Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il trionfo della Giustizia


Pinocchio_e_i_carabinieri.jpg

Da quanto tempo in questo blog ci battiamo, senza cavare un ragno dal buco, per il ripristino della legalità? E’ per questo che oggi possiamo e dobbiamo celebrarla. Oggi che la giustizia, quella giusta, che non guarda in faccia a nessuno, neppure alle bambine di 10 anni, la giustizia ceppalonica dell’indulto, ha trovato la sua giornata di gloria.
Uno spiegamento di poliziotti e agenti in borghese ha circondato il pericoloso convento di Sant Oyen in Valle D’Aosta. Ha prelevato una bambina bielorussa di nome Maria. L’ha accompagnata in aeroporto e rimpatriata con urgenza.
Maria ha minacciato il suicidio, ma la Bielorussia l’aspetta. Sarà ospitata nel suo vecchio e accogliente orfanatrofio di Vilejka dove ha, secondo la coppia genovese che vuole adottarla, subito violenze inaudite. Sono sicuro che il nostro ministro delle Giustizia manderà degli ispettori per le opportune verifiche.
I genitori affidatari hanno fatto ricorso alla Corte d’appello di Genova per trattenere Maria in Italia. Ma non si è aspettato neppure che si pronunciasse prima di metterla su un aereo. Una extracomunitaria in meno.
Tornerà forse un giorno nel nostro Paese. Chissà, la troveremo lungo qualche viale cittadino, importata dalle mafie dell’Est. Addio Maria.

Ps: Un bambino sardo chiede il nostro aiuto, si chiama Roberto ed è affetto da Leucodistrofia metacromatica. Il suo sito è www.proroberto.it

30 Set 2006, 14:29 | Scrivi | Commenti (2024) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Un cugino mi chiede di descrivergli in immagine la realtà italiana. Gli propongo :

- la società ital. è un bottiglione con bocca tanto grande che ci butti dentro l’acqua senza imbuto ;

- l’acqua che ci butti dentro è il progresso e le energie del Paese, che continuano a esser coinvolti nelle varie attività.

- fai attenzione, ti accorgi che tanta ce ne butti, di acqua, e tanto il livello rimane semptre li !

Chiamano i maestri vetrai di Murano per un consulto. Guardano, toccano, verificano, col lanternino. E poi trovano che, in fondo alla bottiglia, c’è una miriade di bucherelli che spillano, spillano..., da dove l’acqua scappa fuori.....

E’ sempre scappata ...., e ancor scapperà finché gli Italiani non aprono gli occhi !

“Bischeri gli Italiani” (una voce vien dalle nuvole grige ; sarà Dante o Boccaccio ?),”che voglian trasportar l’acqua sanza tappar i buhchi !”

DALL’ EUROPA LA SCOPERTA DELLA REALTA’ SOCIALE

Inizio’ cosi, anno ’82, il mio espatrio in Francia. Avevo già viaggiato l’Europa per lavoro, e capito che, se volevo una qualità di vita “europea”, dovevo andarmene. Già nei primi anni in Francia fu chiaro che avevo fatto una buona scelta. Un po’ difficile adattarsi alla mentalità parigina, ma tutta la famiglia fece uno sforzo, anche per la lingua.

Successivamente, in pochi anni, capimmo che quel che la Francia ci offriva (e l’Italia talora ci rifiutava) era : la certezza del diritto, ma anche dei servizi pubblici affidabili, spesso di buona qualità. E la certezza, da parte di chiunque, di comportamenti corretti, soprattutto per l’esistenza di valori positivi, i cani pastori della vita sociale.

I contatti con l’Italia nel decennio successivo ? Un’impressione negativa : peggioramento, lento ma continuato, della società. Curioso di capire le cause delle differenze fra Italia ed Europa avanzata, notavo i fatti italiani negativi di maggior rilevanza.
Ulrich Realisy
ulrich33@orange.fr

Ulrico Reali 18.08.13 11:35| 
 |
Rispondi al commento

le terapie l'aiutino ad elaborare i suoi due vissuti di abbandono. Noi però abbiamo il dovere di non fermarci, di far sapere che quanto accaduto non si deve ripetere e informare, chi è stato responsabile, delle conseguenze dei suoi atti, ci sono mancanze che causano dolori a catena di cui mai nessuno vuole farsi carico, almeno fare le adeguate riflessioni per non ripetere gli errori. Esistono giudici che verificano se ,con le loro disposizioni, hanno tutelato il bene supremo dei minori? Al tribunale di Venezia qualcuno saprà il male gratuito che ha fatto? ci chiediamo chi di quei giudici avrebbe il coraggio di guardare negli occhi una bimba che hanno traumatizzato. Chi risponde di tutto ciò? e il servizio sociale ,che mai è stato considerato, che responsabilità ha? con il suo silenzio, si è adeguato al TM. pur non condividendo nulla delle decisoni prese ma ...quale servizio sociale si oppone a un giudice? questo ci siamo sentiti rispondere sia dal nostro servizio sia da quello della famiglia adottiva.
Per ulteriori notizie, sul giornale La Stampa di lunedì 16/04/07 , c'è un articolo sulla nostra vicenda che può aiutare a comprendere ancora meglio la drammaticità della storia.

brunella benedetti 26.04.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo pensato di inviare la nostra storia di mala giustizia, di dolore e violenza gratutita che ha causato un danno non quantificabile e neanche prevedibile in futuro alla bimba che avevamo in affidamento . Le inviamo in allegato alcuni documenti,un parere di persona estranea ma competente, questo per rendervi partecipi che le nostre paure per la salute della piccola non erano infondate, siamo solo un babbo e una mamma, ma con il cuore si vede e si sente oltre le teorie.
Questa vicenda è stata ai limiti del delirio ma quello che stupisce è che putroppo non è la sola in Italia, altri bimbi vengono trattati così senza apparenti motivi.Quello che anche è inaccettabile è che poi la responsabilità non è di nessuno : la piccola ha subito un trauma forse irreversibile, la nostra famiglia è stata anch'essa distrutta dal dolore e siamo certi che anche per la famiglia adottiva è stata un'esperienza assurda (da vedere poi cosa succederà in futuro).La piccola era una bimba serena, allegra, ora rischia la schizofrenia...la perizia fatta sono 79 pagine, pare un racconto dell'orrore. Ancora ci domandiamo ma perchè tanta violenza da parte di chi deve tutelare i bimbi? chi è responsabile ora dei danni subiti da tutti noi? chi in coscienza pensa a una bimba che poteva essere sana e che ora a neanche tre anni deve iniziare una psicoterapia infantile? Noi abbiamo atteso con pazienza giorni, mesi e poi ancora mesi in attesa che qualcuno decidesse del suo futuro, quando è arrivato il momento ci siamo dovuti prendere anche giudizi e colpe che non abbiamo.Quel 17/12/2005 non c'era nessun gioranlista, non puo' il pianto o la rabbia di una nonna (che a ragione chiedeva più umanita' nel passaggio) essere preso come pretesto per agire in modo sconsiderato e folle senza motivo. Ancora poi mi chiedo come mai quel giorno nessuno mi ha cercato nè a casa nè al cellulare che ho sempre acceso, la piccola era affidata a noi.
Ormai per la bimba si puo' solo sperare che l'affetto..continua

brunella benedetti 26.04.07 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Il sito di Roberto è giù a casa di un Hacker.
Vergogna!

Christian Bianco 04.12.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho saputo da poco del tuo sito, trovo che sia giusto poter dire ciò che si pensa, ma se ci fermiamo un attimo a leggere tutto, ci rendiamo conto del malcontento popolare, e poi, e poi arriva Natale e la gente fa regali a parenti e amici, e poi arriva agosto e la gente va in ferie, non dico sia sbagliato anzi, finchè i nostri "cari" politici riescono con le loro manovrine a farci fare tutte queste belle cose, NOI italianini, compreso me, non faremo mai nulla di concreto per cambiare le cose, e resteremo sempre con il mal di fegato tutte le volte che ascolteremo o leggeremo una qualsiasi notizia politica.-
Grazie Beppe

Mauro Ghidotti 22.10.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

GIUSTIZIA: UN PESO E DUE MISURE

Questo sfogo è mosso dalla vicenda legata alla sentenza di primo grado che condanna ad anni 16 (di cui si è avuta notizia tramite Giornale di Sicilia del 05/09/2006) tale Quartararo accusato di aver posizionato un ordigno nella Valle dei Templi qualche anno fa.
La vicenda è lunga e confesso di non avere materiale a sufficienza per potere giudicare giudizialmente se la condanna sia giusta o meno, ma ciò esula dalla discussione de qua.
Il punto è che il soggetto in questione, tra l'altro a quanto pare reo confesso, è un favarese convertito alla religione islamica.
Ciò, a mio parere, avrebbe suggerito al Principe del Foro che ha tutelato i suoi diritti in giudizio, una ferma richiesta di sottoposizione a perizia medico-psichiatrica, quantomeno per ottenere una semi-infermità mentale che è apparsa palese nei suoi lunghi mesi trascorsi al Petrusa di Agrigento.
Di contro, sia il Pubblico Ministero che i Giudici di Agrigento che hanno applicato il massimo della pena prevista per il reato in questiopne, farebbero bene ad utilizzare lo stesso metro per altri reati ben più gravi in cui vengono convolti soggetti veramente pericolosi per la società.
Ricordiamo, infatti, che il Sig. Quartararo, ammesso che sia colpevole dei reati ascrittigli, non ha danneggiato alcuno, nè alcuna cosa.
Dunque, agli occhi del lettore, appare sproporzionata la pena di anni 16 comminata in primo grado, tra l'altro, in un periodo in cui, grazie al famoso indulto, le carceri di tutta la Nazione si svuotano di veri delinquenti.
Chi scrive non vuole assurgere a paladino della giustizia, ma semplicemente offrire uno spunto di riflessione su un articolo di cronaca che ha indignato chi come me ancora crede nell'esistenza dell'eeeeequità delle seyyntenze!!!

Joshua

Giosuè Di Stefano 13.10.06 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Amico Grillo

Innanzitutto ti ringrazio per l'opportunità che dai a tutti noi di esprimere liberamente le nostre idee.
Detto ciò, considero, da buon siciliano, questo tema il più interessante tra tutti e proporrei come titolo non il muro del pianto, ma IL MURO DELLA SPRRANZA.
Infatti, piangersi addosso non ha mai portato da nessuna parte e tutti noi dobbiamo prendere esempio da gente con le palle come Don Puglisi, Livatino e gli altri martiri della mafia.
Nel mio piccolo, anche la mia famiglia ha subito una grande ingiustizia.
Il mio bisnonno, padre di mio nonno Giosuè, alla fine dell'800 ha dovuto scontare una pena di anni 22 a Gaeta, accusato (ingiustamente) di essere stato il mandante di un omicidio.
Invero, il mio bisnonno Filippo, in qualità di sindacalista, dava molto fastidio ai potenti e ha pagato amaramente.
Mio padre mi ha raccontato che le ultime parole sul suo letto di morte sono state "Datemi un avvocato".

Joshua

Giosuè Di Stefano 12.10.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe buon giorno,ti sto scrivendo dalla spagna,perche`spagna? be`come molti italiani che sono qua ,penso lo abbiano fatto perche´ non ne possono piu´ di essere presi per il c.... da una classe politica che si alza lo stipendio se lo desidera ,perche´abbiamo i prezzi piu´ alti IN TUTTO di tutto il resto dell'europa cosi´che una famiglia si indebita non riesce ad arrivare a fine mese,per una multa dimenticata di qualche anno prima la GEST-LINE (e qui ci sarebbe da fare un'indagine)ti mette all'asta l'appartamento che ti sei pagato con gli anni.
perche´ci siamo rotti di sentirci comandare da leggi impossibili ,fatte da persone plurindagate.
perche´nel resto dell'europa l'euro a mantenuto lo stesso valore della mometa locale e invece in italia ,sempre perche´ siamo i piu' furbi di tutti ed e' aumentato AL DOPPIO e sembra che a tutti stia bene.
Forse queste persone che si sono trasferite qua lo hanno fatto anche per questo e il numero continua ad aumentare.
Io mi ritengo un romantico ,mi sarebbe piaciuto che i miei figli crescesero in quel bellissimo paese che e'l'italia ,mi sarebbe piaciuto continuare a vedere i miei genitori titti i giorni. Ma poi ti rendi conto che qualcosa non va' e cerchi di cambiare in un modo o in un'altro. spero tanto d'aver fatto la cosa giusta . un saluto a te beppe e a tutti i ragazzi che lavorano per te . andrea

andrea repetto 10.10.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro amico Beppe: idea per svuotare le prigioni:"per tutti i reati la legge quantifica una condanna, giusto?! Io penso che se la punizione fosse applicata integralmente, come da codice, un indviduo ci pensa due volte prima di compiere un illecito. Mi domando cosa serve la condzionale e, sui rei confessi,ilpatteggiamento con conseguente riduzione di pena.Se eliminassimo tali condizioni la lezione che il reo riceve nello scontare la pena può farlo riflettere prima di ripetersi. Mio padre mi ha sampre fatto scontare le punizioni che mi dava quando combinavo guai. Quanto sopra detto può sembrare banale ma sono convinto che a queste condizioni le carceri sarebero meno affollate e quindi non ci sarebbe la necessità di applicare questo assurdo e lasciamelo dire schifoso INDULTO che è una offesa gravissima per tutte le vittime dei reati commessi.
Caro Beppe ti ho sempre seguito fin dai tuoi
primi esordi. Ti stimerò sempre.
lusuardi rinaldo

rinaldo lusuardi 09.10.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti
stiamo raccogliendo adesioni per il costituendo Partito Democratico Italiano. Nulla a che fare con quello che dovrebbe nascere dalla convergenza dei partiti dell'Unione e di tutti quegli altri che all'occorrenza salteranno su quel carro.
Il nostro Partito Democratico Italiano è cosa ben diversa.
Non ci sarà posto per gli attuali politicanti.
I candidati saranno tutte persone nuove scelte dalla base.
Il mandato di un politico del PDI potrà essere rinnovato per due sole legislature.
Siete pregati di prendere in seria considerazione l'opportunità che ci consentirebbe nel giro di pochi anni di cancellare in un solo colpo tutta la gerontocrazia politica italiana ed i loro seguaci che si spacciano per innovatori.
E' ora di passare all'azione, basta con le lagnanze.
Se sei convinto di essere un vero cittadino non sprecare questa opportunità, diversamente, sarai sempre un suddito
La sudditanza è caratterizzata da de-responsabilità, tende a raggiungere il massimo dell’interesse personale aggirando gli ostacoli, addomesticando la legge, non vuole rinunciare a niente non essendo disposta a pagare nessun prezzo; la cittadinanza invece è connotata da co-responsabilità, ottiene dall’ideale assunto la forza di attraversare l’ostacolo, rispetta la legge e prevede la capacità di rinunciare a qualche aspetto che riguarda il privilegio: rinuncia che può essere riferita a beni materiali o immateriali (G. ZINCONE : “ DA SUDDITI A CITTADINI “).
Iscrivetevi all'associazione www.progressodemocratico.it
saluti

enrico cacciatori 09.10.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Cosa centra la politica qui, non si sa. Comunque, abbiamo il governo che ci meritiamo, fatto da vecchi DC che un tempo almeno erano solo da una parte. Ora sono ovunque. Non che essere DC sia per forza infamante: hanno fatto l'Italia che conosciamo (insieme a tutti gli altri). Allora stavano sul pezzo, lavorando. Vedi De Gasperi e altri, Togliatti incluso. Criticabili, tutti, è ovvio; ma rispetto a questi, mi sembrano dei giganti. Da Fanfani incluso in poi, l'abisso. Cosa ci riserverà il futuro? Io spero in un nuovo corso della sinistra, che, con un vero leader, possa modernizzare seriamente la cultura politica del nostro paese. Penso al Partito Democratico, e a Veltroni. Ma gli lascieranno mai realizzare qualche cosa? E a destra? Vedo solo Fini. Credo che lui una visione seria almeno ce l'abbia. Ma sarà mai in grado di affrancarsi da quella pletora di affaristi che lo circondano? Ma sono solo illusioni: la realtà vera non lascia spazio a questi sogni. Grande Paese, l'Italia: nonostante questi politici, sopravviviamo e molti ci invidiano. Tanti anni fa, quando un governo cadeva (e cadeva spesso), la borsa calava. Da un certo momento in poi, ha smesso di reagire, magari saliva. Pensate che roba. Potremo mai sperare in una classe politica meno orribile di questa? Qualcuno mi dica di si, vi prego. E cosa potremo mai fare per migliorarla?

Roberto Grossi 09.10.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento

E se alla fine scoprissimo che quella bambina, senza rendersi conto di cosa stava facendo, ha solo drammatizzato un pò i fatti e ha fatto leva sulle emozioni di chi la circondava? Non so voi, ma io mi sentirò prima spaesato, poi molto ma molto stupido.

Roberto Grossi 09.10.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So che anche questa volta, sarà il mio solito e vuoto "urlo nel deserto", ma fino a quando avrò vita, non smetterò mai di sperare che qualcuno possa prendersi a cuore questa ingiustizia, non subìta noi adulti, ma una bimba allora di soli 5 anni.
Proprio per non essere rimasti in silenzio siamo stati puniti dalle Autorità, come nel caso della famiglia di Cogoleto.
Ciò che ancora sconcerta è la prepotenza, l'arroganza, la presunzione di chi dovrebbe avere a cuore il destino di bambini, già duramente segnati dalla vita, e per di più affidati ad assistenti sociali,psicologi e giudici che fanno del potere e delle leggi l'unica ragione di esistere.
Ci meravigliamo del governo Bielorusso ma anche chi dovrebbe tutelarli qui in Italia non sono da meno.Preferiamo vedere la pagliuzza dello Stato vicino o lontano, pur di non far conoscere le travi che abbiamo nel nostro Paese?
Dietro al potente paravento del bene del minore sono perpretati abusi di ogni genere, non esiste possibilità di dialogo nè di mediazione. Esiste solo l'Autorità costituita dei Tribunali dei minori, con cui non è possibile alcun colloquio. La Verità è a senso unico, il decreto è l'unico credo, Dio infallibile di uomini che infallibili non sono e di cui nessuno controlla l'operato.
Non è vero che i minori sono tutelati, perchè altrimenti si dovrebbe indagare su certi Istituti dove sono segnate nefandezze, perchè si dovrebbe controllare l'operato di assistenti ssociali dal potere devastante e dalle croniche omissioni, perchè si dovrebbe assicurare aiuto e sostegno alle famiglie affidatarie che lo chiedono nell'interesse del minore, perchè si dovrebbe rispettare una personalità in fieri come quella di un bambino.
Purtroppo il minore è solo un "incartamento", un "fascicolo" su una pila di altri fascicoli, una pratica burocratica da sbrigare senza troppa fatica. Un "pacco" da rifilare a qualcuno purchè non si ponga troppe domande e non dia fastidio alle Autorità; l'importante è non fare richieste.

Giuseppina Rubino 09.10.06 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La fondazione per la RICERCA FIBROSI CISTICA onlus raccoglie fondi.

DAL 1 ottobre all'11 novembre

INVIA UN SMS al 48588
con 1 euro
da cellulare

e con 2 euro da rete fissa
da Telecom, Vodafone, TIM, Wind, 3.

www.fibrosicisticaricerca.it

alessandra altmann 08.10.06 11:01| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di adozioni, fatemi capire una cosa.
Ogni anno nel nostro paese si laureano piu' psicologi, assistenti sociali, psicoterapeuti etc etc che ingegneri, medici, chimici e altro.
Questi laureati vanno a lavorare per lo stato, eppure i bambini diventano maggiorenni prima di essere adottati mentre coppie disponibili ed con tutti i requisiti attendono anni prima di ricevere in adozione un bimbo. C'e' qualcosa che non va!!! Che sia interesse di troppi mantenere il sistema cosi' inefficente a scapito degli innocenti?

Andrea Oldrini 08.10.06 00:48| 
 |
Rispondi al commento

LEI HA SCRITTO: "Molte persone mi chiedono di commentare la Finanziaria..Di questa finanziaria non mi interessa un c..o e meno ancora dei girotondi di protesta."
Gentilissimo Peppe Grillo, sono in accordo con lei: prima della demagogia e delle inutili "critiche politiche" bisogna dare attenzione ai casi che ci stringono il cuore.. proprio quei casi che potrebbero essere evitati con una programmazione economica da parte dello stato (si chiama fianziaria!!!!!). Questo suo atteggiamento repulsivo nel dover giudicare/criticare la finanziaria dell'attuale Governo ( ma sarà perché è di sinitra il Governo???) non lo vedo in linea con quanto fatto da lei con il governo precedente.
SE DAVVERO VUOLE ESSERE UN UOMO CHE AIUTA IL PROSSIMO (e non solo per pubblicità ai suoi libri/dvd/ in vendita da Feltrinelli) PROVI A FARE UNA CRITICA IMPARZIALE.. IO SONO DI NAPOLI E POTREI SEGNALARLE MOLTI CASI, TRA CUI L'INADEMPIENZA IN CUI SIA L'AMMINISTRATORE REGINALE (bassolino) CHE QUELLO DEL COMUNE DI NAPOLI (iervolino) SI TROVANO AD OPERARE SENZA MAI INTERVENIRE: E M R G E N Z A I M M O N D I Z I A ed E M R G E N Z A C R I M I N A L I T A'. Denunci tutto, lei avrebbe i mezzi se volesse..

Con rispetto,
GIANNI RICCIARDIELLO

Gianni RICCIARDIELLO 07.10.06 23:21| 
 |
Rispondi al commento

L' arte di governare non risparmia nemmeno noi adolescenti. Le divergenze. le opposizioni, le ideologie che trovano sbocco negli estremismi caratterizzano le principali discussioni e le cosiddette "alleanze" tra presunti comunisti e fascisti, che esaltano ed esprimono i propri pensieri in maniera esagerata, si insultano, si offendono, si "odiano" e si STRESSANO!!! Se spesso nemmeno gli adulti consapevoli e responsabili riescono ad esprimere il loro "credo" politico in maniera composta e rispettosa del pensiero altrui (non sempre)... il pressante coinvolgimento delle parti dilaga in tutte le fasce di età e la situazione di pensiero si espande. Ciò è dovuto anche all'errata educazione politica e morale ricevuta dai bambini.
Dunque facciamo un esame di coscienza e verifichiamo se quello che viene insegnato(ci) rispecchia un certo livello di correttezza (che livello sia, è soggettivo), in modo che i ragazzi diventino adulti con le idee neutrali proprie di chi si avvia a diventare cittadino corretto e partecipe della società e non già indirizzato e sconvolto da un'infanzia da "adulto".
Grazie.

Beppe, continua così.

P.S.: ero presente il 5 ottobre a Treviso e ho apprezzato molto i riferimenti alle antenne della città. Se potessi ricordarti del nostro "artistico" problema io e tutti i cittadini contrari ad esse te ne saremmo infinitamente grati.

P.P.S.: a 14 anni ridurmi a sproloquiare di politica di cui probabilmente non capisco nulla...
sto invecchiando.

Nicola Favaretto 07.10.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul caso di Maria: ricordiamoci di quanti bimbi sono morti così di generazione in generazione, se fossi io la bambina, mi chiederei quale chance e quale scelta mi offrirebbero qti nuovi genitori e se ne sono cosciente: certo tornare nelle mani degli ashishini no, ma in fondo tutto è ma-fia e se ne uno nasce fuori o non glielo dicono è terribile please dalle un consiglio spassionato e chiaro - senti fuori dai denti x' non spieghi ai lettori k cosa fanno ai figli loro o altrui una coppia di omo maschi se appartengono al drago rozzo fuor di metafora k fine fanno le donne attive e k cos'è la massoneria spicciola? grazie x' nessuno mi dice niente a parte i films - mi piacerebbe molto conoscerti un saluto da ciò k resta dell'Olivetti d'Ivrea se vui posso mettere un racconto metaforico su un po' di cose ... baci tabe

Ta Be 07.10.06 00:52| 
 |
Rispondi al commento

per Niko Paranza e quelli che pensano che sono tutte stronzate:
hanno mostrato le cartelle cliniche, i referti medici, le dichiarazioni degli psicologi.
cosa volete di più? volete vedere di persona? toccare con mano se veramente ha subito?

povero San Tommaso, non hanno capito nulla...

ma non lo sapete quanto stanno godendo queste due persone, a farsi intervistare ogni giorno e svenire la sera per lo stress?

prima di parlare (sparlare) informatevi! c'è un bel pdf sul sito www.aiutiamomaria.info, se avete voglia di leggere 7 paginette serie, potete trovarle... scusate se la storia è un pò lunga da leggere, più corta la trovate su qualche giornale di gossip, facile da sfogliare, facile da commentare al bar!

un grazie sicero a quanti affrontano la realtà.
dagli altri,mi aspetto una risposta.

luca

luca nanni 06.10.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sig. Grillo, aiuti Vika. le persone comuni non hanno voce nè modo di farsi ascoltare dalle AUTORITA'. Ora che la bambina è in Bielorussia, nessuno ne parlerà più fino a quando la sua storia sarà dimenticata.
come si fa a costringere i nostri politici a continuare ad interessarsi della bambina? ci vorrebbe una manifestazione nazionale, uno sciopero, un sit in ....che cosa? la prego, sfrutti la sua immagine per non far calare il silenzio. Vika deve tornare in Italia, non dobbiamo lasciare che vinca la prepotenza e l'ingiustizia e che una bambina paghi per tutti.

vanna solinas 06.10.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento

@ sig Bambino... pardon sig Bambini
LEI RESTA UN FALSO E IPOCRITA.. MA NON SI PREOCCUPI E' UN BUONA E NUMEROSA COMPAGNIA

Lei che, pur avendo torto marcio (a proposito lo ha letto il libro di psicologia''') si rivolge a me con zucca vuota pretende rispetto???
Ma chi si crede di essere.

Oltre ad essere un maleducato un ipocrita è pure un grande ignorante e un gran disonesto perchè non ammette che non sa amare i figli degli altri come i suoi.

I coniugi giusto lo hanno saputo fare. Li rispetti e rispetti l'essere umano in quanto tale.

Non si accorge che orami più nessuno parla della bima??? Prima vengono le regole, poi il diritto internazionale, poi i dirittti delle altre famiglie italiane... e di maria chi ne parla più...

sorpresa!!! solo i Giusto ne parlano, perchè sanno (da veri genitori) che il bene della boimba era di stare ancora un po' in Italia, lontano da dove aveva sofferto tanto!!!
Vergogna a lei e tutti quelli che la pensano come lei

Roberto Staroni 06.10.06 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona serata a tutti.

sorriso e dolore 05.10.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Magari quella bimba ha detto delle cazzate, o magari no.
Troppo facile giudicare le azioni degli altri comodamente seduti ad una scrivania, vorrei vedere cosa avrebbe fatto tanta gente se la loro "probabile" ( non sono genitori adottivi ma affidatari ) figlia gli avesse detto (magari mentendo, ma come saperlo con certezza senza neanche conoscere quella bambina e senza guardarla negli occhi?) che era stata violentata e maltrattata?Non credo che quei genitori abbiano agito così per avere prima di altri l'adozione della bimba, credo più che lo abbiano fatto per amore e per provare a non far tornare la bambina in quell'orfanotrofio.
Come lei ce ne sono molti?
Oh, si , moltissimi ...ma per voi vostro figlio è uguale a tutti gli altri? Oppure per lui fareste tutto ciò che è possibile , e impossibile, tentare per la sua felicità.
Probabilmente non hanno scelto la via più facile , ma cosa fare allora ?
Qualcuno ha delle proposte?
Qui , non ci ascolta nessuno e loro almeno sono riusciti a far parlare i mass-media di cose che molti non sapevano neanche dell'esistenza.
Mia zia , da 4 anni , tutte le estati e i natali, ospita due bambini bilorussi, per loro ha chiesto l'adozione , ma da allora ancora è tutto fermissimo.
Chi crediate che sia peggio ; due genitori ( magari fossereo i loro genitori poi..) che non hanno paura di difendere la propria forse futura figlia , o dei governi che si prendono gioco dei sentimenti di grandi e bambini prendendo tutti per il culo per quanto tempo gli pare e piace?

valentina falsini 05.10.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

I bambini si inventano un sacco di stronzate.
CHissà cosa non avrebbe fatto la pischella per non tornare in orfanotrofio, magari s'è lasciata andare a fantasie e suggestioni NON VERE

o comunque non verifixcate da VOI, BANDA di scibacchini che non capite una mazza e scrivete con il culo, sull'onda di emozioni, irrazionali, come solo gli Italiani sanno fare

una ragazzina s'inventa un paio di stronzate e due famiglie s'industriano CON UN SEQUESTRO DI PERSONA e tutta Italia gli va dietro, compreso il Grillo?

MA CI SIAMO RINCOGLIONITI?

quei genitori adottivi non possono fare quel cazzo che gli pare...

Niko Paranza 05.10.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amici miei siamo una nazione di parole...se da un momento all'altro il Signore decidesse di farci fare la fine di Sodoma&Gomorra, resterebbero nell'aria tante di quelle parole e di quelle cazzate che manco Lui riuscirebbe ad eliminare..AZIONE!...CI VUOLE A.Z.I.O.N.E. ...Basta co sta massa di ladri, faccendieri etc etc al governo...basta con i mastella, i berlusconi, i rutelli che manco con la pasta so boni, i fassino, etc etc...ma vi rendete conto voi popolo che li avete votati, che i due rapprensentanti dei partiti più grandi della attuale coalizione, non si vedono più?...che lasciano campo libero a quei quattro pezzenti con l' 1% il 2% il 3% dei voti?...che vergogna, io mi sentirei così mortificato...ho un partito da 20% e sono relegato nel limbo, perchè se mastella si inceppa mi fa cadere il governo....AZIONE...ci vuole A.Z.I.O.N.E....MANDIAMOLI A CASA, ORA PERO' DIAMO FORZA ALLE PAROLE....ALTRIMENTI NON PARLATE E NON SCRIVETE PIU' MANCO SU QUESTO BLOG...VIGLIACCHI...BASTA CHE VI FATE IL PLASMINO, L'ABBONAMENTINO SKY, E LA MACCHININA NUOVA VA TUTTO BENE...MA COSA ASPETTATE CHE MANCO PIU' IL PANE POTETE METTERE A TAVOLA PRIMA DI MUOVERVI??

Pasquale Autiero 05.10.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento

@ Roberto Staroni.
Caro signor Staroni, lei è proprio una Zucca Vuota.

Mi dice che sono ipocrita perchè secondo lei andrei a prendere i miei figli in capo al mondo, lasciando gli altri a 2000 chilometri di distanza.

Non so da cosa desuma questo, probabilmente pensa di conoscermi bene.

Un grande veggente come lei ha una strada spianata.

Le faccio i miei complimenti anche per l'originale gioco di parole con il cognome(bambino-Bambini)!
Lei è proprio una Zucca Vuota!
Penso che non le risponderò più, vale la pena scrivere quando esiste un serio scambio di idee, con lei è molto difficile, spara cazzate a raffica, non conoscendo i problemi.

Ha le prerogative giuste per fare il politico di bassa lega.

Grazie comunque.

costantino Bambini 05.10.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tornerà forse un giorno nel nostro Paese. Chissà, la troveremo lungo qualche viale cittadino, importata dalle mafie dell’Est.
-----

come altre migliaia e migliaia e migliaia di ragazze che non hanno nemmeno avuto la fortuna di trovare due genitori.
allora maria vale di più? oppure trattenendo maria in Italia avremmo risolto qualcosa a parte fare in modo che altre migliaia di bambini non vengano più in italia? forse che ogni coppia di coniugi italiani dovrebbero adottare un bambino dei paesi poveri, cosi' risolviamo il problema della povertà dei bambini nel mondo?

pippo p. 05.10.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Tornerà forse un giorno nel nostro Paese. Chissà, la troveremo lungo qualche viale cittadino, importata dalle mafie dell’Est.
----------------------------------

come altre migliaia e migliaia e migliaia di ragazze che non hanno nemmeno avuto la fortuna di trovare due genitori.
allora maria vale di più? oppure trattenendo maria in Italia avremmo risolto qualcosa a parte fare in modo che altre migliaia di bambini non vengano più in italia? forse che ogni coppia di coniugi italiani dovrebbero adottare un bambino dei paesi poveri, cosi' risolviamo il problema della povertà dei bambini nel mondo?
Beppe, beppe, beppe.

pippo p 05.10.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Tornerà forse un giorno nel nostro Paese. Chissà, la troveremo lungo qualche viale cittadino, importata dalle mafie dell’Est.
----------------------------------

come altre migliaia e migliaia e migliaia di ragazze che non hanno nemmeno avuto la fortuna di trovare due genitori.
allora maria vale di più? oppure trattenendo maria in Italia avremmo risolto qualcosa a parte fare in modo che altre migliaia di bambini non vengano più in italia? forse che ogni coppia di coniugi italiani dovrebbero adottare un bambino dei paesi poveri, cosi' risolviamo il problema della povertà dei bambini nel mondo?
Beppe, beppe, beppe.

pippo p 05.10.06 13:29| 
 |
Rispondi al commento

La libertà è leggere altri punti di vista!

Agnese Giovanni 05.10.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

(da un articolo di Ma. Zin. Sul SecoloXIX del 2 ottobre 2006)

La vicenda di Maria nasce molto prima della scelta estrema di Alessandro e Chiara Giusto. Ci sono domande che meritano una chiara risposta.

1. I coniugi Giusto hanno percorso tutte le strade legali. Ma sono stati osteggiati a diversi livelli e inascoltati da quasi tutte le istituzioni: perché?

2. Il ruolo delle associazioni del progetto Chernobyl. Dal giorno successivo alla pubblicazione della storia ancora anonima iniziano ad attaccare i Giusto: perché?

3. I casi segnalati al Tribunale dei minori di Genova, non tutti della gravità di quello di Maria, erano stati almeno 15 tra Genova, Savona e Pietra Ligure. Perché non viene aperta un'inchiesta a vasto raggio?

4. Perché dopo il provvedimento del Tribunale dei minori che imponeva la permanenza di Maria in Italia almeno sino al 30 ottobre, lo stesso (il 6 settembre) viene modificato?

5. Parallelamente alla pubblicizzazione della storia di Maria viene negato l'asilo anche a un bimbo di Savona: perché?

6. Analogo trattamento riceve dal Tribunale dei minori di Torino il bimbo ospite di una famiglia di Ovada, testimone e vittima, nello stesso istituto, delle stesse violenze raccontate da Maria. Perché?

7. Questo avviene dopo che il presidente del Tribunale dei minori Sansa, ha segnalato gli interventi pesanti delle autorità bielorusse?

8. Quando è stato deciso il blitz visto che la decisione della Corte di Appello è giunta solo sabato? Quale certezze o timori aveva l'autorità bielorussa?

9. Il Tribunale dei minori di Genova ha partecipato al vertice con ambasciatore e carabinieri il pomeriggio del blitz?

10. Se sì, perché? La decisione dell'appello avrebbe lasciato lo spazio a una impugnazione "europea" con Maria in Italia?

mi sono permessa di copiare questo brano, tratto da un articolo del SecoloXIX, sperando che possa servire a comprendere quel che è successo.
leggete anche gli articoli su "Il giornale.it" su quel che è successo in Regione Liguria

vanna.solinas 05.10.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi stupisce che proprio Beppe Grillo abbia deciso di stare dalla parte dei furbi,insieme a una buona quantità di razzisti.
Ci piace una bambina, sappiamo di avere gli appoggi "giusti" nei media e siamo bene attrezzati come avvocati,comune,parroco, capiscout, e ce la teniamo...Casualmente l'Unione Europea in questi giorni deve decidere sulle sanzioni alla Bielorussia e magari si può approfittare della situazione(infatti l'Italia ha votato contro).Quello che tu, Beppe, vedi come lo strapotere della giustizia su di una povera bambina, io lo vedo come una delle solite furbate da "italiani medi" che ben appoggiati da alcuni tg e giornali e chissà chi altro, cercano un "aiutino" per passare sopra leggi, patti e regole.
Le violenze in orfanotrofio sono state confermate anche da Viktoria o sono solo la scusa per intenerire i nostri cuori di italiani creduloni?(e del tribunale)
I signori Giusto avevano richiesto l'adozione definitiva?
Se giustifichiamo questo rapimento quali saranno le conseguenze?
Se Viktoria fosse stata un orfana italiana i Giusto sarebbero stati accusati di rapimento di minore e mai più l'avrebbero adottata.
Con tutta la solidarietà a Viktoria e ai bambini che vivono in orfanotrofio(bielorussi, italiani, fa poca differenza),che possano trovare una famiglia dove essere amati, non una famiglia a tutti i costi.

Alex Casamenti 05.10.06 04:18| 
 |
Rispondi al commento


Caro Antonio Di Pietro e Italia dei Valori,

sono un vostro sostenitore.
Vi ho votato.

Vorrei sapere, per cortesia:
1. i nomi e i cognomi dei ministri che ieri hanno fato saltare la votazione al senato che avrebbe bloccato l'infame legge Castelli. In questo modo, in futuro eviterò di votarli, casomai dovessi scegliere un candidato specifico.
2. le ragioni di tale comportamento.

Vi pregherei di rispondere.
Grazie per la cortese attenzione e buon lavoro.

Mauro Bertolotto

Mauro Bertolotto 04.10.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Ultima parte della mail spedita al ministro ed al sottosegretario


".......
Spero che in futuro sappia riscattarsi da questa brutta figura, non come tecnico della giustizia, non come sottosegretario, non come politico, ma come essere umano. Se fosse di sinistra, riprendendo le parole di altri più famosi di me la esorterei a dire qualcosa di sinistra, e parafrasando questa vicenda la esorto per il futuro a dire qualcosa di più umano e di parlare ai propri interlocutori indipendentemente dal loro peso politico o sociale come a persone fatte di carne sangue ed anima.

Con rispetto ed anche un po' di sonno vista l'ora
."

Davide Varotti 04.10.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di seguito parte di una email spedita da me ieri notte al sottosegretario Melchiorre ed in copia al Ministro Mastella:

"..sono quasi le 2 di notte, ho da poco visto ed ascoltato il suo intervento a Porta a Porta, auspicavo l'intervento della voce ufficiale del governo, del mio governo, in quella trasmissione dove il burocratese dell'ambasciatore Bielorusso aveva ingrigito ogni domanda e dibattito, avevo voglia di sentire le parole del mio governo e grazie al cielo arriva lei, Daniela Melchiorre, mia coetanea dalla brillante carriera e dalle doti intelletuali indiscutibili, ero pronto a sentire ed accogliere il suo intervento che mi auspicavo di alto profilo ma che auspicavo fosse anche umano, visto che è madre e credo anche di estrazione cattolica visto il partito in cui milita

La ringrazio perchè mi ha chiarito definitivamente un concetto che facevo un po' fatica a mettere a fuoco, legalità e giustizia non corrono paralleli
Certo per lei che frequenta gli ambienti giudiziari da tempo era un concetto limpido, probabilmente già dalle aule universitarie, ma riuscire in cinque minuti a renderlo lampante a chi come me la stava ascoltando con attenzione, questa è una vera dote, abilità di sintesi molto rara
Una piccola riflessione
Quando ci si accorge che legge e giustizia sono divergenti allora solo l'umanità o il coraggio possono riavvicinarli
Ci vuole coraggio e umanità per rischiare senza averne un tornaconto.Ci vuole coraggio ed io faccio fatica a biasimarla, se questo coraggio non l'ha avuto
Probabilmente dentro il rimorso la corrode, la sua anima fà a cazzotti con la sua ragione, spero che ciò la porti un giorno a comportarsi in maniera differente, ma sinceramente non credo che si corroda al suo interno non credo nemmeno che ciò che ha fatto lo consideri sbagliato, non sono nemmeno sicuro che sia cosciente delle divergenze che spesso nascono tra giustizia e legalità e questo è un problema ed un pericolo per un sottosegretario alla giustizia.."
continua

Davide Varotti 04.10.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Di seguito parte di una email spedita da me ieri notte al sottosegretario Melchiorre ed in copia al Ministro Mastella:

"..sono quasi le 2 di notte, ho da poco visto ed ascoltato il suo intervento a Porta a Porta, auspicavo l'intervento della voce ufficiale del governo, del mio governo, in quella trasmissione dove il burocratese dell'ambasciatore Bielorusso aveva ingrigito ogni domanda e dibattito, avevo voglia di sentire le parole del mio governo e grazie al cielo arriva lei, Daniela Melchiorre, mia coetanea dalla brillante carriera e dalle doti intelletuali indiscutibili, ero pronto a sentire ed accogliere il suo intervento che mi auspicavo di alto profilo ma che auspicavo fosse anche umano, visto che è madre e credo anche di estrazione cattolica visto il partito in cui milita

La ringrazio perchè mi ha chiarito definitivamente un concetto che facevo un po' fatica a mettere a fuoco, legalità e giustizia non corrono paralleli
Certo per lei che frequenta gli ambienti giudiziari da tempo era un concetto limpido, probabilmente già dalle aule universitarie, ma riuscire in cinque minuti a renderlo lampante a chi come me la stava ascoltando con attenzione, questa è una vera dote, abilità di sintesi molto rara
Una piccola riflessione
Quando ci si accorge che legge e giustizia sono divergenti allora solo l'umanità o il coraggio possono riavvicinarli
Ci vuole coraggio e umanità per rischiare senza averne un tornaconto.Ci vuole coraggio ed io faccio fatica a biasimarla, se questo coraggio non l'ha avuto
Probabilmente dentro il rimorso la corrode, la sua anima fà a cazzotti con la sua ragione, spero che ciò la porti un giorno a comportarsi in maniera differente, ma sinceramente non credo che si corroda al suo interno non credo nemmeno che ciò che ha fatto lo consideri sbagliato, non sono nemmeno sicuro che sia cosciente delle divergenze che spesso nascono tra giustizia e legalità e questo è un problema ed un pericolo per un sottosegretario alla giustizia.."
continua

Davide Varotti 04.10.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole! Le persone che dovrebbero rimanere le cacciano via, mentre quelle che dovrebbero essere buttate fuori rimangono!! Un mondo alla rovescia!!!

claudio cini 04.10.06 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Un grido di rabbia! Ogni giorno in tutto il mondo si compie da sempre lo stesso miracolo “si nasce” Fantastico!
La vita ci viene data dai nostri genitori da un’entità elevata dalla genetica e/o chi sa da chi o da che cos’altro. Siamo liberi fin dai primi giorni l’evoluzione dell’uomo porta ad acquisire sempre più indipendenza autonomia consapevolezza dell’”IO” libertà di azione pensiero emozioni LIBERTA’! In uno stato civile la mia libertà finisce dove inizia la tua quindi lo STATO è un po il vigile urbano: regola le transazioni civili di libertà tra i suoi cittadini; esalta e stimola la mia libertà frena “blocca” la mia libertà quando oltrepassa il limite della libertà altrui; non mi da quindi la vita ma fa si che la mia vita sia libera di esprimersi nella piena libertà. Poi un bel giorno arriva un tizio qualunque malato non malato ma consapevole folle o non folle e mi uccide (magari nel modo più violento e macabro).
Sono un adulto sono un bambino uomo donna MI UCCIDE! Ma perché? C’è un motivo? In particolare sono un bambino nell’età “d’oro” piena di tante cose di tante emozioni di tante speranze di tante aspettative di tanti progetti e qualcuno spenge l’interruttore “OFF” e tutto si ferma.
L’hanno definito il “MOSTRO” di Foligno. Sembra che basta dare una definizione precisa e tutto è attenuato e quasi giustificato! E lo Stato? E' intervenuto privando la sua libertà “bloccandola” perché è andato oltre ha limitato la mia (addirittura me l’ha tolta completamente).
E oggi? Lo Stato che fa? Si inventa l’indulto un manovra per la riabilitazione per dare una possibilità a chi ha capito. Non è così. Hanno detto che le carceri italiane non possono più contenere il numero alto di detenuti. Da la possibilità anche a lui “MOSTRO” di riabilitarsi è guarito e dice: ucciderò ancora!
Tu Stato non mi dai la vita ma avalli a togliermela! Non sarebbe più giusto costruire altre carceri? Ed io bimbo intanto mi aspetta domani dietro l'angolo il mostro di turno!

Cloi

paola coslop 04.10.06 12:38| 
 |
Rispondi al commento


OT
P.R.U.R.I.T.O
Chiedo ancora scusa per l'intrusione
Per
elisabetta buy 03.10.06 11:31 che ha scritto
Per caso suda tantissimo, soprattutto di notte? E questi noduli sotto pelle dove sono localizzati?

La risposta è si. Suda molto. E i noduli sono sono localizzati in braccia e gambe. Ha una possibile
diagnosi da suggerirmi?
Grazie

Luca Santi 04.10.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

OT
P.R.U.R.I.T.O

Chiedo ancora scusa per l'intrusione

PER cosetta sartori 03.10.06 09:05

E PER pone umberto 03.10.06 09:02 |

che hanno scritto

“Avete provato da un neurologo? E' stata mai effettuata una risonanza magnetica al cervello? A volte il prurito e dolori che non sembrano avere cause organiche evidenti dipendono da un non corretto funzionamento elettro chimico cerebrale.

“Gli stessi sintomi che aveva mia figlia. Ha indovinato tutto un reumatologo ma i problemi poi sono stati risolti da un pneumologo”.

hhhhhhhhhh

Grazie ad entrambi per i suggerimenti.
Poiché abbiamo già girato molti medici vi chiedo ancora se potete dirmi la diagnosi fatta ai vostri amici congiunti con questo problema e se avere dei nomi e degli indirizzi da darmi

grazie ancora

qui sotto riporto il mio appello orginario
Mi madre da tempo è affetta da un prurito su ogni parte del corpo che la sta davvero facendo impazzire. I medici da noi consultati non sanno da cosa dipenda. C'è qualcuno che può darci qualche nome di medico o di istituto a cui potremmo rivolgerci.

Altri sintomi riscontrati in mia madre sono:
Improvvise fitte in ogni parte del corpo (dalle gambe alla schiena fino alle dita)
Dolori diffusi in tutto il corpo.
Presenza di “noduli” sottopelle
sudorazione abbondante

Luca Santi 04.10.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ieri sera ho visto Porta a Porta... che schifo!!! Da una parte la famiglia Giusto al completo, una psicologa e un giudice ed il viscido Vespa, dall'altra l'ambasciatore della Bielorussia che, al di là del suo ruolo e dell'impressione di essere anche lui davvero falso, era da solo. In questa imboscata "tutti contro uno" -perché di questo si è trattato- l'ambasciatore per stile non ha detto ciò che è invece chiaro e che forse la RAI (pubblica!) dovrebbe dire: 2ANNI FA i coniugi Giusto hanno OMESSO LA DENUNCIA DEL REATO DI VIOLENZA SESSUALE SU MINORE (per loro stessa ammissione) per egoismo e per paura che la loro pratica di adozione avrebbe subito delle "pressioni negative". Se scoprissi che una bambina che mi viene affidata subisce violenza, anche a costo di non rivederla mai più, denuncerei l'accaduto! NEL 2004 GLI IMPECCABILI CONIUGI GIUSTO HANNO RIMANDATO MARIA ESATTAMENTE NELL'ORFANOTROFIO IN CUI SAPEVANO ESSERE ACCADUTE LE VIOLENZE!!! L'hanno fatto per il "bene superiore" della minore?! Ma che mi facciano il piacere!!! L'hanno fatto sperando di poterla adottare più velocemente... ed ora che se la sono vista allontanare di nuovo... l'hanno rapita!
Si, perché ieri sera hanno avuto diritto di parola (di interruzione di un sottosegretario nonché di utilizzo di un tono intimidatorio nei confronti di un ambasciatore...) 4 persone che HANNO RAPITO UNA MINORENNE!!! "Hanno chiesto scusa alla Bielorussia..." Non me ne frega nulla!!! Ma siamo arrivati al livello per cui due che vogliono adottare una bambina, la rapiscono e, se gli va bene ok, se gli va male chiedono scusa e tutto torna come prima?! E questo è uno stato di diritto?!
I Giusto si sono comportati in modo molto egoista, da due anni a questa parte!
Spero che Vika trovi pace e serenità in una famiglia che la ami, la protegga e le voglia bene... speriamo in Bielorussia, tra la sua gente!
E spero che tutto ciò non blocchi gli affidi di quei bambini che hanno bisogno di questi soggiorni in Italia!

Guido Morosi 04.10.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

EBBENE L'HO FATTO!
ECCO COSA PROVAI IN QUEI MESI TERRIBILI:

1) EFFETTO SPAESAMENTO: COSA CI STO' A FARE IN CASA SENZA TELEVISORE? (2 MESI)

2) EFFETTO PAURA DI SE STESSI: MA COSA VOGLIO DIMOSTRARE? (3 MESI).

3) EFFETTO MOSCA BIANCA: FATE COME ME, MA NON NE SEI ANCORA CONVINTO. (5 MESI E' DURA, E' PREFERIBILE FARLI COINCIDERE CON L'INIZIO DELLA PRIMAVERA).

4) EFFETTO CULTURA: SI LEGGE DI PIU' E SI CONSULTA INTERNET. (DURA ANCORA OGGI).

5) EFFETTO SOCIALE: SI TROMBA DI PIU',SI SOCIALIZZA VOLENTIERI COL PROSSIMO E I VICINI DI CASA. (SPERIAMO CHE DURO ANCORA).

6) EFFETTO SOLLIEVO: RIESCO A SENTIRMI BENE LO STESSO E DECIDO PIU' LIBERAMENTE PER CHI VOTARE PERCHE' HO SMESSO DI FARE PARTE DELLA TIFOSERIA IDEOLOGICA. (I NUOVI GOVERNANTI VENGONO SCELTI PER LE LORO IDEE E CURRICULUM PUBBLICATI SU INTERNET, IL DIBATTITO AVVIENE SUI BLOG, I NEWSGROUP E NELLE PIAZZE).

7) EFFETTO SPERABILE: SE TANTI SI AGGREGANO E SI DETERMINA UN MOVIMENTO NUOVO DI CIVILTA' I PREZZI SCENDONO.

PERCHE?

MENO PUBBLICITA' IN TV, PERCHE' INVESTIRE PER PARLARE A 4 GATTI?
MENO SOVVENZIONI AI PARTITI DA PARTE DELLE AZIENDE, TANTO CHI LI ASCOLTA PIU' QUEI VECCHI BABBIONI?
PIU' QUALITA' PERCHE' INFORMAZIONI SU INTERNET E PASSAPAROLA;
LA RADIO TORNA AD ESSERE LA REGINA DELL'INFORMAZIONE E LA FIGURA DEL GIORNALISTA NE BENEFICIA INNESCANDO UN CICLO VIRTUOSO PER L'EFFICENZA DI SANITA' SCUOLA INFRASTRUTTURE

8) EFFETTO A DISTANZA: DOPO ALCUNI ANNI DI LATENZA LA TV TORNA A ESPLETARE LE SUE GIUSTE FUNZIONI DI INFORMAZIONE INDIPENDENTE E DI PACATO INTRATTENIMENTO PERCHE' DICEVA UN SAGGIO: "GUAI SE MANCASSE LA MANCANZA"! OVVERO SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO, MANCAVANO LE COSE MA C'ERA PIU' CONTATTO FRA LE PERSONE (ALTRO CHE FILM E PARTITE TUTTI I GIORNI, CHIUSI NELLA BARA CASALINGA).

9) OGNI SERA PRIMA DI ADDORMENTARMI, SALUTO MR. ORWELL, GLI MANDO UN BACETTO E UN SORRISO DI RINGRAZIAMENTO.

10) HO COSTRUITO UN CAMINETTO, PROPRIO LA', NELLA PARETE DOVE STAVA AVVIZZENDO IL SECONDO RINASCIMENTO!

JECKYLL&HIDE 04.10.06 04:34| 
 |
Rispondi al commento

stasera ho visto un pezzetto di Vespa sul caso "Maria"
i Giusto hanno chiesto scusa alla Bielorussia, ma non mi sembravano molto sinceri, era una mossa tattica
del resto tutta la trasmissione, almeno il pezzo che ho visto, era a favore loro
il vispo Vespa usava toni intimidatori con l'ambasciatore bielorusso
pretendeva lo sblocco dei flussi di bambini e la concessione dell'adozione di "Maria" ai Giusto

Cioè chi rapisce bambini acquisice una prelazione su di loro

derubrichiamo pure il reato a sottrazione di minore, ma questo non comporta nessuna incriminazione per i responsabili?

buona notte alla patria del diritto

Andrea Soderi 04.10.06 01:59| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe sono un tuo fan dai tempi di Fantastico. Ho sempre cercato di seguire i tuoi preziosissimi consigli e spesso mi sono sentito in pace con me stesso quando sono riuscito ha vincere qualche piccola battaglia personale. Ora ti scrivo perché è da molto che ho un dubbio che mi "rode" all'interno come un tarlo, e che ultimamente sta riemegendo a galla. Il fatto riguarda l'attacco dell'11 settembre al Word Trade Center. Quel giorno, fin dal primo attacco aereo, ebbi l'impressione come se tutto fosse stato una montatura... Sono passati degli anni e adesso i vari magazine e le varie trasmissioni televisive stanno riproponendo la cosa come se si fosse trattato di una enorme "bufala" organizzata dagli Stati Uniti. Ora mi chiedo quando realmente si farà chiarezza sull'accaduto o resterà un fatto inrisolto come quello nostrano di Ustica? Mi farebbe piacere avere un tuo commento in proposito.
Grazie, e grazie ancora per questo sito web dove dai voce a chi voce non ne ha.

Benny

Benny De Santis 04.10.06 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO D'ACCORDO CON CHI CRITICA I GIUSTO. NON SONO GLI UNICI A CHIEDERE L'ADOZIONE DI UN BAMBINO BIELORUSSO. ALLORA QUESTO COSA VUOL DIRE, CHE PER ADOTTARE UN BAMBINO, BISOGNA RAPIRLI E FARE GRANDI PIANTI IN TELEVISIONE?
CI SONO "GENITORI" CHE SOPPORTANO DA ANNI LA STESSA SITUAZIONE, CHE OSPITANO CON PAZIENZA E DOLORE BAMBINI CHE DEVONO SALUTARE, PER POI RIACCOGLIERE.
LA COSA CHE MI HA INDIGNATO DI PIU E' CHE MI E' SEMBRATO CHE I GIUSTO HANNO STRUMENTALIZZATO LE VIOLENZE CHE HA SUBITO MARIA, CHE POI SONO DIVENTATI SECONDARIE..ED E' SUBENTRATO IL FATTO CHE LEI SI ERA AFFEZIONATA A LORO.
VORREI SOLO CHE SI TENESSE PRESENTE CHE CI SONO BAMBINI CHE DA ANNI SI SONO AFFEZIONATI ALLE LORO FAMIGLIE ITALIANE, EPPURE NON HANNO LA POSSIBILITA' DI VIVERE CON LORO.
PERCHE' MARIA DOVREBBE AVERE LA PRECEDENZA SU ALTRI BAMBINI CHE MAGARI SONO IN ATTESA DA ANNI?

Silvia Gramegna 04.10.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento

La strada intrapresa dai coniugi Giusto non mi è piaciuta dall'inizio. Non hanno sicuramente agito IN FAVORE della bambina ponendosi più come preda dei media (sono da vespa adesso... toh!) che come tutori di un'infanzia in pericolo. Conosco molti genitori che da anni accolgono bambini dalla Bielorussa e non ne ho sentito uno fare un commento positivo. A volte, la voglia di essere "veri" genitori, "veri" nonni fa fare cose che toccano il cuore, ma non hanno testa.
La piccola Maria, attraverso un "rapimento", non aveva altra strada se non il ritorno in patria. A questo punto io auspicherei anche un affidamento e/o un'adozione ad un'altra famiglia: i Giusto si sono "bruciati" e Maria vivrebbe per mesi e mesi attorniata da fotografi e tv. L'infanzia, quando è possibile altrimenti, va tutelata non con grida e lacrime e fiaccolate, ma utilizzando la Magistratura e le forze per la tutela dell'Infanzia, che in Liguria ci sono...

Annamaria Loschi Commentatore in marcia al V2day 04.10.06 00:30| 
 |
Rispondi al commento

RICORDO A MARTINO ESTATE ED A QUANTI ALTRI fanno affermazioni di questo tipo:

"Avidità e incapacità, i tratti caratterizzanti di questo governo, a cui si aggiunge il favoreggiamento del traffico internazionale di Pedofilia!"

martino estate 01.10.06 09:24 |

... Che i capi d'accusa son vari, quando non c'è la conferma dei fatti! Qualora ci fosse, per completezza d'informazione, andrebbe specificata.

Stefania Mancini 03.10.06 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo sanare il debito pubblico e rispedire a casa chi non ci va' bene:

Dateci la possibilita' di pagare qualsiasi balzello (anche maggiorato del 10%) ad abbassare il debito pubblico e non a disposizione di governanti cui non vorremmo dare un centesimo da gestire.

Poi vediamo: se manca loro il consenso (o meglio i quattrini) probabilmente se ne dovranno tornare a casa in fretta.

Io sono comunque convinto che resteranno dei buoni amministratori.

luigi mazzoletti 03.10.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

@ Costantino Bambini 03.10.06 15:28

lei è un falso e un ipocrita signor bambino.

Ripeto per l'ennesima volta... e proseguirò a ripeterlo fino a quando lei continuerà a essere falso e ipocrita.

LEI I SUOI FIGLI DI SANGUE SE LI ANDREBBE A PRENDERE ANCHE IN CAPO AL MONDO SE FOSSERO IN PERICOLO, QUELLI “DEGLI ALTRI” INVECE LI LASCIA DOVE SONO... A 2000 KM DI DISTANZA (sempre amore è ma di un tono infinitamente minore da quello che si prova per i propri figli).

Si levi il cappello caso signor Zucca Piena di ipocrisia quando parla di persone come i coniugi Giusto, che hanno avuto il coraggio di sfidare il mondo pur di salvare la piccola che amano.

LEI NON SAREBBER CAPACE DI FARE UNA COSA COSI' GRANDE (e forse io con lei, non lo so) SI METTA IL CUORE IN PACE... e sia umile e onesto con se stesso.

ps
le consiglio di ceRcare in qualche libro di piscolgia la "Dissonanza Cognitiva"... legga, legga, la troverà illuminante.

Roberto Staroni 03.10.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Martino Estate
Capisco e compatisco la tua condizione, ma perché per una volta, dato che imperversi in questo blog sempre a sproposito, non provi ad attenerti all'argomento lanciato da Grillo? Su, su, in fondo anche dire che non sai cosa son le adozioni è esprimersi... Dai che forse ci riesci.

Stefania Mancini 03.10.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma delinquentelli di Sinistra... con quali soldi andate a fare le manifestazioni? Anzi andavate a fare le manifestazioni durante il governo Berlusconi?

Il treno era pagato, come il mangiare e gli alberghi!!

Ma quanto costavano quelle manifestazioni? VERGOGNA!

NON C'E' PARAGONE TRA DESTRA E SINISTRA!
LA SINISTRA E' QUANTO DI PIU' CORROTTO CI SIA IN QUESTO PAESE!

martino estate

MARTINO, già in altro luogo ti chiesi di esser preciso, far nomi e cognomi, invano. Il problema è che una caduta da seggiolone in tenera età deve averti mescolato il contenuto della scatola cranica in un magma indefinibile, nel quale neanche tu ti raccapezzi.
Quanto costa un giorno di sciopero? Soltanto un giorno di stipendio a chi usufruisce di questo diritto.

Stefania Mancini 03.10.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma ho capito bene? I signori Giusto hanno fatto bene a nascondere Maria? Beh, se non sbaglio questo si chiama rapimento...Che c'entra il governo in questo caso? Nel nostro Paese ci sono delle leggi e vanno rispettate. Sennò ditelo anche a me che possiamo fare quel c-azzo che ci pare e W L'anarchia

Santi Costantino 03.10.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
www. ladestra.info
il sito della destra

dghfdtj wetdstuj 03.10.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, vorrei spendere solo due parole sull'argomento "Giusto".
Da fuori e' facile dire: "hanno violato la legge", "hanno danneggiato le altre famiglie ospitanti o adottive" e cosi' via. Tutto innegabilmente vero!
Ma di quale legge stiamo parlando?
La legge e' giusta ma purtroppo non ha cuore, non ha sentimenti. La legge puo diventare un facile cavallo di battaglia per le campagne elettorali
(ricordate?: Adozioni piu' facili!)
Io, genitore naturale di due figli, dopo aver fatto la stessa esperienza di
ospitalita', sono diventato genitore adottivo di due bambini ucraini.
E' stato il cuore che ha spinto me, mia moglie e i miei figli a dirci,scambiandoci un solo sguardo, cosa dovevamo fare.
Non voglio tediare nessuno con la mia esperienza tutto sommato conclusasi positivamente.Vorrei semplicememente riassumere tutto in poche parole: nell'iter adottivo ci si ritrova paurosamente soli. Nonostante una buona legge si scopre che non ci sono diritti per la famiglia "adottante" che diventa piu' che altro "questuante" di una "patente di genitore adottivo";
Non ci sono diritti per i bambini che aspettano di essere adottati, ma spesso nel paese di origine
sono considerati solo un "businnes", cominciando proprio dalla Bielorussia & Co. che se "stracatafottono" degli accordi firmati il giorno prima con il nostro paese. Non voglio andare oltre, chi ha vissuto questa esperienza sa cosa di cosa parlo. Chi si incammina su questa strada ha solo voglia di arrivare in fondo, di non urtare la suscettibilita'della burocrazia (italiana ed estera) e alla fine buttarsi tutto alle spalle.Ma il motore che ci spinge lungo questa strada e' proprio il nostro cuore. Sono sicuro che e' stato proprio il cuore a spingere i coniugi Giusto verso le richieste di aiuto della loro piccola ospite. Per questo invito tutti coloro che li giudicano a incamminarsi sulla loro stessa strada: forse vedranno la faccenda sotto una luce diversa. Saluti

Marcello Lopes 03.10.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Cinzia Toselli

Grazie per aver risposto,
vede signora Cinzia, occorre verificare esattamente quello che è avvenuto, non basta solo dire che "là ha subito violenze" e spararlo sui giornali, occorre provarlo, altrimenti non siamo più uno stato civile (e che lo siamo ho qualche dubbio vedendo i nostri parlamentari).
Come dice Lei la denuncia deve essere benfatta e quindi con prove inconfutabili, al contrario si rischia solo il bene della bambina e di tanti altri che là soffrono.
Una considerazione che prendo da Beppe. Anche davanti a molti semafori o per la strada troviamo bambini che vengono sfruttati, però non fanno notizia, sono già in un paese cosidetto "civile".
Personalmente avrei sperato che la bimba fosse rimasta con le persone cui era stata affidata (non genitori adottivi), giuridicamente, purtroppo non trovo tanto da eccepire.
Un cordiale saluto sperando che tutti i bambini possano provare la felicità di una famiglia.

Nicola Colla 03.10.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

E' l'ennesima prova di questo governo fantoccio che non proferisce parola su una vicenda che ha dell'incredibile dovevano opporsi a far tornare la bambina in bielorussia !!!!

stefano garassino 03.10.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutta la mia solidarietà a Maria e ai suoi coraggiosi genitori italiani !

marilena ferioli 03.10.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE DIRE!!!!!!!! Sono indignata, non ho più nessuna fiducia nella giustizia italiana e non parliamo nel suo attuale ministro..............
oggi ho saputo che è stata accettata la richiesta del mostro di foligno di poter accedere all'indulto. Non riesco ad immaginare cosa hanno provato i genitori di quei poveri bimbi uccisi. cosa dobbiamo apettarci ancora.Arresteranno le persone oneste e lasceranno liberi i delinquenti (cosa che stanno già facendo) magari li porteranno in parlamento.
Non ci garantiscono la sicurezza, ne il lavoro, ne i servizi , ci prendono sistematicamente per i fondelli promettendo cose che non mantengono mai.Ma perchè dobbiamo continuare a pagare le tasse, per mantenere nel lusso una moltitudine di ladri , bugiardi, incapaci ???????????

marilena ferioli 03.10.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Maria. Se avessi voluto davvero salvarla mi sarei informato prima circa le possibilità e le conseguenze della mia scelta. E' vero, "del senno di poi son piene le fosse", comprendo i genitori rapitori, ma non capisco. I prossimi scelgano di morire per lei o si limitino ad offrire amore e consolazione, così come si farebbe per un figlio naturale. Flavio.

Flavio Ravasio 03.10.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Giustizia??? E cos'è la giustizia?? Ho appena letto che grazie all' INDULTO quel porco del "mostro di Foligno" uscirà dal carcere...ma come faccio a mettere al mondo un figlio se il mondo è un mondo di
m****? non bastano le oscenità a cui sono sottoposti alcuni poveri bambini...non gli è data neanche giustizia a quelle porvere creature torturate!!
I politici?andassero tutti al diavolo...votavo sinistra perchè ci credevo..possono scrodarsi TUTTI il mio voto...Silvia..."appena" 22enne!!

Silvia Fiorillo 03.10.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Per il caso di quella creatura innocente rimandata nell'inferno dal quale e' venuta, cari "compagnucci" il vs.ministro di giustizia dovrebbe abbracciare il w.c. di casa sua e cantare la famosa canzone di morandiana memoria "non son degno di te" (sempre ammesso che il wc si faccia abbracciare da un tipo del genere) statemi bene e saluti prodiani ...ich!!!

sellone ciompi 03.10.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

i sig. in questione hanno rapito una bambina,
non hanno fatto niente di meno.

accogliere i bambini bielorussi è una bellissima cosa, regolata da norme precise e
da sempre viene messo in chiaro che i bambini
dopo il mese di vacanza in italia devono
tornare nei loro istituti; da parte nostra
è necessario far di tutto per farli star
meglio che si può, qua e là.

Ma cosa pensavano di ottenere questi squilibrati?
il bene della bambina no di certo.

Per me trattasi di mero egoismo
di una coppia che vuole tenersi
un bambino, senza pensare a
cosa accadrà alla bambina in questione e
a tutte le altre coppie che da anni
fanno sacrifici per far funzionare
questa forma di ospitalità verso gente
più debole.
ci manca solo di dargli corda!!

fla c 03.10.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
grazie al grande Grillo che ci da la possibilità di esprimerci liberamente. Sono uno dei ragazzi del Comitato "aiutiamo Maria", sono di Cogoleto e conosco personalmente sia i coniugi Giusto che la piccola Vika (sono un suo capo scout).
Volevo intanto ringarziarvi per le parole dolci ed anche non, tutto serve a mantenere viva l'attenzione sulla piccola, un caso per alcuni, una vita da salvare per molti che come noi stanno collaborando ad avverare le sue richieste inascoltate.

vi ricordo il sito www.aiutiamomaria.info dove potrete raccogliere informazioni sull'attività del comitato e comprendere meglio,la nostra battaglia per i diritti di una bimba che soffre e la sua triste storia.

ioltre sul sito dell'associazione a.i.b.i. www.amicideibambini.it potrete raccogliere firme digitali a sostegno dei diritti fondamentali della piccola, calpestati però dalla burocrazia fra stati.

grazie mille

per qualsiasi info e per collaborare col comitato non esitate a contattarmi.


luca

luca nanni 03.10.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Roberto Staroni 02.10.06 23:06

Rispondo punto per punto:
In casi simili a quello di Maria (parliamo di violenza effettiva o presunta), per quello che so, sono stati denunciati all'associazione che è intervenuta presso le autorità bielorusse, le quali hanno rimosso direttori ed insegnanti coinvolti.
Queste situazioni delicate, sono sempre state fatte a salvaguardia e nell'interesse del minore.

Ancora una volta mi taccia di non aver amato i bambini ospitati come figli miei. Ma che cazzo ne sa lei? Ma che cazzo ne sa del dolore che si prova a separarsi da quei bambini?

Caro il mio signor Zucca Vuota lei ha idea che l'amore per i figli si può anche dimostrare a 2000 chilometri di distanza?
Il più grande di quelli che ho ospitato ha studiato meccanica, ed ora sta prestando il servizio militare per il SUO paese. Una delle due bambine che ho ospitato è molto brava nello sport, e forse un giorno gareggerà per il SUO paese.
L'altra bambina sta studiando per diventare panettiere-pasticcere, per poter lavorare nel SUO paese.
Il più piccolo invece è stato negli ultimi quattro anni il migliore a scuola (di tutto l'istituto), spero che continui a studiare per contribuire a migliorare il SUO paese.

Come vede Signor Zucca Vuota i figli si amano anche a distanza, e si cerca di fare tutto il possibile senza idioti colpi di testa.

Lei asserisce che "i signori Giusto per Maria si sono buttati nel fuoco, si sono messi contro due Stati, nel dubbio sulla veridicità delle denunce di violenza si sono comportati come dei veri e sani genitori: hanno messo il bene della bimba SOPRA OGNI COSA... "
A mio avviso i signori in questione hanno violentato la bambina illudendola, facendole credere che non le sarebbe successo nulla e che non sarebbe PIU' ritornata. Secondo lei far credere cose impossibili ad un bambino è un "bene sopra ogni cosa"?
O è più un atto idiota di egoismo?
Signor Zucca Vuota, secondo lei come si sente adesso Maria? Solo tradita e umiliata!

Costantino Bambini 03.10.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non conoscendo esattamente i fatti non voglio esprimere opininioni sul comportamento dei coniugi Giusto (anche se il cognome è una garanzia)ma vorrei esprimere il mio rammarico per le scelte che lo Stato si trova ad effettuare.
Questa scelta si è effettuata in funzione dei benefici di molti rispetto al bene di singolo.

Meglio rimandare Vika a casa e mantenere buoni rapporti con la Bielorussa per quanto riguarda vacanze ed adozioni o verificare la situazione di una singola bambina?
In base alle leggi di mercato la scelta è stata giusta.
Ma mi spiace, io vorrei sempre anche il bene del singolo, specie quando si tratta della vita di una bambina.
A pensarci, il sacrificio di uno per il bene degli altri si chiama eroismo, ma in questo caso l'eroica Vika di certo non voleva diventarla.

Mauro Came 03.10.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve sono un insegnante di scuola superiore, guadagno 17.850,00 euri lordi all'anno e con la nuova finanziaria se prima pagavo 23% adesso ne pagherò 27%... ma dove minchia sta l'equità... i Sindacati che dicono che sono soddisfatti di questo?! Ma dove cazzo siamo?! E nessuno che dice niente, siamo tra 15.000 e 26.000 euri all'anno siamo in un mare, e Vespa ieri sera a porta a porta che mi dice che con moglie e figlio a carico guadagno 45 euri di più al mese... e non la volessi una cazzo di moglie a carico ed un figlio, se mi piace stare single? Pago 750 euri al mese per la casa, ... siamo gli unici, l'unica fascia col 4% di aumento... dove cazzo è l'equità, quelli oltre i 70.000 euri pagano ancora uguale, anzi quelli della fascia dopo la mia hanno avuto una riduzione, da 33% a 27%... parlate, qualcuno dica qualcosa, non è possibile che li lasciamo fare così, ma che cazzo di sinistra è questa... SINDACATI, I SINDACATI PORCA TROIA... Scusate le parolacce, ma mi viene male, qui mi sento sachiacciato sempre di più lavoro per dare via il c.lo... ma non è giusto così! Vabè spero che questo appello sia accolto da qualcuno. Ciao a tutti
Rocco


Macchè storie!!! I genitori affidatari e i nonni hanno fatto un SEQUESTRO DI PERSONA!!! Non scherziamo!!

Silvio Di Fede 03.10.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

ciò che è prioritario è difendere i diritti di un bambino. Quello alla vita e all'incolumità fisica, a non subire violenze, abusi o sevizie. Quelle subite da Vika non sono il frutto dell'immaginazione o della disperata ed egoistica voglia di una coppia di adottare un bambino. I medici che hanno visitato la bambina hanno detto ai coniugi Giusto cosa hanno riscontrato e quale ne era la causa. La disperazione, quella che ti prende quando hai bussato a tutte le porte e nessuno si è voluto scomodare per difendere un innocente, li ha condotti alla scelta di commettere un reato.
Il Governo bielorusso, anzichè mettere sotto accusa il direttore dell'orfanotrofio, ha negato tutto ed ha risposto con una ritorsione. La colpa è dei coniugi Giusto? No, se volete prendetevela con la Bielorussia, alla quale nè di Vika nè degli altri bambini importa nulla.
care famiglie ospitanti, che avete dato dei fuorilegge, rapitori ai Giusto, vergognatevi. siete incapaci di provare amore, perchè siete privi di comprensione, pietà. Dovevate combattere insieme ai Giusto contro i ricatti della Bielorussia e contro le leggi italiane, che, in materia di adozione, sono ingiuste, non proteggono i minori e vanno cambiate.
invece vi siete scagliati contro chi lottava, certo non ad armi pari, per difendere un bambino.
Ma un bambino di dieci anni, capacissimo di esprimere le proprie idee e la propria volontà e che per questo andava, come minimo, ascoltato.
questo diritto, non va dimenticato, è riconosciuto al minore dalla carta dei diritti del fanciullo, che pure l'Italia ha sottoscritto. è legale non ripettare quanto disposto da una convenzione di diritto internazionale?
Sui politici: mediare non significa trovare un compromesso? La Melchiorre, a parte fare sfoggio di sè, ha cercato una soluzione o ha tentato di convincere i Giusto a cedere a tutte le richieste della Bielorussia? Mastella, D'Alema, Prodi, Napolitano, il Papa dov'erano?
Siamo proprio un paese così rispettoso della legge: non fatemi ridere

vanna solinas 03.10.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Si sono veramente bravi, a prendere una pericolosissima bambina bielorussa di 10 anni, con uno spiegamento di forze da stile "vespri siciliani" mancava solo la Folgore e poi eravamo tutti....
Poi magari se violentano una ragazza per strada non ne trovi nenche uno in giro , mi è capitato di vedere una volante dei carabinieri ferma in un ristorante dalle 21.00 alle 24.00 a caena in una bella tavolata di amici, con tanto di vino e ammazzacaffè......ma forse i delinquenti non sanno che i misfatti si fanno davanti ai bar e i ristoranti? Vergognatevi.....come mi vergogno io...e vio che scrivete sperate di non avere mai a che fare con la giustizia italiana, perchè se non siete qualcuno, siete rovinati.....

Francesco Martellini 03.10.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Vestri,
dopo la sua risposta ho avuto la conferma che NON è possibile discutere con persone come lei le quali, pur rispondendo (in parte.....) alle argomentazioni altrui, condiscono le risposte con insulti e sbeffeggiamenti vari, tipico di chi non ha niente di interessante da dire.
Lei ha aggiunto anche me alla lista delle sue "zucche vuote": benissimo...dovrebbe averne una bella collezione a casa, dato che così vengono etichettati tutti quelli che non la pensano come lei....
Secondo, si è rivolto a me dicendo "invece di dire sciocchezze.." : altro insulto, tipico delle persone che hanno un carattere prevaricatore e che non accettano l'opinione degli altri.
Bene, io non le concedo la soddisfazione di scendere a questo livello, cosa che forse lei vorrebbe e non risponderò alle sue domande perchè se ha il coraggio di farmele non vale proprio la pena che io perda tempo a rispondere, soprattutto perchè lei non capirebbe la risposta oppure la bollerebbe come sciocchezza : un comportamento tipico da vetero-marxista......
Saluti

Giovanni Giliberti 03.10.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è un assunto che credo sia indispensabile:
prioritario è il diritto di un bambino ad avere una famiglia e non il diritto di una coppia ad avere un bambino.
la coppia di Cogoleto si è arrogata il diritto didecidere sulla vita di una bambina con la mativazione/scusa di presunte (poichè tali sono sino ad indagini effettuate) sevizie subite.
Forse anche io, se vivessi in un orfanotrofio e mi si prospettasse una ricca vita di agi ed affetti, sarei disposto ad inventarmi qualunque cosa.
Inoltre i due hanno accusato un'intero popolo (i bielorussi) quando invece il governo bielorusso avrebbe dovuto/potuto essere l'interlocutore principale per segnalare l'ipotesi di una violenza.

questo atteggiamento compulsivo dei due palesa un loop emotivo in cui si sono smarrite le coordinate di una corretta prassi, a tutela della bambina, per la sua adozione. ed inoltre apre la strada a comportamenti illegali (che già avvengono) per "accaparrarsi" un bambino neppure fosse un oggetto sul banco del supermercato.

temo, caro Beppe, che tu ti sia lasciato trascinare dall'emotività dimenticando che non bastano volontà e denaro per essere i genitori adatti di una bambina dall'esistenza complessa.

spero che a quei due non affidino più nessuno perchè l'ossessione genitoriale crea dei mostri.

paolo filippini 03.10.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Che paese è quel paese che consente ad un governo estraneo di esercitare la sua legge sul proprio territorio, che paese è quello che non tiene in considerazione le condizioni dei propri cittadini(sudditi in vero)in funzione di numeri e stratagemmi economici, che paese è quello che protegge i diritti di chi non ne avrebbe bisogno perchè superflui e avvilisce la dignità di chi invece non sa' come fare per arrivare al giorno dopo, che paese è quello dove i media manipolano tutto, anche la morte, senza che qualcuno che la pensa diversamente possa dire la sua......
Mi viene un aggettivo, ma non lo dico, dirò solo che mi sembra un paese molto poco civile, con grande soddisfazione dei nostalgici che coì possono dare aria hai loro polmoni.....
buona giornata.

giovanni da penne 03.10.06 09:01| 
 |
Rispondi al commento

OT
PRURITO

Mi madre da tempo è affetta da un prurito su ogni parte del corpo che la sta davvero facendo impazzire. I medici da noi consultati non sanno da cosa dipenda. C'è qualcuno che può darci qualche nome di medico o di istituto a cui potremmo rivolgerci.

Altri sintomi riscontrati in mia madre sono:
Improvvise fitte in ogni parte del corpo (dalle gambe alla schiena fino alle dita)
Dolori diffusi in tutto il corpo.
Presenza di “noduli” sottopelle
Grazie

Luca Santi 03.10.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il caso di Maria fa male a tutti: coppie in attesa di adozione,affidatari,presunti genitori di Maria,ma soprattutto fa male a Maria e a tutti i bambini che aspettano una famiglia e l'affetto di una casa anche per soli pochi giorni.

E poi fa male a tutti noi altri che davanti a una verità cruda sottaciuta e volutamente ignorata improvvisamente ci ergiamo come giudici inflessibili o pietosi, ma comunque sempre giudici, perchè non sappiamo fare altro.
Della situazione dei bambini abbandonati più o meno sappiamo tutti qualcosa ed è qualcosa che è meglio ignorare: dai ninj de rua a quelli che in Romania si nascondono sotto le fognature per combattere il freddo e aspirano la vernice per dimenticare di esistere,a quelli che sono negli istituti di buona parte del mondo e che sono molto spesso usati come merce di scambio .
Il giro di affari che ruota intorno alle adozioni internazionali è un "affare" che vede implicati funzionari degli orfanotrofi,avvocati del luogo,faccendieri che a vario titolo prestano la loro opera, dall'altro lato ci sono i genitori e i bambini.
Anche lì ci sono illegalità e ricatti a cui per amore di un figlio molte coppie si sottopongono....e nessuno di loro alza gli scudi contro quella illegalità che significherebbe la perdita della speranza .
C'è chi cede all'illegalità prima, c'è chi cederà dopo...quindi è opportuno pensarci un attimo prima di essere così inflessibili ...
E poi ci sono le violenze... quanti di noi sarebbero riusciti a far finta di niente, a lasciar andar via Maria sperando che fossero fantasie di bimba o peggio come ho sentito dire da alcuni in questi giorni,scuse per restare in un paese dove c'è tutto .Penso che i motivi per voler restare Maria ne avesse molti primo fra tutti il fatto che qui era amata. Quanti avrebbero rischiato una condanna penale per salvarla...
Ma il dolore di chi sta aspettando il proprio bambino merita anch'esso rispetto..
Forse la strada è un'altra,ma quale?

Claudia Origoni

claudia origoni 03.10.06 03:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei dire un paio di cose:
Primo: Bisogna finire di chiamare i coniugi giusto "Genitori adottivi o affidatari" poichè nel primo caso sarebbero genitori a tutti gli effetti di Maria e non ci sarebbe bisogno di un ritorno in bielorussia. Nel secondo caso non esiste l'affido internazionale.

Secondo: Il comportamento dei coniugi è totalmente sbagliato. Questi bambini vengono in vacanza due mesi con un permesso di soggiorno per turismo che scade il giorno della partenza. I bambini vengono con degli accompagnatori che passano 2-3 volte nelle case durante i 2 mesi per sentire come stanno i bambini.

Quindi a tutti coloro che tanto ammirano i coniugi che hanno sequestrato un minore con permesso di soggiorno scaduto (quindi andrebbe espulso) dico che la cosa da fare era avvertire gli accompagnatori e se proprio volevano fare del bene provare ad adottare la bambina.
Se voi scopriste che il fretello maggiore maltratta la sorellina andreste dai loro genitori a dire la bambina le teniamo noi non te la rendiamo perchè è maltrattata? No, perchè è quello che ha fatto la famiglia giusto...

Nazareno Dodi 03.10.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei dire un paio di cose:
Primo: Bisogna finire di chiamare i coniugi giusto "Genitori adottivi o affidatari" poichè nel primo caso sarebbero genitori a tutti gli effetti di Maria e non ci sarebbe bisogno di un ritorno in bielorussia. Nel secondo caso non esiste l'affido internazionale.

Secondo: Il comportamento dei coniugi è totalmente sbagliato. Questi bambini vengono in vacanza due mesi con un permesso di soggiorno per turismo che scade il giorno della partenza. I bambini vengono con degli accompagnatori che passano 2-3 volte nelle case durante i 2 mesi per sentire come stanno i bambini.

Quindi a tutti coloro che tanto ammirano i coniugi che hanno sequestrato un minore con permesso di soggiorno scaduto (quindi andrebbe espulso) dico che la cosa da fare era avvertire gli accompagnatori e se proprio volevano fare del bene provare ad adottare la bambina.
Se voi scopriste che il fretello maggiore maltratta la sorellina andreste dai loro genitori a dire la bambina le teniamo noi non te la rendiamo perchè è maltrattata? No, perchè è quello che ha fatto la famiglia giusto...

Nazareno Dodi 03.10.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SI RAPISCONO I BAMBINI SU PRESUNZIONI!
NON SI RAPISCONO I BAMBINI SU VIOLENZE NON PROVATE!
NON SI RAPISCONO I BAMBINI FACENDO SOFFRIRE ALTRE FAMIGLIE CHE DESIDERANO ADOTTARLI.. MA NON POSSONO PRE RAPPRESAGLIE VARIE!

VERGOGNA

Cristiano Cestaro 03.10.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento

IL GOVERNO DEI DON ABBONDIO.
(Ovvero forti con i deboli e deboli con i tracotanti)

Mi associo (una volta tanto) all'invettiva del Grillo Parlante contro il bliz effettuato dalle forze dell'ordine (non biasimo loro che almeno fanno il loro dovere, ma chi ha ordinato l'azione) per la riconsegna di Maria allo stato Bielorusso.

Il nostro governo (come il curato di manzoniana memoria)non ha aspettato neppure il parere della Corte d'Appello di Genova. Si è fatto intimidire dai "bravi" di turno(in Italia ogni tanto ne arriva qualcuno) e propinandoci scuse da azzeccagarbugli internazionali ci hanno confuso con il solito "latinorum".
Ma nell'ombra si sono dati da fare.(Ragion di Stato?)

Si dirà che noi cittadini "normali" non capiamo un "acca" di politica internazionale.. è vero!
Ma vorrei sapere perchè questa armata Brancaleone dell'attuale governo si prodiga nella tutela dei diritti degli extracomunitari (adulti e minori) che sbarcano in Italia con i gommoni e diventa così solerte ed attivo nell'espulsione (perche espulsione è stata) di una bimba per cui sono provate le pene, le violenze ed i soprusi subiti all'ombra di uno stato mendace, dittatore e corrotto (neanche la Bossi-Fini è stata così efficiente).

Che la verità come al solito sia nascosta nelle pieghe del profitto?
Purtroppo crediamo di si.
Impuntarsi contro il rimpatrio di Maria anche a costo del blocco delle adozioni o degli affidi avrebbe voluto dire nuocere a tutte quelle associazioni che "operano" in quel settore e che avrebbero visto cessare sovvenzioni e prebende varie.
"Maria, visti gli interessi, val bene uno strupro" hanno pensato molti (e mai lo confesseranno).

TUTTA LA MIA SOLIDARIETA' AI GENITORI AFFIDATARI. ITALIANI VERI, COCCIUTI, TENACI, COERENTI E DI UNA UMANITA' E CAPACITA' D'AMARE STRA-OR-DI-NA-RIA.

Doti sconosciute ai nostri politici italioti.

p.s.
Scommettiamo che fra poco questa coppia verrà massacrata dai media rei di "lesa maestà"!
Li crocifiggeranno.. vedrete.

Alessandro Mann 02.10.06 23:55| 
 |
Rispondi al commento

una sola cosa c'è da dire su questa vicenda e come si sono comportate le ISTITUZIONI ITALIANE, come già detto dal'on Segni in un tg: IN QUESTO MOMENTO MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO!!!

Penso che questo e quello che sta accadendo oggi per il "PRODI RAP" "TELECOM" e la "FINANZIARIA" MI STIA FACENDO RIFLETTERE SU COME HO VOTATO MALE A QUESTE ELEZIONI.

Non facciamo gli struzzi riflettiamo!!!

beppe fiori 02.10.06 23:12| 
 |
Rispondi al commento

@Costantino Bambini 02.10.06 18:54
Convengo, ho la testa vuota... dalle vostre idee ipocrite. Per fortuna!

Ripeto. Se uno dei bambini che avete ospitato vi avesse raccontato d'essere stato violentato (non importa se vero o falso) cosa avreste fatto voi???

Non avreste forse cercato con ogni mezzo di non farlo tornare in quel luogo, così come hanno fatto i signori di Cogoleto con Maria???

Se una persona, quel bimbo “violentato”, lo amasse come un “vero” figlio (dico come se fosse sangue del suo sangue), di fronte a tale realtà o semplice sospetto farebbe esattamente ciò che hanno fatto i signori Giusto. Lo difenderebbe contro ogni legge e contro ogni regola, contro ogni imposizione

Ciò che lei sostiene, signor Bambini, e come lo sostiene (in modo distaccato) invece, è assai simile al modo in cui si pongono tutti coloro che parlano dei figli "degli altri", di chi discetta di esseri umani per i quali “prima” viene la legge e “poi” il bene dell'essere umano.

Sia serio. Per suo figlio, se ne ha uno, lei si butterebbe nel fuoco, giusto?
Bene, i signori Giusto per Maria si sono buttati nel fuoco, si sono messi contro due Stati, nel dubbio sulla veridicità delle denunce di violenza si sono comportati come dei veri e sani genitori: hanno messo il bene della bimba SOPRA OGNI COSA... e lei è qui a condannarli. Ma complimenti?

Ps
Ora che la Bielorussia ha detto che i coniugi Giusto possono fare domanda di adozione di Maria non si sente, signor Bambini, preso per il culo?

Io sì, perchè è la prova che il rimpatrio forzato di Maria (come pure la caccia all'uomo) poteva essere evitata. Complimenti, a lei e a chi l'ha pensata come lei!

Roberto Staroni 02.10.06 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intanto la bambina non si chiama Maria ma Vika, e il fatto di averla ribattezzata è già una violenza. Secondo poi è normale il fatto che degli affidatari di una bambina che il governo di un paese straniero manda per un periodo in Italia la rapiscano, la tengano prigioniera e tentino una specie di adozione forzata? Per me è pazzesco! Chi ha stabilito questa storia della violenza? Per quanto ne so lo dicono solo i temporanei affidatari, che sono però parte interessata, eppure la danno tutti per scontata. E non tiriamo fuori la "volontà della bambina", allora la "sindrome di Stoccolma" più volte evocata per gli adulti per i bambini non vale? Ho letto stamani chele autorità bielorusse hanno lasciato una possibilità purchè la famiglia italiana segua le procedure regolari. Per me sono stati anche troppo buoni e civili, se era per me l'avrei affidata a chiunque tranne che a quei due.

Giacomo Cappugi 02.10.06 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, perchè scrivi che torna a Vileyka quando DA DICHIARAZIONI UFFICIALI assicurano il contrario? Perchè Beppe, perchè hai scritto una bugia?

alberto fortunati 02.10.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Meglio una gallina domani che un uovo oggi.

Massimiliano Bucci 02.10.06 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un interessanta commento alla vicenda (anche se di qualche giorno fa) lo trovate al seguente indirizzo:

http://www.corriere.it/solferino/romano/06-09-27/01.spm

Dopo averlo letto e avere oggi appreso la notizia che il governo Bielorusso non ha pregiudizi nel concedere in adozione Vika se i coniugi Giusto ne facessero regolare richiesta e seguendo le leggi e le procedure Bielorusse, ho un po' cambiato idea sulla vicenda.

davide brazo 02.10.06 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Povera Maria, forse se entrava come clandestina aveva molte più opportunità di rimanere in Italia.
E' una cosa bruttissima quella di sottrarre una bambina a due genitori adottivi che la amano cosi tanto, sottrala poi per rispedirla in un orfanotrofio. Ma io mi chiedo: anche se la bambina non dice il vero, anche se le violenze non ci sono state, ma quella di sbatterla a destra e sinistra, di farla vivere in Italia pochi mesi come una bambina normale, per poi rispedirla nella sua crudele realtà privandola dell'affetto di persone che gli vogliono bene, be allora se non è VIOLENZA questa allora ditemi voi cosa è la violenza.

Antonino Signorello 02.10.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

forza ragazzi arriviamo a 2000 commenti...

Filippo Ristori 02.10.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Proteggere e rispettare i bambini significa anche valutare le persone cui affidarli, troppo facile arrogarsi dei diritti e mai parlare dei propri doveri di dimostrarsi capaci di amare e crescere i piccoli. Essendo un'assistente sociale (ed entrando a pieno titolo nella Santa Inquisizione) mi chiedo se avete una minima idea di quanto sia delicato e di responsabilità questo lavoro. E'amore sequestrare una bimba e farle vivere l'ennesimo trauma della sua vita? O forse è più importante soddisfare il desiderio di due aspiranti genitori fuorilegge? A voi la risposta!

Nora Sala 02.10.06 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Giusto erano a Rai 3 il 24 marzo a chiedere l'adozione, i Giusto avevano notizia (dicono loro) di violenze su Vika dal 2004. Perchè non l'hanno detto subito? Tranquilli, per fortuna: Maria non la tocca nessuno, piuttosto prendetevela con i pennaioli che stanno infangando l'immagine di un Paese che ha dato TUTTA la disponibilità possibile a risolvere il caso. Sono poveri ma non per questo vanno presi a calci in faccia! Grazie dell'attenzione, Beppe

alberto fortunati 02.10.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Proteggere e rispettare i bambini significa anche valutare le persone cui affidarli, troppo facile arrogarsi dei diritti e mai parlare dei propri doveri di dimostrarsi capaci di amare e crescere i piccoli. Essendo un'assistente sociale (ed entrando a pieno titolo nella Santa Inquisizione) mi chiedo se avete una minima idea di quanto sia delicato e di responsabilità questo lavoro. E'amore sequestrare una bimba e farle vivere l'ennesimo trauma della sua vita? O forse è più importante soddisfare il desiderio di due aspiranti genitori fuorilegge? A voi la risposta!

Nora Sala 02.10.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

I Giusto erano a Rai 3 il 24 marzo a chiedere l'adozione, i Giusto avevano notizia (dicono loro) di violenze su Vika dal 2004. Perchè non l'hanno detto subito? Tranquilli, per fortuna: Maria non la tocca nessuno, piuttosto prendetevela con i pennaioli che stanno infangando l'immagine di un Paese che ha dato TUTTA la disponibilità possibile a risolvere il caso. Sono poveri ma non per questo vanno presi a calci in faccia! Grazie dell'attenzione, Beppe

alberto fortunati 02.10.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Potrai anche avercela con Mastella ma ricordati che i due hanno mandato all'aria 30.000 speranze di risanamento per passare davanti a tutti nella richieste per l'adozione... Da te non me l'aspettavo, Beppe!

alberto fortunati 02.10.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Potrai anche avercela con Mastella ma ricordati che i due hanno mandato all'aria 30.000 speranze di risanamento per passare davanti a tutti nella richieste per l'adozione... Da te non me l'aspettavo, Beppe!

alberto fortunati 02.10.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

E' vergognoso quello che hanno fatto a quella bambina, ma ancor più vergognoso è vedere i futuri "genitori" adottivi ..( quelli che con grande amore a sentir loro vogliono adottare)manifestare contro i famigliari che proteggevano quella bambina.Vergogna Vergogna Vergogna .... e voi saresti quelli che vogliono adottare per amore o solo per sentire un pargolo dirvi mamma o papà??..VERGOGNATIVI i bambini non sono giocattoli da comperare non sapete nemmeno cosa significa essere genitori .. essere genitori significa proteggere ogni bambino e non lasciare a se stessi quelli che non vi interessano siete degli infami ...AVETE SULLA VOSTRA COSCIENZA ( ma forse manco sapete coasa sia)LA VITA DI QUELLA BAMBINA. Schifosi voi e tutti quelli che hanno permesso che cioò accadesse.
Angela sempre + schifata di quest'italia

Angela P 02.10.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto alcuni post sulla storia di Maria;quanti di quelli che hanno espresso opinioni più o meno squinternate hanno vissuto l'esperienza di un affido?Io parlo per esperienza diretta in quanto ho due bambine in affidamrnto dall'età di pochi mesi e vi assicuro che è stato un cammino tutt'altro che facile;assistenti sociali spesso incapaci che si arrogano il diritto di decidere e di giudicare;la santa inquisizione!Non voglio dilungarmi sul tema,bisogna viverle queste esperienze;i bambini sono persone che vanno protette e rispettate perchè sono i più deboli ed indifesi e per concludere cito una frase forse banale ma veritiera:i figli non sono delle proprietà ma delle entità e i figli "sono"di chi li cresce con amore.

Siena Maria Cristina 02.10.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ogni anno aiuto la mia fidanzata e mia "suocera" a "tenere" un bambino bielorusso di ormai 10 anni.
Ciò avviene da circa 6.
Quanti che spifferano in questo blog fanno lo stesso?
Quanti conoscono la verità sulla situazione politica e del controllo che quel governo opera sui cittadini (intercettazioni telefoniche che avvengono con le famiglie italiane, ecc.?)
Di casi simili al quello della bambina di cui sopra ce ne sono circa l'80% tra i bambini che gli italiani ospitano, e praticamente tutti vorrebbero restare.
Cosa accadrebbe se adesso il governo bielorusso impedisse a circa 6.000 bimbi di tornare a fare le ferie da noi per riassestarsi un minimo dal punto di vista della salute e del morale?
Dovrebbero ringraziare un'isterica egoista che si vuole fare i cazzi suoi senza pensare al rischio che corrono altri 6.000 bimbi ammalati, denutriti, con genitori (quando ce li hanno) drogati o alcolisti!!!
Ma ovviamente degli orfani italiani nessuno o pochi si occupano e pensare che basterebbe aprire gli occhi invece di fare scenate da tg5 e vedere quanti ce ne sono da noi che soffrono.
Non sarebbe forse stato opportuno aprire un caso per una civile considerazione dell'adozione.
Ah ma è vero il centro sinistra ha ben altro a cui pensare che non ai diritti civili ed ai deboli.
Io spero tanto di poter rivedere Dimitri (che ormai è di famiglia parla e scrive in italiano, ha amici da noi e con noi trova una famiglia di secondo grado) l'anno venturo, altrimenti considererò la citazione in giudizio della scema che tanto vi impietosisce.
Saluti a tutti.


Ho letto l'appello per Roberto. E' drammatico che la vita di questo bambino sia nelle mani di pochi volontari che possono fare solo del loro meglio ma non "il meglio". La vicenda fa inoltre riflettere di coma sia mal strutturato il nostro servizio sanitario: concede poco a tutti anche quando non ce n'è bisogno. Un esempio è dato dai cd farmaci "salvavita" come il "celestone" e cioè un cortisone che il s.s.n. passa ma che in farmacia costa €1(!), sicuramente alla portata di tutti. Ed è per questo che secondo me il celesonte dovremo pagarcelo da soli mentre Robertino dovrebbe avere la cura pagata dallo Stato. Altrimenti a che serve lo Stato?!? a pagare solo una cura da 1 euro? Io credo invece che il s.s.n. dovrebbe pagare la cura a Roberto, magari non pagando un milione di "celestoni" o similari ma pagando un milione di euro per la VITA DI UN BAMBINO! Forse la Costituzione tutela il caso di Roberto... magari se qualche legale tuo amico, Beppe, potesse studiare il caso forse Roberto potrebbe avere una speranza in più. Riprendiamoci lo Stato dalle mani dei nostri dipendenti anche così, Beppe, facendolo funzionare nel senso più elevato e pregnante del suo essere.

Perdonate lo sfogo

Manuel BRUNO

Manuel BRUNO 02.10.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor Staroni, lei deve avere il cervello fuso, e non ha capito nulla di quanto ho scritto.
O meglio ha capito quello che pareva a lei.
Trovo stupide le illazioni che fa. Quantomeno da bacchettone stupido e ignorante.
Già perchè sono certo Sig. Staroni, che lei non ha mai ospitato. Sono certo che lei non è mai stato in Bielorussia.
Sono certo che lei non sa che da quindici anni oltre alla ospitalità di bambini, le associazioni che seguono le vicende bielorusse, organizzano vacanze lavoro (per i volontari), per ammodernare le strutture degli orfanotrofi, organizzano TIR carichi di medicinali e di generi di prima necessità. Dall'alto della sua ottusità Signor Staroni lei sa che la Bielorussia è un paese con una economia poverissima? e che pur avendo pianure fertili, a causa delle radiazioni per i prossimi cento anni non possono coltivare nient'altro che fiori.
Caro il mio signore degli ottusi, ha idea di quello che pensa un bambino che viene accolto in una famiglia media in Italia? Per loro siamo ricchi come nababbi, abbiamo tutto!
Crede davvero che io e mia moglie siamo stati così cinici come lei asserisce?
Non le pare invece che convincere un bambino usando il proprio egoismo materialista non sia una becera forma di violenza?
Qualsiasi termine o elemento di paragone è vincente per convincere un bambino.
Si è mai chiesto perchè in quindici anni di accoglienza non è mai successa una vicenda di questo tipo?
Secondo lei le 2 o 300 mila famiglie che hanno ospitato sono insensibili e non amano i bambini?
Forse deve convenire con me che violenza alla bambina è stata usata dalla famiglia affidataria, con facili sistemi di convinzione.
Deve convenire anche che la violenza psicologica usata nei confronti di questa bambina è doppia, perchè è anche stata illusa di poter facilmente rimanere.
Caro signor Staroni conviene con me che lei ha la testa vuota?

Costantino Bambini 02.10.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo, che rapire la bambina, sia stato un buon modo per tentar di offrirle « Libertà »

Simone Fagoni 02.10.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che questa faccenda stia suscitando una fiamma emotiva che i media tengono sempre di tenere viva con alta speculazione.
Adesso si parla delle "atrocità" che avvengono negli internati in Bielorussia e tutti si mobilitano a spada tratta. Ma qualcuno si chiede mai di quello che succede in casa nostra? Dei bambini di famiglia che vengono messi sulla strada a prostituirsi, a spacciare droga, a rubare, ad uccidere? Oppure a quei bambini che vengono stuprati e seviziati dai loro stessi familiari. E lo Stato resta impotente...
Adesso tutti demonizziamo la Bielorussia per la sua legittima determinazione nel risolvere la faccenda in casa propria e con le proprie leggi.
Il povero ambasciatore Skripko è l'orco cattivo che ha fatto rientrare nottetempo la bambina in patria. Ma ci siamo domandati se fosse successa la stessa cosa al contrario? Se un baby killer, un baby spacciatore o un semplice bambino che subisce sevizie in famiglia fosse andato presso una famiglia bielorussa per una vacanza e avesse confessato ai suoi genitori ospitanti cosa subisce nella sua patria. NELLA SUA FAMIGLIA.
Mettiamo che questa coppia bielorussia avesse deciso di mettere in pratica la tecnica di sequestro dei coniugi di Cogoleto. Come avrebbe reagito l'Italia? Prima di tutto si sarebbe sentita offesa nel sentire dai Bielorussi che l'Italia è un paese che non sa tutelare i diritti dei bambini, secondo avrebbe preteso il rientro immediato del "sequestrato" per poi attuare tutto il necessario per il bene del minore. La Bielorussia non ha fatto altro che esercitare le sue leggi su un loro cittadino trattenuto illegalmente. Anzi, ha atteso anche pazientemente (nonostante la scandalosa e irritante consegna - secondo tecnica da autentici sequestratori - di un video della bambina) laddove qualche altro paese alleato avrebbe scatenato le teste di cuoio senza attendere l'intervento dei carabinieri. I coniugi Giusto, gli avvocati e tutti i media hanno ridicolizzato impunemente la Bielorussia.

francesco esposito 02.10.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe io personalmente dissento con questa presa di decisione nel caso Maria,spiego sono centinaia i bambini che trascorrono periodi di vacanze in italia ,finche'Due personaggi(certamente in buona fede)rapiscono una bambina motivandone le cause e allora visite mediche e altro risultato la bambina sta bene...(strano che non sia arrivato TAORMINA..)che sia giusto o sbagliato quello che e' succeso non sta a me ma basta domandarlo alle decine di coppie con cause aperte per l'adozione o le migliaia affidatarie che per colpa di questi due idioti spalleggiati dai soliti politici rampanti infrangono le leggi piu' pericolose (molti di loro hanno questo vizzietto)(ADOZIONE-AFFIDO) POI sempre a causa di questo episodio vengono a conoscenza che tutto rimarra' fermo per valutare se chiudere tutti i protocolli di affido e adozione con l'italia.ORA CARI CONIUGI PERCHE'NON AVETE AVVIATO PRIMA ALL'ADOZIONE INVECE DI CREARE TUTTA QUESTA BARAONDA.....MA UNA COSA E' CERTA I GIORNALI E GIORNALISTI HANNO GONGOLATO QUESTO MESE... PER NON PARLARE DELLA TV PIAGNONA..I cucuzza,giletti,i fede,i del noce,i mimun,i costanzo,i ricci e altri el corollario RINGRAZIANO VIVAMENTE.

roberto valentini 02.10.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Giovanni Vestri,
trovo indegno dare delle "zucca vuota" ad una persona che esprime la sua opinione, ma a parte questo.....
Se certe persone, accecate dall'odio per gli USA, "difendono" paesi che, come dice lei, negano le più elementari libertà, è altrettanto vero che altre persone, come lei, si fanno accecare dall'immagine che paesi come gli USA danno di sè all'esterno.....
Lei crede che i messicani, i portoricani e tutti gli altri immigrati negli USA vengano trattati dignitosamente ? Io non credo proprio. Vada a leggersi qualcosa sui trattamenti riservati agli italiani emigrati negli USA nel secolo scorso....roba da far accapponare la pelle, altro che lapidazioni..... Il fatto grave è che vediamo quello che POSSIAMO vedere e pensiamo che ascoltare un TG o leggere un quotidiano sia sufficiente per sapere quello che c'è da sapere : sui TG vengono messe in primo piano le storie delle donne musulmane lapidate e non si parla dell'incredibile razzismo che gli USA dimostrano verso gli stranieri : c'è differenza tra morire e morire ? Senza dubbio morire lapidati è orribile ma morire di fame non è meno brutto, e questo è quello che succede agli immigrati negli USA, a meno che non decidano di mettersi a rapinare e spacciare, ed intanto il governo BUSH decide di innalzare un muro al confine con il Messico......... questa è libertà ?

Giovanni Giliberti 02.10.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Dispiace umanamente ma non si può affrontare la questione sull'onda dell'emotività. In questo l'atteggiamento tenuto dalla famiglia italiana non mi è piaciuto per niente perchè ha dato netta la sensazione di voler soffiare proprio sul fuoco dell'emotività, di ingigantire la questione tirandoci dentro nonne parenti amici, parroco e sindaco del paese fino a voler coinvolgere il buon cuore dell'intera opinione publica.
Il fine dichiarato era quello di "salvare una povera bambina" ma d'altra parte anche quello di rendere definitivo un affido solo temporaneo saltando tutti i necessari passaggi per l'adozione internazionale.
E se tutti i genitori affidatari facessero così?
Questa condotta va condannata senza mezzi termini e non può essere meritevole di tutela neppure davanti alla Corte di Strasburgo.
Probabilmente poi esistevano altri strumenti per continuare a seguire e tutelare la bambina anche in Bielorussia (in attesa dell'adozione), che non il nascondiglio escogitato per far scomparire la minore. Anche su questo si dovrebbe riflettere, può il fine meritevole giustificare un così basso mezzo???

paolo melli 02.10.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Sulla bambina bielorussa (che non si chiama affatto Maria) è stato detto
tutto e anche di più. Quindi vorrei aggiungere solo ciò che mi ha colpito
della vicenda, senza entrarvi nel merito: il desiderio primario di maternità
e paternità vissuto come diritto assoluto, dai coniugi di Cogoleto, in
quanto interpreti esclusivi e non questionabili di ciò che sarebbe "bene"
per la bambina.

Questo desiderio è stato espresso con grande forza e violenza - fino al
sequestro - dai cosiddetti "genitori affidatari" (figura del tutto
inestistente in quanto sono semplici ospiti per le vacanze estive). Dunque questa volontà di appropriarsi - a fin di bene naturalmente - dei figli degli altri.

Durante la guerra in Bosnia mi sono trovato al fronte per realizzare dei
reportage per RAI 3. Effettivamente i bambini che avevano perso i genitori
o giravano nelle case distrutte, abbandonati e apparentemente senza
speranza, destavano in noi un forte senso di "dover fare qualcosa subito".
Li avremmo presi, portati con noi in Italia, non dovevano continuare a
soffrire, non potevamo lasciarli un attimo di più in balia di quella gente
impazzita. Noi persone civili li avremmo salvati dai loro stessi parenti,
fratelli, madri, zie, amici, dalla loro terra e dai loro costumi. Barbari comunque,
più imbarbariti ancora dalla guerra (o dalla dittatura, povertà ecc.).

La gente non la pensava così. Se accennavamo a qualcosa di simile
diventavano diffidenti, ammutolivano e ci guardavano con sospetto: avrebbero
provveduto loro ai figli, dimostravano un attaccamento e una
determinazione che non ci aspettavamo. Saremmo stati trattati come ladri di
bambini? noi che ci offrivamo di salvarli? dovevamo offenderci e invocare il diritto dei loro bambini ad andarsene?

No. Ripensandoci, credo avessero ragione. Noi abbiamo rinunciato a portare via quei bambini.

Giorgio

giorgio salce 02.10.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Sono indignata, sconcertata e "impaurita" dall'assoluto silenzio di tutta la nostra classe politica, della chiesa e delle istituzioni che non hanno detto e fatto assolutamente nulla sul caso tremendo della piccola "Maria". Facendo finta di niente, peggio di Ponzio Pilato che almeno una cosa l'aveva detta. La legge del business (vedi la compagnia aerea del presidente della bileorussia)e quindi tutti gli accordi tra il nostro paese e il loro, che nulla hanno a che fare con le esigenze dei bambini, hanno prevalso sull'orrore rispedendo come una criminale, di notte e a sorpresa, quella povera bambina. Facendo passare le sue aspiranti nonne per due terroriste e criminalizzando i suoi genitori del cuore. In un paese dove si fanno uscire tutti con l'indulto e si criminalizza chi ama senza se e senza ma. Nessuno si èpostoil problema delle gravi conseguenze psicologiche che segneranno per sempre la bambina, tranquillizzandoci con le solite opinini dei soliti psichiatri e psicologi televisivi, ossia il nulla assulto in materia. Sono solamente degli stipendiati di rete che poi a breve andranno a pubblicizzare il loro nuovo libro.

Rossella Drudi 02.10.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,
in parte mi trovo d'accordo con il signor Carlo.
Anche se capisco i genitori affidati ed il loro modo id agire. Come sempre il Governo non prende una posizione a favore della vittima, la bambina, ma a favore delle buone relazioni diplomatiche. Non è però esatto dire che la bimba l'hanno riportata nell'orfanotrofio; l'hanno infatti portata in un'altra struttura. Secondo me dovresti riprendere il tuo articolo e fare più chiarezza.
ciao

Thomas Minio 02.10.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL problema in italia e' l'adozione. Come mai e' impossibile adottare un bambino in italia, e perche' si sono inventati l'affido?
Chi ha in mano la gestione degli orfanotrofi e chi ci guadagna su questa situazione? Chiedetevelo.
IL tizio sta a Roma in una bell'appartamentino a San Pietro ereditato dal suo predecessore.
Iscrivetevi a CL e vedete come in poco tempo riuscirete ad adottare un bambino italiano senza trafile e interrogatori psicologici ditruttivi.
Vergognatevi.


Francesco Pignatelli 02.10.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Da Castelli a Mastella cosa si doveva spettare? Mastella in prima persona a difendere Moggi e a piccola Maria stata lasciata sola!! E la Bindi come Ministro della Famiglia cosa ha fatto?
Un saluto
www.simpaticacanaglia.it

Ramos marcelo 02.10.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento

intanto si è creata disinfirmazione, non è una famiglia affidataria ma assegnataria (max 90gg. ogni anno), che determina grosse differenze,e poi sicuramente concordo con la fam. genovese quando hanno denunciato quanto si suppone avvenga nell'internat (parola orrenda)ma poi si dovevano fermare e lasciare il passo alle autorità sia bielo sia italiane.
valutiamo il danno causato da questo gesto? 32000 bambini bloccati in bielo che tra ottobre 06 e dicembre 07 avrebbero dovuto venire in italia OSPITI di fam italiane, e di circa 450 minori, con pratiche gia avviate, in attesa di essere ADOTTATI da altrettante fam italiane.
oggi sembra che proprio per il rientro di vittoria in patria si siano riaperte le frontiere bielo/italiane.ora se il loro intento è di adottarla intraprendano le strade concordate faticosamente da associazioni italiane, governo italiano e governo bielorusso senza cercare scorciatoie. accetto e capisco il loro dolore ma non è certo creando danni alle circa 30000 fam italiane che ogni anno accolgono bambini spesso ammalati gravi che si deve comportare.
forse sono emotivamente troppo coinvolto ma è ciò che mi sentivo di testimoniare a te e ai frequentatori del blog. ciao enrico

enrico terenzani 02.10.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

In merito a questo caso non ho mai sentito una tale mole di inesattezze, buonismo di parte, superficialità e disinformazione.
Mi permetto di parlare in nome della mia bambina, bielorussa come Maria, che vive in un internato come Maria, per la quale ho fatto domanda di adozione come gli aspiranti genitori di Maria, e come Maria anche lei considera me e mia moglie i suoi "mamma e papà del cuore". Non posso dire che abbia subito violenze come Maria soltanto perchè - come tantissimi bambini che vivono in questi internati - lei non parla MAI di quello che succede dentro le mura del suo orfanotrofio. Se si prova a domandare qualcosa in merito rispondono sempre lo stesso "niente", oppure "io non so". Ma i dubbi sorgono spontanei perchè - nel caso mio specifico - dietro questi silenzi emergono prepotentemente segni di cinghiate sulla schiena e lividi. Oppure, ancora più inquietanti, allusioni sessuali gestuali troppo "adulte" per una bambina di sette anni!!! Sono dubbi atroci è vero. Ma questo non ci ha mai portato a sequestrare la bambina per sottrarla a questo orrore. Potevamo denunciare legalmente tutto questo. Ma non lo abbiamo fatto.
Siamo in attesa come altre 599 famiglie che nutrono i nostri stessi atroci dubbi che arrivi il nostro turno. Per volare in Bielorussia e portare finalmente a casa, definitivamente, nostra figlia.
Questo per dire a tutti i media assetati di share e sensazionalismo disinformato, che esistono in Italia altre 599 (su 600 comprendendo Maria) Maria in attesa di una famiglia. Altre 599 anime che vivono abbandonati in orfanotrofi. Altre 599 anime che vogliono essere ascoltate.
Caro Grillo, anche lei invoca di dare voce a Maria, di permetterle di esprimere dove vuole vivere la sua vita futura. Benissimo, ma non dimentichi che ci sono altri 599 bambini che vorrebbero esprimere un loro parere. Credo che - umanamente - anche loro - come Maria - ne abbiano il diritto. Perchè tutti - come Maria - voglio una mamma e un papà.

federico de robertis 02.10.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO MA CI CREDI TALMENTE IGNORANTI DA CREDERE ALLA TUA DEMAGOGIA?

alessandro bianchi 02.10.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo dell'altro al mio commento di pochi minuti fa :

- TUTTI hanno dato per scontato che Maria abbia subito delle violenze. Chi ha controllato ? Sarà vero ? Dobbiamo pensare che tutti i bielorussi siano gente abbietta che approfitta dei bambini ?

- TUTTI hanno ritenuto vero che Maria abbia minacciato il suicidio . Chi lo ha detto ? La nonna. Per caso aveva interesse a dire una cosa del genere..... ? Le mamme (e le nonne) farebbero di tutto per proteggere i propri figli. Chi ci assicura che non abbia mentito ?

Mi sembra che le suore abbiano riferito che Maria è andata via senza piangere e che "sembrava" tranquilla : dobbiamo concludere che le suore hanno mentito oppure che la loro parola di donne di fede conta meno di quella della nonna adottiva ?

Giovanni Giliberti 02.10.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi dispiace darti torto.....
Tu che difendi la legalità, tu che rimarchi continuamente le incredibili nefandezze di certi politici e uomini d'affari che si fanno beffe degli italiani e della legge, in questo caso avresti dovuto porre la stessa attenzione.....
Maria è una bambina che ha subito violenze ? Può darsi, come ne subiscono tanti altri bambini in ogni parte del mondo ma nessuno muove un dito : questo perchè i documentari che mostrano bambine che si prostituiscono in Brasile vanno in onda a tarda notte e nessuno è lì davanti alla TV a vederle e a commuoversi per loro. I genitori affidatari di Maria hanno capito benissimo invece che l'unico modo di sottrarsi alle lungaggini burocratiche che li aspettavano per l'adozione era quello di sollevare un polverone tale da smuovere l'intera opinione pubblica, e ci sono riusciti perfettamente. Per questo dovrebbero vergognarsi, LORO, di aver fatto ricorso a mezzi illeciti (il sequestro è un reato) per trattenere la bambina.
Questi due "sante persone" sapevano benissimo che l'affidamento era temporaneo : con il loro comportamento hanno messo in serio pericolo la possibilità di adozione di altre coppie che, a differenza loro, stanno rispettando le regole....
Facciamo un ipotesi : supponiamo che le storie sulla violenze subite da Maria non siano vere e che invece altri 100 bambini bielorussi, in attesa di adozione, stiano effettivamente subendo violenze nei loro orfanotrofi. Supponiamo che il governo avesse cercato lo scontro con il governo bielorusso e quindi Maria fosse rimasta in Italia : i bielorussi avrebbero bloccato tutte le adozioni e gli altri cento bambini, per ipotesi anch' essi vittime di violenze, sarebbero rimasti lì : chi avrebbe pensato a loro ? NESSUNO, perchè la TV se ne sarebbe fregata e avrebbe mostrato invece le immagini di Maria e dei loro nuovi genitori, felici e contenti........bello, no ?
Prima di giudicare pensate bene a quello che dite.
Distinti saluti

Giovanni Giliberti 02.10.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dura lex, sed lex... un corno!

Una collettività che si affida ad un freddo pezzo di carta per calpestare un piccolo cuore caldo di una bimba è una collettività di ciechi che gioca a descrivere i colori dell'arcobaleno.

Se le leggi fossero tutte giuste, sarebbero immutabili nel tempo; ciò che dovrebbe fare da collante in una comunità dovrebbe essere il senso assoluto della giustizia, non il pezzo di carta atto a rappresentarlo.

Le leggi sono delle forti linee di guida indispensabili per un mondo giusto, utilizzarle come paraocchi è pericoloso. Dalla giustizia derivano le leggi che, in teoria, se applicate, in pratica, dovrebbero riportare alla giustizia.

Cosa c'è di giusto nella vicenda della bambina? Abbiamo forse risparmiato le coppie italiane, in attesa di un affidamento, da eventuali ricatti del Governo Bielorusso? No. Addirittura si è consentito che ciò portasse dette coppie a difendere l'ingiustizia, schierandosi contro l'inerme Maria. (probabilmente temevano di provare lo stesso dolore dei coniugi che hanno ospitato Maria)
Le abbiamo risparmiato future violenze o sofferenze? Non ci giurerei, pensate alle persone responsabili di tali violenze... saranno contentissime di rivedere un giorno Maria.
Nessuno vuole che si inizi a rapire ciò che non si può ottenere, ma la questione sta altrove:

E' giusto che una bambina di 10 anni, che probabilmente ha subito violenze, già capace di pensare al suicidio, venga rispedita in un orfanotrofio dopo aver finalmente trovato il calore di una famiglia????

Il resto è immondizia mediatica.

Fabio Ciotoli 02.10.06 16:19| 
 |
Rispondi al commento

una extracomunitaria in meno???????
invece di accanirsi cosi' tanto con una bambina che aveva trovato una famiglia che le vuole bene, e rispedirla in orfanotrofio, perchè non rispediscono al proprio paese coloro che rubano, stuprano, e spacciano droga nel nostro paese?????
volere è potere... non per la giustizia italiana.

lorena d'agostino 02.10.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

IN questo caso a me non importa niente dei genitori. Per me é di primaria importanza la vita e la dignità di Maria, già che ha denunciato violenze.
Se fosse stata una coppia del livello di Berluska? sicuramente si sarebbe trovata la soluzione.

Giuseppe Mazzei 02.10.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono padre di tre figli di cui sono fortemente innamorato ed a cui cerco, nel mio piccolo, di insegnargli ad essere dei bravi cittadini. Per far questo devo anche fargli capire che, anche quando ingiusta, la legge deve essere applicata e rispettata. Si può cercare di cambiarla, ma sempre nel rispettandola.
Purtroppo in questa vicenda abbiamo perso tutti: I coniugi giusto perchè oltre a non poter abbracciare Maria hanno commesso varie illegalità; lo stato perchè al posto della ricerca di pericolosi criminali o truffatori ha speso risorse nella ricerca di una bambina che forse stava meglio quà, lo stato Bielorusso che con un atto di clemenza poteva concedere a Maria una famiglia (anche senza richiesta); i giornalisti che si dimostrano sempre più iene specialmente con le persone semplici; la comunità che dimostra sempre più menefreghismo, Tu Beppe perchè l'argomento andava messo in chiave meno sarcastica (ma andava messo), Io perchè proprio non sò come spiegarlo ai miei figli.
Una sola considerazione: una giustizia così proprio non va.
Saluti

Nicola Colla 02.10.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quale legge può ignorare i diritti umani..?? Lasciando perdere il caso di Maria può una legge riconsegnare la vittima al suo aguzzino..??

Stefano Salustri 02.10.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi fa più rabbia è che se anche questi genitori sono andati contro la legge, lo hanno fatto a fin di bene ma......in questo giusto paese, che è per bene paga chi è un truffatore, illegale, malfattore e fa danni non paga mai!!!!!!!!!
Hanno tutta la mia stima per il coraggio dimostrato!!!
Chissà cosa faranno adesso a quella povera bambina!!!!
Spero solo che presto qualcuno che deve lavorare in parlamento finalmente lo faccia!!!! pura alla svelta!!!

ilenia nefzi 02.10.06 15:35| 
 |
Rispondi al commento

AHH! c'é anche un BLOG a lei dedicata!

http://www.aiutiamomaria.info


Per rimanere informati e per non dimenticare di essere stati anche noi bambini, sicuramente molto più fortunati di lei!

Simone Coccia 02.10.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Giusto, più che giusto. Però è anche vero che noi stiamo difendendo a spada tratta e proclamando santi due persone che, leggi alla mano, giuste o sbagliate che siano, HANNO RAPINATO UNA BAMBINA PER QUASI UN MESE. Se subito i due coniugi genovesi avevano ragione ora sono passati dalla parte del torto e se avevano qualche possibilità di ottenere l'adozione ora non ce l'hanno più, aumentando, tra le altre cosa, le probabilità di vedere Maria tra qualche anno sui marciapiedi, così come dice Beppe.

Samuele Nanni 02.10.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno ricorderà il caso di Eliàn Gonzalez, forse...
Il bimbo, dopo che UN GIUDICE negli Stati Uniti, aveva stabilito che doveva tornare a Cuba, è stato prelevato da forze speciali in assetto da combattimento dalla casa dei parenti a Miami, le foto dell'azione fecero il giro del mondo. Fu rimandato a Cuba e fu regalata la "vittoria" a Fidel Castro, che gli USA odiano a morte, pur di rispettare la sentenza. Per loro la legge è legge anche quando ci viene contro, anche quando colpisce i sentimenti, altrimenti non ci si può far conto quando è a nostro favore. Per questo loro, stronzi come sono, sono più civili di noi.

Andrea Brizzi 02.10.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi stanno cascando le braccia!!!

Purtroppo posso solo linkarvi il post del forum dove ,i capi scout del branco dei lupetti dove Vica (Maria) era inscitta, hanno scritto la storia di questa sfortunata bambina.

http://www.tuttoscout.org/forum/scout-2214.html

Qui possiamo avere delle informazioni non distorte, facciamole girare!


Scusate tanto! Prima ho scritto d'impeto un intervento e poi sono andata a leggere i Vostri e ... sono trasecolata! Alcuni di voi parlano di legge, di giusto ... MA AVETE CAPITO O NO CHE QUESTA BAMBINA ERA TORTURATA-SEVIZIATA o quant'altro???????
Vorrei vedervi, voi, ligi al dovere per gli altri, se dalla scuola obbligatoria vi arrivasse vostro figlio con segni di violenza e lo stesso vostro bambino vi mettesse al corrente con parole sue delle angherie che subisce. VORREI VEDERE PROPRIO SE CONTINUERESTE A MANDARLO A SCUOLA (OBBLIGATORIA!!!) IN ATTESA CHE LA LEGGE APPURI I FATTI E FACCIA GIUSTIZIA!!!
Allora, se proprio volete, sentite questa. Una persona a me molto cara ha in affido un bambino da 10 anni (ora è un ragazzo). I SERVIZI SOCIALI SI SONO FATTI VIVI TRE ANNI FA: DOPO BEN SETTE ANNI che il bambino-ragazzino viveva nella famiglia affidataria. La madre sovvente mi sussurrava "e se fossimo stati delle carogne?".
M.

Mariela Cioni 02.10.06 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va bene, pietoso il caso di Maria. Va bene, ha subito probabilmente violenze.
Ma allora la soluzione per tutti quegli aspiranti genitori affidatari o adottivi, che magari da oltre 5 o 6 anni attendono invano che venga loro affidato un bambino quale sarebbe? Rapirne uno per convincere lo stato e l'opinione pubblica che meritano di essere genitori? E' questa la soluzione? Non ci danno un bimbo, quindi lo rapisco perchè con me sta di certo meglio che in orfanotrofio?


Voglio un attimo spostare l'attenzione su un altro aspetto: com'è che se la TV trasmette la foto di un assassino nessuno lo riconosce mentre invece dopo aver pubblicato le foto delle due nonne il giorno dopo i carabinieri erano già a qualche metro dalla piccola?!?!
FORSE DOVREBBE VERGOGNARSI LO SPIONE....

elisabetta buy 02.10.06 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Bravo, Beppe, mi sembrava strano che nn scrivessi nulla su Maria. Ricordiamoci, però, che sono stati MOLTO bravi anche tutti quelli che sono scesi in piazza perchè Maria fosse "liberata" dalla coppia genovese che voleva semplicemente proteggerla da violenze inaudite.
BRAVI TUTTI: sarete contenti di aver potuto salvare il Vs culetto (leggasi: i vs interessi).
Mariela

Mariela Cioni 02.10.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Dura lex, sed lex!
Una collettività senza leggi é una semplice ed occasionale vicinanza di individui slegati da ogni rapporto umano.

emilio d'ambrosio 02.10.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i miei suocieri prendono un bimbo biellorusso in estate da 7 anni l'anno scorso insieme all'associazione che gestisce i rapporti con la biellorussia sono stati a trovarli, avevano riempito l'autobus di generi alimentari, tipo 100kg di tonno, 5 mortadelle, eccetera.
per farla breve i bambini di tutta quella roba hanno visto poco o niente perchè il personale dell'orfanotrofio si è inguattato la mercanzia.
ecco quali sono i posti dove è stata rispedita la bambina. W mastella!

piro pasquino 02.10.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

IL NOSTRO BENEAMATO GOVERNO IN FONDO HA FATTO SOLO IL SUO DOVERE: CALARSI LE BRAGHE AL SOVIET SUPREMO!;-P

alessio taddei 02.10.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ammiro i GENITORI di questa bambina.Ammiro le due splendide nonne.Anch'io mi sarei aggrappata a questa creatura con tutte le mie forze per scappare lontano, e non capisco chi parla di rispetto delle regole, di agire nella legalità...ma cosa possono sottolineare questi commenti se non la limitatezza dell'affetto nelle persone che lo hanno scritto. L'amore ha così tante sfumature che una legge francamente gli stà stretta. Se anche noi avessimo una visuale più ampia e riuscissimo a liberarci dal nostro innato egoismo forse adesso avremo una bambina felice in più e ci avremo solo guadagnato.

Roberta Masala Commentatore in marcia al V2day 02.10.06 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovremmo avere l'energia di spostare l'attenzione dal caso di Maria alla questione delle adozioni internazionali
C'è un punto dopo cui non ha più molto senso sapere se la bambina bielorussa stava in un orfanotrofio a rischio oppure in un luogo confortevole (ma perché allora le cure le doveva fare in Italia?) e se tornerà in un inferno o in un eden (ma perché nessun specialista ha interrogato la bambina?)
Dovremmo discutere piuttosto cosa si dovrebbe fare a livello italiano o europeo per diminuire il numero di bambini orfani o abbandonati esistenti nel mondo e istituzionalizzati in ricoveri, su chi ci guadagna sopra, sul perché una bambina come Maria è dichiarata inadottabile e sul perché paesi come la Bielorussa che pure si fanno fare l'elemosina da paesi europei impongono poi i loro ricatti e impediscono l'adozione di bambini abbandonati a cui mai potranno garantire una famiglia, e dopo tutto questo pretendono anche di essere inseriti in Europa, sul perché persistono infine orfanotrofi anche nel nostro paese, quando il numero delle famiglie adottanti sarebbe di molto superiore a quello dei bambini soli e sul perché le pratiche burocratiche per una adozione sono così lunghe e defatiganti
Molti continuano a ripetere la parola legge come fosse un tabù invalicabile, quando la legge è solo una istituzione che dovrebbe evolversi nel tempo e soprattutto quando si dimostra inefficace e non più conforme a ciò che dovrebbe difendere e proteggere
Il mondo è pieno di ingiustizie, la legge non può aumentarle solo per difendere se stessa
Passeremo mai dall'Europa delle banche e delle multinazionali all'Europa delle persone? Troppo spesso viene da dubitarne

viviana vivarelli 02.10.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

.........____\_______________
.......//¯¯¯¯/./¯¯¯||¯¯¯\\¯¯¯¯\\
.....//____/./____||____\\——··‘‘————--.
....|..........|.¤......|.¤.......|¯¯¯¯¯¯¯¯\———\
....|......—---—.....|..........|—---—....|[□].[□].
.....\__/_/¯¯¯\‗\‗‗|‗‗‗‗‗/‗/¯¯¯\_\_/_____/
...........\˛___¸/˛___¸/......\˛___¸/˛___¸/

......................../¯/
....................../../
.............../¯/¯/../¯¯\
..............|..'...'..'..|\/¯|
..............|............¯../¯¯¯¯
...............\..........._/..........................._
................|.........|.................................\
................|.........|..................................|
................|.........|...../|............./............|
................|.........|.../..|.........../............./
............../|..........|./....|........./............/
............/..|..........|......|......./............/
...........|...|..........|¯\¯\¯\¯\/............/
............\..\...........\_|_|_|_|........../
..............\_\............................../
...................\........................./
.....................\..................../
.......................¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯

tabula rasa 02.10.06 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Il comportamento dei coniugi genovesi, palesemente mal consigliati da coloro dei quali si erano circondati, e' stato di una irrazionalita' e di una disperazione difficili da comprendere e da giustificare, anche per un padre.
Irrazionalita' e disperazione, seppure motivati da sentimenti elevatissimi come quelli paterni, non significano necessariamente protezione, difesa, tutela delle esigenze di un minore. Con il loro atteggiamento irrazionale e disperato i coniugi hanno sfiduciato la legge, non hanno accettato condizioni e mediaazioni da parte della legge stessa che si era gia' attivata, compromessi da sfruttare e dai quali poter in seguito muovere per sviluppare azioni piu' morbide nel vero interesse della bambina e di futuri analoghi casi.
A questo disprezzo della legge, a questa palese sfiducia, la legge non poteva reagire se non con severita', per non creare pericolosi precedenti.
Perche' avvocati, vescovi, sacerdoti, amici, madri e suocere non hanno messo sull'avviso questi poveri disgraziati, invece di sostenerli psicologicamente nella pazzia che stavano percorrendo?

Mario Presti 02.10.06 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Therapeutics for metachromatic leukodystrophy
Nome del laboratorio o servizio
INSERM U 561 - Service d'endocrinologie pédiatrique
Indirizzo
Immunologie, génétique et traitement des maladies métaboliques et du diabète
CHU Hôpital Saint-Vincent de Paul
74-82 Avenue Denfert-Rochereau
75674 PARIS CEDEX 14
FRANCIA
Telefono 33 (0)1 40 48 82 49
Fax 33 (0)1 40 48 83 52
Responsabile M. Pr Patrick AUBOURG
e-mail patrick.aubourg@svp.aphp.fr

ITALIA
COSTOZZA DI LONGARE (VI) Mauro Baschirotto Institute for Rare Diseases (BIRD Foundation) Laboratorio di Genetica Medica
Identificazione di mutazioni e correlazione genotipo-fenotipo nella leucodistrofia metacromatica - Dr Matteo BERTELLI
GENOVA Istituto "G. Gaslini" - Ospedale Pediatrico IRCCS
Leucodistrofie genetiche: genetica molecolare della sindrome di Pelizaeus-Merzbacher e della leucodistrofia metacromatica - Dr Mirella FILOCAMO
MILANO Telethon Institute of Gene Therapy - Ospedale San Raffaele HSR-TIGET
Approcci di terapia genica ex vivo per le leucodistrofie metacromatica e globoide - Pr Luigi NALDINI



Pierangelo Cardìa, Comte de Montebello 02.10.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

E commoviamoci pure davanti alla bambina bielorussa, a mio avviso gestita male dalla coppia ligure.Poi quando al semaforo vediamo il bimbo tutto sporco bosniaco che ci chiede 2 monetine,solleviamo il vetro dell'auto stizziti, come mi capita sovente di vedere.A nessuno viene voglia di prenderlo con se e di portarlo in un convento sperduto della Val D'Aosta.Se ne deduce che la nostra umanità ed il pietismo cambia secondo la situazione,ma in un mondo così irrazionale non ci dobbiamo stupire più di tanto.
Davide Monti 02.10.06 13:15 |


come principio hai ragione.

ma vedi quei bambini hanno alle spalle gente , disonesta che li sfrutta, anche la polizia, vigili, carabinieri , passano dai semafori, ma non fanno assolutamente nulla. ecco la diferenza

pisano mirella 02.10.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, sono da sempre un tuo fan, e spesso mi trovo a condividere le tue idee, ma in questo caso, non mi sento di schierarmi totalmente dalla parte dei Giusto. Qui non si tratta di avere un "extracomunitaria" in meno, ma bensì di avere una coppia che trattiene senza le dovute autorizzazioni un minore (indipendentemente dalla nazionalità), contro la volontà dei genitori o di chi, come in questo caso nè fa le veci. Se ci si trova difronte a un reato, è giusto denunciarlo, è giusto pretendere che si prendano provvedimenti, ma non ci si può fare giustizia da soli. Il loro gesto, da molti, è stato interpretato come un "sequestro", e non dico che lo sia ma per certi versi lo ricorda, inoltre potrebbe creare un precedente pericoloso, potrebbe essere emulato da altri, magari in contesti meno drammatici, e quindi meno giustificabili, di quelli riguardanti la piccola Maria. Sono convinto che si debba continuare ad interessarsi e a lottare per la bambina bielorussa, ma nel rispetto della legalità. Anche in bielorussia esisteranno leggi sulla tutela dei minori, non posso credere che in quello stato l'abuso sui minori sia legale.
Sono convinto che, ora che è venuta a galla la verità, verra aperta un inchiesta e la piccola verrà protetta da eventuali ritorsioni. Non posso credere, anche se non conosco quel paese, che la comunità bielorussa rimanga indifferente alle accuse di maltrattamenti e abusi nei confronti di Maria lanciate dai Giusto, o non è cosi?

Grazie e ciao.


Roberto Chiodini 02.10.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo viviamo in una società dove prima della tutela del benessere delle persone e delle bambine di 10 anni vengono le norme giuridiche e i rapporti internazionali, soprattutto se la bambina di 10 anni subisce violenze e minaccia di uccidersi.
Ho letto che è stato giudicato sbagliato il comportamento dei genitori di Genova che vedendo l'impotenza di un sistema giuridico non in grado di difendere Maria dalle violenze subite hanno agito trasgredendo alle leggi, non curandosi delle norme e pensando solo al bene della bambina......
Mi sento profondamente scoraggiato dal fatto che lo Stato Italiano, lo Stato in cui sono nato e in cui vivo, non abbia e non stia facendo niente per tutelare la qualità della vita di Maria.
Penso che gran parte dell'Italia abbia assistito all'ennessima sconfitta non dello Stato o dei politici che ci governano ma degli Italiani dotati di cuore e buon senso!

Dario Apostolico 02.10.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Riprendono sul 3° i pregevoli programmi: 'Shukran' (settimanale sui migranti) e 'Le storie' di Augias (ore 12,25 e ore 12,45)

Oggi c'è stata la toccante testimonianza del sindaco di Gela sui poveri corpi buttati in mare dagli scafisti
Parlare in astratto di leggi diventa disumano appena si tocca il dolore delle vittime nella fredda indifferenza della legge
Raccontava, il sindaco di Gela, dei giovani poliziotti che si buttano in mare per salvare altri giovani come loro in procinto di affogare o portano a terra i cadaveri dei morti, parlava con insolita delicatezza di quei poveri corpi, spesso molto giovani, i vestiti, i visi.. diceva della donna salvata col bambino ancora attaccato al cordone ombelicale e quella pietà che aveva preso i poliziotti per cui l'avevano lasciata andare "PERCHE' IL DIRITTO NATURALE HA PRESO IL SOPRAVVENTO DEL DIRITTO LEGALE"
Il diritto naturale è quello che comporta la pietà e senza pietà non esiste fondamento civile
La grande UE non è pronunciata sulla povera Maria come non si è pronunciata su quei paesi che nelle loro leggi disconoscono ogni pietà
La civile UE ha tra i suoi principi il diritto di asilo a cui il nostro paese, unico, non ha ancora aderito, esso dice che si deve accogliere chi fugge dall'inferno in terra perché l'infelice non ha luogo ove tornare
Ma la Bossi Fini nega questa pietà e pretende di sventolare crocifissi
L'Italia dei due governi di csx ha dimenticata tutto questo con pallidi palliativi?
E' inutile strillare per introdurre formalmentre la dicitura "radici cristiane" nella Costituzione UE e poi votare una legge che è una ignominia vivente in un paese che non ha mai aderito al diritto di asilo e ora applica una legge crudele a una povera bambina che non vuole tornare all'inferno da cui è uscita
Parlare di diritto formale negando il DIRITTO NATURALE di difesa e autodifesa è una contraddizione di sostanza che nega ogni principio di giustizia
E senza giustizia nessuna legge ha diritto di esistere

viviana vivarelli 02.10.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Il suo commento di sopra, signor Grillo, è demagogia pura e semplice.

Pippo Papo 02.10.06 13:26| 
 |
Rispondi al commento

i bambini dati in adozione o affidamento sono merce di scambio "dare bambino avere soldi", non c'e' altro solo un business. la faccia finita l'ambasciatore bielorusso di fare l'uomo offeso, non gli puo' fregare di meno della bambina e' una cosa con cui fare soldi e basta finisce li. ma perche' poi in italia e' tanto difficile adottare un bambino ... stesso motivo

lupo solitario 02.10.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

...
Inoltre questa faccenda poteva mettere in crisi dei rapporti internazionali che hanno permesso a tante coppie di adottare bambini bielorussi, credo che l'egoismo della coppia non debba essere elogiato ma punito nel peggiore dei modi, credo che se la coppia vesse agito nella legalita' fin dall'inizio forse adesso una soluzione diversa sarebbe stata possibile.
Spero signor grillo che lei legga questo mio commento o che le sia riferito, aspettando un suo nuovo post sull'argomento la saluto e le faccio i complimenti per il blog, lo visito ogni giorno e natiuralmente apprezzo alcuni post e posso esser contrario od indifferente ad altri ma questo proprio mi ha spinto a commentare in modo negativo. a presto Alessandro

Alessandro Mallegni 02.10.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non ho ancora letto i vari commenti al post perche' non riesco col mio vecchio programma di internet ad accedere alla pagina dei commenti.
vorrei dire ugualmente la mia, credo che nel caso
della bimba bielorussia rapita non ci si possa
lamentare della giustizia bensi' della sfiducia che a priori si ha contro di essa;la famiglia affidataria venuta a sapere dei maltrattamenti subiti dalla bimba ha pensato bene di non affidarsi alla Legge ma di soppiantarla di rapire, perche' a mio parere non si tratta di nascondere ma di rapire, una bambina di
dieci anni non lasciando altra possibilita' ai giudicis se non farla cercare dalle forze dell'ordine e riportarla ai legittimi tutori. La coppia ha agito fuori dalla legge e per tanto la legge non puo' tutelarli, deve anzi perseguirli, e spero lo faccia nel modo piu' severo possibile.
Questo modo di agire e' illegale e fomenta quella
forma di illegalita' chiamata mafia, infatti ci si sotituisce allo stato preferendo stabilire da s0oli il giusto modo di agire. Voglio sperare che i servizisociali tengano conto di questo comportamento sel caso la famiglia chieda in affido od adozione dei bambini, a mio parere non ne sono degni, i valori che darebbero ai bambini sarebbero tutto meno che sani.
In questi giorni mi sono spesso arrabbiato con i
giornalisti che continuavano ad edulcorare la faccenda parlando di bambina nascosta, intervistando poi le nonne ed i frati che le hanno ospitate come se si trattasse di vittime, non lo sono, le uniche vittimeono la bambina, se le accuse si dimostreranno vere, e la giustizia, contro cui tanti si schierano, e mi dispiace che anche lei Grillo faccia altrettanto, la invito a fare un post piu' articolato in cui spieghi a
me ed a chi possa pensarla come me cosa avrebbe dovuto fare la giustizia di fronte ad una bambina rapita.
...

Alessandro Mallegni 02.10.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA!
Ho sempre avuto molto rispetto per la nostra cultura, la nostra storia, e in fondo ho sempre pensato che gli italiani avessero una "marcia in più", bhe, mi sono sbagliata!
L'umanità e la capacità di commuoversi che credevo fosse uno dei punti di forza del popolo italiano evidentemente me la sono solo immaginata, che peccato però!
Il nostro governo (quello di prima o quello di adesso non fa differenza, perchè non cambia assolutamente nulla) tutela persone che non se lo sono meritato (indulto) ma non riesce (o forse non vuole...) tutelare una bambina di soli 10 anni.... ma la cosa che mi spiace di più in tutta questa storia è che tra un mese nessuno si ricorderà più di questa storia.
Ci trattano così perchè siamo noi che permettiamo che lo facciano. Mi spiace proprio dirlo ma siamo dei pecoroni, andiamo per la nostra strada facendoci scivolare tutto addosso.
Solo che, almeno stavolta, questa cosa non voglio che mi scivoli addosso, voglio che mi entri dentro, che mi commuova talmente tando da farmi dire: "ok, cosa posso fare?"
bene, vi chiedo aiuto, cosa possiamo fare?

Giulia Pezzi 02.10.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe non sono, questa volta, e non posso esserlo d'accordo con te e con la maggioranza di coloro che scrive. mi dispiace ma è così.

i signori liguri affidatari di Maria hanno violato oltre che le leggi ed il diritto italico anche quelle internazionali relative all'affido temporaneo.
a casa mia sottrarre un minore a chi ne esercita, fino a prova contraria, la podestà si chiama rapimento e non ammette attenuanti di nessun genere.
la violenza che la bambina dice di aver subito, e della quale io non dubito, è gravissima ma i coniugi italiani affidatari pro-tempore si sono comportati come bush e compari....giustizia fai da te, rapimento preventivo, uso improprio dei media e manipolazione delle realtà...perchè ce ne sono varie e non una.
meglio sarebbe stato cercare altre vie non fosse altro che per il bene di Maria.
certo potevamo dichiarare guerra alla bielorussia che in quanto dittatura non merita di esistere....il tutto nello stile anglo-americano degli ultimi anni. certo potevamo anche proporre all'onu l'embargo.

il problema è che quotidianamente succede anche in Italia e non si sente...e allora auto-embarghiamoci e dichiariamoci guerra.

spero che per Maria si apra la strada per un futuro luminoso e sarei disposto a battermi per questo...ma senza rapire....senza passare alla parte del torto.

scusate l'intrusione ed un bacio ai milioni di Maria che subiscono violenza anche in questo istante

ferdinando catapano 02.10.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sono d'accordo credo che per rispetto della legge la bambina doveva essere riportata in Bielorussia.
I genitori erano affidatari e non adottivi, erano coscienti di dover tenere la bambina per pochi mesi, con il loro comportamento si sono hanno agito da sequestratori ed hanno perso la possibilità di poter adottare definitivamente la bambina.

Non hanno avuto fiducia nelle autorità bielorusse, le stesse che hanno permesso loro di stare vicino ad una bambina.

giorgia della seta 02.10.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quest'ora ci sono 1800 commenti, non ce la faccio a leggerli tutti e forse qualcuno ha già detto ciò che penso io, probabilmente qualcuno si è già espresso all'opposto.

Nulla da aggiungere sul senso della giustizia dello stato italiano che ha già sottolineato Beppe, ma io vorrei censurare, esprimendo un senso di disgusto, il comportamento delle Associazioni che nella paura che gli aguzzini ricattatori Bielorussi impediscano in futuro ad altri bambini di venire in Italia si sono precipitati ad urlare che Maria doveva essere riconsegnata, pazienza per il suo destino.

ora, da padre adottivo so bene quanto dolore possa provocare la paura di non vedere più un bambino che si attende, ma che persone siamo se siamo disposti a chiudere gli occhi su una cosa del genere?
Non ci vergogniamo?
Queste associazioni non hanno schifo di se stesse?

Vorrei non dimenticassimo che siamo noi che facciamo un grandissimo "favore" alla Bielorussia, più esattamente ai suoi bambini, ospitandoli qui in vacanza-cura, e non il contrario.

Non fingiamo di ignorare che bambini dell'età di Maria sono quasi inadottabili perché nessuno li vuole (troppo grandi e troppo problematici). Ma i Bielorussi non li danno in adozione perché rendono troppo nello stato vergognoso in cui si trovano, dove producono sostegno da parte delle famiglie ospitanti e garantiscono stipendi a quei responsabili degli istituti che violentano Maria.

E le Associazioni italiane, a loro volta, saranno senza fine di lucro ma hanno strutture (cioè stipendi) pagati con i contributi delle famiglie adottive ed affidatarie.
In questo caso è come se alcuni responsabili di queste associazioni che hanno fatto le fiaccolate in favore dell'ambasciatore bielorusso si fossero calati i pantaloni e l'avessero stuprata anche loro.

Roberto Baudizzone 02.10.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T. Importantissimo!
Vogliono estrarre uranio in provincia di Bergamo, fermiamoli
http://nouranio.org

Massimo Bianchi 02.10.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho fatto una donazione pro Roberto. Sono rimasto molto soprpreso dal ricevere, PRIMA di dare l'autorizzazione all'addebito della donazione (effettuata via Internet con carta di credito), la comunicazione di addebito di 1€, non si sa bene perchè, dall'acquirer che si occupa di ricevere le donazioni tramite carta di credito (ad ogni poperazione con carta di credito ricevo un SMS, pertanto ne ho ricevuti 2, uno di 1€ e uno per la donazione fatta). Non me ne frega niente dell'euro, ma i signori di PayPal non potevano donarlo a Roberto? Fammi un favore, tu che sei un comico, scrivi ai signori di PayPal e digli che si vergognino.
Grazie

Ciccio Graziani 02.10.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Carlo quello che scrivi è inesatto le violenze sono state accertate ed a dichiararlo è stato un ministro Italiano che ha spiegato anche da chi le ha subite.

Cerchiamo almeno di fare corretta informazione poi naturalmente ognuno dice la sua.

Gianluca Mica 02.10.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

L'ORFANOTROFIO DI VILEJKA
Resoconto scritto e fotografico di Simone Stefanelli

http://www.progettohumus.it/bielorussia.php?name=internat

francesco stevanato 02.10.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
In questi giorni ho sentito tante parole sulla presunta giustizia nel caso di Maria, allora sono andata a rileggermi la carta dei diritti umani e dell'infanzia, sai cosa ho scoperto?
che nessuno ha applicato la legge che deve essere al di sopra della legge cioé quella dei diritti civili
Elena Chiarabella
Anno 1789 dalla Carta dei diritti civili
"...il riconoscimento della dignità specifica e dei diritti uguali e inalienabili di tutti i membri della famiglia umana è la base di libertà, giustizia e pace nel Mondo"
Anno 1989 convenzione sui diritti dell'infanzia
Articolo 3
In tutte le decisioni relative ai fanciulli, di competenza delle istituzioni pubbliche o private di assistenza sociale, dei tribunali, delle autorità amministrative o degli organi legislativi, l’interesse superiore del fanciullo deve essere una considerazione preminente.
Articolo 12
1. Gli Stati parti garantiscono al fanciullo capace di discernimento il diritto di esprimere liberamente la sua opinione su ogni questione che lo interessa, le opinioni del fanciullo essendo debitamente prese in considerazione tenendo conto della sua età e del suo grado di maturità.
2. A tal fine, si darà in particolare al fanciullo la possibilità di essere ascoltato in ogni procedura giudiziaria o amministrativa che lo concerne, sia direttamente, sia tramite un rappresentante o un organo appropriato, in maniera compatibile 3. Se un fanciullo è illegalmente privato degli elementi costitutivi della sua identità o di alcuni di essi, gli Stati parti devono concedergli adeguata assistenza e protezione affinché la sua identità sia ristabilita il più rapidamente possibile.
2000 carta dei diritti civili
Articolo 19 2. Nessuno può essere allontanato, espulso o estradato verso uno Stato in cui esiste un rischio serio di essere sottoposto alla pena di morte, alla tortura o ad altre pene o trattamenti inumani o degradanti.

ELENA CHIARABELLA 02.10.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento

La storia di Maria ci ha toccato tutti, profondamente, perché, che diamine, la sofferenza di un bambino è al di là di ogni comprensione e non si può tollerare... però, tenendo presente che la bambina non tornerà nell'orfanotrofio dov'era, ma che si ricongiunerà con il fratellino, che quanto successo ha di fatto bloccato gli affidi temporanei (che NON SONO ADOZIONI!) dalla Bielorussia, mi viene una domanda che non vorrei fosse tacciata di cinismo... ma siamo sicuri che, per quanto in buona fede, quanto successo sia stato dettato da puro altruismo? Siamo sicuri che non ci sia una piccola dose di egoismo (comprensibilissimo, intendiamoci) di una coppia che nutre affetto per una bambina di 10 anni? E, soprattutto, siamo sicuri che essere ricorsi a sequestro di persona (perché questo è quello che è successo) piuttosto che rivolgersi immediatamente al tribunale dei minori che avrebbe avuto la facoltà di trattenere la bambina, sia stata la scelta più saggia? Sono domande aperte, per nulla retoriche.
Speriamo soltanto che, come al solito, gli unici a pagarne le conseguenze -spesso tragiche- non siano proprio i bambini bielorussi...

PS. in ogni caso, la prossima volta che in Comune mi dicono che per un certificato qualunque ci vogliono settimane, mi sentirò in diritto di citare "l'efficienza burocratica" che si è avuta in questo caso!!!

Guido Morosi 02.10.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse non ce ne siamo accorti, ma in questa vicenda siamo vittime di una ipocrisia mica da ridere. Nel mondo in cui si propaganda tanto il rispetto e i diritti per i bambini, dove credo anche un singolo caso dovrebbe essere difeso a spada tratta, ci si preoccupa invece che la vicenda non turbi ulteriori adozioni a distanza, i ministri degli esteri e della giustizia non se ne interessano minimamente, si porta via una bambina con l'inganno e la complicità delle forze dell'ordine (gran bella figura) per riportarla nel posto in cui ha subito inaudite violenze. Tutto questo chiamando la piccola Viktoria (o Vika) con il nome di "Maria". Per proteggerla?? Da chi? Tutto quello che NON si doveva fare è stato invece già fatto.

Mauro Casu 02.10.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Qualche considerazione:

1. None era una adozione. Nonostatnte i giornali abbiano definito madre, padre e nonne le persone coinvolte, si trattava solo di un affido temporaneo. Lo sapevano dall'inizio.
2. Se e' bero che la bimba aveva tutti questi segni di percosse e cicatrici perche0' nessun medico la ha visitata? La procedura da seguire none ra quella di nascnderla ma bensi di dare massimo risalto alla cosa per mezzo di visite mediche e relatice denunce. Nascondere la bambina, non farla visitare da nessuno eta. non aiuta certo moto a credere loro.
3. Cosi' facendo hanno reso impossibile un processo di adozione della bambina stessa.
4. Parecchie persone (giornalisti e politici inclusi) sono andati a visitare l'istituto, che sembra essere un normale istituto e non il lager che ci hanno detto sarebbe stato secondo labambina (che nessuno ha pero' intervistato direttamente).
5. Un sequestro di prersona, in patrticolare se e' un minore, e' e resta un reato.

Magari informarsi meglio sarebbe buona cosa caro Grillo. In molte cose lei dice delle cose sacrosante, ma perche' a volte si fida di notizie come quetsa che cavalcano l'oda del populismo senza andare a scavare e vedere se le cose stanno veramnente come sembra? Io saro' paranoico (mi ci hanno reso i media pero') ma non mi fido di istinyto delle verita' ufficiali senza aver cercato dei riscontri oggettivi.

Carlo Catucci 02.10.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto molte cose che hanno un fondo di verità, ed anche chi giustamente difende la scelta di aver rimandato Maria nel suo paese seguendo un percorso di legalità ha il mio massimo rispetto, intravedo in quelle persone coloro che vorrebbero che tutti sempre seguissero le regole. Bellissimo

Ma chi fa le regole ? Se le regole sono ingiuste bisogna chinarsi supini?

Il bello di questo Blog è che i molti che ci scrivono sono molto incazzati di come vanno le cose in Italia e dicono la loro in una piazza pubblica (grazie Beppe per averci fornito la piazza, questo magnifico Blog) confrontandosi e riflettendo ascoltando tutti quelli che hanno qualcosa da dire.

Il problema Maria non è andare contro le leggi che giustamente visto che si tratta di rapporti internazionali andrebbero rispettate, ma è quello di conoscere il singolo caso.

La bimba è stato appurato (sentito per radio dal ministro Italiano competente) ha subito delle violenze fisiche ma sopratutto abusi sessuali presso il posto dove si trovava in Bielorussia, violenze perpetrate no da addetti ai lavori ma da ragazzi disagiati e senza famiglia come lei ma molto più grandi di età.

Conoscendo la storia ed il singolo caso, il governo italiano sotto traccia aveva il diritto dovere di fare qualcosa e sono certo che se le pressioni fossero state forti in accordo con la Bielorussia la situazione sarebbe stata risolta facilmente per la felicità di tutti.

Ho sentito dire il Ministro per radio dire che le violenze subite purtroppo si sono verificate da altri cotanei e non da addetti ai lavori (su radionews24) e che ora le autorità bielorusse staranno più attente. Ma che abbiamo il dovere di seguire il percorso legale.

E' chiaro che ad un governo che si dice vicino al popolo ed alle ingiustizie di questa storia frega molto poco, l'esempio è la Baraldini nonostante l'impegno preso con gli Stati Uniti di non liberarla, grazie all'indulto la legge è stata superata e la stessa è libera.

Gianluca Mica 02.10.06 11:24| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della bimba biellorussa, penso che i suoi genitori si siano comportati da folli, in modo irresponsabile e da egoisti. La mia famiglia ospita un bambino ucraino, e quando ho sentito per la prima volta la notizia ammetto di aver pensato 'meno male che è biellorussa e non ucraina, speriamo che non blocchino i viaggi dei nostri bimbi'. E' possibile che i 'genitori italiani' non abbiano pensato che dall'istituto di Maria vengono in Italia anche altri bambini, e che agendo in questo modo probabilmete hanno impedito loro di poter tornare in Italia (io non so se quell'istituto aderirà più al progetto). Non solo, ma se la bambina era già stata tratta male, come pensate che sarà la sua vita adesso, dopo il ritorno in biellorussia, senza forse la possibilità di tornare più in Italia? Sicuramente è terribile ciò che è successo, MA NON E' QUESTO IL MODO DI RISOLVERE il problema!!!Mi dispiace per Maria, ma se i genitori non ammettono pubblicamente di aver sbagliato, spero che non vincano la causa. Ho il terrore che a Natale, o la prossima estate, quando i bambini torneranno, altre persone, ispirate dall'impresa dei 'genitori italiani' di Maria facciano lo stesso... e allora davvero verranno bloccati i viaggi di tutti i nostri bambini... non mi sembra giusto per loro, non è giusto togliergli la possibilità di avere una famiglia italiana che dia loro delle possibilità per crearsi un futuro migliore.

Margherita Suragna 02.10.06 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto gli altri commenti e vorrei aggiungere qualcosa al mio modesto parere gia' espresso.
E'lecito pensare a un disperato tentativo di adottare a tutti i costi la bambina,ma perche' adesso criticare questa coppia di coniugi invece di esaminare meglio e prima le coppie destinate a questi affidamenti? Forse e dico forse non e' piu' corretto esaminare con cura e con l'aiuto di uno psicologo le coppie richiedenti?badate bene non sono matti,sono vittime.
E'lecito anche parlare prima e non a posteriori di una regolamentazione seria e mirata di questo flusso di bambini e di assistere e vigilare queste associazioni da parte dello stato,anziche' poi sbrigare in tutta fretta un "patata bollente" onde evitare precedenti e aprire un caso con la Bielorussia ?
Un fatto del genere che contempla il coinvolgimento di minori meriterebbe un'interrogazione in seno al Parlamento Europeo. Direi che lasciare una questione cosi' delicata in mano al volontariato salvo poi cavarsela con un blitz in extremis e' inammissibile.
E'anche lecito ripensare all'impatto psicologico a cui viene sottoposto un bambino: non tutti reagiscono allo stesso modo;non possiamo ignorare il fatto che se ci sono fratelli e sorelle dividendoli si puo' causare qualcosa oppure no, che se al bambino si mette davanti una coppia di adulti questo non possa pensare di aver conquistato una mamma e un papa'.Non si puo'mostrare una realta' quotidiana diversa e poi fare retromarcia.Non e' facile resistere alla tenerezza a all'affetto di un bambino ed e' estremamente difficile restare lucidi e continuare a ripetersi di non essere genitori ma "ospitanti" e non illuderlo.
Credo che ci voglia piu' attenzione.Comunque sia,anche se deliberatamente la coppia di Cogoleto ha ignorato la principale osservanza di affidatari=no genitori adottivi,hanno tutta la mia solidarieta'.Anche loro,consapevoli o no,sono vittime di un desiderio d'affetto.Non posso condannarli.E' un sistema da rivedere.

mauro marcassoli Commentatore in marcia al V2day 02.10.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Dietro il fenomeno dell' infanzia abbandonata, c'e' un mercato a cui la chiesa cattolica (ma suppongo tutte le confessioni) non e' estranea. Il giro di interessi e' davvero grande, per questo in Italia, per tanti anni e' stato difficile adottare, e per questo ci sono tanti ostacoli nell' adozione in genere. A Grillo voglio dire che se avessi scritto "orfanatrofio", come lui ha fatto questa mattina, avrei preso una scarica di botte, la' dov' ero. Saluti collegiali

Francesco Manfredi 02.10.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,

nulla ci può più stupire per una bambina che altro non chiedeva di rimanere con due persone che le volevano bene è scattata una caccia all'uomo degna del film il Fuggitivo.

Per prendere un latitante di mafia colpevole di omicidi, estorsioni e quintalate dei crimini più efferati concepibili dalla mente umana ci hanno messo 40 anni(e si nascondeva a 5 Km da casa).

La verità è che i politici i giudici tutti dipendenti dovevano predersi delle responsabilità cosa che in Italia non piace assolutamente a nessuno.

Diamo asilo politico a tutti gli sbandati che sbarcano dal gommone ogni giorno e ad una bambina di 10 anni NO!

Se la bambina (Dio non voglia) si farà del male io denuncerei tutti gli interessatissimi dipendenti per ommissione di soccorso e abbandono di minore ma si sà la giustizia non è umana ma in certi casi un aiuto si potrebbe anche darlo.

comunque a tutti quelli che non hanno mosso un dito auguro con spirito leggero "che tutto cio che avete fatto vi sia, con la stessa moneta, ripagato per tre volte".

Spendo ancora una parola per quella sotto specie di sottosegretario alla giustizia che ha sbattutto in faccia la "legalità" e le "regole" a due Persone che dopo aver girato tutti gli uffici hanno dovuto fare quello che hanno fatto perchè nessuno li aiutava;

SE LA LEGALITA E LE REGOLE IN ITALIA FOSSERO SEGUITE DA TUTTI PALAZZO CHIGI E PALAZZO MADAMA E 3/4 DEI MINISTERI AVREBBERO LE SBARRE A PORTE E FINESTRE E INVECE CHE GLI INSERVIENTI LA POLIZIA PENITENZIARIA.... NASCONDETEVI.

saluti Paolo

paolo bottaro Commentatore in marcia al V2day 02.10.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci guadagna da questi prestiti di bambini? Sicuramente la Bielorussia. Queste poveri piccoli vengono trattati come merce di scambio. Ricattano chi li vuole aiutare per soldi o piaceri. Che facciano una brutta fine per l'eternità.

rocco errico 02.10.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Se non ho capito male verrà presentato un ricorso ad un tribunale europeo. Speriamo che almeno loro siano più lungimiranti e che qualcuno ascolti la bambina

silvia lombardo 02.10.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

La storia di MARIA non è un caso unico ed isolato, purtroppo. In Italia ci sono una sacco di ragazzini che stanno anche peggio. Poco tempo fa, al mio paese, un bambino di 8 anni è stato strappato alla famiglia perchè non venivano rispettati i suoi diritti dai genitori.
Se dovessimo fare un polverone mediatico per ogni singolo caso di maltrattamenti, soprusi e mancanza di rispetto dei diritti forse chiunque ci penserebbe su 2, 3 volte...

ENRICO ANTONIAZZI 02.10.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dimentichiamoci x un attimo di quella gentaglia di centro-destra-sinistra in parlamento e doniamo qualche euro al bimbo sardo malato.
maurizio

maurizio mulas 02.10.06 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Da altri blog:

M non è stata un mese in Italia ma 7 volte per curarsi
.
Il governo dovrebbe lottare contro gli ostacoli che alcuni dei Paesi dell’ex Oltrecortina frappongono alle adozioni, forse per un malinteso senso di orgoglio nazionale o per forzare e accelerare il loro accesso nell’UE (ricatto)
.
La legge è al servizio della persona o le persone sono al servizio della legge?
.
80.000 italiani vanno ogni anno in Brasile a stuprare bambini, in maggior parte vengono dal cattolicissimo Veneto
.
Se la Chiesa amasse i bambini come dice, non ci sarebbero orfanotrofi
.
Le leggi sulla pedofilia sia italiane che europee fanno pena. I governi passano sempre davanti ai bambini
.
Se una legge mette un innocente a rischio di servizie o morte, dobbiamo tenerla?
.
Quella bambina ha già tentato il suicidio più volte in quell'orfanotrofio, rispedirla lì sarebbe come condannarla a morte. Dovrebbe esistere un tribunale internazionale, o per lo meno europeo, che decida sul caso
.
Sia la Bielorussia che la Turchia chiedono l’ingresso in Europa. L’UE potrebbe far molto contro i loro abusi, se solo volesse. Se invece le interessano solo i gasdotti…
.
Se una legge non rispetta il bambino, allora è una cattiva legge e le leggi si possono cambiare….ma una vita….un affetto di un bambino…deve essere preservato altrimenti non possiamo dire di essere cristiani né di seguire la religione dell’amore
.
Può in un mondo dominato dal mercato e che fa leggi solo a favore del mercato, trovar posto la compassione?
.
Il sindaco di Cogoleto: “Solo chi ha visto le sofferenze di Maria può decidere anche contro le leggi, qui da noi ha trovato l’affetto, siamo contro il suo ritorno in patria, siamo contro i suoi aguzzini”
Il consiglio comunale ha votato un ordine del giorno alla unanimità che ne chiede l’affidamento
.
Perché coloro che vogliono il permesso di uccidere chi entra nella loro casa sono così duri verso un bambino violato? Si difendono le persone o le proprietà?

viviana vivarelli 02.10.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per carità, ma avete visto che schifo BUONA DOMENICA su canale 5? LORENA BOBBIT, VITTORIO SGARBI, VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA E VANNA MARCHI!!!
Ma si può? é una vergogna!!! quella gente dovrebbe marcire in galera e non fare i divi e le starlette in TV.
Unica eccezzione pe rla BOBBIT, subiva violenze continue.
E' ora di finirla, chi commette un crimine, PAGHI!

ENRICO ANTONIAZZI 02.10.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta, di un problema collettivo, dobbiamo farci carico tutti.

Francesco Manfredi 02.10.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Spero di poter dare un microscopico contributo anch'io alla nostra comunità del blog:

in un primo momento, sentita la notizia, mi sono "schierato" incondizionatamente a favore della famiglia e della bambina. Non avevo dubbi.
Le cose però sono andate avanti ed ho avuto modo di approfondire l'argomento, perciò ad oggi le mie conclusioni sono le seguenti:

i genitori non sono "affidatari" come erroneamente divulgato, si tratta semplicemente di persone che hanno deciso di ospitare per un breve periodo un bambino. Queste iniziative sono encomiabili e vanno avanti da anni, grazie ad accordi fra l'italia ed alcuni paesi dell'est.
Purtroppo la vicenda specifica di Maria ha degli aspetti tragici, ma il protrarsi della lotta dei "genitori affidatari" purtroppo pregiudica la possibilità di migliaia di altri bambini di potere avere la stessa possibilità che ha avuto Maria. Quantomeno lei ha potuto conoscere delle persone che la volgiono aiutare e, forse (purtroppo solo "forse") eviterà checerte cose si verifichino nuovamente.
Per farvi capire meglio il mio ragionamento pongo questa domanda: "sappiamo che milioni di bambini (sì, milioni...) nel mondo soffrono, muoiono, subiscono maltrattamenti. Cosa succederebbe se qualcuno, per ipotesi astratta, andasse in uno di questi paesi e portasse via con sè un bimbo?...
sarebbe un'azione giusta, legittima da un punto di vista umano e morale, eppure non sarebbe possibile, non sarebbe accettato.
Gli spunti di riflessione sono molti altri ancora, l'unica certezza è che abbiamo scoperto le sofferenze di unapiccola e non accettiamo che possa continuare a soffrire ancora; se veramente il nostro senso comune fosse toccato da simili problemi, dovremmo agire a prescindere da Maria e "lottare" contro una realtà certa e diffusa in tutto il mondo, ma come?...

Simone Morganti 02.10.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma Ivana Iorio non c'ha un ca**o da fare tutto il giorno???

giorgio b 02.10.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

anche i tutori dell'ordine "tengono famiglia", e quindi agiscono con severità solo nei casi in cui il rischio è minimo (tranne rarissime eccezioni). A questo punto tanto varrebbe che al posto dei gendarmi ci fossero i picciotti, opportunamente addestrati e pagati con le tasse (ci costerebbe sicuramente di meno)
Saluti.
Giorgio Vecchi

Giorgio Vecchi 02.10.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Per la Ballardini avremmo venduto il Colosseo pur di riportare in Italia e l'abbiamo riportata,una terrorista condannata a 40 anni di carcere, giusto o no un giudice aveva deciso.
E' chiaro se il giudice è spagnolo e condanna Berlusconi è credibile, se il giugice è americano e un furfante boia con mani grondanti di sangue.
Per Maria non se mosso nessuno, per esempio Emergency ?? l'associazione non toccate Caino, tanto sensibile se si tratta di no global, l'esimio Di LIberto, pronto ad andare in America... caro Grillo sia parlante , ma parlante di giusto e non di parte, il suo Blog potrebbe essere un isola felice se solo riuscisse ad essre giusto e non di parte, mi sa che anche Lei è ossesionato dalla berlusconite.
Le do un consiglio le posso essere un fratello minore, si spogli dell'etichetta di uomo di sinistra e vi vesta di panni da uomo giusto non legato a nessuno senza condizionamenti.
buona giornata anche se è lunedì
Gianni Zanni

gianni zanni 02.10.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.
(Einstein

Paolo Corsini 02.10.06 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho parole!!!!! Siamo un paese burocratico per eccellenza. Le carte sono più importanti del bene di bambino? Questa bambina aveva trovato calore affetto una casa perchè negarlielo,Mi viene spontanea una domanda chi ci guadagna in tutto questo? L'orfanotrofio sicuramente quando paga lo stato per ogni bambino? Vergogniaci tutti che schifo!!!!!
Ciao Maria spero che tutto si risolva per tuo bene e solo per quello. Beppe possiamo fare nulla tutti insieme per Maria?

vincenza giannini 02.10.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo qui è, da parte della legge italiana, un disco che si ripete con troppa frequenza: x problemi del tutto secondari si mobilita con esercito, aviazione e marina, per i problemi seri tutto passa in sordina.

Vi ricordate l'annoso problema del crocifisso? Non s'è parlato d'altro x settimane.
E i no-global? E Cogne? E Vanna Marchi & Co.? E sui SUV? Ecc. ecc.

Poi su argomenti tipo l'ecologia, la legalità, la class action, la sanità, non si dice nulla.... è tutto a posto, non ci sono problemi in corso, meglio occuparsi delle esternazioni di Sgarbi.

Mah....

Patrick De Angelis 02.10.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Furio Colombo (articolo migliore)

http://www.feltrinelli.it/FattiLibriInterna?id_fatto=7382

"La bambina non viene ascoltata. La sua volontà non conta. Eppure ha 10 anni, si esprime bene e risulta drammaticamente precisa raccontando le cose tremende che le sono accadute.
A sua difesa non ci sono che i 2 adulti che l’hanno accolta, curata, amata... sono visti come avessero intercettato merce rubata…Il dolore, la paura, la volontà espressa dalla bambina, non contano. Nessun legale, medico, psicologo è stato incaricato di conoscere e valutare Nessuno parla per lei o con lei, perché nel nostro Paese i bambini non hanno alcun diritto.
I genitori affidatari sono interrogati solo per scoprire il suo rifugio, mai per accertare la verità .. che è sensazionale, e fa una differenza immensa tra il suo partire (per sempre) o il non partire (salvarsi).
3° Maria è contesa e reclamata da un orfanotrofio, da un lettino in camerata, da bagni collettivi e pasti in refettorio. E tutto per salvaguardare il buon nome della Bielorussia
Ma chi paga? Paga Maria , anni 10, nessun diritto, piccolo essere umano intelligente, sensibile, solo, spaventato cui nessuno dà la parola.
Questo Paese, che ama tanto i bambini e ci spiega due o tre volte al giorno che prima di tutto viene la famiglia, è pronto a spedire Maria, come un pacchettino, da una famiglia che la ama ad un orfanotrofio che nel migliore dei casi la considera un numero. E nel peggiore, come già le è accaduto, un oggetto disponibile.
Un Paese moderno e democratico dovrebbe avere una legge che per prima cosa prescrive la nomina di un avvocato che rappresenti il bambino. Questa legge è stata respinta fin dalla 13° legislatura
Ora la conclusione è triste e sbagliata. Chi ha l’unica colpa di amare Maria viene tenuto a distanza con sospetto. L’apparato dello Stato è pronto a mandare una bambina disperata in orfanotrofio. Le relazioni diplomatiche fra Italia e Bielorussia rifioriscono

A 10 anni, sola al mondo, paga Maria"

viviana vivarelli 02.10.06 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con Te, però viene il sospetto che la coppia abbia volutamente cercato di creare un "caso" mediatico per by-passare o eludere le normali procedure di adozione/affidamento !!! In Italia comunque prevale sempre la Ragion di Stato e quando non c'è quella salta fuori la Ragion di Partito, di Clan, di Corporazione, di Loggia etcc..Quelle che non prevalgono mai sono le ragioni dell'amore, della solidarietà, della toleranza e della carità cristiana e non !!

Marco Mannori 02.10.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Te, però viene il sospetto che la coppia abbia volutamente cercato di creare un "caso" mediatico per by-passare o eludere le normali procedure di adozione/affidamento !!! In Italia comunque prevale sempre la Ragion di Stato e quando non c'è quella salta fuori la Ragion di Partito, di Clan, di Corporazione, di Loggia etcc..Quelle che non prevalgono mai sono le ragioni dell'amore, della solidarietà, della toleranza e della carità cristiana e non !!

Marco Mannori 02.10.06 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Signor "franco porta",
Se tu sei un veterano delle adozioni bielorusse.
Se tu non hai mai avuto il bisogno di farti chiamare papà o chiamare figlio la creatura che ti è stata affidata.
Se il distacco era la miglior cosa che succedeva in quelle esperienze.
Se dobbiamo tutti andare dal fotografo Simone Stefanelli a vedere tutti gli orfani di VILEJCA che sorridono beati.
Se ci spieghi del perchè hai sparato questa serie di "CAGATE" te ne saremmo grati !

Elia Profeta 02.10.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Le cose vere: la bambina non era presso una coppia adottiva, ma per un breve soggiorno temporaneo a scopo terapeutico. La bambina è in Italia in virtù di un dispositivo dell’autorità minorile Bielorussa , non italiana. Al di la di quanto raccontato dalla bambina ( e purtroppo si tratta senza dubbio di cose vere) la competenza non è italiana ed a nulla potranno le “ridicole mediazioni” di sottosegretari e di altri pavoni da smania televisiva. La bambina tornerà in Bialorussia e, statene certi, non farà mai più ritorno in Italia. Le cose non vere: Che i soggiorni terapeutici temporanei verranno bloccati. Ai Bielorussi non conviene interrompere questo flusso, fatto di bambini alcuni ospiti di Internat, ma molti, molti, molti altri figli di impiegati statali o della stessa compagnia aerea di bandiera bielorussa che vengono in Italia per fare le vacanze a costo zero e tornare in Bielorussia con le valigie cariche di vestiti, giochi e qualche soldo. Ai Bielorussi non conviene proprio interrompere questo flusso che permette alla stessa compagnia aerea di viaggiare piena e

an na 02.10.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

I coniugi Giusto hanno torto marcio, hanno solo fatto del male a Maria e a tanti altri bambini bielorussi.

oscar scheffler 02.10.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo offesi
Il silenzio assordante delle autorità italiane di Csx su Maria, l'assenza di qualsiasi tentativo di mediazione internaz., il pilatismo del governo, il dispiegamento violento di mezzi polizieschi, la brutalità dell'azione che non ha nemmeno aspettato la sentenza della magistratura sono risultati per troppi inaccettabili
Il risultato è che questo appare ai nostri occhi come un ulteriore passo falso del governo
Per quanto alcuni restino totalmente privi di cuore e capaci solo di demonizzare chi ha dei sentimenti, la maggior parte del paese ha reagito dolorosamente all'accaduto e lo ha sentito come una ferita personale
C'è una moltitudine di persone che si considera di sinistra ma senza appartenere ad alcun partito, solo per ideali di compassione, partecipazione e desiderio di uguaglianza sociale
Costoro non avevano molta scelta nel loro voto, avendo il bipolarismo cristallizzato una certa nomenclatura politica in modo feudale
Chi ha ancora degli ideali umanitari e democratici non poteva assolutamente votare per la Cdl, essendo le sue dichiarazioni contrarie a ogni principio di giustizia e democrazia
Può aver votato o no per lo schieramento opposto, con sfiducia o un soprassalto di speranza
La differenza "sostanziale" tra sx e dx è che gran parte del popolo di sinistra considera gli ideali superiori ai partiti, mentre i cloni di B se ne infischiano di ideali e si schierano o per interessi materiali o per bisogno di appartenenza o per fame di odio
Avviene così che vi sia tra le due tipologie una assoluta incompatibilità
e che, mentre la sinistra non allineata è capace di critica anche pesante con la sx al potere e sia sempre lì a sottolinearne gli errori, i cloni della dx sfegatata non siano mai in grado di vedere gli errori propri, nemmeno dopo 5 anni di disastro B e credano addirittura che una critica al governo significhi un punto per B, mentre è una perdita per tutti, così perdono tempo a gioire mentre non ci resta che piangere

viviana vivarelli 02.10.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I genitori "affidatari" sanno, fin dal primo istante, che il loro ruolo è inesorabilmente temporaneo, sono figure che non hanno nulla a che vedere con i genitori adottivi.
In sostanza se una coppia vuole un figlio adottivo deve chiedere un'adozione, ma se chiedono un bimbo in affidamento raramentelo avranno in adozione.
Ora è pazzesco che questa coppia pretendesse di avere una potestà sulla bambina e di tenersela, nascondendola: e poi? Che succedeva? Vivevano tutti e tre felici e contenti sulle montagne valdostane?
Ma allora a che serve un tribunale che stabilisce l'idoneità delle persone a fare i genitori? Questo non può essere lasciato all'iniziativa personale della gente, sennò va a finire male, per i bambini.
Se la ritroveremo a battere sui marciapiedi sarà solo perchè qualche potenziale genitore "adottivo" la sera se ne va a puttane...

Andrea Brizzi 02.10.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe non sono assolutamente in accordo con le Tue.
leggiamo bene la sentenza della corte di Appello che recita più o meno così (il potere di intervenire contro le decisioni del tribunale dei minori spetta ai genitori, naturali o adottivi e/o affidatari, del minore) i coniugi in questione pretendevano di esercitare un diritto che non gli competeva in quanto non erano nemmeno genitori affidari, ma semplici persone che per un periodo hanno deciso di ospitare una bambina. E' già pazzesco che si definiscano GENITORI di chi? di una bambina ospitata per due mesi all'anno?

Siamo realisti Beppe, la coppia aveva torto marcio, ricordardiamoci che l'adozione non deve essere utilizzata per placare il desiderio di essere genetori ma, sempre e comunque, per offrire al minore la possibilità di entrare in un costesto sereno, normale, dove poter sviluppare al meglio le proprie capacità umane. L'adozione è un servizio al prossimo, non un egoismo mascherato.

semmai concedimi un'ultima esternazione; deve finire questo scambio " turistico di bambini".
non si può far assaggiare la normalità e la modernità di uno stato occidentale e poi riscpedirli al mittente fino alla prossima estate. Non sono mica "OMBRELLONI"!

alfonso cenetiempo 02.10.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


E bravo Davide ! bravo pure Sergio
una bella dimostrazione di "LEGALITA'"! Il tuo intervento denota che il tema ha toccato un tuo punto dolente. Sarebbe interessante conoscere la tua storia. Però alle tue vaneggianti parole non tieni conto che i bambini NON SONO pupazzi da poter collocare in bella mostra! Quando dici "..le famiglie che non sono in grado di gestire il distacco..." mi sembri un automa, un freddo automa che vive in un mondo alla MATRIX. Per quale motivo ci dev'essere un distacco quando tutto và bene?? Se le istituzioni bielorusse hanno il bisogno di mandare via (e lo trovo giustissimo) i bambini, se incontrando una famiglia perfetta perchè devono distaccarsi?? Forse per far continuare gli affari nell'orfanotrofio che gli ospita??
La legalità è un concetto e non una legge divina!!!
Mi dispiace, ma aggiorna il tuo sistema operativo CYBORG !

Elia Profeta 02.10.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo di non capire più nulla. Faccio molta fatica a seguire tutte le contorsioni nate dalla vicenda della piccola Maria.

Ma alla base di tutto non c'era la difesa dei diritti di un "minore"?

Ma forse questo "minore" non ha espresso delle perplessità sul modo in cui è trattato nell'Istituto che la accoglie in patria a tal punto da minacciare il suicidio?

Tutto questo conta qualcosa?

No!!

Il Signor Beppe Grillo ha espresso un concetto estremo, però ha reso bene l'idea.

Questa bambina, sballottata sentimentalmente dopo aver chiesto aiuto per le violenze subite in Bielorussia, oltre, forse, a sentirsi tradita (chissà che le avranno messo in testa??) dai suoi "genitori e nonni" (attenti ho messo le virgolette), oltre a ritornare nel grigiore di un Istituto Bielorusso, finirà definitivamente nel dimenticatoio di tutti e correrà un sacco di rischi, fra cui anche quello paventato dal Signor Beppe Grillo.

Quando poi scoprirà che lei è stata "merce di scambio" di altre adozioni e, sopratutto, di fornitura di gas probabilmente si chiederà, senza riuscire a darsi risposta, il perchè.

Lancio una proposta a tutti. Perchè non facciamo tutti insieme una richiesta di adozione "mirata", ciè chiediamo espressamente di avere in adozione definitiva la piccola Maria ed, ovviamente, il fratello?

Comunque spero ardentemente che questa bambina cresca, diventi una persona intelligente, torni in Italia e si stabilisca a Cogoleto vicino ai suoi "genitori".

Questo sarebbe uno schiaffo per tutti, politici italiani e bielorussi, bloggisti pro e contro.

Saluti.

Giorgio Denevi

giorgio denevi 02.10.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. GRILLO,
Questa volta NON sono d'accordo con Lei.
La penosa vicenda di Maria la bimba Bielorussa è stata montata a dismisura per soddisfare i desideri di due genitori "laureati" che si sono dimostrati viziati e immaturi.
Chi ha fatto l'esperienza per anni di ospitare un bimbo Bielorussa sà cosa vuol dire voer bene e dare del bene.
A distanza di anni, dopo aver visto la realtà Bielorussa, e continuando ad aiutare Vladimir che dopo una lunga esperienza all'Internat ora si stà facendo da solo è solo amore senza pretendere e voler chiamare mio figlio.
Consiglio a Lei e a tanti di chiedere alle decine di migliaia di famiglie italiane cosa ne pensano di questa vicenda, di vedere cosa racconta il fotografo Simone Stefanelli rientrato da pochi giorni dalla Bielorussia e che ha visto e fotografato l'internat di VILEJKA poi forse si ricrederà su quello che dicono i sigg. GIUSTO.
www.progettohumus.it/bielorussia.php?name=internat
grazie e cordiali saluti
Franco

franco porta 02.10.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Su questa triste vicenda sono d'accordo sul post di Beppe..visitate comunque il nostro sito un'esperienza diversa con i bambini bielorussi

www.ilcavallobianco.it

Raffaele Ranucci 02.10.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

povero stronzo....

Andrea Brizzi 02.10.06 09:29 |

------------------------------------

COME SEMPRE I COMPAGNI SI DIMOSTRANO DEGNI
E CAPACI SOLO DI INSULTI E AZIONI ILLEGALI FATTE PASSARE SOTTO FALSO DIRITTO DI GIUSTIZIA SOCIALE

ANDREA IO SONO UNO DI DESTRA CONVINTO MA CIVILE NON SPARO NE INSULTO IL GIUDIZIO SU DI TE LO LASCIO AI BLOGGHISTI INTELLIGENTI (EVIDENTEMENTE TU SEI ESCLUSO!!)

ENZO MIO 02.10.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questa vicenda è chiara una cosa : i coniugi Giusto sono alla disperata ricerca di una figlia/o, la loro meta era palese dal principio, … ottenere con forza l’adozione e strumentalizzare anche una bambina per arrivarci.

Tra loro e le relative nonne c’è stata una manipolazione sulla bambina forse, non lo so, …. ma è un’ipotesi come molte.

Un caso da prendere in esame a paragone è il famoso ed eclatante Affare Mc Martin negli USA, …. http://www.simona.com/bimbi/bimbi3.html dove centinaia di bambini sono riusciti a fare un vero putiferio su un’intera scuola dichiarando fantastici abusi sessuali totalmente inventati, … a causa di persone totalmente fuori di testa, ... al punto da inculcare a oltre 200 bambini un evento traumatico mai esistito.

Non dico che sia questo caso (come potrei ?) … ma credo sia anche da considerare

Per me, l’Italia si è comportata bene, … che cosa doveva fare ? Infrangere le leggi ed andare contro una Nazione solo perché i Giusto hanno smania di avere una bambina tutta per loro ?

Ps: intanto il sequesto di un minore è un reato, al limite dovevano provvedere ad affidare la piccola Maria alle Istitutizioni.

karl Tozzi 02.10.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

merde

lello centa Commentatore in marcia al V2day 02.10.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe.Per una serie di motivi personali anch'io e mia moglie abbiamo contattato tempo fa una di queste associazioni per l'affidamento di bambini bielorussi per ospitarne uno a casa nostra.Avevamo gia' parlato con delle persone incaricate ,poi io stesso quando ho saputo che la speranza di adozione era quasi zero mi sono tirato indietro.Ebbene si',lo ammetto,nonostante il parere favorevole di mia moglie io ,vigliaccamente,ho pensato che non sarei stato in grado di lasciar ripartire un/a bimbo/a a cui sicuramente mi sarei attaccato e con cui mia figlia avrebbe diviso allegramente le giornate.Io adesso sarei al posto della famiglia di Cogoleto,ne sono quasi sicuro.
La legge e' legge e come al solito l'hanno applicata all'Italiana. Non so se per la Bielorussia e' un business ( Su alcuni quotidiani l'hanno scritto e quasi quasi mi vergogno che abbiano liquidato la faccenda cosi'),ma per quella famiglia e' un affetto strappato senza tanti convenevoli.Lo so,sono ben conscio che i bambini sono in affidamento e non in adozione,ma a loro chi lo spiega? Ai genitori mancati chi lo dice? Non sono pacchi postali,sono piccole vite che hanno sofferto e continuano a farlo. Perche'certi giornalisti insinuano che ,visto che ormai Cernobyl e' acqua passata(lo dicono loro..)si dovrebbe mettere la parola fine a queste cose? Le radiazioni necessitano di cure,ma anche gli affetti spezzati di un bimbo (ce ne sono anche di italiani)ne hanno bisogno! Allora, Signora Bindi, Lei che ha parlato ieri sera su Rai Tre(tanti giri di parole) di questa faccenda scomoda,cosa fara' il governo? E' finita cosi' oppure c'e' bisogno di regolamentare maggiormente queste cose?
Non si puo'lasciare una famiglia a pezzi,con le sue speranze perdute e una bimba chissa' dove,magari pronta ad ricominciare un'altro "giro" presso un'altra famiglia.
Chiedo giustizia,quella vera pero' e chiedo che non finisca qui,con questa cieca,falsa burocrazia.

mauro marcassoli Commentatore in marcia al V2day 02.10.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me ... non volevano che si creaasero dei precedenti. Qualcuno sa spiegarmi perhcè fanno venire in Italia questi bambini per mesi interi a vivere in un contesto decisamente "DIVERSO" da quello cui sono nati e continuano a vivere...???
Che senso ha?
Riportarli indietro dopo aver assaporato la bellezza di vivere in un paese più ricco... ma questa gente che si "diverte" a fare il genitore, perchè non vanno loro in quei paesi a svolgere lì il ruolo di mamme e papà?
Credo ci sia un giro di soldi strepitoso!
L'adozione e l'affido sono purtroppo una fonte di guadagno... che schifo!!!
Ricordatevi che ESSERE GENITORI NON E' UN DIRITTO MA UN DESIDERIO!!!!

Angela Livi 02.10.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

INFATTI E' STATA PROPRIO MANDATA AL VECCHIO ORFANOTROFIO !!!!

BRAVO IL NOSTRO GOVERNO FILO SOVIETICO COSì MAGARI INVECE DI UNA BAMBINA SALVIAMO IL METANO IL PETROLIO ECC. CHE PASSANO O SI PRELEVANO DAL TERRIOTIRO SOVIETICO!!!

CI SIAMO SVENDUTI PER UN GIRO IN MACCHINA!!!!

MA NON PREOCCUPATEVI ADESSO DAI 1500 EURO DI STIPENDIO IN SU (CHE è UNO STIPENDIO DA MILIARDARI!!!) PAGHERETE PIU' TASSE E SOPRATTUTTO CHI HA UN SUV DA MILIONARI (NON SO UNA KIA SPORTAGE DA 20.000 EURO O UN ISUZU DA 13.800) AVRA' LA SUPER TASSA MA NON CHI HA UN FERRARI O UN LAMBORGHINI O UNA MASERATI LORO NO SONO POVERI MAGARI HANNO INTESTATO SOLO QUELLA E LA USANO PER LA FAMIGLIA!!!

BRAVO GOVERNO!!! CONTRO MARIA REGOLARE E NEL PERIODO BERLUSCONI PER UNA MOTOVEDETTA CHE ACCIDENTALMENTE HA AFFONDATO UN BARCONE DI "CLANDESTINI" UN PROCESSO!!!!

VOGLIO VEDERE ADESSO COSA SUCCEDERA'!!!

ENZO MIO 02.10.06 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra tutti i commenti quello che considero migliore è stato scritto da Sergio Crippa, che quoto:

Che Grillo cavalchi anche questa ottusa, fanatica. feticistica manifestazione di delirio familista delle truppe cammellate neo-cons nel caso della bambina Maria è desolante. E che lo faccia in nome della giustizia è puro surrealismo. Intanto sarebbe meglio conoscere i dettagli prima di scoreggiare a vuoto. In primis la bambina non sarà riaffidata all'orfanotrofio degli orrori dal quale proviene (saranno meglio i nostri orfanotrofi, vedi Mamma Ebe? visto come segreghiamo illegamente i detenuti c'è da chiederselo). Ritornata in Bielorussia potrà finalmente ricongiunsersi al fratellino (cosa che gli invasati coniugi affidatari ,nel loro delirio di possesso non avevano minimamente tenuto in conto): Quasi 30mila genitori o associazioni che avevano altrettanto diritto dei coniugi Giusto di poter aiutare in AFFIDO TEMPORANEO!!!!!!!! chiaro il concetto di TEMPORANEO ????????? bimbi ammalati o orfani della Bielorussia ma anche di altri paesi, hanno rischiato per il cieco egoismo di questi due isterici manipolati da preti e suore, di veder compromessa questa possibilità. Se questi due signori vogliono un bambino tutto loro, di loro proprietà esclusiva, lo mettano al mondo: visto che non sono sterili. La morale è che se le famiglie non sono in grado psicologicamente di gestire i distacchi, col rischio di diventare un danno più che un aiuto a questi sfortunati bimbi, devono essere tolte dagli elenchi. Infine: dissequestrare Maria, aprire la questione orfanotrofi- lager e vincerla diplomaticamente, ripristinare la LEGALITA' e il rispetto degli accordi sull'affidamento INTERNAZIONALI!!!!!!!!!!!!!!! ( non solo bilaterali con la Bielorussia !!!!!!!!!!!) era il primo compito di questo governo.

Davide Filippini 02.10.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che la coppia di Genova sia esagerata, parlano come genitori naturali( e questo gli fa onere ),ma dimenticano che le regole non possono essere infrante ma, se mai, modificate.

Evito di commentare la sparate del frate che : " le leggi dell'uomo sono poco conto rispetto le leggi di Dio "...


Tristissimo comunque il fatto che esistano situazione del genere.

federico panciroli 02.10.06 09:16| 
 |
Rispondi al commento

mi pare che un argomento così difficile, venga affrontato, da Beppe, con una semplicità disarmante e con qualche forzatura.
Afferma, infatti, che la bimba verrà rimandata all'orfanatrofio dove pare abbia subito violenza.
Non è quello che hanno detto le autorità.
Per quanto attiene all'intera vicenda personalmente ho qualche perplessità sul comportamento della coppia italiana. Non credo si possa immaginare una nuova via all'adozione che passa attraverso il sequestro del minore sia pur consenziente e felice di restare in seno ad una famiglia che offre molto più di quello che abbia mai ricevuto. Credo sia una strada che ha l'inizio chiaramente indicato ma possa riservare grandi sorprese durante il percorso.
Rapimenti per amore, rapimenti per la sicurezza dei cittadini ...... e le leggi che fine fanno?

pino mori 02.10.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono nei paesi ricchi più famiglie desiderose di accogliere bambini abbandonati che bambini abbandonati. Questo da solo è un affronto alla vita e all'amore e una ferita costante al dolore dei più deboli
Quello stesso mondo cristiano che tanto esalta il valore della vita è poi lo stesso che nelle sue rappresentanze politiche crea più ostacoli alle adozioni
Ma ci sono di mezzo questioni di interesse e non solo quelle che si oppongono alle chiusure degli orfanotrofi e alle adozioni internazionali
La Bielorussia ha potuto minacciare il blocco di tutte le adozioni e gli affidamenti già programmati e di compromettere i rapporti con l'Italia (leggi chiusura delle forniture di gas)
Motivi di bieco interesse si uniscono a orgogli politici e abusi di potere
Ognuno difende la sua immagine, ma al di fuori del ricatto economico e politico non riusciamo nemmeno a capire quale immagine sia salvata da chi ha permesso lo scempio di Chernobil, ha coperto le scorie tossiche col cemento e che tutt'ora non sa curare le vittime della sua sciaguratezza
Che poi qui ci sia anche qualcuno che ha la faccia di attaccare i genitori affidatari pur di difendere questo delitto è il colmo dell'ignominia!
In questi anni le famiglie italiane hanno aiutato ben 400.000 bambini bielorussi, questa cifra è enorme e dà in piccolo il senso del disastro e delle innocenti vittime delle radiazioni.
Ma la Bielorussia non ha perso la sua tracotanza, difende proterva una immagine internazionale che non può essere peggiore e ricatta l'Italia a causa del gas di cui abbiamo bisogno, tenendo in sospeso 600 adozioni che abbiamo richiesto.
Ma forse quello stesso blogger che qui con tanta superficialità attacca i coniugi Giusto, non capisce nulla dell'amore, né del volontariato (vedi B che li considera dei "fuori di testa") ed è uno di quelli che vorrebbe per l'Italia nuove Chernobil, con un nucleare magari in mano alla mafia e alla camorra, come la Salerno-Reggio Calabria o il ponte di Messina.

viviana vivarelli 02.10.06 08:57| 
 |
Rispondi al commento

io faccio parte di quelle persone che rimangono indignate e perplesse per quanto accaduto alla povera MARIA.
Come disse (mettendo però il consizionale) Martin Luther King, AVREI avuto un sogno, quello di vedere un governo di CentroSx (quindi dovrebbe essere a favore dei diritti della persona) schierarsi e fare quadrato di fornte alle richieste di una povera e sofferente bambina bielorussa. Avrei voluto vedere un Governo che mettesse i militari davanti agli arroganti ambasciatori bielorussi, così come fece Craxi a Sigonella con gli americani. Avrei voluto sentire gli altri genitori difendere questa povera bambina e non dire che altri 30.000 bambini non avrebbero più potuto tornare in Italia.
Avrei avuto un sogno, ma è diventato un incubo.
Un incubo immaginare la sofferenza di questa povera bambina che torna in un luogo di violenze..
Ieri sera portavo a letto la mia piccola figlia e immaginavo il "terrore" che poteva passare nelgi occhi di quella bambina...
Quella bimba rappresentava uno STOP al silenzio ipocrita verso le sofferenze di tutti i bambini del mondo, rappresentava finalmente un mettersi di fronte alle violenze verso i bambini verso il genere umano.
Sono deluso, dall'egoismo degli altri genitori; con che indifferenza riabbracceranno gli altri bambini bielorussi dandogli sicuramente amore, ma sapendo che per poter far questo un'altra bambina sta soffrendo?!?!
Mi spiace, signori, non mi va giù. Ne che sia di Dx o Sx, non è una bella storia questa.
Farebbe bene il Sindaco di quel Paese a dichiararsi "indipendente" dallo Stato italiano che non tutela minimamente nemmeno il principio fondamentale di difendere un bambino...
non sono ne di Dx ne di Sx, sono solo deluso dalla mancanza di sensibilità verso i bambini, verso le donne stuprate, verso gli ammalati che chiedono di fare della propria vita ciò che vogliono , sono deluso dall'ipocrisia di queti politici che difendo solo i poteri forti.

danilo tizzoni 02.10.06 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio votare con un si o un no una faccenda cosi intrisa di complicazioni internazionali ma vorrei dire una parolina a tutti quei futuri genitori che sborsano un sacco di soldi per poter adottare un bambino extra-italiano di fare una riflessione molto seria .
Non è , forse , anche grazie ai vostri comportamenti ( ed ai soldi che scucite ) ed ai ricatti che continuamente subite per poter diventare genitori e vedervi finalmente realizzati che certe cose accadono ?
Parlo per conoscenza dei fatti e sò che i ricatti sentimentali che vi vengono fatti non dovrebbero esistere in queste situazioni .
Procedure più snelle , persone più competenti e nessun scambio soldi-bambini (o trasferte costose nei paesi di provenienza che poi sono sempre soldi incassati da qualcuno che non ha bisogno di aiuto mentre potrebbero essere utilizzati dalla famiglia che richiede l' affido per aiutare il bambino !).
Mi sembra una tratta di schiavi !
All' ambasciatore bielorusso che , in TV , dice che la Bielorussia sà garantire i propri figli vorrei chiedere come mai i Suoi figli vengono dati in affido all' estero ma sò che la domanda non avrebbe risposta . E' diplomaticamente impossibile riconoscere i propri limiti e le proprie necessità .
Guido .

Guido Bonetti 02.10.06 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Beppe tu che hai dei figli e visto che sei a Genova spiega a quella coppia che gridano forte papà e mamma cosa significa... avere e crescere e amare dei figli.

Roberto Rossini 02.10.06 04:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr. Sig. Grillo,

Lei che è sempre così informato e che prefigura per la povera Maria un possibile avviamento alla prostituzione in Italia, mi saprebbe stimare il numero delle prostitute bielorusse in Italia?

Mi risulta infatti, mi corregga se sbaglio, che tale triste impiego sia svolto in Italia in massima parte da giovani provenienti dalle cosiddette "giovani democrazie" est-europee, quelle cioè in cui è meglio attecchito il modello americano. Casualmente.
Le prostitute bianche in Italia sono in maggioranza albanesi, moldave, romene, ucraine. Sempre casualmente sono poche quelle provenienti ad esempio dalla Serbia o dalla Bielorussia.
Insomma, se le serve un pretesto per criticare le nazioni "antipatiche" dovrebbe trovare argomenti più convincenti.

Ritengo la sua una critica pretestuosa e sciocca (ma è chiaro, politicamente correttissima, in quanto mossa indirettamente anche contro le maggiori cariche politiche bielorusse), soprattutto perchè non tiene conto di un aspetto fondamentale: per "proteggere Mariya" i coniugi liguri hanno sbattuto la sua personale vicenda sulle cronache di mezzo mondo: invito tutti per questo a consultare le principali agenzie stampa russe di una settimana fa!
Per proteggere l'equilibrio psichico e la tranquillità di una bambina la si sbatte sui media di mezzo mondo?

E voi, bloggers che sparate a zero sulla Bielorussia, cosa conoscete del paese di cui cianciate, oltre alle logore critiche di USA e UE su Aleksandar Lukashenko e la sua politica?

Un paese non si giudica dalle idiozie diffuse dai giornali, ma da fattori storici, sociali, culturali o economici!
Avrei voluto vedere come sarebbe stata l'Italia di Berlusconi o di Prodi al posto della Bielorussia dopo il crollo dell'URSS, la tragedia di Chernobyl e l'isolamento internazionale voluto dagli USA (voluto ed imposto all'intera UE senza la minima opposizione!!!).

Informarsi prima di rispondere, grazie!

LB

Luca Bionda 02.10.06 02:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In un Blog dove l'argomento è l'ingiustizia e un sopruso perpetrati contro una bambina, devono per forza venir a galla gli idioti di destra e sinistra?
Che io sappia, solo Mario Segni si è indignato contro uno stato amorale che pone i propri interessi sopra qualsiasi cosa.
E' questa la tanto vantata superiorità dell'opulento occidente?
Sono queste le extraordinary rendition della repubblichetta delle banane?
Invece di vergognarci profondamente di quanto siamo caduti in basso, devo trovarmi gli imbecilli commenti dei faziosi di sinistra e destra.
Sulla vicenda della bambina bielorussa c'è poco da discutere: la bambina è una persona e solo a lei deve essere dato da decidere sulla sua persona (anche se con tutte le garanzia del caso).
Ma siamo cittadini del mondo o sudditi dei vari stati a loro volta sudditi delle multinazionali a loro volta di proprietà delle varie banche di proprietà della super cupola mafiosa che governa il mondo?
Fino a quando gli imbecilli di turno si scanneranno per quello che hanno o non hanno fatto i vari cialtroni e ciarlatani di sinistra e destra le libertà basilari (come quella della bambina bielorussa di decidere dove e con chi stare, di Abu Omar e di altri di non essere rapiti per strada e fatti sparire, di Piergiorgio Welby di decidere lui se vale la pena di continuare a vivere, eccetera) verranno tranquillamente calpestate e ci troveremo sempre più immersi nella più bieca delle dittature, la dittatura del consenso.

Paoluccio Anafesto 02.10.06 02:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono assolutamente d'accordo con questo post sulla bambina bielorussa. Sinceramente non appena ho visto i coniugi Giusto ho avuto l'impressione che si sentissero genitori della bambina, ma loro sono solo affidatari temporanei e quindi su di lei non hanno alcun diritto. Potrebbero avere inventato tutto per cercare di tenersi la bambina. Ma soprattutto così facendo hanno bloccato altri affidi temporanei e permanenti di bambini bielorussi, questa è la cosa grave.

Gianluca Cantoni 02.10.06 02:26| 
 |
Rispondi al commento

...e voglio pure postare questa provocazione (e quando dico provocazione non mi sto rivolgendo a quei due imbecillotti che fanno rumore di fondo scrivendo cacca, pupù, rutti scorregge e foruncoli vari...):

ma allora qual è la differenza tra la Baraldini e la bambina bielorussa ?
Accendere prima il cervello, please

Elio Silvestri 02.10.06 01:24| 
 |
Rispondi al commento

martino estate 01.10.06 23:42

A proposito di senatori a vita pensa che il centrodestra mi ha candidato come presidente del senato
Continuità mafiosa

ANDREa giulioTTI 02.10.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/308.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Il trionfo della Giustizia:

» Lettera aperta alla politica italiana da Il Blog di Marco Canestrari
Egregi amministratori, Egregi parlamentari, Egregi Ministri della Repubblica, Egregio Presidente della Repubblica Italiana, Carissimi concittadini, ho deciso di scrivere questa lettera aperta perchè esigo risposte precise a domande molto precise sulla... [Leggi]

30.09.06 15:58