Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Back to the future


Enzo_Ferrari.jpg

Enzo Ferrari, meccanico, pilota, e poi capo azienda. Camillo Olivetti, progettista di macchine da scrivere, e poi capo azienda. Arnoldo Mondadori, impiegato in una cartoleria, piccolo editore, e poi capo azienda. In tempi più moderni, Bill Gates, programmatore e poi capo azienda. Chi sono oggi i capi azienda in Italia? Cosa ne sanno Catania di ferrovie, Tronchetti di telefonia e di Rete, Cimoli di aerei. Cosa ne sapeva Romiti di automobili? Chiedetelo a Ghidella, cacciato non per incompetenza, ma per troppa competenza. Il denaro, la finanza sono un risultato, una derivata. E, oggi, i derivati di una derivata comandano e distruggono le società. Trasformano le società in dividendi, in stock option, in bilanci in rosso, in debiti. Il loro conto corrente è però sempre nero come la notte.
Quando vengono cacciati (qualche volta succede) esigono buone uscite di milioni di euro anche se la società è sull’orlo del fallimento. Lo Stato, si è visto per le Ferrovie, lo si vedrà per l’Alitalia, cede subito. Li paga invece di cacciarli per giusta causa. Con i nostri soldi, con le nostre finanziarie. Per la logica del potere e dell’apparenza più guadagnano più sono ritenuti importanti. I giornali ne vanno pazzi. Non importa quanti danni hanno fatto finora. Si è sicuri che in futuro gli sarà permesso di farne certamente di più.
Gli enormi stipendi dati a manager pubblici e privati, spesso incompetenti di ciò di cui si occupano, sono un incantesimo.Loro stessi sono un incantesimo da trasferire su un’isola, vanno bene sia Alcatraz che l’Isola dei Famosi, circondate però da squali. Per metterli a loro agio. Perchè un tecnico, un operaio, un impiegato di un’azienda deve guadagnare 1000 o 1500 euro al mese e l’amministratore delegato, il presidente, il direttore generale milioni di euro? Dove sta la logica? Se il tecnico sbaglia viene cacciato, se succede al manager viene liquidato. Dove risiede questo grande valore aggiunto dei capi azienda? Moderni Einstein che proclamano un anno la valenza strategica della fusione fisso mobile e l’anno successivo esattamente il contrario senza che nessuno gli rida in faccia. E’ un valore nascosto, molto nascosto. Misterioso. E’ora che venga alla luce, che si capisca e che dopo si tolgano dai piedi.

Ps: l’iniziativa shareaction continua. Cliccate e delegate.

15 Set 2006, 19:36 | Scrivi | Commenti (1786) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Di questi manager o presunti tali ne abbiamo le tasche piene (oh, scusate...vuote!)
Chiunque viene chiamato a dirigere aziende che rappresentano interessi pubblici (non solo dal punto di vista economico, per via del gran numero di cittadini piccoli azionisti, ma sopprattutto in quanto costituiscono un immenso patrimonio imprenditoriale, tecnico, scientifico, umano, che appartiene a tutta l'Italia) è obbligato ad agire nel miglior modo possibile e nel solo esclusivo interesse di tali aziende, e quindi del Paese.
Non sono affatto giustificati stipendi davvero assurdi, che rappresentano uno schiaffo insopportabile ai milioni di persone che vivono nel precariato e lottano ogni giorno per arrivare a fine mese; persone che magari non hanno nulla di meno, dal punto di vista culturale e delle capacità, rispetto ai blasonati e strapagati managers. Stipendi tanto più assurdi se legati a risultati gestionali del tutto fallimentari.
Questi "capitani coraggiosi" che mettono da parte milioni di euro per far fallire i "gioielli" del nostro Paese (Alitalia, Telecom, Italtel, ecc, ecc) andrebbero denunziati e pignorati per l'indicibile danno che arrecano ai risparmiatori e a tutta l'Italia. Se ciò non avviene è perchè la politica, tutta la politica, è complice diretta o indiretta.
Ancora andiamo a votare ?

giuseppe carbone 16.10.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

A fare gli imprenditori con i debiti siamo capaci tutti!!!!
E' uno schifo assurdo!!!!
Ma le pèarole non servono assolutamente a nulla o quasi e i fatti...... io non so quale sia il rimedio, dico veramente, non ho più idea di come si possa risolvere questo problema.

qualcuno mi aiuti

cristian pappafava 13.10.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

sig. Grillo buonasera, mi chiamo marco gusso e sono un dipendente della compagnia alitalia da 13 anni. Sono un assistente di volo, seguo da anni l'immenso lavoro che fa e per questo lo ammiro. Come possiamo difenderci dai ripetuti danni che questi manager pubblici spalleggiati dal governo italiano infliggono alle nostre aziende sulle spalle dei lavoratori? sono 10 anni che tramano finti piani industriali mai rispettati gettando fango su fango sui lavoratori. Dov'e' il trucco? L'Italia non e' degna di avere una compagnia di bandiera? Siamo troppo corrotti? svolgo il mio lavoro con serieta' e le posso assicurare con un gran senso di appartenenza come la maggior parte dei miei colleghi, gli aerei alitalia sono sempre pieni, perche' non ci fanno lavorare? Siamo stanchi di coprire voragini di migliardi lasciate da dirigenti incompetenti: Vogliamo solo lavorare, lavorare seriamente con dignita' nel rispetto pieno dei contratti di lavoro . Si faccia seriamente luce sui nostri contratti e sulle vere magagne di alitlia e sul trasporto aereo italiano, su chi ci guadagna veramente mettendo sempre in cattiva luce con la scaltra complicita' di molti giornalisti sempre e solo i dipendenti. Forse sono stato monotematico e me ne scuso, svolgo il mio lavoro con onesta' e mi piacerebbe che qualcuno "prendesse a cuore" la mia azienda. grazie ancora marco gusso

marco gusso 08.10.06 02:16| 
 |
Rispondi al commento

Super salvus ti quoto in pieno!
Gates e' monopolista, sfruttatore del mercato e spione( piu' di telecom, purtroppo). Purtroppo Linux, BSD e i sistemi liberi e gratuiti non hanno molta pubblicita'....

x Beppe:
ma ci credi sul serio? scherzi? nessuno riuscira' mai a entrare nel cda Telecom! Anche se acquisterai un po' di peso e di influenza, Tronchetti chiama uno dei suoi amici banchieri e gli fa comprare 2 miliardi di euro in azioni telecom! e restate fottuti tu e la share action (e chi l'ha sottoscritta).

Franco Franchi 05.10.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

"Perchè un tecnico, un operaio, un impiegato di un’azienda deve guadagnare 1000 o 1500 euro al mese e l’amministratore delegato, il presidente, il direttore generale milioni di euro? Dove sta la logica? Se il tecnico sbaglia viene cacciato, se succede al manager viene liquidato. Dove risiede questo grande valore aggiunto dei capi azienda?"

non posso che quotare e condividere.

E' un mondo sbilanciato, in questo modo si creano delle caste di persone ultra-potenti e centinaia di migliaia di scontenti... che alla prima occasione vengono definiti "disobbedienti","scioperanti",ecc...


Bill Gates ha un monopolio.
Ha degli accordi con i produttori di PC, per cui l'utente finale è OBBLIGATO ad acquistare windows quando acquista un computer.
E faccio notare che esistono diverse alternative all'utilizzo di windows, solo che è un caso raro trovare in vendita un PC con GNU/Linux o FreeBDS.

Gates non ha scritto il DOS, lo ha comprato (per pochi soldi) dal suo vero autore.

Gates ci spia tutti, (anzi VI spia). Ogni volta che un pc con windows viene connesso ad internet, invia a "casa" delle informazioni criptate sul pc (tipo elenco dei programmi installati).

Gates sega le gambe alla concorrenza in tanti modi, uno dei quali è pagare avvocati perché dicono che i documenti scritti con software libero non possono essere tenuti riservati.

Gates è un ottimo uomo d'affari.
Ma un pessimo informatico. Lo dimostra il fatto che i suoi prodotti innovano principalmente nella grafica ma non nelle funzioni.

Sulle Xbox può essere installato GNU/Linux. Ma se vi beccano mentre lo fate vi arrestano.

Consiglio la visione del film: "I pirati della silicon valley"


Mi piacerebbe sapere se sono stato spiato anch'io da Telecom.
C'è un modo per scoprirlo ?
Grazie

Furio Rosetta 23.09.06 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe (sei un mito,sinceramente);vorrei sapere se e' possibile, il prossimo tour dove sara' e quando,perche' non voglio perderlo.Ciao.
P.S. Te lo avranno chiesto in 2.000.000 di persone ma perche' non ti candidi?Vinceresti le elezioni con il 99% di voti.

Gianluca Meliani 23.09.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

sono stanco di vedere prepotenti politici imprenditori lecca mutande amministratori incapaci anche di dire due parole sensate piccoli uomini e a volte anche donne che siedono su poltrone calde guadagnate non con il sudore della fronte ma con lo sbavare della lingua e quant'altro incapaci ormai anche di incantare con le loro cazzate i nostri pensieri (anche se non credo gli interessi piu' di tanto il nostro parere),trovarsi in posti nevralgici dove solo persone competenti dovrebbero stare li per il bene di tutti e non di pochi,sentire dalla bocca di cariche politiche o anche di giudici onorevoli parole come indulto o sentenziare come deve essere una violenza se con o senza pantaloni se in una villa o zona malfamata se minorenne o no,parole come integrazione quando a certe razze non interessa minimamente integrarsi ma vengono qui solo perchè questo falso paese democratico può permettere a loro ogni atto violento che nel loro paese sarebbe punito..come giusto deve essere...con durezza perchè questi signori illustri devono capire che la libertà la democrazia va anche difesa se viene messa in pericolo la libertà del popolo a cui apparteniamo e loro ne hanno l'autorità e il dovere di difendere quel popolo che loro rispettano solo durante le elezioni o si può dire erezioni visto che quando vincono godono..be che ci facessero godere anche a noi o qualcosa prima o poi cambierà e non è detto che sarà sempre a loro vantaggio.

paolo pellicciotti 22.09.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

...secondo me come in qualche commento fatto qua sopra..e ben da ricordare il GRANDE ENRICO MATTEI...ha portato l'energia in tutte le case d'italia...una delle prime persone che ha instaurato veri rapporti con l'oriente per il petrolio..mettendosi a confronto con la gente e non ponendosi 20.000 spalle sopra gli altri credendo di essere il governatore del mondo...Enrico Mattei e partito dal nulla per arrivare a qualcosa di grande e c'e riuscito...bisogna riconoscerlo...e bisogna riconoscere un'altra cosa..persone come quest'uomo non se ne vadono piu in giro..nessuno avrebbe le palle di fare cio che ha fatto lui....
grazie
p.s.GRANDE GRILLO

UN SALUTONE EMANUELE

Emanuele Concas 22.09.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe!

Su www.ecopt.it abbiamo finalmente completato l'approfondimento sulla storia di Telecom.

L'ultima parte tratta del quinquennio 2001-2006. Tronchetti Provera, la fusione con Tim e le pressioni dovute all'aumento dell'indebitamento saranno al centro del report.

Puoi leggere l'articolo su:

http://www.ecopt.it/2006/09/22/telecom-una-storia-italiana-iv-parte/

Ciao, buon lavoro e buona lettura

Stefano Santelli Brilli 22.09.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento

scusate, lo spazio non bastava :)

Magari sono una grande idealista, magari sbaglio con le mie idee tanto diverse di cui si fa uso al giorno d’oggi, comunque sostengo che sia possibile avere un impero con dipendenti che volentieri si alzino alla mattina per recarsi ad un posto di lavoro, dove sono rispettati dal primo all’ultimo e dove ricevono la dovuta motivazione a tirare il carro con forze unite.
Non voglio spiegare le mie idee ma una cosa è sicura, i dirigenti della mia azienda saranno scelti per le loro capacità lavorative ed umane e dovranno essere d’accordo con uno stipendio molto inferiore a quello che potrebbero ricevere in una ditta “Momo” (magari qualcuno si ricorda ancora di quel film con gli uomini grigi dal titolo Momo?). Così potrò garantire un sistema interamente sociale per tutto il mio personale.
Grazie a Dio ho un amico con un dono molto particolare che mi aiuterà a differenziare i buoni dai cattivi. Lui sa distinguere attraverso il nome ed il cognome di una persona il destino che è scritto in esso, cioè sa analizzare una persona semplicemente dalle lettere dell’individuo, l’ha dimostrato con tanti amici e conoscenti e sempre in loro presenza, è incredibile come la gente da lui esaminata viene disarmata e sbigottita, è fenomenale perché proprio così è. Da un po’ di tempo, impegno lui prima di andare ad un incontro importante e fin’ora ho sempre potuto contare sulla sua analisi e grazie a questa sapevo come comportarmi con i diversi personaggi.
Qualcuno di voi potrebbe dirmi “Eh si, anche questo è manipolazione” e gli dirò “Si, hai ragione, ma non mi sento in colpa perché lo faccio per crescere e di poter stipulare in futuro un esempio come si può vivere e lavorare felici e soddisfatti!”

Vi saluto ed auguro a tutti una vita positiva piena di speranza e soddisfazione!
Claudia

Claudia S. Käser 21.09.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti,
non sono cittadina italiana e nemmeno vivo nella vostra “Bella Italia”, sono indipendente e proprietaria di una piccola azienda in Svizzera Cantone Ticino, il sogno di crescere e far parte di quelli veramente “GRANDI” guidando la mia azienda con etica e motivazione , rendendo plausibile ogni anello della catena con il dovuto rispetto e la giusta ricompensa.
Sono scioccata della disperazione e della alta delusione verso i dirigenti delle aziende Italiane e pur conoscendo (da vari amici italiani), la situazione disperata da parte dei dipendenti di aziende più o meno notevoli, ancora non riuscivo a credere che il contesto potesse essere così grave. Mi si gira lo stomaco sentendo e leggendo quanto i cosiddetti “Manager” aziendali e statali, impegnano la paura ed il mobbing contro i propri dipendenti, mi chiedo quanto cuore e cervello si impegna nelle alte sfere di poter offrire un ambiente stimolante per tutti ciò che lavorano alla base. Questo preoccupante comportamento è un fenomeno che noto non unicamente in Italia ma su livello internazionale. Questi “uomini grigi” (chiamati manager) sono nei posti sbagliati e non hanno ancora percepito quanto potrebbe essere facile avere uno staff che rinforza la completa struttura aziendale impiegando la motivazione ed il rispetto verso ogni individuo che partecipa alla crescita dell’impresa.
Credo fermamente che crollerà questo concetto dell’ignoranza verso chi produce le entrate e gli stipendi, mangiati via in gran parte da alti funzionari e poche sono le briciole per chi ha veramente prodotto con la propria fatica. Purtroppo regna ancora la paura nei piani inferiori ma una volta superata ci sarà la inevitabile rivoluzione se nei piani alti non si inizia – anche se fosse all’ultimo minuto – a cambiare il sistema altamente ispirato al materialismo.

Claudia S. Käser 21.09.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,sono daccordo tranne che sull'ultima parte (almeno in parte).La logica per cui un impiegato guadagna meno di un dirigente,sta nel fatto che (ovviamente in linea ahimè del tutto teorica) il dirigente si suppone abbia sgobbato di più per raggiungere un posto migliore di quello di un operaio,ed è giusto che venga pagato di più..non certo milioni di euro!!quello che intendo in sintesi è:più ti sbatti,più è giusto che guadagni..

Riccardo Asta 21.09.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile ma vero! Su Il Sole 24 Ore di oggi, 21/09/06, c'è un articolo in cui si dice che il Tronchetto dell'infelicità dovrebbe pagare i suoi errori in Telecom con le dimissioni e, udite udite, il ritiro a vita privata (pag. 5, "La via maestra del mercato" di Luigi Zingales)
Aspettiamo seduti sulla sponda del fiume il cadavere del nostro nemico..........

matteo zordan 21.09.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Ferrari..Olivetti..già, altro pianeta!!! sinceramente avrei voglia di vedere in faccia chi dà l'ultima firma per certi progetti alla Fiat!! Ma come cazzo si fa a mettere sul mercato un aborto di macchina come la Croma??? ma è possibile che dei tanti "esperti" non ce ne è stato uno che è uno che abbia visto quanto è inguardabile questa macchina?? Guardatela di profilo, aggiungetele con la fantasia 6 zampette e vedrete con sorpresa che come per magia esce fuori un "bagarozzo" !! amo l'italia..e vorrei che tutto quello che uscisse dal nostro paese fosse bello e invidiato...!!! Cari lavoratori Fiat, fossi in voi caccerei via tutto il direttivo..non potete accettare di costruire un'auto decente ogni 10 anni e fare aborti per tutto il resto del tempo!!!!

Marco Baldini 21.09.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

OFF TOPIC:

Dimissioni FORZATE di G.Rossi

NEL CALCIO NON SI VUOLE CAMBIARE NULLA!!!
Rossi, persona lontana dal Calcio, procedeva per la sua strada, cercando di riscrivere le REGOLE MARCE del calcio!
PETRUCCI ha voluto che andasse VIA!!! Perchè nessuno lo ha evidenziato?
Ora il capo del CONI sta mettendo il suo staff alla guida della FIGC, tutta gente legata alla vecchia cordata....
BRAVI GIORNALAI, una volta tanto che avevate una battaglia da sostenere... vi siete ancora una volta calate le braghe davanti alla mafia Petrucci!!!

Contro Corrente 21.09.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,

ho letto il tuo articolo come altri che tu hai scritto.
Mi fa schifo pensare che c'è gente che non capisce nulla e che comanda. In politica come ai vertici delle aziende. Mi fa schifo. Un giorno si buttano da una parte e l'altro dalla parte opposta e gudagnano un mucchio di soldi senza capire niente di niente.
Non credo assolutamente che sia un caso che Olivetti sia diventato quel che è diventato, e cosi' Mondadori e cosi' Ferrari.
La loro era passione, passione e tenacia, passione soprattutto per il mondo. Perchè a mio avviso solo crescendo in un certo ambiente, capendo le dinamiche dal di dentro, come hanno fatto loro a suo tempo, si può effettivamente creare qualcosa!
Mi spaventa pensare che la nostra Italia è agli antipodi in tutto ciò.
Non esisteranno piu i vari Olivetti e Mondadori della situazione, e ciò è male, molto male.
Lo sbaglio non so dove sia, è difficile colpevolizzare qualcuno di tutto ciò. Nessuno è senza peccato per carità, ma nessuno muove un dito per migliorare questa situazione. Sbagliare è umano, ma avere un filo conduttore è necessario. Forse neanche Mondadori stesso avrebbe immaginato di fondare ciò che ha fondato, ma ha semplicemente agito e lavorato con dedizione.
La metà nelle cose è quella che fa la differenza, sapere che si sta andando in una direzione positiva per la società.
Ad oggi assistiamo a mio avviso a dei fenomeni subdoli e deleteri in primis la mancanza di comunicazione, di informazione, c'è un casino bestiale e non si può dire piu' nulla. E' vero tutto e il contrario di tutto. Allora nessuno ci mette piu la faccia nelle cose. A volte lo capisco, lo facciam tutti ed è giusto, ma a me pare che altre volte un minimo, e sottolineo minimo rischio si può prendere nella vita.
E pensare che ci sono i telefonini, piu' gente che telefonini. A cosa servono secondo te!? A niente, i telefoni non servono a niente. Invece di migliorare la comunicazione ce l'hanno appiattita, ci telefoniamo e non ci diciamo niente.Ok!!

Federico Peretti 20.09.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Da La Stampa del 19 settembre.

"Il buco Fs vale 1,6 miliardi".
Crescono i posti da dirigente: più di 300 in cinque anni.
Di Alessandro Barbera

Oltre un miliardo e seicento milioni di euro. Il triplo della cifra che circolava fino a qualche settimana fa. L'eredità che Innocenzo Cipolletta e Mauro Moretti, rispettivamente neo-presidente e neo-amministratore delegato delle Ferrovie, si ritrovano dalla gestione dell'uscente Elio Catania, è pesante. E si farà sentire sulla finanziaria per il 2007, visto che la manovra targata Padoa-Schioppa dovrà farsi carico, almeno in parte, di questo dissesto. Il passivo - come confermano fonti di governo - va in realtà scorporato fra le due grandi aziende che stanno sotto il cappello della holding Fs: Trenitalia - la società di gestione del servizio - e Rfi - Rete ferroviaria italiana. La prima fin qui governata da Roberto Testore (è ora in attesa di successore), la seconda dal neo-amministratore del gruppo Moretti. La voragine nei conti è infatti da attribuire in gran parte alla prima: 1,3-1,4 miliardi a fronte di 300-400 per Rfi.
Che le Fs fossero rimasti a corto di fondi nel governo lo si sapeva da tempo. A luglio, per evitare il blocco dei cantieri Tav, il ministro dell'Economia fu costretto a rinunciare a gran parte dei tagli alla spesa e a stanziare per l'Alta Velocità un miliardo e duecento milioni di euro. Meno prevedibile invece che i bilanci, soprattutto quelli di Trenitalia, fossero così negativi.
I tempi dei bilanci in attivo, o meglio, dei passivi nascosti fra le pieghe delle cessioni di immobili e dei trasferimenti dello Stato sembrano lontanissimi. Gli anni (il biennio è il 2002-2003) nei quali l'allora numero uno Giancarlo Cimoli si apprestava a lasciare il timone delle Ferrovie vantando l'uscita (agevolata) di 30 mila dipendenti. Le ragioni del dissesto di oggi sono molte, e per certi versi, non tutte riconducibili alla sola gestione Catania, liquidato dopo una lunga trattativa con 7 milioni di euro

paolo quercia 20.09.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNEREBBE INIZIARE A BOIGOTTARE I PRODOTTI DI QUESTE MULTINAZIONALI DAL PETROLIO ALLA TELEFONIA.. A TUTTO CIO CHE PROVIENE DA IMPERI ECONOMICI INDEBITATI.. SE I PREZZI SALGONO DOVREMMO IMPARARE A NON USARE QUEI PRODOTTI E CONTRAPPORLI A DELLE ALTERNATIVE A NOSTRO VANTAGGIO NON AL LORO. SE LA BENZINA è CARA.. LASCIAMO LA MACCHINA PARCHEGGIATA UN PAIO DI GIORNI MAGARI IL WEEK END TANTO IN GENERE MOLTI NON LAVORANO..MA SIGNIFICHEREBBE 2 GIORNI SENZA O CON MINORE GUADAGNO PER LE COMPAGNIE E CAPIREBBERO CHE NON è PIU SEMPRE INDISPENSABILE.. O AD ESEMPIO SPENGETE ANZI STACCATE LA SPINA A TUTTO CIò CHE VA IN STANDBY CHE CONSUMANO ENERGIA INUTILE (QUINDI PETROLIO).. E COSì VIA CON TUTTO IL RESTO.. SAREBBE GIA UNA GRANDE COSA SE CI FOSSE UN'INIZIO.

Stefano Volpi 20.09.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
io sono un impiegato, laureato, un programmatore Java, una risorsa in una multinazionale, una pedina da usare a proprio piacimento dai capi, ma non da quelli diretti, ma da quelli irragiungibili, il TOP Management, iperpagati e che fanno male il loro lavoro o lo fanno bene ma solo in una direzione, per il proprio tornaconto(leggi premio di fine anno, tipo centinaia di migliaia di €)! Io sono una padre di famiglia di 31 anni ed ogni mese spendo più di quello che guadagno perchè mi sono permesso di comprarmi una casa ed avere un figlio!Che sciocco speravo forse di ricevere un aumento, un premio per il buon lavoro svolto???Speravo forse che l'azienda investisse su di me con tutte le pedine disponibili da far ruotare (leggi Job Rotation)???
E mentre noi tremiamo alle voci di mobilità, dopo mille giri di vite, i TOP incapaci se ne vanno con lo scivolo...come quando s'era piccoli, se ne vanno contenti in discesa, in velocità, leggeri come sono saliti...
Vi faccio un grande in bocca al lupo TOPs incapaci perchè prima o poi arriverà per Voi la salita arriverà la montagna da scalare...
Un abbraccio a Beppe e a tutti i suoi ammiratori.

Federico Martini 20.09.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
io sono un impiegato, laureato, un programmatore Java, una risorsa in una multinazionale, una pedina da usare a proprio piacimento dai capi, ma non da quelli diretti, ma da quelli irragiungibili, il TOP Management, iperpagati e che fanno male il loro lavoro o lo fanno bene ma solo in una direzione, per il proprio tornaconto(leggi premio di fine anno, tipo centinaia di migliaia di €)! Io sono una padre di famiglia di 31 anni ed ogni mese spendo più di quello che guadagno perchè mi sono permesso di comprarmi una casa ed avere un figlio!Che sciocco speravo forse di ricevere un aumento, un premio per il buon lavoro svolto???Speravo forse che l'azienda investisse su di me con tutte le pedine disponibili da far ruotare (leggi Job Rotation)???
E mentre noi tremiamo alle voci di mobilità, dopo mille giri di vite, i TOP incapaci se ne vanno con lo scivolo...come quando s'era piccoli, se ne vanno contenti in discesa, in velocità, leggeri come sono saliti...
Vi faccio un grande in bocca al lupo TOPs incapaci perchè prima o poi arriverà per Voi la salita arriverà la montagna da scalare...
Un abbraccio a Beppe e a tutti i suoi ammiratori.

Federico Martini 20.09.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Circa 20.000 addetti potrebbero essere "scaricati" nella newco della Rete mentre a Tim, destinata a essere venduta, ci potrebbero finire 25.000 dipendenti: molti, molti di più di quanti ne aveva la vecchia Tim prima della fusione. E' un'altra opportunità per ridurre, scremare, selezionare il personale dei customer care e delle vendite, buttando sulle spalle dei nuovi acquirenti problemi non facili di

ETTORE F. 20.09.06 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Telecom scaricherà 45.000 lavoratori

Il nuovo amministratore delegato Guido Rossi porterà avanti, per conto di Tronchetti, anche la missione di liberarsi di 45.000 dipendenti. Missione: far volare il titolo in borsa.

Il piano-Rovati, uscito inopportunamente e forse illegalmente da palazzo Chigi, che è già costato l'incarico di consigliere economico all'amico di Prodi (ex presidente di Federbasket) non accennava a esuberi di personale e problemi occupazionali; nemmeno il piano-Tronchetti di riassetto, che il neopresidente Rossi intende portare avanti, coinvolgendo ha detto in questa sfida azionisti, dirigenti e dipendenti.

Ma si sa, i mercati finanziari non gradiscono niente più dei tagli e della riduzione dell'occupazione: il modo migliore per fare volare il titolo in borsa della new TELECOM company sarebbe approfittare della ristrutturazione per fare un repulisti.

Molto peso avrà il modo in cui verrà "ritagliata" la Rete (intesa come società separata da Telecom Italia), se dentro il perimetro di questa nuova azienda verranno inclusi o meno gli attuali servizi del delivery (cioè l'attivazione di nuovi impianti e Adsl) e dell'assurance (cioè il servizio di manutenzione e riparazione dei guasti).

Questo potrebbe ripercuotersi, almeno in una prima fase, in un peggioramento degli attuali livelli e in tempi non eccelsi di attivazione; ma potrebbe essere l'occasione per Telecom Italia di liberarsi di tanto personale tecnico ritenuto non adeguatamente scolarizzato, obsoleto e inadatto; di cosa farne, ci penseranno i nuovi manager della nuova società.

ETTORE F. 20.09.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
velocemente ti chiedo un parere su due episodi:
I - stò acquistando la famigerata prima casa e tutti ,agenzia immobiliare ,banche e notaio mi dicono che le spese sono aumentate a causa del decreto Bersani?...ora questo vuol dire che se facciamo pagare le tasse non so' ad esempio ai dentisti in quel posto lo prendiamo sempre noi perchè ci raddoppiano la parcella?
II-è possibile chiedere un interpellanza parlamentare sul fatto che a Castellammare di Stabia NA per una casa in un quartiere ritenuto degradato di 80 metri quadrati l'agenzia immobiliare lo valuti trecentomila euro...che cosa c'è dietro...la legge del mercato o un economia inquinata dalla camorra(usura, riciclaggio ecc.)
Saluti Davide Liguori

davide liguori 20.09.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo parecchio tempo riesco a leggere le e mail (prima un inspiegabile errore mi bloccava e nessuno dall'addetto al computer all' addetto al programma hanno saputo porci rimedio) ora voglio partecipare allo shareaction e mi si ripresenta il problema ma allora la liberta' è un'utopia?
una mamma desolata

monica mantovani 20.09.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

1968. Poco prima di essere ucciso Bob Kennedy teneva questa discorso (http://www.ilsensodellamisura.com/2006/08/il_celebre_disc.html) applicabile a qualunque paese industrialmente avanzato (anche il nostro va). Trentotto (38) anni dopo stiamo ancora attendendo risposte.
Buona giornata a tutti

Mauro Di Prospero 20.09.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Va bene , Va bene noi politici siamo tutti disonesti.........Infatti quando vado per le strade e ci si deve occupare dei problemi di gestione di un comune o di una provincia mi sembra di venire da Marte infatti voi siete TUTTI di un onestà incredibile a volte ci spiazzate completamente . Ma poi finalmente si deve discutere in privato di questo o di quel problema e ci si ritrova subito a casa (che sollievo). Siete tutti contro l'inquinamento però in privato un permessino per attraversare la zona pedonale con la macchina lo chiedete , d'altra parte fare 4 o 5 Km in bicicletta è una cosa inamissibile per voi gente onesta così attenta al bene comune e un picolo abuso edilizio nella vostra casina non ve lo meritate dopo 10 anni di lavoro , d'altra parte in tutto il mondo siete solo voi a lavorare.Tutti così bravi buoni e onesti a scrivere sul blog ma appena siete sicuri che nessuno vi vede siete così pronti a fare qualsiasi cosa pur di difendere i vostri interessi . O intendiamoci per me è un sollievo per un po' leggendo il blog ho pensato veramente di venire da Marte . Voi indubbiamente non avreste cacciato Ghidella dalla Fiat , Rubbia dall'Italia ecc.. Voi sicuramente avreste creato grandi imperi industriali con le scoperte che hanno fatto gli italiani scappati all'estero . Ma per fortuna ci siamo noi , i vostri amministratori , che siccome non ci piace essere rieletti e siamo sicuri che quelli di voi che hanno buone idee faranno politica ci mettiamo a prendere iniziative che voi intimamente odiate e che in pubblico dite di amare . Pensate per un attimo l'assurdita della cosa : io , un amministratore , naturalmente sotto falso nome , mi permetto di dirvi come siete sicuro che in privato molto difficilmente cambierete .
Scusate se scrivo sotto falso nome ma voi persone così oneste e coraggiose e comunque piene di virtù saprete perdonare qualche difetto di noi poveri marziani .

Giuliano Barbieri 19.09.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SOLO TELECOM... MA PURE PEDOFILIA

SORRY OT

GRILLO PERCHÈ NON AVVII UNA PETIZIONE PER CONDANNARE DI FRONTE ALL'EUROPA L'OLANDA HA FATTO ENTRARE NEL PROPRIO PARLAMENTO IL PARTITO DEI PEDOFILI.???

Roberto Staroni 19.09.06 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto inutile, vorrei ricordare che il nostro attuale presidente del consiglio, l'onorevole romano prodi, anch'esso è stato capitano di industria, la IRI se non ricordo male, da lui liquidata (per convinzione o per convenienza??) e tutte le grandi partecipazioni statali, un tempo quelle ci traghettarono da nazione perditrice di una guerra mondiale, ad una delle magnifiche sette...... e non bisogna nemmeno dimenticarsi un vecchio (poi manco tanto) SERBIA TELECOM...

Pino Giunta 19.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.

Noi di www.ecopt.it continuiamo a far luce sulla storia di telecom!
Nella terza puntata del nostro report "Telecom: una storia italiana" analizziamo il periodo della presidenza Colaninno e gli eventi che hanno portato alla costituzione di un indebitamento che, nel 2001, raggiunse i 38 miliardi di euro!

L'articolo lo puoi/potete trovare all'indirizzo:

http://www.ecopt.it/2006/09/19/telecom-una-storia-italiana-iii-parte/

Ciao, buon lavoro e buona lettura!

Stefano Santelli Brilli

Stefano Santelli Brilli 19.09.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

e allora perchè NON parliamo di Sport?
Perchè nessuno si occupa di colui che è il vero padrone dello sport Italiano?

Già... Gianni PETRUCCI... L'intoccabile!!!
Sapete dov'era tale signore durante i mondiali di calcio ITALIA '90?

"Faceva il bagarino davanti allo stadio...."

Contro Corrente 19.09.06 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non può e non deve sfuggire ad un osservatore normale (neanche troppo attento) che a capo dei vari organi di partito e di tutti i servizi dello stato, ci sono persone, in stragrande maggioranza, provenienti da una parte sola d'Italia, cioè quella che và da roma in giù.
Sopratutto nel polo di sinistra , ma pure in quello di destra non si scherza.
Possibile che tutto ciò sia casuale? Nessuno si domanda come mai Genova, Milano, Verona, Treviso, Torino, esprimano così pochi esponenti di rilievo? Se proviamo a fare un'ipotesi qualsiasi la prima che ci verrà in mente è che un potere antidemocratico può reggersi esclusivamente su di una congrega ben affiatata e culturalmente simile. Con questa semplice ipotesi abbiamo già trovato una risposta molto credibile.

Nostro Adamus 19.09.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO GIUSTO QUELLO SCRITTO, SOLO LA COMPETENZA, LA CONOSCENZA E IL LAVORO NEL CAMPO, PUO' FORMARE RICCHEZZA, ED E' LA FAMIGLIA E LA SCUOLA
CHE FORMA LE PERSONE PREPARATE ONESTE CON VOGLIA DI LAVORARE, QUESTA SOCIETA' E SBAGLIATA, E NESSUN GOVERNO INVESTE MAI NELLA FAMIGLIA E NELLA SCUOLA.I RAGAZZI DI OGGI USANO SOLO LA PLAY STATION E IL GAME BOY, E NON SANNO PIU' PESCARE, O COSTRIRE UNA PANCA CON LEGNI CHIODI E MARTELLO. LA TECNOLOGIA E' IMPORTANTE MA LA MANUALITA' INSEGNA ALLA MENTE, PIU' FORMAZIONE IN FAMIGLIA PIU' FORMAZIONE A SCUOLA.

FANTONI ROMINA 19.09.06 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Niente di nuovo sotto il sole. Da tempo si sa che il nostro è un paese che fa schifo, dove la meritocrazia, l'onestà non esistono più. Esiste soltanto una cricca che gestisce il potere con i suoi accoliti. Chi è dentro ne gode i vantaggi, chi è fuori lavora anche per gli altri. Da tempo dico che il nostro è un paese in declino. Quando al potere sono i soliti (ig)noti, che si scambiano le poltrone tra di loro, il paese non potrà mai progredire. Quando l'AD di Alitalia scambia la poltrona con quello di ENI, quello di ENEL con quello di Trenitalia etc. etc. non abbiamo ricambio generazionale. E non si tratta di manager in gamba (i risultati sono sotto gli occhi di tutti) ma di incapaci raccomandati. Il potere è nelle loro mani e rimarrà sempre lì. Solo che, negli ultimi anni, nella nostra società sono entrati degli elementi di disturbo: i paesi asiatici e la delocalizzazione da un lato e l'aumento spaventoso del costo della vita (casa, abbigliamento, alimentari) dall'altro. Ciò ha comportato una crisi economica senza precedenti, aggravata dal fatto che i giovani hanno difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, perché i (pochi) posti a disposizione (tanto nel pubblico quanto, tristemente, nel privato che ormai è diventato più d'elite del pubblico) sono tutti "prenotati". Gli effetti di questa situazione, tuttavia, li vedremo tra 10 anni, quando i giovani oggi senza lavoro (che adesso vengono aiutati da mammà e papà) non avranno più una famiglia alle spalle e non sapranno più dove andare a sbattere la testa. Non è un caso che ci sia la fuga di cervelli. Non è solo una questione economica (1200 € contro 2000 e fischia all'estero) è anche e soprattutto una questione di sopravvivenza. Se non si inverte questa tendenza si avrà sempre più una classe di parassiti che vive alle spalle di chi lavora e si smazza dalla mattina alla sera. Solo che quest'ultima classe è sempre più ridotta: prima o poi il sistema imploderà e allora l'Argentina si rifiuterà di aiutarci.....

Paolo Catania 19.09.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao EX AMMINISTRATORE, se Grillo è amico di prodi è un pirla perchè non difende un amico a tutti i costi, è un pirla perchè non difende berlusconi a tutti i costi.Ho letto qui accuse di presunti o veri suoi amori nei confronti del capo contrabbandiere di turno eletto. Non mi sembra un blog di partito ma uno spazio libero a tutti, compreso me, dove è possibile esprimere il proprio pensiero, a favore o meno, su argomenti che da Grillo vengono messi in discussione. Anche le accuse sono bene accette. Sarà un problema quando non ci sarà più permesso di farle.
PS. Non sono 6 mesi di questo governo, ma molto meno.
Quello che ha scritto Grillo è vero.
Non sono di sinistra.

Claudio Perego 19.09.06 03:38| 
 |
Rispondi al commento

La ringrazio di questo post che mi da l’occasione di liberarmi da un magone che ho nel gozzo dal 2003,da quando l’amministrazione della mia città,Ravenna, decise di commemorare con grande pompa la morte di Raul Gardini,(si proprio lui, quello che chiamavano il contadino e che andava in giro dicendo “la chimica sono io) e di cambiare il nome di una via x intitolarla all’illustre concittadino.Ora,io,pur con tutto il rispetto dovuto ai morti,tutte le volte che ci passo mi arrovello su quale impresa sia valsa a renderlo degno di tanto lustro,e 2 o 3 cose mi vengono in mente; ad esempio che è stato l’artefice principale dello sfascio del gruppo Ferruzzi un tempo orgoglio e vanto della città e del quale non restano neppure le macerie,che ha contribuito a dare la spallata finale alla già malferma industria chimica con la farsa dell’acquisto di Montedison finanziato con una montagna di debiti,per poi rivendere tutti i ferrivecchi all’ENI di Gabriele Cagliari,all’epoca di esclusiva proprietà dello stato,che fu obbligato ad acquistarli per la bellezza di 4300 miliardi dei quali buona parte costituì la famosa madre di tutte le tangenti spartita dalla classe politica dell’allora(1991) crepuscolare CAF. Per me che all’epoca lavoravo al petrolchimico ENI e che vissi dall’interno lo svolgersi del capitolo ENIMONT coscio di quello che succedeva,si è trattato di una delle più grosse prese per il culo collettive della storia dell’uomo, era chiarissimo che non c’era nessuna visione lungimirante ma solo il solito imbroglio di costituire una joint venture tramite conferimento di impianti e poi obbligare l’ENI,cioè lo stato a ricomprarsi tutto con i soldi,solo che questa volta il gioco aveva dimensioni colossali e l’ENI ne usci finanziariamente dissestata e non potè far altro nei successivi 10 anni che smantellare progressivamente tutti quegli impianti che tanto cari aveva pagati.Se mia figlia mi chiederà mai cosa ha fatto questo signore x meritarsi una strada, cosa dovrò risponderle?

Maurizio Focaccia 18.09.06 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono d accordo con te su tutto o quasi...non tutti gli operai prendono 1000 1500 euro la maggior parte non arriva a 1000....piusgobbi meno prendi...strano davvero strano il lavoro di fatica non è piu premiato...chissa perchè...saluti!

lucia montesi 18.09.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO DEVE ESSERCI RIMASTO MALISSIMO,IL SUO AMICO PRODI HA TOCCATO IL FONDO,6 MESI DI FIGURACCE ALL'ITALIA E ALL'ESTERO DI QUESTO GOVERNO E GRILLO NEMMENO UNA PAROLA...BE' E' BELLO ESSERE OBBIETTIVI E NON SCHIERATI...TORNA A FARE LA PUBBLICITA' DELLO YOGURT ALMENO LI , LE BATTUTE LE SCRIVEVI TE...CHE DELUSIONE...

EX AMMIRATORE 18.09.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Queste sono persone perbene, il sindaco andrebbe sputtanato a dovere, è il primo cittadino!!!?? non c'è limite al peggio...

stefano bai 18.09.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Guido Rossi, Tronchetti, richiamate immediatamente ADRIANA LIMA!!!

Solo lei può salvare Telecom italia.

Tronchetti, organizza una lotteria con in palio una settimana ai caraibi con Adriana e avrai i soldi per saldare i debiti con le bancacce.

Datemi retta, è la strada giusta per la salvezza della società.

eugenio zaffiro 18.09.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

SE QUESTA VOLTA I MGISTRATI NON SALVANO PRODI& C...NE'SCOPRIREMO DELLE BELLE...INTANTO PREPARIAMOCI X ANDARE A VOTARE...QUESTI CADONO COME PEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

ELEZIONI SUBITO 18.09.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo...tutto questo è figlio dei nostri tempi...la grande impresa è vista solo come un grande vaso di scambio per debiti e non per creare valore...è solo uno strumento, come la gente d'altronde....manca la passione nel fare le cose...persone come quelle sopre e penso anche a un certo ENRICO MATTEI, prima operaio in una fabbrica di prodotti chimici per pellami, poi rappresentante di prodotti chimici per pellami, poi imprenditore di una fabbrica di prodotti chimici per pellami e poi quello che è stato per ENI e per l'energia in Italia, rimettendoci anche la pelle....ma purtroppo questa classe di imprenditori alla TRONCHETTO non valgono neanche un milionesimo di una frazione infinitesimale di quello che hanno rappresentato certe persone per l'Italia, anche dall'alto dei loro conti correnti più neri della carta bruciata.....
sigh...

Luca Chiodini 18.09.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso il problema non è tanto quello che questi presunti geni della finanza e dell'industria guadagnano, quanto, piuttosto il fatto che tali guadagni siano completamente svincolati dai risultati, spesso negativi, della loro gestione.
Del resto appare spesso incomprensibile anche la nomina di questi soggetti, che magari nella vita hanno fatto tutt'altro, o hanno dato pessima prova di sè.
Ma tutto ciò rientra perfettamente nelle dinamiche della società italiana, nella quale la meritocrazia è un caso e la "raccomandazione " è una regola; noi viviamo nel paese del possibile, dove, ad esempio, un tizio governa il Paese proclamando di volerlo risanare dopo avere contribuito a massacrare le casse dello stato da Presidente dell'IRI, ed un'altro tizio è stato a capo del più grosso gruppo industriale della nazione dopo avere portato l'azienda precedentemente gestita sull'orlo del fallimento. In Italia è molto più importante sapere gestire i rapporti che sapere fare il proprio lavoro, e così abbiamo un paese gestito da una classe politica ed imprenditoriale di incapaci.Evito di parlare dei managers di stato per non beccarmi querele.
Il problema è non tanto, o non solo, il tronchetto, ma la nostra mentalità clientelare che affosserà paese se le cose non cambiano velocemente.
Voglio segnalare al proposito una dichiarazione di Passera, raccolta dal Sole 24 ore, il quale auspica che nell'appena formato gruppo bancario facciano carriera i più meritevoli, facendo bene intendere che fin'ora non è stato così.
Speriamo solo che chi ci si compra sappia viaggiare su una lunghezza d'onda diversa.

Francesco Berni 18.09.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Gli unici soggetti che guadagnano nel business CINA sono le aziende che dislocano la produzione (il prodotto finale costa molto meno) e l'importatore (per aziende cinesi).

Noi tutti pensiamo di risparmiare, ma per ogni prodotto fatto in cina ci sono operai italiano (o europei) che perdono lavoro, e questo boomerang è devastante per tutti noi.

Difendiamo il made in italy (o made in EU), i prodotti made in P.R.C. costano meno ma impoveriscono tutti noi, oltre che, siamo sinceri, non essere all'altezza della nostra eccezionale mano d'opera.

COMPRATE MADE UN E.U. o ITALY

fabio zandonà 18.09.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La fiat farà grandi affari,in cina, e chi ci guadagna? I signori Agnelli, Montezemolo, manager vari ed eventuali.

Chi ci perde? se le Fiat cinesi saranno destinate, visti i costi di produzione, anche al mercato europeo-italiano, ci perdiamo tutti.

Le macchine cinesi costeranno la metà, ma gli stabilimenti italiano chiuderanno, e gli operai senza stipendio non possono comprare neppure una macchina cinese.

Comprate Made in EU, qualsiasi prodotto sia, e lasciate i Made in China (o made in P.R.C., che significa la stessa cosa) dove sono.

Sembra di risparmiare, ma chi fa l'affare è solo l'impresa che delocalizza (o l'importatore). Noi, prima o poi, la paghiamo tutti.

fabio zandonà 18.09.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

La fiat farà grandi affari,in cina, e chi ci guadagna? I signori Agnelli, Montezemolo, manager vari ed eventuali.

Chi ci perde? se le Fiat cinesi saranno destinate, visti i costi di produzione, anche al mercato europeo-italiano, ci perdiamo tutti.

Le macchine cinesi costeranno la metà, ma gli stabilimenti italiano chiuderanno, e gli operai senza stipendio non possono comprare neppure una macchina cinese.

Comprate Made in EU, qualsiasi prodotto sia, e lasciate i Made in China (o made in P.R.C., che significa la stessa cosa) dove sono.

Sembra di risparmiare, ma chi fa l'affare è solo l'impresa che delocalizza (o l'importatore). Noi, prima o poi, la paghiamo tutti.

fabio zandonà 18.09.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

se la gente sapesse come operano in borsa i grandi gruppi ed anche i politici(anche quelli di "sinistra")altro che rivoluzione... e le banche...ah che ridere..sanno come muovere il mercato quando vogliono e sanno quando deve scendere,amm.delegati con conti segreti e ...non fatemi dire di piu'...ed invece e' scoppiato il caso moggi...ah ah ah,che paese di m...a

operatore di borsa 18.09.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

la fiat farà grossi affari in cina, come tutte le grandi aziende che ci sono andate.

ma chi ci guadagna? gli azionisti, ovviamente, e i suoi dirigenti.

chi ci perde? gli operai italiani, perché l'auto prodotta in cina costa meno di quella prodotta a Torino, o Termini Imerese, o a Napoli, e lentamente le auto verranno prodotte sempre più in Cina.

Quando gli operai italiani perderanno il lavoro però non potranno comprare neppure una Fiat cinese, perché senza lo stipendio anche 5000 Euro sono troppi.

Ricordate pertanto che ogni prodotto fabbricato in cina comporta un arricchimento per l'impresa che ha dislocato, o per l'importatore, e un impoverimento del paese che importa tali prodotti.

PERSONALMENTE, QUANDO POSSO, EVITO CATEGORICAMENTE L'ACQUISTO DI PRODOTTI MADE IN CHINA, (O MADE IN P.R.C. CHE SIGNIFICA LA STESSA COSA). COMPRATE ITALIANO, O AL MASSIMO EUROPEO. SE VOGLIAMO SOPRAVVIVERE.

fabio zandonà 18.09.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono mesi che si vocifera un cambio della guardia ai vertici della telecom,come l'ipotesi di un eventuale passaggio di proprietà "telefonica" o il "nano",non capisco come mai i media si stupiscano delle dimissioni del tronchetto in area forzista. In fondo anche alcuni anni fa con il cambio di schieramento politico dopo le elezioni il "ragionier" fatto pure cavaliere del lavoro, se ne dovette andare di gran lena con l'arrivo dei forzisti in quanto non più appoggiato dal "santino" baffetto. Entrambi, il ragionier e il tronchetto se ne vanno dopo aver succhiato tutto quello che si poteva, lasciando un cadavere, perchè così è la Telecom svotata di tutto ciò che aveva valore e con milioni di euro di debiti, l'azienda non è neanche più proprietaria dei propri immobili, non vale più niente, sono anni che non vengono fatti investimenti perchè "i bugget" sono vuoti, la tecnologia è vecchia di vent'anni si è campato e si campa alla giornata senza più piani annuali, tanto "non ci sono i soldi". Chi dice che è in salute forse non si rende conto di cosa parla.
A questi industriali tanto acclamati sia dalla destra che da sinistra, e ai media che si occupano solo di pettegolezzi, vorrei solo chiedere come si fa a giustificare un buco di tanti milioni di euro in una azienda che solo alcuni anni fa era costantemente in attivo, in un settore come quello delle telecomunicazioni in continua espansione negli ultimi anni.
Infine ai politici e ai sindacati chiedo perchè il silenzio in tutti questi anni sul fatto che sono ormai decenni che in telecom non si assume più personale dopo le tante promesse dei cossidetti "avventurieri" che promettevano sviluppo e benefici per tutti.
L'italia industriale e non solo, fa pena forse ci vuole veramente la mano dello straniero per poterci dare una smossa, chissà ....i cinesi!

julis.kaiser 18.09.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto che alcuni politici hanno a cuore che in tutta questa confusione alla fine Telecom rimanga italiana, per difendere "l'italianita'" della telefonia. Un po' come quando l'ex governatore della Banca d'Italia diceva che bisognava difendere "l'italianita'" delle banche.
Ma perche' le banche e i telefoni devono essere italiani?
Unicredito ha comprato HVB bank e Telecom ha oggi comprato AOL Germany. I tedeschi non hanno mica fatto carte false per impedire agli italiani di entrare nel loro mercato. Non hanno difeso la germanita' delle banche o di internet. Forse con la parola "italianita" si vuole intendere "poltronita'" (se mi concedete il neologismo) nel senso che una banca o una azienda di importanza nazionale che passano in mani "straniere" (straniere? ABN? Sono olandesi! Non abbiamo tutti il passaporto UE?) sono poltrone in meno per i propri amichetti ed i vari furbetti del quartierino. Scommetto che tra 2 settimane dello scandalo Telecom - Cassa Depositi e Prestiti (il cui bilancio secondo legge UE rimane fuori dal bilancio dello Stato...quindi addossagli pure tutto il debito che vuoi...tanto paga il signor Rossi) non si sentira' piu' nulla. Intanto a capo della Telecom adesso c'e' Rossi (FIGC), che sostituisce Trochetti Provera (Pirelli). E l'Inter vince lo scudetto perche' nessuno a trovato intecettazioni che la riguardassero. (io sono abbastanza super partes; tifo per la Spal, serie C2... gioisco se si vince contro Castelnuovo Garfagnana per intenderci). E' sempre la stessa gente che gira!
Buon Bel Paese a tutti!

Antonio

Antonio Ferraresi 18.09.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE, NON PARLI PIU'???

www.blublog.it 18.09.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

pultroppo arrivare ai vertici di un azienda in italia e solo una questione di contatti e furbate machiavelliche che una laurea in economia e determinati ambienti universitari (non facciamo nomi, anzi si Bocconi, Luiss) addestrano e procurano benissimo..
COsa crediae che siano i blasonati MBA se non quella chance che questi ambienti offrono (facendosi pagare profumatemente) a coloro che hanno "sbagliato" sciegliendo Ingegneria, Fisica o Filosofia?
a noi venne detto: investite in cultura e arriverete lontano...

La realta e molto diversa e chi ha investito in cultura ora deve costanteente umiliarsi entrando in contatto con l' arrogante ambiente gestionale, in primis con le "Human Resources", covi di sedicenti professionisti il cui mestiere e giudicare e selezionare persone di ben piu alto livello..paradossale!

Credo altresi che il sistema sia alle porte di un crollo. Ma il cambiamento deve venire da noi stessi perche e proprio la nostra rassegnazionea far stare in piedi il sistema .
Con l' auspicio di una RIVOLUZIONE TECNOCRATICA vi saluto..

Alex Germania 18.09.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

NOn sono d'accordo in un mercato sano e libero sarebbe giusto dare le aziende in mano a gente del settore ma oggi come oggi non importa se vendi eletricità, salami o macchine per sopravivere nel mercato servono gente senza scrupoli che conosca i mille modi di usaree l'alta finanza per fregate tutti (lecitamente o non lecitamente).
Come diceva Napoleone " preferisco un comandante fortunato a uno bravo" oggi potremmo dire "preferisco un comandante inaffondabile a uno che sa vendere" Telecom Alitalia in un mondo reale e non nel MATRIX in cui viviamo in Ilatia sarebbero già fallite da tempo.

Libero mercato in libero stato


Condivido il ritorno alla vera imprenditoria.
Dove era importante SAPER FARE QUALCOSA.

Oggi la finanza conosce solo i "Modelli di Business", dove l'elemento di giudizio è il margine sull' investimento.

Non importa che cosa si fa, purchè possa essere fatto anche da idioti.
Se ha questa caratteristica il "modello", oltre che redditivo, viene considerato anche di elevata affidabilità.

Simon Zenandbike 18.09.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Off Topic
#################################################

La Germania non è ancora sazia.

Alla Germania non è bastato Adolf Hitler.

La Germania si è già dimenticata dell'olocausto!

La notizia che ho letto ieri è da brividi, quasi stentavo a crederci...

#################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.

Marcello Cerulli 18.09.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe.condivdo la maggiorparte delle tue idee,e a questo scopo ho creato un blog su cui tratta alcuni tuoi argomenti per far si che più persone vengano a conoscenza dei fatti che succedono oggi nel mondo.ti prego di far visita a questo indirizzo www.ilmondodiste.blogspot.it grazie

stefano piserà 18.09.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non ne fosse ancora al corrente, Bill Gates non è un programmatore, ma solo una che ha rubato idee altrui spacciandole per proprie.
E continua a farlo....

Salvatore Privitera 18.09.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANTI DI VOI AVRANNO IL CORAGGIO ORA DI ANDARE A VEDERE “IL MERCANTE DI PIETRE”

Cari ex/post/neo/comunisti, pacifisti, cattocomunisti, disobbedienti, antiperialisti, autonomi, no global e antioccidentali in genere quanti di voi fra poche settimane avranno il coraggio di andare a vedere “il mercante di pietre”, il film girato da un cineasta italiano che denuncia l'estremismo islamico?

Già, perchè se la Somalia delle suore missionarie è lontana, sono vicini i migliaia di musulmani che ci possono aspettare fuori dalle sale cinematografiche per punirci perchè abbiamo guardato un film blasfemo (sic) e offensivo (sic) per la loro religione.

Sveglia gente, il pericolo è qui e oggi.

Sveglia Grillo. Dillo. Dillo che simo tuti i pericolo di vita. Qui e ora.

I nostri fratelli musulmani lo hanno già dimostrato di cosa sono capaci. Il regista van Gogh è morto a casa sua, squartato da un estremista. A quando la morte di un innocente spettatore di un film cosiddetto blasfemo!!!

Roberto Staroni 18.09.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei vedere questi grandi colossi dell'economia come riuscirebbero a gestire i loro badget con mille - millecinquecento euro al mese facento tutto quello che riesce a fare un onesto lavoratore con quella risorsa da gestire.
Sarebbero immersi di debiti riducedo la prorpia famiglia al lastrico incapaci di poter gestire al meglio le risorse. Chiunque sarebbe in grado di gestire aziende dove qualsiasi presa di posizione è sempre un altro a pagare, giusta o sbagliata che sia, e sfortunatamente con questi personaggi le decisioni sono sempre sbagliate ed improduttive, consci della loro posizione tranquilla ed immuni a qualsiasi bufera. Dovrebbero pagare di prima persona e forse qualcuno che sa il fatto suo verrebbe a galla.
Non sappiamo cosa farcene di questi buffoni pseudo menager che sono solo capaci di arraffare tutto quello che trovano davanti creando terra bruciata dove passano. Sono peggio dei parassiti. Sono dei virus letali da annientare o costringerli a vivere con mille euro al mese. Si toglierebbero dalle p..e loro stessi entro breve tempo.

giuseppe cannizzo 18.09.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE! MA NON FAI NESSUN POST/COMMENTO SULL'ABBANDONO DEL TRONCHETTO?!?

MI SA CHE STAI ANCORA PISTO UBRIACO A FESTEGGIARE, EH?

CIAO

Stefano

Stefano Pagliaro 18.09.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E GUIDO ROSSI.....

Andate a leggere la biografia su http://it.wikipedia.org/wiki/Guido_Rossi

e scoprirete che ne sarà di noi...

Antonio Luce 18.09.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

La grande quantita' di piccoli azionisti dimostra che questo e' quel che ci meritiamo. Dimentichi Angelo Rizzoli. Da Martinitt a grande editore. F

Francesco Manfredi 18.09.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Niente di strano e di nuovo su questo mondo....
da sempre sono esistite le classi , da sempre sono esistiti gli eletti....
una volta c'erano i "nobili", nominati da qualche regnante o da qualche papa, oggi ci sono ci sono i "MANAGER" nominati da qualche stato o consiglio di amministrazione, da sempre sfruttano , mangiano, rubano, nulla di nuovo sotto questo cielo.....
I francesi tanto tempo fa hanno trovato un antitodo , perchè per questa gente non esiste legge che li ferma, l'antitodo si chiama ghigliottina, bisogna solo avere il coraggio di montarla su una piazza molto larga....

quello che mi fa più orrore e vedere che ci sono alcuni che sono talmente paria nell'anima , talmente plebei nel DNA che hanno il coraggio di giustificare questo schifo, ..... bravi !!! magari nella prossima vita verrete premiati e passerete di grado , diventerete manager anche voi.

Piero olivieri 18.09.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ho letto i commenti al tuo post. Sono un manager, anzi ex manager, cacciato per competenza eccessiva.Ho avuto anche una liquidazione, non di quelle che dici tu, ma va bene lo stesso.Vorrei però focalizzare l'attenzione su di un meccanismo che ho capito solo dopo aver frequentato per 15 anni le stanze dei bottoni.
Il lavoro del manager, non è quello che crediamo.
Il lavoro del manager è di mantenere il suo livello di potere attraverso relazioni,sfruttamento, e gestione di persone con il bene placido del CDA.
Spesso chi ha abusato delle posizioni di potere in aziende che poi hanno subito tracolli, trova un altro posto nello stesso settore. Come mai? Teoricamente il settore dovrebbe sapere di che "bestia" stiamo parlando. Infatti gli azionisti o roprietari lo assumo proprio per quel pelo sullo stomaco che ha dimostrato nella vicenda recedente.
Un giorno un mio amico mi raccontò che avrebbe voluto andare in Costarica e aprire un ristorante sulla spiaggia (sogno di molti). E mi disse:" poi prendiamo due cichi che cucinano per turisti e noi andiamo al mare". Io risposi" ma i due cichi si imboscano denari!" e lui rispose:"Quanto? 20 dollari? E tu dove eri?" e io : " al mare!". E lui mi disse" Bene. Hai pagato 20 dollari per ander al mare". In sintesi, gli azionisti metteno dei "predoni controllati" al timone delle loro imprese mentre vanno al mare. Meglio di avere a che fare con qualcuno che voglia risolvere problemi e lavori sul serio. Ne sarebbero coinvolti. Se i danni superano le previsioni? Nessun problema, tra ammortizzatori sociali e le possibilità delle nostre leggi, si può sempre uscirne candidi come la neve di montagna.

Roberto Negrini 18.09.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Grande. Grande. Grande.
Vogliamo imprenditori che sappiano cosa stanno vendendo.
Basta con i tronchetti per cui vendere telefonia o patate è esattamente lo stesso. Basta con i mungitori di aziende!
E io continuo a crescere senza capire.
http://www.marcopagnin.it/index.php?2006/08/10/93-sto-crescendo-ma-non-capisco

Marco Pagnin 18.09.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Questo è un commento qualunquista, Grilo, se permetti.

E' ovvio che parlare di 1000€ all'operaio e di milioni di € per il manager, faccia pensare a qualcosa di profondamente sbagliato.

D'altra parte, i manager vengono nominati dai consigli d'amministrazione, non è che si prendano i posti con la violenza. Se il consiglio di amministrazione li elegge, una ragione ci sarà. E se il consiglio di amministrazione decide di pagare compensi principeschi, anche qui una ragione ci sarà.

La differenza di compenso sbalordisce noi lettori, ma se il manager prende quei compensi è perchè, di solito, gli azionisti hanno fatto il loro guadagno. Ed è l'unica cosa che vogliono.

Allora il problema non è mandare a casa i manager, ma mandare a casa gli azionisti. Accidenti, ma se facciamo questo non c'è più nessuno, poi, che si mette ad investire. E caschiamo di nuovo in quelle situazioni penose dove l'operaio, senza lavoro, farebbe carte false pur di avere i suoi 1000€. O come lo stato filocomunista che, quando i posti di lavoro diminuiscono, si mette a piagnucolare ed accusa gli imprenditori "...di non voler più accollarsi i rischi...".

Secondo me, dobbiamo smettere di parlare di massimi sistemi e dobbiamo tornare all'uomo ed alla sua natura, ai sui difetti, ai suoi limiti. Quello che viviamo non è altro che il risultato di ciò che l'essere umano è.

Tutte le critiche che muoviamo al sistema dovrebbero essere rivolte agli uomini che compongono il sistema. Dovremmo indirizzare i ns. sforzi a capire perchè quegli uomini si comportino in quel modo. E, una volta capito, dovremmo vedere se ci sia la possibilità di cambiare gli uomini.

Se no, non cambierà mai nulla.


Carlo OGGIONNI 18.09.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

altra domanda: Perchè i dipendenti di enti pubblici (tra cui polizzia e carabinieri) hanno agevolazioni che i dipendenti privati non hanno? Tipo ticket lunch, quasi il doppio dei giorni di ferie etc... i sindacati parlano di equità ma dov'è quest'equità? siamo il paese con più dipendenti pubblici in europa, ma dove se si chiede un certificato si impiegano anni per averlo (certo tra gli impiegati in malattia, quelli in ferie, quelli in congedo familiare etc - i lavoratori pubblici effettivamente in forze sono 1/5)

E IO PAGO!!!!!!

Stefania Fioritoni 18.09.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono completamente d'accordo con Beppe e trovo insopportabile che tutti continuiamo ad accettare che persone incompetenti stiano ai vertici delle società. Telecom e Fiat sono solo la punta dell'iceberg. Lavoro in una multinazionale e ogni giorno devo convivere con regole imposte non per il profitto dell'azienda ma per la compiacenza verso managers (o presunti tali).
Lavoro da 22 anni e credevo di aver capito quale fosse il modo di lavorare per il bene dell'azienda, ma ogni giorno mi scontro con richieste assurde volte solo a soddisfare posizioni di pseudo-potere (?!).
Cosa può fare ognuno nel suo piccolo per cercare di ristabilire un minimo di buon senso nelle aziende ?
Meno male che c'è questo blog pieno di persone sane !

Riccarda Mariani 18.09.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due anni fa, a Treviso il buon Beppe, nel suo spettacolo disse che la telecom era ll'azienda più indebitata d'Italia, ed aggiunse "non dite che non eravate stati avvertiti", riferendosi a parmalat ovviamente. Ricordo con terrore i didscorsi che si sentivano nel periodo in cui la bosra faceva sempre utile. Tutti neo finanzieri, incapaci di parlare, specie in italiano, ma nel loro lessico, perfettamante padroni di termini tipo "home bancking". In questi anni ho avuto degli orgasmi plurimi a vedere e sentire questi cazzoni piangere perchè avevano perso i soldini. BASTA!! ma chi credete di essere? per troppi anni ho visto gente incapace a capo di piccole medie aziende, e hanno fallito, figuriamoci con le grandi. Vorrei vederli in fonderia questi testoni, o al petrolchimico a Marghera. Cosa ha prodotto questa neo cultura di finanziari\finanziarie\master-reating-stock options e cazzi vari che non si capisce. NIENTE. A casa tutti, c'è bisogno di gente che lavori seriamente e con competenza. Ciao Beppe, continua così.
A proposito per uno che ha scritto prima di me: io credo in Dio e non mi sento coglione!!

Antonio Rondon 18.09.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono offeso nel profondo del cuore: se esistini persone che guadagnano 100 o 1000, e' probabile che queste persone valgono 100 o 1000 volte me stesso!
Che cosa fanno, cagano 100 o 1000 volte meglio di me?

Beppe Cagliati 18.09.06 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo al 100% al post di Beppe. Ecco un'altra delle mille storture di questo Paese dei Controsensi.

Un amministratore delegato dovrebbe:
1) Guadagnare in rapporto allo stato di salute dell'azienda
2) L'alto ingaggio dovrebbe significare "alte responsabilità", ma se comunque vada è un successo, allora l'alto ingaggio da cosa è giustificato?
3) La conseguenza dei primi 2 punti sarebbe quello di assumere una persona capace, non solo a fare il prestigiatore finanziario, spostando capitali da una parte all'altra, ma anche e soprattutto uno che abbia competenze concrete di ciò che amministra.

Queste 3 regolette stupide e ovvie sono naturalmente seguite della piccola e media imprenditoria, ma non capisco perchè per valori più grandi non valgono più.... ma d'altronde noi siamo il Paese dei favori e dei piaceri, delle parentele e del buonismo....

Patrick De Angelis 18.09.06 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo de non ci sia conflitto di interessi da parte del Sig. Rossi nel fare l' amministratore di telecom quando wuesta è il primo sponsor del calcio italiano?

salvatore cittadino 18.09.06 00:54| 
 |
Rispondi al commento

MA PORCA PUTTANA


A ME FA INCAZZARE CHE IN QUESTO PAESE GIRINO SEMPRE E SOLO LE SOLITE FACCIE DA CAZZO (PARLO DEL GOVERNO PRECEDENTE E DI QUELLO ATTUALE).
BENCHE HO VOTATO UNA VOLTA X UNO E L'ALTRA VOLTA PER L'ALTRO MI SONO ROTTO I COGLIONI.
NON SANNO GOVERNARE, FANNO SOLO I PROPRI INTERESSI.

MA NON C'E' NESSUNO A PARTE TE GRILLO CON UNA CAZZO DI IDEA PORCA PUTTANA, E PENSARE CHE SEI UN COMICO

LORO SONO TUTTI TERRORISTI E LO STANNO DIMOSTRANDO

PORCA PUTTANA NON C'E' UNA PERSONA DICO UNA CHE ABBIA LE PALLE, CI STANNO RINCOGLIONENDO COME SEMPRE CON QUESTI PROGRAMMI DEL CAZZO.

LE TV POI SONO PER DEFICENTI

FORTUNA CHE C'E' LA RETE, ANCHE SE MI TOCCA PAGARE IL CANONE A QUELLA FALLITA DEL CAZZO DI TELECOM

roberto gramolini Commentatore in marcia al V2day 18.09.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai toccato un punto fondamentale Beppe...!...come la gente non si rende minimamente conto che questi soggetti STRAPAGATI ,da sistemare almeno sette generazioni , sono il piu delle volte individui di mediocre profilo messi li' grazie a chissa'quale losco compromesso.... !....finche' non ci sara'un minimo di giustizia....non ci sara' pace...!

massi.massimiliano 17.09.06 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Come ci avevi già preannunciato la Telecom è cotta ed ha inziato il suo ultimo giro di boa...inizieranno indagini e scoppierà un casino simil Parmalat!! il sig. tronchetti si è dimesso per prepararsi al peggio altro che conflitti con il governo.ha l'acqua alla gola e ne vedremmo delle belle!!!
nel frattempo gli azionisti si preparino a soffrire...

alberto tentacoli 17.09.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si sente dire che il problema dell'Italia è l'alto costo della manodopera..., altri dicono che è il debito pubblico..., oppure la carenza di materie prime e fonti di energia.
Io invece credo che sia proprio L'INCOMPETENZA MANAGERIALE.
Basta prendere per esempio Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria, che va in giro a fare il TURBOMANAGER, ha fatto carriera in FIAT, e se non ci fossero stati i sussidi statali, le casse integrazioni e gli incentivi di rottamazione (sempre sovvenzionati dallo stato) la FIAT sarebbe fallita venti anni fà.
I manager italiani sanno solo prevatizzare i guadagni e socializare le perdite.

Raffaele Alboni Commentatore in marcia al V2day 17.09.06 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Se volete unirvi in un nuovo movimento di idee, Partito Giovani, andate sul sito http://nuoveideeinpolitica.com oppure
http://www.partitogiovani.com

PROFESSOR GUIDI 17.09.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

x Jane Five

Guarda, ti dico le prime che mi vengono in mente:

- E sommerso dai debiti ovviamente non con soldi suoi ma con i soldi delle banche.
- E azionista maggioritario di diverse aziende tra le quali banche. Neanche le possiede, ha semplicemente persone di fiducia nei loro CdA e quindi pùo controllarle ed eventualmente spolparle come meglio crede.
- Servizi attivati senza richiesta, tariffe elevate solo per spremere il più possibile i clienti forzati
- Mancata abolizione del famigerato ultimo miglio, che di fatto impedisce una sana concorrenza
- "Costi di ricarica" sulle ricariche telefoniche, unici in Europa. Ma qui è in buona compagnia con Wind e Vodafone.
- Il "Tycoon", perchè magnate suonava come un doppio senso, sì è preso pure suon di liquidazione, un vero tycoon d'oltreoceano probabilmente avrebbe fatto harakiri.

Se non ti basta, fatti una bella ricerca per conto tuo su siti possibilmente stranieri.
Aspetta, ti aiuto un pochino:

http://www.businessweek.com/globalbiz/content/sep2006/gb20060912_946472.htm?chan=search

Ciao

Sergio Zeta 17.09.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO INVIDIO IMMENSAMENTE IL CARO ROSSI CHE RIESCE A PASSARE DA CALCIOPOLI ALLA TELECOM SENZA PROBLEMI. CHE GENIO... COME FA? IO NON SONO PROPRIO NESSUNO....

Paolo Croce 17.09.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento

no,nn mi sta bene,ma questi sono peggio,mooooolto peggio,nonostante quello che facciano credere gli organi di stampa(che poi sono i loro,o dei loro affiliati in affari),le ramificazioni che hanno esteso sono infinite e solo degli illusi possono non accorgersene,dalla finanza,all'editoria,alla magistratura ecc ecc,fanno veramente schifo...

ELEZIONI SUBITO 17.09.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

E'UNA SOCIETA' ORGANIZZATA COSI PURTROPPO.
COSA C'E' DI LOGICO DARE LA PENSIONE AI NS. PARLAMENTARI DOPO DUE ANNI E MEZZO DI LEGISLATURA, E CHE PENSIONE!!!!!!
E NOI LA PERCEPIAMO DOPO QUASI 40 ANNI E CHE PENSIONE!!!
DOPO DISASTRI IN UNA SOCIETA LI MANDANO A FARE DISASTRI IN UN ALTRA: MA NON POSSONO FARE ALTRIMENTI IN QUANTO SONO SOLO DEI RACCOMADATI FACENTI PARTE DI QUELLA TRASVERSALITA' POLITICA CHE NON HA PARTITO MA SOLO LOBBY.

AL LETTORE ''ELEZIONI SUBITO'' vorrei chiedere:
A TE STA BENE CESARE PREVITI e C.?

Saluti

gio bandenere 17.09.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

MORTADELLA DEVI SCOMPARIRE....FUORI DALLE PALLE I D'ALEMA I BERTINOTTI ,I RUTELLI...SIETE FALSI,VISCIDI ED IPOCRITI...L'ITALIA VI PUNIRA' PRESTO...

ELEZIONI SUBITO 17.09.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...è successo perchè siamo tutti drogati! Ci creano il problema del pallone, il cellulare che ti fotografa, le suonerie polifoniche, l'isola dei famosi, Maria De Filippi, Costantino, gli uomini con il dorso depilato, le veline, la fattoria, incantesimo, adesso il far west e le avventure della mandria, le storielle di quattro puttanelle che diventano dive, la lavatrice in mezzo al loft da 1500 mq... Insomma tutto per diventare più idioti! Io sto provando a disintossicarmi all'estero.

Giuseppe Testa 17.09.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...è successo perchè in Italia siamo tutti drogati di pallone, cellulari, veline, uomini dal dorso depilato, Maria De Filippi, l'isola dei famosi, adesso l'avventura del far west, la fattoria, maurizio costanzo... Siamo completamente rincoglioniti! Mi sto disintossicando fuori dall'italia...

Giuseppe Testa 17.09.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

...è successo perchè in Italia siamo tutti drogati di pallone, cellulari, veline, uomini dal dorso depilato, Maria De Filippi, l'isola dei famosi, adesso l'avventura del far west, la fattoria, maurizio costanzo... Siamo completamente rincoglioniti! Mi sto disintossicando fuori dall'italia...

Giuseppe Testa 17.09.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

...è successo perchè in Italia siamo tutti drogati di pallone, cellulari, veline, uomini dal dorso depilato, Maria De Filippi, l'isola dei famosi, adesso l'avventura del far west, la fattoria, maurizio costanzo... Siamo completamente rincoglioniti! Mi sto disintossicando fuori dall'italia...

Giuseppe Testa 17.09.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Altra barzelletta: Belusconi(!!!!): Altrove si sarebbero dimessi!!!!! (senti chi parla!!!!). Ripeto, ma Prodi non è meglio di Berlusca. L'Italia delle barzellette per idioti continua!

Giuseppe Testa 17.09.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono un collaboratore esterno del gestore dell'acquedotto di Firenze (Publiacqua spa) e di altri 49 comuni (Prato, Pistoia, ecc.). Quindi, un professionista che lavora solo per loro, insieme ad altri 14 tecnici che coprono il territorio. Il nuovo azionista di maggioranza (Acea, 40%) ha insediato l'Amministratore Delegato, che appena arrivato ha iniziato i tagli, non tanto al personale, ma ai "rami esterni", come siamo noi. Per cui, dal prossimo anno siamo a casa, faranno il nostro lavoro "con gli interni" che sono in esubero. Il meccanismo è semplice: si deve far quadrare il bilancio, ma soprattutto si deve creare l'unica cosa che conta per le Spa: il PROFITTO! Quindi, nessuna espansione o ristrutturazione delle reti idriche, per lo più vecchie che perdono in continuazione. Fuori ogni persona con contratti come il nostro. Limitate al minimo le spese anche di cancelleria. Del resto, l'Acea, gestore dell'acquedotto romano, ha un rendimento del 27%, a scapito di reti che risalgono agli anni trenta del secolo scorso, anche prima. Gli azionisti degli acquedotti (per ora) sarebbero i Comuni e/o le aziende speciali: secondo voi, sono interessati più ai profitti, oppure agli investimenti? In fondo le reti idriche appartengono ai Comuni, non ai gestori privati. Secondo me, sarebbe più qualitativo rifare gli acquedotti, con i soldi che, invece, ingrasseranno i conti di questi grossi manager a cui abbiamo permesso, di diventare padroni assoluti delle persone e delle loro vite, grazie al miraggio delle PRIVATIZZAZIONI! Invece, quando verranno presentati ai Comuni i bilanci, il CdA farà un figurone, anche perchè i rendimenti (appunto) delle azioni dei Comuni daranno grandi risultati! Successivamente, Publiacqua bypasserà tutti i Comuni facendo una grande holding con il gestore di Pisa, Acque spa. Poi, quoterà tutto in borsa. Poi, immaginate le mosse successive! Io, nel frattempo, vado a casa a 46 anni. Vogliamo questo futuro? Non credo d'essere l'unico in questa situazione.

Paolo Coraggio 17.09.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Come mai la nostra cara Italia è caduta in mano a questi sedicenti uomini di affari? Come ci sono riusciti a prendere le redini del potere?
Se penso soltanto ad Enzo Ferrari, Camillo Olivetti, lo stesso Pirelli, Breda e tutti gli altri uomini che hanno fatto grande l'Italia e poi penso a Tronchetti Provera, non so se essere più depresso o più incazzato!

Nino Cuomo 17.09.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

IL BLUES DEL LAVORATORE #2 Bob Dylan da MODERN TIME(uscito in questi giorni in italia)------
C'è la nebbia della sera che cala sulla città
mentre la luce stellare si riverbera sullo specchio del fiume
Il potere d'acquisto del proletariato è andato a fondo
Il denaro sta diventando sempre più debole ed inconsistente
I luoghi che amavo sono ormai un dolce ricordo
E' nuovo il sentiero che abbiam percorso
Dicono che i salari bassi sono una realtà
se vogliamo competere con l'estero
Le mie armi crudeli sono sulla mensola
Vieni a sederti sulle mie ginocchia
mi sei più cara di me stesso
e da te lo puoi capire
Mentre sento le rotaie d'acciaio vibrare
ho chiusi gli occhi e serrati
e me ne sto qui, seduto, cercando di impedire che la fame
mi si insinui nelle budella
Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e anche le scarpe
Puoi o esitare o combattere al meglio che puoi sulla linea del fronte
cantando un po' di questi blues del lavoratore
Sto navigando indietro, pronto per la lunga raccolta
Sballottato dai venti e dai mari
Li trascinerò tutti quanti all'inferno e tutti li metterò al muro
Li venderò ai loro nemici
e cercherò di nutrire la mia anima col pensiero
Dormirò per tutto il resto del giorno
Ci sono volte che nessuno vuole quel che ha
Ma ci sono volte che quel che hai non puoi darlo via-----
continua

andrea mastrodomenico 17.09.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Non sono daccordo nel sostenere che Santoro è un santo e il lecca lecca di rete 4 è una bestia. Prodi è un santo Berlusca la bestia o viceversa. Sarà pur vero, L'UNO O L'ALTRO, ma qui bisogna imboccare la strada del meno peggio. Tanto vale avere il meno peggio fin quando uno ancora meno peggio sostituirà il precedente. Imbocchiamo la stada del meno peggio! Faremo passi da gigante!

Giuseppe Testa 17.09.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

SANTORO VERA INFORMAZIONE!!!!!! AH AH AH AH
TRAVAGLIO GRANDE GIORNALISTA !!!!! AH AH AH AH AH
VEDO CHE GRILLO NON E' L'UNICO COMICO SU QUESTO BLOG.....

CHE RIDERE 17.09.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe.

Il gruppo di www.ecopt.it ha pubblicato la seconda parte del report: "Telecom: una storia italiana".

Colaninno ed i "capitani coraggiosi" sono i protagonisti di questa puntata che si concentra sui primi anni post-privatizzazione.

L'articolo è al sito:

http://www.ecopt.it/2006/09/17/telecom-una-storia-italiana-ii-parte/

Speriamo, con questi contributi, di permettere una maggiore comprensione degli avvenimenti recenti attraverso un approfondimento sull'intera storia di Telecom.

Ciao e buon lavoro

Stefano Santelli Brilli

Stefano Santelli Brilli 17.09.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

...inoltre vorrei ringraziare tutti i tecnici di manutenzione Alitalia e tutti i piloti di questa compagnia per essere riusciti a fare volare gli aerei affrontando ogni giorno chissà quanti problemi. Il risultato del vostro lavoro è evidente. Finora nessun incidente grave! Spero che riusciate a fare ancora i miracoli. Sono un vostro utente. Sarei curioso, difatti, di metter le mani sui documenti di manutenzione, sull'acquisto dei ricambi e su quanto avranno tirato la cinghia su questi importantissimi fattori, i super manager non degni neanche della mia cucina di casa!!

Giuseppe Testa 17.09.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

E' tornato Santoro in TV:si vede finalmente un po'di vera informazione,si sollevano coperchi di pentoloni pieni di m...a:caporalato,disperazione degli immigrati,politici con una fedina penale che provenzano se la sogna!!E poi si rivede un grande giornalista come Travaglio...mi sono stropicciato gli occhi per 10 min!!!vorrei segnalare una piccola anomalia forse solo italiana:perchè esistonole società di lavoro interinale quando a gestire il mondo del lavoro se ne occupa prevalentemente il sindacato che svolge ormai la funzione degli uffici di collocamento?"segnala" le risorse umane alle varie aziende e poi,una volta assunte,si impegna farci firmare la delega con la quale ci preleva circa 12 euro mensili(un piccolo pizzo) per una cosa che ci spetta di diritto:un posto di lavoro!HO svolto percirca 3 anni la funzione di delegato sindacale in una azienda chimica ed ho visto lo stretto rapporto tra l'azienda e la fulc...sindacato dove sei???sei scomparso!!Faccio pubblicità al nuovo dvd di Grillo "incantesimi" fantastico.Acquistatelo

Gianluca R. 17.09.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

la dittatura di sinistra sta per finire...questi 4 rubagalline incapaci e ipocriti cadranno entro un mese....l'Italia e' salva...

CADONOOOOOOO 17.09.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

...dimenticavo: hanno scoperto che il probabile aggressore dell'edicolante a Napoli è uno scarcerato dell'indulto del prodino buonino. Ma che fà non si sapeva che sarebbe successo questo e tanto altro? Volete che mi stupisco?. Ok, faccio il coglione mi stupisco!

Giuseppe Testa 17.09.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stiamo alla torta........

Mi viene lo schifo a pensare di fare ogni giorno mille sacrifici sui libri e sui treni avanti e indietro per cercare di costruirmi un futuro di cui non avrò una certezza, quando dei parassiti attaccano le nostre già fragili strutture democratiche per cercare di succhiare quanto più sangue verde è possibile.

L'università è messa male, siamo messi male con la ricerca e i finanziamenti, la qualità delle nostra istruzione è crollata etc...( si potrebbe continuare per un giorno).

Mi preoccupo non per oggi, ma per i milioni di tronchetti che ci saranno domani.
I giornalisti se ne fregano, i ministri della repubblica stanno riscaldando le poltrone e la cosa più atroce è che noi sopportiamo e siamo sottomessi.
Quanto più il cane mette la coda tra le gambe tanto più il padrone lo bastona.

Basta!!!!!

Prendiamo coscienza del nostro ruolo in una democrazia e mandiamo questa gente vetusta e antiquata a smaltire le loro stupide dottrine in ospizi politici.

Prendiamo noi giovani il ruolo di migliorare le nostre vite.

Siccome ci credono dei poveri fessi, si stanno divertendo chi a rubare di quà , chi di là, chi con l'alitalia, chi con la telecom , chi con calciopoli, chi con le nostre tasse.

A raga' ma per una volta tanto facciamoci senti'

basta di sti berlusconi, di sta gente filopapale, di sti preti politici. Diamo le risorse a chi le sà gestire, a chi le mette a frutto e rispetta la democrazia ma ancorpiù i diritti dell'uomo non come un cane bastonato, ma di un essere pronto a mandare a fare in c.... quelli che bloccano il suo cammino di progresso e crescita culturale. SEnza cultura saremmo tutti dei Tronchetti.

beppe perchè non organizzi un bel raduno di tutti noi incazzati d'Italia......???????????

Enzo da caerta 17.09.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

la dittatura di sinistra sta per finire...questi 4 rubagalline incapaci e ipocriti cadranno entro un mese....l'Italia e' salva...

CADONOOOOOOOOO 17.09.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Dal SecoloXIX di ieri, in prima pagina:

- IL SACRIFICIO DEL TYCOON -

Con le dimisioni rassegnate ieri sera a sorpresa, Marco Tronchetti Provera interrompe un'ascesa che per vent'anni è parsa irresistibile.
L'enfant prodige della finanza italiana (fantastica questa) cede la poltrona di presidente di Telecom Italia, uno dei più importanti gruppi industriali italiani, all'avvocato Guido Rossi, l'uomo dei momenti difficili: un epilogo che ripropone un copione drammatico..
.. Tronchetti si è probabilmente fatto da parte per non danneggiare ulteriormente la società..


Voglio solo dire che mi viene da vomitare.
Perchè nessuno scrive quello che ha fatto?
E così facile incensare una persona senza neanche indagare sul suo passato?

Sergio Zeta 17.09.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signori, l'Italia tutta è in mano a 4 squali che se non fosse per il fatto che hanno tornaconti grassissimi, sarebbero dei perfetti idioti. Non darei loro a gestire neanche la cucina di casa mia, ma per incompetenza della classe politica, favoritismo, mafie economiche-politiche ci troviamo a dare in mano le aziende che l'Italia (cioè gli italiani con le loro tasse) ha messo su, e che questi "imbecilli " di manager divorano. Ma è mai possibile che non esiste più una classe dirigente capace, in grado di ragionare con una logica oserei dire banale ma funzionale?. Si sono bevuti tutti il cervello? E' possibile che l'unico che riece a dare una spinta diversa sembra essere Montezemolo (se mi sbaglio ditemelo perchè potrebbe anche essere). Oggi ho acceso la Tv italiana: Sono attualmente in Francia. Ebbene in sequenza Calderoli, l'idiota che vuol rimetter la maglietta "ironica" e poi un accorato appello, l'ennesimo di un giornalista "sportivo" che ho visto tante altre volte in TV, ma di cui ignoro il nome (con la barbetta alla Nerone) che nobilitava la Juventus e che sosteneva che senza questa squadra la serie A non sarebbe mai stata la stessa... (come se in Italia se non c'è la Juve non si può vivere) con tanto di prosopopea accorata. Perchè non facciamo un campionato in cui può vincere solo la Juve, o al massimo qualche altra squadra come il Milan?? Siamo in uno stato di imbecilli, governato da imbecilli, gestisto da manager imbecilli e dove i più imbecilli siamo noi che non facciamo nulla. Però siamo i campioni del mondo! tsè!!!

Giuseppe Testa 17.09.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Signori, l'Italia tutta è in mano a 4 squali che se non fosse per il fatto che hanno tornaconti grassissimi, sarebbero dei perfetti idioti. Non darei loro a gestire neanche la cucina di casa mia, ma per incompetenza della classe politica, favoritismo, mafie economiche-politiche ci troviamo a dare in mano le aziende che l'Italia (cioè gli italiani con le loro tasse) ha messo su, e che questi "imbecilli " di manager divorano. Ma è mai possibile che non esiste più una classe dirigente capace, in grado di ragionare con una logica oserei dire banale ma funzionale?. Si sono bevuti tutti il cervello? E' possibile che l'unico che riece a dare una spinta diversa sembra essere Montezemolo (se mi sbaglio ditemelo perchè potrebbe anche essere). Oggi ho acceso la Tv italiana: Sono attualmente in Francia. Ebbene in sequenza Calderoli, l'idiota che vuol rimetter la maglietta "ironica" e poi un accorato appello, l'ennesimo di un giornalista "sportivo" che ho visto tante altre volte in TV, ma di cui ignoro il nome (con la barbetta alla Nerone) che nobilitava la Juventus e che sosteneva che senza questa squadra la serie A non sarebbe mai stata la stessa... (come se in Italia se non c'è la Juve non si può vivere) con tanto di prosopopea accorata. Perchè non facciamo un campionato in cui può vincere solo la Juve, o al massimo qualche altra squadra come il Milan?? Siamo in uno stato di imbecilli, governato da imbecilli, gestisto da manager imbecilli e dove i più imbecilli siamo noi che non facciamo nulla. Però siamo i campioni del mondo! tsè!!!

Giuseppe Testa 17.09.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

L'azienda bancaria nella quale lavoro, ormai da anni attuava un piano di azionariato diffuso tra i dipendenti a tutti i livelli. Quest'anno il consiglio di amministrazione, non pago di finire sul Sole 24 ore per i guadagni milionari (in euro)ha deciso che dare a tutti i dipendenti 400 azioni era un costo eccessivo, e ha stabilito di dirottare sui meglio top managers del gruppo, un numero ben superiore di azioni, per meglio incentivarli......
La storia è sempre la stessa.
Gatti e volpi ce ne sono a decne, e migliaia di pinocchietti aspirano a moltiplicare i loro soldini in borsa.....

stella polare 17.09.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

I soldi non mancano mai solo per fare guerre mascherate da missioni di PACE.

Avete notato? oggi non si dichiara piu' guerra ad una nazione spesso innocente, la si accusa di terrorismo (salvo poi dover ritrattare a guerrra conclusa vedi Iraq) oppure di costruire bombe atomiche SENZA PROVE anzi in netto contrasto con quanto afferma l'IEA, si bombardano le strutture incriminate illegalmente salvo poi estendere la distruzione a tutto il resto.

Questo machiavellismo imperante nella politica occidentale ci sta portando nel baratro di una nuova guerra mondiale e uno scontro tra religioni come non si aveva dai tempi delle crociate.

L'oriente non e' innocente ha le sue responsabilita', MA la politica occidentale non ha fatto altro che esasperare le differenze e aumentare i rischi per le popolazioni la sicurezza dei cittadini.

Questa politica di Bush condivisa anche dal nostro paese e' il fallimento della repubblica democratica, il fallimento della civiltà occidentale, ed avra' serissime ripercussioni nei prossimi decenni, ormai sempre piu' nazioni asiatiche e africane stanno diventando tabu' anche per il turismo, i gruppi estremisti sempre piu' appoggiati.

Con quale coraggio certi politici ancora si permettono di prendere in giro la popolazione civile occidentale dichiarando che lo fanno per la pace e per la sicurezza quando i fatti parlano chiaramente di tutt'altro: di destabilizzazione e guerra.

Questo governo nuovo italiano si sta dimostrando pessimo quanto lo e' stato il precedente se non di piu', un record in pochi mesi!.

Le speranze dei cittadini onesti italiani che so essere la grande maggioranza sono state mal riposte, mi dispiace vedere un grande paese come l'italia finire ultimo quansi in tutto ad opera di un sabotaggio interno che procede da decenni.


L'italia si puo salvare solo se gli italiani cacciano via tutta questa classe politica e finanziaria e ricominciano da zero e questo avverra' probabilmente solo quando tutta sarà stato razziato.

Frank K. 17.09.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

A conferma di quanto sono d'accordo, portero questa personale testimonianza senza fare nomi.
Affermatta ditta del nord 500 dipendenti sottopagati 3 divisioni 12 dirigenti ben pagati.
Nel 2005 "affittano" per un anno,un esperto salvabilanci a UNMILIARDODIVECCHIELIRE, per sentirci dire che per aumentare la produttività bisongna lavorare di più e quindi ci tolgono la mensa..... Ma la applicavo anch'io per molto meno una strategia così, avrei solamente aggiunto, per bilanciare i conti, l'allontanamento di tutti i dirigenti VERI RESPONSABILI DEL DECLINO AZIENDALE.
Sig. Grillo, lei che è un comico,perchè non ci sono più le storie a lieto fine in Italia?
Un caro saluto.
Mario

mario rossi 17.09.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

cristiani sionizzati e agli odiosi crociati": QUESTO SAREBBE IL RISPETTO PER LE ALTRE RELIGIONI?

MA SCHERZIAMO?

Questo è il tipico atteggiamento di chi non accetta il pensiero altrui, di chi non è per la libertà d'espressione, anzi, di chi non AMA LA LIBERTA'!

Ogni forma di fondamentalismo (cristiano, islamico, buddista...) è da CONDANNARE!

Ed è quello che ha fatto Benedetto XVI nel suo discorso nell'Aula Magna dell’Università di Regensburg.

Vi propongo di leggere con attenzione alcuni passi del discorso, quelli appunto contestati...

DITEMI DOVE HA ERRATO IL PAPA!

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER IL POST!


Egr. Sig. GRILLO
LE Sue riflessioni sul ns capitalismo e sulla incompetenza dei ns manager sono esatte.
Personalmente nella mia esperienza lavorativa ho potuto costatare più volte che la competanza il sapere le cose NON pagano in termini di "carriera" contano le amicizie e il saper sgusciare frà i pettegolezzi cioè fare il "ruffiano".
Purtroppo in questi ultimi anni abbiamo assistito a delle cose incredibili.
Il manager vale se sà licenziare, delocalizzare, vendere scatole vuote, andare in borsa e poi scappare !!
La professionalità, la conoscenza, il fare prodotti innovativi, NO non paga pagano solo le cose fumose, meno sai, più casini combini. più ti pagano e ti danno anche la buona uscita !!!
Questa è l'italia che va ???
grazie e cordiali saluti
Franco

franco porta 17.09.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Hai ancora una volta colpito nel segno, ma non sono qui per idolatrarti, vorrei però che tutti noi che ormai siamo una enorme "macchina da guerra" potessimo fare qualcosa, abbiamo le mani legate perchè non sappiamo dove sbattere la testa, cosa possiamo fare per mandare a casa Catania, Cimoli ecc.....??? propongo una cosa, caro Beppe, perchè non creare un elenco di questi Top Manager (meglio chiamarli Flop Manager!!!) con la loro storia, e annesso ad essa i risultati portati nelle varie aziende dove sono stati chiamati a "LAVORARE!"? esempio:
Dott. XY nel 2002 chiamato a risanare l'azienda JK che aveva TOT milioni di debito e liquidato dopo un anno lasciando la stessa azienda con TOT milioni di debito.
Questo ci darebbe l'esatta dimensione di questi faccendieri e magari potremmo aprire una sottoscrizione per pubblicare una pagina come abbiamo già fatto precedentemente, che ne dici si può fare?

Giuseppe Stefanello 17.09.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono arcistufa di come si gestiscono le "cose", intrecci sporchi e poco trasparenti fra politica-denaro-nepotismo e noi??..paghiamo!!Faccio un esempio di come il governo, in cui io riversavo speranza e "idealismo", stia dimostrando un'atteggiamento sbagliato, immaturo e distruttivo quando, invece, è proprio il momento di costruire e ridare fiducia alla gente.La scuola: siamo in balia dell'incertezza più totale, si sta distruggendo tutto il lavoro della riforma, costato il suo giusto, sia in termini danarosi che di buona volontà delle insegnanti, per che cosa? BHOOO ! non si deve cancellare tutto del lavoro passato, necessita soltanto di qualche modifica programmatica e di modalità ma nient'altro!non SPRECHIAMO altro tempo in inutili speculazioni politiche..ministro si tiri sù le maniche, legga di più, s'informi meglio dall'utenza e inizi a C O S T R U I R E !!!non ci sono soldi??E' lostesso, si fa con quello che si ha, non sono tutto, i soldi non rappresentano la volontà educativa degli insegnanti, anche se sottopagati, bisfrattati, calpestati loro fanno il possibile per mandare avanti quella relazione con gli allievi che rappresenta il 45% della realtà educativo-formativa nella scuola (è dura, credetemi!!)senza soldi ma con un vertice che dia sicurezza, idee e imput verso una volontà innovatrice e, oserei dire, riformatrice, della scuola.

anna dallaca 17.09.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Infatti, è proprio cosi'!!!!
Tronchetti non sa un bel niente di telefonia, smembrava i telefonini per coprire i debiti della sua azienda, a questo punto, Prodi dovrebbe riferire in parlamento, perche' se il piano di Rovati(suo consigliere econonico, che dovrebbe pure lui dimettersi ma si e' guardato bene dal farlo finora) era quello che ha utilizzato il tronchetto, non e' possibile che Prodi non sappia niente, e più lui tergiversa dal riferire più la credibilita' italiana faticosamente ricostruita cola a picco(più lo psiconano acquista forza e possibilita' propagandistiche forti visto che i mezzi e la faccia tosta non gli mancano e gli italiani sono facilmente influenzabili).

massimiliano dal buono 17.09.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parte 3
Insomma, Rovati è anello di congiunzione importante. Coagula amicizie e raccoglie fiducia. Del resto conosce il premier dal 1974 e negli ambienti finanziari c'è ancora chi si ricorda i servizi di catering che Rovati si aggiudicava ai quattro angoli del mondo quando l'Iri con Prodi presidente apriva cantieri in Africa e Oriente con l'allora potente Italimpianti. Più recente ma meno nota, invece, l'operazione con l'Italfondiario alla fine degli anni '90 quando per circa 60 miliardi di vecchie lire Rovati comprò l'istituto dalle banche popolari. Poi lo vendette a una cordata di imprenditori italiani, capitanati da Luca Cordero di Montezemolo, e una società americana. Gli italiani erano capitanati dal prossimo presidente di Confindustria e si raccoglievano nella Ieffe Holding Spa con lo stesso Rovati. Sempre nella finanziaria che vede oggi soci ancora la coppia Rovati-Cordero di Montezemolo con la misteriosa Antelao, in mano a una fiduciaria ma amministratata da chi fa quadrare i conti dell'immobiliare della signora Flavia Prodi.

livia gridelli 17.09.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Parte 2
A questo punto la vicenda si fa più intricata e altrettanto interessante. Vale quindi la pena svilupparla. Di chi sia infatti Antelao è un mistero.La maggioranza delle azioni sono in portafoglio a una fiduciaria, la Euromobiliare. Ma si possono notare una catena di sorprendenti coincidenze. Antelao ha sede in via Castiglione 21 a Bologna. Allo stesso indirizzo troviamo però sia la società Acquitania srl al 50% della moglie del premier, Flavia Franzoni, sia la Simbulea Spa, immobiliare socia al 50% della signora Prodi in Acquitania. Insomma tre immobiliari che si assomigliano. Se non altro perché anche l'amministratore è sempre lo stesso, ovvero Gian Luca Nanni Costa. Infine, via Castiglione, 21 è l'indirizzo dello studio del commercialista di fiducia di Prodi (e presidente dell'Enel) Piero Gnudi. A questo punto sarebbe interessate conoscere di chi è Simbuleia, socio della signora Flavia. Ma anche questo è coperto da una fiduciaria. Anzi coincidenza vuole che sia ancora Euromobiliare che quindi non è solo la fiduciaria nell'immobiliare divisa tra Rovati e Montezemolo ma detiene anche il 100% dell'immobiliare socia della signora Prodi. Antelao non finisce però di stupire. Perchè anche negli investimenti segue quelli compiuti sia da Cordero di Montezemolo sia dalla socia della Prodi. E infatti sia la Fi.Svi del presidente di Confindustria, sia Antelao possiedono il 20% di Italiana Tabacchi della nota famiglia Maccaferri, tra i quali Gaetano è presidente dell'associazione industriali di Bologna. Ma un altro 2 per cento dell'Italiana Tabacchi è in mano alla misteriosa Simbuleia, la società che abbiamo ritrovato nell'immobiliare della signora Prodi. Fin qui le visure e gli intrecci che risultano alla Camera di Commercio.

livia gridelli 17.09.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Parte 2
A questo punto la vicenda si fa più intricata e altrettanto interessante. Vale quindi la pena svilupparla. Di chi sia infatti Antelao è un mistero.La maggioranza delle azioni sono in portafoglio a una fiduciaria, la Euromobiliare. Ma si possono notare una catena di sorprendenti coincidenze. Antelao ha sede in via Castiglione 21 a Bologna. Allo stesso indirizzo troviamo però sia la società Acquitania srl al 50% della moglie del premier, Flavia Franzoni, sia la Simbulea Spa, immobiliare socia al 50% della signora Prodi in Acquitania. Insomma tre immobiliari che si assomigliano. Se non altro perché anche l'amministratore è sempre lo stesso, ovvero Gian Luca Nanni Costa. Infine, via Castiglione, 21 è l'indirizzo dello studio del commercialista di fiducia di Prodi (e presidente dell'Enel) Piero Gnudi. A questo punto sarebbe interessate conoscere di chi è Simbuleia, socio della signora Flavia. Ma anche questo è coperto da una fiduciaria. Anzi coincidenza vuole che sia ancora Euromobiliare che quindi non è solo la fiduciaria nell'immobiliare divisa tra Rovati e Montezemolo ma detiene anche il 100% dell'immobiliare socia della signora Prodi. Antelao non finisce però di stupire. Perchè anche negli investimenti segue quelli compiuti sia da Cordero di Montezemolo sia dalla socia della Prodi. E infatti sia la Fi.Svi del presidente di Confindustria, sia Antelao possiedono il 20% di Italiana Tabacchi della nota famiglia Maccaferri, tra i quali Gaetano è presidente dell'associazione industriali di Bologna. Ma un altro 2 per cento dell'Italiana Tabacchi è in mano alla misteriosa Simbuleia, la società che abbiamo ritrovato nell'immobiliare della signora Prodi. Fin qui le visure e gli intrecci che risultano alla Camera di Commercio. Insomma, Rovati è anello di congiunzione importante. Coagula amicizie e raccoglie fiducia. Del resto conosce il premier dal 1974 e negli ambienti finanziari c'è ancora chi si ricorda i servizi di catering che Rovati si aggiudicava ai quattro angol

livia gridelli 17.09.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Parte 1
LUI NON SA NIENTE, POVERINO! Rovati, l’amico che fa affari con i Prodi e Montezemolo Una cascata di holding, finanziarie e immobiliari in una ragnatela che fa emergere collegamenti sorprendenti. Angelo Rovati, infatti, non è solo il fidato consigliere di Romano Prodi che ha firmato il piano top secret per lo scorporo di Telecom. Non è solo amico del premier, ex giocatore di basket, ora imprenditore con il pallino per il catering. È un uomo dai molteplici interessi. Manovra affari rilevanti, dalle alleanze potenti e sceglie soci importanti, come Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria. Ancora, predilige amministratori che poi ritrovi a gestire anche Aquitania Srl, immobiliare di proprietà della moglie del premier, Flavia Franzoni. E infine indirettamente è azionista di vecchi amori di Prodi, come Nomisma. La cassaforte finanziaria di Rovati è infatti una società di partecipazioni bolognese, la Vantu Spa nella centralissima strada Maggiore. Divisa tra Angelo e il figlio Andrea, controlla le attività di famiglia. Oltre al catering e agli affari della moglie, la stilista Chiara Boni, Vantu controlla tramite la finanziaria Fintrading Spa, una società di partecipazioni, la Ieffe Holding Spa. E qui Rovati può contare su due rilevanti soci di minoranza: il presidente di Confindustria Cordero di Montezemolo e una misteriosa immobiliare, la Antelao Spa.

livia gridelli 17.09.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

TELECOMMEDIA
La Media Companies è lieta di presentare, in anteprima nel teatro di Piazza Monte Citorio a Roma:

TELECOMMEDIA

In tre atti

Attori protagonisti: il burattino-tronchetto Pinocchio (per la verità per questo ruolo c’erano moltissimi aspiranti, tuuutti bravissimi);

Prrrrodetto nella parte dell’ignaro Geppetto;

Rossi, nella parte della fata turco-iervolina;

Grillo, nella parte di se stesso;

gatto e volpe:Tom Mer e Dock Jerry;

lucignolo: Massimo Nerìa, qui nella veste di attore

Attori non protagonisti: il popolo, nella parte della pecora … (si, quella parte)

Regia: Massimo Nerìa, qui nella veste di regista
Produzione: Sanpeolo-Inteesa, Skys, GoldmenSacshish, Mangiafuocshild, Costamagnenstein, Rockdeviller, Sòrætàs

Anni di produzione: 1992-2006
Origine: USA – Francia – Australia - Italia (un coproduzione mondiale)
Genere: Commedia drammatica (se ne sconsiglia la visione a tutto il pubblico, se non previa assunzione di forti dosi di anticinetico gastrico)
Consulenze: il capretto Espiosito Rovagnati (un Prosciuttino sacrificato per la Mortadella);

Musiche: Inno alla gioia, ma in stile country

Costumi: Mal (per lui le musiche erano troppo diffcili)
Ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale. I nomi e i luoghi sono frutto della fantasia.

Per altri "curiosi" articoli, leggete il mio blog:

http://la-tela.blogspot.com/

Andrea Gianni 17.09.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

MARTINO E' E SARA' SEMPRE QUI PERCHE' VUOLE VEDERVI AGONIZZARE NEL BRODO DI STRONZATE CHE VI SIETE CREATI PER DARE ADDOSSO A CHI NON LA PENSA COME VOI E ANCHE PER RICORDARVI CHE:

PAGHERETE TUTTO, PAGHERETE TUTTI

MARTINO ESTATE 17.09.06 06:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dimenticavo..vorrei tanto sapere le ex aziende pubbliche ovvero nostre, dello stato, (lo stato siamo noi o no?, sono state create con il nostro lavoro e quello dei nostri padri, per decenni) sono sate perlopiu' regalate ai privati (pagate con soldi pochi e forse anche inesistenti) che le hanno depredate, distrutte, licenziando migliaia di lavoratori a volte forzando il governo a effettuare manovre speciali per salvare un po di posti di lavoro (che al solito abbiamo pagato noi) allora usano i soldi pubblici (manovre, manovrine e tasse) per supportare aziende fatte fallire (da grandi mamager tipo il tronchetto infelice) e che non ci appartengono nemmeno piu' (alla comunita') ma che addirittura nel caso telecom si viene a scoprire che ci spiano.

Vorrei tanto capire se non trovate anche voi assurdo tutto questo, no seriamente ma che diamine succede?. Sto sognando oppure questo paese e' del totalmente senza senso?. Ma a chi vogliono continuare a darla a bere, per quanto tempo pensano di poter continuare a manovrare in questa maniera le vite di 60 milioni di cittadini italiani?.

Il solo scandalo alla fine sembra essere che fintanto le gestiscono privati italiani anche se le fanno fallire e' tutto ok, ma quando c'e' "il rischio" che le acquisti una societa estera allora apriti cielo!!.

Vorrei tanto che i giornalisti fossero un po piu' onesti e liberi e cominciassero davvero a fare il loro mestiere, perche' e' imputabile anche alla loro classe se siamo giunti a questo punto. Anni di disinformazione e servilismo ci hanno portato a questo punto assurdo. Se il popolo italiano non conosceva e per la grande maggioranza ancora non capisce cosa stia accadendo e' solo merito di chi le cose non le ha mai dette, ed ha permesso a questi signore di imperare senza controllo, come dei padroni veri e propri e NON dei servtori DELLO STATO ovvero della collettivita'.

Chiunque si trincera dietro il patriottismo e difende questa gente e' lui il traditore a buon intenditor poche parole

roberto d'angelo 17.09.06 02:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIGNETTE SATANICHE FATTE DA UNO CHE NON E' NIENTE, forse perché non è ancora morto +++++++
+++
++
+

http://www.ricostruire.it/Vignette_inedite.htm

Prospero Pirotti 17.09.06 02:19| 
 |
Rispondi al commento

2^ parte

Sempre dalla Goldman Sachs viene anche Claudio Costamagna, consulente di Murdoch nell'affare Telecom. Pure lui amico da anni di Romano Prodi, come Angelo Rovati. Al punto che la moglie di Costamagna ha finanziato la campagna elettorale del Professore. E chi raccoglieva i fondi per Prodi? Proprio Rovati.
Questo intreccio di amicizie porta a credere che il progetto inviato a Tronchetti Provera con biglietto autografo di Rovati, non sia stato elaborato «autonomamente» dal collaboratore di Prodi.
Ma da mani esperte. Incidentalmente Tononi e Costamagna hanno lavorato per anni nello stesso team della Goldman Sachs. Ed ancora. Rovati non può più dire che il suo è stato un «lavoro artigianale» messo in piedi con un suo amico. O meglio, può essere vero: se l'amico in questione è Tononi o Costamagna. Resta da capire se Tononi abbia informato il proprio ministro, Padoa Schioppa, di questi suoi colloqui con gli operatori e se gli abbia detto l'argomento: l'ingresso della Cassa depositi e prestiti nella rete di infrastrutture di Telecom.
Una circostanza non secondaria. Se l'ha informato, ne erano a conoscenza: il capo della segreteria tecnica di Palazzo Chigi, il sottosegretario all'Economia, il ministro dell'Economia. Se non ha detto nulla a Padoa Schioppa, vuol dire che Tononi lavorava per Palazzo Chigi, tenendolo all'oscuro di operazioni per le quali serve la firma del ministro dell'Economia. Ma a questo punto Prodi doveva sapere.
Dagospia 16 Settembre 2006

francesca rossi 17.09.06 02:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1^ parte
FIN DALL'INIZIO DELL'ESTATE, IL “PIANO ROVATI” DI RISTRUTTURAZIONE DELLA TELECOM SAREBBE STATO PROSPETTATO DA MASSIMO TONONI, SOTTOSEGRETARIO ALL'ECONOMIA. ED EX GOLDMAN SACHS COME COSTAMAGNA – PADOA-SCHIOPPA, NE ERA A CONOSCENZA?...
Fabrizio Ravoni per Il Giornale
Sarà pure una coincidenza, frutto di un comune sentire per i tanti anni che hanno lavorato insieme. Ma fin dall'inizio dell'estate, lo «schema Rovati» di ristrutturazione della Telecom (scorporo e quotazione della rete di infrastrutture, con ingresso della Cassa depositi e prestiti) sarebbe stato prospettato da Massimo Tononi, sottosegretario all'Economia, in una serie di incontri (più o meno riservati) avuti con operatori finanziari.
Una circostanza che cambia le tesi fin qui sostenute da Palazzo Chigi sulla vicenda Telecom. E che smonta il piano difensivo di Prodi e Rovati. Con il presidente del Consiglio che dice: non sapevo nulla del progetto. E il suo responsabile della segreteria tecnica che si addossa le responsabilità: il piano l'ho fatto io a livello artigianale. Con Tononi che ne parla agli operatori fin dall'inizio dell'estate, calcando il ruolo che nell'operazione avrebbe avuto la Cassa depositi e prestiti, cambia la prospettiva. E non di poco.
Tononi è un esponente di governo. Quindi, è il governo che da tempo lavora sulla ristrutturazione di Telecom; e non più un collaboratore del presidente del Consiglio che invia a Tronchetti Provera uno schema all'insaputa del suo capo. Come Rovati e Prodi vogliono far credere.
Per queste ragioni, la quotazione della rete Telecom, con ingresso della Cassa depositi e prestiti, era uno dei segreti meglio o peggio custoditi (a seconda i punti di vista) di Roma. Tutti gli operatori del settore conoscevano il progetto. In quanto informati da un sottosegretario.
Con un particolare. Il sottosegretario in questione viene dalla Goldman Sachs.
laura

francesca rossi 17.09.06 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Per rispondere al tuo post di oggi Beppe, e' un vero mistero...grande come una montagna.

Sono anni a dire il vero che mi pongo la stessa domanda senza mai trovarne alcuna...piu' mi sforzo di capire la logica con cui oggi questa gente viene messa a capo di grandi aziende (una volta anche produttive) piu' mi cadono le braccia vedendo non solo la totale distruzione delle stesse, ma spesso anche i responsabili aver la faccia tosta di apparire in pubblico declamando meriti o pretendendo soldi per uscirne...dopo averle fatte fallire?? A CALCI IN C---O.

Che paese di buffoni stiamo diventando Beppe diccelo tu..e poi i soldi sempre da noi li vengono a cercare...non s ene puo' proprio piu' di questo schifo. E' una vergogna che ha superato ogni limite.

roberto d'angelo 17.09.06 01:57| 
 |
Rispondi al commento

non vedo il mio commento: poco male lo riscrivo per la 2^ volta.

Mi sembra di ricordare che alcuni personaggi politici sono stati condannati o processati semplicemente perchè NON POTEVANO NON SAPERE.
Caso Telecom: Prodi non poteva non sapere quindi...
laura

francesca rossi 17.09.06 01:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo tutto ciò non posso non pensare al mio caro amico che ESSENDO PERSONA COMPETENTE è a capo del settore telecomunicazioni del progetto The Pearl- Qatar. I nostri tecnici VALIDI vanno a lavorare all'estero, qui resta solo chi magna!

Ma tutto il mondo è paese. Arrivato in Qatar ha avuto il suo bel daffare x combattere chi doveva intascare mazzette da questo o quel gestore telefonico!
Alla mia domanda (ingenua) "ma hai contattato Telecom Italia?" Mi ha risposto che ha mandato più e-mail ma NON GLI HANNO MAI RISPOSTO!!!
Sottolineo che si tratta di un appalto milionaro (in dollari) che sarà appaltato ad un gestore europeo (evito di scrivere il nome non avendo alcuna autorizzazione)

Cmq Telecom è in buona compagnia, i "gestori" italiani (Telecom, Wind e 3), infatti, si sono distinti per essere stati gli unici a non aver risposto alle domande di offerta inviate da una società che sta costruendo una città sull'acqua in pieno Golfo Persico!
Potete vedere il progetto qui http://www.thepearlqatar.com/main.aspx

Marco Negrì 17.09.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, questa è la prima volta che ti scrivo, ma ti seguo sin dall'inizio del Blog(e artisticamente, in pratica, da sempre: giorni fa, pensa un pò, ho trovato una copia in vhs di"Cercasi Gesù" e non me la son di certo fatta scappare). Io vorrei farti una domanda anche se non so, visto tutto quello che avrai sicuramente di meglio da fare, se avrai il tempo di rispondermi. La domanda è semplice ma, almeno per me, molto significativa ed è questa:"Come mai condivido sempre in toto tutto quello che sostieni sia nei tuoi post che nei tuoi spettacoli? Secondo te dipende dal fatto che io e te siamo uguali(intellettualmente,culturalmente,umanamente etc.etc.)oppure il motivo è che entrambe ne abbiamo piene le palle di tutto questo schifo che ormai, fra poco, ci sommergerà completamente? Ti voglio bene! Joe

Joe Minnesota 17.09.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento

---- BRUTTI RIMBALZI --------

---------------------------------------
Io questo nick me lo sono scelto apposta per vedere quanta banalità e superficialità c'è nella gente del blog....incredibile il fatto è che tutti quelli che mi hanno risposto, hanno detto la stessa cosa...pure tu...minkia quanto siete banali superficiali e prevedibili.

In effetti soffro di miopia e astigmatismo solo che non capisco il perchè...più di 12 pippe al giorno non me ne faccio mai.

arf...arf...arf...arff...

Pippo De Pippis 16.09.06 21:22 |

Chiudi discussione
Discussione
---------------------------------------

Non darmi del superficiale:

sono il primo a dirti che te le faceva il parroco.
Te saluto.

Giorgio Sodano 17.09.06 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Rivera 16.09.06 22:10 e Raffaella Biferale 16.09.06 12:17

A me non interessano le frasi di circostanza sui morti e neppure sui mortacci.

Era appunto sul contenuto del post (e ovviamente sulle ricercate conclusioni)che contesto quanto era scritto.

"la morte non la rende migliore di quello che è stata"
opinabile...
peccato che la sinistronza non sappia cosa è stata...

"una gurrafondaia intrisa di odio"

Anche qui il proclama non regge: a confronto degli islamonazisti travestiti di rosso la signora Fallaci è una pacifista nonviolenta che fa i training autogeni sinistronzi nonviolenti...

"Sicuramnete l'avrà fatto per sue rpoblematiche personali" ...=

Qui la massima espressione del commento di una sinistronza.


"Quindi: non è stata giustificabile."

Fermo restando le cristonate affermate in precedenza qui abbiamo la conclusione emblematica di un post di sinistra sulla Fallaci.

Massimo Greco Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.

Noi del blog ecopt.it abbiamo pubblicato la prima parte di un report sulla storia di Telecom Italia. Nel redigerlo ci siamo meravigliati di quanto l'attuale sia collegata al primo periodo di vita dell'azienda.

Potete trovare l'articolo su:

http://www.ecopt.it/2006/09/16/telecom-una-storia-italiana/

Ciao e buona lettura!

Stefano Santelli Brilli


Nel commento precedente non mi stava una nota che, sia i titolari di Blog, sia chi scrive commenti deve conoscere.

I blogger e le responsabilità per quanto pubblicano.
L'indirizzo di riferimento è questo.

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1647198

Beppe Grillo e redazione sono già informati con mia E-Mail.

Mauro Della Ricca 16.09.06 22:36| 
 |
Rispondi al commento

ma a quante deleghe sei arrivato? GRILLONE DI UN DIAVOLO!!!

luca grisolia 16.09.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento

non e proprio difficile capire basta riflettere cioe ( se nella tua azienda , con due operai, devi fare un capo perche imposto dalla politica, e tra i due uno e bravo e l altro diciamo meno bravo " leggi vagabondo o incompetente " chi fai ..........
devi fare per forza il secondo in quanto se fai chi lavora il giorno dopo si chiude . Come viene pagato ?????? sicuramente con i soldi ma chi decide quanto ????? bhe diciamo la politica , perche poi chi prende i soldini deve ristornarli alla fazione che ne a tirato le file e che serviranno al finanziamento del sindacato o partito o chi a spinto per ......
come vedi non tutti i soldi che prendono vanno a loro anche loro come noi dobbiamo rendere conto a qualche uno ...... io a mia moglie
e poi anche per i tecnici ce una via di uscita per non essere cacciati basta fare aziende con due dipendenti di cui uno e direttore cosi siamo certi che nessuno e mai verra cacciato perche altrimenti si chiude come vedi a tutto c e sempre un rimedio saluti
THE MASTER

maggeschi andrea 16.09.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento

UN PENSIERO CON RAMMARICO:

UNA GRANDE LEZIONE DA UN GRANDE ITALIANO, non recepita ne praticata.

La domanda: "Ma lei ingegnere come si regola con i partiti e le pressioni che esercitano".

La risposta:"Vede caro amico è semplice, è come salire sul tram, io salgo, pago il biglietto, vado dove voglio andare, scendo, e ognuno per la sua srtada, fino al prossima corsa".

Utilizzare i partiti per raggiungere gli obbiettivi industriali, si, ma restandone lontani, indipendenti dalla politica e i suoi inciuci, non certo quello che succede oggi, sia a dx sia a sx., ciao

Francesco

f.marletta 16.09.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo commento esula dal post di Beppe Grillo ma spero che aiuti a capire la differenza tra un Blog, un Forum e una Chat. Forse non tutti lo sanno.
Lo scrivo una sola volta.
Chiedo scusa ai lettori e alla REDAZIONE per questa precisazione.
Un Blog nasce dal desiderio di pubblicare una notizia che può interessare a tutti o a un gruppo di persone aventi specifico interesse per un tema.
I Blog possono essere di diversi tipi, anche tematici, appunto.
Il titolare di un Blog Posta il suo articolo, gli utenti lo leggono e possono inserire il loro commento personale pertinente a quel specifico Post.
Se invece desiderate parlare di qualcosa che esula l'argomento Economia di questo Post, ma anche le relative molteplici sfacettature che esso comporta, esistono due modi per farlo.
Utilizzare il Forum, dove un utente puà aprire la propria discussione su un tema, specifico al post o correlato. Quindi, tutti gli utenti interessti a quella specifica discussione, formeranno il gruppo di discussione.
Utilizzare la chat, dove un solo utente può chiaccherare con un altro utente.
In sostanza, per i commenti di un Post, vale la regola dei commenti pertinenti.
Questo non l'ho inventato io, ma è un semplice Protocollo della rete Internet. Una Regola che deve valere per tutti.
Qualcuno potrà pensare e dire che sono pignolo.
Ma è sempre la regola quella che vale.
Grazie a Beppe Grillo per la gentile ospitalità.
Grazie a tutta la redazione per il loro lavoro.
Vi ricordo, che per gestire questo Blog, ci sono persone che lavorano duramente perchè sono cose difficili e complesse da gestire.
Abbiate rispetto per le persone Vive e Morte, a prescindere che non siate d'accordo con le loro opinioni.
Preferebilmente, dato che questo è un luogo Pubblico, dove ogni utente puo leggere ciò che gli/le aggrada, evitate eccessive volgarità.
Nella rete Internet non sono per niente gradite, non hanno scopo di esistere. In Privato, fate pure.
Nella speranza di essere stato utile, auguro a tutti buona notte.

Mauro Della Ricca 16.09.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo Greco 16.09.06 21:58
******************************

Ah bello..io parlo per me quando la Sig.ra Biferale avrà voglia di risponderti, dovrà soltanto pigiare i tasti.

Io sono molto sintetico e non amo le definizioni "religiose e non".

Per me MORTO significa morto.
Fine

Paolo Rivera 16.09.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre nel blog si devia dall'argomento princiapale.
Sì, è vero, i capi aziende di ieri erano enormemente superiori ai CEO di oggi, burini incravattati con la puzzetta sotto il naso e il cervello vuoto.
Altrettanto si può affermare per la politica!
Forse qualcosa sta cambiando? Probabile! In FIAT dopo gli anni nefasti di Romiti, sembra scorgere uno spiraglio di luce, e di questo si deve darne atto a Montezemolo, prima in Ferrari poi approdato in FIAT con risultati egregi in entrambi gli ambienti.
Ma Montezemolo è ancora un'eccezione alla ferrea legge di Parcker (la quale è una elaborazione della più generale legge di Murphy).
Anche in politica sembrano apparire alcune di queste singolarità, ma se l'Italia vuole andare avanti esse devono diventare regola.
La tanto declamata globalizzazione e liberalizzazione che ne consegue espone oramai tutto il mondo all'imperversare di imbecilli, ipocriti, falsi, furbetti del quartierino, criminali di guerra e amorali in genere.
Quando oltre ai cinque sensi che ci sono stati dati, la gente comincerà utilizzare anche il sesto senso?
Chiamiamolo cervello, logica, pensiero, intelligenza, ma, cavolo, usiamolo!
Rifiutiamo i dogmi, anche se sono più comodi, più facili da seguire, cominciamo a pensare con la nostra testa.
Se ci liberiamo dalle informazioni fuorvianti create ad arte, se cominciamo a valutare le persone per quello che sono, se cominciamo già nel nostro piccolo sbattere le porte in faccia ai cialtroni, molto probabilmente elimineremo una volta per sempre i Cimoli, i Tronchetti, i Passera, i Fiorani, i Romiti e la miriade di altri incapaci che, come vampiri, assorbono le nostre potenzialità.
Protestiamo quando ci vengono proposti i commenti di un certo Betulla, il quale dopo le figure infami sembra ritornare sulla cresta dell'onda; è bene vada fare un altro mestiere che non il giornalista.
Penso sia giunto il momento di dire basta allo stupro continuativo dell'intelligenza comune!

Paoluccio Anafesto 16.09.06 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

giovanni vestri 16.09.06 21:28

Giovanni finalmente! ti aspettavo con tanto ardore.. :))
volevo risponderti precisamente perché ti arroghi il diritto di offendere chi non la pensa come te su questo spazio pubblico di discussione, dove peraltro i "sinistri" come dite voi sono attaccati in continuazione da gente di destra.

Ma tu hai una peculiarità: attacchi le DONNE e le nomini anche se non ci sono, per esempio Viviana ha postato parecchi giorni fa, c'hai l'odio a scoppio ritardato... cos'è tanto livore, cosa ti hanno fatto eh? guardati dentro prima di sputare insulti gratuiti
ma l'America è questo che ti ha insegnato?


BUT MAKE ME THE PLEASURE (ma fammi il piacere!)
DON'T EXTEND YOURSELF (nun t'allargà)
e soprattutto YOU REJUMP ME (m'arimbalzi)

Paola Bassi 16.09.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Raffaella Biferale 16.09.06 12:17 e A Paolo Rivera

Quoto il tuo post sulla Fallaci.
Sono stata la prima ieri ad oppormi a chi sbandierava di essere contento per la sua morte, ma ugualmente deve essere ribadito che la morte non la rende migliore di quello che è stata, cioè una gurrafondaia intrisa di odio, che ha seminato odio.
Sicuramnete l'avrà fatto per sue rpoblematiche personali, ma per un personaggio pubblico della sua portata le problematiche eprsonali vanno in secondo piano, quando la tua opinione è in grado di influenzare le idee e i comportamneti delle masse. Quindi: non è stata giustificabile.
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
certo come partigiana e antifascista non poteva che essere guerrafondaia....
Le lotte antifasciste dalla Grecia e in Italia (dove imperversavano bande di Servi finanziati per per IMPORTARE il modello dei Colonnelli) passano per "problematiche personali".
Raffaella Bicamerale: grande sintesi. Sono felicissimo per il tuo post. È emblematico. Sinteticamente rappresentativo di ciò che è diventata la sinistra e di cosa ha prodotto nella testa dei sinistronzi.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il "Poema" sulle problematiche personali:
problematiche personali avrebbero determinato eventuali affermazioni poco equilibrate nei confronti dei tagliagole e dei loro estimatori tattici...

Quali sarebbero i "problemi personali", il cancro??? Ma dove sta scritto che avrebbe determinato in modo così coerente il suo anti-islamismo? Far riferimento a supposte "problematiche personali" è classico atteggiamento della sinistra stalinista. Era il classico modo di screditare i dissenzienti nei paesi a capitalismo di stato realizzato.

Oppure "problema personale" è in realtà tutto ciò che cozza con la visione misera delle priorità dei sinistronzi?

Confermo: il "poema" sulle "problematiche personali" della Fallaci postato dalla signora Bicferale vale e rappresenta tutti gli altri.

Massimo Greco Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è culturale... L'Italia è un paese in cui se non coltivi sempre e solo il tuo orticello, calpestando poi quello del vicino, rischi per essere preso in giro... E' un paese dove sei portato agli altari solo se sei più furbo degli altri..., solo se dimostri di poter fregare il prossimo meglio di quelli che ti hanno preceduto. Ognuno pensa e crede "giustamente" di fregare l'altro con ogni mezzo.

Non c'è più etica, non c'è più deontologia, non c'è più rispetto. Molti eccessi comportamentali mi preoccupano perché si stanno radicando nella nostra trama sociale e culturale con troppa normalità. E quando un qualcosa entra a par parte della nostra cultura, del nostro DNA, diventa poi difficile combatterlo ed eradicarlo.

I vero problema del nostro paese è che siamo sempre più pochi a lottare contro questa cultura marcia. Come dice Beppe: abbiamo solo un modo per migliorare la nostra vita e quella di chi ci è vicino: LA CULTURA! IL SAPERE!!! Dobbiamo far circolare le informazioni!!!, dobbiamo far sapere alla gente che il Calcio, i perbenismi di molte aziende, l'ufficialità degli interessi sanitari, etc, etc, etc, etc, etc..., sono in realtà tutte balle!!!

Chi non vuole "sapere"; chi non ama il contraddittorio; chi si accontenta di vivere nella propria isola felice fregandosene dei problemi degli altri non ha futuro e non da futuro ai propri figli.

Chi non è in grado di gestire la propria intellettualità in modo critico non può certo credere di poter fare delle scelte ponderate. Chiedetevi sempre dei "perché" cari amici; solo così riuscirete a distinguervi da questa società marcia dove vestiamo tutti uguali, dove tutti giochiamo la schedina e sappiamo qualsiasi cosa sul calcio-mercato, ci impasticchiamo nelle discoteche e ci facciamo le canne ...ma poi rimaniamo a bocca aperta come degli scemi se qualcuno ci chiede cosa ne pensiamo dell'elettrosmog, delle fonti di energia alternativa, delle nanopatologie, dell'inflazione, della politica...

.Peccato!!

Gabriele Cataldi 16.09.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma Mortadella in Cina sta parlando anche di diritti umani o è impegnato solo a fare affari e a dire bugie sulla Telecom?

Mario Marino 16.09.06 20:43
----------------------------
FACCIAMO UNA IPOTESI? fORSE!!

Si di quelli umanamente di interesse individuale dei compagnucci del quartierino, allargato, ai potentati dagli occhi a mandorla, sulla testa dei cinesi, tanto loro un pugno di riso e LAVORARE E ZITTI.
Sta a mettendosi daccordo sulle percentuali da intascarsi con e dai compagni con gli occhi a mandorla per gli scambi commerciali internazionali, che metteranno in piedi producendo (ATTENZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE PER CAPIRE) originali italiani con costi cinesi CHE nel mondo si pagheranno come prodotti in Italia. Mentre in Italia continueremo a comprare SCHIFEZZE STRANIERE CON MARCHI CONTRAFFATTI STRANIERI prodotti sempre a prezzi cinesi PERO' QUESTA VOLTA A PREZZI ITALIANI, e con controlli risibili. Bello nè, RIPETO forse ma chissà, ciao

Francesco

f.marletta 16.09.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

1500 € al mese????

MAGARI

Andrea Rocca 16.09.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Rivera 16.09.06 21:30

per Massimo Greco 16.09.06 21:19
******************************

Se invece di scrivere di tedicassi di più alla lettura dei commenti, faresti un FIGURONE

Scopriresti che la sig.ra Raffaella Biferale ha veramente postato un commento chiedendo RISPETTO per i morti... a prescindere.

Ma visto che a te piace rendere visibile il tuo nome a te la scelta.

Buona serata

Paolo Rivera 16.09.06 21:30
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>$

Si vede.... per fortuna le parole restano rileggiti l'eloquenza di quanto riportato... vale tutti i commenti della Bicamerale... e penso anche i tuoi messi insieme.


OHHH! Idiota! Chi ti s'incula te , carlo giuliani e gli stronzi come voi!
Prima di offendere sarebbe bene conoscere il merito.
Cosa avrei detto io? eh?

Luca Fineschi 16.09.06 21:25
************************************

Ho voluto copia/incollarti perchè il tuo commento è un esempio perfetto del vostro stile di civiltà...

...e poi ce dite che gli extracomunitari sono incivili....


ahahahahaha!!!!!

Sei ridicolo!!!!


Tronchetti Provera è un uomo di destra e la politica della destra la conosciamo;

ideologicamente si riassume così:
sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa.

Francesco Marillo Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

per Massimo Greco 16.09.06 21:19
******************************

Se invece di scrivere di tedicassi di più alla lettura dei commenti, faresti un FIGURONE

Scopriresti che la sig.ra Raffaella Biferale ha veramente postato un commento chiedendo RISPETTO per i morti... a prescindere.

Ma visto che a te piace rendere visibile il tuo nome a te la scelta.

Buona serata

Paolo Rivera 16.09.06 21:30| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI IN CULO AD AFEF!

Ilario Alfonsi 16.09.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Rivera 16.09.06 21:12 |
OHHH! Idiota! Chi ti s'incula te , carlo giuliani e gli stronzi come voi!
Prima di offendere sarebbe bene conoscere il merito.
Cosa avrei detto io? eh?

Luca Fineschi 16.09.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un pensionato della poste, messo in condizione di scappare perchè a 55 anni,responsabile di un ufficio con 4 unità, benchè avessi tutti i requisiti per la categoria superiore (settimo livello)mi è stato detto che su di me l'Azienda Poste non poteva investire per il futuro. Così si è deciso di investirmi direttamente, e in base alla fregatura del CCNL del 94,hanno promosso il mio ufficio alla vii categoria e a me è stato detto di andarmene in un altro ufficio a fare lo sportellista, come 35 anni prima avevo fatto il primo giorno di lavoro. Coloro che hanno operato in questo farwest postale dal 94 ad oggi, grazie anche alla sinistra che abbiamo, sono i vari CARDI, PASSERA,SARMI, tutti pagati vergognosamente cari. I loro meriti sono molto semplici : hanno portato le poste in attivo con mezzi sicuri. Sfoltimento del personale del 50% con mobbing (nel mio caso) e con incentivi per altri, mentre i servizi postali che nessuno pagava fino al 94 sono diventati remunerativi e cari, vedi l'ultima porcata dell'abolizione posta ordinaria.
E' facile fari i meneger sulla pelle della gente e con le aziende dello stato, tanto a pagare sono i fessi e babbo natale, se proprio va male.
Dal 2001 in pensione sono ancora in attesa che una magistratura del lavoro, lenta come una lumaca, dica se avevo diritto o no della VII categoria, mentre il povero PASSERA se ne andato con miliardi di buonservito.Penso che continueremo a pagare caro per una classe di boiardi, molto bravi a mescolare le carte, come il povero Tronchetti Provera, costretto a dimettersi, non per i 43 mld di debiti, ma perchè qualcuno ha tramato contro di lui.
Enrico, in attesa di essere giustiziato.

enrico farese 16.09.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
sono dipendente Alitalia (oggi Alitalia Servizi)
da 16 anni e guadagno lavorando su turnazione h. 24 circa 1.470 € il mio A.D. ing. Cimoli 1.250.000 €. ti confermo che con le responsabilità che ho durante la manutenzione di un aeromobile guadagno un'enormità. infatti non percepisco più neanche gli aumenti inflattivi programmati secondo ISTAT. per rinunciare a sei anni di aumenti contrattuali ci hanno elargito titoli azionari che sono diventati "carta straccia". per restituirci le perdite di denaro avute con le giornate di solidarietà ci hanno dato dei warrant che scadono il 31/12/06...
altra "carta straccia". però l'ing. CIMOLI in un momento di crisi dell'azienda s'è aumentato lo stipendio solo del 20%... e la semestrale di bilancio della nostra compagnia di bandiera, nell'anno del pareggio, ha totalizzato 221.000.000 € di passivo. ti sembra corretto poi dire in un'intervista su Republica che il costo del lavoro influisce sul bilancio dell'azienda in modo significativo? che gli scioperi (4 giorni nel 2006) hanno influito gravemente sul bilancio?
Ti prego AIUTACI

fabio sisinni 16.09.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao grande Grillo,1 ringraziamento sincero anche se non posso aderire fisicamente alla delega,comunque empaticamente sono presente,xchè credo in Te.suerte de corason

domenico valerio 16.09.06 21:23| 
 |
Rispondi al commento

4 NOVEMBRE
Oh ci sono dei deficenti che pur di non fare sciopero contro il loro governo lo fanno contro il governo vecchio!

AHAHA!!! troppo scemi!

Luca Fineschi 16.09.06 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raffaella Biferale 16.09.06 12:17
Quoto il tuo post sulla Fallaci.
Sono stata la prima ieri ad oppormi a chi sbandierava di essere contento per la sua morte, ma ugualmente deve essere ribadito che la morte non la rende migliore di quello che è stata, cioè una gurrafondaia intrisa di odio, che ha seminato odio.
Sicuramnete l'avrà fatto per sue rpoblematiche personali, ma per un personaggio pubblico della sua portata le problematiche eprsonali vanno in secondo piano, quando la tua opinione è in grado di influenzare le idee e i comportamneti delle masse. Quindi: non è stata giustificabile.

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

certo come partigiana e antifascista non poteva che essere guerrafondaia....
Le lotte antifasciste dalla Grecia e in Italia (dove imperversavano bande di Servi finanziati per per IMPORTARE il modello dei Colonnelli) passano per "problematiche personali".
Raffaella Bicamerale: grande sintesi. Sono felicissimo per il tuo post. È emblematico. Sinteticamente rappresentativo di ciò che è diventata la sinistra e di cosa ha prodotto nella testa dei sinistronzi.

Massimo Greco Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento

geronimo del baldo 16.09.06 12:43
BASTA!!!!
Come è possibile andare avanti in questa maniera??
Il papa (uno dei più imbelli che si ricordi negli ultimi anni - quello anti-darwin, per intenderci -) prosegue la sua opera di contrapposizione dei blocchi (blocchi religiosi);
Il presidente iraniano (un imbelle esattamente come tutti i suoi predecessori) s'incaxxa e afferma che l'islam è "la MIGLIORE delle religioni".
E in tutto questo di mezzo ci stanno milioni di persone, milioni di fedeli imbelli che non aspettano altro (come al solito) per sentirsi MIGLIORI dei LORO fratelli di diverse confessioni.
Il mio augurio è che queste teste di cuoio si spengano al più presto tra atroci sofferenze, prima che tocchi a noi di morire per le loro caxxate.
Amen.
&&&&&&&&&&&$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
Questi milioni di fedeli "imbelli" tanto cristiani quanto islamici dall'ultimo idiota che fa lacrimare la madonna allo sgozzatore della propria figlia non si limitano a qualcosa che dovrebbe pudicamente restare celato fra le proprie miserie cerebrali ma pretendono che tutti gli altri chinino la testa in segno di rispetto (nella migliore delle ipotesi) - passando attraverso la legge coranica o Da Codici Fascisti degli anni 30... ah a proposito..., in Italia il vilipendio alla religione è applicato solo a tutela dell'islam... indovinate chi è ancora sotto processo.


ciro fontana 16.09.06 12:58
[...] passare da partigiana ad antimusulmana attraverso
la guerra vietnamita e la rivolta greca...
una che definisce Podi e Berlusconi due
poveri stronzi e che, nemmeno con il naso
turato li avrebbe mai votati...
andrebbe conosciuta meglio!!!!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Aggiungerei che passare da partigiana a anti islamica attraverso la lotta antifascista greca è stato solo e soltanto coerenza. Naturalmente dai commenti è facile leggere anche la strumentalizzazione di destri e fascisti che opportunisticamente dimenticano le radici di tale coerenza. La coerenza è qualcosa che dà fastidio alla sinistra italiana, anzi direi agli italiani in generale: basti pensare all'8 settembre.

Massimo Greco Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento

---- RIMBALZI -----

Eheheheh
Secondo me se "SCHIOPPA" una guerra di religione voi atei siete i primi a cui i musulmani faranno un cu.o così ((*))

Visto che i primi miscredenti da massacrare (prima ancora degli ebrei e dei cristiani) per loro, siete voi senzadio.

Pippo De Pippis 16.09.06 20:33 |
-----------------------------


Meno pippe de pippis, meno pippe!

Il tuo parroco non te lo diceva che ti si sarebbe annebbiata la vista mentre ti pugnettava?.

Giorgio Sodano 16.09.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dissoluti occidentali invece di starnazzare come stupide oche convertitevi all'unico e vero Dio finché siete in tempo o sarà la vostra fine.
siete corrotti lascivi e vigliacchi.
ancora pochi anni e il mondo sarà nostro.
ALLAH AKBAR

HHHHHHHHHHHHHHHHHHH

Facciamo finta che tu sia davvero un integralista islamico... ecco cosa dico a te e ai tui amici.

Quando anche quei quattro pistola qui dentro al blog (ed anche fuori) capiranno che oggi non esiste ancora un Islam moderato e che è pericoloso e stupido schierarsi al fianco dei musulmani... per voi cari "Fedeli" sarà la fine.

Forse ci vorrà ancora molto sangue occidentale per mano islamica perchè gli occidentali bonaccioni e molli comprendano, ma quando accadrà, e ciò accadrà, sarà la vostra fine.

Roberto Staroni 16.09.06 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL 4 NOVEMBRE MANIFESTAZIONE A ROMA CONTRO IL PRECARIATO E LA LEGGE BIAGI


Maometto è stufo di vedere che i suoi seguaci sono degli imbecilli arroganti.
Vorrebbe fare cambio con seguaci buddisti.
Per il casting chiamare Rai fiction saxa rubra 800665745

Luca Fineschi 16.09.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oppure dobbiamo continuare con le bandiere della pace e antiamericane ?

ivana iorio 16.09.06 17:50


Carissima ivana, purtroppo non si riesce a distinguere il terrorismo dai fanatici religiosi.

E' stato facile per l'amministrazione Bush buttare benzina su questa gente.

Ora abbiamo un chaos che ogni volta che si parla di religione subentra la politica e inevitabilmente la guerra in medio oriente.

E' inutile che il papa aggiusti le cose....dette o non dette...in fondo anche lui vorrebbe che ci fosse un unico dio per tutti, il suo, in maniera da non avere concorrenti.

E stavolta gli e' scappata una mezza parola di troppo....

Tutti i credenti di ogni luogo, tranne forse i buddisti che sono piu' tranquilli, vorrebbero il monopolio religioso.

Hanno un bel da dire siamo tutti fratelli....

Ma proprio in questo momento cosi' incasinato il papa doveva sparare ste cazzate ? E adesso vedrai...il tuo Bush prendera' la palla al balzo...lui e tutta la sua amministrazione sono estremisti religiosi...lo sapevi ?

Dio ama l'america.....dio di un dio di una sua madonna.

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 16.09.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Tuo commento non sembra dettato dalla ragione; pensa, ripensa, e poi ancora, a chi è VERAMENTE legato Tronchetti Provera, ma anche Colaninno...e poi pensa ancora a Fini (area politica), ma pensaci! Se ne sei capace!
Marco Verdura 16.09.06 07:50 |
Fin che ci sono certi ignoranti in italia non si andrà da nessuna parte.
SEI UN IGNORANTE IPOCRITA.
COLANINNO, PRODI,CONSORTE E TRONCHETTI SONO DELLA STESSA FAMIGLIA

Luca Fineschi 16.09.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo,
così è se ti pare, ma se non ti piace, comunque noi Italiani continueremo a pagare questa classe dirigente incompetente.
Queste persone non le può licenziare nessuno, nemmeno quando ci scappa il morto. Forse!
La domanda da porsi è: chi mette queste persone al comando?
La risposta è che tutto si deve solgere lo stesso secondo i piani ed in nome del dio danaro.
Questioni di Interessi Personali, Economici, Politici e via dicendo.
Tutto il resto non conta.
Ma per Cambiare? Basterà la volontà di farlo per davvero?
No, troppi sono gli Interessi che ci ruotano attorno! Tu Non Basti mai!

Mauro Della Ricca 16.09.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

valore aggiunto di un capo d'azienda è da defininirsi tale, solo nel caso in cui lo stesso mette al servizio dell'azienda un cervello in grado di partorire idee brillanti "fonti di guadagno" con tendenza ad espandersi nei mercati esteri.
Se al contrario, contribuisce al degrado e al "fallimento della stessa...
DEVE PAGARE ... un bel calcio INTER_culo
Ma quale Alcatraz e isola dei famosi.
Buona serata
Paolo Rivera 16.09.06 20:37
---------

Hello,

piccola precisazione.

Deve seguire le linee guida aziendali e il “conto economico”………non dovesse riuscire………..FOR DAI BALL!!!

Questo è ciò che ho visto nelle aziende in cui ho lavorato.

Ruggero è ancora in carica!!!!!!..........in una azienda come quella in cui opero………….sarebbe già a casa da 2 anni……..altro che € 7.000.000 di guadagno nel 2005!.

Bye.

Robert Allen Zimmerman 16.09.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hello,

Dedicata a Tronchetti Provera, e a tutti i suoi simili……….

LIKE A ROLLING STONE
Bob Dylan
Once upon a time you dressed so fine
You threw the bums a dime in your prime, didn't you?
People'd call, say, "Beware doll, you're bound to fall"
You thought they were all kiddin' you
You used to laugh about
Everybody that was hangin' out
Now you don't talk so loud
Now you don't seem so proud
About having to be scrounging for your next meal.
How does it feel
How does it feel
To be without a home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?
You've gone to the finest school all right, Miss Lonely
But you know you only used to get juiced in it
And nobody has ever taught you how to live on the street
And now you find out you're gonna have to get used to it
You said you'd never compromise
With the mystery tramp, but now you realize
He's not selling any alibis
As you stare into the vacuum of his eyes
And ask him do you want to make a deal?
How does it feel
How does it feel
To be on your own
With no direction home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?
You never turned around to see the frowns on the jugglers and the clowns
When they all come down and did tricks for you
You never understood that it ain't no good
You shouldn't let other people get your kicks for you
You used to ride on the chrome horse with your diplomat
Who carried on his shoulder a Siamese cat
Ain't it hard when you discover that
He really wasn't where it's at
After he took from you everything he could steal.
How does it feel
How does it feel
To be on your own
With no direction home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?
Princess on the steeple and all the pretty people
They're drinkin', thinkin' that they got it made
Exchanging all kinds of precious gifts and things
But you'd better lift your diamond ring, you'd better pawn it babe
You used to be so amused........

troppo lunga

Bye.

Robert Allen Zimmerman 16.09.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma Mortadella in Cina sta parlando anche di diritti umani o è impegnato solo a fare affari e a dire bugie sulla Telecom?

Mario Marino 16.09.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo dice:

Se il tecnico sbaglia viene cacciato, se succede al manager viene liquidato. Dove risiede questo grande valore aggiunto dei capi azienda?
--------------

Il valore aggiunto di un capo d'azienda è da defininirsi tale, solo nel caso in cui lo stesso mette al servizio dell'azienda un cervello in grado di partorire idee brillanti "fonti di guadagno" con tendenza ad espandersi nei mercati esteri.

Se al contrario, contribuisce al degrado e al "fallimento della stessa...

DEVE PAGARE ... un bel calcio INTER_culo

Ma quale Alcatraz e isola dei famosi.

Buona serata

Paolo Rivera 16.09.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

ISLAM E IL PAPA
DICO SOLO UNA COSA

Viva la libertà di parlare
viva la libertà di critica
Viva la libertà di fare dei film
Viva la libertà di religione
Viva la libertà delle donne
viva la libertà di dire che uccidere in nome di Allah è sbagliato

Viva la libertà punto e basta

L'Islam (oggi) ha ucciso un regista che ha fatto un film per dire la verità sulle donne islamiche

L'Islam (oggi) ha ucciso per protestare contro delle vignette satiriche che dicevano la verità sull'Islam

L'Islam (oggi) ha condannato a morte uno scrittore come Rushdi per non esseresi inchinato al fondamentalismo religioso

L'Islam (oggi) insulta e condana a morte il Papa per aver detto la verità sull'Islam.

Viva libertà di esprimere le proprie idee punto e basta.

Prepariamoci a difenderci dai nuovi barbari.

Roberto Staroni 16.09.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SINISTRINI, COME VA? E IL CONFLITTO DI INTERESSI?

COMINCIATE A CAPIRE?

MI SA DI SI, I VOSTRI POST SONO PIENI DI INSULTI, FATE SEMPRE COSI' QUANDO VI PRENDONO IN CASTAGNA.

PAGHEREMO TUTTI , COME SEMPRE PER I VOSTRI ODI IDIOTI E PER LA VOSTRA DABBENNAGGINE, MA COME RIDIAMO!! ASPETTATE, LA MERDA GALLEGGIA; BASTA ASPETTARE.

marista urru 16.09.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

ROVATI, VUOL DIRE FIDUCIA: MANOVRA AFFARI RILEVANTI COI PRODI E MONTEZEMOLO - “IL GIORNALE” DI BERLUSCONI INDAGA E SCOPRE UNA CASCATA DI HOLDING, FINANZIARIE E IMMOBILIARI IN UNA RAGNATELA CHE FA EMERGERE COLLEGAMENTI SORPRENDENTI (GNUDI ALLA META)-
Gianluigi Nuzzi per Il Giornale
Una cascata di holding, finanziarie e immobiliari in una ragnatela che fa emergere collegamenti sorprendenti. Angelo Rovati, infatti, non è solo il fidato consigliere di Romano Prodi che ha firmato il piano top secret per lo scorporo di Telecom. Non è solo amico del premier, ex giocatore di basket, ora imprenditore con il pallino per il catering. È un uomo dai molteplici interessi. Manovra affari rilevanti, dalle alleanze potenti e sceglie soci importanti, come Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria.
Ancora, predilige amministratori che poi ritrovi a gestire anche Aquitania Srl, immobiliare di proprietà della moglie del premier, Flavia Franzoni. E infine indirettamente è azionista di vecchi amori di Prodi, come Nomisma. La cassaforte finanziaria di Rovati è infatti una società di partecipazioni bolognese, la Vantu Spa nella centralissima strada Maggiore. Divisa tra Angelo e il figlio Andrea, controlla le attività di famiglia. (segue)

Mario Marino 16.09.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

ROVATI, VUOL DIRE FIDUCIA: MANOVRA AFFARI RILEVANTI COI PRODI E MONTEZEMOLO - “IL GIORNALE” DI BERLUSCONI INDAGA E SCOPRE UNA CASCATA DI HOLDING, FINANZIARIE E IMMOBILIARI IN UNA RAGNATELA CHE FA EMERGERE COLLEGAMENTI SORPRENDENTI (GNUDI ALLA META)…


Gianluigi Nuzzi per Il Giornale

Una cascata di holding, finanziarie e immobiliari in una ragnatela che fa emergere collegamenti sorprendenti. Angelo Rovati, infatti, non è solo il fidato consigliere di Romano Prodi che ha firmato il piano top secret per lo scorporo di Telecom. Non è solo amico del premier, ex giocatore di basket, ora imprenditore con il pallino per il catering. È un uomo dai molteplici interessi. Manovra affari rilevanti, dalle alleanze potenti e sceglie soci importanti, come Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria.

Ancora, predilige amministratori che poi ritrovi a gestire anche Aquitania Srl, immobiliare di proprietà della moglie del premier, Flavia Franzoni. E infine indirettamente è azionista di vecchi amori di Prodi, come Nomisma. La cassaforte finanziaria di Rovati è infatti una società di partecipazioni bolognese, la Vantu Spa nella centralissima strada Maggiore. Divisa tra Angelo e il figlio Andrea, controlla le attività di famiglia.

Oltre al catering e agli affari della moglie, la stilista Chiara Boni, Vantu controlla tramite la finanziaria Fintrading Spa, una società di partecipazioni, la Ieffe Holding Spa. E qui Rovati può contare su due rilevanti soci di minoranza: il presidente di Confindustria Cordero di Montezemolo e una misteriosa immobiliare, la Antelao Spa. A questo punto la vicenda si fa più intricata e altrettanto interessante. Vale quindi la pena svilupparla. Di chi sia infatti Antelao è un mistero.

La maggioranza delle azioni sono in portafoglio a una fiduciaria, la Euromobiliare. Ma si possono notare una catena di sorprendenti coincidenze. Antelao ha sede in via Castiglione 21 a Bologna. Allo stesso indirizzo troviamo però sia la società Acquitania srl al 50% della moglie del premier, Flavia Franzoni, sia la Simbulea Spa, immobiliare socia al 50% della signora Prodi in Acquitania. Insomma tre immobiliari che si assomigliano. Se non altro perché anche l'amministratore è sempre lo stesso, ovvero Gian Luca Nanni Costa.

Infine, via Castiglione, 21 è l'indirizzo dello studio del commercialista di fiducia di Prodi (e presidente dell'Enel) Piero Gnudi. A questo punto sarebbe interessate conoscere di chi è Simbuleia, socio della signora Flavia. Ma anche questo è coperto da una fiduciaria. Anzi coincidenza vuole che sia ancora Euromobiliare che quindi non è solo la fiduciaria nell'immobiliare divisa tra Rovati e Montezemolo ma detiene anche il 100% dell'immobiliare socia della signora Prodi.

Antelao non finisce però di stupire. Perchè anche negli investimenti segue quelli compiuti sia da Cordero di Montezemolo sia dalla socia della Prodi. E infatti sia la Fi.Svi del presidente di Confindustria, sia Antelao possiedono il 20% di Italiana Tabacchi della nota famiglia Maccaferri, tra i quali Gaetano è presidente dell'associazione industriali di Bologna. Ma un altro 2 per cento dell'Italiana Tabacchi è in mano alla misteriosa Simbuleia, la società che abbiamo ritrovato nell'immobiliare della signora Prodi.

Fin qui le visure e gli intrecci che risultano alla Camera di Commercio. Insomma, Rovati è anello di congiunzione importante. Coagula amicizie e raccoglie fiducia. Del resto conosce il premier dal 1974 e negli ambienti finanziari c'è ancora chi si ricorda i servizi di catering che Rovati si aggiudicava ai quattro angoli del mondo quando l'Iri con Prodi presidente apriva cantieri in Africa e Oriente con l'allora potente Italimpianti.

Più recente ma meno nota, invece, l'operazione con l'Italfondiario alla fine degli anni '90 quando per circa 60 miliardi di vecchie lire Rovati comprò l'istituto dalle banche popolari. Poi lo vendette a una cordata di imprenditori italiani, capitanati da Luca Cordero di Montezemolo, e una società americana.

Gli italiani erano capitanati dal prossimo presidente di Confindustria e si raccoglievano nella Ieffe Holding Spa con lo stesso Rovati. Sempre nella finanziaria che vede oggi soci ancora la coppia Rovati-Cordero di Montezemolo con la misteriosa Antelao, in mano a una fiduciaria ma amministrata da chi fa quadrare i conti dell'immobiliare della signora Flavia Prodi.


Dagospia 16 Settembre 2006

Mario Marino 16.09.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Se schioppa una guerra di religione, non ci scherzate, noi atei ci tatueremo un segno di riconoscimento per non essere mischiati con quasta merda di creduloni.
Requisiremo i vostri beni, perché tanto non vi serviranno a più niente. Le troie di regime tenetevele.
I dottori atei non vi cureranno.
I mafiosi atei potranno finalmente rinunciare ad andare in parrocchia.
Al cavaliere strapperemo la parrucca e ne faremo una reliquia nella sua cappella privata, che adibiremo a
BANCA EQUA E SOLIDALE.
Prodi e Rutelli diverranno MORTADELLI. hi hi hi...

Giorgio Sodano 16.09.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

in due paia di scarpe;ma sopratutto sorvolando sul fatto che TIM e'lo sponsor unico del campionato di serie A.piu' conflitto di interesse di cosi'!
nel frattempo il governo in carica continua a fare orecchie da mercante sulla legge sul conflitto di interesse,per cui ce lo hanno menato per 5 lunghi anni.
ora sappiamo il perche'..

michele gesma 16
****
e' vero, il centrosinistra ha fatto la campagna elettorale sul conflitto di interessi e ne stà facendo di cotte e di crude senza pensare minimamente a fare la legge sul conflitto di interessi, anzi creando nuove situazioni di conflitti di interesse di vario tipo.... Ma allora?


@ pier paolo soro
1) credi a dio essere superiore
2) credi alle parole di chi nasce uomo e apprende a usare il nome di dio a seconda della storia, della politica, dell'economia (argomenti divini? creati e codificati dal signore?).

Se secodo te i due punti si conciliano...

geronimo del baldo 16.09.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta si chiamava autunno caldo.

Sti' rompicoglioni di metalmeccanici s'incazzavano perché non gli avevamo rinnovato il contratto, non potevano mandare i figli a scuola, parecchi trovavano pure i cancelli chiusi dopo le ferie (giorni rubati alla produttività), minacciavano scioperi.
Affanculo, và.
Abbiamo imparato la lezione e vi freghiamo una volta per tutte:
mandiamo prodi e il suo codazzo in cina,
teniamo caldo l'affare telecom e ve lo serviamo su un piatto d'argento,
facciamo parlare il pastore tedesco per mettere i puntini sulle i: qui le guerre le cominciano i nazi,
vi portiamo la salma della Fallaci così teniamo vivo l'odio per l'islam, al resto pensano il Santoro biondo e il pallone le l’isola degli stronzi, e se non vi basta non ci mettiamo niente a piazzare qualche confettino tipo BNL BOLOGNA USTICA ITALICUS TWINS.

Saluti dal comitato FIGLIDENAMIGNOTTA.

Che gode quando vede che vi pigliate a parolacce per difendere noi ladroni, da Prodi a Berlusconi, da Draghi a Tronchetti. Fate, fate.
Ammazza che paraculiiiiiii!!!!!
Comprateci le azioni. Grazie.

Giorgio Sodano 16.09.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Luigi Vicedomini 16.09.06 19:49 |
Questo Passera ha avuto gli incarichi proprio nei momenti "topici".


Capisc'a me

Antonio Cataldi 16.09.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento

OT OT ma nn troppo

SPINACI KILLER - ALLARME IN USA
Cento persone intossicate di cui otto in gravi condizioni. Trovati i colibatteri nelle confezioni.
http://www.repubblica.it/index.html

Qualche imprenditore mai stato contadino ce li sbolognerà qua in italia?

filippo russo 16.09.06 19:58| 
 |
Rispondi al commento

tre mesi fa GUIDO ROSSI,uomo che gode di piena fiducia da parte del vostro premier, si insedia come commissario straordinario della FIGC;uno dei suoi primi provvedimenti e' quello di mettere in condizioni,giustamente, il presidente uscente GALLIANI di dimettersi,essendo la sua carica in chiaro conflitto di interesse,essendo quest'ultimo anche AD del MILAN.oggi,GUIDO ROSSI senza avvisare ne PETRUUCCI,presidente del coni,ne il ministro signora MELANDRI,prende in mano le redini di TIM-TELECOM e,spiazzando un po tutti,non si dimette da commissario della FIGC,mantenendo quindi,da buon italiano,i piedi in due paia di scarpe;ma sopratutto sorvolando sul fatto che TIM e'lo sponsor unico del campionato di serie A.piu' conflitto di interesse di cosi'!
nel frattempo il governo in carica continua a fare orecchie da mercante sulla legge sul conflitto di interesse,per cui ce lo hanno menato per 5 lunghi anni.
ora sappiamo il perche'..

michele gesma 16.09.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Estate, oooh Estate, porta via con te Martino, perché c'ha veramente tritato l'apparato riproduttivo."

Quoto e sottoscrivo !

Oltretutto se Estate si desse la pena di leggere quel piano , anche Lui arriverebbe alla conclusione che non si poteva fare perche' era una pessima riedizione delle partecipazioni statali.
La Comunita' Europea non ammette in nessun caso aiuti di stato ad aziende private.

Ancora co' 'sta menata PRODIBERLUSCONICASINIBERTINOTTI: non se ne puo' piu' !!!!
Lo volete capire che 'sta gente non conta piu' nulla !

Daniele D'Elia 16.09.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tua riflessione è interessante, ma tu come pensi di fare? impedendo cinesi di svilupparsi, perché solo noi abbiamo il diritto di inquinare, levando agli operai cinesi anche quel poco di salario che hanno?

O non forse tramite la cooperazione sui temi ambientali, sui temi dei diritti umani e alla fine anche su quello dei diritti sindacali?

Come si sono affrancati i lavoratori di tutto il mondo se non prendendo coscienza dei propri diritti, possibilmente aiutati dalla solidarietà di altri lavoratori fuori ove possibile - e poi lottando per essi in prima persona?

Paola Bassi 16.09.06 19:05

scusa paola te credi davvero che i "nostri" siano andati in cina per affrancare i lavoratori?
forse parlavate di altro se è così ciedo scusa dell'intromissione

filippo russo 16.09.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento

silvio berlusconi

IO SONO.....

mANUELLA bbERLANDI 16.09.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

morirete a milioni e chi non morira subito invidiera chi e gia morto x anni il mondo bruciera x l'ignoranza dei popoli tutti e di coloro che li governano le religioni verranno odiate e ripudiate e solo dopo che tutto cio portera l'essere umano vicino all'estinzione il mondo come come lo conosciamo adesso cambiera x sempre e una nuova eta dell'oro risplendera x centinaia di anni prima della future guerre.
ma il prezzo da pagare sara altissimo e purtroppo inevitabile x colpa di chi ci circonda oggi.

p.s.
non sto delirando e cio che tra breve (e non parlo di pochi mesi ovviamente) accadra che ci crediate o no rassegnatevi perche la maggior parte di voi che ora leggete e scrivete su questo blog (e non solo) non vivra a lungo (grattatevi pure cio non cambiera il vs. destino), l'evidenza di cio e gia davanti i vostri occhi ma non lo vedete e x questo solo pochi (chi lo ha capito sin da ora) potranno salvarsi e vedere il nuovo mondo (dopo l'immane guerra che cambiera il volto del pianeta).
e ora continuate a scrivere cazzate senza vedere oltre i vostro naso ma se vi riesce ricordatevi un giorno che un cretino vi aveva avvertito e previsto tutto ma che non gli avete creduto.

mario rossi 16.09.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ pier paolo soro

hai visto?! Ho voluto fare un po' il profeta, e prima di risponderti ho voluto lanciare un altro strale contro i nemici di Nondìo...

Amico mio, allora già lo sai che di profeti ce n'è già troppi!
E chi sono quelli con gli sponsor più potenti per pretendere di avere più ragione di me, o te?
E come mai non esiste un profeta donna?
Fatti fare sta domanda: tu credi a Dio? Sì? E se sì, come fai a stare a posto con la tua coscienza nel momento in cui credi che la voce di ratzinger o quella di komehini siano la voce di dio?

geronimo del baldo 16.09.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Estate, oooh Estate, porta via con te Martino, perché c'ha veramente tritato l'apparato riproduttivo.

Giorgio Sodano 16.09.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


BEPPE NON HAI IL CORAGGIO DI DIRE DA CHI è COMPOSTA LA CLASS DIRIGENTE DELLA TIM!

DA UNA PARTE ATTACCAVI BERLUSCONI E FAVORIVI PRODI IL QUALE ERA SIA AMICO DI TRONCHETTI PROVERA, SIA CERCAVA DI SCIPPARGLI LE AZIENDE!

GLI ITALIANI, QUELLI CHE PENSANO CON LA LORO TESTA E CHE NON SE LA FANNO FORMARE DEI CENTRI SOCIALI, PROPRIO COLORO SI ASPETTANO UN TUO ATTO DI COERENZA! E TU SAI QUALE!!

INCREDIBILE!! PER UNA MAREA DI SINISTRI SE PRODI RUBA E' ANCORA COLPA DI BERLUSCONI!

PAGHERETE TUTTO, PAGHERETE TUTTI!

Martino Estate 16.09.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa ne sai Grillo di finanza?
Io ho fiducia nel sistema Italia, in Prodi e i suoi ministri e nei nostri dirigenti che, fino a prova contrariua, sono capaci e competenti.
E poi, che vuoi mettere un operaio che non ha studiato un cazzo e sa parlare solo di calcio con uno che suilibri ha speso tutta la vita?
Beh se l'operaio voleva, anzichè spendere il suo tempo in osteria poteva benissimpo studiare e lavorare sodo come la maggior parte della nostra classe dirigente.

cRLO COSECa 16.09.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento

E' la sede sbagliata per avere pruriti bavosi, naviga amico mio nel web c'e' molta offerta per seghe mentali.
ivo serentha 16.09.06 19:36 |

Non potrebbe consigliare?(di solito si trova solo roba a pagamento o virus)

Tiziano Cannas 16.09.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

sono un informatico ,
ho lavorato in molte aziende come consulente fra le quali Telecom.
Quest' azienda era ed e' gravata di personale in esubero e nonostante questo era ed e' gonfia di consulenti esterni di ditte pagate cifre assurde fuori mercato su appalti evidentemente pilotati.
I quadri dirigenti sono ancora quelli di quando l'azienda era di fatto statale e sono tutti di nomina politica e/o clientelare e/o parentale.
Personalmente ho lavorato ( si fa per dire ) con un capo-progetto Telecom ( ovviamente raccomandato ) che prima faceva il benzinaio! ( non sto scherzando ).
Il nostro progetto era di nome e di fatto inutile , superato e fermo da diversi anni.
Finche' Telecom agiva in regime di monopolio e le perdite le ripianavamo noi utenti , i conti , a fatica , potevano ancora tornare ma quando il mercato si e' ( poco poco ) aperto il carrozzone si e' sfasciato ... ma come poteva finire ???

Ho lavorato e lavoro in altre grandi ( si fa sempre per dire ! ) societa' e ho notato che la maggior parte, per non dire tutte , si stanno "telecomizzando":
-impossibilita' di reggere il mercato
-management inefficiente e/ o incompetente
-infrastrutture e beni su cui non si e' investito
-personale obsoleto e profondamente demotivato
-consulenze esterne allestite solo per ingrassare qualche dirigente e/o corrente politica

Ma secondo Voi il paese in genere come andra' a finire ???

Daniele D'Elia 16.09.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In nome del fatto INCONTROVERTIBILE che il dio di cui vi parlano i preti di ciascuna confessione NON ESISTE, e del fatto che le ATROCITA' e le VIOLENZE perpetrate dagli adoratori di quel feticcio chiamato Dio, di quel TOTEM chiamato Allah, sono VERE E REALI
VI PREGO: DIVINCOLATEVI! E fate opera di CONVERSIONE del vostro prossimo: RACCONTATE LE MENZOGNE CHE ESCONO DALLA BOCCA DEI "PORTAVOCE" DI DIO, ED EMARGINATE I FEDELI! FATEGLI CAPIRE CHE NON C'E' NULLA DI PIU' DIABOLICO CHE DARE ASCOLTO ALLE PAROLE DEI PRETI, DEI MULLAH E DEI RABBINI SCHI.FO.SI!!
FATELO DA OGGI, ANCHE SE FINO A IERI VI CREDEVATE FEDELI!
Qualunque sia stato il vostro peccato (dirvi cattolici come ebrei piuttosto che musulmani) ABIURATE LA RELIGIONE, prima che questa vi e ci scaraventi nel fondo del baratro.

geronimo del baldo 16.09.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

LAVORO: AUTONOMI 'BATTONO' DIPENDENTI 2.367 ORE A 1.624
(AGI) - Roma, 16 set - Nel 70% dei casi lavorano da soli e si recano nelle loro attivita' tre mesi in piu' all'anno rispetto ai lavoratori dipendenti. Gli autonomi (cioe' gli artigiani, i commercianti e i liberi professionisti) stanno nei loro negozi, uffici o in azienda mediamente 296 giorni all'anno pari ad un monte ore medio di circa 2.367, i dipendenti, invece, "solo" 203 giorni cumulando un monte medio di 1.624 ore. Insomma, rispetto ad operai ed impiegati gli autonomi lavorano quasi un trimestre all'anno in piu'. Per la precisione 93 giorni. Ed e' per questo che gli autonomi dichiarano un reddito annuo di circa il 30% superiore ai propri lavoratori dipendenti. E' questo il risultato piu' significativo emerso in un'analisi condotta dall'Ufficio Studi della Cgia di Mestre che ha conteggiato le ore lavorate medie dei lavoratori autonomi e dei dipendenti italiani sulla basse di dati relativi al 2003 (ultimo dato disponibile). E lo zoom su questo scenario nel mercato del lavoro non sorprende Ivano Muffato presidente dell'associazione artigiani mestrina. "E' una realta' che non ci deve meravigliare piu' di tanto - commenta Muffato - poiche' gli indicatori medi dei lavoratori dipendenti sono condizionati al ribasso dagli orari di lavoro dei colleghi che operano nella pubblica amministrazione".

aldo ponte 16.09.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

CGIA, STATALI ITALIANI I MENO EFFICIENTI D'EUROPA
(AGI) - 13 set - La pubblica amministrazione costa a ciascun cittadino italiano 4.265 euro. Tra i principali partner economici europei solo la Francia (4.887 euro) ha una spesa pro capite superiore alla nostra, anche se in termini di efficienza e di performance il pubblico impiego francese e' nettamente migliore del nostro. Sono questi i principali risultati emersi dall'analisi condotta dall'Ufficio studi della Cgia di Mestre che ha messo a confronto lo 'score' di alcune pubbliche amministrazioni europee. Per quanto riguarda la spesa di funzionamento che include i costi dei servizi generali e quelli del personale del pubblico impiego, la piu' 'esosa' e' quella francese con un costo pro capite di 4.887 euro. Segue l'Italia con 4.265 euro, il Regno Unito con 4.109 euro e la Germania con 3.338 euro. La media pro capite dell'Unione europea e' di 4.006 euro. In termini d'efficienza, intesa come rapporto tra la performance erogata e i costi sostenuti. Con una media uguale a 1 il Regno Unito registra un indicatore pari a 1.06, la Germania 0.97, la Francia uno 0.83 e, infine, l'Italia con uno 0.80. Per quanto concerne la 'performance' delle p.a., che descrive la quantita' e la qualita' dei servizi offerti ai cittadini. Sempre con una media uguale a 1 la Germania si attesta su uno 0.96, la Francia sullo 0.93, il Regno Unito sullo 0.91, mentre l'Italia chiude la classifica con uno 0.83. "Di fronte a questi risultati - commenta Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre - appare evidente che il Governo ha l'obbligo di intervenire con misure che razionalizzino la spesa e rendano la nostra Pubblica Amministrazione piu' efficiente. Invece, par di capire, si vuole procedere ad un ulteriore aumento delle tasse per far fronte al disavanzo pubblico, lasciando a tutti noi un interrogativo senza risposta. Perche' mai siamo costretti a pagare di piu' dei nostri principali concorrenti europei per ricevere servizi peggiori

aldo ponte 16.09.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

POVERINI! PENSAVANO DI VOTARE L'ONESTA', LA COERENZA, LA PACE, LO SVILUPPO E LA GIUSTIZIA!

ORA SI ACCOLGONO CHE IL LORO LEADER, O MEGLIO DIRE LADER, E' DISONESTO, INCOERENTE, GUERRAFONDAIO, RETROGRADO, E MALFATTORE/MAFIOSO USURAIO/IMBROGLIONE!

INCREDIBILE... TROVATO PRODI CON LE MANI NELLA MARMELLATA LA COLPA E' ANCORA DELLA DESTRA E DI BERLUSCONI!

TENETE LA TESTA CHINA E LE SPALE RICURVE DALLA VERGOGNA E DALLA SCONFITTA MORALE E IDEOLOGICA!

ERAVATE UN NULLA RIDICOLO E TORNERETE AD ESSERLO!

ALMENO STATE ZITTI E SORBITEVI I REALITY CHE SONO STATI REALIZZATI PROPRIO SUL VOSTRO TARGET!!(non scherzo, e' assolutamente vero - bassa cultura e reddito,propensione al pettegolezzo e all'invettiva)

PAGHERETE TUTTO, PAGHERETE TUTTI

Martino Estate 16.09.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/292.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Back to the future:

» La politica energetica in Italia, e quella sulle telecomunicazioni da Il Blog di Marco Canestrari
Ho letto un articolo di Francesco Giavazzi (foto) sul Corsera di ieri e gli ho scritto una mail. La pubblico, in attesa di una risposta, se arriverà. ____ Egregio Giavazzi, ho letto il suo articolo sul Corsera di ieri, 7 agosto 2006, e le vorrei sotto... [Leggi]

15.09.06 22:56

» Il Tronchetto lascia?! da Tasto OFF...
Dopo aver dimezzato il valore delle azioni Telecom in pochi anni e averla ricoperta di debiti in quantità tale da fare invidia alla Parmalat, Tronchetti Provera si dimette e gli italiani sentitamente ringraziano per avere rovinato quallo che è un patri... [Leggi]

16.09.06 22:04