Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Anna Politkovskaja


Anna_Politkovskaja.jpg

E’ morta una giornalista vera. Si chiamava Anna Politkovskaja. Le hanno sparato prima al cuore e poi alla testa all’ingresso di casa sua. Un edificio alla periferia di Mosca. Lascia due figli. Lascia un’inchiesta sulle torture in Cecenia dei russi che non potrà più essere pubblicata dal suo giornale, la Novaja Gazeta. Lascia tutti i suoi documenti, archivi, foto, pc alla polizia russa, che come prima misura dopo la sua morte ha sequestrato tutto ciò che ha trovato nel suo modesto appartamento. Per leggerlo con calma durante le indagini. Lascia Putin, un ex membro del KGB, alla guida della Russia. Lascia Kadyrov, uomo di Putin, da lei accusato di crimini contro la popolazione cecena alla guida della Cecenia. Lascia il silenzio del Cremlino, forse in lutto stretto. Lascia Chirac che decora Putin con la Gran Croce della Legion d’Onore. Lascia un libro: “La Russia di Putin” che vi consiglio di leggere. Nel libro Anna scrive di Putin: “La Russia ha già avuto governanti di questa risma. Ed è finita in tragedia. In un bagno di sangue. In guerre civili. Io non voglio che accada di nuovo”.
Anna ricorda l’omicidio Matteotti. Sequestrato e ucciso dopo un suo discorso di accusa contro il fascismo in Parlamento. L’ultimo prima del Regime e del discorso ufficiale di Mussolini del 1925 alla Camera di insediamento della dittatura: "Se il fascismo non è stato che olio di ricino e manganello, e non invece una passione superba della migliore gioventù italiana, a me la colpa! Se il fascismo è stato un'associazione a delinquere, io sono il capo di questa associazione a delinquere!". Ma almeno il duce non sequestrò i documenti privati di Matteotti.
Cosa avverrà ora in Russia? Ma questa non è una domanda che possono farsi le democrazie occidentali. La Russia, su questo non si discute, è una democrazia fondata sul gas e sul petrolio che esporta. Se non li esportasse tornerebbe a essere la buona, vecchia dittatura di un tempo.

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°40
del 9 ottobre 2006

9 Ott 2006, 19:00 | Scrivi | Commenti (1427) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Carissima Anna... parlo al tuo ricordo... le tue parole chiare e dure ci riportano a una realtà altrettanto dura... ci manca la tua professionalità ci manca la tua libertà... e ci opprime chi resta... anche solo l'idea... e vederli così amici questi nostri capi di stato... "il mio amico putin" come dice lui... che schifo infinito... ma i tuoi occhi ci ridaranno respiro... la tua lotta sarà imperitura agli occhi di chi ne ha abbastanza... senza bisogno di essere sotto le bombe "antiterrorismo" vogliamo la verità che rende liberi... ti abbraccio con la malinconia di non averti conosciuta... che bisogno che abbiamo di gente come te!!

Emanuele Rosciolo 03.02.09 20:24| 
 |
Rispondi al commento

ah bello se (de questa) come dici tu, non te frega niente, chi t'à detto de perde tempo per scrive.

giuseppe obino 23.12.07 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei davvero riuscire a realizzare qualcosa che possa incidere sul futuro, partendo dall'esempio di questa grande giornalista.
Ho visto che ci sono diversi blog e volontà di provare a creare qualcosa.
Ecco, ho ideato un progetto: Progetto Ania, lo trovate qui:
www.perania.blogspot.com
Mi piacerebbe che chi avesse voglia di fare qualcosa, condividere il proprio sapere e la propria opinione ci scrivesse.
Vi aspetto e grazie.
Annalisa

annalisa vio 28.10.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

senti beppe, sto componendo un reading tratto dai libri di anna politkovskaja. mandami, al mio mail un po' di materiale che hai su di lei, nel caso potrei trovare qualcosa che ancora non ho.
un abbraccio
maksim cristan

maksim cristan Commentatore in marcia al V2day 13.08.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto raccogliendo delle firme da apporre in calce ad una serie di lettere da inviare a chi di dovere al fine di non dimenticare Anna Politkovskaja...se vorrete aderire a questa campagna, non dovrete far altro che venirmi a trovare su www.ricchiepoveri.splinder.com

grazie
mr creosote

mr creosote 21.06.07 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Sto raccogliendo delle firme da apporre in calce ad una serie di lettere da inviare a chi di dovere al fine di non dimenticare Anna Politkovskaja...se vorrete aderire a questa campagna, non dovrete far altro che venirmi a trovare su www.ricchiepoveri.splinder.com

grazie
mr creosote

mr creosote 21.06.07 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Come leggo si ipotizza che buona parte delle schede bianche alle ultime elezioni siano in parte defluite per opera dei soliti noti nella CDL.Di fronte all'ennesimo teatrino della politica ho la presunzione di affermare che l'unico partito presente in Italia sia il POLO.
Quale??? semplice non c'è differenza , son convinto che esistano degli accordi politici tra i vari schieramenti tali per cui si preveda un'alternanza politica al governo in modo tale che il popolino creda d'essere in un paese democratico.In realtà sia la dx che la sx dicono e fanno le stesse cose a seconda della posizione governativa che occupano in quel momento(governo o opposizione).Il tutto per dare fumo negli occhi ai noi poveri tapini.
Pensioni:ogni governo afferma che l'età media è aumentata quindi è corretto prevedere una vita lavorativa più lunga.
Per tutti l'età media lavorativa è aumentata tranne che per i politici....che non devono fare i politici per tutta la vita...
Che dire poi dei dipendenti statali che per decenni sono andati in pensione con meno di 20 anni di lavoro alle spalle???Propongo di farli rientrare tutti,per ulteriori 10 anni, nel mondo del lavoro con mansioni analoghe a quelle occupate prima del baby pensionamento!!!
Detto questo,mi sento più un prigioniero politico, che un cittadino rappresentato..
saluti
Maurizio Cogliati

Maurizio Cogliati 22.11.06 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai, smettetela con questa farsa!
Questa è ancora una delle provocazioni contro il governo russo e La Russia!
Dal punto di vista umano è una tragedia ma vi prego di smettere di essere dei burattini nelle
mani di mass media controllati dai politici e industriali!!!
Prima Politkovskaja non la conosceva nessuno e a nessuno interessava quello che lei scriveva!
I russi sono talmente stanchi della guerra in cecenia!
Stanchi di veder tornare i propri soldati mutilati o vederli video registrati morire sotto le torture!
Ma perche l'informazione viaggia sempre in un'unica direzione? Perche fanno vedere i soldati russi che uccidono i terroristi (che non sono neanche ceceni, ma da un pezzo sono dei mercinari da tutto il mondo) e non fanno vedere le atrocità commessi dai terroristi (teste tagliate, pelle squagliata dai soldati russi vivi, )

La sua morte è molto utile invece ai terroristi ceceni che in questo modo sono riusciti a indebolire il governo Russo.

Invece di chiedervi a chi fa comodo la morte di Politkovskaja chiedetevi a chi fa comodo un governo russo debole!

Grazie a Putin la Russia è finalmente riuscita a liberarsi dalla schiavitu' finanziaria di paesi occidentali i quali non sono proprio interessati a lla Russia che non svende le proprie risorse naturali a prezzi stracciati, che invece di importare prodotti finiti li vorrebbe anche esportare, che diventa sempre piu indipendente nella sua politica internazionale ecc...

La morte di Polikovskaja ha solo danneggiato il governo russo senza comportare nessun beneficio.
Se proprio il governo russo volesse farla stare zitta l'avrebbe fatto in modo totalmente diverso... (simulare un incidente, l'avrebbe fatta scomparire o la poteva comprare...)
---------------------------------------
E' incredibile quanto la politica europea/americana sia ipocrita!
Con pretesto di tutela dei diritti umani e altre cavolate avete un'unico obiettivo - indebolire e depredare un paese!
---------------------------------------

Cittadino Russo 30.10.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://borsa.corriere.it/CalcFIn/Default.aspx

andate a calcolare quanto pagheremo in più di tasse
le tasse aumenteranno per tutti

ferdinando petraglia 27.10.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

srivete a info@beppegrillo.it e provate a fare questa domanda , vi minacciano o non vi rispondono e questi sono i resp. del blog... bella gente.


Tu dicevi che il beppegrillo.it l'aveva preso un tizio di napoli e ti eri incazzato dicendo che il tizio voleva 10.000.000 di vecchi lire per venderlo , e non gli l'avresti mai date , e che si poteva tenere il sito , tu non lo avresti mai pagato...... come' che ora hai il sito lo hai pagato oppure gli hai fatto un'offerta che non poteva rifiutare ... dimmi Don Beppe da oggi ti chiamero Padrino.

rispondi oppure .... dormivi , non c'eri , non sai niente ....omerta' Beppe ....OMERTA'
e a noi vendi fumo ... buono ...ma sempre fumo.

Dici via il copyright da tutto , ma nei tuoi dvd c'e' scritto che chi duplica , noleggia , o manipola il contenuto e punibile dalla legge ...Predichi Bene ma Razzoli male ...

www.war2.ch meglio del Viagra

Mike Florio 27.10.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

GABRIELE TORSELLO KASH LIBERO

TANTI TANTISSIMI APPELLI...MA POCO TROPPO POCO LO SPAZIO DELL'INFORMAZIONE...
CARO GRILLO...SEGUO IL TUO BLOG, IL TUO SITO, LE TUE INIZIATIVE...MA A TUTT'ORA NULLA (mi sembra)A RIGUARDO di GABRIELE TORSELLO IN ARTE KASH (mio cugino)ANCORA "PRIGIONIEROPRIGIONIERO" IN AFGANISTAN.
QUESTA E' UNA BATTAGLIA NON ANCORA PERSA...COSI' COME LA NOSTRA SPERANZA DI RIABBRACCIARLO SANO E SALVO...
RISPONDETE ANCHE VOI AL SUO/NOSTRO APPELLO...E FATE SENTIRE LA VOSTRA AUTOREVOLE VOCE...PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI...!!!

SICURO CHE RIMEDERETE AL PIU' PRESTO
vi saluto e vi auguro Buon Lavoro

GABRIELE TORSELLO KASH LIBERO!!!

GRAZIE
Luigi Cosi

LUIGI COSI 27.10.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Quando muore u giornalista della levatura di Anna Politkovskaja, improvvisamente tutti aprono gli occhi e vedono finalmente cosa succede all' interno del loro paese e di quanto il controllo dei mezzi di informazione sia il passsatempo preferito dei potenti , come putin e compay (...mi riferisco al compagno di merende di Putin ,Kadyrov , presidente della cecenia e allo stesso tempo croce del popolo ceceno ).
L' unica cosa che oggi possiamo fare è tener vivo il ricordo l' ideale di una giornalista così coraggiosa che non si è mai piegata ,al volere del cremlino e ha continuato sulla sua strada anche a costa della vita .
Speriamo
A questo proposito invito tutti ad andare sul sito www.internazionale.it/politkovskaja e leggere tutti suoi articoli e aderire alla campagna che l' internazionale ha lanciato per non dimenticare .
....speriamo che anche il sindaco di roma ,Veltroni ,mantenga le sue promesse e intitoli una via a questa coraggiosa cronista ...

lara rognini 27.10.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho cercato nel tuo blog il nome di Don Franco Barbero: non c'è.
Ti chiedo di spendere due parole per un "gigante" come lui.
Ti ringrazio
Marzia

marzia marin 26.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, mentre c'è chi uesto lavoro lo fa davvero e magai muore per questo in Italia asistiamo all'ennesima farsa dello sciopero radio-televisivo.Dico farsa perchè ci sono radio che mandano in onda i giornali radio in versione integrale e con i servizi nonostante lo sciopero alla faccia dei precari, dei disoccupati, di quelli che non farano mai parte di un albo di raccomandati e leccac...
Si vede che sono diventati tutti editori!
ABOLIAMO L'ALBO DEI GIORNALISTI E' UNA TRUFFA!
La musica è bellissima, peccato che quando non hai speranza ti sembra tutto un requiem...

francesca aurora 25.10.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Il petrolio è potere.
Anche non usarlo è potere.
Noi possiamo decidere di non finanziare più questi governi, non usando il petrolio.
E spegnendo la TV.

Luigi De Benedictis 25.10.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

L'amico fraterno del Berlusca signor Putin ha sostituito una dittatura comunista con una di destra e questo con il bene placet dei democratici di tutto il mondo... Oggi le dittature nascono dai Media e non dai colpi di stato in "punta di baionetta"...

I media in Russia sono come i media in Italia... Occhio!

Riccardo R. 25.10.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare a tutti quanti un articolo apparso oggi sul sito della ADNKRONOS in merito alla informazione italiana......


INFORMAZIONE: RSF, ITALIA AL 40° POSTO DOPO BOLIVIA, BENIN E GHANA
DANIMARCA PERDE IL PRIMO POSTO PER VICENDA VIGNETTE SU MAOMETTO

Bruxelles, 24 ott. - (Adnkronos/Aki) - L'Italia e' al quarantesimo posto nella classifica dei paesi in cui c'e' maggior liberta' di stampa. E' il dato non troppo consolante contenuto nel Quinto rapporto mondiale 2006 pubblicato oggi da Reporter senza frontiere (Rsf), anche se almeno si registra un leggero miglioramento (due posizioni) rispetto al rapporto 2005. Resta il fatto che, in una classifica che conta 168 paesi, in posizione piu' elevata del nostro paese troviamo stati come la Bolivia (16), il Benin (23), il Ghana (34), o la Namibia (26).
http://www.adnkronos.com/3Level.php?cat=Esteri&loid=1.0.576822742

Massimo Liberati 24.10.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Che mondo brutto...che paese osceno il nostro...l'informazione...è filtrata, modificata, montata ad arte...tutta l'informazione, anche la più inutile...anche la più stupida, viene preventivamente (per sicurezza, non si sa mai che il ritrovamento di un calamaro gigante morto instilli voglia di rivolta negli italiani) filtrata dal grande filtro dei mass media...Accendo la televisione e vedo Studio Aperto...non è un telegiornale, è novella 2000 in televisione. Ogni cosa, anche le sfumature della voce dei giornalisti è così finta e studiata ad arte in quel TG...talmente tanto che mi spaventa. Vi invito ad osservarlo attentamente, per rendervi conto che perfino il resoconto del reality di turno è modificato per eliminare ogni possibile elemento di pensiero finito li per caso, e lasciare solo l'immondizia...ma solo la peggiore, quella più marcia. E quando queste barriere vengono abbattute...quando c'è qualcuno che ha il coraggio di squarciare dall'interno questi veli pietosi che rendono i media uno strumento nelle mani di chi "governa"...questo qualcuno finisce ammazzato. Sono amareggiato...ma allo stesso tempo, ho voglia di cambiamento...di aria nuova...questo è il mio primo commento su questo Blog, e sono felice di averlo scoperto.

Leonardo Bedini 24.10.06 02:21| 
 |
Rispondi al commento

Amicuo Vluadimir,
io fattuo fuori giuornalistua struonza e ruompecoljoni che parluava troppuo; io fattuo lavoruo sporcuo, uora tu mantiene tua promessua: mandua denaruo cuontante, fa' bruavuo, no fa' putinate; mandua me euro o duollari, che rubli fare me cacarue...
Ora io andarue, mio suocio partire per Italia con grossuo caricuo di cuocaina per Puarlamentuo italiano; muolta richiestua la', gente rijcca, luoro tante solde da spenderue per farina de Russia e de Afghanistane, se io tardarje, arruiva concuorrenza de america, e amice de George Buscje puorta neve de Colombia a prezzuo maggiuorato e nao cuonvijene.
Ciao amicuo Vladimire e non dimenticua tu pagarue me...
p.s.-Non farue comue infamue Juoseph nazistaje vaticaniski, io portauo lui ragazzinue e bambini russki per scoparje e lui invece pagarue me, datuo diece santini e libruo papa polaccuo, grandue merdua de poloniua che noi russe sempre odiarue e me pulirue mio culuo.
Grigorij Sikarij

********
Grigorij, pezzuo di somaroff! Tu non capituo niente, io fattuo come Mussoliski, detto te far tacjuere lei, non accuoppare! Tu duoveva chiudere sua buocca con tuo grossuo penue, perchué duonne cuome lei ruompe palle quanduo stressateff e manca sessuo.
Io non ti dà un cazzuo de solde, niet, per tua cuolpa tutto muondo sta mi ruompendo palloski per uomecedjo giuornalista, ma tantuo fra tre giornje già dimenticatuo e io offre vuodka e tutti dice Vlad bravuo ragazzuo e premier demuocraticuo e Cecenja finisce dimenticata in cessuo...
Tu uora nascuonde in Italia cuome fa' tutte deliquenti de muondo, vuende tua farina, puoi tuorna che io da' altri lavuoretti per persuone che ruompe guallera russa.
p.s. Non me puarla de Ratzinghev che lui vuole vuenire Russia per riavere beni sequetruati da cuomunnisti, ma se lui viene io pisciua in sua faccia da checcua.


Vladimir P. 22.10.06 03:49| 
 |
Rispondi al commento


Avviso importante per la salute pubblica da diffondere il più presto possibile:
i partecipanti alla Maratona di Venezia del 22/10/06, i turisti, gli abitanti di Venezia, Mestre e zone limitrofe potrebbero essere infettati dal BATTERIO DELLA LEGIONELLA o MORBO DEL LEGIONARIO.
Dal servizio redatto e messo in onda dal TG5 del 20/10/2006 si viene a conoscenza che alll'Holiday'INN VENICE di Quarto D'Altino è stato ingiunto purtroppo senza risultati di chiudere e bonificare le camere dove gli operatori della USSL 12 di Venezia hanno riscontrato la presenza del batterio(mortale nel 10% dei casi) della Legionella nei bracci delle docce di stanze attualmente occupate da ignari ospiti.Questa estate sono stati riscontrati oltre 17 casi di legionella ed un turista Norvegese l'ha contratta proprio a Venezia recentemente.
Sarebbe corretto, onesto e giusto avvertire tutti coloro che si recano in una zona a rischio malattia infettiva del pericolo ma nessuno lo fa forse per le solite questioni di interessi economici.
Se non volete essere complici di questa infamia date diffusione alla notizia in modo che le persone possano decidere consapevolmente e premunirsi di tutti gli elementi adeguati ad una opportuna profilassi.
Il morbo si trova nell'acqua e si diffonde in modo aerobico (nell'aria per esempio con i condizionatori o riscaldamenti);con l'ingestione o il contatto con l'acqua infetta:tramite la doccia, il lavarsi i denti, il respirare i vapori dell'acqua stessa...
La malattia è pericolosa, molto pericolosa e per il 10% dei casi ad oggi non ci sono cure adeguate. Molti turisti della zona sono stati avvertiti (probabilmente dall'USSL12 e dal Ministero della Salute) ed invitati a sottoporsi a test specifici.
Date spazio a questa notizia è vera non si tratta di uno scherzo.

Andrea Viola

andrea viola 20.10.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Sul fronte Americano, nel frattempo, Bush da vita al Quarto Reich.

http://www.theregister.co.uk/2006/10/18/military_commissions_a_go/print.html

http://web.amnesty.org/library/index/ENGAMR511542006

http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/z?c109:S.+3930:

A chi rimpiange Berlusconi al Governo, l'amicizia con Bush, oggi, sarebbe stata troppo onerosa. A chi pensa di emigrare in America, ci pensi due volte prima di abbracciare una nazione che mette fango sopra la dichiarazione universale dei riditti umani.

Luca dellaPenna 20.10.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Invio a tutti un articolo in cui si segnala come la libertà d'espressione sta per essere messa adura prova dalla finanziaria di Prodi http://www.disinformazione.it/bavaglio_mediatico.htm andate a leggere per favore

Mino Micali 18.10.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

comunicato stampa segreterie regionali abruzzo
La politica delle acque in abruzzo va profondamente aggiornata.Il dibattito che si è aperto nella ns Regione su tale tema necessita di uscire dalle "secche" di uno scontro politico e di potere che nulla hanno a che fare con gli interessi dei cittadini, riguardo alla gestione di questa importante risorsa così preziosa che è l'acqua, di cui è ricca la ns regione. Come abbiamo sostenuto da sempre, nei vari confronti avuti con la regione e l'assessore Srour, il numero dei soggetti che operano in questo servizio sono eccessivi. Il quadro che abbiamo vede:
- 6 ATO con il compito di programmazione e controllo;
- 6 Società di gestione;
- 6 Società di patrimonio e in alcune ATO sono state costituite anche società di depurazione al di fuori delle Società di gestione.
- Il numero degli Amministratori che operano nei vari Consigli sono oltre 100.
- Le perdite registrate nelle reti superano il 40% ed il CIPE ha stanziato oltre 200 milioni di euro per l'efficientamento di esse.
- Le zone interne della ns regione, già fortemente penalizzate, devono sostenere inevitabili costi aggiuntivi, data la necessità di sollevare l'acqua per fornire i Paesi a monte delle sorgenti, con costi di macchinari ed energia certamente più alti rispetto al resto dell'Abruzzo. Per un servizio efficiente ed efficace della programmazione e gestione del ciclo integrato, che abbia come obbiettivi il contenimento delle tariffe e la necessità di pervenire ad una tariffa unica regionale, che tenga conto delle condizioni dei cittadini meno abbienti, necessità la semplificazione del sistema che non ha che una sola possibilità:un'unica ATO,un'unica Società di gestione,un'unica Società di patrimonio.E'evidente che un simile sistema non può che prevedere il coinvolgimento nella programmazione e nel controllo delle Amministrazioni locali,le cui forme e modalità possono essere trovate in presenza di una chiara volontà politica.La Politica deve fare1passo indietro.

donatino primante 18.10.06 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho letto il volantino di "parlamento pulito"...se non fosse per te queste notizie sarebbero inesistenti, ben nascoste, dal mezzo di comunicazione più comune, la tele, che dovrebbe tenerci "democraticamente" informati.Infatti è stato un grande atto di democrazia censurare il servizio delle iene sulla droga in parlamento e allo stesso tempo approvare la legge della violazione della privacy inondando le città di telecamere, ennesimo investimento sbagliato del governo ( finite prima la Salerno-Reggio Calabriaaaaaaaa).
Ormai siamo arrivati all'incredibile..persone che sono indagate siedono le poltrone del parlamento e cosa ancora più incredibile, nessuno è in grado di fermarle...Forse quest'ultima è la cosa che mi fà più paura, la paura di vivere tra un popolo di pecore senza passione!

Maurizio Morra 17.10.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri alle dieci di mattina ho iniziato a leggere "Gomorra"...l'ho finito ieri a mezzanotte, fermandomi solo per mangiare qualcosa...è una testimonianza eccezionale, dovremmo tutti firmare la petizione a favore della protezione di Saviano su
www.sosteniamosaviano.net
Agostino

Agostino Inguscio 17.10.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Cari ladretti, la radio della mia macchina vale poco, perciò vi pregherei di non rubarla .................. e fu così che sparirono i sedili

Un saluto fraterno Franz Trieste

Franz Rossignoli 17.10.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono rimasto molto colpito dall'omicidio della giornalista Anna Politkovskaja,la Russia è una realtà per noi ancora lontana da comprendere e i libri di storia non sono ancora in grado di fornirci un quadro realistico e obiettivo di ciò che è accaduto e tuttora accade in quel Paese. Tuttavia mi chiedo se l'Italia sia poi così diversa, è di questi giorni la notizia che lo scrittore Roberto Saviano, autore del libro Gomorra, è ora sotto scorta di protezione perchè più volte minacciato dalla camorra. Quante imprese sono ancora oggi ostacolate dalla mafia? Quanto trasparente si può definire il nostro sistema politico, parlando indistintamente di entrambi gli schieramenti politici? Qual è la portata degli stipendi e il potere di acquisto degli italiani? La libertà di stampa? Credo che l'omicidio di Anna Politkovskaja in qualche modo riguardi anche noi più di quanto noi stessi siamo disposti a credere.

Giovanni Iozzia 17.10.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Cari lettori pensando a questa GIORNALISTA mi è tornata alla memoria Ilaria Alpi e tutto ciò che non è stato fatto per la ricerca della verità,deduco che anche per Anna varrà la ragion di stato.
Per quello che invece riguarda il resto dei nostri giornalisti che avrebbero dovuto indignarsi sul serio, ripenso a Giorgio Gaber che nel brano "Io se fossi Dio" li ha centrati in pieno.
Faccio a tutti voi una domanda: "è il giornalista il mestiere più antico del mondo?"
Aiutatemi a capire.
Corrado da Roma

Corrado Stermieri 17.10.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo A Te, Beppe, poiché tu possa spiegarmi il perchè noi ragazzi omosessuali in Italia non abbiamo alcun diritto?. Sono un ragazzo di 22 anni e convivo a Milano da molti mesi con un ragazzo Brasiliano di anni 32, ci amiamo veramente di cuore, è grazie a lui la mia vita è cambiata, migliorando molte cose; Ma c'è un grosso problema che lui è senza documenti "Clandestino", non può lavorare in regola, non possiamo costruirci un futuro, metterci delle mete e dei obbiettivi, e viviamo con la paura che la polizia ci possa separare, espatriando lo. Io non posso trasferirmi in Brasile per via di gravi problemi in famiglia di salute. Ti domando il perchè non abbiamo il diritto di poterci amare… essere felici.... potere semplicemente essere noi stessi…. perchè non abbiamo gli stessi diritti delle coppie eterosessuali? Le quali basta che si sposano e possono avere i documenti? Ti prego rispondimi! Erick

Erick Lombardi 17.10.06 03:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe (mi permetto di darti del tu), è da quando ho letto il libro GOMORRA di Roberto Saviano CHE ASPETTO un tuo commento a riguardo (Visto il tuo amore x NAPOLI), ora ho tanta paura che un ragazzo, onesto e coraggioso della NAPOLI CHE SPERA E SOGNA UNA REALTà DIVERSA DA QUELLA DESCRITTA NEL LIBRO E/O ancor peggio di come l'ha descritta SANTORO alcune settimane fà ad anno zero, come Roberto possa fare la stessa fine della Politkovskaja, visto che IL "SISTEMA" accuratamente descritto nel suddetto libro non è da meno alla mafia russa e a putin.
Cosa possimo fare???
RAFFAELE ESPOSITO
raff_espo@libero.it

Raffaele Esposito 16.10.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a Lei con la speranza di avere una risposta, se possibile. Abito a Nuoro, mia figlia frequenta la prima elementare presso le scuole di Biscollai. Ultimamente è arrivata a casa con una lettera della "lega italiana per la lotta contro i tumori - medaglia d'Oro al merito della Sanità Pubblica", con la quale nell'ambito delle iniziative tese ad evidenziare il valore della prevenzione nella lotta contro i tumori ha èpatrocinato il volume (10 fogli A4) "10 favole di animali da colorare" che è stato consegnato unitamente ad una maglietta della Lega Tumori contro il Fumo, Il costo dell'iniziativa è stato di 10 euro. Chiedo se la predetta Lega Italiana per la lotta contro i tumori esiste per davvero e se l'iniziativa sopra citata è basata sul volontariato e dove veramente vanno a finire i soldi che in molti abbiamo versato. Cordiali saluti. Antonio

Antonio MaRRAS 16.10.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Non guardiamo troppo lontano... è notizia di questi giorni che Roberto Saviano autore di Gomorra, libro coraggioso sulla camorra, è sotto scorta.
Beh, aggiungerei Saviano tra i nomi dei giornalisti coraggiosi... e se nn avete ancora letto il libro, vi consiglio di farlo!Forse è il caso di aprire gli occhi... o di avere il coraggio di farlo.

Chiara De Rossi 16.10.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

La Russia ci ha dimostrato che fine fa chi non si fa "gli affari suoi"!!!!!povera Anna è stata uccisa perchè aveva scritto troppe cose scomode per Putin e per il Cremlino!!!!!un giorno di questi troveremo Prodi in parlamento con il passa montagna in testa che uccide uno per uno quelli che dicono cose che non gli stanno bene!!!!!POVERI NOI CHE FINE CHE FAREMO!!!!

Urbano Varricchio 16.10.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Bebbe

Spero che ieri sera ti sei sintonizzato su Canale 5 in tarda serata, a volte vale la pena gardare la T.V.
Era infatti in programma una puntata di "Terra" straordiraria che ha commosso sia me che mia moglia sino alle soglie delle lacrime.
Sono venuto a conoscenza di molti particolari della vicenda che mi erano oscuri.
Anna rimarrà per sempre nei nostri cuori, in quanto donna coraggiosa, illuminata, imparziale, decisa e allo stesso tempo dolce.
Ha infatti messo in luce le macellerie sia Russe che Cecene ed inutili saranno, ovvìamente, le ricerche sia dei mandanti che degli esecutori di questo orribile omicidio.
Sopprimere l'individuo Anna è stato facile, ma sopprimere le idee che questa piccola grande donna ha portato avanti con coraggio e determinazione sarà impossibile.
La trasmissione ha discusso anche dell'omicidio Antonio Russo, altro martire della lotta intestina Russo-Cecena.
Purtroppo, i nostri giovani sono distratti da trasmissioni come quelle della De Filippi e ieri, sicuramente a guardare "Terra" eravamo in quattro gatti.
Un plauso agli Autori e al bravo conduttore.

Joshua

Giosuè Di Stefano 16.10.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/index.html

http://www.menphis75.com/archivio_disinformazione.htm

sempre meglio dei giornali buoni per pulire i vetri e la tv buona per non far sentire cosa si dice !

vittorio messina 15.10.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo quello che ha scritto Staroni... In russia esiste un detto: "contro l'ignoranza neppure gli dei hanno potere"; finche mi dici che sia i soldati russi che quelli ceceni hanno compiuto atrocita' ci posso stare anche; ma quando scrivi boiate come quella dello "stato islamico ceceno" a cui la russia si oppone... chi te l'ha detto? La proloco di Mosca? I ceceni prendono le armi dagli islamici come prima le prendevano dagli americani ma nessuno hai mai detto che fossimo "imperialisti capitalisti", non so se hai fatto caso al noi che ho usato.

Sono nato a in un paesino di montagne poco distante da Grozny e conosco la realta' cecena molto meglio di chi scrive in questo blog. Forse non lo sanno in molti ma il compianto presidente Maskhadov era ateo, in cecenia solo 1/3 della popolazione e' sunnita e nell'esercito indipendentista si possono trovare islamici, cristiani e atei. La storiella dello stato islamico serve solo per "l'opinione pubblica" per quelli come Staroni che, non parlando ne il ceceno ne il russo, si bevono tutte le informazioni tradotte e poi pensano che non c'e' nulla di male a fermare dei fondamentalisti con gas e campi di concentramento.

Riguardo la domanda "perche' non e' ha parlato prima" vi faccio presente che Politkovskaja ha sempre fatto articoli sui diritti dell'uomo violati e altri giornalisti sono gia' morti ma erano ceceni quindi...

Termino scrivendo un'ultima cosa: io mi ricordo benissimo di Beslana e mi e' dispiaciuto come sempre mi dispiace se muoiono dei civili ma tu ti ricordi di Khankala, Chernokozovo e Ghegalovo? Se questi nomi non vi dicono nulla sono dei "punti di filtrazione", il primo e' un campo di sterminio, il secondo e' un mercato dove vengono "venduti" i prigionieri o uccisi se non si riesce a far pagare il riscatto il terzo e' un centro specializzato nel mercato di schiavi minorenni. Per quanto sia criticabile Beslana fu' una risposta di madri di bambini rapiti e venduti a bordelli pedofili negli ultimo 10 anni!

Aslan Misarov 14.10.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CI SCANDALIZZIAMO DI QUANTO AVVIENE IN RUSSIA?
CONDANNIAMO L'IRAN PER LA CO DANNA A MORTE DI UNO SCRITTORE DEI VERSI SATANICI?
ALMENO QUANTO AVVIENE IN QUESTI PAESEI E'IN SINTONIA CON I LORO GOVERNI.
MA...IN ITALIA....PAESE DEMOCRATICO? LA CAMORRA GRANDE INCONTROLLATA POTENZA DA LA CACCIA AD UNO SCRITTORE PER UCCIDERLO.E LE FORZE DEMOCRATICHE CHE FANNO?
NICCHIANO.
VIVA LA DEMOCRAZIA!

Giuseppe Mazzei 14.10.06 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei citare solo un piccolo brano del Tao Te Ching di Lao Tzu che credo si addica molto ad Anna Politkoovskaja:
Nulla al mondo è più molle e più debole dell'acqua
eppur nell'abradere ciò che è duro e forte
nessuno riesce a superarla,
nell'uso nulla può cambiarla.
La debolezza vince la forza,
la mollezza vince la durezza:
al mondo non v'è nessuno che non lo sappia,
ma nessuno v'è che sia capace di attuarlo.
Per questo il santo dice:
chi prende su di sé le sozzure del regno
è signore dell'altare della terra e dei grani,
chi prende su di sé i mali del regno
è sovrano del mondo.

Sergio Conti 14.10.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Non la conoscevo.Però spero con tutto il cuore che ci sia un'altra al mondo come Lei.

Michele Gurrado 14.10.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

In merito all'infame assassinio di Anna Politkovskaja non credo ci sia più nulla da aggiungere; credo sia necessario prima di tutto guardare attentamente a casa nostra. Leggo ora da libero blog: "Scrittore sotto scorta
Minacce a Roberto Saviano, autore di Gomorra, libro-inchiesta che infastidisce i camorristi.[...]
Quest’estate una ragazza di Napoli mi diceva (voci raccolte per strada) che presuntii camorristi o aspiranti tali si vantavano di girare con quella foto di Saviano in macchina, per poterlo riconoscere e sparargli, a vista.[...]"

Ezio Moscatelli 14.10.06 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Nelle menti e nei cuori di tutti sono rimaste impresse per sempre le terribili immagini della presa di ostaggi nel teatro di Mosca, e ancora di più quelle della tragedia di Beslan, che hanno contribuito a creare l'immagine del cecenio cattivo, sanguinario e assassino di bambini. Il crimine di cui si sono macchiati questi guerriglieri- terroristi trucidando quelle creature, figli di povera gente contadina e montanara, è il più abominevole che si possa immaginare, e se mai questi individui avessero potuto avere delle ragioni, dopo questo massacro esse non esistono più. Totalmente oscurate dall'enormità del loro delitto.
Tuttavia è utile cercare di capire un pò meglio il contesto in cui l'abominio di Beslan è germogliato.
Innanzitutto non si può tacere sulla totale assenza della volontà di negoziare da parte delle autorità russe, nonostante ci fossero in ballo le vite di centinaia di persone e di bambini inermi, sia nel caso del teatro che nel caso della scuola di Beslan. Per loro l'unica opzione possibile era la forza. L'unico linguaggio possibile era quello dei rapporti di forza e la forza di Mosca in Cecenia non si discute. E il Cremlino non discute ne con i terroristi ne con nessun altro. La Cecenia fa parte della Russia adesso e per sempre. E se il suo popolo di pastori e cacciatori nati e cresciuti con un fucile sotto il braccio si ribella, risponde con la peggiore repressione immaginabile, e se ancora non basta si scatena l'inferno sulla terra.
Grozny è stata rasa al suolo. Il territorio è infestato da milizie mercenarie e militari banditi che taglieggiano la popolazione.Donne e uomini vengono violentati e la popolazione è tagliegiata per qualsiasi cosa. Molti vengono rapiti e spariscono per sempre. Ma Putin, il migliore amico del Berlusca, ha il gas e il petrolio. Dunque bisogna tenerselo buono e poco importa se i ceceni son tanto incazzati che impazziscono e rispondono al male con un escalation di violenza che culmina nell'abominio.

maxime alberico 14.10.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

andy barak il 10.10.06 01:39 ha scritto:

"In Italia come altrove in Europa, si dà molto risalto agli attentati terroristici compiuti dai Ceceni, dal teatro di Dubrovka di Mosca, alle bombe nel metrò, alla strage dei bambini di Beslan ma non si dice nulla, MAI NULLA di cio' che accade in Cecenia. Il risultato è che l'informazione, filtrata come sempre, viene tenuta nascosta, segreta... tant'è che della Cecenia, in conflitto da 12 anni con le forze armate militari di Putin, non sappiamo niente, pari allo zero, zero e meno di zero. E nessuna delle ns. italiche testate si domanda perchè, nessuna televisione, nessun articolo. C'è il bavaglio, guai a toglierselo da soli. L'audience si ottiene solo coi morti, col sangue di migliaia di individui e solo se sono russi. Dei ceceni... a chi importa? Anche lì ci sono bambini, civili, donne e anziani ma è "pensiero-comune" pensare ai ceceni come terroristi. Eggià, occhio non vede, cuore non duole."

Condivido in pieno.
In Italia e in Occidente l'informazione è sempre stata criminalmente asimmetrica sulla questione cecena: tanta enfasi sugli attentati da parte di gruppi armati ceceni, ma censura assoluta sulla situazione in Cecenia.
E' come se qualche centinaio di civili russi valesse infinitamente più di parecchie decine di migliaia di civili ceceni, uccisi nel silenzio assoluto del mondo. Forse i ceceni uccisi non meritano d'essere ricordati, non meritano la nostra indignazione contro il governo criminale di Mosca, non meritano gli stessi moccoli appiccicati alle finestre come in occasione della strage di Beslan?

QUELLO CHE NON SI CONOSCE NON ESISTE.
VIVA L'INFORMAZIONE LIBERA E DEMOCRATICA.
OMAGGIO AL CORAGGIO EROICO DI ANNA.

Francesco Adamelli 13.10.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE IL MESSAGGIO OT

Ciao a tutti.
Vi mando due notizie che magari già conoscete, ma che è cmq utile sapere.

Magari, se lo ritenete opportuno, diffondetele anche negli altri luoghi del blog:

Se avete un programma di scaricamento peer to peer (tipo Emule), cercate e scaricate:

- Con la parola chiave:

"Antonio di Stefano europa7",

è possibile scaricare un video di 364,61 MB, chiamato:

"Berlusconi - Rete4 e Europa7 - Antonio di Stefano, proprietario di Europa7.avi"

E' molto utile per chi vuole conoscere le vicende che stanno dietro l'annosa questione del conflitto di interessi, di Rete4 e di Europa7 etc.

- Infine, si possono diminuire i consumi d’acqua (e quindi i costi della relativa bolletta) da un 35% a un 50%, mediante dei semplici dispositivi che, avvitati, sui rubinetti, nei fori di uscita dell'acqua (al posto delle normali retine x trattenere le impurità), miscelano aria all'acqua in uscita, garantendo lo stesso getto ma con meno acqua all'interno.
Se ne possono avere notizie a questi siti:

http://www.commercioetico.it/ecologia/ridutflusso/index.html

http://www.jacopofo.com/?q=node/24

Seppure tali dispositivi è possibile acquistarli via internet, cercando un po’ in giro, è possibile acquistarli, nelle nostre città, a prezzi leggermente più bassi.

Spero di essere stato utile.

Paolo Orchi 13.10.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

bisognerebbe promuovere una raccolta di firme, tramite il blog, da inviare a MOSCA sia al Cremlino sia al giornale della Politoskaja e facendola girare prima anche per internet sia singolarmente tra gli amici sia alle organizzazioni dei cosiddetti pacifisti, che su queste cose tacciono sempre (Cecenia, Korea del Nord ecc.)
Anche la promozione di una manifestazione sarebbe opportuna.
Chi, se non Beppe può formulare un testo adatto per la raccolta delle firme, a cominciare dal blog?
Enzo Gardenghi

enzo gardenghi 13.10.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

solo leggendo le notizie che mi arrivano dal blog ci si rende veramente conto di quanto l'informazione classica, tg e quotidiani, sia manipolata o peggio tralascia totalmente alcune notizie e la gente non scoprirà mai alcune cose.
purtroppo la politica e le decisioni che vengono prese sono basate su una cattiva o parziale conoscenza della maggioranza della popolazione.
per questo secondo me il blog è un buon punto di partenza e la scuola dovrebbe essere l'altro ma la stanno rovinando. Dobbiamo salvare la scula e l'informazione e forse molti problemi potrebbero risolversi. Io sono una studentessa universitaria e quindi riesco a parlare con una certa cognizione di causa della scuola... purtroppo mi rendo conto che la scuola sta andando allo sfacelo per mancanza di fondi, per la presenza di alunni che arrivano dalla scuola del ciclo precedente con grosse disparità (non parlo di ragazzi che provengono da regioni diverse ma basta solo che vengano da scuole della stessa città per riscontrare queste differenze. In più alcuni insegnanti più giovani conoscono la loro materia ma non è detto che riescano ad insegnarla, a trasferire la loro conoscenza agli alunni. e in questo caos, con ragazzi che non sanno fare più un conto a mano e che scrivono temi senza nessun contenuto e con errori ortografici madornali, la soluzione doveva essere riformare la scuola con l'inserimento di nuove materie già dalle elementari e con la scelta di cosa si vuol fare nella propria vita a 13 anni... sarà meglio che i ragazzi sappiano le materie classiche e non vadano a scuola in edifici al limite dell'agibilità. L'università non è messa molto meglio purtroppo... io faccio economia a milano e penso che l'univ ti debba dare le conoscenze pratiche, oltre che quelle teoriche, per affacciarsi al mondo del lavoro e dovrebbe mettere in contatto gli studenti con le imprese. Già dobbiamo sottostare a contratti assurdi.
questo è il mio sfogo

silvia de angelis 13.10.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Una volta anche in Italia AMMAZZAVANO i giornalisti alcuni venivano ritrovati altri scomparivano come MAURO DE MAURI scomparso all'inizio degli anni settanta credo, non è stato mai ritrovato,neanche una tomba per commemorarlo.
Pare che D'Alema in una intervista recente,ha affermato, cosi in sitesi,che quando si fa notare ai russi il rispetto dei diritti umani in Cecenia, loro prontamente ci fanno notare che a GUANTANAMO uguamente non si rispettano i diritti umani. A quanto pare, sembra che la GUERRA FREDDA non sia ancora finita.
Per quanto mi riguarda,io tutti i giorni, mi alleno ad eliminare il superfluo (che ce ne tantissimo)e cerco di abbracciare il profondo che è dentro di me. Non aspettiamo che la produzione di petrolio sia strangolata dalla richiesta, penzate che bello se le pompe di benzina chiudono perche vendono poco,e tutti i derivati che giàcciono nei scaffali inveduti, e poi fare lo stesso con la catena alimentare.
Forse dobbiamo tornare a pane e cicoria (anzi solo cicoria) prima che ne siamo costretti, credo che questa sia la migliore lotta al terrorismo su scala mondiale.

Marcello Paternesi Meloni 13.10.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Pamuk, il nobel è turco ( forza islam). Questo titolo non è di un giornale della lega o della nuova destra, ma di dagospia. Sempre più ricco di contenuti razzisti. Ricordiamo che Pamuk è uno scrittore turco attaccato perchè ha parlato del genocidio degli armeni

giovanni gurrieri 12.10.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

@ Roberto Staroni

"Toh guarda nell'elenco, per il 100 ci sono solo nomi di giornalisti faziosi di "destra"... che voglia dire qualcosa!!!"

Quelli sono faziosi di destra. Definirli "giornalisti" è un eufemismo. Sono megafoni.

"Fate paura tanto siete faziosi!!!"

Esagerato!

"E non cercate di nascondervi dietro la morte di una giornalista.
Ripeto era coraggiosa ma era anche tanto faziosa.
E' così mostruoso dire ciò???"

No, non è mostruoso... E' fazioso.
In Cecenia si combatte una guerra contro l'imperialismo della nuova potenza capitalista che è la Russia. Lo combattono i laici, lo combattono i radicali islamici. Quello che voi difenzori dell'imperialismo a stelle e strisce (in questo caso solo a strisce, 3 per la precisione!) non ammettete (o non considerate) sono le cause e gli effetti.
La causa: la Cecenia è ricca di petrolio. Anche durante la 2a Guerra Mondiale era uno dei punti strategici che Von Mainstein aveva ordine di conquistare da parte dello zio Adolfo. I ceceni vogliono autodeterminarsi. Il tipo di stato che vogliono costruire non è ne affare tuo ne affare mio ne affare della Russia, ma soltanto affar loro. Ma c'è il petrolio,e quindi zio Vlad "Dracula" Putin risponde picche.
Gli effetti: come in tutti i punti caldi dove una potenza o superpotenza (come nella fattispecie) si scontra con i poveri del mondo, assistiamo ad una guerra asimmetrica. Non ci sono due eserciti contrapposti, in una parvenza di guerra "regolare". C'è un esercito occupante, superarmato, supertecnologico da una parte. E dei guerriglieri, combattenti irregolari, partigiani chiamali come c.a.z.z.o. ti pare dall'altra. Sembrerebbe che l'esercito supertecnologico debba vincere. Ma non funziona così. Perchè la guerriglia è un'arma efficace anche contro mastodonti come l'Armata Russa. Ricordi i vietcong? Ed è frustrante prenderle dai guerriglieri. Per questo i russi torturano. E i ceceni reagendo pure. Violenze entrambe. Ma una è causa e l'altra è effetto. Chiaro?

Clemente Carlucci 12.10.06 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Roberto Baldissari. La prossima volta, cerca di scrivere come mangi.

peter falstaff 12.10.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Omaggio a una grande persona. Ma è incredibile che scandalo occupi nei giornalisti italiani: non si ricordano di un certo Pecorelli? io ero piccolo ma mi sono documentato, ah dimenticavo che i giornalisti italiani non sanno parlare l'italiano figurati leggerlo! Se gente come Fede, Biscardi, Giurato, Mosca (Maurizio) e tantissimi altri sono giornalisti, i veri giornalisti muoino dalla vergogna!

roberto coniglio 12.10.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Di Anna, consiglio di leggere il libro "Cecenia". Capirete meglio chi era Anna e gli orrori che ha visto coi suoi occhi: stupri, furti, omicidi, torture fisiche e psicologiche, famiglie sfrattate e private di tutto, bambini sfruttati, persone sparite. Chi non conosce la Cecenia, si stupirà nel leggere chi sono i colpevoli tutto ciò...


Cesare Pastarini 12.10.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
in questi giorni guardando i vari telegiornali ed ora leggendo il tuo blog non si può non essere affranti per la morte della giornalista russa....hai ragione quando dici che Anna ha lasciato tante cose, ma ciò che mi colpisce di più è l'idea che lei sia stata "costretta" a lasciare i suoi figli! Mia mamma mi ha "lasciato" quasi tre anni fa ed io continuo a farmi domande a cui ovviamente non so dare risposte e che comunque non consolerebbero il mio cuore....forse i figli di Anna però potranno ricordare al mondo che la loro mamma è morta per qualcosa per cui noi non siamo più in grado nemmeno di lottare (figuriamoci morire..)....la Libertà!

Eugenia D'Ambrosio 12.10.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

La Russia è un paese incredibile,puo inghiottire ogni persona che le è scomoda..

Alberto Manenti 12.10.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sta degenerando,la tv ci sta facendo impazzire..

Alberto Manenti 12.10.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato 6 giorni in Ungheria scollegato dal mondo intero.
Quando sono tornato, ho visto dai tuoi blog che siamo ancora a bollire nello stesso pentolone.
Finanziaria, prrrrrrrrrrrrrrrrrodi, la destra, i sindacati, i suv ecc.

ma i russi ancora non finiscono di stupire e a perseguitare i popoli in cerca di un po' di libertà?

Vediamo se ricorderanno i 50 anni dalla Rivoluzione Ungherese del '56.
E ai cari bloggers in cerca di verità consiglio:

Budapest 1956
La prima rivolta contro l'impero sovietico
Autore: Victor Sebestyen

per ricordare le atrocità compiute dal regime stalinista in Ungheria


se devo essere sincero non sono particolarmente dispiaciuto della di anna "la giornalista" perchè se l'hanno ammazzata come un cane o forse peggio, spero solo voglia significare che aveva rotto le scatole a qualcuno di veramente influente. sicuramente stà facendo di piu' lei adesso da morta di tanti altri giornalisti vivi. (italia compresa). Tengo a precisare che ciò è uno schifo.

franco camerini 12.10.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma che fa il centrosinistra?
Si è ammattito?

Ma è vero che dal 3 ottobre non è più possibile -senza corrispondere il dovuto compenso all'editore, e le sanzioni sono decuplicate - riportare il testo di un qualsiasi articolo di un qualsiasi giornale pur citando la fonte ?

Decreto legge 3 ottobre 2006 n. 262

viviana vivarelli 12.10.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Penso che il miglior modo per onorare Anna sia quello di informarsi sui crimini da lei denunciati, aprire gli occhi o quanto meno la mente su quello che accade nel mondo...
Buona lettera...

nicola salti 12.10.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Immagino fra 3000 anni quando gli archeologi scopriranno le tombe segrete di putin e del suo carissimo amico bush foderate di dollari e tempestate di diamanti, rubini, platino e lingotti d'oro...magari anche qualche barile di petrolio.
Mi piacerebbe sapere cosa penseranno della nostra meravigliosa "era".
L'unica consolazione adesso e guardare come se la spassano tutti i loro amici di merende.
Bello no?

dario tani 12.10.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

la russia al tempo dell'unione sovietica era si una dittatura(il compagno Putin era arruolato con il KGB),ma era il granaio d'europa;ora é solo uno stato succube e schiavo degli Stati Uniti e di un dittatore stile napoleone(stessa altezza!!!),che intende reprimere nel e con il sangue il diritto di cronaca e di giustizia.
Anna ha pagato come Ilaria Alpi,cone Giuliana Sgrena(fortunatamente Giuliana é viva),e come tante altre.
Putin fa quello che fanno anche i suoi amici americani o filo tali;reprimono nel sangue e nel terrore tutti quelli che non si sottomettono alla loro violenta dittatura.
Ma come ha detto Anna,tutti i dittatori della storia hanno fatto una brutta e atroce fine;spero che tocchi a Putin molto presto !!!

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 11.10.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento

La morte di Anna Politkovskaja mi addolora profondamente.
La scomparsa di una voce libera è e dovrebbe essere per tutti un fatto grave e allarmante! In questi giorni leggendo il giornale, ascoltando i videogiornali non provo che pena e rabbia.. rabbia per l'eclatante ipocrisia di Putin, pena per chi - per dovere di cronaca – deve riportare le sue dichiarazioni, rabbia per i crimini impuniti e pena naturalmente per le migliaia di vittime civili che da anni soccombono senza voce nell’atroce conflitto. E continuo a chiedermi perchè ancora nessuna manifestazione è stata indetta da alcuna associazione o forza politica per sensibilizzare l'opinione pubblica. Ch'io sappia solo i Radicali si sono interessati attivamente alla guerra in Cecenia, e il giornalista di RadioRadicale Antonio Russo è stato ucciso nel 2000 dai russi per essersi avvicinato troppo al pozzo d'orrore ceceno, aveva raccolto prove dell'utilizzo di armi non convenzionali contro bambini ceceni. Ma di fatto con il beneplacito delle maggiori democrazie d’occidente ancora una fitta e grigia nebbia avvolge quella parte del mondo.
.Un ultimo sentitissimo saluto ad Anna, che da anni con amore e professionalità cercava di dar voce a chi è destinato a vivere entro quell’infame nebbia.

claudio orlandi 11.10.06 23:08| 
 |
Rispondi al commento

buonasera a tutti questo è il mio primo post seppur segue da diverso tempo il blog.
il primo commento lo lascio al signor roberto staroni dicendogli di aver rispetto per i morti soprattutto per chi è morto (ammazzata come un cane) per una causa senza arrecar danno alcuno..lei che giudica per cosa si batte???
a beppe grillo,se non lo conosce, e a tutti gli utenti,che lo conoscessero,consiglio di frequentare assiduamente WWW.RSF.ORG
Anna Politkovskaja penso che non sia sola e non lo sarà,credo, mai!

alex sabattini 11.10.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo di un servizio di striscia la notizia dove durante una conferenza stampa di Putin riguardante un sommergibile Russo rimasto sul fondo del mar baltico con tutto L'equipaggio, poi ripescati tutti morti, la madre di un membro dell'equipaggio prese ad urlare contro Putin accusandolo di essere lui il responsabile dell'accaduto, e mentre la signora stava parlando in un attimo svenne. Le immagini viste a velocita' normale non mostravano nulla di anomalo ma se rallentate ed ingrandite apparve chiara la mano di un poliziotto che ignettava qualcosa alla signora, che perse i sensi apparentemente per l'angoscia del propio figlio. Pensate voi cosa possa accadere a chi prova a fare un opposizione dura al regime(perche' di regime si tratta) rivelando nella sua crudelta' tutta la verita' su di una guerra fatta per il petrolio prima ancora per la tanto sognata democrazia. In russia c'e' un' apparente liberta' di espressione ma in realta' si e' ancora in un regime dove i diritti civili vengono garantiti solo se non si da fastidio a chi sta al potere. E quello che piu' mi turba e che ci vantiamo in giro di averceli come amici.
Tasfidania

Giuseppe Diroma 11.10.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

forse una differenza in fondo ce, la ti uccidono da queste parti ti suicidano, sai la liberta di scelta.

fation sejdaras 11.10.06 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma perche beppe le democrazie occidentali sono meglio da putin secondo te?

fation sejdaras 11.10.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

@ alex luk
La tragica fine di questa signora corona, evidentemente, una carriera da "vera" giornalista.
HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

Non serve morire per essere una vera giornalista e la morte non fa di questa giornalista una vera giornalista.

Era schierata e come tale indagava solo in un senso.

In Cecenia si combatte una guerra su due fronti.

Se su quello russo si compiono atrocità; su quello ceceno se ne fanno altrettante.

Ma c'è un particolare. I ceceni vogliono uno stato teocratico islamico e la Russa vi si oppone.

Di questo e delle atrocità dei ceceni (Besaln e gli attentati nelle metropolitane moscovite è roba loro) alla giornalista non fregava nulla.

Roberto Staroni 11.10.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO ALLA MAGLIE SU DAGOSPIA Un appello: seguo anche dagospia e chiedo che non venga dato più spazio alla Maglie che è il peggior esempio di giornalismo italiano, del tipo nani e ballerine

walter wotan 11.10.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Anna arricchisce l'elenco di tante persone, note e meno note, ma anche sconosciute, che hanno amato la vita e liberta, propria ed altrui, al di sopra di tutto.
Io definisco i potenti i veri "Dead Man Walking" - uomini morti che camminano. Loro, non i condannati a morte.
Penso anche un'altra cosa, cioè che se anche non ci fosse nulla dopo la morte, comunque una persona come Anna può dire con orgoglio: ho vissuto pienamente.
Cosa che Putin, e tutti i tiranni e comunque tutti i violenti non potranno mai affermare.
Non solo cristianamente, ma anche laicamente io dico: non è mai troppo tardi per cambiare, per cominciare a vivere.
La lezione che Anna ci lascia, deve riguardare il nostro piccolo vissuto quotidiano.
Gli altri (coniuge, figli, amici e nemici, colleghi, o la persona incontrata casualmente) è SEMPRE un essere umano, che oltre ad essere fatto come noi, posiede anche lui sogni, desideri, aspira alla felicità. A volte questa la cerchiamo in maniera sbagliata. Anche Putin (e chi fa come lui) cerca la felicità in maniera sbagliata. Vivere significa trovare la propria felicità, rendendo felici anche le persone con le quali veniamo a contatto nella nostra vita. Non vedendo nel vicino solo un concorrente (o peggio un nemico) da sbaragliare in maniera più o meno lecita. Diamo spazio alla pace, non la "grande pace" tra le nazioni, ma la "piccola pace" del vissuto quotidiano.
Ghandi ha dimostrato che è possibile cambiare anche facendo partire dal basso le iniziative.
Grazie Beppe, perchè io penso che tu lavori in questo senso.

Gianni Mancino 11.10.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento

con tanti giornalisti italiani che non fanno più opera di giornalismo, ma di lecchinaggio ai politici e al sistema, mi sembra ormai così strano che una giornalista abbia sacrificato la sua vita per denunciare le atrocità del governo. e quel che più mi rattrista è che nessuno scoprirà il vero colpevole dell'omicidio, o meglio tutti sanno e tutti tacciono. non è morta solo una grande donna, ma è morta la vera democrazia

espa manuela 11.10.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Scusa caro Beppe..
Leggo sempre il tuo blog e lo trovo molto interessante..
Mi spiace moltissimo x la giornalista russa.. ma onestamente abbiamo già mille problemi in casa nostra...

Marco Balli 11.10.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Russi è uno stato immenso ancora in mano a un elite corrotta e ante caduta dell'URSS.
Un pò come l'Italia degli arrugginiti cattocomunisti collusi


A tal proposito voglio aggiungere, che qualche tempo fa gli amici gestori delle autostrade hanno aumentato di circa il 6% le tariffe sulle strade verdi abruzzesi!
Per fortuna la Regione ha fatto causa e fortunatamente le care autostrade ne sono uscite con le ossa rotte! hanno perso su tutti i fronti: ritiro degli aumenti, rimborso degli utenti (il come è ancora da decidere) e pagamento delle spese processuali.
Sono stufo dell'anarchia d'elite che regna in questo paese!!!!!!!!!!

Luca Cupaiolo 11.10.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Chissà se il "Nano", in questo frangente, avrebbe pianto sulla spalla di Putin...
Ai tempi nostri, oramai, esistono due modi di agire contro la VERA informazione: "L'olio di ricino" nelle moderne democrazie e la barbara uccisione nel resto del mondo.
Un arrivederci nel mondo dei giusti Anna: ci mancherai!
Roberto

roberto pedrolli 11.10.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

La tragica fine di questa signora corona, evidentemente, una carriera da "vera" giornalista. In tempo di guerra, di solito, i soldati che tornano indenni a casa sono quelli che operano protetti nelle retrovie. I giornalisti che in tempi di guerra non si beccano ferite sul campo forse sono quelli che mandano a casa solo i servizi che il potere di turno vuole che inviino standosene tranquillamente seduti in qualche bell'albergo.I giornalisti che operano propaganda dai media e dai giornali in mano ai grandi potentati non corrono certo gravi rischi. Fare sul serio, oggi, questo mestiere significa spesso isolamento, minacce, ricatto economico. Un Ordine dei Giornalisti che non radia un Bruno Vespa o un Emilio Fede dall'albo lancia un evidente segnale: "Ma sì, è tutto un bluff, la libertà di stampa, ma dai, ma chi ci crede a queste sole? L'informazione serve il potere, è sempre stato così.. Sì, va be, il fascismo è caduto ma si sa, ha perso la guerra se no..." C'è da dire, poi, che anche i giornalisti con gli scioperi contro gli editori fanno un po' sorridere. Quando mai si è visto un ricco che paga qualcuno perchè, se del caso, parli male dei propri amici se non addirittura di sè stesso? L'editore disinteressato? Ma dai... E poi, anche a volerlo essere, anche l'editore tiene famiglia... I giornalisti veri, seri, coraggiosi, devono trovare forme alternative di organizzazione, qualcosa che permetta loro di non dover dipendere da grandi gruppi economici. Cooperative, associazioni,azionariato popolare...
A voler credere alla democrazia, il giornalista non è un professionista come gli altri, ma qualcuno che ha la "missione" di garantire il funzionamento del sistema. Alla pari di un partigiano, deve sapere e accettare la possibilità che questa missione comporti rischi pesantissimi. Ma anche l'opinione pubblica deve essere partecipe di questa missione, dimostrare di saper mettere un'idea di libertà e responsabilità davanti alla melassa rassicurante che il potere propina.

Alex Luk 11.10.06 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Il messaggio e' chiaro , nel senso che probabilmente se io fossi un giornalista eviterei di toccare certi argomenti , se non per plasmarli e modellarli secondo il gusto di non so chi.Il giornalismo e' finito oramai e non solo in Russia.

PS : l'omicidio di Matteotti credo che sia stato l'unico omicidio politico del fascismo ed in oltre pare sia il risultato di una volonta' contrastante con quella di Mussolini^,che non avrebbe gradito la cosa.

mimmo colombo 11.10.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e muoiono così i ricercatori della verità... sono 2000 anni che accade...

pasquale maiocchi 11.10.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento

e' morta per mano vigliacca una donna coraggiosa e' andata ad aumentare il numero delle persone che hanno combattuto le ingiustizie del mondo e trovandosi sole hanno pagato.
Ma gli uomini vigliacchi debbono sapere che le idee quelle non riusciranno mai ad ucciderle.
Ciao Anna e che il tuo sacrficio non rimanga vano

adriana miani 11.10.06 12:23| 
 |
Rispondi al commento

da noi quando questa reporter senza padroni moriva ,la nostra grande informazione si era presa due o tre giorni di vacanza.
IO personalmente non ne ho sentito la mancanza,perche' grazie al tuo blog e ad altre fonti di informazione alternativa la coscienza individuale delle persone(se si vuole),potra' sempre essere alimentata.Propongo ai giornalisti velinisti italiani,di continuare pure i loro scioperi.
La loro liberta' se la sono comunque fottuta da soli.

maurizio ferroli 11.10.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Il voler scoprire la verità ha sempre avuto un prezzo alto, sia per le nostre coscienze e per la vita di alcuni.
Ma la vita non dovrebbe avere un costo o comunque chi decide di non pagarlo lo sconta con la morte.
Il mio più grande timore e che queste voci coraggiose che si elevano dalla massa, possano essere dimenticate...Perchè oggi tutto corre, anche le notizie si scalciano l'una con l'altra e la memoria storica traballa sempre di più.

Cinzia Coratelli 11.10.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

LA PETIZIONE ON LINE. Chi vuole fare una rassegna stampa online o cartacea (si pensi a tutti gli enti, le imprese le associazioni ma anche i privati ed i numerosi siti internet che raccolgono notizie e le divulgano), deve pagare. Sembra non ci siano eccezioni neppure se l'attività è senza fini di lucro, umanitaria o caratterizzata da una valenza culturale o sociale.

http://db.peacelink.org/campagne/info.php?id=20

Fabrizio Cardinale 11.10.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento

STOP

fermi tutti un attimo: ragionaiamo, dal più grande al più piccolo.

Putin, il potere russo, han fatto fuori Anna e tutto il mondo tace, come tace sulla Cecenia.

Pechino assassina ogni anno migliaia di uomini e donne e noi facciamo la spedizione dei mille, tra meno di due anni i giochi olimpici.

Stesso vale per gli USA con la loro politica internazionale violenta e irresponsabile anche delle multinazionali.

Ma poi veniamo al piccolo, a noi, le nostre scelte (molto condizionate dalla pubblicità), che ci abbuffiamo ai McDonald's, compriamo macchinoni che consumano tre volte un'auto normale, facciamo poco e male la raccolta differenziata, il mercato equo e solidale quasi non sappiamo che c'è.

Se non parte da noi la scelta di prodotti etici (nel senso che per la loro produzione non abbiano sfruttato/schiavizzato alte persone), da comportamenti virtuosi in materia di risparmio delle risorse e dell'energia, dal vivere in prima persona la solidarietà, allora in piccolo riproduciamo ciò che avviene in grande. Solo dal basso viene il cambiamento vero.

Vi lascio con una domanda per spiegare meglio: chi è Abramovich (il patron del Chelsea calcio)
-uno che spende più di Moratti?
-un mafioso russo?
-un mecenate del pallone?
-uno che si è imboscato gli aiuti dell'UE ai tempi di Eltsin e ora ricicla quel denaro?

perchè poi tutti i presidenti del mondo vogliono fare affari con lui? e noi tifiamo per il calcio? per questo calcio associazione a delinquere?

Se noi legittimiamo Abramovich con la nostra passione sportiva, i nostri politici legittimano i Putin, Bush, Blair e compagnia di briscola.

cari saluti
Mattia

Mattia Saccenti 11.10.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che dire... sarà l'orario, saranno un insieme di cose...ma non trovo le parole giuste per affrontare uno sciempio così atroce...che conferma l'idea che la democrazia e la libertà di parola, ancora troppo spesso, costa la vita.

mirco zuin 11.10.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

ho letto ora che ai funerali c'era solo Pannella che è il solito Grande...e il nostro ministro degli esteri dov'era? a farsi un giretto sulla barchetta?? mai un'onda anomala eh?!

Marco Oliva 11.10.06 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai funerali di Anna non si è presentato alcun politico italiano, ad eccezzione del grande, grandissimo, immenso Marco Pannella. Ancora una volta la nostra classe politica perde un'occasione per dimostrare di avere un minimo di coraggio, di tenere in minima considerazione quei valori di libertà e democrazia tanto sbandierati a parole. E questo vale tanto per la destra (il cui leader è da sempre buon amico di Vladimir), quanto per la vergognosa e vigliacca sinistra capace solo di alzar la voce quando questo serve a raccattare voti, ma assolutamente pronta a prostrarsi quando alzar la voce sarebbe veramente utile e nobile. Del resto, non si può certo rischiare che al buon Vladimir venga in mente per caso di chiudere i rubinetti del gas. E stamani leggo su "La Stampa" che il portavoce di Prodi riconosce che sia stato un errore non intervenire al funerale. Vergogna! VERGOGNA! Nemmeno turandomi occhi, naso, orecchie riesco a sentirmi rappresentato da questa classe politica in stato di avanzata putrefazione.

Gianluca Sandrini 11.10.06 08:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In realtà il modo di agire della Russia contemporanea non è diverso dai tempi dalla Unione Sovietica di Stalin e della Russia zarista.
La stessa polizia segreta, la stessa mancanza di libertà, gli stessi arresti e internamenti in manicomio o carcere. La zar Putin è un degno seguace di Ivan il terribile, Paolo I & C. Con la differenza che Putin è meno decorativo, più grigio e ha il metano

Laura Maniscalco 11.10.06 08:11| 
 |
Rispondi al commento

nel 2000 putin minacciava l'uso di armi nucleari contro qualsiasi nazione che si intromettesse nel genocidio perpetrato in cecenia. nel 2001 è arrivato l'11 settembre e i ceceni sono diventati tutti terroristi islamici.l'unica reazione che ho visto in italia che centrasse con la cecenia è stata l'accensione dei lumini sulle finestre in occasione della strage di beslan. nel frattempo in tele mi sono beccato tipo 100 volte gli speciali sui campi di concentramento nazisti "per non dimenticare mai" mentre gli usa entravano in irak con tonnellate di armi chimiche.
c'è qualcosa che nn quadra. o vivo in mezzo a dei malati di mente o mi stanno prendendo per il cul0.
quello che mi fa + paura è che entrambe le cose siano vere.

daniele mercury 11.10.06 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Adoro Grillo
Ci sono molte cose che possono prenderti sul web
Una è scrivere ai blog

Grillo ha quasi sempre temi interessanti, è il 1° d'Italia, il 1° d'Europa, il 28° del mondo e lo leggono 30.000 persone
Il Corriere pubblica una ricerca secondo cui
i primi 10 blog d'Italia sono:

Beppe Grillo
7 in Condotta
Italia SW Recensioni
Blogosfere
Roundhouse Kicks
Robinik.net
Macchianera
i SW4n
Daniele Luttazzi
Attivissimo.blog

L'influenza di un blog si misura dal numero di siti che lo linkano
Grillo è la bandiera del blog europeo e l'unico non americano nella classifica dei 100 blog più influenti del pianeta (credete vi sia un politico più seguito di lui? Impossibile!

"Grillo è uno dei più implacabili fustigatori dei costumi nazionali, il suo blog è l'unico in grado di contrastare l'egemonia americana nella classifica dei 100 diari online più influenti del mondo. A confermare il suo successo virtuale è un'indagine di Technorati e Edelman che colloca il suo sito al 28° posto assoluto nel mondo, preceduto e seguito esclusivamente da siti americani
Mentre la dimensione della blogosfera europea cresce, la ricerca rivela che a farla da padroni in termini di link ricevuti sono gli americani che, se non fosse per Grillo, raccoglierebbero il top totale. Tanto per fare un es., per trovare il più importante blog britannico bisogna scendere fino al 139° posto"

Sembra che oltralpe si parli solo di cibo mentre noi privilegiamo le esperienze personali
Ma 1/4 di lettori dei blog mondiali parla di politica e impara anche, io credo, a parlare di politica

Beh, questi dati mi fanno molto piacere
Non sarebbe l'ora che questo blog diventasse più serio, cassando per esempio in automatico i post ripetuti, quelli che superano i 2000 caratteri, che hanno firme altamente improbabili o più lunghe di 2000 caratteri o che contengono insulti? o che sono totalmente folli?

Insomma a tanto onore dovrebbe corrispondere un maggiore rigore

viviana vivarelli 11.10.06 07:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Mi sorprende che tu, che avevi elogiato la Fallaci,abbia fatto un post su Anna".

Non pensi a qualcosa, se vai oltre il "qualunquismo" (perdona, non ricordo il tuo nome)?

Stefania Mancini 11.10.06 03:53| 
 |
Rispondi al commento

Questa sì una giornalista libera. Altro che la Fallaci. Vedi Beppe, a distanza di pochi giorni hai avuto un esempio di cosa vuol dire essere una giornalista libera, che rischia la vita veramente e non se ne sta chiusa in un bell'appartamento a New York. Mi sorprende che tu, che avevi elogiato la Fallaci,abbia fatto un post su Anna. Cerca di rivedere la tua scala di valori,anche se credo che il tuo qualunquismo ti impedisca di averne.

Fabrizio Cisco 10.10.06 23:30 Rispondi al commento

-------------------------
Vedo che i sentenziatori che vogliono insegnare a giudicare non si esauriscono mai e che la modestia dei loro giudizi è pari alla loro arroganza, quindi anche per te:

L' enormità della tua affermazione per quanto leggittima, perchè, è una opinione, non esime chi legge dal dirti che la distinzione che fai ti qualifica per quel che tu fai apparire di essere. Pertanto SECONDO ME, MEGLIO SAREBBE SE TU PARLASSI SOLO PER TE, senza generalizzare, nè dare opinioni sulle intenzioni altrui, cosa che credo non ti competa come non compete a me, se puoi. Eviterai così forse, di, costrigere il MONDO a smentirti; a me per esempio mancheranno entrambe in maniera diversa, perchè, entrambe PATRIMONIO di una cultura del mondo, che temo da quel che affermi, Tu, non riesci per ora a capire, auguri, per una maggiore modestia per il futuro, non ho potuto esimermi dal fartelo notare, perchè al contrario di te io stimavo la fallaci, e non amo la si denigri, meglio tacerne. Poi ribadisco l'opinione è tua , e resta tale comunque.

Francesco

f.marletta 11.10.06 02:05| 
 |
Rispondi al commento

l'omicidio politico è sempre l'inizio della fine di un sistema di potere.
non è stata uccisa solo una formidabile giornalista indipendente, una donna del nostro mondo, ma un'intelligenza politica che dava fastidio al potere.
oggi putin dice che è stato un omicidio inaccettabile e che non resterà impunito: ieri, probabilmente, non lo ha evitato.

addio, anna...la tua morte vale più di milioni di articoli: l'hanno letta tutti. addio.

geordie sur 11.10.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Questa sì una giornalista libera. Altro che la Fallaci. Vedi Beppe, a distanza di pochi giorni hai avuto un esempio di cosa vuol dire essere una giornalista libera, che rischia la vita veramente e non se ne sta chiusa in un bell'appartamento a New York. Mi sorprende che tu, che avevi elogiato la Fallaci,abbia fatto un post su Anna. Cerca di rivedere la tua scala di valori,anche se credo che il tuo qualunquismo ti impedisca di averne.

Fabrizio Cisco 10.10.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questi giorni voglio ricordare ANTONIO RUSSO.
Un abbraccio.

Francesco Ferracane 10.10.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

POVERA ANNA.
Purtroppo ha fatto la fine di tanti altri,che rimarranno per sempre luci splendenti sul
cammino di tutti gli uomini.
Al contrario di chi li fa ammazzare,questi avranno
solo un piccolo periodo di potere poi BUIO ETERNO!!!

bob costante 10.10.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

il mandante è uno dei tanti comunisti amici di bellachioma......o psiconano come lo chiami tu.

francesco fioriello 10.10.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Ilaria Alpi (Roma, 24 maggio 1961 - Mogadiscio, 20 marzo 1994) è stata una giornalista italiana del TG3, uccisa in Somalia assieme a Miran Hrovatin, l'operatore che la accompagnava.

Ps: Non lo so perchè, ma tutte le volte che viene ucciso un giornalista degno di questo nome, mi viene in mente Lei, e di come abbiamo lasciato che si archiviasse il caso.... allora penso che forse ci meritiamo i giornalisti che abbiamo…..almeno non rischiano la vita….

Marchesi Guido 09.10.06 21:21
---------------------------
L'unica cosa veramente certa sulla morte di ILARIA ALPI è E RESTERà LA SUA MORTE, e quella del suo cameramen Miran. Non c'è mai stato un caso ILARIA ALPI, almeno come lo si intende da chi non crede a tutte le ragioni sino a quì evidenziate sul fatto. Tutto di quello che abbiamo saputo lo testimonia, persino l'inutile calvario dei suoi genitori costretti a mendicare un minimo di attenzione, non dalla gente che anche se distratta non è del tutto stupida , ma da chi SA' "POBABILMENTE" PERCHE' e forse anche per chi. come secondo me, sà anche però, che nulla di niente e di nessuno può o deve essere affermato senza far danni ancor più gravi dei sospetti e delle OSSERVAZIONI, nascoste nelle pieghe dei diari, e tutto quello, che ieri, di ILARIA, così come oggi, di ANNA, a nessuno sarà forse mai dato conoscere. Diversi i contesti, diverse le ragioni, ma certamente, nei fatti, assai simili le conclusioni.
Non è necessariamente la verità, ma, SICURAMENTE, la mia, una analisi non viziata da nessun altro elemento che il buon senso sulle circostanze e le voci, che, intorno ai fatti, prendono vita di volta in volta, secondo me, forse, non soltanto secondo me, dando una percezione di realtà più o meno palese o nascosta. ciao

Francesco

f.marletta 10.10.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Er. Non TI offendere , e, nemmeno TU Carlucci ma a parte scambiarvi i cmplimenti , devo ammettere che avete veramente il senso della battuta, COMPLIMENTI VERAMENTE ORIGINALI ENTRAMBI.
-----------------------------------
Senti, caleidoscopio di stronzate
-------------------------------------
Per ora costruisco TOMBE per quelli che hanno fretta.
--------------------------------------
UNA MEGLIO FELL'ALTRA, DEGNE DI UN BLOG DI UN COMICO, Ciao a entrambi.....oh mica prendervela con me,

Francesco

f.marletta 10.10.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

°°° MESSAGGIO PER LO STAFF °°°

IO E ALTRI CONTINUIAMO AD ESSERE CLONATI DA UN TIPO CHE LASCIA MESSAGGI INGIURIOSI VERSO ALTRI COMPONENTI DI QUESTO BLOG.

Per favore potete bannarlo? E' molto fastidioso e soprattutto pericoloso perchè potrebbe dire cose di cui non mi assumerei la responsabilità.

Francamente poi il gesto è di una cattiveria e di una vigliaccheria non giustificabie. Vedete voi.
Ripeterò questo messaggio ogni volta che mi succederà.

Spero che anche gli altri clonati faranno lo stesso!

martino estate 10.10.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Con questo omicidio sale a 56 il numero di giornalisti uccisi dall'inizio dell'anno. Nel 2005 sono stati 76, l'anno più cruento per il mondo del giornalismo dal 1995. 129 giornalisti sono ancora prigionieri nelle varie carceri. Questi sono eroi che danno la vita o la libertà per portarci in casa pagine di storia. E la tv italiana (a cominciare dalla Rai) cosa fa? Ci fa vedere culi e tette ed imbecilli sulle isole a cui vengono regalati milioni di euro dei nostri soldi. Siamo un paese mediocre e il popolo italiano che non insorge davanti ad una tale tv è un popolo culturalmente mediocre. Ho cominciato spegnendo la tv, fatelo anche voi!!! facciamo vedere a chi fa i palinsesti che non vogliamo essere trattati da imbecilli!!!

Ruggero Santeramo 10.10.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un velo di tristezza ed angoscia mi opprime quando devo piangere un'eroe della società civile... i veri giornalisti sono merce così rara, che dovremmo proteggerli come i Panda.
Speriamo che i Russi non dimentichino, speriamo che la società civile non dimentichi...

Marco Oliva 10.10.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Ed è più in grado di guidare uno che si è fumato una canna di uno che si è scolato tre cocktails, questo è poco ma sicuro.
_________________________________________________

Contesto con forza questa frase se non altro xchè l'ho provato e i casini che stavo combinando alla guida sotto l'effetto della cannabis sono paragonabili ad almeno 6-7 cocktails molto alcolici.

Ciò non toglie che l'alcool faccia più male della canapa.

Paolo Cicerone Commentatore in marcia al V2day 10.10.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con lei, cade anche l'ultimo paravento costruito da Putin in Russia.La morte di una così limpida e schietta giornalista dovrebbe far pensare, anche a chi di massa celebrale nè ha ben poca, che, per quanto duro, aspro alle volte molto ridicolo, in Italia esiste un dialogo ed una vera democrazia.In questi giorni, ovviamente da bocche non collegate al cervello, ho sentito dire(commento dovuto alla finanziaria) che si sta vivendo sotto un regime dittatoriale....
Credo doveroso far omaggio ad Anna Politkovskaja ed al suo indiscusso coraggio e senso della libertà... Vorrei ricordare, a chi parla senza senso, che l'etimologia della parola,se snaturata del proprio significato, porta sempre come conseguenza il fraintendimento ed al conflitto...
vorrei fare le mie più sentite condoglianze alla famiglia della giornalista....
P.S.: ecco come agisce " il nostro amico Putin"

laura marzo 10.10.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusa, Beppe, ma la Russia é una democrazia fondata su qualcosa che non sia l'uso della forza o della corruzione?
E' una democrazia che può sedere al G7+1?
Allora facciano il G7+2 e ciucciamoci pure la Cina (mentre Brasile ed India stanno fuori..forse la media dei loro cittadini non ha la pelle abbastanza chiara, che volete che Vi dica?)

Con buona pace del tappo di Arcore, Putin non mi sembra nemmeno liberal-conservatore (se il prefisso liberal- ha un senso...)
Ma amici del venditore di metano si può essere, secondo l'etica di chi è datore di lavoro di zù Marcellinu.
Ripenso al famigerato 'editto bulgaro': forse, zù Silviu pensa che i giornalisti che rompono le scatole ai governi devono esser trattati come si meritano: sparire dalla scena.
Beh, in Russia sono solo più radicali nei metodi, come tradizione dal 1917 in poi....
Ti ringrazio col cuore per questo 'post': sembra, scorrendo la stampa, che la minaccia maggiore alla pace e alla democrazia venga da una dittatura di uno stato povero in ogni senso che si è appena dotato di armi nucleari.
In compenso, la Russia di Putin (e di Yeltsin prima) siede al G7+1...continuo a non voler capire, ma il colore della pelle sembra esser l'unica discriminante.
Ciao

Carlo Pellizza 10.10.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che bello... Il governo russo, il governo nord coreano, il goberno cubano... Paradisi del comunismo... Grazie, ragazzi, finalmente con il governo Prodi, anche noi italiani potremmo sperare di vedere realizzato un sogno...

Claudio Vindimian 10.10.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


e l alcool quello resta legale eh?

cosimina vitolo 10.10.06 16:39


VEDETE COSIMINA e anche MANUELA c'è da fare una netta distinzione tra droghe ,droghe sintetiche e alcool .

L'alcool se consumato in quantità ragionevoli a tavola è considerato un alimento a tutti gli effetti mentre la droga "NO" .

Le canne me le sono fatte anchio come quasi tutti ai tempi della NAIA e discoteche di grido, poi però BASTA, altri invece hanno PROSEGUITO .

Se uno a 50 anni si fa ancora CANNE , Beh credo proprio che si possa parlare di tossicodipendente e sicuramente ,non se ne fa una al giorno .

I cocainomani sono tutti ex cannari e non ditemi di no .

Per ciò che mi riguarda un drogato non dovrebbe essere abilitato a certi LAVORI come l'alcolizzato del resto,io stesso ho visto un medico OTTORINO ubriaco fradicio alle 9 del mattino in servizio come anche alcuni insegnanti RULLARE tra una lezione e l'altra .

gino serio 10.10.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Calabresi da un pezzo è sotto terra...SOFRI rilascia interviste e fa il "ganzo" sotto i riflettori....BOMPRESSI ...footing e null'altro..in libertà da sempre.

E...li chiamano giornalisti!

"CANNIBALI,NECROFILI,astuti ,deamicisiani e si direbbe pure compiaciuti...voi vi buttate sul disastro umano col gusto della lacrima ...in primo piano" (G.G)

E r w i n

www.t h u l e-toscana.com

A quando SOFRI in parlamento?
A quando BOMPRESSI in parlamento?
La compagnia è degna di loro!

Der - Sieg 10.10.06 18:03 |"

E' sempre meglio della compagnia di un Calabresi, aguzzino con l'uniforme della Polizia indiziato dell'omicidio (ufficialmente suicidio) dell'anarchico Pinelli (accidentalmente volato dalla finestra della questura di Milano dove l'integerrimo dott. Calabresi lo stava interrogando). Poi l'inchiesta è stata accuratamente insabbiata. Calabresi si ostinava ad indagare sulla improbabile pista anarchica della strage di Piazza Fontana. PEr non pestare i piedi ai fascisti, veri responsabili, come poi si è scoperto, della strage.
Con questo non voglio giustificare l'omicidio del Calabresi. Ma le prove presentate contro Sofri, Bompressi e Pietrostefani erano del tutto inattendibili. Testimonianze contraddittorie, indizi inconsistenti. Ma si sa, l'importante era levarseli di mezzo. Sofri si è sempre proclamato innocente. Ed anche gli altri due.
Riesci a fare due più due nella tua testolina da fascista?

Clemente Carlucci 10.10.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

@@ Per Silvia bada che "abbisogna di BADANTE" @@

Se Prodi ha detto che nessuno ha rubato una penna quando han giurato avrà avuto un motivo.
Non sarà,per caso,che l'abbia detto perchè quando giurarono quelli del precedente governo sparì più di una penna?
Joseph

P.s.
Ma perchè prima ti stracciavi le vesta perchè,scrivevi:"per le famiglie dei disabili questo governo non fa nulla".
Ora che nella finanziaria hanno stanziato svariati milioni per queste famiglie:perchè non ringrazi?
Ora oltre ad attacarti agli specchi,segui il mio disinteressato consiglio:
Attacati al treno perchè quelli li avete così malridotti voi delle CASSE della libertà.
SI' "Libertà su cauzione".
By Joseph.

joseph pane 10.10.06 17:16 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

-------------

oltre che i.nfame e v.iscido sei anche poco informato.... il governo non ha stanziato UNA CIPPA LIPPA per i capi-famiglia disabili gravi

la storiella delle penne, che non erano biro ma preziose Montblanc, è stata immortalata dalle telecamere che hanno ripreso l'evento e sono stati sputtanati da Striscia.... ah già quella è la tv di berlusca che certamente è di parte....

non mettere in mezzo badanti e malattie, non fare come il TOPO DI FOGNA, non scendere in basso se non hai argomenti..... I.NFAME!

silvia bada 10.10.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

"E, per mettere a tacere eventuali velleità di riflessione, la dichiarazione asserisce categoricamente:

" NON C'E' , NON PUO' ESSERCI DIBATTITO SULL'ESISTENZA DELLE CAMERE A GAS,
CIOE' E' FATTO DIVIETO ASSOLUTO DI RIFLETTERE SU QUESTO DOGMA,
CHE DEVE ESSERE SOLTANTO RECEPITO SUPINAMENTE ".

***

La "nuova religione SEMITA monoteista nasce col "DOGMA" INCORPORATO!

E r w i n

www.t h u l e-toscana.com

Der - Sieg 10.10.06 18:25 | "

Senti, caleidoscopio di stronzate, ti pago io il biglietto per una gita ad Auschwitz. Dopo che le avrai viste di persona le camere a gas, forse ti convincerai. Perchè non liberi il mondo della tua inutile presenza?
Ah, che errore sulla costituzione! Bisognava aggiungere alla disposizione transitoria e finale che ai fascisti si spara a vista!

Clemente Carlucci 10.10.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Storicamente i moderati non scendono in piazza, ma criticano eccome; la sinistra ha sempre avuto nel suo arco l'arma della protesta di massa manovrata, chi dei due sta peggio?
Io che la penso come mi pare, o quello che protesta perchè glie la detto il segretario di partito provinciale od il delegato sindacale?

Ho già letto il post di Gert poco sopra........il vecchio adagio si conferma...Dio li fa e poi li accoppia......
Solo perchè fai una pernacchia a D'Alema ti senti contro le presunte "mele marce" della sinistra?
giuliano bes 10.10.06 18:25


@ Giuliano Bes

Scusa, mi daresti un sito di centrodestra in cui partecipare ad un dibattito aperto e migliorativo della destra ed in cui poter esprimere liberamente le mie critiche in quanto cittadino italiano ?

Si, dai, quel luogo dove si critica il Re Sole ...

Giuliano la destra è quello che siete voi, ognuno dovrebbe abbaiare ai propri rappresentanti ed indignarsi per farli rigare dritto, noi ci stiamo provando per ora con scarsi risultati, voi state ancora applaudendo e chiedendo il bis ...

Jacopo della Quercia 10.10.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"ma va alla fine salterà fuori il solito gonzo che darà la colpa agli americani ed al berlusca.

daniele tersio 09.10.06 20:46 "

Asinus asinum fricat! Così i nostri antenati romani solevano dire, amico mio. Non c'è colpa diretta del Bush e del Nano. C'è solo una tenera amicizia fra il Nano e Putin (vancanze insieme in Sardegna). Ma, come ho gia detto, non è certo una colpa.
Asinus asinum fricat! Solo questo!

Clemente Carlucci 10.10.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

@@@@ e gioix

se la vuoi trovare la trovi.... attenta che però l'hanno manipolata anche su internet.... quella di Santoro la trovi in giro .... per quella dell'Espresso, CHE NON E' CERTO "LIBERO" la trovi sul sito ufficiale.....

la notizia del licenziamento del precario fù publicata dal "Messaggero" il giorno dopo che Vespa a Porta a Porta dedicò a questo una puntata e dà lì il famoso "editto bulgaro" di berlusca su biagi luttazzi e santoro che "facevano un uso criminoso della tv pubblica"

poi sta a te scegliere chi di questi dice la verità.....

p.s.
c'è da chiedere, però, come mai gente che punta il dito come voi ancora non sanno queste cose....

silvia bada 10.10.06 18:02 | Rispondi al commento |

-----------------------


questa silvia bada quì

viena dalla scuola di Hitler e Goebbels

di fatti furono loro per primi a dire :


"una bugia ripetuta più volte diventa -verità-"



il guaio è che Lei è molto ignorante ,
e ha sbagliato completamente platea ,
doveva andarla a raccontare al
congresso dei forzitalioti , lì
le avrebbero creduto tutti e subito!

qui le crede solo contin/estate

poveretta che figuraccia da pennivendola

.

cimbro mancino 10.10.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premier Putin, punire i responsabili dell'omicidio
(ANSA) - BERLINO, 10 OTT - Il presidente russo Vladimir Putin ha condannato l'assassinio della giornalista Anna Politkovskaia definendolo una 'orribile atrocita''. 'Questo assassinio danneggia la Russia e il potere vigente nel Paese', ha detto Putin in una conferenza stampa congiunta con il cancelliere Angela Merkel a Dresda. I responsabili - ha aggiunto - sono dei criminali che vanno individuati catturati e puniti.

Si è dimenticato di dire che tra i mandanti compariva il suo nome
Obs che errore

ada rizzo 10.10.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

(ANSA) - ROMA, 10 OTT -La Conferenza dei Rettori delle Universita' Italiane (CRUI) ritiene 'indispensabile una vera e propria revisione di rotta' della Finanziaria.Secondo la Crui, la Finanziaria 'cosi' come e' oggi formulata appare onerosa e mortificante per il sistema universitario italiano'. Dopo aver incontrato le Commissioni Bilancio di Camera e Senato, la Crui considera 'la parte propriamente finanziaria del Ddl assolutamente insufficiente, di gran lunga inferiore alle aspettative'

Robertino e tutti i bambini come lui ringraziano

ada rizzo 10.10.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

(la sinistra non e' come la mafia. perche'la sinistra non esiste!)

- pizzini.on.line
codice morse su tubature idrauliche mobili. istruzioni per maracas. tradotte.

+++++++++

(toto'_R)- come va uttapposto?
(bernardo_P)- si uttapposto! ma che hai fatto sciopero tu?
(toto'_R)- no io sciopero mai! il lavoro non manca giustappunto, le linee sempre attive sono...
(bernardo_P)- ma tutta questa storia delle iene che cosa vuole dire?
(toto'_R)- che la finanziaria e' a rischio cocaina, altro che rischio fiducia ahahahah
(bernardo_P)- ahahahaah!!! ma non glielhai spiegato come funziona l'antidoto?? e dire che li abbiamo fatti studiare a tutti dal medico!!!
(toto'_R)- tutti soldi buttati!!! di studiare non ne vogliono sapere! aspirano tutti che e' una bellezza, come i piccolini balilla!! ahahahah
(bernardo_P)- ahahahah e poi si lamentano di sgarbi! certo che il momento e' brutto! a welltrony lo sfotte pure la tim va'...
(toto'_R)- ma ti e' arrivata pure a te la notizia? dice che prima di entrare in aula il governo si riunisce per dire tutti insieme:
"mierda! mierda! mierda! di sicuro sara' un sul.cesso!" come in spagna da zappatere, come una squadra di basket! dice che bersani e' quello che urla di piu! ma manco ai programmi della filippa lo dicono 'mierda' ormai!
(toto'_R)- antichi!!!
(bernardo_P)- ho rinunciato all'ora daria per la vergogna pure oggi....no so piu' se ridere o piangere
(toto'_R)- ci conviene investire in albania direttamente oramai....in croazia, in grecia... ma chi ce lo fa fare di tenere in piedi tutto questo... io li boccio una volta per tutte
(bernardo_P)- ma perche' scusa? sono la risposta a napolitano che diceva che in italia il teatro e' in crisi! prodino l' ha detto! non accontentiamo gli italiani, meglio solo napolitano ahahahahahah
(toto'_R)- ahahahahahah aspetta notizie sul tubo primario ho. I care. chiudo. stop
(bernardo_P)- non ti affatI.care mi raccomando. I care. chiudo


ottima serata

ed. :)))

edmond dantes 10.10.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Ilaria Alpi (Roma, 24 maggio 1961 - Mogadiscio, 20 marzo 1994) è stata una giornalista italiana del TG3, uccisa in Somalia assieme a Miran Hrovatin, l'operatore che la accompagnava.

Ps: Non lo so perchè, ma tutte le volte che viene ucciso un giornalista degno di questo nome, mi viene in mente Lei, e di come abbiamo lasciato che si archiviasse il caso.... allora penso che forse ci meritiamo i giornalisti che abbiamo…..almeno non rischiano la vita….

Marchesi Guido 09.10.06 21:21
---------------------------
L'unica cosa veramente certa sulla morte di ILARIA ALPI è E RESTERà LA SUA MORTE, e quella del suo cameramen Miran. Non c'è mai stato un caso ILARIA ALPI, almeno come lo si intende da chi non crede a tutte le ragioni sino a quì evidenziate sul fatto. Tutto di quello che abbiamo saputo lo testimonia, persino l'inutile calvario dei suoi genitori costretti a mendicare un minimo di attenzione, non dalla gente che anche se distratta non è del tutto stupida , ma da chi SA' "POBABILMENTE" PERCHE' e forse anche per chi. come secondo me, sà anche però, che nulla di niente e di nessuno può o deve essere affermato senza far danni ancor più gravi dei sospetti e delle OSSERVAZIONI, nascoste nelle pieghe dei diari, e tutto quello, che ieri, di ILARIA, così come oggi, di ANNA, a nessuno sarà forse mai dato conoscere. Diversi i contesti, diverse le ragioni, ma certamente, nei fatti, assai simili le conclusioni.
Non è necessariamente la verità, ma, SICURAMENTE, la mia, una analisi non viziata da nessun altro elemento che il buon senso sulle circostanze e le voci, che, intorno ai fatti, prendono vita di volta in volta, secondo me, forse, non soltanto secondo me, dando una percezione di realtà più o meno palese o nascsta. ciao

Francesco

f.marletta 10.10.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

La banca d'affari Morgan Stanley ha collocato 6,5 milioni di azioni FIAT sul mercato, lo 0,59% del capitale del Lingotto a 12,72 euro per azione. Il collocamento è già stato chiuso. Prima di questa operazione l'azione Fiat era salita su un nuovo massimo dell'anno a quota 12,94 euro, cavalcando il dato sulla produzione industriale di autovetture che ha segnato ad agosto, rispetto allo stesso mese del 2005, un aumento dell'indice grezzo del 100%.
Ve le ricordate le partecipazioni rilevanti?

Per i profani questo vuol dire che i soci di Casa Agnelli hanno venduto le proprie azioni e intascato un bel profitto.
Se avessi Fiat mi preoccuperei di vendere alla velocità della luce.

E questi sono benefit non toccati dalla finanziaria
E vai così che pagano tutti i poveri c.....i

ada rizzo 10.10.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Sesso, 1 italiana su 5 non lo fa

per forza, gli uomini preferiscono yahoo, msns,videotelefono , transex, omosex, a mano, su strada, cocaina, ,
---
Cara, scusa, ma la colpa e' delle donne, fare sesso sembra una faccenda di Stato: corteggiamenti lunghi come la fame, pretese di fidanzamentimatrimonirelazioniseriearredamenti...
Eccheccazzoooooo! E' cosi' bello accarezzarsi un po' in allegria!

Ivan Pellanzini 10.10.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Jacopo della Quercia 10.10.06 17:49

STRA-RI-QUOTO:
La differenza sostanziale tra centro destra e centro sinistra non sta nell'eletto ma nell'elettore!

Gert

ps: Saluto tutti, a domani

Gerrit Boekbinder* 10.10.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@@ e gioix

se la vuoi trovare la trovi.... attenta che però l'hanno manipolata anche su internet.... quella di Santoro la trovi in giro .... per quella dell'Espresso, CHE NON E' CERTO "LIBERO" la trovi sul sito ufficiale.....

la notizia del licenziamento del precario fù publicata dal "Messaggero" il giorno dopo che Vespa a Porta a Porta dedicò a questo una puntata e dà lì il famoso "editto bulgaro" di berlusca su biagi luttazzi e santoro che "facevano un uso criminoso della tv pubblica"

poi sta a te scegliere chi di questi dice la verità.....

p.s.
c'è da chiedere, però, come mai gente che punta il dito come voi ancora non sanno queste cose....

silvia bada 10.10.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rif: Alessandro Arrigo

Prova a dare uno sguardo qui:
http://digilander.libero.it/inmemoria/borsellino_parla_di_mangano.htm
forse la fonte è questa.

Io fuggo

scusa un'ultima sniffata, sniff...

Ciao.

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni 10.10.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Visto che l'argomento ufficioso del post è questo.

Stamattina su radio Capital (area Espresso) sosteneva che il test effettuato dalle Iene, ha buona affidabilità per quanto concerne la cannabis, assai poca per quanto riguarda la cocaina. Ne consegue, quasi sicuramente, che molti deputati fumino erba.

Considerazione di carattere generale.

Vedo che il popolo dei blogghisti, notoriamente in maggioranza orientata a mancina, si è scandalizzata per il fatto che i politici siano consumatori di droga.

Mi chiedo se siano le medesime persone che qualche mese fa invocavano la libertà di fumo quando fu licenziata la legge sulla droghe.

Se fuma l'elettore, perchè non dovrebbe fumare l'eletto; la rappresentatività dove andrebbe a finire?.....

giuliano bes 10.10.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto Silvio come si levano di torno gli scassaminchia?

Vittorio Mangano 10.10.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

LA DROGA NON E' NE' DESTRA NE' DI SINISTRA O DI CENTRO E' DROGA E BASTA.LA COLPA E' ANCHE LORO STESSA SE LI HANNO BECCATI,PERCHE' SE SI METTESSERO IN TESTA CHE E' UN PROBLEMA DI TUTTI E NON SOLO DI POCHI SVENTURATI SAREBBE MOLTO MEGLIO,ANCHE SE E' PROPRIO DALLA TESTA CHE LI HANNO SCOPERTI,W LE JENE ,IO PROPORREI DI MANDARLE I RISULTATI IN RETE SE IL GARANTE DELLA PRIVACY GARANTISCE TROPPO,POVERINI SI SENTONO TUTTI AL DI SOPRA DEGLI ALTRI,MA LA COLPA E' ANCHE NOSTRA PERCHE' VOTANDOLI PERMETTIAMO LORO DI GUADAGNARE UN SACCO DI EURI E QUINDI DI TOGLIERSI CERTI CAPRICCI,MAGARI SI SCOPRIRA' CHE CI SONO TANTI GAY,LESBICHE,CORNUTI,PLAYBOY,MA CHI SE NE FREGA,MA NON PREDICATE IN UN MODO E POI VI COMPORTATE COME TUTTI I COMUNI MORTALI.GRAZIE.

dino de luca 10.10.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi indicheresti la fonte precisa di quanto vai affermando per cortesia? Grazie.

Alessandro Arrigo 10.10.06 17:44 |

Chiudi discussione
----------

perchè? vivi su un montarozzo?

a tu sei quello del condono, ... ho visto e letto quella sentenza ...CHE DA' RAGIONE A QUELLO CHE DICEVO IO!

un saluto

silvia bada 10.10.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Per Ivana

Vittorio Sgarbi si si presenta nel '99 con "I Libertari" chiamati anche "Partito della Bellezza"
Parte con FI che lo paga profumatamente per attaccare i giudici ogni giorno in tv
Nel 2000 è col centrodestra
Nel 2001 la Cdl lo fa diventare deputato (famose le sue baruffe in parlamento con calci e morsi)
Nel 2004 si lega ai repubblicani di La Malfa nel partito "liberal Sgarbi" ma successo poco
Nel 2005 lascia Cdl (dopo la lite con Urbani per i beni in cui ha la peggio; si vendica su Urbani dicendo in tv che ha una tresca con Ida de Benedetto, dopodiche' viene radiato dalla tv)e si avvicina al centrosinistra
Poi si accorda con l'Udeur
Nel 2006 torna coi repubblicani
Tenta di presentarsi come sindaco di Milano ma la Cdl gli preferisce la Moratti e lo fa sgombrare

ora non lo so come oscilla

Una volta disse che lui era com euna putt.na pronto a prendere tutte le posizioni.. non ho commenti

viviana vivarelli 10.10.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

é incredibile siamo proprio una repubblica delle banane,il garante della privacy,ahahah!garante di chi di cosa,dei potenti.è possibile che siamo sempre in leggera contro tendenza(come dice Beppe Grillo)che permettiamo tutto a questi nostri(sic!)governanti(la Mussolini,parla di regime,aiuto!Mussolini....il regime in persona.)si censurano le iene ma,se beccano qualcuno che si è fatto una canna,ha passato i guai,peggio di un truffatore truffaldino ladro,mentre,a quelli gli danno del signore,li trattano con rispetto,i politici italiani sono onnipotenti,mah...in un paese dove,il capo del partito più votato,ha il monopolio dell'infomazione,(non so in quanti processi è inputato,tra l'altro,insieme agli amici degli amici...)cosa ci si può aspettare di buono,davvero non so.Ma la sinistra dove è?mah,fate qualcosa,conoscete un certo zapatero?non fatevi mettere i piedi in testa, siete al governo,porca....fate la voce grossa,e la legge sul conflitto di interessi,prima che sia troppo tardi,oè già troppo tardi?

sasa cantone 10.10.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Tu non tocchi un nervo scoperto, tu non tocchi un bel niente.
Quanti saranno i deputati della sinistra che voteranno contro una finanziaria spudoratamente a favore dei grandi gruppi industriali e finanziari? Te lo anticipo io, nessuno, perchè metteranno la fiducia.
Quale deputato del centrsx si è alzato dai banchi del parlamento per far notare al Presidente veggente la figura barbina nell'affaire telecom? Nessuno, anche se Prodi era indifendibile.
Quanti deputati del centrosx si adopereranno per rendere la rai indipendente dalla politica? Nessuno, perchè la sx da sempre considera la rai come una proprietà privata, e nella passata legislatura l'indignazione non era per il fatto che Berlusca controlasse direttamente o meno la rai, bensì perchè alla sx giravano le palle che non potesse + controllarla lei.


@ Giuliano Bes


Invece credo proprio che il nervo scoperto sia la partecipazione attiva e critica dell'elettorato.

Nelle tue critiche al centrosinistra, se avessi avuto l'accortezza di toglierti per un attimo i paraocchi che ti hanno accompagnato negli ultimi cinque anni, ti saresti accorto di essere circondato da tanta gente di centrosinistra che è la prima a criticare e ad indignarsi della piccola politica di cabotaggio che traspare anche dalla propria coalizione.

Peccato che voi ci siate solamente quando siete all'opposizione, e il sospetto è che siate presenti per strumentalizzare la protesta perchè quando siete stati al governo in pochissimi si sono indignati delle epurazioni nell'informazione e per pietà cito solo questo episodio ma potrei elencartene a decine.


Qui non si sta discutendo che la nostra politica è marcia, ne siamo consapevoli e siamo già oltre; stiamo cercando di capire se è marcio il paese che la legittima.
Se io dovessi valutare solo il popolo individualista del centrodestra non avrei dubbi nel definirlo COMPLICE, con alcune eccezioni che, per far numero, dovrebbero includere anche i defunti come Montanelli.

JdQ

Jacopo della Quercia 10.10.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ad Antonio Russo, dimenticato giornalista eroe di radio radicale, capitò lo stesso. Il materiale raccolto che forse denunciava gli abusi contro i civili ceceni-i bambini ceceni- non è stato più trovato. Torturato e ucciso, lasciato ad un angolo della strada come uno straccio sporco.
C'è chi in Italia elogia "l'amico Putin". Se apertura al capitalismo significa immediatamente democrazia...libero mercato non vuol dire libertà politica e civile. E lo stanno dimostrando. I giornaslisti, quelli veri, sono un bene pubblico. Di cui chiedere vendetta, ossia giustizia.

stefania martani 10.10.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

LO VEDI COMICO-GUFO lo vedi i danni che state facendo al Paese?


RAGAZZI L'INTERVISTA A FALCONE E' STATA PALESEMENTE E GOFFAMENTE FALSATA DAL BISCARDI DELLA POLITICA SANTORO!!!

FALCONE NON HA MAI DETTO A NESSUNO CHE BERLUSCA ERA INDAGATO PER TRAFFICO DI "CAVALLI"

SANTORO HA FALSIFICATO L'INTERVISTA SMONTANDOLA E RIMONTANDOLA A SUO PIACERE!

DOPO CHE E' STATO SPUTTANATO DALL'"ESPRESSO" CHE ERA IN POSSESSO DI QUELLA ORIGINALE SANTORO HA DATO LA COLPA AL MONTATORE CHE TRA L'ALTRO ERA UN RAGAZZO PRECARIO E HA PERSO IL POSTO!!

povera Italia!

silvia bada 10.10.06 17:40


potrei avere l'indirizzo dl sito dove c'è quest'intervista?
Credo molto di più a Santoro...

giorgia meneghel ex gioix 10.10.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molte grazie ad ambedue, ho inviato una piccola e-mail.
manuela bellandi 09.10.06 22:19 |
----------------

Quel testo dice più o meno "indirizzo per scrivere allo staff editoriale per mandare informazioni o formulare delle domande". Tra gli indirizzi proposti su http://novayagazeta.ru/server/kontakt/kontakt.shtml, quello è il più generico.

Mentre per apportare delle denunce e testimonianze sul caso specifico di Anna, o meglio, di Anja, l'indirizzo è gruzia@novayagazeta.ru

Mario Gabrielli Cossellu 09.10.06 22:01
************************

Ciao Manuela, Mario

ho mandato due righe anch'io, in un inglese semplice, prima che Anna torni tra i dimenticati

al funerale, nel cimitero a 20 km da Mosca, c'era solo tanta gente comune a depositare fiori

nessuna autorità

Paola Bassi 10.10.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Amicuo Vluadimir,
io fattuo fuori giuornalistua struonza e ruompecoljoni che parluava troppuo; io fattuo lavoruo sporcuo, uora tu mantiene tua promessua: mandua denaruo cuontante, fa' bruavuo, no fa' putinate; mandua me euro o duollari, che rubli fare me cacarue...
Ora io andarue, mio suocio partire per Italia con grossuo caricuo di cuocaina per Puarlamentuo italiano; muolta richiestua la', gente rijcca, luoro tante solde da spenderue per farina de Russia e de Afghanistane, se io tardarje, arruiva concuorrenza de america, e amice de George Buscje puorta neve de Colombia a prezzuo maggiuorato e nao cuonvijene.
Ciao amicuo Vladimire e non dimenticua tu pagarue me...
p.s.-Non farue comue infamue Juoseph nazistaje vaticaniski, io portauo lui ragazzinue e bambini russki per scoparje e lui invece pagarue me, datuo diece santini e libruo papa polaccuo, grandue merdua de poloniua che noi russe odiarue e me pulirue mio culuo.

Grigorij Sikarij 10.10.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

In Russia quando vogliono eliminare qualcuno prima usano il veleno poi se falliscono usano i Kalashmicov.

Anna Politkovskaja voleva e scriveva e l'hanno uccisa perchè parlava del Governo e della politica.

In Italia le Iene le hanno narcotizzate, pardon censurate, perchè parlano dei politici (se parlassero di mè non se ne sarebbe fregato nessuno.

Ora ditemi, che differenza fà fra L'Italia democratica la Cina e la Russia Comunista, Cuba di Fidel Castro e la Corea del Nord?

Risposta... non possiamo rispondere perchè nessuno ci informa...

Marco Trachetti 10.10.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

*** ansa rep - sondaggi ***

secondo un recente studio di renato mannheimer durato due settimane esatte pare che il motivo che ha fatto infuriare i seguaci di prodino facendo temere il vili.pendio stia nell' ingerenza subliminale di montezufolo nella finaziaria anticipata musicalmente dall' ingresso dello zufolo fin dalla seconda battuta del rap.
a confermare il tutto e' lo stesso montezufolo che incassato l'assegnino protesta lacrimevole contro la stessa legge finanziaria.
ai torinesi infatti servira'un altro assegnino dal momento che hanno appena esaurito le 13.000 dosi di cocaina nei reflui fognari cittadini.
onorevolissimi centri di ricerca fiat stanno lavorando per il recupero delle sostanze per poterle rimandare di nuovo in circolo nelle strade cittadine...

e' l'economia bellezza!


attenzione!!!
dalla bielorussia sono partiti per congoledo oltre 700 ciucci raccolti in orfanotrofi locali.
"in italia ci sono coniugi bisognosi di cure e di affetto" e' scritto nella nota di commiato allegata.

ottima serata amici!

edmond :)))

edmond dantes 10.10.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

il potere l'ha uccisa...
il menefreghismo la dimentichera'...
la "rabbia" la risuscitera'!!!

grazie ANNA x averci provato anche per me

mondo giusto 10.10.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Quanti giornalisti ci sono in Italia?
Non pensi che siano troppo pochi quelli che denunciano gli abusi?
E sempre in una unica direzione, infatti nessuno tra quelli citati ha condotto inchieste sul potere rosso in Italia Domandati un pò il perchè.
eleonora fantini 10.10.06 15:15

@ Eleonora Fantini


Un commento superficiale, preferisco avere il mio commento senza il bollino rosso se poi ci trovo dentro una riflessione così vuota, scialba.

Intanto se avessi fatto la fatica di visitare il sito che ricorda i giornalisti uccisi avresti scoperto che due (Tobagi e Casalegno) sono state vittime del terrorismo rosso.
Poi c'è da dire che è colpa vostra, di voi elettori di destra, se in Italia non esiste un giornalismo d'inchiesta sugli inciuci esistenti a sinistra.
Il vostro datore di lavoro, capo interplanetario dell'opposizione anticomunista ha vari quotidiani, riviste, televisioni.
Perchè si avvale di leccapiedi tipo Farina che inventano articoli di propaganda anzichè promuovere vere inchieste ?
Travaglio ha dimostrato che alzare il velo sulle commistioni tra potere di sinistra e finanza si può, eppure è pubblicato e sopportato solo dai giornali indipendenti o di centrosinistra.
Io un'idea me la sono fatta.
La colpa è del popolo del centrodestra, egoista, senza ideali a parte il fatturato, che non reagisce, non s'indigna e si accontenta delle briciole lasciate cadere dai balconi delle numerose ville imperiali.

Se ci aiutaste si farebbe molto prima ad ottenere una classe politica degna di un paese civile, ma dobbiamo fare senza di voi, inchinati alla vostra Mecca di Macherio.

JdQ

Jacopo della Quercia 10.10.06 15:39 | Rispondi al commento | Chiudi discussione
Discussione

QUOTO

Gert

Gerrit Boekbinder* 10.10.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

OT =====

mi fa ridere sì...abbiamo avuto per presidente del consiglio una persona indagata per TRAFFICO DI DROGA

nn sapevo questo!

[...]

giorgia meneghel ex gioix 10.10.06 16:38 |

E ci credo che non lo sapevi... L'intervista in cui Falcone lo affermava, come moltre altre cose relative al personaggio in questione, è difficilissima da vedere in italia.

Come aiutino: c'entrava Mangano e un "cavallo" da consegnare in un hotel.

Pensieri Elevati
Giancarlo

Giancarlo Fontana 10.10.06 17:17 | Rispondi al commento |

--------------

LO VEDI COMICO-GUFO lo vedi i danni che state facendo al Paese?


RAGAZZI L'INTERVISTA A FALCONE E' STATA PALESEMENTE E GOFFAMENTE FALSATA DAL BISCARDI DELLA POLITICA SANTORO!!!

FALCONE NON HA MAI DETTO A NESSUNO CHE BERLUSCA ERA INDAGATO PER TRAFFICO DI "CAVALLI"

SANTORO HA FALSIFICATO L'INTERVISTA SMONTANDOLA E RIMONTANDOLA A SUO PIACERE!

DOPO CHE E' STATO SPUTTANATO DALL'"ESPRESSO" CHE ERA IN POSSESSO DI QUELLA ORIGINALE SANTORO HA DATO LA COLPA AL MONTATORE CHE TRA L'ALTRO ERA UN RAGAZZO PRECARIO E HA PERSO IL POSTO!!

povera Italia!

silvia bada 10.10.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*** Alle Iene? Un pò di veleno grazie!

Molti parlano se sia giusto o meno censurare il filmato delle Iene che fanno sapere al mondo intero che i nostri politici sono dei drogati.

Un simile scempio non può essere messo in onda.

1° Oramai in Italia lo sappiamo tutti e quindi non ne abbiamo più bisogno che continuino con la notizia, la frittata è fatta.

2° E dove la comprano mai questa droga? Non credo al Supermarket, sicuramente qualche mafioso ci guadagna? direttamente o indirettamente ma ci guadagna... e poi parlano di Falcone e Borsellino.
Bell'esempio!

3° E cosa direbbero nel mondo?

Siamo proprio alle pezze... Che Ialia. Na vergogna.

E pensare che persone come Matteoli, Pertini, Moro, i padri della costituzione, Montanelli e moltissimi che non posso citarli tutti, hanno fatto ai loro tempi dell'Italia un paese che era povero e ridicolo (Mussolini) avere un Onore e Rispetto nel mondo. Oggi siamo la Rep. Del Congo. (con rispetto parlando), per causa di questi scellerati spaccabilance e Ignorantoni, che quando parlano sanno solo dire fesserie galattiche.

Andrea Borgia 10.10.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Rif: giorgia meneghel ex gioix 10.10.06 16:58

Snifff... snifff...

STATO DI SALUTE...

Ho sempre sospettato questo, grazie per avermene dato, snifff... ulteriore conferma.

PRECARIA.

Snifff... snifff...

By Gian Franco Dominijanni


O.T.

Eliminando tali canali (delle droghe leggere) si combatte indirettamente anche lo spaccio di droghe pesanti

Simone De Prosperi 10.10.06 17:05
--------------------

Non è esattamente cosi' infatti se liberalizzi le droghe leggere, chi le spaccia passerà a vendere quelle pesanti.
Quindi da una liberalizzazione delle leggere si avrebbe come risultato un amumento degli spacciatori di droghe pesanti

Vanni Sanna 10.10.06 17:19


Lo sai che se entri in un bar di paese ad orario aperitivi di un giorno feriale qualunque (nè sabato, nè domenica), su 20 persone presenti un paio, se non tre, spacciano coca per arrotondare ?

Secondo te non è già stata raggiunta la percentuale massima delle persone con etica zero o si può fare meglio di così ?

Jacopo della Quercia 10.10.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

AMATO E LE PROSTITUTE

NELLA EPOCA DEL REGNO DELL'ULIVO, anche questa:
Il ministro dell'interno, visto il problema della prostituzione, della nuova schiavitù, ha pensato che poichè non sembra facile debellarla, tanto vale fare quello per cui questa maggioranza è meglio portata.
D'ora in poi, invece di tentare di toccare i papponi, li lasciamo tranquilli, LO STATO ENTRA NELL'AFFARE, multa gli Italiani che usano le prostitute, e TIRA SU UN PO' DI GRANA.
D'ALTRA PARTE CHE VI POTETE ASPETTARE DA UNO STATO BISCAZZIERE?

marista urru 10.10.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

DEVONO DROGARSI TUTTI E POI ANDARE NELLE COMUNITA' E IMPARARE A FARE I LAVORI CHE SI DICE GLI ITALIANI NON VOGLIANO PIU' FARE!
TUTTI DROGATI=MENO CONCORRENZA, DEVONO AVERE IL CERVELLO SPAPPOLATO PRIMA DEI 40 ANNI!!!!

Petronio Silla 10.10.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

MA sgarbi di che schieramento politco e' ?

ivana iorio 10.10.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è inutile continuare a chiedere chi è il politico più dopato
è già stato scritto

Copio
"Caratteristici gli effetti della cocaina sulla psiche, che si traducono soprattutto in temporanea euforia e sensazione di benessere. A queste corrisponde la percezione di aumentata sicurezza e fiducia in se stessi e nelle proprie capacità (anche in quelle morali). La cocaina procura inoltre un consistente aumento delle capacità di azione, di concentrazione e una parallela diminuzione delle sensazioni di fatica fisica e mentale. Può incrementare il desiderio sessuale. Soggettivamente determina inoltre l’esaltazione del tono dell’umore. La persona sotto l’effetto della cocaina è in genere iperattiva, ipereccitabile, molto loquace, intraprendente, socievole e portata al movimento. In tali condizioni l’individuo sperimenta una sensazione di accelerazione dei processi cognitivi e di pensiero, che può manifestarsi anche in modo parossistico, fino ad espressioni esagerate di grandezza e di potenza, con deficit delle capacità critiche, comportamenti bizzarri, fino alle allucinazioni, a eccessi violenti e a stati psicotici conclamati."

.. se non è il ritratto di Berlusconi questo

viviana vivarelli 10.10.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ora, invece di DIPENDENDI, potremo chiamarli, DROGATI!!!

ormai, l'unica cosa che sanno fare, e' difendere loro stessi, mentre i giornalisti seri, o muoiono, o fanno i comici!

la democrazia sta mostrando grandi problemi, in questo inizio di nuovo millennio, ed il problema sono proprio i nostri dipendenti!

Davide Dal Cin 10.10.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Fai commentare a tua madre se lo so fare. Non Fare lo struzzo.

stefano rossi 10.10.06 16:57 |

*************************************************

Ho chiesto alla mamma: Dice che non ci riesci.

Io magari faccio lo struzzo, tu invece fai 'o strunz'

Bernardo Tanucci 10.10.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Ci siamo mai chiesto quanto costa alle nostre povere tasche di cittadini e contribuenti una istituzione inutile quale il Garante della privacy?
Detto che quest'ultima è violata continuamente e la cronaca giudiziaria relativa al caso Telecom lo dimostra, è stupefacente che il garante si sia svegliato oggi per bloccare una trasmissione televisiva che dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, il grado di depravazione dei nostri dipendenti super-pagati (rispetto alle medie europee) che siedono in Parlamento, pur non essendo stati da noi scelti, in virtù di una legge elettorale vergognosa, considerando anche e soprattutto il fatto che tra loro ci sono diversi pregiudicati.

Antonio Cafagna 10.10.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

per la signora Elena Bianchi:

stia tranquilla, non sono parente dell'onorevole. è solo una omonimia. a Como i Butti sono come gli Esposito a Napoli. saluti.

marco butti -como 10.10.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

-la finanziaria è criticata perchè è equa, solidale e rilancia il paese
-non sono un vassallo della FIAT
-la gente non mi ha capito!
-la finanziaria arricchirà il 98% delle persone
-le imprese riceveranno venti volte di più di quanto gli costerà la finanziaria
-la tassa di successione si pagherà dai 2 milioni di euro in sù!
-quando ero un conduttore televisivo alla RAI non è vero che mi hanno mandato a spasso perchè la gente non mi capiva
-L’impegno di governare assieme, per cinque anni, un Paese che ha grandi risorse non utilizzate, grandi energie non attivate, grandi intelligenze non mobilitate
-Perché noi non ci riempiamo la bocca parlando “della gente”. Noi abbiamo la serietà e la consapevolezza di essere gente tra la gente.
-L’elettore che vota per le liste della Destra non sa, in caso di vittoria, chi avrà il compito di guidare il governo.
-E c’è un filo che lo tiene insieme e che balza agli occhi da ogni pagina: questo è il progetto di governo di una coalizione che sta dalla parte dei cittadini, che si fa carico delle ansie, delle paure, delle preoccupazioni, delle speranze, delle aspirazioni dei cittadini.
-Gli elettori sanno che il nostro governo starà, sempre, dalla parte dei cittadini.
-Non farà gli interessi di pochi, e tantomeno di uno solo, ma gli interessi di tutti.
-Noi agiremo “per il bene dell’Italia”.
-E come primo provvedimento noi intendiamo ridurre sensibilmente l’eccessivo carico contributivo sul lavoro dipendente, in una misura che ho già avuto l’occasione di quantificare in cinque punti nel primo anno di legislatura.
-E infine interverremo per un fisco amico delle famiglie, riconoscendo il valore sociale della maternità e della paternità, vogliamo dotare ogni bambino di un reddito che aiuti la famiglia fino al raggiungimento della maggiore età e che tenga presente le esigenze delle famiglie numerose.
-Le difficoltà colpiscono ormai anche le famiglie con redditi medi, e divengono insostenibili per le famiglie monoparentali.

silvia bada 10.10.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Eliminando tali canali (delle droghe leggere) si combatte indirettamente anche lo spaccio di droghe pesanti

Simone De Prosperi 10.10.06 17:05
--------------------

Non è esattamente cosi' infatti se liberalizzi le droghe leggere, chi le spaccia passerà a vendere quelle pesanti.
Quindi da una liberalizzazione delle leggere si avrebbe come risultato un amumento degli spacciatori di droghe pesanti

Vanni Sanna 10.10.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

@Luca Cordello 10.10.06 16:59

BASTA!! E' ORA CHE RICUCCI PREVITI BERLUSCONI BENETTON E IL TRONCHETTO VADANO DIETRO LE SBARRE!!! VEDRETE CHE IL MONDO SARA' MIGLIORE.

==============================================

E' ORA CHE TU SMETTA DI DIRE STUPIDAGGINI. TUTTO QUELLO CHE DI MARCIO E MAFIOSO C'E' E' CAUSA DI PRODI,DALEMA,FASSINO,RUTELLI,BERTINOTTI,COSSUTTA E IL POTERE DI SINISTRA...

ORA CHE HAI VISTO LA FINANZIARIA NON PUOI NON CHE RENDERTENE CONTO!!


martino estate

########################@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


E'ora e tempo che la smettiate entrambe, non fate altro che delegittimarvi e ridicolizzarvi, piuttosto andate nel granaio a cercare un forcone e scendete nella pubblica piazza.

Roland Deschain 10.10.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento


IL GARANTE BLOCCA IL SERVIZIO DELLE LE IENE SULLA DROGA IN PARLAMENTO

Che schifo di paese! Altro che russia, qui la dittatura non ha bisogno di ammazzare nessuno, sono tutti succubi!!

DEMOCRAZIA DIRETTA SUBITO!

www.internetcrazia.org

Francesco Simi 10.10.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Certe persone andrebbero rispettate sempre

lucci.camallo55 10.10.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

ERIDANIA SEDAM: 60.000 cassaintegrati che finiranno su una strada

OLIVETTI 60.000 cassaintegrati che finiranno su una strada

FIAT 3500 esuberi che da cassaintegrati saranno prepensionati

GENTILONI ha preteso una suite da L. 2milioni e 200 mila a notte.

MASTELLA ha preteso auto da 270 mila euro

SENATO, 2 milioni e 200mila euro per i cessi dei Senatori, sono pochi, vogliono più cessi e più puliti.

PECORARO SCANIO, si fa le gitarelle con gli elicotteri della ptotezione civile

I NOSTRI DEPUTATI GUADAGNANO IL TRIPLO DI QUELLI TEDESCHI.

I NOSTRI OPERAI GUADAGNANO LA META' DI QUELLI TEDESCHI

E QUESTI SONO FATTI, NON DEGNI DI UN PAESE "NORMALE" o "NORMALIZZATO" da una sinistra bugiarda
avida, inconcludente, litigiosa sul piatto da spartire

marista urru 10.10.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Fai commentare a tua madre se lo so fare. Non Fare lo struzzo.

stefano rossi 10.10.06 16:57 |

Ho chiesto alla mamma: Dice che non ci riesci.

Io magari faccio lo struzzo, tu invece fai 'o strunz'

Bernardo Tanucci 10.10.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento

OT =====

mi fa ridere sì...abbiamo avuto per presidente del consiglio una persona indagata per TRAFFICO DI DROGA

nn sapevo questo!

[...]

giorgia meneghel ex gioix 10.10.06 16:38 |

E ci credo che non lo sapevi... L'intervista in cui Falcone lo affermava, come moltre altre cose relative al personaggio in questione, è difficilissima da vedere in italia.

Come aiutino: c'entrava Mangano e un "cavallo" da consegnare in un hotel.

Pensieri Elevati
Giancarlo

Giancarlo Fontana 10.10.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento


LE IENE FANNO IL TEST DELLA DROGA TRA I PARLAMENTARI, IL GARANTE BLOCCA IL SERVIZIO

Pizzetti decide lo stop al servizio previsto nella puntata di stasera, nel quale si mostravano i risultati del "drug wipe": su 50 deputati uno su tre ha usato cannabis o coca. Gli autori: "Mai violata la privacy di nessuno"

http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/cronaca/droga-parlamentari/garante-blocca-programma-iene/garante-blocca-programma-iene.html

CHE SCHIFO DI PAESE!!! IL GARANTE ESISTE SOLO PER GARANTIRE CHE L'INFORMAZIONE NON POSSA SPUTTANARE I POLITICI! ALTRO CHE RUSSIA! DA NOI NON C'E' BISGNO DI AMMAZZARE NESSUNO, TANTO L'INFORMAZIONE NON USCIRA' MAI!

Democrazia Diretta, subito!

www.internetrazia.org

Francesco Simi 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento


Droga-politica/ Il Garante per la Privacy blocca Le Iene
Martedí 10.10.2006 12:15

Se al posto dei strapagati deputati si fosse trattato di un gruppo di ventenni che uscivano di na discoteca, il garante dei ladri e politici, avrebbe bloccato la trasmissione ??????????????????????

sergio altema 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

QUAL'E' SECONDO VOI IL POLITICO CHE SICURAMENTE E' RISULTATO POSITIVO DAL TEST?
VOTA!
-
-

a.burenfi 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è perlomeno il secondo omicidio. Ricordo a tutti che alcuni anni fa un giornalista italiano indipendente e radicale venne ucciso per evitare la pubblicazione di notizie sui crimini Russi in Cecenia.
Ma in fondo chi se ne frega?! A noi ci mandano il gas metano e migliaia di prostitute alte 2 metri. Questo solo conta.

flavio minari 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@ Per Silvia bada che "abbisogna di BADANTE" @@

Se Prodi ha detto che nessuno ha rubato una penna quando han giurato avrà avuto un motivo.
Non sarà,per caso,che l'abbia detto perchè quando giurarono quelli del precedente governo sparì più di una penna?
Joseph

P.s.
Ma perchè prima ti stracciavi le vesta perchè,scrivevi:"per le famiglie dei disabili questo governo non fa nulla".
Ora che nella finanziaria hanno stanziato svariati milioni per queste famiglie:perchè non ringrazi?
Ora oltre ad attacarti agli specchi,segui il mio disinteressato consiglio:
Attacati al treno perchè quelli li avete così malridotti voi delle CASSE della libertà.
SI' "Libertà su cauzione".
By Joseph.

joseph pane 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[cut]

Berlusconi ha creato un partito per governare il paese, Prodi è stato creato da un partito per governare gli interessi di alcuni
Prodi come il gestore di un mediocre circo di periferia, inetto al comando e succube di chi alza la voce.
[cut]

riccardo rosicarello 10.10.06 16:43 | Rispondi al commento |

ma và?! e io che pensavo che berlusconi fosse entrato in politica per pararsi il c.u.l.o dala giustizia. magari se ci fosse stato ancora craxi...

marco cozza 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

BASTAAAA

UN MINUTO DI SILENZIO PER I NOSTRI ONOREVOLI CADUTI...

palmiro sella 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

@@ Per Silvia bada che "abbisogna di BADANTE" @@

Se Prodi ha detto che nessuno ha rubato una penna quando han giurato avrà avuto un motivo.
Non sarà,per caso,che l'abbia detto perchè quando giurarono quelli del precedente governo sparì più di una penna?
Joseph

P.s.
Ma perchè prima ti stracciavi le vesta perchè,scrivevi:"per le famiglie dei disabili questo governo non fa nulla".
Ora che nella finanziaria hanno stanziato svariati milioni per queste famiglie:perchè non ringrazi?
Ora oltre ad attacarti agli specchi,segui il mio disinteressato consiglio:
Attacati al treno perchè quelli li avete così malridotti voi delle CASSE della libertà.
SI' "Libertà su cauzione".
By Joseph.

joseph pane 10.10.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Pensa che la prima cosa che mi è venuta in mente nel leggerti è che l'EROINA è stata inventata e messa in commercio dalla BAYER...

ciao
manuela bellandi 10.10.06 16:56 |

All'epoca mi pare però che la si voleva usare come oggi si usa il metadone.E poi la cocaina di Freud, la cola etc...(certo poi non metto in dubbio gli interessi, l'influenza e i metodi criminosi adottati con indubbia disinvoltura di tali multinazionali)Chi può sapere chi sapeva? Invece il Mulino Bianco ha saputo.

Petronio Silla 10.10.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento

O.T.


Quante critiche per il centro destra.Non è perfetto , va riformato ma, se si fa parte di una coalizione che sta facendo le figuracce che fa, forse ci si dovrebbe ridimensionare un poco.
marista urru 10.10.06 16:28

@ MARISTA

Sì, hai ragione, sono d'accordo sul fatto che le indignazioni del centrosinistra radicale nei confronti del centrosinistra moderato andrebbero un po' ridimensionate, o almeno gestite nel chiuso dello spogliatoio, ma si sa, noi siamo un po' melodrammatici ...

Per quanto riguarda il centrodestra, mea culpa, scusami ... è vero ... basterebbe soltanto una piccola registratina ... in fondo in fondo è proprio una bella coalizioncina di cui essere orgogliosi nel mondo ...
Evoca i De Gaulle, gli Helmut Kohl, i Chirac, le Thatcher e i Churchill, statisti da monumento, davvero.


Marista, lo fai ogni tanto qualche viaggio ?
All'estero intendo ...


JdQ

Jacopo della Quercia 10.10.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Luca Cordello 10.10.06 16:59

BASTA!! E' ORA CHE RICUCCI PREVITI BERLUSCONI BENETTON E IL TRONCHETTO VADANO DIETRO LE SBARRE!!! VEDRETE CHE IL MONDO SARA' MIGLIORE.

==============================================

E' ORA CHE TU SMETTA DI DIRE STUPIDAGGINI. TUTTO QUELLO CHE DI MARCIO E MAFIOSO C'E' E' CAUSA DI PRODI,DALEMA,FASSINO,RUTELLI,BERTINOTTI,COSSUTTA E IL POTERE DI SINISTRA...

ORA CHE HAI VISTO LA FINANZIARIA NON PUOI NON CHE RENDERTENE CONTO!!

martino estate 10.10.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

DROGA: GARANTE PRIVACY, DA 'IENE' RACCOLTA ILLECITA DATI SENSIBILI
10-10-2006 14:25
###########################################
Ok diamo atto il dovuto,ma adesso la procura indagherà o andrà a prendere il solito tossico dell'angolo,così sarà fatta pulizia??
Ma non siamo proprio stanchi di farci prendere per i fondelli'

giuseppe campa 10.10.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

"LE ALLEGRE COMARI" sono state ribattezzate così Emma Bonino e lady mastella, per il battibecco, sul costo della missione della Regione Campania in America. Questa Sinistra, che disprezza l'America e poi corre scodinzolando a cercare in America, patenti di credibilità, appoggi, e quant'altro, per poi fare i supponenti e gli sprezzanti verso un paese a cui, si voglia o no, dobbiamo molto.
LADY MASTELLA E' ANDATA IN AMERICA A "SVOLGERE OPERA DI NAPOLETANITA' OPERATIVA". NON SI E' BEN CAPITO CHE FARANNO, COMUNQUE, COME SE LA METTERA' SE QUALCUNO FARA' CENNO ALLA MICROCRIMINALITA, ALLA CRIMINALITA'; ALLE MONTAGNE DI SPAZZATURA,
CHE SE C'ERANO PRIMA; SOTTO IL SAPIENTE GOVERNO DI SINISTRA HANNO RAGGIUNTO PROPORZIONI BIBLICHE?

marista urru 10.10.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Roba da non credere!!! e subito come coglions, abbiamo ubbidito ed esaurito la giusta richiesta.

compagni state buttando via 50 anni di sacrifi di nonni e genitori : si sno ammalati in fabbrica per farvi crescere bene e voi state buttando via tutto per la vosta ideologia !!!
********************************************
E' accaduto in una udienza: il giovane ha respinto il difensore d'ufficio: "Non mi fido". Il giudice sceglie un maschio

Varese, marocchino rifiuta il legale
"No a quell'avvocato, è una donna"

VARESE - Cambia difensore perché donna: e
lui non si fida delle donne. E' accaduto in un'udienza di un processo al Tribunale di Varese. Protagonista un marocchino 19enne, chiamato a rispondere di rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Probabilmente dava per certa la condanna.

Forse ha voluto creare il caso. Sta di fatto che l'episodio ha creato un po' di scompiglio.
Nel corso dell'esame in aula da parte del pubblico ministero l'imputato (riferendosi ai testimoni che avevano deposto a suo sfavore) ha prima sostenuto che "i cristiani mentono sempre".

Poi, durante il controesame della difesa, è arrivato a dire urlando di non fidarsi del suo avvocato, anche se nominato di fiducia, proprio in quanto donna. Il legale a quel punto ha deciso di rimettere il mandato e il pm ha chiesto di una sospensione dell'udienza.

Ma il difensore d'ufficio di turno era un'altra donna. Per questo il giudice, per evitare eventuali, ulteriori imbarazzi, è passato al nome seguente: un avvocato maschio che adesso - in attesa della sentenza - difende il giovane marocchino.

COGLIONX....QUESTI SON BRUTTI SEGNALI, SEGNALI CHE VOI TALMENTE ACCECATI DALL'IDEOLOGIA E FINTO BUONISMO DEL CAXXX NON RIUSCITE A VEDERE!!!

ivana iorio 10.10.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!! E' ORA CHE RICUCCI PREVITI BERLUSCONI BENETTON E IL TRONCHETTO VADANO DIETRO LE SBARRE!!! VEDRETE CHE IL MONDO SARA' MIGLIORE.

Luca Cordello 10.10.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

DROGA: GARANTE PRIVACY, DA 'IENE' RACCOLTA ILLECITA DATI SENSIBILI
10-10-2006 14:25
Articoli a tema | Tutte le news di Politica
(ASCA) - Roma, 10 ott - Raccolta illecita di dati di natura sensibile in quanto attinenti allo stato di salute. Con questa motivazione l'Autorita' garante per la protezione di dati personali ha disposto il blocco dell'uso dei dati personali sulla base dei quali e' stato realizzato il servizio riguardante il test sull'uso di droghe effettuato, all'insaputa degli interessati, su 50 parlamentari, previsto nella puntata di stasera della trasmissione ''Le Iene'' di Italia 1. Il provvedimento cautelativo dispone, con effetto immediato, ''il blocco dell'ulteriore trattamento, in qualunque forma, di ogni dato di natura personale raccolto e trattato nel caso in esame, consistente in informazioni, immagini e risultanze di test''. Il Garante ha rilevato, anche sulla base di quanto dichiarato dai responsabili della trasmissione riguardo alle modalita' messe in atto per il test, che risultano al momento essere stati effettuati comunque trattamenti illeciti di dati sanitari. L'Autorita' ha infatti osservato che le norme sulla privacy risultano violate a prescindere dalla diffusione dei dati attraverso il programma televisivo, poiche' una tale grave violazione dei diritti degli interessati si concretizza gia' al momento della raccolta dei dati. Nel provvedimento, inoltre, l'Autorita' sottolinea che, in particolare per chi svolge l'attivita' giornalistica, risulta allo stato violato il dovere di trattare i dati per scopi espliciti, di rendere note le proprie identita' e lo scopo della raccolta dei dati, e di evitare artifici e comportamenti scorretti.

http://notizie.alice.it/sitesearch/index.html?filter=foglia&nsid=12068280&mod=foglia

giorgia meneghel ex gioix 10.10.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici è ora di finirla di farci prendere per il naso. Abbiamo una schiera di persone che manteniamo AL GOVERNO E FANNO I LORO PORCI COMODI, SENZA CONSIDERARCI, CI PROMETTONO IL PARADISO E POI CAMBIANO LE CARTE IN TAVOLA, OFFREDOCI ANZI DIREI, COSTRINGENDOCI A SUBIRE LE LORO TASSAZIONI PER RISANARE IL BILANCIO... MA IO MI DOMANDO E DICO DI CHI E' LA COLPA DI TUTTO QUESTO????? La gestione "impresa Stato" in teoria dovrebbe essere similare alla gestione di una azienda giusto!!, ogniuno al suo posto e lavorare sodo per portare a casa la pagnotta. Invece qui succede il contrario, chi è all'interno della azienda Stato batte la fiacca, troppe teste che vogliono comandare senza cervello, troppo sciupio del denaro pubblico, troppi interessi di "mangio io che mangi tu" e quindi ci ritroviamo che gli sbagli fatti da loro li dobbiamo pagare NOI con grandi sacrifici. Facciamo un piccolo esempio. Se io ho un ristorante, ho i clienti che pagono il loro conto senza batter ciglio e a volte è anche più caro di altri ristoranti, dopo cinque anni sono costretto a cedere l'attività perchè sono stato un cattivo amministratore, quindi debiti su debiti, insomma la barca fa acqua da tutte le parti. Arriva il nuovo amministratore il quale promette di rimettere tutto in funzione tappando le falle esistenti,ma chiedendo un'aiuto da parte della clientela, cioè venite pure da mè che vi faccio pagare il doppio perchè devo risanare il bilancio della vecchia gestione. Mi sembra un ragionamento cokpletamente fuori dalla norma giusto!!!!
Allora io accetto le loro proposte, ma le braghe le devono tirare gù prima loro. perchè NOI ITALIANI abbiamo sempre fatto sacrifici dal dopo guerra a oggi, prima perchè dovevamo ricostruire l'ITALIA poi adesso per pagare i debiti che adirittura non sono stati causati da NOI. E' ORA DI FINIRLA DI ANDARE IN PIAZZA CON LE BANDIERE DEI PARTITI, IN PIAZZA CI SI VA CON UN UNICA BANDIERE, QUELLA TRICOLORE, PERCHE' ALLA FINE CI RIMETTIAMO TUTTI.

attilio bassini 10.10.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma come mai Napoli da anni e anni è in queste condizioni....camorra, monnezza, disoccupazione etc etc ?
Ma che cogl...ione che sono ...perchè è colpa di Berlusconi, è sempre colpa sua.

stefano rossi 10.10.06 16:45 |

*************************************************

Non è colpa di Berlusconi, ma tua, brutto fetent'emmerda, che ti paghiamo e neanche una scopatina vuoi fare! o non la sai fare? o non puoi?


Ho visto la TAC di un cervello di un lettore di libero.

Altro che maria.

Fabrizio La Iena 10.10.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Guardate il video "la democrazia è morta e a dare il colpo di grazia è stata la legge elettorale" su
http://www.youtube.com/watch?v=z6oiwCPvqOg

Paolo Ares Morelli 10.10.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Droga-politica/ Il Garante per la Privacy blocca Le Iene
Martedí 10.10.2006 12:15


Politica Droga/ Le motivazione dell'Autority e reazioni politiche

Il garante per la Privacy blocca Le Iene. L'Authority ha deciso che il contestato servizio del noto programma di Italia 1 sul test antidroga a 50 deputati, che sarebbe dovuto andare in onda martedì sera, non potrà essere trasmesso.

In base alle indiscrezioni fatte trapelare dagli autori della trasmissione, il test, eseguito all'insaputa dei parlamentari, avrebbe dato esiti clamorosi, con ben 16 casi di positività all'uso di stupefacenti.

L'esame condotto è il cosiddetto drug wipe, un tampone frontale che secondo Davide Parenti, capo autore delle Iene, "ha una percentuale di infallibilità del 100%". I deputati sono stati avvicinati con la scusa di un'intervista. Poi una finta truccatrice si accorgeva che la fronte dell' intervistato era "troppo lucida" e tamponava. In realtà, l'ignaro si era sottoposto, senza saperlo, al test che svela se si è fatto uso di stupefacenti nelle ultime 36 ore.

"Andiamo in onda da dieci anni rispettando la privacy di tutti, perfino dei guaritori filippini e dei ladri di motorini, figuriamoci quella dei deputati": protesta con amarezza Davide Parenti, papà e autore delle Iene, alla notizia che il Garante della Privacy ha deciso di bloccare il servizio sul test antidroga fatto a sorpresa su 50 deputati.

http://canali.libero.it/affaritaliani/

Tiziano Cannas 10.10.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

@giuseppe campa 10.10.06 16:06

Martino,parlare di tagli alla P.A.è come pulire una soffitta di un castello,ci trovi di tutto e bisogna saper segliere cosa è buono tenere e cosa gettare.Già segliere chi lo dovrà fare è un problema perchè questi sarà sempre legato a un doppio filo,discendenza politica o peggio.Si è sicuri che esistono un'infinità di enti inutili che nessuno riesce a togliere,perchè?Bisogna avere quella chiave,che non esiste,per riuscire a aprire porte inaccessibili ai più.Togliendo questi enti inutili già si vedrà un notevole risparmio,ma secondo te sarà possibile riuscirci?O sarà più facile scagliarsi contro i comuni,che alcuni sono ridotti a poche decine di persone.Non sarebbe,invece meglio abolire le provincie? Carrozzoni inutili e costosissimi.Vedi ognuno cancelerebbe quello che,a seconda,non va.

=====================================

Nella situazione in cui siamo si fa prima a ridisegnare lo stato, ad acquisirne gli archivi e a buttar via tutto.
Sono rarissimi i casi di eccellenza nella P.A. e ti assicuro che tutto si può riformare con un colpo di spazzolone. Siamo arrivati ad un punto tale che non ci sono più i margini per le manovre dolci e a lungo termine.

A molti manca la percezione della vera situazione della finanza pubblica. Non c'è ente, con c'è para-ente che non sia pesantemente in rosso.
Gli utili, se ci sono, appartengono alla contabilità virtuale di amministratori che vogliono far vedere che tutto va bene.

I costi alti dei servizi erogati spesso servono per andare in aiuto di altri enti cotti e vetusti.

Quante cose ci sono da dire e quanta letteratura c'è su questo argomento...
La cosa migliore è non guardarein faccia a nessuno ed agire con le accette e con le falci!!

martino estate 10.10.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

@@
I giornalisti italiani,quasi tutti,quando ricordono gli anni sessanta li definiscono:
I FAVOLOSI ANNI 60.

In quegli anni "favolosi" la polizia di Tambroni,
cattolico e demoscristiano,aveva l'ordine di sparare sugli operai che scioperavano.
Lauro Ferioli,Ovidio Franchi,Emilio Reverberi,Marino Serri ed Afro Tondelli(Uccisi dalla polizia a Reggio Emilia)ringraziano continuamente chi considera gli anni '60:Favolosi.
Cosi'come ringraziano tanti altri.
Alla fine del 1960 di operai ammazzati in piazza se ne conta una quindicina.
Gli anni '60 finirono poi con il "famoso 1968".
Erano gli anni dove il 65% degli italiani era trattato come un extra oggi.
Come faranno a continuare a chiamarli:I favolosi anni '60?(Stomaco di ferro o i.d.i.o.t.i.?)
Giornalisti del cacchio ma,per foruna,non tutti.

Quanti giornalisti italiani sono stati uccisi dal dopoguerra ad oggi(Pasolini ad esempio)?
Ed il perchè sono stati uccisi(De Mauro,Siani...)
lo sappiamo si o no?

Ancora oggi in Italia i giornalisti che indagano
"davvero" danno fastidio(vedi Ilaria Alpi,la Cutulli del Corriere o il Baldoni di Diario).

Questi giornalisti non scrivevano che gli anni 60 erano:FAVOLOSI;questi giornalisti avevano memoria,non erano come tutti i "teledipendenti"
che rinunciano alla memoria per una "tetta" a striscia.
Joseph

joseph pane 10.10.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

L'assassinio della Politkovskaya è veramente una cosa scandalosa. Putin, che di certo avrebbe potuto evitarlo se avesse voluto, è il nuovo dittatore della Russia, che dopo lo zarismo e il comunismo, ancora non riesce ad avviarsi verso la democrazia, e continua ad avere manie di grandezza, il sogno della Grande Russia. Dopo quello che è successo in Georgia, in cui due russi sono stati spediti fuori dal paese perché accusati di spionaggio, Putin ha detto in modo molto solenne che nessuno deve permettersi di "sfidare" la Russia: neanche li avessero ammazzati, questi due. Però la Politkovskaya sì che l'hanno fatta fuori. Troppo scomoda. E l'Europa sta a guardare e continua a non dire sostanzialmente nulla. Perché? Be', tra le altre cose perché ha bisogno del gas russo e dunque lecca il c... al dittatore Putin. Tempi bui.

Elisabetta Mengaldo 10.10.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!!

Esempi di questo genere ci fanno capire quanto distanti siano dal vero giornalismo i nostri "cronisti del potere".

Badate bene: nel nostro Paese le sozzure del potere, le alchimie della finanza, le "deviazioni" del sistema sono possibili e si perpetrano nel tempo solo ed unicamente perchè abbiamo una categoria di giornalisti che in realtà sono dei giornalai, sono dei senza palle.

Se dicesserò la verità, seppur minima, saremmo in grado di capire, di valutare e di scegliere.

Sono loro, i giornalisti, il vero l'anello debole della catena informativa.
Non è concepibile altrimenti come, nel 2006, possa esistere un tale e totale appiattimento dell'informazione su TV, RADIO e CARTA STAMPATA.

Ma sono destinate a scomparire queste larve con la penna: Internet li falcidierà sempre di più.

La scena più bella: tutti a dire che la Fallaci era brava... non uno che abbia il coraggio di seguirne le orme... PATETICI.

Saverio Serio 10.10.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/317.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Anna Politkovskaja:

» Domani presidio al consolato Russo da Il Blog di Marco Canestrari
Dal Blog di Piero Ricca Domani a Mosca si svolgeranno i funerali di Anna Politkovaskaja. A Milano terremo un presidio davanti al consolato russo, per chiedere la verità su questo orribile crimine, che ha spento una delle ultime voci libere dell’info... [Leggi]

09.10.06 19:24

» Anna Politkovskaya da biblog
La nostra non è più una democrazia. Non lo è in politica, dove siamo costretti a scegliere sempre tra gli stessi candidati, imparentati, corrotti ed insopportabili. Non lo è nei mezzi di comunicazione, proni alle esigenze del mercato. Non lo è nel... [Leggi]

09.10.06 22:32

» Russia: uccisa Anna Politkovskaya. da Il blog di Fabio Sacco
Shock nel mondo per il brutale assassinio della giornalista indipendente russa Anna Politkovskaya, uccisa ieri nel suo appartamento di Mosca. Chi è Anna Politkovskaya? [Leggi]

09.10.06 22:39

» Uccisa Anna Politkovskaya, addio alla paladina dei diritti umani in russia da guerrilla radio
 Аня
[Leggi]

10.10.06 01:10

» Anna Politkovskaya: dasvidania da guerrilla radio
dal blog di Vittorio Arrigoni
"Diventato presidente, Putin non ha saputo estirpare il colonello del kgb che vive in lui, e pertanto insiste nel voler raddrizzare i propri connazionali amanti della libert&agr... [Leggi]

10.10.06 01:11

» Uccisa Anna Politkovskaja da CINICO BLOG
Uccisa Anna Politkovskaya, addio alla paladina dei diritti umani in russia [Leggi]

10.10.06 01:25

» ANNA POLITKOVSKAJA da Giovanni Savastano
Non sapevo neanche chi fosse, ed ora che è stata uccisa emerge che era una delle giornaliste russe più abili a coniugare le due caratteristiche principali, forse, del suo mestiere: la ricerca della verità, e la capacità di raccontare la [Leggi]

10.10.06 01:48

» Anna Politkovskaja da Rassegna Stampa - casoli.org
E’ morta una giornalista vera. Si chiamava Anna Politkovskaja

[Leggi]

10.10.06 12:21

» Ricordo di Anna da ECCEBOMBO.NET - LIBEROMONDO
"La Russia è in un vicolo cieco". Queste tra le ultime parole della giornalista russa. In una Russia non libera governata da uno strano regime.... [Leggi]

10.10.06 13:46

» Anna Politkovskaya da Democrazia o no?
Una grande persona. Un eroe che ha pagato con la vita la sua scelta per la libertà dell’informazione. Viveva in un Paese che... [Leggi]

10.10.06 23:06

» la russia di putin da xantology blog inutile
Anna Politkovskaja è stata assassinata oggi a Mosca con quattro colpi di pistola. La Politkovskaja era una donna con la schiena dritta, forse la sola giornalista russa che ha avuto il coraggio di raccontare la Cecenia di Putin. Il suo libro “la ... [Leggi]

11.10.06 12:08

» Anna Politkovskaja, giornalista da RAMELLA.ORG
Internazionale ha dedicato la copertina del suo penultimo numero ad Anna Politkovskaja, la giornalista russa di 48 anni assassinata il 7 ottobre a Mosca da un sicario nei pressi della sua abitazione. Dagli articoli riproposti dal settimanale emerge la... [Leggi]

22.10.06 19:12

» ANNA POLITKOVSKAJA da Giovanni Savastano
Non sapevo neanche chi fosse, ed ora che è stata uccisa emerge che era una delle giornaliste russe più abili a coniugare le due caratteristiche principali, forse, del suo mestiere: la ricerca della verità, e la capacità di raccontare la [Leggi]

31.05.07 10:59

» Anna Politkovskaja da iago's bar - Appunti di Viaggio
Beh, non so cosa ci sia da dire di più di ciò che ha denunciato Beppe Grillo nel suo post. Per documentarsi su chi fosse, ho trovato queste pagine: Presentazione di Anna Politkovskaja, fatta da James Meek (1traduzione), presentazione di un suo libr... [Leggi]

18.07.07 10:27