Le SuperBalle di SuperQuark

Piero_Angela.jpg

Piero Angela e suo figlio (o suo figlio e Piero Angela...) sono simpatici. Il figlio più del padre perchè si rivolge anche al pubblico dei non udenti quando spiega. Altrimenti non si spiegherebbe perchè si spiega con un mulinare di arti. Ma forse sono spasmi da esaltazione scientifica. Figlio e padre, ben remunerati dalla Rai, ma non informati. E come faranno allora a informarci? Li informo io. E non chiedo un euro.
L'altra sera ho visto il servizio di Lorenzo Pinna a SuperQuark sugli inceneritori dove si spiegava quanto sono belli, moderni, sicuri. Partendo da quello di Barcellona.
Così veniva presentato il servizio:
"Inceneritori e depuratori: due impianti che nessuno desidera sotto casa propria. Eppure a Barcellona, con l’utilizzo di moderne ed efficienti tecnologie, hanno realizzato questi impianti in piena città, costruendoci sopra anche un auditorium, un centro congressi e alberghi a cinque stelle delle più grandi catene internazionali. Nel servizio di Lorenzo Pinna."

Silenzio sulle emissioni di nanopolveri killer da Pm 2.5 a Pm 0.1 che nessun filtro può fermare o sulle emissioni di diossine.
Silenzio sulle ricerche scientifiche che dimostrano come gli inceneritori di rifiuti siano dannosi alla salute umana e non siano una soluzione per i rifiuti e per l’energia.
Silenzio sulle città che hanno adottato la strategia 'Rifiuti Zero' e che puntano su tecniche alternative senza combustione come il Trattamento biologico, alla raccolta differenziata con il 'porta a porta' e alla riduzione a monte di rifiuti ed imballaggi.
La Rai è un servizio pubblico e vorrei che nella prossima edizione di 'SuperQuark' si parli delle ricerche sui danni da inceneritori e dei sistemi alternativi senza combustione esistenti. Questo per la par condicio dell'informazione.

Materiale per rinfrescare la memoria a Piero Angela:
- Articoli del dott.Stefano Montanari e della dott.sa Antonietta Gatti sui danni da nanoparticelle prodotti dagli inceneritori
- Documento ISDE- Medici per l'Ambiente Italia
- Rapporto dell'Associazione Britannica di Medicina Ecologica
- Articolo della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale
- Ricerca del dr. Micheal Ryan sui difetti alla nascita in Inghilterra dovuti agli inceneritori (1995-2002), dove si spiega che i danni alla salute emessi dalle polveri Pm 2.5 vengono registrati in un area di 20 miglia (32 chilometri) di distanza dai camini
- Ricerca del prof. Annibale Biggeri dell'Università di Firenze sulla mortalità per linfomi non Hodgkin nei comuni della regione Toscana con inceneritori
- Articolo del professor Massimo Gulisano, ordinario dell' Università di Firenze sui danni biologici causati degli inceneritori
- Articolo sul tema nanoparticelle e inceneritori del prof. Ugo Bardi, del Dipartimento di Chimica dell'Università di Firenze
- Articolo sulle alternative reali agli inceneritori: il Trattamento meccanico biologico- a cura del prof. Federico Valerio, direttore del dipartimento di Chimica Ambientale dell' Istituto per la Ricerca sul Cancro di Genova
- Parere scientifico del prof. Lorenzo Tomatis, Ex Direttore Esecutivo dello IARC International Agency for Research on Cancer, del dr.Valerio Gennaro, Medico Epidemiologo presso l' Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova e del professor Paul Connet, della St. Lawrence University- New York, che è il massimo esperto americano delle strategie alternative agli inceneritori ed ideatore della politica "Rifiuti Zero"
Già che ci siamo caro Piero Angela sarebbe interessantissimo un servizio sulle alternative senza combustione esistenti o sulla Città di Buenos Aires che ha l'obiettivo di chiudere tutti gli inceneritori e riciclare tutti i rifiuti entro il 2020, o sulla Contea del Lancashire (1.2 milioni di abitanti) , in Inghilterra, che nel settembre 2005 ha rinunciato a costruire un mega-inceneritore puntando sul Trattamento meccanico biologico "a freddo" ritenuto anche da Greenpeace un metodo più rispettoso per ambiente e salute umana.
Sempre più Province rinunciano a costruire inceneritori. Da ultime Savona, Alessandria e Novara, dove grazie al 'porta a porta', arrivato al 70% di raccolta differenziata, sono stati cancellati i progetti di un inceneritore e di una discarica.
Per finire la ciliegina sulla torta della trasmissione... un bel servizio sui sussidi statali agli inceneritori spacciati solo in Italia come 'fonti d'energia rinnovabile' e che paghiamo sulle bollette Enel.

Chiedo a Pecoraro Scanio di inviare una lettera su questo tema al blog. Una lettera operativa, da vero dipendente pubblico, che spieghi cosa il suo ministero ha intenzione di fare e quando per gli inceneritori e sull’informazione della Rai (mandi lo studioso Maurizio Pallante a SuperQuark).

Ps: La campagna per il microscopio sulle nanopolveri è arrivata a 226.619 Euro. Mancano 151.381 Euro. Un euro a testa per ogni visitatore del Blog ed è fatta!
I versamenti vanno effettuati a:
Conto Corrente n. 513111
Intestato a: "Associazione Carlo Bortolani Onlus"
Presso: Banca Etica (Sede centrale di Padova)
ABI: 05018
CAB: 12100
CIN: J
IBAN: IT45J0501812100000000513111
SWIFT: CCRTIT2T84A
oppure Pay Pal (www.paypal.it) indicando come destinatario del versamento:
onluscarlobortolani@reggionelweb.it

Postato il 23 Settembre 2006 alle 22:18 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
Commenti (1071) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico
| La Settimana | Trackback (6)

Commenti

 

Belle parole!
Ottima analisi!
Concrete le fonti d'informazione!!
però...
sempre le solite belle parole, i soliti inviti ai nostri politici, i soliti inviti a scendere in piazza e poi?? nulla di più che molti visitatori al tuo blog.
Personalmente ti seguo con curiosità ormai da tempo e noto che alla fine nessuna delle tue battaglie per adesso ha trovato riscontro reale;
Behh sinceramente inzio ad abituarmi alla tua lotta o spaccita per tale.
Credo che Grillo ormai non sia nient'altro che ingranaggio di questo sistema.
Come un giullare, che ride della corte e dei cortigiani ma che senza di essi non avrebbe una castello dove dimorare!

Giovanni Di Martino 10.11.08 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Rifiuti: arriva Thor, il sistema di riciclaggio ‘indifferenziato’.I rifiuti solidi urbani, com’è noto, possono rappresentare anche una risorsa. In questa direzione va Thor, un sistema sviluppato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme alla Società ASSING SpA di Roma, che permette di recuperare e raffinare tutti i rifiuti e trasformarli in materiali da riutilizzare e in combustibile dall’elevato potere calorico, senza passare per i cassonetti separati della raccolta differenziata.
Un passo oltre la raccolta differenziata e il semplice incenerimento, con cui i rifiuti diventano una risorsa e che comporta un costo decisamente inferiore a quello di un inceneritore. Thor (Total house waste recycling - riciclaggio completo dei rifiuti domestici) è una tecnologia ideata e sviluppata interamente in Italia dalla ricerca congiunta pubblica e privata, che si basa su un processo di raffinazione meccanica (meccano-raffinazione) dei materiali di scarto, i quali vengono trattati in modo da separare tutte le componenti utili dalle sostanze dannose o inservibili.
Come un ‘mulino’ di nuova generazione, l’impianto Thor riduce i rifiuti a dimensioni microscopiche, inferiori a dieci millesimi di millimetro. Il risultato dell’intero processo è una materia omogenea, purificata dalle parti dannose e dal contenuto calorifico, utilizzabile come combustibile e paragonabile ad un carbone di buona qualità. Il primo impianto THOR, attualmente in funzione in Sicilia, riesce a trattare fino a otto tonnellate l’ora e non ha bisogno di un’area di stoccaggio in attesa del trattamento; è completamente meccanico, non termico e quindi non è necessario tenerlo sempre in funzione, anzi può essere acceso solo quando serve, limitando o eliminando così lo stoccaggio dei rifiuti e i conseguenti odori.
http://www.cnr.it/cnr/news/CnrNews?IDn=1758

anna g. 04.05.08 10:39| 
 |
Rispondi al commento

buonasera a tutti, desideravo capire quanto di vero ci sia nella informazione che mi è stata fornita, ed ho di seguito verificato, quando ho comunicato ad amici che probabilmente avrei espresso la mia preferenza alla presidenza della regione sicilia per la candidata sonia alfano. infatti proprio per questo sono stata invitata a visitare il sito di (udite! udite!) forza nuova(www.forzanuova.org).incuriosita ho, ahime', verificato che proprio nel suddetto sito vi è una immagine della candidata che siede al tavolo con esponenti della estrema destra. desideravo quindi conoscere realmente il passato politico della candidata di beppe grillo, intanto mi sono astenuta nel dare la mia preferenza.
ringrazio anticipatamente per la collaborazione.

enza mancino Commentatore certificato 15.04.08 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Concordo sulla raccolta differenziata. Occorre però una strategia operativa:
1)rendere obbligatorio e controllato l'uso, da parte dei produttori di imballaggi e delle aziende in generale, di una quota (es. 50%) di materia prima riciclata = si crea un mercato
2)incentivare i consumatori a differenziare i rifiuti semplicemente pagandoglieli, in base a prezzi derivanti da veri e propri listini (borsa materiali riciclati), con prezzi in funzione anche della loro qualità (es. carta umida e/o sporca vale meno di carta secca). Ovviamente la raccolta deve essere lasciata libera, senza bisogno di burocrazia e/o contabilità: i prezzi pagati dovrebbero quindi essere già al netto di imposte e tasse!
3) incentivare la creazione di aziende e/o cooperative che acquistano, ovviamente per rivenderli ai soggetti obbligati di cui al punto 1, i rifiuti già differenziati e differenziano quelli che non risulta possibile differenziare a domicilio.
Riguardo a quest'ultimo punto io credo che se c'è un tornaconto tutti differenziano volentieri: pensate solo ai pensionati in buona salute ed agli studenti per pagarsi un pò di studi! Non parliamo poi dei Genovesi!
Se si trovasse un punto di equilibrio questo sistema forse potrebbe funzionare. Cosa ne pensate?
Certo che così si toglierebbe ai politici mafiosi il monopolio delle discariche e degli inceneritori; allora troverebbero il modo di dimostrare che non funziona!
Spero che qualche politico onesto (dovranno pure ancora esistere!) legga queste righe per poi pensare di sperimentare il tutto, magari in qualche area pilota.
Saluti e forza Beppe!
Maurizio

Maurizio M. Commentatore certificato 18.02.08 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Se si potesse fare una donazione mediante sms secondo me sarebbe più semplice , veloce ed efficace...

un abbraccio a tutti!

Giovanni Turco 05.01.08 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Non sono molto pratico dei blog comunque volevo dire che alla normale temperatura di esercizio degli inceneritori le diossine si decompongono in prodotti non tossici (principalmente CO2 e H2O). Inoltre c'è il pericolo di formazione di diossine solo se si scaldano idrocarburi aromatici alogenati.
Questo è quello che volevo aggiungere.

Grazie

martin mattarella 13.11.07 17:14| 
 |
Rispondi al commento

non solo i due professorini pretendono di avere la verità "scientifica" in tasca ma si permettono pure di deridere coloro che presentano una versione "eretica" dei fatti. loro pretendono di spiegare scientificamente qualsiasi cosa ma certe cose sono veramente inspiegabili.mi sono spiegato?

roberto previtali 08.11.07 01:06| 
 |
Rispondi al commento

Scusate sono nuovo e non so se ho le credenziali per porre questa domanda. Ci provo:
Anni fa ho visto all'interno di una fiera in germania un sistema di filtrazione, all'apparenza rudimentale, per i fumi dei muletti a gasolio. Esso consisteva in un barile orizzontale riempito per metà di acqua, il tubo di scappamento del muletto prima di emettere in atmosfera (che respiravamo tutti essendo al chiuso) scaricava i suoi gas e le sue polveri nel barilotto pieno d'acqua, l'acqua tratteneva odori e polveri, il gas arricchito di vapore fuoriusciva dal tubo di scarico. Non sarebbe possibile utilizzare questo principio per "bloccare" nanopolveri diluendole all'acqua?
Poi con speciali filtropresse dopo aver fatto decantare il fango che si otterrebbe, si potrebbero smaltire le relative "mattonelle" utilizzandole come fondo stradale o se non tossiche come inerti nell'industria della ceramica, nei cementifici, ecc.

Furio P. Commentatore certificato 24.09.07 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sveglia giovani, Angela fa l'informatore facendo i documentari in 49esima visione sulle tartarughe delle galapagos quando potrebbe usare il suo programma per dire che ogni anno una petroliera ci affonda vicino e ne uccide a centinaia.
non lo seguo da un po (sarà che di squali e tartarughe ne ho piene le scatoline) ma da quel che ricordo da bimbo quello mi ricorda tanto un programma da seguire col muto al televisore ed usare come arredamento in casa per la bellezza delle immagini, penso spendano più per farsi quelle belle vacanze che per effettuare delle vere e proprie ricerche.

Antonio Castellanoo (stanzarossa) Commentatore certificato 17.09.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,sono Capogruppo di un gruppo di minoranza consigliare di Centrodestra di Avigliana(TO) : AVIGLIANA NEL CUORE. Il ns. Comune,come noto, è stato premiato come "Comune a 5 stelle". Siamo ovviamente orgogliosi di questo riconoscimento. Vorremmo però, se possibile, verificare insieme la realtà per una valutazione congiunta della situazione.
Grazie. Cordialità.
Gian Luca Matlì
AVIGLIANA (TO)

gian luca matlì 02.09.07 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, il tuo commento riguardo SuperQuark mi ha lasciato l'amaro in bocca. Capisco che non è nel tuo stile tacere una opinione provocatoria sul perché non viviamo nel (tuo) mondo dei sogni, ma se fossi in te gli Angela li terrei tra le vittime finali di epurazione (mediatica). Tanto per essere chiari condivido molte (moltissime) opinioni sia tue che di Piero e preferirei una vostro dialogo ad un vostro scontro. Dici che è proprio impossibile?

Egidio Fabris 03.08.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa sera, forse per la prima volta nella mia vita , ero terrorizzato da ciò che si trovava nel mio piatto a cena....
Non perchè mia madre non è una brava cuoca, anzi.....
Ma per via che dopo aver visto quali nanoparticelle si trovano nei nostri cibi ho paura per la mia salute....
Mi rendo conto che per vent'anni ho mangiato delle cose che non mi garantiranno un futuro roseo dal punto di vista della salute....
Grazie McDonald's.....
Grazie Barilla....
Che schifo....
E quei dittatori di politici, di "rappresentati" cosa fanno???
Cosa dicono a riguardo???
Nulla....
Beh...grazie

Simone Sbrilli 26.07.07 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi vergogno a scrivere queste poche parole, perchè non sono le parole che cambiano il mondo, ma i fatti ed io non riesco proprio ad incidere sulla realtà. Secondo me problema è solo di potere economico e di prestigio politico, dell'ambiente non frega niente a nessuno. A Firenze la sinistra, soprattutto quella "estrema" combatte per evitare l'inceneritore di S.Donnino, ma se voi date un'occhiata alla Val D'elsa, fra Poggibonsi Vico D'Elsa e S.Gimignano, là dove le provincie di Firenze e Siena si toccano e la densità della popolazione è relativamente bassa e la ragion critica non si può opppore (per ovvi motivi economici e di "forza politica") a chi governa, sono presenti: un inceneritore (gestito da chi ?), uno stoccaggio di rifiuti radiologici (gestito da chi ?) a pochi metri dal fiume Elsa ( su piana già alluvionata 1966 - 1992) e sulla quale sono stati costruiti numerosi capannoni industriali ( Grillo, scopri chi c'è in quella piana !!), una distilleria che emana fumi puzzolenti (ma il cui progetto già obsoleto nel 1996 credo sia stato riciclato nei paesi del terzo mondo). Se poi mi giro intorno, continuo a fare la conoscenza di persone residenti fra COlle Val d' Elsa e Poggibonsi che hanno problemi alla tiroide. Solo una coincidenza ? Ma il piano anti ambientale non finisce qui: si progetta (ormai da vent'anni) una strada di grande scorrimento che attraversi la Val D'Elsa (tre anni fa girava voce di un finanziamento della comunità europea ma non si capisce se sia andato a buon fine, sicuramente non in quest'opera), e non si riesce a raddoppiare la ferrovia (costruita nel 1856 a binario unico dal granduca di Toscana) fra Empoli e Siena.
Parole, parole, parole, parole, parole, parole, soltanto parole, parole........

Marco Montefiori 13.03.07 08:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Se siete interessati ai video del Dott. Paul Connett potete trovare gli interventi che ha tenuto a Riccione qui:

http://www.riccione.tv/component/option,com_alphacontent/section,8/cat,92/task,view/id,426/Itemid,344/

Stephen Kleckner 10.03.07 21:58| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno mi può informare sulle vaccinazioni obbligatorie per i neonati, sapete tra dieci 10 giorni nasce mio figlio e vorrei sapere qualcosa in più, dato che ho letto pareri contrastanti. Se puoi fare un articolo sul blog è una cosa molto utile da far sapere alla gente. grazie a tutti coloro che mi daranno una mano

mario paleardi 08.01.07 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che articolo patetico.

Adesso pure contro Piero Angelo ma va va

Antonio C 29.12.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr. Sig. Grillo
ma di questi rifiuti cosa ne facciamo?
di sicuro gli inceneritori non producono aria delle dolomiti, ma le discariche?
se scopro che un inceneritore supera i limiti di emissioni lo spengo in 1 ora. se si forano le membrane impermeabili di una discarica cosa faccio?
anche spingendo al massimo la raccolta differenziata non tutto è recuperabile...

detto questo,perchè nessuno interviene a regolamentare il packaging dei prodotti in vendita sul mercato?

perchè con un etto di prosciutto porto a casa l'equivalente (in volume) di carta-alluminio-plastica?

saluti


Stefano M (fly) Commentatore certificato 10.12.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,non mi stupisco della "Famiglia Angela" : il Senior è uscito indenne da una querela dei Medici Omeopati Italiani(con "l'aiuto" dell'avvocato di Andreotti..) per una trasmissione precedente in cui denigrava I Medici "non Convenzionali" che con passione,dedizione e professionalità aiutano tanti pazienti in Italia e nel resto del Mondo - In tale puntata il signor P.Angela(ora anche Dr. Honoris Causa..),non conoscendo minimamente cosa sia L'Omeopatia,affermava che il farmaco omeopatico è acqua fresca..! Peccato che in molti paesi C.E.E.(Francia-Germania-Belgio-Olanda-Inghilterra) è anche fruibile dal sistema sanitario nazionale e dall'anno scorso la Regione Toscana l'ha introdotta,insieme con Agopuntura e Fitoterapia, nel piano regionale di assistenza ai cittadini.. Le Lobby delle Multinazionali Farmaceutiche..quelle sì che meritano tutta la considerazione.. dello "Scienzato Disinteressato" e amante della "Verità" = P. Angela

Antonio Iennaccaro 02.12.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
questa e` la prima volta che scrivo, signor Beppe Grillo, io sono un tecnico chimico che ha lavorato nel campo degl'inceneritori; prelevavo e analizzavo nel laboratorio in cui lavoravo tali fumi, fumi in emissione da questi impianti e devo dire che se fossero monitorati con professionalita` sarebbe una soluzione. Sono stato in un'inceneritore nel centro austriaco e devo dire che, 24 ore su 24, e` monitorato tutto l'impianto e chi vuol visitarlo in ogni sua parte puo` farlo senza problemi, senza avvisare e devo dire che non c'e` presenza di di PM10 e PM2. L'unico problema sono le ceneri che poi hanno pensato bene di miselarlo con l'asfalto. Le diossine ad alte temperature non si abbattono tranquillamente.
Per quanto riguarda la citta`, hanno dei pannelli informativi, 24 ore su 24, che informa la popolazione sul tasso di inquinamento. Per il risparmio sia: riduzione del volume dei rifiuti, risparmio sui riscaldamento, energia eletrica e raccolta della nettezza urbana.
Ho delle foto e file informativi in italiano. Il problma che in Italia, gli italiani ( politici e popolazione) siamo una massa di caproni egoisti.
Aggiungo che le foto che ho sull'inceneritore ha un bel impatto architettonico. Sempre stessa dipologia di impianto si puo` trovare anche in altre parti del mondo.
Adesso la saluto e ringraziandola per il momento per molte informazioni che mi hanno aiutata a capire. Per questo argomento ho voluto rispondere perche` ne sono un po` di piu` di altri.

Alessandro Califano 27.11.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr Sig.grillo e dott Montanari ho letto tutto quello scritto da lei e detto dal sig.Grillo nell suo tour a bologna e rimango esterefatto che di tutto quello che lei ha detto delle nano particelle nessuno dica niente...bhe tanto si sa siamo in italia e chi ci governa devono solo tacere perche altrimenti li fanno andare via.
ma passiamo a quello che vi voglio chiedere io,per anni ho fatto l agricoltore, e con l andare degli anni ho sempre cercato di usare sempre meno pesticidi pèer una maggior prodotto ma anche qui come nelo governo le cooperative agricole sia rosse che gialle nn hanno e non stanno facendo nulla per valorizzare i prodotti di agricoltura biologica e integrato biologico e se ti azzardi a dire qualcosa come e successo a me ti mandano fuori dalla societa...quindi chiedo potete fare controlli anche sulle pere prodotte ne territtorio modenese che anche li ce ne e di prodotii nn buoni e infettati...

roberto mantovani 26.11.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo Beppe,
ho un'amica che è stata ricoverata in una struttura pubblica qui a Bologna per problemi legati all'alcool, da quello che ho visto e capito la cura consisteva nel darle un po di pillole e due o tre flebo al giorno, a me dava l'idea che fosse sempre rincoglionita, ma pensavo che le cose dovessere andare così, poi è venuto fuori che lei si procurava tranquillamente da bere, ah dimenticavo di dirti che condivideva la camera con un'altra persona che aveva gli stessi problemi, al secondo episodio, non so se per iniziativa dei familiari o di questo posto che chiamerei Penelope, l'hanno trasferita in un'altra struttura, dove spero che adesso risolvano il suo problema. Quello che ti voglio dire è che io (pur essendo un'estranea) ed anche i ricoverati potevano entrare ed uscire quando volevano, il cancello lo chiudevano alle 10 di sera, quindi chiunque si poteva procurare da bere e non solo quello, ho saputo di episodi notturni tipo droga-party. Ecco, questo secondo te non è un caso di mala sanità?, a chi dovrei rivolgermi per far in modo che ci sia un controllo più adeguato?, non so se avrai il tempo di rispondermi ma per me sarebbe importante perchè la mia amica adesso è ridotta veramente male e la responsabilità non è solo sua, se era ricoverata lì forse il personale doveva seguirla di più e non limitarsi a riempirla di pastiglie. Ti ringrazio di esistere. Terry

teresa stimolo 17.11.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Giovanotti,domenica la mamma di un mio amico se ne andata in un Mondo migliore,il cancro l'ha chiamata,tutti prima o poi c'e' ne dobbiamo andare,io sinceramente preferirei una morte migliore.Volevo chiedervi se qualcuno sa indicarmi dove poter elargire una donazione che noi amici vogliamo fare in memoria della sig.Maria.So che Beppe ha aiutato quei giovani ricercatori che ho visto sul dvd "Incantesimi",se qualcuno mi potese aiutare in merito gli sarei grato.Grazie e buona serata a voi.
Massimo

Massimo Ferigutti 14.11.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, a proposito di Angela, perche non ripeschi quella puntata in cui Angela fece un servizio personale su Cernobil, e che secondo me era un enorme spot pubblicitario pro-nucleare?

ciao
Valerio

Valerio Guagnelli Commentatore in marcia al V2day 07.11.06 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sarò sincero: ho visto il suo spettacolo Incantesimi, solo perchè qualcuno l'ha messo su Internet. Beh, capirà, non avevo trovato il biglietto...
Non si arrabbi, ma l'ho scaricato e me lo sono visto: d'altronde la rete ci dà queste enormi potenzialità d'informazione o no ? E la sua la ritengo informazione.
Comunque sono rimasto impressionato dalle nanoparticelle e soprattutto dalla mancanza d'informazione che vi gravita intorno.
Dato che ho un blog personale, ho deciso di dirne due parole anche ai miei 3-4 affezionati lettori, affinchè il tam tam prosegua anche dai rametti più piccoli (come il mio blog) di quel grande albero che è Internet.
Se vuole passi, mi farebbe piacere (anche se ha migliaia di lettori io ci provo a dirglielo). Così mi dirà se ho scritto cavolate (mi corregga pure) e se s'è arrabbiato perchè ho scaricato il suo spettacolo...
Chiedo scusa, anzi le prometto che se ripassa da Firenze, mi muoverò in anticipo per comprare un biglietto !

Arrivederci


Sta prendendo un abbaglio grosso come il mondo sig.Beppe Grillo! Sò che a Lei piace polemizzare e trovar notizie a tutti i costi, ma in questa televisione immondizia tra reality, piagnistei vari, grida e urla che anche a Lei piacciono molto, Piero e Alberto Angela sono due dei pochi che dovrebbero avere molto più spazio!

Distinti saluti

Alessandro Ortolani 22.10.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro montanari,
tralasciando descrizioni riguardanti i processi chimici e termodinamici che regolano la formazione, nucleazione e crescita delle nanoparticelle (non credo che un blog di questo infimo livello scientifico possa esserne un degno ospitante..) a grandi linee le nanoparticelle si formano principalmente a seguito di un processo di ossidazione ad alta temperatura. Una volta formate le nanoparticelle soffrono di "solitudine" e tendono (in funzione della matrice che le contiene, della temperatura, della tensione di vapore...)ad aggregarsi formando le particelle grossolane (PM10 e via dicendo). Questo meccanismo è strettamente legato al tempo di residenza delle nanoparticelle nell'aria. Minore è questo tempo è minore sarà la dimensione delle particelle. Per avere un ordine di grandezza si parla di 10-20 minuti. Superato questo tempo il numero/concentrazione di nanoparticelle diventa molto simile a quello di fondo naturale (quello che abbiamo in una zona incontaminata). A questo punto mi chiedo una cosa. Caro montanari, quando è seduto nel suo salotto davanti al suo bel camino o scambia 2 chiacchiere vicino la sua automobile accesa perchè non prova ad applicare il principio di Lavoisier e conta quante nanoparticelle sta assorbendo?
La prego infine di non abbagliare la vista ai lettori di questo blog con la parola inceneritore per farsi comprare un microscopio!
un saluto anche ad uno strumentalizzato beppe grillo.

Agostino Viola 20.10.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL GAZZETTINO DI TREVISO DI OGGI IN PRIMA PAGINA: GENTILINI CONTRO GRILLO. Riporto le parole del giornale: "Folle oceaniche a vedere Grillo, l'0racolo, la Cassandra dei giorni nostri!5000 persone gratis, ma se lo spettacolo fosse stato a pagamento, qualche sparuto gruppetto!Conunque un'ondata tsunamica di sinistra ad ascoltare lo squallore mentale su Gentilini che da tre mandati governa la città di Treviso. Per Grillo importante è essere tutti contro tutti, per Gentilini invece l'importante è essere "con i cittadini". Differenza abissale! Grillo racconta barzellette, Gentilini fa, costruisce, fa rinascere la Città di Treviso in tutti i suoi settori, nessuno escluso".....e ancora Gentilini si rivolge a chi è andato ad ascoltare il comico: "Caro Grillo, ognuno ha il pubblico che si merita.Tu meriti questo.Mi fermo qui perchè non vale la pena perdere altro tempo con i tuoi lazzi,frizzi e pinzillacchere da cortigiano.....qual'è la sorte di questi guitti? non si sa! io ho un rimedio per coloro che perdono tempo e Te lo indico....prendere a calci in c. chi mente sapendo di mentire" ecc ecc...

Appena posso invio l'articolo intero se qualcuno non l'ha già fatto...

Certo che se anche Gentilini iniziasse a girare le città raccontando barzellette, saremmo tutti più contenti!
Sonia (treviso)

sonia mazzero 20.10.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento


2° Puntata Caracciolo & c

Infine come riporta L'articolo 3.3 del nuovo statuto varato in seguito alla trasformazione da srl a spa, la 3Cpuò assumere partecipazioni in altri società operanti nel medesimo settore di competenza, quello SANITARIO.
Il Veivcolo finanziario di Caracciolo può procedere a uno o più aumenti di capitale sociale : eventualità questa se messa in cantire potrebbe appunto portare all'allargamento dell'azionariato e segnare , dunque, l'ingresso degli eredio dell'81enne presidente onorario dell'espresso. In più, la società può Emettere OBBLIGAZIONE, anche convertibili. la nuova durata
della £c è stata fissata per il 31 Dicembre 2100.
La holding spo, controllata dalla LUSSEMBURGHESE Sept al 68,56% e direttamento dal principe Caracciolo al 29,87% Il restante 1,57% è nelle mani di MIlvia Fiorani ) controlla tutto l'impero Sanitario di Famiglia: dalla eurosanità alla Roma est sanitaria immobiliare , dalla Roma Ovest sanitaria immobiliare alla Roma nord.
( Riproduzione riservata )

Ora visto che DE benedetti e stato Multato dall'antitrust, per non aver dichiarato l'acquisto di 191 tra cliniche e affini vari.

e come disse alberto Sordi

( POSSO ESSERE UN Pò INCAZZATO PER QUESTA FINANZIARIA )...

DISTINTI SALUTI
MELIS FABRIZIO

Fabrizio Melis 16.10.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

** Il corpo trasforma la nicotina in un composto cancerogeno. **
New York (Reuters Health). I risultati di uno studio hanno rivelato che la nicotina delle sigarette, dei cerotti o delle gomme da masticare può essere trasformata in composti che provocano cancro al polmone.
Il dott. Stephen Hecht e suoi collaboratori dell'University of Minnesota Cancer Center di Minneapolis hanno identificato due forme di nicotina nell'urina che evidenziano come il corpo scompone l'agente che provoca la tossicodipendenza.
Secondo il rapporto pubblicato in Ottobre 2000 sul Proceedings of the National Academy of Science questo processo di scomposizione porta alla produzione di un composto chimico chiamato aminochetone che contribuisce direttamente alla formazione del NNK, una agente-causa di cancro al polmone specifica del tabacco.
Gli studiosi hanno dimostrato in una serie di sperimentazioni che alcuni enzimi umani possono essere utilizzati in laboratorio per produrre l'aminochetone dalla nicotina.
Inoltre, anche estratti da cellule di fegato umano possono trasformare la nicotina in aminochetone, che poi sarà trasformato in uno dei prodotti che gli scienziati avevano identificato nell'urina umana.
Le ricerche in realtà non hanno identificato il NNK durante questi esperimenti di laboratorio, ma comunque l'aminochetone potrebbe essere prontamente convertito in NNK dall'organismo.
Queste considerazioni portano alla realistica possibilità che il NNK si possa formare in persone che usano prodotti a base di tabacco, risultante in una dannosa esposizione a questi agenti potenzialmente cancerogeni in aggiunta a quelli già presenti nei prodotti.
E' anche possibile che il NNK si possa formare in caso di terapie sostitutive della nicotina, particolarmente nel caso di terapie di lungo termine.
Il dott. Hecht ha aggiunto: "Comumque queste scoperte non dovrebbero consigliare le persone ad interrompere la terapia sostitutiva della nicotina; questa è indubbiamente meglio che continuare a fumare,

vittorio messina 16.10.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

"TYNES ed altri (1992) condussero un vasto studio su ca. 38.000 lavoratori svedesi di sesso maschile addetti all'industria elettrica. Trovarono un aumento nella comparsa di diverse forme di cancro come leucemia e tumore al cervello rispetto alla media della popolazione lavoratrice maschile. (...).
A risultati analoghi previene anche THERIAULT (1992), che in particolare trovò aumentata una speciale forma di leucemia (acuta mieloide). (...). – è stato, anche, accertato in uno studio di - MUEHLENDAHL e OTTO (1993) sulla base di un lavoro di FLORIG (1992)... che probabilmente da 33 a 330 casi di cancro all'anno in Germania siano imputabili a campi elettromagnetici artificiali sul posto di lavoro e negli ambienti pubblici"

25. IL CANCRO E' UN AFFARE
Sono molti i fattori, come si è visto, che possono scatenare una serie di gravi malattie compreso il cancro. Eppure, mentre per il fumo si è scatenata una vera e propria caccia all'untore, si fa molto poco o niente per debellare le cause accertate dei tumori. E' anche vero che gli interessi in gioco sono notevoli.
In quanto al cancro, questo non bisogna mai dimenticarlo, è l'affare più proficuo dell'industria farmaceutica. Christian Bachman denunciò gli "enormi interessi nell'establishment medico".
E è vero che "la nostra società “divora-pillole” procura alle grosse case farmaceutiche introiti da capogiro. Nonostante siano spesi ogni anno parecchi miliardi per incrementare la ricerca scientifica e debellare i cosiddetti mali incurabili, numerosi studiosi accusano ….oggi la medicina ufficiale di essere diventata la principale causa di malattie"
26. Milly Schar-Manzoli scrive: "Nel 1975 il cancerologo americano Dr. Hardin B. Jones dell'Università di California si recava al “Congresso di Cancerologia” dell'Università di Barkeley (California) con una documentazione-bomba: fece una relazione sui risultati di una sua inchiesta sul cancro, durata 23 anni e conclusasi quell'anno.
I risultati...: gli ammalati di cancro che avevano

vittorio messina 16.10.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

differenti situazioni ambientali, trovò un'ampia correlazione con il livello dei campi elettromagnetici. (...). Negli USA e in Svezia, gli studi hanno evidenziato come sia i bambini che gli adulti che vivono nei pressi delle linee elettriche, possano più facilmente ammalarsi di cancro.
Altre indagini o studi epidemiologici in Gran Bretagna e in America hanno mostrato come i lavoratori delle compagnie elettriche... abbiano il doppio di possibilità di contrarre la leucemia mieloide acuta" 24.
PROVE SCHIACCIANTI
"MILHAM esaminò nel 1982 le cause di decesso di 438.000 persone che erano morte tra il 1990 e il 1979. Il suo risultato: presso gli elettronici la frequenza di morte per leucemia è del 50% ad di sopra del tasso della popolazione comune (secondo Psicologia Oggi 10/92).
LIN ed altri (1985) condussero uno studio epidemiologico dal quale risultava evidente come elettrotecnici ed ingegneri elettronici siano colpiti in maniera statisticamente frequente da tumori al cervello.
SPEERS ed altri (1988) trovarono per impieghi che hanno a che fare con l'elettricità un fattore di rischio di 3.95 per il tumore al cervello.
BASTUJI-GARIN ed altri (1990) osservarono un rischio significativo verso la leucemia acuta nei lavoratori impiegati in settori che hanno a che fare con l'elettricità (OR 4.04; CI 1.26 - 12.88).
"GUENEL ed altri (1990) condussero una ricerca sulla mortalità per cancro su lavoratori francesi che hanno a che fare con l'industria elettrica. Si evidenziarono significativi aumenti dei fattori di rischio del cancro intestinale; al retto, alla bocca e alla faringe.
MACK ed altri (1991) parlano di un rischio di cancro dieci volte più alto in lavoratori addetti all'elettricità rispetto a un gruppo di controllo. Questo risultato riguarda un preciso tipo di tumore al cervello.
L'alto fattore di rischio compare solo per lavoratori con una durata di occupazione di più di dieci anni. (...).

vittorio messina 16.10.06 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Ricercatori russi hanno fatto lunghi studi su "lavoratori addetti alle cabine di trasformazione e alla riparazione delle linee elettriche ad alta tensione. I soggetti a elevate esposizioni elettriche e magnetiche lamentavano una serie di sintomi generici, tra cui affaticamento, mal di testa, nausea, disturbi alla memoria, respirazione difficoltosa e una forte diminuzione del desiderio sessuale... L'inquinamento elettromagnetico poteva generare stress, provocare sterilità, forse anche aumentare il numero dei suicidi" 22.
Il settimanale "Avvenimenti" titola un lungo articolo di Luigi Jovino "Vivere (e ammalarsi) con l'elettricità".
Il giornalista riferisce, tra l'altro, che: "Neoplasie cutanee, squilibri ormonali, malattie oculari, sono alcuni dei disturbi (lo dice una ricerca dell'Università di Bari) provocati dai campi elettromagnetici... Videoterminali, forni a microonde, motori elettrici, secondo l'Epa (l'agenzia per la protezione dell'ambiente Usa) sono, una possibile causa dell'insorgenza del tumore.
L'articolista, più avanti, prosegue: "... studi epidemiologici (Adey nel 1980; Broadbent nel 1985, Tornqvist e allievi nel 1986) hanno registrato un incremento di morbilità e mortalità tra lavoratori occupati nel settore elettrico, con probabilità dieci volte superiore di ammalarsi di tumore al cervello rispetto a gruppi di soggetti di controllo non esposti" 23.
Kim Besly scrive su "Nexus" che in Gran Bretagna la pubblicazione di un medico, il dott. Perry, ha portato le prove che dimostrano che le persone che vivono esposte a "campi magnetici molto alti siano per il 40% più portate al suicidio. (...). ...un altro studio in Germania che analizzava le relazioni tra i suicidi, gli aborti spontanei e gli incidenti d'auto con differenti situazioni ambientali, trovò un'ampia correlazione con il livello dei campi elettromagnetici. (...)

vittorio messina 16.10.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento

L'articolista riferiva pure che anche se "allo stato attuale non sono stati dimostrati sicuri effetti “in vivo” di danno biologico. Va, tuttavia, precisato che esistono ricerche sperimentali italiane che dimostrano come i campi magnetici e le radiofrequenze, utilizzati in risonanza magnetica, siano in grado di produrre alterazioni funzionali, quali un aumento della liberazione spontanea di
interleuchine, sostanze di primaria importanza nella regolazione della risposta immunitaria".
E' conveniente, a questo punto, essere molto cauti nell'impiego di queste bio-immagini ed evitare di conseguenza, l'utilizzo non motivato o senza freni di queste diagnostiche.

21. L'ELETTRICITA' UCCIDE ?
Altro allarme, da non sottovalutare, viene dal crescente inquinamento elettromagnetico. L'elettricità è, da più ricercatori, accusata di causare il cancro. Su "Science" Keith Floring quantifica il danno prodotto dalle linee elettriche in USA: "se gli studi epidemiologici verranno confermati, da 100 a 1.000 morti per anno potrebbero essere addebitati all'elettricità”.
L'EPA (Environmental Protection Agency), l'agenzia federale che si occupa di agenti tossici, considera “possibile l'effetto cancerogeno degli elettrodotti" 21.
L'esposizione prolungata nelle vicinanze di linee ad alta tensione pare responsabile dell'insorgenza di leucemie, linfoma e cancro al cervello. Uno studio in tal senso di Nancy Wertheimer e Ed Leeper venne pubblicato sull' "American Journal of Epidemiology" nel 1979.
Ricercatori russi hanno fatto lunghi studi su "lavoratori addetti alle cabine di trasformazione e alla riparazione delle linee elettriche ad alta tensione. I soggetti a elevate esposizioni elettriche e magnetiche lamentavano una serie di sintomi generici, tra cui affaticamento, mal di testa, nausea, disturbi alla memoria, respirazione difficoltosa e una forte diminuzione del desiderio sessuale...

vittorio messina 16.10.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

trattamenti chimici né in sede di coltivazione né di preparazione, è impossibile trovare una correlazione fra fumo e cancro polmonare. (Passey R.: "Tabacco: c'è una cura per il cancro?", in "Notizie mediche mondiali", 16 marzo 1973)"

19. RAGGI X KILLER
Recentemente i raggi X sono ritornati sul banco degli imputati. Un biologo denuncia che sono responsabili dell'aumento dei casi di cancro, in particolare quello al seno. "Per tutti gli anni Sessanta milioni di donne furono sottoposte a frequenti radiografie. L'uso eccessivo di raggi X, per la diagnosi o la terapia delle più svariate malattie, sarebbe la causa di un aumento nell'incidenza del tumore al seno: sia per quanto riguarda i casi verificatisi negli ultimi 30 anni, sia per quelli previsti nei prossimi anni. A denunciare le conseguenze dell'abuso di raggi X è John Gofman, biologo molecolare all'università della California...
Oggi pubblica un libro, Nuclear milestones, che riassume le sue conclusioni: un atto d'accusa contro le radiografie"

20. L'ECOGRAFIA E LA RISONANZA MAGNETICA SONO ESENTI DA RISCHI ?
Ne è da credere che l'ecografia e la tomografia a risonanza magnetica siano esenti da potenziali pericoli. Il "Corriere della Sera" del 19 maggio 1996, in occasione del XXXVII Convegno nazionale della Società italiana di radiologia medica, che si teneva in quei giorni a Milano, riportando l'avvenimento e le tematiche trattate, titolava un articolo: "Rischi nell'impiego troppo disinvolto di sistemi d'indagine medica come l'ecografia e la risonanza magnetica. L'insidia delle macchine che vedono nel corpo". Il giornalista Adelfio Elio Cardinale scriveva, tra l'altro, che "numerosi studi e ricerche effettuati negli ultimi anni hanno dimostrato come l'esposizione agli ultrasuoni possa determinare nei tessuti biologici modificazioni chimiche, alterazioni delle funzioni immunitarie, danni mitocondriali e lesioni epatiche in embrioni animali".

vittorio messina 16.10.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Del resto il conservante E 239 (derivato dal benzene, è presente nel formaggio provolone, ndA)... produce formaldeide nell'organismo umano.15"


16. TUTTO DIVENTA PIU' CHIARO
William T. Whitby, affermò che: "...la campagna contro il fumo venne promossa con la precisa intenzione di distrarre l'opinione pubblica dal problema della radioattività".
La rivista "Riza psicosomatica" riporta i casi nei quali il fumo può fare, addirittura, bene. La sigaretta, infatti, sembra proteggere da diverse malattie. Nel 1960 si scoprì che i non fumatori erano più soggetti dei fumatori al morbo di Parkinson. Nel 1980 una protezione simile fu individuata nei confronti della demenza precoce (morbo di Alzeheimer), l'artrite reumatoide, la colite ulcerosa e, addirittura, nei confronti di certi tumori.
La faccenda, oggi, in particolar modo in America, "è tornata alla ribalta sollevando un interessante contraddittorio: studiare o non studiare se il fumo agirebbe in modo protettivo. Le evidenze epidemiologiche suggeriscono l'esistenza di “qualcosa” nel fumo, ma le teorie andrebbero verificate in modo più approfondito. (Meditime - nov. '93)"

18. MA ANCHE IL TABACCO E' ORMAI UN VELENO
Milly Schar-Manzoli scrive: "L'umanità ha sempre fumato... e quando non c'erano né sigarette né sigari la gente masticava tabacco o lo inalava attraverso le narici. Eppure il tasso di mortalità per cancro (compreso quello polmonare) è aumentato in modo vertiginoso soltanto nel nostro secolo. Coincidenza singolare: nel nostro secolo l'industria chimica ha cominciato a occuparsi del tabacco in grande stile, influenzandone le piantagioni e il successivo trattamento. Innanzi tutto con fertilizzanti a base di fosfati (i fosfati sono cancerogeni) e di pesticidi chimici (cancerogeni)... poi con manipolazioni in sede di preparazione del tabacco commerciale. (...). In paesi... (URSS, Cina, Taiwan, ecc.), dove il tabacco non subisce trattamenti chimici né in sede di coltivazione né di preparazione, è impossibile trovar

vittorio messina 16.10.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

La radioattività è causa di cancro.
Per fare un esempio il Plutonio che ha un'elevata tossicità è, probabilmente, il più micidiale agente cancerogeno: "prima del 1940... non esisteva, ma da allora - a causa degli esperimenti nucleari e delle fughe di sostanze radioattive dalle relative centrali - circa 10 mila libbre di questo elemento sono state disperse nell'atmosfera.
Attualmente ciascuno di noi ha nel proprio corpo tracce di plutonio - e fa paura pensare che - ...una quantità minima, come 28 gr. Di plutonio, sarebbe sufficiente per provocare il cancro ai polmoni all'intera umanità. Che dire quando si sa che vi sono centrali nucleari capaci di fabbricare giornalmente 1 Kg di plutonio.10"

11. CHE PORCHERIE MANGIAMO ?
Non parliamo poi di ciò che mangiamo. "Il 'The Sunday Times Magazine” denunciava fin da 1985 la presenza di additivi cancerogeni negli alimenti, precisando che soltanto in quelli che entrano a far parte della prima colazione se ne possono contare almeno 53.12 (...). Fra le molte patologie provocate dagli additivi, vi è anche il cancro. Aggiunti ai cibi sotto forma di coloranti, conservanti, anti-ossidanti, emulsionanti, stabilizzanti, addensanti e gelificanti... rappresentano un serio pericolo per la nostra salute. (...). Aggiungiamo che la formaldeide, contenuta nel grana padano a titolo di conservante (la sua sigla è '240', senza la 'E'), è stata dichiarata incontestabilmente cancerogena dalla 'Commissione Scientifica della Comunità Europea nel 1985. 13.
Le proprietà della formaldeide di indurre tumori erano note da anni...
Nel 1986 l' 'Istituto Nazionale americano del Cancro' ribadiva i poteri cancerogeni della formaldeide,14 la quale - malgrado tutto - è ancora attualmente impiegata non soltanto nell'industria alimentare, ma anche nell' industria tessile (appretto), nei cosmetici (shampoo, dentifrici, smalti per unghie, deodoranti, prodotti di bellezza, ecc.), negli ospedali: come disinfettante, in sala operatoria e nei reparti di maternità.

vittorio messina 16.10.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Eppure, appena tre giorni prima la "Gazzetta del Sud" di lunedì 19 dicembre, titolava: "Fumo passivo, secondo scienziati minimi i danni". Nell'articolo in questione si dice che dopo lunghe ricerche scienziati inglesi, del Centro di ricerca Hazleton Europe, che si trova nell'Inghilterra orientale ad Harrogate, sono giunti alla conclusione che: "Il fumo passivo non è poi la fine del mondo: fa in apparenza guasti minimi, paragonabili a quelli subiti da chi inala una sigaretta alla settimana".
L'articolo riportava l'autorevole parere del prof. Simon Woolf, tossicologo all'University College di Londra che sui risultati dei colleghi dichiarava: "Il fumo passivo è un'improbabile causa di cancro ai polmoni" e, riferendosi agli scienziati dell'Hazleton Europe, aggiungeva: "per la prima volta si sono misurati in modo diretto i livelli di esposizione al fumo passivo".

MA ALLORA COME STANNO REALMENTE LE COSE ?
E se dietro a tutto l'allarmismo esagerato sulla pericolosità del fumo si volessero coprire gli insuccessi della ricerca medica sui tumori, nonostante l'ingente stanziamento di fondi, e deviare l'attenzione della gente dai veri pericoli, in particolare quello radioattivo ?
La presenza di un capro espiatorio cela le effettive responsabilità. In sostanza il cancro insorge per il crollo del sistema immunitario, che può essere provocato da fattori diversi, tra questi hanno grande importanza: l'alimentazione (piombo nei cibi, mercurio, ecc.), il latte e l'insalata dopo i fatti di Chernobyl (stronzio 90), il plutonio, l'ozono, il fluoro, i raggi ultravioletti, i raggi x, l'inquinamento elettromagnetico (i sistemi di comunicazione radiotelevisivi sono una delle fonti principali di radiazioni), i vaccini in genere, dosi massicce di antibiotici, la chemioterapia, l'AZT che interferisce sulla duplicazione del DNA, farmaci vari, insetticidi e erbicidi, l'ansietà e lo stress.
Ma tutto ciò viene taciuto.

vittorio messina 16.10.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Il dr B.K. Dijkstra ha chiaramente dimostrato che le statistiche e relativi numeri elaborati da Doll e Hill, principali fonti di tutte le accuse contro il fumo di sigaretta, presentavano errori tali da inficiarne ogni validità.
A.R. Feinstein, professore alla Università di Yale, affermò: "Non esiste esperimento scientificamente accettabile che abbia dimostrato che il fumo di sigaretta provoca cancro polmonare negli animali".
I nostri politici sembrano essere del parere che il tabacco non fa poi così male, infatti, nella "maratona di 22 ore servita per approvare il ddl costituzionale per la commissione bicamerale per le riforme...da giovedì pomeriggio a venerdì mattina (agosto 1996, nda) la tabaccheria di Montecitorio ha venduto un numero impressionante di sigari e sigarette. ...tra “antico toscano”, toscanelli e altri tipi di sigari, sono stati venduti quasi seimila pezzi. Una ventina di Kg in tutto. Moltissime anche le sigarette vendute. A occhio e croce più di duemila pacchetti"

8. DI NUOVO C'E' SOLO CHE CONTINUANO A CONTRADDIRSI
Recentemente il professor Cesare Sirtori, ordinario di Farmacologia clinica all'Università di Milano, al seminario tenutosi a maggio 95, nella stessa città, dal titolo: "Smettere di fumare: il ruolo centrale della comunicazione" ha comunicato che il fumo è un'ottima medicina contro la demenza senile e fa bene ai settantenni. Sirtori ha, infatti, spiegato che "dopo i 70 anni ...il fumo agisce come terapia e prevenzione della demenza"
9. Nel frattempo si è scatenata una sorta di caccia all' "untore". Altre bugie si propagandano al posto della verità. E così Gianni Ravasi, presidente della Lega contro i tumori di Milano, sul "Corriere della Sera" di mercoledì 22 febbraio 1995, esordiva: "L'importante è che la gente prenda coscienza, con un'efficace opera di informazione sanitaria, che il fumo fa male non solo a chi accende la sigaretta, ma anche a chi gli sta intorno.

vittorio messina 16.10.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Tutti sanno che le dita dei fumatori accaniti spesso sono macchiate a causa del “catrame”: se fosse cancerogeno, sarebbe logico aspettarsi una forma di cancro delle dita, ma non ne è mai stato riferito un solo caso.
"E' stato detto che l'agente cancerogeno contenuto nel tabacco è il benzopirene. Se fosse vero, perché mai gli antifumo ammettono che i fumatori di pipa presentano bassissime percentuali di cancro, dal momento che il fumo del tabacco da pipa contiene una quantità di benzopirene 9 volte maggiore ?
(...). - ma c'è dell'altro - L'équipe di Doll e Hill rilevò con sorpresa che chi inspirava il fumo presentava un'incidenza di cancro polmonare inferiore rispetto a chi non lo inspirava: com'è possibile, se l'agente causale è il benzopirene ? Chi inspira, lo introduce nei polmoni, quindi sarebbe logico che fosse più soggetto al cancro. Poiché accade il contrario, è evidente che il benzopirene non c'entra affatto. Ho già ricordato che di questo risultato non venne fatta parola, perché era scomodo per gli antifumo"

7. FUMARE FA VENIRE IL CANCRO ?
Il dottor Whitby, nello stesso libro, scrive che moltissimi prestigiosi scienziati sono del parere che il fumo non è responsabile del cancro.
Riassumiamo:
P. Burch, Università di Leeds affermò: "La correlazione tra il fumo e carcinoma polmonare è stata ottenuta grazie a errori elementari di logica scientifica... Il fumo non ha nessuna responsabilità nel cancro ai polmoni".
Epstein, professore all'Università dell'Illinois ammise: "Gli scienziati attualmente concordano sul fatto che la maggior parte dei casi di cancro è causata dalle condizioni ambientali. Per sfuggire alle proprie responsabilità, le grandi industrie hanno dato la colpa al fumo. Ma il fumo non spiega l'aumento dei casi di cancro ai polmoni: l'incidenza di carcinoma polmonare tra i non fumatori è raddoppiata".

vittorio messina 16.10.06 13:00| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento


6.LA MISERIA DELLA SCIENZA
Storie di fallimenti, ciarlataneria e malasanità varia, di grossi affari sulla pelle dei malati.
Aveva ragione Theophrastus Paracelsus (14931541) quando cinque secoli addietro denunciava."Questa è la causa della miseria del nostro tempo, che tutta la vostra scienza è fondata su menzogne. Voi stessi siete pieni di menzogne, e quindi tutta la vostra filosofia consiste di errori e di menzogne. Non siete docenti di verità ma di falso. Non le opinioni di una persona ma le opere che compie fanno il medico...".
Quale credibilità può ancora avere una tale medicina ?

FUMO E CANCRO
Avete fatto caso all'incredibile baraonda che si sta facendo contro il fumo? Vi siete mai chiesti se sotto possa esserci dell'altro che la salute dei cittadini ? Certo fa pensare quanto scrive, il medico legale australiano
William T. Whitby, tra l'altro presidente della British Medical Association, e cioè: "Perché i fumatori più accaniti sono anche quelli che vivono più a lungo ? Gli abitanti della Georgia sovietica sono forse i più forti fumatori del mondo, eppure detengono il record di durata della vita. Molti arrivano oltre i 100 anni e una donna, che fumava due pacchetti di sigarette al giorno, arrivò a 140 anni. I Semai della Malesia fumano fin dalla più tenera infanzia”; il dottor Calwell riferisce (British Medical Journal, 26 febbraio 1977) che “su un campione di 12.000 Semai sottoposti a radiografie non venne rilevato neppure un caso di cancro polmonare.
Gli eschimesi sono fortissimi fumatori, ma il cancro ai polmoni è una malattia sconosciuta".
Il medico ci informa anche che: "Sono falliti clamorosamente molti esperimenti in cui si cercava di indurre il cancro in animali da laboratorio, dopo averli esposti forzatamente per molti anni al fumo”.
Invece, continua Whitby - Il plutonio in quantità quasi infinitesimali, fatto inspirare a cani da caccia, ha causato cancro nel 100% dei casi. (...).

vittorio messina 16.10.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

3. Vernon Coleman ribadiva, alcuni anni dopo, che "...in nessun Paese del mondo si osserva traccia di declino nella mortalità causata dal cancro alla mammella, anche quando le cifre sono aggiustate..."
4. Oggi le cose non sono cambiate di molto. E non si venga a parlare dell'utilità della prevenzione che, ormai è dimostrato, serve a ben poco. Il direttore dell'Istituto britannico per la ricerca sul cancro Michael Baum, a tal proposito, ha rassegnato le dimissioni con una clamorosa motivazione e cioè che: "Gli esami radiologici al seno sarebbero inutili per prevenire eventuali tumori" il medico sostiene che “dal 1990, quando il programma di mammografia è stato introdotto a livello di massa, la mortalità per tumore al seno non è diminuita..."
5. Lo scienziato Kary B. Mullis, premio Nobel per la chimica (1993) per aver scoperto la Polimerase Chain Reaction (PCR), metodo per amplificare il DNA applicato pure nello studio dell'HIV, in un'intervista a Celia Farber, pubblicata su "Spin" (luglio 1994), si scagliò con vigore contro coloro che diffondono solo bugie e le propagandano come dati scientifici e, tra l'altro, affermò: "Guardo alla gente che studia gli oncogeni e penso: sì, so quello che stanno facendo, la solita robaccia.
Gli oncogeni non hanno nulla a che vedere col cancro. Probabilmente anche le radiazioni non hanno nulla a che fare col fermare il cancro. I farmaci che usiamo - tutti questi maledetti chemioterapici - non sono meno tossici dell'AZT. E li diamo a tutti. Ognuno di noi ha una zia che è stata irradiata o che ha fatto della chemioterapia che la sta uccidendo”.
"Abbiamo a che fare con un mucchio di ciarlatani. L'intera professione medica - a parte pochi casi, come le fratture - è realmente fottuta. Sono semplicemente un gruppo di persone che sono diventate socialmente importanti e molto ricche pensando che essi potrebbero essere in grado di curare le malattie che ci affliggono. Mentre in realtà essi non possono farci niente. E' spaventoso

vittorio messina 16.10.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto viene spontanea un'altra domanda: quanti cancri vengono provocati dai farmaci ?
MEDICINE DA MORIRE
"L'Espresso" del 20 settembre 1981 riportava la notizia che i giudici di Torino stavano indagando su più di 70 sostanze fortemente sospettate di causare cancri, che entrano nella composizione di migliaia di medicine e additivi alimentari.
Gli stessi farmaci anticancro sono accusati di provocare il cancro.
Ecco alcuni gravissimi disturbi prodotti dalla chemioterapia, normalmente usata nella terapia dei tumori: aplasia, anemia aplastica, ulcere su pelle e mucose, perdita dei capelli, disturbi neurologici, lesioni cerebrali, stati confusionali, delirio, complicanze bronco-polmonari, leucopenie e il cancro.
Il professor Gianfranco Valsè Pantellini, in un'intervista pubblicata, assieme a una parte di questo lavoro, sul mio saggio "Individuo, malattia e medicina" (Andromeda, Bologna, 3° Edizione, ottobre 1995) della chemioterapia, tra l'altro, ha detto: "ha una azione devastante sull'intero organismo. ...si regge su un assioma, anzi su un paradosso...: -ciò che fa venire il cancro, lo guarisce-, guardi a che assurdità si è arrivati...".
TUTTO DA RICOMINCIARE
1. La strada percorsa fino ad ora dai ricercatori sarebbe tutta sbagliata; le promesse puntualmente disattese; come quella di Cornelius P. Rhoads, che nel 1953 affermava: "Sono convinto che nella prossima decade avremo un chemioterapico attivo contro il cancro, come i sulfamidici e la penicillina contro le infezioni batteriche..."
2. Altro fallimento quello di Richard Nixon, che nel 1971 lanciò il famoso programma "Conquest of Cancer", che doveva, nel termine di cinque anni, vincere il cancro. Il programma fu finanziato con l'ingente somma di 1500 miliardi di lire l'anno.
Nel luglio del 1975 l'OMS affermava, in un suo rapporto, che in 50 anni di studi e ricerche sulle cause del cancro alla mammella non si era giunti a nulla”.

vittorio messina 16.10.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento

CANCRO e MEDICINA NATURALE


(Principi, Cause, con-Cause, Diagnosi, Terapia)

I sacrifici umani in onore del dio cananeo Moloch continuano nell'era moderna.
La nostra medicina ha tutti quegli elementi essenziali che costituiscono un culto religioso.
Eccoli:
"1. Un sistema di fede - la scienza medica moderna - che può essere altrettanto quanto le prove di altre chiese sull'esistenza di Dio. 2. Un clero - i medici. 3. Dei templi - gli ospedali. 4. Chierici e vestali - infermiere, operatori sociali e personale paramedico. 5. Paramenti che rispecchiano la posizione gerarchica - il colore e la lunghezza dei camici dei medici indica il loro rango. 6. Una classe nobiliare che mantiene la chiesa - industrie chimiche, compagnie di assicurazione e industrie di prodotti alimentari dietetici per l'infanzia. 7. Un confessionale - l'anamnesi deve essere fornita al medico in tutta sincerità.
8. Un' assoluzione - il colpetto rassicurante sulla spalla. Lei sta bene, ritorni l' anno prossimo. 9. Vendite delle indulgenze - gli onorari oltraggiosi, in grado di abbattere questa chiesa moderna così come accadde con la chiesa del Medio Evo. 10. Similitudine di linguaggio - mi fido del mio idraulico, ma ho fede nel mio medico; la relazione medico paziente sacra"1.Il falso dio della medicina moderna esige sacrifici umani come il feroce dio Moloch. Nei suoi templi, dove al posto del pugnale sacrificale si usano bisturi e farmaci, agonizzano fino alla morte le vittime sacrificali.
Lo sapevate che almeno 350 sostanze impiegate in farmacia sono cancerogene o sospette (Alsrich-Europe, 1981)?

vittorio messina 16.10.06 12:56| 
 |
Rispondi al commento


Terrorismo Mediatico e malaInformazione

Tutte le sere ci sono milioni di…”morti”di cui nessuno parla,o meglio,di cui nesuno parla come tali.
Li chiamano telespettatori;in particolare mi riferisco agli spettatori (in Italia) dei TG, qualunque TG, dal TG1 a TG la 7.

Morti, morti ammazzati dal terrosismo mediatico di alcune notizie, oppure morti per una grave forma di disinfomazione, il cancro dei notiziari tv.

Prendete queste ultime settimane, in cui il tema dominante, come abbiamo visto nei post precedenti, sembra essere “l’allarme aviaria”; abbiamo sentito tutto e il contrario di tutto.

E l’unico obiettivo era spaventare, colpire la sensibilità del pubblico magari un po’ meno colto, fare insomma del sensazionalismo, che alza gli ascolti e fa vendere i giornali.

Ma chi ha pensato realmente a informare la signora pina,che non compra più il pollo perché ha sentito che si muore ? Nessuno. Chi se ne frega. La signora Pina deve smettere di mangiare il pollo, c’è l’aviaria, le nostre raccomandazioni nei servizi giornalistici le salveranno la vita.

Ragazzi…..in questi giorni le abbiamo sentire proprio tutte: il vaccino c’è, non c’è, non serve, basta quello della comune influenza......

Oppure, impossibile creare un vaccino, sarà una catastrofe, peggio della spagnola.

E ancora, ci sono casi in Olanda, Grecia, in Turchia, in Russia.

Si, ma te lo dicono dopo che sono casi di polli malati, non di uomini !!!

E grazie……in tutto il mondo saranno milioni i volatili malati di avaria.

In un radiogiornale questa mattina facevano la conta dei morti….. in pollame !!!

Siamo alla follia pura, al ridicolo totale.

Non te lo dice nessuno che bisogna usare qualche accortezza, è vero, qualche comune norma igienica, soprattutto chi coi volatili ci lavora, ma che il rischio di epidemia è remoto e molto improbabile.

Non fidatevi perché l’ho dico, io non sono nessuno, andate ai post precedenti, c’è il sito di uno studio di ricerche www.izsvenez

vittorio messina 16.10.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l’attentato alle Torri Gemelle di New York, nel settembre 2001, è scattato anche l’allarme vaiolo; i governi hanno spesso milioni di dollari per far scorta di vaccino antivaioloso, ma nemmeno 1 caso al mondo di malattia si è verificato.

Si può dunque ritenere giustificato tale spostamento di mezzi e risorse a fronte di fenomeni che hanno ricadute concrete cosi contenute ? Le spese non dovrebbero essere proporzionate alle dimensioni del problema che si cerca di risolvere ? Evidentemente non è cosi. Infatti per altre emergenze (reali, ampie, concrete, sconcertanti) non si dice nulla e si fa pochissimo.
Un esempio ce lo forniscono i dati sulle infezioni che i pazienti contraggono negli ospedali a causa della scarsa igiene e della eccessiva promiscuità: 5000 ogni anno in Italia, un numero esorbitante.
Ma di questo nessuno parla, se non raramente. Ne tanto meno viene ritenuta un'emergenza per la quale stanziare fondi straordinari. Altra reale emergenza è costituita dai pazienti che, una volta ricoverati in ospedale, sono vittime di errori medici o di eventi avversi causati da farmaci.
Una stima de “Il Sole 24 Ore” afferma che su 8 milioni di ricoveri ogni anno in Italia le "vittime" di errori medici o malattie indotte da farmaci sono 320.000, cioè 1 ogni 25.
I pazienti che muoiono a causa della cattiva organizzazione delle strutture sanitarie sono da 14.000 a 50.000 ogni anno. Sempre secondo Il Sole 24 Ore, nel 1998 i morti a causa di ritardi nelle cure e diagnosi sbagliate sono stati 78.974. Ma anche su questo non si dice nulla né si spende con particolare straordinarietà.

Casi Base in tutto il mondo negli anni

Casi di Antrace sospetti (2001)

Casi di Vaiolo nel mondo (2001)

120

22

0

Morti per diagnosi errata o ritardi nelle cure (1998)

5.000

320.000

78.974


Da questi dati si può partire dunque con una riflessione. Occorre tenere sempre a mente che, se si vuole comprendere, è necessario andare oltre le apparenze, bisogna ragionare e p

vittorio messina 16.10.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento


Quindi, per ponderare bene occorre per un attimo lasciare da parte la percezione emotiva della gravità di quella malattia e chiedersi quale sia la possibilità realistica di contrarla e quale sia la reale causa: possibilità pressoché nulla e causa finora sconosciuta. Ma per mesi, e forse per anni, la Bse e la sua variante umana popoleranno i nostri incubi e influenzeranno le nostre scelte.
Un altro esempio di incubo prodotto artificiosamente è quello relativo alla minaccia di un uso improprio di virus e batteri letali sulla popolazione da parte di un nemico invisibile, proprio ciò di cui si tratta in questo libro.
Nel 2001 è scattato un allarme planetario per l’antrace, malattia che può avere sintomi cutanei o respiratori, che veniva definita "arma biologica dei terroristi" e a causa della quale si è stati a un passo dal dare per certa una catastrofe. I casi sospetti di antrace nel 2001 sono stati 22 (solo in parte comprovati e accertati) in tutti gli Stati Uniti, su un totale di circa 300 milioni di abitanti; nessun altro nel mondo. Eppure i governi hanno speso cifre esorbitanti per questa emergenza, fino a prova contraria soltanto presunta.
II New York Times, verso la fine del maggio 2002, riporta la notizia dell'approvazione all'unanimità da parte del senato americano della "legge antiterrorismo", che ha stanziato 4,6 bilioni di dollari per l'acquisto e lo stoccaggio di farmaci e vaccini, per incentivare le ispezioni sui cibi e rafforzare la vigilanza sull'acqua.
Dopo l’attentato alle Torri Gemelle di New York, nel settembre 2001, è scattato anche l’allarme vaiolo; i governi hanno spesso milioni di dollari per far scorta di vaccino antivaioloso,

vittorio messina 16.10.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Pensiamo, per esempio, all'allarme mondiale scatenato dalla scoperta di alcuni casi di variante del morbo di Creutzfeldt-Jakob, quello che è stato chiamato (pur senza alcuna certezza) la variante umana della Bse, cioè l’encefalopatia spongiforme che colpisce i bovini. I casi sono stati poche decine; cosi pochi da non poterci nemmeno trarre una percentuale significativa. Eppure tutto il mondo si è mosso, il panico ha travolto tutti, ha modificato le nostre abitudini alimentari, ha indotto i governi ad investire cifre enormi in procedure di controllo che hanno mostrato da subito di essere soltanto un palliativo. Milioni e milioni di persone hanno mangiato carne bovina negli ultimi 40 anni; ma solo pochissime persone si sono ammalate. Per di più non c'e alcuna certezza sul fatto che la malattia venga trasmessa da un prione che passa all'uomo attraverso la carne bovina.
L’epidemiologo inglese George Venters sul British Medical Journal ha sostenuto che non esistono prove dirette che quel prione sia infettivo per l’uomo. Giorgio Poli, preside della facoltà di medicina veterinaria dell'Università di Milano, è certo che non si possa escludere che la variante umana della Bse sia legata ad altri eventi che nulla c'entrano con la carne.
L’articolo scientifico di Venters fa notare che non solo l’ingestione non sarebbe una valida via di trasmissione dei prioni, ma che il numero dei casi di malattia conclamata è nettamente inferiore a quello che ci si aspetterebbe da una malattia di origine alimentare. Paola Dall'Ara del Dipartimento patologia animale dell'Università di Milano ha decretato inoltre il fallimento del tentativo di infettare con il prione della mucca pazza dei topi transgenici che esprimevano la proteina prionica umana.

vittorio messina 16.10.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento


“Virus letali e Terrorismo Mediatico”ti

La salute è un bene prezioso, il più prezioso; soprattutto quando ciascuno di noi pensa anche ai propri figli, al modo migliore per proteggerli. Le paure maggiori, le insicurezze più diffuse riguardano proprio la salute: ciò che ci potrebbe accadere se qualche malattia o "accidente" ci minacciasse. Ebbene, profittare di questa insicurezza, di questo atavico bisogno di certezze non è etico; chi usa la fragilità dell’essere umano davanti alla malattia lo fa spesso consapevolmente e con l’obiettivo di imporre a quell’essere umano la propria verità, che non è detto collimi con l’interesse della persona stessa. Chi usa la nostra fragilità di fronte alla malattia, magari amplificandola o guidandola, lo fa spesso con l’intento di utilizzare la nostra paura come strumento di potere e di controllo, per proporsi come guida, unica guida. E oggi, sempre più spesso, ad amplificare e guidare le nostre paure sono politici, istituzioni (sanitarie e non), governi che utilizzano con pochi scrupoli quella formidabile cassa di risonanza costituita dai mass-media, termine che nel suo senso letterale significa appunto: “mezzi di comunicazione di massa". E proprio grazie ai mass-media si creano, spesso ad arte, ansia, paura, angoscia, panico, in una scala d’intensità proporzionale solo all'obiettivo verso cui queste paure sono finalizzate.

Spesso grazie ai mass-media nascono false emergenze, oppure vengono dilatati oltremodo, fino a dar loro connotati di emergenza, accadimenti e realtà che hanno dimensioni estremamente limitate. E su questi, e non su altri, si concentra l’attenzione totale di tutti.

vittorio messina 16.10.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Settembre 2005 isola di MALTA - Congresso sponsorizzato dalle solite aziende farmaceutiche "BIG FARMA".
Da quel convegno e' partita la piu' grande e vergognosa campagna MENZOGNERA disinformativa mediatica della storia Europea, dal dopo guerra ad oggi = l'inserimento nella popolazione Europea del virus della PAURA per la "Influenza Aviaria", malattia che NON esiste per l'Uomo !
L'aviaria NON e' una influenza umana e l'influenza umana non e' l'aviaria - sono due cose BEN DISTINTE e DIFFERENTI, ma accomunando due parole hanno fatto credere ai "boccaloni" che essa fosse la nuova "influenza spagnola".....e che il cosiddetto virus "H5N1" sia pericoloso per l'uomo, il che NON e' !
Certo in futuro fabbricheranno le "mutazioni" del virus cioe' "troveranno" in malati questo virus mutato e cosi potranno continuare l'inganno a loro favore.....tanto paghiamo sempre NOI !
La gente e' stata per settimane esposta al bombardamento mediatico menzognero dei mass media, senza che NESSUNO dei ministri della "salute" di tutta Europa, facesse sentire la propria voce contro questo scempio di falsita' !
Risultato: corsa, di milioni di persone boccalone, alle farmacie ad acquistare vaccini per l'influenza ed antivirali (costo medio 45 euri cad); le aziende produttrici hanno esaurito le scorte di farmaci e vaccini e ne stanno producendo ancora per venderli agli Stati boccaloni ? no, semplicemente Stati al loro servizio.....tanto paghiamo noi con le ns. tasse l'arricchimento di questi criminali che della salute della popolazione NON frega nulla, anzi piu' ha paura ed e' malata piu' essi guadagnano....!
Ma cosa centra l'influenza umana con l'aviaria ? NULLA, ma il solito "esperto" intervistato con esemplare tempismo...., ha detto che e' meglio farlo.....evviva... hanno gridato sottovoce gli azionisti delle multinazionali che producono vaccini, antivirali.......con il ns. Terrorismo Mediatico, quest'anno guadagneremo moltissimo alle spalle dei Polli...umani....

Questi Criminali, hanno fatto

vittorio messina 16.10.06 12:48| 
 |
Rispondi al commento

farmaci antivirali (vedi Tamiflu della Roche) per 12 milioni di cittadini, già da novembre prossimo, e per quanto riguarda i vaccini siamo messi ancora meglio: i contratti con le “sorelle” della chimica, come Roche e Glaxo, hanno assicurato ben 36 milioni di dosi.....chi paga ? ....pantalone.....
Quindi se aggiungiamo a questi 36 milioni di vaccini gli altri 12 milioni di persone coperte da farmaci, il totale è di 48 milioni, più o meno gli euri spesi dal nostro Fondo nazionale sanitario. Le nostre casse infatti si alleggeriranno di oltre 50 milioni di euro (più o meno 100 miliardi delle vecchie lire) per un allarme ipotetico e abbastanza infondato. Questi soldi andranno, come al solito, ad ingrassare le sempre floride casseforti delle corporazioni chimico-farmaceutiche. In un circolo perverso molto pericoloso !
Non è un caso infatti che gli azionisti delle maggiori testate giornalistiche come The New York Times, The Washington Post, Time, People, The Boston Globe (e moltissimi altri), o canali televisivi come CNN, Fox, NBC, MSNBC (e moltissimi altri) sono gli stessi delle principali aziende farmaceutiche Roche Holding, Bayer AG, GlaxoSmithKline, Pfizer, ecc. - vedi BIG FARMA + OMS + Collusione fra Finanziatori della OMS)

Quindi i mezzi di comunicazione che veicolano ogni giorno Paura, Panico, Terrore, Odio vedi le campagne di propagazione del virus della PAURA per (AIDS, SARS, vaiolo, antrace, aviaria, ecc.) sono manovrati dalle figure che controllano le stesse aziende che mettono a disposizione e producono farmaci, vaccini e pillole chimiche.

vittorio messina 16.10.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Perche' il "Terrore " come sistema politico e sociale ?
Risposta: perche' le menti traumatizzate ed impaurite sono piu' fragili e piu' facilmente manipolabili e la paura costante, quotidiana di una minaccia, fa accettare alla popolazione, le promesse di "sicurezza" che arrivano sempre da vaccini, farmaci, leggi per controllare la popolazione, ecc...e' la "Politica del Panico" !
I polli siete voi....

Legami segreti tra organizzazioni di pazienti e compagnie farmaceutiche:
Fonte: Inchiesta del Philadelphia Inquirer, il quotidiano statunitense The Philadelphia Inquirer ha pubblicato un'inchiesta sui legami quasi mai dichiarati di sei organizzazioni non-profit, che affermano di agire nell'interesse dei pazienti di altrettante malattie, e le compagnie farmaceutiche.
Le sei organizzazioni, che lo scorso anno hanno ricevuto complessivamente 29 milioni di dollari in donazioni dalle industrie farmaceutiche.

Come ogni anno in autunno, puntualmente anche quest’anno (2005) stiamo assistendo a una campagna di Terrorismo Mediatico. Il tema, particolarmente suggestivo è quello dell’influenza dei polli o come qualcuno l’ha chiamata, peste aviaria.
Quindi continuano gli allarmi terroristici – amplificati dai soliti media compiacenti - da parte delle principali autorità europee sull’influenza aviaria.
Al vertice straordinario dei ministri degli Esteri in Lussemburgo il risultato è stato che «l’influenza aviaria è una minaccia mondiale».
Il Consiglio di esperti ha infatti riconosciuto l’influenza dei pollastri e la pandemia che ne potrebbe derivare come delle «minacce globali».
Niente "panico" però, perché il ministro della salute, Storace, assicura che qui in Italia potremo contare su scorte di farmaci antivirali (vedi Tamiflu della Roche) per 12 milioni di cittadini, già da novembre prossimo, e per quanto riguarda i vaccini siamo messi ancora meglio:

vittorio messina 16.10.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

TERRORISMO MEDIATICO

.......per indurre ad acquistare farmaci, vaccini, visite controlli, test,
da parte di Stati del mondo, e singoli individui......
Aumento del Cancro nei Bambini + Aumento anche nei Giovani
14 Bambini uccisi da Farmaci + Statistiche Ministero su Influenza
Falsificazioni degli Studi Scientifici + Ricerca Scientifica + Sapevate che i farmaci..
Falsita' della medicina ufficiale + Pubblico Credulone + Morti della medicina ufficiale
BIG FARMA + Influenza Aviaria + Pericolo Farmaci
INTEGRATORI (Mineral-Vitaminici) e Farmaci a CONFRONTO
Intervista al dr. Rath
Corruzione e sistemi sanitari nel mondo: vedi http://www.epicentro.iss.it/focus/globale/globalcorrupt.asp
NUOVE MALATTIE INVENTATE + Medici e Medicine + Medici una Minaccia !

Come funziona il $i$tema $anitario mondiale ?
Come mai hanno iniziato da 3 decenni a generare la paura dell'AIDS, Ebola, Mucca pazza, Antrace, Sars, Aviaria ? (ed altre in futuro e regolarmente ogni anno.....)
Perche' i films sui "virus letali" e susseguenti vaccini "salva vita", sono sempre piu' fatti passare dalle TV mondiali ? Perche' questo stretto rapporto fra minacce di virus letali e Terrorismo Mediatico ? la risposta e' semplice: cio' serve per incutere TERRORE ed indurre nella psiche della popolazione il principio che il "Vaccino salva la vita"....che e' una falsita' biologica !

vittorio messina 16.10.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE! --- IMPORTANTE!

È un dato di fatto scientifico che tutti i tumori si propagano in base allo stesso meccanismo, l'uso di enzimi che assimilano il collagene (collagenasi, metalloproteinasi). L'uso terapeutico dell'aminoacido naturale lisina, specialmente insieme ad altri micronutrienti non brevettabili, può bloccare questi enzimi e quindi inibire la diffusione di cellule cancerogene. Tutti i tipi di cancro studiati finora rispondono a quest'approccio terapeutico: cancro al seno, alla prostata, ai polmoni, alla pelle, fibroblastoma, cancro sinoviale e qualsiasi altra forma di tumore.
Il solo motivo per cui questa grande scoperta medica non è stata approfondita e applicata alla cura dei pazienti di cancro in tutto il mondo è il fatto che queste sostanze non sono brevettabili e perciò hanno bassi margini di profitto. Inoltre, cosa più importante, ogni trattamento efficace di una malattia porta infine al suo sradicamento e all'eliminazione di un mercato di farmaci di molti miliardi di dollari.
La vendita di prodotti farmaceutici per pazienti affetti da tumore è stata particolarmente fraudolenta e dolosa. Con il pretesto di curare il cancro utilizzando il termine di copertura "chemioterapia", vengono somministrate al paziente sostanze tossiche che includono anche derivati del gas iprite. Il fatto che queste sostanze tossiche distruggano anche milioni di cellule sane è volutamente calcolato.
Sapendo ciò, sono state deliberatamente previste le seguenti conseguenze: primo, il cancro si sarebbe diffuso come epidemia globale, fornendo le basi economiche per un duraturo business multimiliardario su questa malattia; secondo, l'applicazione sistematica di agenti tossici in forma di chemioterapia causa la diffusione di nuove malattie nei pazienti afflitti da tumore che ricevono queste sostanze tossiche.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 15.10.06 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Prove dei crimini commessi contro l'umanità

Le prove delle accuse contenute in La presente citazione in giudizio riguardano due principali ambiti penali:
Prove del genocidio e di altri crimini contro l'umanità commessi in connessione con il business farmaceutico della malattia.
Prove dei crimini di guerra e di aggressione e di altri crimini contro l'umanità commessi in connessione con la guerra contro l'Iraq e l'intensificarsi della crisi internazionale verso una guerra mondiale.

1. Prove del genocidio e di altri crimini contro l'umanità commessi connessione con il "business farmaceutico della malattia".

Vengono presentate prove specifiche del fatto che gli accusati sono responsabili di aver deliberatamente provocato il perdurare e diffondersi delle malattie, causandone volontariamente di nuove ed espandendo l'uso di medicinali brevettati per una sola malattia al maggior numero di malattie possibili.
Per realizzare questi obiettivi, gli imputati hanno strategicamente progettato, implementato, condotto e organizzato un piano di frode commerciale su scala globale che per la sua vastità economica non ha precedenti nella storia umana.

1.1. La deliberata diffusione delle malattie
Vengono fornite le seguenti prove specifiche del fatto che le più diffuse malattie di oggi vengono deliberatamente mantenute e diffuse dagli accusati, nonostante possano essere efficacemente prevenute e ampiamente sradicate, salvando milioni di vite umane.

--------

Seguono succulente notizie in questa pagina internet del mio sito (senza www) che riguarda la Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath:

http://brudicchio.funpic.de/rath/crimini4.html

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 15.10.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Il Cartello della IG Farben

Il più potente impero industriale tedesco della prima metà del secolo scorso era la IG Farben, abbreviazione per Interessengemeinschaft Farben. "Interessengemeinschaft" significa associazione per interessi comuni ed era un potente cartello comprendente BASF, Bayer, Hoechst e altre società chimiche e farmaceutiche tedesche. La IG Farben fu l'unico grande finanziatore della campagna per l'elezione di Adolf Hitler. Un anno prima che Hitler prendesse il potere nel 1933, la IG Farben donò 400.000 marchi a lui e al suo partito nazista. Di conseguenza, quando il partito nazista andò al potere, la IG Farben fu l'unica a trarre profitti dalla Seconda Guerra Mondiale e dal saccheggio dell'Europa da parte dei nazisti. Il cento per cento di tutti gli esplosivi e della benzina sintetica proveniva dalle fabbriche della IG Farben. Quando la Wehrmacht tedesca conquistava un altro paese, i direttivi di Bayer, Hoechst e BASF rilevavano sistematicamente le industrie di quei paesi. Grazie alla stretta collaborazione con la Wehrmacht di Hitler, la IG Farben partecipò al saccheggio dell'Austria, della Cecoslovacchia, della Polonia, della Norvegia, dell'Olanda, del Belgio, della Francia e di tutti gli altri paesi occupati dai nazisti.
Nel 1946, le indagini del governo americano giunsero alla conclusione che senza la IG Farben, la seconda guerra mondiale non sarebbe stata possibile. Dobbiamo renderci conto che non fu uno psicopatico di nome Adolf Hitler né l'innato carattere del popolo tedesco a causare la seconda guerra mondiale. L'avidità economica di compagnie come Bayer, BASF e Hoechst fu il fattore determinante dell'Olocausto.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

Continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath/chemnitz8.html

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 15.10.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Perché non abbiamo sentito parlare in precedenza di queste scoperte?
.....
All'inizio del XX secolo il gruppo Rockefeller controllava già la maggior parte del business del petrolio negli Stati Uniti e in molti altri paesi. Basandosi su ricavi per miliardi di dollari, questo gruppo d'investimento ha definito un nuovo mercato: il corpo umano. I profitti o utili sul capitale investito dipendevano dalla brevettabilità dei farmaci inventati. I miliardi di dollari di profitti di questa nuova industria per investimenti furono utilizzati per convertire sistematicamente la medicina in un affare di investimenti manovrato a livello farmaceutico. Nel giro di poche decine di anni, la medicina fu controllata da questi gruppi d'interesse attraverso la loro influenza nelle scuole mediche, nei mass media e nella politica.
Uno dei principali problemi affrontati da quest'industria è stata la concorrenza con i prodotti sanitari naturali. Fra il 1920 e il 1935 furono scoperte la maggior parte delle vitamine e nutrienti naturali necessari per un metabolismo cellulare ottimale. Al mondo scientifico apparve chiaro che senza queste molecole essenziali per il metabolismo cellulare, le cellule non avrebbero funzionato adeguatamente, dando origine a malattie.
Gli strateghi degli investimenti farmaceutici se ne sono resi conto e si sono lanciati in una campagna globale per impedire che queste informazioni salvavita divenissero disponibili per le persone di tutto il mondo. Ma il mettere sotto silenzio queste informazioni è stato solo il primo passo. Fra le misure strategiche adottate per la costruzione di questo piano affaristico farmaceutico truffaldino c'è stato il gettare discredito sulle informazioni sanitarie riguardo a queste terapie naturali, non brevettabili e infine la messa al bando di qualsiasi iniziativa preventiva e terapeutica relativa alle terapie naturali.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

Continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 15.10.06 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Se volete dare il vostro sostegno alla citazione in
giudizio presentata dal Dr. Rath e altri al
Tribunale Penale Internazionale leggete il FAX Tradotto e poi compilate e spedite il FAX Ufficiale in lingua inglese.
FAX tradotto:
http://brudicchio.funpic.de/rath/materiale/FAX%20tradotto.pdf
FAX Ufficiale:
http://brudicchio.funpic.de/rath/materiale/FAX%20ufficiale.pdf

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 15.10.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno,
vorrei proporre un quesito:
"gli inceneritori sono inquinanti;
le automobili sono inquinanti;
l'energia termoelettrica è inquinante;
il riscaldamento nelle case è inquinante;
tutto ciò che viene fabbricato genera rifiuti ed inquinamento;
le onde radio sono inquinanti (inquinamento elettromagnetico);
ecc. ecc."

la domanda è: chi è disposto a rinunciare all'auto, al telefonino, a tutti gli oggetti in plastica (es. lo spazzolino da denti!!!) che usiamo quotidianamente???

lo stesso Angela e Grillo usano quotidianamente l'auto, l'energia elettrica, oggetti fatti con materiali non naturali (plastica ecc.), radio tv e telefonini ecc.

allora direi: "non facciamo gli ipocriti!"

consiglio agli Angela di continuare a fare informazione scientifica che gli riesce molto bene (sperando che i convolgimenti politici ed economici non li riguardino neppure da lontano), ed al Grillo di fare il comico (attività necessaria della quale risulta ottimo servitore).

una cosa la possiamo fare tutti: ridurre gli sprechi e l'uso indiscriminato spesso inutile di fonti di energia (soprattutto quelle fortemente inquinanti) e di risorse naturali (prendiamo l'auto per fare 100 metri, teniamo accese le luci anche di giorno ed ho visto telefonare per farsi aprire il portone di casa).

ps. in Italia, la ricerca sullo sfruttamento delle energie alternative è estremamente limitata.
perchè non investiamo di più in tali ricerche e progetti anzichè spendere quantità enormi di soldi per pagare missioni di pace (?) all'estero mandando al massacro (?) giovani militari(attratti da stipendi d'oro più che da istinto di patriottismo).

emanuele marocchi 13.10.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma continuate a dire che gli inceneritori fanno male...ma sapete quanto incide questa fonte sulle emissioni di particolato fine primario (PM2.5), ad esempio in Lombardia? Meno dell'1%. Non pensate che ci siano altre fonti molto più inquinanti? E forse meno indispensabili di un inceneritore?
La tecnologia per il controllo delle emissioni c'è. L'importante non è chiedere che non si facciano gli inceneritori, ma che vengano controllati per garantire i bassi valori di emissione che riescono a garantire con le nuove tecnologie disponibili. O preferite che si continuino a bruciare i rifiuti per strada? La ritengo una posizione assurda e, assolutamente non fondata su una buona conoscenza del problema.

cinzia pastorello 10.10.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

come possiamo fare per evitare di farci costruire sti inceneritori e NON termovalorizzatori proprio a casa nostra?ne stanno costruendo uno ad Acerra(già inguaiata e di brutto di suo)tra un pò sarà anche attivo...l'unica soluzione che vedo è:andarmene dal mio paese se voglio campare un altro pò...

Alessandro Di Gennaro 08.10.06 20:01| 
 |
Rispondi al commento

...dimenticavo...mi piacerebbe poter chiedere anche un paio di cose: la combustione di tutti i materiali produce nanoparticelle pericolose per la salute? Io ho sentito parlare di nanoparticelle "metalliche" e visto che a Barcellona comunque attuano la raccolta differenziata, vengono emesse pur non bruciando matelli? Nemmeno la diossina viene trattenuta dai filtri?

sonia

sonia mazzero 05.10.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Mi risulta che pure in pieno centro a Vienna ci sia un inceneritore, che non si vede nè si sente...ma allora sono tutti rincoglioniti?? I tecnici spagnoli garantiscono che le emissioni sono monitorate 24 ore su 24 e non ci sono perocoli per la salute...a chi bisogna credere? Visto che stasera non riuscirò ad entrare al palaverde a sentire l'esperto in materia, spero che qualcuno poi mi spiegherà...perchè ho davvero le idee confuse in materia.
Sonia

sonia mazzero 05.10.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Piero Angela e suo figlio (o suo figlio e Piero Angela...) sono simpatici. Il figlio più del padre perchè quest'ultimo a 78 anni non è ancora rincoglionito come il Grillo.
Figlio e padre, ben remunerati dalla Rai, ma non informati. E come faranno allora a informarci? Li informo io. E non chiedo un euro.
Il mese scorso ho visto il servizio di Lorenzo Pinna e Francesca Marcelli a SuperQuark sui distributori automatici dove si spiegava quanto sono belli, moderni, comodi.
Così veniva presentato il servizio:
"Oggi i distributori automatici sono diffusissimi, in Italia ce ne sono centinaia di migliaia e dietro [...] c'è una tecnologia molto sofisticata che riesce addirittura a dialogare a distanza coi gestori e, cosa sorprendente, l'Italia è diventata uno dei leader mondiale del settore. Come ci spiegano di Lorenzo Pinna e Francesca Marcelli nel servizio”.

Silenzio sulle emissioni di merendine killer che piaciono tanto ai nostri bambini o sul loro contenuto di grassi o zuccheri artificiali.
Silenzio sulle ricerche scientifiche che dimostrano come la distribuzione automatica di bibite gassate e merendine sia dannosa alla salute umana (specialmente dei fanciulli) e non sia una soluzione per sfamare la gente.
Silenzio sulle scuole che hanno adottato la strategia 'Bar Interno' e che puntano su tecnologie alternative senza automazione come il Panino Fatto sul Momento, alla distribuzione mediante 'ambulanti' e alle mense.
La Rai è un servizio pubblico e vorrei che nella prossima edizione di 'SuperQuark' si parli delle ricerche sui danni da distributori automatici e dei sistemi alternativi combustione esistenti. Questo per la par condicio dell'informazione.

Chiedo a Beppe Grillo di postare la sua opinione su questo tema nel suo blog. Un post irriverente e apocalittico, da vero eroe senza macchia, che spieghi al suo esercito cosa fare e cosa pensare sui distributori automatici e sull’informazione della Rai.

Luca Di Monte 05.10.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

...PIERO, COME HAI POTUTO FARCI QUESTO?

BARCHIELLI NICOLO 04.10.06 21:01| 
 |
Rispondi al commento

ALLARME INCENERITORE. PROBABILMENTE NON è UNA NOTIZIA DELL'ULTIM'ORA MA A FIRENZE IN ZONA CASE PASSERINI COMINCERANNO DA GENNAIO A COSTRUIRE UN INCENERITORE ULTIMO MODELLO, SULLA SCIA DI QUELLO DI BOLOGNA- CREDO SIA BOLOGNA SE NON SVARIONO- CAPACE DI 'INSERIRSI A MERAVIGLIA NELL'AMBIENTE NATURALE'. SULLA NAZIONE DI OGGI ERANO RIPORTATE LE CONTESTAZIONI DI ALCUNI ESPERTI MA I PROMOTORI DELLA COSA AFFERMANO CHE PRODUCONO PIù INQUINAMENTO LE STUFE. ANDIAMO BENE. A TUTTI I FIORENTINI IN ASCOLTO, NON FOSSE ALTRO CHE SIAMO LA MEGLIO RAZZA DEL MONDO, QUI SI RISCHIA IL CANCRO!

nicolò barchielli 04.10.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io di norma guardo con interesse e curiosità Quark, però questa volta ha perso molta della fiducia che riponevo.
Persino io che non sono una cima ma che ho avuto modo di approfondire (poco) il discorso inceneritori ho avuto il sentore che fosse "leggermente" di parte!
Per dirla tutta mi ha fatto proprio "incazzare".

per fortuna che il post non smentisce il mio sentore...

speriamo si punti realmente a qualcosa di pulito e non si facciano i soliti interessi (economici) di pochi.

stefano "akiro" meraviglia 02.10.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
non so se ha commentato già qualcuno a riguardo, ma proprio nel periodo in cui andava in onda Superuark sugli inceneritori il Comune di Parma e TV Parma lanciava un'imponente bombardamento mediatico sulla "bellezza" degli inceneritori, su come fossero puliti e "assolutamente" necessari visto che è prevista la realizzazione di uno di questi "mostri" proprio vicino al centro abitato di Parma.
Roberto C. - Parma

Roberto C. 02.10.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

gent.mo signor grillo,
vorrei che si occupasse della nuova legge che entrerà in vigore in piemonte il 6 novembre. praticamente nonostante la gente paghi bollo e assicurazione e faccia i fumi ogni 6 mesi, le macchine non catalitiche non potranno più essere usate dalle 8 del mattino alle 18 del pomeriggio. come può immaginare tantissime nonne e nonni hanno auto di 10-15 anni fa che fanno regolarmente controllare e che usano per andare al mercato o al cimitero. come faranno? e anche solo una giovane di 20 anni come me che ha una macchina di 12 anni come farà? mi sembra davvero anticostituzionale e antidemocratico costringere le persone a comprare auto nuove con la scusa che le auto non catalitiche inquinano ed è per questo che rischiamo una multa da bruxelles. credo che prima bisognerebbe puntare il dito su fabbriche e mezzi di trasporto pubblici.
sperando in un suo intervento,
la saluto appassionatamente.
francesca costarelli

francesca costarelli 01.10.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Bravo beppe!!! Se da un lato prò quark
valorizza i termovalorizzatori (scusa il gioco di parole) su focus n 168 di ottobre si dice finalmente la verità citando anke i due ricercatori imbavagliati.
Continua cosi Beppe!!!

Giovanni Gallone 01.10.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento

E' vergognoso quello che sta accadendo in ITALIA . Dare i soldi a persone che hanno figli da zero a tre anni ,gente che prendono gia' il sussidio dallo stato x tirare avanti e continua ad avere figli ( 3 o 4 ) se non te li puoi permettere non fai come i conigli altrimenti vai a lavorare e te li mantieni . Perche' questi soldi che lo stato da a queste famiglie da chi li prende?Da noi che lavoriamo 8 ore al giorno in fabbrica a 20 o 30 km da casa ,rinunciando di vedere i nostri figli x 10 ore.Loro pero' si godono i nostri soldi e i loro figli al posto nostro. Volevo anche dire una parola quanto riguarda la piccola MARIA lo stato non dovrebbe permettere che questi bambini vengano in ITALIA con queste condizioni ,ma bensi' che queste famiglie possano addottare questi bambini e formare una famiglia, dimodoche' nessuno soffra di queste ingiustizie,ne i genitori ne i bambini. Sono daccordo con la MAMMA DI MARIA mi VERGOGNO ANCHE IO DI ESSERE ITALIANA . ALLORA SPERO CHE QUESTO MESSAGGIO ARRIVA AL NOSTRO AMICO PRODI , invece di dare cifre esose agli Italiani x andare in guerra ,preocupatevi di aiutare persone con disagi gravi , non preocupatevi di queello che succede in IRAQ ma bensi' ai numerosi problemi che esistono in ITALIA.Fate rientrare gli ITALIANI in italia non nel 2007 ma oggi!CAPITO OGGI !!!!!ANCORA una cosa..... basta con queste liste di attesa nella sanita',IO pago le tasse anche sulla sanita' e voglio assistenza immediata quando ne ho bisogno ,Non che si paga il tichet x le cose meno gravi, perche' x il codice bianco e verde gia' lo paghiamo .........allora dove vogliamo arrivare? MIA sorella doveva essere operata di menisco è stato rinviato l'intervendo x ben 5 settimane .Mia Zia doveva essere operata di tiroide e solo alle 18,00 del pomeriggio gli hanno comunicato che avrebbero rinviando l' intervento al giorno successivo.In quanto alla mia testimonianza vai al pronto soccorso ti sbagliano la diagnosi, ti fanno pagare il tichet, e non ti risarciscono.

giagu maria teresa 01.10.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

SALVE, BEPPE SEI GRANDE....!!!
IERI 30/09/06 HO VIST PER LA PRIAM VOLTA IL TUO SPETACOLO "INCANTESIMI" ....GRANDE!!
MI HA DATO TANTE RISPOSTE A TANTI MIEI PERCHE'....!
LA PRIMA COSA CHE FARO' DOMANI E DISTRUBUIRE HA TUTTI I MIEI COLEGHI(CIRCA 60) UNA COPIA DEL TUO SPETTACOLO PER, DEVONO SAPERE, DEVONO CAPIRE ANCHE LORO....!!
DOBBIAMO SVEGLIARCI TUTTI,E FARE QUALCOSA !!
SALUTI GIANNI
A PRESTO

Gianni Aliano 01.10.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

ogni volta che vado dal mio medico per farmi scrivere un farmaco che prima mi dava con ricettario della mutuo trovo sempre una sorpresa chela mutua non lo psassa piuì ma lo devo pagare. Prendo degli antidepressivi ora li pago idem per le pastiglie del colestero che devo prendere avita costo mensile di questi 2 farmaci 60 euro totale annuo 720 annue non calcolando tutti gli altri farmaci cosi' chiamati da banco pensa una confenzione di ovuli vaginali da 28 costo 10 euro questi li passa la mutua Ha ragione il mio medico che mi dice che lui non puoì farci niente essi rubano signora evoi clienti ne fate la spese sono molto incazzatissima. FOTO DA UNA VITA SINISTRA MA VEDO CHE ALLA FINE non cambia nulla almeno con berlusconi ci si poteva arrabbiare pensando che rea uno stronzo ma.......

lucia cappuccio 01.10.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Comunque, lunga vita a Piero Angela.

Beppe, fate qualcosa insieme! Cerchiamo di unire un pò di neuroni funzionanti!

Ciao,
CS

Claudio Sanchez 01.10.06 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno Presidente, Abito a Lizzanello e sono stanco di sopportare i continui miasmi della discarica di CAVALLINO. Le chiedo cortesemente, come mai non interviene nessuno in aiuto di una popolazione tormentata con continuità?. Sappia Sig. Presidente che non è soltanto un problema di cattivi odori che seppur nauseabondi, sempre odori sono. Il problema è che qui’ SI MUORE, in questo momento mentre le scrivo respiro fumi di combustione e noti bene non di autocombustione, ma di una inesorabile combustione provocata, forse per ridurre il problema dei rifiuti a una questione a volumetria ridotta, ma sa con quale conseguenza? intorno a me la gente MUORE. Non sono necessari dati ufficiali per vedere quante persone contraggono il CANCRO. Ogni giorno corre voce nel paese di un nuovo caso, “Sai quello, poverino, giovane giovane!”. Sa presidente quante volte l’ho sentita questa frase?, anche in famiglia purtroppo. Le scrivo nell’interesse della mia BAMBINA alla quale NON ABBIAMO il diritto di toglierle l’aria e farla crescere in uno scenario di morte circostante. Perché un tanfo nauseabondo in casa? Perché i fumi di combustione in una discarica che badi bene NON è UN INCENERITORE ? Perché durante la notte o al mattino presto? Forse per i minori controlli?? Perché soprattutto nei fine settimana? Perché dobbiamo MORIRE così? Oggi sentivo al TG3 un servizio sul crollo del tetto di un canile in cui si diceva di dover far presto per tutelare i poveri cani della struttura, ovvio e completamente d’accordo. Ma noi siamo molto meno di loro?? Perché dobbiamo contarci e trovare tutti i giorni qualcuno in meno?.
Marco CALOGIURI

marco Calogiuri 01.10.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento

ma come mai con la finanziaria 2007, nonostante le presunte ragioni di base, si è continutato a non tassare i proprietari delle imbarcazioni da diporto (ossia di quelle unità, sia a vela che a motore, aventi una lunghezza compresa tra i 10 ed i 24 m., che non sono sicuramente economiche nè tantomeno non inquinanti considerato che non vige una normativa in tal senso - si precisa che i natanti da diporto, i più economici e diffusi sono quelli al di sotto dei 10 m. lft. cfr dlgs. 171/05 - nuovo codice del diporto nautico). la tassa è stata soppressa nel 2003 col dlgs 172/03, trasversalmente approvato nei due rami, nonostante la norma abrogata fosse già permissiva in quanto imponeva l'onere solo in caso di unità a mare.
oltre che oltraggioso per chi paga anche il bollo per i ciclomotori non è anche iniquo a mente dell'art.3 della costituzione. spero nella perorazone della causa. grazie

ulderico mopa 30.09.06 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, è sempre un piacere legger i tuoi articoli interessanti e piccanti. Baci Anna Rita

Torreggiani Anna Rita 30.09.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti/e vi ricordo domani - 1° Ottobre: Giornata Mondiale di Sensibilizzazione dell’Epatite vi invito a visitare il nostro sito www.epac.it il nostro opuscolo che distribuiamo http://www.epac.it/php/info.php e poi cliccare sull' opuscolo Grazie

Giuseppe Lazzara 30.09.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono un cittadino di Cervaro(frosinone. Abbiamo un Inceneritore a pochi chilometri dal paese, Vorrei sapere come fare per richiedere una verifica dell'aria che respiriamo e quindi sapere se l'inceneritore incenerisce anche i nostri polmoni. Grazie.

P.S. L'ìtalia resta il paese dei "magnotti", e... chissenefrega se qualcuno ci rimette la pelle!!!

Mario Bianchi 30.09.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Tra respirare l'aria che proviene da un inceneritore e una che proviene da una discarica, io preferisco l'ultima sebbene più nauseabonda...

alessandro mignogna 30.09.06 00:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao ragazzi anche io ho effettuato una piccola donazione (3 euro) per l'acquisto del microscopio. Non credetemi taccagno ma ho appena preso in affitto un posto letto a bologna a 300 euro (spese escluse). Cmq fare la donazione è stata facile, direttamente con paypal. Lo consiglio a tutti quelli che sono pratici di e-bay perchè questo tipo di trasferimento di denaro è abbastanza comune.
sarà anche una goccia nel mare ma ormai una metà del microscopio è stata già pagata.
sperando che le ricerche effettuate con questo strumento sia utili in qualche maniera.
Questo è una delle poche occasione in cui sò dove vanno a finire i miei soldi!
Alessandro

alessandro mignogna 30.09.06 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Approvo in pieno il pensiero sugli inceneritori.
L'energia piu' pulita c'e' l'abbiamo tutti i giorni davanti agli occhi e' la materia, e' l'atomo. Solo i miopi pensano di utilizzare altro. Vi posso argomentare questa mia riflessione per ore.... pultroppo non capireste...
L'energia solare tanto acclamata, se usata intensamente fa aumentare la temperatura del pianeta con i conseguenti "disastri ambientali", l'energia eolica se usata massicciamente fa cambiare il clima del globo.
Inquinano dunque
E' facile contestare tutto, bisogna anche provare a pensare prima di scrivere e parlare.

Salvatore Cerone 29.09.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lei dovrebbe ammettere di fare quello che fa: propaganda. Lei sue affermazioni "scientifiche" sono spesso ridicole e pericolose. E' strano che, così attento alle "balle" di una persona serissima come Piero Angela - che spero la trascini in tribunale - le sia invece sfuggita la montagna di balle sull'11 settembre mandata in onda domenica scorsa da Report.
Lei non è altro che il solito intellettualoide di sinistra saccente, ma qualunquista e poco informato, che all'informazione seria dà lo stesso contributo che danno il Mago Otelma e Vanna Marchi.

Un elettore di sinistra, amante dell'ambiente, che si vergogna delle sciocchezze che legge qui sopra.

Roberto Petti 29.09.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report^5991,00.html

Qualita dell'aria
questo è una trasmissione di report
per chi non la vista

Renato Capece 29.09.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

ce poco da scherzare questa e un altra dimostrazione di controllo della informazione e di farci passare da bischeri ci sono dei comuni che anno risolto il problema con la raccolta differenziata trasformandola in energia comunque cose dette e ridette ma stroncate sul nascere perche ci mangiano(£) poco. Caro Grillo insistiamo chissa forse un giorno capiranno cosa abbiamo sempre detto ciao e grazie per lo spazio datomi

stefano pratesi 29.09.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona serata a tutti.

sorriso e dolorea 29.09.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

RICAPITOLANDO
Ho parlato giusto stamattina con un amico, ebbene nella loro provincia sono al 45 % di RD il resto lo mandano a 2 mbt: cosa ne esce?
il 25 va in discarica (in gran parte CDR); 5 % di percolato al depuratore; il 10 lo recuperano; il 50 lo compostano e la maggior parte va a coprire le discariche e in parte va su terreni agricoli limitrofi (non ha saputo dirmi se glielo regalano). MORALE: se prendono piede MBT sovradimensionati (evidentemente per trattare molti RSU e risparmiare sui costi di RD) si avrànno gli stessi pb degli inceneritori (se non peggio visto che spesso il CDR non lo vogliono manco in discarica).

spingere forte sul secco-umido e raggiungere alte % di RD con elevate qualità, questo sono d'accordo è l'unica strada, poi mbt o inceneritore penso sia equivalente (ma io propendo per l'incenerimento in cui far confluire tranquillamente tutti i rifiuti ospedalieri)

A tutti i lettori: NON SCANNIAMOCI TRA DI NOI ma impariamo ad ascoltare chi ha un'esperienza ed ha una cultura diversa dalla nostra. A tal fine vorrei segnalare l'ottimo scambio di opinioni con Roberto Pirani che aveva risposto al mio primo post.

Alla fine, comunque, non mi resta che ringraziare questo blog. e grazie a Beppe.

Mattia Saccenti 29.09.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, sai che il fluoro non è altro che lo scarto di una lavorazione di un metallo dove lo smantellimento ha costi elevati, allora utilizzano la male informazione per farci credere che faccia bene ai nostri denti.....e una lunga assunzione rende le nostre menti più facili da plagiare per inculcare quello che vogliono UN GRANDE INCANTESIMO e ce ne sono tante altre

mario labbollita 29.09.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ci siamo anche noi, e cerchiamo di fare del nostro meglio, in questa guerra anche mediatica!
http://www.noinceneritori.org

Luca Noinceneritori 29.09.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

caro egregio signor beppe grillo, sono un ragazzo di trento che appoggia pienamente la posizione anti-inceneritore. la mia posizione e ahimè anche quella di non troppi altri è chiara, ma penso che la maggioranza della gente non abbia semplicemente un' idea cristallina riguardo qusto argomento e la sua pericolosità, anzi. senza andare troppo oltre penso al piccolo dela mia cittadina tra le rigogliose montagne, dove xò senza perdere troppo tempo chi di dovere ha già deliberato la costruzione di questo tipo d'impianto. a me personalmente girano un pochino le palle visto che a livello di metodi di smaltimento rifiuti alternativi mi pare siamo ben oltre il 40% di raccolta differenziata. so che quest'ultima non è cmq cosi definitiva alternativa agli inceneritori, come molti possono pensare. mi chiedo io xò, se l'intera cittadina ha reagito così bene a questa iniziativa, e la percentuale è in continuo aumento, mi chiedo come possa essere a tal punto passiva nei confronti di questo "valorizzatore energetico"..due o tre anni fa se non erro era stato indetto pure il referendum contro- inceneritore,referendum cagato da pochissimi!! dopo questa mia personale ma il più possibile oggettiva visione dei fatti, e sapendo già delle sue iniziative nel mio comune, le chiedo ma soprattutto la imploro di tornare alla carica!! magari anche organizzando uno spettacolo proprio qui a trento, e non solo a rovereto..chissa che forse si apriranno un poco gli occhi della gente.
P.S. sapendo che lei è genovese, se il suo problema nell'organizzare uno spettacolo a trento è il pernottamento in hotel, le metto io a disposizione la camera degli ospiti, cena e pranzo inclusi..
tanti saluti giuliano cologna

giuliano cologna 29.09.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

potresti occuparti per favore, di come si mangia, negli ospedali pubblici della Sardegna.
Grazie marisa

molia marisa 29.09.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

..ma perchè non si parla del prossimo inceneritore ormai in dirittura d'arrivo a Torino???

mauro lunardon 29.09.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Si possono leggere delle notizie interessanti in un sito la cui pubblicazione qui viene impedita. Se volete informarvi cliccate su “sorriso e dolore” . Grazie e buona serata a tutti.

sorriso e dolore 28.09.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, fermo restando che le cose vanno presentate con grande onesta' intellettuale e una balla resta una balla, anche se (ammesso e non concesso che sia) propagata a fin di bene, il problema degli inceneritori e' spinoso.
Forse hai messo altri post su questo e a me sono sfuggiti.
Spesso la gente del nord non comprende le enormi dinamiche di potere che girano intorno all'immondizia al Sud, nella Campania. Le proteste contro l'inceneritore possono sembrare, viste dal Nord, analoghe a quelle della TAV, salutiste, sacrosante. Non e' affatto cosi'. Io baratterei subito, in questo istante, le morti da polveri dell'inceneritore contro il mare di diossina che impesta il napoletano e il casertano per lo sverso illegale di qualsiasi sostanza la camorra possa buttare nella regione "Felix".
La perdita di potere e lavoro generalizzato che sarebbe generata da un inceneritore e' incredibile, e la gente che vive di quello nella zona lo sa. Ecco perche' si mobilita. Ma quali ideali, quale salute.
Immondizia => mafie
Lo so che gli inceneritori non si vogliono fare solo al Sud.
Lo so che queste cose le sai. Ma e' tanto difficile e tanto importante fare capire le dinamiche alla gente che quando si aprla di immondizia e inceneritori bisogna andarci con i piedi di piombo e non solo sparare a zero su chi ti informa male sulle polveri, perche' si avallano versioni "socialmente" incorrette.
Cordialmente.

Fabio Iocco 28.09.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
bisogna che ci capiamo una volta per tutte! Trovo francamente stucchevole porre il problema degli inceneritori ancora in questo modo. La gestione dei rifiuti deve essere condotta in modo che ne venga riciclato il maggior quantitativo possibile. Ciò è fattibile se si fa una seria raccolta differenziata, obbligatoria per tutti i comuni dal '97 (decreto Ronchi). Se ciò avviene lo "scarto" non riciclabile risulta ridotto. A mio avviso, ciò che non si può recuperare può utilmente essere utilizzato a scopo energetico, magari con l'aggiunta di qualche plastica. Potremmo così costruire piccoli inceneritori, utilizzando le migliori tecnologie per il trattamento fumi, e l'impatto ambientale sarebbe ridottissimo.
Purtroppo la raccolta differenziata è partita tardi, vaste zone d'Italia non la praticano ancora, e così siamo costretti a gestire le emergenze, come il caso Campania ci insegna. Ti confesso però che a quei sindaci che fanno le barricate contro gli inceneritori chiederei perché non hanno pianificato prima la raccolta differenziata. La realtà è che in questo paese larga parte della popolazione è ancora nostalgica di un vecchio modello di sviluppo e di consumo, che faceva perno sulla raccolta indifferenziata e sul consumo di fonti energetiche fossili (rendendosi inconsciamente complice delle mafie delle discariche). Mi spieghino in Campania perché contestano gli inceneritori se sono già stati ampiamente avvelenati dalle discariche abusive, che tutti hanno tollerato fino a ieri.
Purtroppo un dibattito serio su questo tema in Italia non è ancora possibile. Siamo ancora nella fase che qualche zelante personaggio propone di bruciare tutto indiscriminatamente, suscitando l'immediata formazione del comitato "NO AI VELENI", con in testa sindaco e parroco, e uno stuolo di cittadini incazzati. Le solite scenette pietose.

Federico Gavagnin 28.09.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor grllo,
è la prima volta che partecipo ad un dibattito in un blog, approfitto dell'occasione per farle tanti complimenti sull'articolo e per chiederle informazioni su cosa è veramente successo l'11 settembre 2001. Alla luce di Report (rai 3) e di alcuni documentari sull'accaduto fatti da gente a cui non "piaceva" la versione ufficiale, io non so più cosa pensare.
Saluti dalla provicia di Macerata

Lorenzo

Lorenzo Acella 28.09.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi occupo da parecchi anni della vendita ed installazione di pneumatici,e leggendo con interesse i vari commenti relativi agli inceneritori di rifiuti,sono rimasto negativamente sorpreso,apprendendo che questi impianti producono particelle microscopiche negative per gli esseri umani.Non entro in merito a questa problematica non avendone una certa conoscenza , ma mi permetto di porre qualche quisito ? come pensate che si possano eleminare miglioni di tonnellate di pneumatici che vengono sostituiti ogni anno sui veicoli, tenendo presente che in Italia abbiamo un parco circolante di 30.000.000 VEICOLI stima anno 2000
fonte Federpneus.Vengono sostituiti ogni anno sempre seguendo questa indicazione del parco autoveicoli circolante, 22.650.000 di pneumatici da questa valutazione sono escluse
le macchine movimento terra / agricoltura.
Spero di non avervi spaventato con queste cifre sicuramenete lievitate nel frattempno.Interressanti i vari commenti e recensioni letti con vero interesse sul sito di BEPPE GRILLO
che seguo con vera simpatia e stima Vedi l'anticipo di TRONCHETTI i di quello che assistiamo oggi. ciao a tutti Gabri

Gabriele Lazzarini 28.09.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe sono Valeria! Ti seguo sempre ...... me piace troppo la tua ironia superpungente...
Valeria Leoni 28.09.06 17:45 | Rispondi al commento


si appunto, io seguo beppe dai tempi di "te la do io l'america", ma erano anche i tempi di quark....

ero piccolo, siccome eravamo poveri li vedevo entrambi in bianco e nero, parlo dell'82.

beppe fai ridere, pure su questa storia degli inceneritori.... è una barzelletta, dai ora smetti di fare il comico e fai il serio, cambia argomento che questo è saturo di cazzate.

marco rossi 28.09.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe sono Valeria! Ti seguo sempre sul blog anche se riesco a collegarmi solo una volta a settimana dalla biblioteca comunale di Ostia, dove approfitto per stampare la settimana, che poi leggo insieme al mio ragazzo e diffondo ai miei familiari alimentando calorose discussioni. Mi piacerebbe partecipare più spesso ai commenti dei post ma purtroppo faccio ancora parte della raraspeciedeisenzaPC! Ho scritto solo nel post Schiavi moderni...ora però sono molto in ansia per questa storia degli inceneritori...Qualche giorno fa ho letto che la cara giunta Marrazzo (che purtroppo ho votato) vuole piazzare ben 5 "Gassificatori" nella nostra regione(Pomezia,Malagrotta,Fiano Romano,Viterbo ecc.)per un attimo stavo per cadere nella trappola della mistificazione delle parole...mi sono chiesta ma cosa saranno questi gassificatori? forse i rigassificatori? e poi ho capito che era il solito tranello... non sanno più come chiamarli questi maledetti inceneritori pur di farceli digerire, di non allarmarci, di INGANNARCI!! sembra che gli unici ad opporsi siano i verdi. Sono seriamente preoccupata per il nostro futuro! Mi chiedevo proprio in questi giorni a che punto fosse la raccolta fondi per il microscopio, alla quale avevo partecipato molto volentieri, e come sempre, quasi mi leggessi nel pensiero, ecco la risposta. GRAZIE BEPPE! per il tuo impegno. FORZA BEPPE! sei la nostra speranza! ps: anch'io stimo gli Angela ma a me piace troppo la tua ironia superpungente è la tua arma migliore. Non importa chi tiri in causa cio che importa è il trionfo della verita! come non capire che nessuno è escluso dal tuo occhio scrutatore. Ciao Beppe a presto!

Valeria Leoni 28.09.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

glielo rompo in testa il microscopio,a quei due e al loro amico inglese.

marco rossi 28.09.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

quando sono stato alla centrale nucleare di krsko, in slovenia, impianto dove puoi BERE l'acqua di uscita dalle torri di raffreddamento tanto è pulito, insomma, hanno tanti di quei sistemi di controllo che se un tecnico fa una scorreggia si accende l'allarme rosso!!!

eppure al club amici della terra di trieste leggi che in slovenia c'e' il rischio nucleare...

che cazzoni, non sanno neanche che è una centrale di produzione canadese, della Westinghouse, con sistemi di ultrasicurezza della ABB e SIEMENS.

ma, che teleminchioni...

mi sembrate cosi, tutti attenti alla micronanopicofemto polverine che non vedete il resto del polverone che ci ammazza.....

l'importante è che non sia la polverina!!!

mario rossi 28.09.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

poniamo sia vero e le pm 0.5 ? NO e le pm 0.1 ? NO.
Su basta raccontare balle non hai neanche letto tutta la documentazione.
Matteo I. 27.09.06 15:26 |

i precipitatori elettrostatici da soli abbattono le 2.5

con tutti i sistemi di filtraggio si arriva a 0.1
che non sono killer.
ma un inglese ha fatto la ricerca?
ma xche non si preoccupa della dieta degli inglesi che fa molti + morti!!!

marco rossi 28.09.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

per parte mia gli angela mi sono scaduti quando li ho visti scagliarsi con furia cieca e pressapochismo contro gli omeopatici: mi sono curato più volte con omeopatici con successo: chiamatelo effetto placebo, chiamatelo come volete, ma i dolori erano forti e duravano da tempo e in pochissimo sono passati.

Naturalmente non voglio dire di buttare la medicina ufficiale: è solo la mia esperienza.

aldo nini 28.09.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

col blog non centra nulla solo una segnalazione...prova andare in qualsiasi bar magari anche quello sotto casa, a caso, e compra un pacchetto di caramelle o chevwin-gum, trovi tutto o quasi SENZA ZUCCHERO,sembra una cazz...ma per me faceva meglio lo zucchero...mi sembra che tutti questi dolcificanti chimici(aspartame...e altri)le prime volte che venivano usati al posto dello zucchero avevano qualche contro indicazione(leggermente lassativi..)adesso vanno bene tutti... saluti da enrico di vicenza.

Enrico Pertile 28.09.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

gentilmente gradirei sapere se fosse possibile effettuare il versamento anche tramite uficio postale ed eventualmente ricevere i dati per farlo, poi se fosse possibile avrei da raccontare la mia vicenda personale che ora avendo avuto da voi la giusta informazione potrei azzardare qualche ipotesi, ma vi chiedo come fare per comunicarvela non nel blog ma un pò più privatamente in quanto e una vicenda sanitaria conclusasi si bene ma con l'incognita della patologia sconosciuta ed ora oserei imputare al "termovalorizzatore" di colleferro.Vi chiedo anticipatamente scusa se per caso questa richiesta e sbagliata e vi prego di cestinarla se lo ritenete opportuno ma se per caso vi interessa conoscerla tramite la mia mail comunicatemelo cosi vi rispondo e vi do il mio telefono.Grazie e buon proseguimento siete eccezzionali

giancarlo fianco 28.09.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è l'inceneritore in sè (presente anche a Vienna, in posizione centrale e senza nessun problema da parte della popolazione), il problema è COSA bruciare, ossia avere un inceneritore in città non come soluzione definitva ma come soluzione aggiuntiva: ogni classe merceologica andrebbe smaltita(o eventualmente riciclata) secondo le modalità di trattamento più opportune, quindi anche per mezzo di un inceneritore.

pietrina rossi 28.09.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Un altro inceneritore che si farà sarà a Canosa di Puglia.
Ci hanno provato 4 anni fa ed 8000 persone in piazza si opposero. Questa volta la maggioranza d’accordo con l’opposizione ha rovesciato la volontà popolare.
L’incenritore sorgerà in una zona dove ci sono gia altre 3 discariche di rifiuti speciali tutte coinvolte in fatti di ecomafia (v. rapporti di legambiente). I reati contestati dalla magistratura vanno da associazione per delinquere ad associazione finalizzata al traffico illecito di rifiuti, all’inquinamento, all’adulterazione della falda acquifera. A Canosa è stato scaricato illegalmente di tutto (olii esausti, acidi, emulsioni oleose e caprolattame, fanghi di mercurio, etc)
Quest’area è a due passi (la discarica più vicina è a soli 150 metri) da uno dei potabilizzatori d’acquedotto pugliese e la zona è densamente coltivata!
Uno degli assessori di maggioranza, in consiglio comunale, ha parlato di un accordo con l’opposizione per pilotare l’inceneritore. Perfino il presidente della regione è favorevole, solo la procura di Bari sotto la spinta del ministero d’interno su nostra denuncia ha chiesto spiegazioni.
Siamo rimasti in pochi a lottare, qualcuno pensa che un temovalorizzatore è una ricchezza, nessuno sa degli studi sul particolato e sulla diossina ed informare la gente è sempre più difficile considerando gli atti di censura a cui siamo sottoposti.
Il 15/10 verrà il prof. Montanari a spiegarci ed a spiegare a cosa andiamo in contro speriamo che ci sarà un eco.
Per che vuole saperne di più noi abbiamo messo su un blog per informare la nostra cittadinanza e chiunque sia curioso

http://www.verdicanosa.4ub.it/blog

Augurateci buona fortuna. Ne abbiamo bisogno!

Verdi Canosa 28.09.06 00:33| 
 |
Rispondi al commento

mi voglio collegare al tuo ho al nostro problema dei rifiuti ,ad oggi e' ancora poco conosciuto c'e il sistema di tramutare i rifiuti organici e' non organici in materie prime senza emissioni nell'aria di nessuna tossina a circuito chiuso
se' questo ti sembra interessante rispondimi in privato poche' ci sono in formazioni private
un ciao a tutti e' naturalmente anche a te'
gio

giovanni battaglieri 27.09.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mentre noi discutiamo del giusto o sbagliato in Italia altre persone tramano in silenzio. E nel silenzio vanno avanti come nel caso dell'inceneritore di Paternò (CT) in Sicilia dove, nonostante le proteste dei cittadini contro l'amministrazione (Alleanza nazionale, sindaco burattino il signor Failla, Burattinaio LA RUSSA), l' inceneritore sicuramente si farà. E volete sapere perché: Sicilpower s.p.a., appaltatrice dell’inceneritore, forti di una ormai certa collusione politica e del loro potere economico, sono certi di realizzarlo!
E c’è anche da capirli nelle loro pretese, viste le cifre da capogiro che hanno elargito ai partiti sotto forma di "finanziamenti ideologici".

La s.r.l. Aspica, con sede a Bussolengo (Verona), posseduta al 100% da Waste Italia (una delle maggiori ditte della cordata "Sicilpower s.p.a"), ha donato ad Alleanza Nazionale, movimento politico del ministro dell’Ambiente Altero Matteoli e del nostro benemerito concittadino on. Ignazio La Russa, oltre 103 mila euro. Stesso importo dalla Spem s.p.a. di Bari. La Spem è controllata al 100% dalla Daneco, partecipata sempre da Waste Italia. Ancora il gruppo Waste ha finanziato la campagna elettorale, per le elezioni nazionali, di Forza Italia con una somma pari a 950 milioni di vecchie lire. Basta riflettere poco su questi dati, per comprendere quanto siano alti gli interessi in gioco; per riuscire perfettamente ad interpretare le mosse o i silenzi eccellenti.
http://www.girodivite.it/Termovalorizzatore-a-Paterno.html

Antonino Signorello 27.09.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma secondo te io dovrei pagare un euro con un bonifico... Ma paypal? e-gold! Per favore, usiamo la tecnologia!


Messo il mio euro!

giannino stoppani 27.09.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

ma l'influenza aviaria che ci doveva sterminare dov'é finita? non é tornata dall'estate?

Andrea Bono 27.09.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma c'è ancora gente che segue i due Angela o Superquark? Angela è da sempre uno favorevole alle centrali nucleari ed inoltre vede la scienza esclusivamente sotto un profilo formato economia, ovvero orientata all' homo economicus. Da una forma mentis di questo tipo ho l'impressione che non ci sia proprio posto per le particelle PM 2,5 e inferiori. Lasciateli perdere.

RENZO FAVARETTO 27.09.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Non sò se tutti quelli iscritti al Blog daranno 1 euro, quindi per stare sul sicuro, io ne metto 5
:)

Grande Grillo, continua così... la tribù aumenta, il chiasso ANCHE!!!

Tomas

Tomas B. 27.09.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

beppe sei mitico.....persone come te dovrebbero essere a capo delle istituzioni che oramai sono tutte corrotte....per adesso continuiamo a prenderla in c.....ma ascoltando te.....con un sorriso

emanuele sibiriu 27.09.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Per non parlare della puntata su quanto siano belle e pulite le nuove centrali nucleari costruite in Svezia!
Prego, prego, costruite pure!

Milton Martinez 27.09.06 01:00
---------------------------------------

Ma, si, pensiamola in questo modo!!
Intanto noi non abbiamo centrali nucleari e bruciamo carbone e petrolio, e le centrali francesi, svizzere e slovene sono sui nostri confini!!
Preferisco avere centrali sul nostro territorio, controllate da noi che centrali di altri paesi a poche decine di chilometri dai nostri confini!!
Sai che le centrali slovene sono uguali alle vecchie centrali russe come Cernobil?

E il motivo per cui i francesi hanno posizionato molte loro centrali sui nostri confini? Perchè dopo attenti studi metereologici verificarono che in caso di incidente, i venti avrebbero spinto la nube verso est, quindi meglio metterle sul confine con Italia e Germania, così la nube non avrebbe che sfiorato il territorio francese!! (continua...)
1

Davide Berna 27.09.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(...Segue da 1)

Allora, ricapitolando la situazione italiana...
Centrale nucleare NO, perchè è pericolosa.
Centrali a carbone NO, inquinano
Centrali a petrolio NO, inquinano
Termovalorizzatori, NO, inquinano
Centrali a Gas, NI, inquinano meno, ma il gas, dove lo prendiamo?
Risposta: Rigassificatori, NO, sono pericolosi
Passiamo alle rinnovabili
Centrali eoliche, NO, deturpano il paesaggio
Centrali solari, NO, troppo costose e deturpano il paesaggio
Centrali ad idrogeno(*), NI, ecologica, ma utilizza carbone o petrolio

Insomma, sono sempre tutti bravi a parlare, poi quando si tratta di trovarsela sotto casa, qualsiasi cetrale non va bene!!
D'accordissimo su quelle più ecologiche ma comunque c'è sempre chi le osteggia, o per i costi o perchè rivinano il paesaggio. Per quanto mi riguarda, potrebbero mettermela anche dietro casa!!
Sul privato nessuno ti aiuta. Io i pannelli solari termici li ho, per tre famiglie, vi devo dire quanto abbiamo speso? E x avere aiuto dalla regione Lombardia c'erano tali cavilli burocratici, alcuni assurdi, come quello che se nn producevi abbastanza ti avrebbero ritirato i fondi.
Ma se per un anno fa brutto tempo?
Quindi niente fondi. Per fortuna mio padre fa l'idraulico e li ha istallati lui!!

(*) Ho visto ieri un servizio su Gaia files, dove parlavano della centrale ad idrogeno che l'Eni o Enel, non ricordo, sta sperimentando a porto marghera.
Dovrebbe entrare in funzione nel 2007, la prima in Europa.
Utilizza carbone per produrre H e la CO2 di scarto viene liquefatta e utilizzata per produrre policarbonato. Le uniche emissioni sono ossidi di azoto ma in poche parti per milione, quindi praticamente nulla.
Ok, usa il carbone, ma almeno non inquina, per adesso è un bel passo avanti non va pare?
L'ideale sarebbe accoppiare una centrale a fonte rinnovabile (es. fotovoltaico) e utilizzare l'eneria per idrolizzare l'acqua e produrre H. Qualcuno sa se esistono progetti in merito?

Davide Berna 27.09.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa più bella che hanno detto nel servizio è che per eliminare completamente i miasmi del depuratore-inceneritore utilizzano un sistema di lavaggio fumi tramite acido solforico puro, soda, e altre sostanze chimiche!!!!!
Qualcuno ha mai provato solo ad avvicinarsi all'acido solforico puro (95%) senza stramazzare a terra svenuto??? E poi cosa se ne fanno di tutte queste sostanze di filtraggio???
Forse è molto meglio la puzza di m...a!!!
Ciao S.Rocca

S.Rocca Commentatore in marcia al V2day 27.09.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aiuto, Beppe, solo tu puoi fare qualcosa, vivo (e lavoro) a Terni con la mia famiglia e qui una strana commistione tra destre silenti, sinistre consenzienti e, verdi ( assenti ? ) ha partorito in pochi anni tre, dico tre inceneritori nel raggio di 500 metri in mezzo alla conca ternana, che, essendo una valle, e' proprio adatta a trattenere tutte le schifezze, i particolati e le polveri, per non parlare dell' inquinamento termico. Che cervelli! Il peggio e' che nessuno ne parla, come se riconoscere l' errore e correggerlo fosse una vergogna; intanto questa citta' sta morendo per permettere lauti guadagni agli eco-imprenditori, abbiamo un tasso di tumori di molte volte superiore alla media nazionale; mio figlio ha sviluppato problemi respiratori e allergie di ogni tipo; sembra addirittura che diventeremo "polo unico di incenerimento dell' Umbria", grazie a un accordo tra regione e comune, ( entrambi attualmente guidati da giunte di sinistra ). Studiosi hanno infatti decretato ( l' ho appreso dal TG3 ) che gli inceneritori di Gubbio e Ponte Valleceppi non verranno realizzati "perche' pericolosi per la salute degli abitanti". E noi, invece, siamo abitanti di serie B e possiamo quindi essere eliminati ? A salerno hanno bloccato le atuostrade per non far costruire UN inceneritore e noi dalla sera alla mattina ce ne siamo trovati sotto casa TRE! Ti prego di affrontare questo argomento nel tuo blog! Grazie - Rob

Roberto Martinelli 27.09.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe ciao ai lettori interessati,

non ritengo che Beppe abbia esagerato con Piero Angela e suo figlio.
Secondo me sono entrambe persone intelligenti e acculturate, e che conducono un programma molto interessante. Hanno dunque delle grandi responsabilità su di noi. Sono tenuti a dire tutto su un argomento: lati positivi e lati negativi.
Se poi i lati negativi, nel caso specifico i danni provocati dalle nanoparticelle degli inceneritori, sono poco noti alla scienza, è un motivo in piu' per segnalare la cosa in TV. Vogliamo chiarezza e serietà, e non importa se sei Piero Angela o suo figlio. Dobbiamo continuare a sensibilizzare la gente.
ciao e grazie

Federico Peretti 27.09.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo. Vorrei fare una donazione! Non si può fare un versamento su un conto postale?? Come molti clenti della banca intesa è diventata una tortura andare in banca! Vorrei partecipare anche io, ma non ho tempo di perdere tutta la mattina in attesa per una rapida operazione. Grazie

francesca Provana 27.09.06 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, hai pestato una cacca.
Ho visto il servizio (e molte altre puntate di Quark) e trovo scorretto trattare cosi' Alberto Angela. Sarebbe stato piu' proficuo per tutti chiedere un confronto pubblico sul tema.
ciao
nicola.

nicola garga 27.09.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

SILENCE PLEASE....


Nella mia città hanno fatto le barricate contro i termovalorizzatori. Poi, quando scoppia la consueta crisi mensile nella raccolta dei rifiuti e l'immondizia arriva a 2 metri di altezza,....voilà.... un bel cerino nottetempo e danno fuoco a tutto... senza filtri e contro-filtri. Sapete, il fuoco ... sterilizza!!

In un paese di montagna in Abruzzo, (Rocca di Mezzo) hanno una bella discarica a 1350 metri di altezza (!). Per anni ho visto fumi sollevarsi dal sito dove vengono conferiti i rifiuti solidi urbani, ai quali si aggiungono spesso i rifiuti dell'edilizia (vernici, plastiche, resine e altro ancora).
La stessa cosa succede in migliaia di altri posti in Italia. Ripeto, stiamo continuando a perdere tempo cercando la soluzione perfetta e intanto ci facciamo più male possibile!

Alessandro Becattini 27.09.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

piuttosto, scusatemi se mi permetto, il problema è avere come ministro pecoraro scanio.

marco rossi 27.09.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fatto! Inviato il contributo per il microscopio!
Mi risulta che l'on. DI PIETRO sia un sostenitore degli inceneritori, BEPPE coinvolgi anche lui su questa campagna contro gli inceneritori, forse non è bene informato.

Mario Califfo 27.09.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

vorrei confermare che i precipitatori elettrostatici da soli sono in grado di fermare anche le PM2.5

marco rossi 27.09.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho dato il mio piccolo contributo di 15€... Grazie a tutti!

Enrico Rossini 27.09.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
ho provato a fare il bonifico online per il microscopio.
mi viene richiesto dalla mia banca "unicredit" il codice "Cin Eur" che non trovo scritto nel tuo blog.
Aspetto comunicazione in merito per poter dare il mio contributo.
Grazie
Alessandro

Alessandro SS 27.09.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Son Francesco Marletta,
Ogni mio post è una burletta,

Fervo per Grillo,
Perchè son grullo,

Esprimo opinioni,
che son da...

f.marletta 24.09.06 15:40
-----------------

Grazie, sono increduo e lusingato di aver suscitato l'ilare attenzione di un clone, ciao

Francesco

f.marletta 27.09.06 02:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT: "Raccolta adesioni"

http://www.cristianadistefano.com/forum/index.php#15


La speranza è sempre l'ultima a morire e spero che "qualcuno che possa aiutarci concretamente" a realizzare questo progetto, entri nel forum, legga questo post e contribuisca al radicale cambiamento nel sistema obsoleto diagnostico sanitario in Italia.

Quante vite si potrebbero salvare?
Quanti disabili e malati cronici in meno?
Quanta più forza lavoro e popolazione attiva che verserebbe contributi invece di usufruire continuamente di servizi sanitari e pensionistici?
Quante volte a causa di diagnosi sbagliate, c'imbottiscono di farmaci killer ed assistiamo ad episodi di malasanità ospedaliera?
Questi sono fenomeni giornalieri

Tanti mi hanno detto di lasciar perdere fin da quando Drake mi ha creato il sito perché non serve a nulla, altri mi hanno ricordato che spesso chi di speranza vive, disperato muore, altri mi hanno hackerato il sito ed abbiamo dovuto ricostruirlo ...

Però credo nella forza del passa parola della gente comune, nella forza del partire dal basso a fare le richieste alla gente che davvero capisce i reali pericoli e pensa più alla salute che al portafogli. Tutti insieme siamo un esercito e non potranno rifiutarsi di accogliere le nostre richieste!

Mi affido alle persone semplici come me, sono certa che non mi deluderanno e mi aiuteranno, secondo le loro capacità e necessità, a chiedere anche loro a tutti i medici, in ogni ospedale italiano (basta con i laboratori a pagamento, non convenzionati e spesso all'estero!), quando ne avranno bisogno analisi e test tossicologici, vaccini non al mercurio, terapie naturali quando possono essere sostituite a farmaci tossici e pieni di effetti collaterali, ecc., ecc., perché:

"Solo l'informazione potrà salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

Cristiana Di Stefano 27.09.06 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Per non parlare della puntata su quanto siano belle e pulite le nuove centrali nucleari costruite in Svezia!
Prego, prego, costruite pure!

Milton Martinez 27.09.06 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno fatto una domanda alla quale non so rispondere, quindi la passo a te:
A che servono e quale é il compito dei COMITES e CGIL nel mondo? Eugenia per gli amici che me lo hanno chiesto

Eugenia Ugolotti 27.09.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.
Non mi intendo di inceneritori, quindi non è in merito alla questione specifica che posso esprimermi.
So però qualcosa di produzioni televisive e in particolare conosco da vicino la realtà delle produzioni dei servizi di SuperQuark e vorrei ricordare a tutti gli ingenui che non è assolutamente Piero Angela o il figlio che preparano i servizi né le ricerche sulle quali i servizi si fondano (tranne forse nei casi di servizi di punta). Sono invece una serie di produzioni a cui questo compito è appaltato. Eh, sì! Non aggiungo altro: sappiamo come i subappalti funzionano in altri settori e in questo non è diverso. C'è di tutto un po': gente seria e preparata, voglia di fare un buon lavoro oppure routine, ricerche su internet fatte da stagisti o precari mal pagati etc.
La colpa di Piero Angela, a mio avviso, non è quindi quella di non dare informazione corretta ma di non fare più il suo lavoro: lo scienziato e il ricercatore. Scienza e divulgazione sono coniugabili, fermo restando un alto controllo della semplificazione che viene fatta. Personalmente - e dietro messa in guardia di amici giornalisti di divulgazione scientifica - dico abbasso Quark, così come Focus e simili. Non in assoluto, ma così come sono fatti adesso.

Beppe, comunque, hai il potere di gasare la gente a tuo favore e a tuo sfavore con la stessa carica. C'è gente sul tuo blog che scrive un post ogni mezz'ora, solo per smentirti o insaccarti (come dicono i miei amici milanesi). Sono un po' impressionata.

Bravo. Mi fai star bene, sei il mio Piero Angela!

EA

elisa ascani 26.09.06 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo voi per fare la donazione per il riacquisto del microscopio a scansione dei due ricercatori,è possibile agire da casa tramite l'home banking? qualcuno di voi l'ha fatto e ha visto che funziona? oppure devo andare in banca e farlo da li? rispondetemi grazie...

andrea di nardo 26.09.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe come al solito sei un grande!

E sono felice che tu abbia mesos a disposizione tutti quei link in modo che la gente taccia quando sente la voglia di dirti che sei solo buono a criticare tutto e tutti e non hai controproposte!

Daje giù

Claudio Recchia 26.09.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh, niente in confronto alle città che gli inceneritori se li costruiscono in centro, agli ingegneri che li progettano e ai ricercatori che li studiano.
Quelli sì che sono pazzi, non ti pare? :-)
Luca Di Monte 26.09.06 17:45 |

esatto, per non dire che stanno meglio le citta che affogano nell'immondizia... peccato che non tutti sanno che le immondizie possono essere riciclate fino ad un certo punto, ci sono cose che nn possono essere altro che incenerite, apputno

marco rossi 26.09.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

è un inceneritore o un termovalorizzatore... su questo che ingrassano, sulla nostra grassa ignoranza
rosa palermo 26.09.06 17:02 |

rosa palermo, di dove sei?

marco rossi 26.09.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

riguardo alle storie sul termovalorizzatore di verona:

http://www.agsm.it/notizia.asp?IDCategoria=111&IDNotizia=552

marco rossi 26.09.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Non so se sai cosa è successo a Verona Beppe. Qui hanno da un anno completato un mega inceneritore di rifiuti chiamato "Cà del Bue" super figo e super modello che doveva risolvere il problema dei rifiuti per mezzo veneto. Ebbene... a parte tutti i problemi ambientali porta, dopo averlo avviato si sono accorti che mantenerlo costa in debito circa 1.000.000 di euro al mese...
Ora è spento ma ugualmente ci lavorano circa 90 persone stipendiate dallo stato che si fanno passare il tempo giocando a carte e girando i piazzali coi pattini. E intanto abbiamo pagato e sopratutto paghiamo ancora visto che ora Verona è costretta a portare i suoi rifiuti fino a Padova.
Sarebbe bello che facessi uno spettacolo su sta meraviglia tipica Italiana almeno cosi ci ridiamo un po sopra qui a Verona invece di piangere ogni volta che ci passiamo davanti....
Ciao. Paolo

kead verona 26.09.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io farei una legge per il Bene di questo PAESE e dei suoi ingenui elettori affinchè gli eletti abbiano un tetto giornaliero da rispettare in termini di operatività, rectius, un tetto che ponga seri steccati al presenzialismo televisivo, conferenziero, convegnaiolo, festivo vario. Tra le feste infatti del proprio partito e di quelle altrui c'è una bella fetta di presenze,a cui aggiungo le interviste video e a stampa. Ma ce l'hanno poi il tempo per lavorare per il Paese? Io me lo chiedo.


Caro Beppe,
grazie al tuo blog, che leggo regolarmente, ho avuto modo di vedere il servizio sugli inceneritori di superquark.
mi pare che facciano vedere ben chiaro che il residuo da incenerire sia molto ridotto rispetto alla quota di rifiuti riciclata.
Comunque, l'inceneritore sembra ben lontano dal centro abitato.
Ritengo che sia lodevole la ricerca di soluzioni sempre nuove: tante volte si partoriscono delle ca....te immonde ma, in generale, essere creativi di buon senso non è disdicevole. L'explanada di Barcellona ne è, a mio avviso, un buon esempio.
Per quanto riguarda la qualità del lavoro e della professionalità di P&A Angela, penso che senza di loro, non varrebbe la pena di stare a guardare la televisione. Forse per te non saranno un granchè, ma nel confronto con QUALSIASI programma TV, divulgativo e non, sono insuperabili.
La TV di qualità c'è: dovremmo proteggere gli Angela come specie protetta. Guadagnano troppo?

shahram sherkat 26.09.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

E' grazie a Piero Angela e ai suoi collaboratori che ho maturato la mia passione per la scienza, la quale tra pochi mesi mi porterà ad ottenere la laurea in ingegneria.
Angela e Grillo sono due persone stimabili ma la differenza tra essi si nota subito leggendo già le prime righe di questo post.

Che dire, grazie a Angela e a chi, come lui, usa la razionalità nelle questioni della vita.


Se la legge fissa dei limiti per le PM10, alcuni nuovi studi (su cui l'OMS ha però sospeso il giudizio in attesa di raccogliere ulteriori e più conclusive prove soprattutto di tipo epidemiologico) rilevano l'insorgenza del problema delle cosiddette nanopatologie causate, secondo alcuni, da particolato ultrafine (da PM2,5 a PM0,1) di tipo inorganico, che nessun filtro esistente attualmente è in grado di bloccare: perciò, un limite all'emissione di queste particelle non sarebbe concretamente applicabile.

Non esistendo ancora degli studi epidemiologici completi che quantifichino e mettano in evidenza la diretta relazione tra le singole fonti di nanopolveri e l'insorgenza di nanopatologie, la legge non può riconoscerne e quantificarne ancora la pericolosità. È innegabile che gli inceneritori (anche se non sono l'unica fonte, dato che il particolato viene prodotto per il 90% – si stima – da fonti naturali e per il resto da numerosissime altre attività umane) contribuiscono all'emissione antropica di particolato ultrafine in aree urbane. In virtù del principio di precauzione, i progetti di termovalorizzatori devono essere valutati ancora più attentamente, e non è corretto asserire che non provocano alcun rischio per la salute (ma non è nemmeno corretto asserire che sono la certa causa di nanopatologie).

marco rossi 26.09.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vogliamo smettere di raccontare delle BALLE ?.....Guarda che ciò che Beppe propone è SCIENZA!!!...
Matteo I. 26.09.06 15:12 |

aggiungo io... no è fantascienza, nel senso pure di fantainformazione.

mi dispiace per i mega-esagitati che impazzano su questo blog, ma le notizie che girano sono delle PANZANE.

marco rossi 26.09.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vogliamo smettere di raccontare delle BALLE ?.....Guarda che ciò che Beppe propone è SCIENZA!!!...
Matteo I. 26.09.06 15:12 |

aggiungo io... no è fantascienza, nel senso pure di fantainformazione.

mi dispiace per i mega-esagitati che impazzano su questo blog, ma le notizie che girano sono delle PANZANE.

marco rossi 26.09.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Oh! Se SuperQuark ruba il canone, quali sono i programmi che invece se lo guadagnano?

Quanto all'immagine paradisiaca che le trasmissioni di Angela darebbero beh, si vede che le boicotti, magari per l'"Isola dei Famosi".
Nei vari Quark e SuperQuark c'è sempre uno spazio dedicato ai problemi del nostro caro Paese, solo che hanno la pecca di proporre soluzioni ragionevoli e ragionate. A differenza di chi, come il Grillo, propone solamente l'abbandono di ogni bene materiale.

Buon boicottaggio!
Luca Di Monte 26.09.06 14:5

ma che ci vuoi fare, questi sono impazziti, qualunque cosa scrive grillo escono i piu esagitati a condannare tutto, pure il padre dell'informazione scientifica "SERIA" italiana.
beppe grillo, ma forse davvero puoi andare in giro con pecorario scanio... grandissimo ministro eh.

marco rossi 26.09.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non so cosa dire a grillo.

forse di ascoltare piu campane... grillo lo so che lòa tecnologia e la tecnica ti spaventano, ma senza offesa senti piu campane.

mi rendo conto che l'uomo da imperfetto in senso filosofico per principio non puo fare cose perfette, ma l'uomo con buon senso puo fare cose sensate.

gli inceneritori servono.
e funzionano, se a norma non rilasciano nulla.
per tutti gli scarichi ci sono i filtri piu adeguati.
se vuoi delucidazioni scrivimi alla email e ti spiego quello che i tuoi amici scienziati pazzi forse non hanno detto o forse si sono fermati alla pure teoria....che non è la pratica ne la realtà.
ciao

marco rossi 26.09.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se beppe grillo sa, la legge prevede che dall'inceneritore non debbano uscire neanche le particelle piu piccole.
per le particelle in questione, si abbattono con i precipitatori elettrostatici.

ma insomma lo sanno anche i piu ciucci di qualunque corso di inquinamento ambientale.

marco rossi 26.09.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

la trasmissione SuperQuark rappresenta un classico programma di regime, confezionato ad hoc per la massa (quella italiana, dalla cultura, cioè, notoriamente medio-bassa) raccontando storielle quasi sempre allegre e a lieto fine. Naturalmente, distogliendo dai reali problemi del Paese o, peggio ancora, indorandoli e facendoli sembrare risolvibile e molto meno gravi di quello che sono.

Dal punto di vista "scientifico" c'è ben poco: c'è il solito professore che parla di dieta (sempre le stesse cose) perchè in un paese in cui c'è il culto del mangiar sano e bene fa sempre audience, ci sono meravigliose pillole di saggezza partico/scientifica del tipo "Strano ma vero..." o "Forse non tutti sanno che...", e altre cazzatine simili.

BOICOTTATE QUESTA TRASMISSIONE: non guardatela, è socialmente pericolosa, e ripetitiva all'inverosimile, ruba parte del canone TV...

Saluti

Marcello Rossetti 26.09.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ottimo argomento Beppe! le balle di Piero Angela. a quanto pare è recidivo e continua con la sua disinformazione che purtroppo colpisce milioni di italiani grazie a mamma Rai.
Piero Angela è recidivo perchè aveva già fatto una puntata vergognosa di disinformazione sul nucleare e sulle conseguenze del disastro di Chernobyl appoggiando in pieno lo studio del Chernobyl Forum, dove diceva, riassumendo brevemente, che i morti totali causati da Chernobyl sono 9 bambini, morti per tumore alla tiroide, e 54 liquidatori. In futuro potranno esserci al massimo 4000 decessi per tumore e che le terre sono tornate a livelli normali di radioattività (tranne nella zona rossa e piccole aree boschive) e che quindi “possono essere ripopolate”. (continua...)

pierpaolo mittica 26.09.06 14:24| 
 |
Rispondi al commento

...continua 1) Io credo di avere una conoscenza adeguata sull’argomento Chernobyl per poter criticare lo studio del Chernobyl Forum e il caro Piero Angela (tralascio le castronate che ha detto sul nucleare perché ci vorrebbe un altro forum per questo argomento) in quanto per quattro anni ho girato in lungo e in largo la Bielorussia e l’Ucraina come fotoreporter per realizzare un lavoro sulle conseguenze di Chernobyl. Ho visitato le terre contaminate, gli ospedali e orfanotrofi, parlato con medici e scienziati del luogo che hanno a che fare giornalmente con le conseguenze del disastro, e scienziati di fama mondiale esperti di Chernobyl che ho avuto la fortuna di conoscere. Inoltre tutte le informazioni che ho ricavato sul campo le ho confrontate leggendo più di 200 articoli scientifici sulle conseguenze di Chernobyl (compresi gli studi del Chernobyl Forum) e che la mia preparazione medica (dato che prima di essere fotoreporter sono medico) mi permette di comprendere e di capirne la validità. Questo mio progetto, per la sua validità, è stato selezionato dal Chernobyl National Museum di Kiev come mostra ufficiale per rappresentare le celebrazioni del ventennale della catastrofe ed è stato pubblicato un libro in Spagna, e nei prossimi mesi in Inghilterra e in ItItalia da tre editori (ometto i nomi perchè non voglio che crediate che sia un modo per farmi pubblicità). Questo solamente per dire che, per l’esperienza diretta che ho avuto, penso di poter parlare del problema Chernobyl con cognizione di causa e di poter criticare Piero Angela e la sua trasmissione.
Lo studio del Chernobyl Forum, nonostante molti cerchino di farlo passare come lo studio definitivo e ufficiale sul disastro di Chernobyl, con la complicità dei più importanti mass media (vedi superquark e mamma rai), non ha alcun tipo di valenza scientifica. Per comprendere la validità di uno studio bisogna conoscere innanzitutto la fonte di provenienza (continua...)

pierpaolo mittica 26.09.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

...(continua 2)(e penso che Piero Angela o non conosce la fonte di provenienza del Chernobyl Forum, allora è un pessimo giornalista, o se la conosce è decisamente in malafede).Il Chernobyl Forum è costituito principalmente da due agenzie dell’ONU, L’AIEA (agenzia internazionale per l’energia atomica) e l’OMS (organizzazione mondale della sanità), insieme ad altre agenzie dell’ONU con la collaborazione degli stati di Bielorussia, Ucraina e Russia.L’AIEA è un’agenzia deputata, oltre che al controllo sulla diffusione degli armamenti nucleari, allo sviluppo e alla promozione dell’utilizzo dell’energia nucleare come risorsa energetica. In pratica l’AIEA promuove la tecnologia nucleare per usi civili e allo stesso tempo fa uno studio, in questo caso lo studio del Chernobyl Forum, sull’impatto determinato dal disastro di un incidente nucleare civile come quello di Chernobyl. É come chiedere alla Phillip Morris di fare uno studio sul danno da fumo, nessuno crederebbe alla validità del suo studio e quindi, visto il notevole conflitto di interessi intrinseco all’AIEA, perchè credere agli studi dell’AIEA? Perchè sono avvallati e supportati dall’OMS, un’autorevole agenzia che dovrebbe tutelare la salute pubblica? Anche la maggior parte degli studi dell’OMS su Chernobyl non hanno nessun valore scientifico perchè esiste una risoluzione dell’ONU, la risoluzione WHA 12.40 del 28 maggio 1959, fatta firmare dall’AIEA all’OMS che, in parole povere, impedisce all’OMS di emettere qualsiasi dato che possa danneggiare il lavoro dell’AIEA (chi volesse approfondire l’argomento lo trova sul sito www.progettohumus.it).Chernobyl è stato un durissimo colpo per l’immagine del nucleare e per questo l’AIEA, che deve “vendere” nucleare civile, non ha mai permesso e non permetterà mai la diffusione di studi che dicono la realtà, e cioè il grave danno sanitario e ambientale causato dal disastro nucleare di Chernobyl. (continua...)

pierpaolo mittica 26.09.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma Beppe!
Vorrei farti notare che nel tuo blog hai spesso pubblicato bufale e leggende urbane come verita' assoluta.
Personalmente credo a quello che divulga Piero Angela che non ha nessun interesse nello spalleggiare chi costruisce gli inceneritori.
Con affetto e stima

Davide Murgia 26.09.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

...(continua 3)
"L’applicazione" di questa risoluzione avviene costantemente e un esempio spudorato è avvenuto nel 1996, quando in occasione del decennale della catastrofe di Chernobyl l’OMS fece una conferenza dove molti studiosi affermarono il notevole aumento dei tumori e di altre numerose patologie nelle terre contaminate. La pubblicazione degli atti di questa conferenza fu bloccata dall’AIEA (gli atti di questa conferenza si trovano oggi negli scantinati della sede dell'OMS a Ginevra a prendere polvere) (continua...)
L’OMS ha le mani legate da questa risoluzione, e da diversi anni numerose organizzazioni di ogni genere e da tutto il mondo hanno presentato una petizione a Kofi Annan per la modifica di questa risoluzione, ma fino ad oggi l’ONU non lo ha fatto (e a quanto pare non ha la minima intenzione di farlo).
I veri dati del disastro di Chernobyl tratti dalla realtà che ho potuto constatare di persona e da centinaia di studi scientifici di autorevoli scienziati indipendenti e di fama mondiale quali (solo per citarne alcuni): Dott. R. Bertell (International Institute of Concern for Public Health,Toronto); Dott. C.C. Busby (European committee on Radiation Risk, Bruxelles); Dott. E.D. Williams presidente della European Thyroid Cancer Association; Prof. J. Gofman, Progetto Manhattan e professore alla Berkeley e alla San Francisco University, California; Dott. Bella Belbéoch, fisico (commissariato dell’energia atomica francese); Dott. André Paris (CRIIRAD, Francia); Prof. Y. I. Bandazhevsky anatomo – patologo e rettore dell’istituto di medicina di Gomel, Bielorussia; Dott. V.M. Chernousenko, direttore scientifico dei lavori di liquidazione all’interno della Zona di Esclusione dal 1986 al 1991 etc. etc., sono questi (riassumendoli molto brevemente):
(continua ...)

pierpaolo mittica 26.09.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento

(...continua 4)
65 milioni di persone contaminate in tutta Europa, 260 mila km2 di terra contaminata e inabitabile per millenni (non solo in Bielorussia e Ucraina, ma anche in Scandinavia, Inghilterra, Germania, Austria, Italia etc.). Nelle terre più contaminate si ha: aumento dell’incidenza dei tumori alla tiroide e delle anemie di 200 volte e di altri tumori quali leucemie, tumori delle ossa e del cervello di 100 volte. Aumento dell’incidenza delle malformazioni dovute a mutazioni genetiche, delle patologie cardio – vascolari, degli organi sensoriali, dei sistemi ossei, muscolari e tessuti connettivali, del sistema nervoso e turbe psichiche, di 60 volte.
L’incidenza dei bambini nati prematuri è aumentata di 40 volte. Chernobyl, secondo vari studi statistici fatti da questi illustri scienziati, causerà da 900.000 a 1.800.000 decessi solo per cancro, senza contare i decessi determinati da altre patologie.
Questa è la realtà. e non è quella raccontata dal Chernobyl Forum e da Superquark e chi non ci crede può fare un giro in Bielorussia e Ucraina così può constatare di persona quello che dico.
Caro Piero Angela, come mai nella tua trasmissione su Chernobyl portavi la mascherina ed eri tutto bardato come un astronauta se non c’è più contaminazione?…comunque la mascherina non serve a niente contro le nano particelle di cui parliamo in questo forum, forse quelli dell’AIEA si sono dimenticati di dirtelo…
è ora di iniziare a dare un’informazione corretta sulle conseguenze del disastro di Chernobyl, sul nucleare e su tutti gli argomenti che riguardano la salute delle persone, perché qui si gioca con la vita delle persone, non con tabelle e numeri.

pierpaolo mittica 26.09.06 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe Grillo con questa campagna sulle nano-polveri. Appena ho visto l'intervento di Stefano Montanari al tuo ultimo spettacolo e appena ho visto il blog, immediatamente ho fatto il bonifico con internet banking. e via diritto per la tua strada. Forza gente che siamo in buone mani!. Grande! ciao

Michelangelo Bonomi 26.09.06 13:03| 
 |
Rispondi al commento

non condivido assolutamente questo terrorismo sull'energia e i processi tecnologici fatto cosi in modo grossolano e di partito preso.

non dico perche' ma è evidente una disinformazione paurosa da parte del pubblico, lo stesso che aboli con referendum il nucleare senza capire un tubo (particella radiante in questo caso).

ma chiedete le opionioni di chi queste cose le conosce...

il maggior fisico mondiale, italiano, carlo rubbia, afferma che il nucleare ed il solare sono le uniche fonti di energia che il futuro ci prospetta....

ma volete saperne piu di piero angela, che studia e fa servizi su queste cose da una vita?

presuntuosi

mario rossi 26.09.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo ho paura per me e i miei concittadini, io sono di Velletri (Roma). L'attuale giunta stà spingendo per mettere 1 inceneritore in periferia del paese (15 km dal centro abitato). Contemporaneamente il paese limitrofo Aprilia (Roma) ne sta per mettere un altro. Io abito nella zona Nord di Velletri e gli inceneritori andrebbero nella zona sud, circa 20-30 km da casa mia. Nel mio piccolo sono forse "salvo" , ma una cosa del genere non esiste.... cerchero' di fare qualcosa con i giornali locali. Per quello che potro'...
Un aiuto e' sempre gradito...

cristiano mandrelli 26.09.06 12:52| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
VATTI A GUARDARE LA PUNTATA CHE PIERO ANGELA HA FATTO SULLE FONTI ENERGETICHE ALTERNATIVE - PARLA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DI ENERGIA NUCLEARE NON PARLA DEI RISCHI ANZI LA PUBBLICIZZA IN MANIERA VERGOGNOSA.
HA DEDICATO ALLE ENERGIE ALTERNATIVE SOLO 5 MINUTI DI TRASMISSIONE.
CHISSA' PER QUALE MOTIVO....
Niko Me 26.09.06 12:08 | Rispondi al commento


si caro beppe,
da domani tutti a piedi e nudi.
e se prendiamo il raffreddore?
ci pensi tu no?
niente medicine, andiamo dallo sciamano.

un tempo si diceva, a ognuno il suo mestiere...
ma qui pare che tutti sanno tutto.
ammazza oh, che roba.

mario rossi 26.09.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

piero angela non è una persona disinformata e fa quel mestiere da 40 anni.
beppe grillo pure si occupa di questi problemi, ma credo ne sappia molto meno da chi ne dedica una vita.

per non dire il pubblico che subito piange per il mondo invivibile di oggi.

ma dico io prendete il carretto e andate a vivere senza luce gas frigorifero plastica medicine vestiti...
insomma crepate a 36 anni.
aspettativa di vita nei posti dove si vive secondo natura.

marco rossi 26.09.06 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

correzione:

ah si, la macchina di beppe va ad idrogeno, e secondo quell'idrogeno di beppe come si ottiene, c'e' solo una fonte: il petrolio,
tutti gli altri processi di estrazione dell'idrogeno hanno un costo energetico pazzesco

marco rossi 26.09.06 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Indimostrato ed indimostrabile? Non vorrei deluderti ma la correlazione tra i morti di leucemia e la vicinanza agli elettrodotti ....
Simone Maccanti 25.09.06 13:36 |

Peccato che la macchina di Beppe va ad idrogeno!...
Pietro Gabba 25.09.06 12:56 |

ma che notizie riportate?
da dove le prendete da novella 2000?
manca solo che scrivete che gli ufo esistono e c'e'il complotto governativo e che elvis presley è vivo su un'isola del pacifico....
ah si, la macchina di beppe va ad idrogeno, e secondo quell'idrogeno di beppe come si ottiene, c'e' solo una fonte: il petrolio,
tutti gli altri processi di estrazione del petrolio hanno un costo energetico pazzesco
che usiamo il nucleare... ma beppe non vuole il nucleare, che usiamo il gas, ma i cittadini non vogliono il gas, che usiamo il carbone, ma i cittadini non vogliono il carbone...
che andate a piedi....e allora da domani andata a piedi...
è facile trovare soluzioni a tutto senza prendere in considerazione tutto.

allora se proprio vogliamo essere una società perfetta aboliamo il denaro e la proprietà privata.
saremo un unica mente.

chi inizia a rendermi disponibile la sua auto, la sua casa e i suoi vestiti? sapete, io sono povero e consumo poco.

mario rossi 26.09.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

questo post ha avuto poco successo...
credo ke le questioni scientifiche interessino poco ai frequntatori il blog.

Piero angela ha comunque la mia stima,
il figlio un po' meno...

luigi ideal dieta 26.09.06 12:10| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
VATTI A GUARDARE LA PUNTATA CHE PIERO ANGELA HA FATTO SULLE FONTI ENERGETICHE ALTERNATIVE - PARLA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DI ENERGIA NUCLEARE NON PARLA DEI RISCHI ANZI LA PUBBLICIZZA IN MANIERA VERGOGNOSA.

HA DEDICATO ALLE ENERGIE ALTERNATIVE SOLO 5 MINUTI DI TRASMISSIONE.

CHISSA' PER QUALE MOTIVO....

Niko Me 26.09.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

salute a tutti... non metto in dubio l'isalubrità delle emissioni velelnose degli inceneritori... come dei TERMOVALORIZZATORI... però mi chiedo com'è che in emilia romagna ce ne sono 12???, in lombardia 9?????? e se si vogliono costruire in sicilia fanno male, impatto ambientale...ecc... io ci credo che non sono sani e ci sono valide alternative, almeno voglio crederci, però perche lì sì e qua no tutto questo bene ci vogliono a roma?!!! sono esterrefatta dei miei stessi pensieri, sino a 5 mesi ero un'altra persona... ma grazie a bersani ho aperto gli occhi... ho visto la luce!! ;) - avete letto l'articolo, indirizzato a moretti, di flores d'arcais sul corriere di giovedì scorso?!!! no... se potete fatelo. Sapete perchè non pagano i "lavoratori/periti" dei vari tribunali, come i "lavoratori/avvocati" d'ufficio? semplicemente perchè non ci sono i soldi, lo dice il presidente di corte d'appello di omissis. chissà, magari sono serviti per pagare i criminali usciti di galera con l'indulto.... comunque non romperò più su questo argomento, tanto non se ne deve parlare, il governo è amico... non bisogna alimentare il fuoco , delle polemiche... evidenziare il disaggio dilagante... promesso

le mie ferite guariranno alle prossime elezioni.. riderò :DDDDD eh se riderò...

rosa palermo 26.09.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, credo che ormai Grillo si sia montato un po' la testa, lui non e' depositario di nessuna verita'. Invece che attaccare in modo arrogante tutto e tutti dovrebbe cercare il dialogo, ovviamente con le persone giuste, quali sono ad esempio Angela e i suoi collaboratori.

Alfio Rizzo 26.09.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domanda da un milione di euro da un Napoletano che vorrebbe vivere in Australia:
fanno più male le nano polveri da inceneritore o le macro-medie-nano polveri, diossine, asbesto e compagnia cantante delle discariche abusive o dei falò di "monnezza" che si fanno qui a Napoli e provincia, ormai con cadenza regolare?

Non sarebbe meglio un inceneritore piuttosto che inalarci/mangiarci/berci direttamente tutti questi veleni in scala 1000:1?
(in omaggio vorrei mandarle un chilo di mozzarella di bufala casertana, quella allevata sulle discariche di diossina, se mi da l'indirizzo)! ;)

Franco Russo 26.09.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

x Mattia Giacomazzi

Amo sempre ripetere che l'ignoranza è figlia della presunzione. E in questo caso ammetto che il detto mi calza un pochino. :) E mi rimprovero pure di essere troppo impulsiva. (Non avevo letto tutti i tuoi precedenti commenti)
Ma una tua affermazione mi fa pensare che giustifichi il lavoro minorile (che spesso poi, non si può nemmeno definire lavoro, ma schiavitù).
Qui sta il punto. Non riesco a concepire un'economia basata sullo sfruttamento (specie a certi livelli) dell'uomo.
La decadenza sociale, etica ed economica dell'Italia è evidente.
Ma cosa bisogna fare per risollevarsi, sfruttare il lavoro umano come fanno in Cina? non credo.
Peché non impegnarsi nelle fonti d'energia rinnovabili? (Visto che petrolio e carbone scarseggiano ovunque)
(non credo affatto che wikipedia sia attendibile al 100%, ma quando la cito è perché ho trovato riscontri altrove)

Loredana Solerte 26.09.06 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io il mio piccolo contributo l'ho fatto.

samuele siani 26.09.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

In realtà l'argomento non può essere sdoganato neanche come ha fatto Grillo. Il problema dei rifiuti è talmente complesso che merita sicuramente un approccio "multi-tecnologico". Per fare la mia tesi di laurea in sociologia dell'ambiente mi sono documentato un po' ...e mi è venuto il mal di testa. Quello che dice Beppe è giusto ma è anche vero che, forse, qualche inceneritore-termodistruttor-termovalorizzatore lo dobbiamo accettare, per ridurre quel 30% che dovrebbe essere conferito in discarica ...che nessuno vuole nel suo giardino. Il problema è che mentre gli altri sperimentano e si migliorano, noi dobbiamo ancora decidere tra il sistema perfetto e quello ancora più perfetto. Intanto... mandiamo tutto in discarica. Io ho la cantina piena di cellulari vecchi che non so dove buttare, vivo nella capitale ...e mi piange il cuore! Dimenticavo: furani e diossine si producono anche accendendo un fiammifero!

Alessandro Becattini 26.09.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo grillo , non mi ai risposto , alle due e-mail che ti ho inviato , per favore rispondi a questa !
Che è meglio .
Sappi che vogliono costruire una turbogas anche a velletri , prima ancora vogliono costruire un inceneritore .
Insomma il problema rifiuti , sembra che sia un rifiuto alla logica .
il mio numero skype è : massimo 19681111

massimo siteni 26.09.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Prima cosa: Grillo, perchè non risponde mai ai commenti?
Seconda cosa: Piero Angela e tutta la sua redazione sono 20+ anni che rompono a tutti sull'utilità della ricerca e dell'istruzione...ma nessuno si muove di una virgola: e chi le fa le nuove tecnologie non inquinanti se tutti fossero come l'Italia???

Commentone:
Cito da un post:
"dove Piero Angela, fedele alla linea, porta avanti un piccolo promo per le CENTRALI NUCLEARI a favore, ancora, delle lobbies dell'energia e dei loro business."
Io vorrei veramente che tutti, dico tutti, ci fermassimo a pensare seriamente alla situazione in cui la razza umana si trova. Ognuno di noi ha alle sue spalle, in ogni momento, una rete di interscambi fisici e virtuali (merci, denaro, persone, ecc.) fittissima e densissima, in ogni sua singola azione. Quando sono in spiaggia a prendere il sole, io non sto facendo niente, ma nel mentre, visto che li ci sono arrivato, la spiaggia l'hanno pulita, vorrò prendermi un gelato e magari la cena, tornare a casa, ecc., tutto questo consumerà energia. Da dove la prendiamo?
Favorevolissimo alla fonti rinnovabili, ma dove peschiamo tutta l'energia a cui siamo abituati? Nessuno di tutti noi che ci sentiamo alfieri del progresso farebbe a meno delle nostre comodità moderne...e allora, affrontiamo con realismo le ricadute, no?
L'energia la consumiamo, i rifiuti li produciamo: centrali nucleari ed inceneritori (moderni, controllati, condivisi) sono una alternativa di breve periodo, verso le fonti rinnovabili, la riduzione dei rifiuti, la plastica biodegradabile, ecc. Bisogna pensare contemporaneamente nel breve, medio e lungo termine quando si progetta la società, non idealizzare.

Domenico Marchesan
Trieste

PS: la persona che cunsuma petrolio anche se è sulla spiaggia mi è venuta in mente da uno dei più bem riusciti libri di Alberto Angela, "Alfa&Beta". Anche se ha più di vent'anni, lo consiglio a tutti perchè attualissimo...

Domenico Marchesan 26.09.06 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho notato che i messaggi sono stati pochi rispetto ad altri messaggi con connotati più politici. In realtà la salute interessa meno della politica che appasiona di più, come la squadra di calcio del cuore. Peccato...

Massimo Toni 26.09.06 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe pure io sono rimasto di dieta (come diciamo noi specialisti del settore dietetico) quando ho visto il servizio del Pierino Angela su Barcellona, pensavo che Quark fosse digiuno di simili cadute di stile da un giornalista che ha sempre fatto inchieste (anche nel settore dietetico) di qualità.
Allora di chi ci dobbiamo fidare? Credo che una buona dieta, questa volta di televisione, ci farebbe bene a tutti, ma il problema è sempre quale altra fonte ascoltare, perché la rete è grassa delle stesse malattie della TV e occorre scindere massa magra da massa grassa delle informazione.
A proposito a quando il prossimo caso di mucca pazza? Di solito tu le prevedi con un paio di anni queste cose (=vedi telekom) che ci dici del settore alimentare e dietetico in cui anche io opero?
Un saluto!

Dietologo Amico 25.09.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio Roberto Pirani e Cristian Palmas per le informazioni che mi hanno dato sugli inceneritori.

----------------------------------------
Tiziana Stanzani 25.09.06 10:44 |
----------------------------------------
E' probabile che lei sia un vivisettore. Sai che vanto. Sai che scienza... vaterinari e biologi non amano gli animali, come non li amano gli Angela. La "scinza" di oggi é diventata oscurantismo medievale, senza anima e senza valori
----------------------------------------

Mi spiace, ha TOPPATO!!
Nei laboratori gestiti dalla mia Prof. si fanno studi su sistemi in vitro, cellule immortalizzate, per verificare se possono sotituire per alcuni test le cavie!!

...e comunque non riusciranno mai a sostituire gli animali. Nei test in vitro si può utilizzare purtroppo solo una linea cellulare, al massimo una cocoltura di due linee cellulari, ma non si può ricreare con le conoscenze che si hanno ora un sistema tissutale in vitro, è troppo complesso. E le sole linee cellulari non si comportano come un organismo.
Chi vorrebbe uccidere gli animali se potesse farne a meno, (i sistemi in vitro costano anche meno e sono più semplici da testare).

Lei, e chi come lei si oppone ai test (di farmaci, preciso) sugli animali, certo parla bene, però intanto vi fanno comodo e vi curate con quegli stessi farmaci. In quei casi che fate, ve li dimenticate i topini?
Allora un po' di coerenza. Nessuno ci gode ad uccidere non si preoccupi.

Davide Berna 25.09.06 22:40| 
 |
Rispondi al commento

In merito alle ricerche della Dott.ssa Gatti e agli inceneritori si fa riferimento su FOCUS di ottobre 2006 a pag 106... Un riquadrino piccolo ma almeno se ne comincia a parlare anche su un giornale "commerciale".

Federico Camurri 25.09.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho 36 anni e fra le persone che considero fondanti per la mia formazione (riuscita o meno che sia), Piero Angela e Beppe Grillo occupano posti di assoluto rilievo.
Che zio Piero abbia sbagliato(o chi per lui e non è la prima volta),lo credo anch'io. Ma so di un tizio che una volta i PC li sfasciava mentre col tempo è rinsavito...o no, Beppe?!
Comunicatori illuminati, inciampàte pure, ma per favore unitevi!!

Massimo Ballali 25.09.06 22:27| 
 |
Rispondi al commento

I rifiuti ci sono,anche producendone di meno ce ne saranno sempre.
Qualcosa dovremmo pur farci.
Se bruciarli può ad esempio permetterci di creare energia invece che bruciare petrolio o carbone, perchè no?
Infondo le nanopolveri cmq verrebbero create per alimentare i vostri portatili, le vostre Tv, etc.
Siamo sempre l'unico paese al mondo a rendersi conto delle proprie risorse.
Lo sapete che la germania, che è il paese che è maggiormente all'avanguardia nel rispettare il protocollo di Kyoto(per le emissioni) importa "mondezza" da noi e viene anche pagato dallo stato italiano e che bruciando quella "mondezza" riduce il consumo di petrolio perchè la utilizza per produrre energia.
LA sua bilancia è positiva: viene pagato da noi, compra meno petrolio, non ha discariche che inquinano terreni e creano inquinamento.

Passate sul Raccordo anulare di Roma.

Tra l'uscita 30 e la 2 sentirete un tanfo che arriva fino alla città del vaticano.
Volete sapere cos'è?

Vi lascio immaginare...

Andrea Abo 25.09.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

noooooooo.... mi è caduto il mito di Piero Angela!!!!
cmq grazie Beppe

salomoni valentina 25.09.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè c'è gente che deve denigrare l'operato di Grillo.... sprofondavamo nella m***a piu profonda, nel menefreghismo più totale e non voglio aggiungere altro...
Certo che non è il detentore della verità! ma ha il grandissimo merito di avere comunque mosso la gente, l'ha interessatta,l'ha fatta documentare, l'ha scossa dal torpore. E' una persona come tante altre, non aspettiamoci sempre l'eroe, il martire che ci salverà dal fuoco dei delinquenti.
Cerchiamo di vedere anche il bicchiere mezzo pieno e non solo quello mezzo vuoto.... Ti stimo molto Beppe... continua pure con il tuo lavoro....

Tiziano Di Natale 25.09.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ehm... mancava una cosa...

Bonifico fatto....
Spero che riusciremo a raggiungere il traguardo che ci siamo prefissi, per noi e per tutti
^_^

Tiziano Di Natale 25.09.06 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Spero che riusciremo a raggiungere il traguardo che ci siamo prefissi, per noi e per tutti....

Tiziano Di Natale 25.09.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi chiedo come fai ad avere tutte queste certezze.Non sono riuscito a trovare un argomento dello scibile umano dove tu non dica la tua senza evitare di porvi dei dogmi.Le tue dichiarazioni sembrano delle verità incontrovertibili.Chi non la pensa come te nel Blog ha la stessa valenza intellettuale di un'ameba.Ma ogni tanto perchè non ti fermi un po' a pensare? Sii sincero ma qualche volta non ti assale il dubbio di avere detto anche tu una scemenza?

Corrado Sansone

Corrado Sansone 25.09.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono da una vita un fan accanito della famiglia Angela e di Quark e derivati. Ma devo dirti che quel servizio a cui fai riferimento mi ha lasciato un pò, diciamo, perplesso. Sono un ingegnere che sta facendo esperienza in sistemi di gestione. Ultimo quello su ambientale. Per questo ho dedicato più attenzione al servizio di cui fai menzione. Se prima non avevo tanti dubbi sugli inceneritori, dopo il servizio me ne sono venuti tantissimi. Senza entrare nel tecnico, le sole parole del servizio e il modo come è stato presentato mi hanno provocato (a livello di sensazioni) un rifiuto della tecnologia in questione. Sembrava che ti stessero proponendo una gita in un'isola tropicale, quasi un paradiso. Chi non è stato attento, e diffido tutti gli italiani a dire il contrario, alla fine del servizio chiunque avrebbe scritto "SI" in un ipotetico Referendum. Ma si può? E' possibile che la famiglia Angela per amore delle nuove tecnologie, lette in chiave di progresso e avanzamento della società, abbiano fatto Marketing favorendo il governo attuale? Ma sarà legato al fatto che la regione Lazio ha approvato due o tre inceneritori (di cui uno vicino al GRA di Roma) dove si stoccano già i rifiuti e l'aria è già irrenspirabile e si devono evitare manifestazioni e blocchi come quelli campani? Sarà un caso?!? Io una riflessione la farei...Saluti, Marcello Porcasi (ingegnere)

Marcello S. Porcasi 25.09.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera a tutti. Appena effettuato il bonifico: lo consiglio a tutti, ci si sente meglio dopo!
Buona serata a tutti

Davide Ruzzon 25.09.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Fossi Angela, mi vergognerei e chiederei scusa a tutte le persone che sono malate per via delle nanoparticelle emanate dagli inceneritori.

Edoardo Baroni 25.09.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco il link del servizio: dateci n'occhio!

mms://rntlivewm.rai.it/raiuno/superquark_200906.wmv

Ipalo 25.09.06 19:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/300.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Le SuperBalle di SuperQuark:

» La Nuova Medicina da LA MOSCACIECA
Tutti voi, che non potete più accettare che, per oscurantismo medievale, pseudo-scientifico, o per ragioni di potere e di denaro, migliaia di persone soccombano atrocemente e inutilmente ai trattamenti ufficiali, inflitti senza “conoscenza scientifica ... [Leggi]

23.09.06 23:22

» La ricerca imbavagliata da Il Blog di Marco Canestrari
Copioincollo il post di oggi del blog di Beppe Grillo. Oggi la ricerca è fondamentalmente privata, specialmente in campo farmaceutico. E’ un problema che viene da lontano, non degli ultimi 5, 10 e nemmeno 15 anni. Ma i livelli che si sono raggiu... [Leggi]

23.09.06 23:27

» Assemblea di Zona, 3 settembre Salerno da Giuseppe Carpentieri
Assemblea di Zona Domenica 3 settembre 2006 ore 20:00, viale dei Romani, Salerno Tema: Inquinamento Ambientale (caso Fonderie) il programma 1. Introduzione 2. informazione generica sull'inquinamento 3. gli effetti dell'inquinamento su... [Leggi]

24.09.06 11:48

» Diritto all'ambiente da Giuseppe Carpentieri
Che cos'è l'illecito? In ogni settore della nostra vita si possono attuare comportamenti e si verificano fatti che assumono, per senso comune, un valore antisociale o comunque negativo. Vi sono poi casi che riguardano soltanto la violazi... [Leggi]

24.09.06 11:48

» Piero, questa non la dovevi da dublinintotheheart
Piero, questa non la dovevi fare... [Leggi]

25.09.06 16:56

» Rifiuti Zero: la fine delle discariche da Diritto di Coscienza
La Zero Waste Alliance (Alleanza Rifiuti Zero) è un’associazione no-profit il cui obiettivo è promuovere la progressiva riduzione dei rifiuti fino a non produrne più entro il 2020. Qualcuno potrebbe pensare che sia pura fantasia ma riflettend... [Leggi]

11.10.06 19:05