Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il nuovo femminismo

  • 2220


Femminismo.jpg

Le donne non sono mai state così desiderate. Il desiderio maschile cede alla passione che poi cede allo stupro. E’ da animali, ma è così. La natura fa il suo corso. Accoppiamenti abusivi avvengono ovunque. Nei bagni pubblici, dietro ai cespugli, nelle carrozze dei treni in sosta. Non esiste più intimità per chi vuole farsi una passeggiata in santa pace.
Le donne non devono stupirsi, ma coprirsi.

Le religioni sono maschiliste, i governi sono maschilisti, le aziende sono maschiliste, la pubblicità è maschilista. Perchè il sesso maschile non dovrebbe essere maschilista?
Persino le signore di una certa età sono palpeggiate in pubblico. Per risolvere il problema delle penetrazioni moleste va introdotta la segregazione razziale. Autobus, scuole, taxi, bar, ristoranti rosa. Un mondo rosa. Per donne e gestito da donne. Il burka per legge e il velo solo dopo gli ottant’anni. Odoranti nauseabondi per le più attraenti. L’automutilazione dei seni è un buon rimedio, se si vuole andare sul sicuro c’è l’espianto dell’organo. Misure che devono essere attuate però nel massimo riserbo. Senza manifestazioni di protesta per eventuali stupri per far valere i propri diritti. Senza cortei, petizioni, raccolte di firme. Esattamente come le donne fanno adesso. Forse, perchè, in fondo in fondo, ci stanno.

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°34
del 28 agosto 2006

29 Ago 2006, 20:29 | Scrivi | Commenti (2220) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 2220

| La Settimana | Trackback (4)

Commenti

 

Direi che questo è un articolo di protesta, una satira pesante, grottesca,nata quando un tale del PD, avevo proposto la depenalizzazione del reato di stupro, e offriva indennizzi monetari, a sfregio del dolore e della disperazione delle donne! Bisognerebbe guardare il contesto, e non praticare una incisione chirurgica, su solo un articolo, che da solo non ha nessun senso........è quello che ha detto Grillo, è tutto registrato e fruibile sul web.......è una doverosa indagine andrebbe svolta da parte dei detrattori, che non capiscono, ma o muovono un dito per capire.

Christian venieri 04.04.16 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Che SCHIFO!

Maria G., Lecce Commentatore certificato 27.01.16 20:35| 
 |
Rispondi al commento

nella migliore delle ipotesi, è uno scherzo provocatorio. nella peggiore, è indiscutibile malattia mentale

Luciano Marradi 28.04.15 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Dovremmo smetterla di avere paura delle donne e di criticare il loro operato. La manifestazione femminista "senonoraquando", come leggevo poco tempo fa, si congratulava con se stessa per aver convinto a scendere in "piazza" tra uomini e donne, un discreto numero di persone. Nonostante ciò non cessa e non cesserà la voce(evidentemente paga), che in Italia la donna è soggetta a combattere contro un bieco maschilismo. Vi confesso che solo il pensarci mi viene da ridere, sarebbe come denunciare che ci fosse una monarchia. L'Italia tutt'al più potrebbe definirsi un Paese effeminato, ne avrebbe tutto il diritto, ma maschilista no di certo. Abbiamo politici che se esprimono una critica su qualsiasi argomento pensano più alla forma di come poterla presentare al pubblico ed ai media, che curarne e sostenerne la sostanza e questo ovviamente al solo scopo di catturare il maggior numero di consensi(il popolo è sovrano anche quando non capisce evidentemente. ma che ci stanno a fare i politici le marionette?). Ora se non siete fessi lo avrete capito che le donne sanno bene come manipolare l'uomo "moderno" per ottenere ogni cosa o quasi le salti per la testa. Ha capito che all'effeminato il termine maschilista suona peggio che se gli dessero del figlio di buona donna; quindi pur di non sentirselo dire si dispongono a favore di essa anima e corpo. La legge sul femminicidio, come le quote di genere, l'assegno divorzile e molto altro ancora ne sono un chiaro esempio. Meditate gente meditate...

Andrea Nicoletti 18.03.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco tutta la cronistoria artistica di Grillo e, dunque devo fidarmi di quello che mi si dice, che è un suo vecchio scritto. Se questo è vero, si ricollega alla fase " artistica " del personaggio, prima che scendesse in politica e formasse il M5S. Pertanto, giudicare L'arte teatrale di Grillo, inserendola artificiosamente dentro l'attuale fase politica, mi pare quantomeno scorretto. Sulle donne Grillo ha parlato spesso e sempre con grande rispetto, non vedo la necessità ne di riproporre testi ambigui ne di giudicarli, a meno che non siamo critici d'arte. La bellezza o la bruttezza dell'arte è sempre soggettiva dello spettatore, per questo si può scegliere di quale arte usufruire e dove spendere i propri soldi. A me interessa l'attuale, i programmi, le persone attive, le buone idee e il buon senso, la voglia di cambiarsi e di cambiare la società, di riportarla ad una dimensione umana, all'ideale e all'utopia resa realtà. Di arte che fa scandalo, da Duchamp in poi, ne ho vista fin troppa e, sinceramente, mi annoia.

Maurizio Sanseverino 17.03.14 00:15| 
 |
Rispondi al commento

questo non mi piace

anna i., alessandria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento

non voto m5s e non mi piace al pari degli altri partiti. detto questo mi sembra evidente che l'intento non fosse ironico ne serio ma di provocazione. se avessero scritto uno spuppone sull'importanza dell'uguaglianza e del rispetto della donna, non ne staremmo neanche parlando. ci sarebbero solo i favoreli e i contrari. forse hanno toppato nella scelta della forma e nella fiducia che la gente ne comprendesse l'intento provocatorio e di riflessione.

fly cow 07.02.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento

La cosa ridicola e quella più intimamente maschilista di tutte è che si continua a parlare di noi donne (con serietà o ironia indifferentemente) come se fossimo una piccola minoranza, ghettizzandoci, affibbiandoci comportamenti stereotipati del tipo "la nuova donna femminista utilizza la propria vagina per far carriera", come se 30.713.702 donne Italiane (dati ISTAT) fossero infondo più o meno tutte uguali, governate da un'enorme cervello collettivo (o utero isterico quando stanno per avere le mestruazioni, certo!)

Pensate all'assurdità di un post scritto sulla falsariga del "i maschi sono tutti dei maiali senza scrupoli" potrebbe essere un messaggio serio o ironico, in ogni caso non verrebbe minimamente preso in considerazione, non solleverebbe nemmeno una discussione sul possibile fondo di verità dell'affermazione vista la lapalissiana ridicolaggine della generalizzazione

But of course this is a man's world, come diceva la canzone..

Chiara Mazzone 06.02.14 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Vuole essere ironico, ma è nauseante e tremendo.
Se in questi e quagli anni Grillo avesse veramente ascoltato cosa dicono le donne, avrebbe capito che non sono bigotte in cerca di sicurezza dalle pulsioni sessuali maschili, ma sono donne che vogliono essere trattate con pari dignità nella sfera pubblica e non sempre e solo legittimate ad esserci come oggetti sessuali o estetici. Così si disinnescano le donne e quello che hanno da dire.
Dopodiché viva la sessualità, se vissuta con positività, rispetto e gioia reciproca. Non come mazza da brandire per ridurre a uno stereotipo la presenza dell'altro.
Che incapacità di analisi e che pochezza intellettuale.

Francesca Menegon 04.02.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Questo post è violento e malato!

Danilo Tomeo (tobydammit), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Una volta almeno facevi ridere , ora hai smesso di far ridere e fai piangere,dichiarazioni come quella sugli stupri sinceramente avresti dovuto evitarle, sono dichiarazione di stampo fascista, e sinceramente talmente stupide che rasentano l'incredulità. torna da dove sei venuto amico del pornonano, si amico , perchè se non comparivi tu nel panorama politico a quest'ora il pornonano era fuori dai giochi e l'italia si starebbe sollevando. Ed invece con i voti rubati ad altri hai tenuto il paese ostaggio di un delinquente, quindi la rovina dell'Italia oltre al pornonano, sei TU, togliti dai coglioni quanto prima , che il paese non può più aspettare i tuoi capricci di potere. TU e il Pornonano tumori dell'italia

ivano 21.09.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

rileggetevi gli articoli storici dei giorni in cui beppe scrisse questo post e capirete cosa intendeva dire, era il periodo in cui una ragazzina rapita a 10 anni in austria era riuscita a liberarsi dopo 8 anni di prigionia, ma non ostante tutto si era quasi affezzionata al suo rapitore che dopo il fatto si è suicidato sotto un treno, poi c'è anche la storia del 16 enne che picchia una prostituta e di due donne che vengono straniere che vengono stuprate all'uscita di un aereoporto

Nazzareno Gentile Commentatore certificato 15.06.13 13:02| 
 |
Rispondi al commento

....
S' è un vizzio er frega', vecchie bigotte,
dateme 'n omo che nun abbia vizzi,
diteme quale cazzo nun s' addrizzi
tra tanto pipinara de mignotte.
....
G. G. Belli, 1833 circa

dal chianti 26.05.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Meglio far sparire post del genere...punto e stop.

Barbara ., Milano Commentatore certificato 11.05.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo perché ha scritto questa cosa?

Giulia Del Giudice Greco 04.04.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

"Sono d'accordo solo per un simil-burka, in quanto trovo molto romantico che la donna si mostri solo al proprio uomo rendendolo felice e si nasconda
agli altri uomini per non renderli infelici."

Stefano J Ferretti, Roma Commentatore certificato 03.04.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo solo per un simil-burka, in quanto trovo molto romantico che la donna si mostri solo al proprio uomo rendendolo felice e si nasconda agli altri uomini per non renderli infelici.

Stefano Ferretti 03.04.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Scopro solo oggi, a distanza di 7 anni, un Grillo Talebano.......Vergognati

Gianluca Cocco 02.04.13 14:42| 
 |
Rispondi al commento

considerata la sua "formazione professionale"di comico, é sconcertante che possa definire ironia queste parole... Quando usi un termine non chiaro il tuo interlocutore chiede"...ma xxxxxx in che senso? cosa intende per xxxxxx....?". Domandiamo al guru megafono: "ma cosa intende lei per ironia? ma lei é stato/è un comico, in che senso....?"
Nel 2006 o nel 2013 forse non ha nessuna importanza....

Nanni (Giovanni) OMODEO ZORINI, gomodeozorini@gmail.com Commentatore certificato 30.03.13 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Autogol maschilista di Bersani "Il Pdl candida le bambole" (Il Giornale.it)
Una cosa è certa: a Pierluigi Bersani, oltre ai giaguari, piacciono anche le bambole. Lui però si limita a pettinarle, mentre il Cavaliere le gonfia e poi le porta in Parlamento.
Le candidate parlamentari del Pdl si irritano non poco ad essere classificate come «bambole», magari pure gonfiabili, dal candidato premier del centrosinistra. «Bambola sarà sua sorella», sbotta Daniela Santanchè. Per Beatrice Lorenzin si tratta di «dichiarazione spregevoli» che «rivelano un maschilismo e una misoginia insopportabili». «Da chi si riempie la bocca di parole sul rispetto verso le donne - tuona Barbara Saltamartini - e sulla piena partecipazione delle donne in politica, permettendosi di dare lezioni, non accettiamo un'offesa cosi grave». Mentre Mariastella Gelmini annuncia: «Noi donne del Pdl siamo orgogliose di stare con Silvio Berlusconi e non con una sinistra vecchia, sterile, retrograda».
http://www.ilgiornale.it/news/interni/autogol-maschilista-bersani-pdl-candida-bambole-885315.html

Mirko P. Commentatore certificato 30.03.13 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raccapricciante!

Giuseppe Matteucci 28.03.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento

...non schizzi,ma pezzi interi...

Tyrrel * Commentatore certificato 26.03.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma che è uno scherzo?........Vi prego spiegatemelo.Altrimenti vergogna!!!!!!!!!!

silvia o. Commentatore certificato 26.03.13 09:58| 
 |
Rispondi al commento

è un articolo semplicemente brutto, violento e vomitevole. Se volete provocare e utilizzare l'ironia dovete imparare a farlo con intelligenza e non utilizzando il linguaggio dei dementi che la pensano veramente in questo modo. Ma come è venuto in mente e a chi è venuto in mente di postare un simile schifo? Cosa voleva dimostrare? Cosa voleva comunicare? Se voleva comunicare apprezzamento per le donne, solidarietà verso coloro che subiscono violenza, condanna per chi disconosce il diritto delle donne ad esprimere liberamente la propria femminilità, semplicemente non ci è riuscito. Ha tragicamente sbagliato tono, parole, linguaggio ha sbagliato tutto. Il sarcasmo e l'ironia se non vengono usati con intelligenza e sensibilità rischiano di diventare brutali volgarità. Attenzione prima di scrivere collegare il cervello e il cuore e forse riuscirete a produrre qualcosa di buono.

pary burlando Commentatore certificato 25.03.13 11:41| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

questo articolo e' vergognoso!!!!! non posso credere a quello che leggo, per favore chiaritemi perche' evidentemente sono cretina!!! cosa vuol dire??? chi lo firma??????

letizia pietri 25.03.13 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Si prega di spiegare in parlamento, ora che ci siete! Vergogna

Marta 25.03.13 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Certo che le vanno a scovare tutte pur di trovare quello che non c'è.

Piero L. Commentatore certificato 24.03.13 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Scusa caro Grillo, per caso hai una figlia?

Emilia Martorana 24.03.13 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono un simpatizzante 5 stelle e vorrei sapere che cosa pensa il movimento di quanto scritto nel 2006, non mi interessano le interpretazioni vorrei conoscere la posizione ufficiale di Grillo per sapere a chi affido il mio voto.

Luigi Bonivento 23.03.13 17:28| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono sicura che il pezzo di Grillo sia assolutamente provocatorio e avesse solo il sano scopo di stimolare la discussione su un fenomeno gravissimo della nostra società, e lo abbia voluto fare al suo solito modo prendendovi parte in modo sarcastico e violento come avocato del diavolo. E' purtroppo un problema culturale: la gente generalmente pensa che le persone in difficoltà- in questo caso le donne oggetto di penetrazioni indesiderate, hanno quello che si meritano, questa reazione si basa sull’opinione condivisa di un mondo giusto. "Colui che pensa che il mondo sia giusto è propenso a credere che la vittima deve aver fatto qualcosa per meritare i suoi guai." Ciò che dobbiamo fare è proprio quello che suggerisce Grillo nell'affermare il contrario, cioè rivendicare in tutti i modi il diritto di tutte le donne al rispetto, manifestando e spingendo perché nei luoghi deputati al riconoscimento e alla salvaguardia del diritto vengano prese le giuste decisioni. Il femminismo non ha colpe, ha solo dei meriti e il non riconoscerlo è un grave errore: ciò per cui abbiamo lottato è servito a svegliare molte coscienze di donne e di uomini, e a distanza di decenni si è riusciti ad ottenere dei grandi risultati - vedi il nuovo parlamento!- ma per agire sulla società ci vuole altro, servono paradigmi culturali diversi che agiscano nelle scuole fin dalla prima infanzia e di riflesso nelle famiglie... e altro ancora.

mercedes melis 23.03.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se credevi di essere spiritoso, non ci sei riuscito. Se pensavi di essere serio devi farti curare. Se credevi che apprezzassimo questa mostruosità, hai sbagliato di grosso e sai perchè? Non hai fatto i conti con la metà del cielo che è femminile e tu sei e rimani solo un povero sessista con inutili sogni di onnipotenza. Una pillolina blu di troppo?

antonella 23.03.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1 - questo pezzo è stato scritto nel 2006, ma la cosa non si capisce IMMEDIATAMENTE, infatti molti inclusa me, non se ne sono accorti subito, è fuori contesto, e certo questo non aiuta, riproporlo così significa quindi come minimo buttare benzina sul fuoco, o essere del tutto irresponsabili, oppure farlo in mala fede, per attirare critiche e poi giocare a fare la vittima. (in questo Berlusconi docet)

2- E' STATA RIPROPOSTA DUE GIORNI FA, dai curatori del sito, GRILLO O CHI PER LUI, Lucia Cataldi, noi non possiamo postare se non risposte, quindi quelli che ipotizzano un ipotetico complotto dovrebbero ricordarsi di pensare, prima di farlo.

3- ALessio Serra, NO, che sia sarcastico NON E' CHIARO PER NULLA, infatti molti non lo hanno inteso così, e non credo sia solo per caso, (vedi punto 1.

4 - chi critica, deve concedere il dirito di replica...QUESTA E' LA DEMOCRAZIA --- BELLEZZA!

raffaella d. Commentatore certificato 23.03.13 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Com'è facile prendere in giro i cechi bacchettoni....;-)

claudio d. Commentatore certificato 23.03.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza questi commenti, queste inutili liti tra uomo e donna, questa totale incomprensione. la donna non è più rispettata dall'uomo, ma la colpa è della donna stessa (involontariamente), la donna non sa più come si fa ad ottenere rispetto. La colpa è antica, del femminismo, della rivoluzione sessuale ecc.La donna vorrebbe rispetto ma se continua a barricarsi contro l'uomo e allo stesso tempo sbandierare la sua libertà mezza nuda come diritto o a dire parolacce al bar, peggiorerà solo la situazione già grave. Ho 47 anni (non 80) ma le donne di oggi non le capisco (oddio, capisco solo che non è colpa loro, un'unica cosa: perchè io sono diversa?)

Francesca Ancona 23.03.13 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato questo link su FAcebook, con commenti assurdi sul maschilismo delinquenziale di Grillo... Ma PER FAVORE !!!
Questo è il mio commento condiviso su FB ed è naturalmente ciò che penso:

"Quanta Amara Verità.....
Questa è in fondo la concezione che l'"Umanità" ha dell'Universo Femminile.
Ringrazio coloro che hanno riesumato questo articolo di Beppe Grillo per gettare su di lui altro FANGO. E' un pezzo BELLISSIMO, di denuncia e di SDEGNO. Mi dispiace per quelli che non lo hanno capito. Mi raccomando: OCCHI APERTI E MENTE LIBERA!!!
Sei un GRANDE Grillo, lo sei sempre stato.. ♥"

paola l., ardea (rm) Commentatore certificato 23.03.13 09:44| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

è una cosa da ridere? perché più che ridere fa vomitare...ad ogni modo io sono favorevole alla castrazione fisica per gli stupratori, maschi o femmine che siano.

ornella bellini 23.03.13 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza leggere certi commenti scandalizzati, ora, nel momento in cui si scandaglia qualsiasi cosa sia stata scritta in questo blog dall'alba dei tempi, con rinnovato morboso interesse.
Incapacità totale di distinguere significante e significato, di cogliere l'ironia, che non è, come alcuni forse credono, la capacità di far ridere caratteristica di un comico da baglino, ma "figura retorica che consiste nell'affermare una cosa che è esattamente il contrario di ciò che si vuole intendere. Un tipo di comunicazione che richiede nel lettore e nell'ascoltatore la capacità di cogliere l'ambiguità sostanziale dell'enunciato."
Mentre in questi 6 anni in Italia abbiamo sentito parroci affermare che il femminicidio è colpa delle donne perché le donne provocano. Abbiamo visto cassazioni annullare condanne per violenze sessuali perché se una donna indossa i jeans non può essere stuprata, se se li sfila deve essere "per forza" consenziente. Abbiamo letto giornali titolare "Prostituta data alle fiamme"... prostituta. Non donna, non ragazza, non madre, non figlia, non sorella. Prostituta. Alle prostitute può succedere. Del resto sono oggetti, si usano, a volte si rompono, in mano ai tanti "utilizzatori finali."
Purtroppo il nostro Paese è ancora profondamente e inesorabilmente maschilista.
Un maschilismo strisciante, ipocrita, conformista, difficile da estirpare, anche con la più feroce ironia.
-Qualcuno ha affermato che il condannare richiede uno sforzo mentale minore del pensare.-

Stefano 22.03.13 23:45| 
 |
Rispondi al commento

È vero,, questo post è del 2006, ma siamo nel 2013 e l'anno scorso in Italia sono state uccise 120 donne. Io non so chi ha scritto questa merda, se è un pezzo sarcastico, provocatorio, di colore, ma sono quasi sicuro che è stato scritto da un uomo, perché dentro c'è la stessa violenza, lo stesso disprezzo, la stessa bastarda arroganza di uomini che odiano le donne. La frase finale è la più sbagliata, e forse la più atroce di tutte, quella che spaventa di più i maschi deboli, corrotti e assassini. Loro lo sanno e fanno violenza perché le donne non ci stanno. Se volete rappresentare una parte dell'Italia togliete questo orrore perché non c'è proprio niente da ridere.

Andrea David Ciattini 22.03.13 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma non si capisce che è sarcastico? Ma secondo voi anche se uno la pensasse seriamente una cosa del genere la scriverebbe su un blog...ma per carità! Più che altro guardate a cosa si stanno attaccando i vostri politici..stanno tirando fuori cose di 7 anni fa, (dette chissà in quale contesto) e continuano a inventarsi le cazzate più assurde, a fare articoletti e servizi tv basati sulla menzogna! E lo stesso fanno con voi...vi prendono serenamente per il culo!

alessio serra 22.03.13 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma te lo sei dimenticato che siamo in Italia, dove il massimo dell'espressione intellettuale sono Amici ed Uomini e Donne? Fare un post contro il maschilismo imperante, parlando come uno di quelli che considerano la donna un oggetto da usare, e sperare che la gente capisca la sottigliezza della provocazione è chiedere un pò troppo...

Daniele Cascia Commentatore certificato 22.03.13 22:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono stufa della campagna mediatica assurda contro il Movimento5Stelle. stufa dell'odio e degli insulti contro chi l'ha votato. ma come gli ribatto quando mi fanno leggere questa immondizia ? ovvio, mi chiedo come mai è venuto fuori questo articolo del 2006...ma il risultato non cambia.
è rivoltante. rappresenta la posizione del Movimento sulla Donna ? io non lo credo.
ma una replica sarebbe doverosa. per il fatto in se e per consentire ai tanti elettori del Movimento di difendersi dalle continue aggressioni e dagli insulti. grazie per l'attenzione.

Licia Cataldi 22.03.13 22:28| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

ho letto alcuni commenti e sono stupito (lo so, alla mia età non dovrei più stupirmi di queste cose) di quanta ignoranza c'è in giro. possibile che tutti ignorino che l'articolo è di quasi 7 (sette!) anni fa? volete forse ricondurlo ai fatti di questi giorni? ed inoltre, lo sapete cosa sono il sarcasmo e l'ironia?

gabriele brognoli 22.03.13 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a tutti quelli stupiti e inorriditi:
scusate, ma voi dove vivete? a disneyworld? il maschilismo è ovunque, in chiesa in ufficio, in famiglia, sull'autobus, in fabbrica, nell'arma, a scuola, in politica, ecc.
ma non avete colto la provocazione??Noi "femmine" e quindi donne, in questa società..non valiamo piu' niente, di fronte ad una scelta, dobbiamo sempre prendere la meno peggio, dobbiamo sempre accontentarci,e dire anche, grazie!poteva andare peggio, perchè, ammettiamolo, non siamo in grado di difenderci, perchè a volte ci fa anche comodo, perchè tutto sommato, stiamo bene cosi', perchè nessuna ha la voglia di sbattersi piu' di tanto, perchè ti guardi in giro e vedi un sacco di mignotte, che screditano tutta la categoria.

roberta 22.03.13 21:04| 
 |
Rispondi al commento

"...in fondo ci sta" lo vai a dire a tua sorella, stronzo.
Se volevi esser provocatorio hai scelto le parole sbagliate e questo conferma due cose; come comico fai schifo e come politico anche.Ho votato il movimento e me ne sto pentendo; ho creduto nell' ideale della Gente che vuole cambiare ma tu fai schifo, non fai respirare quello che è nato da un movimento popolare e quando leggo certe stronzate vorrei risponderti in faccia con le tue parole, anzi...una sola: VAFFANCULO.


MA CHI HA SCRITTO QUESTO POST?COME MAI,PROPRIO ORA,VIENE FUORI UN POST SCRITTO NEL 2006,COSI' FARNETICANTE?SPERO CHE CI SIA UNA REPLICA CHE FACCIA CHIAREZZA....

mariella Tancredi 22.03.13 19:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..io non ho capito se è un post ironico. Ammetto le mie carenze intellettuali.
Se è ironico lo è in un modo assai strano.
Se è vero è un insieme di cazzate.
Nell'una e nell'altra ipotesi non ne sentivamo il bisogno.

Elisa Corbo 22.03.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Io invece suggerirei una bella mutilazione genitale maschile, in massa, così facciamo prima. Via il pisello già da piccoli: un 50% della popolazione di eunuchi. Tanto noi donne ormai abbiamo imparato l'autoerotismo e del vostro gingillo non abbiamo poi così bisogno.
Ovviamente sto scherzando, ma a stupidaggini del genere non si può che rispondere in modo poco serio. Mi sento profondamente offesa da questo post, spero che vengano date spiegazioni. VERGOGNA!
Antonella

Edoardo B. Commentatore certificato 22.03.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Pessimo. Chiunque lo abbia scritto. Grillo o non Grillo. Qualunque ne fosse l'intenzione. Sciocco se non capiva che era oscuro. Sciocco se lo capiva e voleva far perdere tempo in un dibattito inutile. Quando ci emancipiamo?

Salvatore Venuleo 22.03.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Se questo articolo è una provocazione, la trovo di pessimo gusto...se non lo è, lo trovo letteralmente SCHIFOSO! Segregazione razziale?? ma siete diventati matti o cosa????
io sono senza parole....è impensabile che nel blog della figura più importante del M5S vengano pubblicate tali idiozie!

da un vostro elettore, che ragione sempre e comunque con la sua testa, questa ve la potevate risparmiare!

Daniele Giuseppe Barbaro 22.03.13 16:16| 
 |
Rispondi al commento

a me pare che non sappiate leggere
la chiusa finale è un invito a far valere i vostri diritti e che vi dovete svegliare che restando immobili come ora niente cambierà

Alessandro Lupica (kamata89), Palermo Commentatore certificato 22.03.13 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi hai sempre fatto schifo, oggi, dopo averti letto, dopo aver letto quest'altro schifo sulle donne di cui dovresti vergognarti anche di più Tu e tutta la tua ciurma andate dove sei solito mandare gli altri.

Fabrizio Z. 22.03.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda semplice semplice a Beppe: ma c'era davvero bisogno di tutto questo? E se si, potremmo cortesemente sapere perchè?

Bruna C., Vibo Valentia Commentatore certificato 22.03.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Cogliere il senso ferocemente ironico e provocatorio no eh? Troppo difficile. Molto più facile criticare senza aver capito una mazza.

massimo fabianelli 22.03.13 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che schifo e' questo testo ?
Ma chi ha avuto il coraggio di scrivere tanto cavolate sessiste ( e quindi razziste).

Qualcuno l'ha paragonato al libro "Una modesta proposta" di Jonathan Swift..... spero che non stesse pensando a quello che scriveva .... perché io quando lessi queel libro sapevo benissimo che le parole andavano lette in altri modi, qui l'autore non si e' degnato di specificare anche in piccolo che ci fosse satira....a me sembra tanto un tentavo di sentire il polso della gente su questo argomento.

Marco C., Torino Commentatore certificato 22.03.13 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha avuto il coraggio di "pensare" e scrivere questo penserino non ha avuto gli attributi per firmarlo!!!! Inizi la lettura e pensi "è una provocazione vediamo dove si arriva". E poi il nulla fino ad arrivare all'infelicità totale della frase conclusiva...."forse perchè in fondo in fondo ci stanno" e ti rendi conto che hai sprecato 10 minuti della tua giornata a leggere il prodotto di un idiota vigliacco dotato di un solo neurone funzionante che per un non senso si è permesso di parlare di mutilazione, violenza e discriminazione.

Mashia 22.03.13 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN CARO CONSIGLIO A TUTTI: se volete che il blog non scriva più cose del genere, basta non accedere più al blog, più scriviamo più si divertono, non so se avete capito il giochino...

emanuela c., Roma Commentatore certificato 22.03.13 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma perché continuate a credere che queste cose le scriva grillo?????

emanuela c., Roma Commentatore certificato 22.03.13 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo , a dir poco, paradossale che tra le regole da rispettare per interagire sul suo blog ci sia esattamente ciò che ha espresso in questo "articolo" che non può provocare altro che schifo.
È un comico, ma questa volta non ha fatto ridere.

Aurelia Le Fosse 22.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Sarà anche ironico, ma alla fine quando dice che " Forse, perchè, in fondo in fondo, ci stanno" è veramente offensivo e vergognoso. Non sta più scherzando e caro Grillo, cari grillini sfegatati, non si scherza con queste cose. Fatevi un esamino di coscienza e rendetevi conto del personaggio che idolatrate.

Arianna Piccione 22.03.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

E' vergognoso, non ho una grande stima di questo movimento, ma quando ho letto l'articolo che parlava di questo post non ci credevo, mi sembrava troppo.

Sono venuto a leggerlo con i miei occhi, vergognatevi. E a chi lo difende dicendo che si tratta di provocazione o ironia dico:
o ha voluto provocare o fare ironia ma NON CI E' RIUSCITO per cui è incapace di esprimersi... o voleva dire esattamente ciò che ha detto e deve vergognarsi e chiarire.

voglio far notare che non violo nessuna delle regole:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

per cui confido nel fatto che il mio post non venga cancellato...

vergogna...

Carlo Iovvo 22.03.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Provate a cercare su Wikipedia: Una modesta proposta di Jonathan Swift.
In Italia non abbiamo l'organo della satira molto ricettivo :)

Matteo Bartomioli 22.03.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..ma che è una cosa del tipo: voglio vedere quanta gente faccio incazzare, poi li conto, li catalogo e gli vendo le armi? Oppure, li faccio incazzare e poi gli dico che è stato Berlusconi. Oppure voglio vedere se il Blog funziona e test l'accesso contemporaneo di mille utenti che fanno traffico contemporemente....oppure Grillo ha sbroccato ..ma quest'ipotesi secondo me è sbagliata, insostenibile. Come quando ti scappa una scureggia, la fai senza pensare alle conseguenze !

Francesco Della Torre 22.03.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il blog "il nuovo femminismo", spero che chi l'ha scritto venga rinchiuso e si buttino le chiavi. Chiedo al movimento una scusa attraverso il blog, è da vergogna scrivere quello che non so chi, ha scritto, non solo è vergognoso, ma non è degno di essere pubblicato. VERGOGNA BEPPE !!

daniela battistuzzi, Godega s. u. (TV) Italy Commentatore certificato 22.03.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento

è un brutto scherzo, vero???

Leila Mariani, Forlì Commentatore certificato 22.03.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

ho letto il post, e poi le repliche, di estremo interesse, ve ne consiglio la lettura, per valutare questo fenomeno mediatico tale per cui alcune donne sebbene inorridite, si sono spese per trovare una giustificazione. Che fosse del 2006 l'ho capito solo dopo, non cambia nulla, anzi c'è da domandarsi perché abbiate deciso di postarlo di nuovo, proprio ieri, dopo le consultazioni al Quirinale. Se nel 2006 poteva essere la becera boutade di un comico svalvolato, ora è stata pubblicata su quello che è da considerarsi a tutti gli effetti l'organo di stampa di un partito, non ne esistono altri, e che non si dica che non siete un partito, ma per favore!!!

ULTIMA CONSIDERAZIONE, IERI AVEVO VOTATO MOLTI COMMENTI, STAMATTINA NON RISULTAVANO PIU'... ANDATE A SCUOLA DA PUTIN??

raffaella d. Commentatore certificato 22.03.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chissa' perchè i commenti di molti uomini tendono a minimizzare e a sottolineare che si tratta di "ironia". E' proprio un pezzo brutto. Brutto e basta! E non è facendo della brutta ironia che ci affacciamo al nuovo millennio pensando di essere "uomini nuovi", talmente nuovi da sentirci autorizzati ad affrontare l'argomento con leggerezza.

Pino Dibi 22.03.13 10:53| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Premetto di non essere un difensore irriducibile di Grillo o chi per lui. Ho letto l'articolo è trovo molto difficile non cogliere il paradosso grondante tra le righe. Il linguaggio è volutamente disturbante. Vi ricordate la pubblicità progresso "e adesso cornetto e cappuccino... CRASH"? Incitava forse alla guida spericolata dopo una notte in discoteca? Il vero errore di chi ha scritto questo articolo è non avere adeguatamente considerato il target di riferimento.

Man Fredi 22.03.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché non fate attenzione?
Se leggete bene proprio le ultime righe, si capisce chiaramente che è una provocazione voluta a scuotere la coscienza femminile, quanti cortei o raccolte firme ci furono negli anni passati per fare realmente un passo avanti nella condizione femminile? E adesso? C'è veramente poco di "fatto".

Salvatore Falanga (starfire) Commentatore certificato 22.03.13 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo se in uomo dell'età della pietra, anche se fai finta di aggeggiare con i computer.

Jordi Minguell R. 22.03.13 10:47| 
 |
Rispondi al commento

sta roba dovrebbe far ridere?
no tanto per sapere.

leopoldo DeCazzis 22.03.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Non è così che si provoca. Questa donna qui si offende. Ah, non sono italiana: ho diritto di vivere o vuoi ammazzarmi subito perchè son donna, scoperta, e pure extracomunitaria di merda?

Lilian Muryia 22.03.13 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito solo una cosa.... non posso rispondere con un messaggio sessista, però posso leggere un articolo sessista???? qualcosa non va....

Valentina Rossi 22.03.13 10:00| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo,
con questo post ogni residua simpatia nei tuoi confronti è totalmente esaurita, tra te e lo psiconano, nei riguardi delle donne, nessuna differenza
Cinzia lancia

Cinzia Lancia 22.03.13 09:56| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Sicuramente il comico Grillo avrà voluto essere ironico ...... ma ti sembra che sia questo il modo di esserlo ? Calpestando la sensibilità delle persone ..... Ma che satira è mai questa? Il finale poi è il massimo e rivela chiaramente una completa convinzione in quel che , ironicamente, hai scritto nelle righe precedenti . Allora, caro Grillo, come comico sei bravo ma cadi miseramente su questa ironia spicciola da caserma (e nemmeno perchè adesso nelle caserme ci sono dei parà donne che ti fanno un culo così se parli in sto' modo), ma come politico, e sono mesi che lo dico :SEI PERICOLOSO !!!

paolo pignero 22.03.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

ma non avete capito che è una provocazione!!

alfredo m., napoli Commentatore certificato 22.03.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

commento del 2006, certo, ma nel frattempo non è che Grillo sia nato a nuova vita. Certo, sono sicura che questa dichiarazione avesse un intento ironico - da comico, appunto - ma non mi fa affatto ridere, la trovo semplicemente volgare e INUTILE. E mi fa pensare che chi ha questo tip di cultura farebbe meglio a frequentare una comunità di recupero, piuttosto che passare il suo tempo ad insegnare agli altri come dovrebbe funzionare la società

Paola Calabrini 22.03.13 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma voi siete totalmente fuori di testa. Questo è un post del DUEMILASEI ma vi rendete condo? Mi chiedo, non sapete leggere o siete proprio in malafede?
Starei a spiegare in cosa consista questo post, ma in entrambi dei casi sprecherei tempo prezioso inutilmente.

Lol Asd Omg Wtf Afk 22.03.13 03:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio sperare che sia una provocazione, come sospetto. Mi sembra troppo surreale.
Anche se non capisco bene il motivo di questa scelta.

Se non fosse così, abbiamo un problema.

giada gentile 22.03.13 01:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ai commentatori del 2013...ma perchè siete così...ora dopo aver dato del nazista, fascista, stalinista, comunista, sionista, negazionista, antieuropeista ci mancava il maschilista!!!
e pensare che basterebbe vedere il contesto in cui è stato scritto il post...magari andate a leggere i commenti dell'epoca che analizzano il tema rilanciato provocatoriamente da Grillo.
che poveri che siete

Flavio F. Commentatore certificato 22.03.13 00:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"IN FONDO CI STANNO"????????

BRUTTO PORCO, MA COME TI PERMETTI????????????????

CREDI DI ESSERE IRONICO?????????

MA CHI CAZZO SEI GRILLO, CHI CAZZO SEI?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

MA LO SAI CHE COSA PUO' PROVARE UNA DONNA, UNA RAGAZZA, UNA BAMBINA, CHE SIA STATA STUPRATA????????????

TORNATENE NELLE FOGNE, INSIEME AI TUOI AMICI FASCISTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Maria Luisa Bigap Commentatore certificato 22.03.13 00:10| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questo punto....trasferiamo tutte le donne in Afghanistan o portiamo qui i Talebani....
Ma chi ha scritto questa cazzata? Si vergogni ma...tanto e subito...senza se e senza ma!

caterina triassi 21.03.13 23:48| 
 |
Rispondi al commento

"caro ragazzo... io l'automutilazione dei seni l'ho subita a 27 anni.... dal
cancro!!!
Non ho bisogno di stronzetti che mi raccontino quanto le donne si cerchino
rogne... delle vostre provocazioni ne abbiamo piene le palle... siete al
Parlamento. Provare ad avere più rispetto e meno spocchia.... Il mondo è
variegato, sofferente, attento alle sfumature... magari esige rispetto e
attenzione!!! incredibile vero? Quanto al Burga, sono certa che Vi
piacerebbe molto, ma purtroppo non ci appartiene, non appartiene alla
mentalità delle nuove donne italiane, certamente appartiene a una mentalità
che noi subiamo e di cui Voi vi fate vessillo ....Rappresentare tutti?
Rosa, verdi, blu, o chi ... è in attesa della fine del mondo???? Provate,
con umiltà a pensarci. Chiedo alle donne del movimento 5 stelle .... Vi
riconoscete? siete pronte alle conseguenze emotive dell'autoutilazione? io
che non ho scelto .. mi auguro di no per Voi! Grazie"

irenepatm m, torino Commentatore certificato 21.03.13 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Non ho idea se questo articoletto voglia far ridere o se sia serio. Non ho idea di chi lo abbia scritto, se direttamente il Cittadino Beppe Grillo o qualcuno del variopinto mondo che lo circonda. In ogni caso, non è importante. Questo blog è, comunque, un megafono che veicola idee e le amplifica. Cortesemente, allora, voglia il cittadino Beppe Grillo o il cittadino che ha scritto questo gioiello di tolleranza, di comprensione, di rispetto verso le cittadine elettrici di sesso femminile scusarsi, rettificare, e spiegare ai deboli di spirito che una donna quando dice no intende no, che non ci gode quando subisce violenza,sia essa verbale, fisica o psicologica, che un uomo che ritiene che una donna se le cerchi perchè "in fondo le piace" altro non è che un povero, piccolo mentecatto microfallico e microcefalo. Siete in Parlamento. Fate tanto casino. Vogliate cortesemente iniziare a pensare di costruire qualcosa. Si comincia dalle piccole cose, più che dalle poltrone. Si comincia dal rispetto, sempre che sappiate cos'è.
Chiara M.

chiara menardo 21.03.13 22:11| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guarda facciamo che se ci incontriamo per strada ti mollo un calcio negli zebedei di tacco. Sai com'è, per PREVENZIONE. Sia mai che se non lo faccio poi pensi che ci sto. Schifo e raccapriccio, preferirei chiudermi in una cella buia farmici murare.

Amelia Conti 21.03.13 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Oh mio Di.o mi sembrate RITARDATI. Scusate la parola eh ma quand'è troppo è troppo...

MA è TANTO DIFFICILE CAPIRE CHE è UNA PROVOCAZIONE PER DIRE SVEGLIA DONNE SCENDETE IN PIAZZA, FATE CASINO, NON ASPETTATE SOLO SOLIDARIETA' CHE TANTO è SOLO APPARENZA DA PARTE DEI MASCHIETTI???

SVEGLIA!!!( un po' tutti!)

Antonio P., Castignano Commentatore certificato 21.03.13 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ti sostengo e condivido le tue idee, ma a volte proprio non ti capisco... o, meglio, capisco che un uomo debba essere molto frustrato all'idea di non essere una donna, non fosse altro che per la capacità di donare la vita. Sulla capacità poi di educare chi mettiamo al mondo al rispetto delle donne, beh, amiche mie, mi rivolgo a voi, ancora ci dobbiamo lavorare molto. E discorsi del genere lo dimostrano ampiamente...(Spero solo sia una provocazione...)

MARIA C., BISACQUINO Commentatore certificato 21.03.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo,mavaffanculovà..

Giorgio Violanti, Riccione Commentatore certificato 21.03.13 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Spero che tu stia scherzando... dimmi che stai scherzando... non posso credere di avere simpatizzato per un movimento che sta tirando fuori perversioni razziste e machismo da suburbio... la sottocultura e la volgarità come valori... ti scongiura torna a fare il comico e smetti di solleticare il peggio che c'è nel peggio degli Italiani...o fai politica ma rientrando in te...se mai sei stato migliore di così

corrada cardini 21.03.13 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ora sarà il caso che spieghi se è solo una provocazione, se è stata fatta per lanciare non so quale messaggio o semplicemente se, come dice la Salsi, lo hai scritto solo per attirare visualizzazioni sul tuo blog, le quali portano soldi a te ed alla tua combriccola.

francesco c. 21.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

mi sa tanto che qualcuno si è impossessato del tuo blog...no perchè, se questo testo è scritto da te, e un pensiero mediocre che nasconde chissà quale progetto altrettanto mediocre...!!

peppe quaranta 21.03.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare ovvio che l'articolo sia provocatorio.
Un invito alle donne a far valere i propri diritti senza aspettare nuovi eventi di violenza.
Nelle ultime righe, quelle evidenziate, si legge bene questo invito.

in questo senso condivido. sono stufo di vedere avvoltoi che non aspettano altro per poter fare le loro testate o programmi tv ingrassando sulle disgrazie degli altri.
é ora di arrivare a qualcosa di concreto per la tutela della donna. L'invito è però a metterci la faccia!

marco parodi 21.03.13 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma sei scemo?

cinzia fontana 21.03.13 14:20| 
 |
Rispondi al commento

il gusto del paradosso, però il suggerimento di scendere in piazza per la difesa dei nostri diritti, non è male

marianna barasso 21.03.13 13:47| 
 |
Rispondi al commento

su una cosa sono d'accordo: un mondo gestito da donne.
il resto è manifesta frustrazione di un essere che non ha la vagina.

angela gambino 20.03.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

io mi auguro che tutto l'articolo sia uno scherzo e aspetto che ci sia la conferma di ciò. mi è difficile credere che quelle cose siano pensate seriamente.

veronica cecchetti 18.03.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco che non sono un dotto, ma sono uno di strada, abbastanza navigato. Non mi atteggio, perché sono diventato così grazie a cetrioli in c***o, il mio, a non finire. O, questo articolo é una provocazione, o se riproposto, considerando la vetustà dello stesso, é da considerarsi un messaggio "tastapolso"; cela obiettivi ignoti. Sta di fatto, che nell'ottica di un'etica, che di norma accomuna tutti i movimenti con grandi potenzialità di aggregazione, non é né corretta, né coerente al concetto di "non violenza". Questo articolo, di violenza ne ha molta. Direi, che la trasuda e, quindi non mi piace affatto. Sarebbe meritevole di un bel chiarimento.

Aodmin6019 dirittidisabilieumani, Roma Commentatore certificato 18.03.13 10:50| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento

Credo che tu non pensi veramente cio' che hai detto, ti stimo troppo per pensarlo. ti ho votato e lo rifarei ma, ti prego, fai capire alle donne che non ammetti lo stupro, che lo condanni, senza ironia ne' battute, sono cose troppo serie.
Ti auguro di riuscire in tutto cio' che ti sei proposto e continuare a lottare per tutti noi!
Un caro saluto
loredana taberlet

loredana taberlet 15.03.13 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Hmmm... personalmente sono d'accordo con la maggior parte delle cose dette, tranne il fatto che lo stupro sia presente nella natura maschile... o che l'uomo sia maschilista.
Spero sia stato un tono ironico-provocante ;)

Jan Quarius 19.09.12 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Certo quelle di Beppe sono provocazioni! Però se ci offrisse qualche spunto per capire le strategie che ci stanno dietro gli saremmo molto grati!
Ho la sensazione a volte che siamo qui a difendere a prescindere una posizione che è come una palla che rimbalza a volte fuori dal seminato e va a finire in un giardino che non conosciamo. Ma dobbiamo dire che è giusto che sia finita lì altrimenti sputtaniamo il Movimento.
Beppe, noi siamo sempre con te, ma aiutaci a capirti! Non so se ne siamo all'altezza ma qual'è la ragione per andare a toccare certi temi adesso?

Mario Garofalo, Milano Commentatore certificato 03.07.12 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Non rispondo io, ma tramite uno splendido articolo condiviso con un amico.

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=41&ID_articolo=1207

Simona Giaccari 30.06.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Anche se questo articolo è vecchio è una visione idiota della faccenda "violenza"e ingiustificabile. Un motivo in più per stare lontana dal comico e dal suo movimento di ragazzotti. Franca Rame, senatrice che nella scorsa legislatura se l'è data a gambe da un governo fannullone e sessista, ha scritto un monologo di un'ora sull'argomento e nel frattempo ci sono state lotte e battaglie, vinte. Forse dovrebbe rivedere i suoi schemi mentali primitivi e, appunto maschilisti.

Elena Bibolotti 29.06.12 16:15| 
 |
Rispondi al commento

questo è un vecchio articolo, spero Beppe che in questi anni le cose siano un po' cambiate. se ancora la pensi così, non mi resta altro che augurarti che una delle donne che tu descrivi possa essere tua figlia. magari minorenne. Forse anche tu sei come tutti quegli italiani che capiscono solo se viene toccato "nel suo". Forse sei proprio tu l'italiano medio che tanto critichi con i tuoi urli, schiamazzi e cortei.

valentina tibaldi 28.06.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Una digressione, ma sempre in tema al femminismo...
Vorrei che le femministe mi spiegassero perché dicono con rancore e odio che le donne sono discriminate e poi nei posti di lavoro pericolosi non ci sono: tutti uomini morti. Perché viene imposta l'idea che le donne stanno male, sono sfruttate, sono oltremodo aggravate e poi i suicidi sono tutti maschili? Qui le cose non quadrano proprio, la questione mi puzza!

Vincenzo Taverna 27.05.12 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dire che le donne ci stanno è come dire che amino essere violate/violentate e non lo condivido. Penso, piuttosto, che in una società dove le donne, purtroppo, hanno sempre meno potere, alcune di esse giochino al gioco dei maschi e usino il proprio corpo per arrivare alle vette desiderate: il corpo come arma di rivalsa di massa a prezzo bassissimo ma che può fare accedere a mete elevatissime, come abbiamo potuto vedere, per esempio, dai ruoli assegnati a certe "demoiselles" dell'attuale politica (e non c'è destra o sinistra che tenga in tutto ciò, basta guardarsi intorno).Inoltre, noto che questa sorta di coartazione della donna va di pari passo con l'incremento della vendita di prodotti per l'impotenza maschile e mi sorge il dubbio che tale accanimento verso le donne sia frutto di una sorta di "invidia della vagina", intesa come rapporto conflittuale con la madre, prima, e col resto del mondo femminile in seconda battuta. Credo che, nonostante il femminismo, ci sia ancora molto da realizzare quanto al cambiamento dei rapporti uomo/donna, se è vero che, in Italia, sono queste ultime che hanno ancora il maggior carico di lavoro in quanto delegate all'accudimento della famiglia, tutta, anziani inclusi, e all'espletamento del lavoro che si sono scelte o che hanno dovuto scegliere per mandare avanti un nucleo che non può nemmeno sopravvivere con un solo stipendio.

Irene R., Vittoria Commentatore certificato 23.06.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La "mercificazione del corpo" è una cosa talmente normale che la insegnano LE MAMME alle proprie figlie. Insegnano loro a "portarsi a casa un buon partito. uno ricco". "se proprio deve darla, che la dia via bene". Questo in barba a quel falso moralismo vittimista e colpevolizzante delle femministe, che quando possono e finché possono, di questa "mercificazione del proprio corpo" ne godono, dall'esame superato con una bella scollatura, al colloquio di lavoro con la minigonna, ecc ecc.
Della mercificazione del corpo ha sempre goduto sia domanda che offerta.
Basta con la retorica dello stupro maschilista e del maschilismo patriarcale.
E se proprio vogliamo arginare lo sfruttamento subito (che comunque in parte esiste) riapriamo le case di tolleranza. solo così togliamo le schiave. e liberiamo quello che, non a caso e ben prima del maschilismo e della retorica femminista, è sempre stato il più antico mestiere del mondo.

Fausto Vidini 05.02.11 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rtiste dirlo : le donne sono maschiliste!

laura giacobbe Commentatore certificato 10.06.08 12:22| 
 |
Rispondi al commento


LA MISOGINIA CHE IMPERA IN OCCIDENTE!

LEGGI QUEL CHE E' SCRITTO IN ROSSO SE VUOI CAPIRE QUEL CHE E' SCRITTO IN NERO
(Proverbio del XV secolo)

IN MESSICO (Ciudad Juàrez) OGNI GIORNO UNA RAGAZZA VIENE VIOLENTATA, SEVIZIATA, MUTILATA E UCCISA.

www.mujeresdejuarez.org

Ciudad Juàrez, città bagnata da Rio Bravo, che fa da confine naturale agli USA, è il primo passo per i gringos del cortile di casa, illuminata da luci al neon che lampeggiano per le strade del centro: si arricchisce con i soldi facili del narcotraffico e delle maquilladoras. Le maquilladoras, fabbriche di assemblaggio di proprietà straniera, gode di molti privilegi fiscali oltre ad effettuare, sulle proprie operaie, ogni genere di pressioni psicologiche e fisiche. Ogni operaia, settimanalmente, deve sottoporsi ad un test di gravidanza, deve lavorare per più di otto ore al giorno, viene automaticamente licenziata se resta incinta o se si scopre che ha bambini (anche se è illegale secondo la legge messicana) e non può avere legami né con sindacati, né con altre organizzazioni per/di lavoratrici e lavoratori. Le operaie, tra l’ altro, non dispongono di molti mezzi pubblici: si recano al lavoro la mattina presto, al buio, facendo molti chilometri a piedi in strade ampie e scarsamente illuminate (idem al ritorno). In questi ultimi anni, nei pressi di Ciudad Juàrez, in Messico, ogni settimana una giovane donna (generalmente operaia) scompare nel nulla.
Alcune delle ragazze scomparse, sono state ritrovate nel deserto morte, con evidenti segni di torture, sevizie, mutilazioni e violenza sessuale.
La stragrande maggioranza di queste ragazze non superano i 18 anni di età ed, in alcuni casi, si tratta di bambine.
È importante sottolineare che nessuna delle ragazze assassinate e violentate aveva vestiti o atteggiamenti provocatori: tutte dal look minimalista e povero, indossavano jeans, maglietta e scarpe da ginnastica, tutte erano lavoratrici mal-pagate!

Maddalena Celano 10.11.07 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo essere sincero rileggendo i commenti postati qui sotto, forse la maggior parte delle donne non ha colto il senso del blog di Grillo.
Per come la vedo io Grillo vuole far emergere quanto la donna di oggi sia sicura di se stessa e che del maschio poco importa. Infatti dice che le donne stanno bene in famglia e anche da sole; sì magari si scopano qualche cazzone sempre pronto a non dire mai di no, ma questo è un altro discorso.
Sperando di non leggere altri i commenti della cretina dell'ultima parola, passo e chiudo-

Paolo Donati 25.08.07 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Maddalena Celano

Sono d'accordo che il Femminismo è semplicemente solo un'emancipazione e riscatto nella società come stessi diritti e stessa libertà pari e uguali come ai maschietti.... però non a tutti i maschietti (anzi è la maggioranza) che per cultura, per mentalità e per generazione, i maschi quelli che hanno ancora la mentalità inflessibile e rigida, sono ancora fermamente convinti che l'uomo deve solo "cacciare" delle prede per esaltarsi la propria virilità e che si deve essersi il "padrone" della "sua" donna. Cioè che la donna deve essersi sempre disponibile quando il maschio ha voglia di "scoparsi", anzi, molti maschietti hanno la convinzione che con la donna deve essere prima il sesso e dopo il sentimento, che deve saper anche cucinare per lui, che deve farsi i propri figli e che deve farsi solo il ruolo della donna che sia affaccendata per la casa e null'altro più.... insomma, è una donna che si sente ridotta come un'oggetto sessuale che dipende solo da lui. Che tristezza.... Non credere che a TUTTI I MASCHI ti capiscano e che tengano conto delle tue parole, purtroppo.

Ciao!

Elisa Soncini 18.02.07 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog mi ha parecchio delusa e disgustata: spesso scade nel conformismo, nel luogo comune, nei più volgari luoghi comuni maschiliti e misogini.
Alcuni autori dei commenti, tra l' altro, non si sono distinti molto dalle opinioni di OSAMA BIN LADEN in materia di diritti femminili e sessualità.
Ritengo ciò inquietante ed allarmante: proprio qesto dimostra che una RIVOLTA FEMMINISTA è necessaria più che mai e guai se non accadesse: ritorneremmo al MEDIOEVO (ed è una minaccia reale!).

DETTO CIO' concludo che il termine "FEMMINISMO" è usato male ed impropriamente.
Non solo: è stato completamente "Espropriato" dal significato originario e dalla sua storia.
Vorrei, tra l' altro, tranquillizzare i "poveri maschietti" feriti nel loro narcisismo egoistico ed onanistico: femminismo non significa minimamente "sottomettere l' uomo" (questo si chiama MISANDRIA, che è un' altra cosa!) ma è nato (storicamente e culturalmente!) come un semplice MOVIMENTO DI EMANCIPAZIONE E RISCATTO...e nulla di più!

Tra l' altro, molte grandi pensatrici femministe, erano donne di grande elevazione politica, filosofica e culturale: sono passate nella storia e, quindi, "istituzionalizzate".
Ad esempio, per chi non lo sapesse, il pensiero femminista che, attualmente, si chiama PENSIERO DELLA DIFFERENZA SESSUALE (femminista è un termine arcaico) viene studiato in tutte le università del mondo (NEI CORSI DI FILOSOFIA).
Per chi non o sapesse: il PENSIERO DELLA DIFFERENZA è tra i più evolti e brillanti del mondo in materia di diritti umani e filosofia del diritto.

SEMPRE per tranquilizzare il patetico narcisismo maschile, concludo dicendo che nessuno vuole "evirare" nessuno: semplicemente si cerca di migliorare la comunicazione ed aprire gli occhi del maschio troppo ossessionato ed innamorato della sua ombra o della sua immigine riflessa GONFIATA e POMPOSA.

DEDICATO ALLE DONNE: studiate attentamente la vostra storia! Ed evitate di "esporvi" con vittimismo!

Maddalena Celano 12.02.07 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Questo messaggio è rivolto x tutti.

Alla serata che quando guardo il telegiornale, si parlava così tanto di quella ragazza che aveva esibito nel metrò a Milano una esibizione alla Lap Dance, oppure quelle ragazzine che frequentano la scuola e che durante le ore scolastiche, si spogliano e poi venivano fatte riprendersi attraverso con la Web Cam o il videofonino, oppure quella insegnante di matematica e sembra che abbia fatto una specie di incontro a "luci rosse" con alcuni suoi studenti.... tutte queste cose a me non mi andava proprio giù. Non voglio fare la predica e nemmeno farsi la moralista, però comincio davvero a stufarmi con tutte quelle esibizioni provocatorie senza pudori, con tanta intraprendenza e con molta disinvoltura senza limiti.... dove sono finite le vere ragazze o le vere donne che si fanno rispettare la propria dignità fisica e morale??? Io credo che il proprio corpo ha un grandissimo valore e sono convinta che il corpo và sempre e comunque rispettato, ma mai per esibirsi un corpo mezzo nudo alla gente così tanto per fare, e se a qualcuna ragazza o donna vuole spogliarsi davanti agli occhi degli estranei il proprio corpo, deve sapere che il corpo perde comunque il proprio valore, anzi, non è una vittoria per sè stessi per combattere la propria solitudine.... e per combattere la propria solitudine esistono altri modi e altre forme più dignitose ma non per arrivare a quello... ma forse quella esibizione fatta in pubblico è per lo scopo di farsi lo spettacolo o per pubblicità per guadagnarsi la fama e tanti quattrini, ma a questo non c'è più la propria anima nel corpo.... che tristezza.

Elisa Soncini 08.12.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Enzo Tommasi.

Sono rimasto sorpreso, ho riletto due volte la tua risposta, ho preso il tempo per riflettersi e ho capito che io ho frainteso. Mi dispiace, prima non avevo capito, però sono contento che tu abbia chiarito con me, cioè che tu non lo volevi insultarmi e nè criticarmi direttamente soltanto con me, ma tu volevi farlo solo in generale di tutte le cose, giusto? Ebbene, che posso dirti? Ormai abbiamo risolto l'equivoco. Forse tu hai ragione che mi sento incompresa e ingenua, però un pò di permalosità c'è l'ho pure, ma non sono sempre così... e quello invece di infantilismo e di mania di persecuzione, io non lo saprei rispondermi... dico davvero. Dovrei riflettermi. Comunque però, è così strano quando tu mi dici che anche se una persona ci sorride e ci dice belle parole è una fregatura con l'altro... io penso che non è sempre così e non è sempre detto... Anch'io posso sorridersi con alcune persone, ma perchè sono così contenta di me stessa e non perchè voglio imbrogliare o rendermi falsa la mia testimonianza agli altri, oppure non è sempre così con tutte le persone... Bhè,io penso che bisogna cogliere anche il lato positivo delle persone e delle cose, perchè ogni persona ha i propri pregi e le proprie debolezze e ognuno interpreta come si vuole credere... Comunque, grazie per il tuo chiarimento, auguri.

Elisa Soncini 01.12.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

x Elisa Soncini

Tu hai troppe manie di persecuzione!
Solo per il fatto che ti sei "accesa" dopo che ho scritto dei commenti che non erano rivolti a te direttamente ma che erano molto in generale, lo dimostra chiaramente.
Quando mi hai detto: "Credevo che tu fossi così intelligente per capirmi" fa intendere che dopotutto sei un'incompresa.
Con quel carattere così permaloso non puoi avere una vita molto serena.
Renditi conto che il mondo non ce l'ha esclusivamente con te.
Questo è un consiglio che voglio darti. Se non ci sei già stata, prova ad andare da uno psichiatra (non da uno psicologo) meglio se uomo. Sono dei geni e possono risolvere molti problemi semplicemente facendo due chiacchere.
Non te lo dico con cattiveria e vuole essere solo un consiglio.
Magari prima di andare a dormire invece di leggere i commenti della gente che non la pensa come te, prova a leggere un bel libro. Sarebbe già un buon inizio...


Per quanto riguarda Beppe Grillo e Vittorio Sgarbi sappi che fanno parte di quella rara categoria di persone che dicono quello che pensano in un mondo inquinato dall'ipocrisia e dalle belle parole.
Tu, che a mio avviso sei molto ingenua e piuttosto infantile sappi che le belle parole non aiutano a crescere e le persone che ti sorridono sempre sono magari proprio quelle che ti vogliono fregare.

In bocca al lupo!

Enzo Tommasi 01.12.06 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi sento molto arrabbiato con te Enzo, perchè sei stato tu che per primo hai cominciato ad attaccarmi insultandomi e criticandomi delle tue parolacce, che tu mi hai attaccato per dirmi che sono vigliacca, ignorante ecc.. e queste sono delle tue parolacce così offensivi e gravemente inaccettabili, prechè tu hai "influenzato" e imitato al modello tipico del Vittorio Sgarbi e così tu pretendi che io passi la parte del torto e che soltanto tu abbia ragione, per questo è una tua arroganza da maschilismo che tu pretendi un rapporto non alla pari, cioè la donna è stupida e l'uomo è intelligente, quindi per te la donna è considerata inferiore.

Vergognati!!!!!!

Elisa Soncini 30.11.06 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Enzo, non me ne frega niente di Sgarbi e di Beppe Grillo. A me non piace Beppe Grillo e nemmeno Vittorio Sgarbi, perchè entrambi predicano bene ma razzolano male, anzi, parlano così tanto che alla fine non si concludono un granchè.... e Vittorio Sgarbi è un gran campione di parolacce e di insulti al pubblico... guarda caso come ha attaccato la Alessandra Mussolini, perchè è stato Sgarbi che ha attaccato a lei e l'ha offeso con delle parolacce alla Mussolini. Vittorio Sgarbi non è un bell'esempio per il pubblico, perchè attacca a tutti insultando chiunque a chi è contrario alle sue idee... non è il suo modo corretto per comunicare con le parolacce e dei insulti.

Sei tu che sei fuori di testa e ti devi vergognarti per le tue parolacce.

Elisa Soncini 30.11.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Enzo,tu non hai ancora capito proprio niente.O tu fai l'arrogante o ti fai il moralista, perchè sei stato tu che per primo hai iniziato a scrivermi su questo post su di me dicendomi queste tue frasi che sono queste:"tu e quell'altra ignorante...","...che siete delle povere vigliacche...","...di essere meno presuntuose","ma va a cagher" ecc...rileggilo di nuovo tutto quello che tu mi hai scritto su questo post e ti renderai conto che sono delle tue parole che mi offendono sia alla mia persona e sia al mio commento al post,questo per farti capire che non è soltanto per il fatto personale,ma per il fatto che sul post non si possono esprimersi delle parolacce quando si esprime un commento con gli altri,perchè se tu ci pensi bene che tutte queste parolacce offendono anche a chiunque...a nessuno piace sentirsi delle parolacce,o no?Ma non si può esprimersi delle parolacce in qualunque circostanza, anche sul posto di lavoro o anche al supermercato ecc...non solo su di me ma anche alle altre donne,e guarda caso, tu dici che ammiri Vittorio Sgarbi,uno che come lui che dice tutto ciò che pensa così liberamente senza usarsi la propria modestia,perchè per lui parlarsi in pubblico delle parolacce con chi non ci và d'accordo con le sue idee...!?Se io esprimo le mie idee su questo post,perchè tu mi devi insultarmi???Il problema sei tu che usi delle parolacce a chi è contrario alle tue idee e devi proprio insultare con chi non è d'accordo con te??Quindi,io sono libera di esprimersi le mie idee ma non venirmi a criticare e a insultarmi soltanto perchè ti dà fastidio e non accetti le mie idee.Prova ad esserti più tollerante e impara ad ascoltare l'altro senza perderti il tuo controllo quando ti arrabbi,prima di aprirti la tua bocca per insultarsi.Quindi,tu non hai nessun diritto di dirmi di usare questi termini come queste: ignorante,vigliacca,presuntuosa ecc..anche che non ti piace i miei commenti postati su questo blog per esprimere le mie opinioni su Beppe Grillo,non insultare.

Elisa Soncini 30.11.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Cerchi di farmi sentire in colpa per quello che ho detto?
Beh, ti dico che sei fuori strada. Il fatto che hai dei problemi, e non ce li hai solo tu, non ti giustifica affatto.
Questo è un blog dove ognuno dice la sua, se poi prendi tutto come un offesa personale sono affari tuoi!
Non venire qui a fare la morale a me e l'esame di coscienza fattelo tu per le cavolate che hai scritto.
Prima insulti e spari e poi fai l'offesa? Ma va va!

W Vittorio Sgarbi, W Beppe Grillo

Enzo Tommasi 30.11.06 01:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Beppe Grillo

Per favore Beppe, perchè non ti intervieni immediatamente a questo post per parlare e fermare a tutti coloro che si scrivono a questo post, che non fanno niente il meglio ma che fanno soltanto a insultare e a criticare a vicenda proprio con tutti??????

E' una vergogna!!!

Che schifo!!!

Elisa Soncini 29.11.06 23:55| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo Tommasi

C'è un detto che tengo solo a me come una cosa molto cara, ma io lo dico:"Non darti la tua perla ai porci", il che vuol dire che io non voglio darmi la perla a chi non lo merita, a quelle persone che non meritano il mio rispetto. Chi mi critica e chi mi insulta soltanto, non è degno nè il rispetto e nè il merito, capito!!???
Quindi, per favore, ti consiglio a eliminare le tue parole scurrili e aberranti, è chiaro!!???
Che mettiti in pace il tuo disprezzo nei miei confronti, fatti un'esame di coscienza e impara a usare solo delle parole corrette e cerca di evitare quelle parole scorrette, hai capito!!!????

Elisa Soncini 29.11.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo Tommasi.

Chi ti credi di esserti tu??? Io non sò nulla di te, capito!? Io sono italiana al 100%, ho 34 anni, sono nata a Correggio di provincia di Reggio Emilia da entrambi genitori italiani, sono sorda non per nascita (sono divenuta sorda dall'età di circa 2 anni e sono stata costretta a farsi la terapia con la logopedista dall'età di 3 anni in poi per portarsi la protesi acustica e a impararsi a parlare come dovrebbe essere quasi un normoudente...) e fino a tre anni fà circa, ho subìto un'intervento per un'impianto cocleare per acquisire meglio i suoni, i rumori e le voci... ma nella mia materia di Grammatica Italiana a Scuola, sono proprio negato nei miei compiti in classe quando si facevano il Tema, a causa della mia sordità che non potevo acquisire di più informazioni dal mondo circostante quando la parola è necessaria e per questo faccio degli errori sia alla scrittura che a parlare a voce, ma il mio vero nome è Paola e il mio vero indirizzo non lo voglio mettermi in questo post, per evitarsi che gli altri mi scrivano nella mia posta elettronica privata e voglio che gli altri mi rispettano per come sono e preferisco solamente che gli altri mi rispondano soltanto su questo post e che non voglio niente del mio privato su questo post, quindi il nome "Elisa Soncini" era il nome di mia nonna di cui ero così affezionata (però era deceduta 3 anni fà che aveva 82 anni...) e per questo preferisco mettermi il nome come d'arte "Elisa Soncini" per ricordarmi la mia adorata nonna e soprattutto per non parlarmi della mia vita personale e privata su questo post, che non amo sbandierarsi al vento i miei problemi della sordità, capito??!!! Quindi, tu non mi venire a dirmi tutti i tuoi insulti e delle tue critiche solo per trattarmi come una "poverina" soltanto perchè ti faccio pietà, capito??!!!! Perchè io non mi sento nè una "poverina" e nè una ignorante anche che non ti scrivo così bene in questo post, capito??!!! Abbi il rispetto nei miei confronti, è chiaro!!??

Elisa Soncini 29.11.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

x Elisa Soncini

Capire quello che scrivi, senza un'interprete, sarebbe già una gran cosa. Per cercare di capirti e chiarisco subito che non ne ho la minima intenzione, credo ci voglia uno psichiatra, e di quelli bravi...
Voglio almeno sperare che tu non sia di madrelingua italiana e che Elisa Soncini sia solo un nome d'arte.
Anche tu mi fai pena ma non l'avevo scritto per educazione.

Enzo Tommasi 29.11.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

x Elisa Soncini

Capire quello che scrivi, senza un'interprete, sarebbe già una gran cosa. Per cercare di capirti e chiarisco subito che non ne ho la minima intenzione, credo ci voglia uno psichiatra, e di quelli bravi...
Voglio almeno sperare che tu non sia di madrelingua italiana e che Elisa Soncini sia solo un nome d'arte.
Anche tu mi fai pena ma non l'avevo scritto per educazione.

Enzo Tommasi 29.11.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo Tommasi.

Come sei molto gentile e educato per rispondermi così! Guarda che io non ti ho nemmeno criticato, ma sei tu che per primo hai iniziato a spararmi addosso tutte le critiche addosso sul mio conto.... sei diventato la stessa "copia" di Giorgio Sirchia, complimenti! Io ti ho scritto sul post che mi riferivo a quella maggioranza in generale solo quei uomini soprattutto quelli stronzi e non mi riferivo a te.... ebbene, tu che per primo mi hai comunque criticato prima di conoscermi, però mi reputo che io non sono vigliacca, nè la stronza e nè l'ignorante come tu dici, perchè ho la mia coscienza pulita e ti consiglio vivamente che dovresti riguardarti meglio alla tua coscienza. Per quanto riguarda sui sondaggi sulle violenze che avviene in casa con il marito o il fidanzato, purtroppo sono episodi che succedono spesso nel mondo di oggi, ma non sono così scema a starsi solo a guardare, ma mi limito a starmi attenta a cosa succede intorno e cerco di difendermi da chi è predisposto alla violenza e da chi invece è un benefattore, quindi io non stò così impalata come un palo a giudicare gli uomini che mi passano casualmente, perchè prima di giudicare bisogna conoscere ogni uomo e dopo posso giudicare se è un violento oppure no.... perchè io sò che dall'altra parte ci sono dei bravi ragazzi che non farebbero mai male a una mosca, ma mi spiace per te che mi fai compassione quando tu mi critichi senza un motivo valido. Credevo che tu fossi così intelligente per capirmi e invece mi sbagliavo, quindi addio Enzo, non ti rivolgerò più la parola. Mi fai solo pena.

Elisa Soncini 28.11.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

x Elisa Soncini

Ma lo sai che la maggior parte delle violenze avvengono tra coniugi e fidanzati e che la maggior parte di questi episodi non vengono denunciati?
Perciò tu e quell'altra ignorante che ha scritto finora non venite fuori con frasi del tipo
"se poi vi guardiamo male per la strada o facciamo finta di parlare al telefonino non meravigliatevi".
Perchè in fondo siete delle povere vigliacche che ve la prendete solo ed esclusivamente con chi non vi ha fatto niente, mentre l'unico che vi dà gli schiaffi è proprio quello che dite di amare.
Ma vedete di essere un po' serie, coerenti e soprattutto meno STRONZE!
Il vostro ragazzo vi tratta male e voi che fate? In ufficio o nelle fabbriche volete far
intendere ai vostri colleghi: "guarda che io scopo con il mio ragazzo e tu invece sei li a farti le seghe"
E cercate anche di essere meno presuntuose che tanto è solo un modo per far credere che siete intelligenti e capite tutto a un solo sguardo!

Quello mi guarda?
Allora sarà senz'altro un maniaco! Aiuto!
Ma va a cagher!

Enzo Tommasi 28.11.06 14:06| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo Tommasi

Hai ragione quando tu dici che le donne disprezzano gli uomini, perchè ho letto un blog che ho trovato per caso in cui c'era scritto che c'è un gruppo di donne che disprezzavano gli uomini... ma quello che tu dici è molto generico e non sò dove tu hai trovato l'informazione, comunque, se tu ti informi bene a quel blog che io avevo letto (credo che si chiamasse il sito "IlDolceNutella" se non ricordo proprio bene...), quel blog si riferiva solo a quella maggioranza di uomini, soprattutto quelli i veri STRONZI in cui tu ti stai parlando delle donne... sì, la verità è questa, sono gli stronzi che le donne disprezzano davvero. Bye!

Elisa Soncini 27.11.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

X Elisa Soncini
Volevo postare e non rispondere al tuo messaggio sorry.

Oltre a condividire quasi tutto quello che ha detto Beppe Grillo aggiungo:
Le donne disprezzano gli uomini: è vero, è vero anche che sono consapevoli che senza l'uomo non potrebbero vivere e non mi riferisco al sesso anche perchè molte di loro trovano maggiore soddisfazione con un bel fallo di plastica; mi riferisco semmai al lavoro, a quello che fanno gli uomini nella società; ai lavori veri, elettricisti, muratori, idraulici e tutti quei lavori pesanti che una donna non si sognerebbe e non potrebbe fare.
Ora il punto è, perchè una donna spenderebbe la quasi totalità del suo stipendio per la cura di se stessa? Vestiti, prodotti di belezza, sedute dall'estetista?
La risposta è: la continua ricerca di un uomo da agganciare, meglio se ricco e da spennare mentre lui lavora e lei in giro per shopping, centri estetici o palestre.
Poi una volta raggiunto il loro scopo principale ovvero il matrimonio, non è che si fermano lì, il desiderio di migliorare e raggiungere nuovi obbiettivi persiste.
E allora vedi uomini in mutande che manifestano per i loro diritti. Uomini che per qualche scopata ora si vedono a pagare la quasi totalità del loro stipendio per mantenere quella che una volta era la loro compagna.
State attenti o voi che entrate perchè quello che vi danno le donne non è mai gratis!

Enzo Tommasi 25.11.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo Tommasi.

A me non mi risulta affatto che tutte le donne dovrebbero disprezzare tutti gli uomini, a parte che si può apprezzare soltanto alcuni uomini e alcune donne, soprattutto che siano così intelligenti, maturi e sensibili. Certo, noi donne dobbiamo ringraziare agli uomini perchè fanno dei lavori molto pesanti, per esesmpio il muratore, l'elettricista, l'idraulico ecc... che nessuna donna è in grado di fare, ma perchè per una donna non ha quelle caratteristiche fisiche dotate della forza che soltanto l'uomo possiede... ma non hai mai pensato che ci sono dei mestieri delle donne che nessun uomo non sarebbe in grado di fare? Per esempio, ci sono mestieri che un uomo non gradirebbe mai di fare che invece per una donna ci farebbe fare, per esempio, lavare e pulire il bagno, il bidet e il WC, oppure fare la governante, la baby sitter ecc... Se una donna spende i soldi dall'estetista solo per una ceretta alle gambe e l'uomo cosa fà? Magari spenderebbe i soldi dal barbiere per fare un bel pizzetto sul mento o delle nuove basette moderne... oppure spenderebbe i soldi per andare a guardare la partita di calcio alla domenica nello stadio. Una donna piò spendere per comprare un bel vestito nuovo per farsi carina al suo fidanzato, ma poi quando si sposa e avrà i figli, non avrà mica il tempo e neanche per spendere i soldi per un vestito, perchè la vita di famiglia ci costa! Quindi, tu non puoi dare tutta la colpa a noi donne, anche gli uomini hanno delle sue colpe. Il mio consiglio che ti voglio darti, è che non sono mica tutte le donne delle grandi spendaccione, ma ci sono anche gli uomini che spendono i soldi per i loro interessi e per i loro divertimenti. Io non faccio spendere tutti i miei soldi quando faccio del shopping,anche che mi piace guardare le vetrine e se trovo qualcosa che mi piace, stò molto attenta a quanto devo spendermi, perchè io non ho molti soldi e guadagno circa 700 euro al mese e quindi non sono una spendacciona come farebbe le altre.

Elisa Soncini 24.11.06 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Sirchia, mi è passata la voglia di ascoltarti. Qualunque parola essa che tu mi dici, che sia una tua critica e non è il tuo punto di vista che cerci di comunicarmi, per me ogni tua parola che ti esce dalla tua bocca, non ha nessun valore, perchè alla fin fine tutto sommato, tu non mi sei simpatico.

Elisa Soncini 31.10.06 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giorgio prima offendi in continuazione e poi fai la vittima? Io intanto ho il fidanzato da 3 anni, e ci facciamo delle belle scopate tu continua a farti le seghe guardando le donne in minigonna e a dare la colpa a loro sè sei un maniaco

Karin Grigatti 31.10.06 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un servizio giornlistico sull'Espresso rivela che in Italia c'è il più ampio mercato europeo della prostituzione.
Siamo rimasti un popolo di puttanieri.
E di mogli e fidanzate incapaci di soddisfare i propri uomini!
Se ne deduce che è colpa delle stesse donne se si ha un aumento della prostituzione..!!...ah, ah, ah (scherzavo)

giorgio sirchia 29.10.06 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Un consiglio alla Elisa:
lascia perdere psicologi e psichiatri.
E' gente che ha la presunzione di classificare gli esseri umani in schemi predefiniti. Quando la tendenza più splendidamente umana è proprio quella di non stare mai dentro schemi fissi.
Certe volte siamo dei mostri, altre dei santi. Bisogna solo prendere coscienza di questo, senza farsene sensi di colpa.

giorgio sirchia 29.10.06 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè vi incazzate? il mioè solo un punto di vista, mica un proclama contro le donne!?
Comunque, il fatto che mi abbiate coperto di insulti dimostra che o colto nel segno.
La favoletta "è tutta colpa dei maschi" è puerile e poco obiettiva.
Non potete darmi torto, comunque, sul fatto che nel nostro tempo, il rapporto fra uomini è donne è in crisi: confusione di ruoli, incapacità di comunicare, paura di scoprirsi e di amare. Come abbiamo fatto noi in questo forum, ci si appiglia e litiga sulle parole, sui "simboli" e poi nella vita quotidiana nascondiamo i nostri sentimenti, come dei bambini spaventati.
per tornare all'argomento iniziale, il Femminismo ha avuto la sua importanza storica, ma è stato altresì una delle cause di questa crisi, diventando un'ideologia vera e propria, e come tale, fomentatrice di rabbia e odio. Come dimostrano i nostri dialoghi.
A presto.

giorgio sirchia 29.10.06 00:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La quarta tipologia del maschio stupratore, è quello che agisce per scaricare la rabbia e dice lo psichiatra: "Più della metà di questi uomini ha subito abusi fisici durante l'infanzia da uno o da entrambi i genitori. Circa l'80% ha genitori divorziati e circa il 20% è un figlio adottivo. Considera se stesso un concentrato di virilità ed è di norma violento anche nei modi. ASPETTO FISICO: in genere, è un tipo atletico, pieno di muscoli. VITA DI RELAZIONE: spesso è sposato e con la sua donna non è violento. Ha una propensione per l'infedeltà, che gli è utile per rafforzare di fronte a se stesso la propria immagine di "macho". In generale, è socialmente competente. LAVORO: di norma svolge una professione centrata sull'azione. MOTIVAZIONE: il suo scopo è di far pagare all'interno genere femminile tutte le ingiustizie vere o presunte che ritiene di aver subito dalle donne della sua vita. MODALITA': l'evento scatenante è spesso una lite o una crisi con la moglie o la madre. Commette il suo crimine vicino a casa, senza pianificarlo. Il suo intento è di punire facendo del male, per cui può umiliare la vittima (per esempio eiaculandole sul viso) e picchiarla".

Elisa Soncini 26.10.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

La terza tipologia del maschio stupratore, è quello che agisce per fare male e dice lo psichiatra: "Un elevato numero di questi stupratori ha un disturbo della personalità. Di norma, sono aggressivi, non sopportano la critica e non tollerano che le loro richieste di soddisfazione non vengano immediatamente esaudite. Crica il 60% di questi uomini è stato cresciuto da un genitore solo. La maggior parte di essi, durante l'infanzia, ha subito ripetuti abusi fisici o comunque proviene da una famiglia in cui la devianza sessuale era presente (per esempio, padre a sua volta stupratore). Sono uomini intelligenti, all'apparenza irreprensibili. ASPETTO FISICO: è curato nell'abbigliamento e ha un modo di fare accattivante. VITA DI RELAZIONE: in genere è sposato ed è considerato un "ottimo padre". Spesso, si dedica ad attività sociali. LAVORO: ha quasi sempre un buon livello di scolarità e una professione di tipo impiegatizio. MOTIVAZIONE: il suo obiettivo è di causare il più alto dolore fisico alla vittima perchè è questo a gratificarlo. Nella sua mente, la violenza ha più che altro una valenza erotica. MODALITA': pianifica gli stupri nel dettaglio, anche prevedendo le mosse successive della polizia (per questo è il soggetto più difficile da catturare) per individuare la sua preda e agisce solo in luoghi di cui ha precedentemente preso visione. Per instillare il terrore assoluto nella sua vittima la immobilizza e poi le racconta nel dettaglio a quali violenze la sottoporrà. Più stupri commette più diventa sofisticato nell'esecuzione e, se non viene fermato, prima o poi inizia a uccidere".

Elisa Soncini 26.10.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

La seconda tipologia del maschio stupratore, è quello che agisce per manifestare il potere e dice lo psichiatra: "Circa il 70% è stato allevato da un genitore solo, mentre un terzo è figlio adottivo. Circa il 75% ha subito abusi fisici di varia natura durante l'infanzia. E' un narcisista (innamorato di sè), molto preoccupato della propria immagine. Ama trasmettere un'idea di "successo raggiunto". ASPETTO FISICO: di solito è di bell'aspetto o, comunque, attira l'attenzione per come è vestito o per gli atteggiamenti da macho assunti. VITA DI RELAZIONE: frequenta i locali per single, sembra sempre a caccia di donne, spesso è sposato o comunque ha una relazione che dura da tempo. LAVORO: quasi sempre ha un'occupazione tipicamente maschile, spesso che impone di indossare una divisa. MOTIVAZIONE: è un mezzo per manifestare la propria virilità e assaporare il piacere del dominio. E' comunque intimamente convinto che il semplice fatto di essere maschio gli dia il diritto di violentare una donna. MODALITA': cattura le sue prede generalmente nei locali. Attacca usando sia l'aggressione fisica sia la violenza verbale. Se trova resistenza può diventare estremamente pericoloso per l'incolumità fisica, anche perchè non di rado possiede un'arma. Può umiliare la donna costringendola a rapporti orali e anali. Può commettere più stupri a distanza di 20-25 giorni".

Elisa Soncini 26.10.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la prima tipologia del maschio stupratore, quello che agisce per sentirsi importanti e dice lo psichiatra: "Questo tipo di uomini ha scarsa autostima, si sente sempre inadeguato. E' tranquillo e passivo. Può soffrire di impotenza o di altre disfunzioni sessuali. Nella maggior parte dei casi, proviene da una famiglia in cui sono presenti entrambi i genitori. ASPETTO FISICO: è bruttino e poco appariscente. VITA DI RELAZIONE: ha pochi amici, non ha partner sessuali, non è fidanzato nè sposato, in genere vive con i genitori. LAVORO: in genere, ha un titolo di studio modesto e un lavoro umile, che svolge in modo soddisfacente. MOTIVAZIONE: per aumentare la propria autostima. Dominare una donna, anche se per un arco di tempo breve, gli crea l'illusione di sentirsi importante. MODALITA': utilizza solo la forza necessaria a indurre la donna a sottomettersi, ma non vuole farle male. Durante l'atto sessuale, si convince che la vittima provi piacere a essere stuprata. Di norma, tiene un diario in cui annota i nomi delle vittime e la descrizione degli stupri".

Elisa Soncini 26.10.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

A tutti.

Ho letto un articolo che parla dello stupro e vi riporto qui al post queste parole da un psichiatra che spiega chi sono realmente i stupratori e dice: "E' possibile individuare 4 tipologie di stupratori: 1) Per sentirsi importanti. 2) Per manifestare il potere. 3) Per fare male. 4) Per scaricare la rabbia. Per quanto riguarda il rischio corso dalla vittima, il meno pericoloso è lo "stupratore per sentirsi importante" e il più violento e aggressivo è quello "per fare male". Si deve poi fare una distinzione tra stupratori occasionali, che possono compiere il loro crimine anche una sola volta sotto l'impulso delle droghe o dell'alcol e stupratori abituali, che agiscono più volte, spesso secondo un piano prestabilito. Lo stupro è un cossidetto "comportamento predatorio" di ordine sessuale che solo raramente è espressione di una malattia mentale seria. Di norma, gli stupratori sono uomini prevalentemente "aderenti alla realtà" e capaci di organizzarsi, la cui aggressività e il cui rispetto per gli altri varia a seconda dello stato di eccitazione e del livello di inibizione sociale indotto dalla circostanza. Lo stupratore occasionale non è quasi mai di competenza dello psichiatra, mentre lo stupratore abituale può avere una condizione psichica più particolare, anche se non patologica in senso stretto, ma lo stupro è sempre come per tutti i crimini di predazione".

Elisa Soncini 25.10.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo con Karin Grigatti, essendo che io sono una donna la capisco bene le donne, ma tu Giorgio Sirchia, come mai tu non capisci le donne??? Evidentemnente credo che tu abbia dei problemi molto seri con le donne, ma visto che tu non ti specifichi quali siano stati i tuoi reali problemi che tu abbia avuto con le donne in generale. Io abito a Correggio (è di provincia di Reggio Emilia) è una piccola città di 22.000 abitanti, però di casi di stupro finora non ne ho sentiti a Correggio, ma a Modena e a Reggio Emilia invece ne ho sentiti tanti episodi di stupri. Io sono single per forza e ho pochissime amiche ma che abitano a Modena, dovrei percorrere 40 minuti in macchina da sola alla sera da Correggio a Modena, negli orari così scomodi, dalle 22 in poi, per andare nei locali o nelle discoteche, ma per percorrere quelle strade sono così poco frequentate dalla gente, così scarsamente poco illuminate dai pochi lampioni che ci sono e per parcheggiare dovrei mettersi almeno 10 minuti per cercare un parcheggio, ma è un pò lontano dal locale, perchè per parcheggiare più vicino non si può a causa per il divieto stradale. Quindi, dovrei percorrere da sola in quel vicolo buio, ma ho paura e non mi sentivo protetta e nè sicura, perchè quelle strade così semibuie ci frequentano dei ragazzi poco raccomandabili, cioè ci sono dei clandestini o dei drogati a seconda della serata e io non avevo nè un'amica con me o un fidanzato che mi faccia come "scorta" per recare fino al locale. Invece tu che sei un uomo, puoi raggiungere in qualsiasi strada anche quella poco sicura, perchè nessuno ti aggredisce e nè ti violenta e immagino che ci sono sempre i tuoi amici maschi a farti come "scorta" e sei sempre così sicuro e protetto in qualsiasi momento della serata, ma noi donne che non abbiamo quella sicurezza e protezione dai aggressori, tu che cosa ci fai??? Tu ci stai lì a guardare il via vai della gente che passa senza farti niente e pensi che tutti siano così buoni e bravi???

Elisa Soncini 25.10.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio prima di fare la morale alle donne, guardati tu che appena vedi una donna in gonnella ti senti in diritto di molestarla, sei un troione! Altro che la gregoracci e le puppe! Fra un pò ti metterai anche a rapinare le gioiellerie e a dire che è colpa dei negozianti che espongono i gioielli nelle vetrine, vergognati! Si alla castrazione!

Karin Grigatti 25.10.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Ne ho visti in giro di uomini reppressi, provano una gran rabbia nei confronti delle donne sopratutto qelle belle e sexy, perchè essendo brutti e sfigati sanno che nessuna gliela da, e che possono solo sbavargli dietro, ed ecco quindi che si mettono ad offendere con i loro falsi moralismi, ma poi alla sera si trasmormano in luridi pervertiti che vanno a prostitute, magari sfruttate o minnoreni perchè riescono ad avere una figa solo sè la pagano

Karin Grigatti 25.10.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio Sirchia
Io non considero maniaci gli uomini veri considero maniaci quelli come te che sono tutt'altro che uomini. Non fai altro che giustificare gli stupratori, e in quanto alle prostitute; quelle che lo fanno di libera scelta non stanno sui marciapiedi ma fanno la bella vita in appartamenti confortevoli o per l'appunto in televisione. Infonrmati meglio sulle cose prima di dire stronzate, ignorante! Tu comunque non farti le seghe, tagliatelo!

Karin Grigatti 24.10.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio Sirchia.

Poverino che sei, tu mi fai ridere e mi fai solo pena, è evidente che tu non abbia capito proprio niente di me e su ciò cosa io intendevo nel senso delle mie parole sul post, perchè ti sei rivelato così tanto ignorante, oltre che non sei abbastanza così intelligente e sensibile per non esserti così comprensivo con me. Sei così bravo solo di criticarmi e di parlarmi male nel post. Sono convinto che tu non meriti nessuna donna per te, perchè vuoi farti solo il grande eroe e vuoi dimostrarti il più intelligente del mondo, che poi invece con il tuo risultato si è rivelato molto ridicolo ciò che tu dici ogni cosa: o dici soltanto delle balle o sei così molto maleducato o sei uno stronzo.

Elisa Soncini 21.10.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

A me sta anche bene stare attenta ma poi VOI UOMINI "INCIVILI" NON LAMENTATEVI SE UNA RAGAZZA VI GUARDA STORTO E VI TRATTA DA DELINQUENTI!!! SE VENITE LASCIATI SOLI... E NON TROVATE NESSUNA CHE STIA CON VOI!
RICORDATEVI BENE UNA COSA: PIù NOI DONNE ABBIAMO PAURA MENO CI FIDIAMO DEGLI UOMINI CHE, DI CONSEGUENZA, RIMANGONO SOLI COME DEI CANI X TUTTA LA VITA!!!
CHI DIFENDE GLI STUPRATORI è IN FONDO UN DELINQUENTE! NON MI LASCIO PRENDERE IN GIRO DALLE VOSTRE ASSURDE SCUSE!
Inoltre CI SONO UOMINI CIVILI CHE CI DIFENDONO E CHE GUARDA CASO DICONO ESATTAMENTE IL CONTRARIO DI QUELLO CHE DITE VOI!!!
VOI RIMARRETE SOLI X TUTTA LA VITA MENTRE NOI CI SPOSEREMO GLI UOMINI CIVILI!!!
Beppe Grillo, il vero INSULTO è il TUO POST!!!
e non le parolacce che dovrei scrivere qui!
P:S: RICORDATEVI CHE PRIMA VENIAMO COLPITE SOLO NOI DONNE E SOLO DI NOTTE MA ARRIVERà IL GIORNO IN CUI AVRETE PAURA ANCHE VOI UOMINI DI USCIRE DA CASA...

Elena Pinna 21.10.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Qualche giorno a Milano hanno violentato un'altra ragazza.
Atto disgustoso e deplorevole...ma.
A quanto pare, la signorina era alla stazione centrale di Milano, in ora tarda, buio. Io conosco la staz. centrale di Milano, e vi assicuro che anche a mezzogiorno ci sono certe facce in giro da far paura. Bene, che fa la nostra signorina? accetta un passaggio da un arabo-mussulmano (Culturalmente famosi per il loro rispetto e considerazione verso le donne)invitandola a casa sua, e lei "certo, con piacere". Portata in campagna, è stata stuprata da un gruppo di 4 arabi.......Ora, capisco che viviamo in un mondo di amore e altruismo, ma un pò di saggia prudenza non sarebbe adeguata?
E poi vi incazzate quando vi si dice che "VE LA CERCATE".
Quei quattro sono sicuramente dei delinquenti, ma la lei, oltre che vittima è proprio un IDIOTA.

giorgio sirchia 21.10.06 01:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ incredibile. Questo forum da una discussione sul Femminismo è diventata una chat per cuori solitari, monipolizzata dalla Elisa che spara idiozie senza limiti. Ma dico, avete capito di cosa tratta questo Forum? Si è arrivati addirittura a citare “la pupa e il secchione” un programma trash che è la negazione stessa dei valori femministi e un’esaltazione della donna oggetto (e mignotta). Elisa, invece di piangere su te stessa, spegni quel cazzo di televisione che ti sta rincoglionendo e vai a fare un po di vita sociale. Il mondo è pieno di bravi ragazzi che mettono l’apparenza e la bellezza in secondo piano.
Per quanto riguarda l’altra eroina di questo forum, Karin, che continua a “vomitare” clichè e luoghi comuni tipo le “puttane” sono schiave! Questa è una realtà solo parziale: E’ assolutamente vero che esistono le schiave, ma è altrettanto vero che ci sono le puttane per scelta, che lo fanno per comprarsi la borsetta Gucci e le mutande Versace, o più semplicemente perché guadagnano dieci volte tanto le loro coetanee che fanno lavori “normali”; Nonostante tutto, queste “puttane” hanno molta più dignità delle mignotte della “Pupa e il secchione”, o come quell’altra velina, la Gregoriacci o come cavolo si chiama, che pur di avere la possibilità di sculettare in TV, si è prostituita con politicanti di quarta categoria. Ed ora fa pure la pubblicità per Telecom, esaltando la mignotta che è (e dimostrando come Telecom sia un bordello e non un’azienda seria).
Questi sono i modelli che voi, ragazze contemporanee, avete.
Spiegatemi perché un uomo dovrebbe mettersi con donne come voi che considerano gli appartenenti al genere maschile “maniaci”, “pervertiti”, “onanisti cronici”.
Karen ed Elisa, compatisco quei poveri maschi che condivideranno la loro vita con voi. Meglio una sega che voi due messe assieme.
Mamma mia che tristezza!

giorgio sirchia 21.10.06 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Questa mia esperienza, certamente è servita a me come lezione, ma una cosa che io ho capito sugli uomini, è il fatto che questi gli uomini, mi vedono in me della mia sordità che equivale a come persona così fragile, debole e ingenua, per questo con la sua ingratitudine, la vigliaccheria, l'insidia, il potere e l'inganno per approffittare di me, perchè credono che con la mia sordità me ne stavo zitta zitta e buona a subire tutto il volere degli uomini per farmi "usare" me per i suoi scopi egoistici. Io ho imparato a non fidarsi più di tanto degli uomini, anzi, per me è molto difficile capire a chi posso darsi la fiducia al 100% con un uomo. Mi capisci? E' difficile che io trovi un uomo dall'aspetto piacevole, carino, sensibile, intelligente, onesto, affidabile e leale. Di uomini in giro non ce ne sono, oppure sono così ambigui. Si fà presto a credere che un uomo ti dica tante belle parole che poi alla fin fine sotto, tu non sai mai se è proprio coerente con le sue parole e con i suoi fatti. Per il mio caso è difficile capire un uomo, perchè non potrei mai sapere al 100% se è davvero sincero da come quel che ti dice e da quel che fà. Ho avuto altre storie con uomini che all'inizio ti sembravano così promettenti e invece alla fine scopri che non lo è. Tu sei fortunata più di me, perchè tu puoi essere raccomandata da magari sai riconoscere dal suo tono di voce e da come ti parla, perchè tu conosci più parole e sai quali parole sono vere e altre non sono vere. Io invece non ho molte informazioni sulle parole e sul suo significato, quali parole che ti dicono che siano corrette o no. Per questo a 34 anni ci vado ancora dalla logopedista e dalla psicologa per capire la comunicazione tra me e la società, come parlare con la gente e quali parole si possono dire e non dire per capire gli altri.Sò che non è facile uscire dal mio mondo per come sono stata abituata nel mio isolamento che è la sordità, ma per farmi rischiare preferirei andarsi molto piano prima di farmi male.Ciao!

elisa soncini 20.10.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Karin,scusami che avevo provato l'invidia,pensavo che tu fossi più fortunata di me e invece siamo sulla stessa barca.Cioè che nè io e nè te siamo state così tanto fortunate.Io ti capisco cosa siginifica perdere un genitore e cosa significa provarsi un dolore così immenso per la perdita di un punto di riferimento così fondamentale nella vita.Io ho perso la mia mamma quando avevo 17 anni,con mio fratello maggiore e con mio padre non ci parlo molto,perchè loro sono così chiusi e riservati per carattere,mentre con mia madre era tutto l'opposto e mi dava sostegno.Ora che con c'è più ho dovuto camminare da sola con le mie gambe,ma ho preso parecchie botte nella mia testa,cioè ho sofferto molto perchè non avevo amiche,non mi cercavano perchè non ero così molto comunicativa e parlavo poco con loro per via della mia sordità.Poi a circa a 20 anni,avevo trovato il lavoro e avevo conosciuto un collega sposato,all'inizio mi era così simpatico perchè con lui mi faceva sentirmi capita e accettata,come se la mia sordità non ci fosse,però non avevo capito le sue vere intenzioni e i suoi scopi.All'inizio questo collega voleva "insegnarmi" a come abbordare i ragazzi in generale e aveva cominiciato a toccarmi,perchè voleva farmi capire come si tocca qua e là,ero così ingenua e mi fidavo di lui della sua buona fede,almeno così credevo all'inizio,poi mi sono innamorata di lui.Lui alla fine aveva insistito con me di fare sesso e io avevo capito solo tardi che fare sesso non significava amore,così gli avevo detto a lui che le cose deve fare solo a sua moglie.Alla fine lui mi accusava di me che io avevo approffittato di un uomo sposato,da lì avevo iniziato il mio incubo con i sensi di colpa e lui gli aveva detto a tutti i colleghi sul mio comportamento.Una tragedia.Alla fine mi ero ribellata mettendo contro di lui parlando con la sua moglie e lui con la sua vergogna si era dimesso dal suo lavoro.Pian piano ho acquistato un pò della mia autostima e le mie "ferite" richiuse.

Elisa Soncini 20.10.06 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Elisa grazie per il tuo messaggio, è stato carino da parte tua, ma a dire la verita nemeno io sono tanto fortunata e ottimista. Da ragazzina ero molto timida e quindi non riuscivo mai a fare amicizia, e venivo di continuo messa da parte e presa in giro. Ho dovuto cambiare paese, dalla svizzera sono venuta in italia a 12 anni e non è stato facile soffrivo in maniera tremenda di solitudine e nostalgia, ho perso mio padre quando ne avevo 15, e poi mi sono innamorata di un uomo sposato con 2 bambini, sapevo dal principio che era sposato e credevo di farmi solo un avventura ma poi senza volerlo mi ero innamorata e soffrivo per il fatto di non poter stare con lui e dopo 3 anni mi ha lasciata, perchè ero di troppo, bè mi è servito da lezione, non è molto carino mettersi fra marito e moglie. Ma comunque dopo tutte queste brutte avventure mi ero chiusa in me stessa, le poche volte che uscivo me ne stavo da sola per paura di avere delle delusioni ma poi per fortuna ho incontrato il mio fidanzato che mi ha aiutato a superare tutto, ho incominciato a frequentare un pò di gente, e anche sè sto facendo fatica a trovare un lavoro, sto molto meglio. Ho imparato che nella vita bisogna rischiare sè si vuole ottenere qualcosa, sè ti chiudi in te stessa eviti le delusioni ma anche le buone occasioni, è per questo che ti consiglio di continuare a lottare. Le cosa belle arrivano quando meno te le aspetti.

karin Grigatti 20.10.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Karin. Prima di tutto voglio farti dei complimenti e sono felice per te, io ti invidio davvero. Mi sembra di capire che nella tua vita non ti è mancato proprio niente e sei davvero fortunata: hai tutto, sei ottimista, sei fiduciosa, sei felice, perfino hai un ragazzo molto carino ed è innamorato di te! Io ho 34 anni, sono diventata sorda profonda all'età di 2 anni per un vaccino antivaiolosa, però sò parlare e sento abbastanza bene. Mi sono innamorata tantissime volte con i ragazzi che mi piacevano, ma nessuno voleva ricambiarmi, anzi, volevano da me soltanto un'amicizia e niente di più. Non ho mai avuto il mio primo amore. Quando mi piace un ragazzo carino, io mi innamoro subito ma l'altro mi ha rifiutato. Soltanto i ragazzi brutti che mi facevano la corte, ma io ho sempre rifiutato perchè fisicamente non mi piacevano e non mi attiravano. Sono diventata orfana di mia mamma e nella mia vita ho incontrato solo uomini sbagliati, perchè da me volevano solo il sesso senza il sentimento. Ho tanti conoscenti che però sono tutti fidanzati e sposati, e di amiche ne ho soltanto una sola. Ho provato ad andare all'agenzia matrimoniale ma sono rimasta molto delusa e ho smesso, perchè mi facevano delle promesse che non la mantenevano. Un tempo avevo delle amiche ma ora non ne ho più neanche quelle, perchè non erano state sincere con me ed erano tutte così superficiali, perchè mi trattavano come se io fossi "scomoda" per loro. Quando entro in un locale e cerco dei ragazzi carini, io punto sul mio sguardo e sul sorriso per farmi notare, ma questi ragazzi carini si voltano le spalle dall'altra parte, come se io non sono bellissima ma non sono neanche brutta, eppure non mi trovano abbastanza attraente, interessante, forse perchè ho l'aspetto che sembro una bambina, così magra, così minuta e con poco seno, non lo sò. Eppure, di uomini hanno così paura del mio mondo "diverso" della sordità, come se per loro mi vedono in me un problema grande quella della menomazione. Ciao!

Elisa Soncini 19.10.06 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Elisa hai ragione sul aspetto fisico, per fare l'amore ci vuole anche l'attrazione fisica poi è ovvio che un ragazzo che non piace a te può piacere ad un altra. Ma secondo me sei troppo pessimista, ce ne sono di ragazzi belli che sono anche dolcissimi. Io ho il fidanzato da tre anni e anche sè prima mi ero fatta delle semplici avventure, da quando sto con lui gli sono sempre stata fedele, oltre ad essere molto carino è dolcissimo, simpatico ecc. insomma mi sento al settimo cielo, infatti anch'io nel messaggio precedente ho scritto che è molto più bello avere una storia d'amore che un avventura, quello che intendevo dirti è che secondo me non è giusto che giudichi male le persone che se la fanno. E poi perchè non dovresti trovare anche tu l'amore della tua vita? Su coraggio vedrai che prima o poi lo troverai, devi solo smetterla di giudicare gli uomini come sè fossero tutti dei mostri. C'è brava gente e non sia fra gli uomini che fra le donne. Tu prova a dare più fiducia agli altri e il resto verrà da sè. Ciao e in bocca al lupo.

Karin Grigatti 19.10.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Ti chiedo scusa Karin, ho interpretato male la tua affermazione e che io avevo pensato che tu abbia giudicato sugli uomini... scusa! Prima non avevo capito la tua affermazione. Comunque, per quanto riguarda alla tua ultima affermazione, io non ci riesco e non sono fatta per cercare le avventure, non mi rientra nella mia indole e nelle mie caratteristiche fisiche per farla solo per sesso... forse perchè sono molto romantica e stò cercando il vero e grande Amore per la mia vita, ma non me la sento di fare solo per l'avventura, perchè non mi viene mai così spontaneo e naturale farsi solo per sesso... io ho bisogno anche il sentimento per fare sesso. Per me il sesso è "incollato" al sentimento e non ci riuscirei mai a farsi così separatamente tra il sesso e l'amore. Penso che io sono diversa da te e forse tu riesci meglio di me a separare tra il sesso e l'amore. La verità, è che io stò cercando un bel ragazzo e che abbia l'aspetto carino per sentire il desiderio di fare il sesso e dare il mio sentimento, ma purtroppo dei ragazzi carini sono pochi e addirittura non sono interessati a me, forse perchè non mi trovano abbastanza attraente o interessante. Invece quei ragazzi normali e bruttini non mi attirano fisicamnte affatto, nemmeno anche sessualmente, non mi verrebbe neanche di fare l'amore, tipo per esempio Alvaro Vitali o quel Monti del programma "Il secchione e la pupa". Forse ho la predisposizione innata sul senso per tutto ciò che è bello esteticamente, però sò che dietro alla bellezza potrebbe rivelare che non c'è niente. Eppure mi piacciono solo gli uomini belli e carini, invece quelli normali e i bruttini non mi interessano. Sò che è sbagliato il mio modo di vedere, eppure con questo mio atteggiamento finisco poi a non trovare più nessuno che mi ama, anche che un ragazzo è brutto. Pensi che mi devo accontentarmi con uno brutto? Come si fà che non mi viene naturale toccare e fare l'amore?Tu faresti l'amore con un ragazzo brutto?Io non ci riuscirei.Ciao!

Elisa Soncini 18.10.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Ti auguro comunque di riuscire a trovare un uomo vero, ma tu non essere troppo diffidente! Ciao Elisa e auguri

Karin Grigatti 18.10.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Elisa per avermi dato ragione ma secondo me sei troppo severa nel giudicare, nel senso che io giudico male gli uomini che si comportano male con le donne o che vanno con le prostitute perchè purtroppo molte di loro sono schiave costrette con minaccie e torture a prostituirsi o sono addiritura minnoreni, sè un uomo o anche una donna si fanno un avventura con una persona adulta e coscenziente non ci trovo niente di male. E poi riguardo al desiderio sessuale secondo me non è vero che è più forte nel uomo, è una cosa individuale che cambia da persona a persona. L'unica differenza è che l'uomo mostra il suo desiderio più apertamente perchè è più libero di farlo. Sè un uomo frequenta molte donne è considerato più virile, mentre la donna è considerata una poco di buono perchè questa è una società maschilista, ma nel desiderio sessuale sia quello femminile che quello maschile non c'è niente di male è una cosa naturale, purchè ci sia il rispetto nel prossimo. Certo che una bella storia d'amore è molto meglio di una semplice avventura ma finchè non la trovi perchè non accontentarsi di meno? E' triste non essere innamorati ma è anche triste vivere come delle suore di clausura. Ciao

Karin Grigatti 18.10.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Per Karin Grigatti

Sono d'accordo con te Karin, però devi sapere che la natura degli uomini in generale non è monogama, l'istinto non porterebbe nessuno a passare la vita affettiva e amorosa con UN SOLO PARTNER. Ciò che ci fa scegliere monogamia e matrimonio è la nostra parte razionale, il rispetto per le regole e per le convenzioni sociali che portano agli uomini la monogamia, ma l'uomo è per natura un POLIGAMO, quindi stiamo parlando di uomini VERI, quelli che sono fedeli e monogami nel senso per più i fatti e non alla parola, sono davvero rari. Io sò benissimo che ogni donna e ogni uomo hanno gli stessi desideri, ma quello che pensa di più al sesso è l'uomo e meno la donna. Per questo esiste la pornografia e la prostituzione per soddisfare ogni esigenza sessuale per gli uomini, ma sappiamo benissimo che la pornografia non è un'arte, ma è uno strumento per fini scopi, diciamo al massimo che è un'arte usabile e il fine ultimo è la masturbazione quando un uomo non si accontenta con una sola partner. Quindi per l'uomo l'atto per masturbarsi è come tale a bere e mangiare, è un soddisfare il bisogno fisiologico, ma esistono uomini pervertiti, che hanno un interesse sessuale molto specifico e cercano di soddisfare sempre e solo quello, cioè solo scoparsi. Ma esistono altri uomini che invece sono vogliosi di sperimentare e cercano nuove forme di piacere e fare di più esperienze. Soltanto che ora gli uomini hanno molta paura delle donne troppo emancipate e quelle poche donne che ci sono cominciano a diventare tale come gli uomini. Quindi, di uomini veri io penso che sono davvero troppo pochi, purtroppo. Ciao!

Elisa Soncini 17.10.06 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Ah bè, allora non è un problema che ti riguarda. C'è una bella differenza tra gli uomini veri e quelli come te che sono uomini solo sulla carta d'identità, sei solo un lurido maniaco.

karin Grigatti 14.10.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Ogni donna si compiace di essere lei la causa della felicità di un uomo.
Ma ciò nasconde un profondo disprezzo per l'uomo, se si pensa che basti una donna a renderlo felice.

F. Nice

giorgio sirchia 10.10.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ne ho visti in giro di uomini reppressi, provano una gran rabbia nei confronti delle donne sopratutto qelle belle e sexy, perchè essendo brutti e sfigati sanno che nessuna gliela da, e che possono solo sbavargli dietro, ed ecco quindi che si mettono ad offendere con i loro falsi moralismi, ma poi alla sera si trasmormano in luridi pervertiti che vanno a prostitute, magari sfruttate o minnoreni perchè riescono ad avere una figa solo sè la pagano.

Karin Grigatti 09.10.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma parlando di femminismo forse potrà interessare sapere che il Women's forum è un gran cacchiata

ha scritto un articoletto se qualcuno vuol farsi un giro.

e a questo indirizzo www.kiky.biz/wordpress

Mario Farinato 06.10.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma èparòando si femminismo forse potrà interessare sapere che il Women's forum è un gran cacchiata

ha scritto un articoletto se qualcuno vuol farsi un giro.

e a questo indirizzo www.kiky.biz/wordpress

Mario Farinato 06.10.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Sirchia, sei proprio fuori di testa. Chi l'ha detto che queste cose funzionano così???? Evidentemente tu leggi troppo, hai molta fantasia e non vedi come stanno realmente le cose che succedono intorno. Non sono mica tutte così ipocrite le donne!!! Non fare l'erba un fascio, o no?! Anzi, sono le puttane le vere ipocrite, perchè ti rubano i tuoi soldi, eh?!!
Giorgio, per piacere falla finita, chiudi il tuo becco e impara a capire di più le donne prima di guidicare!!!!!

Elisa Soncini 01.10.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Statisticamente, i reati di stupro accertati ( e non invenatati dall'isterica di turno) sono in drastica diminuzione. Eppure, ascoltando e leggendo i media, sembra che viviamo in una realtà da terrore metropolitano, dove branchi di maschi abbrutiti vagano per le città violentando qualsiasi essere di genere femminile. Decine di presidentesse di improbabili "associazioni" per l'assistenza alle donne stuprate sono invitate nei Talk Show sciorinando stupidaggini circa Leggi Speciali, Punizioni Esemplari, Castrazione chimica, Stato di Emergenza e Semafori Intelligenti. Tutte terminologie già usate dal regime nazista per scopi simili. Ma siamo diventati matti?
In Germania si vietano per legge le strette di mano troppo vigorose perchè intrinsecamente maschiliste.
Negli USA è considerata molestia sessuale un invito a cena fatto ad una collega, o alla stessa regalare un mazzo di fiori.
Questa è persecuzione degna di Savonarola e Torchemada. Più semplicemente un piagnucoloso ed infantile femminismo che dimostra l'incapacità del genere femminile di gestire quell'Emancipazione che si è conquistata al grido "l'utero e mio e me lo gestisco io".
Ma finitela, tenetevi il vostro Utero e imbottitelo di silicone, così state tranquille.
Meno male che esistono ancora le sane puttane a pagamento, quelle si realmente donne emancipate (e non ipocrite come le brave signore della porta accanto).

giorgio sirchia 30.09.06 01:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per tutti voi uomini

Posso essere schietta e franca con voi?
Voi uomini che pensate tutti i giorni e tutto il giorno solo al vostro membro NON SIETE NORMALI. Invece a mio padre che ha 71 anni, a lui non pensa tutti i giorni al suo membro, perchè nonostante tutto è anche invecchiato, ha capito che nella vita ci sono altre cose più importanti che del proprio membro!!!
Ragazzi, smettetela di essersi fissati solo al vostro membro, altrimenti che vita è????

Elisa Soncini 27.09.06 01:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Ivan

Ti scrivo al maschile perchè parlo con un uomo. Se invece se tu fossi una donna, allora io ti parlo in femminile, almeno io ero convinto così per la regola in Grammatica Italiana (sappi che io di Grammatica a scuola ero davvero molto negato). Quello che più mi dispiace, è quando dici che tu e a voi tutti gli uomini, ci pensate molto spesso e tutto il giorno solamente al fallo o membro, ma perchè???? Cos'ha di così tanto importante per te e per voi tutti gli uomini a questo fallo o il membro???? Mi sà che voi uomini siete davvero un pò troppo esagerati e soprattutto siete fissati e ossessionati al vostro membro, cioè che avete tutti il chiodo fisso, non vi pare???? Ecco perchè è la vostra ragione e il vostro motivo di tanta prostituzione, della violenza e dello stupro. Ma perchè voi uomini avete così tanto bisogno di scopare???? Datemi una ragione giusta a tutto questa assurdità e spero che voi siate consapevoli per ciò che voi fate!!!! Nella vita non esiste solo e soltanto il membro, vi capite???? Voi uomini siete davvero molto strani dal vostro modo di ragionarvi e che noi donne pensiamo che non ci sia così davvero normale basarsi una vita esclusivamente e solo al vostro membro, non vi pare??!! Spero che sappiatevi ragionare prima di pensare al vostro membro!

Elisa Soncini 26.09.06 23:47| 
 |
Rispondi al commento

ho risposto a qualche commento, ma leggendoli tutti:siete fuori come balconi.

tiziana petrecca 26.09.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Elisa, vuoi capire gli uomini? Studiali, analizzali, sappi che spesso ragionano con il membro; in questo siamo diversi dalle donne, noi pensiamo al sesso molto piu' spesso di voi e per il resto sono spesso veri gli stereotipi che trovi nelle barzellette sugli uomini che non amano fare introspezione, non hanno tatto, etc.
(A proposito, perche' parli di te al maschile?)
Sai, in una cosa l'amore assomiglia ai soldi: piu' ne hai e piu' ne avrai; meno ne hai, meno sei sicuro di te e piu' vai a fondo.
I consigli non servono a niente, ma te ne do' lo stesso: comincia ad amarti di piu', se pensi di valere, anche gli altri lo penseranno; ci vuole fiducia, una fiducia incrollabile, un po' di allegria (a nessuno piacciono le persone che si piangono addosso); fatti bella, mettici anche un pizzico di aggressivita' e vedrai che le cose miglioreranno. Non so se troverai l'amore, forse troverai una tua armonia.

Per Carmen:
Anche se qui si trasformasse in una chat, che male ci sarebbe? Anzi, come diceva il post precedente, ci sarebbero molte meno nevrosi se ci fossero piu' amore o piu' sesso tra le persone...

Ivan Pellazzini 26.09.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

scusate, ma questo blog è diventato una love-chat?pensavo che fosse utile per sensibilizzare le persone su un tema delicato come quello dello stupro!remember?sono sconvolta!!!!!!

carmen morrone 26.09.06 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ivan,
sono single e stò cercando un uomo serio che abita nelle mie parti... il mio problema, è che non riesco a capire la differenza tra l'uomo serio e l'uomo libertino o il dongiovanni. Mi spiego meglio, nella mia vita non ho avuto fortuna con gli uomini, anzi, sono sfigato da una vita, perchè sono stato sordo dall'età di un'anno e mezzo a causa per un vaccino contro il Vaiolo (in quell'epoca era obbligatorio il vaccino) e due anni fà mi sono operato per impiantarmi l'impianto cocleare, in modo che io possa acquistare un udito quasi "normale", che io possa sentire i suoni, le voci e i rumori... però non ho avuto fortuna con gli uomini. Io non sono brutto, però gli uomini da me scappano oppure vogliono solo portarmi a letto senza ricambiarmi un sentimento. Sò che raccontarti è una storia molto triste, perchè ho 34 anni e non ho mai avuto un compagno nella mia vita, non ho mai fatto l'amore e mi accontentavo solo a masturbarmi da solo come un "palliativo" per il mio bisogno d'amore fisiologico, purtroppo. Vedi, se tu ti piace a una donna e poi questa donna non piace a te, ti senti perduto, è lo stesso che accade a me (spesso, purtroppo) perchè i gusti sono gusti. A chi piace a me una ragazza carina, quasi sorda e così sfortunata? Nessuno. Quello che io non capisco, perchè dici che gli uomini hanno un bisogno fisiologico diverso dalle donne? Che cosa ha bisogno fisiologico di un uomo per starsi con una donna? La perfezione?O che sia brava a letto? Non mi importa che sono vergine o inesperta, perchè gli uomnini di oggi mi hanno deluso, mi sono innamorato tante volte ma mai ricambiato, anzi, mi hanno preso in giro oppure non mi accettavano perchè sono un "diverso" e imperfetto.Io non sò cosa sia l'Amore vero, soprattutto quello reale, perchè quello teorico lo sappiamo già più o meno a tutti, ma pochi lo applicano e io sono l'unico che non ho ancora provato sulla mia pelle cosa sia il vero Amore accanto a un uomo serio.Sono stanco di portare la pazienza.

Elisa Soncini 26.09.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Elisa,
io ho conosciuto l'Amore vero, sono stato per 12 anni con la mia donna, nella buona e nella cattiva sorte; poi è finito, tutto finisce e oggi a essere sincero, l'amore mi fa' schifo, è come una droga: ti fa' stare bene, però ne vuoi sempre di più, ma non è possibile, quindi arrivi alla fine deluso e spremuto.
Oggi preferisco le emozioni: incontrarsi, assaggiarsi, proseguire.
D'altronde, se non si fanno delle esperienze, come si fa' a sapere qual'è la persona con cui stiamo meglio?
Ricordati quando consideri gli uomini, che in generale hanno un'esigenza sessuale fisiologica diversa dalle donne.
Gli uomini serii, che sanno amare, ci sono, ne conosco, basta cercarli; tu lo stai cercando o lo hai trovato già?
Ciao...

Ivan Pellazzini 25.09.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Ivan Pellazzini

Scusa che ti ho dato questa impressione di essere agitato... la verità, è che ho bisogno di capire questi uomini, che spesso io non riesco proprio a capire. Quello che vorrei capire, il perchè un uomo cerca una donna poco seria per portarci a letto senza cercare una storia d'amore... ce ne sono tantissimi di questi uomini, almeno sono il 99% in questo pianeta!!! Io sono una donna seria, ma non nel senso quell'atteggiamento tipico da mettersi un musone che non sorride mai. Essere serio per me significa che ci impegna per amare l'altro così com'è e che è disposto ad essersi leale vicino alla persona amata, senza tradire la sua fiducia. Per questo mi chiedo se esistono ancora quegli uomini seri o che invece si fingono di essersi seri soltanto perchè non si accontentano di fare l'amore a una sola persona della vita. Quindi, mi stai dicendo che nessuno vuole essersi fedele per l'altro? Perchè si deve proprio annoiarsi per l'altro? Che amore è? Probabilmente è un'amore superficiale? Vedi, mi sembra che tu non sappia cosa sia l'amore vero, quello profondo e autentico, allora perchè quel 99% degli uomini non bastano farsi l'amore con una sola donna della sua vita? Perchè nella vita si deve proprio annoiarsi per delle piccole cose così semplici? Se un uomo tradisce per un'altra donna oltre la sua compagna, io non credo che questo derivi per il fatto della noia: sotto sotto, c'è un problema molto grave. Penso che per gli uomini non bastano il rapporto sessuale, ma vogliono sentirsi avvantaggiati con le donne, vero? Forse in tutto questo c'è solo una forma di egoismo e questo non si rende davvero felici con se stessi e nemmeno con nessuno, neanche con la propria compagna. Tu dici che le donne in generale sono migliori degli uomini, ma sei proprio sicuro al 100%? Io penso che non c'è nessuno il migliore e nè il peggiore, ma siamo tutti nella stessa barca per egoismo. Chi cerca di andare alle prostitute piuttosto di aiutare i bambini dell'Africa? Mah!

Elisa Soncini 19.09.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Elisa... ma ti senti bene... perche' sei tanto agitata?
Non so' gli altri uomini, per me la vita e' un viaggio, ci si conosce, ci si lascia e si va' avanti verso un'altra persona.
Premesso che trovo le donne in generale, migliori degli uomini, ne vedo tante che si comportano cosi': cercano di catturare un uomo tutto per se' e ne annullano ogni caratteristica, per trasformarlo in un pantofolaio, magari attorniato di pargoli; allora si accorgono di trovarlo noioso e vanno a cercare emozioni fuori dalla coppia.
Tu sei una donna seria? Che vuol dire?
Ciao

Ivan Pellazzini 18.09.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento

A tutti gli uomini, esigo una vostra risposta!

Sono una donna, ho 34 anni, lavoro in una ditta da parecchio tempo, in cui abbiamo una sessantina di impiegati, mentre circa la metà di questi impiegati, sono uomini: questi uomini sono alcuni sposati, altri sono fidanzati e altri sono dei veri incalliti single a scelta, questi ci cercano e ci provano con tutte le donne che ci sono nell'interno della ditta, compreso me (e sicuramente questi uomini farebbero così uguale anche fuori dalla ditta). La loro tattica è sempre questa se tu fossi una donna, cioè se un uomo ci prova con te è perchè lui spera che tu sia una ragazza "facile" o che tu sia una poco seria, cosicchè tu ci vai a letto senza impegni e senza una storia seria, così lui dopo ci lava le sue mani e pensa di avere guadagnato da te un favore e un vantaggio. Ebbene tutto bene. Se invece un uomo ci prova con te e tu ti rifiuti, lui capisce che sei una donna seria e motivata per una storia seria, cosa fà lui con te? Scappa a gambe levate e fà di tutto per ignorarti la tua presenza anche come persona. Insomma, ti evita. La mia domanda che chiedo a voi tutti gli uomini: perchè voi uomini ci trattate male a noi donne come vi pare??? Forse voi uomini pensate che noi donne che in fondo in fondo ci stiamo per venire a letto??? Voi vi sbagliate, a meno che esistono le altre donne poco serie, è questo che voi cercate il tipo di donne facili e vi fregate della vostra compagna di sempre e pure vi fregate la lealtà per la vostra compagna??? Uomini, perchè ci provate con tutte le donne solo per andarci a letto e senza avere una storia seria??? Voi cosa ci guadagnate solo facendo il sesso senza amore???

Per favore, uomini datemi una risposta per farmi capire le vostre ragioni.

Elisa Soncini 18.09.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Teresa, non ti prendo in giro, abitiamo lontano, ma se capiti dalle mie parti, possiamo avere un'avventura allegra.
Baci.
ivanpell@libero.it

Ivan Pellazzini 16.09.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Care ragazze, che ne dite se riflettiamo con attenzione (sono temi per noi fondamentali!)prima di scrivere?
Beppe Grillo certo era ironico, anzi sarcastico e ci invitava col suo messaggio a reagire anzichè ad accettare le sopraffazioni senza fiatare.
Questo è il punto, non come ci piace vestirci.(Ma ci piace veramente, come ci vestiamo?). Riflettiamo e poi ancora riflettiamo con la consapevolezza (qualcuna lo ha fatto notare)che il sistema in cui viviamo ci fornisce gentilmente anche opinioni e convinzioni; ma con la forza delle idee si può cambiare qualcosa giorno dopo giorno.
Sotto la "logora bandiera del femminismo" ancora e soprattutto oggi maturano tra le idee migliori capaci di comprendere la complessità del mondo e di migliorare concretamente la qualità delle vite delle donne e quindi di tutti.

roberta coliola 15.09.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Marco Baldassari

Ho letto il tuo commento, penso che tu forse hai ragione, ma non sono proprio così sicuro. Perchè io non sò bene come funziona questo mondo, al di là fuori dal mio mondo. Io ti scrivo in base su tutto ciò che io osservo e cerco di capire come funziona questo mondo, un mondo dove e dalla quale che per me è solo come un'estraneo, perchè siamo tutti diversi, nessuno è uguale a un'altro e questo è un problema nella società, soprattutto è un problema di incomprensione proprio perchè siamo tutti così diversi, non solo tra un uomo e una donna. Io credo nel senso che anche tra le donne succede che non c'è una comprensione comunicativa, lo stesso succede che vale anche tra uomini. Ed è per questo ci sentiamo così soli, a causa della nostra diversità, nel senso che abbiamo una cultura molto diversa, abbiamo degli ideali diverse, abbiamo delle convinzioni diverse, delle opinioni diverse, degli interessi diversi e perfino i gusti sono diversi. E' difficile comunicare con l'altro quando è proprio l'altro che non sempre ci capisce i nostri problemi, le nostre difficoltà, le nostre paure e i nostri bisogni che sono spesso insoddisfatti. Perchè ci proviamo a farlo tante volte a fare capire all'altro, che mentre spesso è proprio l'altro che non riesce a capire o perchè proprio non ci interessa a capire? Le motivazioni sono tante e varie, è come il mondo che non esiste solo il bianco e il nero. Ci sono tantissimi colori e le sue sfumature. Quindi, io credo che è inutile insistere quando è l'altro che non ci capisce noi, sarebbe come parlare con un muro. Tutto questo ci vuole l'intelligenza, la sensibilità, la maturità e soprattutto la capacità di percepire l'altro se ha voglia, capisci?Quindi, non si può pretendere e nè insistere che l'altro possa riempirsi un nostro buco interiore della solitudine e dell'isolamento.Parlo a nome di tutti di noi.Lo sò che è brutto questo sentirsi così isolati dal mondo così estraneo e io parlo per mia esperienza, purtroppo.Bye!

Elisa Soncini 14.09.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rileggendo e ripensando a tutti questi commenti, mi viene da dire che il filone comune e' un grosso problema di alienazione (solitudine) delle persone, sia maschi che femmine, sia stranieri che italiani, che non sono piu' in grado di relazionarsi in modo naturale con "l'altro".

Le distorsioni sono o un chiusura patologica in se stessi e nella propria indidividualita' (le proposte sono scopatoio dove farsi le seghe, case chiuse, castrazione chimica o chirurgica, burka, clausura, evitare la relazione, scrivere in questo forum)

oppure una forma egoistica di apparire e prevaricare sul mondo esterno (narcisistica) come la femminilita' e la seduzione ostentata a tutti (non diretta alla persona che si ama e si vuole sedurre) per essere "notate e viste" per sentirsi esistere nel bisogno di creare un legame di dipendenza (il desiderio suscitato, che non viene mai appagato) come alcune donne fanno, ben sapendo anzi volendo proprio provocare e nello stesso tempo frustrare gli altri, rifiutati sempre. ovvero, per parte di quei maschi frustrati, pretendere comunque di poter prendere cio' che si vuole anche senza il consenso dell'altra, anzi, godendo della prevaricazione (sadismo)

questi due estremi sono indice di una incapacita' di relazionarsi correttamente. o la chiusura (alienazione) con soddisfacimento del desiderio con autoerotismo, o la VIOLENZA del comportamento NARCISISTICO o SADICO che si rivolge all'altro con prepotenza, senza rispetto del singolo e senza tessere un dialogo.

merita riflessioni perche' questa VIOLENZA e ALIENAZIONE sono in crescita e sintomo di un grave senso di isolamento e solitudine delle persone di questa societa' sempre piu' infantile e primitiva, incapace di far crescere le persone nella personalita' adulta, che rispetta l'altro ed e' capace di relazionarsi con l'altro nel rispetto e nella comprensione. E' il frutto dell'esaltazione del piacere egoistico, della cultura dell'IO BAMBINO che ha "tutto il mondo attorno a se" come un oggetto.

marco baldassari 14.09.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento

x Elena Soncini

Questa è davvero bella edoriginale...la suggeriremo a lady Moratti; può tornare utile anche a lei....In alternativa c'è l'ultimo modello di Gucci di cintura di castità!costa 200 mila euro ma ti salva la vita!ciao ciao

carmen morrone 12.09.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me, non c'è niente di male che una donna abbia un pò bisogno anche di protezione da parte dell'uomo, perchè un uomo forte di carattere, è sempre naturale e quasi istintivo il desiderio di proteggere un pò la sua donna, ma questo non significa essere possessivo: significa semplicemente solo che lo stà vicino, ma senza soffocarla troppo. Ogni cosa ci vuole sempre l'equilibrio, mai in bianco o nero.

Elisa Soncini 11.09.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Carmen Morrone

Io avrei qualche idea. Hai presente quella pubblicità non troppo tempo fà, è quella che si presenta una donna anziana, era seduta su una poltrona mentre guardava la televisione e quando le era venuta il mal di testa, al suo collare c'era un pulsante a forma quadrata e lei lo preme e in pochi minuti arrivano i volontari soccorritori, ve lo ricordate? Ecco, appena ti accorgi che un presunto stupratore mentre ti stava aggrededendo prima di bloccarti, tu puoi premere un pulsante nella tasca o nel collare,in pochi minuti arriva la polizia! Bhè, io non sò se questa idea è la migliore, cosa ne dici? Almeno questa idea la daremo alla Moratti se può davvero funzionare per tutte questo nuovo sistema antistupro. Ciao!

Elisa Soncini 11.09.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Valentina Michielin

Ti capisco il tuo disagio e non sei sola... secondo me gli uomini danno molta importanza all'abbigliamento della donna, eppure questi uomini non hanno il coraggio di esprimersi in quale tipo di abbigliamento che lo disturba, perchè se tu guardi bene quelle prostitute che aspettano lungo nel margine della strada, quasi tutte portano delle minigonne e per questo molti uomini non trovano molta la differenza della donna normale a quella della donna prostituta, non è solo per il fatto di discutere per i centimetri della lunghezza della gonna. Eppure molti uomini non resistono alla vista della minigonna e poi lo criticano, perchè noi donne normali ci assomigliamo alle prostitute. Io penso che se la gonna è troppo corta, quasi da farsi vedere sotto le mutande, allora questo sarebbe eccessivo e porta una cattiva immagine di sè stessa fino per assomigliare alla prostituta. Ma se invece la gonna non è troppo corta, cioè che la lunghezza sia prima delle ginocchia, allora per l'uomo pensa che sia una donna "per bene" e forse per l'uomo si sentirebbe meno disturbato. Però a questo non c'è una regola, perchè visto che tu sei così molto giovane, occasionalmente puoi indossare la minigonna, ma dipende da come ti muovi, da come ti comporti e dove ti indossi, perchè un uomo non solo ti può guardarti eccitato, ma ti può anche darti i pregiudizi, soprattutto quando un uomo non ti conosce chi sei veramente, prima di giudicarti una cattiva immagine. Cambia il discorso se invece un uomo che ti conosce bene e sà chi sei veramente e che sei una brava ragazza, anche che ti metti la minigonna, non ti darebbe i pregiudizi. Questo non è per razzismo, ma per i pregiudizi. Io per esempio, ho 34 anni, in vita mia non ho mai portato la minigonna, non è per il fatto che non ho le belle gambe, ma per il fatto che io non mi sentirei mai a mio agio indossarmi e preferirei indossarmi delle gonne che arrivano prima del ginocchio, perchè mi fà sentire più me stessa. Ciao!

Elisa Soncini 11.09.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti...sono una ragazza ventuenne...stavo leggendo i vostri commenti, e se devo essere sincera mi sono sentita disgustata e leggerne alcuni di sia uomini e anche di alcune donne, purtroppo!! Io credo che per una donna non ci sia nulla di peggio che subire una violenza, non riesco nemmeno ad immaginare a pieno il senso di schifo che si possa immaginare, una donna viene vìolata nel suo io più intimo e NON CI SONO GIUSTIFICAZIONE PER QUESTI ANIMALI...non ci sono e non devono essercene perchè altrimenti veramente torniamo indietro ai tempi in cui c'era la figura dell'uomo-padrone in cui la donna doveva subire e risubire sempre...e sempre tacere sui sopprusi subiti!! E' ora di darci un taglio, servono pene più dure, serve far sentire alle donne vittime di stupri che sono loro le vere vittime senza ma e senza alcun se, serve più sicurezza e serve più istruzione!! E cari voi maschietti che mi venite a dire che alla fine noi donne ce la vogliamo di essere violentate...eh si perchè voi ad una gonna un po più corta non sapete proprio resistere...siete solo dei misogini e maschilisti... perchè in questo modo state, anche se minimamente, scusando quei bruti che fanno violenza!! Il femminismo è vero, non è andare in giro con gonne corte e magliette scollate e su questo sono daccordo, ma non se permettete ho il diritto di vestirmi come voglio, se a voi non piace...benissimo...puntate lo sguardo altrove, ma non venitemi a giudicare da come sono vestita, una gonna corta non comporta essere una poco di buono...

Valentina Michielin 11.09.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazze state tranquille....la Moratti ha trovato la soluzione:telecamere ovunque e colonnine per l' sos...wow....perchè nessuno ci aveva pensato prima?così se adesso qualcuno cerca di aggredirmi di giorno anche quando vado in università;devo solo essere più veloce ad andare al citofono e poi fare allo stupratore (porco malato) un bel marameo!!!!
scherzi a parte....tutto qui?mi sembra ancora troppo poco.
ciao

carmen morrone 11.09.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Per MAX LANZANI

Tu sei femminista? ma che minchia dici?
le donne vanno "protette"?
Sono gli uomini come te i VERI MASCHILISTI, che trattano le donne come "animali" da proteggere, come "principessine" da portare sul palmo della mano lontane dalle cose "brutte" della vita.
Per te la donna è un essere incapace di autogestirsi e che ha bisogno di un uomo per essere protetta.
Mio caro MAX, leggiti i commenti che le "indifese" scrivono in questo FORUM. Ti accorgerai che sono gli ingenui come te che dovrebbewro essere protetti!
bye, bye

Giorgio Sirchia 10.09.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Agli uomini, noi tutte donne abbiamo bisogno per natura di sentirsi belle, ammirate, apprezzate, che se abbiamo il fascino, che se siamo desiderabili e irresistibili, anche che magari non tutte possediamo quel dono di avere un bel viso, dei tratti del volto non perfetto come esteticamente, che non abbiamo un corpo perfetto e armonioso, magari ci ha il seno piccolo e chi ha il seno enorme, oppure chi ha un sedere grosso o chi ha un fisico androgino ecc... se ci sono donne che si indossano le minigonne, solo perchè hanno capito che il suo punto forte è avere belle gambe, anche che l'altro punto debole è avere un viso non esteticamente bello. Ma è sempre un modo per fare piacere all'uomo, altrimenti saremmo tutte "zitelle"!!! Questo per dirvi, che purtroppo per gli stupratori non capisce le donne, anzi, pensa che tutte le donne siano disponibili sessualmente. Quindi, voi uomini non potete più ammirare e apprezzare se una donna non si mette più la minigonna per paura degli stupratori??? E se invece vi ammirate solo una donna che porta magari una gonna lunga fino alle caviglie??? Cosa preferite??? Ditemi voi uomini quale modello di donna deve essere che sia bella, attraente e piena di fascino, anche senza minigonna??? Attendo da voi varie risposte.

Elisa Mazzali 10.09.06 01:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che cerco di dirvi a tutti voi che mi leggete, di provare a immedesimarvi nei panni dell'uno come nell'altro, cioè provate voi uomini come vi sentite nei panni di una donna e questo vale anche voi donne come vi sentite nei panni dell'uomo. Provate a capire qualcosa di voi stessi e poi vedete se riuscite a trovare qualche risposta sulla psiche della donna e dell'uomo. Perchè tutto questo potete trovare un'intesa che voi parlate tra voi uomini e donne, e che con tutto questo non c'entra molto con gli stupratori, ma alla vostra incomprensione con l'altro sesso e vi incolpate a vicenda per niente. Ma dovete trovare cosa vi và bene per l'uomo e cosa vi và bene per la donna. Insomma, datevi da fare per trovare un'accordo! Per esempio, alla donna invece di portarvi la minigonna solo perchè vi piacete a sè stesse e usate tutta la vostra seduzione quando volete con chi vuoi sedurre, non potete prendere come l'esempio, il modello come vestiva quella famosa Audrey Hepburn, piuttosto invece che prendere il modello della Valeria Marini??? Voi uomini, vi piacete di più come veste la Valeria Marini o la Audrey Hepburn??? Se invece voi uomini mi dite che preferite la Valeria Marini, allora tutte le donne vestirebbero uguale a lei!!! Uomini, fatevi un sondaggio, è un modo per trovare l'autostima per le donne, per non sentirsi meno seducenti di fronte alla bellezza come la Valeria Marini e questo può aiutare di molto alle donne per tenere lontano dai stupratori e aiutate alle donne di trovare più sicurezza con sè stesse sul fatto del fascino. Uomini, voi cosa dite?

Elisa Soncini 10.09.06 01:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono FEMMINISTA, anche se sono un uomo, lo sono nel senso che amo le donne e le vorrei LIBERE ed indipendenti come lo siamo noi uomini...

La donna va DIFESA e le va data tutta l' importanza che merita .

Va difesa quando vuol essere femminile ed ammirata dagli uomini perche' mostra delle belle gambe sotto la minigonna, va soprattutto LIBERATA da veli stupidi e RAZZISTI nei suoi confronti...

Altro che dare la cittadinanza a tutti gli extracomunitari, io la DAREI SOLO ALLE DONNE ...

Maschio guarda la bellezza delle donne e LASCIALE stare: guardare e NON TOCCARE, a meno che non si ... "COMPRI" ... inteso come AMARE CON TUTTO IL CUORE...

Max Lanzani 10.09.06 00:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto i vostri commenti, ho riflettuto e mi è venuto voglia di rispondere. A tutti che mi leggono, io spero di scrivere bene per voi perchè io non sono bravo in grammatica. Se non vi capite, chiedetemi. Il punto è questo. Io non capisco che quando vedo una donna indossarsi una minigonna e poi passeggiarsi lungo le strade del centro della città, quando lo osservo mi sembra così sicura di sè stessa e addirittura è così disinvolta. Eppure ho visto che quando un uomo le passa davanti incrociando lo sguardo alla donna per la minigonna, lui come prima cosa lo guarda subito proprio lì, cioè nella zona del pube e delle gambe e poi fà un sorriso sornione rivolto al viso della donna, eppure lei non dimostra così interessata a lui, oppure lei si finge di niente e così si tira dritto senza fare un sorriso all'uomo.Insomma, se la donna porta indosso questa minigonna, vuol dire che in quel momento non voleva proprio richiamarsi l'attenzione dell'uomo, magari si piace così com'è vestita solo perchè si sente a suo agio e soprattutto perchè si sente più femminile. Il discorso è un'altro se invece la donna porta la minigonna nel luogo della discoteca, lei si scatena ballando e poi cerca l'attenzione agli uomini, MA SOLTANTO SE LA DONNA VUOLE ATTIRARE L'ATTENZIONE PER CERCARE UN BEL RAGAZZO CHE PIACE A LEI. Allora io mi chiedo, se una donna vuole portarsi la minigonna (dipende da chi vuole farsi colpo e dal tipo del luogo che lei si trova) sicuramente la donna ha un DOPPIO RUOLO con sè stessa: se si trova in strada a lei non gliene frega niente degli sguardi degli uomini e basta a sè stessa che si compiace per come si veste. Se invece lei si trova in discoteca, il suo ruolo cambia, cerca lo sguardo degli uomini per sperarsi di trovare qualche ragazzo carino e interessante,che gli faccia la corte, magari perchè alla donna pensa che indossarsi una minogonna vuol dire che è convinta di avere belle gambe e che abbia una chance per trovare qualche maschio come lei vuole e piace.

Elisa Soncini 10.09.06 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avviso alle persone intelligenti che scrivono su questo blog: basta rispondere a un povero ignorante, misogino ed esibizionista...in fondo già dal cognome, avremmo dovuto intuirlo! Continua ad insultare e sparare cazzate perchè probabilmente questa è la prima volta che qualche donna gli dà bada. Comunque ho una sana e genuina fiducia verso il genere umano che continuerà a regalarci degli uomini intelligenti, forti e sensibili che sapranno sempre comprendere il valore del rispetto e dei diritti umani come già fanno in molti.

Lisa Milani 09.09.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Karin.
Sei tu che fai confusione fra ATTRAZIONE sessuale e VIOLENZA sessuale. Si mia cara, il maschio è attratto dai sederi e dai seni femminili, è un richiamo sessuale naturale, potente e costante: voi donne lo sapete benissimo e provate un irresistibile ed istintivo piacere a mostrarvi e offrirvi agli sguardi maschili (perchè molte donne si "imbottiscono" di silicone? per stare bene con "se stesse"?!?).
Secondo il tuo punto di vista per l'uomo è un "obbligo" reprimere i propri istinti, sopratutto quando questi istinti sono irrispettosamente e continuamente "stimolati" dagli usi e costumi di voi donne.
Se qualcuno si azzarda a fare un avance o sfiorare con una mano una di quelle natiche esposte a mò di prostituta, rischia la GALERA (come nel medioevo), o bene che gli vada l'etichetta di MANIACO.
Voi, invece, potete sbattermi in faccia le vostre "armi" sessuali liberamente, in un indecente gioco: "sono bella, bona e porca; guardami, sbava ma se ci provi o mi tocchi TI INSULTO e ti denuncio".
Il gioco del corteggimento è "bello" perchè giocato in due. Come gioco, ha delle regole sia NATURALI che SOCIALI. Voi pretendete di giocare senza "regole" ma imponete al giocatore maschio tutta una serie di regole MORALI.
Una volta, quando si viveva in una reale società maschilista, era l'uomo a sopprimere gli istinti femminili (con la forza).
Oggi i ruoli si sono invertiti.
Eppure continuate a lamentarvi, dimostrando un comportamento nevrotico e schizzofrenico.
Inoltre la violenza è violenza: classificarla come "sessuale" è una forzatura.
Naturalmente il tutto si conclude col solito luogo comune "non si trovano più VERI uomini".
Perdonami, ma gli unici termini che mi vengono in mente per definire il vostro comportamento è:
PATETICO
IPOCRITA
IGNORANTE
ed anche un pò da MIGNOTTE.
imparate a conoscere gli uomini, senza i vostri pregiudizi "femministi": forse imparerete pure ad Amarli.
Bye Bye

giorgio sirchia 09.09.06 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco certa gente cos'ha al posto del cervello, si parla di violenza sulle donne e molti anzichè giudicare male gli uomini violenti tirano in ballo l'abigliamento delle donne o le avventure che si fanno. Credevo che l'italia fosse un paese civile, ma a quanto sembra non c'è molta differenza tra molti italiani e i talebani. Per fortuna le leggi sono diverse; va messo in carcere il violentatore non la donna che mette l'abito sucinto. E comunque è abbastanza scandaloso l'atteggiamento offensivo di molte persone, sè non vi piace come mi vesto fatte a meno di guardarmi, imparate l'educazione e il rispetto nei confronti del prossimo.

Karin Grigatti 09.09.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nuovo Femminismo = Nuovo Maschilismo

E' questo che le donne vogliono ?

Vuoi per i tempi , vuoi per le circostanze, vuoi perchè il tempo ormai ti porta a vivere metà della tua vita fuori di casa e spesso dela famiglia, vuoi per tante cose che si riducono a non volere più fare sacrifici ma vivere la vita perchè è una sola e allora eccoci qui liberi e pronti all'attimo fuggente.
Il momento intrigante la situazione. un colpo e via e magari con simpatia. Poi un altro passo in più, magari insieme ad altri oppure scambiando, oltre che alle opinioni anche i corpi.
Che bello, non avere legami e gente che va e gente che viene senza sensi di colpa e moralismi ormai antichi.
Beata ignoranza, la storia insegna. I greci in una delle loro escursioni del piacere provarono anche con le galline e nel momento dell'eiaculazione recidevano la testa alla povera bestia, provocando grandi contrazioni e massimo piacere.
Sarebbe da provare una botta via tanto, il massimo, sicuramente unica.
Tenerezza e piacere, coccole, sguardi semplici amndosi, cercandosi e respirarsi. Viversi bene e volersi bene, ma senza alzare i pugni in modo tribale e minaccioso.
Vogliamoco bene serenamente con estro ed erotismo, cercando il fascino e l'eleganza accompagnata da una cultura vera, ma non da ignoranza animalesca.
Troppo facile buttarla su questo piano, gente, le cose si conquistano anche con sacrifici e l'esempio siamo noi.
Amplessi negli ambienti pubblici che sono i più soggetti a queste divagazioni di frenesia sessuale di animali in gabbia.
Il massimo è nelle case di riposo per anziani, al momento non abbiamo segnalazioni di depravati che vilentano vecchiette/i ma di festini libertini serali e pause pomeridiane dette sveltine, un oretta e via, ovviamente con retribuzione regolare di lavoro.
E se qualcuno vuole scopare davanti a tutti e farsi vedere che gli recidano la testa dopo, almeno il piacere è massimo, ma la vista sarà salva e anche a persone che non sono adulte.

Emanuele Rizzo 09.09.06 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Teresa, cosa fai stasera?
Io sono molto dolce e anche passionale... chiamami
Non ho pregiudizi.
treduezero ventisei quaranta cinquenovedue
Ciao

Ivan Pellazzini 08.09.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi ripeto...
Annoverato dalla stragrande maggioranza dei post maschili come "bisogno fisiologico" direi che il sesso può benissimo essere relegato in luoghi appositi (con speciali accessori) come già succede da secoli per l'andare di corpo e il mangiare. Si mangia in cucina, si va di corpo al ces.so (scusate eh? ma ci vuole), si scarica il testosterone nello "scopatoio", nuovo locale che verrà reso obbligatorio dalla legislazione per l'edilizia privata e che prego gli architetti di iniziare a progettare al più presto. Ogni "maschio" dovrà per legge utilizzare tale ambiente almeno una volta al giorno e, in mancanza di una donna disponibile, verrà fornito di adeguata strumentazione per la "spremitura" di cotanto eccesso energetico. Devo specificare che sono ironica o ci arrivate?
Scusate, ma molti qui mi sembrano fuori di melone. Convinti come sono di portarsi in giro sotto la patta una sorta di missile atomico che se non fa regolari esplosioni inizia a meditare gli stupri. Lo stupro è un problema mentale SEMPRE. Agevolato sicuramente da un certo tipo di cultura o di situazione sociale, ma mentale, ok? Inizino a pensare, i nostri governanti, a come cercare di arginare questi "disagi sociali".
Il nuovo femminismo: è fatto di donne stupendamente normali, quelle che non fanno notizia, ma che sono la maggioranza. Vivono bene in famiglia o da sole, a loro scelta, finalmente. Possono permettersi di vivere senza padri padroni o mariti padroni. Spero la cosa non vi dispiaccia. Qualcuna è un po' smarrita, esagera con le labbra a canotto o con la minigonna. Si dà alla ricerca spasmodica di un compagno decente: ricerca non facile. A volte va ripetuta.
E meno male che spesso incrocia uomini altrettanto smarriti ma carini e disponibili ad un nuovo tipo di dialogo...in questi casi può succedere che facciano l'amore solo loro due per anni, persino senza una benedizione superiore.
E che vivano insieme, ma per vera libera scelta.
La normalità non fa notizia...

antonia dattero 08.09.06 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Leonardo Carnesecchi

E' disgustoso quando tu scrivi che quella categoria di uomini sessualmente più attivi e incontrollabili che debbono proprio sfogarsi con qualunque donna che capiti a tiro!!!!! Invece di lasciare questi uomini per sfogarsi le sue voglie nelle case chiuse o aperte (che non cambia molto, eh!) questi uomini dovrebbero andarsi in un centro per disintossicarsi e per curarsi la dipendenza sessuale, non credi??? Moltissimi uomini sono "MALATI" DI SESSO-DIPENDENZA: è un vizio che và curato, perchè per loro il sesso è come uguale alla droga e all'alcol, che per questo non riescono a farsi a meno per controllarsi anche con il sesso, per questo molti compiono atti incontrollabili come l'abuso sessuale, la molestia, la violenza, la pedofilia e lo stupro. Quindi, è solo una scusa che il problema dell'uomo si possa risolvere con la prostituzione, anzi, accentua ancora di più la sua malattia da sesso-dipendenza. Non credi??? Ti consiglio di ragionare prima di parlare.

Elisa Soncini 07.09.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma non diciamo cazzate!!!
Riapriamo le case chiuse, cosi' gliuomini hanno piu' materiale di sfogo legale e gli stupri diminuiranno sensibilmente.
Facciamo sfogare i maschi piu' sessualmente attivi e incontrollabili.

Leonardo Carnesecchi 07.09.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco alcuni pensieri di F. Nietzsche riguardo alle donne: Non per niente è il più grande pensatore dell'età moderna.


Ci sono madri che hanno bisogno di figli infelici, altrimenti non possono mostrare la loro bontà materna.

I matrimoni fatti per amore, hanno per padre l’errore e per madre la necessità.

Si può snervare e indebolire chiunque con inquietudini, paure, sovraccarico di lavoro e di pensieri, in modo tale che egli non si opponga più ad una cosa che appare complicata e irrisolvibile, ma ceda ad essa. I diplomatici e le donne lo sanno.

Ci sono donne che, per quanto la si cerchi in loro, non hanno interiorità, ma sono semplici maschere. E’ da compiangere l’uomo che si impegola con questi esseri spettrali, inevitabilmente insoddisfacenti , ma proprio questi esseri possono “eccitare” al massimo il desiderio dell’uomo: egli cerca la loro anima......e continua a cercare.

Generalmente, le donne si lusingano con l’idea che stia a loro rendere felice un uomo; ma ciò altro non significa che disprezzare un uomo, supponendo che basti una donna per renderlo felice

L’intelletto femminile - L’intelletto delle donne si manifesta come totale padronanza, presenza di spirito, sfruttamento di tutti i vantaggi.
Le donne hanno l’intelletto, gli uomini l‘animo e la passione. Il che non è in contraddizione con il fatto che gli uomini con il loro intelletto vadano tanto più lontano: Infatti essi (gli uomini) possiedono gli impulsi più profondi, più prepotenti, e sono questi che trasportano tanto lontano il loro intelletto.
Se gli uomini, nella scelta della compagna, cercano sopratutto un essere profondo, ricco di sentimento, e le donne invece un essere intelligente, pronto e brillante, in fondo si vede chiaramente come l’uomo cerchi l’uomo idealizzato, e la donna la donna idealizzata, dunque non un complemento, ma un perfezionamento delle proprie doti.
Perchè le donne piangono - Dopo un dissidio, fra uomo e donna, il primo, soffre moltissimo all’idea di aver fatto male all’altra; La lei, invece, soffre moltissimo all’idea di non averne fatto abbastanza, per cui con lacrime, singhiozzi ed espressioni sconvolte, fa si di appesantirgli il cuore anche dopo.

Giorgio SIRCHIA 07.09.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ma quale femminismo!In Sicilia non è mai esistito.La donna, nella mia terra, è sempre vittima dei soprusi degli uomini,novelli arabi dominatori del 2006.Ogni donna che si illuda di essere libera e di poter vivere la propria vita ed, in particolare la propria sessualità in chiave moderna, il che non significa di certo fare la prostituta,sta semplicemente delirando.Ho 30 anni,ho vissuto in un paese di provincia e poi mi sn trasferita a Palermo per l'università.Vi sn rimasta per diventare avvocato.La mia ultima storia con una specie di Bin Laden Agrigentino è durata 2 anni ed è stata un vero disastro!Per tutto il tempo è stato lì a farmi la morale sulle mia precedenti storie,sulle mie più o meno condivisibili avventure,dicendo senza mezzi termini che ero una poco di buono...Io, che mi sn sempre sentita una donna moderna e intelligente, ho lasciato che questo bifolco annientasse la mia libertà intellettuale,nonchè ovviamente proprio quella fisica.Ti scrivo per sollevare un problema che esiste e che tiene molte donne schiave dei loro stessi mariti e partners.Per parlare di una situazione di sottomissione e di disagio che anche nei grandi centri come Palermo esiste.Le donne che hanno raggiunto i 30 anni di età e che hanno avuto qulache "storia" di troppo secondo quelli che sono i canoni del maschio siculo medio, sono destinate a rimanere sole.Non possono aspirare all'ambito traguardo del matrimonio!Picchì...cu si li pigghia?Ancora oggi vedo gioveni ragazzi della mia età fidanzarsi con ragazzine di 16 anni, così le allevano, le fanno diventare perfette mogliettine.sn disgustata.Vivere in un posto in cui le donne nn hanno diritti,(nn hanno di certo quelli degli uomini),sono giudicate male,nn possono essere libere,vivono nell'ipocrisia,spesso vengono picchiate è una realtà che mi sta stretta.Invito le donne siciliane a nn scrivere che quì va tutto bene, perchè sarebbe una menzogna.Non va niente bene.Dalla Sicilia gli arabi non se ne sono mai andati!

Teresa Giarratana 07.09.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Norvegia, il Governo Socialista ha varato una serie di norme che “obbligano” tutte le aziende ad avere, nel gruppo dirigenziale, il 50% di donne: Mettiamo caso che nella selezione per le cariche dirigenziali di un’azienda, di 10 cariche, 8 posti vadano a manager uomini e due a manager donne, dopo una selezione che tiene conto strettamente del curriculum, delle competenze tecniche e conoscenza delle lingue; una selezione in base alle capacità soggettive. In base alla legge Norvegese, l’azienda deve rinunciare a tre validi e preparati manager (uomini) per tre manager (donne) che, tecnicamente e professionalmente, sono meno preparate dei primi: Le conseguenze di questa legge sono: Una palese discriminazione nei riguardi dei tre uomini esclusi per legge , una discriminazione di carattere sessista; Un palese danno economico all’azienda che deve rinunciare ai tre manager di maggiore qualità.
Ultimamente siamo stati bombardati dalle notizie di stupri avvenuti in Italia. Prime pagine che gridavano all'orrore. L'altra giorno, sul Corriere della sera, un piccolo articolo in 8^-9^ pagina, dove il questore di Milano si lamentava che "solo" il 20% delle denunce di stupro e molestie sessuali risulta, dopo le indagini, reale? tradotto: l'80% delle donne che sporgono denuncia per violenza sessuale, stupro e molestie....MENTE! E' necessario commentare questo?
Ho vogliamo commentare delle studentesse che vanno a fare esami universitari vestite da pornostar? Perchè lo fanno? E' solo una questione di costume? O ci provano ad addolcire il Proff. miagolando e facendo le fusa da brave gattine?
Perciò piano col vittimismo Signore e Signorine, perchè qua nessuno è fesso!
Se volete essere trattate con dignità, comportatevi con dignità.
Salute

Giorgio SIRCHIA 07.09.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Norvegia, il Governo Socialista ha varato una serie di norme che “obbligano” tutte le aziende ad avere, nel gruppo dirigenziale, il 50% di donne: Mettiamo caso che nella selezione per le cariche dirigenziali di un’azienda, di 10 cariche, 8 posti vadano a manager uomini e due a manager donne, dopo una selezione che tiene conto strettamente del curriculum, delle competenze tecniche e conoscenza delle lingue; una selezione in base alle capacità soggettive. In base alla legge Norvegese, l’azienda deve rinunciare a tre validi e preparati manager (uomini) per tre manager (donne) che, tecnicamente e professionalmente, sono meno preparate dei primi: Le conseguenze di questa legge sono: Una palese discriminazione nei riguardi dei tre uomini esclusi per legge , una discriminazione di carattere sessista; Un palese danno economico all’azienda che deve rinunciare ai tre manager di maggiore qualità.A questo punto, per coerenza "political corret" perché non garantire una quota minima nei consigli di amministrazione anche alle altre minoranze: Handicapp, min religiose, min. etniche, anziani, reduci di guerra, omosessuali ecc..
Ultimamente siamo stati bombardati dalle notizie di stupri avvenuti in Italia. Prime pagine che gridavano all'orrore. L'altra giorno, sul Corriere della sera, un piccolo articolo in 8^-9^ pagina, dove il questore di Milano si lamentava che "solo" il 20% delle denunce di stupro e molestie sessuali risulta, dopo le indagini, reale? tradotto: l'80% delle donne che sporgono denuncia per violenza sessuale, stupro e molestie....MENTE! E' necessario commentare questo?
Ho vogliamo commentare delle studentesse che vanno a fare esami universitari vestite da pornostar? Perchè lo fanno? E' solo una questione di costume? O ci provano ad addolcire il Proff. miagolando e facendo le fusa da brave gattine?
Perciò piano col vittimismo Signore e Signorine, perchè qua nessuno è fesso!
Se volete essere trattate con dignità, comportatevi con dignità.
Salute

Giorgio SIRCHIA 07.09.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

FEMMINISMO FONDAMENTALI STA
La 2^ Guerra dei Sessi

Non sono mai riuscito a togliermi dalla testa che il Femminismo abbia assunto, negli ultimi anni, una conformazione perversa, autoreferenziale, isolato dal mondo esterno, istituzionalizzato. Ma non solo: Si nota sempre più frequentemente come alcune delle sue idee più integraliste e per ciò, per loro stessa natura, illiberali e antidemocratiche, siano riuscite ad avere uno “sbocco” giuridico nelle legislazioni dei paesi Occidentali; Con particolare evidenza nei paesi nordici e anglo-sassoni, americani inclusi. La Germania ha varato una serie di norme, con severe ritorsioni penali per chi ci incappa, che rasentano il ridicolo. Si è proibito l’uso di riviste erotiche e pornografiche nei luoghi di lavoro pubblici (Ne concludo che in Germania sia la “normalità” leggere riviste porno-erotiche in ufficio)per non offendere la "sensibilità" delle colleghe!?!; assoluta limitazione dei contatti fisici (Contatto fisico come reato, neanche Savonarola avrebbe potuto immagginare una pervesione di questo livello), addirittura la stretta di mano “non dev’essere troppo energica” (Chi determina la giusta intensità di una stretta di mano?).
Naturalmente rimane sottointeso che le donne hanno diritto ad andare in giro a chiappe all'aria con perizomi che fuoriescono da ogni lato (con reltivo contorno di budinosa cellulite), di civettare liberamente senza preoccuparsi delle "naturali" conseguenze di questo atteggiamento di fronte a un maschio.
E quello tedesco è uno degli esempi più "comici". Negli Usa e in UK si è arrivati a situazioni degne dei romanzi di kafka (uomini condannati perchè fanno avance o invitano a cena una collega). Il diritto sul divorzio condanna gli uomini ad essere essere umani di secondo livello (perchè alle donne viene riconosciuta la capacità di fare ciò che fa l'uomo e non all'uomo di poter fare bene ciò che fa una donna? cioè allevare e crescere un figlio?
Le femmine hanno molti problemi.
Saluti

Giorgio SIRCHIA 07.09.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti.altro caso ieri in via bligny a milano...una studentessa che andava all'università...ma basta!!!!!quando si decidono a far qualcosa dall'alto?scusate....ma anche in questo caso era un extra comunitario....

carmen morrone 07.09.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Non ho più voglia di scrivere i commenti in questo blog, perchè mi sento molto disgustata per molti di voi, per molti dei vostri commenti così volgari e di poca intelligenza. Mi spiace per voi, per me questo blog non è stato nulla di istruttivo. A Beppe Grillo, a me le sue parole non mi hanno fatto nessun effetto, che non ha usato nessuna delle parole ironiche, quelle di simpatia e di intelligenza: è capace solo di farsi provocare chiunque per offendere la negatività degli altri, senza farsi migliorare la situazione. Ciao!

Elisa Soncini 06.09.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Eva Kulnura

Cara, non vi conosco nulla, ma io stò bene con me stessa, nella mia vita non ho perso niente e non ho mancato niente. Piuttosto pensa a cosa vivi tu la tua vita, è davvero una fortuna che io non sono uguale a te e io non sono il tipo di donna che và a scoparsi con molti uomini, perchè io sono un'essere umano, ho il rispetto per la mia dignità e non ragiono ai miei genitali come farebbe uguale a un maiale, ma sono un'essere vivente come persona e che io ragiono con il mio cervello. La vita è solo tua, le tue cose sono tue, non mi preoccupo nulla cosa tu vivi, che ti piace "scopazzare" o meno: sono fatti tuoi!!!!!!!!!

Elisa Soncini 06.09.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

non posso credere che ci siano persone che dubitano l'ironia del post lasciato da Beppe Grillo!
E' intollerabile!
Ma molto più intollerabile è il fatto che ci siano persone che pur ammettendo di non capire se il post sia realistico o no si permettono lo stesso di offenderlo!
Si capisce benissimo che non sta dicendo sul serio, come si possonno davvero dire cose così?

Le violenze sessuali sono davvero un problema, ma mi trovo d'accordo con chi ha anche incolpato le donne di questi fatti.
Tutto ciò è una conseguenza del loro comportamento, troppo provocante, troppo sexy...
Ora, non sto scusando gli stupratori, per l'amor di Dio, a loro bisognerebbe tagliargli i maroni, ma credo che una parte della colpa sia anche nostra e del nostro comportamento troppo egocentrico.
E' anche vero, però, che non tutte le donne che vengono aggredite sono "attraenti" o comunque vestite in modo provocante. Si tratta di un problema della società, non soltanto delle donne.

Questo delle violenze è davvero un problema che va risolto, perchè la sera non si può più nemmeno girare tranquillamente senza che qualche immigrato ( perchè diciamocelo, non sempre, ma spesso sono loro che ci disturbano, o almeno per me è così )ci lanci battutine o tenti di avvicinarci!

Giulia G. 06.09.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
vi invito tutti a leggere un articolo di Luisa Muraro "Il signore dello stupro" che potete trovare facilmente nella rete: un invito a riflettere sul tema della violenza degli uomini su donne e bambini che non va banalizzato perchè banalizzare vuol dire soltanto legittimare, giustificare.La violenza di genere e sull'infanzia non ha a che fare con il sesso, con il piacere, ma ha a che fare con il potere, con il dominio, con l'esclusività, con la disumanità...nasconde un desiderio di annullamento, di distruzione, di annichilimento del genere umano tutto. Non è naturale, non è culturale...è maschile, perchè maschile è il potere e il dominare il prossimo. Non parlate di femminismo come del calcio, prima studiatelo il femminismo, quello dell'uguaglianza e quello della differenza,quello di vostra madre. Scoprirete signoriuomini che cambiare il mondo significa abolire un potere quello maschile a cui siete troppo legati: per questo dominio sul prossimo avete rinnegato le vostre madri.Lo stupro non è che una delle forme del potere maschile, quella che dovrebbe a noi donne fare più paura, quella che ci dovrebbe rendere paralizzate nel vicolo buio o che ci deve indurre a coprire i nostri seni, a smussare con la chirurgia le forme, solo per assomigliarvi...le donne non sono questo cariuominisignori, le donne non le conoscete ancora bene.


simona martelli 06.09.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro olindo,
sono una giovane anziana di 83 anni e da molto tempo giro seminuda nella metropolitana.
Devo dire con rammarico che questo problema della violenza carnale non è coì reale, perchè nonostante mi mostri in abiti succinti non ho ancora incontrato nessun operaio Polacco-Rumeno-Marocchino che abbia avvinghiato le mie forme avvizzite per colpirmi con la cazzuola(noto strumento per l'edilizia) soffocandomi tra i suoi baffoni gialli di nicotina e l'alito di Nastro Azzurro.

Elvira Randazzo 06.09.06 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bella azzuffata! per una battuta provocatoria...certo è vero che gli stimoli provenienti soprattutto dalla televisione e pubblicità vari contengano allusioni ossessive alla sessualità.Noi poveri)uomini siamo bombardati dal sesso.Basta accendere la tv dopo le 22 e troviamo giovani rumene che si leccano i genitali per qualche 100naia di euro,o le nuove prostitute mediatiche al telefono in tv che aspettano qualche sudaticcio bamboccio che le chiami in diretta...poi la pubblicità..che cosa centra una donna seminuda con la pubblicità dei detersivi, delle automobili, di un telefonino...DELLE CARAMELLE!!! prima c'era Calimero, Carmencita, adesso un bel groviglio di tette,culi,lingue,labbra,piedini da ballerina, cosce liscie e parti intime varie.Molte donne fanno le femministe ma poi si lasciano comprare facilmente da qualche fotografo per uno scatto o per la fama;basta vedere quante ragazze si presentano alle selezioni di veline,striscine, letterine etc.per apparire seminude in tv.
Io credo che bisognerebbe richiamare le donne, pseudofemministe a diffondere nuovamente l'idea della donna che non sia solo capace di accendere desideri sessuali....
ma poi prendo la metro molte ragazze sono vestite prendendo a modello le modelle patinate, ultrascollate, superscosciate e vertiginosamente arrapanti...se poi le guardi...ti guardano disgustate...è un po come mostrare un piatto succulento a un morto di fame e farlo sentire in colpa se gli viene l'acquolina...
Le violenze sessuali crescono? propioniamo ai politici un'aliquota fissa sulla fica: chi più ne ha deve pagare una gabella al suo vicino foruncoloso e sfortunato che non batte un chiodo, ma da una vita si batte le carni.
Ah! invito tutti gli arrapati ad acquistare la fica coi manici..
A parte gli scherzi credo che questo sia un discorso serio, da affrontare con equilibrio ed acutezza...vado a mettere il pisello in un temperamatite.
p.s.
continuate pure ad azzuffarvi io vado a violentare il mio criceto

olindo cirillo 06.09.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ carmen morrone 06.09.06 08:22

Ciao Carmen.
Non sono d'accordo con te circa il discorso della donna trattata paritariamente solo in occidente. Certo,tv e giornali riportano casi di violenze da parte di immigrati orientali e mediorientali, ma non dimenticarti che anche gli uomini italiani non sono certo degli stinchi di santo... Proprio oggi al tg ho sentito di una guardia giurata che ha svuotato il caricatore della pistola contro la moglie, dalla quale si era separato, pare perchè non accettasse la nuova relazione che lei stava vivendo. E poi basta leggere certi commenti, scritti da uomini italiani, in questo post... Gente che ti viene a dire di coprirti perchè sennò è normale che si suscitino cattivi pensieri e via di seguito.
Una tristezza!
Io lo so che le arti marziali non sono la risposta a questo problema, che è innanzi tutto culturale, però continuo a credere che possano essere un buon palliativo: se più donne prestassero davvero attenzione a ciò che accade intorno a loro e imparassero qualche basilare tecnica di autodifesa, resto convinta che ci sarebbero molte meno vittime di stupri in giro. Purtroppo spesso andiamo per strada, al lavoro o a scuola, con il pensiero del "non faccio del male a nessuno, nessuno farà male a me" ma dobbiamo arrenderci all'evidenza che, almeno per ora, non è così che funziona. Bisogna stare all'erta. Soprattutto se una gonna sopra il ginocchio o il terzo bottone slacciato della camicetta "autorizzano" qualcuno a saltarti addosso, come pare siano ancora in molti a pensare. Per quanto riguarda la tua idea di comprarti un'arma, così su due piedi mi pare eccessiva (a meno che tu non abbia ricevuto esplicite minacce), ma capisco che la paura è una brutta bestia...


Caro Beppe, prendo il suo commento come una provocazione e mi auguro che non sia nient'altro perchè altrimenti devo riconsiderare tutto quello che penso di lei e rivederlo... IN NEGATIVO. Non mi deluda anche lei.

katia magistroni 06.09.06 12:41| 
 |
Rispondi al commento

LE DONNE DOVREBBERO IMPARARE L'ARTE DELLA PREVENZIONE E QUINDI EVITARE DI MOSTRARSI ECCESSIVAMENTE E PERNICIOSAMENTE, MA ANCHE SE GIRASSERO NUDE PER STRADA, NESSUNO LE DOVREBBE
TOCCARE.

e pigna 06.09.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti ! Sto cercando informazioni sui pannelli solari e relative aziende che abbiano un'esperienza seria sull'argomento (possibilmente in Lombardia).
C'è qualcuno che mi può aiutare ?
Vi ringrazio in anticipo
Buona giornata a tutti
Bruno Sacheli

Bruno Sacheli 06.09.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr. Sig. Beppe Grillo,
La nostra ditta ha da 2 anni studiato e poi realizzato quest'anno una macchina per raccogliere le potature di Vite, Olivo o Frutteto riducendola a una misura tale da poter essere utilizzate direttamente nelle caldaie a cippato.
Abbiamo eseguito tutto il progetto interamente con i nostri soldi e l'aiuto di un ufficio collegato all'Universita' di Padova. Lo stato non ha stanziato alcun finanziamento a riguardo.
Rimaniamo a Vostra disposizione nel caso vi interessasse ampliare questo tema.
Cordiali saluti e buon lavoro.
Lorenzo Peruzzo
PERUZZO SRL - Padova

Lorenzo Peruzzo (PERUZZO SRL) 06.09.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Elisa,non sai cosa ti sei persa,ciao

eva kulnura 06.09.06 04:21| 
 |
Rispondi al commento

Aveva ragione Luttazzi, sei solo un populista, Grillo; il tuo blog rispecchia appieno la deriva populista e demagogica che hai preso anche tu.
Cassi i post che non ti piacciono solo perchè esprimono idee diverse dalle tue(?) e lasci miriadi di post che sono veramente dei capolavori di ignoranza e cretinaggine italiota.
Complimenti Grillo, il Duce potrebbe prendere lezioni da te ormai, se fosse ancora vivo.

pippo p 06.09.06 03:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per voi, tutti quanti, che sapete solo insultare me come una persona ignorante. Coloro che chi mi insulta, accomodati pure questo blog, perchè voi non sapete che a insultare me è come insultate voi stessi. Io cerco solo di esprimersi il mio commento o il mio punto di vista, ma se volete insultare ancora, non vi scrivo in questo blog.

Elisa Soncini 05.09.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento

X Paolo Carcano

A Paolo io sono pienamente e perfettamente d'accordo con te, anche che sono una donna. Certe volte mi vergogno delle donne soprattutto quelle che vanno in giro vestite così succinte, sexy, appariscenti, che si fanno notare e poi alla fine si lamentano di essere violentate!!! Io non mi vesto mai in abiti succinti e appariscenti, perchè nelle mie caratteristiche non mi sento a mio agio andarsi in giro così solo per farmi notare, non è nel mio stile. Sono piuttosto una donna semplice e classica, non mi trucco e non mi atteggio da snob, eppure sono carina e non ho bisogno di avere tanti suppellettili per essersi più femminile. Io credo di essersi me stessa e la femmnilità non stà a mostrare alla società, non c'è nè bisogno. La vera femminilità stà nel modo di pensare, nel modo di percepire, nel modo di intendere la realtà. Per favore, scusatemi a tutti quanti che mi leggono, io non scrivo bene la grammatica, per questo sbaglio con l'uso delle parole con il femminile o il maschile, faccio un casino! Perchè io non sono un normoudente, ma sono quasi un normoudente, perchè due anni fà ho fatto l'impianto cocleare per acquistare il mondo dei suoni, dei rumori e delle voci, ma non sono nato sordo, riesco a parlare a voce ma non sò usare i gesti che invece fanno solo i sordomuti. In passato ho sofferto moltissimo, ma non mi và di parlarvi e che non riguarda solo al mio problema di udito, ma mi riferisco degli uomini narcisi, inaffidabili, egoisti, egocentrici, arroganti e poco seri, che facevano di tutto con me per andare a letto, eppure ho sempre rifiutato, anche che non mi avevano mai violentato, per mia fortuna!!!

Elisa Soncini 05.09.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

paolo carcano :

scusaci di esistere!

maria cascella 05.09.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le donne di quest'epoca sono assai bizzarre: girano seminude per mostrarsi e poi si lamentano che gli uomini le guardano. Ebbene, dico io, che cosa dovrebbero guardare?! Forse...gli occhi, o i gomiti? Siamo animali, cari amici, e da animali siamo naturalmente spinti non solo alla generazione, ma prima di tutto alla selezione di una compagna (o compagno) per generare. Non sto affatto giustificando gli stupratori, che disprezzo profondamente, anche non sul piano naturale, bensi su quello morale (ed è un'altra cosa). Non giustifico nessuno stupratore, ma accuso le donne che prima comprano i vestiti più suiccinti, più sexy, per apparire sempre più appetibili e desiderabili, e poi denunciano chi le desidera. Infatti, il primo stupro avviene nei cuori, e solo per specifiche condizioni spazio-temporali si traduce o meno in atto fisico; quanti stupri vengono compiuti ogni giorno nei cuori delle persone! Tuttavia, giuridicamente parlando non sono imputabili, certo...ma io non parlo da giudice o da avvocato, bensi da uomo preoccupato per queste donne stolte, che si svendono agli occhi e poi piangono per il prezzo al quale si sono svendute. Non ci sono parole abbastanza pesanti per gli stupratori...ma voi avete la colpa di dargli il pretesto e la scusa! Riflettete su questo, e, se tenete davvero ad una qualche ombra di virtù (non oso dire di più), allora mostratevi in virtù. Un'ultima cosa: in latino, "prostituo" significa "mostrarsi", e "prostituta" è "colei che si mostra"...

Paolo Carcano 05.09.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo dire che ogni volta che sento queste cose mi vergongo davvero di essere un uomo (anzi, un maschio, perchè , visto come ci comportiamo, siamo degli animali).
Il sesso nella nostra cultura è stato completamente distorto ed è divetata davvero una malattia. Ogni cosa che vediamo, ogni programma televisivo, ogni pubblicità sembra dirti: 'accoppiati, tromba, se non lo fai non sei una persona, fallo più che puoi...'.
Praticamente un lavaggio del cervello. Le persone più deboli psicologicamente (non le giustifico, io le eliminerei dalla faccia della terra!) non resistono più ai propri istinti e commettono questi atti orrendi.
E' dovuto anche all'infelicità: diciamoci la verità, quelli che, come me, hanno una splendida companga e una vita soddisfacente (e,badate, faccio il ferroviere, non il manager) non si trobveranno mai in queste situazioni, in quanto hanno avuto dalla vita tutto quello che potevano desiderare.
Chi invece non lo ha decide di prenderselo in questa terribile maniera.
Posso dire solo una cosa a chi si comporta così: fate schifo, e spero che esista davveo un Dio che vi ripagherà dovutamente per tutto quello che avete fatto!

Ivan Zuccarino 05.09.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come molte/i di voi hanno detto, ci sono molte semplici regole con cui ci si può teoricamente difendere da stupri e altre violenze. In pratica, invece, le donne sono costrette a essere sempre accompagnate in ogni circostanza. A poco servono le arti marziali se l'eventuale stupratore è armato, o dice di esserlo. Parlo da donna che fra un mese o poco più andrà a vivere completamente sola in una grande città a lei sconosciuta, per iniziare l'università. Come dovrei comportarmi? Il problema come ha già scritto qualcuno è quello culturale. La donna per secoli è stata vittima(?)di diseguaglianze e di violenze. Ma le donne in realtà non sono deboli come gli uomini e loro stesse credono. Manifestare, essere solidali, parlare ed avere il coraggio di cambiare le regole, questo si può fare. Leggendo questo articolo mi è venuta voglia di aprire un blog o un sito su questo argomento. Chiunque voglia, può darmi suggerimenti.
Grazie per avermi fatto riflettere

paola dalla puglia 05.09.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento

E' vero,le violenze più beffarde si subiscono fra le mura domestiche,ed a subirle non sono solo le donne,sono anche certi uomini, ma anche i bambini indifesi.Certe donne moderne sono così emancipate che prima di derubarti tutto e cacciarti fuori dalla casa dove tu hai speso tutti i tuoi sacrifici negli ultimi otto anni(e futuri quattro"vedi mutui")si sono gia arruffianati i carabinieri più anziani della caserma,gli assistenti sociali"paesani"per poterti rubare quello che per me era la cosa più importante:un figlio che ora parla e cammina,và anche al bagno da solo senza che io lo debba pulire ma soprattutto attira i clienti ,altri bambini che portano soldi.Forse non sono capace a scrivere e perciò non mi faccio capire.L'affidamento condiviso è solo un'altra parola vanesia che in sostanza ancora non tutela nessuno,nè chi non può e non sà difendersi,ne chi adesso sta cominciando ad averne abbastanza.Quando,caro Beppe dici che un giudice dovrebbe pagare di persona per aver emesso una sentenza alla leggera io non posso che manifestarti tutta la mia ammirazione,se ne fregano di quello che succede realmente,di chi è stato per anni costretto a subire le continue infedelta di una "donna"che non c'era neanche durante il suo parto,che non c'è stata maai nei momenti salienti della crescita del bambino perchè era troppo impegnata a farsi riempire i buchi vuoti e non solo emotivi(dice lei)ma c'è ora che mio figlio le porta uno stipendio in casa con il quale ci paga le bollette dell'amico di turno.C'era una bozza di accordo che lasciava già a desiderare ma ora c'è l'affidamento condiviso che sembra una rapina.Del bambino che vedrà sio padre un giorno a settimana non importa niente a nessuno,dimmi se questa non è istigazione al suicidio.Non voglio parlare poi di avvocati perchè con il mio misero reddito non posso certo interessare a nessuno.Ho paura.Forse non camperò abbastanza per vedere crescere l'odio negli occhi di chi comunque amo ancora.Lui non si fida più di nessuno.

franco boscarello 05.09.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento

@ carmen morrone 05.09.06 17:44

Ciao! Che bello sapere che c'è qualche altra marzialista in giro... Ottima scelta: lo Judo dovrebbe già darti una certa dose di sicurezza in più rispetto a chi fa jogging o danza artistica, se non altro una visione più lucida circa come affrontare eventuali aggressioni.
A parte questo, hai ragione: donne e uomini dovrebbero avere gli stessi diritti, mentre di fatto loro hanno il diritto alla sicurezza (di non essere violentati, in primis) e noi no.
Vorrei poi sapere chi, donna, ha mai aggredito un ragazzo perchè portava jeans troppo provocanti... Anzi, se qualche ragazzo è stato assalito in tal senso, mi piacerebbe sapere come è andata a finire! Non è ironico. Se ci sono delle donne che confondono emancipazione con sopraffazione dell'uomo sono pronta ad accogliere eventuali testimonianze.


Buonasera a Beppe e al Blog!
Premesso che sono più che certa del fatto che il post di Beppe sia provocatorio ed ironico e che egli non intenda in nessun modo dire che le donne che subiscono un'aggressione sotto sotto ci stanno o se lo cercano...

1) Ricordo ai vari razzisti e xenofobi che il maggior numero degli stupri avviene tra le mura domestiche, spesso non vengono nemmeno denunciati oppure le denunce vengono ritirate il giorno dopo dalla stessa vittima della violenza.

2) Ricordo alle donne, a tutte le donne di qualunque età, che è un loro diritto scegliere se e quanto esibire il proprio corpo o adottare atteggiamenti provocanti nei confronti dell'altro sesso, ma qualora decidessero di farlo siano almeno CONSAPEVOLI che esistono dei rischi.

3) Una persona consapevole del proprio valore come essere umano non può IN NESSUN CASO ACCETTARE UNA VIOLENZA PASSIVAMENTE. Non è con l'amore e la sottomissione che si "guarisce" un compagno dal "vizio" di prenderci a botte. Occorre sapere che valiamo indipendentemente dal nostro uomo, conoscere i nostri pregi e le nostre qualità. Dopodichè, appena prova a toccarci, gli molliamo un bel calcione al pube (poco elegante, poco femminile, ma di GRANDE EFFETTO!).

4) Per strada, sui mezzi pubblici, nel parcheggio della ditta o nell'autosilo dietro al mercato, a qualunque ora del giorno o della notte, non pensate mai di essere al sicuro al 100%. Gli stupri e le aggressioni - anche a scopo di scippo o rapina - capitano tutti i giorni; sarebbe stupido ed irresponsabile credere che possano capitare sempre e solo agli altri.

5) Riporto poi un link segnalato da Martina Ferrari (tipa tosta, la ragazza! Ti appoggio in pieno!), è un sito di una scuola di arti marziali che ha messo a punto un programma apposito di difesa per donne, chiamato P.A.D. (Programma Autodifesa Donna):

http://www.tienshu-csea.it/index.php?
catid=29&blogid=1

Elena Bianchi 05.09.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

...Questa cultura della violenza giustificata si sconfigge migliorando prima noi stessi, ed offrendo CULTURA alle generazioni future. May the Force be with us.

Rodolfo Klemen 01.09.06 19:54
*************************************************

Certo che se la CULTURA inizia col far vedere un po' di TETTE persino per vendere CELLULARI siamo a posto!
Sarà un caso,ma avete mai visto delle tette comparire nelle pubblicità di lavatrici,forni a micronde o prodotti per la prima colazione? In questi prodotti-che interessano soprattutto alle donne-non compaiono richiami sessuali espliciti.Ma già per i prodotti che possono interessare tanto le donne quanto gli uomini è uno SCANDALO!La pubblicità dell'auto con a bordo la figona di turno con addosso solo un rossetto dello stesso colore della macchina,ve la ricordate?E le 4 fighette in bikini che dalla spiaggia dicono quanto è conveniente quella certa tariffa telefonica?E la rossa che ancheggia e sculetta sul bancone del bar per propinarti un aperitivo?Ma cos'è solo gli uomini vanno in macchina o telefonano o usano internet o bevono aperitivi?
Non parliamo poi dei prodotti tipicamente maschili:per un dopobarba una biondona seminuda ti si struscia addosso (perchè tu non devi chiedere mai...) e con il rasoio "giusto" c'è la brunetta vogliosa che ti aspetta a letto!
Tutto questo porta a:
1) Donne che si tirano da pazzi, convinte che se non assomigli almeno un po' alla Canalis, alla Colombari o alla Ferilli non ti filerà mai nessuno.
2) Uomini che vanno in giro allupati di bestia, perchè si sono fatti la barba, hanno messo il dopobarba e non hanno ancora trovato nè una bionda nè una bruna che si struscia contro di loro.
3) Marocchini ancora più allupati, perchè oltre ad essersi fatti la barba e aver messo il dopobarba (e non aver ancora trom.ato) l'ultima tetta che avevano visto prima di arrivare in Italia era quella della loro mamma quando li allattava...
4) I punti 2 e 3 saltano addosso al punto 1, che se l'è cercata!

Sabry Ferri 05.09.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Lo stupro è un atto violento fisico e morale che offende un essere umano, uomo o donna, adulto o bambino, che lo subisca.
L'ironia è una forma d'espressione che può essere più o meno adatta a biasimarlo.
che sia da biasimare è ovvio.
In concreto, noi donne dobbiamo però prendere atto del pericolo crescente e adottare precauzioni concrete. Pretendere che non accada non basta.
Purtroppo.


L Lucya 04.09.06 19:04
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Hai perfettamente ragione! Purtroppo la donna è, proprio per conformazione fisica, più debole dell'uomo (naturalmente parlo in termini di media, lo so che ci sono donne di professione camionista, alte un metro e 90 e che pesano 110 chili, ma non sono la maggioranza). Però questa inferiorità fisica di peso e di forza non basta a giustificare tutti i soprusi che le donne hanno subito e continuano a subire. Tutte dobbiamo ficcarci bene in testa che "donna" non necessariamente significa anche "vittima". Reagire si può e si deve. Personalmente, purtroppo, non credo che manifestazioni, cortei e proteste possano servire a granchè. Però pratico arti marziali, faccio ricorso al buon senso (ovvero, metto la minigonna tutte le volte che voglio ma mi rendo conto che questo può comportare dei rischi) e a piccoli accorgimenti che forse potranno sembrare delle banalità ma che mi consentono di sentirmi più sicura: evito luoghi bui, se proprio sono costretta ad andarci chiedo di essere accompagnata da qualcuno, mantengo sempre una certa distanza dalle persone che mi avvicinano chiedendo informazioni, sui mezzi pubblici o alle fermate osservo con attenzione chi mi circonda (un vecchietto è potenzialmente meno pericoloso di un ventenne, una mamma con bimbo in braccio farebbe più fatica a sfilarmi il portafogli dalla borsa rispetto ad una ragazza con le mani libere...). Soprattutto non penso mai che certe cose capitano sempre e solo alle altre.

Martina Ferrari 05.09.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

X Elisa e Silvia Ivancigh

Elisa, ragionare per assoluti non mi sembra sensato.
Non tutti gli uomini ragionano con l'uccello, non tutte le donne ragionano col cuore.
Ti ricordo che il mestiere più antico del mondo non se lo sono inventato 2000 anni fa, tanto meno per fare un piacere all'uomo.
Che ne dici della fame come pretesto? Oppure la necessità di crescere un figlio ma senza un lavoro?

Il pezzo di miss Italia non l'ho capito: un pò usi il maschile, un pò il femminile ma con chi ce l'hai con quello che ragiona con l'uccello o con la ficona?

Dalla seconda parte del messaggio che scrivi sembri molto spaventata dagli uomini..
Ti hanno fatto qualcosa di brutto? Se si, non posso che capire il tuo punto di vista; se no invece, non posso che bollare il tuo messaggio come un copia/incolla del peggio femminismo.
In entrambi i casi però ricordati che ALCUNI uomini sono peggio delle bestie.

Silvia, secondo me una donna si misura come vuole essere misurata lei. Ci sono le donne manager, imprenditrici o ottime lavoratrici. Poi ci sono le sciacquette, quelle disposte ad usare la loro "fortuna" per salire in alto.
Per i maschi è lo stesso. Magari non vendono il corpo, ma possono essere meschini e abbietti per salire in alto.

Un saluto ad entrambe!

Sergio Zeta 05.09.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

@ carmen morrone 05.09.06 11:45 |


Sono convinta che ci siano metodi alternativi all'evirazione. Certo è che noi donne dobbiamo smetterla di essere sempre e soltanto vittime. Reagire si può e si DEVE.
Io pratico da diversi anni arti marziali, ma anche senza arrivare a tanto ogni donna deve purtroppo iniziare a pensare che certe cose non capitano sempre e solo alle altre. Occorre evitare vie buie, androni dei palazzi non illuminati, occorre imparare ad osservare chi ci circonda per strada o sui mezzi pubblici (un novantenne è potenzialmente meno pericoloso di un trentenne), occorre imparare a gestire la distanza tra un corpo e l'altro (chi mi chiede un'informazione per strada può benissimo farlo stando a qualche passo di distanza da me). Se ho il dubbio di essere seguita mi fermo in un punto in cui passano altre persone e fingo di guardare le vetrine o di cercare un nome sul citofono di un condominio finchè questo ipotetico inseguitore non si è allontanato. Nel parcheggio, se devo cercare le chiavi dell'auto nella borsetta, mi metto con le spalle all'auto, in modo che se qualcuno mi si avvicina lo faccia frontalmente o lateralmente e non possa prendermi di sorpresa alle spalle. Sono piccoli accorgimenti, banalità forse. Ma se una banalità può evitarmi di venir aggredita (per stupro, ma anche per uno scippo) allora ben venga!


Caro Grillo,
se questo è un modo per trovare giustificazione al fatto che riesci ad avere una donna solo prendendola con la violenza, darti dell'animale sarebbe offensivo per quelle povere bestiole.
Conclusione? Bisognerebbe partire sì dalle mutilazioni e per la precisione dalla tua.

serena scrobogna 05.09.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

@ pietro marcello 30.08.06 12:34 |

Resto convinta del fatto che un calcio o una ginocchiata nei cogl.oni sia risolutiva e faccia passare per un bel pezzo al porco ogni pulsione... Poi, se come dici tu, il tizio mi conosce sa anche che pratico arti marziali e di conseguenza oltre che porco dovrebbe essere masochista per tentare di stuprarmi! Se non mi conosce, non sa che pratico arti marziali, pertanto non può accusare me di lesioni e non è in alcun modo ravvisabile l'eccesso di legittima difesa (tra l'altro, comunque, piuttosto che uno stupro preferirei dover affrontare un processo!).
Comunque, ne approfitto per segnalare a tutte le donne questo sito: www.tienshu-csea.it dove troveranno la sezione P.A.D. (Programma Autodifesa Donna). Non è la disciplina che pratico io, ma se insegna la difesa personale alle donne merita di essere segnalata!

Martina Ferrari 05.09.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento

GiaBlasco, è solo l'ennesimo post fatto per raccattare commenti deliranti, as usual (tutto merito della frase finale).
Anche se fuori luogo quella frase mi ha fatto pensare comunque ad una categoria di donne , con gravi problemi caratteriali, che non avrebbe ragione di esistere.
Leggendo 1800 commenti di donnette sempliciotte indignate e di uomini grottescamente spiritosi mi domando se la razza umana ha un futuro, voi cosa dite?
(Cosa dite del futuro della razza umana, non del fatto che le due categorie sopra siano due facce della stessa medaglia)

Ajeje Brazorf 05.09.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusa ma questo post di Beppe non l'ho capito! cioè parla seriamente quando dice del burka e cose simili?

GiaBlasco12 05.09.06 12:46|