Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Sì, però...


Romano_Prodi.jpg

E’ passata una settimana dall’incontro a Palazzo Chigi.
Il dipendente Prodi ha sicuramente avuto modo di leggere le proposte nate dalle Primarie dei Cittadini. Il nostro massimo dipendente infonde fiducia, sorride, annuisce, approva, medita, gorgoglia ed emette borbottii di condivisione. Di fronte a una catastrofe è sempre sereno. E noi, rassicurati, pensiamo ad altro.
Ma una settimana di miele è già finita e tanto rassicurato non sono più. Non che metta in discussione i fioretti di Prodi, però...
Però un numero di sottosegretari e ministri come noi non li ha neppure tutto il parlamento europeo.
Però molti ministri non sanno di cosa parlano, ma parlano tutti i giorni.
Però ricevere i vertici di Abertis e di Autostrade a Palazzo Chigi un giorno si e l’altro pure non si fa durante una trattativa in corso.
Però l’amnistia.
Però la legge sul conflitto di interessi di cui nessuno parla più, fatto strano in un governo di parolai.
Però la riforma della legge elettorale che era urgente ed ora forse.
Però il ritiro dall’Iraq che si poteva fare in una settimana e invece non si vuole offendere Bush.
Però la riforma dell’assetto radiotelevisivo che andava fatta subito e forse non si farà più.

Caro dipendente Prodi, dopo una sola settimana che ci siamo visti non mi sembra il caso di avviare alcun tipo di sanzione disciplinare, ma sono, devo dirlo, un po’ deluso.
Ma forse è un problema solo mio.

L’incontro con Prodi è stato filmato, nessuno ha ancora visto cosa è realmente successo. Ora potete saperlo, guardate i tre brani, fateli girare, ma non ditelo a nessuno.
Palazzo Chigi
La scienza in piazza
Parlamento Pulito

15 Giu 2006, 17:26 | Scrivi | Commenti (1879) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Scusate ma perchè non organizziamo un partito progressista, non comunista, non socialista, ma fondato su principi di emancipaziome sociale, non che prometta una televisione con più realiti, senza canone e con più pubblicità, ma una tv che parli di energia che vada contro gli interessi forti e verso quelli utili e vantaggiosi per la vita quotidiana?
Ormai il socialismo e il comunismo Hanno rotto.................si deve puntare avanti a politiche che si scrollino di dosso il vecchiume passato.

Umnerto Rosati 13.09.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Però l'indulto.

Alberto Villa 29.07.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Mentre Il nostro Dipendente Prodi sta soprattutto FEEERMOOO (e non mi pare sia molto cambiatoda quando Corrado Guzzanti lo imitava come un semaforo) Pare che invece tra le gente qualcosa si muova.
Questo il testo di un volantino che m'hanno dato

A Garbatella, il giorno 26 luglio 2006 alle ore 17 si terrà la prima riunione fondativa della costituenda associazione per il:

PARTITO DELLE DONNE DEMOCRATICHE

Presso i locali siti in piazza Giovanni da Lucca, 1 (Garbatella-Circ.ne Ositense) Roma, Il giorno 26 luglio 2006 avrà luogo alle ore 17, la prima assemblea per la costituzione della Associazione del Partito delle Donne Democratiche (P.D.D.).

La costituenda Associazione ha carattere trasversale alle attuali appartenenze di tipo politico ideale e/o ideologico, non fa distinzione di etnie, di censo, e di età.

Sono invitate pertanto a parteciparvi tutte le donne che avendo qualcosa da dire e da proporre, vogliano condividere la loro personale esperienza in ogni campo maturata, politica e individuale in prima persona senza più delegare ad altri il loro destino.

L’Associazione non è preclusa ad alcuna attuale appartenenza politica, non è vincolata ad alcun referente di qualunque genere e tipo, non ha alcun ordine gerarchico precostituito seppure è prevista una organizzazione operativa che farà perno sulle specifiche competenze sia umane che culturali di ciascuna

Se dovesse riferirsi ad un modello cui far riferimento sia chiaro che è più orientata a privilegiare l’esperienza dell’On.le Angelina (Anna Magnani) che non a quella della “scuola politica” di Emily.

Alcuni punti fermi sono:

il nome (che dato l’impegno richiesto per trovarlo non è soggetto a modifiche);

parlare un linguaggio chiaro e concreto che bandisca il linguaggio criptico della attuale politica (politichese).

Il resto è tutto da discutere, creare e progettare insieme.

Costituenda Associazione del Partito delle Donne Democratiche.

E mail : p-donnedemocratiche@libero.it

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 23.07.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, questi già cominciano a litigare sul rifinanziamento della missione in Afganistan! Come se fa? Ma perché non si mettono d'accordo prima delle elezioni su poltrone e decisioni, così non perdono tempo quando arrivano al governo? Comunque se fanno cadere il governo io alle prossime mi astengo. Perché devo legittimare e pagare dei dipendenti che non fanno nulla?
Ultima cosa: perché non ti candidi, te che sei un comico? Silvia 81, Roma

silvia trebbi 30.06.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, questi già cominciano a litigare sul rifinanziamento della missione in Afganistan! Come se fa? Ma perché non si mettono d'accordo prima delle elezioni su poltrone e decisioni, così non perdono tempo quando arrivano al governo? Comunque se fanno cadere il governo io alle prossime mi astengo. Perché devo legittimare e pagare dei dipendenti che non fanno nulla?
Ultima cosa: perché non ti candidi, te che sei un comico? Silvia 81, Roma

silvia trebbi 30.06.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho visitato il tuo blog e apprezzo il tuo lavoro
e le tue idee, molto condivise , permettimi di
scrivre queste mie riflessioni.
Le Tue e quelle di molti altri, ottime parole
ottime idee , ma perchè non cerchiamo in qualche modo, sempre civile e democratico, di realizzarle,
cambiando, con i mezzi che ci mette a disposizione la nostra COSTITUZIONE, le situazioni che appunto sottolineamo, tu su tutti,
con tanto CREDO?
Voglio solo dire che le parole al massimo possono
diffondere buoni propositi, quindi perchè non agire e far seguire i fatti alle nostre idee, solo cosi credo che potremmo sapere veramente se il nostro BEL PAESE ha voglia di cambiare in meglio, ad esempio
formare un partito, ( NON DITEMI CHE GIA SON TROPPI) proporre i nostri programmi, quindi contarci e vedere ,ad esempio, chi vorrebbe governare i cittadini senza alcun compenso,
disfarsi di tutti i propri beni o "imperi" , dedicarsi anima e corpo per migliorare la vita di tutti , dare tutto se stesso per tale scopo, senza alcun compenso.
Permettimi di concludere che se tale nostra iniziativa dovesse fallire vorrebbe dire che al PAESE delle nostre parole e idee non ha che farsene , stiamo bene come stiamo,ma
prenderemo tutti atto che abbiamo quello che meritiamo.
Capirai perfettamente che tale risultato vorrebbe dire tante altre cose, ritengo , negative che
comunque appartengono a noi UOMINI e purtroppo non possiamo eliminarle con chimere, utopie o
con semplici e sani buoni propositi accompagnati solamente da parole, sicuramente, da molti derise o peggio ignorate completamente.
CIAO!
GRAZIE DI TUTTO.

Carmine Salvatore 29.06.06 00:45| 
 |
Rispondi al commento

I PM romani Giancarlo Amato e Maria Cristina Palaia hano deciso di allargare il raggio d'azione dell'inchiesta sdella "concussione sessuale" in RAI (e se si aprisse 'sto fronte anche altrove, sai che verminaio..., forse per questo tante donne "ovunque" tacciono...) ritenendo di dover ascoltare altre DONNE testimoni...
Oggi per la prima volta Elsa Vinci di repubblica, rispetto a quanto ipotizzato per la Gregoraci ha parlato di quanto "patito" dalla signora....
E' la prima volta, insieme a Lina Sotis che l'ottica guarda anche nei loro confronti con un minimo di rispetto.
Prodi si è espresso rimanendo colpito dall'idea che i tangheri itercettati hanno delle donne. (Il solo a nominare l'impuro termine).
Per il resto deserto assoluto davvero omertoso.
Ora che certe "prestazioni" fossero richieste solo alle donne (o altre innominabili a baldi giovani che hanno dato qualcos'altro per far carriera ma sul quale è preferibile stendere un pietosissimo velo se è vero quanto certe malelingue sostengono sia avvenuto all'ACEA quando a posti di altissima responsabilità furono chiamati "manager" (?!) dalla ambigua appartenenza sessuale...) peraltro da dirigenti di una azienda pubblica di Stato quale la RAI pare stia emergendo con una certa evidenza tanto da essere ritenuta cosa talmente scontata dalla giornalista Maria Latella da equiparare Via Teulada a qualsiasi via consolare romana dove abbonda il mercato della prostituzione.
C'è da chiedersi allora, dato l'ostinato ed inaccettabile silenzio (c'è un forumista in POL che voleva "aspettare" certo che la reazione fosse venuta. Preso atto che la signora non ci pensa proprio lo considera chiaramente una fesseria) della Ministra Pollastrini che cavolo ci stia a fare su quella poltrona!
Anche la Minsitra Melandri (ampiamente contestata all'incontro promosso da incontriamoci.romanoprodi.it al Quirino dagli attivisti prodiani vista la rara supponenza ed insopportabilità) ha fatto scena muta sullo specifico argomento...

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 28.06.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA PENSAVATE, GIALLI VERDI O BLU, QUANDO SON LASSU' DI NOI NON GLI IMPORTA PIU'.
CIAO A TUTTI.

Valter Sottile 26.06.06 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Io andrò a votare. Non dirò quale sarà il mio voto perchè ciò che conta è comunque l'applicazione di un diritto e di un dovere essenziale in uno Stato considerato "libero". Voglio solo aggiungere che per me la scelta è stata molto difficile, sono disgustata da ciò che chiamate teatrino parlamentare e non mi sento rappresentata da questo governo ne da quelli che lo hanno preceduto e questo fin da quando ho compiuto 18 anni. Andrò a votare perchè è mio dovere e coerenza vuole che io non mi possa lamentare se non faccio nulla per dire la mia.
Buon referendum a tutti.

Lisanna Santinato 25.06.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti io sono entratto da poco e non so se voi avete gia esauritto i vosstri comentiriguardo all'11-09-01.Perche ultimamenteio ho scoperto delle cose inquetanti(chi sa quanti altri prima di me).Pensavo chefosse importante che tutti verificassimo.
eseste un programa(cioe un softuer) che si chiama mediacenter0.4-by coolstreaming.exe
dove ce la sezione web-movies,doppo di che si vaalla sezione dokumentari e li potete curiozarequanto volete.io non ho volutofare publicita ma comunque provateci perche vi aprira gli occhi.ciao

bledi caporali 25.06.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento

E' la prima volta che scrivo sul suo blog, ed è in questa occasione che ritengo importante, che voglio dire la mia sul referendum. Voterò SI perchè non si può distruggere ciò che hanno fatto i precedenti governi, se ogni volta che sale un nuovo governo cancella le riforme che ha fatto il precedente, dove rimaniamio? Non capisco propio perchè il lettore che ha lasciato il messaggio che bisogna votare per forza no è così incavolato perchè la legge l'ha proposta il governo di centrodestra, ci sono buone leggi anche se le fanno dalla parte opposta, e non bisogna fare che se le fanno le altri le leggi sono fatte tutte male, ragionate con la testa e non con la cattiveria di "tutto ciò che fanno gli altri è sbagliato!". E' giusto che si inizia da un punto d'inizio, se vince il no, è vero che non modificheranno niente, mentre se vince il si, saranno costretti a fare qualche cosa. Allora io voterò SI perchè esigo che sia fatto qualche cosa.

marco presciutti 25.06.06 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Ieri il nostro ministro degli esteri Massimo D'Alema ha rilasciato una intervista a Repubblica dove si è espresso ampiamente su temi che esulano il suo Ministero (RAI per esempio).
Si ha l'impressione che voglia ancora costituire il dominus della politica italiana. Io ho la vaga certezza di pagare dove lavoro lo scotto di quanto ho scritto tante volte contro questo personaggio che pare saper produrre solo fallimenti (Vito a Ballarò: da vent'anni non ne azzecca una. Se lui è un politico io sono Cindy Crawford!) quando la gestione dell'ENEL era "osmotica" sotto la sua Presidenza del Consiglio e monopartitica la gestione che da segreario DS aveva imposto a Prodi. E si son visti gli sprechi con la disastrosa gestione multi utility che oggi mette a repentaglio (ufficialmenti in via di licenziamento) 54 posti di lavoro dei colleghi di ENEL real estate dopo aver costretto quelli di Wind a trasbordare verso la proprietà egiziana...
Oggi rileggo della possibilità delle larghe intese sperimentate con la nomina di un direttore generale gradito anche al Polo dopo che per anni ci avevano ammorbato sull'incredibile conflitto di interesse berlusconiano che aveva sei reti!
Oggi governa l'Ulivo e si nomina un D.G. RAI graditissimo al Polo e si prospetta di dargli rete due?!
Ma sono matti? Ha ragione Prodi! Se cade lui credo che il furore dei loro elettori non gli consentirà di governare per i prossimi sessant'anni!
Aiutaci Beppe! Liberaci da queso incubo! Lavoriamo tutti insieme per ridurre a più miti consigli questi partiti inverecondi e i DS in particolare che ne rappresentano la punta di diamante in quanto a mistificazione, menzogna ed arroganza inarrivabile!!

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 24.06.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento

bisognerebbe smetterla di pagarli....
non dovrebbero essere più dipendenti, ma pagarli per ogni lavoro che portano a termine!!!!

guido f. 24.06.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Propongo di usare come soprannome per Prodi MORTADELLA.

Arrivederci

Giorgio Fiandrino 24.06.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Osservatorio sui Diritti dei Minori
Comitato Scientifico
www.osservatoriominori.org

Comunicato Stampa

Pedofilia

Domani la celebrazione dell’ottava giornata dell’orgoglio pedofilo

Marziale: “Sbagliato sottovalutare la vergognosa sfida, l’ONU intervenga”.

23 giugno 2006 - “Domani, per l’ottavo anno consecutivo dal 1998, la potente lobby internazionale della pedofilia celebra impunemente la propria giornata dell’orgoglio, denominata ‘boyloveday international’, concentrando sul web una summa di spazi tendenti a legittimare sotto molteplici pseudo giustificazioni, che vanno dalla psicologia alla sociologia alla religione, quello che in realtà è il più infame e spregevole crimine contro l’umanità debole e indifesa”. A denunciare è Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, secondo il quale: “La sottovalutazione supina ed impotente di cotanta apologia, da parte delle istituzioni internazionali, ha contribuito all’annunciata formazione del primo partito pedofilo in Olanda”.
Per Marziale: “E’ necessario fermare i fautori di una festa celebrata sulle ferite di un numero in quantificabile di piccole creature inermi ed in tenerissima età, che con la produzione di video e foto a contenuto pedopornografico, a cui quest’anno si affianca anche la vendita di gadget celebrativi del boyloveday attraverso un negozio virtuale, hanno tirato su un mercato milionario che costituisce uno degli assi portanti della moderna new economy criminale”.
Il presidente dell’Osservatorio conclude: “Se l’ONU non intende intervenire, deliberando che l’abuso sui minori è un crimine contro l’umanità, con le ricadute penali che esso comporta, chiederemo all’UNICEF di interrompere la celebrazione annua della giornata mondiale dell’infanzia. Se non altro si evitino le ipocrisie”.


Vorrei chiedere a tutti i mistificatori di questa campagna referendaria, che ne direbbero se ad ogni cambio di maggioranza si cambiasse anche la costituzione?
Se, come tutte le persone di buon senso, pensano che sarebbe una calamità. Ebbene non esiste più alcun dubbio, bisogna votare NO ad una riforma di parte, perchè la costituzione si cambia solo se siamo tutti daccordo. Diversamente non si cambia!!!
E' chiaro??

Annibale Merlino 23.06.06 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Referendum.
Voterò SI al referendum oltre ad una serie di ragioni legate ai vari articoli modificati soprattutto perchè ritengo questa un'occasione unica per modificare in meglio la Costituzione. Mi spiego meglio. Poichè la proposta è stata costruita dalla vecchia maggioranza e visto che su alcuni cambiamenti si dicono daccordo in molti. Il fatto che il paese sia governato da una maggioranza diversa, qualora vincessero i SI, consentirebbe di avviare subito un cambiamento che la nuova maggioranza sarebbe "costretta" a modificare per quegli aspetti ritenuti peggiori. Quindi ottima occasione per, in ogni caso, avviare dei cambiamenti. In caso di vittoria del NO temo che come per altre battaglie referendarie passata "l'euforia" della campagna elettorale tutto rimarrà come Prima.
Ciao a tutti.

gianpietro graziosi 23.06.06 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici,
Basta con l'esultanza del "berlusconi non c'è più, berlusconi non c'è più...", prima di tutto perchè c'è ancora e secondo perchè è in agguato, pronto a fotterci appena ci distraiamo.
La più immediata occasione di distrazione è il referendum di domenica prossima. Siete tutti mobilitati. Restate, quindi , ai vostri posti di combattimento ed occupate i vostri seggi elettorali per fare il vostro dovere fino in fondo.
Fate finta che la matita sia uno scarpone chiodato e che sotto al "NO" ci sia il sedere di berlusconi e poi calciate duro con un bel segno di croce (senza sfondare la scheda, mi raccomando).
Come già ho avuto occasione di dirvi da questo referendum dipende la tenuta dell'alleanza di centro destra. Se vince il NO ci sono buone possibilità che comincino a litigare tra di loro, lasciando finalmente che i problemi reali accedano al dibattito politico.
Ricordatevi che non sono ammesse defezioni. Chi non va a votare è un ... (censura!). E chi pensa di essere giustificato da vacanze, viaggi o altre scuse è ... ancora peggio.
E... non è finita. Per questa occasione siamo tutti attivisti. Ognuno si impegni a sensibilizzare tutte le persone a cui può arrivare proficuamente. Continuiamo a crederci. Oggi, come sempre, buona speranza a tutti.

Eros Meridi 23.06.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, se ti aspetti che il tuo amico Romano faccia qualcosa sei proprio un illuso. L'unico modo di tirare avanti che hanno è proprio quello di non fare niente. Perchè non esiste argomento sul quale ci sia la benchè minima vicinanza di pesiero. Forse l'unica cosa che faranno è quella di cancellare le riforme del Berlusca. Se n'è accorto persino Napolitano. Pensa te. Quindi mettiti il cuore in pace e soprattutto ...campa cavallo....

Giovanni Breschi 23.06.06 13:15| 
 |
Rispondi al commento

"Mi permetto di disturbarla..."

io bevo la limonata perchè Pietro che mi è antipatico beve l'aranciata

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/06/questa-mattina-mi-arrivata-la-lettera.html

Gianpiero Romano 23.06.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento


Premetto che PRODI non mi piace neanche un pò. Non lui, neanche buana parte dei ministri che gli sono stati imposti.


....però bisogfna dargli una chances, o no?

... i cento sottosegretari, l'incapacità di gestire la compagine di governo, e tanto altro.
Tutto giusto, ma bisogna dargli tempo.

...e poi sappiamo bene che ci saranno un mucchio di cose che non ci piaceranno, e che tanti altri occorrerà scontentare.


Enrico Ancona 23.06.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi ha molto colpito che tu non abbia postato qui quualcosa su questa vicenda e sull'inchiesta che investe Vitttorio Emanuuele.
(vicende troppo "frivole" per te quelle che investono le donne? Io invece ho postato proprio qui perché Prodi è stato l'UNICO meritoriamente che si è espresso sul "disprezzo" che questa vicenda dimostra nei rigvuardi delle DONNE. Si le ha chiamate proprio così! Oggetto "impuro" per antonomasia che invece Grandi leaders (scusa ma mi scappa da ridere...) "politici" quali Fassino, Fini, Epifani e Calderoli non hanno pronunciato e che neanche il Grande giornalista Floris si è degnato di nominare. Poteva "abbassarsi" a tanto?
Onore al merito di Prodi dunque.

La lettera del giorno
Giovedì, 22 Giugno 2006
Le brave ragazze
Ci sono anche loro.
Sembrano silenziose.
ecc. ho dovuto tagliare il seguito dato il limitato spazio che concedi...

Risposta

Le brave ragazze non a caso sono quelle che trovano marito. Le cattive ragazze trovano normalmente marito e amante. Le smutandate, quelle senza le idee chiare su dove arrivare, trovano normalmente una comparsata televisiva e delle brutte manacce che ravanano su di loro. Tutto vero, evviva le brave ragazze ma, Adamàs, i fatti di questi giorni sono diversi e non contemplano la bontà e la cattiveria femminile, ma solo il disprezzo che certi tangheri maschili dimostrano per le donne.

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 23.06.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi non vuole votare si lo fa solo per interesse personale e non certo per l’interesse nazionale.
La pubblicità per il no ricalca la forma retorica e terroristica tenuta dalle sinistre durante la campagna elettorale: dopo il voto si sono rivelate tutte menzogne.
Non è vero che in Italia le cose vanno male anzi, vanno anche troppo bene, e non servono tanti ragionamenti: basta guardarsi intorno per vedere il boom delle costruzioni in atto e l’aumento spropositato di macchine in circolazione, di file in ogni buco che porti in vacanza, di vendita di gadget inutili e costosi, ecc. e, questo, da nord a sud. I poveri ci sono sempre stati , in particolare nei paesi a regime comunista (non esiste e non è esistito al mondo un governo comunista che abbia creato benessere e giustizia, ne tantomeno democrazia). Ovvio che il governo attuale, che subisce il ricatto di rifondazione, è contro il rinnovamento : tutti i paesi comunisti sono statici per mantenere i privilegi della classe dirigente e, orrore , devono mantenere una buona parte della popolazione povera perché solo la rabbia e l’invidia di quest’ultima da loro il voto.
Non è vero che la sanità peggiora : dove si è lasciata autonomia gestionale in merito si sono avuti ottimi risultati, è ora che ogni dirigente locale si assuma la responsabilità delle proprie scelte senza vivere come una "zecca" attaccata allo stato.
Così come è ora che la pletora di ministri - parlamentari strapieni di privilegi e di megastipendi ,sia ridotta.
Questa riforma da più potere al popolo , ed è questo che i regimi di sinistra non vogliono.
La costituzione non è una bibbia, e quella Italiana, pur con il servizio reso, è vecchia e va rinnovata, così come i “padri della costituzione” non sono semidei infallibili e santi (tra loro c’era qualcuno che voleva rendere l’Italia una colonia di Stalin).
La proposta in atto è la migliore possibile, votare no vuol dire perdere un’occasione che non si ripeterà più.
ps. non capisco perché la destra afferma che

Fabio One 23.06.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe credo che sia lodevole l'impegno che ti sei preso di far riavvicinare il mondo della politica al mondo reale. Spero ti stiano a sentire. Ciao Antonio ...e buon lavoro!

antonio rauccio 23.06.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

eeh cari amici oggi la vita è cara e tutti si arrangiano come possono, chi qualche truffetta ai danni dei

fondi CEE, chi qualche corso di formazione fantasma, tanto per divertirci a carnevale, chi qualche

estorsione...eh si la vita a Cassino è cara bisogna pagare pure la protezione ai cari amici casalesi, quelli di

Sandokan...scorre il sangue....Sandokan...Lord Brook Janez....uau so amici di Giorgione....ehhh si sono

presi i depositi di carburanti....uau hanno amici nelle istituzioni...."tu statte bbuone si na rota più piccola

che fa girà na rota più grossa..." hanno le pistole...boum boum so cow boy...bang bang...mannaggia

m'hanno fottuto l'azienda sti camorristi....A CASSINO SI PAGA IL PIZZO ALLA CAMORRA E CI SONO

COMPLICI NELLE ISTITUZIONI.......LIBERATE CASSINO DALLA CAMORRA.....HANNO

COMPRATO LE SQUADRE DI CALCIO COI SORDI RICICLATI......

PINO polselli 23.06.06 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Se aprite il portale di caserta news leggerete una notizia che vi farà molto ridere aah riguarda Giorgione,

quello dell'inno laziale "quando Giorgio tornerà...", sapete cosa fa ultimamente Chinaglia per campare?

oggi campare una famiglia èn difficile, coi figli che studiano, coll'idrogeno che non brucia, col biodisel

bandito come un terrorista...Beh Giorgione da una mano a ripulire i soldi sporchi della camorra, geniale

no? è pure ecologico si pulisce, lui è per l'ambiente! e dopo averli ripuliti ci compriamo qualche squadra

di calcio, tanto per divertirci! il calcio va sempre di moda è la passione degli italiani...e poi sti soldi

vengono in parte pure dall'Ungheria e gli amici sono casertani....ke bello!

PINO polselli 23.06.06 07:14| 
 |
Rispondi al commento

A gentile richiesta ringrazio chi mi ha dimostrato solidarietà incoraggiandomi a postare ancora quanto segue:
In che modo si può togliere un po’ di polvere dalle illegalità fatte sempre passare inosservate se non quello di raccontare per tutta la mia vita al mondo le atroci sofferenze subite. Ero orgogliosa dell’Italia,orgogliosa di essere in buona salute e del mio lavoro. Ero persino entusiasta della democrazia e della civiltà tanto decantate nel mio Paese. Sono state tutte delusioni e danni alla mia persona consumati sul mio posto di lavoro. E’ stato ed è ancora terribile da dovere sopportare. Il mio sito web: http://w.-w.-w.-mo.-bb.-in.-g--s.-i.-s.-u.-.com oltre a contenere la grave vicenda è suffragato di tutti i necessari riscontri oggettivi (PROVE) di come vengono esercitate impunemente le più ciniche e ipocrite illegalità ai danni di una donna. Lo Stato è sempre rimasto soltanto a guardare con la massima inerzia.Ciò anche dopo che ho vinto contro i carnefici per ben due volte al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia,vedi: http://w..w..w..mo.bb.in.g..com/c..r..o..n..a..c..a do.cu.men.ta.ta.php da qui si capisce in modo speciale l’altra faccia sporca nascosta dell’Italia. Mi hanno fatto contagiare una tremenda malattia infettiva sul posto di lavoro, presso l’OspedaleFatebenefratelli e OftalmicodiMilano e poi sono stata abbandonata con crudeltà privandomi dei miei diritti di legge e impedendomi di curarmi al meglio, facendomi mancare i necessari mezzi economici. Una tremenda tortura fisica e psichica dietro l’altra e poi sento dire che anche l’Italia partecipa all’insegnamento della democrazia nei paesi arabi. Rabbrividisco solo al pensiero! Tutto il crimine è sempre stato consumato di nascosto e nel massimo silenzio stampa. La massima carica del governo di centrodestra, famoso per le sue sparate intimidatorie verbali,certoSilvioBerlusconi con la massima carica per la Regione Lombardia,certoRobertoFormigoni SEGUE SISUDUE…

Giovanna Nigris 22.06.06 22:25| 
 |
Rispondi al commento

…SEGUE SISUDUE…e l’Assessore allaSanità certoCarloBorsani di AlleanzaNazionale, hanno fatto accoppiate fuori legge incredibili ai miei danni benché informati dei fattiilleciti. La temperatura della gravità dei reati e relative conseguenze hanno sempre preluso e attuato la distruzione della mia salute e pertanto della mia persona. Per la mia vicenda lavorativa si sono mantenuti per anni quattro imputati di lesioni colpose gravissime, sino alla maturazione della prescrizione di detti reati. Un puzzle criminale tanto inverosimile quanto PAZZESCO! Poi dal centro destra sento dire Forza Italia, prima non sapevo che con questo termine si sottintendesse anche il crimine occulto. Alcuni giorni fa, qualcuno mi ha chiesto di aiutare il centrodestra votando SI al referendum per cancellare una parte della nostra Costituzione. Ho pensato che così il crimine risalterebbe meno e tutto filerebbe più liscio senza confronti con la Legge Padre della Repubblica.

Giovanna Nigris 22.06.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE LASCIALI STARE QUESTI STRONZI!!!
CANDIDATI FORMA UN PARTITO E FACCI SOGNARE!!

catia violoni 22.06.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare a tutti la lettera scritta dal regista Giuseppe Piccioni ai leader dell'Ulivo. la lettera mette tra le priorità di questo governo un nuovo slancio etico e il riconoscimento del merito come valore.

Grazie a chi vorrà leggerla e commentarla.
www.letteraapertaunione.ilcannocchiale.it

Massimo Reale 22.06.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti Beppe! Se in parlamento ci fosse anche un sol deputato con la metà del numero di palle che hai tu.. saremmo tutti più "ricchi"!!
Che debba esser tu a far meditare il dipendente Prodi su certe problematiche è ridicolo MA necessario!
Grazie!!

Marco Davì (Palermo) 22.06.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Benissimo. E se vince il referendum il rapporto tra politici e elettori diventa ancora più diretto. Sarà ancora più evidente il rapporto tra dipendenti e datori di lavoro. Giusto!?! Eppoi così non possono prenderci in giro dicendo che la riforma costituzionale la fanno dopo e con calma. Se vince il si li freghiamo tutti questi politici e finalmente dovranno lavorare sul serio per una carta costituzionale valida e buona per tutti. E così noi datori di lavoro avremo un elemento in più per giudicarli e capire chi sono realmente. (E se credono a quello che ci dicono in TV).
Ma mettiamoli alla prova una volta in più e facciamo passare sto referendum. Ciao a tutti.

Marco Fini 21.06.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Cloaca romana

La cloaca romana ha superato i livelli di guardia, e dalla capitale sta imbrattando tutta l’Italia. La politica, le istituzioni, l’economia, la finanza, lo sport, e perfino lo spettacolo. La cloaca romana ha invaso tutto ciò che permette alla sottocultura piccolo mafiosa di sfamare la propria putrida avidità di potere. Una sorta di malattia infettiva oggi talmente diffusa da divenire “normalità” per i meschini che infestano la capitale in cerca di un posto al sole.
Ma là non c’è nessun sole, là nei piani alti dove i politici doppiogiochisti sputano vuoti sproloqui, là dove i manager spregiudicati disegnano le loro truffe, là dove i burocrati corrotti sfogano frodando abusi repressi, e perfino là dove ballano le puttanelle ambiziose.
Là non c’è il sole della storia, non c’è l’essenza della vita, ma solo la luce artificiale delle miserie umane, e qualche euro. Giusto il mangime per i porci, quello che ti riempie lo stomaco. Non l’animo.
Per tutti i cittadini onesti umiliati sta finendo il tempo della vergogna. e cominciando quello della voglia di reagire, della voglia di sbarazzarsi della banda di meschini che tengono indecentemente le rediti del nostro povero paese. E non è questione di singoli mascalzoni, di mele marce che rovinano un giardino incantato, la deriva che ci affligge è di sistema, di cultura. Cultura anche politica che ha ridotto l’intera classe dirigente in un accozzaglia di traghettatori per l’inferno della decomposta partitocrazia italiota.
La storia in Italia si è fermata perché si è fermata la politica. I valori, gli ideali, i principi affogano quotidianamente nella cloaca partitocratrica romana. Ma non bisogna arrendersi, bisogna invece convincersi che il pattume morale che regna in Italia è solo una delle tante pagine nere della nostra storia. Una pagina che spetta a noi girare per sempre.
Tommaso Merlo
Milano

Tommaso Merlo 21.06.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono alcuni giorni che cercando di schiarirmi le idee il più possibile sul referendum seguo tutte le trasmissioni in cui se ne parla.
ho una terribile sensazione: tutti i "sinistrini" hanno un sorriso furbetto ( fassino è anche ingrassato) stampato in faccia, sono sempre più arroganti, alzano il doppio la voce rispetto al passato e non hanno perso l'abitudine ultraconsolidata di manipolare le parole.
premetto una cosa: a me importava solo che il paese fosse governabile e che ci fosse un vero miglioramento sociale, indipendentemente da chi sarebbe andato a governare.
naturalmente ho una mia idea politica, ma qualcosa mi gira in testa, una sensazione di disagio.
dalla destra non ti aspetti politiche sociali e nemmeno che alla fine sia il popolo sovrano, ma dalla sinistra sì, specie se ha improntato una campagna elettorale tutta all'insegna dell'etica e della trasparenza.
abbiamo pensato tutti lasciamoli governare in santa pace, giusto.
solo che il buongiorno si vede dal mattino.
a quelle facce di tolla non gliene importa niente di nessuno di noi, e sono servi del padrone anche meglio.
servi autorizzati.
ma quello che è peggio di tutto, secondo me, è che si dimenticano che sono il governo di tutti e per tutti, che hanno una maggioranza risicata e non è eticamente corretto questo tipo di comportamento.

MANDIAMOLI A CASA TUTTI
MA FACCIAMOLO PRESTO, PRIMA CHE CI VENDANO QUELLO CHE RIMANE.

la legge sul referendum non è perfetta, è vero, ma perfettibile, e sono 25 anni che corriamo dietro alle riforme che non si fanno mai perchè sia destra che sinistra pensano solo agli affari di bottega.

non sono mai stata nauseata dalla politica come oggi.
non siamo mai stati più allo sbando di adesso.
non va bene nemmeno che sarà nel 2016 che verranno attuate le riforme, perchè pensano di incollare il loro deretano lì e per sempre.

il parlamento italiano costa 270 milioni di euro l'anno:
una manovra fiscale, MANDIAMOLI A CASA TUTTI

cinzia torti 21.06.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Onestamente non ho ancora capito perchè Beppe Grillo non si è candidato alle scorse elezioni. E' vero che la storia non si fa con i "se" o con i "ma" , ma se si fosse candidato a quest'ora poteva essere l'ago della bilancia ed influire sul futuro del nostro paese.
E' verissimo che sei un comico Beppe ma credo che tu abbia commesso un errore a non candidarti.
Con Profonda Stima.

Vito Kahlun 21.06.06 14:57

.....

Caro Beppe,
premetto che sono un tuo ammiratore e ti ho seguito in molti spettacoli che hai fatto in giro per la Toscana.Condivido tutte le tue idee ,però ti volevo chiedere come mai sotto le elezioni avevi suggerito di votare,giustamente, uno dei partiti che non avevano canditati condannati in via definitiva e poi però tra questi avevi indicato La Rosa nel pugno??
Non c'era un certo signor D'Elia? Ex terrorista,condannato a diversi anni di galera?Che tra l'altro adesso il governo di sinistra lo ha fatto pure sottosegretario? Penso che sia stata solo una svista , o forse un errore dei tuoi collaboratori;non credo che avresti suggerito di votare la Rosa nel pugno,avendo saputo tutto ciò....
Spero di avere una risposta e ti mando un salutone! Continua così, mi raccomando, che sei il numero uno !!!!!

P.S. Quando torni a Montecatini Terme per uno spettacolo?

cristiano d'ulivo 21.06.06 14:42

..........

Si è aggiunto dopo purtroppo...
l'unico politico ad aver aderito apertamente all'iniziativa parlamento pulito è Antonio Di Pietro. Ha anche l'icono sul suo blog: antoniodipietro.it

Giuseppe Noto 21.06.

--------------------
e già così in parlamento ci sarebbero stati viados, terroristi, esaltati, pVoletaVi in chachemiVe, "giudici" a senso unico, banchieri, veggenti, paciFINTI e un "comico"-gufo! ....
siete proprio coglioni ....POVERA E FORZA ITALIA
(VOTA SI_SI_SI_SI_SI)
silvia.

silvia bada 21.06.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Onestamente non ho ancora capito perchè Beppe Grillo non si è candidato alle scorse elezioni. E' vero che la storia non si fa con i "se" o con i "ma" , ma se si fosse candidato a quest'ora poteva essere l'ago della bilancia ed influire sul futuro del nostro paese.
E' verissimo che sei un comico Beppe ma credo che tu abbia commesso un errore a non candidarti.
Con Profonda Stima.

Vito Kahlun

lacristalleria.blogspot.com

Vito Kahlun 21.06.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
premetto che sono un tuo ammiratore e ti ho seguito in molti spettacoli che hai fatto in giro per la Toscana.Condivido tutte le tue idee ,però ti volevo chiedere come mai sotto le elezioni avevi suggerito di votare,giustamente, uno dei partiti che non avevano canditati condannati in via definitiva e poi però tra questi avevi indicato La Rosa nel pugno??
Non c'era un certo signor D'Elia? Ex terrorista,condannato a diversi anni di galera?Che tra l'altro adesso il governo di sinistra lo ha fatto pure sottosegretario? Penso che sia stata solo una svista , o forse un errore dei tuoi collaboratori;non credo che avresti suggerito di votare la Rosa nel pugno,avendo saputo tutto ciò....
Spero di avere una risposta e ti mando un salutone! Continua così, mi raccomando, che sei il numero uno !!!!!

P.S. Quando torni a Montecatini Terme per uno spettacolo?

Ciao
Cristiano

cristiano d'ulivo 21.06.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un saluto ai partecipanti al Blog e a Grillo.

Giusto alcune considerazioni.

1) Grillo per mestiere o per vocazione fa satira, quindi può permettersi di chiamare Prodi "dipendente" ... se pure questo viene criticato meglio emigrare.

2) Purtroppo metà degli italiani ha dichiarato di essere dei "testicoli" (non uso parolacce per non farmi censurare il post) ... mi chiedo cosa sia l'altrà metà, presumo il completamento "dell'organo", visto che siamo un popolo, quindi parte di una "unità" (si può ancora dire "unità").

Io mi sono schierato dalla parte dei testicoli, forse perchè più fecondi e meno violenti ... chissà.

Capisco Moretti che vede la sinistra "moscia", ma mi rendo lucidamente conto che il livello intellettivo medio della popolazione italiana si è notevolmente abbassato.

Tristemente è oggi popolare il machismo politico, quello più gretto che pochi decenni fa forse avrebbe scandalizzato pure la destra.

Sarò vecchio, forse, ma vedere personaggi come Berlusconi o Bossi al governo è stato come assistere ad un film di fantapolitica.

E vedere ed incontrare tante persone che credono ed investono pie speranze nella destra, mi da la misura e la spiegazione dell'atteggiamento "moderato" del "Professore" e della sinistra in generale.

La destra in questi anni è riuscita a mettere in pratica una tattica antica: il "Divide et Impera!".

Ci ha fiaccato, c'è riuscita, per fortuna che siamo testicoli, e possiamo concederci il lusso di essere mosci, cosa che non si può permettere ... il resto.

Saluti.

antonio deangelis 21.06.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto ai partecipanti al Blog e a Grillo.

Giusto alcune considerazioni.

1) Grillo per mestiere o per vocazione fa satira, quindi può permettersi di chiamare Prodi "dipendente" ... se pure questo viene criticato meglio emigrare.

2) Purtroppo metà degli italiani ha dichiarato di essere dei "testicoli" (non uso parolacce per non farmi censurare il post) ... mi chiedo cosa sia l'altrà metà, presumo il completamento "dell'organo", visto che siamo un popolo, quindi parte di una "unità" (si può ancora dire "unità").

Io mi sono schierato dalla parte dei testicoli, forse perchè più fecondi e meno violenti ... chissà.

Capisco Moretti che vede la sinistra "moscia", ma mi rendo lucidamente conto che il livello intellettivo medio della popolazione italiana si è notevolmente abbassato.

Tristemente è oggi popolare il machismo politico, quello più gretto che pochi decenni fa forse avrebbe scandalizzato pure la destra.

Sarò vecchio, forse, ma vedere personaggi come Berlusconi o Bossi al governo è stato come assistere ad un film di fantapolitica.

E vedere ed incontrare tante persone che credono ed investono pie speranze nella destra, mi da la misura e la spiegazione dell'atteggiamento "moderato" del "Professore" e della sinistra in generale.

La destra in questi anni è riuscita a mettere in pratica una tattica antica: il "Divide et Impera!".

Ci ha fiaccato, c'è riuscita, per fortuna che siamo testicoli, e possiamo concederci il lusso di essere mosci, cosa che non si può permettere ... il resto.

Saluti.

antonio deangelis 21.06.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento


L’Italia consegnata a Goldman Sachs
Nel 2005 la banca d'affari Goldmans Sachs - la stessa che si è assicurata il dominio in Italia con Draghi governatore, e presto se lo assicurerebbe con Prodi premier - è stata la prima nel mondo come «consulente» in fusioni e acquisizioni (m&a).

Mario Draghi a Bankitalia, proveniente dalla Goldman Sachs.
Mario Monti uscente dalla Commissione, è stato assunto alla Goldman Sachs.
Romano Prodi, futuro presidente del Consiglio, nella sua vita è entrato infinite volte a servizio della Goldman Sachs: era lì che trovava lavoro quando usciva dal settore pubblico italiano.
Non sarà un conflitto d'interessi? Un tantino? Poco poco?
Ma non si può eccepire. E' vietato.
Nel quadro che ha creato Il Corriere dei Montezemolo e del resto del salotto buono, una nuova Mani Pulite (stavolta contro le sinistre arroccate attorno alle COOP), queste nomine e assunzioni ci dicono che non sarà più permesso formulare domande politicamente poco corrette, criticare le scelte degli Illuminatissimi Fratelli.
E' la consegna dell'Italia ai poteri forti e alla banca d'affari americana.
Chissà che miele secerne la Goldman Sachs per attrarre così importanti maggiordomi dei poteri forti, o che linfa secerne l'Italia, per suscitare le cupidigie della Goldman Sachs: non abbiamo già dato, in privatizzazioni?
Gioielli industriali dell'IRI, pagati mille volte dai contribuenti italiani, non sono già stati svenduti tutti per un boccone di pane?
Non ha già regalato Ciampi la Nuovo Pignone, leader mondiale, alla sua concorrente americana?
E le banche d'affari americane, Goldman Sachs, Merril Lunch e Morgan Stanley, non hanno già incamerato allora - quando la prima Mani Pulite rese impossibile la difesa di quei gioielli, fu per questo che Craxi fu distrutto - 3 mila miliardi in grasse commissioni, per la loro esperienza nelle privatizzazioni?
Chissà.

maurizio blondet

raul galanji 21.06.06 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto e visto il tuo articolo e il tuo incontro con il dipendente Romano Prodi, credo che soltanto uno come te poteva fare una cosa del genere. Ti ammiro per quello che fai, penso sia l'ora che tu inizzi a rappresentarci nelle sedi istituzionali; sei circondato da ottime persone che sicuramente più di altri sapranno lavorare per noi.
Abbiamo la possibilità di migliorare questo paese e di mandare a casa i condannati, i delinquenti, i nulla facenti e i ben pensanti.
Pensaci bene noi ti stiamo aspettando.
Ciao, stefano

stefano napolitano 21.06.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Sulla base di alcune risposte a precedenti post ,postiamo oggi:
il metodo di "costruzione " delle prove.

HOESS : comandante ad Auschwitz.

Il resoconto dell'arresto e dell'interrogatorio di Höss si può trovare in un libro di Rupert Butler "Legions of Death" (Hamlyn Paperbacks, 1983). Tale libro è di ispirazione ferocemente antinazista. L'autore afferma di aver fatto ricerche presso l' "Imperial War Museum" di Londra, la "Wiener Library" e altri istituti altrettanto prestigiosi. All'inizio di tale testo, l'autore esprime la propria gratitudine a Bernard Clarke "che catturò Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz".
Ora, in questo libro viene apertamente e tranquillamente dichiarato che il prigioniero Rudolf Höss venne torturato in maniera veramente selvaggia.
Né Bernard Clarke né Butler provano alcun rimorso per il fatto di aver estorto "confessioni" tramite tortura. Cosa ancor più interessante, non si rendono conto dell'importanza di tale rivelazione.
Affermano che Höss è stato catturato l'11 marzo 1946 e che ci sono voluti tre giorni di tortura per ottenere "una dichiarazione coerente", non capendo che la cosiddetta "dichiarazione coerente" non fu altro che la confessione,
veramente folle, firmata dalla loro vittima ansante il 14 o il 15 marzo 1946 alle due e mezza del mattino.

Questi sono fatti .

Questo il "sistema" di costruzione delle "prove"!

Buon Solstizio d'Estate a tutti

Eva-thule

Eva_Thule 21.06.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento


Caro sig.Grillo, ho trovato questa notizia su:
News > Libero Blog > Politica

Notizia del 21 giugno 2006 - 08:02
14 milioni per le Primarie

Presentato da due deputate dei Ds un progetto di legge per il finanzaimento dei partiti

di: Camelot Destra Ideale
"L'Unione ci farà pagare 14 milioni per le sue primarie
Allora, l'Unione della «Carica dei 102» si appresta a farci pagare un altro conto economico.
Un conto che non si capisce, ovviamente, perché dovrebbe essere pagato dal cittadino/contribuente.
Questa la situazione.
Due deputate dei Ds, Franca Chiaromonte e Anna Maria Carloni (moglie di Antonio Bassolino), hanno presentato una proposta di legge che è stata già assegnata alla commissione Affari costituzionali della Camera.
Questo il titolo della legge proposta:
«Disposizioni sulla democrazia interna e sul finanziamento dei partiti, nonché in materia di selezione delle candidature».
Di cosa si occupa il progetto di legge?
Presto detto. Il progetto di legge prevede un incentivo economico a che i partiti realizzino al proprio interno delle primarie. Ora, in virtù della legge 157 del 1999, lo Stato regala ai partiti un euro per ogni iscritto nelle liste elettorali. Il tutto poi moltiplicato per la durata di una legislatura, cioè per 5.
In sostanza, lo Stato sborsa ogni anno, per far vivere i partiti e i loro «parassiti», 451.111.320 euro.
Si dirà, e cosa c'entra la legge sul finanziamento pubblico ai partiti, con la proposta avanzata dalle due deputate dei Ds?
C'entra eccome! Perché se questa proposta dovesse diventare legge, oltre a questi soldi, lo Stato dovrebbe pagare un 10% in più per ogni partito che accettasse di fare primarie. E solo considerati i partiti dell'Unione, alla fine il cittadino/contribuente pagherebbe 14 milioni di euro l'anno in più!
Beninteso, le primarie sono sacrosante! Servono al cittadino per scegliersi la classe dirigente.
Ma che poi il cittadino debba pagare un surplus di tasse per averle, è davvero troppo!"
Io ho votato i Ds...

Simona De marchis 21.06.06 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I PROBLEMI SON TANTI.
SICURAMENTE.
MA , IO,
STO' INCOMINCIANDO A STAR MALE NEL SENSO CHE MI MANCA QUASI LA FORZA L'ENTUSIASMO PER DISCUTERE.
IN FRANCIA QUEI SIMPATICONI HANNO MMESSO A FERRO E A FUOCO LA CITTA' PER OTTENERE I CAZZI LORO.
NOI?
DEI COGLIONI DA GUINNES DEI PRIMATI!!!!
CIOE' VOGLIO DIRE COSA DOBBIAMO FARE?
PARLARE PARLARE PARLARE PARLARE....BLA BLA BLA BLA BLA BLA BOLA BLA BLA...............
MA SE NON SI MUOVE IL CULO DALLE SEDIE VA A FINIRE CHE CE LO FANNO...!
ANZI NO,
CE LO HANNO GIA' FATTO E CE LO FARANNO DI PIù!!!!
FACCIAMO NOI IL PELO ED IL CONTROPELO A CHI NIENTE FA PER LE NOSTRE CITTA'.
MIO NONNO DICEVA SEMPRE
"L'ITALIANO SI FA MAGRO MAGRO,
MA NON MUORE MAI!"

giacomo d'alterio 20.06.06 23:28| 
 |
Rispondi al commento

E' un pò di tempo che non faccio irruzione in questa specie di blog, è sempre divertente leggere le proposte del Sig. Grillo e gli scontati commenti dei supporters, caspita il Sig. Grillo me lo ricordavo più longilineo.

disconnesso per caso 20.06.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Le parole pronunciate oggi dal caro Sig. LUCA DI MONTEZEMOLO contro gli autonomi sono semplicemente VERGOGNOSE !
Montezemolo prende (molto ipocritamente) le difese degli operai perché deve mettersi nella simpatie della sinistra, nella migliore tradizione delle grosse famiglie imprenditoriali italiane che intascano i dividendi aziendali e poi fanno pagare all’INPS (con i soldi di tutti) le casse integrazioni. E si fanno seppellire gli scheletri (anche quelli belli grossi) dai loro amici MORALMENTE INECCEPIBILI.

E intanto che fa il governo di Prodi ?
Dopo aver sbandierato ai quattro venti durante la campagna elettorale di voler cambiare la legge Biagi, prontamente si inginocchia davanti al Sig. Confindustria che gli intima “La legge Biagi non si tocca”.

Caro Montezemolo, per la legge Biagi gli “ATIPICI” risultano essere AUTONOMI.
E tu vuoi far perseguitare dal fisco proprio gli autonomi ?
POVERI OPERAI ? Sì ... poveri operai : CCNL a tempo indeterminato, scioperi legalizzati, sindacati che li difendono, TFR malattie e ferie pagate, tredicesime assicurate.
Penso che molti AUTONOMI farebbero il cambio ben volentieri con un operaio.

Il governo cede davanti alle solite lobbies. Sceglie (WOW, che novità, soprattutto da parte di un governo di sinistra) di schiacciare i soggetti più deboli, quelli non rappresentati da nessuno: i lavoratori autonomi.
E’ come sparare contro la Croce Rossa.

Così avvalla la persecuzione costante che "gli stipendiati" hanno nei confronti di chi fa un lavoro in proprio, spesso suo malgrado, semplicemente perchè si è dovuto arrangiare in circostanze sfavorevoli (nessuna raccomandazione, nessun santo in paradiso, nessun patrocinio politico o di parrocchia, nessun padre danaroso, nessuna famiglia importante alle spalle...quindi nessun POSTO SICURO).

INSOMMA ALLA FINE, in mezzo a tutto ciò COME FA UNO AD AVERE LA CALMA PER POTER LAVORARE ???
E PERCHE' DEVE FARLO VISTO CHE POI NON GLI RIMANE IN TASCA NULLA?

MONTEZEMOLO PUAH !

Sara De Sanctis 20.06.06 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Va bene, Beppe, sarò sincero.. Non mi piaci molto, mi sembri un gran chiacchierone. Ma su tante cose andiamo d'accordo. E io vorrei evitare di fermarmi a fare la papera starnazzante, e vorrei fare veramente qualcosa. Dimmi cosa, e giuro che la facciamo insieme..

Sandro

Sanro Rivoli 20.06.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

con una viscidita' che gli e' innata prodi(GLI OMINI PICCOLI NN MERITANO LA MAIUSCOLA)si dice disgustato dal disprezzo per le donne,va be che c'e' il referendum e devi leccare il culo alle elettrici ma quante donne ha portato nel governo quell'incapace salvato dai magistrati.....

andrea bruno 20.06.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ricevo volentieri i tuoi Blog. Sei davvero "deluso"? Il nostro dipendente Prodi è a capo di una cordata che ha dimostrato di sapere tenere a freno le spese, di avere una maggiore "oculatezza" con tutti i "se" e i "ma" del caso: ad esempio corre su Internet l'informazione che da qualche settimana c'è stato un nuovo aumento nelle paghe dei nostri onorevoli dipendenti.
Ho una laurea in economia politica alla Bocconi (ma faccio l'imprenditore agricolo)e mi spiace non poter fare testimoniare mio figlio che il deficit nei conti pubblici lo assumevo, prudenzialmente, tra il 7 e l'8%, ben prima che si pronunciasse Padoa-Schioppa. Vista la celerità con la quale hanno fatto i conti mi andrebbe ora di spingermi anche oltre.Ciò per dire che, secondo me, lo sapevano anche le pietre come stavano andando le cose ma che a questi "servitori" ha fatto comodo fare gli "gnorri" e che adesso se la caveranno come in passato: i sacrifici ai soliti noti, operai in testa. Chi dovrebbe "ridimensionarsi sono le banche e i servizi" che sottraggono ricchezza reale a mani basse.
Di Prodi non mi piace niente anche se ho votato a sinistra per le ragioni di cui sopra.
Aurea mediocritas? magari
Tante care cose
Mausi

maria Luisa Pisa Simonini 20.06.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

MA COME CAZZO SI FA IN ITALIA AD AVER AVUTO PER BEN 2 VOLTE UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COME BERLUSCONI ANCHE SOLO IL PENSIERO CHE FOSSE INDAGATO MI FA CAGARE..!! INOLTRE VOLEVO SOLO DIRE AI POLITICI .......................VAFFANCULOOOOOOOOO STATE ROVINANDO TUTTI GLI IDEALI DI LIBERTà CHE I PARTIGIANI HANNO LOTTATO PER AVERE

david bevilacqua 20.06.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I potenti mezzi di Beppe hanno fatto colpo. Adesso tutto funziona nuovamente!!!!!!

viva Beppe for President

Alberto Noto 20.06.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Lo sai caro Beppe che i tuoi video non sono più accessibili ?

Perchè non ti attivi creando un movimento politico sputtanando questi mangiapane a tradimento?

secondo me si potrebbe fare tantissimo altro che lega.

Alberto
338.6183209

Alberto Noto 20.06.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Osare? Prodi avrà anche le guance flaccide ma a me cadono le braccia a vederlo balbettare ridacchiare parlottare SEMPRE così silenziosamente quasi di nascosto... Grida! Invece quando alza la voce sembra un prete annoiato dalle stesse parabole e io continuo a sognare la deriva zapaterista con la rabbia dei miei vent'anni

Francesca Morelli 20.06.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto ora il video: GRANDISSIMO.

Beppe, lungi dal farsi intimidire da quel plotone di politicanti, glie l'ha cantate CHIARE E TONDE!

Speriamo proprio che questo gesto CONCRETO serva a da apripista x collegare i NOSTRI BISOGNI ai LORO DOVERI.

Patrick De Angelis 20.06.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao BEPPE VOLEVO DIRTI CHE TU SEI L'UNICO VERO GRANDE CHE RIESCE CON QUEL TONO SARCASTICO ED IRONICO ALLO STESSO TEMPO A FAR CAPIRE AGLI ITALIANI QUANTO FANGO OGNI GIORNO VIENE GETTATO SUL NOSTRO PAESE, LA TELECOM, E ALTRI MILLE TRUFFATORI CHE PENSANO DI FARLA FRANCA, TU DOVRESTI DAVVERO FARE IL POLITICO, VEDRAI CHE UN GIORNO SARANNO GLI ITALIANI A CHIAMARTI IN CAMPO, SEI DAVVERO GRANDE BEPPE, NON SCORAGGIARTI MAI!!!!!!!!

daniele virgintino 20.06.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

MANDIAMOLI A LAVORARE :


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135,00 al mese
Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.
STIPENDIO Euro 19.150,00 AL
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00).
TUTTI ESENTASSE+

TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per € 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio).
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare: si sta promovendo un referendum per l'abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari... queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani.

sergio rufinelli 20.06.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Desidero divulgare quanto segue:

Il Comitato Milanese “Salviamo La Costituzione” scrive in maniera molto chiara:

Difendiamo la Costituzione al referendum del 25 e 26 giugno: VOTIAMO NO

La Costituzione è la fonte dei diritti di ciascuno di noi e stabilisce le regole fondamentali della nostra convivenza. Non farla stravolgere

La Costituzione è nata dalla resistenza Italiana al nazifascismo e dalla lotta di Liberazione nazionale. Con essa vengono garantiti a tutti eguali diritti civili, politici e sociali. I suoi principali valori sono: la pace, il lavoro, la salute e l’istruzione che devono essere garantiti a tutti i cittadini perché vi possa essere vera emancipazione ed eguaglianza sociale.

Il centrodestra, nella scorsa legislatura, ha stravolto gran parte della Costituzione: quasi metà degli articoli di cui è composta.

ECCO I PRINCIPALI MOTIVI PER CUI DOBBIMO VOTARE NO!

1. La controriforma prevede una eccessiva concentrazione del potere nelle mani di un uomo solo: il Primo Ministro. Lui potrà pretendere che il Parlamento approvi tutte le leggi che vuole. Se il Parlamento si volesse rifiutare, anche per una sola volta, potrà determinarne lo scioglimento mandando a casa tutti i rappresentanti dei cittadini. Il Parlamento, che ha il compito di rappresentare la volontà di tutti i cittadini, diverrà così, ostaggio di un solo uomo.

2. Il Governo, che rappresenta il potere esecutivo in quanto è suo compito dare esecuzione alla volontà del Parlamento, non dovrà più ottenere la sua fiducia. Il presidente del Consiglio nominerà e destituirà i Ministri come e quando vorrà senza renderne conto a nessuno.

3. Il Presidente della Repubblica non sarà più il garante della Costituzione ma diverrà il “notaio” del Presidente del Consiglio.
Continua sotto appena possibile....

Giovanna Nigris 20.06.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione…
4. La Corte Costituzionale, che ha il compito di giudicare se le leggi rispettano i principi e i valori della Costituzione, vedrà al suo interno aumentare il numero dei componenti nominati da chi fa le leggi.
E’ evidente che così se ne vanifica l’autonomia.

5. Anche la Magistratura ordinaria vedrà ridotta la propria autonomia a favore della concentrazione, di fatto, del potere in mano ad una sola persona. L’Italia ha avuto, nel secolo scorso, una triste esperienza della concentrazione del potere in mano al Capo del Governo.

6. L’unità d’Italia, così faticosamente raggiunta solo 150 anni fa, viene ora messa in discussione da un federalismo alla rovescia. Nella storia il federalismo è servito per associare più nazioni fra loro non per dividere il popolo di una stessa nazione. L’unità è l’unità dei diritti che vengono assicurati a tutti i cittadini.

7. Mentre, si lavora per costruire un’Europa di pace in cui ognuno sia cittadino di serie A, la Controriforma della Destra divide gli italiani nella loro vita quotidiana, creando, nel nostro Paese, 20 diversi sistemi scolastici, sanitari,di polizia locale ecc. uno per ogni Regione.

8. Questa Controriforma, confusa e pasticciata, moltiplicherà di vari miliardi di Euro la spesa per gli apparati burocratici. Noi dovremo pagarne i costi! Perché?

Anche io sostengo
VOTIAMO NO! NON CONSENTIAMO CHE SFASCINO LA NOSTRA COSTITUZIONE! Giovanna Nigris W.W.W..M.O.B.B.I.N.G.-S.I.S.U..C.O.M.

Visitate il sito http://www.referendumcostituzionale.org


Un saluto a tutti i naviganti !
Per alcuni giorni sostituirò Erwin .

Si riprende da dove eravamo rimasti!

Un doveroso ringraziamento al Signor Grillo,per l'assoluta liberta' di postare sul suo blog.
Noi non condividiamo le sue scelte.
Lui,riteniamo, non condivide le Nostre.
In ogni caso si dimostra intelligente a permettere la nostra presenza che indubbiamente "alza" il volume del blog !

Un consiglio al Signor Grillo : perche non posta sul tema : Sterminazionismo-Revisionismo storico ?
Il successo sarebbe clamoroso.

A nome della Comunita' Thule della Toscana,

Eva

Eva_Thule 20.06.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

.....potremmo fare vedere i video solo a Striscia e alle Iene ... non lo saprebbe nessun altro!!

Ilaria Partigiani 20.06.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Romano!! sei l'ultima spiaggia per noi, se fallisci o peggio se ti adegui al sistema è finita, non ci rimane che andare al mare ogni volta che ci proporrete le elezioni....

Marco Bettini 20.06.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti i naviganti !
Per alcuni giorni sostituirò Erwin .

Si riprende da dove eravamo rimasti!

Un doveroso ringraziamento al Signor Grillo,per l'assoluta liberta' di postare sul suo blog.
Noi non condividiamo le sue scelte.
Lui,riteniamo, non condivide le Nostre.
In ogni caso si dimostra intelligente a permettere la nostra presenza che indubbiamente "alza" il volume del blog !

Un consiglio al Signor Grillo : perche non posta sul tema : Sterminazionismo-Revisionismo storico ?
Il successo sarebbe clamoroso.

A nome della Comunita' Thule della Toscana,

Eva

Eva-thule 19.06.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

-PREVITI
-PROVENZANO
-RICUCCI
-STORACE
-MOGGI
-I SAVOGLIA
...GIA' MI PIACE QUESTO GOVERNO MA QUANDO TOCCA AL MAFIONANO???

Marco Ciambotta 19.06.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppone, sei un grande, come sempre attendo una tua imminente entrata in politica in modo serio (anche se sei un comico), sono sicuro che avresti l'appoggio di tutti gli italiani onesti.

Cosa bisogna votare al prossimo referendum, non sono allineati nessuno con le mie idee, sono una massa di ladroni, e pensono solo a riempirsi le tasche, sarà una bravata tenere tutto invariato perchè in questo modo si dividono la torta comunuqe.

Ciao Grande , Peppe.

Giuseppe Citarelli 19.06.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

grande beppe...

diego saggiante 19.06.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Beppe scusa, ma cosa cazzo c'era scritto su quella lettera che hai consegnato a Prodi e che lui furbescamente ha evitato di leggere ad alta voce?

Dario Palmieri 19.06.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono curiosa di sapere se Beppe Grillo è contrario alla riforma costituzionale che intende diminuire di 175 unità i parlamentari italiani. E se è contrario....perchè.

Cordialmente

V.Giarru

vale giarru 19.06.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grandissimo Super Grillo! Con il preavviso di licenziamento al dipendente Prodi le hai davvero superate tutte.
Grandissimo.
Ciao

Giuseppe De Rosa 19.06.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
a quanto pare "l'Unione" non fa la forza.

Mandiamoli tutti e dico tutti in pensione!!

RITIRO IMMEDIATO DALLA GUERRA.

Dov'è che si firma??

Roberto Frisina 19.06.06 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perche' il video non e' pubblicato integralmente?
Perche' i primi due video si interrompono quando gli interlocutori iniziano a rispondere?
Perche' quando prodi parla nel terzo video c'e' un rumore di fondo altissimo?
Comunque grazie Beppe per la bella iniziativa. Vogliamo la legge sul conflitto di interessi subito!
ciao

Marco Nogara 19.06.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON BISOGNA SOLO DIRE DI ESSERE SERI...

Ho visto il terzo video e... dovendo dare un punteggio calcistico generale direi:
Grillo batte Prodi 3 a 1, il punto per Prodi non lo attribuisco per meriti ma... per la cortesia di avere accettato l'invito.

E' IMPORTANTE DIMOSTRARLO.

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 19.06.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

peccato,
aver vinto le elezioni, aver sconfitto una destra che con il suo leader controlla tv,giornali,assicurazioni, banche....; aver vissuto la giornata delle primarie dell'unione, aver pensato che l'italia potesse rientrare nel novero delle nazioni democratiche, aver creduto che i nostri dipendenti avrebbero abbandonato i vecchi mezzucci politici della prima repubblica,aver dato mandato ai politici di rappresentare la base....
ora tutti(ministri, sottosegretari, sottosottosegretari) parlano, ognuno dice la sua e prodi deve, continuamente, fare la rammendatrice per ricucire gli strappi.
cari politici non ci meritate e non voglio farvi nessun augurio.
peccato aver fatto tutto questo e vedervi all'opera.

francesco rizzo 19.06.06 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
un po' alla volta sto guardando i video su google e sono COMMOSSO

Grazie Beppe

Massimiliano Guerini 19.06.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento

ma come...ma come...però qualcosa si dovrebbe fare...nel mondo del lavoro dopo una settimana che non "lavori" ti lincenziano!!!

Stefano Piga 19.06.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento

No...!!! NO...!!! NO...!!! No caro Beppe, non sono solo problemi tuoi ma di tutti noi, anche di quelli che non se ne rendono conto...!!! Forza, insisti, sono con te, questa è una battaglia che, come dici tu "belin" si deve vincere... questa è vera esperienza democratica...!!!
Grazie ancora
Gibi Bernasconi

gibi bernasconi 19.06.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Desidero divulgare quanto segue:

Il Comitato Milanese “Salviamo La Costituzione” scrive in maniera molto chiara:

Difendiamo la Costituzione al referendum del 25 e 26 giugno: VOTIAMO NO

La Costituzione è la fonte dei diritti di ciascuno di noi e stabilisce le regole fondamentali della nostra convivenza. Non farla stravolgere

La Costituzione è nata dalla resistenza Italiana al nazifascismo e dalla lotta di Liberazione nazionale. Con essa vengono garantiti a tutti eguali diritti civili, politici e sociali. I suoi principali valori sono: la pace, il lavoro, la salute e l’istruzione che devono essere garantiti a tutti i cittadini perché vi possa essere vera emancipazione ed eguaglianza sociale.

Il centrodestra, nella scorsa legislatura, ha stravolto gran parte della Costituzione: quasi metà degli articoli di cui è composta.

ECCO I PRINCIPALI MOTIVI PER CUI DOBBIMO VOTARE NO!

1. La controriforma prevede una eccessiva concentrazione del potere nelle mani di un uomo solo: il Primo Ministro. Lui potrà pretendere che il Parlamento approvi tutte le leggi che vuole. Se il Parlamento si volesse rifiutare, anche per una sola volta, potrà determinarne lo scioglimento mandando a casa tutti i rappresentanti dei cittadini. Il Parlamento, che ha il compito di rappresentare la volontà di tutti i cittadini, diverrà così, ostaggio di un solo uomo.

2. Il Governo, che rappresenta il potere esecutivo in quanto è suo compito dare esecuzione alla volontà del Parlamento, non dovrà più ottenere la sua fiducia. Il presidente del Consiglio nominerà e destituirà i Ministri come e quando vorrà senza renderne conto a nessuno.

3. Il Presidente della Repubblica non sarà più il garante della Costituzione ma diverrà il “notaio” del Presidente del Consiglio.
Continua sotto appena possibile….



Continuazione…
4. La Corte Costituzionale, che ha il compito di giudicare se le leggi rispettano i principi e i valori della Costituzione, vedrà al suo interno aumentare il numero dei componenti nominati da chi fa le leggi.
E’ evidente che così se ne vanifica l’autonomia.

5. Anche la Magistratura ordinaria vedrà ridotta la propria autonomia a favore della concentrazione, di fatto, del potere in mano ad una sola persona. L’Italia ha avuto, nel secolo scorso, una triste esperienza della concentrazione del potere in mano al Capo del Governo.

6. L’unità d’Italia, così faticosamente raggiunta solo 150 anni fa, viene ora messa in discussione da un federalismo alla rovescia. Nella storia il federalismo è servito per associare più nazioni fra loro non per dividere il popolo di una stessa nazione. L’unità è l’unità dei diritti che vengono assicurati a tutti i cittadini.

7. Mentre, si lavora per costruire un’Europa di pace in cui ognuno sia cittadino di serie A, la Controriforma della Destra divide gli italiani nella loro vita quotidiana, creando, nel nostro Paese, 20 diversi sistemi scolastici, sanitari,di polizia locale ecc. uno per ogni Regione.

8. Questa Controriforma, confusa e pasticciata, moltiplicherà di vari miliardi di Euro la spesa per gli apparati burocratici. Noi dovremo pagarne i costi! Perché?

Anche io sostengo
VOTIAMO NO! NON CONSENTIAMO CHE SFASCINO LA NOSTRA COSTITUZIONE! Giovanna Nigris W.W.W..M.O.B.B.I.N.G.-S.I.S.U..C.O.M.

Visitate il sito http://www.referendumcostituzionale.org

G i o v a n n a N i g r i s 19.06.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

CARO PEPPE SIAMO PROPRIO ALLA FRUTTA DOPO LO SCANDALOSO FATTO DI CASA SAVOIA PENSO CHE ANCHE SE DOVESSI PROVARE AD IMMMAGINARE QUALCOSA DI PIU' SCANDALOSO NON MI VIENE IN MENTE NIENTE (FORSE IL PAPA CHE ORGANIZZA DEI FESTINI OSE')
POSSIBILE CHE IN QUESTO PAESE C'E GENTE CHE ANCHE DI FRONTE ALL'EVIDENZA DELLE PROVE (VEDI INTERCETTAZIONI TELEFONICHE)ABBIA IL CORAGGIO ANCHE DI CONTESTARE
DOBBIAMO PARTIRE DA CAPO DAI NOSTRI FIGLI ED INCULCARE LORO LA CULTURA DELLA VERGOGNA!!!!!!
DOBBIAMO DIRE LORO CHE IL FURBO , IL DRITTO E'COLUI CHE ROVINA LA SOCIETA'
FORSE STIAMO ANDANDO VERSO IL PERIODO DELLA TORRE DI BABELE.

FRANCESCO SAVINO 19.06.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti diro' che vedendo i filmati non ho potuto fare a meno di notare lo sguardo compassionevole del dipendente Prodi nei tuoi confronti e sono certo che il tuo sforzo sia stato tanto ammirevole quando inutile.

Propio il giorno in cui hai lasciato le vesti del comico per assumere il ruolo di portavoce del popolo, sei stato accolto dai portavoce del popolo come un giullare.

Chissa' che risate si sara' fatto con i suoi compari di merende dopo aver avuto l'ennesima dimostrazione della nostra impotenza; costretti a mendicargli un simbolico harakiri in caso di fallimento come facevano un tempo i nobili samurai.

Ma aime', qui di nobile non c'e' piu' nulla.

Fabrizio Papi 19.06.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo siamo punto ed a capo, BEPPE SALVACI TU!!!

enrico testa Commentatore in marcia al V2day 19.06.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

io ti dico la verità....vedendo i filmati e la faccia di prodi non ho avuto una grande iniezione di fiducia. ho votato a sinistra solo per togliere il berlusca dal trono, però ho bisogno e credo non solo io di qualcosa di nuovo! Non è tanto che ti seguo ma secondo me quel qualcosa potresti essere tu...una nuova scommessa una faccia pulita dalla parte dei migliori cittadini che soffrono nel vedere da chi siamo rappresentati!!

enrico bani 19.06.06 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ti vorrei ringraziare per il servizio quello che hai fatto.

Tuttavia l'impressione che mi son fatto a vedere i video è che hai più energia ed idee politiche tu nel tuo mignolo che Prodi in tutto il corpo.

Scusami ma per me tu non sei un comico, sei una persona intelligente che usa la satira per farmi riflettere e pensare. Un attento e sopraffino critico della società. Un divulgatore, un opinionista con il cuore di un vero giornalista, e per molti una guida.


Cordialità.
Luca Pilolli

Luca Pilolli Commentatore in marcia al V2day 19.06.06 01:22| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha votato verso un certo lato, adesso dovrebbe gioire. Non recriminare.

The Fly 19.06.06 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a vedere i tre brani video dell'incontro con Prodi.E' un problema mio oppure si è inserito qualche virus che impedisce la democratica informazione?

Pasquale Santoro Commentatore in marcia al V2day 19.06.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco ad aprire i tre brani dell'incontro con Prodi. E' solo un mio problema o vi è in giro un virus, intelligentissimo, che fagocita la democratica informazione? Ciao.

Pasquale Santoro Commentatore in marcia al V2day 19.06.06 00:08| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
sono sempre stato convinto che padre Prodi non ha e non avrà le possibilità, sopratutto a causa della sua compagine, di cambiare le cose in Italia.
Andrebbero risolte una moltitudine di problematiche che durante la campagna elettorale erano finite sotto i riflettori e che ora sono nel buio di Napoli sotterranea.
Io non ho votato Prodi ma Fini (o Berlusconi se preferite), mi chiedo frequentemente se ho fatto bene, la risposta spesso è negativa, forse oggi alla luce dello strascico della campagna elettorale avrei fatto diversamente.
Scrivo questo per dire: Diamo del tempo (2/3settimane) a proditella vediamo cosa riesce a fare e se non ci piacerà lo licenzieremo.

Ciao a tutti

ps Berluscoooooooooooooo bastaaaaa non ne possiamo +, anche noi che ti abbiamo votato, questo non è il referendum per scacciare Prodi ma per decidere del futuro del nostro paese

ferdinando petraglia 18.06.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento

A me è bastato sapere che anche con Prodi esiste un Ministero per l'Attuazione del Programma per capire che non tira aria buona. Ma che razza di ministero è?! E ovviamente avrà i suoi vice e i suoi sotto!!! Mahhhhh!

Stefano Modugno 18.06.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me bisogna avere un po' di pazienza..diamogli un po' di tempo..e speriamo in bene!!!
Ciao a tutti

Ilenia Cenini 18.06.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho appena visto il video dell'incontro fatidico tra beppe e prodi...
alto mare è l'unica espressione che mi viene in mente.
c'erano due livelli di comunicazione uno politico e uno "popolare".
credo che la politica sia in uno stato di torpore dal quale non riesce a risveglarsi e si sta allontanando sempre di più da una comunicazione che "arriva" alla gente.
l'unica speranza che rimane all'affermazione della democrazia che parta dal basso e dalla partecipazione,sia far partecipare alla vita politica persone come te beppe.
basta deleghe, basta mediazioni ormai non ci si può e deve fidare più di nessuno domanda: hai mai pensato di presentarti in politica?
hai un programma hai le adesioni hai gli strumenti perchè no?
alla fine il fare politica non è una competenza che appartiene a chi aderisce ad un partito in fasce e poi a forza di calci e cucci riesce ad entrare in parlamento, è una competenza dei movimenti, la tua e di molti altri che si sono stancati di delegare delle persone ingabbiate negli interessi delle poltrone!
carlucci, vladimir luxuria, caruso, marrazzo, pippo baudo, guazzoloca (ex sindaco bologna), cofferati, bertinotti, marini (ex sindacalisti), calderoli, berlusconi e tanti altri non nascono come politici ma alla fine si sono ritrovati a rappresentare i cittadini, anche se avolte con altri interesse.
è bello pensare che se uno è un operaio avrà forse la possibilità e opportunità (sicuramente difficile qui in italia) di rivoluzionare ed evolvere la sua condizione senza un determinismo che ci vede tutti nello stesso ruolo per tutta la vita

francesca lugli 18.06.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma Mario, perché vorresti che Beppe Grillo affondasse in quella palude melmosa, anonima e poco chiara che è il parlamento? perché vorresti che si subordinasse al vertice di un qualche partito che lo imbavaglierebbe tradirebbe i suoi valori, lo infilerebbe in unioni forzose e infelici, lo metterebbe a regime, lo costringerebbe a piegarsi a compromessi? e che lo impiegherebbe gomito a gomito con quei personaggi equivoci che sono in ogni partito e che egli perderebbe ogni diritto di criticare. Non capisci che il suo valore è qui o nei suoi spettacoli, dove si muove a piede libero, dove può dire tutto quello che vuole, dove può criticare destra o sinistra senza sentirsi legato ad appartenenze obbligate, dove può procedere a analizzare e criticare questa Italia?
Come è mai possibile che nessuno capisca il valore infinito di una voce libera e tenti subito di intrupparla, di irregimentarla, di infilarla in quel gioco obbligato e illibero che è il servizio ai partiti?
Che cosa è riuscito a fare Di Pietro da quando è entrato in politica? Un bellissimo nulla. Faceva molto di più combattendo la corruzione come PM e la gente lo amava e lo stimava anche molto di più. Dopo, è stato sommerso in una valanga di calunnie, di melma, di impotenza.
Lo stesso Dario Fo.
Nessun politico riesce ad avere un feeling quotidiano con 30.000 cittadini. Gia' questo mi pare così forte che volerlo svilire col servizio a un partito mi sembra davvero un assurdo.
Nessuno riesce a valutare il valore pedagogico, ciile, educativo di questo blog?
Lo vogliamo rovinare? Mandare tutto il suo lavoro in cacca?
I partiti sono brutte bestie dove non avanza il merito ma il servilismo, la collusione, la corruzione, il compromesso, la cortigianeria.. ma dove le vedete queste "qualità" in Grillo?
Ricordiamo Socrate che diceva: in politica nessun buono resta a lungo. O perché non è più buono. O perché non resta proprio, perché lo fanno fuori prima.
Ma gli volete proprio augurare del male al nostro Grillo?

Maria Giovanna Darco 18.06.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento

A me piace come esprimi il tuo malessere e come ti cimenti per far capire a chi è "confuso" e sotto la tortura della disinformazione in che modo possiamo liberarci da questi mediocri. Però mi sorge un dubbio, ma perchè se hai questa potenzialità di intuizione e critica non ci metti la faccia? Perchè non ti candidi? Perchè non ti metti in politica portando i tuoi valori e combattendo in prima persona le persone che tu denunci? Hai forse paura di diventare un politico e perdere l'ironia di un comico? Io credo che i tuoi spettacoli dovrebbero trasmetterli in parlamento, però parlare è sempre importante soprattutto se la teoria poi diventa pratica: tu candidati e ci saranno tante persone contente di farsi rappresentare dal dipendete "Grillo"!

Mario Umberto Tramontano 18.06.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe comprendere che il canone non è SOLO RAI ma è un canone per l'utilizzo della TV, andrebbe pagato anche se si guarda solo MEDIASET o altre compagnie/tv private.

Son d'accordo col pagarlo ma in misura moooolto minore.

Geego Spostati 18.06.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe comprendere che il canone non è SOLO RAI ma è un canone per l'utilizzo della TV, andrebbe pagato anche se si paga solo MEDIASET o altre compagnie/tv private.

Son d'accordo col pagarlo ma in misura moooolto minore.

Geego Spostati 18.06.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Buondì a tutti,
posto un "caso" che non è pertinente al tema.
Considerata la persona in oggetto e l'aspetto pubblico ,di rilevante interesse mondiale, ritengo necessario un "chiarimento" sul caso.

*****

Una donna francese che risponde al nome di simone jacob,nata il 13 Luglio dell'anno 1927 a Nizza (Francia),è stata deportata da Drancy il 13 Aprile 1944. Il convoglio che la trasportava è arrivato ad Auschwitz il 16-04-1944.
La "storia ufficiale"(scritta dai polacchi del museo di stato di Auschwitz insieme agli ebrei del "centro di documentazione ebraica di Parigi) ci dice che, ALL'ARRIVO ad Auschwitz, 1365 persone del convoglio,comprese TUTTE le DONNE,quindi ANCHE simon jacob,sono state GASATE!

In realtà simone jacob e altre donne del convoglio si sono salvate

Simone jacob è diventata,per matrimonio, SIMONE VEIL. Questa ex GASATA è diventata presidente del parlamento europeo negli anni '80

Erwin-Thule 18.06.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, sei un mito. Ho visto i video e mi sono esaltato tantissimo quando hai parlato al dipendente Prodi del Tronchetto dell'Infelicità. Dovremmo suonare più spesso al campanello di Palazzo Chigi per far valere le nostre opinioni.

RIccardo Poli 18.06.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente hoi visto i video... Dipendente Prodi, forza su...Coraggio, segui i consigli del nostro caro Beppe...

Zaia Danilo 18.06.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Tutto nuovo- nulla di nuovo-
5 anni fa: "abbiamo ereditato una situazione disastrosa. C'è bisogno di una manovra bis" Oggi: "abbiamo ereditato una situazione disastrosa. C'è bisogno di una manovra bis".
Come direbbe il caro Totò?:....e io pago!
Tutto nuovo- nulla di nuovo....

carmine m 18.06.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Viviana io ragiono e il ragionamento mi porta a dire che è lo stato come è attualmete che ha creato le differenze tra le varie regioni, non per niente molti meridionali sono costretti a venire in Lombardia a farsi curare perché la sanità funziona meglio, quindi questi problemi esistono già oggi con la costituzione attuale.
Per quanto riguarda il tasto che batti spesso dell' integrazione dgli extracomunitari nelle scuole, il problema non si pone perché i diritti generali all' istruzione per tutti i cittadini vengono mantenuti si da la possibilità alle regioni invece di inserire nei programmi di studio alcuni aspetti della cultura e delle tradizioni locali, una cosa molto importante che lo stato centrale ha del tutto ignorato in questi anni.

Antonio Calissi 18.06.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza un corno

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/06/forza-un-corno-ormai-ho-sforato.html

Gianpiero Romano 18.06.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Da parte di alcuni sostenitori del no alla riforma costituzionale c' è la paura, secondo me infondata, di derive antidemocratiche per l' assegnazione di un po' più di poteri al primo ministro.
Per me invece questa è una cosa positiva perché evita al premier di essere ostaggio dei partiti e vittima di ribaaltoni,cosa di cui spesso ci si lamenta, non penso che questo porterà a dittature o cose simili. Il problema di molti italiani anche politici sia da una parte che dall' altra secondo me è che sono ancora troppo ancorati alle paure del passato, 60 anni fa l' Italia era appena uscita dal fascismo quindi la cosa era giustificata oggi non credo proprio. Invece purtroppo c'è ancora qualcuno a sinistra che sventola i vecchi fantasmi fascisti, così come ovviamnete ritengo assurdo quando Berlusconi per propaganda agita lo spettro del comunismo.
Secondo me si deve avere coraggio e cambiare senza avere timori anacronistici.
Inoltre se passa il no questi non cambiano più nulla perché non riusciranno mai a mettersi d' accordo partendo da zero.

Antonio Calissi 18.06.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Antonio, ragiona!
Io non parlo per slogan. Ho studiato diritto e difendo la democrazia (dei partiti mi interessa poco), e la democrazia, fino a prova contraria indica un sovranità popolare, e non la supremazia di un capo assoluto, e riposa sull'uguaglianza di tutti davanti alla legge, uguaglianza di diritti e di doveri.
Se si dà alle regioni il potere di "fare le leggi" su materie come

-organizzazione scolastica, gestione finanziaria delle scuole e possibilità di modificare i programmi introducendo materie a base regionale

-polizia regionale e locale (Bossi chiede un esercito regionale e pure Storace lo voleva)

-assistenza e organizzazione sanitaria ovvero ospedali e ambulatori

.. è OVVIO (lo capirebbe anche un bambino) che avremo 20 regioni che vanno a marce diverse, con situazioni di discriminazione, 20 sistemi scolastici diversi e 20 sistemi ospedalieri diversi.
Se una regione padana amministra i soldi di una scuola e decide che non ci sono fondi per integrare bambini extracomunitari o disabili, lo farà, perché le legge glielo consente. Se vuole vietare la costruzione di scuole coraniche, lo farà.
Se decide che il pronto soccorso non è abilitato a accettare extracomunitari o poveri, lo farà.
Se vorrà privatizzare i servizi pubblici, avrà il potere di farlo (Tremonti voleva privatizzare le università!).
Ecco che la decisione barbara di dare la potestà legislativa alle regioni su tre temi così importanti come scuole, ospedali e scurezza, creerà regioni migliori e peggiori, più povere o più ricche, più democratiche o meno, offendendo violentemente il principio di uguaglianza di diritti su cui riposta la democrazia, che vuole dare uguali tutele e uguali possibilità a tutti.
E' vero che si dice "si faranno salvi certi diritti minimi", ma, se ove questi siano offesi, si aprirà semplicemente un ricorso, un lungo, lunghissimo, ricorso, direi, viste le condizioni di inflazione di cause dei tribunali italiani.

viviana vivarelli 18.06.06 11:01| 
 |
Rispondi al commento

X ERWIN-TULE

Ammetto che questo personaggio che angoscia le nostre anime mi sta sempre più convincendo che contro alcune persone non c'è rimedio alla demenza...l'unica soluzione per quelli come lui è..."GASARLI"!

claudio recchia 18.06.06 10:59| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI DI COSA CI PREOCCUPIAMO...

Prodi: "9/10 di quello che è scritto (nel doc. di Grillo ndr) fa parte del mio programma"

E' GIA' NEL PROGRAMMA DI PINOCCHIO PRODI STIAMO TRANQUILLI.

Tanto come al solito il programma non viene realizzato.

PS: Grillo imbarazzato davanti alle autorità mi ha veramente intenerito... TIRA FUORI LE UNGHIE DAVANTI A QUEL SEPOLCRO IMBIANCATO!!!

Enrico Maggi 18.06.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Tra le tante incongruenze che questa riforma orrenda presenta, cito anche l'ENERGIA.

Se c'è una cosa importante, fondamentale, in cui le regioni sono chiamate in prima persona a provvedere, e che deve essere regolata in rigoroso accordo a una politica centrale, quella è l'energia, che si collega direttamente alle politiche sull'ambiente (depuratori, discariche, rifiuti, inceneritori, salute dei cittadini, tutela dell'acqua, aria e suolo ecc.),k e al controllo del territorio. Il problema dell'energia e dell'ambiente riguardano strettamente le regioni,e cosa di più?

E qui abbiamo di tutto, da alcune regioni di punta (la Toscana, il Trentino...) che sono lanciate su sperimentazioni sulle energie alternative ecc, ad altre, come la Lombardia, dove accanto allo scandalo di una metropoli come Milano, priva di depuratore, che scarica le sue schifezze nell'Adriatico (vedere il Lambro, prego) o del Veneto che ha permesso il disastro di inquinamento della laguna, abbiamo un fiorire di interessi sporchi privati (cito solo le discariche di Cerro di Paolo, fratello di B.)
o regioni come la Campania dove immondizie e discariche sono allo sfascio e ingrassano la camorra (si dà di nuovo fuoco ai cassonetti!) o la Sicilia dove le energie pulite non sanno nemmeno cosa siano e per favorire la mafia si nega alla popolazione anche l'acqua.
Su questo tema, sia la bicamerale di D'Alema che il programmone di 297 pag. di Prodi, sia questa orrenda riforma presentano un totale menefreghismo.
E la riforma Bossi/Berlusconi rimette tutto allo stato, togliendo possibilità di intervento alle regioni, anche se sono più avanzate dello stato (si ricordi che in molte di esse il problema dei rifiuti è stato risolto creando energia),in una parola la riforma pietrifica tutto
quando il 98% della nostra energia viene importata, siamo allo scempio, e nessun governo centrale ad ora ha detto come intende risolvere il problema di energia, scorie, rifiuto e ambiente.. che poi sono tutte cose collegate

viviana vivarelli 18.06.06 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Già uno che si chiama Giangi mi dice tutto...poi la parola stupidità se la tenga per lei o per la sua mamma che ha commesso l'errore di crearla così!

Gloria Lojacono 18.06.06 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Prodi ha le mani ed i piedi legati da un'accozzaglia partitocratica che fino ad ora gli ha consentito solo, su loro richiesta, di nominare 102 persone al governo. Una maggioranza così multiforme e risicata, rispetto all'opposizione, di per sè è statica, quindi non approderà a nulla, eccetto rimpolparci di nuove tasse.
I programmi illustrati da Beppe rimarranno lettera morta, come cadaverico è questo governo.

Giuseppe Porcacchia 18.06.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Il mio timore è che, alcuni che sono oggi al potere siano tentati dagli stessi demoni autoritari di Bossi-Berlusconi, alla faccia degli interessi democratici dell'Italia! e pensino che un premierato forte a diretta derivazione popolare, con imbavagliamento di Parlamento, Capo dello Stato e Corte Costituzionale, in fondo convenga
E anche il comportamento di certa sinistra nei riguardi della libertà di stampa non è stato certo encomiabile
e basta leggere il Riformista per capire di quale pasta poco democratica siano fatti alcuni
In fondo anche la bicamerale di D'Alema non tendeva certo a far crescere la democrazia bensì ad aumentare il potere dei vertici e delle segreterie, e gli scandalosi elenchi di parenti e cloni nelle liste elettorali come lo scandalo delle primarie di Caserta, o l'avversione alle intercettazioni telefoniche dopo i fatti di Fazio e Consorte, non giocano certo nel senso del rispetto della volontà popolare e dell'aumento dei controlli e della giustizia
Insomma io avverso Bossi come Berlusconi, ma non mi fido affatto di gente che oggi ha per un pelo vinto le elezioni e troppo spesso presenta inciuci con la destra, viste anche le scarse prove di democraticità date finora da certuni
Insomma se la RAI è stata così avara di informazione e di dibattito su questo tema così delicato e su cui il 99% degli italiani non sa un fico secco, qualche motivo ci sarà
Ma è possibile che a 6 giorni dal voto domini nel paese una tale igno e una tale indifferenza?
la causale del calcio non è giustificativa di niente
Si vuole, e temo da entrambe le parti, l'imbavagliamento di un sistema retto da equilibri, tutele e controlli reciproci, per dare il via a governi verticistici e assoluti che, una volta eletto il premier, siano come fango nelle sue mani
riducendo il paese a uno stato di cui non c'è il simile in nessun stato europeo

viviana vivarelli 18.06.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

E per fortuna che il fronte del Sì dice che l’iter legislativo attuale è farraginoso! questo è cemento puro
Le regioni stesse hanno firmato un documento opponendosi a questa malaugurata riforma.
Oggi esiste già una conflittualità tra stato e regioni, domani ce ne sarebbe tra regioni e regioni, cittadini e regioni, regioni e stato, Camera e Senato, Parlamento e Commissioni miste..
Le regioni in toto hanno votato contro questo casino e Ciampi come gli altri costituzionalisti dicono NO con vigore
Il bello è che le regioni vogliono più autonomia, ma non così
Vogliono, in particolare, più autonomia finanziaria (vd aperture di D'Alema), visto che dipendono dal favore o dallo strangolamento del governo, e lo si è visto bene col Lazio di Storace che ha avuto 5 volte di più per la sanità (mandandola a picco lo stesso) o la Sicilia che ha avuto addirittura leggi fatte apposta "per certe città" per avere più fondi o, viceversa, per Roma a cui sono stati negati fondi perché il sindaco era DS o la Sardegna penalizzata per ciò che le spettava perché Soru era di sinistra
Anche le regioni di destra capirebbero, se fossero oneste, che questa riforma porta al fallimento puro
NON E' NEMMENO FUNZIONALE
Se una cosa è fatta male, non funziona, anche prescindendo dagli scopi e non si può accettarla
Questo è un pastrocchio, fatto male, fatto in fretta, fatto da incompetenti, fatto per interessi che non sono quelli nazionali ma di parte
Se prevale la tesi che anche la Costituzione può essere cambiata con modalità di legge ordinaria, da 4 scalzacani, in 3 giorni, in una baita, senza discussione parlamentare o emendamenti, per i soli interessi di un paio di fazioni al potere.. avremo la conseguenza gravissima che ogni governo si farà la Costituzione personale, anzi ogni primo ministro eletto dal popolo si farà la Costituzione su misura (come s enon bastassero le leggi ad personam!). Il che vuol dire ammazzare la democrazia.

viviana vivarelli 18.06.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento


Buondì a tutti,
posto un "caso" che non è pertinente al tema.
Considerata la persona in oggetto e l'aspetto pubblico ,di rilevante interesse mondiale, ritengo necessario un "chiarimento" sul caso.

*****

Una donna francese che risponde al nome di simone jacob,nata il 13 Luglio dell'anno 1927 a Nizza (Francia),è stata deportata da Drancy il 13 Aprile 1944. Il convoglio che la trasportava è arrivato ad Auschwitz il 16-04-1944.
La "storia ufficiale"(scritta dai polacchi del museo di stato di Auschwitz insieme agli ebrei del "centro di documentazione ebraica di Parigi) ci dice che, ALL'ARRIVO ad Auschwitz, 1365 persone del convoglio,comprese TUTTE le DONNE,quindi ANCHE simon jacob,sono state GASATE!

In realtà simone jacob e altre donne del convoglio si sono salvate

Simone jacob è diventata,per matrimonio, SIMONE VEIL. Questa ex GASATA è diventata presidente del parlamento europeo negli anni '80
****

Erwin-Thule 18.06.06 09:57| 
 |
Rispondi al commento

navigando in rete ho trovato un programma vero .
leggetelo ve lo consigli, non e' la solita ciofeca data dai soliti politicanti , anche perche' questo intacca veramente chi specula sia sul mattone sia sul lavoro. www.iniziativacomunista.org

stefano senza 18.06.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Non basta avere una laurea in legge o un diploma di odontotecnico per fare una Costituzione! Non è legge ordinaria! E’ materia estremamente delicata. Non è roba da dentisti! I dentisti si occupino di amalgama dentario, non di Costituz.i!
Qui la materia non è collegabile a interessi temporanei di fazioni al potere, men che mai di chi rappresenta il 3% dell’elettorato! Non è un codice della strada o un regolamento per baristi! E’ talmente importante e delicata che la Costituz. americana ha 218 anni e nessuno si è mai sognato di dire che è vecchia e, dei 10.000 emendamenti proposti nel tempo, ne sono stati approvati solo 17! In 218 anni!!
Questa riforma Bossi/Berlusconi è una schifezza, un organismo geneticamente modificato, una specie di mostro giuridico
Carla Voltolina (Pertini) disse giustamente: “Queste modifiche costituzionali riecheggiano le leggi fascistissime del `25”
Interessi localisti più interessi fascisti e mafiosi, con la P2 sullo sfondo! Ma siamo matti !?
E' il piano Gelli+Bossi
Il testo è caotico e inapplicabile, e, quel che è peggio, è antidemocratico
Molti voteranno No solo perché il testo è fatto da schifo. Altri addirittura perché, paralizzando lo stato, andrà contro le stesse regioni
La bicamerale di D’Alema, che contesto vivamente (D’Alema ha aperto la strada a tutto il peggio possibile) cambiò solo 5 art. e, in pochi giorni, produsse 100 ricorsi. Questa ne cambia 58, più di 1/3 dell’intera Costituzione! E lo fa in un modo indecente!
Lo ripeto: ci saranno così tanti ricorsi che si paralizzerà lo stato. Questa riforma è fatta così male che sarà inapplicabile, aumenterà solo il lavoro degli avvocati (ma tant’è, è fatta da avvocati)
E’ troppo tempo che in Parlamento le leggi le fanno solo gli avvocati (l’intero ufficio di Previti al completo) e ora ci dobbiamo far rifare dagli avvocati anche la Costituzione!?
Quello che i leghisti non capiscono è che qui alla fine si paralizzano le stesse regioni, altro che aumento di competenze!

viviana vivarelli 18.06.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

In tutta Italia non c’è un costituzionalista che accetti questa riforma, la condanna è unanime!
Al punto che più volte lo stesso Bossi ha detto: votate per il SI’, poi la rifacciamo (non riesco nemmeno a dire l'indecenza di questa proposta!)
La Costituzione italiana vide 75 tra i migliori costituzionalisti d’Italia impegnati per 18 mesi con 375 sedute, e si doveva tener conto non solo dei principi fondamentali di una democrazia ma anche delle richieste di tutte le parti in campo (mano ovviamente quella fascista che aveva distrutto l’Italia)!
Questa ha visto un dentista e 3 avvocati (nemmeno un costituzionalista!) riunirsi in una baita per 3 giorni!!! E si è tenuto conto solo di un partito che riguarda il 3% degli elettori e delle esigenze totalitarie di uno che realizza il piano di Gelli della P2 per se stesso e per poteri addirittura occulti come la mafia !
Ma voglio dire.. ce ne vuole del coraggio, anche formalmente, per difendere un simile obbrobrio!

viviana vivarelli 18.06.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Le regioni in Italia sono di dx come di sx, discutono i loro interessi in assemblee e vogliono tutte maggiore autonomia. Ebbene persino le regioni a guida di dx valutano la riforma di Bossi un troiaio, tant’è che persino Formigoni fu tra i richiedenti il referendum
Il fatto è che, mentre i leghisti credono che questo sia il 1° passo verso lo spezzettamento dell’Italia in tanti staterelli (per fare la Padania) molti pensano invece che ora addirittura le regioni ci perderebbero
Si guardi col sistema di formazione delle leggi che casino sono riusciti a combinare
Hanno cambiato l’art. 70. Ora un disegno di legge è presentato a una Camera che lo discute e corregge, poi passa all’altra che lo discute e corregge, e, finché non sono d’accordo entrambe, continuano a discutere e correggere. Siccome una legge è cosa importante, si è voluto pensarci bene prima di far partire leggi abborracciate e frettolose, e i due rami del Parlam. hanno formazioni diverse e elettori diversi, per cui si tiene conto di più esigenze degli elettori (e se c’è urgenza, ci sono i decreti). L’iter è lungo perché una legge non si fa alla carlona
Già B ha stravolto tutto con un eccesso di voti di fiducia senza emendam. o discussioni e già questo…le sue leggi sono carrozzoni con dentro di tutto, basti pensare alla legge per le Olimpiadi dove c’è la legge Fini sulla droga!
L’articolo 70 aveva 78 parole
Qui fare una legge è così complicato da richiederne 3.400
Alcune leggi le fa solo il Senato
Alcune solo la Camera
Alcune sono bicamerali
Altre vanno a 2 commissioni per cui il parlamento si quadruplica
Altre spettano alle Regioni
E’ il caos. Quando saremo al dunque, avremo così tanti soggetti a legiferare sulla stessa materia che nasceranno conflitti di competenza come funghi, non si capirà chi può fare leggi su cosa e lo stato si paralizzerà
Avevamo una Costit. che era un modello di semplicità e chiarezza, abbiamo un testo che sembra fatto da diavoli impazziti (diciamo incompetenti)

viviana vivarelli 18.06.06 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto i filmati del tuo incontro con il nostro dipendente, gestore con un'ottimo stipendio, ho visto stasera prima della partita su rai3 Guzzanti vestito da vescovo, in una fantastica parodia, intervistato dalla sorella, credo, che diceva la verità. Destra, sinistra? Non esistono è solo un modo per far andare a votare la gente, è un manipolo di personaggi che si fanno i c...i loro. E' noi paghiamo! Lasciamo stare i vari Berlusconi o Prodi che siano, sono demoralizzato. Non è tanto prenderla nel lisca che mi fa incazzare ma pagare il tiket per la vaselina.

Claudio Perego 18.06.06 09:04| 
 |
Rispondi al commento

La parte più inquietante della riforma Bossi-B è lo spropositato aumento di poteri al 1° ministro che stravolge la forma dello stato rovesciandola da parlamentare a presidenziale
Egli diventa capo assoluto del governo, mentre ora deve ascoltare le richieste dei suoi partiti e tenerne conto. Dopo, farà quel che vorrà e chi non è d'accordo sarà licenziato
Aumentano i suoi poteri anche nei confronti del Parlamento, ora è lui che può scioglierlo e non viceversa
Non è più frenato dal capo dello stato che diventa uno sbiadito notaio che può solo notificare quello che lui decide e non è più il garante dei principi fondamentali della Costituzione
Per di più aumenta i membri della Corte Costituzional a colore politico così da inibire anche delle valutazioni ex post
E se non è peronismo questo...!
Siamo di fronte a una deriva plebiscitaria. Il plebiscito del popolo nomina una sola persona, verisimilmente quella che ha più poteri pubblicitari e una maggiore suggestione televisiva, e, vista la civiltà giuridica e culturale di questo elettorato, solo il peggio è possibile, qui solo la demagogia vince, non la razionalità o la conoscenza, dopo di che il potere del 1° ministro diventa enorme, alla faccia di tutti i meccanismi di controllo e tutela che sono annullati (visto che qui anche la stampa ormai è embedded e non sarebbe mai in grado di produrre la messa in stato di accusa di un presidente come in USA)
Un sistema così perverso non esiste IN NESSUNO STATO DEMOCRATICO OCCIDENTALE! nemmeno negli USA
Se questa vi sembra democrazia...
E' chiaro che B ha voluto questo quando era sicuro di essere lui a goderne
A me non interessa niente che anche D'Alema ci abbia tentato,la cosa mi faceva schifo allora e me ne fa adesso
Il problema degli italiani non è di aumentare i poteri di chi ci governa in modo assoluto ma di aumentare i controlli, visto gli atti e le persone che ci governano e le loro pretese assolutistiche e super leges

viviana vivarelli 18.06.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi vergogno di essere italiana,avere un presidente del consiglio come il prof.Prodi mi fà venire le bolle.E'viscido,falso con lo sguardo da cinghiale inbufalito (Chiedo scusa ai cinghiali che sono esseri degni di considerazione).
Lento.con la protesi appiccicata male al palato,la facciaccia quadrata larga come le spalle,deve essere sicuramente un carogna...insomma mi fà schifo.

Lojacono Gloria 18.06.06 08:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, sono quello che ti ha segnalato VoipStunt. Volevo solo dirti che sei un grande.
Come dici tu è un mondo alla rovescia se è un comico che deve andare a dare consigli al presidente del consiglio.
Ma intanto tu lo stai facendo, e stai facendo dei passi da gigante che nessuno è mai riuscito a fare, e hai l'Italia intera che ti ascolta e ti segue.
Siamo tutti con te. Guidaci verso la libertà, perchè come ben sai, siamo ancora bambini che abbiamo bisogno di una guida, e io vorrei che fossi tu.
Sei il più forte.
Ti voglio bene.

Lorenzo Frascaroli 18.06.06 02:49| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO IL MOBBING PUO’ DISTRUGGERE LA SOPRAVVIVENZA
Pubblico un articolo che ha scritto Giacomo Montana per stimolare un aiuto verso tutte le persone discriminate in ambito lavorativo in questo Paese. Giovanna Nigris

Il tema del mobbing non è mai stato né accademico né ideologico. Esso da quello che ho constatato di persona, è legato indissolubilmente al crimine organizzato - con una sorta di potente scambievole omertà tra persone autorevoli - che arriva persino a lambire le coste delle confederazioni sindacali, non salvandosi neppure negli ambiti giornalistici. Ecco perché ognuno non ha sufficiente interesse di parlare di questa piaga sociale. Ne parla solo a bassa voce. Proprio il rifiuto del mobbing in quanto dottrina discriminatoria e pratica vilmente aggressiva ai danni di persone vittime oneste che lavorano, oltre che liberticida, è anche una pratica che distrugge la salute, l’economia, la vita di relazione e la speranza di vedere applicare democrazia e civiltà. Credo che con tutto questo col tempo divenga inevitabile che venga indotta parecchia gente a gesti estremi, sino alla morte con il conseguente definitivo insabbiamento altrettanto criminale dei casi estremi di mobbing impunemente esercitati. Una costante nella nostra storia contemporanea è il fatto che nessuno, come abbiamo visto, sembra avere interesse ad approfondirne il tema, con la più sconcertante mancanza di sensibilità e di giustizia ai danni delle vittime, fenomeno che però non trova completamente tutti d’accordo e proprio per questo recentemente nella Community Rai.it http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=99352 Bianca Sacher ha avuto sensibilità e coraggio di trattare l’argomento dopo che lo stesso è pervenuto da un cittadino esemplare per le sue fattive iniziative di spirito umanitario. Continua qui sotto a poca distanza…

Giovanna Nigris 18.06.06 01:31| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE: “ QUANDO IL MOBBING PUO’ DISTRUGGERE LA SOPRAVVIVENZA” …Personalmente sono orgoglioso di questi spontanei interventi, perché è da persone così che il futuro democratico italiano ha buone speranze di non rimanere in agonia come è ora, ma di riprendere il cammino della civiltà, della democrazia e della giustizia vera, senza discriminazioni né raccomandazioni. La giustizia deve essere solo giustizia e non strumento di appoggio e protezione per criminali impuniti per sporchi fini politici. In democrazia la legge deve essere DAVVERO UGUALE PER TUTTI. montanagiocomo”

Grazie per l’attenzione. Nigris Giovanna

Giovanna Nigris 18.06.06 01:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

ho guardato con attenzione la registrazione in tre parti del tuo incontrocon Mortadella. Non ti sara' sfuggito l'interesse del M quando gli hai citato i dati sul tuo blog e su quante persone scrivono ogni giorno: scommetto che ha pensato in che modo approfittarne (sicuramente qualche specialista dei suoi avra' avutol'incarico di valutare come fare.
Quanto sto per aggiungere non ci deve far demordere dal PARLARE ma mi sembra inevitabile che quando una persona, anche degna come te, cerca di farsi ascoltare, deve inserirsi in uno schieramento politico. E qui iniziano i problemi con gli inevitabili compromessi e mi ritorna in mente il libro della Fallaci "Un Uomo": Panajotis muore per ipropri ideali, DA SOLO.

Mi piacerebbe molto aprire un dibattito su questo argomento: chissa'? E magari sperare in un tuo personale commento.

Ciao.
Antonio

antonio carpentieri 18.06.06 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a Giangi dei Navigli.
Hai scritto:

"Perchè fare festa per arresto di Re.
Voi avere inno nazionale che recita ancora:
Stringimoci a (((corte))siam pronti alla m.o.r.t.e.
Ma la corte non è...l'appartamentino del Re?"

Tu, come quasi tutti gli italiani, forse non sai che l'Inno di Mameli non recita: "Stringiamoci a corte", bensì: "Stringiamci a coorte"... In pratica, bisogna togliere la "o" di stringiamoci e aggiungerla all'interno della parola "corte".
Ma soprattutto, va specificato che la parola "COORTE" rappresenta una formazione di natura militare risalente al periodo romano... (le centurie, le coorti, le legioni) e ha come etimologia il verbo latino deponente "cohortor", cioè "stare uniti".

Quindi stai attento, caro Giangi, tutto questo non c'entra niente con la corte del re... Le due parole (corte e coorte) e le due etimologie sono del tutto diverse.

Adam Oskar 17.06.06 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una donna francese che risponde al nome di simone jacob,nata il 13 Luglio dell'anno 1927 a Nizza (Francia),è stata deportata da Drancy il 13 Aprile 1944. Il convoglio che la trasportava è arrivato ad Auschwitz il 16-04-1944.
La "storia ufficiale"(scritta dai polacchi del museo di stato di Auschwitz insieme agli ebrei del "centro di documentazione ebraica di Parigi) ci dice che, ALL'ARRIVO ad Auschwitz, 1365 persone del convoglio,comprese TUTTE le DONNE,quindi ANCHE simon jacob,sono state GASATE!

In realtà simone jacob e altre donne del convoglio si sono salvate

Simone jacob è diventata,per matrimonio, SIMONE VEIL. Questa ex GASATA è diventata presidente del parlamento europeo negli anni '80


è assolutamente inderogabile che i liberi professionisti paghino le tasse.
è impensabile che dichiarino cifre ridicole e la facciano franca, basta!

giordano bruno 17.06.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Noto con dispiacere che Viviana Vivarelli (post delle 17.40) continua a dire inesattezze sulla riforma costituzionale usando le solite frasi fatte di propaganda: dove sta scritto che i cittadini non sarebbero più uguali di fronte alla legge o altre castronerie di questo tipo?
Dove sta scritto che con questa nuova costituzione ci saranno 20 sanità diverse e 20 organizzazioni scolastiche diverse? In realtà è adesso che c'è questo problema, infatti in molte regioni si buttano soldi apalate e la sanità non funziona.
Inoltre spesso ci si lamenta che il premier è sotto il ricatto dei piccoli partiti ed è costretto a distribuire poltrone a pioggia per evitare di essere impallinato dai suoi alleati e poi si protesta perché gli viene dato qualche potere in più.
E cosa c' entra il Vangelo? La Costituzione non è il Vangelo; per favore basta dire bugie e parlare per slogan.

Antonio Calissi 17.06.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

SI PERO' UN CERTO D'ELIA CONDANNATO A 25 ANNI PER CONCORSO IN OMICIDIO ELETTO SEGRETARIO DEL PRESIDENTE DELLA CAMERA....
SI PERO' UN CERTO FARINA CON 17 CAPI DI IMPUTAZIONE ADDOSSO COMPRESA FABBRICAZIONE DI ARMI E PRODUZIONE E SPACCIO DI DROGA ELETTO VICE PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE GIUSTIZIA...DICO.."GIUSTIZIA!!!!!!!...CI STANNO PIGLIANDO PER IL CULO O MI SBAGLIO? (PER NON PARLARE DELL'AMICO CARUSO...VABBE')
SI PERO'...IN AFGHANISTAN SI RESTA COME DICE PARISI O SI VA VIA COME DICE LA SINISTRA ESTREMA?
SI PERO' LA TAV SI FA COME DICE FASSINO O NON SI FA COME DICE PECORONE E CENTO?
SI PERO' GLI AIUTI ALLE AZIENDE SI DANNO A QUELLE CHE STANNO BENE E SI LASCIANO AFFOGARE TUTTE LE ALRTRE O SI DANNO A TUTTI??
SI PERO' IL CUNEO FISCALE ERA DA FARE NEI PRIMI 100 GIORNI O L'ANNO PROSSIMO?
IL CONFLITTO DI INTERESSI?? AAHH MA COS'E'? FA COMODO DI NUOVO NON FARLO PER 5 ANNI COME L'ALTRA VOLTA PER AVERE POI LA SOLITA ARMA CONTRO BERLUSCONI?
CONTINUIAMO? E NON SON NEANCHE 2 MESI...
W LA SERIETA' AL GOVERNO DAVVERO. W I MORALMENTE SUPERIORI EH SI!! BISOGNA PRENDERE DAVVERO LEZIONI DA GENTE DEL GENERE...

LUCA FANTIN 17.06.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena letto una notizia che ritengo molto importante: il sindacato di polizia SAP sta per cominciare una raccolta di firme per un progetto dilegga di iniziativa popolare che porti all' ineleggibilità a cariche politiche e amministrative per i condannati per reati gravi come mafia, omicidio, pedofilia, reati associativi ed eversivi, questa è una proposta sicuramente da appoggiare per evitare che casi come quello di Sergio D'Elia, ex terrorista e fautore della lotta armata stia in parlamento a rappresentarci.

Antonio Calissi 17.06.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ahaha la storia del principe poi e' tutta da ridere se non fosse drammatica...avete sentito gli auspici del neo minstro della giustizia? che si faccia in fretta!! e gia' perche si tratta di un PRINCIPE se fosse un comune italiano dovrebbe aspettare ANNI, invece per lui che forse e' oltre che un assassino anche se in carcere non c'e' mai stato (vedi caso Hamer) e' anche un criminale della peggiore specie, bisogna fare in fretta e NON dobbiamo trattarlo come un criminale!! POVERINO ;d

Tanto faranno carte false anche questa volta grazie ad appoggi massonici e alle alte sfere per insabbiare tutto...e farlo uscire da questa storia con il minor danno possibile.

Il figlio poi che minaccia un giudice in diretta televisiva e' tutta da ridere..tutta da ridere..

Proporrei di rispedirli da dove sono venuti e questa volta per sempre..spazzatura out.


francesco mancini 17.06.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli attacchi alla Costituzione del '48 sono di incredibile volgarità
Si dice che essa ha 68 anni, pertanto è da buttare. Gasparri fa accuse di conservatorismo
Sarebbe come dire che il Vangelo è da buttare perché ha 2000 anni
Il principio dell'uguaglianza di tutti davanti alla legge non sarà mai da buttare
Il principio per cui il potere politico, sia pure del 1° ministro, deve essere sottoponibile a inchiesta per eventuali reati non è da buttare
Il principio per cui il Parlamento è il principale rappresentante dela sovranità popolare idem
E così il fatto che la magistratura debba essere autonoma e non stare sotto il tallone del potere politico
mentre un 1° ministro che accentra troppi poteri e prevarica gli altri organi costituzionali lede la sostanza stessa della democrazia e ci porta verso forme di peronismo
Noi non diciamo No alla riforma
Bossi-Berlusconi solo perché è antidemocratica, ma anche perché è pessima
Per soddisfare le mire di questi due signori, si è costruito un pastrocchio paradossale, che unisce il centrismo di un 1° ministro con pieni poteri ad una secessione che appaga il campanilismo peggiore
La Costituzione del '48 prevedeva molti poteri alle Regioni, era una legge quadro che è diventata effettiva col tempo, ma dentro una cornice unitaria di principi e valori
Ora si intende dare alle Regioni il potere di "fare le leggi" per sanità, scuola ecc.
Si riesce a immaginare 20 sistemi scolastici diversi ognuno con le sue leggi?
O 20 sistemi sanitari diversi?
O addirittura, come vuole Bossi, 20 eserciti regionali diversi?
A parte l'impossibilità finanziaria, numerica e attuativa per le Regioni più piccole e povere,
avremmo leggi regionali fatte da amministratori regionali di tutti i tipi, fatte da vertici leghisti, confindustriali, mafiosi, camorristi...
Credo che la Sicilia che già gode di uno statuto speciale ma è a infiltrazioni mafiose mostri quanto poco potere resti alla popolazione e possa essere di esempio

viviana vivarelli 17.06.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
saremo utopisti, ma non riusciamo a rassegnarci ad un mondo che va come va...
E' un piacere vedere che c'e' piu' gente di quanto si creda desiderosa di cambiare musica...E' un po' meno incoraggiante constatare che chiunque entri nella stanza dei bottoni si adegui immediatamente ai "poteri forti", a chi ha la pancia sempre e comunque piena, ma non e' mai sazio...
Ma ora tocca a noi....
alla TRIBU' di Beppe Grillo....
Il "cantastorie" che dà voce alla gente comune...
A te diciamo non mollare (magari potresti chiedere ai tuoi amici scienziati di preparati un elisir di lunga vita)...alla tribù: EL PUEBLO UNIDO JAMAS SERA' VENCIDO
Ale e faby

alessandro crimi 17.06.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di ricordare al Sig. Prodi & C. che hanno promesso di ritirare i soldati dall'iraq era parte del loro programma, questo li distingueva dalla destra per quel poco che mi interessa, hanno avuto il mio voto, ora pretendo che si mantenga la promessa.

Non voglio sentire scuse, inciuci, ripensamenti, non siamo fessi i tempi dell'italiano coglione sono terminati, ormai la quinta elementare non ce l'ha piu nessuno...magari conosciamo anche i nostri diritti! ah.

Gli americani stanno costruendo al loro ambasciata piu' grande proprio a Baghdad, il loro presidente ha chiaramente affermato che non andranno via dall'iraq ancora per MOLTI ANNI, contrariamente a quanto avevano sostenuto precedentemente ovvero che smontavano le tende a elezioni ultimate..

Ogni giorno ci sono nuovi filmati e testimonianze degli orrori commessi in IRaq sulla popolazione civile, sui bambini uccisi, le donne, gli uomini trucidati in casa loro per mano di un branco di drogati e ubriachi cronici che loro chiamano soldati. E questa come ha ammesso piu' di un reduce di quella guerra non e' che LA PUNTA DELL'ICEBERG.

Ma non vi vergognate mai?

ma in che pianeta vivete, cosa fate tutto il giorno? possibile che siete cosi' totalmente IGNORANTI delle verita' evidenti anche ad un comunissimo cittadino?

non credo..

francesco mancini 17.06.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anch'io sono sorpreso,cosi come lo sono stato il 25 dicembre quando non si e' presentato a casa mia quel paffutto signore vestito di rosso che aspettavo con ansia...

corrado perraymond 17.06.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe sono sconcertato dopo aver letto sul sito del Corriere le intercettazioni che hanno portato all'arresto di Vittorio Emanuele. Lì lui parla solo ai suoi collaboratori di organizzagli incontri a pagamento con escorts d'alto borgo. Questa è una cosa che in italia fanno migliai e migliai di cittadini e spesso di cittadini altolocati e con responsabilità dirigenziali. Ma anche in europa e nel mondo la cosa è diffusissima basta fare un po di ricerche su internet per capirlo. Se le "gravissime" accuse sono queste allora siamo arrivati alla frutta e probabilmente possiamo essere arrestati tutti da un momento all'altro da qualche sgallettato PM in cerca di pubblicità per motivi irrisori.
Staremo a vedere se c'è dell'altro.
Grazie per l'attenzione.

Domenico Di Croce 17.06.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA CREDEVI ? IL CAPOBASTONE PRODI ASCOLTA SOLO I SUOI CREDITORI :

NEGRI E COLORATI SUDAMERICANI A CUI RUBARE I CONTRIBUTI ( TI IMMAGINI UNA BADANTE BOLIVIANA CHE NEL 2046 SI ASPETTA LA PENSIONE ? E' GIA' DA RIDERE ADESSO.

PETROLIERI CHE NON VOGLIONO I TERMOVALORIZZATORI CHE DALLA SPAZZATURA RICAVANO ENERGIA UTILE E AUTONOMA DIREI : O FORSE HA INTERESSI NEI TRASPORTI VISTO CHE LA SPAZZATURA E' UN CARBURANTE PERFETTO PER GLI STRANIERI VICINI .

CONTROLLA IL TERMOVALORIZZATORE DI MONTECARLO A 30 MT SOTTOTERRA COME LA FERROVIA PER ALTRO E GUARDA I CAMION DI VENTIMIGLIA CHE POPRTANO LE BALLE DI SPAZZATURA CHE SICURAMENTE GRAZIE ALLE VIE DEL MARE !? ARRIVANO DIRETTAMENTE DAL SUD...

MAFIOSI A TUTTI I LIVELLI CHE HANNO FATTO VOTARE PER FORZA A SINISTRA E SE NON RENDI IL FAVORE SONO C...ZI AMARI .

LATTAI CIABATTINI GOMMISTI TELEFONISTI MUNGITORI E PRODUTTORI DI AUTO DEMOCRATICHE VEDI FIAT.

A CASA , ACASAAAAAAAAAAAAAAA.

vanni bianchi 17.06.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Bebbe , Si però

grazie a Prodi i cittadini hanno potuto dare indicazioni sulla compilazione del Programma del centrosinistra,per due anni, usufruendo del servizio presente sul sito www.lafabbricadelprogramma.it trattando TUTTI I TEMI compreso quello sull’Energia !!
(in poche parole il “sottoprogramma” del Blog è nato e con le stesse “regole popolari” con le quali è nato ,presumibilmente, il programma del centrosinistra, dunque nulla di nuovo)


Bene il discorso sui Termovalorizzatori (o Termoproduttoridipolverisottilicancerogeni) e quello sul Parlamento Pulito (ovviamente).

Ma le chiedo : Perché non è andato anche da Berlusconi ?

Campisano Marco 17.06.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene da pensare che la mia Salerno è un'isola felice. Il nostro vecchio e rinominato Sindaco Vincenzo De Luca, espressione solitaria dei DS ma non dell'Unione, che proponeva un altro candidato, ha sbaragliato il campo, ha vinto con i voti di tutti cittadini, liberi di votare aldilà dei partiti, ha smesso subito la campagna elettorale ed è già passato alle cose concrete, che interessano la città. Ha una maggioranza forte, non scenderà a compromessi perchè non può essere ricattato da alcun politicante, ed è pronto a recepire suggerimenti da qualsiasi parte provengano, se costruttivi.
Utopia pura per la Nazione, ma realizzata in una città. Speriamo di essere un nuovo modello civico e civile di concretezza ed operosità.

bruno avallone 17.06.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Si però...
..sinceramente..sarà il mio scetticismo...
...o forse sarà il non sentirmi del tutto rappresentata da un governo che, comunque, ho votato..
..perchè le alternative di ieri erano peggiori delle prospettive di oggi...
...tuttavia, abissata nel mio realismo, credo che il dipendente Prodi sarà troppo preso dall'impegno di tenere unita una coalizione dove tutti scalciano e bizzano per la spartizione del potere...
Quindi nell'ipotesi, amaramente realistica, che nel tempo la nostra voce venga soffocata, forse, caro Beppe, dovremmo, recarci TUTTI a Montecitorio, per fargliela sentire.
Con affetto

Una contribuente confusa.

Annamaria Trucco 17.06.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Grillo, ho visto i filmati...non è certo "un problema solo suo"! mi è venuto sonno solo a guardare la faccia del dipendente Prodi che ascoltava con sufficienza le sue(nostre) proposte:(
sono inquieto!!!....saremo stati mica dei "coglioni"?

Roberto Caetani 17.06.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi dico solo una cosa: OSCAV LUIGI SCALFAVO.

Meditate.

Mario Belli 17.06.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma santo cielo, ma si dicono sempre le stesse cose?
Lo sappiamo che i politici (i Nostri) ci prendono e ci prenderanno sempre in giro. Perche'? perch'e' sono intoccabili, perche' si sento in cima ad una piramide, come i faraoni. Ma se non siamo noi a ricambiare le regole, come potete pensare che siano loro a cambiarsi le regole del gioco?.
A volte le rivoluzioni sono necessarie, necessarie in quanto devono ristabilire degli equilibri che col tempo sono stanti cambiati.
Ed è inutile scrivere, urlare, andare davanti a prodi con la lettera di licenziamento, tanto quando bebbe è uscito dalla porta, sicuramente lo avranno mandato a quel paese. Ma tocca a noi a mandarli a quel paese.
Ma manca un vero Leader, che coinvolga la popolazione.
Peccato che siamo tutti una massa di conigli.

alessandro caruso Commentatore in marcia al V2day 17.06.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

- SI -
perchè non sono un rasseganto!

alessandra c 17.06.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE TASSE, PRESIDENTE, FACCIAMOLE PAGARE A TUTTI FINALMENTE

Marco Bettini 17.06.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

io non posso essere deluso, visto che prodi mi faceva schifo gia' da prima.

rimpiangerete Silvio

bepin bepe 17.06.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

un appunto a Giovanni PIUMA::

l'inno dice stringiamci a COORTE, che è una delle tecniche di guerra usate dai romani non stringiamci a corte!!!!!!!!!!!!
capisco la voglia di dire la propria opinione ma le critiche distruttive e non costruttive non aiutano certo il paese!!!!

Chiara Coppola 17.06.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una donna francese che risponde al nome di simone jacob,nata il 13 Luglio dell'anno 1927 a Nizza (Francia),è stata deportata da Drancy il 13 Aprile 1944. Il convoglio che la trasportava è arrivato ad Auschwitz il 16-04-1944.
La "storia ufficiale"(scritta dai polacchi del museo di stato di Auschwitz insieme agli ebrei del "centro di documentazione ebraica di Parigi) ci dice che, ALL'ARRIVO ad Auschwitz, 1365 persone del convoglio,comprese TUTTE le DONNE,quindi ANCHE simon jacob,sono state GASATE!

In realtà simone jacob e altre donne del convoglio si sono salvate

Simone jacob è diventata,per matrimonio, SIMONE VEIL. Questa ex GASATA è diventata presidente del parlamento europeo negli anni '80

Erwin-Thule 17.06.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Questa precipitosità nei bilanci mi pare assolutamente spropositata e fuori luogo. Ma che, la lista delle priorità del Paese la fa Beppe Grillo? Fra qualche mese potremo valutare: adesso, come dice il buon Grillo, sarebbe meglio stare zitti. I ministri, senza dubbio, eccessivamente ciarlieri. Ma anche i blogger-opinionisti. Tutti. Che la situazione è già tragica di suo.


...ma cosa dici, Mario Belli? ma riprenditi!

viviana vivarelli 17.06.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena finito di leggere il post di un blogger che inneggiava al ritorno alla monarchia che sono arrivate le notizie circa i reati infamanti di Vittorio Emanuele e figlio: associazione a delinquere, corruzione, falso, sfruttamento della prostituzione..

La nostra democrazia è già abbastanza critica e inquinata da cattivi soggetti perché si abbia anche tentazioni fatali su premierati forti, peronismi, dittature, monarchie, fascismi e nazismi di qualsiasi taglia e fattura

La democrazia è un valore da difendere
Ed è un vero reato che il cittadino italiano sia così imbecherato di televisione e di tifoserie calcistiche o mitomanie politichesi da non capirne l'importanza
Ma il bene che si disconosce lo si perde!

viviana vivarelli 17.06.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, ma quando lo apri questo blog sul referendum? Andiamo a votare il prossimo sabato!! te lo sei dimenticato?
..
Siamo costretti a parlarne fuori spazio consentito
..

Quando in una democrazia si parla di diritto alla scuola o di diritto a essere curati, si difendono questi diritti per la totalità dei cittadini, e non si può pensare a un sistema discriminatorio, dove chi nasce in una regione ha le migliori scuole e ospedali e chi nasce in un'altra li ha peggiori o non ne ha affatto, perché la regione è piccola, ha poco reddito, ha poca popolazione o è sotto mafia o camorra
Ma la riforma costituzionale voluta da Bossi a questo tende: a privilegiare le regioni del nord, penalizzando il sud più povero o peggio amministrato
Quando ci fossero 20 sistemi sanitari diversi e 20 sistemi scolastici diversi (AVENDO LE REGIONI POTESTA' DI LEGIFERARE SU QUESTO) avremo tutta una gamma di situazioni da apartheid
Già i padani sognano scuole dove siano cacciati insegnanti meridionali o allievi extracomunuari
Il loro senso del cristianesimo abbiamo visto come si esaurisca nel brandire minacciosi crocifissi per nuove crociate. Essi, come del cristianesimo non hanno capito il punto fondamentale che è l'aiuto a chi ha meno, così della democrazia non hanno capito il punto essenziale che è l'uguaglianza dei diritti
E proprio a loro dovrebbe essere consentito di imporre una costituzione a tutto il paese?
Ciò è barbaro
Francamente mi vendono i brividi a pensare cosa accadrebbe in una regione a vertici leghisti riguardo a eventuali leggi sulla scuola o sulla sanit, quando finora abbiamo sentito solo bislacchi e aggressivi proclami di gente come Claderoli o Bossi o Borghezio in cui si urlava che gli extracomunitari non avevano diritto nemmeno al pronto soccorso e che giudici e insegnanti dovevano essere rigorosamente padani. Sembrava di sentir echeggiare le grida delle camice brune hitleriane che demonizzavano gli ebrei e esaltavano un aipoetica razza pura loca

viviana vivarelli 17.06.06 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIAMO FARE QUESTA MALEDETTA PUBBLICITà SU PERCHè ANDARE A VOTARE NO AL REFERENDUM!
NON SI PUO CAMBIARE LA COSTITUZIONE IN QUESTO MODO...

rocco firro 17.06.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

dai beppe, non esagerare! mi sembra un pò eccessivo pretendere che in un mese di governo la nostra sinitra sia già in grado di rimettere a posto tutti gli sfaceli che l'ex esecutivo ha fatto in 5 anni... del resto il lavoro per il nuovo governo è doppio! oltre ad avere il peso di cancellare riforme del centrodestra nel più breve tempo possibile si trova nella situazione di dover elaborare nuove riforme che comunque si reputavano necessarie già prima dell'avvento di berlusconi. ovviamente non ci si aspettava uno sfacelo del genere e quindi bisognerà riflettere in maniera più accurata su come sistemare le cose. non si può solo cancellare e tornare al passato... credo che con la vittoria al referendum inizierà il vero ciclo di riforme necessario al nostro paese per andare avanti e mettersi in prima linea come ha fatto la spagna nell'ultima legislatura... abbi fede beppe!


Cari amici del Forum. Ieri sera ero in bel ristorante ad una cena di Partito (AN) con il sen. Morselli. Il quale, ovviamente, ha speso parole per il sì al Referendum. E' rimasto sorpreso che io frequenti assiduamente il Grilloforum, ma in ultima analisi si è incuriosito ed ha detto che ci farà un giro. Vedremo.
Fino a due giorni fa non me ne mettevo per il referendum, poi proprio gli amici del forum mi hanno solleticato ad informarmi, a valutare le ragioni del NO. Mi sono documentato, e sono arrivato a queste conclusioni.
Voterò sì al referendum. Perchè?
Mi rendo conto che la lettura di un provvedimento possa suscitare emozioni e speranze differenti, pertanto...non devo convincere nessuno.
Io non ho paura di questa riforma. Non temo chissà quali disparità o benefici ai ricchi, anzi penso che una volta che ospedali e scuole siano gestiti a livello locale possano solo funzionare meglio. E' sempre stato così, le piccole comunità lavorano meglio delle grandi.
Credo inoltre che più poteri ad una persona sola non siano un male, dopotutto. Lo vediamo anche
in questi giorni, con Prodazzi costretto a incamerare di tutto sennò non conta un c. Io non ho paura della dittatura, dell'uomo forte. Se Prodazzi avesse tutti i poteri erogabili da questa riforma, non avremmo assistito e non assisteremmo allo schifo al quale assistiamo. Certo io non sarei felicissimo, ma demokraticamente accetterei anche un Prodazzi ducetto che in 100 giorni fa approvare le leggi che ha promesso che farà e delle quali non si vede ancora ombra a causa dell'essere osataggi della nostra Fecchia Kostituzione.

Poi, e non è una battuta, tra i promotori del NO c'è Scalfaro: colui che se ne andava a a schiffeggiare ragazze in minigonnna ai ristoranti :-) Ma per favore.

Voterò sì a questo referendum. E domenica sarà al banchetto in piazza per convincere la gente
ad andare a votare, non ad andare al mare. perchè è necessario chela volontà popolare sia
espressa. Che vinca il Sì oppure il NO.

Francesco Landi 17.06.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sapete che è il predidente del comitato per il si?

OSCAV LUIGI SCALFAVO!!!!!

ehhhhhh noooooooooo, IO NON CI STOOOOOOOO!!!


Votate no, altrimenti vi si incuneano anche stavolta.

Mario Belli 17.06.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un canale nel blog sull'istruzione dove lamentarsi no? Beppe devi inserirlo però!! nessuno parla più delle scuole, delle università italiane che stanno cadendo a pezzi!! sono stanco! stanco di studiare per poi rendermi conto che in questo nuovo ordinamento studiamo per rimanere ignoranti! quelli del vecchio ci rompono le ossa nei concorsi!! Studio giurisprudenza a Cagliari e questo tre più due è veramente 'na cag..a pazzesca! gli appelli ci sono quando si ricordano di metterli, ma se vai fuori corso, alora ti danno la possibilità di recuperare con gli appelli straordinari! ma c...o non possono metterli tutti i mesi così uno studente fuori corso no ci va?? no... i docenti non devono affatticarsi troppo... lavorare?? fare lezione??cos significa!? purtroppo sono ben pochi i docenti meritevoli di essere chiamati Professori! è proprio vero che chi fa da se fa per tre! anzi per 100!!! ora cosa vogliono fare? la moratti, prima di andarsene, naturalmente non poteva farsi i c....i suoi, ha voluto lasciare il segno, 1 + 4, con possibilità per quelli del 3 + 2 di fare il cambio! ma stiamo giocando al lotto?? una formazione di calcio?? nessuno sa niente, nessuno ne parla! pare che sia come il vecchio ordinamento quadriennale! di questo nuovo ordinamento non ne capiscono niente i docenti, figuriamoci noi!! almeno il nuovo governo, il nuovo ministro parlasse! niente! ma che vadano tutti a cagare.. concedetemelo! la cosa che più mi rattrista e che al posto di investire sull cultura, sull'istruzione ecc. investono i soldi sull'ignoranza..sembrano che sperimentino il modo migliore su come renderci ignoranti.. solo così possono controllarci... bene, io nn mi farò controllare coì facilmente!!!

Andrea Piu 17.06.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questi giorni si assiste a molte prese di posizione riguardanti il referendum da partedi personaggi che a vario titolo chiedono di votare no, Professori, giornalisti, sindacati, ex presidenti della repubblica ecc.
Per inciso io dico che sono d' accordo con questa riforma e voterò si, perché secondo me in Italia se si vuole cambiare qualcosa si deve cominciare ora altrimenti per almeno altri 50 anni non se ne parlerà più e inoltre molte cose inserite sono secondo me positive.
Questa Costituzione è vero che è stata approvata a maggioranza semplice e questo può sollevare delle perplessità ma comunque adesso verrà sottoposta a referendum, quindi verrà giudicata dai cittadini.
Sentendo tutti questi soloni conservatori che blaterano di difesa della Costituzione e della democrazia vorrei invece segnalare un fatto che mi rode da tanto tempo e di cui non si è mai parlato abbastanza: lo scorso anno i parlamentari italiani (tutti, destra e sinistra insieme tranne Lega Nord e Rif. Comunista) ci hanno imposto una Costituzione Europea senza nemeno interpellarci mascherandola dietro la ratifica di un trattato internazionale, materia su cui non si può fare referendum. Di questo fatto ovviamente nessuno si è scandalizzato e ha mosso un dito a partire dall' allora Presidente Ciampi sempre pronto a fare discorsi retorici e melensi sulla democrazia e sulla patria, fino ai vari costituzionalisti, giornalisti leccaculo e sindacalisti politicizzati, andava tutto bene così, per fortuna ci hanno pensato francesi e olandesi a salvarci, almeno per ora da quell' obrobrio di costituzione europea( il minuscolo è voluto).

Antonio Calissi 17.06.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Per una infinità di motivi di mia conoscenza sulla giustizia italiana che per le persone oneste non funziona e che qui non riesco a pubblicare per il blocco censura, esprimo tutta la mia solidarietà a chi è stato arrestato ieri con accure infamanti.

A chi è scomodo politicamente si trovano subito le accuse!!! Giacomomontana


Grande Beppe e un complimento a tutti i tuoi collaboratori (perchè se un sito è lento o progettato male nessuno lo legge e lo usa - vedi i siti tardoimperialibizantinoborbonici delle aziende monopoliste !!!).
Continuate a informarci in questo modo.

La domanda che mi pongo è la seguente:

Per problematiche generali (trasporti, energia, salute, giustizia, etc) sarà possibile , in un prossimo futuro, conciliare ed organizzare gli input che arrivano attraverso i forum , i blog, le inchieste giornalistiche, le attività sul territorio con una visione organica e "strategica" delle priorità di uno Stato moderno.
Si potrà anche attraverso le nuove tecnologie rivoluzionare le vecchie logiche del potere?

Secondo me ce la possiamo fare.

E' chiaro che per avere buoni risultati ci vorrebbero ottimi "Dipendenti" (leggi Politici preparati ed a progetto) ma soprattutto regole nuove : poche, buone e applicate con rigore.
La sfida è grande e per vincerla ci vorrebbe un esercito di volontari meglio se sotto i 30 anni (ma soprattutto "giovani" di mentalità)

ciao
Alberto Tarabella

alberto tarabella 17.06.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

stupendo.

roberto nicora 17.06.06 10:02| 
 |
Rispondi al commento

ottimo lavoro beppe,,
rispondo a coloro che pensano che si stia andando troppo oltre dicendo che al contrario siamo troppo indietro,ma vi rendete conto in che paese viviamo?!AVETE VISTO LA PUBLICITà DEL REFERENDUM SU MERDASET???come si possa stare solo a guardare non l'ho capito!! insomma,anche se di destra,non è accettabile,,GRILLO organizza una raccolta firme per denunciare questo fatto,,è un' assurdità che non si può accettare a prescindere dall'appartenenza politica..è una vergogna..

monte stefano 17.06.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe,
come non poteva colpirmi la tua frase rilasciata alla stampa a fine colloquio col dipendente..."Se io che sono comico vengo oggi qui a parlare a Palazzo Chigi qualcosa in Italia non funziona più"

Fiero di essere un tuo lettore

Fabio Signorile 17.06.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento

IL SITO DEL CENTROSINISTRA DEI GIOVANI

sulle sue valutazioni riguardanti Beppe Grillo non é che abbia tutti i torti. per carita' l'opera che Beppe presta ogni giorno è, a tratti, da encomiare. Tutti sappiamo che Enel o TelecomItalia sono solo associazioni a delinquere con il fine ultimo di arraffare tutti i nostri soldo al minimo del servizio pero'..... pretendere di diventare una specie di Guru delle masse internettiane menandola a destra e manca su quello che un governo non ha fatto in una settimana (OOO UNA SETTIMANA CAZZO) o D'Alema che non gli risponde sulla storia di Consorte (alla fine tra i DS e la unipol NON E' USCITO FUORI UN BENEMERITO CAZZO) comincia a diventare snervante. Non é che il mondo gira sempre intorno a te Beppe.Cosi' come non gira intorno al direttore del La Repubblica (GRAVISSIMA CADUTA DI STILE LA SUA) o a Giampaolo Pansa o a Giovanni Sartori. Volete diventare tutti come Giampiero Mughini? Una checca isterica che si lamenta sempre di tutto e di tutti. Solo lui ha capito come stanno le cose e gli altri non hanno capito un cazzo invece.Beh siete ad un passo dall'auto-idolatria!

Beppe un consiglio da un amico sincero....fermati un attimo conta fino a 10, respira e riparti.....ma con maggior calma

David

David Pacelli 17.06.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma santo cielo, ma si dicono sempre le stesse cose?
Lo sappiamo che i politici (i Nostri) ci prendono e ci prenderanno sempre in giro. Perche'? perch'e' sono intoccabili, perche' si sento in cima ad una piramide, come i faraoni. Ma se non siamo noi a ricambiare le regole, come potete pensare che siano loro a cambiarsi le regole del gioco?.
A volte le rivoluzioni sono necessarie, necessarie in quanto devono ristabilire degli equilibri che col tempo sono stanti cambiati.
Ed è inutile scrivere, urlare, andare davanti a prodi con la lettera di licenziamento, tanto quando bebbe è uscito dalla porta, sicuramente lo avranno mandato a quel paese. Ma tocca a noi a mandarli a quel paese.
Ma manca un vero Leader, che coinvolga la popolazione.
Peccato che siamo tutti una massa di conigli.

alessandro caruso Commentatore in marcia al V2day 17.06.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

COGLIONI!COGLIONI!VENITE A LEGERE E COMMENTARE COGLIONI D'ITALIA
IO SONO UN COGLIONE FIERO
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ò
non perdete tempo il referendum è più importante di quanto si pensi è un insulto all'intelligenza dei cittadini italiani
IIMMMPPPOOORRRTTTAAANNNTTTEEE
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
CORAGGIO
CORAGGIO
REFERENDUM 25 e 26 giugno no alla demolizione definitiva della democrazia!!!NOOOOOOOOOO
VOGLIONO AMMAZZARE DEFINITIVAMENTE IL NOSTRO PAESE
VIENI A VISIONARE E COMMENTARE IL PERCHè
per chi vuole partecipare i modo vero e sincero
ad uno scambio libero di idee e opinioni
la guerra dei poveri la dovete vincere voi
vieni a votare
commenti espressioni idee cpricci desideri
questo blog è per voi coraggio liberiamo l'informazione

al zarqawi una vittoria democratica o mediatica?
iraq la guerra del petrolio e la strage nascosta
il signoraggioe la guerra dei poveri
i retroscena della guerra dei balcani
le dichiarazioni dell'ultimo superstite delle torri gemelle
AREA 51
CASO MOGGI e le dichiarazioni di berlusconi
BERLUSCONI e l'art.21 della costituzione
Quanto ci costano i parlamentari?
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
BASTA votare i pregiudicati
BASTA pagare lo stipendio a dei ladri
vota ai sondaggi
chi odi di più nel mondo della tv?
dove ha preso i soldi berlusconi?
dove vorresti la juve per la prossima stagione?
questo e tanto altro sul blog
La guerra dei poveri il blog della libera e coraggiosa informazione
http://handly.bloggers.it

andrea liga 17.06.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Forza un corno

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/06/forza-un-corno-ormai-ho-sforato.html

Gianpiero Romano 17.06.06 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggo tutti i giorni da sempre il blog, ma nn avevo mai scritto.
Ho guardato i video, e questa volta ti scrivo:
vedo finalmente la democrazia istituzionale che parla con chi parla veramente a noi, e la paragono al 2001 quando dopo una giornata in piazza a Roma in compagnia di 5.000.000 di persone, l'allora premier disse che eravamo molto meno degli artigiani italiani e allora cosa volevamo? Quante "migliaia di km" abbiamo "guadagnato" con questo tuo confronto con Prodi rispetto ad allora? Di questo fatto ne sono felice. Il futuro sarà ancora + difficile, perchè se nel precedente governo da Bondi e soci eravamo considerati "comici" e neppure a voi era concesso esprimere direttamente idee, con questo c'è qualche possibilità di interagire, e siccome conosco la complessità della ns democrazia, dal comitato di quartiere, al consiglio comunale ecc ecc..., sono preoccupato di come concetti così semplici - energia, parlamento pulito, pubblicità ...- possano poi svilupparsi in un senso meno "globale" e più "umano" dovendo fare i conti con i soldi e i politici. Di questo ne sono preoccupato.
Lavoro in una amministrazione pubblica nel settore acquisti, e a causa di norme che ci siamo dati per garantirci, comperare una Panda è un affare di stato, figuriamoci modificare una politica energetica.
Ma sono positivo, e vorrei che anche chi mi legge sia positivo, perchè solo emulando la forza che Beppe ci dà andando in piazza a "rompere le uova nel paniere dei gestori del potere a qualsiasi livello" potremo portare microidee che portano a macromodifiche della politica.
Io andrò in sezione (chiunque ha un'idea e vota alle elezioni ha diritto di esprimere le proprie idee nei luoghi rappresentativi di quel partito anche NON iscritto) e porterò avanti idee a riguardo l'energia e il termovalorizzatore che Hera ha intenzione di costruire anche a Imola, poi Vi dirò le risposte.
Giovanni

GIOVANNI VALLI 17.06.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto quello che dici Beppe , io lo vedo come l'evidenza che anche la sinistra va avanti solo a parole,chiacchere,bugie...
Facile dire in campagna elettorale " noi faremo...noi ci ritireremo...noi cambiaeremo.." e scagliarsi sulla parte politica opposta per qualsiasi motivo valido o meno.
Al momento di andare a governare le cose cambiano...E mi sembra che più si va avanti , più questa differenza tra quello che dicevano e quello che faranno si ingigantirà....TUTTI CHIACCHERE E DISTINTIVO...Il bello è che , per come la vedo io , hanno fottuto il 50 % degli italiani che gli hanno dato il voto...
Certo , gli altri non erano meglio , non dico questo...Ma questa sinistra che vende in campagna elettorale una enormità di fandonie , verrà sempre più a galla...

zuccoli luigi 17.06.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

viviana vivarelli
**************************

ci sei? vorrei farti una domanda

oscar tramor 17.06.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Leggo le domande di Luca e mi chiedo quanti, come lui, non intendano bene l'entità del referendum che andiamo a votare
Capisco lo sconcerto di molti nel capire che cos'è questo referendum, in quanto esso è una novità nella storia di questo stato e non può essere paragonato ai referendum a cui siamo stati abituati fino adesso

Infatti fin'ora noi abbiamo votato sempre e solo referendum ABROGATIVI
si andava ad abrogare un comma, un articolo, un paragrafo.. di una legge o anche tutta UNA legge

questa è la prima volta che votiamo per un referendum CONFERMATIVO
e lo facciamo sun un terzo della Costituzione

Bossi e Berlusconi hanno modificato IN UN COLPO SOLO, cioè con una legge sola, a colpi di maggioranza parlamentare, con voto alla fiducia e senza discussione alcuna, ben 58 articoli della Costituzione su 139 che sono in totale,
sostituendoli con un complesso totalmente nuovo di norme

questo cambierebbe totalmente la nostra Costituzione democratica
e metterebbe di colpo in crisi anche le norme rimanenti e i principi fondamentali della Democrazia,
come la sovranità popolare esercitata mediante delega al parlamento,
l'equilibrio dei poteri che sta nei primi articoli che disegnano la struttura della nostra democrazia
e l'uguaglianza di tutti davanti alla legge, che è il punto primo di ogni civiltà, senza di cui si va a una dittattura

A questa unica gigantesca legge che scardina di botto la nostra Costituzione democratica
noi andiamo a dire
No: non vogliamo questo sconquasso
Sì, lo accettiamo
perché consideriamo la democrazia morta e sepolta

viviana vivarelli 17.06.06 08:40| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE VISTO CHE L'AMBIENTE TI STA A CUORE SAI CHE IL NOSTRO MARE STA DIVENTANDO UNA LATRINA SENZA VITA?
E PENSARE CHE LO STATO AGEVOLA I PESCATORI PROFESSINISTI A CANCELLARE OGNI FORMA DI VITA,
LA PROSSIMA VOLTA FAI UN PASSAGGIO ANCHE DA PECORARO SCANIO VISTO CHE SI "DICE" UN VERDE!!!

ALESSANDRO GIANI 17.06.06 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco come tutti ,Beppe sei Grande!!!mi hai fatto sorridere il cuore e la speranza!!!!e veramente hai dimostrato quanto ci sentiamo impotenti,grazie sentendoti parlare della giustizia civile e penale che fa pena è una presa in giro per chi lavora onestamente sono tutelati solo i delinquenti e lo stato come si fa a sentirsi rappresentati dai politici o che la legge è uguale per tutti !!!ma dove nel paese dei balocchi.....

micaela mazzoni 17.06.06 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Il 18 giugno la riforma Castelli diventa operativa, con tutto quel che comporta di punitivo e di riduttivo per i poteri della Magistratura e, di conseguenza, della giustizia e del livello di Democrazia di questo paese

Non si ripeterà abbastanza che la Democrazia si basa essenzialmente sulla divisione del potere tra 3 organi autonomi e paritari che reciprocamente si controllano

Non basta andare a bocciare un referendum che squilibra la Costituzione, accentrando ogni potere sul 1° ministro con violazione di autonomia degli altri 2 organi: Magistratura e Parlamento e poteri del Capo dello Stato
Non basta, se poi accettiamo uno scempio come quello che porta la firma del Guardiasigilli leghista
La riforma Castelli va nello stesso senso perverso della riforma costituzionale voluta da Bossi e Berlusconi, in quanto subordina i giudici al potere del 1° ministro. E doveva essere fermata!

La Magistratura deve esser libera di perseguire chi vìola la legge e non deve insabbiare inchieste e processi perché così vuole il potere politico. E, se è il governo a decidere delle carriere dei magistrati, avverrà proprio questo. Come avverrà che, con una Corte Costituzionale subordinata al governo, passino più facilmente mutamenti legislativi o costituzionali antidemocratici e autoritari, che faranno la nostra Democrazia a pezzi

Non dimentichiamo che la legge Castelli imbavaglia, di fatto,anche l'informazione pubblica, prevedendo pene per chiunque dia o riceva notizie di inchieste per i media. Il che è un'altra forma di blocco alla trasparenza e alla verità e un'altra offesa al diritto di noi cittadini di sapere come stanno le cose e di agire di conseguenza

Il piano è quello di mettere i potenti al riparo da inchieste, processi, propagazione di notizie, pene.. salvando una casta di impuniti che possono permettersi di fare quello che vogliono contro ogni legge, perché sono "sopra" la legge. Il che è un passo inquietante verso la dittatura

viviana vivarelli 17.06.06 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDE BEPPE!!!!

ALESSANDRO GIANI 17.06.06 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti chiedo di spiegare nel tuo sito il referendum che angremo a votare..............ci serve il tuo intervento....servono spiegazioni complete e dettagliate.siamo a pochi giorni dalla votazione.

Marco Nardini 17.06.06 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Mettete un blog sul referendum!!!!!!
E' di questo, ora, che dobbiamo parlare!
Mancano 8 giorni e non si vede nulla su questo!

Il 1° grave errore di Prodi è non aver bloccato la riforma della giustizia di Castelli. E aveva anche detto che lo avrebbe fatto! Intollerabile!
Bastava un decreto di Mastella che la rimandasse, poi si poteva vedere con calma
Tutta la legislatura di B è stata contrassegnata da un attacco durissimo contro la magistratura, la delegittimazione con termini offensivi (si pensi solo al martellamento di Sgarbi) dei magistrati, ingiuriati ogni giorno, la distorsione delle leggi per salvarlo dai suoi reati (dal divieto di cercare prove all’estero, alla ricusazione del giudice, alla depenalizzazione del reato di falso in bilancio, all’attacco alle intercettazioni, alla clemenza verso i reati finanziari , alla Pecorella, Cirielli ..)
B, come ogni trasgressore, odia i giudici. E Castelli, con questa riforma, ha incarnato la sua vendetta
La legge di questo ingegnere, ignorante di giustizia e pronto a favorire il suo socio e padrone, elimina l’autonomia della magistratura e la sottomette al capo del governo, violando la democrazia e l’equilibrio dei poteri
Analoga offesa B tentò di farla inciuciando con D’Alema nella bicamerale e il comportamento di D'Alema ci brucia ancor oggi
Il patto contro la Magistratura sottendeva il tradimento di uno dei massimi poteri dello stato, per questo D’Alema cedette alla separazione delle carriere. Ora il puzzo di quel patto aleggia di nuovo. La legge diventa operativa. La Repubblica si dissolve anche in questo tradimento dei principi fondamentali della democrazia
Se Prodi subentra nel disprezzo della legge, nel sopravanzare dell’interesse privato su quello nazionale, nell’amnesia di cosa è Democrazia, andiamo male, molto male!
Allo stesso tempo nulla si vede sul conflitto di interessi e sulla pulizia degli eletti, che dovevano essere i primissimi punti, inalienabili, delle richieste degli elettori.

viviana vivarelli 17.06.06 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Credo una cosa: questa non è la Sinistra. Questo che vediamo tutti i giorni è una pappa riscaldata con dado DC. E allora vorrei dire la mia: riformiamo questa bella pappa, creiamo una nuova, meravigliosa DC e ci mettiamo dentro il Mastella, il Rutelli, il Casini, il Pera e l'albicocco,e magari, perché no?, anche Prodi e Berlusconi. Via, via tutti dalle p...e. Magari tolti questi (e altri ancora) la pappa diventa una vera e moderna Sinistra. Prego ogni sera che nasca in Italia un bimbo di nome Zapatero...

samuele siani 17.06.06 07:29| 
 |
Rispondi al commento

appena finito di vedere i 3 file .......6 un grande beppe !!!!

Andrea Rivetti 17.06.06 06:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho visto il video "palazzo Chigi", ho quasi pianto, ho urlato "cazzo ci stiamo svegliando!!!", una quasi piccola forma di democrazia diretta, "prodi pedalare!!!!!!"..ti prego.....finora sei l'unica speranza..beppe quando cazzo diventi presidente?????e non dire che sei un comico che non serve.......
Il Referendum?????
Ma è un referendum?????
secondo me no....
le poche informazioni che ho acquisito dai telegiornali (grande Mentana TG5) sono (quando avremo la possibilità di leggere su internet i programmi della classe dirigente?):
-approvando il SI avremo circa 300 leggi costituzionali sara nno "modificabili"
-devolutions pura (troppo presto il sud va a picco)
-diminuzione del numero dei parlamentari...(entro il 2013!!!!!!!!!)ma perchè non "diminuzione dello stipendio!!!!! prendono un botto e c'hanno tutto GRATIS!!!!BASTA!!!
Lo so...troppo poche informazioni.
Cmq non è possibile che un referendum (indetto da chi???dai cittadini??non mi pare) possa contemplare la modifica di circa 300 leggi????
il referendum abrogativo, l'unico in vigore in italia(grandecazzata) non si usa per un unica legge???e cmq anche se non fosse così,sono troppe le leggi che si possono modificare...rimarremo allo scuro di tutto....e non va bene.
AL REFERENDUM NON BISOGNA VOTARE!!!!!!!!
QUESTO REFERENDUM VA ABOLITO!!!!!!!!!!!!

Ciao a tutti

Luca De Filippis 17.06.06 04:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ho visto il video "palazzo Chigi", ho quasi pianto, ho urlato "cazzo ci stiamo svegliando!!!", una quasi piccola forma di democrazia diretta, "prodi pedalare!!!!!!"..ti prego.....finora sei l'unica speranza..beppe quando cazzo diventi presidente?????e non dire che sei un comico che non serve.......
Il Referendum?????
Ma è un referendum?????
secondo me no....
le poche informazioni che ho acquisito dai telegiornali (grande Mentana TG5) sono (quando avremo la possibilità di leggere su internet i programmi della classe dirigente?):
-approvando il SI avremo circa 300 leggi costituzionali sara nno "modificabili"
-devolutions pura (troppo presto il sud va a picco)
-diminuzione del numero dei parlamentari...(entro il 2013!!!!!!!!!)ma perchè non "diminuzione dello stipendio!!!!! prendono un botto e c'hanno tutto GRATIS!!!!BASTA!!!
Lo so...troppo poche informazioni.
Cmq non è possibile che un referendum (indetto da chi???dai cittadini??non mi pare) possa contemplare la modifica di circa 300 leggi????
il referendum abrogativo, l'unico in vigore in italia(grandecazzata) non si usa per un unica legge???e cmq anche se non fosse così,sono troppe le leggi che si possono modificare...rimarremo allo scuro di tutto....e non va bene.
AL REFERENDUM NON BISOGNA VOTARE!!!!!!!!
QUESTO REFERENDUM VA ABOLITO!!!!!!!!!!!!

Ciao a tutti

Luca De Filippis 17.06.06 04:05| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta il berlusca,ha bisogno della lega
per sopravvivere.

Ancora una volta vi sta fott.ndo.

Dopo avervi fatto approvare tutte le leggi ad personam
vi ha dato la devoluzione a fine legislatura.

Perche'a fine legislatura e non ad inizio?

Perche' berlusconi usava la lega e la lega usava Voi.

Adesso ci riprovano,Lui difende la lega e la lega ha rispolverato
vecchi slogan.

Sembra il teatrino delle marionette.
Naturalmente la marionetta e'l'elettore.
In "poltrona"stanno comodi tutti,anche i signori della lega.


---pensierino cinese-----

A essere giovani si impara da vecchi

Antonio Ciardi 17.06.06 03:16| 
 |
Rispondi al commento

Se vincesse il SI del Referendum di questo mese, l’Italia si piazzerebbe nel centro del vortice della rovina.
Dopo avere subito l’inferno durante il governicchio di berlusconi è mio desiderio consigliare con il cuore sul referendum. Un mio amico di Bergamo mi ha informata sui relativi gravi risvolti del Referendum del 25-26 giugno. Inoltre dietro la supervisione di CGIL CISL UIL BERGAMO anche io ritengo sia indispensabile votare “NO”
“In tanti per salvare la Costituzione di tutti.” Questi sono i motivi:
NO Al potere nelle mani di una sola persona: con questa modifica il Presidente del Consiglio diverrebbe “PRIMO MINISTRO ASSOLUTO”
-verrebbe legittimato di fatto da un’elezione diretta
-potrebbe sciogliere la Camera a suo piacimento
-non gli servirebbe la fiducia per insediarsi
-a questo strapotere(unico in Europa) non si accompagnerebbero contrappesi adeguati, né rafforzamento delle figure di garanzia
-il Presidente della Repubblica sarebbe ridotto ad una figura di mera rappresentanza
NO Allo smantellamento dell’unità nazionale: con la modifica dell’art.117 si verrebbero a creare sperequazioni territoriali su materie quali:
-assistenza ed erogazione sanitaria
-organizzazione scolastica
-polizia amministrativa e locale con la conseguente disparità tra le diverse zone del Paese
NO Ad una riforma imposta da pochi che ha privato il Parlamento di una vera discussione, approvata dalla sola maggioranza che ha modificato 53 articoli in 15 ore di dibattito.
Ogni modifica costituzionale deve essere sempre ampiamente condivisa in Parlamento e dalla società civile.
AL REFERENDUM del 25 e 26 giugno VOTA NO.”
Questo è il contenuto dei consigli dei suddetti CGIL CISL UIL.

A QUESTO REFERENDUM VOTIAMO CON INTELLIGENZA UNA VALANGA DI “NO”. Giovannanigris Cliccate pure sul mio nome in basso.


SVEGLIAA! NON FACCIAMOCI TRATTARE DA INGENUI E SPROVVEDUTI, BASTA CON LE MINACCE, GLI INGANNI E I RAGGIRI! INIZIAMO COL VOTARE “NO” a questo referendum.MontanaGiacomo

Giovannanigris 17.06.06 02:39| 
 |
Rispondi al commento

http://www.warnews.it/

Non c'entra molto, ma vorrei segnalare una fonte per ritrovare informazioni cancellate dalle cronache

Ermanno Miotto 17.06.06 02:17| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei un fenomeno

Davide Cunsolo 17.06.06 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Letto e visto i filmati.
Francamente penso che questa iniziativa sia a vuoto, spero di sbagliarmi, ma la vedo così.
Io sono una ragazzina di 15 anni e, per quanto riguarda l'italia, ho il pessimismo di un'ottantenne. Forse non ho esperienza, in fin dei conti sono solo una mocciosa, ma da che io ricordi, la politica italiana è stata quasi sempre un susseguirsi di delusioni e prese in giro.
Quando mi dicono che i giovani sono il futuro, che IO sono il futuro, bhè, penso che è come dire ad un affamato che avrà solo pochi avanzi di un misero pranzo, e non è una bella sensazione.
In futuro spero di rimangiarmi tutto questo e di poter affermare di essere stata una sciocca ragazzina diffidente e non una sorta di veggente.


Tutto vero ed è sacrosanto stargli addosso, però in solo una settimana hanno bloccato qualsiasi aumento sui libri di testo per le scuole, congelato l'iva sulle accise della benzina, tagliando la connivenza di interessi tra governo e compagnie petrolifere, bloccato l'aumento del 300% sulle concessioni demaniali voluta dal governo di B che di fatto impediva a molti operatori del turismo di poter lavorare, il tutto mentre la destra sbraita all'idea che i fantastimiliardari possano pagare una tassa per godere dei loro privilegi, e dei quali noi che glie li manteniamo non potremo mai usufruire.Ma forse, come dice qualcuno , è stato un difetto di comunicazione, bisogna dirgli che possono comprarsi privilegi che solo un numero ristretto di eletti può permettersi, non dirgli che i loro soldi torneranno alla comunità, questo a molti non piace.

lia diana 17.06.06 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO:

IN QUESTO BLOG SI PARLA DI TUTTO, TRANNE DELLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO.E' IMPORTANTE.CI SONO 1400 MORTI CIRCA L'ANNO PER INFORTUNI SUL LAVORO.1 MILIONE CIRCA DI INFORTUNI SUL LAVORO.qUESTI SONO DATI DEL 2004, PERCHè L'INAIL NON HA ANCORA STAMPATO IL RAPPORTO ANNUALE 2005(LO STAMPERà A INIZIO LUGLIO).
POSSIBILE CHE BEPPE GRILLO NON APRà UN POST SU UN ARGOMENTO(LA SICUREZZA SUL LAVORO) COSì IMPORTANTE.IO DAVVERO NON CAPISCO.
SIAMO SEMPRE ALLE SOLITE, CI SE NE RICORDA SOLO DAVANTI AD UN INFORTUNIO GRAVE O MORTALE(è L'AMARA VERITà).
A FARE INFORMAZIONE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO SU QUESTO BLOG, MI SEMBRA DI PARLARE AL VENTO(NESSUNO MI ASCOLTA).
SAREBBE BELLO APRIRE UNA DISCUSSIONE SU QUEST'ARGOMENTO.PURTROPPO I VISITATORI DI QUESTO BLOG NON SEMBRANO INTERESSATI.
SALUTI.
MARCO BAZZONI.
EMAIL: m.bazzoni@tele2.it

P.S SPERO CHE QUALCHE RLS, RSU O UN QUALSIASI LAVORATORE MI RISPONDA O MEGLIO ANCORA CHE LO FACCIA BEPPE GRILLO.


Marco Bazzoni Commentatore in marcia al V2day 17.06.06 00:59| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa per la ripetizione

Moris Colombo 17.06.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Vedo con orrore che tra i lettori di questo blog ci sono alcuni campioni di ingenuità che, per dare una spallata ai politici corrotti oppure ai sindacalisti saliti ai vertici del parlamento, vorrebbero regalare loro un potere garantito sicuro e senza controllo votando SI al referendum.

Ma sono così tanto stupidi o stanno solo cercando di confondere le idee? forse sanno bene che argomenti validi per votare SI non ci sono.

Tom Palmer 17.06.06 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Scusa, ma i politici non sono i nostri dipendenti?
E se un datore di lavoro vuole licenziare i suoi dipendenti lo può fare; allora perchè non vivere senza 'sti politici che sono peggio dei ladri, perchè almeno i ladri si accontentano ogni tanto.
Licenziamoli tutti, o allora è un dato di fatto che li dobbiamo mantenere per forza, volenti o nolenti...

Antonio Petruzziello Commentatore in marcia al V2day 17.06.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Un articolo che parla di Beppe Grillo e che mi ha fatto riflettere...

http://ilcentrosinistradeigiovani.blogosfere.it/index

Moris Colombo 17.06.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/198.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Sì, però...:

» Si però i costi di ricarica quando li aboliamo? da Skugnizzo blog
Però i costi di ricarica quando li aboliamo? E' dovuto intervenire un semplice studente/consumatore per far sì che ci fosse un'indagine sui costi di ricarica in Italia... per info http://www.aboliamoli.eu [Leggi]

15.06.06 20:22

» Grillo prelicenzia Prodi da Il Paese delle Meraviglie
Il senso di una provocazione... [Leggi]

15.06.06 23:38

» primarie online da d o t - c o m a *:o)
Se l’avessimo fatto noi, oggi magari sarebbe Prodi ad andare da Grillo, non il contrario. Negli USA stanno cercando un... [Leggi]

16.06.06 16:31

» Riduzione del cuneo ... da Pane e mortadella !
[Leggi]

16.06.06 18:31

» Politica e sordità da In Opera...le nostre coscienze
La politica è sorda ai bisogni del cittadino medio. Uno al disotto della media poi, non riesce neanche a contattare il numero verde di un qualsiasi sottosegretario al turismo. Eppure la democrazia è la forma migliore di governo. Puoi permetterti d... [Leggi]

17.06.06 13:56