Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I figli di Matusalemme


i_figli_di_matusalemme.jpg

Diritto di voto dalla nascita" è il titolo di un congresso tenutosi a Berlino in giugno, organizzato dalla Fondazione per i Diritti delle Generazioni Future. Alle ultime elezioni tedesche un terzo degli elettori aveva piu di sessant'anni. In Europa i vecchi vivono sempre più a lungo e i giovani fanno sempre meno figli. Il risultato è che gli anziani hanno un peso sempre maggiore nel scegliere il destino delle future generazioni. La soluzione proposta è stata il diritto di voto dalla nascita, esercitato dai genitori in nome dei figli fino al diciottesimo anno.
Forse è ora di pensarci anche da noi. L'Italia ha il record mondiale di anzianità della popolazione. Il potere elettorale è sempre più squilibrato verso gli anziani. Il futuro lo decidono quelli che non lo vedranno mai.
Secondo Regis Debray sociologo francese, nel suo ultimo libro la “Catastrofe della longevità”, l'allungamento della vita media è una catastrofe. Il tasso di crescita degli anziani attivi è la meta di quello degli anziani inattivi. Nel 2020 i 65enni saranno più dei ventenni. Le spese sanitarie crescono con l'età: 1/3 delle prescrizioni mediche riguarda il 10% degli anziani che consumano in media otto farmaci al giorno.
I pensionati sono il vero freno alla ripresa, aggravano il debito pubblico. Anche l'eredità è un grosso problema: una volta si ereditava a 30/40 anni, oggi a 60/65 anni (l'unico modo per ereditare da giovane e far fuori il padre di 80 anni).
La pubblicità di un’acqua minerale, anni fa, diceva: “Hai quarant’anni e ne dimostri il doppio”. Oggi direbbe: “Hai ottant’anni e ne dimostri il doppio”.
Perchè la crema antirughe è più costosa di quella dell’acne? Ed esiste una commissione educazione e gioventù, ma non una commissione solitudine e anzianità? A quando il ministero della Vecchiaia e dei Cimiteri?
Bisogna avanzare delle proposte coraggiose. Creare dei bioparchi da destinare a chi abbia compiuto 69 anni. Da sfoltire di tanto in tanto con delle battute di caccia stile caprioli dando però degli handicap, da veri sportivi. Ogni anno in più un chilometro di fuga in carrozzella. Anche l’introduzione della data di morte alla nascita potrebbe essere una soluzione. Una data di morte certa che tenga conto della situazione demografica del Paese. Potrebbe essere aumentata in seguito solo a causa di eventi fortunati come tsunami, peste bubbonica, guerre nucleari che riducano la popolazione.

17 Ago 2006, 22:20 | Scrivi | Commenti (1223) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Allora ragazzi vorrei esprimere il mio disgusto verso ogni fonte d'informazione (tranne alcuni siti come questo) poichè è semplicemente ridicolo che la metà della popolozione italiana non sappia come si procede verso l'emanazione di una legge ne sappia come funziona in maniera chiara il nostro sistema elettorale etc.. etc..In tal senso io approvo l'istituzione di una patente per il voto ma non solo...abbiamo a disposizione i più potenti mezzi di comunicazione di massa digitale terrestre tv sat internet videofonini e simili tutto questa potenza di fuoco spesa dietro al calcio e a qualche reality (sempre meno reality); ma un bel corso di diritto aperto a tutti??!!NO??
E poi rendiamoci conto di una cosa precedentemente ho utilizzato la parola "mezzi" di comunicazione ma a me sembra che siano divenuti uno scopo più che un mezzo...e piano piano mi convinco che il mezzo siamo noi.....Aiuto!!!

Padre Boffo 31.08.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Credo che l'idea di dare un voto ai minori tramite la potestà dei genitori non sia male in quanto non è giusto che un bambino non possa pesare solo perchè privo di una capacità legale, ma togliere il voto agli anziani mi sembra una mancanza di rispetto oltre che una perdita in termini di esperienza e lungimiranza che manca a tanti giovani. Non credo che gli anziani non pensino ai problemi della casa o del lavoro, avendo loro figli e nipoti di cui si preoccupano molto di più di quanto pensiamo; inoltre la categoria dei pensionati è già così poco tutelata dal governo...Io dal mio medico ci trovo anziani e giovani in pari numero, il problema è che che cresce il numero dei malati immaginari, troppo presi da sè stessi ed incapaci di fare qualcosa per gli altri, anziani inclusi...

Claudia Troiani 31.08.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Si sono daccordo il voto degli anziani pesa molto sul futuro dei giovani. Vorrei fare un'osservazione e una conseguente proposta:
Ci sono anziani che sono davvero risorsa di SAGGEZZA ED ESPERIENZA, e non mi dispiace affatto che questi possano decidere per me.
Tuttavia mi sembra che la maggior parte degli anziani sia legato al passato sia in termini di istruzione sia per modo di interpretare fatti e cose, o comunque incapace di esprimere un'opinione politica. In quest'ultimo caso in particolare finiscono per essere STRUMENTALIZZATI.
LA PROPOSTA è di istituire anche una patente per il voto.
Così che il voto sia relegato soltanto a chi è realmente cosciente di quello che sta votando. (Ciò vale in realtà per chiunque: ci sono anche giovani che votano a capocchia).
La libertà sta nella possilità di scelta e per scegliere bisogna conoscere le alternative di voto.
Altro argomento sarebbe poi quello di semplificare la politica per semplificare la scelta.

Diego Granato 26.08.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ormai da un pò che si fa sempre più importante risolvere il "problema" del voto. Intendo il voto di chi ha più di 60 anni. Con tutto il rispetto per gli over 60, tra i quali anche i miei genitori, vorrei che la proposta arrivasse proprio dai diretti interessati. Sarebbe un gesto di assoluto riguardo per le generazioni future. Un'arma in più agli elettori per poter mettere sotto scacco la classe politica. Purtroppo è risaputo che potrebbe essere più facile circuire un anziano, piuttosto di un giovane, con i vari distinguo però è così. Dovremmo prenderne tutti atto...tutti dai 18 ai 100 anni. Significherebbe responsabilizzare in modo concreto chi si affaccia alla maggiore età se il suo voto fosse davvero determinante per il proprio futuro. Chiedo ai tanti pensionati di non offendersi per questo, non si tratta di un voler porre nella soffitta ciò che non serve più ma soltanto un gesto di fiducia verso i propri figli e nipoti. La mia proposta prende spunto da un gioco tanto caro a mio padre e a tutti i suoi amici del centro anziano di Testaccio, quartiere di Roma: Il tre-sette! Lo spunto nasce dal fatto che ci sono carte che hanno un valore maggiore rispetto alle altre, ma sono tutte importanti perchè non si potrebbe giocare anche con una carta in meno. Come in ogni competizione-gioco vince chi totalizza più punti, nel gioco in questione gli "assi" valgono 1 punto (1 voto alle elezioni) e servono 3 figure per totalizzare lo stesso un punto. Se per coloro che hanno meno di 60 anni il voto valesse 1 punto e per chi è di età superiore il voto valesse 1/3 di punto (cioè 3 over 60 per avere 1 voto) credo che per i politici non sarebbe più eludibile il problema della casa e del lavoro. Inoltre visto che gli anziani, fortunatamente sono sempre di più e saremo sempre di più perchè anche noi saremo over 60 un giorno, ci sarà sempre un peso forte per le politiche sociali rivolte ai cittadini venuti prima di noi.
Dimostrate la vostra saggezza e abbiate sperenza nei più giovani

ALESSIO TARRICONE 25.08.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Giù dalla Torre, butterei tutti quanti i teatranti, i politici e gli elettrodomestici....per la vigilia della distruzione !

Nessuno Dinuovo 25.08.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Zio, dell' "Editoriale Nazismo" cito:
Molti ebrei, israeliani e non, hanno attaccato la politica di Israele in Libano. Nessuna autorevole voce musulmana si è espressa invece contro la volontà dichiarata di Hezbollah di eliminare lo Stato di Israele. Mi sembra una pecorinata ( nel senso di Scanio ) l' opporsi a voce di parte della comunità ebraica.Inoltre a personalissimo mio parere, il neretto è usato un pò in contraddizione,( quasi istigatorio ) e penso che molti non ne abbiano bisogno. Spero di essermi espresso in modo da non essere frainteso, chiedo scusa se così fosse.Grazie per tutto.
Pietro

Pietro Segatta 24.08.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Non si farebbe altro che dare la possibilità di aumentare i voti in un senso.

Gian Marco Tedaldi 24.08.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono stupito che la Chiesa Cattolica,sempre in prima linea nel difendere la "naturalità" della vita, non difenda con altrettanta forza la "naturalità" della morte.Non ho memoria infatti di prese di posizione del noto cardinale Ruini relativamente al prolungamento artificiale della vita ottenuto con massicce dosi di farmaci o di interventi operatori.Per coerenza, i detrattori dell'aborto,delle staminali e del povero preservativo, dovrebbero essere contrari anche ai medicinali salva vita,alle sale di rianimazione, agli interventi al cuore e, magari,consentire solo qualche piccola apertura ai rimedi naturali ( erbe,radici,infusi ecc.).
Non vi pare?
e.magna@genie.it

enzo magnaguagno 24.08.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Voce del verbo RICATTARE: "Fare qualcuno oggetto di ricatto".

E' questo quello che sta facendo ATESIA, società del gruppo Almaviva, con 80.000 dipendenti!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 24.08.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Abito in un paesino di campagna di mille abitanti e le poche volte (2 all'anno) che vado dal medico di famiglia trovo davanti a me in coda solo anziani. Il medico dice che ci sono vecchi che si presentano più volte alla settimana, ogni settimana.

Per questo propongo che si paghi un ticket per avere udienza dal medico di famiglia. Un ticket modesto, 3 €. In questa maniera gli anziani annoiati o che non voglio saperne di passare a miglior vita ci penseranno due volte prima di presentarsi dal medico con frequenza settimanale.


Caro Beppe,

la tua soluzione, per quanto volutamente scritta per farci ridere, non è attuabile.

Quella che propongo è di togliere agli anziani il diritto di voto dopo una certa età.
Tanto il 90% degli anziani si preoccupa dell'aldilà e di interpretare i sogni in cui vede qualche buonaninma per avere i numeri del lotto!

Largo all'avanguardia!
Largo ai giovani!!

Fedele Pacciani 24.08.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillo, perchè non mandiamo in tutte le missioni di pace questi arzilli pensionati (ricordo che berlusconi intervenendo sulle questioni delle pensioni disse che a 70 anni si è ancora in forma e di prendere lui ad esempio), d'altronde chi mai sparerebbe ad un uomo in carozzella. gli si offre vacanza con vitto e alloggio gratis, gli si organizza di tanto in tanto feste coi botti e si da loro la possibilita di fare nuove conoscenze. naturalmente questo "pacco" vacanze include tutti i pensionati e quelli che hanno superato i 65 anni di età (onorevoli compresi). nb: mi spiarebbe sapere di mio padre e mia madre in questi posti "caldi" ma è ancora più triste vederli "sopravvivere" alla giornata in attesa di qualcosa.... che arriverà. saluti. david

david colautti 24.08.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo questa cosa a te, caro Beppe, perchè non so davvero a chi altro dirla.
Sono malato di dietrologia o no? Dimmelo tu!

Te la faccio breve. Cosa è caduto sul Pentagono l'11 settembre 2001? Secondo me nessun aereo. Non ci sono immagini o riprese. 100 riprese degli aerei delle Torri e nessuna per quello del Pentagono? Mi pare strano. Se lì non è caduto nessun aereo tutto il resto viene da sè: l'attentato fu un complotto organizzato da alcuni uomini americani (non ce li vedo dei terroristi a piazzare un lanciamissili o altro davanti il Pentagono!).
Anche il crollo delle stesse Torri è sospetto a parere di alcuni ingegnieri: sono fatte per non crollare in caso di impatto con un aereo. Alcuni credono che fossero state preventivamente minate.
E se tutto questo fosse stato organizzato per giustificare l'intervento in Iraq (vecchia fissa americana) dopo un intervento farsa in Afganistan a cercare l'amico della famiglia Bush, Bin Laden?

Dimmi che ho troppa fantasia per favore!
Un caro saluto

Stefano Scaccia 23.08.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Grillo....le politiche sono fatte per e sugli anziani ma ai giovani non ci pensa nessuno. Esenzione da Tiket, aumento della pensione, carta argento e via dicendo. Un giovane deve pagarsi tutto sino all'ultimo centesimo. Il problema è sempre il solito....il voto. Bisognerebbe svincolare certi temi, argomenti dal meccanismo del voto elettorale.

Fulvio Borella 23.08.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

ah Beppe...

non è che inizi a dare anche tu il buon esempio?
Hai gia una certa età...

Scherzo...lunga vita a Beppe Grillo!

andrea modena 23.08.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
ovvio ke il post è puramente sarcastico...il problema non è da sottovalutare perchè i giovani sono in calando e gli anziani sempre più..ovvio bisogna riconoscere i diritti a coloro che hanno lavorato tutta la vita meritandosi il loro ruolo,ma da un lato nemmeno essi possono far dipendere le sorti del paese perchè problematiche più concrete come può essere la tecnologia o altro...ma il problema verrà risolto...si dice che gli immigrati integreranno i giovani

Il Beera 22.08.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento

E'ipocrita che io produco e vendo armi(a chiunque
perchè tanto i soldi non puzzano,si sa..)e poi
mi lamento che per motivi soprattutto di potere
e di soldi i SOVRANI le usano contro i popoli.
Ma chi fabbrica mine antiuomo a che cosa crede
che servano???A portare democrazia e benessere
a persone magari in cambio di qualche arto???
Le guerre le perdono i popoli,sempre,anche quello che sulla carta vince.

BOB COSTANTE 22.08.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Bella pensata per un congresso di "studiosi"!... strano, però, non sarebbe stato così difficile arrivarci almeno sessant'anni fa!...
Magari qualche giovane ed esperto cacciatore di allora avrebbe potuto vantare tra i propri trofei oltre a teste di cervi e pelli di tigri anche quelle di un Hitler o di uno Stalin o di altri di pari importanza; teste e pelli che ora gli irriducibili estimatori di quei signori si contenderebbero nelle aste di tutto il mondo, a prezzi da "capogiro"!...
Indirizzata in questo senso la "caccia grossa" avrebbe da tempo risparmiato molti innocenti animali della savana oggi minacciati di estinzione, dando maggior prestigio all'arte dell'impagliatura!


CI PREOCCUPIAMO DEGLI ANZIANI....
MA DOPO LA CASA
ASILI PUBBLICI
ASSISTENZA OSPEDALIERA
AIUTI ECONOMICI
CENTRI PER L'INSERIMENTO
TUTELA DEL CITTADINO
VOTO
CITTADINANZA
COAS GLI DAREMO PIU'
MA POSSIBILE CHE NN CI SIA TUTELA PER NOI ITALIANI...NN SONO RAZZISTA MA PENSO CHE QUALCUNO STIA DIVENTANDO NAZZISTA NEI NOSTRI COMFRONTI ABBIAMO UN DEFICIT PUBBLICO CHE AL COLLASSO E FACCIAMO ANCORA BENEFICENZA .
PARTIAMO DALLO SBARCO ARRIVANO STREMATI MORTI DI FAME BISOGNOSI DI CURE E CI VOGLIONO STRUTTURE PER OSPITARLIE OSPEDALI PER CURARLI CIBO PERCHE' SONO AFFAMATI VESTITI.POI INCOMINCIANO A CHIEDERE SOCCORSO PUBBLICO E RICEVONO ASSEGNI FAMIGLIARI PERCHE' HANNO 3/4 FIGLI ,CI VUOLE UNA CASA STATALE UNA SCUOLA GRATUITAE SERVIZIO SANITARIO.E QUESTO NEI MIGLIORI DEI CASI CI SONO POI I DELINQUENTI VANNO IN PRIGIONE GLI DIAMO DA MANGIARE ADESSO LI FACCIAMO USCIRE CON L'INDULTO NEL FRATTEMPO CI VIOLENTANO CI DECAPITANO CI PICCHIANO
ITALIANI MA COME SIAMOOO BUONI
CI PREOCCUPIAMO DELLA GUERRA IN IRAK
IN LIBANO MA LA GUERRA C'E'L'ABBIAMO IN CASA CI STANNO ESPROPIANDO E NOI SICCOME SIAMO BUONI PORGIAMO L'ATRA GUANCIA....

BARBARA TOMMASI 22.08.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
E' facile commettere errori nella vita.

Fin quando si tratta della propria vita lo posso anche capire. Ognuno è libero di sbagliare come e quando vuole.

Ma quando si viola la vita degli altri la questione è differente.

Per chi commette uno stupro o per chi abusa dei bambini il perdono non è concepibile!
*************************************************
Clicca sul mio nome per il post.

Massimiliano Borella 22.08.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento

a parte gli altri problemi etici, ma quale dei due genitori dovrebbe esercitare il diritto di voto? come fanno ad essere certi di avere un uguale tendenza politica?

nicola manzani 22.08.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che gli anziani economicamente possono rappresentare un (serio) problema, ma chi mai avrebbe coraggio di negare una cura al padre, un tentativo almeno, o qualsiasi cosa, per vederlo spirare? Con alcuni problemi bisogna conviverci, non esiste una soluzione a tutto, o quantomeno non ho l'impertinenza di affermare di possederla io, ma in questo caso non credo nemmeno il buon Beppe.

Alessandro Marini 22.08.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che gli anziani economicamente possono rappresentare un (serio) problema, ma chi mai avrebbe coraggio di negare una cura al padre, un tentativo almeno, o qualsiasi cosa, per vederlo spirare? Con alcuni problemi bisogna conviverci, non esiste una soluzione a tutto, o quantomeno non ho l'impertinenza di affermare di possederla io, ma in questo caso non credo nemmeno il buon Beppe.

Alessandro Marini 22.08.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo questo argomento avrei un paio di cose da dire, premettendo che ho 21 anni e che quindi voto solo da tre.
Partiamo dal fatto che i votanti votano a 18 anni poichè un individuo una volta raggiunta la maggior età è responsabile delle proprie azioni e quindi delle proprie scelte politiche.
Se uno stato ha un basso tasso di nascite è ovvio che il quello stato il voto del vecchietto abbia + peso (magari anche quello del vecchio fascistone), però ciononostante tutti loro hanno diritto al voto e questo è un diritto che nn possiamo negare.
Prendiamo anche in considerazione il fatto che a causa delle poche nascite i giovani votanti sono sempre meno...
infine prendiamo in considerazione il fatto che un bambino o ragazzo al di sotto dei 18 anni sia sotto la tutela dei genitori.
Mettiamo insieme tutte queste cose e ci ritroveremo a fare un discordo non più tanto politico ma più che altro etico...
Per una nazione che tende al futuro il voto degli anziani non vale come quello di un giovane...
a questo punto aggiungerei che il voto di un genitore non vale come quello dello stesso individuo!
Per ESEMPIO: abbiamo un ragazzo di 16 anni per il quale votano i genitori che sono dei Berlusconiani sfegatati; il ragazzo quando una volta compiuti i 18 anni diventa un piccolo rivoluzionario delle brigate rosse... che ha votato per nn so quanti anni un partito o un rappresentante che nn rappresentava la sua ideologia...
mi sapete dire voi dov' è l' etico in tutto questo???

ciao e grazie

Danilo de Cicco 22.08.06 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Credo che con tanti specchietti per le allodole astuti burattinai continuino a nasconderci la verità.
Pochi giovani... OK
Troppi vecchi... Vabbeh
Pochi soldi... mmm ho qualche dubbio.
Credo sarebbe piu esatto dire TROPPI FURTI E TROPPI SPRECHI.

Luca R. 21.08.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo sarei curioso di sapere il tuo pensiero in proposito tra vent'anni. Ci risentiamo nel 2026. Spero, per coerenza, che tu mi possa ribadire il tuo provocatorio e fantasioso concetto sugli anziani.

Gianfranco Accio 21.08.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace, non male come idea, c'è solo un piccolo problema: i musulmani, molti dei quali hanno già diritto di voto, fanno molti più figli di quanti ne facciamo noi italiani.... ergo, fra meno di 10 anni il presidente del consiglio si chiamerà Mustapha... e quello della repubblica: Mohamed. Meditiamo gente, meditiamo....

Cesare Poppi 21.08.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E`un fatto che , per ottenere consensi, in campagna elettorale si elargiscano preferibilmente degli aiuti agli over 70, che sono molti (voti), piuttosto che agli under 23, molti meno, ma molto piu`importanti da aiutare per facilitare la creazione di nuove coppie , migliorare la loro formazione, facilitare la nascita di nuove imprese etc. Faccio un piccolo esempio: fortunatamente, i miei genitori hanno una dignitosa pensione, ma essendo over 70, hanno diritto a viaggiare gratis nel territorio laziale. Qualcuno mi puo`spiegare questo spreco di risorse pubbliche?

paolo moretti 21.08.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

ci sono vecchi che sono un patrimonio e altri che sono una rovina. Ci sono giovani che sono un disastro e altri una fortuna. Sempre a ridurre tutti in una categoria.. Vi prego signori anziani che avete scritto tutti indignati, beppe fa dell'ironia e nella vostra ancor lucida intelligenza sta il coglierla. tranquilli nessuno vi toglierà le pilloline che vi fanno illudere di campare un giorno in più. Lo so anch'io che quando sarà il momento tutti vorremo fare un passo indietro ma intanto pensate a vivere bene i giorni che avete e dimostrate la saggezza che si favoleggia che abbiate. io la conosco quella saggezza perchè l'ho vissuta e assaporata grazie a dei nonni meravigliosi, che hanno fatto la storia dell'Italia lavorando ,subendo e pagando. senza tanti lamenti e godendo di quello che avevano e quando la salute e l'indipendenza li hanno abbandonati hanno fatto un' uscita alla grande e con estrema dignità. Quella che mi auguro di avere per tutta la mia vita fino al grande passo. Quella che vorrei che avessero tutti compresi quelli che ci governano. come si vivrebbe meglio... Dignità gente, dignità

laura m 21.08.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
Certo non si puo` arrivare alle soluzioni che proponi scherzosamente, ma forse si potrebbe cominciare evitando l'accanimento terapeutico. Ho avuto di recente la triste esperienza di vedere peggiorare una persona cara, il padre della mia fidanzata. Gli avevano dato poche speranze gia` a Gennaio e stava veramente male. Fra alti e bassi e` andato sempre in calando, fra mille esami, tentativi di cura che si sono rivelati nei migliori dei casi dei palliativi. L'unica cosa che ha sortito effetto e` stata la morfina.

Io capisco che i parenti non si rassegneranno mai e cercheranno di fare tutto cio` che e` possibile provare, ma forse il sistema sanitario nazionale dovrebbe imporre delle regole piu` precise su come devono essere spesi i soldi dei contribuenti. Mi chiedo a quanti pensionati si sarebbe potuto togliere il ticket, con i soldi che sono stati spesi per fare ecografie ed analisi considerate inutili dagli stessi medici che le prescrivevano. Propongo che quando uno viene dichiarato incurabile, non venga piu` curato, ma gli si facciano solo terapie contro il dolore.

Arcangelo Malvi 21.08.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione l'aveva trovata Paolo Villaggio: i viaggi vacanze dell'INPS!

A parte gli scherzi qua il problema è davvero serio. Il problema dell'Italia poi è doppio: più longevità e meno nascite, insomma siamo l'ospizio del Pianeta!

D'altronde dopo 30-40 anni di lavoro, credo sia sacrosanto che possa godermi un pò di riposo.... mica siamo macchine!
Quello che però trovo davvero iniquo è che io, lavoratore, finanzio un sistema di previdenza sociale che non sarà quello di cui godrò (se, e) quando sarà finalmente il mio turno! Sarebbe come se un mutuo stipulato 10 anni fa oggi te lo cambiano al loro piacimento, e decidono che i 20 anni pianificati ora sono 25, e che ma gari la rata è aumentata.... EH NO!

Patrick De Angelis 21.08.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere quanti giovani italiani sarebbero disponibili ha sorvegliare mio padre allettato!!!

Roberto Sgammini 21.08.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buon pomeriggio a tutti.

sorriso e dolore 21.08.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Oggi vi propongo un gioco che ho trovato sull'ultimo numero di Focus.

A me è piaciuto, anche se l'avevo già sperimentato!

Poi se vi fa schifo sono FATTI VOSTRI ;)
*************************************************
Clicca sul mio nome per giocare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 21.08.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

e' si' non sono nemmeno cosi' buoni da mangiare come i bambini come era stato proposto nell'ottocento

angela raggi 21.08.06 09:30| 
 |
Rispondi al commento

io ci sto!

Marco Ginelli 21.08.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Che emerita scemenza.
Vorrei sapere quanti anni ha il padre di beppe grillo, se ce l'ha ancora un padre.
Magari sarà il primo ad essere ammazzato, tanto per collaudare la sua teoria.

E poi se la crescita demografica diminusce è solo un bene: una volta morti tutti "i vecchi" saremo molti di meno. Direi che è la migliore cosa.

Arman Dyno 21.08.06 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Gli anziani sono la forza di un paese, non solo la sua memoria storica ma la sua forza economica.
Anche il buon Beppe si dimentica che gli anziani spendono, e spendono un sacco per assistenza!
Sono loro che offrono lavoro a un sacco di infermieri - infermiere, oppure spendono soldi per viaggiare, oppure spendono soldi per imparare (si iscrivono anche a corsi di computer), oppure per giocare (anche online).

Prima o poi tutti diventeremo anziani se non moriamo prima, quindi maggior rispetto per gli anziani significa maggior rispetto per noi stessi.

Se qualcuno dice che i vecchi sono rincretiniti posso ribattere che ne conosco altrettanti giovani in quelle condizioni e con meno soldi da spendere (quindi sono piu' utili gli anziani a questo proposito).

Togliere le pensioni significa far girare meno soldi, quindi lunga vita agli anziani! altro che!
Se ovviamente la qualita' della vita fosse migliore, ci guadagneremo tutti, ma chi vuole guadagnare cose esagerate non puo' comprendere questo...

Saluti a tutti

Antonio Bussani 21.08.06 01:43| 
 |
Rispondi al commento

C'è ben poco da commentare.

Beppe ha appena avuto il coraggio di dire ciò che tutti sanno, ma che nessuno ha le palle di enunciare.

Un tempo si smetteva di lavorare a 60 anni, e a 61 si moriva. Gli anziani non erano un costo.

Adesso, coi vecchi che smettono a 60 e muoiono ai 90, ci sono 30 anni di pensioni da pagare, e chi le paga sono i giovani, col loro lavoro, e dato che i vecchi saranno più dei giovani, il loro lavoro non basterà a pagare le pensioni, e avremo un tracollo creato dalla vecchiaia della nostra società.

Un rimedio?

Chi ha visto il film "La fuga di Logan" lo conosce già.

E a chi non lo ha visto....provvedete.

ATTENZIONE: PERICOLO DI APPRENDIMENTO!!!!!!

Gabriele Zanon 20.08.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

due sono le cose: o impazzito beppe grillo o io non ho colto la sua ironia....
che razza di post è mai questo? uccidiamo gli anziani perchè sono troppi?!?!
non riesco a credere a quello che ho letto

penna ile 20.08.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

SOLO QUELLI CHE SONO COSì FOLLI DA PENSARE DI CAMBIARE IL MONDO, LO CAMBIANO DAVVERO.

WWW.3ANIMALI.SPLINDER.COM

tre animali 20.08.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma io se trovo la donna giusta faccio anche una squadra di calcio di bambini, il mio impegno ce lo metto :D
Oh ma tanto se ci son + vekki qua ci son + giovani in africa o cina?
è oh, in qualche modo deve andare avanti la giostra

Roberto Bandini 20.08.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Condivido tranquillamente!!!

Carratù Pasquale 20.08.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Non si pensa mai che non c'è stato un passaggio di consegne dalla generazione anziana, alle generazioni del futuro,con il progresso veloce l'anziano considerato lento,molto più costoso. Rompendo quel filo fatto di consigli ruvidi,di precisione nella manualità,di perseveranza nei lavori fatti male,di fatto la nuove generazioni vengono segnate dalla superficialità,fateci caso:dal dentista si torna per un lavoro fatto male,cosi l'idraulico,il meccanico,ecc il mantenimento dell'ambiente la saggezza con trucchi tramandati da generazioni per mantenere alberi,i sottoboschi evitando incendi,alluvioni,
cosa abbiamo perso?
Guardate i TG degli ultimi 5anni.ciao

gigi.l 20.08.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Forse il caldo eccessivo di questa estate, forse un eccesso di autoreferenzialità....... Questo post mi pare un'autentica vergogna, indegna di una persona cui in molti facciamo ancora riferimento.
Ci pensi bene, caro Beppe, e continui a distinguere quello che scrive: il rischio è di nuocere gravemente alla propria credibilità.

diletta ronco 20.08.06 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma a nessuno, dico nessuno (beppe grillo in primis) è venuto in mente ke un giorno gli anziani saremo NOI? e ke queste palate di merda le butteranno addosso a NOI?
no eh? grillo parlo con te!!!!!!!!!

damiano lomazzo 20.08.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Il rpoblema vero è che bisgona impedire le speculazioni delle aziende farmaceutiche sui farmaci che naturalmente pesano di + sui ultraottantenni, cosi' potrano imbottirsi di famaci dopanti e ultrafighi e lavorare come dei giovincelli fino a 100 anni.

Fabiano Tarlao 20.08.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Eh sì... con un po' di impegno e... qualche piccolo ritocco sul testo... potrebbe venirne fuori un successo a Sanremo!... Vediamo... vediamo... cominciamo con il titolo... Ecco potrebbe andar bene "Ho già l'età!" o "Ciao nonno ciao!" oppure "Caro nonno ti scrivo..."!... Meglio... però... "Dovrò spararti tra trent'anni"!...
Eh no... ci vuole qualcosa di più originale!... Ecco... forse ci sono... sì ecco qui...
"Morirò il 3/3/3003"!...

Salvatore Baldinu 20.08.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

OFF TOPIC
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

L'INDULTO DIABOLICO!

Vi ricordate la triste vicenda di Suor Maria Laura Mainetti?

Be', "grazie" all'indulto le sue carnefici torneranno in LIBERTA'!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 20.08.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non fumarti troppe canne! Quest'articolo lo potevi scrivere meglio a mio avviso. Gli anziani sono la conseguenza del nostro mondo IperMegaTecnologicoMutantePetroliferoPlasticoOgmBenServitoTuttoInTavolaPiattoProntoFruttaGiganteIperChimicaCocainizzatiDiMerdaEsaltatiSbruffoniYachtEviaInMercedesVaffanculo. Bisogna fare un passo indietro e ripartire dal contadino che zappa la terra e porta a casa le patate, non lo capisce nessuno che l'uomo è un animale come gli altri???

giovanni nani 20.08.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento

e vero ha perfettamente ragione, bisogna fare come fece il nostro Fuhrer 60 anni fa: lo stato deve favorire i matrimoni in eta giovanile e i figli, ma deve dare un vero contributo nn far finta o utilizzare inutili mezze misure, e poi i vekki diciamocelo, nn servono piu a niente, noi dobbiamo pensare in un altro modo, il vekkio e utile alla patria?? NO quindi si agira di conseguenza. e nn ragionare secondo una sensibilita ipocrita e suicida... la patria prima i vekki poi!

fabio beria 19.08.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

questo è uno dei post più imbecilli che abbia letto finora.

Lei deve delle scuse a tutti coloro che La seguono; che si tratti di vecchi o giovani non importa.

Francesco de Franchis

Francesco de Franchis 19.08.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, mica staremo scherzando davvero?.

I ventenni (grazie a Dio non tutti) hanno l'alta tendenza a spiaccicarsi contro i muri, a ballare tutta la notte bevendo e ubriacandosi, rischiando la pelle facendo i coglioni per strada, ma perchè?

Cavolo ma perchè sono giovani, e si chiama età della stupidera ( o incoscienza se volete un termine quasi italiano).

Se sono giovani a posto non gliene frega un beneamato ***** della politica, e penso che sia giusto cosi, perchè in caso contrario o sono fanatici o hanno problemi.

Meglio che prima imparino qualcosa dalla vita. Prima di scegliere per le vite degli altri...
E gli anziani sono un bene della comunità. Perche la storia loro non l'hanno letta, l'hanno vissuta o fatta.

Senza anziani siamo senza storia, senza storia siamo senza patria, senza patria non siamo niente.

E pensare che in una nazione con un patrimonio storico cosi enorme ci sono dei fessi che credono che non servano gli anziani....allora meglio morire giovani contro un palo.

Forse, ripensandoci bene, hanno ragione i ventenni!?!?!?

Matteo Pini 19.08.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che ci penso bene... sarebbe un ottimo tema che, con un po' di musica impegnata, potrebbe offrire una canzone vincente a Sanremo!

Salvatore Baldinu 19.08.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

naturalmente alla frase "dopotutto era un buon statista" mi riferivi a mussolini :)

carlo ravazzano 19.08.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti e ciao beppe; mmmm non sono molto convinto della tua tesi riguardo alle persone anziane (io ancora le chiamo così per rispetto)che chiamo "vecchi" solo quando scherzo. gli anziani sono ancora un patrimonio da nn perdere e soprattutto non bisogna perdere il ricordo che ci possono dare riguardo a fascismo e nazismo. dopotutto senza di loro il ricordo di quei periodi nn proprio edificanti sarebbero già svaniti e chissà con quali conseguenze; ricordi 10 anni fa quando cercavano addirittura di cambiare la storia? ricordo Fini che diceva addirittura : "dopotutto era un buon statista", e così facendo ha in qualche modo incitato i giovani a votare per A.N., cercando appunto di far dimenticare loro chi erano fascisti, antifascisti e le loro azioni. no beppe....gli anziani, almeno quelli saggi e giusti me li terrei tutti, non bisogna perdere certi ricordi che solo loro sanno raccontare. un saluto a tutti ciao

carlo ravazzano 19.08.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Un anonimo ha detto sul mio blog:

"e delle vaccate che scrivono su liberazione/manifesto ecc non dici niente? sei più venduto di grillo
19 agosto, 2006 17:54"

PERCHE' HA SCRITTO QUESTO?

Per la bassa considerazione che ho nei confronti di alcuni giornalisti!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare!

Massimiliano Borella 19.08.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre più convinta che nel nostro parlamento al posto delle "quote rosa" (comunque sempre importanti) siano urgenti le "QUOTE JUNIOR", dove dovrebbe esserci una SOGLIA MINIMA (ad es. 50-70%) di persone al di sotto dei 40 anni, perchè di tutti quei DINOSAURI che stanno infestando il nostro parlamento non se ne può più!!!!
Del resto non ho mai capito perchè per il senato gli elettori debbano avere almeno 25 anni: gli elettori della camera si sono forse rivelati meno reponsabili? Anzi, sinceramente mi fido molto di più di persone che hanno più confidenza con Internet, perchè questo permette di poter accedere ad un'informazione più libera (il voto degli italiani all'estero dovrebbe insegnare qualcosa).

Mi sa che l'unica salvezza possibile sia l'H5N1, a condizione che sia ad altissima letalità ed incurabile (per non gravare troppo sull'economia con le spese mediche). Forse così si riuscirebbe ad arrivare alla tanto auspicata cancellazione di un'intera classe dirigente (dai politici ai bancari) per merito di una selezione esclusivamente naturale.

Valentina Merlo

PS Per favore non pubblicate il mio indirizzo e-mail.

Valentina Merlo 19.08.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono luca e ho 27 anni..
sono convinto che per avere una vecchiaia dignitosa non mi bastera' sicuramente la pensione(non so quando,non so se.)che prendero'..che faccio ora,incomincio ad integrare il mio stipendio da operaio rubando di notte...o magari quando decidero' di avere un figlio ne faro' al massimo uno?il problema non sono certo gli anziani!!il problema e' vedere un futuro x noi e i nostri figli e in quale mondo dovremo andare avanti a vivere,le sue regole e ovviamente...chi le scrive.
in un mondo dove l'ambiente,l'economia e i valori,vanno un po' come vanno,sicuramente passa la voglia di procreare........!
questo e' il mio punto di vista,forse un giorno quando avro' un figlio cambiero' opinioni..speriamo che nel frattempo non arrivi la fine del mondo!!!!!!!!

luca rusconi 19.08.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

FUTURO FUTURO FUTURO
ma cos'è sto futuro? Quale futuro?
cos'è il presente? Quale presente?
il passato è passito o passato?
LAVORO DA SCHIAVI - INQUINAMENTO - GUERRE - DIO DENARO
per fortuna che ci sono le veline sempre più nude, spero di vivere a lungo per poter, quando l'odiens lo vorrà, sbavare finalmente: nude alla meta. E i reality show così belli e pregni, volete non farmeli vedere? Cattivi
AUGURI A TUTTI

ugo filippini 19.08.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

quando si è molto giovani si voterebbe sicuramente per quello che si ritiene giusto indipendentemente dalla convenienza .

massimo c 19.08.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Fortuna che io ho venticinque anni!

Berlusconi Silvio 19.08.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Sono appena tornato da una liberia e c'era un gruppo di giovincelli, ad un cero punto hanno visto un libro "salvare la terra", commento: perchè?
Gli anziani sono un peso, i giovani degli imbecilli? Comunque non date ancora la caccia ai veci, sono in pensione tra un mese, fatemela goder, grazie.

Nella civiltà antica l'anziano era visto come il saggio, nella civiltà moderna un peso. Abbiamo fatto passi da giganti.....

Non ci sono abbastanza conflitti, vogliamo crearne uno nuovo: giovani contro anziani o viceversa.
Begli economisti che abbiamo, non solo non risolvono i problemi ma ne acuiscono altri.

Se diventare anziani vuol dire divenire citrulli come debray, e via all'etanausia. E se un giovane è citrullo facciamolo capo del governo.

ugo filippini 19.08.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, questo tuo post è pieno di un cinismo fascistoide e di evidenti inesattezze.
Per fortuna ho letto tanti commenti che contestano intelligentemente le tue false tesi.
Queste idee sul disprezzo dei vecchi e sul rinnovamento delle generazioni, sembrano mutuate dalla filosofia nazista, così come sono sintetizzate nel simbolo della croce uncinata, che ti consiglio di porre sulla testata del tuo blog.
In quanto ai pensionati, ti ricordo che son quelli che hanno pagato, *oltre* alle tasse, *un terzo* del proprio reddito lordo ad un istituto previdenziale per 35 o 40 anni.

Bruno Sennati 19.08.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lasciamo votare gli anziani ma facciamo votare anche i giovani,magari fino a dieci o dodici anni tramite genitori e poi da soli .
iniziare a votare a diciotto è tardi per decidere il proprio futuro.
ciao max

massimo chiari 19.08.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente facciamoli fuori a scglioni

Lisa muro 19.08.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Che gli anziani siano un problema è palese.
Però io inviterei le persone a fare più figli e cercherei d'essere meno sarcastico in certi discorsi, tipo questo, di modo da poterne discutere senza scannarci come spesso succede in questo blog.
Ciao Beppe

Nicola Negroni 19.08.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Il signor Regis Debray, visto che è così bravo a esporre le sue umanissime teorie, dovrebbe essere altrettanto coerente magari suicidandosi onde contribuire a non innalzare troppo l'età media... o no?

andrea ballerini 19.08.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi è piaciuto questo post e ritengo sia una bella provocazione. Prima di tutto perché è vero, la vita è una ruota, prima o poi la vecchiaia ci tocca. Ma mentre si dà un sacco di importanza ai figli, ai bambini, purtroppo si abbandonano i vecchi genitori come alcuni abbandonano i cani in estate. Sì i vecchi sono una marea e saranno sempre più. Una bella fetta di contribuenti, di elettori, di consumatori. Ma il mercato si rivolge sempre ai giovani e ai bambini. Poco agli anziani. Gli anziani sono brutti a vedersi, vanno ghettizzati nelle case di riposo, non so se ne avete mai visitata una, ma mi auguro di non finirci mai. Preferisco morire sola in casa mia, dato che non ho avuto figli, sarà probabilmente una vecchiaia in solitudine. Ma il problema è che questa società non solo non dà importanza ai vecchi, ma ne dà troppa ai bambini. Sono loro che comandano in famiglia. Una volta era il nonno, la persona più importante, adesso quando resta in famiglia, il nonno è trattato come il rincoglionito di turno. Non gli si dà più il suo peso e pensare che lui ha la storia, ha la tradizione famigliare ha un gran valore. Ma ora come dicevo, sono i bambini il valore, il premio. E quindi se non fai figli, sei in qualche modo penalizzata, ma come? devi averli a tutti i costi! Allora vai…c’è l’inseminazione artificiale! Ci sono le adozioni straniere, ti compri un figlio in brasile e sei a posto. Le vacanze si decidono per i figli, la destinazione deve essere indicata per loro. Gli amici dei genitori sono naturalmente genitori di amici di scuola dei figli, la scelta dell’auto, del pranzo, del film, del tutto è fatta dai bambini. I genitori vivono per loro, in funzione di loro, smettono di essere persone per essere genitori. Ma quando diventano vecchi i loro figli, che hanno tanto ricevuto, se li dimenticano, li trascurano, lasciano che se ne occupino delle badanti ucraine che pagano profumatamente, o delle case di riposo. Loro gli ex figli ora sono troppo impegnati a fare i genito

blue moon 19.08.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai, non ve la prendete con grillo per questo post...cavolo, dopotutto è un comico e molti di voi leggendo questo blog se lo sono dimenticato...comunque anche se è un post di cavolate un fondo di verità ce l'ha. Anch'io credo che l'allungamento spropositato della vita negli ultimi decenni è la vera rovina del mondo. C###O!!! non vuol più morire nessuno!! si inventano ogni giorno farmaci salvavita per vecchi decrepiti. Quando si è vecchi si deve morire!! non dico che si debba morire per forza a 69anni...uno può arrivare a 60 come un altro può arrivare a 100. ma il succo del discorso é che è inutile ricoverare all'ospedale 100 volte l'anno un anziano per farlo tirare avanti ancora qualche settimana..quando si arriva a questi punti vuol dire che è ora di morire, altrimenti si perdono un sacco di tempo e risorse per salvare dei dinosauri quando queste risorse potrebbero servire a salvare la vita a dei giovani di 20 anni, che sono quelli che devono mandare avanti il mondo (ho detto 20 tanto per dire..potevo scrivere anche 30). Quindi cerchiamo di investire meglio per migliorare il mondo e non per continuare a cercare di allungare la vita, anche perchè il mondo lo si gode da giovani e non a 90 anni...e non mi venite a dire che la 3a età è come una seconda giovinezza...dipende dai casi. se un 90enne è ancora in buona salute la vita se la può godere ancora, ma questo caso non rientra nel discorso che ho fatto fino adesso. Al contrario un 90enne con una salute da schifo non si gode nulla, anzi. In questo caso risparmiamo farmaci e tempo e lasciamolo morire nel letto di casa sua ,non all'ospedale, magari con un bicchiere di buon vino sul comodino e i suoi nipoti intorno al letto. Se non invertiamo la tendenza attuale (e non la invertiremo, perchè l'uomo usa sempre il cervello nel modo più sbagliato) tra qualche decennio sulla terra non ci sarà più posto perchè saremo qualche migliardo più di adesso e saranno cazzi!! RICORDATE GENTE PRIMA O POI SI DEVE MORIRE..MORIRE!!!!!

Cesare Fusari 19.08.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Sig. Grillo ha ragione, lo dicono i numeri che la popolazione invecchia. Quando si progettano servizi si prendomo in considerazione dei parametri, come la struttura e la dinamica della popolazione che determineranno una domanda. Se la popolazione continua ad invecchiare si avranno più servizi o strutture per accogliere anziani (e no ventenni) che sicuramente hanno un costo di gestione molto elevato.

Maurizio Vantaggio 19.08.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
questa volta hai toppato, anzi comincio a notare negli ultimi mesi un calo preoccupante delle tue facoltà mentali. Stress? Alzaimer? Demenza senile? oppure semplicemente sei rimasto a corto di spunti? Perchè non critichi a cari tuoi compagni (nel senso di comunisti) oppure hai paura? Tanto in Rai non ci tornerai mai, credimi, anche se adesso comandano loro, anzi proprio per questo!!!!!!!!!!!!!11

Ludovico Panebianco 19.08.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Considerando questo parere....

"POST ORRENDO.
E' il primo post orrendo che leggo in questo BLOG.
Un concentrato di CAVOLATE.
A cominciare dal voto esercitato fin dalla nascita dai genitori (e cosa cambia? Non sono sempre i genitori più vecchi dei figli a decidere il loro futuro??) per poi sfociare nella cattiveria ed assurdità più impensabile, quando Si rivolge agli anziani.
SE CI CREDE, PERCHE' NON COMINCIA A FARE FUORI I SUOI GENITORI E POI SPIEGARE AI SUOI FIGLI CHE MORIRANNO AD UNA DATA CHE LEI PERSONALMENTE HA REPUTATO CONGRUA...COMUNQUE SEMPRE PRIMA DEI 69 anni??

Su via SIG. GRILLO (anche se da questo post non meriterebbe il prefisso "SIG."!), non sia ipocrita...e se non ha niente di meglio da postare, si astenga!!

Tanto mi è dovuto, essendo un suo affezionato lettore e sostenitore!

Emanuele A 18.08.06 21:59 "

Direi che è il caso di fare un po' di cultura...

IRONIA= Particolare discorso figurato in cui le parole hanno significato contrario a quel che si vuole esprimere ma lasciano, per come sono espresse, il loro vero sentimento.

Consiglio a chi è interessato il libro di Tullio de Mauro "La cultura degli italiani". In un capitolo si riporta un dato di un'indagine che è davvero preoccupante. Pare che il 5% degli italiani abbia difficoltà a capire il senso di una frase scritta di questo tipo: "Il gatto miagola". E che un buon 33% vada in difficoltà se la rendiamo più complessa: "Il gatto miagola perchè vorrebbe bere il latte".
Detto ciò a Beppe la scelta: vuoi livellare il tuo linguaggio di ciò che posti anche a questo 33% (come quella televisione per deficienti che siamo costretti a subire) o lasciamo le cose come stanno e solleciti "l'ingegno"?
Vogliamo proporre (riproporre perchè già qualcuno ci aveva inutilmente provato) corsi di educazione per adulti? (parlo di scuola eh?)
Saluti a tutti.

antonia dattero 19.08.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto con piacere che il mio messaggio è stato censurato (da chi dal Mininculp?) Ebbene si guai a chi osa contraddire il Capo!!!!!

Ludovico Panebianco 19.08.06 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono arrivati i primi Marò in Libano, a bordo della S.Marco. Sono armati fino ai dentivono diostribuire aiuti umanitari ai libanesiIntanto è stato arrestato l'uccisore del volontario di RC, un giovane palestinese che lo ha accoltellato per errore.
Il padre ha dichiarato di non nutrire rancore verso di lui.
Contento lui.

Israele continua a martellare il Libano. Forse non si fida dell'ONU.
In effetti, visti i precedenti......

PS: qualcuno si è per caso domandato su cosa stiano facendo quattro portaerei USA al gran completo nel Mediterraneo?

Francesco Landi 19.08.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo amiko dei bankhieri
grillo ci campa col siTnoraTTio

fidelmastro andrea 19.08.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento

si la soppressione dell'anziano sarebbe un'ottima idea....penso che anche il "vecchio zio" ADOLF se fosse ancora in vita concorderebbe.....ma perche anzi di sopprimerli non farli lavorare....e poi ci dimentichiamo di molti neopensionati.... mio padre artigiano prima dei 65 anni la peensione se la sogna....e poi stiamo dimenticando che in parlamento ci sono molti nostri dipendenti pagati con i nostri soldi che fanno tuttaltro che il loro lavoro,cacciandoli (senza liquidazione) e rimpiazzandoli con degli altri un po piu onesti e che facciano veramente gli interessi dello stato e dei suoi componenti,magari rinunciando a qualche soldo in busta paga... un operaio che suda sangue 10 ore al giorno arriva a stento a 1000 euro al mese... un parlamentare invece.. be iniziando a fare queste piccole cosette credo che l'economia del paese non avrebbe un rilancio, ma bensi una partenza in polpositions... un saluto al carissimo grillo, e a tutti gli utenti del blog

giacomo de giovanni 19.08.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

il futuro lo decidono chi non lo vedrà mai... ? dici?... molte volte è così , ma non sempre..

frà trevi 19.08.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Autogestione della data di morte!!
per me ho deciso l'11 settembre 2072 quando avrò compiuto cento anni
e tu?

Bruno Zennaro 19.08.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

regis debray?sociologo coerente con le sue teorie fin da la gioventù. fu per la messa in pratica delle stesse che il che guevara non arrivò alla longevità, mentre lui sembra avviato ad una felice vecchiaia .o sbaglio? certo gli anziani sono di piu . e questo ricorda un po i consigli tribali . però che c'è di male? non si parla di impediti (al massimo si puo dire che i malati di alzahimer si alzano ogni giorno con idee nuove) in tutte le culture predominanti il consiglio degli anziani è un organo importante . i giovani motori delle innovazioni? .puo essere pero su teorie formulate da anziani . saluti . fabrizio

fabrizio pepe 19.08.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che il post fosse più ironico possibile...
Cmq è vero l'ago della bilancia pende su persone che oramai nn vedranno più il futuro e i giovani che si troveranno in un futuro loro... si potrebbero adottare soluzioni varie ma son contro al voto alla nascita nn risolve il problema a mio giudizio... piuttosto bisognerebbe rieducare gli anziani ad esser più longemiranti e votare nn per se ma per i loro figli o nipoti per avere un futuro migliore, insomma un voto fatto di amore più che rancore politico, cosa che in Italia per cultura e storia e dirigenze politiche vecchie e nuove, può apparire come un paradosso.Ma a mio giudizio è forse l'unica possibilità

stefano turi 19.08.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento

prova

gino serio 19.08.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
IL 17 AGOSTO HO LETTO QUESTA NOTIZIA:

"Usa, arrestato l'omicida della baby modella La reginetta di bellezza JonBenet, di 6 anni, fu trovata morta nel '96. Fermato un maestro a Bangkok: 'L'ho uccisa per disgrazia, ma l'amavo'.

OGGI VI PROPONGO DI LEGGERE QUESTO BELLISSIMO POST...
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 19.08.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

In poche parole siamo tutti tenuti a fare i badanti dei nostri antenati??
E' pur vero che gli anziani sono quelli che hanno visto il passato, quindi probabilmente sono i soggetti più consoni per poter pensare e dare una materialità al futuro. Ma non dimentichiamoci che le rivoluzioni, i grandi salti di qualità nel progresso sono sempre state "gesta" compiute dai giovani. Comunque in ogni caso sarebbe più giusto che fossero i giovani ad amministrare le politiche del futuro, considerando che gli si parla sempre di responsabilità, e considerando che nel futuro non arrivano gli anziani. Grazie della tua sempre costante attenzione alle società di giovani Beppe!!
Un saluto
Giacomo.

Giacomo Gardin 19.08.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Grande Grillo!!!
Finalmente un po di comic relief in un momento in cui, in Italia, c'e ben poco di cui ridere!
Sono d'accordissimo sul fatto che la maggior parte di chi vota ha un'eta tale per cui il futuro non lo vedra. Questo e senz'altro un problema, ma la soluzione non e fare votare i minorenni, che non hanno la maturita necessaria per esprimere un voto, bensi togliere il voto al raggiungimento di una certa eta, ad esempio 65 anni o, meglio, al momento del pensionamento. Cosi si eviterebbe di far dipendere il futuro del paese da chi quel futuro non lo vedra. Togliendo il diritto di voto a tutti gli ultra 65enni si ri-equilibrerebbe immediatamente la composizione demografica dell'elettorato, in modo che, appunto, a decidere che futuro avere siano quelli che, in realta, quel futuro poi lo vivranno e, quindi, nel bene e nel male, vivranno sulla loro pelle le conseguenze di quel voto.

Laura Andreoli 19.08.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,non mi trovi d'accordo!I giovani e SPECIALMENTE quelli di oggi vanno tenuti strettamente a bada.Ancor di piu' i loro genitori in quanto fallimentari nella loro formazione.Certo che non ci sono piu'neanche i vecchi di una volta,dove sta la soluzione?Nell'equilibrio,come dovrebbe essere in tutte le cose.

Marco Casadei 19.08.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Il futuro lo decidono quelli che non lo vedranno, ma che però hanno visto il passato, e su quello costruiscono il futuro.
In genere i giovani ripetono gli errori fatti da i vecchi quando erano giovani, poi, quando hanno acquisito esperienza cosa facciamo? Li sostituiamo con altri giovani che ripetono gli stessi errori e via così!
Ma allora dov'è la crescita?
Quello che occorre è l'affiancamento generazionale, cioè giovani che marciano con vecchi per un certo periodo, prima di passare il testimone.
E poi non è vero che i vecchi sono socialmente inutili, possono essere stimolati ad occuparsi di altre cose.
Oggi abbiamo vecchi 65enni in fabbrica che si fanno un c..o così, e giovani 25enni in comune che non fanno un c...o! Non è questo un controsenso? Non possiamo far si che i giovani si facciano il c..o e poi, quando diventano vecchi, se lo vogliono, possono essere impiegati in lavori più tranquilli?
Io ho 40 anni, e lavoro in fabbrica, se penso che tra 20 anni sarò sempre quì a farmi il mazzo, mi viene voglia di rapinare una banca! Allora vogliamo ragionare su questo? Dov'è finito il "VERO" Welfare State?
Antonio

Antonio Maggio 19.08.06 07:14| 
 |
Rispondi al commento

Diritto di voto dalla nascita?!... Bene!... pensa... caro Beppe... che incremento demografico ci sarebbe pur di contare di più!... Abolirebbero subito tutte le leggi sull'aborto!... e tutti i partiti sarebbero d'accordo, pur di tentare di accapparrarsi i nuovi voti!... E poi... che festa per i precari della scuola!...
Ci sarebbe, purtroppo, qualche piccolo problema per i giuristi che dovranno regolare il caso di un eventuale disaccordo tra padre e madre dell'infante o del bambino o del preadolescente o dell'adolescente!... Come dovrà votare insomma il minore se padre e madre avessero preferenze politiche contrapposte?... Un bel dilemma!... Meno male!... l'idea dei "bioparchi" per i vecchi si realizzerà, per fortuna, di tanto in tanto in qualche ospizio od ospedale, dove operi qualche abile traghettatore o traghettatrice!

Salvatore Baldinu 19.08.06 03:20| 
 |
Rispondi al commento

Siete fuori strada ragazzi, l'Italia è ricchissima per chi produce povera per i fannulloni a carico dello stato. Visto che auto e che vacanze in giro? Basta dire stupidaggini. Rottamiamo i giovani fannulloni anarchici comunisti giottini, gli uomini di 60/80 anni sn più attivi sessualmente e economocamente della marmaglia cresciuta con DC e PCI. Se volete vi chiarisco le idee assai deviate mi sembra. Ma che stupida demagogia Beppe e compagni di merende!

Fausto Orazi 19.08.06 03:03| 
 |
Rispondi al commento

Peraltro, la situazione economica e finanziaria italiana è veramente preoccupante. L'economia italiana è scarsamente competitiva a livello internazionale. E' probabile che si sgonfi la bolla immobiliare. E' probabile che il rialzo dei tassi di interesse metta in serie difficoltà le finanze pubbliche. In breve: c'è il rischio che il paese vada in bancarotta.

Credere di essere in un paese ricco è un delirio.

Gianfranco Righi 18.08.06 21:56


Valori personali considerando reddito e patrimonio individuale(in migliaia di euro) ,i giapponesi sono i più ricchi al mondo mentre gli irlandesi sono i primi in europa ,davanti agli inglesi .

Giappone 205.675

Irlanda 148.130

g.bretagna 137.250

U.S.A. 127.810
----------------
ITALIA 125.512
----------------
Francia 103.500

germania 90.462

canada 85.145


fonte: OCSE ( media pro capite degli euro posseduti nel 2005)

Più che pensare di essere in un paese ricco sia un delirio ,direi che è pura ipocrisia pensare di essere in un paese povero :-)

In italia il rischio di bancarotta è praticamente nullo :-) visto che le nostre risorse possono ampiamente coprire il debito pubblico :-)

Italia ? paese di CAPITALISTI FRIGNONI :-)

gino serio 19.08.06 02:29| 
 |
Rispondi al commento

Ritratto,Allegorico di un "VOLATILE", in.az..to, con IL MONDO INTERO.

Così invidioso dell’aquila il VOLATILE volteggia atteggiandosi a “FALCO” che già più si avvicina alla sua taglia, poi si butta sulla preda, ma dopo una inutile beccata si accorge troppo tardi d’esser goffo, lento, rozzo, confuso e inefficace, con i suoi svolazzi attestanti certezze vane, ANCHE SE AGOGNATE, che alla fine procurano un triste insuccesso, che lo porta a divorar carogne indifese, e passivamente putride, poiché se vive e pronte alla difesa, fanno di lui che NON aquila e neppure“FALCO”, MA A ONOR DEL VERO, povero e effimero VOLATILE, un inutile massa sanguinolenta e informe, che poco aveva da dire, e nulla sapeva dimostrare, se non che i vaneggiamenti dell’aquila che non sarà mai, più.
A chi ha cervello, intenda.

Francesco


f.marletta 19.08.06 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Questa soluzione drastica al problema degli anziani l'avevo già pensata io (in modo ironico naturalmente) e l'ho anche proposta ai miei nonni, con discreto successo direi...
però la data di morte è un po eccessiva è brutto vivere sapendo quando morirai, provocerebbe solamente un aumento della spesa sanitaria per malattie cusate dallo stress...
____________beppe sei sempre un boss_____________

simone serenelli 19.08.06 01:42| 
 |
Rispondi al commento

E bravo il nostro grillo...
non ti piace chi non è d'accordo con te?
Evviva la censura
Però fai ridere si a crepapelle ah ah ah.

Silvano Sistarelli 19.08.06 01:18


Spiegare grazie

Pan Peter 19.08.06 01:39| 
 |
Rispondi al commento

E bravo il nostro grillo...
non ti piace chi non è d'accordo con te?
Evviva la censura
Però fai ridere si a crepapelle ah ah ah.

Silvano Sistarelli 19.08.06 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Far votare i minorenni ok, ma che abbiano conseguito il patentino di conformità. Oppure attivare un corso di consapevolezza particolare nelle scuole. Certo che con la classe politica che ci ritroviamo non e' che si incentiva molto il voto dei giovani...

Loris Luise 19.08.06 01:09| 
 |
Rispondi al commento

w la vita

ANTONIO PISTIS 19.08.06 00:55| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di far votare i genitori dei minorenni la ritengo giusta politicamente ed efficace. Parlando con alcune persone (di tutti i colori) se ne sentono di tutti i colori! Sembra che avere figli sia un optional lussuoso eppertanto i proprietari (di prole) dovrebbero pagare più degli altri, non godere di aiuti eccetera. Troppe persone recitano la parte del povero vechio e non riconoscono la Società fatta di giovani e di ex giovani, e non di singoli che morti loro, finito il mondo. E c'è chi parla di embrioni sovrannumerari. Meno egoismo e aiutiamo la vita di chi è nato. Ogni testa un voto.
P.S.: mi sembra, se ho capito bene la notizia radio di mesi fa, che una proposta simile sia stata fatta da qualcuno anche ad un Convegno(Congresso ?)delle ACLI italiane. Occorre insistere.

giancarlo sardini 19.08.06 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Si forza, cominciamo dalle crociate, che molti di voi la storia non l'hanno nemmeno studiata a scuola.
Sig. Frisco Falco (se questo è il suo vero nome) mi dice per quale motivo è stata istituita la 1° crociata?
Forza! Così vediamo subito chi parla a vanvera e chi no.

Pippo De Pippis 18.08.06 15:17 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Caro Pippo de Pippis(se questo è il suo vero nome, ma suppongo di sì)se mi manda l'indirizzo le spedisco il sussidiario delle elementari. Ad majora

frisco falco 18.08.06 17:48 |

Chiudi discussione

Ci ha messo due ore e mezza e manco mi ha risposto.
Si, senza dubbio lei è uno di quelli che parla a vanvera o per sentito dire.

Pippo De Pippis 19.08.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mastella da Ceppaloni .......... ma ci rendiamo conto?

marco lollis 19.08.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FORZA INDIA !!!!!
BASTA CON LA PREPOTENZA DELLE GRANDI MULTINAZIONALI!!!

Mara Dona 18.08.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento

sei unico!forza beppe!!!!

germano ursi 18.08.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento

forse ti sei inventato tutto,si e' cosi',e' triste pensare che esistano associazioni e pensatori che partoriscono simili abomini.E' fantasy :c'era un film in cui in un futuro,non tanto futuro,i vecchi si avviavano alla morte in appositi impianti in cui venevano trasformati in cibo per i piu' giovani(era soia quella che usciva dalle officine,forse transgenica o mah!).Il problema e' serio,se non si possono eliminare,facciamo i seri,basta dare lavoro ai giovani facendo rimpiazzare i pensionandi,non incentivando a lavorare chi puo' andare in pensione con Bonus e simili.Si deve anche impedire ristrutturazioni selvagge, fatte licenziando migliaia di lavoratori, solo per far salire il prezzo delle azioni e guadagnare i soliti noti.Quindi pensioni decenti e non da fame,posti di lavoro per i giovani ,che con le tasse permettono di pagare le pensioni ai "nonni".E voto solo alla maggiore eta',e' vero che non e' l'eta'che da garanzia ma nn scherziamo,ad ognuno il suo.

ferrari franco 18.08.06 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei strano...e sei VECCHIO...sopratutto se consideri la vita media di non molti anni fa.
Al pensiero di un futuro pieno di LAPO e privo di GRILLI inorridisco...
Le persone anziane sono tante?Nel mio caso ho in vita solo il padre e una nonna, tutto il resto e' sotto terra e non sono certo un vecchietto.
Ogni volta che ascolto nella massa i discorsi mi capita di sentire di morti premature dovute a cose amene tipo CANCRO,aids,bevande alcoliche,droga e via dicendo.
Secondo me le stime sono mendaci,proiettano la vita media basandosi sul mero calcolo della longevita' esclusa dalle varie motivazioni di morte prematura.
O meglio TENDENZIALMENTE dovremmo durare di piu' ma in verita' parecchie menate falciano molto prima tante persone.
Comunque sia,il problema e' che nessuno ha mai pensato alla Terra come un sistema chiuso in cui non si puo' nascere e prosperare TUTTI e SEMPRE.gia' da molti secoli si prospera sulle sfighe altrui, sulle altrui limitazioni e privazioni.Se veramente volessimo una pianeta giusto e ben bilanciato, dovremmo finirla di fare figli ed iniziare a fare tutti di piu' per gestire le poche risorse che abbiamo.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento

caro signor Marletta la mia, e ripeto mia opinione, è che lei è un ignorante!

diego saccora 18.08.06 16:07

GENTILE E DOTTO? AMICO? Diego Saccora

Se lei credeva di offendermi ha sbagliato, perchè è risaputo, tra le menti illuminate, che l'ignoranza non è un difetto incurabile, ma anzi è uno stato naturale, comune a tutti gli individui, che si cura con l'istruzione, quindi, le riconosco la sua ragione, e le prometto di impegnarmi a migliorare nei limiti delle mie modeste possibilità.
Purtroppo per LEI, a onor del vero, la informo che l'IMBECILLITA', è suo malgrado, il vero male incurabile, pertanto lascio a lei la conclusione, le rinnovo la stima, a non rileggerla, citandomi.

Francesco


f.marletta 18.08.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito si danno i numeri ma non la loro composizione. Intorno a me, stanno cadendo delle bombe, di quelle che non lasciano scampo, e vi assicuro che facendo una statistica dell'età media, non mi torna tutta questo pubblicizzare l'aumento del numero di anziani. Voglio dire che fanno media anche tutti quei neonati, che un tempo morivano di parto o di li a poco, ed erano tanti, e che oggi, con il progresso della medicina, riescono a vivere. Nella mia esperienza, ho visto una sola persona campare fino a 100 anni, ma molte andarsene molto ma molto prima. Allora diamo la giusta informazione, con base scientifica, ovvero spiegando bene bene come escono quei numeretti che piacciono tanto ai politici-giornalisti-dirigenti inps. Oppure, e la cosa non mi stupirebbe, sono in parecchi ad avere da 10 anni il cadavere della nonna in cantina, per continuare a ritirare la pensione. Saluti.

gianni paciotti Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

la fantascienza ha a lungo fantasticato in questo senso, proponendo soluzioni analoghe, eppure anche nella più azzardata ipotesi letteraria, questo tipo di pratiche erano deprecate e anche negativizzate.
Perchè infondo chi esprime un voto, ad esempio, lo fa sulla scia del pensiero politico privato di QUEL PRECISO MOMENTO, perchè ha un credo di un certo tipo, perchè ha delle speranze di un certo tipo e si immagina il futuro fatto in un determinato modo. Nessuno ha mezzi per predire o condizionare seriamente il futuro, il voto DEVE restare sempre STRUMENTO CONSAPEVOLE, altrimenti perde il suo potere autentico: esprimere il proprio contributo all'agire politico attuale.
Per quanto riguarda longevità e morti programmate... anhe queso è stato inutilmente preconizzato e poi deprecato: come possiamo non riconoscere il valore esperienziale degli anziani, la loro capacità di essere ricchezza e racconto e storia vivente, altra prospettiva rispetto a qualunque imparziale libro che ci rendiconti il tempo?
Insomma, il problema è creare una società che riconosca il cambiamento generazionale e l'allungamento della vita, il problema è dare ai giovani un buon motivo per fare figli, opportunità e speranze.
Tutto il resto è fantascienza.

ELA

eleonora vallarelli 18.08.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

POST ORRENDO.
E' il primo post orrendo che leggo in questo BLOG.
Un concentrato di CAVOLATE.
A cominciare dal voto esercitato fin dalla nascita dai genitori (e cosa cambia? Non sono sempre i genitori più vecchi dei figli a decidere il loro futuro??) per poi sfociare nella cattiveria ed assurdità più impensabile, quando Si rivolge agli anziani.
SE CI CREDE, PERCHE' NON COMINCIA A FARE FUORI I SUOI GENITORI E POI SPIEGARE AI SUOI FIGLI CHE MORIRANNO AD UNA DATA CHE LEI PERSONALMENTE HA REPUTATO CONGRUA...COMUNQUE SEMPRE PRIMA DEI 69 anni??

Su via SIG. GRILLO (anche se da questo post non meriterebbe il prefisso "SIG."!), non sia ipocrita...e se non ha niente di meglio da postare, si astenga!!

Tanto mi è dovuto, essendo un suo affezionato lettore e sostenitore!

Emanuele A 18.08.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GINO SERIO SCRIVE:

I capitali pier paolo non si misurano in denaro ma in averi ,I soldi sono solo carta :-) e gli italiani ne sono pieni ,di entrambe le cose :-)CREDIMI

ciao

gino serio 18.08.06 19:01
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Auto costose = Gente ricca ?

Forse. Ma non necessariamente.

Le auto costose si possono comprare anche con finanziamenti. E, guarda caso, con tassi di interesse bassi, i finanziamenti costano poco.

Le auto costose si possono anche comprare con soldi guadagnati illegalmente. O con i soldi che avrebbero dovuto essere versati all'erario...

Sono solo alcuni esempi che dimostrano che molte auto costose per strada non significano necessariamente che la gente sia ricca.

Peraltro, la situazione economica e finanziaria italiana è veramente preoccupante. L'economia italiana è scarsamente competitiva a livello internazionale. E' probabile che si sgonfi la bolla immobiliare. E' probabile che il rialzo dei tassi di interesse metta in serie difficoltà le finanze pubbliche. In breve: c'è il rischio che il paese vada in bancarotta.

Credere di essere in un paese ricco è un delirio.

Gianfranco Righi 18.08.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

POST ORRENDO.
E' il primo post orrendo che leggo in questo BLOG.
Un concentrato di CAVOLATE.
A cominciare dal voto esercitato fin dalla nascita dai genitori (e cosa cambia? Non sono sempre i genitori più vecchi dei figli a decidere il loro futuro??) per poi sfociare nella cattiveria ed assurdità più impensabile, quando Si rivolge agli anziani.
SE CI CREDE, PERCHE' NON COMINCIA A FARE FUORI I SUOI GENITORI E POI SPIEGARE AI SUOI FIGLI CHE MORIRANNO AD UNA DATA CHE LEI PERSONALMENTE HA REPUTATO CONGRUA...COMUNQUE SEMPRE PRIMA DEI 69 anni??

Su via SIG. GRILLO (anche se da questo post non meriterebbe il prefisso "SIG."!), non sia ipocrita...e se non ha niente di meglio da postare, si astenga!!

Tanto mi è dovuto, essendo un suo affezionato lettore e sostenitore!

Emanuele A 18.08.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

POST ORRENDO.
E' il primo post orrendo che leggo in questo BLOG.
Un concentrato di CAVOLATE.
A cominciare dal voto esercitato fin dalla nascita dai genitori (e cosa cambia? Non sono sempre i genitori più vecchi dei figli a decidere il loro futuro??) per poi sfociare nella cattiveria ed assurdità più impensabile, quando Si rivolge agli anziani.
SE CI CREDE, PERCHE' NON COMINCIA A FARE FUORI I SUOI GENITORI E POI SPIEGARE AI SUOI FIGLI CHE MORIRANNO AD UNA DATA CHE LEI PERSONALMENTE HA REPUTATO CONGRUA...COMUNQUE SEMPRE PRIMA DEI 69 anni??

Su via SIG. GRILLO (anche se da questo post non meriterebbe il prefisso "SIG."!), non sia ipocrita...e se non ha niente di meglio da postare, si astenga!!

Tanto mi è dovuto, essendo un suo affezionato lettore e sostenitore!

Emanuele A 18.08.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Propongo corsi gratis agli anziani,computer gratis con esigua bolletta e mbs,la tv ed il canone servono solo a rimbambirli con finte "compagnie",tutti i nonni devono saper usare la rete e offrire la loro saggezza ai giovani.I giovani dovrebbero cominciare a lavorare e darsi da fare per contribuire giorno dopo giorno all'ingresso sempre minore di immigrati.Certe battaglie e certi diritti si ottengono quando si rispettano i ruoli,e si ha anche il culto per i propri antenati,gli avi.

stefano masetti 18.08.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

POST ORRENDO.
E' il primo post orrendo che leggo in questo BLOG.
Un concentrato di CAVOLATE.
A cominciare dal voto esercitato fin dalla nascita dai genitori (e cosa cambia? Non sono sempre i genitori più vecchi dei figli a decidere il loro futuro??) per poi sfociare nella cattiveria ed assurdità più impensabile, quando ti rivolgi agli anziani.
SE CI CREDI, PERCHE' NON COMINCI A FARE FUORI I TUOI E POI SPIEGARE AI TUOI FIGLI CHE MORIRANNO AD UNA DATA CHE TU HAI REPUTATO CONGRUA...COMUNQUE SEMPRE PRIMA DEI 69 anni??

Su via SIG. GRILLO (anche se da questo post non meriteresti il prefisso "SIG."!), non sia ipocrita...e se non ha niente di meglio da postare, si astenga!!

Tanto mi è dovuto, essendo un suo affezionato lettore e sostenitore!

Emanuele A 18.08.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e i lavoratori avrebbero una vera forza contrattuale e scprire che così lo sciopero non danneggerà mai più solo le loro tasche.
Un bel sogno vero? Ciao

Francesco

f.marletta 18.08.06

Forse ti sembrerà strano, ma il tuo ragionamento è politicamente troppo profondo perchè io lo possa seguire ed apprezzare appieno.
Non volermene: sono piuttosto sanguigno e immediato nelle mie reazioni e difficilmente mi dedico a lunghe analisi di questo tipo.
Tuttavia, oggi abbiamo fatto una bellissima chiacchierata, che spero di non aver guastato con questa mia risposta.
Ti ringrazio per la fiducia che hai voluto accordarmi e ti assicuro che ne ho riposto altrettanta in te, in ogni mio atto che ti abbia riguardato.
Cordialmente.

giuseppe ricci 18.08.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Pier Paolo Soro 18.08.06 18:45 |

AH dimenticavo pier paolo ; fra gli anni 80 e 90 l'italia occupava il primo posto di quella classifica grazie alla miriade di denaro proveniente da USA e USSR .


gino serio 18.08.06 19:15 | Rispondi al commento |

Si, ma poi i debiti si pagano.

Pier Paolo Soro 18.08.06 20:29 |


Infatti pier paolo li stiamo pagando con gli interessi :-) iraq ,libano ,afghanistan.

Che ti credevi che ci facessero sconti ? ;-)

gino serio 18.08.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

PER IL BRASILIANO: GLI ALTRI SIAMO NOI.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

tranquillo Beppe! Tutti quegli ultrasettantenni è gente che è cresciuta a pane e minestrone. Io che ho 42 anni ho gia ingerito una tale quantità di sostanze chimiche tipo coloranti, acidificanti, pm10, vegtali genticaente modificati, ecc. che arriverò poco dopo gli ottanta e solo perchè faccio yoga, ginnastica, trombo il più possibile e curo l'alimentazione. La maggior parte dei miei coetanei li vedo maluccio.

Matteo Ghizza 18.08.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la descrizione sia grossomodo rispondente al 50% degli italiani, mi consenta. ;-)

Pier Paolo Soro 18.08.06 20:36 |


No, no pier paolo la descrizione è della gran parte degli italiani "FIDATI";-)

gino serio 18.08.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

ultima cosa, mi interessava sinceramente sapere della fiesta di s.firmino, ogni anno vedo le scene in televisione e mi farebbe piacere parlare con qualcuno che l'ha vista dal vero.
ciao

liliana pace 18.08.06

Ti devo confessare che io di S.Firmino non ho mai sentito parlare, se non, mi pare, dalle mie figlie, in occasione di firme fatte loro in faccia, a scuola, l'11 ottobre.
Ti devo dire che pochi, oggigiorno, e pochissimi in questo blog, tornano mai sulle loro parole.
Non che io sentissi di meritarmelo, per l'amor del cielo!
Ma l'atto ti fa onore, a chiunque tu l'abbia rivolto.
Con stima.

giuseppe ricci 18.08.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E che ne direbbe Beppe Grillo di cominciare con i suoi genitori? Suvvia un pò di buongusto!

Gianna Cintura 18.08.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

vedi Grillo a cosa servono le guerre?

rollo tommasi 18.08.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

ci sono solo due cose che fermano la sequela di insulti che fuoriuscirebbero dalla mia bocca,il fatto di possedere una certa sensibilità,e le leggi che regolano questo blog.Proprio oggi sono andato a visitare una casa di riposo tra le più blasonate della mia provincia (AP) e vi assicuro che somigliava moltissimo ai racconti delle carceri del terzo mondo.Abbandonati a se stessi,a volte totalmente incapaci di gestirsi,camminare con gli escrementi nei calzoni,lasciati su di un letto alle prese con la più cupa inutilità,che li rende vegetali coscenti e senzienti.Mi sono posto la domanda di come si possa abbandonare la persona che ci ha procreato in quello stato;certo a volte non si può sostenere il costo enorme di un anziano malato,ma sono davvero così numerose le persone che sono impossibilitate?Poi ho letto l articolo di QUESTO SIGNORE,ed ho capito molte cose.Siamo abbituati a percepire l utilità del soggetto molto prima della sua appartenenza al genere umano,conta unicamente che la bilancia dei costi e dei ricavi porti ad un utile.Solleva questioni importanti che dobbiamo affrontare,ma non mi sembra il caso di scherzarci in maniera tanto inopportuna.Sono cmq disposto ad aiutare tutti coloro che concordano con questo articolo fucilando io stesso gli anziani,ma li pregherei per amor di correttezza di lasciare che gambizzi prima i genitori o i nonni,o qualsivoglia persona che abbia superato i 65 della propria famiglia.Un conto è lamentarsi di una classe politica e dirigenziale,vecchia e inscheletrita sulle sue posizioni,un conto è scherzare su come abbattere degli eseri umani

emanuele cruciani Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 20:23| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Sono proprio tanti quei giornalisti che non fanno altro che esprimere GIUDIZI PERSONALI, sparare SENTENZE A RAFFICA e gettare fango a precisi SCHIERAMENTI POLITICI!

Questo sarebbe GIORNALISMO?

Non credo proprio!

Volete un esempio di FALSO GIORNALISMO?

Leggete questo articolo...
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 18.08.06 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo una colpa.Tutti.
Siamo andati a votare e la scelta era tra due schieramenti,il primo presentava come candidato presidente del consiglio Berlusconi 70 anni,il secondo Prodi 67 anni.
Ricordo che i paesi che consideriamo piu' evoluti e piu'dinamici hanno eletto Blair quando aveva 38 anni,e Zapatero 40.
Dove pensate che possiamo arrivare?Il dinamismo politico-economico di una nazione si fonda sulla volontà dei suoi imprenditori e dei suoi sindacati di fare un passo avanti rispetto agli altri.Cio' vuol dire innovazione tecnologica,ricerca,coraggio e un pizzico di fantasia.Mi pare che in Italia i presupposti manchino,non solo per l'età dei sucitati protagonisti,ma per il mondo da cui arrivano.
L'uno dall'affarismo anni 70-80,gli anni in cui ha progettato e costruito il suo impero,commisto,e lo sappiamo tutti,alla corruzione e alle amicizie politiche e non solo.
L'altro guinge invece dal versante dell'industria di stato,cioè di un'industria che non si è mai confrontata con il mercato globale.E questi antichi vizi se li sono portati dietro,e si vede.Io vedo molti quarantenni che entrano in politica o lavorano con gli enti pubblici grazie ai vecchi meccanismi che portarono a tangentopoli.Lo fanno per i soldi,e solo per quello.Il problema quindi non è l'anzianità della nazione anche se esposto in maniera paradossale,ma il problema è la guida della nazione.Vi ricordo che da quest'anno si andrà in pensione a metà stipendio,entra a regime la riforma Dini.
Il consiglio è prendere coraggio e presentarsi alle elezioni con liste di massimo cinquantenni con un programma preciso di cose da fare.Non importa l'ideologia,ma l'idea.Noi siamo persone normali che non dobbiamo niente a nessuno,nè alla fiat,nè ai tronchetti vari.Il futuro della nazione,se avremo coraggio,siamo noi.
ciao

fabio maccioni 18.08.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nei paesi civili si fuma sempre meno, giù dai beduini sempre di più.

FRANCESCO LANDI

Come fai generalizzare così ,spiegami :-)

Anchio uso vezzeggiativi tipo i BARBUTI ,O TEOCRATI ma i miei vezzeggiativi sono ben indirizzati a quelle persone che tengono in pugno una intera civiltà .

Tu usi la parola BEDUINI ,in maniera offensiva , mi spiace io mi dissocio da quelli come te, anche se votiamo dalla stessa parte :-)

L'italia è una patria di CAPITALISTI a basso profilo civico :-) ne sono sempre più convinto :-)

gino serio 18.08.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://video.google.it/videoplay?docid=7416200298379714306&q=bush

RAGAZZI GUARDATELO!!!vi sono le risposte mancanti a inside 9/11 e a tutto il resto!

grazie chicco bartoli per il link!

guardate e divulgate il link anche fuori dal post.
è allucinante.siamo veramente nella cacca.
jimi

gian mario vistoli 18.08.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao e grazie a GIUSEPPE RICCI, FRANCESCO MARLETTA e GINO SERIO, per la chiacchierata di oggi.
Buona serata.

Adriano Brasiliano 18.08.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Matteo Moroni 18.08.06 14:01 |
Forse dimentica che una parte dei contributi vengono versati anche dalle aziende. Comunque, non penso di prendere di più.
In Italia manca totalmente una politica sociale per cui la previdenza è gravata da altri oneri che nulla hanno a che fare con i contributi del lavoratori. Ad es. perchè le pensioni di invalidità sono gravate sull' INPS? Inoltre non si può certo non considerare il costo della vita in base all'inflazione per cui le 100 lire di una volta non hanno lo stesso valore di oggi. Per non parlare dell'euro: il mio potere d'acquisto si è ridotto notevolmente e quindi non prendo assolutamente di più. Cerchiamo almeno di evitare la solita guerra tra i poveri. Sembra che chi prende una pensione sia un parassita e questo è non solo falso ma disonesto anche solo pensarlo.

Orlando Mistico 18.08.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

@ Gino Serio

Concordo pienamente. Non c'è alcun interesse a migliorare la questione immigrazione. Anzi, secondo me c'è l'interesse a farla restare com'è, a sinistra come a destra perchè ogni schieramento ha il suo tornaconto.

Adriano Brasiliano 18.08.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Adriano Brasiliano 18.08.06 18:19 | Rispondi al commento

Più che una risposta è una speranza.

Non posso che confermare quello che dici, ma anche questo problema può trovare soluzioni, secondo me, in un solo modo che per il momento non siamo ancora pronti ad organizzare mondialmente come,INDIVIDUI LIBERI IN UN MONDO LIBERO. La colpa non è solo degli americani o dei russi o dei cinesi ecc. ma è di tutti noi perchè l'unica organizzazione che attualmente abbiamo di livello mondiale, civile, è sottofinanziata, poco democratica, e quasi del tutto inefficace su temi che riguardano le questioni internazionali d'emergenza, figuriamoci se può occuparsi di salvaguardare i diritti territoriali e commerciali degli stati e dei popoli, cioè
l'O.N.U..
Non ci angustiamo, ma nel futuro, a mio parere,
la soluzione sarà in qual'cosa di questo tipo a cui tutti gli stati nessuno esluso, pena l'isolamento internazionale dovranno piegarsi nell'interesse dell'umanità, anche perchè in futuro i nostri figli dovranno imparare a pensare in questi termini per sopravvivere.
Forse è un po megalomane questo modo di pensare ma perchè no, sognare aiuta a vivere, la realtà a volte un pò meno, ciao

Francesco

f.marletta 18.08.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Rivera 18.08.06 18:56 |

So che non si può stare appresso a tutto, non era una critica.Volevo solo mettere in discussione questo metodo di usare un fatto di cronaca(vedi in questi giorni la povera Hina, delle cui condizioni tra l'altro chi si scandalizza adesso se ne è sempre strafregato) per avvalorare tesi ideologiche, mettendo in risalto come sarebbe sufficiente fare il gioco in due per andare avanti all'infinito senza arrivare a nulla, sempre che lo scopo, come io ancora credo, sia stare qui a parlarci per trovare motivi di riflessione.Il sistema dell'informazione attira la nostra attenzione dove vuole, semplicemente parlando all'infinito di un accadimento o non parlandone affatto, se non nascondendolo, e chiunque abbia visto che metodo usano spesso gli intervistatori sa che spesso quello che si deve dire è concordato, senza contare che basta appunto mandare in onda quello che si vuole e non mandare il resto per dare l'impressione che il pensare comune sia in una certa maniera.Per la cronaca, il fidanzato della ragazza che oggi si vorrebbe nascosto per paura di rappresaglie ieri pare fosse ubriaco in giro per Brescia a minacciare vendetta.L'informazione è un'arma molto potente, e come ogni arma di per sè è neutra ma se la si usa per fare male ne fa, eccome.

lia diana 18.08.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

E' semplice , io sono giovane , i politici sono anziani e arroccati a difesa della loro classe sociale ma anche generazionale, ERGO nessuno ci tutela. Mio padre e' andato in pensione a 50anni e io non ci andro' mai, mio padre aveva indennizzi di tutti i tipi e io non vengo pagato se mi ammalo, mio padre aveva il tempo indeterminato a 15 anni, per noi e' un privilegio. Io pago con i miei miseri contributi la pensione di vecchi che godono di privilegi per noi inimmaginabili e a noi chi ci pensa? Vi rendete conto che e' da IRRESPONSABILI pensare di sposarsi con i contratti a progetto e le societa' di body rental, figuriamoci mettere al mondo una vita! Tutto questo portera' e gia' porta a un degrado della vita sociale, e' ridicolo leggere del NUOVO fenomeno delle baby gang, o lamentarsi dell'incremento degli scippi, e' semplicemente il bilanciamento dell'equazione che i politici italiani hanno creato per noi. Da giovane vi dico che NON C'E' speranza per questo paese, e' FINITA, ho e abbiamo lottato, abbiamo votato, ci abbiamo creduto ma abbiamo perso.. non c'e' alcuna speranza. Io ho deciso di andarmene all'estero, insieme ad altri che spero saranno sempre di piu', lasciamo questo stato morente in mano agli albanesi, ai pakistani , ai ladri e ai politici corrotti scarcerati con l'indulto, agli amici degli amici, lasciamo che se lo gestiscano da soli , la politica diverra' un teatrino i cui attori presto si accorgeranno che il pubblico piano piano se n'e' andato tutto e sono rimasti solo 4 barboni

michele serra 18.08.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

@ Pier Paolo Soro 18.08.06 18:45 |

AH dimenticavo pier paolo ; fra gli anni 80 e 90 l'italia occupava il primo posto di quella classifica grazie alla miriade di denaro proveniente da USA e USSR .

gino serio 18.08.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti assicuro che non si frigna qui; ma almeno una casa vorrei averla.

Pier Paolo Soro 18.08.06 18:45 |

La tua analisi è giusta ,ma tutto quello che hai detto vale per qualsiasi altro paese al mondo :-)

Le grandi aziende automobilistiche tedesche vedono nel mercato italiano il più ambito d'europa :-) se hai girato un pò l'europa potrai benissimo constatare che un parco macchine come quello italiano non esiste in altri paesi eccetto la germania :-) segno che da noi girano parecchi soldi :-)
Che la tua professione non vada a gonfie vele ,a me dispiace sinceramente per il semplice motivo che sono una persona che augura i massimi profitti a tutti , per il bene di tutti :-)

I capitali pier paolo non si misurano in denaro ma in averi ,I soldi sono solo carta :-) e gli italiani ne sono pieni ,di entrambe le cose :-)CREDIMI

ciao

gino serio 18.08.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le ultime drammatiche testimonianze delle tante vittime di quella tragedia.


nico bini 18.08.06 18:40 |


Gia' mentre nella stanza dei bottoni, mentre ancora c'era gente che saltava giu' dalle torri, stavano gia' progettando di invadere l'iraq.

Bush e' il vero terrorista.
Le torri erano gia' state riempite di esplosivo,
le hanno fatte crollare . Gli aerei hanno fatto un bel fuoco d'artificio pubblicitario, ma era
tutto nei piani di quel deficiente e della sua amministrazione filo- israeliana.

http://video.google.it/videoplay?docid=7416200298379714306&q=bush
|



Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Solo pochi giorni fa c'è stato un post fra i più frequentati di questo blog in cui si parlava della situazione in Libano, chi per un verso chi per l'altro ma tutti partecipi e scandalizzati, tutti a invocare l'ONU anzi a dire che non faceva abbastanza,che bisognava fermare la strage, ora che ci si assume responsabilità e si va con l'ONU , non con l'America o un altro stato, a tentare di fare qualcosa tutti a lamentarsi.Non mi pare che si possa paragonare questa missione con l'Iraq nemmeno lontanamente.Infatti non si va a parteggiare nè per l'uno nè per l'altro, anzi è proprio Berlusconi che vuole condizionare l'appoggio al fatto che si stia solo dalla parte di Israele e non si appoggi in alcun modo l'altra parte, leggetevi i commenti politici dei giorni scorsi, compreso il fatto che secondo loro D'Alema non si doveva permettere di parlare con il presidente libanese.

lia diana 18.08.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@

La peste bubbonica cos'è?

Il termine bubbone,da cui la peste prende il nome, entra in uso in Italia(ma l'Italia cos'era?)
nel 17° secolo sostituendo il termine:Gavacciolo.

Quindi:peste bubbonica = Troll.

Troll = Tutta la banda "inCONTINente".

"InCONTINenti" O siete troll col bubbone o siete gavaccioli(((((da far scoppiare,comunque))))).

Ma a commentare il post,per voi,cerebrolesi dev'essere davvero dura.

Senza copiare:nulla inventate.
Mi aggrego al coro:Andate a caghèr e,come le gallinelle,mangiate pure il vostro escremento!


mistici misteri 18.08.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d'accordo che per risolvere il problema immigrazione queste persone devono poter vivere una vita decorosa nei loro paesi. Il problema è che noi, come Occidente, vorremmo esportare il nostro modello ritenendolo l'unico, il più giusto, in paesi che per storia e abitudini non lo digeriscono, non hanno la predisposizione culturale ai nostri modelli. Risultato? Siamo bravissimi ad esportare villaggi turistici o a delocalizzare le imprese; e la manodopera, a casa loro, la paghiamo una miseria.


ADRIANO BRASILIANO 18.08.06 18:19

Inutile sottolineare adriano che mi trovo d'accordo con te in tutto ciò che riguarda l'immigrazione :-)

Ma come puoi constatare dai miei ultimi post ,noi italiani siamo un popolo di magnati :-)inutile continuare a nasconderlo,noi siamo bravi a fare i buonisti ,i falsi moralisti,in poche parole i FRIGNONI .

Qui le risorse per esportare conoscenza in terra straniera non mancano ,anzi, e nanche il denaro manca :-) è solo che a noi non ce ne fotte un fico secco degli extracomnitari ,e di come sarebbe giusto farli entreare nel nostro paese :-)

Nessuno muove un dito a favore della causa ,una causa che ci costa molto meno se lasciata così:-).

Ti posso assicurare che quasi tutti i buonisti di questo blog non dividerebbero il loro tavolo a pranzo con un marocchino manco morti :-)

Però puntano il dito sui capitalisti incolpandoli di ogni responsabilità a riguardo ,quando CAPITALISTI ci sono anche loro :-)

L'italia è un popolo di falsi furbi ,che vive sulle immense ricchezze ereditate dal passato ,l'italia è talmente bella e ricca che le cose non potrebbero andare male neanche se lo volessimo :-) .

Del problema immigrazione caro ADRIANO non gline fotte niente a nessuno :-I

ciao

gino serio 18.08.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

@ Antonio Pistis

Secondo te chi sono gli altri?

Adriano Brasiliano 18.08.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

tutta la stampa di regime, da quando sono iniziati gli attacchi alle varie categorie accusate di evasione (liberi professionisti e lavoratori autonomi) imperversano sia i richiami solenni di Prodi e di vari suoi ministri al sacrosanto dovere di pagare le tasse sia le promesse d’una riduzione generale della pressione fiscale che potrà far subito seguito al recupero delle ingenti somme evase. Le giudiziose omelie e le indignate deplorazioni rivolte agli evasori da tanti notabili catto-comunisti hanno però suscitato in me solo ilarità, perché mi hanno ricordato la storia di quel brigante che, mentre stava rapinando un viandante, s’indignava scoprendo che il malcapitato cercava di sottrargli una parte dei propri soldi nascondendoli nelle mutande. Come avrete notato, infatti, tutti i moralisti catto-comunisti denunciano a gran voce le somme sottratte allo Stato dai lavoratori indipendenti del privato ma non dicono una sola parola di quelle rapinate dallo Stato ai lavoratori dipendenti e indipendenti del privato per mantenere nella sicurezza e nel privilegio i suoi prediletti burocrati. E si tratta di somme infinitamente maggiori. Come tutti sappiamo, i lavoratori autonomi che possono occultare al fisco una parte dei loro introiti sono poche diecine di migliaia (com’è noto, dai tassisti ai commercianti, i tassametri e i registratori di cassa rendono estremamente difficile l’evasione) e, stando anche alle cifre gonfiate di parte governativa, la lotta a questi evasori potrà rendere quest’anno, nel migliore dei casi, tre-quattro miliardi di euro: una quisquilia rispetto alla valanga di denaro che lo Stato rapina ai lavoratori del privato per rovesciarli nelle tasche della sua pletorica burocrazia. Cerchiamo di calcolare a grandi linee le dimensioni di questa rapina. Quando era premier grazie ai buoni uffici di Oscar Luigi Scalfaro che, caduto il primo Governo Berlusconi, assegnò a lui il delicato incarico di varare il cosiddetto Governo del Presidente (un mostro anticostitu

simone d.l.f Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

una buona notizia:

***
Mulini a vento, pannelli solari, cibi solo bio: ecco il paese più ecologico d'Italia. E d'Europa.


Clicca sul mio nome per vedere il video.

Nicola Cellamare 18.08.06 18:09
****

Interessantissimo. Dovrebbero dare un'occhiata soprattutto quelli che si riempiono la bocca parlando di megacentrali... Il problema dell'energia si risolve decentralizzando, cominciando dai piccoli comuni, la produzione di energia, oltre ovviamente la coltura anti-spreco, raccolta differenziata, bio gas e bio-diesel.

Molto interessante, vale la pena di dare un'occhiata...

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Search&testo=varese+ligure&tipo=testo

Alessandro Lunetta 18.08.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Manipolare le emozioni è facile,basta che da cento interviste trasmetti le due che ti fanno comodo,e un tragico fatto di cronaca diventa costume.Per provocare:cosa è un rispettabilissimo insegnante americano che violenta e ammazza una bambina di sei anni (ma scappa,il vigliacco)e quando viene preso si permette di dire che lui e la bambina erano innamorati,e lei lo ricambiava?Non è atroce?Quello che ha detto non è tanto grave quanto averla uccisa?Eppure troverà tanti disposti a essere d'accordo con lui,tutti i porci che lo farebbero, in Olanda ne hanno pure fatto un partito.Cosa dobbiamo dedurre allora sugli occidentali?Perchè non leggo commenti?E perchè certe notizie spariscono?Ieri i vigili del fuoco a Torino sono entrati in un appartamento in centro per una perdita d'acqua al piano di sotto , quando gli hanno aperto il padrone di casa (60 anni, non 98)li ha malmenati,così sono entrati e hanno trovato che lui, la moglie e una figlia di 29 anni, quasi laureata la figlia,funzionari in pensione lui e la moglie, provenienti dalla val d'Aosta,vivevano da anni segregati in casa, non rispondevano a nessuno, in mezzo alla sporcizia e la spazzatura (la moglie l'hanno trovata chiusa in una stanza in mezzo al sudiciume),avevano staccato gas e acqua e vivevano con fornelletti da campeggio e una enorme riserva di acqua minerale.La notizia è sparita subito, con lo stimolo giusto ci si sarebbe potuto postare per una settimana.Poi elenchi di italiani o occidentali che uccidono, segregano,torturano e vendono figli,parenti e affini,anche con complicità di altri,come la mettiamo?Ricordo quando un ragazzo uccise i genitori per l'eredità e degli amici uno l'aveva aiutato,gli altri che lo avevano saputo nessuno ha denunciato,si erano limitati a dire che aveva fatto una "cazzata"così,in tono colloquiale, era anche il tono che emergeva dalle interviste.Non entro nella discussione sull'integrazione,ma citare fatti di cronaca è un gioco che si può fare in due sensi e non porta a niente.

lia diana 18.08.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ascoltate le 8 registrazioni audio dell'11 settembre pubblicate dal new york times.Agghiacciante.Sulla pagina del corriere trovate il link audio .
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/08_Agosto/17/voci.shtml

Corriere.it
18 agosto 2006

La divulgazione dopo la causa vinta dai parenti delle vittime e dal NYTimes
11 settembre, dalle Torri le voci della tragedia
Pubbliche 1.613 registrazioni delle telefonate disperate al numero d'emergenza, ultime drammatiche testimonianze di altrettante vite
NEW YORK - «Sto per morire, vero?» dice con la voce incrinata dal panico Melissa Doi, 32 anni, in una delle più terribili telefonate ai soccorritori registrate a New York il giorno dell'attentato dell'11 settembre. Una delle tante voci dall’inferno delle Torri Gemelle prima del loro collasso. Una delle richieste disperate di aiuto al "911", il numero d’emergenza americano. Una delle 1.613 registrazioni delle chiamate di emergenza effettuate l’11 settembre e rese pubbliche per la prima volta, in seguito alla causa intentata dal quotidiano New York Times e dai parenti delle vittime. Le ultime drammatiche testimonianze delle tante vittime di quella tragedia.

nico bini 18.08.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento

X IL SIG. ANTONIO PISTIS


IO NON SO SE I MIEI COMMENTI SONO SERI, PERO' MI PIACE DIRE QUELLO CHE PENSO...... SERIA...MENTE

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Valori personali considerando reddito e patrimonio individuale(in migliaia di euro) ,i giapponesi sono i più ricchi al mondo mentre gli irlandesi sono i primi in europa ,davanti agli inglesi .

Giappone 205.675

Irlanda 148.130

g.bretagna 137.250

U.S.A. 127.810

---------------
ITALIA 125.512
---------------


Francia 103.500

germania 90.462

canada 85.145


fonte: OCSE ( media pro capite degli euro posseduti nel 2005)


Italiani ? un popolo di capitalisti ,che non vogliono sentir parlare di capitalismo :-)

Bella chioma al potere sta bene a molti :-) forse anche a grillo :-)

Un capitalista al potere in un paese di capitalisti !!!!!!!!! questa è la verità :-)

gino serio 18.08.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quale "mondo" pensi possa "comprare" il mato grosso? per farne che?
p.s.
che sei andato alla fiesta di s. firmino?

liliana pace 18.08.06

Niente firmini, cara mia. Quale mondo potrebbe (meglio: vorrebbe o dovrebbe) comprare il Mato Groso? Quello che trema alla prospettiva di un buco dell'ozono che si allarga, dell'effetto serra che incombe. Mai letto nulla sull'argomento? Mai sentito dire che le foreste del MG, del Congo e del Borneo, di Papua Nuova Guinea ci stanno ancora, tutto sommato, salvando la ghirba?
Strano, perchè sono proprio quelli che reagiscono come te, di solito, a tirar fuori questi argomenti.
Ma è chiaro che ho parlato di utopie: ed era chiaro anche dallo scritto che hai commentato.
Quanto ai movimentucoli, ribadisco il concetto: così sono, a mio modestissimo parere, del tutto inutili. Per non dire nocivi, visto che molti di essi danno spesso sfogo alle loro (inevitabili) frustrazioni con atti contro la proprietà privata e l'ordine pubblico.
Se si confederassero -e questa è forse anch'essa un'utopia, ma di ordine inferiore- forse qualche effetto lo sortirebbero.
O vogliamo parlare di movimenti a titolo soltanto velleitario e per alimentare il folklore che su di essi ormai è germogliato alla grande?
Quanto alle mie idee politiche ti servo subito: ho votato Diliberto alla Camera e Di Pietro al Senato.
Ho fatto male?
Mi resta forse troppo della mentalità di destra, visto che a sinistra sono passato soltanto dopo l'entrata in scena di Berlusconi?
Non esistono mentalità di destra o di sinistra, ma soltanto mentalità prevalentemente positive o prevalentemente negative.
Cordialmente.

giuseppe ricci 18.08.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELIAS CANETTI
L'UOMO HA RACCOLTO TUTTA LA SAGGEZZA DEI SUOI PREDECESSORI,E GUARDATE QUANTO E' STUPIDO.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

@ Paola Bassi 18.08.06 18:14

*****=====
ciao Nicola, non mi si apre né questo nè il precedente, forse devo scaricare qualche programma? (il video di Travaglio invece ok)grazie.
*****=====

Devi avere installato il Windows Media Player.

Giovanni Moretti Senzitalia 18.08.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A TUTTI COLORO CHE NON ASCOLTANO LA PAROLA DI BEPPE GRILLO...... ALMENO PER OGGI 18/08/06 POTETE DIBATTERE QUESTO POST? GIUSTO PER SAPERE LA VOSTRA OPINIONE E..... PER RENDERE PIU' SERIO QUESTO BLOG.... GRAZIE

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI HA IL PANE NON HA I DENTI E CHI HA I DENTI NON HA IL PANE.
SAREBBE BELLO ESSER TUTTI GIOVANI CON L'ESPERIENZA DEI VECCHI.
MA.....

ANTONIO PISTIS 18.08.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Giuseppe Ricci
@ Francesco Marletta

Sono assolutamente d'accordo che per risolvere il problema immigrazione queste persone devono poter vivere una vita decorosa nei loro paesi. Il problema è che noi, come Occidente, vorremmo esportare il nostro modello ritenendolo l'unico, il più giusto, in paesi che per storia e abitudini non lo digeriscono, non hanno la predisposizione culturale ai nostri modelli. Risultato? Siamo bravissimi ad esportare villaggi turistici o a delocalizzare le imprese; e la manodopera, a casa loro, la paghiamo una miseria.

Adriano Brasiliano 18.08.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il voto sin dalla nascita?No ti prego,altrimenti i nostri (pochi) bambini nasceranno già vecchi.

Mago Pancione 18.08.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il voto alla nascita non sia tutta questa manifestazione di democrazia.
Nessuno può votare per qualcun'altro, punto e basta.

Gabriele Primavera 18.08.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

NON SI E' MAI TROPPO VECCHI PER IMPARARE.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una buona notizia:


Mulini a vento, pannelli solari, cibi solo bio: ecco il paese più ecologico d'Italia. E d'Europa.

Clicca sul mio nome per vedere il video.


Caro Beppe, parole sacrosante. Prendiamo però in considerazione anche il problema della "educazione" (brutto termine) alla vita dei giovani. I poveri sciagurati che, per dirne una, alle tre di notte finiscono contro un muro per aver bevuto troppo. Gli irresponsabili che si fanno ogni sera, e non di una semplice canna ma di sostanze altamente nocive al corpo e al cervello. Persone che è più facile ed umano compatire che non rimproverare, ma che di fatto, comunque uno la voglia mettere e su chiunque ricada la colpa, "buttano via la propria vita". Vogliamo mettere su qualche cosa per ritornare ai passatempi ormai poco diffusi che appagano totalmente ma privi di rischi, o di gravi rischi? non dico di andare per forza a correre nei campi voltando le spalle a discoteche e autostrade, ma di capire ad esempio che è possibilissimo restare in piedi una notte intera a divertirsi e sparare cazzate senza per questo farsi con merda di vario tipo. è possibile, lo so. Che tutti i giovani capissero questo, ossia che "vita spericolata" non è necessariamente sinonimo di "vita suicida" sarebbe già un gran passo avanti nel problema, escludendo altre questioni su cui sono meno competente (ho 16 anni) ma non per questo meno importanti.

Alfredo Marasti 18.08.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bush dichiara che dio l'ha slvato dall'alcool.
Che e' in missione per conto di dio.
Fa pregare tutti alla casa bianca e fa partecipare a raduni di evangelisti sulla bibbia.

Il video:
http://video.google.it/videoplay?docid=7416200298379714306&q=bush

E' allucinante. I bigotti e estremisti cattolici con il potere di fare la guerra agli estremisti islamici.


La religione, sempre la religione ci portera' all'estinzione.

In fondo conosceremo la verita' solo da morti no ?

Ma che andassero tutti affanculo.

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


>

NON DIMENTICHIAMO TROPPO IN FRETTA QUESTO POST...

Ricordiamocelo quando parleremo ancora di ambiente, di energia, scorie radioattive, cambiamenti climatici, estinzione di animali e piante..

alcuni RAGAZZI TEDESCHI si sono messi già in cammino, sicuramente anche altri

e noi? solo buttarci addosso vecchi insulti e trolla tu che trollo io?

'buonaserata
http://www.srzg.de/wer_wir_sind/italiano.html


X giuseppe ricci 18.08.06 16:36 | e altri

in linea di massima condivido diverse affermazioni e avanzo una proposta.
Non è l’unica possibile né quella sicuramente giusta, ma solo una proposta .

f.marletta 18.08.06 17:37

Caro Francesco, sono un po' imbarazzato nel sentirmi interpellare su questioni di questa importanza. Io non ho fatto altro che esprimere i miei pareri su vari argomenti, certo senza pensare di dettar legge.
Quanto tu proponi, secondo me, è mille volte più razionale di quanto sia stato tentato finora.
Resta tuttavia da risolvere un problema che, mi pare, ci trova tutti ciechi. Cioè: non riusciamo a vederlo, il problema.
Siamo ormai tutti tanto condizionati a ragionare in termini di INTEGRAZIONE QUI (Cioè in Europa e in USA) che ci dimentichiamo di pensare alla vera questione importante, che è lo SVILUPPO LA' (cioè nel terzo e nel quarto mondo).
Ma cosa pensiamo di fare, di far venire a nord tutto il genere umano, man mano che i vari popoli si svegliano e cercano uno sbocco di progresso e di civiltà? Mi pare difficilmente attuabile, e rischieremmo anche di cambiare l'inclinazione dell'asse terrestre.
Chi viene qua non resta là a porsi il problema. Quante meno persone pensano al problema e tanto meno il problema stesso sarà visibile, attuale, importante.
Non dimentichiamoci che il sud dispone di risorse fantastiche e che, così facendo, continueremo a lasciarle esposte e disponibili all'ingordigia di pochi.
Non so cosa dire: un gatto che si mangia la coda: con la storia dell'ingordigia dei pochi sono tornato a un punto già toccato. Cioè che in fondo le destre, cioè i ricchi, tanto per generalizzare, non hanno mai fatto più di tanto per regolare l'immigrazione. Forse anche per quel motivo.
Comunque stiano le cose, ritengo che, quanto meno, un poco più di polso non guasterebbe nel trattare con gli immigrati.
E ciò, ne sono certo, non potrebbe che tornare anche a loro vantaggio.

giuseppe ricci 18.08.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

P.S. x Beppe ..... GUARDA CHE IN CARROZZELLA CI SONO ANCHE I GIOVANI....... A DA' VENI' PEPPONE!!!!......

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

devo scrivere delle cose..ma non da un pc..come il mio,sono contenta che sia finita.che stiao arrivando gli aiuti umanitari..speriamo che la tregua regga..ognuno ha diritto al suo pezzo di terra.cerchiamo di fare l interessi dell umanità,e non dei portafogli..sapessi a me quante me ne stanno a combinare...il post innovazionemangiasoldi è stato tolto..mi arriva solo il tuo blog..prima mi arrivavano email con il virus.lo staff di meetup se ne accorto..ho parlato con la dirigente della polizia postale di pisa.rita picchioni..mi ha detto che gli avrebbe fatto una ramanzina..come agli scolari..e non mi ha certo detto come suo dovere,venga qui presenti esposto per abuso di potere..e inoltre parliamo anche del suo problema,anzi tuttaltro..che vergogna..sono cose che volevo dire in privato..ma non riesco a mandare email,come ben sai..sono molto avvilita,ma questa brutta storia deve finire..il panaioli ha cambiato host il nuovo è217.200.200.52..è stancante tutta questa situazione..ci deve essere un modo perchè finisca,anche io ho diritto a vivere..che cialtrume..mi dispiace di parlare di certe cose.. ma so che comprendi il mio stato d animo..vorrei per un pò vivere,non soppravvivere come ora.che senso ha una vita così.nessuno.mi stanno rendendo inerte,io non so.come si fa a lottare contro i muri di gomma.scusa il mio sfogo..pensa mentre ti scrivo..quanta felicità prova chi ben sai..ma comunque vada non ha importanza..tanto che ci sto a fare qui.sono stanca di tutta questa sofferenza..avrò diritto a uno scampolo di vita..vedi per me se stanno sul pc,sul tel..ma mi fanno arrivare le telefonate..e tutto ciò che è un mio diritto non mi creerebbe nessun problema.ma questa è bestialità pura..ti mando un salutone a te il tuo staff..spero anzi sono sicura che i tuoi figli sono come te.un abbraccio a te atutta la gente bella che ha l animo negli occhi.che la pace sia nel cuore di ogni essere umano.ciao a tutti.ritasilva

rita pistolozzi silva 18.08.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO TU PER UNA BATTUTA SUI CINESI TI SEI GIOCATO LA RAI.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

http://video.google.it/videoplay?docid=7416200298379714306&q=bush

Fatevi anche solo i primi 5 minuti di questo film.
E' in streaming, nioente da scaricare.

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

per marcello caramia
..di tutti e due...i politici ci rimbambiscono apposta...noi glielo lasciamo fare....però ne perdiamo noi...un mio amico alle ultime elezioni ha votato silvio convinto che sarebbe diventato presidente della repubblica...capisci cosa intendo...nn dico di buttarci via la vita dietro la politica ...ma il minimo per capirne qualcosa

cristiano panzera 18.08.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO

ANTONIO PISTIS 18.08.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Rif Simona Stillman 18.08.06 17:40
Sono pienamente d'accordo con simona, Prodi cambia rotta ; ti abbiamo votato per farci risorgere da una politica fallimentare durata 5 anni, non per mandarci in Libano
Andrea

andrea Bissani 18.08.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I dati che ci dai Beppe sono preoccupanti. In effetti non è giusto che a decidere del futuro del nostro paese siano solo gli anziani. Escludere dal voto dai 60 anni in poi? forse mi sembra eccessivo. Oltre a questo problema l'Italia deve fare i conti con dei politici che non vogliono mollare la sedia, abbiamo il primato della classe politica piu' vecchia forse del mondo intero. Non sarebbe meglio che i politici ad un certo punto si facciano da parte lasciando il posto a nuove persone? Vi sembra giusto ad esempio che i senatori a vita abbiano il potere, come soprattutto in questo governo, di rappresentarci per tutta la vita? Io credo di no, e credo che la politica dovrebbe farla chi ne ha la vocazione e chi sa sacrificarsi per la collettività e non chi lo fa per mania di potere cercando a tutti i costi di non mollare mai la sedia.
Un saluto a tutti.

Alberto Pizzini Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Non pensi che ci sarebbero molti meno furbastri clandestini in giro?

Adriano Brasiliano 18.08.06
Ciao Adriano. Premetto che da dodici anni sono un elettore di sinistra, anche se transfuga dalle destre. Mah, cosa vuoi che ti dica? Se hai letto i miei post di oggi, saprai che sono estremamente critico nei confronti dell'immigrazione. O meglio, lo sono verso il modo in cui molti anni fa ci fu, secondo me subdolamente, prima presentata e poi fatta ingozzare dai nostri politici di sinistra. La storia iniziò con la lagna che "gli italiani non volevano più fare certi lavori"; la quale, una volta acquisita ed accettata, fece da alibi a qualsiasi favola sull'immigrazione. Diede la stura al frasario, oggi ritrito, del tipo "viaggio della speranza" (o "viaggio della disperazione", a seconda del comodo che può fare), "fenomeno biblico", "migrazione inarrestabile di popoli" e così via , con chi ha più fantasia. Sui lavori che sarebbero ormai invisi agli italiani mi sono già espresso, ma ribadirò che si tratta di un'affermazione estremamente demagogica e dannosa all'economia della nazione. I cittadini USA, che non sono certamente disastrati o diseredati, non hanno di queste fisime: fanno il lavoro che trovano e buona notte. Non che io ne condivida la filosofia generale ma, su questo punto in particolare, giudico la loro reazione molto più virile che non la nostra.
Inarrestabile? Giulio Cesare l'avrebbe fermata al terzo tentativo e, credimi, senza spargere una goccia di sangue. Il fatto è che nessuno ha voluto fermarla: prima le sinistre, che l'avevano incoraggiata e poi le destre, che non volevano farsi impopolari.
E ora è qui e ce la teniamo. E a noi, secondo me, ha arrecato un grandissimo danno, perchè ci ha viziati nel nostro atteggiamento verso l'occupazione e nel nostro modo di guardare agli altri popoli. L'italiano è sempre stato subalterno agli stranieri e lo sarà anche nei confronti di questi poveracci.
Ora è tardi. Forse anche per riportare un po' d'ordine.

giuseppe ricci 18.08.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Si Beppe, sono d'accordo, il sottoscritto sta entrando giusto nell'età critica da te suggerita. Sarei anche d'accordo nella creazioni di "campi dello sfinimento per troppo f..." per anziani maschi, pompati a tutto spiano con potenti iniezioni di Viagra. Sarebbe una soluzione relativamente poco costosa e, soprattutto, piacevole.

Pietro Giovanni 18.08.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Comunque.... gli anziani sono il bagaglio di vita per tutti noi, forse perchè per alcuni di loro la vita è stata molto dura, da renderli stranamente saggi. Tanti anni fa gli anziani all'interno della famiglia avevano un ruolo predominante...figli, nipoti, e zii si ritrovavano tutti insieme per festeggiare magari il natale, o il compleanno, aveva una figuara quasi patriarcale. Ora, invece, non vedono l'ora di toglierli di mezzo..... e loro sentono questo peso, questo fastidio che senza volerlo provocano... o mglio pensano di provocare. Oggi per la nostra demente società gli anziani sono un peso in tutti i sensi, senza saperlo noi stiamo calpestando il nostro passato, presente e futuro....... AUGURONI VECCHIETI MIEI

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
vallo a dire a Prodi che dovrebbe preoccuparsi di quanti ragazzi italiani torneranno tra quattro assi di legno dal Libano e la pensione non la raggiungeranno!

E' di oggi la conferma che la Germania non manderà nemmeno un Militare sul suolo libanese se non un supporto logistico navale e la Francia pare che contribuirà con un massimo di 400 Soldati.

L'Italia, che notoriamente ha risorse finanziarie da buttare e Forze Armate paragonabili a quelle di Russia , Cina o India, manderà sino ad una Brigata pari a circa 3.000/3.500 unità!

Qualcuno è in grado di dare una ragionevole spiegazione e/o motivazione???

Grazie!

Simona Stillman 18.08.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so quanto possa essere costituzionale il togliere il voto a qualcuno sulla base dell'eta' è comunque vero che tutte le nostre leggi e normative prevedano solo i "minimi", siano questi necessari per il voto ma anche per altre cose come la pensione la patente, cariche istituzionali etc.
Visto l'aumento dell'età media forse e' il caso di inserire anche dei valori massimi.
Tipo mettere la pensione sociale per età massima, per esempio a chi supera gli 80anni mettere un tetto alla sua pensione che potrebbe non superare i 2/3000€. Escludere a tutte le cariche pubbliche (ministri, parlamentari, sindaci e cosi via) persone che superano i 70anni.
Saluti

Stefano Franco 18.08.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Guarda cosa bisogna inventarsi per superare il fuoco di sbarramento dei CENSORI !

erw in

www.thu le-tosca na.com

reno la barca 18.08.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Si cesura-censura a VANVERA !
WARUM ?
Probabilmente i nuovi censori del blog sono a percentuale !

Erw.in

www.thu le-tosca na.com

Remo La barca 18.08.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

X giuseppe ricci 18.08.06 16:36 | e altri

in linea di massima condivido diverse affermazioni e avanzo una proposta.
Non è l’unica possibile né quella sicuramente giusta, ma solo una proposta .

L’Europa tutta vive questo dramma dell’invasione dei terzo-quarto-mondisti.
Tutti cercano il rimedio in casa propria, il rimedio a mio avviso non lo troveranno mai.
Allora che si fa? Bisognerà se vogliamo evitare tragedie più gravi di quelle già accadute cambiare la nostra politica verso quelle popolazioni, come?
Non sarà semplice e nemmeno immediato, ma presumo possibile, cioè cominciando nel formare un comitato internazionale che si occupi della movimentazione della manodopera necessaria alle industrie stabilendo anticipatamente di anno in anno le quote di importazione della manodopera necessaria, in tal modo si potranno approntare in anticipo le strutture adatte ad accogliere gli immigrati regolari.
Negli elenchi potranno essere privilegiati i parenti di coloro che già lavorano negli stati europei. Per ridurre drasticamente il flusso dei clandestini, l’Europa deve stanziare i fondi necessari ad aiutare ogni stato di interesse con una cifra o tecnologia e quant’altro utile al loro progresso. Detta somma sarà consegnata al governo di ogni stato che provvederà ad impiegarla sotto la supervisione europea. Dalla somma stabilita saranno decurtate tutte le spese sostenute per, il più breve soggiorno possibile e, il rimpatrio immediato di ognuno dei clandestini trovati in uno dei paesi della coalizione europea, ovviamente la decurtazione verrà effettuata al governo di provenienza di ogni clandestino. Forse così potremo assicurarci la collaborazione dei governi di cui sopra e arginare questa piaga.
Certo sono problemi enormi , ma enormi sono stati sino ad oggi i vantaggi che noi europei e non solo abbiamo ricavato da quei territori, è ora di cominciare a occuparci di loro in modo diverso. Dico bene,ripeto è una proposta, che ne dici? Ciao

Francesco.

f.marletta 18.08.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

avete scoperto l'acqua calda... è da un pezzo che quelli che tirano le fila, qualli veri non i Busch o i Berlusca poveri burattini, si rendono conto che il prolungamento della vita non rende nulla ma anzi costa, e stanno attuando un piano di eliminazione subdolo ed efficace e semplice: chi non produce va eliminato, e allora giù con i coraggiosi tagli nel sociale, nella sanità, nella ricerca, aumentare tutto tranne che i redditi bassi e soprattutto le pensioni, vedrete che il popolo improduttivo si sfoltirà da sé, ed è quello che sta accadendo, certo con qualche sacca di ostinati resistenti, ma destinati a sparire come gli altri. Restano in auge i super curati, misteriosamente quasi eterni e con vitalità da 20enni tipo i Fede i Berlusca i Papi e prelati vari, fra cui gli Andreotti ma costituiscono appunto la classe superiore.
Certo che quando il momento del degrado arriva sarebbe giusto poter disporre della pillolina tipo agenti segreti per andasene da sé alla svelta e con dignità, se qualcuno ha un'idea, benvenuta.
intanto nello sfacelo del Paese i capoccioni giocano ancora ai GRANDI, e incapaci di amministrare l'Italia e di garantirne la sicurezza, anzi con 20mila delinquenti in più per le strade, partono in cerca di nuove glorie per salvare il Libano, loro rompono e noi paghiamo( a credito)e se in quell'inferno ne cadesse uno dei nostri, pronti i funerali di Stato per l'EROE. che schifo.

romano FIORAVERA 18.08.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

..a genova c'è un vecchio che nel periodo delle votazioni si presenta per primo gia dalla mattina presto...e si incazza se nn lo fanno votare per primo....alla domanda perchè ci tenesse cosi tanto rispose..:io ho dovuto uccidere per poter votare...questo va ricordato a qualcuno che rimpiange i vecchi tempi con benito ...io il voto lo leverei ai giovani ..alcuni sanno a malapena chi è il presidente del consiglio ma conoscono tutti i nomi dei calciatori.....che schifo

cristiano panzera 18.08.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte le profezie dicono che prossimamente faremo una brutta fine quindi alla vecchiaia non ci arriveremo.
Il problema quindi non sussiste.
visitate il mio blog su questa triste tematica :-)

http://profezie.blog.tiscali.it/

Paolo Giocondo 18.08.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo scemi? l'età di morte certa?
andate a leggervi La fuga di Logan e UN piao di romanzi di asimov del ciclo dell'impero.
PS leggersi tuti e tre i cicli (robot impero e fondazioni) credo possa far bene a tutti.

Daniele Chiappini 18.08.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

CHE BELLO ESSERE GIOVANI.. GUARDATE QUI! http://www.flixya.com/sexy-windy-skirt

Luisa Massari 18.08.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

OH DIO!!!!! CI RISIAMO UN'ALTRA VOLTA, MA LO FATE APPOSTA? PERCHE' NON PARLATE DELL'ARGOMENTO DEL POST DI OGGI? SIETE FORSE TUTTI ULTRA 80ENNI? CHE AVETE L'ABILITA' DI SVIARE IL DISCORSO? O COME PRESUMO SIETE ACCORTO DI ARGOMENTI?

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

E se cominciassimo invece con l'introduzione del limite d'età MASSIMO (magari 65 anni, come la pensione) per i ns politici/dipendenti?
Sto leggendo un saggio sulla politica italiana dalla Costituzione agli anni '70 e rimango sbalordito a vedere che in quei tempi i ministri e i leaders di partito avevano 35/40 anni di età!
Peccato che poi sono rimasti sempre gli stessi quasi fino ai giorni nostri, istituendo invece efficaci "barriere di ingresso" con il baronato, il clientelismo e le lobby di potere.
Sono sicuro che c'è un nutrito esercito di giovani brillanti quarantenni che vorrebbero (e sarebbero pure pronti) essere protagonisti della scena politica ma si trovano davanti una barriera insormontabile di jurassici e anacronistici "pensionati" politici.

cristiano barchetta 18.08.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe. hai toccato una delle tante contraddizioni dei nostri tempi. Aiuto! si vive più a lungo e le persone più anziane sono in costante crescita. E qual'è il problema. Il problema c'è per tutti quegli analisti economici, gli stessi che si preoccupano quando per un trimeste la vendita delle auto è in calo. (ma quante cavolo di macchine dobbiamo comprare secondo questi ineffabili individui?!) L'uomo punta ad arrivare ad un allungamento della speranza di vita che sfiori i cento anni, siamo sulla buona strada. E qual'è il problema? Finquando si campa in modo decoroso, in salute, si può essere attivi anche dopo gli 80 anni, ed essere ancora utili alla comunità. In fin dei conti le persone più anziane hanno molto da insegnare ai più giovani e potrebbero essere una risorsa da riciclare. Si potrebbero coinvolgere le persone anziane in attività di vario tipo, ci sarebbe tanto da fare. Solo in piccolissima parte si fà qualcosa in proposito. Oggi come oggi l'anziano ha poco da fare, dopo i sessant'anni nessuno ti vuole più in nessuno impiego ed in nessuna attività. L'uniche cose che può fare un anziano oggi in italia sono o il presidente della repubblica o il presidente del consiglio. Lì i giovani non sono ben visti! eheh Vabbeh, io ho 48 anni, ma quando mio parlava dei suoi coetanei come di giovanotti: mah, è giovane, ha solo 59 anni, mi sembrava assurdo. Ora anch'io faccio lo stesso. Forse perchè si diventa vecchi solo quando la vita non ha più nessun motivo per essere vissuta...


non cliccare sul mio nome

prova 2 18.08.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me il problema demografico non è una peculiarità italiana. Rigurda quasi tutti i paesi , ed è sintomatico dell'esigenza-urgenza di un piu' equilibrato assetto nord-sud delle risorse umane e materiali del pianeta.

Lo so nulla di nuovo, ma così, per non dormire...

Ciao Annamaria, un bacio.

:)

luca ursillo 18.08.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

clicca sul mio nome

prova 1 18.08.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[OT]
Io e alcuni miei colleghi abbiamo fatto un test sul sondaggio de LA STAMPA di oggi:
"Sei favorevole all'invio dei militari in Libano?"

Bene, qualunque cosa votiate, verrà sempre assegnato un voto ai Sì e un voto ai No, così da far risultare sempre una "Italia divisa" con un Sì al 47% e un No al 52%.
Viva l'informazione "libera e indipendente".

Steu Mac 18.08.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe Ricci h. 16,36

Per come è gestita l'immigrazione oggi, nel nostro paese, non la digerisco nemmeno io, c'è un buonismo sconsiderato che non serve nè a loro nè a noi.
Ma, domanda. Se il musulmano sapesse,prima di venire da noi, che o è disposto ad accettare integralmente la nostra Costituzione, le nostre leggi e i nostri costumi, che puo' professare la sua fede solo se anche il suo paese concede la stessa libertà a chi non è musulmano, che presenti una fedina penale immacolata, che sappia svolgere un lavoro, insomma, saro' noioso, ma chi viene da noi ci deve venire perchè vuole vivere come noi, adeguandosi pian piano alla nostra cultura.
Non pensi che ci sarebbero molti meno furbastri clandestini in giro?

Adriano Brasiliano 18.08.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

ma stiamo zitti. abbiamo per decenni riempito il mondo di analfabeti che puzzavano d'aglio quando non di peggio.....brutta cosa non avere memoria. saluti.

marco butti -como- 18.08.06

Sta zitto tu, se ti pare. Quello che siamo stati noi e ciò che rappresentano e rappresentarono loro non ho bisogno di apprenderlo da te.
Qui si tratta soltanto di usare la logica, non di combattere una guerra di razze o di civiltà. Comunque, visto che ti sei dato la pena di interloquire, fallo magari quando li avrai letti tutti i miei post sull'argomento.
C'era una volta un detto, una rima, su quelli che facevano, di cognome, Butti ...

giuseppe ricci 18.08.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra
venite a vistare il laoratorio destra e sinistra


Perchè tu quando vai all'estero devi mostrare di avere la fedina penale pulita?

Paolo Deibianchi 18.08.06 12:56 |

Prova ad andare in vacanza negli USA, poi ne riparliamo.

Adriano Brasiliano 18.08.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
come stai?
Basta por favor, con le tartarughe, gli gnomi, ecc., e parliamo di cose serie!!!

annamaria farina 18.08.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tendo a non intervenire solitamente, ma (e sono molto più giovane di Lei Sig. Grillo), devo dirle che mi sento offeso come individuo dalle parole scritte in questo post. Dovremmo avere il massimo rispetto per le persone meno giovani anche solo per il fatto che senza loro noi non saremmo quì ora!! Siamo noi giovani e voi un pò meno giovani a doverci interessare più attivamente alle situazioni che ci circondano!! E' troppo semplice non ammettere di aver sbagliato e dare la colpa ai meno giovani!!

Omar M 18.08.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento

@ liliana pace

" ... "quelli che potrebbero spendersi per la ricerca di una soluzione" come dici tu, non sono le organizzazioni che tu indichi, pacifisti, no global ecc. questi, per quel poco che ne so, sono persone come te e me, che si pongono delle domande, non credo che siano in grado di dare delle risposte concrete."

E invece no: la soluzione deve venire dal basso.
Utopia è sperare che i movimentucoli che ho citato si confederino per il perseguimento di un fine condiviso.
Almeno per ora.
Certo che se lo facessero ... ne darebbero di filo da torcere. E che passo avanti nella risoluzione dei problemi.
Mi viene in mente quanto mi rispose un giovane brasiliano alla mia osservazione che loro (i brasiliani) stavano facendo fuori, con la foresta del Mato Groso, uno dei polmoni della terra.
Eravamo insieme sul "Camino di Santiago di Compostela" e stavamo giungendo a Pamplona.
"Amico", mi disse,"Voi continuate a berciare su quello che facciamo noi. Ma noi facciamo ciò che possiamo. Se il Mato Groso è tanto importante per il Mondo, perchè il Mondo non se lo compra? Risolverebbe due enormi problemi con una sola mossa!"
Non aveva forse ragione? Non sarebbe una mossa logicissima e altamente auspicabile? Non sarebbe una delle cose prime e ragionevoli di cui far occupare l'ipotetica organizzazione di cui abbiamo parlato?
Penso proprio di sì.
Per questo nessuno la prenderà mai quest'iniziativa.

giuseppe ricci 18.08.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Reciprocità e parità di trattamento; noi dobbiamo imparare a bussare e chiedere permesso prima di entrare in casa altrui, altrettanto lo deve fare chi vuole entrare a casa nostra.


Adriano Brasiliano 18.08.06

Odio godere di una posizione che non mi spetta. Con ciò che avevo scritto, pensavo fosse chiarissimo che io l'immigrazione la digerisco male.
Non ho nulla contro gli immigrati per le loro nazionalità, religioni o color di pelle. Ho amici indiani, pachistani, ebrei, cinesi, palestinesi, bengalesi, libanesi, filippini ... e potrei continuare ...
Tutti conosciuti nelle loro terre e pochi di loro di ... diciamo, di ceto alto.
Ho detto : "amici".
Ma ritengo profondamente ingiusto che noi riserviamo le nostre attenzioni ai "quattro" che arrivano qui e che -lo so per certo- non sono che eccezionalmente i migliori disponibili.
E non dico "migliori" nella sua accezione utilitaristica, cioè intendendo quelli che ci fanno più comodo.
No, lo dico intendendo "i più bisognosi", i "più onesti", ecc.
Ci arrivano al contrario molti furbastri; e gente che anche al suo paese ha creato dei problemi.
Poi i risultati li vediamo qui, li leggiamo nelle cronache quotidiane. Se non lo facciamo con le fette di salame sugli occhi.
Per me ogni discorso sull'integrazione è diventato inutile, visto ciò che accade. Vogliamo parlar chiaro? Bene: il musulmano medio normalmente ci disprezza: ad esempio, per l'emancipazione che concediamo alle donne.
Ma anche per la noncuranza, il lassismo, il buonismo con cui li lasciamo scorrazzare qui da noi.
Non parliamo più di integrazione.
Parliamo invece di rassegnazione.

giuseppe ricci 18.08.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non le sembra strano che certi personaggi, grossi industriali come Berlusconi, Dell'Utri, siano collegati a uomini d'onore tipo Vittorio Mangano?
Nicola Cellamare 18.08.06

Il recente indulto, il ripetersi delle telefonate di Prodi al Cavaliere, il fatto che i presidenti delle due camere, pur restandone avversari (?!) politici, si dichiarino, contraccambiati, simpatizzanti di Berlusconi a titolo personale: tutte queste cose mi dicono che le domande di cui sopra non sono più destinate ad avere risposta.
Chi si ricorda più, ormai, di chi è stato Berlusconi prima di venire alla ribalta come richiestissimo Joker internazionale? Chi si pone più il problema di come abbia cominciato a impilare i suoi bigliettoni? Chi si preoccupa ormai del fatto che egli sia a piede libero soltanto perchè le SUE leggi e i suoi soldi gliel'hanno consentito? Più o meno con gli stessi suoi capi d'accusa, il caro Previti -recentemente favorito anche lui dal provvido indulto- fu condannato per corruzione di giudice: e dunque, cosa si dovrebbe dire del caro Silvio che, se tutto quadra, è stato il finanziatore di tutta l'impresa?
Niente: ce li stiamo tenendo tutti ben da conto, saldi nelle loro posizioni di privilegio, tronfi del potere di cui indiscutibilmente godono.
Chissà quanti tassisti, baristi, portieri, ruffiani e piaggiatori romani si saranno chiesti, nel momento della sua sfortuna: "Ma cosa sta mai succedendo al nostro Cesarone?".
Beh, si rassicurino questi figuri: ormai il loro Cesarone e chi l'ha pagato sono al sicuro.
Col beneplacito di tutta la schiera delle nostre sinistre, che hanno dato l'avallo.
E con buona pace dei poveri pirla come me, che sono passati da destra a sinistra nell'illusione di porre fine alle porcherie che ritenevano possibili solo da quella parte!
E invece ...
Ma che cavolo voterò la prossima volta?

giuseppe ricci 18.08.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

f.marletta 18.08.06 15:48 | Rispondi al commento

caro signor Marletta la mia, e ripeto mia opinione, è che lei è un ignorante!

diego saccora 18.08.06 16:07

GENTILE E DOTTO? AMICO? Diego Saccora

Se lei credeva di offendermi ha sbagliato, perchè è risaputo, tra le menti illuminate, che l'ignoranza non è un difetto incurabile, ma anzi è uno stato generale, di tutti gli individui, che si cura con l'istruzione, quindi, le riconosco la sua ragione, e le prometto di impegnarmi a migliorare nei limiti delle mie modeste possibilità.
Purtroppo per LEI, a onor del vero, la informo che l'IMBECILLITA', è suo malgrado il vero male incurabile, pertanto lascio a lei la conclusione, le rinnovo la stima, a non rileggerla, citandomi.

Francesco


f.marletta 18.08.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Il voto esteso a tutti è una fonte della scarsa qualità della classe politica. Esistono quindicenni con idee politiche consapevoli e trentenni che non sanno cos'hanno votato all'ultimo referendum. Votare è una responsabilità che lo stato non può dare a chiunque, gli ignoranti pilotati da simpatie o colpiti da una "bella faccia" sono troppo spesso ago della bilancia in scelte troppo importanti!! Proposta: si vota solo previo superamento di un mini-test a risposta multipla relativo all'argomento di votazione(magari 4 domande vero/falso e accesso al voto con 3 risposte giuste)attraverso terminali informatici che propongono a rotazione 30 semplici domande preparate dal governo. Ma forse l'idea non piacerebbe ai candidati che sanno di ottenere più voti con un bel sorriso rassicurante su un mega-cartellone che rendendo nota una propria posizione su argomanti delicati. Ciao a tutti

Alberto Vallerini 18.08.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

sempre in linea teorica, qualsiasi persona di buon senso non può che essere d'accordo sul fatto di aiutarli in casa loro, ma....IN PRATICA...?
mandare aiuti economici? a chi? in quali mani finiranno? la famosa canna da pesca? esportare le nostre fabbriche? già lo facciamo, ma per i nostri interessi, non per i loro. già non riusciamo a creare una società giusta da noi, figuriamoci che "giustizia" possiamo esportare!
io mi faccio delle domande ma, intendiamoci, non ho le risposte purtroppo


liliana pace 18.08.06

Liliana, la tua domanda è ultrapertinente. La risposta è difficile e semplice nello stesso tempo. E' ovvio che l'aiuto non può essere portato da privati. Persino la più mastodontica multinazionale sarebbe nell'impossibilità di realizzare qualcosa di risolutivo.
A metterci le mani dovrebbero essere le nazioni più avanzate. Ma come costringerle a farlo, se esse sono tutte, più o meno, in mano a "chi conta", cioè a chi detiene il potere economico?
La risposta dovrebbe essere un movimento internazionale che raggiungesse forza e consistenza tali da non poter essere ignorato.
Niente canna da pesca, quindi: industrie basilari, strutture, istruzione.
Un'utopia? Può darsi, finchè coloro che potrebbero spendersi nella ricerca di una soluzione continueranno a disperdere energie in movimenti ambientalisti, no-global, pacifisti ecc. Che non caveranno mai un ragno dal buco.
Occorre una sola organizzazione, seria e con pochi scopi fondamentali: con linee guida chiarissime e comprensibili. Col massimo della visibilità.
Utopia? Beh, finchè non si comincia ...
Nel frattempo, i nostri discorsi sull'integrazione dei pochi disperati (o fortunati?) che riescono ad arrivare qui, non sono altro che futili contese su quali pannicelli caldi siano necessari per guarire, diciamo ... la peste?

giuseppe ricci 18.08.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

5 minuti per capire Perchè la giustizia in Italia è cosi lenta?

Giancarlo Caselli, procuratore antimafia di Palermo. Le dannose nuove norme di procedura penale.

clicca sul mio nome per vedere il video.


A mio avviso, infatti, un integrazione seria va di pari passo a veri, concreti aiuti nei paesi di origine.

Adriano Brasiliano 18.08.06 10:58

Amico Adriano, sulla questione "integrazione" ci sarebbe molto da dire. E quello che dirò io non mi renderà molto popolarein questo blog.
A parlare di integrazione, intanto, dovrebbero essere più quelli che arrivano che non chi li accoglie. Parliamo di integrazione come se ci trovassimo di fronte a dei soggetti passivi e privi di autodeterminazione: in pratica, di una massa da manipolare. Nulla di più lontano dalla realtà. Questa gente -e mi riferisco soprattutto a quella di origine mediterranea- ci può dare dei punti quanto a sagacia, perspicacia, spirito di iniziativa.
Duole quindi dirlo ma, insistendo sulla loro integrazione, non facciamo altro che accendere nelle loro menti più che ricettive la visione opportunistica di una realtà in cui diritti e doveri si scambiano ruoli e titolari. In altre parole, non facciamo altro che mettere il turbo alla furbizia che è una delle loro principali caratteristiche. Con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.
Io ho vissuto per anni in mezzo a loro, in Medio Oriente e so che essi per la maggior parte considerano l'italiano come qualcuno di molto affine. Cioè di simile a loro. Tendono sempre ad essere amichevoli con noi, per tale ragione, soprattutto quando NOI siamo a casa LORO.
Ma quell'amichevolezza non significa rispetto: quasi mai. Significa affetto per un fratello maggiore molto buono. Ma non si sa, mi pare, se quel fratello maggiore sia anche un qualcuno da rispettare per la sua intelligenza, civiltà, autorevolezza.
E quando arrivano qui, siamo proprio noi a consolidare queste posizioni nelle loro menti. Col nostro buonismo, con la nostra iperdemocrazia comportamentale, con la nostra totale apertura che non chiede contropartite.
Se dobbiamo parlare di integrazione, mi spiace dirlo, ma bisogna cominciare sottolineando la parte che riguarda i LORO doveri.

giuseppe ricci 18.08.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Da comunista ti dico che sono prontissima a versare mensilmente una parte dei guadagni per la realizzazione di infrastrutture e per prestito imprenditoriale senza interessi nel secondo e terzo mondo. Ma con l'"accoglienza", noi non-ricchi del primo mondo, ci stiamo scavando la fossa con le nostre mani, e stiamo dando una grossa mano a confindustria e compagnia.

Daria Martinelli 18.08.06 10:11

Complimenti a Daria. Secondo la mia modestissima opinione, queste sono le parole più ragionevoli che io abbia mai letto in questo blog.
Le sottoscrivo una ad una. Mi dichiaro pronto a seguire il suo esempio e le sue iniziative.
Aggiungo però una piccola riflessione: dei milioni di miserabili che vivono nel terzo mondo, noi vediamo qui un'infinitesima parte. Cioè quella che per puro caso è riuscita a filtrare sino a noi. E ci giunge senza che noi si faccia nulla per incoraggiarla, per sceglierla, per finanziarla. Ci limitiamo a raccogliere, magari anche con qualche sforzo di visibile umanità e solidarietà, ciò che, per l'appunto, il caso e la fortuna lasciano percolare sino a noi. Il grosso del problema rimane quindi a casa loro. Al limite, quindi, non è nemmeno giusto che noi si accetti o si incoraggi questo flusso: chi è passato gode e chi è restato è mazziato? Ripeto: non mi pare giusto. Specialmente quando si mascherano le ragioni della nostra accettazioni dietro luoghi comuni (e comodi) come: "faranno i lavori che gli italiani non vogliono più fare".
E chi saranno mai gli italiani per non volerli più fare, quei lavori? E allora, quegli stessi lavori offerti a chi arriva, non hanno un po' il sapore dell'osso gettato sotto il tavolo al cane affamato? Riflettere: non stiamo forse perpetrando del razzismo? Proprio noi che di discriminazione non dovremmo nemmeno volerne sentir parlare?
Meglio aiutarli a casa loro. Con serietà. Con determinazione. Con sacrificio: e quando dico sacrificio intendo qualcosa di molto più impegnativo che non la passiva accoglienza di oggi.

giuseppe ricci 18.08.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Belin Beppe , sei forte ! L'idea dei bioparchi mi è sembrata ottima (anche se a me non manca molto all'età per entrarci....).
Comunque , a parte la risata di cuore che mi sono fatto (ed ormai mi capita sempre meno), il problema è serio ed andrebbe affrontato seriamente .
Ma a parte te chi può farlo ?
Ciao.
Marco

Marco Giampietro 18.08.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Peronalmente resto fermamente convinto che ognuno ha.. i governanti che si merita!

Se gli anziani vanno alle urne in numero (quasi)maggiore dei giovani e al Parlamento ci ritroviamo esponenti che riflettono le loro idee, dovevano essere gli "assenti" a preoccuparsi di far valere il proprio diritto di voto.

Se guardi troppa tv e voti Berlusconi, non biasimare i vari "CirielliPecorellaSchifani" e chi piú ne ha (e Berlusca ne ha tanti..) piú ne metta
".

E perché aspettare che Cuffare sia condannato per negargli il voto? O non immaginare Mastella con un Dicastero importante per mandare a quel paese questi vertici della Sinistra..??

Se vogliamo una cosa, andiamocela a prendere; non si aspetta che gli eventi ci crollino addosso per cominciare a pensare di pronunciare un flebile "Ahi"!

Giampa A. 18.08.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

La libertà di parola


Siete sicuri che nessuno faccia controlli sugli indirizzi internet da cui dipartono i messaggi su questo blog?

Magari chi parla male di Prodi, puo' avere dei casini....noi che ne sappiamo?

Magari ci manda a casa uno dei tanti delinquenti che ha scarcerato con l'indulto, con manganello e olio di ricino.

Rifletteteci


Mr Privacy 18.08.06 15:50 | Rispondi al commento |

Hans Schimdt 18.08.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ritratto,Allegorico di un "VOLATILE", in.az..to, con IL MONDO INTERO.

Così invidioso dell’aquila il VOLATILE volteggia atteggiandosi a “FALCO” che già più si avvicina alla sua taglia, poi si butta sulla preda, ma dopo una inutile beccata si accorge troppo tardi d’esser goffo, lento, rozzo, confuso e inefficace, con i suoi svolazzi attestanti certezze vane, ANCHE SE AGOGNATE, che alla fine procurano un triste insuccesso, che lo porta a divorar carogne indifese, e passivamente putride, poiché se vive e pronte alla difesa, fanno di lui che NON aquila e neppure“FALCO”, MA A ONOR DEL VERO, povero e effimero VOLATILE, un inutile massa sanguinolenta e informe, che poco aveva da dire, e nulla sapeva dimostrare, se non che i vaneggiamenti dell’aquila che non sarà mai, più.A chi ha cervello, intenda.

Francesco

f.marletta 18.08.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

In un bellissimo libro di Neil Postman "La fine dell'educazione" l'autore offre al lettore una bellissima metafora della vita sociale: siamo tutti passeggeri di una navicella spaziale, lanciata nello spazio non si sa da chi e perchè, senza una meta definita. Dagli oblò pianeti (da ieri tre nuovi) e galassie...e il buio. Ma dentro un casino di scompartimenti, un sacco di gente...che viaggia più o meno comoda.
Fin qui Postman.
Ora io. Che dite, liberiamo lo scompartimento degli anziani (sparandoli nello spazio) per fare posto ai giovani oppure proviamo a vedere come viaggiare meglio tutti insieme?
(le utopie a volte servono...).

antonia dattero 18.08.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

@@
Sento dire da sberlusconi,dal 1993,anno in cui è sceso in campo,che i comunisti hanno e sono la rovina del mondo.

Da quando c'è lui in politica i comunisti in Italia,son spariti(tanti,vedi Ferrara e Bondi,son finiti proprio in F.Italia)ed ora come va?

Stiamo meglio senza comunisti?

All'Italia mancano i "VERI COMUNISTI".

Fànculo a tutti gli anticomunisti.

piangioni basta! 18.08.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani è il compleanno di Nannie pure il mio.
Ciao Nanni, tanti auguri, ti aspetto sempre per un girotondo, quando vuoi tu.

nano moretto 18.08.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

...SECONDO ME BASTEREBBE DARE UN LIMITE D'ETà AI 60 ANNI PER IL VOTO. iNVECE CHE VOTARE NOI GIOVANI (TANTO POI I FIGLI SON PURE POCHI PROCAPITE) MEGLIO NON FAR VOTARE GLI ANZIANI, O NO?
BUROCRAZIA BUROCRAZIA.....!

nevia pazzaglini 18.08.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono daccordo con te Grillo.

Giampiero Puddu 18.08.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

bello questo post , grillo , sono d'accordo con te!

giancarlo locatelli 18.08.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

A mici
S ilvio
L adrone

ANTONIO PISTIS 18.08.06 16:02| 
 |
Rispondi al commento

LAVORARE LAVORARE LAVORARE

ANTONIO PISTIS 18.08.06 16:02| 
 |
Rispondi al commento

ALTAN
CON LA CRESCITA ZERO IL PAESE INVECCHIA.TRA UN PO' AVREMO UN PENSIONATO A CARICO DI OGNI DISOCCUPATO.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

I. ISTITUTO
N. NAZIONALE
P. PER
S. SILVIO



ANTONIO PISTIS 18.08.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In effetti il nuovo sistema di controllo demografico non fa altro che eliminare una marea di giovani.Non vi è più bisogno di fare una guerra ogni fine settimana in casa nostra abbiamo a che fare con una strage non causata da bombe come in altre nazioni in guerra ma bensì da un mezzo chiamato autoveicolo.Senza parlare naturalmente dei morti provocati da droga da alcol fumo etc.Non me la sento proprio di condannare le persone che hanno a modo loro condotto una vità cercando di evitare di cadere in questi vizi mortali anzi sarebbero da premiare.Non ritengo giusto l'innalzamento degli anni lavorativi bello forse vedere un'anziano seduto dietro una scrivania per altri cinque anni ma non credo sia altrettanto bello vedere un'anziano lavorare al caldo d'estate ed al freddo d'inverno mentre si rifà il manto stradale è questo è solo un esempio.Caro beppe la tua battuta di caccia all'anziano l'hanno gia iniziata alzando di altri cinque anni il limite per andare in pensione nella speranza che nel frattempo schiattiamo in cantiere.Fortunata la donna che sarà sposata con quell'uomo che morirà almeno lei prenderà una parte della pensione di quell'uomo ma quelli che non si sono sposati se moriranno prima di godersela dove andranno tutti i versamenti che lui avrà fatto? Una sfoltita la darei anche al mondo dello spettacolo a parere mio poco producente.

Flavio Nessi Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

I pensionati sono il vero freno alla ripresa, aggravano il debito pubblico.

Il vero freno alla ripresa sono quelli come te che non facendo niente nella vita hanno
"guadagnato" qualche miliarrdo e non chi lavorando tutta la vita si ritrova con 700 € di pensione, Vergognati un pò. Ciao

Swcondo invio chissa se verrà pubblicato?

moro 1944 18.08.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La libertà di parola


Siete sicuri che nessuno faccia controlli sugli indirizzi internet da cui dipartono i messaggi su questo blog?

Magari chi parla male di Prodi, puo' avere dei casini....noi che ne sappiamo?

Magari ci manda a casa uno dei tanti delinquenti che ha scarcerato con l'indulto, con manganello e olio di ricino.

Rifletteteci


Mr Privacy 18.08.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE BORSE SOTTO GLI OCCHI DI SILVIO SONO DI PRADA?

ANTONIO PISTIS 18.08.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
nonostante io sia un tuo fan non penso che sarebbe giusto fare votare un genitore per il proprio figlio fino alla maggiore età per 2 motivi: il primo è perchè non sarebbe il figlio a decidere ma il genitore a scegliere per lui e secondo me è antidemocratico; il secondo è perchè semplicemente i giovani non sono toccati dalla politica e non sanno ciò che succede o lo sanno vagamente...spesso sono gli adulti che mettono le idee sbagliate nella testa dei propri figli...un saluto e buon lavoro...

igor tassoni 18.08.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 18.08.06 01:41 Rispondi al commento |

Da quando i cervelli vengono prodotti e ricondizionati a livello industriale (informazione di regime s.p.a.), assistiamo a un decadimento terrificante della qualità. I neuroni si inceppano per un niente, diventano incapaci di produrre un pensiero autonomo. Es.: Castro, un tizio che ha fatto di un paese-bordello al servizio di crapuloni nordamericani, mafiodiretto da un dittatorello al soldo della cia, una nazione con una sua dignità(ancorchè affamata da un criminale embargo 40ennale di marca usa) diventa, nell'elaborazione di questi scadenti prodotti, un sanguinario trinariciuto dittatore. Ora, è del tutto evidente che la tua materia grigia appartiene al tipo di produzione sopraesposto. La prova inconfutabile è che, al termine del farneticante sproloquio, dubiti(a ragione) di te stesso. Ma nessuno ti obbliga....non ci hai mai pensato? Ad majora
Frisco

frisco falco 18.08.06 11:45 |

Nessuno obbliga te a gettarti con tanto livore sulle opinioni che divergono dalle tue, del resto la mia, e sottolineo MIA, OPINIONE CHE: il "Cè" fosse un paranoico, fumato, pieno di retorica di una libertà esistente solo nel suo cervello fuso dalla droga, non è peregrina ne solitaria.
Pertanto se tu ami continuare ad illuderti sulle teorie di uno spostato nemmeno in grado di dare un minimo si sicurezza al popolo , se non il viatico, per una diversa dittatura, PADRONISSIMO, ma evita almeno di renderti ridicolo, PER ME, con le tue,a mio parere, farneticazioni rivoluzionarie, datate, inutili e storicamente sbagliate. Cuba è SOLO UNO degli esempi del fallimento della ideologia COMUNISTA, basata su una uguagliaza degli uomini in teorie non applicabili.
L' unica uguagliaza tra gli esseri umani consiste nell'essere considerati uguali nei diritti e nei doveri legittimi, e nel rispetto della dignità dell'INDIVIDUO. Parola " INDIVIDUO" INESISTENTE
NEL VOCABOLARIO COMUNISTA CHE PRIVILEGIA SEMPRE E solo la collettivita.

Francesco

f.marletta 18.08.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono piu' COMICI SILVIO E ROMANO CHE BEPPE.

ANTONIO PISTIS 18.08.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che i vecchi decidono per i giovani, quindi: non sarebbe sufficiente che i vecchi decidessero x loro e lasciassero i giovani decidere x i giovani?

gab mel 18.08.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

I pensionati sono il vero freno alla ripresa, aggravano il debito pubblico.

Il vero freno allo sviluppo sono quelli come te che a non far niente nella vita hanno guadagnato qualche miliardo e non il metalmeccanico in fonderia che dalla vita a ricavato una pensione da 700 €. Vergognati un pò. ciao

moro 1944 18.08.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

w la luna oziosa ultracentenaria

ANTONIO PISTIS 18.08.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Innanzitutto complimenti per quello che fai, l'italia avrebbe bisogno di piu' Beppi Grillo sicuramente. La questione del voto mi sta abbastanza a cuore, parto da una considerazione letta tempo fa in un libro: "Come puo' la massa, che per sua natura e' ignorante, eleggere le persone intelligenti che avranno la responsabilita' di governarla, dovrebbe essere il contrario dovrebbe essere la gente intelligiente che sceglie i piu' capaci tra la massa"... E' possibile che debbano votare tutti ? anche chi di politica non conosce un c...o, dovrebbe votare solo chi se lo merita, chi si interessa, chi fa corsi per capire, estendere il voto a tutti e' da pazzi, andranno al governo solo le persone piu' popolari e potenti... e' possibile che per essere eletti bisogna farsi pubblicita', governa chi si vende meglio, chi fa lo spot migliore.. e poi diciamocelo, chi e' potente ed ha i soldi e' sempre il piu' onesto, intelligente e responsabile ? magari e' stato solo furbo, magari e' un pazzo totale..... e' questa la DEMOCRAZIA !!

Alessandro Baroni 18.08.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

max steirner fa il portaborse..........
per Di Pietro.


ROBA DA MATTI !!!!

Che paraculo.

VERGOGNATEVI !!!!! 18.08.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal mio punto di vista il voto deve essere permesso solo a chi dimostra un grado di coscienza del mondo in cui viviamo. Questo concetto va oltre gli schieramenti politici. Se ci ritroviamo una classe politica in gran parte inetta e corrotta è soprattutto per merito di una cospicua fetta della popolazione. Tale insieme di individui va a votare senza sapere nulla o quasi sui veri ideali di un dato partito politico e i possibili effetti delle loro idee sul futuro del Paese.
Dagli squallidi servi di partito, che mandiamo a occupare posizioni che ci costano una fortuna, sento ripetere costantemente: "gli italiani sanno...", "gli italiani hanno capito ...", ecc.
E' molto semplice se quanto affermassero fosse vero a quest' ora avremmo la crema dell' Italia, non i prodotti del fondoschiena.

francesco pisani 18.08.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Ciumbia , tel chi i compagni at fan la pel”.
(Detto in cattivo milanese).

Certamente se si comincia a tagliare sugli individui per limitare lo spreco, caro Grillo, non è certo dagli anziani che bisogna cominciare nel nostro paese.
L’impiego produttivo degli anziani disposti a contribuire al crescere della società, una volta raggiunta la pensione, liberi dall'assillo del lavoro per vivere, potrebbe rappresentare una rivoluzione di tutto il sistema produttivo del nostro paese, a costi limitatissimi, oltre a grandi risparmi, nel coadiuvare i nuovi ingressi, nel mondo del lavoro, ACCOMPAGNANDO i giovani, nell'accrescimento della loro preparazione, in tempi molto più brevi e con meno spreco di tempo e di risorse.
Oltre alle miriadi di attività che potrebbero essere affidate a chi, sempre a costi limitati potrebbe adoperarsi in azioni anche di solo, controllo e verifica, per cui oggi si utilizzano forze giovani che potrebbero dedicarsi a compiti
e operazioni più produttive.
Gli anziani sono sempre stati una risorsa per la società e per le nuove generazioni.
So benissimo che il tema altro non è che una intelligente PROVOCAZIONE,e ,cercherò sperando di riuscirci, a partecipare fattivamente al dibattito sul Blog nel quale avverrà sicuramente, di tutto e di più, anche perchè in confidenza non sono più così giovane e vorrei godermela ancora un pò dopo la pensione sempre se i compagnucci, mi ci fanno arrivare, visto l'aria che tira. Ti pare, ciao

Francesco

f.marletta 18.08.06 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vai Beppe, tu che 6 un comico 6 la nostra unica speranza (è triste lo so), siamo tutti con te.

Luigi Federici 18.08.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

dice Mario:
"Quanto a delinquenti parliamo delle COOP, degli intrallazzi bancari sinistrorsi e quant'altro?
usa termini più moderati e ricorda che i "delinquenti" hanno il consenso di metà Italia...la metà stupida secondo te.
ricorda il pazzo sul muro del manicomio che diceva "guarda quanti matti al di la del muro"
quando finiremo di pagare per assistere quelli come te e quando ci stuferemo di avere il principio democratico che dice "mi farò incarcerare per la tua libertà di parola" allora si che ci si divertirà.
saluti.
P.S.
quanto livore e invidia nei messaggi dei poveracci di sinistra."
Mario Vaccarone 18.08.06 14:39 |

a Mario?
poveracci di sinistra??
ma se quelli che votano per il supermagnate,
megamiliardario tra i piú ricchi del mondo,
paperon de Arcore, sono proprio gli sfigati che guadagnano 1000 eur o le casalinghe che non arrivano a fine mese!
ma vuoi mettere gli scandali delle coop con quelli della Fininvest e le centinaia di societá collegate in una ragnatela internazionale mostruosa?
invece di leggere Panorama, leggi qualche rivista o quotidiano straniero, anche conservatore?
e poi cosa c'entra Berluska con la sinistra??
lui non fa politica, fa i c... suoi e li fará sempre e se la ride dei morti di fame che lo votano!!!
ma cosa ha fatto di buono per l'Italia??
in Italia non esiste un polo conservatore, liberal democratico o di centro destra.
esiste un'accozzaglia di qualunquisti, nostalgici del testone pelato, aspiranti secessionisti e uomini d'affari senza scrupoli.
mai esistita una tradizione liberaldemocratica in Italia!!! o parli forse del PLI o PRI con il 4% dei voti in totale e sempre al governo con mamma-magna-tutto-DC??
sto ancora aspettando un cadidato di centro-destra che si possa chiamare politico...

Paolo Antonio Lovi Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Mel Gibson condannato a 3 anni con la condizionale per guida in stato di ebrezza, di cui un anno presso gli alcolisti anonimi per riabilitazione e 1500 dollaridi multa.
Da noi una tale pena non la danno neanche a Tanzi, Cragnotti e Fiorani messi insieme! Siamo proprio la repubblica delle banane!

Ivano Croce Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Cominciamo dalle crociate e lasciamo finire ai posteri? Ad majora,
Frisco

frisco falco 18.08.06 15:02 |

Chiudi discussione
Discussione
_________________________________________________

Si forza, cominciamo dalle crociate, che molti di voi la storia non l'hanno nemmeno studiata a scuola.
Sig. Frisco Falco (se questo è il suo vero nome) mi dice per quale motivo è stata istituita la 1° crociata?
Forza! Così vediamo subito chi parla a vanvera e chi no.

Pippo De Pippis 18.08.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scherzi a parte... il boom demografico è un problema...non sono i giovani che fanno pochi figli...sono quelli che ora son vecchi che ne han fatto tanti.. pensate sia sostenibile che una coppia che poi vivrà sino a 80-90 metta alla luce 3-4-5 figli..che a loro volta faranno altrettanto? bisgona per forza arrivare ad un collasso del sistema prima che ci si renda conto del problema?non basta regolarsi autonomamente?

roberto cadeddu 18.08.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Ad majora,
Frisco

frisco falco 18.08.06

Non bisognerebbe mascherare la propria pochezza dietro locuzioni latine. Evidentemente il bisogno di darsi un tono si fa dominante.
Qui nessuno ha parlato di civiltà superiori o altre fregnacce del genere: proprio perchè, tanto per citare un caso, i musulmani sono stati, un tempo, portatori di una civiltà superiore alla nostra di allora, occorre drizzare le orecchie. Perchè noi continuiamo a berciare di integrazione: senza mai specificare quale ne sia il senso. Cioè da che parte sia rivolta tale integrazione.
Magari sono loro, i musulmani voglio dire, a ritenere che NOI dobbiamo integrarci.
Anzi, mi correggo: sono certo che sia così.

giuseppe ricci 18.08.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vabbé.....se ci siamo rincretiniti del tutto.....ditelo però!!!

Per il resto.....un post intelligente che non merita commenti, perchè io reputo la vecchia un grandissimo tesoro di esperienza, a parte qualche caso di arteriosclerosi di onnipotenza.

Invece di non far votare gli anziani.....mettiamo un limite di età massima per chi può governare....magari fino a 60 anni, dopo va in pensione.

Che ve ne pare ???

Marcello Perra 18.08.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
ATTENZIONE! ATTENZIONE!

A TUTTI I TRASGRESSORI DEL CANONE RAI!

SIETE AVVERTITI!

MAMMA RAI E' MOLTO ARRABBIATA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per la notizia.

Massimiliano Borella 18.08.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Non preoccupatevi, G. Corti non esiste.

Pippo De Pippis 18.08.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Il governo prodi-bertinotti fa defecare.

Cirillo Metodio 18.08.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


NON esistono i terroristi !
NON esiste la guerra di religione!

esiste solo la volontà politica di egemonia sul medioriente per il PETROLIO !

svegliatevi !

http://www.theaircar.com

g.corti 18.08.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Orlando Mistico 18.08.06 13:43 scrive:

[...]Io ho iniziato a lavorare a 16 anni ed ho versato tutti i contributi alla previdenza. LA MIA PENSIONE ME LA SONO GUADAGNATA COL LAVORO.[...]. Lo stato mi sta restituendo semplicemente ciò che ho già versato in 40 anni di lavoro.[...]

--------------------------

Mi spiace sig. Orlando,
I suoi contributi sono serviti a pagare la pensione di suo padre.
La sua pensione la stanno pagando i contributi dei lavoratori attivi.
Ifatti, al di là di qualsiasi calcolo effimero sul sistema retributivo/contributivo, provi a immaginare quanto sarebbe la sua pensione se tutti i non pensionati smettessero di lavorare: zero!
La realtà è che ilsistema pensionistico è stato strutturato come la catena di S.Antonio... i primi hanno preso, poi man mano che si scende nella catena finiscono gli attori e qualcuno paga solo senza avere mai nulla... e chi lavora oggi è prossimo a questa fase.
Negli anni 70 sono stati riconosciuti tanti "diritti" (oggi acquisiti) che i pensionati di oggi vogliono godere indipendentemente dalla possibilità del sistema economico.

Proviamo a parlare di esclusività del reddito pensionistico (se prendi la pensione non puoi avere NESSUN altro redditro, manco l'affitto di un'altra casa) e sentiamo quante urla si levano dai pensionati-lavoratori (magari in nero).

Cordialità.

Eugenio Pompei 18.08.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

trovo alquanto sconcertante che si parli di
autanasia per chi ha superato i sessant'anni,
e piu' ancora dire che gli anziani sono un peso per la soceta', se non ci fossimo stati noi dove eravate ora voi? noi un futuro ce lo siamo creato con il nostro lavoro, e tanti sacrifici , ora voi pensate al vostro, siamo stanchi di essere disprezzati.
rossana gabrielli

rossana gabrielli 18.08.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Soluzione: mandiamo i vecchi in guerra. Hanno meno da perdere. Loro la vogliono loro se la fanno. Invece di starsene a casa come derelitti davanti alle tv a godersi lo spettacolo dei fuochi d'artificio sperando di sopravvivere qualche minuto in più. Tanto ormai basta schiacciare un pulsante. Serve più cervello che forza muscolare. Veramente per quanto riguarda la guerra, quelli che la promuovono non sono poi mica tanto dotati.

Angelo Tateo 18.08.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Da una veloce lettura pare che oggi in parecchi stiano cercando di rimuovere l'odierna provocazione di Beppe. C'è chi finge di non avere capito e lo accusa di cinismo e chi parla di tutt'altro. La realtà è che nessuno di noi qui "scriventi" oggi sa quale sarà il suo futuro, se avrà magari la fortuna di morire di notte (in piena salute) con un bell'infartino veloce o se invece dovrà trascinarsi sino ai 90, con tanto di acciacchi ed acciacchini e con tanto di parenti magari speranzosi in una tua dipartita (così ti togli dalle palle).
Nel dubbio io credo sarebbe più produttivo porselo il problema, sia a livello individuale che pubblico. Perchè ci si arriva...quasi tutti.
La provocazione di Beppe è copiata più o meno da una vecchia tradizione esquimese, loro si facevano portare ed abbandonare sul pack al compimento di una certa età. Sì, ma loro lo facevano perchè scarseggiava il cibo, per permettere la vita ai giovani...e perchè era una fase culturale precedente...possibile che noi siamo ancora lì (almeno nei desideri inconsci ed inconfessati)??? Che non sappiamo costruire una società in grado di risolvere questo problema? Chi resta al lavoro oltre i 60 anni sta davvero portando via il posto ad un giovane? Davvero non possono essere studiate soluzioni che prevedano sia il bisogno di esperienza (la saggezza degli anziani di una volta) che quello di "vitalità creativa" giovanile? Il tutto è inserito a mio parere dentro una problematica ancora più vasta: occorre rivedere il modo di lavorare. Fra non molto non ci sarà più lavoro (così come lo concepiamo ora) per tutti, indipendentemente dal numero di giovani o di anziani. Finita l'era industriale si entra in quella tecnologica...com'è che la tecnologia sostituisce l'uomo eppure c'è ancora chi fa il turno di notte o lavora 12 ore al giorno?
E il nonno...lo intubiamo in magazzino (come in quel film di fantascienza),o troviamo il modo di godercelo come si fa con un vecchio e amato libro?

anna rossi 18.08.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Vi auguro buon pomeriggio.
Anche oggi ho avuto la mia dose di complimenti. Posso ritenermi soddisfatto

Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento


I TERRORISTI NON ESISTONO !
La religione è il pretesto per una guerra che ha un solo scopo : il PETROLIO


innovazioni come queste ( se reali) sono la soluzione di tutti i conflitti mondiali e la spinta per un evoluzione sostenibile dei paesi in via di sviluppo .


http://www.theaircar.com/engine.html

http://www.motordeaire.com/video.html


Nota: L'unico che ha commentato il mio suggerimento con un "boccalone" è stato Ade ajetto....... secondo me un cero cojone, probabilmente non è andato neanche a vedere di cosa si tratta e parla ( come molti) per "sentito dire" ....... !

g. corti

g. corti 18.08.06 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Leggo su una copia arretrata di "Libero" trovata in una sala di attesa, che la società Nosferatu-Dracula (non scrivo Bersani-Visco per non spaventare i bambini) ha stabilito che chi possiede una barca superiore ai 14 metri e dichiara un reddito inferiore ai 200.000 euro può essere considerato un evasore. Qualcuno può spiegare il miracolo di un tale che, come pubblicato dal giornale in questione, dichiarando al fisco per l'anno 2005 un reddito di circa 115.000 euro si permette una barca di 18 metri (l?Ikarus) e non viene considerato un evasore malgrado dichiari 85.000 euro in meno (anzi essendo la barca più grande, dovrebbero essere di più) rispetto ai 200.000 euro che rappresentano la soglia per non essere sospettato di evasione? (fiscale, naturalmente. Altri rischi sarebbero eventualmente coperti da un indulto).
Dimenticavo di dire una cosa che forse può aiutare chi tentasse di spiegare il miracolo. La persona in questione si chiama D'Alema.

giannetto pacifico 18.08.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siete dei torroni: non vedete un palmo oltre i vostri nasi.


giuseppe ricci 18.08.06

Mi scuso: volevo dire: "Siete dei croccanti ..."

giuseppe ricci 18.08.06 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Il presidente del Libano garantisce per i terroristi

La forza multinazionale dell'Onu deve ancora sbarcare in Libano ma la Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza che ne autorizza la costituzione sembra già lettera morta. Hezbollah non ha infatti intenzione di consegnare le armi e neppure di ritirare i suoi miliziani a nord del fiume Litani, come previsto dagli accordi che hanno portato alla tregua nelle ostilità. La notizia, preannunciata dal leader del Partito di Dio, Hassan Nasrallah, è stata confermata da Hassan Fadlallah, un deputato di Hezbollah al parlamento di Beirut. Al mancato rispetto della Risoluzioni 1701 dell'Onu da parte del movimento sciita si uniscono le violazioni del governo libanese che, dopo aver rinunciato a disarmare le milizie Hezbollah, ha trovato con esse un accordo di compromesso che consentirà ai guerriglieri di mantenere il possesso dei depositi di armi e munizioni situati nei pressi del confine con Israele sopravvissuti all'offensiva delle forze di Gerusalemme.

Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Mica solo il mussulmano medio ci disprezza. Molti in occidente disprezzano l'italiano medio. Perchè l'italiano medio sei tu. Non sto a menartela: rileggi e specchiati nel post di Grillo (e relativi commenti) sull'italiano medio.

frisco falco 18.08.06 14:38

Chissà perchè certi soloni non forniscono un minimo di qualifiche. Chissà che esperienza avrà il signor Falco: di terzo mondo, di culture straniere, soprattutto asiatiche ed africane, di vita reale nei paesi che LUI crede di difendere col suo sarcasmo, chissà?
Non sarà, il signor Falco, semplicemente il solito indottrinato ultra sinistro, pacifista a senso unico, frustrato italianuzzo di poche idee e molta prosopopea?
A proposito di disprezzo e di integrazione: prova a metterti nei panni di quella povera crista pachistana -sicuramente sai di chi parlo- nel momento in cui un paio o forse più dei tuoi protetti se ne stavano occupando in via definitiva.
Siete dei torroni: non vedete un palmo oltre i vostri nasi.

giuseppe ricci 18.08.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:32
************************************
Caro caio
mi dispiace deluderti ma, non faccio parte di nessuna tribù.
Io se leggo qualcosa che non mi piace, scalcio come un puledro, e non mi mporta se il blogger è un amico/a o fa parte della tribù dei piedi neri.

Adesso vado con mia figlia...ci si legge

Divertiti!!!

Paolo Rivera 18.08.06 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo parlar chiaro? Bene: il musulmano medio normalmente ci disprezza: ad esempio, per l'emancipazione che concediamo alle donne.
Ma anche per la noncuranza, il lassismo, il buonismo con cui li lasciamo scorrazzare qui da noi.
Non parliamo più di integrazione.
Parliamo invece di rassegnazione.

(N.d.C. cerchiamo un'altra soluzione?)

Maio Ciprovo 18.08.06 14:23 | Rispondi al commento

NON AGGIUNGO ALTRO :-)

gino serio 18.08.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Nelle società antiche le decisioni erano sempre prese dagli anziani e non erano certo messi peggio di noi. Le sue opinioni sugli anziani sfiorano il demenziale: tutte all'insegna del produttivismo, del giovanilismo, dell'eficientismo e dello sviluppo incontrollato. Non ha ancora capito che su questo pianeta non esistono risorse sufficienti perché 6 miliardi e più di persone abbiano lo stesso tenore di vita dei paesi più industrializzati? Dunque, secondo Lei, una volta che uno passa i 60 diventa solo un peso per la società da smaltire come una sorta di scoria? E perché dovremmo preoccuparci delle generazioni future, se queste, una volta diventate anziane, diverrebbero unicamente esseri inutili? O Lei ha una concezione solo biologica dell'essere umano e dell'umanità? Non è affatto detto che, se fossero i giovani a compiere le scelte, queste sarebbero migliori.

Alberto Bianchi 18.08.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Beh, magari la data di morte decisa alla nascita no, però l'eutanasia anche attiva e il diritto di morire quando c***o ci pare sì!

Votare anche per i propri figli minorenni mi sembre una str*****a! Più figli= più schede di voto?
Sarei favorevole invece ad abbassare l'età del voto a sedici anni.

Che post cinico Grillo, che post cinico.....
:-)

rosa misonrotta 18.08.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Valori personali considerando reddito e patrimonio individuale(in migliaia di euro) ,i giapponesi sono i più ricchi al mondo mentre gli irlandesi sono i primi in europa ,davanti agli inglesi .

Giappone 205.675

Irlanda 148.130

g.bretagna 137.250

U.S.A. 127.810

---------------
ITALIA 125.512
---------------


Francia 103.500

germania 90.462

canada 85.145


fonte: OCSE ( media pro capite degli euro posseduti nel 2005)


Italiani ? un popolo di ricchi frignoni :-)

Fore beppe grillo dovrebbe qualche volta postare di queste cose :-)

Per una volta si potrebbe parlare della ricchezza degli italiani :-)

Ora capisco perchè da anni ci sono sempre gli stessi al governo :-)

frignare porta bene :-)

Te la do io l'america ,vero beppe ?

gino serio 18.08.06 14:40| 
 |
Rispondi al commento

.....il musulmano medio normalmente ci disprezza: ad esempio, per l'emancipazione che concediamo alle donne.
Ma anche per la noncuranza, il lassismo, il buonismo con cui li lasciamo scorrazzare qui da noi.
Non parliamo più di integrazione.
Parliamo invece di rassegnazione.
(N.d.C. cerchiamo un'altra soluzione?)
Maio Ciprovo 18.08.06 14:23
****************************************
Mica solo il mussulmano medio ci disprezza. Molti in occidente disprezzano l'italiano medio. Perchè l'italiano medio sei tu. Non sto a menartela: rileggi e specchiati nel post di Grillo (e relativi commenti) sull'italiano medio.

frisco falco 18.08.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

RUOLO E E FUNZIONE PROSPETTABILE PER L’ANZIANO IN QUESTA SOCIETA’ CHE MUTA VELOCE¬MENTE
* * * COPIO/INCOLLO * * *

L'esame della realtà sociale attuale dimostra, infatti, che in essa si trovano intimamente inseriti molteplici meccanismi emarginanti. Le tumultuose trasformazioni sociali degli ultimi decenni hanno portato in sé, accanto a indubbi benefici, anche effetti sfavorevoli che si sono ripercossi soprattutto sulle fasce di popolazione più deboli, tra le quali vi sono tipicamente gli anziani. Il radicale cambiamento dell'economia, negli anni del dopoguerra, ha accentuato sempre più il passaggio da un tipo di lavoro prevalentemente agricolo-artigianale a quello di tipo industriale. Ha segnato, cioè, la fine di un lavoro legato in buona parte alla capacità inventiva ed all'iniziativa individuale e lo ha sostituito con un lavoro spesso ripetitivo, monotono, meccanizzato, vincolato maggiormente ad un concetto esasperato di produttività e di efficienza e, molto spesso, a quello di carriera, concezione la quale assume inevitabilmente un significato competitivo soprattutto a livello sociale: maggiore efficienza produttiva, maggiore ricchezza, maggiore consumo di beni, maggiore valore e prestigio nella scala sociale. Non esiste più un lavoro in cui abbia fondamentale importanza l'esperienza acquisita durante un lungo tirocinio, ma solo la conoscenza operativa e molto approfondita di pochi dettagli tecnici e che, quindi, non ha bisogno di una trasmissione "sapienziale", ma solo di acquisizioni metodologiche che, peraltro, sono soggette a cambiare continuamente e rapidamente.
In questo contesto l'esperienza, patrimonio primario dell'anziano, può anche sopravvivere e continuare ad essere un valore, ma solo nella proporzione in cui venga continuamente sostenuta ed arricchita dall'aggiornamento e da una adeguata riqualificazione.

Buona serata


vogliamo risolvere il problema del traffico?
Quando si va in pensione si consegna la patente in municipio e si usano i mezzi pubblici, fine del problema. Se non si ha un contratto di lavoro, su cui si pagano contributi, niente patente...magari non e' una soluzione molto "liberal"...ma un rimedio ci vuole, siamo vicini al punto di non ritorno.

Stefano de Stefanis 18.08.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

@ Maio Ciprovo

"Voglio condividere questo commento, aggiungendo che quelli che arrivano a Lampedusa hanno speso un anno di stipendio (di quello che guadagnamo noi) per toccare terra nel paese di Bengodi. Non sono certo i più disperati, sono gente con possibilità, che fa un investimento in vista di un certo ritorno fianziario, a lungo termine."

Guarda Maio, mi hai tolto le parole di bocca: stavo proprio per buttar giù un'aggiunta al mio post per dire esattamente le stesse cose.
La maggior parte degli interlocutori qui ignora cosa si potrebbe realizzare, quanti anni si potrebbe campare con le cifre richieste dall'investimento di cui si parla.
Se lo sapesse, si guarderebbe bene dallo starnazzare in continuazione, con cieca pervicacia, in favore di ulteriori concessioni a questa gente.

giuseppe ricci 18.08.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe, sto blog non mi piace ma i suoi commenti mi fanno rabbrividire per i seguenti motivi:

in Italia c'é ancora chi ha nostalgia di Berluska e lo considera un politico, quando tutto il mondo sa che é un furfante, un ladro, un delinquente, un mafioso, un menzongnere che si é circondato di gente incapace, rozza, arrogante per fare SOLO i suoi comodi.
é chiaro che il lavaggio del cervello di chi detiene il grosso dell'informazione ha fatto i suoi effetti. Berluska non é di destra. é solo un delinquente che fa i suoi comodi. per quanto riguarda i fascisti riciclati e i secessionisti in camicia verde, i loro curriculum parlano da soli...
Il Centro-Sinistra fa acqua e non entusiasma nessuno. ma meno peggio di quella banda di delinquenti che ci ha governato per anni, di fronte all'incredibilitá del mondo (piaceva solo a Putino e Aznarino, amichetti dell'altro pazzo di Bushietto che ci sta portando verso la terza guerra mondiale...).
due: ma dove sono le donne in questo blog??
dio che paese!!!
tre: ma é un blog o é una disputa personale con tanto di insulti, tipo programma fininvest??
ma non potete telefonarvi per le vostre tristi polemiche tipicamente italiane, senza occupare questo bello spazio libero?
comunque Beppe sei il migliore, tieni botta!!!

Paolo Antonio Lovi Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci vediamo Cari...
Vado a prostituirmi ad Arcore!
Bacioni...dove volete Voi!

Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:09 | ............................................

siamo tutti a villa certosa!
a fluttuare sulla lava nel finto post anfiteatro con pure finta torre saracena...che gioia che gioia
eric contrada 18.08.06 14:26 |
............................................
vedere!!! tu vedi attraverso il pc??
vai a prostituirti in un terreno già occupato..ah!ah!ah!
ciao
Paolo Rivera 18.08.06 14:19
----------------------------------------

Rivera, figliolo diletto, scusa se te lo dico, ma tu sei proprio un pollo.
Stai facendo divertire il clone.
Suvvia ragazzo, svegliati un po', altrimenti la tribù ti espelle o ti mangia al forno con le patatine.

Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe anche tu inizi ad essere un po' vecchiotto eh?... chissà che i tuoi figli non si stiano impratichendo con l'arte dell'arsenico.
Invece di prendertela con i vecchi,prenditela coi vecchi banchieri.

Riccardo Landi 18.08.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Dio...un sogno,
il bioparco dove periodicamente si va a far fuori un poco di anziani!!!
PREGASI GUARDARE L'ETA' DEI NOSTRI POLITICI!!!!!!!
sognate gente...Prodi impallinato mi provoca irrefrenabile godimento!

Mario Vaccarone 18.08.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Troppi vecchi e pochi giovani, dove andremo a finire se non esistono politiche assistenziali mirate?
( è vero che noi giovani dobbiamo ascoltare i vecchi, ma con una società così rin@@@@@@@ di falsità dove finiranno iveri riferimenti)
Ciao Beppe vai così
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 18.08.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

http://canali.libero.it/affaritaliani/
I furbetti se la caveranno. L'indulto significa per i vari Cragnotti, Tanzi, Fiorani, Consorte, Ricucci tre anni di sconto di pena, che hanno il sapore della certezza della libertà. A rivelarlo, il quotidiano la Repubblica che anlizza gli effetti della nuova norma sulle evantuali condanne dei protagonisti degli scandali finanziari.

MA COME, DICEVANO CHE PER I CASI ECLATANTI CI SAREBBE STATA PIU' ATTENZIONE, ECCO COSA INTENDEVANO!!!

Roberto Giorgi 18.08.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Le esperienze dei vecchi non sono mai state ascoltate né esposte nei libri sulla storia più recente. L'esperienza quando la si può offrire se non da anziani?
I vecchi devono essere tutelati da tutti, perché se decidiamo che chi abbandona un cane in autostrada é un delinquente, é assurdo non imporre che chi abbandona un vecchio in ospizio sta commettendo un crimine contro la famiglia. E in un paese dove della famiglia se ne fa un culto e del perdono un'arma, si dovrebbe cercare di assistere meglio chi è qui da prima di noi.

m ferrari 18.08.06 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esatto. Un futuro di "anziani" iperprostatici, ipocondriaci ed egoisti (1) che, per mantenere il loro (nostro) "alto" livello di vita (cure mediche e cosmetiche, lifting, vacanze alle terme e golf), chiedono ai loro fondi pensione di strizzare il più possibile le aziende, i "giovani manager" e i lavoratori tutti in modo che possano produrre tanto e subito. Nessuna visone e strategie a lungo termine per le aziende: "nel lungo termine saremo tutti morti". E vuoi mettere, invece,la qualità della vita (nostra naturalmente; quella degli altri è meno importante)?

Angelo Secchi
(1): i vecchi egoisti sono stati a loro volta dei giovani egoisti.

angelo secchi 18.08.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Voglio condividere questo commento, aggiungendo che quelli che arrivano a Lampedusa hanno speso un anno di stipendio (di quello che guadagnamo noi) per toccare terra nel paese di Bengodi. Non sono certo i più disperati, sono gente con possibilità, che fa un investimento in vista di un certo ritorno fianziario, a lungo termine.

Odio godere di una posizione che non mi spetta. Con ciò che avevo scritto, pensavo fosse chiarissimo che io l'immigrazione la digerisco male.
Non ho nulla contro gli immigrati per le loro nazionalità, religioni o color di pelle. Ho amici indiani, pachistani, ebrei, cinesi, palestinesi, bengalesi, libanesi, filippini ... e potrei continuare ...
Tutti conosciuti nelle loro terre e pochi di loro di ... diciamo, di ceto alto.
Ho detto : "amici".
Ma ritengo profondamente ingiusto che noi riserviamo le nostre attenzioni ai "quattro" che arrivano qui e che -lo so per certo- non sono che eccezionalmente i migliori disponibili.
E non dico "migliori" nella sua accezione utilitaristica, cioè intendendo quelli che ci fanno più comodo.
No, lo dico intendendo "i più bisognosi", i "più onesti", ecc.
Ci arrivano al contrario molti furbastri; e gente che anche al suo paese ha creato dei problemi.
Poi i risultati li vediamo qui, li leggiamo nelle cronache quotidiane. Se non lo facciamo con le fette di salame sugli occhi.
Per me ogni discorso sull'integrazione è diventato inutile, visto ciò che accade. Vogliamo parlar chiaro? Bene: il musulmano medio normalmente ci disprezza: ad esempio, per l'emancipazione che concediamo alle donne.
Ma anche per la noncuranza, il lassismo, il buonismo con cui li lasciamo scorrazzare qui da noi.
Non parliamo più di integrazione.
Parliamo invece di rassegnazione.

(N.d.C. cerchiamo un'altra soluzione?)

Maio Ciprovo 18.08.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

@ liliana pace

" ... "quelli che potrebbero spendersi per la ricerca di una soluzione" come dici tu, non sono le organizzazioni che tu indichi, pacifisti, no global ecc. questi, per quel poco che ne so, sono persone come te e me, che si pongono delle domande, non credo che siano in grado di dare delle risposte concrete."

E invece no: la soluzione deve venire dal basso.
Utopia è sperare che i movimentucoli che ho citato si confederino per il perseguimento di un fine condiviso.
Almeno per ora.
Certo che se lo facessero ... ne darebbero di filo da torcere. E che passo avanti nella risoluzione dei problemi.
Mi viene in mente quanto mi rispose un giovane brasiliano alla mia osservazione che loro (i brasiliani) stavano facendo fuori, con la foresta del Mato Groso, uno dei polmoni della terra.
Eravamo insieme sul "Camino di Santiago di Compostela" e stavamo giungendo a Pamplona.
"Amico", mi disse,"Voi continuate a berciare su quello che facciamo noi. Ma noi facciamo ciò che possiamo. Se il Mato Groso è tanto importante per il Mondo, perchè il Mondo non se lo compra? Risolverebbe due enormi problemi con una sola mossa!"
Non aveva forse ragione? Non sarebbe una mossa logicissima e altamente auspicabile? Non sarebbe una delle cose prime e ragionevoli di cui far occupare l'ipotetica organizzazione di cui abbiamo parlato?
Penso proprio di sì.
Per questo nessuno la prenderà mai quest'iniziativa.

giuseppe ricci 18.08.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

«La sinistra va a braccetto con i terroristi»


Fiamma Nirenstein: D'Alema ha "sdoganato" i miliziani sciiti. Contro Israele ancora tanti pregiudizi

«Si fa troppa confusione su cosa sia veramente Hezbollah, ossia un gruppo terroristico» che «per primo ha usato la tecnica degli attacchi-kamikaze in Libano». Invece viene considerato «come un partito politico con cui trattare». Questo equivoco «è dannoso, per l'Italia», «corrompe» il suo senso morale. Non solo. Nel nostro Paese riappare lo spettro «dell'antisemitismo», che vede in Israele lo Stato «vendicativo, crudele, capitalista, militarista e imperialista» occupato a sparare su vittime innocenti, a schiacciare in primis i palestinesi, e adesso gli inermi libanesi. Così Fiamma Nirestein, nota scrittrice ed editorialista della Stampa da Gerusalemme, commenta dichiarazioni e posizione di alcuni esponenti della maggioranza e del governo rispetto alla guerra in Libano. Oliviero Diliberto, segretario del Pdci, sostiene che disarmare le milizie di Hezbollah «sarebbe una pura pazzia». «Tutto questo "pasticciare" su Hezbollah, concettualmente e storicamente, alla fine risulta dannoso proprio per il popolo italiano. Perché insinua l'idea che sia legittimo considerare un partito politico invece che un gruppo terrorista un'organizzazione che, fin dall'83, ha usato il terrorismo suicida come metodo di lotta. Anzi lo ha di fatto inventato».

Caio Giulio Cesare Contin 18.08.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora un milioni di immigrati e lo stato sociale collasserà. Chi vuole questo? e perchè?

aldo ponte 18.08.06 14:21| 
 |