Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Doppioquinto e triplo organo

  • 1172


triplo_organo.jpg

Ora che abbiamo indebitato l’Italia con uno dei più imponenti debiti pubblici del mondo, dobbiamo indebitare gli italiani. La via del debito individuale, famigliare, aziendale è la vera sfida degli italiani verso il loro futuro. Più si indebitano, più rischiano di diventare pezzenti. Siamo il Paese di “Carpe Diem”, di “Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c'è certezza”, della Divina Provvidenza e degli imprenditori che vantano in pubblico la solidità del loro debito. Ma il problema è che gli italiani sono già indebitati e l’unica possibilità che gli resta è di indebitarsi ancora di più. Debito su debito.
Oggi c’è il doppioquinto, una geniale proposta che supera i limiti della cessione del quinto dello stipendio per attivare un prestito. Suona anche bene, è puro marketing. Doppioquinto. Bello.
E poi c’è il finanziamento del finanziamento. Se non hai più soldi per pagare le rate del prestito, sei rifinanziato, anche per una cifra superiore. Se hai un cappio al collo, te ne offrono un altro, un po’ più stretto. Il futuro sarà la cessione del triplo organo, renetesticolopolmone (comunque te ne rimane sempre uno) per saldare in via definitiva il debito. O lo strozzino di quartiere, che se proprio va male, si potrà pagare in natura con mogli e sorelle. Ma vuoi mettere la soddisfazione di una vacanza esotica o della macchina nuova? Non c’è confronto.
Il debito è una promessa e ogni promessa è debito. I cartelloni e le pubblicità sono pieni di promesse delle banche e delle finanziarie, ma l’istigazione alla povertà non dovrebbe essere un reato? Lucrare sull’indebitamento delle famiglie per futili motivi non è pubblicità ingannevole? Il superfluo diventa necessario, il risparmio diventa debito, le banche si ingrassano, ma il tenore di vita è salvo.

28 Giu 2006, 19:20 | Scrivi | Commenti (1172) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1172

| La Settimana | Trackback (1)

Commenti

 

Salve sono un parrucchiere ed ho un mio salone da circa 18 anni, oggi purtroppo per come vanno le cose e la crisi che c'è mi trovo in serie difficoltà economiche, sono separato ed ho due figli di 9 e di 6 anni, in questo momento mi si sono accumulate dei pagamenti che devo fare alle aziende dei contributi arretrati con l' imps , ed un finanziamento in corso, mi potreste dare un consiglio se esiste un modo anche un aiuto statale per raggruppare i debiti insieme e mettersi un unica rata comoda da pagare per andare dignitosamente avanti, poi sempre perché in Italia non funziona niente io ho delle cause vinte che sono anche andate a sentenza ma non si smuove niente è sempre tutto bloccato poiché il mio avvocato dice che il giudice deve firmare le sentenze altrimenti non ci può essere il pagamento intanto stanno trascorrendo mesi e mesi e questi giudici non firmano per lo meno avrei avuto una boccata di ossigeno per fronteggiare i debiti, le aziende intanto martellano mentre io i miei soldi non riesco ad averli, se mi potete aiutare vi ringrazierò per la vita, e comunque alle prossime elezioni sarò dei vostri, grazie mille.

Giovanni coppola 03.12.15 14:38| 
 |
Rispondi al commento

E' andata così. Mio cognato comincia a lavorare per la DE LONGHI SPA all'età di 13 anni. Ora ne ha 51. Verso la fine del 2006 richiede un prestito di 20 mila euro con la formula del doppioquinto. A febbraio 2007 la DE LONGHI lo vuole licenziare, ma non può. Lo mette alle corde, facendogli firmare per la mobilità. Mancano 4 anni di marchette, per la pensione. Ora percepisce 850 euro al mese, prestando servizio in una clinica per anziani. Nel frattempo la DE LONGHI comunica alla finanziaria la mobilità di mio cognato. Entro un paio di mesi avrebbe incassato liquidazione, "buona uscita", etc. per un totale di 24 mila euro. mio cognato con quel danaro contava di estinguere il prestito e di accantonare un pò di soldini per le marchette mancanti. Nossignore...quel danaro l'ha solo visto scritto in una lettera, poi è stato incassato dalla finanziaria (tutto, perché se estingui il prestito in anticipo sei punito dagli interessi). Bello vero? lavori 38 anni per uno stramiliardario che poi se la ride e si fa complice di una truffa...io spero solo che uesto popolo bue si trasformi in un popolo di tori (con relative conseguenze per tutto ciò che è rosso...)

monica visentin 19.09.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

In merito al post, vorrei far notare un aspetto del problema che a volte non viene tenuto in considerazione.
Una volta, quando i miei genitori dovevano comprare un divano nuovo, mettevano i soldi da parte e solo dopo aver raggiunto la cifra necessaria si recavano in un mobilificio dove, coi soldi in mano (come si dice uno sull'altro), riuscivano a trattare sul prezzo del bene da acquistare. Avete mai provato, oggi ad andare a trattare il prezzo con un commerciante, o anche con un concessionario di auto? La risposta è sempre la stessa: "Mi dispiace ma non posso farle nessuno sconto, se vuole può ususfruire della nostra finanziaria (che tanto a lui i soldi glieli dà subito)". Al che la nostra ingenua risposta è:"Ma io i soldi ce li ho!" e dall'altra parte: "Chissenefrega". Morale: si incentiva il consumo, ma non il risparmio.
Ultimamente poi abbiamo raggiunto l'assurdità: è successa una strana cosa a un nostro amico, della quale non sono ancora riuscita a capire la logica. Recatosi in uno di questi meganegozi di tecnologia per l'acquisto di un televisore al plasma, ha scelto un modello che costava una certa cifra che però non ha potuto pagare in contanti...è stato costretto a richiedere un finanziamento, perché qualora avesse pagato in contanti il televisore sarebbe COSTATO DI PIU'. Come sarebbe costato di più?!!!! Micidiale!!!! (C'è qualcuno che sa spiegarmi la logica di questa operazione di marketing?)
Infine un'ultima osservazione: ieri vado in banca per eseguire un'operazione e, per ingannare l'attesa, comincio a leggere un'opuscolo di quelli in distribuzione: Prestiti al tasso agevolato dell'8,49%. Agevolato? Come agevolato? Agevolato per chi? Ma come, dai soldi che io vi deposito sul conto corrente ricavo lo 0,002% e voi mi date i soldi all' 8,49%? Be' proprio onesto, non c'è che dire.

carla ricci 17.10.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa notizia è vera non abbiamo piu' speranza che questo paese migliori.

Un menager "BOCCONIANO" di una ASL importante della sardegna decide di dare il mandato di CONSLUNTE per L'ingegneria Clinica ad un igegnere
di Modena impiegato presso l'aziensa usl di Modena.
La USL di Modena per mancanza di "Ingegneri Clinici" da a sua volta ad un Ingegnere esterno la consulenza di Ingegneria Clinica.

meno male che si dovevano abolire gli sprechi.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cara Livia cerca di controllare i tuoi dipendenti

carlo pisu 15.09.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

questa notizia se è vera non c'è piu' speranza che questo paese migliori.

Un menager "BOCCONIANO" di una ASL importante della sardegna decide di dare il mandato di CONSLUNTE per L'ingegneria Clica ad un igegnere
di Modena impiegato presso l'aziensa usl di Modena.
La USL di Modena per mancanza di "Ingegneri Clinici" da a sua volta ad un Ingegnere esterno la consulenza di Ingegneria Clinica.

meno male che si dovevano abolire gli sprechi.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cara Livi cerca di controllare i tuoi dipendenti

carlo pisu 15.09.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

mia moglie ha partorito la settimana scorsa a rimini,e mi sono trovato in un ospedale da terzo mondo con camere da quattro degenti con gente che andava e veniva a tutte le ore,con un bagno in comune in corridoio per sette di queste camere,perchè da quello che mi dicevano i nostri bravi politici hanno chiuso i reparti di maternità delle città della provincia di rimini,( riccione,cattolica santarcangelo)senza pero potenziare il reparto,ho visto personalmente donne rimandate in corsia perchè le quattro sale parto occupate,o infermiere assenti quando cera bisogno.eppoi devo sentire dei pirla al tg che fanno con le mani e coi piedi per mandare militari che costano come somari a biscotti anche in libano,se non sbaglio le sinistre erano quelli del disimpegno militare,ma non sarebbe meglio spendere i nostri soldi in casa nostra,visto la situazione della sanità,strade,istruzione,famiglie lacsiate a loro stesse con mille euro al mese,ma perchè dobbiamo essere i cittadini europei con il reddito più basso e in compenso spendere soldi per i militari,ma cosa andiamo a controllare quando non siamo in grado di controllare nemmeno le nostre periferie e molte volte nemmeno i nostri centri urbani,ma questi politici nella testa cosa cavolo hanno?ma non si vergognano?

roberto scipioni 18.08.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

E' tristemente vero che il superfluo lo vogliono fare necessita'...sembra che senza la macchina nuova magari da 15-20000 euri invece che da 8-10000 tu sia un pezzente e che tutto debba andarti male...bisogna ostentare...di continuo sempre senza sosta...o se no' sei un pezzente...qui a Sassuolo avere una bella macchina conta quasi + di ogni altra cosa...arriveremo ad un punto di saturazione per questo e poi tutto riuscira' a fare anche piu' schifo di ora...che a me sembrava fino a non molto tempo fa' impossibile....

Nicolas Berni 08.08.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani si indebitano e/o si stanno indebitando molto, questo è vero però credo che lo stiano facendo per comperarsi la casa un bene di primaria importanza e necessità, che ha garantito tra l'altro negli anni passati un ottimo rendimento e un buon affare,in altre parole un investimento "popolare"che non ha mai riservato brutte sorprese almeno fino ad ora...Tu che ne pensi?Le tue ricerche ti inducono a pensare che sia arrivato il momento di cambiare anche questa certezza visto i prezzi raggiunti dagli immobili?Grazie per la risposta Beppe

Giacomo Leporati 31.07.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di incentivare l'energia pulita. Perchè i Comuni, quando qualcuno presenta progetti per costruire nuove case o per ristrutturarle non propongono l'istallazione di pannelli solari come fonte di energia o anche solo per scaldare l'acqua? Già ma costa. E allora facciano lo sconto sugli oneri da pagare, oppure sull'Ici degli anni futuri. A poche mosche bianche viene in mente di spendere di più per avere energia pulita e per un risparmio nel tempo. Bisogna incentivare in qualche modo questi interventi.Bisogna proporli, pubblicizzarli non trattarli come interventi futuristici! E' vero che si recupera il 36% in 10 anni dal modello Unico e forse ci sono degli incentivi, però ci vorrebbe qualcosa di diretto, proposto ogni qualvolta uno presenta la domanda per concessione edilizia per costruire la casa. E' vero che i Comuni avrebbero minori entrate ma lo Stato, con tutti i suoi sprechi potrebbe avanzare qualcosa e premiare i Comuni con più impianti ad energia pulita e quelli che hanno le percentuali più alte di raccolta differenziata per i rifiuti. Possibile che si parla sempre di penalizzare e mai di premiare? Si sa che le punizioni anche se giuste sono sempre acquisite negativamente, le premiazioni invece agiscono come incentivo a fare sempre meglio. Vivo troppo nel mondo dei sogni??? Ciao Beppe Sei Grande!

edi simonini 28.07.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti prego di dare evidenza ai lettori del tuo blog in merito alla norma "infilata di soppiatto" nella cosiddetta manovra fiscale d'estate (Dl.223/2006), quello dei taxi per intenderci, prevista dall'art. 39 bis. Mentre tutti eravamo alla ricerca di un taxi, loro si sono aumentati i rimborsi ai partiti politi per le spese elettorali. Ma ovviamente in italia il problema è la concorrenza... che ci interessa del resto?
Saluti
Simone D'Ario

Simone D'Ario 27.07.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento

So che non è una novità ma ad un supermercato dell' Esselunga ho visto un VIP (personaggio famoso che, vi assicuro, non ha problemi ad arrivare a fine mese) che ha fatto una mega spesa pagata TUTTA con buoni sicuramente regalati dal supermercato stesso (non ha sborsato un quattrino).....la pubblicità paga (così si dice)...ed i soldi vanno ai soldi...e la stragrande maggioranza degli italiani a fare i conti giorno per giorno per arrivare a fine mese e molti di loro non sanno neppure cosa vuol dire fare la spesa. Ma, come si dice, il mondo è andato sempre così e purtroppo sempre peggiorerà

Michi Cò 24.07.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Interessante intervista al Sig.Grillo pubblicata su "orizzonte Investimenti" ,quadrimetrale inviato da Banca Intesa-Fondi Investimento CAMM.
Il Sig.grillo vive di aria.
Testualmente"Non ho alcun rapporto fisico col denaro".
Beato LUI

giorgio pini 15.07.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Sul blog Falla Girare si parla di "MEDICINALI EQUIVALENTI".

I medicinali equivalenti COSTANO MOLTO MENO!

Se vuoi sapere come e quali sono i medicinali equivalenti clicca sul mio nome!

Borella Massimiliano 15.07.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO--Grande GRILLO manda a dire al ministro Mastella ,nostro dipendente ,che la gente non vuole colpi di spugna.Se lo metta bene in testa.La maggior parte della gente ridotta male e' pronta ad andare ancora a votare e dare il voto al centro sinistra senza Mastella e amici. CON GRILLO IN CAMPO e UN MILIONE DI VOTANTI(schede nulle e bianche) pronti a far ritornare grande e affidabile l' ITALIA.Ricordo che molta gente ha fatto festa per i mondiali vinti perche ' sta' sperando in una sentenza esemplare nello scandalo del calcio.In seguito anche in altri scandali finanziari PARMALAT-CIRIO-ARGENTINA-GIACOMELLI-FINMATICA-4YOU (BANCA MONTE PASCHI-BANCA 121)-ecc. siamo in molti convinti di andarsene da questo paese se le cose a breve non cambieranno .I VENETI nel sud del BRASILE, PENSO UNA GRANDE REALTA DA RAGGIUNGERE. A FINE ANNO SI DECIDE DOPO AVER VARCATO L'ATLANTICO.SE QUI' NON SI MUOVE NULLA. WWW.CONTROLETRUFFE.COM

andrea cogo 14.07.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO--Chiedo scusa ma non capisco perche' non sono passatti 2 miei commenti civili ,nei giorni scorsi.www.controletruffe.com

andrea cogo 14.07.06 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Se la politica parlasse con il suo cuore e la sua mente questa sarebbe un' Italia migliore, per chi come me e' costretto a dovere razionare e a tirare la cinghia tutti i mesi.Sembra impossibile vivere e il futuro?..impossibile pensarci anche per chi come me ha solo 30 anni!!!La ringrazio per cio' che dice, per che le sue sono le parole di quasi tutto il popolo, che da anni non ha piu' nessuno che lo rappresenti!!!!

Isabella Garino 14.07.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

purtroppo è tutto vero: siamo nelle mani di queste finanaziarie senza scrupoli che operano oltrettutto in modo scorretto e sleale. Ti faccio un'esempio. Quattro anni fa decisi di cambiare il PC. La spesa non era nulla di tracendentale, circa 3 milioni delle vecchie lire...avrei avuto anche la liquidità sul conto per pagare in contanti, ma dato che potevo fare un finanziamento a 12 mesi con la finanziaria propostami dal venditore, la famigerata Findomestic, lo feci. In un anno il pagamento era concluso ma..... ecco che ora arriva il bello ! Entrato nei database della scandalosa Findomestic, presto mi sono accorto di essere diventato un bersaglio di tutta la loro pubblicità spazzatura...Hanno cominciato ad inviarmi, senza che peraltro lo avessi richiesto, carte di credito di ogni genere: in ultimo, ed è questa la cosa che mi ha fatto andare in bestia, una regolare carta di credito con tanto di nome del sottoscitto, numero e chip elettronico, inserita regolarmente sul circuito VISA e "linkata" al mio conto corrente, di cui ovviamente avevano tutti gli estremi, dato che il finanziamento del PC lo avevo accettato da loro. Ti rendi conto se quella carta, spedita per posta, finiva nelle mani bagliate ? Io mi chiedo, è tutto giusto ? Mi devo incazzare ? L'ho anche fatto, ma non c'è modo di contattarli: nessun numero di telefono, nessun numero verde, nessun indirizzo e-mail cui scrivere per mandarli in c.... niente !!! Devo rivolgermi ad un avvocato ? Se esiste una legge sulla privacy, questi pirati non sono tenuti a rispettarla ?
Sono demoralizzato: tutto il sistema è malato, ma non vedo sinceramente margini di miglioramento. Che fare ?

Massimo Cuttica 13.07.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' possibile lasciare agire sul mercato Compagnie di Assicurazione palesementi sleali?

La BPU Assicurazioni di Milano, dopo aver accettato di liquidare il danno da me subito, al momento del pagamento della fattura si e' rifiutata di pagare asserendo assurdi motivi.
Abbiamo incaricato un legale di tutelarci, e una azione presso l'Isvap e' in corso.

Nessuno, legale compreso, ha capito il motivo di tale voltafaccia, per un importo di 1320 EUR, per cui vorrei far partecipi coloro che hanno a che fare o avranno (ahime') a che fare con tale compagnia dei rischi e delle possibili conseguenze che corrono.
Per capire meglio sono a disposizione per far avere anche la lettera inviata dall'avvocato all'Isvap che spiega senza ombra di dubbio tali inadempienze immotivate.

Cordiali Saluti
Riccardo Malfatto

Riccardo Malfatto 13.07.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Tedeschi credo che il gatto perde il pelo ma non il vizio, in questo caso ci sta tutto. Ci lamentiamo dei nostri ma credo che il peggio non sia mai morto. La situazione della lidl ha già fatto un suo percorso, spero che altri come me non vadano più a fare la spesa in quei posti, e comunque dedicherei alla mamma di Zidane questa storia, affinchè capisse che quello capitato al suo piccolo e niente a confronto di quanto sta capitando ad altre mamme.

giuseppe macrina 13.07.06 08:53| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Tedeschi credo che il gatto perde il pelo ma non il vizio, in questo caso ci sta tutto. Ci lamentiamo dei nostri ma credo che il peggio non sia mai morto. La situazione della lidl ha già fatto un suo percorso, spero che altri come me non vadano più a fare la spesa in quei posti, e comunque dedicherei alla mamma di Zidane questa storia, affinchè capisse che quello capitato al suo piccolo e niente a confronto di quanto sta capitando ad altre mamme.

giuseppe macrina 13.07.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono incazzata nera, dopo una mattinata passata in ospedale a causa dei denti, mi sono detta"bè, ho bisogno di un pò di zuccheri, un tè potrò pure concedermelo, no?"Col cavolo. Questo sporco mondo capitalista sta rovinando le persone. Ma si può pagare una fottuta lattina di tè da 330ml,ovvero scarso 1bicchiere e mezzo,un euro e sessanta?1 euro e 60!Rossi o neri, bianchi o verdi credo che l'Italia da chiunque verrà guidata andrà sempre peggio. Benvenuti nell'Italia terzomondista.Fanculo i politici!

Angela Orsoli 12.07.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe per far calare il debito pubblico vendiamo 500 tonnellate di riserve auree(circa 7miliardi di euro) le nostre riserve ammontano a 2500 tonnellate.francia e germania l'hanno già fatto un saluto

sergiocavalieri 12.07.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

La realtà è che molti avendo conticorrenti in banca sono stati costretti a chiuderli ed a fare una finanziaria per rendere i soldi alla banca,ora nessuno ha più possibilità di investire in italia lo si vede dall'offerta di prestiti che ogni tipo di istituto dalle banche alle finanziarie etc.sta facendo pubblicizzandole sui quotidiani di tutta italia.Altro che risparmio medio in aumento qui si parla che una volta ricevuto lo stipendio dopo che togli quello che c'è da pagare ti resta poco in mano, se va avanti così si corre il rischio tra non molto tempo di finire il mese mangiando se si è fortunati patate.

Flavio Nessi Commentatore in marcia al V2day 11.07.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

CARE AZIENDE NON LAVORATE CON ALMEIDA SPA DI PALERMO. Io sono 4 mesi che aspetto 50.000 € sono sull'orlo di fallire per questa azienda, non mi pagano, sono costretto ad intervenire per via legale, ma ce la farò a sopportare le spese nel frattempo.

Le ditte degli artigiani vengono prese per il culo da queste grosse imprese difese dallo stato. Ho distrutto la mia famiglia con il metodo 30 60 90. VOGLIO ESSERE PAGATO. AIUTO

enrico cappato 11.07.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

CARE AZIENDE NON LAVORATE CON ALMEIDA SPA DI PALERMO. Io sono 4 mesi che aspetto 50.000 € sono sull'orlo di fallire per questa azienda, non mi pagano, sono costretto ad intervenire per via legale, ma ce la farò a sopportare le spese nel frattempo.

Le ditte degli artigiani vengono prese per il culo da queste grosse imprese difese dallo stato. Ho distrutto la mia famiglia con il metodo 30 60 90. VOGLIO ESSERE PAGATO. AIUTO

enrico cappato 11.07.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Guardate cosa succede alla corea del Sud: sembra che l'economia giri e che si prosperi tutti felicemente...Ma la gente è indebitata fino al collo: hanno carte di credito su carte di credito, poi ne fanno altre per coprire i debiti delle prime!là, in Corea del Sud, sono nate delle associazioni per assistere le persone indebitate e prevenire l'indebitamento.
Da noi le varie finanziarie fanno la stessa, ci impoveriscono, tutto per vendere beni di qualsiasi genere;ma chi ci assiste? chi ci informa?almeno in Corea si sono organizzati!

serena camerini 11.07.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' NOI COMUNI MORTALI DIPENDENTI GENERICI DOBBIAMO PAGARE LE TASSE UN ANNO IN ANTICIPO (IRPEF) MENTRE LE SQUADRE DI CALCIO HANNO 10 ANNI PER PAGARE IN COMODE RATE TASSE F-A-R-A-O-N-I-C-H-E EVASE GLI ANNI SCORSI????

VE LO DICO IO..

PERCHE' SIAMO IN ITALIA....

Paolo S 11.07.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...veramente la famiglia italiana ha aumentato i risparmi medi...

Marco Peretti 11.07.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono proprio daccordo con te caro Beppe,ormai le finanziarie si sono moltiplicate vent'anni fà per poter avere un prestito chiedevano sempre l'avvallo di qualcuno(genitori,nonni,zii,etc)ora per avere un prestito,tutto molto più semplice (una fotocopia di una bustapaga,l'ultima bolletta della luce,rispondere alle solite domande del questionario) ed il gioco è fatto,dopo poco tempo il prestito è accreditato.Il fatto è che ormai c'è poco da indebitarsi se si vuole continuare ad andare avanti molte famiglie saranno costrette a non far proseguire i propri figli a scuola è li faranno iscrivere agli uffici di collocamento le mogli dovranno andare al lavoro vorrò proprio vedere fino a che livello di disoccupazione arriveremo tra 5 anni (altro che fare entrare gli immigrati in italia per dar loro lavoro)Appena nasce un figlio ti danno gli assegni famigliari per poi toglierteli al momento che ne hai più bisogno (cioè al compimento della loro maggiore età) dicono che i nostri figli debbono studiare ed al momento che devono iscriversi all'università le famiglie vengono indebolite economicamente.Per giunta ora con la nuova legge sulle pensioni hanno obbligato i lavoratori a dover continuare a lavorare sino a quarant'anni di contributi,dicendo che l'età media di vita si è alzata (io ci credo poco visto che negli ultimi tempi non ho fatto altro che vedere parenti morire per la solita malattia del cancro prima del compimento del settantesimo anno di età)la verità è che sperano ci lasciamo le cuoia prima di andare in pensione.La presa per il c..o è che in pubblicità ti hanno fatto vedere un'impiegato che faceva domanda per restare al lavoro altri 5 anni ma come si fà a pretendere che nel campo edile,metalmeccanico, un uomo possa continuare a fare mestieri usuranti sino a quell'età?Per giunta costringendoli a restare al lavoro tolgono lavoro ai giovani dunque prevedo disoccupazione in salita.L'unica arma che ci resta è combattere secondo il mio modesto parere l'evasione fiscale.

Flavio Nessi Commentatore in marcia al V2day 11.07.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

***********************News**********************
La Commissione Europea autorizza Telecom Italia ad aumentare i prezzi per le telefonate, ma soltanto dal 2007 e a patto che riesca a migliorare la qualità del servizio. Così si legge in una lettera inviata qualche giorno fa dalla Commissione all'Autorità Garante delle Comunicazioni. I consumatori già tremano: rincari in vista?
*************************************************

Sono giorni che pubblicizzo sul mio blog il nuovo modo per telefonare GRATIS..

Vieni anche tu sul blog "Falla Girare"!

Clicca sul mio nome per scoprire come!

Massimiliano Borella 07.07.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento

=== (1/5) ========================

In famiglia sono quasi tutti commercianti, artigiani o piccoli imprenditori -tranne il sottoscritto che e' un fallito nel vendere e lavora nell'informatica e l'organizzazione bancaria-.
I nostri avi, partendo dal nulla dopo la crisi economica di fine ottocento, quando tutti i beni di famiglia furono ceduti a vil prezzo per pagare debiti e fornitori, ricostruirono pazientemente dal 1920 al 1970 un patrimonio. Dico "nulla" siccome la vecchia casa di famiglia che occupavano e dove lavoravano non era neanche piu' loro. Lavoravano dal lunedi' alla domenica, negozio aperto dalla 7 alle 20, tranne la domenica (dalle 7 alle 13), orario di lavoro da capogiro al giorno d'oggi (dall 5 alle 22!).
Dagli anni novanta, faccendo leva col capitale immobiliario e commerciale, la generazione successiva ha avviato progetti grandiosi rispetto al livello raggiunto. Da uno strumento di borsa (compra-vendita nel giro di pochi giorni sui mercati finanziari con una debole percentuale del capitale necessario), le banche hanno portato a tutti ormai questi giochi illusionistici che sono un autentico specchio alle allodole per piccoli, medi... e anche grandi.
I debiti portano altri debiti che vengono compensati con nuovi debiti i cui interessi saranno pagati da non si sa' chi...? O piuttosto si sa' benissimo: figli, nipoti e pronipoti pagheranno per i genitori che oggi svolazzano in un nuvoletta sopra questo mare di debiti. Tutti questi sforzi per poco o nulla: e' una fuga in avanti, una perenne e sfuggente ricerca di qualche profitto, tanto la concorrenza e' la' e non molla mai. E dopo essere passati nel giro di pochi anni da un indebitamento sostenibile a qualcosa di pauroso, ora hanno chiaramente varcato i limiti: fregare la famiglia, gli amici, truffare i clienti, dilaniare i pagamenti ai fornitori, truffare lo Stato... tutto quanto non basta!

GianLuca Dollat 07.07.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

=== (2/5) ========================

Non si diventa giuridicamente piu' schiavi per debiti come nel diritto romano; ma cosa resta? Vendere la propria anima o componenti del proprio corpo? Qualcosa va' storto, tutti se ne accorgono ma tirano a campa':
- Probabilmente le banche non sono ancora pronte ad afferrare e gestire il patrimonio dei piccoli-medi-grossi che cadra' nelle loro mani un giorno o l'altro. Eppure c'e' stato un precedente britannico famoso negli anni settanta-ottanta con le cosidette "building societies" (societa' mutue, grandi finanziatrici dell'edilizia): in quell'epoca i tassi di interesse di rimborso dei mutui erano progressivi rispetto ad un inflazione annua del 10-15%; calata l'inflazione, ristagnando gli stipendi, le "building societies" per recuperare i soldi che gl'individui non potevano piu' rimborsare, espropriarono a migliaia le case costruite negli ultimi dieci anni, indi si trovarono alla testa di un'immane capitale immobiliario di cui non sapevano piu' cosa fare.
- Le persone individualmente aspettano un intervento della Divina Provvidenza; in pratica hanno creduto nelle politiche macro-economiche degli anni ottanta-novanta; ora vorrebbero credere nell'uomo politico provvidenziale... Niente di tutto cio' esiste ma, grazie alla fervida mente di chi comunica cosi' bene sugli schermi televisivi, l'illusione fa' ancora ricetta presso i piccoli e i medi.
- E i grossi? Parmalat non e' nulla a confronto dello stupro degli impiegati commesso dal signor Maxwell o dalla Enron, dei grossolani fallimenti della banca Barings o del Crédit Lyonnais... La cosa peggiore e' che le grosse aziende fallimentari trascinano giu' migliaia di persone -centinaia di migliaia con le famiglie- senza alcun ricorso per loro se non l'intervento opzionale dello Stato... cioe' dei contribuenti, cioe' dalle tasche dei piccoli-medi (i grossi non pagano piu' imposte da un pezzo).

GianLuca Dollat 07.07.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

=== (3/5) ========================

Si parla sempre male delle banche, ma anche loro vivono tempi duri. Da questa montagna di debiti non faranno rientrare probabilmente piu' della meta'. Dunque dovranno trovare altri introiti o ridurre le spese: in pratica ci s'aspetta entro una diecina di anni alla presenza di sole quattro o sei grosse banche a livello europeo, il resto verra' assorbito con tanto di ricollocamenti, licenziamenti...etc... In pratica le banche fanno con i piccoli-medi dei paesi ricchi quanto si fa' con il Terzo Mondo: prestiti ed ancora prestiti per sempre rimborsare prestiti.

La sfiducia verso l'andamento odierno dell'economia nei paesi occidentali e' tale che gli alti dirigenti si pigliano milioni di euro/dollari annuali, convinti di essere al comando di navi in procinto di affondare, e salvano il salvabile, cioe' la loro pelle, con questi giubotti imbottiti d'oro; si puo' odiare questo modo di fare, specie quando si guadagnano a malapena mille euro al mese, ma il ragionamento economico dell'individuo non fa' una piega. E' tramontata l'era dei grandi dirigenti, senza timore riguardo al futuro, capaci di mobilitare le energie di tutta un'azienda, pronti a sacrificare un anno di stipendio (loro) pur di portare la barca in salvo.

Ma dove stiamo andando? Lo sfascio economico dei futuri ex-paesi sviluppati puo' assumere varie forme:
- un impoverimento generale,
- un crollo brutale tipo Argentina,
- l'intervento di chi ora tiene le economie dei paesi occidentali per le p...e, le banche e le societa' Asiatiche.

GianLuca Dollat 07.07.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

=== (4/5) ========================

Chi ha presente in mente che la maggior parte dei buoni del tesoro Americani sono in mano Cinese? Chi ignora ancora che le borse dei paesi emergenti dell'Asia sono sostenute dagli investimenti dei fondi di pensione Americani?
Guardate che contraddizioni: gli Americani -e noi come loro- vivono agganciati alle spalle della parte del mondo che lavora. Quando la potenza finanziaria ed il capitale industriale sia dell'India che delle Cina saranno sufficienti per assorbire il collasso occidentale, scuoteranno le spalle.

Non e' fizione economica.
L'India fu' rovinata nel settecento poi colonizzata nell'ottocento dagli Inglesi; oggi gl'Indiani prendono il lavoro dagli Inglesi e dagli Americani: industria, ricerca high-tech, call center, centri di servizio, contabilita', informatica...
Idem per la Cina con la vergogna della guerra dell'oppio verso il 1850, droga che rovino' i Cinesi e il paese nel suo assieme. Oggi la droga la consumiamo noi, specialmente i nostri giovani: non hanno lavoro, rubano per trovare spiccioli con cui pagare questi fiori del male, nessuno ha tempo o mezzi per occuparsi del problema; moriranno presto... La Cina non produce mica droga; sono i paesi del medio-oriente o del Sud America a rifornire i mercati affamati di droga degli USA e dell'Europa. La Cina ha preso il sopravvento in quasi tutti i campi e, a grandi linee, il commercio mondiale sembra oramai organizzarsi cosi':
- flusso di soldi (dollari ed euro) dell'Occidente verso i paesi produttori di petrolio, l'Asia del Sud-Est, i paesi produttori di piante come il coca, il papavero...
- flusso crescente di materie prime dall'Africa e dai paesi produttori di petrolio verso l'Asia del Sud Est, flusso decrescente verso i paesi Occidentali.
- flusso di prodotti industriali finiti, di servizi... dall'Asia del Sud Est verso l'Occidente.
- flusso di droga dai paesi produttori verso l'Occidente.

GianLuca Dollat 07.07.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

=== (5/5) ========================

Grosso modo ci prepariamo ad una colonizzazione soft:
- stiamo disperdendo i nostri averi, come dimostra l'uso della macchina petrolio soldi dalle nostre tasche ai quelle dei produttori
- abbandoniamo i nostri figli, coloro che dovrebbero costituire la riserva per il futuro, alla loro grama sorte niente lavoro impossibilita' di fondare una famiglia disperazione violenza, droga, suicidio
- ci roviniamo l'ambiente
- ci droghiamo, chi con ore di televisione e di pubblicita', chi con droghe piu' o meno dure.
Ancora cinquant'anni di questo passo e saremo nelle condizione dove vedremo Africani in missione umanitaria nell'Europa e nel N. America!
Nel suo ultimo libro, "aux Etats-Unis d'Afrique", che ha avuto un discreto successo a Parigi durante il Salone del libro, il romanziere gibutiano Abdourahman Waheri rivisita i rapporti Nord-Sud con la storia di Maya, una bambina bianca salvata dalla miseria e della fame della sua Normandia natia da un uomo providenziale, un dottore in missione umanitaria in Europa. La porta ad Asmara in Eritrea, nella ricca e moderna federazione degli Stati Uniti d'Africa, con le sue prospere megalopoli, i suoi scienziati e i suoi artisti. Diventata grande, la bimba, ormai donna, parte alla ricerca delle sue radici in un Europa rovinata e dilaniata dalle guerre, la poverta' e la fame.

GianLuca Dollat 07.07.06 11:58| 
 |
Rispondi al commento

CaroBeppe,dopo20annidisonno,imeiocchisisonoapertiquel fottutissimovelodimayaècaduto,esaikeccè?stomalecomeun cane,esonopureinc.nerosai?L'economiadiquestopaesenon puòandareperchèèunpaesedivecchibacucchiegoisti,cattolici, chepurdinonscendereacompromessisonodispostiacompromettere ilfuturodeilorofigli!Vivoelavoro in una località balneare, Marotta con uscita autostradale, località che potrebbe essere un luogo di rilancio per l'economia turistica e le tasche di tutti. Ho amici che hanno una spiaggia in gestione. Questi amici promuovono ogni settimana attività culturali come: Musica, aperitivi itineranti, serate a tema, spiaggia fprnita di attrezzature che attirano i giovani, se ti racconto cosa è successo oggi ti incazzeresti pure te! lo giuro! scusa se ho scritto così ma sai nn mi dai spazio. se ti interessa sapere il resto contattami. confido nel tuo buon senso e nel tuo nome! Un abbraccio MeRk_plevna22@hotmail.it

Vergari marco Valerio 06.07.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rotto i maroni!!! a Brugherio ci sono più banche che bar ..e poi non c'è una farmacia che tenga aperto di notte!! Devi andare a Cologno...e chi non può andarci in macchina che fa ..va a piedi 5 km a piedi ..di notte?
Ma tutte ste banche ..come fanno ad esserci?
Chi ha risposta me ne fornisca
grazie
alberto

Alberto Castelli 06.07.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

TAXI SELVAGGIO.sono un centralinista radiotaxi:a poche ore dalla fine dello sciopero voglio informarvi che gli squali sono ancora in giro.ATTENZIONE AL PORTAFOGLI!queste persone che abbiamo visto protestare in piazza,manco fossero operai,in verita hanno un tenore di vita altissimo:fidatevi,la matematica non è il mio forte,ma sono abbastanza informato dato che trascrivo ogni singola chiamata...ora da dietro la radio mi chiedo:perchè protestano?ho chiesto a qualcuno degli interessati e non mi hanno saputo rispondere (uno mi ha persino detto che ne sa meno di me) e nemmeno il presidente non ha saputo fare altro che massacrare i governanti a male parole senza sapermi spiegare niente.un scaricatore di porto avrebbe senz'altro usato n linguaggio più fine!
ALLORA VE LO SPIEGO IO:i signorini scioperano perchè sono talmente attaccati al Dio denaro che una concorrenza leale li porterebbe sul lastrico,non tanto per il fatto che a spennare i polli ci sarebbero piu squali,ma perchè vorrebbe dire rinunciare ad una parte del guadagno faraonico...sono scesi in piazza per avidità.
Come prova infatti all'annuncio tanto agognato della fine dello sciopero si sono riversati nelle strade alla ricerca dei clienti ed ora (sono le 5) cominciano il primo turno della giornata e sento alla radio le stesse voci di ieri sera..che abbiano sbagliato giorno?non era forse l'altra notte che siamo stati a festeggiare la finale mondiale conquistata dagli azzurri?mah...il succo è che in una casta mafiosa di pochi eletti (chi ha 150mila euro per una licenza o chi ha così tanta "FORTUNA" da vincere il concorso pubblico?) se provi ad accennare un cambiamento,scoppia una guerra,se provi a dare delle regole,si mette in dubbio la democrazia,se vuoi fare un passo avanti,metti il piede su una mina...alloraspigatemivoiperchèiltassistasivantadiaverlavoratoper22ore,perchèpuodeciderechestradafareperfartipagaredipiù,perchènonvuolealtricolleghieprendelecorseviaradioquandosacheallastazionec'ègentecheaspettadaun'ora

ratti paolo 06.07.06 05:17| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate una certa promozione targata MEDIAWORLD?

Vi rinfresco la memoria:

Concorso "Tifa Italia e vinci"

clicca sul mio nome per farti 2 risate :)


Vi ricordate una certa promozione targata MEDIAWORLD?

Vi rinfresco la memoria:

Concorso "Tifa Italia e vinci"

clicca sul mio nome per farti 2 risate :)

Massimiliano Borella 06.07.06 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona serata a tutti. Giovanna

Giovanna Nigris 05.07.06 21:23| 
 |
Rispondi al commento

  Stiamo cercando persone che possano donare il sangue ad un Bambino che
> deve       fare 4 trasfusioni al giorno (= 4 donazioni).Il problema
> maggiore che stanno affrontando i suoi medici è che questo bimbo ha il
> gruppo sanguigno più raro di tutti: Gruppo 0 Rh negativo, ossia può avere
> il sangue solo dal suo stesso gruppo.Si può chiamare direttamente al
> "Bambin Gesù" (tel: 0668591) e chiedere del Dottor Di Carlo (specificare
> "del centrotrasfusionale" perché ce ne sono due).
>
>  Se non vi interessa personalmente ,fate girare l'email
>
>
>
>
>  Grazie
>
>   Maria Grazia Bombonato
>   Segreteria di Direzione
>
>   Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria
>
>   Università degli Studi di Milano
>
>   Azienda Ospedaliera San Paolo
>
>   Via A. Di Rudinì, 8
>
>   20142 MILANO
>
>   tel. 02/50323002
>

maria rosa biolchini 05.07.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è ora di chiudere i rubinetti.
I parlamentari non devono essere una ricca casta a spese dei contribuenti. Devono lavorare per una giusta retribuzione, ovvero:
- Stipendio ridotto del 50%
- Cancellazione di tutti i bonus.
- Eliminazione dei portaborse.
Se non ci stanno a queste condizioni, esistono milioni di Italiani pronti a subentrare al loro posto.......

Paolo Fregni 05.07.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bando alle CIANCE!!!!!!! Spiegatemi come si fa materialmente a vivere con uno stipendio di 900 euro al mese (se lo scrivo in lire.. 1.800.000 cioè, non suona così malvagio) avendo due figli a carico, un ex marito che si è volatizzato, pagando un affitto di 500 euro al mese, bollette ecc. ecc... Altro che pubblicità su auto nuove, finanziamenti a tasso zero!!! Solo per un anno, solo per un anno vorrei che Fini, Prodi e Berlusconi vivessero nelle condizioni agevolate di uno che ha queste entrate ( PER FORTUNA SOTTOLINEO!!) e deve mantenere una famiglia!!!! Siete scandalosi, in tutti i sensi, qui c'è gente che ha bisogno di MANGIARE!!!!!!!!!! Conti della Serva! Mettetevi a fare i conti della SERVA sui vostri portafogli!!!!! Altrimenti le VOSTRE PAROLE sono solo PAROLE!!!

Helenia Stoppani 05.07.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo solo segnalare che è la stessa banca d'italia a sottolineare che la situazione non è sostenibile.
Tra l'altro i tassi salgono, quindi a meno di non vedere il proprio reddito disponibile salire (allora mi chiedo perchè indebitarsi), fare dei debiti è quasi matematicamente insostenibile.

andrea giacomelli 04.07.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Perché beppe grillo ha paura a fare 1 articolo sulle liberalizzazioni che ha proposto Bersani? Ha paura di essere scambiato per un comunista? Io penso che le dovrebbe sostenere, e anche criticare ove sono troppo blande... poi non so.

Gianluca Russo 04.07.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

IL MERCATO DEGLI ORGANI E' GIA' REALTA'
E GRILLO PARE NON LO SAPPIA.

L'economia italiana già da un pezzo si basa sul mercato degli organi.
C'è il mercato istituzionale (gestito da rianimatori, infermieri, espiantatori, trapiantatori) che preleva organi per i trapianti dai vivi dichiarati “morti cerebrali”.

C'è il mercato dell'esportazione di organi rubati ai cosiddetti “morti cerebrali” - Decreto del 02/12/04 “Modalità per il rilascio delle autorizzazioni all'esportazione e alle importazioni di organi e tessuti”.

C'è il mercato degli organi doppi espiantati da persone vive e sane, che non uccide ma produce menomati, in cambio di pagamenti sottobanco.

Questa è l'Italia, quindi non scherziamo col fuoco!

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente
www.antipredazione.org


Una nota catena di ipermercati con una campagna promozionale nazionale che scade a fine giugno offre uno sconto del 15% su ogni prodotto ma con l'obbligo di pagare in unica soluzione ma tra sei mesi ed a tasso zero e senza spese di istruzione. Apparentemente sembrerebbe un controsenso. Pagare in contanti e subito una volta era la condizione per un eventuale sconto. Oggi alcune finanziarie bancarie istigano i consumatori a crearsi debiti. Fra sei mesi, praticamente guarda caso fra le feste di natale e capodanno quando le spese sono all'apice ed i portafogli già vuoti, saranno attesi al varco tutti coloro che saranno costretti loro malgrado al paganmento rateale al modico tasso del 13.53%. Oggi il tasso di usura è del 14%. E' forse questo il modo etico e consapevole di incrimentare il consumo in italia con un governo di sinistra?

renato alongi
trapani

renato alongi 04.07.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento

dal blog

www.antoniodipietro.it

Le rendite di posizione


Il Consiglio dei ministri di venerdì scorso ha preso importanti provvedimenti a favore dei cittadini con una serie di liberalizzazioni che hanno eliminato storiche rendite di posizione. E’ un passo avanti per liberare l’economia italiana dagli interessi corporativi e per combattere l’inflazione. I provvedimenti riguardano farmaci, conti bancari, trasporti, atti notarili, assicurazioni, regole per i commercianti e i professionisti. Quando una rendita di posizione è messa in discussione è ovvio che le categorie interessate, penso ad esempio ai tassisti, alle farmacie e ai notai, si sentano in qualche modo defraudate di un diritto. Ma il libero mercato non è fatto di rendite e un governo ha l’obbligo di tutelare la pluralità dei cittadini, non una singola categoria.
Nel pacchetto di provvedimenti è stato rafforzato il potere sanzionatorio delle Authority che può arrivare al 10% del fatturato dal 3% precedente. Una decisione importante che andrà in futuro accompagnata da altre forti misure del governo nei confronti dei monopoli di fatto delle utility. Mi riferisco in particolare alle telecomunicazioni e all’energia, settori che devono al più presto conformarsi all’Europa per le tariffe e per la qualità dei servizi erogati.


dal blog

www.antoniodipietro.it

dino re 04.07.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un rimedio contro questo casino ci sarebbe: in situazioni NON limite, dove cioè "non ti cade la classica tègola sulla testa" per cui sei costretto a ricorrere a qualche finanziamento, il rimedio è quello che esperimento da ...tutta la vita: faccio il passo come le mie gambe, pardòn, tasche! la stragrande maggioranza di questi debiti è dovuta al fatto che non ci accontentiamo, vogliamo sempre tutto e subito. Io, per esempio, ho un vecchio televisore, ancorchè buono, che terrò fino a che sarò costretto a cambiare. Non mi vado a indebitare per farmi il "mega-schermo a sangue umano-ottomila pollici-sospeso-stereo" ecc...; abbiamo appena acquistato un'auto nuova (era indispensabile): l'altra, se resiste, la cambieremo quando avremo pagato questa. Quest'anno le ferie non me le posso permettere: MA NON vado ad indebitarmi perchè devo andare a tutti i costi in qualche posto... e così via. Se si usasse maggior accorgimento, sono convinto che l'80% di tutti questi debiti/strozzinaggio/ecc. non avrebbero motivo di esistere.

Paolo De Sanctis 04.07.06 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono perfettamente d'accordo che agevolare l'indebitamento sia una istigazione all'incoscienza, oggi mi indebito e poi ... si vedrà.
Le banche e le finanziarie ti "regalano" i soldi, mobilifici e grandi magazzini ti "regalano" le merci, non ti preoccupare, pagherai con comodo .... ma pagherai.....
MA QUANDO CHIEDI ALLA BANCA DI POTER ESTINGUERE UN MUTUO IN 15 ANNI ANZICHE' IN 30, COME VUOLE LA BANCA, TI VIENE DI NO! PERCHE' LA RATA DEL MUTUO NON PUO' SUPERARE IL TERZO DELLO STIPENDIO? PERCHE' TU POSSA AVERE I DUE TERZI DA SPENDERE E SPANDERE, IN MERCI E SERVIZI CHE NON TI PUOI PERMETTERE, IN RATE DI PRESTITI CHE HAI DOVUTO CHIEDERE PER FAR FRONTE AGLI INUTILI ACQUISTI FATTI!
Invece, se decidi di comportarti assennatamente, e chiedi di poter pagare rate altissime di mutuo, anche a costo di mangiare pane e cipolla e non andare più in ferie per qualche anno ... TI VIENE DETTO DI NO!
PERCHE' LE BANCHE VIVONO DEGLI INTERESSI CHE TI ADDEBITANO, SUL MUTUO, SUI FINANZIAMENTI!
LE SANGUISUGHE DELL'ECONOMIA E DELL'IMPRENDITORIA FINANZIARIA CAMPANO DEI NOSTRI DEBITI!!! PIU' CI INDEBITIAMO, E PIU' A LUNGO POSSIBILE LO FACCIAMO, PIU' INTERESSI GUADAGNANO! LORO STANNO SEDUTI DIETRO UNA SCRIVANIA, MENTRE NOI SPENDIAMO SOLDI CHE NON ABBIAMO E "FACCIAMO GIRARE L'ECONOMIA"!
IO SONO STUFA DI SOCCOMBERE A CHI MI DICE COME DEVO USARE IL MIO DENARO!
Facciamo qualcosa, io sto lottando con la BPN per ottenere un mutuo alle MIE condizioni!
MA QUANDO MAI SI E' VISTO, DI DOVER LITIGARE NON PER OTTENERE UN PRESTITO, ANCHE COSPICUO, MA PER POTER OTTENERE DI ESTINGUERLO NEL MINOR TEMPO POSSIBILE?!?!?!?!?
Credetemi, il nostro indebitamento è il business del prossimo decennio!
NON CASCATECI! NON DATELA VINTA A BANCHE E FINANZIARIE!

bianca brambilla 04.07.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo che è stata avviata la petizione "ALTO TRADIMENTO", lettera aperta per il Presidente del Consiglio dei Ministri.

Obiettivi:

- Informare il cittadino sulla causa prima dell'ennesima manovra economica, che anche l'attuale Governo ha dichiarato di "dover" preparare...
- Chiedere al Governo di far uscire il Paese dal ricatto bancario, in quanto illegittimo ed anticostituzionale.

Vi Invito a sottoscrivere e diffondere la petizione:

http://sovranitamonetaria.org/statiche/alto_tradimento.html

Gianfranco Florio 04.07.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Proprio stasera mi é arrivata da amici questa e-mail, é possibile verificarla o é la solita bufala propagandistica?
" MANDIAMOLI A LAVORARE :


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.


STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE +

TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare.

Grazie
Emanuela Ferretti

Emanuela Ferretti 03.07.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona serata a tutti. Giovanna

Giovanna Nigris 03.07.06 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Finirà che, come accade in USA, falliranno anche i semplici cittadini!

epifanio nicosia 03.07.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo va sotto una definizione: USURA!

"... qui l'uomo è posto ad un rango inferiore a quello della bestia. La bestia infatti non ha la propietà, ma nemmeno il debito..."

da: IL PAESE DELL'UTOPIA di Giacinto Auriti, cercatelo con google...

unozero sono 03.07.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

UN PRESTITO MONDIALE

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

ZERO DIFFICOLTÀ

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

UN PRESTITO DA CAMPIONI

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

CONDIZIONI CHIARE E DEFINITE

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

GARANTISCI PER TE STESSO, BASTA LA TUA FIRMA

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

ANCHE SE HAI PROTESTI O ALTRI PRESTITI

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

SUBITO UN ANTICIPO FINO A 10.000 EURO

Dite dovrei smettere di far pubblicità?

BEN 25.000 EURO CON UNA RATA DI SOLI 299 EURO MENSILI

Dite dovrei smettere di far pubblicità?
Dite dovrei smettere di far pubblicità?
Dite dovrei smettere di far pubblicità?


Paolo Rossi 03.07.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

L’ INDEBITAMENTO PERSONALE.
UN TENTATIVO DI DIAGNOSI E DI TERAPIA PER UN’ EMERGENZA SOCIALE.
(prima bozza di un possibile progetto)

1. Gli angeli, il sesso e i poveri diavoli.

Una sfuggente schiera di anime dannate si aggira per le strade della città, talvolta visibile, il più delle volte nascosta dietro un precario riparo fatto di apparente rispettabilità, anonimato, vergognosa ed elusiva discrezione. Sono gli squattrinati, gli eterni debitori, quelli che inseguono costantemente il miraggio di uno status di benessere sociale, che vivono a rate, che hanno il conto costantemente in rosso e che alla fine soccombono sotto i colpi di qualche asettica agenzia di recupero crediti, segnalati ovunque come cattivi pagatori, impossibilitati d’ora in poi di attingere ulteriormente alla magica fontana dei prestiti personali! Costoro sono colpevoli, certamente, di non aver saputo amministrare oculatamente i loro redditi di 800/1000 euro mensili (nei casi più fortunati), di aver pensato che era un loro diritto (e forse anche un dovere) acquistare a rate mobili, vacanze, macchine... In taluni casi il fallimento di un’attività commerciale, una condizione lavorativa precaria, un problema di salute, una separazione familiare, un’ improvviso accumularsi di circostanze sfortunate, hanno determinato una situazione di emergenza e di difficoltà. Così si è reso necessario prendere in prestito il denaro occorrente dalle banche o da società finanziarie, imparentate tra loro e con le assicurazioni (e forse anche con la malavita...), da restituire in comode rate mensili. Hanno avuto, per esempio, dalla Agos 1500 euro e ne hanno dovuto restituire 2300... Inoltre insieme al denaro hanno dovuto acquistare un’assicurazione e successivamente gli è stata spedita a casa anche una carta di credito attiva (non si sa mai se il cliente ne avesse bisogno…).Che genere di prestito è questo? Non sarebbe meglio definirlo un esoso acquisto rateale di denaro, il cui prezzo è superiore del 50% al valore del

Fabio Grieco 03.07.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,e blogghers mi chiamo Algieri Giancarlo e
scrivo da colle val d'elsa (siena). Vorrei Che si parlasse del progetto H.A.A.R.P nascosta frai ghiacci dagli stati uniti e del suo scopo. Essa ha a che fare con il progetto Guerre Stellari voluto da Reaghan negli anni 80. Cerca su google informazioni su Nicola Tesla, e sul suo pregetto di Free Energy. La popolazione del globo corre un gravissimo rischio. Beppe, ti prego, parla anche delle scie chimiche (Chemtrails)...e' tutto collegato. Il futuro che ci attende e' spaventoso. Beppe, ti supplico, Cerca su google gli esperimenti militari americani sul progetto della guerra a Controllo Climatico...e' tutto collegato...Beppe, ti supplico. Divulghiamo queste notizie. P.S
Il futuro dell'energia si chiama:
CONCENTRATORI PARABOLICI PUNTUALI SISTEMI DISH-STIRLING
www.webalice.it/oseido

Per saperne di piu' cliccate sul mio nome

algieri giancarlo 03.07.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Oggi è il 3 di luglio e non vedo nessun commento sul blog sulle liberalizzazioni attuate dal governo? mi suona strana questa latitanza. Tutto è perfettibile ma credo che un plauso a questa iniziativa vada dato. Io (malgrado libero professionista) un plauso a questa iniziativa lo faccio. Toc toc, c'è qualcuno?

Ivan Solinas Commentatore in marcia al V2day 03.07.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buon giorno a tutti. Giovanna

Giovanna Nigris 03.07.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI LAVORO:

HO UN LAVORO FISSO DI 1200-1300 PER 13 MENSILITA'

FACCIO INOLTRE IL VIGILE DEL FUOCO DETTO "DISCONTINUO" CIOE' PRECARIO, CON ASSUNZIONE E LICENZIAMENTO PER PERIODI DI 20 GG. PER UN MASSIMO DI 8 CICLI (DI 20 GG) ALL'ANNO
A SECONDA DI:

- DISPONIBLITA' MIA
-RICHIESTA DEL COMANDO PROVINCIALE

QUINDI OGNI ANNO NON SI SA QUANTI TURNI SI POSSONO FARE.

BENE:

LO STATO MI FA PAGARE A-N-T-I-C-I-P-A-T-A-M-E-N-T-E LE TASSE SU QUESTO LAVORO PRECARIO CHE POTRO' SVOLGERE O NON SVOLGERE IN FUTURO.
PENA IL 40% DI MULTA SE NON LI DICHIARO.

QUINDI HO FATTO 5 TURNI DI 20 GG NEL 2005??
DEVO PAGARE TASSE ANTICIPATE SU QUESTI PRESUNTI 5 TURNI CHE FARO' F-O-R-S-E L'ANNO PROSSIMO.

NON VOGLIO PAGARE TASSE ANTICIPATE SU QUESTI LAVORI PRECARI CHE NON SO' SE FARO???

NON LI DEVO ASSOLUTAMENTE FARE...

MI COSTRINGETE A PAGARE ANTICIPATAMENTE SE VOGLIO LAVORARE OPPURE NON POSSO LAVORARE IN PIU' PENA LA MULTA..

MA SIETE PROPRIO DEI PEZZENTI, VOI DELLA MACCHINA BUROCRATICA ITALIANA, STOLTI, CHE IMPEDITE ALLA GENTE DI DARSI DA FARE PER PRENDERE QUALCOSA IN PIU' E FAR STAR MEGLIO LA FAMIGLIA...OBBLIGATE A PAGARE

PAGARE
ANTICIPATAMENTE TASSE
SU DEI LAVORI PRECARI
CHE NON SI SA SE CI SARANNO..
CONM LA PRESUNZIONE CHE UN LAVORO PRECARIO SIA STABILE NEL TEMPO E NEGLI ANNI...

IMPEDITE ALLA GENTE DI GUADAGNARE DI PIU', E SE LO FA VOLETE VOI PRENDERE PIU' TASSE

IN ANTICIPO...

HO PRESO NEL 2005 CIRCA 15.000 EURO + 5.000 DI VIGILI DEL FUOCO..

HO PAGATO PER QUESTO DOPPIO LAVORO,OLTRE ALLE TRATTENUTE NORMALI, 880 EURO IN PIU'.. DI CUI 400 PER EVENTUALI INTROITI FUTURI DA LAVORO PRECARIO QUALE POMPIERE...
NON CI SARANNO?? TE LI METTIAMO A CREDITO..DICONO..

INTANTO PAGA UN ANNO PRIMA

BEPPE E ITALIANI TUTTI, QUESTO E' UNO

S-C-A-N-D-A-L-O-!-!-!-!-!-!-!-!-!


DA OGGI IN POI QUELLO CHE MI CAPITA IN NERO, BEN VENGA.. E FAN CXXO I BUONI PROPOSITI..

Paolo S 03.07.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Con le banche c’è poco da fare, queste sono il potere vero e nessun politico ha le palle per contrastarlo. Potere che si è talmente ramificato e radicato nelle società civili che oggi è veramente impossibile scardinarlo. Si è esteso a livello mondiale, si è organizzato in gruppi sempre più forti e prepotenti. Ha talmente complicato le regole e i procedimenti per il fine di far capire niente o poco agli propri utenti risparmiatori. Con questo scenario miei cari interlocutori è veramente difficile intraprendere battaglie proficue ed efficaci ma tuttavia bisogna pur muoversi. L’auspicio sarebbe quello di rafforzare il potere definito dalla Carta Costituzionale e riportarlo nelle mani dei cittadini per cui il primo passo concreto che suggerisco è quello di concretizzare in una forza politica il consesso di questo blog il cui spirito è legato ai diritti dei cittadini e niente affatto a quello delle corporazioni, queste sempre condannate e giustamente criminalizzate. Ma immediatamente suggerirei al dipendente Prodi di concretizzare una norma che vieti assolutamente la partecipazione alla politica di chi ha, o ha avuto, rapporti di dirigenza o responsabilità con le banche, un po’ come avveniva in passato con i militari considerati pericolosi per la democrazia. Sì signori, purtroppo oggi le banche sono divenute veramente pericolose per la democrazia visto che direttamente o indirettamente influenzano la politica e quindi la vita dei cittadini tutti.
Speriamo nell’avvedutezza dell’uomo oppure ci salvi Dio dalle banche.
Buona giornata a tutti.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 03.07.06 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con le banche c’è poco da fare, queste sono il potere vero e nessun politico ha le palle per contrastarlo. Potere che si è talmente ramificato e radicato nelle società civili che oggi è veramente impossibile scardinarlo. Si è esteso a livello mondiale, si è organizzato in gruppi sempre più forti e prepotenti. Ha talmente complicato le regole e i procedimenti per il fine di far capire niente o poco agli propri utenti risparmiatori. Con questo scenario miei cari interlocutori è veramente difficile intraprendere battaglie proficue ed efficaci ma tuttavia bisogna pur muoversi. L’auspicio sarebbe quello di rafforzare il potere definito dalla Carta Costituzionale e riportarlo nelle mani dei cittadini per cui il primo passo concreto che suggerisco è quello di concretizzare in una forza politica il consesso di questo blog il cui spirito è legato ai diritti dei cittadini e niente affatto a quello delle corporazioni, queste sempre condannate e giustamente criminalizzate. Ma immediatamente suggerirei al dipendente Prodi di concretizzare una norma che vieti assolutamente la partecipazione alla politica di chi ha, o ha avuto, rapporti di dirigenza o responsabilità con le banche, un po’ come avveniva in passato con i militari considerati pericolosi per la democrazia. Sì signori, purtroppo oggi le banche sono divenute veramente pericolose per la democrazia visto che direttamente o indirettamente influenzano la politica e quindi la vita dei cittadini tutti.
Speriamo nell’avvedutezza dell’uomo oppure ci salvi Dio dalle banche.
Buona giornata a tutti.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 03.07.06 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Comincia così. Vuoi quel prodotto nuovo. Il finanziamento è a tasso 0%. E ti dici che non sarà un problema rimborsare quei €90 al mese. Cosa sono 90 euro. Due quotidiani comprati tutti i giorni. Arrivi persino a pensare che significa solo mettere da parte quei €3 al giorno.
E arrivi a 10 mesi. Ne mancano ancora due. E tutto è andato bene. E sei convinto di aver fatto un affare. E cominci con un nuovo finanziamento. Sempre a tasso 0%. I due si sommano. Ma sarà solo per un paio di mesi. Ma per quei due mesi gli euro sono diventati 180. E senza neppure rendertene conto alla fine del mese sei sotto di €60 sul tuo conto in banca. Pensi che basti niente per rientrare il mese dopo. Ma al secondo mese sei sotto di €110. E via così.
Ma il bello arriva quando la finanziaria ti manda a casa la carta di credito. Fantastico. E non l'hai neppure richiesta. Ti arriva, tipo omaggio. Non mi ritengo uno stupido. E so benissimo quali sono i tassi di interesse nell'uso di quell'oggetto infernale. Ma il meccanismo è scattato. Tutto ti viene presentato come facilissimo. Tutto è fatto per invogliarti. A mio parere i sistemi usati non sono neppure sempre legali, ma tant'è.
E tu continui a spendere. E non ti rendi conto che ti inabissi. Perchè non stai facendo un mutuo a 20 anni. Tutto si gioca sulle piccole cifre. €50, €70, addirittura €35. E la mente perde il conto. E un giorno ti risvegli con €400 al mese. E anche se lo stipendio lo permette, la tua vita è bloccata. Dovresti fare rinunce per 12 mesi. E riprenderti la libertà delle tue scelte. Ma è così difficile rinunciare.
Oggi ne sono uscito. Ultime due rate di una serie infinita. L'altro giorno è arrivata a casa una assicurata. La nuova carta di credito "revolving" (si, sono proprio bravi quelli del marketing). Ti fanno credere di essere un grand'uomo perchè ti hanno aperto una linea di credito. E tu ci caschi.
La carta è finita nel cestino. Con mia grande soddisfazione.

Grazie a tutti e scusatemi se vi ho annoiati

Mikis Moselt 03.07.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi "vende" denaro, chi c'è dietro a queste finanziarie che spuntano come funghi...a parte la Fiat, la Telecom, eccetera con i loro vari fondi, fondini - o fondine, amletico dilemma? -.
Perchè in nome della trasparenza non si sappia mai chi foraggia di denaro che noi acquistiamo a caro prezzo?I finanziament capestro modello "finanziamento perpetuo" per l'acquisto di un'auto, che dopo 12 mesia sarà quasi del tutto inutilizzabile. A quando la "totocessione" (dello stipendio), "finanlotto" il finanziamento collegato alla schedina del superenalotto, in caso di vincita al superenalotto restituisci il finanziamento a tasso di interesse agevolato...!Ma perchè si dice a tasso zero e poi compare il TAN ed il TAG......ma allora quale è il tasso di itneresse?Ma non mi meraviglierei che dietro o soci di queste finanziarie ci siano i ns. dipendenti onorevoli senatori...., loro sannio quando andremo in crisi, e quindi quando c'è crisi chi vende denaro diventa ricco!

FABIO CETERONI 03.07.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe che ne pensi del ritiro della OPV della Pirelli Tyre? Vuoi vedere che sto Tronchetto non lo vuole più nessuno?

giuliano ebasta 03.07.06 11:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti ma perche' non facciamo tutti una bella protesta contro i tassisti contro questi sfacciati che per 2 km ti chiedono 10 euro e guidano come pazzi hanno anche il coraggio di scendere in piazza a protestare se il governo chide delle tariffe un po' piu oneste,scendiamo anche noi in piazza magari il loro stesso giorno sai che smacco 50000 mila persone contro 200 tassisti,grazie per l'ascolto cia o a tutti

alessandro durini 03.07.06 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,e blogghers mi chiamo Algieri Giancarlo e
scrivo da colle val d'elsa (siena). Vorrei Che tu parlassi del progetto H.A.A.P nascosta frai ghiacci dagli stati uniti e del suo scopo. Essa ha a che fare con il progetto Guerre Stellari voluto da Reaghan negli anni 80. Cerca su google informazioni su Nicola Tesla, e sul suo pregetto di Free Energy. La popolazione del globo corre un gravissimo rischio. Beppe, ti prego, parla anche delle scie chimiche (Chemtrails)...e' tutto collegato. Il futuro che ci attende e' spaventoso. Beppe, ti supplico, Cerca su google gli esperimenti militari americani sul progetto della guerra a Controllo Climatico...e' tutto collegato...Beppe, ti supplico. Divulghiamo queste notizie. P.S
Il futuro dell'energia si chiama:
CONCENTRATORI PARABOLICI PUNTUALI SISTEMI DISH-STIRLING
www.webalice.it/oseido

algieri giancarlo 03.07.06 03:09| 
 |
Rispondi al commento

IO HO RISOLTO IL MIO INDEBITAMENTO LASCIANDO LA CASA IN AFFITTO E ANDANDO A VIVERE CON MOGLIE E FIGLIO DA MIA SUOCERA. PAGAVO 700 EURO DI AFFITTO E BOLLETTE ORMAI INSOSTENIBILI. IN DEFINITIVA IL MIO STIPENDIO SE NE ANDAVA PER LA CASA. FORTUNATAMENTE L'ALTRO STIPENDIO DI MIA MOGLIE SERVIVA PER MANGIARE VESTIRCI E NIENTE PIU'.
COMPRARE UNA CASA CI ABBIAMO PROVATO IN COOPERATIVA, MA CI HANNO SOLATO I SOLDI. HANNO SCAVATO LE FONDAMENTA E SONO SPARITI. COMPRARE UNA CASA ORMAI E' DIVENTATO IMPOSSIBILE VISTI I PREZZI CHE IN LIRE ERANO 220 MILIONI E IN EURO SONO DIVENTATI 200.000 IL CHE NON E' ESATTAMENTE LA STESSA COSA. CREDO CHE IN FUTURO SI VEDRANNO PARECCHIE SITUAZIONI TIPO LA MIA, FAMIGLIA ALLARGATA, DOVE PIU' PERSONE DIVIDONO LE SPESE PER MANDARE AVANTI UNA SINGOLA CASA. UNA SORTA DI RITORNO ALL'ETA' DELLA PIETRA DOVE LE CAVERNE ERANO ABITATE DA PIU' FAMIGLIE.

renato appo 02.07.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento

SITUAZIONE DIFFICILE VERAMENTE, PURTROPPO PAGHIAMO 60 ANNI DI MANCATA PRESA DI COSCIENZA DEI NOSTRI GOVERNANTI. DAL DOPOGEURRA AD OGGI E' STATO DISTRUTTO TUTTO DEL FASCISMO, TRANNE L'INPS CHE INVECE E' STATO APPESANTITO E NON RIFORMATO IN BASE ALLE SUCCESSIVE ESIGENZE. CI SIAMO PREOCCUPATI E CI PREOCCUPIAMO ANCORA DI ESSERE ANTIFASCISTI ANTIRAZZISTI E INTANTO VENIAMO INCULATI DA CHIUNQUE SALE AL GOVERNO COI SUDDETTI PRESUPPOSTI. ANCHE FINI E' ANTIFASCISTA, LO E' ANCHE BERLUSCONI, MA ALLA FINE CHE CAZZO HANNO FATTO PER RENDERE MIGLIORE L'ITALIA? BOOOOOO
E SECONDO VOI GLI ANTIFASCISTI CHE SONO AL GOVERNO ORA CHE CAZZO FARANNO DI BUONO? BOOOOOO
ALLORA IO CREDO SIA GIUNTO IL MOMENTO DI CRESCERE E VOLTARE UN'ATTIMINO PAGINA, DALTRONDE SONO PASSATI 70 ANNI DALLA FINE DELLA GUERRA DEL FASCISMO E DEL NAZISMO(PURTROPPO IL COMUNISMO IN ALBANIA E' FINITO E IL RISULTATO LO VEDIAMO NELLE NOSTRE STRADE) FACCIAMO POLITICA VERA E NON RETORICA PROPAGANDISTICA. CERCHIAMO DI RISOLVERE I PROBLEMI SOCIALI CHE STANNO DIVENTANDO INSOSTENIBILI, E SOPRATUTTO NON MASCHERIAMOCI DIETRO IL NOSTRO PASSATO.

renato appo 02.07.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

ho accolto con gioia l'adeguamento dei tassi bancari italiani a quelli della banca europea. In tutti questi anni quello che abbiamo pagato in più è servito ai presidenti delle banche per far bella figura e a fare il bello ed il cattivo tempo a chi chiedeva finanziamenti. Bravo Bersani, non farti mettere paura dalle lobbies!

giorgia della seta 02.07.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

non è difficile: lavorate, ma non fatevi sfruttare; centrate la vostra vita su voi stessi e sulle vostre possibilità, non sulla pubblicità o sui reality (non ha senso avere un cellulare da 500 euro e un paio di jeans da 300 euro, chi per averli fa un anno di rinunce è un idiota; stesso dicasi per tv al plasma e digitale terrestre/sky/cavolate tecnologiche). Non pagate affitti, ma fate mutui e comprate la vostra casa; fate investimenti solidi e diversificati; usate il bancoposta (le banche vi salassano ed al cittadino medio non danno nulla di più in servizi, quelli che servono nel bancoposta ci sono tutti)... devo continuare?

per chi dorme 02.07.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona domenica a tutti. Giovanna

Giovanna Nigris 02.07.06 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Quello che è peggio è che le banche prestano denaro che non hanno ( si chiama riserva frazionaria)ma gli interessi che risquotono, più i sequestri se uno non ce la fa a pagare, sono soldi veri, reali e sudati, ed è cosi che assorbono l'energia del pianeta.

Ancinelli Marco 01.07.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono madre di tre figli 2 ragazzi e uno piccolo,ti ringrazio perchè parli dell'indebitamento delle famiglie che sta diventando una vera piaga. Ho sentito persino un'amica che ha fatto un finanziamento per mandare la figlia in palestra (io gli avrei fatto fare una corsetta per strada tutti i giorni, il governo dovrebbe imporre delle regole, ma forse a "qualcuno in alto" conviene lasciare tutto così.

annita mastrodomenico 01.07.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

CAUSE COLLETTIVE, UN PRIMO IMPORTANTE SUCCESSO!!!

Con Atto del Senato n. 679 presentato il 26 Giugno e annunciato nella seduta ant. n. 9 del 27 giugno 2006, il Senatore Giorgio Benvenuto( Ulivo), presidente della 6° commissione permanente (finanze e tesoro) dal 6 Giugno, ha rispettato la parola data riguardo alla presentazione di un disegno di legge sulle Class Action. Il testo non è ancora disponibile sul sito del Senato ma se ne può trovare una “sintesi” in questo articolo sul “Corriere della Sera on-line” (http://www.corriere.it/Pop-up/pop_bersani300606.shtml)

RINGRAZIAMO CALOROSAMENTE [/COLOR]tutta la redazione di Report, Beppe Grillo e i “suoi” bloggers, tutti gli attivisti e sottoscrittori della petizione per le Class Action che hanno lungamente "operato" sui forum adusbef, Report, redazione politica Rai 3.ecc.., tutti i siti web che hanno potuto e voluto sostenere la nostra iniziativa e che hanno intenzione di continuare a farlo, soprattutto ora, alla luce di questo importante passo in avanti compiuto nella direzione di una democrazia italiana più concreta e compiuta.

Il vostro contributo è stato significativo e concreto e lo sarà ancor di più da adesso in avanti come SOSTEGNO all'iniziativa politica, ora finalmente in “atto”, e come MONITO a tutti coloro ( e sono tanti ) che cercheranno di bloccarla o insabbiarla.

La “nostra/vostra” “petizione” conserva quindi tutto il proprio valore e la propria utilità e chi non avesse ancora sottoscritto può farlo al seguente link:

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

petizione CAUSE COLLETTIVE 01.07.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

anche io utilizzo le finanziarie per comprarmi a rate il divano e il pc, ma se dovessi acquistare cose di cui non necessito non mi prenderei di certo triplidebiti e questo perché faccio delle scelte e penso cosa conta di più per me.non tutti pensano a questo ma più alla "faccia" e forse non ragionano abbastanza?

marzioli linda 01.07.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe
Sei grande, grande, grande come, te sei grande solamente tu!!!!

Giulio Lupori 01.07.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

E prorio vero ormai si acquista tramite finanziarie soldi in contanti c'è ne sono pochi.Chi aveva un contocorrente aperto con fido ha dovuto chiuderlo perchè ormai in rosso e per rientrare il debito con la banca ha dovuto fare una finanziaria.tutta la nazione si sta indebitando.Avrei un'idea per combattere l'evasione fiscale ABBOLIRE LA TASSA SULLE PERSONE FISICHE in parole niente più IRPEF in base al reddito ma bensi un tipo di tassa applicata (Tipo l'IVA) su ogni bene acquistato,dagli alimentari agli elettrodomestici agli autoveicoli agli oggetti preziosi ai divertimenti sino ad arrivare agli immobili ed ai beni di lusso.In tal modo sarebbe difficile evadere le tasse visto che verrebbero subito applicate.Naturalmente cio che ci viene tolto adesso in busta paga come trattenuta non avrebbe più ragion d'essere.Così facendo sarebbe difficile che uno possa evadere visto che al momento dell'acquisto pagherebbe subito l'imposta dovuta.

falvio nessi Commentatore in marcia al V2day 01.07.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

E' un po' come lo strozzinaggio...non c'è nessuno che ti obbliga con una pistola puntata alla testa a farti prestare dei soldi!!
Ho visto farsi finanziare addirittura il videotelefono o la tv LCD...non mi sembra che siano generi di prima necessità(io ad esempio non ho nessuno dei 2...)
Ma tutti vogliono vivere al di sopra delle proprie possibilità per poi lamentarsene...basterebbe un po' di educaz al risparmio e alla rinuncia(talora)del superfluo
Ma ci pensano già i genitori a dare il cattivo esempio ai figli per cui...

riccardo pugno 01.07.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema è che le banche in materia di prestiti personali rispettano i limiti costituiti dagli emolumenti, dalla posizione patrimoniale e della situazione familiare del richiedente, mentre le finanziarie no, in quanto non sono costrette a farlo. pertanto, prestano facile, ma con tassi che vanno dal 15 al 20 per cento per coprire le ovvie e conseguenti insolvenze. le persone che non riescono ad avere il prestito in banca per mancanza di requisiti vanno dalle finanziarie e subito lo ottengono. poi corrono in banca a spernacchiare quelli che gliel'hanno negato, ma si rovinano e non se ne rendono conto. se un sistema non funziona c'e' sempre una volonta' di non farlo funzionare. su questi poveri cristi ci campano le finanziarie e tutti coloro che vendono beni comprati con i finanziamenti. se si correggesse il sistema parecchi non farebbero piu' affari d'oro per cui vogliono che resti tutto cosi' come e'. in piu' ti bombardano con la pubblicita' a comprare cio' che non i serve e non ti puoi permettere. ma affinche' qualcuno si arricchisca qualcun altro bisogna pur depredare. bisogna sapersi difendere ma siamo soli e per questo bisogna imparare a farlo da soli, sperando che qualcuno prima o poi ci aiuti, ma ci sono troppi interessi che cio' non avvenga. in bocca al lupo Beppe. Alfredo

alfredo cante 01.07.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Ebbene tutto ciò cosa significa? Che non è lecito fare pubblicità? Ma ti rendi conto caro il vostro signor Grillo che con il tuo post dai del deficiente (nel senso di mancante), almeno al 90% dell'umanità? Finché il cerebro umano non verrà usato per ragionare, ci sarà sempre qualcuno che fregherà un altro e allora mettiamo il tutore a tutti? Non è possibile, i beceri superano i normali (che potrebbero fare da tutore). Allora come si potrebbe fare per proteggere i deboli di mente? Il comunismo, ecco la soluzione, sarebbe l'ideale, ha sempre pensato lui al bene del popolo "tutelando" tutto e tutti e ora noi abbiamo anche questo, non ci facciamo mancare nulla; finalmente ci penseranno loro, il pecoraro, il diliberto, il bertinotti, il fassino, il d'alema capitanati dal prode prodi che tutte le volte che va al governo, una volta per entrare in europa, (pensa che bel guadagno, tutte le volte che occorre andare al WC dobbiamo chiederlo all'Europa) una volta perchè ha trovato una situazione disastrosa e deve risanare i conti, (a quanto pare lui aveva lasciato una situazione fiorente, col ....azzo) insomma ha sempre una scusa per martellare tutti. Per cui caro loro signor Grillo, ora siamo a posto c'è chi ci pensa (nel vero senso del termine) e ci tutela, con le loro offerte pubblicitarie, (inviti "istituzionali" a consumare i nostri soldi) che non possono essere rifiutate, altro che quelle delle banche e tutte le altre che, con un po’ di cervello potrebbero essere ignorate.

Ferrari Claudio 01.07.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo Beppe,bisognerebbe dirlo al Berlusca,quando dice che gli Italiani sono dei coglioni,Lui ci conosce bene,ci vuole bene....Proprietario di televisioni che dicono di spendere.....allegramente la vita e bella....coglioni comperate televisioni,auto.frigoriferi,case,barche,mega telefonini per figli deficenti,..proprietario di Banche.......le banche prestano soldi.....fatevi strozzare coglionacci.....

albertozorli 30.06.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Siamo davvero un popolo sadomaso a costo di farci male e di autofrustarci con il nostro debito, siamo dei maestri, veramente eccizuinali.
Ma perchè non chiudiamo i conti con chi non pagA e la facciamo finita.
Ciao Beppe vai così
Alvise

Alvise Fossa 30.06.06 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona serata. Giovanna

Giovanna Nigris 30.06.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, se non l'avessi fatto tu l'avrei scritto io, mi rendo conto di questa situazione ma le persone evidentemente non capiscono che è finita l'era dell'apparire e rimane quella di sopravvivere.
Facciamo due conti per tutti coloro che hanno un solo stipendio:
1200 euro al mese, togli un affitto 500 euro, poi luce 55,telefono 50,spese condominio, acqua,rifiuti, ici ecc. è chiaro che non si ariva a fine mese, bisogna mangiare!aggiungiamo le rate (incoscienti)telefonino,dvd,tv al plasma,auto,accessori vari certamente è un disasatro, però l'economia tiene e tutti sono apparentemente contenti.
Sveglia signori basta con le rate basta ingrassare banche e finanziare, quando esploderà la bolla dell'edilizia le case le regaleranno perchè coloro che hanno il mutuo prima o poi non riusciranno a pagarlo.
Meditate gente meditate.
SALUTI

claretto gustavo 30.06.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho giusto adesso fatto 1000€ di finanziamento per un bel basik per la casa, tanta bella roba utile e di marca, anticipo 100 € e cinque rate mensili di 180€... comodo, onesto e pratico; chissà perchè i tassi altissimi li trovano sempre i soliti.

Damiano Guerra 30.06.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Volete fottere le banche?
Basta sognare… ma non desiderare NIENTE

Non desiderare! Per i ragazzi dovrebbe essere un giusto esercizio, ma cosa dire di una famiglia
che ha problemi a comprare i libri per mandare i propri figli a scuola (non cito casi più disperati)? Mio malgrado ritengo che i finanziamenti, per queste persone, si presentino come l'unica possibilità e le banche come dei messia utili per la salvezza.
Infatti è diventato un fenomeno comune, in gran parte del mondo, pregare le banche;

In Brasile ormai i prodotti non presentano + il prezzo complessivo ma solo quello delle rate.
Noi Italiani siamo sulla giusta strada per raggiungere quel tipo di povertà;
gran parte della colpa è da attribuire alle Banche ed ai nostri governi che consentono, per personali interessi, l’inconsentibile: Unipol, entrata in borsa società sportive, caso Fiorani, Cirio, Parmalat, futura Piaggio, etc.

Cosa possiamo fare per ovviare a tutto questo?... NIENTE
Noi italiani non siamo come i nostri cugini francesi… noi non abbiamo le PALLE


non c'è miglior commento del silenzio; non c'è miglior risposta dell'azione;

SE organizzassimo una manifestazione (apolitica) in quanti saremmo disposti a scendere in piazza?

ferdinandopetraglia@libero.it

ferdinando petraglia 30.06.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

oggi sono andata alla posta per pagare 6 bollettini (1 ici mia e 1 del mio compagno, la luce, il telefono, il gas e il finanziamento per il pc) e ho pagato l'intero importo col bancomat. Ebbene su ogni bolletta ho avuto (come tutti) un addebito di 1 euro e quindi in totale ho pagato 6 euro (12.000 vecchie lire) per cosa? Per fare un'operazione unica? Se solo potessi lasciare questo paese....

mano ciao 30.06.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo solo carne da macello. Ignoranti, furbastri e ladri abbiamo solo quello che ci meritiamo: berlusca , rutelli , prodi e il bildenberghiano padoaschioppa.Dopo anni di berlusconi la meta' degli italiani lo ha ancora votato, e allora che dire?Dobbiamo solo andare a fondo, ma fino in fondo e poi con lacrime e sangue (vero)ripartire da zero e ricostruire. Oppure liberarsi dei nostri politicanti e con una grande forza ideale riscoprire i veri valori della vita. Auguri a me e a voi

mauro germani 30.06.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

una catena di sant'antonio... però molto simpatica :D:D


sonjaswette.com/index_it.html

diffondete please

Leonardo Conti 30.06.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Volete sapere perchè gli italiani si indebitano??????
OGGI MIO FIGLIO MI A PORTATO LA LISTA DEI LIBRI PER IL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO IL TOTALE E' DI 379,00 EUROOOOOOOOOOOOO!!
MA, C...O E' POSSIBILE CHE TUTTI GLI ANNI VARINO :
- LA STORIA
-LA MATEMATICA
LA LETTERATURA

CREDO CHE ABBIANO CORRETTO I PROMESSI SPOSI, HANNO MODIFICATO IL TEOREMA DI PITAGORA, HANNO CAMBIATO IL NOME DI GIULIO CESARE, LA SECONDA GUERRA MONDIALE E' STATA VINTA DA BERTINOTTI.....ECC....
MA POSSIBILE CHE GLI INSEGNANTI INDICHINO SEMPRE LE CASE EDITRICI E I LIBRI DI TESTO OGNI ANNO DIVERSI.
MI DOMANDO SE LA DIVINA COMMEDIA CHE HO USATO IO NON VADA BENE E TANTI ALTRI TESTI...
IO HO TRE FIGLI E MI STO' VERAMENTE STUFANDO DI QUESTE SITUAZIONI PREFERIREI PAGARGLI NON UNA MA CENTO VACANZE PRIMA DI DOVER BUTTARE I SOLDI PER COSE DOPPIONI

b.simone 30.06.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bhe anche noi ci troviamo in questa situazione del debito su debito. Grazie ad una politica di eliminazione del superfluo, ma anche del non superfluo siamo riusciti a diminuirlo ma non ad estinguerlo perchè siamo schiacciati dalle bollette e da un affitto di ottocento cinquanta euro al mese... come si fa??? io poi ho lavorato a lungo interinale, ma ora ho smesso e sto cercando una nuova professionalità che non mi facia finire a quarant'anni in sala m. Ma quelli che ci governano sanno il vero significato della frase:"qualità della vita"??? sì. ma solo per famigliari, loro stessi e clientele. PUZZONI.

mary ghesini 30.06.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi un prestito? Requisito necessario è avere meno di 70 anni. Quelli che superano tale tetto devono avere un garante perchè sono visti con un piede nella fossa. La vita media è di circa 70 anni per gli uomini e 80 per le donne, chissà come si comportano con le persone che si sentono donne o si sentono uomini. Se non paghi le bollette sono capaci di staccarti la corrente o il gas che sono dei beni fondamentali per la vita quotidiana. Si arriverà a staccare il citofono se non paghi il condominio? Un saluto e grazie.

Antonio Esposito 30.06.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono soffermato per un attimo a leggere i vari commenti che sono stati lasciati e a carattere generale riesco ad evincere che,cosa che condivido a pieno,la societa' di oggi per sua gran parte e' vincolata dall'appararenza e molto meno,quasi per nulla dalla concretezza...vedi telefonini,macchine,vestiti etc etc...Sono del parere che sia nella vita privata che in quella familiare,la seconda credo sia quella a cui il genere umano in generale trovi il significato e lo scopo della propria esistenza nel crearne una propria,la concretezza e' quella che porti ai veri risultati,quelli positivi,sostanziali,utili,veri,importanti e,scusate per il gioco di parole,concreti.Se della propria esistenza come in quella altrui ci si sofferma solo sull'apparenza o perlomeno se ne faccia il principale e piu' importante parametro di giudizio,credo a mio modestissimo avviso che nolenti o volenti,prima o poi,se ne scontino le conseguenze,nella proria di vita o in quella condivisa con un'altra persona.Se tutti o perlomeno per la stragrande maggioranza vedessimo le cose in quest'ottica prima di pagarne le conseguenze e capire,forse ci sarebbero ANCHE meno finanziarie.

Marco Diddoro 30.06.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo niente da dire su tutto quello che dici, tutto più che giusto. Sei grande in tutto. Ho 29 anni mi ricordo di te da quando ero piccina, ti ho sempre seguito e mi sono dispiaciuta tantissimo quando non sei più apparso nelle trasmissioni, comunque,volevo dire se ci fossero più persone come te, le cose andrebbero benissimo, per favore non cambiare mai sei il mio punto di riferimento. Un Grazie di cuore

Roberta Emanuele 30.06.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Come mai in questo paese non sempre ha il sopravvento la coscienza civica? Ad esempio,le tasse io le pago tutte fino in fondo perché sono una dipendente pubblica, mentre si sa che tanti bravi nostri concittadini intascano guadagni fino all'ultima lira. E se li denunciassimo? Carogne sì, ma per il bene comune. Quanto lavoro al nero tassato produrrebbe ricchezza per uno Stato che ha chiuso sempre gli occhi difronte ai disonesti? La ricetta è semplice, punire veramente chi froda.

mariangela ludovici 30.06.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, con la legge Biagi come lavoratori dipendenti siamo davvero tutti più poveri, sia economicamente che di affetti.
Chi riesce a costruirsi una famiglia in queste condizioni? Neolaureati dalle potenzialità eccellenti ricattati da aziende che possono pescare in un mercato inflazionato dalle nuove lauree.
Riforme subito nell'interesse di tutti quei genitori che hanno fatto sacrifici immani per far studiare i figli per poi rirovarseli con uno stage da 500 euro/mese spese escluse a 30 anni.


alüa mi veddu u ma...

Ciao,

Grazie...............

Barbara Botta 30.06.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

...continua...E' questo non è un problema di destra o di sinistra, questo à un problema di etica umana. Tanto valeva lasciarci uno come Castelli che di professione faceva l’ingegnere. Perché la prossima volta non andiamo dal barbiere a curarci i denti come si faceva nel “sano e vecchio west”!!!

Caro Beppe sono contento per te che riesci a guadagnarci tanto, mi auguro per te, dicendo cose a volte più o meno giuste, che dirti se non beato te!
La realtà è che non dovrebbero essere né siti come questi, né varie Striscie la Notizia, a denunciare questi colpe gravi, ma dovrebbe essere lo Stato, e non perché non sono contro questo genere di denuncie, ma perché penso che i cittadini dovrebbero prima di tutto avere la massima fiducia nello stato e non aspettare che ci sia qualcun altro difendere i propri diritti .
Forse la mia è solo utopia, ma a qualche cosa dobbiamo anche poterci attaccare oltre che al solito organo!

Salvatore Leone 30.06.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non ritengo che il problema siano le finanziarie o le banche, quelle ci sono sempre state e non penso che siamo destinate a sparire. Il problema è forse un altro, che chiunque si metta sul mercato, come banche e finanziarie, dovrebbe obbedire o essere costretto ad obbedire a regole certe, stabilite. E’ qui allora che deve intervenire lo stato o chi per lui che deve essere garante dei diritti dei cittadini.
Poi se c’è qualcuno che si vuole indebitare per fare vacanze, comprare cellulari, vestire griffato, buon per lui. Non penso che per questo motivo debba sentirsi colpevolizzato. Ognuno dei propri soldi (mi auguro guadagnati onestamente) può fare quello che meglio crede.
Con questo non voglio fare una difesa dei malati dello shopping a tutti i costi, ma ritengo che sia facoltà di ciascuno reputare cosa sia più appagante per la propria vita. Sennò come fare a spiegare persone che spendono fortune per il collezionismo o per altre manie!

Però ribadisco che deve essere lo stato che deve fungere da arbitro dei giochi. Purtroppo è questo il vero problema, e non penso ahimè che con l’avvento di un nuovo governo (sia di destra che di sinistra) possano esserci dei cambiamenti.
Il problema da risolvere non è che le volpi mangiano le galline nel pollaio, quella è nella natura della vita ed è incontrovertibile e forse solo Darwin potrebbe fornire una risposta, il problema è impedire che le volpi arrivino nel pollaio a mangiare le galline.
Ma in Italia siamo davvero dei grandi per cui a guardia dei pollai ci mettiamo le volpi e poi ci meravigliamo di trovare le galline uccise! A questo punto non vorrei essere preso per un veterinario, ma mi sembra che oramai stiamo dando il meglio di noi stessi in ogni campo, e se ci sembra di aver raggiunto il fondo del barile, dopo un attimo scopriamo che ce ne è ancora un altro bel po’. Ma davvero è credibile che uno come Mastella possa fare il ministro della giustizia!...continua....

Salvatore Leone 30.06.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Non dobbiamo però responsabilizzare troppo i media. Ciò che maggiormente influisce è la mancanza di una crescita civica, civile e critica. Perchè ciò che proviene dalla TV viene preso come "verità assoluta"? Se i nostri figli sono bombardati da messaggi "distorti" provenienti dalla Tv, più che spengerla forse è meglio spiegare e far capire e criticare i messaggi creando i presupposti del dubbio. Alla fine la domanda "sarà vero?" se la porranno!!
Allora avranno la possibilità di scegliere il tipo di vita che vogliono fare. In fondo, il compito di un genitore è tutto qui: dare la possibilità ai propri figli di fare delle scelte LIBERAMENTE.

STEFANO PERIFANO 30.06.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Tu vo fà l'Americano l'Americano ma sei nato in Italy,la capacità di assorbire le cose piu nocive da altri stati più evoluti tecnologicamente tipo
telefonini,finanziarie,media,ecc questo tipo di consumismo allo spasmo di modello U.S.A fa si che applicato all'Italiano medio risulta DEVASTANTE.Negli ultimi 10anni non si importa niente di buono non per formulare una critica agli Americani, loro producono - vendono quintali di monezza forse i governanti dovrebbero essere selettivi nel copiare sistemi di vendita, di finanziamento,cercando di prendere il sano di un sistema produttivo evoluto, ma al politico del partito della pagnotta non interessa, NOATTRI ancora meno.Buon giorno Bel Paese

gigi leali 30.06.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

alessandra lattuada 28.06.06 19:37
sono d'accordo con il post di alessandra.. ma è possibile che non si rinuncia a nulla?
sembra che tutto sia indispensabile.. sta scritto da qualche parte che è un obbligo andare in ferie? i miei genitori ci hanno rinunciato per 20 anni(in 25 anni di matrimonio solo ora tirano un pò il fiato) e cosi come a tante altre cose anche piu importanti della vacanza al mare..
ma an se dre a scherzà ?(trad. dal bergamasco:ma stiamo scherzando?)
indebitarsi per il maxi schermo dei mondiale??!
..mah assurdo...
andiamo vestiti con capi gucci, d&g ecc.., con auto che consumano come un aereo e poi fa niente se abbiamo le pezze al culo e piangiamo perchè non abbiamo i soldi per pagare la bolletta della luce........ACCONTENTIAMOCI..

e non dite che è la "società" che impone certi modelli e se non li seguiamo veniamo ghettizzati.. è che non abbiamo carattere!

ROBERTINA B 30.06.06 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante.
Domanda: la sinistra in campagna elettorale ha detto che le persone non arrivano all'ultima settimana del mese. Poi che fa ?
Le stanze del buco...
La settimana di vacanza per i parlamentari...
202 ministri...
aumento di gas, luce, sogarette, francobolli e volume testicolare.
Basta! La prox volta scheda nulla (sempre se rimango in Italia)
Un elettore moolto scontento.

Pasquale Franchini 30.06.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi moltissima gente vuole vivere al di sopra delle proprie possibilità.
Non è difficile imbattersi in qualsiasi città italiana, in personaggi con al seguito auto costose, abbigliamento griffato, gadget dell'ultima generazione e nel guardarli pensi di trovarti al cospetto di una celebrità dello spettacolo per poi scoprire deluso, dopo qualche attimo, che il divo o la diva di turno non è altri che il tuo idraulico o la parrucchiera del negozio sotto casa.
Le colpe principali sono da attribuire, a mio parere, a quella televisione spazzatura che con i suoi programmi del pomeriggio ed i vari reality, trasmette dei messaggi che distorcono volutamente la realtà.
La cosa drammatica è che questa cultura dell'effimero sta provocando dei danni enormi non solo ai ragazzini adolescenti ma anche in persone con qualche annetto in più.
L'operaio che fatica ad arrivare alla fine del mese, deve prendersela con questo bombardamento che ricevono i suoi figli ed anche la moglie per cui in casa tutti devono possedere il telefonino con telecamera, i capi firmati e ogni altro oggetto che possa far identificare i componenti della famiglia con il Costantino di turno, il tronista, la show girl, l'attore, il cantante, il calciatore.
Tutto ciò sta portando ad una regressione generale dell'intelligenza e dell'analisi degli individui più deboli, per cui a 30 anni rimani ancora a casa con mamma e papà cazzeggiando di notte per i locali più in della città.
L'egoismo quindi prende il sopravvento, e sposarsi ed avere figli viene visto come un sacrificio ed una privazione del proprio ego inaccettabile.
In conclusione non mi sento di colpevolizzare per questo i pubblicitari e le finanziarie, ma inviterei tutti a riflettere sul senso della vita.
Io l'ho capito dopo essere diventato padre.
Con la speranza di suscitare condivisione.
Saluti.
Gianni Pagnozzi

gianni pagnozzi 30.06.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,hai perfettamente ragione.
Ma ti chiedo:cosa si può veramente fare per limitare questa deriva culturale che è diffusa in tutti gli strati sociali.
Fammi sapere la Tua idea in proposito.
Ciao
Alberto

Alberto De Ponti 30.06.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OGGI LEGGO SULL'ANSA UN NOTIZIONE..

INFLAZIONE CRESCIUTA DA 2,2 A 2,3%...

QUINDI SIGNIFICA CHE, IN MEDIA, UN BENE CHE ACQUISTAVO NEL GIUGNO 2005 E CHE MI COSTAVA 300 EURO OGGI LO PAGO 303...

IO DICO "MAGARI".. FOSSE COSI'...

IO DICO "BASTA" CON LE PRESE PER IL CXXO..
SFIDO CHIUNQUE A DIMOSTRARE UN AUMENTO DEI PREZZI COSI' CONTENUTO...
ED IL BELLO E' CHE I NOSTRI "SAGGI" DI ECONOMIA PRESENTANO QUESTO AUMENTO COME UN PICCOLO SEGNALE PER STARE ATTENTI A MONITORARE IL COSTO DELLA VITA...
MA ANDATE A FARVI FOTTXXX!!!!!

PER QUANTO RIGUARDA LE O.C.B. (ORGANIZZAZIONI CRIMINALI BANCARIE)..
FANNO BENE!!!
FINCHE' C'E' IL COGLIONE CHE ACCENDE UN PRESTITO PER IL TV AL PLASMA,
PER ANDARE AI CARAIBI,
PER COMPERARSI IL CEL,
PER COMPERARSI I VESTITI FIRMATI

FANNO BENE A SPELLARVI TUTTI!!!

PERCHE' SIETE VOI GLI IGNORANTONI CHE NON CAPITE QUANTO SCHIAVI SIETE DEL CONSUMISMO...

IO METTEREI I TASSI AL 100% PER QUESTE COSE...!!!

A NATALE DEL 05 MI HAN CHIAMATO PERSINO SUL TELEFONO OFFRENDOMI 1000 EURO IN PRESTITO PER I REGALI..TI VOGLIONO IMBRIGLIARE IN UN SISTEMA DI RATE CHE NON FINISCONO PIU'.. UNA SORTA DI PICCOLO CONTO DOVE TIRI SU' 1000 E HAI MICRORATE DECENNALI, POI NE TIRI SU ALTRI 1000 E LA RATA AUMENTA UN PO'...E AVANTI

UNA SORTA DI "TASSAZIONE" CHE ANDRA' AVANTI ALL'INFINITO, PER IL POVERO POLLO CHE DEVE COMPRARE IL VIDEOFONINO...
HO GUSTO, SE NON VI SVEGLIATE FANNO BENE A SUCCHIARVI TUTTI QUEI POCHI SOLDI CHE AVETE...

IO COL CAXXO CHE VADO A FARE PRESTITI..
RIMANGO SENZA TELEFONO "LAST GENERATION" E HO UNA TV DA MEZZO QUINTALE...

MA NON POTETE PERCEPIRE IL SENSO DI LIBERTA' A NON AVERE NESSUN
NESSUN
NESSUN TIPO DI RATE DI "CREDITI AL CONSUMO" CHE RIBATTEZZEREI
"CRETINI AL CONSUMO" (DA SPENNARE)...

N.B questa situazione l'abbiamo voluta noi italiani, noi popolazione media..ricordiamocelo sempre...


Paolo Sterzi 30.06.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ho letto le esternazioni a cui si sono lasciati andare i nostri "amici" tedeschi del "DER STRONZEN",anzi io lo chiamerei DER RAZISTEN!!!!!!!!!! ma che se lo vincano il loro mondiale!!!!! ma che non si permettano di offendere gratuitamente il nostro popolo,io ho parenti emigrati in germania che lavorano li e si sono sentiti umiliati da simili espressioni come "parassiti o viscidi".Ma noi non li ripagheremo con la stessa moneta perche' cio' vorrebbe dire toccare il fondo come hanno fatto loro.
Cosa deduciamo da tale episodio?Be secondo me questo e' l'ennesimo caso in si fa un uso "distorto" dell'informazione;ditro quelle parole c'e' un mente che ha pensato ed e' questo quello che mipreoccupa.
Mi preoccupa l'"ometto" che c'e' dietro tali affermazioni,un ometto pieno di pregiudizi,un ometto servo del potere,un ometto privo di valori come il rispetto la tolleranza l'uguaglianza.Eppure tale ometto ha il POTERE di scrivere e comunicare agli altri il suo abominevole pensiero.Concludo:"lo spettro di Hitler aleggia intorno ad alcuni e ad un certo punto si materializza assumendo le sembianze del giornalista che ha scritto quel pezzo" speriamo che il DER RAZISTEN SI LIMITI A DELLE SCUSE A NOI BASTA QUESTO!!!!

luca solimeo 30.06.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillo hai ragione. ma il problema viene da lontano, e senza soluzione. e' inutile parlare ai sordi, non capiscono. ormai tutti prendono tutto a rate (con un finanziamento). il concetto base tipo: mi-piacerebbe-la-tal-cosa-ma-non-ho-i-soldi-x-comperarla-e-quindi-non-la-prendo, e' un concetto ormai scomparso. pur di vendere qualsiasi cosa da auto a vacanze a elettrodomestici a qualunque cosa ti viene in mente, prima ti convincono che ti e' indispensabile, poi che se non ce l'hai sei un pezzente, poi che te lo danno senza pagare, e chi ci guadagna non sono piu' i venditori solo, ma le finanziarie. per es il miglior gettito delle industrie di auto non e' la vendita delle auto, ma il guadagno delle finanziarie affiliate. bisogna rieducare gli italiani a usare il cervello o quel poco che hanno, convincerli che se uno e' pezzente resta pezzente anche se ha il condizionatore nuovo, che anche da pezzenti si puo' essere dignitosi. la vera ricchezza e' l'indipendenza del giudizio e la liberta' di essere quello che si e' senza dover dimostrare nulla a nessuno. e saper fare sempre e comunque il passo misurato solo sulla propria gamba. saluti. gus.

augusto cavalli 30.06.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI AGISCE PUO' SBAGLIARE CHI CONTROLLA NO.

Da diverso tempo sento affermare da più parti che tante famiglie sono sulla soglia della povertà nella nostra bella Italia, poi leggo sui giornali e sento dichiarare da politici più o meno importanti che questa soglia oscilla intorno a 2.500/3.000 €. di reddito familiare mensile.
Ora mi chiedo se questi sapientoni sanno cosa guadagna in effetti un operaio in fabbrica, 850,00, o, 950,00 €. netti al mese, o un impiegato di 2°livello del commercio netti in busta 1.040,00, o, 1.150,00 €. al mese, conseguentemente anche se la moglie di uno dei due guadagnasse come il coniuge saremmo in presenza di una famiglia povera, anzi al di sotto della soglia di povertà.
Ora qualcuno potrebbe dire che non tutti hanno stipendi siffatti, io però dico e credo di non sbagliare che almeno tre o quattro italiani su cinque sarebbero felici di avere un reddito familiare di 2.000 euro mese netti per 13/14 mensilità, mi piacerebbe tanto essere in errore.
Siamo quindi una popolazione di poveracci con dei politici che ci tassano come se fossimo dei signori e per giustificarsi ci fanno illudere di vivere come nababbi immersi nei debiti a vita, ma i "COMPAGNI" dove erano mentre tutto ciò veniva apparecchiato dai tantissimi passati governi e non solo da quello del " NANO" quali interessi difendevano e difendono visto che nel tempo l'unica differenza e che non si trova più nemmeno il lavoro?. NON PENSATE CHE LA COLPA DI TUTTO CIO' PIU' CHE DI CHI HA GOVERNATO O GOVERNA E DA ADDEBBITARSI IN MASSIMA PARTE ALLA OPPOSIZIONE DI QUASIASI COLORE O PARTE ESSA SIA IL CUI COMPITO E': di denunciare, combattere e vincere con i fatti, l'arroganza di chi ha il potere e MEZZI abbondanti (capisci a mè), se il potere è in mano della sinistra che notoriamente è popolare più di qualsivoglia altra forza politica, chi mai difenderà gli operai e le maestranze, i padroni all'opposizione "ma mi faccia il piacere!!!!!!!".
Riflettete gente riflettete
Francesco


f.marletta 30.06.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento


L'unico vero motivo per accedere ad un finanziamento consiste, a mio avviso, nell'accendere un mutuo per la casa, anche perchè è un provvedere al futuro che permette di non buttare via il denaro in affitti e vivere serenamente sapendo che almeno la casa è tua e che avrai una vecchiaia in cui non sarai un disperato alla ricerca di un rifugio, ed è anche un modo di provvedere ad agevolare il futuro dei figli per chi ne ha.
Moltissime delle altre forme di indebitamento sono il prodotto della nostra ignoranza, per non dire colpevole stupidità, e dall'improvvida legislazione in materia di regole sul credito fatte proprio per i soliti noti,Banche, Assicurazioni, e centri di potere commerciale che ambiscono a sottomettere il cliente con la pretesa di godi subito e paghi domani.
Da parte di una Sinistra attenta tra le tante cose da cambiare ci sarebbero anche queste regole, ma con tutto quello che cè da fare campa cavallo, anche perchè vale anche per loro il fatto che 50 anni di "casini" non si possono cambiare nei primi 100 giorni, anche se io penso che ci vorrebbero almeno 100 anni e chissà se bastano, in più non mi pare di vedere tentativi rasserenanti di cambiamenti, bensì ulteriori nubi all'orizzonte.
Un suggerimento: NON E' CHE SE AUTORIZZIAMO I CITTADINI A POTER SCARICARE TUTTE LE SPESE CON SCONTRINI E FATTURE, COMPRESO IL CAFFE' AL BAR,
FORSE IL MAL COSTUME DEL NERO VERREBBE ELIMINATO, E I CONTROLLI INCROCIATI POTREBBERO AVERE UN SENSO CONCRETO PENALIZZANDO SERIAMENTE I COSIDETTI FURBI CON SODDISFAZIONE DI TUTTI, ANCHE SE CIO' COMPORTEREBBE PER I PADRI DI FAMIGLIA UN PO' DI LAVORO AMMINISTRATIVO IN PIU'IN FAMIGLIA CON FORSE UN CONTROLLO PIU' EFFICACE DELLE SPESE FAMILIARI.
Ma credo di aver detto una bestemmia, il buon senso di questo paese dice che come si farebbe poi a dare la colpa agli altri dei propri errori di gestione familiare e non, come, poi, poter accampare scuse dicharando i veri redditi date le spese?. Riflettete gente, riflettete
Francesco

f.marletta 30.06.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

E giusto dire le vacanze , le suv,i regali. ma le finanziarie prolificano alle nostre spalle ci spingono (con martellanti campagne pubblicitarie) ad accedere ai finanziamenti "per tutti". Ma a noi chi ci difende da questi nuovi strozzini(legalizzati), perche tra i nostri dipendenti politici bianchi, rossi, verdi, o neri non ce nessuno che si accorge che, tra qualche tempo dovremo per tornare indietro quello che ci è stato tanto insistentemente prestato, dovremo offrire qualche nostra nobile parte bassa.................

gianni tiengo 30.06.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'giorno Beppe, buongiorno a tutti i blogghisti (mi piace perché suona pure come una cosa "losca" I CARBONARI DELLA II REPUBBLICA).
che vogliamo dire, la notizia, che non è una novizia, sta nella necessità dell'economia ha di finanziare se stessa. Mi spiego avete presente il famoso assegno postdatato, beh inizia tutto da lì.
Per chiarire:ricordate le cambiali, erano lo strumento legale, viste le imposte, per POSTpagare, rateizzare, poi furono accettati anche gli assegni.."perché pagare un'imposta..ce la vediamo tra noi"..(l'ass.post è illegale), ma nell'Italietta dei furbetti tutto è permesso..che controlla chiude gli occhi...ecco spero che mi abbiate capito...chi ci ha guadagnato sono state le banche...castelletti, anticipi su fatture..certo operazioni non gratuite,ovvio..ALLORA POPOLO DEL BLOG...Beppe...dovremmo boicottare le superflue operazioni finanziarie delle Banche...come lavorando il meno possibile con queste, e, mi rivolgo soprattutto ai cosidetti LAVORATORI AUTONOMI, ma cmq la cosa riguarda tutti perché tutti siamo vittime dell'ECONOMIA DEL POST-DATATO, credetemi si può rinunciare a CARTE DI CREDITO,PRESTITI E BANCOMAT...io ce l'ho fatta e spendo solo quando ci sono il c/c serve solo per fare quelle operazioni necessarie, ma attenzione utilizzarlo in modo sconsiderato questo si trasforma in una SLOT MACHINE, in virtù del post datato da finanziare...CIAO A TUTTI E W L'ITALIA

mario campanelli 30.06.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Sto per partire per il Giappone, lascio casa, lavoro, auto e tutti i miei beni. Mi porto un kimono, una ciotola, dei sandali e della biancheria, e vado ad abitare in un piccolo tempio zen, in montagna vicino Tokyo; niente elettricita' e telefono, solo la voce degli alberi, della rugiada, della nebbia.
Le finanziarie esistono perche' noi le creiamo.

Questa era la mia ultima connessione web, vi auguro di porre fine alle vostre sofferenze.
Ciao

paul mcdough 30.06.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Le banche fanno bene?" Sì, però quello che c'è scritto è vero; infatti il problema non sono le banche, fanno il loro mestiere, il vero problema siamo noi che siamo talmente immersi nel nostro consumismo che non risciamo più a vedere le cose come stanno e credo che il problema non riguardi solo noi italiani.

Martino Coppola 30.06.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, hai toccato un altro punto "delicatissimo" di questo nostro sistema economico. Le finanziarie sbucano come i funghi e con messaggi "accattivanti" , tra l'altro affidati a gente di spettacolo,invitano ad indebitarsi fino all'ultimo euro di stipendio. Come impedire questo scempio? possibile che nessuno ne parla, ne discute o cerchi un giusto rimedio a questa situazione che oramai è diventata insostenibile?.

anna maria 30.06.06 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si nota l'Italia e' diventata polemica e priva di buone intenzioni, il commento: LE BANCHE FANNO BENE! Questo e' quanto un Italiano medio puo' dire. Un vivo complimento nel attaccare ancor di piu' noi stessi e tutto questo deve cancellarsi al piu' presto, siamo un ottimo popolo non dimentichiamolo

elia rizzuti 30.06.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Le banche fanno bene! La gente vuole il telefonino piu' tecnologico che c'e'? Il SUV piu' ingombrante del mercato? Viserba di Rimini e' solo per pezzenti e poveracci dell'est (come minimo Sharm)?

Ed allora le banche fanno bene a mettere cappi alle balle (finanziarie) degli Italiani. 'Azzi loro!

Personalmente io non neanche un conto corrente. Ho dovuto litigare col datore di lavoro e solo l'intervento di un rappresentante sindacale ha sbloccato la situazione: "Noi senza un conto corrente non possiamo pagarle lo stipendio...". Si come no!!! E stata dura ma ce l'ho fatta. Mi becco il mio bell'assegno che cambio in posta (non son santi neanche loro, ma da qualche parte dovro' pur cambiare i soldi) e deposito su un libretto solo x evitare visite di ladri.

Angelo Meregalli 30.06.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente io sono sempre stata contro i pagamenti rateizzati, mi è capitato solo una volta di utilizzarli e me ne sono pentita.
Ho acquistato una macchina nel 1989 e ho fatto 12 rate per un importo di 5 milioni di lire.
Il problema è che pagare è comunque una "scocciatura" ma se poi hai una cosa che hai desiderato, nuova, TUA, sei contento e ti "scordi" quanto ti è "costato".
Se invece paghi a rate, anche se "piccole" o per poco tempo, hai subito il piacere dell'acquisto e poi la rogna del dover pagare una cosa ormai già vissuta, già usata, già "vecchia".
Capisco che per comprare una casa sarà difficile non fare un mutuo ma per le piccole cose, per i piccoli finanziamenti credo che sia molto meglio mettere i soldi da parte e rimandare un acquisto che poi sarà certamente più gratificante e molto più economico. Insomma per me valgono sempre i vecchi proverbi "prima il dovere e poi il piacere".

paola giacopetti 30.06.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, questo e' un tasto bollente,lo sanno che la situzione degenera ma nessuno alza un dito come il nostro clima, tutti vanno al mare tanto c'e' l'aria condizionata che si accende con il petrolio ( ho una prius! Il petrolio e' ormai surclassato) si nascondono, non vogliono sapere,non vogliono vedere, sono supeflui e lassisti e quando si accorgeranno di questo sara' troppo tardi, Fare da padrone alle banche ed essere davvero accorti e'una favola e nn tutti ci riescono perche' accecati dall'effimero consumismo, e questo sara' il colpo di grazia per molti, come diceva un'illuminato se si saprebbe come diventare ricchi...
Quando la materia grigia ricomincera' a pulsare allora si potra' dire di essere soddisfatti del proprio operato, se poi contenti di pagare in natura alla propria famiglia perche' arrivera' il momento, di certo si vedra' la vera felicita' di una parte della nostra societa' perche'realizzati al contrario, il bello e che in quel caso puoi solo stare alla finestra, sempre che l'ufficiale giudiziario non l'ha portata via.. chi semina raccoglie e da buon intenditor poche parole. Ragionare, riflettere, risolvere e non addossarsi inconsapevolmente una grave malattia: quella dell'eccessivo protagonismo portatore di future ripercussioni incontrollabili.SALUTI ITALIA!

elia rizzuti 30.06.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna iniziare un movimento globale di "ignoranza" !In un società in cui tutto il futile diventa necessario siamo tutti che critichiamo e poi non rinunciamo a Sky, a cambiare macchina ogni 2-3 anni, al telefonino ultimo grido. Bisogna iniziare a ignorare tutto ciò e a fargli fare la fame alle aziende! Devono venire a suonarmi al campanello se voglio l'ultima promozione a 2lire e non a credito aniticipato (vedasi la telefonia!)

Dodo Mara 30.06.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Leggo oggi e rifletto(quello è già parecchio che lo faccio)!Il doppioquinto,il renepolmone ecc..
.Beppe,ma vuoi mettere se tutto ciò è per comperare il telefonino nuovo o per farsi l'abbonamento alla tua squadra di calcio che se non "incriccata" non vincerà mai!Beppe,tu giustamente continui a fare appello a i politici.
Ma in Italia esistono i politici?Berlusconi,vabbè...velo pietoso!E gli altri?
Collusi,arraffoni,mestieranti della politica...Beppe;a casa i politici di oggi,che magari quelli di domani si concentreranno sulle banche per i mutui umani,investimenti che rendono,spese minime.Un telefonino in meno ragazzi,che siamo quasi alla fine...quasi!

Stefano Colombo 30.06.06 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Il più bel blog degli ultimi 4 mesi. I miei più vivi complimenti. Tempo fa ti inviai una sorta di manuale scritto da me dal titolo: "Signori...Vi presento le banche". Un vademecum su come le banche ci inc...no senza pietà, elaborato da me in seguito alle mie esperienze profesionali (sono un commercialista)... Ma tu sei forse troppo preso dalle nano-polveri e non lo hai nemmeno considerato (probabilmente perchè spiegavo chi fossero i finanziatori della campagna elettorale di Romano Prodi!!!!)... Mah... Comunque oggi sei stato bravo!

Turi Messina 30.06.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono indebitato esclusivamente per casa e macchina (un'utilitaria 1100 cc): cose essenziali, anche se la macchina viene ancora considerata un bene di lusso. Per il resto vivo soddisfatto senza strafare. Il cellulare deve telefonare e al limite mandare sms, tutto il resto è fuffa. Il televisore deve permettermi di vedere bene le trasmissioni, non serve che sia sottile come un foglio o che abbia 24 altoparlanti anziché 2. Le ferie in campaga nella ex casa dei nonni sono estremamente riposanti ed evitano fegati gonfi provocati da spiagge invase da bambini che fuggono al controllo di madri grasse che urlano, o da tamarri con i capelli unti che riempiono le spiagge di cicche di sigaretta. Tutti lamentano di essere indebitati fino al collo, di non avere i soldi per arrivare a fine mese. Poi quando esponi i pensieri da me esposti ti senti rispondere "Eh ma dai... d'altra parte oggi tutti i cellulari fanno le foto..." oppure "eh dai su... le partite si vedono meglio sul plasma..." o anche "eh ma la vacanza è vacanza... senza mare che vacanza è?". E allora che facciano come gli pare, ma è giusto che muoiano di fame.

Giovanni Mesturini 30.06.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo giunti alle ultime partite, indovinare un pronostico diventa sempre più difficile ma a noi piacciono le sfide e non ci possiamo certo fermare ora. Con le scommesse di ieri i nostri guadagni sono arrivati al 119,7%. Per i quarti di finale vi consiglio:

ARGENTINA QUALIFICATA 2.12 EURO 7

ARGENTINA-GERMANIA "PRIMO TEMPO" X 2.15 EURO 7

ITALIA QUALIFICATA 1.30 EURO 21

Per oggi ci bastano queste, poi sabato vi do le altre...

giovanni pirri 30.06.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento

e cosa ci sarebbe da aspettarci d'altro? ci martellano con immagini di come dovremmo essere, come vestirci, che auto guidare, dove e quando andare in vacanza, come arredare la casa e che tipo di casa avere... spendere spendere...se non hai l'auto ultimo modello sei uno sfigato e le donne non ti guardano. In pochi siamo rimasti a far valere dei valori più mportanti, investire su noi stessi non in abiti firmati iper luccicanti, ma sul nostro essere e sul nostro modo LIBERO di pensare.

sergio perrero 30.06.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravo Beppe, bel post.

vedevo giusto ieri nel metro' di milano la pubblicità del finanziamento per le vacanze: inizi a pagare dopo l'estate! Vi è rappresentato il mare azzurro solcato da una grande barca a vela che traccia una scia che pare una bocca sorridente.

stiamo veramente alla frutta.

Lorenzo Lodi 30.06.06 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Un consiglio da un consulente a tutela di consumatori, prendete un buon consulente magari non molto esoso e fatevi tutelare sia con i raspporti con le banche che con eventuali finanziarie.

Unendovi sotto un consulente come hanno fatto i miei clienti, aumenta il potere di acquisto e il potere giuridico, e le care società che pensano solko al modo come fregarvi, abbassano molto la cresta.

Un saluto uno dei "partigiani della terza guerra mondiale"


perche gli italiani vogliono la macchina nuova o la vacanza esotica fuori stagione??????
PERCHE VOGLIONO FARE I BELLI IN UFFICIO O PEGGIO ANCORA AL BAR O FAR VEDERE CHE SONO ABBRONZATI IN PIENO INVERNO!!!!!!
Penso che le necessita' di una persona vadano ben oltre a cio' che puo far SUPPORRE di avere.
In Italia le persone pensano che per star bene con se stessi sia assecondare tutto cio' che GLI ALTRI fanno.... scusatemi ma questa e' un stron....ta!!!!
Io sono scappato dall' italia perche ne avevo le palle piene di tutto ... la politica NON E' UN PROBLEMA!!! La mentalita' del nostro popolo e' il problema perche prestiamo piu' attenzione a cosa pensano gli altri di noi e per nulla a quello che NOI vogliamo.
Quando inizi a fare quello che vuoi per la maggior parte degli italiani sei "STRANO"!!!!!
Dopo tutto e' vero che sono strano perche' io la mia vita la voglio vivere a modo MIO e non al modo di qualche signore che decide dove dovrei andare a mangiare che film vedere o dove andare in vacanza o come vestirmi..... NO GRAZIE FACCIO DA SOLO!!!!!
Ho un cervello e voglio usarlo e mi sono reso conto che intorno a me c'erano solo automi programmati E SE FOSSI UN FINANZIERE L'ITALIA RAPPRESENTEREBBE IL MIO PARADISO.... 2 TETTE 4 CULI E HAI IN MANO QUASI UN POPOLO!!!!
Non ci lamentiamo se ci indebitiamo fino al collo ... quando fai un finanziamento firmi un contratto ( ne ho visti firmare molti) ma nessuno che si degna di leggere le clausole del contratto... PERCHE'??????? In italia e' da stupidi dire NO tutti firmano subito e senza fare troppe domande!!!! BRAVI ma non e' realto leggere le clausole e chiedere informazioni e firmare dopo una settimana... ma casualmente c'e' sempre un offerta incredibile che scade proprio quel giorno e .... FIRMA LA TUA CONDANNA A RISPARMIARE 100€ E A REGALARNE 500€!!! BEL AFFARE COMPLIMENTI

Nicola Avogadri 30.06.06 08:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buon giorno a tutti. Giovanna

Giovanna Nigris 30.06.06 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Comunque rimane il fatto che aver aperto alle banche e alle aziende di credito la possibilità di comunicare i presunti cattivi pagatori in una banca rischi è stata la furbata più grande.

Aziende finanziarie come la Agos itafinco che ti segnala per una cavolata, per errori stupidi sulle carte revolving e tu non puoi più essere finanziato per 12 mesi o anche più che se ti succede qualcosa e non puoi pagare nemmeno puoi prendere un prestito.

Mi auguro che non dovesse succedere o prima mi armo e faccio strage all'Agos.

Saluti
Grassini Mauro

PS scusate l'indignazione.

Mauro Grassini 30.06.06 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma gli italiani fanno benissimo a fare debiti, oltre che spesso ne hanno necessità. Se risparmi sei sempre punito perchè c'è quella manina pronta al prelievo sul tuo conto corrente, in barba ai diritti costituzionali. Quando poi ti assicurano che no, non ci saranno prelievi, è il momento di preoccuparsi.

roberta ratti 30.06.06 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Quando ditte come quelle dei mobili o degli elettrodomestici ti invitano a rifarti l'arredamento, o a trasformare il salotto in un home-theatre, tanto "paghi dal 2007", si capisce che questi sono fuori di zucca. Che ne so io, se nel 2007 avrò ancora i soldi per pagare il salotto o l'impianto televisivo che ho comprato quest'anno? E' o non è istigare a indebitarsi? Altro che gli organi bisognerà vemdersi, poi! Dovrebbero prevedere, nel codice penale, il reato di "istigazione allo sperpero".

Monica Magnone 30.06.06 08:05| 
 |
Rispondi al commento

parliamo sempre , ma a quando i fatti? stiamo tutti a casa tanto a che serve lavorare muori lo stesso di fame. guadagno 1000 euro al mese faccio le notti, vivo a milano e devo restituire allo stato 1200euro perche secondo lui guadagno tanto . grazie stato

toti mina 30.06.06 07:41| 
 |
Rispondi al commento

sei grande hai detto la sacra e santa verita

gigi fante 30.06.06 07:33| 
 |
Rispondi al commento

c'è chi dice che se ci si indebita si vende la propia famiglia (parole della chiesa),siete della stessa opinione? Indebitarsi oggi è diventata una tentazione,....

vinicio 29.06.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Il marcio non sta' nel pubblicizare-promuovere l'incitazione all'indebitamento personale, ma stà nella testa delle (troppe) persone che non hanno ancora capito che grasso che cola non c'e' n'e' + per nessuno... Facciamo tutti un passo indietro, ficnhè siamo intempo.

Carlo Meacci 29.06.06 23:28| 
 |
Rispondi al commento

LA MENZOGNA PIU' GRANDE DEL SECOLO CONTINUA A RESTARE NASCOSTA!


CLICCA SUL MIO N0ME PER SAPERNE DI PIU'!


LA MENZOGNA PIU' GRANDE DEL SECOLO CONTINUA A RESTARE NASCOSTA!


CLICCA SUL MIO N0ME PER SAPERNE DI PIU'!

Maurizio Inferno 29.06.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

LA MENZOGNA PIU' GRANDE DEL SECOLO CONTINUA A RESTARE NASCOSTA!


CLICCA SUL MIO N0ME PER SAPERNE DI PIU'!

Maurizio Inferno 29.06.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

OGNUNO E' LIBERO DI MORIRE DELLA MORTE CHE VUOLE, così la prof di matematica ci metteva in guardia quando c'era da studiare per il compito. Per quanto mi riguarda funzionava e funziona ancora. Ognuno è libero di spendere migliaia di euro per qualunque cosa possa renderlo "felice". Nessuno ha il diritto di impedire il suicidio dell'altro, possono solo essere messi in guardia, la vita appartiene a chi la vive nel bene e nel male... La cosa difficile è svincolarsi dalle tentazioni che il sistema (furbo e pronto a ficcarcelo in ogni istante) ci offre quotidianamente..

CANDIDATI ALLE PROSSIME ELEZIONI BEPPE, NON E' UNO SCHERZO! GRILO PRESIDENTE-GRILLO PRESIDENTE-
GRILLO PRESIDENTE-GRILLO PRESIDENTE-GRILO PRESIDENTE-GRILLO PRESIDENTE-GRILLO PRESIDENTE-GRILLO PRESIDENTE

paolo mancinelli 29.06.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento

beppe le ferrovie fanno acqua da tutte le parti,perchè non ne parli mai?per fare una tratta di 80 km 5 anni fà si impiegava circa 1ora adesso lo stesso tratto se va bene1,30 altrimenti bisogna prima spegnere qualche incendio sul treno e poi si riparte,ti faccio presente che il materiale e vecchio di almeno trenta anni e prima faceva solo trasporto metropolitano adesso e stato adattato a treno regionale per trasporto bestiame......

Fernando Errante 29.06.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

beppe ci riprovo.facciamo un programma politico serio,onesto,intelligente,vero.,andiamo acasa della gente come fa berlusconi,con i foglietti,noi che li aiutiamo a capire andiamo casa per casa.cambiamo le leggi(chi ruba sono 30 anni)a zappare la terra e il ricavato alle popolazioni che muoiono di fame.beppe abbiamo il sole,il vento l'acqua e il cervello sruttiamolo...comunque il post di prima non lo mando giu....cosi mi fai capire che non vuoi fare altro che questo tenerci buoni buoni con le nostre fantasie.

Angelo Zottino Commentatore in marcia al V2day 29.06.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevate un Papa nero?
Lo avete avuto.
Più nero di così.
Ex Gioventù Hitleriana, mitragliere sugli aerei della Luftwaffe.
Mica cotike.

A me piaceva Luciani.
Quella frase " Dio è più che padre, è madre!"

Dio ha sentito.
Si è incazzato e lo ha chiamato subito a rapporto.
Aveva il sorriso dei parroci di una volta, rassicurante.
Sarebbe stato grande.

Michele P 29.06.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scrivo in riferimento a quel bag per il trasporto degli organi: scherzateci peccato ci sono dei post seri ma questo fa proprio c....e ho visto morire della gente( miei amici) perchè quel bag non è arrivato c......i

alessandro ramperti 29.06.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento

grazie beppe. le cose vere non le vuoi sentire.alle 21.06un mio post è andato a farsi fottere grazie a chi per te le proposte che ci mettono in prima linea danno fastidio perche incitano a fare e non a dire

Angelo Zottino Commentatore in marcia al V2day 29.06.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Governo in netta difficoltà, il ministro della difesa, Parisi, ha detto che se non passa il rifinanziamento per le truppe in Afghanistan, si torna a votare, e ha fatto anche sapere che è stufo di fare figure barbine tipo quella in Iraq con il contingente italiano, dando la netta sensazione di fuggire in modo indegno, altri deputati si sono mostrati decisi a tornare al voto perchè la "maggioranza" al senato è troppo in bilico, ogni volta che si cerca di far passare una legge, Ha poi lasciato l'intervista nerissimo in volto.
Gli ha fatto eco D'Alema, sentendo il disappunto dei paesi esteri per la crisi della maggioranza.

francesco panniello 29.06.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

anche fitto sarà difeso dall'avvocato giulia bongiorno..a me non sembra normale che questa faccia queste cose,,adesso è anche una parlamentare,,dovrebbe essere tra quelli che dovrebbero far uscire fuori la verità,non fare di tutto per insabbiare usando tutta la propria influenza...
GRILLO PROTESTIAMO CONTRO QUESTA BEFANA CATTIVA..

NO ALLA PALADINA DELL'INGIUSTIZIA....

monte stefano 29.06.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi amici,sono un abbonato al blog di beppe grillo da pochissimi giorni,e gia'entrando nei commenti di tutti voi,sono affascinato All'lidea di poter scambiare opininioni con il mondo esterno.
Sapete il mio pensiero e'questo,noi possiamo giudicare tutto cio'che vogliamo ma a volte dietro determinate cose si nascondono fatti che non conosciamo,spese,viaggi,ecc.
Un commento letto,diceva che si e'pazzi a indebitarsi di migliaia di euro x un tv al plasma x vedersi i mondiali.
Caro amico magari si,ci sara'sicuramente il pazzo,ma credo che la maggior parte saranno persone che desideravano un apparecchio cosi da molti anni,e,che per un motivo o per unaltro non anno potuto permetterselo se non a rate.

un salutone a tutti

Vincenzo D'Errico 29.06.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Al Rogo le compagnie che fanno la pubblicità dei prestiti in TV non ci sono dei kamikaze per sta gente?
Pre...tò e il contate ce l'ho.
F..us prendi 10000 euri in prestito e ne devi rimborsare 15000 ti dicono 120 rate a 130 euri per rata quanto fa?
e permettono a sti ladri legalizzati di apparire in TV.
e banca intesa tu metti il 5 noi mettiamo il 95 a Benetton gli hai dato 8 miliardi di euro sull'unghia sono tutti buoni a fare gli imprenditori anche io domani sono ricco se si fa così.
Se nn ci siete dentro non avrete mai idea di quanto vi inculano le Banche e non solo le Banche anche le loro e sottolineo loro finanziarione finanziariine finanzariette e Assicurazioni perchè se hai una banca non puoi non mettere su una bella assicurazione con una bella SGR dirimpettaia alla assicurazione.


BORRONI THOMAS 29.06.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse leggere delle sconcertanti notizie può trovarle qui:
http://www..... (poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona serata. Giovanna

Giovanna Nigris 29.06.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento


Allo stesso modo andrebbe vietata la pubblicità del gioco d'azzardo, anche quello "legale" perchè crea una aspettativa tanto impossibile quanto assurda, quella della ricchezza facile.

La ricchezza di una nazione non viene dalle lotterie, (neanche dallo spostamento di merci) ma dal lavoro -quello onesto- per chi ha la fortuna di averlo.

Ghandi digiunava per mandare via gli inglesi dall'India... noi dovremmo digiunare nei nostri consumi per mandare via questa gente.

La riduzione dei propri consumi è, secondo me l'unica strada da percorrere, anche in tema di energia. Consumare meno, consumare meglio, NON produrre di più.


davidevaccarin.blogspot.com

davidevaccarin.blogspot.com/2006/05/niente-pubblicit.html


scusate: sono artigiano idraulico si fa tanto parlare di tasse ed evasione ma quando vai dalla signora (MARIA) e esegui una riparazione guarda caso non vuole pqgare l'iva sarebbe molto semplice anche in italia far pagare le tasse a tutti facciamo scaricare a tutti spese annuali e iva non ci sarebbe piu evasione fiscale

Grandi ivano 29.06.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh Beppe,

che bisogna dire?
Le finanziarie sono supermarket dei soldi, e come tali devono vendere, vendere, vendere il loro prodotto.
Il problema non è il fatto di comprare a rate. In molti lo fanno e tanti lo faranno ancora.
Il problema sono le regole e le leggi certe a tutela del cittadino, ossia non permettere che certe clausole/imposizioni contrattuali possano comparire in un contratto. Chi può fare ciò? Ma solo lo Stato nell'ambito della tutela del cittadino.
Questo "deve" valere per la vendita di soldi, così come vale per la produzione di beni alimentari o medicinali.
Regole certe per tutti.
Poi sta al consumatore scegliere e stabilire se usare quel servizio (ossia sottostare a quelle regole) o no.
"L'importante è essere consci che quando si acquista a rate si acquistano due cose: il bene materiale (il televisore, la macchina, il computer) e quello immateriale (i soldi che ti prestano).
Comprare a rate non è sempre un danno: alcune persone, ad esempio, non riescono a racimolare 1.000 euro per un computer; allora lì la rata interviene a colmare una lacuna (se l'acquisto è utile per diversi motivi).
Io ritengo che debba essere una scelta dell'utente questo tipo di acquisto. L'importante sono le regole certe, la pubblicità non ingannevole e lo smascheramento delle tecniche di raggiro delle leggi (che evidentemente può essere fatto solo da organi e persone competenti).

Ciao

Valter Mura 29.06.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Io francamente non capisco il motivo di certi post. E' colpa delle banche se fanno i loro interessi? Il sistema bancario, parliamo di risparmio pubblico, è senz'altro il piu' trasparente dei servizi che possono essere forniti e anche quello meglio tutelato. Ora direi che dare la colpa a loro di fare il proprio mestiere mi sembra inutile e sciocco. E' colpa della pubblicità ingannevole o della televisione che inducono all'acquisto? Se una pubblicità è fatta bene e il prodotto vende allora il pubblicitario ha lavorato bene. E non gliene si può fare certamente una colpa. E' allora colpa delle persone che li lasciano persuadere e non sono più in grado di ragionare sui loro bisogni? E' per questo che questo post è stato lanciato? Il fatto che qualcuno lo plauda implica che la gente davvero si lascia persuadere facilmente e che i lupi avranno di che saziarsi vista la quantità di pecore in circolazione. Buona serata.

Mup Mush 29.06.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(da un mio vecchio post, ma pertinente a questo tema)

Osservazione:

Prendiamo ad esempio la natura, un formicaio, il loro ciclo produttivo
è diviso in momenti ben distinti, brevemente, la fase della raccolta e
la fase del consumo. Le formiche così come molte altre specie. Pensiamo
al letargo, alcuni animali fanno approvvigionamenti nei mesi caldi per
consumarli nei mesi freddi. Adesso guardiamo la specie umana, produce
365 giorni l’anno per 8 ore al giorno tranne 2 giorni su sette. Questo
a cosa conduce ? un eccesso di produzione (i magazzini di ogni bene
sono stracolmi, guardate quanti capannoni ci sono nei vostri territori) ed un collasso dei consumi! Altro esempio si nasce e si muore,
insomma si va su e si va giù. L’analisi e la vita insegnano che per
andare avanti o si va per linea retta o si deve giocoforza oscillare
(una sinusoide). La linea retta non appartiene alla vita, in quanto
soggetta al CAOS. Quindi il giusto orientamento è la SINUSOIDE. La
società moderna occidentale invece TENDE verso un limite, una DERIVATA
all’infinito, verso il progresso e la produzione COSTANTE, senza
prevedere la fase di discesa, questa non è una sinusoide, e prima o poi
se si TENDE in questa direzione si va appunto ad una DERIVA. Saggio e
Moderno sarà il buon governo in grado di PRODURRE utili e beni nella
fase ascendente della sinusoide e sarà in grado di ammortizzare la
produzione con un periodo di caduta programmatico ed inevitabile in cui
si deve CONSUMARE quel che è stato prodotto, pronti per una nuova
risalita.

Non so voi cosa ne pensate ?

In definitiva penso che la
colpa di questa situazione non sia di una o dell’altra legge, ma della
tendenza che il ciclo produttivo ci impone, che è una tendenza che ci
sta portando ad una deriva ! Ci affanniamo tutti a produrre e tanto, ma
non siamo più in grado di affrontare la discesa che la vita ci impone
ed è inevitabile! e paradosso! l’Africa muore di fame!

Gradirei dei
vostri commenti!
Grazie!

Fabio Neri 29.06.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma sapete chi ha creato l'immenso debito pubblico, tra gli anni '70 e '80, senza rispettare le leggi che impongono di specificare la copertura di fondi alle leggi prima di promulgarle???
Al Governo c'erano dei nomi ben noti:
ANDREOTTI, SCALFARO, AMATO, e tantissimi altri Deputati di maggioranza e minoranza che sono tuttora in Parlamento. Perchè non chiediamo loro conto e confisca dei beni che possiedono???

Luciano STILLI 29.06.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci vuola la tua faccia da culo per parlare di debito senza pronunciare la parolina magica

*** S I G N O R A G G I O ***

Beppe Grillo: l'amico dei bankieri !!

Samuele Terzi 29.06.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a parte che chiamarlo debito pubblico non e' giusto....io non devo niente a nessuno...non penso di essere stato uno scroccone
ho sempre lavorato e pagato tutto in busta paga
in piu' ho fatto un anno di militare a 150 mila lire al mese anziche essere al lavoro, dove nel 92 ne prendevo 1 milione e seicento...
..ma non sarebbe ora di bloccare questo paese?...come hanno fatto in Francia?....stiamo a casa tutti da lavorare x un mese a sorpresa ...nessuno cosuma piu' benzina ...si compra il minimo indispensabile..autostrade deserte..meno inquinamento penso che BLOCCO TOTALE ormai sia l'unico modo x ottenere qualcosa ....qualche nostro dipendente si deciderebbe a dire la verita'...li paghiamo per raccontarci palle su palle....si aumentano lo stipendio(anche il sig.Prodi non ha perso tempo) nelle famiglie si discute di politica quello e' meglio di questo ma intanto il futuro resta oscuro e...pieno di DEBITI..ormai c'e' poco da ridere e da scherzare

Francesco Uscidda Commentatore in marcia al V2day 29.06.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per favore, che cos'è questo tormentone " dov'era Beppegrillo il 2 giugno"?
e diccelo anche a noi

romano fioravera 29.06.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma come fanno in mezzo a questo sfacelo a discutere se mantenere il Paese in guerra con la triste buffonata delle " missioni" miliardarie? Non c'è nessun segno di miglioramento solo buffoni che quotidianamente su tutte le tv non fanno che insultarsi, cosa credo unica al mondo.E noi a mantenerli, ma come smettere???

p.s. come mai non riesco mai a leggere i commenti, compresi i miei? vediamo un po' con questo.

romano fioravera 29.06.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dov'era Beppe Grillo il 2 giugno 1992?

* 2 giugno 1992 * 29.06.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Parole....Parole....Parole.
Noi siamo buoni solo a parlare e mai ad agire.

SPERO CHE QUESTO MIO POST SIA LETTO DA QUALCHE MINISTRO E CHE VENGA RIPORTATO A CHI DI DIVERE.

Chi ha voglia di far pagare le tasse trova il sistema, ne cito uno che viene applicato in Francia:
una persona non sta bene e si fa visitare da uno specialista, questi dopo la visita rilascia la fattura dell'avvenuto pagamento.
L'interessato porta la fattura alla USL o in un apposito ufficio del comune e viene rimborsato immediatamente e integralmente se paga le tasse previdenziali.
A fine anno la USL e il comune consegnano alla finanza tutte le fatture e lo specialista è costretto a pagare il dovuto.

E' un esempio di come è semplice far pagare le tasse, se si vuole.

Gigi Fante 29.06.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, le banche e le finanziarie debbono raschiare il fondo del barile per coprire i debiti delle imprese italiane indebitate con loro per migliaia di miliardi di euro e scaricano sui poveri risparmiatori l'onere di coprire i loro infruttuosi investimenti; la cosa vergognosa é che t'inducono ad indebitarti proponendoti un tenore di vita che non solo non é alla portata della maggior parte dei risparmiatori (saremmo tutti dei piccoli Berlusca altrimenti) ma é addirittura deleterio perché andrebbe a minare una delle poche virtù italiane: la propensione al risparmio figlia di quella saggezza contadina che imponeva a ciascuno di non fare il passo più lungo della gamba.
E invece ci vogliono tutti piccoli consumatori all'americana, alla ricerca di sogni esotici e miraggi materiali (dal macchinone alle vacanze a Cortina),col rischio di perdere di vista le cose veramente importanti (la famiglia, il decoro, la dignità)in nome del Dio denaro.

Guido Malaguti 29.06.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Io mi domando se ai nostri DIPENDENTI non farebbe bene prendere qualche lezione come fa ora chi ambisce all'insegnamento. Perchè non li mettiamo a pane ed acqua per 6 mesi almeno per capire come si vive normalmente. Dalle mie parti si dice: "chi è abbutto un crida aru dijuno" traduco letteralmente: chi è sazio non crede chi è digiuno. Li farei vivere con, esageriamo, 1000 euro al mese, in affitto, con una utilitaria che ha già 10 anni di vita ed almeno 120.000 km., che consuma come un ubriaco e che ogni due giorni porti ora dal meccanico ora dal carrozziere.L'assicurazione semestrale. Con almeno 3 persone a carico da vestire e sfamare, libri scolastici da comprare, acqua, luce, gas e telefono a consumo. Senza parlare di spese di condominio. Gli infetterei qualche raffreddore e qualche piccolo malanno tanto da costringerli a rivolgersi ad una struttura pubblica, perchè no, del sud, dove aspetteranno mesi per una radiografia. Cosa metterci...... mi vien da piangere.
Ciao

antonella pezze 29.06.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

...ma vogliamo parlare dell'anatocismo? per fortuna qualcuno se ne accorge e fa causa alle banche..

Nadir Zenith 29.06.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Allora...io li odio i debiti. in vita mia ne ho fatti pochi, e sempre con già i soldi in tasca per pagarli (perchè il finanziamento era davvero a tasso ZERO...ed i soldi di un'auto facevano più comodo in tasca a me)...e oggi non rifarei più nemmeno quelli.

pensa tè fare debiti per stupidaggini giocattolo che il giorno dopo sono dimenticate in un cassetto. telefonini come piovesse...ma se vivo in un mondo in cui la gente non ha più niente da dire, perchè cacchio coprano tutti sti telefoni? Si sono riempiti di macchine digitali...ed i cassetti ringraziano...l'unica cosa che hanno ottenuto è stato di impedire a me ed ai veri appassionati di fare foto su pellicola perchè il costo della stampa è divenuto proibitivo. Adesso giù a navigatori satellitari...ma se non vanno mai da nessuna parte, cosè che vogliono navigare? Io giro l'universo con una cartina straccia e non mi perdo mai!

O' Grillo! Dillo! Questa roba qui altro non è che il concretizzarsi di una politica di cui si parlò molto fino al momento di attuarla, vale a dire fino a circa il 1995...poi silenzio di tomba (che, quando si ruba si fa casino?!)vale a dire far sì che tutti i soldi guadagnati, e magari di più, venissero subito spesi, senza accumulare nessun risparmio...così gira l'economia...e intanto che gira ti mette una palla al piede e tiu rende ricattabile, ricattabilissimo.

Va bene, chi si indebita altremodo è un pirlka come chi dà i soldi alle marchi...ma trascineranno a fondo anche noi in un modo o nell'altro!

Un esempio...fino a 5 anni fa se volevi comprare una moto a buon prezzo andavi dal concessionario con i soldi in mano e dettavi il tuo prezzo (io adderittura li mettevo sul tavolo mentre parlavo..."i soldi ce li ho, ma la voglio subito, a questo prezzo e con tot tagliandi dentro"...adesso provaci! Non li vogliono nemmeno più i contanti...ti fanno lo sconto solo se prendi il finanziamento...perchè le spese sono tue e loro prendono la cifra non scontata dagli strozzini!

Raffaele Castelli 29.06.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

PER LE FERIE IL PORTAFOGLIO E' QUASI SALVO MA DOPO...

E' partita la tortura cinese: la morte dei mille tagli, chiamata "Ling chi".

La vittima subisce tanti piccoli tagli che lo porteranno alla morte.

Il cittadino incomincerà a subire piccoli innocenti taglietti: gli aumenti di luce, gas, acqua, benzina, che si riperquoteranno su tutto il resto, conservazione, produzione degli alimenti e i prodotti in generale avranno un costo maggiore, chi lo pagherà? I soliti, solo ed esclusivamente i soliti.

A fine anno ci sentiremo tutti un po più mortadelle come dire... affettati.

Buone vacanze e, mi raccomando evitiamo le "insolazioni" (gli eccessi), sennò i tagli faranno ancora più male.

Sotto Natale molti ritroveranno nei negozi invitanti esposizioni di cose inutili, convinti di pagarle in comodissime rate a "interessi 0".

Il contribuente italiano subisce tanti piccoli tagli e, alla fine muore, ma non finisce qui, contestualmente aumenteranno anche i funerali, l'acquisto dell'ultima casa, al piano interrato (sotto terra), tutto rigorosamente a rate.

SI SALVI CHI PUO'

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 29.06.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

PER LE FERIE IL PORTAFOGLIO E'QUASI SALVO MA DOPO...

E' partita la tortura cinese: la morte dei mille tagli, chiamata "Ling chi".

La vittima subisce tanti piccoli tagli che lo porteranno alla morte.

Il cittadino incomincerà a subire piccoli innocenti taglietti: gli aumenti di luce, gas, acqua, benzina, che si riperquoteranno su tutto il resto, la conservazione e la produzione degli alimenti e dei prodotti in generale avrà un costo maggiore chi lo pagherà?

A fine anno ci sentiremo tutti un po più mortadelle come dire... affettati.

Buone vacanze e, mi raccomando evitiamo le insolazioni, sennò i tagli fanno ancora più male.

Il contribuente italiano subisce tanti piccoli tagli e, alla fine muore.

SI SALVI CHI PUO'

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 29.06.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Mia madre mi ha sempre insegnato a non fare mai"Il passo piu' lungo della gamba"
Questa filosofia l'ho sempre applicata in famiglia percui niente vestiti firmarti niente vacanze esotiche ma sopratutto badare piu all'essenziale che all'apparire.Diciamo che non ho mai scialacquato e sopratutto sempre.. visto le societa' di finanziamento come la peste bubbonica.Adesso debbo dire che non mi manca niente anzi i nostri stipendi sono sopra ben sopra i 4 mila euro(tasse tassativamente pagate) ma voglio dirvi una cosa ragazzi nella mia famiglia abbiamo avuto momenti che i buchi nelle suola era la prassi e mangiare ali di tacchino(costavano meno)quasi una festa eppure non mi sono mai rivolta ne a parenti ne a finanziarie io non mi faccio lo scrupolo di sapere cosa ne possa pensare il mio vicino ME NE FREGO...pero' cari ragazzi vado sempre a dormire tranquilla perche' so che non devo niente a nessuno.
NON FATEVI MAI ABBINDOLARE I PESCECANI SONO SEMPRE IN AGGUATO!!!!!

rosella franzelli 29.06.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Non eri tu, Beppe, che tempo fa scrivevi: " sento in lontananza il battere dei mestoli sulle pentole"? l'Argentina è vicina... se qualcuno ha daparte qualche soldino vada a prenderselo, viiiiia...

lucio marco 29.06.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDA:

E SE TUTTI QUELLI CHE HANNO ACCESO UNO O PIù

FINANZIAMENTI LA SMETTESSERO DI PAGARE? CERTO MI DIRETE

CHE NOI ITALIANI NN ABBIAMO LE PALLE PER FARE COSE DEL

GENERE, MA MI PIACEREBBE PROPRIO VEDERE COME CI

RIACCHIAPPEREBBERO TUTTI!!!

Giosiana Giuliani 29.06.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao io studio economia e leggere questo articolo è stato molto bello! Come si fa a farsi prendere così... è così tanto importante l'apparire, anzichè l'essere? A me piace più l'essere che l'apparire... un debito lo posso fare per qualcosa di necessario con la N maiscola.

Imma Fattoruso 29.06.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDA A CHI CI CAPISCE.

Da diverso tempo sento affermare da più parti che tante famiglie sono sulla soglia della povertà nella nostra bella Italia, poi leggo sui giornali e sento dichiarare da politici più o meno importanti che questa soglia oscilla intorno a 2.500/3.000 €. di reddito familiare mensile.
Ora mi chiedo se questi sapientoni sanno cosa guadagna in effetti un operaio in fabbrica, 850,00, o, 950,00 €. netti al mese, o un impiegato di 2°livello del commercio netti in busta 1.040,00, o, 1.150,00 €. al mese, conseguentemente anche se la moglie di uno dei due guadagnasse come il coniuge saremmo in presenza di una famiglia povera, anzi al di sotto della soglia di povertà.
Ora qualcuno potrebbe dire che non tutti hanno stipendi siffatti, io però dico e credo di non sbagliare che almeno tre o quattro italiani su cinque sarebbero felici di avere un reddito familiare di 2.000 euro mese netti per 13/14 mensilità, mi piacerebbe tanto essere in errore.
Siamo quindi una popolazione di poveracci con dei politici che ci tassano come se fossimo dei signori e per giustificarsi ci fanno illudere di vivere come nababbi immersi nei debiti a vita, ma i "COMPAGNI" dove erano mentre tutto ciò veniva apparecchiato dai tantissimi passati governi e non solo da quello del " NANO" quali interessi difendevano e difendono visto che nel tempo l'unica differenza e che non si trova più nemmeno il lavoro?. NON PENSATE CHE LA COLPA DI TUTTO CIO' PIU' CHE DI CHI HA GOVERNATO O GOVERNA E DA ADDEBBITARSI IN MASSIMA PARTE ALLA OPPOSIZIONE DI QUASIASI COLORE O PARTE ESSA SIA IL CUI COMPITO E': di denunciare, combattere e vincere con i fatti, l'arroganza di chi ha il potere e MEZZI abbondanti (capisci a mè), se il potere è in mano della sinistra che notoriamente è popolare più di qualsivoglia altra forza politica, chi mai difenderà gli operai e le maestranze, i padroni all'opposizione "ma mi faccia il piacere!!!!!!!".
Riflettete gente riflettete
Francesco

f.marletta 29.06.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi sembra giusto che la cattiva amministrazione dei soldi pubblici, dobbiamo pagare l'aumento
dell'IRAP, TASSA OLTRETUTTO FUORI LEGGE?

franca di meo 29.06.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

alessandra lattuada 29.06.06 15:42 |

Grazie Alessandra. So che mi capisci perchè se una di quell epersone che vanno al di là del solito indottrinamento mediatico.

Però questa assurda censura a me sconvolge davvero e non ne capisco i motivi.

Sarei felice se altri uscissero dal "travaglio" ed andassero a fondo sui reali problemi italiani: sarebbe il modo per cominciare a cambiare veramente!

Mi piacerebbe però che Grillo mi spiegasse perchè questa censura? Il silenzio fa solo preoccupare maggiormente...con quello che succede di questi tempi....

silvana paganelli 29.06.06 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, sulla repubblica di ieri ho letto che l'evasione fiscale è di 100 miliardi di euro l'anno. Propongo quindi di far pagare a tutte le imprese ed imprenditori una tassa unatantum di 1000 euro annue contro l'evasione dalla quale possono liberarsi provando al fisco che non hanno mai evaso, almeno negli ultimi 10 anni. In questo modo si prendono soldi dove ci sono, si salvano le tasche dei dipendenti da 1000 euro al mese e si trovano subito un sacco di evasori: quelli che non potranno dimostrare nulla per non incorrere in sanzioni superiori.
Su Prodi un bel gesto coraggioso per salvare l'Italia.
Grazie di avermi dato la possibilità di esprimermi liberamente.

mario melloni 29.06.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un mio cugino si è comprato la casa in contanti.
I contanti contano!!!!
Il resto è angoscia rinviata.

Paolo Borin

paolo borin 29.06.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre più rassegnato!

Roberto Forte 29.06.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento


Beppe, amici italiani, mi sono rotto il ca..o di sentire ad ogni avvicendamento di governi che la situazione economica del paese è catastrofica, e che in massima parte lo si deve all’incapacità del governo precedente. È a questo punto che ti martellano volendo farti sentire in colpa di questo disastro economico; tu che campi con 1800 euro, e sei già un benedetto da D-o. In questo modo si preparano a stangarti di tasse mentre gli sprechi DELLO STATO rimangono.
Ti dicono che la questione delle auto blu non risolve la questione: sono solo poche centinaia di milioni di euro. E così si va avanti. Ho sentito storie di ospedali che acquistano materiali di consumo come lenzuola e altre cose, mentre nel contempo buttano gli stessi articoli ancora imballati, nuovi di pacca; qualcuno ci lucra. Ora di questi sprechi ne abbiamo a migliaia anche in altri settori lavorativi. Io ho lavorato in Alitalia e di cose simili ne ho vissute sino alla nausea, ed ora ecco come si trova l’azienda. Naturalmente la colpa è degli esuberi, che guarda caso al momento delle assunzioni sono stati merce di scambi politici; di solito a loro insaputa.
Insomma i veri interventi sono due (2) soli: MORALIZZAZIONE del paese e arrivare a FAR PAGARE LE TASSE A TUTTI come accade negli altri paesi civili
Sembra che in questo paese interventi di questo tipo siano utopici.
Che ne pensate?

Massimo Micciulli

Massimo Micciulli 29.06.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per la prima volta, leggendo il tuo blog, non mi sono stupito di ciò che ho letto... io sto cercando di uscire dal vortice del debito al consumo da ormai un paio di anni. Il gioco delle finanziarie è ormai palese. All'inizio vieni convinto a comprare a rate ad interessi zero, e di fatto risulta conveniente per l'acquirente; poi, dopo che hai dimostrato di poter pagare, ricevi una carta di credito con un limite di 3.000 €, che puoi attivare con una semplice telefonata e rimborsare con rate da 100€. Nemmeno te ne accorgi, e i 3.000 sono andati, e mensilmente paghi interessi del 17% su BASE MENSILE. Quando hai dimostrato di poter pagare anche questi, ti offrono un finanziamento a interessi inferiori e capitalizzazione annuale che ti fa risparmiare rispetto al tasso da usurai della carta, ma che erogano solo se scegli di avere anche un pò di liquidità per te (come dire di no al cellulare nuovo!). Risultato: quel cazzo di divano da 1.200 € ti fotte mezzo stipendio per i prossimi 3 anni! Io ne sto uscendo, o almeno ci sto provando, dandomi del coglione ogni volta che vedo l'addebito RID sul conto corrente. La soluzione, comunque, non è così complicata. Quando firmate il contratto ad interessi zero, barrate NO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI!. Così le finanziarie non possono comprare le info sul vostro debito e non possono sfruttare la vostre "debolezze". Un'ultima cosa: tutti pensiamo, al momento della sottoscrizione del finanziamento, di poterlo poi estinguere in tempi brevi... ma credetemi, è come cominciare a fumare e dire "posso smettere quando voglio"

Ciao e a presto

Giorgio

giorgio leonardi 29.06.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La libertà
Giorgio Gaber
(1972)

Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura
e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,
sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,
incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia,
che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare
e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche avere un’opinione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

Da "Dialogo tra un impegnato e un non so"


cosimina vitolo 29.06.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

autostima unipol on air - from livorno -

---------------------------------------

(compagno A) - ma noi lo facciamo il quinto? e i due quinti?
(compagno B) - deh! noi da anni siamo passati all'unicum direttamente, gradazione amara all inclusive, con tanto di mandato a riscuotere l'alcolico a vita, soprattutto conto terzi. al cliente poi i vapori. siamo in borsa noi! non lo dimenticare!
(compagno A) - preciso! come veri fratelli della bar condicio! sulla cassa del morto.
(compagno B) - e comunque io continuo a non capire la ministra turco: 'piu fumo per tutti!' ma non era megghiu u pilu? anche al circolo dell' ardenza i portuali del servizio d'ordine cgil, i professionals, non l'hanno presa molto bene.
(compagno A) - appena uno entra deve subito spararne una grossa, altrimenti un ci si accorge di nulla ormai. finisce che prima o poi la base ci molla.
(compagno B) - ma figurati, al primo momento di crisi seria viene su zio vanninu, detto chiti, con quella faccia da santino, gli fa fare un pianto e tutto si rimette a posto. l'hai visto al senato l' altra sera? non gli si e' mosso manco un capello durante la protesta della cdl. sai che ti dico piuttosto? vado a trovare un futuro cliente per la concussione polizza delle ore 16, mi sento veramente un consulente totale programma italia ds oggi, poi vado alla meloria ( :D ) a farmi un bagno. firma tu come al solito, da bravo pianista, ciao.
(compagno A) - sempre latrine da spalare a me. ciao, comunque con la prossima strisciata mi devi coprire per tutta una settimana, come da regolamento interno, quello nascosto sotto il pavimento dell'ascensore, se non l'hai gia' fatto sparire il regolamento....
(compagno B) - e' un regolamento interno quello, mica puo uscire da palazzo. siamo seri, come Liui, almeno per una volta, andiamo! :D .
(compagno A) poi ci vai tu dal mago anubi se non lo ritroviamo piu il regolamento... vai vai
--------------------------------

bye for now
ed.

edmond dantes 29.06.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

per stavolta sono daccordo con ivana i copia incolla non sono segni di ignoranza si fa perche non e che si ha tanto tempo a disposizione per scrivere


Caro Beppe,
da un po' di tempo trovo una certa difficoltà a seguirti e quindi condivedere quanto sostieni.Spari su tutto e su tutti.Non c'è comportamento adottato da qualcuno di noi che ti vada bene.Se compro il cellulare a rate ti incazzi.Se con questo caldo bestiale innaffio davanti casa per rinfrescare ti incazzi e ti incazzi ancora di più se compro un condizionatore.Non posso accendere il camino di inverno perchè mi rinfacci subito che sto deforestando il mio paese senza parlare poi di quello che dici se per riscaldarmi adopero il gasolio.Dimmi tu che devo fare.Devo adoperare il cognac?Non credi di essere un po' paranoico?Non pensi che ognuno di noi abbia il diritto di spendere i propri soldi come crede e senza avere qualcuno che gli gridi che le banche ingrassano?In questo campo ognuno trova la misura crede.Una volta tanto nel tuo blog cerca di non essere banale.Prova con l'originalità:facci sapere quello che ti va di questo paese perchè non credo onestamente che sia da buttare.
Attendo con ansia.

Corrado Sansone 29.06.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
mi sono stati decurtati 20 punti dalla patente per non essermi sottoposto al test dell'etilometro da agenti della Polizia Stradale, i quali mi hanno accusato di essere stato in stato di ebbrezza (dichiarando a loro onestamente di aver bevuto 2birre, mangiando, caffè e amaro), scrivendomi un verbale che solo dopo ho letto ma nn firmato.
Avrei violato gli art.186/7 E art.186/2,quindi per legge i avrei guidato in stato di ebbrezza, ciò è assurdo !!!

Nestore Sandro 29.06.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ivana iorio 29.06.06 13:43
===========================
gianluigi,il post della ivana non è farina del suo sacco,ma è copiato pari pari dalla rubrica 'la parola ai lettori' della padagna,
con il titolo "masticatevi una catalogna",
cosa che fà molto spesso, quindi i complimenti non se li merita.

giuliano

giuliano satti 29.06.06 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ

SONO UNA "PENTITA"!

Dopo avere partecipato all'ennesima riunione, contro gli inceneritori e termovalorizzatori, ieri sera, mi sono convinta che mi sbagliavo! I termovalorizzatori BISOGNA FARLI! Anzi ogni comune ne deve costruire uno! Il luogo più idoneo è precisamente in fondo alla scalinata dei comuni! Appena costruiti bisogna inaugurarli, con il Sig. Sindaco con tanto di nastro tricolore e forbici per il taglio. Alla fine della cerimonia (con tanto di benedizione del Vescovo) subito, immediatamente permettere al "primo cittadino" di dimostrare che non sono nocivi, permettendogli di farci il primo "giretto" proprio a Lui, (accendendolo sia chiaro). Sarei disposta a subire le nanopolveri prodotte in tale combustione, da quella carne "putrida, tossica"!

P.S. Quando il "primo cittadino" è entrato non dimentichiamoci di "TERMOVALORIZZARE" insieme a Lui anche il nastro "tricolore" che ha così ignobilmente disonorato.

Rocchetti Patrizia Annita 29.06.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti , dal mio modesto punto di vista il problema è alla base (come già evidenziato da altri). Siamo programmati dalla nascita, come meglio si conviene in una società capitalista e consumista. Costretti ad avere BISOGNI FINTI e ci muoviamo in quel senso a volte senza capire il perchè. Perchè indebitarsi per il vestito firmato, la macchina nuova , il cellulare che fa il caffè ecc. ecc. PERCHE' ALTRIMENTI SIAMO FUORI - FUORI DA QUESTO MONDO DOVE ORMAI TUTTO CIO' CHE CONTA E' CIO' CHE HAI E NON CIO' CHE SEI!!! PS: Beppe sei tutti noi AIUTOOOOOOOOOOO!

Gabriele Menoni 29.06.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Rumsfeld trae profitto dall'inganno dalla bufala dell'influenza aviaria
Del Dr. Mercola - Link all'articolo originale
Traduzione Stefano Pravato per disinformazione.it

Finalmente le tessere del puzzle cominciano a combaciare. Non molto tempo fa, il Presidente Bush ha cercato di instillare panico nel paese dicendoci che almeno 200.000 persone moriranno per la pandemia derivante dall'influenza aviaria, e che nell'ipotesi peggiore si potrebbero anche raggiungere i 2 milioni di morti solo negli Stati Uniti.
Questa bufala è stata poi usata per giustificare l'acquisto immediato di 80 milioni di dosi di Tamiflu, un farmaco senza valore che non tratta in nessuna maniera, versione o forma l'influenza aviaria, ma semplicemente diminuisce il numero di giorni per cui ci si ammala e può addirittura contribuire a far si che il virus abbia un maggior numero di mutazioni letali.
Quindi gli Stati Uniti hanno fatto un ordine per 20 milioni di dosi di questo farmaco inutile al prezzo di 100 dollari per dose. Il che porta ad una cifra strabiliante di 2 miliardi di dollari.
Ci hanno stato detto che è la Roche che produce il Tamiflu e, in un recente articolo del New York Times, si stava dibattendo se avrebbero o meno permesso alle industrie di farmaci generici di aumentare la loro produzione.
Ma se si scava un po' si trova che in realtà il farmaco è stato sviluppato da un'industria, la Gilead, e che 10 anni fa la Gilead ha ceduto alla Roche i diritti in esclusiva per il marketing e la vendita del Tamiflu.

Ahh, La Trama si infittisce...
Se leggete il link qui sotto della Gilead, scoprirete che il Segretario della Difesa Donald Rumsfeld è stato eletto chairman della Gilead nel 1997.
Poiché Rumsfeld è l'azionista di maggioranza della Gilead, potrà trarre tranquillamente beneficio dalla tattica del terrore governativa che si sta usando per giustificare l'acquisto di 2 miliardi di dollari di Tamiflu.

cosimina vitolo 29.06.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe.
Grazie per aver scritto sul tuo visitatissimo blog quello che sto disperatamente cercando di far capire a chi mi è vicino riguardo a prestiti, finanziamenti e simili.
Invito tutti i frequentatori abituali di questo blog a boicottare qualsiasi forma di "mutuo su ogni cosa" e ridimensionare il proprio tenore di vita piuttosto che regalare un cappio dopo l'altro a sè stessi e ai propri figli.
Grazie ancora, Beppe.


Salve a tutti,
io sono abituato a fare i conti con quanto ho effettivamente in tasca e lo chiamo "il conto della serva", per rimando a quando venivano mandate le "servette" (nome dato un tempo alle colf, tra cui anche mia madre) a fare la spesa e dovevano riportare il resto giusto aritmeticamente parlando.
Con un bilancio statale o delle grosse aziende che include quanto dovrà entrare in cassa ci facciamo la birra, anzi, nemmeno quella.
Serve lavorare e produrre, altro che franchising o cazzate simili e chi porta la produzione all'estero ci deve portare se stesso e tutta la propria famiglia perchè non si leva il pane di bocca in casa per darlo, in misura minore poi, a chi "si accontenta", a migliaia di km da noi qui.
E' un raginamento semplicistico, lo so, ma con questo io tiro avanti e non ho mai preso per il c. nessuno. L'Italia rischia grosso ed io vorrei poter fare qualcosa di più per aiutarla, ma poi vedo Moggi & co., Berluschingnolo, Calderoli, Mastella, Bondi, e quant'altri italiucoli nell'ombra, che tirano a far ciccia zitti zitti e mi sento male, solo, indifeso.
E' un unico calcolo che serve: +moralità + orgoglio + onestà + spirito di sacrificio = Me ne vado via prima del crollo totale: non c'è speranza.
Ma c'è qualcuno,lì ?

marco mune 29.06.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

www.decrescita.it

Cesare Zecca 29.06.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Molti parlano del telefonino o la macchina nuova, collegando mentalmente il prestito a cose inutili.

Se uno si indebita per queste cose o per Wanna Marchi può solo piangere sé stesso, ben mi guarderei, se fossi finanziere, dal dissuaderlo. Forse sono meschino, ma per fortuna non sono finanziere.

Pochi, ho letto qui, hanno (o parlano) cose vere con cui fare i conti: l'apparecchio per i denti del figlio, spese strutturali per la casa o addirittura un mutuo, o per l'unica macchina in due altrimenti andare al lavoro é un casino...

Mi darebbe fastidio che i miei (pochi) soldini ogni mese passassero PRIMA nelle mani di uno che me ne toglie un pochino. Solo per soddisfazione li vorrei vedere arrivare tutti... sono miei!

"Te li porto io, sono una brava persona, se non ti fidi, neanche io mi fido di te".

Perché nessuno dice così e mandiamo i "geni della finanza" da dove sono sono arrivati?

Mauro Setti 29.06.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

===========================
WWW.UNCAS.SPLINDER.COM
===========================

Save your money ...

Fuori dalla Turchia:
la Turchia presenta parametri economici simili a quelli dell'argentina nell'aprile 2001 (defaulto dopo otto mesi) altro che portarseli in Europa, occorre vendere quanto prima le obbligazioni di Stato turche per evitare nuovi problemi!!!

Francesco Bastianelli 29.06.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

vendo i maroni di beppe grillo... anzi a giudicare dai post che fa li ha già venduti.
Saluti ai grillisti

Riccardo Landi 29.06.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

*** ansa calcio sicurezza - sezione speciale i.s.p.e.s.l. ascensori e montacarichi ***

dopo avere ascoltato le ultime dichiarazioni rilasciate ai giornalisti sportivi, secondo un tecnologo che desidera restare anonimo, "... il chiulo di lippi manifesta da lungo tempo una singolarita' attentamente studiata da oggi anche nei centri di ricerca i.s.p.e.s.l. per i possibili sviluppi in campo innovazione tecnologica, prevenzione ed analisi di prenderlo 'nel rischio' sul lavoro. il chiulo di lippi infatti riesce a muoversi lungo la colonna vertebrale con la capacita' di raggiungere le cime piu alte in presenza di telecamere rai. la celebre 'primitiva' di boskov secondo cui 'testa di calciatore buona solo per portare cappello', subito sposata dall' Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro fin dalla sua fondazione (quasi 4 morti al giorno, una sicurezza!) sembra avere i minuti contati...

altro che papalla.... :)))))

edmond

edmond dantes 29.06.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANDREA BARGNANI numero 1 nel draft NBA 2006....un ragazzo con la testa e con due palle così....alla faccia delle tante prime donne dello sport italiano (calciatori ma non solo..).
Standing Ovation per il Mago!!!

Fabio Lancioni 29.06.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Le poltrone di Prodi ci costano 400 milioni
*********
L'Unione è pronta ad azzerare tutti i vertici degli enti di ricerca - in primis dello stesso Consiglio nazionale delle ricerche - e delle commissioni ministeriali. Migliaia di posti e di competenze destinate a saltare. Il governo Prodi in queste ore sta preparando il blitz, da attuarsi attraverso un emendamento al decreto " milleproroghe" o tramite un disegno di legge ad hoc. Costo dell'operazione: 400 milioni. Secondo documenti interni al Cnr è in corso di studio un provvedimento destinato ad azzerare tutti gli incarichi affidati dal governo Berlusconi, compresi i presidenti degli enti di ricerca e le nomine in tutte le commissioni. Nel caso del ministero dell'Università, alla cui guida c'è il ds Fabio Mussi, verrebbe sciolta, tra le altre, la commissione cui è stata affidata l'aggiudicazione, a seguito di un bando, dei finanziamenti per l'attuazione dei dodici grandi progetti strategici di interesse dell'industria italiana ( nei settori farmaceutico, energetico, biotecnologico, robotico e così via) previsti dal programma nazionale di ricerca 2005- 2007. In ballo ci sono 138 progetti, già presentati e destinati ad essere finanziati per il 90 per cento dalle imprese italiane. Il cambiamento dei membri della Commissione porterebbe all'azzeramento dell'intera procedura di appalto e alla necessità di emanare un nuovo bando, quindi alla perdita secca di almeno un anno nel finanziamento dei progetti. Per un totale, appunto, di circa 400 milioni di euro persi. « Siamo dinanzi ad un grande problema di efficenza: in questo modo si verificherebbe la paralisi degli enti di ricerca E tutto questo avviene in un momento delicato. Il Cnr ha registrato, negli ultimi anni, un aumento notevolissimo di commissioni dal mondo del privato. Commissioni che adesso sono a rischio.
fonte: libero

Non ho parole…

alessandra lattuada 29.06.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da www.corriere.it, del 28.06.2006.

Rimedio contro le raccomandazioni Vespa: «Concorso pubblico per le vallette» Il giornalista su «Panorama» in edicola domani: «Fare come Ricci con le "veline", ma meglio». «Tenere presente anche la cultura» STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
ROMA- Concorso pubblico per la scelta di vallette e veline in Rai. Il rimedio contro i raccomandati viene proposto da Bruno Vespa, sul settimanale Panorama, domani in edicola. «Potremmo costruirci anche un programma e farlo meglio (col celebrato spirito del servizio pubblico) di quanto fa Antonio Ricci con le Veline di Striscia la notizia», spiega il giornalista. Le future showgirl dovrebbero essere valutate anche per le capacità oltre che per l'estetica: «Una prima scrematura - afferma Vespa - potrebbe riguardare la cultura generale. La laurea (che molte di queste ragazze insospettabilmente hanno) potrebbe essere titolo preferenziale, ancorché non esclusivo. La conoscenza delle lingue anche. Un'esperienza in televisioni locali potrebbe essere un utile punto di riferimento. Ma alla fine è l'esame pratico che fa la differenza».

A QUALE ESAME PRATICO SI RIFERISCA VESPA NON E' DATO SAPERE, MA, A PERCEZIONE, IO VORREI FAR CMQ PARTE DI QUELLA COMMISSIONE ESAMINATRICE....INSIEME AL CARO SOTTILE E VITTORIO EMANUELE (o' principe e'che??)...

fabio mars 29.06.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe è da un po’ che leggo il tuo bolg, dopo averti scoperto in uno spettacolo. Mi sono iscritta perchè finalmente ho sentito da te pronunciare “parole nuove”.
Conosco, per averle lette, le persone che scrivono qui e sono tutte, anche se di idee diverse, oneste e sincere e tendono a cercare l’auspicabile miglioramento.
Non ho mai avuto il coraggio di scriverti, all’inizio, per la mia povertà lessicale e miei imbarazzanti errori di digitazione, ma poi uno scandalo ha risvegliato la mia coscienza sopita. Non sono più del partito chissenefregatuttoilmondoèpaeseame io vorrei che la giustizia in Italia fosse uguale per tutti, perchè è l’unico modo di progredire. E non mi sento migliore per questo, anzi, invidio chi riesce ad essere più distaccato.
Detto questo da quando ho iniziato, anche sotto mentite spoglie, a commentare qualcosa ho notato una anomalia. Io cerco di stare a tema, per quanto mi consenta la mia comprensione, che ammetto essere limitata: se parli di politica parlo di politica, di sport parlo di sport, di banche parlo di banche... Non invio compulsivamente sempre lo stesso messaggio e ciò che scrivo è tutto documentabile. Ho notato che quando parlo di fatti precisi con nomi e conognomi che non riportano tutti i giornali e tg, vengo cassata dopo poco od alla fonte (ma cosa fai un libro nero?) Non è mica colpa mia se gli scandali taciuti, impuniti, mai indagati hanno denominatore comune. Ma possibile che non si possa cambiare, magari da qui? E' ingiusto e criminale che in Italia c’è chi possa farsi prestare dalle banche (quasi tutte) i soldi per utilizzarli per comprare e rivendere azioni a se stessi arricchendosi a spese dei risparmiatori e non restituirli. E’ ingiusto che a restituirli alle banche siamo noi tutti, io e te – se hai un conto in banca – nel silenzio generale. E non mi si dica che non si può fare nulla e che succede anche altrove, perchè non è così. E’ quanto meno inquietante che neppure qui se ne possa parlare. dicci

silvana paganelli 29.06.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, uno è libero di fare quello che vuole, se vuole indebitarsi per cambiare macchina, sono fatti suoi, e comunque conosco moltissime persone che sarebbero ben felici di prestare soldi al 2-3% annuo, sempre più di quello che si prende di interessi in banca, se la cessione del quinto fosse estesa anche a prestiti privati non ci sarebbero più problemi di usura

ff f 29.06.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

E... ORA PUBBLICITA'QUELLA...

Vota Gino the chicken

http://www.my-tv.it/listing_full.jsp?idsez=67

Una carrellata di argomenti seri in chiave cartoon.

SERIA PERO'.

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 29.06.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Cosimina, per quanto tu ti sforzi di essere virtuosa...non potrai mai fare sempre e solo scelte ragionate.

A parità di prezzo, fra una banana anonima e una Chiquita cosa scegli solitamente?

Alessandro Arrigo 29.06.06 13:07 |

Chiudi discussione
Discussione
caro alessandro io sono una persona un po particolare e ti posso dire che le banane non le mangio di nessun tipo perche non solo sono pieni di pesticidi ma anche perche c e una speculazione di gente e terreni impressionante.
allora tu mi risponderai ma cosa mangi?
naturalmente mangio i frutti di stagione del mi orto sono un po come le formiche in estate faccio le provviste e in verno me le godo.


Grazie Davide!!! Come hai ragione! Anche io sono single ma separata con un bimbo! E i finanziamenti NON li ho potuti fare per la macchina che è rimasta al mio ex ma per il dentista e per l'avvocato che mi serve per far valere i diritti miei e di mio figlio perchè suo padre voleva che vendessi casa e andassi ad abitare in una casa popolare... Ecco quello che volevo dire anche prima. Il cellulare ce l'ho da 7 anni sempre lo stesso, NON FA FOTO NE' VIDEO E NEMMENO IL CAFFE' e lo uso poco perchè costa. Sti cazzi!!! La gente fa sacrifici ogni giorno, sulla spesa, sui vestiti, sulle vacanze, impazzisce per pagarsi le medicine che costano un botto: MA NON SCHERZIAMO PER FAVORE, non ho voglia di parlare di quei 4 o 5 o quanti sono che si fanno imbambolare dalla orrida pubblicità a tutto volume che passa la tv spazzatura...IO NON LA GUARDO E DICO A MIO FIGLIO CHE PURTROPPO VORREBBE VEDERSI DEI CARTONI ANIMATI: NON COMPRIAMO NIENTE, ABBIAMO GIA' TUTTO, NO GRAZIE NO LAVAGGIO DEL CERVELLO E DOPO "CRIPTO" SUPER DOG SPEGNIAMO LA TV PERCHE' COME DICE GABER E' UN ELETTRODOMESTICO E ANDREBBE USATO COME LA LAVOSTOVIGLIE...ANZI MENO....

Barbara Botta 29.06.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo ce l'ha con la pubblicità che fa comprare (fatta bene dunque) e con le banche che fanno il loro mestiere (prestare soldi in cambio di una remunerazione). Grillo ha fatto della pubblicità in passato (nessuno ricorda la pubblicità telepatica della Yomo, o quella dello sciopero in ditta perchè era finito lo Yomo alla fragola?); Grillo vende spettacoli, DVD, libri. Cosa è cambiato?

Mup Mush 29.06.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ franco de cesare
-------------------
1957

cinzia torti 29.06.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sembra che basti non comprare il cellulare ultimo modello per non aver bisogno dei finanziamenti.

Con quello che costa la vita, dalla bolletta della luce al conto al supermercato, è difficile stare nei ranghi e spendere meno di quel che si guadagna. Almeno vale per me, che sono single, non ho figli, una macchina piccolina e una vita assolutamente tranquilla. Non posso che ammirare chi con uno stipendio come il mio riesce a tirare su un figlio.

E' vero che c'è un sacco di gente che fa le rate per il cellulare o per l'auto "fuori budget", e in fondo sono cavolacci loro, ma c'è anche tanta gente che chiede finanziamenti perchè deve comprare i libri ai figli per la scuola, o pagare il dentista...E' un problema di potere d'acquisto più che di sistema bancario.

E in fondo penso che sia giusto che ciascuno possa permettersi anche qualche piccolo sfizio personale nella vita. Se lo sfizio è il cellulare è triste, vero, ma tutti dovrebbero poter viaggiare, curare i proprio hobby e i propri interessi. Almeno un po'.

davide savelli 29.06.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

LA MENZOGNA PIU' GRANDE DEL SECOLO CONTINUA A RESTARE NASCOSTA!


CLICCA SUL MIO N0ME PER SAPERNE DI PIU'!


Leggo sulle agenzie che Prodi si sta accorgendo che l'Italia riparte ( soprattuuto perchè l'attuale governo non ha fatto nulla), ma ha dichiarato che metterà tutto il suo impegno per FERMARLA!!!

Roberto Bobbio 29.06.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono paesi messi peggi di noi
http://salvadanaio.economia.alice.it/itinerari/i060_debiti.html

gino bo 29.06.06 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao sono d'accordo con te su tutto.... ho letto dei gruppi di acquisto ma non riesco a trovarne uno, come si fa? c'è un sito internet a cui rivolgersi?

@Paola Angoli 29.06.06 15:04 |
---------------------------------

Non esiste un sito. Usa Google e scrivi "gruppi di acquisto solidale" più la città nella quale vivi, è l'unico modo.
Saluti
Fabio

PS: se vuoi approfondire alcune tematiche sulla sobrietà: www.decrescita.it

Fabio Neri 29.06.06 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER i censori del sito: ma santi numi, non bastava cancellare l'ultima riga? Per 1vaf mi avete cancellato 1960 caratteri, ci avevo messo mezz'ora e molta anima. Anche voi siete vittime della selezione automatica, privi di elasticità ed umanità? Ma badate ai contenuti, piuttosto! Significa che non li leggete proprio! E poi un vfnc non è mica una bestemmia, oggi come oggi, c'è anche nel vocabolario, dal TRECCANI allo Zingarelli, tra l'altro il messaggio era firmato con ome e cognome e email, per cui i assumevo qualunque responsabità del contenuto. Perdindirindina!

alessandro gisonda 29.06.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Chi vuole il bene della Famiglia?


Diversi esponenti politici si riempiono da tempo la bocca con parole del tipo “il valore della famiglia” o ancora con “la famiglia al centro della società”.

Belle parole. Ma a queste seguono dei fatti?

In certo qual modo si, ma sono diametralmente opposti ai valori enunciati.

E di qualche settimana fa uno spot pubblicitario che invita tutti a rivolgersi ai soli siti istituzionali riconosciuti per effettuare le loro giocate d'azzardo: “... ti diverti.” Questo, in sintesi, lo slogan adottato.
Così pure come da tempo sono state autorizzate dal ministero del tesoro le macchinette “Jackpot”, quelle macchinette per le quali è finito nei guai il pseudo principe Savoia. Macchinette che più di un'associazione ha denunciato come “pericolose”.
Le ultime due legislature hanno fatto a gara per aumentare il gioco d'azzardo in Italia. Prima inserendo una nuova lotteria (Superenalotto), poi portando da 2 a 3 i giorni di giocata del Lotto e infine autorizzando i Jackpot.

Contestualmente sono aumentati gli articoli apparsi sui vari quotidiani di famiglie rovinate dal gioco d'azzardo. Famiglie che hanno visto i loro risparmi bruciati da un maledetto vizio sponsorizzato dallo Stato.

Senza parlare della totale mancanza di interventi sugli alcolici e sulle droghe (escluse ovviamente le campagne pubblicitarie milionarie che ogni stagione ci ripropongono e che convengono senz'altro alle società pubblicitarie – e non solo - ma sicuramente inutili per le potenziali vittime). Ma tant'è. Mi sono sempre chiesto perché io possa tranquillamente acquistare un coltellaccio, se poi, com'è normale che sia, mi è proibito portarlo in giro. Sembrerebbe più logico vietarne la libera vendita e concederla solo a chi può esibire il porto d'armi (essendo considerato – se più di 4 dita – arma bianca). Uno dei tanti controsensi.

Diversi studi dimostrano come l'alcol sia molto più dannoso (sostanza psicotropa) delle droghe leggere e pesanti. I decessi riconducibili all'abuso di alcolici e superalcolici sono significativamente più numerosi dei decessi riconducibili invece alle droghe. Eppure con le droghe si è arrivati a mettere agli arresti i consumatori , mentre per gli alcolici non si sente una sola voce levarsi a favore di un intervento serio atto a debellarne la piaga.

Quelle stesse associazioni che si occupano del recupero e reinserimento delle vittime di alcolismo e gioco d'azzardo oggi lamentano i tagli dei fondi loro indirizzati dallo stesso Stato che invece si prodiga tanto operosamente per far si che quelle vittime aumentino, invece di diminuire.

Per non parlare della Chiesa e del suo silenzio-assenso.

Trovo, infine, al quanto bizzarro che a pronunciare le parole sopracitate siano state quasi tutte persone che, per dirla alla Di Pietro, poco ci azzeccano con la famiglia; la maggior parte di loro la famiglia l'ha distrutta con il divorzio. Non solo. Per fare un altro esempio, anche chi ancora sposato lo è (esempio Salvo Sottile portavoce di Fini – AN), non ci pensava s due volte a farsi fare un p.... da una bella porcella. Una porcella DOC.

Predicano bene, ma razzolano male!

Ray Milano 29.06.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

***
Big Pig, pig man....

Ehi!!!
Insaccato di pig pistacchi pepe e sale.
Vecchia testa di legno della feccia diccì,
oltre alla faccia di tolla non hai
cambiato neppure i metodi dei ladri
di corte.
Con quegli aumenti da infidi vermi, media 5%
gas luce, sigarette, carburanti e quanto in
arrivo, già mi hai rubato 500 euro l'anno.
Ladro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Come fai Bertinotti a giustificare ciò?
Basta non parlarne. A sì! Certo!
E adesso come ti metti.
La tua, la nostra causa non era anche quella contro le guerre.
Non voterai a favore dei finanziamenti?
Basta ciò? Ai beceri sììììììììììììììììì!
Non ti preoccupare, louis de funés,
a sostituirti ci sono i compari del mortadellato
ex? democrazia-nati cristiani.
Tutti amici dei pesci scaffaro e simili
vecchie ciabatte che ancor oggi, purtroppo
sono in voga. E se ne parla pure.
Per colpa dei beceri!!!!!!!!!!!!!!!!!!


...

Gianni Proietti Cara 29.06.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un bell'esempio (si fa per dire) di quanto dice Beppe è la pubblicità fatta dalla finanziaria PRESTITO'(con l'accento sulla o).
Ad una persona anziana che obietta "ma ho già altri finanziamenti..." la furba funzionaria Prestitò risponde: "non c'è problema! Con una COMODA, unica, rata potrà COMODAMENTE ottenere sino a 15.000 euro!"
Già, ma se l'anziana già non ce la fa a pagare gli altri finanziamenti, come potrà pagare la "comoda" rata omnicomprensiva?
Canzoncina/slogan: Prestitò, e il contante ce l'ho". Sbagliato: meglio dire: "Prestitò, e nel culo ce l'ho!!"
Vergogna. Arrestateli. Denunciateli. Stanno violentando famiglie e pensionati. Bisogna fermarli, questi e gli altri.
Gianni

Gianni Peso 29.06.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allo stesso modo andrebbe vietata la pubblicità del gioco d'azzardo, anche quello "legale" perchè crea una aspettativa tanto impossibile quanto assurda, quella della ricchezza facile.

La ricchezza di una nazione non viene dalle lotterie, (neanche dallo spostamento di merci) ma dal lavoro -quello onesto- per chi ha la fortuna di averlo.

Ghandi digiunava per mandare via gli inglesi dall'India... noi dovremmo digiunare nei nostri consumi per mandare via questa gente.

La riduzione dei propri consumi è, secondo me l'unica strada da percorrere, anche in tema di energia. Consumare meno, consumare meglio, NON produrre di più.


davidevaccarin.blogspot.com

davidevaccarin.blogspot.com/2006/05/niente-pubblicit.html

Davide Vaccarin 29.06.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Siamo giunti alle ultime partite, indovinare un pronostico diventa sempre più difficile ma a noi piacciono le sfide e non ci possiamo certo fermare ora. Con le scommesse di ieri i nostri guadagni sono arrivati al 119,7%. Per i quarti di finale vi consiglio:

ARGENTINA QUALIFICATA 2.12 EURO 7

ARGENTINA-GERMANIA "PRIMO TEMPO" X 2.15 EURO 7

ITALIA QUALIFICATA 1.30 EURO 21

Per oggi ci bastano queste, poi sabato vi do le altre...

giovanni pirri 29.06.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

La Giornata è fatta di 24 ore
composta da:

1)(per alcuni fortunati) 8 ore di sonno.
2)(per alcuni) 9 ore di lavoro, pausa pranzo inclusa.
3)(per tutti “quelli non stitici” in particolar modo io) almeno 2 ore in bagno.
4)(per i più intelligenti) circa 5 ore di tempo da dedicare a se stessi

L'attività produttiva è quindi l'attività più lunga per ognuno di noi nell'arco della giornata.

Ma siamo in grado di consumare quel che produciamo ???
(Quanti magazzini sono stra colmi di quel che produciamo ???)

Io a 30 anni mi sono impegnato a vivere una vita molto sobria per principio, fortunatamente non per necessità. Vivo sereno ed in pace con me stesso, consapevole di non contribuire troppo all'inquinamento di questo pianeta con i miei rifiuti (consumando poco).

Se tutti facessero come me il sistema produttivo collasserebbe e bisognerebbe fermarsi a riflettere.

Perché non si venderebbero più automobili, in quanto ne ho una da 10 anni.
Perché non si venderebbero più cellulari in quanto ne ho uno da 6 anni.
Perché lo yogurt me lo faccio in casa e non vado al super a comprarlo così come tutta la spesa, facendo parte di un Gruppo di Acquisto Solidale.
Tra un po' farò l'impianto a GAS per la macchina e l'impianto solare per la casa, così mi allontano un po' (non ancora abbastanza purtroppo) dal Petrolio.

Il mondo che stiamo vivendo dipende e si regge solo sul Petrolio e sul consumo di Articoli inutili (basta che siano trasportati con l'uso di petrolio). Siamo spinti in maniera convulsiva al “desiderio di possesso” che la società, perfidamente e strategicamente, ci inculca con le sue pubblicità ammiccanti piene di natiche e seni di prostitute da quattro soldi.

L'essere Umano !!! che razza stupida, nessuno escluso me compreso, perché se non fossi stupido, non sarei qui a lamentarmi, ma sarei in Africa a fare il bracciante per una famiglia locale bisognosa di cibo e acqua.

Fabio Neri 29.06.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/212.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Doppioquinto e triplo organo:

» Italia (e occidente) prossimi venturi! da HolyMount
ma dove si andra’ a finire?……… ... [Leggi]

29.06.06 13:17