Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

An inconvenient truth


an_inconvenient_truth.jpg

Se vogliamo evitare che le generazioni future ci sputino in faccia e ci chiedano i danni dobbiamo fare qualcosa per il pianeta. Le iguane, fuori dalla finestra di casa mia a Genova, mi guardano come un estraneo al sole estivo di ottobre. I grilli cantano tutta la notte. Le api fanno il doppio lavoro estate/inverno. I dati dell’effetto serra sono ormai quotidiani come le previsioni del tempo. Ci sommergono. Come faranno le acque con le coste e le città.
Ma ci sono sempre gli scettici. Quelli che non ci credono e che ci sono sempre alternative. Senza mai dire quali. Altri che più modestamente se ne fregano. I ghiacciai si sciolgono. I fiumi si seccano. Le falde acquifere scendono.
Basta con il catastrofismo. Con la solita deriva catastrofista per non affrontare i veri problemi. 279 specie di piante e di animali si stanno spostando verso nord. La malaria è arrivata sulle Ande. Lo scioglimento dei ghiacciai della Groenlandia è raddoppiato negli ultimi dieci anni. E la deriva catastrofista continua con le previsioni per i nostri nipotini. Quelli che butteranno le nostre ossa in una discarica. Entro il 2050 il polo nord scomparirà, un milione di specie si estinguerà, il livello del mare salirà fino a cinque metri.

Al Gore ha prodotto un film: 'An inconvenient truth’. Uscirà il 21 novembre in versione inglese. E’ la prima volta che faccio pubblicità a un film. E’ un piccolo tributo, un’inezia per la salvezza del pianeta.
Da subito possiamo dare un contributo per migliorare la Terra con tenthingstodo, diecicosedafare.
1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
2- Usa la macchina il meno possibile
3- Ricicla
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
5- Non sprecare acqua calda
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
7- Regola il termostato di casa
8- Pianta un albero
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso
10- Fai girare questo elenco

Sono azioni da boy scout, non prevedono grandi strategie. Non ci sono scuse. Io ne aggiungo un’altra. Una convenzione con le banche che mi contatteranno per prestiti finalizzati all’acquisto di pannelli solari per i lettori del blog. E poi un’altra per Prodi: telelavoro per le amministrazioni pubbliche, arrivare entro pochi anni al 30/40%. Per oggi basta così. Sono esausto. Guardatevi il trailer.

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°43
del 29 ottobre 2006

30 Ott 2006, 22:10 | Scrivi | Commenti (1049) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

l'unica inconvenient truth è che il surriscaldamento globale è solo nei cervelli di quelli che ci cascano. È una balla colossale.

http://www.scinico.org/2008/05/la-balla-del-surriscaldamento-globale.html


Francesco Scinico 13.05.08 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Allora? Nessuno sa dirmi niente???????
Che diamine, oggi ci ho fatto caso.
Cielo bello limpido, da piazza san Carlo a Torino due aerei volavano più o meno a pari quota.
Uno emetteva strisce a intermittenza, uno no, nulla, pulito. Possibile?
Qualcuno sa approfondire meglio l'argomento?

Elsa Passioni 26.11.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

www.sciechimiche.org

Sconvolgente.
Non se ne parla?
Ne sapevate qualcosa?
Zapping su odeon mi ha spinta a cercare su web qualcosa in più.
O_o ???

Elsa Passioni 25.11.07 03:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe.. Secondo me si puo' fare tanto semplicemente RISPARMIANDO energia.
Come si è fatto per le buste di plastica, perchè non si fa una legge dove si vieta la produzione di lampadine a incandescenza a favore delle lampadine a risparmio energetico???
Una lampadina a risparmio energetico consuma fino all'80% di energia in meno, che moltipicata per tutte le lampadine che abbiamo accese in casa, per tutte le case italiane, si avrebbe già un bel risparmio. Che ne pensi??
Oppure ho notato mentre aspetto il pulman per andare a lavoro, che ci sono tante macchine che stanno ferme col motore acceso per aspettare i figli da accompagnare a scuola, o per aspettare amici e cosi' via. Perchè non si inventa un dispositivo che per esempio dopo 5 minuti che il motore è acceso ma la macchina non si muove, spegne automaticamente il motore?? Che senso ha tenere il motore acceso se non si cammina??
Serve solo aconsumare e inquinare senza motivo.
Che ne pensi??
Grazie dell'attenzione.
Ciao.

Marco di Maio 08.07.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/algore_controllo_demografico.htm

vorrei sapere Beppe che ne pensa di questo articolo.
Grazie

alberto cardulo 06.06.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che finalmente Hollywood si sia svegliata sui problemi che ci sono nel mondo...in questi anni ha prodotto film sul sociale e su vari problemi che in futuro dovremmo risolvere, ha capito che anche lei con un semplice film può trasmettere il messaggio in tutto il mondo in tutte le lingue cosi che anche i paesi più lontani capiscano che questo problema (global warming) è globale, appena uscirà il film in dvd lo comprerò subito per farlo vedere ai miei amici, anche a quelli che nn gli interessa...speriamo capiscano!

Luca Savini 19.05.07 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho acquistato ieri il dvd del film di Al Gore e ne sono rimasta letteralmente sconvolta...credo che vada fatto vedere ai bambini alle elementari!E' pazzesco e paradossale essere così avanti a livello tecnologico e contemporaneamente essere retrocessi a livello umano...non possiamo far finta di niete...ne va della nostra salute e di quella delle generazioni che ci succederanno...credo che i governi mondiali dovrebbero smetterla di fingere di non sapere, di pensare solo ai loro miliardi e ai loro interessi...le possibilità per migliorare l'ambiente ci sono, e sono reali...non i giovedì "a piedi"(senza auto), che non servono a nulla, se non a fare innervosire le persone! Beppe sei un grande, almeno tu riesci a dire le cose come stanno e INFORMARE le persone sulla verità! grazie je

Jessica Barbieri 18.05.07 10:51| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti
lavoro per la Riserva Naturale della Foce dell'Isonzo (una riserva all'estremo nord del adriatico)(www.isoladellacona.it) e nelle serie di eventi culturali che organizziamo durante il periodo estivo, per quest'estate avevamo previsto di organizzare un "tour" di questo film nei comuni dell'ambito territoriale della riserva.
Qualcuno sa, o sa darmi gli estremi, se per la proiezione al pubblico esistono agevolazioni su diritti di proiezione? visto il tema di interesse generale esistono sovvenzioni o la possibilità di essere supportati dalla produzione o da organi pubblici, o funziona tutto come per un film comune?
Spero che non sia così altimenti i buoni principi di cui il film professa si affondano in una piccola ombra di speculazione sui buoni principi (credo che non ci siano problemi di guadagno visti i soggetti coinvolti ed ogni strumento è buono per diffondere certi concetti.)
Devid Strussiat


vb dfs

roberto d 31.03.07 15:27| 
 |
Rispondi al commento

ho un dubbio. qualcuno sa dirmi se i danni dell'effetto serra sono reversibili...

roberto d 02.03.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Cavolo gli hanno dato un Oscar! Suggerisco a tutti di andare a vedere il Film. Questa roba dovrebbero darla in prima serata su tutte le reti nazionali, e poi passarla in tutte le scuole dalle elementari in sù.
Negli anni '80 vi ricordate di The Day After? Ero un ragazzino ebbi gli incubi con i funghi atomici, poi per fortuna a ridarci la speranza venne un uomo di nome Mikhail Gorbaciov.
Purtroppo la cosa non è finita lì...
Catastrofista o realista che sia, Gore tratta vari argomenti, il riassunto potrebbe essere che la Terra negli ultimi 70-80 anni è diventata piccola anzi piccolissima. Per la nostra fame di benessere al ritmo attuale di sfruttamento, esauriremo tutte le sue risorse in pochi decenni.
Visto che, fino a prova contraria, a tuttoggi questo è l'unico posto vivibile nell'universo, ci converrebbe prendercene maggiore cura. Quest'uomo si sarebbe veramente meritato la presidenza degli USA. E (con il senno del sè) oggi il mondo sarebbe potuto essere un posto diverso.

Gabriele Stroppa 27.02.07 13:26| 
 |
Rispondi al commento

37) Non credere alle pubblicità degli sgrassatori per la cucina. Usa SOLO dell' ACETO. Meglio se bianco che è più secco, lo versi su un panno in microfibra e... altro che mastro qua mastro là.

Maurizio Berta Commentatore certificato 23.02.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

37) Non ti servono prodotti cazzuti per pulire la cucina: usa del comunissimo banalissimo ACETO, meglio bianco è più secco. PROVARE PER CREDERE.

Maurizio Berta Commentatore certificato 23.02.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Una scomoda verità l'ho visto tornando in aereo dal Cile su un volo....Alitalia (mi sono domandato se la scomoda verità fosse quella relativa alla compagnia aerea sulla quale stavo volando).
Anche per me è stata un'illuminazione e incidentalmente mi sono chiesto: cosa sarebbe successo se Al Gore non fosse stato truffato dell'elezione a Presidente degli USA?
Tuttavia ora mi riprometto di scaricare il film (su climatecrisis ma non ho visto se c'è in italiano)e organizzare delle proiezioni a casa insomma divulgare a più persone (anche gli amici a volte sottovalutano). Ho trovato il film potente nella sua chiarezza. Pedagogico. Insomma ho finalmente capito che tutto può avvenire molto prima di quanto ci aspettiamo e potremmo trovarci, dopodomani, con una guerra per l'acqua potabile alle porte (noi che siamo abituati ad averne in abbondanza e a sprecarla)
Enrico Sgarella

Enrico Sgarella 22.02.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Visto il film An Inconvenient Truth - Una Scomoda Verità. E' davvero impressionante dove stiamo portando il pianeta Terra. Ce la faremo a sopravvivere? Dipende anche dalle nostre forze, ma soprattutto dalle forze politiche. Appuntamento alle prossime elezioni americane... perché per quanto riguarda l'Italia ho ormai perso ogni speranza.

Andrea Verlicchi 22.02.07 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Il 7 luglio in 8 luoghi del mondo sarà organizzato il Live Earth (la versione ambientalista del Live Aid) che vedrà la partecipazione di cantanti e attori di ogni angolo del globo.
E' previsto un pubblico di 2 Miliardi di persone.
Indovinate chi è tra i principali artefici dell'iniziativa? AL GORE.

Fabio V. 21.02.07 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io possiedo un pulmino VW diesel del 1984. Ieri ho portato il mio pulmino a farela revisione biennale e mi hanno detto che ha le stesse emissioni nocive di un motore EURO 4! Tu che ti sei occupato di automobili ecologiche dal 1993, Twingo, alla più "recente" ford T del 1930, cosa ne pensi?
Non solo! Nel 1991 io comprai una citroen Ax 1.1, in produzione già da qualche anno, auto che Quattroruote diceva percorrere 25 km. con un litro di benzina. Ora pubblicizzano auto delle stesse dimensioni che percorrono 20 km./l. Quanti litri di benzina in più si consumano nel percorrere annualmente 25.000 km.! Progresso? Non è per te una grande presa per il c..o?
Ciao Beppe.
Marco Balli

Marco Balli 20.02.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Oh ecco qua! finalmente sono riuscita a trovare il posto su "An incovenient truth ". Ho visto il film proprio ieri sera su consiglio di un amico. Una domanda mi sorge spontanea: il film è uscito in Italia il mese scorso (gennaio 2007), mi domando come mai nelle multisale cinematografiche non ho visto nemmeno l'ombra di un trailer. Giornali e telegiornali preferiscono invece sponsorizzare ogni 10 secondi film come "Manuale d'amore 2" o film di pari livello, anzichè premurarsi di far conoscere ai telespettatori... delle verità nascoste!

Consoliamoci per il momento di essere riusciti ieri sera alle 18.00 a far spegnere per una mezz'oretta circa le luci di Montecitorio, Colosseo, ecc.ecc. Non si potrebbe fare più spesso?

Daniela Monti 17.02.07 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

36) Ti servono: una vecchia grattugia e un sapone di marsiglia. Gratta il sapone come fosse formaggio ed ecco bell' e pronto il detersivo ecologico.

Maurizio Berta Commentatore certificato 15.02.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento

ecologia sta al benessere come la pace sta agli armamenti. Un equazione lieare per interpretare meglio le discordanze che esistono tra qualità della vita e benessere sociale. Ognuno di noi ha come priorità la crescita sociale ed economica dell'individuo e della famiglia ma è secondario come bisogno l'impegno per la qualità della vita in senso stretto. Ci affanniamo a comprare un nuovo cellulare un nuovo televisore supertecnologico un pc supermegagalattico, una nuova macchina un nuovo impianto elettrico super accessoriato un nuovo frigo pieno di optional e tante altre cose ed esempi. Siamo plagiati dal benessere e come tale riponiamo in secondo ordine la qualità della vita in senso stretto come mangiare dalla terra senza disserbanti e concimi chimici, distribuire in modo differenziato i nostri rifiuti, usare gli elettrodomestici per necessità e non per moda, usare le auto per uscire in quattro e non un auto per ogni componente il nucleo familiare, usare i mezzi pubblici e non intasare le città, il telefono come strumento di necessità e non come status, il pc come strumento di lavoro e non di sfogo, e tanti altri esempi come vivere in campagna amare l'impegno sociale, condividere momenti familiari e partecipare di più alla vita di tutti i giorni essendo attivi e non subirla. il benessere è il diavolo tentatore si può vivere meglio con il benessere a patto che si intuiscano i rischi e si dosino le forze. Non esiste la pace senza guerra considerando quest'ultima come valvola di sfogo del nostro essere come un momento in cui la nostra forza e onnipotenza deve essere sfoggiata per intuire quanto limitati siamo quanto poveri di amore e di serenità è in ognuno di noi. Esistono più guerre oggi che non quando il mondo combatteva per la sua sopravvivenza. esistono più olocausti oggi di quanto in passato abbiamo vissuto. l'africa l'asia orientale e l'america del sud esempi,ma ancora un più sottile e peggiore di ogni guerra è la settarizazzione, l'etichettatura della società

tony benenati 13.02.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento

ogni anno la gente muore a causa dei fenomeni che la natura genera in risposta alle nostre immisioni di gas nell'atmosfera. in pratica i soldi dei politici che non vogliono investire in energie pulite prevalgono sulle vite di queste persone...e poi cmq tutti i soldi che non investono lo Stato li andrà a rimettere per risanare ciò che la natura distrugge

roberto d 11.02.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento

ok diciamo che ho esagerato cn "mi sta passando la voglia di vivere". ma voi dite di cercare di non inquinare, ad esempio usando poco la macchina. ma per spostarsi oggi la macchina serve, perchè tutto va più veloce. pure che so, per andare a lavorare uno deve usare la macchina.io non vedo logica in questa cosa, perchè se la usassimo il meno possibile comunque la usiamo e cmq inquiniamo. quindi non usandola quando non è necessario che avremmo fatto?avremmo allungato la vita al nostro pianeta di qualche anno?vabbè. cmq mi chiedo come i politici si interessino più ai soldi che alla sopravvivenza del pianeta. e questa è una cosa che dovrebbe far riflettere. cmq non mi è passata la voglia di vivere. cerco di non pensarci, guardare avanti e godermela fino a quando si può. io nel mio piccolo faccio il possibile, ma non prendiamoci in giro perchè tutto ciò non basta...

roberto d 10.02.07 20:18| 
 |
Rispondi al commento

35) Hai un condizionatore un deumidificatore o un' asciugatrice? Non buttare l' acqua che " generano " usala per lo sciacquone!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 10.02.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, a proposito di alberi. Recentemente ho avuto una lite con dei miei vicini che si lamentano che le aiule condominiali hanno troppo verde, che bisogna tagliare perchè si deve vedere la strada...ed ho aggiunto si cosi possiamo sentire meglio l'inquinamento acustico, possiamo respirare meglio ossido di carbonio che esce dalle macchine che posteggiano sotto le nostre finestre, possiamo sentire meglio l'odore delle deiezioni di quei poveri cani che nulla gli è rimasto, se non la passeggiatina sotto le finestre del vicino del suo stupido e maleducato padrone. Dico si abbattono zone verdi, per costruire parcheggi per le macchine, e c'è il problema dell'energia, del buco nell'ozono, dell'euro... ma le macchine si vendono e allora servono parcheggi. Così continua la favola che ci raccontano cioè : te lo puoi permettere con Mastercard, con i finanziamenti a tasso zero! e intanto non respiriamo più e tra poco avremo paura di un uccellino che canterà perchè non lo riconosceremo più.

irene avena 10.02.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti.cercavo un forum in cui si parlava di questo argomento.allora, senza offesa, volete sapere cosa vedo qua?parole,un mucchio di parole una sopra l'altra. come le vedo qua le vedo nel mondo. io mi sono stancato di sentire parole e di non vedere poi i FATTI.controllare la pressione delle gomme,usare poco l'auto e poi USA e Cina buttano tonnellate e tonnellate di CO2 nell'aria.io non dico che non dovremmo usare più l'energia, ma sappiamo tutti che le energie pulite ci sono.allora non guardiamo direttamente nel mondo. lasciamo peredere la Cina e gli USA x un attimo. l'Italia è un paese democratico.i politici se ne fregano di energie pulite e pensano ai soldi.Bene.ma gli interessi della collettività non dovrebbero influire sulle decisioni del Governo?allora iniziamo a creare disagio al Governo.Non so in che modo.magari attraverso scioperi,ma scioperi di massa. sempre che la società lo voglia. io sto studiando Economia e Commercio, ho la passione per il cinema, ma mi sta passando la voglia di tutto ciò.In altre parole mi sta passando la voglia di VIVERE.Ecco l'ho detto.Però a volte penso alla società che se ne frega di tutto ciò e che di questo problema a mala pena se ne parla ai Tg.Ok allora. Se la società se ne frega a me non resta altro che farmene una ragione, accettare tutto ciò e rispettare la maggioranza di questa società che a livello mondiale ha perso tutti e dico TUTTI I VALORI DELLA VITA.ecco cosa fanno i soldi...

roberto d 09.02.07 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

34) Cosa fai pulisci il bagno con CIC CIOF o CIAK? Perchè sono anticalcare con la forza al limone? Ma sparati... usa un LIMONE VERO SPREMUTO e poi dimmi chi ti fa risparmiare sul serio!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 08.02.07 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Tra pochi anni saremo tutti morti se continuiamo ad rovinare così l'ambiente. Secondo me bisognerebbe che le fabbriche consumassero un po' meno (adesso voi starete dicendo e come ricaviamo soldi? Ma ricordate che avrete comunque il lavoro). Un'altra cosa è fare in modo che per due o di più settimane al mase non si usasse la macchina ammeno che non sia indispensabile. Ci sono altri mezzi che inquinano meno per girare. Se continiamo a rovinare l'ambiente razze animali, compreso l'uomo scompariranno. Approposito. Noi abbiamo un cervello maggiore rispetto agli altri anmali diciamo, e allora perchè non lo usiamo per pensare a salvarci la pelle dalla autodistruzione? A cosa ci serve tutto il cervello che abbiamo se poi siamo così stupidi da non riuscirci a salvare la pelle? Gli uomini tagliano tutti gli alberi che farebbero molto bene all'aria che noi respiriamo. Usiamo tantissimo la macchine e sprechiamo tanta energia procurata da chissà dove.
La temperatura è sopra di 4 gradi rispetto el normale. Diamoci da fare per salvare non solo la nostra specie ma anche tutto il mondo!

Alyce Calmasini 05.02.07 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Vi riporto un articolo che ho trovato:

Paramount Classics announced today that “An Inconvenient Truth" has grossed over $20 million dollars, making it the #4 highest grossing documentary of all time. As part of the campaign to encourage audiences to see “An Inconvenient Truth,Paramount Classics made an unprecedented pledge of 5% of all box office receipts to be donated to The Alliance for Climate Protection. With the success of the film, that donation will exceed $1 million dollars.

...

“An Inconvenient Truth,” was produced by Participant Productions, which had previously pledged to contribute all of their profits to the Alliance, and was acquired by Paramount Classics at the 2006 Sundance Film Festival. The film opened in New York and Los Angeles on May 24.

The Alliance for Climate Protection will also receive 100% of Al Gore’s proceeds from the film and the companion book “An Inconvenient Truth" (Rodale), a pledge he made prior to release.


da http://www.climatecrisis.net/blog/
--per tutti quelli che dicono che Gore ha il suo tornaconto quando fa le cose..

ah..ho anche letto di seminari/training per insegnare la sua presentazione che Gore ha effettuato per tutte le persone che gliel'hanno chiesto negli Stati Uniti e i seminari li ha fatti gratis.

Saluti.

Martina B. Commentatore certificato 05.02.07 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mercoledì sono stata al cinema a vedere ciò che credevo un interessante film sull’ambiente: “Una scomoda verità”
Questa è la mia opinione: FA SCHIFO, risparmiate i soldi!
Al Gore è andato in giro per il mondo, anche in italia, a farsi pubblicità e a sensibilizzare la gente sul riscaldamento globale. siamo di fronte ad un film totalmente etnocentrico, in cui l’uomo risulta causa del riscaldamento globale, ma diventa anche un divino messia per la nuova salvezza della Madre Terra.
Al Gore sembra più un saputello con la voglia di fare ironia, che un politico: tutti i dati, grafici e previsioni, protagonisti indiscussi di tutti i concetti espressi, vengono spalmati sullo schermo senza mai citarne la fonte. Inoltre, il protagonista, si abbandona troppo spesso a digressioni circa il suo passato bucolico di raccoglitore di tabacco e allevatore di tori, ottimo padre di famiglia e deluso eroe politico illuminato; oltretutto ciò non interessa affatto lo spettatore.
Quasi irritante è la continua e sottile pubblicità alla Apple, di cui Al Gore è consigliere d’amministrazione... (io ho un Mac!)
Lo show è inquinato dal personaggio e dai dubbi valori americani che ogni tanto fanno capolino, come la lotta al comunismo, al nazismo e al “terrorismo”. Sembra una seducente campagna elettorale in cui troppo spesso si perde il vero messaggio ambientalista, forse perchè non c’è mai stato!
E’ proprio questo che mi irrita: in 2 ore di documentario non compare nessuna critica, nessuna proposta concreta, nessuna spiegazione su possibili alternative al nostro modo di vivere.
Lo spettatore è trattato da completo idiota, messo in una condizione di continuo stupore per i dati mostrati.
Il tutto si conclude con banali consigli nei titoli di coda tipo “cambia le gomme della tua auto”, “usa la bicicletta”, “ricicla”, “regola appropriatamente il termostato di casa”, “prega perchè gli altri lo facciano”, “consiglia a tutti di vedere questo film".

da italiana pensante, sono uscita dal cinema offesa!

rachele storai 05.02.07 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

33) Se predichi bene ma poi guidi una macchina turbodiesel o benzina un pochino vergognati. Non tanto, un pochino.

Maurizio Berta Commentatore certificato 04.02.07 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Stamattina ho portato fuori il cane, vicino casa mia c' è un laghetto con le anatre, faceva un freddo boia ma nell' acqua nuotava ( nuota ) un' anatra con i pulcini. A febbraio.

32) Se conosci qualcuno che nega lo stravolgimento del clima segnalalo ai servizi sociali: ha bisogno d' aiuto.

Maurizio Berta Commentatore certificato 04.02.07 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Questo film ci mette di fronte a noi stessi
- Prendiamo i pannelli fotovoltaici solo se ci danno il contributo statale.
- Cambiamo le lampadine se ce le regalano perchè tanto cosa vuoi che sia per una lampadina.
- Ai nostri politici interessa solo ciò che chiede la maggiornza della gente. Maa noi che cosa chiediamo?
- Aspettiamo che i fenomeni raggiungano una svidenza sconvolgente anche se sono perfettamente prevedibili.
Al Gore ci sbatte tutto sotto il naso . Sta a noi non comportarci come "l'asino al quale strapparono la coda per farlo partire e la coda per farlo fermare". IL nostro comportamento collettivo per adesso è però moolto simile a quello istintivo degli animali.

Fausto Piazza 03.02.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

31) Non strapparti i capelli se non riesci a vedere " una scomoda verità ", non serve andare al cinema, basta guardarsi in giro...

Maurizio Berta Commentatore certificato 02.02.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

30) qui mi ripeto: COMPRATI UNA MACCHINA A METANO è ORA DI FINIRLA CON GLI ECOLOGISTI CHE GIRANO COL TURBODIESEL!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 02.02.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

volevo rispondere alla cara simona...
che i cinema preferiscano proiettare boiate di indubbia fama non c'è da stupirsi...lo dice anche daniele che quando c'è andato lui erano si e no 10 persone...molto bene:
siccome non credo che al gore usi i fondi per chissà quale nobile scopo (con questo però non voglio assolutamente screditare l'ottimo lavoro da lui fatto), non credo avrà un grosso danno economico se, non trovando il film in proiezione nelle sale, deciderai di scricarlo da internet...spero che la mancanza di divulgazione della pellicola da parte dei cinema non freni la tua voglia di informarti...d'altronde penso che lo scopo del film non sia tirar su quattrini, ma informare...se ti servono delucidazioni su come fare scrivimi, ma non credo proprio sia così...

matteo larconetti 31.01.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

29) Fai questo semplice esperimento: prendi una bottiglia da 2 litri piena d' acqua, rovesciala nel lavandino e conta quanti secondi impiega a vuotarsi. Quanti secondi impieghi a lavarti i denti? Quanti litri d' acqua??

Maurizio Berta Commentatore certificato 30.01.07 21:20| 
 |
Rispondi al commento

28) Regala a tuo figlio ( e perchè no anche ad un suo amico ) un libro di Mauro Corona, non è di certo Manzoni, ma per un ragazzo va bene.

Maurizio Berta Commentatore certificato 30.01.07 21:15| 
 |
Rispondi al commento

(II parte) .... Ormai la terra è un'optional meno importante dell'air bag. Le industrie continuano ad emettere scarichi di biossido di carbonio e in casa si deve tenere il riscaldamento a 20° (quando ero piccolo, tenere una maglia più pesante era una cosa normale e ciò "forse" non mi ha fatto crescere con degli sconpensi mentali). La gente non si rende conto del disastro ambientale cui stiamo andando incontro. Credo che il tempo, i tifoni anomali, i ghiaccia che scompaiono siano cosa ben conosciuta, ma da tutto questo nessuno pare scomporsi. Su un sito, al film una scomoda verità hanno dato il voto di 5 e 1/2 perchè? perchè in tutto il film le inquadrature si sarebbe ro troppo incentrate su Al Gore: è un motivo più che valido x dare un giudizio mediocre al film. Mi chiedo: "si sta forse tentando in modo subdolo di renderlo il meno credibile possibile e far sì che venga visto da un numero limitato di persone?".
Parliamone in quanto non si può fare a meno visto che il film è uscito, ma senza attaccarlo subdolamente cerchiamo di screditarne i contenuti.
Daniele

Daniele Martino 29.01.07 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera sono andato a vedere una scomoda verità. In sala eravamo dieci persone (I spettacolo). Ho faticato tanto x convincere i miei amici a venire a vederlo (ho scoperto per caso - una figurina di 2 cm quadrati nascosta tra le pubblicità cinematografiche - che vi era questo film!). Alla fine ne ho convinti solo due. Mi hanno ringraziato x averli convinti a venire.
Quando ho visto che però la sala era vuota ho provato una gran tristezza. Mi stò rendendo sempre di più conto che alla gente non gliene frega niente. Sono tutti ambientalisti, ma se gli togli la macchina diventano dei serial killer. Arriverà il momento che con la macchina ci andranno a letto. Mi deprimo sempre di più perchè vedo che nessuno è disposto a rinunciare a qualcosa per salvare il pianeta terra....

daniele Martino 28.01.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Da quando è uscito "una scomoda verità", e cioè il 19 gennaio scorso, lo sto cercando ma NESSUN cinema della Provincia di Cuneo lo ha ancora messo in programmazione. Speravo in questo week-end, oggi è il 27 gennaio, ma NIENTE.E nessuno ne sa niente!!!Non sanno che cosa sia!!!
Come mai? Mi viene il sospetto che sia stato sabotato...
Simona Cuneo

SIMONA CUNEO 27.01.07 09:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

27) Butta il televisore e comprati una libreria e comincia a riempirla.

Maurizio Berta Commentatore certificato 26.01.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

26) Fai leggere a tuo figlio che va alle medie " fahrenheit 451 " di Ray Bradbury. Magari parlane col profe di Italiano, se non lo conosce FAGLI UN CULO COSì!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 26.01.07 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Al punto tre io scriverei: riutilizza! non ricicla! è sempre meglio. per il resto, mi associo totalmente.
saluti

marcello sirocchi 21.01.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

25) Non usare centomila prodotti per la pulizia della casa, basta un buon DETERGENTE DISINFETTANTE usato con criterio ( quando serve e basta )

Maurizio Berta Commentatore certificato 19.01.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

E' bello vedere che finalmente qualche esemplare di politico cerca di far qualcosa per rendere visibile il problema che più affligge attualmente (e ancora per poco se continueremo di questo passo) il nostro pianeta. E' importante perchè forse pian piano acquisterà sempre più importanza anche in TV, che è l'unico mezzo di informazione per molta gente che ancora ignora tale problema, più per motivi di negligenza che di mancanza di fonti attendibili. Purtroppo però questo è lo stato effettivo delle cose e dobbiamo rassegnarci all'ignoranza galoppante dell'uomo medio dei Paesi "sviluppati", in particolare quello italiano, e sperare che perlomeno tramite la TV ci sia un pò di sensibilizzazione. Tutto ciò non sottovalutando il potere di censura di qualunque cosa sia cibo per il cervello da parte di chi è ai vertici del sistema televisivo e soprattutto di chi bazzica le aule di Montecitorio battendo la fiacca e fregandosi montagne di soldi in barba a tutto e tutti.
Il nocciolo della questione è riuscire a creare una coscienza sociale, fortemente carente allo stato attuale delle cose, facendo capire alla gente come anche il minimo sforzo di ognuno possa essere importante per il benessere di tutti. E per ottenere questo è necessario bombardare continuamente le masse di ignoranti con informazioni, con la speranza che qualcosa trapeli attraverso la loro impermeabile scatola cranica e vada a stimolare qualche neurone non ancora fossilizzato.
E' necessario cominciare ad agire prima possibile perchè siamo sull'orlo del baratro e basterebbe una leggerissima spinta a farci capitolare. Dobbiamo capire che se vogliamo allontanare sempre di più la nostra estinzione (peraltro inevitabile, prima o poi) dobbiamo rimboccarci le maniche, perchè non esiste niente e nessuno che arriverà in nostro aiuto. L'unica cosa che può salvarci è la nostra volontà di sopravvivenza, che può e deve darci la forza di lottare.

Marco Taddei 19.01.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, volevo sapere che cosa ne pensi del clima attuale....un uragano che si abbatte sull'europa....ma non e' un chiarissimo segno di tropicalizzazione??? I grandi esperti continuano a farci credere che prima di cent'anni non avverrà niente....ma secondo me e' guià avvenuto l'irreparabile!!!! e i nostri poveri nipoti? gireranno con i cammelli? possibile che gli uomini di potere non muovano un dito??

ELENA M. Commentatore certificato 19.01.07 08:57| 
 |
Rispondi al commento

24) Comprati vestiti di COTONE e LANA, al massimo CANAPA

Maurizio Berta Commentatore certificato 17.01.07 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un'esperto ma credo che l'effetto serra più che combatterlo diminuendo le emissioni di CO2 va affrontato dando più spazio alle aree boschive e alle foreste che fanno da riclicletori di di anidride carbonica restituendo aria pulita cosa che le euro 4 non sono in grado di fare.
Stiamo perdendo il mio e il nostro eden in nome della crescita economica e della tecnologia.

Giacomo Corrado 17.01.07 13:09| 
 |
Rispondi al commento

L'inquinamento dell'aria è uno dei principali problemi ambientali, in quanto le correnti atmosferiche possono portare le masse d'aria inquinata in ogni regione del globo. I fattori primari di tale inquinamento sono i gas di scarico delle automobili e delle centrali di energia che bruciano carbone e petrolio per rifornire stabilimenti industriali e per usi domestici. L'anidride carbonica e altri gas tossici liberati nell'aria influiscono negativamente sulle condizioni atmosferiche e sulla salute di esseri umani, animali e piante.I paesi industrializzati sono responsabili della quasi totalità dell'inquinamento dell'aria.

Gli Stati Uniti d'America (UN ESEMPIO A CASO..), benché abitati solo dal 5% della popolazione mondiale, producono il 22% delle emissioni di anidride carbonica imputabili all'uomo e il 19% di tutti i gas che si ritengono all'origine dell'effetto serra come l'anidride carbonica e il metano

L'effetto serra potrebbe aumentare la temperatura media della superficie terrestre da 1°C a 3°C entro il 2050. Se ciò si verificasse, i ghiacciai si scioglierebbero, e il livello del mare s'innalzerebbe di 65 cm circa.

Secondo alcuni scienziati il 60% dello strato di ozono sarebbe già stato distrutto dall'inquinamento e la distruzione di un ulteriore 10% causerebbe 300.000 nuovi casi di cancro della pelle e 1,6 milioni di cataratta agli occhi, dovuta a un eccesso di raggi UV.

Ancora oggi in molti paesi gli scarichi industriali vengono riversati nelle acque costiere senza un preventivo trattamento di depurazione.

Nel mondo più di 1 miliardo di persone non dispone di acqua potabile e si calcola che, allo stato attuale, alla fine del secondo millennio, l'80% della popolazione urbana della Terra non disporrà della necessaria quantità di acqua potabile.

Nella maggior parte dei paesi industrializzati la concentrazione nelle acque di metalli pesanti, come il piombo, è ancora a livelli inaccettabili.

ENCICLOPEDIA Microsoft ® Encarta ® 2006

Nicola Va 16.01.07 15:02| 
 |
Rispondi al commento

23) Lavati con il SAPONE DI MARSIGLIA

Maurizio Berta Commentatore certificato 14.01.07 15:53| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe! lo sai che la regione veneto utilizza già dal 2006, per la pulizia di scarpate dalle (erbe infestanti) dei simpatici asinelli.questi mangiatori di erba non vanno a benzina e nemmeno a diesel come i trattori con braccio decespugliante, non sono pericolosi ne per l'uomo ne per gli automobilisti che transitano nella strada lungo la scarpata.
io spero che finisca preso sto petrolio de m.da,così saremo costrettia ritornar al somarello.

maria losacco 13.01.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

22) Leggi bene le etichette: la camomilla per l' infanzia contiene l' un per cento di camomilla... L' UN PER CENTO!!!....

Maurizio Berta Commentatore certificato 12.01.07 13:12| 
 |
Rispondi al commento

21) Non comprare le merendine ai tuoi bambini. La merenda più fantastica è il classicissimo paneburroezucchero!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 12.01.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha idea di come si possa lanciare e promuovere una proposta?

Mentre si fa (con evidenti intenti populistici) un gran parlare di taglio dei costi di ricarica dei telefonini (come se si trattasse di diminuire il costo del pane o del latte...), nessuno pensa alle migliaia e migliaia di maledette tesserine di plastica (non biodegradabili) che aime', da sporcaccioni che siamo, disseminiamo in giro ad eterno ricordo per le generazioni future...........

E se facessero ste maledette tesserine in carta riciclata o le eliminassero del tutto?

Eugenio Catello 11.01.07 17:53| 
 |
Rispondi al commento

20)Fatti un' esame di coscienza: ti servivano proprio quel paio di scarpe made in Vietnam che hai preso coi saldi? La sobrietà non è mica un'onta come vogliono farci credere, non dico di andare in giro con le pezze al culo, ma MENO ACQUISTI PIù RAGIONATI , mangia carne buona tre volte la settimana, mica hamburger tutti i giorni.

Maurizio Berta Commentatore certificato 10.01.07 23:18| 
 |
Rispondi al commento

19) Risparmia detersivo usando la vecchia "pallina" direttamente nel cestello ( se compri detersivo ecologico sei un mito, ma usala lo stesso). Se non trovi la suddetta va bene qualsiasi piccolo recipiente di plastica.

Maurizio Berta Commentatore certificato 10.01.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, desidero dire BRAVI a Pandino dove, se la notizia sentita alla radio ieri è vera, da oggi parte il "PiedoBus" per i bambini che vanno a scuola.....
Sicuramente non sarà applicabile per tutti ma decisamente è facile capire che con un investimento di "pochi" minuti si ottengono:
- un sano esercizio fisico per i bimbi;
- un sicuro risparmio di CO2 e altro (sempre inquinante;
- un risparmio economico non indifferente.
Noi abitiamo in centro a Milano e il traffico causato dal portare a scuola, e ritorno, è TERRIBILE (ce se ne accorge facilmente quanto le scuole sono chiuse).
Mi piacerebbe che si potesse discutere di come potere utilizzare il PiedoBus anche nelle grandi città.
Un saluto e...
Roberto Walter Braghieri - Milano

roberto walter braghieri 10.01.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
cose sacrosante e da applicare al più presto quelle elencate, ma come difenderci da chi investe denaro e salute (ovviamente altrui) per modificare il clima.
Avrai sicuramente già sentito parlare delle "chemstrails" (sciechimiche), se non ne sei al corrente ti consiglio di visitare il sito www.sciechimiche.org,e desidererei conoscere un tuo parere in merito. Aiutaci tu, che sei un comico....

Davide G. Commentatore certificato 09.01.07 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Giovedi' 11 gennaio 2007, ore 21.00 Civico Planetario "Ulrico Hoepli" Milano

La Luna sara' il "Golfo Persico" del XXI secolo?

"ELIO-3 LUNARE: UN RIVOLUZIONARIO COMBUSTIBILE NUCLEARE"

Mauro Arpino


Immaginate che esista un combustibile nucleare completamente
pulito. Niente scorie radioattive, perche' impiegato fondendo
nuclei atomici leggeri e non spaccando elementi pesanti come
l'Uranio. Niente neutroni come prodotti di reazione,
semplificando enormemente la progettazione di un reattore e
rendendo impossibile qualunque uso bellico.

Immaginate che la tecnologia per impiegarlo non sia ancora
disponibile, ma che sia meno lontana di quanto potrebbe sembrare;
in fondo pensateci - chi avrebbe immaginato negli anni '60
lo sviluppo del personal computer?

Se esistesse anche una remota possibilita' che gli eventi
possano andare in questo modo, non cerchereste di garantire
alla vostra Nazione un approvvigionamento sicuro e indipendente
per questa straordinaria risorsa? E se questo combustibile,
l'Elio-3, si trovasse solamente nella Regolite, la polvere che
ricopre i mari lunari, o nell'atmosfera di Giove, e la Terra
ne fosse quasi completamente priva, non mettereste una vostra
base sulla Luna il piu' presto possibile?

E' forse questo ipotetico scenario la profonda motivazione
geopolitica che ha spinto la Cina e gli USA a competere in una
nuova corsa verso la Luna?

150 tonnellate di Elio-3 all'anno potrebbero soddisfare tutti i
consumi elettrici mondiali, e tutte le riserve lunari sarebbero
sufficienti per circa mille anni. Dopo sara' la volta di Giove.

Certo, qui si e' tratteggiato uno scenario del tutto ipotetico,
ma acquisterebbe ben altra concretezza se un giorno un laboratorio
annunciasse "significativi progressi" verso un prototipo di
reattore a Elio-3.

Una macchina - per intenderci - come il "Levitated Dipole
eXperiment (LDX)" in fase di sviluppo al MIT.

Joséphine 09.01.07 07:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto Beppe di riprendere un tuo concetto, non volermene...

18) Vota ogni giorno QUANDO FAI LA SPESA. Esempio: tu produci pasta ma un tuo azionista traffica armi? La tua pasta NON LA COMPRO!!!
Esempio 2: tu fai la cioccolata ma vendi latte in polvere nel terzo mondo? La tua cioccolatina merdosa NON LA COMPRO!!!
... eccetera eccetera

Maurizio Berta Commentatore certificato 08.01.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho paura!!!!!
Paura per il futuro dei miei figli, paura oer questa eredità che il mondo gli sta lasciando, paura che il mondo un giorno possa implodere e travolgerci tutti. Ma io, madre, e semplice cittadina di un piccolo paese della provincia di napoli, cosa posso fare? Come posso agire nel concreto, per poter provare, nel mio piccolo, a fare qualcosa?????

Perrotta Raffaella 08.01.07 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

17) Fanculo Sky, fanculo la multisala, fanculo le partite ( fanculo i campioni del mondo popopo )PORTA I TUOI FIGLI NELLA NATURA NON FARLI RINCOGLIONIRE

Maurizio Berta Commentatore certificato 07.01.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Turismo: "L'Italia resisterà". Per Costanzo Jannotti Pecci, presidente della Federturismo-Confindustria, il turismo italiano saprà resistere perché "non è solo legato a fattori climatici. Le nostre peculiarità, insiste Jannotti Pecci, sono la storia, la cultura, le bellezze del paese, l'arte e il cibo".

mi sa che questo signore non ha capito la gravita' del problema.

facciamo qualcosa!!! tutti prima che sia troppo tardi!!!

grazie,

m v addamo

marco v addamo 07.01.07 03:12| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile anche che i comuni illuminassero le strade con lampioni alimentati da energia solare così anche i semafori.
Sarebbe interessante togliere le pensioni ai parlamentari e presidenti della Repubblica.
poi mi chiedo: ma possibile che non ci siano batterie con basso peso che tengano a lungo la carica in proporzione a quelle dei cellulari?

maria giovanna pische 05.01.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento

16) Compra a tuo figlio almeno un paio di giocattoli di legno, come quelli che avevi tu; oppure, perchè no, costruiteli insieme... per dire basta a quelle CAGATE elettroniche made in China!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 29.12.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

15) Cosa cacchio fai? Butti gli avanzi e compri le crocchette al cane??? Con cosa pensi che le facciano, colle bistecche fiorentine? Eppoi, anche se fosse, ripassati la storia dell' evoluzione del cane ( alcuni lupi diventano cani quando l' uomo preistorico comincia a vivere nei villaggi e a produrre discariche le quali attirano i suddetti...)

Maurizio Berta Commentatore certificato 29.12.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento

14) Non comperare le arance che vengono dall' Argentina, dal Sudafrica o dalla Papuasia Meridionale...

Maurizio Berta Commentatore certificato 28.12.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Cara Maria, ti auguro che i tuoi mobili durino non vent'anni ma trenta.Ci credo che vivi onestamente ma... mai fatto caso a quel tuo vicino che si ammazza di onesto lavoro e si indebita fino al collo per comprarsi la Golf?? Mai notato il signor Rossi che firma cambialoni fantozziani per andare alle Maldive??Ancora,non so dove vivi tu,ma qui da me ha cominciato a fare freddo ieri l'altro,tant'è vero che su alcune piste da sci della mia provincia ci pascolano ancora le capre...

13)Fatti un giro sul ghiacciaio dell' Adamello, scatta alcune foto e poi confrontale con quelle che aveva fatte tuo nonno!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 28.12.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

parte seconda

Ci sono scienziati convinti che la terra attraversi un periodo interglaciale e stia andando incontro ad una nuova glaciazione (nel Pleistocene – tra 700.000 e 10.000 anni fa – ci sono stati vari cicli alterni). Inoltre, la natura, della quale l’uomo fa parte, possiede forze in grado di stravolgere la vita, il clima e quant’altro. In epoca storica, nel 1883, è documentata un’esplosione del vulcano Krakatoa pari a 100 megatoni, con la produzione di una colonna di ceneri alta 36 km ed uno tsunami di 40 metri. Oltre a migliaia di vittime, la massa di polveri immessa nell’atmosfera produsse negli anni successivi un cambiamento climatico repentino in Asia ed Europa (durò per anni), con abbassamenti di temperatura considerevoli e stagioni invernali molto rigide.

Parliamo dell’inquinamento prodotto dall’uomo e di tutte le misure per contenerlo, ma smettiamo di figurarci scenari catastrofici perché si tratta solo di astrazioni, basate sulla statistica e che, tra qualche anno, potrebbero essere completamente stravolte.

ps: Beppe Grillo, ti adoro!

Maria Segno 28.12.06 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio, scusa un po’, ma chi sarebbero questi che cambiano i mobili una volta l’anno?
Con quello che costano!!! Ho arredato la mia nuova casa l’anno scorso e mi auguro che i mobili mi durino almeno 20 anni, esattamente quanto sono durati ai miei genitori, esattamente quanto durano alle persone che come me campano da un onesto lavoro e non hanno capitali tali da cambiare l’arredamento con la frequenza con cui cambiano il guardaroba….

L’effetto serra, riscaldamento terrestre, ghiacciai che si sciolgono, coste e città costiere sommerse dal mare, catastrofi varie ed eventuali, ecc, ecc..
Siamo proprio sicuri che sia così?
Oltre gli studi che (da vent’anni!!! ma se ne discute ovunque solo da qualche anno) parlano dell’effetto serra cui starebbe andando incontro la terra per colpa dell’uomo, ve ne sono degli altri che propongono tesi opposte ma nessuno ne parla. Come mai?
Il mondo scientifico è esattamente come “il resto del mondo”, ci sono interessi economici, politici che muovono gli studi e le ricerche nelle direzioni confacenti al potere. Mi fa sospettare che da qualche anno non si parla d’altro: i tg e i giornali, quando non sanno di cosa parlare, fanno il loro bel servizio o il paginone sul clima che cambia. Quando, il 26 dicembre 2004 c’è stato lo tzunami una giornalista ha chiesto al direttore dell’Istituto Nazionale di Geofisica se l’evento poteva essere stato innescato dall’effetto serra…. Come dire: mi fa male un dente, sarà mica colpa del cane del vicino? Siamo ormai alla psicosi, se d’estate fa caldo i telegiornali “devono” fare, a giorni alterni, un servizio per farci sapere che si tratta di un “caldo anomalo”, se d’inverno fa freddo il tg ci spiega che non di tratta di un “freddo normale”; se l’estate arriva in anticipo o tarda ad arrivare, idem per l’inverno, un servizio al giorno sulle “anomalie” non ce lo toglie nessuno. Da cosa è dettato tutto questo affanno? Da una cultura ecologista di massa? Non direi…

Maria Segno 28.12.06 13:10| 
 |
Rispondi al commento

12) Non comprare mobili o complementi d' arredo fatti di teak, palissandro, ebano... e tantissimi altri legni provenienti da foreste vergini (ma non solo). Per saperne di più consulta il sito di Greenpeace. E soprattutto NON CAMBIARE I TUOI MOBILI UNA VOLTA L'ANNO!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 27.12.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto sulla rete un apparecchio davvero utile: si tratta di un miscelatore che permette di fare l'acqua frizzante in casa. partendo dall'acqua che ci esce direttamente dai rubinetti (che è sicuramente più controllata di quella imbottigliata) si ha il vantaggio di non faticare nel tragitto supermercato-auto-casa, ridurre significativamente i rifiuti delle bottiglie in plastica, non occupa tanto spazio. riduce l'inquinamento. la mancanza di vendita di acqua minerale comporta che si produce meno plastica per le bottiglie, si riducono le emissioni di inquinanti nel trasporto fabbrica bottiglie-stabilimento di imbottigliamento, si riducono nuovamente le emissioni nel trasporto tra stabilimento-centri di distribuzione, nuovamente tra centri distribuzione-supermercati, ancora una volta tra supermercato-casa epoi ancora quando da casa ci disfiamo delle bottiglie e vanno a finire nei nostri "cari" inceneritori. Possiamo farlo da subito non ci costa niente, anzi, fa risparmiare ed è più comodo. proviamo a cambialo noi questo mondo, con le nostre scelte non deleghiamo tutto ai politici, fanno i furbi e non sono intelligenti.

luca etna Commentatore in marcia al V2day 27.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo a chi, fra i bloggers, Vi ha già consigliato di leggere, innanzitutto,STATO DI PAURA di Michael Crichton.
In questo libro, ad esempio, potrete trovare un'efficace spiegazione alla riduzione del ghiacciaio sul Kilimangiaro, le cui immagini sono state utilizzate nel trailer del dvd, ovviamente a favore della tesi propugnata da Al Gore ...
E vi sono anche una miriade di indicazioni per approfondire veramente le tematiche sul surriscaldamento del globo ....
Buona lettura (anche a Beppe)!

alessandro frittelli 27.12.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

11) COMPRATI UNA MACCHINA A METANO!!!BASTA CON GLI ECOLOGISTI CHE VANNO IN GIRO COL TURBODIESEL!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 23.12.06 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Credo e da sempre ho creduto che il mondo e in generale il sistema concentrico delle galassie e soprattutto del nostro sistema solare, rispecchino in modo affascinantemente strano la logica biologica della costituzione base del tessuto vitale, con cellule e a,biente in cui le cellule gravitano.
mi sono sempre figurato il Pianeta Terra come una cellula, con membrane sterne e composizioni interne. Cos'è l'uomo? Forse un virus, dato l'alto contenuto di scorie che stanno deteriorando i "tessuti" di questa enorme cellula? non credo. Credo che il futuro dell'uomo e del pianeta passi da questa presa di consapevolezza, da questo salto di conoscenza e di qualità: capire che tutto è concatenato, dalle nostre cellule alle "cellule" planetarie. un sistema nel sistema, in cui murphy direbbe che ogni azione ha conseguenze che si ripercuotono su tutto.
E' affascinante dal punto di vista della complessità che rappresenta, ma anche immenso e spaventoso dal punto di vista umano, pensare che se in una cellula del mio corpo comincia a svilupparsi un deficit, allora forse sta iniziando a propagarsi un tumore...
La stessa cosa immaginiamola a livello di sistema planetario. A che punto siamo del tumore? quando ci verrà reso pubblico un check up reale e vero, senza informazioni celate o nascoste?
Mi sembra che siamo allo stesso punto, uomini e terra, di fronte a "medici" e potenti che sacrificano la trasparenza delle informazioni della nostra salute a fini commerciali (industrie farmaceutiche oppure multinazionali del consumo, il meccanismo è quello)o a scopi teorici.
Personalmente, voglio sapere la verità e i dati reali, senza mezzi fini politici o di merchandising. Perchè i tumori sono proprio questi...
Come sta la terra??
io ho in men te da sempre la data del 2015...non so perchè ma lo sento come un punto ulimo, una linea di non ritorno sin da che ho anni adatti per pensare...
Che ne dite?

Riccardo Martinelli 17.12.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

approfitto del tuo articolo su questo film/documentario per far presente che sono disponibili in rete i sottotitoli in italiano per aiutare chi non capisce bene l'inglese a comprendere questo importantissimo e necessario messaggio di Al Gore. Non inserisco il link perchè non è mia intenzione fare pubblicità al sito ma appunto far presente che c'è la possibilità di reperirli. So che questo sito è frequentato da gente con un quoziente intellettivo sufficiente a trovarli.

Il mondo sta cambiando. Quando ero bambino la neve era molto più alta, e non perchè ero più basso io. Ora se nevica è già tanto.
E' un utopia un VERO miglioramento? Per quanto ci sia molta gente che si sforza in questa direzione, io credo ancora di si.

Ciao ancora Beppe, sei un grande.

Daniele Dalia (dude) Commentatore certificato 16.12.06 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

approfitto del tuo articolo su questo film/documentario per far presente che sono disponibili in rete i sottotitoli in italiano per aiutare chi non capisce bene l'inglese a comprendere questo importantissimo e necessario messaggio di Al Gore. Non inserisco il link perchè non è mia intenzione fare pubblicità al sito ma appunto far presente che c'è la possibilità di reperirli. So che questo sito è frequentato da gente con un quoziente intellettivo sufficiente a trovarli.

Il mondo sta cambiando. Quando ero bambino la neve era molto più alta, e non perchè ero più basso io. Ora se nevica è già tanto.
E' un utopia un VERO miglioramento?
Ciao ancora Beppe, sei un grande.

Daniele D 16.12.06 02:46| 
 |
Rispondi al commento

roma sud quartiere EUR sta per Esposizione Romana Universale, progetto costruzione all'interno del parco e sul lago di punti commerciali e ristoro da 50 a 200 metriquadri per volume complessivo di 180,000 metri cubi da affittare......
distruzione e stravolgimento di un'oasi di profumo, di verde e di esercizio architettonico, ad opera di circoscrizione roma 12 e del suo nuovo presidente Patrizia Prestipino della Margherita...... e dell'ente EUR...
AIUTO...

fabio araimo 08.12.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe il problema difficile da superare,oltre alle autorità che se ne fregano, è un altro!L'ignoranza e il menefreghismo della gente.Io vivo nella periferia di Torino da circa un anno è stata attuata la raccolta differenziata dopo molte proteste dei cittadini che non volgiono scomodarsi a dividere i propri rifiuti. La cosa che mi fa più schifo e vedere che il contenitore dei rifiuti organici (che possono essere recuperati) è sempre vuota mentre quello dei rifiuti irrecuperabili (che ci sommergeranno) è sempre pieno.
Finchè la gente non si rende conto del problema non si può fare molto e qualche piccola cosa per migliorare la situazione tutti la possono fare

Giuliano Guerrisi 07.12.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Una volta ho letto che se i cinesi usassero la carta igienica... non basterebbe l' amazzonia! Allora io ho cominciato a lavarmi il didietro senza usare più la carta e devo dire che è una sensazione meravigliosa: 1) è più igienica una bella insaponata e 2) è bello sapere che le mie chiappe non uccidono gli alberi!!

Giovanna Bernardi 03.12.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
come tutti sappiamo il problema dell'inquinamento oggi è uno dei primi... ma come risolverlo?un paio di metodi molto ma molto semplici che farebbero risparmiare tempo e denaro e soprattutto non farebbero partire parole inutili..prima cosa: ci lamentiamo tanto dell'effetto serra e ci preoccupiamo a rottamare macchine a destra e a manca quando ci sono i pullman per il trasporto urbano a diesel che inquinano quanto dieci macchine messe in fila... cambiamo i sistemi di alimentazione e trasformiamoli da diesel a metano o gpl o elettrici... è molto semplice! luca susanna

luca susanna 30.11.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento

E farò germogliare per loro una pianta di grande fama, e non saranno più consumati dalla fame nel paese. Ezechiele 34,29.
Caro Beppe,si parla di nuove fonti energetiche che sostituiscano il petrolio e derivati,però non ho mai sentito parlare della canapa indiana. L'altro secolo negli Usa la canapa veniva utilizzata per produrre la carta,più resistente,e non era necessario abbattere gli alberi;per produrre stoffe,vestiti,biancheria,lenzuola..;per produrre vernici e colori di buona qualità;per produrre carburante e costruire perfino la carrozzeria che risultava essere 10 volte più resistente dell'acciaio( il primo modello-T di Henry Ford carburava ad olio di canapa ed era costruita in canapa);per produrre gli stessi derivati del petrolio e del carbone(materiali sintetici come la plastica,il cellophane,la celluloide,il metanolo,il nylon...che contribuiscono a rovinare la natura perché non si distruggono, e provocheranno gravi danni in futuro),ovviamente biodegradabili che col tempo si distruggerebbero e non danneggerebbero l’ambiente.Proprio per questo tipo di impiego che la canapa indiana conobbe una leggera controtendenza,venne demonizzata dai capitani dell'industria e della finanza,le società petrolchimiche,perchè avrebbero perso circa l'80% dei profitti con l'industrializzazione della canapa.
La carta di canapa non ingiallisce ed ha una durata molto lunga. In una stagione la pianta diventa rapidamente adulta, mentre gli alberi hanno bisogno di una vita intera. Non mi voglio più dilungare nel descrivere le proprietà di questa pianta "ALIENA",di informazione ce n'è, però qualcosa si sta muovendo a favore di essa ,come l'applicazione nel campo della medicina in diverse patologie:però non basta,perchè non sfruttarla nel settore energetico,tessile,automobilistico,..., sfruttarla fino all'ultima foglia(Utopia). Ignoranza,interessi economico-finanziari sicuramente non lo permetteranno.
LA CANAPA È ILLEGALE PERCHÈ I MILIARDARI VOGLIONO RIMANERE MILIARDARI!
claudio

claudio rosa 27.11.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe, ti ho gia scritto un paio di volte su una questione forse meno importante degli inceneritori. però se il tuo tour 2007 toccherà la città di vicenza in veneto, ricordati di parlare anche del fatto che vogliono costruire una nuova caserma americana con tanto di aereoporto!! vicenza è gia una delle città del veneto più inquinate...con la nuova caserma che ovviamente porterà anche una cosa come 2.500 americani (parlo solo di militari, poi le famiglie non si sa) quindi macchine, mezzi militari ed aerei. dove andremo a finire!! ricordati anche di questo per favore...grazie di tutto!!
Martina

martina dv 27.11.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento

In effetti la "benzina agricola", quella che macchia irreversibilmente di rosso, costa meno perché non c'è l'accisa. Evidentemente l'uso di carburanti in macchine agricole non è considerato autotrazione per cui io presumo che l'utilizzo degli oli vegetali (colza e girasole) sia lecito. Ovviamente bisogna avere un trattore diesel. Per lecito si intende che si può autoprodurre l'olio qualora sia possibile oppure che si può legalmente acquistare con fattura per poi scaricare anche l'IVA in maniera del tutto giustificata.
Non è raro che i coltivatori diretti utilizzino automobili vecchie e radiate dal PRA sui campi poiché su suolo privato di fatto non vale nessuna particolare regola. Esse sono prive di targa, bollo e assicurazione, ma finché non escono sul suolo pubblico non si può dire nulla. Allo stesso modo se anche si venisse scoperti a utilizzare un autoveicolo con carburante non in regola su del suolo privato nessuno potrebbe avanzare nessuna pretesa.
L'unico svantaggio tuttavia credo sia costituito dal fatto che l'olio di colza o di girasole ha un costo al litro superiore a quello del carburante agricolo.

Fabio Montini 27.11.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato di acquistare il DVD del film "an inconvenient truth", ma il sito di amazon mi avvisa che il DVD acquistato negli stati uniti potrebbe non essere leggibile dai lettori di DVD acquistati nel nostro paese.

E' vero ?

Se fosse, come posso trovare il DVD del film leggibile dal mio computer ?

Maurizio Barnabò 26.11.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,

Che dire, sto facendo un master in consulenza ambientale on line con una università svedese; La svezia per il 2020 ha come obbiettivo l'indipendenza totale dai combistibili fossili;

Come attività collaterali allo studio tradizionale, nel master c'è un progetto che si chiama LAC e si svolgerà nel corso del prossimo anno, è un progetto "sul campo" ed ora stiamo valutando vari progetti.

Il mio progetto è quello di scegliere diverse realtà aziendali in diversi paesi e di metterli sotto un programma di TAGLIO DEI CO2, nel corso di 6 mesi, verificare poi i risultati e condividerli con più gente possibile.

Ad esempio: prendiamo un Ministero pubblico in italia, una scuola in Danimarca, una fabbrica in Russia, gli uffici di una grossa multinazionale in Spagna, e li coinvolgiamo in questo progetto dove mediante l'utilizzo di piccoli accorgimenti ( telelavoro, cambio lampadine, spegnimento di lampade e PC durante le pause pranzo, pannelli solari, pannelli termoriflettenti, etc) si raggiungono consistenti obbiettivi, questo senza cambiare lo stile di vita di ognuno di chi vi partecipa.

L'idea è quella di filmare il tutto a mo di documentario e poi diffonderlo attraverso TV satellitari, webstreaming, e file sharing.

Se hai idee o suggerimenti facci sapere, siamo sempre aperti a spunti critici!

Chiunque sia interessato ad avere maggiori informazioni o vuole dare suggerimenti può farlo scrivendo a al (chiocciola) albertolorusso (punto) it

Alberto


Mi sono da tempo stancato di di pagare il carburante ad altissimo prezzo perche'i soldi sono pochi.Percio'da tempo sto'usando con piacere l'olio di colza.lo uso con tutti i miei mezzi,che sono il trattore e il fuoristrada.Tanto che con il fuoristrada ho fatto 30000 km.Lo uso per tutti i percorsi,ancora e'un orologio.In germania costa euro 0'35 e io me lo faccio spedire.quello che non capisco e' che la colza coltivata in SARDEGNA non può essere liberamente utilizzata per l'autotrazione ma al limite solo per friggere due patate. Ma nel mio motore non ci posso mettere quello che voglio? Soprattutto prodotti che non inquinano e che costano meno.
SAVATORE ZEDDA (allevatore)

salvtore zedda 25.11.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Nel link che inserisco di seguito potete leggere la visione che abbiamo noi buddisti della relazione che c'è tra ogni essere vivente e l'ambiente in cui vive.

http://www.sgi-italia.org/buddismo/vita_amb.html

Non abbiate fretta e leggetelo fino in fondo,,,(come dicono qui in australia : take your time !!!) :-) avrete l'opportunità di scoprire come una religione poco conosciuta qui in accodente si pone in confronto ad una delle tante problematiche universali...

è davvero vitale salvaguardare il NOSTRO ambiente !!! Un ambiente malato è inevitabilmente abitato da abitanti malati !!!

un abbraccio !!!

Gianluigi Canevaro 25.11.06 01:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
è la seconda volta oggi che ti scrivo su questo altro blog per ricordati di intervenire subito:
centrale a carbone a Civitavecchia (Roma) nel prossimo anno entrerà in funzione.
Di tu cosa dobbiamo fare per fermali. E'un'emergenza da risolvere prima del tuo tour.
Sbrigatiiiiiiiii!!! non c'e tempo da perdereeeeeeeee!!!!!

maltese antonella 24.11.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Prodi
L'energia prodotta dagli inceneritori continuerà ad essere sovvenzionata
Non va in porto l'emendamento che escludeva dagli incentivi l'energia prodotta dalla frazione non biodegradabile dei rifiuti
L’Italia continua ad essere l'unica in Europa a finanziare l’energia prodotta dall’incenerimento dei rifiuti. La direttiva comunitaria infatti prevede incentivi pubblici da destinare esclusivamente alla promozione di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Tale disposizione, a cui il nostro Paese dovrebbe adeguarsi anche per superare la procedura di infrazione a suo carico, era stata inserita dalla commissione Affari Europei della Camera all’interno del disegno di legge Comunitaria 2006. Durante la discussione in Aula però, su richiesta del Governo, non è stato accolto l’inserimento nel Ddl dell’articolo 15 bis, che escludeva dagli incentivi la parte di energia prodotta da rifiuti non biodegradabili, di fatto una quota importante di ciò che va agli inceneritori. Il testo, una volta approdato al Senato, è stato oggetto di un emendamento presentato da tutti i capogruppo dell’Unione della Commissione Ambiente, in cui si chiedeva che l’articolo 15 bis venisse reintrodotto. Il Governo, però, ha fatto nuovamente ritirare l'emendamento.

Abbiamo contattato a tal proposito Tommaso Sodano, Presidente della Commissione Ambiente del Senato, che ha dichiarato : “abbiamo tentato di far approvare dal Governo la modifica al disegno di legge Comunitaria, ottenendo un impegno ad inserire questo provvedimento all’interno del disegno di legge sull’energia che sarà discusso nei prossimi giorni dall’Assemblea”. “E’ dal 1992 – continua Sodano - che l’Italia non rispetta le direttive comunitarie in ambito energetico; speriamo che si possa invertire finalmente la rotta con questo Governo”.

23 novembre 2006

giorgio rossin 24.11.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

l'introduzione della certificazione energetica col tempo portera' a una perdita del 20-30 p.c. sul valore attuale degli edifici esistenti. questo per rimanere agli immobili piu' recenti.

emanuele penacchio 22.11.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

gore ha scoperto l'ambientalismo come arma elettorale. leggevo sul corriere che la sua grandissima villa non ha uno straccio di fotovoltaico o un minimo di raccolta di acqua piovana per i prati. e' un volpone. e poi beppe parlaci della certificazione energetica degli edifici non del film di gore, la sua introduzione sara' un disastro col tempo per gli edifici esistenti.

emanuele penacchio 22.11.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

L'ho visto in Australia, e' bellissimo!
Devo farne cento copie pirata!
E regalarle in giro agli sconosciuti.
Diffondete presto!

Mauro Mazzerioli 22.11.06 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, mi chiamo Luca e ogni giorno percorro una strada statale che collega Rho con Milano, questa strada in parecchie la conoscono perchè è singolare, un imponente inceneritore di proprietà dell'AMSA brucia spazzatura a poca distanza dalla famigerata tangenziale OVEST, Rho. Allora capo beppe io mi chiedevo quali sono le conseguenze/impatto ambientale di questa struttura?
Grazie ciao da Luca.

Luca De Luca 21.11.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao!
è uscito mercoledì in libreria il libro di AL GORE
Una scomoda verità. E' fatto molto bene, spiega in modo semplice quello che sta accadendo al nostro povero mondo.
vi consiglio di acquistarlo, e di farlo girare....perchè tutti devono sapere e capire............

piantate un albero, se potete!!!!!!!!!!

roberta bonuglia 20.11.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Sono mamma di due bambini (7 e 2 anni). Da anni seguo con apprensione le notizie che sporadicamente e superficialmente arrivano sulle condizioni del nostro pianeta.
Sono molto scoraggiata, molto, molto ....
Se è vero ciò che si sostiene (ultima di ieri sera alla trasmissione di Fabio Fazio: "tra 44 anni ci sarà la fine del mondo!")perchè non si provvede a fare qualcosa? Scusate la banalità di ciò che dico ma non è possibile continuare a diffondere notizie così allarmanti e poi vedere che i governi di tutto il mondo non si mettono mai d'accordo durante le convenzioni da Kyoto a Nairobi. Nel nostro piccolo è vero qualcosa possiamo fare, ma non sarà mai sufficiente affinchè la situazione possa prendere una piega diversa. Alle volte, a mente fredda, mi sembra addirittura inutile preoccuparmi tanto perchè NOI non possiamo proprio farci nulla.
Visto che i nostri governanti (parlo dei goveranti di tutto il mondo) non affrontano il problema in modo serio e responsabile, visto che tante persone comuni non hanno capito che la situazione è veramente grave, cosa possiamo fare? Gli scenziati che denunciano lo stato attuale e futuro delle cose non vengono presi sul serio! Potremmo intraprendere una campagna di sensibilizzazione con l'aiuto di grandi personaggi del mondo della musica già impegnati a combattere altre battaglie importantissime (fame nel mondo, AIDS .....) come Bono degli U2? Cosa possiamo fare? A chi possiamo rivolgerci? Ai potenti del mondo non interessano le sorti del pianeta Terra? I potenti del mondo non hanno figli o nipoti? Rispondetemi, vi prego.

ROBERTA CHESI 20.11.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, IO VORREI RICICLARE I RIFIUTI DI CIBO, ERBA, INSOMMA RIFIUTI BIOLOGICI,
NON ESISTE UNO STRUMENTO "CASALINGO" CHE CONSENTA DI TRASFORMARLI IN CONCIME BIOLOGICO???????

maddalena cesari 17.11.06 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di alberi IN ITALIA ne abbiamo in abbondanza, le superfici a bosco stanno aumentando sempre più, sia in montagna e oggi (o meglio, da 15 anni), x eliminare le eccedenze agricole, stiamo piantando anche in pianura: si chiama arboricoltura, e per darle maggior "peso" le si appiccica il suffisso "da legno".
Ora di tutti questi alberi, perchè non torniamo a curarli (tagliarli), usando il legno come una volta e le biomasse che ne derivano per produrre calore? Il ciclo del Carbonio in questo caso è un ciclo chiuso, la CO2 emessa viene riassorbita. Più cippato per tutti!

marco carnisio 17.11.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
Grazie per ciò che scrivi, e ancora grazie per le verita' che cerchi di svelarci di questo mondo addormentato!! ma dove sei finito? abbiamo bisogno di qualcuno come te per risvegliare le coscienze di tutti perchè siamo rimasti davvero in pochi!

tiziana bellia 16.11.06 23:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, mi chiamo gian luca, ho 38 anni sono originario di como, e vivo con la mia famiglia in costa rica da parecchi anni, mio padre 15 anni fa ha piantato 500 ettari di piccole piante di teak, in ogni ettaro ci sono 300 piante, per avere un ciclo produttivo di 15/20 anni.
Non e stato un puro senso dell'ecologia pero le piante ci sono e il taglio prevvisto nel futuro sara di un ventesimo all'anno percio le restanti 19 parti restano a rotazione per sempre.
Il nostro obbiettivo era quello di produrre legname, per poi trasformarne una parte direttamente noi in porte e finestre, parquet, travi e travetti per il nostro proprio consumo.
Da 2 anni abbiamo incominciato un piccolo sfoltimento per consentire alla piantagione di rinvigorirsi, ed allo stesso tempo per consentire a noi stessi avviare una modesta produzione.
Non volevamo usare nessun legname che provenisse dalla foresta, cosi abbiamo pazientemente aspettato mentre ci dedicavamo ad altro.

Se vuoi vedere cosa abbiamo fatto puoi visitare
www.losalcaravanes.com
www.hotellagunacostarica.com
www.sanmarcodelpacifico.com
se ti puo interessare ho tutte le foto di tutto il ciclo di vita della piantagione, dal vivaio alla pianta grande, le posso spedire su cd o inviarle per posta elettronica
se e possibile
fammi sapere cosa ne pensi

ciao gian luca

gian luca panzeri 16.11.06 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace rilevare l'inesattezza e la scarsa informazione sui piani di abbattimento degli ungulati. Lungi dal realizzarsi in forma di "mattanze" o "stragi" (quali quelle assolutamente deprecabili ed incivili perpetrate a danno delle popolazioni di cuccioli di foche artiche per es.), gli abbattimenti a scopo selettivo che annualmente vengono programmati a livello di piani venatori nei confronti delle popolazioni di ungulati in Italia (come nella maggior parte dei paesi con una sana gestione faunistica) contribuiscono negli anni ad un incremento della popolazione e ad un suo sostanziale miglioramento sanitario (leggasi riduzione incidenza malattie infettive).
Vi prego, non trasformate in un "caso" di cronaca nera (Ucciso Bambi, la foresta piange) una realtà che è così poco conosciuta e capita da chi la natura la vive dallo schermo di un computer o dal video di una TV...
Buon lavoro a tutto il Blog.
Matteo

Matteo Toniato 16.11.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Me lo ricordo quel giorno, le finali delle elezioni presidenziali in USA nel 2000, Al Gore è rimasto silurato per qualche voto (BROGLI)in Florida, lo stato governato dal fratello di Bush...
Peccato mi sono detto, peccato, da oggi ce la vedremo veramente brutta. Maledizione questa è stata la conferma, ovvero, la direzione verso la quale andremo nei prossimi decenni: La distruzione del Pianeta.

Gabriele Stroppa 16.11.06 01:43| 
 |
Rispondi al commento

di mestiere faccio il termotecnico, in pratica prgetto impianti di riscaldamento. E mi sento quotidianamente preso per il c...: il mercato immobiliare prevede sempre più bi e tri locali (costano meno) per cui nei condomini ci si trova difronte ad un numero di appartamenti che sta tra i 10 e i 20 (dipende ovvimante dalla grandezza)
Tipicamente ognuno viene dotato di una cadaietta murale (maledette) che ha una potenza utile di 20.000 kcal/h (più piccole non ci sono per via dell'acqua calda sanitaria) allora in un condominio si installano per riscaldamento dalle 200.000 alle 400.000 kcal/h quando se si installasse un impianto di riscaldamento centralizzato le caldaie centrali avrebbero una potenzialità che è circa la metà. Con i contabilizzatori e le valvole di zona si avrebbero gli stessi vantaggi del riscaldamento autonomo cioè ognuno pagherebbe per quello che consuma, accenderebbe e spegnerebbe agli orari che vuole e pagherebbe di conseguenza, terrebbe la temperatura che vuole (nei limiti di legge) e pagherebbe di conseguenza. In più si avrebbero gli stessi vantaggi del riscaldamento centralizzato: una sola centrale termica con un manutenotre serio, consumi più contenuti ecc.
Ciononostante l'unico Comune che ha adottato una regolamentazione è quello di Milano. Noi invece ci troviamo a combattere ogni giorno con le relazioni delle Leggi 10/91 (ora 192/05) che rimangono pezzi di carta destinati ad essere archiviati dai geometri degli uffici tecnici dei Comuni e a sortire NESSUNO degli effetti di contenimento energetico per cui sono nate. Avete mai visto qualcuno che va a controllare se i muri che gli impresari edili hanno tirato su sono conformi a quanto depositato nella relazione in Comune? Scusate lo sfogo, forse sarò stato poco chiaro, ma per chi fa il termotecnico e ha un minimo di sensibilità ecologica queste sono vere e proprie prese per i fondelli.

Lorenzo Coggiola 15.11.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno Beppa, abito in alto adige, dove la qualitá della vita é sicuramnte migliore che altrove, nonostante ciò anche da noi, dove le mele vengono publicizzate come alimento sanissimo da prendere al volo, abbiamo i nostri problemi. Ho incominciato a preoccuparmi, da qualche anno a questa parte, perché nel periodo invernale a Merano, situata in una conca le PM 10 sono aumentate notevolmente. Fisicamente ne soffro, pertanto l'unica soluzione é stata quella di andare ad abitare sopra la zona d'inversione termica (1000 mt. s.l.m.).
Tutto ciò premesso, l'unico vantaggio alle polveri sottili quale è stato?
L'andare ad abitare in quota, in una casa costruita nel bosco, ha migliorato ulteriormente la qualitá della mia personale vita, ed ha aperto degli orrizzonti che prima, come a tanti di noi, erano sicuramente chiusi. La vita attorno al fabbricato pullula di abitanti del bosco, come nella publicitá della milca, caprioli, scoiattoli, lepri, volpi, volatili, ed ogi tanto ache qualche umano.
La saluto, e la invito come mio ospite a vivere in un angolo di mondo "incontaminato".

Maurizio Emer 15.11.06 08:57| 
 |
Rispondi al commento

.... e cose vuoi che commenti!!?
Siamo alla mercè delle grandi multinazionali, alle quali dell'effetto serra e delle altre catastrofi non gliene può fregare di meno!! Siamo servi stupidi guidati da bestie che con le multinazionali vanno a braccetto e subdolamente ci consigliano di cambiar la macchina e fanno arrivare nelle nostre case mobili prodotti con il legno di alberi secolari strappati a quel che resta delle grandi foreste e... tanto altro ancora!!! Cosa dovremmo fare?? Appenderli tutti per le palle e riprenderci il mondo e i suoi valori? Spogliarci tutti nudi e marciare verso le capitali del mondo? Salire su un razzo e partire verso un'altra galassia... ? Volete la verità? Io sinceramente , non la so. Forse siamo all'epilogo, ma mi resta almeno una soddisfazione!! Anche loro, i grandi, si troveranno addosso la stessa merda che hanno prodotto per noi.

Francesco Fonti 13.11.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

sto cercando il dvd di "an inconvenient truth";per adesso è anche logico che non si trovi nei negozi,anche quelli ben forniti.su amazon vendono solo la versione in inglese.qualcuno sa dove poter trovare una versione(perlomeno)sottotitolata in italiano?è di prossima edizione(si favoleggia del 21 nov,ma è tutto piuttosto vago)o faccio meglio a mettermi il cuore in pace?

grazie

lorenzo lodovichi 13.11.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

http://italy.peacelink.org/ecologia/articles/art_19218.html

Legggete anche questo articolo. Vi renderete conto di quanto è triste la situazione. Non c'è prorio la volontà di cambiare.

Fulvio Baldini 11.11.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto vero la catastrofe è vicina.

http://www.nemesi.net/farf.htm

Documentatevi, Turing lo anticipava già nel 1950


>

Fulvio Baldini 11.11.06 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
mi chiedo da tempo se non sia possibile rendere obbligatorio sulle macchine di nuove costruzione il dispositivo energy saving così come è stato fatto per l'ABS. La tecnologia non è nuova ma in campo automobilistico non è stata più ripresa dagli anni 90, abbandonata. Un dispositivo che spegne il motore quando gira al minimo nelle code (ai semafori in città, e le tante in autostrada...) il suo piccolo contributo lo da; lo so che è una piccola cosa, ma tante piccole cose ne fanno una grande.

Marcello di Mola 10.11.06 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e complimenti
io e mia moglie staimo cambiando casa e abbiamo preso in considerazione i pannelli solari per il riscaldamento.
Visto che non ho ricevuto risposte esaustive nè dal costruttore nè da altre persone del settore interpellate, qualcuno è a conoscenza di sovvenzioni regionali / statali / comunità europea.
grazie mille
Roberto Borotti
Magenta (MI)
robertoborotti@alice.it

Roberto Borotti 10.11.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe è superfluo dirti che sei grande e purtroppo, davvero la ns ultima speranza.
Io sono un costruttore di alessandria molto appassionato di bioedilizia e risparmio energetico, volevo dire a tutte quelle persone che affrontano oggi la fantastica avventura di farsi casa che il risparmio energetico esiste, che la qualità della vita è sicuramente migliorabile, i costi sono sicuramente maggiori, ma in pochi anni il risparmio recupera i costi, fidatevi di uno che è del settore.......
Ciao gianluca cicciarello

gianluca cicciarello 09.11.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
prendo spunto da questo post e dalla puntata di Report del 29/10/06 (la parte sull'energia) per fare alcune considerazioni.
Anzitutto sono stufo di sentirmi orgoglioso di essere italiano solo quando un nostro atleta compie un'impresa sportiva. In secondo luogo, da padre di famiglia, vorrei tanto che per i nostri figli possa esserci un futuro con un respiro un po' più ampio del 2050, dato WWF sulla presunta "scadenza" del pianeta Terra!
Tutela dell'ambiente e politica sono due facce della stessa medaglia ed il futuro della prima dipende sempre di più dall'autorevolezza e capacità della seconda.
Mi rendo conto che il problema ambientale riguarda l'intero pianeta, ma dovendolo affrontare mi sembra doveroso cominciare da casa nostra.
Nella puntata del 29/10 di Report, si evidenziava l'immobilismo e l'assoluto disinteresse dei nostri politici sull'argomento dell'energia rinnovabile, a vantaggio, per contro di investimenti sempre crescenti nel campo dei combustibili fossili. E' stato riportato il caso del premio Nobel per la fisica Carlo Rubbia, costretto ad emigrare in Spagna per poter vedere realizzato il suo progetto sull'utilizzo dell'energia solare. Siamo ormai abituati a vedere paesi come la Germania, la Francia e la stessa Spagna sempre più avanti per iniziative ed investimenti in tema di energie rinnovabili, mentre noi, che avremmo sia le condizioni geografico-climatiche sia le capacità e le tecnologie per realizzare i progetti, non riusciamo a muovere un dito.
Vuole qualche esponente politico, possibilmente con responsabilità di governo, spiegarci perchè accade tutto questo?
Perchè per fare le finanziarie si prendono ad esempio i succitati paesi mentre per ridurre l'inquinamento no?
Un caro saluto.
Roberto Barretta

roberto barretta 09.11.06 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Beppe Grillo...

Vorrei dare un opinione al post che ha scritto.
Secondo me il problema e' molto serio e di cose da fare sono tante del tipo comprare luci a risparmio energetico, nel mio caso fare meno giratine inutili in scooter ecc. ecc.
Devo ammettere che anche io non sempre sono molto attento all' inquinamento, devo ammettere che solo da pochi mesi mi sto interessando a cio che succede nel mondo.
Sono molto felice di aver scoperto questo Blog che parla come in questo caso di cose molto interessanti che mi possono servire anche a scuola.
Inoltre sarò molto contento di confrontare le mie opinioni con le opinioni di altre persone per capire meglio i problemi che ci sono nel mondo.

Grazie Grillo!

Jonatan Fabris 08.11.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

sono un accanito sostenitore che l'inquinamento da combattere in questo momento e nei prossimi anni siano le SCIE CHIMICHE le quali stanno letteralmente causando l'innalzamento della temperatura del pianeta,oltre che l'inalamento per vie orali di alluminio e bario da parte di tutti gli esseri viventi. GRAZIE. ALZATE GLI OCCHI AL CIELO E VEDRETE UNA RAGNATELA DI STRISCE BIANCHE CHE NON SCOMPAIONO LASCIATE DA AEREI

corrado cenero 08.11.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

in tema di ecologia forzata il governo andrà a tassare quasi la totalità delle vetture italiane. Ma le auto blu in dotazione ai verdi inquinano come le altre, e se inquinano perchè non vanno a piedi così evitano di sporcare l'aria? Comunque senza dubbio con gli euro che si ricaveranno da questa tassa sicuramente ne ricaveremo un'aria talmente pulita che rimarremo sbalorditi!!

enzo ferreri 07.11.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Più che un commento, la mia è una richiesta di informazioni.
Volevo sapere se qualcuno ha mai usato per le stufe apetrolio(zibro o kerosene), un combustibile differente, ecologico e non costoso.
Vivo in campagna, ho il gpl e oltre ad inquinare molto è troppo costoso.
se avete dei suggerimenti, scrivetemi
grazie mille

Chiara Nicolodi 07.11.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Belgio, dove vivo, è già uscito. Domenica ci ho portato mio figlio Filippo di 9 anni. E' uscito sconvolto per quello che aveva visto e sentito. Ieri sera mi ha pregato di accendere il PC e di insegnargli a scrivere per preparare uno "schema", un testo, sul cambiamento climatico da presentare ai suoi compagni di classe.

La sua scuola sta pensando di partecipare a un concorso che prevede la realizzazione di un affresco sul tema "La mia scuola: un piccolo pezzo di pianeta". Per la prima volta Filippo è entusiasta e vuole che l'argomento specifico dell'affresco sia il cambiamento climatico e quello che i bambini possono e devono fare per salvare il pianeta.

Filippo è un bambino tipico della sua età: cerca di stare il più possibile davanti alla Play o alla TV, quando gli consento l'accesso al PC, cerca le immagini di Dragon Ball, è relativamente pigro, è recalcitrante a scrivere anche solo una cartolina a sua nonna.

Il suo zelo di ieri nel voler preparare lo "schema" mi ha stupito e entusiasmato. Si ricordava perfettamente quasi tutto il film e i numerosi esempi portati da Gore sulle conseguenze delle emissioni di CO2.

Posso solo concludere:
1. che Al Gore ha raggiunto l'obiettivo;
2. che non è mai troppo presto per affrontare l'argomento del cambiamento climatico e per sensibilizzare i bambini.

Se Filippo non è isolato, se i suoi compagni di classe lo ascoltano, abbiamo qualche speranza di salvare noi, loro e il pianeta.

M. Deorsola 07.11.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono in ascolto, sono uno dei 2 milioni di italiani.
Quando si parte?

Continua così
Ruggero

Ruggero NATALI 07.11.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

I HAVE A DREAM.......che lo slogan dell'attuale governo "rivestiremo di pannelli solari i capannoni industriali della bassa padana e del triveneto" diventi una realtà e non rimanga solo parole....

I HAVE A DREAM.......che le aree industriali dismesse non siano per forza riciclate per costruirci centri congressi,musei impossibili e abitazioni private (che arricchiscono i soliti) ma che siano bonificate e restituite alla natura,così come alla natura erano state tolte. Piantare alberi, ricreare abitat stravolti, aviare attività ecologiche e/o eco compatibili....

I HAVE A DREAM.......che vengano creati altri parchi nazionali e/o regionali,che gestiti in modo efficace e adeguato,porterebbero soldi di un ecoturismo tutt'altro che marginale concretizzando le parole di chi vuole rilanciare i beni culturali, il turismo in Italia.......

I HAVE A DREAM.......che gli ecomostri (piccoli e grandi che siano) siano abbattuti,cancellati dalla faccia della terra (come l'ultimo,relativo alla costruzione abusiva di villette in provincia di Siena,in un territorio "teoricamente" tutelato paesaggisticamente........

I HAVE A DREAM.......che i monti ed il territorio ormai abbandonato da un'agricoltura ormai superata dal terzario venga riforestato,creando le condizioni che anni (o secoli) di sfruttamento umano hanno trasformato (es.Sardegna,la legnaia di casa Savoia,che era come la Corsica,verdissima e bellissima)......

Massimo Di Rienzo 07.11.06 10:27| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
SE PRENDI LA STAMPA TROVERAI UN ARTICOLO SUL MIO CASO DI MIO FIGLIO CHE NON VEDO DA UN ANNO E MEZZO, COMPLICE IL TRIBUNALE DEI MINORI CON IL DR SANSA E AI GIUDICI, AI QUALI HO SCRITTO NUMEROSE LETTERE PER COLLOQUI E DENUNCE DI UNA SITUAZIONE ABERRANTE. ED E' LO STESSO CASO DI CUI TI SCRIVEVO SUL BLOG DOVE MANIFESTAVO LA VOGLIA DI VEDERE MIO FIGLIO E DI UNIRE I PADRI NELLA MIA CONDIZIONE PER MODIFICARE LA LEGGE DOVE LA STESSA NON PUO' PERMETTERSI IL LUSSO DI LASCIARE A GENITORI DEVIANTI IL POTERE DI INFLUIRE E ROVINARE I FIGLI.
SE VORRAI DARE RISALTO AL MIO CASO AL FINE DI EVITARE SOFFERENZE AD UN ALTRO BIMBO E AD UN ALTRO PADRE SONO A TUA DISPOSIZIONE.
CIAO FRANCESCO

Francesco Siccardi 07.11.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Codaq (Comitato di difesa dell'ambiente e della salute quistello) e il Comune di Quistello (MN)Organizzano

Martedì 7 Novembre alle ore 21

Presso sala polivalente della biblioteca di Quistello (MN) una

Conferenza pubblica - INQUINAMENTO LUMINOSO E RISPARMIO ENERGETICO

Relatore: Dott. Fabio Falchi - Fisico esperto in illuminotecnica


La manifestazione si svolge nel contesto della settimana dell'educazione all'energia sostenibile (6-12 novembre)

A tutti i partecipati verranno regalate lampade a basso consumo energetico ed economizzatori idrici da parte di Enel.si, negozio affiliato di Quistello (MN).

paolo borghese 07.11.06 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ti prego aggiungi alla lettera del medico un poco tragico e catastrofista con la sindrome da ear (non so se si scrive così), che io faccio il suo stesso lavoro ma con 1.200 euro al mese anzi forse corro più rischi (sono un ferrista, che sarebbe un infermiere di sala che fa un lavoro per il quale non esiste il riconoscimento ne legislativo ne economico) e che se succede qualcosa è il primo che paga, perchè tanto la colpa e sempre del più "piccolo" si sa basta leggere i giornali riguardo pezze e tamponi dimenticati ecc.....
Puoi pure dire al dottore che comunque anche io ho lavorato 36 ore di seguito... ma facendomi il mazzo, non faccio le notti a letto ma in reperibiltà e non aspetto che tutto sia pronto per lavorare ma lo preparo io e non vado via quando finisce il "bello" ma devo risistemare.
Quindi posso garantire al dottore vittimista che i suoi bei soldoni che guadagna se li tenga stretti, e che il suo riconoscimento sociale tra film televisivi, commedie, libri ecc.. in parte lo ripagano (oltre la carriera e i guadagni).
Mi sembra il classico discorso demagogico e mi stupisce che tu lo abbia pubblicato, mi dà l'impressione che sei cascato nei soliti tranelli demagocici italiani.
Non dimentichiamoci che se muore un manovale mentre fa il suo lavoro è un eroe come un poliziotto, soldato, medico ecc.. non capisco perchè questi funerali di stato a loro e a gli altri no....anzi di solito chi fa quei lavori e pure raccomandato o lo ha scelto, mentre il lavoratore in miniera che muore non credo lo abbia scelto e andrebbe premiato con una medaglia al giorno solo per il fatto che fa quel lavoro, sia per i guadagni che per il riconoscimento sociale.
Un saluto beppe e forse sei l'unica voce ancora libera in italia.
ciao da max

massimiliano usai 07.11.06 08:47| 
 |
Rispondi al commento

IL NATIONAL BALLET SOFIA COMUNICA:

ATTENZIONE!!!

Purtroppo siamo venuti a conoscenza che alcuni teatri italiani utilizzano, addirittura a cartellone e con tanto di conferenza stampa,
illecitamente e senza mai averci contattato, il buon nome del Balletto Nazionale di Sofia, portando evidentemente poi per fini di profitto e all'insaputa dello spettatore italiano, altre compagnie la cui qualità è a dir poco sospetta, per cui ci daranno spiegazioni in sede opportuna.


Prof. Peter Lukanov, nella mia qualità di Direttore del Balletto Nazionale di Sofia

Peter Lukanov 07.11.06 07:54| 
 |
Rispondi al commento

grande! tra tante cose giuste hai detto quella magica, il TELELAVORO! se pensiamo che gran parte dei lavori ormai si fanno davanti a un computer, sarebbe meno stress per i lavoratori e meno aria inquinata per tutti,e molta meno gente sarebbe costretta e emigrare nelle grandi città spopolando i paesi..

martin sileno 06.11.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho 26 anni e ancora tante cose da capire ed imparare, io non so perche' ad ogni elezione dobbiamo scegliere tra il marcio e la muffa, ogni governo che ci viene proposto fa ribrezzo....ma perche' non riusciamo ad avere al potere una persona come te e come Tiziano Terzani(fosse ancora vivo)o comunque una persona che vuole bene alla nostra Italia e che non vuole solo bene alle proprie tasche. Sono ancora una "pivella"nel mondo della politica, ma dico il vero sono confusa e schifata.Ti stimo davvero tanto perche' ogni tanto vorrei lottare ma mi demoralizzo e penso "tanto e' tutto inutile" tu invece gridi da anni tutto il marcio che c'é rischiando sulla tua pelle; Genova ti vuole bene e anche io con lei un bacione Fabiola

Balbi Fabiola 06.11.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Legalizzando le droghe leggere toglieremmo dei soldi alla mafia... sarebbe un primo passo per combatterla

niccolò pesenti 06.11.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

BIODIESEL: un'opportunità da non perdere!
Su "La Repubblica affari & finanza" del 06/11/2006 a pagina 12 possiamo leggere un'interessante articolo dal titolo: BIODISEL, LA SFIDA DEI 40 CENTESIMI, ove ci spiegano che basterebba abbassare le accise sul biodisel di 40 centesimi perchè il costo dell'olio combustibile ricavato da soia e girasole sia pari al costo di produzione di un litro di gasolio. Con conseguenti benefici per l'ambiente, nonchè per gli agricoltori che troverebbero conveniente la coltura di soia e girasole. Però, a pagina 14 di "La Repubblica" dello stesso giorno leggo con stupore che nella finanziaria si prevede l'introduzione di una tassa sul BIODISEL!
Alla faccia dell'ecologia e delle energie alternative!
Ma chi li ha votati questi??????????
I petrolieri????????????

Roberto Meglioli 06.11.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento

VOLEVO METTERE A CONOSCENZA CHE SONO STATO RISARCITO DA PARTE DEL ENEL.PER UNO STRANO PULVISCOLO CHE USCENDO DALLE CIMINIERE MI CORRODEVA LA MACCHINA.MI SONO RIVOLTO AD UN AVVOCATO CHE PRESO ATTO DELLA RELAZIONE ARPAT.CHE PARLA DI INQUINAMENTO.........MI HANNO RISARCITO IN SOLDI....... MA L'INQUINAMENTO? HAI PROPIO RAGIONE BISOGNA CAMBIARE NAZIONE.

BINI massimiliano 06.11.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Grillo

Sull'Espresso di qualche settimana fa, un articolo spiega che il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari di circa euro 1.135 (millecentotretacinque) al mese.
Dice inoltre che la mozione é stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150
STIPENDIO BASE Euro 9.980
PORTABORSE Euro 4.030 (generalmente parenti
o familiari)
RIMBORSO SPESE AFFITTO Euro 2.900
INDENNITA’ DI CARICA tra Euro 335 ed Euro 6.455

TUTTO ESENTASSE!!! ed in piu:

TELEFONO CELLULARE Gratis
TESSERA DEL CINEMA Gratis
TESSERA TEATRO Gratis
TESSERA AUTOBUS/METROPOLITANA Gratis
FRANCOBOLLI Gratis
VIAGGI AEREI NAZIONALI Gratis
CIRCOLAZIONE su AUTOSTRADE Gratis
PISCINE e PALESTRE Gratis
TRENI Gratis
AEREO DI STATO Gratis
AMBASCIATE Gratis
CLINICHE Gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI Gratis
ASSICURAZIONE DECESSO Gratis
AUTO BLU CON AUTISTA Gratis
RISTORANTE Gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000)

Hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi di "lavoro" in Parlamento, mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!).

Circa 103.000 euro li incassano con il rimborso
spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per coloro che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera (es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio - nulla contro di lei, e' solo un esempio).
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola Camera dei Deputati costa al cittadino Euro 2.215 al MINUTO !!

Ora io non sono in grado di stabilire se tutto cio' qui riportato sia vero (per mia malafede sul giornalismo) ma forse lei ne ha mezzi e conoscenze. Io vivo all'estero per motivi guardacaso di lavoro, ma leggere queste cose mi disgusta alquanto!

La ringrazio e saluto

Luca Favaro 06.11.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Il motivo per cui alcune persone non credono a tutte le voci catastrofiche sui disastri naturali che stanno accadendo a causa dell'uomo, e`perche`studiano. Personalmente studio ingegneria ambientale. E`un dato di fatto che la CO2 sia un "gas serra" e che ne viene prodotta in gran quantita`per produrre energia. Ma non e`detto che sia questa la ragione dei cambiamenti climatici degli ultimi anni. Cosa sono gli ultimi 20 anni rispetto agli svariati milioni da cui il nostro pianeta ha questa forma?! E le glaciazioni allora?! Direi che sono state un notevole cambiamento climatico, ma non a causa dell'uomo...
Quindi facciamo dalla prima all'ultima le cose scritte da Grillo, in particolare la numero 8, ma per cortesia non andiamo in giro come pappagalli parlando di cose che non sappiamo come funzionano.

Paolo Benettin 06.11.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tema decisamente spinoso e attualissimo, è di pochi giorni fa l’intervento del primo ministro britannico sul quotidiano londinese Sun, Blair dice che se non si interviene da subito per ridurre le immissioni di gas serra nell’ambiente, in poco meno di mezzo secolo subiremo una crisi economica mondiale devastante, con cambiamenti climatici catastrofici e l’aumento di zone desertiche sull’intero pianeta.

La ricetta, per Blair, è intervenire subito, incominciando proprio da ognuno di noi, riducendo gli sprechi energetici a livello domestico, e poi via via sino ai più alti settori industriali.

Bisogna cominciare seriamente a sfruttare tutta l’energia che gratuitamente ci offre il nostro pianeta, bisogna che i governi intervengano seriamente con incentivi per chi vuole sfruttare le energie rinnovabili pulite, bisogna che il nostro governo metta mano velocemente al “conto energia”, semplificando l’accesso e eliminando il tetto massimo del tutto insufficiente attualmente incentivabile.
Bisogna divulgare informazione sui nuovi sistemi per riscaldare e per rinfrescare gli ambienti, bisogna cominciare a parlare di pompe di calore, di geotermia, di pannelli solari, di coibentazioni, di fotovoltaico, di idrogeno…..

I sistemi ci sono, il mondo può staccarsi velocemente dalla “dipendenza da petrolio”, eviteremmo di avvelenarci in continuo, probabilmente molte guerre contro i popoli cesserebbero di esistere semplicemente perché ne verrebbe meno il motivo principale, la fame di petrolio.

Nell’ultimo secolo abbiamo incentrato l’economia mondiale su questa materia prima, importantissima e assolutamente da non sprecare, ci sono voluti miliardi di anni perché i giacimenti si formassero e in pochi decenni ne abbiamo “bruciato” più della metà.
....Continua Su: http://www.energianaturale.it/articoli.asp?sart=268&art=24

Simone Pozzoli 06.11.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non parliamo di scie chimiche?

Alessio Cottino 06.11.06 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se le cose stanno cosi' chiedete asilo a
W
W
W
.
W
A
R
2
.
C
H
cosi non ci sono piu problemi di lavoro.

Ivan Rocco 05.11.06 22:59| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe sono massimo da napoli... vorrei chiederti riguardo ai bolli auto, dal momento che io posseggo un auto di 13 anni ,per poter continuare a circolare ho fatto l'impianto GPL rendendola meno inquinante ,nella nuova finanziaria con le famose E0 E1 E2 E3 E4 ....la mia auto dove si pone in queste fascie di tassazione....ciao e buon lavoro ...

massimo giusto 05.11.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di un pool di banche che finanzi con agevolazioni Serie i pannelli solari, fotovoltaici, l'impianto geotermico è una grande idea.
Ci siamo informati bene sulla legge per la cessione di energia, dai ragazzi, è ridicola!!!
Noi abbiamo la fortuna di avere il riscaldamento a pavimento (chiamato a pannelli)dove l'acqua circola a molti meno gradi, quindi, ci hanno spiegato abbiamo i presupposti per usare il sole per scaldarla. Siamo ben esposti a sud e abbiamo lo spazio per interrare un serbatoio per il geotermico ...ma sapete quanto mi hanno chiesto? 40.000 €. Va bene tutto ma mi scaldo 20anni con quella cifra però inquino!!! Sono nella felice situazione di non emettere anidride carbonica ma, sinceramente, non posso portarne il peso economico!!! Dove sono i verdi? In germania ci sono, qualche fesseria l'avranno fatta ma l'avete visto Report dell'altra settimana? Ci vuole un pò di coraggio propositivo.Nella finanziaria è ridicolo l'innalzamento sulla quota di olio combustibile vegetale (alias olio di colza.. o giù di lì). Forza! Un pò di originalità o almeno l'umiltà di copiare progetti che stanno funzionando! e fate tornare Rubbia, fate di tutto e convincetelo.
Fatemi sapere dei finanziamenti, please.

paola ferrugiari 05.11.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Penso possa essere interessante (!!!!!!!!) la "Stern Review", un rapporto dettagliato prodotto per conto del Ministero del Tesoro inglese da parte di rinomati studiosi, e rivolto all'analisi dell'impatto e dei costi (adattamento vs. mitigazione) del cambiamento climatico.
E' disponibile all'indirizzo http://www.hm-treasury.gov.uk/independent_reviews/stern_review_economics_climate_change/sternreview_index.cfm

In due parole, il messaggio è che se cerchiamo di prendere provvedimenti ORA per ridurre i danni derivanti dal cambiamento climatico, arriveremmo a spendere 1% del PIL mondiale. Se aspettiamo e lo facciamo DOPO, non spenderemmo meno del 5%, con scenari da 20%.

Chi ha orecchie per intendere........

Federico Ferrario 05.11.06 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , vorrei tenere a precisare una cosa fondamentale . Come tutti sanno il mondo scientifico è diviso sulla questione dei cambiamenti climatici ; c' è chi sostiene che è tutta colpa dell' uomo e chi invece dice che tali cambiamenti sono naturali . Bene , per fortuna e purtroppo hanno ragione entrambi!! Un' effetto antropico sul clima è palese!! Ciò che soprattutto i media non sanno è che il clima , per sua naturale evoluzione , cambia. Nell' alto medioevo in Inghilterra si coltivava la vite .. ora se la sognano ( o comunque il clima è più ostile , perchè PIU' FREDDO !! ). Nel XIV secolo il Mar Baltico si ricoprì di ghiaccio per parecchio tempo ..questo avvenne anche a Venezia!
Il clima della Terra è in continuo cambiamento.. l' uomo purtroppo interferisce su di esso ma NON sulla sua stabilità bensì sulla sua evoluzione!! Questo può sembrare un concetto puntiglioso ma invece è importante che si sappia .. Perchè anche i soliti allarmismi da telegiornale sono infondati e senza una chiara visione scientifica !! Si stanno creando ALLARMI-MARKETING !!!

Andrea D' Alessio 05.11.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe finanziare dal basso la ricerca della professoressa DENINNI dell'ENEA - Frascati nel che compare nell'inchiesta di RaiNews24? Grazie.

Luigi Reno 05.11.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Visitate l'inchiesta di RaiNews24:

http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

Luigi Reno 05.11.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Visitate l'inchiesta di RaiNews24:

http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

Luigi Reno 05.11.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Visitate l'inchiesta di rainews24:

http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

Luigi Reno 05.11.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato di capire se il DVD del film An inconvenient truth sia anche in italiano o abbia almeno i sottotitoli in italiano.
Mi sembra di no.
Non pensate sia possibile intervenire in qualche modo?
L'italiano ovviamente aiuterebbe molto la comprensione e la diffusione.

Ciao.

michele perrelli 05.11.06 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Amici e compagni del Blog,
il 24 dicembre del 2001 nacque a Gaeta in pr di Latina la prima tv di strada d'Italia, seguita da Orfeotv di Bologna, i cui dirigenti produssero un programma politico a cui noi di TMO Gaeta ci siamo subito accodati. Arrivò a Gaeta la polizia postale, poi arrivarono i Media, e persino Berlusconi mosse i suoi giornalisti. Finimmo sulle pagine di quotidiani e settimanali italiani e stranieri epersino Antonio Capuozzo in un programma sulle tv ci inserì come la più piccola tv del mondo dopo aver parlato della CNN, di tv brasiliane ed europee che vanno per la maggiore. Siamo nati per combattere l'impero del male e le tv comemrciali, siamo stai in prima linea contro Gasparri e Mediaset ed il suo potere politico. Da allora sono nate 150 tv di strada. Durante il governo di centrodestra 99 deputati del centro sinistra sottoscrissero un emendamento regolarmente bocciato da Gasparri e company.Ci aspettavamo ora da parte di qeui 99 deputati un altro emendamento per legalizzare le nostre tv, per una vera democrazia dal basso,si è fatto sentire solo Di Pietro e Leoluca Orlando. Intanto gira un film su TMO Gaeta, girato da cineasti tedeschi, il titolo è "LIBERTA'" E RAPPRESENTERà L'ITALIA AL FESTIVAL DEI POPOLI, FILM DOCUMENTARIO CHE POTETE TROVARE SUL SITO :
http://www.liberta-ilfilm.it
Il film documentario è un inno alla liberta di opinione, alla costituzione italiana che prevede all'art. 21 libertà die spressione con qualunque mezzo a disposizione, e noi lo abbiamo applicato. A Bologna per orfeo tv si sono attivati Ambrogio Vitale, Valerio Minnella, Stefano Bonaga, Bifo, ciro Scognamillo. Con la nostra emittente battiamo negli ascoli sia la Rai che Mediaset, trasmettiamo programmi culturali, storici, consigli comunali e tutto ciò che accade per le strade e per le piazze della città, convegni politici, comizi di piazza. Insomma un reality vero, la rappresentazione corretta di ciò che accade in città.

antonio ciano 05.11.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Dal rapporto Stern: i 5 gradi dell'apocalisse

1 grado Centigrado:
i ghiacciai più piccoli spariscono nelle Ande, privando di acqua 5 milioni di persone. Più di 300.000 persone moriranno in più per i disastri del clima nelle regioni tropicali. Il permafrost si scioglierà, danneggiando strade ed edifici in Canada e Russia. Una specie su 10 è a rischio di estinzione. Ci saranno alterazioni dell'8% della barriera corallina

2 gradi Centigradi:
scarsità d'acqua in Africa meridionale e Mediterraneo. Diminuzione di cibo in Africa e malaria per 60 milioni di persone. Fino a 10 milioni colpiti da alluvioni costiere ogni anno.
Le specie dell'Artico, come gli orsi polari, sono minacciate d'estinzione col 40% della selvaggina mondiale. La corrente del golfo si indebolisce e la fusione della calotta glaciale sulla Groenlandia è irreversibile

3 gradi centigradi:
gravi siccità in Europa meridionale. Da 1 a 4 miliardi di persone soffriranno mancanza di acqua e cibo. Milioni di persone sono a rischio di malnutrizione. Più di 100 milioni a rischio di alluvioni costiere. Estinzioni di massa di animali e piante

4 gradi Centigradi:
Africa subsahariana e Mediterraneo hanno una diminuzione di acqua fino al 40%. Calo fino al 35% dell’agricoltura africana. Cresce la malaria. Scompare metà della tundra artica.
Giganteschi ghiacciai dell'Antartico occidentale si fondono, aumenta il livello dei mari.

5 gradi Centigradi:
possibile scomparsa di enormi ghiacciai sull' Himalaya, mancanza di acqua per il 25% della Cina e centinaia di milioni di persone in India. Aumento dell’acidità degli oceani con moria di pesci. Il livello del mare sale inesorabilmente. A rischio la metà delle più grandi cità’ del mondo, comprese Londra, New York e Tokyo

Dati riportati su
http://www.masadaweb.org

viviana vivarelli 05.11.06 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo sta per collassare per i danni prodotti da un devastante sistema industriale basato sull’ideologia neoliberista: depreda e distruggi
I tentativi europei di contenere il pericolo rischiano di essere annullati dai paesi emergenti

Il ministro inglese per l'ambiente David Milliband ha progettato una serie di misure per contenere l'inquinamento con tasse ecologiche, aumento di accise sulla benzina e i rifiuti, per gli aerei.. e le 700 pagine del rapporto Stern indicano un complesso sistema di norme da applicare immediatamente

Gli USA sono il paese che inquina di più al mondo, non hanno mai aderito ai protocolli di Kioto e Bush paga apposta persone che predicano subdolamente la falsità della minaccia e minimizzano gli effetti del cambio climatico e dell'innalzamento delle temperature
Ma il peggio si sta realizzando, si sciolgono i ghiacciai, cambia l'andamento stagionale e tutto si muove verso quel disastro, soprattutto africano, che cambierà l'immagine geopolitica del mondo
L'economista Stern chiede perciò che i protocolli di Kioto siano ridiscussi già il prossimo anno e non nel 2012
Gli aiuti all'Africa saranno vanificati dall'aggravarsi dell'effetto serra; in molte zone la temperatura negli ultimi 20 anni è cresciuta di 3,5 gradi, producendo già nell'Africa subsahariana lo scorso anno 25 milioni di affamati in più

Il fatto è che costa meno prevenire il disastro climatico che viverci insieme. Ma se i governi dei paesi ricchi si comporteranno come l'Italia possiamo sperare poco

viviana vivarelli 05.11.06 07:43| 
 |
Rispondi al commento

A Londra manifestano in 30.000 a causa del rapporto Stern sul riscaldamento climatico, chiedendo a Blair una nuova legge contro il CO2
Gli inglesi solitamente non manifestano ma l'opinione pubblica é allertata dalla minaccia globale che cambierà gli equilibri del mondo, portando centinaia di milioni di profughi in fuga da un’Africa squassata da siccità e alluvioni e costando un aumento del 20% del Pil

I media italiani ignorano il pericolo, chiusi su piccole beghe locali, restii a considerare i grandi problemi globali che tra poco li riguarderanno comunque
L'unico accenno, peraltro demenziale, all’enorme disastro che ci aspetta, lo fa Feltri su 'Libero', con un grosso titolo che insulta la Moratti: "Scusa Moratti, ma che sei scema?" perché il sindaco di Milano avanza la proposta di un ticket a chi entri in città con l'auto, sperando di ridurre lo smog che strozza Milano, imitando Ken Livingstone, sindaco di Londra

Blair, invece, ha fatto della crisi climatica il suo cavallo di battaglia elettorale
Nel 2012 scadono i protocolli di Kioto che dovevano abbassare i livelli del CO2 ma hanno fallito il loro obiettivo per l'ignavia delle potenze firmatarie, come l'Italia che ha aderito senza poi realizzare alcunché, o per l’opposizione truce di paesi come gli USA a cui interessa ben poco della crisi del mondo e che mettono dolosamente a rischio il futuro di tutti per "difendere il proprio stile di vita", o di altri che intendono raggiungere il grado di potenza dei paesi occidentali

Il rapporto Stern è stato commissionato a un economista della Banca Mondiale dal sindaco di Londra, dopo l'allarme lanciato dagli scienziati britannici sui mutamenti climatici che ci costringeranno a breve ad affrontare quei problemi irrisolti che collasseranno economia e vita
Purtroppo, per diventare realistici non possiamo aspettare la scadenza dei protocolli di Kioto
Sarà troppo tardi.

viviana vivarelli 05.11.06 07:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Concordo con il decalogo. Tranne "piantare l'albero", che detto a chi non ha dove metterlo lascia il tempo che trova... Mentre mancano voci più significative, come "evitare l'uso o abuso dell'aria condizionata".

E, sopratutto, manca un concetto fondamentale da cui la falsa ecologia "pecorara" e le trappole del consumismo ci allontanano pericolosamente, cioè:

- Tutti i beni prodotti dall'uomo e che ci circondano sono "fatti di energia": SONO energia. -

Per produrre una automobile, o un frigorifero nuovo, occorre energia. Gli incentivi a rottamarli in genere sono dei paradossi ecologici.
Per produrre l'idrogeno o l'enerigia elettrica e le batterie di auto cosiddette "ecologiche" si brucia più petrolio che usando benzina o gas naturali.
Perfino per produrre le celle fotovoltaiche occorre una gran quantità di energia, che andrebbe confrontata con la loro resa e vita effettivi.
Per non parlare delle rimostranze ad incenerire i rifiuti non riciclabili, degli sprechi quando si interrano linee AT, per paura dell'elettrosmog, e tante altre eco-fesserie.

Insomma esiste un bilancio. Se volessimo davvero lasciare alle generazioni future un mondo migliore dovremmo evitare anzitutto di sprecare beni e risorse non rinnovabili, evitando anche l'accumulo di rifiuti e l'inquinamento di lunga durata.
Dicendo no (...non nel mio cortile!!) a vecchie auto, a termovalorizzitori, ai rigassificatori, alla TAV ecc, cerchiamo invece soluzioni che ci danno meno rischi e fastidi immediati, ma che inevitabilmente sprecano più energia.

Invece di brontolare dovremmo decidere. E la coperta è corta!!!

Saluti

Renzo Mattioli 05.11.06 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo qualcosa:
oltre all'elenco, sensibilizzare le persone parlando di questi problemi e informarsi, cambiamo mobilità, facciamoci vedere, per esempio sapete che esistono le bici elettriche?Sono una bomba! Lasciamo a casa l'auto.
Visitate questo sito: http://www.fiab-onlus.it/phorum/list.php?f=13
I media sono prezzolati, pensate che solo stasera il TG1 ha parlato di effetto serra, come se fosse un problema nato ieri, sono vent'anni che è stato lanciato l'allarme, e poi dicono che Kyoto non basta, il fatto che USA, India, Cina e Australia non lo hanno ratificato e che chi lo ha fatto non lo ha rispettato, noi in testa!
Il fatto è che anche a noi italiani non ce ne frega niente dell'ambiente: provate a dire che avete fatto la tale scelta per rispetto ambientale, susciterete sorrisi, è pazzesco!
I nostri politici non capiscono niente: si sono lasciati scappare Rubbia, vedrete che casino, proprio adesso!
Lunedì a Nairobi saranno prese misure drastiche contro le emissioni di CO2 e noi siamo drammaticamente più indietro degli altri che sono drammaticamente troppo indietro!
Hanno fatto una finanziaria che fa il solletico a chi ha auto inquinanti, bisogna incentivare i mezzi veramente efficienti, leggete qui:
http://www.greenlinemobility.it/e-bike/viewtopic.php?t=20
e qui:
http://www.velexpo.ch/velexpo/
forza! Non demordiamo.
Alberto

alberto carissimi 05.11.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ma hai visto la puntata di ieri sera 3 nov. di G.Ferrara "7e mezzo" sul clima? Hai sentito le caz..te del profess. o scienziato se cosi si vuol chiamarlo ospite in trasmissione tale Battaglia o non so come si chiamava?Dice che il nucleare o il carbone è l'unica fonte altenativa di energia dopo il petrolio,che i pannelli solari sono inutili come l'energia del sole non potrà mai darci la potenza in kw di cui abbiamo bisogno,che i mutamenti climatici sono cosa normale regolati dalla natura stessa,che tutte queste cose è tutta propaganda allarmistica e nientaltro.Vi prego fermatelo e ditegli di smetterla di prendere LSD.Grazie CIAO

Marco De Odorico 04.11.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo. In Germania ora le case vengono costruite con criteri di risparmio energetico, per cui consumano il 10% dell'energia rispetto alle nostre. Inoltre il fotovoltaico e le altre fonti alternative sono molto sviluppate. Però loro sono tedeschi e noi italiani. Con tutto il bene che mi voglio e che voglio al mio Paese, però non sopporto più tanto il nostro andazzo da incivili.
Saluti a tutti.

GGL

GIORGIO GIOVANNI LAI 04.11.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
OK
2- Usa la macchina il meno possibile
OK però i mezzi pubblici, almeno qui in Sardegna, funzionano malissimo ed inquinano pure. Occorre privilegiare i filobus.
3- Ricicla
Nel senso di bicicletta? Ah no quello era triciclo. Qui non decolla neppure la raccolta differenziata dei rifiuti.
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
Occorre gonfiarle con l'azoto che è più stabile. Io lo faccio.
5- Non sprecare acqua calda
OK
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
Non ho capito
7- Regola il termostato di casa
OK
8- Pianta un albero
Dove? Non ho terreno e in città non posso
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso
OK
10- Fai girare questo elenco
OK

Grazie per l'impegno di sempre.

GGL

GIORGIO GIOVANNI LAI 04.11.06 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
OK
2- Usa la macchina il meno possibile
OK però i mezzi pubblici, almeno qui in Sardegna, funzionano malissimo ed inquinano pure. Occorre privilegiare i filobus.
3- Ricicla
Nel senso di bicicletta? Ah no quello era triciclo. Qui non decolla neppure la raccolta differenziata dei rifiuti.
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
Occorre gonfiarle con l'azoto che è più stabile. Io lo faccio.
5- Non sprecare acqua calda
OK
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
Non ho capito
7- Regola il termostato di casa
OK
8- Pianta un albero
Dove? Non ho terreno e in città non posso
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso
OK
10- Fai girare questo elenco
OK

Grazie per l'impegno di sempre.

GGL

GIORGIO GIOVANNI LAI 04.11.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

No, un attimo...caro Beppe hai dimenticato che adesso pagando di piu' il bollo per le auto che inquinano l'aria sara' piu' pulita???
Io, comunque, lo faccio apposta. Voglio tenermi a tutti i costi la mia Fiat Uno cosi' per dispetto! Mi son detta: tutti inquinano questo bel pianeta e proprio io non devo far nulla?
Certo, con lo stipendio di docente precario, potrei permettermi automobili di lusso, ma visto che, alla fine, si paga anche il lusso...tanto vale rendere l'aria piu' pulita tenendo la vecchia auto e pagando di piu'.

marinella cassarino 04.11.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Oggi e domani a Riva del Garda convegno di Mani tese sulla globalliz.

USA: deficit commerciale 69,9 mld di $

2005: l'import cinese cresce dell'11,5%
L'export del 25%. Ora Pechino tratta con l'Africa, la nuova frontiera del mercato

Solo il 10% della produzione agricola mondiale arriva ai mercati internaz. Il libero commercio impone un modello agricolo basato sull'agricoltura industriale, la concentrazione della proprietà della terra, l'uso di fertilizzanti e prodotti chimici, i sussidi all'esportazione dei prodotti agricoli. Le conseguenza sono la fine dell'agricoltura di sussistenza e l'aumento delle povertà nelle campagne

Questo aumenta il flusso migratorio verso le città: nel 1950 tra le 10 città più grandi comparivano solo 3 città dei Paesi in via di sviluppo (Shangai, Buenos Aires, Calcutta); nel 2005, tra le 10 città più grandi ci sono solo 2 città dei Paesi più ricchi (New York e Tokyo) Nel 2030, tra le 10 città più grandi la sola megalopoli ricca sarà Tokyo

La popolazione urbana cresce in modo vertiginoso: nel 1950, il 29% della popolaz. mondiale risiedeva in città. Nel 2000 era il 47%. Nel 2030 arrivera’ al 61%

853 mln di persone soffrono la fame, anche se il sistema produce cibo per 12 mild. La BM dice che 2,5 mild di persone vivono con meno di 2 $ al giorno, mentre 781 mln di adulti sono analfabeti (il 64% donne)

Secondo l'Organizz. internaz. del lavoro, 217 mln di bambini sono sfruttati (126 mln svolgono attività pericolose o illecite)

Nel 2005, 1.118 mild di dollari sono stati spesi per la sicurezza di pochi gruppi elitari. La spesa militare nel mondo è di 507 mild di $, il 48% del totale appartiene all’indebitato bilancio pubblico degli USA

La spesa militare è il 2,5% del Pil mondiale, 172 $ a testa, in Italia 468

Africa, Asia, M. Oriente e America Latina spendono ogni anno 22 mld di dollari in armi
Per eliminare l'analfabetismo bastano 10 mld, 12 per ridurre la mortalità infantile e materna

da
masadaweb.org

viviana vivarelli 04.11.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i media inglesi parlano del rapporto Stern
E’ la grande notizia del secolo. Nessun media italiano fa il più piccolo accenno ad esso.
Blair, per riprendersi dalla caduta di consenso dopo la guerra all’Iraq, vuole usare la sensibilizzazione sulle variazioni climatiche per presentarsi agli elettori come un moderno capo di stato
Urge un nuovo accordo mondiale sull’ambiente. Il tempo stringe. Nel 2012 scade il trattato di Kyoto, che è stato un semifallimento. Blair aveva preparato un Kioto II ma gli USA si sono opposti. Intanto gli effetti del riscaldamento globale diventano sempre più irreversibili.
Il tempo è un costo. Per questo sir Nicholas Stern, economista della Banca Mondiale, ha presentato un rapporto di 600 pagine, paventando cambiamenti climatici tali da generare catastrofi ambientali e economiche, “peggiori della grande depressione del 29 o delle due guerre mondiali”, interi paesi che diventano deserti, migrazioni di popoli per sfuggire la siccità. 200 milioni di profughi
Affrontando il problema subito, il costo del cambiamento climatico impatterebbe per l’11% sul PIL globale, altrimenti arriverebbe al 20%
Blair vuole che il problema entri nell’agenda del G8 a guida tedesca (a partire dal gennaio 2007) e al summit delle Nazioni Unite di Nairobi il 6 novembre
Tacciono gli USA e le economie emergenti, India e Cina che non hanno sottoscritto Kyoto e sul cambiamento climatico hanno un peso enorme
Reazioni positive sono già arrivate da Berlino e da Parigi, mentre Stern cerca consenso in Asia, America e Australia. Blair si fa promotore di iniziative per la riduzione delle emissioni, e di cooperazione tra i paesi per un'economia sostenibile e a basso costo
Al momento 3 solo le linee direttive contro il global warming: la politica del prezzo del carbone, la tecnologia e l’efficienza energetica. Il pubblico inglese è sensibile a questi temi.
E noi?
Blair intende mettere della tasse ambientali per

viviana vivarelli 04.11.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Su
http://www.gsfp.org
trovate il conteggio delle vittime americana dall’ inizio della guerra ad oggi, aggiornato giorno per giorno e…,secondo per secondo, IL COSTO IN DOLLARI DELLA GUERRA.

Guardate sotto la scritta : Cost of the War in Iraq!

Sono cifre impressionanti !

(Alle 16,28 di sabato. 4 novembre i morti americani erano 21.077, la spesa in guerra era arrivata a 339.711.860.000 dollari

viviana vivarelli 04.11.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Iniziamo a risparmiare energia anche dalle piccole cose!
Ecco un esempio valido:
http://www.tecnocino.it/articolo/sanyo-eneloop/2916/

pietro murru Commentatore in marcia al V2day 04.11.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento

sorprendente servizio sulla fusione fredda:
http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

Conclusione dopo averlo visto:
fantapolitica, complottismo, misteri...poco alla volta, man mano che l'informazione viaggia sempre più libera dal controllo dei potenti, mi convinco che forse molte di queste ipotesi sono vere e la realtà supera di gran lunga la fantasia...

Franco Franchi 04.11.06 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho 22 anni e mi fa sempre piacere sapere che qualcuno lotta per il futuro della mia generazione e di quelle future. Abito a Monfalcone (Gorizia) e sinceramente me ne vergogno...Già da parecchio tempo si sta parlando di introdurre anche qui la raccolta differenziata con il metodo porta-a-porta, che peraltro è già stato adottato nei paesi limitrofi. I cittadini monfalconesi, tuttavia, hanno deciso di scendere in piazza e proporre un referendum (mentre la stampa locale faceva terrorismo psicologico verso il riciclaggio) e bloccare l'iniziativa. Ma, voglio dire, è possibile che per una volta che i politici fanno qualcosa di buono, è proprio la gente a bloccare tutto?! Mi fa inorridire: la fatica di separare la buccia di banana dallo scottex è forse più importante della Nostra salute?? In ogni caso, vedere che c'è tanta gente che la pensa in maniera diversa e che lotta per ottenere dei cambiamenti mi riempie il cuore di speranza!Grazie

Lisa Milani 03.11.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo costruendo una casa ecologica in Fontanabuona dove tutti potranno scoprire soluzioni ecologiche a portata di comune mortale. A presto!!!

Dario Cavalletti 03.11.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

volevo segnalare a tutti quelli cui sta a cuore il nostro misero mondo un capolavoro di miyazaki
"Conan ,il ragazzo del futuro".
A me ha cambiato il modo di vedere le cose a
soli 6 anni.Se vi capita guardatelo e fatelo vedere ai vostri figli.Grazie

lorenzo soldano 03.11.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe volevo mettere in risalto la condizione atroce dei cani nelle strutture(lager)della provincia di frosinone,della assoluta assenza delle istituzione e della totale mancanza di volontari salvo 3 persone su una popolazione di 100.000 persone circa.chiedo con il cuore in mano un aiuto per sostenere il diritto dei nostri amici animali ad una vita dignitosa,lo meritano!!!!se qualcuno mi legge e ha a cuore sinceramente questi esseri meravigliosi si prodighi e si crei un gruppo di volontari,insieme.aiuto!!!!!!!!!!!!!!!!non disperdiamo questi meravigliosi compagni della nostra vita..............

fabrizio colasanti 03.11.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un comune cittadino e come tutti preoccupato dal crescente allarmismo sui problemi climatici.
Nonostate sia consaopevole che quello che sto per proporre sia un reato fiscale sono altresi consapevole dell'urgenza di qualche iniziativa pratica per questo mi chiedo se non sia opportuno proporre ai possessori di motori disel l'uso di olio di colza invece del gasolio da subito aderendo cosi, a livello individuale al protocollo di Kioto e superando l'empasse politica......
che ne pensate......??


Il petrolio migliora la vita?

Nel nuovo piano antismog della regione Lombardia si trova il divieto quasi totale di utilizzare stufe e camini a legna in pianura.

Penso che il fuoco abbia rappresentato l’inizio della civiltà umana, ma oggi il messaggio è: per scaldarci bruciamo pure il salubre petrolio nei suoi vari derivati, ma basta col vecchio focolare a legna!

p.s. io ho un progetto per installare pannelli fotovoltaici sul mio tetto pronto da maggio....ma sembra che gli incentivi per chi produce energia pulita non siano più di moda....

saluti

Michele Caforio
Gallarate

michele caforio 03.11.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con te, beppe, sia sui pannelli solari che sul telelavoro: io ho già vissuto un approccio con la prima questione. Ho chiesto contributi pubblici partecipando ad un bando: mi avrebbero concesso un contributo del 23%! Beh dirai tu, meglio che un calcio in bocca! Peccato che ho dovuto rinunciare perchè avrei dovuto dichiarare che li avrei utilizzati solo per la produzione di acqua calda sanitaria e non anche per il riscaldamento in quanto non avevo un impianto a pannelli radianti. Io, da quello che ho capito, approfondendo l'argomento, ritengo che sia una cavolata in quanto, almeno nelle mezze stagioni, possono senz'altro contribuire a dare un po' di teporino in casa! Comunque, quello che voglio dire è che il sistema per ottenere un minimo di abbattimento del prezzo è ancora troppo faraginoso e complicato ed i costi di acquisto sono ancora troppo alti. Facciamo qualcosa per usare il SOLE in questo PAESE D'O SOLE!! Mi sembra assurdo che le uniche alternative proposte a livello mondiale siano ancora il NUCLEARE o il carbone!!
Per quanto riguarda il telelavoro penso che siamo ancora molto ma molto indietro, in quanto le amministrazioni pubbliche valutano le domande solo se legate a problematiche di portatori di handicap o con figli in tali condizioni.
Sei sempre un mito.
Antonia

antonia impedovo 03.11.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono varie teorie pseudo scientifiche al di fuori di quelle piu' accreditate che divulgano notizie sull'origine della specie umana, facendola risalire ad una colonizzazione di un popolo proveniente da un pianeta extra-solare che ha un orbita enorme che lo fa viaggiare quasi alla velocita' della luce, portandoli in prossimita' del nostro sisteme ogni 4000 anni circa. Ebbene secondo queste persone questi "Annunaki"sono sbarcati sul nostro pianeta proprio per arginare il problema dell'effetto serra sul loro pianeta.La soluzione che avevano trovato era quella di sparare polvere d'oro, che rimaneva in orbita per diverso tempo, nei buchi dell'atmosfera.
IMMAGINATE CHE TRA QUALCHE ANNO UNO SCENZIATO SCOPRE CHE SPARANDO ORO NELL'ATMOSFERA IL MONDO SAREBBE SALVO...NON ABBIAMO SCAMPO!
I GOVERNI CHIEDEREBBERO AD OGNUNO DI NOI UN PO DI ORO, (LA COLLANA DELLA COMUNIONE I DENTI D'ORO DI NONNO..ETC..) IN ITALIA SI RUBEREBBERO TUTTO...
POVERI NOI!

marco mecca 03.11.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento

"La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità". Nikola Tesla

"Il progressivo sviluppo dell'uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano. Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio completo della mente sul mondo materiale, il conseguimento della possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane" Nikola Tesla

Roberto Malotti 03.11.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

martedì 31/10/2006
che cielo azzurro!!
persino mia madre si è accorta che in quel cielo c'erano troppe scie di aeroplani...

passati a scaricarci sulla testa un mare ANZI un cielo di scie chimiche...

fatevi un giro

www.sciechimiche.org

no,non sono SOLO emissioni di carburante..sono ben altro...per chi ci crede,sia chiaro..non vi obbliga nessuno..

eleonora palumbo 03.11.06 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire agli scettici che hanno postato con deliri vari che il fatto che sia colpa o meno dell'uomo non sposta di una virgola il problema.
Diecimila anni fa (mica unmilione...) se il clima cambiava e faceva più freddo bastava smontare la capanna, spostarsi un po' più giù e piantare la tenda nelle fertili praterie del Sahara: oggi dove cavolo andiamo che non c'è più posto?
Per cui basta far finta di niente: il clima sta cambiando come ha sempre fatto. Però, se lo fa oggi, dico, adesso (e non solo duecento anni fa quando eravamo un quarto di quelli che siamo) è un casino.
Vorrei tanto avere una macchina del tempo ed andare nel 2050 a fare un pernacchione a tutti quelli che fanno finta di niente.

simona ortelli 03.11.06 11:16| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA DI NAPOLI E' FACILE DA RISOLVERE :

1) CACCIARE PRODI A CALCI IN BOCCA
2) CACCIARE I NAPOLETANI DAL PAESE E MANDARLI IN ALBANIA ....POVERI ALBANESI .

W
W
W
.
W
A
R
2
.
C
H

mike florio 03.11.06 02:33| 
 |
Rispondi al commento

A Termoli vi sono quattro industrie chimiche multinazionali, uno stabilimento Fiat e,da poco tempo ha cominciato a lavorare a pieno ciclo una Turbogas!Una piccola zona ad alta concentrazione di industrie ad alto impatto ambientale.E' già da qualche anno che nei paesi vicini al nucleo industriale ci sono stati aumenti vertiginosi nei tassi medi di leucemie,tumori,malattie respiratorie dovute alle chimiche.Ora con l'ultima arrivata i problemi sono aumentati maggiormente poichè l'aumento dei pm10 ha già rapportato una cittadina di 31.000 abitanti ai livelli di una città come Bologna,superando 4 giorni su 5 i livelli massimi stabiliti dall'Unione Europea.Il 27/10 inoltre una enorme nube bianca (pare sia solo vapore di raffreddamento,unito ai miasmi delle chimiche)ha coperto l'intera zona,allarmando tutti i cittadini.Non sarà l'ultima anzi lo stesso sindaco ammette che "ci dovremo abituare".La nostra era una zona con grandi potenzialità turistiche.Mi sento davvero impotente!!!!Qui ci vorrebbe una situazione alla Val di Susa per richiamare l'attenzione.Beppe potresti venire col Dott.Montanari a risvegliare un pò gli animi prima che sia troppo tardi?Perchè nei Tg nazionali si parla maggiormente di veline e calciatori piuttosto che della vita vera?Aspetto che qualcuni mi contatti!!!Se volete saperne di più: http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=2827. o http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=2850. Se vi fate un giro nel sito vi renderete conto della situazione.

Marone Recchi 03.11.06 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
Mi chiedevo se avessi visto in internet il video "9/11 - Inganno Globale" di Jimmy Walter, l'americano che ha investito di tasca sua
(o almeno cosi' dice),7 milioni di dollari per riaprire l'inchiesta sull' 11 settembre 2001.
Probabilmente lo avrai gia' visto o ne avrai gia' sentito parlare. Comunque mando il link a te e tutti coloro che leggeranno questo messaggio e che ne saranno interessati.

http://video.google.it/videoplay?docid=-4707106427582061756

Io son rimasta senza parole nel considerare le eventuali verita' e manipolazioni nascoste sotto un evento di tale importanza. Se le teorie di Walter sono vere...altro che Italia!!
E devo dire che il tutto mi spaventa!

Buona serata a tutti

carmela capozzi 02.11.06 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Noi qui stiamo a chiaccherare, a parlare di finanziaria, di calcio truccato, di destra, sinistra alto basso. Noi italiani parliamo di tutto e su tutto. Parliamo e basta. E intanto tutto va a rotoli. In Germania, parlano meno e forse fanno un po' di più: piste ciclabili che non sono semplici righe gialle dipinte su di una strada, ma sono delle vere stradine alternative e pulite (come aria) per raggiungere la città, ottenute asfaltando le vecchie stradine in mezzo ai campi (si, proprio quelle stradine che costeggiano i campi come ci sono da noi). Così la gente usa la bici e non la macchina. Si usa il mezzo pubblico se c'è freddo, e i bus urbani raggiungono anche i paesi limitrofi alla città dove quindi la gente va a vivere volentieri. Oppure con un bel treno puntuale e pulito si può ottenere lo stesso risultato. Là si ha la rottamazione non sulle auto per la gioia dell'inquinamento, ma sulle case. Si ottiene un prestito se si ricostruisce la casa con materiali che riducono il consumo energetico, con i panneli solari con cui si rivende l'energia alla rete e così via. Non sarà forse sufficiente, ma è qualcosa. Qui si parla e basta. Intanto a chi crede poco al riscaldamento globale, consiglierei di fare una bella gita alpinistica nel gruppo del Rosa per vedere come si ritirano i ghiacciai. E magari accorgersi che in Luglio, il ghiaccio si scioglie anche a oltre 4000 metri.

Aram Megighian 02.11.06 22:32| 
 |
Rispondi al commento

E' DIFFICILE "LOTTARE" CONTRO:
L'IGNORANZA,
CHI NON VUOL SENTIRE,
CHI NON E' DISPOSTO A RINNUNCIARE AL "BENESSERE" DI OGGI,
CHI CI MARCIA,
L'INDIFFERENZA,
L'EGOISMO
CHI NON PENSA AL DOMANI,
ECC.ECC.
CREDO CHE SIAMO DESTINATI ALLA DISTRUZIONE, SIAMO TROPPO STUPIDI...

Gianpietro Colla 02.11.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, uno dei tuoi suggerimenti finali e' stato seguito qualche giorno fa da un gruppo bancario popolare del nord (che pero' ha nel suo gruppo anche banche del centro e del sud...), che ha fatto una specifica convenzione con il comune di Bergamo per finanziamenti agevolati destinati a PANNELLI SOLARI e automobili a GPL.
Potresti chiedere a B.Pop.XXXX perche' il resto d'Italia (dove comunque ha filiali del gruppo) non puo' essere agevolato nello stesso modo ?
Non prendano scuse come "i comuni non sono disponibili", non e' vero! E' solo politica aziendale che sceglie di escludere le grandi citta', quelle dove davvero servirebbe inquinare MOLTO MENO.

Alberto Santacchini 02.11.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Sempre di piu' . E' il messaggio subbliminare della nostra cultura ! Cultura che debole di confini , sborda nell'egoismo e nella sopraffazione economica e morale . Siamo privi di personalita' e simili non a un Dio che ci ha creato ma a uomini che nell'uomo hanno visto gli dei . Non ci facciamo mancare nulla togliendo futuro a chi verra' . Sul nostro altare immoliamo il futuro della terra , il presente delle nostre coscienze e il sempre delle nostre anime .

Aldo Bracco 02.11.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi tutti,

nella ns. piccola famiglia (2 adulti + 1 bambino) che abita in centro città abbiamo deciso di vendere la macchina e di utilizzare quando serve di più il car sharing.
Io utilizzo solo lo scooter anche d'inverno per andare in ufficio e mia moglie i mezzi pubblici o l'auto (solo a volte) perchè da un anno preferisce il car sharing che ha sperimentatato con successo.
Ovviamente ognuno deve adattare le proprie esigenze allo stile di vita che conduce e al lavoro che fa, ma vi assicuro che mentre prima mi faceva strano il pensare di non avere l'auto adesso ho scoperto che ho un sacco di grane (e costi!) in meno.

grazie

PML

paul mary lee 02.11.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dite delle temperature di oggi ??
Effetto serra ??
L'ottavo comandamento di Grillo è una c...avolata : siamo invasi dagli alberi ! Se ne taglio 1 la Forestale mi arresta.
Il decimo comandamento è da correggere e integrare con altri 10, o, meglio, da lasciar perdere.
Comunque Grillo mi piace nonostante...

leandro santin 02.11.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sull'argomento vi consiglio il libro "I signori del Clima" di Tim Flannery.
Leggete e meditate.

Daniele Longhi 02.11.06 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi mi sono appena visto An Inconvenient Truth nella versione originale.
Devo dire che spiega molte cose importanti del mondo d'oggi e fa previsioni per i prossimi 50 anni.

Devo dire che se continueremo così, per i nostri figli e i nostri nipoti, come dice Beppe, non ci sarà futuro.

Wilk 3ert 02.11.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Questa è bellissima!!!!!
La campagna si chiama PULIAMO IL MONDO!!! GUARDATE CHI SONO GLI SPONSOR.....

http://www.puliamoilmondo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=44&Itemid=66

Roberto Malindi 02.11.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!

Sono un abitante di Morbegno, un piccolo paese delle valtellina(12.000 abitanti),l'amministrazione comunale, in collaborazione con SEM (società elettrica morbegnese)ha dato vita ad un progetto di teleriscaldamento, ovvero creare una grande centrale che permetta il riscaldamento delle case.
Non conosco i dettagli del progetto inquanto, per mancanza di tempo non posso recarmi in comune per avere le necessarie informazioni.Nella mia ignoranza credevo che,dato che si stà realizzando un opera NUOVA,si sarebbero utilizzate delle fonti rinnovabili o comunque un sistema di produzione energetico alternativo a quello attuale (gas o gasolio). Invece con mia estrema sorpresa la centrale sarà costruita per funzionare con il GAS....
Non sono un ingegnere, quindi non so nel dettaglio come funzioni la centrale, posso comunque dire che l'acqua scaldata dovrà percorrere alcuni Km all'interno e fuori dalla città(d'inverno si toccano anche temperatura da -5 a -10), quindi significa che l'acqua per arrivare calda nelle case sarà portata ad una temperatura superiore a quella che scaldo io con la mia caldaia, ne consegue che per ottenere maggior calore dovrò consumare maggior energia...e allora che vantaggio porta la centrale del teleriscaldamento???? forse quello di inquinare da un'unica ciminiera anzichè da tante??? sarebbe questa l'innovazione tecnologica?

Roberto Malindi 02.11.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invito fortemente Beppe a un approfondimento sulla Fusione fredda insabbiata e a vedere l'inchiesta di RAInews24 (che sarà presto online sul sito http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/inchieste.asp ) oltre che leggere il libro di R. Germano - "Fusione fredda" - Moderna storia d'inquisizione e d'alchimia - Saggi Bibliopolis (ISBN 88-7088-397-3)

La fusione fredda è una realtà, ma al momento l'establishment è interessato solo all'uso bellico di tale mostruosa capacità energetica.

Dario Carotenuto 02.11.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

consiglio anche una visita a
http://www.sonyclassics.com/whokilledtheelectriccar/
dove si scopre come l'auto eletrtica perfetta sia già stata inventata dalla GM e distrutta per volere delle lobby.

Dario Zannini 02.11.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento

no comment

Anna Chiusolo 01.11.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

E' stato calcolato che l'energia consumata dalle lucette dei vari apparecchi elettronici in stand-by, (cioe' non in uso ma neppure spenti), 20 miliardi di KWh solo in Germania:

http://standby.lbl.gov/articles/Germany.html

Questa energia e' completamente sprecata e la sua produzione determina l'emissione di circa l'1.5% del totale di CO2 emesso.

Una semplice mossa di noi utenti aiuterebbe moltissimo. Invece di spegnere il televisore (o lo stereo, DVD player, etc) col telecomando spegnamolo completamente con l'interruttore principale. Se non usiamo qualsiasi apparrecchio assicuriamoci che sia veramente spento, che non funzioni in stand-by.

Un piccolo, semplice passo che ci permetterebbe di conservare parecchi kWh.

Nicola Ferralis 01.11.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.....è chi governa i paesi che può cambiare la cose. Tutte le altre cose che possiamo fare noi, sono solo una "spolverata" di speranza.....
Io ho tre figlie 7, 7 e 8 anni.....e ho paura !

Carlo Bergna 01.11.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

UN SINCERO GRAZIE AL BLOG INTERO CHE CONTINUAMENTE FA VISITA AL MIO SITO
www.mdc.altervista.org
PROBABILMENTE SI E CAPITO CHE CI SONO ANCORA PERSONE CON IDEE INNOVATIVE PER CAMBIARE QUESTO PAESE. DI NUOVO UN SINCERO GRAZIE anche se il caro beppe continua a fare finta di niente e non si adopera in nessun contatto o collaborazione. NON SI PUO PREDICARE BENE E RAZZOLARE MALE
INDICATE QUESTO SITO A PIU PERSONE POSSIBILI; DATEMI FORZA
www.mdc.altervista.org

mazza.leonardo 01.11.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per beppe e per chi segue questo BLOG: la settimana prossima, dal 6 all'11 novembre la Commissione Italiana UNESCO ha lanciato una 'settimana per l'Educazione alle energie sostenibili'. La settiamna si inserisce nel decennio UNESCO per l'Educazione allo Sviluppo Sostenibile, al quale l'Italia aprtecipa. Più di 250 iniziative saranno presenti in tutte le regioni italiane andate sul sito della Commissione Italiana Unesco per saperne di più, e per l'elenco completo delle inziative. Molti obiettivi sono gli stessi di Beppe: mettere in contatto aziende che producono pannelli solari con i cittadini con le banche e con le regioni che propongono incentivi. Se partecipate anche voi fatecelo sapere!!!!!

Michela Mayer 01.11.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ elan torre 01.11.06 10:36

Vedi caro Elan, per quanto tu abbia tutta la ragione del mondo, la legge purtroppo dice il contrario. Se tu avessi visto il film, avresti sicuramente notato che per un buon 60% compare la scritta "all rights reserved". Lo spirito robinwoodista, per quanto ammirabile, semplicemente e' illegale. Possiamo discutere sulla legittimita'. Tuttavia rimane la questione fondamentale del fatto che la copia sia pirata, ovvero rubata. Ruberesti la macchina a un riccone che ne ha altre 50?

Questo e' il problema dell'Italia (e il motivo per cui non ci vivo piu'). Le leggi esistono, ma sono interpretate ad personam, rendendole inutili. Invece di combatterle (personalmente sono per la libera distribuzione della cultura e propositore convinto del free software movement) con armi di persuasioni legali e proteste, la gente preferisce "fregare il sistema". Fregare il sistema alla lunga non conviene, perche' le compagnie si inaspriscono e impongono sempre piu strette limitazioni d'uso ai loro prodotti. Penso per esempio alle scelleraggine di Microsoft nella protezione (legale!!!) dei loro prodotti, o dello scempio che viene compiuto nella distribuzione della musica "protetta".

Rimango della mia opinione. Una copia pirata e' illegale come se fosse rubata. Non la uso non solo perche' appunto illegale, ma perche' preferisco andare a protestare direttamente in faccia a Gore quando verra' a presentare il film.

nessun problema etico nello scaricare An Incovenient Truth dalla rete.
Il suo produttore, Al Gore, viene da una delle famiglie più richhe degli USA e non campa certo sui diritti di questo film-documentario.
Sono anzi certo che una rapida diffusione gratuita del suo messaggio "verde" remderà fiera la produzione.
Mi è meno chiaro il senso "verde" che ora adottano tante celebrità nella comunicazione di massa: è marketing? è moda? o è vera coscienza? mah....

elan torre 01.11.06 10:36 | Rispondi al commento |

Nicola Ferralis 01.11.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Perchè dobbiamo rinunciare alla nostra mobilità che è una nostra libertà per colpa di qualcuno che più in alto di noi non fa nulla per rendere la nostra mobilità più ecocompatibile? Perchè dobbiamo rinunciare a muoverci ad usare la macchina quando non si cerca di rendere la mobilità più intelligente iniziando ad eliminare quegli spostamenti che sono davvero inutili?
Ritengo comunque importante che ognuno si impegni per rendere i propri spostamenti il più intelligenti possibile pensando a come e quando usare la propria auto.

Guido Gamerro 01.11.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

IL SONDAGGIO
VAI A GUARDARE
WWW.CLANDESTINOWEB.COM

LA FINAZIARIA FA PAURA AGLI ITALIANI
Nonostante non sia chiara, la fiducia che possa danneggiare le persone è molto alta nell'opinione pubblica.

www.clandestinoweb.com 01.11.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Daccordo con Beppe, ma siccome sono il solito guastafeste vi porto un esempio vero, su esperienza personale:
io ho una casetta in pietra e un terreno terrazzato a olivi all'interno di un area addibita a Parco Naturale (per inciso c'era prima il terreno e la casa e poi è arrivato il parco).
Sto cercando di farmi dare la corrente elettrica per andarci a vivere e levarmi dalla casa dei miei genitori (ho 36 anni).
Sono 2 anni e più che l'enel non si mette daccordo con l'ente parco per come fare i pali della luce. L'ente li vuole in legno perchè in metallo deturpano e l'enel fa notare all'ente parco che se li fa in legno deve deturpare l'ambiente perchè il palo in legno da solo non regge e ha bisogno di tiranti.
Mentre loro dialogano amichevolmente da due anni io sto con un generatore a benzina che stranamente è a regola per l'ambiente secondo l'ente parco e, sempre per l'ente parco non posso sostituirlo con pannelli ssolari perchè "deturpano il paesaggio".
Sosttuzione che dovrei fare beninteso a mie spese perchè per l'Enel non mi darebbero alcun contributo alla messa in opera.
Almeno sono daccordo su qualcosa, l'Enel e l'ente parco.
I pannelli solari non vanno usati.

Fate voi...

Fabio Vistori 01.11.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse leggere delle sconvolgenti notizie può trovarle qui:
http://www...(poichè l’inserimento di questo sito viene impedito dal Blog di Grillo per trovarlo basta cliccare sul mio nome in fondo). Grazie e buona serata a tutti. Giovanna


sorriso e dolore 01.11.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, dico subito che sto dalla tua parte e di quelli che cercano di fare qualcosa. Grazie a questo blog sto aprendo gli occhi e cerco di far funzionare il cervello ( pensare ).
Trovo interessante questo video di Al Gore , ma se non sbaglo non è lo stesso Al gore che si è candidato alla presidenza della Casa bianca qualche anno fa?
Mi verrebbe da pensare che se avese vinto lui (per pochi voti e anche questo mi fa fare strani(?) pensieri) forse l'america avrebbe fatto qualcosa per avvicinarsi ai protocolli di Kioto, ma date le potenti lobby americane lo trovo molto difficile.
Non vorrei che fra qualche tempo tutto questo diventasse una bufala e il signore in questione non si mostrasse diverso da adesso.
Mi sentirei nuovamente deluso nel tradimento di questo sentimento ambientalistico che invece deve averi forti basi per radicarsi sempre di più nel sentimento umano prima di finire inreversibilmente nella m...a più profonda.
Ciao ciao e continua cosi

loris maxximo 01.11.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

diffondete questo elenco, pubblicatelo se possedete un giornale, o leggetelo in diretta se lavorate in una radio, è importante, non c'è piu tempo.

ernesto del sud 01.11.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
2- Usa la macchina il meno possibile
3- Ricicla
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
5- Non sprecare acqua calda
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
7- Regola il termostato di casa
8- Pianta un albero
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso
10- Fai girare questo elenco


caro Beppe
fai un bel foglio in word
semplice
da far girare via mail
posso farlo io,
ma è meglio un foglio standard redatto da un uomo forte, cioè TU.

grazie BEPPE,
anche se sei di parte
anche se tante cose non le dici
comunque fai tanto
anzi, tantissimo,
e fregatene di chi ti offende, potrebbe trattarsi di gente che oltre ad infangare il nostro stato risulta chiaramente solo un viscido vigliacco zerbino e fottuto dal potere.

andrea costa 01.11.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

OT
*************************************************

TUMORE 1 - ORIANA 0

SIGNORI, QUESTO E' IL TITOLO DI UN POST CONTRO ORIANA FALLACI!

*************************************************
CLICCA SUL MIO NOME PER SAPERNE DI PIU'.


le problematiche ambientali sono legate anche e sprattutto alle scie chimiche.

C:\Documenti\Scie Chimiche.htm

ALLARME AGRICOLO – Giugno 1, 2006


BOZZA PER UNA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DA PRESENTARE AL SENATO E ALLA CAMERA DEI DEPUTATI STATUNITENSE SUI DOCUMENTI IN FASE DI APPROVAZIONE DI MODIFICAZIONE SPERIMENTALE DEL CLIMA

Di Rosalind Peterson


Il documento 517 del Senato Statunitense e il documento 2995 della Camera dei Deputati Statunitense sono documenti specifici che contengono l’autorizzazione al cambiamento sperimentale del clima attraverso metodologie artificiali. Tali documenti implementano la politica nazionale sulla modificazione del clima ma non includono una presa di coscienza da parte dell’opinione pubblica e degli organismi preposti alla salvaguardia dell’agricoltura nazionale. Tali documenti pertanto costituiscono solo una traccia relativa alla strategia generale da adottare approvata nel 2006.

Questi 2 documenti sono stati pensati per implementare la sperimentazione sul cambiamento artificiale del clima e non includono al loro interno alcun riferimento ai responsabili dell’ambiente(EPA), dell’agricoltura, delle acque, o ai rappresentanti dei cittadini, e non contengono alcuna misura cautelare di controllo da parte del Congresso, dello Stato, della Provincia, o una presa di coscienza da parte dell’opinione pubblica, in merito alle azioni previste e alle conseguenze economiche di tale progetto.
Il cambiamento climatico, infatti, puo’ causare dei seri danni ai campi di grano e ad altre coltivazioni e alle falde acquifere. Se il clima cambiasse in uno stato,in una regione o in una provincia, questo evento sicuramente avrebbe delle disastrose ricadute in ogni altro stato, regione o provincia. E chi e con quale autorita’ sta decidendo che tipo di modificazione del clima sperimentare e attuare e quale impatto positivo o negativo sulla vita del pianeta tale evento avra’?

L’ esperimento di modificazione artificiale del clima previs

mir bug 01.11.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

io devo scegliere i prodotti con meno confezioni?
io devo usare la macchina meno possibile?
perchè le aziende non fabbricano prodotti con meno confezioni? perchè non pagano dazio sulla carta/plastica che sprecano?
perchè la golf del 2006 consuma come la golf del 1988?

massimo alberi 01.11.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno
In questi giorni non sento altro che parlare di Finanziaria,me la sogno anche la notte.Mi chiedo il perchè le precedenti,soprattutto l'ultima che già aveva aumentato le tasse(non si spiegherebbe altrimenti l'aumento del 63% delle entrate tributarie),non abbiano avuto lo stesso martellamento mediatico.Sarebbe interessante chiedersi poi cosa è stato fatto per l'energia e l'ambiente in questi anni.Bene,non è stato fatto niente,anzi l'Italia ha aumentato le emissioni nocive alla faccia del protocollo di Kyoto che abbiamo ampiamente violato.Ci vogliono far credere che l'idrogeno,l'eolico e il solare sono sconvenienti,mentre il nucleare non inquina.Ma perchè tutto questo?Allora seguendo un ragionamento logico chi sarebbe colui che verrebbe danneggiato dall'introduzione di tali fonti di approvvigionamento energetico?Innanzitutto lo Stato che non potrebbe tassare il sole e il vento,poi la varie società quotate in borsa(vedi l'Enel),ma soprattutto i petrolieri.E chi è il primo petroliere in Italia?Ma Massimo Moratti,l'uomo decantato come gentiluomo,che siede allo stadio di Milano con il compare Tronchetti Provera con la sciarpa dell'Inter.E' lui che condiziona la politica ambientale italiana e non solo(ma Raul Gardini,colui che voleva produrre energia con le barabietole,si suicidò?Ed Enrico Mattei?).Beppe disse che la Fiat aveva una macchina ad energia pulita pronta da anni;Moratti che ne pensava se Agnelli avesse messo sul mercato una tale autovettura?Penso in definitiva che ogni volta che dobbiamo dare dei giudizi su qualcuno o qualcosa dovremmo vedere le situazioni e gli avvenimenti oltre la facciata.Il problema energetico è uno di questi e i nostri dipendenti dovrebbero darci delle risposte soprattutto su questi personaggi...

PS. La Finanziaria di quest'anno servirà a estinguere il debito di TELECOM;la cifra è quasi la stessa guarda caso.Se qualcuno sa darmi una spiegazione migliore gli sarei grato...Questo è un interessante spunto per te Beppe!

Salvatore Romano 01.11.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Non so voi, ma io non sopporto il 2 Novembre!

E voi?

#################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.


arnold shwarzenegger , il governator della california, ha fatto convertire il suo Hammer a idrogeno e oli vegetali . Ho scritto la notizia al nostro dipendente pecoraro scanio , invitandolo a seguire l'esempio....... a dare un segno della sua presenza....... a farci capire perché l'abbiamo votato................
noi siamo i veri verdi ..... dalla rabbia .
mandategli una mail anche voi .
ogni giorno.
raffaele quinto

luca quinto 01.11.06 14:24| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di clima, sono nel sud del Chile da 5 giorni e non ha mai smesso di piovere neanche per un minuto, ho fatto circa 400 km in mountain bike e non ha mai smesso di piovere.. ho chiesto ad alcune persone se era normale una tale quantita di pioggia, e tutti mi hanno risposto che e' il periodo, ma che di solito non piove cos¡ tanto...prossimamente arrivero ancora piu a sud per vedere i grandi ghiacciai, prima che si ritirino del tutto...

tristi e rassegnati saluti

Marco Oliva 01.11.06 14:14| 
 |
Rispondi al commento

visitate il sito del trailer: www.climatecrisis.net è in inglese ma vale la pena visitarlo

alan avon 01.11.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

@ ugo lamarmora 01.11.06 10:27

l'inquinamento del privato cittadino non è nulla in confronto di quello delle fabbriche ???

Hai mai moltiplicato il numero di volte in cui si
lavano i piatti,si fà il bucato,si lavano i pavimenti o i vetri,ci si fà la doccia o il bagno,si lava la macchina,qualcuno si improvvisa automeccanico e butta l'olio usato dell'auto nel tombino per il numero di abitanti d'Italia?
Scusami ma,senza negare l'esistenza dei soliti furbetti tra i miei colleghi,ti informo che esistono leggi estremamente severe sulla gestione
dei rifiuti pericolosi,le quali sono rispettate dalla maggioranza delle aziende, che tu ci creda o no,tanto al punto da essere divenute una pesante voce nella gestione di costi, con il risultato di un razionalizzazione degli imballaggi(tutti riutilizzabili),usati nello spostamento delle merci, durante le fasi produttive: vero é,per contro, che al dettaglio
la merce risulta impacchettata/imballata oltre misura(ma non potrebbe essere solo un cattiva abitudine?),escludendo come ovvio quei prodotti dove é necessario un'altro grado di protezione.
Prova a chiedere a Greenpeace quanti danni provoca quella "piccola" quantità di candeggina usata per i pavimenti, che poi finisce nello scarico(ti invito a NON sottovalutare la cosa).

masola diego 01.11.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il Trailer: deploro e ho sempre deplorato il terrorismo che ogni giorno sono costretto a subire, ma ora vorrei fare del terrorismo: questo tipo di terrorismo! Ma a fin di bene, per far capire a cosa veramente andiamo incontro. Questo è il terrorismo di cui tutti avremmo bisogno! Perchè in questo caso, fare "terrore" sulla nostra terra che stiamo distruggendo per colpa dei nostri "dipendenti", aiuterebbe a salvarci!! Noi, i nostri figli e i loro figli!
... non solo RESET!!...

Giorgio Montali 01.11.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Dubito che il documento finirà nelle sale, tantomeno in TV...non aiuterebbe il PIL
...2050... e con che coraggio faccio figli, poi che gli racconto!!!!

reset!!!!

mauro nurrito 01.11.06 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
quello dei pannelli solari è un argomento interessante e che vorrei prendere in considerazione a casa.
Io abito in Sardegna ma i comuni non sono molto avanti, almeno il mio.. Potresti consigliarmi un ente fidato nella mia regione. Puoi scrivermi alla mia mail.

franco sanna 30.10.06 22:23

@@@@@@

www.enerpoint.it - consigliato anche da Beppe un po' di tempo fa. Se esplori il sito trovi anche informazioni sul conto energia e sui finanziamenti pubblici con i rispettivi riferimenti.

www.commercioetico.it - sito collegato a Jacopo Fo, promuove la vendita di caldaie a integrazione solare con tanto di riferimenti nelle singole amministrazioni regionali.

Spero che non sia considerato spamming un messaggio del genere... ciao.

Alberto Rosso 01.11.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Off Topic
#################################################

"Sono stato censurato, processato e inibito. Ogni mia idea veniva cassata. Non sono disposto ad apporre la mia firma e prestare la mia faccia a disvalori che non condivido e che tradirebbero la fiducia del mio pubblico. Se questo deve essere il prezzo da pagare sono disposto a pagarlo".

QUESTE SONO LE ACCUSE DI CLAUDIO LIPPI CONTRO LA TRASMISSIONE BUONA DOMENICA...

#################################################
Clicca sul mio nome per saperne di più.


Un libro: "I nuovi limiti dello sviluppo".

Maq Roll 01.11.06 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Però il problema è più ramificato del previsto.
Nel sud Italia già pochissimi fanno la raccolta differenziata, credendo sia utile; evidentemente non sono informati sulle nostre infrastrutture.
Gli addetti gettano i rifiuti della raccolta differenziata in una DISCARICA qualunque(vi rendete conto?!?).
In questo modo abbiamo anche dato i NOSTRI soldi per finanziare operai e mezzi di qualsiasi genere per non lavorare o per farlo in modo pessimo.

Antonio Petruzziello Commentatore in marcia al V2day 01.11.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@@@ Nicola Ferralis 01.11.06 04:05

Purtroppo il film non uscirà nei cinema


Quoto! Aggiungerei: ridurre la velocità sulle autostrade a 110 Km /ora per tutti.
Il risparmio di carburante è del 20% più basso.

(Dipende dalla macchina, ovvio)

Per Prodi: dubito che capisca qualcosa di telelavoro, lui che ha avutova mano IRI e faceva andare su è giù mio papà per interminabili quanto inutili riunioni da Bologna per Milano e Napoli ogni singla settimana.

Aggiungerei però una legge che obbligasse i comuni sopra a tot abitanti ad avere distributori di metano per autotrazione in numero sufficiente!


DOBBIAMO FARE PIU' Disributori!!!!!!!!!!!

Francesco landi 01.11.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@@ Nicola Ferralis,
nessun problema etico nello scaricare An Incovenient Truth dalla rete.
Il suo produttore, Al Gore, viene da una delle famiglie più richhe degli USA e non campa certo sui diritti di questo film-documentario.
Sono anzi certo che una rapida diffusione gratuita del suo messaggio "verde" remderà fiera la produzione.
Mi è meno chiaro il senso "verde" che ora adottano tante celebrità nella comunicazione di massa: è marketing? è moda? o è vera coscienza? mah....

elan torre 01.11.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

concordo, tuttavia credo che ci sia un problema: l'inquinamento del privato cittadino non è nulla in confronto di quello delle fabbriche, non si può risolvere nulla senza partire da loro

ugo lamarmora 01.11.06 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Che fine ha fatto EOLO auto? Avevano progettato, realizzando anche un prototipo, l'automobile ad aria compressa. Avevano persin in peogetto un monovolume (ho 4 figli..). Sembrava un progetto rivoluzionario: zero emissioni , zero smog. Ero iscritto alla loro news letter, li avevo ascoltati in un intervista radiofonica a Caterpillar (Radio2)dove già denunciavano la montagna di difficoltà e gli intralci al loro progetto.
Spariti. Capannoni, magazzini , operai...tutto sparito.
Possibile? Avete notizie al riguardo?
Ciao a tutti. Continuate così!!

Maurizio Raschio 01.11.06 07:29| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Francesco D'Ambrosio 01.11.06 02:32

O magari aspettare e andarlo a vedere al cinema? Almeno quella soluzione sarebbe legale (non mi risulta che tu possa comprare il film via bittorrent...)

Nicola Ferralis 01.11.06 04:05| 
 |
Rispondi al commento

La cosa incredibile è che il dvd non venga venduto solo online (acquistabile ad esempio da itunes o in altro modo) ma in dvd-mondezza pieno di plastica ed altro materiale.non è il massimo della coerenza,quindi meglio chi lo scarica da bittorrent senza inquinare con plastica,trasporti,etc.
Avrebbero potuto mettere un modulo online per le donazioni sulla realizzazione del dvd,io avrei versato qualche euro. Vale anche per te, Beppe.

Francesco D'Ambrosio 01.11.06 02:32| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono daccordo sul fatto che bisogna sbrigarsi a salvare il nostro pianeta. Il discorso da fare è un altro: attenzione cara razza umana, o finirete come i dinosauri. La terra rimarrà li dove è sempre stata da quattro miliardi di anni, e ne ha viste tante... la razza umana non è altro che un'infinetesima parentesi nella cronologia terrestre. Chissà, fra qualche decina di milioni di anni ci sarà una nuova specie alle prese con il capire come è avvenuta la scomparsa di quella strana razza detta uomo.
saluti da uno "in via d'estinzione".

giovanni scordamaglia 01.11.06 01:53| 
 |
Rispondi al commento

La natura ci ha creato e noi la distruggiamo... Se tutti noi ci potremmo rendere conto di quello che staimo facendo... IO abito in sardegna ed è bellissima ma qui ora in ottobre fa caldo e molto caldo e la cosa mi preoccupa sempre più ma mi sento inutile al di fronte di tanta grandezza ..cioè mi sento una formica cerco di risparmiare ma come fai a farlo capire agli altri sembri un alino quando provi a parlare di natura.... bisogna muoversi e chi ha più possibilità far muovere altri.... tanto alla fine noi ce ne andiamo la natura ci ammazzerà tutti perchè siamo noi che la stiamo distruggendo... c***o muoviti tu che cavolo aspetti che il gabbiano ti parli e l'elefante ti legga un libro....?????

miriam bagaladi 01.11.06 01:16| 
 |
Rispondi al commento

1- Usa lampadine fluorescenti e compatte (fatto da anni)
2- Usa la macchina il meno possibile (ci fosse l'autobus qua, ma abito in culonia, cmq a Genova ci vado sempre in treno e con gli amt)
3- Ricicla (uguale, la campana del vetro è vicina, ma gli altri bidoni sono su in paese.ese.ese....)
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto (tutte a posto, tranne l'anteriore destra che tende a perdere un pochino)
5- Non sprecare acqua calda (mai fatto, e tiro dei calci in culo a mio fratello quando lo fa)
6- Non comprare prodotti con molte confezioni (tipo i Ringo di Futurama da montare con il biscotto bianco in un sacchetto, quello nero in un altro e la crema in una bustina? :P)
7- Regola il termostato di casa (va a pellet, ma mia nonna è freddolosa)
8- Pianta un albero (ho una pineta e un frutteto, bastano? ^^ )
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso (ahia, grossomodo sono sempre in uso, chi + chi -)
10- Fai girare questo elenco (javhol)

Stefano Comoglio 01.11.06 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me finiamo tutti arrosto entro il 2015 in una blitzkrieg nucleare :)

Manwë Sulimo 01.11.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

.. e, forse dimenticavi, le zanzare tigre non riuscirà a portarle via neppure la befana!!!

Luca Lombardo 01.11.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Dubito dell'ambiguo umorismo di quello prima.

Cmq Beppe, è già il secondo post che dici che sei stanco, guarda che mi preoccupo, NON MI TI STANCARE, NON TU.
Ma perchè non si stancano quegli st***zi di politici, dico io.
Su raga concentriamo le energie su uno di "quelli" alla volta e pensiamo tutti insieme: "STANCATI"!

Antonello Belgrano 01.11.06 00:02| 
 |
Rispondi al commento

PRODI?
GAME OVER!

AMBIENTALISTI (VERDI)?: Secondo loro nel 2010 saremo tutti morti e senza energie!
Si accettano scommesse sul contrario.

Pago 100 a 1!
Appuntamento qui il 2 gennaio del 2010. E chi non c'è o è morto o è un perdente.

Alessandro Mann 31.10.06 23:35| 
 |
Rispondi al commento

ma no ..... clicca sotto il mio nome e ti viene duro anche senza viagra .....

e vedi la vita sotto un altro punto di vista...e mandi a quel paese la politica ...ma col pisello dritto

Franco Tranni 31.10.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Gli Uragani non solo attualmente aumentano come numero ma stanno anche aumnentando di intensità visto si stanno sempre più classificando come Super Typhoon di classe 5 e più

se si scarica il programma nasa world wind si ha in tempo reale sottomano tutti i dati relativi dalla camera modis

in questo momento sui usa ce ne sono 3 e il più grosso del pianeta però è sulle filippine visto anche l'asia inquina non poco:
http://earthobservatory.nasa.gov/Newsroom/NewImages/images.php3

questi sono avvisi che madre natura si sta inca##ando

Paolo Grassi 31.10.06 23:10| 
 |
Rispondi al commento

il sito war2.ch fa schifo! Sopratutto quando il suo autore non fa altro che spammare il forum...

Antonio Riga 31.10.06 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Questione di Vita o di morte , io preferirei di morte .
W
W
W
.
W
A
R
2
.
C
H

Ivan Franzetti 31.10.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Questione di Vita o di morte , io preferirei di morte .
W
W
W
.
W
A
R
2
.
C
H

Ivan Franzetti 31.10.06 22:43| 
 |
Rispondi al commento

@@ Per Margherita Grassi @@

Alle 17,33 rispondi alla domanda inserita nel mio post delle 17,15 in cui chiedevo a qualcuno di indicarmi quali sono i "5 sessi" di cui la Gardini accusa Luxuria di volerne ottenere il riconoscimento.
Tu mi indichi:
Omosessuale,eterosessuale,lesbico,transessuale e transgender.

Cosa cavolo "c'azzeccano" con il sesso?

1)L'omosessualità è una tendenza a rivolgere l'interesse libidico verso persone del proprio sesso;Era ritenuta(Ed un pò anche oggi)peccato contro natura,perversione...ect.ect.....
NON è,comunque,un nuovo sesso.

2)L'eterosessualità è anch'essa una tendenza,ed l'unica tendenza sessuale da tutti accettata,
perchè rivolge l'attenzione verso"l'altro sesso".
Ed è in contrapposizione all'uomosessualità.
Ma anche questa tendenza non è un sesso nuovo.

3)Lesbismo è il comportamento sessuale della donna
consistente nella ricerca del piacere erotico con persone del proprio sesso;Questo comportamento a volte viene anche detto"saffico o tribadismo".
Ma anche questo non è un nuovo sesso.

4)Transessuale è la persona che non accetta il proprio sesso e si identifica in quello opposto.
Ma anche quì niente sesso nuovo.

5)Transgender,se non erro questa è biologia.
Troppo per me.
Ma anche quì no sesso nuovo.

Insomma,i cinque sessi di cui parla la gardini quali sono?
Io ne conosco tre:
Maschile,femminile ed armafrodita(Il famoso sesso degli angeli?).
Ma gli altri due?
@ Temo che la Gardini pur di "sparare" contro l'on.Guadagno(Luxuria)abbia detto,ancora,un'altra sciocchezza @
Comunque,grazie per averci provato.
joseph

P.s.
Ermafrodita è la condizione dell'essere in cui gli organi digitali dei due sessi si trovano in unica persona.
Ciò è molto diffuso nel mondo animale,vedi:
Oligocheti,ostriche,lombruchi etc.etc.
Questa ricerca è stata dura,però mi è piaciuta.
Joseph

joseph pane 31.10.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Signor Beppe volevo ringraziarla per ciò che scrive in questo post, e se non l'ha scritto lei non importa perchè è attrverso lei che qualcuno può scrivere queste cose così importanti e necessarie, non importa se prende soldi dalla pubblicità del film, non importa, queste cose vanno dette, tutti devono capire che, con il nostro comportamento, siamo dei serial-killer: se continuiamo a sprecare e non fare alcun sacrificio risparmiando risorse le generazioni future non avranno futuro perchè noi non glielo abbiamo permesso.
GRAZIE
Rina

giulia bo 31.10.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

si effetivamente sito bello . ma e' Politico o storico ?
w
w
w
.
w
a
r
2
.
c
h

luca bassi 31.10.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANI BRAVA GENTE OLTREPO' PAVESE

ITALIA1 LE JENE

Max Stirner

Max Stirner 31.10.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 31.10.06 20:00

Aggiungo che di strategie commerciali non capisco niente e dunque potrei sbagliarmi in pieno

Paolo Manca 31.10.06 20:49 | Rispondi alcommento
--------------
f.marletta 31.10.06 20:00 | Rispondi al commento
--------------
Ciao Francesco, chissà forse hai ragione tu, sta di fatto che le vittorie di Pirro sono diventate due. Sono convinto che molti astenuti dell'elettorato italiano siano di centro destra, solo che non sono dalla parte di Berlusconi. La tua comunque, a mio parere, è un'interessante riflessione su cui vale la pena discutere.
Saluti

Paolo Manca 31.10.06 20:47 | Rispondi alcommento -
---------------
Caro Paolo grazie della tua lezione di buon senso, forse è una delle poche volte che mi accorgo di aver sottovalutato il mio avversario, su argomenti politici, onore ala tua ragione, che più ragionevolmente meno arrogante della mia provocazione si interroga su una diversa possibilità, la Tua, che insieme alla mia danno una interpretazione della realtà nella quale il dubbio e d'obbligo, e la modestia nei pareri è consigliabile nel rispetto, anche, delle ragioni e le intuizioni degli altri. Grazie della tua lezione, terrò a mente certamente questo incontro in futuro, a rileggerti con piacere, ciao

Francesco

f.marletta 31.10.06 21:30| 
 |
Rispondi al commento

si effetivamente sito bello . ma e' Politico o storico ?
w
w
w
.
w
a
r
2
.
c
h

vittorio fermi 31.10.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 31.10.06 20:00

Aggiungo che di strategie commerciali non capisco niente e dunque potrei sbagliarmi in pieno

Paolo Manca 31.10.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 31.10.06 20:00 | Rispondi al commento |

Ciao Francesco, chissà forse hai ragione tu, sta di fatto che le vittorie di Pirro sono diventate due. Sono convinto che molti astenuti dell'elettorato italiano siano di centro destra, solo che non sono dalla parte di Berlusconi. La tua comunque, a mio parere, è un'interessante riflessione su cui vale la pena discutere.
Saluti

Paolo Manca 31.10.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vedo che continui ad aver bisogno di spaventare la gente.
Perchè non dici la verità? LA VERITA'!
Potresti iniziare così:
"C'era una volta un uomo di nome Tesla, Nikola Tesla, scienziato e scopritore, Guglielmo Marconi era suo conoscente e ammiratore..."
Passa da me in farmacia, caro Beppe, ne hai bisogno.
Si trova a Settefolli nell'appennino tosco-matriciano.
Troverai una cura per tutti i mali, una cura universale per l'umanità. LA PURGA!
Purgante Spadone, il purgante che non perdona!
L'uomo è una bestia!
Ma tu non conosci te stesso.

Onorato Spadone 31.10.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Pubblico l'articolo di oggi su Meteolive...

Non c'è stato UN SOLO URAGANO nel Golfo del Messico nel 2006 e nessuno ne parla.

Gianni Brancolini 30.10.06 23:48
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Prima di dire cose, uno dovrebbe informarsi. Disgrazia vuole che almeno UNO c'è stato visto che il buon Ernesto (uragano di classe 1) è passato vicino alla mia testa il giorno 27/8/2006 vicino alla giamaica e ha toccato Cuba il giorno 28.
Non è stato Katrina o Ivan, ma c'è stato, e i cubani qualche problema l'hanno avuto. Altri ce ne sono stati, anche se non hanno toccato la terraferma.
Io condivido in tutto l'avversione per il catastrofismo tout court, ma questa mi sembra una presa di posizione indifendibile che ti mette sullo stesso piano di chi pretendi di criticare.
Diciamo che c'è una tendenza a estremizzare i punti di vista che nuoce alla ricerca della verità.
Possiamo dire che un qualche cambiamento sensibile si è presentato negli ultimi anni, anche solo in forma locale? Io dico di si. Magari è normale, dato che si dice che un in un tempo non troppo lontano il ghiacciaio del monte rosa non c'era e veniva usato come valico per la Svizzera, ma visto che per quanto sofisticati siano i modelli predittivi ancora oggi non ci pigliano tantissimo e visto che una registrazione sistematica dei dati meteorologici e di temperatura non hanno più di 1 secolo io manterrei un po' di cautela prima di liquidare tutto come l'ennesimo complotto degli ambientalisti (rotfl! Abbiamo letto troppo Crichton?). Direi che il ragionevole dubbio sia la scelta migliore in questi casi e che se intanto iniziassimo a comportarci come se il problema esistesse in maniera equilibrata, male non può farci.

Alberto Rosso 31.10.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

incredibile , sono pazzo oppure questi sono fusi oppure mitici decidete voi . io non mi esprimo ....Fusi Fusi Fusi
W
W
W
.
W
A
R
2
.
C
H

Peppe risi 31.10.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

An Inconvenient Truth:
www.bittorrent.com/search_result.html?search=An+Inconvenient+Truth

marzio rossetti 31.10.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Il dibattito è sempre lo stesso. Ci sono pareri e pareri ma i dati di fatto sono sempre gli stessi...a dire il vero peggiorano sempre. La tecnica usata dagli "anticatostrofisti" è quella usata da quasi tutto il sistema politico: darti miglioni di pareri "scientifici" dalla dubbissima rispettabilità e fondatezza. Tante opinioni...tutto è vero e tutto è falso...ci confondono così le idee e non riusciamo più a capire cosa sta accadendo al nostro pianeta. Così a mio parere si è arrivati ai livelli del negazionismo.
Cristian

Cristian Anastasio 31.10.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo R 31.10.06 19:40

Mentre coloro che vendono un cd o dvd a 30 euro non hanno problemi etici??????????????

---
E' un problema loro no? Oppure vale la legge del taglione? Rubano loro allora rubo anch'io?

Nicola Ferralis 31.10.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/338.

I post di altri blog che fanno riferimento al post An inconvenient truth:

» Energia solare: una risorsa importante. da Il blog di Fabio Sacco
Una recente legge spagnola impone che pannelli solari siano presenti su tutti gli edifici di nuova costruzione. Obbligando ad una spesa [Leggi]

30.10.06 22:20

» energie alternative: oggi un grande giorno da terramadre
uno studio della banca mondiale ha detto che se le condizioni climatiche nn cambieranno nei prossimi anni il pil mondiale diminuirà del 20%. vuoi vedere che qlc cambia davvero? o forse sta gia cambiando: sono felicissimo per quello che oggi è... [Leggi]

30.10.06 22:39

» 48 consigli per migliorare l'efficienza energetica da Svolte Epocali
Una famiglia italiana spende, nella media, annualmente circa 1.500 Euro per l'energia (gas, gasolio, elettricità). Questa spesa potete ridurla nella misura del 10 - 80 %. [Leggi]

30.10.06 23:42

» PowerSwitch! da Svolte Epocali
Le famiglie italiane sono responsabili annualmente di oltre il 30% dei consumi energetici totali e producono il 27% circa delle emissioni nazionali di gas serra. Ecco un'interessante campagna lanciata dal WWF [Leggi]

30.10.06 23:43

» Risparmio Idrico da Svolte Epocali
Vediamo come ridurre gli sprechi di acqua quotidiani: [Leggi]

30.10.06 23:45

» Al Gore in “An inconvenient truth” da C.y.L.e.N.C.e
Il regista Davis Guggenheim intreccia con eloquenza la scienza dell’effetto serra con la storia personale di Mr. Gore e il suo impegno ad invertire gli effetti del cambiamento climatico globale. Da lungo tempo difensore dell’ambiente, Gore... [Leggi]

30.10.06 23:46

» Risparmio Termico da Svolte Epocali
Ecco qualche consiglio per ridurre le spese di riscaldamento: [Leggi]

30.10.06 23:47

» Pannelli Termoriflettenti da Svolte Epocali
Gli impianti di riscaldamento e i condizionatori d'aria sono tra i maggiori responsabili dell'inquinamento atmosferico urbano. E' possibile ridurre del 10% la perdita di calore dei caloriferi posti lungo le pareti che danno sull'esterno della tua casa. [Leggi]

30.10.06 23:49

» Le Valvole Termostatiche da Svolte Epocali
In ciascun radiatore, in sostituzione della valvola manuale, è possibile installare valvole termostatiche che regolino automaticamente l'afflusso di acqua calda in base alla temperatura scelta ed impostata su una apposita manopola graduata [Leggi]

30.10.06 23:51

» La Globalizzazione da Delle Fragili Cose
La globalizzazione e’ una necessita’ inderogabile per consentire lo sviluppo delle aree del mondo arretrate. Grandissima Strunzata. La globalizzazione ‘ una necessita inderogabile per quelli che si vogliono chiavare in tasca quanti ... [Leggi]

31.10.06 05:55

» Predica da Ohne Frauen wär' dit Leben so spärlich und halb so jefährlich! (Ohrbooten)
Ogni tanto una buona predica non ci fa male... visto come stiamo riducendo il nostro simpatico mondo, credo che ci vorrebbe una lista di piccole cose che potremmo fare per limitare i danni.

1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
2- Us... [Leggi]

31.10.06 13:01

» Se ne sono accorti anche gli inglesi: così non possiamo andar... da Controcorrente
L'economista Nicholas Stern, ex dirigente della Banca Mondiale, (quindi non un ambientalista), nel rapporto, già presentato al governo britannico e che verrà reso pubblico domani, anticipato oggi dal domenicale The Observer, parla di quello che succede... [Leggi]

31.10.06 15:00

» Effetto serra e altre cosette da Rock in Road
 Leggo e posto dal blog di Beppe Grillo .Al Gore ha prodotto un film: An inconvenient truth Uscirà il 21 novembre in versione inglese. E' un piccolo tributo, un'inezia per la salvezza del pianeta.Da subito possiamo dare un contribut... [Leggi]

01.11.06 09:39

» Crisi climatica, quando il libero mercato non basta da C'E' CHI DICE NO! politica,energia,viaggi,tecnologia,musica...
Quanto ha scritto l’Istituto Bruno Leoni non mi convince per nulla: - non afferma, dati alla mano, che il pericolo della crisi climatica non ci sia ma ci dice, non si sa in base a quali dati, che il cambiamento sarà gradale. - lo studio della Ca... [Leggi]

02.11.06 01:29

» Un aiuto alla natura (ed agli animali)! da Pulicino
Non c'è niente da fare... NOI siamo il peggior male per NOI stessi! E qui niente da discutere. Decidiamo cosa fare delle nostre vite, decidiamo per la guerra, per la pace, per l'omicidio, per la distruzione... decidiamo per noi stessi. Il problema più ... [Leggi]

02.11.06 13:05

» Dieci cose da fare da IDEE per Cordenons e non solo...
Al Gore ha prodotto un film: 'An inconvenient truth’. E' uscito il 21 novembre in versione inglese. E’ un piccolo tributo, un’inezia per la salvezza del pianeta. Da subito possiamo dare un contributo per migliorare la Terra con tenthingstodo http... [Leggi]

27.11.06 23:42

» Al Gore produce “An inconvenient truth” film denuncia sull’inquinamento del pianeta da Pasquale Caterisano Blog
Di: Beppe Grillo Se vogliamo evitare che le generazioni future ci sputino in faccia e ci chiedano i danni dobbiamo fare qualcosa per il pianeta. Le iguane, fuori dalla finestra di casa mia a Genova, mi guardano come un estraneo al sole estivo di ottobr... [Leggi]

01.12.06 02:56

» Benvenuti in Friuli Venezia Giulia da IDEE per Cordenons e non solo...
Sulla vicenda ambientale della montagna, pubblico una lettera aperta diretta al presidente della regione Friuli V.G., lettera del Sindaco di Budoia, Antonio Zambon. QUALITA’ ECONOMICA [Leggi]

18.12.06 23:04