Tre new entry in Parlamento Pulito

parlamento_pulito_vignetta.gif
Vignetta di: Ciccio de Luca


Tre new entry in Parlamento Pulito. Lo so, lo so. Arrivo tardi. Alcuni me li avete segnalati voi. Ma è difficile star dietro a questo via vai di pregiudicati in Parlamento. Adesso siamo a venti. La via giudiziaria alla politica, a questo siamo arrivati. A delinquenti che fanno le leggi dopo averle violate. E allora, lo dico piano piano a questi venti personaggi:
FUORIDALLEBALLE!!!

Se vogliono rifarsi una vita, lo facciano con discrezione, lontano dai media, nessuno dirà loro nulla. Ci sono tante altre attività oltre a quella di rappresentare i cittadini. Ascoltare D’Elia nei tg serali redento-e-in-parlamento non è democrazia, è una presa per il c..o.
E questo vale ovviamente anche per gli altri 19.
I reati non sono tutti uguali. Ma chiunque sia stato condannato dovrebbe avere l’onestà di fare altro, di andare altrove. Non sedere in Parlamento e farsi mantenere dai cittadini.
Per finire, ecco i nuovi pregiudicati:

- Borghezio Mario (europarlamentare Lega Nord): condannato in via definitiva per incendio aggravato da "finalità di discriminazione", per aver dato fuoco ai pagliericci di alcuni immigrati extracomunitari che dormivano sotto un ponte di Torino, a 2 mesi e 20 giorni di reclusione commutati in 3.040 euro di multa.
- De Angelis Marcello (senatore An): condannato in via definitiva a 5 anni di carcere per banda armata e associazione sovversiva come elemento di spicco del gruppo neofascista Terza Posizione.
- D'Elia Sergio (deputato Rosa nel Pugno): condannato definitivamente a 25 anni per banda armata e concorso in omicidio per aver fatto parte del vertice di Prima Linea e aver partecipato alla progettazione dell'assalto al carcere fiorentino delle Murate in cui, il 20 gennaio 1978, fu ucciso l'agente Fausto Dionisi. Appena eletto deputato, è stato subito nominato dall'Unione segretario della Camera.

Ps: Il “Gran Premio Ruòtati Città di Firenze” per mezzi di trasporto ecosostenibili avrà luogo domenica 11 giugno; ci si può iscrivere all'indirizzo: info@popcafe.net o in mattinata (prima della partenza) in piazza della Repubblica o ancora sul web.

Postato il 10 Giugno 2006 alle 16:17 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
Commenti (1260) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico
| La Settimana | Trackback (6)

Commenti

 

I really dont understand this post...

how to stay positive 17.10.11 09:20| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!BASTA!BASTA!BASTA!MA PER QUANTO TEMPO ANCORA DOBBIAMO SUBIRE???????FERMIAMO QUESTO SCEMPIO,DELINQUENTI CHE AMMAZZANO E SCONTANO LA PENA AL MARE,BRIGATISTI IN ART.21.I DELINQUENTI DEVONO MARCIRE IN GALERA,BASTA CON I BENEFICI,E' ARRIVATA L'ORA DI ATTACCARE,BEPPONEEEEEEEEEE CHE ASPETTIAMO,ORMAI SIAMO TANTI E CE LA POSSIAMO FARE!

girolamo gentile Commentatore certificato 06.10.07 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
leggiti questi articoli della Costituzione e guardati questo video e poi ne riparliamo.

ART 25, ART 27, ART 3... ce ne sarebbero molti altri
http://www.radicalilecce.it/?q=node/361

conosco personalmente Sergio, ed è persona onestissima, intellettualmente innanzitutto. Ok lo hai mandato a fare in culo, ma magari adesso che ti sei sfogato, comincia a dialogare con lui, magari scoprirai che, in altro modo, lotta anche lui contro il regime partitocratico in maniera nonviolenta da 25 anni a questa parte.

Un saluto

Roberto Mancuso Commentatore certificato 23.09.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Sto terminando di leggere il libro di Marco Travaglio "Onorevoli Wanted" e finalmente ho capito perchè negli anni passati spesse volte non mi sono recata a votare e continuerò a farlo per l'avvenire

Maria Clotilde Riviera 18.08.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto terminando di leggere il libro di Marco Travaglio "Onorevoli Wanted" e finalmente ho capito perchè negli anni passati spesse volte non mi sono recata a votare e continuerò a farlo per l'avvenire

Maria Clotilde Riviera 18.08.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento

dato che siamo tutti d'accordo sul fatto che è una vergogna e inoltre dato che siamo 200.000 persone che su questo sito la pensiamo allo stesso modo... proponiamo un referendum che li cacci dal governo una volta e per tutte. Per un referendum ci vogliono un milione di firme noi siamo già 200.000 possiamo farcela basta solo che tu beppe, gli altri comici (luttazzi,rossi,guzzanti ecc.) e noi ci facciamo sentire e protestiamo presentando un documento con la quale si dice per esempio "volete che al governo presidiano condannati in terzo grado (cioè in carcere)"grillo rispondi in tuo affezzionato fan

roberto lo porto 17.08.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe per favore assieme alla settimana fa in modo che possiamo scaricare i nomi dei condannati che sono in parlamento, così le lasciamo ovunque.Grazie anna

anna alhaique 26.07.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono solo quelli che hanno scoperto.MA TUTTI GLI ALTRI?!? Io propongo una raccolta di firme per denunciare tutti i Leghisti: per istigazione alla violenza e alla strage. Per la strage mi riferisco ovviamente alle dichiarazioni e alle magliette anti-islamiche che sono state una delle maggiori motivazioni per gli attentati di Nassirija.

Francesco Di Paolo 23.07.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è una cosa indegna! Inoltre è deprimente il fatto che alcuni pregiudicati siano di centrosinistra. Spero che Prodi crei una legge contro i pregiudicati in perlamento.

Edoardo Baroni 23.07.06 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non é ancora più raccapricciante pensare che la gente li ha votati? Sarà difficile cambiare la classe politica se non cambia il modo di pensare della gente.

Mara Flagelli 21.07.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Anche a me è sorto lo steso dubbio che leggo in tanti che scrivono sul blog e mi piacerebbe che tu Beppe ci dicessi come la pensi a proposito. Non credi che a volte per dire la propria, per denunciare un soppruso, per difendere qualcosa o qualcuno, il rischio di scontrarsi con una magistratura sciacalla sia inevitabile? Io credo che tu che ti esponi quotidianamente lo sappia bene e allora è possibile distinguere fra reati giusti e sbagliati? O forse semplicemente chi è stato condannato (anche perchè era in possesso di due spinelli in più del dovuto o perchè ha risposto male al poliziotto di turno o perchè era nel posto sbagliato al momento sbagliato...)dovrebbe essere sullo stesso piano di chi ha rubato allo stato, di chi da anni (per non dire secoli) si macchia di quei reati che ben sappiamo? E' possibile distinguere? Oppure no?

Lucio Piretti 20.07.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Buona idea Beppe (anche se non ci conosciamo ci diamo del tu?)!
Così ai mafiosazzi che stanno in parlamento, condannati o no, per continuare a tener fuori gente onesta e con idee basterà condannare l'avversario di turno per "concorso morale in assunzione di spinelli" o "istigazione alla diffamazione circa la mortadella" a seconda dei gusti politici.
Non dimenticare che purtroppo talvolta le leggi vanno trasgredite (pagando come ha fatto Gandhi e non come fanno i disobbedientucci figli di mammà di casa nostra) e "l'uguale per tutti" è la morte della vera uguaglianza e della vera libertà che sono invece il trionfo delle differenze.

Valerio Farinelli 15.07.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento

LA DOBBIAMO SMETTERE DI ASSORBIRE TUTTO QUELLO CHE I POLITICI CI PROPINANO, LA NOSTRA REAZIONE DEVE ESSERE VEEMENTE CONTRO ABUSI, LEGGI TRUFFALDINE, POLITICI CONDANNATI E SEDUTI COMODAMENTE AL SENATO O ALLA CAMERA DEI DEPUTATI, VEDETE LA DIFFERENZA CHE C'E' FRA NOI E'UNA NAZIONE SERIA SONO LE SOGLIE DI ATTENZIONE CHE IL POPOLO HA NEI CONFRONTI DI DISTORSIONI DI POTERE E DI ABUSI DI POTERE, L'ITALIA SARA' UN GRANDE PAESE SE SAPREMO ESSERE ATTENTI ALLA COSA PUBBLICA.
SCRIVO DA ISCHIA E SEGNALO CHE DUE NOSTRI AMMINISTRATORI SONO EX GALEOTTI...

ELIA GIUSEPPE 11.07.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Aldilà dei soliti commenti (giustissimi!!) che chi sconta la propria pena deve essere considerato un cittadino capace di godere dei propri diritti politici a tutti gli effetti e quindi degno di essere candidato (sta poi agli italiani votarlo, quando gliene danno la possibilità e non come è avvenuto con l'ultima legge elettorale...ma lasciamo stare), mi sembra strano considerare tra i "colpevoli" anche il senatore Jannuzzi di Forza Italia. Premetto che non simpatizzo per il suo partito, ma per lui...è merito suo se l'Italia ha conosciuto le macchinazioni del generale De Lorenzo che stavano portando ad un colpo di Stato nel 1964, il cosiddetto Piano Solo. Jannuzzi fu condannato a 14 mesi di carcere mentre Scalfari a 15 solo per aver detto la verità, ma questo si è saputo con certezza solo 30 anni dopo la sentenza di condanna per diffamazione, mentre nel 1969 fu condannato perchè i documenti che dimostravano la sua innocenza erano stati coperti dal segreto di Stato. Non conosco le altre diffamazioni per cui Jannuzzi è stato condannato (penso siano comunque relative al suo lavoro di giornalista), ma per quanto riguarda il Piano Solo la condanna non può essere altro che l'affermazione di aver svolto il proprio lavoro in maniera onesta!!

Luca Grimaldi 04.07.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

E' un po' di tempo che mi faccio una domanda...alla quale vorrei che qualcuno mi potesse dare una risposta.....ma e' possibile che io quando voglio esultare per la nazionale e mi viene da dire Forza Italia! mi viene pensato il nanerottolo?non cia' provato nessuno a denunciarlo????
grazie

andrea viterbo 04.07.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che ne manchino ancora.. su wikipedia c'è il curriculum della new entry alla Camera nonchè neo vicepresidente commissione giustizia Daniele Farina (vedasi http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=100779 ). Non vorrei che nell' inserire quelli di sinistra ci sia un pò più di pigrizia o si aspetti di averne almeno altri due o tre di destra per annacquarne l'enfasi come è stato fatto per il caro D'Elia

Aldo Pinotti 29.06.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento


Signori, uno possiamo farlo fuori, andate su www.nessunovoticaino.org; so che è uno solo ma da qualche parte è giusto cominciare!
Saluti, e viva il Parlamento Pulito!

Pietro Gramegna 21.06.06 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono in disaccordo con le tesi di Grillo.
1) Il fatto che persone condannate che hanno scontato definitivamente la pena (riacquisendo i diritti politici ecc.) siedano in parlamento è indice del buon funzionamento del sistema democratico, specie nei casi di dissociazione dal terrorismo (D'elia), cioè di una scelta non violenta di piena accettazione del metodo democratico.
2) Se un cittadino sconta pienamente la pena, in un paese civile (vedi la costituzione al riguardo) DEVE essere considerato, giuridicamente parlando, alla stregua di un incensurato, ne più ne meno. Sotto tale aspetto i problemi "morali" sono secondari: la politica e le istituzione non credo debbano avere a che fare con la morale, bensì dovrebbero mediare (con ordinamenti e leggi) tra le morali possibili. Chi condanna i condannati è per uno stato etico, dove ci sono i buoni più buoni di altri, dove i comportamenti retti non sono quelli che conducono alla massimizzazione del benessere sociale, ma quelli ritenuti virtuosi. E' un'impostazione populista e demogogica.

igor bischi 21.06.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Borghezio, è inutile lasciare il lavoro a metà, o davi fuoco anche a loro (allora era nobel) oppure era anche inutile andarci.
condanna giusta

Marco Milani 21.06.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema non sono i condannati in parlamento ma gli italiani che li hanno votati.

Giovanni Vincenzi 21.06.06 12:38| 
 |
Rispondi al commento

viva la giustizia giusta. un impegno alle persone che fanno politica con serietà, dissociatevi da chi come i sopraelencati "onorevoli" hanno avuto una condanna in giudicato... e se ne stanno a casa. per il solo fatto di essere deputati, chi li ha votati, specialmente nelle ultime elezioni, non sapeva neanche chi votava, sapeva di votare un simbolo, quindi non rappresentano neanche tutti gli italiani grazie ai quali hanno ricevuto la carica di "onorevoli"
LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI, e per voi?

luciano miele 20.06.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei aggiungere alla lista anche "Raffaele Fitto" ex presidente della regione Puglia
(maxitangente in ambito sanitario vedi http://ansa.it/main/notizie/awnplus/topnews/news/2006-06-20_120959.html) La mia paura però è che il link si trasformi in una piccola wikipedia...

Ciao a tutti.
Marco

Marco Tancredi 20.06.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Io sono a disagio ad essere italiano, francamente provo uno schifo montante e la cosa si aggrava ogni giorno: non c'e' modo di stare una settimana in pace, senza che un magistrato trovi un nuovo filone di inchiesta: é corrotto il parlamento, oppure é pieno di imbelli senza spina dorsale, é corroto il mondo degli affari, sono truccati i concorsi pubblici e privati, sono truccati i concorsi universitari, ora non si puo' più nemmeno vedere una partita di calcio perché tanto é finta pure quella..... a proposito che cavolo ci stanno a fare i nostri giocatori al mondiale? io non mi sento rappresentato né da loro né dal mio paese per come lo vedo ; oppure sono io che non rappresento il mio paese e ci sto come un corpo estraneo dentro...ho una gran voglia di andarmene altrove , tra gente normale: c'é una bella intervista ad Oliviero Toscani su affari , dove dice che e' schifato (repetita iuvant) e che siamo un paese senza palle, che tollera il marciume per apatia...ecc ecc e termina dicendo che lo schifo é ineluttabile perché "siamo un paese di seghe"........sottoscrivo
luca

Luca Righi 20.06.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un saluto a tutti. Presto i referendum. Abbiamo una debole possibilità per modificare la costituzione, ormai mummificata da secoli e rendere le regioni dei centri di gestione più agili e liberi.Sarà così?. Credo che a noi cittadini in teoria ciò convenga, soprattutto se abitiamo in regioni più ricche e gravate da opprimenti tributi fiscali. Ma non illudiamoci che il potere rinunci ad estorcere denaro e mantenere privilegi e masse votanti.

silvia arconati 19.06.06 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Come fa un condannato definitivo a 25 anni di carcere ad essere libero e per di più in parlamento?

Raffaele De Giorgi 18.06.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Salve,vi ho scoperto per caso e vi seguo da quando avete incominciato la vosra campagna contro i condannati in parlamento.Però da quando è cominciata questa legislatura, non mi piacete più. tranne qualche accenno a d'Elia basta. E Caruso, Farina questi campioni di legalità! e tutti gli altri che i partiti del 50% d'Italia (non la maggioranza) ha portato in parlamento. Abbiamo passato 5 anni, con le orecchie piene di lacrime della sinistra (micromega e com.)i quali dicevano che eravamo in mano a farabutti ecc. Ora invece, che da tre mesi, non si fa altro che parlare di poltrone prebende e spartizioni del potere, tutto tace!! su dai un pò di coerenza e fatevi sentire anche adesso.
Un saluto e a presto

giovanni maresca 18.06.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
salve Grillo, inanzitutto complimenti per il Blog, io volevo parlare di ambiente, ecco, oggi tutti si lamentano ma non fanno niente per creare energia pulita, perchè sarebbe gratis, da secoli vengono occultate tecnologie algoritmiche per la produzione di energia gratuita, di esempi ne trovate anche nei vostri libri di Fisica che studiate dalle superiori, vengono mostrati macchinari come impossibili (con proposita aggiunta di errori), della serie "la sperimentazione per di qua è vietata" sul moto perpetuo, quando sopra alla nostra testa noi tutti abbiamo un'esempio funzionante (l'universo) è quindi io credo possibile la riproduzione in laboratorio.
Se non ne siete convinti, rispondete a queste domande: se attacco una dinamo alla luna questa si ferma? se utilizzo un pannello solare, il sole si esaurisce più alla svelta? In tutte e due le domande, la risposta è NO
Un'esempio può essere la calamita sferica, nei ferramenta, dovunque vendano calamite, c'è un controllo rigoroso sulla forma di quest'ultima, avete mai visto in giro una calamita a forma di sfera? io l'ho cercate per anni, per realizzare i miei esperimenti magnetici sul motore magnetico ma non sono ancora riuscito a trovarle e mi toccherebbe fonderle di mio, se avessi i soldi per una fonderia ed uno stampo, potrei continuare i miei studi nella zona proibita.
Bisognerebbe fondare qualche associazione per la ricerca pulita, senza scopo di lucro, in fondo se siamo in tanti, a proporre, filmare e sperimentare, non ci possono fermare, nè i petrolieri nè i governi, ma a voi che siete studenti alle prime armi, appena leggete nei libri, o il professore vi dice (attenti a non fare questo o quello) senza darvene una giusta dimostrazione scientifica (magari solo una spiegazione priva di senso e superficiale) non gli credete...sperimentate..sperimentate..
Stanno consumando tutte le risorse del nostro pianeta, ma non si rendono conto che la energia pulita, è gratis e più potente.

Kikko

Maurizio Ferraro 18.06.06 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Semplice e Semplice...
Mi piacerrebbe solo capire una cosa..."Come stracazzo si fà...le signore/ne Marchi non dovevano stare "DENTRO" a quest'ora?!?!?!? AH IL REALITY è PIù BELLO .......VERGOGNAAAAA

Franco Akiller 18.06.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO IL MOBBING PUO’ DISTRUGGERE LA SOPRAVVIVENZA
Pubblico un articolo che ha scritto Giacomo Montana per stimolare un aiuto verso tutte le persone discriminate in ambito lavorativo in questo Paese. Giovanna Nigris

”Il tema del mobbing non è mai stato né accademico né ideologico. Esso da quello che ho constatato di persona, è legato indissolubilmente al crimine organizzato - con una sorta di potente scambievole omertà tra persone autorevoli - che arriva persino a lambire le coste delle confederazioni sindacali, non salvandosi neppure negli ambiti giornalistici. Ecco perché ognuno non ha sufficiente interesse di parlare di questa piaga sociale. Ne parla solo a bassa voce. Proprio il rifiuto del mobbing in quanto dottrina discriminatoria e pratica vilmente aggressiva ai danni di persone vittime oneste che lavorano, oltre che liberticida, è anche una pratica che distrugge la salute, l’economia, la vita di relazione e la speranza di vedere applicare democrazia e civiltà. Credo che con tutto questo col tempo divenga inevitabile che venga indotta parecchia gente a gesti estremi, sino alla morte con il conseguente definitivo insabbiamento altrettanto criminale dei casi estremi di mobbing impunemente esercitati. Una costante nella nostra storia contemporanea è il fatto che nessuno, come abbiamo visto, sembra avere interesse ad approfondirne il tema, con la più sconcertante mancanza di sensibilità e di giustizia ai danni delle vittime, fenomeno che però non trova completamente tutti d’accordo e proprio per questo recentemente nella Community Rai.it http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=99352 Bianca Sacher ha avuto sensibilità e coraggio di trattare l’argomento dopo che lo stesso è pervenuto da un cittadino esemplare per le sue fattive iniziative di spirito umanitario. Continua qui sotto a poca distanza…


CONTINUAZIONE: “ QUANDO IL MOBBING PUO’ DISTRUGGERE LA SOPRAVVIVENZA” …Personalmente sono orgoglioso di questi spontanei interventi, perché è da persone così che il futuro democratico italiano ha buone speranze di non rimanere in agonia come è ora, ma di riprendere il cammino della civiltà, della democrazia e della giustizia vera, senza discriminazioni né raccomandazioni. La giustizia deve essere solo giustizia e non strumento di appoggio e protezione per criminali impuniti per sporchi fini politici. In democrazia la legge deve essere DAVVERO UGUALE PER TUTTI. Giacomo Montana”

Grazie per l’attenzione. Nigris Giovanna

Giovanna Nigris 18.06.06 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Caso D'Elia. Intervista di Radio Radicale all'avvocato Tommaso Mancini:

"La legge sulla dissociazione entrò in vigore il 18 febbraio 1987 e prevedeva una condotta del tutto diversa dall'unica prevista fino ad allora dalla legge, che era quella della collaborazione, del pentitismo".

La dissociazione consiste nell'"assumersi la responsabilità senza chiamare in causa nessuno".

"Le brigate rosse e le altre organizzazioni eversive ebbero più in odio i dissociati di quanto non avessero i pentiti, anche se questo sembra strano. Perché mentre il pentitismo era sempre un fenomeno marginale, il pentito è facilmente attaccabile, traditore, spia, e quindi ovviamente persona da tenersi lontata, il dissociato invece non può essere tacciato di spia o di traditore, perché il dissociato non aveva alcun premio per la sua dissociazione, perché la legge del 1987 non c'era ancora, venne dopo anni. (…)

"Una delle ragioni per cui il terrorismo fu sconfitto fu proprio il fenomeno della dissociazione, perché molti giovani che avevano aderito a associazioni eversive poi sentirono la necessità di una revisione politica del loro passato, non si sentirono disonorati dall'essersi pentiti, ma assunsero un atteggiamento di dissociazione.

Io sono convinto fermamente che fu la dissociazione a portare avanti questa lotta al terrorismo perché diventò una critica interna alla stessa organizzazione terroristica e quindi ovviamente moltissimi giovani assunsero a poco a poco questa posizione e l'assunsero senza una remunerazione processuale, e questo faceva paura ai brigatisti perché criticare un pentito è facile, perché tu ti becchi 10 anni di meno, mentre questo non poteva essere detto di chi si dissociava."
http://www.radioradicale.it/?q=scheda&id=199989

Sergio D'Elia fu uno dei primi casi di dissociazione dalla lotta armata.

diego galli 18.06.06 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Per una infinità di motivi di mia conoscenza sulla giustizia italiana che per le persone oneste non funziona e che qui non riesco a pubblicare per il blocco censura, esprimo tutta la mia solidarietà a chi è stato arrestato ieri con accure infamanti.

A chi è scomodo politicamente si trovano subito le accuse!!! Giacomomontana

Giacomomontana 17.06.06 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Se vincesse il SI del Referendum di questo mese, l’Italia si piazzerebbe nel centro del vortice della rovina.
Dopo avere subito l’inferno durante il governicchio di berlusconi è mio desiderio consigliare con il cuore sul referendum. Un mio amico di Bergamo mi ha informata sui relativi gravi risvolti del Referendum del 25-26 giugno. Inoltre dietro la supervisione di CGIL CISL UIL BERGAMO anche io ritengo sia indispensabile votare “NO”
“In tanti per salvare la Costituzione di tutti.” Questi sono i motivi:
NO Al potere nelle mani di una sola persona: con questa modifica il Presidente del Consiglio diverrebbe “PRIMO MINISTRO ASSOLUTO”
-verrebbe legittimato di fatto da un’elezione diretta
-potrebbe sciogliere la Camera a suo piacimento
-non gli servirebbe la fiducia per insediarsi
-a questo strapotere(unico in Europa) non si accompagnerebbero contrappesi adeguati, né rafforzamento delle figure di garanzia
-il Presidente della Repubblica sarebbe ridotto ad una figura di mera rappresentanza
NO Allo smantellamento dell’unità nazionale: con la modifica dell’art.117 si verrebbero a creare sperequazioni territoriali su materie quali:
-assistenza ed erogazione sanitaria
-organizzazione scolastica
-polizia amministrativa e locale con la conseguente disparità tra le diverse zone del Paese
NO Ad una riforma imposta da pochi che ha privato il Parlamento di una vera discussione, approvata dalla sola maggioranza che ha modificato 53 articoli in 15 ore di dibattito.
Ogni modifica costituzionale deve essere sempre ampiamente condivisa in Parlamento e dalla società civile.
AL REFERENDUM del 25 e 26 giugno VOTA NO.”
Questo è il contenuto dei consigli dei suddetti CGIL CISL UIL.

A QUESTO REFERENDUM VOTIAMO CON INTELLIGENZA UNA VALANGA DI “NO”. Giovannanigris Cliccate pure sul mio nome in basso.


SVEGLIAA! NON FACCIAMOCI TRATTARE DA INGENUI E SPROVVEDUTI, BASTA CON LE MINACCE, GLI INGANNI E I RAGGIRI! INIZIAMO COL VOTARE “NO” a questo referendum.MontanaGiacomo

Giovannanigris 17.06.06 02:46| 
 |
Rispondi al commento

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO:

IN QUESTO BLOG SI PARLA DI TUTTO, TRANNE DELLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO.E' IMPORTANTE.CI SONO 1400 MORTI CIRCA L'ANNO PER INFORTUNI SUL LAVORO.1 MILIONE CIRCA DI INFORTUNI SUL LAVORO.qUESTI SONO DATI DEL 2004, PERCHè L'INAIL NON HA ANCORA STAMPATO IL RAPPORTO ANNUALE 2005(LO STAMPERà A INIZIO LUGLIO).
POSSIBILE CHE BEPPE GRILLO NON APRà UN POST SU UN ARGOMENTO(LA SICUREZZA SUL LAVORO) COSì IMPORTANTE.IO DAVVERO NON CAPISCO.
SIAMO SEMPRE ALLE SOLITE, CI SE NE RICORDA SOLO DAVANTI AD UN INFORTUNIO GRAVE O MORTALE(è L'AMARA VERITà).
A FARE INFORMAZIONE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO SU QUESTO BLOG, MI SEMBRA DI PARLARE AL VENTO(NESSUNO MI ASCOLTA).
SAREBBE BELLO APRIRE UNA DISCUSSIONE SU QUEST'ARGOMENTO.PURTROPPO I VISITATORI DI QUESTO BLOG NON SEMBRANO INTERESSATI.
SALUTI.
MARCO BAZZONI.
EMAIL: m.bazzoni@tele2.it

P.S SPERO CHE QUALCHE RLS, RSU O UN QUALSIASI LAVORATORE MI RISPONDA O MEGLIO ANCORA CHE LO FACCIA BEPPE GRILLO.


Marco Bazzoni Commentatore in marcia al V2day 17.06.06 01:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per il ritardo, ma allora per entrare in Parlamento basterebbe dar fuoco a Borghezzio, fare una rapina a mano armata o assaltare un carcere.
Potevate dirlo prima, sai quante persone oneste si sarebbero potute candidare?

Leonardo Pandolfini 16.06.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
il post non è pertinente al tema,la richiesta di chiarimenti è rivolta ad un pubblico sempre piu' ampio,nella speranza di trovare qualcuno capace di risolvere l'enigma.
Sono invitati a non rispondere tutte quelle persone che hanno nulla di pertinente da dire ,se non le solite "arie fritte" o luoghi comuni ormai logori , abusati e spuntati.
Riporto questi pochi numeri che non riesco a capire!


1)L'Annuario Mondiale ("World Almanac") censisce 15.688.259 ebrei, in tutto il mondo nel 1938.

2)Il New York Times" del 22 febbraio 1948 STIMA gli ebrei esistenti in tutto il mondo da 15.600.000 a 18.700.000

Le fonti non dovrebbero essere sospette !

Di conseguenza : restati nello stesso numero o addirittura aumentati...come si fa a dire
che 6.000.000 siano stati uccisi nei Lager tedeschi ?

Delle due ...una : O hanno sbagliato i conti, l'Almanacco Mondiale e il New York Times...,o
hanno sbagliato a contare i 6.000.000 di morti ebrei.
Qui non si tratta di milione piu' milione meno...qui si tratta di una "probabile" presa per il culo gigantesca.Per 50 anni ci è stato insegnato ,in ogni sede, che ad Auschwitz erano morti 4.000.000 di ebrei...ora ( per merito delle ricerche degli storici revisionisti) sempre ad Auschwitz una nuova targa ufficiale ,dice CIRCA 1.500.000 di persone...!
Addirittura il piu' accreditato storico ANTIREVISIONISTA ,tale PRESSAC Pressac,in "Le macchine dello sterminio",nel 1994, stabiliva in 470.000 i morti TOTALI ad Auschwitz !

C'è qualcuno capace di aiutarmi a capire ?
La cosa non è di poco conto.


Se vincesse il SI del Referendum di questo mese, l’Italia si piazzerebbe nel centro del vortice della rovina.
Dopo avere subito l’inferno durante il governicchio di berlusconi è mio desiderio consigliare con il cuore sul referendum. Un mio amico di Bergamo mi ha informata sui relativi gravi risvolti del Referendum del 25-26 giugno. Inoltre dietro la supervisione di CGIL CISL UIL BERGAMO anche io ritengo sia indispensabile votare “NO”
“In tanti per salvare la Costituzione di tutti.” Questi sono i motivi:
NO Al potere nelle mani di una sola persona: con questa modifica il Presidente del Consiglio diverrebbe “PRIMO MINISTRO ASSOLUTO”
-verrebbe legittimato di fatto da un’elezione diretta
-potrebbe sciogliere la Camera a suo piacimento
-non gli servirebbe la fiducia per insediarsi
-a questo strapotere(unico in Europa) non si accompagnerebbero contrappesi adeguati, né rafforzamento delle figure di garanzia
-il Presidente della Repubblica sarebbe ridotto ad una figura di mera rappresentanza
NO Allo smantellamento dell’unità nazionale: con la modifica dell’art.117 si verrebbero a creare sperequazioni territoriali su materie quali:
-assistenza ed erogazione sanitaria
-organizzazione scolastica
-polizia amministrativa e locale con la conseguente disparità tra le diverse zone del Paese
NO Ad una riforma imposta da pochi che ha privato il Parlamento di una vera discussione, approvata dalla sola maggioranza che ha modificato 53 articoli in 15 ore di dibattito.
Ogni modifica costituzionale deve essere sempre ampiamente condivisa in Parlamento e dalla società civile.
AL REFERENDUM del 25 e 26 giugno VOTA NO.”
Questo è il contenuto dei consigli dei suddetti CGIL CISL UIL.
A QUESTO REFERENDUM VOTIAMO CON INTELLIGENZA UNA VALANGA DI “NO” . Giovannanigris
Cliccate pure sul mio nome in basso.

SVEGLIAA! NON FACCIAMOCI TRATTARE DA INGENUI E SPROVVEDUTI, BASTA CON LE MINACCE, GLI INGANNI E I RAGGIRI! INIZIAMO COL VOTARE “NO” a questo referendum.MontanaGiacomo

Giovannanigris 15.06.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

SE VINCESSE IL >>>SI>>NO Al potere nelle mani di una sola persona: con questa modifica il Presidente del Consiglio diverrebbe “PRIMO MINISTRO ASSOLUTO”
-verrebbe legittimato di fatto da un’elezione diretta
-potrebbe sciogliere la Camera a suo piacimento
-non gli servirebbe la fiducia per insediarsi
-a questo strapotere(unico in Europa) non si accompagnerebbero contrappesi adeguati, né rafforzamento delle figure di garanzia
-il Presidente della Repubblica sarebbe ridotto ad una figura di mera rappresentanza
>>>NO Allo smantellamento dell’unità nazionale: con la modifica dell’art.117 si verrebbero a creare sperequazioni territoriali su materie quali:
-assistenza ed erogazione sanitaria
-organizzazione scolastica
-polizia amministrativa e locale con la conseguente disparità tra le diverse zone del Paese
>>>NO Ad una riforma imposta da pochi che ha privato il Parlamento di una vera discussione, approvata dalla sola maggioranza che ha modificato 53 articoli in 15 ore di dibattito.
Ogni modifica costituzionale deve essere sempre ampiamente condivisa in Parlamento e dalla società civile.
AL REFERENDUM del 25 e 26 giugno VOTA NO.”
Questo è il contenuto dei consigli dei suddetti CGIL CISL UIL.
A QUESTO REFERENDUM VOTIAMO CON INTELLIGENZA UNA VALANGA DI >>>NO>>NO<<< a questo referendum.Giacomomontana

Giovannanigris 15.06.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Rieccoci ad aggiornare Parlamento Pulito:
- Andrea Marcucci, sottosegretario alla cultura in quota alla Margherita, che possiede, tra le tante imprese familiari anche la Sclavo, nota alle cronache giudiziarie di qualche tempo fa per lo scandalo del sangue infetto,
scandalo ancora irrisolto... non si sa perchè e se il processo si sia insabbiato... comunque nessuno ne parla più, ...misteri della fede...
e lui è lì, a fare il sottosegretario, come aveva anticipatamente annunciato, diversi mesi prima delle elezioni,dopo essersi candidato in Toscana,dove peraltro non è passato.
Forse qualcuno conosce in anticipo come si muovono le pedine sulla scacchiera ?!?
Sembrerebbe di si e allora di cosa ci preoccupiamo...non serve neppure andare a votare
se già altri decidono per noi.
Unica consolazione:
meno male non lo hanno messo alla sanità !!!

francesco cheli 15.06.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo,
Temiamo che sia in atto un'operazione scellerata , qualla di abolire il 41 bis, affinchè i nomi dei mandanti etserni alla mafia per la strage di via dei Georgofili, siano per sempre non resi noti.
Il compito potrebbe giusto essere stato affidato a personaggi , oggi all'interno del Parlamento, e che da sempre vogliono abolire il 41 bis, misura servera ma necessara per il contrasto alla mafia stragista.
Cordiali saluti

Giovanna Maggiani Chelli
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

Giovanna Maggiani 15.06.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Evidentemente il mitico Beppe ha ricevuto qualche telefonata dal moggi di turno affinchè nella "griglia" dei pregiudicati figurino in "prima linea" quelli appartenenti alla CDL e onestamente non me l'aspettavo.
So che silvio è antipatico, forse colpevole delle cose che gli imputano, ma se si fosse schierato a sinistra, probabilmente ora era sugli scudi e soprattutto senza nessuna incombenza con la giustizia.
Grazie per lo spazio

paolo marra 15.06.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Farina come D'Elia: l'ex capo degli autonomi non lascia la Commissione Giustizia.
Com'era ampiamente scontato, l'ex leoncavallino Daniele Farina non molla la poltrona di vicepresidente della Commissione Giustizia. Ieri Sandro Bondi gli ha sventolato in faccia il suo chilometrico certificato penale, ma Farina - difeso da diessini e rifondaroli - ha risposto dicendosi immacolato: «Le uniche condanne che ho subìto ha detto - sono legate alla storia del Leoncavallo». Come se fosse un'esimente. Niente dimissioni, quindi. Ripeto: non c'è da stupirsi. Quella è gente severissima per i peccati altrui, ma assai misericordiosa nel giudicare i propri. Fanno tutti così, gli ex estremisti e terroristi di cui è infarcito il governo Prodi.


Ho come un senso di delusione addosso dovuto al fatto che avevo iniziato a credere che fosse realmente una possibile soluzione quella di avere un parlamento senza pregiudicati, formato da gente che perlomeno non fosse già compromessa dalla corsa al potere, gente forte di un ideale immacolato.
Ma quanto sta accadendo, i silenzi e le alzatine di spalle di certi personaggi politici, nonchè l'evidente imbarazzo di Grillo che non gli consente di affrontare il problema con la stessa carica e la stessa voce alta delle denuncie al governo Berlusconi, mi fanno capire che si lotta solo quando conviene. Quello che sta accadendo in questi giorni nel panorama politico è qualcosa di estremamente grave e immorale nei confronti di coloro che sono morti per lo Stato e di quelli che lottano contro i nemici dello Stato.
Credo proprio che anche per Grillo sia finita la campagna elettorale.

Ludovico Bartolucci 15.06.06 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è nulla di più triste nella vita che incontrare persone finte tonte amanti del crimine, che si confondono tra il meraviglioso pubblico sincero, per infangare chi è vittima di reato di lesioni colpose gravissime, nella fattispecie la signora Giovanna Nigris, che ho conosciuto nel fiore della sua giovinezza, che è ormai ridotta a una ROVINA senza mai avere ricevuto né giustizia, né civiltà.

Giacomomontana 15.06.06 07:39| 
 |
Rispondi al commento

PER QUANTO MI RIGUARDA, NEL BLOG DI BEPPE GRILLO CI SONO MISTIFICAZIONI CON FINALITA’ DENIGRATORIE. ESSE SONO CONTENUTE IN ALCUNE OSSERVAZIONI SU UNA VICENDA LAVORATIVA, FATTE APPARIRE COME CASUALI. QUESTA E’ SOLO LA PUNTA DELL’ICEBERG DI UNA CONTINUAZIONE DI UNA CATENA DI VIOLAZIONI ALL’INTEGRITA’ PSICOFISICA PACIFICAMENTE CONSUMATE AI DANNI DELLA MIA PERSONA.

Prima mi si impedisce di pubblicare nel blog inserendo il mio nome, poi si fa altrettanto con quello di Giacomo Montana e poi ancora viceversa. È significativo notare le emozioni di odio e vendetta che certi signori e signore intendono dimostrare persino confondendosi tra i semplici lettori del blog. Inspiegabilmente, queste emozioni e le azioni derivanti, sono una continuazione di quanto all’interno dell’ospedale dal quale dipendo come assistente amministrativo e’ stato iniziato ed esercitato ai miei danni. E’ comunque sempre dall’ospedale che hanno avuto origine tutte le torture fisiche e psicologiche che poi ho dimostrato nel mio sito internet di legittima difesa con bollettini e prove documentali.

Nel blog dello stesso Beppe vengono esercitate continue intimidazioni e minacce tanto da fare in modo che poi io mi debba sottomettere e mi rassegni a subire ulteriori vili e crudeli torture dai funzionari dirigenti di quello stesso ospedale. Ora ignoti mi impediscono sempre più spesso di fare informazione pubblicando nel blog di Beppe Grillo sabotandomi e censurandomi gli articoli che vi inserisco. Si vuole provate a esercitare contro di me pressioni e intimidazioni verosimilmente sino a tentare di fare in modo che io non continui ad informare la gente sulle illegalità che ancora mi vengono fatte vigliaccamente subire di nascosto.

Di fronte a queste micidiali azioni non bisogna stare lì senza fare niente ma è indispensabile difendersi. Difendersi da quello che individui senza scrupoli attuano per denigrarmi, umiliarmi e ancora distruggermi in quella poca salute che mi è rimasta.


Ciao!! Va bene che chi è stato condannato in via definitiva non sieda in parlamento, ma D'Elia la sua pena l'ha scontata in carcere (non commutata come gli altri) e pare si sia ben ravveduto viste le sue numerose azioni meritorie (associazioni comprese)... non credo sia sbagliato dargli una possibilità!!

Stefano Bertone 14.06.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

ho visto che in loco si parla di revisionimo e si danno numeri sui morti nei campi...io credo che non sia cosi' importante quantificare l'orrore passato, piu' si demonizzano certi atti e meglio e'...pero' vorrei chiedere una cosa ai miei amici ebrei... l'altra sera in una discussione tra due signore di religione ebraica sulla guerra in palestina etc. una delle due ha azzittito l'altra dicendo testuali parole"TU STAI ZITTA CHE NON SEI NEANCHE EBREA PURA"...riferendosi ad una tabella che voi usate per calcolare la percentuale di sangue...non pensate in questo modo di autoghettizzarvi e di tirarvi dietro una valanga di problemi? ora che avete uno stato non potreste smetterla con questa storia del sangue?..Ps. io parlo da grande ammiratore della vostra cultura che considero la piu' affascinante del pianeta,senza quindi alcuna animosita'..!ciao

francesco zampaglione 14.06.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Solo in Italia accade che assassini innanzi tutto escano di galera dopo dodici anni (dopo essere state condannate prima a 30, poi a 25 anni, poi fondino un'associazione il cui scopo è battersi per i diritti dei criminali (nessuno tocchi caino) e infine finiscano in parlamento a fare i segretari della camera.

Non c'è niente da fare, questo è un paese dove l'illegalità vincerà sempre, perché è radicata nella mentalità degli italiani: il luogo comune dell'italiano ladro e mafioso non potrebbe essere più vero.

Giandomenico Lapis 14.06.06 21:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao mi sono appena iscritto e questa e' una prova di trsmissione...intanto ti faccio i complimenti da "te la do io l'america" ad oggi ho sempre amato il tuo senzo critico tipicamente genovese...hai sublimato la tirchieria fino a farla diventare uno strumento di analisi meravigliosamente efficace...ciao, un grande abbraccio!!!

francesco zampaglione 14.06.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento

mah... non riesco a capire dopo il farina alla commissione giustizia arriverà pure bin laden?

daniele p 14.06.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Torno sull'argomento Borghezio/D'elia che mi è valso tanti insulti (che se vengono da gente che vota lega nord non possono che farmi piacere); Borghezio non si è mai pentito di quello che ha fatto, anzi si fa vanto di trattare male donne e bambini solo pechè di colore, non esitando a farli alzare dai sedili del treno sul quale viaggiano per pulirlo con il disinfettante, D'Elia è maturato grazie alla prigione, ha scontato la sua pena e si è distinto in opere costruttive contro tortura e pena di morte, non nega gli sbagli passati ed è conscio delle critiche che gli verranno svolte, Borghezio invece si comporta da padrone del mondo (come tutti i leghisti, salvo Maroni forse) e crede di potere trattare gli altri come schifezze solo in virtù della sua razza (suina probabilmente) e non sembra abbia nessuna inetnzione di cambiare registro; lo ribadisco, si merita tutte le botte che si è preso e si prenderà.

Damiano Guerra 14.06.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per par condicio:
ecco quelli dei DS!
Democratici di Sinistra Sotto la Quercia spicca in Campania il nome di Vincenzo De Luca, deputato fedelissimo di Massimo D'Alema (anche lui prescritto a Bari per un mini-finanziamento illecito). De Luca è indagato a Salerno per il piano regolatore e gli appalti della centrale termoelettrica. Il pm ne ha chiesto l'arresto per associazione per delinquere, truffa, minacce a pubblico ufficiale, ma il gip ha detto no. Anche l'ex sindaco di Enna Mirello Crisafulli, sarà candidato anche se è sotto inchiesta insieme con Cuffaro per violazione di segreto d'ufficio nell'inchiesta su 'Messina Ambiente'. Se sarà eletto si troverà in parlamento al fianco di Cesare De Piccoli, accusato nei primi anni Novanta di aver ricevuto su tre conti a lui riferibili un finanziamento illecito dalla Fiat, ma uscito dall'inchiesta grazie alla prescrizione. E a Vincenzo Visco (abuso edilizio).

Elio Martino 14.06.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda i tuoi commenti sull'italia sono giuste molte cose che dici su gli sponsor e in generale su i troppi soldi che girano intorno al calcio italiano non puo' pero' un italiano tifare contro l'italia , e' contro l'etica stessa di una persona che fa parte di una nazione e' facile dire abbasso italia appena c'e' calciopoli o numerosi altri scandali di cui l'italia si e' resa protagonista poiche' dagli errori si impara basti vedere la caduta di berlusconi dal governo per merito sopratutto del voto di noi neo-maggiorenni. l'unita' di un popolo si vede anche dalle piccole cose e visto che e' dal 1861 che il popolo italiano e' spaccato in due incominciamo col tifare italia tutti insieme e non per calciopoli per i soldi o per gli sponsor ma per i valori dello sport che anche se porta una felicita' effimera e poco duratura comunque per quel poco di felicita' ci distrae da tutto quello che di brutto nel mondo accade .

Lozzi Leonardo 14.06.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Forza Italia In questa speciale classifica il partito del premier merita il posto d'onore. Il suo leader, Silvio Berlusconi, vanta nel proprio palmares un'amnistia (bugie sulla P2), sei prescrizioni, un reato depenalizzato da lui stesso (falso in bilancio All Iberian), un processo abolito per legge (l'appello Sme-Ariosto), due procedimenti in corso (diritti Mediaset e caso Mills) e uno sospeso addirittura in Spagna (violazione delle norme antitrust per Telecinco). Quanto basta per ricandidarsi alla presidenza del Consiglio e ritrovarsi in Parlamento accanto agli amici di sempre: il due volte condannato in appello per corruzione Cesare Previti, e il 'definitivo' Marcello Dell'Utri (fatture false Publitalia), ora in attesa di due processi di secondo grado (dopo le condanne per concorso esterno in associazione mafiosa e tentata estorsione) e della conclusione di quello in cui è imputato per calunnia. Se questi sono i vertici del partito c'è poco da meravigliarsi se tra i candidati spuntano i nomi di...
C'è una lista lunghissima!!! non c'entra! Congratulazioni!

Elio Martino 14.06.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manca questo personaggio, ex capo del Leoncavallo:
Daniele Farina
Daniele Farina
Daniele Farina
Daniele Farina
Daniele Farina
Daniele Farina

Bianco Rossi 14.06.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è ASSOLUTAMENTE SPAVENTOSO.........
cliccando su "onorevoli wanted" (a destra del sito) ho dato un'occhiata sulla situazione italiana dei parlamentari che sono stati condannati dalla giustizia italiana in via definitiva.
Su 21 parlamentari :
14 sono di FORZA ITALIA... straordinario ;
2 sono di DS;
2 sono dell'UDC;
2 sono di LEGA NORD;
Eccezionale...
qualcuno ha ancora il coraggio di votare Berlusconi & friend?

Antonio Petruzziello Commentatore in marcia al V2day 14.06.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io elencherei anche onorevole farina pluripregiudicato ex capo del leoncavallo messo a capo della commissione giustizia ?!?!?!?!?

luca giananti 14.06.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, innanzitutto grazie e complimenti per il tuo impegno!
Se non sbaglio, a proposito, di Parlamento Pulito, sul tuo sito era disponibile una petizione da sottoscrivere per poter cacciare fuori queste cariche "esplosive" o, come si dice a Napoli di una carica inesplosa, "fetecchie", perchè è impensabile che per poter partecipare ad un concorso pubblico occorre non aver mai avuto condanne penali e poi il parlamento è un ricettacolo di batteri umani. Gentilmente potrei avere il link per poter firmare la petizione?
Ma io dico: ecco l'Italia, rappresentata politicamente da pregiudicati, agonisticamente da una combricola di delinquenti, da una finanza arraffatutto e imbrogliatutto e poi qualcuno si permette di dire che abbiamo acquisito un'importanza a livello mondiale??? ma veramente il mondo si è capovolto??? non è possibile che tutto ciò sia vere, però dobbiamo anche noi passarci la mano sulla coscienza e dire che la colpa è pure nostra (di noi Italiani) perchè ce ne freghiamo di tutto e di tutti e pensiamo solo a quello riguarda il nostro orticello, mentre nelle altre nazioni se succede qualcosa di sbagliato la gente scende in piazza e protesta fino a quando non si cambiano le regole!!!! Non sono per i "no global", però mi fa una rabbia sentire i politici "civilizzati" che li bandiscono a tutti i costi perchè mentre loro vogliono fare i loro fattacci in parlamento e nella vita pubblica del paese c'è qualcuno che non ci sta e scassa tutto (sbagliato ed estremizzato). Ora io direi mettiamo dentro i "no global" e i terroristi civili (politici, finanzieri, manager, etc etc sporchi!!!)

Grazie, Ciao

Gianluca Gargiulo 14.06.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, innanzitutto grazie e complimenti per il tuo impegno!
Se non sbaglio, a proposito, di Parlamento Pulito, sul tuo sito era disponibile una petizione da sottoscrivere per poter cacciare fuori queste cariche "esplosive" o, come si dice a Napoli di una carica inesplosa, "fetecchie", perchè è impensabile che per poter partecipare ad un concorso pubblico occorre non aver mai avuto condanne penali e poi il parlamento è un ricettacolo di batteri umani. Gentilmente potrei avere il link per poter firmare la petizione?
Ma io dico: ecco l'Italia, rappresentata politicamente da pregiudicati, agonisticamente da una combricola di delinquenti, da una finanza arraffatutto e imbrogliatutto e poi qualcuno si permette di dire che abbiamo acquisito un'importanza a livello mondiale??? ma veramente il mondo si è capovolto??? non è possibile che tutto ciò sia vere, però dobbiamo anche noi passarci la mano sulla coscienza e dire che la colpa è pure nostra (di noi Italiani) perchè ce ne freghiamo di tutto e di tutti e pensiamo solo a quello riguarda il nostro orticello, mentre nelle altre nazioni se succede qualcosa di sbagliato la gente scende in piazza e protesta fino a quando non si cambiano le regole!!!! Non sono per i "no global", però mi fa una rabbia sentire i politici "civilizzati" che li bandiscono a tutti i costi perchè mentre loro vogliono fare i loro fattacci in parlamento e nella vita pubblica del paese c'è qualcuno che non ci sta e scassa tutto (sbagliato ed estremizzato). Ora io direi mettiamo dentro i "no global" e i terroristi civili (politici, finanzieri, manager, etc etc sporchi!!!)

Grazie, Ciao

Gianluca Gargiulo 14.06.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
il post non è pertinente al tema,la richiesta di chiarimenti è rivolta ad un pubblico sempre piu' ampio,nella speranza di trovare qualcuno capace di risolvere l'enigma.
Sono invitati a non rispondere tutte quelle persone che hanno nulla di pertinente da dire ,se non le solite "arie fritte" o luoghi comuni ormai logori , abusati e spuntati.
Riporto questi pochi numeri che non riesco a capire!


1)L'Annuario Mondiale ("World Almanac") censisce 15.688.259 ebrei, in tutto il mondo nel 1938.

2)Il New York Times" del 22 febbraio 1948 STIMA gli ebrei esistenti in tutto il mondo da 15.600.000 a 18.700.000

Le fonti non dovrebbero essere sospette !

Di conseguenza : restati nello stesso numero o addirittura aumentati...come si fa a dire
che 6.000.000 siano stati uccisi nei Lager tedeschi ?

Delle due ...una : O hanno sbagliato i conti, l'Almanacco Mondiale e il New York Times...,o
hanno sbagliato a contare i 6.000.000 di morti ebrei.
Qui non si tratta di milione piu' milione meno...qui si tratta di una "probabile" presa per il culo gigantesca.Per 50 anni ci è stato insegnato ,in ogni sede, che ad Auschwitz erano morti 4.000.000 di ebrei...ora ( per merito delle ricerche degli storici revisionisti) sempre ad Auschwitz una nuova targa ufficiale ,dice CIRCA 1.500.000 di persone...!
Addirittura il piu' accreditato storico ANTIREVISIONISTA ,tale PRESSAC Pressac,in "Le macchine dello sterminio",nel 1994, stabiliva in 470.000 i morti TOTALI ad Auschwitz !

C'è qualcuno capace di aiutarmi a capire ?
La cosa non è di poco conto.


PER QUANTO MI RIGUARDA, NEL BLOG DI BEPPE GRILLO CI SONO MISTIFICAZIONI CON FINALITA’ DENIGRATORIE. ESSE SONO CONTENUTE IN ALCUNE OSSERVAZIONI SU UNA VICENDA LAVORATIVA, FATTE APPARIRE COME CASUALI. QUESTA E’ SOLO LA PUNTA DELL’ICEBERG DI UNA CONTINUAZIONE DI UNA CATENA DI VIOLAZIONI ALL’INTEGRITA’ PSICOFISICA PACIFICAMENTE CONSUMATE AI DANNI DELLA MIA PERSONA.

Prima mi si impedisce di pubblicare nel blog inserendo il mio nome, poi si fa altrettanto con quello di Giacomo Montana e poi ancora viceversa. È significativo notare le emozioni di odio e vendetta che certi signori e signore intendono dimostrare persino confondendosi tra i semplici lettori del blog. Inspiegabilmente, queste emozioni e le azioni derivanti, sono una continuazione di quanto all’interno dell’ospedale dal quale dipendo come assistente amministrativo e’ stato iniziato ed esercitato ai miei danni. E’ comunque sempre dall’ospedale che hanno avuto origine tutte le torture fisiche e psicologiche che poi ho dimostrato nel mio sito internet di legittima difesa con bollettini e prove documentali.

Nel blog dello stesso Beppe vengono esercitate continue intimidazioni e minacce tanto da fare in modo che poi io mi debba sottomettere e mi rassegni a subire ulteriori vili e crudeli torture dai funzionari dirigenti di quello stesso ospedale. Ora ignoti mi impediscono sempre più spesso di fare informazione pubblicando nel blog di Beppe Grillo sabotandomi e censurandomi gli articoli che vi inserisco. Si vuole provate a esercitare contro di me pressioni e intimidazioni verosimilmente sino a tentare di fare in modo che io non continui ad informare la gente sulle illegalità che ancora mi vengono fatte vigliaccamente subire di nascosto.

Di fronte a queste micidiali azioni non bisogna stare lì senza fare niente ma è indispensabile difendersi. Difendersi da quello che individui senza scrupoli attuano per denigrarmi, umiliarmi e ancora distruggermi ancora in quella poca salute che mi è rimasta.


E' una vergogna che i nostri deputati condannati in terzo grado , eletti in parlamento Italiano ed Europeo possano continuare a rappresentarci , propongo di fare una segnalazione alla corte di giustizia Europea , forse Barroso in questo modo potrà ascoltarci, Ciao da Max.

Massimo Brancaleoni 14.06.06 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Beh caro Beppe, che dire...io sono di Palermo... Io sono senza parole dal 28 maggio scorso, giirono delle regionali.
Altri cinque anni “governati” da Totò Cuffaro…si lui “u zi vasa vasa”.
E credimi una volta tanto non ne faccio un discorso di “partito”, ne faccio solo una questione di onestà, legalità. L'unica cosa che serve a questa terra per risalire. Ma ormai sono rassegnata. Nessuno vuole più lottare, manifestare, ci accolliamo tutto e questo mi fa impazzire!
Non posso credere che siamo stati così cazzoni da farlo risalire. Ma cosa diavolo ci voleva più di un rinvio a giudizio. E’ indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Che per il governatore della Sicilia, già troppo famosa per questa dannata mafia, mi sembra eccessivo. Non credete?
Oggi c'è stata la prima udienza...
Ci sono intercettazioni ambientali, telefoniche e non aggiungo altro che non si possa trovare su Internet.
Mi viene estremamente difficile se non impossibile dare il beneficio del dubbio. E’ iniziato tutto nel 2003, e non ha avuto il rispetto di mettersi da parte, di dimettersi, ha continuato a muso duro voleva dimostrare il contrario che dimettendosi l’avrebbe data vinta a chi lo condannava. Bella mossa, sono disgustata. Sarebbe stato semplicemente un puro e semplice gesto di rispetto per questa terra e per la sua gente…ma è rimasto, chissà perché…
E’ di nuovo al governo e io mi sento circondata da pazzi in questo momento. Potevamo cambiare aria, una boccata d’aria. C'è addirittura chi se ne esce con frasi del tipo "sono cose distinte e separate, i suoi affari legali con la politica e il posto che ricopre"
COSE DISTINTE E SEPARATE?!!!!
Ma come cavolo si possono farneticare cose simili?! Quindi il fatto che il mio presidente della Regione sia indagato per mafia non dovrebbe essere rilevante ai fini di un mio voto? Qui ci siamo rincretiniti mi sa. Sono cose legate a doppio filo e ci faranno affondare, sempre di più. Che rabbiaaa!!!!

Marta Genova 13.06.06 22:59| 
 |
Rispondi al commento

la legge non e' uguale per tutti.
oggi ai padroni gli si da la liberta , un poveraccio la galera se la deve fare tutta .

stefano pisapia 13.06.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.iniziativacomunista.org
ragazzi combattiamo insieme e riprenderemo la liberta .
oggi non stiamo in democrazia , stiamo in una dittatura camuffata , non lasciamogli fare i comodi dei padroni scendiamo in campo ,fermiamo questo schifo che non ci fa arrivare piu neanche a fine mese ,basta con gli stipendi extralusso e pensioni galattiche per i deputati.
insieme possiamo

stefano pisapia 13.06.06 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non è che in questa legislatura ci sono più condannati che in quella precedente?
Lo chiedo a te che sei più esperto di statistiche.
Perchè non proponi per le prossime elezioni di inserire nei cartelloni delle liste elettorali, di fianco al nome ed al comune di nascita dei candidati anche se hanno problemi con la giustizia. Del resto quando si viene assunti (effettivamente oggi è sempre più raro!!!)il certificato penale viene richiesto. Perchè i rappresentanti dei cittadini non devono esibirlo?

Silvia Deaniella 13.06.06 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe sono iscritto a nessuno tocchi caino associazione di cui Sergio D'elia è segretario.
In una sua lettera, che ha mandato ai colleghi parlamentari, spiega la sua situazione giuduziaria riguardo la condanna a 25 per banda armata....te ne invio uno stralcio..

"Sono stato condannato in primo grado a trenta anni di carcere, poi ridotti in appello a venticinque, infine dimezzati con l'applicazione della legge sulla dissociazione dal terrorismo e altri benefici di legge. Sono uscito dopo aver scontato dodici anni di carcere e, nel 2000, sono stato completamente riabilitato con sentenza del Tribunale di Roma, riabilitazione richiesta dallo stesso procuratore generale e sostenuta anche da decine di lettere di vittime dei miei reati, tra cui quella che mi ha fatto più piacere del capo della Digos di Firenze."
....
La trovi intera al sito:
http://www.nessunotocchicaino.it/news/index.php?iddocumento=8321563

C'e' qualcosa che non mi è chiaro.
Mi è sembrata mio dovere comunicartelo per fare un pò di chiarezza.

Grazie e ciao


paolo riseri 13.06.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai, la foto assomiglia a quella di Prodi!! Grande Beppe, lo sapevo che non mi avresti tradito! :-)

Grillo Parlante 13.06.06 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Direi che la "statura" criminale di D'Elia (condanna per omicidio, venticinque anni) è inarrivabile per qualunque altro pregiudicato nel parlamento italiano.

Ci voleva qualcuno che battesse Dell'Utri; un assassino mancava, al casellario giudiziario parlamentare.

Ugo Creolis 13.06.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete fatto delle leggi per cui non ci sono posti di lavoro per i cittadini "normali", perchè dobbiamo recuperare alla società delinquenti di qualsiasi specie, perchè no anche i politici?
Scherzi a parte quello che dite sarebbe anche giusto se ci fosse una Giusta giustizia, ma soprattutto per i politici quella è un po' di parte!
Propongo entro breve tempo non solo la grazia (senza che la chiedano) ma anche un posto in Parlamento per tutti i terroristi rossi, accanto ai rispettosi delle leggi dello Stato come Caruso.

Umberto Luigi Corlianò 13.06.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera...ho grande stima e interesse verso il "mondo grillo" ma mi dà l'impressione, visto i grandi numeri del blog e del successso, che si stia ultimamente analizzando i fatti in maniera caciottara su alcuni punti! un esempio è mettere nello stesso piano di lettura due casi come il bruciare la paglia-dormitorio di poveri cristi con la lotta armata ideologica! Appaiare persone che per interessi personali (tangenti, frode ecc.) o ignoranti puerili e "celoduro" solo con gl'indifesi con chi, giusto o sbagliato, ha fatto lotta armata! c'è stato il carcere per d'elia, borghezzio-vito-visco e co. ?? Lui ha pagato per le sue colpe ideologicamente estreme! i tangentisti e vecchi avidi rampolli parlamentari? grazie per l'attenzione!!

thomas tono 13.06.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, grazie per questo spazio di libertà.
Non sono d'accordo con quello che scrivi riguardo Sergio d'Elia. Il tuo ragionamento, a mio avviso, non è valido, è troppo superficiale e quindi, mi pare, in contraddizione rispetto a quanto tu stesso dici riguardo altri temi come l'ecologia e quindi pericoloso (nel senso che avalla l'ignoranza dello status-quo).
Forse occorre sempre approfondire, avere in mano i dati e formarsi la capacità di interpretarli piuttosto che affidarsi alle frasi fatte e ai luoghi comuni: "fuori i pregiudicati dal parlamento!!!". Frase ad effetto che è anti-sociale, anti-povera gente, antipopolare, perchè ignora il fatto che in Italia, i condannati sono sempre i poveri cristi, gli ignoranti, i poveri, chi non può permettersi gli avvocati migliori ... in poche parole gli sfigati.
Inoltre, nel caso particolare di Sergio d'Elia, il tuo punto di vista, a mio avviso ignora i fatti, è superficiale. Ignora il fatto che è stato condannato sulla base di un mero reato associativo (lui non ha ucciso nessuno e non sapeva di quella azione - mi pare. E' stato condannato perchè faceva parte di quella associazione). Ignora la vergogna delle leggi emergenziali che sono state un passo importante per distruggere lo stato di diritto e la democrazia in Italia ... Ignora...

Grazie mille ancora e ciao ...
Antonio

Antonio Busi 13.06.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo che x arrivare a tifare Ghana vuol dire che vi anno proprio segnato dentro di brutto..
io ero lì ieri sera, in una piazzetta dell'Aquila, dove era allestito uno dei tanti maxischermo, a tifare forza Italia (non quella di silviuccio!), non perchè dovevo farlo o perchè trascinato dalla corrente!
Nasciamo, cresciamo, subendo tutta una serie di programmazioni nella nostra vita, molte volte negative e questo avviene (nel nostro caso) con sfondo italiano. Intendo dire sulle nostre terre, tra la nostra gente! Quello che sto cercando di dire e che al di là degli scandali mostruosi che combiniamo poi amiamo la nostra nazione, il nostro popolo, la nostra squadra di calcio. Troppi troppi troppi soldi...perchè??? boicottiamo il totocalcio! ciao

Daniele Ciampoli 13.06.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si stanno mangiando tutti i nostri soldi questa banda di delinquenti...patentati tra l'altro!!
E' arrivato il momento di mettere gente nuova.
Ciao

Andrea Rinaldini 13.06.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

effettivamente l'abbigliamento ed il curriculum vitae di Caruso sono estremamente più eleganti ...

alessandra carbone 13.06.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

adesso puoi entrare solo se sei un cravattaro!

Ivan Maggioni 13.06.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

scusate sembra OT ma non lo è:
Frequento questo Blog da qualche mese. Mi sono reso conto che lo seguo perchè non condivido il 99 % delle idee in esso contenute, e francamente persone così radicalmente diverse da me mi angosciano e mi rendono nervoso, ecco perchè qui pubblico.
Tra l'altro ho realizzato che se Beppe Grillo andasse al governo sarebbe pericolosissimo, perchè è un incoscente e un superficiale.
La maggior parte delle cose che dice sono fasulle e quando non lo sono partono da concetti astrusi, come quello oggetto di questo post. Ho già spiegato perchè lo è in precedenza e sempre secondo me e non verità assoluta, al contrario dei frequentatori fascisti travestiti da Kompagni che fanno fronte più delle Brigate Pavolini e sono convinti di essere Demokratici.
Ma non importa nessuno, questo Blog è un plebescito pro o contro le cazzate di Grillo. Qui discutere non serve a nulla per me: nel mio caso, salvo qualche rara eccezzione, si posta solo per dissentire e per far comprendere ai Grilloschiavi che la sinistra Komunistazza non è l'idea, che ci sono anche gli altri, e che i verdi non conteranno mai nulla se non si leveranno di dosso il sudiciume Komunista che li insozza e li rende puzzolenti di menzogna ogniqualvolta dicono cose anche umanamente condividisbili...
Alto che Beppe for President, Va là...

Intanto il Ministro dell Solidarietà se ne esce con il discorso delle shotting room: complimenti, bella priorità di governo. ma un ministro della solidarietà non dovrebbe pensare a quelli della fine del mese???
Nooo?

Mio dio come siete caduti in basso sinistri, e sì che ve lo avevameo detto noi destri.
Ma voi no, he, noi fascisti e voi detentori della verità assoluta: Ora il governo degli agnellini procede a secche smentite di Prodazzi verso ciascuno dei suoi ministri, e verso il nulla.
E il vostro programma? Ve lo siete scordato??
Ma nei primi 100 giorni, cosa doveva fare? Le stanze per i tossici? Non risulta. Almeno berlusk quel che dice fa.

Francesco landi 13.06.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA CHE CAVOLO DITE! SCORREGGIATE CON IL CERVELLO!
guardaTE che nessuno tocchi caino è una organizzazione che si occupa di torura pena di morte e di diritti ai detenuti e non fa un cacchio per le vittime di assassi, niente per i loro bambini o per la loro istruzione o per i poveri o i malati di lebra! e non fà nulla per reinserire o recuperare detenuti, certo sarà sempre una nobile cosa ma non confondere il culo con i broccoli un conto è apprezzare il loro impegno un altro è paragonarlo a madre teresa!
NON FATE FARE LA FIGURA DI COGLIONI A TUTTI GLI ITALIANI! ogni persona compreso io o te DEVE essere libero di eleggere chi CAVOLO GLI PARE! che sia quello scemo de borghezio o l'assassino redivivo! il vostro teorema E' ASSURDO E MESCHINO vi state arrampicando sugli specchi per avvalorare la teoria + demenziale che abbia mai sentito! VERGOGNATEVI!

silvia bada 13.06.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Tra D'elia e Borghezio c'è una differenza notevole: il primo ha fatto errori gravissimi ma l'esperienza del carcere lo ha maturato e ha fatto cose concrete nell'impegno per il sociale contro la pena di morte, vi dirò che non mi scandalizza essere rappresentato da una persona che ha saputo riconoscere i propri gravi errori e che dopo aver pagato ha voluto fare delle cose buone; Borghezio è il classico ignorante della lega che crede che bruciare i giacigli degli extracomunitari o picchiare bambini e donne di colore sui treni voglia dire porre fine al problema dell'immigrazione, un povero idota insomma che si merita tutti i ceffoni che si è preso e si prenderà in giro per l'Italia

Damiano Guerra 13.06.06 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fare un commento a questo blog mi risulta francamente difficile, io non auguro la galera a nessuno ma davanti alla puzza di cacca che emana il "comico" quando intraprende queste crociate non riesco a trattenermi. è mai possibile che una sì tale presa di posizione debba trovare consensi e non DISGUSTO da parte di gente che dovrebbe essere "normale" anche se COGLIONI? la strana teoria che chi non è condannato è elegibbile non sta nè in cielo nè in terra cavolo! NESSUNO ha condannato Prodi per le sedute spiritiche MA VANNA MARCHI SI'! eppure ha PRESO PER IL CULO la memoria di 9 persone, servitori dello Stato, sparate in testa dai figli di papà annoiati e il dolore delle loro FAMIGLIE compresi bambini piccoli! NESSUNO ha condannato D'ALEMA per aver approfittato della sua posizione di "onorevole" facendosi assegnare ben 2 APPARTAMENTI destinati agli sfrattati non è concussione? non è abuso d'ufficio! E LE TELEFONATE TRA CONSORTE E FASSINO? vogliamo credere TUTTI alla favola delle consulenze da 100.000.000.000 (centomiliardidivecchielire!) possibile che nessuno indaghi per tangenti? e la SME? PRODI ERA IMPAZZITO OPPURE ERA COLLUSO QUANDO SVENDEVA LA SME A DE BENEDETTI DI NASCOSTO E AD UN PREZZO RISIBILE? e TELEKOMSERBIA? possibile mai che nè il PRIMO MINISTRO (prodi), nè il responsabile agli Esteri (fassino) nè il MINISTRO DEL TESORO (ciampi) sapevano una cippa lippa di niente sul fatto che LO STATO (e quindi TUTTI noi) abbiamo dato 900.000.000.000 (novecentomiliardonidellevecchielire) al TIRANNO Milosevic DI NASCOSTO PERCHè ERA SOTTO EMBARGO, E SAPENDO BENISSIMO CHE DOPO QUALCHE MESE D'ALEMA AVREBBE BOMBARDATO BELGRADO PER 78 GIORNI! e quale è stato uno dei primi obiettivi? LE TELECOMUNICAZIONI con buona pace di quello che questi "signori" avevano appena acquistato CON I SOLDI NOSTRI! se uno è ladro e disonesto solo perchè sei stato condannato allora stiamo freschi con i giudici e la stampa PIZZE E FICHI che ci ritroviamo!
il 25/6 VOTA SI E CAMBIA L'ITALIA!

silvia bada 13.06.06 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il caso D'Elia è scandaloso: giustizia sarebbe che un condannato per omicidio come lui non solo non giungesse redento (ma da chi? chi lo ha perdonato?) in parlamento, ma scontasse tutti gli anni comminati per il suo orribile delitto.

Doveva essere all'ergastolo, ora è in parlamento; doveva pentirsi del gravissimo delitto che ha compiuto, e invece ha fondato Nessuno tocchi Caino (un'associazione che ha come scopo difendere gli assassini!).

E qualcuno vorrebbe anche cancellare il sangue che ha versato... vergogna.

Ugo Creolis 13.06.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Mancano i Comunisti Italiani con il loro 10, 100, 1000 Nassirya dovrebbero andare in galera per direttissima, invece rimangono a Roma comodamente seduti sulle loro poltrone vellutate; complimenti Beppe per l'obiettività: gli unici parlamentari che citi, guardacaso, sono del centrodestra; continui ad essere schierato e non vuoi ammetterlo, basta ipocrisia per piacere!

Paolo Renza 13.06.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao BEPPE,
diccelo tu cosa si può fare!!!?
Io sono sinceramente stufa di vedere che al governo, in parlamento e al comando del nostro paese ci siano praticamente più delinquenti di quelli che ci sono in galera.
Battute(ma lo sono?) a parte, come si fa ad impedire a questi individui almeno di essere pagati e di godere dei privilegi nell'essere deputati, parlamentari insomma nostri dipendenti?
Se proprio ci tengono al loro e nostro paese, ch elo facciano gratis!
Diccelo tu Beppe, perché a me sembra di essere senza risposte senza soluzioni.
Ho solo lo schifo di andare a votare, schifo a lavorare per il bene mio e della società.
Ma chi é la società?Cos'è la società?
Abbiamo bisogno di sapere che c'è un modo per non rimanere impantanati dai loro giochetti.
SIAMO STUFI!
E basta intortarci con calcio, figa e cibo.

Gaia Arrigoni 13.06.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Come se non bastasse, Borghezio è stato anche condannato a pagare 750.000 lire nel 1993 per aver picchiato un bambino marocchino...

Giulio Betti 13.06.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena inviato una mail (nel thread sbagliato... ma l'ho visto dopo) ed ecco l'aggiornamento!!!
Mi lascia un po' perplesso questo "tagliare netto" rispetto a chi ha avuto condanne ed in qualche maniera ha intrapreso un "lavoro" interiore per rimodellare la propria vita. Ecco io D'Elia lo considero così, con la creazione della Associazione "che nessuno tocchi Caino" ed altre iniziative che ha intrapreso.

Non so... essere così radicale verso chi ha sbagliato, e pagato, rispetto alla Giustizia e al Paese dove vive non mi sembra molto giusto. Inoltre leggevo da qualche parte che il carcere serve per ridare all'uomo una correzione ed una nuova vita... pensare che non sia sufficiente e che quindi anche che dopo pagato rimanga una macchia indelebile anche nei diritti di questa persona... beh... mi lascia perplesso ancora una volta in più. Tra l'altro io sono contrarissimo al carcere come luogo di espiazione...

E' per questo che D'Elia (non conoscevo prima la sua storia) mi viene da scinderlo dagli altri figuri di cui si è parlato in questo blog e che sono oggetto della Campagna per un Parlamento pulito.

Marco Odorici 13.06.06 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Politica deve essere una Missione Sociale a difesa di tutti i Cittadini per le Pari Opportunità.Purtroppo in Italia è utopia,i grandi potentati non ti permettono di operare a difesa del popolo,il quale per loro deve vivere senza Democrazia.
Perfino i Partiti tutti hanno tolto a noi la possibilità di eleggere i Nostri Rappresentanti,ebbene noi Italiani veniamo valutati come emeriti poltroni che non hanno il coraggio di ribellarsi a questo sistema.
Hanno radoppiato i prezzi con la scusa dell'€uro,
stanno indebitando tutti perfino i vecchietti con la cessione del 5° stipendio e/o pensione.
Le case sono radoppiate di prezzo indebitando le nuove copie per 35 anni.
Se hai soldi sei curato,una visita medica è arrivata a costare perfino 300,00 € anche in nero,mentre i direttori generali ASL beccano 300mila € di stipendio annuo.
La luce,l'acqua,il gas viene gestito in monopolio garantito dallo Stato e noi soccombiamo e paghiamo due volte; la prima economicamente e la seconda con la Salute.
Non occorrono grandi progetti per riportare il tutto alla difesa dei cittadini,basta la volontà di decidere che essere politico è una Missione a tutela della Società.
Vivere in mezzo la gente,vivere il quotidiano,fa capire che l'Italia è malata e il medico che può guarirla,è l'Uomo che ha i Valori della Solidarietà,Equità e eguaglianza,le Pari Opportunità.
Da anni cerco di proporre uno sportello sociale per il cittadino ,da vari anni ho proposto progetti di trasparenza fiscale a tutto il mondo associativo e sportivo,da vari anni chiedo l'abbattimento del 50% degli stipendi ai Parlamentari,l'eliminazione degli incarichi ai politici sui cda pubblici,l'incompatibilità di più incarichi nelle P.A. e nelle Municipalizzate.
E' assurdo che società e/o Enti pubblici paghino la Quota Associativa alla Confindustria, si Parla di Milioni € che ricadono sui costi a noi cittadini.
Il Politico che vuole cambiare questo sistema risponda ,io Ci sono a disposizione gratuita
Gaetano Ferrieri.

Gaetano Ferrieri 13.06.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sei forte. Volevo dire che i nostri parlamentari sono solo capaci di litigare e non riescono a costruire nulla di concreto se non le tasse, quelle le sanno fare. Basta con i Dalema, Prodi i Berlusconi e i Pecorini Scanii. Questa gente deve andare a zappare la terra non a fare politica. Beppe for President. Ciao

Vito Corleto 13.06.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quando una lunga serie di abusi e di malversazioni, volti invariabilmente a perseguire lo stesso obiettivo, rivela il disegno di ridurre gli uomini all'assolutismo, allora è loro diritto, è loro dovere rovesciare un siffatto governo e provvedere nuove garanzie alla loro sicurezza per l'avvenire. Tale è stata la paziente sopportazione del popolo italiano e tale è ora la necessità che le costringe a mutare quello che è stato finora il loro ordinamento di governo. Quella dell'attuale parlamento è storia di ripetuti torti e usurpazioni, tutti diretti a fondare un'assoluta tirannia su questo Stato.


Secondo voi sono parole di un terrorista o di un patriottico datemi un vostro parere.

alessandro caruso Commentatore in marcia al V2day 13.06.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Hai nuovamente dimenticato DANIELE FARINA (PRC) Vice alla commissione Giustizia!!!! Dimenticanza o ...????

Andrea Vitti 13.06.06 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PENA DI MORTE!!!!!Questa è gente che, solo a quel modo, ci se li leva dai piedi.

Masa Ghe Pensu 13.06.06 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
mi sa mi sa che bisogna organizzare un referendum.
non è possibile andare avanti così. è una vergogna.
cosa ne pensi?

gaetano maffullo 13.06.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che ci sia un qualunquismo forcaiolo degno di miglior causa... Io sono di destra (anceh se non sempre vado a votare), conosco Marcello De Angelis e l'avrei votato. E' tornato in Italia per scontare la pena, e non ha aspettato all'estero la prescrizione del reato, nonostante l'Inghilterra abbia respinto negli anni 80 diverse richieste di estradizione da parte dei magistrati italiani considerando inconsistenti le prove portate a supporto delle richieste stesse. E' uno dei tanti condannati in base al famigerato art.270bis introdotto con la legislazione emergenziale degli anni 70. Non e' accusato di nessun reato di sangue, ma solo di "reati d'opinione" e' questo era uno dei motivi per cui non sarebbe mai stato estradato dall'Inghilterra, e non sarebbe mai stato in carcere se non avesse deciso di rientrare e costituirsi. Cio' detto ricordo a Grillo e forcaioli vari che in caso di condanne penali, in base alla legge, il giudice puo' dsporre o meno l'interdizione dai pubblici uffici, se il giudice non commina anche questa pena aggiuntiva le persone sono eleggibili (e non vedo perche' non dovrebbero esserlo....)

Alberto Pavan 13.06.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe come ogni tanto ti capita pisci fuori dalla tazza per la tua malsana voglia di essere sempre originale e anticonformista, aggiungerei esibizionista. Come cavolo ti viene in mente l'idea che noi dovremmo tifare per il ghana? ma chi se ne frega degli scandali e di quello che succede fuori, noi siamo e saremo italiani e tifosi dell'italia, cosi come gli juventini tifano la propria squadra, chi ha sbagliato deve pagare ma non per questo si deve fare di tutta l'erba un fascio. Figli degli sponsor? a me sembra che questi siano i calciatori più forti in italia per cui non ci sono raccomandati. A me sentire queste cose fa letteralmente schifo, è come se dopo tangentopoli avessimo riconsegnato i passaporti. Si vergognassero gli altri, che c'entra il tifoso italiano, piuttosto che tifare contro non tifo. Poi mi vieni a parlare del Ghana come se parlassi di una squadra di poveri, quelli sono stramiliardari, Essien è stato pagato 37 milioni di euro dal Chelsea, sono tutti professionisti, ma di che cavolo parli, almeno informati, fai delle figure pessime quando parli di cose che non conosci. Ah un'ultima cosa, ho visto moltissimi tuoi spettacoli, sei fantastico e ci fai scompisciare dal ridere, però un po' meno pessimismo cazzo, mi viene da toccarmi, ci dai per spacciati. Se proprio questo paese ti fa cosi schifo statti in svizzera e commenta quanto vuoi. Ciao bello

rocco di ruvo 13.06.06 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
il post non è pertinente al tema,la richiesta di chiarimenti è rivolta ad un pubblico sempre piu' ampio,nella speranza di trovare qualcuno capace di risolvere l'enigma.
Sono invitati a non rispondere tutte quelle persone che hanno nulla di pertinente da dire ,se non le solite "arie fritte" o luoghi comuni ormai logori , abusati e spuntati.
Riporto questi pochi numeri che non riesco a capire!


1)L'Annuario Mondiale ("World Almanac") censisce 15.688.259 ebrei, in tutto il mondo nel 1938.

2)Il New York Times" del 22 febbraio 1948 STIMA gli ebrei esistenti in tutto il mondo da 15.600.000 a 18.700.000

Le fonti non dovrebbero essere sospette !

Di conseguenza : restati nello stesso numero o addirittura aumentati...come si fa a dire
che 6.000.000 siano stati uccisi nei Lager tedeschi ?

Delle due ...una : O hanno sbagliato i conti, l'Almanacco Mondiale e il New York Times...,o
hanno sbagliato a contare i 6.000.000 di morti ebrei.
Qui non si tratta di milione piu' milione meno...qui si tratta di una "probabile" presa per il culo gigantesca.Per 50 anni ci è stato insegnato ,in ogni sede, che ad Auschwitz erano morti 4.000.000 di ebrei...ora ( per merito delle ricerche degli storici revisionisti) sempre ad Auschwitz una nuova targa ufficiale ,dice CIRCA 1.500.000 di persone...!
Addirittura il piu' accreditato storico ANTIREVISIONISTA ,tale PRESSAC Pressac,in "Le macchine dello sterminio",nel 1994, stabiliva in 470.000 i morti TOTALI ad Auschwitz !

C'è qualcuno capace di aiutarmi a capire ?
La cosa non è di poco conto.


Ho conosciuto Sergio D'Elia tanti anni fa dai radicali a Roma, è una persona squisita, gentile, intelligente, quando poi ho saputo del suo passato, l'ho trovato ancora più simpatico e raccomandabile, proprio per il suo passato, e quindi il suo presente.

Purtroppo il Grillo qui ogni tanto prende delle belle cantonate, ma è costretto a farlo, per non coprirsi di ridicolo, cioè, va bene fare i comici, ma i ridicoli no.

Quindi facciamo finta di niente.

D'Elia non è stato "nominato", ma eletto, e non è "segretario alla Camarea", ma uno dei 16 "deputati segretari", cioè che hanno le sue funzioni ce ne sono altri 15.

Insomma il nostro bel Grillo è un po' un pallista, bisogna fargli anche a lui ogni tanto le pulci e le zecche.

Giovanni Gatti 13.06.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
non credi nella giustizia e nemmeno nello stato.

Magari si dovrebbe specificare quali sono i candiati pregiudicati sulle liste elettorali, ma negare a costoro di poter essere eletti è una cazzata giustizialista colossale. Se io li conoscessi e volessi eleggerli?!?
Chi ha sbagliato può cambiare, è il senso del carcere, se non ti piace l'idea mettiti in cordata con Travaglio e convinci i nostri governanti a gettare la chiave dopo la sentenza. (so che ne godresti come uno sbarbatello)
La tua puerile intransigenza non potrerà a nulla... Vai un pò a lezione da D'Elia: l'hanno scelto segratario per un motivo, chissà che non abbia da insegnarti qualcosa sulla moderazione?

Ah, a proposito: c..o e c...o a casa mia sono culo e cazzo, fammi il piacere di non fare il finto controllato!!!

aldo compagnoni 12.06.06 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ma che dici? D'Elia, a differenza degli altri, in galera c'è stato! Ha pagato il suo debito con la giustizia, quindi secondo me può fare quel che vuole!

Mirco Bocedi 12.06.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rieccoci ad aggiornare Parlamento Pulito:
- Andrea Marcucci, sottosegretario alla cultura in quota alla Margherita, che possiede, tra le tante imprese familiari anche la Sclavo, nota alle cronache giudiziarie di qualche tempo fa per lo scandalo del sangue infetto,
scandalo ancora irrisolto... non si sa perchè e se il processo si sia insabbiato... comunque nessuno ne parla più, ...misteri della fede...
e lui è lì, a fare il sottosegretario, come aveva anticipatamente annunciato, diversi mesi prima delle elezioni,dopo essersi candidato in Toscana,dove peraltro non è passato.
Forse qualcuno conosce in anticipo come si muovono le pedine sulla scacchiera ?!?
Sembrerebbe di si e allora di cosa ci preoccupiamo...non serve neppure andare a votare
se già altri decidono per noi.
Unica consolazione:
meno male non lo hanno messo alla sanità !!!

francesco cheli 12.06.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha deciso di inserire la rosa nel pugno nell'unione non si è reso conto che rappresenta la f....a d'Italia

chi ha deciso di fare segretario il .... non si è reso conto che rappresenta la f....a d'Italia

vergognatevi, promuoveremo un referendum per mandare questa f...a in una colonia elioterapica ad Hammamet

sinistra e destra siete perfettamente uguali cambiano solo le faccie. le faccie di c..o

matteo maggioni 12.06.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Voglio solo esternare il mio disappunto per la situazione incresciosa che si è venuta a creare: l'accanimento verso la più bella, simpatica,
onesta e leale società calcistica del mondo.

http://fuocoamare.blogspot.com/2006/05/post-scriptum-volont-ecco.html

Gianpiero Romano 12.06.06 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo esercizio su D'Elia, Beppe, mi pare, in questo caso, di pericolosa tendenza fascista. Il contrario di quello che fai normalmente, cioe' un esercizio di riflesione e conoscenza.

Che virtu' c'e' nel non distinguere un D'Elia da un Borghezio? Vogliamo davvero andare verso una democrazia da stadio?

A chi volesse approfondire chi sono D'Elia e Borghezio, suggerisco, tra i mille che ciascuno puo' trovare, due link:
http://www.radicali.it/view.php?id=62348
http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Borghezio

Ti ricordo, Beppe, che un noto rivoluzionario di 2000 anni fa cambio' il mondo apostrofando certi lapidatori dal sasso facile, invitandooli a riflettere bene a cosa stavano facendo, prima di scagliare le loro pietre.
Ecco, forse meglio faremmo a seguire il Suo consiglio anche oggi.

Ciao.


albert poisson 12.06.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Ottima la vignetta di de luca.
Vale più di 2000 commenti.

immi grato 12.06.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi è arrivata questa mail.. è vero??
MANDIAMOLI A LAVORARE :


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.


STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

TUTTI ESENTASSE
+

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i

stefano zanchin 12.06.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo è diventato solo un forcaiolo! Per lei la civiltà del diritto non esiste. Si rilegga la costituzione, please.

Lei è il signor "Scaglio la prima pietra". Quando capiterà che sarà lei a sbagliare non si aspetti pietà: perché quella l'avrà demolita lei.


Caro Beppe ti scrivo.
oggi la telecom mi ha staccato il telefono perchè loro hanno sbagliato il mio numero civico e la via, e da qualche tempo noi l'avevamo segnalato che non ci arrivavano le bollette.
ho chiamato il 187 l'operatrice mi conferma che l'indirizzo effettivamente era sbagliato,ho chiesto spiegazioni ho detto che non era colpa mia,mi ha detto che per questo io sono un cliente malos dopo un incazzatura mi dice che sono un maleducato e mi attacca il telefono.
La telecom a me mi dice malos,una società che fà acqua da tutte le parti e che ha milioni di denunce dei cittadini per il malos servizio che offre.
Non credi beppe che anche per le società ci dovrebbe essere un codice di edentificazione in base alla serietà e alla qualità dei servizi che offre?
ciao francesco

francesco bris 12.06.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento

SPUMEGGIANTE!
dopo il topo-ragno, il pesce-cane, la zanzara-tigre ecco il grillo-gufo (o bufo-gufo).
Ti devo fare i complimenti "comico", tutti i telegiornali parlano di te un successo travolgente cavolo! degno del molleggiato-baggianate-lento e rock! ma stai attento a non attirarti lo stesso disprezzo però, stupiscici e facci vedere quanto vali tira fuori le palle da sotto il pancione e parla anche di UNIPOL-CONSORTE-DS; FORZA! (ITALIA) tirale fuori queste palle e facci vedere che cell'hai! RICORDA "comico" UNIPOL UNIPOL UNIPOL!

silvia bada 12.06.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mai visto un blog assetato di calcio:
con calciopoli sembravano tutti schifati,
del mondo del calcio...
ma fatto un articolo...le api di sono scatenate.
Che popolo ridicolo che siamo!

mario.manes 12.06.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono d’accordo con te ma anche per una bieca motivazione da tifoso juventino. Conosco bene il tuo punto di vista sul calcio e tutto quello che gira intorno a questa passione, ma lasciami dire una cosa. Spero che l’Italia perda tutte e tre le partite in modo che non si possa speculare sul mondiale per fare ascolti e incassare il contributo degli sponsor quando pochi giorni prima, tutte le trasmissioni, comprese quelle non sportive, pur di raggiungere uno share altissimo si sono buttati a capofitto su calciopoli decretando una sentenza mediatica ancora prima che il processo abbia avuto inizio. Ho visto e sentito giornalisti RAI e non, occuparsi della vicenda Moggi quando fino a ieri non conoscevano neppure il nome del personaggio, nascondendosi dietro una falsa morale che per primi hanno venduto, ormai da anni,al miglior offerente.

beppe cacace 12.06.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se l'italia vince il mondiale auguro a tutte le persone che la "gufano" un attaco di dissenteria acuta e spero soprattutto che non abbiano il coraggio di esporre bandiere italiane e andare nelle piazze a festeggiare

giovanni appugliese 12.06.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TELEGIORNALE REGIONALE TOSCANA (RAITRE)
ore 14,10 del 12.06.2006

ERASMO DE ANGELIS DICHIARA: " COMITATI CONTRO I TERMOVALORIZZATORI, FIDATEVI DI NOI, STATE TRANQUILLI!"

MENTRE DICHIARAVA CIO' TENEVA SOTTO BRACCIO IL SINDACO DI CAMPI BISENZIO!

Cosa avrà voluto dire "fidatevi, ci pensiamo noi a farvi morire a norma di legge?"

Rocchetti Patrizia Annita 12.06.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho comprato solo da alcuni giorni il PC E ACCEDO
per la prima volta ad un blog (a dire il vero il
blog di Grillo è veramente sentito, seguito da tante persone che trovo molto preparate ed acute)per ciò che riguarda Parlamento Pulito trovo che D'Elia,
fondatore di nessuno tocchi Caino (o mi sbaglio)
sia veramente un pessimo elemento.Riflettevo facciamo giustamente il tifo contro la nostra nazionale,ma rappresenta a pieno il nostro >Parlamento>.Saluti a tutti.

luciana del rosso 12.06.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo paese che va a rotoli, destra e sinistra appaiono una volta tanto accomunati dagli interessi economici che dà una poltrona. Mi aspettavo una ondata moralizzatrice delle spese (per noi cittadni), altro che 10% di riduzione magari almeno il 50% (si considerino i benefit e tutti gli optionals)ed il divieto di farci rappresentare da pregiudicati di qualsiasi origine,meno che meno da fascisti, razzisti, truffatori, ladri e terroristi.
Poi si parla di amnistia, ma de che? Ma questa è la splendida Italia, cambia l' ideologia ma la pagnotta è sempre pagnotta. Beh in fondo nello scegliere senza alternativa ho votato il meno peggio,e quindi.... tira la cinghia e andale!

Biagio Di Meglio 12.06.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Ha controllato che non ci sia qualcuno che ha preso multe per divieto di sosta o simili? elencare precedenti penali senza specificare a cosa si riferiscano o in che contesto sono stati commessi è puro giustilismo qualunquista. Sono convinto che sia possibile coinvolgere il pubblico anche senza scadere nel populismo, che mi sembra uno dei mali peggiori del nostro tempo.

Carlo Rossi 12.06.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...siete rappresentati da criminali...il "potere" che gli uomini danno agli uomini spesso è la loro stessa rovina...

Senedy Varg 12.06.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

segue **

La riflessione costringe anche moltissimi esponenti del centrosinistra al fermo tecnico cumulante. Rosa Rinaldi, la giovane comunista di Rifondazione, è deputata (indennità 1), sottosegretaria al Lavoro (indennità 2), vicepresidente della Provincia di Roma (indennità 3). Il verde Angelo Bonelli ha fatto invece bingo. Deputato (indennità numero 1), e capogruppo (con autista e auto blu e segreteria allargata), consigliere regionale (indennità numero 2), assessore regionale (indennità numero 3). Bonelli, visto che le sue giornate sono paurosamente vuote, si è fatto eleggere anche consigliere municipale di Ostia (indennità numero 4?). Vero, l'esponente verde, che è giovane e ha grinta da vendere, ha dichiarato di essersi comunque dimesso da consigliere regionale. La Camera, che vuol fare le cose in regola, attende che la regione Lazio prenda nota della rinuncia. E' una parola! Finché non si riunirà e "accetterà" le dimissioni, gli euro, una valanga, lo sommergeranno. Può dirsi contento anche Marco Verzaschi (cumulo di tre indennità), sottosegretario, deputato e consigliere, del diessino lucano Bubbico (idem), del forzista Maurizio Bernardo, (assessore della Lombardia e deputato), del romano Andrea Augello, An (consigliere, vicepresidente del Lazio e deputato).

Tutta questa gente è costretta a ritirare l'indennità parlamentare. Obbligatoria per legge, difende l'autonomia dell'alto incarico ed è impignorabile. Chi è immerso nella riflessione e sta decidendo - con calma, chiaro - dove e quando optare passa nel frattempo anche alla cassa della Regione e somma (l'indennità di consigliere semplice è pari al 65 per cento di quella parlamentare, quella di assessore regionale è pari all'85 per cento, quella di presidente di regione può arrivare al 120 per cento).

Sommare è sempre più bello che sottrarre.


MA QUESTA GENTE NON LA CONTROLLA NESSUNO ? ? ?

SE LA FINANZA PROVASSE A CONTROLLARGLI I C/C BANCARI SIA ITALIANI CHE ESTERI NE TROVEREBBERO DELLE BELLE

max mattia 12.06.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Mi sbaglio o anche Enzo Tortora fu titato fuori dal carcere con i voti dei radicali?
La mia convinzione è che se i parlamentari guadagnassero un terzo di quello che percepiscono in questo momento la corsa al posto in Parlamento si fermerebbe .Nonostante che il comandare è meglio del fottere...

aurora celentano 12.06.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace ma ormai sei solo un forcaiolo.
Sergio D'Elia ha pagato abbondantemente per i gravi errori ed i gravissimi reati che ha commesso. Tutti quelli che ne conoscono un po' la storia sanno che è ormai una persona completamente recuperata (ti rcordo che questo dovrebbe essere lo scopo della detenzione, altrimenti fuciliamoli tutti e leviamoci il pensiero). Purtroppo anche tu sei vittima del qualunquismo berlusconiano e nemmeno te ne accorgi. La realtà è sempre complessa e non basta una condanna per poter giudicare politicamente una persona.Inutile dirti che mentre D'Elia ha completamente abbandonato le sue folli convinzioni giovanili, borghezio continua ad essere un razzista della peggiore specie. Su questo bisogna giudicare, non su altro.

Carlo Pippo 12.06.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che tutti i commentatori che mi hanno preceduto e che hanno ben pensato di scagliarsi contro d'elia siano soddisfatti! La loro coscienza risplende: sono gli eletti! Non guardate fuori dal cortiletto, scoprireste tante vite salvate da nessuno tocchi caino e dall'impegno di sergio d'elia... quest'arrogante che invece di starsene in un angolo a percuotersi il petto ha deciso di mettere la sua vita a servizio di una causa largamente condivisa... certo, eccezzion fatta per alcuni leghisti, post-fascisti e giustizialisti duri e puri.
Non mi è mai piaciuta questa lista di condannati senza distinzione ma si è passato il segno! La fedina penale è ciò che conta. Ciò che ha scritto un giudice e non ciò che si fa ogni giorno. Il caso è esploso grazie a Giovanardi e Libero che ovviamente non avevano di mira sergio ma ben altro. Triste sentire su questo blog il coro: al rogo, al rogo!
Forse la giustizia è altro. d'elia ci crede, e anch'io.

lorenzo lorenzon 12.06.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

segue *

Al proposito si ricorda la riuscitissima lezione che il presidente del Molise Michele Iorio (Forza Italia) riuscì a dare ai compaesani e soprattutto all'opposizione diessina. Nella passata legislatura per quasi un anno intero cumulò. Come fece nessuno lo sa, ma è successo, ed è agli atti. Quasi un anno di doppio incarico: una bella fortuna in banca per sé (400 milioni in più) e tanta attenzione nazionale ai molisani. Il tiramolla durò il tempo che durò, alla fine però Iorio venne via. Venne via, diciamolo, anche perché un cittadino conterraneo gli fece ingiungere dal giudice di Campobasso il ritorno a casa. Iorio è un cumulante recidivo: oggi è sempre presidente ma non più deputato. E' senatore. I diessini, capito l'antifona, hanno immediatamente scritto ma non alla Camera, bensì al giudice, così non ci vorranno altri dodici mesi per sbrogliare la matassa.

Matassa semplice a dire il vero. E' che la politica la rende complicata. Iorio la rese complicatissima. Indugiò così tanto nella riflessione che finì in carta bollata.

Riflessione che Formigoni, oggi e domani, affida invece ai lombardi. "Sto realizzando un grande referendum", ha annunciato. Volete voi che io rimanga a Milano o vada a Roma? Due risposte sulle tre invero possibili (né a Roma né a Milano) ma comunque efficace e diretto, e anche molto napoleonico. Fax, lettere, telefonate, web: tutto è concesso, eccetto le parolacce. Alla fine, scrutinato il voto, Formigoni deciderà.

Rimarrà in Veneto Galan, rimarrà in Sicilia Cuffaro e questa è una bella notizia. Perché finalmente Francesco Pionati, notista paludato del Tg1, riuscirà a strappare il biglietto per palazzo Madama. E' appiedato da più di due mesi, impossibilitato oramai ad andare in video, depresso, raccontano gli amici, come non mai. Attende ansioso la chiamata da primo dei non eletti.

segue **

max mattia 12.06.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Si diceva che Berlusconi faceva leggi ad personam,mi senbra che questi fanno nomine di terroristi ad personam.Fareste mai dirigere una scuola elementare ad un pedofilo,anche se ha scontato la pena?Qui facciamo dirigere lo stato ad un terrosrista!

lucio mascarin 12.06.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

FURBISSIMI più dei napoletani e veloci quanto le lepri, incassano tutto quel che c'è da incassare e fin quando si può. Sono infatti cumulanti. Il cumulante è la figura che inquadra la legislatura che si è appena aperta. Degno della miglior commedia all'italiana, il parlamentare cumulante "tiene famiglia" prima di tutto. E dunque cumula. Cumula, raddoppia, triplica o anche quadrupla le funzioni e le relative indennità ad essere riferite. Cumula anche quando la legge in teoria lo vieterebbe, cumula fin che la legge (e, forse, un po' di imbarazzo) non lo obbligano a rinunciarvi.

Deputati e consiglieri regionali, sottosegretari e assessori regionali. Il rapporto incestuoso si sviluppa e prende forma secondo rituali sperimentati in Italia: la Costituzione dice no, le norme sono inderogabili, i vincoli stretti, l'obbligo cogente.

Non si può fare, però si fa.

Sono 33 i deputati e 13 i senatori che attualmente hanno dichiarato di cumulare gli incarichi. E già sono stati corretti e cortesi: perché la Giunta per le elezioni deve verificare le incompatibilità sulla scorta delle dichiarazioni personali. Entro trenta giorni dalla proclamazione, gli eletti saranno chiamati a scegliere, a optare. E se non lo fanno? Ah, buona domanda. Se il cumulante non lo fa, se è distratto o all'estero, allora il presidente della Giunta gli invia una lettera: "Caro collega, hai quindici giorni per optare". E se non lo fa? Se nemmeno la lettera-diffida serve? Terzo passaggio di carta: gli scrive il presidente della Camera e lo costringe. Gli scrive. Quando? Immediatamente.
Nell'interregno dell'immediatamente, in questo periodo di missive e accertamenti, che dovrebbe iniziare e concludersi in poche settimane, il cumulante gioca, se vuole giocarla, la partita. Più allunga il tempo, più rimane in carica, più soldi e potere si ritrova in tasca. Più resiste più incassa. Due cariche sono meglio di una.

segue *

max mattia 12.06.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, calmati, non puoi dare giudizi netti su tutto e su tutti. Il tuo giudizio su D'Elia è semplicemente sbagliato. La gente, compreso il sottoscritto, è d'accordo con te su moltissime cose, ma come si fa a non essere d'accordo? Dici cose banali con originalità. Chi non pensa che sarebbe meglio un mondo senza la guerra, un ambiente e un Parlamento puliti, ecc... ecc...?
D'Elia in Parlamento rappresenta meglio di altri gli italiani che non stanno retoricamente "dalla parte della gente", quelli che non amano l'anticonformismo di comodo.


salvatore cutrona 12.06.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rimarrà in Veneto Galan, in Sicilia Cuffaro e questa è una bella notizia. Xké finalmente Pionati, notista paludato del Tg1, riuscirà a strappare il biglietto per pal. Madama. E' appiedato da più di 2mesi, impossibilitato oramai ad andare in video, depresso, raccontano gli amici, come non mai. Attende ansioso la chiamata da primo dei non eletti.
La riflessione costringe anche moltissimi esponenti del centrosin al fermo tecnico cumulante. Rinaldi, la giovane comunista di Rif, è deputata (indennità 1), sottosegr al Lavoro (indennità 2), vicepres della Provincia di Roma (indennità 3). Il verde Bonelli ha fatto invece bingo. Deputato (indennità 1), e capogruppo (con autista e auto blu e segreteria allargata), cons. regionale (indennità 2), ass. regionale (indennità 3). Bonelli, visto che le sue giornate sono paurosamente vuote, si è fatto eleggere anche cons. municipale di Ostia (indennità n°4?). Vero, l'esponente verde, che è giovane e ha grinta da vendere, ha dichiarato di essersi comunque dimesso da cons. regionale. La Camera, che vuol fare le cose in regola, attende che la regione Lazio prenda nota della rinuncia. E' una parola! Finché non si riunirà e "accetterà" le dimissioni, gli €, una valanga, lo sommergeranno. Può dirsi contento anche Verzaschi (cumulo di 3 indennità), sottosegretario, deputato e consigliere, del diessino lucano Bubbico (idem), del forzista Bernardo, (assessore della Lombardia e deputato), del romano Augello, An (consigliere, vicepresidente del Lazio e deputato).
Tutta questa gente è costretta a ritirare l'indennità parlamentare. Obbligatoria x legge, difende l'autonomia dell'alto incarico ed è impignorabile. Chi è immerso nella riflessione e sta decidendo -con calma, chiaro- dove e quando optare passa nel frattempo anche alla cassa della Regione e somma (l'indennità di consigliere semplice è pari al 65% di quella parlamentare, quella di assessore regionale è pari all'85%, quella di presidente di regione può arrivare 120%). COME SI RISPARMIA!

luca marino 12.06.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Nell'interregno dell'immediatamente, in questo periodo di missive e accertamenti, che dovrebbe iniziare e concludersi in poche settimane, il cumulante gioca, se vuole giocarla, la partita. Più allunga il tempo, più rimane in carica, più soldi e potere si ritrova in tasca. Più resiste più incassa. Due cariche sono meglio di una.

Al proposito si ricorda la riuscitissima lezione che il presidente del Molise Michele Iorio (Forza Italia) riuscì a dare ai compaesani e soprattutto all'opposizione diessina. Nella passata legislatura per quasi un anno intero cumulò. Come fece nessuno lo sa, ma è successo, ed è agli atti. Quasi un anno di doppio incarico: una bella fortuna in banca per sé (400 milioni in più) e tanta attenzione nazionale ai molisani. Il tiramolla durò il tempo che durò, alla fine però Iorio venne via. Venne via, diciamolo, anche perché un cittadino conterraneo gli fece ingiungere dal giudice di Campobasso il ritorno a casa. Iorio è un cumulante recidivo: oggi è sempre presidente ma non più deputato. E' senatore. I diessini, capito l'antifona, hanno immediatamente scritto ma non alla Camera, bensì al giudice, così non ci vorranno altri dodici mesi per sbrogliare la matassa.

Matassa semplice a dire il vero. E' che la politica la rende complicata. Iorio la rese complicatissima. Indugiò così tanto nella riflessione che finì in carta bollata.

Riflessione che Formigoni, oggi e domani, affida invece ai lombardi. "Sto realizzando un grande referendum", ha annunciato. Volete voi che io rimanga a Milano o vada a Roma? Due risposte sulle tre invero possibili (né a Roma né a Milano) ma comunque efficace e diretto, e anche molto napoleonico. Fax, lettere, telefonate, web: tutto è concesso, eccetto le parolacce. Alla fine, scrutinato il voto, Formigoni deciderà.

http://miocarobestiario.blog.kataweb.it/

luca marino 12.06.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento


Fracesco landi scrive:
Io sono di destra e come moltissimi non mi sono mai vergognato delle decisioni prese in cabina eletorale.
Io l'ho sempre pensato che Prodazzi ci prendesse per il c.o, se non altro perchè lo conoscevo già.
Tu che hai da dire a tua discolpa? Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Anzi. Piangiamo insieme, una volta tanto.
--------------------------------------------------------------------------------------

E' proprio questa la differenza tra voi e noi!
Noi un pò di senso civico e critico lo abbiamo, voi invece siete acritici e evitate di pensare troppo;
mi raccomando continua così, non ti vorrai mica consumare il cervello!

Elio Martino 12.06.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non più Caro Grillo,
adesso ho capito come coloro che fanno del volontariato un mestiere (Gino Strada, ...), dell'opposizione una professione (Caruso, ....) della bontaà a buon merctao una fonte di redito (Acli, Caritas, Amnisty,...) anche tu hai solo bisogno di inventarti un mestiere. In fin dei conti se ti dessere ufficialità, se doventassi maggioranza che cazzo diresti di nuovo? Continua il tuo mesteriere di bastina contrario populista, mi dispiace solo di aver contribuito al tuo grasso portafoglio. Ringrazio invece Sergio D'Elia perchè se l'idea di Giustizia giusta fuori dalle Vendette si è digfusa in Italia ed in gran parte del modno è stato grazie a "Nessuno Tocchi Caino", quindi a Sergio e non certo ai popolar-moralismo dei professionisti dell'associazionismo. COn questo mi cancello dal tuo blog e spero di sentirti il meno possibile. A più presto ti rispedirò anche i due tuoi CD che ho comprato sono ancora sigillati qualcosa mi diceva che nn valeva la pena di perderci tempo.

mario pagliaro 12.06.06 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ogni tanto parla anche di cose che è meglio sapere:

Sono oltre 40 i deputati e i senatori che percepiscono la doppia indennità.
Formigoni farà un referendum prima di decidere
Parlamentari e insieme consiglieri
E' la stagione del "cumulante"

FURBISSIMI più dei napoletani e veloci quanto le lepri, incassano tutto quel che c'è da incassare e fin quando si può. Sono infatti cumulanti. Il cumulante è la figura che inquadra la legislatura che si è appena aperta. Degno della miglior commedia all'italiana, il parlamentare cumulante "tiene famiglia" prima di tutto. E dunque cumula. Cumula, raddoppia, triplica o anche quadrupla le funzioni e le relative indennità ad essere riferite. Cumula anche quando la legge in teoria lo vieterebbe, cumula fin che la legge (e, forse, un po' di imbarazzo) non lo obbligano a rinunciarvi.

Deputati e consiglieri regionali, sottosegretari e assessori regionali. Il rapporto incestuoso si sviluppa e prende forma secondo rituali sperimentati in Italia: la Costituzione dice no, le norme sono inderogabili, i vincoli stretti, l'obbligo cogente.

Non si può fare, però si fa.

Sono 33 i deputati e 13 i senatori che attualmente hanno dichiarato di cumulare gli incarichi. E già sono stati corretti e cortesi: perché la Giunta per le elezioni deve verificare le incompatibilità sulla scorta delle dichiarazioni personali. Entro trenta giorni dalla proclamazione, gli eletti saranno chiamati a scegliere, a optare. E se non lo fanno? Ah, buona domanda. Se il cumulante non lo fa, se è distratto o all'estero, allora il presidente della Giunta gli invia una lettera: "Caro collega, hai quindici giorni per optare". E se non lo fa? Se nemmeno la lettera-diffida serve? Terzo passaggio di carta: gli scrive il presidente della Camera e lo costringe. Gli scrive. Quando? Immediatamente.

luca marino 12.06.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo solo per ricordare chei condannati non possono andarein parlamento, ma tutti, da destra a sinistra! Ci si è dimenticati di parlare di un certo Caruso e dei suoi no-global, che facendo cazzate e casino in giro per l'Italia permettono al perbenismo ipocrita e alle destre di bollare come eversive, idee e valori che stanno dalla parte di tutti e non dei potenti!Grazie CARUSO, e Grazie No-global, e Grazie disobbedienti.... Ma chi cazzo vi paga, la destra?

Pio Augello 12.06.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento

prova

pippo pelo 12.06.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Per Elio Martino 12.06.06 13:38 e tutti coloro che hanno risposto.


Sì. Bei Pirla tutti quanti. Se passa una legge del genere un movimento nascente o uno che non piacesse ai potenti quanto credete che ci metterebbero a mettere su una bella condanna ad hoc, con tanto di testimoni e prove??

Ci provano già adesso a fare sputtanamenti con l'ausilio dei compiancenti tutori della legge o magistrati, figuratevi se la legittimazione di una pirlata come quella da voi espressa fosse approvata....governati da Andreotti Post Mortem...


Ragazzi sveglaitevi.

I parlamentari vanno protetti e blindati, nonchè strapagati chiaro??????

Ma dobbiamo sceglierli noi!

Francesco landi 12.06.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho appena letto su repubblica.it che 46 (quarantasei) fra deputati e senatori prendono doppie (in qualche caso triple) indennita' grazie alla sovrapposizione di piu' cariche che per legge NON SAREBBERO LEGALI!!!! La legge da' in teoria poco tempo per decidere per quale incarico optare(senatore o assessore? Deputato o presidente di regione?ecc. ecc.)ma alla fine tra un passaggio e l'altro LE INDENNITA' FIOCCANO e l'onorevole (!) aspetta a scegliere il piu' possibile. Naturalmente sappiamo che lo fa in buona fede, perche' non sa scegliere e NON PERCHE' IL SUO CONTO IN BANCA SI INGROSSA GRAZIE AL ''LAVORO'' CHE NON FA!
Beppe fai qualcosa! Magari una petizione che proponga l'obbligo, al momento della scelta, della restituzione delle indennita' doppie sino ad allora percepite!

roberto genova 12.06.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo a me di chi va in parlamaneto importa molto, ma mi spaventa molto di più chi è fuori e può far male anche a me:
""La vendetta si è consumata a diversi anni di distanza, vittima un agricoltore di 71 anni a Briatico, nel Vibonese. Fedele Scarcella è stato trovato dentro un'auto in fiamme, in seguito ad una segnalazione anonima. L'uomo fu vittima di estorsioni a Gioia Tauro e nel 1998 denunciò due persone, facendole arrestare. Prima di trasferirsi a Briatico, ottenne il risarcimento dal fondo antiracket. """

Ora siccome Silvio Berlusconi parrebbe non essere stato, almeno stavolta, voi sinistri della malora la volete per cortesia smettere di mandare al governo teppisti assassini e fondatori delle varie "nessuno tocchi caino" per favore?
Grazie.

Francesco landi 12.06.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANDIAMO TUTTI A VOTARE SI PER LA COSTITUZIONE PER LO MENO QUALCHE PARLAMENTARE CE LO LEVIAMO DALLE PALLE....

Alexia Diroma 12.06.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO
PUTROPPO il senso del pudore e la dignità si sono persi credo da tempo per cui.....
C'è gente senza ... e c'è gente con...
cordiali saluti
Franco

franco porta 12.06.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che si notasse anche quanti parlamentari continuano a ricoprire doppi o tripli incarichi tipo consigliere regionale e parlamentare percependo doppi o tripli compensi.
Il governo dei tagli e del risparmio crea oltre 100 posti di governo con relativi compensi, no vigila per una pronta opzione dei parlamentari per decidere quale ruolo vogliono ricoprire, con buona pace dei cittadini che si sentono dire che è necessaria una manovra correttiva.
Ma sti signori una correzione verso il basso ai loro compensi e l'onestà di rinunciare ai doppi e tripli stipendi no?

Massimo Zito 12.06.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo per segnalare perché lo vedo tutti i giorni con i miei occhi che, in barba all'intenzione (ma sarà poi vera?) di voler dimezzare scorte e auto blu da parte dell'attuale governo, il senatore Schifani continua a mantenere dalla scorsa legislatura il privilegio di quattro uomini e due auto di scorta, alla faccia di chi è stato minacciato e poi ucciso implorando di essere difeso, e magari rivestiva un ruolo ben più pregnante e istituzionale del soggetto di cui sopra.

rosanna pastore 12.06.06 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono di sinistra.
Sono comunista (pareconista per dire la verità) e speravo di vedere qualcosa di nuovo .
102 POLTRONE ???
Romano Prodi vaffanculo!!!!!
Hai rotto il cazzo a destra e a manca sugli sprechi e gli incouci e tu fai 102 poltrone.
Và a cagare. Ma cazzo chi devo votare io ???
Chi cazzo devo votare per non vergognarmi di essere italiano ?

Pasquale Franchini 12.06.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante iniziativa quella di schedare i nostri parlamentari in base alla fedina penale, ma mi sorge un dubbio: se in un ipotetico domani andassero al ballottaggio per la carica di Presidente della Repubblica l'incensurato S. Berlusconi ed il graziato Adriano Sofri, io voterei per il pregiudicato piuttosto che per l'ingiudicabile! E tu?. Penso ci voglia sempre una giusta flessibilità di pensiero. Grazie, comunque, per l'informazione che è alla base di ogni ponderata decisione.

stefano ricci 12.06.06 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Il sig Caruso che siede in parlamento ha una fedina penale lunga un chilometro... si è guadagnatlo l'indulto perchè è di rifondazione comunista x caso????
Non credo tu sia di parte beppe... ma segnalali tutti, siamo a più di 20 se guardi anche a sinistra....

Claudio Beretti 12.06.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante iniziativa quella di schedare i nostri parlamentari in base alla fedina penale, ma mi sorge un dubbio: in un paese dove s. berlusconi diventa presidente del consiglio e adriano sofri viene carcerato, forse perdono un po' di senso gli eventuali effetti di questa schedatura. Si corre il rischio di avere comunque i peggiori criminali (che son quelli che hanno i mezzi per farla sempre franca) ricoprire le alte cariche dello stato ed eventuali innocenti galantuomini condannati ingiustamente, tenuti lontani da qualsiasi impegno pubblico. Penso ci voglia sempre una giusta flessibilità di pensiero. Grazie, comunque, per l'informazione che è alla base di ogni ponderata decisione.

stefano ricci 12.06.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Io ho deciso senza peraltro sacrificarmi molto, di non guardare i mondiali, soprattutto la nazionale italiana il cui capitano ride in faccia ai giudici o si buca in video perché tanto lo fanno tutti, il cui allenatore è amareggiato per come è stato tirato in mezzo. E no! Sono amareggiati gli italiani onesti, non qualunquisti che li sfami con quattro goal, un'intervista al calciatore beota di turno, questi non hanno etica per loro è normale arricchirsi e far parlare di sè, ma a me non non me ne frega niente e vorrei che ci fosse ogni tanto in Italia qualcuno che che si indignasse che facesse sciopero contro sti personaggetti, ti immagini l'Auditel basso mentre gioca la Nazionale che goduria!, Andiamocene a cinema, in giro e contemporaneamente facciamo rosicare sti parassiti, i pubblicitari, gli sponsor, e la televisione con i suoi commentatori insopportabili.

rosanna pastore 12.06.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante iniziativa quella di schedare i nostri parlamentari in base alla fedina penale, ma mi sorge un dubbio: in un paese dove s. berlusconi diventa presidente del consiglio e adriano sofri viene carcerato, forse perdono un po' di senso gli eventuali effetti di questa schedatura. Si corre il rischio di avere comunque i peggiori criminali (che son quelli che hanno i mezzi per farla sempre franca) ricoprire le alte cariche dello stato ed eventuali innocenti galantuomini condannati ingiustamente, tenuti lontani da qualsiasi impegno pubblico. Penso ci voglia sempre una giusta flessibilità di pensiero. Grazie, comunque, per l'informazione che è alla base di ogni ponderata decisione.

stefano ricci 12.06.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Io non scrivo per segnalarvi l'ulteriore parlamentare inquisito o imputato, ma per chiedere come nominare uno come il senatore Schifani che sin dalla scorsa legislatura mantiene il privilegio, ovviamente a spese degli italiani, di ben quattro uomini di scorta e due auto blu. Da chi deve difendersi sono fatti suoi, certo sarà meno vulnerabile di uno Statista o di un Magistrato o di un Giuslavorista che implorava di essere difeso, ed io tutte i giorni assisto invece a questo spreco impunito.

rosanna pastore 12.06.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

E anche stavolta Beppe si dimentica dell'onorevole Francesco Caruso.
Bella l'iniziativa, ma un po' (tanto) di parte.
O ci dici come mai Caruso non e` nella lista, oppure lo aggiungi.

Arcangelo Malvi 12.06.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento

IL PARLAMENTO PULITO E' UN OBBIETTIVO SICURAMENTE IMPORTANTE, BISOGNEREBBE FAR SAPERE ALL'OPINIONE PUBBLICA CHE A PROPOSITO DI RISPARMIARE SULLE SPESE PUBBLICHE O DEI TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA, AI PARLAMENTARI SPETTA UN VITALIZIO (QUINDI A VITA) ANCHE DOPO SOLTANTO DUE ANNI DI INCARICO PARLAMENTARE, OLTRE AD ALTRE AGEVOLAZIONI, (NOTIZIE DATE DAL PROGRAMMA TELEVISIVO DI RAI TRE - REPORTER)
OGNI COMMENTO E' SUPERFLUO.

Franco Di Lecce 12.06.06 13:59| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

MI SONO ROTTO DI LEGGERE COMMENTI CRITICI

FACCIAMOCI LA NOSTRA BELLA LEGGE PER NON VEDERE PIU' PREGIUDICATI IN PARLAMENTO:

DITEMI SE VI PIACE

ART.1
NESSUNO PUO' ESSERE ELETTO AL PARLAMENTO ITALIANO SE E' STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA (AL TERZO GRADO DI GIUDIZIO) PER QUALSIASI TIPO DI REATO PENALE. (LE MULTE NO)

ART.2
NESSUNO PUO' DIVENTARE MINISTRO SE ... COME SOPRA.


ART.3 STESSA COSA PER QUALSIASI ALTRO TIPO DI CARICA GOVERNATIVA O PARLAMENTARE.

ART.4 CHIUNQUE VENGA ELETTO AL PARLAMENTO O DIVENTI MINISTRO DEVE IMMEDIATAMENTE LASCIARE QUALSIASI ALTRA CARICA O IMPIEGO PRECEDENTE.
(NON MI PARE CHE GUADAGNINO POCO)

AGGIUNGETE VOI ALTRE PROPOSTE...

Elio Martino 12.06.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

borghezio ...
basterebbe solo il nome.
poi mettiamoci la faccia.
poi quello che dice.
poi l'arroganza con cui lo dice.
poi l'ignoranza che dimostra parlando.
ecc. ecc..
nn sapevo che fosse stato condannato per aver tentato di bruciare vivi degli immigrati che dormivano sotto un ponte. mi sembra un gesto nobile, degno di tale personaggio. e come tale rimarrà impunito.
poi nessuno si lamenti se qualcuno che lo incontra per strada gli sputa in faccia..

roberto nicora 12.06.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho appena letto la tua sottoriportata informazione, e' inutile dire la mia totale indignazione e sensazione di vomito per questa giustizia che non funziona, e mi domando con quale faccia chiedono di modificare la costituzione quando hanno completamente ignorato la vigente, dato che uno degli articoli dichiara che in nessun modo devono devono essere considerari coloro che hanno commesso reati.
CHE SCHIFO.

- D'Elia Sergio (deputato Rosa nel Pugno): condannato definitivamente a 25 anni per banda armata e concorso in omicidio per aver fatto parte del vertice di Prima Linea e aver partecipato alla progettazione dell'assalto al carcere fiorentino delle Murate in cui, il 20 gennaio 1978, fu ucciso l'agente Fausto Dionisi.

Benvenuto 12.06.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MA ANDATE A PARLARE DI CALCIO SUL POST DEL CALCIO!
IO FACCIO PROPOSTE SERIE E VOI STATE A SPARARE STRONXXTE SU CHI TIFATE, MA VAFFANXXXO!!!!!!!!!!!!

Elio Martino 12.06.06 13:30| 
 |
Rispondi al commento

E' stato un piacere aver trovato questo post sul mio blog preferito.. Sigor beppe grillo, lei mi ha salvato: era una settimana che andavo in giro gridando forza Ghana e abbasso italia, ma nessuno mi capiva, nessuno mi credeva, mi guardavano storto, mi mandavano le bestiemmie, mi vedevano come il nemico pubblico numero uno, mi hanno addirittura minacciato di morte e/o castrazione chimica, ma adesso che lei ha scritto questo, tutti i miei amici hanno capito la mia grandezza! la ringrazio signor Grillo, lei mi ha salvato il c..lo.

Voglio che gli italiani vengano esorcizzati dal Dio Pallone che li droga facendogli credere che tutto vada a gonfie vele quando in realtà c'è del marcio in giro che neanche si può immaginare, voglio che questa questione non sia dimenticata, che non succeda come nell'82 che una coppa del mondo bastò a condonare paolo rossi & co. (che adesso fa le pubblicità degli strozzini guarda un pò..) voglio che il calcio venga ripulito davvero e non venga più sfruttato come mezzo per rendere felici gli elettori non coglioni. Voglio il gioco maschio che c'era negli anni sessanta, quelli si che erano calciatori non Buffon(i).

Ps. tiferò italia solo, e dico solo, nella partita contro gli USA, me la lascia passare?

Stefano Gargiulo 12.06.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Io proporrei a tutti coloro che vanno allo stadio e pagano l'abbonamento (io ho la possibilità di andarci gratis ma non ho mai assistito ad una partita)per il prossimo campionato spendiamo i nostri soldi per altre cose...... magari andando in un bel ristorante .............vediamo cosa fanno questi calciatorimanagersocietàdsequantaltro miliardari arricchiti quando non gli entra più un centesimo nelle casse. Dovrebbero ringraziare il Cielo per l'attività che fanno, alla faccia di tanta gente che per guadagnare una miseria sgobba dalla mattina alla sera. Certo che per chi va allo stadio, paga il biglietto ed è preso per il c..o non penso che in questo momento gioisca!!! Ma possibile che ci fanno tanto deficienti? Quindi, io credo che il coltello dalla parte del manico l'abbiamo noi.......per il nuovo campionato la domenica pomeriggio si va dove ci pare ma NON ALLO STADIO..........!!!!!!!!!!! Bisogna darci una mossa....E CAMBIAMOLA QUEST'ITALIA!!!!!!!!!! W L'ITALIA (non la nazionale di calcio)........LA NOSTRA ITALIA, quella di chi è onesto e lavora!

Pasquale T 12.06.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

E' stato un piacere aver trovato questo post sul mio blog preferito.. Sigor beppe grillo, lei mi ha salvato: era una settimana che andavo in giro gridando forza Ghana e abbasso italia, ma nessuno mi capiva, nessuno mi credeva, mi guardavano storto, mi mandavano le bestiemmie, mi vedevano come il nemico pubblico numero uno, mi hanno addirittura minacciato di morte e/o castrazione chimica, ma adesso che lei ha scritto questo, tutti i miei amici hanno capito la mia grandezza! la ringrazio signor Grillo, lei mi ha salvato il c..lo.

Ps. tiferò italia solo, e dico solo, nella partita contro gli USA, me la lascia passare?

Stefano Gargiulo 12.06.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento

E' stato un piacere aver trovato questo post sul mio blog preferito.. Sigor beppe grillo, lei mi ha salvato, era una settimana che andavo in giro gridando forza ghana e abbasso italia, ma nessuno mi capiva, nessuno mi credeva, mi guardavano storto, mi mandavano le bestiemmie, mi vedevano come il nemico pubblico numero uno, mi hanno minacciato di morte e/o castrazione chimica, ma adesso che lei ha scritto questo, tutti i miei amici hanno capito la mia grandezza! la ringrazio signor Grillo, lei mi ha salvato il c..lo.

Ps. tiferò italia solo, e dico solo, nella partita contro gli USA, me la lascia passare?

Stefano Gargiulo 12.06.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

MI SONO ROTTO DI LEGGERE COMMENTI CRITICI

FACCIAMOCI LA NOSTRA BELLA LEGGE PER NON VEDERE PIU' PREGIUDICATI IN PARLAMENTO:

DITEMI SE VI PIACE

ART.1
NESSUNO PUO' ESSERE ELETTO AL PARLAMENTO ITALIANO SE E' STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA (AL TERZO GRADO DI GIUDIZIO) PER QUALSIASI TIPO DI REATO PENALE. (LE MULTE NO)

ART.2
NESSUNO PUO' DIVENTARE MINISTRO SE ... COME SOPRA.


ART.3 STESSA COSA PER QUALSIASI ALTRO TIPO DI CARICA GOVERNATIVA O PARLAMENTARE.

ART.4 CHIUNQUE VENGA ELETTO AL PARLAMENTO O DIVENTI MINISTRO DEVE IMMEDIATAMENTE LASCIARE QUALSIASI ALTRA CARICA O IMPIEGO PRECEDENTE.
(NON MI PARE CHE GUADAGNINO POCO)

AGGIUNGETE VOI ALTRE PROPOSTE...

Elio Martino 12.06.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi preme ricordare che pur non condividendo la candidatura di D'Elia va puntualizzato che a differenza di Borghezio,Berlusca,Previti e compagnia truffaldina D'Elia la galera se l'è fatta e nemmeno poca.12 anni....
E'stato condannato in via definitiva ma anche già pagato in via definitiva.Non dico sia pulito comeun bambino ma alla fine il conto l'ha pagato..

Luca Aprea 12.06.06 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raccogliamo le firme ne bastano 500.000 e possiamo indire referendum per poter imperdire ai condannati di andare in Parlamento facciamolo presto ragazzi..ciao

Borracci Pietro 12.06.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Alucni link di sto blog non funzionano, sull'ultimo post(quello su Ghana Italia) commenti etrackbar rimandano tutti sull'homepage...non so se si tratta di disattenzione, incompetenza o sabotaggio esterno.
Io segnalo.

Ciao

Rocco Rossi 12.06.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non ci andate a vivere, nel Ghana, e vi togliete tutti quanti dai zebedei, che così si sta pure un pò più larghi?

Portatevi i soldi da casa però, che la da mangiare a sbafo non ne avrete.

Cesare Bilsio 12.06.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ora che c'è la Sinistra centro al governo del paese, cerchiamo di andare a votare al referendum per farli stare zitti e a farli pensare che la maggioranza del paese non è rappresentata da queste persone e che vadano a casa che sono già stufo

Mirco Zanoni 12.06.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento

c


aro beppe tifero' ghana anch'io.

pino benigni 12.06.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta di Segio D'Elia, dopo la sua recente scarcerazione, voluta (a detta sua) anche dalle sue stesse vittime, e dopo la sua candidatura.
http://www.radicali.it/view.php?id=62348

Paolo Giorgi 12.06.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

PREGIUDICATI IN PARLAMENTO.

CEì SOLO UN MODO PER EVITARE CHE I PREGIUDICATI SIEDANO IN PARLAMENTO: INSERIRE, NEI TESTI UNICI SULLE ELEZIONI PARLAMENTARI O MEGLIO ANCORA NELLA COSTITUZIONE, COME CONDIZIONE DI INELEGGIBILITA' ALLA CARICA DI SENATORE O DEPUTATO (E PER ESTESO A QUELLA DI MINISTRO)L'AVER RIPORTATO CONDANNE PENALI PASSATE IN GIUDICATO.ALTRE SOLUZIONI NON VE NE SONO.

rossella santini 12.06.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento

E' bello vedere la disparità di trattamento fra ministri ed impiegatuncoli.
Sappiate che il sottoscritto, tanti anni fa, dopo aver sostenuto e vinto un concorso per un lavoro forse un po' meno importante di quello di deputato o senatore (dovevo cioè battere a macchina pratiche istruite da altre persone), dovetti farmi rilasciare un certificato dal casellario giudiziale col quale dimostrare di non aver subito condanne penali e avere questioni pendenti con la giustizia....Ora, se per un modesto scribacchino un ente pubblicco richiede questo, a maggior ragione si dovrebbe pretendere dai parlamentari (che dovrebbero svolgere un lavoro di grandissima importanza)la totale trasparenza, almeno per quanto riguarda i precedenti penali...

solia nicola Commentatore in marcia al V2day 12.06.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

tratto da Repubblica
Sono oltre 40 i deputati e i senatori che percepiscono la doppia
indennità. Formigoni farà un referendum prima di decidere
Parlamentari e insieme consiglieri
E' la stagione del "cumulante"

FURBISSIMI più dei napoletani e veloci quanto le lepri, incassano tutto quel che c'è da incassare e fin quando si può. Sono infatti cumulanti. Il cumulante è la figura che inquadra la legislatura che si è appena aperta. Degno della miglior commedia all'italiana, il parlamentare cumulante "tiene famiglia" prima di tutto. E dunque cumula. Cumula, raddoppia, triplica o anche quadrupla le funzioni e le relative indennità ad essere riferite. Cumula anche quando la legge in teoria lo vieterebbe, cumula fin che la legge (e, forse, un po' di imbarazzo) non lo obbligano a rinunciarvi.

Deputati e consiglieri regionali, sottosegretari e assessori regionali. Il rapporto incestuoso si sviluppa e prende forma secondo rituali sperimentati in Italia: la Costituzione dice no, le norme sono inderogabili, i vincoli stretti, l'obbligo cogente.

Non si può fare, però si fa.

Sono 33 i deputati e 13 i senatori che attualmente hanno dichiarato di cumulare gli incarichi. E già sono stati corretti e cortesi: perché la Giunta per le elezioni deve verificare le incompatibilità sulla scorta delle dichiarazioni personali. Entro trenta giorni dalla proclamazione, gli eletti saranno chiamati a scegliere, a optare. E se non lo fanno? Ah, buona domanda. Se il cumulante non lo fa, se è distratto o all'estero, allora il presidente della Giunta gli invia una lettera: "Caro collega, hai quindici giorni per optare". E se non lo fa? Se nemmeno la lettera-diffida serve? Terzo passaggio di carta: gli scrive il presidente della Camera e lo costringe. Gli scrive. Quando? Immediatamente.

Nell'interregno dell'immediatamente, in questo periodo di missive e accertamenti, che dovrebbe iniziare e concludersi in poche settimane, il cumulante gioca, se vuole giocarla, la partita

FABIO ROSSI 12.06.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non credi che il recente record del governo Prodi (102 tra ministri, vice e sottosegretari) meriti qualche tuo autorevole commento?
Superare sinanche la famosa carica dei 101 dell'Andreotti VII fa forse capire in che razza di mani ci siamo messi.
Ho votato questi signori, ma dopo qualche mese sono giunto alla conclusione che siamo passati dalla padella (Berluska) alla brace (Prodi e compagnia).
Non credi che forse a questo punto sia un pò da riconsiderare la posizione sul prossimo referundum? In quella riforma ci sono sicuramente delle nefandezze...ma c'è una norma, che da sola, fa meritare il "SI" a tutto il resto: "LA RIDUZIONE DEL NUMERO DI PARLAMENTARI" per più di 200 unità.
Rifletti Beppe...e riflettete gente...
Un unionista pentito

Giovanni Grillo 12.06.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
va bene tutto ma non ti perdere... Fino a prova contraria il giudizio definitivo sui colpevoli ancora non c'è. Il processo ancora si deve fare. Concordo sul rimanere vigili e verificare che tutto abbia seguito secondo legge e che continui l'informazione sui giornali, ma le prossime partite giocate al momento coinvolgono persone solo con legami con indagati. Noi italiani non siamo così fessi da imbambolarci per una vittoria calcistica al punto da non avere più interesse per il seguito giudiziario. Su questo, sia ben chiaro, nessuno si illuda. Per il momento forza Italia calcistica, poi si vedrà. Auguri anche al Ghana. Complimenti per il blog.

Felice Musicco 12.06.06 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non seguo il blog tutti i giorni e non so quindi se lo hai già trattato, ma non credi ch eil nuovo record stabilito da questo governo con una squadra di ben 102 elementi tra ministri, vice e sottosegretari meriti un qualche autorevole tuo commento? L'aver sinanche superato la famosa carica dei 101 dei famosi governi del CraxiAndreottiForlani fa chiaramente capire che siamo passati dalla padella (BerlusKa) alla brace.
A questo punto, forse, sarebbe opportuna una riflessione seria sul prossimo referendum, che se non altro, tra sicure nefandezze insite nella riforma costituzionale di Berlusconi, è prevista una norma, che da sola, fa venir voglia di andare a votare "SI": "LA RIDUZIONE DEL NUMERO DI PARLAMENTARI" per più di 200 unità.
Riflettiamo gente, riflettiamo..
Un unionista pentito

Giovanni Grillo 12.06.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

ERWIN-THULE 11.06.06 17:16

Il tuo calcolo per giustificare le put..n.te naziste non tiene conto di un ragionamento che anche tuo nipote di due anni e mezzo riuscirebbe a formulare.
Non pensi che in dieci anni (dal '38 al '48, come tu hai indicato) possano anche essere NATI più ebrei (anche se la cosa può darti estremamente fastidio) di quanti non ne abbia fatti fuori il tuo idolo, considerando oltretutto che gli ebrei non si sono insediati soltanto in Germania o in Polonia?

Giorgio Santi 12.06.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che chiamiamo democrazia, è in realtà una steganocrazia (da stéganos, copertura, tetto), ossia un potere nascosto, che si regge sul fatto di celarsi, di non essere capito e conosciuto e accettato.

Ma, se le cose stanno così, che cosa può liberare l’uomo dalla schiavitù?
La conoscenza. Di sé stesso, degli altri, dei rapporti psichici ed economici, della tecnologia.
E, in effetti, il potere poggia, storicamente, su tre pilastri: i meccanismi del profitto, i meccanismi della persuasione, i meccanismi della regolazione dei rapporti – tre pilastri, cui corrispondono tre campi del sapere e della tecnica applicata: l’economia, la psicologia collettiva (includente l’informazione pubblica e la religione, come instrumentum regni), il diritto (la legislazione e la giurisdizione). Solo che l’insegnamento pubblico (ossia quello accessibile alla generalità delle persone) di queste tre discipline è organizzato in modo tale da tenerle separate, così da strutturare, nei loro rispettivi cultori, formae mentis chiuse su sé stesse, e da prevenire che chi le studia possa arrivare a una loro visione di insieme, che possa capire a che cosa effettivamente ciascuna di esse serve, integrandosi con le altre, ai fini del potere.

rocco errico 12.06.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

I parlamentari sono strapagati per non rappresentare il popolo, si interessano solo di essere rieletti per mantenere la poltrona, i privilegi. E per esser rieletti devono obbedire alle segreterie dei partiti, da cui dipendono per essere candidati. Il popolo, d’altronde, non sa praticamente nulla di costituzione, leggi, economia, programmi dei governi. Vota senza alcuna consapevolezza. Esso, con la democrazia e i parlamenti, crede di detenere ed esercitare il potere, quindi si sente responsabile delle conseguenze del suo esercizio (perlomeno sente questo come legittimo), e soprattutto per i debiti che contrae, che contrae sempre di più, e per cui sempre più deve lavorare e rinunciare, per pagare tasse causate dall’indebitamento pubblico e dai suoi effetti impoverenti per l’economia. Ponete mente a questa tendenza di fondo degli ultimi decenni e del presente: si lavora sempre più intensamente, si produce crescenti quantità di beni e servizi, ma sempre meno per godere di questi, per migliorare la qualità della vita; e sempre più per far fronte a tributi, interessi, rimborsi di debiti, tariffe e prezzi monopolistici.

rocco errico 12.06.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

UOMINI E VEGETALI
-di Giacomo Montana

Talvolta pare che il cervello umano sia come un appartamento vuoto che ognuno arreda come meglio desidera. Questa è la migliore delle ipotesi. Poi ci sono “appartamenti” che vengono arredati usando la testa altrui. Questi sono il peggiore dei casi. Discutere con questi ultimi per uno scambio di idee, si rivela inutile. Nelle teste di coloro che si fanno manovrare non c’è spazio per le proprie idee e quindi restano le conoscenze inutili al posto di quelle utili. Essi, generalmente temendo un abbandono reale o immaginario, gettano la spugna e continuano a vivere da soggetti passivi.

Se si osserva, in tali soggetti predominano elementi di impulsività e al tempo stesso di instabilità, irrequietezza e insoddisfazione. Personalmente mi sono scontrato più volte con chi ragiona con la testa altrui e francamente ho compreso che è materialmente impossibile farli tornare liberi. Quando le identità vuote di queste persone vengono alla luce, specialmente laddove predomina qualche partito politico, vediamo che lo stato umorale più predomonante è quello rabbioso, connotato da violenti accessi di ira che il più delle volte conducono allo scontro verbale se non addirittura fisico.

Nella routine quotidiana delle persone private di una personalità propria, si possono riconoscere degli elementi frequenti come quelli di non fare funzionare la giustizia gettando confusione su argomenti scomodi, comportamenti antisociali con forte tendenza al sadismo, (Vedi: http://w.w.w..m.o.b.b.i.n.g.-s.i.s.u..com.) se non addirittura comportamenti autolesivi, abuso di sostanze stupefacenti etc. Oggi ho preso atto che parte di queste persone vengono usate persino per distruggere l’Unità d’Italia facendo divulgare la devolution.

Spero per il bene di tutti, che la maggioranza degli Italiani sia ancora quella che ha mantenuto libera la propria identità col potere decisionale di potere votare anche “NO” senza timore di nessuno.

G i o v a n n a N i g r i s 12.06.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

per giuseppe violetta:

certo che d'elia dovrebbe pagare a vita! perchè, la vedova di dionisi non sta forse pagando a vita? per quello che mi riguarda il "sig." d'elia, dovrebbe ancora scontare 13 anni dei venticinque ai quali era stato condannato: oh, ma è vero, lui si è dissociato........ma vai a cacare!!!!!! te e lui (violetta e d'elia)

paolo rossi 12.06.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

...RICORDIAMOCI DEL REFERENDUM!!!
Ho visto manifesti DS/Ulivo con la foto di Napolitano e lo slogan "Buon lavoro Presidente" (o qcosa di simile), MA NEANCHE UN MANIFESTO PER INVITARE A VOTARE "NO"...
cIAO
Mb

M Barbaro 12.06.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Hai qualche idea del "COME FARE?"
Basta con le solite ed inutili esplosioni di risentimento e rabbia, occorrono PROPOSTE serie e fattibili. I cittadini del Blog di Beppe Grillo possono raccogliere migliaia di firme in pochi giorni e proporre qualunque cosa, anche Referendum. Serve, pero' un Coordinamento, senza il quale si fa solo "tanto rumor per nulla".

Luciano Arcella 12.06.06 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...BRAVO GRILLO TU FAI QUESTE COSE SOLO PERCHE' SEI UNA "STAR" (una volta!!)E PURTROPPO MOLTI "COGLIONI" DI DANNO PURE RETTA, MA COME SI FA A TIFARE CONTRO L'ITALIA?? SE PROPRIO SIETE CONTRO IL PAESE CHE TI HA DATO NOTORIETA', PERCHE NON TE VAI A VIVERE IN GHANA???
W L'ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!

renato andreoli 12.06.06 08:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che mi da fastidio di questa discussione è che si sta tornando ai tristi tempi delle BR (vere) e delle frasi "sono solo compagni che sbagliano" per non dire che erano assassini, perchè la parola assassino valeva solo per chi era nell'altra sponda. Adesso la stessa cosa per d'elia, se vogliamo un parlamento senza condannati non possiamo iniziare a fare distinguo tra buoni e cattivi.. anche perchè onestamente la condanna per omicidio è ben più grave a quella che hanno tanti altri suoi colleghi condannati. Si è ravveduto, contentissimo, ma le cariche istituzionali le lasci da parte, almeno per il rispetto delle vittime, la sua opera la può continuare benissimo senza stare lì, altrimenti è solo fame di potere.

claudio de rossi 12.06.06 08:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/193.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Tre new entry in Parlamento Pulito:

» Sergio D’Elia da think turns
Ho appena letto la lettera di Sergio D’Elia ai Deputati. Lettera che cerca di rispondere alle polemiche sorte dopo - se non erro - la sua elezione a segretario alla presidenza di Montecitorio. Leggetela bene, questa sua lettera. Pare sincera, un... [Leggi]

10.06.06 18:56

» Vota Antonio! da Il Paese delle Meraviglie
C’è un macigno nella politica italiana. Che imbarazza: sia a destra come a sinistra. Si chiama Antonio Di Pietro... [Leggi]

10.06.06 21:18

» Sergio D’Elia da Radio Web Log
La lettera Roma - Sergio D’Elia, deputato della Rosa nel Pugno e Segretario di Nessuno Tocchi Caino, è al centro in queste ore di forti polemiche per la sua partecipazione, alla fine degli anni ‘70, all’organizzazione terroristica... [Leggi]

11.06.06 16:11

» Giustizia e libertà d'informazione da Tizio&Caio
ecco il link a Parlamento pulito, sito che senza pregidiziali politici mostra la lista di tutti i parlamentari condannati (si condannati e che sono in parlamento) condanne che vanno da 10 giorni(+ 20mln di multa) fino a 20 anni... [Leggi]

11.06.06 20:15

» ECCO CHI VORREI AL GOVERNO !!!! da liberainformazione

 

Nel mio Blog inserirò, di volta in volta, il nominati...

[Leggi]

11.06.06 23:34

» Buona Padania a tutti da nanoIndipendenti.it
Segnaliamo l’uscita in questi giorni con l’Unità di un documentario, a dir poco scioccante, sulla storia della Lega negli ultimi 10 anni della sua pseudo “attività politica”. Il DVD si intitola “Camicie... [Leggi]

15.06.06 22:45