Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il caffè di Helenio Herrera


Helenio_Herrera.jpg

Parlare male di Facchetti in questi giorni è come bestemmiare in chiesa. Non lo farò neppure io. Ma parlare della sua morte è invece doveroso. Gli articoli dei giornalisti Grandi Firme, tutti ugualimielosiioloconoscevoiolostimavoioavevoilsuocellulareemelotengomemorizzatoinmemoria, farebbero probabilmente vomitare Giacinto.
Alessandro Gilioli dell’Espresso ha pubblicato lo scorso anno un’intervista, dal titolo: “Pasticca nerazzura”, a Ferruccio Mazzola, fratello di Sandro, che giocò per un breve periodo nell’Inter. Ne riporto alcuni brani:

“... Ho vissuto in prima persona le pratiche a cui erano sottoposti i calciatori. Ho visto l'allenatore, Helenio Herrera, che dava le pasticche da mettere sotto la lingua. Le sperimentava sulle riserve (io ero spesso tra quelle) e poi le dava anche ai titolari. Qualcuno le prendeva, qualcuno le sputava di nascosto. Fu mio fratello Sandro a dirmi: se non vuoi mandarla giù, vai in bagno e buttala via. Così facevano in molti. Poi però un giorno Herrera si accorse che le sputavamo, allora si mise a scioglierle nel caffè. Da quel giorno 'il caffè' di Herrera divenne una prassi all'Inter”
“I miei compagni di allora che si sono ammalati e magari ci hanno lasciato la pelle. Tanti, troppi... Il primo è stato Armando Picchi, il capitano di quella squadra, morto a 36 anni di tumore alla colonna vertebrale. Poi è stato il turno di Marcello Giusti, che giocava nelle riserve, ucciso da un cancro al cervello alla fine degli anni '90. Carlo Tagnin, uno che le pasticche non le rifiutava mai perché non era un fuoriclasse e voleva allungarsi la carriera correndo come un ragazzino, è morto di osteosarcoma nel 2000. Mauro Bicicli se n'è andato nel 2001 per un tumore al fegato. Ferdinando Miniussi, il portiere di riserva, è morto nel 2002 per una cirrosi epatica evoluta da epatite C. Enea Masiero, all'Inter tra il '55 e il '64, sta facendo la chemioterapia. Pino Longoni, che è passato per le giovanili dell'Inter prima di andare alla Fiorentina, ha una vasculopatia ed è su una sedia a rotelle, senza speranze di guarigione..."
"... nei campionati dilettanti, dove non esistono controlli: lì si bombano come bestie. Quello che più mi fa male però sono i ragazzini... ormai iniziano a dare pillole e beveroni a partire dai 14-15 anni. Io lavoro con la squadra della Borghesiana, a Roma, dove gioca anche mio figlio Michele, e dico sempre ai ragazzi di stare attenti anche al tè caldo, se non sanno cosa c'è dentro. Ho fatto anche una deposizione per il tribunale dei minori di Milano: stanno arrivando decine di denunce di padri e madri i cui figli prendono roba strana, magari corrono come dei matti in campo e poi si addormentano sul banco il giorno dopo, a scuola. Ecco, è per loro che io sto tirando fuori tutto".

Se Ferruccio Mazzola ha ragione ci sono in giro dei delinquenti che drogano i ragazzi. Che gli inoculano i tumori. Chi sono, per che squadre lavorano, da chi prendono gli ordini? Forse Facchetti vorrebbe saperlo, forse anche noi.

Ps: Stasera sono a Gela ospite del comune, spettacolo in piazza, vi aspetto.

6 Set 2006, 18:34 | Scrivi | Commenti (1383) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buongiorno, vorrei giusto aggiungere un paio di cose, oltre al rinnovare le mie scuse per il tono forse troppo duro con il quale mi sono espresso nel corso del primo commento, che preciso di aver scritto spinto da un po'di rabbia e incredulità. Detto questo le opinioni da me precedentemente espresse non cambiano, in più vorrei per l'appunto aggiungere due cose: oltre al fatto che non sono ancora emerse prove, e qualora dovessero emergere sarei pronto a chiedere scusa vorrei dire: secondo i medici, esiste un legame tra anfetamine e tumori?Anche se malauguratamente dovessero emergere le prove del doping (dovremmo anche dire che non si è parlato solo di Inter in quel libro, ma si spiegava come l'uso disinvolto di doping fosse una piaga diffusa nel calcio dell'epoca) purtroppo ai tempi della cosiddetta Grande Inter PURTROPPO non erano ancora stati introdotti nè i controlli antidoping, nè tantomeno esisteva una normativa che vietasse l'uso di determinate sostanze. Detto questo, se la tesi del doping fosse vera, ci troveremmo dinnanzi a qualcosa di agghiacciante e di moralmente condannabilissimo che purtroppo riguardava molte squadre, se non proprio tutte. Grazie per l'attenzione, un saluto a tutti gli appassionati di calcio, qualunque sia la loro squadra :)

Nico Macchia 15.02.12 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amici che avete letto il mio commento, voglio solo fare una precisazione: non era mia intenzione insultare nessuno (nè tantomeno l'autore del libro) e penso di non averlo fatto (anche se alcuni commenti potrebbero essere sembrati duri), ma vi chiedo di capire: qui non si tratta di calciopoli,farsopoli o quant'altro ma di presunti fatti di una gravità immane! Non pretendo affatto che la mia opinione sia oro colato, ma certi argomenti non possono essere trattati con superficialità come a mio avviso è stato fatto. Vi ringrazio, certi che avrete compreso il mio sfogo. p.s: se un giorno dovessero emergere le prove non avrò problemi ad ammettere il mio errore. Grazie Ciao a tutti!

Nico Macchia 09.02.12 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace Beppe ma io non ci sto.I presunti caffè di Herrera? Dunque:il giudice stabilì che l'autore del libro (che non intendo nominare,a mio avviso panchinaro frustrato) non aveva calunniato nessuno perchè stava a suo dire cercando di fotografare la situazione di tutto il calcio del tempo. In ogni caso quel giudice non asserì mai di avere le prove (come i più vogliono farci credere). Alcuni calciatori purtroppo morirono ii tumore?Addolora molto (pensiamo al grande Picchi, ma non solo) ma di per sè non significa nulla: quante persone sono purtroppo decedute a causa di malattie terriibili, anche nel mondo del calcio?Chi lo dice che il panchinaro non si fosse inventato tutto?Dalle sue parole traspare un'acredine molto marcata. L'autore sostiene che i superstiti come suo fratello (che non gli parla più assieme) non parlino per paura di venire emarginati dal mondo del calcio? Sarebbe plausibile pensare alla carrieraa dopo aver subito un calvario di quelle proporzioni (l'autore stesso sottoline che tutti avessero accusato prooblemi di salute,seppur a livelli differenti. Caro Beppe, lotta durissima al doping, ma con certi temi scottanti, sarebbe bene andarci un po'con i piedi di piombo...

Nico Macchia 09.02.12 23:06| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno Grillo mi consenta di dirle che mi piaceva molto ma molto di piu' quando non era cosi' politicizzato

diego boaga 13.10.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere, se possibile, a che punto è il processo per diffamazione nei confronti di Ferruccio Mazzola. grazie

Piero Esposto 28.06.07 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inter é la vergogna assoluta del calcio italiano non ce ne sono simili

turuzzo sciacca 02.02.07 02:53| 
 |
Rispondi al commento

la vicenda doping della juve è nata in seguito alle dichiarazioni di zeman: in sintesi,commentava una foto di del piero dicendo che era impossibile uno sviluppo fisico del genere senza somministrazioni di farmaci..
bene, qualcuno ricorda il ronaldo appena arrivato all'inter? avete notato una crescita "anormale" della muscolatura negli anni successivi? quella è solo palestra dunque? forse sarebbe il caso di fare processi a 360 gradi....

francesco la grotteria 18.12.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Si commentano da soli:

Tratto dal Guerin Sportivo del 1999:

"L'Inter sconfisse per 3-1 i madridisti in una partita che mostrò al mondo la terrificante efficacia del "catenaccio" di Helenio Herrera. Il Mago si difese togliendo la catena ai suoi mastini: Facchetti (morto di tumore al pancreas, ndr)su Amancio, Burgnich su Gento, Guarnieri (positivo all'antidoping nel 1961, ndr) su Puskas e Tagnin (morto per osteosarcoma) su Di Stefano..."


Tratto da un sito internet:

"Al gruppo apparteneva anche uno degli amici più cari di Bergomi, lo sfortunato Enrico Cucchi, morto nel marzo di quattro anni fa dopo una lunga malattia. E siccome Bergomi è anche molto impegnato come sindacalista nell’Associazione calciatori, l’indifferenza che circondò quel luttuoso episodio non l’ha mai mandata giù: "Il fatto che, San Siro a parte (per nostra iniziativa), quella domenica non sia stato osservato un minuto di silenzio per Cucchi, ha fatto capire in quale considerazione siamo tenuti noi calciatori". Quindi neanche in quella occasione Matarrese era riuscito a riscattarsi."

Roberto Vinciguerra 30.10.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per la precisione (i seguenti dati sono frutto di ricerche personali e, quindi, confutabili. Non conosco lo stato attuale di salute della maggior parte dei giocatori interisti. A parte quelli conosciuti e quelli presenti in questa lista non so come stiano gli altri):

Giacinto Facchetti: 634 gare con l'Inter (Morto di tumore al pancreas)

Aristide Guarneri: 335 gare (vivo, positivo all'antidoping nel 1961)

Armando Picchi: 257 gare (morto di tumore a 36 anni)

Lennart Skoglund: 246 gare (morto per infarto o suicidio nel 1975 a 46 anni)

Giorgio Ghezzi: 191 gare (morto a 60 anni. Da allenatore provava su di sé gli effetti del doping)

Mauro Bicicli: 183 gare (morto nel 2001 per tumore al fegato)

Livio Fongaro: 184 gare (da allenatore favoriva l'uso di doping)

Enea Masiero: 168 gare (morto di tumore)

Guido Vincenzi: 109 gare (morto nel 1997 di SLA)

Enzo Matteucci: 96 gare (morto di SLA)

Enrico Cucchi: 91 gare (morto a 31 anni per una rara malattia)

Domenico Caso: 76 gare (vivo. Tumore al fegato nel 1995)

Carlo Tagnin: 56 gare (morto per osteosarcoma nel 2000)

Franco Zaglio: 54 gare (vivo, positivo all'antidoping nel 1961)

Egidio Morbello: 51 gare (morto pochi anni fa)

Gerry Hitchens: 43 gare (infarto a 49 anni)

Ferdinando Miniussi: 23 gare (morto nel 2002 per epatite)

Giuseppe Longoni (1961-62) - Morto di vasculopatia cronica nel 2006 (malato dal 1995)

Francesco Brignani (1967-68) - Morto di infarto a 45 anni

Marcello Giusti (1967-68) - Morto di cancro al cervello alla fine degli anni novanta

Bruno Beatrice (1968-69) - Morto di leucemia a 39 anni

Roberto Vinciguerra 30.10.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Dei titolari di quella grandissima Inter sono morti solo in due: ARMANDO PICCHI, per un tumore alla colonna vertebrale nel 1971 (e i tumori non c'entrano nulla con le anfetamine... COME LE PUO' SPIEGARE QUALSIASI MEDICO!), e appunto GIACINTO FACCHETTI, per un tumore al pancreas (la stessa malattia che uccise qualche anno fa la sorella di Facchetti. ANCHE LEI PRENDEVA IL CAFFE' DI HERRERA???)."

Nella mia famiglia ci sono state delle gravi perdite purtroppo qualche anno fa dovute a tumori e non è che fossero atleti professionisti o comunque avessero fatto livello agonistico.
Mio zio aveva due anni in più di Facchetti mentre mia zia poco più di quaranta. Anche l' età come si è visto varia.


"Ormai ne fanno uso tutti di sostanze che ti lasciano stupefatto. Ho visto anche gli azzurri farsi delle gran pere (rai tre) prima della finale a Mosca di una coppa europea."

Ah, quello mandato dalla trasmissione di RAI 2 che arrancava che mandò un amatoriale di Cannavaro girato prima della finale di coppa UEFA. A parte che i farmaci usati erano legali, s' è perfino detto che era stata la triade che aveva detto al giocatore di mandare il filmato di modo che si mettesse in evidenza il prodotto legale dimostrando così che non si usavano sostanze dopanti, visti che uno dei prodotti usati era quello.
Mi ricordo invece di registrazioni mandate in onda certi ciclisti (mi pare) si stessero inniettando qualcosa di proibito. E lì il clima era tutto meno che goliardico.

Romani Francesco 07.10.06 01:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, il presente post mi è saltato leggo solo oggi le parole agghiaccianti di Ferruccio Mazzola. Io ci credo poiché Ferruccio Mazzola è un grande. Nel mondo del calcio è stato sempre fuori dal coro e dipinto come una persona burbera. In realtà abbiamo visto com'è il mondo del calcio: respinge ed emargina coloro che non si piegano alle nefandezze, alle meschinità, alla corruzione.

Umberto De Angelis 03.10.06 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Continua l'avvicinamento alla verità:
Oggi, quasi tutti i Telegiornali hanno dato la notizia che una dipendente Telecom, era stata incaricata di attuare delle intercettazioni a carico della JUVENTUS, della FIGC, della GEA, e di alcuni Arbitri e giocatori.
La banda degli "ONESTI" è sotto pressione e la puzza sta dilagando.

alcide rossi 27.09.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Smascherata la banda degli "ONESTI":
Il Sig.Tavaglioli, capo della sicurezza Telecom, dichiara che i risultati delle intercettazioni le comunicava direttamente al Sig. CARLO BUORA, Vice-Presidente di Telecom.
Si dà il caso che il Sig. Buora sia anche VICE-Presidente dell'INTER dall'anno 2000 e membro del Consiglio di Amministrazione della Società nerazzurra dal Gennaio 2004.
Ecco perchè non c'è un becco di intercettazione a carico dell'Inter. Ovvio che i sospetti ce li avevamo tutti, ora abbiamo la certezza. Bravi.
La banda degli "ONESTI" è caduta.

alcide rossi 24.09.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Guido Rossi, Tronchetti Provera-Telecom, Moratti
devono vergognarsi della commedia di calciopoli messa su ai danni degli avversari sportivi ed economici del calcio.
Raccapricciante e patetica sceneggiata estiva!
Ecco chi tirava le fila della Giustizia Sportiva!

Ferretti Mino 19.09.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le nebbie si stanno diradando ed ora appaiono i fatti sempre più evidenti!

L'UNO, il Trochetti Provera Telecom-Moratti si preoccupava delle intercettazioni contro Moggi e la Juve, curando bene di non far apparire le proprie.

L'ALTRO mandava la Juve in B, ed assegnava un assurdo Scudetto alla Sua INTER.

COMPLIMENTI !

luciano da Gorizia 16.09.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di Campionato:
Sampdoria-Empoli = Due espulsi per la Sampdoria perchè hanno fatto i cattivelli!.
Domenica c'è INTER-SAMPDORIA. Cominciamo a controllare tutto d'ora in avanti, così vediamo veramente chi bara e non solo e sempre da quella parte.

Al. La. 15.09.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già Moggi quando parla per sottintesi fa fatica a farsi capire.
Poi, sicuramente per sua scelta, non accenna minimamente alle colpe del Milan.
Ma se non entra in particolari più dettagliati e precisi a carico di questa Società, di Galliani e del suo fido scudiero Leonardo Meani,protagonisti di intercettazioni molto compromettenti, non solo con i Designatori ma anche e sopratutto con guardalinee ed arbitri servili e compiacenti, difficilmente l'opinione pubblica, che conosce calciopoli solo superficialmente con quello che ci ha dato in pasto Mediaset, Rai e la Gazzetta dello Sport, può cambiare parere o meglio può avere un opinione certamente più equa dei fatti.
E' inutile pertanto che ricorra al mezzo televisivo. La gente non riesce a capire e Lui risulta il solo, l'unico colpevole di un sistema invece che vedeva complici innanzitutto le grandi Società di Milano e Roma, e dove le medie e piccole società, nel "Suo", si davano daffare con le grandi e anche tra di loro.
Non credo assolutamente che tutto quello che è successo serva a cambiare il calcio, infatti a Presidente di Lega Calcio c'è un "novellino" come Matarrese, ed il suo Predecessore, Gallaini, è stato squalificato per NOVE mesi anche se continua beatamente a fare i cavoli propri fregandosene di regole nuove o vecchie che siano.- Carraro, altro vero colpevole del sistema e colegato a fillo diretto con il sistema Milan essendone anche stato un tempo Presidente, prima radiato, poi recuperato con una multarella. C'è una bella differenza.
Almeno dalla giustizia Sportiva mi aspettavo di più; ovvero meno sudditanza soprattutto con le grandi di Milano, anche se Mediaset è il 1°contribuente di Lega Calcio e TIM-Telecom Tronchetti-Moratti, è il 1° Sponsor dei Campionati di Serie A Tim e Serie B Tim.
Ribadisco, nulla è cambiato!

raniero venturin 15.09.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Comune di Perugia e la Nestlè - Fantastico! Dopo aver approvato un ordine del giorno nel novembre 2004 (promozione e protezione allattamento materno e contro le imprese che violano il codice int.le sul marketing del latte artificiale) e una deliberazione il 17 gennaio 2005 (linee di comportamento etico, con l'impegno di NON accettare sponsorizzazioni da imprese eticamente non accettabili), il Comune di Perugia ha deciso di inserire la Nestlè (sotto boicottaggio internazionale) tra gli sponsor della "notte bianca" di sabato 16 settembre. Vi invitiamo a protestare, inviando una mail al sindaco (sindacolocchi@comune.perugia.it), al presidente del consiglio comunale (r.ciccone@comune.perugia.it)e all'ufficio cultura, che ha organizzato gli eventi (info.cultura@comune.perugia.it).
Se potete, mandate in copia anche a ribn@yahoo.com.
FATEVI SENTIRE, E' UNA VERGOGNA!!!

Vincenzo Puggioni 14.09.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto commenti di gente che dice: "anche questo è morto di tumore, allora secondo voi juventini anche lui si dopava". Dei "dopati" della Juve non è morto nessuno. Anch'io sono vivo. Mi sono dopato anch'io?

Uno Juventino 14.09.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi chiedo com'è possibile ke su 1000 intercettazioni sono state ascoltate solo 40?!?! le altre 960 dove sono finite?!?! e perchè solo la juve ne sta pagando gravemente le conseguenze?!una squadra sola nn può fare un sistema...e poi non dovrebbe pagare la squadra in se stessa,ma gli organizzatori,visto ke a mio parere non hanno avuto pene severe....e proprio vero non è più il calcio di una volta dove non si giocava per soldi ma per la squadra..rivogliamo quel calcio!!!!!

italiano jessica michela 14.09.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il caso di Ferruccio Mazzola non aggiunge altro ha ciò che era chiaro da tempo.Mi domando piuttosto come si possa ancora dar credito a un mezzo,la televisione,che nel bel mezzo del casino doping non abbia dato risalto a questi episodi di qualche anno fa.Ma si sa elimininado la Juventus i problemi svaniscono!!!Questa squadra viene presa come capro espiatorio di tutte le nefandezze che vengono perpetrate da altre in un sistema,in cui la Juventus non è un finanziatore,Mediaset e Carraro la fanno da padroni.E voi pensate che per comprarsi una partita c'è bisigno di scomodare l'arbitro?!Basta mettersi d'accordo,sedersi ad un tavolo,minacciare qualcuno e lasciar il passo a chi è più forte,ma non sul campo,sul piano economico."Tu non mi fai vincere?E io non ti do più i soldi".Ma c'è qualcuno che certe volte non si piega.Sapete perchè hanno messo il cellulare sotto controllo a Moggi?Non perchè tutti avevano il desiderio di giustizia,ma semplicemente perchè con Capello alla Juve lo scudetto tutti lo vedevano con il binocolo.Il Milan specialmente,ma i record di Silvio non possono essere messi in discussione.Non mi sorprenderei se un giorno qualcuno tirerà fuori qualche intercettazione con Galliani che chiama Blatter pper far perdere la Juventus in Champions League(vedi finali del'97 e del '98 con colossali errori arbitrali a sfavore dei bianconeri).Ma si sa la Juve ruba ed è giusto così,mentre il Milan è bello,barvo e fortunato come il suo presidente...!!!

Salvatore Romano 14.09.06 08:51| 
 |
Rispondi al commento

quando durante le olimpiadi, in pieno agosto, prendiamo un oro in una disciplina il cui esercizio dura 1 minuto, e il tg mostra invece per 7 volte il gol di Adriano che dedica al padre appena scomparso, e il cronista parla solo di milioni di euro per l'uno o l'altro giocatore, abbiamo detto tutto. l'Italia è una repubblica fondata sul calcio e sui soldi che girano attorno. quanti contratti SKY si fanno principalmente per il calcio? non lamentiamoci.

Fabio Zandonà 13.09.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ci stupiamo di queste cose?
Io mi stupirei se ancora qualcuno andasse allo stadio e seguisse con convinzione il calcio. Come dite???? "Allora ti stupirai fino alla fine dei tuoi giorni perchè tanto la gente si è scordata tutto"????
Beh... dai tempi dei Romani (quelli antichi) pane e circo rendevano felice la plebe, e annebbiavano i cervelli. Ragazzi dopati? Di chi è la colpa, dei mister o dei genitori che mandano i propri figli a giocare a calcio in centri di prestigio piuttosto che al prato sottocasa?
E vogliamo parlare dello schifo delle contrattazioni sommerse grazie alle quali già a 11 anni tante brave persone speculano sul tuo futuro, ti vendono e ti rivendono a prezzi assurdi e se non sottostai a questo ricatto non puoi nemmeno allenarti? A undici anni, capite????

Barbara Cipolla 13.09.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono dispiaciuto di tutto

antonio ceci 13.09.06 11:42| 
 |
Rispondi al commento

da quanto letto, il fratello di Mazzola è stato querelato da Facchetti mentre era presidente dell'Inter, nel periodo in cui uscì l'articolo.
Sandro Mazzola non parla più con il fratello e le sue ultime parole sarebbero "i panni sporchi si lavano in casa".

Andrea Lissandrin 13.09.06 03:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quanto ha speso lo Stato Italiano (oppure la Telecom che sicuramente ha poi addebitato il costo agli utenti)) per fare intercettare per un intero anno, e per 100 Mila telefonate il Sig. MOGGI ? ? ? ?
Oppure il duo Moratti-Tronchetti Provera hanno detto "Paghiamo tutto noi" ? ? ? ?
Insomma, CHI HA PAGATO L'OPERAZIONE.

rob.ben 12.09.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL CAFFE' DI HERRERA
ho 36 anni vivo a mantova ed amo il calcio, almeno quello onesto e vero. Tutt'ora mi diletto a giocare in una squadra amatoriale e grazie a questa negli scorsi anni ho avuto il piacere di conoscere una persona che ha giocato per alcune stagioni a livello professionistico in serie B. Questo signore (del quale ho profonda stima e fiducia) mi raccontava che nella squadra dove giocava (serie B) negli anni fra il 1970 e 1980 era abitudine far assumere "obbligatoriamente ai calciatori ,(altrimenti andavi in panchina o tribuna) pasticche di vario genere od addirittura obbligare gli stessi a fare strane flebo.
A riconferma di quanto detto nell'articolo non mi stupisco di quanto sia accaduto e stia accadendo nel mondo dello sport sul versante doping. Mi e Vi faccio alcune domande .... ma come mai nessuno si preoccupa di verificare quanto movimento di denaro genera il doping ? e soprattutto quando acquistano sostanze dopanti si fanno rilasciare la fattura ? e da dove prendono i soldi per pagare in nero tali sostanze ?
Il vero problema è che manca la volontà di fare i controlli.... perchè mezzi e strumenti ci sono ed i soggetti da controllare non sono di certo dei geni (vedi l'importanza di uno come MOGGI).
Un saluto a Beppe Grillo. Coraggio continui così... se passa per mantova cena pagata da me.

ugo affini 12.09.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni giorno che passa, mi faccio sempre più schifo... Come faccio ancora a guardare le partite, fingere che non è successo nulla, fingere che tutto sia "pulito"....
C'è una domanda che però mi assilla e a cui non riesco a dare risposta...: possibile che solo la Juventus somministrava ai giocatori sostanze proibite???
Un'altra domanda che mi tormenta..: qual è il segreto di Milan Lab...? Possibile che i medici sportivi delle altre squadre siano dei coglioni...? Quando vedo Costacurta correre, mi viene proprio da ridere...
Forse in tutta questa lurida storia non ci sono persone davvero oneste... E smettiamola di dire che Moratti è un signore, perchè dovremmo tornare a qualche anno fa per capire che non è così...

tifoso deluso 12.09.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il tronchetto ha ceduto TIM;occhio alle controintercettazioni....

Salvatore Romano 12.09.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Leggo, anche in questo Blog, che c'è ancora gente che pensa che la posizione della Juve in riguardo di calciopoli, sia differente ovvero più grave di quella del Milan.
Molta gente ignora tutte le intercettazioni rilevate dai Carabinieri a carico del Milan ed effettuate dal suo addetto agli arbitri Sig.Meani, il quale non era un magazziniere qualsiasi che dava il suo volontariato, ma una persona ben inserita nell'ambiente arbitrale,Tesserato e Dipendente del Milan a 60 MILA Euro l'anno, con conoscenza personale di quasi tutti gli arbitri e di quasi tutti gli assistenti, i quali lo chiamavano molto spesso per ringraziarlo per la scelta di averli messi a dirigere questa o quella gara.
Unrapporto personale conosciuto benissimo dal Presidente Galliani, come si evince in tante telefonate.
Il condizionamento sopratutto sui guardalinee era palese, ed in diverse gare del campionato 2004/05 sono praticamente stati designati dal Meani stesso a dirigere diverse partite.
Incredibilmente la giustizia sportiva, in seconda istanza, ha promosso il Milan da una serie B dove Palazzi l'aveva collocato, ad una Serie A con Champions League.
La Juve, (mai in 100 MILA telefonate registrate a Moggi aveva osato parlare direttamente con Guardalinee o Arbitri mentre con i Designatori ci parlavano TUTTI, Milan ed Inter compresi)
è stata retrocessa in B con penalizzazione, con DUE scudetti revocati (il secondo dato all'Inter non si spiega è assurdo)due dirigenti radiati,(mentre Galliani ha preso una lieve squalifica e se ne sbatte altamente)cessione di tutti i campioni, per un periodo lungo senza Coppe Europee, danno economico enorme, multe varie, squalifiche campo, ecc.. ecc..
Personalmente avrei accettato qulunque cosa per la mia squadra, ma se anche le altre avessero pagato in proporzione, sopratutto il Milan che ritengo come minimo parimenti colpevole.
I misteri della Giustizia Sportiva.

ben.rob. 12.09.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quanto pare il calcio italiano fa schifo da parecchio tempo...

Ma nel calcio vince chi è più forte o chi è più "doppato"?

La cosa che mi fa paura, per me che sono tifoso napoletano, è : vuoi vedere che anche il Napoli sta facendo schifezze visto che sta andando così bene???

Questo sport faremo meglio ad abbandnarlo per il bene di tutti!!!

Fabrizio Liparulo 12.09.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Il designatore degli arbitri BERGAMO, ha dichiarato in Tv, che tutti i presidenti o dirigenti chiedevano favori, come arbitri amici.
Solo la Juventus ha avuto la distruzione: due scudetti tolti, ( a giocatori quasi tutti campioni o ex campioni del mondo), serie B addirittura con una penalizzazione.

Alberto Zeta Jones Commentatore in marcia al V2day 12.09.06 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Facchetti era un signore, certamente onesto.
Moggi ha un altro stile è una persona rozza e volgaree ha la mania della grandezza.
Mi chiedo: la Juventus perchè è stata punita così duramente?
Se Moggi fosse stato un fine parlatore, avrebbe ignenerato l'idea che i suoi lamenti , esternati al designatore degli arbitri BERGAMO, erano solo lamentele e non reati punibili con l'esclusione dalla serie A?
Tutti telefonavano a Bergamo per avere le stesse cose di Moggi. Solo Moggi è finito solo processo per quelle telefonate fatte a Bergamo.


Alberto Zeta Jones Commentatore in marcia al V2day 12.09.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forum su Beppe Grillo:

http://www.forumfree.net/?c=113066

Vi aspettiamo!

Leo De Santis 11.09.06 01:04| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig. Grillo.
Come ho scritto nel mio blog, al di la' di tutte le considerazioni che ho letto a commento del suo post, trovo veramente di cattivo gusto cogliere l'occasione della morte di una persona per rivangare una vecchia "presunta" storia mai suffragata da uno straccio di prova.

Saluti.

Davide Candiani 11.09.06 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono da anni un dirigente sportivo che cura settori giovanili e squadre dilettantistiche. E' innegabile che esista il doping, è innegabile che la scienza abbia il dovere di scoprire i limiti umani e provare a superarli. E' possibile che nel mondo dello sport girino persone senza scrupoli che possono imbottire i ragazzini di sostanze non meglio identificate. Vorrei andare un attimo controcorrente e fare un appello ai genitori. Io ho un figlio di 17 anni, un buon giocatore di calcio, sicuramente non arriverà mai ad alti livelli, ma ho sempre cercato di insegnargli ad essere un atleta, non importa dove arriverà, è importante che colga gli insegnamenti dello sport e ne faccia tesoro per la vita. Troppe volte ho visto genitori pretendere dai propri ragazzi risultati oltre le loro possibilità. Questa smania di superare i propri limiti porta a provare qualsiasi mezzo che ti permetta di raggiungere un obiettivo. Cominciamo ad insegnare i veri valori dello sport, facciamo divertire i ragazzi, incoraggiamoli ad impegnarsi senza demoralizzarsi per le sconfitte, è un piccolo passo, ma sicuramente nella direzione opposta al doping. Ciao e buon divertimento a tutti i ragazzi.

Roberto Pinna 10.09.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Prendete un sistema;prendete due finanziatori:Berlusconi con le TV e Carraro con le banche(Carraro presidente della Impregilo società appaltatrice dello stretto).Pensate che per comprare una partita serva doparsi o comprare gli arbitri?No,serve solo comprarsi l'intera serie A.La Juventus aveva il Siena il Milan tutto il resto,compresa l'Inter...chi ha orecchi per intendere intenda.Una squadra che l'anno prima segna una 60ina di reti e l'anno dopo ne fa 85 con gli stessi giocatori non vi fa pensare?

Salvatore Romano 10.09.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
*************************************************
Domani a Ground Zero avrà luogo un MEGA SPOT ELETTORALE in vista delle elezioni di novembre!

DOMANI SARA' UN BUON GIORNO PER GIOCARE CON I SENTIMENTI DELLE PERSONE!
*************************************************
Clicca sul mio nome per il post!

Marcello Cerulli 10.09.06 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, che dire? Il valore di una persona si riconosce dagli omaggi che gli vengono fatti in vita e soprattutto dopo, giorni fa ho sentito un tifoso(?) romanista dire "bè, uno di meno un interista schifoso di meno", cosa commentare? Io da romanista e da tifoso, da sportivo e da uomo obiettivo non mi riconosco con un individuo spregevole come quello, ci tengo a dirlo, queste cose non si dicono nemmeno x scherzo, e quello l'ha detto sul serio... che tristezza, Facchetti me l'ha descritto mio padre che, pur essendo romanista come me, apprezzava il valore dell'atleta e dell'uomo, una bandiera dell'inter e della nazionale, uno di quelli al quale, oltre al merito di aver insegnato la correttezza sportiva va il ringraziamento di tutta l'Italia x quella partita incredibile che è stata Italia-Germania del 70', che ha inaugurato una rivalità storica con i tedeschi e che continua a darci gioie ed emozioni indimenticabili.
Onore a Giacinto Facchetti.
Ciao

Claudio Lilli 10.09.06 14:03| 
 |
Rispondi al commento

E'un'argomento che probabilmente non c'entra nulla,ma sono davvero all'estremo delle forze, non ce la faccio piu'.
Il giorno 8 agosto alle 19 circa il signor latrina nunzio brilla residente a melito di napoli con separazione dalla moglie rita capobianco (non sono separati è solo un modo per evitare polizia e svariati ufficiali giudiziari) dopo aver appurato che io con una pagina blog denunciavo tutte le sue truffe assicurative e le sue vigliaccherie veniva in casa mia aggredendomi,voleva costringermi a non dire il vero, uno è vero che ha fatto truffe cominciando dalla bayerische finendo all'assitalia, ha contraffatto assegni e documenti, mi ha dato delle sberle per ritirare cio'che ho detto, ma non lo ritiro,in piu'ci si è messa la moglie che ha arrecato danno a cose personali,c'erano vicini che ci separavano e non'ho potuto difendermi,giuro l'avrei accoltellato se non mi avessero mantenuta, ha minacciato me e mio marito.
Una volta perchè mio marito ha contestato una sua opinione il signore sopra nominato gli ha fatto rubare l'auto, circa 6 anni fa fece la stessa azione; mi ha diffamata scrivendo cose non vere su alcune persone.
Io ho in casa un disabile ho perso entrambi i genitori,ho 30 anni, lavoro saltuariamente e non penso di aver nè la voglia nè la forza di combattere con questo essere vigliacco.Va vantandosi di aver picchiato una donna, ma questa donna l'avrebbe ammazzato se non fosse stata mantenuta stretta, a lui e alla sua degna signora.
Sono andata a sporgere denuncia i carabinieri mi hanno riferito che ci vogliono 2 testimoni, io i testimoni li ho, ma qua vige l'omertà, che schifo.La parola di una persona onesta è messa a confronto di un parassita delinquente vigliacco.
Se ci fosse un poliziotto o un tutore della legge che puo'aiutarmi lo faccia la prego.
Io non'ho paura per me ma per le persone a me piu'care, potrebbero esserci ritorsioni da parte di nunzio brilla.

anna crisantemo 10.09.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il gip Pavese nella sua ordinanza del 4 settembre cita anche una dichiarazione offensiva di Vittorio Emanuele nei confronti degli inquirenti italiani che lo hanno indagato per associazione a delinquere: "Sono dei poveretti - dice al telefono ad un conoscente il 28 luglio, dopo la liberazione - degli invidiosi, degli stronzi, pensa a quei coglioni che ci stanno ascoltando... sono dei morti di fame, non hanno un soldo, devono rimanere tutta la giornata ad ascoltare, mentre probabilmente la moglie gli fa le corna". Tutte queste affermazioni .

ecco lui ha capito tutto o fategli qualche cosa se vi riesce.

Scrivilo ora sul blog, Sor Beppe MA DIMMI LA SOLUZIONE, tu non fai che scrivere i problemi e ne scrivi certamente una piccolissima parte MA NESSUNO TROVA LA SOLUZIONE A UNO SOLO DEI PROBLEMI allora a che c...o serve questo Blog?
Che forse non hanno ammazzato i caprioli? Che forse quei bugiardi dei politici hanno ritirato le truppe (no ne hanno mandate altre) che forse, che forse che forse........ma dai.............
sveglia.
CHITI

antonio silberio chiti 10.09.06 01:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra tutto molto esagerato, mio figlio gioca da tre anni nel BRESCIA, non ho mai notato NULLA, comunque aggiornero' se vedro' qualcosa di strano...
Di ignoranti che si DOPANO ce ne sono, ma spero capiscano cosa fanno e soprattutto, spero non li droghino di nascosto !

A proposito di FACCHETTI, i soliti IDIOTI hanno PROFANATO a RIMINI il minuto di silenzio...

Una squadra che RUBA da anni, rappresentata da questi tifosi e da uno che si chiama EL..KANN, amante di giovani posteriori di ragazzi di colore e della DROGA pesante, dovrebbero RADIARLA, altro che mandarla solo in B...

Max Lanzani 10.09.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
Se fosse scattato prima questo scandalo, forse avremmo vinto anche i mondiali di calcio in Francia, ma evidentemente non ce lo meritavamo;
Dico solo un evviva alla disinforamazione agli insabbiamenti che ci peggiorano la vita, anche nello sport, per così dire "amato" dagli italiani, anche a livello "paesano".
Ciao, continua così
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 09.09.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

non capisco ... si parla dell'inter o della juve?
nessuno insulta la memoria di Facchetti, nessuno vuole togliere nulla all'inter che vinceva (quindi non quella attuale che si è cucita addosso con tanto orgoglio uno scudetto non suo dovuto probabilmente solo al fatto che nessuno ha indagato veramente sull'inter ... il chè non ha evitato comunque che si sapesse che anche il buon giacinto andava a cena con Bergamo, se volete continuare a parlare male della juve, l'unica cha ha pagato per moggiopoli, accusare di doping nonostante le assoluzioni (nota bene: l'abuso farmacologico non è doping ... e solo la juve ha la fortuna di avere Guariniello che scava) continuate a farlo. Magra consolazione per chi identifica il calcio e lo sport in generale con l'atto denigratorio continuo delle fedi altrui. Il calcio è bello, lo sport è bello, anche gli sfottò, a loro modo, sono belli. Non voglio fare il moralizzatore, ma smettetela di prendervela per ogni cosa con la juve, col governo, con andreotti ... i luoghi comuni hanno davvero stancato! io penso a godermi il calcio ed il bello della vita; non me frega niente della juve in serie B ... se vince o se perde, se l'inter degli anni 60 si drogava ... se moggi fa l'opinionista! godo della bellezza dei gesti atletici di tutti gli sportivi, mi dispiace non vedere più sheva in Italia, nonostante la vittoria (ammettiamolo!) non abbiamo giocato bene e non è stato un bel mondiale, il Milan di Sacchi era bello da vedere, la juve di Lippi anche ... quella di Capello no! prima che juventino sono una persona che ama lo sport...e Maicon mi piace più di Adriano! Ma continuate pure a recriminare sugli scudetti persi e sul rigor esu Ronaldo, nel frattempo vi siete persi qualche giocata di Cassano, di Totti, di Ibra, di Buffon, di Kakà. se per voi lo sport è questo godetevelo ... vi regalo la ia soddisfazione per gli scudetti vinti dalla juve, per tutti, anche per quelli revocati. Perchè lì per lì mi hanno fatto piacere...ma nulla più di questo.

nicola antoniol 09.09.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
#################################################

Era il 22 novembre 1963 quando alle 12:30, ora locale, a Dallas, mentre era in visita ufficiale alla città, il Presidente Kennedy venne assassinato.

Ufficialmente John Fitzgerald Kennedy venne assassinato da Harvey Oswald "nel quadro di una cospirazione conservatrice".

MA LA VERITA' E' SICURAMENTE UN'ALTRA!

Negli ultimi tempi circolano strani documenti...

#################################################
clicca sul mio nome per leggere la notizia.

Marco Di Santo 09.09.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

ho diversi parenti e conoscevo diverse persone morte a causa dei più vari tumori e ad età comprese tra i 22 e 85 anni ... strano, nessuno di loro giocava nell'Inter di Herrera !!!
Un conto è un tazza di caffè con ginseng e pappareale, un conto è il doping farmaceutico endovena stile juventus e cannavaro.
Il giornalismo in questo paese è morto da tempo, il bloggismo si avvia sulla stessa strada ... e senza aver giocato nell'Inter poi!

angelo laghi 09.09.06 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nuova vita di Moggi: diventerà opinionistaL'ex direttore generale della Juventus, protagonista di Calciopoli, commenterà i fatti calcistici in un programma televisivo su Antenna 3. Moggi ha dato la propria disponibilità a rispondere a tutte le domande del pubblico. ARBITRI, E' L'ANNO ZERO FIORENTINA-INTER A ROSETTI

IN GALERA NO EH'.

Li ci va chi ruba una mela.
I conti non tornano
CHITI

antonio silberio chiti 09.09.06 01:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oggi 08/09/2006

Ciclismo: altri 12 dopati al Tour
Ma tutti avevano certificazione medica
L'unico ciclista dopato dell' ultimo Tour de France è stato quello in maglia gialla sul podio finale di Parigi, Floyd Landis. Ma oltre all' americano squalificato per testosterone, ci sono stati altri 12 casi di positività a sostanze dopanti che non hanno avuto conseguenze perchè 'coperti' da certificati medici che prescrivevano l'uso di certi prodotti a scopo terapeutico. In sostanza erano 'malati' che correvano.

Il dato è stato rivelato da Pierre Bordry, presidente dell' agenzia antidoping francese (CPLD, Consiglio francese di prevenzione e lotta contro il doping), in una intervista pubblicata da 'Le Monde': dei 199 partenti dell' ultimo Tour, 105 sono stati sottoposti a complessivamente 180 prelievi (149 delle urine, 31 ematici) e "16 prelievi (9%) corrispondenti a 13 corridori si sono rivelati positivi". Nessuna positività nei 31 test antidoping sul sangue, le 16 sono emerse tutte in caso di classico controllo delle urine. Per 12 dei 13 'positivi', nessun problema perchè, ha detto Bordry, "ad eccezione di Floyd Landis, l' Unione Ciclistica Internazionale ha chiuso tutti gli altri casi sostenendo che sono tutti sono coperti dalla Autorizzazione di Uso Terapeutico (AUT)". Ovvero, avevano un certificato medico che giustificava l'uso di determinati medicinali.

L'alta percentuale di 'malati' in un un gruppo di ciclisti professionisti che corrono prove agonistiche estreme come Tour de France, Giro d'Italia e Vuelta di Spagna non sorprende ma descrive uno scenario inquietante. "Il 60% dei 105 corridori controllati hanno dichiarato di avere una AUT - ha aggiunto Bordry - è assolutamente giustificato che si concedano delle AUT in sport come il golf o il tiro con l'arco i cui praticanti sono più anziani, o che siano destinate a persone che hanno problemi cardiaci. Ma quel 60% di certificati medici sul

http://www.tgcom.mediaset.it/sport/articoli/articolo326779.shtml

massimo villani 09.09.06 00:58| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti non so se è stato gia scritto ma dopo un post di un ragazzo che diceva che i giocatori gli suggerivano agli arbitri ...
mi viene in mente una cosa ( anche se sono milanista)Baresi alzava la mano e l'arbitro fischiava o prima dell'arbitro c'era il guardalinee che alzava la bandierina.

Sirtori Pierluigi 09.09.06 00:24| 
 |
Rispondi al commento

apprendo con rammarico qs grave notizia. Peraltro lo sport in italia e nel mondo è diventato un business e quindi chi si "bomba" di più vince e la vittoria paga. che amara tristezza.. spero che le anime dei giocatori morti di pillole aiutino a superare questo periodo nero dell'attività agonista. voglio riportare una frase di ambrogio fogar: lo spirito più profondo dello sport si può riassumere con la formula "combattere ragionando". ciò significa soprattutto lealtà e rifiuto della violenza. grazie ambrogio, riposa in pace.

leso christian 08.09.06 23:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Virginia Wolf, invece di rompere le palle con le tue tesi contro la Juve, che quasi sempre sono bufale da te interpretate, togliti uno sfizio:
Fai una telefonatina al Sig. Grigorios Georgatos, nazionale greco ed ex giocatore dell'Inter per un anno e fatti spiegare cosa succedeva all'Inter a proposito di strane iniezioni e strane pillole prese prima delle gare. Può darsi che finalmente ti schiarisca le idee.
Tra l'altro questi sono fatti molto recenti, risalgono ad un anno e due anni fa. Ti serve per insegnare qualche cosa hai tuoi figli no?
Buon divertimento.

Ferretti Mino 08.09.06 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che il Sig. Ferruccio Mazzola ci hà pensato un pochino prima di tirare fuori questa notizia.Comunque credo che il doping sia sempre stato un fenomeno abbastanza diffuso (forse ora di piu').
Un'idea sarebbe di liberalizzarlo e basta!!!!

Danilo Toro 08.09.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'intervista a Ferruccio Mazzola su www.calciomercato.it/Primo Piano si legge anche
"........io male all'Inter? Se veramente volessi male all'Inter, allora nel mio Libro (Il terzo incomodo-Bradipolibri) avrei parlato anche delle partite comperate e truccate, oppure degli Arbitri comperati sopratutto per le gare internazionali...." - Alla faccia degli onesti! -

Sabino Scala 08.09.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

EARTHLINGS è un documentario sulla dipendenza assoluta dell'umanità dagli animali (per gli animali domestici, l'alimentazione, i vestiti, l'intrattenimento e tutta la ricerca scientifica) ma inoltre illustra la nostra assoluta mancanza di rispetto per questi cosiddetti “fornitori non umani.„ La pellicola è narrata da Joaquin Phoenix (Il gladiatore) e caratterizzata dalla musica di Moby. Regia: Shaun Monson.

link al video (emule, edonkey...) 700MegaBYte circa:
ed2k://|file|[%E5%9C%B0%E7%90%83%E4%B8%8A%E7%9A%84%E4%BC%97%E7%94%9F].Earthlings.(Vegan.Animal.Rights).Documentation.avi|814362624|684D81A00668B207C713B77F1E662517|/
oppure:
ed2k://|file|Earthlings%20Vegan.avi|816191488|70280F151D48172570A41C48FF6952E6|h=MZUXFSXA5KUK7AVMH5YQEW5X7FJ3IDGF|/

link da incollare e inviare dalla barra degli indirizzi se si è installato un programma peer to peer (emule, edonkey...), altrimenti non produce alcun risultato.
puoi scaricare l'installer di emule (4Mega circa) qui:
V

V

V

V

marzio rossetti 08.09.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Ieri mattina ho incontrato per caso, in un negozio di Busto Arsizio, Nazareno Canuti. Chi non e` giovanissimo se lo ricordera`. Un buon terzino destro dell'inter anni 80, che venne a farsi la B col Milan insieme a Pasinato in cambio di Collovati. Era uno che si faceva il mazzo, come se lo fa ora che fa il rappresentante per una nota azienda giapponese di elettronica di consumo concorrente di quella per cui io lavoro (paradosso dei tempi, io oggi potrei essere il "capo" di Canuti, e questo mi fa decisamente sbellicare). E` una persona estremamente piacevole che parla assai volentieri di calcio, soprattutto -ovviamente- di quello dei suoi tempi. Mi ha raccontato, il discorso era inevitabile, di quanto sia stato duro il modo in cui Facchetti ha scoperto di essere malato. E` avventuto in seguito ad un artroscopia fatta per un problema ad un ginocchio (dovuto alla sua passione per il tennis), durante la quale "gli e` partito un embolo". Per precauzione, gli hanno chiesto di tornare a farsi visitare dopo qualche giorno perche` la TAC fatta per risalire alla causa dell`embolo aveva evidenziato dei problemi. Dopodiche` gli e` stato diagnosticato un tumore al pancreas che nel giro di sei mesi se l'e` portato via. Sebbene milanista, l'ho sempre ammirato e non lo dico per retorica. Ricordo che, durante il peggior derby della storia del Milan, quando i miei beniamini (avro` avuto si e no 10 anni) non avrebbero segnato nemmeno giocando per un mese di seguito, il simpatico Giacinto fece un`autorete da vero signore, per consentirci di non uscire da S.Siro sconfitti in maniera eccessivamente umiliante. Fu 5 a 1 per loro e Facchetti rientro` nella tabella dei marcatori del Milan. Per una volta sola nella storia.
Potrei poi raccontare della sudditanza psicologica verso la Juve di cui Canuti mi ha parlato, "quando F. passava vicino all'arbitro, gli diceva: Fischia! Glie lo ordinavano loro...". Ma questa e` una storia diversa.

Giovanni Mannara` 08.09.06 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Sulla Juventus, visto che mi si accusa di parzialità, vado pure avanti. Lì non c'è un solo problema di doping o di abuso di farmaci come è meglio dire, ma proprio un problema di droga.


Lapo viene trovato in overdose in un appartamento (pagato da tutti noi italiani peraltro). La procura di Torino archivia ma poco dopo esce la notizia di un giro di droga alla Juventus (procura di Cuneo) che coinvolge anche Vialli. Appena viene fatto il nome di Vialli (possibile ct successore di Lippi) tutta la stampa viene messa a tacere!

Fonte delle mie notizie Espresso

virginia wolf 08.09.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invito i signori del Forum a visitare per un attimo il sito WWW.CALCIOMERCATO.IT nella rubrica PRIMO PIANO.
Là troverete un intervista a Ferruccio Mazzola che spiega in termini chiari cosa succedeva nello spogliatoio dell'Inter, (ma anche Lazio ed altre squadre) quando giocava Lui.
Buona lettura.

Sabino Scala 08.09.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Pippo De Pippis 08.09.06 12:53
Tu prendi lo stipendio dal Cda della Juventus come faceva Moggi? Solo così potrei capire la tua rabbia nei confornti di chi dice la verità sulla Juventus.
Se sei Juventino sei il primo ad essere stato truffato dalla tua squadra del cuore. Chiediti a chi facesse comodo che la Juventus vincesse sempre a te tifoso o alla sua proprietà che non doveva scucire euro per i giocatori? Chi ci ha guadagnato dalla quotazione in borsa della Juve? Il povero risparmiatore che ha acquistato le azioni ad un prezzo mai più raggiunto o alla proprietà che si è incassata 100 milioni di euro (che non reinveste ma si tiene stretti)?
Il tifo è lecito, ma la cecità no!

virginia wolf 08.09.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma esistono prove scientifiche, che correlano le morti dei calciatori dell'Inter con le pasticche???
Non sei proprio tu Grillo, che nei tuoi show fai la guerra a quelle associazioni mediche o paramediche che invitano le donne a controllare spesso il seno o altri organi, adducendo come prova che controllarsi e' un business e sottolineando questo aspetto dicendoci che in Svizzera sono state fatte autopsie su anziani morti di morte naturale sui quali corpi sono stati trovati diversi tipi di cancro???
MA che fai usi la statistica solo quando ti fa comodo??? Perche' non chiedi ai famigliari dei calciatori scomparsi se tra di loro ci sono stati altri casi di malattie tumorali?? Su persone che non hanno mai giocato a calcio e magari non hanno mai preso pasticche??? Purtroppo non avremo mai una risposta certa al 99% in questi casi. Non potrai affermare mai che le pasticche o il caffe di Herrera ha ucciso i calciatori, cosi come non puoi dimostrare che gli ex militari ddel cosovo muoiono per l'uranio impoverito. La statistica ci dice che sullo stesso numero di persone in oggetto una certa frazione di queste sarebbe sicuramente morta per tumore....e tutti quanti noi, non siamo che un caso statistico.
SAluti e non fare il sapientone in questo ambito, visto che non lo possono fare nemmeno i luminari.
Ciao

Don Dante 08.09.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento

x il sig. Puddu
Ci vuole proprio un cervello microscopico per amare uno sport così.

Ma che bravo .. gli altri sporto sono tutti puliti eh....
O vi mettete in testa che per fare sport (TUTTI gli sport) o continuate a credere alle favole.
Io è da anni che ho accettato questo consapevolmente e me ne sbatto di quello che c'e' dietro .. lo prendo come un momento di svago e stop, non mi illudo che sia pulito.
Tanto al mondo di pulito non c'e' nulla (vedi le isole di bottiglie di plastica formatesi al largo del Giappone e delle coste pacifiche del Messico - fonte il Venerdi' di Repubblica di venerdi' scorso.
IL mondo è SPORCO e noi ci siamo dentro fino al collo

andrea paterno 08.09.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

a mio parere la grande Inter di Herrera fu solo un laboratorio chimico-umano per sperimentare sostanze dopanti su individui per lo più ignari di essere considerati cavie da laboratorio ma anche all'estero non scherzavano, i giocatori della germania campione del mondo che sconfisse la grande ungheria di Puskas furono tutti ricoverati tre giorni dopo la partita in ospedale, con gravi problemi renali ed epatici a dimostrazione che la pratica di "bombardarsi" non è nuova nel mondo del calcio.

stefano fiocchi 08.09.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Per chi si preoccupa della mia famiglia non tema: cerco di educare i miei figli nella lealtà, nella verità e nel rispetto della regole.
Sono anche abbastanza sconcertata del modi di ragionare di alcuni che sostengono che siccome tutti sono dopati in tutte le squadre e da sempre, chissenefrega di cambiare le cose. Io insegno ai miei figli che nello sport bisogna accettare la sconfitta con lealtà e non è un valore vincere ad ogni costo ed con qualsiasi mezzo, doping incluso! Nello sport ci sta perdere, anzi la vittoria non è un valore in sè, ma giocare con correttezza ed impegno.
L'impunità per tutti esiste, se esiste anche solo per uno: tutti coloro che si dopano devono essere sospesi, senza distinzione di maglia, a partire proprio da chi vince sempre come la Juventus. Che cosa raccontate voi ai vostri ragazzi a cui avete insegnato i valori sportivi, se poi assistono sempre alla ingiustizia di vederli calpestati e non rispettati dai soliti pochi potenti? Io da sportiva auspico che la Juventus torni a vincere in modo leale giocando 11 contro 11: un campionato dove non si sa chi vincerà in anticipo è molto più appassionante. Un campionato dove può vincere la squadretta di provincia (perchè nel calcio ciò è possibile!!!!) fa bene allo sport, allo spettacolo ed a tutti i tifosi! L'Inter i soldi li ha sempre avuto ma non riesce a vincere: ciò dimostra che il calcio giocato è più bello di quanto si creda!

virginia wolf 08.09.06 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono contraria al doping in tutti gli sport ed in tutte le squadre di calcio, stiano tranquilli gli juventini. Mi sembra poco equo che però in atletica a Longo sia stato sanzionato con un fermo di due anni ed alcuni giocatori (non è colpa mia se Del Piero è casualmente juventino) la squalifica è stata ridotta a solo due mesi per giunta estivi.
Se qualcuno preferisce chiamare il doping abuso di farmaci per me fa lo stesso: il problema non cambia.
Per chi dice che scrivo sciocchezze sulla Juventus cito una telefonata tra Moggi e Agricola riportata da Ballarò ed apparsa su tutti i giornali.
Testo integrale della telefonata prog. 1975 del 17.11.04 utenza 335/80... Moggi Luciano
MOGGI Luciano: Pronto?
AGRICOLA Riccardo: Si!! Ciao!
MOGGI Luciano: Ue, ciao!
AGRICOLA Riccardo: Ho parlato con MAZZ. . .ho parlato con MAZZINI, che mi consiglia di telefonare ad ARPINO, che lì è quello lì del CONI...
MOGGI Luciano’ Chi?
AGRICOLA Riccardo: ARPINO! Che è uno del CONI che io non conosco, però mi dice...
MOGGI Luciano: . . .ma scusa , eh?
AGRICOLA Riccardo: . . .pronto?
MOGGI Luciano: . . . dimmi, dimmi, Riccà!
AGRICOLA Riccardo: . . .però mi consiglia di far precedere la telefonata ad ARPINO, che è il presi.. .è il segretario della Commissione del CONI, dove vengono date le esenzioni, perché il problema è che questo dovevamo saperlo due giorni prima per farlo.., perché giocasse domenica! Il fatto di farlo domenica, non ti copre la partita, te la copre dopo! ...Capisci cosa voglio dire?...Sai che è ..è una carenza, come si può dire, c’è una latenza di 48 ore. ...Allora lui dice di....
MOGGI Luciano: . . .ma nessuno potrà dire che noi lo volevamo tenè nascosto?
AGRICOLA Riccardo: ...Eh? Nennenuno può dire questo, infatti lo abbiamo dichiarato!...Ehm...il problema è che lui mi dice di far precedere la telefonata da ARPINO, da PAGNOZZI. Però io non lo so se lo vuoi chiamare tu un momento! Io poi lo chiamo! Chiamo ARPINO? Uh?.....

virginia wolf 08.09.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci fanno lavorare fino a 65 anni pagati male, tassati all'osso per poi nemmeno ci difendono da ladroni grassi che speculano sulla salute spartendo i profitti tra industriali, politici,e cariche di controllo come finanza e polizie.Intanto noi non a scannarci x dare la metà se non di piu allo stato colabrodo ..SCIOPERO FISCALE

massimo reja 08.09.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Questa è una delle tante dimostrazioni che il calcio fa schifo, certo non ho scoperto l'acqua calda. Io sono uno sportivo e non capisco ad esempio perchè una telegiornale benchè nell'etichetta abbia scritto sport, parli sempre solo di calcio...abbiamo in Italia una serie di campioni sportivi che ci invidia il mondo e noi tutti i giorni sentiamo parlare solo di calcio, qualcuno sa dirmi una telegiornale in tv che dia notizie anche di altri sport e lasci stare il calcio io No!!!
Vorrei stuzzicare indicando questo: tutti fieri, io per primo che l'Italia del pallone abbia vinto i campionati mondiali, e che Cannavaro sia stato capitano della nostra nazionale, ma chi si ricorda un famoso video dove si vedeva i dottori che facevano flebo, non ho mai capito bene di che cosa ai calciatori del Parma e c'era pure Cannavaro?

Fabrizio Dibisceglia 08.09.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tu e la tua amica razzista del Sud Al Caponatina.
Carlo-che-si-sbellica

Carlo Pellizza 07.09.06 18:53
-----------------------------------------

non avevo letto bene quest'ultima frase, bene
mio caro "sanfrancescodassisi":

1. non son l'amica di nessuno.

2. sì sono del SUD e orgogliosa di esserlo.

3. sì sono RAZZISTA ancor di più da quando vivo a milano.

4. in ogni caso a te che kaiser te ne frega?

5. chetati pure tu così dai il buon esempio!

Alfonsina Massa 08.09.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Il doping nello sport è sempre esistito, inutile incolpare Facchetti. Ed è inutile anche fare l'eologio del buon tempo antico e del calcio "pulito". Piuttosto sarebbe ora che le regole venissero applicate per TUTTI e non usarle in modo strumentale per dare addosso a solo a qualcuno, come è stato fatto negli ultimi anni. Io crederò ai processi sul doping e a Calciopoli solo quando avrò visto i giudici indagare su TUTTI quelli che hanno commesso irregolarità.

Antonio Bianchi 08.09.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ecco gli interisti che fanno finta di nulla e che ne fanno una questione di maglie.Sette giocatori finiti male e non c'è nulla di strano.E' una casualità:mi chiedo perchè quando è successo il casino di Zeman nel '98 nessuno ha indagato,tutti zitti.Tutti sapevano quello che succedeva nello spogliatoio juventino,ma nessuno sapeva che giocatori(non solo dell'Inter)stavano morendo o sono morti in modo sospetto.Prima di Facchetti,Signorini del Genoa.Sapete dove giocava Andrea Fortunato scomparso nel '95 per leucemia quando era nella Juventus?Ma nel Genoa,e sapete chi era il presidente del Genoa?Ma Spinelli una vittima del sistema.Tutti vittime e nessun colpevole.Più passa il tempo e più comincio a pensare che l'etichetta Juventus=rubare=dopare abbia fatto comodo a molti.Tanto a furia di parlare della società juventina abbiamo perso l'abitudine(se l'abbiamo mai avuta) di analizzare e giudicare le cose in modo razionale!!!E questi sono i risultati.Tutti fanno finta di nulla,tanto la merda nel culo i giocatori morti l'hanno già avuta!!!

Salvatore Romano 08.09.06 13:03| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************
Sono molte le cose che mi fanno imbestialire riguardo l'11 Settembre:

Ok, è stato uno degli attentati più sconvolgenti del secolo, su questo non ci sono dubbi.

Ma vi sembra giusto dare SOLO ALL'11 SETTEMBRE così tanta importanza?

IN AFRICA MILIONI DI BAMBINI MUOIONO DI FAME!

DI QUESTO NESSUNO NE PARLA!
*************************************************
CLICCA SUL MIO NOME PER IL POST.

Marco Di Santo 08.09.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

dal momento che
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

come si fa a risponderti quando cerchi di farti mera pubblicità dicendo certe cose in certi momenti??..
inopportuno.

giulia bonfante 08.09.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento


io non capisco cosa c'entra tutto cio' con la morte di Giacintone
chi ha detto poi che certe malattie sono correlate

ho due cugini calciatori professionisti, anche di serie A, mi hanno che perfino in serie C e D ti danno interatori e fanno flebo per ricostituirsi

non vedo questo scandalo

e poi che schifo, scriverlo ora...per infangare la memoria di un grande campione come Giacinto

leale e corretto sia in campo che nella vita

che schifo!!!

e' una vergogna

e' stata persona un'occasione per starsense zitti!

Francesca Ceciarini 08.09.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....con buona pace di tutti i tifosi e in particolare degli intertristi e del calcio "pulito" del nuovo corso di Guido Rossi & c.

Tenetevelo voi questo calcio, a me ormai fa solo schifo.

Un ex tifoso

Paolo Cicerone Commentatore in marcia al V2day 08.09.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
di ingenui in Italia ne sono rimasti pochi!
Chi vuoi, che oggi prenda sostanze non lecite
senza esserne consapevoli?
In passato,poteva accadere, perchè si era più semplici,non c'era Internet che informa in maniera diretta e molti potevano cadere nella
trappola dei "ricostituenti".
Io invece temo fortemente per i ciclisti, che
fanno epo senza limiti...

luciana ferretti 08.09.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Io non so cosa facevano (o fanno) all'Inter magari e' vero che si dopavano di brutto con sostanze pericolose.
Io (e sono interista!) sono anche propenso a crederci..però...

Una cosa, però, e' certa.

E' SCORRETTO (o addirittura disonesto) FARE L'ELENCO DEI MORTI causati dai tumori per esprimere il sospetto che ciò sia dovuto all'uso di sostanze illecite.

MOLTO PIU CORRETTO, VELOCE E INOPPUGNABILE e' fare la PERCENTUALE dei morti in questione rispetto al totale degli atleti (che in 40 anni, riserve comprese, non son certo pochi) e CONFRONTARLA con la MEDIA NAZIONALE.

NON E' POI COSI DIFFICILE MI PARE

Inoltre e' FONDAMENTALE L'ETA!

Le persone anziane, ad esempio, MUOIONO TUTTE DI TUMORE O DI DISFUNZIONI CIRCOLATORIE!

Sono, quasi, le uniche cause di morte dopo una certa eta! (fate il conto di quante persone conoscete che siano morte di tumore dopo i 60-70 anni)

Poi, magari, facendo due statistiche si confermano i peggiori sospetti, pero', un minimo di SERIETA prima di diffondere "dati" a 'sta maniera

Stefano Pirovano 08.09.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei che questo blog cambiasse.
Sì, che per esempio su questo argomento, leggendo i commenti, si trovassero nuove testimonianze. Informazioni. E che non tocchi leggere invece tanti commenti inutili (per non dire di peggio) di gente che non ha di meglio da fare e usa il blog come una chat. O parla ancora della Juve e del campionato. O scrive Off topic. O parla dei fatti suoi. Create un forum dei lettori del blog dove passare le giornate a dire la prima cosa che vi passa per la mente. E lasciate questo spazio per chi ha qualcosa da documentare veramente, non per i commenti da bar che lasciano i tempo che trovano!

Beppe Mosca 08.09.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

il caffè di herrera.........probabilmente
lo beveva anche la sorella dell'immenso
Gicinto nazionale perchè è deceduta anni prima
per lo stesso inafferrabile male!!!!
anzichè cercare annessioni e connessioni strane...non sarà, più probabimente, un problema genetico? (fermo restando che chiunque fa una vita da sportivo professionista mette il proprio corpo sotto stress e quindi, a lungo andare, lo rende più vulnerabile!)....
-> GRAZIE FACCHETTI vissuto e deceduto
SENZA OMBRE!...<-

vittorio melzi 08.09.06 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho per nulla apprezzato che Beppe abbia associato delle dichiarazione risalenti a 10 anni fa alla scomparsa di Facchetti. Si poteva anche non parlarne piuttosto che far diventare l'evento una cosa tipo "chi ha orecchi per intendere intenda...". Non mi è piaciuto.
Nella mia famiglia 5 zie su sette sono morte di tumore al seno. Ereditarietà? Noooo! Abbiamo fatto la mappatura del DNA (a una cugina che è stata a sua volta operata dello stesso male) ed è risultato che tutto è dovuto alla CASUALITA'. E' una cosa scientifica, non me la sto inventando io. Mia Mamma, praticamente astemia è morta di cirrosi epatica. Mio padre, che amava la bottiglia, di cancro alla prostata, mia sorella che conduce una vita sana è stata operata di tumore al colon (tutto si è risolto per il meglio ed ora sta benissimo). Una mia collega operata della stessa cosa è morta nel giro di un anno. Una conoscente per la stessa cosa sta patendo le pene dell'inferno da due anni. La mia più cara amica da pochi giorni ha scoperto di "avere una macchia nera della grandezza di 5 cm. su un polmone"...
Mio cognato soffre di sclerosi multipla e si sta riducendo una larva...
Qualcuno può pensare che io sono un po' sfigata ... NON E' VERO! Sto benissimo e quindi sono fortunatissima. Molto meno fortunate le persone che ho elencato, ma forse, a mia insaputa, prendevano tutti i giorni il caffè con Herrera.
Questa malattia esiste e colpisce nel mucchio. Cerchiamo, almeno noi che ci riteniamo sani, di non fare altrettanto.

Rosella Baduini 08.09.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carlo Pellizza 07.09.06 19:49 |

------------------------------------------

su ciò che dici di lega e credieuronord non mi interessa ma lascia solo che ti dica che ho dato ragione alla Iorio perchè la situazione degli extracomunitari a milano è davvero drammatica, tutti i dì prendo la metrò rossa per andare a lavoro (la mia azienda si è trasferita da poco a Molino Dorino per doverosa riduzione dei costi di budget grazie a milioni di euro che occorre sottrarre ogni anno al nostro fatturato in favore della signora siae e chi è di milano sa di che razza di zona parlo) beh per la prima volta in vita mia dovrò comprare un coltellino perchè la gentaglia con cui viaggio al mattino ma soprattutto la sera fa TERRORE e tutto ciò nella milano 'capitale' così come la definiscono qui, ma oggi se napoli è capitale dell'immondizia materiale, milano lo è di quella umana (senza offesa per gli esseri umani in generale!).

Alfonsina Massa 08.09.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma pensi che nelle altre squadre succedeva qualcosa di diverso ? Non ti sei chiesto magari che se le pasticchette portano allo stesso risultato dopante magari portano anche allo stesso tipo di cancro cosa che invece non è successa ? Chi lavora in fonderia non rischia di prendersi il tumore ai polmoni ???

Massimo Petrilli 08.09.06 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo certe cose accadono e, oltre alle evidenze statistiche, ci sono oramai svariate "confessioni". Io sono un dirigente sportivo, per passione, e ti posso assicurare che noi, come tutti al nostro livello (pallavolo femminile regionale), non solo non prendiamo in considerazione certe pratiche ma mettiamo in guerdia le nostre atlete anche sull'abuso di alcool e sigarette e, con quelle delle giovanili, prestiamo attenzione alle abitudini alimentari. Grazie
W.

Walter Alesina 08.09.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Mezza cartuccia eri, e con il tempo sei peggiorato,non hai prove che quelle pasticche hanno portato alla malattia, mio suocero è morte di tumore ai polmoni, viveva in alta montagna e non fumava, Sei un bavoso fallito che pur di avere visibilità ti vendi l'anima, di pure che se non eri il fratello di Sandro tu all'inter andavi a portare il secchio con l'acqua al massaggiatore. E questo lo sai pure tu,adesso vuoi giustificare il tuo fallimento come calciatore,invece di buttarla la pasticca o prenderla andavate a denunciare alla polizia, solo che ti andava bene, perche volevi il contratto anche se sapevi che non lo meritavi e forse con la pasticca ci potevi fare un pensierini. VERGOGNATI e lascia i bambini dove insegni, che non hanno niente da imparare da uno come te.

Gaudenzio Di Mella 08.09.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi stupiscono quelli che ancora hanno fede nell'onestà dello sport.

Qualcuno forse dimentica la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), che ha colpito finora 57 calciatori o ex calciatori italiani, un numero 20 volte sopra la media della popolazione mondiale; fra questi il caso più clamoroso è stato quello del capitano del Genoa, Gianluca Signorini, morto nel 2002 dopo un'atroce e lunghissima agonia.

In USA questa malattia salì agli onori della cronaca quando a esserne colpito fu il campione di baseball Lou Gehrig, che ne morì due anni dopo, infatti questa malattia è conosciuta anche come Morbo di Gehrig.

Però è una malattia genetica.

Si vede che il calcio sta proprio nel DNA.

DeCaDe

Decio Cademartori 08.09.06 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Primo messaggio che lanci sul quale condivido tutto da anni. Purtroppo però temo che non capiterà più. :-(

guido bernardi 08.09.06 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe a volte non vorrei più leggerti perchè mi sembra che tu mi dia solo brutte notizie,poi invece mi convinco che il tuo ruolo è tristemente necessario e di questo ti ringrazio.
Ci sarà mai qualcosa di cui si possa parlare senza il timore di scoprirne i risvolti negativi?
Voglio dire di SI ed è per questo che continuerò a seguirti;di aria fresca da qualche parte ce ne sarà ancora.
Grazie di tutti i mal di pancia che ti prendi per noi
Loris CHIANTORE

LORIS CHIANTORE 08.09.06 06:29| 
 |
Rispondi al commento

Signori,
avete un bel da dire. "la Juventus è la vergogna del calcio,moggi qui..., Giraudo là....."
Non siate qualunquisti. Eliminate le "zebre" malate ha solo dimostrato quanto siamo italiani. Tutti gridano allo scandalo, puntano il dito, diventano giudici, bravi, per poi ottenere cosa?
Abbiamo scalfitto la punta di un iceberg e da bontemponi adesso ci sentiamo ripuliti.
Pensate di aver risolto il problema?
A Francia 98 avete pensato che Ronaldo si fosse divertito troppo con qualche modella o vi ha insospettito il fatto che non riusciva a scendere dall'aereo?
Toni Kucoc, fenomeno della Benetton Treviso, Serie a1 di Basket, lasciò l'Italia e andò a giocare nell'nba, sponda Chicago Bulls. La sua crescita muscolare in 6 mesi fu spaventosa, ben superiore a quella del Pinturiccho nazionale. Tutti lo notarono, nessuno ne parlò.
Lo sport è sporco, non siate ciechi.
Tutti gli sport agonistici lo sono.
Il perbenismo non ci serve e meglio non ci è mai servito.
Abbiamo già il Vaticano che ci fa essere bigotti...

Leo Christoforidis 08.09.06 05:07| 
 |
Rispondi al commento

E se invece Ferruccio è prezzolato da qualcuno? Bella camionata di cacca che hai versto sulla memoria di una persona, fino a prova contraria, rispettabile e che essendo deceduta il giorno prima non potrà nemmeno difendersi, complimenti per la sicurezza con cui fai il censore altrui senza tanto badare per il sottile. Sarebbe interessate che arrivasse un "Ferruccio" della situazione che sparasse a zero e pesante su di te, magari capiresti che prima di un post e di link del genere bisognerebbe avere il rispetto di verificarne la veridicità, non scrivere solo nelle ultime righe "se Ferruccio ha ragione..."

Andrea Bettin 08.09.06 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi non ha pianto o esultato il 9 Luglio 2006???Non si può fare di tutta l'erba un fascio...Non è vero che ci vuole un cervello microscopico per amare il calcio...bisogna semplicemente capire che non c'è solo una parte sana ed una malvagia...dividere la passione dal bisogno insaziabile di denaro...Il calcio è esattamente come la politica...Una sola medaglia con due facce esattamente opposte


Sono cose che ormai si sanno già da qualche anno ma a volte sono i genitori che giocano con la vita dei figli in cambio di successo.

Contenti loro!!! ...e i figli non si sottraggono.

Aldo Modena 08.09.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi scordavo di dire che sarebbe un segno di vero cambiamento da parte dela Juventus, se davvero vuole ripulirsi, licenziare il dott. Agricola, dopo Moggi e Giraudo!

virginia wolf 07.09.06 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe tu parli in generale ma con un riferimento preciso all'Inter. Io ti parlo in particolare e con un riferimento preciso alla Juventus. E' stata fatta un indagine da Guariniello (uno dei pochi a Torino che non sono referenziali con la proprietà), il processo condonna società e medico poi assolti per vuoto legislativo. Dal processo emerge e dalla sentenza conclusiva pure (è disponibile in rete) l'utilizzo sistematico del doping da parte del medico juventino Agricola sui suoi giocatori. Il fatto è confermato anche nelle conversazioni di recente pubblicazione con Moggi (Agricola chiede un intervento di copertura). Peraltro la telefonata di Agricola con Moggi avviene in un periodo di fermo di campionato: la procura ritenne di sospendere lì le intecettazioni ma sarebbe stato interessante proseguire proprio nel pieno della stagione calcistica per capire il livello di utilizzo di tali sostanze. Il dott. Agricola è deferito alla FIGC dal tribunale perchè è comunque emerso l'utilizzo di sostanze dopanti sui giocatori. La FIGC grazie a Carraro rinvia il più possibile la data per la sentenza fino ad arrivare all'era Rossi. Rossi assolve Agricola perchè ormai il reato da lui commesso è prescritto...peccato che la telefonata di Moggi fosse del 2004! Se apriranno una nuova indagine per l'utilizzo da parte di Agricola di doping non si sa: però Agricola è tranquillamente in tv a rassicurare tutti sulla bella ripresa di Pessotto! C'è da vergognarsi per la giustizia italiana: Agricola dovrebbe essere radiato dalla professione medica e da ogni sport!

virginia wolf 07.09.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso mi spiego le teleronache di Mazzola alle partite della nazionale...... Vede quello che vuole lui!

Davide Migliorino 07.09.06 23:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volendo possiamo dubitare di tutto e di tutti, ma dobbiamo anche sapere, per esempio per quanto riguarda il " mio capitano" ( se crediamo alla familiarità di alcuni mali) che altri suoi parenti hanno avuto la stessa malattia, da poco era morta la sorella, quindi teniamo la alta la guardia, ma non facciamo di tutta l'erba un fascio, ma allarmiamoci quando sentiamo voci di corridoio, o vediamo filmati come quello fatto circolare con i giocatori del parma, o riflettiamo quando alcuni giocatori come zidane rilasciano dichiarazioni tipo " alla juve ci davano cose ..... invece al real no" Invece ritengo che il calcio non sia cambiato per niente, è che quasi nessuno ha sottolineato che FACCHETTI negli ultimi mesi sia stato insultato da moggi e galliani per l'onestà profusa, che tutt'ora dirigono le fila dello sport più bello del mondo(tramite il grande nano)

francesco itta 07.09.06 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bianchi. “Una giornaliera, interminabile scia di sangue – ha scritto il giornale - scandita da autorevoli moniti, ma anche da enfatiche enunciazioni di un 'nuovo corso' in merito alla sicurezza, ai controlli ed alla prevenzione nei luoghi di lavoro''. Secondo L'Osservatore Romano, “al cuore di questa piaga sociale c'e' un sempre più diffuso, o meglio radicato, non rispetto della vita umana. Una cultura - conclude - che non può essere accettata in un Paese che si definisca civile''.
Una svolta ci sarà solo quando gli imprenditori capiranno che per vincere la concorrenza internazionale, per resistere “all’assalto dei cinesi” non bisogna diminuire le garanzie, qualsiasi esse siano, a favore dei lavoratori. Anzi, sarà necessario aumentare la qualità del lavoro, e puntare sempre di più sull’innovazione.

Fonte: http://www.articolo21.info/notizia.php?id=4031

Marco Bazzoni Commentatore in marcia al V2day 07.09.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

In Italia le ispezioni arrivano annunciate







di Alessandro Guarasci
Ormai è uno stillicidio quotidiano. Non passa giorno che non vi sia un incidente sul lavoro. Sembra quasi un tributo che dobbiamo pagare per la ripresa dell’economia italiana. Se infatti andiamo a guardare i dati di Eurostat, nel vecchio continente, non ci confortano poiché siamo esattamente nel mezzo: nel 2003 abbiamo avuto quasi 3.300 incidenti ogni 100 mila occupati - al di sotto comunque della media europea - con 2.8 casi mortali ogni cento. Dati più o meno confermati anche nel 2005. Il problema è che la maggior parte degli incidenti si registra nelle imprese con meno 15 dipendenti. E sì, quella che per anni è stata la forza dell’Italia, la piccola impresa familiare è quella che guarda meno alla sicurezza.

D’altronde la 626 il più delle volte viene considerata dagli imprenditori un inutile orpello, fonte più di preoccupazioni che non di garanzie.
I settori che denunciano maggiori problemi sono l’agricoltura, l’elettricità e il gas, i trasporti. Non c’è per fortuna il settore giornalistico, anche se l’aumento dei collaboratori, di giovani disposti a far di tutto pur di lavorare, magari ad andare in zone di guerra senza le dovute garanzie, rischia nei prossimi anni di vedere i giornalisti risalire nella classifica delle professioni più incidentate.
Gli strumenti di contrasto ci sarebbero: le ispezioni. Il problema è che troppo spesso l’azienda sa in anticipo quando arriveranno gli ispettori. Le “talpe” all’interno degli ispettorati, delle asl sono più comuni di quanto si pensi.
Servono quindi più forze per contrastare questa forma di illegalità sui posti di lavoro, ma anche una vera crociata morale per far capire a tutte le parti quanto questa sia una vera battaglia di civiltà.
L’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede, nei giorni scorsi ha lanciato una vera campagna contro le morti---continua



Marco Bazzoni Commentatore in marcia al V2day 07.09.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Da Carlo Petrini (ex calciatore), dalle sue testimonianze televisive e da un paio di libri, ho imparato queste cose da tempo. Sapevo della Fiorentina coi suoi morti giovani e pure dell'Inter del "Mago" (antipatico come pochi!) Helenio Herrera... Poi vorrei ricordare anche la morte di Taccola della Roma; sempre a proposito dello zampino del vecchio magone.
Ci sono persone che ovunque vanno fanno sfracelli, poiché sono senza scrupoli. Parlando di Helenio Herrera parliamo di uno di quelli.
C'è da tremare per gli ex calciatori dell'Inter rimasti... alla Fiorentina degli anni intorno allo scudetto è stata una strage.
Un pensiero al grande Giacinto... l'idea di un macumbero come allenatore di quella squadra non ne diminuisce il valore.
Ciao Giacinto.

Ermanno Bartoli Commentatore in marcia al V2day 07.09.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite calimero...

Per i soldi si farebbe questo ed altro ancora. Calciopoli ha offerto solo l'indizio.
Il calcio ha stancato tutti...era l'ora.

Carlalberto Iacobucci 07.09.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei un VOLGARE CIARLATANO.
Abbi la dignità di tacere.
Sei una niente rispetto al GRANDE GIACINTO.
Vergognati!!!

Francesco Namio 07.09.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va bene, peoroni, andate allo stadio, tanto le vostre mogli a casa si divertono lo stesso... E' giusto cosi'. Volete il pallone 7 giorni su 7? volete Tottigol e DelPiero coll' uccellino? Volete pensare che la squadra del (q)uore vi salva da tutti i problemi? Ma di cosa vi scandalizzate? Le squadre sono tutte nella mrda, il dopoMoggi e' uguale al prima e che i giocatori sono tutti drogati si sapeva fin dalla preistoria. Tutti i tifosi lo sanno e non fanno niente, tutte le societa' lo sanno e non fanno niente, la magistratura lo sa e non fa niente. QUINDI VA BENE COSI'. Se si vogliono drogare e' una scelta loro. Forse negli anni 60 non sapevano quello che facevano, ma oggi LO SANNO. Sanno i rischi che corrono. Meglio un giorno da leoni che cent'anni da pecora? CZZI LORO. Non voglio piu' sentir parlare di queste cose, abbiamo problemi VERI da discutere.


Caro Beppe,
il problema della droghe utilizzate per vincere è evidente..una provocazione: cosa avevano i nostri Azzurri ieri sera ed, invece, cosa avevano mangiato i Francesi??

Mariangela Duni 07.09.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

UNA BESTEMMIA NON VA TACIUTA MA SANZIONATA.
IGNORARLA NON SERVE A NIENTE.
E' la mia opinione e ne spiego il perchè:
---------------------------------------------
---------------------------------------
@@
Se dicevi la tua cliccando:su rispondi al commento,evitavi di riproporlo.
Ma l'esibizionismo sfrenato in questo blog regna sovrano.
Uno più o uno meno cosa cambia?

giacomo guerra 07.09.06 19:42 |

FORSE PIU' CHE SESIBIZIONISMO MAGARI E' UNA APERTA DENUNCIA ALL'INSENSIBILITA' DI COLORO CHE FANNO SPESSO FINTA DI NON VEDERE, E CHE VEDONO SOLO QIUELLO CHE GLI PARE, MAGARI ESPRIMENDO SOTTOTRACCIA QUELLO CHE PENSANO ACCUSANDO DEI LORO DIFETTI CHI NON HA PAURA DI EPORSI ALLE CRITICHE PER STIMOLARE IL DISSENSO A COMPORTAMENTI CHE TOCCHEREBBE AD ALTRI SANZIONARE.
Ma capisco che assumersi la responsabilita' delle proprie azioni rischiando l'isolamento e l'impopolarità non è da tutti.
Grazie comunque dell'attnzione critica , ciao

Francesco


f.marletta 07.09.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Su centinaia di giocatori passati per i campi di calcio, una 50ina di morti di cancro non mi sembrano un dato così alto.

Va da sè che sarebbe meglio se la gente corresse perchè ha il fiato.


Con la popolazione consapevolizzata,si potrebbe fare un fronte comune e la battaglia per ottenere un pezzo di dignità per Gela, sarebbe più efficace.
Ma che dico?
Lo so bene che è pratica diffusa per i politici locali bussare alla porta dello stabilimento solo per barattare posti di lavoro (per i propri figli, nipoti o dei loro più notabili elettori) e lavoro per aziende a loro vicine in cambio del silenzio. A tal proposito perchè non torni per proporre, coordinare e promuovere un linciaggio popolare ai danni dei politici degli ultimi 20-25 anni.
Fino ad oggi nessuno a nessun titolo ha mai paventato l'esistenza delle condizioni per proporre la chisura di questo gigantesco eco-mostro. La gente comune (forse per la mancanza di consapevolezza) ritiene che sia una cosa impossibile, ma la realtà ci dice che non è così, perchè insediamenti industriali di questo tipo anche più grandi, sono già stati chiusi e l'ultimo in ordine di tempo è lo stabilimento di Marghera che occupava un'area di 239 ettari e sul quale si è avviato un partecipatissimo processo decisionale per fare adottare questo piuottosto che l'altro piano di riconversione economica.
Sono passati quarant'anni dall'arrivo dell'ENI e sarebbe buono che ci si affrettasse a capire che già da qualche anno l'insediamento di questo colosso a Gela, non costituisce più un modello di sviluppo sostenibile per le generazioni di un futuro, non molto remoto, si pensi a quando a Gela i tumori saranno ancora di più, perchè non si è ancora raggiunto l'apice (anche questa è una variabile che frena lo sviluppo).
I coniugi ricercatori ingiustamente licenziati purtroppo, non saranno mai chiamati dal temerario e giustissimo sindaco antimafia Saro Crocetta, perchè lui sa che sauccederebbe un pandemonio e anche lui purtroppo è uno di quelli che la pensa che questo non deve accadere.

Concluderei caro Beppe dicendoti che di me puoi fidarti e quindi se ti va sfida chiunque a dimostrare che è il contrario.

ignazio bruscia 07.09.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Punto primo: tutto lo sport a livello di serie A, Olimpiadi, Tour... è marcio.

Punto secondo: le dimensioni dello sfacelo sono chiare a pochissimi.

Punto terzo: sport ad alto livello è per prima cosa un enorme giro di denaro.

Punto quarto: per vincere si è disposti a tutto.

Punto quinto: qualche nome marcio: Conconi, Pantani, Marion Jones, Ivan Basso, Josefa Idem, Antonio Rossi, Manuela Di Centa, Stefania Belmondo, Deschamps, Agricola, Petrucci, Carraro, Gattai.

Punto sesto: qualcuno che dice la verità: Sandro Donati, Luciano Bagoli, Jury Chechi, Oliviero Beha, Carlo Petrini. Da studiare nelle scuole, durante le ore di educazione fisica; come tenta con coraggio di fare il prof. Bagoli. Grazie!

Agostino Cullati 07.09.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente senza parole...

VERGOGNOSO COME TUTTA L'ITALIA DEL RESTO!!!

Rosalba Rossi 07.09.06 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Dio ti salvi, cara patria
che ti distendi in questo antico mare d'eroi,
millenaria culla del pensiero
che nacque in Grecia
e in questa terra rifiorì.
Cancellata dalla Storia,
le tue bandiere vengono rialzate da noi.
Sulle sacre torri di Gaeta
scriviamo ancora
la parola: "Dignità".


Soldato del Volturno
che cadesti qui,
nessuno per cent'anni
il nome tuo scolpì.
Dai figli che visti non hai
l'onore tu riavrai.


Ritornati dal passato,
chi in noi crederà stavolta vincerà.
Va avanti, tamburino,
suona come allor:
assente la fortuna
non mancò il valor.


Il Fato che un dì ci tradì
adesso ci riunì.
Ritornati dal passato,
chi in noi crederà
stavolta vincerà.

Bernardo Tanucci 07.09.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo è un tasto dolorosissimo quello che hai premuto, Beppe.
E non è solo il calcio in questa situazione, certo nel calcio si sommano molte cose, come anche il doping finanziario che toglie risorse allo stato, a tutti noi.
Vorrei che questo governo facesse una riforma seria, che abolisse la lega, perchè è oramai sotto gli occhi di tutti che non vogliono assolutamente cambiare manfrina, vorrei che il governo mettesse gli occhi addosso a tutto il settore calcio, che chiudesse con gli intrallazzi, le società o sono società polisportive e quindi non con quel giro di soldi, oppure devono essere società controllate, dove si sa da dove vengono i soldi, e non devono essere usate come lavatrici !
E poi controllare tutti gli sportivi in maniera assidua, perchè se fai uno sport a livello agonistico, ti sottoponi a grossi sforzi e devi spesso reintegrare le forze, anche per una quesione di salute, non solo di prestazioni sportive. Questa continua reintegrazione, quando diventa quotidiana è difficile controllarla, è difficile capire cosa stai prendendo e se ti devasterà in futuro, quindi lasciare al calciatore, allo sportivo, il pieno controllo è assurdo, in questo modo si devastano ragazzini semplicemente perchè non sanno che cosa stanno ingurgitando veramente, perchè magari il medico della società gli ha detto di prenderlo perchè è un ricostituente... senza sapere che anche i ricostituenti possono bombarti ed ammazzarti e quindi possono avere ben altri obiettivi.
Ci sono tanti soldi e la gente spesso rischia pur di arrivare a toccare quel mondo dorato che fin da piccolo sogna, e qui c'è anche un fattore culturale da toccare. Viviamo in una società oligarchica, dove l'unico modo per partecipare al banchetto, se non hai parenti vip, è rischiare e diventare carne da macello... basta, io adoro il calcio, ma questo non lo è da molto tempo... e non è solo colpa di skyfo (anche)

mario serino 07.09.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

...e pensare che quei porci dell'Inter, dopo aver perso il campionato 1963-64 a vantaggio del Grande Bologna, tentarono di accusare i rossoblù di aver fatto uso di droghe varie...

Roberto Volpi 07.09.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

espresso.repubblica.it/dettaglio-archivio/998560

Gli eroi della Fiorentina degli anni '70 stanno morendo uno dopo l'altro. Di flebo e raggi X. La denuncia della vedova di uno di loro
Era una gran bella squadra la Fiorentina tra gli anni '60 e '70. Quella dell'ultimo scudetto viola e di una coppa Italia strappata al Milan d'un soffio. C'erano piedi buoni e corridori instancabili, fuoriclasse assoluti e portatori d'acqua. C'era Nello Saltutti, goleador di razza, morto d'infarto nel 2003 a 56 anni; c'era Ugo Ferrante, eroe dei Mondiali in Messico, ucciso da un tumore alle tonsille otto mesi fa; c'era Giuseppe Longoni, terzino sinistro, che oggi vive su una sedia a rotelle per una vasculopatia cardiaca; c'era Adriano Lombardi, ora anche lui paralizzato per il morbo di Gehrig; c'era Massimo Mattolini, il portiere, ancora vivo grazie a un trapianto di reni; c'era Mimmo Caso, che poi ha avuto un tumore al fegato; e c'era il grande Giancarlo Antognoni, che nel novembre scorso è stato vicino alla morte per un'improvvisa crisi cardiaca, a 51 anni.
Gran bella squadra, la Fiorentina tra i '60 e i '70. Ci giocava anche Bruno Beatrice detto 'il Mastino', centrocampista d'interdizione con fisico da Marcantonio e polmoni infiniti, uno che correva mille volte in difesa a recuperare e poi trascinava i compagni in avanti. Uno che gli allenatori volevano sempre in campo, anche quando lui non stava tanto bene e forse, chissà, anche per questo è morto ragazzo.
Bruno è stato il primo di quel gruppo ad andarsene via. A 39 anni, dopo un'agonia di 30 mesi, con la bava alla bocca, le gengive sanguinanti, le gambe un tempo statuarie ridotte a grissini, pustole dappertutto e dolori lancinanti alle ossa che non se ne andavano via nemmeno con la morfina. è morto in una notte di dicembre del 1987, gemendo disperato: "Che cosa mi hanno fatto, che cosa mi hanno fatto?".

mario ambrosini 07.09.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento

A chi interessa sapere qualcosa di diverso e di più approfondito riguardo il nostro sport nazionale, certe cosette accadute anche vent'anni fa, consiglio di leggere "Indagine sul calcio", di Oliviero Beha, giornalista pungente e fuori dal coro (lo si evince anche dalle sue rare apparizioni televisive, un altro "epurato" della tivù di "isole" e "grandi fratelli"). Non c'è molto da aggiungere ai commenti che ho letto: lo sanno tutti, ormai, che gli sportvi si bombano, volenti o nolenti, per avere più successo, più soldi e sponsorizzazioni. Lo sanno tutti che l'Inter ha nel consiglio di amministrazione il signor Tronchetti Provera, esempio di managerialità, definito addirittura "l'ultimo industriale". Lo sanno tutti che il signor Moratti paga stipendi sontuosi ai suoi dipendenti preferiti, i calciatori: vi siete mai chiesti cosa abbia di speciale un tal Recoba per ottenere 8 (dico OTTO!!!) milioni di euro di stipendio?? Manco fosse Ronaldinho!! Ma l'Inter è la società che chiede pulizia, è quella che non ha mai rubato, che non è mai stata presente in alcuno scandalo, alcuna "combine", trascurando il piccolo particolare che le intercettazioni si fanno coi telefoni e casualmente Tronchetti ha a che fare coi telefoni (in che modo, giudicate voi..). E l'Inter è uscita indenne dal super-scandalo del secolo, ma guarda un pò: non ha mai fatto nulla. Non ha mai vinto nulla, ma non perché non rubava come la Juve (e il Milan!!), bensì semplicemente perché in 20 anni ha cambiato 78 allenatori, comprato e venduto 2758 calciatori, speso in campagne acquisti 13.254 milioni di euro (altro che finanziaria!!) e.. tutto senza batter ciglio: probabilmente perché la Saras è una società che va molto bene, visto che guadagna col petrolio. E chi mette un goccio di benzina in macchina lo sa, quanto costa il petrolio. Bene, i miei due figlioli non diventeranno mai grandi campioni, perché in questo mondo del calcio marcio non ce li faccio entrare. E anche la tivù (Skyfosa) se ne sta in disparte

Luigi Gramaccia 07.09.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DIO BOIA

branco malato 07.09.06 15:25 Rispondi al commento

---------------------------------------------
complimenti vivissimi per la frase pregna di significato!
signor branco malato, ci dica, senza di lei come avremmo fatto?

alessandra quintieri 07.09.06 16:49 |
------------------------------------------------

Purtroppo questo è il risultato della infinita bontà del creatore.
DARE ANCHE AGLI IMBE..LLI e agli ST..NZI che come al solito, galeggiano nell'inconsapevolezza della loro umanità, LA POSSIBILITA' DI ESPRIMERE UN OPINIONE, e di questo, essi da quel che sono, ringraziano bestemmiando.

Francesco

f.marletta 07.09.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono tifoso interista.
Non mi e' piaciuto il fatto che tu abbia usato la morte di Facchetti per questo articolo.
Quello che dici andava detto e scritto ed e' giusto che tutti lo sappiano, ma potevi fare due articoli, uno per Facchetti e l'altro per il caso del caffe' di Herrera. Oppure pubblicare in un'altra data l'articolo sulle pasticche che Herrera dava ai giocatori.
No, non mi e' piaciuto.
Buonasera.

Leonardo Carnesecchi 07.09.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Salve signori.
Sono un ragazzo di 17 anni della provincia di Salerno.
E' la prima volta che capito sul Blog del mio mito Beppe,causa,appena allacciato alla rete dopo 3 anni ;).
Leggendo questo post,in me si è scaturita subito una reazione mista,tra sgomento e compassione per tutte quelle persone,quei ragazzi,che sono morti e che ancorsa vivi,ne risentiranno in futuro del comportamento di questi "mostri".
Non sono solo le questioni come quella di Moggi e compagnia bella a rendere il calcio esageratamente inguardabile,ma anche quelle come questa.Cioè quella dei balordi che drogano dei semplici ragazzini,lanciati all'inseguimento di un semplice sogno (che purtroppo per molti di loro non si avvererà mai)soltanto nella speranza di ricevere da loro,nel momento in cui verranno messi in campo,delle prestazioni superiori al normale,che potrebbero portare i club di questi "signori" alla vittoria di importanti titoli e al guadagno di altri bigliettoni.
Già i bigliettoni.E' sempre quello il pallino delle persone,perchè se oggi ci sono degli esseri così malsanamente formati,è solo perchè si da come sempre troppa importanza alla moneta,alla carta!
Se i soldi nel corso della storia non avessero acquisito tanto potere,io non credo che al giorno d'oggi ci sarebbero state persone che vogliono drogare dei piccoli calciatori,solo per il gusto di vincere di più...guadagnare di più.

Io non so,se questo mio commento verrà mai letto da qualcuno,magari dal grande Beppe,ma è a lui che voglio rivolgermi.
Beppe,se leggerai mai,ricorda che questo è davvero un grande argomento,sul quale molte persone,molti "Tifosi" dovrebbero essere più informati (vi parlo da interista sfegatato). In conclusione,come molti di voi,penso e affermo che non è possibbile vivere in un mondo nel quale anche il divertimento,come il calcio,a lungo termine possa nuocere alla salute,perchè se nuoce il divertimento,non oso pensare il male nelle sue forme + visibili e vivibili.

Saluti e stima da
Antonio Bello.

Antonio Bello 07.09.06 19:13| 
 |
Rispondi al commento

ciao Grillo!!

Sono a Gela stasera, parlerai di SIG:NOR:AGGIO ?

no?! e perché? allora potevano invitare sandrop, no?

Mariano Ischi 07.09.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

moltissimi italiani sono dopati, a cominciare col VIAGRA...ecettuati quelli di Potenza....

giulio porta 07.09.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Immagini di gattini che annusano tra le macerie e cani che corrono freneticamente per le strade.
Mentre il governo francese ha preso dei provvedimenti per l’evacuazione degli animali, i protocolli di evacuazione britannici, canadesi e americani proibiscono in modo esplicito che gli animali vengano evacuati insieme alle loro famiglie.
I proprietari di cani e di gatti sono costretti ad abbandonare i propri animali tra le macerie e la distruzione.
L’associazione HSUS - Humane Society of the United States ha sollecitato l’Amministrazione Bush ad includere gli animali domestici ed i relativi servizi nei piani di evacuazione per gli americani dal Libano. Secondo una dichiarazione emessa dal Dipartimento di Stato Americano sull'evacuazione degli Americani dal Libano: "agli animali domestici non sarà consentito viaggiare”.
"Rifiutare di consentire agli animali domestici di salire a bordo degli aerei o delle imbarcazioni che lasciano il Libano, vuol dire ostacolare gli sforzi per evacuare in modo sicuro i cittadini americani", ha detto Wayne Pacelle, Presidente e Direttore generale HSUS. "Come abbiamo visto in parecchi disastri naturali, un numero significativo di persone rifiuta di abbandonare i propri animali."

Ulteriori informazioni:
BETA - Beirut for the Ethical Treatment of Animals
http://animals.beirut.com/


Marco Sironi!

Ascolta caro MArco, se anche a distanza di 100 anni si può dare degli avvertimenti e salvare qualcuno é dovere che chi sa parli! Beppe é una persona onesta é fa il suo dovere, come sempre.
Mi dispiace per tuo zio, ma per la legge dei numeri ...sono troppi gli ammalati di tumore che hanno lavorato con Herrera.
Comprendito?

Giuseppe Mazzei 07.09.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

------Per Manuela e M.Gabrielli Cosellu----------.
Ho letto i vostri commenti ho deciso:

Mario gabrielli Cosellu è da annoverare fra i grandi del blog.

Manuela no.
===========

E adesso avanti con l'isterismo ma l'hai voluto tu.
Ti pice pensare di essere la più brava e la più intelligente.
Ma ti affoghi sempre in un bicchiere d'acqua.
Devi smetterla,ed ha ragione Cometti,di pensare che il blog di grillo è tuo.
Fosse così,anch'io me ne andrei.

Mario,se anche ti è antipatico,non è la prima volta che l'attacchi,vale 27 volte te.
Spesso lui scrive del suo;tu no.
Tu scrivi solo del tuo quando fai l'offesa con quelli del giulivo.
E sai perchè ti offendi?
Sei come loro.
Vuoi essere...........
Rispetta gli altri.
Anche te,come me,non sei che uno dei tanti che partecipano,nient'altro.
Ed i giudizi evitali,non sono cosa per te.

giacomo guerra 07.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABBASSO LE CANNE VIVA I CASINI!!!

BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!
BOICOTTATE WINDOWS VISTA!!!
BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!

Roberto Giorgi 07.09.06 17:49 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

Che hai da piazzare mamma, serelle ed amiche?
mario stern 07.09.06 18:52 |

In effetti studio per tutt'altro, ma non mi dispiacerebbe intrallazzarmi nell'ambiente.
Non ho preconcetti.

Roberto Giorgi 07.09.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quando cacchio rivedremo in questo schifo
di televisione pubblica: Biagi, Santoro,Bea
Travaglio, i Guzzanti , Lutazzi,Crozza ecc....?
Questi invertebrati del centrosinistra, continuano a fare favori al Piduista di Arcore
ed alla sua corte scalcinata.

mario neri 07.09.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE SCUSAMI MA L'ARTICOLO CHE HAI SCRITTO SUL GRANDE GIACINTO FACCHETTI NN MI VA PROPRIO GIU'. PERCHE TIRARE FUORI UN ARGOMENTO VECCHIO DI 5-6 ANNI, E BUTTARE VELENO SU D LUI PROPRIO NEL GIORNO DEL SUO FUNERALE???FERRUCCIO MAZZOLA (MADICRE CALCIATORE CON UN FUGACE PASSAGGIO ALL'INTER)SI FA SCRIVERE UN LIBRO 40ANNI DOPO AVERE SMESSO D GIOCARE.GUARDA CASO NN SE LA PASSAVA BENE ECONOMICAMENTE!!! MIO ZIO 5 ANNI FA'E'MORTO D UN MALE SIMILE A QUELLO DEL GRANDE GIACINTO CON DELLE DIFFERENZE:AVEVA 46 ANNI,NN HA MAI CONOSCIUTO IL HERRERA E NN GIOCAVA A CALCIO. COME ME LO SPIEGHI???????????? GRAZIE, MARCO DA RHO

MARCO SIRONI 07.09.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

signoraggi0

marco luigi 07.09.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Per cosimina vitolo:

AAAAAAAAAAAAAAahhhhhhhhhhhhhhhh....adesso capisco tutto!!!
Non avevo mai cliccato sul tuo nome...ok ok!
Adesso si che hanno senso i tuoi discorsoni da animalista!
Scusa se non l'avevo capito!
ciao

giacomo zappa 07.09.06 17:50 | Rispondi al commento |

hai guardato solo lo scritto grande vero?
il solito superficiale

cosimina vitolo 07.09.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sai che è la prima cosa che ho pensato anch'io appena ho sentito la notizia? Ho trovato strano che una persona che, fino almeno al maggio scorso, dimostrava di stare bene, fosse scomparsa dalla vita calcistica pubblica senza che se ne sapesse nulla. Poi di botto BAMMM è morto. Fa' pensare no? Il problema è il solito. Se ti trovi su una strada dove tutti fanno i 130 e il limite, anche per la tua incolumità, è 100 che diavolo fai? Il fustigatore di costumi? Del resto, se non si sà capire che quelle persone che scendono in campo, sia per il nostro sollazzo domenicale sia per la compensazione di nostre frustrazioni giovanili, sono innanzitutto persone e non macchine sfornarisultato, è chiaro che tecnici, medici sociali, sponsor, si sentano legittimati a raggiungere il risultato con ogni mezzo. Pertanto, se non vogliamo ritrovarci tra le mani dei camposanti invece di squadre di calcio, sarebbe bene che anche noi cambiassimo il modo di vedere le cose. E' bello arrivare primi, ma è anche bello sapere che anche se non ci si riesce si è dato quello che si aveva da dare per farlo. Non è in argomento. Il Materazzi che insulta lo Zidane per provocarlo ed indurlo a dare testate è altrettanto colpevole quanto il francese. I media che si dicono scandalizzati dalla squalifica farebbero bene a riflettere cosa significa, come esempio di vita per i giovani, prendere tale posizione. Insomma è tutto guasto ma tutti continuano a far finta di niente. Speriamo che in questo viaggiare sopra la velocità limite riusciamo a limitare i danni quando incontreremo un muro sulla nostra strada

CLAUDIO ANDREANI 07.09.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La devozione a un padrone,il fanatimo il proselitismo,ha raggiunto
livelli allarmanti in Italia.

Si giudicano le cose per partito preso,non per una valutazione
specifica del problema.

Se uno commenta non si presta attenzione a cio'che dice,si cerca di capire
a quale schieramento appartiene e quindi..giu'sentenze e processi sommari.

Una bolgia indecorosa.

Un esercizio mentale che offenderebbe anche gli animisti del centr'Africa.
DA NOI DIVENTATA PRASSI,NORMALITA',FETICISMO!

Detto cio'mi permetterei di dare un suggerimento a chi protesta
contro un malgoverno o presunto tale.

Nella scorsa legislatura siamo scesi in piazza,animati da passioni,ideali
contro un governo presieduto da un mafioso che durante la sua presidenza
e'stato L'unico in Italia ad arricchirsi(lui e coloro con i quali e'stato GENEROSO.

Ora Io mi chiedo:Voi destrosi!r!Siete in grado di organizzare una manifestazione
per esprimere il vostro dissenso e il ritorno del virus?

Siete in grado?Allora fatelo!

Altrimenti toglietevi dalle palle!

Antonio Ciardi 07.09.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una grandissima manifestazione di protesta in tutte le citta'.
Una cosa mai vista prima.

Migliaia di persone con slogan " Quiz, reality, pubblicita' e telegiornali controllati, avete rotto i coglioni!!

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 07.09.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

non è la prima volta che ti leggo...ma cos'è windows vista?

g..i..o..i..x.. m.. 07.09.06 17:52 |

Chiudi discussione

Per il prossimo anno windows ha intenzione di usare assieme al software vista( tipo xp)
l'hardware palladium che cancella i file protetti da copiright ma che TE ti sei scaricata illegalmente: anche quelli vecchi che magari ti vuoi trasferire. Si trovano informazioni piu dettagliate in rete. Se si diffonde il verbo c'è maggiore possibilità di ottenere il consenso.
Baci
;-)

Roberto Giorgi 07.09.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE I COSA TI MERAVIGLI..DEL DOPING NEI SPORT,TUTTI GRIDANO ALLO SCANDALO QUANDO PIZZICANO UNO O PIU' ASSI CON SIRINGHE O PASTICCHE,MA HAI MAI PROVATO A VEDERE COSA CONBINANO ALLENATORI,PREPARATORI INGOZZANO I FREQUENTATORI DELLE PALESTRE CON TONNELLATE DI ZOZZERIE SIA BEN CHIARO CON IL CONSENSO ANCHE DEI GENITORI...POPOLO IGNOBILE BUTTA LA MASCHERA.

roberto valentini 07.09.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento


Antonio cometti 07.09.06 18:07 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

ahahahah!!!

è uguale!

giulio-landi-fineschi....ecc...ecc...

SIETE TUTTI UGUALI!

ps.
L'unica eccezione Benito, che saluto da qua
baci

manuela bellandi 07.09.06 18:11 |

Chiudi discussione
Discussione

Hai optato per la seconda opzione...
Certo che la tua deve essere una misera vita! Una persona virtuale!!! Chissà che fai per provare alcuni istanti emozionanti!!! Beh! purtroppo anche la classe 1963 ha i suoi Pecoroni!!!

Antonio cometti 07.09.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Ivana Iorio

Ivana se il post non ti interessa, non scrivere, non è obbligatorio.
Dici sempre le stesse cose, da mesi. Sei noiosa. E per una donna è una pessima qualità.

Adriano Brasiliano 07.09.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pei i ragazzi dovrebbe anche essere la formazione scolastica nel suo insieme a dare una scala di valori nella concezione della vita di nostri figli loro studenti,e che grazie a questi un insegnante può lavorare,sono la materia prima da tenere con cura,visto che glieli affidiamo per parecchie ore al giorno.E questo tema del post,insegna solo un corollario di memorie passate e funeste visto che non è il primo caso di morte sospetta,quindi come tema non è affatto apparentemente minore,forse come genitore dovrei parlare di emergenza nazionale,verso il futuro e la speranza,i figli nostri drogati da delinquenti.I politici corrotti non investono più nelle infrastrutture,come la scuola,rimasta ad un modello amministratico servile e borbonico,che fomenta differenze e preconcetti,che forma bulli branchi e bande e gli insegnanti stessi non riescono ad educare perchè privi di tutela,con il rischio anche di perdere il posto.Se a cominciare dalle elementari ai ragazzi si insegnasse loro a cosa si incontro forse questi pazzi la smetterebbero.L'ha letto l'on.Prodi il programma delle primarie dei cittadini per la scuola?Quello per la sanità?Dovevano essere banche di prova per elettorali attorno ai quali si sarebbe deciso anche un indirizzo di voto,invece siamo alle porte dell'inizio dell'anno scolasctico e pensiamo a far morire un po di soldati in Libano.Bene,puntiamo sul calcio....

stefano masetti 07.09.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo sinceramente scusa a tutti per aver postato una privata 'rissa' in spazio commenti: ma io, padanissimo, dei 'padani' e dei loro scarsi argomenti (peraltro 'fuori tema'), non ne posso più.
Umilmente,
carluccio imbarazzato

Carlo Pellizza 07.09.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

"Non credo che i governi debbano essere più o meno buoni nei confronti della Rai. Del presente e delle nomine nei Tg penso che meno se ne occupa e meglio è". Parola del ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, commentando le affermazioni di Massimo D'Alema che nei giorni scorsi aveva detto che il governo è "troppo buono" a mantenere gli attuali direttori nei due principali Tg Rai. Intervenendo a Radio 24, Gentiloni sottolinea che "le competenze del governo sono piuttosto limitate per la Rai: può concorrere nella nomina del direttore generale attraverso il Ministero del Tesoro e partecipare come azionista, sempre attraverso il Tesoro". Riguardo a D'Alema, Gentiloni sottolinea che è meglio che si occupi di politica estera.

La separazione societaria della Rai è tra gli interventi prioritari sulla tv pubblica. Secondo Gentiloni occorre separere attraverso due società "ciò che viene finanziato dal canone e ciò che è finanziato dalla pubblicità. La Rai oggi è finanziata per "quasi il 50% dalla pubblicità ed è quindi difficile che possa distinguersi dalla tv commerciale". Secondo Gentiloni progressivamente tutto ciò che è servizio pubblico deve essere trasferito nella società finanziata dal canone. Sulle polemiche delle ultime settimane per le nomine Rai, Gentiloni afferma che il cordone ombelicale tra tv pubblica e politica non potrà essere tagliato "ma si possono inserire dei diaframmi per una maggiore distanza".
Introdurre il criterio di "ineleggibilità" per regolare il conflitto di interessi "è politicamente inopportuna e impraticabile". E' quanto afferma il ministro per le comunicazioni, Paolo Gentiloni, premettendo che ""mi sembrerebbe incomprensibile che oggi Silvio Berlusconi non possa essere eletto dopo che è entrato in politica 15 anni fa".
(tratto da Affari Italiani)

telocaccio giovanni 07.09.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento


Ciao Pier Paolo,
dire di Facchetti che ,in questi giorni, non si
può parlar male....
equivale a dire che ...ce ne sarebbe da dire !
o sbaglio? intendo male? mah!

comunque , lungi da me il rinfaccio a Grillo !

volevo solo dire che ...certe volte ...come
questa volta ....si sarebbe potuto .........
si poteva ....mettere in luce la parte buona ..
che a mio modesto parere (forse un pò dovuto
al ricordo di gioventù) in questa occasione era
preponderante !

scusa ma ..IMHO cosa significa?

cari saluti

cimbro mancino 07.09.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ CARLO PELLIZZA


VA' A PUTTANE CHE NE HAI BISOGNO!!

verde speranza 07.09.06 17:59

LE CINESI HANNO AMMAZZATO IL MERCATO ANCHE IN QUELLO, CARO 'VERDONE' (nel senso di 'espettorazione'...se sei lombardo capisci, se no chiedi ai tuoi confratelli del Ku Klux Klan)
COMUNQUE, SE HO CERTE VOGLIE LE SODDISFO CON MIA MOGLIE. NON PER ALTRO MA, FAR LA CODA DIETRO A VARESOTTI, BERGAMASCHI, BRESCIANI E SVIZZERI SUI VIALI DI MILANO, MI PRODUCE UNO SMORZAMENTO DEGLI APPETITI (ANCHE SE SPESSO I SUNNOMINATI SI ACCODANO PER TRANS SUPER-FORNITI CHE, SINCERAMENTE, NON RIENTRANO NEI MIEI INTERESSI).
BUONA PADANIA A TE E FAMIGLIA, IGUANO, DI CUORE

Carluccio-che se-la-ride-rotolandosi-col-mento sporco-di-polenta...

Carlo Pellizza 07.09.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Beppe fammi un favore!
Fai un post sulla teoria dell'estinzione dei Mammuth, voglio vedere se Ivana Iorio accusa la sinistra anche di questo.

Adriano Brasiliano 07.09.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giulio?
ahahahahahahah!!!!!!

Grazie!
anche se non capisci perchè...grazie!
baci

manuela bellandi 07.09.06 17:22 |

I casi sono due:

1) sei talmente ossessionata che vedi C. G.C. C. in chiunque ti fa una critica. Quindi un buon psicologo dovrebbe aiutarti.
2) il solito vizio della tribù: gridare al troll per evitare di rispondere. Male incurabile per chi non ha "carattere"

Puoi chiedere ad ernesto scontento se G.C. è online sul Giulivo ora!


Antonio cometti 07.09.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'interesse della politica diffuso anche dai media non corrisponde in questo momento con i bisogni dei cittadini". Così Alessandra Ghisleri (Euromedia Research), intervistata da Affari.

"E' difficile comprendere la differenza tra la missione di pace in Iraq e quella in Libano oppure la diminuzione del limite di velocità di dieci chilometri orari in autostrada quando, in realtà, il cittadino sente la necessità di altri servizi primari. In tutto questo è difficile trovare coerenza tra quello che è stato promesso in campagna elettorale dall'Unione e quanto attualmente si discute sui media quando si parla di politica. Le paure degli italiani non sono cambiate rispetto a cinque mesi fa".

Secondo la Ghisleri "il vero timore è che la Finanziaria sia una stangata e per questo gli elettori si sentono confusi, perché non hanno capito ancora in quale direzione l'esecutivo andrà, dato che sono numerose le voci su pensioni e tagli. Anche i dibattiti sulle poltrone di potere, come ad esempio la Rai, sono problematiche che non interessano la vita quotidiana del cittadino e causano un allontamento ulteriore dalla politica portata avanti in questo momento dal governo Prodi. L'indice di gradimento dell'esecutivo è in stallo e non supera assolutamente il 40%. Molti non si esprimono perché non si sentono coinvolti in queste discussioni, ma si sentono confusi sul futuro.Il problema è che non si è ancora andati in una direzione o nell'altra. Direi quindi che il vantaggio della Casa delle Libertà attualmente è buono", 58% contro il 42% dell'unione.
Gli italiani intervistati si sono espressi così.
Come risulta il governo dopo circa 5 mesi?:
molto positivo 5.8%
Positivo 14.1%
Neutrali 4.6%
Negativi 17.6%
Molto negativi 57.8%

telocaccio giovanni 07.09.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

col governo berlusconi , durante una finanziaria dove si decideva di dare meno fondi ai comuni lasciando la liberta di alzare le varie tasse comunali, vi e' stata una mobilitazione di massa, berlusconi qua', belusconi la, bambini in prima fila , bandiere multicolori con prevalenza di rosso, insomma quasi una guerra civile.

ora, che il governo prodi sta facendo la stessa identica cosa....nessuno dice niente ?

non riesco a capire...chissa dove e' l'inghippo!!!

ivana iorio 07.09.06 17:36

Noto con estremo piacere la preoccupazione che esprimete per le ns condizioni psicofisiche messe, a vostro dire, a dura prova dalle cazzate (sempre a vostro dire) del neo governo coglionifero!!!!
Vorrei sommessamente consigliare di riporre in un angoletto tali gentili preoccupazioni ed iniziare, magari, un'opposizione decente seguendo senza esitazioni il vostro condottiero che minaccio' rivolte di piazza contro le vessazioni dei vampiri Prodi/Visco/Schioppa!!

Capisco che, prima di fare una cosa del genere, bisognerebbe stanare coi lacrimogeni dalla Costa Smeralda il piccolo Ducetto, sparito da 2 mesi. Magari convincere Casini che si puo' morire Berlusconiani e........crepi l'avarizia, convincere Maroni (e suppongo altri leghisti) a non cedere alla tentazione di trattare sulle riforme (che il piccoletto ha promesso e col cazzo ha mantenuto) col csx.

Per quanto riguarda la vs base (l'avete una base?) non preoccupatevi di cio' che pensiamo noi.......prendete possesso delle piazze e protestate, fate sciopero fiscale.......insomma prendetevi una responsabilita' nella vita invece di delegare......potrebbe anche essere divertente!!!!

Buon divertimento.....


maurizio spina 07.09.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

commenti...
beh questa te la potevi pure risparmiare...
oppure analizzavi quell' intervista un anno fà...
proprio adesso?
perche?
dalle tue parle sai cosa ho capito
"è inutile che tutti scrivano e tributano di facchetti il fatto di essere uno leale,pulito e serio....non è cosi,ha fatto schifo pure lui"
no no questa no..non mi piace!

pezzulo antonio 07.09.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
vado a correre senza doparmi.

giacomo zappa 07.09.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera a tutti e a tutta la tribù (e bentrovati J.d.Q. e Manuela!).
Con non poco sconforto segnalo che, oltre al doping vero e proprio, purtroppo esistono degli integratori alimentari che, venduti comunemente nei supermercati e nei negozi per sportivi, possono causare non pochi danni alla salute. Aminoacidi, proteine, creatina...
E' un vero controsenso: lo sport si dovrebbe praticare per STARE BENE ed invece il miraggio dell'eccellenza, del superare tutti gli altri ci frega anche in questo... ed andiamo a distruggere il nostro corpo dall'interno, mentre all'esterno ci costruiamo un aspetto atletico...
Segnalo alcuni siti.

http://www.adiconsum.it/Settori/Progetti/
Progetto%20Integratori/Integratori.shtml

http://www.farmacovigilanza.org/corsi/
20011215.01/20011215.03.htm

http://www.humanitasalute.it/
dossier_interna.html?id_p=1350&idd_p=47

Mestamente, auguro a tutti una buona serata.

Elena Bianchi 07.09.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da tanti anni la phillip morris,in una cassa extra ha accumulato
milioni di dollari,ovviamente sottratti ai consumatori tramite rincari etc:
per pagare tutti i processi futuri che lei sapeva di dover affrontare
e quindi di dover perdere.

A parte qualche caso sporadico centinaia di consumatori hanno visto
svanire la possibilita'di essere risarciti dalla multinazionale
che imperterrita continua a dettare legge e comprarsi tutto e tutti.

Recenti esami effettuati sulle sigarette,hanno accertato che contengono
tracce di cacao e zucchero?(penso sia zucchero)
per accellerare la dipendenza nei ragazzi che iniziano a fumare.

Tutto cio' impunemente senza che nessuno dica niente
per anni hanno comprato i migliori esperti per divulgare notizie false sulla
nocivita'del tabacco.

Fra un po' vedremo negli scaffali,sigarette con aromi orientali
(possibilmente afhgani)
o con estratti alle erbe colombiane.

Possibilmente in vendita nelle migliori erboristerie.

Antonio Ciardi 07.09.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che bello cliccare sul mio nome!!!!


Per cosimina vitolo:

AAAAAAAAAAAAAAahhhhhhhhhhhhhhhh....adesso capisco tutto!!!
Non avevo mai cliccato sul tuo nome...ok ok!
Adesso si che hanno senso i tuoi discorsoni da animalista!
Scusa se non l'avevo capito!
ciao

giacomo zappa 07.09.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

un'altra cosa non capisco: qualcuno prima delle elzioni disse che e' uno scandalo avere pensioni cosi' basse in italia, che e' uno scandalo che la gente non arriva alla 4° settimana....
....................... e ti manda 2500 soldati in libano ......buon padre di famiglia !!!!

ivana iorio 07.09.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

ABBASSO LE CANNE VIVA I CASINI!!!

BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!
BOICOTTATE WINDOWS VISTA!!!
BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!

Roberto Giorgi 07.09.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Lo sport è morto, ne annunciano la triste scomparsa i numerosi ragazzi con grande talento, ma poca voglia di riempirsi di pasticche.

E pensare che fino a poco tempo fa pubblicizzavano lo sport per tenere i ragazzi lontani dalla droga...

Saluti.
Maurizio

http://www.Zigolo.net

Maurizio Caudana Commentatore in marcia al V2day 07.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

in questo caso ho fatto la figura dell'ignorante: la brianza è juventina...mi sono documentato un attimino...ok ok...perdono!
ho letto anche cosa significa endes...
ciao ciao

giacomo zappa 07.09.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

E' una bella prigione , il mondo . ( Shakespeare


non capisco, forse l'eta' che avanza: chi mi puo' spiegare ?

col governo berlusconi , durante una finanziaria dove si decideva di dare meno fondi ai comuni lasciando la liberta di alzare le varie tasse comunali, vi e' stata una mobilitazione di massa, berlusconi qua', belusconi la, bambini in prima fila , bandiere multicolori con prevalenza di rosso, insomma quasi una guerra civile.

ora, che il governo prodi sta facendo la stessa identica cosa....nessuno dice niente ?

non riesco a capire...chissa dove e' l'inghippo!!!

ivana iorio 07.09.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALE CALCIO, QUALE ITALIA


Iniziativa organizzata in occasione del ventennale dell'Ordine delle Marche a Macerata il giorno 11 luglio 2006.
Ospite della serata: Oliviero Beha, un giornalista scomodo, che è stato fra i primi a denunciare i mali del calcio italiano.
Il dibattito con il pubblico è stato coordinato da Massimo Carboni


http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=5390

per vedere il video clicca sul mio nome.

Nicola Cellamare 07.09.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

per non dire che l'italia va giu di merda e tutti che fanno?
si mettono a sventolare le bandiere... campioni del mondo, campioni abbiamo vinto, campioni di qua e di la, scudetti su, coppe giu....

ma che volete?
che speranze ha il mondo, tutti pensano che ormai fare le porcherie (non quelle a letto) vada bene perche tanto le fanno tutti... che speranze ha il mondo.

nessuna, finiremo presto.
il mondo sta già scoppiando e tutti fanno finta di niente....
come gli struzzi con la testa sotto terra.

ora fanno scoppiare anche i ragazzini con le droghe per fargli fare goal?
perche' lo sponsor di turno continui a pagare?
anche se è la serie Z ?

e che futuro c'e'? lo uccidiamo il futuro.
tanto siamo drogati tutti... tanta bella televisione, tante trasmissioni che ti dicono tu sei dio, tu puoi permetterti tutto, tu sei sopra tutti gli altri.... e ognuno nel suo piccolo inizia a crederci... si sono un dio, ora anche io posso sognare di essere un superuomo...
e i calciatori altri dei, non piu sportivi, non un atleta, ma un dio, oltre le leggi, oltre la decenza, oltre ogni cosa.

ma siccome il conto si paga sempre, o prima o dopo, arriva il turno di tutti. no, non parlo di apocalisse o di aldila', ma parlo di acqua che non si puo piu bere, di flora e fauna che muoiono, di corsa ad arrivare primi a inquinare a distruggere... ma che futuro abbiamo?

dopo millenni l'uomo ha raggiunto delle conoscenze enormi rispetto quello che ha imparato nei 30.000 anni precedenti. e che ne fa?
glielo inietta nella vena ad un ragazzino per farlo correre nel campetto di erbetta e fargli tirare la palla come un cannone contro la rete.

e questo sarebbe l'arrivo della nostra civilta'?

e la stazione orbitante internazionale è ferma e spenta da 3 anni.

ma dove cazzo va sto mondo, solo verso il buio.

marco rocci 07.09.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Bersani è uno che non sà più dove sbattere la testa.
La sua ideologia è finita, tornare a fare il contadino gli dispiace,dice una cosa e ne fà un altra.
I tuoi elettori caro sono coglioni e lo sappiamo, ma tu lo sai quello che vuoi?

Luca Fineschi 07.09.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

...non ci sono più sorprese ... ormai aspettiamo che il coperchio venga tolto del tutto...anche nel ciclismo, al tempo del "grande" coppi si brindava con i beveroni e i pasticconi...ma in fondo siamo italiani...confondiamo sempre l'etica con la morale...

stefano marcialis 07.09.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

calcio dopato?non solo




Napoli - Anche il Viagra viene utilizzato per dopare i cavalli da corsa: la scoperta è stata fatta nell’ ambito di una inchiesta sugli illeciti nel mondo dell’ippica, che ha portato al sequestro di un ippodromo clandestino in provincia di Napoli. Il farmaco contro l’impotenza migliorebbe infatti l’attività cardiorespiratoria degli animali, favorendo risultati più competitivi.
Le indagini avviate dalla procura di Napoli stanno portando alla scoperta di irregolarità sia nel mondo dell’ippica “ufficiale” (ad aprile sono state eseguite in tutta Italia 153 perquisizioni, indagando su corse truccate per pilotare concorsi Totip e Tris) sia a nuovi, consistenti giri di scommesse clandestine. In quest’ambito è stato scoperto il centro ippico di Marigliano, costruito senza concessione edilizia e adibito, sempre senza autorizzazione, ad ospitare corse di cavalli, per di più truccate con l’uso di sostanze dopanti per ingannare gli scommettitori.
Il sequestro del centro ippico denominato “Miss Charmet” e di un’ottantina di cavalli da corsa, si inserisce nell’ inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica, Giovanni Conzo, avviata nei mesi scorsi ed allargata ad altre regioni italiane, tra le quali Emilia Romagna e Sicilia, sulla pratica del doping nel settore ippico con riferimento alle competizioni, anche ufficiali, riguardanti la specialità del trotto e le conseguenti frodi nelle competizioni sportive. Sono 38 i decreti di perquisizione locale e personale finora emessi a carico di proprietari, drivers, allenatori di cavalli, farmacisti, titolari di depositi all’ingrosso di medicinali e medici veterinari, indiziati sia del commercio clandestino dei farmaci dopanti, sia della loro somministrazione.
1

cosimina vitolo 07.09.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

A.A.A : vendesi superattico 150 metri quadri in via porpora a milano, 5 locali tripli servizi, terrazza, anno di costruzione 2000 in zona ben servita da mezzi pubblici.

richiesta 50.000 euro in contanti trattabili

servizi disponibili in zona: sartoria artigianale cinese nel semiterrato, tre macellerie islamiche nel raggio di 500 metri, 2 money trasfer western union , 5 phone center, 3 bar turchi , moschea a 500 metri, piccolo giardino privato per spaccio droga, locale deposito/magazzino per paccottaglia varia rubata, mezzi pubblici prima fermata stazione centrale e a breve sorgera' una nuova scuola islamica.

a pochi metri una tipo lito specializzata in duplicazioni patenti, permessi, passaporti

a pagamento , servizi in lingua originale su come ciulare lo stato italiano anche se non si conosce la lingua, messa in gladuatoria per aventi diritto casa, documentazione per avere il diritto di asilo. unico inconveninete e' l'esposizione delle bandiere rosse sui balconi, quale benvenuto per gli amici

ivana iorio 07.09.06 17:26
---------------------------------------------

hai appena descritto un girone dell'inferno moderno

Alfonsina Massa 07.09.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(quasi fuori-tema)

Ma qualcuno mi spiega perchè la cannabis è considerata dopante???
In compenso, tra i calciatori -inchieste Padovano, Carnevale- c'è pure chi 'soffre di diabete' e si piglia 'la medicina' per via nasale (cito 'Johnny Stecchino'): certo, mai prima della partita, solo prima/durante una 'seratina' ....
Ma ditemi perchè l'erba dopa: a me faceva passare la voglia di correre, se il mio umore aiutava al massimo mi faceva venire voglie di femmina, letto e lenzuola...di panini con mortadella e miele più tardi...
Ma perchè l'erba dopa e il tabacco e l'alcool no?
I due stati si son divisi i monopoli, forse?
Spiegatemi, per favore...

Carlo Pellizza 07.09.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il decreto Bersani è diventato legge.
La cosa buffa è che di tutte le promesse fatte, non una è andata (Finora) nella direzione di una utilità pratica ai cittadini.
Anzi: pare che le licenze taxi ora siano erogabili solo a chi ne ha giù una!
Ma dico io, se non è lobby questa!

L'Ansa ha rilasciato or ora un'agenzia nella quale le assicurazioni dichiarano non subiranno alcun impatto tariffario, ne favorevole ne sfavorevole, dal decreto bersani.


Ora: a che è servito?

Francesco landi 07.09.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A.A.A : vendesi superattico 150 metri quadri in via porpora a milano, 5 locali tripli servizi, terrazza, anno di costruzione 2000 in zona ben servita da mezzi pubblici.

richiesta 50.000 euro in contanti trattabili

servizi disponibili in zona: sartoria artigianale cinese nel semiterrato, tre macellerie islamiche nel raggio di 500 metri, 2 money trasfer western union , 5 phone center, 3 bar turchi , moschea a 500 metri, piccolo giardino privato per spaccio droga, locale deposito/magazzino per paccottaglia varia rubata, mezzi pubblici prima fermata stazione centrale e a breve sorgera' una nuova scuola islamica.

a pochi metri una tipo lito specializzata in duplicazioni patenti, permessi, passaporti

a pagamento , servizi in lingua originale su come ciulare lo stato italiano anche se non si conosce la lingua, messa in gladuatoria per aventi diritto casa, documentazione per avere il diritto di asilo. unico inconveninete e' l'esposizione delle bandiere rosse sui balconi, quale benvenuto per gli amici

ivana iorio 07.09.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe,

Tu denunci sempre e denunci tutto/i,
e fai bene !

ma stavolta potevi evitare di dire :

parlar male di Facchetti in questi giorni.....


certo Facchetti non sarà un SANTO e chi non lo è!

ma .....se ci fossero stati più facchetti e
meno moggi forse il calcio sarebbe un poco diverso
(è banale ? e vabbèh)


questo buttar sempre via il bambino con l'acqua
sporca non sò se alla lunga giova !

mah!


cari saluti

cimbro mancino 07.09.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

milanisti ed interisti sono degli endes (sai cosa significa nel ns gergo?)

roberto brianzolodocg 07.09.06 16:50
------------------------------------------

potresti tradurre per i residenti a milano come me ma non padani d'origine? Thanks a lot!

Alfonsina Massa 07.09.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Apprendiamo dalle agenzie che il Senatore Sergio De Gregorio ha deciso di lasciare Italia dei Valori” ha dichiarato il Portavoce del partito Leoluca Orlando, di intesa con il Presidente Antonio Di Pietro e i capigruppo di Senato e Camera, Nello Formisano e Massimo Donadi. “Apprendiamo anche che il Senatore avrebbe già previsto un incontro con il Presidente Di Pietro per spiegare le ragioni di questa sua scelta. Riteniamo – ha aggiunto Orlando – del tutto superfluo qualunque incontro, essendo le posizioni assunte ormai da alcuni mesi conferma della sostanziale estraneità del Senatore De Gregorio dai valori e dal progetto del nostro Partito” “Piuttosto che organizzare ulteriori tira e molla, il Senatore dovrebbe spiegare al partito e agli elettori perché ha utilizzato Italia dei Valori a fini strettamente personali, con l’unico scopo di approdare in Parlamento”.


www.giannipera.it

Gianni Pera 07.09.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

PESANTI ATTACCHI AL BLOG?
Manuela Bellandi chi è lei che sia assurge al diritto di Jean D'Arc del Blog?
Avete rotto con la password per giorni interi ed infatti la password non è stata messa!!
Eravate cosi superbi perchè vi credevate i sacerdoti custodi del verbo, ma non contate una cippa agli occhi del Grillo! quindi non faccia la predica, accetti quello che passa il blog o emigri da un'altra parte: il web è grande!!!

Antonio cometti 07.09.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosimina vitolo

come diceva il Virgilio
"Non ti curar di lor ma guarda e passa"

=)

g..i..o..i..x.. m.. 07.09.06 16:55 | Rispondi al commento |

ma noooo ogni tanto e divertente dialogare con certa gente ^___-


****Ps: Stasera sono a Gela ospite del comune, spettacolo in piazza, vi aspetto.*******
*************
e numerosi mi raccomando.. 30 euro nel portafoglio.. altrimenti sputo anzichè parlare..

alessandra lattuada 07.09.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

egregio Dario Lampa e.p.c. chi si mostra ottuso verso questo "crimine".
Ora che vi ho spiegato come fare per aggiornarvi: fatelo. Usatelo google anche per queste cose e non solo per cercare culi e tette in rete :-)

Mauro Berti 07.09.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

SEI SOLO UNA PIAZZISTA DI BASSA QUALITA'

Mauro Berti 07.09.06 17:00 |

ah ahah sono gia fortunata che non mi hai chiamata comunista hahaha va va

cosimina vitolo 07.09.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

In quanto a "difendere il blog", gentile Sig.ra Bellandi, Lei mi insegna che evidentemente non è mio, quindi non credo possa addebitarmi qualsivoglia responsabilità di difesa.

Tanto le devo. La lunghezza della spiegazione non è tanto per giustificare a chicchessia le faccende mie, ma in onore alla considerazione in cui nonostante tutto ancora La tenevo. Ma, se preferisce, mi adeguerò alla considerazione che Lei mostra per la mia persona.

Ossequi anche a Lei.

Mario Gabrielli Cossellu 07.09.06 16:50

******************************************

La lunghezza della sua spiegazione è dovuta unicamente al piacere che Lei prova nel leggersi...se vogliamo essere schietti e sinceri...

Mi fa piacere vederLa ammettere senza imbarazzo alcuno che ha ritenuto opportuno esimere i troll dal leggere i suoi logorroici commenti nel tentativo di salvaguardare questo spazio che ORA lei sta occupando così COPIOSAMENTE.

Sono sempre le azioni che ci permettono di valutare le persone in modo obiettivo...al di là della chiacchiera gratuita.

saluti


Salve a tutti, scusate, so che non centra nulla con l'argomento, volevo solo chiedere se beppe ha finito il suo tour oppure se in questi mesi ha fatto qualche altra data.
Grazie Marisol

marisol zaccagni 07.09.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento


p.s. PROVATE COME ME A METTERE SU GOOGLE LA PAROLINA MAGICA E GUARDATE UN PO'.
Risultati 1 - 10 su circa 257.000 per
S I G N O R A G G I O

Mauro Berti 07.09.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ehi mauro senti e ora di smetterla con il doping non vedi che inizia a farti uno strano effetto?


guarinello di qui guariniello di là....manco sa che sul mercato esiste da anni ( almeno nove) un prodotto in libera vedita in farmacia a nome 'FIENAMINA' tale prodotto 'servirebbe' ( il condizionale s'impone) ad aprire i bronchioli si da fare in modo da portare sollievo ai sofferenti di allergie primaverili varie...il principio attivo per ogni pastiglia e di 50 milligrammi di EFEDRINA sostanza estratta da una pianta che viene usata da molti sportivi per la perdita di peso,i primi effetti colaterali sono ; la sonnolenza e altre cosucce come tremiti problemi alla vista etc etc.. vi lascio immaginare se accade mentre si guida...se si è sulla tazza al limite si rischia di morire asfissiati..l'efedrina è ritenuta dal c.i.o una sostanza dopante e quindi bandita da ogni sport e in alcuni stati ne è impedita la vendita. ho citato solo 'uno' dei prodotti da banco che contengono principi attivi potenzialmente molto pericolosi, ma ;ad esempio; i medicinali in libera vendita a contenuto di efedrina o pseudo efedrina ( sostanza mimante) sono moltissimi..altri esempi? quanti ne volete......

leo de leo 07.09.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

io lo so come far finire tutta sta merda nel calcio:

stop trasmissioni sportive
stop sponsor oltre una certa spesa

insomma lo sanno tutti che ormai non ha nulla a che fare con lo sport ed è solo un business, ma x chi?
ci guadagno io?
gli italiani?
no, solo pochi stronzi di speculatori.
e allora xche non salvare il calcio e il calcio darlo in culo a tutti sti quattrini che lo hanno ucciso??

marco roccio 07.09.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosimina vitolo

come diceva il Virgilio
"Non ti curar di lor ma guarda e passa"

=)

g..i..o..i..x.. m.. 07.09.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

@ Ivan Ascione 07.09.06 15:33

Eccola qui la risposta, gentile Ivan.
Capisco che per un interista, che ha passato gli ultimi anni soffrendo gli sfottò praticamente da mezzo mondo, la stoccata di Grillo suoni indigesta, in particolar modo proprio così a ridosso della morte di chi, pur non capendo assolutamente niente di calcio, mi sembra di aver capito sia stato un grande giocatore.
Hai ragione nel dire che il clamore, l'audience del momento non basta; va bene fare la "sparata", ma poi occorre cercare le soluzioni... e in effetti è proprio così che interpreto io anche le "sparate" più acide di Grillo, come uno sprone a far discussione e a cercare INSIEME delle risposte. Per questo ce l'avevo con chi ha visto in questo post solo una scusa per fare l'ultrà anche fuori dallo stadio. La droga nello sport non dovrebbe entrarci affatto, ma c'è. E' un problema grosso, che va a toccare da vicino anche i più giovani, anzi soprattutto i più giovani. E allora vediamo di trovare insieme, con una civile discussione, delle possibili soluzioni! E non limitiamoci a sputarci addosso degli sterili quanto inutili "forza inter", "magica juve", "milan per sempre" eccetera eccetera!
Buona serata.


Beppe, mi spiace dirlo e non sai quanto, ma stai peggiorando. Da quando hai il blog stai progressivamente venendo giù di testa. Hai pitali di merda per tutto e tutti, mi fai passare la poesia.

Stefano Zamboni 07.09.06 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Basta con sto caxxo di s.i.g.n.o.r.a.g.g.i.o!!!
Non esiste! E' un invenzione di chi non sa di cosa parla !!
Parlate di quello che conoscete, lasciate stare il resto!!!

Dario Lampa 07.09.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dello sport professionistico, e`che lo sportivo e`consapevole di quello che succede, ed adesso piu`che 40 anni fa. Gli viene detto "sei bravino, ma come te ne trovo 1000. Sei disposto a rendere al tuo massimo?Potresti guadagnare soldi per 4 generazioni, altrimenti puoi tornare nella schiera ed andare a prendere la vanga."La cosa mostruosa e`il doping anche per le gare semiprofessionistiche, amatoriali ed aziendali.C´e`! Il rendimento e la paura di non emergere ne sono alla base.Per questo nessuno parla. Ma c´e`anche un po`di ipocrisia in questo "scandalo":nessuno chiede di arrestare il responsabile medico nelle industrie estrattive che non avvisa il minatore del rischio silicosi.Almeno lo sportivo professionista svolta!Per fare alcuni lavori definiti "usuranti" ,e mal pagati, ci si lascia la pelle, e sono molto piu`di 33 negli ultimi 40 anni. Spesso , poi, i genitori sono consapevoli e spingono i figli al doping, sollecitandone la prestazione con eccessive aspettative.E`il concetto di doping da ridiscutere.Anche prendersi il caffe`al mattino viene preso per alterare le nostre prestazioni.

paolo moretti 07.09.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

@ manuela bellandi 07.09.06 16:22

Dovendo scegliere un motivo interessante per conversare con Lei Sig.Cossellu,
l'unico argomento che riesco a trovare è la curiosità.
Mi chiedo:
in questi due ultimi mesi di dure lotte sul blog, Lei Sig. Cossellu...con quale Nick name postava?...oppure ha preferito evitare di difendere il blog dagli attacchi pesanti che stava subendo?

Ossequi.

________


La ringrazio della Sua domanda, Sra. Bellandi, e passo gustosamente a risponderLe.

Il miei ultimi interventi sul blog prima delle vacanze estive datano del 24 o 25 luglio (mi scuserà l'imprecisione, ma non avrei molto tempo a disposizione per portare a termine un'accurata ricerca negli archivi del blog). Questo perché il giorno 26 luglio, mercoledì, ho avuto il piacere di iniziare le mie vacanze prendendo un aereo da Bruxelles per Siviglia. In quest'ultima città non dispongo di connessione web, e comunque comprenderà facilmente che le vacanze estive servono per fare ben altra cosa che situarsi davanti a un computer.

Sono rientrato nella mia attuale residenza di Bruxelles venerdì 18 agosto 2006. Da quel giorno, già un po' più "disintossicato", mi sono limitato saltuariamente a vedere le ultime evoluzioni del blog, notando le varie derive trollistiche etc. che mi fecero diminuire ulteriormente la già scarsa voglia di "riagganciarmi". Questo fino a pochi giorni fa, quando, anche grazie a dei contatti interni con altre persone del blog, ho considerato opportuno riprendere a scrivere con certa regolarità.

In quanto a "difendere il blog", gentile Sig.ra Bellandi, Lei mi insegna che evidentemente non è mio, quindi non credo possa addebitarmi qualsivoglia responsabilità di difesa.

Tanto le devo. La lunghezza della spiegazione non è tanto per giustificare a chicchessia le faccende mie, ma in onore alla considerazione in cui nonostante tutto ancora La tenevo. Ma, se preferisce, mi adeguerò alla considerazione che Lei mostra per la mia persona.

Ossequi anche a Lei.

Mario Gabrielli Cossellu 07.09.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

giacomo zappa... dove vivi?... la brianza è juventina da sempre... ed io brianzolodocg anche ... milanisti ed interisti sono degli endes (sai cosa significa nel ns gergo?)

roberto brianzolodocg 07.09.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facchetti è un eroe e spero che la sua malattia non sia dovuta ad errori dell'inter

pippa pippo 07.09.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@cosimina vitolo

Evidentemente ho centrato l'argomento. Ribadisco che su questo blog meriti di essere bannata tu, in quanto fai pubblicità occulta a prodotti per i quali trai guadagno soltanto tu o chi ti sta vicino, mentre chi i parla di
S I G N O R A G G I O
cerca di diffondere una verità taciuta e occultata da una classe politica corrotta che prende i soldi ( per le campagne elettorali e non solo) in cambio del silenzio.

Mauro Berti 07.09.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe guarda, t'ho sempre stimato, e magari c'hai ragione pure stavolta...
Ma detto sinceramente stai andando sempre un po' troppo sopra le righe, cioè da quando hai il blog stai progressivamente venendo giù di testa.
Va bene far riflettere, ma buttare sempre merda su merda su merda...

Stefano Zamboni 07.09.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissimi,
purtroppo questa è una storia vecchia quanto il calcio. come la storia di "moggiopoli" tutti sanno e nessuno parla, cominciando dai "giornalisti sportivi" che sulle cavie ci mangiano, e tanto!
chiudete il calcio

daniele magistri 07.09.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

@manuela bellandi

una civiltà che sia degna di questo nome ha come priorità assoluta l'educazione dei suoi "cuccioli", ne va della sua stessa sopravvivenza.
le varie "tribù" sparse sul pianeta lo sanno e lo fanno da sempre, naturalmente.
i padri insegnano loro tutto quello che sanno, li seguono da vicino dandogli un esempio diretto.
ne va della loro sopravvivenza.

a quanto pare a noi nn frega nulla di sopravviverci a giudicare dai continui tagli che facciamo per l'istruzione/educazione dei nostri figli.

filippo russo 07.09.06 10:22


lo avevo postato stamattina, spero risolva la tua "preoccupazione" a parlare di figli

saluti

filippo russo 07.09.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Premetto che": "sono juventino" sono interista" "sono tifoso di" ma quanti fessi che ritengono doveroso premettere per chi "tifano" loro.
Gente ma il vostro tifo calcistico è una cosa del tutto irrilevante, di nessuna importanza. Oltre a non fregarcene un çazzo a nessuno...

Andrea Brizzi 07.09.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

è la stessa condizione mentale consumistica che si ripropone ovunque ed incessantemente : si deve per forza apparire al vertice, in cima. Non essere i migliori ,è molto difficile, ma far credere di essesrlo e far credere a tutti che tutto vada bene e sia giusto così com'è...spero che Grillo sia immortale

Seb mAscia 07.09.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento

ed il responsabile delle inter-cettazioni della telecom.... Bove di Napoli.... morto suicida.... oppure indotto alsuicidio.... oppure suicidato.... scommettiamo che non se ne saprà + niente?.... chi vuole scommettere?...

roberto brianzolodocg 07.09.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@cosimina vitolo


Usi questo blog per farti pubblicità. E' vomitevole. Fai come tanti commercianti/avvoltoi che hanno ridotto alla fame coloro i quali vivono di stipendio (pagato in Euro ma di fatto dimezzato): compra un bel cartellone tre per sei e togliti di mezzo i maroni.

Mauro Berti 07.09.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO DOVREBBE BANNARE CHI PUBBLICIZZA LA MERDA CHE VENDE E NON CHI URLA CONTRO IL

S I G N O R A G G I O

Mauro Berti 07.09.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@cosimina vitolo

Ma non ti vergogni ad usare questo blog per pubblicizzare i tuoi schifosi prodotti? Mi viene il vomito. Che schifo!

Mauro Berti 07.09.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il capitano del Genoa
Adriano Lombardi ha giocato con il Como in Serie A nel 1981 e nel 1982, mentre Signorini, da capitano, ha guidato il Genoa al quarto posto della classifica nel 1991. Tra i giocatori inglesi morti a causa della malattia c'è anche Don Revie, che allenò il Leeds United AFC e la nazionale inglese al termine della sua carriera da giocatore.
Trecentocinquanta morti
Guariniello ha appurato che 350 dei calciatori italiani in attività fra gli anni '60 e il 1996 sono morti. Sommando i giocatori morti di cancro al fegato, al colon e al pancreas a quelli vittima della sclerosi laterale amiotrofica si giunge a "circa 80", ha aggiunto.
Malanni ulteriori
Guariniello ha dichiarato che vi sarà un'indagine anche su malanni supplementari. "E' un numero di casi di cancro doppio rispetto a quello che si riscontra nel resto della popolazione", ha detto, aggiungendo di voler comunque prendere in considerazione altre cause per i tumori rispetto alla sclerosi laterale amiotrofica. "Per il cancro al fegato, ad esempio, è molto più probabile che la concausa sia l'uso di steroidi anabolizzanti".
Problemi di salute
Il 14 febbraio la stampa italiana ha scritto che ad inizio mese Guariniello ha avuto un colloquio con l'allenatore della Juventus FC Marcello Lippi a proposito di due giocatori con i quali Lippi aveva giocato nella UC Sampdoria negli anni '70. Secondo la stampa i giocatori, un austriaco ed un argentino, avevano avuto problemi di salute al ritorno nei loro paesi di origine.
Numerose inchieste
Le indagini sul calcio sono fra le numerose inchieste che la Procura di Torino - dove lavora Guariniello - ha aperto sul rapporto fra sport italiano, ciclismo incluso, e doping. Nonostante Guariniello abbia riscontrato un alto numero di tumori tra i ciclisti, nessuno dei 6.000 ciclisti italiani che hanno gareggiato negli ultimi 30 anni ha contratto la sclerosi laterale amiotrofica.
2

cosimina vitolo 07.09.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Autore : Tom Kington
Il 14 febbraio scorso Adriano Lombardi, 57enne ex centrocampista del Como Calcio e dell'US Avellino, ha annunciato di essere malato di sclerosi laterale amiotrofica. Il numero di giocatori italiani colpiti da questa terribile malattia, che colpisce il sistema nervoso, è salito a 33.
Malattia comune
"Prima di questo caso avevamo 32 giocatori sotto osservazione, ora sono 33", ha dichiarato Raffele Guariniello, il magistrato torinese che indaga sull'alta incidenza della malattia tra i calciatori italiani. Tredici dei giocatori presi in esame da Guariniello sono morti, l'ultimo in ordine di tempo è stato l'ex difensore di Parma AC, AS Roma e Genoa 1893 Gianluca Signorini, deceduto a novembre all'età di 42 anni.
Ampio studio
L'indagine di Guariniello fa seguito ad un'inchiesta durata tre anni nella quale il magistrato ha preso in esame 24.000 calciatori che hanno giocato nelle prime tre serie italiane fra gli anni '60 e il 1996. Lo studio ha riscontrato che otto giocatori sono morti di sclerosi laterale amiotrofica, mentre decessi per ragioni simili tra la popolazione generale rappresentano solo il sei per mille in termini percentuali.
Obiettivo Natale
Basandosi sulle conclusioni della sua inchiesta, Guariniello ha dichiarato a uefa.com che avrebbe ora esaminato i casi singolarmente, augurandosi di scoprire entro il prossimo Natale se esiste un nesso tra il calcio e la malattia. "E' un mistero che dobbiamo risolvere", ha affermato.
Possibili cause
Traumi fisici, sforzi eccessivi e l'uso di antidolorifici consentiti sono stati presi in considerazione come possibili cause della sclerosi laterale amiotrofica e Guariniello ha affermato di non voler scartare nessuna delle ipotesi. In una recente intervista ha suggerito che la combinazione traumi-iniezioni potrebbe essere la causa.
1

cosimina vitolo 07.09.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Max Stirner 07.09.06 02:11


Bentornato Max Stirner!

Nello sport ci si misura con altri. Per stabilire chi è il più bravo, è importante che tutti i concorrenti abbiano pari condizioni fisiche all'inizio della gara. Il doping scombussola secondo me i valori di base dello sport, perché dà certi poteri ad alcuni che altri non-doppati non avranno mai. Insomma, è un aquestione di giustizia. Fra l'altro bisognerebbe chiedersi, se vale la pena mettere in pericolo la propria salute (o quella dei ragazzini "incoscienti") per un ipotetico momento di gloria.

L'artista si muove dentro un altro contesto. Lui non compete con nessuno, ma con sé stesso, sfidando perennemente le sue capacità creative. Alcuni vogliono superare i propri limiti e usano droghe per aprire la propria coscienza ad altre esperienze. Tramite le loro opere d'arte aprono la coscienza anche a coloro che lo ascoltano o leggono. Quindi si aprono orizzonti simbolici per tutta l'umanità.

Secondo me si deve distinguere fra arte e sport.

Carmelo Di Stefano 07.09.06 12:50
*******************************************

Ciao Carmelo,
mi sembra che Max abbia voluto sostenere la stessa tua opinione nel preferire l'ambito giudiziario a quello morale...e sono d'accordo anch'io.

Non sono completamente d'accordo con la seconda parte del tuo commento in quanto anche gli artisti spesso dopano la loro arte per esigienze della casa discografica o della casa editrice...che pretendono da contratto una certa produzione annua...

direi che il doping oggi è proporzionale al ritmo che il tassametro della vita ha assunto...ma direi anche che...dove c'è business, c'è doping...

Ciao Carmelo
baci


Il segretario del Pdci: "Le cose che propone sono l'opposto
di quello che abbiamo deciso. No all'aumento dell'età pensionabile"
Pensioni, Diliberto attacca Fassino
"Cose irricevibili e fuori programma"

http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/economia/conti-pubblici-16/conti-pubblici-16/conti-pubblici-16.html

Il governo prodi-bertinotti fa defecare.

carlo marcs 07.09.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

@ ernesto scontento 07.09.06 15:46

Enrico Berlinguer putroppo non l'ho conosciuto personalmente, solo ho assistito a suoi comizi da giovane... e quando morì l'11 giugno 1984, piansi. Conservo ancora il volantino di cordoglio dei giovani comunisti della FGCI. Oggi il Circolo di Rifondazione di Bruxelles è intitolato al suo nome. Ma non è un nome e un'immagine a caso; non potremmo mai accostarlo con, per esempio, una difesa dello stalinismo o un articolo di Consorte (per dire la prima cosa che mi viene in mente). Tanto per tornare al discorso di far convivere nella stessa pagina Ernesto "Che" Guevara e la propaganda di Forza Italia. Per la cronaca, il sito del Circolo è qui: http://users.coditel.net/eberlinguerprc

Comunque grazie della chiacchierata Ernesto, senz'altro interessante. Spero che non ti abbia trattato troppo male eh! (non sia che la Sig.ra Bellandi si preoccupi :-)))), ci si legge, auguri.


Ai figli si insegna principalmente con AMORE...


L'IMPORTANTE NON E' VINCERE MA PARTECIPARE
per esempio

Un saluto a Max
"ci si legge sul tardi"

Paolo Rivera 07.09.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento

@ manuela bellandi 07.09.06 15:24

Manuela e Mario il mio ultimo rigo sulla tolleranza era solo una piccola provocazione...benevola so bene che i luoghi sono fatti di uomini...e che gli uomini sono diversi diversi gli uni dagli altri e quindi rispondono singolarmente del loro agire.

ernesto scontento

Mario aderire a due iniziative dicendo che sia il concetto di Libertà la guida per l'agire e quando faranno quelli Democratici se li farannol dire che sia il concetto di Libertà e Democrazia che guidano l'agire...vuol dire essere partecipi al cambiamento....io non cerco cariche pubbliche o posti di lavoro...il mio stare in rete come il tuo e quello di altri e solo per far sentire le proprie idee nella spernza che qualcuno legga....

Ma per dare idee bisogna dialogare ed essre anche gritici nel rispetto reciproco.

ernesto scontento


Sarà anche vero che le sostanze dopanti causano danni profondi al fisico e che, spesso e volentieri, abbiano come esito finale l'insorgere di malattie quali il cancro.

Nonostante questo mi sembra che il numero dei decessi dovuti a patologie oncologiche sia aumentato a livello esponenziale, almeno per quanto mi riguarda, nel nord Italia.

Le cause possono essere molteplici, chi incolpa il fumo, chi incolpa l'alcool, chi gli scarichi industriali, chi l'amianto e alcuni anche i farmaci dopanti.

Penso comunque che il mondo del calcio ( o dello sport ) abbia numeri troppo esigui per fare statistica e numeri troppo grandi rispetto ad altri sport per non coglierci una sottile differenza.

Tutti gli atleti si " aiutano ", l'importante è restare sempre un filino sotto la soglia del doping, chi lo fa è conscio dei rischi che corre, e chi di voi non correrebbe qualche rischio se avesse la possibilità di diventare un campione dello sport che preferisce?

Strumentalizzare Facchetti per il suo nome e la sua professione, è come dire che tutti gli attori sono tossici perchè Mickey Rourke, River Phoenix ecc. sono ( o erano ) tossici.

Roland Deschain 07.09.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ieri sono venuta con iniziale entusiasmo a vedere e soprattutto a sentire il tuo show in Piazza Umberto I, in Gela, dove sei stato invitato dall’”attiva” amministrazione comunale nonché dall’”amato” Sindaco che prende sempre i meriti di tutto ciò che nella città è di più visibile ed “acchiappavoti”
Sono rimasta delusa dalla tua risolutezza nell’inneggiare le grandezze di Crocetta senza preoccuparti di sentire campane diverse dalla sua “odiosa e finta” voce capace solo di autoreferenziarsi…..
L’amarezza è cresciuta esponenzialmente nel momento in cui hai addirittura preteso di rimproverarci in quanto non meritevoli di un primo cittadino così combattivo ed onesto…….un eroe, un pezzo raro, in via d’estinzione, hai aggiunto!!
Nonostante io ti abbia sempre seguito nei tour, questa volta ho avuto l’impressione che la tua tanto declamata Libertà si fermi inesorabilmente di fronte al Dio Denaro atteso che hai ripetuto pedissequamente le parole del nostro sindaco allorquando affermavi che il vero nemico di Crocetta è la stessa sinistra……….che banale qualunquismo!!
Io, sebbene giovane professionista, sono una sinistroide convinta ed ho profondamente insiti in me i valori della sinistra…….non altrettanto può affermarsi per il nostro primo cittadino, che nonostante eletto nelle file della sinistra più estrema è paragonabile piuttosto ad un Berlusconi di serie “b” stante l’utilizzo di metodologie mediatiche ed economiche per acquisire ed aumentare il consenso nonostante la sua azione politico-amministrativa sia praticamente vacua ed inesistente.
Per lui l’immagine è tutto, tutta la sua azione è stata concentrata su questo, fior di quattrini pubblici sono investiti, per suo volere, per retribuire il famoso consulente all’immagine Klaus Davi (non so se si scrive così) al fine di inneggiare al suo valore…….di certo non compare su riviste o in tv ( alle Iene) perché è un sindaco antimafia…….!!
Anche questa è un’immagine costruita a tavolino e meno male che una p

claudia lorefice 07.09.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che "sono/ero" interista.
Ho letto il libro di Petrini.
Ho pensato che non potesse essere vero tutto quello che c'era scritto.
Ho pensato che lo sport non potesse accettare compromessi di questo tipo.
Possibile che è tutto marcio? Fino al midollo?
Tutti coinvolti? Tutti consapevoli? Tutti omertosi? Nessun ribelle in nome dello sport vero, della fatica sana?
Possibile???
Poi ti abboni a SKY, vedi le partite e ti sorgono i primi dubbi. Decisioni arbitrali assurde, interpretazini delle regole, moviole falsate da chi le commenta, giocatori che non giocano, presidenti che si scannano e miliardi di soldi che girano.
Iniziano le prime indagini, si sentono i primi nomi eccellenti e apparentemente crolla il palco.
In vacanza ho conosciuto l'amico di un procuratore di alcuni calciatori e mi conferma che fa tutto schifo, che è tutto marcio, che lui faceva l'arbitro di calcetto e ha dovuto mollare per il disgusto, che la società più "sana" è il Chievo e che la peggiore è la "Juve".
Francamente non stillerei una classifica in questo senso, fanno tutti vomitare, partendo dalla A e finendo con i dilettanti.
Fa veramente tutto schifo.
Ma loro non se ne accorgono...sono abituati così, da anni e non cambieranno certo oggi.
Bilanci truccati, arbitri "comprati", combine, scommesse ecc. Era tutto già accaduto nel passato, senza andare indietro di molti anni e continuerà ad accadere anche in futuro, perlomeno finchè un giocatore continuerà a far girare l'economia di mezzo paese.
Ovviamento ho disdetto SKY e ho imparato a vedere il calcio sotto una luce differente.
Il vero calcio: è quello che giochi con gli amici nel campetto del tuo quartire, senza telecamere, sponsor, arbitri, soldi e beveroni.

Omar Medori 07.09.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se in italia non si riesce a condannare una madre che ha ucciso il figlio , come si può decidere sui cani....
anche sulle madri assassine dovrebbe esserci una legge a personam

pisano.mirella 07.09.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento


--------------------------------------------------------------------------------

IL MESSAGGERO
5 SETTEMBRE 2006

Come si decide quali razze canine sono aggressive?

La scelta di quali cani inserire nell'Ordinanza Sirchia è partita da una classifica fatta dalla Federazione cinofila internazionale. Da questa classifica, che riguarda circa un centinaio di razze, si è provveduto in un secondo tempo a una scrematura sulla base di informazioni aggiuntive ricavate dai dati forniti dai reparti di Pronto Soccorso degli ospedali, dalle associazioni animaliste e dai veterinari e sulla scorta di un parere espresso dal Consiglio superiore di Sanità. Come risultato le razze pericolose sono state ridotte a 18. Tra queste vi sono l'american bulldog, il mastino napoletano, tre tipi di pit bull (il mastiff, il terrier e il pit bull vero e proprio) e il rottweiler. L'ordinanza proibisce inoltre il possesso di cani di queste 18 razze o a chi sia stato condannato per delitti non colposi che superano i due anni di reclusione.


Ma sti ostia di teruni si lamentavano gia' anche dei soldi americani.
Ma allora l'è proprio il DNA dell'accattonaggio.

Alberto Bianchi 07.09.06 15:28 |

Chiudi discussione

===============================================

Pranzato bene?

Quando ti passa la sbornia, considera l'idea di ridurre la tua ignoranza: Cerca di prendere almeno la licenza elementare. Pulentun

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

VI PARTE
Giangiacomo Mazzucchelli, figlio di Giovanna Nuvoletti, moglie di Claudio Petruccioli (Ds); Isabella Josca, figlia dell'ex corrispondente del "Corriere della Sera" Giuseppe; Eduardo Orlando, figlio del giornalista Federico; Marina Ricci, sorella di Rocco e Angela Buttiglione. da Le parentele in Italia 05/10/2003 16.34.59. Daniele.

Tratto da: scherzerai.splinder.com

Seguiranno aggiornamenti... considerato che difficilemtne le cose muteranno

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

V PARTE
Marco Ravaglioli, Tg1, marito di Serena Andreotti, figlia di Giulio. Tommaso Ricci, Tg2, cognato di Angela e Rocco Buttiglione. Carlotta Riccio, regista, cognata di Claudio Cappon direttore generale Rai. Luigi Rocchi, dirigente area Business&development, genero di Biagio Agnes. Laura Terzani,Tg3, nuora di Antonio Ghirelli. AMICI CARI Bertilla Patruno Ambrosio, responsabile segreteria Raiuno, è nelle grazie di Roberto Di Russo, ex potente capo del personale. Giorgia Caruso, conduttrice a Rai International, è sostenuta da Giancarlo Leone. Laura Cason, Tg1, è apprezzata da Gustavo Selva, deputato di An. Teresa de Santis, capostruttura Raiuno, molto stimata da Maurizio Beretta, ex direttore di Raiuno, passato alle Relazioni esterne Fiat. Loredana Lecciso, compagna di Al Bano, ha esordito come ospite a "Ci vediamo in tv'', ma ha già al suo attivo due incontri con il responsabile dell'intrattenimento di Raidue, Azzalini. Marilù Lucrezio, quella del bigliettino di Mario Landolfi denunciato da Gad Lerner, oggi al Tg1, è molto apprezzata da Massimo Magliaro, direttore di Rai International in quota An. Simonetta Martone, conduttrice e autrice di "Indovina chi viene a cena", già compagna di Michele Santoro, è attualmente legata a Gregorio Paolini, l'inventore di "Target'' passato da Mediaset alla Rai. Francesca Montinaro, scenografa ed ex di Paolini, è stimatissima da Antonio Maccario, capostruttura di Raiuno. QUI MEDIASET Se la Rai è una grande famiglia, Mediaset non è da meno. Partendo dai vertici societari, Giampaolo Letta, figlio di Gianni, è vicepresidente di Medusa Cinema. Yves Confalonieri, figlio di Fedele, è direttore generale di Mediadigit. Al Tg5, si va da Lella Confalonieri, nipote di Fedele, a Pietro Suber, genero di Corrado Augias; da Lucrezia Agnes, figlia di Biagio, a Donata Scalfari, figlia di Eugenio; da Veronica Gervaso, figlia di Roberto, a Chiara Geronzi, figlia del banchiere Cesare. E poi ci sono: Barbara Parodi, moglie di Paolo Mieli;

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Iloti, colonia della retorica sabaudista furono i nostri nonni; iloti, colonia della retorica fascista furono i nostri padri; iloti, colonia della retorica resistenziale siamo stati e siamo noi.

Eppure era ed è facile vedere che, nonostante le apparenze, ci veniva negata la pari dignità. E Napoli! Due Napoli in una sola città! Un popolo che sventola una bandiera senza asta né telo, e una borghesia ciampica e tricolore! La Repubblica Partenopea e l’infima plebe bombardata dall’alto del Castello di San Martino. La Repubblica proclamata e i vicoli che insorgono per osannare il re disarcionato. Un vuoto politico che viene scambiato per “i misteri di Napoli”.

Un oggi che è senza ieri né domani. Franca e vitale è solo la camorra, a cui il sistema padano ha affidato il governo economico dei napolitani. Il resto è spento, padanoconfuso. Al tempo di Ferdinando II, prima che Parigi divenisse la Ville lumière, Napoli era giudicata dai viaggiatori stranieri la città più pulita e illuminata del mondo. Oggi, se appena appena il nuovo governo riuscirà a derattizzare la città, grideremo al miracolo.
(Sigh)

Fine

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IV parte
Antonella Del Prino, collaboratrice a "La vita in diretta", moglie del giornalista Oscar Orefice. Simona Ercolani, autrice di programmi Rai, moglie del giornalista Fabrizio Rondolino, ex portavoce di Massimo D'Alema. Paola Ferrari, conduttrice del Tg2, moglie di Marco De Benedetti. Anna Fraschetti, vice del capo ufficio stampa Bepi Nava, è moglie di Mario Colangeli, vice direttore Tg3 e sorella di Luciano, quirinalista Tg3. Giovanna Genovese, compagna di Sergio Silva, padre della "Piovra'' ora produttore in proprio con contratti blindati in Rai, è delegata alla produzione. Ginevra Giannetti, consulente Rai International, è sposata con Altero Matteoli, ministro dell'Ambiente, An. Giuseppe Grandinetti, Gr, è marito della senatrice verde Loredana De Petris. Francesca Manuti, produttrice di "Sereno variabile" di Raidue, moglie di Paolo Carmignani, vicedirettore Raidue. Lucia Restivo, capo struttura Raidue, è moglie di Sergio Valzania, direttore Radiodue. Daniela Rosati, ex di Adriano Galliani, passata in Rai in coincidenza con la separazione, conduce ''Benessere''. Anna Scalfati, Tg1, conduttrice di programmi, è moglie di Giuseppe Sangiorgi, membro dell'Authority ed ex portavoce di De Mita. Cristina Tarantelli, Servizi Parlamentari, è la moglie di Carlo Brienza, RaiSport. Daniela Vergara, anchorwoman del Tg2, è sposata col conduttore Luca Giurato. NIPOTI Ferdinando Andreatta, dirigente di Rai- Way, nipote di Nino. Guido Barendson, conduttore Tg2, nipote di Maurizio, ideatore di '' Novantesimo minuto''. Aldo Mancino, dirigente RaiWay e nipote dell'ex presidente del Senato, Nicola. Giuseppe Saccà, nipote di Agostino, direttore di Raiuno, è nell'orchestra di Paolo Belli del programma di Raiuno "Torno sabato-La lotteria''. Adriana Giannuzzi, ufficio Diritti d'autore, cognata dell'ex senatore ed ex membro del Csm Ernesto Stajano e moglie del vicedirettore della Divisione Due Luigi Ferrari. Alfonso Marrazzo, Tg2, cugino di Piero.

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

ma ti dirò che a mio avviso non risponde granché. Ovvero, continuo a non capire cosa c'entri il tuo "essere CHE" con le tue idee,

@ Mario Gabrielli Cossellu 07.09.06 15:23

Il mio essere CHE Ma potevo anche chiamarmi Voltaire...Mark Limon....Enrico.B (che conosci)

e esssere contro le cose che per me non vanno ( ma non vanno per me) e lo faccio con gli strumenti che io o ha disposizione.....compreso il mio vivere quotidiano..esssere fermi a DS e SN non va più bene..la lotta è fra chi merita e chi no...fra chi e dentro è chi e fuori il sistema exstracomunitari compresi ma le scelte devono essere realistiche...sostenibili...la lotta è fra chi vuole più stato e meno stato in economia....
ma queste scelte le fanno gli elettori...entrambi però devono rispettare due regole universali...Libertà Individuale e regole Democratiche....

se questo e quello che o scritto prima ti sembra L'Italia di oggi io sono una persona illusa e sbagliato nome...ma se non è cosi.... io mi sento CHE!!!

Potrei postare problemi economici e dare soluzioni...( che non sono mie non o certe capacità)e probabilmente qualcuno mi dirà che sono un Liberalista....ma pochi mi diranno che erano le soluzioni di Ernesto Che Guevara de la Serna quando era ministro dell'industria a Cuba.

Questo vuol dire che certe soluzioni in economia non sono ne di destra ne di sinistra....

ciao a rileggerti

ernesto scontento

ernesto scontento 07.09.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

SEI L'ESEMPIO LAMPANTE DEI DANNI CHE IL DOPARSI PRODUCE
filippo russo 07.09.06 14:05
...e la f..a de mammeta no? io non mi dopo.

Marzio Rossetti 07.09.06 14:55

marzio marzio, su puoi fare di meglio che nn sproloquiare, lo so che il tu QI è maggiore di quello che vuoi far apparire e so anche che sei capace e preparato e quindi in grado di dialogare con cognizione di causa.

P.S. nn è carino estrapolare una frase dal contesto

filippo russo 07.09.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Qual è il tuo giudizio sul governo Prodi?

Molto positivo
7,43 %
Positivo
23,83 %
Neutro
5,03 %
Negativo
16,53 %
Molto negativo
47,19 %

che bella notizia .
spero che non arrivino al natale.

pisano.mirella 07.09.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(7)

Tanto reattivo da mettere in difficoltà, in più occasioni, l’esercito napoleonico e quello piemontese. La violenza del mondo borsistoco, qui al Sud, è un oggetto che ci arriva in testa cadendo dal quinto piano.

Lo abbiamo visto arrivare, ma, impietriti, neppure abbiamo alzato le mani per difendere la testa. I nostri figli e nipoti, confusi e avviliti, offesi tutti i giorni, a tutte le ore, nella identità collettiva e personale dall’altra parte degli italiani, proprio da coloro che ne truffano le risorse economiche e l’identità politica, invecchiano nella disoccupazione, nella sfiducia, nel nichilismo, nell’autolesionismo, senza amore per il lavoro e la vita, una cosa una volta chiamavamo oblomovismo.

Giunti a 65 anni non avranno neppure la pensione sociale oggi in vigore, e forse non avranno neppure il diritto di stendere la mano sulla porta della chiesa, come non lo avevano i mendicanti al tempo del Duce.

E una domanda ancora, ovviamente a me stesso : che senso può avere il tentavo di commuovere l’uditorio parlamentare e televisivo citando Napoli e le sue rovine? Che senso ha ricordare Enrico De Nicola, il primo presidente della Repubblica, che – schifato del dualismo governativo - non volle succedere a sé stesso, il primo presidente della Corte Costituzionale, che mandò al diavolo la carica e i giudici suoi colleghi?
(Continua)


Bendetto Croce ed Enrico De Nicola erano la garanzia della saldatura tra la Toscopadana resistente (sicuramente, ma quanto?) e il Sud rinnovato dall’alto, ad opera degli angloamericani (ma dirlo offende la Resistenza e i neoresistenti). Nei fatti, una mediazione completamente fallita.

Sicuramente i meridionali della generazione di Napolitano e mia abbiamo la colpa gravissima di aver ceduto da sempliciotti alla retorica resistenziale, di non aver voluto vedere a nessun costo ciò che era sotto i nostri occhi e che la teoria dell’imperialismo avrebbe dovuto prepararci a vedere.

Iloti, colonia della reto

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

@ ernesto scontento 07.09.06 15:15

Bè, non mi dirai che qui ti trattano male... il dubbio offende! :-)

Sull'Italia bipolare: dato che hai qualche anno più di me (ma solo 7 :-))) dovresti sapere meglio di me che non avremo mai "due soli partiti" in Italia... non ci sono più nemmeno nel Regno Unito, patria storica del bipolarismo, e nemmeno negli Stati Uniti d'America, dove c'è un monopolarismo di fatto. (per inciso: personalmente lì non voterei né per i Democratici né per i Repubblicani, ma per uno come Ralph Nader)

In Italia ci potranno anche essere un "Partito della Libertà" di "destra" e un "Partito Democratico" di "sinistra"; ma ci sarà anche un gran partito più a destra, magari ex-AN, e un altro localista ex-Lega; e ci sarà sicuramente un gran partito più a sinistra, con ex-Rifondazione, PdCI, magari Verdi etc. Come minimo, minimo, minimo, 4 partiti dal 5-7% in su. Un bipolarismo in Italia ci sarebbe solo con uno sbarramento alla turca, credo stava alle ultime elezioni al 25% o roba del genere... spero che non pensi che questo sia qualcosa di democratico, no?

Credo quindi che il tuo doppio sforzo bipolare non avrà gran successo, sinceramente. In altro momento poi magari mi spieghi come si fa ad aderire a due progetti contrapposti... non dico essere d'accordo in principio a una risistemazione della politica italiana, ma fare una doppia aderenza... mi ricorda certo folclore del Partito Radicale di qualche anno fa, quando facevano "i collezionisti di tessere".

Parliamo semmai di idee, fatti e soluzioni... da lì sì che si capisce se uno pencola più a "destra" o a "sinistra". Ernesto "Che" Guevara lì aveva le idee chiare: d'accordo sulla forza delle idee, ma le ingiustizie e lo sfruttamento vanno combattute anche con le armi se necessario. A Cuba, in Africa, in Bolivia dov'è stato assassinato. Per questo ti chiederei più cautela nell'utilizzare la sua immagine e il suo pensiero, e non accostarlo a certe cose lontane da lui millenni luce.

Un saluto.

Mario Gabrielli Cossellu 07.09.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Qual è il tuo giudizio sul governo Prodi?

Molto positivo
7,43 %
Positivo
23,83 %
Neutro
5,03 %
Negativo
16,53 %
Molto negativo
47,19 %

fonte

http://canali.libero.it

Antonio cometti 07.09.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

So che questo post non è inerente al tema,ma non essendocene uno ad hoc, scrivo qui.
Anche oggi l'ennesima donna italiana morta ammazzata da un extracomunitario, lui 25 anni e lei 40, lui mussulmano e lei cristiana, una fatto grave e molto triste. Altre donne sono morte ed altre moriranno per mano di extracomunitari.

Però c'è anche una bella notizia, un albanese ieri è morto perchè tentava di fare una rapina in una villa ed il proprietario ha sparato. Quest'uomo è il mio idolo, peccato che non è riuscito a centrare anche gli altri due. Mi auguro che in futuro sempre più italiani sia come quest'uomo.


La vita 07.09.06 15:32 | Rispondi al commento |

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Davanti a post del genere, l'unico commento che posso fare è questo:

bisogna sparare a tutti i ladri, assassini e rompicoglioni vari, ma non in base alla razza.
Anche i nostri compatrioti ladri, stupratori, assassini andrebbero fucilati, senza razzismi di sorta.

Cordiali saluti

Enzo Biagi 07.09.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

III P.
Andrea Rispoli, Raidue, figlio del conduttore Luciano, ex Rai. Fiammetta Rossi, Tg3, figlia di Nerino, ex direttore del Gr2, ma anche moglie del potente ex segretario dell'Usigrai, Giorgio Balzoni, oggi caporedattore al politico del Tg1. Cecilia Valmarana, figlia di Paolo, uno dei padri del cinema coprodotto dalla Rai ("L'albero degli zoccoli'' di Ermanno Olmi), segue le orme del papà nella struttura di RaiCinema. Paolo Zefferi, figlio di Ezio, giornalista e autore di fortunati approfondimenti, è a Rainews 24. FRATELLI E SORELLE Angela Buttiglione, direttore dei Servizi Parlamentari, sorella di Rocco, segretario del Cdu. Nicola Cariglia, sede Rai di Firenze, fratello di Antonio, ex segretario del Psdi. Silvio Giulietti, telecineoperatore nella sede Rai di Venezia, fratello di Giuseppe, uomo Rai e Usigrai, ex responsabile dell'informazione dei Ds. Max Gusberti, vice di Stefano Munafò a Raifiction, è fratello di Simona, capostruttura di Raidue. Sandro Marini, Tg3, fratello di Franco, ex segretario del Ppi. Giampiero Raveggi, capostruttura di Raiuno, fratello dell'ideatore del programma "Odeon" Emilio Ravel (nome d'arte). Antonio Sottile, programmista regista di "Linea Verde'', fratello di Salvo, portavoce di Gianfranco Fini. Maria Zanda, capo della segreteria di Roberto Zaccaria, è sorella di Luigi, ex responsabile dell'Agenzia del Giubileo. MOGLI E MARITI Milva Andriolli, sede Rai di Venezia, è l'ex moglie di Silvio Giulietti, fratello di Giuseppe. Anna Maria Callini, dirigente alla segreteria di Raidue, è moglie di Gianfranco Comanducci, vice direttore della Divisione Uno e uomo dei contratti. Anna Cammarano, vice direttore Teche Rai, moglie di Paolo Bracco, della famiglia degli industriali farmaceutici. Roberta Carlotto, direttore Radiotre, moglie dell'ex esponente Pci Alfredo Reichlin. Sandra Cimarelli, Palinsesto Raidue, moglie di Franco Modugno, direttore dei Servizi immobiliari Rai. Alda D'Eusanio, conduttrice, vedova del sociologo del Psi Gianni Statera

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

(6)

Necessità oggettiva e non cattiveria dei governanti, quando si accetta il sistema, come fa la sinistra. Le rivoluzioni industriali di alcuni paesi del Sudest asiatico, e quelle che le hanno seguite, hanno messo in crisi il monopolio industriale dell’Occidente, mandano a carte quarantotto non tanto i capitalisti, quanto gli operai e il Welfare.

Ciò premesso, mi pongo la domanda: non è ridicolo affermare che le aspettative che la prima parte della Costituzione pone - non realizzate quando si poteva - possano essere realizzate oggi?

Quel testo è nato da un paese che versava in tali difficoltà che oggi è persino difficile descriverle. Però era un paese che, sotto la spinta degli invasori americani, sperava d’andare aventi.

Oggi siamo in un paese in cui il forte, il potente, vuole meno pastoie sindacali, meno “lacci e lacciuoli” legislativi e statuali (espressione che dobbiamo al retromarcista e osannato padanista, Luigi Einaudi) per competere sul mercato globale, mentre il debole rimpiange il passato ordinamento senza poterlo difendere.

In cinquant’anni di vita ho visto momenti di grande disperazione collettiva. Ma mai l’uomo è stato solo come oggi. Lo scarafaggio di Kafca. Un ramoscello divelto dal suo albero dall’infuriare del vento e trasportato in mare dalla piena del torrente.

Un pezzo di legno eroso e denudato della sua corteccia, spogliato e sbattuto dalla risacca sull’arida spiaggia.

Questa solitudine, al Sud, s’incardina sull’impotenza politica imposta dall’unità padanista a un popolo giudicato fra i più reattivi d’Europa.

(segue ancora)

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

II PARTE
Alessandra Rauti, redattore del Gr, figlia di Pino, segretario del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore. Silvia Ronchey, autrice e conduttrice di programmi, figlia di Alberto, ex ministro dell'Ulivo ed ex presidente di Rcs. Paolo Ruffini, direttore Gr, nipote del cardinale e figlio di Attilio, ex deputato e ministro dc. Sara Scalia, capostruttura di Raidue, figlia della giornalista Miriam Mafai. Maurizio Scelba, Tg1, figlio di Tanino, ex portavoce del presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Mariano Squillante, ex corrispondente da Londra, ora a RaiNews 24, figlio dell'ex giudice Renato. ù Giovanna Tatò, Raitre, figlia di Tonino, consigliere di Enrico Berlinguer. Carlotta Tedeschi, Gr, figlia di Mario, senatore Msi. Daniel Toaff, capostruttura e autore della "Vita in diretta'', figlio dell 'ex rabbino di Roma, Elio. Stefano Vicario, regista preferito di Giorgio Panariello, figlio del regista cinematografico Marco. Stefano Ziantoni, Tg1, figlio dell' ex presidente dc della Provincia di Roma Violenzio. FIGLI RAI Rossella Alimenti, Tg1, figlia di Dante, ex vaticanista Rai. Paola Bernabei, Ufficio stampa, figlia dell'ex direttore generale della Rai, Ettore, proprietario della società di produzione Lux. Giovanna Botteri, Tg3, figlia di Guido, ex direttore sede Trieste Rai. Manuela De Luca, conduttrice Tg1, figlia di Willy, ex direttore generale Rai. Giampiero Di Schiena, Tg1, figlio di Luca, ex direttore dc del Tg3. Annalisa Guglielmi, sede Rai di Milano, figlia di Angelo Guglielmi, ex direttore di Raitre. Piero Marrazzo, conduttore di "Mi manda Raitre'', figlio dello scomparso giornalista Giò. Simonetta Martellini, Raiuno, figlia di Nando, storico radiocronista sportivo. Luca Milano, dell' ufficio contratti, è il figlio di Emanuele, ex direttore Tg1 ed ex vice direttore generale. Barbara Modesti, Tg1, figlia dell'annunciatrice Gabriella Farinon e del regista Rai Dore. Monica Petacco,Tg2, figlia di Arrigo, storico e consulente principe di programmi Rai.

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per il sign
andrea.colagiacomo
ma che hai intenzioni di scatenare una nuova rivoluzione...
per me potrebbe anche andare bene
ma prima spiegami il tuo ideale di nuova Italia...
grazie

pisano.mirella 07.09.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento


"Rai, covo di imparentati


Mentre infuria la polemica sulle nomine politiche, un blogger ci ricorda quanti "figli o qualcos'altro a di" ci sono nella tv di Stato

Di: Scherzerai

Mi limito a mettere questa lista che ho ricevuto con emai e poi riflettiamo su questa Italia FIGLI ECCELLENTI Tinni Andreatta, responsabile fiction di Raiuno, figlia dell'ex ministro dc Beniamino. Natalia Augias, Gr, figlia del giornalista e scrittore Corrado. Gianfranco Agus, inviato a "La vita in diretta", figlio dell'attore Gianni. Roberto Averardi, Gr, figlio di Giuseppe, ex deputato Psdi. Francesca Barzini, Tg3, figlia dello scrittore e giornalista Luigi junior. Bianca Berlinguer, conduttrice del Tg3, figlia di Enrico, segretario del Pci. Barbara Boncompagni, autrice, figlia di Gianni. Claudio Cappon, direttore generale, figlio di Giorgio, potente ex direttore generale dell'Imi. Antonio De Martino, Gr, figlio dell'ex ministro socialista Francesco. Fabrizio Del Noce, Tg1, direttore Raiuno, figlio del filosofo Augusto. Antonio Di Bella, direttore Tg3, figlio di Franco, ex direttore del "Corriere della Sera". Claudio Donat-Cattin, capostruttura Raiuno, figlio dell'ex ministro democristiano Carlo. Jessica Japino, programmista regista di tutte le edizioni di "Carramba", figlia di Sergio. Giancarlo Leone, amministratore delegato di Rai Cinema e responsabile della Divisione Uno, figlio dell'ex presidente della Repubblica Giovanni. Marina Letta, contrattista a tempo determinato, figlia di Gianni, sottosegretario alla Presidenza a Palazzo Chigi. Pietro Mancini, Gr, figlio del socialista Giacomo. Maurizio Martinelli ,Tg2, figlio del giornalista Roberto. Stefania Pennacchini, Relazioni istituzionali Rai, figlia di Erminio, ex sottosegretario Dc. Claudia Piga, Tg1,figlia dell'ex ministro dc, Franco. Francesco Pionati, notista politico del Tg1, figlio dell'ex sindaco di Avellino, la cui assunzione, secondo la leggenda, fu decisa durante una partita a carte di Ciriaco..."
scherzerai.splinder.com

Mauro Bellaspica 07.09.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento

quando sono passato dalla squadra dell'oratorio alla squadra del paese vicino.... 18 anni... compenso per il trasferimento 10.ooo lire... premi partita 1.000 £ a punto.... negli spogliatoi passava regolarmente il ns segnalinee (il milan si è ispirato ai campionati giovanili degli anni '60... ogni squadra portava il suo segnalinee... ) e ci dava regolarmente lo zuccherino (diceva lui-maltosio-glucosio-)... ho fatto poche partite.... venivo regolarmente espulso per reazione... poi alla fine è arrivata la squalifica di 3 anni... fine di una carriera mai iniziata... sarà stato lo zuccherino che mi rendeva superirascibile?... ma con quello che si viene a sapere oggi... meglio così... un paio di compagni di allora hanno malattie molto poco comuni....

roberto brianzolodocg 07.09.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(5)

Ora, ascoltato il discorso di Napolitano con l’ovvia nostalgia per la lontana e sempliciotta giovinezza, mi chiedo che senso possa avere oggi il celebrare la prima parte della Carta Costituzionale del 1948, nata dalla Resistenza, se poi i resistenti hanno ribadito il dualismo Sud/Nord dell’età sabauda e fascista. Più in generale, questa prima parte della Costituzione italiana contiene dei precetti di tipo liberal-socialista, i quali furono affidati, per la loro realizzazione, a chi avrebbe diretto lo Stato nazionale in un momento successivo. Ma l’eredità è ancora giacente.

Essa lasciò tiepidi i governi e i legislatori ordinari che vennero dopo. Si mosse invece con molta decisione, a partire da metà degli anni Cinquanta, la Corte costituzionale, la quale fu investita del potere/dovere di annullare le leggi ordinarie in contrasto con il dettato costituzionale (allorché ciò fosse stato rilevato nel corso di una causa di fronte al giudice ordinario). Attraverso questo elegante, ma lento meccanismo, molte cose sono cambiate nell’ordinamento italiano. Ma sicuramente non tante, e non in tal misura e densità, da realizzare il tipo di Stato socialmente unito che la Costituzione prefigurava e prefigura.

Diciamo che, per merito della Corte costituzionale, una parte della quota liberal della Costituzione è andata in porto, mentre la parte socialista e unificante no. E’ stato invece il giudice ordinario a conservare in vita una grande realizzazione fascista, la validità per tutti (come una legge) dei contratti collettivi di lavoro.

Nella transizione dell’Italia,da paese di contadini, a paese di salariati dell’industria, il riconoscimento giudiziario ha avuto un effetto quasi rivoluzionario. Tanto rivoluzionario che, dopo la caduta dell’Unione Sovietica, i governi italiani (specialmente quelli di sinistra) si sono attivati a trovare il modo di rifregare i lavoratori.

(Continua)

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento

è solo il solito buonismo della classe politico/dirigente italiana di qualsiesi settore.. quando muore qualcuno sono tutti integerrimi, puliti, onesti, gentleman, grandi statisti che hanno dato un contributo senza pari al settore di competenza. Stiamo parlando dell'Inter, la vera cupola dell'italia.. sia calcistica che non.. Con il tronchetto delle intercettazioni pilotate commissionate da moratti (ma qualcuno ha mai pagato per l'illegalità delle intercettazioni?). figuriamoci, sapeva tutto mancini e Facchetti era un gentleman all'oscurodi tutti? Non prendiamoci in giro.. tra il Facchetti il Moggi il Moratti e l'Agnelli ci sono solo i piedi a virgola.. e l'incapacità manageriale palesemente evidente.. che gli interisti non me ne vogliano.. ma qualcuno lo scudetto 2005-6 l'ha rubato.. e non è la juve..

david ponzo 07.09.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non capisco nulla di calcio o di interessi economici del calcio, unico problema vi pensavate che in Italia dove uno sport come il calcio fa fermare tutto /vedi mondiali/ potesse essere immune da droga, doping, contratti falsi, falsi in bilancio , ecc
Moratti e co. prima sono imprenditori e poi sportivi .

pisano.mirella 07.09.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Salvatoreeeeee tu giudichi ancora l'intelligenza per i libri che hai letto?? che testone hai ?? bhe con quel nome li!! SABBATOREEE ahahah

andrea.colagiacomo 07.09.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DIO BOIA

branco malato 07.09.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal Guil..vo lo sano che io sono cresciuto con il mito del CHE fra comunisti ne socialisti…ma onestamente nessuno per ora mi tratta male…...SARANNO MICA PIU’ TOLLERANTI?!?!

ernesto scontento

ernesto scontento 07.09.06 15:15
*********************************************

Ciao Ernesto,

Vorrei chiederti per favore di non identificare il Blog di Beppe con il Sig.Cossellu...la tolleranza del blog è stata fin troppo dimostrata, come pure l'intolleranza di alcune persone dagli ideali dogmatici.

Anche sul blopg del Giuli.vo, se presi singolarmente, ci sono personaggi intolleranti e poco predisposti all'elasticità di idee.

Non generaliziamo, per favore, ciò che appartiene ad un singolo.

Grazie
baci


(4)

Il passaggio dal comunismo proletario al liberalismo democratico e al privatismo dei Ds, è un esempio. Un altro è la disastrosa degenerazione del federalismo cattaneano e sturziano allo scomposto e sottosviluppato bossismo e calderolismo.

Il bel discorso pronunciato da Napolitano lunedì scorso appartiene al genere letterario “relazione per il congresso”. Per giunta, la relazione di una minoranza, la quale può persino sembrare la maggioranza in Europa e in Italia, e che invece è una forza che muore man mano che è costretta a smontare il Welfare socialdemocratico. Sembra di essere di fronte a un caso di nemesi storica. La fine del bolscevismo sta tirandosi dietro la socialdemocrazia. E’ l’ombra di Lenin che afferra per i piedi Karl Kautsky, Filippo Turati, Leon Blum, Lord Beveridge, Di Vittorio, Saragat, Willy Brandt e li trascina dinanzi al confessionale della storia. “Vi siete chiusi nella difesa dei vostri lavoratori, sacrificando gli altri”.

Napolitano leninista. Ero giovane, anche Napolitano lo era. Con altri meridionalisti, pubblicò la rivista napoletana “Cronache meridionali”. Erano arrivati dall’America i soldi del Piano Marshall. Ma erano andati tutti all’industria toscopadana. Il Nord scialava. Fra l’altro, con quei soldi stranieri, stava mettendo fuori combattimento la vecchia industria napoletana della pasta e delle conserve (cronologicamente parlando, la prima industria italiana capace d’esportare all’estero) e i suoi dipendenti.

Con la Ricostruzione nazionale Napoli fu avviata alla distruzione di sé. Napolitano, Chiaromonte, Amendola e altri, lamentarono il maltrattamento riservato al Sud. Togliatti, molto concreto nel soppesare le forze in campo, chiuse la rivista. Il Sud era popolato da “cafoni”, il Nord da partigiani.

(continua)

Bernardo Tanucci 07.09.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ ernesto scontento 07.09.06 14:57 14:58

Grazie della risposta Ernesto;
ma ti dirò che a mio avviso non risponde granché. Ovvero, continuo a non capire cosa c'entri il tuo "essere CHE" con le tue idee, che sono senz'altro rispettabili e almeno in parte condivisibili. Anzi, figurati se non sono d'accordo nella denuncia certi atteggiamenti di certi partiti del centrosinistra, che criticano il berlusconismo a parole ma non se ne discostano molto nella pratica. Anche se respingo fermamente l'uso strumentale di certe situazioni da parte della destra, che agisce nello stile del famoso racconto della pagliuzza e della trave.

Ma in ogni caso, permettimi, sono assolutamente convinto che non sia l'essere e la storia di un personaggio come Ernesto "Che" Guevara che possa rappresentare le idee che esprimi; neanche un po'. A me sembra che la sua presenza nel tuo blog, che sta virando sempre più verso destra (fatto rispettabilissimo naturalmente), sia soltanto un elemento di grave confusione.

Aggiungo un'osservazione più generale: spesso, quando qualcuno si definisce "né di destra né di sinistra" o cose del genere, magari aggiungendoci un "sono tutti uguali" etc., finisce inevitabilmente per farsi un cammino a destra, e di quella più dura poi. Vedi Ernesto, è da molto che ci leggiamo qui, hai scritto molte cose interessanti e condivisibili, ma tu stesso noterai come ultimamente ti stai spostando su posizioni non già di critica costruttiva, ma di critica "a prescindere", sulla stessa sponda ideologica e metodologica di Forza Italia e dintorni. Per esempio, senza andare molto lontano, il tuo post sulla guerra che secondo te finiremo per fare all'Iran "con i caschi blu ma non azzurri" e la contrarietà a un intervento che dici tu stesso vuole essere di "guerra preventiva a un conflitto". Non ti va l'idea di fare la guerra alla guerra? Cioé, di fare di tutto per impedire che una guerra scoppi o si riaccenda?

Proviamo ad essere più chiari, evitando confusioni.

Un saluto

Mario Gabrielli Cossellu 07.09.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SAlvatore hai l'età di Ciampi?maronna quanto sei vecchio inside!
fai un corso d'inglese.. che forse è meglio di conoscere l'italliano

andrea.colagiacomo 07.09.06 15:23| 
 |