Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fondoschiena a tasso variabile

  • 1382


fondoschiena.jpg

Bersani ha fatto delle liberalizzazioni leggere leggere. Senza toccare per ora i poteri forti. Le banche sono state solo sfiorate da punture di spillo come l’adeguamento contestuale, a seguito di decisioni di politica monetaria, dei tassi debitori e creditori di un cliente. Una richiesta che pare ovvia. Se aumenta il costo del denaro, aumenta sia per il cliente che per la banca. E la banca non può lucrarci sopra. Anzi, le banche avrebbero dovuto allineare i tassi senza aspettare che lo imponesse lo Stato.
Il nuovo presidente dell’Associazione Bancaria Italiana non ci sta e rilascia un’intervista al Corriere che va interpretata.

Intervista: Parla il neo presidente Abi, Corrado Faissola
Data: sabato 5 agosto 2006
Testata: Corriere della Sera

“Di questa norma non si sentiva proprio il bisogno”
va letto:
“Lucrare sui clienti è legittimo”

“Non ha creato vantaggi per la concorrenza. Anzi fornisce ulteriori motivi di conflitto tra le banche e i clienti”
va letto:
“Adesso i clienti possono incazzarsi con le banche a norma di legge se li fregano”

“Quanto all’applicazione delle nuove regole decideranno le singole banche. Voglio dire che non si tratta di una norma imperativa ma di indirizzo. Ed è suscettibile di molte interpretazioni, come accade per tutte le leggi”
va letto:
“Interpreteremo la legge, anzi l’indirizzo, e poi faremo un po' come ci pare”

Faissola si è anche soffermato sull’aumento del tasso di interesse della Banca Centrale Europea e sugli aumenti dei mutui.
Al giornalista che ha chiesto se le banche sono responsabili di aver suggerito il tasso variabile aumentando i rischi dei clienti di fronte ai rialzi dei tassi, ha risposto:

“Il rincaro dei mutui sarà automatico visto che l’ammontare della rata fa riferimento al tasso di mercato”
va letto:
“Non faremo prigionieri”
e
“Mi pare strano che chi ha contratto un mutuo al 2% pensasse che i tassi sarebbero ancora scesi e non, come sta accadendo, saliti... Il cliente lo chiedeva (il tasso variabile), era troppo appetibile”
va letto:
“Noi pensiamo agli interessi della banca, non a quelli del cliente”

Gli aumenti dei mutui saranno insostenibili per molte famiglie, che fine faranno le loro case? Chi ci guadagnerà da questa situazione?
Italiani del mutuo variabile raccontate le vostre storie, le raccoglierò per inviarle all’Abi.

5 Ago 2006, 16:07 | Scrivi | Commenti (1382) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1382

| La Settimana | Trackback (1)

Commenti

 

Prestito Finanziamento Aiuto
Sono una persona che dà prestito per persone serie e oneste che hanno
bisogno di prestito di emergenza per i progetti o problemi di finanziamento.
Grazie a contattare rapidamente via e-mail:ericpruvost10@gmail.com

ericpruvost10@gmail.com 13.10.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento


Salve Sig. & Sig.ra
Faccio prestiti a privati che vanno da 5000€ à 10.000.000€, concedo investimenti tra privati ed ogni tipo di prestito. Inoltre, faccio prestiti a corto, medio e lungo termine. Le mie transazioni sono assicurate da una banca che fornisce una sicurezza di quest'ultime, tutto ciò con un tasso d'interessi del 3%.Se siete interessati, contattatemi, per tutte le vostre richieste e proposte riguardo il tasso d'interesse ed i pagamenti secondo le vostre capacità.Contattatemi via mail : intesasanpaolo33sp.a@gmail.com
coordialmente Grazie

trani 05.10.16 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Oggo la BCE dovrebbe tagliare il tasso di sconto e scendere al 3.25 ma quello che mi fa incazzare, oltre all'aumento della rata del mutuo per "noi" poveretti con il tasso variabile, è che ogni qualvolta vi è stato un aumento del tasso da parte della BCE le banche hanno prontamente aduguato l'euribor alzandolo dello stesso valore il giorno seguent; mentre nel caso di ribassi del tasso, come in questi ultimi mesi, le banche oltre a "pensarci" molto a lungo prima di scendere con il valore dell'euribor ( cosa già di per se che fa incazzare! ) quando decidono di tagliare il tasso non lo fanno dello stesso valore ma solamente di qualche misero punticino, qualche centesimo, tanto per far finta.. VAFF!!! Le Banche scendono dello 0,1 dopo che la BCE ha tagliato dello 0,5 il costo del denaro! Qualcuno sa dirmi perchè?!?!? Perchè dobbiamo sempre porgere l'altra guancia a queste lobby del potere, perchè non possiamo fare nulla..
P.S.
Grande Obama! Li tutto è possibile, qui?!..

Claudio R., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.11.08 13:40| 
 |
Rispondi al commento

FERMATE L'EURIBOR !!!

Nonostante da qualche mese la Banca Centrale Europea non abbia aumentato il costo del denaro, le banche applicano, tramite il Cartello dei grossi gruppi bancari, un euribor che cresce di giorno in giorno. Il 28/11/2007 l'euribor (360 a 3 mesi) era del 4,74% mentre il 3/12/2007 era già arrivato al 4,84% e il 7/12/2007 era del 4,89% !
Fonte: http://www.mutuionline.it/guidaestrumenti/osservatorio.asp che pesca dal Sole 24ore.
Le banche hanno già il loro guadagno (spread), trovo quindi illecito l'EURIBOR che è solo un modo per spennarci ulteriormente in maniera occulta.
BEPPE TU CHE PUOI ACCENDI QUESTA MICCIA. Grazie.
Alberto

Alberto Frau 09.12.07 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ti scrivo perchè ho un problema con la mia banca (CARIGE)in RHO prov. di Milano nonostante continui solleciti scritti e verbali col direttore chiedendo di rinegoziare il mutuo presso di loro da tasso variabile in tasso fisso mi continuano a prendere per i fondelli e a prendere tempo,ti chiedo cosa posso fare con questa banda di ladri o come comportarmi.
distinti saluti.
Alberto De Marchi

alberto de marchi 08.12.07 11:25| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, come dovrò fare se continuano ad aumentarmi il mutuo variabile, pago 510 al mese da 350 che pagavo tempo fa, ora che mio marito è morto la pensione si è ridotta, e ho un figlio disoccupato, come faccio a pagare ancora 4 anni se aumenta ancora?Non si può fare nulla?Se faccio un altro mutuo vado incontro a spese di denaro che non posso fare, mi prenderanno la casa? aiutateci,! Una vedova che non arriva a fine mese con la pensione

maria demontis 09.11.07 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, studio, lavoro e cerco di pagare insieme a mia sorella un mutuo acceso da mio padre nel 2000 con la "Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio", a tasso variabile e che da circa 3 anni non è più in grado di pagare. stiamo cercando di passare al tasso fisso, abbiamo scritto alla banca, parlato con i responsabili, ma non ci hanno degnato di una risposta e a Novemre ci scade la rata! non sappiamo più come fare: contattando L'Adusbef ci hanno consigliato di chiudere questo mutuo ed aprirne un altro con la stessa banca a tasso fisso, ma apparte i costi aggiuntivi ai quali dovremmo andare in contro con questa manovra, come possiamo fare visto che l'uffucio del direttore per noi ha sempre la porta chiusa?

un saluto
Romina

Romina marelli 22.10.07 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, studio, lavoro e cerco di pagare insieme a mia sorella un mutuo acceso da mio padre nel 2000 con la "Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio", a tasso variabile e che da circa 3 anni non è più in grado di pagare. stiamo cercando di passare al tasso fisso, abbiamo scritto alla banca, parlato con i responsabili, ma non ci hanno degnato di una risposta e a Novemre ci scade la rata! non sappiamo più come fare: contattando L'Adusbef ci hanno consigliato di chiudere questo mutuo ed aprirne un altro con la stessa banca a tasso fisso, ma apparte i costi aggiuntivi ai quali dovremmo andare in contro con questa manovra, come possiamo fare visto che l'uffucio del direttore per noi ha sempre la porta chiusa?

un saluto
Romina

Romina marelli 22.10.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, studio, lavoro e cerco di pagare insieme a mia sorella un mutuo acceso da mio padre nel 2000 con la "Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio", a tasso variabile e che da circa 3 anni non è più in grado di pagare. stiamo cercando di passare al tasso fisso, abbiamo scritto alla banca, parlato con i responsabili, ma non ci hanno degnato di una risposta e a Novemre ci scade la rata! non sappiamo più come fare: contattando L'Adusbef ci hanno consigliato di chiudere questo mutuo ed aprirne un altro con la stessa banca a tasso fisso, ma apparte i costi aggiuntivi ai quali dovremmo andare in contro con questa manovra, come possiamo fare visto che l'uffucio del direttore per noi ha sempre la porta chiusa?

un saluto
Romina

Romina marelli 22.10.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, studio, lavoro e cerco di pagare insieme a mia sorella un mutuo acceso da mio padre nel 2000 con la "Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio", a tasso variabile e che da circa 3 anni non è più in grado di pagare. stiamo cercando di passare al tasso fisso, abbiamo scritto alla banca, parlato con i responsabili, ma non ci hanno degnato di una risposta e a Novemre ci scade la rata! non sappiamo più come fare: contattando L'Adusbef ci hanno consigliato di chiudere questo mutuo ed aprirne un altro con la stessa banca a tasso fisso, ma apparte i costi aggiuntivi ai quali dovremmo andare in contro con questa manovra, come possiamo fare visto che l'uffucio del direttore per noi ha sempre la porta chiusa?

un saluto
Romina

Romina marelli 22.10.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

MALEDETTO MUTUO. NON SI RIESCE PIU AD ARRIVARE A FINE MESE. TUTTI QUELLI CHE HANNO UN MUTUO, DOVREBBERO SMETTERE CONTEMPORANEAMENTE DI PAGARE COSI LE BANCHE FALLIREBBERO PRIMA DI POTER VENDERE LA NOSTRA CASA. RIUSCIREMO A FARLO? MINACCIARLO CI CONSENTIRA? DI OTTENERE QUALCOSA. ORGANIZZIAMOCI

ENRICO D'IPPOLITI 17.10.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono felice di vederti ancora all' a,attacco,sono un titolare di un mutuo variabile ,Haimè tempo fà i telegiornali si sono preoccupati dei mutui Americani per giorni interi ,dei nostri mutui che sono aumentati in modo notevole non se ne fregano un tubo viva le nostre banche,e i nosrtri politici un saluto Francesco

minardi francesco 10.10.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

salve sono antonio da roma da circa 18 mesi il tasso del mutuo variabile e' salito in una maniera spaventosa da €1100 a oggi l'ultimo trimeste di €1500 non so piu' cosa sia meglio fare ,se sostituirlo con un tasso fisso o aspettare che succeda qualcosa mi anno consigliato di sostituirlo con un tasso fisso per avere una rata mensile piu' costante di circa €1300 non essendo esperto in materia qualcuno mi puo' dare un cosiglio,prima di prenderlo nuovamente nel fondo shiena grazie infinite ps beppe sei un grande.

antonio valente 06.10.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti invio le quotazioni dei tassi dei mutui al 02/10/07... c'è qualcosa che non va...

EURIBOR
Quotazioni
Nome Fixing
Eonia 3.829
Euribor 1W 4.107
Euribor 2W 4.192
Euribor 3W 4.261
Euribor 1M 4.383
Euribor 2M 4.552
Euribor 3M 4.795
Euribor 4M 4.763
Euribor 5M 4.760
Euribor 6M 4.753
Euribor 7M 4.747
Euribor 8M 4.739
Euribor 9M 4.732
Euribor 10M 4.727
Euribor 11M 4.723
Euribor 1Y 4.720

Scusa la serie di numeri, ma la cosa era importante!!!
Come mai il tasso a 3 mesi è il più alto di tutti e ben 79 punti sopra a quello di riferimento? Forse perchè il 90% dei mutui a tasso variabile sulla casa si riferiscono a quel tasso?!?
Forse è il caso di indagare su questa speculazione che stanno facendo ai danni delle povere famiglie!!!
E non ci vengano a raccontare dell'incertezza dei mercati finanziari perchè allora non si spiega perchè questa "incertezza" è tutta localizzata da un po' di mesi a questa parte sul tasso a 3 mesi!
Grazie per l'attenzione.
Ciao continuate così che siete grandi!

roberto vittozzi 02.10.07 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

volevo solo aggiungermi alla già lunga lista di sfortunati che vivono una grossa situazione insostenibile legata agli aumenti dei tassi variabili in lievitazione, anche la mia banca nel giro di due anni ha portato la rata a 912,00, ed essendo sola è molto massacrante, tra l'altro avevo richiesto il tasso fisso ma per 24 anni la banca non me lo faceva.La cosa che non riesco a concepire è che quando stipuli il mutuo ti fanno mille pulci per darti la rata del mutuo proporzionata allo stipendio e poi i tassi lievitano da renderti la vita impossibile.Come poter risolvere il problema slegandosi da questi usurai legalizzati?
La vita è già molto difficile per tutte le avversità che ti riserva e che non hai modo di evitare in quanto vita, che se si aggiungono anche questi problemi.. la qualità della vita decade sempre più...
grazie per tutto quello che hai già fatto e per quello che potrai fare ancora.
SEI UN GRANDE!!
ciao sandra

alessandra dominijanni 24.09.07 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho un quesito molto semplice a cui vorrei una risposta da parte di qualcuno esperto del ramo.
Come mai i mutui a tasso fisso 15 anni nel 2003 viaggiavano al 6%/6,5% mentre ora si riesce ad averli al 5,5%.
L'IRS a 15 anni nel Luglio 2003 viaggiava al 4,5% mentre l'EURIBOR a 6 Mesi era al 2,1%.
Oggi l'IRS 15A è al 4,75 mentre l'EURIBOR a 6M è al 4,77%.
Quindi sembrerebbe che dal 2003 ad un raddoppio dell'EURIBOR abbia corrisposto una invarianza dell'IRS.
Come è possibile questo?
Che significato ha tutto questo?

davide di vece 09.09.07 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, l'unica arma che abbiamo per non farci fregare è INFORMARSI!!!
Le banche ci fregano perchè siamo IGNORANTI e perchè crediamo che comprarsi casa sia come comprarsi una macchina.
Nascondersi dietro al "me l'ha detto la banca" non serve a niente.
I prezzi delle case sono a livelli assurdi, è vero, ma è anche assurdo indebitarsi per 30 o 40 anni per una casa "dei propri sogni".
La BCE, poi, non è nata per tutelarci. E' nata per tutelare l'economia europea, anche se fa anche gli interessi di altri.
Per chi sostieme che l'inflazione non esiste, lo invito ad andarsi a vedere i prezzi delle materie prime (rame, nickel, ecc.) sul sito dell'LME: lme.co.uk. Ne vedrete delle belle.

Saluti

Max

Max Allegritti 29.06.07 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Io e la mi afutura moglie abbiamo comprato casa nel 2005.
La rata era di 750.
Ora è già a 960(il primo anno ce lo avevano concesso a tasso fisso).
Penso che siamo stati truffati, in maniera sottile chiaramente.
Noi eravamo mossi dall'entusiasmo e evidentemente anche loro!(Alla vista di prede così facili da truffare!)
Infatti ci è stato detto:- La banca centrale europea esiste proprio per evitare che i tassi crescano!
STATE TRANQUILLI!-.
E considera che prendendo un mutuo a 30 anni non ci era concessa possibilità di scegliere il tasso fisso ( almeno questo è quello che ci è stato detto!).
QUINDI TASSO VARIABILE.
Per cambiare contratto ci sono le penali quindi non sai se lo prendi ancora più nel fondoschiena.
Quindi penso: possibile che l'unica difesa sia chiedere l'aiuto di uno specialista?
Io so solo che da quando siamo entrati in Europa il costo della vita è diventato insopportabile.
Basta!
Ma la BCE non ci doveva tutelare?
Poi devono dare la possibilità di cambiare contratto di mutuo anche a chi lo ha stipulato prima della data fissata dalla nuova legge.
Ma perchè non ci INCAZIAMO TUTTI INSIEME!!!
Ci sarebbe davvero da divertirsi!
Vi immaginate se tutti quanti ( ma proprio tutti!) smettessimo di pagare le bollette per un paio di mesi?
Ci hanno trasformato in una massa silenziosa che non reagisce. Dobbiamo fare qualcosa!

Nicola Del Lungo 29.06.07 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco di vedere la mia rata del mutuo crescere di mese in mese.So di essere in buona compagnia e per questo voglio lanciare un'idea:
Se dovessimo creare una sorta di banca on line dove chiunque può investire il proprio denaro e chiedere un prestito ad un tasso rigorosamente fisso (da stabilire... purchè sia onesto)?
Il tasso a credito dev'essere uguale a quello a debito.Una graduatoria potrebbe stabilire le priorità di chi richiede un capitale.
Io non sono un esperto di economia,ma se c'è qualcuno tra di voi in grado di sviluppare questa idea ..sarebbe bello.Diversamente continuerò a lamentarmi e a pagare sperando che qualche onesto capace ci renda l'esistenza più tranquilla.Grazie

silvio cavallari 07.06.07 21:24| 
 |
Rispondi al commento

La mia rata semestrale è aumentata da 3.600 euro a 4.200 euro in poco più di due anni. E pensare che sono ancora una studentessa e che il carico del mutuo è sulle spalle di mio padre, pensionato, che si vede prosciugare ogni mese la sua pensione da finanziarie di ogni tipo! Così ogni volta che arriva la rata (puntualmente più alòta) mi rivolgo a mio padre chiedendogli se abbiamo fatto bene a fare il tasso variabile e lui mi ha sempre risposto che è sempre meglio un tasso variabile rispetto al fisso, ma credo proprio che se andrà avanti di questo passo dovrà ricredersi, o forse già lo sta facendo ma per orgoglio non vuole ammetterlo, eppure mio padre è semopre stata una persona con un gran cervello e un gran fiuto per le fregature, stavolta devono avergliela proprio incartata bene! FaraBRUTTI!!!

Anna Zangrilli 04.06.07 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono una donna con a carico una figlia. Ho 44 anni. 5 anni fa ho stipulato un mutuo con la Meliorbanca a tasso variabile e rata crescente (che grande cazzata!!!)...nel giro di quasi 5 anni la rata è aumentata di 230/250 euro. Come si fa a campare con la metà dello stipendio se l'altra metà devi lasciarla in banca? E' dura arrivare a fine mese...Infatti sono sempre sotto in banca. Proverò a sostituirlo: ma ne varrà la pena? Spero che qualcuno ci dia una dritta perchè siamo arrivati al fondo.
Grazie Grillo, sei un grande!!!
p.s. ieri sono stata allo spettacolo che hai tenuto a Modena.

BEATRICE SIGNORILE 17.05.07 08:30| 
 |
Rispondi al commento

up

max ff 13.04.07 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao sono una ragazza di 26 anni.
Io e mio marito abbiamo acquistato casa a luglio del 2005. Rata iniziale di 750,00 euro circa. In meno di due anni siamo arrivati a pagare questo mese 942,00 euro.
QUASI 200 EURINI IN PIU'!!!!!!!!!!!!
E' vero che ci si doveva aspettare un aumento dei tassi ma quando abbiamo chiesto alla FIneco (con cui abbiamo contratto il mutuo) ci hanno spiegato che essendo in Europa ggli aumenti sarebbero stati estremamente limitati. Alla faccia dei limitati!!!!

MA POSSIBILE CHE NON SI POSSA FARE PROPRIO NIENTE?

Non possiamo fare loro una bella causa per truffa?

Scusate lo sfogo.
Roberta

ROBERTA RIZZO 03.04.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo, meglio affittare, dopo le recenti tempeste in borsa, dovute al disastro del mercato immobiliare americano, le banche chiuderanno i rubinetti dei mutui facili, addio mutui al 100% e anche all'80, e addio mutuo a chi non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato; la Bce alzerà ancora molto il tasso di sconto (può persino arrivare al 5% entro il 2007).
Quindi inevitabilmente i prezzi delle case scenderanno.
Anche le banche europee e italiane sono preoccupate perché sono esposte sul mercato USA, avendo prestato alle società di mutuo americane i propri capitali, che ora sono a rischio azzeramento. Sono esposte per centinaia e migliaia dei vecchi miliardi. E sono tutte collegate tra loro come in un domino. Non possono permettersi più errori da adesso in poi, nemmeno pochi mutui inevasi in patria, sarebbe una catastrofe se una di esse dovesse fallire.
Una specie di Argentina...
L'offerta in Italia o almeno a Roma è elevatissima e aumenterà ancora di più nei prossimi mesi perché molti proveranno a rivendere per la difficoltà a pagare il mutuo.
Sarà un dolore tremendo per chi si renderà conto che non ci sono più acquirenti, almeno nelle grandi città. E che si dovranno abbassare le richieste per disfarsi dell'immobile.
In ogni caso, il crack non arriverà oltre la fine dell'anno o l'inizio del prossimo.
Un anno può essere faticoso da aspettare da chi per esempio aspetta di sposarsi.
Ma valutare che tra un anno o due si potrà comprare molto probabilmente al 30% se non al 50% in meno... forse vale la pena fare qualche sacrificio.
In ogni caso, per i prezzi deliranti è finita.
I giornali sono ancora timidi ma non possono piu nascondere il rischio di un crack. La TV vagheggia ancora molto, ma un recente "mi manda rai tre" era piuttosto inquietante... Questo stesso forum, è segno di forte turbamento sociale...

Giovanni Marco Piemontese 17.03.07 02:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai ragazzi,
il problema non sono mica i tassi... il problema è costituito dai prezzi delle case che sono oggetto di pura speculazione. Ovviamente se vi indebitate per 200mila euro se non di +, cosa volete che accada? Forse bisognava pensarci prima... invece di comprare si poteva andare in affitto, ed invece ancor oggi tutti a comprar casa. Per me è assurdo, soprattutto quando si ha la prospettiva di ereditarne una al venir meno dei genitori. E' un brutto discorso, lo so, ma alla fine se già sappiamo che in futuro quasi ogni italiano eredità almeno 1 appartamento, che senso ha acquistarne un altro? Condivisibile chi lo abbia fatto nel 2000/1 quando i prezzi erano + accessibili ed i mutui bassi, ma da allora i prezzi sono raddoppiati e c'è da giurarci che gli ultimi arrivati si faranno molto male. Oggi, tasse e manutenzione a parte, siamo arrivati al punto che per comprare un appartamento bruttino in periferia che 10 anni fa nessuno avrebbe mai calcolato si paghino 1000 euro al mese per 30/40 anni... per appartamenti + centrali, si pagano 1500-2000 euro per 30 anni.... quando in affitto li trovi a meno della metà. Certo, ti rimane il capitale... ma voglio proprio vedere a chi vendi tra 30 anni il tuo appartamento. Se poi è in un magnifico condominio popolare degli anni 60-70... probabilmente tra 15 anni dovrai abbattere il palazzo e ricostruirlo, vista la qualità dei materiali. Auguri!

massimiliano semerano 16.03.07 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Certo, le banche rendono molto più appetibile il tasso variabile, ma, effettivamente, chi lo ha fatto quando i tassi erano al 2% non ha fatto una gran furbata, perchè erano già troppo bassi.
Allora che facciamo, il fisso?

Beppe, io è la prima volta che scrivo qui sopra, ma tu c'hai mai fatto caso ai prezzi delle case adesso? Te credo che a noi poveracci ci tocca fare il variabile, "a 'sti prezzi!"

Saluti

Max

Massimo Allegritti 15.03.07 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2004-2007
da 630 a 830
per chi ha voglia, organizziamo una rivolta europea, stesso giorno, stessa ora, una o piu' volte al mese boicottiamo in tutta europa uno o piu' servizi bancari, usiamo la testa, manifestiamo affinchè non diventiamo la nuova forma di schiavismo.Possiamo facilmente vincere abbiamo le armi del consumatore non fanno fuoco ma possono fare molto piu' male.
Per chi è interessato apriamo un blog iniziale e poi uno europeo.

mirco ponti 13.03.07 07:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve. Sono un ragazzo di 25 anni. Ho acquistato casa circa un anno fa. Mi hanno consigliato, quelli di Banca per la casa gruppo UNICREDIT, un tasso variabile dicendomi che avendo un negozio gli interessi passivi potevo scaricarli quindi se pagavo di più scaricavo di più... è la somma che fa il totale. Comunque pagavo circa 420 euro.
Ora sai quanto pago?!?!?!? 530,00 euro... si è innalzato trimestralmente senza tregua e facendo due conti di circa il 20%. A quanto arriverà? E' normale a 25 anni non avere questa certezza?
La cosa buona è solo una... l'ho stipulato rinegoziabile ogni due anni. Speriamo solo che fra un anno non sarà un'altra sola.
Grazie... sei il numero uno!

Roberto D'Adamo 24.02.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe , e mai possibile che questi ladri autorizzati speculino sulla povera gente che si fa il culo per 4 soldi ogni mese? Cerca di aiutarci visto che i nostri politici del cazzo pensano solo ai loro interessi anziche pensare alla gente che li ha votati ! Noi siamo sempre gli SFIGATI CHE DEVONO PRENDERLO IN CULO? Cosa possiamo fare se non esternare sul tuo blog i nostri problemi .....sei la nostra unica salvezza arriva anche al padre eterno se necassario ,siamo tutti con te ! In un anno il mio mutuo è aumentato da 420 euro a 600 ma dove cazzo andremo a finire ? HELP

michele Marcotrigiano 19.02.07 10:14| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe volevo sapere se il decreto bersani è retroattivo per i mutui estinti con anticipo ed esattamente nel mese di luglio 2006 .....non per cose ma ho versato alla banca {usurai legalizzati}ben il 5% del capitale residuo.se hai notizie vorrei saperne di più.

ignazio lucchese 08.02.07 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Consiglio per tutti quelli che hanno un mutuo che copre il 100% del valore della casa e lo hanno fatto da poco e non hanno altro da perdere:
fate come loro (le banche) diventate ladri, nel senso non pagate più nemmeno una rata qui soldi metteteli in una musina a forma di porcello e teneteveli stretti.
Cosa vi può succedere al peggio?
che rimanete a casa vostra per 7-10 anni senza pagare una lira (euro) di affitto, e memmeno di spese condominali e nemmeno di tasse. fra 7 anni almeno o più vi manderanno via dalla vostra casa, a quel punto ropete il porcello salvadanaio e andate a comprarvi una casa nuova...ciao a tutti e auguri
SALVO PER POCO

salvo per poco 02.02.07 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere come fare per acquistare la mia prima casa. Ho chiesto in giro a qualche banca i tassi per mutui ipotecari per l'acquisto di prima casa: una rapina a mano armata a volto scoperto. Cioè, dovrei lavorare una trentina d'anni per restituire agli STROZZINI LEGALIZZATI una somma che è quasi il doppio di quello che io chiedo. Loro mi danno 100.000 euro io gliene restituisco 200.000. Io ho da parte un piccolo gruzzolo che mi sono fatto in 15 anni di carriera di lavoratore dipendente statale. Lavoro solo io, siamo in tre in famiglia. Il mio guadagno mensile si aggira intorno ai 1500 euro (c'è gente che prende molto meno, lo so!). Come posso fare? Si lo so, potrei spacciare droga come fanno molti, ma io non sono tagliato per il commercio. Potrei fare, a mia volta, una bella rapina in banca, ma sono allergico alla lana del passamontagna. Potrei chiedere l'elemosina ai semafori, ma dovrei litigare con gli extracomunitari che già gli occupano. Caro Beppe, cosa mi consigli tu? Magari puoi tu farmi un prestito al 3,50% fisso annuo. Oppure, faccio come i Benetton che si son fatti prestare svariati miliardi di euro per l'acquisto delle Autostrade, facendo poi quello che hanno fatto e cioè aumentare i pedaggi, far pagare di più negli autogrill, ecc.?

Lillo Pezzulla 31.01.07 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe volevo chiederti ma e mai possibile che il mio padrone di casa possa aumentarmi l'affitto ogni anno del 2%

Giuseppe Fumia 16.01.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per l'acquisto della prima casa, con mio marito abbiamo preso con la Unipol un mutuo che, malgrado la nostra richiesta di averlo fisso, ci è stato accordato variabile con possibilità di ricontrattazione dopo 12 mesi e poi di tre anni in tre anni.

Allo scadere dei 12 mesi , in nome di una TRASPARENZA INESISTENTE , non ci è però pervenuta, come previsto dai “diritti” del cliente, alcun documento di sintesi delle condizioni contrattali e nessuna informazione sulle variazioni sfavorevoli delle condizioni contrattuali che, puntualmente, abbiamo pagato sulla nostra pelle.

Dopo un anno e mezzo di continui aumenti stratosferici della rata abbiamo contattato la banca per vedere di passare al mutuo fisso.

Dopo un balletto di promesse di annullamento di penali e allineamenti ad altri mutui più favorevoli, durato qualche mese, al momento di concludere non si riesce più a parlare con nessuno. Tutti spariti.

Stiamo dunque stipulando un nuovo mutuo con un’altra banca ma chiudere quello con la Unipol ci viene a costare una penale carissima.

C’è qualcuno che può indicarmi, utilizzando il mio indirizzo di posta elettronica, come evitare questa rapina legalizzata da parte della Unipol?

ada vannugli 23.11.06 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,stiamo cercando casa da comprare e abbiamo ricevuto dai finanziatori tante informazioni sui mutui,ma siamo incerti su quale scegliere (mutuo/affitto, mutuo a rata costante etc.).Ci piacerebbe fare uno scambio di idee magari per sapere le "cattive esperienze" in merito.
Complimenti per il sito sempre utile ed attuale.
Ciao Marina

Marina Esposito 26.10.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, non voglio essere l'ennesima persona che si lagna delle proprie scelte....ma mi chiedo, è giusto che un lavoratore dipendente con stipendio mensile di 1000,00 euro(perennemente fisso)debba rinunciare alla propria
casa,per via dell'aumento dei tassi? Dovrà considerare sempre la sua vita mediocre e priva di desideri? Grazie

michaela muscas 24.10.06 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Aumentano i conti correnti, per chi non li ha, e le spese x chi li ha ed è professionista e deve pagare le tasse.
A quanto so dal prossimo gennaio i professionisti dovranno aprire un conto online con modulo aggiuntivo f24 perchè sarà l'unico sistema per versare tasse e contributi. Bene costo medio 25 euro al mese, dipende dalle banche, per compilare magari solo 5 f24 l'anno, e se il conto è privato con codice fiscale diventerà professionista con partita iva, e aumentano i costi.
Perchè così i controlli sono immediati, in breve tempo visto che normalmente banche e poste impiegano un pò per inviarli.
l'alternativa è che il proprio commercialista può presentare il modello x conto del cliente che darà delega di addebito sul proprio conto, ma visto che ciò rappresenta un rischio per il commercialista (errori di addebito o altro) quest'ultimo dovrà assicurarsi e il cliente pagherà di più per questo servizio.
Insomma come la vedi la vedi aumentano le spese a favore delle banche, bravi fenomeni.....
Ho solo un dubbio ma secondo voi con questo sistema beccano i grandi evasori?permettetemi una grassa risata

Barbara Basi 21.10.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, ciao a tutti...
io e la mia ragazza abbiamo acquistato una casa lo scorso anno. lascio stare i commenti su diritti di agenzia, costo del notaio ecc..., e vengo al punto.
un amico di famiglia (brava persona e fidato), promotore finanzoario fideuram, ha provato a consigliarci, ammettendo che si era sull'orlo della scelta, che vista l'amicizia non se la sentiva di dare per certo se fosse meglio un tasso variabile o fisso (ammettendo che i tassi sarebbero aumentati, non sapendo quantificare di quanto).
alla fine abbiamo fatto un mutuo a queste condizioni:
25 anni, tasso variabile, rate con presenza di una parte di interessi dalla prima all'ultima rata (non conosco i termini giusti), possibilità di rivalutare le rate in seguito a versamento di quote senza pagare penali.
considerate che per ora paghiamo meno di quanto avremmo pagato col fisso, ma siamo al limite!!!
voi tutti amici, datemi un consiglio, cosa si può fare ora che abbiamo avuto 5 rialzi dei tassi e presto ci sarà il sesto (dato per scontato). si può fare un nuovo mutuo con un'altra banca e saldare il primo (mi sa di cavolata), oppure ci sono situazioni in cui il cliente può chiedere di rivalutare il proprio mutuo???
datemi un consiglio se potete!!!
grazie e ciao!!!
GRANDI!!!
ale

alessandro galli 07.10.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in nome della liberalizzazione si stà facendo il contrario:non significa più permettere a chi vuole investire in un settore di farlo,ma togliere quel settore a quelli che ci hanno investito per 60 anni e darlo al miglior offerente,sopratutto se questi ha operato abusivamente per anni provocando la crisi di quel settore con una concorrenza sleale verso chi rispetta le leggi,come dimostra il bando dell'AAMS sui giochi sportivi formulato in maniera tale da levarli alle ricevitorie per darli a una nuova "rete" al momento inesistente,anzi una parte esiste:quelle delle agenzie di raccolta abusive!

emanuele mocci 06.10.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Beppe,
è la prima volta che ti scrivo...
sono una ragazza di 29 anni e l'anno scorso dopo tante difficoltà,fregature e prezzi strepitosi sono riuscita a trovare la mia casa. Vivo nella provincia di Milano e i prezzi sono veramente
improponibili!!! pensa che per un appartamento di nuova costruzione di 60 mq chiedono 200.000 euro!!!
L'anno scorso sono entrata anch'io in questo mondo di strozzini legalizzati....le banche!!!!
Ho richiesto un mutuo come il 99,9% delle persone che vivono in italia,un mutuo che ho dovuto scegliere,per forza,a tasso variabile,in quanto una rata a tasso fisso era per me troppo alta!!!
Ho iniziato a pagare la rate, aprendo un conto alla Banca di ROMA.....
Ho iniziato a pagare le rate a luglio 2005 con una rata di 646 euro al mese; ad oggi la mia rata è di 700 euro al mese con uno stipendio di 1.000 euro e questo mese mi è aumentata nuovamente di 7 euro rispetto al mese passato.
Mi sono recata in banca chiedendo,da ignorante,se c'era la possibilità che i tassi di interessi
non si alzassero più,e sia cosa mi sono sentita rispondere?
"Sa signora,lo spero anch'io,visto che anche mia figlia ha un mutuo in continuo aumento,pensi che questo mese gli interessi non hanno avuto aumento,ma le rate del mutuo si, e non so spiegarle il perchè"
Come è possibile risolvere questa situazione?
fIDUCIOSA IN UNA RISPOSTA ,TI RINGRAZIO
Luana

Luana Casieri 20.09.06 21:37| 
 |
Rispondi al commento

La lotta di bersani alla evasione consiste in una inutile vessazione ai danni di tutti i tipi di professionisti che sono "obbligati" ad aprire conti professionali anche se la loro attività è l'unica fonte di reddito, così arricchendo di clienti e di commissioni ulteriori gli istituti bancari, veri poteri forti ed occulti dello Stato.
Mi chiedo se io avvocato che fatturo per cassa e non per competenza emetto la fattura al momento del pagamento, quindi dichiaro al fisco di avere avuto in quel momento quei soldi, perchè devo versarli obbligatoriamente in banca. Come lo compro il pane se mia moglie il giorno dell'incasso dei soldi mi ha chiesto di fare la spesa. Corro in banca,faccio la coda, verso e prelievo gli spiccioli per la spesa, prego di ricordare, fra 3 anni al momento della eventuale verifica fiscale, il motivo del prelievo o il mese successivo annoto quel prelievo sull'estratto conto; dopo tutti gli adempimenti troverò anche il tempo di lavorare?
Purtroppo devo lasciarvi perchè oggi ho incassato da un amico 50 euro, devo emettere fattura ma prima devo pure correre in banca per il versamento; psero onesatmente di essere pagato solo una volta al giorno se no sai che corse.
Signori Bersani & C. ma dove vivete sulla luna?

Nicolò Nono Dachille 07.09.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Bastardi...buon Dio che falsità mi tocca leggere.
Grillo, ti prego indignati più che puoi e fa qualcosa, la menzogna è arrivata a limiti estremi!!!
Io ho appena contratto un mutuo (a tasso fisso!!!) e, ovviamente, ho fatto il giro delle sette chiese prima di scegliere in quale banca andare.Premetto che ho sempre richiesto preventivi per mutui a tasso fisso,ma...cito testualmente:
"...un mutuo a tasso fisso è da pazzi signore,guardi che ora come ora i tassi sono bassissimi..." e ancora "...i tassi sono ai minimi e lo sono da cinque anni, vuole che ora, tutto d'un botto, la banca centrale si metta ad aumentare i tassi una volta all'anno??? (ride)".
Ridi "patacca" (come dicono da noi...scusate la volgarità),peccato che quest'anno la BCE li abbia già aumentati 4 volte!!!
Con varie formule queste frasi le ho sentite un po' ovunque,ma sentite questa (giuro che è vera!) :
"...ma via, in genere quando variano i tassi di interesse si verifica anche un aumento delle buste paga ( e quindi secondo loro la rata reale mensile non aumenterebe)"
MA SIAMO IMPAZZITI??? Io l'aumento ce l'ho ogni due anni e volete sapere quant'è al netto di tasse??????? Cira 20 EURO.Forse il contratto dei bancari prevede questa clausola...
Io, ringraziando Dio, mastico un po' di economia spicciola,ma vedo moltissime persone intorno a me che fidandosi di lor signori oggi si ritrovano a pagare rate mensili di 1000,00 EURO quando solo un anno fa la stessa rata era di 850,00.
Mi spiace caro signore, lei è un bugiardo:
quando dice che erano i clienti a chiederlo;
quando non ammette che i bancari hanno deliberatamente nascosto la realtà economica egli scenari futuri;
quando nasconde che avete incentivato molte persone a prendere mutui al 100% del valore dell'immobile condannandoli ad una rata che aumenterà sempre più sino a strozzarli;
quando nasconde il fatto che per ogni rata vogliono la commisione di incasso e per ogni comunicazione inviata a casa 2 EURO.
BUGIARDO!Ora querelatemi pure.

Filippo Tonelli 07.09.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

due anni fa ho comprato un piccolo appartamentino
che ho pagato con un mutuo (al sangue!): tutte le banche mi consigliavano il tasso variabile decantandolo!
io non fidandomi l'ho preso a tasso fisso.....
Di certo loro guadagnano sempre ma almeno ora non mi sento preso in giro, gente fidatevi del vostro intuito e non delle parolone!

paolo capoccia 01.09.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Aprire un'impresa in Italia è difficile?
Apriamola in Svezia... e senza alcun costo e capitale minimo irrisorio...lo prevede il Trattato dell'Unione europea all'art 43 ( ex art 52), secondo cui è "le restrizioni alla libertà di stabilimento dei cittadini di uno Stato membro nel territorio di un altro Stato membro vengono vietate. Tale divieto si estende altresì alle restrizioni relative all'apertura di agenzie, succursali o filiali, da parte dei cittadini di uno Stato membro stabiliti sul territorio di uno Stato membro."
Caro Grillo dobbiamo leggere di più il Trattato Ue e le sentenze della Corte di Giustizia per parare i colpi di questo Stato che è rimasto ancorato all'autoreferenzialità...Ora non può più!!Anche se lo dici spesso, non disprezzare gli Economisti, possiamo ancora servire qualche volta!

Consuelo Giusti 31.08.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Dopo il post di Laura ho poco da aggiungere... Noi l'anno scorso siamo stati così fortunati da rientrare nella graduatoria del Comune per un contributo una tantum di 5000 euro a fondo perduto per le famiglie di nuova costituzione, e anche se non era obbligatorio destinarlo alla casa abbiamo deciso di versarlo tutto per decurtare la rata (perchè invece per la durata niente da fare: 25 anni o rimborso totale... sì, vincendo al lotto!) del mutuo... cosa che al momento pare praticamente inutile, visto che in meno di un anno abbiamo superato l'ultima rata di "prima del rimborso"!
Anche noi siamo dipendenti a tempo indeterminato e anche noi al momento in un modo o nell'altro riusciamo a vivere umanamente (ma di molte cose non se ne parla... vacanze, ad esempio)... ma anche per noi il progetto di un figlio è quanto mai remoto, perchè appunto: se in due ce la facciamo... in 3 si tratta solo di calcolare il tempo necessario per finire sotto un ponte!
Questa storia del tasso variabile (che sopra certe scadenze di mutui non è una scelta, ma un OBBLIGO... e sotto certe scadenze può starci solo chi prende un signor stipendio!) non dico che sia la causa principale (non dimentichiamo la mancanza di asili, e leggi a tutela della maternità delle quali può usufruire solo chi può permettersi di rinunciare praticament a uno dei due stipendi) della scarsa natalità in Italia... ma a mio parere per molte coppie influisce parecchio.
Inoltre, vorrei sapere una cosa: perchè sui miei depositi in conto corrente l'interesse attivo è dello 0,25% (ma la banca quei soldi li ha disponibili per lei, finchè non chiudo il conto), più che mangiato dalle spese di tenuta conto, mentre su quelli che richiedo io il tasso è 20-30 o più volte tanto? Ma i soldi non sono tutti uguali? Perchè solo i nostri non devono valere niente?
Un in bocca al lupo a Laura e a tutti quelli che con il mutuo a tasso variabile devono conviverci (noi compresi... -23!)!

Francesca Tambini 31.08.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao per la storia del contributo vi racconto questa: La regione Veneto (patria di forzisti e leghisti) ha indetto un concorso per giovani coppie residenti in veneto che avrebbero comprato casa di 90 mq e contratto matrimonio entro maggio 2007per dare o un contributo a fondo perduto di 20000 euro oppure il corrispondente per rimborsare gli interessi di un muto da 95000 per 10 anni.....
Premesso questo e rientrando in tutti i requisiti io e il mio ragazzo abbiamo fatto domanda e ora ho saputo che il mio posto in classifica e' 3797^ posto.... sapete cosa ci ha rovinato? il fatto di essere troppo vecchi (31 e 27) e troppo ricchi (siamo dipendenti da 800 e 1000 euro al mese netti e con troppi risparmi in banca (per fortuna mia...)) Morale della favola... se sei dipendente a tempo indeterminato ed e' un tot di anni che ti fai il c**o lavorando e non sperperando sei troppo ricco per essere povero e troppo povero per essere ricco... vorrei sapere quanti di quelli che hi davanti sono amici e quanti sono liberi professionisti che girano col maserati e poi dichiarano di essere poveri in canna...
il sistema Italia fa schifo visto che alla fine ad essere penalizzati sono sempre e solo i cittadini onesti che lavorano e pagano le tasse e tutto quello che c'e' intorno... Per la cronaca per fortuna che siamo ricchi visto che mi devo fare un mutuo di 25 anni e con le nostre mensilità arriveremo a fare un tenore di vita umano ma non vedo molto benessere all'orizzonte... PS2: se mi prendo incinta che si fa? la fame?

Laura Mortin 30.08.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Salve io devo comprare casa e ho deciso di farmi il mutuo a tasso fisso al 6% perche' la banca ora consiglia i tassi fissi rispetto ai variabili... l'anno scorso invece era il contrario e dei tassi fissi nemmeno ne parlavano....

Vorrei inoltre informare per chi vende casa con mutuo e trova qualcuno che se lo accolli se non c'e' una liberatoria sul rogito la banca lo considera come secondo creditore... se il vostro acquirente non paga la banca viene da voi a riscuotere i soldi...
vi avverto perche' questa e' una norma che viene tenuta sotto silenzio dalle banche e dai notai...
baci

Laura Mortin 30.08.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

La realtà è una sola. La gente dovrebbe piantarla di comprare casa quando non se lo può permettere,punto. E' ora di finirla con questa storia di gente che vuole comprare casa senza un euro bucato in tasca e col mutuo pretende di pagarsi spese, notaio, chiudersi il finanziamento dell'auto e comprarsi i mobili. Questo vittimismo non è tollerabile. E' vero che la gente non deve essere ingannata o truffata...ma è anche vero che non si può sempre gridare allo scandalo quando qualcuno decide di impiccarsi con le proprie mani.

Ora tutta la massa di intelligentoni che si fregavano le mani per essere riusciti a comprare casa, pur impiccandosi nelle spese, con un mutuo assurdo arrivando al pelo alla fine del mese, si ritroverà in una situazione drammatica.

Di chi è la colpa? E' sempre colpa del mondo? Noi non siamo in dovere di usare il buonsenso quando facciamo scelte importanti nella vita? Il senso di responsabilità non esiste?

Essere riusciti ad andare da genitori ed amici tronfi di gloria per l'acquisto (scellerato) fatto, è valsa la pena del trovarsi la casa confiscata dalla banca e aver messo i figli sulla strada?

Solita storia, solita irresponsabilità, solita faciloneria italiana nel cavalcare Grillo che sbatte "il mostro Banche in prima pagina", quando l'unica cosa da sbattere sarebbe la testa di chi senza un euro in tasca si è spiegato di sobbarcarsi un mutuo a 30 anni arrivando con un tasso al 2% a malapena alla fine del mese.

Basta con le ipocrisie.

Marco Giani 22.08.06 06:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio una considerazione... fin quando il mercato immobiliare stava viaggiando a gonfie vele, i tassi erano bassi si vendevano mutui senza spiegare la differenza tra tasso fisso e variabile e l'incidenza di un aumento/ribasso del tasso di riferimento. Ora che il settore immobiliare frena i tassi salgono e di conseguenza le rate dei mutui salgono. ORa propongono di mantenere rata fissa ma durata che si allunga al crescere dei tassi, ergo pagherò fino alla pensione!
Penso che nessuno valuti che il tasso di interesse negli anni 90/95 era al 13% e son passati solo 10 anni...un mutuo lavora mediamente sui 15/20 annni..non è il caso di riflettere o fare come avevo consigliato ad amici di prendere soldi in prestito a tassso fisso nel breve svantaggioso ma nel lungo periodo in prospettiva attuale di tassi crescenti molto vantaggioso....ah se notate le banche non vi consigliano il tasso fisso.... chissà perchè...
Grazie

Flavio Longo 21.08.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Aumento Mutuo 110 euro mensili in più...
La banca del tronchetto (Desio e della brianza)...
Porca putt...


C. Aiosa 20.08.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signori, svegliatevi.
Agli italiani viene imposto di avere un C/C presso di una banca.
Colui che impone questo tassa pure l'avere di un C/C per +/- 34 euro all'anno.
In europa questa tassa non esiste da nessuna parte. L'italia e' unica in questa maniera per derubare la gente senza offrire una alternativa.
Qui non si tratta di pagare un servizio dato, qui si tratta di deruberia chiamta tasse.

MARIO CARNEVALE

MARIO CARNEVALE 20.08.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

L'anno scorso pagavo una rata del mutuo di 630 € circa, a distanza di un anno pago oltre 740 €, la banca è Unicredit, Vi sembra un aumento giusto? O la banca ha speculato ed esagerato in questi aumenti? Quanto potrebbe ancora aumentare? Che rischi vado incontro quando non riuscirò più a pagare? Si può rinegoziare il tipo di tasso? Perché tutti hanno il diritto di aumentare, quando si alza il costo del denaro, e la paga del lavoratore dipendente rimane sempre ferma? Mi stanno collassando, non riesco più a pagare tutti i miei debiti, per favore aiutatemi (almeno a darmi una risposta).

Gio Rai 19.08.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe e amici volevo un consiglio ,ho preso 4 anni fa un mutuo a tasso variabile a valore crescente di 165 000 euro per 30 anni ma da quote tranquille che pagavo ogni 6 mesi adesso i tassi si stanno facendo troppo alti. Cari amici e' possibile con una qualsiasi manovra economica ammortizzare tutto cio? fatemi sapere per favore,grazie.

sergio trivelloni 19.08.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vergogna all'indulto. Mettere in libertà tanti criminali non capisco come sia vista come soluzione invece di costruire un nuovo carcere. Inoltre:
Non ci sono piani di reinserimento per le persone
Gli extracomunitari usciti da galera non possono essere rimpatriati
Mastella deve andare a casa!!!! E' insostenibile sentirlo parlare

Marco Misurelli 18.08.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa se pongo una questione per molti banale ma per il sottoscritto quasi vitale: un mese fa circa io e mia moglie abbiamo venduto delle azioni (le uniche che avevamo, regalo per il nostro matrimonio di circa 8 anni fa) dell'ENI. Negli anni hanno avuto un buon rendimento, ma credetemi averle mi faceva un po' schifo perchè conosco gli intrallazzi dell'ENI e tutte le porcherie petrol-derivanti. Le abbiamo vendute per l'acquisto della casa. Le azioni erano 2500 vendute a poco più di 23 euro l'una. Ad un mese di distanza la Posta, che gestiva i titoli, mi manda un conto di oltre 3000 euro di ritenuta in base al DLgs 461/97 (e non DL come hanno scritto loro, vabbè!), ovvero il capital gain. Qualcuno saprebbe in parole comprensibili spiegarmi cosa è e la storia di questa imposta? Molte grazie.

Mauro Di Prospero 18.08.06 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, Beppe...
è la prima volta che ti scrivo,
sono direttore di una Filiale della Banca di Credito Cooperativo. Ho sempre seguito i tuoi spettacoli con interesse, ma mi sento di informarti che per quanto concerne i prodotti offerti da noi Banche la colpa non deve essere completamente attribuita a noi e ti spiego il perchè:
Quando la gente sottoscriveva obbligazioni e bond Cirio, Argentina Parmalat ecc. era la stessa gente che acquistava azioni e fondi azionari senza conoscere i rischi che potevano derivarne... il problema che ai tempi, se noi offrivavamo bot o titoli di stato ai tassi di allora dell'1,50% con il mercato azionario e dei bond che rendevano mediamente 8/10 % punti in +, i clienti cambiavano banca...idem ora per i mutui... con i salari che solitamente arrivano a mala pena a coprire il rapporto rata reddito (30% del netto percepito può essere destinato ad un impegno costante)mi vuoi spiegare come possono richiedere un tasso fisso che costa mediamente 2 punti% in + rispetto ad un variabile ??? Molta gente non capisce che dovrebbe rimanere in affitto anzichè comprare l'immobile, anche se la rata attualmente poco si discosta dal canone corrisposto. Cosa ne pensi?

ALESSIO MANDELLI 17.08.06 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato un bellissimo pezzo in economia sulla apertura e chiusura delle attivita' imprenditoriali italiane. Racconto La Mia Storia: Ho avuto il coraggio di aprire un negozio in italia nel lontano 2001 dopo un anno e mezzo l'ho chiuso poiche' uno non puo' lavorare per la "gloria" e basta. Sono andato a lavorare in svizzera e oramai, trovandomi bene, abito li. Dopo aver chiuso ditta ho dato in mano tutto ad un Dott. Commercialista per chiudere tutto; ma si è dimenticato di portare in comune la cessione dell'attivita'. Quest'anno mi sono arrivate da pagare le tasse sui rifiuti degli anni, dove l'attivita' era gia' chiusa. In comune mi conoscono ma dicono che non possono fare niente in camera di commercio del mio capoluogo vogliono multarmi poiche non li e' stato comunicato niente. Percio'non so cosa fare. Comunque credo che in italia i posti statali vengano assegnati per caso o per conascenza poiche' non ho mai visto tanta gente ignorante tutta assieme che gestisce un ente "pubbblico". Un solo esempio: ho ricevuto una multa per eccesso di velocita' in svizzera; ho chiamato l'ente competente spiegadoli la mia situazione sia finanziaria che problematica per il ritiro patente (visto che ho un lavoro che mi fa stare macchina tutto il giorno)e loro come persone civili mi hanno multato di Frs. 800 apposto di 3.200 e mi hanno chiesto i mesi in cui non viaggio in macchina: Ho detto Gennaio, Febbraio e Agosto e per loro in quei mesi non posso guidare. Il bello di tutto questo che sono riuscito a risolvere tutto tramite telefono o missive e non mi sono mai presentato in un loro ufficio.secondo voi e' possibile arrivare a questo anche in italia?

Tomas Dolota 17.08.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Oramai dovremmo prenderlo nel **** senza neanche dire AHH!!!
Spero gli italiani si sveglino presto

Giuliano d'Andrea 14.08.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

A me non interessano le SPARATE di Grillo, a me interessa guardarmi intorno e vedere che gli sportelli bancari fagocitano TUTTO ...
Le banche vanno combattute al piu' presto, ma il GOVERNO ci obbliga ad avere un conto corrente, assurdo...
Vorrei sapere se tutte queste leggi infami fatte in questi pochi mesi, fossero nel programma dell' ULIVO ...
Vorrei sapere se la gente si e' resa conto che gli allarmismi ingiustificati fossero solo CAMPAGNA ELETTORALE squallida e basata su dati FALSI !
Perche' se c'era tanto bisogno di riformare il PAESE, questo GOVERNO ha pensato solo ad INCASSARE soldi, aumentando le SPESE del cittadino per INTASCARSI soldi con nuovi ministeri e nuove cariche COSTOSE per noi ?
Dov'era tutta questa urgenza se poi NON HA FATTO NULLA ?
Perche' GRILLO si e' ostinato ad avallare DATI palesemente FALSI e costruiti ad arte facendo credere ai piu' ingenui che l' ITALIA era oltre il 30.imo posto, a livello dei PAESI del 3.o MONDO, quando tutti vediamo che non e' VERO ????

Max Lanzani 14.08.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prodino e' corso subito in AIUTO alle banche :
costringe TUTTI a dotarsi di conto corrente e carte di credito, altrimenti non si va piu' nemmeno dal dottore : VERGOGNA !

Max Lanzani 14.08.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo amico dei banchieri e assassino

beppe ogrullo 13.08.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti italiani mi chiamo Raffaele e sto utilizzando questo blog per chiedere qualcosa a chi ne sa più di me.. non è a fine personale ma è qualcosa che dovrebbe essere di dominio pubblico..Sto facendo una ricerca universitaria circa il ciclo di vita degli oggetti,il reciclo industriale e in specie quanto giova e che tipo di economia sarebbe quella improntata sul reciclo?come ci si sta movendo realmente..realmente..?Chi sta sdottando questo tipo di strategia che risultati ha nei confronti dei concorrenti?Il mio intento sarebbe dimostrare ma non attraverso dati fittizzi e antiquati la reale situazione italiana!Come funziona il sistema di reciclo,quanti dei prodotti che noi realmente separiamo nei bidoni sono realmente riciclati e questa operazione è qualcosa di semplice e conveniente o alla lunga è più dispendiosa..Tra le altre cose per chi sa io aqbito tra la provincia di pistoia e prato nella così detta piana dove ci stanno per piantare un inceneritore immenso anzi un "termovalorizzatore"che ti valorizza le nano particelle che ti finiscono nei polmoni..insomma sono proprio sensibile alla cosa ma in modo veramente agguerrito,determinato e incazzato..Per fortuna sono ancora all' interno dell università fiorentina e spero veramente che possa dar vita a qualcosa ma il mio primo passo che devo compiere è l' informazione..devo conoscere,devo sapere,solo allora posso muovermi insieme ad una serie di proseliti incazzati quanto me...
Allora spero vivamente che qualcuno colga la mie domande,che un mentore mi aiuti a capire le cose come stanno che mi sappia dare qualche dritta se anche lui si sta muovendo nella mia stessa direzione..Mi spieghi dove posso documentarmi,dove posso trovare la verità,come funziona il sistema.. Etutto il possibile vi prego...
Grazie a tutti ne approfitto per ringraziare beppe per queste cose straordinarie che sta facendo e invito tutti a supportare parlandone e informandosi GreenPeace Italia...

Gori Raffaele 13.08.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL MUTUO è COME AVERE UN CAPPIO AL COLLO ATTACCATO AD UN ALBERELLO E OGNI GIORNO PROVVEDERE AD INNAFFIARLO PER FARLO CRESCERE

matteo zanichelli 13.08.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma che caxxo sta pubblicando il corriere online??!?!?!Paris Hilton morsicata dal suo procione chiamato baby luv .....rubano 14 nani dal giardino arrestati ..... Valeria Marini ha perso un figlio .....

Manuel Pomarè 12.08.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio sciorinare dati ma la cruda realta'. Ho 32 anni, lavoratore a progetto, sposato con una parrucchiera. Nel novembre scorso abbiamo acquistato una casa con un mutuo di 26 anni a tasso variabile. La rata era di 750€/mese, dopo nemmeno un anno è' diventata di 850€/mese, lo stipendio di mia moglie.
Secondo voi tra quanti anni ci tocchera' vendere ?

Sandro Nardo 12.08.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia è una repubblica fondata sulle banche. Per essere eletto Presidente della Repubblica devi essere stato eletto prima Presidente della Banca d'Italia.
Non sono un neoproprietatrio; mi sono laureato l'anno scorso in ingegneria e dopo SOLO qualche mese sono riuscito a trovare un lavoro degno di questo nome nella mia Campania. Mi occupo di finanza agevolata per una società facente parte di un gruppo internazionale, il quale gruppo ha deciso di investire in Campania sfruttando le sovvenzioni del post terremoto in Irpinia. L'azienda opera in un settore altamente tecnologico per cui investe molto in R&D e per fare questo CERCA di avvalersi dei finanziamenti pubblici. Ultimamente sono stati emanati dei bandi (PIA-Innovazione e legge 488/92)che dovrebbero aiutare le aziende ad investire in R&D e in investimenti materiali. In realtà si stanno rivelando dei sovvenzionamenti per le banche, in quanto:
1) l'istruttoria è affidata alle maggiori banche italiane (e per questo vengono pagate dallo stato);
2) le agevolazione sono in conto capitale (cioè un PICCOLO contributo a fondo perduto) e in un finanziamento a tasso agevolato al quale, a volte, è obbligatorio affiancare un finanziamento a tasso ordinario di pari importo (ulteriore guadagno per le banche);
3) i fondi europei sono ceduti allo stato al momento dell'emanazione del bando: negli anni che passano fino alla concessione definitiva dell'agevolazione dove vanno a finire questi soldi?(nelle casse delle banche?);
4) nell'utimo bando della 488 si invita le aziende ad annullare la richiesta del contributo in conto capitale.
Tutto ciò si traduce in un accesso al credito BANCARIO per le aziende che non riescono a dare garanzie (e fin qui ci può stare) parando il qu_o alle banche se i debitori non pagano. Invece aziende finanziariamente sane che vorrebbero investire in R&D o in impianti produttivi (creando occupazione) non sono incitate a farlo.
Così non si invoglia neanche le aziende estere ad invetire in ITALIA.

Gaspare Sagliano 12.08.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento

spendida la tua traduzione simultanea delle parole di Faissola, ma perche' non fai la stessa cosa con altre situazioni e/o leggi pazzesche? Mi spiego: prendi la legge di famiglia laddove dice che bisogna tutelare l'interesse del minore bisogna leggere: UNA DONNA , MEGLIO SE ZOCCOLA, PUO' DERUBARE IL POVERO COGLIONE CHE L'HA SPOSATA DI TUTTO ( CASA REDDITO AFFETTI ECC. ) CON IL VERGOGNOSO SCUDO DI UN FIGLIO. NE' L'AFFIDO CONGIUNTO, UN PO' FUMOSO PER LA VERITA' POTRA' MIGLIORARE LE COSE. PERCHE' NON FAR PAGARE IL CONTO DEL FALLIMENTO A CHI LO PROVOCA, VISTO CHE IL MATRIMONIO ALTRO NON E' CHE UN CONTRATTO? E PERCHE' NON FARE ACCORDI PREMATRIMONIALI? CHI E' CONTRO SOLO LA CHIESA O ANCHE LA LOBBY DEGLI AVVOCATI? MI PIACEREBBE CHE QUALCUNO COMMENTASSE.

antonio formoso 11.08.06 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari amici, so che noi poveri neopropretari di casa siamo sulla stessa barca.Che dire?ci anno abbagliato sulla possibilità di acquistarci un tetto, obbligatoriamente, visto che pagare l'affitto è un sicidio;a adesso, già indebitati fino al collo, siamo costretti a fare i giocolieri del quotidiano per poter sopravvivere e tenerci una casa. Mi sento come una burattina con i fili, manovrata e usata dal miglior furbo.A volte mi sembra di impazzire perchè più cerco di liberarmi, più m'ingarbuglio.Viviamo in un paese dove tutti sono bravi a lavarsi le mani e fare scarica barile e alla fine rovesciano tutto su noi.Auguro a tutti periodi migliori.....ce la possiamo fare.....spero.

assunta fatticci 11.08.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'avvento della concorrenza europea, soprattutto tedesca nel campo creditizio non avrebbe dovuto migliorare i servizi al consumatore?

Luigi calopresti 11.08.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

La legge cui faccio riferimento sull'abuso di dipendenza economica è la n.57 del 5 marzo del 2001.Beppe,leggila,è molto interessante!!

Salvatore Romano 11.08.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento

"Fare un mutuo conviene perchè gli affitti sono troppo cari,i tassi sono bassi e poi la casa è di tua propietà".Questo è quello che dicono tutti.Ma una domanda:fare un mutuo di 30 anni,per un appartamento di 60 metri quadri del valore di 300.000 senza garage e posto macchina conviene?Secondo me è una grossa stronzata,basta fare l'analisi dei costi e dei benefici.Scoprirete che i costi sono magiiori dei benefici e quindi fareste bene a pensarci due volte.Certamente una persona può dirmi che della casa ha bisogno,sono d'accordo,ma allora che fare?Basta applicare la legge sull'abuso di dipendenza economica.Il settore immobiliare è un settore dove non c'è una reale concorrenza,ma c'è un'oligarchia immobiliare che gestisce il mercato e lo condiziona con il benestare delle banche.Con l'avvento dell'euro subito c'è stato un raddoppio del valore degli immobili senza che ciò fosse giustificabile.Le banche sono le prime responsabili;vogliamo scommettere che qualche banchiere è nel consiglio d'amministrazione di qualche gruppo immobiliare?Ricucci,chi l'ha sostenuto?Chi gli ha permesso di accumulare un patrimonio gigantesco in 3-4 anni?Forse qualche dentista,visto che è odontoiatra...

Salvatore Romano 11.08.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici, eccoci qui stamattina con notizie contrastanti rispetto ieri.
Signor Tricket, la ripresa la vede solo lei ed il sistema bancario, ma la realtà è ben diversa.
eccovi alcune notizie da pagine economiche:
Pil del II trimestre visto in frenata
Secondo il consensus degli analisti il Pil Italiano dovrebbe registrare una decelerazione al +0,4% trimestrale e del +1,3% annuale.
Secondo trimestre in rosso per Erg
Il cda del Gruppo di Genova ha approvato la relazione trimestrale al 30 giugno chiusa a livello consolidato a valori correnti con un risultato operativo netto negativo per 16 milioni, in calo del 112% rispetto al secondo trimestre 2005, e un margine operativo lordo di 22 milioni, in calo dell'87 per cento

La sensazione, già diffusa nel mercato, che l’Azienda Italia abbia segnato un rallentamento nella scorsa primavera è stata alimentata dai dati sulla produzione industriale, diffusi martedì scorso.

Ebbene, non è una sensazione, ma la realtà, la questione non è più solo quella dei mutui, ma delle buste paghe più leggere d'europa (sono dati reali), di una politica fiscale a danno delle famiglie, e fino a prova contraria sono queste che alimentano l'economia diffusa, ovvero i loro consumi sono variegati essendo variegata la componente famiglia che va dal neonato all'adulto e spesso al senior.
Non siamo in grado di seguire il trend di crescita europeo perchè da noi la liquidità circolante diffusa non esiste, e le future politiche della BCE peseranno non poco allo stato italiano e ad ogni singolo cittadino.
Perciò a chi in questi giorni ha anche scritto "hanno voluto il variabile, adesso se lo tengano" rivolgo l'invito di avere una visione più ampia del problema e della realtà
buona giornata

alessandro solinas 11.08.06 08:05| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
ATTENZIONE! ATTENZIONE!

A TUTTI I TRASGRESSORI DEL CANONE RAI!

SIETE AVVERTITI!

MAMMA RAI E' MOLTO ARRABBIATA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 10.08.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

perchè dici che le banche non sono state toccate? con le nuove norme per cui tutto quello che supererà i 100 euro dovrà essere pagato tramite bonifico assegno o vaglia(per le prestazioni professionali) eccome se le banche vengono toccate. Delle commisiioni bancarie per ogni operazione vogliamo parlarne?

valerio ravera 10.08.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, vogliamo difenderci veramente, e dalle truffe continuate, di milioni e milioni senza che nessuno dica niente e anzi tutti supinamente a pagare?
Nel dicembre 2005 passo ad un altro gestore;mi vedo spuntare una bolletta Telecom con l'aggravio di 103€ per anticipo conversazione, e,con la pazienza di Giona, riesco ad avere una spiegazione. Si tratta proprio del pedaggio in seguito alla scelta di cambiare gestore. Loro dicono che lo restituiranno, ma non avverà mai. Fino a qualche mese fa, i ritardi di pagamento della bolletta venivano sanzionati da interessi di mora, oggi, anche se ritardi un solo giorno, con una penale del 6% senza fondamento giuridico o contrattuale, e senza spiegazioni. Non esiste un ufficio a cui rivolgersi, e dalle segreterie telefoniche non si ricava nulla. Devi pagare in ogni caso, anche se ti addebitano un milione di euro: prima paghi, diversamente ti tagliano i fili senza misericordia, e poi ti rivolgi ad un tribunale per avere i tuoi soldi, il che non avverrà mai. E non c'è modo di venirne fuori: sulla bolletta possono infilarci di tutto, e nessuno può dire nulla, sono i padroni dei fili: prima paghi l'importo in bolletta, qualunque sia e comunque determinato,poi non becchi nulla, anche se hai tutte le ragioni di questo mondo,e, come è noto, rivolgersi ad un tribunale è del tutto inutile.
Dunque, caro Beppe, ti prego di istituire una sezione solo per Telecom, nella quale fare affluire le lagnanze della gente turlipinata e priva di difesa.Una sezione di Blog solo per Telecom, una montagna di merda da scaricarle giorno per giorno fino a che non restituisce il maltolto e la pianta con queste pratiche.Ma non c'è da sperare di riavere i nostri soldi: con 50 miliardi di debiti la frode giornaliera fa parte delle normali e usuali opzioni di Telecom. Occorre farla finire, questi, ogni giorno, prelevano dal conto milioni e milioni, senza che nessuno riesca a bloccarli, Fammi questa cortesia, Beppe, una sezione solo per Telecom.

Mario Russo 10.08.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rieccoci, anche oggi la nostra dose quotidiana.
Sentite Il presidente della Bce
Jean Claude Trichet
"sarà necessaria una graduale rimozione dell'orientamento accomodante di politica monetaria".
La Bce ha rivisto al rialzo la stima sull'inflazione Iacp nell'area dell'euro per il 2006.
la Bce sottolinea che l'esatto livello dipenderà in misura notevole dall'evoluzione dei prezzi dei beni energetici. Gli andamenti passati e futuri dei corsi petroliferi continuano a rappresentare, secondo la Bce, il principale fattore che influenza il profilo dell'inflazione e ci si attende, dice il rapporto, che questo "determini una certa variabilità dell'inflazione complessiva nel breve termine".
L'espansione dei consumi, inoltre, "dovrebbe continuare a rafforzarsi gradualmente", in linea con l'andamento della crescita dell'occupazione e, quindi, del reddito disponibile reale. Nel medio termine, i rischi verso il basso per la crescita economica sono legati, oltre che al caro-greggio, anche a "un disordinato riassorbimento degli squilibri mondiali

Bene, tutto ormai dipende dal petrolio, perfino il costo del povero melone che è a 1.85 euro, nessuno e niente ne sono indenni.
Alla BCE vedono un'espansione dei consumi?!?!?!
Un disordinato riassorbimento degli squilibri mondiali?!?!?!?!?!
Vedremo che bella espansione dei consumi.

Ma se solo in Italia, dato di Banca Italia, le famiglie negli ultimi 2 anni hanno perso il 40% di giacenze c/o varie banche...
Ma se nell'ultimo anno è quadruplicato il ricorso alla cessione del quinto dello stipendio?!?!?!?!

O nel resto d'Europa gira diversamente, oppure noi Italiani ci stiamo fragando l'uno con l'altro, una guerra tra poveri...dove gli evasori fiscali provocano non pochi danni alla collettività, e alla fine, sono quelli che generano la "notevole massa di denaro circolante".

A proposito del denaro circolante, gli ultimi assunti in azienda sono laureati a a 1000 euro al mese, ma questi della BCE quanto prendono al mese?

alessandro solinas 10.08.06 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per fortuna nel 2007 ho finito il mutuo, pero' , inquesta'anno praticamenete la banca mi ha aumentato, con comunicazione scritta,
ogni mese di 0'1 0'2 punti il tasso di interesse
Ma la mia paga è sempre quella. ciao

Stefano De Lorenzi 10.08.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Off Topic
*************************************************
Ne sto leggendo di tutti i colori!

A cosa mi riferisco?

Alla vicenda della tassa sui beni di lusso imposta dal presidente della Regione Sardegna Renato Soru.

QUESTA E' L'AFFERMAZIONE DEL SINDACO DI ARZACHENA, PASQUALE RAGNEDDA: "IN SARDEGNA I RICCHI PORTANO I SOLDI, INVECE I POVERI PORTANO SOLO INQUINAMENTO".
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 10.08.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

io mi appello all'AIA . come disse totò in uno dei suoi capolavori.

capita avolte 10.08.06 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco la logica di criticare le banche per i mutui i tasso variabile: il guadagno della banca è dato dal differenziale applicato sul tasso euroribor ed è fisso per tutta la durata del prestito. Al momento della richiesta del mutuo vengono sempre prospettati i tassi fissi e variabili e poi uno sceglie quello che ritiene più conveniente, piuttosto sarebbe meglio prenderserla con chi ha speculato sui prezzi degli immobili visto la forte domanda creata dai tassi bassi dei mutui oppure sui comuni che tartassano gli immobili con ICI, Tarsu, addizionali sui consumi d'acqua e altri balzelli vari o con lo Stato che vuole imporre di nuovo la tassa di successione.

Riccardo Rossato 10.08.06 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A leggere 'sti commenti pare che sia obbligatorio comprare casa...

Ma chi ve lo fa fare?? Specialmente con i prezzi degli immobili alle stelle come ora.

Già avete visto con le azioni. Dopo il crollo delle azioni fate la stessa cosa con le case...

Good luck!

Andrea Fiani 10.08.06 03:20| 
 |
Rispondi al commento

Bersani ha fatto delle modifiche LEGGERE LEGGERE?

Ohè Grillo... e che ti sei incitrullito?

Il signor Bersani HA FATTO UN GROSSO FAVORE ALLE BANCHE!!!!!(magari anche Unipol).

Quando tuo figlio sarà in età di reddito (magari aspirante comico e farà le sue prime serate incassando pochi spiccioli "ufficiali") DOVRA' avere il conto corrente, perchè il commercialista non lo può pagare in contanti!!!!!
Quando la tua colf (regolarmente assicurata) avrà bisogno di farsi "regolare le valvole" dal ginecololo, dovrà avere il conto corrente per pagare con assegno o carta di credito!!!

UN FIUME DI CONTI CORRENTI DA APRIRE PER LE BANCHE (che ringraziano sentitamente).

E tu questa me la chiami una modifica "LEGGERA LEGGERA"?

Ahò Grillo!! Gasato dagli scandali Cirio, Parmalat e (prossimamente su questo schermo) Telecom, ti sei bevuto il cervello ed hai perso di vista che "tanti piccoli niente" fanno una montagna?
O siccome Bersani è di sinistra (come e peggio di te), gli diamo un buffetto sulla guancia e gli dici solo "ahh.. ragazzaccio"?

Lascia stare i tassi di interesse!
Non sono un difensore dell'ABI, ma è troppo comodo, ora a tassi (stabiliti a livello europeo) in crescita, gridare allo scandalo.
E tutta quella gente (come me) che qualche anno fa ha deciso di aprire un mutuo a tasso variabile quando i tassi calavano (e in silenzio godevano) dov'è?
Ah.. già ora protestano!!!

Allora, caro Grillo, apri una bella banchetta tu! E visto che sono un piccolo (ma mooolto piccolo) borghese, sostituiscimi il mio mutuo attuale con uno a tasso zero, così ci togliamo il pensiero.
Io ti ridò i tuo soldi a rate fra vent'anni e siamo tutti più felici!

p.s.
Non accampare scuse sulla perdita di valore sul capitale che mi anticipi oggi a causa dell'inflazione.
L'inflazione (ed il guadagno) non esistono fra la gente comune! E' solo una invenzione del capitalismo... e tu.. lo sappiamo non sei capitalista.

Grazie per il prestito.


Questo blog è davvero interessante. Tuttavia inviterei a non esagerare. Il mio caso. Stipulo mutuo a tasso variabile nel marzo 2004, dopo aver richiesto preventivi a varie banche della mia città, essermi informato sul web, chiesto pareri a destra e a manca etc. Prima di firmare il contratto di mutuo alla fine propostomi dalla banca prescelta (la mia) ha simulato con mio fratello l'andamento della rata mensile in relazione all'Euribor6mesi (quello utilizzato dal mio mutuo) prendendo in considerazione l'andamento dell'Euribor6mesi dal 1997 ad oggi. Ebbene, la previsione fatta è ancora adesso dopo due anni più pessimistica della situazione attuale. Ed in più il totale complessivo degli interessi versati per l'intero periodo di mutuo (15 anni) era pur sempre inferiore al totale degli interessi che avrei pagato con il migliore dei mutui a tasso fisso presente sul mercato in quel periodo.
Sono anch'io del parere che la BCE aumenterà ancora i tassi (e ciò è drammatico e fonte di infinito rancore), ma per il momneto sono convinto di aver fatto la scelta gisuta.

Giuseppe Di Flumeri 09.08.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona serata a tutti.

sorriso e dolore 09.08.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

...Approfitto del blog di Grillo per vedere se insieme a tutti voi si può fare una bella cosa: prenderla nel culo il meno possibile. Mi spiego, visti i tempi che corrono, tra assicurazioni, banche, avvocati, tassi di interesse sui mutui e chi più ne ha più ne metta, siamo perennemente circondati da usurai.
Che ne dite se ciascuno di noi mette la propria conoscenza sugli argomenti più disparati per indicare la strada migliore al risparmio e non farsi i......e??
E magari il grande Beppe potrebbe aprire un'altra sezione RISPARMIO, eh Beppe, cosa ne pensi? Tu poi che sei di Genova...
Inizio io. Sapete benissimo quanto costi aprire un'assicurazione la prima volta, no? Ebbene, il concessionario dove ho acquistato l'auto (E BADATE NON L'ASSICURAZIONE) mi ha detto che si può richiedere alla compagnia assicuratrice la possibilità di entrare da subito con UNA CLASSE DI MERITO INFERIORE grazie a un familiare convivente che ha più anni di anzianità sulla patente.
I vantaggi sono uno sconto immediato sulla tassa annuale/semestrale da pagare e la possibilità di entrare l'anno dopo con una classe di merito inferiore su un'altra assicurazione, pagando decisamente meno.
E' stata una soddisfazione immensa quando il preventivo ultratiratissimo dell'assicurazione è sceso di 300 € dopo che ho avanzato la mia richiesta....
Io la mia l'ho detta, spero di avere un seguito.
Ciao a tutti e forza Beppe....

Gino Boscolo 09.08.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve ho appena visto una pubblicità fantastica ! Mc donald che invita ad una alimentazione più sana consigliando di bere molta acqua .... fantastico !!! veramente stupendo! meraviglioso! ..... non sappiamo neppure che cosa ci trita in mezzo a quelle fette di pane schifose.... ma che cazzo ....!!!
MERAVIGLIOSO!

fabio goracci 09.08.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Anche io all'epoca scelsi il variabile.
mutuo di 145000 in 30 anni
c'era da scegleire tra :
Rata a tasso variabile = 680,00 €
Rata a tasso fisso = circa 900-950 €

Io guadagno circa 1.400 € al mese
quindi la scelta in realtà era un'altra : scegleire tra il tasso variabile e la possibilità di acquistare una casa (il tasso fisso non era nelle mie possibilità).

ora la mia rata lentamente salirà sui 780-800 €
e se ci sarà un aumento progressivo di un'altro punto o punto e mezzo , la rata arriverà a quei famosi 900-950 €.
considerando che una volta pagata la rata mi rimarrebbero circa 400 € per far fronte alle spese mensili e considerando che ho una moglie ed una bimba di 3 anni mi vedrei praticamente costretto a vendere la casa e tornare a vivere in affitto pagando 500 € al mese.

Questa è la mia situazione ma credo che in Italia ci siano milioni di famiglie monoreddito nelle mie stesse condizioni che non dormono la notte al sol pensiero di dover rinunciare alla propria amatissima,sudatissima casa.

Che ne pensi Beppe?

Antonio Capozzi 09.08.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, io un mutuo lo sto aprendo in quesi giorni e francamente, leggendo i post, mi viene già una fifa da paura. Ho optato per un modulare a 30 anni. Su 73000 euro per i primi due me la cabo con 384 euro al mese poi dovrò scegliere ogni tot tra fisso e variabile. Il fisso non andava al di sotto dei 460 euro. A sto punto però non so quanto questa mia scelta sia opportuna. Sono più confuso che persuaso, ho una moglie e due bimbi piccoli da portare avanti e spero proprio di non ritrovarmi tra due anni con una rata da 600 euro al mese.

Anselmo Marasco 09.08.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, sono un consulente del settore mutui, vorrei rispondere a Luca Frassineti, e magari fare un pò di chiarezza sulla questione.

Innanzitutto il mutuo a tasso fisso PURO esiste e rimane INVARIATO fino alla fine del contratto(a meno che non si vada in morosità!).

Chi a stipulato un mutuo tra il 2003 e il 2004(Euribor intorno al 2%)ha avuto benefici per quanto riguarda la rata fino ad adesso,ma da adesso saranno dolori(!!!),e lo sanno già i clienti che invece hanno stipulato dopo marzo 2005.

I tassi (non vi fate infinocchiare!)saliranno sicuramente e di parecchio!!

Il motivo è da ricercarsi nella volontà di far riprendere l'economia aumentando i tassi.

Il discorso sarebbe anche giusto (aumentano i tassi DEBITORI -cfr. mutuo- e i tassi CREDITORI - cfr. depositi,titoli etc...)solo che in italia la lobby delle banche è così forte e radicata che crescono solo i debitori e i creditori rimangono invariati.

Il direttore di banca spesso in buona fede consiglia il variebile (e magari ce l'ha anche lui!!)perchè viene indottrinato su quale prodetto sia il migliore (Secondo la BANCA).

Per concludere se avete possibilità fatelo fisso, altrimenti aspettate un annetto che le banche si riprendano la casa dei clienti morosi e la mettono all'asta, vedrete prezzi più bassi!?!?!?

P.S: Le banche sono già attrezzate per dare mutui X ASTE IMMOBILIARI.

CIAO A TUTTI.

Stefano Ciancarelli 09.08.06 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si i poteri forti, le Banche e i loro azionisti, costruttori ed immobiliaristi, che per il proprio lusso e vantaggio economico, costruiscono case, che vendono al 600% del loro reale valore....!Dite che esagero?C'è gente che invece di investire in Borsa ha investito in case - come la signora che rivolgendosi al Caf della Cgil, io ero presente, si fa fare il conteggio per pagare ICI e Tasse varie per le sue 7 case...., affittate ammobiliate o come uffici....che vuoi fare con la vita che costa meglio fare la tessera di un sindacato e risparmiare!E poi come si fa ad incrementare la crescita dei Furbetti del quartierino che nel 905 dei casi sono immobiliaristi...!Si quindi si contringe veramente a chi vive di solo lavoro a dover cadere nel baratro del mutuo - una specie di giroconto, fra finanziarie e costruttori e consigli di amministrazione -!Ma è vero hanno fatto il mutuo per gli atipici, se hai 25/30 anni, se hai il 40% d'acconto e ti finanziano non più del 60% a condizioni- andatevele a leggere direttamente Voi -!Si costruisce e si vende una casa, facciamo un esempio stesso costruttore: Casa ad Ascoli Piceno centro: 100 mq rifiniture di lusso vendita a euro 250.000! Stesso livello di zona e stessa metratura stesse finiture a Roam viene venduta a 575mila euro!Comprendo la vita di Roma è più cara...!Cosa dite voi a riguardo?

FABIO CETERONI 09.08.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Quanti hanno stipulato un mutuo a tasso variabile dovrebbero sapere che ad ottobre e novembre di questo anno la BCE probabilmente approverà ulteriori aumenti dello 0,25%, fino ad arrivare al 3,50%, anche se gli analisti finanziari ritengono che questa corsa agli aumenti si fermerà nel 2007 ad un 3.75%-4.00 per l'Europa.
Del resto la FED ha stoppato gli aumenti soltanto ieri: è stata la prima seduta in cui, 9 favorevoli ed 1 contrario, si è deciso di non aumentare il tasso che è rimasto a 5.25%. Ma negli Stati Uniti sono reduci da 17 aumenti consecutivi da un quarto di punto!
Trovo fuorviante anche il confronto fra costo di un mutuo a tasso variabile e a tasso fisso fatto adesso, vedi l'intervista all'esperto di mutuionline del sole24h di domenica.

sonia brogi 09.08.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
ATTENZIONE! ATTENZIONE!

A TUTTI I TRASGRESSORI DEL CANONE RAI!

SIETE AVVERTITI!

MAMMA RAI E' MOLTO ARRABBIATA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per la notizia.

Massimiliano Borella 09.08.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

tre anni fa ho sottoscritto un mutuo a tasso variabile: rata di €835, attualmente la rata è di €905. se avessi sottoscritto un tasso fisso avrei pagato una rata di €1026. per ora il tasso variabile si è rivelata una scelta intelligente. che dire speriamo che non aumentino ancora.
comunque la mia banca mi aveva allertato sulla bassa probabilità che i tassi continuassero a scendere. io all'epoca non potevo permettermi di pagare più di mille euro al mese di mutuo e perciò ho scelto il variabile.

antonio giudilli 09.08.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Visto come stanno andando le cose, questa mattina ho chiamato la mia banca per chiedere se, eventualmente, potrei passare dal tasso variabile a quello fisso e... UDITE UDITE mi hanno risposto che questo cambiamento lo stanno proponendo direttamente loro e mi arriverà una lettera in questo senso. Adesso io mi chiedo: visto che è assodato che le banche fanno solo il loro INTERESSE, cosa c'è sotto questa manovra?

MI KI 09.08.06 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Mutuo contratto nel 2001, scelto tasso variabile.
All'epoca la rata col fisso sarebbe stata di 750 euro. Dopo 4 anni la rata piu alta che ho pagato è stata di 643 euro. La piu bassa sui 550. Oltre al fatto che sino ad ora ho risparmiato piu di 6000 euro in 4 anni, ho la rata ancora piu bassa di quella che sarebbe stata. Quindi io dico....prima di lamentarci facciamo questi calcoli. E' vero che i tassi aumentano e le rate aumentano, ma se sono ancora sotto cio che avreste pagato col fisso....perchè fasciarsi la testa?

Marco Capitani 09.08.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Tasso Fisso??? Lasciate che vi racconti la mia storia... Ho acceso un mutuo nel lontano 2003 per l'acquisto della casa, ho chiesto condizioni e tassi a tutte le banche della mia città, ho consultato internet e... udite udite i mutui a tasso fisso, non solo avevano un tasso molto elevato rispetto all'euribor+spread di un tasso variabile ( si parla circa di un 2%-3% in più) ma avevano una clausola che permetteva alla banca di rinegoziare il tasso a scadenze fisse, e in caso l'euribor avesse subito variazioni al rialzo di una certa entità!!!!
CONCLUSIONE: NON ESISTE UN MUTUO CHE TI PERMETTA DI PAGARE SEMPRE LO STESSO TASSO DI INTERESSE FINO ALLA FINE..... Meditate Gente Meditate.....
Il mercato del credito in Italia non è concorrenziale chi ne fa le spese è sempre il consumatore finale!

Luca Frassineti 09.08.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con il fatto che non è chiaro perchè si alzi il tasso, ma fare vittimismo per chi ha contratto un tasso variabile mi sembra assurdo!
Prima di questi rialzi i tassi erano al minimo storico ed è ovvio che prima o poi si rialzeranno, se uno a scelto il tasso variabile è perchè ha pensato a spendere poco subito senza curarsi del futuro... e adesso ne paga le conseguenze ma è giusto che sia così!
Possibile che tu beppe attacchi sempre le politiche poco lungimiranti, quelle a corto raggio, i tapulli... e poi difendi chi ha contratto il tasso variabile.
Con un po' di intelligenza fino a l'anno scorso un tasso fisso era sotto il 5%, adesso un variabile economico è al 4,4%...quasi ha raggiunto il fisso.
Chi è stato coraggioso ha fatto la scelta giusta, il tasso variabile è l'immagina del vantaggio immediato.... mito dei nostri giorni.
Chi l'ha fatto non può lamentarsi delle conseguenze.
Mike

Michelangelo SAnguineti 09.08.06 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aggiungo che il FMI ha avvertito la BCE dei pericoli di ulteriori aumenti dei tassi in una fase in cui l'economia reale, e non quella basata sugli indici di fiducia degli imprenditori che cambia in base a come si alzano la mattina, mostra una lieve ripresa e potrebbe esserci una contrazione dei consumi (già in atto secondo gli ultimi dati).
I tassi aumentano perchè le banche hanno necessità di liquidità per le loro OPA, Corporation, aquisizioni.
Il problema è il petrolio, altro che la troppo liquidità circolante (uno dei motivi dei rialzi dei tassi) non si capisce in quali tasche.
I colossi si muovono, grandi gruppi del gas, del petrolio, fino ad esaurimento delle scorte ci spenneranno, spenneranno gli stati non produttori che sono stati a guardare fino ad ora.
L'Italia, culla degli inventori, non ha investito in energie alternative, e non parlo del nucleare che è una bomba ad orologeria, bensì dell'energia solare.
Nel campo della medicina chirurgica ormai "trapiantano" di tutto, ma nel comparto energia "proprio non riusciamo a capirci niente su come venirne fuori".
Già, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire,eppure l'autonomia energetica dovrebbe essere prioritaria in un paese come il nostro che trasforma le materie prime.
Politici, governanti, quanto tempo volete spendere ancora con discorsi futili, del tipo "faremo dura opposizione", "noi abbiamo fatto", "lunghi monologhi di dati sulle opere".
Guadagnatevi il vostro stipendio, per la miseria
alessandro solinas

alessandro solinas 09.08.06 08:06| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo che il FMI ha avvertito la BCE dei pericoli di ulteriori aumenti dei tassi in una fase in cui l'economia reale, e non quella basata sugli indici di fiducia degli imprenditori che cambia in base a come si alzano la mattina, mostra una lieve ripresa e potrebbe esserci una contrazione dei consumi (già in atto secondo gli ultimi dati).
I tassi aumentano perchè le banche hanno necessità di liquidità per le loro OPA, Corporation, acuisizioni.
Il problema è il petrolio, altro che la troppo liquidità circolante (uno dei motivi dei rialzi dei tassi) non si capisce in quali tasche.
I colossi si muovono, grandi gruppi del gas, del petrolio, fino ad esaurimento delle scorte ci spenneranno, spenneranno gli stati non produttori che sono stati a guardare fino ad ora.
L'Italia, culla degli inventori, non ha investito in energie alternative, e non parlo del nucleare che è una bomba ad orologeria, bensì dell'energia solare.
Nel campo della medicina chirurgica ormai "trapiantano" di tutto, ma nel comparto energia "proprio non riusciamo a capirci niente su come venirne fuori".
Già, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire,eppure l'autonomia energetica dovrebbe essere prioritaria in un paese come il nostro che trasforma le materie prime.
Politici, governanti, quanto tempo volete spendere ancora con discorsi futili, del tipo "faremo dura opposizione", "noi abbiamo fatto", "lunghi monologhi di dati sulle opere".
Guadagnatevi il vostro stipendio, per la miseria
alessandro solinas

alessandro solinas 09.08.06 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona notte a tutti.

sorriso e dolore 08.08.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha letto l'intervista a LORENZO BINI SMAGHI (membro della BCE)del Sole 24 Ore di Domenica 06 Agosto ??
Titolo "I TASSI DOVRANNO SALIRE ANCORA".
Ma poi si dimentica di spiegarci PERCHE'.
Paura dell'inflazione che e' sotto il 2,5 % con il prezzo del petrolio a 80 dollari al barile ??
Cio' signfica che la DOMANDA (cioe' i CONSUMI )e' gia' ora in regresso rispetto l'OFFERTA (cioe' la PRODUZIONE). Alzando i TASSI reali la DOMANDA non potra' che calare . Ma non solo. L'aumento dei tassi aumentera' il costo del DEBITO PUBBLICO e quindi ci saranno ancora minori risorse per Scuole e Ambiente.
Aspettiamo con fiducia che qualcuno ci spieghi realmente perche' I TASSI DEVONO SALIRE !

FORZA BEPPE !!!!!

STEFANO MATTIELLO 08.08.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno ha letto l'intervista a LORENZO BINI SMAGHI (membro della BCE)del Sole 24 Ore di Domenica 06 Agosto ??
Titolo "I TASSI DOVRANNO SALIRE ANCORA".
Ma poi si dimentica di spiegarci PERCHE'.
Paura dell'inflazione che e' sotto il 2,5 % con il prezzo del petrolio a 80 dollari al barile ??
Cio' signfica che la DOMANDA (cioe' i CONSUMI )e' gia' ora in regresso rispetto l'OFFERTA (cioe' la PRODUZIONE). Alzando i TASSI reali la DOMANDA non potra' che calare . Ma non solo. L'aumento dei tassi aumentera' il costo del DEBITO PUBBLICO e quindi ci saranno ancora minori risorse per Scuole e Ambiente.
Aspettiamo con fiducia che qualcuno ci spieghi realmente perche' I TASSI DEVONO SALIRE !

FORZA BEPPE !!!!!

STEFANO MATTIELLO 08.08.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha letto l'intervista a LORENZO BINI SMAGHI (membro della BCE)del Sole 24 Ore di Domenica 06 Agosto ??
Titolo "I TASSI DOVRANNO SALIRE ANCORA".
Ma poi si dimentica di spiegarci PERCHE'.
Paura dell'inflazione che e' sotto il 2,5 % con il prezzo del petrolio a 80 dollari al barile ??
Cio' signfica che la DOMANDA (cioe' i CONSUMI )e' gia' ora in regresso rispetto l'OFFERTA (cioe' la PRODUZIONE). Alzando i TASSI reali la DOMANDA non potra' che calare . Ma non solo. L'aumento dei tassi aumentera' il costo del DEBITO PUBBLICO e quindi ci saranno ancora minori risorse per Scuole e Ambiente.
Aspettiamo con fiducia che qualcuno ci spieghi realmente perche' I TASSI DEVONO SALIRE !

FORZA BEPPE !!!!!

stefano mattiello 08.08.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha letto l'intervista a LORENZO BINI SMAGHI (membro della BCE)del Sole 24 Ore di Domenica 06 Agosto ??
Titolo "I TASSI DOVRANNO SALIRE ANCORA".
Ma poi si dimentica di spiegarci PERCHE'.
Paura dell'inflazione che e' sotto il 2,5 % con il prezzo del petrolio a 80 dollari al barile ??
Cio' signfica che la DOMANDA (cioe' i CONSUMI )e' gia' ora in regresso rispetto l'OFFERTA (cioe' la PRODUZIONE). Alzando i TASSI reali la DOMANDA non potra' che calare . Ma non solo. L'aumento dei tassi aumentera' il costo del DEBITO PUBBLICO e quindi ci saranno ancora minori risorse per Scuole e Ambiente.
Aspettiamo con fiducia che qualcuno ci spieghi realmente perche' I TASSI DEVONO SALIRE !

FORZA BEPPE !!!!!

stefano mattiello 08.08.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento

I mutui a tasso variabili permettono di risparmiare se i tassi salgono solo nell'ultima parte del periodo del mutuo.

I mutui a tasso fisso coprono solo se i rialzi sono nella prima parte del periodo.

Ci sono stati tassi in discesa e stabili per anni e poteva essere così per altrettanto tempo, infatti i "banchieri", quando fanno previsioni, guardano sempre al passato prossimo e a volte consigliano bene, non per merito loro, ma perchè il mercato non cambia direzione e, onestamente devo dire, a loro discolpa, "è sempre meglio seguire un trend che contrastarlo".
Col senno di poi, si può comunque dire che i tassi fissi erano molto appetibili.... certo era molto difficile che scendessero ancora, anche se in Giappone.....

mario rossi 08.08.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Beh, volete ridere io lavoro in una SIM (società di intermediazione mobiliare) a dire che con i tassi BCE ci ho a che fare tutto il giorno.L'anno scorso per un'eredità mio marito ha stipulato un mutuo per acquistare una metà di casa. Secondo voi da chi ci siamo lasciati infinocchiare? Dalla banca ISTITUTO SAN PAOLO di TORINO, che nella figura del direttore è perfino riuscita a dirci che: in un tasso variabile anche se i tassi raddoppiassero, il costo del mutuo sarebbe comunque più basso di quello a tsso fisso. Mi spaccherei la testa, e la spaccherei a loro che oggi mi scrivono tutti carini: SE VOGLIO RINEGOZIARE IL MUTUO, (prima che sia troppo tardi).
NON SO VOI MA IO NE HO I C......I PIENI DI QUESTO PAESE, DELLE SUE PRESE PER IL C..O, DEI GOVERNI DI DS O SN CHE BLA BLA BLA...E CONCLUDO DICENDO: MA IN QUALE C...O DI PAESE VIVIONO I NOSTRI POLITICI ED INDUSTRIALI, PERCHE' NELL'ITALIA IN CUI VIVO IO LA RIPRESA ECONOMICA TANTO SBANDIERATA IN QUESTI GIORNI SINCERAMENTE NON LA VEDO.ED IO SONO UNA PRIVILEGIATA: CASA DI FAMIGLIA, LAVORO FISSO, UNA SUOCERA RICCA E PER ORA NIENTE FIGLI!!!
Grazie di esistere a tutti quelli che se anche sanno non servirà a molto ma non ce ne stanno...prima o poi a forza di urlare?!?!

barbara andreis 08.08.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio consulente mi ha esposto in modo trasparente vantaggi e svantaggi del tasso fisso e variabile. Anche se sembrava più conveniente il variabile, non fidandomi del sistema bancario attuale italiano, ho scelto il tasso fisso.

Grazie Beppe

ilaria de leo 08.08.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Esiste una possibilità di copertura sul rialzo tassi , si chiama future sull'euribor.

Serve a chi stipula un contratto a tasso fisso sul mutuo (copre da eventuali ribassi del tasso)
E' un'operazione da rischio capitale 1000% per cui si può perdere anche qualche decina di migliaia di euro con un contratto da 1000 euro, ma se qualcuno è interessato posso fare un esempio.

(io non l'ho ancora sperimentato sulla mia pelle, però quando comprerò casa, lo farò sicuramente)


Mario Rossi 08.08.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'urgenza del decreto Bersani era solo una richiesta per dare alle coop rosse i farmaci da banco che da tanto tempo chiedevano nei loro banchettini.

Un'altra piccola considerazione per gli amici di sinistra, che credono negli ideali di sinistra...

COME MAI, SE NON CI SONO I SOLDI PER I CANTIERI E PER LE INFRASTRUTTURE, AVETE TROVATO I SOLDI DA DARE A CONFINDUSTRIA PER IL FOTTUTO CUNEO FISCALE CHE CHIEDEVA CON TANTA FRETTA? E QUESTO FOTTUTO CUNEO FISCALE CHE CHIEDEVA TANTO MONTEZEMOLO, INSIEME ALLA GRANDE INDUSTRIA, FINIRA' PER RIDURRE I COSTI E RENDERCI PIU' COMPETITIVI, O PER DARE SOLAMENTE MARGINE IN PIU' ALLA GROSSA INDUSTRIA????

Meditate gente di sinistra, i valori di sinistra che hanno questi soggetti... a me sembrano solo contentini a chi li ha appoggiati in campagna elettorale...

Marco da Carpi 08.08.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO--Nelle ultime ore nel mio paese e' stato arrestato un mio coetaneo , andavamo a scuola assieme.Oggi arrestato perche' era divorato dai debiti, fatti per non far fallire la sua azienda agricola in difficolta'.Debiti alla Tanzi ,CREATI DAL AIUTO DELLE BANCHE.--BEL AIUTO,che spapolano la gente con i loro aiuti--un amico di banco ingenuo che ha perso la testa e ha ascoltato qualche serbo mal intenzionato a consigliare a gente in difficolta' a vendere armi in mezzo al ortofrutta importata.Un sbaglio che dovra' pagare caro.Un coetaneo che avevo visto incazzatissimo con le banche perche' ora si sa ' cosa lo avevano condannato a fare e non lo poteva raccontare.--www.controletruffe.com--

cogo andrea 08.08.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho contratto un mutuo a 15 anni 1 anno fa, naturalmente a tasso variabile, poichè in banca non abbiamo avuto consigli ma ci hanno detto di scegliere( come al casinò o punti sul rosso o sul nero e poi speri). Da allora ci sono stati aumenti di tasso di costo del denaro per un punto percentuale. La rata invece è aumentata del 9,4%. Beppe ma non pensi sia ora di spaccare qualche c..o a qualcuno?
Siamo nella merda, e chiunque governi ci butta sempre più giù. Ti ricordi i mutui in ecu? Nessuno ne parla più eppure ci sono ancora tante persone rovinate. Ci si dimentica presto di tutto ecco perchè dico che bisogna cominciare a spaccare la testa ai direttori di banca, ai funzionari per farli capire come devono parlare ai clienti (che non sono banditi).

Beppe pensaci tu.

PIERGIORGIO RAMELLO 08.08.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Qualche giorno fa un amico mi ha inviato il seguente messaggio. Questo mi sembra un buon posto per dargli la diffusione che mi aveva chiesto

Hai sentito parlare dell'iniziativa "Patti chiari" relativa ai conti bancari?
Beh, lascia perdere! L'unica cosa chiara è che vogliono fregarti!

Io sono di Agnone, quindi puoi fidarti: apri IWBank!
nessun canone (paghi solo i 34,20 € di tassa Berlusconi)
operazioni illimitate gratuite
nessuna spesa di chiusura
estratto conto on-line gratuito
bonifici italiani e area euro gratuiti (senza limiti)
MAV, RAV, domiciliazione utenze gratuiti
bancomat gratuito (solo 5 € per la spedizione)
prelievi bancomat da qualunque sportello gratuiti
2 libretti assegni all'anno gratuiti (5 € per la spedizione)
carta di credito gratuita (senza commissione carburante, paghi solo 1,81 € di bollo estratto conto oltre i 77,47 €)
ricarica cellulari on-line
tasso creditore attuale 2,75 % lordo (agganciato al tasso BCE: aumenta il giorno stesso che Trichet decide)
Ho avuto esperienze precedenti con Credito Italiano, Rolo e B.N.L., nessuna positiva.
Ho aperto il primo conto IWBank 4 anni fa e l'anno scorso ho aperto anche il secondo (dall'apertura il tasso creditore è aumentato 3 volte di 0,25% come il tasso BCE; il tuo conto ci arriva a 0,25% ???)
Non ho mai avuto sorprese, non è mai peggiorata alcuna condizione!
Nessuna politica stile Conto Arancio: per i nuovi clienti bla, bla, bla, i fedeli si fregano.

Dal 3 luglio p.v. sarà possibile effettuare anche operazioni di sportello presso le Filiali BPU (Banche Popolari Unite); per farti un esempio a Isernia e Venafro c'è la Banca Popolare di Ancona. Sono in tutto circa 1000 sportelli in Italia.

Che ci guadagno io? Solo che IWBank possa continuare a esistere e che le altre capiscano che non siamo polli da spennare!

Per ulteriori informazioni www.iwbank.it

Ciao.

P.S.: Fai circolare queste notizie, anche se hai il conto in Banca di Roma e sei contento così!!!

Sario Maria Maurizio 08.08.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Siamo fieri di Voi lettori, la vostra solidarieta' unita alla vostra generosita' ci fa sperare in una ripresa a tutta velocita' del nostro sito, le vostre donazioni sono per noi indispensabili per poter andare avanti, grazie.
Per quanto riguarda le spedizioni del Vagabond Book dovete avere pazienza purtroppo non siamo in grado nel mese di agosto di far fronte alla mole di richieste che e' inaspettatamente enorme, contiamo di evaderle tutte prima della seconda settimana di settembre, vi consigliamo di controllare l'esattezza del vostro recapito per la spedizione del volume nella email di Paypal per non incorrere in spedizioni inutili.

Staff W W W , S I G N O R A G G I O , I T


Mi permetto di dissentire in merito ai consigli dati dalle banche in fase di istruttoria mutuo, secondo cui le banche avrebbero consigliato il tasso variabile anzichè tassi fissi o protetti.
Non sempre é vero, infatti ho personalmente seguito nella fase di istruttoria mutuo alcuni clienti e al momento di scegliere il tipo di tasso, benchè consigliati di approfittare di tassi fissi favorevoli, hanno preferito optare per tassi variabili in quanto comportavano rate di rimborso (in quel preciso momento) più basse.
Parecchi clienti si stanno già pentendo della scelta, la mia risposta é "IO LO AVEVO DETTO"

Grazie dello spazio concessomi

sabrina maini 08.08.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Invcestiamo nel mattone!!!!
Anzi, sotto il mattone sarebbe meglio (ammesso che qualche mattone per le mani ci rimanga....)

Grillo continua così.

Cordiali saluti, Riccardo Orlandi.

riccardo orlandi 08.08.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

ALLA FACCIA DELLA CONCORRENZA, QUI L'ANTI-TRUST AVREBBE DA LAVORARE PER ANNI. LE BANCHE NON SONO UNA LOBBY MA LA LOBBY PER ECCELLENZA. MI TROVO AD AVERE A CHE FARE TUTTI I GIORNI CON LE BANCHE E VI ASSICURO CHE SONO DELLE "ASSOCIAZIONI A DELINQUERE" CON L'ASSENSO PIù O MENO TACITO DELLO STATO, O MEGLIO DEI NS DIPENDENTI CHE FANNO FINTA DI FARE GLI INTERESSI DEI LORO DATORI DI LAVORO, IN REALTA' FANNO I PROPRI. SE HAI BISOGNO DI UN FINANZIAMENTO OLTRE A CHIEDERTI SE HAI QUALCUNO CHE GARANTISCE PER TE, TI IPOTECANO ANCHE IL C..O, NON SI SA MAI CHE POSSA TORNARE UTILE , SPECIALMENTE IN QUESTI ANNI. SE CHIEDI 100 SI COPRONO PER 300 COME MINIMO. SI PARLA TANTO DI TASSI USURA, MA PERCHè NON SI PARLA DI COSTI BANCARI E NON SI FA QUALCOSA DI CONCRETO, NON COME ORA CHE SI PARLA DI ELIMINARE I COSTI DI CHIUSURA DEL C/C CHE RAPPRESENTA SOLAMENTE UNA PARTE PICCOLA DEI COSTI CHE DOBBIAMO SOSTENERE. ORA POI QUESTO GOVERNO FANTOCCIO COSA VUOLE FARE? VUOLE MOLTIPLICARE I C/C OBBLIGANDO UNA PARTE DEI CITTADINI (LIBERI PROFESSIONISTI ECC.) AD AVERE UN C/C PER L'ATTIVITà ED UNO PERSONALE. MI SEMBRA CHIARO CHE UNA MANINA LAVA L'ALTRA ED INTANTO NOI PAGHIAMO, PAGHIAMO, PAGHIAMO...E DIVENTIAMO SEMPRE PIù POVERI. CONSIGLIO: SE DOVETE COMPRARE CASA ASPETTATE QUALCHE ANNO CHE LE TROVERETE IN SUPER OFFERTA/SCONTO PERCHé CI SARANNO DEI POVERI DISGRAZIATI CHE LA PERDERANNO ED ANDRANNO ALL'ASTA: IN REALTà LE TROVATE GIà.

Gianpietro Colla 08.08.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

nel 2004 abbiamo acquistato casa e fidandoci molto dei nostri economisti abbiamo acceso un mutuo a tasso fisso. la banca, di cui siamo clienti da una vita, ci aveva proposto naturalmente il tasso variabile: l'economia tira poco e i tassi non possono aumentare!!! se avessi seguito i loro consigli avrei sborsato 2400 € in più in soli 2 anni.
Grazie a internet e al fatto che mi posso informare mi sono salvato il c..o Ciao Beppe e continua così

Antonio Sechi 08.08.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Io ho appena stipulato un mutuo e mi sono fatto centomila conti in tasca e sentito anche dare del "cretino" ma mi sono piccato di pagare una rata più alta ma fissa, fissa, fissa!
Non è possibile fidarsi delle banche e tantomeno del sistema-Italia per la gestione del risparmio: già è un furto ricevere un prestito di 100 e doverne restituire in media 185, per di più devo avere il patema che un mese potrei superare la soglia di ciò che guadagno per una rata lievitata? No grazie!
Volete fregarli? fate tutti un mutuo fisso: non vendendo i variabili saranno costretti a diminuirne i costi! ma... lo so, noi non abbiamo il potere di scegliere, possiamo solo rinunciare alla casa semmai
Ladri in banca, ladri nelle agenzie immobiliari, ladri nelle imprese di costruzione! solo noi paghiamo l'iva, solo noi siamo costretti a non farla pagare a questi maledetti!

Marco B. 08.08.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Quando si fa una legge che colpisce qualcuno, subito si avverte la reazione. I tassisti hanno protestato, senza regole, senza preavviso, non permettendo allo stato di effettuare una reale liberalizzazione.

Analogamente succede con i farmacisti, gli avvocati e tutte le categorie coinvolte.

Si sfiorano le banche, non si toccano i telefonici, si lasciano in pace i poteri forti.

Ovunque si provi a smuovere il mercato, a creare presupposti di competizione si sollevano le lobby, dove non si fa probabilmente le lobby si sono già mosse o sono legate a doppia mandata con chi dovrebbe provvedere, il governo.

E noi che facciamo?
Subiamo in silenzio. Le clausole vessatorie presenti sui contratti delle linee ADSL. Subiamo senza saperlo e quando ne veniamo a conoscenza possiamo solo roderci il fegato. Siamo all'assurdo le banche ci chiedono soldi anche quando depositiamo soldi sul conto. Tenere qualche migliaglio di euro significa quindi veder di mese in mese i soldi sparire. Magie o miracoli della finanza?! Sarà per questo che esistono pure i maghi della finanza.

Mario Amabile 08.08.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

"Il vero ladro non è chi rapina una banca, ma chi la fonda."

non ricordo di chi è, ma rende l'idea.

Massimo Lorenzi 08.08.06 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che anch'io ho fatto un bel mutuo a 25 anni a tasso variabile e la rata è aumentata di 100 euro in 12 mesi.
Sicuramente farò incazzare molti però......
Cosa ci dovevamo aspettare......che le banche ci facessero un bel mutuo a tasso variabile irrisorio (fino ad un anno fa) e poi all'aumentare dei tassi non adeguassero le rate?!?!?!?! I tassi erano al minimo storico è ovvio che prima o poi sarebbero aumentati. Le Banche operano per fare utili non beneficienza. Altro discorso è: perchè devo pagare degli affitti da paura???? perchè lo stato non attiva adeguati sistemi di contributi alle giovani coppie (per adeguati intendo con requisiti che non siano 12 anni di età e 3.000 euro lordi di reddito annuo - esempio ironico)????? perchè lo stato non attiva mutui a tassi convenzionati??????

Andrea Ferrarese 08.08.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due anni fa mi hanno fatto credere che ormai comprare
una casa era alla portata di tutti e che era da
sciocchi pagare un affitto.Così sicuri di potercela
fare io e mia moglie abbiamo stipulato un mutuo
trentennale con la certezza che almeno un giorno,a
defferenza nostra,i nostri eventuali figli avrebbero
ereditato un qualcosa.Tralascio i particolari sull'
agenzia immobiliare e sui soldi pagati per i "servizi"
offerti e vengo al sodo.
La banca mi consiglia un mutuo a tasso misto,un
incrocio tra fisso e variabile,naturalmente il più
conveniente in quel momento.Parto con un tasso di
ingresso del 4,2 e continuo così fino al luglio u.s.
Quando vado a rinegoziare e scegliere la formula da
adottare per i prossimi due anni mi ritrovo di fronte
ad un aumento notevole.In soldoni dovrò pagare ben 100
euro in più al mese perchè intanto i tassi sono lievitati e
scelgo di nuovo la formula variabile perchè la più
economica.
Ieri ho appreso che i tassi sono ulteriormente saliti.
Sono partito con una rata di 650 euro,adesso sono
diventati 750 e aumenterà ancora.
Mi chiedo se questo non è da considerarsi
strozzinaggio legalizzato.
Ma tanto alla banca cosa importa se io non ci dormo la
notte?Cosa potranno mai fregarsene se il mio consumo
di sigarette si è impennato?


Grazie per il blog che hai realizzato e scusa per lo
sfogo
Michele oliviero

Michel Oliviero 08.08.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

legge Bersani, ho provato a leggerla, notevole difficolta', variazioni ad altri testi di legge anche su solo parole modificate, prima impressione negativa, ma non si voleva colpire la rendita parassitaria?
Niente di niente su tassazioni rivolte a chi detiene rendite finanziarie grandi o piccole che siano, chi compra e vende bot azioni e quant'altro di trattabile sul mercato finanziario non produce nessuna ricchezza per il Paese la produce solo per se, trading mobiliare e immobiliare non toccati, grande attenzione invece per le professioni, e il commercio.
Pessima strada Bersani, andiamo male.

maurizio tronconi 08.08.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

FINCHE' I FARABUTTI SARANNO COPERTI UNA VOLTA DA UNO SCHIERAMENTO,UNA VOLTA DALL'ALTRO(MA SEMPRE BEN TUTELATI)NN CAMBIERA' NULLA.CI SARANNO SEMPRE I VARI MONTEPASCHI,I SORU,I TANZI,ECC. ECC,DOVREMMO COMINCIARE A NON PAGARE PIU,O A FARE ATTI CLAMOROSI(BELLA QUELLA DI FAR SALTARE LA CASA SE NN SI RIESCE PIU' A PAGARE LA RATA)

ANDRE ABRUNO 08.08.06 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh sono anch'io una contrattrice di mutuo trentennale consigliata da pseudo banchieri speculatori,se non potro piu' pagare il mutuo la mettero io in culo alla banca faro saltare la casa in aria voglio vedere che cazzo di valore si prendono ste banche di merda.

betty andy 08.08.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un anno fa ho fatto un mutuo di 120.000 €. Ci ho comprato un alloggio di 70 mq, 4° piano senza ascensore. O continuare a vivere in affitto o fare così. Con mio marito abbiamo deciso di metterci un po' di coraggio e provarci. La rata era di 620 € per 25 anni. La banca mi ha dato 120.000 € e io gliene avrei restituiti 186.000, 66.000 in più! Ho fatto il tasso variabile perché quello fisso portava una rata troppo alta (e comunque, a fare i calcoli, pagherei ancora di più adesso). Sapevo che sarebbe aumentato, l'ho messo in conto, ma non 4 volte in un anno!!!

Facciamo parte di quella categoria di giovani che vogliono costruirsi qualcosa, che lavorano per farlo, e che non hanno mamma e papà ad aiutarli perché neanche loro non hanno soldi da regalare. Credo che almeno i mutui per la prima casa debbano essere tutelati. Ho avuto da subito l'impressione che un mutuo fosse un furto legalizzato, e me ne convinco sempre di più...

Daniela Allione 08.08.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si è sempre sostenuto che la libera concorrenza costituisca in primo luogo il perno dell' economia liberista e che in subordine la sua presenza dovesse comportare solo vantaggi per i consumatori.
Credo invece che alcune sue applicazioni pratiche evidenzino una palese distorsione con chiaro nocumento per gli utenti finali.
1) La deregulation nel campo della telefonia, mobile e non, ha provocato lo sviluppo di una giungla tariffaria, dove al povero consumatore non è sufficiente dotarsi di robusto machete per farsi largo tra sigle, bonus e tariffe che nonostante tabelle comparative la cui decifrazione risulta piu' complessa della stele di Rosetta non riescono a indurre ad una conclusione diversa da quella secondo cui le varie offerte sono piu' o meno allineate

2) Nel settore delle emittenti televisive abbiamo assistito ad un progressivo impoverimento della qualità dei programmi da parte della televisione di Stato, abbinata ad un costante e insopportabile incremento delle interruzioni pubblicitarie durante la programmazione di film o, quel che è peggio, nel corso delle dirette di avvenimenti sportivi,

3) L' apertura al libero mercato per quanto concerne prezzi dei carburanti e polizze assicurative RC auto ha sortito l' unico effetto di un appiattimento verso l' alto di prezzi e tariffe, proprio l' opposto di quello che ci si prefiggeva di ottenere.

Temo che il decreto Bersani in materia di liberalizzazioni non riuscirà a produrre risultati diversi.

mauro luglio 08.08.06 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un consiglio da chi sta mandando a quel paese la propria banca, cambiate il vostro mutuo con il conto arancio,non faccio pubblicità, ma in questo momento vi offre il 5,07 % tasso fisso ma a differenza delle banche per tutta la durata del finanziamento.

Così glielo mettiamo in quel posto alle banche.

Un saluto Grassini Mauro "uno dei partigiani della terza guerra mondiale" quella dell'informazione

Mauro Grassini 08.08.06 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
segnalo un forum sulla Bolla Immobiliare. E' sconsigliato ai deboli di cuore e soprattutto a chi ha "contratto" (qualcuno diceva come una malattia)... il mutuo variabile, magari al 100% del valore dell'immobile.
La orribile verità, che la Banca Centrale Europea sta dicendo in tutti i comunicati ma che pochi giornali italiani riprendono, è che sta per riproporsi quello che è successo nel 1992. Ovvero: mutui improvvisamente più cari (qualcuno ricorda la svalutazione dell'ECU...), case invendibili, prezzi in picchiata.
Ora, la differenza tragica è che nel 1992 nessuno faceva mutui al 100%. Chi si troverà a dover rivendere, da qui al 2015, non riprenderà mai tutti i soldi pagati.
Perdonate la durezza, ma è meglio prepararsi.
Auguri a tutti noi.
Link del forum sulla Bolla: http://freeforumzone.leonardo.it/viewmessaggi.aspx?f=78195&idd=2

Giovanni Marco Piemontese 08.08.06 04:50| 
 |
Rispondi al commento

Nel gennaio 2005 faccio un mutuo a taso fisso con Unicredit. Ho passato tutta l'esate 2004 a documentarmi su quale banca della mia città facesse il tasso migliore. Poi ho scelto per una convenzione coll'agenia immobiliare che mi garantiva dei privilegi.
Cmq se siete beoti E' COLPA VOSTRA!!!
Le banche,tutte spiegano che il tasso è composto dal tasso della banca centrale europea più il loro guadagno.
Se il tasso centrale è 2% quante probabilità ci sono che scenda ulteriormente,magari a zero?
Non serve la lauera per capirlo.

Federico Rosa 08.08.06 01:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la solita storia. E lo sappiamo tutti che le banche devono fare profitti.Quindi i soldi non portiamoli a loro. Da sempre ci trattano come vacche da mungere e se non stai attento andando a controllare cosa ti addebitano rischi di trovarti senza soldi nel conto.Non c'è concorrenza vera tra di loro e fino a che il governo non ci metterà il naso continueranno a fotterci.L'unica speranza è che arrivino banche estere che hanno costi di gestione più bassi e quindi applicano ai clienti condizioni meno pesanti.Basta guardarsi in giro e copiare il meglio degli altri e vedrete che le cose possono cambiare.....Del resto anche questa la solita Italia....

billy tid 08.08.06 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Denaunciamo le banche per anatocismo. E' una pratica illegale, una sorta di strozzinaggio legalizzato. La parola l'ho appresa stamattina proprio in questo blog. Grazie a chi me l'ha segnalato. Si tratta in sostanza del pagamento di interessi calcolati su altri interessi. Leggasi: calcolo degli interessi passivi trimestrali. Chi è già in passivo pagherà interessi passivi che andranno ad aggiungersi al montante che quindi crescendo, determina una base di calcolo più alta per gli interessi successivi. E via così in una spirale senza fine. NON LO POSSONO FARE: E' ILLEGALE.

ALBERTO RAMENI 07.08.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Io in banca ci lavoro...perciò lancio alcune riflessioni:

- MUTUI : due anni fa, nel momento in cui i tassi di interesse erano al punto più basso, la maggior parte dei miei clienti voleva sentir parlare di TASSO VARIABILE, perchè comunque era il tasso più basso.... e l'aumento dei tassi non era percepito come un problema ( intanto pago meno poi si vedrà).
.. inoltre TASSO FISSO/TASSO VARIABILE è solo un aspetto di un mutuo ipotecario... poi ci sono altre variabili da considerare che non elenco per non dilungarmi troppo, ma che fanno parte di una seria attività di consulenza (che purtroppo numerosi miei colleghi non fanno e di cui il cliente in molti casi non sembra sentirne il bisogno - basta PAGARE POCO!!!! )

Certo è il ricorso massiccio al MUTUO, anche in questi ultimi tempi in cui i prezzi degli immobili sono sempre più alle stelle....
qualcuno è arrivato a pagare rate di mutuo insostenibili.. per il ns.stile di vita ( forse non per quello dei ns. nonni ).

Detto questo, concordo sul fatto che le banche sono sempre più assetate di soldi e desiderose di mostrare BILANCI splendidi, ma ricordo che il settore bancario opera in un regime di concorrenza, che seppure lentamente sta portando i propri frutti per i clienti.
Soprattutto negli ultimi anni per es. per le operazioni di mutuo i clienti sono riusciti a strappare condizioni che alcuni anni fa sembravano impensabili ( e questo grazie alla concorrenza ). Certo non son tutte rose ( vedi servizi finanziari ) , ma se il vs. consulente in banca è una persona seria e onesta non avete nulla da temere. Poi con l'aiuto di qualche decretino magari sistemiamo anche alcune ingiustizie che da troppo tempo i clienti sono costretti a subire.

Andrea B. 07.08.06 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo! Viva Grillation!

Angelo Silvestri 07.08.06 22:18| 
 |
Rispondi al commento

CANE GROSSO mangia cane piccolo....

Pone Umberto 07.08.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non fingere di stupirti per le finte liberalizzazioni di Bersani.
Lo sapevi dal primo momento che questo governo era appoggiato in primis proprio dalle Banche e dai poteri forti che possiedono i principali quotidiani italiani.
Ora ti meravigli che le Banche non vengano intaccate dai provvedimenti governativi e che noi cittadini continuiamo a pagare le spese più alte d'Europa per qualsiasi operazione bancaria.
Gli interventi necessari affinchè il nostro paese recuperi in competività, devono concentrarsi proprio ad allineare alla media europea il costo dei servizi bancari e ad una scrematura consistente di spese inutili sostenute dalo stato e che siamo costretti a pagare sotto forma di tasse.
Purtroppo questa maggioranza non potrà mai intervenire su questi due fronti ed allora continuerà a volerci far credere che i problemi si risolvono mazziando i tassisti gli avvocati e qualche farmacista.

gianni liberto 07.08.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che le banche con l aumento degli interessi invece di guadagnare di più piano piano se la prenderanno nel culo(come è giusto che sia)visto che un mutuo di 150000euro a20 anni costerà circa 30mila euro in più.
credo che l economia del mattone sia arrivata ad un punto di non ritorno,perchè facendo qualche conto in tasca il ceto medio basso non riuscirà più a far fronte all impegno di pagamento delle rate.
vedremo che le case dovranno per forza costare meno pena il ristagno delle vendite con conseguente fallimento delle imprese edili.

maurizio solfrini 07.08.06 20:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci crederete ma le banche hanno la faccia di cazzo di consigliare ANCORA mutui a tasso variabile (purtroppo mi tocca contrarne uno, come la varicella...). Il bello è che non ascoltano minimamente le obiezioni del cliente (che nel mio caso sarei io, casualmente laureata in economia quindi non proprio una tabula rasa...).
Dovrebbero vergognarsi, e noi smettere di cascarci!

Alessia A 07.08.06 20:12| 
 |
Rispondi al commento

I farmacisti possono cumulare le licenze di titolarità.
Se questo è vero altro che liberalizzazione.
economicamente i farmacisti di area urbana erano gli unici che si potevano comprare le farmacie in quanto titolari e ricchi(non benestanti).
Comprare una farmacia prima era difficile per un non titolare tra poco sarà impossibile.

Giuseppe Indrizzi 07.08.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe io e mia moglie siamo del gruppo dei tanti che sono stati quasi(e potrei anche eliminare il quasi) costretti dalla banca (Intesa) ad optare per il mutuo a tasso variabile nonostante le nostra richiesta di avere un mutuo a tasso fisso anche se in quel momento non ci conveniva ( marzo 2005). Cerco di spiegarmi meglio in poche righe: abbiamo chiesto un mutuo ed abbiamo ottenuto anche un contributo regionale sugli interessi (sardegna) che però copriva la somma fino a 72.600 Euro a fronte di una richiesta di 85.000 Euro. La gentile banca inizialmente cercava di convincerci sulla convenienza del tasso variabile ma, visto le nostre insistenze, allora ci ha detto che se volevamo il tasso fisso avremo dovuto fare un atto per i 72.600 Euro ( 1.700 Euro) ed un altro per i restanti 12.400 ( altri 1.700), invece se prendevamo il mutuo a tasso variabile ci "pensavano" loro per farci fare un solo atto. Morale prima rata semestrale dicembre 2005 al netto del contributo 3.200 Euro, rata del 30 giugno 2006 (tasso Euribor + 0,25) 3.400, adesso aspettiamo la rata del 30 dicembre 2006. Abbiamo preso un mutuo di 15 anni e la regione contribuisce agli interessi per i primi 10. Speriamo di farcela.

michele falqui 07.08.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono deluso, si deluso di aver criticato il Berlusca, e di aver votato a sinistra. Credevo che questo centro sinistra avrebbe dato realtà alle aspettative della stragande maggioranza dei cittadini ed invece, ad oggi, sembra che voglia tutelare e blindare i poteri forti, garantire ulteriormente le lobbies economico-bancarie ed i quattro "ricconi" che muovono i fili della politica italiana.
Io sono in attesa di una legge chiara - senza possibilità di elastiche interpretazioni - che disciplini il rapporto banche-consumatori, che garantisca i consumatori, che abbatta lo strapotere contrattuale delle banche.
Al contempo attendo che venga proposta la riforma del sistema elettorale con il ritorno al maggioriatrio con il premio di maggioranza.
Se questo governo sta con i cittadini italiani deve attuare queste due riforme, se sta con i poteri forti non lo farà.
Io ho stipulato un mutuo per acquistare una casa a tasso variabile.In banca mi hanno sempre convinto a non trasformarlo a tassa fisso. Oggi mi sono convinto a modificarlo, sento puzza di bruciato e non voglio aiutare qualche finanziere da strapazzo a rientrare dalle perdite avute con operazioni finanziarie ideate in qualche locale da 1.000 euro a sera accompagnato dalla starletta di turno.
Il decreto Bersani è una presa per i fondelli.Induce i cittadini a servirsi delle banche anche per pagare un caffè o una pizza (se la transazione - ovvero spesa - è superiore a €.100,00 c'è bisogno del bonifico bancario recita la norma). Risultato le banche si arricchiranno, i poveri cittadini come noi saranno spiati e spennati, i ricconi che usano fare le transazioni all'estero rimarranno impuniti e non accertati ed intanto aumenteranno i loro introiti.
Questa è l'Italia di oggi. Prodi tornatene a casa.
P.S. intanto questo governo ha battuto il record delle poltrone assegnate, se non erro più di 100, aumentando notevolmente la spesa.
Mi piange il cuore ma devo dirlo, Berlusca aveva ragione

Libero Laudano 07.08.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e tutti i blogger,
Io sono stato truffato dalla Banca Unipol che si sta prendendo la mia casa (acquistata tre anni fa') con un giochetto di scoperto di conto corrente accordato e poi misteriosamente sparito (insieme al direttore della filiale) oggi ho il pignoramento dopo aver dato alla banca in tre anni 30000 euro (rata mensile mutuo 700 euro per 36 mesi = 25200) mi dite che i giochetti sui tassi fanno schifo? non sono niente rispetto a quello che ti può combinare questa associazione a delinquere a scopo di estorsione. Immaginate tre anni di tribolazioni e sacrifici per pagare questi stronzi che mi mincciavano al telefono di togliermi la casa: ripianato il debito per lo scoperto finto mi hanno tolto il "beneficio del termine" sul mutuo e alla fine qualche giorno fà è arrivato l'ufficiale giudiziario che mi ha dato un foglio con su scritto che la mia casa è della banca e io ne sono il custode. Che dire: per far valere i miei diritti ci vorranno se tutto va bene dieci anni, mentre alla banca per far valere l'ipoteca gli sono bastati tre mesi: meraviglioso belpaese.
Non ho parole, mio padre andava a rubare e mi ha sempre raccomandato di fare una vita onesta ma in fondo faceva molto meglio lui...probabilmente è una legge di natura o mangi o sei mangiato.....Salute per tutti

Massimo Caruso 07.08.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono una ragzza che lavora 40 ore la settimana per prendere uno stipendio che adesso è quasi ridicolo visto che alla richiesta di un mutuo le banche ti ridono quasi in faccia dicendoti che non riuscirai mai a pagare la rata prevista e quindi avere un mutuo...allora una brava persona che lavora e vuole comprarsi casa e farsi una famiglia cosa deve fare??? adesso capico perchè aumenta la delinquenza!!!!!!!!
quindi se vuoi veramente procedere devi rivolgerti a delle agenzie o a degli agenti che ti aiuteranno ad avere il mutuo....(loro riescono ad ottenerlo e noi no...come mai???)
cosi oltre al mutuo devi pagare pure loro e sempre con lo stesso stipendio che avevi prima
ma dico ma che democrazia è questa???già facciamo fatica ad arrivare a fine mese e poi aumentano anche i tassi d'interesse!!!!!???
tante belle parole ma ai fatti ognuno pensa al suo interesse personale altro che popolo e cittadini...parole solo parole tanto alla fine a rimanere nella cacca siamo noi e non gliene frega niente a nessuno...
scusate per lo sfogo ma è dura quando tutto ti rema contro...

elisa tunesi 07.08.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

grande Alberto Rossi...il suo commento vale più di ogni "lamentela pallosa"...
se avete investito in vaselina state in una botte di ferro..
ahahahaha..non gline frega niente a chi ci governa lo volete capire si o no...

silvestri antonio 07.08.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'errore di battitura: la chicoccia, ossia la zucchina, detta anche melancora (così si scrive!). Scusate di nuovo.

Diego Bellano 07.08.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Lo dicevo io che "la melacora (la zucchina)va' sempre in culo all'ortolano" (dialetto di Pescara e dintorni!). Questo governicchio di beduini vuol fare le riforme senza farle in realtà. Tutto rimarrà come prima e come purtroppo avevo previsto su altro blog di Beppe all'alba del de"cretino" Bersani. Sono tutti dei calabraghe di merda, buoni solo a strappare un voto ai cittadini facendo promesse di marinaio. Meno male che c'è Prodi, l'Uomo della Felicità, l'uomo che risolverà ogni cosa. Dice che l'Italia va già meglio con lui! Sarà! Ma come cazzo ha fatto in solo 80 giorni a farlo? Secondo me, non è l'Uomo della Felicità..........in realtà è l'Uomo dei Miracoli (impossibili, per altro) è l'uomo che assieme alla sua accolita di ladroni fetenti, darà la mazzata finale al nostro povero Paese. In hoc signo vinces........buona illusione a tutti.

Diego Ballano 07.08.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, volevo solo trasmettervi le preoccupazioni mie e di mia moglie che ci troviamo a “combattere” con lo stipendio di fine mese. Ho stipulato un mutuo pluridecennale con prima rata del 01/01/2006 a euro 709,00. Per il mese di settembre (nove mesi dopo) è prevista una rata di 817,45; penso possiate capire che le preoccupazioni, per una famiglia con due figli piccoli e con stipendi normali, siano molte. Immagino le vostre possibili obiezioni: perché non hai stipulato un mutuo a tasso fisso che saresti stato immune da questi rialzi? Semplice, se avessi affrontato un tasso fisso (rata più alta) non avrei potuto comperare casa!

andrea c. 07.08.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti..
poche parole per definire lo stato attuale dell'economia italiana:PARCO BUOI!!!
noi siamo il parco buoi..corriamo sempre in maniera frenetica,ma saremo sempre nel recinto.
in effetti sono tra coloro che si aspettano qualcosa in più da questo governo..
non deludeteci..la posta in gioco è troppo alta.

volevo portare la mia esperienza con banche ed affini,quindi agenzie di prestito che lavorano con le banche..

avevo bisogno di soldi,trovai questa agenzia che si proponeva di farmeli avere nel minor tempo possibile.
appena firmai dovetti pagare 170€ per le spese burocratiche..uno va ha bisogno di soldi dovrebbe riceverne non darne!!!!!
poi una volta fatto il tutto..passarono 5-6 giorni non ricordo bene..mi ritrovai e mi ritrovo tutt'ora a DARE A STà GENTE IL DOPPIO ESATTO DI CIò CHE AVEVO CHIESTO..il tutto diluito in 10 anni..ci godono a veder soffrire piano piano...ma a me servivano..

dopo qualche mese trovai un'altra agenzia che a parità di richiesta economica mi avrebbe fatto risparmiare.. rispetto a quello attuale.. la metà degli interessi maturati..feci domanda di riscatto in forma ufficiosa non ufficiale per vedere cosa mi avrebbero c hiesto come interessi...
udite udite..in 6 mesi di rapporto volevano farmi pagare in caso volessi estinguere con loro
la bellezza quasi 7000€ in più di quelli chiesti da mè...7000€ in 6mesi in più...abbandonai l'idea di estinguere tramite altra società onde evitare dissanguamento sicuro!!!!

E'UNA VERGOGNA!!!!!!!!!!
BERSANI...BERTINOTTI fate qualcosa per chi fà veramente fatica ad arrivare a fine mese.....
io stò ancora pagando persone che piano piano mi porteranno via anche l'ultima speranza di vedere un mondo migliore rispetto a ciò che sembra essere....
non deludeteci anche voi!!!!!!!!

onofrio amendola 07.08.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

"Una richiesta che pare ovvia"

E come mai nessuno c'era riuscito prima, a codificare in legge questa richiesta ovvia?

Invece di rompere le balle a chi per lo meno inizia a smuovere le acque, sarebbe bene occuparsi di altro. E lasciar lavorare un governo che in due mesi ha dovuto affrontare di tutto.


RAGAZZI,
A ME SEMBRA CHE QUESTA PSEUDO-SINISTRA SIA LA' CON L' INCARICO DI ESEGUIRE TUTTE LE BRUTTURE
CHE LA DESTRA NON SAREBBE MAI RIUSCITA A FAR PASSARE. MA CI PENSANO I NOSTRI. CHE SCHIFO!

UMBERTO PEDRIGI 07.08.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel Marzo 2004 Ho stipulato un mutuo per l'acquisto di una casa di 60.000 euro da restituire in 10 anni. La mia banca mi aveva consigliato un tasso variabile e la mia rata mensile iniziale era di 596,00 euro circa. Ad oggi la mia rata mensile è di quasi 620,00 euro. E' vergognoso se penso che all'inizio ho accettato con una rata di 596,00 (guadagnandone appena 1.000,00 al mese) con la speranza di estinguerlo il prima possibile (10 anni). La cosa che mi opprime di più è che non so da oggi fino al termine per l'estinguimento del mutuo a quanto potrà arrivare la mia rata. Faccio presente che il cambio da tasso fisso a variabile è a pagamento (...e costa anche tanto!!!).
Sqluti

Pasquale Sorvillo 07.08.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Volevo prima di tutto salutare salutare I lettori e Beppe grillo.
Sinceramente queste polemiche sono veramente sterili. Il perchè è molto semplice con dei tassi così bassi, meno di un anno fà erano 1,5, era normale che la BCE li aumentasse,normale ,anzi direi scontato che in un prossimo futuro verranno ritoccati verso l'alto. Non è affatto vero che serve la sfera di cristallo per prevedere questo, come ha scritto un commentatore, ma solo il buon senso. State tranquilli che le banche di buon senso ne hanno a tonnellate...ma chiaramente fanno i propri interessi, vorrei ricordare che le banche sono la maggior parte ISTUTITI PRIVATI, tranne alcuni casi che sono delle FONDAZIONI. Tali enti fanno SOLO gli interessi dei propri AZIONISTI e non dei CORRENTISTI O MUTUISTI..Questa è la VERITA.
Una seconda riflessione, quella che mi preoccupa di più, e chwe questo governo, in questo sito tanto acclamato, ha combinato per ora solo dei grossi guai... Il più grosso è stato questo decreto che favorisce le BANCHE a scapito dei CORRENTISTI e MUTUISTI. Riflettete quando BERSANI parla di Liberalizzazioni.. Questa non è una liberallizzazione ma solo un maschera per favorire i POTERI FORTI alis le BANCHE.
Riflettete ANche sul fatto che questo variopinto GOVERNO non se la prende con i POTERI FORTI ( BANCHE-GROSSI INDUSTRIALI-CASTE NOTARILI-GROSSI EVASORI FISCALI) ma solo con i pesci, che potrebbero sembrare grossi , ma sono solo pesci piccoli.. ( Tassisti-Farmacisti-Panettiere).
RIFLETTETE

MAX palu 07.08.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di economia e dunque di banche, sinceramente non voglio farmi pubblicità, ma entro breve aprirò un mio sito di teoria economica, dove si potrà scaricare il mio testo dal seguente titolo: Teoria generale delle crisi, la nuova età dell'incertezza. Il testo, per motivi che sarebbe lungo spiegare, non è stato accettato da nessuna delle case editrici a cui l'ho spedito. Ciò,in grande sintesi, per il fatto che anche le più rinomate non hanno redazioni editoriali, e dunque gente in grado veramente di leggere e pesare (ripeto, a parte altre questioni che farebbero accapponare la pelle). In esso tratto delle seguenti materie:
a) qual'è la realtà vera del più generale regime dei prezzi
b) quali sono le reali motivazioni del movimento di quei particolari prezzi dei beni capitali
c) il ruolo del complesso del sistema finanziario, in particolare delle banche
Ed altre questioni che a vario titolo si intrecciano con gli argomenti predetti.
Il medesimo Beppe Grillo,spero vivamente, è pregato di accedere al sito che verrà, così, con molto più fondamento, potrà farci veramente sganasciare dalle risate, ma anche verificare in quale reale situazioni ci troviamo, che è dura, veramente dura, che richiede non solo e non tanto "una nuova politica economica", ma un mutamento di atteggiamento complessivo, dal basso e dall'alto e viceversa. I problemi sono difficili e le soluzioni lo saranno altrettanto e nessuno, cosciente dei problemi, dovrebbe meravigliarsene. Il libro, certmente, non è per gente svagata e occorre un minimo di competenza, ma più di passione civile ed anche di coraggio, perchè, ripeto, le soluzioni non sono per nulla facili e richiedono innanzitutto una presa di coscienza collettiva, particolarmente delle forze sociali di ogni genere. Ridere, specie quelle che ci procura l'amico Beppe, fa bene al cuore e aiuta tanto sul piano della presa di coscienza, ma non è con le belle risate che si risolvono i problemi, quelli veri, che fanno accapponare la pelle.

Mario Russo 07.08.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'una vergogna. Ho acceso un mutuo tasso variabile (ovviamente consigliato dalla banca)della durata di 25 anni per un valore di 110000 € esattamente da 12 mesi.La prima rata e' stata di 570€, l'ultima, quella di luglio'06, e'stata di 663€. Oramai ho quasi raggiunto il valore della rata a tasso fisso di 12 mesi fa che mi era stata sconsigliata. E purtroppo i tassi saliranno ancora. Non ho parole per commentare questi fatti. Purtroppo non posso fare altro che accettare supinamente.

arnaldo giannini 07.08.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

grillo informati meglio:
1) sono sempre le banche a proporre il variabile, e poiche' la gente si fida viene regolarmente inchiappettata.
2) questo governo ha imposto che tutti i professionisti facciano "transitare" ogni somma dal conto corrente (chiedi al tuo commercialista),
questo significa una bella torta per le banche
3) infine penso che siate tutti un po' coglioni: avete votato per Banca Mediolanum o per il Monte dei paschi? Per la Fininvest o per Unipol?

In ogni caso, è stato previdente chi ha investito in vasellina.

saluti a tutti

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 07.08.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento

MEMORIA STORICA.
Dopo alcuni anni vissuti come lavoratori dipendenti, mia moglie ed io, nell'89, abbocchiamo all'amo del compagno Craxi che ci invita tutti a mettersi in proprio.Finalmente basta col Padrone che ti sfrutta, ti sottopaga e ti rompe anche i maroni. Compriamo una licenza stagionale in una località turistica balneare (Grado). Risultato:
la licenza è stagionale, ma l'affitto, il commercialista,le tasse comunali, i contributi INPS, la partita iva, la tassa sulla pubblicità, gli interessi bancari, insomma TUTTO è annuale fuori che i nostri incassi. Poi ci si mettono le MUCILLAGGINI, la GUERRA in YUGOSLAVIA con cui, come sapete il Fruli Venezia Giulia confina (il Trentino invece no), gli interessi degli usurai... no volevo dire BANCHE arrivano al 19% ripeto diciannoveepassapercento (ho ancora le ricevute). Insomma dopo cinque anni chiudiamo bottega con un incasso netto di -40.000.000. la lineetta sta per MENO. Il Compagno Craxi con perfetto tempismo ci comunica che "Son finite le vacche grasse"..Torniamo a fare i dipendenti per saldare il debito e per vivere...ma...caro Padrone aspetta a far cambio con noi perchè: adesso non bastano 35 anni di galera per la pensione,ce ne vogliono 40, non ci sono piu BABY PENSIONATI ma è invece rimasta la BABY PENSIONE che anzi sarà estesa a TUTTI.Se non fai gli straordinari non arrivi a fine mese, ma se li fai sono supertassati (cioè al padrone costano molto ma all'operaio arriva poco),le banche in compenso ci danno lo 0.01% di interessi.
Vedete quindi che quelli che a noi sembrano inetti politicanti in realtà sono abili IMPALATORI, sì esatto, ti lasciano vivere, ma nella sofferenza.
E la nostra classe politica è esperta in questo (retaggio forse dell'inquisizione).
Attualmente stiamo cercando di vendere la nostra casa (per la quale abbiamo solo PAGATO ici notai geometri faccendieri vari e mai ricevuto 1 lira da NESSUNO) e dopo aver pagato il 39% di tasse su quello che ci frutterà ce ne andiamo all'estero.
Fanculo.

Bruno Lauri 07.08.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe,sono uscito da poco dal vischio di un mutuo bancario sulla casa-ho venduto tutto,casa e azienda per mia fortuna anche abbastanza bene,proprio mentre mi stavo avviando ad una situazione insostenibile-ma non è questo che volevo raccontare.Qualche anno fa,mi sembra nel 2002,mi arriva una comunicazione della banca che mi comunica una riduzione dell'interesse che pagavo sul mutuo dal 8,25 % al 7,75.Il mutuo era a tasso fisso per 15 anni.Ovviamente contento chiedo lumi ma la risposta non fu molto esauriente.Poi leggendo i giornali vengo a sapere che siccome si stavano abbassando gli interessi a livello europeo le banche temendo di incorrere nell'accusa di tasso usurario abbassavano autonomamente gli interessi troppo alti .Teniamo conto che in quel momento si potevano aprire mutui al 4,50-5%.Fin qui tutto bene anche se la cosa mi sembrava strana.
Il problema è venuto fuori quando sei mesi dopo o giu di li' i tassi europei sono risaliti e non rischiando piu'il tasso usurario,la banca -che fra l'altro si era sempre rifiutata di rinegoziare il mutuo a interessi piu' bassi-mi richiede la differenza degli interessi che aveva pure deciso da sola di abbassarmi.Ora è chiaro che non essendo la cifra altissima non valeva la pena tirarci in mezzo un avvocato e perfino un organizzazione di difesa dei consumatori mi ha consigliato di lasciar perdere e pagare perchè non ne valeva la pena (forse vale la pena solo se sono cause eclatanti,diciamo molto visibili sui media?)io ho dovuto abbozzare ma mi ha parecchio rotto.Ora ne sono fuori e a tutte le persone che vogliono fare mutui racconto la mia storia completa perchè sono convinto che ogni volta che faccio perdere un cliente per un mutuo ad una banca-qualsiasi tanto son tutte eguali,fanno pure cartello,tra loro non si mangiano-ho fatto una buona azione piu' che a far traversare la strada ad una vecchietta-è meglio che rimangano dalla stessa parte se no poi devono riattraversare e non è detto che ritrovino qualcuno-.Ciao

Claudio Vedovi 07.08.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Email fresca fresca mandata da Francesco Carlà

"Francesco Carlà"
31 luglio 2006

Affari nostri: Il buco nella Borsa

Cari Fwiani,

L'ho scritto tante volte e anche detto in tv:
la Borsa italiana non rispecchia affatto
l'economia italiana ed e' uno dei problemi
della finanza del Paese.

La pensano cosi' anche gli stranieri che
considerano marginale il nostro mercato
finanziario, tanto da non inserirlo in
nessuna alleanza che conta.

Basta vedere il recente fallimento delle
trattative tra Borsa italiana e le borse
tedesche.

Tre i motivi principali:

1 Poca indipendenza dagli istituti
di credito che la controllano;

2 Troppa attenzione a riservare il denaro
ai soliti noti e non a chi vuole crescere;

3 Poco controllo su chi fa il furbo: Gnutti,
dopo anni ed anni, ha appena preso una multina
per insider trading.

Altro che indulto.

Ma, e Wall Street lo dimostra insieme con le
altre grandi Borse, la City in testa, senza
un mercato finanziario agile e ben controllato,
non si va da nessuna parte.

E' una priorita' nell'agenda italiana.

Toti Pantano 07.08.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Rettifico quello che dice Mr Grillo: le banche non solo non sono state toccate ma hanno ricevuto un ENORME VANTAGGIO che soltanto una persona in mala fede può non vedere. Perciò, ogni professionista deve aprire un secondo conto corrente dedicato e avere una carta di credito dedicata all'attività professionale, ed ogni pagamento superiore ad una certa cifra dovrà essere effettuato tramite POS, assegno o carta di credito. Lei Grillo ha idea di che cosa significa questo per le banche? Triplicare le entrate che derivano dalla gestione dei rapporti di conto corrente e per il cittadino vedere aumentate le spese di conto corrente. Per ogni operazione di queste ci vedremo addebitati soldi che prima non pagavamo. Prima una visita medica ci costava, ad esempio 70 Euro, oggi ci costerà 70 Euro + il costo di un assegno, di una transazione bancomat o la commissione della carta di credito. Quindi la sostanza delle liberalizzazioni è: togliere al professionista (piccolo, grande, medio, non importa) per dare ai poteri forti, in questo caso, le banche. Lei Grillo non lo ha capito o ha solo fatto finta di non capirlo?

valeria ghera 07.08.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho stipulato un mutuo a Giungo OVVIAMENTE a tasso variabile "Non ha senso farlo a tasso fisso" mi hanno detto in Banca, ho chiesto ad amici che il mutuo l'hanno fatto prima di me e stesso consiglio... Ora, io sono ignorante in materia ma vorrei che qualcuno che se ne intende mi dicesse se quello che ha detto il Direttore della mia Banca ha un senso o è una cazzata: "Fallo a tasso variabile perchè sicuramente non raggiungerà mai in 10 anni il tasso fisso, non avrebbe convenienza nemmeno x la banca visto quanti (tanti, più di quelli a tasso variabile secondo lui) lo hanno fatto a tasso fisso...
Infine una richiesta a Beppe: si parla di Banche oneste (ci credo poco) ma se così fosse, con la sincerità che ti contraddistingue, pubblica l'elenco di quelle che lo sono. Veramente.

MI KI 07.08.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

ho comprato casa con un mutuo di 30 anni. La prima rata a gennaio 2005 era di 645,00 euro. Dopo un anno è arrivata a 696,00 euro. Sono dipendente a 1100 euro al mese e mia moglie è co.co.pro, con una figlia di 2 anni. Che fine faremo??? Più aiuti alle giovani famiglie!!!!!

Davide Casadei 07.08.06 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI

Sokka-Tsi 07.08.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro per un Istituto di Credito, e qui mi attirerò le Vostre ire. Volevo solo segnalere che personalmente stò da mesi lavorando a questo problema. Il nostro istituto ha ben presente la possibilità di rialzo e ricorda bene il polverone alzato dalla vicenda mutui ECU. Proprio in memoria di ciò ha studiato prodotti di copertura dal rialzo dei tassi che propone ai clienti a suo tempo consigliati (egregiamente per il momento che era.. la sfera di cristallo non l'ha nessuno!) da noi verso una indicizzazione variabile. Prodotto che offriamo ai clienti ad un prezzo assolutamente ragionevole (per intenderci il margine è veramente minimale). Tale prodotto sta risquotendo un certo successo tra i nostri clienti tanto che abbiamo intenzione di estendere tale opportunità oltre ai privati (coloro che si sono accesi il mutuo per l'acquisto della casa) anche alle imprese.

Anche altri Istitui si stanno muovendo nella stesa direzione, rallentati come noi purtroppo dalle recenti normative.

Le banche non sono quelle del 'monopoli', ma imprese commerciali e di servizi.
Comunque la maggiorparte sono fatte di persone comuni, e operano sicuramente per il profitto (e non certo per la gloria) ma non sono delle bieche mungitrici. Sono più sensibili alle esigenze dei clienti di quanto non possiate credere.

Paolo Rav 07.08.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
=================================================
TRA PAZZIA E REALTA'!

ECCO LE PRIME CREATURE IBRIDE!

NUMEROSI ESPERIMENTI STANNO AVENDO LUOGO NELL'ISOLA CARAIBICA DI ST. KITTS!
=================================================
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di FALLA GIRARE!

Massimiliano Borella 07.08.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

SVEGLIA!!!
Scusate tanto, ma quando mai succede che una banca fallisca (si, capita a volte, ma andate a vedere perché).
Da noi in svizzera, ogni trimestre escono i risultati: è da qualche tempo che si superano anche le più rosee previsioni. Le due più grosse fanno utili da miliardi (parecchi, tanti!) di franchi svizzeri. E se li guadagnano.
Ma in Italia non c'è l'ipotecaa tasso fisso?
In Italia non è possibile negoziare il costo di una ipoteca? Guardate che anche quei tutti credono che non lo si possa fare, ma in realtà, vista la concorrenza tra le banche, negoziare si può: eccome!!!
Le banche, quando fissano un tasso ipotecario, hanno già fatto il calcolo per poter eventualemente negoziare (con chi ci pensa e non molla) un prezzo più basso e , comunque, non ci perdono mai! QUindi: negoziate!!! Alla prossima scadenza fatelo oppure cambiate banca.
Ma ripeto: non conosco il sistema italiano; parlo di quello svizzero.

COmunque, non abbiate paura di far valere i vostri soldi. Se una volta le banche ti chiudevano la porta in faccia se non arrivavi con almeno 200 o 300 cento mila franchi, oggi fanno a gare per conquistare i clienti da 10'000 franchi. come mai?
Nota: chi stipula un tasso variabile con i tassi ai minimi storici ... beh, un pochino se la va a cercare...

Con tutta la comprensione per chi fatica ad arrivare alla fine del mese!

Mauro Chierici 07.08.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

per..
Massimo RE 07.08.06 13:50 |

Dalla tua risposta e dalla tua ignoranza deduco che sei uno di quei poveracci che vivono a rate perchè muoiono di invidia nel vedere che gli altri hanno cose che lui non ha, quindi giù a fare finanziarie per comperare un mucchio di cose inutili e superflue e poi ti rendi conto al 20 del mese che non hai i soldi per fare la spesa.

A me della gente come te non frega niente se non sei tanto intelligente da capire che i valori importanti sono altri sono fatti tuoi ti chiedo solo di lamentarti.

Franco De Cesare 07.08.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI

M C 07.08.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo di notizia!

mario fucci 07.08.06 14:35| 
 |
Rispondi al commento

LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI LADRI

M C 07.08.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe
le banche.............le assicurazioni...le a quante promesse, quante rassicurazioni, le banche e le assicurazioni nel sistema previdenziale,nei cda di giornali,nei cda di qualsiasi tipo di società con qualche potere!!!! e sempre più presenti anche a casa nostra...opps a casa loro.....non so fino a che punto gli italiani C'è La possono fare.. e quando non c'è la fanno vorrei capire l'umanità delle banche...be penso che per quest' ultimo punto non ve ne sia.Speriamo bene

luca trento 07.08.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'arrivo di un altro milione di immigrati farà crollare lo stato sociale, il welfare state per i veltroniani. Chi vuole questo? e perchè?

timoteo ernani 07.08.06 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho un potere di acquisto di 900 euro mensili e, a dire dei consulenti finanziari, posso permettermi un mutuo di massimo circa 80.000 euro (oltre doverci pagare le tasse, benzina, far vivedere dignitosamente mio figlio, e tutto il resto) che significherebbe, dove sto io, comprarmi, a scelta, un box auto, un terrazzo edificabile (come qualche furbone mette in vendita a quelle cifre), un appartamento accatastato come zona di sgombero (di 35mq) quindi non mutuabile, una catapecchia da ristrutturare completamente, e via dicendo. Oltre a questo fatto succedono di queste cose. Io interpreto gli avvenimenti di questi tempi solo in un modo:
Le banche, assicurazioni, consulenti finanziari e agenzie immobiliari (oltre a tante altre categorie) possono lucrare maggiormente sulla gente con evidenti difficoltà economiche... con l'indifferenza dei nostri politici (sinistra o destra che siano).

Simone Medas 07.08.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mio padre, deceduto, aveva un cc presso Banca intesa. Nel chiuderlo, domanda fatta in data 23/06/06 e chiusura avvenuta in data 20/07/06, hanno prelevato:
- 41,37 Euro di spese chiusura conto
- 12,50 per spese al 30/06
- 8,55 per bolli su cc al 30/06
- 12,50 per spese dal 01/07/2006 al 20/07/2006
- 2,85 per bolli su cc

Invito tutti a non aprire cc con la suddetta Banca. Saluti

Antonio xyz 07.08.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABI = Associazione Bassotti Italiani
A differenza dei bassotti che mirano al deposito di Paperone, i Bassotti Italiani il deposito ce l'hanno già e continuano ad infrandirlo per metterci i soldi spennati ai correntisti!

luca Cortese 07.08.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Desidero solo portare la mia esperienza specifica, visto che in banca ci lavoro.
Ho personalmente più volte visto il collega che si occupa di mutui dire ai clienti di considerare con attenzione il tasso fisso; troppo lunga la durata dei mutui per affidarsi alle incognite delle oscillazioni del costo del danaro, soprattutto in quel periodo di tassi bassi.
Nonostante ciò la grande maggioranza, forse abbagliata dal tasso più basso, ha scelto il variabile.
Non so quale sia il comportamento generale delle banche, ma di sicuro parecchi clienti hanno guardato solo al domani, scordandosi del dopodomani.
Ciao.

Luca Mariotto 07.08.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bene...sempre meglio...
non ho ancora comprato casa e la rata del mutuo mi è già aumentata!! quando in banca abbiamo guardato che mutuo stipulare, il tasso variabile era quello + interessante e ci permetteva di spendere circa 630 euro al mese...
considerando che si tratta di un mutuo fondiario 30ennale al 100%, era la migliore offerta ricevuta..
ora...a rogito andremo a fine settembre e la rata continua a crescere!! il problema non è l'aver scelto il tasso variabile perchè era + appetibile, ma semplicemente perchè a volte (come nel ns caso) è l'unico che ci si può permettere!!
il tasso fisso?? ci costerebbe circa 850 euro al mese...ma se continuiamo ad andare su così...!!
e poi dicono che i giovani sono agevolati,....ma dove???!!!

ciao
cristina

Cristina Lusvardi 07.08.06 13:52| 
 |
Rispondi al commento

C'è bisogno di una ventata di freschezza nel panorama delle banche !
Forse una che sta iniziando a lavorare in questa direzione è IwBank (www.iwbank.it): Sono cliente da circa un anno e puntualmente, ad ogni aumento dei tassi da parte della BCE, IwBank si adegua subito.
Questa è trasparenza!

E inoltre zero commissioni... sono soddisfatto! Incredibile a dirsi di una BANCA !

Marco Baldassarre 07.08.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1999 ho venduta la mia casa ad un signore che non fidandosi delle banche si fece il mutuo a tasso fisso. Se non ricordo male nel 99 il tasso fisso era venduto al 5,8%.
Io per comperare la mia nuova casa feci un a tasso mutuo variabile. Credo che ora che il tasso del mio mutuo si avvicinerà al 6,8% ne passerà di tempo.
Perché quando la gente guadagna (o risparmia) va tutto bene e quando perde si lagna?

franco lauro 07.08.06 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Che dire... da 408 a 439 (31 euro al mese in più = circa 60000 lire, circa 372 euro all'anno= 720000 lire!)in due anni! E va già ben che nel contratto di mutuo c'era scritto che le rate non possono aumentare più del 10%...Nel frattempo però ogni tanto arriva una letterina con scritto "c'è stato un aumento delle spese accessorie"...MAVAFFAN...Ma cos'è han bisogno di una mano (I MIEI SOLDI) per spostare i MIEI SOLDI da una parte all'altra? TASSO AUMENTABILE facevan prima a chiamarlo così...
Salute a tutti.

Massimiliano B. 07.08.06 13:11| 
 |
Rispondi al commento

(SEGUE) e ho detto che sarei tornato nel pomeriggio per discuterne.
Sono andato a casa e mi sono fatto fare 5 preventivi on-line tramite un sito noto del settore.
Ognuno di questi mi offriva condizioni analoghe a quelle del mio mutuo, senza la richiesta di ulteriori assurde fidejussioni.
Nel pomeriggio sono tornato in banca, e l'impiegata col suo bel sorriso mi presenta i moduli per le firme. Io le ho detto "mi spiace non firmo niente. o accettate le mie condizioni o accendo un mutuo con uno dei vostri concorrenti" e le ho dato in mano le stampe delle offerte che mi avevano fatto.
Lei va dalla direttrice della filiale e ci sta in ufficio per venti minuti.
Poi viene la direttrice che tenta di convincermi... Davanti alla mia totale inamovibilità, mi dice "vedo cosa posso fare" e va a telefonare a qualcuno, penso il suo capo.
Dopo 5 minuti arriva e mi dice che "proprio perché è Lei..." possono accettare le mie condizioni.
Niente fidejussione. Tasso e spread concordati.
Il consiglio è quindi sempre lo stesso: informatevi e andate in banca ricordandovi che siete VOI il loro cliente e che LORO HANNO BISOGNO DEI VOSTRI SOLDI non il contrario!!!
Fategli vedere che vi informate, che conoscete i vostri diritti e soprattutto che trattate con la concorrenza!
Nota: alla fine ho scelto per un tasso variabile con la possibilità, ogni due anni, di passare al tasso fisso (e viceversa). Secondo me è la scelta migliore che consente di usufruire dei vantaggi del tasso variabile in momenti come questo, per poi passare al fisso se il variabile diventa troppo alto. Certo occorre tenere d'occhio il trend del tasso nel tempo, per cercare di capire, alla scadenza, cosa potrebbe accadere nei successivi due anni.
Asta luego, grazie per lo spazio, PDA

pino d.a. 07.08.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, vi racconto la mia esperienza sperando che possa essere utile per qualcun altro che debba accendere un mutuo oggi. Premetto che sono un informatico ma con studi di economia e commercio alle spalle. Tre anni fa sono andato in banca per un mutuo per acquisto della prima casa. Mia moglie ha un lavoro saltuario e quindi faceva fede sostanzialmente solo il mio 730. Dopo aver girovagato qua e là mi son fermato nella banca dove avevo il conto da anni, poiché l'offerta era simile a quelle che avevo trovato in giro, con l'idea che - visto che ero già loro cliente - sarei riuscito a ottenere qualcosa in più. In effetti è stata dura. Dopo aver discusso tipo mercato dei tappeti per una intera mattinata, grazie anche all'aiuto di un amico agente immobiliare che ci ha aiutati per l'acquisto della casa e che ha rinunciato alla sua quota (lo sapevate? se l'agente vi presenta ad una banca, la banca lo ringrazia con un 0.025% dell'importo del mutuo, più o meno...) e al fatto che ero già cliente, sono riuscito ad avere delle condizioni diciamo decenti.
Una delle regole che la banca usa (al di là della valutazione della tua solvibilità) è che l'importo della rata non deve superare 1/3 del tuo stipendio mensile.
Per fare questo calcolo usano quella al momento più alta tra fisso e variabile. Al momento i tassi fissi (esclusi gli spread) sono di circa 3 punti più alti di uno variabile, ed allora la situazione era analoga. Quindi hanno calcolato la rata sulla base del fisso. Peccato che da questo calcolo risultava che la rata era di ben 9 euro superiore al 1/3 del mio stipendio e per questo, udite udite, hanno richiesto che mio padre firmasse una FIDEJUSSIONE sul mutuo... capite? Oltre alla IPOTECA del 200% sul valore dell'immobile pretendevano ANCHE che mio padre si prendesse l'impegno di pagare le rate nel caso io non ce l'avessi fatta. Praticamente una ipoteca anche sulla casa di mio padre oltre che sulla mia.
Al che mi sono incazzato e ho detto che sarei tornato nel (CONTINUA)

pino d.a. 07.08.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Immigrati in rivolta nel cpt di Bologna. A quando la città in fiamme?

delio prosto 07.08.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta, signori, io sono dell'opinione che il futuro delle banche E' NELLE NOSTRE MANI. CHIUDIAMO i conti correnti, oppure spostiamoli verso banche "oneste". Quando le banche vedranno il loro portafogli clienti ridursi sempre più otterremo 2 risultati:

1 - Le banche che non sanno stare nel mercato chiuderanno, con sommo beneficio della collettività
2 - Le altre abbasseranno paurosamente il loro listino prezzi e aumenteranno i servizi, se non vogliono chiudere

Fino a quando, invece, ce ne staremo nel nostro perenne ozio, a parlar male di questo e di quello grattandoci gli attributi, le banche (e le autostrade, e le ferrovie, e i distributori ecc ecc.) continueranno a fare i loro comodi.

Quindi dico a Beppe, tu che hai parecchie conoscenze in ambito finanziario, fatti fare una lista di 2-3 istituti di credito davvero concorrenziali, e poi spostiamo i nostri conti correnti in massa. Scommetto che nel giro di un paio d'anni saranno loro ad anticipare le misure restrittive del governo e non viceversa.

Patrick De Angelis 07.08.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci ho messo due anni per avere il mutuo e comprare casa. Sarebbe troppo lungo spiegarvi perchè (ero iscritta tra i cattivi pagatori per 28 euro!!!), dopo varie peripezie e raccomandazioni ci sono riuscita! All'epoca il tasso era molto basso e chiedevo di farlo con il tasso fisso ma.... è stato impossibile, era molto più alto rispetto al tasso variabile e così ho accettato quello misto...mi sembrava di aver capito che all'inizio era fisso e poi sarebbe stato variabile, ma...ora pago 22/25 euro in più rispetto a prima!!!
Fregata e rassegnata!
Ciao a tutti.

Nicol Nissa 07.08.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Nel primi sei mesi del 2006 cresciute del 101,9%
Lotta all'evasione, raddoppiate entrate fiscali
Incassati 1.169 milioni di euro rispetto ai 509 milioni dell'anno scorso. Complessivamente aumentano anche le entrate tributarie

STRUMENTI
VERSIONE STAMPABILE
I PIU' LETTI
INVIA QUESTO ARTICOLO
ROMA - La lotta all'evasione fiscali sta dando i primi concreti frutti. Infatti nei primi sei mesi del 2006 è raddoppiato il gettito derivante dai controlli: è cresciuto del 101,9%, passando dai 509 milioni del 2005 ai 1.169 milioni di euro del gennaio-giugno 2006. Lo comunica il dipartimento per le politiche fiscali del ministero dell'Economia e delle finanze.
ENTRATE TRIBUTARIE: +12,3% - Complessivamente aumentano anche le entrate tributarie. Tra gennaio e giugno l'erario ha incassato 19,6 miliardi di euro in più rispetto ai primi sei mesi del 2005, con un incremento del 12,3% che porta il gettito a quota 179.111 milioni di euro. Secondo i dati ufficiali diffusi dal ministero le imposte dirette sono aumentate del 15,9% e dai dati di dettaglio emerge un aumento deciso degli acconti dell'autotassazione (+5,7% per l'Irpef; +24,1% per l'Ires). Bene anche l'Iva che segna un +9,8%. Le entrate fiscali degli enti territoriali sono aumentate dell'8,8%, dovuto alla crescita del gettito dell'Irap, che sale del 13,4%, mentre registrano una contrazione sia le addizionali comunali, sia le regionali.
07 agosto 2006

Il governo Berlusconi ha fatto questo, cosa farà il governo Prodi-Bertinotti?

vittorio aglioni 07.08.06 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Obiettivo dell'iniziativa, favorire il dialogo con le comunità di stranieri
«Agenti extracee nei quartieri di immigrati»
La proposta dei Ds di Padova dopo l'ultima risa nel Bronx cittadino. L'idea è sostenuta dal sindaco e c'è anche il sì del questore
La conquista del territorio da parte degli stranieri procede spedita.
Grazie governo Prodi-Bertinotti,

carlo Aspagi 07.08.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, ti leggo spesso e ho stima di te. Però su questa cosa dei mutui a tasso variabile non sono d'accordo con te. (solo su questo :D)

Penso che sia ormai chiaro da lustri che l'incaricato della banca che ti propone un mutuo NON fa i tuoi interessi. fa quelli della banca e se può evita di raccontarti tutti i dettagli. tra l'altro spesso non sa neanche tutti i dettagli, non si sa mai gli possa scappar detto qualcosa...

Se chiedi soldi in prestito devi informarti per bene come per tutte le altre cose che stai comprando: nei fatti compri soldi a rate. c'è un bene, i soldi, e ci sono gli interessi su quel bene. fine.
informarsi informarsi informarsi. trattare trattare trattare. non c'è alternativa. poi occorre tenerli sotto controllo perchè la cosa non è finita li...

morale: se hai comprato un mutuo concordando un tasso sfavorevole è colpa tua. non ti sei interessato abbastanza. sei stato superficiale.
Non c'è la concorrenza che si vorrebbe, ma un po' di scelta c'è: ci sono i tassi fissi e ci sono le rate fisse. Si sa, è noto ed è un'informazione base. Se hai scelto un variabile con i tassi al 2% ti dovevi aspettare che salissero e ora nessun comico d'italia può e deve aiutarti.

come dici sempre tu, la conoscenza è la base di tutto.

ciao e grazie

max

massimo azzolini 07.08.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
ECCO LA LISTA DEI PRETI AMERICANI ATTUALMENTE COINVOLTI IN INCHIESTE GIUDIZIARIE PER PEDOFILIA"
*************************************************
Clicca sul mio nome per saperne di più.

Massimiliano Borella 07.08.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Mutuo?
Non mi riguarda...
dal momento che non avrò mai un lavoro stabile e regolare e che non riuscirò mai a mettere insieme i soldi per una anticipo continuerò a regalare i soldi al padrone di casa di turno...
Comq sono generosa eh?

Silvia Lombardo 07.08.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

L'arrivo di un altro milione di immigrati farà crollare lo stato sociale. Chi vuole questo? e perchè?

Mirto Merlino 07.08.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ alessandro solinas 07.08.06 09:51

Ed aggiungerei, proseguendo il tuo pensiero, che le banche, o meglio i grossi capitalisti che le reggono, tengono ben salde le redini del potere attraverso l’accondiscendente arbitrato politico.
Purtroppo l'idea di togliere risorse a queste attraverso il prelievo dei capitali dal loro dominio non è realisticamente praticabile, visto che una buona parte di cittadini investitori ci specula, o crede di farlo.
La soluzione, ahinoi, rimante ben salda nelle mani della politica veicolata dal potere economico, che ancora una volta ha avuto il consenso dei cittadini i quali, supini ed ignari, hanno votato credendo di ricevere in cambio favori o interessi.
Un azione proficua che il cittadino dovrebbe realizzare tendente a dissolvere l’asse politica-economia instauratosi nel nostro Paese, quindi, sarebbe quella di astenersi dalle urne, così da accrescere il partito di maggioranza assoluta che quello sostenuto dagli astensionisti, in modo da, quanto meno, non affidare il consenso a rappresentanti disonesti e plagiati che non hanno difficoltà alcuna a decidere a favore dei loro potenti committenti.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 07.08.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Poveri elettori!!!!
La nostra unica speranza era quella di liberarci di Berlusconi..... ,ma ora che la nostra volontà si è trasformata in realtà, pochi mesi di nuovo governo di sinistra e ci viene il sospetto che questo branco di vecchi, spochi politici ci abbia fatto rimpiangere il nano imprenditore..... e se ancora non fosse .... mettetevi nei panni dei pacifisti (rifinanziamento della missione in Afganistan), mettetevi nei panni di chi ha deposto per obbligo morale contro un delinquente ora libero (indulto), mettetevi nei panni di chi lavora con impegno nei corpi di polizia e carabinieri e che ora si trova un pò confuso e si chiede se ne valga davvero la pena di rischiare la vita se poi tutto viene vanificato (indulto), ..... e ora mettiamoci nei nostri panni e pensiamo che se il buon giorno si vede dal mattino .......... forse questo mattino di sinistra non lo vogliamo più.

Pier Paolo Teverini 07.08.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Pensavo non esistesse!

Invece mi sbagliavo!

"L'Isola Perduta" esiste!

Nell'isola caraibica di St. Kitts, ricercatori della Yale University stanno iniettando milioni di neuro-cellule umane nella testa di scimmie afflitte dal morbo di Parkinson. In Cina, 29 capre se ne vanno in giro con cellule di sangue umano...

Il prossimo "obiettivo" dell'uomo?

SOSTITUIRSI AL CREATORE!
*************************************************
Clicca sul mio nome per saperne di più!


ciao a tutti...ma scusate...partiamo dal pressuposto che la banca ci guadagna sempre...giusto...?...accendendo un mutuo di 220mila euro...oggi paghi all'incirca 1080 euro con il variabile...e circa 1500 con il fisso...chi me li dà 420 euro in più al mese...il superenalotto?...ad oggi il variabile "conviene"...cioè ce la faccio a pagarlo..per adesso mi basta...fra 10 anni vedremo.

fabrizio ferrante 07.08.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Non è del tutto vero che c'è assolutamente bisogno della banche, io ho deciso di rinunciare da 4 anni: stipendio - non me lo accreditano, mi faccio dare un assegno e lo vado ad incassare (senza spese), ho il conto alla posta ( € 35 annue), solo carta di credito delle poste (prepagata), costo 1 euro , le bollette le pago alla posta e ho deciso di non fare mutuo ma di stare in affitto, lo pago andando a fare un versamento sul conto del propietario (le spese le paga lui) e poi non compro niente se non ho i contanti, da 4 anni sono una delle poche persone completamente che non arricchiscono i bancari!!

elisa fe 07.08.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

Vittorio Lombardi 07.08.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
2 anni fa ho stipulato un mutuo per l'acquisto della mia prima casa. Ci sono riuscito anche e soprattutto grazie all'aiuto dei miei genitori e dei miei suoceri, indebitando così 3 famiglie, e forse anche quelle future. D'altra parte un italiano medio con un lavoro lontano dalla propria città natale, una moglie e due figli cosa può chiedere, se non di avere una casa tutta sua (minimalismo all'estremo)? Ed allora abbiamo fatto il grande passo, consigliati dal direttore di banca ad accettare un mutuo variabile, che purtroppo sta variando troppo presto ed in fretta, rispetto alle previsioni.
Ps per la cronaca il mutuo è trentennale.... adesso siamo in gara per vedere chi si estingue prima!!!!

Bruno Veglia Commentatore in marcia al V2day 07.08.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho comprato casa un mese fa circa. Dopo aver concordato con la banca un muto che prevedesse lo 0% di penale in caso di rimboro anticipato (totale o parziale) mi sono trovata il giorno dell'atto (un lunedì pomeriggio alle 5) con un nuovo documento, che la banca aveva mandato (il venerdì prima) SOLO al notaio, nel quale il tasso previsto per il rimborso era magicamente dell'1%. Il funzionario della banca non si è fatto vivo dal notaio e quando abbiamo chiamato la sede centrale mi hanno detto che non c'era nessuno perchè giocava l'Italia...STI MONDIALI!
In più, mi hanno detto, DOPO aver acceso il mutuo, che di default in tutte le banche non è comunque previsto il rimborso anticipato prima di 19 mesi...è vero o è l'ennesima palla?
Grazie

Giada Franci 07.08.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCUSATE, MA CONTINUO A LEGGERE MAIL DI GENTE CHE SI LAMENTA DEGLI AUMENTI DEI MUTUI LEGATI ALL'AUMENTO DEI TASSI DI INTERESSE.

A PARTE IL FATTO CHE NESSUNO VI HA OBBLIGATO CON LA PISTOLA ALLA TEMPIA A STIPULARE UN MUTUO A TASSO VARIABILE PIUTTOSTO CHE UNO A TASSO FISSO, MA VI SIETE CHIESTI QUANTO AVETE RISPARMIATO FINO AD OGGI AVENDO SCELTO IL VARIABIL INVECE CHE IL FISSO.....

IO DUE CONTI LI HO FATTI.
HO STIPULATO UN MUTUO A FEBRAIO 2004 PER 120.000 €URO A 12 ANNI A TASSO VARIABILE DOPO AVER CONSULTATO ALMENO UNA 20INA DI BANCHE HO INIZIATO CON IL PAGARE 1000 €URO AL MESE DI RATA ED ORA PAGO CIRCA 1040 €URO QUINDI LA MIA RATA E' AUMENTATA DI 40 €URO.

SE AVESSI STIPULATO UN MUTUO A TASSO FISSO LA MIA RATA SAREBBE STATA DI CIRCA 1120 €URO AL MESE.
MORALE IO CI STO ANCORA GUADAGNANDO.

MI VIENE DA PENSARE UNA COSA NON E' CHE TUTTI QUELLI CHE SI LAMENTANO COME SPESSO ACCADE, FANNO IL PASSO TROPPO LUNGO RISPETTO ALLA GAMBA????

GENTE SI PUO' VIVERE BENE ANCHE SENZA TV AL PLASMA, TVFONINO E NAVIGATORE SATELLITARE.

FRANCO DE CESARE 07.08.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stiamo ,con i nostri discorsi, facendo ipotesi e ragionamenti su come affrontare la pulizia di un unghia (Del pollice ... dell'anulare... o i più perspicaci ed intelligenti addiritura di tutte e due) immersi fino al collo, e a volte oltre, in una vasca piena di letame e pezzi di cadaveri.
Sorprendendoci e sdegnandoci del fatto che dopo esserci impegnati con spazzolini taglia unghie e sapone non riusciamo a sentirci puliti.
Se fossimo ancora in grado di pensare prima di proporre o fare questa operazione dovremmo a mio parere provare ad uscire dalla vasca e sciaquarci un attimino o no ?
Rispondete a queste domande :
Di chi sono i soldi ?
Chi è che li fa ?
Perchè hanno un valore ?
Guardate che anche se a volte in maniera un po'
"Pesante e rompente" il signor I'C'C'U'C'S'A'P< riguardo il O'I'G'G'A'R'O'N'G'I'S< ha aperto la pentola giusta una occhiata al suo sito non vi cambia certo la vita.
m'o'c.o'i'g'g'a'r'o'n'g'i's.w'w'w'<. Devo scriverlo così perche il nome suo e del sito è censurato.

Pierpaolo Moro 07.08.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe è una vergogna. Almeno a me la posta ha detto che c'erano le due possibilità, ed io ho scelto il variabile cosciente di quello che facevo. Forse mi pentiro ma a dei miei amici che hanno comprato prossimi alla pensione il mutuo è stato venduto come a tasso fisso che "aumenterà pochissimo, al massimo qualche euro". Ho provato a spiegargli che era a tasso variabile un anno fa, mi hanno creduto solo adesso che hanno visto gli aumenti di circa 20 euro, non so come la prenderanno quando vedranno il prossimo. Unicredit dove ero andato prima della posta addirittura mi disse che il tassofisso lo avrebbero tolto di mezzo, che non conveniva a nessuno....

giovanni sorrentino 07.08.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di banche, visto che la legge impone di concordare tra cliente e banca i tassi etc etc, le banche hanno provveduto ad inviare prima dell'entarta in vigore delle norme l'addeguamento
spese di tenuta conto da € 7.5 a € 25
spese per operazioni da € 1 a € 1.10
hanno pero aumentato le operazioni gratuite da 100 a 150
questo per un conto con movimenti durante l' anno di circa 84 (condominio di 9 utenze con 4 rate annuali, 40 assegni o pagamenti bollette)
naturalmente mettono"le ricordiamo il diritto di recedere dal rapporto senza penalità e alle condizioni precedentemente applicate entro 60 giorni dal ricevimeno di questa comunicazione"
inviata in data 27/7/06, ricevuta in data 7/8/06 quindi già ti mangiano 10 giorni in piu l'invio per posta normale assicura che se la lettera va persa per loro fà fede la data d'invio, poi una persona con pochi soldi non ha la possibilità di contrattare con la banca quindi gira dove vuoi la situazione sarà sempre la stessa con piccole modifiche di centesimi e con tanti bidoni scritti piccoli, o aggiunti a doc dopo la firma magari

luciano tartara 07.08.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

hanno aumentato il muto a tasso variabile dell'abitazione di mia sorella.
circa 20 euro al mese appena la banca a sentito l'odore dell'approvazione del decreto.
bancari banditi bastardi vergogna

giovanni ascione 07.08.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio il commercialista, e anche la mia categoria è sotto "stretta sorveglianza" da parte del governo Pordi/Bersani. Vorrei sapare comè può un professionista correttamente applicare le Leggi che vengono fatte di notte e approvate la mattina in G.U.
ciao

stefano ferialdi 07.08.06 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Come diceva un calciatore "sono completamente d´accordo col mister al 50 %". Molte cose scritte sono giuste, ma dire" le banche fanno l´interesse della banca, enon del cliente " mi sembra una cosa regolare,pacifica e manco da sottolineare. Sta al cliente scegliere la banca meno ingorda. Quelli mica sono un´ente benefico.
Quello riguardo a chi ha scelto i mutui variabili, mi sembra ancora meno difendibile. Mi ricorda quei furbetti che presero ai tempi i mutui in EU, e poi si scottarono: ma se pensavano di essere piu`furbetti dei fessi che prendevano mutui a tasso fisso, o ai tempi in lirette, ma che vogliono adesso? Che glieli paghino i suddetti fessi? A Grillo...dopo la leggenda metropolitana dei San Bernardo nei ristoranti cinesi e i bambi, mi prendi una strana china, quella del sensazionalismo ad oltranza.

paolo moretti 07.08.06 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete dimenticato il 1992?
Allora l'Italia era nel serpentone, che finì nel culo di 100.000 famiglie col mutuo in ECU.
L'ECU non poteva oscillare, per legge, oltre il 6%.
Poi venne SOROS, a speculare al ribasso contro le monetine europee.
Prima fece saltare il banco svedese, poi quello inglese e quindi quello italiano.
Il bello è che la tecnica usata era lineare: si alimentava grazie alla difesa delle banche centrali, che vendevano valuta pregiata e compravano quella casalinga. Senza il comportamento autolesionistico dei difensori - si fa per dire - delle monete nazionali, SOROS sarebbe andato a chiedere l'elemosina.
Tutte e tre le Banche centrali, invece, difesero eroicamente le rispettive monetine. Quando le casse furono vuote, la speculazione finì. Oggettivamente, se gli avessero staccato un assegno avrebbero fatto prima.
In Italia i tassi di interesse raddoppiarono.
Come premio per la bravura dimostrata il Governatore dell'epoca, Carlo Azeglio CIAMPI, poco tempo dopo divenne Presidente del Consiglio, quindi Presidente della Repubblica.
Non è una favola, ma storia della Repubblica italiana.

Francesco De Lauro 07.08.06 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le banche le tentano tutte per poter minacciare i loro clienti, i quali si affidano a queste per mera necessità considerato il bisogno ancestrale di acquisire un casa, e lo fanno in modo arrogante e mafioso e supportati da una asfissiante burocrazia, realizzatasi nel tempo a cura di governi interessati o incapaci.
Io stesso ho stipulato un mutuo per acquisto prima casa e durante le lunghe indagini effettuate per trovare il prodotto più economico e consono alle mie aspettative ho potuto constatare uno strano teorema che i gruppi bancari mettono in pratica per potersi accaparrare la propria fetta di mercato. Il ricatto viene perpetrano principalmente attraverso la burocrazia che dà loro la possibilità di scernere i clienti e, attraverso possibili accordi di cartello, offrire condizioni uguali ma con modalità e servizi diversi.
Durante questa mia esperienza, l’ostacolo maggiore l’ho trovato nella condizione di dover acquistare da fratello per cui diversi istituti di credito mi hanno precluso tale aspettativa, ipotizzando fantascientifici operazioni di mercato possibili con il capitale richiesto per l’acquisto della casa.
Impedito da tale teorema, che mi ha indirizzato, diciamo così, verso una banca, l’unica che mi avrebbe sostenuto considerate le mie condizioni di garanzia, che mi ha imposto un’assicurazione vita obbligatoria a costi pari al 200% in più rispetto a quelli medi di mercato.
Alla fine l’obiettivo prefissatomi l’ho raggiunto ma, di fatto, in regime di monopolio visto che dopo una lunga e articolata indagine di mercato sono stato costretto a scegliere il prodotto dell’unica banca disponibile a soddisfare le mi esigenze, imponendomi la sua esosa assicurazione.
Quindi, il legislatore, piuttosto che inventarsi unicamente astruse restrizioni che probabilmente non sortirebbero effetti positivi sia per le banche che per gli utenti, dovrebbe darsi una regolata snellendo la burocrazia ai minimi termini e standardizzarla per ogni singolo servizio/prestazione.

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 07.08.06 10:50| 
 |
Rispondi al commento

io ho contratto un mutuo nel 2003 per 20 anni a tasso variabile, poichè il fisso (compreso lo spread) si aggirava intorno al 7% (se non sbaglio 6,8). Quindi ho detto, prima che dal 3,70% arrivi al 7% come minimo passano dieci anni. A quel punto hai già pagato quasi tutti gli interessi e aumenta la quota di capitale e gli interessi dei 10 anni successivi non incidono tanto. Questo ragionamento (sbagliato o giusto) è soltanto di testa mia. Comunque, da 412 euro sono arrivato oggi a 434.
Comunque tu scelga, lo prendi in quel posto.

Simone vaggelli 07.08.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Il governo Prodi-Bertinotti fa defecare, occorre tirare lo sciacquone immediatamente.

ciccio belleni 07.08.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento

SE SUCCEDEVA NEL PRECEDENTE GOVERNO LA COLPA ERA DI BERLUSCONI.VIENE DIFFICILE AMMETTERE I DISTRASTRI FINANZIARI DI QUESTO GOVERNO?SAPETE CHE IN QUESTO MOMENTO I LEASING SONO IN FASE DI COLLASSO E CHI VUOLE INVESTIRE NON PUO' FARLO?BELLA ROBA METTERE NEI CASINI CHI VUOLE RISCHIARE E CHE SONO COLORO CHE DANNO IL LAVORO...COMPLIMENTI!!!

lupica rinato claudio 07.08.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Sapete che qualche tempo fa il presidente dell'ABI ha detto, lamentandosi, che in Italia c'è una pressione fiscale per le banche superiore al 10% rispetto all'UE?

Uno sfacciato così non credevo esistesse nel putrido mondo degli affari!
E'una presa per il culo così evidente per coloro che sono costretti a pagare conti correnti salatissimi in Italia.

E'uno sciacallo che divora gente in difficoltà!

marcello marcellini 07.08.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

unicredit mutuo ventennale a tasso variabile: da maggio 04 a maggio 06 aumento della rata mensile 31 €. Nello stesso periodo aumento stipendio 48 €. Non trovo giusto che le case costino così tanto, gli affitti siano così elevati ed entrambi in continuo aumento.

stefano reggi 07.08.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti!
Racconto qui la mia piccola personale esperienza in mutui (contratto poi il 05/2005):
TUTTE le banche alle quali mi sono rivolto (circa 6) mi hanno CONSIGLIATO un mutuo a tasso variabile in quanto (testuali parole) PIÙ CONVENIENTE.
Vista l'unanimità di consigli ho optato per un mutuo a "tetto massimo" (6.2%) che guardacaso le banche non offrono più!
Il fatto è che i funzionari/impiegati che lo proponevano seguivano delle DIRETTIVE AZIENDALI che INCENTIVAVANO I MUTUI A TASSO VARIABILE.
Basta avere sempre in mente che le Banche fanno il LORO INTERESSSE, non quello del cliente: in una parola MAI fidarsi dei loro consigli.
Cordialità
Raffaele

Raffaele De Monte 07.08.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi ....... bisognerebbe fargli fare a tutti questi MANGIAMANGIA la Salerno - Reggio Calabria a CALCINELCULO , e li mandiamo in ferie noi !!!! Bersani è il primo che dovrebbe essere appeso a testa in giù sul ponte di Bagnara Calabra .... vedi come gli passa la voglia di fare stronzate . Leggo tante belle cose su questo blog ma rimarranno solo parole , giuste , ma solo parole scritte e basta!! Stamattina ho una carogna sulla schiena che peserà 200 KG ....
scusate tutti ...un'altro sfogo da lunedì mattina.
Buona giornata a tutti

domenico da torino 07.08.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento

il bello e' che non puoi fare a meno delle banche!!!Se vuoi lo stipendio, te lo accreditano in banca, soldi in contanti non li vedi, prendere casa?? e come fai a meno che non sei milionario, quindi la banca, vuoi "investire" i pochi soldi che hai invece di lasciarli a casa?? banca....tutto le banche....non ne puoi fare a meno, loro lo sanno e sono loro a "comandare" a fare soldi e tu sei solo che un piccolo ingranaggio che serve a loro per fare soldi....

simone ciarra 07.08.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se volete mettere al sicuro il vostro denaro compratevi l'oro, unica moneta il cui valore è intriseco e non attribuito come la carta-moneta.
Il valore dell' oro nel tempo rimane costante cioè consente di comperate la stessa merce con la stessa quantità di metallo anche a distanza di decine di anni.Il perchè è facile da dire, il metallo non si può inflazionare.

Enzo Stanco 07.08.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con queste belle modalità le banche si arrogano il diritto di aumentare lo spread, mentre lo stesso deve essere contrattato e fissato a monte. L'unica percentuale che può variare è l'euribor, ma anche quella teoricamente non più di tanto (dicono che siamo in Europa?). A mio parere chi ha avuto aumenti mostruosi deve andare a verificare quale tasso viene applicato e come. Per chi deve iniziare ora con un mutuo un consiglio: verificate i mutui offerti on-line che hanno condizioni migliori, compilate le schede dati e dopo due giorni verrete contattati da personale preparato. Con questo canale si risparmia in media uno 0,20% sul taeg. Ricordiamo sempre che tutto è contrattabile, quindi una volta arrivati allo sportello della banca facciamo un pò di faccia tosta: spese di istruttoria, spread e altri ammenicoli che sul totale pesano abbastanza possono essere migliorati a nostro favore. Se abituiamo il mercato ad atteggiamenti critici forse possiamo ottenere qualcosa di più.

Elena Rossi 07.08.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tasso variabile, sapete perchè uno 0,25% comporta,ad esempio, su un mutuo trentennale di 200000 euro 650 euro in più l'anno?
perchè il calcolo deve essere fatto con un'equazione semplice semplice: se pagavate il 3% ed ora il 3.25% l'aumento sulla rata è dell'8% perchè si deve calcolare 3:100=3.25:x ovvero 3.25 per 100 diviso 3=8%. Quindi da dicembre le nostre rate sono aumentate del 22%, provate...
Siamo veramente fregati, in 5 anni il costo delle case è raddoppiato, ci siamo svenati per comprarla e l'abbiamo fatto perchè i tassi erano bassi, ed ormai non si chiedo più 50000 euro, si parte da 150mila in sù e per minimo 20 anni, fatto l'investimento ed arricchiti i vari impresari edili, ora arricchiamo pure le banche.
con un mutuo ventennali il giochetto del rialzo dei tassi per "arginare" l'inflazione (ma i commercianti continuano ad aumentare ugualmente i prezzi)ci costerà qualcosa come 40 mila euro.
Fino a quando vogliono strozzarci!!!
rimane un'unica cosa da fare, radicale ma necessaria, togliamo tutti i risparmi, piccoli o grandi che siano , dalle banche e spostiamolo alle banche etiche, o sotto il materasso, mandiamo in palla il sistema.
la prima casa non è un lusso, è ancora un diritto, e se costano troppo non è certo colpa nostra!
Caro presidenti ABI, si vergogni per le sue affermazioni e si ricordi che i semplici dipendenti guadagnano non più di 1200 euro mensili dopo 15 anni do lavoro, e che non tutte le imprese hanno 14esima e premio produzione.
si vergogni, perchè le uniche imprese che oggi macinano utili sono quelle del comparto energia, creditizio e assicurativo.
quindi quelli che possono speculare sulla pelle altrui, le imprese che producono se non altro si inventano nuovi prodotti, a voi basta un piccolo ritocco delle variabili, dei parametri...
arrabbiamoci di più, lasciamo perdere i fumettoni dei vari canali televisivi ed entriamo in gioco sulla scena politica economica come cittadini, solo allora saremo ascoltati

alessandro solinas 07.08.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Roy Blis dice testuale: " il vero problema mondiale: IL POTERE DELLE BANCHE E DELLE LOBBY FINANZIARIE, E QUINDI DELI EBREI..."
Ma siamo ancora fermi alla storia degli ebrei? In un paese dove i potenti cattolici hanno imperversato nell'economia (vedi Cuccia e Fazio)dopo avere preso la messa alle 6 del mattino; dove aspirine e latte x neonati vengono venduti al quadruplo del prezzo degli altri paesi europei; dove i servizi telefonici del cattolicissimo Tronchetto costano il triplo degli altri (per un esempio di dissertazione cristiana del Tronchetto vedi http://www.liberalfondazione.it/archivio/Fl/numero7/capitalismoglobale.htm ); dove i cattolicissimi governanti impongono gabelle e balzelli ogni volta che dobbiamo mettere le mani in un ufficio pubblico; dove molte attività imprenditoriali sono svolte col minimo del personale necessario per avere il massimo del profitto (baste vedere quante casse aperte ci sono alla Coop - e non solo lì- sul totale disponibile)o sfruttando biecamente lavoratori a nero, italiani o extracomunitari; dove i cattolicissmi imprenditori edili vendono immobili a prezzi impressionanti; dove la stessa Chiesa Cattolica fa il bello e il cattivo tempo dell'economia (vogliamo parlare dell'Opus Dei??); dove le Wanna Marchi di tutta Italia sfoggiano sontuose croci di brillanti ad ogni trasmissione frega-soldi o ti-piazzo-la-bufala; dove molti cattolicissimi commercianti di via della Conciliazione hanno fatto scempio di virtù cristiane durante le celebrazioni del povero Karol abusando del portafogli dei pellegrini (cosa che, peraltro, è sempre successa nel corso dei secoli!!); insomma, dove succede tutto questo, ancora mi si tira fuori la storia degli ebrei?? Io non sono ebreo e cerco - a fatica - di essere un buon cristiano, ma so per certo che debbo difendermi molto più spesso dai miei cari vicini cristiani, che a volte mi trovo accanto in chiesa, che dai pochi (degnissimi)ebrei incontrati in vita mia!

Alessandro Becattini 07.08.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

L'arrivo di un altro milione di immigrati farà crollare lo stato sociale. Chi vuole questo? e perchè?

sandro vergassola 07.08.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le liberalizzazioni di Bersani sono una presa per il culo. In realtà quel che interessa è eliminare dal Paese tutto ciò che è indipendente, cominciando dai piccoli studi, dove la gente ancora può parlare con qualcuno.
Infatti, tolte alcune categorie che hanno reagito puntualmente a calci in bocca, le professioni italiane sono superinflazionate e le tariffe minime un mito.
Per capire di cosa si tratta realmente, riflettete su alcuni argomenti a campione.
1) In materia di farmaci da banco: come mai non hanno pensato di offrire la stessa chance degli ipermercati alle sanitarie? Eppure queste sono già ambienti parasanitari, gestiti spesso da farmacisti abilitati;
2) in materia di compensi professionali: se una prestazione viene pagata a nero, la transazione avverrà in contanti esattamente come ora. Il problema della evasione non viene, perciò, affatto intaccato. Nel momento in cui viene, invece, fatturata cosacazzoglienefrega a Bersani del modo in cui viene pagata? E perchecazzo il professionista deve versare la somma sul conto?
Per far fare alle banche i cavoli loro prima di poter fare i propri col frutto del proprio lavoro?
3) Queste norme vessatorie non valgono per i servizi effettuati dai soggetti non professionali.
Perchèdiavolo la stessa prestazione deve sottostare a questo taglieggiamento se viene effettuata dal medico analista e non anche dal centro di analisi?
4) F24 telematico: i soggetti IVA non potranno più pagare il modellino in banca. Dovranno usare dei servizi bancari online, in pratica far fare il pagamento dal proprio commercialista, anche se questi è restio a maneggiare soldi altrui. Cosa comporti questo in termini di maggior tempo sprecato e costi bancari ve lo lascio immaginare. Un premio secco per le banche, il che è un assurdo, visto che il provvedimento è giustificato dalla pedestreria da queste dimostrata nell'espletare un servizio lautamente pagato (oltre 10 euro a delega). Grazie per lo spazio.

Francesco De lauro 07.08.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Cosa si può dire, ho preso un mutuo a tasso variabile tre anni fa perchè la rata del tasso fisso non potevo permetterla. Nel 2003, pagavo una rata di 583€ al mese, che fino al primo agosto era diventata 627€. Nel mio contratto di mutuo, ho la possibilità di passare al tasso fisso, ogni sei mesi. Il primo ottobre ed il 1 aprile. Basta che io faccia la domanda almeno 60 giorni prima di tali date, peccato però che questo non blocca il tasso. Vedendo l'andamento di questi ultimi mesi dei tassi, ho inviato la richiesta di passaggio al tasso fisso alla mia banca Woolwich, proprio il primo di agosto. due giorni dopo i tassi sono ancora aumentati ed io non saprò che rata andrò a pagare fino al primo di ottobre, perchè se nel frattempo i tassi varieranno ancora, mi beccherò tutti gli aumenti comunque e non potrò fare nulla anche se la rata del tasso fisso andrà a sbattere ipoteticamente a cifre molto alte. Ho calcolato che già la differenza con il passaggio al tasso fisso, si aggirerà sui 100€ in più, che per i rimanenti anni vuol dire circa 14.000€ in più di oggi. Siamo sempre noi a rischiare. LA banca non rischia nulla con quello che è il famoso "spread" cioè il guadagno sicuro della banca a prescindere dalla variazione dei tassi. Ciao Beppe ciao a tutti.
Giuseppe

Giuseppe Manuli 07.08.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia dei mutui a tasso variabile sta diventanto insostenibile. Anche io come altri ho deciso di prendere un tasso variabile anziché fisso quando ho comprato casa perché a suo tempo il tasso fisso era abbastanza alto da sostenere tutti i mesi. Mi era stato consigliato di fare il variabile proprio perchè mi avrebbe consentito di risparmiare un bel pò e certamente sarebbe stato di meno rispetto al tasso fisso ma ora con tutti questi 'adjustments' della Banca Centrale il mio mutuo è aumentato parecchio e nel giro di pochi mesi mi trovo a pagare 50 Euro di più. L'aumento sembra non terminare e quanto mi costerà nei mesi futuri? Sale sempre...ma non scende mai???

Barbara Bembo 07.08.06 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel 2004 ho sottoscritto un mutuo a tasso variabile per comprare la mia casa con una banca del gruppo S. Paolo. Secondo il prospetto iniziale le rate sarebbero state di 720 euro al mese. Questo mese ho pagato 845. Niente male come aumento in due anni.

PS.
Me ne mancano altri 18. Ho paura a fare i conti

fabio trivisonno 07.08.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eh eh,
io ho scelto il tasso fisso.
Fiducia nelle banche=0, quindi scelgo sempre la strada più tranquilla. Rischio di non rimetterci qualcosa, ma così non mi metto nelle infide mani delle banche centrali...

Luca Ciccarelli 07.08.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo dire che io nutro un profondo odio verso lo strapotere e l'arroganza che le banche come d'altronde anche le sorelle assicurazioni hanno. Questo a causa delle mie esperienze negative, soprattutto per quanto riguarda i mutui. Francamente ogni volta che i giornali e i tg parlano del rialzo dei tassi della banca centrale e del conseguente rincaro dei mutui mi inca..o. Io prima di contrarre (è una malattia) il mutuo a tasso variabiale ho girato un po' di banche, notando poche differenze e soprattutto il fatto che tutte facevano riferimento non al tasso della banca centrale ma all'EURIBOR (http://www.euribor.org/html/download/euribor_2006.txt) vedendo l'andamento dell'EURIBOR si capisce che sono le banche a dettare il tasso alla banca centrale o perlomeno lo anticipano. Quindi quando la banca centrale alza il tasso io pago gia' una rata più alta!!!!!!! Dubito che cambi qualcosa fra tasso fisso e tasso variabile: la banca non ci rimetterà mai e se ti chiede un tasso fisso del sei percento è perchè ha fatto i conti meglio di ognuno di noi e perchè il tasso variabile lo decidono loro anche in funzione di questo!!!!

Cristian Cudizio 07.08.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io delle banche non mi fido...tutti gentili...investi lì...50 € qua...pensione integrativa...assicurazione famiglia...non mi fido proprio.
E' perchè ho il conto in rosso sennò chiudevo tutto.
Il cc è conveniente per chi ha un bel po' di soldi...

gioix m 07.08.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento

ecco il vero problema mondiale: IL POTERE DELLE BANCHE E DELLE LOBBY FINANZIARIE, E QUINDI DELI EBREI. in italia l'aggravante e' lo sfacelo della politica, ed una classe imprenditoriale incapace e rapace.ritorniamo al materasso od alla piastrella.

roy blis 07.08.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma allora ha ragione Beppe !!! ..... ma li vogliamo prendere tutti a calci nel C...O ????? Li vogliamo mandare fuori dai C......NI ???? Mi chiedo come mai noi popolo italiano ci coalizziamo solo quando l'Italia vince i mondiali!!! Cazzo ...... coalizziamoci anche per altre cose tipo questa contro le banche , contro questo stato di M...DA che ci ha INC.....TO ancora una volta ..... !!!!!!!!
E' lunedì e scusate tutti ma è solo uno sfogo mattutino ....
Buona giornata a tutti
Ciao

domenico da torino 07.08.06 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei puntare l'attenzione sul fatto che, anche in regime di recessione come è quello attuale, le azioni delle banche hanno continuato a crescere e che i loro utili sono aumentati in maniera notevole. Ma come mai? Vuoi vedere che la maggior uscita data dagli aumenti sugli interessi esce dalle nostre tasche e finisce nelle loro? Venivamo da una decennio (gli anni novanata) in cui ci semrbava di respirare un certo benessere e in cui i nostri stipendi sembravano coprire le nostre uscite. Poi è arrivato l'euro (che pure è stata una notevole conquista) e improvvisam.: zac.... fregati tutti. Si sono ripresi quelli che, secondo loro, ci avevan dato. Altra cosa: come mai i miei interessi me li liquidano una volta all'anno e quelli passivi sono trimestrali???? Perchè così le banche guadagnano altri interessi sui nostri interessi. Si chiama strozzinaggio. Legalizzato intendiamoci, ma è strozzinaggio. E qui spero che qualcuno mi aiuti: ma non era uscita una sentenza che proibiva alle banche di applicare questo criterio di addebito sugli interessi? Tu Beppe ne hai notizia? Oppure son riuscite a far tacere tutto.
Perchè questo governo che liberalizza a raffica non fa un decreto che proibisca alle banche di comportarsi in questo modo? non sarebbe un esempio tangibile di soldi che restano nelle nostre tasche?? Non lasceremmo nelle tasche degli italiani vessati un pò di soldi in più? Ma forse così le banche non riuscirebbero più a fare gli utili che fanno. Ultima annotazione: perchè solo in ITalia le banche non possono fallire???
Bah, sono un sacco di domande. Mi sa che di risposte ne vedo poche.
Un abbraccio a tutti


Ho comprato casa nel 2004,ero indecisa tra il tasso variabile e quello fisso,il direttore mi cosigliò il variabile, perchè le previsioni erano "buone",rassicurandomi che più di tanto i tassi non sarebbero aumentati...io comunque scelsi il fisso per non correre rischi,ecco qua come volevasi dimostrare ancora una volta le banche fanno i loro interessi a discapito dei loro clienti.

katia usai 07.08.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe...
Sono semplicemente SCONFORTATO, mi è arrivata la comunicazione della banca con l'ennesima variazione dei tassi del mio mutuo, praticamente l'escalation è stata: tasso 3,10€ dal 1/6/04 per una rata di 649€, ad un tasso di 3,86% dal 1/1/06 per una rata di 742€, ad un tasso di 4,52% dal 1/7/06 per una rata di 821€... 172€ in piu' a rata!! E credo che non si tenga conto dell'ultimo aumento della banca europea avvenuto nel mese di luglio.
PRECISO: IL MIO STIPENDIO E' SEMPRE LO STESSO!!!!

Fabrizio Ermini 07.08.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Hai proprio ragione, le banche hanno consigliato il tasso variabile pur sapendo che sarebbe aumentato, e purtroppo io non sono stata abbastanza scaltra da pensare di sopportare delle spese più alte per l'accensione di un mutuo a tasso fisso, e ho scelto di spendere meno al momento, ma adesso......come dire, che bella sorpresona (il 13 agosto pago la 12° rata, un anno di mutuo, che è aumentato di circa 40,00 euro al mese ... e non è ancora finita).
Ciao
L.
Lara

Lara Bergamaschi 07.08.06 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Niente da fare. Anche venerdì sera ho avuto a cena una discussione animata, ma amichevole s' intende, con un amico infermiere sindacalista che, come moltissimi altri, è convinto che il male dell' Italia siano i taxisti, gli artigiani, i commercianti ed i piccoli industriali mentre i vari Benetton, Tronchettino, Della Valle, Montezemolo, ecc. sono la fortuna del paese perchè danno da lavorare a migliaia di italiani. Mi viene in mente quando un mio parente chiese ad un suo cugino comunista convinto come si sarebbe comportato se avesse letto su L' Unità che ogni bravo comunista doveva amputare una mano ad un figlio e questo gli rispose che se era scritto su L' Unità dovevano esserci i suoi giusti motivi.
Come si dice dalle mie parti: Prova un po' a farci dei tortelli con delle zucche così.

Democratici saluti a tutti.

Ponzio Capelli 07.08.06 08:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao, internet è anche terapeutico delle volte,xchè si può scaricare la propria tensione accumulata in giornate tipo questa,solo x quieto vivere portare rancore e fustrazione,logorando i rapporti basati sull'ipocrisia e convenienza egoistica di tutti noi,ma c'è comunque x fortuna o x merito la possibilità di non essere tutti uguali nell'animo.

domenico valerio 07.08.06 03:09| 
 |
Rispondi al commento

non vi e' via di scampo.......ci devono far morire di fame sti b....... per pagare il mutuo della mia casa devo andare a rubare???????
da 545euro sono passato a 652euro questo in due anni.ma di stipendi non ne vogliamo mai parlare????bisogna fare qualcosa!!!!!!!! ciao Grillo

simo bonci 07.08.06 02:07| 
 |
Rispondi al commento

A marzo del 2005 ho fatto un mutuo per l'acquisto della prima caso ad un tasso fisso al 2.95% per un anno e mezzo, mentre ora è a tasso variabile 4% per altri 13 anni e mezzo.
Rifarei la scelta perchè il tasso fisso per quindici anni era al 5.8%.
E' chiaro a tutti che le BANCHE hanno voluto far confluire tutti i contribuenti sui tassi variabili.
QUALCUNO CI DOVRA' TUTELARE AFFINCHE IL TASSO VARIABILE SIA CONTENUTO ENTRO IL 5%.
CHI? Non lo so.

Marco Sogni 07.08.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, io sono stato fortunato. Già sapevo che sarebbe andata così.
Ho acquistato casa ottenendo un mutuo a tasso fisso INPDAP, nonostante il tasso fosse più alto del variabile. La verità è molto semplice. Ci vogliono poveri, sempre più poveri. Ci saranno sempre motivi di facciata per aumentare bollette, tasse, ecc.
Ma le persone non vogliono crederci, pensano sempre che domani andrà meglio.

Massimo Santoro 06.08.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento

C'e' poco da raccontare: a fronte di neanche un punto percentuale di aumento dei tassi della BCE in un anno la rata del mio mutuo e' aumentata del 20% ... ho imparato la lezione: ascoltare i consulenti finanziari e fare esattamente il contrario di quello che suggeriscono.

P.S. uno di questi "consulenti" mi suggeriva, nel caso riuscissi a mettere via risparmi, di investire sull'azionario... che quest'anno andra' forte... no comment.

Paolo Castelletti 06.08.06 23:24| 
 |
Rispondi al commento

nell'estate 2004 ho acqistato una casa chiedendo un mutuo alla banca, pagando un rata di interessi di circa 530,00 euro.
ad oggi ne pago quasi 700,00.
Mi spiegate come si chiama questo tipo di aumenti????????.....................
Fanno schifooooooooooooooooooo.

alicandri claudio 06.08.06 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, premetto che sono un po' di parte in quanto dipendente di una banca, tuttavia leggendo l'articolo ho riscontrato qualcosa di non esatto

1. La banca si deve finaziare pure lei e quindi non e' implicitamente detto che quando i tassi salgono la banca guadagni di piu'

2. Il tasso fisso in realta non e' poi cosi conveniente in quanto gia' di partenza e' piu' elevato di quello variabile. Domanda di cultura generale: di quanto l'euribor3mesi e' piu' basso del tasso IRS a 20 anni ? Chi non sa rispondere guardi la pagina economica del corriere oppure mi scriva al mio indirizzo.

Il vero scandalo sta nella poca cultura finanziaria degli italiani che sanno tutto di calcio ma quando si parla di soldi l'analfabetismo impera sovrano. Le banche ci giocano su questo fatto solo perche' il cliente glielo permette.

Marco Crespi 06.08.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione