Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quant' è bello il manganello


manganelli.jpg

In un’area di servizio sono stati fotografati in vendita robusti manganelli di legno di dimensioni tra i 60 e i 90 centimetri. Manganelli neri con il brand: il Duce con l’elmo da soldato. E una gamma di scritte a scelta per l’automobilista di passaggio. “Molti nemici, molto onore”, “Me ne frego”, “Dux Mussolini”.
Fa parte del revisionismo storico in atto. Ci sono le magliette con scritto “Mafia – Made in Italy” e “Baciamo le mani” che vanno a ruba a Palermo tra i turisti stranieri. E in rete si comprano polo con la scritta: “Cosa Nostra” davanti e “affiliato” dietro.
E’ il nuovo Made in Italy
. Legato alle nostre radici. Genuino e perciò internazionale, da esportazione. Si può già prevedere il rilancio dell’olio di ricino fascista come purgante da usare per risolvere ogni situazione di conflitto. Qualche bombetta anarchica, deviata dai servizi, o nera autentica, a scelta dell’acquirente. Per un ritorno all’indimenticabile stagione delle stragi. Pullover delle Brigate Rosse con l’immagine di Curcio e della stella a cinque punte. Sciarpe con scritte revival: “Piazza Fontana for ever”, “10, 100, 1000 Italicus”, “Chi non salta Aldo Moro è!”, “W Ustica”, “Forza P2” (ma forse questa c’è già). Un business!
L’Italia è ricca di episodi storici sottovalutati. Sono una miniera. Nel mondo abbiamo una pessima reputazione. Sfruttiamola. Siamo un popolo di mafiosi, post fascisti, bancarottieri, piduisti, evasori fiscali, bombaroli? Basta vergognarcene! Andiamone fieri a testa alta. E’ un filone senza fine. Pensate solo a nuovi parchi di divertimenti “Dux” o a video games su come far saltare i giudici. Al caffé alla Sindona. A Tele Mafia. Un filone inesauribile.

30 Nov 2006, 19:36 | Scrivi | Commenti (1782) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

che casini...

siti web trento 25.11.12 22:53| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:21| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

'Bella ciao' a Savona non si canta! 'Savona la rossa'. ma per la vergogna
A Savona (Savona la rossa, Savona dei sindacati, delle lotte operaie che furono lotte per la crescita della democrazia italiana, del tentativo dei fascisti di impaurirla con le bombe), a Savona c’è un locale pubblico, aperto grazie ad una licenza commerciale sotto l’intestazione della Repubblica Italiana, che non gradisce "Bella ciao", la canzone simbolo della Resistenza (anche se, a onor del vero, non fu cantata durante la Resistenza). E sì, poiché uno dei clienti di quel locale ha avuto un parente ucciso dai partigiani. Ma che bello! Se riusciamo a trovare qualcuno che ha un parente SS ucciso dagli Alleati o dagli odiosi uomini dell’Armata Rossa riusciremo a non far più parlare dell’Olocausto.
Ci riferiamo alla incredibile notizia apparsa su "Il Secolo XIX" di domenica, prima pagina della cronache di Savona, secondo la quale i proprietari del bar del Circolo Nautico (Vecchia darserna) avrebbero staccato l’impianto di amplificazione al complesso "In vivo veritas" di Cairo che aveva osato proporre, nel suo programma di musica folk, nientedimeno che "Bella Ciao". La notizia, scritta da Alberto Parodi, aggiunge che al Circolo Nautico di Savona non vogliono fare politica.
Così un esercente di locali pubblici, appartenente alla Repubblica Italiana che si basa su una costituzione modellata dai principi per cui la Resistenza si è battuta, si permette di limitare la libertà di un gruppo canoro perché vuole riscriversi una storia per proprio conto.
Che farà "Savona la rossa"? Ritornerà rossa per la vergogna di sopportare una simile provocazione o saprà far valere con pacatezza e con ragionamento il principio che, pur nella libertà, non si può sputare sulla democrazia, che è la forma di governo affermatasi dopo la caduta del fascismo. Cosa farà il sindaco Berruti? Cosa farà l'ANPI? Per ora domina il silenzio più completo. Editoriale di Romano Strizioli tratto dal sito www.ponentenotizie.it

Marco Strizioli 05.10.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

A proposito avete visto come si chiama il nuovo capo della polizia?: Manganelli!

willy fo 24.06.07 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace tanto, l'Italia ORMAI è così e dobbiamo tenercela, io vivo l'esperienza di tanti adolescenti-adulti che ormai vedono i propri genitori diventare xenofobici, contro la politica e odiare l'Italia. Questo solo per un motivo, per colpa di coloro che non si sentono ITALIANI, ovvero la nuova sinistra. Sì, non esiste più a mio parere fascisti comunisti sinistra e destra centro nazisti e chi più ne ha più ne metta, ormai esiste una massa di ignoranti che si professa fascisti e comunisti e se ne frega di ciò che è l'ITALIA, passando il tempo a farsi canne ("comunisti") o disegnare svastiche ("fascisti"). Pe le mie idee io mi definisco "patriottico" perchè amo l'Italia e disdegno chiunque non lo faccia, e ciò credo non metta in disaccordo nè gli uni nè gli altri, dato che è quello in cui entrambi dovrebbero credere. Beh, nel caso contrario non siete coerenti con le mie idee, mi spiace, dovete leggere e aprirvi di più. AMATE L'ITALIA, PATRIA NOSTRA!

Francesco G 28.04.07 03:17| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo.è un comunista,poche storie.Solo che a differenza dei comunisti del parlamento è meno "rosso" in quanto riesce a vedere col suo cervello a forma di falce e martello anche le vaccate della sinistra e non solo quelle della destra.Unico suo difetto?tende LEGGERISSIMAMENTE a esaltare le vaccate della destra (sez.parlamento pulito,elenco parlamentari indagati 90% dx 10 % sx...ma la sinistra è così pulita?non credo,forse quella sez è un messaggio subliminale ,"elettori.....votate a sn..la sn fa schifo..ma fa meno schifo della ds...votatee a sn!".Su Bepin,un deciso passo verso il centro e quindi verso l'equidistanza perfetta da ds e sn e sarai perfetto!

Ciao.

ER DRAGO 27.03.07 16:25| 
 |
Rispondi al commento

"Mussolini tra il 22 e il 34 ha aiutato l'Italia in un modo spaventoso e Grandioso! Dopo avrà pure sbagliato e fatto cose orribili lo posso amettere ma voi comunisti con Stalin o Lenin non avete mai fatto nulla di buono per il popolo vostro sostenitore! Li avete costretti a dipendere dallo Stato onnipotente che dava a loro molto poco per tenerli buoni. Basta: Il fascismo non è male e il comunismo non è bene. Capitela una buona volta....

Pesenti Andrea 09.12.06 16:47 "

Dovresti vergognarti per questa affermazione! Anche Adolf Hitler ha amministrato al meglio la cosa pubblica tedesca. Ma in che modo?
Che ha fatto di straordinario Mussolini in Italia?
Diminuzione degli stipendi degli impiegati pubblici, che all'epoca non è che guadagnassero cifre astronomiche, abolizione della libertà di associazione sindacale, istituzione del sindacato unico fascista. Che non ti proteggeva come lavoratore in quanto tale ma solo come fascista iscritto. Le corporazioni, che avrebbero dovuto essere l'organo di sintesi delle esigenze di lavoratori e padroni erano invece asservite ai padroni. Patti lateranensi, con aumento dei privilegi ecclesiastici. Militarizzazione di ogni manifestazione sociale in Italia, a cominciare dalla scuola. Costituzione della Milizia Volontaria per la Sicurezza nazionale e dell'Organizzazione Volontaria per la Repressione dell'Antifascismo, la famigerata OVRA, polizia segreta politica che nulla aveva da invidiare alla più famosa Geheimestatspolizei, la GESTAPO tedesca.
In sintesi, il comunismo è nato come idea egalitaria ed è stato traviato da personaggi come Stalin.
Il fascismo è nato proprio così. E' un ideologia di odio, di prevaricazione etnica e sociale. Non è stato trasformato in qualcos'altro. E' così alla radice.

Clemente Carlucci Commentatore certificato 16.01.07 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bè,d'altra parte cosa vuoi pretendere da un paese dove l'attuale ministro degli esteri è un ex brigatista!?
:D


Ho visto questi manganelli anche con la faccia di Che Guevara e Stalin, ma evidentemente quelli non destano sospetto!
I Comunisti menano e basta, ma evidentemente le loro botte non fanno male!
In parlamento ci sono parlamentari assassini ex brigatisti rossi, ma questo va bene per la democrazia.
BEPPE GRILLO VAI A FARTI FOTTERE TU E TUTTO QUESTO BLOG DI IDIOZIE.

DOMENICO SANTI 04.01.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io penso solo che lucrare su uno dei periodi più bui della storia italiana sia un atto che mi fa vomitare......non parlo solo del contesto politico ma di semplice buon gusto, ognuno di noi è libero di spendere i propri soldi come vuole ma a volte, secondo me è meglio spenderli a TROIE

Andrea C. Commentatore certificato 01.01.07 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Sti fascitelli tanto ingoranti quanto bigotti che si riffano continuamente a Stalin, Lenin e ultimamente anche al Mortadella, sono in grado di capire che a parte ideologie neanche troppo radicate qui in ITALIA NON HANNO MAI GOVERNATO STALIN E LENIN QUI IN ITALIA!!! Potete fare rifermiento alle brigate rosse o ad altri capitoli tristi della sinistra ITALIANA ma perfavore evitate di citare dittatori STRANIERI!!! volendo abbiamo una marea di escrementi attivi e passivi nella politica da citare della prima e della seconda e dell'immaginaria reppublica democratica ITALIANA!!! Non fossiliziamoci siate creativi!!!

Italo Disperso 17.12.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Direi che qualcuno ha la coda di paglia.
Milko

Milko Merloni 12.12.06 10:45| 
 |
Rispondi al commento

MA Basta! perchè si parla solo di fascisti? si parla solo di questo...Non esistiamo solo noi al mondo! Ci sono anche i vostri amici comunisi che riguarda a violenza non scherzano per niente....noi eravamo alla manifestazione dell CDL ma ervamo più che pacifici. Voi comunisti con le bandiere del comunismo rosso sangue non sapete trattenervi di fare risse con la polizia, spaccare di qua e di la insultare, augurare strgi o morti come al nostro esercito italiano! Mi fate schifo! Anche il simbolo del comunismo dovrebbe essere messo fuori legge...Non solo svastica o Fascio! Voi comunisti non siete meglio di noi!Anzi siete peggio! Mussolini tra il 22 e il 34 ha aiutato l'Italia in un modo spaventoso e Grandioso! Dopo avrà pure sbagliato e fatto cose orribili lo posso amettere ma voi comunisti con Stalin o Lenin non avete mai fatto nulla di buono per il popolo vostro sostenitore! Li avete costretti a dipendere dallo Stato onnipotente che dava a loro molto poco per tenerli buoni. Basta: Il fascismo non è male e il comunismo non è bene. Capitela una buona volta....

Pesenti Andrea 09.12.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i fascisti mi stanno sul cazzo i comunisti mi stanno sul cazzo i centristi mi stanno ancora piu' sul cazzo. ma io per chi cazzo devo votare?

fabrizio muzzarelli 07.12.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' davvero scandaloso vedere precludere la possibilità di postare in questo blog, alla signora-Giovanna/Nigris|sportatrice di handicap con malattia grave in ammalata cardiopatica. Davvero, chi scrive come credo chi legge, non può che sentirsi sdegnato di fronte a cotanta ingiusta codardia. Ciò che suscita maggiore sconcerto è il fatto che proprio questo blog si consuma tale discriminazione, ove che tutti criticano tutti e il caporione Grillofrinisce di tutti senza guardare il proprio comportamento! Ha ragione chi dice che beppe predica (frinisce) bene, ma razzola male.

Apaches Cocis 07.12.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre io, il vostro filosofo preferito, vi volevo far notare una cosa molto grave: dicono che la verità sull'uomo non è stata scoperta, a parte che questo non è vero, voglio mettervi in evidenza una cosa con una damanda: voi italiani vi lascereste governare da persone che non sanno chi o cosa sono, che sono in amnesia' che usano il 3% delle loro facoltà intelletive?
Suppungo di no, perchè siamo a livello di esseri profondamente ignoranti, perciò invece di chiedere ai nostri parlamentari: Chi è stato Galileo? perchè non chiedete a qualcuno di loro se conosce le risposte a queste semplici domande:
- chi è l'uomo e chi sono io?
- cosa è l'essere umano, e cosa sono io?
- da dove arriva l'uomo e da dove arrivo io?

Nel farle all'onorevole X o Y, vi renderete conto che al parlamento abbiamo il 99% dei deputati che non sanno neanche chi o cosa sono loro! E, che sono in amnesia perchè, se non sanno da dove arriva l'uomo, non sanno da dove arrivano loro!

La domanda: da dove arriva l'uomo? posta in altri termini é: da dove arrivo io? quindi dato che per logica tu non puoi non sapere da dove arrivi tu, i nostri parlamentari sono in amnesia. In realtà si chiama oblio.
Se i miei messaggi vanno in rete, fate un monumento a Beppe, perché mi volevano far fuori solo per vietarmi di divulagre ciò che leggi!

E se tu che stai leggendo non sai da dove arriva l'uomo, significa che non sai da dove arrivi TU! E tu non puoi non sapere da dove arrivi TU! Lo puoi non sapere solo se ti hanno causato una amnesia, quindi, visto che tu nel 99% dei casi sei in amnesia, scopri cosa ti hanno fatto e che Diritto ti hanno violato da Bamnbino leggendo il mio libro!

L'Italia va male, solo perché al governo di questa nazione, abbiamo esseri umani così ignoranti che non sanno neanche chi o cosa sono loro! Ti rendi conto?
Quindi qualcuno di voi lettori, si unisca con altri lettori, scopra la Verità sull'uomo usando il mio libro, fondi un partito, e vada al governo!!!!
info@illibroparlante.com


michele Schilzer 07.12.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro psicoBudellone una volta facevi ridere: oggi invece le spari talmente grosse che provochi solo disgusto. Perchè non ti sottoponi ad una bella cura dimagrante:forse il tuo piccolo cervello ne risente positivamente. Sono uno di quei coglioni che sabato si è recato a Roma. Il mio stipendio é di circa 1000 euro al mese: non ho mai fatto condoni o robe del genere ed ho sempre pagato le tasse. TU sei sicuro di aver fatto altrettanto ? Con nessun rispetto Nando

nando pasquini 07.12.06 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIOLENZA DI STATO!

CARO PEPPE LA STORIA E' UNA DI QUELLA CHE FACEVA BRIVIDI, MA NELLO STESSO TEMPO FACEVA RIDER CAUSA DELLA STUBIDITA' DEI FURBI.

Vilolenza-di-stato! Violenza di stato è una storia vera dell'ingiustizia e d'abuso di potere, che i suoi fatti sono accaduti realmente a Roma del 1990 fin qui, dove proseguiva ancora senza nessun motivo tranne quello causato della follia fascista e razzista di ("alcuni operatori della legge e una parte degli operatori dello stato anti l'interesse comune ! Inoltre è stato fatto tutto per controllare questo delitto tra gli amici come facevano gli operatori della legge e lo stato, che mi perseguitavano perchè ero una persona scomoda fin dove sono diventato un corpo di reato da far sparire, ed esempio il caso del comandante dei servizi segreti romani Lussese Vincenzo, cha ha ordinato ai sui fedeli di distruggermi nel 1990/1, grazie ai suoi fedeli in azione da molti anni per liberarsi di me in un modo illegale! Ma in questa parte di questo delitto le cose si sono peggiore, perchè si è scoppiato lo scandalo nelle loro mani causando un caos nel mondo dei servizi segreti e il servizio dell'ordine romano! Inoltre questa storia di corruzione e ingiustizia privata non è più un segreto tra gli amici come si faceva del 1990, per questo credo che sia giusto condividerla con gli italiani per bene, giacchè non mi dispiace se gli stranieri sappiano i sui particolari per rendesi conto della giustizia della giungla che li ha riservato lo stato e il sistema in cui vivevano! In fine vorrei ricordare che il comandante C.l maggiore dei SERVIZI SERGRETI romani, il "mitico" LUSSESE VINCENZO, sostenuto dai sui fedeli sono impegnati per chiuede questo blog dopo il mio e-mail, che non piace agli umani di regime in questa città in cui mi perseguitavano e violentavano la mia persona da 16 anni! Chiudere il mio blog non mi dava fastidio, perchè faceva parte della guerra vedi:www.lemin splinder.com

lemin gantand 07.12.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Desidero adottare un bambino a distanza ma non so a chi rivolgermi, ovvero non conosco una organizzazione seria a cui rivolgermi.
Potete aiutarmi?
Grazie

Sandro Leo 07.12.06 11:20| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE
CARI AMICI del club di grillo
cari amici tutti,

E' MOLTO IMPORTANTE,CHE COMINCIAMO A FONDARE UN VERO MOVIMENTO.
PER LA GENTE CON LA GENTE.
NON POSSIAMO CONTINUARE SOLO A LAMENTARCI,
BISOGNA AGIRE.

TUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA', TROVIAMOCI A GENOVA IL .28.DICEMBRE,PER CREARE E FONDARE UN VERO E GRANDE COMITATO DI CITTADINI.
APERTO A TUTTI DONNE -UOMINI-GIOVANI-ANZIANI-

RIPETO E' IMPORTANTE E' APERTO ATUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA' SENZA SE E SENZA MA...

28.DICEMBRE GENOVA TROVIAMOCI A FONDARE IL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA....CE LA FAREMMO E DIMOSTREREMMO DI SAPER BENE CAMMINARE CON LE NOSTRE GAMBE.....

DIFFONDETE LA NOTIZIA...IO CI SONO....

GAETANO FERRIERI 335 460249
ferrieri@federced.info


LA SITUAZIONE E' ALLARMANTE,BISOGNA INTERVENIRE PER SANARE,SE NON SONO CAPACI DI FAR PAGARE AI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO (IL SISTEMA E LE LEGGI LO CONSENTONO),SE NE VADANO A CASA,E DIANO IN MANO A NOI CITTADINI IL SISTEMA.....
SAPREMMO CERTAMENTE MEGLIO DI LORO GESTIRE LA COSA PUBBLICA,COME BUONI PADRI DI FAMIGLIA.

E' ORA CHE CI ORGANIZZIAMO E FONDIAMO UN COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,IO HO ESPERIENZA (PER 10 ANNI HO DENUNCIATO LE RUBERIE,FACENDO ATTIVARE INCHIESTE,MA A PAGARE CON L'ISOLAMENTO SONO STATO SOLO IO)E,PER NON TROVARMI SEMPRE DA SOLO CHIEDO A TUTTI I CITTADINI DI BUONA VOLONTA' DI FARSI AVANTI.
NON POSSIAMO CONTINUARE A ESSERE TRATTATI DA PAGATORI,DOBBIAMO COMINCIARE ANCHE A FAR PAGARE CHI HA CREATO QUESTE FALLE (CHI HA RUBATO).
COSTITUIAMO UN GRANDE COMITATO DI CITTADINI.

ATTENZIONE,BISOGNA COSTITUIRE UN COMITATO DI CITTADINI (SENZA VOGLIE RIVOLUZIONARIE VIOLENTE)MA,VENGA FATTA UN'ASSEMBLEA COSTITUENTE PER DARE AVVIO AD UNA CLASSE DIRIGENTE CHE RISTABILISCA ASSIEME AGLI ADERENTI LA VERA DEMOCRAZIA.
NECESSITA DI PERSONE CHE DIANO DISPONIBILITA' SENZA SE E SENZA MA.
FORZA!CONTIAMOCI!! IL 28 DICEMBRE A GENOVA
MANDATE ADESIONI.
TROVIAMOCI

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info

335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 07.12.06 08:32| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 07.12.06 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Io continuo a non capire dove si vuole arrivare facendo osservare che ci sono dei personaggi politici che al posto di pensare ai problemi del popolo pensano soltanto ai loro interessi. Non li/vi capisco, come non capisco Beppe che contesta tutti e poi diviene una persona che si sceglie chi deve parlare nel suo blog e chi no! Impedendo persino a chi è ammalato e disabile di potere esprimere il proprio pensiero. E’ questa la democrazia che lui sogna per l’Italia? Sarebbe questa la sana boccuccia democratica? E voi vi lascereste stravolgere e impressionare da recite da baraccone ben calcolate, per prendere il posto di qualche politico arraffone? Come fare a spiegargli un’ingenuità così speculare e così pericolosa. A cosa siamo arrivati, cosa abbiamo sopportato e cosa dobbiamo ancora udire da urlatori di piazza. Certo è che la storia ci insegna, che talvolta si potrebbe cadere dalla padella alla brace! Saluti a tutti anche a BOCCUCCIA DEMOCRATICA.

Kriosse Lucente 06.12.06 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre pensato che il problema dell'italia sia di tipo culturale. Oggi tutti parlano della finanziaria
(il denaro prima di tutto), e ci si è dimenticati che alle ultime elezioni abbiamo votato con un sistema ORRENDO, che credo non esista in nessuna democrazia occidentale (e forse neanche latinoamericana). Tale sistema ha permesso ai partiti di mandare in parlamento la crema della nostra società: mafiosi, massoni, corrotti, corruttori, truffatori, evasori fiscali,
dinamitardi, esperti di abusivismo edilizio e falso in atto pubblico e chi più ne ha più ne metta...ma che problema c'è? Tanto noi siamo i campioni del mondo...

Lorenzo Ordinelli 06.12.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti
magariquesto messaggio viene pubblicato e non censurato
la sinistra è brava
l gente di sinistra rappresenta ilo bene e la destra il male
così va bene?

paolo frosini 06.12.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

La storia insegna molto e leggendola ci si rende conto che gli animi umani non cambiano nonostante l'ambiente che ci circonda cambi.

Qualcuno ricorda le motivazioni per cui nascevano il Movimento fascista in Italia e quello nazista in Germania nel secolo scorso e per cui tutti i due popoli vi aderirono???

Per il malgoverno e la conseguente insoddisfazione.

Alan Porporati 06.12.06 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un paese di vecchi. La POLITICA la fanno gli ultrasettantenni;le RIFORME le fanno i vecchi, per lo più per sanare situazioni di sviluppo che ledono iloro diritti;la TIVU' e i palinsesti li fanno i vecchi che ormai voglion solo i programmi che piacciono a loro e io mi devo spuppare tutti i giorni"l'isola degli idioti"e le chiacchiere delle comari..L'UNIVERSITA? la fanno i vecchi fino alla morte, ma prima riescono a sistemare tutti i loro figli e nipoti: leggete l'elenco dei prof di Bari e ditemi quanti cognomi uguali ci sono..io vi spiego il grado di parentela. Alle manifestazioni ci guidano i vecchi e i loro pensieri. Chi decide se e quando potremo finalmente essere assunti a tempo indeterminato o continuare a mendicare al call center lo decide una persona che di solito col suo stipendio si è già pagato la cas, la villa e ci ha sposato i figli..che dire? almeno internet è nostro, visto che i vecchi son fermi al telefono con la rotella e alla qwerty!!

Ehi tu!!Potente! Mi senti? no?? eh bè, con la vecchiaia si diventa sordi!!!

Anna Schiavone Commentatore certificato 05.12.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Cosa faceva Gianfranco Fini durante la manifestazione del due dicembre?

scoprilo partecioando al

fascist-test!!!

----> http://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 05.12.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è apologia di reato usare le bandiere fasciste?
io non mi sento nè di destra nè di sinistra ma sono ugualmente disgustata dagli estremismi e dalle porcherie di entrambi..
Volevo rispondere al sig.BELCAMPO che quella non è libertà d'espressione, ma solo fascismo.
Volevo dire al sig. WILLY BRISCHI che non c'erano reati e "si dormiva con la porta aperta" perchè non appena scappava una scorreggia fuori dal coro si finiva al confino anche se non avevi ucciso nessuno e credevi nella GRANDE ITALIA dei manganelli e del clientelismo statalizzato(=fascismo). e A QUEL RAGAZZO PRECARIO E GIUSTAMENTE INCAZZATO volevo dire che anche io sono incazzata ma non credo che rifugiarsi nel fascismi, comunismo o cose simili serva. Anche io sogno di lavorare 40 anni nella stessa azienda come mio padre e poi andare in pensione avendo assicurato il meglio per il mio riposo meritato. Ma non bisogna scivolare nella violenza. se cerchiamo di dare un colpo di spugna netto creeremo un nuovo ventennio,e non per forza migliore...iniziamo dal nostro vicino di casa..

Anna Schiavone Commentatore certificato 05.12.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

RAVENNA, Spartaco, Venerdì 24 novembre ore 1.18
Come tutte le notti che terminano a Spartaco "l'ultimo chiude la porta".
Immediatamente dopo, nel giro di 15 minuti e con due bombole GPL, alcune mani esperte confezionano un pericoloso ordigno con la potenzialità di distruggere vite umane e significativi luoghi cittadini.
Ogni gesto mirato alla distruzione di un luogo collettivo, fondato sulla libera partecipazione, è un atto di terrore nei confronti di tutta la comunità.
Anche a Ravenna, come in altre città, episodi d'intolleranza e intimidazione di marca fascista contro luoghi e simboli del movimento operaio, della Resistenza antifascista, dei luoghi di aggregazione giovanili e contro gli immigrati, sono aumentati in modo preoccupante.
Questa città medaglia d'oro alla Resistenza è stata infangata da croci celtiche e altri lugubri simboli nazisti esibiti qualche settimana fa ai giardini Speyer da un gruppo di neonazisti che hanno cercato di cavalcare l'odio xenofobo contro gli immigrati. E nessuna istituzione gli ha contestato l'apologia di fascismo! Anzi, molto spazio hanno avuto tra le pagine del quotidiano locale La Voce.
Scritte intimidatorie sono state fatte contro la Camera di Lavoro di Faenza e il Centro Sociale Capolinea.
Devo dire che i media hanno dato risalto a questa notizia.
Penso che anche solo l'accettazione di partiti come forza nuova debba far pensare molto. Ormai il revisionismo non è più strisciante, ma è diventato la regola. Basti pensare all'ultimo libro di Pansa. e una grossa colpa è della sinistra.

Federico Chiaricati 05.12.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

L'apologia del fascismo, è in Italia un reato, sancito dalla Legge 20 giugno 1952, n. 645 “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione” che all'art. 1 recita: "si ha riorganizzazione del disciolto partito fascista quando una associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista". Mentre l'art. 4: "Chiunque fa propaganda per la costituzione di una associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità indicate nell'articolo 1 è punito [...]"

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Neofascismo"

Andreina Milano 05.12.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Premettendo che dei defunti si deve avere rispetto chiunque esso siano, il caso Giuliani è quasi paradossale perchè da delinquente di rango approvato lo vorrebbero far diventare un martire...ma vogliamo scherzare ??
Pace all'anima sua e lasciatelo riposare in pace.
Qualche tempo prima del fattaccio la digos lo pedinava per associazione a delinquere, spaccio di stupefacenti ecc. e in un'intercettazione telefonica il padre di Giuliani sperava nella morte prematura del figlio (esistono i verbali, non è una mia uscita).
Comunque al di là di tutto vi sembra normale e civile andare in piazza a viso coperto con un estintore in mano ??
Da paese civile ??
Come mai sabato a Roma non è stata sgonfiata nemmeno una gomma di bicicletta ??
Se è giusto il punto di vista dei centri sociali allora il Duce era una persona a posto e l'olio di ricino era il minimo che si potesse fare !!

Giancarlo Bolzoni 05.12.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo questa lettera mi è tornato alla mente quel fatto famoso in cui è implicato Prodi ... ma si la famosa seduta spiritica rivelatrice !!
Allora pensavo che se facesse un altra seduta spiritica con i suoi amici potrebbe risolvere in breve tempo i problemi delle finanze Italiane.
E poi ride degli altri ... ma che C..zo avrà mai daridere uno che insieme ai suoi sei fratelli/sorelle controlla l'università di Bologna !!
Sette fratelli e tutti docenti universitari ... qualcosa non torna !!!
......Sbaglio ??

Giancarlo Bolzoni 05.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X FRANCO ORLI...

ANCHE IO SONO UN PRECARIO FASCISTA DA UNA VITA, DA CIRCA 12 ANNI; VIVO IN TOSCANA DOVE LAVORANO SOLTANTO GLI APPARTENENTI ALLA RETE SINDACALE PARAGONABILE ALLA MAFIA(E POI DICONO DI NON ESSERE RAZZISTI), LE COSE PIU' OSCENE ED INDIGNOSE AI CONCORSI PUBBLICI TUTTI ADEGUATAMENTE TAROCCATI PER GARANTIRE SEMPRE I SOLITI.
ADDIRITTURA A VIAREGGIO E' SCOPPIATO IL CASO "PARENTOPOLI": IN UNA DITTA DEL COMUNE SONO ENTRATI AL LAVORO SENZA CONCORSI TUTTI PERSONAGGI AFFILIATI AL GRUPPO DEI DIPENDENTI PUBBLICI E LEGATI OVVIAMENTE AI SINDACATI E AI COMUNISTI.BELLA SCOPERTA DICO IO: E' SEMPRE STATO COSI'!
QUESTA E' LA LORO DEMOCRAZIA!

A MALI ESTREMI ESTREMA DESTRA PERCHE' L'ESTREMA SINISTRA NON ESISTE IN QUANTO SI LIMITA AD ESSERE QUALCHE BIRRA,QUALCHE MAZZA E QUALCHE VETRINA SFASCIATA SENZA UN PROGRAMMA SENZA ALCUNA DISCUSSIONE, MA STRANAMENTE A QUESTI CRIMINALI DANNO SEMPRE RAGIONE VEDI IL CASO GIULIANI!

LA SINISTRA ESTREMA DICE D'ESSERE NO GLOBAL, QUANDO LA GLOBALIZZAZIONE VIVE GRAZIE A LORO IN QUANTO SI ALIMENTA CON L'IMMIGRAZIONE SOPRATTUTTO CLANDESTINA QUELLA CHE LA SINISTRA HA SEMPRE DIFESO.
A DIMOSTRAZIONE CHE SONO FOLLI, SI FANNO CARICO DELLA CAUSA NAZIONALISTA DELLA PALESTINA, LORO CHE SONO ATEI E CONTRO LE NAZIONI VORREBBERO ALLEARSI CON I DIO-DIPENDENTI!
SONO UN CONTROSENSO PIU' UNICO CHE RARO.

Mario Rossi 05.12.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE...

SONO UN PRECARIO...FASCISTA!!

strano eh..

sono giovane,maggiorenne, ma ti dico..

non ne possiamo piu'..

e' normale che si comincino a vendere managanelli del duce.

Come dici tu...siamo alla frutta se non al dolce!!!

BASTA IPOCRISIA - BASTA BUONISMO O FALSI MORALISMI

vogliamo ordine disciplina.

Casa e un lavoro piu' o meno sicuro.

Batsa comunismo o cattocomunismo.

Rastae vagabondi per le strade con piercing mezzi tossici spacciatori.

etc etc...

_______________________

LA GENTE NON NE PUO' PIU'..

IO SONO UN TUO FAN MA SCREMO LE TUE PRESE DI POSIZIONE QUANDO TIDICHIARI PRATICAMENATE FILO NO GLOBAL O SINISTRORSO!!

ho seguito e rivisto decine di volte i tuoi show e uno anche dal vivo.

da camerata..lasciatelo dire..all'80% hai ragione nei tuoi argomenti.

Su tutto....

ma come dicevi anche tu..

a mali estremi estrema destra!!!!

sai...sono leggermente di destra, e come dicevi tu....lo sai!

FRANCO

franco orli 05.12.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è una vita che ti seguo e, annotando la tua scomparsa dai video in tempo "vecchio governo", sono giunta alle mie conclusioni. Ma non tanto sul fatto che fossero "loro" ad impedirti l'accesso video, (sei troppo bravo. Non è nello stile...), quanto su di una TUA personale decisione ad astenerti per non arricchire chi non ami con la tua immagine.
Lo so. Senza un partito non si vive. Non bene, insomma.Lo sapeva anche Guttuso. Ma tu sei troppo intelligente e preparato per venderti. Ho tanti amici in politica, ma distinguo un buon politico da un buon amico. L'unica cosa che non posso accettare davvero tu abbia, sono "i paraocchi".Ai cavalli li mette un padrone. Hai un padrone, tu? Sono scrittrice e giornalista e probabilmente non sono famosa e ricca "anche" perchè non ho un padrone. Guardo alle cose del mondo con una sorta di "anestetico" psicologico dato dalla convinzione che un manganello possa servire a difendersi o a ferire illegittimamente, che un coltello tagli le torte dei compleanni o gli addomi dei malcapitati e che le ideologie possano uccidere, se male utilizzate, moltitudini di persone fisicamente ma, peggio, spiritualmente, privandole della libertà. Ma, anche, che la politica italiana, a vari livelli, ha in comune la sete di potere e... che il potere logora chi non ce l'ha. Io non ce l'ho. Tu si. Ti prego: usalo bene, anche per me, non come un manganello omicida o falsamente difensivo. Sei "troppo" per servire un "dio minore", qualsiasi sia. Troppo in alto per temere ancora di essere messo a tacere. Se non possiamo fidarci dei nostri menestrelli, se anche quelli, si vendono alla politica, che mai sarà di noi?

Bianca Fasano 05.12.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno potrebbe dire che è per mancanza di valori..ma penso che di queste cose se ne venderanno sempre più finchè non smettiamo di vivere nel passato e non con il nostro passato.Dobbiamo essere orgogliosi si delle nostre radici,basta scegliere quelle giuste.

daniele lironi 04.12.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di esportare tutti i luoghi comuni e farne un bussines e`geniale....
Cosa Nostra - Affiliato!!!

G Anselmi 04.12.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

"UNA FIABETTA,PER L'ITALIANOTTO BONACCIONE,ILLUSO,E QUASI SEMPRE DI SINISTRA.

C'ERA UNA VOLTA UN BAMBINO BELLISSIMO,SI CHIAMAVA 'POPOLO ITALIANO',QUESTO BAMBINO AVEVA I VESTITI PIU' BELLI DEL MONDO,GUIDAVA UN'AUTO PIU' VELOCE E BELLA DEL MONDO,MANGIAVA MEGLIO DI TUTTO IL MONDO,E VIVEVA NEL PAESE PIU' BELLO DEL MONDO.
FIN QUA' TUTTO SEMBRA BELLISSIMO,MA I PROBLEMI DI QUESTO STUPENDO BAMBINO ERANO 2,ED ERANO GRAVISSIMI.
IL PRIMO ERANO I GENITORI,LA MADRE SI CHIAMAVA SINISTRA,ED ERA VECCHIA,CASINISTA,ILLUSA,CONSERVATRICE PER INTERESE,E PER GESTIRE LA FAMIGLIA CHIEDEVA SEMPRE SOLDI.IL PADRE INVECE SI CHIAMAVA DESTRA,ED ERA SEMPRE STATO RICCO,SI CIRCONDAVA SEMPRE DI RICCHI,E ALLA FINE NE FACEVA SOLO I LORO INTERESSE.
IL SECONDO PROBLEMA ERANO I VICINI DI CASA,LA FAMIGLIA 'FRANCIA' CHE LO ODIAVA ,VOLEVA SEMPRE VINCERE,ED ERA IN COMPETIZIONE,POI LA FAMIGLIA'SLAVA' CHE AVEVA RUBATO UN PEZZO DI PERGOLO ALLA FAMIGLIA ITALIA,E ANDAVA IN GIRO A DIRE CHE ERA SEMPRE STATO SUO,E COSI' TUTTI I VICINI CHE CONTINUAVANO AD AFFENDERLO ECC.
A UN CERTO PUNTO IL 'POPOLO ITLIANO' STUFO,ANDO' A CITOFONARE ALLA MAMMA E PAPA',PER LAMENTARSI,LA MAMMA NON RISPOSE,ANZI SI PREOCCUPAVA PER I VICINI SE STAVANO BENE E GLI ANCHE FACEVA REGALI!!,IL PADRE ERA TROPPO PRESO DAGLI AFFARI,E A FAR SOLDI....
A QUESTO PUNTO,IL 'POPOLO ITALIANO' SI STUFO' E DECISE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLO,INIZIO A COMPRARSI BASTONI,INIZIO' AD INTERESSARSI A PARTITI NUOVI(TIPO FORZA NUOVA) CHE PER LUI AVEVANO LE PALLE,INIZIO A COMPRARSI IL CALENDARIO DEL DUCE,IL DUCE ERA IL NONNO MORTO,DI CUI I GENITORI AVEVANO SEMPRE PARLATO MALE,MA PER IL 'POPOLO ITALIANO'IL NONNO INIZIAVA AD INTERESSARE,FORSE,PENSAVA,SE C'ERA LUI NON DOVEVA SEMPRE SUBIRE DAI VICINI INVIDIOSI,QUANDO ANDAVA IN GIARDINO A GIOCARE,FORSE SOLO IL NONNO AVREBBE AVUTO IL CORAGGIO DI DARE UN CALCIO IN C...ALLA MAMMA E AL PAPA'.

pietro lascala 02.12.06 11:18"

Alla fine abbiamo scoperto che non sei leghista, sei fascista! Benedetto iddio! Un fo...to nostalgico!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 04.12.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RESET BEPPE GRILLO!!!!!!!!!

Beppe Grillo vergognati, hai zero pudore, oltre ad un bassissimo livello di umanità per chi la pensa diversamnete da te.
Prima eri simpaico, qualche anno fa.
Ora sei viscido come i tuoi commenti su questo blog, sei il burattino dell'estrema sinistra, mascherandoti dietro rivendicazione populiste e demagogiche, tutte rinconducibili a screditare il centro-destra e ad incoraggiare il centro-sinistra ad essere sempre più radicale ti senti protetto dalle accuse di simpatie partitiche e ideologiche solo perchè sei un comico (o almeno ti consideri ancora tale).
La gente ormai non viene ai tuoi spettacoli per ridere, ma per prendere appunti sulle malefatte della destra (perchè quelle pesanti della sinistra le hai sempre taciute).
Non mi fai più ridere ormai da tempo. Stai facendo spudoratamente il tifo per partiti di sinistra estrema, impossibile non vederlo. Di certo non voglio dirti di scrivere cose che pensi, ma penso che sarebbe corretto che tu metessi un annuncio come introduzione al blog: "Argomenti di facile presa sulla massa per aumentare i voti a sinistra". Almeno saresti sincero.....

Jacopo Bernini 04.12.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

"Prima parli tanto di costituzione indignandoti per la questione dei manganelli e dando lezioncine di come e perchè l'apologia di fascismo sia reato in quanto in un paese civile dove abbiamo avuto il fascismo..bla..bla..bla

....e poi non esiti a scagliarti con minacce e insulti al primo che provoca?
Si vede che a te della costituzione non te ne fotte "una mazza".

Bello mio, secondo me quelli come te nel ventennio erano sicuramente nei picchiatori, sai quanti dal 42 al 45 hanno cambiato bandiera? (e ci hanno pure governato)
Paolo Cicerone Commentatore certificato 30.11.06 21:54 |

Complimenti a Clemente che parla di "truci" e non esita ad insultare chi esprime libera opinione. Dal linguaggio che usi traspare ignoranza e, molto peggio, arroganza e stupidità che sono più o meno le cose che stanno rovinando il nostro paese. Bravo, sei nel mucchio....
denis baruffaldi 30.11.06 21:44 "

Ribadisco, non esiste la libertà di opinione al di fuori della legge! Il Truant è un fascista. E secondo le nostre leggi, scritte col sangue di migliaia e migliaia di perseguitati dal fascismo, lui ed i fascisti come lui non hanno il diritto di manifestarsi fascisti. Poi a casa loro facciano come gli pare. Non equiparate chi provoca e chi risponde alla provocazione. E' un grave errore. E per quel che riguarda la violenza, la Resistenza stessa è stata un sublime atto di violenza nei confronti degli oppressori, che con le buone non se ne sarebbero certo andati! Cos'è questo "volemose bene"? Provate con la fantasia a tornare agli anni 30 ed a dire ad un buffone in camicia nera "non sono d'accordo". Immaginatevi la reazione. Ricordatevi di Matteotti, Gobetti, i fratelli Rosselli, Gramsci, Nenni, Pertini e le migliaia di altri perseguitati per antifascismo! Facile parlare adesso, protetti dalla democrazia che le bombe ed i mitra della Resistenza vi hanno procurato!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 04.12.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che vergogna i manganelli! mi dispiace a chi scrive che sulle magliette e gadget ognuno puo' scrivere cio' che vuole: chi inneggia o riproduce il simbolo fascista, è passibile di denuncia.
sta scritto sulla costituzione.

beppe è una cavolata nel mare di problemi italiani, ma la ditta produttrice dovrebbe essere immediatamente diffidata dal riprodurre tali immagini..
pensa ai ragazzini di 20 anni che vivono nella completa ignoranza storica...un danno enorme questi gadgets..
oddio gadgets, sono MANGANELLI, alias ARMA CONTUNDENTE

paola antifas 04.12.06 13:44| 
 |
Rispondi al commento

In particolare sulle magliette, pur riconoscendo che ognuno è libero di esprimere i propri pensieri e "vestirseli",mi domando: è effettivamente un business? E se non è un business allore perchè lo si fa?
Possibile che qualcuno abbia il cervello così piccolo che non riesce a inventare un'attività più redditizia (perchè dubito che si riesca a quadagnare vendendo magliette cosanostra) più ripettosa del prossimo e meno lesiva dei sentimenti altrui?

Aureliano Caleazzo 04.12.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA VERGOGNA ( peraltro illegale come da me constatato personalmente in un area di servizio a fiorenzuola, da carabinieri chiamati sul loco)continua indisturbata da anni;forse sarebbe ora di togliere la gestione delle are di servizio a coloro che vendono queste vere propri armi, che oltre ad offendere le persone materialmente, offendono anche gli animi per le oscene scritte che vi hanno stampato; ele forze dell'ordine cosa fanno, vogliono spiegarci che anche qui hanno le mani legate????MAH, sara' ma non ci credo!!!
non vorrei passare per razzista ma un'altra vergogna sono i molti meridionali che si vantano della mafia , ammiccando con dei "" giu' comandano loro, gli extracomunitari si comportano bene al sud altrimenti,nessuno muore di fame al sud ci pensano Lor....etcc."".Lo stesso dicasi per i nostalgici del nazifascismo che inneggiano al duce," se ci fosse lui" ettc.Forse costoro dimenticano che sia la mafia che il fascimo sono proibiti dalla legge equindi sono nella completa ed induisturbata legalita'!!!Io che mi reputo un socialista vecchio stampo, mai penserei di inneggiare al Comunismo Becere e dittatorile , di Mao, stalin e via discorrendo, veri orrendi TIRANNI; anzi la sinistra ( putrpoppo non tutta) da anni ha preso le distanze da questa dieca ideologia, ecio' senza che essa sia stata bandita x legge, ma bensi bandita dalla nostra intelligenza.
In una nazione è ovvio che ci siano Destra sinistra , centro, persino qualce monarchico, anarchico, papista ma sempre con rispetto delle altrui opinioni.
AUGURI

roby baralis 04.12.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe sveglia questo "servizio" lo hanno già fatto striscia la notizia e le iene anni fa, modernizzati Ciao

Max Devi 04.12.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non lamentiamoci dei manganelli in vendita quando abbiamo:
Pomeriggi di televisione dove con televendite fantasmagoriche con poche centinaia di euro si compra di tutto e di piu'anche la salute...
Giovani disoccupati ma comunque con l'ultimo tipo di cellulare che fa foto film registra e chissa ancora che cosa.....
Maghi e maghe plasticati e liftati che curano guariscono risolvono i problemi che gli altri non possono risolvere per appuntamento pagando poche centinaia di euro..........
Leader che da una fazione o dall'altra ci dicono che hanno bisogno di un piccolo sacrificio da parte nostra ma che comunque stiamo crescendo....
Quelli che ti spiegano le tue idee senza fartele capire.......
Trasmissioni televisive di approfondimento e conoscenza quasi ormai assenti o trasmesse in orari deputati solo a chi non lavora o soffre d'insonnia(.....ulisse e superquark bellisssimi ma solo didattici.....)
L'indice piu' basso d'europa di vendita e consumo di libri.......
....Cultura zero......visto anche chi tolleriamo a comandarci......Gente che voleva usare la nostra bandiera per fare la toilette.....chi si stampava sulla maglia slogan inneggianti a disprezzare altre culture.......
Cio' non e' segno di civilta' ma di ignoranza "Condizione di chi non conosce"
Ma se ci accontentiamo solo di cio' che abbiamo in mangiatoia non lamentiamoci poi dei risultati.
.........Cosa volete che sia alcuni manganelli.... il problema e' molto piu' grave e profondo.

mauro fedele 04.12.06 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Elenco degli acquisiti (o privilegiati) appartenenti all'esercito corporativo dei parassiti statalisti:
- notai e farmacisti
- professori universitari
- burocrati dei sindacati
- manager delle imprese a capitale pubblico
- senatori e deputati
- cooperative rosse e bianche
- dirigenti ministeriali (vedi INPS)
- dirigisti parastatali (con finanz. editoria, 5xmille, incentivi pubblici, finanz. sindacati)
--
QUESTI,IL 5% DELLA POPOLAZIONE ASSORBONO IL 40% DELLA RICCHEZZA NAZIONALE AFFAMANDOCI CON LA COLLABORAZIONE DI UN 10% DI MANUTENGOLI MORTI DI FAME CHE SI ACCONTENTANO DELLE BRICIOLE.
-
Hai l'opportunità per toglierti d'avanti alcuni parassiti.Come?
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE IL DIRIGISMO STATALISTA
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
ALZA LA TESTA,RIPRISTINA LO STATO DI DIRITTO
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE I GARANTITI DEI DIRITTI ACQUISITI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI

Antonio De Franco 03.12.06 20:02
---
LETTORI,COMMENTATORI,BLOGGHISTI,CITTADINI, APPROFITTIAMO DI QUESTA OCCASIONE PER FARCI VALERE, DISDETTIAMO IL CANONE RAI ADESSO.


Tutta l'Italia deve sapere quello che succede in sicilia (2°puntata)

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 03.12.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

POLIGAMIA
@mimmo colombo 03.12.06 18:03 che disse queste vergognose stupidità, nonché falsità...
“La poligamamia non é fonte di vessazione per la donna, ma al contrario é a favore della donna: ed é questa un'affermazione storicamente indiscutibile perché il marito ha il dovere di mantenere tutte le mogli e di tenerle su un piano di uguaglianza
__________________

Domande semplici semplici all'illuminato qui sopra.
Nel 2006 (non 1000 anni fa) esiste reciprocità fra uomo e donna nella poligamia???
Nel 2006 (non 1000 anni fa) esiste la possibilità per la donna di opporsi alla poligamia del marito???

Risposte semplici semplici
NO!
e NO!

Mancando i requisiti della RECIPROCITÀ e della LIBERTÀ di scelta sulla Poligamia, non si può che affermare che la poligamia islamica è FONTE DI VESSAZIONE... così come molte altre regole religiose che scandiscono la vita del mondo islamico.

Pertanto chi vuole applicare (uomini islamici e amici occidentali), o accettare (donne islamiche e amici occidentali), queste forme di schiavitù se ne stia a casa sua o se ne vada... e soprattutto non imponga a noi occidentali di convivere con queste forme di violenza... e soprattutto ancora, lasci coloro che vengono da noi con spirito liberale la libertà (leggi donne islamiche) di godere delle tutele di cui godono le donne nel nostro mondo contro certe forme arcaiche di maschilismo

cosa che non accadrebbe se, come vuole l'UNIONE DELLE COMUNITÀ ISLAMICHE ITALIANE (l'organizzazione islamica a scarsa percentuale, ma più agguerrita, che rappresentanza, l'islam più fondamentalista) in Italia fosse REGOLARIZZATA LA POLIGAMIA.

Roberto Stagni Commentatore certificato 03.12.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il comunismo al potere, mio caro Gennaro Esposito, non c'è mai stato. Quello che è accaduto in Unione Sovietica è una terrificante caricatura degli ideali marxisti, non la realizzazione del Comunismo. Rifletta bene: è una degenerazione, un fraintendimento del comunismo (il Terrore stalinista, le purghe, i Gulag, il KGB) la causa concreta di tutti quei milioni di morti, mentre nel caso del nazifascismo è vero il contrario, cioè lo sterminio non fu che la meticolosa applicazione di principi abominevoli e disumani,coerenti con quelle ideologie.
Il problema del comunismo è l'irrigidimento ideologico inevitabile per un pensiero che proclama la fine della storia, nonchè l'esistenza di un'infinità di problemi pratici che rendono la realizzazione di una società senza classi e senza padroni niente più che una luminosa utopia. La si smetta, tuttavia, di mettere sullo stesso piano, attraverso una retorica volgare e miope, ideologie che non hanno proprio nulla in comune.

alberto ricciardi 03.12.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVVISO DI LIBERAZIONE AI SENZA POTERE, AI NON GARANTITI, AI NON PRIVILEGIATI:

Elenco degli acquisiti (o privilegiati) appartenenti all'esercito corporativo dei parassiti statalisti:
- notai e farmacisti
- professori universitari
- burocrati dei sindacati
- manager delle imprese a capitale pubblico
- senatori e deputati
- cooperative rosse e bianche
- dirigenti ministeriali (vedi INPS)
- dirigisti parastatali (con finanz. editoria, 5xmille, incentivi pubblici, finanz. sindacati)
--
QUESTI,IL 5% DELLA POPOLAZIONE ASSORBONO IL 40% DELLA RICCHEZZA NAZIONALE AFFAMANDOCI CON LA COLLABORAZIONE DI UN 10% DI MANUTENGOLI MORTI DI FAME CHE SI ACCONTENTANO DELLE BRICIOLE.
-
Hai l'opportunità per toglierti d'avanti alcuni parassiti.Come?
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE IL DIRIGISMO STATALISTA
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
ALZA LA TESTA,RIPRISTINA LO STATO DI DIRITTO
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE I GARANTITI DEI DIRITTI ACQUISITI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p

Antonio De Franco 03.12.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

E' una cosa vergognosa che si lucri su questi articoli perversi che incitano a mio avviso alla violenza...Un buon segnale è arrivato ieri...alla manifestazione di Roma, dove non ho visto vetrine sfasciate, negozi chiusi, cariche alla polizia, manganelli che svettano, insulti a morti per una causa,nessun segno di violenza...
Cosa che ahimè ultimamente non capita molto spesso, soprattutto nelle manifestazioni tanto acclamate dalla sinistra.
Questo è un ottimo segno di civiltà...tutte le manifestazioni dovrebbero essere così..senza usare il dissenso, per scaricare violenze gratuite su agenti o sul primo che passa.
Questo,secondo me, a prescidere dal pensiero che ognuno di noi ha sula finanziaria, dovrebbero mettersi in testa i Diliberto e i Bertinotti!

Albeus

maurizio albicocchi 03.12.06 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno 28/11/2006 è apparso sul quotidiano Il Giornale un articolo riguardante una manifestazione di protesta svoltasi a Genova.
Durante questa manifestazione il parroco del quartiere ha benedetto gli esponenti di Forza Nuova con parole di elogio.
Per chi desiderasse la versione in pdf può contattarmi via email

Eugenio Tanasi 03.12.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVVISO DI LIBERAZIONE AI SENZA POTERE, AI NON GARANTITI, AI NON PRIVILEGIATI:

Elenco degli acquisiti (o privilegiati) appartenenti all'esercito corporativo dei parassiti statalisti:
- notai e farmacisti
- professori universitari
- burocrati dei sindacati
- manager delle imprese a capitale pubblico
- senatori e deputati
- cooperative rosse e bianche
- dirigenti ministeriali (vedi INPS)
- dirigisti parastatali (con finanz. editoria, 5xmille, incentivi pubblici, finanz. sindacati)
--
QUESTI,IL 5% DELLA POPOLAZIONE ASSORBONO IL 40% DELLA RICCHEZZA NAZIONALE AFFAMANDOCI CON LA COLLABORAZIONE DI UN 10% DI MANUTENGOLI MORTI DI FAME CHE SI ACCONTENTANO DELLE BRICIOLE.
-
Hai l'opportunità per toglierti d'avanti alcuni parassiti.Come?
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE IL DIRIGISMO STATALISTA
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
ALZA LA TESTA,RIPRISTINA LO STATO DI DIRITTO
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE I GARANTITI DEI DIRITTI ACQUISITI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p

Antonio De Franco 03.12.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e amici del blog,e' la prima volta che vi scrivo in quanto nn ho avuto modo di seguirvi da tempo a causa del mio trasferimento VOLONTARIO all'estero,piu per na ragione di vita che di lavoro o altro.Oggi ho guardato un dvd di "incantesimi"spedito dal mio caro amico Daniele che sta a Londra,cosi ho guardato l'episodio relativo a Bologna....
Sono stato in silenzio ad ascoltarti e poi ho fatto un giro qui sul tuo blog.
Questo dei manganelli e delle magliette "discutibili" non e' altro che lo specchio dell'Italia di oggi sempre piu alla deriva e senza controllo,siamo arrivati al punto di provocare violenza silenziosamente vendendo questi slogan di morte ai turisti negli autogrill d'italia.Loro nn sanno bene cosa siano la mafia etc,l'hanno vista solo nei film,e nemmeno i manganelli tanto simili alle mazze da baseball che sono in tutte le case americane.Tutto questo mi sembra un modo per dire che siamo alla frutta e a nessuno frega un c... di sapere cosa ci facevano i fascisti con i manganelli prima della guerra e poi (vedi immagini g8 genova)nessuno si ricorda di quali orribili crimini si siano macchiate le organizzazioni criminali..no dobbiamo fargli pubblicita'cosi per abbassare ancora di piu il livello di considerazione verso il nostro paese da parte degli stranieri che visitano quello che una volta era il paese del sole...
Oramai sono anni che nn vivo li perche' ero stufo di lavorare e pagare un sacco di tasse a quei ladri che governavano prima e lo fanno ancora oggi,stufo dell'ipocrisia dilagante del nostro paese e della ingenuita' degli abitanti.
Mi manca l'Italia quella vera pero' quella dove tu caro Beppe sei vissuto dove la gente si salutava ancora per strada e nn c'era tutta questa informazione sbagliata confusa e soprattutto malata.
Con rammarico e una sottile speranza di riuscire a cambiare qualcosa ti saluto
Luca
Nuova Zelanda

Luca Vasori 03.12.06 05:05| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo eravamo conosciuti come un popolo di santi,inventori e artisti.Ora ci appioppano anche aggettivi come fascisti o mafiosi.Vista la manifestazione di oggi pomeriggio a Roma aggiungerei anche evasori,opportunisti,ipocriti e "basta che non pesti il mio orticello per il resto puoi anche crepare".Dopo oggi sono molto deluso.Pensavo che il popolino non fosse così a secco di neuroni.Tutti questi contro i comunisti(ma ce ne sono ancora?),le tasse (ai giornalisti molti di loro non sapevano dire quali fossero),la mortadella.....????Booooh.Io sono molto preoccupato.Se questa è la dimensione del popolo italiano poveri i nostri figli.

Massimo Mazza 02.12.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIOLENZA DI STATO!
Vilolenza-di-stato! Violenza di stato è una storia vera dell'ingiustizia e d'abuso di potere, che i suoi fatti sono accaduti realmente a Roma del 1990 fin qui, dove proseguiva ancora senza nessun motivo tranne quello causato della follia fascista e razzista di ("alcuni operatori della legge e una parte degli operatori dello stato anti l'interesse comune ! Inoltre è stato fatto tutto per controllare questo delitto tra gli amici come facevano gli operatori della legge e lo stato, che mi perseguitavano perchè ero una persona scomoda fin dove sono diventato un corpo di reato da far sparire, ed esempio il caso del comandante dei servizi segreti romani Lussese Vincenzo, cha ha ordinato ai sui fedeli di distruggermi nel 1990/1, grazie ai suoi fedeli in azione da molti anni per liberarsi di me in un modo illegale! Ma in questa parte di questo delitto le cose si sono peggiore, perchè si è scoppiato lo scandalo nelle loro mani causando un caos nel mondo dei servizi segreti e il servizio dell'ordine romano! Inoltre questa storia di corruzione e ingiustizia privata non è più un segreto tra gli amici come si faceva del 1990, per questo credo che sia giusto condividerla con gli italiani per bene, giacchè non mi dispiace se gli stranieri sappiano i sui particolari per rendesi conto della giustizia della giungla che li ha riservato lo stato e il sistema in cui vivevano! In fine vorrei ricordare che il comandante C.l maggiore dei SERVIZI SERGRETI romani, il "mitico" LUSSESE VINCENZO, sostenuto dai sui fedeli sono impegnati per chiuede questo blog dopo il mio e-mail, che non piace agli umani di regime in questa città in cui mi perseguitavano e violentavano la mia persona da 16 anni! Chiudere il mio blog non mi dava fastidio, perchè faceva parte della guerra e violenza di stato contro di me, ma una iniziativa del genere significa molto per me, poichè rimette in discussione il sistema del comandante e...

www.lemin.splinder

marco castellani 02.12.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Voi Italiani vi dovete rassegnare che siete un popolo senza spina dorsale,senza onore e sostanzialmente di natura disonesta.Senza contare poi che la presunzione che di fatto traspare dai tanti sciocchi interventi che leggo su questo sito.Con voi non si potra' costruire mai nulla perche'siete sostanzialmente inaffidabili.Avete cosi' tanto le idee confuse da non riuscire a stabilire quali siano le priorita'di cui necessita il nostro paese.Se aveste la palle e un minimo di materia grigia,capireste che al momento attuale in cui il nostro paese sta affogando nel malcostume.nell'illegalita e nalla criminalita',la questione morale dovrebbe aggregare tutte le persone oneste che aldila'delle pur legittime idee politiche dovrebbero almeno essere concordi a richiedere a gran voce che perlomeno al parlamento non sedessero persone tipo Previti, Visco e Co.
Non a caso ho scelto due nomi di schiaramenti politici differenti,proprio a dimostrazione che chiunque commetta dei reati,a prescindere della
appartenenza poltica debba essere preso per le orecchie,buttato fuori dal parlamento,ed espiare la pena come qualsiasi altro mortale.
Ma voi siete troppo stronzi per capirlo e continuerete da bravi mentecatti quali siete a rinfacciarvi le appartenenze politiche mentre la solita banda Bassotti continuera'a rimpinzarsi le tasche con i soldi dei contribuenti alla faccia del manganello con la faccia del Che o del Duce.
Un ultima parola prima di congedarmi:STRONZI!!

Davide Pierce 02.12.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo vergognoso che all'alba del 2007 ci siano certi IGNORANTI che inneggiano al fascismo. Dovreste tornare a scuola, sempre se ci siete mai stati.
Fabio (uno studente)

fabio tirotta 02.12.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,a me serve una maglia con la faccia di previti.devo spaventare mia zia.sto facendo di tutto,ma non riesco a trovarla.ho provato a farmele fare,costano troppo e dopo non le venderei,regalarle non so,tranne mia zia non ce nessuno a cui farei una cosa del genere.comunque se ne trovate vi prego fatemelo sapere.vi voglio bene,beppe grazie del lavoro ke fai sei grande grazie.quando vieni a bari?

lorenzo tatone 02.12.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Il Fascismo non c'entra: con il Fascismo l'Italia non era la buffona d'Europa come adesso!
Gli oggetti venduti sono mazze da baseball le quali senza scritta non fanno tutto questo scalpore.

Vera Pavolini 02.12.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei segnalarvi un sito interessante..credo che questi ragazzi abbiano molto in comune con coloro che condividono i principi di questo blog..forse possono fare da ponte di rinnovamento nella politica

www.partitogiovani.com

eris nemo 02.12.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

continua...


ALDILA' DI OGNI PREGIUDIZIO

i manganelli sono un simbolo di violenza e per questo sono da condannare, ma vogliamo seriamente cercare di imparare dal passato.

questo è lo statuto del PNF, aggiornandolo un pò si otterrebbe un buon programma per costituire un partito da candidare alle prossime elezioni.

Di competenza del Parlamento, i problemi che riguardano l'individuo come cittadino dello Stato, e, lo Stato come organo di realizzazione e di tutela dei supremi interessi nazionali; di competenza dei Consigli Tecnici Nazionali i problemi che si riferiscono alle varie forme di attività degli individui nella loro qualità di produttori. Lo Stato è sovrano e tale sovranità non può né deve essere intaccata o sminuita dalla Chiesa alla quale si deve garantire la più ampia libertà dell'esercizio del suo ministero spirituale. Il Partito Nazionale Fascista subordina il proprio atteggiamento, di fronte alle forme delle singole Istituzioni politiche, agli interessi morali e materiali della Nazione intesa nella sua realtà e nel suo divenire storico.

Le corporazioni

Il Fascismo non può contestare il fatto storico dello sviluppo delle corporazioni, ma vuol coordinare tale sviluppo ai fini nazionali. Le corporazioni vanno promosse secondo due obiettivi fondamentali: e cioé come espressione della solidarietà nazionale e come mezzo di sviluppo della produzione. Le corporazioni non debbono tendere ad annegare l'individuo nella collettività livellando arbitrariamente le capacità e le forze dei singoli, ma anzi a valorizzarle ed a svilupparle. Il Partito Nazionale Fascista si propone di agitare i seguenti postulati a favore delle classi lavoratrici ed impiegatizie:

La promulgazione di una legge dello Stato che sancisca per tutti i salariati la giornata (legale) media di otto ore, con le eventuali deroghe consigliate dalle necessità agricole o industriali.

.......

Antonio Furfari 02.12.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALDILA' DI OGNI PREGIUDIZIO

i manganelli sono un simbolo di violenza e per questo sono da condannare, ma vogliamo seriamente cercare di imparare dal passato.

questo è lo statuto del PNF, aggiornandolo un pò si otterrebbe un buon programma per costituire un partito da candidare alle prossime elezioni.

PROGRAMMA E STATUTO DEL PNF

Introduzione
Il Fascismo è costituito in partito politico per rinsaldare la sua disciplina e per individuare il suo "credo". La Nazione non è la semplice somma degli individui viventi né lo strumento dei partiti per loro fini, ma un organismo comprendente la serie indefinita delle generazioni di cui i singoli sono elementi transeunti; è la sintesi suprema di tutti i valori materiali e immateriali della stirpe. Lo Stato è l'incarnazione giuridica della Nazione. Gli Istituti politici sono forme efficaci in quanto i valori nazionali vi trovino espressione e tutela. I valori autonomi dell'individuo e quelli comuni a più individui espressi in persone collettive organizzate (famiglie, comuni, corporazioni, ecc.), vanno promossi, sviluppati e difesi, sempre nell'ambito della Nazione a cui sono subordinati.Il Partito Nazionale Fascista afferma che nell'attuale momento storico la forma di organizzazione sociale dominante nel mondo è la Società Nazionale e che la legge essenziale della vita nel mondo non è la unificazione delle varie Società in una sola immensa Società: "l'Umanità", come crede la dottrina internazionalistica, ma la feconda e, augurabile, pacifica concorrenza tra le varie Società Nazionali.

Lo Stato
Lo Stato va ridotto alle sue funzioni essenziali di ordine politico e giuridico. Lo Stato deve investire di capacità e di responsabilità le Associazioni conferendo anche alle corporazioni professionali ed economiche diritto di elettorato al corpo dei Consigli Tecnici Nazionali. Per conseguenza, debbono essere limitati i poteri e le funzioni attualmente attribuiti al Parlamento.
.....

Antonio Furfari 02.12.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

L'ISLAM CI VUOLE IMPORRE LA POLIGAMIA

Caro Grillo
L'UCOII, l'UNIONE DELLE COMINITA' ISLAMICHE ITALIANE
(che rappresenta una minima parte degli islamici presenti in Italia... in particolare i più fondamentalisti)sta lottando per regolarizzare in Italia il MATRIMONIO POLIGAMICO.

Matrimonio, ricordo, che, in barba alle nostre leggi e alla nostra cultura, è già pienamente praticato in molte moschee italiane.

Poichè come molte altre leggi islamiche, la poligamia è fonte di vessazione (per le donne... che se l'uomo lo decide non possono sottrarvisi) dovrebbe essere categoricamente vietato, nella teoria delle leggi e nei fatti quotidiani.

Caro Grillo
QUAND'È CHE DICIAMO QUALCOSA DI FORTE SU QUESTO TEMA???
Quand'è che facciamo una battaglia per la civiltà mettendo al loro posto gli islamici fondamentalisti, che piano piano stanno imponendoci il loro modo di vita basato sulla prevaricazione???

COS'E' GRILLO HAI PAURA CHE GLI ISLAMICI (O I LORO AMICI) TI FACCIANO LA PELLE !!!???

HAI RAGIONE, E' COSI'... MA QUESTO DOVREBBE FARTI RAGIONARE SU QUALI SIANO I VERI PERICOLI CHE STIAMO CORRENDO... altro che inceneritori, quelli almeno per ammazzarti ci mettono qualche decina di anni... ai fondamentalisti islamici invece gli bastano un coltello e pochi secondi...
... vuoi degli esempi caro Grillo???

Roberto Stagni Commentatore certificato 02.12.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto la manifestazione ben documentata da canale 5. Grazie mediaset per questo servizio, ora però spero mi dicano come sta il nostro silvio, quali sono i postumi della resurrezione.

RESET

andrea ledda 02.12.06 16:34| 
 |
Rispondi al commento

ho notato lo scarso rilievo dato dai media riguardo la vicenda di Lorenzo Conti (figlio dell'ex sindaco di Firenze ucciso dalle br)che tramite uno sciopero della fame vuole evidenziare la disparità di trattamento tra alcuni ex brigatisti e i famigliari delle vittime delle br. Conosciamo tutti il caso più eclatante e cioè quello di D'Elia che è deputato in parlamento con tutti i benefici che questo comporta in Italia.
certo al Conti sarà stato di sicuro conforto l'interesse di Napolitano che, ricevendolo al Quirinale, gli ha chiesto di cessare lo sciopero "... avendo già conseguito l'obiettivo di promuovere una riflessione..".
alla luce del post di beppe mi sento di consigliare al Conti, mentre Napolitano riflette, di stampare delle magliette inneggianti alle br seguendo l'esempio siciliano: qualche nostro simpatico connazionale le acquisterebbe di sicuro e potrebbe così aiutare i parenti delle vittime dimenticati dallo stato.... povera Italia!

silvia della costanza Commentatore in marcia al V2day 02.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Bello! Appena lo trovo lo compro e poi ci sfracasso la testa del prof che insegna che Stalin era un bravuomo e che le Foibe e i Gulag non sono mai esistiti.

Marco Rossi 02.12.06 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ASSOLUTAMENTE SE NE DEVE PARLARE....!!!!

http://video.google.it/videoplay?docid=8208628600166597158&q=miclavez

Gino Carlo 02.12.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi è il 50° anniversario della rivoluzione cubana. Per chi fosse interessato ad approfondire l'argomento, c'è un interessante articolo sul sito/blog

http://rosadeiventi.iobloggo.com
(oppure cliccate sul nome in basso)

Ricordo, per non conoscesse ancora questo sito, che al suo interno vi sono molti altri articoli su argomenti trattati, tra gli altri, dallo stesso "maestro" Beppe Grillo. Per chi volesse lasciare dei commenti, faccia pure. Buona lettura a tutti.


da Di Pietro

L’opposizione che sfila oggi a Roma con una manifestazione di cartapesta, una pallida imitazione del carnevale di Viareggio, dovrebbe invece rendere conto del suo operato di governo. La manifestazione sarà presto dimenticata. Rimarranno gli enormi buchi nel bilancio dello Stato, le leggi ad hoc, inclusa la Cirielli che consentirà a Previti di sfuggire al giudizio per la riduzione dei termini di prescrizione, la legge elettorale ‘porcata’, le grandi opere virtuali, eccetera, eccetera.
Un disastro economico, politico, sociale.
Questo governo sta facendo i fatti. Come riconosciuto anche dal sindaco di Milano.
Il governo precedente, in cui era presente anche la Lega, nei confronti di Milano ha prodotto solo promesse non mantenute. L'attuale governo ha approvato, con un mio emendamento, uno stanziamento di 160 milioni di euro per la realizzazione della linea 4 tra Lorenteggio e Linate. Letizia Moratti ha detto: “Dopo 20 anni, Milano riparte con le metropolitane e nel 2007 si apriranno i cantieri della 4 e della 5” e ha aggiunto: “Il Governo ha rispettato gli impegni”.
Quello precedente si limita a sfilare.


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 02.12.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento

il video gioco esiste gia..

ed è anche famoso, s intitola "mafia"..ma siamo stati i soliti polli, e noi italiani nn c abbiamo guadagnato un cazzo

romeo bre 02.12.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

l'altroieri ho visto purtroppo anno zero. dico purtroppo perchè ormai nn so più se incazzarmi, piangere o vomitare. la reazione dei nostri politici (mi sento un pirla a chiamarli dipendenti) rispetto alla legalità in parlamento è stata avvilente... vediamo (per quello che ricordo):

FINI: mah queste sono le solite tesi faziose diuna certa sinistra giustizialista che pensa di fare politica in un certo modo.

fini secondo molti sarebbe il miglior politico italiano o almeno il migliore a destra. come direbbe Travaglio, dovevano ammazzarlo da piccolo cosi nn aveva nemmeno la conversione. immaginiamo il resto della dx come è.

PIVETTI: chi è senza peccato scagli la prima pietra e cmq è la costituzione che nn permette di agire.

gente del genere anche se è incensurata nn potrebbe entrare in parlamento. donne al potere? bah. se gesu nn fosse risorto si rivolterebbe nella tomba per la bestemmia.

INDUSTRIALOTTO SUDICIO DI FI: dell'utri è un grande e cmq è normale ke sia pregiudicato, anche qui fra noi in questo momento ce ne sono.


no comment. la dimostarzione che l'individualismo ha totalmente fallito.verrebbe da dire a morte la borghesia ma lasciam perdere


DELL'ULTRI: eh ma dopotutto è 'concorso esterno' nn 'associazione', nn è tanto grave.

vabbè è come spiegare le cose al nano: tempo perso.

CASINI AD ANNO ZERO DOPO AVER VISTO SERVIZIO: stimo molto dell'utri.


ma Dio ****. in un paese normale uno che vuole rifondare la DC coi voti di FI e che nel contempo stima dell'utri sarebbe costretto a nascondersi in un pozzo artesiano. eppure in italia sembra che queste frasi possano aiutarlo nel suo intento.

CASINI A TRAVAGLIO: queste sono cattiverie nn dimostrabili che denotano il fatto che lei appartiene a una certa estrema sinistra(?).

a parte il fatto che travaglio s'inalbera cosi tanto proprio perchè è di destra.. ma casini dove la vede l'estrema sx?? me lo dica subito che vado a fare la tessera.

quando vedi certe cose (l'altra volta cuffaro) perdi anche la speranza

daniele mercury 02.12.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fascismo,comunismo,nazismo,capitalismo,liberalismo....tutte queste belle ideologie hanno sempre la stessa base in comune: le lobby di potere(di denaro)...per dirla breve quattro pirla rispetto alla popolazione mondiale...un detto degli indiani pellerossa (pensa a quanto devo indietreggiare per trovare una frase sensata e saggia)diceva: un essere umano ha bisogno di una quaglia.se ne vuole dieci altre nove persone non la possono avere.
Se il novantanove per cento della popolazione mondiale vive con poco (o niente) significa che l'1 per cento ha una cosa esagerata non quantificabile...come cazzo è possibile che 99 persone su cento accettino i dettami dell'1%??????????
siamo tutti un pò coglioni!!!!!questa è la grande verità..o meglio ci hanno reso coglioni!!!
Hitler tanto per citarne uno(goebbels) ha capito subito il valore della propaganda, della pubblicità...le persone le convinci di più con la parola che con la violenza e più si andrà avanti e più sarà peggio...sfruttiamo internet fino a quando ce ne danno la possibilità!

raul alberti 02.12.06 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL TERRORISMO PEGGIORE CHE ANNIENTA LA PERSONA, E' QUELLO PROTETTO, OSCURATO E NASCOSTO
Autore: Giacomo Montana


La definizione di terrorismo, sta a significare l'uso illegale della forza e della violenza esercitate in mille maniere diverse con meccanismi perversi, contro persone o proprietà a fini intimidatori, discriminatori o denigratori. Persino il solo terrorismo fiscale ben camuffato e nascosto riesce a distruggere lentamente la vita di molti cittadini onesti.

Generalmente ci viene dato ad intendere che il terrorismo è quello attuato piazzando una bomba o comunque uccidendo qualcuno con modi simili. La mia esperienza diretta di vita invece, mi ha convinto che il terrorismo peggiore è quello che viene attuato su una vittima e poi le violenze vengono protette e nascoste da qualcuno che ne ha tutto l'interesse strategico politico ed economico: così si distrugge la salute, sempre più la vita e infine impedisce di potere avere una morte naturale. Questa è una potente criminalità nuova con una interminabile catena di amici di cordata, che riscontra nel suo successo le ragioni stesse del suo continuare ad esistere e del suo progressivo dilagare.

Questo è il peggiore sistema criminale che a velocità supersonica ci allontana da un autentico sviluppo dell'uomo e della società. Così non si promuoverà mai la persona in tutte le sue realtà! Il vero sviluppo non può essere fatto rientrare nella accanita accumulazione di ricchezza dei privilegiati, raggiunta da questi, col risultato di dovere fare applicare una giustizia finta, infinita discriminazione e pertanto la privazione dello stato di diritto e la mancanza della necessaria considerazione sul piano sociale, culturale e spirituale. CONTINUA IN Sisu2....

Agi Murad Commentatore certificato 02.12.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE Sisu2.....

Meno male che la maggiore parte degli italiani sono delle brave persone, perché altrimenti, i cittadini violentemente esclusi dal diritto positivo ( le leggi dello Stato), potrebbero domandarsi: perché non rispondere con la violenza a quanti ci trattano per primi con discriminazione, raggiro e violenza? Sappiamo benissimo, e la storia ce lo insegna, che il battersi per disperazione con mezzi di fortuna, è tipico delle resistenze. .

Infine, un altro costo viene fatto pagare alla gente per raggirarla con più facilità: la frammentazione, delle ideologie prodotta con lo strumentalismo politico, esercitato dai dirigenti degli stessi partiti politici, per portare avanti i loro stessi interessi economici personali. Se per molta gente in questo modo non viene attuata, né democrazia, né imparzialità, le funeste conseguenze non saranno mai impedite dai cardini dell'intendimento morale, e dai pilastri dell'orientamento verso una vita sana e decorosa.

CHI DESIDERA AVERE ESEMPI E PROVE SUL TERRORISMO PROTETTO E NASCOSTO, CLICCHI QUI SOTTO SUL MIO NOME E CONSTATERA' QUELLO ESERCITATO DA PARECCHI ANNI A MILANO, NEI CONFRONTI DI UNA DONNA CHE IO ASSISTO COME MEGLIO POSSO, COL MIO LAVORO DI VOLONTARIATO.

Agi Murad Commentatore certificato 02.12.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Strano dopo il mio Post precedente è tornato tutto nella norma. Un saluto a tutti da Gio

Giovanna Nigris Commentatore certificato 02.12.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Non volevo dirvelo ma io li avevo visti già almeno 10 anni fa, ce ne sono anche di quelli con le bandiere delle squadre di calcio o dei partiti politici, TUTTI!

E non tanto lontano o in posti ameni, io li avevo visti sulla TANGENZIALE DI MILANO.
Se li rivedo li fotografo e ve li mando.

Ben svegliati!

Mauro Carfì 02.12.06 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Ieri alle 13.06 ho postato su questo blog il seguente intervento, che é regolarmente sparito...

Ci risiamo,
é di poco fa la notizia che il governo Prodi si prepara a fare lo "spezzatino" di Alitalia per venderla ai suoi amici, la stessa cosa che aveva fatto a Genova nel suo precedente governo, quando aveva smembrato un bel po' di aziende di stato (Ansaldo, Italimpianti, ecc.), mandando in malora un sacco di attività sane e che ci invidiavano in tutto il mondo. Corsi e ricorsi della Storia.
Meditate gente, meditate...
Pietro

pietro rossi 02.12.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
Purtroppo mi dai l'impressione di esserti rammollito, e/o venduto, col tempo...

Provo a ricordarti com'eri con questo video, nel '98 facevi discorsi di tutt'altro spessore:

http://www.s!gnoragg!o.org/gr!llos!gnoragg!o98.wmv

Ovviamente per avere l'indirizzo corretto occorre sostituire i "!" con le "i", per via di una CENSURA applicata a questo blog dai gestori.

Perché non parli più di queste cose?
E perché addirittura censuri le parole che servirebbero per parlarne?

Un tuo grande ex-ammiratore. RESET!

PS: Prima di pretendere di Resettare il mondo, dovresti almeno dimostrare di essere capace di resettare te stesso...

duccio.armenise@hotmail.it

Duccio Armenise 02.12.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento

UNA FIABETTA,PER L'ITALIANOTTO BONACCIONE,ILLUSO,E QUASI SEMPRE DI SINISTRA.

C'ERA UNA VOLTA UN BAMBINO BELLISSIMO,SI CHIAMAVA 'POPOLO ITALIANO',QUESTO BAMBINO AVEVA I VESTITI PIU' BELLI DEL MONDO,GUIDAVA UN'AUTO PIU' VELOCE E BELLA DEL MONDO,MANGIAVA MEGLIO DI TUTTO IL MONDO,E VIVEVA NEL PAESE PIU' BELLO DEL MONDO.
FIN QUA' TUTTO SEMBRA BELLISSIMO,MA I PROBLEMI DI QUESTO STUPENDO BAMBINO ERANO 2,ED ERANO GRAVISSIMI.
IL PRIMO ERANO I GENITORI,LA MADRE SI CHIAMAVA SINISTRA,ED ERA VECCHIA,CASINISTA,ILLUSA,CONSERVATRICE PER INTERESE,E PER GESTIRE LA FAMIGLIA CHIEDEVA SEMPRE SOLDI.IL PADRE INVECE SI CHIAMAVA DESTRA,ED ERA SEMPRE STATO RICCO,SI CIRCONDAVA SEMPRE DI RICCHI,E ALLA FINE NE FACEVA SOLO I LORO INTERESSE.
IL SECONDO PROBLEMA ERANO I VICINI DI CASA,LA FAMIGLIA 'FRANCIA' CHE LO ODIAVA ,VOLEVA SEMPRE VINCERE,ED ERA IN COMPETIZIONE,POI LA FAMIGLIA'SLAVA' CHE AVEVA RUBATO UN PEZZO DI PERGOLO ALLA FAMIGLIA ITALIA,E ANDAVA IN GIRO A DIRE CHE ERA SEMPRE STATO SUO,E COSI' TUTTI I VICINI CHE CONTINUAVANO AD AFFENDERLO ECC.
A UN CERTO PUNTO IL 'POPOLO ITLIANO' STUFO,ANDO' A CITOFONARE ALLA MAMMA E PAPA',PER LAMENTARSI,LA MAMMA NON RISPOSE,ANZI SI PREOCCUPAVA PER I VICINI SE STAVANO BENE E GLI ANCHE FACEVA REGALI!!,IL PADRE ERA TROPPO PRESO DAGLI AFFARI,E A FAR SOLDI....
A QUESTO PUNTO,IL 'POPOLO ITALIANO' SI STUFO' E DECISE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLO,INIZIO A COMPRARSI BASTONI,INIZIO' AD INTERESSARSI A PARTITI NUOVI(TIPO FORZA NUOVA) CHE PER LUI AVEVANO LE PALLE,INIZIO A COMPRARSI IL CALENDARIO DEL DUCE,IL DUCE ERA IL NONNO MORTO,DI CUI I GENITORI AVEVANO SEMPRE PARLATO MALE,MA PER IL 'POPOLO ITALIANO'IL NONNO INIZIAVA AD INTERESSARE,FORSE,PENSAVA,SE C'ERA LUI NON DOVEVA SEMPRE SUBIRE DAI VICINI INVIDIOSI,QUANDO ANDAVA IN GIARDINO A GIOCARE,FORSE SOLO IL NONNO AVREBBE AVUTO IL CORAGGIO DI DARE UN CALCIO IN C...ALLA MAMMA E AL PAPA'.

pietro lascala 02.12.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla manifestazione di Roma ci saranno anche quelli che hanno sfilato a Milano con gli stivali neri le camice nere le bandiere nere i berretti neri e che facevano il saluto fascista?E quelli "pagati" per rompere le vetrine e bruciare le macchine?E la polizia in assetto antisommossa dietro gli autoblindo?Perchè se è così tolgo il colore alla TV.Voglio tornàbbambino!!

mario rossi 02.12.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

sono un ragazzo della provincia di brindisi di 17 anni e sono rimasto indignato ma nn stupito da tale immagine del nostro paese poichè questa realta mi è vicina ,inquanto oltre alla presenza di ragazzi che vogliono emulare le ormai tramontate brigate nere ,che hanno segnato un epoca da dimenticare della nostra ,e quindi nessuno può prendersi il diritto di riesumare quelle ferite nonostante la legge italiana lo vieti.

Massimo Dilevrano 02.12.06 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando le logiche di profitto prendono il sopravvento su ogni altro aspetto dell'essere umano può succedere tutto quello ipotizzato nel post e anche di peggio.
Una logica simile c'è nel film "Collateral" dove in un dialogo col tassista Tom Cruise, assassino di professione, spiega che l'assassino è un lavoro come un altro. L'unica logica che ammette ciò è quella che ha perso il senso dell'Uomo, cioè l'uomo è un pezzo di carne, un animale come un altro che nel Tutto non ha importanza se esiste o meno.

Chiedo a tutti voi: "Quando l'uomo smette di essere animale e diventa Essere Umano?"

Questa è la risposta che dobbiamo trovare per continuare la nostra vita in modo consapevole e per aiutarci a capire cos'è Bene e cos'è male.
Auguro a tutti una vita felice...

Claudio Tarsi Commentatore in marcia al V2day 02.12.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha ragione,molto meglio le spille o bandierine a mò di scialle.Dimentico,il garofano all'occhello meglio se di tinta unita.

chissà perchè (chissà perchè) 01.12.06 21:09
------------------------------------

Una spilletta, una bandiera a mo' di scialle o un fiore non sono simbolo di violenza, autoritarietà o delinquenza come invece lo sono le frasi su magliette o altro: "Molti nemici, molto onore”, “Me ne frego” "Mafia – Made in Italy” “Baciamo le mani” “Cosa Nostra - affiliato”.

UN MANGANELLO DI LEGNO DI 90 CM È UN'ARMA, NON SOLO UN SIMBOLO.
Vantarsi e inorgoglirsi di ciò che ci rende "forte" anche se violenti o disonesti è davvero da beceri e ignoranti.

La virilità sta nel coraggio di affrontare lealmente i problemi. Le armi, gli atteggiamenti violenti e le frasi spaccone servono solo a nascondere le prorie debolezze.

Loredana Solerte 02.12.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Io odio sia i comunisti (estremi) che i fascisti e su quest'ultimi vorrei portare a conoscenza quello che mi è stato detto da un "vecchio" classe '24 a riguardo del fascismo:
D: Cosa pensavate voi del duce e del fascismo?
R: Noi eravamo giovani balilla, non sapevamo e non capivamo niente, eravamo ignoranti, sapevamo solo che dovevamo applaudire, sempre applaudire.
D: Ma cosa pensa delle persone che oggi vogliono ancora il duce?
R: Penso che sono più ignoranti di noi.
Giuro che quello che ho scritto è pura verità.

federico menegazzo 02.12.06 09:19| 
 |
Rispondi al commento

L ITALIA a causa dei comunistacci e' uno stato sociale .. che ciuccia il 70% di quelo che si produce.. restituendo il 40% e perdendo il 30%.. che va nel portafoglio degli amministratori rossi delle cooperative.. dei pensionati legge mosca.. insomma dei FANULLONI COMUNISTI.. E LI LORO POLITICI MILIARDARI ALLA COSSUTTA ALLA D ALEMA.. AI SUPERSINDACALISTI DELLA CGILL IL VERO UNICO GRANDE OCCHIO O FRATELLO DELL ITALIA (e la riuscita quadratura del cerchio.. il comunistaccio e riuscito a far lavorare gli altri per oziare lui stesso.. che poca dignita..)

ESSENDO UNO STATO SOCIALE..SI HANNO I SERVIZI GRATIS MA PESSIMI ( MA SIAMO SICURI?... mi sembra che di gratis ci sia pochetto.. si paga semrpe qualcosa)

ALL IMMIGRATO CHE LAVORA.. MI VA BENE CHE NE USUFRUISCA MA IN MANIERA MODERATA.. DEI SERVIZI MA NON CHE ARRIVINO I NONNI E LE ZIE DAL MAROCCO.. PER CARITA..

HO GIA LA MIA ZIA DA MANTENERE.. E QUELLA DEL VICINO.. NON NE VOGLIO ANCORAAAAA

RENATO POLLO 02.12.06 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAGAZZI ADULTI GIOVANI.. DI AMBO I SESSI...

DOBBIAMO SVEGLIARCI..

==== I COMUNISTACCI===========
(il cui scopo e' di non lavorare e metterla ne culo a chi lavora...)

IL PROBLEMA DELL ITALIA E LA PARTE DI PIGRONI CHE VOTA COMUNISTA( O SURROGATI DI INFAME CATEGORIA...QUALI I DS ECC ECC)

LO SCOPO DELLA VITA DEL COMUNISTACCIO E DI DI NON LAVORARE

IL COMUNISTA NON VUOLE LAVORARE.. NON GLI PIACE

IL COMUNISTACCIO COMUNISTA SPERA SOLO DI ANDARE IN PENSIONE O IN CASSA INTEGRAZIONE .. IN MOBILITA.. DAPPERTUTTO MA NON DI ANDARE A LAVORARE...


RENATO POLLO 02.12.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho capito che l unica vera anomalia italiana.. rispetto agli stati evoluti almeno economicamente, europei occidentali usa giappone australia ( il classico occidente.. che parolone)...
E' STATA LA PRESENZA ASSURDA E SENZA SENSO DI UN PARTITO COMUNISTA... ( il vero fardello della societa italiana.. non la corruzione o la mafia che esistono dappertutto.. l unico elemento di differenziazione era ed e' la sua stessa presenza... che in italia era arrivata oltre al 30%... ma chissa perche la maggior parte dei voti veniva e viene da 3 o 4 regioni del centro.. che ancora oggi ricevono piu di tutte le altre soldi e finziamente statali.. pensate che in umbria una persona su due lavora per lo stato.. quando la media italiana e' una su 7... COME MAI?... QUALCUNO MI SPIEGHI COME MAI IN UMBRIA SONO COMUNISTI... sono piu intelligenti? di me ci vuole poco direte.. ma siamo almeno il 70% degli italiani allora).... non sono mai riuscito a capire come potesse un partito comunista anacronistico e fonte di magagne a non finire per la mia cara vecchia democrazia cristiana a prendere voti in maniera bulgara da sole 3 regioni.. che BALUBBA che e' stata la vecchia DC.. ha lasciato fare , correre.. e ci troviamo cosi come siamo adesso nella merda..

TROPPPO BUONA E' STATA LA DC CON BERLINGUER.. LONGO.. E IL CRIMINALE DI TOGLIATTI..( LO DICONO I RUSSI MICA IO.. anzi l affare mytrokin.. come sta andando?... che vogliano i russi avere indietro i soldi che davano al pci di una volta..?..)

IL 70 PER CENTO DEGLI ITALIANI ANDRA' IN PARADISO ANCHE PER IL FATTO DI AVER SOPPORTATO L ALTRO 30 % COMUNISTA.. EHEH


SCRIVERE QUA IN UN BLOG DI UN LIGURE ( PERCIO ANCHE LUI NATO E CRESCIUTO IN UNA REGIONE COMUNISTACCIA.) E' UN PO BLASFEMO.. MA TANTO VADO IN PARADISO E ME NE FREGO

RENATO POLLO 02.12.06 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le magliette che fanno onore all'Italia sono
quelle che raffigurano FALCONE,BORSELLINO,PERTINI
O I PARTIGIANI,DON CIOTTI,GINO STRADA,PADRE ALEX
ZANOTELLI,MUCCIOLI,I RAGAZZI DI LOCRI E COSI'VIA.
Le magliette che amo MOSTRANO LA FACCIA PULITA
DEL NOSTRO PAESE.

bob costante 02.12.06 07:16| 
 |
Rispondi al commento

i simboli della destra offrono un'identità forte dietro cui i ragazzi che non hanno studiato la storia italiana fanno molto presto a rifugiarsi. in ogni caso il problema di questi ragazzi secondo me è che vedono lo spettro politico come "o destra, o sinistra", termini che descrivono a mio avviso i secoli precedenti ma non quello a venire. escludendo quindi la sinistra in quanto ineffciente, si buttano a capofitto nell'orgoglio della "destra italiana". non è facile parlare con le persone e spiegare loro che la democrazia partecipativa è l'ultima alternativa rimasta, e che l'autorità non necessaria è sbagliata a priori, mentre un bel simbolo di virilità fa sicuramente più breccia nelle menti dei più giovani. la tua opera di INFORMAZIONE è incredibile, grazie beppe per questo blog.

federico giovannini medri 02.12.06 01:22| 
 |
Rispondi al commento

sai che bello domani 2 dicembre a roma ci saranno poche centinaia di squadristi e qualche decina di casalinghe innamorate del nano portatore di democrazia,che brandiranno questi ninnoli gridando"chi non salta comunista é"!!!!!!e piangendo gridando SILVIO!!!! SALVACI

luciano pasetti Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

P.r.O.F J.S.M. 01.12.06 22:43


"""Stammi bene anche tu...FESSO!!"""

Fra tutto il tuo farneticare.......quella sopra è la frasetta più azzeccata!!!

Non ti preoccupare Gioppino........io mi diverto a prenderti per il culo........gli schematici, portati fuori dagli schemi, soffrono anzichenò!

Tendenzialmente la tua denuncia sui mali dei Koglioni Komunisti ha una sua ragione, a me peraltro ben nota, se, e ribadisco se, depurata dell'80% d'insulsa boria.

Il garino su chi umilia chi l'ho superato fra asilo ed elementari e non ho voglia di ricimentarmici in mezza età.....

Il vostro limite è la polemica fine a se stessa.
"Dov'eravate voi quando......."...frase che spesso vi penzola dalle labbra. Non c'eravamo ovviamente e.......non eravamo soli, non c'eravate nemmeno voi, quando ci siamo noi, voi non ci siete!! Se noi siamo partigiani e intermittenti, voi di sicuro siete perennemente assenti......la parola supplenza non sapete nemmeno dove sta di casa!

"""""P.S. Scommettiamo che domani il tuo messaggio resterà in rete e il mio sarà tagliato dal solito noto frustrato malato di mente?"""""

Sono entrambi un concentrato di emerite vaccate......il mio è meno noioso e fa un po più ridere.......

Sentito ps.......

Con Max Stirner, che peraltro apprezzo non sconfinando assolutamente nell'idolatria ho avuto anche 0 scambi epistolari! Di solito non difendo nemmeno me stesso......consapevole come sono della mia, a te ben nota, idiozia.....

Stammi bene Gioppo.......a saperti prendere.....manco sei malaccio......

maurizio spina 01.12.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento

P.r.O.f. John Stuart Mill (STIRNER's humiliator) 01.12.06 21:23

Scusa Gioppiniello se m'intrometto.....giusto un'antipasto prima di vomitare dalle risate domani......Sai....i piccoli fans del piccoletto in mondovisione...

""""Dear Max Stirner (alias Manuela Bellandi,alias ROBERTO GABRIELE da Di Pietro, tranne stavolta...)""""

Credo siano 100....l'abbiamo capito........tranquillo Gioppo, non è un quesito vitale per le sorti dell'umanità......l'identità di max....


"""Se il tuo problema sono i 17 € persi ....""""

Mettiti una mano sul cuore e fai una colletta....

""""Tuttavia mi chiedo: dov'eri quando ENZO TORTORA fu ammazzato da alcuni magistrati NAPOLETANI, poi promossi di grado?""""

Mi butto! Dubito fossero fra i carnefici.....

""""Dov'eri quando l'Ing CAGLIARI,ex Presidente dell'ENI....."""""

Glu, glu, glu....

""""Dove eravate tu e DI PIETRO quando l'Ing CARLO DE BENEDETTI.""""

A contratto di F.L come tornitori......

""""Dove eravate tu e DI PIETRO quando il primario di neurologia dell'Ospedale FATEBENEFRATELLI di Milano SERGIO CANESCHI (socialista) morì di CANCRO""""

A mettere nella peperonata il polonio radioattivo????

""""Dove eravate tu e DI PIETRO quando il vice di Gardini ammise di aver consegnato personalmente 1 MILIARDO di vecchie lire""""

A vedere il film "Godzilla contro Montedison".....

"""Dove eravate tu e DI PIETRO quando l’ex Pres della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro si collegò a reti UNIFICATE nella notte di CAPODANNO del 1994"""

Questa è facile....a un cenone di S.Silvestro??

"""Dove eravate tu e Di Pietro (e anche il populista trotzchista BEPPE GRILLO) quando nel 1997 il vostro amico PRODI fu salvato dall'accusa di abuso d'ufficio"""

Alla scuola politica di F.I e....prendevano nota.....

Immagino Tu fossi impegnato nel Tuo attuale lavoro.....commerciante di acqua calda........

Perdonami Gioppo...non è a km 0 il tuo cervello...
E' nuovo, mai usato...

stammi bene..

maurizio spina 01.12.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento

AH AH AH AH!
Grazie Grillo.

Eva Guala 01.12.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,volevo solo farle notare che in certe altre manifestazioni non ci si lamentava di esibire un distintivo,anche se si stava lavorando.

chissà perchè (chissà perchè) 01.12.06 21:25

Buonasera anche a Lei.
L'importante è che non sia imposto. Se è già successo me lo sono perso e faccio ammenda del mio errore.

Simona Scacchi Commentatore certificato 01.12.06 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione,molto meglio le spille o bandierine a mò di scialle.Dimentico,il garofano all'occhello meglio se di tinta unita.

chissà perchè (chissà perchè) 01.12.06 21:09

Non capisco il perché di questo commento: quello che mi premeva dire è che non si può obbligare qualcuno che sta facendo il proprio lavoro a schierarsi. Per il resto sappia che le strumentalizzazioni, di qualsiasi colore, danno fastidio pure a me.

Simona Scacchi Commentatore certificato 01.12.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Sei proprio fesso. Secondo te i debiti li ha fatti Berlusconi!

Luca Fineschi

berlusca ha trovato una situazione difficile che lui ha portato nella m...a. Almeno 27-28 mil di euro era strettamente necessario trovarli,15 per rientrare nei parametri di debito concordati con i nostri soci (l'Europa),6 per i cantieri aperti senza finanziamenti dal berlusca,6 per il taglio del costo del lavoro (si dovrebbero ottenere 3 vantaggi,meno soldi spesi dalle aziende per pagare i dipendenti,piu' soldi ai dipendenti,piu' stimolo per le aziende ad assumere senza usare le formule del lavoro precario); gli altri sono per rilanciare la giustizia, dove il berlusca ha tagliato i fondi, per tagliare le tasse ai ceti meno abbienti (se lo poteva evitare? Puo'darsi, anche perche' per reperire i fondi ha tagliato ai comuni che dovranno aumentare le tasse locali), poi c'e' la ricerca,altri soldi, adesso c'e' un senatore ex Di Pietro mezzo destro-mezzo sinistro,non si capisce, che vuole 1 mil in piu' per l'esercito. Poi ci sono le ferrovie,ridotte alla frutta dalla precedente gestione (treni che si rompono,carrozze piene di insetti,sicurezza alla sperindio) Etc. 35 mil. purtroppo da trovare anche con qualche rottura di p...e per noi cittadini.
Cosi' come e' stato nei primi anni '90 per le scellerate gestioni di Craxi e soci (anche se qualcuno ci ha fatto la pilla a quei tempi,da qualche parte i soldi sono finiti,ma forse non tutti dove dovevano finire).

francesco pace 51 01.12.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito di "Repubblica":

"Un'altra polemica anima la vigilia della manifestazione. Quella legata al "braccialetto", con impresso lo slogan "Contro il regime, per la libertà" che i giornalisti dovrebbero indossare per accedere al palco. Lo considera "un fatto molto grave" il direttore dell'Unità, Antonio Padellaro, che si augura "che gli organismi che rappresentano i giornalisti si facciano sentire". "Si cerca di usare il corpo del giornalista come mezzo di propaganda - osserva il direttore del Manifesto, Gabriele Polo - riconosco la genialità perversa di Berlusconi e mi inchino, ma vuol dire che staremo dall'altra parte della 'barricata'". Un "caso eclatante di schedatura dei giornalisti o, peggio, di intimidazione", secondo Severino Galante, capogruppo del Pdci in commissione Difesa alla Camera"

...bella trovata da regime...che schifo!

Simona Scacchi Commentatore certificato 01.12.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Il buon senso è morto da tempo!!!! Questo è il rovescio della medaglia, l'idiozia non va mai a dormire è sempre sveglia!!! Gli idioti si alzano di buon mattino, dal loro cervello di gallina al braccio non c'è il filtro e nè combinano una al giorno.Dovremmo fare delle ricerche: a chi è portatore sano di cervello di gallina impedirne la procreazione. Chissà quanti milioni d'italiani in meno ci sarebbero????

rosalba vitali 01.12.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Domani 200mila RACCATTATI pascoleranno per le strade di Roma, ripresi in diretta dal tg5.

Nel 2003 TRE MILIONI di persone sfilarono per Roma e nessuna televisione fece la diretta.

E' questa la differenza che c'è nella concezione di democrazia che alberga nel vuoto delle teste di questi ottenebrati cerebrali della destra.

Senza contare che per elemosinare più persone il cabarettista mascarato una settimana fa ha fatto la pantomima di sentirsi male.

Siamo alla frutta signori............

Marco Tagli 01.12.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@
Cocca Mirella ,il "c r e t i n o "di "n a z z i s t a" non c'è.
Mi sa che di c r e t i n i ci sia tu e altri,non l'E.
Fatti pure tutte le denunce che vuoi...poi avremo il piacere di incontrarti in tribunale!!!
Mi capisci ?
Col tuo bel visino ,il tuo nome, la tua residenza,le tue motivazioni.
Dice il "na zz ista" E : ci vuol coraggio a mangiar la mer.a !

X E:::T

Franziska

Fran Ziska 01.12.06 20:23 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

O.T.
A lei che lascia i posti sul REVISIONISMO:
preso atto della sua indefessa pertinacia nel postare commenti concernenti il revisionismo sull’olocausto, mi sono presa la briga di andare a visitare il suo edificante sito internet e mi sono posta alcune domande alle quali mi auguro che lei voglia dare risposta rubando qualche prezioso momento alla sua pregevole attività di webmaster:
1) Lei è quello biondo rasato, con la tuta mimetica in posizione da Rambo?
2) Cosa dovrebbero comunicare tali immagini alle persone che capitino sul vostro sito?
3) Ma quale temibile nemico dell’amato suolo patrio stavate tenendo sotto tiro?
4) La bionda con il fucile in mano che problemi ha oltre all’invidia del pene?
5) Perchè ha deciso di prendersi tanto a cuore il tema dell’olocausto che, diciamolo...è un po’ scontato, visto che di argomenti storici da rivedere ce ne sarebbero per tutti i gusti?

Mi piacerebbe veramente sentire le sue risposte a queste domande, mi rendo conto di averle poste in modo sarcastico, spero di no averla offesa, non era mia intenzione.
Silvana Ziti 01.12.06 20:26 |
Chiudi discussione Discussione

Oi Franz....ma sarai mica tu la bionda col fucile in mano?!!?

Silvana Ziti 01.12.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Fran Ziska 01.12.06 20:23

cara ex signora ,

sai che ti dico

mi fai pena e si perchè oggi come oggi anche i più deficenti hanno capito che dietro il tuoi dio cioe il nazzista , pedofilo, omosessuale , ebreo , frutto di un' icesto c' era solo il nulla intelligente c' era solo la povertà di penziero e di azioni , vai in germania e li ti prendono a calci in culo per tutta la germania e ti rinchiudono in manicomio tuo posto unico dove gente come te dovrebbe stare .

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

X O KAMMERAT

Del fascismo si parla solo per l'olio di ricino ed i manganelli, si dice che era una dittatura e lo era cartamente: come il comunismo. I comunisti odiano la dittatura e inneggiano alla libertà (il comunismo è una dittatura, ma sono ignoranti, non lo sanno) ma la loro dottrina ha solo portato miseria, fame, macerie e frustrazione. Come mai queste cose a scuola non ce le hanno insegnate? Come mai il comunismo che ha fatto 200 milioni di morti è legale mentre il fascismo è bandito dalla legge e quelle stesse atrocità non si sognò mai nemmeno di commetterle? Come mai ci viene nascosta la verità? Perchè la storia è stata falsata, e noi siamo il "popolino" al quale non è dato sapere se non le verità che fanno comodo ai potenti del mondo.Affanculo gli ipocriti. Io non do giudizi sul fascimo ci limitiamo ad elencarne le opere. Se qualcuno volesse elencarci le opere del comunismo può scriverci un articolo.
*******************************************
SEMPLICEMENTE PERCHE' HANNO PERSO LA GUERRA. RIBALTANDO LA FRITTATA SI AVREBBERO AVUTI LIBRI DI STORIA COMPLETAMENTE DIVERSI.

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 01.12.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

fioreverde

non mi riferivo i poveri operai con stipendi da fame, ma bensi ai dirigenti e che le cooperative siano il salvadanaio dei partiti di sinistra è noto a tutti

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 20:28| 
 |
Rispondi al commento

elisabetta gallus 01.12.06 20:14 | Rispondi al commento |

infatti la sinistra tutti bravi ragazzi,

i ladri ci sono anche li, e si vede bene

l' unica cosa che fanno è parlare bene e far del male a tutti tranne che a loro e i loro amici vedi coop

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 20:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domani sicuramente ci sarà una bella, lotta, per quanti partecipanti alla manifestazione della cdl

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

No,no volevo l'opinione di un leghista.
Ciao

Adriano Brasiliano 01.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Troppo rischioso, preferisco fare una passeggiata dalle mie parti

Patty Ghera

E va bbè se voi credete ad ogni fesseria che dicono su Napoli...

Bonanotte, Blog

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

l’albero di Natale è molto bello perché è colorato, ma il vero significato del 25 dicembre sta nel presepe. Non possiamo mica dimenticarci della nascita di Gesù Bambino». Le motivazioni dei grandi magazzini spaziano dalle mere ragioni di marketing alle politiche antireligiose.

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e

Donna Patty, mi permettete un consiglio?

Faciteve na' camminat'a Napoli, a San Gregorio Armeno.

Avite vogli'e pasture: ve votten'appriesso!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONA SERA ATUTTI

-------------------------
BASTA PREVITI HA SUPERATO OGNI MISURA
il parlamento deve opporsi
IL 6 DICEMBRE TUTTI A DIRE NO A PREVITI
DAVANTI A MONTECITORIO
ADERITE ALLA PETIZIONE PER CACCIARE I PARLAMENTARI CONDANNATI

WWW.COMINCIALITALIA.NET

COMINCIALITALIA.NETtella papi 01.12.06 19:04
-------------------

Ma quando la farete finita di tirare la giacchetta alla giustizia secondo convenienza e non secondo coerenza con quello che andate affermando. Si scenda pure in piazza, ma, per fare sì che tutte le leggi che regolano disposizioni che sono collegate a reati che accertano una sicura e provata indegnità in un individuo al servizio dello stato debbano prevedere, per legge, oltre alle normali pene, sempre l'interdizione dai pubblici uffici, doppo il primo grado di giudizio, con effetto immediato in via cautelativa, con possibile ricollocazione, salvi i diritti, alla fine dei gradi di giudizio in caso di accertamento di non colpevolezza, con danni e reintegrazioni ove sia possibile. Questa potrebbe essere una giusta richiesta e nel frattempo l'espulsione dalle cariche di tutti i condannati con pene che prevedono questo tipo di condanna, altrimenti inutile fare richieste impossibili o partigiane. Il caso Previti, potrebbe essere quello giusto per chiedere e ottenere giustizia più per il popolo che per le antipaatie o le simpatie di qualcuno. Ciao


Francesco

f.marletta 01.12.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Il 5 x 1000 non si dovrebbe considerare come una tassazione che lo stato "stanzia" (usato dai partiti forse anche come voto di scambio) arbitrariamente.

Il 5 x 1000 dovrebbe essere “un'autotassazione” dove uno sceglie coscientemente se sottoscriverla o meno.
Si andrebbe direttamente su ciò che ogni politico con l’impresa e ogni impresa col politico, ambisce. Verso il fine ultimo di ogni lotta di potere, la punta, l’apice di tutta la pantomima politica, ovvero, la tassa.

Spazio bianco = niente tassa; spazio compilato = tassa. E' così semplice, ma il sistema partitocratico vuole sempre tenere "in mano" le redini del potere, per governare meglio, sia chiaro.

Poi si rischierebbe di fare lo stesso discorso con l'8 x 1000 e sarebbe un... peccato.
D’altronde il Gratta e Vinci non è una forma di autotassazione? Se gratto sottoscrivo, se non gratto No.

Il 5 X 1000 a Beppe Grillo

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento

per fioreverde

sempre ironica ,

ma la mia era una domanda semplicemente per indicare che era un delinquente

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Re Ferdinando di Borbone ha appena conferito la pensione di scemo di guerra colla rendita di ducati 100 annui ai signori:

- Fabio La Torre

- Gianni Bagget

Il sovrano ha inoltre promulgato una grida che stabilisce:

Articolo unico:

Le banche che operano nei territori del Regno delle due Sicilie sono obbligate a reimpiegare almeno l'80% della provvista negli stessi territori dove avviene la raccolta,per finanziare le locali intraprese.

I responsabili delle banche che violino il presente Real Decreto, verranno impiccati nella piazza del Mercato, coram populo, indi smembrati e le loro parti date in pasto ai cani.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Roma Sabato 2 dicembre tutti in piazza contro il governo li manderemo tutti a casa questi ladroni.

gisonno nicolas 01.12.06 19:58| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI E PER NESSUNO

Caro Onorevole ANTONIO DI PIETRO
Io ho sempre nutrito una grande stima e fiducia nella sua persona e continuo a nutrirne. Parimenti nutrivo fiducia nella magistratura anzi, la consideravo, ormai, l'unica istituzione che poteva salvare il Popolo Italiano, lo Stato, ma come Lei stesso, sempre più spesso sottolinea implicitamente, neppure la magistratura è degna di fiducia.
Lei stesso dice: "Incriminare Google ha come unico risultato quello di spostare l’attenzione dal problema, la criminalità giovanile, al dito che lo indica. ecc. ecc."
E' la magistratura che si muove in questo modo e non ci possiamo raccontare che è frutto di equivoci.... cattive interpretazioni della legge, no onorevole, qui vi è del metodo anche da parte della magistratura purtroppo e, nel caso vi fossero dubbi, l'annullamento del processo di CESARE PREVITI, da parte della Cassazione, la dice lunga ormai.
Noi cittadini... normali, non possiamo contare più su nessuno e la sua correttezza e la sua onestà, la sua competenza, non bastano più. I politici, in generale, salvo rare eccezioni, sono solo una casta di previlegiati, spesso ignoranti oltre ogni immaginazione, che sono occupati solo a costruire interessi personali, privilegi, immunità/impunità. Il braccio armato dello stato è privo di mezzi e quei pochi sono al servizio di gran parte dei politici che, molti cittadini italiani, credo, considerano feccia. La magiastratura, ultimo baluardo, è indiscutibilmente, al servizio dei potenti.
Onorevole, cominci a pensare al giorno in cui un popolo, istupidito da una televisione spazzatura e da una incultura accattona di pseudo industriali/malfattori, si risveglierà. Quel giorno, onorevole, non vi saranno brioche metaforiche da offrire a chi, metaforicamente vi chiederà pane metaforico, e se Lei non si sarà espressamente distinto da quella feccia che le sta attorno, potrebbe avere molte difficoltà a spiegare ad un popolo imbufalito che Lei è... diverso e che è sempre stata una persona diversa e lo ha sempre dimostrato; Ci pensi onorevole, e cominci a guardarsi anche da gran parte della magistratura su cui Lei e noi Italiani facevamo conto: è finita!

Max Stirner

Max Stirner 01.12.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Per Pisano.Mirella:

La cosa migliore è lasciare stare se non rispondi alle provocazioni il cretino in questione si abbatte e molla il colpo. :)

Fabio BR Commentatore certificato 01.12.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

(ANSA) - ROMA, 1 DIC - Il Cdm ha approvato due decreti in materia di immigrazione: uno sul ricongiungimento familiare e uno sulla carta di lungo soggiorno. Il primo decreto 'esclude requisiti inutilmente vessatori' e 'semplifica le procedure', mentre il secondo prevede che gli immigrati che soggiornano regolarmente in Italia per almeno cinque anni, e non piu' sei, potranno ottenere un 'permesso per soggiornanti di lungo

adesso siamo al massimo

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

l’immigrato che paga le tasse e si comporta rispettando le leggi è ovvio che deve essere trattato come un italiano, diritto di voto incluso.

il problema nasce con una grande fetta di immigrazione, per lo più islamica.

informatevi su quanti internet point, aziende di pulizie, macellerie e ditte aperte da islamici paghino tasse e contributi INPS per i propri dipendenti e per i titolari.
lo dico per esperienza personale e per il lavoro che faccio, sono poche e molto meno del 10%.
certo il giochino lo fanno anche molti italiani ma ciò non giustifica.
considerate che se io macellaio halal assumo qualche parente e non pago l'INPS i miei dipendenti la pensione la riceveranno lo stesso ma non sarà stato versato nulla.
loro lo fanno in quanto non hanno beni nè redditi pignorabili ed è tutto calcolato scientificamente.
Se poi fallisco divento io dipendente di mio fratello, magari con un part time finto in modo da avere accesso ad ogni prestazione dello stato sociale.

quanto alle case popolari è semplice: apro un internet point, incasso in nero per lo più, ho molti figli, mi faccio anticipare sui 15.000 euro (prezzo ufficiale sul mercato delle regolarizzazioni del nord italia) per ogni ingresso procurato di pakistano o magrebino da regolarizzare, ho molti figli (magari non miei ma di parenti), dichiaro il minimo, cioè sui 12.000 euro annui e ho diritto alla casa popolare.

vi pare giusto?
peccato poi che ogni politico conosca questa situazione ma faccia finta di nulla perché affrontarla è politicamente scorretto.


emiliano zapata 01.12.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
a mio modestissimo parere uno degli obbiettivi che questo blog dovrebbe prefigersi(in armonia con il concetto di conoscienza e informazione senza intermediari)è fornire un contributo al recupero di una memoria collettiva indispensabile per orientarsi nel presente volto a contrastare l'opera di insabbiamento storico messa in atto da coloro cha non hanno perso interesse verso la possibilità di stravolgere, in senso autoritario,le regole della democrazia.A questo proposito vorrei invitare tutti voi a confrontare il cammino intrapreso dalla destra,quando era al governo,con i contenuti , propugnato a suo tempo da Nicio Gelli (capo della P2),alla base del quale troviamouna serie di mutamenti da golpe bianco:contrllo dell'informazione,revisione della costituzione,riforma dell'ordinamento giudiziario,ecc... Voglio concludere lanciando un appello a coloro che posseggono il coraggio e la capacità di eguagliare le gesta dei nostri eroi tradizionali,(DallaChiesa,Bozzo,Occorsio,Falcone,Borsellino,Borrelli,Callipari ecc..) quelli senza tutina blu,mantello rosso e l'iniziale stampata sulla maglietta, RESISTERE,RESISTERE RESISTERE.

Angelo Tuccella 01.12.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

l'ignoranza è il male dell'umanità...quanti milioni di persone ha ucciso il nazismo, il fascismo, il comunismo?sicuramente non quante ne sta uccidendo l'AIDS negli ultimi 25 anni...4,3 milioni solo nel 2005...eppure facciam finta che non esista...

Fabio BR Commentatore certificato 01.12.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

ma quel cretino, di nazzista come si può fermarlo, mi sa che devo andare a presentare una bella denuncia.

ho già scrito finiscila imbecille

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

SALETTI SEI UN MINKIATARO TU E PANSA è GRAZIE ALLA RESISTENZA SE OGGI PUOI PARLARE

maurizio iannuso 01.12.06 19:32 | Rispondi al commento | Chiudi discussione

Oh, ma sei scemo o analfabeta?
Rileggi per bene quel che ho scritto, tonto!!

Saletti Walter Commentatore certificato 01.12.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma non sono anni che si vendono magliette con la faccia di quel TERRORISTA e VIOLENTO ASSASSINO di CheGuevara?


spiegatemi cosa ci fà un bravo ragazzo come giuliano vedi g8 , genova, mascherato passamontagna, con un' estintore in mano?

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se ci sono anche altre persone che possono darmi delle spigazioni a riguardo perchè sul blog di beppe non si può scrivere per intero signora...o ?fattemi sapere nella parola ci mancano "ggi" grazie.anche il grillo alcune volte sbaglia quanto di mezzo c'è la moneta tutti si fanno da parte a dire la verità.....

valerio caputo Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma non riesco a togliermi dalla testa questa cosa

http://andreasacchini.blogspot.com/2006/11/s-vero-litalia-impazzita.html

andrea sacchini 01.12.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

SALETTI SEI UN MINKIATARO TU E PANSA è GRAZIE ALLA RESISTENZA SE OGGI PUOI PARLARE

maurizio iannuso 01.12.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

ADDIO VECCHIO, CARO PRESEPE

Dove posso trovare la capanna con Gesù Bambino, la Vergine e San Giuseppe?, chiede una signora. «Mi dispiace, ma quest’anno non teniamo alcun tipo di articoli da presepe», risponde imbarazzata una commessa della Rinascente di via Santa Radegonda. A poche settimane dalla Natività, la Sacra Famiglia, i pastori, il bue e l’asinello sono scomparsi dagli scaffali dei grandi magazzini milanesi. Del presepe non c’è più ombra. «Scelte dettate dal marketing», tagliano corto le direzioni. Ma i clienti sbuffano e abbandonano i grandi magazzini spazientiti: «Di questo passo dove andremo a finire?».
Dalla Coin alla Standa, dall’Ikea alla Rinascente. Il diktat è perentorio: niente presepe tra gli scaffali. «È un’assurdità - tuona Simone F., un ragazzo di 26 anni - è tutta la mattina che cerco la capanna e non riesco a trovarla». Al settimo piano della Rinascente - quella che si affaccia sulla navata laterale del Duomo - è stata creata La casa del Natale. Un Babbo Natale canta e si muove al ritmo di Jingle bells, numerosi alberelli sintetici si illuminano, palle di Natale e luminarie colorano tavole imbandite a festa. C’è un po’ di tutto. Anche alcuni angioletti dorati un po’ kitsch che ricordano vagamente i putti di Raffaello. Ma del presepe neanche l’ombra. Solo all’Upim di piazzale Loreto rimane qualche vecchio articolo infognato in un misero scaffale nascosto all’ultimo piano. «Così fanno morire le nostre tradizione - si scalda Maria Rosanna T. (53 anni) - l’albero di Natale è molto bello perché è colorato, ma il vero significato del 25 dicembre sta nel presepe. Non possiamo mica dimenticarci della nascita di Gesù Bambino». Le motivazioni dei grandi magazzini spaziano dalle mere ragioni di marketing alle politiche antireligiose.

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 01.12.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Prof. Allah Ben Dur El Therun cerca volontari Tiro_lesi in tutta la Padania per la sperimentazione di un nuovo farmaco contro l'impotentia in erigendo

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

P.R.o.F. John Stuart Mill (Mr DINO COLOMBO's humiliator) 01.12.06 18:52

P.R.o.F. John Stuart Mill (Mrs ProfessoFessa BIFERALE's humiliator) 01.12.06 18:29

John Stuart Mill (Mr Colombo's humiliator) 01.12.06 17:11 |

P.r.o.F John Stuart Mill (STIRNER's prosecutor) 01.12.06 14:40

FRASE CELEBRE.........
"""""""anche se Komunisti e quindi coglioni""""""

X Gioppiniello "Traipol" Vestri.....

Gioppiniello.........oggi purtroppo ero impegnato in quel noioso intermezzo fra i cazzi miei che chiamano lavoro...............
Poi, ho notato quei sublimi posts (argggggh maccheroalbionico), pieni di cambi di ritmo......trovate geniali......completamente diversi uno dall'altro e ne sono rimasto rapito....ne s..oono rim....asto ra..pi..to ne so....no rim zzzzzzzzzzzz ronf ronf zzzzzzzzzz.

Ergo cosa ti vado a pensare......Gioppiniello usa il frullatore per farli e.....spalma il prodotto sul foglio. Poi! Arrrrrrrrgh! M'imbatto in una sorta di autoj'accuse.....in cui l'oscuro soggetto sostiene che, talvolta, i suoi deliri sono un cicinino autoreferenziali.......

Ammetto....ho perso alcuni parametri esistenziali.
NON FARLO PIU'!!!!!

Autocritica!

Pensavo avessi un cervello nuovo di zecca, mai usato! Devo ricredermi; il tuo cervello, quantomeno, e' a km zero........

Attenzione Vestri....non disseminare dettagli autoaccusatori qua e la...E SOPRATTUTTO.....
Quando camminate insieme, Vestri che sa scrivere e Vestri che sa leggere.........accertatevi vi siate tirati dietro il Vestri che sa capire.....

Buona serata Traipol Vestri.......

maurizio spina 01.12.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento



Un professionista serio

Egregio James Bond, le scrivo per sondare la sua disponibilità a compiere indagini segrete sul conto del presidente del Consiglio. Lei è uomo di mondo e certo non la sconvolgerà sapere che le menti più sopraffine del centrodestra cercano da anni di dimostrare che Prodi ha intascato tangenti, evaso il fisco, lavorato per il Kgb e forse nascosto Bin Laden in uno scantinato di Bologna. Ma quel che troverà anche lei inaccettabile è che abbiano affidato un'attività così delicata a spie prive di qualsiasi spessore professionale. Come Igor Marini, il sedicente operaio dell'affare Telekom-Serbia che si spacciava per numero 2 dello Ior, si firmava Guardiano del Santo Sepolcro e sosteneva di aver maneggiato ordini di pagamento intestati a un certo Mortad.

Ora, chiunque di noi si mettesse in testa di incastrare Prodi, escogiterebbe qualche stratagemma un po' meno somigliante a un monologo di Zelig. Cambierebbe i nomi, intanto. Il conte Igor. Pio Pompa. E Scaramella, l'ultimo arrivato del caso Mitrokhin, che pare uscito da una puntata dei puffi. Mi chiedo quale segretezza pensassero di conservare, questi agenti della mutua, chiamando Prodi «Mortadella», Pecoraro Scanio «Culattosky» e un dossier ultrariservato «Operazioni traumatiche». Come se un galeotto nascondesse la piantina del carcere in una cartellina denominata «Piani di evasione». Ma dove l'hanno presa, la laurea in spionaggio? Alla scuola serale dell'ispettore Clouseau? Qualsiasi premier, persino il nostro, ha diritto di farsi spiare da un professionista serio e preparato. Uno come lei, caro 007, con un nome decente, un fascino invidiabile e uno smoking stirato. In caso di risposta affermativa, per l'onorario e i benefits (Bond girl inclusa), pregherò gli ex presidenti delle commissioni Telekom e Mitrokhin di mettersi in contatto con la sua segretaria. Sempre che nel frattempo abbiano smesso di credere ai puffi.





Massimo Gramellini 01.12.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

beppe cosa ne pensi del signora...o? non posso continuare a scrivere la parola perchè il tuo blog non la fà uscire,puoi dare delle spiegazione a riguardo non soltanto a me ma anche al resto delle persone che ti seguono tutti i giorni......

valerio caputo Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo tutto quello che dici è vero, inoltre penso che non si possa fare più niente per risollevare la situazione, il nostro DNA sociale è ormai questo, quindi che ognuno trovi altre strade, non ci resta che ri-partire, però questa volta non con le valige di cartone.

pia clemente 01.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono napoletano, ma penso che le persone da lei descritte non abbiano alternative. L'assenza di interventi statali tesi ad un miglioramento della sicurezza e dell'economia del luogo li rende vulnerabili e disperati. Sono vicino a tutti gli onesti, indipendentemente dall'origine degli stessi. Ho una mia proposta: scendiamo in piazza, senza bandiere e senza un leader, per rivendicare, così come proposto dalla Segolene in Francia, la creazione di un "giurì di cittadini", estratti a sorte da una lista di persone qualificate, che controllino l'operato dei politici eletti. Costituirebbe una svolta epocale: il popolo che ragiona e avanza proposte. Se avete degli amici che vogliono aderire a questa iniziativa, metteteli in contatto con me.Sto raccogliendo adesioni.Mauro Di Centa (maurodct1@yahoo.it)

Mauro Di Centa 01.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

4) Resi stenza a n t i f a s c i s t a: i libri del P A N S A (e non solo) riportano allle dimensioni reali quella stagione di DE LI TTI GR AT UI TI e MIRATI ,utili solo ai C O M U N I S T I per affermarsi politicamente .


Dopo aver subito per vent'anni era il minimo.

Saletti Walter Commentatore certificato 01.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

DEAR MR. STUART

( ULTIMO MIO MSG DIRETTO A LEI PERCHE' SAPPIA CHE CONOSCO LA SINDROME PARANOIDE DI CUI TEMO LEI SIA AFFETTO E CON TALI PATOLOGIE INCISTATE E' IMPOSSIBILE COMPETERE OLTRE CHE INUTILE...HA PRESENTE QUANDO LEI DICE A UN PAZZO CHE SI CREDE NAPOLEONE CHE COSI NON E' MA CHE LUI RESTA CONVINTO DI ESSERLO?)

BENE LEI AFFERMA QUANTO SEGUE:

"PERFETTO...allora non spari più caxxate tipo quella che ha scritto prima, ossia che anch'io avrei dovuto essere perseguito civilmente e penalmente per aver citato quel fesso di STIRNER PV che a sua volta aveva invitato i qui presenti a comprare il DVD farsa di DEAGLIO diffondendo notizie esagerate e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico...e se farà tutto questo, caro Kompagno (ribadisco FESSO)DINO COLOMBO, vedrà che non ci sarà bisogno per me di prendere il VALIUM...

Le MANIE DI GRANDEZZA sono inevitabili quando si leggono commenti insulsi come i suoi e quelli della tribù qui presente(STIRNER, VIVARELLI, ProfessoFessa BIFERALE,BELLANDI etc...), tutti commenti intrisi di ideologia Komunista vetero marxista come è intrisa la sua mente malata...

Sarebbe bastato dire: è vero, il DVD di DEAGLIO è stata una meravigliosa operazione di marketing e sia MAX STIRNER che BEPPE GRILLO sono stati incauti ad invitare i qui presenti a prenotare e comprare questo DVD...ma purtroppo noi komunisti siamo coglioni per definizione senza accorgercene, per cui non è colpa nostra...è il destino di un mistero chiamato VITA! Stop.

With love.

P.R.o.F. John Stuart Mill (Mr DINO COLOMBO's humiliator...e senza VALIUM!!
.......

LE HO DETTO DEAR MR. STUART CHE LA MIA ERA SOLO UNA CONSIDERAZIONE IRONICA...CHE VUOLE CHE ME NE FREGHI DI QUELLO CHE LEI AFFERMA QUI A PROPOSITO DELLE LEGGI CHE REGOLANO LE PUBBLICITA' O MENO DI CERTI LIBRI....DICO SOLO CHE GRILLO E STEINER HANNO FATTO OPERA MERITORIA PER FAR CONOSCERE LA COSA A CHI NON NE ERA A CONOSCENZA...STOP!...SE LEI LA PENSA DIVERSAMENTE DICA SEMPLICEM COME LA PENSA SENZA ROMPERE I ZEBEDEI.

Dino Colombo 01.12.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Magari potessimo esportare l'Alitalia!!!!!!!!!!!
Ciao Beppe.

http://www.vulvia.ilcannocchiale.it

Anna Esposito 01.12.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro caro gennaro,
preparate o vishto, che ppreshto servirà pe' salire a Malano a lavare i vetri a o semafore.
preparate gli shtracci e o detersive.
Cari salumi attutti

Gino Vicolo 01.12.06 19:16 |

Siente Gigì 'e vetre de machine 'a 'e semafor'e vaje 'a lavè tu. Je tengh'e sorde ca m'esceno pe' recchie.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento

@@ Gino Serio

Io penso che la manifestazione di domani di una parte della CDL sia una gran cazzata, o meglio è solo un incoronamento del Berlusca, perchè politicamente è meno di zero.
Ciao.

Saletti Walter Commentatore certificato 01.12.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento

se ho offeso napoli e con napoli tutti i napoletani onesti come lei me ne scuso. quello che non capisco è perchè mai se la maggioranza dei napoletani è onesta, appare sempre la faccia criminosa e rassegnata di questa città sempre più lasciata a se stessa? non c'è proprio la possibilità di rimuovere bassolino e la iervolino per così palese ignoranza amministrativa?

gianni bagget 01.12.06 19:02 |

Don Giannì, vedite nu' poco si nce riuscite vuje a manna 'a casa 'a chillu zucculone da' M'ho Ratto

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

«La droga è merda, l’ho detto anche nel mio intervento della settimana scorsa in Aula. Il presidente di turno, Giorgia Meloni (An) mi ha ripreso per il linguaggio, ma quando si parla ai giovani di un tema importantissimo come questo non si può fare un discorso tecnico: meglio usare parole concrete, magari pesanti, per rendere bene l’idea. La droga è merda, e questo a prescindere dalle sostanze, da quale, quanta e come la si prende». Non usa perifrasi Enrico Montani, deputato del Carroccio e componente della commissione Affari sociali della Camera. «I senatori hanno dimostrato di essere più saggi del governo» ha commentato Montani subito dopo l’approvazione dell’ordine del giorno contrario al decreto Turco che raddoppia, rispetto alla Fini-Giovanardi, la dose minima di cannabis consentita per uso personale.
«Il voto in commissione al Senato è un buon risultato per chi come noi della Lega non crede che la soluzione ai problemi sia non cercare di affrontarli, com’è la strada intrapresa dal ministro Turco - puntualizza Montani -. I problemi ci sono, il consumo di droga nel nostro Paese è elevato. Legalizzando e tappandosi occhi naso e orecchie non ci si può sentire a posto con la coscienza». Montani contesta la validità dell’assunto da cui parte il ministro della Salute. «Il raddoppio della quantità consentita da 20 a 40 spinelli favorisce solo gli spacciatori. Chi è che si fa 40 spinelli al giorno? Anche tecnicamente è difficile, roba da fulminati... Qualunque persona di buon senso capisce che l’intento della legge del governo Berlusconi non è quello di mandare i ragazzi in galera, anche perché non è successo: le cifre dimostrano che gli arresti non sono aumentati, al contrario di quanto sostiene il ministro».
«Quelli sul tappeto sono temi che vanno a toccare la vita delle persone, non si può agire con un decreto come ha fatto il ministro Turco. Ci vuole il buon gusto e anche l’umiltà di ascoltare le varie anime presenti nel Parlamento. Personalmente sono contrario a

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 01.12.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

E' diventato pesante questo blog, troppo.
Ossequi.

simeone camporese 01.12.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Overdose di polemiche tra le anime dell’Unione dopo la “bocciatura” al Senato del decreto Turco

«È positivo. La droga va tenuta lontana dai nostri giovani». Con queste parole il Segretario federale della Lega Nord, Umberto Bossi, ha commentato ai microfoni di Telepadania la bocciatura, da parte della Commissione Sanità del Senato, del decreto del ministro della Salute Livia Turco sulla proposta di innalzare fino a un grammo il principio attivo della cannabis che si può detenere legalmente. Una bocciatura che, evidenzia Bossi, dimostra «l’ennesima spaccatura all’interno della maggioranza».
Nelle file del governo imperversa la bufera. La Turco ha inviato una lettera ad Anna Finocchiaro, presidente del gruppo dell’Ulivo al Senato, ringraziandola per «aver annunciato la volontà, al termine della discussione sulla Finanziaria, di una verifica politica durante l’assemblea del gruppo dell’Ulivo». Un confronto che, sottolinea la Turco all’indomani dell’ordine del giorno presentato dalla Margherita sul decreto sulla cannabis, «parta da quanto scritto nel nostro programma di governo, e in cui ritengo che ognuno sia tenuto a farsi carico delle proprie responsabilità e dei danni causati alla compattezza della maggioranza».

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 01.12.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento

guardi, che non la rifiliano alla campania free: ci fate pagare lo smaltimento, anzi , da bravi, dopo siete capaci di riciclarla e venderla come concime.

lucina colombo 01.12.06 18:42 |

Ti sei bevuto il cervello: pagate la camorra, non noi!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

UNA FIABETTA,PER L'ITALIANOTTO BONACCIONE,ILLUSO,E QUASI SEMPRE DI SINISTRA.

C'ERA UNA VOLTA UN BAMBINO BELLISSIMO,SI CHIAMAVA 'POPOLO ITALIANO',QUESTO BAMBINO AVEVA I VESTITI PIU' BELLI DEL MONDO,GUIDAVA UN'AUTO PIU' VELOCE E BELLA DEL MONDO,MANGIAVA MEGLIO DI TUTTO IL MONDO,E VIVEVA NEL PAESE PIU' BELLO DEL MONDO.
FIN QUA' TUTTO SEMBRA BELLISSIMO,MA I PROBLEMI DI QUESTO STUPENDO BAMBINO ERANO 2,ED ERANO GRAVISSIMI.
IL PRIMO ERANO I GENITORI,LA MADRE SI CHIAMAVA SINISTRA,ED ERA VECCHIA,CASINISTA,ILLUSA,CONSERVATRICE PER INTERESE,E PER GESTIRE LA FAMIGLIA CHIEDEVA SEMPRE SOLDI.IL PADRE INVECE SI CHIAMAVA DESTRA,ED ERA SEMPRE STATO RICCO,SI CIRCONDAVA SEMPRE DI RICCHI,E ALLA FINE NE FACEVA SOLO I LORO INTERESSE.
IL SECONDO PROBLEMA ERANO I VICINI DI CASA,LA FAMIGLIA 'FRANCIA' CHE LO ODIAVA ,VOLEVA SEMPRE VINCERE,ED ERA IN COMPETIZIONE,POI LA FAMIGLIA'SLAVA' CHE AVEVA RUBATO UN PEZZO DI PERGOLO ALLA FAMIGLIA ITALIA,E ANDAVA IN GIRO A DIRE CHE ERA SEMPRE STATO SUO,E COSI' TUTTI I VICINI CHE CONTINUAVANO AD AFFENDERLO ECC.
A UN CERTO PUNTO IL 'POPOLO ITLIANO' STUFO,ANDO' A CITOFONARE ALLA MAMMA E PAPA',PER LAMENTARSI,LA MAMMA NON RISPOSE,ANZI SI PREOCCUPAVA PER I VICINI SE STAVANO BENE E GLI ANCHE FACEVA REGALI!!,IL PADRE ERA TROPPO PRESO DAGLI AFFARI,E A FAR SOLDI....
A QUESTO PUNTO,IL 'POPOLO ITALIANO' SI STUFO' E DECISE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLO,INIZIO A COMPRARSI BASTONI,INIZIO' AD INTERESSARSI A PARTITI NUOVI(TIPO FORZA NUOVA) CHE PER LUI AVEVANO LE PALLE,INIZIO A COMPRARSI IL CALENDARIO DEL DUCE,IL DUCE ERA IL NONNO MORTO,DI CUI I GENITORI AVEVANO SEMPRE PARLATO MALE,MA PER IL 'POPOLO ITALIANO'IL NONNO INIZIAVA AD INTERESSARE,FORSE,PENSAVA,SE C'ERA LUI NON DOVEVA SEMPRE SUBIRE DAI VICINI INVIDIOSI,QUANDO ANDAVA IN GIARDINO A GIOCARE,FORSE SOLO IL NONNO AVREBBE AVUTO IL CORAGGIO DI DARE UN CALCIO IN C...ALLA MAMMA E AL PAPA'.

pietro lascala 01.12.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1 dicebre- giornata mondiale dedicata alla prevenzione.

IN AFRICA E' LA PRIMA CAUSA DI MORTE, UN' EPIDEMIA DI DIMENSIONI OCEANICHE ED AL CONTRARIO DEI PAESI EVOLUTI, DOVE I MALATI HANNO ASPETTATIVE DI VITA MOLTO LUNGHE PER VIA DELLE CURE SEMPRE PIU' PERFEZIONATE, NEL CONTINENTE AFRICANO NON ESISTE NULLA O QUASI, SIA PER LA PREVENZIONE CHE PER LA CURA.

ATTENDO UNA FORTE PRESA DI POSIZIONE DA PARTE DEL VATICANO A RIGUARDO, COME PROMESSO NEGLI ULTIMI TEMPI.

IL PRESERVATIVO USATO PER RAPPORTI OCCASIONALI DEV'ESSERE ANCHE ECONOMICAMENTE ALLA PORTATA DI TUTTI, NON E' UN PREZZO IMPOSSIBILE ATTUALMENTE MA SI PUO' FARE MEGLIO.

IL FIOCCO ROSSO PRESO A SIMBOLO E' MOLTO BELLO

ivo serentha Commentatore certificato 01.12.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Certo che leggere tra i commenti di questo blog che una spia russa potrebbe essere stata uccisa per affari sporchi tra la destra italiana ed il kgb, è veramente il massimo... non è concettualmente possibile abusare della dietrologia più di così...

Porca put...na! Il dossier Mitrokhin sta facendo cagare sotto mezza ssinistra italiana, e si riesce a tirare in ballo Berlusca anche su questo argomento?

Che onestà intellettuale! Complimenti...

Maurizio

http://www.Zigolo.net

Maurizio Caudana (zigolo.net) Commentatore certificato 01.12.06 18:49

.......................................

SENTI MAURIZIO...TI DICO UNA COSA PERSONALE E VERA!!

QUI....SIAMO IN....ITALIA!!!...SE PENSAVI DI ESSERE IN SVEZIA SAPPI CHE TI SBAGLI!!!

TI GIURO CHE SIAMO IN ITALIA!!!!...POSSO PURE DARTENE DELLE PROVE!!!

CIAO

Dino Colombo 01.12.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

don gennà, tra la monnezza per strada può darsi pure che troviate un vocabolario di italiano. prendetelo e provate a tradurre quello che avete scritto che per un piemontese il vostro scrivere è più o meno come l'arabo!
saluti

gianni bagett 01.12.06 18:56

E vuje, don Giannì, invece 'e ve fermà 'a terz'elementare nun putiveno studià 'n'appoco?

Oggidie 'a sape' l'arabo è quasi chiù importante 'e sapè ll'inglese.

E po' il Napolitano è na' lingua parlata in mezza Italia.

Pe' piacere, jat'a fa o padno sott'a casa vosta!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA LA GENTE COME PREVITI DAL PARLAMENTO

DAI FORZA ORA

FIRMA LA PETIZIONE SU

WWW.COMINCIALITALIA.NET

COMINCIALITALIA.NETtella papi 01.12.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

BASTA PREVITI HA SUPERATO OGNI MISURA

il parlamento deve opporsi

IL 6 DICEMBRE TUTTI A DIRE NO A PREVITI
DAVANTI A MONTECITORIO

ADERITE ALLA PETIZIONE PER CACCIARE I PARLAMENTARI CONDANNATI

WWW.COMINCIALITALIA.NET

COMINCIALITALIA.NETtella papi 01.12.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento

La Cassazione ha dato ragione a Previti;il processo sme dovrà essere rifatto a Perugia o meglio dire il reato è andato come al solito prescritto.
parecchio tempo fa' quando già parecchie anime nobili davano per scontata l'incompetenza del tribunale di milano mi domandai perchè continuassero allora a fare il processo in quel tribunale - Mi balenò l'ipotesi che avevano trovato il modo di far prescrivere anche questo reato e ne parlai ad una radio locale durante uno dei tanti programmi pieni di gente che sentenzia; mi diedere del prevenuto -
Il reato è andato prescritto IL CERCHIO SI E' CHIUSO -
ieri sera durante la trasmissione di santoro ho
visto, e inteso, un ragazzo che ha auto il padre assassinato dalla ndrangheta partecipare ad una riunione in onore di un condannato per concorso in associazione mafiosa o qualcosa di simile.
ho visto i servizi di report, ho inteso cuffaro.
ho inteso ns dipendenti di sinistra e destra dare del matto a deaglio per aver dato una spiegazione molto attendibile a mio avviso della vergognosa notte del voto.
ho inteso guzzanti padre, ho inteso cicchitto sulle bandiere dell'udc.
ho inteso placanica, ho inteso la mamma del morto di genova chiedere vera giustizia per il figlio assassinato.
c'è anche chi ha avuto il coraggio di protestare quando Prodi ha detto che sembriamo diventati un popolo di impazziti. ciao a tutti

bruno manni Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

...destri, sinistri, ma quanti imbecilli abbiamo

in italia ? !

enrico ancona 01.12.06 10:48
……………………………………………………………………………………

e allora aboliamo l'idaglia.

Italy sucks the big one. Abolish italy.

Gino Vicolo 01.12.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

UNA FIABETTA,PER L'ITALIANOTTO BONACCIONE,ILLUSO,E QUASI SEMPRE DI SINISTRA.

C'ERA UNA VOLTA UN BAMBINO BELLISSIMO,SI CHIAMAVA 'POPOLO ITALIANO',QUESTO BAMBINO AVEVA I VESTITI PIU' BELLI DEL MONDO,GUIDAVA UN'AUTO PIU' VELOCE E BELLA DEL MONDO,MANGIAVA MEGLIO DI TUTTO IL MONDO,E VIVEVA NEL PAESE PIU' BELLO DEL MONDO.
FIN QUA' TUTTO SEMBRA BELLISSIMO,MA I PROBLEMI DI QUESTO STUPENDO BAMBINO ERANO 2,ED ERANO GRAVISSIMI.
IL PRIMO ERANO I GENITORI,LA MADRE SI CHIAMAVA SINISTRA,ED ERA VECCHIA,CASINISTA,ILLUSA,CONSERVATRICE PER INTERESE,E PER GESTIRE LA FAMIGLIA CHIEDEVA SEMPRE SOLDI.IL PADRE INVECE SI CHIAMAVA DESTRA,ED ERA SEMPRE STATO RICCO,SI CIRCONDAVA SEMPRE DI RICCHI,E ALLA FINE NE FACEVA SOLO I LORO INTERESSE.
IL SECONDO PROBLEMA ERANO I VICINI DI CASA,LA FAMIGLIA 'FRANCIA' CHE LO ODIAVA ,VOLEVA SEMPRE VINCERE,ED ERA IN COMPETIZIONE,POI LA FAMIGLIA'SLAVA' CHE AVEVA RUBATO UN PEZZO DI PERGOLO ALLA FAMIGLIA ITALIA,E ANDAVA IN GIRO A DIRE CHE ERA SEMPRE STATO SUO,E COSI' TUTTI I VICINI CHE CONTINUAVANO AD AFFENDERLO ECC.
A UN CERTO PUNTO IL 'POPOLO ITLIANO' STUFO,ANDO' A CITOFONARE ALLA MAMMA E PAPA',PER LAMENTARSI,LA MAMMA NON RISPOSE,ANZI SI PREOCCUPAVA PER I VICINI SE STAVANO BENE E GLI ANCHE FACEVA REGALI!!,IL PADRE ERA TROPPO PRESO DAGLI AFFARI,E A FAR SOLDI....
A QUESTO PUNTO,IL 'POPOLO ITALIANO' SI STUFO' E DECISE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLO,INIZIO A COMPRARSI BASTONI,INIZIO' AD INTERESSARSI A PARTITI NUOVI(TIPO FORZA NUOVA) CHE PER LUI AVEVANO LE PALLE,INIZIO A COMPRARSI IL CALENDARIO DEL DUCE,IL DUCE ERA IL NONNO MORTO,DI CUI I GENITORI AVEVANO SEMPRE PARLATO MALE,MA PER IL 'POPOLO ITALIANO'IL NONNO INIZIAVA AD INTERESSARE,FORSE,PENSAVA,SE C'ERA LUI NON DOVEVA SEMPRE SUBIRE DAI VICINI INVIDIOSI,QUANDO ANDAVA IN GIARDINO A GIOCARE,FORSE SOLO IL NONNO AVREBBE AVUTO IL CORAGGIO DI DARE UN CALCIO IN C...ALLA MAMMA E AL PAPA'.

pietro lascala 01.12.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto il video di Antonio Miclavez sulla più GIGANTESCA TRUFFA della storia, pianificata dalle banche centrali, contro il popolo in generale, italiano, europeo, ecc. (escluse le alte sfere che fanno parte di tali organizzazioni criminali).
Sì hai capito, sto parlando del S I G N O R A G G I O.
Miclavez riporta di aver parlato con te circa 6 mesi fa e che tu, pur essendo informatissimo sull' argomento, ti sei arreso dal renderlo pubblico in quanto la gente non avrebbe compreso.
Come non darti torto, vedendo chi scrive in questo blog, che peraltro dovrebbe essere già di livello superiore alla media degli italiani, la comprensione di tale argomento è da ritenersi IMPOSSIBILE.
Qui si continua a parlare di sx = BENE e dx = MALE per alcuni e il contrario per altri...

link del video di Miclavez:
http://video.google.it/videoplay?docid=8208628600166597158&q=miclavez

link su l'ultima intervista di Arrigo Molinari, ex questore di Genova, ucciso perchè intendeva denunciare questa truffa:
http://dirittodisapere.blog.tiscali.it/pp2206992/

fillippo mattei 01.12.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...voglio vedere se qualche trupe domani si mette in coda al corteo...a pescare quelle 10-20 persone..con la bandiera..nera in mano..di azione sociale..che urleranno "Boia chi molla"..oppure "duce duce" inneggiando a Silvio..come fecero a Napoli nella manifestazione di chiusura della campagna elettorale!!..e' un pò curioso veder sfilare assieme i socialisti di De Michelis e i neo-fascisti della Mussolini!!Vabbè ormai siamo nel revisionismo storico...quindi ora i cattivi stanno tutti nei centri sociali di estrema sinistra..dimenticavo!!E siamo anche nel paese in cui solo un partito..rifondazione comunista si indigna delle parole di Mario Placanica...l'ex carabiniere..che ha ucciso CArlo Giuliani!!D'altronde i morti in divisa..valgono molto ma molto di più..di qualche disadattato dei centri sociali..o di qualche morto sul lavoro!!chi rischia la vita tutti i giorni..aggrappato su un impalcatura..x sfamare i propri figli..è un eroe almeno quanto i carabinieri morti a Nassirya!

Ezio Petrillo 01.12.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Per BASTA IMMIGRATI

SONO LORO CHE PAGHERANNO DOMANI LE NOSTRE PENSIONI...
O SIAMO NOI CHE INTANTO STIAMO PAGANDO LE LORO????
Attualmente gli immigrati in pensione sono 100 mila ma si stima che nel 2015 saranno 252 mila. Lo afferma una ricerca Inps e Caritas-Migrantes.
INSIEME A CASE POPOLARI REGALATE, SANITA' GRATUITA, SERVIZI SOCIALI CONCESSI A LORO MA NEGATI AGLI ITALIANI, CORSIA PREFERENZIALE SU TUTTI I LAVORI NON QUALIFICATI...
RIBELLIAMOCI !!!!!


Non c'è niente di peggio del tuo qualunquismo per diffondere questo virus mentale che ormai dilaga a destra...e purtroppo anche in parte della gente di sinistra.
Perchè non provate qualche volta a parlarci con uno straniero, a conoscerlo, a capire perchè è venuto qui...
Ogni giorno sento tv e gente lamentarsi per quello che ha fatto la rapina, quello che ha fatto le molestie...ma le altre migliaia che si spaccano la schiena per una manciata di euro al giorno non li caga nessuno!!
Se tu fossi nato in Mauritania o in qualunque altro paese povero la penseresti diversamente...cretino!!

In ogni caso chi vive e paga le tasse in Italia deve essere trattato allo stesso modo di un italiano. Se tra gli immigrati i redditi sono, in media, notevolmente più bassi è normale che essi entrino più facilmente nelle graduatorie per l'assegnazione degli alloggi. Ci arriva pure un bambino.

In conclusione, per quanto rigarda le pensioni, vorrei informarti che è vero che gli immigrati in pensione sono già centomila, ma è pure vero che quelli che risiedono regolarmente nel nostro paese sono circa 4milioni(i numeri puoi cercarteli nei vari Rapporti annuali della Caritas): anche se solo un quarto (ma in realtà sono molti di più) di loro lavorassero regolarmente e pagassero i contributi regolarmente... fatti i conti da solo!

1milione che paga i contibuti;
100mila che pigliano la pensione;

Finitela con queste stronzate...queste guerre tra poveri dettate dall'ignoranza giovano solo a chi ci galleggia su questa ignoranza!

Marco Vita 01.12.06 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A lucina colombo:

AD ARGOMENTI STAI A ZERO,
VAI A INFORMARTI E POI FACCI SAPERE...

CUFFARO,
STORACE,
BERLUSCONI,
PREVITI,
DELL'UTRI,

I tuoi idoli ne hanno di storie... E tu nel seggio elettorale ti alzi la sottana x loro... tutto x un pò di tasse in meno...

Andrea Santoro Commentatore certificato 01.12.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non era in quella zoan che a fine 73/inizio 74 usci allo scoperto il famoso vibrione ?

lucina colombo 01.12.06 18:47 |

Sì e ascette da int'a na tellina aspirante cozza comm'a te!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

genna', fate un sorriso : w il re, w la monarchia

lucina colombo Commentatore certificato 01.12.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

tutti contenti le penzioni d' oro oltre i 5.000,00 salve

auguri

continuate cosi

sarete sempre er meglio

e poi se voi di sinistra venite mandati a fan cu.....lo non si ha ragione

pisano.mirella Commentatore certificato 01.12.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono napoletano e fiero di esserlo, trovo che insultare Napoli e i napoletani sia da ignoranti.
Chi crede, come mi è capitato di leggere tra questi post, che la totalità della città sia abitata da sfaticati ignoranti delinquenti ed assassini non solo non sà niente di Napoli, ma probabilmente non conosce nulla al di fuori del proprio computer.
Io purtroppo devo segnalare che il problema rifiuti ha raggiunto proporzioni scandalose e che i governanti regionali, che non sono mai stati votati da sottoscritto, non provano nemmeno più a risolvere.
Certamente Bassolino & co. quando decideranno di togliere il disturbo non se ne andranno con una mano davanti e l'altra dietro, ma tutt'altro questi anni di governo regionale sono stati un bel business tra sanità, trasporti, rifiuti,centri commerciali, sedi a New York roba
da far impallidire anche
un manager come Montezemolo, solo che lo hanno fatto con il denaro pubblico e questo non sta bene.
Ripeto: non li ho votati, pago le tasse, non ricevo servizi adeguati, perchè devo anche essere insultato da qualche mentecatto?


gianni liberto 01.12.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti contenti le penzioni d' oro oltre i 5.000,00 salve

auguri

continuate cosi

sarete sempre er meglio

e poi se voi di sinistra venite mandati a fan cu.....lo non si ha ragione

pisano mirella 01.12.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Certo che leggere tra i commenti di questo blog che una spia russa potrebbe essere stata uccisa per affari sporchi tra la destra italiana ed il kgb, è veramente il massimo... non è concettualmente possibile abusare della dietrologia più di così...

Porca put...na! Il dossier Mitrokhin sta facendo cagare sotto mezza ssinistra italiana, e si riesce a tirare in ballo Berlusca anche su questo argomento?

Che onestà intellettuale! Complimenti...

Maurizio

http://www.Zigolo.net



FINANZIARIA: CIAMPI, SERVE RIFORMARLA

Carlo Azeglio Ciampi sottolinea "l'esigenza indifferibile di un aggiornamento della procedura di bilancio, tenendo conto anche della necessita' di assicurare al Parlamento incisivi strumenti di controllo per verificare il rispetto degli obiettivi di finanza pubblica sottesi alla manovra". Lo ha detto il Presidente emerito della Repubblica nel suo intervento ieri in Commissione Finanze di Palazzo Madama alle prese con l'esame della legge finanziaria. Carlo Azeglio Ciampi in tal senso auspica che "la maggioranza e l'opposizione possano pervenire ad una riforma ampiamente condivisa della legislazione di contabilita' di stato".

Linguaggio volutamente involuto, ma il significato è chiaro, la finanziaria del governo Prodi, bocciata ieri dall'ocse, fa schifo.

Grillo non ne parla mai però, chissa perchè.

ettore muti 01.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Don Gianni e vuje stateve attient'o cuollo. Io posso sempre dire na' parulella 'a regina 'e a capa vosta furnisce pe' pallone annanz'e scugnizze!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABOLIAMO LO STATO.
L'unica vera riforma.

Enrica Malpighi 01.12.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

lucina colombo 01.12.06 18:33

Geografia:

Napoli è una città che confina a sud con la costiera Amalfitana detta la "Divina" ed a Nord con la costa puteolana detta Costa degli Dei.

Per questo il bieco Umberticilloide in genere sbava di rabbia ed invidia.

W Parthenope
M La Padania nebbiomerdosa

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

don gennà ... se la verità vi prude, potete sempre grattarvi!!

gianni bagget 01.12.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Siamo Italiani !?
e allora perchè non pensare che un capomafia russo abbia fatto un "favore" ad un suo amico italiano anche lui capomafia eliminando una sua ex spia che poteva diventare bollente per l'italiano? L'italiano è natuaralmente il solito nano.

Fabio Rogato 01.12.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

dopo TELEKOM SERBIA.... dopo LAZIO GATE.......... dopo AFFARE MITROKHIN............................

sono sempre + convinto che i brogli ci siano stati ...... che belle personcine... questa destra è veramente composta di onest'uomini.............

ma domani alla manifestazione ci saranno anche i previti i dell'utri gli igormarini gli storace i cuffaro (no lui no... lui manifesta a palermo... magari con la bandiera di forza italia.... visto che i forzitalioti manifestano con le bandiere udc....) CHE SCHIFEZZA... L'ITALIA CHI LA SALVA PIU' SE NONOSTANTE TUTTO IL 50%.... SB&O.... CHE SIGNIFICA SALVO BROGLI ED OMISSIONI....

roberto brianza 01.12.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate l'O.T....Beppe Gli Svizzeri non sapranno andare a vela...ma....guardate qui...."...del resto m'importa una sega sai...ma fatta bene..."


http://www.youtube.com/watch?v=o7k6VYGtm8g&NR

luca fortuna 01.12.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento

carissimo napulitano. noi la monnezza che produciamo ce la teniamo ed anzi la valorizziamo (vedi termovalorizzatore di brescia), nelle nostre case si fa la raccolta differenziata che per voi è una parola impronunciabile tanto siete incivili! sveglia che la monnezza tra un pò vi seppelisce e ringrazi gli industrialotti del nord che a forza di pagare tasse vi stanno mantenendo dal dopoguerra ad oggi!

gianni bagget 01.12.06 18:34 |
---------------------------------
carissssssimo il mio "bauscia" (spero che si scriva in questo modo), se Napoli è nella "munnezza" un pò è anche colpa tua.

hai presente tutti quei rifiuti tossici che i tuoi industrialotti di merda producono? e dove credi che vadano a finere, in Campania naturalmente. lo so che è più economico mandare tutta" a munnezza a Napule" e per farlo non si fanno scrupolo, sempre i tuopi industrialotti di merda, di essere pappa e ciccia con la camorra e la mafia............ o non ti risulta mio caro BAUSCIA E PIRLA.

acerbo detto 01.12.06 18:28 |

Chiudi discussione

france sforza 01.12.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Re Ferdinando di Borbone ha appena conferito la pensione di scemo di guerra colla rendita di ducati 100 annui ai signori:

- Fabio La Torre

- Gianni Bagget

Il sovrano ha inoltre promulgato una grida che stabilisce:

Articolo unico:

Le banche che operano nei territori del Regno delle due Sicilie sono obbligate a reimpiegare almeno l'80% della provvista negli stessi territori per finanziare le locali intraprese.

I responsabili delle banche che violino il presente Real Decreto, verranno impiccati nella piazza del Mercato, coram populo, indi smembrati e le loro parti date in pasto ai cani.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' NON RICONOSCIAMO UNA BUONA VOLTA CHE IL FASCISMO FA SCHIFO, E IL COMUNISMO FA SCHIFO, E INVECE DI SCHIERARCI DI QUI O DI LA CI CONCENTRIAMO SULLE INIZIATIVE DAVVERO IMPORTANTI?

Alcune saranno di destra, altre di sinistra. BASTA CHE SIANO INTELLIGENTI!

Andrea Santoro Commentatore certificato 01.12.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Se penso che di tanto in tanto trovi pure qualche imbecill-e che ti dà retta mi viene una gran tristezza...
Simone De Prosperi 01.12.06 17:48 |

.................................

Ma....Ma....tesoro....ma dimmi....perchè ti viene una gran tristezza se qualcuno di tanto in tanto...( mica sempre poi!!)mi da retta?....sei invidiosino forse che non danno a te la stessa retta?...la preferisci curva invece che retta?....Su dai dimmi.....cos'è che ti rode se qualcuno mi da pure retta?...Dai su su...te la do io la retta...vuoi?...ok?....ecco ti ho dato retta...sei contento adesso?....

Se tutto ciò non ti basta, prima di sparare minchiate argomenta quello che esprimi, se no mi fai pensare che sei scappato anzitempo dall'asilo!!!

Dino Colombo 01.12.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

genna', per favore, per favore, passiamo almeno alla scienza o alla geografia. basta!!! ci ha erudito abbastanza oggi!!!

lucina colombo Commentatore certificato 01.12.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Polonio, Scaramella contaminato
«Si apre nuova pista d'indagini»
Mitrokhin, l'Udc prende le distanze

ECCO LA RAZIONE GIORNALIERA DI SCHIFEZZE DEL GOVERNO BERLUSCONI CHE VENGONO ALLA LUCE...

MA DAVVERO GLI ELETTORI DELLA CDL MANDANO GIU' TUTTA QUESTA SPAZZATURA SOLO PER UN PO' DI TASSE IN MENO?

CORRUZIONE, LEGGI AD PERSONAM, CENSURA, SOLO PER UN PO' DI TASSE IN MENO?

Andrea Santoro Commentatore certificato 01.12.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La riduzione del prezzo dei profilattici è uno strumento determinante per la prevenzione dell'Aids e delle malattie a trasmissione sessuale

Parla il ministro Giovanna Melandri, che aggiunge: In tal senso credo che ridurre l'IVA sui profilattici dall'attuale 20 al 10% sia necessario

sic, e noi paghiamo questa armata brancaleone !!!

lux che passa di tv in tv
caruso colttiva l'erba
pecoraro l'unico color verde che conosce son quelli dei dollari
e ci sarebbe da continuare.

lucina colombo Commentatore certificato 01.12.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi stupisco che si vendano armi di quel tipo e con svastica nazi/fascista,visto il calibro delle s....zate che qualche idiota ha sempre il tempo e il modo(che tu,Beppe non dovresti permettere)di scrivere.
Da buon sinistroide(io lo dichiaro con firma e SENZA pseudonimi,cari idioti con firma simpatica che non vi si riconosca)posso solo ricordarvi che persino Papa Giovanni Paolo II ha definito il comunismo un "male necessario"così da essere riconosciuto tale dacchè frutto di un movimento che,comunque,partito dai ceti bassi non è stato controllabile nel suo evolvere alle dimensioni che raggiunse dal '60 al '70.
Quanto alla italica casa nostra il C.P.P.,(codice di procedura penale)libro di cui nessun fascista potrà mai sopportare l'esistenza e,men che meno un liberale(politicamente parlando),prevede nel saluto romano e nei simboli fascisti,svastiche e croci uncinate,il REATO(penale eh!)di apologia politica;nessun reato è commesso,invece per il pugno chiuso o per chi canta"Bella Ciao",per intenderci.
Quanto alla censura della falce e martello,che i nostri nonni conoscevano bene per il duro lavoro che ci permette oggi di rinnegare quella nobile origine(eravamo tutti contadini,si! altro che imprenditori di noi stessi,poveri malati di nanismo televisivo acquisito!)guardate quante ne sono scomparse dalle bandiere:nessuna.
Qualsiasi regime totalitario è da condannare ma in Italia dal '20 al '45 mangiava chi era iscritto al fascio,o vicino ad esso,e gli altri morivano di fame,nella "Komunista"Cina,ed è stato riconosciuto anche dai detrattori politici di parte avversa,tutto,dico tutto il miliardo di cinesi aveva 2 tazze(poco per carità,ma meglio del niente di casa nostra o dell'Africa,ad esempio)di riso al giorno,anche nei periodi peggiori.
E' ora di finirla con i buoni e i cattivi,bisogna lavorare e pagare tutti le tasse,cari miei,non solo gli "altri" altrimenti la prossima Cina(o Africa)sarà casa nostra!


Buonasera a tutti.
Ieri sera ho assistito alla trasmissione di Santoro.Il "vip" presente PIER FERDINANDO CASINI, di fronte al racconto dettagliato di Marco Travaglio sui guai giudiziari(tra cui MAFIA) del sig.MARCELLO DELL'UTRI ha immediatamente risposto di STIMARLO accusando Travaglio di esprimere giudizi di parte...(forse un pò di commenti ironici su un personaggio pubblico (fondatore di FORZA ITALIA e dei Circoli dei giovani) accusato di tali nefandezze sono spontanei se non obbligati...se un cittadino dotato di cervello si permette di raccontare cose del genere è lui il criminale non il politico in questione...
Vedendo poi il servizio su i Circoli dei Giovani (l'ulitma trovata di Dell'Utri) ho riflettuto sull'utilità di questi circoli nel quadro politico e sono rimasto folgorato...magari dirò una cazzata ma la Mafia si sta attrezzando per il futuro..non più corruzione o minaccia al politico di turno ma un vero e proprio inserimento massiccio del nuovo blocco generazionale (che crescerà con i consigli e i dettami del sig. Dell'utri) in sostituzione della vecchia classe dirigente (che per fortuna non è ancora immortale)...non più pressioni dall'esterno ma controllo diretto dall'interno...un'operazione che sicuramente a livello locale succede già da un sacco di anni...
Vorrei sapere la vostra...

raul alberti 01.12.06 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli stessi istituti di credito si comportavano in maniera dualistica nella concessione di fidi: denaro a basso costo ai grandi proprietari e tassi alti ai contadini. Un sistema siffatto non agevolava l'agricoltura: i contadini (che molto spesso raccoglievano appena quel che bastava per la sussistenza) erano costretti, infatti, a pagare degli interessi tali da scoraggiarli nell'impegnare grosse somme nell'innovazione della lavorazione della terra. Le famiglie erano numerose, onde poter disporre di più braccia, l'innovazione non era praticabile per mancanza di fondi,la produzione restava relegata all'autoconsumo, ogni tentativo di ricorso al credito creava situazioni finanziarie disastrose.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROBUSTI MANGANELLI.
ROBUSTI?
Rafforzativo pubblicitario, un manganello fragile non lo compra nessuno :))
Verificare la MARCATURA CE prima dell'acquisto :))

simeone camporese 01.12.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Mentre lo sviluppo economico nel Sud attraversava una fase di ristagno e recessione, al Nord prosperava l'industria tessile che, dopo aver assimilato un gran numero di piccole imprese artigiane, impiegava mano d'opera specializzata, divenendo la forza trainante di tutta l'industria italiana. Contemporaneamente, nelle maggiori città, si ponevano le basi per il decollo dell'industria pesante.
In Piemonte e Lombardia, inoltre, l'agricoltura presentava caratteristiche di progresso non dissimili da quelle del resto dell'Europa avanzata: l'introduzione e la sperimentazione di nuove tecniche agricole, l'uso di mano d'opera salariata, l'allevamento del bestia­me e l'industria casearia, avevano portato la produzione a livelli più che buoni . Tra i primi a dare l'avvio all'indagine storica sul problema economico del Mezzogiorno fu Francesco Saverio Nitti con la sua inchiesta sulla ripartizione territo­riale delle entrate e della spesa pubblica in Italia dal 1862 al 1896-97, poi seguita da quella che poneva a confronto le condizioni economiche di Napoli prima e dopo l'Unità.
Attraverso i suoi studi, Nitti giungeva alla paradossale conclusione che il sistema borbonico sembrava essere il più indicato per incrementare la ricchezza nel Mezzogiorno . Il prelievo fiscale non era gravoso ed il sistema di esazione molto semplice; il debito pubblico era 1/4 di quello del Piemonte, i beni demaniali ed ecclesiastici avevano un valore elevatissimo e la quantità di moneta circolante era pari al doppio di quella di tutti gli altri Stati della penisola messi insieme. In questo tipo di sistema, però, il credito veniva praticato soprattutto da usurai o da grandi proprietari, che prelevavano dagli istituti di credito denaro a basso tasso e lo concedevano ad altissimo interesse.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento

2. Io ho solo citato il fesso che si firma come MAX STIRNER PV,prelevando il suo post dal suo blog (o cesso) di servizio...perché voi Komunisti siete così COGLIONI che vi fregate da soli senza accorgervene...
......................................

KOMUNISTI...ESIMIO SIGNOR(?) STUART SE LEI MI DA DEL KOMUNISTA SENZA NEMMENO CONOSCERMI ( POTREI ESSERE ANCHE KOMEINISTA, LEI SU QUALE BASE LO AFERMA?...NON E' PIU' FESSO-COGLIONE LEI AFFERMANDO UNA COSA DEL GENERE SULLA BASE DEL NULLA?....


3. in base all'ART 70 del decreto sull'EDITORIA (quello del famoso e infausto post del BEPPE dal titolo "EDITORIA SUICIDA",sec il quale i comuni BLOGGERS (e non BLOGGHERS please)come noi avrebbero dovuto pagare una royalty per citare il contenuto di links altrui ah, ah, ah, remember Mr (fesso) Dino COLOMBO??) "il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera.
Se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.
Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell'opera, dei nomi dell'autore, dell'editore e, se si tratta di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull'opera riprodotta."
..................................

MA CHISSENEFREGA DI TUTTO CIO'!! SIAMO QUI ANCHE PER PASSARCI UN PO' DI TEMPO O NO?....SI RILASSI IL CU.LO Mr STUART CHE GLIENE VERRA' BENE PURE AL CERVELLO! ( AMMESSO CHE NON SIA GIA' ALL'AMMASSO!)

PS: LE HA MAI CONSIGLIATO NESSUNO DI ASSUMERE MASSICCE DOSI DI VALIUM PRIMA DI SEDERSI DAVANTI AL PC DATO CHE LE STIMOLA PERICOLOSE MANIE DI GRANDEZZA E COMPLESSI DI SUPERIORITA'? CI PENSI!

Dino Colombo 01.12.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

don genna' che volete dimostare con questa historia partenopea?
volete trovare giustificazioni agli occhi dell'italia?

Tutte ste belle historie non eliminano di certo
la monnezza per le strade
le truffe alle assicurazioni
le lauree false
la camorra
la disoccupazione
ecc. ecc.

se siete nella monnezza in tutti i sensi, non è colpa del Piemonte, don gennà!!!

gainni bagget 01.12.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo veramente apprezzabile come il dipendente casini abbia manifestato ad Annozero la propria stima per gli stimabili dipendenti dell'utri e previti.
Mi ricorda i democristiani di una volta che erano tutte persone stimate che si stimavano tra di loro.


Andrea Malizia Commentatore certificato 01.12.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

in tal modo, invece di accelerare lo sviluppo economico del Sud si preparò il declino delle strutture già esistenti, come nel caso dell'unificazione dei sistemi finanziari e del nuovo sistema tributario. Nel prelievo fiscale, infatti, nella seconda metà dell'800 si realizza una forte sperequazione Nord e Sud, soprattutto per quel che riguarda la spesa pubblica. La tabella seguente mostra come, al Sud, il prelievo fiscale pro capite sia più del doppio della spesa dello stato per abitante, mentre in Liguria la spesa è superiore al prelievo ed in Toscana si equivale.

Percentuale di reddito pagato e percentuale di spesa pubblica x abitante nel 1890:




Regione
Tasse x ab.
Spesa x ab.



Basilicata
18,53 %
8,77 %



Calabria
18,54 %
11,26 %



Liguria
52,71 %
71,15 %



Toscana
37,67 %
37,56 %

Nello stesso periodo, inoltre, si realizzava il trasferimento verso il Nord di notevoli mezzi finanziari dal Meridione per sanare il deficit pubblico del Piemonte, rilevante a causa delle guerre sostenute e del continuo potenziamento dell'esercito. Per il Sud, così, si veniva a creare una situazione di sudditanza finanziaria che, oltre a mortificare gli slanci imprenditoriali, ne impediva lo sviluppo. Le industrie esistenti nel Regno delle Due Sicilie, in modo particolare quelle napoletane e salernitane, operanti nel campo meccanico, siderurgico e della lavorazione di lino e canapa, denotavano una certa vitalità e prosperità, anche se la loro attività era protetta dalle alte tariffe doganali borboniche e da una forte domanda dello Stato stesso Anche per quel che riguarda le società per azioni, il divario fra il Nord ed il Sud si allargava sempre più. Nel 1865 l'87,1 % del capitale delle società per azioni era concentrato nel Nord-Ovest, il 2,2 % nel Nord-Est, il 6,5 % nel Centro ed il 4,2 % nel Sud.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei Chiedere,
ai luminari del diritto, quel'è diritto c'è nell'essere colpevoli di corruzione di giudici, falsi in bilancio, collusioni mafiose etc... enon stare neache un giuorno dietro le sbarre?
Qual'e diritto c'è nel non avere commesso nulla e rimanere dietro le sbarre per mesi anche per anni prima che un magistrato ti senta o ti creda?
Il garantismo dovrebbe aiutare a mentenere fuori dalla galera quelli che non commetto reati magari a aiutando qualche colpevole a restarne fuori, non il contrario....
Previti e uno schifo e chi esulta con lui lo è ancora di più...

alfredo lo presti 01.12.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma il colpo definitivo, quello fondamentale fu l'emigrazione della mano d'opera e la conseguente crescita di una massa inattiva che viveva sulle rimesse e sui pochissimi lavoratori rimasti. Tutto questo portò all'enunciazione dell'economista classico-liberal americano, G. Hildebrand: "...in mancanza di un drastico intervento dello Stato, il Mezzogiorno era condannato fin dall'inizio; incapace com'era di difendersi, potesa solo tentare di diminuire in qualche modo l'enorme divario che lo separava dal Nord più fortunato". Quanto finora esposto, si amplificò a dismisura nella città di Napoli, antica capitale del Regno, con la perdita dei suoi privilegi e col decentramento del potere economico verso il Nord; Napoli che era cresciuta sulle spalle del suo entroterra, si trovò, di colpo, svuotata e divenne, come disse Compagna, "La testa troppo ingrandita di un corpo apoplettico". Cerchiamo di analizzare quella che fu la situazione economica nella quale si venne a trovare il Regno dopo il 1860.
Dopo l'unità d'Italia, la divaricazione fra Nord e Sud, era data essenzialmente dalla diversità dei quadri sociali ed economici che, mentre nel Settentrione avevano assunto già una configurazione di tipo capitalistico, nel Meridione si erano fermati ad uno stadio precapitalistico di tipo feudale caratterizzato da una tendenza conservatrice e di gretto immobilismo negli alti gradi della borghesia. Il ceto medio meridionale, inoltre, a differenza di quello settentrionale, era subordinato all'aristocrazia nobiliare e quindi incapace di poter assurgere al rango di nucleo propulsore dello sviluppo e dell'indispensabile processo di rinnovamento. La politica adottata dalla classe dirigente post-unitaria non solo ignorò, di fatto, il problema del divario sorto con l'unificazione, ma lo accentuò mettendo in crisi l'iniziativa industriale del Napoletano;

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul sito/blog

http://rosadeiventi.iobloggo.com
(oppure cliccate sul nome in basso)

c'è un interessante articolo sull'argomento "Deaglio" e sul suo filmato "Uccidete la democrazia". Come l'hanno presa gli italiani?
Ricordo, per chi non conoscesse ancora questo sito, che vi si trovano parecchi pezzi su temi toccati dal "maestro" Beppe Grillo. Chi volesse lasciare dei commenti, faccia pure. Buona lettura a tutti.

aldo marostica 01.12.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Anche a me il post di oggi non sembra molto interessante, e credo davvero che non possano fare male più di altri gadgets, al massimo servono a qualificare immediatamente chi ne fa sfoggio, quindi problemi loro! Piuttosto mi interessava far notare come questo blog dovrebbe essere un luogo dove persone ugualmente schifate da quello che succede in Italia si scambiano commenti e proposte costruttive per poter sperare di cambiare qualcosa o almeno provarci. Invece sto vedendo il trionfo del più bieco particolarismo...che senso ha che napoletani/milanesi/romani/emiliani e compagnia bella si insultino a vicenda tirando fuori i più triti luoghi comuni da commediola dell'arte? Facciamo come i capponi di Renzo che si beccano a vicenda, e mentre noi vantiamo la bellezza del nostro orticello o pensiamo all'ultimo gol di Totti ce lo stanno mettendo voi ben sapete dove. E poi basta co' sta storia di Napoli, se non ci abitate che vi frega dell'immondizia? Al massimo sono loro che si devono incazzare e mi sembra che lo facciano. E poi ricordatevi che non bisogna avere l'immondizia fuori di casa per vivere nella merda...INCAZZIAMOCI UNITAMENTE E SFOGHIAMO QUESTA RABBIA VERSO CHI SE LA MERITA!!!!

Simona Scacchi Commentatore certificato 01.12.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Dunque,avendo citato lo sproposito scritto dal Dr Prof MAX STIRNER PV non per fini di lucro ma per fini di presa per il c...,non posso essere soggetto ad alcuna azione civile o penale...C.V.D. = Come Volevasi Dimostrare ah, ah, ah...I'm sorry Mr (fesso) Dino COLOMBO, try again later...ah, ah, ah

4. io,a differenza del Dr Prof MAX STIRNER PV e del suo comico EMPLOYER genovese BEPPE GRILLO,autore di due POSTS di propaganda sull'argomento, non ho invitato nessuno a prenotare e comprare un DVD pieno di balle come quello del compagno DEAGLIO.

5. considerati i punti 1,2,3 e 4 consiglio al Dr Prof (fesso) DINO COLOMBO di ritornare a sQuola starting from Priamary School così imparerà a scrivere correttamente la parola BLOGGER e a conoscere le leggi dello Stato della Repubblica Italia prima di sparare caxxate come ha fatto oggi alle ore 15.16.

Have a good day, coglione...

With Love
P.R.o.F. John Stuart Mill, Mr Colombo's humiliator

John Stuart Mill (Mr Colombo's humiliator) 01.12.06 17:11 |

...............................

ILL.MO JOHN STUART MILL,

A COMMENTO DELLA SUA DI CUI SOPRA VORREI SPECIFICARE QUANTO SEGUE:

1) ESSENDO IN ITALIA E NON ESSENDO OBBLIGATORIO CITARLO IN LINGUA INGLESE DICO BLOGGHER O BLOGGER COME CAXXO MI PARE ( CERCA E VEDI MIEI INTERVENTI PRECEDENTI..SE HAI TEMPO DA PERDERE...O MEGLIO DA TROVARE VISTO CHE LA TUA INTERA VITA E' TEMPO PERSO )

2) LA SUA DISQUISIZIONE SULLE NORMATIVE CHE REGOLANO LA PUBBLICAZIONE O MENO DI PARTI O DI INTERI DI ARTICOLI ALTRUI NON ME NE PUO' FREGA' DE MENO! VISTA LA NATURA IRONICA DEL MIO APPUNTO ALLE SUE SPARATE DELIRANTI E VISTA LA PRESCRIZIONE DOPO -11 ANNI 11- DI CRIMINI COMMESSI DA PREVITI E C. MOLTOMOLTO PIU' GRAVI!! SE SE LA CAVA LUI IN UN CRIMINE COME LA CORRUZIONE DI GIUDICI, FIGURATI IO CHE RIPORTO PEZZI DI ARTICOLI DI GIORNALI!!
( CMQ VISTI I PRECEDENTI DI UN SALUMIERE MULTATO SALATAMENTE DA FINANZIERI PER UN PANINO CON LA MORTADELLA FATTO ALLA NIPOTINA QUI IN ITALIA C'E' DA ASPETTARSI DI TUTTO!!)( CONTIN )

Dino Colombo 01.12.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se vuoi vendere un manganello mica puoi scriverci sopra "asta la victoria siempre",o no?
Sarebbe bello sapere le navi e i carri militari italiani quale veicolo di "distribuzione"(vendita) utilizzano.

simeone camporese 01.12.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

All'indomani dell'unificazione del regno da parte di Garibaldi, divenne luogo comune l'affermazione che il Nord fosse una società industriale avanzata , mentre il Sud altro non era che una società agraria arretrata. Ma i motivi veri di questo enorme divario sono da ricercare in diversi fattori che vanno al di la delle affermazioni del Croce che, ne attribuisce le cause alle strutture istituzionali ed organizzative; oppure di Gramsci che, comunque, concorda col Croce sulla diversità organizzativa delle città e dei centri urbani nel Nord ed il sistema feudale nel Sud. Alcune cause sono da ricercare nella morfologia del suolo e del clima, secco, arido e privo di minerali il Sud; la distanza dai mercati europei, nonché da quei luoghi che avevano iniziato la rivoluzione industriale; Queste differenze non fecero altro che accelerare l'evoluzione del settentrione, a fronte di un forte ritardo del meridione, si verificò quelli che alcuni chiamarono: effetto cumulativo del processo di crescita e che portò ad uno sviluppo del tipo "Gesellschaft" (evoluzione rapporti sociali e propensione al mutamento) al Nord e di "Gemeinschaft" (organizzazione familiare dominata da costumi e tradizioni) al sud. Se poi a questo si aggiunge la politica di governo, nel decennio 1878-1887, con l'aumento tariffario che, aumentando i dazi su grano e beni industriali, significò per il Sud la chiusura dei mercati esteri (Francia in particolare), allora ecco che si spiega il fallimento del meridione. Al sud non si era verificato nessun processo di sviluppo agrario, anche grazie agli accordi intercorsi tra Cavour e la borghesia terriera meridionale che trasformarono l'insurrezione dei contadini in un processo di brigantaggio come scrisse, nel 1861, Diomede Pantaleone a Minghetti: "i proprietari sentono che senza di noi ed il nostro esercito sarebbero sgozzati dai briganti".

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

E chieggo all'onore e al civismo del sindaco di Napoli e del comandante della stessa guardia cittadina di risparmiare a questa Patria carissima gli orrori dei disordini interni e i disastri della guerra civile; al quale uopo concedo a questi ultimi tutte le necessarie a più estese facoltà. Discendente di una dinastia che per ben 126 anni regnò in queste contrade continentali, dopo averlo salvato dagli orrori di un lungo governo viceregnale, i miei affetti sono qui. Io sono napoletano, né potrei senza grave rammarico dirigere parole di addio ai miei amatissimi popoli, ai miei compatrioti. Qualunque sarà il mio destino, prospero o avverso, serberò sempre per essi forti e amorevoli rimembranze. Raccomando loro la concordia, la pace, la santità dei doveri cittadini. Che uno smodato zelo per la mia corona non diventi fase di turbolenze. Sia che per le sorti della presente guerra io ritorni in breve fra voi, o in ogni altro tempo in cui piacerà alla giustizia di Dio restituirmi al trono dei miei maggiori, fatto più splendido dalle libere istituzioni di cui l'ho irrevocabilmente circondato, quel che imploro da ora è di rivedere i miei popoli concordi, forti e felici.
E' la fine di un Regno !

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Fra i doveri prescritti ai re, quelli dei giorni di sventura sono i più grandiosi e solenni, ed io intendo di compierli con rassegnazione scevra di debolezza, con animo sereno e fiducioso, quale si addice al discendente di tanti monarchi. A tale uopo rivolgo ancora una volta la mia voce al popolo di questa metropoli, da cui debbo ora allontanarmi con dolore. Una guerra ingiusta e contro la ragione delle genti ha invaso i miei stati, nonostante ch'io fossi in pace con tutte le potenze europee. I mutati ordini governativi, la mia adesione ai grandi principi nazionali e italiani non valsero ad allontanarla, che anzi la necessità di difendere l'integrità dello Stato trascinò seco avvenimenti che ho sempre deplorati. Onde io protesto solennemente contro queste inqualificabili ostilità, sulle quali pronunzierà il suo severo giudizio l'età presente e futura. Il corpo diplomatico residente presso la mia persona seppe, fin dal principio di questa inaudita invasione, da quali sentimenti era compreso l'animo mio per tutti i miei popoli,e per questa illustre città, cioè garantirla dalle rovine e dalla guerra, salvare i suoi abitanti e le loro proprietà, i sacri templi, i monumenti, gli stabilimenti pubblici, le collezioni d'arte,e tutto quello che forma il patrimonio della sua civiltà e della sua grandezza,e che appartenendo alle generazioni future è superiore alle passioni di un tempo. Questa parola è giunta ormai l'ora di compierla. La guerra si avvicina alle mura della città,e con dolore ineffabile io mi allontano con una parte dell'esercito, trasportandomi là dove la difesa dei miei diritti mi chiama. L'altra parte di esso resta per contribuire, in concorso con l'onorevole Guardia Nazionale, alla inviolabilità, ed all'incolumità della capitale, che come un palladio sacro raccomando allo zelo del ministero.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Borbone > Fine di un Regno



Francesco II, figlio di Ferdinando II e Maria Cristina di Savoia, aveva solo 23 anni quando successe al trono e non aveva nulla di un Re, data la sua educazione non proprio adatta ad un erede al trono. I presupposti per la fine c'erano tutti: un Re bigotto, incapace, senza polso, impaurito da tutto e da tutti (basti pensare che il matrimonio fu consumato dopo oltre un mese e grazie all'intervento di padre Borrelli) e che commise il grande errore (nonostante consigliato del contrario dal Principe di Satriano, Carlo Filangieri) di non allearsi col Piemonte, in ultimo l'inettitudine dei comandati delle forze militari. Poi Garibaldi ! I mille (che mille non erano), male armati ed ancora peggio in arnesi, mai e poi mai avrebbero potuto quel che hanno fatto, ma nemmeno verso il più piccolo staterello o paesello. Basta pensare che i Borbone sapevano della partenza delle camice rosse, della loro rotta e del luogo dello sbarco, una flotta ricca di 14 navi incrociava al largo delle coste siciliane. A Calatafimi 4000 soldati del regno si ritirarono al cospetto di quell'armata di Brancaleone, per non parlare dello sbarco sulle coste calabresi ed il tappeto steso fino a Napoli. La puzza é forte, é troppo forte, l'Europa sbigottita assiste all'impossibile. In Calabria stanziava un esercito forte di 12000 uomini, 10000 si arresero senza sparare un colpo, fu rotta completa. Il 6 settembre del 1861 alle ore 18, Francesco II, scappava a Gaeta consegnando il suo regno, su di un piatto di platino a Giuseppe Garibaldi che entrò in Napoli alle 13,30 del giorno dopo e lasciava al suo popolo solo questo manifesto:


Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Sara' forse una carnevalata, MA SARANNO TUTTI A VOLTO SCOPERTO,c'e' chi invece manifesta con le molotof, le mazze e i passamontagna, chi sa perche'.

marista urru 01.12.06 16:26 |

Dai su da brava, vai a preparare la prossima manifestazione dove brucerete altri manichini raffiguranti soldati italiani o carabinieri.
Queste sì che sono manifestazioni!

gino pilotino 01.12.06 16:15 |


non approvo chi sfascia vetrine o brucia bandiere...ma almeno loro non hanno speculato.


I Borbone > Rapporti commerciali con la Russia

Correva l'anno 1779 Ferdinando IV, appena ventinovenne, invia in Russia il Duca di San Nicola, Muzio da Gaeta. Arrivato a Pietroburgo, il Duca, dovette subire il duro e rigido clima al quale non riuscì ad adattarsi, per cui entro pochi anni fu sostituito dal Duca di Serracapriola, Antonio Maresca Donnorso, mentre il russo Razumovshij fu sostituito (per i rapporti intimi, sembra, con Maria Carolina) con Skavronskij. Tutto ciò prendeva spunto dalla voglia di emancipazione economica del regno delle due Sicilie. Il 17 gennaio del 1787, A tsarskoe-Selo, fu firmato un trattato tra Napoli e la Russia articolato su trentanove articoli che andavano dall'affermare i rapporti d'amicizia tra i napoletani ed i russi, al fatto che in caso di guerra i rispettivi governi concedevano un anno per la regolarizzazione dei rapporti commerciali pendenti. Fu, quindi, aperto ai napoletani il Mar Nero, questo però non fu sufficiente a creare un solido scambio commerciale tra i due regni, anche a causa di eventi bellici. Si dovette aspettare il 1787 per vedere alcuni bastimenti russi attraccare a Napoli con carichi di legname, mentre nel 1789 la situazione migliorò, dopo il calo dell'anno precedente, mentre nel 1790 a Napoli arrivava solo l'Esperance carica di ferro. Va, comunque sottolineato che i traffici commerciali tra il Regno di Napoli e quello Russo erano resi difficoltosi dalle distanze enormi e dalle oggettive difficoltà. Poche furono le possibilità che si presentarono al Duca di Serracapriola fino al 1813 (rimase in carica oltre quarant'anni), ma il tentativo, che comunque produsse dei frutti era da encomiare, in quanto era il segnale di un'attività economica, fiorente e sempre alla ricerca di nuovi mercati e quindi nuova ricchezza.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

no no... io ho solo imparato a leggere poi ho smesso.
ma non serve molto di più per giudicare un mucchio di stronzate partigiane.

Fabio La Torre 01.12.06 17:40 |

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
No, no je stevo parlanne 'e ll'esame pe avè 'a patent'e scem'e guerra!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe, ma cosa ne pensi in svezia la casa automobilistica saab ha messo in commercio un modello di automobile che utilizza come carburante il bioetanolo E85.
Questo carburante emette meno sostanze inquinanti della benzina e le piantagioni che li producono"assimilano" CO2 liberando ossigenio;portando così un notevole vantaggio all'agricoltura, all'economia e all'ambiente.
In brasile li utilizzano da anni,gli svedesi li hanno scoperti recentemente e in francia hanno gettato le basi per una crescita velocissima e la nostra cara ITALIA dov'è ???????
CHIEDIAMOLO AI NOSTRI DIPENDENTI...???

matteo ceriani 01.12.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Prodi nel KGB...???
E come lo utilizzano?
Fassino una spia? forse ad intermittenza... si accende si spegne...si accende si spegne.

Ma le cazzate che si sentono in questi giorni sono fenomenali...

RIMANE IL FURTO DI 35 MILIARDI DI EURO!!!!

Luca Fineschi 01.12.06 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

espò... facce ride...
mostra a tutti, da buon saltimbanco napoletano, la vostra verve, il savoir faire, la furbizia, lo spirito di adattamento, la voglia di soffrire, la simpatia, la guapperia, o sole, o mare e tutte le altre mirabili, apprezzabili, invidiabili, desiderabili, immutevoli, innumerevoli qualità che vantate all'ombra d'o vesuvio.

DA VERGOGNARSI ! e invece, tanto per supportare la tesi che al mondo tutto è possibile, c'è pure chi riesce a vantarsi di tutto il NULLA che posside.
Contento te... contenti tutti ( ma soperatutto io che disto da Napoli 800 km.. la vostra puzza qui non arriverà mai, e la nostra basta e avanza. Ma se dovessimo cambiare idea e decidere che vivere nella merda è meglio, sappiamo già come fare, vi chiediamo in prestito Bassolino!)

Fabio La Torre Commentatore certificato 01.12.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

E io subito ve lo spiego: all'inizio, quando ci sposammo nel 1781, io ero un fiore, tutto andava bene, e specialmente a letto ma poi..., insomma il vizio del gioco, beveva, stavamo sotto al debito e più di una volta dovette intervenire Re Ferdinando IV per apparare. L'ultima volta mi chiuse in un convento da dove, naturalmente scappai per vedermi con Andrea. Le cose non andavano più bene, mio marito mi cornificava puree ed io, senza offesa, non gli ero da meno, tanto si viveva da separati in casa.La vera svolta nella mia vita accadde quando incontrai Gerardo Baccher e fui introdotta nei salotti giacobini, dove conobbi ...intimamente anche Vincenzo Cuoco e Ferdinando Ferri. Mo' che capitò che il Cardinale Ruffo stava per riconquistare Napoli e i realisti, tra cui i Baccher, tramavano contro i repubblicani, Gerardo mi portò un salvapassare o qualcosa del genere, ma quando lui andò via entro Ferri, quello è sempre stato un poco rattuso e nel mettermi le mani in petto, trovò il biglietto.
- Salute !
- Io cercai qualche scusa ma non la trovai, così Ferri lo disse al Cuoco, la congiura fu scongiurata e i Baccher passarono i guai loro. Nel frattempo una certa Donna Eleonora Pimentel Fonseca, una giornalista, scrisse che il merito di questo fatto era tutto mio e quando la Regina Maria Carolina tornò a Napoli mi fece arrestare.
- E mo' ?
- E mo sono su questo carro e mi stanno portando su un palco a piazza mercato dove mi aspetta la decapitazione, aiutatemi ve ne prego...
- E' la mattina dell'11 settembre 1799, Luisa sale sul patibolo, appoggia la testa, la mannaia sbaglia il colpo le trancia la spalla, il boia, tirandola su per i capelli cava un coltella e la scanna.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Borbone > La Repubblica Napoletana del 1799 > Luisa Sanfelice

Luisa Sanfelice: patriotta, eroina, giacobina o , più semplicemente, vittima ?
Direi che il numero dei nostri nemici non aumenterà di certo se optiamo per "vittima suo malgrado". Vediamo, però, brevemente di tracciare un quadro, sia pure miniaturistico della sua vita, anzi facciamo di più, ascoltiamolo dalla sua "viva" voce:
- Signora Luisa, potrebbe essere così gentile da raccontarci un po' di lei ?
- Certo, con estremo piacere: io sono nata a Napoli il 28 febbraio del 1764, papà era Don Pietro de Molina, cadetto di Spagna, e mammà era Camilla Salinero. La mia infanzia è stata abbastanza tranquilla, agiata, insomma non mi potevo proprio lamentare.Tutto filava liscio, fino a quando non ebbi la ventura/sventura di incontrare Andrea Sanfelice, che poi era il nipote di mio nonno materno, Tommaso, che era il fratello di Anna, appunto la madre di Andrea. Voi mo' vi domanderete perché dico ventura/sventura ?

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate la ripetizione: uniamoci per una protesta pacifica che abbia come obiettivo un coinvolgimento più diretto del popolo sulle scelte politiche. Avremo la possibilità di far parlare di noi anche nel caso in cui saremo in pochi. I francesi in questi casi ci battono sempre!! Facciamo comprendere a tutti che siamo in grado di cambiare le cose pacificamente. Sto raccogliendo adesioni.
Non ho ambizioni politiche ma solo una grande dignità e dei valori che sembrano caduti in prescrizione (eppure ho trentacinque anni).

Mauro Di Centa (maurodct1@yahoo.it) - un povero cristo (non in senso religioso)

Mauro Di Centa 01.12.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Intanto quando si da da gestire una situazione come quella del G8 a dei somari,senza distinzione, come i nostri governanti, è praticamente impossibile che non succeda nulla.
Quello che è successo a Genova, per chi vuol vedere ovviamente, è semplice. Dei tanti temuti black block non ne hanno malmenato nè arrestato nemmeno uno, nonostante fossero parecchi e visibilissimi.
In compenso all'ospedale ci sono finiti, gente comune, appartenenti ad associazioni cattoliche (compresi anche i francescani), fotografi, addetti al soccorso (forse perchè non dovevano soccorrere?), parecchie donne e anche qualche anziano.
Se avessero massacrato di botte quei dannati black block io avrei goduto; ma i black block menano per davvero, non è semplice affrontarli.
Allora con chi si da una bella dimostrazione di forza? Con chi si è sicuri di darle e non di prenderle.

Saletti Walter Commentatore certificato 01.12.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma c'he capito ? Il mio non era un giornale di partito come quelli di oggi, io analizzavo le cose per quelle che erano, la verità uber alles !
- E come andò a finire ?
- A pesci fetenti, quella, Maria Carolina, si fissò con me, mi voleva morta e dopo che rientrò a Napoli, convinse Nelson a non rispettare gli accordi di Ruffo e...

Eleonora Pimentel Fonseca, oggi 20 agosto 1799 è stata giustiziata.



'A signora Donna Lionora
ca alluccava 'ncopp''o triatro
mo' abballa miezo 'o mercato


Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo far notare che ogni tanto i commenti che invio scompaiono nel nulla, dalle 11 alle 15 era li' e poi pufff! INCANTESIMI!!!

Inkazzata Cronica 01.12.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Eleonora vede i suoi natali in quel di Roma, il 13 gennaio del 1752, da genitori portoghesi.
All'incirca verso il 1762-63 la famiglia di Eleonora si trasferisce a Napoli, e qui inizia la storia di Donna Lionora.
- Si, effettivamente avevo pressappoco 10 anni quando mamma e babbo vennero a Napoli, ed il loro primo pensiero fu quello della mia educazione. Mi mandarono a studiare, grazie a zizì l'abate Lopez, le materie più difficili, come il greco, il latino e tutto il resto. E' chiaro che con questi studi dovevo per forza diventare una cima e, infatti, cominciai subito a scrivere. Che scrivevo ? Di tutto dalla prosa alla poesia, insomma mi preparavo a diventare, modestia a parte, quella grande giornalista che fui.
- Signora la prego non esageri
- Io esagerare ? Bello, io ho avuto a che fare con la crema della cultura, con Metastasio e Voltaire ci davamo il "tu", a casa di don Gaetano Filangieri ero "di casa", e non parliamo poi di Galiani, Manthonè and so on...
- Va bene, si calmi...
- Io, ero la paroliera ufficiale di casa reale, che vi credete ? La biblioteca di palazzo reale steve mmano a mme ! Non so se mi sono spiegata. Dunque, più in là mi sono spostata, tenevo più o meno 27 anni, con un certo Pasquale, un capitano dell'esercito, un fetente, prima si ubriacava e poi mi picchiava e per colpa sua ho perso pure un bambino, il secondo, perchè il primo mi morì di malattia ancora piccolino.
Datosi che, come acclarato, ero una intellettuale, è chiaro che mi lasciai attrarre dagli eventi della rivoluzione francese, dai sentimenti di eguaglianza e libertà e, per questo ebbi diversi guai, fino a che Ferdinando IV non scappò a Palermo con quella arpia di Maria Carolina, 'a mugliera. Allora si che mi sfrenai, divenni giacobina, imbracciai il fucile, insomma fui un'artefice della rivoluzione del '99. Per dare sfogo alla mia passione di giornalista fondai "Il Monitore Napoletano".

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

prova

liliana pace Commentatore certificato 01.12.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento

CHE STRANO....HANNO BECCATO DUE PICCIONI CON UNA SOLA FAVA...AL POLONIO!!!

( MORTO SCARAMELLA CHI PUO' PIU' TESTIMONIARE CONTRO GUZZANTI E CONTRO IL NANO MALEFICO DI ARCORE???...UHMMMMM.....INTERESSANTE!!)


LONDRA - Mario Scaramella, l'informatore della commissione Mitrokhin che indagava sui politici italiani su richiesta del presidente Paolo Guzzanti, è risultato "positivo al polonio-210". Scaramella, sarebbe stato una delle ultime persone a incontrare l'ex-spia del Kgb Alexandr Livtinenko. L'avrebbe visto nel "sushi bar" di Londra e, secondo alcuni potrebbe essere stato lui ad avvelenare Livtinenko provocandone la morte.

La notizia, data dal network Sky, è stata confermata dall'Agenzia britannica per la protezione della salute. All'Agenzia risulta che "un'altra persona ha una quantità importante dell'isotopo radioattivo del polonio 210 nel suo organismo". Scaramella è stato immediatamente ricoverato in un ospedale inglese per ulteriori accertamenti.

Immediato il commento del legale di Scaramella, Sergio Rastrelli: "Aspetto di sentire da lui come
stanno le cose. Di sapere come sta. Dovremmo sentirci nel pomeriggio - spiega Rastrelli - di solito abbiamo appuntamenti telefonici ad orari prestabiliti.
Fino ad ora tutto quello che so me lo state comunicando voi giornalisti. Un ritorno in Italia domani? Credo che ora il quadro sia cambiato. Ma non posso dire nulla di più preciso se non sento Scaramella".

Dino Colombo 01.12.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mario Scaramella contaminato da polonio 210. L'esame delle urine: tracce "significative". L'ex consulente è ricoverato in ospedale. Ricostruito il percorso fatto da Litvinenko. E' stato avvelenato nel sushi bar di Piccadilly a Londra, dove incontrò l'ex consulente della Commissione Mitrokhin. Scotland Yard: l'ex 007 eliminato da agenti deviati dell'Fsb.

sarà stato berlusconi ? ma sììììì dai... tanto è tutta colpa sua !

Fabio La Torre Commentatore certificato 01.12.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Fabio La Torre 01.12.06 17:33 |

E chist'è n'ato c'all'esame ha pigliato 180

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al di la della cazzata dei manganelli griffati, guardate cosa Prodi stà svendendo al suo amico De Benedetti: l'ALITALIA.
Dopo Alfa Romeo, Cirio, De Rica, ecc. Prodi regala (ma sicuramente con giusto tornaconto) un'azienda che noi abbiamo finanziato nei momenti difficili.
Ora con 4 soldi l'Ulivo sottrae agli ITALIANI parte del loro capitale.
Infatti tempo fa scrissi:Prodi ci riprova...

Dopo Cirio - SME - Alfa Romeo ecc., Il professor Romano Prodi ci riprova a svendere anche Alitalia.
In che modo: dando un "autorevole" giudizio sullo stato di salute della compagnia di bandiera.
Di fatto questo commento, forse affrettato, ha fatto precipitare le quotazioni di Alitalia, i piccoli investitori hanno venduto, ma qualcuno ha comprato.
Chi ha comprato? E' sta una operazione "ad personam" del Professore? Unipol o altra finanziaria DS come si è comportata? De Benedetti?
Una cosa è certa, chi ci ha rimesso è ancora e sempre il piccolo investitore.
Un applauso per il Professore

Mi dispiace riconoscere che avevo ragione.
De Benedetti, come tutti sappiamo, è il terminetor di Olivetti,dove venne confinato dalla famiglia Agnelli quando si accorsero che voleva impossessarsi di Fiat, voleva Barilla ma si opposero e si creò un caso dove si inquisì Berlusconi, e tanto altro ancora.

Pensioniamo Prodi prima che ci riduca sul lastrico.

Mauro di destra 01.12.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

romeni, rumeni, teroni, arabi, 'fricani & co. GO HOME!!! E POI ALTRO CHE BASTONATE SULLE CORNA!!! CI VUOLE IL MOSCHETTO! E GIA'

Poldo Porsenna 01.12.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Che bello, domani i ricchi sono scendono in piazza a manifestare, spero che faccia freddo e piova cosi finalmente anche loro sapranno cosa significa scendere in piazza, i sacrifici che si devono sopportare(ho sentito che qualcuno per differenziarsi andrà in aereo), il viaggio in treno o in pulman e dopo a manifestazione conclusa non aver ottenuto nulla. Sentire negati i propri diritti ( come i ferrotranviari oggi) sentire che il sacrificio fatto non è servito a nulla. Spero che da ora i lavoratori quando scenderanno in piazza, avranno più solidarietà. Senza contare poi i vari commentatori televisivi con le loro filastrocche : questa manifestazione non vale perché mancano due manifestanti per fare 3 milioni, vanno a fare una scampagnata, non hanno voglia di lavorare, circuiscono i bambini, gli slogan sono faziosi, sono partiti perché non hanno pagato il biglietto del viaggio ecc…. domani mi piacerebbe vedere qualche bella signora con la pelliccia o con qualche bella ferrari per poi poter dire se hanno protestato loro che riescono a vivere agiatamente ho più diritto io che non c’è la faccio ad arrivare a fine mese.
Un saluto

roberto ba 01.12.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giunse così a Napoli colui che sarà uno dei protagonisti della storia napoletana degli ultimi decenni del XVIII secolo: John Acton, di nazionalità inglese che sostituì, nel ruolo di favorito della regina, il principe di Caramanico e finì con l'essere considerato da tutti l'amico del cuore della sovrana. Maria Carolina non conosceva mezze misure, da una accesa passione passava ad un odio irrefrenabile, non conobbe il conforto né della pietà né del perdono. L'ambizione per il potere la spinse a circondarsi di figure squallide e prive di scrupoli ma anche di uomini prestigiosi come l'ambasciatore inglese Hamilton e la giovanissima moglie di costui, Emma Lyon. Si servì della sua amicizia con Lady Hamilton per sottomettere al suo volere l'ammiraglio Nelson, del quale si servì nella guerra contro la Francia, scaturita soprattutto da un odio feroce per quello che avevano fatto alla sua amatissima sorella. Fu vendicativa e spietata nei confronti dei giacobini napoletani. Ne fu esempio l'arresto e la condanna di Eleonora Pimentel Fonseca, fondatrice di un giornale repubblicano chiamato "Il Monitore", alla quale negò di essere decapitata anzicché impiccata (cosa che fu concessa, invece, a Luisa Sanfelice), non accordandole questo privilegio poiché non la ritenne appartenente alla nobiltà napoletana. Maria Carolina morì nel Castello di Herendorg nel 1814 colpita da un attacco apoplettico. Il re Ferdinando non rispettò il periodo di lutto e dopo soli due mesi sposò la sua amante Lucia Migliaccio, vedova del principe di Partanna. Il principe ereditario che non approvava il matrimonio fece osservare al padre che la sposa aveva battuto troppo la cavallina, al che il re si difese con le seguenti parole: "penza a mammeta, figlio mio, penza a mammeta". A Napoli in quel periodo si diffondeva il sonetto: " Io Carolina, ipocrita,tiranna e prostituta..." ...ma si sa. il popolo napoletano é sempre stato caldo, passionale e volubile.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oh beppe... fai un bel post su napoli... qui vedo tanta voglia di parlarne... almeno farai sfogare chi si "napola" addosso dalla mattina alla sera...

ma se ci tenete tanto, perche napule non ve la recintate tutta e ve la tenete stretta stretta ? ma mi raccomando... non fate uscire nessuno dal recinto, certe bestie in libertà fanno danni a tutta la popolazione civile.

incredibile... vedere un napoletano che scrive di civiltà e di storia è come un grido nel silenzio... non credevo nemmeno che laggiù si esprimessero in italiano... ma forse sta facendo copia incolla...
E comunque, così per inciso, quella storia non è tutta lì... c'è ben altro da dire e da sapere sulla neapoli di quel tempo...

Fabio La Torre Commentatore certificato 01.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

...Ho sparato sopra la ruota di scorta del defender.
Perché hai deciso di parlare solo adesso?
Perché ci vuole coraggio e io finalmente l'ho trovato. Merito anche dell'avvocato a cui mi sono rivolto, Antonio Ludovico, che mi ha sempre sostenuto e mi ha consigliato di non aver paura della verità."

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Che sciocchino che sei caro Dino a prendertela con il povero schifani (che detesto anch'io). Non ho capito se hai un solo neurone in testa o la tua ipocrisia ti annebbia il cervellino. Perchè oltre a denunciare questi schifosi privilegi non dici anche che il compagno Bertinotti se n'è andato in vacanza con l'aereo di stato e che il verde Pecoraro per inquinare di meno in vacanza si spostava con l'elicottero della forestale?

Stefano Rossi 01.12.06 17:02

................................

Monellino stupidino di uno Stefanino!....io mi limito a cercare le magagne di quelli di DESTRA che mi hanno fatto rodere il fegato per i trascorsi 5 anni!...tu provvedi a cercare quelle di SINISTRA...ma accertati che siano provate e non tirate fuori dal cilindro di un imbecill.e come te!!...........

Dino Colombo 01.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

I Borbone > Maria Carolina d'Austria

Il 7 aprile 1768 ebbe luogo a Vienna il matrimonio tra Ferdinando IV di Borbone e Maria Carolina, figlia di Maria Teresa e Francesco d'Austria. Maria Carolina era la sorella minore di Maria Giuseppa, promessa sposa a Ferdinando IV e morta di vaiolo pochi giorni prima del matrimonio; Ferdinando chiese allora che Maria Giuseppa fosse sostituita con una delle sorelle, per cui l'Imperatrice d'Austria scelse Maria Carolina, in quanto l'altra sorella, Maria Amalia, era più grande di Ferdinando. Donna molto bella, nonostante le numerose gravidanze, aveva un bel viso ovale, occhi azzurri e soprattutto dei denti bianchissimi, cosa molto rara per quei tempi. Esercitava sugli uomini un fascino irresistibile, e li dominava con il fuoco delle sue passioni, e della libidine che ardevano in lei. Sin dal 1775, dopo ben quattro gravidanze, la regina chiese di poter esercitare il suo diritto di far parte del Consiglio di Stato e fu spinta da ciò non solo dalla fiamma dell'ambizione che ardeva in lei, ma anche dal disinteresse del marito, che preferiva dedicarsi ai piaceri della caccia della pesca e delle damigelle compiacenti e generose. Mentre suo marito si divertiva, Maria Carolina cominciò a dedicare il suo tempo ad occupazioni più serie, riunì intorno a se un piacevole gruppo di persone e sfruttando al massimo la sua educazione Viennese cercò di guadagnarsi la fiducia dell'èlite napoletana. Volitiva ed impetuosa, convinta di essere nata per governare, trasformò la Corte in un centro sociale più brillante e cosmopolita. Maria Carolina pensava che una buona flotta era necessaria per rendere più moderna la marina napoletana, e nonostante a Napoli non mancassero valenti uomini di mare, interessò suo fratello il Granduca di Toscana, un ufficiale dotato di forti capacità.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

...Non vedevo praticamente nulla, ero quasi steso, solo Raffone era un po' più alzato. Mi è arrivato l'estintore sullo stinco, scalciando con i piedi l'ho ributtato giù. Loro continuavano con questo lancio di oggetti, io ho gridato che avrei sparato. Poi ho sparato in aria.
Sei convinto di aver sparato in aria?
Sono convinto di aver sparato in aria, non ho preso mira, è la verità
Quanti colpi hai sparato?
Due colpi, tutti e due in aria...
...Non vi siete accorti di quello che era successo a piazza Alimonda?
No. Ho saputo della morte di Carlo Giuliani alle 23 quando sono venuti in ospedale i carabinieri con un maggiore Lì mi hanno detto che avevo ucciso un manifestante...
...Che ambiente hai trovato quando sei rientrato in caserma?
Mi chiamavano il killer. I colleghi hanno fatto festa, mi hanno regalato un
basco dei Tuscania, "benvenuto tra gli assassini" mi hanno detto.
Dicevano morte sua vita mia, cantavano canzoni. Hanno fatto una canzone su Carlo Giuliani
Secondo te si è detta tutta la verità sul G8 di Genova?
No.
Cosa è rimasto all'oscuro?
Ci sono troppe cose che non sono chiare.
A cosa ti riferisci?
A quello che è successo dopo a piazza Alimonda. Perché alcuni militari hanno "lavorato" sul corpo di Giuliani? Perché gli hanno fracassato la testa con una pietra?
Hai posto queste domande ai tuoi superiori?
Una volta ho telefonato al maggiore Cappello. Lui mi ha detto che non dovevo avere dubbi. Però lui mi disse di aver saputo quanto successo la sera alle 20 e invece nelle immagini che ho rivisto si vede lui accanto al corpo di Giuliani. Io non ho sentito altri spari, però anche i colleghi che erano dentro al defender non hanno sentito i miei colpi. Ritengo che cremare il corpo di Giuliani sia stato un errore, forse si sarebbe potuto scoprire di più, qualcosa sul corpo forse c'era.
Sei alla ricerca della verità?
Si. Come fanno a dire che l'ho sparato in faccia. Non è vero. È impossibile. Non potevo colpire Giuliani. Ho sparato sopra la ruota...

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non esiste un modo per impedirgli di vendere Alitalia?
Se qualcuno ha un' idea BATTA UN COLPO!!!
e che che ca..o!!!!!

Pietro Murru Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Francesco II, figlio di Ferdinando II e Maria Cristina di Savoia, nacque a Napoli il 16 gennaio 1836 e morì ad Arco di Trento il 27 dicembre del 1894, all'età di 58 anni. Aveva solo 23 anni quando successe al trono al padre Fredinando II morto il 22 maggio del 1859. Il regno di Francesco II o Francischiello, come lo chiamavano i napoletani, fu di brevissima durata e non fu certo caratterizzato da fermezza e determinazione. L'ultimo Borbone era un Re debole ed alquanto bigotto, contornato da uomini abbastanza inetti, se si eccettua il Principe di Satriano, Carlo Filangieri. Francesco sposò Maria Sofia di Baviera; l'unione non fu, inizialmente, delle più felici, basti pensare che, la notte, aspettava che la moglie s'addormentasse per mettersi a letto. Il matrimonio fu consumato dopo un mese e solo per intercessione di un sacerdote ! Per il prosieguo della storia di Francesco II si rimanda a: Fine di un Regno.



Francesco II ha una figlia

Maria Cristina Pina


Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Se vi dà fastidio che io parli di COMUNISTI....
Sostituite con DEFICENTI e vedrete che funziona uguale.
Saluti Cari.

Luca Fineschi 01.12.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A TUTTI:leggete l'intervista rilasciata da Placanica lo scorso 29/11/2006, il carabiniere che sparò a Carlo.non è integrale, era troppo lunga, ma potete tranquillamente trovarla su internet....e poi smettetela di sparare ca..ate!!!
"Per la prima volta, il carabiniere catanzarese che era sulla jeep defender in piazza Alimonda, nelcorso dei drammatici giorni del G8 genovese del 2001,afferma esplicitamente di essere "un capro espiatorio usato per coprire qualcuno" e di non avere ucciso lui Carlo Giuliani. Le rivelazioni di Placanica confermano la necessità di fare chiarezza su ciò che è avvenuto a Genova nel luglio 2001: sulla catena di comando delle forze dell'ordine, sulle responsabilità dei politici che stavano nella sala operativa, sugli abusi commessi sulle centinaia di migliaia di cittadini che manifestavano liberamente. E sulla morte di Carlo Giuliani, un ragazzo. Mario Placanica rompe il silenzio e racconta la sua verità
Quando sei arrivato a Genova?
Siamo arrivati il 17 luglio
A quale reparto eri stato assegnato?
Ero con il dodicesimo battaglione Sicilia
Da quanto tempo eri nel battaglione?
Da dicembre del 2000
Che ordini vi sono stati impartiti per le giornate del G8?
Ci dicevano che le situazioni sarebbero state un po' particolari, non come semplice ordine pubblico ma qualcosa di più
In che senso?
Ci dicevano di stare attenti, ci raccontavano che ci avrebbero tirato le sacche di sangue infetto. Ci dicevano di attacchi terroristici. La sensazione era come se dovessimo andare in guerra...Ci hanno posizionato vicino la "Fiera" insieme ad alcuni poliziotti In quella situazione mi è stato affidato il compito di sparare i lacrimogeni per disperdere i manifestanti. Però dopo un po' il maggiore Cappello mi ha preso il lanciagranate perché diceva che non ero capace. Io stavo sparando a "parabola", così come mi è stato insegnato, e invece lui
ha iniziato a sparare ad altezza d'uomo, colpendo in faccia le persone.Cose allucinanti...

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 01.12.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da Maria Teresa

Luigi Maria;
Alberto Maria Francesco
Alfonso Maria Giuseppe
Maria Annunziata Isabella
Maria Immacolata Clementina
Gaetano Maria Federico
Giuseppe Maria
Maria delle Grazie Pia Vincenza
Vincenzo Maria Francesco
Pasquale Maria del Carmine
Maria Immacolata Luigi Gennara
Gennaro Maria Immacolata

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Ferdinando II, nipote di Ferdinando IV e figlio di Francesco I e Maria Isabella di Borbone, nacque a Palermo il 12 gennaio 1810, durante la dominazione francese a Napoli con Giuseppe Bonaparte prima (1806) e Gioacchino Murat dopo (1808). All'età di venti anni, nel novembre del 1830, divenne Re del Regno delle due Sicilie. I suoi primi diciassette anni di regno videro un gran numero di riforme: l'abolizione di alcune cacce reali che furono aperte al popolo, la rinunzia a diverse rendite, il rinnovamento del governo, la diminuzione di alcuni dazi e la riduzione di molte voci di spesa, insomma rappresentarono un periodo di austerità rivolta al risanamento dello Stato. Ciò non deve far pensare, però, ad un Ferdinando debole, egli ebbe mano pesante con delinquenti e traditori del Regno. Il 20 novembre del 1832 sposò la principessa Maria Cristina che gli darà un figlio, Francesco II, ma che morì, per complicazioni da parto dopo solo quindici giorni, il 31 gennaio 1836. Il 9 gennaio 1837 sposa, in seconde nozze, Maria Teresa Isabella, arciduchessa d'Austria. Non mancarono in questi diciassette anni dei moti popolari, come quelli di Peluso e di Cesare Rossarol, che furono scoperti e repressi. Ciò che lasciò il segno, durante la reggenza di Ferdinando II, furono i moti del 1848. Infatti, il 12 dicembre del 1848 la rivolta scoppiò in quel di Sicilia, a Palermo e nonostante l'invio di oltre cinquemila soldati, portò all'evacuazione del capoluogo siciliano . Per arginare i tumulti scoppiati in tutto il regno, Ferdinando promulgò, l'11 febbraio, la costituzione ma fu, suo malgrado, coinvolto nei fatti del 15 maggio, quando gli furono addossate le responsabilità di terribili eccidi contro il popolo che aveva eretto barricate. Morì, dopo atroce e lenta agonia, il 22 maggio 1859, dopo 29 anni di illuminato governo.



Fedinando II ha tredici figli



da Maria Cristina

Francesco d’Assisi Maria
da Maria Teresa

Luigi Maria;
Alberto Maria Francesco

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

I Borbone > Francesco I


Francesco I

Francesco Gennaro Giuseppe, nacque a Napoli 19 agosto del 1777 da Ferdinado IV di Borbone e Maria Carolina. Il suo regno fu molto breve, durò appena 5 anni, dal 1825 (successe a Ferdinando IV morto il 4 gennaio dello stesso anno) al 1830 (morì l'8 novembre). Quando salì al trono aveva già 47 anni, ma aveva già esperienze di governo (era stato più volte vicario del Regno) e queste esperienze lo avevano provato moltissimo. Egli era di carattere schivo e riservato, molto dedito alla famiglia, sposò nel 1797 Maria Clementina, arciduchessa d'Austria, dalla quale ebbe una sola figlia Carolina Fernanda Luisa che sposerà il conte Lucchesi Palli. Morta Carolina nel 1801, Francesco I, sposa l'infante di Spagna Maria Isabella, che gli darà ben 12 figli. Oramai stanco ed annoiato, lascia la conduzione del Regno a Luigi de' Medici, fu questo il periodo più triste di tutto il regno borbonico, dove corruzione e rilassatezza erano l'unico credo praticato, ed imperava a tutti i livelli. L'unica cosa che gli riuscì di fare, fu quella di liberare il suolo del Regno dai soldati austriaci e da Metternich (gli austriaci dovevano vigilare sulla pace nel regno, minata dai carbonari), sostituendo queste forze con dei mercenari svizzeri. Il comando dell'esercito borbonico passò nelle mani del principe ereditario Ferdinando II appena diciassettenne, era il 1827. Di fatto, tutto il regno, era nelle mani di Ferdinando e lo rimase fino alla morte del padre, Francesco I, avvenuta l'8 novembre del 1830.



Francesco I ha quindici figli

Ferdinando Francesco Leopoldo
Luisa Carlotta
Cristina Maria Anna
Amalia Maria Anna
Ferdinando Carlo Maria
Carlo Ferdinando Maria
Leopoldo Beniamino Giuseppe
Antonia Maria Giuseppa
Antonio Pasquale Maria
Amalia Maria Giuseppa
Maria Carolina Ferdinanda
Teresa Cristina Maria
Luigi Carlo Maria
Francesco di Paola Luigi Emanuele

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe io vivo all'estero, lo sai quanto bene ha fatto all'immagine dell'Italia il serial la piovra, questo serial è stato trasmesso in tutti i paesi dell'est, e sai pensano che siamo tutti cosi. Che abbiano ragione ?, o forse siamo peggio ? Illuminami

patrizio pavarin 01.12.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Io trovo tutto questo estremamente doloroso. Per noi e per il nostro paese. L'elemento che più di ogni altro fa impaurire che le inversioni di tendenza che a volte si scorgono vanno TUTTE nella direzione sbagliata. E non parlo di politici, di dibattiti e di grandi sistemi. Parlo delle persone comuni. Gente, siamo marci alle radici, questo è il problema. E non facciamo che peggiorare.

Stefano Ratto (ste-ge-) Commentatore certificato 01.12.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ferdinando amava il divertimento, la caccia (ed in questo aveva preso dal padre), mischiarsi con la bassa lega, vendere il pescato al mercato, effettuare i propri bisogni corporali in presenza di altre persone e assumere atteggiamenti immaturi, naturalmente, tutto questo, contrastava con il carattere di Maria Carolina, la quale lo aveva sposato solo per dovere e, grazie anche al menefreghismo del Re, non tardò ad imporsi nelle scelte politiche che influenzarono e non poco la vita del regno. Ferdinando IV morì il 5 gennaio 1825, all'età di settantaquattro anni e dopo sessantacinque di regno.



Ferdinando IV, III e poi I ha sedici figli

Maria Teresa Carolina
Maria Luisa Amalia
Carlo Tito Francesco Gennaro
Maria Anna Giuseppa
Francesco Gennaro Giuseppe
Maria Cristina Teresa
Gennaro Carlo Francesco
Giuseppe Catello Gennaro
Anna Maria Amalia
Maria Antonia Teresa
Maria Clotilde Teresa
Maria Enrichetta Carmela
Carlo Gennaro Francesco
Leopoldo Giovanni Giuseppe
Alberto Filippo Maria
Maria Elisabetta Teresa


Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:24| 
 |
Rispondi al commento

I Borbone > Ferdinando IV


Ferdinando IV

Ferdinando I di Borbone (Napoli 1751-1825), Re delle Due Sicilie (1816-1825), già Ferdinando IV come re di Napoli (1759-1799, 1799-1806, 1815-1816), e Ferdinando III come re di Sicilia (1759-1816).
Terzogenito di Carlo III, re di Spagna, e di Maria Amalia di Sassonia, salì al trono nel 1759, ma avendo solamente otto anni, gli fu affiancato un consiglio di reggenza con a testa il marchese Bernardo Tanucci e il principe di San Nicandro, Domenico Cattaneo. Ferdinando IV regnò per sessantacinque anni, per cui la sua figura riveste un carattere molto importante nella storia della Napoli borbonica. La diversa levatura e cultura politica tra i due educatori, riformista l'uno, conservatore l'altro, ben presto sfociò in un aperto contrasto tra i due. Purtroppo, per l'educazione di Ferdinando, il San Nicandro finì per prevalere sul Tanucci, accentuando e, quindi, creando il carattere del Re che risultò essere volgare ed approssimativo, poco attento alle cose di Stato e molto incline alle inezie ed al divertimento. "In quest'ultimo anno, ansioso di raggiungere la maggiore età... ...più per seguire i suoi piaceri, che per governare i suoi regni", così scriveva, nel marzo del 1767 W. Hamilton in un suo rapporto sul Re (H. Acton, I Borboni di Napoli, Firenze, Giunti, 1988). Il 7 aprile 1768 Ferdinando IV sposa Maria Carolina d'Austria, matrimonio combinato da Carlo III per rafforzare i rapporti tra Spagna ed Austria. Il carattere di Ferdinando, la sua educazione triviale e la sua scarsa attenzione ai doveri regali fecero ben presto sì che le redini del regno passassero nelle mani della Regina.

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

SONO UN AKER..E SO FARE BENE IL MIO LAVORO..
TI HO BECCATO IN PIENO..

LUCA LUCHI 01.12.06 16:54

tu sei un LOACKER!!! mica un "aker"!!!

giacomo zappa 01.12.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

I Video Games che fanno riferimento alla nostra notorietà all'estero ci sono già: Mafia,Il Padrino,sono solo alcuni titoli..
Ti ho scritto una mail Beppe per segnalarti l'evento di oggi,che ipocritamente potrebbe essere ricordato più spesso: combattere l'Aids è uno sforzo enorme che devono fare tutti,anche i Governi.

Dario Salvelli 01.12.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

"Via la mafia dalle istituzioni!"

E' l'unico slogan che potrebbe andare bene in questo periodo oscuro italiano perchè purtroppo è presente in entrambi i schieramenti politici.

Se a voi sembra una soluzione darci a dosso tra poveri, mi dispiace dirvelo ma questo paese ha i giorni contati!!!

Buonafortuna a tutti voi e sopratutto ai vostri figli (ne avranno davvero bisogno).

Massimo Roma 01.12.06 17:19| 
 |
Rispondi al commento

In guisa che o i Maschi o le Femmine di mia Discendenza di sopra chiamati, siano ammessi alla Sovranità Italiana, sempre che non siano Re di Spagna o Principi di Asturia dichiarati già, o per dichiararsi quando si altro Maschio, che possa succedere in vigor di questa ordinazione negli Stati e Beni italiani. Non essendovi, dovra il Re di Spagna, subito che Dio lo provvegga di un altro Maschio Figlio, o nipote o pronipote, a questo trasferire gli Stati e Beni Italiani. Stabilita così la Successione della mia Discendenza negli Stati e Beni Italiani, raccomando umilmente a Dio L'INFANTE DON FERDINANDO, e dandogli la mia Paterna Benedizione ed inculcandogli la Religione Santa Cristiana Cattolica, la giustizia e la Mansuetudine, la Vigilanza, l'Amor dei Popoli, i quali sono, per avermi Fedelmente servito ed obbedito benemeriti della mia Casa Reale; cedo, trasferisco e dono all'istesso INFANTE DON FERDINANDO mio figlio Terzogenito per natura, i Regni delle Sicilie, e gli altri miei Stati, e Beni, e la Ragioni, e Diritti e Titoli, e le azioni Italiane e cedo all'istesso in questo punto la piena tradizione, sicchè in Me non rimanga alcuna parte di essi. Egli però, sin dal momento, nel quale lo partirò da questa capitale, potrà col Consiglio di Stato e di Reggenza amministrare tutto quel che sarà da Me a Lui trasferito, ceduto e donato. Spero che questa Mia legge dì Emancipazione, di Costituzione di Età maggiore, dì Destinazione di Tutela, e di Cura del Re pupillo e minore, Di Successione, nei detti Stati e Beni Italiani, di cessione e donazione, ridonderà in bene dei Popoli, in tranquillità dell Mia Famiglia Reale, finalmente contribuira al riposo di tutta anche l'Europa. Sarà la presente Ordinazione sottoscritta da Me, e dal Mio Figlio INFANTE DON FERDINANDO, munita del Mio Suggello, e referendata dagl'infrascritti Consiglieri e Segretari di Stato, anche nella qualità di Reggenti, e Tutori dello istesso Infante Don Ferdinando. Napoli sei Ottobre MilleSettecentocinquantanov

Gennaro Esposito Commentatore certificato 01.12.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Uniamoci per una protesta pacifica che abbia come obiettivo un coinvolgimento più diretto del popolo sulle scelte politiche. Sto raccogliendo adesioni.
Non ho ambizioni politiche ma solo una grande dignità e dei valori che sembrano caduti in prescrizione (eppure ho trentacinque anni).

Mauro Di Centa (maurodct1@yahoo.it) - un povero cristo (non in senso religioso)

Mauro Di Centa 01.12.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intervista Sul S i g n o r a g g i o e sul perchè Beppe Grillo non ne parla--->
http://video.google.it/videoplay?docid=8208628600166597158&q

Giorgio Simonetti 01.12.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELENCO DEI CRIMINI DI MUSSOLINI:

* ISTITUZIONE DELLA GIORNATA LAVORATIVA DI 40 ORE

* DIRITTO ALLE FERIE PAGATE PER I LAVORATORI

* DIRITTO ALLA PENSIONE, ALL'ASSICURAZONE CONTRO GLI INFORTUNI E CREAZIONE DELL'INPS

* DIRITTO ALL'ISTRUZIONE ELEMENTARE E MEDIA GRATUITA PER TUTTI

* CASE POPOLARI AGLI ITALIANI INDIGENTI

* CREAZIONE DELL'INTERA RETE FERROVIARIA ITALIANA COME ATTUALMENTE CONOSCIUTA

* BONIFICA DELLE PALUDI IN LAZIO, ABRUZZO E TOSCANA

* SCONFITTA DI MALARIA E TUBERCOLOSI NELLE CAMPAGNE

* AUTOSUFFICIENZA AGRICOLA

* NAZIONALIZZAZIONE E SVILUPPO DELLA SIDERURGIA, DELL'INDUSTRIA NAVALE E AEREONAUTICA

* SCONFITTA MILITARE DELLA MAFIA E DELLA CAMORRA

* COSTRUZIONE DEL PRIMO AEREO IN GRADO DI COMPIERE LA TRAVERSATA TRANSOCEANICA

* DUE COPPE DEL MONDO DI CALCIO VINTE


UN VERO DELINQUENTE !!!


MUSSOLINI DALLA MARCIA SU ROMA E FINO ALL'ALLEANZA CON LA GERMANIA E' STATO IL PIU' GENIALE POLITICO CHE L'ITALIA ABBIA MAI AVUTO

OGGI SE NE SENTE LA MANCANZA, DAVANTI A QUESTI FIGURANTI !!!!!

W IL DUCE 01.12.06 17:14|