Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I serpenti di cemento

  • 1381


mondo_di_cemento.jpg

L’edilizia è un serpente che si mangia la coda. Che divora sé stesso. All’ingresso delle città ci accolgono foreste di gru al posto di mura e giardini. Nelle strade nuovi svincoli, rotonde, sottopassi. Terze, quarte corsie. I paesi investono i bilanci comunali nell’edilizia. L’Ici è il nuovo motore del mattone. Si tassano le case per costruire le case. Seconde, terze case. I capannoni industriali, vuoti, in vendita, in affitto costeggiano le autostrade per decine di chilometri. Le cave appaiono d’incanto tra boschi e montagne. Non si costruisce più per abitare, per necessità. Si costruisce per lucrare. Per ‘investire’. La stabilità o la discesa dei prezzi è un rischio, un problema, una sciagura. Ma per chi?
Ogni nuova costruzione occupa spazio, risorse, distrugge il territorio. L’Italia vista dall’alto è uno stivale di cemento con un po’ di verde intorno. La provincia italiana è piena di case abbandonate da ristrutturare e di case nuove disabitate. Le città italiane sono piene di uffici vuoti (o anche vuote di uffici pieni) e traboccanti di nuovi edifici in costruzione. C’è un’orgia da cemento in giro. Ma il cemento non produce nulla. Piuttosto, se non è necessario, distrugge soltanto.
Le richieste di nuove licenze edilizie andrebbero autorizzate solo in mancanza di alternative già presenti. Incentivate le ristrutturazioni di case esistenti. Quanti uffici, appartamenti, edifici sono vuoti in Italia? Quanti in costruzione? L’edilizia si giustifica perchè rende, perchè il mattone è sicuro. Ma è un gioco al massacro del territorio. E delle risorse economiche che potrebbero essere destinate, almeno da parte delle amministrazioni pubbliche, al territorio, ai servizi ai cittadini. Che senso ha investire in cubi di cemento invece che in ricerca? Un senso ci deve essere in attesa della bolla immobiliare prossima ventura. Un vento sta spirando da oltre Atlantico verso l’Europa. Dopo potremo investire in demolizioni e nel recupero del territorio. Serpenti che si mangiano la coda.

Ps: “Fabbricare fabbricare fabbricare
Preferisco il rumore del mare
Che dice fabbricare fare e disfare
Fare e disfare è tutto un lavorare” (Dino Campana)

13 Set 2006, 20:16 | Scrivi | Commenti (1381) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1381

| La Settimana | Trackback (9)

Commenti

 

Caro Grillo, cari fedelissimi dallo zoccolo duro che non hanno (finora) mai lasciato il Movimento per unirsi alle malefatte e agli inciuci di quei criminali e mafiosi che chiamo Stato Italiano e politici annessi, cari uomini e donne del Movimento grazie, per essere un'entità sociale fuori da questa cagata di cesso che sono i politici italiani di destra di sinistra di quello di quell'altro, grazie, perchè io, dovete sapere, non vado più a votare per niente e per nessuno da 13 anni perchè ho deciso di liberarmi da quel diritto dovere che per comodità loro ci dicono di avere, grazie, perchè adesso che ho 40 anni non ho mai dimenticato il sogno che da tempo immemore sognavo di realizzare: un movimento tutto mio che abbattesse tutta la merda e la rispedisse al mittente, proprio come voi, ma per vari motivi non se n'è fatto niente ma ora, ora ci siete voi che per la grande qualità sociale delle vostre idee (che non sto qui a dire perchè le sanno tutti) mi avete fatto tornare la voglia di andare a votare alle prossime elezioni soltanto per voi e vi faccio un grosso in bocca al lupo per la vittoria finale, portatrice per i cittadini di equità (Oh, a proposito, ma in caso di vittoria poi non mi deludete, non ci deludete eeehhh!!!!!!)

undefined 12.08.15 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Ecco una Realtà in crescita: http://immobiliarebordighera.it/

Sosteneteci!

Immobiliare Bordighera 22.02.12 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Dal portale Indymedia al link:

http://piemonte.indymedia.org/article/10926


Avvocati d’affari: parcelle & mattoni.

Od anche… Business lawyer: notule & cemento. Come preferite. Fate voi.

Luigi Zunino, immobiliarista a tutto tondo, grande appassionato di cavalli, a 44 anni diventa il più giovane cavaliere del lavoro.

E’ stato definito “il più furbo dei furbetti” perché ha saputo dribblare abilmente le inchieste della magistratura che hanno falciato speculatori del mattone a sua immagine e somiglianza, come Stefano Ricucci e Danilo Coppola (con quest’ultimo ha concluso un cospicuo numero di affari). Ma non riuscirà a passare indenne tutti i cicloni giudiziari.


Per le sue mani son passati fior di business miliardari. Milano Santa Giulia, Montecity-Rogoredo (ex Montedison), aree Fiat Avio (Torino), immobili a Parigi sugli Champs Elysées, l'ex area Falck di Sesto San Giovanni, il famoso Badrutt's Palace Hotel di Saint Moritz, palazzi della Milano bene in via Montenapoleone e via Manzoni, mega attici come i 3 appartamenti nel cuore di Manhattan a New York (grattacielo del Plaza Hotel), etcetera, etcetera.

Un fiuto per gli acquisti e le compravendite che s’è felicemente coniugato con una serie di straordinarie e vincenti intuizioni. Come quella d’investire su aree ex industriali superinquinate (v. l’ex Montedison di Milano Santa Giulia, le aree Falck ed altre). Che passano di mano, con speculazioni e plusvalenze da capogiro.

Luigi Zunino parte con la sua Risanamento Napoli Spa e st’’idea geniale in testa. Costruire laddove gli altri hanno inquinato e devastato l’ambiente (senza risanare un bel niente s’intende). Four business in one. Compra a prezzi stracciati, ottiene velocemente le concessioni, costruisce a prezzi altissimi e risolve per le amministrazioni locali il problema dello smaltimento dei rifiuti e del recupero

trasparency international 11.12.10 03:30| 
 |
Rispondi al commento

Manca il grano aumentano i prezzi di pasta e pane ci sono milioni di persone che hanno fame e noi costruiamo villette a schiera ,condomini che piano piano si stanno mangiando tutta la campagna!
W L'Italia

Giovanni Biondi 01.10.07 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Neanche le minacce dell'UNESCO di togliere il riconoscimento di sito protetto dall'Unesco ci fanno vergognare di aver distrutto un territorio pieno di bellezze naturali, di aver mangiato il verde e le coste, le colline e i monti. Gnam, gnam,tutta ICI che entra nelle casse comunali con il corredo di tutte le altre tassazioni. Ma il cemento potrebbe anche favorire lo svilupparsi di tumori oltre che ad incidere sull'ambiente rendendolo malsano. I mille sprechi pubblici abbandonati in tutta Italia si potrebbero recuperare per farci magari case popolari che non ci sono mai, un impulso maggiore alle ristrutturazioni di edifici con possibilità di detrazioni, sanzioni serie per chi attenta al territorio, a cominciare da amministratori corrotti e disonesti.

roberta ratti 16.10.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, mi chiamo Marco, ho ventitre anni. Da molto cerco di muovermi come posso per la terra che amo, cioè quella vicino a me, i dintorni di Padova.
Molte battaglie iniziate con il più bruciante entusiasmo sono sfumate nell'ignoranza, nell'indifferenza della maggior parte delle persone schiave purtroppo di un eccessivo individualismo: non si guarda con interesse al di la dei propri giardini, delle proprie siepi.
Vorrei che noi, quei pochi che invece amano questa terra che occupiamo (prima di tutto come beneficio), che guardano più in la del proprio interesse formassimo un gruppo organico, un qualcosa che possa farsi sentire non come rumori sparsi, e forse nemmeno come una fazione politica o un qualcosa che si presti a etichette; ma che rivendicasse il VALORE UMANO collettivo di vivere, apprezzare e rispettare il nostro territorio.
Grazie a Beppe per questo blog. Spero davvero e chiedo a tutti che si cominci a porre azione sopra tutte queste parole. Altrimenti niente cambierà.
Ciao a tutti

Marco Zanin 16.10.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDA? MA BERLUSCONI DANDO UN CONTRIBUTO STATALE PER IL DECODER TERRESTRE E FACENDO LE SCHEDE PREPAGATE PER MEDIASET PER PARTITE ETC NON HA FATTO NIENTE DI STRANO?

BOANINI ANDREA 27.09.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO REDUCE DA FERIE IN SARDEGNA,a differenza di un anno fa' l'abbiamo trovata molto sporca (zona nord ovest) e cementificata, splendido esempio la doppia rotonda inutile all'ingresso di VIDDALBA, naturalmente con asfalto gia' deteriotato, per non parlare della macchina mangiasoldi delle TERME di CASTELDORIA,MAI APERTE
CHISSA'se qualche autorita'locale rispondera'...

Erio Ferrari 25.09.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo beppe
Ho appena letto quanto vi è capitato nella girati di mercoled in quel di milano, " sono un diessino " non posso che essere solidale con voi e condanare quanto hanno fatto quelli del servizio d'ordine. Vorrei anche dire a Penna Bianca che, non solo i poveri cristi hnno beneficiato dell'indulto ma personaggi che le tasche se le sono riempite per bene. Vi preco di comunicarmi qualsiasi inziativa adotterete.

orfeo

orfeo fornoni 21.09.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti voi lettori del blog, io abito a padova e mi piacerebbe sapere, nome e cognome del/dei tecnico/tecnici che ha/hanno progettato il sottopasso della vergogna (tre giorni di completo allagamento,senza vedere una squadra dei vigili del fuoco, robe da terzo mondo), che collega via montà con lo stadio euganeo, se per caso cè qualcuno che lo sà, scusate e grazie.

stefania bonato 21.09.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

VORREI GENTILMENTE SAPERE DI QUALI STRUMENTI E SOFTWARE AVREI BISOGNO X ADERIRE A SKYPE. SPERANDO IN UNA VS RISPOSTA, SALUTO CORDIALMENTE E MI CONGRATULO X I VS SERVIZI COSTANTEMENTE INTERESSANTI.
GIOVANNI DE PASCALIS

GIOVANNI DE PASCALIS 21.09.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
questa sinistra è davvero Regime! Lo psiconano, l'unto dal Signore, Napoleone ha ragione! E quasi ne sento la mancanza se si va avanti così... Ho votato Italia dei Valori e mi sento abbastanza coerente ma la coalizione fà schifo!
E la parola "democrazia" è stata completamente dimenticata come principio applicato e come partito distrutta.
Io non ero fra i quindici ma unisco la mia voce
con questa mail... Si devono vergognare!!!

Fiammetta Migani
Rimini

FIAMMETTA MIGANI 21.09.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe per quanto riguarda l'edilizia il problema è fondamentalmente uno, comprare un terreno e costruire un edificio nuovo costa meno che comprarne uno vecchio e rimetterlo in sesto, secondo me perche bisogna usare più cemento,mattoni,ecc... non sono sicuro ma per me è cosi

zanchin federico 20.09.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Si vivrebbe molto meglio se ci fosse più natura.
Si vivrebbe molto meglio se non ci si dovesse spostare sempre per lavorare...
ci sarebbe meno stress...
meno gente che sta male...

Ma forse a noi umani ci piace proprio questo...costruire strade per poter viaggiare, uffici per poter lavorare.
Sempre più questo ci porterà a vivere in modo frenetico...

NOI NON SIAMO NATI PER QUESTO.

Torniamo a vivere in modo più umano, come la natura vorrebbe.

Mi domando: La tecnologia oggi ci permette sempre più di lavorare a distanza... come mai le strade sono sempre più affollate? Per fare 20 km ci vuole 1 ora...se parliamo della città alme 2 ore.

Assurdo....

Ciao a tutti


Marco Del Principe 20.09.06 08:49| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!LA CITTA' DELLA MODA COSTRUIAMOLI AL POSTO DEI TUBI CHE HANNO MESSO VELENI PER TANTI ANNI.
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 19.09.06 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL MATTONE E' SICURO, MA QUANDO I PREZZI COMINCIANO A CALARE COME SUCCEDE ORA NEGLI STATI UNITI COSA SUCCEDE?

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 19.09.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 19.09.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 19.09.06 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Verissimo.
Sopratutto bisognerebbe demolire e riedificare oppure ristrutturare riqulificando intere zone, non continuare ad espandere i centri abitati, non continuare a costruire su colline franose o nell'alveo di piena dei fiumi...

Federico Barboni 19.09.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento

come mai non rispondi?!?!?!?BEPPE RISPONDIIIIIIIIIII

www.blublog.it 19.09.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono una studentessa del terzo anno di architettura e sono pienamente daccordo sull'articolo che finalmente condanna la continua e sfrenata crescita del cemento,al posto della salvaguardia del territorio.Spero vivamente che le cose cambino presto,nel frattempo mi impegno a diventare un architetto consapevole con un immenso amore per ciò che è giusto e non per ciò che crea del guadagno sulla vita del mondo e dei propri abitanti.

elisa zunino 19.09.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei con molto garbo esprimere la mia opinione sull'investimento immobiliare.
La casa è un bene primario ed essenziale, è la nostra tana,la nostra corrazza,il luogo dove finalmente ci rifugiamo la sera e mettendoci in mutande ci concediamo il meritato riposo, godendoci la nostra intimità.
Per ottenere questo siamo pronti persino ad indebitarci per acquistarla, perche si dice: "basta pane e cipolla a casa propria...".
L'automobile è, purtroppo, un bene primario ed anche essenziale, è il nostro mezzo di mobilità, il nostro carretto, il luogo dove chiudendoci dentro ed al volante ci avveleniamo l'anima nel traffico, infuriandoci con i conducenti delle altre automobili.
Per questi motivi siamo costretti anche ad indebitarci per acquistarla, perchè si dice: "l'auto è necessaria...".
Ora vorrei fare una piccola considerazione:
Quanto costa una macchina al Mq.?
Ve lo dico io.
Considerando che una macchina media è pari a circa 8 mq. e costa circa 30.000 euro siamo a circa 4.000 €/mq..
Ebbene, considerando che una macchina appena esce dal concessionario e giri la chiave nel quadro vale il 20% in meno e dopo tre anni il 50% in meno ed invece la casa appena la acquisti e giri la chiave per entrare vale almeno il 10% in più e dopo 3 anni almeno il 30% in più, lascio a voi le conclusioni finali.
Perchè non si favorisce l'acquisto di una casa o più con le formule di dilazione nei pagamenti come le auto?
Io sono un piccolissimo imprenditore edile e vi assicuro che per costruire una casa i costi al mq. sono ben maggiori che costruire un involucro di lamiera e plastica...
Allora perchè ci meravigliamo dei valori al mq., se li rapportiamo con quelli di una automobile considerando quanto sopra esposto, credo che non esistano dubbi.
Per concludere la migliore forma di investimento è sempre la casa perchè il reddito di affitto è SICURAMENTE superiore a qualsiasi prodotto finanziario(PARMALATCIRIOBOND ARGENTINIetc.etc.)SOPRATTUTTO SENZA SORPRESE
A mio modesto parere...

Mauro Piconi 18.09.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON HO AZIONI TELECOM MA DA UNA VITA PAGO IL CANONE E MIO PADRE ANCHE.. POSSO FARE QUALCOSA ANCH'IO PER MANTENERE LE GRANDI AZIENDE ITALIANE ANCORA ITALIANE!!! BASTA SVENDERE GLI ITALIANI CHE LAVORANO.. CAZZO!!!!!!!!!!

stefano bai 18.09.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 18.09.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia ormai giunto il tempo di toglierci le inutili maschere che abbiamo sul viso e mostrare il nostro vero volto. Il tempo corre veloce , e la strada che il potere ci ha fatto intraprendere porterà tutti in un baratro profondo. Se vogliamo salvare i nostri figli , i nostri nipoti dobbiamo farlo adesso, subito. Guardatevi dentro, il denaro non è nulla e non potrà portare a nulla. Anche i ricchi e i potenti invecchieranno e moriranno , nemmeno una briciola di quello che hanno accumulato potrà servire loro quando arriverà quel momento.E allora perchè non condividere quello che si ha con gli altri? Perchè sfruttare gli altri per arricchirsi invece di aiutarli? Il tempo sta per scadere, occorre far presto. Guardadevi dentro.

domenico abate 18.09.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

E fosse solo la quantità di "cemento messa in opera"é la qualità che fa schifo! Parlo da architetto,se fossi contro le costruzioni ,sarei contro me stessa.Ma il problema è anche un altro e credo più importante.La qualità delle costruzioni in essere se ne fotte altamente dei problemi energetici ed ambientali.Hai voglia di dire che la ratifica di Kyoto ha dato parametri precisi e la direttiva CEE impone la verifica della performance energetica!i costruttori ed i tecnici comunali inorridiscono a proposte del genere.Costruire un edificio energeticamente autonomo?Fitodepurazione? Bioarchitettura? Bioedilizia? Siamo alla clava!Altro che manifesto ambientale!Ti tagliano le gambe sul nascere!I tecnici comunali domandano ancora di che si parla e rilasciano licenze edilizie a nascenti tumori del territorio.Pannelli solari??Nooo!! Deturpano il paesaggio...Pale eoliche? Dio che schifo!Ma per le satellitari,i ripetitori,i mostri multisala ,outlet,cittàmercato ed altri schifi analoghi è tutto a posto.Automobili e motorini,noo..quelli mica deturpano il paesaggio!
Se si costruisse il nuovo con caratteristiche rispettose dello sviluppo sostenibile,quasi quasi,potrei anche sopportare.Se ci fossero delle scelte urbanistiche dettate dalla logica ambientalista,o semplicemente dalla logica, e non dall'atteggiamento solito di tappare le falle del sistema e riempire zone rimaste vuote.E' proprio il mercato immobiliare che ha un principio di sviluppo diverso.La costruzione ha proprio perso la sua caratteristica primaria che è quella di accogliere l'uomo.E' merce di scambio.Esiste la logica di COSTRUIRE ANCORA DORMITORI SEMPRE PIU' LONTANI DAI CENTRI.Facciamoli
dormire,mangiare,abbuffarsi di cibo, vestiti ed altre cazzate.Congestioniamo scuole,ospedali..tanto che ci frega!
Principi di biocompatibilità ed ecosostenibilità sono parole vane che danzano nei convegni,sono echi lontani di un pezzo d'europa che ci guarda e ride.E noi si piange,a disegnare le nostre piccole cazzatine quotidiane

nadia ciccarella 18.09.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento

cari lettori, buongiorno a tutti, tronchetti provera si è dimesso lasciando il tedoforo guido rossi alle redini di questa grande sciagura che si chiama telecom.
Spero che la verità, e sappiamo tutti che è molto oscura prima o poi verrà a galla.

antonio ceci 18.09.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Errata Corrige: Naturalmente: "Aggiungo "a" quanto dici..." e non "ha" ecc.
Mi scuso con chi legge della svista. O. Pavese

Pavese Osvaldo 18.09.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo ha quanto dici: le amministrazioni pubbliche contribuiscono ampiamente a cementificare il territorio e a sperperare denaro pubblico.
Un esempio: le Province, da sempre sprecano il denaro pubblico per raddrizzare le curve delle strade provinciali e comunali! E' uno spreco di denaro per una attività inutile e anzi dannosa perchè meno curve invitano gli automobilisti alla velocità, aumentano gli incidenti e i costi prodotto da questi.
Quindici anni fa sono stato consigliere provinciale a Genova e già allora la Provinci si indebitava fini al tetto massimo di indebitamento permesso dalla legge per raddrizzare le curve! E questo succede in tutte le Province. Quanto denaro pubblico viene gettato in questa maniera? Potresti fare una bella indagine sull'argomento raccogliendo dati forniti dai bloggisti.
Saluti. Osvaldo Pavese

Pavese Osvaldo 18.09.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

GIà PROPRIO COSì, MA QUESTI PREZZI DELLE CASE QUANDO SCENDERANNO. DOBBIAMO PRORPIO CREDERE AGLI SPOT DELLE AGENZIE IMMOBILIARI CHE NON SI TRATTA DI BOLLA.
MA UNO CHE LAVORO E VIVE DI STIPENDIO PER QUANTE GENERAZIONI SI DEVE INDEBITARE PER AVERE I SUOI 100 MQ.?

Paolo Procaccio 18.09.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

"Le richieste di nuove licenze edilizie andrebbero autorizzate solo in mancanza di alternative già presenti. Incentivate le ristrutturazioni di case esistenti."

Da anni, mentre sono in giro e mi guardo intorno continuo a ripetere "guarda che bella questa casa, se fosse ristrutturata; guarda che bello questo edificio, se solo avessi la possibilità di rimetterlo in sesto; ecc. ecc.". Ormai mia moglie è talmente abituata che a seconda dell'umore o vorrebbe uccidermi perché sente sempre la solita tiritera o mi anticipa e poi si mette a ridere!

Massimiliano Albericci 17.09.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo sito...l'ho aggiunto tra i miei preferiti!
ma....non sono stato in grado tramite il motore di ricerca interno di accedere alla ricetta della tanto decantata COLA FAI DA TE!
Eppure ne ho sentito parlare proprio da Beppe nazionale Internazionale!
Eppoi dove trovare gli ingredienti qui a Genova?
Quanto dura il composto e quanto è il muinimo quantitativo producibile? Viene buona?
...quante domande,,,potete rispondermi...ho tre bimbi che aspettano di poter bere una cola boicottando una coca!
Grazie

Fabio Ferrari 17.09.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento


A-Raul Gardini dopo aver sposato Idina Ferruzzi figlia dell'imprenditore Serafino Ferruzzi, entra nella società del suocero.

A-Marco Tronchetti Provera dopo aver sposato Cecilia Pirelli, figlia dell'imprenditore Leopoldo Pirelli, entra nella società del suocero.

B -Loro saranno ricordati come brillanti simboli del loro tempo, capitani d'industria e marinai di livello mondiale, che hanno pilotato le loro imprese ed il loro yachts, da un milioni di €uro con gioioso abbandono. Hanno lavorato duro per anni allo scopo di coltivare questa immagine, in un mondo dove i miti contano più spesso dei fatti.

C -Hanno truffato aziende italiane e straniere, impoverito centinaia di migliaia di italiani speranzosi, e quando avevano il vento in poppa tutta l’Italia sia politica, sia fanta-economica-popolare gli baciavano al culo.

D-23 luglio 1993 RAUL GARDINI, si spara un colpo di pistola nella sua abitazione di piazza Belgioioso, in pieno centro di Milano, e muore poco dopo al Policlinico. (si sospetta l’omicidio, ma conviene seppellire subito l’accaduto).

D-Manca ancora analogia

Marco Tagliafico 17.09.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO UN ANGOLO DI PARADISO DAL CEMENTO. NON BASTA CRITICARE,BISOGNA MUOVERSI!
Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 17.09.06 13:59| 
 |
Rispondi al commento

STO CERCANDO DI SALVARE UN ANGOLO DI PARADISO A FIESSO D'ARTICO. L'AREA SU CUI SI VUOLE COSTRUIRE LA CITTA' DELLA MODA. UN MOSTRO DI CEMENTO CHE NON SERVE.

Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione di per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?

Orlando Masiero 17.09.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento

...infatti la Bicocca a Milano su progetto di Vittorio Gregotti prevede residenze che le persone comprano per poi affittarle agli studenti universitari, poichè viverci è un incubo.

fiorella narolini 16.09.06 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Il cemento non deturpa soltanto le città.
I palazzinari la fanno da padroni anche in provincia,oltre alla costruzione di palazzine e case a schiera senza alcun criterio di risparmio energetico, oltre agli abusi edilizi nel centro storico, che continuano a fare i soliti noti, assisto anche al devastamento delle campagne da parte di chi, con vari escamotage, costruisce ville con porticati assurdi, con rustico e contro rustico su terreni agricoli,anche in questo caso senza tener conto della situazione energetica e del danno all'ambiente.
Cosa se ne faranno i nostri figli di queste ville?
Possibile che il frutto del lavoro e dei sacrifici di molte famiglie sia destinato a case e automobili?
Se passate intorno al lago di Bolsena date un' occhiata anche alle spendide campagne che lo circondano. Saluti a tutti
Enrica

enrica martini 16.09.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Qui Ravenna,una delle città italiane che in questi ultimi anni si è posta ai vertici della proliferazione bituminoso cementizia,la cosa bella è che esercitare l'arte del muratore non viene più da tempo presa in considerazione come possibile opzione dalle giovani generazioni,si consuma quindi e si devasta irrimediabilmente la ricchezza di tutti (il territorio in cui viviamo),come al solito a vantaggio dei pochi che da ciò traggono enorme profitto,e per fare questo si ricorre all'importazione massiccia di manodopera immigrata,ettari di fertile campagna sono stati asfaltati per nuovi svincoli e circonvallazioni in grado di accogliere file sempre più lunghe di auto a passo d'uomo,interi nuovi quartieri sono sorti dal nulla,ma sempre costituiti da case e negozi che hanno bisogno di enormi quantità di energia x essere raffreddati e riscaldati,nuove case vecchie quindi; potevamo alora tenerci e mettere a posto quelle che già c'erano,anche xchè la popolazione è nel frattempo aumentata di poco,anzi forse solo del numero degli immigrati impiegati nell'edilizia.Ora,anche qui comincia ad accumularsi l'invenduto e i prezzi ad arrestarsi,oltre a ciò l'amministrazione ha annunciato che le zone di espansione previste stanno terminando,il boom è quindi al capolinea e si profila un'inevitabile crisi;come si gestiranno le tensioni sociali che ne faranno seguito,e cosa sarà detto a tutti quegli immigrati che sono stati fatti venire qui col miraggio del lavoro che accamperanno diritti e chiederanno soluzioni?Soluzioni che saranno onere di tutta la collettività, quella stessa che ci ha anche rimesso una parte della sua ricchezza costituita dal territorio in cambio di nulla, i pochi che si sono arricchiti stanno già studiando nuove "opportunità"
Quanto sopra ad ulteriore prova del corto respiro dell'iperattività edilizia e di quanto anche il bisogno di flussi migratori sia in gran parte fine a se stesso ed al grande ed insensato circo del PIL,un MOLOCH che divora i suoi figli.

Maurizio Focaccia 16.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovete smetterla di cementificare,dovete darci agevolazioni per ristrutturare ciò che esiste già e di gran lunga migliore perchè ha resistiro ad una guerra.Oggi piove dirotto e leggo nell'Ansa che l'acqua non solo ha distrutto tutto ma anche ha causato morti,sempre le stesse storie per dare da mangiare ai giornalisti ,ma non capiscono che costurendo selvaggiamente e senza un senso logico l'acqua,senza le radici degli alberi non tiene più? Che razza di laureati ci sono?E la terra ferma che impedisce gli allagamenti,non il cemento!Per darti un fido a scopo ristrutturazione guardano il monterischi e se è alto lo negano,oppure le stesse banche ti obbligano a rivolgerti alle loro ditte di ristrutturazione,non a quelle di cui ti fidi,per interscambio di favori .L'edilizia moderna fa case con soffitti bassi e vani sempre più piccoli,come un alveare,tanto vale non farli,no?Poi quando esci le strade sono tutte pieno di buchi.....

stefano masetti 16.09.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo è ,ormai ,evidente la connivenza di chi ci amministra con i grandi costruttori e le banche,che per il resto della nostra vita saranno i nostri veri proprietari.Basterebbe che lo stato investisse soprattutto nell'edilizia pubblica per dare respiro all'economia .Pensate infatti che, chi come me ha acquistato casa,per i prossimi 25 anni non potrà più andare a teatro, al cinema, fare viaggi, andare in palestra,fare shopping, andare a cena fuori,andare dal parrucchiere,acquistare libri,poichè con il mutuo da pagare.......Notate quante categorie sono state colpite dal fatto che ho preso un mutuo? Moltiplicate per il numero di famiglie che ,con gli affitti incontrollati,sono state costrette a fare come me..... Però, vogliono farci credere che il settore costruzioni è il motore dell'economia.

maria vittoria molinari 16.09.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

CEMENTO,
CEMENTO
ED ANCORA CEMENTO,
MA QUANDO SI FERMERANNO?
ORMAI NON C'E' PIU' TERRENO SUL QUALE COSTRUIRE UNA CASA, UN CAPPANNONE, UN CONDOMINIO,
STANNO ELIMINANDO PERFINO LE AREE DEDICATE AI PARCHEGGI PERCHé NON SERVONO PIù, AL LORO POSTO COSTRUISCONO I SILOS, DOVE PARCHEGGIARE L'AUTO COSTA TANTISSIMO:
QUASI QUASI MI TUFFO NEL BUSINESS,
ACQUISTO UN POSTO AUTO IN UN SILOS E POI
LO AFFITTO A TEMPO,
COME FANNO LE PUTTANE CHE NON VENGONO PIù PERSEGUITE DALLA GIUSTIZIA (SEMPRE CHE NE ESISTA UNA),
OGNI ORA LA FARò PAGARE 15 EURO,
CHI NON PAGHEREBBE 15 EURO/ORA PER LASCIARE LA PROPRIA AUTO CHE HA PAGATO 40-50-60... MILA EURO PIù BOLLO, ASSICURAZIONE E BENZINA? PRATICAMENTE UN MINI-APPARTAMENTO, AH NO SCUSATE, UN LOCULO (MONOLOCALE) COSTA MOLTO DI PIù.
MA NELLA VS CITTà TROVATE ANCORA DEI PARCHEGGI GRATUITI? NELLA MIA SOLAMENTE A CASA MIA.
CON TUTTI QUEI SOLDI COSA FANNO LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI?
AH DIMENTICAVO, HANNO CREATO DELLE SOCIETà DI CAPITALE CHE GESTISCONO ED INCASSANO QUESTI SERVIZI, QUINDI SCATTA LA LOGICA DEL PROFITTO E NON DEL PAREGGIO DI BILANCIO: MA PENSA IN CHE PAESE DI FURBI VIVIAMO, EPPURE SI SPACCIANO PER STRATEGHI. DENTRO A QUESTE SOCIETà (SPARTIZIONE DELLE QUOTE/AZIONI DEL CAPITALE SOCIALE, COMPONENTI DELI CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE, DIRIGENTI E RESPONSABILI VARI, ECC.) CHI CI TROVIAMO? SORPRESA...

Gianpietro Colla 16.09.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

BELIN BEPPE, A PROPOSITO DI CEMENTO, HO LETTO CHE IL MINISTRO VISCO NEL 2001 A PANTELLERIA HA COSTRUITO UN LOCALE ABUSIVO ED E' STATO CONDANNATO A 10 GIORNI DI GALERA E 10.000 EURO DI MULTA. RI..BELIN, LA SENTENZA DICEVA CHE DOVEVA DEMOLIRE L'ABUSO. TI PUOI INFORMARE SE LO HA FATTO O SE E' RIMASTO SU.

bruno de ba 16.09.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

In queste ultime ore stiamo assistendo alla CROCIFISSIONE di Benedetto XVI.

NO, NON ESAGERO!

Proprio non riesco a capire cos'abbia detto il Pontefice di così GRAVE nei confronti dell'Islam!

LEGGETE LE ULTIME AFFERMAZIONI DI AHMADINEJAD, ALTRO CHE IL PAPA....

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER LEGGERE IL POST.

Marcello Cerulli 16.09.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

senti questa.
IMOLA
Klondike, terra di conquista.
Ovunque cemento, gru, lavori.
Lembi di terra esauriti.
Tutti costruiti.
Lobby del cemento like mafia: dov'è, chi l'ha vista?
Urbanistica compiacente. In affari?
Zona industriale: ostaggio delle coop edilizie.
Solo qlche briciola agli altri, purchè amici però.
Dove c'era un campo ora c'è un capannone.
Dove c'era un capannone ora cè un condominio o una torre.
Dissennata proliferazione di mquadri di ogni tipo.
Chi potrà mai sfruttarli se non il costuttore?
Dove sta la domanda?
A quanto vedo inesistente.
Vedo male? Cosa c'è dietro?
Però si continua a gettare cemento.
Sono forse spazi x nuovi cittadini italici?
Che lusso, e che portafogli!
Centro storico e periferia: dalla fatiscenza più crollante al restauro più figo.
Il vecchio cadente si affitta all'extra,
nel nuovo ci vanno i figli dei padroni.
Degrado dilagante.
Zone franche ormai.
Opere utili alla cittadinzanza: ZERO.
Iniziative della giunta: richiamare gente a Imola. Festival di ogni tipo, botte da 100 mila alla volta. E cemento.

Conseguenze sulla viabilità disastrose.
Pianificazione zero.
Strade assurdamente mancanti.
Mezzi pubblici pietosamente assenti.
Quando presenti perfettamente inutili e contribuiscono al caos.
Intasamenti, colli di bottiglia ovunque.
Portare il figlio a scuola in auto è come attraverare Parigi: 1 ora ben che vada.
Viabilità al collasso, specie nelle ore di punta.
A ridosso del centro un imbuto pazzesco; ancor + fuori un TIR dietro l'altro.
Motori accesi per ore, consumi e inquinamento alle stelle.

Grazie sindaco, grazie giunta, grazie per l'oculata agestione dell'ambiente in cui viviamo e per la vostra vision del futuro.

enrico oprandi 16.09.06 07:31| 
 |
Rispondi al commento

ERRATA CORRIGE per il precedente commento:
Le olimpiadi di cui si parla nell'ultima riga sono del 2016 e non del 2006 come erroneamente digitato. Mi scuso con i bloggers!

Simone Paoletti 16.09.06 02:12| 
 |
Rispondi al commento

L'allargamento della città a macchia d'olio oltre ad aggredire la bellezza dei paesaggi, azzerandone le caratteristiche identitarie, non è più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, poiché produce un elevato consumo di suolo e una crescita incessante della mobilità su gomma. Poiché sottrae al ciclo biologico risorse insostituibili per l'equilibrio tra uomo e natura. Poiché esaspera la segregazione degli spazi indebolendo la coesione sociale e il senso d'appartenenza delle comunità.
Mentre nei paesi avanzati il contenimento della macchia d'olio è un obiettivo cruciale da raggiungere con adeguate leggi e strumenti urbanistici, in Italia gran parte delle amministrazioni e della cultura (di destra e di sinistra) ne ignorano i risvolti negativi e distruttivi, tra cui dovrebbero essere lampanti anche a occhi meno attenti, i costi pubblici e collettivi.
Un esempio che primeggia per l'indifferenza verso il fenomeno è il NUOVO PIANO REGOLATORE DI ROMA, approvato recentemente in Comune, in procinto di ratifica in Regione e festeggiato all'unanimità da tutti i quotidiani romani (di proprietà dei costruttori), che sta riversando una colata di 70 milioni di nuovi metri cubi di cemento su altri 15.000 ettari (per indenderci il comune di Napoli ne occupa appena 12.000). Così alla fine di questo evento storico almeno 60.000 ettari comunali saranno occupati da ciò che i giornalisti amano chiamare il "Modello Roma".
Solo un evento internazionale capace di condurre per vari giorni migliaia di persone e milioni di sguardi disinteressati su Roma, potrebbe finalmente svelare l'inganno nascosto dal pensiero unico veltroniano, facendo emergere ad esempio il TILT della mobilità romana, dove non esistono valide alternative all'automobile, con le conseguenti, enormi concentrazioni di SMOG.
Sarà stato questo il pensiero che ha segretamente tormentato Veltroni e i suoi suggeritori prima di decidere il ritiro della candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2006?


LA COSTRUZIONE DELLA CITTA' DELLA MODA A FIESSO D'ARTICO DISTRUGGEREBBE UNO DEGLI ANGOLI PIU' SUGGESTIVI DELLA RIVIERA DEL BRENTA.

Insistere con le industrie chimiche a Marghera - ciclo del cloro- significa spostare il problema di un paio d' anni e allora si non ci saranno alternative per i lavoratori!
La costruzione della città della Moda a Fiesso D'Artico, oramai non ha nessuna funzione per il rilancio del settore della calzatura nella Riviera del Brenta.Vi sono le premesse per dire che si tratta di una pura speculazione edilizia. Oltre a deturpare il paesaggio e il territorio per sempre non si è valutato l'impatto ambientale. Di fronte all'area, su strada provinciale, passano trentaquattromila veicoli al giorno. Moltissimi sono mezzi pesanti (TIR,CAMION) con un inquinamento che supera quello della tangenziale. La strada è stretta da due pareti continue rappresentate dalle abitazioni. L'aria è irrespirabile e il traffico dovrebbe essere limitato. In questo paese non difettano ne le abitazioni (vuote), ne i fabbricati da adibire a produzione;
costruiti con la legge Tremonti e poi riamasti inattivi. Il segmento della calzatura ha perso le aziende con lavorazioni di bassa e media qualità. Il paese non è più in grado di attrarre manodopera dal circondario come qualche anno fa che qui veniva a stabilirsi per lavorare. La città della moda se costruità è destinata a diventare la succursale di Via ANELLI A PADOVA ?
E le conseguenze per il paese sarebbero deleterie.
A Marghera invece dovranno passare degli anni perchè il problema della casa per i residenti sia risolto.
Un motivo in più per costruire in questo sito la Città della Moda.
Chiedendo all'ENI di procedere immediatamente all'abbattimento di tutte le costruzioni e delle line aeree del vecchio Petrolchimico.

Orlando Masiero 15.09.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Non so voi ma non vedevo l'ora di rivedere Santoro (e la sua squadra) in tv, sono passati quattro lunghi anni dalla sua cacciata vergognosa da parte del nanetto di Arcore (..e la chiama "casa delle libertà") e avevo proprio nostalgia di trasmissioni interessanti e utili, di inchiesta, anche scomode, ormai non mi accontentavo piu' solamente della Gabanelli con Report, ottimo programma ..
Vedere Marco Travaglio nella squadra di Santoro è stato quasi un miraggio, lo ritengo uno dei pochi giornalisti LIBERI presenti in Italia; consiglio vivamente a tutti di recuperare online tutte le video-interviste di questo grande uomo, sono molto illuminanti e utili per chi è, come me, particolarmente sensibile agli abusi di Potere.
Ora rivorrei indietro, pago il canone non per i reality cazzo, il mitico Luttazzi e i fratelli Guzzanti (ormai per Grillo mi sono rassegnato) perche' la satira è un buon indice del livello di democrazia di un Paese e noi siamo proprio messi mali ragazzi..
Signor Prozac &Co nei prossimi due mesi esigo:
- legge efficace sul conflitto di interessi
- blocco della riforma della giustizia
- rimozione delle leggivergogna del precedente governo
- reintegro di Biagi e Luttazzi
- riforma del sistema radiotelevisivo

e complimenti per l'indulto! vergognateci, ci avete tradito..

Leonardo Rossi Commentatore in marcia al V2day 15.09.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

La viabilità, le rotonde, il nuovo modo di concepire il traffico...tutte balle, soprattutto nel mio comune, Civitavecchia.
Si sono succedute amministrazioni di destra e sinistra, con progetti sempre inutili.
Semafori montati e mai usati, rotonde studiate in punti assurdi che creano solo problemi ma non c'è sensibilizzazione, la gente usa sempre meno i mezzi pubblici e a determinate ore, in città sembra di essere in una metropoli (qui siamo sui 60.000 abitanti), quanto meno abbiamo ereditato il traffico delle metropoli.... c'è bisogno di gente intelligente che riesca a porsi le domande giuste e a trovare il coraggio di dare le risposte.
Anche l'edilizia selvaggia attanaglia il mio comune, si restringono le aree verdi che invece di essere tutelate vengono sostituite da palazzine da svariate centinaia di migliaia di euro (non so chi se le possa permettere), orrori architettonici che stanno anche intorbidendo quello che poteva essere uno stile del comune.
E la cosa più assurda è che non sento un coro di protesta, le timide opposizioni non servono a niente...

Tiziano Ciocci 15.09.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono pienamente d'accordo con te!!!
qui ad ascoli abbiamo una giunta comunale in carica da 7 anni che come scopo primario ha avuto e continua ad avere la cementificazioni,anche nei posti più impensati.Una cosa è stato attento a fare il primo cittadino non portarlo nel quartiere dove risiede.Per fortuna enormi quantità di cemento sono state bloccate per incompatilbilità dalla Provincia.Spero che chi ha il compito di amministrare riesca a capire che la collettività e il confronto con essa è fondamentale.Spero altresi che chi ha il lusso di avere appartamenti vuoti solo come investimento pensino alle tante persone che sognano solo la porta d'ingresso.

tonino sofia 15.09.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Durante il rientro da una vacanza di puro piacere ho potuto apprezzare dall'aereo i paesaggi d'oltralpe caraterizzati da verdi foreste interrotte qua e la da centri urbani ben delimitati e compatti; una volta superate le magnifiche alpi notai la differenza agghiacciante del territorio della pianura padana: sembrava che qualcuno avesse gettato del riso su un tappeto verde in maniera del tutto casuale e senza interruzione. Mi domandavo se questa urbanistica marcia non influenzasse anche i consumi energetici in quanto ritengo che sia molto più costoso scaldare case isolate nei campi oppure illuminare strade deserte a mò di centro urbano perchè qua e la ci sono delle abitazioni.

Claudio Testamassiccia 15.09.06 21:20| 
 |
Rispondi al commento

hO PERSEGUITATO E PERSEGUITO L'ONESTA FINO ALLA MORTE, SONO UN GENIO DEI VIAGGI AMATO E STIMATO DA TUTTI, MA NON SONO UN IMBROGLIONE NE' UN RICATTATORE IL MIO UNICO SCOPO E QUELLO DI RENDERE FELICI GLI ALTRI, MI HANNO RAPINATO, TRUFFATO, IMBROGLIATO, MA NON HO MAI CEDUTO ALLA DISONESTA, POI MI GUARDO INTORNO E VEDO CHE CHI SFRUTTA GLI ALTRI E' VISTO COME UN SANTO, CHI IMBROGLIA COME UNO IN "GAMBA" CHI UCCIDE COME UNO DA TEMERE E RISPETTARE LE URLA DELLA GENTE NON CAMBIANO LE SORTI DEL MONDO, 1 DOMANDA MI PONGO, COSA SUCCEDE AD UN MEDICO SE MANCANO I MALATI, AD UN PRETE SE MANCANO I POVERI, ALLE FORZE DELL'ORDINE E TUTTO L'APPARATO DI GIUDICI, AVVOCATI, CRIMINOLOGI, COSTRUTTORI DI IMPIANTI DI ALLARMI E DI SICUREZZA SE MANCANO I DELINQUENTI, COME FANNO I VIGILI E QUANTI ALTRI A DIMOSTRARE CHE LAVORANO SE NON MULTANDO LA POPOLAZIONE COME FAREBBE IL NOSTRO SISTEMA A SOPRAVVIVERE SE MANCASSE LA DELINQUENZA - HO DIMOSTRATO DI ESSERE IL MIGLIORE IN TUTTO QUELLO CHE FACCIO, MA SONO UNA PERSONA ONESTA E VERITIERA, E NON HO SPERANZE PER IL FUTURO AVREI TANTO ANCORA DA DIRE MA AVERE UNA RISPOSTA A QUESTE DOMANDE MI FAREBE MOLTO PIACERE SE QUANCUNA HA UNA SOLUZIONE ME LA FACCIA SAPERE, GRAZIE

Lello Rispoli 15.09.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La speculazione edilizia sta divorando gli ultimi resti d'Italia Un operazione trasversale destra e sinistra uniti nel mattone
Abito a Cagliari, una città che per verde pubblico trasporti servizi qualità della vita in genere tra le ultime d'Italia, altro che città del sole
Se non ci fosse il maestrale che ogni tanto la pulisce moriremmo di smog
A Cagliari negli ultimi anni il prezzzo delle case è raddoppiato, stanno costruendo ogni zolla, il centro storico è in disfacelo., la maggior parte della gente visti i prezzi è costretta ad abitare in cittadelle periferiche create ex novo, senza anima ne servizi, veri e propri dormitori persi tra la campagna e i cavalcavia
Un genocidio antropologico si consuma mentre i paesi sardi dell'interno si stanno spopolando perchè Università e uffici pubblici sono a Cagliari ,
Molti evasori fiscali, i cosidetti autonomi dall'idraulico al dentista comprano le case per darle in affitto in nero ai circa ventimila studenti universitari fuorisede , la povertà è imperante la caritas assiste i bisognosi come in nessun altro periodo storico
Il presidente Soru si occupa solo delle coste ( dove la maggior parte dei sardi non ci puo' metter piede)mica si occupa della realtà abitativa e antropologica dei sardi, anzi si dice che col centro destra, da sempre maggioritario a Cagliari stia stringendo accordi edilizi ed urbanistici per farla crescere ancora fino a farla diventare " capitale del mediterraneo ", ma il tutto a spese della Sardegna intera perchè piu' cresce Cagliari piu descresce la regione
Se questo è ilfuturo della Sardegna stiamo freschi
L'ultimo piano regolatore di Cagliari( marzo 2006) ha destinato le ultime zone verdi e di servizi, nonchè q di interesse archeologico ad edilizia abitativa col silenzio assenso dell'opposizione di centrosinistra, che al momento del voto ( eccetto qualcuno) è uscita dall'aula
Non abbiamo piu' speranza di fermare questo orrendo sviluppo che premia i ricchi e gli speculatori

antonio sardu 15.09.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che palle!!! i politici di qua....i politici di la....Io ho quasi 40 anni e mi ricordo perfettamente d quando ero bambino che sentivo dire dagli adulti frasi del tipo : non farti fregare , fatti furbo , gurda quello che ce l'ha fatta(magari fregando altre persone), non darti alla politica perchè è una cosa sporca ecc...
Perchè oggi ci meravigliamo se a comandarci sono i furbi e chi ha voglia di fare onestamente o si ritaglia una sua piccola realtà o se ne va all'estero . Per curiosità voi che formazione morale (si può dire?) date ai vostri figli/e ?

Guliano Barbieri 15.09.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

E allora zitti zitti, non riflettere, non discutere
ma sentire col cuore, buttarsi a capofitto
e allora zitti, zitti, dritto verso il centro
non fuori ma dentro,
non rumore ma silenzio:
non gridare ma ascoltare
non forzare ma lasciarsi andare
non imparare ma dimenticare
il silenzio e' lo spazio per poter pensare.

e allora zitti zitti che il silenzio e' d'oro
ed anche quando siamo tanti, stiamo zitti in coro
c'e' tanto chiasso intorno che non si calma mai
parole su parole su parole parole fra noi
ma se si parla perché si ha la lingua in bocca e' meglio
muti come pesci, e' meglio acqua in bocca
perciò se un bel tacere non fu mai scritto
zitti zitti, il silenzio e' d'oro...

Paolo Santi 15.09.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO DESTINATI ALL'ESTINZIONE.
CI STIAMO DISTRUGGENDO CON LE VS MANI, SI PERCHé IO NON MI SENTO AUTORE DI QUESTA DEMENZIALITà, MA LA SUBISCO, COME SUBISCO MOLTE ALTRE DEMENZIALITà CHE L'UOMO STOLTO GENERA.
NON CI SI RENDE CONTO, O NON CI SI VUOLE RENDERE CONTO, CHE LE COLATE DI CEMENTO SONO MICIDIALI, CHE CI PORTERANNO ALL'ESTINZIONE.
PONGO UN QUESITO A QUELLI CHE SI SENTONO ESPERTI IN MATERIA: SE IL PIANETA SI STA MODIFICANDO A CAUSA DELLA DEMENZIALE INGERENZA DELL'UOMO, PERCHé NON SI PRENDONO DEI PROVVEDIMENTI? FACCIO UN ESEMPIO: DA QUALCHE ANNO LE PRECIPITAZIONI AL CENTRO NORD SONO BREVI ED INTENSE E PROVOCANO ALLAGAMENTI, ANCHE IN QUESTI GIORNI ASSISTIAMO A QUESTI FENOMENI, PERCHé NON SI STA FACENDO NIENTE PER PREVENIRE QUESTI ALLAGAMENTI? PER ESEMPIO AUMENTANDO I CANALI ED I FOSSI ANZICHé CHIUDERLI, DRAGANDO I LETTI DEI FIUMI, FACENDO DELLE CONDUTTURE FOGNARIE PIù CAPIENTI CON DEI BACINI ADEGUATI, ECC. ECC. L'UNICA COSA CHE SAPPIAMO FARE VERAMENTE è LAMENTARCI DEI DANNI CHE SUBIAMO E PIANGERE LE VITTIME DI QUESTE SCIAGURE, INVECE DI INCAZZARCI CON CHI DOVREBBE FARE E NON FA, CON CHI HA LA RESPONSABILITà: MA CHI HA LA RESPONSABILITà?

Gianpietro Colla 15.09.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

**** Qualcuno si é accorto del prezzo del petrolio?? **********
Qualche telegiornale ha fatto i titoloni con il prezzo del petrolio??
Ci avvisano solo quando sale di 1 dollaro, poi se scende di 10 non ce lo dice nessuno. Un barile oggi vale 62,02$ e la benzina non scende. Il governo deve imporre delle regole per abbattere il cartello dei petrolieri e deve impedire che facciano i prezzi che vogliono.

4 o 5 anni fa il prezzo in Svizzera della benzina era pari a quello italiano. ora la differenza è di 30 cts di € a litro. Il fatto é che in Svizzera il prezzo sale e scende automaticamente nel giro di 2 giorni. (Avrà influito anche il cambio fra franchi e €uro, ma sicuramente non per quasi il 30% del prezzo!! )
Il petrolio scende e la benzina alla pompa non scende mai.

Sarebbe bello se ci facessimo sentire da chi di dovere ... associazione consumatori... con tutte le loro sigle ADuSBEF.. XYZW...
fanno qualche cosa?? L'unico modo è farasi sentire dal grande comico: BG. Unico ormai ad avere voce in Italia. Unco ormai che riesce a muovere le masse.... Muoviamoci.... difendiamoci

Lorella Buffoni 15.09.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta hai fatto centro Beppe!!

Ma se pensi di riuscire a convincere gli italiani, compresi molti che scrivono su questo blog, che la seconda casa non è un diritto ma un lusso (che dovrebbe esser pagato caro!!), che chi ha una casa da 2000mq non è un grand'uomo ma uno "sborone", che costruire una casa abusiva è sbagliato per 100 motivi, che fare condoni è sbagliato per 1000 motivi, e così via... beh, mi dispiace, ma ti sbagli veramente di grosso...

Michele Pra 15.09.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Infrastrutture? Cosa vuol dire?! Qui in Sicilia si parla di ponte si, ponte no. Sapete quanto ci vuole per percorrere 100 km? 2h,30/ 3h. Ironia della sorte: la superstrada Ragusa-Catania è una delle migliori qui. Esiste un progetto per la Catania-Agrigento da 20 anni con svincolo Ragusa e Gela. Dove sono i soldi? Terminati. Perchè? POLITICA e MAFIA, binomio indissolubile. Qualcuno ne parla?
NESSUNO HA LE PALLE PER FARLO.
p.s. viva l'Italia...

Giuseppe Labisi 15.09.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Strade,svincoli, sottopassi. Qua elà qualche strada manca, qualcuno avrebbe bisogno, e lo denuncia. Altrove, con apparente causalità, strade ed autostrade, si incrociano. Mi hanno detto che sono funzionali agli interessi dei camionisti. E' credibile, visto che siamo invasi da una marea di camion, in europa, non se ne vedono tanti, anzi si lamentano del fatto che noi li invadiamo.D'altra parte è anche vero che la lobby dei camionisti è ricca e potente, appena appena più di quella dei tassisti (osso gettato ai cani dall'odierno governo)
E poi i camionisti sono prepotenti, e poi sembra spesso abbiano la licenza di uccidere. E poi la FIAT costruisce i camion, quindi zitti, zitti, non disturbate i manovratori

marista urru 15.09.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Per Roberto Bobbio: sono i prepotenti come te che rovinano questo mondo, che non lasciano spazio agli altri che vogliono tutto per sé, se tu fossi un architetto ti meriteresti di lavorare per 3 lire in nero in uno studio di progettazione (la vera progettazione non esiste, esistono solo galoppini degli impresari/investitori), se tu fossi un muratore ti meriteresti di volare da un'impalcatura da 10 m di altezza, perchè costretto a lavorare senza protezioni per essere più veloce e fare più case che non ce n'è bisogno, ma a testa in giù, così forse ti entrerebbe un po di sale in zucca.

luigi bellini 15.09.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE IO FOSSI UN MURATORE O UN ARCHITETTO PENSEREI SERIAMENTE DI PRENDERE A CALCI NELLE P...E BEPPE GRILLO, PER LE CAGATE CHE SCRIVE. SE FOSSI UN SUO VICINO DI CASA GLI TAGLIEREI LA LUCE D IL TELEFONO IN MODO DA NON PERMETTERGLI DI INONDARE IL WEB CON LE SUE CRETINATE. IL GAS GLIELO LASCEREI NELLA SPERANZA SI DECIDESSE AD USARLO SU SE STESSO

ROBERTO BOBBIO 15.09.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
#################################################

CANADA: PRESENTAZIONE DELLA PILLOLA PER IL SUICIDIO "FAI DA TE".

"Una pillola "fai da te" per il suicidio sarà presentata a Toronto questo fine settimana. La pillola è una invenzione di un gruppo di anziani australiani riunitosi in una fattoria sperduta lo scorso anno per creare una sostanza chimica al fine di togliersi la vita...

#################################################
Clicca sul mio nome per la notizia.

Marcello Cerulli 15.09.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

vivo a Porto Torres, una citta situata nel golfo dell asinara, qua l edilizia è in forte sviluppo, il mercato immobiliare è gestito da impresari che realizzano oscenita, continuano a costruire palazzine dove un appartamento lo vendono a un prezzo minimo al mq di €1200 ad un prezzo massimo di € 1800, vi faccio presente che lo stipendio medio di un lavoratore sardo è di € 900, la rata minima del mutuo è di € 400 da pagare in ventanni..... mi domando chi son i veri strozzini.... mi domando il perche questo comune, visto i prezzi alle stelle delle case non individua una zona da destinare ai cittadini che con i loro pochi risparmi potrebbero realizzare il proprio sogno di avere una casa propria....

nicola franca 15.09.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.arcosanti.org/
http://www.google.it/search?sourceid=navclient-ff&ie=UTF-8&rlz=1B2GGGL_itIT176&q=soleri+paolo
http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Soleri

PAOLO SOLERI da una vita progetta, insegna e sperimenta un modo alternativo di costruire le città, di intendere la vita dell'uomo nel territorio...

io sono stato da lui in arizona e solo conoscendolo si può capire quanto sia una persona straordinaria

Dino Orsato 15.09.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICATO STAMPA
Bettoni all’amministratore delegato Asperti:
“Subito il tratto BG della Pedemontana”

La Pedemontana, dopo l’incontro di giovedì a Milano, ha avuto un prolungamento in Provincia a Bergamo, dal presidente Valerio Bettoni che ha ricevuto l’amministratore delegato della Pedemontana, Giuliano Asperti.
Bettoni non ha usato tangenziali ma una “direttissima” su questo annoso problema di un’arteria necessaria e vitale per la Lombardia in generale e per la provincia di Bergamo in particolare. “Il sistema traffico è saturo e non possiamo consentirci il lusso di collassare – ha detto il presidente all’amministratore delegato Asperti.
Cartina geografica dettagliata sul tavolo, Bettoni e Asperti hanno esaminato insieme il tracciato e le ipotesi su cui via Tasso insiste a giusta ragione. La Provincia di Bergamo si batte e si batterà perché la Pedemontana – già nel suo primo tratto funzionale arrivi subito sino a Dalmine, per connettersi qui con l’autostrada A4.
“E’ inaccettabile – ha dichiarato Valerio Bettoni – che il tratto bergamasco venga rinviato ad una fase successiva. Per altro l’alleggerimento del carico sull’A4 può essere risolto solo da questo tratto alternativo della Pedemontana. La quarta corsia in corso di esecuzione rappresenta un miglioramento troppo modesto”.
Il presidente Bettoni si impegna a portare nelle sedi regionali e nazionali queste esigenze dei bergamaschi.
Dal canto suo, l’amministratore delegato, ing. Giuliano Asperti ha preso atto delle richieste del presidente, ne ha condiviso i contenuti e si è riservato di riportare le richieste del Presidente nelle sedi societarie e istituzionali competenti. Il costo complessivo dell’opera è di 4,5 miliardi di euro e il tempo di realizzazione è di 4 anni per i progetti e di altrettanti per i cantieri.

COMMENTO: QUESTA E' LA RIPROVA DI COME GLI AMMINISTRATORI (E QUINDI ANCHE E SOPRATTUTTO CHI LI ELEGGE), STANNO ANDANDOIN UNA DIREZIONE ESATTAMENTE CONTRARIA A QUANTO TU GRILLO NEL POST.


HAI PERFETTAMENTE RAGIONE.
PURTROPPO NOI NON CI aBBIAMO MANDATO I MIGLIORI
AI NS.POLITICI PIACE (E' ANCHE PIU' SEMPLICe)LA TASSAZIONE A METRO QUADRO.
PERTANTO INCENTIVIAMO IL MATTONE PERCHE' RENDE
PRINCIPALMENTE ALLA POLITICA.

gio bandenere 15.09.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

ALLA FINE, COME VOLEVASI DIMOSTRARE, SI E' SCOPERTO CHE E' TUTTO UN MAGNA MAGNA!

ORA TUTTO TORNA!

A COSA MI RIFERISCO?

ALL'INCIUCIO PRONCHETTIANO!

LEGGETE IL PIANO "TOP SECRET" FORNITO DA PRODI A TROCHETTI PROVERA...

#################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.

Marcello Cerulli 15.09.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!

Marcello Cerulli 15.09.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo architetti bravi, all'estero li usano con ottimi risultati, in Italia per lo più gli fanno realiozzare opere improbabili, mal inserite nel contesto, ideologizzate. E fanno venire a proposito ed a spropositi tanti brutti pensieri....

A me sembra un problema degno di nota magari nelle stanze del Palazzo. Certo che non frega a molti lì, figurarsi ora, che abbiamo il socialismo reale al potere: Se avranno tempo chi sa quanti monumenti incarteranno, quanti soffocheranno, o come fece con grande spesa il buon Rutelli, quante piazza avranno il loro bel pavimento in PARQUET! Quello fu il massimo!

marista urru 15.09.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Solo caos e quattrini. Per altri,la vita è come un pendolo... noia e dolore. Diceva un filosofo tedesco. Pe dirla meglio un gran filosofo

Carlallberto Iacobucci 15.09.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Niente da dire, solo che hai ragione. Hai tristemente, perfettamente ragione. Ma che cosa si può fare?
Una mia amica mi ha fatto vedere un libro che è stato pubblicato su Lulu, parla di una rivoluzione. Una rivoluzione ecologica che parte da tutti gli uomini della terra, che finalmente si mettono a fare la loro parte per salvare il mondo, ognuno quello che può. Perché tutti sono d'accordo fin che non hanno colpa di niente e non possono farci nulla, ma poi quando è il momento di fare la loro parte si tirano indietro. quando c'è da urlare contro l'edilizia scriteriata, tutti d'accordo; ma poi se ti dicono di non usare più l'auto per andare al lavoro, allora no... o sì?
Comunque se vuoi dare un'occhiata: http://www.lulu.com/content/420826

Andrea Zenni 15.09.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Che il cemento sia l'industria meno produttiva ma più ricca di profitti è una storia che data da decenni.
E' una cosa nota che già all'epoca del boom gli industriali italiani investivano i profitti delle aziende non nella ricerca e nelle nuove tecnologie, come facevano gli industriali tedeschi, francesi, etc. ma nella speculazione edilizia.
Profitti enormi ricavati dalla cementificazione della coste, dei luoghi paesistici, dalla costruzione di enormi caseggiati popolari che hanno distrutto le possibilità di convivenza civile nelle periferie urbane, trucchi, inganni, corruzioni, per trasformare aree agricole in aree fabbricabili...
In tutto quersto si sono distinti i grandi magnati dell'industria italiana.
Ora (da alcune decenni) il testimone è passato in mano ad altri magnati: quelli dell'industria del crimine, mafia, 'ndrangheta e soprattutto camorra.
A chi non l'avesse fatto, consiglio la lettura di un libro terrificante: Gomorra, di Roberto Saviano, fra l'altro vincitore del premio Viareggio come opera prima.
Leggendo quel libro si capirà quanto questo cemento che ingessa le nostre città, le nostre coste, i nostri suoli paesistici sia in realtà intriso di sangue.

Ciao

Rudy

Rodolfo Canaletti 15.09.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Tutto torna quando si capisce che le case per molti italiani medi sono viste come un investimento (compero un appartamentino, lo affitto magari a 500 e/mese per 2 stanze e poi lo rivendo fra 3 anni al doppio sicuro che tanto i prezzi salgono sempre), siamo noi italiani che con il nostro egoismo e avidità manteniamo questo stato di fatto che ormai ha preso i connotati di una bolla che prima di scoppiare deve gonfiarsi, siamo noi italiani stronzi che vogliamo lucrare sulla necessità abitativa di qualcun altro piu sfortunato di noi e il governo che dovrebbe essere super partis e fare il bene comune, quindi anche quello di quelli piu sfortunati, è invece connivente per interesse economico diretto e indiretto di chi gestisce il governo ovvero i governanti vedi tangenti per far passare terreni agricoli ad edificabili.
Quindi? quindi come utenti finali basta comprare case per investire e lucrare, ma comprare solo la prima casa dove vivere e lasciare spazio anche agli altri che pure loro devono vivere.
Le statistiche dicono che l'80% degli italiani è proprietario della casa, ma non è che qualcuno ne ha 2 e qualcun altro 0?

luigi bellini 15.09.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO,
Come spesso accade. l'italia possiede dei primati NEGATIVI,fra questi il consumo del CEMENTO.
Siamo il paese che consuma più cemento per abitante ?? forse c'è gente che lo mangia oppure c'è abuso .
Purtoppo una grossa colpa se la devono assumere gli Amm. Locali che con i loro PRG fanno a gara a chi da più autorizzazioni per costruire così loro incassano le Opere di Urbanizzazione che gli permette di far quadrare i bilanci !!
la cosa assurda è che più si costruisce e più soldi entrano nelle casse del Comune che poi deve spendere per fare nuove strade nuovi strutture pubbliche ecc.
E' un ciclo vizione che porta solo all'autodistruzione di tutti noi.
Mentre scivo questo messaggio, fuori piove a dirotto e tutto il nord Italia è sott'acqua non perchè la cosa sia accezionale, ( in autunno è sempre piovuto) ma perchè l'acqua non sà dove andare visto che tutto il territorio è stato CEMENTATO o ASFALTATO.
Il comune ove resiedo ha un primato, è attraversato da 2 autostrade con i rispettivi caselli e a breve ne avremo una terza autostrada !!abbiamo circa 10.000 posti di lavoro e siamo in 15.000 !!! forse c'è qualche stortura o non ???
Purtroppo il CEMENTO& ASFALTO pagano , la saluto il buon vivere è optional.
Grazie e cordiali saluti
Franco


ho visto in anteprima il film di massimo mazzucco, complotto globale, e mi ha aperto gli occhi su molte cose che anche prima pensavo ma non riuscivo a unire tra loro.
ti inviterei, beppe, a divulgarlo il più possibile perchè è vergognoso ciò che hanno fatto, non so però esattamente chi, anche se si immagina!!!!!

paolo picco 15.09.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

E' SCONVOLGENTE LEGGETE QUI

http://unanuovasperanza.blogspot.com/

BISOGNA FERMARLI

alessandro caruso Commentatore in marcia al V2day 15.09.06 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul piano più superficiale le privatizzazioni sono operazioni patrimoniali con cui lo Stato vende beni propri, pubblici, comperati o costruiti con i soldi dei cittadini, a soggetti privati, al fine di procurarsi denaro (…). Tali operazioni di vendita sono sovente operazioni di ‘svendita’ in favore di gruppi imprenditoriali che in cambio ‘sostengono’, in tutti i sensi, gli uomini e i gruppi politici che le eseguono. (…)
La politica dei governi italiani (sia di destra che e soprattutto di sinistra, ndA) si è rivolta alla cessione e allo smantellamento delle imprese (…). Le cessioni e gli smantellamenti sono andati a beneficio di gruppi non solo privati, ma anche e soprattutto stranieri (lobbies bancarie internazionali, ndA) (…)
In un mondo dove già la maggior parte delle risorse naturali è nelle mani di cartelli come l’Opec, lo Stato, anzi i politici (servi dei banchieri, ndA) privatizzano anche imprese mono od oligopolistiche, soprattutto eroganti servizi vitali per la collettività: energia (Enel, presto Eni), trasporti (Autostrade), telecomunicazioni. (…) La giustificazione addotta a queste operazioni è quella che la gestione privata consentirà risparmi di denaro pubblico e migliori servizi a minor costo grazie alla concorrenza e alla logica aziendale. Non è esattamente questo, però, che abbiamo ottenuto. Anzi, mentre i conti degli enti pubblici interessati rimangono critici, vediamo molti servizi peggiorare qualitativamente e quantitativamente, a fronte di un rincaro di costi e tariffe. Vediamo una crescente esterizzazione del capitale (che finisce sempre all’estero, e sempre nei stessi posti, ndA) di queste società di diritto privato. Vediamo le nomine ai loro vertici sempre più legate al peggiore clientelismo, anziché al merito»[2]

Esemplare è il caso della Telecom dove il merito della classe dirigente è riuscito a creare una voragine di 41,3 miliardi di euro (circa 80mila miliardi delle vecchie lire!)
Evviva le privatizzazioni!!!

alessandro caruso Commentatore in marcia al V2day 15.09.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento

ECONOMIA, PENSIONI E LAVORO.
Siamo nella scomoda situazione di essere in mezzo al guado del canale delle riforme sul lavoro, il cui contenimento dei costi per ritrovare la competitività è il verbo assoluto.
Il governo, per salvaguardare le proprie finanze, intende incentivare i sessantenni a restare produttivi nel loro posto di lavoro, per contro le imprese, per salvaguardare i propri bilanci, richiedono flessibilità mediante lavoro temporaneo e a basso costo.
Mi chiedo e vi chiedo: come coniugare flessibilità, rappresentata da economicità e funzionalità, con la professionalità e l’individualità, rappresentate da maturità e capacità distintive, e al tempo stesso avere l’opportunità di lavorare sino all’età pensionabile?
Il trend è favorevole al modello di azienda sempre più grande il cui vantaggio competitivo è dato dalle economie di scala e non dalle capacità professionali individuali, prerogativa della piccola impresa che ha fatto grande l’Italia. Una risposta dunque alla questione potrebbe essere che, venendo meno i valori professionali, saremo sempre funzionali al ruolo di volta in volta assegnato, e si percepirà lo stesso salario sia a 20 anni che a 60 a prescindere da azienda e sesso?
Scenario possibile… ma nel frattempo?
Chi non ha mai avuto la necessità di leggere gli annunci di lavoro, dedichi un po’ di tempo a leggere le offerte di lavoro; scoprirà, con sconcerto, che le ricerche di personale, anche su profili medio alti, sono appannaggio di trentenni, max 35enni; invece, nella opposta sezione di ricerche ritroviamo una sempre più vasta pletora di brizzolati, che, come me, si sono improvvisamente ritrovati accomunati li dalla sorte avversa. Una discriminazione, una dispersione di professionalità enorme che non solo non fa crescere il Paese, ma pone la premessa per un grave dissesto sociale.
PS: ho 45 anni, sono esperto in tecnologie e servizi evoluti di telecomunicazione.
Grillo, Grillo delle mie brame…dimmi… devo mollare e andare a girare hambur

mauro cronegliani 15.09.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti scrivo per solidarieta' e supporto a quello che dici. Vivo negli USA dove mi trovo per lavoro (perche' in Italy nessuno paga o ha interesse per la ricerca) ma vengo da una cittadina delle marche. Quello che scrivi purtroppo e' vero anche per la mia regione. Nonostante le piccole aziende locali siano in crisi gia' da tempo (e la colpa non e' dei cinesi ma degli italiani medi, come li chiami tu, che non sanno fare progetti a lungo termine e investire sulla loro creativita' -- vedi discorso ricerca di nuovo) continuano a cotruire capannoni ovunque specie in mezzo alla campagna dove per altro e' piu' costoso per mancanza di strutture accessorie (fognature, parcheggi, reti elettrica e idrica ecc) e poi li lasciano vuoti perche' non sanno che farne. E' orribile!!!! Potremmo fre agricoltura di qualita' (grazie a clima ecc) praticamnte ovunque in Italia invece che buttare via cosi' la nostra terra e il nostro verde. Ogni volta che torno a casa e' una pena per me vedere questa terra sepolta viva nel cemento. E ho gia' scritto al sindaco della mia citta' (che ha detto mi dara' ricevimento), ma mi sento lo stesso impotente di fronte a tutto cio'. Cosa possiamo fare? Come possiamo frenare la cementificazione delle nostre campagne? Come evitare che piani regolatori fatti col c..o e pieni zeppi di scempi ambientali vengano regolarmente accettati? Dacci un consiglio pratico!
Comnque e' un problema piu' profondo, di mentalita' perche' l'italiano medio vuole scendere le scale di casa e ritrovarsi in un bel centro commerciale, oppure trovare sempre parcheggio piuttosto che fare due passi, non si preoccupa della raccolta differenziata perche' i contenitori sono lontani ecc ecc. Ma perche' dall'america non copiamo le cose buone (tipo l'attenzione e la valorizzazione dei giovani, la capacita' di fare progetti a lungo termine, l'attenzione per la ricerca ecc ecc) invece che queste cazzate?
Saluti, Matteo

PS complimenti per il blog!

Matteo C Commentatore in marcia al V2day 15.09.06 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione Beppe, il mio discorso sarebbe troppo lungo ... ma ti assicuro che non sai neanche quanto hai ragione… pensa solo alle favole più antiche, tutte parlano del bosco…non è un caso… perchè una volta era lì che vivevamo… una volta tanti anni fa... prima dei romani (non importa quando)...pensa alle colonne dei tempi romani e non, sai cosa ricordano? Da dove hanno preso proprio quella forma?
Dalle piante, perchè una volta i templi erano costituiti solo dalla parte centrale (quella che era anche il cuore, anche dentro i templi romani, più conosciuti) ed intorno c'erano le piante, poi hanno ripreso la forma con la pietra ... E' evidente che ora si esagera: i nostri antenati non sapevano cos'era l'ecologia, non avevano le nostre conoscienze e non erano milioni di persone come noi... forse abbiamo qualche responsabilità in più (diciamo pure che in quest'ottica, se loro potevano essere in qualche modo giustificati noi non lo siamo proprio).
Ciao
Alberto

alberto saccani 15.09.06 00:50| 
 |
Rispondi al commento

vivo in un paesino sulla riviera adriatica e capisco il fatto che l'intera città è un cantiere. questo però è abbastanza giustificato visto che la gente continua a crescere e a richiedere case in cui passare la stagione estiva. quello che non comprendo però è lo spreco di risorse spese in quel di San Giovanni Rotondo dove tutto si compra e tutto è un albergo. ogni anno passo per quel paese e ogni anno vedo sempre nuove gru intente a costruire albarghi da milioni d'euro che comunque rimarranno sempre chiusi e inutilizzati.
io proprio non capisco

Matteo R 15.09.06 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Sparito il verde che facciamo? Ci mangiamo il cemento? E non lo vogliono capire....

anna villani 14.09.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti scrivo da Novara, piangente località della pianura padana, ove una volta
si poteva almeno respirare e ora, per le scellerate politiche attuate da parecchia gentaglia scriteriata, ci ritroviamo con parecchie centinaia di migliaia di alberi in meno e una marea di chilometri quadrati di asfalto in più nonchè una meravigliosa linea retta elettrificata (TAV) che taglia in due la periferia nord e provvede ad interrompere la falda acquifera posta a 3 metri sotto la superficie causando un aridimento progressivo.
Si aggiunga a tutto questo un' impennata dei prezzi degli immobili, giunti ormai al livello di hinterland milanese e da aliquote ICI più care d' Italia.
Saluti.

Guido Raineri 14.09.06 22:49| 
 |
Rispondi al commento

AVEVA ANCORA NA VOLTA RAGIONE IL MITICO RINO GAETANO CHE CANTAVA "FABBRICANDO CASE"......
Fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando scuole dai un tuo contributo personale all'istruzione
fabbricando scuole sub-appalti e corruzione bustarelle da un milione
fabbricando case popolari biservizi secondo il piano regolatore
fabbricando case ci si sente vuoti dentro il cuore
ci si sente vuoti dentro il cuore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case
fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando case assicuri un avvenire ai tuoi figli con amore
fabbricando case col sorriso e col buonumore
col sorriso e col buonumore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case....

Livio Zerbini 14.09.06 22:46| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

ALLA FINE, COME VOLEVASI DIMOSTRARE, SI E' SCOPERTO CHE E' TUTTO UN MAGNA MAGNA!

ORA TUTTO TORNA!

A COSA MI RIFERISCO?

ALL'INCIUCIO PRONCHETTIANO!

LEGGETE IL PIANO "TOP SECRET" FORNITO DA PRODI A TROCHETTI PROVERA...

#################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.

Marco Di Santo 14.09.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento

La mia città: Oderzo, provincia di Treviso, 19.000 abitanti. Nel 2001 il censimento parla di 500 appartamenti vuoti. Nel 2005 il sindaco dice che probabilmente erano diventati nel frattempo 600. Oggi sono in fase di completamento due mega-condomini, bellissimi ma enormi per una cittadina così piccola. Uno sembra il Reichstag, l'altro ancora non si sa. E i prezzi di case e appartamenti ormai raggiungono livelli degni di Venezia.
E meno male che la giunta leghista che voleva fare la "torre direzionale" è andata a casa!

p. s. ma non sarebbe meglio poter lasciare un commento senza scaricare tutti i precedenti? E' frustrante per chi ha il 56k e non può mettere sul'adsl perchè qui ancora non arriva (p. s. 2 trochetto m...a che il vento di disperda!)

Vai Grillo! A Villorba sei stato grande!

Andrea Pizzinat 14.09.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

leggendo sulle notizie di google
vi segnalo
Fiat, Marchionne: ''Rivedremo al rialzo obiettivi 2008 e 2009''
L'ad del Lingotto interviene dalla Cina, a margine della presentazione della nuova 'Perla': ''Mai andati indietro negli obiettivi''
vedi:
http://www.adnkronos.com/3Level.php?cat=Economia&loid=1.0.542855270

e guardate anche su report di rai tre il servizio sulle polveri da inquinamento:
http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report^5991,00.html

dio liberi i nostri figli dalle automobili, dall'industria capitalcomunista e dalle teste di...marchionne!

eva spagna 14.09.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Invece di creare palazzi tutti uguali e che costano un occhio della testa non si cerca di rivalutare meglio il verde e gli spazi come parchi, vivo in una città dove la parola Verde non la sanno neanche pronunciare e,pensare che a due passi da noi esistono realtà diverse e forse più funzionali, paesi come l'Olanda dove il verde è sempre presente ben tenuto e soprattutto ben vissuto. Questa soluzione non riuscirebbe a creare anche più posti di lavoro? a voi la risposta

valeria criscuolo 14.09.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

CHIESA E CRIMINALI

Restai soddisfatto quando lessi nella prefazione di “Malacostituzione…” la preoccupazione di Sartori circa il ritorno alla potestas Ecclesiae in temporalibus. Si è già parlato delle esortazioni papali contro scienza ricerca e razionalità.
Dal momento che quando il Vescovo di Roma fa di questi appunti adempie semplicemente il suo ruolo le mie osservazioni sembra non abbiano motivo di manifestarsi.
Invito quindi a ragionare in proposito di un altro argomento correlato: gli oggetti di queste prediche sono sempre scienza e politica, quest’ultima intesa nel senso più tecnico. Non succede mai di sentire il sommo prete né altri suoi gregari intervenire in maniera decisa su questioni come la situazione nei cantieri, lavoro nero, criminalità, e argomenti connessi che hanno uno sbocco più precisamente socio- pedagogico. A questi viene al limite riservato uno spazio irrisorio.

Padova: quartiere a luci rosse, donne in vetrina (10/02/’06 Cds). Non ho sentito nulla riguardo a questa notizia, né da Ratzinger (niente di personale), né tanto meno da giornalisti della tv. A queste news va attribuito maggiore spazio? Venendo a conoscenza di questo dovremmo spaventarci e alzare la voce?. No!! In questi casi soprassediamo.
Un giovane su tre (in Italia) consuma cocaina. Sono stati pubblicati da poco questi e altri dati. Almeno su questo punto il mondo cattolico ha espresso la sua preoccupazione. Con i soliti discorsi fumosi e le solite frasi fatte. "Dove il cittadino, con i suoi diritti e i suoi doveri cede il passo al clan, alla clientela, la mafia dunque, si presenta come un organizzazione dal futuro assicurato". Mai come in questi ultimi anni abbiamo incoronato eroi nazionali, martiri. Ci si è dimenticati di chi è vissuto e morto veramente al servizio della sua nazione e dell’umanità intera?

Giovanni Protopapa 14.09.06 21:34| 
 |
Rispondi al commento

ciao, 1 dei dubbi + eccellenti è sicuramente perchè non si dice Basta a tutto ciò, pur sapendo in linea generale che, chi continua a pagare in modo vergognoso e indegno, di fronte a scempi e abusi di ogni tipo è sempre la massa, cioè la gente comune. (paradossalmente al buonsenso)

domenico valerio 14.09.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

nel 1984 dicevo agli operatori :
guardate che tra 10 anni la case le
venderanno le banche ...tutti ridevano....
oggi un po meno

ilbanko vince sempre 14.09.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Però Beppe la tua casa sulla spiaggia di BIbbona, quella va bene.Mi trovi sempre d'accordo su quello che è le nuove costruzioni. io sono pert il regresso.

maurizio fiore 14.09.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, tu hai fatto vedere una sola parte della medaglia. Quello che scrivi è vero, l'Italia è piena di case vuote. Case che si usano 2mesi l'anno. Case ad uso investimento.

Ma questo è uno vero schiaffo per chi come me cercava di avere una casa propria, una da comprare, 70-80mq per stare larghi il giusto, ma pure 60mq per accontentarsi con dignità. Non posso permettermelo. E anche l'affitto è duro. Ma dove sono le case vuote?

Io ho visto come sono cambiate le città. I palazzi in pieno centro si rinnovano al meglio. Spariscono gli appartamenti e spuntano insegne, Generali, SAI, Pirelli, Uffici, centri direzionali. Loro possono permettersi i prezzi esorbitanti, i nostri soldi, quelli che ci fregano con i cartelli, quelli che ci fregano con le tariffe più alte. Sono gli stessi che speculano sugli immobili, i palazzinari, comprano e rivendono e fanno salire i prezzi. Gli stessi che hanno le catene in Franchising, che in banca hanno il conto in rosso e debiti infiniti. Quelli che dicono che il costo del lavoro in italia è alto e poco competitivo e che spostano le fabbriche in cina, quelli che guadagnano col niente, col portafogli degli altri.

E noi stiamo a guardare.

Mario Amabile 14.09.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Per Corrado Pupillo

Io faccio l'architetto, molte ristrutturazioni, qualcosa di nuovo..
Fai di tutta l'erba un fascio, se fosse come dici allora invito tutti i committenti a voler vedere il permesso di soggiorno di tutti gli extracomunitari che lavorano per voi, che romponi i coglioni quando gli dici di mettere il caschetto, che fanno quello che vogliono quando non ci sei... a cui molte volte facciamo un bel fermo lavori perchè ci rompiamo le palle di essere presi per il culo!

Andrea lisa 14.09.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

napolitano..visto che sei il presidente di mezza italia...i tuio proclami falsi e scontati falli alla festa dell'unita' e non ci scassare le palle con stronzate scontate...altrp che Pertini...

senza presidente 14.09.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Parlo da giovane architetto e da cittadino del basso lago di Garda, un territorio meraviglioso orrendamente sfregiato e violentato da bande di imprese edili con il secchio di cemento in una mano e qualche "generosa" concessione edilizia data da qualche sindaco locale nell'altra, magari a seguito di qualche "pilotata" variante al piano regolatore. Io mi sento ogni giorno di più offeso da questa gente che pensa solo a costruire sempre di più e sempre peggio, in barba a qualsiasi regola che non sia quella del profitto. Persone che non fanno nulla per il bene del territorio e dell'ambiente (l'ultimo mio bagno al lago, 16 anni fa), nulla per la cultura, tutto per i "schei". Non se ne può più. Mi auguro, a costo di rimaner disoccupato, che questa benedetta bolla esploda e con essa salti per aria anche qualche impresario e qualche loro sindaco "amico". Forse così qualcosa cambia!

Marco Cofani 14.09.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento


f.marletta 14.09.06 19:33 | Rispondi al commento

------------------------------
Ti sei fermato ai tempi di breznev evidentemente, devi aver fatto un lungo sonno, noi non siamo contro il mercato, siamo contro il liberismo fine a se stesso, rende tutti solo egoisti e soli.
Dai su anche per te vale la regola,se c'era il tuo messia napoleonico a quest'ora gongolavi.
ivo serentha 14.09.06 19:37 |

f.marletta 14.09.06 19:33 | Rispondi al commento |
Ma vedo che avete la codina di paglia si dai vieni !!!!!!!
Potrei anche concordare sulla prima frase, ma non enunciata come hai fatto tu .non ti sei accorto che la tua gente parla al passato pur volendo stare nel presente , SVEGLIALI.
Guarda che voi siete anacronistici e fuori dal tempo volete essere ancora, e ve ne vantate, quello che non dimostrate e non potrete più essere , cambiate nome e ideologie e poi ne riparliamo semmai.
Almeno il "mio" come dite voi NAPOLEONE NON E' UN IPOCRITA E NON SI NASCONDE COME I VOSTRI, LIDERS , che se la fanno sotto e mandano avanti l'UTILE ID..TA, di turno, che combatte contro i mulini a vento = GLI OPPOSITORI INTERNI DELLA SUA STESSA MAGGIORANZA SPERGIURI E IPOCRITI, e i GIGANTI MONDIALI = fAUTORI DI MERCATI inesistenti perchè puntano PER LO PIU' sulla contraffazione e il basso costo del lavoro, magari al soldo delle multinazionali, brutta copia di un vero mercato, per stare nel quale, impongono regole in casa loro che determinano, quelle sì, lo sfruttamento della loro stessa la gente.
"NAPOLEONE" CI ERA GIA' ANDATO DA QUEI SIGNORI, DA INDUSTRIALE OLTRE CHE DA LIDER DEL CENTRODESTRA VERO, E CAPO DEL GOVERNO CON VERI POTERI. La sinistra lo aveva deriso, RICORDI? Ma MAI si è, e si sarebbe presentato con il cappello in mano come i vostri del baraccone Prodiano.

Dai cerca di non invitarmi a nozze, perchè se vuoi, altri perchè, preferisco, il "MIO NAPOLEONE" al vostro "FRANCESCHIELLO" ne ho da dirtene PER MESI.Ciao

Francesco


f.marletta 14.09.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci vuole un ponte di cemento che connette la sicilia con la calabria cosi la mafia puo andare avanti e indietro piu velocemente, e nel cemento si possono mettere le vittime della mafia, poi se il ponte crolla....cazzi loro

giulio porta 14.09.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento

mi scuso del ritardo

@gert
solo l'olanda mi sembrava pochino, ho comunque avuto conferme anche per altri stati, grazie

@marco saggio
quindi l'ICI è giusta se il cittadino ne ha un ritotno in servzi come negli altri paesi, ma essendo in italia......

@ino bast
vero siamo in italia, peccato che ci abitino gli italiani :-)

@bernardo tanucci
mi spiace ma odio le armi e tutti quelli che le costruiscono

filippo russo 14.09.06 20:01| 
 |
Rispondi al commento

é difficile commentare c'è solo da piangere difronte allo sviluppo di una società di questo tipo, l'unica cosa sicura è che sempre più l'ipocrisia la fa da padrona, e il popolo non ha ben chiaro il potere che potrebbe avere ma la sensazione è che gia siamo in ritardo, l'arma che avevamo era la "scuola" ma stanno rendendo ridicola pure quella, è tutto un business non si fa più nulla per la crescita ed il miglioramento delle persone ma tutto verte verso un mero guadagno che porta ad avere cose ma a perdere sempre più i valori veri, non c'è più contatto umano "fisico" tra le persone ci bombardano di niente tramite la TV, di cui non riesco neanche a trovare un termine adeguato e i giornali madonna mia scrivono solo articoli a pagamento o indottrinati, siamo sempre più poveri anche quelli che pensano d'essere ricchi perchè non abbiamo più nessuno con cui dividere momenti veri dove non c'è un secondo fine, piatti come un'elettrocardiogramma di um morto con una sola differenza, NOI DOVREMMO ESSERE VIVI!!!!

Paolo Minicucci 14.09.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

questo paese stà iniziando a farmi paura...voglio emigrare in uno stato NORMALE!!! ma non ci vuole nessuno, anche se c'hai la laurea... siamo il terzo mondo dei paesi sviluppati...

Davide D 14.09.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ f.marletta 14.09.06 19:43 |

Vale anche per te, mi raccomando che non ti venga la sindrome cinese, non e' proprio il caso e non rosicare come nella cdl, tra la missione in libano e la diplomazia in cina, si stanno mangiando le mani.

Pensare alla cina, promuovendo dazi stile padani-legaioli, sarebbe come arginare il mare.

Se non abbiamo noi rapporti diplomatici con quella futura super potenza, c'e' l'avranno altri.

E' pur vero che in questo momento stiamo soffrendo della loro concorrenza, ma e' un'opportunita' unica per il futuro.

Quasi 2 miliardi di persone, potenziali consumatori, hanno promesso di ampliare il commercio bilaterale, quindi e' solo questione di tempo.

Fare le barricate e' sciocco, in questo modo soccombiamo per il crollo delle stesse.

ivo serentha 14.09.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Luca Popper 14.09.06 12:59

Non ti prendo neanche sul serio! Il popper è la droga degli omosessuali! Ne è morto uno per strada sotto casa mia 2 anni fa! Non ho provato nessuna pietà e non la proverò! Odio chi si distrugge e chi esalta la droga! Sul fatto dell'omosessuaità ognuno ha il diritto di cercare l'orgasmo come vuole, basta che non rompa i coglioni in giro o che ne sia orgoglioso! Alla fine è solo una funzione vitale non una seconda laurea!!!

Martino Estate 14.09.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

mirella pisano 14.09.06 19:02
---------------------------
Hai proprio ragione Mirella in effetti:

SONO STUPITO di come sono divenuti mercanti questi bravi compagnucci. Prima che schifo i mercati, l'egoismo e la sopraffazione delle maestranze operaie, ora, che gli si sta bruciamdo il cerino in mano, chi se ne importa dei diritti umani , dei lavoratori, del rispetto dell'individuo,(orari di lavoro, le 35 ore), (le ferie), (la sicurezza nel lavoro), (pensioni adeguate), (articolo 18), ( assistenza sanitaria ) (sfruttamento del lavoro minorile)( sostegno alle famiglie ), (indennità di disoccupazione ) (servizi sociali), ecc. Tutte conquiste che nella nuova culla del moderno comunismo attentissimo ai mercati e per niente alla gente sono al primo posto tra le cose dimenticate e zitti tutti se no sò mazzate. Persino BERTINOTTI che lo ha imparato a spese sue.

Eppoi dicono che il centrodestra è fazioso, ciao

Francesco

f.marletta 14.09.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma da dove vieni? Tu vuoi risparmiare territorio, risparmiare risorse, risparmiare spazio, risparmiare montagne..Ma sei un marziano? Non lo sai che bisogna consumare? Usagettare? Rottamare? Sennò come CREI lavoro (per gli schiavi) e profitto (per i padroni)?

francesco ricci 14.09.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

ricordo un blog passato nel quale si parlava di abusivismo edilizio....e già all'epoca sollevai il problema del "ma i piani regolatori da chi vengono fatti e perchè".
Caro beppe.......io penso che tutte quelle cose
che tu hai citato sono da considerarsi abusive,poichè strappate al bene comune, spesso costruite su proprietà demaniali,al solo scopo di far arricchire le banche e i soliti gruppi con opere spesso inutili.
Da molte persone che scrivono qua sopra ho notato un forte accanimento su chi si fa la casa abusivamente e sinceramente questo non riesco a condividerlo quando ciò riguarda soltano il non rispettare una legge(appunto il piano regolatore),costruito su misura dai politici di turno.
Un saluto a tutti

passeri luigi 14.09.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi sa?
A pensarci bene vi sareste divertiti a casa di Nonna Elisa..scompaio dalle piantine..e dalle giografica versione di me stesso..
Cemento, cosa produce cosa fa? La mia macchina va tranquilla per la sua strada ed è ai margini di una assicurazione mancante..mi sa che tutto va per il meglio..ed è il boom gli anni 60. La mia macchina catrame ed è crisi sono gli anni 70, cominciamo ad accoppare i marocchini..sono gli anni 80 la ripresona la scala mobile, il mio compagno della squadra di basket, fregato. Asma..ed io gioco titolare..e vai che il cemento è mitico..e siamo nel 2000, adesso la caccia all'accoppo diventa costante. Ivana iorio incontra un cammello e se ne innamora..e io prendo per mano la liana e mi trasformo in Tarzan..ma vi svegliate..?! mI sa che vi parlate un po' addosso.-D!!
Finalizzo un traversone nel polveroso..e mi auguro che la nostra amica comune con due fasci al braccia la si possa vedere tutti insieme in quel della De Filippi, immagina quando sarà commuovente..rivederla con il suo cammello!!
Frank

francesco Martini 14.09.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Io sono di milano provincia, quindi lo so bene com'è...il mio condominio è l'unico interamente abitato tra i circa 10 che lo circondano, ma in fondo alla via stanno costruendo nuove case (in un paese dove non c'è nemmeno un pulmann di linea!!! ma siamo pazzi??? poi l'aci salta fuori...ehi italiani c'è traffico!
Piuttosto un'altro quesito vorrei sentire altre opinioni: tra un mesetto ci ruberanno un'ora di luce serale. ma è proprio necessario? non sarebbe più utile un'ora di luce in più la sera che alle 6 del mattino??? non sarebbe anche più sicuro tornare la sera con la luce? guidare è più facile...almeno per me che non posso prendere il pulmann!!!

Davide D 14.09.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
mi sono accorta ke tutti quelli ke ti scrivono sono bravi a criticare e a darti ragione ma non fanno nulla per cambiare la situazione,cioé se lei non avesse creato qst blog le cose sarebbero rimaste com'erano nessuno si sarebbe lamentato e in questo è stato formidabile ma si sono fermati qui a quanto pare,perchè i politici continuano a fare quello ke vogliono e se qualcuno scrive una sua speranza si parla di utopia.Io ho 15 anni e trovo ke lei abbia avuto un gran coraggio a farsi avanti ed aprire gli okki delle persone e per questo l'ammiro molto, lei ha lanciato un messaggio ora tocca a tutti di seguire le sue tracce.e vero i politici hanno molto potere ma se lo stato siamo noi a chi aspettiamo?!io paragono questi individui a delle sanguisughe,cioè vivono sulle nostre spalle ,ma se noi provassimo a scrollarceli di dosso non avrebbero più la loro fonte di potere,quindi basta chiacchiere e passiamo ai fatti.

italiano jessica michela 14.09.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si tratta di vedere un po' piu' al di la' del palmo di naso.
no il problema che dall' inizio di maggio/aprile 2006 importare dalla Cina è quasi impossibile la ns frontiera è diventata impraticabile i nostri finanzieri hanno l' ingrato compito di controllare ogni merce proveniente dalla Cina e prova a comprare su ebay dalla Cina e farti giungere il paco in Italia al 99% non ti arriverà mai rimane bloccato alla frontiera /dogana di Milano
quindi se il mercato deve essere libero lo deve essere per tutti non solo per i 700 investitori amici e compagni di prodi... scambio libero per tutti ......

mirella pisano 14.09.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ mirella pisano 14.09.06 19:02

Si tratta di vedere un po' piu' al di la' del palmo di naso.


Pensare alla cina, promuovendo dazi stile padani-legaioli, sarebbe come arginare il mare.

Se non abbiamo noi rapporti diplomatici con quella futura super potenza, c'e' l'avranno altri.

E' pur vero che in questo momento stiamo soffrendo della loro concorrenza, ma e' un'opportunita' unica per il futuro.

Quasi 2 miliardi di persone, potenziali consumatori, hanno promesso di ampliare il commercio bilaterale, quindi e' solo questione di tempo.

Fare le barricate e' sciocco, in questo modo soccombiamo per il crollo delle stesse.


Pensa un giorno tu e i tuoi figli se ne hai o ne avrai dovrete pure ringraziarlo.

Perche' sicuramente se ci andava il messia napoleonico con qualche baldo padano legaiolo,per voi era una gran festa.


ivo serentha 14.09.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è nulla di meno qualunquista della denuncia, in qualunque modo la si faccia, della speculazione edilizia. In particolar modo per uno come me che vive oramai da 43 anni in una città come Rimini. Si dice, ma non ho mai verificato personalmente, che su alcuni vocabolari o forse uno solo, sia riportato un neologismo, Riminizzare, con il quale si vuole intendere una forma di edificazione che non tenga in conto alcuno delle infrastrutture necessarie a che una città risulti infine vivibile. Non chiedo a misura di bambino, ma almeno a misura d'uomo.

Luca Morigi 14.09.06 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Grillo,sono un ragazzo di 27 anni che col pc del mio amico (Marco Moretto). Le scrivo per sapere se ha già trattato l'argomento music business, in poche parole i soldi che prevalgono sulla qualità e soprattutto i sentimenti che da la musica. Volevo sapere cosa ne pensa riguardo le case discografiche (io sono metallaro accanito). Un'ultima domanda semplice: secondo lei l'inter non vince perchè il signor Tronchetto è nella merda? E la gente continua a pagare sempre più la benzina perche Moratti deve rinforzare la squadra? La ringrazio per lo spazio.

daniele inglese 14.09.06 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN FATTO CONCLUDENTE CHE DA' FORZA ALLE NOSTRE PAROLE ED IDEE.
Il Canone Rai versato ad una TV generalista è una truffa che la Corte Cost. e l'U.E. hanno censurato (Nella TV generalista l'utente è l'azienda che compra gli spazi pubblicitari e noi telespettatori siamo la merce).
Il Canone è una imposizione illegale e fonte di diseguaglianza in quanto il suo presupposto (il possesso del televisore) è impossibile giuridicamente e sostanzialmwente da provare per cui è pagato solo da chi si autodenuncia.
IL CANONE RAI PUO' ESSERE DISDETTATO E NON PAGATO SENZA IL PERICOLO DI AVERE NULLA DALLA ESATTORIA E CONTINUANDO A GUARDARE LA TV TRANQUILLAMENTE SENZA AVERE NULLA DA NASCONDERE.
-----
Passiamo a disdettare il Canone RAI e non paghiamolo: è il modo per dimostrare la nostra unità e capacità di intenti nonché la forza del blogg, passando dalle idee ai fatti.
NEL PROSIEGUO NESSUNO DI COLORO CHE AVRA' FATTO LA DISDETTA SARA' ABBANDONATO: noi di www.mabonline.org ci assumiamo la responsabilità di seguire tutti coloro che avranno bisogno di sapere come ci si deve comportare quando non si paga più.
-----
DISDETTA IL CANONE RAI, UNA TASSA MEDIOEVALE SULLA AUTODELAZIONE CHE NON FINANZIA IL BILANCIO DELLO STATO MA IL CONSENSO SULLA SPESA PUBBLICA DEI PARASSITI DELLA POLITICA.
VAI SU WWW.MABONLINE.ORG/CANONERAI.PHP
------
Sapere aude!
Antonio de Franco
www.mabonline.org

Antonio De Franco 14.09.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento


COSA NON SI PUO' VEDERE IN TV...


Paolo Rossi - Il Monologo su Pericle


PER VEDERE IL VIDEO CLICCA SUL MION OME.

Nicola Cellamare 14.09.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Stiliamo un ELENCO DEI POLITICI ONESTI... (dovrebbe risultare + semplice e corto).
ps: per poter parteciapre alla redazione occorre essere obiettivi, evitare condizionamenti ideologici, non avere interessi personali, nè legami parenterali....

Mauro Bellaspica 14.09.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, come hai ragione.
Gli immensi complessi direzionali, vuoti da mesi, anni in pieno centro delle nostre città.
Faccio l'esempio di Lecco, il centro commerciale Le Meridiane è ricavato sotto terra, ma il complesso direzionale sovrastante, di 10 piani circa, E' VUOTO... io l'ho notato da 3 anni ad oggi... ma sicuro che è così dal giorno in cui è stato realizzato. Scendendo dalla parte alta della città, in un pomeriggio di sole, la luce attraversa l'intera struttura e mostra il suo inesistente contenuto, difatti è vuoto.
Grazie e buon lavoro.

davide mastromauro 14.09.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

un caro saluto da Tiziana.

fabio lucci 14.09.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ,sono un impresario e costruisco,in Svizzera Zona Locarno,e credo che tu abbia ragione,ma credimi c'è un detto che calza a pennello :"se la va la gha i gamb"
Quindi che i signori progettisti si sveglino e progettino ristrutturazioni che costino poco,magari consigliandosi con gli imprenditori,invece di guardare solo il lato estetico anche se é quello che ha loro interessa.
Perché è proprio per questo che non si ristruttura ,perchè costa troppo,perchè è troopo impegnativo uno studio approfondito,ma sopratutto perchè non si può speculare sui terreni ,dove invece di costruire due "bifamilari" abitabili si costruiscono tre villette a schira per le bambole.
Che i progettisti imparino a fare bene il loro lavoro scendendo sul campo invece di stare al caldo oal fresco dei loro condizionatori.
Un suggerimento alla categoria degli imprenditori:Mettete sotto al naso dei committenti ogni malefatta ,mancata progettazione,macata assistenza in cantiere,mancati coordinamenti con artigiani enti pubbili etc. vedrete che si parlerà anche un pò male di loro

Corrado Pupillo 14.09.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANSA) - ROMA, 14 SET - I prezzi di vendita di pane, pasta e dolci potrebbero subire a breve una brusca accelerazione per colpa del costo del frumento.L'allarme lo lanciano gli industriali della prima trasformazione, cioe' l'Italmopa, Associazione dei mugnai e dei pastai aderenti alla Confindustria. 'Tanto per capirci - avverte il presidente Vacondio - soltanto negli ultimi 45 giorni, vale a dire dall'inizio di agosto, il costo del frumento panificabile, cioe' di quello tenero, e' aumentato circa del 30%'.

caz.... va male! la prima cosa che ho imparato
in economia è che quando aumenta il pane ....
si salvi chi può!

ps: crollo dei consumi

John Maynard Keynes 14.09.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe!
volevo fare un breve commento a questo post,sono uno studente dello IUAV di venezia,proprio in questi giorni si è aperta la 10. biennale di architettura e la settimana scorsa tra gli eventi ho partecipato alle conferenze di rem Koolhaas,Herzog,Piano,Rogers,insomma il meglio attualmente sul mercato mondiale(almeno dal mio punto di vista),e proprio loro ci hanno detto che in Italia come sempre siamo "leggermente" indietro,o meglio le cose si muovono,ma male.
Ora detto questo e visto che il blog ha un enorme bacino di utenza consiglio a tutti e soprattutto i nostri "dipendenti" di andarsi a fare un giro per queste biennali e magari fare giusto una telefonata al sindaco di Londra che a quanto mi è parso di capire anche da cio che hanno detto Renzo Piano e r. Rogers,che a Londra,giusto per farti un esempio,da 50 anni non si costruiscono più parcheggi e il costo che questi avrebbero è utilizzato per aumentare il trasporto pubblico che in soli 5 anni circa è raddoppiato;inoltre a Londra è assolutamente vietato costruire su aree verdi,quindi viene obblgatoriamente rivalutata(ricostruitarestauratarivista)la "brown zone"ossia quelle aree dove sorgevano fabbriche,uffici,negozi abbandonati o in decadenza!
Non mi voglio dilungare ancora molto,anche perchè queste cose già le sai(Piano è tuo concittadino!!),volevo solo chiederti di fare in modo di far arrivare questo messaggio anche alle amministrazioni meno attente all'urbanistica e all'architettura,che non si rendono conto dei danni che provocano!!!facciamo qualche concorso in più(così magari teniamo a freno un po le mafie e i poteri forti) e diamo potere ai nostri cervelli,se le cose si facessero un po meno alla c...o di cane FORSE potremmo stare meglio un po tutti!!Grazie cmq per questo importantissimo blog

Nicola Antolini 14.09.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la vita di un animale ha la stessa importanza di un essere umano.
Tutti sono bravi...aparole
ciaooooooo


ma vogliamo lasciare in pace a PRODI e' in viaggio di nozze con la moglie e tutti i suoi amici....
e poverino lavora... lavora.....lavora per noi ....
e tutto il giorno li noi italiani stupidi a stressarlo , ma tale legge non era nel programma? e il cuneo fiscale... e le riforme del lavoro.....
e mettere mani alle pensioni d' oro... e l' ici... via per la prima casa....e le unioni di fatto.... il problemi seri alcolismo... droga....caro affitti... furbetti.... magistratura... ect...
ho la vogliamo smettere ... ma insomma basta !!!!
lasciamolo in pace ...è con la moglie in luna di miele ... purtroppo insieme a lui torneranno anche dei bei cinesini.... ma non sono quelli che incula...no i nostri grandi marchi il famoso mady in italy... ma non sono quelli della pena di morte ... dei diritti umani inesistenti ecc...
ma vogliamo capire che abbiamo eletto un santo uomo...

mirella pisano 14.09.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la dove c'era l'erba ora c'è una città !!

FERNY UNO Commentatore in marcia al V2day 14.09.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi rivogliamo il mondo e lo rivogliamo adesso!

buonasera blog a domani


insomma avete fatto fiaccolate per tutto, vi siete commossi per i caprioli, i gufi, i rapaci diurni, se pensate che viene abbattuto un pino, purche non sia a casa di un dei vostri,vi viene la pelle d'oca. e di quella ragazzina, Maria, non ve ne frega niente? a parte le frasette di ciracostanza, manco una piccola fiaccolata? Una bandierina? Mica è colpa sua se l'hanno seviziata, ripetutamente, in un paese comunista e non in un paese capitalista. Cosa avete paura, che si sappia quello che già tutti sanno? E la destra i liberali, che aspettano a muoversi, che spettano ad unirsi che so in un comitato, qualcosa,che evidenzi che vi sono dei DIRITTI UMANI CHE MANCO LA BUROCRAZIA STATALE DEVE TOCCARE


marista urru 14.09.06 18:40 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

non hanno il cuore gelido, semplicemente non valgono un cavolo!, si battono per le galline, no tav, diso(ahahah)bbedienti, girotondi, la pace, berlusca mafioso, lavoro ai precari e poi all'atto pratico calano le braghe e si pisciano addosso.
neanche le iene si comportano così! hanno tutti le azioni telecom non hanno fatto mai un cavolo nella vita non pensano ai bambini e sono per le adozioni ai gay! tutto perchè sono ipnotizzati dalla provola magica.

silvia bada 14.09.06 18:55 |

silvia bada 14.09.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!
chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!

i fratelli pecoraro, perche i verdi non sono un partito ma un affare privato di famiglia,
sono per la natura le energie alternative
le discariche altrove....

la natura non voterebbe per i fratelli pecoraro

giorgia benti 14.09.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

DOMENICA RICOMINCIA REPORT ORE 21.00 RAI TRE


"11 SETTEMBRE 2001" LE VERITA' NASCOSTE.


CONFRONTING THE EVIDENCE

In onda domenica 24 settembre alle 21.00

società

Puntata speciale di Report il 24 settembre alle ore 21.00. Verrà trasmessa l’edizione italiana di “Confronting the evidence”, il primo filmato americano che mette in luce i punti oscuri dei fatti dell’11 Settembre e tutte le omissioni prodotte dalla Commissione d’indagine.

PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO CLICCA SUL MIO NOME.

Nicola Cellamare 14.09.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Senza dubbio la cementificazione non manca, del resto e' business, con la concezione del decentramento, quindi aree fabbricabili nelle cinture, si lucra a spese dei contribuenti, perche' a volte sono i comuni stessi a rilasciare gli appalti, quindi l'affare va bene per gli imprenditori edili, la spesa pubblica unge anche i politici locali.

Ma fosse solo questo, magari,nel panorama economico italiano, abbiamo quasi del tutto perso la grande distribuzione alimentare, ci hanno colonizzato i francesi, ora pare che tim che fa' utili al contrario di telecom che e' piena di buchi e debiti, potrebbe passare a qualche societa' straniera, il paese con piu' cellulari al mondo diventerebbe gestito interamente da stranieri.

Cosi' per le autostrade, diventate spagnole, almeno chi in futuro comandera'.

Alla faccia della fantasia e del saper navigare e sopravvivere, abbiamo una maggioranza di imprenditoria, assolutamente incapace, da'un po' l'idea con i dovuti rapporti dell'impero romano dei secoli remoti, la nostra fase e' senza dubbio quella della fine economica, come in quei tempi.

ivo serentha 14.09.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!
chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!

i fratelli pecoraro, perche i verdi non sono un partito ma un affare privato di famiglia,
sono per la natura le energie alternative
le discariche altrove....

la natura non voterebbe per i fratelli pecoraro

giorgia benti 14.09.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

11 SETTEMBRE 2051: MEZZO SECOLO FA L'ATTENTATO ALLE TWIN TOWERS

http://andryyy.ilcannocchiale.it

Antonio Piras 14.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Pensare alla cina, promuovendo dazi stile padani-legaioli, sarebbe come arginare il mare.

Se non abbiamo noi rapporti diplomatici con quella futura super potenza, c'e' l'avranno altri.

E' pur vero che in questo momento stiamo soffrendo della loro concorrenza, ma e' un'opportunita' unica per il futuro.

Quasi 2 miliardi di persone, potenziali consumatori, hanno promesso di ampliare il commercio bilaterale, quindi e' solo questione di tempo.

Fare le barricate e' sciocco, in questo modo soccombiamo per il crollo delle stesse.

ivo serentha 14.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!
chi non vota pecoraro un cerbiatto è !!!

i fratelli pecoraro, perche i verdi non sono un partito ma un affare privato di famiglia,
sono per la natura le energie alternative
le discariche altrove....

la natura non voterebbe per i fratelli pecoraro

giorgia benti 14.09.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

soru debenedetti colannino tanzi "grandi imprenditori" arrichiti con il benestare della sinistra e i soldi degli italiani...

REVOLUTION 14.09.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

ARENA 001: gli amici di Beppe


Puntata N°1
Gli amici di Beppe
Viaggio nel mondo dei Meetup, i gruppi nati attorno al blog di Beppe Grillo. Cosa spinge più di 20.000 persone in tutta Italia a mettere in gioco la propria faccia, ed il click del proprio mouse, per le battaglie promosse dal comico genovese?

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=5506


PER VEDERE IL VIDEO CLICCA SUL MIO NOME.

Nicola Cellamare 14.09.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Il punto è che ormai vogliono addirittura convincerci del fatto che costruire il "nuovo" conviene, visto e considerato quel che fanno pagare le case ristrutturate.
Ho avuto due case. La prima era piccola, questa un po' più grande. In entrambi i casi, al momento di comprare, ho scelto di andare sul ristrutturato, proprio per evitare di consumare altro territorio. Se una casa si può "riciclare", cioè risistemare e riusare, non è meglio per tutti? Ebbene, in entrambi i casi mi sono reso conto che i prezzi erano uguali se non più alti del nuovo. E questo sì che è inaccettabile. Così, come sempre, una scelta fondata su un'ideale, uno stile di vita, è diventata una scelta più cara delle altre. Insomma: se credi in una cosa i nostri signori ti presentano anche il conto. E dire che il risparmio "globale" c'è stato: abbiamo consumato meno territorio, abbiamo polverizzato meno montagne, abbiamo cavato meno argilla. Alle amministrazioni locali questo non importa: lucrano sulle nuove costruzioni, e nel frattempo i sindaci fanno i favori agli amici che li votano. Così ci guadagnano due volte.

Piero Fachin 14.09.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grillo amico dei banchieri censura il si:gno:raggio per proteggerli e aiutarli a massacrare i deboli del mondo

aldrin guidi 14.09.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

ansia:

nuovo record del governo Prodi

il portavoce del ministro dell'economia Cinese
intervistato afferma:
è un piacere fare affari con il primo governo
offshore del mondo


offscore offshore 14.09.06 18:48

..In aggiunta, continua il portavoce, vorremmo anche fare affari con la prima opposizione offshore del mondo ma........non riusciamo a trovarne il capo!!
Sapete per caso dov'e'???

maurizio spina 14.09.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

ansia:

nuovo record del governo Prodi

il portavoce del ministro dell'economia Cinese
intervistato afferma:
è un piacere fare affari con il primo governo
offshore del mondo

offscore offshore 14.09.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

@@@Marco Di Cesare 14.09.06 17:54
E
@@ Cosimina Vitolo

per favore trovate un altro esempio!
l'omicidio di Cogne non E' un omicidio.
non ci sono prove, nè movente, tantomeno l'arma del delitto e poi nessuno ha dato retta al fratellino che disse di aver salutato samuele vivo e vegeto prima di avviarsi, con la mamma, alla fermata del bus.
gli indizi a carico della mamma di samuele sono risibili! schizzi di sangue piccolissimi e sparsi ovunque in quella stanza, sul letto sulle pareti sul soffitto sui mobili e sulla porta, dapertutto piccolissime gocce di sangue come se dopo averlo colpito lo avesse preso per i piedi e fatto roteare con violenza nella stanza e se è così dove sono le fratture?

nella dichiarazione della dottoressa che arrivò per prima nella casa, si legge che il bambino era ancora vivo, terrorizzato, nascosto sotto il piumone e che aveva dei forellini in testa dai quali usciva sangue e materia grigia, ANEURISMA, disse il medico psicologo.....

Ma, SECONDO ME, SI SBAGLIAVA E DI GROSSO, come fà una mamma in preda alla follia a massacrare il proprio piccolo con un oggetto contundente a punta senza sfondargli il cranio? senza affondare nel cervello? avete mai tenuto la testina di un bimbo di 3 anni tra le mani? come puoi provocare dei piccoli forellini con una piccozza o un punteruolo sulla fronte e sulla testa di un bimbo? come si fà ad "attenuare" i colpi se si è in preda alla pazzia? un raptus del genere spappolerebbe un melone figuriamoci la testina di un pupetto!

... nei giorni successivi al delitto, prima che nevicasse, c'erano uno stormo intero di cornacchie sul tetto di quella casa ....quei corvi neri di montagna, dal becco a punta affusolato,... a forma di piccozza.....

la mamma si allontanò da samuele per accompagnare il fratellino alla fermata del bus, dopo aver dato a samuele la consueta merendina, una finestra aperta, qualcosa che luccica, quella merendina e quei corvi sopra al tetto che ho visto alla tv.....


silvia bada 14.09.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LIBANO:ESERCITO,NON SI DEVE DISARMARE HEZBOLLAH MA PROTEGGERLO
carlo forte 14.09.06 18:33
__________________________

Vedi Carlo, che gli ezbollah sono terroristi....e' una cazzata grandiosa che ci viene ripetuta all'ignoranza da tutti i telegiornali...

Questi malefici imperatori del male estremisti degli ezbollah e' gente eletta de-mo-cra-ti-ca-mente dal popolo. Non ammazzano nessuno.
Ma se gli israeliani con permesso Usa ti invadessero e ti sparassero bombe all'ignoranza tu cosa faresti??

Dovrai pur difenderti no ?

Ci sono ministri palestinesi rapiti e segregati nelle carceri israeliane. Rapiti capito ?

I tre soldati israeliani rapiti poi dai palestinesi perche' in territorio palestinese, servirebbero come scambio per liberare tutti i prigionieri politici che ha israele.

Ma questi israeliani vogliono carta bianca per invadere. Non si sa quante vittime abbiano fatto con i bombardamenti con la scusa dei loro 3 soldati...

Fatevi questo video (in inglese ) dell'intervista a Mr. george Galloway, un professore universitario...

Col cavolo che ne parlano ai nostri TG filo USA-Israele.

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 14.09.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

be se ci vogliamo far del male SABATO su canale 5
arriva MARIA DE FILIPPI

PRONTI I LENZUOLI PER PIANGERE


E POI ARRIVA BUONA DOMENICA
E POI DOMENICA IN
E POI GRADE FRATELLO , CONTINUO NO MEGLIO DI NO

CHIARISCO , OGNI TANTO LI GUARDO SOLO PER UN MOTTIVO RIEMPIRMI LA TESTA DI CRETINATE E RILASSARMI PER ESSERE FELICE DI ME STESSA , CHE PER GRAZIA RICEVUTA NON ASSOMIGLIO PER NULLA A QUEI POVERI SCIAGURATI ......
MA 3 MINUTI DI IMPORTANZA NON SI RUBBA A NESSUNO....
PECCATO CHE SIA CON I NOSTRI SOLDI....
ANDATE A LAVORARE VARI CONCORRENTI DEI VARI REALITI ,,,,,,

mirella pisano 14.09.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

ansa :
bersani: più quote rosa nella vendemmia 2006

super ciuk 14.09.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

insomma avete fatto fiaccolate per tutto, vi siete commossi per i caprioli, i gufi, i rapaci diurni, se pensate che viene abbattuto un pino, purche non sia a casa di un dei vostri,vi viene la pelle d'oca. e di quella ragazzina, Maria, non ve ne frega niente? a parte le frasette di ciracostanza, manco una piccola fiaccolata? Una bandierina? Mica è colpa sua se l'hanno seviziata, ripetutamente, in un paese comunista e non in un paese capitalista. Cosa avete paura, che si sappia quello che già tutti sanno? E la destra i liberali, che aspettano a muoversi, che spettano ad unirsi che so in un comitato, qualcosa,che evidenzi che vi sono dei DIRITTI UMANI CHE MANCO LA BUROCRAZIA STATALE DEVE TOCCARE

marista urru 14.09.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

f.marletta 14.09.06 18:24

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il commento di Lucia Montecchi non mi pare così fuori dal mondo. È invece fuori dal mondo la gente a cui si rivolgeva.

Credo che onestamente a nessuno interessi lasciare alle generazioni future un'eredità fatta di una classe politica di gente onesta e perbene... quanto invece un mondo più vivibile.

Un mondo INVIVIBILE gestito da una classe politica "perbene" è INVECE un mondo D I M E R D A.

D'altra parte quando si presenta un uomo politico come "persona perbene" l'esperienza di una vita eterna ci dovrebbe ormai aver insegnato che di certa gente bisogna subito dubitare.

I fatti si misurano dai risultati, non dalle "buone intenzioni".

L'INQUINAMENTO MENTALE ci porta a considerare utopistico e quindi "irrealizzabile" tutto ciò che si colloca al di fuori delle regole perverse del mercato.

Invece dovremmo cominciare (stando alla dolorosa esperienza e ai dati di fatto) a prendere in considerazione l'esatto contrario:

Tutto ciò che si pone al di fuori delle regole del $anto Mercato è con molta probabilità più Sano, più umano e più facilmente realizzabile del contrario.

Massimo Greco Commentatore in marcia al V2day 14.09.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Sirolo,la perla dell'adriatico,secondo il suo sindaco,sta attuando un PRG al termine del quale realizzerà qualcosa come 1400 posti letto o ancora di più.
Atualmente il paese è di 2800 anime;se ne deduce che,in un solo colpo,si aumenterà la capacità abitativa del 50%!
Pensate che i servizi,viabilità e gestione del Comune avranno lo stesso aumento?
Ma dai!!!!
Hai ragione Beppe,i comuni cercano si introitare maggiori somme dall'ICI e se,magari,ci scappa la possibilità di realizzare 3-4-5 appartamenti in pieno Monte Conero solo perchè il sindaco,sua moglie e suo cognato hanno la fortuna di vedere la loro terra agricola alle pendici del conero inserita(guarda guarda!)nel PRG,che male c'è?
Credo sia stato giusto anzi,come molti hanno mormorato in giro,farsi dare le mazzette per assegnare le aree edificabili al miglior offerente(leggasi tangentomane!)no?
Vieni a Sirolo (An)Beppe,che dall'ultimo spettacolo che hai fatto al Teatro "Alle Cave"l'ineffabile Misiti(sì,quello dlle Iene!)ha fatto più danni di Attila e,di certo,le tasche non gli si sono svuotate......altro che Bandiera Blu!

Simone Velieri 14.09.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Giorgio Sodano
e bene tu che sei marxista, ti ritrovi in questo governo . io no!!!!!!
eppure mi ritenevo di aria di sinistra avevo la testa piena di cretinate . ma poi crescendo mi rendo conto che sono tutte fesserie.... gli ideali , li ho persi per strada......
oggi credo che sia destra che sinistra siano degli emeriti scrocconi, fasulli, malandrini.... ecccc...
oggi mi ritrovo d' accordo con certe idee degli anni 70 e capisci cosa intendo....
Con i danni che ha creato la legge biaggi ogni tanto ho brutti pensieri, anche se la sinistra e la destra hanno completamente adattato la legge a loro piacimento

mirella pisano 14.09.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LIBANO:ESERCITO,NON SI DEVE DISARMARE HEZBOLLAH MA PROTEGGERLO
(AGI) - Beirut, 14 set. - L'esercito libanese non intende disarmare Hezbollah, anzi "dovrebbe proteggerli". Ad affermarlo e' il generale Saleh Hage Sleiman, alto funzionario del ministero della difesa e portavoce dell'esercito libanese, in un'intervista al quotidiano francese Le Monde. Secondo Sleiman il Partito di Dio e i suoi combattenti fanno parte integrante del "popolo libanese" e l'esercito di Beirut non puo' resistere solo con le sue forze alle truppe israeliane. "I combattenti - spiega il portavoce - "sono ingegneri, medici, commercianti, agricoltori e professori, che fanno la guerra quando devono farla e che poi fanno ritorno a casa". Quindi nessuna necessita' di allontanarli dai luoghi in cui vivono e ancora meno di disarmarli, come richiesto dalla comunita' internazionale. Al contrario l'esercito deve "proteggerli, perche' fanno parte della nazione". Il funzionario lascia intendere anche che non e' da escludere l'integrazione della milizia nell'esercito libanese: "Se vogliono venire, sono i benvenuti, ma spetta a loro decidere". (AGI) -
141808 SET 06


Qua si mette male.

carlo forte 14.09.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo l'indultino, ad oggi,il SITO DELL'UNIONE recita così!

Sito temporaneamente non disponibile
Ci scusiamo per l'inconveniente, il sito è attualmente in manutenzione.

Hanno così paura che non lo riaprono più!
Adesso se chiedi in giro chi ha votato Prodi tutti ti dicono "io no!".. Bravi comunisti!

aloa tutti 14.09.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo l'indultino, ad oggi,il SITO DELL'UNIONE recita così!

Sito temporaneamente non disponibile
Ci scusiamo per l'inconveniente, il sito è attualmente in manutenzione.

Hanno così paura che non lo riaprono più!
Adesso se chiedi in giro chi ha votato Prodi tutti ti dicono "io no!".. Bravi comunisti!

andre as 14.09.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hi,hi,hi , stasera vado al concerto di baglioni magari incontro qualche mio vecchio amico mussulmano : brava gente !!

f.to andy luotto

ivana iorio 14.09.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

..E chi è che si può permettere di fare altro?
Gabriele Pappi 14.09.06 18:18 |


be se tutti la pensano cosi all' ora non votiamo più .
Ai nostri cari politici sia di destra che di sinistra gli diamo un mandato a vitta , possibilmante da domani chiudiamo il blob e tutti belle macchinette pronte a dir SIGNOR SI!!!!
E cavolo ma ci vogliamo svegliare e smetterla di piangere ma agire .
Ma dove sono finiti gli scioperi, le marcie contro il governo che sbaglia, il pensare anche a tutti e non solo a noi , ma devo insegnarle io queste cose, ma dove è finito il nostro orgoglio.

mirella pisano 14.09.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE TANTO VI INTERESSA DELLL AMBIENTE INVECE DI COMPARVI LA MACCHINONA GRANDE,BELLA E LUCENTE TROVATENE UNA ELETTRICA CHE NON INQUINI,CERTO LA BELLONA DI TURNO NON VI CAGHERA MA IN COMPENSO LASCERETE UN MONDO MIGLIORE AI VOSTRI POSTERI.

lucia montecchi 14.09.06 17:02
-----------------------------
A sentire certi discorsi non so se siamo coerenti con noi stessi o se viviamo tra le nuvole.
Ai tempi non lontani dei governi di centrodesta e di centrosinistra DC,PSI,PRI,PLI,eccetera, se no sembtra un altra sigla.
Tuuti i piani regolatori, i piani traffico, i piani viabilità cittadini e non, i piani autostradali e bretellari nonchè tangenziali E OGGI ROTONDARI, ecc, ecc, sono sempre stati approvati in funzione di vetture e altri mezzi di trasporto senza preoccuparsi seriamente un gran chè dell'inquinamento solo capaci a proibire e non a trasformare le abitudini ecc.
Ora se i comuni e le istituzioni pensano che noi italiani rottamiamo le macchine perchè loro hanno fatto per "millanta anni" SCIEMPIAGGINI E NON SONO IN GRADO DI PROVVEDERE E ORGANIZZARE UN SERIO PIANO TRASPORTI PUBBLICO CITTADINO E TRANSNAZIONALE, A QUESTO PUNTO GRATUITO VISTO I
DANNI CAUSATI GRAZIE ALLE PASSATE DABENAGGINI COMMESSE DA LORO, SE LO SCORDINO.
CHE LE MACCHINE DA OPERETTA SE LE COMPRINO LORO E FACCIANO AMMENDA DELLE LORO PASSATE E PRESENTI, INCAPACITA'.Magari trovando soluzioni reali e non progetti e sparate costose e inutili.
Sarebbe meglio lasciare ai nostri "posteri"una classse politica più adeguata e meno sbruffona e costosa. Grazie! Ciao

Francesco

f.marletta 14.09.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenti, l'Islam ci odia ed è dentro casa


Il mio film vuole lanciare l'allarme sulla cultura buonista, multiculturalista, propensa all'accoglienza dell'Europa: tutti segnali che il mondo islamico interpreta come una nostra debolezza, e se ne approfitta. Quanto alla mia incolumità non me ne preoccupo, ho la coscienza tranquilla. Non ho attaccato i musulmani, ho cercato di capirli. Se poi qualche fanatico dovesse venire da me.... io comunque giro armato

ivana iorio 14.09.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento

@@@ mirella pisano 14.09.06 18:04

La museruola magari anche virtuale e' impossibile metterla al "fenomeno" ventura, se alle sue trasmissioni fa' audience da milioni di spettatori.

La causa e' determinata dal pubblico, purtroppo ormai gli italiani a maggioranza si ingurgitano tutto quello che passa il convento.

La cartina tornasole e' per esempio il gf7-8 o quello che diavolo sara', in altri paesi dopo la seconda o terza serie non hanno continuato, qui fa' milionate ogni puntata.

Auguri per tutti tra la palude dei reality.

ivo serentha 14.09.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

per primo mi chiamo mirella.
poi io non rosico per nulla . Sai che divertimento l' isola dei famosi o quelli del calcio .
programmi insulsi , privi di ogni regola .
E poi la ventura che si è dimenticata le iene, oggi è votata al partito massimo ......
poverina , ma non ti preocupare rosico di più per vedere tanti cervelli feminili sprecati , ricercatrici, medici, bioligi, ecc che in italia sono un bel nulla questo mi fà rosicare per l' invidia ma per l' incazz......

mirella pisano 14.09.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA MIA PRIMA VOLTA

Dalla mia prima volta sono ormai passati tanti anni, ma la ricordo come se fosse oggi. Il primo amore non si scorda mai, sopratutto quando si tratta del primo e l' ultimo. Come nel mio caso.

Non avevo ancora 18 anni, ragazzotto ingenuo ignorante delle cose della vita. Lei invece era una ventenne con diverse esperienze di quel tipo alle spalle, come venni a sapere dopo. Ci eravamo conosciuti in una discoteca, un sabato pomeriggio. Ci eravamo poi rivisti il giorno dopo, e, mentre ce ne stavamo seduti nella sua macchina a parlare, lei era andata subito al nocciolo della questione. Ma io esitavo. Non mi sentivo ancora pronto. Mi ponevo un sacco di domande: e se poi non mi piace? cosa si prova ad entrare? e dopo, uscitone, come mi sentirò? Domande alle quali, me ne rendevo conto, avrei potuto dare una risposta solo facendo la prova. Ma mi occorreva ancora un po' di tempo per riflettere. Lei capi e rispettò la mia decisione. Nei giorni seguenti non mi mollò un attimo marcandomi stretto. Mi telefonava, mi aspettava sotto casa. "Vedrai, ti piacerà" mi tentava con voce suadente "dopo ti pentirai di non averlo fatto prima". Passarono alcuni mesi e venne la vigilia del mio 18° compleanno. Lo farò domani, pensai rompendo gli indugi. Le telefonai per sapere se era ancora disposta. "Per te sempre" disse dall' altra parte del filo.

Venne il grande giorno. Lei era giù ad aspettarmi in macchina. Il cuore mi batteva a mille. "Oggi diventerò adulto" mi dissi, felice di aver preso finalmente la decisione "oggi entrerò nel mondo dei grandi". Parcheggiata la macchina mi prese per mano e "vieni, non temere" sussurrò, mentre i suoi occhi brillavano "ti farò vedere come si fa". Girato l' angolo entrammo nella sede del PCI. Lei mantenne la promessa e mi fece vedere come si fa ad iscriversi. Quella fu la mia prima volta che entrai in una sezione del Pci-Pds-Ds. E per me fu subito amore a prima vista. Che dura tutt' ora.

http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it


Se si tassassero le case possedute dalle aziende di ogni tipo (si, anche quelle possedute dalle società immobiliari), impedendo di far scaricare dalle tasse le spese di gestione dei "beni strumentali", se si facesse pagare l'ICI anche all'inquilino (penso ai Dirigenti d'Azienda che abitano in case offerte gratis a loro dalle Società per cui lavorano, come benefits), si otterrebbero dei bei soldi da scalare dalla finanziaria, si farebbe scoppiare la bolla dei prezzi delle case e si smetterebbe di costruire per "investimento".

Alcide Paoloni 14.09.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

John Stuart Mill.

Se il governo Prodi e' come lo descrivi......bisognerebbe fare opposizione!!

A gia'!
Per fare opposizione bisognerebbe rintracciare il capo dell'opposizione........andate voi a stanarlo coi lacrimogeni da Villa Certosa????

Un vero Capetto responsabile.....

Mmmmmhh!!!!!!!!!!!!

A giugno, dopo aver finto di strepitare contro i brogli, usci' con una strana frase........"il governo Prodi durera' fino al 2008".
Addusse a motivazione che la spartizione del potere avrebbe fatto da collante alla coalizione.

Traduzione mia personale.

Il governo Prodi DEVE fare il lavoro sporco per chiudere le voragini che ho lasciato con l'ineffabile Tremonti!! Eccheccazzo....mica posso aumentare le tasse!!!

Una volta risanato......4 assegnoni per fare campagna acquisti.....tanto fra ex-democristi e attuali Mastelliani non c'e' problema a ribaltare 2 senatori di maggioranza!!

E poi.....i coglioni saremmo noi....

Be happy

maurizio spina 14.09.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ah si?
Prova dirle in mezzo alla gente ste' cose, poi ne parliamo.
Giorgio Sodano 14.09.06 18:07 |


Ha si io le penso e le dico. Infatti ogni giorno mi prendo da tante persone dei va fan cu…lo .
Perché OGGI COME OGGI , la maggior parte delle persone le pal….e le ha mangiate a colazione e preferiscono urlare in un blob……..non mi esprimo poi su chi scrive sempre male di tutti e poi va a lavoro in ufficio e fa lo schiavo per una miseria.
OGGI MOLTI DI NOI PENSANO AL PRORPIO ORTICELLO, ALLA CASA COMPRATA CON MUTI da 30 ANNI, che quando morirai sarà vecchia e fradicia, e tu avrai fatto solo sacrifici inutili

mirella pisano 14.09.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DELEGAZIONE ITALIANA IN CINA

Qualcuno sa con esattezza, oltre a della valle ed ai soliti noti, quali politici Italiani hanno fabrichette ed interessi in cina?

marista urru 14.09.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

**dal post di questa mattina *****

CARO GRILLO !!!
CI RISIAMO!!!
Correva l'anno 2000 , è un furioso temporale aveva messo in ginocchio il ponente ligure.
Distruzione e morte, seguite dal solito proselitismo dei ben pensanti politicizzati e non.
"Vieni con noi perchè la colpa e degli altri!"
Messa in sicurezza dei fiumi, piano di bacino, milioni di euro stanziati , rimborsi o pseudo tali che dopo qualche anno ci han chiesto di restituire....
E per Cosa??

Stanotte ci siamo ricaduti mani e piedi.
Sei anni di lavori incompiuti di progetti sbagliati ecc. ecc.....

Ma a spalare la merda ci siamo sempre e solo noi.

Dal profondo del cuore dopo una nottata di lavoro...

MA ANDATE AFFANCULO....

********************

GRAZIE a tutti coloro che si sono e si stanno prodigando per aiutarci in questo momento.
In particolare ai soliti noti I VOLONTARI...

Di qualsiasi colore Voi siate un GRAZIE di cuore...

Costantino Dinielli 14.09.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

visto il Riotta!

fiscal drag 14.09.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Lo sappiamo che le donne sono per natura lesbiche e per denaro rompipalle.
Armando Sola 14.09.06 17:38
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
Guarda che nessuno ti obbliga a vivere con le donne, vai a stare in un’ isola deserta o meglio all’ isola dei famosi.

A proposito e se mettessimo una museruola alla SIMONA VENTURA non sarebbe male e in questo caso la museruola la compro io aiuto non la reggo

mirella pisano 14.09.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sappiamo che le donne sono per natura lesbiche e per denaro rompipalle.
Armando Sola 14.09.06 17:38
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
Guarda che nessuno ti obbliga a vivere con le donne, vai a stare in un’ isola deserta o meglio all’ isola dei famosi.

A proposito e se mettessimo una museruola alla SIMONA VENTURA non sarebbe male e in questo caso la museruola la compro io aiuto non la reggo

mirella pisano 14.09.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Se Pecoraro pensasse un po'più alla gente e meno ai caprioli... verderame!

Marco Rosso 14.09.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

ALLARME trovato da me ma vi avevo gia' avvertito!!!
la tvb.sterzing@teletour.it
mi ha inviato un file chiamato friend.zip
che contiene il file
RISULTATO:
Risultato del controllo: E' stato rilevato "W32.Netsky.C@mm" un virus.
L'allegato conteneva un virus che non è stato possibile eliminare. Ti sconsigliamo di scaricare il documento
ALARM WORLDWIDE
Nome file: friend.zip
Dimensione file: 25kb
Tipo file: application/x-zip-compressed
e' l'ultima invenzione degli HACKERS CATTIVI
contro il mondo informatizzato.
io vinco
che non mi facciano far girare i file che ho!!!
LAST CHANCE
GIULIO RONCO

Giulio Ronco 14.09.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento


A IVANA IORIO 17,44

hai ragione. Questi sono un branco di lobotomizzati, perchè manco ci guadagnano come i loro capibranco.Sarebbero felici di trasformarci in una piccola bielorussia, dove i diritti dei deboli non esistono, dove gente col pelo sullo stomaco fa cose turpi che i giornali questi giorni raccontano.Che poi accadevano molto spesso in quella Russia che tanto osannavano, sputando sul piatto in cui mangiavano. Ora non sono contenti di rompere le scatole a noi, vogliono snaturare anche gli islamici, li vogliono assimilare a loro. Ma che a noi piacciano o no, hanno secoli di civiltà alle spalle, e approfittare della povertà di certuni per fargli cambiare quasi a forza usi e costumi, a me pare una barbarie, tanto più in quanto perpretata con freddo calcolo utilitaristico. E' ovvio che fino a che sono ospiti del nostro paese, si devono uniformare, cosi come noi, se non siamo arroganti, ci uniformiamo quando andiamo nei loro paesi. Ma a me pare di aver capito che proprio i loro ragazzi, quando vanno ad "aiutarli", ne escono spesso male. Non sarà che certi "aiuti", giustamente , non gli piacciono?Non sarà che l'arroganza di chi e' stato male abituato in Italia, fuori, non paga?

marista urru 14.09.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Vivo in un quartiere ad alta densità abitativa.

L'edicola che mi è più vicina vende 5 copie di libero al giorno.

L'edicola che mi è meno vicina vende 4 copie di libero al giorno.

L'edicola che mi è più lontana vende 3 copie di libero al giorno.

E così via fino alle vendite fasulle.

Se non ci fossero le televisioni, non consceremmo l'esistenza de:

Libero
Il Giornale
L'opinione
Europa
Il Riformista
Il Foglio
... altri foglietti.

La Padania e i giornaletti che danno in metro o ai semafori (della famiglia Caltagirone imparentata Casini) vengono distribuiti a gratis.

Come vedete, le TV non servono a niente.

Giorgio Sodano 14.09.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto quasi tutti i messaggi arrivati fra ieri e oggi sono arrivata a delle considerazioni

1) molti hanno bisogno di sfogarsi e scrivono di tutto
2) ci sono molti commenti giusti , onesti, sinceri, ma molti falsi , scritti tanto per provocare e per rendersi appariscente
3) molti scrivono , ma senza cognizione di causa
4) tutto ciò può essere sia positivo che negativo, ma di una cosa sono certa , che qui c' è molta democrazia . E questo è raro in Italia, censure e varie. Ma auspico che i commenti siano più centrati e che i pensieri siano più chiari

ciao

mirella pisano 14.09.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sappiamo che le donne sono per natura lesbiche e per denaro rompipalle.

Armando Sola 14.09.06 17:38

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Armandino dichiara la tua omosessualita' urlalo ululalo che sei omo !! dopo starai meglio !!non essee invidioso delle donne !!

ROLAND BARTHES 14.09.06 17:47 | Rispondi al commento |

Mi pare che gli uomini siano spaventati dalle donne, e poi non mi vergognerei a invidiare una donna: diventare ricco facendo sesso tutto il giorno, per non parlare di jenna jameson, vorrei tanto essere lei. Certo poi è una questione di ruoli e ognuno tenta di portare acqua al proprio mulino.

Armando Sola 14.09.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 14.09.06 01:20 |
----------------------------------------------
Ehmm! Tralasciamo, per favore, la premessa che richiede l'esperto e se ti accontenti di me, così come sono bene, altrimenti riprovaci ;-))

L'ICI la paga l'intestatario dell'immobile, che quasi sempre s'identifica con il proprietario, ma non necessariamente, infatti l'intestatario potrebbe anche essere un "prestanome" una cosiddetta "testa di legno", ma al fisco non interessa perché lui tassa l'intestatario. La banca, con l'ipoteca, non diventa proprietaria o comproprietaria dell'immobile, ma semplicemente fissa sull'immobile un suo privilegio in caso tu non pagassi ed entro 2 anni la sua ipoteca diventa "primaria" cioè, se entro quella data, su quell'immobile, nessun altro vi ha inscritto ipoteca alcuna, prima soddisfa se stessa completamente, poi eventualmente le successive ipoteche (secondarie), ammesso che vi sia ancora disponibilità finanziaria.
Spero di averti soddisfatto.
Ciao

Max Stirner
------------------
Una risposta, quantomeno, per ringraziarti te la devo. Ne sai più di me su questo argomento. Infatti sospettavo la condizione che mi hai chiarito, ma a maggior ragione se fossimo in un paese serio con politici seri, e parlo dei più che non lo sono, nessuno si sognerebbe mai di tassare tante volte un bene così già penalizzato da debiti inevitabili quando si tratta di bene primario come la prima casa, per la maggior parte della gente.
La questione dei prestanome è annosa e ormai priva di coperture volendo, ci sono e ci saranno sempre più mezzi per scoprire gli inghippi, la volontà politica di farlo però non c?è altrimenti come giustificare poi certe operazioni?
Ancora grazie anche se in ritardo, ciao

Francesco

f.marletta 14.09.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che a Milano è tutto un "vendesi"?
In questo momento siamo vittime di una crescita spropositata dei prezzi delle case, del tutto ingiustificate (la famosa "bolla immobiliare", Beppe, c'è già - ci siamo dentro).
E le banche hanno continuato a suggerire a inconsapevoli clienti il mutuo con tasso variabile e rate al limite della sostenibilità. Ora che i tassi stanno cominciando a crescere (dopo aver toccato il MINIMO negli anni passati) credo che molti di quegli inconsapevoli stiano facendo tanti salti di gioia... dal balcone di casa.. e non possono neanche dire che è casa propria... finché non restituiscono il malloppo (ricordiamo che per fare un mutuo dovete ipotecare al 100% la casa!!!!! Nei tanto dileggiati USA dallo stesso beppe e da molto frequentatori del blog questo non accade).

Gian Luca Marcialis 14.09.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Perfettamente d'accordo con te Grillo.

Giuseppe Caratozzolo 14.09.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

SCUSAMI MA NON TI HO CAPITO CHE VUOL DIRE NON REAGIRE?

cosimina vitolo 14.09.06 17:48

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Minchiaaa cosima sei ebete pure tu ! Non rispondere, non dargli corda !!!

ROLAND BARTHES 14.09.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi manca tanto l'Irlanda... con il suo verde, la gente meravigliosa e le case al massimo a due piani... è vero che loro sono appena in 5 milioni, ma sarà possibile avere uno sviluppo sostenibile anche per noi?

Cristina Bendinelli 14.09.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLI: TURISTA FRANCESE COLPITO DA PROIETTILI VAGANTI
Napoli, 14 set. - (Adnkronos) - Ancora violenza a Napoli. Questa volta a farne le spese e' stato un turista francese che si trovava, insieme alla moglie in via Nuova Pizzofalcone quando e' stato raggiunto da un colpo d'arma da fuoco. Ancora non e' chiara la dinamica dell'accaduto, quindi ne' da dove ne' da chi provenissero i colpi d'arma da fuoco. Il turista francese, raggiunto dal proiettile ad una gamba, e' stato trasportato al Vecchio Pellegrini dove e' tuttora ricoverato.


ivana iorio 14.09.06 17:17 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

*********************************************

brava ivana che posti queste notizie.
sei una provocatrice razzista.
italiani del sud e del nord sono fratelli.
devo forse cominciare a postare tutte le notiziole edificanti dell'italia de nord, tipo mammine nella baita che spaccano la capa dei loro figlioletti?
perchè non evapori?

Marco Di Cesare 14.09.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ira di Prodi: caro Marco, mi avevi raccontato che ti univi a Sky

PALAZZO CHIGI ACCUSA IL NUMERO UNO DI PIRELLI: CI HAI MENTITO.

IL VICEPREMIER D'ALEMA CHIEDE CHIAREZZA SUBITO. SVELATA LA TRATTATIVA SEGRETA PER FAR ENTRARE MURDOCH IN TELECOM

MILANO Rivelazioni e colpi sotto la cintura. L'operazione Telecom continua a tenere banco e il clima fra il premier, Romano Prodi e Marco Tronchetti Provera, presidente del gruppo telefonico, si fa incandescente. Mentre il presidente del Consiglio si trova in Cina, infatti, una nota di Palazzo Chigi rende noto il contenuto dei due colloqui intercorsi tra Prodi e Tronchetti in data 19 luglio e 2 settembre. Un gesto improvviso e inaspettato che a caldo è stato interpretato come uno schiaffo in piena regola. La domanda è: perché Palazzo Chigi ha ritenuto indispensabile rivelare fin nei dettagli il contenuto degli incontri fra Prodi e Tronchetti? GOVERNO FURIOSO La risposta potrebbe trovarsi tra le pagine del Sole24Ore di ieri dove, a partire da un editoriale in prima pagina, si alludeva al fatto che il premier era stato regolarmente tenuto al corrente dell'operazione di scorporo di Tim e della rete fissa. Una logica da botta e risposta: tu dici (e fai sapere) che mi avevi informato e allora io dimostro il contrario. Insomma accuse incrociate di essere un bel bugiardo. E a rendere ancora più incandescente il confronto contribuisce pure il vicepremier Massimo D'Alema che dalla festa dell'Unità di Pesaro ha tuonato contro «chi ha la responsabilità di dirigere l'azienda». continua...


******

LIBEROOOOOOOOOOOOOO .....DI FARE COSA GLI PARE SON SOLDI SUOI...MICA DI PRODI!!!!!

John Stuart Mill 14.09.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sappiamo che le donne sono per natura lesbiche e per denaro rompipalle.

Armando Sola 14.09.06 17:38 |

Chiudi discussione
Discussione
BOH NUN LO CAPITA

cosimina vitolo 14.09.06 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Spari in centro a Napoli
ferito turista francese

Sparati almeno dieci colpi in una strada a ridosso dei Quartieri Spagnoli, forse un'azione dimostrativa. L'uomo colpito a una gamba, si è trascinato fino a piazza Plebiscito

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

NAPOLI COME BAGDAD CI VUOLE UN DESERT STORM 3 !!!

roland barthes 14.09.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rino Gaetano
Fabbricando Case

Fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando scuole dai un tuo contributo personale all'istruzione
fabbricando scuole sub-appalti e corruzione bustarelle da un milione
fabbricando case popolari biservizi secondo il piano regolatore
fabbricando case ci si sente vuoti dentro il cuore
ci si sente vuoti dentro il cuore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case
fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando case assicuri un avvenire ai tuoi figli con amore
fabbricando case col sorriso e col buonumore
col sorriso e col buonumore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case

Z.E. Raglia 14.09.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Io porto il mio personalissimo esempio: compro casa, prima casa, in un paese in periferia. Faccio il mutuo 99% (non c'hp via una lira). L'imprenditore edile non mi vende la casa. Perchè? Perche se faccio il mutuo al 100% lui deve dichiarare il 100%...facile! Allora per comprare casa devo andare alla banca in cui lui "conosce" il direttore. La banca non fa mutui al 100%, ma all'80%, quindi faccio il preliminare pompato per far si che l'80% corrisponda al 100% (chiaro?). Poi un'altro preliminare "ufficiale" dove dichiaro che la mia casa costa 90.000, terzo, i restanti 40.000 Euro la banca me li passa in nero, e io li consegno all'imprenditore in nero. E il gioco è fatto! Dico questo perchè funziona così nelle piccole cose, figuriamoci con le "grandi edilizie".

Andrea Piz 14.09.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Se io fossi Dio in questa situazione, gli servirei le 7 o 8 piaghe che colpirono l'Egitto alla classe medio-alta del nostro paese, un popolo di ignoranti, che conosce una sola parola: produzione, ma non quella per avere la produzione di qualità: ricerca.
Ciao Beppe vai così
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 14.09.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Lo sappiamo che le donne sono per natura lesbiche e per denaro rompipalle.

Armando Sola 14.09.06 17:38

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Armandino dichiara la tua omosessualita' urlalo ululalo che sei omo !! dopo starai meglio !!non essee invidioso delle donne !!

ROLAND BARTHES 14.09.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

ma quella serie di ville tirate su abusivamente di notte nel parco del ticino dagli zingari ? ma sono state eliminate o il comune gli ha portato anche i servizi ?

ivana iorio 14.09.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Ah no? Leggi leggi: "Ricordatevi che la norma costituzionale impone la proporzionalità dell'imposizione fiscale al reddito del contribuente."

Io ho solo detto che "al reddito del contribuente" va sostituito con "alla capacità contributiva del contribuente" che, come hai ammesso tu stesso, è diversa dal reddito. Capito ora?

Alessandro Arrigo 14.09.06 17:10 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

Quanto avevo scritto era relativo all'ici, che è definita imposta, ed in quanto tale, applicando la progressività delle aliquote, dovrebbe essere prporzionale ad un reddito, ma così non è, perchè l'ici grava su un valore patrimoniale, sganciato da qualsiasi riferimento ad una capacità reddituale.

Diverso è il discorso della capacità contributiva totale, che comunque dovrebbe rispettare il principio della proporzionalita alla capacità di contribuzione.
Il principio della progressività delle aliquote, è la causa che garantisce l'effetto di una proporzionalità nella contribuzione al reddito.

Imposte fasulle come l'ici portano a storture fin troppo evidenti, basti pensare alle coppie di impiegati che molti anni fa avevano acquistato case in quartieri ieri periferici e oggi considerati residenziali, oppure addirittura nei centri storici. L'importo dell'ici va a gravare su un reddito da pensione che porterà i propietari a vendere la casa alle grandi immobiliari, infatti abbiamo i centri storici disabitati.
Non parliamo poi dei casi eccezionli, come i pescatori di Capri et simili, per i quali si deve poi intervenire con delibere comunali ad hoc.

chicco capoccetta 14.09.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma va lodata la determinazione del sindaco che ha voluto fortemente questo intervento per il ripristino della legalità e la cancellazione di tale vergogna nei pressi dell'autostrada. Bisogna tuttavia lodare lo spirito collaborativo e non ostile dei proprietari». Soddisfatto anche il prof. Renato Alvino, consigliere nazionale e coordinatore regionale Enpa: «Gli animali sono in buone condizioni. Il loro trasferimento è avvenuto senza traumi. Alcuni muli saranno ospitati presso il Foro Boario di Eboli, mentre ai cavalli provvederanno direttamente i proprietari. Li dislocheranno presso un'altra struttura». Le operazioni si sono tuttavia prolungate oltre il previsto: «Ad un certo punto abbiamo dovuto interrompere gli abbattimenti - dichiarano gli operai incaricati dal Comune - I muli non volevano lasciare le loro stalle e cominciavano a scalciare». Le stalle sono state rase al suolo, è stata liberata un’area di circa quindicimila metri quadri. Sarà utilizzata nel rispetto dei vincoli autostradali e ferroviari.
2

cosimina vitolo 14.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

"Libero" e' la carta da cesso piu' costosa.


Oscar Wilde

Daniel Pica.fior 14.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Le comunità cristiane presenti in Algeria sono state ricevute da rappresentanti del governo per ottenere delucidazioni in merito alla nuova legge anticonversioni che è stata approvata di recente con l'intento di impedire le conversioni di musulmani al cristianesimo. La legge, che è entrata in vigore oggi, 1 settembre, prevede pene detentive e multe per chiunque «incita, costringe o utilizza mezzi di seduzione per convertire un musulmano a un altra religione» o «produce, detiene o distribuisce materiale stampato, audiovisivi o qualsiasi altro supporto o mezzo che scuota la fede islamica».
**********************************************

ALGERI - Il gruppo salafita per la predicazione e il combattimento (Gspc) ha di nuovo giurato fedelta' ad al Qaida e ha promesso di proseguire la jihad - la guerra santa - in Algeria. L'annuncio e' stato diffuso attraverso una nota pubblicata su internet. Solo qualche giorno fa Ayman al Zawahiri aveva dichiarato che Gspc aveva aderito all'organizzazione terroristica guidata da Osama bin Laden.
***********************************************

e qui si parla di integrazione, scuole, moschee, doppia alimentazione, aiuti dallo stato.
compagni, con la vostra ideologia da coglxxx, state consegnando le chiavi dell'italia a barbari !!! vergognatevi

ivana iorio 14.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

COSIMINA PORCA PUTTANA QUESTI SONO REIETTI DELLA SOCIETA', ANZI SONO QUESTA SOCIETA' ITAGLIANA, NON REAGIRE !!!

roland barthes 14.09.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


--------------------------------------------------------------------------------

IL MATTINO
12 SETTEMBRE 2006

Ruspe anti-abusi, stalle abbattute

ANTONIO MARRA

Eboli (SA) - Abbattute le stalle abusive per l'allevamento equino costruite nei pressi dell'uscita autostradale Sa-Rc. Le ruspe sono entrate in azione ieri mattina, dopo l'ennesima ordinanza di sgombero inoltrata dal Comune di Eboli nei confronti di Antonio Petrillo, 55 anni, che nel 1981 occupò abusivamente una vasta area comunale, costruendovi le strutture della propria azienda. Le operazioni di abbattimento, coordinate dal comandante della polizia municipale Enzo Gallo, sono iniziate intorno alle ore 9,00 e sono proseguite con ordine per l'intera mattinata sotto la supervisione del comando dei carabinieri di Eboli, agli ordini del Maggiore Nobile Risi. Circa cinquanta i capi di bestiame, tra cavalli e muli, costretti ad abbandonare i propri alloggimenti. Un trasferimento imponente che ha richiamato l'attenzione del nucleo guardie zoofile dell'Enpa, intervenuto per garantire il rispetto degli animali. «La situazione era divenuta insostenibile - dichiara il sindaco di Eboli, Martino Melchionda, giunto sul posto al momento degli abbattimenti - Questo posto è stato per anni un biglietto da visita indecoroso per la nostra città. Abbiamo operato tale scelta per le condizioni di degrado esistenti su un'area che appartiene al Comune. Bisognava far rispettare le regole». Inutili le proteste della famiglia Petrillo: quando i bulldozer hanno iniziato a demolire le stalle, non rimaneva che provvedere agli animali. «Siamo in regola - dichiarano - paghiamo regolarmente le tasse. Abbiamo usucapito questo suolo. Perché togliercelo?». Di diverso avviso il Tribunale di Salerno che ha dichiarato abusive le strutture in tre consecutivi gradi di giudizio. «Erano convinti di aver ragione - dichiara Enzo Gallo - sono arrivati fino in Cassazione. 1

cosimina vitolo 14.09.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 14.09.06 02:56

NON CI POSSO CREDERE !!!!

L'ORIGINALE f. marletta che concorda su questi temi_

ma allora è un giorno di festa - o è il sonno, Francesco ??

:)))

scherzo - in realtà è un buon punto in comune a tantissima gente, trasversale ai partiti e destresinistre - su cui si potrebbe tentare di fare qualcosa dal basso_

A SCANSO DI CRISI D'IDENTITÀ
ti ricordo che il programma della Unidad Popular di Allende aveva come un dei punti principali proprio la regolazione del Mercato del lavoro e di quello della Casa - rendendolo parecchio meno "libero"_

Era uno dei punti che gli dette più coesione da parte del popolo per arrivare a quella maggioranza_

Leonardo Migliarini 14.09.06 03:06

Nessun ha mai detto salvo i tardi che le buone idee stanno tutte da una parte.
Quello che è giusto, è giusto chiunque lo dica.
La diversità è nel modo di rendere possibile l'idea.
Da una parte si parla di norme burocratiche punitive , spesso, "tout court" nei confronti dell'imprenditoria.
Dall' altra parte si cercano metodologie normative tecnico-finanziarie e commerciali che non penalizzino, a priori, gli imprenditori impedendogli di fatto l'operatività nel tentativo di salvaguardia degli interessi, sbilanciati, solo a favore della collettività.
Oggi detti interessi soddisfano maggiormente i più forti,perche? Perchè il mercato in tutti gli aspetti è NEL PIU' ASSOLUTO CAOS, e questo e addebitabile ANCHE alle sinistre che lo hanno permesso.
A prescindere dalle, SIMPATIE O ANTIPATIE, io rammento un MOTTO Berlusconiano CON IL QUALE NON VEDO CHI POSSA DISSENTIRE e cioè: "UN AFFARE E' UN AFFARE SE CI GUADAGNANO TUTTI" i partecipanti, altrimenti è um'altra cosa, aggiungo Io.
Mai cosa si attaglia così bene alle esigenze del nostro commentare.
Poi ognuno deve fare il proprio mestiere.
Ripeto le mie tesi sono note. Grazie per l'attenzione a rileggerti con piacere, ciao dall'ORIGINALE NON AVERE DUBBI,

Francesco

f.marletta 14.09.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

E il compagno Romano viene accolto con «Bella ciao di RENATO FARINA

Nell'hotel che a Nanchino ha accolto Prodi e i suoi mille, il pianista ha suonato le canzoni selezionate dal governo e dal Partito Comunista cinese, sezione cultura. Si sono succedute a ciclo continuo tre melodie napoletane ('O Sole mio, Santa Lucia, Torna a Surriento) e "Bella ciao". Prodi parlava al microfono di intervistatori molto proni, e pareva di essere all'hotel Vesuvio, mancava solo Pulcinella, in compenso c'era Mortadella, carico di elogi ai cinesi onorati come signori del mondo presente e futuro. Era contento Prodi come una pasqua. E il pianista suonava e creava la colonna sonora per le balle del nostro premier e la goduria di Rai e compagnia adorante. Non c'è bisogno di essere intelligenti come Umberto Eco o Marco Travaglio per sintetizzare così l'idea che i capi cinesi hanno di noi a guardare il programmino musicale: terroni e comunisti; oppure voglia di lavorare come a Napoli, ma pur sempre compagni. Il nostro Gian Maria Gazzaniga direbbe: mandolinari rossi. Ma non ci va tanto di scherzare quando il nostro presidente del Consiglio, che pur sempre è la massima espressione della volontà popolare di un Paese democratico, visita il Paese dove regna la più sanguinaria dittatura della storia. E allora diciamocelo, buttiamo lì un'ipotesi. "Bella ciao" è stato un colpo di mano dei resistenti al comunismo, la burla di un dissidente geniale, un inno segreto ai partigiani cinesi che nell'ombra e nei campi di rieducazione si oppongono alla tirannide. Perché "Bella ciao" l'ha fatta tornare di moda in Italia Michele Santoro proprio con questo significato. alla vigilia della vittoria berlusconiana del 2001 e poi ai raduni dei girotondini è stata rilanciata per radunare il popoloonde abbattere il tiranno Berluskaimano. continua.

*
PENSIERI PRODIANI...PER COMPETERE BISOGNA:

LAVORARE IN CINA.. E IMPORTARE LO STATUTO DEI LAVORATORI CINESI IN ITALIA....

QUESTO E STATO IL DISCORSO DI PRODI...

John Stuart Mill 14.09.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

John Stuart Mill 14.09.06 17:31 | Rispondi al commento |

Libero quale?
quello dell'agente Betulla?
o quello del Conte Marini?

Gert



Flaccido come il tuo gingillo.
cosimina vitolo 14.09.06 17:02 |

CHI MI CONOSCE SA CHE NON MI ABBASSO A QUESTI LIVELLI CARO IL MIO CLONE SENZA CORAGGIO


Consiglio del giorno....

leggete Libero....


TELECOMunisti di VITTORIO FELTRI
Perché Prodi è furioso contro Tronchetti. Con i telefonini vuole arrivare al Corriere
Il nostro caro amico Oscar Giannino ne sa una più del diavolo, quindi due più di Tronchetti Provera e ha già provveduto a informare i lettori sul perché e sul percome delle ultime vicende Telecom e Tim. A me non resta che aggiungere alcune considerazioni. Il capitalismo italiano fa pena e rabbia. C'è gente che non ha un euro in tasca eppure si lancia in operazioni stramiliardarie con il soccorso delle banche. Le banche sganciano montagne di denaro e le attività acquisite in pratica di chi sono? Del capitalista squattrinato o delle banche? Anche un ebete sa rispondere. A un dato momento chi ha imprestato vuole rientrare (almeno in parte) e stringe il nodo della cravatta al collo dell'indebitato. Questi dove va a prendere le palanche? Poveraccio, non sa a che santo votarsi e si vota alle stesse banche: ditemi, come posso liquidarvi? I cervelloni del credito (conosciamo i nostri polli) sorridono: ecco il piano studiato su misura per te. Hai due società, accorpale. Fai un'opa, sommi e moltiplichi, e infili le mani nel cassetto dei contanti. Li afferri e li dai a noi così continueremo a essere amici. Ok, ubbidisco. Trascorrono sei mesi e i cervelloni del credito si rifanno vivi. Toc toc. Chi è? Siamo noi, i cervelloni. Ancora. Che volete? Vogliamo i nostri dobloni. Li hai o no? No che non li ho. Ti aiutiamo a trovarli. Scorpora. Come scorpora, ho appena accorpato? Appunto. Scorpora e vendi. Incameri una montagna di contante, ce la giri e sistemiamo i conti. Solo un po', ma per ora è sufficiente. continua...

John Stuart Mill 14.09.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche Roma ormai da anni è in preda ad una "febbre edilizia". L' unico "piccolissimo" problema è che alla massiccia costruzione di nuovi quartieri non si è accompagnato un adeguamento della rete stradale. Nelle ore di punta la mia abitazione è letteralmente circondata dal traffico, giusto questa mattina per fare il giro dell' isolato (300 m) alle 8 e 20 ho impiegato un quarto d'ora. Vi giuro che non è uno scherzo, io abito a ridosso della Pontina e chi risiede a Roma e conosce la zona può capire.
P.s. vi sottopongo, x "curiosità", una domanda: perchè, secondo voi,il nuovo quartiere sorto davanto casa mia con abitazioni a più di 4000 euro a metro quadro è stato costruito in 2 anni ed io, che ho preso una quota per una casa in 167 (edilizia convenzionata) sto aspettando da 5 anni che la ruspa inizi quantomeno il diserbo dell' area di mio interesse? Grazie Caltagirone!!!!

Claudia da Roma 14.09.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

UN FATTO CONCLUDENTE CHE DA' FORZA ALLE NOSTRE PAROLE ED IDEE.
Il Canone Rai versato ad una TV generalista è una truffa che la Corte Cost. e l'U.E. hanno censurato (Nella TV generalista l'utente è l'azienda che compra gli spazi pubblicitari e noi telespettatori siamo la merce).
Il Canone è una imposizione illegale e fonte di diseguaglianza in quanto il suo presupposto (il possesso del televisore) è impossibile giuridicamente e sostanzialmwente da provare per cui è pagato solo da chi si autodenuncia.
IL CANONE RAI PUO' ESSERE DISDETTATO E NON PAGATO SENZA IL PERICOLO DI AVERE NULLA DALLA ESATTORIA E CONTINUANDO A GUARDARE LA TV TRANQUILLAMENTE SENZA AVERE NULLA DA NASCONDERE.
-----
Passiamo a disdettare il Canone RAI e non paghiamolo: è il modo per dimostrare la nostra unità e capacità di intenti nonché la forza del blogg, passando dalle idee ai fatti.
NEL PROSIEGUO NESSUNO DI COLORO CHE AVRA' FATTO LA DISDETTA SARA' ABBANDONATO: noi di www.mabonline.org ci assumiamo la responsabilità di seguire tutti coloro che avranno bisogno di sapere come ci si deve comportare quando non si paga più.
-----
DISDETTA IL CANONE RAI, UNA TASSA MEDIOEVALE SULLA AUTODELAZIONE CHE NON FINANZIA IL BILANCIO DELLO STATO MA IL CONSENSO SULLA SPESA PUBBLICA DEI PARASSITI DELLA POLITICA.
VAI SU WWW.MABONLINE.ORG/CANONERAI.PHP
------
Sapere aude!
Antonio de Franco
www.mabonline.org

Antonio De Franco 14.09.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

caro sig. grillo, la casa è come l'auto, i padroni conoscono i rimedi per risparmiare e di conseguenza lasciare al futuro un mondo pulito, ma, come dice mio nonno (che ha 96 anni) dobbiamo prima bruciare per poi bonificare, perchè bonificare è il futuro guadagno che i padroni si stanno conservando.
ti saluto sig. grillo

zwgiagia libero 14.09.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Stanno trasmettendo su la7 un documentario sugli INCAS.

Masticando coca facevano di corsa 240 km al giorno.

Mi pare che la merda sia concimante e biodegradabile e non inquina, è li che va a finire la coca, vero?

Noi contemportanei abbiamo sbagliato traduzione, avevamo capito che potevamo farci 240 km all'ora.

Pensa che civiltà che abbiamo cancellato!!!

Giorgio Sodano 14.09.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

@ AleArr

Hola amigo.

ben riletto :)

Gert


Flaccido come il tuo gingillo.
cosimina vitolo 14.09.06 17:02 |

Io sono giovane quindi volente o nolente...il problema è trovare quella che ci stà.
Comunque anche se è flaccido in effetti sono di larghe vedute, gli uomini non sono tutti così monotoni come pensano le donne, sanno essere maiali da vari punti di vista.

Antonino Cruzzi 14.09.06 17:06 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

Ti gratti lo spacco delle chiappe e poi ti metti le dita nel naso?
angela f. 14.09.06 17:15 |

lingua e man ghan semper ventann !!
la mamma 14.09.06 17:15 |


Ma io intendevo se lei ha il sedere flaccido come ha candidamente ammesso, comunque...
comunque...

Antonino Cruzzi 14.09.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che dire ... parole sante!!
A 25 anni la mia prospettiva è di non poter mai comprare una casa a Roma (dati i prezzi) in una città piena di case vuote o affittate da padroni/strozzini senza onore, a studenti fuori sede che pagano 400 euro per una stanza il più delle volte mal messa! VERGOGNA.


xkè nn ristrutturare tutti i centri storici!!!mi siete mai fermati a guardare le case dei centri storici???non so al trove ma a Palermo ancora il centro storico è lasciato nel degrado...investiamo li nel restauro nel recupero di pezzi di città e lasciamo il resto a parchi verdissimi ricchi di acqua e rilassanti (come gli arabi sapevano fare)!!!

vincenzo paternostro 14.09.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando scuole dai un tuo contributo personale all'istruzione
fabbricando scuole sub-appalti e corruzione bustarelle da un milione
fabbricando case popolari biservizi secondo il piano regolatore
fabbricando case ci si sente vuoti dentro il cuore
ci si sente vuoti dentro il cuore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case
fabbricando case ospedali casermoni e monasteri
fabbricando case ci si sente più veloci e più leggeri
fabbricando case assicuri un avvenire ai tuoi figli con amore
fabbricando case col sorriso e col buonumore
col sorriso e col buonumore
ma dopo vai dal confessore e ti fai esorcizzare
spendi per opere assistenziali
per sciagure nazionali e ti guadagni l'aldilà
e puoi morire in odore di santità
fabbricando case (piu di venti anni fa rino gaetano cantava queste parole)

ben sil 14.09.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Nota Ufficio stampa del ViceMinistro Vincenzo Visco.

La decisione della Corte di Giustizia europea sulla detraibilità dell’Iva relativa alle autovetture aziendali è l’ennesima, pesante eredità lasciata dal governo Berlusconi al centrosinistra.
Da anni era chiara la necessità di intervenire per ovviare a questo problema concordando una soluzione adeguata con l’Unione europea. Nulla è stato fatto in questo come in molti altri casi, in un quadro che nella passata legislatura è sempre stato caratterizzato da rapporti negativi con l’Unione europea, come testimoniano anche le innumerevoli norme italiane, fiscali e non, finite sotto accusa per la violazione della legislazione comunitaria.
Le ripercussioni finanziarie della sentenza della Corte di Giustizia europea sulla detraibilità dell’Iva relativa alle autovetture aziendali saranno di pesante entità e non eludibili. Sarà dunque inevitabile, perché non si creino scompensi ulteriori nell’equilibrio della finanza pubblica, individuare misure compensative equivalenti.


*******

Pinocchio...lui voleva rendere indeducibile l'iva sugli immobili....

era un piano perfetto per far fallire L'Italia...

MA VISCO LAVORA PER L'ITALIA O PER I CINESI?????

John Stuart Mill 14.09.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizia di oggi: Il Tesoro certifica che ci sarnno 10 miliardi di euro di maggiori entrate, metà delle quali strutturali.Mi fa ricordare che prima delle elezioni si strappavano i capelli perchè la finanza creativa ci avrebbe ridotto chi sa come, se non davamo subito il voto al mortadella , e ai suoi "amici", i sindacati poi, pare di capire, anche se sembra assurdo, vogliono eliminare la rimodulazione delle aliquote a favore dei redditi medio-bassi. Certo loro non sanno che vuol dire vivere con un reddito medio -basso.Visco insiste sulla tassa di successione, che solo i più pigri di cervello non hanno capito che tocca solo i redditi medio-bassi,PRODI docet.Ma bisogna dare qualche osso "virtuale" da azzannare ai soliti invidiosi sociali.Intanto tutti cercano di farci credere che si stanno dando un gran da fare, litigando sulla entita' della manovra, BUFFONI! (Si può dire), e' gia' tutto deciso!Sindacalisti, andate a lavorare , se proprio volete, anche se di voi non c'è più bisogno, dedicatevi al sindacato dopo l'orario di lavoro, come succede in un paese civile(CONTENTO D'ALEMA?) STANNO FACENDO UNA FIGURA MESCHINA.PER ORA SE NE FREGANO... io sono un ottimista.

marista urru 14.09.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

INSISTO
qualcuno di voi sa dirmi se in altri paesi esiste la tassa sulla prima casa chiamata ICI?
grazie

filippo russo 14.09.06 17:01 | Rispondi al commento |

Ciao Filippo.
Come ti ho già risposto esiste.
Se non ti basta la mia parola ascolta/leggi Gipo Di Rienzo che dall'Olanda ha confermato l'esistenza nel paese degli zoccoli di legno di suddetta tassazione.

Gert

Gerrit Boekbinder* 14.09.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLI: TURISTA FRANCESE COLPITO DA PROIETTILI VAGANTI
Napoli, 14 set. - (Adnkronos) - Ancora violenza a Napoli. Questa volta a farne le spese e' stato un turista francese che si trovava, insieme alla moglie in via Nuova Pizzofalcone quando e' stato raggiunto da un colpo d'arma da fuoco. Ancora non e' chiara la dinamica dell'accaduto, quindi ne' da dove ne' da chi provenissero i colpi d'arma da fuoco. Il turista francese, raggiunto dal proiettile ad una gamba, e' stato trasportato al Vecchio Pellegrini dove e' tuttora ricoverato.

ivana iorio 14.09.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già la tua brava collega Maddalena Crippa aveva lanciato l'allarme parlando di Brianza delle gru, effettivamente è un bell'esempio "padano" di edilizia "terrona", fatevi una bella gita fuori porta in qualunque posto a nord di Monza o sud di Lecco per capire

antonfrancesco ventola 14.09.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prodi è un ladro
berlusconi è un delinquente

aaaaaaaaaaaa come sto bene adesso
il fatto che poi stento ad arrivare alla fine del mese è irrilevante

filippo russo 14.09.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pippo ha scritto:

> 1. capacità contributiva e reddito sono la stessa cosa?
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Ovvio che non sono la stessa cosa ma sono strettamente legate e dipendenti l'una dal'altra no?
------------------------------------------------------
E questo cosa significa? Anche reddito lordo e netto sono legati e dipendenti, ma non sono la stessa cosa. Oppure quando calcoli l'aliquota fiscale lo fai su un delle due a caso?...tanto sono legate e dipendenti
------------------------------------------------------

Pippo ha scritto:

> 2. proporzionale e progressivo sono la stessa cosa?
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Ti dico di No io senza bisogno del tuo aiuto, ma non era questo che ti stavo contestando e in ogni caso nel discorso di Chicco c'entra na mazza.
------------------------------------------------------
Ah no? Leggi leggi: "Ricordatevi che la norma costituzionale impone la proporzionalità dell'imposizione fiscale al reddito del contribuente."

Io ho solo detto che "al reddito del contribuente" va sostituito con "alla capacità contributiva del contribuente" che, come hai ammesso tu stesso, è diversa dal reddito. Capito ora?


ciao
mentre leggevo questo ultimo articolo nel tuo blog mi rendevo conto di essere pienamente d'accordo con te(del resto cosa che purtroppo capita spesso, dico "purtroppo "perchè questo vuol dire che le cose vanno sempre male nel BEL PAESE), ma alla fine dell'articolo riflettevo sul fatto che in quanto studente di geologia con la futura aspirazione di diventare un geologo applicato cioè un geologo che applicata la geologia all'edilizia mi sono reso conto che questo articolo va contro i miei interessi futuri.
Anche se alla fine a me interessa solo vivere in maniera dignitosa e non diventare ricchissimo come sono tutti i grandi e piccoli costruttori che giocano con l'edilizia!!!

vincenzo paternostro 14.09.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Vivo a Roma dalle parti di piazza Bologna. Davanti alle mie finestre vedo tante finestre perpetuamente chiuse, perché quegli appartamenti sono disabitati da anni, o almeno abitati solo qualche mese l'anno. Conosco ormai le poche decine di persone che passano a piedi per la mia via, sempre più vecchie perché i bambini sono quasi spariti. Nelle strade vedo solo un'impenetrabile massa di auto incastrate in ogni possibile centimetro quadrato, compresi i passi carrai dove i soliti maleducati lasciano il loro ferro vecchio o nuovo a volontà, nella totale assenza dei famosi vigili urbani che dovrebbero sorvegliare e reprimere questi abusi (sono una specie ormai in estinzione, forse anche protetta dal WWF). Nei rari spazi non occupati da auto in sosta abusiva impazzano motociclette rumorosissime, sempre nell'assoluta incuria delle autorità .
Conclusioni:
1. sarebbe opportuno che qualcuno (magari qualcuno che ci capisca davvero) studi un sistema per rendere veramente conveniente a proprietari e inquilini affittare e prendere in affitto tutti questi appartamenti inutilizzati;
2. se proprio bisogna costruire, cerchiamo di costruire parcheggi sotterranei o strutture che permettano di liberare le città, le cittadine e i paesi da queste muraglie di cemento e di ferraglie
che ci stanno lentamente soffocando;
3. un consiglio modesto, ma proprio piccolo piccolo e assolutamente di costo nullo: in prossimità dei passi carrai, tracciare strisce per il parcheggio esclusivo di motociclette e ciclomotori: avremo così due vantaggi:
a, avremo i marciapiedi (fatti, come dice la parola, per andare a piedi) sgombri da due ruote invadenti e puzzolenti, che troveranno invece un loro posto legittimo, senza importunare pedoni né automobilisti, che li trovano a 5 cm e stentano a uscire e ad entrare;
b. potremo uscire in auto dai passi carrai con totale visibilità, che attualmente ci viene invece drasticamente occlusa da furgoni e fuoristrada accuratamente piazzati come capita.

Lucio Bilancini 14.09.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

III^

Come vada a finire è tutto da vedere. Di certo c'è solo che questo spettacolo mette in luce l'ingenuità emiliana dove la cultura di Governo e la cultura industriale si mescolano in un pasticcio indescrivibile. Adesso Tronchetti e Riccardo Perissich, l'uomo delle relazioni istituzionali, avranno molta difficoltà a riannodare le fila con il Governo. Si sono buttati nel grembo di Confindustria e usano il "Sole 24 Ore" per sparare le loro cannonate.

Da parte sua, il Prodi dei globuli bianchi dovrà contrastare nei prossimi giorni le accuse di statalismo e spiegare che cos'è per lui il mercato. Il mercato (soprattutto quello internazionale) guarderà stupefatto a questo nuovo capitolo di invadenza politica che si aggiunge alle straripanti bordate di Tonino Di Pietro sulle vicende di Autostrade per la Spagna. Mentre la polemica monterà alle stelle Tronchetti non avrà altra scelta che procedere rapidamente nella vendita di Tim Brasil per incassare almeno quei 6 miliardi di euro che gli servono per alleggerire il debito e per recuperare credibilità.

Nel frattempo i suoi uomini e gli advisor delle banche procederanno a studiare una soluzione "all'italiana" per Tim che consenta di spuntare le polemiche e di aprire la strada a qualche fondo internazionale capace di mettere nelle mani di imprenditori nostrani (De Benedetti?) i 35 miliardi che servono per portarsi a casa i telefonini.

L'inversione fatta dopo due anni da Tronchetti su Tim è una sorta di peccato sul quale gli analisti e il "Financial Times" stanno con il fucile puntato. In ballo c'è la "reputation" cioè il rating di credibilità che il topolino partorito sullo yacht di Murdoch non basta a recuperare. Il manager Pirelli forse dovrà navigare con perizia nelle acque della politica e dare un senso a quella media-company che presuppone un mestiere e delle competenze per lui e per i suoi top manager ancora embionali.La pressione del sangue di Prodi e Tronchetti è destinata ad aumentare.

P.Fassino

Piero Fassino 14.09.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IMPORTANTISSIMO: oggi su www.ilsole24ore.com

"Bocciata l'indetraibilità dell'Iva veicoli aziendali"

La Corte di giustizia europea ha dato torto all'Italia sui limiti imposti dallo Stato italiano alla detraibilità Iva sulle auto e sui carburanti utilizzati dalle imprese. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia Ue in relazione alla causa intentata…

SAPETE COSA SIGNIFICA?
Che lo Stato italiano deve FINALMENTE riconoscere l’IVA dei carburanti e sulle auto pagati dalle aziende!

FINALMENTE la CE ora IMPONE allo stato italiano di NON tassare le tasse! Di non rubare !

Si perché ora le aziende non potendo farsi riconoscere l’IVA (pur pagandola) lo STATO metteva tutto nel mucchio REDDITO e ti tassava come un forsennato sulle imposte incluse! Terzo mondo

E’ UNO DEI MOTIVI PER CUI LE MULTINAZIONALI NON APRONO UFFICI E FABBRICHE IN ITALIA!!

SENZA LA C.E. SAREMMO PERDUTI E IN MANO ALLA MAFIA, VE LO DICO IO

Marco Saggio 14.09.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Flaccido come il tuo gingillo.
cosimina vitolo 14.09.06 17:02 |

Io sono giovane quindi volente o nolente...il problema è trovare quella che ci stà.
Comunque anche se è flaccido in effetti sono di larghe vedute, gli uomini non sono tutti così monotoni come pensano le donne, sanno essere maiali da vari punti di vista.

Antonino Cruzzi 14.09.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, cosa risponderesti a questo amico !!
danieleang@libero.it


Grillo mi piace, è divertente. Ma siccome è uomo di spettacolo, molte volte strappa l'applauso raccontando al pubblico ciò che il pubblico
vuole sentirsi dire, e cioè che il consumatore è una vittima ed il resto del mondo è coalizzato per fregarlo in tutti i modi.
Quando ad esempio Grillo parla di energie alternative, dimentica di specificare che l'elettricità ottenuta dal fotovoltaico ha un costo spaventoso, insopportabile per l'utente finale.

angelo DANIELE 14.09.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA COL CEMENTO!!! L'ACQUA NON SI Sà PIù DOVE CONFLUIRLA E SE PIOVE NELLE CITTà VI SON ALLAGAMENTI!!! DOVE FARLA DRENARE? E POI BASTA COL CEMENTO...NON CI SON PIù Nè GIARDINI Nè ALBERI......CHE ARIA RESPIREREMO? MA QUANTO CI VUOLE A FAR Sì CHE CONVENGA ABBATTERE IL VECCHIO PER COSTRUIRVI IL NUOVO SOPRA? HO PAURA CHE LA PAGHEREMO CARA....ASSIEME ALL'INQUINAMENTO ATMOSFERICO CI STIAMO "TAGLIANDO I VIVERI" E IL PIANETA RISPONDERà....STà GIà INIZIANDO CON TIFONI E FULMINI......
PECCATO....
CIAO

nicola bordignon 14.09.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

BEH DOPO QUESTI POST CHE DIRE CHE VOI BEI GIOVINOTTI E SIGNORINE ABITATE TUTTI NELLE VOSTRE SPLENDIDE(SI FA PER DIRE)CITTA,LA MATTINA VI ALZATE,ANDATE AL LAVORO CON LA VOSTRA AUTO PERCORRENDO COME DICE GRILLO I SERPENTI DI CEMENTO,SENZA QUELLI ANDRESTE SUGLI ASINI AL LAVORO.
SIETE DEGLI EGOISTI DITE TANTI PAROLONI MA IL PROBLEMA E CHE VOI USATE L AUTO ANCHE PER FARE 1 KM ED ORA SIETE QUI A PARLARE DI AMBIENTE.
SE TANTO VI INTERESSA DELLL AMBIENTE INVECE DI COMPARVI LA MACCHINONA GRANDE,BELLA E LUCENTE TROVATENE UNA ELETTRICA CHE NON INQUINI,CERTO LA BELLONA DI TURNO NON VI CAGHERA MA IN COMPENSO LASCERETE UN MONDO MIGLIORE AI VOSTRI POSTERI.

lucia montecchi 14.09.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INSISTO
qualcuno di voi sa dirmi se in altri paesi esiste la tassa sulla prima casa chiamata ICI?
grazie

filippo russo 14.09.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero Silvio, che fine ingloriosa per Colui che seppe vincere 3 coppe dei campioni e sali sull' automobilina elettrica di Bush...

http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it


gianni guelfi 14.09.06 16:58 | Rispondi al commento |

GRANDE GIANNI!!!!


SIC TRANSIT GLORIA MUNDI

Facendo un giro di ricognizione sui maggiori forum politici, da Pol a Spazioforum passando per il Legnostorto, ho notato una cosa impensabile solo pochi mesi fa: ci sono numerosi thread aperti su Prodi, D' Alema, Casini e altri politici di primo piano, ma pochi, pochissimi sull' Uomo politico più grande del mondo.
Magari di Prodi e D' Alema si parla male, ma se ne parla. Invece il Grande Imprenditore è pressoché sparito dai forum, oltre che dai maggiori quotidiani. Essendo all' opposizione era inevitabile che si scrivesse un po' meno di lui.
Ma qui si tratta di un vero e proprio cestinamento.
Persino i forumisti azzurri parlano più volentieri di Prodi che dell' Uomo della Provvidenza.
Povero Silvio, che fine ingloriosa per Colui che seppe vincere 3 coppe dei campioni e sali sull' automobilina elettrica di Bush...

http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it


11 SETTEMBRE 2051: MEZZO SECOLO FA L'ATTENTATO ALLE TWIN TOWERS

http://andryyy.ilcannocchiale.it

Antonio Piras 14.09.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

RISPARMIATI IL TI VOGLIO BENE MI SA DI PRESA PER IL SEDERE OK?

cosimina vitolo 14.09.06 15:57 | Rispondi al commento |

E com'è, questo sedere?

Antonino Cruzzi 14.09.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
#################################################

ALLA FINE, COME VOLEVASI DIMOSTRARE, SI E' SCOPERTO CHE E' TUTTO UN MAGNA MAGNA!

ORA TUTTO TORNA!

A COSA MI RIFERISCO?

ALL'INCIUCIO PRONCHETTIANO!

LEGGETE IL PIANO "TOP SECRET" FORNITO DA PRODI A TROCHETTI PROVERA...

#################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.


OT OT OT

scusate na domanda facile facile.
ma se per fare il parlamantare uno nn venisse pagato e lo si dovresse fare solo come volontario, quanti di quelli che ora lo fanno si confermerebbero?

P.S. la lotta all'evasione resterà tale finchè nn la si chiamerà volonta di risolvere il problema, le parole avvolte hanno un senso

filippo russo 14.09.06 14:33


Si, per continuare ad arraffare mazzette e tangenti. Il megastipendio è nulla in confronto alle "mance"

Bernardo Tanucci 14.09.06 16:13 |


accidenti Bernardo mi lasci senza speranza, neanche a togliergli lo stipendio riusciremmo a toglierci dalle tasche sti "professionisti" della politica capaci solo di far ingigantire i soliti problemi?

filippo russo 14.09.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ARENA 001: gli amici di Beppe


Puntata N°1
Gli amici di Beppe
Viaggio nel mondo dei Meetup, i gruppi nati attorno al blog di Beppe Grillo. Cosa spinge più di 20.000 persone in tutta Italia a mettere in gioco la propria faccia, ed il click del proprio mouse, per le battaglie promosse dal comico genovese?

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=5506


PER VEDERE IL VIDEO CLICCA SUL MIO NOME.

Nicola Cellamare 14.09.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
la situazione del cemento nella mia città è evidente a tutti. Vero è che la casa è un bene ed è giusto che tutti ne abbiano una, ma l'abuso edilizio a Matera è qualcosa di eccezionale. Pensa che dietro il Comune secondo l'ormai obsoleto piano Piccinnato ci doveva essere un parco e qualche villetta..negli ultimi anni sono cresciuti palazzi come funghi che si vedono dal Belvedere e dalla piazza della Cattedrale. Ma lo scandalo più penoso è il parcheggio che si sta costruendo e scavando nel sasso Barisano a ridosso di un convento e una chiesa che fanno parte del patrimonio Unesco. Possibile che gli amministratori facciano cazzate del genere e non ci siano ispezioni ministeriali che vietino lo scempio di zone archeologiche? da dove sono arrivate le autorizzazioni?
Sono una guida turistica e mi urta quando sento da turisti stranieri che dicono "Siamo in Italia"...ma perchè permettiamo a chi ci governa queste cose?

Mariangela Duni 14.09.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento

AVVISO AI NAVIGANTI

Nel caso doveste imbattervi in acque unfestate da barconi con clandestini a bordo, soccorrete innaztitutto braccia forti e volenterose.
Per i restanti a voi la scelta.

Abbiamo bisogno di schiavi.

Sarete lautamente ricompensati.

Giorgio Sodano 14.09.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Senato è in atto una guerra letale per le istituzioni: il governo che non può contare su una vera maggioranza, gioca a tressette col morto, considerando la Camera Alta come un sepolcro imbiancato mettendo così una prematura pietra tombale sul bicameralismo perfetto. La sinistra che si è stracciata per anni le vesti in difesa della Costituzione la sta invece platealmente violando, attuando quello che, se l’avesse messo in atto il centrodestra, sarebbe stato definito un golpe strisciante. Ma, se c’è un defunto, al Senato come nel Paese, questo è il governo Prodi, che assomiglia sempre più a uno di quegli esecutivi balneari nati col certificato di morte in mano. Il premier si tiene artificialmente in vita ricorrendo sistematicamente al mix 'decreto legge e fiducia', un'arma impropria che rischia di essere letale per il Parlamento”.

ivana iorio 14.09.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Occhio, la Cdl risale”. A dirlo non è l’ultimo sondaggio commissionato dal Cavaliere, ma un quotidiano che sull’argomento è al di sopra di ogni sospetto. A lanciare l’allarme è infatti Europa, il giornale della Margherita che parla di “un momento non particolarmente allegro per la maggioranza di governo” e annuncia il sorpasso del polo sul centrosinistra. “A distanza di due o tre mesi, il buon andamento del clima politico-elettorale sembra essersi arrestato – spiega un articolo in prima pagina - lasciando al suo posto, nell’opinione pubblica, un periodo di rapido disincanto e di disillusione”.

************************************************
grazie della notizia, non era il caso..si sapeva, orami l'armata brancaleone puo' contare solo sulla fortuna perche' per 2 generazioni la maggioranza di governo la potranno vedere solo col canocchiale !!!

ivana iorio 14.09.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta PAROLE SANTE caro Amico Beppe Grillo.
Mi chiedo sempre com'é possibile leggere sul tuo blog ciò che molti di noi abbiamo in testa e nel cuore ma che sembra nussuno al potere riesce a vedere...
GRAZIE
GRAZIE
GRAZIE

il mondo cambierà quando l'uomo deciderà di cambiare...
Stefano Dell'Orto

Stefano Dell'Orto 14.09.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Arrigo, non è facendo il piccolo sofista che si difendono le cause perse: la progressione dell'imposizione fiscali equivale alla proporzionalità sulla capacità di contribuire.
Se non ci arrivi lascia perdere.

chicco capoccetta 14.09.06 16:06
----------------------------------------

"la progressione dell'imposizione fiscali equivale alla proporzionalità sulla capacità di contribuire."

Ecco...altro errore.
La proporzionalità della capacità contributiva è potrebbe essere garantita anche solo da imposte semplicemente proporzionali. Non devono per forza essere progressive. Altrimenti perché secondo te il legislatore costituzionale si è preso la briga di scrivere due frasi diverse?

Tutti scriviamo delle cazzate nella vita, ma non tutti abbiamo l'umiltà di saperlo ammettere e tu, caro chicco, inoltre hai anche l'arroganza tipica dell'ignorante incallito.


Padoa-Schioppa

Italia, calo competitività colpa delle imprese .
******************************************

prodi

Prodi ha ricordato come in Italia molti ''si preoccupano della riduzione della quota italiana del commercio mondiale, peraltro comune anche agli altri principali esportatori occidentali, ma resto convinto -ha detto- che essa non dipenda dalla straordinaria crescita cinese di questi anni''. Prodi si è detto convinto che viceversa il successo cinese ed italiano possano procedere insieme. ''Il pessimismo, alimentato da timori legati alla delocalizzazione, alla forza dei 'numeri' della Cina, ha finito per porre in ombra le straordinarie possibilita' che la Cina offre invece alle nostre imprese e al nostro sistema economico nel suo complesso''. Occorre viceversa ''rovesciare un paradigma negativo e lavorare invece per una dinamica virtuosa''. Il premier ha ribadito che lo sviluppo dei rapporti con il Paese figura tra le priorità dell'agenda internazionale del governo e che il ''rapporto tra Italia e Cina è per noi una grande opportunità''


ivana iorio 14.09.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento

QUOTO.
Sono d'accordo.
Se hai dati certi sull'individuo in questione che hai nominato, e io invece ho parzialmente censurato,perchè non chiami il 115?

Gert

Gerrit Boekbinder* 14.09.06 15:57 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Perchè devi chiamari i Vigili del Fuoco?

giuliano bes 14.09.06 16:02 |


opsss...

La finanza è 117????

cmq intendevo la FINANZA!!! :)

Gerrit Boekbinder* 14.09.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento

@ liliana pace 14.09.06 15:40

Ciao Liliana, mi fa piacere rileggerti....

non preoccuparti ti conosco da diversi mesi per sapere che i tuoi consigli e le tue correzioni sono giuste e senza malizia...

ernesto

ernesto scontento 14.09.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento

E' facile dire che c'è troppo cemento in giro. Sicuramente a tutti piacerebbe avere più verde, più aria pulita, meno smog, ma abitiamo in un paese densamente abitato e siamo nel 2006, non nel '500!!! Le case se ci sono è perchè servono, sfido chiunque a dimostrare il contrario! Tra l'altro bisogna almeno conoscere qualcosa dell'argomento prima di parlarne:
se si ferma l'edilizia, e con essa tutte le aziende che producono materiale da costruzione, si ferma il muratore, il carpentiere, l'imbianchino, l'elettricista, il falegname, l'idraulico, le aziende di autotrasporti e tutte le aziende che a cascata seguono il movimrnto e

Paolo Bergamo 14.09.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento

ACQUEDOTTO DELLE ASSUNZIONI…
Nella Puglia di Vendola si prepara un’ondata di contratti a tempo indeterminato.
Saranno 201 i nuovi assunti nell’acquedotto più grande d'Europa. Arriveranno tramite una società di lavoro interinale al posto dei 36 precari «cacciati» perché assunti dal centrodestra. È la «rivoluzione» del governatore pugliese Nichi Vendola di Rifondazione. Un anno fa, appena nominato Riccardo Putrella come nuovo presidente dell’Acquedotto pugliese, si denunciò la presenza di 36 raccomandati dai cognomi famosi, assunti dai precedenti vertici dell’azienda proprio alla vigilia della sostituzione. Erano contratti a termine di un anno che non sono stati rinnovati. Con buona pace di quanti a sinistra predicano sui precari da regolarizzare. Adesso, però, i vertici dell’Acquedotto, in sintonia con Vendola, scoprono di aver bisogno di 201 nuovi dipendenti che saranno assunti per la maggior parte a tempo indeterminato. Nessun concorso pubblico, ma selezioni per non subire pressioni, ha sostenuto Vendola con i consiglieri regionali (di entrambi i poli) che lo contestano. E la prima parte delle selezioni sarà affidata alla Manpower, uno dei leader del lavoro interinale che Rc vedeva come il nemico da abbattere. (Antonio Calitri)

ih,ih,ih!!!

vittorio boldini 14.09.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro ITALIANO MEDIO;
il problema e' un costante controllo dei flussi delle persone sia in cielo che in terra, l'ITALIA dei tagli agli italiani sta diventando quella di TOTO', ma dei nostri tempi non basta piu'.
ma nemmeno quella di BERLUSCONI con l'idea della casa della liberta'!!!!
il buono viene da una tensione costante fra 3 opposti: sx, dx e apolitici.
prima sembrava non si capisse, ma ormai e' chiaro.
un bipolarismo totale e' pensato per eliminare il possibile terzo contendente.
la vittoria della politica non e' piu' necessaria.
E' ora di farci sentire con le nostre esigenze.
I sindacalisti in politica dove li mettete? pure loro mi suscitano un certo ribrezzo.
x ora e' tutto, fumo una cicca e vi faccio saxe.
D?ACCORDO?
Giulio Ronco
non so piu' dove sbattere la testa, eheh


guasto ad un motore di un tupolev 747 della china airlines partito da nanchino destinazione roma

ivana iorio 14.09.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leonardo Stella 14.09.06 15:44


Conosco il personaggio,sono di Verona anch'io, Leonardo.......ci sono altri dottori, non farti sfruttare.

Utilizza ospedali minori......e sai di quali parlo.

In bocca al lupo.

PS Hellas, Ceò?

matteo longo 14.09.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

---CUL DE SAC ----

TASSE CEMENTO EXTRACOMUNITARI COMUNISTI

La nostra è una famiglia onesta e laboriosa, che paga le tasse, e pure troppe. E devota. Purtroppo le vacanze di questa estate sono state rovinate da una terribile disgrazia. Eravamo nella villa all’Argentario (non s’è capito bene se sia la nostra, o in affitto… ma questo non cambia la sostanza), avete presente quelle ville sul mare? Dove si è dovuto chiudere l’accesso al mare ai saccopelisti? Così abbiamo risolto pure il problema clandestini: dove potrebbero sbarcare? Non siamo padani, tengo a precisarlo.
Non divaghiamo.
La nostra baby sitter, che come la domestica pure lei rigorosamente extracomunitaria per contaminare le culture, siamo riusciti a non regolarizzare e giustamente salariare in nero per un paio d’anni (con tutto il da fare tra lezioni di piano e piscina e scherma e una salto alla caritas e qualche obolo a telethon e gli ultimi anni a votare alternativamente Berlusconi e Prodi), ha avuto l’infelice idea di farsi il bagnetto. Capite? Ma che ci vieni dall’Honduras all’Argentario? Fatto sta che assolto il suo dovere civico nel soccorrere la bambina, s’è scordata di come si nuotasse, e addio…! Vi lascio immaginare gli sforzi nostri e degli amici per far sparire dalla cronaca sto fatto veramente increscioso, ma tanté che ce l’abbiamo fatta, anzi il comune, la provincia e la regione si accolleranno eventuali risarcimenti: Bello sforzo, che gli può costare una baby sitter honduregna? Vedremo per una medaglia.
Ora però vi dobbiamo lasciare, bisogna dare un’occhiata a tutti i cantieri abusivi dove speriamo non ci sia qualche rumeno che si fa la festa, e poi c’è la messa. Siamo devoti. Nel 2007 andremo in montagna, almeno lì non c’è la metro coi mendicanti.
A presto.
Porc… c’hanno graffiato la portiera del SUV. Sempre sti comunistinvidiosiefiglidenamignotta.

Giorgio Sodano 14.09.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hello,

"CITY OF GOLD"
(B.D.)

There is a city of gold
Far from this rat race
It's in your soul
Far from the confusion
And the bars that hold
There is a city of gold.

There is a country of light
Raised up in glory
The angels wear white
Never know sickness
Never know night
There is a country of light.

There is a city of love
Far from this world
And the stuff dreams are made of
Beyond the sunset
Beyond the stars high above
There is a city of love.

There is a city of hope
Don't need no doctor
Don't even need dope
I'm ready and willing
Throw down a rope
There is a city of hope.

There is a city of gold
Far from this rat race
And these bars that hold
Peace for your spirit
Rest in your soul
There is a city of gold.

Bye.

Robert Allen Zimmerman 14.09.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rif: Leonardo Stella 14.09.06 15:44

Ahi, ahi, ahi, l'italia è zeppa di Vi****io Col***, ma la cosa peggiore è che tutti lo sanno e nessuno fa niente per combattere questo fenomeno.

La cosa più assurda è che viene presa come un modus usandi incontrovertibile.

Il silenzio degli incoscienti.

S.a.t.

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 14.09.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Italiano infilati il medio dove dico io.

Gilbert Cerbara 14.09.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Non lasciamo nell'incertezza gli scettici:

-------------
dove sono andati i soldi dei frequentatori del blog?
quelli che ti sono avanzati?
truant Giancarlo 14.09.06 15:48
-------------

Sono andati a finire nelle tasche dei palazzinari abusivi che fanno lavorare operai clandestini per costruire e vendere appartamenti a chi poi li affitterà a extracomunitari clandestini che dovranno però garantirgli oltre la rata del mutuo la badante perché la mammina del prenditore non può rompere i coglioni, e fargli dare pure una passatina alla sorellina minorenne perché con le nostrane ti becchi la galera..
Eccola accontentato, sig. truant Giancarlo.

Se altri quesiti da porre, non indugi.

Giorgio Sodano 14.09.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Arrigo, non è facendo il piccolo sofista che si difendono le cause perse: la progressione dell'imposizione fiscali equivale alla proporzionalità sulla capacità di contribuire.
Se non ci arrivi lascia perdere.

chicco capoccetta 14.09.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

invito tutti a leggersi il libro
ONOREVOLI WANTED prima di dire che qualcuno della nostra attuale politica o politicanti siano in regola se BEPPE GRILLO viene messo fuori gioco che almeno lo si ascolti e si ascoltino tutte le sue iniziative prima di dire o fare STRAMPALATE!!!!
ALL WANTED
realizzate i vostri sogni.
il sonno e' il vero nemico della nostra societa' ma l'uomo non ce la puo' fare da solo a vincerla anche se si puo' avvicinare molto ad essere una macchina grazie alle ricerche militari.
la disciplina ci vuole ma se l'atto e' volontario che lo si valuti primi di condannare.
ALMOST THE END
NYC BLACK_OUT

Giulio Ronco 14.09.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

truant Giancarlo 14.09.06 15:48

Apoggio tutto quello che affermi, compreso che Grillo è un'infame.
A me hanno bloccato due messaggi perchè parlavo dei soprusi della sinistra nei precedenti governi.