di far passare un brutto quarto d'ora al "malfattore", purtroppo l'impresa non ha sortito l'esito sperato. Il PM o chi per lui aveva proposto l'archiviazione, io in primo tempo avevo fatto istanza di opposizione poi su suggerimento di un amico ho desistito, perchè "non conveniva" andare alle udienze, perdere tempo dietro alla magistratura e cosi via.
Qualche giorno fa sono ritornato sull'argomento, così, facendo la fila ad uno sportello postale, e mi è stato riferito che la magistratura non richiede i tabulati alla Telecom, perchè gli costerebbero l'occhio della testa.
Tu ne sai qualcosa sulle convenzioni che definiscono le relazioni tra i servizi offerti da Telecom e le amministrazioni dello stato?
A me ad esempio telefonare senza limiti in tutta Italia, e navigare senza Limiti a 4mega, costa meno di 40 euro al mese senza pagare il canone Telecom. Alle Amministrazioni dello Stato lo stesso servizio Quanto costa?
Cio mi preme saperlo perchè anche io partecipo al pagamento di queste bollette.
A presto Antonio

Antonio Troisi 19.05.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Avvisi di garanzia ad alta velocità!

Il Partito Umanista esprime la più totale solidarietà nei confronti dei manifestanti NOTAV che hanno partecipato alle mobilitazioni dell'autunno scorso e a cui sono stati notificati alcuni avvisi giudiziari.

L'uso di avvisi di garanzia è un tentativo di indebolire il movimento NOTAV attraverso strumenti giudiziari.

“Esigiamo l'immediato ritiro del progetto TAV in Val di Susa” afferma il candidato a sindaco Paola Balestra “in quanto l'opera è inutile, costosissima, irrealizzabile e dannosa per la salute e principalmente non voluta dalla popolazione valsusina. Inoltre chiediamo alla Magistratura il dissequestro dei terreni occupati a Venaus affinché ritornino alla loro naturale destinazione agricola”.
Il Partito Umanista parteciperà all'appuntamento di sabato 6 maggio 2006 di fronte al Comune, alle ore 15, per ribadire il nostro no al TAV, che ormai ha assunto il valore di no alla repressione, alla violenza, alle occupazioni militari, alla prevaricazione del potere economico sul valore dell'essere umano in solidarietà alla popolazione della Val di Susa.

Anna Mastrocesare 19.05.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Per ciò che riguarda lo scandalo del calcio pensi che le grandi squadre saranno punite con la serie B o C? Io penso proprio di no così come non saranno puniti i "furbetti" del pallone ed i loro figli!!! Tuttavia propongo a tutti i tifosi ed agli appassionati di non interessarci al calcio per la prossima stagione. Propongo una "serrata calcistica" per cui chi va allo stadio non rinniverà il proprio abbonamento e passerà ad altri sport, chi ha l'abbonamento con SKY lo disdirà e, finalmente per una volta, saremo non a snobbare questa gente di cacca che, in barba ai nostri sentimenti, alle nostre emozioni e passioni, si concede tutto ed il contratio di tutto solo nell'esclusivo interesse monetario. Vorrei vedere dopo un anno senza spettatori negli stadi e senza diritti TV se avranno la faccia di sbattere sui giornali contratti da milioni di euro, barche, ville e veline (pseudo-prostitute).
Chiedo a tutti gli sportivi italiani ...solo un anno si sacrifici per riprenderci il diritto a non vedere derisi ed ingannati i nostri sentimenti da parte di pseudo-manager che non sanno neanche parlare l'italiano...

carmine pacchiano 19.05.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

mani pulite,calcio pulito,clero pulito.ma cosa c'e' di pulito nella nostra societa'?
di pulito c'e' solo BEPPE GRILLO.
DAJE GGIUU SO TUTTI FROCI.
Al signor Moggi i magistrati gli hanno rubato l'anima a noi lui ci ha rubato l'unica passione
vera che ci era rimasta.Moggi e' come Riina,Santapaola e Provenzano,visto il suo comportamento intimidatorio che aveva persino con le piu' alte istituzioni del calcio.faceva favori anche ai ministri del governo berlusconi.perche' caro BEPPE non ti occupi del problema calcio visto che non e' solo un gioco ma e' un fatto sociale? CIAO

ettore potalivo 19.05.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

anche io ero in val susa ,sono pienamente daccordo con i valsusini ma dobbiamo riconosciere che il sindaco, il naso al polizziotto (arrivato in val susa non spontaneamente,ma mandato dal governo) lo ha rotto veramente quindi é giusto che pagni,con la protesta pacifica non centra niente .

mauro d'agnese 19.05.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

tutte sciocchezze scritte da gente di parte,nessuno che abbia da ridire su questo governo rabberciato con cerotti gia' usati e con lo sputo di un tubercoloso allo stato terminale.prepariamoci ad attraversare tempi cupi con la sempre benedizione sindacale o,come una volta la chiamava pannella:la sacra trimurti.Evviva l'Itaglia,l'Itaglia s'e' alzata,npn viaggiano i buss,le gente e' 'ncazzata.Romano il Prode,cnticchia e vivacchia,viva l'Itaggglia,viva la pakkia.

fernando fulvi 19.05.06 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

Ti consiglio di indagare su tutti quei denari che l'ACI intasca tramite il bollo auto, macchine che a causa di un'improvisa rottamazione (anche il giorno seguente del pagamento del bollo) non figurano essere più in possesso, ma non ti ritornano più i soldi indietro.....

PERCCCCHEEEEE !!!!!!!!!!!

e dopo si lamentano di Vanna

Grazie

Leonardo Vincida 18.05.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Se il calcio è uno sport lo è anche la mafia.

fabrizio cogningi 18.05.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

sig. Grillo tra poco tempo avrò esami di stato. potrebbe mandarmi tramite e-mail delle info sulla telecom,fiat,parmalat. perchè vorrei parlare di queste 3 aziende e delle nostre aziende italiana grazie.la mia e-mail: balletluca@hotmail.it

luca valenti 18.05.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli,appena Tonino riesce a pronunciare correttamente la parola "infrastrutture" ci pensa lui.

giorgio pini 18.05.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Come tutte le cose giuste italiane anche questa è finita nel dimenticatoio... meno male che c'è beppe!
Ma Pecoraro Scanio che fine ha fatto??

Ps. su www.psycosomatica.it c'è la traduzione ufficiale delle "10 regole per un uso sicuro dei farmaci" di worstpills.org! Leggetelo e scaricatelo alla faccia delle multinazionali farmaceutiche!

Daniele Aprile 18.05.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Il Governo è fatto. Pensiamo alle iniziative concrete.
Dimostriamo nei fatti come si Governa per coagulare consenso e non dividere.
Diamo priorità a quelle riforme che non costano nulla e portano benefici a tanti.

Contro lo strapotere delle grandi Organizzazioni (banche, case farmaceutiche, telecomunicazioni e altro) che schiacciano impunemente il singolo Cittadino chiediamo ad alta voce l'approvazione immediata della CLASS ACTION con tutti gli opportuni emendamenti.

Firmate la petizione
http://www.petitiononline.com/cait2006/

Diffondete questo messaggio su tutti i siti sensibili e attivate il passa parola tra conoscenti.

Antonio Da Fabriano 17.05.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

scusate,
ma se il governo rappresenta l'italia, e il governo approva la TAV. Non capisco perchè nascano tutte questi disordini.
Se volete manifestare, manifestate pure. Ma non potete occupare i cantieri, perchè cosi facendo limitate la libertà dei lavoratori che lavorano in quei cantieri.
Fate qualche sondaggio su cosa vuole l'italia e vediamo.

nico

Nico broccoli 17.05.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Alla lettera della Sig.ra Lorenza Pininfarina pubblicata il 7/5/2006 su Repubblica Torino nelle Lettere in cronaca in
merito al progetto TAV/TAC rispondo:
Il "Rapporto
Finale" del documento "Previsione del traffico merci - Senza vincoli di
capacità" commissionata ad Alpetunnel (vecchia concessionaria del progetto)
dalla Commissione Intergovernativa Italo-Francese (allora presieduto da Pininfarina!!) ed elaborato dalla
società SETEC-ECONOMIE e presentato nel giugno 2000 afferma che: "“La
Torino Lione non è assolutamente competitiva e per farla utilizzare si
dovrebbe far pagare da 100 a 200 € a tutti gli altri camions che valicano le
Alpi Occidentali, cosa che potrebbe essere più difficile che scavare il
tunnel. Del resto le previsioni di traffico non sono certo incoraggianti:
secondo il rapporto presentato, il traffico merci su ferrovia, in Europa è
sceso del 23 % in trent'anni, con proiezioni al 2025 ancora peggiori. Anche
sul valico del Frejus, che rappresenta un punto privilegiato, si è arrivati
appena a 10 Mt: cioè ad un incremento nel periodo 1990 - 2000 del 18 %
contro il 118% previsto dagli studi del Comitato Promotore del 1991, in base
a cui si è deciso di costruire una nuova linea. Ancora più disastrosa è
risultata essere la situazione del traffico passeggeri, che è sceso nel
decennio 1990- 2000 del 15 % contro la crescita del 500 % che era nelle
previsioni. L'autostrada ferroviaria
potrà attirare 2 o 3 mila TIR, (cioè quanto si è aggiunto al traffico del
Frejus a causa della tragedia del Bianco).
Lo stesso rapporto stabilisce che “la linea Torino – Lione riuscirà a
spostare solo lo 0.8% delle merci che viaggiano nel traforo autostradale del
Frejus”. Nel 2015 questo significa 27 TIR in meno al giorno su 3500.
Viene spontanea la domanda sul perché si insista tanto
sul fare questa linea, quando i promotori stessi avevano in mano fin dal
2001 una serie di studi commissionati da loro stessi, in cui appariva l’
inutilità dell’opera.

Franco Stano 16.05.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Che rabbia, che tristezza!

Generalmente la prima la provo per il regime mediatico che ci opprime con la sua cappa di ignoranza, per la coscienza di vivere in una democrazia solo apparente in cui le cose si muovono solo per gli interessi di oligarchie, di potenti lobbies, per dirla con De Gregori perché “siamo in una scatola nera che nessuno mai nemmeno cercherà”
La seconda la provo per l’Italia “assassinata dai giornali e dal cemento”, anche queste parole che cantava anni fa De Gregori, mai così attuali come oggi.

Un po’ di rabbia la provo anche verso quelli che non fanno il minimo sforzo per provare a sentire la voce di chi si oppone ad un’opera, che pedissequamente ripetono le “verità” che gli vengono passate dal politico di turno, che con superficialità accettano i luoghi comuni che leader populisti, orgogliosi dell’ignoranza del proprio elettorato, ripetono senza citare mai un dato oggettivo o una fonte ufficiale; cialtroni che fanno da fantocci dei poteri forti che li manovrano a loro piacimento per trenta denari, gente che tradisce il proprio mandato di gestire il bene pubblico negli interessi della collettività se non della maggioranza.
A volte la rabbia che provo verso queste persone è davvero grande e mi auguro (e in fondo prevedo) che presto vadano a fondo loro, maledetti ignoranti e il loro stramaledetto “bel paese”, che possano soffrire e finire presto nella barbarie quando i poteri forti avranno finito di mungere anche l’ultima risorsa e se ne saranno andati a mettere le palle a mollo in qualche isola tropicale facendosi beffe dell’italietta credulona. Quell’italietta per la quale il calcio conta così tanto, che da anni sente in giro voci di corridoio che sussurrano che la “vecchia Signora” compra le partite e ora, dopo lunghe sofferenze, inorridiscono e si costernano perché qualche piccolo pezzo di verità viene fuori…

(segue)

Giuseppe Tallarico 15.05.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

(continua)

Sono tutti lì pieni di indignazione, così com’erano stati dopo anni di barzellette sui socialisti ladri e alla fine avevano lanciato le monetine a Craxi…
Ma non riescono proprio a fare due più due, che dio li maledica…
“Moggi è un mafioso”, “C’è una vera e propria cupola dietro alla Juve”, “Associazione a delinquere!”, autorevoli voci del calcio passato e presente finalmente trovano il coraggio di dirlo…

Chissà mai se, tra un bel po’ d’anni, dopo che avranno speso i vostri soldi perché l’Italia non rimanga isolata dal resto del mondo, dopo aver costruito il TAV e avervi mandati tutti sulla Luna, quando sarete tutti sul lastrico assieme alla vostra repubblica delle banane, ci sarà un momento in cui verrà fuori che la mafia era nascosta fin dall’inizio anche dietro al business miliardario del TAV… allora, forse, vi indignerete nuovamente e pesterete i piedi, ma nessuno vi ridarà indietro gli scudetti fregati con il crimine.

Fate un piccolo sforzo prima di decidere del vostro futuro, informatevi sulle ragioni di chi si oppone, fatelo con mente aperta, senza preconcetti e poi magari potrete prendere una posizione in merito… ma a ragion veduta.


PS: non temo né uranio né amianto, non me ne viene nulla in tasca, abito a decine di chilometri dalla Val di Susa ma mi sforzo costantemente di ascoltare la voce della ragionevolezza.

Giuseppe Tallarico 15.05.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo i vari interventi nel Blog circa l'alta velocità ferroviaria per le merci (Torino Lyon)mi colpisce il fatto che si dia ancora per scontata la "necessità per l'Italia" di tale opera/opere.
Faccio parte di coloro che ne sentono parlare da 15 anni e garantisco che se non fosse stato anche doloroso avrebbe potuto essere divertente scoprire, dietro ad ogni valutazione "PRO TAV", fatti e dati (NUMERI!)che le contraddicevano ed invalidavano. E' solo un po' faticoso, ma le informazioni qualificate non mancano. E sono frutto di anni di studi, ricerche, impegno del tutto gratuito.
Ed allora si scopre come non sia solo un problema di Ambiente, non sia solo un problema di flussi trasportistici, non sia solo un problema di salute dei cittadini, non sia solo... ricadute occupazionali, orientamento delle scelte produttive, costi non ammortizzabili, modelli analitici obsoleti o utilizzati parzialmente.
E' un problema di SOLDI/POTERE. E se non è facile individuare chi ne ricava qualcosa è semplice capire chi paga: gli onesti cittadini che pagano/pagheranno le tasse.
Purtroppo è più gratificante accontentarsi di generiche rassicurazioni e vaghe promesse piuttosto che verificare di persona studiando e faticando quanto viene raccontato da entrambe le "fazioni".
...ed io che ho sempre apprezzato la tecnologia e l'innovazione!
Con Amore per la Natura, l'Uomo e le sue Opere, Guido

Guido Pent 15.05.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io sono con quelli che difendono il territorio (contro la TAV), sono, però, con quelli che combattono contro questo sistema economico che provoca, di conseguenza, le varie "TAV".
Vorrei, mi piacerebbe, che anche quelle popolazioni riflettessero in questo senso e agissero di conseguenza.
Lotterò ne mio partito perchè sia rispetteta la volontà di quella popolazione. Sero che serva
Con affetto.
Mario

Mario Priarolo 15.05.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi chiamo Matteo Filosofi e sono un tuo lettore, anche se con un po di ritardo, mi sono deciso di scriverTi per la prima volta in merito alla linea TAV.
Io NON condivido la protesta del movimento No Tav, così come non ho condiviso nulla della legislatura che per grazia di Dio si è conclusa poche settimane fa. Ma a differenza di quest'ultima mi trovo per la prima volta a scrivere LIBERAMENTE cosa penso, e la cosa infatti mi mette anche un po di emozione.
Per quanto riguarda la linea della TAV, infatti
io credo che dopo che tutte le componenti politiche a livello nazionale ma anche europeo si siano espresse a favore dell'utilità dell'opera e della sua realizzazione,bisogna che i valsusini facciano un passo indietro, che vengano accertati da parte degli addetti ai lavori i parametri di sicurezza sia a livello ambientale che personale di tutta l'area in questione e della persone che la abitano.
Credo in oltre che a differenza del ponte sullo Stretto che penso sia stato solo uno spot propagandistico mal riuscito e bocciato fortemente anche dalla commissione Europea, la Linea ad Alta Velocità sia un occasione imperdibile per iniziare quel lunghissimo e difficilissimo processo di riavvicinamento al resto dell'Unione Europea.
Gia immagino quello che possa suscitare il mio commento da parte degli sfortunati valsusini che si troveranno davanti le finestre di casa un opera che si "notera" sicuramente nel contesto paesaggistico del luogo. Io vivo in provincia di Roma a forte espansione urbana e chissà che un giorno una linea dll'Alta velocità ferroviaria o autostradale non venga ad intaccare lo stupendo paesaggio che mi circonda, ma se tutti noi Italiani ostacolassimo delle opere importanti rimarremmo sempre a ricasco degli altri proprio come accaduto per le centrali nucleari.Io credo che l'italia abbia bisogno di molte opere, sicuramente mirate, che gli permettano un fortissimo rilancio sennò la vedo brutta...
Un forte abbraccio con stima Matteo Filosofi

Matteo Filosofi 15.05.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il progresso è innarrestabile!
La sopravvivenza di una civiltà dipende anche da questo. (ragionate a lungo termine...)

non voglio esprimermi riguardo la tav, purtroppo OGNI progetto hai sia pro che contro.

Ogniuno faccia ciò che si senta, ma non dimenticate il rispetto reciproco.

Giorgio Luccarelli 15.05.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari Valsusini,
avete la mia solidarietà, per quel che può servire, ma qualsiasi cosa facciate finirà che la TAV si farà, nonostante i sit-in e le manifestazioni, nonostante le promesse del Premier in pectore e di quello che l'hanno appoggiato. Si farà perchè non c'è diga capace di arginare un'inondazione di denaro e, considerate le attitudini della nostra classe dirigente a infangare qualsiasi di cui si occupi, l'esito mi pare scontato.
A questo punto credo che la vostra unica alternativa sia quella di tirare sul prezzo...
Un abbraccio demoralizzato.

Ivan Terribile 15.05.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
C'e stata il mese scorso una grande (per le nostre parti) manifestazione NO TAV a Serravalle ed Arquata Scrivia contro la costruzione della linea ferroviaria denominata "terzo valico" ( chi volesse saperne di più pu' visitare il sito WWW.COMITATISCRIVIA.IT). Tale linea dovrebbe unire Milano alla "tua"Genova.
Non mi sembra di avere mai ascoltato nulla da parte tua su questa ennesima "grande ed inutile opera". Come mai non ti esprimi?
Sperando di leggere presto una tua opinione sul "terzo valico" (uno dei comitati contrari ci ha addirittura messo su uno spettacolo teatrale ironico ed irriverente, seguendo il tuo esempio), ti saluto con stima.

WWW.COMITATISCRIVIA.IT

Genovese Di Arquata 15.05.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Volete telefonare, scrivere una lettera o recarvi di persona da Nigris e Montana per farli smettere di intasare il blog?

Qui trovate telefono e indirizzo che loro stessi hanno pubblicato su internet (per cui nessun problema di violazione della privacy o di altra natura legale).

http://pinoulivi.com/verita/sisu1.htm
http://lists.indymedia.org/pipermail/imc-portugal/2004-September/0902-yd.html

Il tutto è spiegato meglio sul mio blog:
altro-che-sisu.splinder.com

Fabio Alisei 15.05.06 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Umberto Noi non ci facciamo comprare. La nostra vita non ha un prezzo. Gli ultimi 10 anni della nostra storia lo dimostrano.
E poi sarebbe veramente nulla in confronto a quello che si spartirebbero certe persone. Anzi, pare proprio che qualcuno, qualche fettina di torta se la sia già mangiata. Almeno così pare dalle inchieste della magistratura di cui si parla poco. Vero Martinat?
Sarà dura!!!

Ilario


io sono collegnese
sicuramente non ho alcun interesse a volere la tav come a non volerla. Vorrei dire la mia a proposito.. vedo che molte persone si sforzano di essere obiettive e desiderano far notare che tutto sommato questo cantiere -al di là del fatto che risulta immediatamente utile alle tasche di qualcuno- sembra un'opera studiata bene.
La mia riflessione vuole essere semplice e ritornare forse a ciò che vuole intendere il padrone di questo blog.. cioè:
la tav è una cosa fantastica.. o la tav è una gran fregatura.. ma i valsusini sono 14 anni che affrontano questo problema. Saranno tutti bigotti.. analfabeti.. ignoranti.. orsi.. tradizionalisti.. disinformati.. antisociali?
Quello che voglio dire è che come tutti i referendum e le scelte di massa, se la popolazione della val di susa non vuole la tav, deve essere rispettata questa scelta. Se le vecchiette sono disposte a ropersi i femori pur di dare mazzate ai giornalisti e i sindaci a rischiare la propria carriera per difendere la propria gente, che sia giusto o sbagliato chi è che vive li?? chi ha diritto di decidere?
Io penso che sia giusto e corretto -e dopo 14 anni sapranno buon Dio se la cosa per loro è giusta o meno- rispettare comunque la loro scelta.

-

guido cortese 15.05.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Quanto ci costerà il fatto che il nuovo Governo comprerà "sta gente" per poter poi dire che la TAV la si farà ma solo perchè si è concertato con la popolazioni interessate e si è deciso che è talmente importante realizzarla che la popolazione di Val di Susa ha deciso di sacrificarsi per il bene dell'Italia?

Umberto Luigi Corlianò 15.05.06 09:04| 
 |
Rispondi al commento

questa gentaglia di letame,(e quello che mi fa più schifo é il presidente della regione piemonte Mercedes Bresso,peraltro autrice di libri di testo sull'industria ecocompatibile,sia tra i più fervidi assertori della validità della solita opera elefantiaca e disastrosa per l'ambiente e per la salute delle persone.
E giusto che certa gente seppur di sinistra VADA A CASA,e si tolga dalle palle.

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 15.05.06 01:59| 
 |
Rispondi al commento

...non ho parole ... cittadini sotto accusa per una giusta causa... basta VERGOGNA!!

Enzo Marozzi 15.05.06 00:59| 
 |
Rispondi al commento

I voli low cost, valida alternativa alle faraoniche opere mangiasoldi come la TAV, vengono boicottati dall'ENAC (Ministero Trasporti): vedi il recente caso scandaloso dei voli Ryanair ed Easyjet verso la Sardegna annullati dall'ENAC di Vito Riggio per favorire spudoratamente l'Alitalia.
Questa classe politica vuole solo succosi appalti e carrozzoni pubblici inefficienti da utilizzare per scopi di potere.
Come sperare che cambi qualcosa, se i protagonisti politici sono gli stessi da decenni?

stefano de paoli 14.05.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento

... scusate finisco!
o essere accusato di DISINFORMAZIONE, quando si sono lette migliaia di pagine, e ascoltati medici, ingegneri, geologi e professori universitari di svariate discipline peer noi ostiche, solo al fine di sapere quello che vogliono fare A NOSTRA INSAPUTA.
quel che da fastidio ai potenti è che un cittadino si informi e pretenda di influire su come useranno I SUOI SOLDI i politici che EGLI ha eletto!
questo è insopportabile. meglio che ci divertiamo col calcio (...!?) o i reality, e al resto pensi chi lo fa per lavoro. delegare sempre
un saluto a tutti scusate la lunghezza
a sarà dura!
roberto

roberto ariagno 14.05.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento

la cosa che noto, nella maggior parte dei casi in cui si parla del tav (IL tav, è maschile, significa Treno ad Alta Velocità), è che chi ne è a favore porta argomenti assolutamenti giusti, condivisibili da chiunque, responsabili e lungimiranti: LA tav porterà sviluppo e diminuirà l'inquinamento, aumenterà gli scambi, l'integrazione europea e ammodernerà il paese. tutte cose sacrosante, appunto; le cose che ci dicono i giornali, i politici e, un po' defilati, gli impreditori che vogliono costruire il TAV bucando le montagne in val di susa. viceversa chi è anti tav, spesso è considerato egoista (colpito dalla sindrome nimby...), retrogrado, disinformato, rompipalle di professione (sotto l'istigazione degli anarchici) e via dicendo. ovviamente, se TAV significa tutto quel che si è detto prima, un anti tav non può che essere un deficiente. però...
i protav per sentito dire sanno quante relazioni quanti studi preliminari quanti diagrammi dei flussi di trasporto quanti cavolo di progetti si sono letti quei fessi dei valsusini? sanno che chi è contro il tav ha letto migliaia di pagine coi progetti della LTF e RFI che contengono un sacco di incongruenze ed errori, e in più gli studi di università, asl, enti, commissionate proprio da queste aziende, che dicono che il tav non serve, costa troppo ed è pericoloso? che si sono lette tutte le direttive europee in cui il corridoio 5 NON è menzionato (e tanto meno i leggendari fondi per realizzarlo)? sanno che ormai non si parla più di tav ma di TAC (treno ad alta capacità) che serve per trasportare merci, le quali non saranno mai abbastanza preziose da viaggiare su un treno che costerà carissimo?
nessuno di noi ha voglia di passare le notti a leggere studi volutamente ambigui, di tradurre relazioni di PARTE in poche ore per scoprirne i punti deboli, di essere accusato di "voler alzare il prezzo" mentre sta difendendo il portafogli di TUTTI gli italiani, di essere politicizzato quando in entrambi gli schieramenti ci sono i protav

roberto ariagno 14.05.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo sempre piu' spesso quando l'Italia sara' un paese civile in cui la gente sia disposta a rinunciare a qualche privilegio per il bene comune della nazione.
Il programma dei corridoi ferroviari transfrontalieri europei e' una delle piu' grosse occasioni di rilancio del trasporto su rotaia tanto auspicato dagli ambientalisti e personalmente anche da me. In questa ottica il tunnel della Torino-Lione e' fondamentale poiche' il semplice ammodernamento della linea preesistente non e' sufficiente in quanto presenta pendenze e raggi di curvatura eccessivi rispetto alle specifiche di tracciato previste dall'Unione Europea.
Eliminata la possibilita' di ammodernamento il tunnel e' l'unica soluzione. A tutti quelli che si oppongono al tunnel propongo di visitare il sito dell'alptransit (www.alptransit.ch). L'alptransit e' la societa' svizzera che sta' costruendo il nuovo tunnel del san Gottardo: e' un tunnel a doppia canna della lunghezza di 57Km e quindi paragonabile per complessita' a quello della Torino-Lione. La Svizzera e' notoriamente un paese ambientalista e pur di evitare un aumento dell'inquinamento dovuto al trasporto di merci su gomma ha optato per questa soluzione radicale; il cantiere durera' 17 anni e comportera' l'estrazione di 13300000 metri cubi di roccia; la popolazione ha giudicato i vantaggi tali da poter sopportare i disagi legati all'opera. Stesso discorso vale anche per la linea Firenze Bologna della tav che si svolge per 48Km in galleria: lo scavo delle gallerie e' terminato e il cantire si e' aggiudicato il premio di cantiere piu' sicuro d'Europa. Sempre in Italia stanno per iniziare i lavori per il nuovo tunnel del s.Bernardo che la popolazione ha giudicato necessario per abbattere il traffico merci su gomma.
E' giusto discutere le soluzioni migliori per minimizzare l'impatto ambientale, tuttavia e' necessario accettare disagi temporanei quando e' in gioco il futuro sviluppo del paese.

Pietro Scartezzini 14.05.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, approposito di grandi opere e di cittadini che contrastano pacificamente delle imposizioni economiche e governative, volevo portare alla vostra attezione un'altra lotta che alcuni cittadini italiani stanno portando avanti: quella del "No al Rigassificatore" di Brindisi. Per questo, vi invito a vedere, e far vedere, il video che troverete a questo indirizzo http://www.noalrigassificatore.it/

Vincenzo Caragnulo 14.05.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

....che ne sai tu di un campo di grano...
luoghi comuni e parli per sentito dire.... sei il classico italiano sotto la media istruito da mamma tv, e ne vai fiero...

Matteo Rodino' 14.05.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO TAV, VOI FATE PARTE DELLA SINISTRA, CHE COME RUTELLI, PRODI E ALTRI, AL POSTO DI MANGIARE PANE E CICORIA PER MESI O ANNI, DOVRESTE MANGIARE PANE E CICUTA. PERCHè NON FATE COSE COSTRUTTIVE COME ROMPERE I COGLIONI PER FAR PAGARE LE TASSE AL SUD?
OPPURE CHE NE DITE DI USARE QUELLE ORE CHE SOLITAMENTE USATE PER ROMPERE I COGLIONI PER NON FARE LA TAV, PER DEDICARLI A FARE QUALCHE STRAORDINARIO E QUINDI ACCUMOLARE PIù SOLDI PER LA VOSTRA FAMIGLIA?
FATE COSì, E VEDRETE CHE L'ITALIA NON CADRà PIù A ROTOLI

taldei tali 14.05.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)

Giovanna Nigris 14.05.06 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Io credo sia stato sconcertante il modo in cui i manifestanti sono sttai trattati, durante le loro legittime proteste. Però sono anche favorevole alla tav e la val Susa è Italia, non uno stato a se. Andrà rispettato il volere degli italiani, nel caso fosse favorevole all'opera.

Pietro Leoni 14.05.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-terrorizzato- | -colonnelli-

D u l c i s i n F u n d o

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/non-so-dire-se-ero-pi-sconcertato.html

Gianpiero Romano 14.05.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento

INTRODUZIONE DELLA CLASS ACTION.
Azione processuale con la quale un’azienda può essere condannata a risarcire lo stesso danno subito da una molteplicità di cittadini, senza che tutti ricorrano in giudizio, avendone il beneficio in caso di vittoria giudiziale. La proposta di legge già approvata alla Camera dei deputati e depositata in Senato non soddisfa perché riserva la possibilità di ricorso solo alle associazioni e i benefici si riversano solo sugli associati e non su tutti. Il ricorso dovrebbe poter essere presentato da un singolo cittadino, eventualmente rappresentante di un insieme di soggetti, e i benefici di una sentenza favorevole si dovrebbero estendere automaticamente a tutti coloro che si trovano nelle medesime condizioni.

E' aperta una raccolta firme come petizione per l'approvazione del disegno di legge sulle CLASS ACTIONS a questo indirizzo:
http://www.PetitionOnline.com/cait2006/

Antonio Da Fabriano 13.05.06 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Io sono contraria alla TAV come al ponte sullo stretto di Messina: tutte queste grandi opere mi sembrano solo lo spunto per spendere i nostri soldi in cose che servono a pochi, mentre potrebbero essere spesi per cose che servono a molti (tipo la ricerca).
Senza contare la gare per gli appalti che quasi mai (anzi mi sbilancio...MAI) sono trasparenti!!!
Anch'io sarei curiosa di sapere chi si aggiudicherà questi "grandi lavori"...
RP

Rita Porrega 13.05.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

I personaggio di questo governo entrante, hanno predicato di dialogo con le popolazioni, di comprendere i motivi di chi si lamenta, etc etc, per poi dichiarare non appena eletti che la tav si farà! Punto!

Cazzo che democratici e che esempio di dialogo!
Complimenti vivissimi a chi li ha votati, e a Beppe che teneva il bastone con la carota!

Saluti.
Maurizio

http://www.Zigolo.net

Maurizio Caudana Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

"Ma il Brennero è molto più urgente"
di Andrea Boitani e Marco Ponti.
Il Sole - 24 Ore
22/11/2005

http://www.legambientepiemonte.it/doc/22-11-05%20articolo%20de%20Il%20sole%2024%20ore.pdf

L'articolo è tratto da un loro intervento del 18/11/2005 intitolato "Alta Velocità verso l'immobilismo" ed apparso sul sito http://www.lavoce.info/news/view.php?id=&cms_pk=1857

Dedicato a coloro i quali vogliono (giustamente) dotare l'Italia di infrastrutture utili al rilancio dell'economia, ma che credono (non correttamente) che la linea Tav in Valsusa sia una di queste.

Marco D Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

La signora Giovanna Nigris si è tradita dimostrando che Giacomo Montana non è altro che lei stessa e ve lo dimostro con più prove sul mio blog!

Non era comunque difficile da ipotizzare confrontando date e orari dei vari messaggi e analizzando la sintassi e il lessico antiquati e il senso delle frasi spesso dubbio.

Applicando questa analisi ai post degli ultimi 2 mesi, il risultato è che si tratta sempre della stessa persona che si firma con diversi pseudonimi... continua su:

http://altro-che-sisu.splinder.com


P.s. Potete verificare che fino ad ora sono sempre stato rispettoso del blog utilizzando "rispondi al commento" per non infastidire nessuno, ma credo che questa notizia debba essere ben visibile!


No ai costi di ricarica dei cellulari

Da una mail:


Carissimi,

firmate questa petizione! Grazie Ciao Margherita
________________________________________
In questi giorni è passata sotto esame alla Commissione Europea la richiesta di abolizione dei costi di ricarica per le schede cellulari (i famosi 5 euro che paghiamo) presentata da un comune cittadino italiano, Andrea D'Ambra.

Questo fenomeno è tutto italiano, negli altri paesi del mondo il credito telefonico corrisponde esattamente a quello che si paga per la ricarica!

La notizia che la C.E. si stia mobilitando (e ha già preso contatti con l'Authority italiana) ci rinfranca moltissimo, ed è un segnale chiaro del fatto che qualcosa può cambiare.

Per questo riporto qui sotto un link nel quale si può firmare (online) la petizione per l'abolizione dei suddetti costi di ricarica. L'obiettivo è di raggiungere il traguardo delle 500mila adesioni prima dell'invio ufficiale alla Commissione Europea e all'Antitrust... siamo solo a 172000!
(Ma quand'è che noi italiani la smetteremo di farci prendere in giro?!?!? - ndr)

Il primo link qui sotto e quello che permette di accedere direttamente alla petizione:
http://www.petitiononline.com/costidir/petition.html

Questo secondo link è quello che permette di accedere ad un articolo sul tema:
http://punto-informatico.it/p.asp?id=1473614&r=Telefonia


Ringrazio tutti per l'attenzione e spero che darete l'opportunità a tutti i vostri amici/conoscenti di fornire il loro contributo all'iniziativa...
e che loro lo facciano a loro volta!

Giovanna.


speriamo funzioni, inviatela anche via mail!

andrea

andrea cavariani 13.05.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito www.ilrelativista.it

"Dal Ponte alla Tav" Parte I
Se qualcuno un tempo disse “con mafia e camorra bisogna convivere e i problemi di criminalità ognuno li risolva come vuole”, oggi dobbiamo chiederci cosa stia realmente accadendo alla società Autostrade Spa, la cui fusione con Albertis è stata annunciata qualche giorno fa. La storia in realtà è iniziata diverso tempo fa, per esempio quando alcuni osservatori del mercato finanziario notarono spropositati movimenti azionari. Memorabile è il movimento di opzioni Autostrade del 16 giugno 2005 che permise di ottenere un controvalore di soli premi pari a quasi otto milioni di euro, si trattava delle opzioni call 22 Marzo 2006 (Isin IT0008287176). Ma i giochetti continuano fino ad una agenzia del 23 giugno 2005 che paventa cessioni ad Albertis da parte di Schema28, di cui è socia Edizione Holding, la società che fa capo alla famiglia Benetton e proprietaria di una ampia quota di Autostrade. Con una Albertis già al 13% di Schema28. Risulta semplice che i movimenti dei giorni precedenti possano prefigurare un ipotetico accordo in cui qualcuno compra e qualcuno vende, in barba alle regole di trasparenza del mercato. Infatti in quei giorni si superano call per oltre 65 milioni di euro di azioni di Autostrade Spa. Sarà compito degli esperti, e ci auguriamo non della magistratura, trasformare queste pure illazioni in realtà fattuali, come quello dell’indiretto controllo della nuova fusione anche di società come Igli Spa, società interamente partecipata da TeSir S.r.l. (Gruppo Techint), Argo Finanziaria S.p.A. (Gruppo Gavio), Efibanca S.p.A, e Autostrade per l'Italia S.p.A. Igli Spa è la società che entra in Impregilo, che in questi giorni Ligresti ha auspicato si debba fondere con Astaldi.

Giacomo Nardone 13.05.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Sarei felice di sapere cosa pensano i lettori del blog in merito a quello che scrivo su www.ilrelativista.it. Specie su Napoli.

Attendo email di commento

Giacomo Nardone 13.05.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

In Friuli vogliono costruirci l'inutile TAV, inutile per il Friuli usato solamente come servitù di passaggio, per collegare Trieste a Venezia. A differenza della Torino-Lione, dove si ratta di colegare città di un milione di abitanti, qui si tratta di collegare a Venezia una città di 200mila abitanti (di cui metà pensionati) deturpando la bassa friulana, ed il Friuli non ne ottiene il minimo beneficio, anzi, dato che bisogna traforare il Carso i costi previsti sono il quadruplo che se il tracciato dovesse passare per la valle del Vipacco a Gorizia, naturale sbocco del Friuli ad est. Dopotutto se nesuna invasione è mai passata per Trieste in 2000 anni un motivo ci sarà pure... ed intanto dobbiamo sorbirci il triestino Illy che continua a dire che il Corridoio 5 è utile a tutta la regione anzichè solo a Trieste, ma pensa che siamo tutti stupidi???

Jerry Giordani 13.05.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA QUALE ENERGIA VOGLIAMO ?
DOVE TROVO NEL BLOG LE PROPOSTE ALTERNATIVE?

Buongiorno a tutti.

Forse non ho cercato bene,
ma non ho capito dove posso trovare, qui nel blog di Grillo, le proposte "costruttive", da contrapporre a quelle distruttive.

Vorrei leggere, per il momento, quelle relative a due aspetti, e cioe':

1) COME PRODURRE L'ENERGIA
leggo qui del NO al carbone, ai rigassificatori, ai termovalorizzatori, in generale alle tecnologie inquinanti,
ma allora, qual e' la proposta alternativa?
Come la produciamo l'energia di cui abbiamo bisogno ?
(oltre a lavorare sul risparmio, che pero' potra' ridurre solo di una frazione il fabbisogno totale)
C'e' sul blog una trattazione tecnicamente valida del problema, una proposta ragionata e realistica sul mix ottimale di fonti energetiche, e sulla transizione che dalla situazione attuale ci porti a quel mix?

2) COSA FARE DEI RIFIUTI
vorrei sapere, anche in questo caso, dove trovo le proposte alternative alle soluzioni attualmente utilizzate.
Posto il NO agli inceneritori, e accolto l'invito al massimo risparmio e al riciclaggio, che possono pero' risolvere solo una frazione del problema,
che dovremmo fare invece dell'enorme massa di rifiuti che produciamo?
E in che sequenza proponiamo di arrivare a questa soluzione ottimale?


Non sono domande polemiche, le mie,
voglio davvero capire quali sono le risposte che il Blog propone,
per provare a studiarle e se del caso a portare un mio contributo.

Grazie, saluti.

Jacque

Jacque Sein 13.05.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho detto che è necessaria, ho detto che apporterebbe macro benefici. Punto. E dico che questi macro benefici non coincidono con i nostri interessi, che sono quelli di vivere una vita più serena ecc...
Ti rimando a questo link, qui ci trovi uno scritto di Massimo Fini che rende molto bene: http://www.macroedizioni.it/TAV_in_Val_di_Susa.php
Ora devo proprio andare.

@ Ettore Casadei 12.05.06 15:02 1 di 3

********************
in estratto. - http://www.macroedizioni.it/TAV_in_Val_di_Susa.php

Prefazione di Massimo Fini.

Una rivolta legittima e localista
Quella della Val di Susa non è una rivolta ecologista. È una rivolta localista, antiglobalista, antimodernista. Può anche essere che la Tav non abbia quell'impatto ambientale che molti temono. Ma il punto non è questo, non è più questo. È che la gente si è stufata di vedersi passare sopra la testa decisioni che, oltre a toglierle i propri tradizionali punti di riferimento, arricchiscono in astratto la Nazione, ma impoveriscono in concreto le persone, dal punto di vista esistenziale ma, da qualche anno, a causa della globalizzazione, cioè della spietata competizione fra Stati, anche da quello economico. E non ha nessuna intenzione di "mettersi il cuore in pace". Quel che interessa, in Val di Susa come altrove, non è collegarsi sempre più velocemente col mondo intero, ma avere una vita più semplice, più serena, più equilibrata, più coesa, più umana, anche se, eventualmente, più povera.

*************

Ettore credo di avere capito….cosa vuoi dire.
Non so se conosci Tiziano Terzani nell’ultimo libro prima di morire “La fine è il mio inizio” Tiziano Racconta al figlio Folco il perché della depressione che lo ha preso durante il suo periodo in cui hanno vissuto in Giappone.

ernesto scontento 13.05.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

@ Ettore Casadei 12.05.06 15:02 2 di 3

Provo a sintetizzare il perché:
Tiziano racconta che oltre agli spazzi che in Giappone sono tutti piccini per motivi di spazio dove lui abituato prima in Idocina e poi in Cina, si sentiva soffocato e quindi non accetava l’idea che si potesse distruggere un giardino giapponese ricco di storia umana e piante bellissime per farvi un parcheggio.
Tiziano osserva la società giapponese, per capire come questa società che a perso la seconda guerra mondiale possa essere diventata la seconda potenza economica del mondo è la prima in innovazione tecnologica.
Tiziano racconta che gli uomini salariati (i lavoratori dipendenti) lavorano fino alle otto di sera, dopo escono vanno in un Pub dove mangiano e dopo si ritirano a casa e questo lo fanno per cinque / sei giorni alla settimana .
Il Giappone è il paese con il più alto numero di ore lavoro lavorate pro capite per lavoratori attivi.
Tiziano vede in questa società il modello di riferimento, quando il mondo sarà globalizzato, perché le nazioni dovranno competere fra loro e per competere bisogna essere competitivi sul mercato.
Quindi Tiziano in questo modello di società vede la vera alienazione dell’uomo.

ernesto scontento 13.05.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento

@ Ettore Casadei 12.05.06 15:02 3 di 3

***************************

Ho fatto questa breve sintesi per farti capire che il mondo gira con questo concetto ( competitività del sistema paese per creare ricchezza i contenuti di base li puoi trovare in un altro commento che ho archiviato in http://ernestoscontento.blogspot.com/2006/05/le-opinioni-di-ernesto-sco_114708193806260461.html#links - commento 8/5/06 16:37 ), ecco perché io credo nella società responsabile che crea ricchezza per progredire.
In fondo anche il buon Ernesto Guevara nel suo libro “economia” scrive che “le fabbriche devono lavorare su più turni, impiegando tutti i lavoratori affinché Cuba, possa vendere i suoi prodotti agli altri paesi, ad un prezzo competitivo. Solo in questa maniera si può far progredire il paese creando benessere per tutti.”
Ora tu pensa se il Giappone competitivo ma socialmente civile nei confronti dei lavoratori per diritti salariali,pensionistici,tutela dei diritti fondamentali dell’uomo ecc..ecc. mette in crisi Tiziano, oggi noi dobbiamo competere con la Cina. Come ci attrezziamo?
Vedi Ettore in questi mesi ho vissuto un’esperienza della qule avrei fatto a meno, la chiusura di una fabbrica di alta moda nel mio paese dove sono residente ( Bientina Pi – io sono un Livornese di nascita e cultura) con l’effetto di mandare a casa circa 80 persone.
Sai Ettore quando chiude una fabbrica quello che resta è la disperazione dei lavoratori per continuare a vivere dignitosamente.
Quindi interessi micro e macro anno una sua realizzazione se hanno interessi reciproci.

Ernesto scontento

ernesto scontento 13.05.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, è possibile che in questo blog i messaggi vengano cancellati? Ne avevo letto uno di un ferroviere in risposta a Marco Valente, che ora non c'è più! Vedere blog alle ore 23.54 dell'11 maggio.

Samuele Siani 13.05.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti...ho notato che alcuni di voi parlano della TAV come qualcosa di straordinario,sinonimo di evoluzione,di tecnologia,di benessere...bè...non è proprio così,di sicuro la TAV non è fatta per voi,per noi comuni mortali,non è fatta per migliorarci la vita,ma solo per arricchire chi è già ricco.Inoltre se dobbiamo dirla tutta le autorità avrebbero dovuto avere un ruolo diverso,più diplomatico,come in Francia....non con sequestri e manganellate.Comunque,per quelli che appoggiano la TAV:continuate a illudervi,voi e lo vostra "tecnologia",voi e il vostro "futuro"...sapete come sarà il futuro?saremo tutti a spalare mer*a per guadagnare qualche soldo...altro che evoluzione....questa estate andrò a protestare per l'alta velocità....io che credo in un futuro...

Gabriele di Torino Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Marco Ciambotta 13.05.06 12:20
********************

Piccolo, sciocco insulso.

Su tante cose si può dissentire o manifestare, tu, da vero fascista, scegli slogan anni venti e trenta. Complimenti neofascista.

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

TAL DEI TALI 13.05.06 13:18
************

Che minchia cotta che sei....!!!!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

.........Voglio una Italia antica, senza infrastrutture, medievale...anzi, basta con il petrolio ed i suoi derivati, è arrivato il momento di riprendere in considerazione la trazione animale..........

Benito Beneduce 13.05.06 11:43
**********

Benito, che tu fossi un animale lo si sapeva già.
Ma addirittura da trazione mi sembra esagerato, su non ti abbattere, un giorno l'evoluzione passerà anche dalle tue parti ed allora vedrai che anche tu vedrai il mondo più bello.
Ciao Animà!!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

NO TAV, VERGOGNATEVI, SE NON AVETE ALTRO DA FARE
OLTRE CHE A ROMPERE I COGLIONI CON LE VOSTRE IDEEE, E BENE CHE ANDIATE A ROMPERE I COGLIONI DA UN'ALTRA PARTE

TAL DEI TALI 13.05.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io voglio sapere perchè l'egoismo di pochi deve sempre ricadere sulle spalle di un intero paese io capisco che debbano essere informati che i lavori devono essere garantiti al 200% pero queste benedette persone devono capire che questa è un infrastruttura strategica per il futuro dell'italia ...........percio prodi avanti tutta
ps quello che scrive quella boiata su nassiria spero che la vita ti possa cambiare

guido piras 13.05.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti i MITICI "no tav"!
Sono un cittadino di Saluggia (VC)
e dò pieno appoggio a tutte le iniziative
dei "no tav", come loro sono stati vicini
a noi saluggesi per i problemi della SOGIM
ed inceneritore. Sarebbe giusto che i cittadini del mio paesello si interessassero un pò di più
dei problemi che escono dai confini
comunali... VERO SINDACO?!?!?!?!?!?!?!

sarà non dura...DURISSIMA!!!
Marco_ reverendowolf@yahoo.it

Marco Parlascino 13.05.06 12:36| 
 |
Rispondi al commento

in medio stat virtus...
Non è un approccio corretto nè essere pro nè essere contro una nuova tecnologia, una scoperta o la costruzione di una grande opera. Il problema sta nell'attenta valutazione del rapporto costi-benefici che, ovviamente, non riguarda solo la sfera economica ma anche quella sociale, ambientale etc. Sulla TAV, così come sugli inceneritori, sul nucleare e quant'altro non si può e non si deve fare del tifo da stadio. Una TAV sostenibile è sempre possibile, così come si possono costruire inceneritori "puliti" o ponti sicuri, è solo un problema di costi, la tecnologia esiste.
Sulla TAV il punto probabilmente è questo: anzichè potenziare la linea ferroviaria esistente vale la pena costruirne una ex-novo, violentando montagne, riversando milioni di metri cubi di terreno di scavo altamente inquinante in discariche improbabilmente sicure? Se mi chiamassi Lunardi direi di si: primo perchè le gallerie le costruisce mio figlio e mia moglie, secondo perchè le discariche poi le faccio bonificare a mio nipote, terzo perchè in fondo non mi frega un cazzo di tutto ciò, tanto comunque ci guadagno.

marco, ingegnere 13.05.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

CONTRO LE FORZE DI POLIZIA

10 100 1000 NASSIRIA!!!

come fare a non dar ragione a chi canta questo slogan!!!

le forze di polizia sono diventate forze di repressione...

l'ABUSO DI POTERE ed il MANGANELLO sono le loro armo BASTARDI!!!

Marco Ciambotta 13.05.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è possibile fare una raccolta di firme per bloccare la tav il ponte sullo stretto e tutti gli altri grande scempi alla natura? come posso io che risiedo in abruzzo unirmi ai comitati no tav no ponte, va be che anche qui in abruzzo con il gran sasso non è che ci possiamo rilassare. Dio solo sa cosa c'è e che ci fanno.

direttore stefano 13.05.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono CONTRO la TAV, CONTRO il ponte sullo stretto, CONTRO le centrali nucleari, CONTRO gli inceneritori, CONTRO le metropolitane, CONTRO i campi profughi, CONTRO l'energia eolica (inquinamento estetico), CONTRO il MOSE a Venezia, CONTRO i gassificatori...
Voglio una Italia antica, senza infrastrutture, medievale...anzi, basta con il petrolio ed i suoi derivati, è arrivato il momento di riprendere in considerazione la trazione animale, abbiamo tanti cavalli per spostarci e tanti buoi per trasportare le nostre merci da un punto all'altro del Paese, a cosa servono le auto ed i camion o, peggio ancora, i treni ? E poi, rifiutando il petrolio rifiutiamo anche tutti i derivati da esso, quindi le nostre discariche saranno più pulite, senza plastica, bitume etc. .
BASTA !!!!!!!
E' ora di tornare indietro nel tempo, di portare il Paese al caro, vecchio e mai abbastanza rimpianto medioevo .

Benito Beneduce 13.05.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ernesto s-contento@@@@@@

Chi ha deciso dici?
I soliti Ernesto.
La nostra economia ha bisigno di movimento. Spostamento di grandi capitali, moneta che circola. E' questo che vogliono farci credere. Moneta che gira, ricchezza, ma per chi? Per i soliti. E per cosa? Per acquistare una montagna di beni totalmente inutili che servono solo a muovere altra ricchezza e per chi? Per i soliti.
E' un circolo vizioso dal quale dovremmo uscire.
Capitali enormi e consumi stratosferici che mirano alla produzione di altra ricchezza, utilizzata per produrre altri beni di consumo.
Ma l'utile ed il necessario sono termini così obsoleti? Non si potrebbe tentare un'inversione di tendenza?
@ Annamaria Farina 12.05.06 14:58


Annamaria devo uscire se rispondi leggero più tardi.
Non sono sicuro di avere interpretato bene la tua risposta?
Ma ti confesso che ci leggo una critica al sistema Capitalistico….Qui Il ragionamento si fa complesso,io credo nel concetto di società responsabile…che vuole un capitalismo dal volto umano, ma sempre di capitalismo si parla…il mondo gira Annamaria con il concetto di capitale questo può non piacere ma è così, ora o diamo per scontato questo oppure qualunque ragionamento diventa utopistico è poco realista.
Scusa per la sintesi ma devo uscire.

Ernesto scontento

ernesto scontento 12.05.06 15:11

Rinvio causa cancellazione dal sever

ernesto scontento 13.05.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Per i blogghisti più esperti di me e per Beppe: come mai a volte Beppe censura alcuni messaggi? Io accetto perché è il suo blog, sarei solo curioso di sapere, visto che non mi sembra di avere violato le regole scritte in fondo (niente parolacce, niente violazione della legge...). Avevo iniziato una discussione con Ernesto Scontento, mi sono assentato e ora nulla.

@ Ettore Casadei 12.05.06 19:13

**************************

Ettore non è censura, avvolte succede che alcuni messaggi compaiono per alcuni minuti e dopo spariscono, magri anche più di uno postati in quel momento.

se ci fai caso avvolte ci sono dei salti di orario fra un comm.e l'altro.

succede spesso io credo che abbia a che fare con l'affluenza dei ns commenti...quindi problemi legati al sever.

Lo so che questo è noioso quando le conversasioni si potraggano su tempi più lunghi ma è il limite della tecnologia.


Quando usi parole censurate ti viene la pagina commento inviato....ma dopo non lo leggi.


PS.Io per non perdere i commenti salvo il post sul disco fisso dopo controllo è casomai li rinvio.

ernesto scontento

ernesto scontento 13.05.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo alla Sig.ra VALENTINA BARTOLIN.
Lei fa riferimento all'investimento sbagliato con i ns. soldi sulla TAV. Ma è forse giusto gli investimenti su opere abbandonate a metà come da vari documentari televisivi: Aeroporti, ospedali, carceri, case di riposo, centri sportivi, strade, superstrade, ponti e chi più ne ha più ne metta...... Questo va bene vero?
Mi dica piuttosto che il discorso della TAV è strumentalizzato per fare politica ossessiva, antagonista e contradittoria gratuita, utile solamente a fare il lavaggio del cervello per chi abbocca, creando altri allevamenti.... utili alla nostra prossima legislatura.....
Distinti saluti

francesco latini 13.05.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
Mi è capitato tra le mani un ritaglio di giornale che ho conservato,perchè pensavo che come tutte le innovazioni,anche questa avesse vita difficile come in effetti è stato.Anzi proprio non se ne sente più parlare,neanche dei loro inventori.Mi riferisco all'auto ad ARIA.Non sò se ricordi le poche notizie che all'epoca(siamo nel 2001)circolavano sull'argomento.Io lessi un articolo abbastanza dettagliato sulla Repubblica del 08/03/2001,ed è quello che conservo,inoltre apparve qualcosa anche sulle riviste e a fine anno Rai 2 fece un servizio sulle novità future in cui parlò anche di questa auto.Poi il buio.Sono spariti tutti.Anche i progettisti.L'auto si sarebbe dovuta chiamare " EOLO "ed erano previste 4 versioni di carrozzeria con motore di 567 cc.Se tu avessi delle notizie sarebbe cosa gradita vederle sul blog.Ti ringrazio per tutto quello che fai e ti saluto calorosamente.
Marino

Marino Birindelli 13.05.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mondiale, Buffon e Lippi a rischio

Subito una squalifica e ricambio allenatore perche secondo il mio parere il mondiale lo abbiamo già perso prima di incominciare se non saràdestituito Lippi

eugenio cortinovis 13.05.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono tifoso Atalantino, Ruggeri dice di essere stato sempre onesto nei suoi dodici anni di presidenza senza santi nella Federazione calcio.

PROPONGO ALL'ATALANTA UNO SCUDETTO AD HONOREM DA TOGLIERE ALLA JUVE

eugenio cortinovis 13.05.06 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu!

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


Buondì a tutti!

Non disperiamoci piu' di tanto!
Il "medium" Prodi ha stabilito,anni fa',che la galleria andava fatta,ora la fara'! Anche senza analisi e "permessi" dei vari comitati popolari.
Non ci saranno Verdi che tengano!
LUI ha deciso ,come presidente della commissione europea, e si fara'.
Quello che sara' RIDICOLO ,sara' il succube signorsì di tutti quelli che si sono spesi per contrastare l'opera. NON disturbare il grande MEDIUM MANOVRATORE.... E' L'ORDINE !

erwin x www.thule-toscana.com

ERWIN-THULE 13.05.06 08:15| 
 |
Rispondi al commento

No a tutto. No alle centrali nucleari, no a quelle a carbone; no alla TAV. Solo no sanno dire i comunisti del cazzo.

franco masala 13.05.06 08:15| 
 |
Rispondi al commento

12 Maggio 2006
Piange il telefono


Ps: Domani a Civitavecchia ci sarà la manifestazione contro la centrale a carbone di Torre Valdaliga Nord. Raduno alle 15.30 in viale Garibaldi.

***

GRANDE BEPPE
COMMOSSA RINGRAZIO

^_^

E lisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.05.06 03:46| 
 |
Rispondi al commento

Il problema TAV è stato purtroppo contaminato da una serie di errori compiuti dai manifestanti del luogo.
Coloro che protestavano, gridando le loro sacrosante ragioni, si sono trovati invischiati in uno sporco gioco politico voluto non dal governo, (anche se ha fatto di tutto per permetterlo), ma dai centri sociali e dagli anarchici che, da quella battaglia, hanno carpito la buona fede dei manifestanti per portare avanti la loro guerra civile e le loro lotte ideologiche.
La mancanza di un controllo dei partecipanti all'interno del gruppo dei manifestanti e la loro buona fede nell'accettare quella feccia pensando di poter avere una mano da chi di lotta per le strade se ne intende, ha "imbastaridito" la protesta portandola su una strada che spesso è stata al confine tra la legalità e la commissione di reati.
La protesta NO TAV, per tornare ad avere l'originale paternità, deve, innanzi tutto, eliminare i facinorosi e i violenti, ovvero i centri sociali e coloro che si sono infiltrati per provocare solo disordini. Se non verrà allontanata quella feccia le varie Procure potranno divertirtsi all'infinito pescando con la dinamite nel mucchio.
E' essenziale, ai fini delle ragioni che hanno portato alle manifestazioni, che siano i manifestanti del luogo a parlare e che, soprattutto, non si mischi un problema reale con una lotta politica.
La protesta NO TAV è essenzialmente una battaglia per la sopravvivenza non solo per chi attualmente abita quei luoghi ma anche per coloro che l'abiteranno nelle generazioni future.
La politica in questa lotta popolare non c'entra nulla. O meglio, essa non deve diventare una lotta politica o di classe ma deve rimanere una battagia per la sopravvivenza che va combattuta fronteggiando i politici pur rimanendo su una base diversa dalla loro.
Se lo scontro diventa politico, (come purtroppo è diventato), la manifestazione perde il valore reale che aveva giustamente individuato.
Segreteria Nazionale
NUOVO ORDINE NAZIONALE

Giuseppe Martorana 13.05.06 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non ho tempo per leggermi tutti i commenti e quindi non so se qualcuno ha gia' sollevato la questione, ma a me mi sembra che ci sia qualcosa che non torna. Non vorrei che la sindrome del nano e dei suoi amici perseguitati dalla magistratura abbia contaggiato anche gli abitanti della val di susa. Inoltre mi sembra che fino ad ora ci siano solo incriminazioni, se le persone incriminate non hanno nulla da temere (nel senso che non hanno infranto la legge) e' molto probabile che i vari processi finiscano con l'assoluzione. Quindi va bene mantenere l'attenzione dei media puntata sulla valle, ma il parlare di magistratura politicizzata, che si muove in risposta ad atti politici, non lo accetto da Berlusconi e dai suoi e tanto meno da chi pretende il "parlamento pulito".

Massimiliano Baldassarre 13.05.06 00:25| 
 |
Rispondi al commento

NON L'HO MAI FATTO. STANOTTE USERO' ANCH'IO UN LINGUAGGIO "MODERNO" PER RISPONDERE A QUESTO dabong. e chiedo scusa a paolo rivera.
TU, DABONG, SEI UN Pò DI PIù, DI UNA SEMPLICE TESTA DI CAZZO!
cordiali saluti.
isabella difronzo.

per te paolo, un grande abbraccio. e anche per giovanna.
auguro a dabong di provare "certe emozioni"!


NON L'HO MAI FATTO. STANOTTE USERO' ANCH'IO UN LINGUAGGIO "MODERNO" PER RISPONDERE A QUESTO dabong. e chiedo scusa a paolo rivera.
TU, DABONG, SEI UN Pò DI PIù, DI UNA SEMPLICE TESTA DI CAZZO!
cordiali saluti.
isabella difronzo.

per te paolo, un grande abbraccio. e anche per giovanna.
auguro a dabong di provare "certe emozioni"!

isabella difronzo 13.05.06 00:21| 
 |
Rispondi al commento

-terrorizzato- | -colonnelli-

D u l c i s in F u n d o

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/non-so-dire-se-ero-pi-sconcertato.html

Gianpiero Romano 13.05.06 00:21| 
 |
Rispondi al commento

SALVE O MEGLIO DIRE OLA VISTA LA MESSICANATA CHE SI E' SVOLTA IN VALLE AI TEMPI DEL BERLUSCONI.

STIAMO INDAGANDO PER VEDERE QUALI SONO I VERI MOTIVI NO TAV E SI POSSONO FARE DELLE IPOTESI :

C'E' L'URANIO ? NON E' CHE PER CASO I VALLIGIANI SE LO VOGLIONO TENERE PER SE E VENDERLO ?

vanni bianchi 12.05.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sembra di capire che l'aspetto legale della vicenda TAV,sia non solo ridicolo ma anche vigliacco e degno solo di un paese in dittatura,allora se siamo in democrazia,perchè non fare intervenire l'avvocato,magistrato,onorevole,A.DiPIETRo? se la politica va d'accordo con la magistratura un paese civile per qualche parolaccia rabbiosa come descrive l'articolo in questione,cioè,la confessione di coloro che hanno ricevuto l'avviso di garanzia,dovrebbe eseere ritirata ogni sentenza,è scandaloso e rivela poca trasparenza ed onestà nell'affare stesso,valori che durante la campagna elettorale si volevano raggiungere come primo obiettivo.Se l'Unione ha vinto, allora queste persone dorebbero essere tutelate,errare est umanum!In Francia mentre qui si accertavano brogli paranoici,sono successe cose importantissime:la ribellione di 700.000 persone,manifestanti anch'essi,195 cortei,4000 polizziotti che controllavano, contro il CPE,scioperi generali ad oltranza,macchine bruciate,blocchi di ferrovie,il governo francese ed il presidente di una delle repubbliche più antiche del mondo ,ha ceduto ritirando la legge istituzionale,allora avrebbe dovuto citare tutti!,lotte e parti in lotta, per le quali cause nelle vere democrazie si ottiene un risultato che può migliorare le vita,non marchiarla.Questi avvisi di garanzia sono vili,sanno di persecuzione ed oppressione e presuppongono possibiltà morte di ottenere risultati sulla via del dialogo civile e coraggioso anche mobilizzandosi con le semplici parolacce.Cito la frase cult del film V per Vendetta:"i popoli non dovrebbero avere paura dei governi ,sono i governi che devono avere paura dei popoli",ma questo vale solo per la Francia,è sconfortante,sopratutto per un ragazzo di 18 anni che dovrebbe in teoria rivoltare il mondo!

stefano masetti 12.05.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti!

Non disperiamoci piu' di tanto!
Il "medium" Prodi ha stabilito,anni fa',che la galleria andava fatta,ora la fara'! Anche senza analisi e "permessi" dei vari comitati popolari.
Non ci saranno Verdi che tengano!
LUI ha deciso ,come presidente della commissione europea, e si fara'.
Quello che sara' RIDICOLO .sara' il succube signorsì di tutti quelli che si sono spesi per contrastare l'opera. NON disturbare il grande MEDIUM MANOVRATORE E' L'ORDINE !

erwin x www.thule-toscana.com

ERWIN-THULE 12.05.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

non bisogna mollare kè con questa sinistra con maggioranza D.S. sarà peggio degli altri o perlomeno uguale e sai perchè....perchè hanno detto SI al domocilio carcerario del mafioso,palazzinaro Previti visto che ha compiuto 70 anni e un'ora x cui può usufruire della Cirielli. Ma chi sono questi mostri dei D.S. SONO x la ingiustizia..fanno schifo.attenzione informaci per la TAV altrimenti i media non diranno nulla. ciao andrea m.

andrea magnani 12.05.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento

aggiungerei, come forma di compensazione l'intercettazione di tutte i presidenti e ministri degli stati "democratici". Potrebbe essere una buona fonte per tornare a pubblicare il mitico "Male" di cui in fondo sento un po' la mancanza...

http://annusfictus.blogspot.com

Andrea Salazar 12.05.06 22:53| 
 |
Rispondi al commento

PRIMO:LA TUTELA DELLA SALUTE DEGLI ESSERI UMANI!!
SECONDO:(A ENORME DISTANZA)I MOTIVI ECONOMICI!!
POCHE BALLE!!!

ROBERTO COSTANTINI 12.05.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Troppe persone politicizzate, in questo blog, continuano a parlare solo di politica: non riuscite a seguire il discorso e a parlare a tutti?

Giberto Gnisci Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco Beppe ma costruire una ferrovia (anche se ad altavelocità) non toglie macchine e inquinameto dalle strade?
Anche Richard Heinberg docente al New College a Santa rosa nella suo libro "la festa è finita" afferma che l'unica via per fronteggiare il picco del petrolio è la costruzione massiva di ferrovie per eliminare il traffico su gomma.
Perchè i verdi protestano? Le opere pubbliche sono sempre state fatte e poi noi italiani riceviamo un bel po di soldi dalla comunità europea per la TAV.
Capisco invece una protesta contro l'espropio dei terreni privati o per le preoccupazioni sulla salute(anche se recenti studi hanno provato la sicurezza degli scavi).
Non sarà mica una protesta pilotata? he?


Gio Rolando 12.05.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

segnalo questo articolo di una rivista universitaria del politecnico di Torino, che parla della TAV

http://www.amente.org/numero0/dossiertav.pdf

Riccardo Issoglio 12.05.06 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si possono scrivere tali idiozie: 200 milioni di coversazioni registrate da Bush.....solo l'ignoranza ed arroganza puo portare questo sito a scrivere quanto sopra. Questa legge fu chiesta da Clinton ed approvata dal Congresso USA nel 1994 quando era tutto sotto controllo del partito democratico. L'approvazione fu unanime. Quello che la NSA sta facendo negli unltimi 12 anni e` registrare i numeri che si allacciano tra di loro, non il contenuto delle conversazioni, a meno che tali numeri corrispondano a chiamate da e per quei paesi dove ha origine il terrorismo.
Del resto sarebbe umanamente impossible ascoltare non 200 milioni di conversazioni, ma bensi oltre 1,3 miliardi di conversazioni giornaliere. Che coraggio! Ma avrete il coraggio di publicare questo messaggio? Sono a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.
Claudio dagli Stati Uniti.

Claudio Cappabianca 12.05.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

matteo rodino' 12.05.06 21:20 |

opera economicamente svantaggiosa ?
ma rispetto a che cosa ?

il treno è sempre vantaggioso ...sempre !!!

il mondo ..fortunatamente cresce ..e crescerà !

tu oggi vai in treno perchè qualcuno prima di te
l'ha costruito, e se avesse ragionato come te andresti a piedi.

Il treno è il futuro!!!

VIVA IL TRENO A LEVITAZIONE !!!!!

cimbro mancino 12.05.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la TAV è un'opera antieconomica per il paese. Quei soldi andrebbero spesi diversamente.

Riccardo Issoglio 12.05.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento

La TAV si farà perchè sotto ci sono troppi soldi da spartire tra manager e POLITICI!

Comunque sia mi si spiega perchè NON CI SONO I SOLDI PER FAR FUNZIONARE E PER LA MANUTENZIONE DEI TRENI BASE MENTRE INVECE SI SPENDONO DECINE DI MILIARDI DI EURO (E FORSE NON BASTANO) PER LA TAV????

E poi con quali soldi ci si occuperà sia della manutenzione delle linee ordinarie che della TAV??

Meditiamo tutti quanti perchè i soliti POLITICANTI ci stanno mandando a picco come il titanic

giuseppe fasani 12.05.06 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A costo di perndermi tutti gli insulti che volete ma io non sarei proprio cosi contro la TAV... anzi. Lo so che eticamente non sarebbe corretto realizzarla sia per la bellezza della valle che per tutti i motivi che volete, ma qualche sacrificio per non rimanere l' ultimo "paesucolo" dell' europa credo che dovremmo pur farlo e se questo e quanto serve allora facciamolo.
Già le vie di comunicazione che collegano internamente l' Italia fanno schifo a causa della conformazione orografica che ci ritroviamo quindi credo che se si può far qualcosa per collegarci con l' Europa, cosa che manca solo a noi, ebbene facciamolo.

alessio saraceni 12.05.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il bagno di folla ormai per lui è un'abitudine. Soltanto Pio XII, all'apice della sua trentennale carriera di Papa, riusciva a scatenare nella gente questa sorta di "trance lucido", nel quale sai benissimo di avere davanti un semplice umano, ma vedi in lui il Salvatore della Patria, il Giustiziere della Notte e il Redentore di Cielo e Terra, tutti in una volta sola.

A lui la cosa piace, e non ne fa certo mistero. Una volta a contatto col pubblico - a teatro come in piazza - lotta per un pò con la timidezza innata, poi si lascia andare, ed è tutto un abbraccio, un sorriso, una battuta salace, mentre sale da ogni angolo del paese un caloroso "Beppe, Beppe, Beppe for President!"

Ma chi è davvero Beppe Grillo, e perchè fa ciò che fa? I più maligni, in questo momento, hanno gioco facile, visto che Grillo fa regolarmente spettacoli in tutta Italia, mentre con un blog sempre più popolare …

… li promuove anche, e quindi vede la sua popolarità in rete tradursi direttamente in incassi al botteghino. E viceversa.

Ma è evidente che le cose non possano stare così: nessuno è così cinico (e comunque abile abbastanza) da poter programmare in anticipo - stiamo parlando di trent'anni di carriera, non di tre settimane - di fare un giorno leva sulle frustrazioni popolari, al punto di poterci guadagnare sopra delle grosse somme di denaro. E' molto più probabile che questo aspetto populista, ribelle e critico insieme, facesse parte del suo carattere sin dall'inizio, e che strada facendo Grillo si sia trovato "anche" a guadagnarci dei bei soldi sopra. Nel qual caso non c'è assolutamente niente di male, anzi, tanto meglio per lui.

Se in città c'è un comico che mi piace, e io decido di spendere un cifra x per andarlo a sentire, la cosa sta bene per primo a me, e quindi il problema non si dovrebbe nemmeno porre.

Ma forse il problema è un altro, e i suoi contorni sono leggermente più sfumati: per che cosa paga esattamente, la gente, e che cosa riceve da lui, in cambio?

m b 12.05.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su Legambiente Valsusa www.legambientevalsusa.it c'è tutta la documentazione tecnica sulla questione TAV nonchè 24 video sull'argomento.

Carlo Asbesto 12.05.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Le ferrovie sono di sinistra !!
la TAV si deve fare , meglio la TAV dei TIR ,
porco cane non ci vuol tantoa capirlo !!
Ma possibile che ci dobbiamo far scavalcare a sinistra dalla destra!!
Meglio il treno dell'automobile ..sempre e comunque !!
A prescindere da lunardi da scaiola e company
Meglio la strada ferrata dell'asfalto ..sempre e comunque!
Meglio 1 km di ferrovia che 50 km di autostrada!!
Meglio sempre e comunque il treno !!!
IL TRENO E' DI SINISTRA !!!
L'AUTOMOBILE E' DI DESTRA !!!
IL TRENO E' ROCK
L'AUTOMOBILE E' LENTISSIMA.
In Danimarca la strada ferrata arriva dappertutto!!
e sull'automobile c'è una tassa pari al suo costo!!
Così dovrebbe essere anche in Italia !!
L'automobile oltre ad essere la bara è anche la malattia.
L'automobile è la prima fonte di inquinamento!!
L'automobile fa schifo!!!!
CLASS ACTION CONTRO L'AUTOMOBILE !!!!!!!!!

cimbro mancino 12.05.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Valsusini vi appoggiamo...è uno scandalo che lo stato non ascolti direttamente i cittadini qnd si tratta di opere così grandi. Noi a Olgiate Molgora abbiamo avuto la nostra piccola e scandalosa TAV. Hanno distrutto a metà il paese, smembrato colline, abbattuto case...per un progetto di sdoppio ferroviario discutibile e dall'impatto ambientale enorme. Come sempre prima gli interessi poi i cittadini e forse infine l'ambiente....

Francesco Brizzolara 12.05.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Ivan Cavalieri, non credi che i tuoi concittadini contrari alla tav il cervello lo abbiano usato?? O tu sei l'unico in grado di ragionare??

In una vera democrazia io direi che la decisione andrebbe presa così:

i residenti della Val Susa nominano, per tramite dei loro amministratori locali, una commissione di esperti; la commissione dà il parere definitivo sulla fattibilità o meno dell'opera rispetto ai rischi per la salute pubblica, considerando anche il raffronto con la situazione attuale.

Io dico che verrebbe fuori che la tav è inutile e, soprattutto, dannosa per la salute pubblica!!

Certo non si può prendere una decisione così importante dicendo: "dopo tante denunce sul rischio amianto, credete che si ricadrebbe di nuovo negli stessi errori??" Mi sembra una soluzione poco tecnica e poco realistica.

Il parere finale lo dia una commissione tecnica nominata dagli amministratori dei comuni della Val Susa.

Ciao

tex willer bordon 12.05.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

sapete che nel mugello i controlli dell'alta velocita NON VENGONO FATTI PIù DALLA PROVINCIA PERCHè AD OGNI CONTROLLO C'èRA UNA MULTA!!E COSI ORA è COMPITO DEI COMUNI DEL MUGELLO, CHE VENGONO FINANZIATI DALL' ALTA VELOCITà, PER OPERE PUBBLICHE COME PISTE CICLABILI E INPIANTI SPORTIVI.

ALESSANDRO DUGHERI 12.05.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Allora....
Non sono un provocatore e sin'ora ho sempre condiviso il pensiero di Grillo.

IO LA TAV LA VOGLIO!

Abito a Trieste, città nel culo d'Italia, tagliata fuori dalle rotte commerciali che rimangono saldamente sull'asse GENOVA MILANO.

Voglio poter arrivare a Vienna in due ore di treno. Ora ce ne vogliono 4 per arrivare a Lubiana che è a 80 Km da qui.

Il mancato ammodernamento della rete ferroviaria penalizza questo porto come avviene anche in buona parte del meridione.

Se non volete la TAV in Val di La, facciamola in Val di Qua. Ma smettetela di farne una battaglia ideologica.

Con le galere a remi non avremmo mai circumnavigato il mondo e con la mongolfiera non avremmo mai messo Hubble nello spazio.

Io credo che ci siano grossi interessi a non sviluppare l'asse orrizzontale nel nord Italia.

E basta.
Con rispetto per tutti,
Giorgio Jerman

Gio Ierma 12.05.06 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se vi interessa sul nostro sito
www.onedrop.it
c'è un filmato sulla manifestazione di qualche mese fa, quella con gli scontri a Venaus.

ciao
Davide

Davide Ricci 12.05.06 20:11| 
 |
Rispondi al commento

@ Carlo De Zan,

in sostanza dici bene:
1) in Italia le leggi sono fatte per essere aggirate dai furbi (specie se nel mezzo ci sono soldi da ciucciare!!), quindi VIA, studi ed analisi di tecnici "esterni" alle zone di residenza sono carta straccia;

2) i residenti possono solo esprimere pareri e non hanno alcun potere di veto.

Quindi io direi:

1) nel dubbio non si fa niente
2) si dà la parola definitiva (sì/no) ai residenti che magari possono nominarsi i "loro" tecnici ai quali commissionare degli studi in merito; dopo tutto anche loro "montanari" saranno in grado di scegliere dei tecnici validi; non è che i tecnici validi li conoscono solo quelli che non vivono in Val Susa!!

E poi un tecnico serio non si vende a chi lo paga ma esprime un giudizio tecnico sensato. Allora il tecnico serio lasciamolo scegliere ai "montanari". Io scommetto che verrebbe fuori che tav = cagata = spreco di denari pubblici = rischi per la salute pubblica!!

Ciao.

*********

Piccola digressione per Marco D:

debito pubblico "lanciato" a 1.550 miliardi di euro in febbraio??

Ma non c'era il nanetto con la chioma innestata con lo sparamoquette al Governo??

Meno male che l'accozzaglia ora non è più in grado di nuocere!!

Chi dobbiamo ringraziare?? Mi pare quei 24.500 della "lega alleanza lombarda" la lista i cui voti secondo il cinghiale scoppiato non dovevano essere conteggiati!!

Ancora non l'abbiamo capito bene a cosa siamo scampati!! Presto ce ne renderemo conto e non senza soddisfazione!!

Saluti.

tex willer bordon 12.05.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Faccio una proposta: tutti coloro che sono d'accordo con la TAV, costituiscano un fondo dove devolvere una parte dei loro profitti per finanziare l'opera; poi, tra 20 anni, vedremo quanto avrete guadagnato.
Ci state?

Walter Saletti 12.05.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Penso che la battaglia dl NO TAV sia solo un capriccio, vorrei chiedere ai manifestanti se sanno la qualità dell'aria che resipiriamo in Val di Susa a causa del passaggio continuo dei TIR, e io che vivo proprio sulla SS25 del Moncenisio so quanta porcheria respiro come tutti i miei concittadini, perchè nessuno ha fatto niente quando si è costruita l'autostrada per il Frejus, forse dietro la lotta NO TAV c'è una forte manipolazione da parte delle ditte di trasporti, che in valle sono molto numerose, e che non vedono di buon occhio una linea merci che trasporta il doppio della merce merce nello stesso tempo, con minori costi e minore impatto ambientale, visto che LEGAMBIENTE firma le sue bandiere con la scritta NO SMOG NO TAV... idee un pò confuse!!
Altra domanda che mi pongo è: ma e possibile che ci siano cos' tanti che pensano che dopo i risarcimenti miliardari delle ditte che lavoravano amianto, i morti, le denunce, gli appelli all'uso delle precauzioni, ci possa veramente essere un addetto alla sicurezza talmente pirla da esporre centinaia di lavoratori ad un pericolo tanto grave... siamo seri... usiamo un pò il cervello...
Vorrei amnora ricordare cosa succede al Traforo del Monte Bianco dove per la cocciutaggine di qualcuno la gente continua a morire di incidente stradale... vale di più la vita di una persona o un buco in una montagna... usate il cervello, fare branco non porta a niente...

Volevo solo dire a chi ha fatto le scritte NO TAV sul musinè che poteva seriamente evitarlo, ha contribuito solo di più a rovinare l'aspetto della montagna... non è una lavagnetta!!!!!!

Ivan Cavalieri 12.05.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nella campagna elettorale del comune di torino il tombarolo ed il filosofo, non hanno menzionato NULLA NULLA NULLA sul problema della Val Susa.
Ma chi vogliono rappresentare con i soldi nostri

alvaro vitali 12.05.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Conti pubblici, debito record
in febbraio a 1.551 miliardi.

ROMA - Nuovo record assoluto per il debito pubblico che a febbraio, calcolato in termini assoluti, è arrivato a quota 1.551,4 miliardi di euro. Lo rivela il Bollettino statistico di Bankitalia: l'ammontare del debito pubblico, a febbraio, è aumentato di circa 7 miliardi di euro rispetto al mese precedente.

http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/economia/conti-pubblici-2/disavanzo-febbraio/disavanzo-febbraio.html

Marco D 12.05.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

E ci vogliono legambiente piemonte, ponti, boitani, ilsole24ore per convincere la gente che la tav non serve a niente ed è dannosa alla salute pubblica di chi vive da quelle parti??

Perché, non basta l'opinione di chi là ci abita da decenni e dice che le cose con la tav peggioreranno? Perché là, in quella valle strettissima (che loro conoscono bene), già ci sono autostrade e linee ferroviarie, un flusso interminabile di mezzi di trasporto di tutti i tipi!! E magari (dicono quelli che ci abitano) qualcuno si è già ammalato per questo!!

No!! Le fighette bravissime a decidere sulla pelle degli altri vogliono il parere dei grandi esperti!! Alla povera gente non si può credere!!

Ma va là......va dà via il......!!!!

tex willer bordon 12.05.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Sapevate che ci sono una quarantina di motivi logici e fisici per cui la versione ufficiale dell'11 settembre 2001 è del tutto falsa?

Sapevate che la nazione che ha commesso i più grandi crimini di guerra di tutti i tempi è l'America?

Trovate tutto su: www.11settembre.sito.tv

INFORMATEVI!

Vinicio Beccaro 12.05.06 18:39 |

Ma davvero ? e su quali basi logiche afferma ciò?
vuole che iniziamo a contare i morti dei vari regimi ? compreso quello fascista ITALIANO? SCOMMETTO CHE LEI DIRA' pure che l'attentato dell'11 settembre lo abbiamo commesso noi stessi americani, TIRERA' IN BALLO la storia del missile sul PENTAGONO,e sulle cariche esplosive già piazzate dentro le torri gemelle ,e che l'aereo che doveva colpire la casa bianca lo ha abbattuto un F16.

poi tirerà fuori la storia della BOMBA di hiroshima ,i tanti dittatori arruolati dai servizi segreti americani e chi più ne ha più ne metta.

Ho una notizia per lei ,chi ha divulgato queste notizie ,alcune vere altre SONO FREGNACCE, sono stati proprio cittadini americani ,perchè se aspettavamo voi europei CAMPA CAVALLO.

I più grandi crimini della storia mio caro ,li avete commessi voi europei ,sorpassati da RUSSI E CINESI ,e in buona compagnia anche degli amici GIAPPONESI .

j.j.hess 12.05.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se' esce fuori qualcosa di grosso dallo scandalo
che sta' coinvolgendo il calcio e non prendono provvedimenti seri,seri,SERI,io faro' disdetta dell'abbonamento -SKY- spero che tanti altri faranno lo stesso, chiudiamo il rubinetto solo noi possiamo decidere.

Ascanio Zara 12.05.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Carlo De Zan, devo ammettere la mia durezza!! Il fatto è che nel tuo post, esprimendo la tua posizione, non usi minimamente la parola "salute" che secondo me è il vero ed unico centro della questione!!

Io su questi temi ho una visuale molto semplice: c'è il pur minimo sospetto che facendo/costruendo una cosa/grande opera qualcuno si ammali? Sì? Allora non si fa!!

E aggiungo: l'Italia, un Paese, stretto e lungo, sovraffollato, soffocato da ogni sorta di abusivismi e cementificazioni NON HA BISOGNO DI GRANDI OPERE!!

Che servono solo ad arricchire le mafie di turno. Se le vadano a fare in Russia e Cina se propio ci tengono, che spazio lì ce n'è in abbondanza!!

Ciò detto approvo senza riserve le tue opinioni sia in tema di antifascismo che di efficienza dello stato sociale francese.

Ciao

tex willer bordon 12.05.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ORA NON CENTRA UN CAZZO CON LA TAV..(PERO BISOGNA ASCOLTARE GLI ABITANTI!PERCHè SONO CITTADINI COME GLI ALTRI)..CMQ IL MIO MESSAGGIO E' PER IL SIG.GRILLO..PERCHE' ORA NON PARLA DI NAPOLITANO..IL SUO AMATO D'ALEMA CHE NON LA LASCIAVA DORMIRE SI è TOLTO DI MEZZO..VORREI CAPIRE PERCHè ORA NON SI PARLA NE DI NAPOLITANO NE DI D'ALEMA..
SPIEGAZIONE PREGO..E SOPRATTUTTO VORREI DARLE UN CONSIGLIO SE ME LO PERMETTE..E CIOè OLTRE PROTESTARE INCAZZARSI SECONDO ME PER UNA VOLTA DOVRESTI PROPORRE SIG. GRILLO.!CON TUTTA LA STIMA SINCERA E CON TUTTA L'AMMIRAZIONE PER LEI.
A PRESTO!

ANDREA TATTI 12.05.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/torino/200605articoli/5186girata.asp

contrino i 12.05.06 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Per i blogghisti più esperti di me e per Beppe: come mai a volte Beppe censura alcuni messaggi? Io accetto perché è il suo blog, sarei solo curioso di sapere, visto che non mi sembra di avere violato le regole scritte in fondo (niente parolacce, niente violazione della legge...). Avevo iniziato una discussione con Ernesto Scontento, mi sono assentato e ora nulla.

Ettore Casadei 12.05.06 19:13| 
 |
Rispondi al commento

FORZA POLIZIA!!!! DATE LEGNATE A QUEGLI STRONZI DI NO-TAV CHE BLOCCANO UN'OPERA NECESSARIA AL PAESE! E POI PERCHE' BLOCCARLA? PER ACCONTENTARE QUEI QUATTRO GATTI DEI VALSUSINI? MANGANELLO, MANGANELLO!

paolo berlini 12.05.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco un articolo apparso su Il Sole 24 Ore dove si spiega che il Tav non serve, costa troppo e nasce già morto...
http://www.legambientepiemonte.it/doc/22-11-05%20articolo%20de%20Il%20sole%2024%20ore.pdf

Gli autori sono Marco Ponti ed Andrea Boitani, docenti universitari e Grandi Esperti di economia dei trasporti:
http://www.lavoce.info/authors/view.php?id=&cms_pk=1857&aut_pk=30
http://www.lavoce.info/authors/view.php?id=&cms_pk=1857&aut_pk=33

Marco Dori 12.05.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

La Tav si fara' perche' siamo un popolo di inetti, timorosi, codardi mammasantissima clericali di cacca !!!

Ci basterebbe un po' di ..francesismo ....ma e' dura dare coraggio alle pecore !!

juan miranda 12.05.06 12


Senta MIRANDA ,da come scrive si capisce al volo che lei non conosce minimamente ,questo mondo .

Diciamo che ciò che scrive non è sempre sbagliato ,ma la maniera con cui si esprime ,è da SOLITO DISOBBEDIENTE.

Senta io ho girato una buona fetta di questo mondo a differenza di lei ,per cortesia mi saprebbe indicare con certezza e conoscenza in quale paese secondo lei si starebbe meglio oltre a questo ?

Sono americano ,non mi sembra che in texas Ratzingher sia stato indagato ,comunque per curiosità mi informerò su siti attendibili.

Per favore non mi dica che la spagna è un paese più evoluto di questo solo perchè ha permesso il matrinonio tra gay ,e ha ritirato le truppe dall'iraq ,il civismo mio caro è ben altra cosa,e una di queste è quella di imparare a comunicare intelligentemente cosa che non sà fare lei ovviamente ,dimostrando scarsissimo civismo .

j.j.hess 12.05.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che succede?

Marco Dori 12.05.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Ma che palle!.... Esiste una "cosa" pulita?
dal calcio ai frati che stuprano; di donne ammazzate a calci; di pedofilia; .. di tutto di più.
L'unica soddisfazione - pensa un po' - è Cesare in già ai domiciliari e la Vanna & C. bastonati....
Mah!

maria marzano 12.05.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Torino, 18:29
SANPAOLO IMI: +55,9% UTILE NETTO I TRIMESTRE
******************************************************

Ma come si fa a fare un utile così alto ONESTAMENTE, senza vendere nulla di consistente ma solo aria fritta?

Questa gente ha la faccia come il C.U.L.O.!

Ray Milano 12.05.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente e SEMPRE: NO TAV!
E' giusto riparlarne sempre altrimenti la repressione passa sottobanco!
Solidarietà con i NO TAV che subiranno processo a Torino!

Raffaella Biferale 12.05.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

piena solidarietà giuseppe

giuseppe siracusano 12.05.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

FORZA RAGAZZI CONTINUATE A RESITERE...!! NON MOLLATE, I VOSTRI DIRTTI SONO PIU' FORTI DELLE BOTTE DELLA POLIZIA E DEGLI INTERESSI DI QUALCUNO.......

daniele capoferri. Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

capitalia
fineco
banca di roma
capitalia asset management
fineco asset management
romagest


ecco cosa fa questo gruppo bancario:

nel 2000 sono stato truffato nella banca di roma per fondi collocati dalla sua controllata romagest, soldi messi in un fondo comune di investimento e mai resi.

sto' scrivendo la storia qui:::

http://bancadiroma.splinder.com

da 6 anni aspetto i miei denari e non me li hanno ancora restituiti

guido eugenio 12.05.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Se l'amianto è davvero un problema perchè non protestare per la cava di Trana, che è a cielo aperto?

LUCA GORIA 12.05.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Buona sera glog.
Ero favorevole alla TAV fino a poco tempo fa.. ma dopo aver letto vari articoli sulla sicurezza ed in particolare questo che vi propongo, non so che dire..
Vi consiglio la lettura…
Ciao a tutti. per un po’ di giorni sarò fuori Italia per lavoro..
******************
Che siate pro o contro la TAV, forse volete sapere chi la paga
L'alta velocità serve o no? Per un momento lasciamo da parte il problema. Cercando invece di capire chi, comunque vada la vicenda, metterà i soldi per portarla a termine. E perché, finora, si è già speso oltre tre volte le previsioni
di Attilio Giordano, da Il venerdì di Repubblica del 3/3/2006
ROMA. La prima immagine è quella di uno scontro: da un lato la modernità, l'interesse europeo, il benessere dei viaggiatori, il traffico di merci che passa da fumosi tir a treni poco inquinanti; dall'altro un esercito di valligiani che protestano perché non vogliono opere «nel loro cortile», eccitati da capopopolo di estrazione no global. La seconda immagine è una scelta illustrata più o meno così: insomma, volete i treni veloci oppure no? Pochi - poco ascoltati, poco intervistati -hanno cercato di opporsi a questo modo di affrontare la questione Tav in Val di Susa e, in generale, la questione come si è sviluppata nel nostro paese. Facendo dei conti, verificando le prospettive del traffico (di passeggeri e di merci), svelando la bugia che sta alla base di tutto l'affare Tav. Uno di questi è di sicuro Ivan Cicconi, ingegnere bolognese, direttore di Quasco, una società mista pubblico-privata che si occupa, tra l'altro, di appalti e trasparenza. Dice Cicconi: «Il sistema Tav, solo per le nuove tratte, costerà oltre 50 miliardi di euro. La sua sostenibilità finanziaria può essere garantita solo da uno Stato impazzito che voglia imporre, dal 2010 in avanti, manovre finanziarie di qualche miliardo di euro l'anno, ogni anno, per almeno trent'anni». Ma di questo, si è parlato? Magari per confutarlo? Secondo il ministro Lunardi la Tav in Val di Susa «è ormai solo una questione di ordine pubblico». Secondo molti altri, invece, è soprattutto una questione di soldi. Tutto il sistema Tav italiano è basato su un equivoco. Nasce, infatti, sostenendo che le nuove linee ferroviarie saranno il frutto di investimenti pubblici (al 40 per cento] e privati (al 60 per cento). Facendo ancora un passo indietro, nasce con una decisione curiosa. Come ricorda Claudio Cancelli, docente del Politecnico di Torino, in un libro a più voci che uscirà a giorni (Travolti dall'Alta Voracità, Odradek edizioni, Roma), «in Italia ci si era orien-tati su treni veloci ad assetto variabile, i pendolini». Con questi treni, tra l'altro frutto dalla creatività italiana, si potevano raggiungere i 200 chilometri all'ora riducendo del 30 per cento i tempi di percorrenza. Senza dover costruire nuove linee. Semplicemente, potenziando quelle esistenti. «Che, per guadagnare qualche altra decina di minuti, ci si lanciasse in un investimento di 50 miliardi di euro, sembrava incredibile» ricorda il professore. Invece è accaduto. «Un mistero: persone che hanno apparentemente programmato un disastro economico, sapendo di farlo». Qual è il trucco? Che le perdite venivano addossate alla comunità e i guadagni sarebbero andati a chi gestiva l'affare. Infatti di quel 60 per cento di investimento privato non c'è ombra. «Privato» si considera l'apporto di una Spa, formalmente privata, le Ferrovie, che tuttavia ha un unico azionista, il Tesoro. Con un'aggravante: lo Stato si addossa gli interessi sui prestiti fatti alla società e li paga alle banche di anno in anno. E questa è la sola voce nel bilancio pubblico, il resto avviene «fuori», in un'area che è privata solo apparentemente. L'ideatore del meccanismo è il ministro Cirino Pomicino, nel 1991. Ma i governi Berlusconi ufficializzeranno il metodo, legalizzandolo e rendendolo infallibile. Un metodo che si sintetizza così: le Ferrovie, attraverso la Tav Spa, danno incarico di costruire le linee a un general contractor, che poi appalterà i lavori a terzi. Il general contractor, tuttavia, non ha alcuna responsabilità nella gestione finanziaria, detto altrimenti: non mette soldi, non gestirà l'opera, non rischia sul rapporto costi-guadagni. E, dunque, ha tutto l'interesse -come osserva Ivan Cicconi - a far lievitare tempi e prezzi. Cosa che puntualmente accade: dal 1991 al 2005, le tratte Tav vedono crescere i tempi di anni e i costi - in media - del 316 per cento, come calcolato da Quasco sui dati forniti dagli stessi interessati e ritenuti ottimistici. Significa un aumento di oltre tre volte il previsto, contro una media europea di crescita pari al 30 per cento. Basta fare un raffronto: in Francia l'alta velocità costa 15 milioni a chilometro, in Spagna ancora meno. Da noi ? Trentotto a chilometro. I privati sono una bugia. Lo scopre, con sconcerto, il ministro Claudio Burlando (con il governo Prodi), appena insediato, nel 1996: «Si è detto che c'erano privati disponibili a fare investimenti» dichiara «ma quando siamo andati a vedere abbiamo constatato che era una cosa falsa... È bene che si sappia che la quota pubblica è finita, e il 60 per cento dei privati non si è mai visto». Solo quattro anni dopo, il ministro Pier Luigi Bersani azzera i contratti, elimina il general contractor e torna alle gare per i lavori ancora non avviati, tre linee su sette. Ma dura poco. Il nuovo ministro, Pietro Lunardi, rimetterà tutto a posto, tutto come prima. A partire dal '93 lo Stato paga gli interessi bancari (interessi intercalari), che nel 2009-2010 arriveranno a otto miliardi di euro (Quasco). Ma quando il servizio sarà attivato, quando sarà per esempio completata la linea in costruzione, le banche chiederanno la restituzione del prestito, del capitale. A chi? Alla Tav Spa, cioè alle Ferrovie garantite dal Tesoro. In pratica, a noi. Il meccanismo è criticato dall'Antitrust (nel '94 e nel '96). Dalla Corte dei Conti (nel 2004). Da tutti coloro che guardano ai numeri e non alle promesse di un bril- | lante, e velocissimo, avvenire. Ma con la Torino-Lione si va anche oltre. Non si dà risalto, per esempio, al fatto che, per superare le perplessità francesi, Berlusconi e Lunardi si sono impegnati i a sostenere i due terzi della spesa per il : tratto comune, quello internazionale, nonostante sia la parte francese a essere più lunga. «Si occultano così» rileva Cicconi, «spese aggiuntive per oltre 2 miliardi di euro». L'importante è fare l'opera. Ma c'è una complicazione. L'alta velocità Torino-Lione sarebbe «mista», ma dedicata soprattutto alle merci. L'alta velocità francese, invece, esclude le merci, è solo per i passeggeri. Anche chi è favorevole, in linea di principio, comincia a porsi la questione. E non sono no global. Il so-ciologo Luciano Gallino, per esempio, chiede «quali siano le analisi economiche, quali gli strumenti legislativi, per assicurare che, una volta compiuta la grande opera, il traffico merci si sposti realmente, dalla strada alla rotaia». Ancora su Travolti dall'Alta Voracità, un altro studioso, il fisico torinese Angelo Tartaglia, fa due conti: sui Tgv francesi «i passeggeri sono quarantamila al giorno, con un esercizio grossomodo in equilibrio». Nel tratto più frequentato (in previsione) della Tav italiana, la Bologna-Firenze, se ne prevedono ventimila. La linea della Val di Susa ne raggiungerebbe cinquemila, considerando i treni sempre pieni e «favoleggiando un forsennato pendolarismo». Ma lì, si dice, viaggeranno soprattutto merci. Il che, però, presenta un altro problema: con quelle non si può viaggiare a velocità davvero alta, per via del peso. E, soprattutto, «non c'è alcuna domanda potenziale per trasportare merci a quella velocità», chiarisce Tartaglia. I conti non tornano, come si vede. Almeno per noi. Tornano, conclude Tartaglia, «per tutti coloro che sono coinvolti nella progettazione, pubblicizzazione, realizzazione dell'opera». Loro vedono un interesse immediato e certo. «Un fiume di denaro fornito e garantito dallo Stato». Chi lo restituirà?

paola almasio 12.05.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sapevate che ci sono una quarantina di motivi logici e fisici per cui la versione ufficiale dell'11 settembre 2001 è del tutto falsa?

Sapevate che la nazione che ha commesso i più grandi crimini di guerra di tutti i tempi è l'America?

Trovate tutto su: www.11settembre.sito.tv

INFORMATEVI!


Caro Carlo De Zan, complimenti per la lungimiranza!!

Sotto ci sono parecchi interessi economici.....e magari l'interesse della salute di chi vive da decenni in quei luoghi!! Dei loro cari, dei loro figli ancora piccoli!!

Della salute di quei poveracci, soffocati dal cemento e da tutto quello che ne consegue, non importa niente a nessuno!!

Sempre bravissimi noi italioti a fare i fighetti con la pelle degli altri!! Io la tav la farei sotto casa dei pirloni che ne reclamano l'assoluta necessità. Sai quante urla di disappunto.....sarebbe una corsa continua a cercare l'amico dell'amico dell'amico di turno, per fare dichiarare la pubblica inutilità dei lavori!!

Più in generale dico: con questo Governo dove ci sono Verdi e Comunisti (per fortuna!!) la tav non si farà mai!!

Se la faranno cadrà il Governo e allora andremo a votare di nuovo. Magari vincerà lo scemo e allora faranno la tav....ma è un altro discorso!!

Con Verdi e Comunisti al Governo la tav (gran cagata megagalattica!!) non si farà mai!!

Hola amigos....

tex willer bordon 12.05.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ADOLF EICHMANN 12.05.06 18:28

Purtroppo è triste vedere che ci sono ancora in giro tanti nazisti-razzisti.
La situazione dei migranti in Italia è drammatica.
CHIUDIAMO TUTTI I LAGER DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA TEMPORANEA vera vergogna italiana.

Enrico Giacomelli 12.05.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Tav si farà, ci costerà un oceano di soldi che non rientreranno mai, si arricchiranno cooperative e boss in nome di un commercio che, fra almeno 20 anni, sappiamo una sega di come si sarà evoluto.

Walter Saletti 12.05.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

cari amici, perchè continuare a discutere e a schierarci chi a favore e chi contro? tanto la ns è sempre una falsa democrazia. se fossimo in una vera democrazia conterebbe solo il parere degli abitanti del luogo interessato. ma spiegatemi un po', per rimanere anch'io in tema, contraddicendomi naturalmente, che senso ha costruire la TAV quando tutti i modelli di previsione dicono che tra 20 anni ci sara' ben poco da trasportare tra Lisbona e Kiev?? che il benessere e lo sviluppo si saranno trasferiti da tempo in altri paesi?mah!!!!non sara' mica un'ennesima torta da spartire. quando c'è da rubare sapete che improvvisamente maggioranza e opposizione diventano amicissimi e vanno perfettamente d'accordo.saluti a tutti, aspettando l'Argentina....

luca martinelli 12.05.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

voglio rispondere a tutte quelle persone che si dicono di sinistra, come i no-global, e per questo insultano il ventennio fascista in italia...
io non sono fascista, la politica non mi interessa, le manganellate dalla celere le ho gia prese(per motivi che non c'entrano con la politica) cmq sono grato a mussolini per aver istituito tante cose utili alle persone meno abbienti, quali la scuola pubblica, le case popolari, la mutua, la pensione... senza questi servizi x vivere decentemente bisognerebbe guadagnare quanto i dottori o i politici...
sapete quanto guadagna un operaio?

andrea abrami 12.05.06 18:12

Io sono grato a Mussulini per aver soppresso la libertà in Italia, per aver fatto morire delle persone in carcere solo perchè la pensavano in modo diverso da lui, per AVER CREATO IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DELLE RISIERE DI SAN SABBA, ti basta? c'è da andarne fieri no? Se durante il ventennio non potevi nemmeno dire io non sono fascista coem puoi esprimerti tu oggi, e potevi sopravvire solo e solamente con la tessera del partito fascista. Hai idea dello Stato sociale che c'è in Francia? è un po' meglio del nostro, ma non mi sembra che abbiano avuto il fascismo, sarà stato poi così bravo Mussolini? andiamoci piano con certe figure storiche che sono state causa di tanti morti.

Carlo De Zan 12.05.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda la TAV credo che il discorso principale sia: è legittimo protestare? secondo me si se non si è d'accordo nei limiti della democrazia dovrebbe essere giusto poter esprimere il proprio dissenso. Cosa grave è quando le manifestazioni vengono represse con vilenza dalla polizia con cariche indiscriminate. Vorrei anche aggiungere che in Italia esiste l'esproprio per ragioni di Pubblica utilità e in tal caso un cittadino ha poco da protestare. Tuttavia in questo caso è un'intera valle si è posta come contraria, una comunità (non un singolo), ed un grosso errore che è stato commesso è quello di non dialogare con le comunità locali, ma imporre la cosa dall'alto senza nessun confronto con chi ci vive. Non si può dire facciamo la TAV e solo quando il progetto è in fase esecutiva dire a ma aspetta abbiamo dimenticato una cosa, voi comunità locali siete d'accordo?
Inoltre tutte queste polemiche sono dovute anche a causa del giornalismo italiano che invece che "informare" e dare delle notizie, fa solo polemica e non chiarisce proprio nulla; si preferisce riportare i pareri dei politici piuttosto che informare sulle motivazioni del si-tav no-tav. Ci vorrebbe più trasparenza anche perchè sotto ci sono un sacco di interessi economici.

Carlo De Zan 12.05.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Viaggio attraverso le pagine del libro
“ Corruzione ad Alta Velocità “, scritto da
FERDINANDO IMPOSIMATO, Giuseppe Pisauro e Sandro Provvisionato.
Il giudice Imposimato è molto sensibile al problema "Alta Velocità" in Italia.

1 - Terzo Valico: un governo stranamente silenzioso - 02 febbraio 2002

2 - Il patto scellerato tra camorra e istituzioni - 09 febbraio 2002

LE TRE FASI DELLA TRUFFA - IL RUOLO DELLA CAMORRA - "NULLA E' STATO FATTO"
3 - Tutti i maggiori partiti si sono divisi la torta dell’Alta Velocità - 16 febbraio 2002

INDAGINI PATRIMONIALI DELLA POLIZIA - GLI INTERVENTI DI IRI, ENI E FIAT - LA "SPARTIZIONE DELLATORTA"
4 - Alta Velocità: chi controlla è anche il "controllato" - 23 febbraio 2002

5 - Alta Velocità: da Cosa Nostra alla Camorra napoletana - 02 marzo 2002

Il primo rapporto è datato 30 settembre 1995 - Ferruzzi-Mafia: ne parlò anche il pentito Messina - La "longa mano" dei partiti "insospettabili"......

Maria Rita Orsoli 12.05.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Saluti a tutti e buon fine settimana.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Con questo nuovo governo si potra' ragionare e approfondire cosa sia la tav, le sue qualita' e difetti, se si potra' trovare un'accordo, se e' percorribile il potenziamento della linea ferroviaria gia' esistente e cosi' via.

@ ivo serentha'..

povero illuso mi sembra proprio che il tuo nuovo presidente del consiglio si sia chiaramente espresso :

LA TAV SI FARA' E BASTA..

lascio a te ogni conclusione

sergio casagrande 12.05.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio rispondere a tutte quelle persone che si dicono di sinistra, come i no-global, e per questo insultano il ventennio fascista in italia...
io non sono fascista, la politica non mi interessa, le manganellate dalla celere le ho gia prese(per motivi che non c'entrano con la politica) cmq sono grato a mussolini per aver istituito tante cose utili alle persone meno abbienti, quali la scuola pubblica, le case popolari, la mutua, la pensione... senza questi servizi x vivere decentemente bisognerebbe guadagnare quanto i dottori o i politici...
sapete quanto guadagna un operaio?

andrea abrami 12.05.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento


VAL DI SUSA

FOLLE CORSA DEL TRENO SENZA FRENI: UN MORTO

Per 30 chilometri nessuno è riuscito a fermare il convoglio che si è schiantato a Chiomonte
La Stampa - di F. Falcone e F. Morello

Una corsa impazzita da Bardonecchia fino a Chiomonte. Trenta chilometri senza freni, a 120 orari in discesa, senza possibilità non solo di fermarsi, ma anche soltanto di rallentare la velocità che cresceva di secondo in secondo. Poi schianti a raffica, binari distrutti, fiamme, e una vittima: Luka Milinkovic, 35 anni, macchinista del treno senza controllo, origine croata, residente ad Ancona.

Così, ieri verso le 17, un locomotore giallo con tre vagoni di una società privata che sta eseguendo lavori nel tunnel del Fréjus ha seminato una scia di disastri lungo e fuori la linea dell’Alta Valsusa. Disastri e morte.

All’origine della tragedia, un problema all’impianto frenante che collega il locomotore, il badone, al resto del convoglio che avrebbe dovuto essere «ricoverato» in deposito a Bardonecchia. Guasto di cui Milinkovic si è reso subito conto, e subito ha cercato di frenare una corsa che diventava invece sempre più spedita. Il treno non ha risposto ai comandi, ha iniziato un viaggio non previsto, il macchinista ha lanciato l’allarme, ha provato e riprovato a frenare mentre la motrice coi tre convogli accelerava in discesa. Inutile. Disperato, Milinkovic si è sentito perso, e quando ormai la velocità del treno gli pareva incontrollabile e il destino segnato ha deciso di cercare la salvezza con un gesto disperato, l’unico possibile: oltrepassata la galleria che conduce al Ponte della Comba Scura, dopo Exilles, si è lanciato sulla massicciata. Ma il suo tentativo di salvezza si è trasformato in tragedia: l’uomo ha colpito con la testa la ringhiera del ponte ed è morto sul colpo nell’impatto.

-----------------------------------------

Siamo allo sfascio e vogliono fare le opere faraoniche, da megalomane.

LE NOZZE CON I FICHI SECCHI !





R. Leo 12.05.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ceresa, era proprio quello che volevo dire.
Quando è stata costruita l'autostrada, che è visibilmente un danno per la valle, nessuno ha mosso un dito. E di camion sull'autostrada ne passano...anche adesso.
Ripeto, quella per la Tav è una protesta emotiva, non razionale

LUCA GORIA 12.05.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TROVATA LA SOLUZIONE CHE METTE TUTTI D'ACCORDO.
La TAV si fa ma la galleria non si fa più.
Un ingegnere tedesco di nome Otto Volanten ha ideato un percorso alternativo che segue il naturale andamento dei pendii montani.
E' previsto un sovrapprezzo legato alla natura ludica del viaggio.
Nei giorni festivi costerà un pochino di più ma le famiglie godranno dello sconto 3x2.
La discesa sul fronte opposto si preannuncia decisamente emozionante.
Dagli studi fatti dall'ingegnere, pare che l'energia cinetica accumulata dovrebbe consentire al treno di raggiungere i castelli della Loira (e lì fermarsi in un modo o in un altro),senza ulteriore consumo di elettricità.

Mario Angelino 12.05.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

rispondo a Veronica Boni

A Trana, vale a dire a 15 km dal Musine, la montagna dalla quale, in caso la si perforasse con un tunnel, dovrebbero uscire spore di amianto, esiste tutt'ora una ex cava a cielo aperto di amianto. E' li. Puoi anche andare a toccarla se vuoi. Qualcuno protesta?
Quella della tav è una protesta emotiva, non razionale.

LUCA GORIA 12.05.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Con questo nuovo governo si potra' ragionare e approfondire cosa sia la tav, le sue qualita' e difetti, se si potra' trovare un'accordo, se e' percorribile il potenziamento della linea ferroviaria gia' esistente e cosi' via.

Al contrario se avesse vinto la destra, ci sarebbe gia' schierato l'esercito per far eseguire i lavori.


La differenza di chi sa dibattere e di chi esegue.

In francia le popolazioni hanno avuto da parte delle istituzioni molte piu' notizie sull'alta velocita' e pare che non abbiano problemi per far eseguire i lavori.

Se non si dovesse fare, la faranno passare dalla svizzera, valuteremo negli anni e nelle future generazioni, se sia stata una cazzata farla o non farla.


Per il rischio amianto e uranio, possibile che non ci si possa fidare di una commissione di tecnici non di parte.

Esistono anche sistemi di lavoro per il recupero dei materiali, terra che se protetti non danno problemi.

In ogni caso ci sara'un lungo dibattito tra le parti, mi auguro che venga presa la migliore ipotesi.

ivo serentha 12.05.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LUCA GORIA 12.05.06 17:53

Gentile Luca,
chi protesta si ricorda che la da te citata autostrada, ha comportato degli espropri. Alcuni valligiani stanno ancora aspettando di essere pagati.
E poi, tu sei convinto che vent'anni di cantieri non abbiano impatto ambientale?
Che centinaia di camion di risulta ogni giorno non abbiano impatto ambientale?
Sei sicuro che valga la pena aspettare vent'anni per scoprire che la TAV è antieconomica?

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Professore,
chi le scrive è un elettore del csx che si è veramente ROTTO le PALLE di questa CLASSE POLITICA!!In quest’ultimo mese abbiamo assistito alla più BECERA SPARTIZIONE partitocratrica del POTERE.. quello stesso comportamento tanto CRITICATO al precedente governo.. BASTA PORCATE da parte dei POLITICI(DIPENDENTI)e BASTA INUTILI PERDITE di TEMPO PREZIOSO con i vs TEATRINI della POLITICA!BASTA chiacchiere in TV e sui giornali!!!Attenersi al PROGRAMMA oppure FUORI DAI COGLIONI!!!BASTA con le PAGLIACCIATE da PSEUDODEMOCRAZIA, NON se ne può più di vedere in OGNI trasmissione o programma, sia sulle TV pubbliche che su quelle private, queste IGNOBILI COMPARSATE di questi FIGURANTI della POLITICA.. Le elezioni sono state fatte, i presidenti di Camera e Senato sono stati eletti e così per il Presidente della Repubblica.. adesso BASTA PAGLIACCIATE!!METTETEVI a LAVORARE!!A LAVORARE SUBITO PER RIMETTERE IL PAESE IN PIEDI E IN MOTO!!E’ ORA DI DARSI DA FARE, FORMARE LA SQUADRA DI GOVERNO E PARTIRE A GOVERNARE!!LO STIPENDO LO PRENDETE!?!?!?ALLORA METTETEVI.. A LAVORARE!!!!!!!!La GENTE NON CAPISCE più PERCHE’, oltre un mese dopo le elezioni, siamo ancora qui a PERDERE TEMPO.. il governo ANCORA NON è FORMATO, ancora NON SAPPIAMO chi saranno i MINISTRI e QUALI i LORO POTERI.. la GENTE, il POPOLO si sta STANCANDO di ASPETTARE e si sta INNERVOSENDO(MOLTO)..Se NON Le fosse CHIARO o se ne fosse TEMPORANEAMENTE DIMENTICATO, OGGI come IERI le PRIORITA’ del paese sono: la CRISI ECONOMICA e FINANZIARIA, il PRECARIATO dei GIOVANI e di TUTTI COLORO che sono SENZA LAVORO, lo sviluppo delle ENERGIE ALTERNATIVE e l’INDIPENDENZA ECONOMICA ed ENERGETICA dagli IDROCARBURI/COMBUSTIBILI FOSSILI e la SALVAGUARDIA&VALORIZZAZIONE dell’AMBIENTE, lo STATO di DIRITTO e la RIFORMA della GIUSTIZIA(più RAPIDA e più GIUSTA), il CONFLITTO di INTERESSI, la PUBBLICA ISTRUZIONE, l’UNIVERSITA’ e la RICERCA, la REALE PRIVATIZZAZIONE delle AZIENDE e dei SERVIZI PUBBLICI(no CANONI, più CONCORRENZA)..

Marco Berselli 12.05.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non capisco perchè si ostinano a volere fare ste ferrovie... i camion sono così più comodi e belli! Accidenti...ma non era Beppe Grillo quello contro l'utilizzo indiscriminato dei camion....no, sicuramente mi sbaglio, altrimenti sarebbe a favore della TAV.
Oppure vorrebbe che andassimo tutti a piedi? (tranne lui)

guido bernardi 12.05.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Grandi Gem Boy!
C'è un grande prato verde
dove nasce della roba
che si chiama Marijuana
questo è il grande prato della GOIA!!!

Cordialmente,
Veronica
Veronica Boni 12.05.06 17:49


UNO! Non calpestare l’erba,
ma fumala
DUE! Fuma nero fuma sano
solo pakistano
TRE! L’erba del vicino
è sempre la più buona
QUATTRO! Chi non fuma in compagnia
non è figlio di Maria
Ma se la sera tu vedrai
Berlusconi intelligente
Previti onesto
allora vuole dire che
hai fumato troppo!

Grandi Gem Boy
ciao Carlo

Carlo De Zan 12.05.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

La TAV è necessaria, bisogna farla. Non vedo che problemi ci sono!

Davide Orfino 12.05.06 17:47 |

Non vedi che problemi ci sono perchè tu non avrai il tuo bel culetto seduto su una montagna di amianto e uranio... e forse l'incidenza dei tumori dalle tue parti è 0,1% (in Val di Susa 17%).
Non vedi che problemi ci sono perchè non li vuoi vedere, tanto a te che te frega?
Non vedi che problemi ci sono perchè non sei informato sui problemi che ci sono, eccome se ci sono.
Mettiti gli occhiali e informati prima di sparare cazzate.
Cordialmente,
Veronica

Veronica Boni 12.05.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace per te Oscar, ma Michele ha ragione. La flessibilità inglese ed irlandese ha dato una grossa mano alla crescita di quei paesei edi conseguenza anche ai lavoratori. Oggi l'imppiegato inglese può permettersi di venire in Italia e comprarsi la casa al mare. L'impiegato italiano ci riesce?
No, purtroppo l'Italiano ha un grosso complesso di inferiorità che fa sì che si impaurisce di fronte alla prospettiva di doversi confrontare con altri lavoratori ed essere apprezzato per qual che sa fare (o che non sa fare).
Meglio invece farsi raccomandare da qualche politico per ottenere un posto fisso che gli permette ogni libertà, anche quella di non lavorare.
La flessibilità va benissimo. Non va bene l'imprenditore furbetto che utilizza la flessibilità solo per fregare chi lavora. Non dobbiamo criticare la flessibilità, critichiamo piuttosto i furbetto.
Dario Di Pietropaolo 12.05.06 17:30

io critico il precariato italiano
come hai fatto notare un impiegato inglese può comprarsi la casa al mare ma un precario italiano non si compra neanche un monolocale e lo sai perchè? perchè il precariato va giustamente retribuito, cioè se io non posso contare su uno stipendio stabile, con ferie, malattia e liquidazione come posso vivere con 6 euro l'ora?
un precario deve quadagnare il doppio di un "indeterminato".
è chiaro che la flessibilità sia necessaria ma non è normale che un imprenditore assuma 100 precari.
il precariato deve essere comunque una percentuale del 20/30% degli assunti, non il totale.
ti ricordo che un lavoratore per comprarsi una casa si indebita, attraverso il mutuo, per una vita. per un precario italiano avere un mutuo è impossibile.
forse te non hai di questi problemi ma ti assicuro che una moltitudine di persone li ha

oscar tramor 12.05.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RISPONDO A MASSIMO FIORANI

I NO TAV sono CONTRO. Non sanno nemmeno loro contro che cosa... Oggi contro la TAV, domani chissa'...

Io vivo all'imbocco della Val di Susa, nell'interland torinese ed il territorio al centro delle polemiche lo conosco come le mie tasche. All'inizio degli anni '90, in Val di Susa è stata costruita un'autostrada. Anche per quella infrastruttura i costi sono stati enormi, i benefici pochi (sempre relativi alla valle). Hanno spostato gran parte del traffico pesante dal traforo del monte bianco a quello del frejus.
L'autostrada è un pugno in un occhio e rovina commpletamente il paesaggio vallivo. Ora il progetto è quello di costruire un tunnel che percorrerà tutta la valle, per aprire le porte al corridoio 5 (merci e persone, ma soprattutto merci).
L'impatto visivo sarà nullo (in quanto è un tunnel). Quello ambientale quasi nullo. I benefici potenziali potranno essere quelli (se verrà sfruttato) di togliere il traffico pesante dall'attuale autostrada. E quelli protestano... e votano Rifondazione che ha strumentalizzato la protesta per accaparrarsi voti. A Bussoleno Rifondazione è diventato il partito con maggioranza ASSOLUTA di voti presi alle ultime elezioni. Questo potrebbe essere il primo argomento scottante che potrà far cadere il governo appena eletto. ...Ma loro protestano... tanto per essere CONTRO

LUCA GORIA 12.05.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

@ Eugenio Perolla

hai ragione sono così bravi i fascisti... solo 2 manganellate... in amicizia però...

Ma va a cagare va!!

daniele mattalia Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma questi che vogliono?

Ti mettono in mezzo le povere vecchiette e le plaggiano, ma che vogliono?

non si capisce ancora perchè si oppongano. Ma che volete?

Se ogni tanto in Italia si fa qualcosa e ci sono imbecilli che la bloccano, stiamo freschi.

Cacciateli con la forza questi no-global.

Ettore Mossa 12.05.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

FUMA BENE FUMA SANO
FUMA SOLO PAKISTANO
matteo oli 12.05.06 17:14

Grande chi erano i gem Boy?
Ciao Giaco

Enrico Giacomelli 12.05.06 17:38

Grandi Gem Boy!
C'è un grande prato verde
dove nasce della roba
che si chiama Marijuana
questo è il grande prato della GOIA!!!

Cordialmente,
Veronica

Veronica Boni 12.05.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Lampedusa, sbarcano 500 migranti in poche ore


Proseguono gli sbarchi di migranti a Lampedusa. Un aereo dell´Aeronautica Militare ha avvistato un´imbarcazione con a bordo 160 persone a 23 miglia dall´isola alle 17 dell´11 maggio.

Questa è la terza imbarcazione in arrivo sull´isola dopo il doppio sbarco di trecentonovanta migranti nelle prime ore di giovedì mattina a Lampedusa. Tra di loro c´erano anche 13 donne e un bambino, tutti gli altri erano uomini adulti.

Il primo gruppo, di 220 persone tra le quali 9 donne, era stato avvistato intorno alle 5 quando il barcone su cui viaggiava era ormai giunto sotto costa. Il natante, di circa 16 metri, è stato affiancato dalle motovedette della Guardia Costiera e rimorchiato in porto.

Il secondo sbarco un paio d'ore più tardi quando a 17 miglia a Sud di Lampedusa è stata segnalata un'altra grossa imbarcazione, di 15 metri, con a bordo 170 extracomunitari, tra i quali 4 donne e un bambino.

Ed è emergenza nel centro di accoglienza dell'isola, dotato di soli 190 posti

straniero in patria 12.05.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La TAV è necessaria, bisogna farla. Non vedo che problemi ci sono!


Perché i kamikaze portavano il casco?
(Umberto Eco)

Tempo fa, certamente prima dell'undici settembre fatale, tra i vari giochi d'Internet circolava la domanda perché i kamikaze (quelli giapponesi) portassero il casco - cioè, perché mai delle persone che stavano per andare a schiantarsi su una portaerei si proteggessero la testa...

-------------------------------------------

Io non so perché portavano il casco i kamikaze; per la verità non so neanche perché i napoletani non lo portano !
Forse per questo c'è il detto, vedi Napoli e poi muori ?!

Di una cosa però son certo, che sia a destra che a sinistra la TAV vogliono farla; chi si oppone, a livello politico, è una minoranza...
Sono solidale con gli abitanti della Val di Susa, ma sarà dura...

BANZAIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!


R. Leo 12.05.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici e lettori, mi hanno rubato il bene più prezioso che è la salute. Ero sana e un fiore di vita. Mi hanno causato la distruzione della serenità e dell’economia, mi hanno rubato la giustizia e il buon rapporto con i miei familiari.

Le mie parole saranno come stelle che non cambiano mai. Il Governo italiano che da anni acconsente tacitamente alle torture psico-fisiche, capisca che prima o poi qualche paese estero gli presenterà un duro monito contro il crimine.

Mi hanno rubato i miei diritti e la possibilità di curarmi adeguatamente dai postumi della tubercolosi che mi è stata fatta contagiare nel posto di lavoro presso l'ospedale FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO DI MILANO, dopo avermi privata da assistente amministrativo per tre anni di tutti i più elementari mezzi di protezione da contagio e infezione in ambiente contaminato.

Il servizio di pubblica utilità per me in tutti i sensi è stato la pubblica rovina della mia persona. Le conclusioni più terribili e devastanti sono avvenute durante il governo Berlusconi e anche la Regione Lombardia con il “Governatore” Roberto Formigoni e l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani (di Alleanza Nazionale) benché informati formalmente degli illeciti fatti di servizio,HANNO SEMPRE TACITAMENTE ACCETTATO TALI ILLEGALITA’.

Mi hanno rubato la tranquillità di spirito, senza la quale non vi è possibilità di ben vivere. Mi hanno rubato la fiducia nel prossimo (prove documentali sono presenti nel sito internet: http://www.mobbing-sisu.com ).

Ogni cittadino onesto ha il diritto di vedere il proprio destino deciso e limpido nel rispetto della legge e in modo che venga dissipato ogni dubbio e ogni sospetto su qualsiasi azione che con degli artifici e dei colpi di mano, agli occhi del popolo, vengono fatte apparire falsamente legali e normali.

Cordiali saluti ad amici e simpatizzanti.

Forza Sisu! Giovanna Nigris

(Sisu è una parola di origine finlandese e significa: lealtà, onestà, coraggio, tenacia, etc.)


FUMA BENE FUMA SANO
FUMA SOLO PAKISTANO
matteo oli 12.05.06 17:14

Grande chi erano i gem Boy?
Ciao Giaco

Enrico Giacomelli 12.05.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe sapere, se qualcuno ne è a conoscenza, quanto guadagna un precario inglese o irlandese e che tipo di ammortizzatori sociali esistono in quei Paesi.
Mi raccomando, cose serie, non bischerate.
Grazie.

Walter Saletti 12.05.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

X Michele Campovecchio 12.05.06 16:54

se dici di sapere così bene come funziona all'estero dovresti anche sapere che in quei paesi che hai citato se perdi il lavoro sono previste da parte dello stato delle entrate appena inferiori allo stipendio, a volte a scalare nel tempo, a seconda degli stati. Da noi questa cosa non esiste, e se ti ammali gravemente o per periodi lunghi in Italia cosa fai? stai a casa senza stipendio e ti licenziano?! Non cìè abbastanza garanzia. Inoltre io li ho conosciuti molti lavoratori "precari", am chiamarli precari non ha senso, visto che in molti paesi un contratto annuale è la norma, e se è vero che molti di questi ormai è come se avessero il posto fisso (specie se lavori in un azienda/università/ente da molto), per altri invece, specie fino ai 30-35 anni a volte di più non va molto bene e ti assicuro che non sono poi così contenti e guardano invidia un eventuale posto fisso o contratti pluriannuali! La questione è più complessa di come viene posto ed entrambi i metodi hanno svantaggi e vantaggi. Di sicuro il precariato come applicato in Italia senza ammortizzamenti per gli svantaggi da parte dello stato (precariato selvaggio!) non ha senso!
Giaco

Enrico Giacomelli 12.05.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Quello che mi piacerebbe sapere, al di là di ogni polemica, è se coloro che si oppongono alla tav sono contrari a questi lavori per come sono stati progettati, o se, invece, sono proprio contrari all'idea stessa di questa infrastruttura.

massimo fiorani 12.05.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Eugenio Perolla 12.05.06 17:12 | Rispondi al commento |

Pensa un po', nel 2006 c'è ancora chi paragona un governo di coalizione di centro-sinistra in Italia ad un regime comunista del blocco orientale.
Un po' come paragonare il governo Berlusconi alla dittatura Pinochet.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

matteo oli 12.05.06 17:18 |


Se ti pare corretto, chi uccide in questo paese dopo 10 anni e' fuori, con rispettosa pace della vittima e dei suoi familiari.

Spera sempre che non ti capiti nulla, altrimenti viene voglia di farsi giustizia da se'.

ivo serentha 12.05.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

I COMUNISTI SONO I PIU' INDICATI PER SBRIGARE LA QUESTIONE TAV, SONO MOLTO PIU' BRAVI DEI FASCISTI.
I FASCISTI TI MANGANELLANO, MA POI ALLA FINE BLOCCANO I LAVORI E TI CONSENTONO DI VERIFICARE SE HAI RAGIONE O MENO.
I COMUNISTI TI SCHIACCIANO CON LE MARCHE DA BOLLO E I TRIBUNALI, TUTTO LEGALE SENZA SPARGIMENTO DI SANGUE, VANNO AVANTI COME I CARRI ARMATI SOVIETICI. LO CHIAMANO DIALOGO, PERO' SI SA' GIA' IN PARTENZA COME ANDRA' A FINIRE. VASELINA

Eugenio Perolla 12.05.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eugenio Perolla 12.05.06 17:12
******

Brucia aver perso le elezini eh?
Bene bene sono proprio contento quando sento quelli come te.
Sappi che ora tocca a noi governare e difenderemo con i denti la nostra legittima vittoria

Enrico Giacomelli 12.05.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Michele Campovecchio 12.05.06 16:54

michele magari avessi 16 anni (o anche il doppio)
sono più vecchio di te michele.
io non sono comunista, non sono un impiegato statale nè della grande industria, l'europa michele l'ho girata tutta diversi anni fa e siccome mi piace continuo, quando posso, a farmi un giro.
non so perchè ora mi dai del lei quando stamattina mi volevi strozzate on-line ma ti dico una cosa: prova a dirlo ai 4 milioni di precari italiani che loro sono la svolta per l'italia, ma chi ci crede più a quanto dici michele, abbiamo avuto per 5 anni il più grande venditore di fumo della terra e ora esci te con il "tutto bene".
lo vede anche un bambino come stiamo messi in italia o no?
michele, senza astio, continua a girare per il mondo e non venire a insegnarci con la tua alterigia da padre eterno. grazie e ciao!

oscar tramor 12.05.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giovanni Giorgetti 12.05.06 17:12

Scusa, ma mi spieghi cosa avrebbe fatto per l'Italia la CdL?
L'unico che mi sento di ringraziare è Tremaglia.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato a sinistra ed a differenza dei destroidi, io se non sono d'accordo critico.
Non ho un ducetto, da cui prendere ordini.

Si con tutti problemi in questo paese, siamo apposto, pensiamo sempre a chi delinque.

A tutte le vittime ed i loro familiari che hanno subito un lutto, apriamo le porte ai criminali, licenze premio e cose simili, i parenti andranno al settimo cielo, non vedono l'ora!!!!

In questo paese i veri criminali, sono gli onesti e quelli che vanno a lavorare per mantenere tutti.

Grazie bonino, pannella sopratutto grazie di esistere.

ivo serentha' 12.05.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma si dai... continuiamo a restare indietro in europa che ce lo possiamo permettere! se ora questo governo deciderà di buttare alle ortiche tutto quello fatto dalla CDL dove andremo a finire? Lo devono capire quei pecorai che non possono bloccare la crescita di un intero paese per i loro soli interessi!

Giovanni Giorgetti 12.05.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

IN POLONIA, NAPOLITANO VERREBBE SBATTUTO IN GALERA.

HANNO INFATTI VIETATO LA RICOSTITUZIONE DEL PARTITO COMUNISTA, PENA IL CARCERE PER APOLOGIA DI REATO.
CHE SI ASPETTA IN ITALIA?

IN UNGHERIA NAPOLITANO VERREBBE LINCIATO DALLA FOLLA, FU NAPOLITANO INFATTI CHE ZITTI' ALCUNI ESPONENTI DELL'ALLORA PCI CHE CRITICAVANO L'INTERVENTO DEI CARRI ARMATI SOVIETICI CHE SPARAVANO SULLA POPOLAZIONE UNGHERESE CHE SI BATTEVA PER LA LIBERTA'.
NAPOLITANO DISSE CHE QUEI CARRI ARMATI STAVANO DIFENDENDO LA PACE IN EUROPA.

NAPOLITANO L'EUROSCROCCONE ERA ANCHE IL CORRIERE CHE PER 30 VOLTE CORSE A MOSCA A RITIRARE I SOLDI CHE IL PARTITO SOVIETICO REGALAVA AL PCI IN CAMBIO DELL'APPOGGIO PER I CRIMINI CHE COMMETTEVANO.

EVVIVA IL NOSTRO PRESIDENTE, ELETTO DA UNA MINORANZA DIVENUTA MAGGIORANZA A COLPI DI BROGLI ELETTORALI

Eugenio Perolla 12.05.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

****** I M P O R T A N T E O.T. ************

E’ online la petizione per far approvare immediatamente la CLASS ACTION.

Firmate questa petizione per combatteri i soprusi e/o le truffe perpretate dalle grandi aziende (banche, società petrolifere, case farmaceutiche, ecc..) a danno di noi cittadini.

Supportiamola tutti

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

Grazie
Antonio

************** I M P O R T A N T E **************


Con questo nuovo governo si potra' ragionare e approfondire cosa sia la tav, le sue qualita' e difetti, se si potra' trovare un'accordo, se e' percorribile il potenziamento della linea ferroviaria gia' esistente e cosi' via.

Al contrario se avesse vinto la destra, ci sarebbe gia' schierato l'esercito per far eseguire i lavori.


La differenza di chi sa dibattere e di chi esegue.

In francia le popolazioni hanno avuto da parte delle istituzioni molte piu' notizie sull'alta velocita' e pare che non abbiano problemi per far eseguire i lavori.

Se non si dovesse fare, la faranno passare dalla svizzera, valuteremo negli anni e nelle future generazioni, se sia stata una cazzata farla o non farla.

ivo serentha' 12.05.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho finito, adesso fino a martedi' non rompo piu'..bye

ivana iorio 12.05.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO AMNISTIA
W DI PIETRO


Oscar, io spero lei sia un 16enne, e se non lo è mi dispiace molto. E' molto poco informato.
La FIAT è la casa automobilistica europea con la maggior percentuale di impianti produttivi nel paese di origine.
Non discuto sulla scarsa qualità di molti nostri imprenditori, vedi Cirio, Parmalat Debenedetti ecc...
Ma quei 4 milioni di precari che dice sono il risultato del mondo che sta cambiando. Mi ha detto che è Fiorentino, beh lasci per un po' la sua bellissima città e si faccia un giro all'estero, chessò in Irlanda, in Danimarca o in Inghilterra. Vada a vedere come il precariato si trasforma in lavori stabili o come le persone cambino volontariamente lavoro ogni 5 o 6 anni per migliorare professionalmente. Come la flessibilità del lavoro abbia creato infinite opportunità di crescita ed abbia creato una meritocrazia che premia chi lavora. Ci vada per favore. Non rimanga legato all'italia del posto fisso, possibilmente statale o nella grande industria dove i sindacati mi aiuteranno a non farmi licenziare anche se mi imbosco e non faccio un ca**o tutto il giorno.
Da quando in Irlanda ed in Inghilterra hanno mandato a lavorare la miriade di sindacalisti che si ritrovavano negli anni 80 hanno una crescita che è il doppio della nostra, funziona tutto molto bene e non hanno paura del fatto che il datore di lavoro li possa licenziare da un momento all'altro. Io ci ho vissuto, e viaggio continuamente per lavoro in molti posti nel mondo; mi creda la filosofia comunista disfattista non ha fatto bene a nessun paese al mondo!
Cordialità

Michele Campovecchio

Michele Campovecchio 12.05.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io la vedo come una scala esterna,
con l'apertura di una porta al primo piano.
saluti

cimbro mancino 12.05.06 16:35

Sarebbe la soluzione migliore, ovvero l'ammodernamento della linea esistente. Ma credo non sia altrettanto appetibile economicamente. :)

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento

@ IVANA IORIO


Non ci conosciamo ma ho visto spesso il tuo nome su questo sito, ma io mi chiedo non c'è in rete un cazzo di blog di Forza Italia o di AN così trovi qualche criminale pregiudicato che ti darà ragione. Ti piace sprecare il tempo qua a fare polemica? Sei proprio una poveraccia. Per quanto mi riguarda non mi accontenterei di scrivere ai miei nemici, non mi appagherebbe proprio.

Alessio Martino 12.05.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MIchele Campovecchio 12.05.06 16:48

sara' per un'altra volta..al momento sono felicemente sposata

ivana iorio 12.05.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensa solo a quanti soldi lo stato ha BUTTATO per l'istruzione di una ivana iorio!!!


Basta con gli sprechi!

El Picafior 12.05.06 16:43

****************************************
i soldi che lo stato ha buttato per la sottoscritta gli sono stati restituiti con tanto di interessi: zitto !!!!


...e non so se tu puoi dire la stessa cosa..

ivana iorio 12.05.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Ivana ti sposo!
Il tuo è il miglior intervente che ho letto oggi!
Hai centrato perfettamente il problema.
A questa gente serve una base elettorale per il futuro, null'altro!
Concordo in pieno!

MIchele Campovecchio 12.05.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Ahmadinejad: lost in traslator
Da "Little Red Email" – tradotto da ALCENERO per www.comedonchisciotte.org

Ma se le dichiarazioni di Ahmadinejad che lo rendono il cattivone di stagione fossero state a) tradotte male e b) prese fuori contesto?
Era l’Ottobre dello scorso anno quando tornammo a casa, accendemmo la radio e sentimmo terrorizzati la notizia che il presidente Iraniano negava che l’ Olocausto fosse avvenuto e diceva che lo stato di Israele doveva essere cancellato dalla carta geografica. ‘Cristo’ pensammo, “questo pazzo si mette allegramente nelle loro mani con questo tipo di retorica”
Da allora “la crisi missilistica Cubana alla moviola”, come un accademico ha descritto l’imbroglio USA-Iran, è montata a grave allarme con l’articolo di Seymour Hersh sul New Yorker che riferisce che la Casa Bianca è pronta ad un bombardamento nucleare.

Servirebbero 12 ore a dispiegare le armi nucleari per un bombardamento distruggi-bunker che ucciderebbe milioni di iraniani secondo stime conservative commissionate dal Pentagono. Gli aerei armati di testate nucleari sono ora in costante allerta e l’opinione pubblica è stata intrappolata da quelle pazze, pazze affermazioni su Israele fatte dal Presidente dell’Iran Mahmoud Ahmadinejad.
Ma se le dichiarazioni di Ahmadinejad che lo rendono il cattivone di stagione fossero state a) tradotte male e b) prese fuori contesto ?
Se tradotto appropriatamente il presidente iraniano in realtà chiede come obiettivo per il futuro la rimozione dei regimi che sono al potere in Israele e negli USA. Ha chiesto una maggiore autorità per la Palestina. La parola mappa non compare nemmeno. E il presidente rende chiaro che l’Olocausto è avvenuto, ma, sostiene che le potenze occidentali hanno sfruttato il ricordo dell’Olocausto per i loro scopi imperialistici. Ciò con cui se ne sono usciti i maggiori mass media è un completo inganno.

http://www.disinformazione.it/ahmadinejad.htm

Nicola Cellamare 12.05.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo sulle grandi opere, ma bisogna assulutamente preservare la natura!!!

mimmo gallo 12.05.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

ivana iorio 12.05.06 16:31

non penso che sia l'ideologia comunista a sedurre le persone, penso che sia stato il pupazzo a destra che ha imposto il voto contro di lui.
prendi ad esempio scalfaro, democristiano da una vita, ha dovuto abbracciare, come dici te, l'ideologia comunista.
inoltre la destra ha perso per pochi voti e sono quelli che gli ha fatto mancare il buffone perchè forzitalia ha perso 1 milione e mezzo di voti

oscar tramor 12.05.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Riporto testualmente il comunicato emesso ieri dall'onorevole Salvatore Buglio, già diessino dalemiano, poi trasmigrato alla Rosa nel Pugno: "Cesare Previti, a differenza di altri imputati eccellenti che sono fuggiti o che sono stati ignorati, ha affrontato il processo a suo carico. E' stato condannato, si è costituito, si è dimesso da parlamentare della Repubblica. Il presunto 'mostro' si è comportato lealmente. Mi auguro che, considerata l'età e il comportamento corretto, la pena venga espiata con la detenzione domiciliare". Il comunicato fa il paio con l'intervista di un altro genio della politica, l'onorevole professor avvocato Vincenzo Siniscalchi, che auspica gli arresti domiciliari per Previti, col decisivo argomento che "non ha evitato la carcerazione". Dunque, siamo così ridotti che il fatto di non darsi alla latitanza, per un ex ministro e parlamentare in carica fino a due giorni fa, diventa un comportamento "leale e corretto", insomma un titolo di merito così irresistibile da imporre l'immediata scarcerazione. Ai due onorevoli forse sfugge che nelle patrie galere sono detenute circa 55 mila persone che, per definizione, "non hanno evitato la carcerazione" e non "sono fuggiti", per le quali giustamente nessun parlamentare della Repubblica ha mai chiesto la scarcerazione. Per Previti, invece, 24 ore dopo il suo arresto, già si strilla perchè lo mettano fuori. E nessuno (a parte Di Pietro, Dalla Chiesa e altri due o tre) trova una sola parola per sottolineare che il braccio destro del premier uscente è un pregiudicato per aver corrotto magistrati affinchè condannassero lo Stato a sborsare 1000 miliardi di lire sotrratti alle tasche dei cittadini. Se uno così deve uscire dopo 24 ore, non si capisce bene perchè gli altri 55 mila debbano restare dentro.


http://www.marcotravaglio.it/

Nicola Cellamare 12.05.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Viaggio alla ricerca
dei nuovi barbari
di ALESSANDRO BARICCO


Illustrazione di Gipi
NON sembra, ma questo è un libro. Ho pensato che mi sarebbe piaciuto scriverne uno, a puntate, sul giornale, in mezzo alle frattaglie di mondo che quotidianamente passano da lì. Mi attirava la fragilità della cosa: è come scrivere allo scoperto, in piedi su un torrione, tutti che ti guardano e il vento che tira, tutti che passano, pieni di cose da fare. E tu lì senza poter correggere, tornare indietro, ridisegnare la scaletta. Come viene, viene. E, il giorno dopo, involtolare insalata, o diventare il cappello di un imbianchino. Ammesso che se li facciano ancora, i cappelli, col giornale - come barchette sul litorale delle loro facce.

Ogni tanto, e mica solo nel lavoro, ci si va a cercare una qualche indigenza. Ed è probabilmente un modo di recuperare una qualche autenticità.

Comunque non vorrei creare false aspettative, quindi chiarisco che non è un romanzo. Il romanzo a puntate, quello non mi attira per niente. Per cui sarà un saggio, nel senso letterale del termine, cioè un tentativo: di pensare: scrivendo. Ci sono alcune cose che mi va di capire, a proposito di quel che sta succedendo qui intorno. Per "qui intorno" intendo la sottilissima porzione di mondo in cui mi muovo io: persone che hanno studiato, persone che stanno studiando, narratori, gente di spettacolo, intellettuali, cose così. Un mondaccio, per molti versi, ma alla fine è lì che le idee pascolano, ed è lì che sono stato seminato.

Dal resto del mondo ho perso contatto un sacco di tempo fa, e non è bello, ma è vero. Si fa un sacco di fatica a capire la propria zolla di terra, non resta molto per capire il resto del campo.

Ma forse in ogni zolla, a saperla leggere, c'è il campo intero.

E comunque, dicevo che c'è qualcosa, lì, che mi andrebbe di capire.

continua...

http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/
spettacoli_e_cultura/baricco-barbari/baricco-barbari/baricco-barbari.html

Nicola Cellamare 12.05.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Caldeggio la ripresa di una seria discussione sulla TAV anche per evitare che il nuovo governo - come temo - faccia melina con i poteri industriali forti che vogliono la TAV.
E l' On Bersani che farà ?
Io propongo che tutti gli amici di Beppe Grillo bombardino i parlamentari con messaggi ad hoc sulla TAV. Occorre farci sentire e non dare tregua.
Franco

franco borghi 12.05.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne può più a sentire sempre parlare della TAV in Val di Susa. Bastaa!! Potevano pensarci prima. D'altronde non è un'autostrada che porta inquinamento, è una strada ferrata. Il progresso va avanti e non ci possiamo fermare. Per gli interventi delle forze dell'ordine sulle proteste locali, lo so, dispiace; Governo giusto o ingiusto in qualche modo deve pur risolvere certi problemi per soddisfare le esigenze Europee.
A questo punto forse era meglio non entrare in Europa e fare la fine dell'Argentina?
E' proprio vero: IL SAZIO NON CREDE IL DIGIUNO.......

francesco latini 12.05.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....del geniale magistrato che ha proposto ed ottenuto 10 anni di carcere per i signori Majocchi ai quali va la mia piena soliderietà. Da anni assistiamo ad un travaso continuo di gentaglia che arriva in Italia clandestinamente e qui rimane. La percentuale dei “buoni” è bassissima, mentre ci troviamo un aumento di delinquenza spropositato contro il quale le strutture di polizia e giuridiche non sono all’altezza di far fronte. Già l’abbiamo noi la nostra bella delinquenza autoctona. Basti guardare il televideo per rendersi conto che in Italia il Far West è cominciato parecchi anni fa, epoca di una immigrazione incontrollata.
Ora hanno aperto le porte a tutti gli extracomunitari i quali, conoscendo molto bene lo stato di degrado e malversazione in cui versa il nostro sistema giuridico, se ne vengono a delinquere indisturbati. La vita di un Montenegrino stroncata? Caro magistrato, è colpa tua e solo tua se un cittadino esemplare come Majocchi ha “volontariamente” freddato un delinquente che, invece di trovarsi un lavoro, preferisce rubare e rapinare. È la tua insipienza, la tua indifferenza ai problemi veri, il tuo falso perbenismo, la tua assoluta mancanza di prevenzione, l’affiliazione ad una idea politica oscena, che porta a questo. Hai voluto dare una lezione in modo tale che nessuno uccida più un rapinatore? Ma che razza di film hai visto? Hai semplicemente dimostrato che tu odi i cittadini operosi e corretti mentre difendi i delinquenti ed assassini. Brava... i miei complimenti.

ivana iorio 12.05.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

11 settembre

pietro bon 12.05.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quella della Tav è la più grande protesta che si sia vista negli ultimi tempi fatta da gente che non ha nulla per cui protestare.

luca goria 12.05.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante i risultati catastrofici mondiali provocati dall’ideologia comunista messa in pratica, ancora non si riesce a trovare l’antidoto per renderla innocua. questa ideologia che in teoria sembrava la soluzione di tutti i mali del mondo. Mentre però contro il fascismo ci siamo vaccinati e resi immuni, questa teoria continua a sedurre la maggior parte degli intellettuali: magistrati, scrittori, registi, artisti, attori, cabarettisti, cantautori, giullari (strapagati e ricchi) giornalisti, insegnanti, professori universitari, e di conseguenza la maggior parte della comunità degli studenti.
Contrariamente la classe operaia, quella che col duro lavoro produce ricchezza concreta, specialmente quella delle piccole e medie imprese, cioè la spina dorsale della nostra economia, si rende conto che è sparita la retorica figura degli odiati padroni, tanto cara a certi nostalgici comunisti e sindacalisti e anche all’ex prefetto di Milano candidato sindaco. In realtà, specialmente nella miriade delle mini imprese, il titolare lavora gomito a gomito con le maestranze stesse, oltre avere il gravoso onere di condurre l’azienda. Questo è il motivo per cui nonostante tutto la nostra economia riesce a sopravvivere. Ho il sospetto invece, che a non crederci siano proprio i sinistri incalliti politici professionisti, rifondatori, che approfittino specialmente di questa ingenuità giovanile, per assicurarsi una quota considerevole di voti, più per prestigio e potere personale, che per risolvere i gravi problemi nazionali. L’enorme debito pubblico si risolve solo con più pragmatismo, eliminando innanzitutto il centralismo dello stato sprecone, con riforme evolute e concrete come il federalismo il resto è tutta retorica ed un infinito inutile bla, bla. Purtroppo, in contrapposizione ad una eccezionale attività produttività dei “somari padani”, abbiamo avuto la sfortuna di avere il più forte partito comunista d’Europa e il conseguente sindacato, rimasto all’età della pietra

ivana iorio 12.05.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io spero tanto che chi spacca tutto in nome di una sua idea debba finire in galera. Che sia di sinistra, centro o destra.
Aggiungo che far decidere al popolo su argomenti strategici di portata europea sia da emeriti coglioni. Infatti con il nucleare ci siamo uccisi da soli, mentre i francesi ci fatturano miliardi ora di vendita di corrente elettrica prodotta nelle loro centrali nucleari ad un decimo di distanza dall'italia rispetto a Chernobyl.
Avete votato Prodi...lasciate che sia lui a decidere sulla TAV, se non gli saltano addosso i vari pecorari scagni di cui si e' circondato

stefano Rossi 12.05.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

*****

Edo Marchiori...
super quoto.
E' la logica che lo impone.
E poi non sei solo, il tempo darà ragione.
Come sempre.
Tipo la Juve dei poteri forti...
tutti lo dicevano ma difendevano le
prebende.. e i beceri... biglietto alla
mano e il cetriolo .....
Ciao

Gianni Proietti 12.05.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento


Piccolo 'off topic' d'attualità

Da Repubblica :
15:33 Prodi: "Non mi compete, ma mi permetto di suggerire"
Romano Prodi, nel fare il nome di Letta ha precisato: "Capisco che si tratta di una nomina di competenza del Coni, mi permetto di suggerire però un nome, una persona che ha energia, competenza, imparzialità: Gianni Letta". Il leader dell'Unione ha poi sottolineato che si tratta di una sua iniziativa, di non sapere se Letta "la voglia accettare", e però- insiste- sul calcio serve "una riflessione seria" per restituire al gioco "credibilità".

--- > Gianni Letta: il più fidato consigliere di Silvio Berlusconi, proprietario del Milan, e dirigente RTI...
Non so.. vi pare una candidatura pulita ?
Prodi ..prodi ...

dan sallo 12.05.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come era prevedibile, la sinistra, che ha vinto le elezioni pur se la maggioranza degli elettori ha votato per la CdL, con vero spirito democratico ha occupato tutte le cariche istituzionali. Speriamo che con il loro senso di giustizia e di dovere democratico ci evitino la vergogna di avere come ministro un personaggio come Pecoraro Scanio che alle esequie dei nostri militari di Nasirya si è lasciato andare negli atteggiamenti deplorevoli che tutti hanno avuto modo di constatare

ivana iorio 12.05.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno Ivana,
non confonderti.
Il fatto che i media non ne parlino, non significa che in Val di Susa non si protesti più. Chi contesta la TAV, contesta anche le sinistre che la appoggiano, ma è da tempo ormai (da molto prima delle elezioni) che i mezzi di comunicazione hanno distolto lo sguardo da un argomento tanto più scomodo quanto più è trasversale ai partiti.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non capisco perche' non riesco a postare sta notizia...

****************************************

hi, hi, hi...del gruppo piu' bravi e intelligenti.... e qualcuno lo sa di che parte politica e' il tipo ??

see.....http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=56238

chissa perche non riesco a postare questo articolo ?

ivana iorio 12.05.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO,
Lei ha ragione.
Bisogna riprendere il dialogo con tutti e valutare tutte le possibilità. Circa le denuncie vedremo come va a finire.
Cordiali saluti
Franco

franco porta 12.05.06 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Zeman al posto di Lippi per i mondiali

http://www.petitiononline.com/zeman433/petition.html

Massimilano Catania 12.05.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche volendo (e non è così) sorvolare sulla questione paesaggistica ed ambientale, ci vogliono argomenti con i fiocchi per avviare un progetto che costerà quanto diverse finanziarie e che sarà a regime tra vent'anni.

Vent'anni, non l'anno prossimo. Si parla di cifre spropositate relative all'IPOTESI chtre tra vent'anni ci sarà bisogno della TAV!
Mi sembra che qualcuno sia venuto a casa mia e mi avesse detto che devo soprelevare di un piano, perché tra vent'anni potrei ricevere la visita di parenti lontani i quali potrebbero lasciarmi qualcosa in eredità, ma non si sa cosa. Che devo farlo a mie spese e che le macerie le depositano temporaneamente in salotto. Inoltre, non essendoci prova alcuna che nel pavimento corrano tubature del gas (hanno fatto i carotaggi in camera da letto) si può tranquillamente cominciare a demolire cominciando dalla cucina.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

negli anni 60 ci fu un'altro corridoio 5 che fu realizzato con l'enfasi del progresso e della crescita economica di quelle regioni che il corridoio attraversava, furono spesi miliardi di miliardi di miliardi e il tam tam mediatico esultava per l'evento, progresso richhezza affrancamento dalla povertà, quel corridoio era l'autostrada A3 conosciuta ai più come l'autostrada del sole.
confermo essendo di quelle parti che c'è stata ricchezza, infatti da allora la MAFIA è diventata + ricca e + forte.
e allora capperi ben venga sto benedetto corridoio 5 a qualcuno di sicuro porterà ricchezza e affanculo tutti gli altri

gianfranco fazzeri 12.05.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

chi mi spiega una cosa :

sotto il governo berlusconi, i compagni, no global , incappucciati, verdi, e chi piu' ne abbia piu' ne metta hanno fatto un mazzo tanto per la no tav, politici e vari personaggi dello spettacolo hanno manifestato contro, pecoraro rifondaroli e company , da sinistra si alzavano in coro moltissime proteste...sindaci compagni contro la no tav.
ancora un po'e metteveate in giro la voce che l'amianto era un'altra colpa di berlusconi

adesso come per miracolo, nessuno reclama piu' nulla, la tav si fara' tranquillamente, i politi che inneggiavano alla no tav si sono sistemati e adesso la prossima protesta la faranno dopo che saranno di nuovo all'aooposizione..

ivana iorio 12.05.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Gentili telespettatori,
Vi comunichiamo che domenica 14 Maggio alle 21.30 su RAI TRE andrà in onda la puntata di Report dal titolo, “ GLI AFFOSSATORI” di Stefania Rimini.

Segue sinossi:

“Alice, il modem per l’ADSL, il telefono Sirio che abbiamo in casa, il cordless Aladino, erano i prodotti dell’ex Italtel di S.Maria Capua Vetere e dello stabilimento di Ronchi dei Legionari. Adesso li fanno gli altri, i nostri concorrenti cinesi e alcune società europee, perché noi Italiani in questo stato di dissesto dell’industria elettronica che fa capo al gruppo Finmek, siamo usciti dal business.
Un crac quello del gruppo Finmek molto più complesso di quello della Parmalat, salvo il fatto che non se ne è parlato. Eppure sono coinvolte 10mila persone, tra lavoratori e indotto, e un prestito bond di 150 milioni di euro non rimborsato a centinaia di risparmiatori italiani.
Un giro di acquisti e vendite di aziende in crisi, come l’ex Olivetti nel Canavese, ma soprattutto di aziende in aree come la Sardegna e l’
entroterra Campano, dove erano in palio contributi pubblici per lo sviluppo. Eppure il denaro pubblico non ha prodotto nuovi posti di lavoro.
tutte le istituzioni internazionali, per uscire dal guado, ci chiedono di introdurre in Italia maggiore concorrenza, una sana concorrenza che secondo l’Antritrust dovrebbe comportare per esempio l’eliminazione dei privilegi dei professionisti, dagli avvocati ai notai.
Se uno volesse vedere cosa fanno gli altri, potrebbe prendere il caso della Danimarca, dove si può essere licenziati dall’oggi al domani ma il sistema ti garantisce un sussidio per 4 anni, e la disoccupazione non arriva al 5%.”

elena monti 12.05.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentili telespettatori,
Vi comunichiamo che domenica 14 Maggio alle 21.30 su RAI TRE andrà in onda la puntata di Report dal titolo, “ GLI AFFOSSATORI” di Stefania Rimini.

Segue sinossi:

“Alice, il modem per l’ADSL, il telefono Sirio che abbiamo in casa, il cordless Aladino, erano i prodotti dell’ex Italtel di S.Maria Capua Vetere e dello stabilimento di Ronchi dei Legionari. Adesso li fanno gli altri, i nostri concorrenti cinesi e alcune società europee, perché noi Italiani in questo stato di dissesto dell’industria elettronica che fa capo al gruppo Finmek, siamo usciti dal business.
Un crac quello del gruppo Finmek molto più complesso di quello della Parmalat, salvo il fatto che non se ne è parlato. Eppure sono coinvolte 10mila persone, tra lavoratori e indotto, e un prestito bond di 150 milioni di euro non rimborsato a centinaia di risparmiatori italiani.
Un giro di acquisti e vendite di aziende in crisi, come l’ex Olivetti nel Canavese, ma soprattutto di aziende in aree come la Sardegna e l’
entroterra Campano, dove erano in palio contributi pubblici per lo sviluppo. Eppure il denaro pubblico non ha prodotto nuovi posti di lavoro.
tutte le istituzioni internazionali, per uscire dal guado, ci chiedono di introdurre in Italia maggiore concorrenza, una sana concorrenza che secondo l’Antritrust dovrebbe comportare per esempio l’eliminazione dei privilegi dei professionisti, dagli avvocati ai notai.
Se uno volesse vedere cosa fanno gli altri, potrebbe prendere il caso della Danimarca, dove si può essere licenziati dall’oggi al domani ma il sistema ti garantisce un sussidio per 4 anni, e la disoccupazione non arriva al 5%.”

elena monti 12.05.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Gentili telespettatori,
Vi comunichiamo che domenica 14 Maggio alle 21.30 su RAI TRE andrà in onda la puntata di Report dal titolo, “ GLI AFFOSSATORI” di Stefania Rimini.

Segue sinossi:

“Alice, il modem per l’ADSL, il telefono Sirio che abbiamo in casa, il cordless Aladino, erano i prodotti dell’ex Italtel di S.Maria Capua Vetere e dello stabilimento di Ronchi dei Legionari. Adesso li fanno gli altri, i nostri concorrenti cinesi e alcune società europee, perché noi Italiani in questo stato di dissesto dell’industria elettronica che fa capo al gruppo Finmek, siamo usciti dal business.
Un crac quello del gruppo Finmek molto più complesso di quello della Parmalat, salvo il fatto che non se ne è parlato. Eppure sono coinvolte 10mila persone, tra lavoratori e indotto, e un prestito bond di 150 milioni di euro non rimborsato a centinaia di risparmiatori italiani.
Un giro di acquisti e vendite di aziende in crisi, come l’ex Olivetti nel Canavese, ma soprattutto di aziende in aree come la Sardegna e l’
entroterra Campano, dove erano in palio contributi pubblici per lo sviluppo. Eppure il denaro pubblico non ha prodotto nuovi posti di lavoro.
tutte le istituzioni internazionali, per uscire dal guado, ci chiedono di introdurre in Italia maggiore concorrenza, una sana concorrenza che secondo l’Antritrust dovrebbe comportare per esempio l’eliminazione dei privilegi dei professionisti, dagli avvocati ai notai.
Se uno volesse vedere cosa fanno gli altri, potrebbe prendere il caso della Danimarca, dove si può essere licenziati dall’oggi al domani ma il sistema ti garantisce un sussidio per 4 anni, e la disoccupazione non arriva al 5%.”

elena monti 12.05.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Gentili telespettatori,
Vi comunichiamo che domenica 14 Maggio alle 21.30 su RAI TRE andrà in onda la puntata di Report dal titolo, “ GLI AFFOSSATORI” di Stefania Rimini.

Segue sinossi:

“Alice, il modem per l’ADSL, il telefono Sirio che abbiamo in casa, il cordless Aladino, erano i prodotti dell’ex Italtel di S.Maria Capua Vetere e dello stabilimento di Ronchi dei Legionari. Adesso li fanno gli altri, i nostri concorrenti cinesi e alcune società europee, perché noi Italiani in questo stato di dissesto dell’industria elettronica che fa capo al gruppo Finmek, siamo usciti dal business.
Un crac quello del gruppo Finmek molto più complesso di quello della Parmalat, salvo il fatto che non se ne è parlato. Eppure sono coinvolte 10mila persone, tra lavoratori e indotto, e un prestito bond di 150 milioni di euro non rimborsato a centinaia di risparmiatori italiani.
Un giro di acquisti e vendite di aziende in crisi, come l’ex Olivetti nel Canavese, ma soprattutto di aziende in aree come la Sardegna e l’
entroterra Campano, dove erano in palio contributi pubblici per lo sviluppo. Eppure il denaro pubblico non ha prodotto nuovi posti di lavoro.
tutte le istituzioni internazionali, per uscire dal guado, ci chiedono di introdurre in Italia maggiore concorrenza, una sana concorrenza che secondo l’Antritrust dovrebbe comportare per esempio l’eliminazione dei privilegi dei professionisti, dagli avvocati ai notai.
Se uno volesse vedere cosa fanno gli altri, potrebbe prendere il caso della Danimarca, dove si può essere licenziati dall’oggi al domani ma il sistema ti garantisce un sussidio per 4 anni, e la disoccupazione non arriva al 5%.”

elena monti 12.05.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Cicerone 12.05.06 15:23@@@@@@@@@

Ti prego, no!!!
Non puoi fare questo paragone.
Hai idea di cosa voglia dire una perforazione di 56 km all'interno di una montagna?!
Siamo seri.
Io voglio anche "tentare" di comprendere le ragioni di chi è favorevole alla TAV, ma non metterla su questo piano...Sono opere che non a caso richiedono studi molto approfonditi. L'impatto ambientale potrebbe essere devastante, non banalizziamo.

Ciao


la tav servirà all'economia italiana?!
stiamo qui a parlare dell'economia italiana quando è già morta da un pezzo. dove vuoi andare con 4milioni di precari, con un'apparato produttivo fatto di aziende tipo parmalat e cirio (per non parlare delle società di calcio) o da fiat che produce all'estero dopo aver dissanguato per anni le casse dello stato, o telecom che vanta 39 miliardi di euro di debiti. cosa vogliamo fare?
ci rendiamo conto che la barca sta affondando o cosa?
ci serve ben altro che un buco nelle alpi

oscar tramor 12.05.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a non capire "fondamentale" per cosa??
Volete informarvi leggendo i dati pubblicati su internet per esempio da luca mercalli o da marco ponti e poi proponetemi pure dei dati seri presentati dai pro-tav che non siano solo frasi fatte

Franca Torino 12.05.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento

arnon debernardi@@@@@

Arnon, sono in ufficio. Il massimo che possomo permettermi è il bar difronte....azz!


..Per esserci delle grandi opere bisognerebbe partire dalle piccole opere. Perchè in Sicilia, in Calabra non si raddoppiano i binari? Perchè non si pensa prima a terminare la Sa-Rc? Perchè non si svecchiano i vagoni dei treni pendolari, migliorandone i servizi e la frequenza? Perchè se io non ho i soldi per prendere il trenone EUROSTAR per andare da Roma a Napoli e scelgo il semplice diretto da 10 euro, devo ritrovarmi per forza un vagone sporco, sedili di plastica e zecche? Ma si vuole o non si vuole tutelare il consumatore di media o piccola capacità di spesa?? Perchè si pensa a tutelare il signorotto che per fare 200 km prende il treno che costa 30 euro quando ce n'è uno che ci mette giusto MEZZ'ORA in più e costa 17 euro?? Mah certo mi sa che se si impara ad apprezzare la semplicità delle cose, si farebbe il primo passo in avanti verso la sovversione del sistema!!D'altronde perchè pagare il doppio??........misteri della psiche umana!!

http://www.reteindipendente.blogspot.com/

ezio petrillo 12.05.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo sul mio blog di oggi si intitola "la strada da seguire" se siete interessati date un'occhiata e lasciate un messaggio...
www.bloggers.it/movimentolaureati/

Paolo Ares Morelli 12.05.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' DOBBIAMO SVENARCI PER COSTRUIRE UN'OPERA DI CUI NON SI CAPISCE L'UTILITA'.
SPENDIAMO QUESTI SOLDI NELLA RICERCA DI FONTI ALTERNATIVE PER PRODURRE ENERGIA .
QUESTO PORTERA' BENESSERE SE NON A NOI , AI NOSTRI FIGLI
FRANCAMENTE DI ARRIVARE A PARIGI MEZZ'ORA PRIMA....

raspino pierluigi 12.05.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SITUAZIONE RISARCIMENTI IRAQ.

SU http://raffablog.blogspot.com

raffaele sinatra 12.05.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Giorgi 12.05.06 15:28

Permettimi di contraddirti, caro Giorgio.
La Val di Susa non è il Sestriere. Non sono tutti migliardari, sai? Anzi, la maggiorparte dei comuni ha serissime difficoltà a tirare avanti.
Ora ti dico perchè questa gente (me compreso) si oppone al TAV:
1) Nessuno dà loro garanzie di nessun tipo (bazzecole tipo durata dei lavori, smaltimento della risulta, impiego della manodopera locale ecc.)
2) Nessuno finanzia perizie super partes (a parte quella del Politecnico di Torino, che ha già dato parere negativo).
3) Nessuno considera i morti a causa dell'amianto, che da queste parti non sono pochi.
4) Molti di loro aspettano ancora i soldi degli espropri per l'autostrada (terminata dieci anni fa)
5) Nessuno sa dire loro perché non si puòadeguare la ferrovia attuale, che è sottoutilizzata.
6) Nessuno sa perché è necessaria una TAV su un territorio dove per buona parte del tragitto i treni superveloci dovranno rallentare come tutti gli altri.

Chiedo scusa agli amici valsusini se ho dimenticato qualcosa, ma per me è più che sufficiente per oppormi all'inizio lavori.

Stefano Ceresa Commentatore in marcia al V2day 12.05.06 15:41|