Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

San Bernardo alla cinese


San_bernardo.jpg

L’abbandono dei cani nelle piazzole delle autostrade ha finalmente una soluzione: i ristoranti cinesi.
Nulla si crea e nulla si distrugge. Perchè lasciare affettare i nostri fidi compagni da qualche tir e buttare via tutta quella roba buona? Diciamo no agli sprechi e portiamo i cani nei ristoranti cinesi.
Entriamo nel locale, li leghiamo a una sedia e poi ci dileguiamo in silenzio.
L’Aidaa, www.aidaa.net, associazione in difesa degli animali e dell’ambiente, ha presentato un esposto alla Procura di Milano e all’Asl. Secondo l’esposto, clienti superesclusivi sceglievano cuccioli di San Bernardo vivi ospitati nelle cucine di ristoranti milanesi. E, dopo l’abbattimento fatto in loro presenza, (perchè fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio) se ne cibavano golosamente. Sembra infatti che la carne del San Bernardo sia ottima. A parte veniva servito come digestivo ai clienti abituali il liquore contenuto nel tradizionale barilotto.
Il San Bernardo doc potrà risollevare la nostra bilancia dei pagamenti verso la Cina. Qualche tonnellata di bistecche di San Bernardo al mese nel lontano oriente e si torna in attivo. Le associazioni animaliste hanno poco da indignarsi. La carne è debole e quella dei cucciolotti di San Bernardo è molto tenera.

Ps: Corriere della Sera 6/8/2006- Inserto Milano/Lombardia pag.5 - "Carne di cane offerta nei ristoranti cinesi". Dal testo: "L'Aidaa ha presentato un esposto in Procura e all'Asl per chiedere accertamenti"

6 Ago 2006, 17:26 | Scrivi | Commenti (1750) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

potro sembrare anche razzista ma queste cose sono veramente DISUMANE!!!! UNA COSA CHE FAREI??? UNA BOMBA ATOMICA IN CINA!!!!!!!!!!!!!! DIO PORCO!!!!!!!! NON POSSONO FARE DELLE COSE DEL GENERE!!! NON POSSONO ROVINARE DELLE VITE COSI!!! NON HANNO CUORE! SI MANGIANO PERSINO A PROPRI BAMBINI MORTI!!!!!MA IO LI PRENDEREI E LI SQUARTEREI VIVI CAZZO!!! MERDE!!! SONO SOLO DELLE MERDE!!! MI DISP SOLO DI NON SAPERE LA LINGUA CINESE XK COSI MI CAPIREBBERO!!!ORRIBILI CREATURE DI MERDA! PORCO DIO PORCA MADONNA EVA!

Simone Vianello 15.04.11 12:56| 
 |
Rispondi al commento

fino a qualche mese fa compravo roba cinese,oltre a quella italiana,senza rendermene conto!ora che ho visto come massacrano orsi,cani,gatti ecc..dico che ODIO I CINESI!!!!!sono razzista?be'nn me ne frega niente.state attenti alla roba che comprate,SOPRATTUTTO PELLICCE,e nn andate in ristoranti cinesi perchè devono fallire tutti.......... W IL MADE IN ITALY!!!!!!!

ornella prota 10.05.08 14:47| 
 |
Rispondi al commento

oltre hai cani in cina uccidono in modo orribile tutti gli animali da pelliccia,sfido chiunque a riuscire a guardare uno di quei video x piu' di 2 secondi con le povere bestiole che soffrono e urlano,io non riesco!!!secondo me queste son persone che non hanno un cuore non gliene frega niente che tra le loro mani abbiano una vita,la spezzano cosi'senza pensarci due volte....

Deborah D. Commentatore certificato 31.01.08 15:50| 
 |
Rispondi al commento

io non sono razzista,ma la televisione la guardi??xche' di servizi sulla cina che macella cani ne hanno fatto a migliaia,,e x nn andare tanto lontano qua in sardegna hanno chiuso tanti ristoranti cinesi proprio x il fatto che davano cane piuttosto che agnello,mica hanno kiuso cosi' i ristoranti hanno fatto dei controlli e son stati trovati cani nei freezer....e poi ora in cina si fanno le OLIMPIADI dei cani e gatti che vengono uccisi a BASTONATE,spero che non tutti i cinesi siano cosi' meschini nei confronti degli animali,xche' questo non lo voglio credere,xro' i cinesi di cose ne fanno e non riesco a capire come facciano a dormire di notte dopo tali gesti!!!gli animalisti non sparano a zero, le cose che dicono sono vere xche' prima se ne accertano...viva gli animali

Deborah D. Commentatore certificato 31.01.08 15:39| 
 |
Rispondi al commento

io non riesco a capire sti cinesi,hanno l'abitudine di uccidere non solo i cani in generale,ma praticamente un po' tutti gli animali,allo squalo tagliano le pinne poi lo ributano in acqua(ancora vivo)i delfini,la tigre,ma quando cavolo lasceranno in pace questi poveri animali e la smetteranno con questo scempio!!!

Deborah D. Commentatore certificato 31.01.08 15:21| 
 |
Rispondi al commento

alla base di ogni buon governo dovrebbe esserci l'attenzione alla spesa pubblica.
Noi italiani dovremmo richiedere a quei politici o funzionari di enti che autorizzano opere pubbliche inutili ed incomplete (vedasi denuncie di Striscia la Notizia) o che permettono l'acquisto di costosissime attrezzature per poi non farle utilizzare nel modo più opportuno, un adeguato risarcimento dei danni e, nei casi più gravi anche il loro internamento nelle patrie galera (non certo per qualche mese, come a volte capita in questo paese per crimini anche più gravi). Combattiamo gli sprechi, indignamoci per come i nostri sacrifici siano calpestati ed offesi, forse pagheremo qualche euro in meno di tasse. Richiediamo, anche, che tutti i bilanci degli enti pubblici siano certificati da accreditate società di revisione contabile e che le loro prestazioni siano certificate ISO 9001.
Mi sono rotto le scatole di limitare sempre e di più le esigenze dei miei figli per pagare tasse e balzelli, non avere servizi degni di un paese civile e per consentire ai nostri politici e dirigenti pubblici, comunali, provinciali, regionali, statali, etc, etc, ad andare in giro con auto blu col lampeggiatore, desinare nei migliori ristoranti, ed avere retribuzioni stratosferiche e che alla fine se ne fregano degli sprechi che autorizzano o che tollerano.
Facciamo in modo che agli sprechi corrisponda un adeguato risarcimento!
Mandiamo a casa chi usa male il nostro danaro. Chiediamo di pignorare i loro beni e quelli dei parenti diretti sino al 2 grado e poi sottoponiamoli ad un processo penale.
Non aspettiamoci che il Parlamento vari una legge del genere.
Uniamoci nella richiesta di un referendum.
Spero che Beppe Grillo ci aiuti.
Saluti a tutti.

aldo s. Commentatore certificato 30.09.07 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto che qualcuno citava la Bibbia dicendo che la Bibbia non proibisce di mangiare carne di cane!

Ridicolo!

La Bibbia proibisce anche di mangiare carne di maiale, checchè ne dicano i cristiani!


Dalla Bibbia - Levitico, 11 (inizio citazione)
Il Signore disse a Mosè e ad Aronne:

«Riferite agli Israeliti: Questi sono gli animali che potrete mangiare fra tutte le bestie che sono sulla terra.

Potrete mangiare d'ogni quadrupede che ha l'unghia bipartita, divisa da una fessura, e che rumina.

Ma fra i ruminanti e gli animali che hanno l'unghia divisa, non mangerete i seguenti: il cammello, perché rumina, ma non ha l'unghia divisa, lo considererete immondo;
l'ìrace, perché rumina, ma non ha l'unghia divisa, lo considererete immondo;
la lepre, perché rumina, ma non ha l'unghia divisa, la considererete immonda;
il porco, perché ha l'unghia bipartita da una fessura, ma non rumina, lo considererete immondo.

Non mangerete la loro carne e non toccherete i loro cadaveri; li considererete immondi. (fine citazione)

Secondo le mie conoscenze il cane non rumina... quindi dovrebbe essere proibito mangiarne le carni... secondo la Bibbia!

Senza parlare poi della questione etica... io possiedo 4 cani (tra cui 2 san bernardo) e 18 conigli. Beh, i miei cani non mangiano i conigli! Perché? Perché sono ben nutriti e quindi non hanno istinto predatorio, e perché hanno ricevuto un'educazione e, a differenza dell'uomo, i cani si comportano seguendo i principi educativi ricevuti!

Antonella Dean 17.02.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

io ho sentito addirittura stasera che a milano hanno chiuso un ristorante cinese...perchè vi hanno trovato pezzi di cadavere umano....nei friezer

samuele cattoni 30.01.07 22:47| 
 |
Rispondi al commento

dunque la carne di cane come quella di ogni altro animale puo essere buona se cotta e condita al punto giusto... xo dico... ma ke cazzo gli passa x la testa alla gente?? voglio dire io nn biasimo mio nonno x avere ucciso in gioventu un cane a martellate... a quei tempi di cibo nn ce n'era, quindi si era disposti a fare certe cose... ma la triste verità è che l'uomo vuole farsi vedere buono e solidale... ma poi quando si tratta di ingordigia e egoismo si fanno anke queste cose qui... dimostrando di non essere uomini ma schifosi macellai! e questo vale sia x il fatto che si arriva a mangiare i piccoli di san bernardo, per la gente che si diverte a vedere animali chiusi in gabbia nei serragli o fare stupidi esercizi del tutto innaturali ai circhi, gente che si diverte a vedere incontri illegali tra animali o tra persone, o gente che non vede solo l'ora dell'apertura della caccia per prendere il fucile e andare a stendere qualche animale (e a volte capita anche che stendono qualche passante....)! mi duole dirlo.. ma l'uomo è perverso! Si veda ad esempio le situazioni della guerra dove persone che nn si sarebbe mai immaginato fanno delle cose assurde per puro divertimento... si guardi il turismo del sesso!! io sono svizzero, stavo leggendo prima un articolo in cui uno studio ha affermato che gli svizzeri sono al 4° posto nella classifica del turismo del sesso in kenya! io nn capisco proprio... gente ke qui sembra la piu tranquilla e la piu brava, gente che potrebbe essere il proprio vicino di casa fanno queste cose?? è una cosa cosi assurda che nemmeno riesco a immaginare!

Mauro Tunesi 20.12.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,ti pregherei di mandare questo tuo blog a striscia la notizia dato che fanno sempre vedere un bel San.Bernardo di nome Bobo.per natale facciamo capire alla gente che non è sempre festa e che i poveri animali soffrono.Già pensano alle abuffate......speriamo che i cani non finiscano in pentola .............

alberto zorli 08.12.06 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Perche' punire solo i gestori del "ristorante"? Io farei marcire in galera chi paga per veder abbattere un cucciolo di San Bernardo per poi mangiarselo! Questa gente e' perversa! Sono pericolosi...bisogna fermare loro! I cinesi poveracci...dei cani conoscono solo il loro sapore...

elisa v 05.12.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena letto e sono schifato, in più ho appena visto un filmato di cosa fanno i "sig.ri del male cinesi" a gatti e cani!! No comment, chi ha un cane o un gatto deve poter fare qualcosa!

FRANCESCO MONCALVO 21.11.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

SICURAMENTE dalla Parte del SAN BERNARDO... e anche dalla parte di quelle povere anatre....

in un periodo caotico (biblicamente parlando) come questo in cui anche le verità vengono ribaltate... si deve iniziare a leggere fra le righe...

Un gatto...

DT

Toffanello Dino Andrea 02.10.06 10:50| 
 |
Rispondi al commento

WWW.OIPAITALIA.COM/NOTIZIE/SETTEMBRE06_CINA.HTM

monica ferrero 29.09.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

WWW.ANIMALSASIA.ORG

monica ferrero 29.09.06 11:24| 
 |
Rispondi al commento

WWW.OIPAITALIA.COM/NOTIZIE/AGOSTO06_MASSACROCINA.HTM

monica ferrero 27.09.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

SE SIETE D'ACCORDO CON L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ANDATE SUL BLOG E SCRIVETE ANCHE VOI, C..O!http://nuoveideeinpolitica.blogspot.com/

Professor Guidi 23.08.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

stefano parsi 22.08.06 02:25

L'orgoglio è una brutta bestia.Prova a stare con un cane e con un coniglio poi mi vieni a parlare.

Andrea Amadio 22.08.06 02:27| 
 |
Rispondi al commento

stefano parsi 21.08.06 20:59

Direi che tu hai dato dello stupido ad una persona senza aver nemmeno capito cos'ha scritto.
Dominare sulle altre specie non vuol dire sottometterli e torturarli..ma esserne custodi.
Allora non vi è alcuna differenza tra un cane e un agnello concordi? Il cane non è più intelligente di un coniglio o di una mucca non vedo perchè lo si debba portare sul piedistallo.
Il libro di zootecnica centra e sai perchè?Perchè dici un sacco di cose sulla Cina in cui magari non sei mai andato e non sai quello che succede in casa tua.
Sono contento di averti conferito la medaglia al valore. Non puoi pretendere di insultare senza venire insultato..

Andrea Amadio 21.08.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo questo è il potere dell'ignoranza...ma mi ripeterei, basta leggere i post precedenti.

Tutti sapientoni che citano la Bibbia...perché non citate il Vangelo quando Gesu'parla a favore degli animali, nella parabola dell'asino e tutti "democratici" nell'equiparare le sofferenze aziché cercare di eliminarle, noh, aggiungiamone altre..nel mondo ci sono ancora dei cannibali, la loro cultura vale quanto la nostra...

I peggiori stupidi non sono gli stupidi ma quelli che credono di "ragionare" escludendo l'etica e siccome non tutti i cinesi saranno pazzi così non tutti gli occidentali mangiano carne.

Uniformiamoci dunque ai modelli migliori salvando e portando avanti il meglio della nostra cultura e civiltà e prendiamo le distanze da un pericoloso nemico, un insidioso relativismo.

Ornella Guidi 21.08.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento

stefano parsi 21.08.06 13:20

A me sembra che lo stupido sia proprio tu.
Lui ha usato la Bibbia per giustificare allevamenti e mangiare carne e per un cristiano è più che giusto.
Tu invece sei stupido perchè hai gettato mxxxa sul popolo cinese definendoli tutti in massa dei natural killer..ma ti sembra?Allora in Italia sono tutti mafiosi gli Americani tutti guerrafondai e via così.
Smettila e prova a pensare che è da poco che in Italia non vengono più importati e prodotti i profumi derivanti dalle ghiandole perianali e prepuziali del castorino..stefano parsi 21.08.06 13:20

A me sembra che lo stupido sia proprio tu.
Lui ha usato la Bibbia per giustificare allevamenti e mangiare carne e per un cristiano è più che giusto.
Tu invece sei stupido perchè hai gettato mxxxa sul popolo cinese definendoli tutti in massa dei natural killer..ma ti sembra?Allora in Italia sono tutti mafiosi gli Americani tutti guerrafondai e via così.
Smettila e prova a pensare che è da poco che in Italia non vengono più importati e prodotti i profumi derivanti dalle ghiandole perianali e prepuziali del castorino..
E poi prenditi in prestito in biblioteca un libro di zootecnica.

Andrea Amadio 21.08.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari commentatori, io distinguerei due filoni del problema: 1) l'utilizzazione di carne o pellicce animali; 2) il rispetto delle norme morali e legali in materia.
Rispetto al primo filone, da quando è nato l'uomo ha avuto la necessità del sostentamento e quindi di procurarsi cibo e vestuario, che il più delle volte è stato di origine animale. L'uomo quindi ha fatto una selezione degli animali, tra quelli che poteva piegare meglio al suo servizio (galline, mucche, cavalli, cani, gatti, pecore, ecc.) o che poteva utilizzare per soddisfare i i suoi bisogni ossia da cui poteva procurarsi qualcosa (orsi, bisonti, cervi, volpi, foche, tartaruche, pesci, ecc.), distinguendoli da quelli che era meglio evitare (leoni, tigri, serpenti, ecc.). Quindi il primi li ha allevati i secondi li ha cacciati e terzi li ha tenuti a debita distanza. Ora non si capisce perchè dovrei impressionarmi quando mi si dice che un esemplare di uomo alleva un cane per alimentarsi ed essere indiffrente quando invece l'animale allevato è una muccha o una coniglio.
Rispetto al secondo filone, bisogna pretendere che in tutti gli allevamenti ci sia il rispetto degli animali, siano rispettate le norme igieniche, legali, ecc. che disciplinano la materia. Poi se al tavolo chiedo che mi venga servito pesce, pecora, tartaruga, rana, serpente, cane, cavallo, coniglio o pollo non ha importanza, visto che sono sicuro che quell'animale è stato allevato per quello scopo da persone che hanno rispettato le norme poste dell'uomo stesso per autoregolarsi.
Quindi non facciamo i falsi moralisti che quando si tratta di una bestiola docile ed obbediente inorridiscono al solo pensiero di vederla in pentola e che invece continuano a girare con le scarpe di pelle di pitone o con giubbotti in pelle di animale con inserto di pelliccia o che si siedono a tavola mangiando un bel coniglio convintissimi che gli allevatori l'abbiano cresciuto con amore.

Pietro Paolo Brasacchio 21.08.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione questo post, e mi sono immediatamente chiesto: ma un cane è meno animale di un vitello o di un maiale? Voglio dire, sono stato svezzato a suon di bistecche di tutti i generi, non vedo perchè nei confronti dei cani ci debba essere più riguardo. Anche nella Bibbia il Padre Eterno dopo aver creato l'uomo ha detto: "Tu uomo avrai il dominio sui pesci del mare e sugli animali della terra..." ma non ha detto "a parte i cani". Se la cosa è legale, ovvero che i capi sono allevati secondo le norme igienice idonee, e non sono a rischio di estinzione, non vedo perchè non si possa mangiare un cane! Grazie a Beppe Grillo per l'opportunità, cordiali saluti. Diego.

Diego Laurenti 21.08.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.nonlosapevo.com/ Ecco quelli che sostengono la legittimita che i cinesi mangino una specie come il cane che ha stabilito un sodalizio con l'uomo da migliaia di anni e ha delle caratteristiche di intelligenza e gregarietà simili alle nostre forse dovrebbero vedere il trattamento che i cinesi riservano ai cani e agli animali in generale nel link che ho postato.Il problema non sono le differnze culturali e di abitudini alimentari ma la crudeltà e la disumanità di quel popolo nell'uccidere gli animali dopo sofferenze indicibili per la carne o la pelliccia.Gli animali da pelliccia come volpi e procioni ma anche cani e gatti vengono scuoiati vivi perchè il pelo rimane più lucido e le carcasse scuoiate hanno ancora il battito cardiaco.Sappiate che quello che si vede in quel video raccapriciante è un granello di sabbia.Ogni anno in Cina fanno quella fine milioni di animali da pelliccia compresi i nostri cari amici cani e gatti.L'europa e l'italia è complice di questo abominio perchè compra queste pellicce madide di sofferenze indicibili.Ultimamente per un paio di casi di idrofobia a pechino è stato pianificato lo sterminio di tutti i cani da compagnia che venivano strappati ai padroni per le strade e uccisi sul posto in modo brutale.Ne hanno uccisi 50000 in pochi giorni.Nei ristoranti cinesi vengono scuoiati vivi cuccioli di san bernardo scelti vivi dal cliente.Pare che per i cinesi le sofferenze indicibili rendano la carne afrodisiaca perchè gonfia di adrenalina,è una cazzata come quella per cui fanno estinguere varie specie animali,come la tigre perche la polvere di pene secco credono curi l'impotenza.I cinesi sono un flagello di Dio e i prossimi anni ce ne accorgeremo tutti.La cosa più sconvolgente è che non sono propriamente crudeli come può dirsi crudele un italiano per esempio che sevizi un cane.Per loro infatti sono comportamenti naturali che non suscitano remore o problemi di coscienza,forse potremmo dire che sono un popolo crudele naturaliter.

stefano parsi 21.08.06 02:39| 
 |
Rispondi al commento

più che a te, mi riferivo ai "ripulisti" della Romania, della Cina...con le loro atroci conseguenze.

I volontari sono in ogni parte del mondo, organizzare un gruppo per migliorare lo stato di quel canile, magari poco alla volta in modo da essere accettati dalla padrona e se proprio la situazione perdura non avere remore a denunciarla per maltrattamento agli animali...un'idea così di metà agosto...

So solo che occuparsi degli animali con amore richiede tanto tanto sacrificio anche se è un sacrificio mille volte ricambiato.

per favore abbandoniamo la polemica, il mio è un discorso preciso ma valido in generale per ogni situazione di quel tipo.

Ornella Guidi 19.08.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

ORnella mi spiace ridirtelo ma non hai capito un cavolo.
Disponibile a curare un cane con la rogna..io però sono disponibile certi no!
I funghi io ho preso un cane con i funghi e non solo perchè me l'hanno dato.
Chi tiene il cane pensando di avere buoncuore e ne fa stare 10 in 3 metri quadri tutti malati senza la minima intenzione di curarli è un delinquente e ti ripeto che i cani incurabili trovano nella morte la soluzione migliore.
Sinceramente essere considerato un ripulista alla stregua di Hitler mi fa leggermente irritare specie detto da qualcuno che le cose le guarda attraverso la rete.

Andrea Amadio 19.08.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Se vuoi vedere dei cani "alieni" non importa la lampada di Wood che serve o serviva, (mi sembra che sia uno strumento di diagnostica superato), per evidenziare la presenza e l'estensione delle micosi non percepibili ad occhio nudo.

Puoi andare su un sito stupendo:

www.CaniBucarest.it

è un sito che non dà assolutamente angoscia ma speranza e puoi guardare " Il prima e il dopo ".

C'è un cane raccolto su una spiaggia d'estate che sta in piedi per inerzia, era talmente mangiato dalla rogna, tigna..che gli erano rimasti tre peli..impossibile vero da curare? meglio farlo smettere di soffrire.. ma al mondo c'è anche chi è "ostinato nel bene" e così nella foto successiva scopri che è un cane bellissimo, nero con una chiazza bianca sull'addome, sorride felice, guarito e salvato.

La storia dell'Associazione Save the Dogs and Other Animals e del suo progetto Cani Bucarest è la dimostrazione che c'è sempre un'altra possibilità.

E' proprio la possibilità di avere sempre e comunque "un'altra possibilità" che differenzia nella scala filogenetica l'uomo dagli animali, ci sono uomini che a qualsiasi prezzo non tradiscono questa loro prerogativa, altri che non ne hanno la forza e abbandonano, lasciando che sia.

I "ripulisti" sono sempre pericolosi, l'esempio storico per eccellenza è Hitler che tra le altre nefandezze faceva sopprimere i malati mentali, gli handicappati...zavorra ..per il concetto di "umanità" concepito da lui e dai delinquenti e furboni al suo seguito, un'umanità "esteticamente perfetta" e ubbidiente al male.

Ornella Guidi 19.08.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Ornella parli così perchè non sai..quel canile lì non lo finanzierà mai nessuno.L'unica speranza è affidare i cani..ma 1 la proprietaria non li da via e 2 chi si prenderebbe un cane con la leshmaniosi o con talmente tanti funghi che con la lampada di wood appare un alieno? I cani sono morti che camminano e la morte sarebbe più un premio.Credo che tu un cane con la leshmaniosi non l'abbia mai visto..

Andrea Amadio 18.08.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Per la risposta mi affido alla saggezza popolare:
"c'è rimedio a tutto, tranne alla morte"

Ci sono persone che hanno subito le peggiori umiliazioni e sofferenze e ne sono uscite vive, forse anche qualcuno di quei cani si salverà, forse qualcuno cambierà la vita di quel canile...

concludo affidandomi sempre alla saggezza popolare:
"finché c'è la vita c'è la speranza".

Le decisioni "razionali" non risolvono mai il problema, qualsiasi problema può essere affrontato dall'altra parte, con metodi diversi, con soluzioni civili.

E' un peccato vedere la mente di un uomo chiudersi e aspettare che sia l'esperienza a forzarla, in nome di una misericordia che fa rimboccare le maniche, e non imbracciare un fucile o qualsiasi altra cosa che porti la morte.

Comunque grazie per la sua attività di volontariato.

Ornella Guidi 18.08.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Ornella Guidi 18.08.06 00:14

Rispondo al messaggio raccontandoti una cosa che mi è accaduta.
Io svolgo volontariato per un canile che contiene 120 cani e vivono praticamente al grand hotel perchè è pulito ed escono almeno 2 volte a settimana. E' capitato che lo zio della mia ragazza dovesse dare via il cane (no comment) e in nessun canile ,almeno che non abbia quello per finalità, accettano cani da privati e cioè con microchip o tatuaggio. E lui che ha fatto?L'ha portato ad un canile a un quarto d'ora da casa mia.Questo canile sorge dove prima stava una fabbrica e nell'entrata ha delle gabbie enormi con 4-5 cagnolini dentro per far vedere che è un canile con gli attributi..poi se vai avanti vedi altre gabbie fatte con rete metallica e lamiera in cui magari ci sono 5 cani insieme di grossa taglia ma lo spazio è molto più piccolo rispetto a quelle nell'entrata..poi sporche.Gli animali sono malati di rogna leshmaniosi per non parlare dei parassiti.Ho visto un cane che era malnutrito..ma io non li ho visti tutti perchè i cani sono 250 in queste condizioni.
Questo perchè la proprietaria è una che un giorno ha mollato tutto per aprirsi questo canile abusivo che quindi non è seguito dall'asl e non è sovvenzionato da nessuno perchè non è a norma e lei si ostina a prendere ogni cane che le portano e li tiene così.E' arrivata ad avere 700 cani..immaginati come li teneva.Quando sono arrivati i medici dell'asl volevano abbatterne più della metà e i volontari li hanno minacciati dicendogli che avrebbero aizzato l'opinione pubblica contro di loro facendoli apparie assassini ma sono arrivati al compromesso di darli via..perchè lei nemmeno li voleva affidare.Quindi il 40% ai combattimenti e un altro 40 a persone che non sanno tenerli.Il cane dello zio della mia ragazza ha trovato sistemazione per fortuna ma da lì va via un cane al mese..e ne entra qualcuno in più.
Ecco in questo caso io da studente di veterinaria accetto l'abbattimento per sovrannumero.

Andrea Amadio 18.08.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il tema sono anche i ristoranti cinesi, io abito nella chinatown milanese, e posso dirvi che ho visto cose che gli umani non possono nemmeno immaginare. Perche' cosi' poco controllo delle autorita' preposte? Vengono sospetti..... Circa la sovrappopolazione di qualunque specie, il problema e' che non la si affronta mai in modo laico. Limitazione e controllo demografico. Informazione e diffusione dell' anticoncezionale. Abbandono delle ottusita' religiose. Saluti cari

Francesco Manfredi 18.08.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

...alla domanda "come poteva fare questo", ha risposto "io risolvo un problema", i Cani in Romania sono in sovrannumero

Ornella Guidi 18.08.06 00:17| 
 |
Rispondi al commento

I Cani ammassati nei canili della morte come quello di Chiajna in Romania, senza cibo né acqua, vengono uccisi nei modi più efferati perché i farmaci che "servirebbero" se li vendono al mercato nero, alle dieci di mattina di ogni giorno inizia il massacro.

Il veterinario, un ragazzo giovane...alla domanda > ha risposto > , i Cani in Romania sono in sovrannumero.

In certe, in molte parti del mondo, sono gli uomini ad essere in sovrannumero, perché noi ce lo possiamo permettere e gli animali no? Visto che è chiaro che non è questo a turbare l'ambiente.

Uccidere gli animali non è un problema di quantità e di numero ma è un problema etico, le facoltà universitarie che insegnano a curare gli uomini e gli animali dovrebbero selezionare i propri allievi sulla base di un dimostrato e incondizionato amore di questi per i loro futuri pazienti, al fine di evitare una mercificazione delle competenze acquisite, supportata da posizioni "salomonicamente neutrali".

Ornella Guidi 18.08.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

E' la solita leggenda metropolitana! solo una grossa bugia! finora neanche un briciolo di prova!
http://giovanicinesi.splinder.com/post/8948301/La+bugia+sui+San+bernardo+cucinati

ale lihui 17.08.06 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scusa ci sono tanti modi pr vivere la natura, andare a caccia mi sembra quello meno adatto.
E poi se tu mi dicessi che vai a caccia e solo a caccia e ci vai pieno di fame (e non con la panza piena) e poi non comperi la carne, al limite ( ma proprio al limite) potrei anche capire... ma così... sa tanto di una scusa...
della serie uno per godersi la natura deve cacciare? mah? puoi sorprendere una volpe, ma devi spararle? non puoi fotografarla e fare collezione di foto? per esempio, eh?

Valentina Torrisi 17.08.06 00:27 |

Se la legge mi permettesse di procurarmi il cibo da solo potrei anche provarci,sicuramente dimagrirei ma avrei molta più soddisfazione e meno spreco. ma questo non è consentito anche perchè se uno caccia per fame non sta tanto a guardare se una preda è cacciabile o no non va a caccia certo col fucile ma tende trappole, non so come spiegarlo e non mi nascondo dietro a scuse capisco che per qualcuno uccidere un animale è uno spregio alla vita, anch'io ho salvato da morte sicura un colombaccio caduto dal nido e finito in mezzo di strada (e non è facile rallevare un colombo lo devi imbeccare com la siringa ) un merlo questo è più facile ma devi andare tutti i giorni a trovargli i lombrichi insomma si può andare a caccia ma nello stesso tempo amare gl'animali. una cosa è certa non si va a caccia per sport o per divertimento (mi riferisco al divertimento nell'uccidere il divertimento ci può essere nell'azione di caccia e nella compagnia)ma si va per istinto. Non sparo alle volpi e spesso mi porto la macchina fotografica in carniera.ciaociao

maurizio fiore 17.08.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento

La cinica 16.08.06 16:06

Di commenti così se ne leggono tanti che dopo un po' risultano monotoni.
Se non sai amare la tua specie nonostante i difetti non riuscirai mai ad amare le altre..se sei uno strxxx con il tuo vicino di casa perchè dovresti essere più clemente verso un cane?
Una volta qualcuno mi ha detto "Chi non ama se stesso non può amare gli altri" e trovo che questa sia una delle poche frasi sensate che mi sia capitato di ascoltare.

ps. io studio veterinaria ma tra un cane con un problema e un umano con un altro problema aiuto chi è più in difficoltà..fare differenze di specie non fa per me.

Andrea Amadio 17.08.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Vale Torrisi 17.08.06 00:42

Io credo che il "divertimento" di un cacciatore non sia nell'uccidere la preda ma nel cercarla, stanarla e stare comunque a contatto con la natura..tu dirai ci sono mille altri modi per stare a contatto con la natura e anch'io lo credo però ognuno è fatto a suo modo.
I cacciatori coi fagioli cercano le prede per mangiarle e non vanno a sparare ad un capovacciaio ed in più cercano di prendere i famosi sovrannumeri e di non offendere troppo la natura..mi spiego: se ci sono in tutto il territorio 250 lepri in 20 cacciatori non ne uccidono 10 a testa anche perchè di lepri ce n'è veramente poche e quelle sono uccise dalle strade dai contadini e dalle cattive condizioni di un ambiente stuprato dall'uomo..la caccia ha inciso poco sulla biodiversità..quello che ha fatto più male è stata l'urbanizzazione e credo te lo dica qualunque Ambientalista.

Andrea Amadio 17.08.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Nessun uomo, nessun genio dell'umanità, se non Dio, è mai riuscito a ridare la vita ad un essere vivente che l'ha persa, quel piccolo soffio vitale che fa aprire gli occhi e muovere ogni muscolo di un corpo, è il mistero inviolato che nella sua sacralità ci accompagna nel nostro percorso di uomini, ecco perché la vita è così preziosa, distruggerla per capriccio, per crudeltà, per ignoranza è il peggiore atto che l'uomo può fare.

Parole sante!

Manu Cassandra 17.08.06 01:10| 
 |
Rispondi al commento

Mà...sarà che stò sviluppando un'odio per la razza umana...e che se devo salvare o un uomo o un cane preferisco un cane...certo che se nel fiume c'è mia madre è un conto.Ciò nn toglie che facciamo schifo,mi ci metto per prima non voglio apparire come l'eccezione,dio me ne scampi!ma è la verità.Certo che ogni nazione sviluppa una propria cultura e blablabla...non mi sento di criticare..sta a noi ragazzi,va a nostra coscenza(se ancora ce nè)comportarci in un determinato modo..quindi cari cinesi sta alla vostra coscenza ammazzare un cane,come per noi un coniglio,come per gli ammazzoni una persona,ma ci fareste la cortesia di scriverlo almeno sul menu?più mi soffermo per capire qual'è la strada giusta da seguire per la propria salvezza e non la trovo.Che bisogna fare per vivere bene,in pace con se e gli altri senza ipocrisie e falsi buonismi?mà chi lo trova mi faccia un fischio...ciao e buon san bernardo alla cinese!!

La cinica 16.08.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Se Farouk pensasse, eh sì anche gli animali pensano, dunque se pensasse che è stato un incidente sarebbe lo stesso mogio senza il suo padrone...credo proprio che invece abbia capito come è andata.. e la sua serenità deriva dalla riconoscenza, vocabolo il cui significato è pressoché sconosciuto agli umani.

Provate ad aiutare un animale ferito, curatelo e salvatelo, garantito che lui non se lo dimenticherà più con tutte le implicazioni migliori che la memoria comporta, non a caso per non uscire dal tema, è "quasi" legge universale definire il cane come il migliore e più fedele amico dell'uomo, quante volte i cani si sono sacrificati per cercare di aiutare il loro padrone.

Farouk è intelligente come sanno esserlo gli animali, una "sapiente" intelligenza che gli fa apprezzare il dono della vita, quella stessa vita che spesso gli uomini per se stessi disprezzano intrappolati in crisi depressive, esistenziali, che purtroppo, nella loro complessità, rendono ciechi di fronte al bene più caro.

Nessun uomo, nessun genio dell'umanità, se non Dio, è mai riuscito a ridare la vita ad un essere vivente che l'ha persa, quel piccolo soffio vitale che fa aprire gli occhi e muovere ogni muscolo di un corpo, è il mistero inviolato che nella sua sacralità ci accompagna nel nostro percorso di uomini, ecco perché la vita è così preziosa, distruggerla per capriccio, per crudeltà, per ignoranza è il peggiore atto che l'uomo può fare.

Ornella Guidi 15.08.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Farouk, e’ un cagnone simil spinone di 35 kg , lo hanno trovato qualche giorno fa ai bordi di una statale, lo hanno buttato fuori da una auto in corsa dopo avergli rimosso il tatuaggio di riconoscimento dalla coscia con un coltello che poi si sono dimenticati lasciandoglielo conficcato nella gamba.

Nel cadere dall’auto ha perso un orecchio (da qui il nome che gli hanno dato in ricordo di Farouk Kassam, ora al posto del padiglione cascante c’e’ la pelle attorno la sutura , segue i volontari dell ENPA che lo hanno in custodia zoppicando ma gioca e pare tranquillo pare essersi dimenticato lo shock e forse crede che quello che e’ successo sia stato un incidente e non un atto “umano”

Sono in atto le ricerche che risulteranno vane e inconcludenti come tutti si aspettano, il mondo e’ troppo occupato per sforzarsi di emendare anche le colpe verso un animale per quel che riguarda me mi prudono le mani…

Filippo Federici 15.08.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento

beh, non c'è nulla di sorprendente... in cina i cani li vendono al mercato insieme a uova e riso...
D'altronde vi sono stati ripetuti casi di locali cinesi chiusi dagli uffici d'igiene (a mestre per esempio è successo) per uso di alimenti di origine incerta (pesce pescato in fiume o cava... vicino a scarichi fognari)... e poi, io non voglio dire ma.... avete presente che non esistono "morti cinesi" dove li seppelliscono? li cremano? dove? come?... io preferisco evitare di andare a mangiare in quei ristoranti... meditate gente, meditate...

michele pugiotto 14.08.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senza parole, senza parole...
ma vi rendete conto che cosa abbiamo appena letto..

da noi e un reato..
in cina. .no..
bene trovandosi qui da noi ed essendo un reato..
vi devono essere punizioni sanzioni e che cavolo..
scandaloso dico veramente scandaloso
e scommetto che lo spacciavano per bovino argentino?? ma daiiii
nuova kikka della scocconeria del made in italy oleeeeee ciaoo


Infatti Maurizio, è proprio perchè la gente segue certi "istinti primordiali" che nascono le guerre... perchè dici che è oscena? non dovrebbe essere oscena la guerra per te, visto che è sempre esistita, è radicata nell'istinto umano... ha a che fare con la territorialità, le risorse, il potere, è istinto aggressivo. E' istintivo, proprio come la caccia. Però nel 2oo6 sarebbe anche un po' ora di rivedere questi "istinti primordiali" che sono un tantino anacronistici, poco adatti al contesto attuale: si chiama evoluzione.

Valentina Torrisi 13.08.06 03:19 |

Posso anche capire che per chi no va a caccia e non sa molto di questa attività, può venire facile associarla alla guerra e in parte ci sono delle similitudini come dici tu,però mettere le due cose sullo stesso piano minimo mi sembra una forzatura altrimenti tutti i comportamenti umani andrebbero si paragonati ad uno sterminio della natura, da come ci siamo evoluti non riconosciamo neanche più i nostri errori da come siamo fuori sintonia con il nostro pianeta e con le miriadi di forme di vita che lo compongono ci sentiamo così infallibili e bravi che neanche ci viene il dubbio che prima o dopo tutto prenderà la via del non ritorno. Per questo vado a caccia per poter ancora godere di quel poco di naturale che è rimasto, a volte a caccia si va anche con il cuore e con lo spirito e non è l'uccisione di una preda (che è l'atto finale e non sempre c'è)ma è anche bere in un ruscello passare la mano su un tronco d'albero camminare in un campo bianco di brina sentire l'odore del bosco bagnato, insomma fare tutto il contrario di quello che è considerato oggi il benessere ciaociao

maurizio fiore 13.08.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Maurizio
é una vergogna che ti nasconda dietro gli Istinti primordiali, (una volta cacciavano per nutrisi non per l'emozinone di uccidere)
Ti ricordo che l'uomo ha anche un altro istinto innato, sempre di caccia (ma alle donne) e visto che tu lo giustifichi spero che mentre tu sei a caccia nella natura di tutti, qualcuno stia cacciando nei dintorni, magari dentro le tue mura di casa tua!!! TANTO TU LO GIUSTIFICHI L'ISTINTO PRIMORDIALE. VERGOGNATI

dario da rold 13.08.06 02:42 |
VERGOGNATI te,io ho detto la mia se non ti sta bene ok.si un pò primordiale lo sono e mettici pure che ho studiato poco, ma no mi permetto d'offendere nessuno,forse te non vai a caccia ma fai tutto il resto di primordiale s'intende ciaociao

maurizio fiore 13.08.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento

paolo michelutti 13.08.06 14:30

Ti rispondo subito..non sono assolutamente a favore della caccia per sovrannumero però tutti gli animali non si possono trasferire in altri posti..non sono pacchi postali. Bisogna trovare un luogo adatto con sufficienti predatori e risorse. Per non parlare di temperatura ecc..insomma l'habitat altrimenti si è punto e capo.
Il Manifesto non lo leggo per principio perchè non lo trovo un bel giornale gli estremismi non fan per me, quello che però non si dice è che comunque gli agricoltori non sono gli unici a subire danni..il bosco subisce danni e quindi sia flora che fauna.
Ora purtroppo l'unica strada è quella ma ci si poteva pensare prima con immissione di predatori sterilizzazioni collettive ecc..
La natura non si controlla più da sola.Oramai i sapiens ci sono..espropriamo tutti e facciamo terra comune?Atteggiamento molto da manifesto.
La guerra ti ripeto è un'altra cosa.

ps. non parlare per sentito dire..spesso si sfocia nel campato in aria.

Andrea Amadio 13.08.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Valentina Torrisi 13.08.06 03:19

Se mi posso permettere un conto è andare a caccia e un altro è fare la guerra.
Andando a caccia si cerca 1 di procurarsi "da mangiare" e 2 di regolare una specie se è in sovrannumero. Una soluzione che non mi piace ma questa è l'Italia dove si vuole spendere poco e riducendosi all'ultimo minuto.
La guerra è inutile non serve a nulla. In una società con "i fagioli" ci si potrebbe aiutare l'un con l'altro ed evitare guerre per soldi e petrolio per non parlare di riconoscimento di stati "razze" e culture.
Se ti devo dire la verità preferisco 10 cacciatori seri a 1 soldato.
E credo anche che la caccia non si possa ridurre ad un istinto..

Andrea Amadio 13.08.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti!
Questa cosa dei cani non l'ho capita..chi mangia carne non dovrebbe schifarsi perchè uccidono un cane per mangiarlo..pur cucciolo che sia.
Io mangio la carne e mi farebbe impressione mangiare un cane però alla fine se a loro piace..è sempre carne e comunque il cane non ha più valore di una mucca o di un coniglio o di un cavallo.
Il coniglio per me è un animale domestico eppure non mi scandalizzo se lo vedo in macelleria o al ristorante..non lo mangio. E un mio amico lo stesso per i cavalli.
Mi spiace parlare per luoghi comuni però a pasqua "vanno via" vagonate di agnelli che altro non sono che cuccioli di pecora..cos' è una pecora vale meno di un san bernardo? A dire il vero un s.bernardo costa anche meno di una pecora ma la vita non ha prezzo.
Spero solo che chi si indigna adotti il cane al canile piuttosto che comprarlo!

Ciao

Andrea

ps. Ciao Davide! Immaginavo che fossi nel blog dei caprioli ma non funziona!

Andrea Amadio 13.08.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, mi chiamo Giulia, è la prima volta che inserisco un commento.... tante volte si legge di atrocità su animali e leggerli mi fa stare male. è pazzesco pensare che esistano persone che una sera vanno a cena e decidono di mangiare un cane, ma soprattutto lo vedono vivo, lo scelgono, lo fanno ammazzare e poi lo mangiano (ho il voltastomaco mentre scrivo) e poi tranquillamnete trascorrono una serata allegra come se nulla fosse. spero tanto che il san bernardo cotto faccia venire un tumore allo stomaco... davvero sarei felice se ciò accadesse (normalmente non auguro nulla di male alla gente, ma queste non sono persone e non meritano di vivere!!!) spero che l'esposto da parte dell'AIDAA serva a qualcosa, non è giusto che queste persone la passino liscia e che questi episodi, oserei dire che queste cene si ripetano...
c'è qualcuno che sta raccogliendo le firme da inviare per protesta? grazie, Giulia

giulia murdaca 12.08.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.petatv.com
Ecco la realtà delle vostre parole.

realtà vera 12.08.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..La due posizioni non possono indubbiamente incontrarsi..
Ma ciò che non trovo concepibile è la piccolezza di non mettere minimamente in discussione credenze di superiorità raccolte chissà dove..
Eppure gli occhi di tutti sono occhi..
Il sangue è Rosso,Il cuore è un cuore in tutti..
E' la parola e i pantaloni a distinguerci tra le razze quindi?
Io credo che non ci sia una sostanziale differenza che xmetta di gongolarsi nel gioco della caccia e delle torture..
Sono dispiaciuta..
Perchè penso a queste persone manchi qualcosa dentro.. ed è unicamente responsabilità della xsona stessa la sua evoluzione o involuzione..

Sonja Paganotto 12.08.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Scherzi delle virgole a sergente!

... In cui uno dice che tutte le posizioni hanno lo stesso valore, che nessuna idea è migliore delle altre...

Ornella Guidi 11.08.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Avevo circa cinque anni, ancora non andavo a scuola, però abitavo vicino ad una scuola così quel pomeriggio di prima estate c'erano dei ragazzetti più grandi che erano lì per vedere il risultato degli esami.

Io li osservavo e mi accorsi che uno di loro respirava soffiando un po'.

La racconto così come è stata.

Mi sono resa conto che era troppo anche per me che pure ero una bimba molto attenta, sì era troppo, la cosa mi dava angoscia...notare una cosa così banale, allora ho pensato che dovevo provare a smettere di pensare, a non pensare.

Ancora mi rivedo, mi isolo un po', chiudo gli occhi e finalmente penso che ci sono riuscita: non sto pensando! Ma dopo una manciata di secondi penso che mentre sto pensando di non pensare, in realtà continuo a pensare.

I bambini sono dei piccoli filosofi, sono i grandi che poi presi dall'ingordigia delle cose perdono il senso della verità...nel momento in cui uno dice >, in realtà in quel momento è convinto che questa sua posizione sia la migliore, la più giusta delle altre.

Come una bimba di cinque anni ha capito che finché viviamo è impossibile non pensare, così io dico che è impossibile non prendere posizione anzi è un comportamento etico assumersi le proprie responsabilità di pensiero a difesa di valori che sono i mattoni di ogni civile società, quali la condanna della violenza fine a se stessa, l'impegno a non provocare gratuitamente e in alcun modo sofferenza agli esseri viventi...tutto il resto se lo lasci dire, Baricco o non Baricco, è ipocrisia.

Ornella Guidi 11.08.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...
ne ho avuta anche un'altra durante la stessa fase della mia vita

tutti commettono degli errori
essere troppo sicuri di sè porta a non accorgersi dei propri errori

elena mason 11.08.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento

ora scriverò dei pensieri che magari c'entrano poco, ma..
sapete perchè non mi piacciono le religioni?
perchè danno la presunzione che ci siano esseri umani migliori rispetto ad altri e che questa sia una condizione naturale data dal fatto di credere in quel dio, essere nato nell'area geografica in cui tale credenza prolifera, dire la formula magica giusta, accettare senza farsi domande le cose che non hanno molto senso..

baricco dice in un libro un concetto tipo questo..
che quando hai un idea, una bellissima idea, la cosa che siamo portati a fare è esprimerla discuterla e difenderla anche nell'assurdo dimenticandoci che l'idea è un lampo, un'intuizione che si ferma all'astrazione di una sensazione di un emozione, una cosa che fugge, che tentando di condirla con le parole e con i ragionamenti perde la sua bellezza e si finisce col rovinarne la genuinità dello slancio che ti porta a condividerla e amarla

io qualche tempo fa ho avuto quest'idea o intuizione, e sono diventata vegetariana e atea
ora la scrivo e non aggiungo altro
non sono superiore a niente e nessuno e niente e nessuno è superiore a me

elena mason 11.08.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta, tanti anni fa, la caccia pur con il significato cruento che l'accompagna aveva una certa aura di nobiltà, l'uomo da una parte con il suo semplice fucile, dall'altra la lepre con la sua velocità, in mezzo i cani e la differenza spesso la facevano proprio i segugi bravi.

Una lotta pari è chiaro che non è mai stata però c'era rispetto nel vero cacciatore per la preda, la caccia era una gara di abilità naturale tra l'uomo e l'animale, e il cacciatore anche nostrano era a volte una sorta di Dersu Uzala, "il piccolo uomo delle grandi pianure" protagonista del celebre film del maestro Akira Kurosawa.

Ma il mondo dei cacciatori non è così idilliaco, le peggiori invidie, le peggiori vanità e rivalità sono proprio tra i cacciatori.

Mio padre lo era, aveva un grande amore per i suoi cani, non come certi suoi "amici" che li affamavano prima di un'uscita, aveva ottimi cani, segugi italiani, uno di questi fu da lui venduto ad un maestro elementare di Sassi, un paese della Garfagnana, era la Lilla, un bel manto fulvo e un musino bellissimo.

Lilla era eccezionalmente bella, brava, e dopo poco tempo, il tempo proprio di rendersi conto delle sue qualità, e altri cacciatori della zona, quelli che contano il numero delle lepri, l'avvelenarono e lei morì con tanta sofferenza.

Mio padre che ogni tanto tornava a trovarla ne soffrì da non dirsi, da allora non volle mai più vendere i suoi cani...per cui vedi Maurizio non c'è da esaltarsi perché c'è tanta vigliaccheria nel mondo dei cacciatori, anche senza affrontare la questione dalle fondamenta.

Oggi il cacciatore è armato che ci ammazzerebbe un dinosauro altro che qualche povero bambi, un equipaggiamento portato all'estremo mentre loro, le lepri e i leprotti, i caprioli, i cinghiali, i tordi, le starne...loro sono sempre loro, le zampe per correre, le ali per cercare di volare più in alto, loro non si sono modernizzati e la disparità di un tempo oggi si è azzerata nel senso che ora è solo una mattanza.

Ornella Guidi 11.08.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi metto a conoscenza di un "giochetto" che fanno alcuni agricoltori sfruttando i rimborsi della regione dati peri danni causati ai raccolti dagli animali selvatici .Esempio il raccolto di patate quest'anno e' andato male ,i tuberi risulatano "brutti" ,anche se buoni di gusto ,sono invendibili o meglio il guadagno risulterebbe scarso rispetto a delle patate di fattura piu "belle". Si prende il rimorchio si scaricano le patate nel boscho cosi i cinghiali le mangiano ,tanto loro non guardano la forma ma il gusto. Poi si va a compilare il modulo per la richiesta danni "causata dai cinghiali" e l'indennizzo dato dalla regione è sicuramente superiore a quanto il contadino avrebbe guadagnato vendendo le sue "brutte" patate. E cosi ci vanno di mezzo le povere bestie che prima gli vengono offerte delle patate gratis e poi del piombo sempre gratis ! Un montanaro molto intelligemente mette ,intorno al suo orto, un filo con attaccato dei ritagli di alluminio da cucina e i caprioli non si avvicinano spaventati dal luccichio .Semplice no ? Il blob dei caprioli non funziona !

ferrero monica 11.08.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

maurizio. lascia stare pure te. certo che la tua psicologia è un pò distorta se ti tremano le gambe dall'emozione (gioia!!???!!) prima di ammazzare un'essere senziente che non ti ha fatto nulla. scommetto che se si trattasse di uccidere animali armati come voi, vi caghereste sotto e anzichè alzarvi alle 5 del mattino per andare a cacccia ve ne stareste nel lettuccio.
esalta la bellezza degli animali che hanno tanto da insegnarci, non ucciderli per passatempo! e ogni volta che uccidi un animale indifeso sentiti come minimo in colpa anzichè gioire!

GIORGIONE NAPPI 11.08.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Te la dico alla toscana:

Ravvediti te che è meglio.

Ornella Guidi 11.08.06 00:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh, boni con la caccia voglio ricordare a tutti che se i nostri antenati non andavano a caccia a quest'ora c'eravamo già estinti (e forse era anche un bene per il pianeta) io prima di diventare cacciatore anzi prima che l'istinto si rimpradonisse di me sono stato e sono tutt'ora pescatore cercatore di funghi a volte anche di asparagi insomma mi piace attingere a quell'ingegneria primitiva che ti permette di praticare queste forme di come dire.... fare la spesa senza andare a comprare da qualcuno delegato dall'usanze della nostra cultura a prepararci il pacchetto preconfezzionato (anche se guardo quanto mi costa un tordo potrei andare a mangiare più d'una volta nel miglior ristorante di Firenze comunque questa spesa non mi sarà mai di peso perchè il senso di libertà che mi da passare delle ore a contatto con la natura e i suoi abitanti )non sono di quelli che giustifica gl'abbattimenti di questa o qull'altra specie perchè c'è un soprannumero anche se riconosco che in certi casi forse un pò sfuggiti di mano vedi corvidi storni cinghiali e caprioli forse per una non proprio una giusta gestione (parola che non mi piace riferita alla natura)oppure per modifiche ambientali oppure per periodiche sovrappopolazioni. La prima e più importante delle motivazioni che porta un cacciatore a andare a caccia è l'istinto predatorio e penso che non serva come è stato fatto in questi ultimi anni camuffarlo in altre motivazioni anche se pur importanti. Io non ho la minima vergogna o remora a dire che vado a caccia perchè è uma passione, che a volte mi fa tremare le gambe dall'emozione, comunque rispetto anche chi mi prende per assassino o sanguinario anche se come sempre rinnovo l'invito a partecipare a una giornata di caccia com me o con chi vi pare sono certo che almeno in minima parte qualcuno si ravvederà.ciaociao

maurizio fiore 10.08.06 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a pizzorno, tornatene a lavorare il ferro ch'è il tuo mestiere e lascia stare i caprioli! Poi in zona di genova i caprioli manco ci sono! dai pizzorno, lascia stare! fai il bravo, metti giù la doppietta!

GIORGIONE NAPPI 10.08.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

avete idea di come vengano allevati i maiali nei NOSTRI allevamenti?

Fabio Guerra 10.08.06 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto veramente di tutto in questi commenti.. certo, perchè mai non mangiare un cane se anche i cinesi lo fanno? Evviva il multiculturalismo! Mi viene da ridere, perchè insomma... ci sta anche chi si vanta di mangiare insetti e che con una certa leggerezza ci ricorda che tutti gli animali stanno qui, per essere da noi divorati... è vero è vero, questo è frutto del multiculturalismo per carità... infatti, perchè vietare una pratica come ... AMMAZZARE UN CUCCIOLO DI CANE DAVANTI AI PROPRI OCCHI E CIBARSENE, là dove la nostra cultura e quindi tradizioni hanno sempre ritenuto il cane non solo il migliore amico dell'uomo ma anche un animale d'affezione (così come viene, hullalà, ritenuto dalla legge e per questo TUTELATO) verso cui, i bambini nutrono affetto indiscriminato, anzi i nostri figli, e a noi hanno sempre fatto sorridere se non tenuto compagnia non per secoli, ma per MILLENNI. Dunque...mi volete forse dire che là dove venga adottata una pratica disgustosa e barbara come questa, allora debba essere rispettata dalla nostra cultura, per via del multiculturalismo? Allora... se vogliamo essere coerenti, dovremmo accettare tutti quei bei terrosristi che stanno mettendoci le bombe sotto al nostro culo, sotto lo stesso principio, oppure, aprire le porte a quelle tradizioni che non solo si nutrono di insetti ma si cibano anche di esseri umani, e così magari il cerchio si chiude e la facciamo tutta quanta! E a chi ne sta facendo un discorso di vegetarianismo, vorrei sottolineare che a questo mondo esiste ancora un'ETICA e ancor prima dei SENTIMENTI che volenti o nolenti fanno parte della NOSTRA cultura. Non è detto che se viene adoperata una tradizione barbara come questa (e tante altre in giro x il mondo come le corride) per secoli, necessariamente siano giuste, ma dove sta scritto? Questo sembra un caso di nonnismo piuttosto che di coscienza, vergognatevi!

S. Mangrovia 10.08.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Non sono avvezza a uccidere gli animali e quindi non ci pensavo ai fucili con il binocolo, eh sì così è tutta un'altra cosa, il capriolo magari è lì che mangia un germoglietto e dopo un attimo è morente e muore, ma forse nel corso di caccia di selezione insegnano anche a togliere la vita in modo soft....

Pensa Paolo, dopocena, hai mangiato benissimo, non infierisco, non dico che hai mangiato del capriolo in umido, no, hai gustato dei tagliolini al tartufo, uno sformato di carciofi, un gelato e tre cuneesi al rhum (sono cioccolatini, non sei mica un cannibale che ti cibi dei briahi), ti voglio bene ti dò anche un caffè, tazzina in mano ti godi la brezza della sera quando pumpum...ma come eri tranquillo non davi noia a nessuno, ti facevi i fatti tuoi, eh no, un capriolo di quelli con le palle ha deciso che c'è un esubero di umani di serie z, prima naturalmente ha fatto un corso per individuarli senza sbagliare, cannocchiale permettendo.

Ti piacerebbe ancora la caccia se tu fossi la preda senza neanche saperlo?

Io so che nei boschi si fa regolarmente un lavoro di ripulitura intorno ai castagni, alle ceppe, non è che i caprioli mangiando germogli proteggono l'ecosistema che salta solo per le scelleratezze degli umani, se fosse per gli animali il mondo sarebbe ancora un paradiso terrestre.

Ornella Guidi 10.08.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PAOLO PIZZORNO ascolta. perchè non mi lasci il tuo indirizzo che mi piacerebbe parlare con te a quattr'occhi per darti un bella saccagnata nelle tue parti più intime. smettila di fare il sapientone e non rompere più i cog.ni con la tua caccia. il fucile cacciatelo nel buco delle tue orecchie. A chi vuoi far credere che la caccia è per il bene degli animali? Fammi sapere dove abiti che vengo a trovarti per spiegarti direttamente in mezzo agli occhi cosa vuol dire la caccia. Vai in vacanza che è meglio, cervello vuoto!

GIORGIONE NAPPI 10.08.06 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
ATTENZIONE! ATTENZIONE!

A TUTTI I TRASGRESSORI DEL CANONE RAI!

SIETE AVVERTITI!

MAMMA RAI E' MOLTO ARRABBIATA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 10.08.06 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo che gli animalisti parlino per sentito dire però mi fa ancora più schifo che nel 2006 si continui a parlare degli animali come fossero rifiuti da smaltire, merce di proprietà di qualcuno... per quanto vengano mangiati, sono ESSERI VIVENTI SENZIENTI.Io sono la prima che davvero non ce l'ho con i cacciatori però certe cose non le sopporto. Giuro che spesso ho la netta impressione che gli animali vengano usati come capri espiatori di problemi le cui cause stanno da un'altra parte.
Caprioli che causano la distruzione dei boschi ma per favore... sicuramente molto meno delle capre domestiche che lasciate libere sull'altipiano carsico fino a qualche decennio fa desertizzavano tutto. Eppure il Carso è rigoglioso più che mai, se non fosse per il cemento che avanza. Io ho visto scomparire tutti i luoghi verdi della mia infanzia... tutti, uno dopo l'altro, prima campi coltivati, poi abbandonati e poi cemento... discariche...
Per me non ci sarebbe niente di male se un cacciatore mi dicesse "uccidiamo gli animali perchè così è più comodo, più economicamente redditizio, non abbiamo nessuna voglia di spendere soldi per salvarli. Salvarli? e perchè mai? se mangiamo le mucche perchè non mangiare i caprioli?" Il ragionamento non fa una piega. Invece non sopporto quando dicono che lo fanno "per il bene dell'ecosistema" perchè sono dannosi, perchè sono bestiacce, perchè son troppi e perchè la loro vita vale quanto quella di un cavolfiore e vanno sterminati, se no son pericolosi per l'uomo" E no, questo no, mi da fastidio, non è un discorso di chi rispetta davvero la natura, secondo me.


...Bestiaccia ci chiamerei te.. che osi parole che mi fanno vergognare di avere in comune con te la razza.

Sonja Paganotto 10.08.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più assurda è che chi ha fatto tutto questo polverone si professa come animalista e in realtà ha partecipato solo alla distruzione dei nostri boschi visto che i caprioli mangiano i germogli dei ceppi degli alberi, poi se si continuerà con queste vostre folli richieste di salvare queste bestiacce si arriverà anche ad avere un considerevole di morti sulla coscienza visto che si parla di 3 incidenti al giorno causati da animali selvatici...

Perchè invece di fare stupidi sit-in non vi incontrate una volta al mese e non andate a raccogliere immondizia nei boschi?
Ah già, troppa fatica, meglio portare a spasso due bandiere del cazzo e slogheggiare un pò...

Paolo Pizzorno 10.08.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Cavolo Ornella!!! Un minimo di informazione prima di parlare, secondo te perchè vengono istituiti corsi e bisogna sostenere un esame prima dipoter partecipare alla caccia di selezione? Non è come nella caccia normale, non si utilizzano le classiche "doppiette" per uccidere un caprilo, si utilizzano carabine con tanto di binocolo e si osserva per bene l'animale prima di sparare.
Non voglio insegnare niente a nessuno ma sarebbe doveroso prima di criticare sempre e comunque per partito preso avere l'umiltà di informarsi e se proprio non sapete a chi rivolgere le vostre domande io, Davide ed altri cacciatori siamo qua disponibilissimi per chiarirvi un pò le idee...

Paolo Pizzorno 10.08.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Che sia più pratico sparargli che prenderli vivi lo capirebbe anche un cretino, mi domando però come farebbe un cacciatore al momento che gli si presenta a tiro il capriolo e spesso vengono abbattuti mentre scappano, non è che si mettono in posa...allora, dicevo, arriva correndo il capriolo il cacciatore prima di prendere la mira, in quei pochi secondi deve vedere se è giovane.. vecchio.. maschio, femmina...dì la verità ti rode di non potergli sparare, ci avevi fatto la bocca, eh!

Ornella Guidi 10.08.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quello che riguarda le spese per il trasporto dei caprioli e naturalmente della loro cattura e rilascio trovo sia giusto che vengano sostenute proprio dalla regione Piemonte visto che la regione Calabria in modo encomiabile le risolve il problema e salva la vita ai caprioli

Ognuno nel mondo deve fare il suo mestiere, ci sarà pure chi è specializzato per questo tipo di interventi e di trasporto, non importa mica trasportarli tutti e seicento insieme e che è la carica dei 100 e uno.

Si possono trasportare venti caprioli per volta, trenta viaggi risolto il problema, in Italia si buttano via tanti di quei soldi in stupidaggini che il denaro speso in questo modo è benedetto perché salva la vita a degli esseri viventi indifesi.

Ho letto che anche la "civilissima" Parma si vuole sbarazzare di 1500 caprioli, complimenti agli Emiliani.

Ornella Guidi 10.08.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eh…più ci penso e più la soluzione di catturarli (sti caprioli) mi sembra sempre di più assurda e irrealizzabile.
Penso ai km di rete che dovrà essere tirata attraverso ai boschi, legata a che cosa? Tutta agli alberi? E dove non ci sono? Piantiamo i paletti? I paletti vanno bene a sostenere le reti per catturare le lepri, ma per i caprioli….i paletti dovranno essere pali e alti almeno 5 metri come del resto anche le reti. E per piantarli sti pali? Con il martello?! E i battitori (coloro che camminando allineati spingono gli animali nelle reti) chi sarebbero? Tutti gli animalisti che adesso tanto parlano, ma poi ci saranno tutti a lavorare?! Non servono una cinquantina di persone, ne servono molte ma molte di più!! Considerare che per catturare dalle 5 alle 15 lepri, noi cacciatori impieghiamo un’intera mattinata e siamo sempre in 80 o 100. Fate due conti e vedete un po’ voi.
Supponendo a questo punto di aver tirato le reti e di aver trovato i battitori, la battuta comincia. Avete idea di cosa vuol dire andare a togliere un capriolo che finisce in una rete? A calci e testate, vi rovina? Attenzione che il capriolo dovete prenderlo vivo e sano! Una volta tolto dalla rete (mi viene da ridere solo a pensarci) dove lo mettete? Dentro a delle casse? Uno per cassa immagino perché se mettete due animali che non si conoscono nella stessa cassa, si ammazzano di botte, nel vero senso della parola.
E se nelle reti non vanno a finirci solo i caprioli ma anche i cinghiali (frequentano gli stessi ambienti) chi è che va a liberarli?!
Ah…ancora una cosa. Vi ricordo che i 600 caprioli che dovete catturare non sono 600 caprioli a caso, cioè i primi 600 che riuscite a far andare nelle reti. Dovrete rispettare le classi d’età, come avrebbe fatto il piano di abbattimento. Dovrete catturare cioè un tot di maschi, un tot di femmine e un tot di giovani. (Giovani, NON cuccioli come li chiamate voi).
Arrivati a sto punto, vi sembra una cosa irrealizzabile? Mah...fate un po voi.
Saluti.

Davide Isoardi 10.08.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So che dovrei scrivere sul blog dei caprioli, ma purtroppo non funziona (cliccandoci sopra esce sempre Fassino), quindi perdonatemi se uso questo spazio.
Dopo tanto parlare dei giorni scorsi, oggi come oggi, se non ho capito male, la Calabria avrebbe dato disponibilità ad “adottarli” tutti. Quindi 600 caprioli. Ora, sempre se non ho capito male, si sta valutando come catturarli e come trasportarli. Se si trovasse il modo, il Piemonte ha fatto sapere che sarebbe d’accordo a procedere in questa direzione, annullando di conseguenza il piano d’abbattimento che dovrebbe essere attuato a partire dal 24 agosto. Ecco, ora mi chiedo e chiedo a tutti voi, come penseranno di catturarli questi 600 caprioli???!!!
Sempre agli animalisti che si sono battuti e si battono per questa soluzione, supponendo che sia semplice catturarli, come pensate di farli giungere a destinazione? Su dei camion? 1000 km su dei camion con le temperature che ci sono in questi giorni sulle strade? Lo sapete che la legge che regola il trasporto di animali vivi, prevede che dopo un certo numero di km e di ore di viaggio gli animali vengano fatti scendere dai camion, per far si che possano bere ed eventualmente mangiare? Vi immaginate cosa vuol dire “scaricare” 600 caprioli e poi di nuovo “caricarli”?!
Io non pretendo di insegnare niente a nessuno ma certe soluzioni, prima di proporle, dovreste pensarci bene, ma molto bene.
Quello che non ho capito, sempre che questa soluzione venga adottata, chi sosterrà le spese economiche. Voglio sperare NON il Piemonte perché altrimenti sarebbe davvero troppo!
Tornando alla “fattibilità” di questa assurda proposta, vorrei fare presente che a fine agosto la vegetazione nei boschi è ancora molto rigogliosa. Penseranno mica di attendere l’inverno? Eh no, così sarebbe troppo facile. Le operazioni di cattura, se le vogliono fare, devono cominciare il 24 agosto! (data in cui sarebbero cominciati gli abbattimenti)

Fatemi sapere.

Saluti.

Davode Isoardi 10.08.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa notizia con il relativo commento volutamente provocatorio (non è sicuramente questa la soluzione al grave problema degli abbandoni), mi porta a fare alcune riflessioni:
-In Italia non mi pare che il cane sia considerato un animale da carne, quindi è illegale commercializzarlo come tale e tanto meno macellarlo e servirlo in un ristorante. Da dove provengono i cani di Milano?
-Anche nel nostro Paese in tempo di carestie e guerre si arrivava a mangiare di tutto, cani, gatti, topi.... Ma nessuno si è mai sognato di farli diventare stabilmente animali da allevamento per la carne.
-Oggi per un frequentatore di ristoranti è certamente un capriccio, un desiderio di trasgressione, una moda! Forse il tutto mascherato da una falsa voglia di globalizzazione del gusto!
-In Cina allevare cani per la carne può essere normale, ma mi domando quale è stato il motivo che li ha spinti a tale tipo di allevamento, necessità, gusto? Non penso che l’allevamento di un cane sia economico? Dire che si tratta di un fatto culturale non è una motivazione che mi soddisfa, la cultura si evolve è rimane come eredità storica che non necessariamente va continuata (specie se lede la sensibilità altrui).
-Trovo barbaro inoltre il fatto di assistere alla macabra esecuzione (non solo perché sono cani)! Con quale coraggio poi uno si siede e pranza?.
-Dopo “mucca pazza”, influenza aviaria e altri allarmi pandemie è scoppiata la moda della carne alternativa. Senza capire che il problema non è nella razza, ma in certi tipi di allevamenti: intensivi, senza troppi controlli igienico sanitari e abuso di antibiotici.
Concludo con un appello alla sensibilità dell’individuo per manifestare civilmente il proprio dissenso e rifiutare questa e altre simili barbarie (spero isolate!); se non ci sarà richiesta, anche l’offerta svanirà e forse domani a nessuno verrà l’idea di proporre un’altra di queste macabre fantasie culinarie!
diana

Diana Cristante 10.08.06 14:06| 
 |
Rispondi al commento

X Manu Puma I paragoni che fai sono giustissimi ma quello che è diverso è che l'uomo compie le sue azioni in modo razionale il che vuol dire con tutti i criteri di giudizio e ciò porta il più delle volte a essere egoisti e non guardare il prossimo non credo che una leonessa cacci prede più del suo fabbisogno (prole maschio e branco in generale) mentre chi può fermare lo sviluppo d'una impresa (che il più delle volte danneggia l'ambiente e sfrutta chi ci lavora) non pretendo certo di vietare l'imprenditoria ma pensa un pò a un ghepardo che apre un chiosco con le sue prede in esubero attaccate all'acacia cal cartello gazzelle a buon prezzo. Vediamo tutti di mettere un pò da parte l'interesse personale e usiamo le nostre potenzialità con maggior rispetto.ciaociao

maurizio fiore 10.08.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Off Topic
*************************************************
Ne sto leggendo di tutti i colori!

A cosa mi riferisco?

Alla vicenda della tassa sui beni di lusso imposta dal presidente della Regione Sardegna Renato Soru.

QUESTA E' L'AFFERMAZIONE DEL SINDACO DI ARZACHENA, PASQUALE RAGNEDDA: "IN SARDEGNA I RICCHI PORTANO I SOLDI, INVECE I POVERI PORTANO SOLO INQUINAMENTO".
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 10.08.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che molto spesso tante persone "ragionino" senza rendersi conto di quello che elaborano... il risultato sono autentiche farneticazioni che apparentemente hanno una sembianza di discorsi.

Il fallimento dello sterminio come rimedio all'esubero è dimostrato dalle scellerate e atroci conseguenze per i Cani della Romania, che io scrivo con la C maiuscola per rendere omaggio al loro dolore. Più di un milione di Cani massacrati nei modi più efferati senza per questo risolvere il problema del randagismo.

L'unico rimedio in questi casi è la sterilizzazione, chi preferisce l'uccisione alla sterilizzazione lo dice perché non è la sua di vita ad essere in gioco.

La civiltà di un popolo si misura dal suo rapporto con gli animali, gli animali soffrono esattamente come noi, chi non ha rispetto per un animale non ha rispetto per nessuno.

E' vergognoso questo relativismo imperante per cui noi mangiamo le mucche loro possono mangiare i cani.

Oggi ci sentiamo "moderni" e "democratici" a giustificare tutto, facendo questo l'uomo ha imboccato la strada della regressione, l'uomo sta regredendo per ritornare ad essere l'animale primitivo che era.

Una volta acquisiti certi caposaldi elementari di civiltà non si deve derogare da questi e difenderli con la spada in pugno, è vero certe consuetudini alimentari nostre sono sbagliate e dobbiamo lavorare con la nostra coscienza critica, non aprire le porte a comportamenti ancora peggiori, ricordiamoci che un cane è in grado perfettamente di capire qualsiasi discorso fatto dal suo padrone e di percepire gli stati d'animo, in Occidente molte persone soprattutto piccoli pazienti vengono curati con il supporto della Pet Terapy.

E' dimostrato che "giocare" con il proprio animale ha il potere di far scendere la pressione arteriosa, ha un potere rilassante immenso.

In questi giorni in una regione della Cina si stanno massacrando i cani, vanno nelle case dove le famiglie cercano di nasconderli e li uccidono a bastonate.

Ornella Guidi 10.08.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento

In sintesi: W gli animali...
e chi non è d'accordo con me, peste lo còlga!!!

Nieri Brogi 10.08.06 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che il problema non sia mangiare carne o no , ma semplicemente come la catena alimentare che porta le carni sulle tavole della gente sia ormai talmente sporca e macchinosa che cio' che si mangia non e' piu' sano .
Andare al supermercato a comprare la fettina sovvenziona un'industria di sofferenza e manipolazione , e' l'alimento che si mangera' volenti o nolenti conterra una quantita' di sostanze nocive , cominciando delle adrenaline di morte degli animali , piu' tutti i medicinali , antibiotici e merde varie con qui l'animale e' stato cibato.
Personalmente Vivo in Cina da qulche anno , ed e' assolutamente vero che i cinesi mangiano di tutto , inclusi animali che a noi farebbe ribrezzo vedere su una tavola , ma come pensate che possa un popolo di quasi 2 miliardi di anime sopravvivere se non si cibasse di cio che si trova attorno a lui e massimizasse ogni alimento,
Ritengo che tutta questa disinformazione sulla cina sia solo dettata dal provincialismo italiano , e dal fatto che la cina produce meglio di noi costando la meta' , i prodotti italiani non vanno piu' perche' sono cari fatti spesso male e con pochissimi contenuti di tecnologia questa e' la verita'.
Il mondo e soprattutto gli affari oggi sono in asia , forse la cosa migliore per i nostri figli sarebbe cominciare qualche corso di Mandarino ( intendo la lingua) per potersi meglio adattare al mondo che arrivera .

Saluti
Sergio Monteforte

Sergio Monteforte 10.08.06 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Chi uccide un cane o un gatto o qualunque altro animale senziente senza diretta e vitale necessità dovrebbe marcire in galera per qualche anno o beccarsi una bella multa (minimo 30mila euro, da destinare direttamente alle strutture per la cura degli animali abbandonati). Chi li investe ritiro immediato della patente. Forse così si rispetterebbero di più gli animali e si starebbe più attenti a come si guida! Mi sa che con certa gente funziona solo la legge della punizione, purtroppo. A volte mi viene da pensare che l'unico motivo per cui non ci si spara per strada e non si fa i cannibali è perchè è vietato dalla legge.

Sono scandalizzato 10.08.06 02:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi ha deciso che un san bernardino non si possa mangiare mentre tutti gli altri animali si?
Forse perchè è piu' carino?

peter lemon 09.08.06 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Davide Isoardi che ha scritto:

"Purtroppo troppe persone oggi non sanno più valutare il giusto e lo sbagliato. Queste non sono idee preconfezionate: semplicemente sono cose indiscutibili da che mondo è mondo. Il sole esiste, il fuoco brucia, la pioggia bagna……e la vita di qualsiasi uomo è più importante (molto più importante) di quella di qualsiasi cane"

eH NO...! IL SOLE ESISTE ANCHE PER LE PIANTE, GLI ANIMALI, I BATTERI... SE NON CI FOSSE IL SOLE NON CI SAREBBE VITA. LO STESSO VALE PER IL FUOCO: BRUCIA, SCALDA, SIAMO TUTTI DACCORDO, UOMINI,ANIMALI,PIANTE, FUNGHI, BATTERI E PERSINO VIRUS! LA PIOGGIA IDEM. QUELLA CHE "LA VITA DELL'UOMO é PIU' IMPORTANTE (MOLTO EH?) DI TUTTE LE ALTRE" è UN'INVENZIONE PURAMENTE UMANA, NON CONDIVISA CON NESSUN ALTRO CHE NON SIA UN UMANO DI CHIESA E NON C'ENTRA PROPRIO UN C. CON TUTTO IL RESTO.

Valeria Scarpa 09.08.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Non posso salvare il mondo anche se lo vorrei..
Da bimba pensavo che le parole avessero un gran potere..oggi ho capito che le buone hanno un potere relativo..
faccio il mio allora comunque amareggiata e delusa..
Sono Vegetariana e Rispetto ogni forma di Vita..
(cosa che scrivo x autostima..)
Ebbene..i cinesi che fanno questo non ho il potere di fermarli, ma mi sono imbattuta in sofferenze ora e volevo renderle pubbliche nella speranza ci sia qualcuno che le colga..
nel sito che cito c'è la speranza di chi tradito ha dinuovo bisogno d'Amore, eterno e puro, e se non creo danno l'allego: www.vitadacani.org

Sonja Paganotto 09.08.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, ma siamo proprio sicuri che la notizia dei cani nei ristoranti cinesi, non sia una mossa dell Italia, per discriminare ancora di piu' questo popolo? (infondo credo che costi di piu' comprare un S.Bernardo che 30Kg di pollo in macelleria, e non tutti gli italiani abbandonano i S.Bernardo nel periodo delle ferie.....Ricordiamoci che viviamo in un Paese che sta mettendo in libertà criminali, tra cui Donato Bilancia, notizia di ieri.
In un Paese dove ci avvelenano con i cibi e ce li fanno anche pagare (ultimo spettacolo di Beppe Grillo) e dove non si farà mai chiarezza su una morte assurda come quella di Federico Aldrovandi 18 anni.
Di fronte a Tutto questo, sembra cosi' facile poter mettere in giro la notizia dei S.Bernardo nei Ristoranti Cinesi.
Saluti a tutti i visitatori del Blog.

Luca Fioretti 09.08.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con Marco Di Campli San Vito... sarà che sono vegetariana (stupirà molti sapere che non sono denutrita e che non metto bombe nei mattatoi) ma penso che un maiale o un agnello non sarebbe più felice di essere macellato se sapesse di essere una specie legalmente edibile in Italia.

Elena Basiacco 09.08.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiegate perché tanta gente si scandalizza per cani cotti alla brace e poi mangia tranquillamente pecore mucche maialini e galline?
qual'è la differenza animale tra questi animali?

Marco Di Campli San Vito 09.08.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona serata a tutti.

sorriso e dolore 09.08.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono i papà di un san bernardo, e sono anni che girano commercianti dell'estremo oriente che cercano esemplari di cani come il mio per uciderli nella maniera più crudele possibile (dicono che faccia bene alla carne)e in quanto papà mi vengono i brividi. Ma lo capite o no che non è una questione di catena alimentare ma solo ciò che i nostri amichetti a quattro zampe rappresentano per noi, come i nostri parenti più prossimi, fareste fare la la nonnina al barbeque? Si dice spesso che fanno parte "della famiglia" quindi.....

enrico di prospero 09.08.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davide, credo che Manu abbia ragione, non può essere l'uomo a decidere a priori quali sono gli animali che devono vivere e quelli che devono morire e non è sempre vero che la vita di un animale sia in secondo piano rispetto a quella di un uomo... ti faccio un esempio seppur eccessivo: tu se dovessi scegliere salveresti un panda che come sai è a rischio di estinzione oppure salveresti un pedofilo? Non possiamo metterci a discutere su ipotetiche scale di importanza della vita, la vita è un bene troppo prezioso, di qualunque specie si tratti. Io come te Davide sono un cacciatore e rispetto la preda a volte più di molte persone che incontro. Gli animali selvatici non sono oggetti, sono il nostro bene più prezioso e dobbiamo essere noi a preservarli se li vogliamo incontrare durante le nostre battute di caccia. Loro in cambio ci danno il loro bene più prezioso, la loro vita stessa, e per questo motivo vanno rispettati non dimentichiamocelo! L'uomo è un predatore e quindi nella catena alimentare ha il diritto di cibarsi degli anelli posti sotto di lui, è la natura stessa che funziona in questa maniera, che possa piacere o no! Però in quanto essere intelligente l'uomo ha anche il dovere di prodigarsi affinchè le biodiversità continuino ad esserci e affinchè la fauna prosperi. Magari sto dicendo cose ovvie ma sono valori in cui credo, affermazioni di cui sono convinto. Secondo me questo deve essere il punto di partenza perchè nessuno può ritenersi un essere superiore ad un altro, molte volte anche dagli animali c'è da imparare non dimentichiamolo

Paolo Pizzorno 09.08.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Approfitto del blog di Grillo per vedere se insieme a tutti voi si può fare una bella cosa: prenderla nel culo il meno possibile. Mi spiego, visti i tempi che corrono, tra assicurazioni, banche, avvocati, tassi di interesse sui mutui e chi più ne ha più ne metta, siamo perennemente circondati da usurai.
Che ne dite se ciascuno di noi mette la propria conoscenza sugli argomenti più disparati per indicare la strada migliore al risparmio e non farsi i......e??
E magari il grande Beppe potrebbe aprire un'altra sezione RISPARMIO, eh Beppe, cosa ne pensi? Tu poi che sei di Genova...
Inizio io. Sapete benissimo quanto costi aprire un'assicurazione la prima volta, no? Ebbene, il concessionario dove ho acquistato l'auto (E BADATE NON L'ASSICURAZIONE) mi ha detto che si può richiedere alla compagnia assicuratrice la possibilità di entrare da subito con UNA CLASSE DI MERITO INFERIORE grazie a un familiare convivente che ha più anni di anzianità sulla patente.
I vantaggi sono uno sconto immediato sulla tassa annuale/semestrale da pagare e la possibilità di entrare l'anno dopo con una classe di merito inferiore su un'altra assicurazione, pagando decisamente meno.
E' stata una soddisfazione immensa quando il preventivo ultratiratissimo dell'assicurazione è sceso di 300 € dopo che ho avanzato la mia richiesta....
Io la mia l'ho detta, spero di avere un seguito.
Ciao a tutti e forza Beppe....

Gino Boscolo 09.08.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in Irlanda se dici che mangi il coniglio ti guardano proprio come noi guardiamo i cinesi che mangiano i cani.
Paese che vai.....usanza che trovi

lamberto conte 09.08.06 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davide Isoardi ha scritto:
"SBAGLI e sbagli di grosso! Paolo parla di uccisione di animali, non di uomini. Continuate a non capire che tra l'uomo e l'animale c'è una differenza ENORME!
La vita di un'animale NON E' PARAGONABILE NEMMENO LONTANAMENTE a quella di un uomo. Mettetevelo in testa una volta per tutte!!!"

mmmmm... con che violenza vorresti propinare le tue verità assolute agli altri! Si vede proprio che non sei abituato ad azionare il TUO cervello.
Dì un po'... da dove ti viene tutta questa sicurezza sulla diversità tra l'uomo e gli altri animali? Ovvero... da cosa deduci che due esseri "diversi" dovrebbero avere diritti diversi? Non è affatto OVVIO che la vita umana conti di più di quella di un cane, almeno non per la gente che è abituata a ragionare con LA PROPRIA TESTA. Attenzione non ho detto che il tuo modo di vedere sia sbagliato ho solo detto che se si fanno delle affermazioni in modo così insistente bisognerebbe anche un po' argomentarle, e poi uno può scegliere se rivedere la sua idea, eventualmente. Non ti chiedo argomentazioni qui se no andiamo ot e non mi pubblicano più i post. Dire non mangio il cane ma il maiale sì può essere accettabile, per cultura, scelta personale, ecc... ma dire non mangio il cane perchè la vita di un cane è immensamente più importante di quella del maiale, è ben diverso, non ha costrutto! mi son spiegata? ah forse è troppo complicato. PS: a differenza di lei non ho da far cambiare idea a nessuno, quindi se non le va continui pure a credere a idee preconfezionate, tanto sono così comuni che si danno forza a vicenda.


VORREI SAPERE PERChé è già la terza volta che tento di pubblicare un post e mi viene cancellato...

Manu Cassotta 09.08.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Fa impressione, è vero, ma, a costo di sembrare più cinico di quello che sono, credo che si tratti di un fatto culturale.
In fondo, se qualche migliaio di anni fa (o centinaia di migliaia) non avessimo scelto di fare dei lupi i nostri animali domestici, magari saremmo qui non a commentare con disgusto ma a scambiarci le ricette con cui cucinare il cane.

Non dimentichiamoci che un musulmano praticante non mangia carne di maiale, in India non si mangia la vacca, in altri paesi si mangiano cavallette e così via.

Personalmente avrei difficoltà a mangiare carne di cane, ma solo perchè fin da piccolo mi è stato insegnato che è il migliore amico dell'uomo.

Trovo invece ridicoli gli "animalisti" tout court. Per essere coerenti non dovrebbero toccare alcun tipo di animale, compreso il pollo o, perchè no, i crostacei. O forse ci sono animali di serie A e animali di serie B?

A.Trompeo 09.08.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

E come diceva Gandhi: "La grandezza di una nazione si giudica dal modo in cui tratta gli animali".

SIRIA SAVOIA 09.08.06 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo certi commenti a questa raccapricciante notizia in me si è rafforzato quel dubbio che ho sempre avuto nel caso mi trovassi di fronte ad una scelta obbligata: chi salverei dal fiume in piena se avessi di fronte un uomo e un cane? Molto probabilmente il cane.

Lorenzo Alberti Commentatore in marcia al V2day 09.08.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok Fassino non è molto fotogenico, ma Calderoli Fini e Silvio si potessero rigirare come un calzino si vedrebbe il brutto che c'è in loro.ciaociao

maurizio fiore 09.08.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io pure

maurizio fiore 09.08.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che è da stamattina che clicco sul blog dei caprioli e continua ad uscire quella faccia di cazzo di Fassino?????

GRILLO SVEGLIA !!!!

METTI A POSTO STO CAZZO DI SITO!!"!

Paolo Pizzorno 09.08.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Off Topic
*************************************************
ALTRO CHE ABBASSO IL CAPITALISMO, AIUTIAMO I POVERI, ECC.. ECC..

A QUANTO PARE QUANDO SI TRATTA DI SOLDI (DEI LORO SOLDI) GLI U2 NON SI FANNO SCRUPOLI!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di Falla Girare.

Massimiliano Borella 09.08.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento

CITO
" Ma perche`dimenticare che apparteniamo al genere animale, e pertanto abbiamo diritto anche noi di predare, e cibarci anche di (qualsiasi ) carne, come fanno gli onnivori? Ma e`questa la massima forma di rispetto verso di loro !!!Il lupo , l´orca assassina (!)e l´orso non sono delinquenti ! E`la vita! Se poi volete dare un´esempio, e andate a vivere nelle grotte,sarete al pari delle amate "bestioline"( manco noi fossimo chissa`cosa altro...)

|paolo moretti 08.08.06 16:18 | "


CARO PAOLO MORETTI
azzo di discorsi sono "è la natura" !?!

gli animali cagano all'ombra dei boschetti, nel mezzo di un prato, tra le spine di un roveto.
ma noi l'abbiamo trovata un'alternativa intelligente, non per il pudore, ma per l'odore, le malattie, l'igiene e per non sommergerci di merda visto che siamo molti milioni di produttori... NON TI PARE?

francesco pulita 09.08.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x ornella guidi:

lei che non è ignarante può dirmi in che altro modo si può risolvere il problema dell'esubero?

Immagino già le risposte banali che mi darà e gliele elenco:

1) cattura e rilascio da qualche altra parte:
ottima idea, abbiamo un problema e vediamo di risolverlo dandolo a qualcun altro! Io abito in campagna e il problema dei piccioni in città lo risolvono così, loro li catturano e li immettono da noi, noi li uccidiamo perchè sono bestiacce che ci distruggono il raccolto... e allora mi chiedo è così difficile ucciderli prima?

2) sterilizzazione... altra ottima idea, togliamo agli animali i loro istinti naturali, non è forse violenza questa? Secondo me la sterilizzazione è molto peggio che l'uccisione, significa manipolare un essere vivente perchè lo si possa guardare ma lo si priva della sua essenza...

3) introduciamo i predatori naturali: fantastico, perchè non averci pensato prima, in città ci sono troppi gatti randagi e troppi piccioni... proviamo a liberare a Genova qualche lupo e qualche lince, sicuramente sopravviveranno la città è il loro habitat naturale, anzi mi viene da chiedermi come mai siano spariti, con tutti i nuovi hotel che sono stati fatti possibile che non abbiano trovato una camera in cui riprodursi... strano...

Se ha altre idee mi farebbe piacere ascoltarle e rifletterci su...

Per quanto riguarda il genere umano sono perfettamente d'accordo che siamo in sovrannumero ma purtroppo fino ad oggi l'unico sistema legale per diminuire la popolazione sono le epidemie e non è che ne arrivano sempre, se no c'è la guerra ma non è consentita. Abbia pazienza, per ora è così...

Paolo Pizzorno 09.08.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....Catena alimentare... Indovinate cgi c'è in testa... Rompicoglioni!!

Marco Licenziati 08.08.06 21:13

scusi,
lei crede forse di essere al vertice della catena evolutiva e quindi di quella alimentare?
guardi che quella di cui lei parla non è che una struttura circolare (chi mangia, qualunque sia la posizione che occupa in natura, verrà a sua volta mangiato da qualche altro tipo di organismo, x quanto grande o piccolo esso sia..)
e comunque, anche se si trattasse di una struttura verticistica e lineare, lei si posizionerebbe a malapena A METà
caro Marco, qualcuno prima di me ha già detto che l'ignoranza fa più danni della cattiveria...
a dir la verità, io non so se sia sbagliato o meno x l'uomo nutrirsi di altri animali.. probabilmente lo è, ma non oso entrare nel merito delle scelte che ogniuno di noi compie... del resto pensare di mangiare un'animale di compagnia mi inquieta ancor di più, anche se non sono gli animali con cui condivido il mio spazio e di cui mi prendo cura

Claudio Amici Commentatore in marcia al V2day 09.08.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....Catena alimentare... Indovinate cgi c'è in testa... Rompicoglioni!!

Marco Licenziati 08.08.06 21:13

scusa,
lei crede per caso di essere al vertice della catena evolutiva e quindi di quella alimentare?!
guarda che quella di cui tu parli è una struttura circolare (anche se mangi verrai mangiato da qualche tipo di organismo, x quanto grande o piccolo esso sia..)
e se anche fosse una struttura verticistica e lineare lei sarebbe a malapena A METà
ignorante

Claudio Amici Commentatore in marcia al V2day 09.08.06 11:19| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
ATTENZIONE! ATTENZIONE!

A TUTTI I TRASGRESSORI DEL CANONE RAI!

SIETE AVVERTITI!

MAMMA RAI E' MOLTO ARRABBIATA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per la notizia.

Massimiliano Borella 09.08.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Per il sig.Paolo Pizzorno

Sì, in effetti lo "sterminio" come soluzione all'"esubero" mi sembra quanto mai razionale.

Andiamo per sillogismi, gli animali in esubero vanno sterminati, l'uomo è anch'esso un animale, secondo questa logica non c'era neanche bisogno dell'indulto per fare un po' di spazio nelle carceri italiane....

Purtroppo l'ignoranza è più dannosa della cattiveria.

ornella guidi 09.08.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste sono polemiche che proprio non capisco, ci si scandalizza se a morire sono cani, gatti, caprioli ecc. poi ciascuno di noi va al supermercato e compre il petto di pollo, le coscette la salsiccia, il prosciutto... perchè le pubblicità ci hanno insegnato che il maiale, la mucca, il pollo sono felici e contenti di nascere e crescere per offrirci la loro carne!!! Siete solo degli ipocriti, capaci solo a strumentalizzare tutto, secondo me esiste l'affetto per gli animali come per le persone e io non mi sognerei mai di uccidere il mio cane o il mio gatto ma non per questo mi scandalizzo se vedo uccidere un cane piuttosto che un maiale piuttosto che un vitello. Se lo si fa per cibarsene o per necessità quali ad esempio l'esubero (mi vengono in mente certe situazioni specialmente in città dove ci sarebbe da sterminare gatti e colombi a volontà!!) sono completamente favorevole, di qualunque animale si tratti

Paolo Pizzorno 09.08.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sai qual'è la differenza tra noi animali e gli animali come l'orso, l'orca ecc..?
che abbiamo un minimo di ragione che può, sottolineo PUO', farci trovare un'alternativa intelligente!
non critico chi è carnivoro, ma se mangi carne non vedo quale possa essere la discriminante nel segliere un animale o l'altro se non il GUSTO PERSONALE

elena mason 08.08.06 18:57 |


Concordo sulla possibilità umana di un'alternativa intelligente alla carne.
La DISCRIMINANTE, a mio avviso, altra non può essere che il grado di CONSAPEVOLEZZA dell'animale che andremmo a mangiare.
Bello ed ecologico il concetto del Dalai sul fatto che l'essere vivente non debba essere ucciso apposta per noi...se lo trasponessimo su larga scala...
Inoltre le bestie feroci lo sono per fame o per paura, l'uomo lo è anche per divertimento, passatempo, business eccetera.

Nieri Brogi 09.08.06 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao caro amico Beppe Grillo.Io ho sette(7) cani e quattro gatti e pensare solo di abbandonarli quando vado in vacanza,'be non lo sopporto e allora sai cosa facciamo ? i turni per non lasciarli soli !!!1 E questi str..zi che fanno ? A fanno schifo e a voi ? questo è il mio indirizzo di posta elettronica : algoritmosoftware@email.it.se volete C I A O a tutti e un grosso in bocca al lupo per la Turneè che farai a N A P O L I siamo un gruppo di 1.000 persone che non aspetta altro C I A O NOSTRO PORTATORE DELLA SANTA VERITA' !!!!!!!!

Caputo Salvatore 09.08.06 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona notte a tutti.

sorriso e dolore 09.08.06 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Signori abbiamo toccato il fondo! Passi lo scrupolo di coscienza per gli altri animali che quotidianamente consumiamo, e per i quali la legge comunque impone norme severissime di adeguato trattamento lungo tutta la filiera. Ma dire che seviziare e divorare i nostri 'deliziosi' amici cani non rappresenta una stortura cosmica, mi turba più dei cinesi che brutalmente li assassinano. Ho letto commenti penosi, tutti volti a minimizzare lo scempio, alcuni con l'attenuante (pensate un pò) che tutto questo già accadeva in passato (Hitler anche ha fatto qualcosa in passato: lo giustifichiamo?); altri commentando che il problema è la presenza dei cinesi e non che ovunque questa barbarie abbia luogo sia assolutamente da condannare; altri ancora hanno commentato dicendo, che i cinesi meglio di chiunque altro hanno risolto il problema del randagismo: e allora perchè allo stesso modo non risolviamo il problema degli orfani, dei senzatetto, degli omosessuali e di tutti quelli che non reputiamo degni dei nostri stessi diritti.
Italiano medio: recupera il senso delle cose, dà alla brutalità il giusto nome, cogli l'occasione per dire che questa cosa è inaudita e che da esempi come questo si deve ripartire per cercare di uscire dalla banalità oramai dilagante del: '...tanto le cose vanno così'.
Infine vorrei chiedere una cosa alla comunità che frequenta il blog: ma avete visto come li ammazzano? oppure chiacchierate perchè non sapete cosa fare del vostro tempo? ci sarà pure una differenza tra una mucca o un maiale uccisi e macellati in pochi secondi, e lo scuoiamento vivo di un cane?
Il sentimento e l'umana pietà ve li siete giocato ai dadi al casinò...?

Stefano Di Marcantonio 08.08.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao, 2me riguardo all'abbandono dei Cani, chi lo fà in 1 certo senso in natura avviene 1 interruzione di energia vitale, come x qualsiasi essere vivente,xchè la nostra struttura è fatta di cellule, atomi, acqua e ossigeno, x cui è come se in 1 impianto elettrico ogni tanto l'impulso viene meno, a furia di ripetersi, si deteriora.

domenico valerio 08.08.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento

....Catena alimentare... Indovinate cgi c'è in testa... Rompicoglioni!!

Marco Licenziati 08.08.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....Catena alimentare... Indovinate cgi c'è in testa... Rompicoglioni!!

Marco Licenziati 08.08.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Le avvertenze per inviare messaggi a questo Blog dicono che non sono consentiti messaggi con linguaggio offensivo, messaggi che contengono turpiloquio, messaggi con contenuto razzista o sessista. Credo che la provocazione razzista dell'articolo abbia colto nel segno. E i vari cattivisti che imprecano contro quelli che definiscono buonisti si sono divertiti a fare bella mostra del loro cattivismo che oltretutto va tanto di moda, senza curarsi di rispettare almeno le semplici regole stabilite per questo blog. Se lo scopo di aver inserito l'articolo nel blog era di far uscire il razzismo dilagante in questo paese di puri appartenenti alla razza italica (o quale altra???), ha colto l'obiettivo. Qualcuno afferma che la legge vieta la macellazione dei cani per scopi alimentari e questo è un problema da affrontare legalmente. Molti hanno già detto che gli occhi di un San Bernardo non sono molto diversi da quelli di un vitello, di un agnello o di un puledro, e lo condivido.

Giorgio Tomasi 08.08.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

@ paolo moretti - che scrive:


Ma perche`dimenticare che apparteniamo al genere animale, e pertanto abbiamo diritto anche noi di predare, e cibarci anche di (qualsiasi ) carne, come fanno gli onnivori? Ma e`questa la massima forma di rispetto verso di loro !!!Il lupo , l´orca assassina (!)e l´orso non sono delinquenti ! E`la vita! Se poi volete dare un´esempio, e andate a vivere nelle grotte,sarete al pari delle amate "bestioline"( manco noi fossimo chissa`cosa altro...)

|paolo moretti 08.08.06 16:18 |

----------------------------------------

sai qual'è la differenza tra noi animali e gli animali come l'orso, l'orca ecc..?
che abbiamo un minimo di ragione che può, sottolineo PUO', farci trovare un'alternativa intelligente!
non critico chi è carnivoro, ma se mangi carne non vedo quale possa essere la discriminante nel segliere un animale o l'altro se non il GUSTO PERSONALE

elena mason 08.08.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

diffondete!! questi li chiamano terroristi...altro che terroristi diamogli voce!
poveri animali
http://www.shac.net/index.html

Andrea C. 08.08.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

caru peppi grillu,
quanta ipocrisia!! Da anni vomito passando davanti alle macellerie di "FRESCA CARNE EQUINA",- OGGI OFFERTA SPECIALE PULEDRINO -e via divorando. Diamoci uno sguardo ai classici italiani di cucina, come il CARNACINA e VERONELLI. Leggiamoci come cucinare il PORCELLINO DI LATTE e come si friggono le cervella di AGNELLO o VITELLINO. Studiamoci le varie ricette per esaltare la tenera carne di CAPRIOLO. (tanto per sintonizzarsi con un tuo recente post). Possiamo continuare con i beccafichi al crostone , pettirossi e uccelletti vari alla veneta e, raccomanda il sommo chef, scegliete gli uccelleti BEN FRESCHI: di frigorifero o appena uccisi? Quartesus pappacanis (Quartesi, di Quartu S.Elena-CA- mangiacani) o Vicentini magnagati,(mangiagatti),son sopranommi derivati da una loro abitudine alimentare, e QUESTE abitudini alimentari venivano imposte o dall'ambiente in cui si viveva o dai BISOGNI del MOMENTO , o da entrambi motivi. Se indignazione ci dev'essere sia contro il vizio, la moda , la tendenza di fare una cosa perchè è snob o minchiate signorilvarie. Hanno ragione UMBERTO e la sincera animalista vegetariana: sdegnarsi per i cani e poi andare a consolarsi con una bella mangiata di PICCIONCINI allo spiedo è da BESTIE. Io non sono vegetariano, ma agli altri esseri viventi, innanzitutto ci do del LEI. saludi e trigu ( salute e grano ) tongar

garau antonio 08.08.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Ogni tanto si scopre l'acqua calda, ci si indigna per 5 minuti e la vita continua. Da tempo nelle grandi città i ristoranti cinesi hanno risolto meglio delle leggi il problema del randagismo. Infatti chi abbandona un animale deve sapere che fine può fare. Può finire anche nel suo piatto, prima però potrebbe aver preso la leishmaniosi o la fiv o felv se è un gatto. Il che non giova alla salute. Se si boicottano si può colpire quello che invece dà carne diciamo tradizionale...Comunque per par condicio anni fa si trovò un ristorante italiano che spacciava gatto per altro tipo di carne. Riflettendo sul nuovo millennio tutto quello che succede in generale non mi sembra sia segno di avanzamento del progresso, ma piuttosto di retrocessione e di barbarie. Nonchè di stupidità a livello epidemico...

roberta ratti 08.08.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Quanti bovini, suini, caprini, ecc.. vengono uccisi in italia? Che differenza c'e' tra questi animali e i cani?

Perche' scandalizzarsi per la Cina quando la nostra incivilta' occidentale uccide milioni di esseri umani per continuare a farvi andare a giro con le vostre belle automobili nuove fiammanti?
Da circa 2 anni ho rinunciato all'auto, al cellulare, al conto corrente bancario, non sono tifoso (lo sport si deve praticare non vedere in tv), sono vegetariano, ho un guardaroba composto da pochissime cose e non firmate.
Vivo bene e soprattutto non ho mai avuto nostalgie o ripensamenti; al contrario mi sento meno responsabile per le guerre di potere.
Troppo facile predicare bene e razzolare all'occidentale materialista.
E visto che a parole nulla si e' mai costruito, a quando i fatti?
Impariamo a rinunciare alle cose che ci hanno fatto credere indispensabili e ricordiamoci che siamo tutti ospiti su questo pianeta e che di fatto nulla ci appartiene.
Caro Grillo, tu a cosa hai saputo rinunciare per poter salire sul piedistallo e fare prediche che in questo modo solo lasciano il tempo che trovano e non sono assolutamente costruttive?
Abbiamo bisogno di esempi, siamo o non siamo un popolo bue?


ermanno berti 08.08.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certa indignazione è innegabile, ma se davvero fossimo tutti così rispettosi delle carni altrui perchè allora cibarsi del bue, del cavallo o dello struzzo? Il fatto he non siano ospiti abituali del divano di casa li rende meno degni alla vita? E poi se davvero ci disgusta tanto l'idea di mangiarci una costata di Siamese perchè non ci cibiamo tutti di bistecchine di soia ed insalate pomodoro e mais? La verità è che a torcere il naso quando si parla di cina, siamo sempre pronti, ma è la stessa non avanguardia che li disegnava perversi negli anni 50 per la leggerezza ed il divertimento manifestato verso il porno?
Mangiarsi un animale è giusto, perchè loro mangerebbero te, non perchè sono stronzi, ma perchè la natura ci ha creati per mangiarci, se il rispetto verso la vita fosse reale e profondo non ci sarebbe concesso nemmeno respirare, perchè anche li vi sono corpicini leggeri leggeri che passano nella narici ed arrivano intontiti nell'esofago.
E' l'ennesima dimostrazione di quanto retrogradi siamo, ma solo quando si tratta di discuterne, perchè infondo questi splendidi ristoranti rossi pieni di feticci a basso costo, sono amati per prezzo e qualità, al punto che raramente ne trovi uno vuoto.

Umberto 08.08.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è da una vita che dico che i cinesi fanno vomitare!! e ogni volta trovo sempre qualcuno che li difende!
e chi prende le loro difese? ...mmm...indovinate...
BLEAH!


angela gagliardis 08.08.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono penosi questi cinesi


ma...anzichè fermare sti mao mao,mangiatutto impedendogli con i ns diritti certe oscenità..diventiamo complici ? Ma in che cazzo di società viviamo?

ma che schifo!

Maurizio Bianco 08.08.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

sono vegetariana da moto poco tempo (non più di 1 anno) e sono riuscita pure a mettere su qualche kiletto
mi disgustava oltremodo sedermi a tavola e pensare che dentro al piatto c'era un pezzo di natica di un animale che aveva vita propria si muoveva curava i suoi piccoli ecc..
se qualcuno ha in casa un animale "domestico" sa quante volte ha la sensazione che questi provi delle vere e proprie EMOZIONI, è felice quando ti vede arrivare con la ciotolina della pappa, si arrabbia se lo cacci giù dal divano, ti viene incontro sul cancello di casa quando ti sente arrivare con l'auto..
se qualcuno ha genitori che escono da case di contadini chiedete se ricordano i due tre giorni che precedevano la macellazione del maiale.. beh, anche il maiale si rende conto che è arrivata la sua ora, lo capisce da come lo si cura in quei pochi giorni, e la notte lo si sente piangere che sembra un bambino, sentire per credere. è impressionante
beh, io non ho il coraggio di mangiare un essere che prova delle emozioni e che ha paura di essere ucciso
mangiare vegetali è sano e completo e il latte è un buon complemento..
uccidere lo trovo insano, uccidere e cibarsi della carcassa lo trovo disgustoso!

elena mason 08.08.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Nessuno ha sentito la notizia che ci sono degli immigrati che mangiano le gomme delle biciclette?

Giorgio Rutellini 08.08.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Sono anni che ho smesso di andare al ristorante cinese... Vadano a fanculo gli spaghetti di soia che per altro mi piacevano...
RAGAZZI NON ANDATE A MANGIARE DA QUESTI SCHIFOSI...
Sono d'accordo con l'idea di cucinare palle fritte di cinesi sessualmente attivi... MA CI AGGIUNGEREI anche quelle di chi nella bella Sicilia cosparge i gatti di materiale infiammabile dandogli poi fuoco x incendiare i boschi.... BRUTTI MALEDETTI SPERO CHE VI CAPITI ALTRETTANTO.

Daniela Seccamani 08.08.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
DA UN SITO AMERICANO LA LISTA DEI PRETI INDAGATI PER PEDOFILIA!
*************************************************
Clicca sul mio nome per entrare nel blog di FALLA GIRARE!

Massimiliano Borella 08.08.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Sua santità il Dalai lama ha detto di smetterla con ste cazzate della reincarnazione, meditate.

lao tze 08.08.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Il Dalai Lama dice che il vegetarianesimo è molto ammirevole,tuttavia secondo il buddismo, non vi è una proibizione tassativa del consumo di carne.Ciò che viene specificatamente proibito è il consumo di carne che proviene da un animale che sappiamo o sospettiamo essere stato ucciso apposta per noi.Meditiamo gente...meditiamo

Flory Fornaro 08.08.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

> (Sua Santità il Dalai Lama)
Meditate su questi pensieri...meditate gente,meditate...

Flory Fornaro 08.08.06 12:42| 
 |
Rispondi al commento

E io appoggio con spinta.
Cesare, sarai sempre nel mio cuore.
Sabrina

Sabrina Falcone 08.08.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo pienamente con Sandra.
Il cane è l'animale più evoluto sulla terra dopo l'uomo e la scimmia ed è stato fin da sempre il migliore amico dell'uomo(fin dalla preistoria ci ha aiutati a cacciare e a difenderci dagli attacchi di bestie feroci).
E' in grado di provare emozioni e questo potete chiederlo ad un dottore cinese o italiano: ci sono degli studi che confermano che sono in grado di provare gioia, tristezza, solitudine... addirittura sono capaci di cadere in depressione, per non parlare di quei cani che hanno avuto infarti mortali subito dopo la morte del loro padrone.
I cani, a differenza dei conigli, dei pesci, delle aragoste... sanno amare.
E' sconvolgente pensare ke ci sia gente ke non si indigni alla luce di tali fatti!
Non rendiamo i nostri cani degli animali sacri come in india, ma al tempo stesso rispettiamoli e difendiamoli come loro hanno saputo fare con noi da millenni!


Off Topic
=================================================
Altro che DOCCIA FREDDA!

All'ormai ex direttore dell'Istituto tumori Francesco Cognetti, gli hanno fatto un bel "BAGNO TURCO"!

Secondo Voi è stata giusta la Sua rimozione?
=================================================
Clicca sul mio nome per la notizia.


Gentili Signori,
sono davvero turbata dal livello medio degli interventi che prevalentemente mettono in luce scarsa sensibilità poca informazione e molto qualunquismo.
Credo opportuno ricordare che la nostra specie è onnivora per cui, da adulti possimo scegliere se diventare vegetariani ma sconsiglierei ad un genitore di eliminare la carne dalla dieta dei propri figli per non incidere irreparabilmente nel corretto sviluppo dell'organismo. Questo non significa che possiamo comportarci con gli animali come vogliamo, abbiamo sicuramente perso il senso della misura e soprattutto scordato di vivere in armonia con il mondo che ci circonda. E' possibile che un usanza dettata da necessità di sopravvivenza sia divenuta moda? Tutti gli esseri viventi lottano per la vita dal fiore di campo alla balena e che dire allora di batteri o virus Non è una questione di preferenze è un fatto di assoluta semplicità la vita vive e ciascuno di noi per farlo ha bisogno di attingere alla propria catena alimentare.
Ma i cani signori miei non sono solo "animali" da milenni sono l'unica specie su questo pianeta alleata con l'uomo, la loro solidarietà con noi non è occasionale o fortuita è frutto di un evuluzione lunga quanto la nostra anche, chi non li ama anche chi non li conosce non non ha il diritto di sottovalutare questo grande dono di lealtà La nostra specie si macchia di gravissime colpe nei confronti delle altre creature e siamo tutti colpevoli ma reputare ammissibile il cibarsi di un cane è letteralmente "mangiare il più grande amico dell'uomo".
Pensateci su.
Sandra

sandra lopez 08.08.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa ci vuole comunicare il signore degli "escremanti" e della scarpina? In che ristorante ha mangiato ieri sera?

Luca Sampietro 08.08.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Beh, io credo che la cosa terribile qui sia il fatto che le persone scelgano l'animale da abbattere.
Che dire a proposito dei ristoranti nei quali ti puoi scegliere l'aragosta da bollire?
Non trovo disgustoso comunque il fatto che qualcuno mangi carne di cane, visto che al mondo ci sono migliaia di persone che si cibano di qualsiasi cosa.
Io personalmente adoro mangiare bistecche e non smettero' mai di mangiarle.

Alessandro Abet 08.08.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/252.