Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I marchettari


marchette.jpg

Quando è successo? In quale momento i giornalisti si sono trasformati in marchettari? I direttori di giornali in manager pubblicitari? Le redazioni in addetti stampa delle grandi aziende? E’ sempre stato così? L’informazione è sempre stata una grande puttana? O c’è un prima e un dopo? La notizia non è più una merce, ma un veicolo patogeno che contiene virus di marche automobilistiche, di acque minerali, di medicinali inutili. Ma per fortuna a proteggerci c’è qualcuno. Il Gigante buono dell’Authority. Un Gigante immobile. Che può intervenire solo su denuncia dei cittadini. Se nessuno facesse una denuncia, gli impiegati dell’Authority potrebbero starsene sempre a casa.
Noi italiani siamo straordinari. Riusciamo a pagare per leggere la pubblicità occulta. Non è più l’azienda a pagare il giornale per le inserzioni. Siamo noi che paghiamo per leggere la pubblicità sotto forma di articoli. Quella più schifosa. Che ti trova indifeso. Una volta la marchetta il giornalista la faceva tra un servizio e l’altro. Sperando di non farsi notare. Adesso scrive il servizio tra decine di marchette. Sperando che qualcuno lo noti.
Gli editori hanno una sola cosa in testa. L’attenzione al cliente (dell’inserzionista). Non più lettore, ma consumatore. Circonvenzione di consumatore. Un’attenzione morbosa, pedogiornalismo. L’inserzionista è il datore di lavoro dei giornalisti, ma chi paga l’uno e gli altri siamo sempre noi. Paghiamo il giornale, la pubblicità occulta, il prodotto pubblicizzato.
E finanziamo i giornali con le nostre tasse. Perchè i giornali sono finanziati dallo Stato. Senza chiuderebbero. RESET. Aboliamo i finanziamenti ai giornali e ai loro direttori. Che tromboneggiano, debortoleggiano sullo sfondo con grande, intelligente distacco in ogni talk show.
Giuseppe Altamore ha scritto un libro di autodifesa: ‘I padroni delle notizie’ e ha rilasciato un’intervista per il blog a Piero Ricca. Guardate il video. Poi disdettate gli abbonamenti.

intervista_del_blog.gif

16 Dic 2006, 23:35 | Scrivi | Commenti (706) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A proposito di giornalismo, altri interessanti punti di vista su www.wuz.it ... Grazia Casagrande ha intervistato alcuni nomi del giornalismo italiano (lo stesso Marco Travaglio e Gianni Barbacetto, Gian Antonio Stella, Curzio Maltese) sulla SCOMPARSA DEI FATTI di Travaglio.

Vale la pena leggere sia gli interventi che i loro libri ... soprattutto quello qui commentato.

un saluto
marisandra

Marisandra Lizzi 03.03.07 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Mandiamoli a casa questi burattini!!! Sembrano usciti dal libro di Collodi!!!

Fuori dalle balle 24.02.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti marchettari? direttori di quotidiani più attenti al bilancio aziendale che alla deontologia professionale? E che dire della tv trasformata in aia per combattimenti di galli dove, a far da arbitri, ci sono giornalisti trasformati in veline e viceversa?
Quante altre Cucuzza dovranno crescere nell'orto di Mamma Rai prima di renderci conto che stiamo producendo Ogm pronti solo ad azzannare il pubblico per carpirgli segreti da condominio o pettegolezzi da parrucchiere da trasfornare in notizie. Quanti profughi di Grandi fratelli dovranno essere utilizzati al posto dei veri giornalisti (quelli che lavorano nelle piccole redazioni e guadagnano quattro soldi)e mandati in giro per l'IItalia trasvestiti da fenomeno da baraccone facendo passare cazzate di proporzioni planetarie per notizie?
L'informazione, signori, è un'altra cosa ed è fatta, soprattutto di rispetto. Del lettore, del telespettatore, dell'ascoltatore, dell'essere umano, del bambino, della vittima di mafia, del morto ammazzato e di tutti quelli che non possono difendersi quando telecamere, microfoni, registratori piombano nelle loro vite e le fanno a pezzi rovistando anche nelle loro mutande.
Dov'è finito il giornalismo d'inchiesta? Perchè tentano di far passare per scoop la passeggiata di un giornalista pagato per camminare nei corridoi di un ospedale e dimostrare quello che sappiamo già tutti? Qualcuno avrà il coraggio di spiegare ai lettori, alla gente comune che la notizia è quel tipo di informazione che, fino ad un attimo prima, non si conosceva...
Quanto poi al capitolo "giornalistopoli"...
al prossimo post...amici
Verdeacido

antonella ciervo 13.02.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, puoi indicarmi la pagina web, dove c'è l'elenco dei prodotti commestibili cancerogeni? E perchè no, anche i famosi medicinali tipo viox, che dobbiamo evitare? Ciao, ti ringrazio. Beppe sei tutti noi ! ! !.
Ti seguo dalle tue prime apparizioni in TV e poi i vari spettacoli.Il prossimo appuntamento a Treviso con 'Reset' sarò presente con altri tuoi amici. A riciao, laura (una tua coetanea)

Laura Pisciutti 10.01.07 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
nulla mi tocca più da vicino in quanto una delle mie passioni principali è proprio quella della scrittura e poco tempo fa credevo ancora un pochettino in questo mondo dell'informazione. ma più passa il tempo più vengo scoraggiato ad entrarci. Credo perciò che l'informazione abbia ormai preso una strada da cui non si possa piu tornare indietro, e che per fare vera informazione ci si debba affidare a persone libere come te.

Giovanni D'Aprile 10.01.07 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto l'intervista ad Altamore e, anche se non ha detto niente di nuovo (io ho sempre avuto l'impressione che il giornalismo fosse troppo influenzato e sovvenzionato dai protagonisti delle notizie), mi ha confermato quanto la nostra società ed il nostro modo di vivere dipende dal marketing commerciale. E' vero che il valore economico di un prodotto dipende anche da quanto viene pubblicizzato, ma è anche vero che il n° di persone addette alla produzione di quel prodotto dipende anche dalla sua commerciabilità. In parole povere il mondo del lavoro e del commercio è fortemente legato al mondo del marketing. La notizia per principio non deve essere assolutamente inquinata dalle marchette, di certo la pubblicità contribuisce notevolmente a mantenere i posti di lavoro dei giornalisti. Forse bisognerebbe trovare una via di mezzo, bisognerbbe accontantandosi di qualche notizia thrash o di qualche minuto di gossip riuscendo a garantire, tramite enti di controllo e associazioni a tutela dei consumatori, la "verginità" delle notizie di politica, attualità, cronaca, esteri e quantaltro. In fine se fossi un po' maligno mi verrebbe da pensare che il Sig. Altamore avrebbe potuto dare la sua intervista solo per pubblicizzare il suo libro e non per le vera notizia. Se fossi un po' maligno potrei dubitare sulla serietà del giornalista che l'ha intervistato, il quale avrebbe potuto prendere dei soldi da Alatmore per divulgare l'intervista. Eppure dicendo queste parole non faccio altro che applicare i consigli dell'intervistato sul porre attenzioni alle notizie divulgate. Chiaramente sono certo che ciò non è avvenuto perchè credo nel vostro lavoro e sono certo che il mondo ha da imparare da Beppe e da tutti quelli che lavorano con lui.

Affettuosamente

Andrea Zucconi

Andrea Zucconi 02.01.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Sei un Grande

brunetti alvaro 02.01.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe mi trovo in perfetta sintonia su questo argomento, il recente concerto di tromboni dei media in occasione dell'intervento chirurgico subito da B. ha raggiunto secondo me vette difficilmente superabili in quanto a deferenza sfacciata nei confronti del potente.
La dimostrazione viene dalla facile osservazione che impegnatissimi a "leccare" i media non si sono neanche accorti della imbarazzante analogia che la diffusione delle notizie sulle super doti fisiche di B. (che ridacchiando impettito ha ricordato di persona che non prendeva un raffreddore da 10 anni ah ah ah !!) aveva con la arcinota attitudine di tutti i dittatori (compreso Fidel) a tranquillizzare le folle mostrando chi i muscoli, chi divise con mani sui fianchi dal balcone.
La reazione di Fini (con querela) alle voci che lo volevano afflitto da un problema fisico sono un'altra dimostrazione che certi politici si considerano immortali ed il solo ipotizzare un problema fisico costituisce una offesa alla loro immagine.
Riflettendo questa tendenza dei politici una amara realta'sulla incapacita' della maggioranza della gente a distingure tra realta' e mito/fantasia (se cosi' non fosse non avremmo la pubblicita') a quando una scuola per rieducare a leggere la realta' per quello che e' uscendo dal ruolo di attori di reality shows imposto da chi ne trae interesse economico?

Con affetto ed ammirazione

Fernando Zucconi 29.12.06 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Come mai a proposito di giornalisti vergognosi ci dimentichiamo che la Guzzanti non è ancora tornata in TV colpevole di avere detto cose che i nostri cari giornali dimenticano stranamente di riferire.

I giornali in Italia sono una cosa oscena a prescindere dall'appartenenza politica, con i giornalisti che scioperano solo quandoi hanno bisogno di privilegi.

Saluti Baio

gabriele baietti 26.12.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
che non si farebbe per avere un contratto giornalistico, Italia serva come disse sia dante che Petrarca.

giuseppe bonavita 25.12.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

leggo e ascolto (video) le tue accuse alla moderna classe di giornalisti e loro direttori resasi colpevole di mercanteggiare le notizie alla borsa del miglior offerente.
Sono d'accordo con te nella forma del tuo discorso ma nel merito mi trovi abbastanza distante. Proponi di abolire i finanziamenti ai giornali accusandoli contemporaneamente di fare gli interessi degli inserzionisti (sponsor). Ma non ti sembra una contraddizione ?
In teoria la libera informazione rimane libera fino a quando chiunque può scrivere di qualunque cosa senza temere ritorsioni da nessuno e certamente senza dover compiacere l'inserzionista di turno per arrotondare lo stipendio. Tutto questo dovrebbe essere garantito dai finanziamenti ai giornali che non essendo di parte (almeno in teoria) dovrebbero garantire ai direttori ampi spazi di manovra.
E' un pò lo stesso discorso per cui gli stipendi dei politici sono moolto al di sopra della norma, per ovviare o rendere più
difficili i tentativi di corruzione.
Quindi direi che le intenzioni di questi strumenti di sovvenzione siano corrette il problema di stabilire il perchè non funzionino questa è un'altra storia. Se politici da 15/20.000 €/mese si facciano corrompere da prospettive ancora più allettanti allora non vuol dire che il sistema ha la meglio su di loro, ma semplicemente che eleggiamo dei delinquenti.
Ai giornali forse sarebbe meglio dare più sovvenzioni anche perchè come dici tu , il libero mercato dell'informazione, peggiorerebbe di molto dovendosi basare solo sulla tiratura. Hai visto in televisione ? Seguendo quello che la gente vuole (o si pensa che volgia) siamo pieni di rality-show del più becero trash-style ad ogni ora e su qualunque canale. Cosa ne sarebbe della carta stampata ? Come mi insegni tu quello che "vende" non è sempre ciò che di meglio si può offrire a qualcuno...
Comunque sia continua così che sei sempre il migliore (anche perchè sei l'unico :-) )

alberto de tisi 25.12.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Uno che scrive su famiglia demoCristìana si può definire indiPendente?
Ciò che dice è vero ma parziale in perfetto stile pretesco. Infatti trascura stranamente sia la pubblicità occulta delle banche che le operazioni politiche destinate esclusivamente a favorirle.

Mariano Rossano Balbo 23.12.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di giornalismo marchettaro.
Da circa un mese Repubblica, nella cronaca romana, con dieci articoli a tutta pagina attacca scientificamente una grande e storica ( e vera!) cooperativa sociale di Roma, la Capodarco.
Perchè? Perchè questa coop, che ha 1200 soci lavoratori di cui 450 disabili, rischia di vincere una gara di appalto per il servizio di prenotazioni sanitarie della regione, servizio che svolge, con ottimi risultati, dal 1999.
Cosa c'è di così scandaloso nell'aver fatto crecere professionalmente tanti lavoratori, disabili e non, fino a diventare, in questi servizi, leader in Italia? Perchè accanirsi contro questo facile bersaglio?
la risposta è semplice: attaccare questa gara d'appalto, inventando presunte irragolarità significa attaccare l'assessore che, poveretto, ha osato afffermare che dovrà tagliare pezzi della sanità privata accreditata nel Lazio ( il 30% del bilancio). E chi è oggi il leader della sanità privata in Italia? Carlo De Benedetti, che dopo aver acquistato delle catene di cliniche, con la sua HSS-CIR è leader della sanità privata in Italia. E il lazio rappresenta un mecato interessante, quindi occorre, per vie traverse, eliminare quell'assessore. E allora via all'attacco, con il suo giornale, della gara d'applato e della Coop Capodarco, inventando o ipotizzando illeciti e conflitti di interessi, invocando l'intervento della magistratura e le dimissioni dell'assessore.
A tutti chiedo di indagare efare infomazione su questo, perchè è il classico esempio di come l'interesse di un gruppo economico (De Benedetti) si esprime attraverso una stampa controllata (Repubblica)anche a costo di lasciare vittime sul terreno ( i disabili senza lavoro).
Di fronte a tanto cinismo non ci sono parole.

marina piccoli 23.12.06 01:56| 
 |
Rispondi al commento

cosa vuol dire disdettare?

federico michielan 22.12.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

cosa vuol dire pedogiornalismo?

federico michielan 22.12.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

venite a leggere su riberaonline.blogspot.com il testo dell'emendamento Fuda...e vedrete quanto è semplice costruire una legge-vergogna...

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 22.12.06 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Scrivo sul blog per proporvi una 'share action' con questo obiettivo: riportare Beppe Grillo in televisione per una serata.
La trasmissione ideale è, secondo me, 'Che tempo che fa' di Fabio Fazio, ne verrebbe fuori la trasmissione dell'anno (altro che Celentano...). Beppe è fuori dalla televisione da troppo tempo (sinceramente penso che non gli dispiaccia affatto) ma la televisione resta, ora come ora, il principale mezzo di comunicazione di massa. E poi... sono tornati quasi tutti gli epurati (manca Luttazzi), possibile che Beppe Grillo faccia così paura per quello che dice?!
Possibile che debba essere un comico a parlarci di cose serie in questo paese?! E solo Celentano (un cantante, sic!) ha parlato in TV degli inceneritori e delle nanoparticelle!
Ho già scritto a Fazio (raitre.chetempochefa@rai.it) e a Beppe, fatelo anche voi, perché sono ancora tantissime le persone che non possono accedere al web e al blog.
Tempestiamo Fazio (o la Rai) e Beppe di mail, penso che ne valga la pena.
Pensate, Beppe è genovese, pure Fazio è ligure... non trovate che sia più di una coincidenza?
Iniziamo il 2007 col botto! RESET! Anzi...RAISET!

Claudio Bertolini 21.12.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono perfettamrnye d'accordo con voi e' proprio uno schifo che i quotidiani dopo che all'edicola noi li paghiamo per avere notizie gia vecchie del giorno prima recevano anche profumati contributi dallo stato che siamo sempre noi io da quando l'o saputo ho smesso di comprarli leggevo tutti i giorni l'unita' che i bravi direttori D'lema Veltroni riuscirono a portare al fallimento io da sempre di sinistra mi sono stancata di questa sinistra che mi appare sempre piu' uguale alla destra.Altro argomento cosa ne pensate degli auguri mielosi che il nostro dipendente presidente Prodi ha fatto a Berlusconi? saluti carissimiFranca.

romano romani 21.12.06 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La conferma è infatti l’aumento delle pseudopatologie mentali identificate, o meglio inventate, dagli “esperti” psichiatri (vedi l’aumento ingiustificato della Sindrome da Deficit di Attenzione e Iperattività, ADHD, ‘definita’ – per alzata di mano, come pure la totalità delle patologie scritte - nel Manuale Diagnostico e Statistico delle Malattie Mentali, DSM), con la conseguenza che in Italia, negli ultimi 5 anni, le prescrizioni di psicofarmaci (droghe psicotrope, eccitanti, ansiolitici, ecc.) sono aumentate del 280%, raddoppiando perfino gli Stati Uniti (circa il 150%): patria mondiale delle droghe minorili.

Un tristissimo primato che dovrebbe far riflettere e comprendere a tutti la gravità del fenomeno, perché ‘drogare’ un bambino nella fase delicatissima della propria crescita e/o sviluppo, significa ‘creare’ un adulto corrotto (dipendente magari da sostanze chimiche). Il caso del leader dei Nirvana, Kurt Cobain, è emblematico. Per la diagnosi di iperattività infantile, gli fu prescritto uno psicofarmaco che usò fin dalla tenera età di 7 anni. Una volta cresciuto, la dipendenza fu ‘alleviata’ e ‘sostituita’ da alcool e droghe pesanti che lo hanno portato a spararsi.
La psichiatria moderna è arrivata al punto da definire ‘malattia’ perfino la ‘difficoltà dell’apprendimento della matematica’!

Come difendersi? A mio avviso la comprensione, la presa di coscienza, l’informazione (parola composta: in-formazione, che significa dare forma alla coscienza!) e l’analisi sono armi indistruttibili che vanno oltre al condizionamento dei mass media, oltre all’azione delle istituzioni, oltre l’assopimento dei sensi operato attraverso numerosi mezzi, tra cui quelli sopra elencati.

di Lorenza Veronese da disinformazione.it

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPAGANDA

Da quando si sono accorti, ormai sarà un secolo, che la PROPAGANDA funziona (i tedeschi si lamentavano di aver perso la prima mondiale per debolezza di propaganda, e nella seconda hanno fatto un ministero apposta) (e se non mi sbaglio anche l'Italia, il MIN.CUL.POP) la usano.

E se funzionava al punto da essere determinante 60 anni fa, indirizzando l'opinione pubblica verso l'assenso a una guerra per es, figuriamoci oggi.

I mezzi di informazione sono i veicoli della propaganda, strisciante o meno, e i giornalisti il braccio.

Il giornalista me lo immagino lì attento a non scontentare l'editore, il quale sta attento a non scontentare i suoi riferimenti economici.
Il giornalista che difende la verità e la propria deontologia, immagino che nella maggior parte dei giornali e TV e radio sia ormai estinto.
Chi si mette del resto contro il proprio capo per difendere la verità o la giustizia o la propria morale?
Pochissimi. Così è normale che sia anche nella categoria dei giornalisti.
Hanno diritto a fare schifo come le altre categorie.

Le informazioni che riceviamo sono quindi per la maggior parte pilotate. E quelle più dannose sono quelle che leggi nel giornale di cui ti fidi, senza sapere che anche lì dentro c'è un paio di persone che fanno il doppio gioco (P2 insegna).
Poi ci sono le informazioni che depistano l'attenzione, tipo i fischi a Romano o il malessere del Silvio, o il dramma della scomparsa dei presepi (ma della scomparsa dei valori cattolici, la fratellanza, la povertà, la solidarietà... non si preoccupa nessuno) o la fecondazione assistita, che sono cose importanti, ma adesso forse noi avremmo bisogno di sentir parlare del crollo del potere d'acquisto, degli affitti, del declino politico e morale, del clima, delle guerre e relativi interessi...

Ci bombardano di inutili discorsi nei quali diluiscono e nascondono le informazioni vere.

A proposito Welby oggi? La finanziaria trasformista? Il pacemaker? L'inter? I PACS?

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 21.12.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

E’ particolarmente interessante, come le teorie sviluppate e indotte in campo politico-economico poi vadano ad influenzare in maniera massiccia anche gli altri aspetti della realtà di un paese, in quanto è chiaro, per chi ha già un’infarinatura, che pure la nascita e lo sviluppo della “scienza” psichiatrica possedevano gli stessi fondamenti sopra menzionati. Tanto è vero la psichiatria stessa è stata un indispensabile strumento di selezione “genetica” (vedi Eugenetica), altresì detto razzismo.

Tutti i lati del poliedro sono uniti l’uno all’altro. Tutti si compenetrano.
La miglior arma di difesa in questa condizione sia dipanare il bandolo della matassa e capire ciò che sta alla base degli accadimenti. Per fare questo è necessario aprire la nostra mente, lasciando non solo le certezze da parte, ma mettendole seriamente in discussione, come pure tutto quello che ci è stato ‘insegnato’ (o inculcato?) a scuola.
Il passo successivo è l’interpretazione della realtà, leggendone i segnali e i messaggi.

Nel momento in cui non ci si accontenta più delle informazioni che il regime passa; nel momento in cui si mette in moto una propria ricerca personale e si analizzano gli accadimenti cercando di rispondere alla domanda ‘Cui Prodest’, e cioè, a chi giova? Vedrete che forse, determinate cose che prima non vedevamo, verranno alla luce.
Il problema a questo punto sono i bambini, perché non hanno quei filtri psicologici che noi adulti (non proprio tutti però) abbiamo.
E’ un dato di fatto che la fascia di età più sensibile ai condizionamenti mentali è quella dell’infanzia/adolescenza. Il target maggiore dei messaggi deformati di coloro che stanno “dietro alle quinte” sono ovviamente i bambini, i ragazzi. E ciò non è casuale!

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

...I giovani più dotati e di buona estrazione famigliare venivano scelti dagli Illuminati i quali si facevano carico delle spese legate alla loro istruzione e al loro sostentamento fino all’età matura per l’inserimento nella Cerchia. Essi venivano istruiti ed educati con lo scopo di diventare agenti in grado di proporsi ai vari governi delle nazioni come specialisti ed esperti consiglieri nei vari settori della politica e dell’economia. Il fine ultimo era ed è avere propri uomini all’interno di ogni realtà nazionale per perseguire il piano di un unico governo globale.
Lo stesso Principe Filippo, marito della Regina Elisabetta, venne educato a Gordonstown (come anche il Principe Carlo) grazie all’insistenza di Lord Luis Mounbatten, suo zio, un parente dei Rothschild, e divenne un Ammiraglio della Flotta Navale Britannica dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Un altro dei punti cardine della filosofia degli Illuminati è la diffusione del razzismo e delle così chiamate ideologie, al fine di dividere (“dividi et impera”, dividi e controlla!) sempre più larghe masse di popoli in fazioni opposte, armarli e lasciarli combattere gli uni contro gli atri. Ma soprattutto far crollare le istituzioni politiche e religiose esistenti! A questo lavorò il Prof. Karl Ritter dell’Università di Francoforte e dopo la sua morte tale incarico fu portato avanti e completato dal filosofo tedesco Freidrich Wilhelm Nietzche che fondò il Nietzcheanesimo: corrente filosofica che aveva come perno portante la teoria del “superuomo” divenne anche successivo fondamento del Fascismo e del Nazismo che sfociarono nella Prima e Seconda Guerra Mondiale e nello sterminio, che ben consociamo da parte di Adolf Hitler (egli stesso finanziato da famiglie come Krupp, Warburgs e Rothschild).


Francesco Cabiddu 21.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

lo scopo primario del CFR era il totale controllo dei mezzi di comunicazione di massa. Il controllo della stampa venne affidato ai Rockefeller. Henry Luce venne finanziato per far nascere una numerosa serie di riviste nazionali, tra cui “Life”, “Time” e “Fortune” e molti altri. I Rockefeller sostennero anche i Fratelli Coles con il loro “Look Magazine” e con le loro altre catene di quotidiani nazionali. Eugene Myer, uno dei fondatori del CFR, acquistò il “Washington Post”, il “Newsweek”, il “Weekly Magazine” e molte altre pubblicazioni.

Il mondo del cinema hollywoodiano venne occupato dalla famiglia Lehmans, Kuhn, Loeb e altre, ultima ma non meno importante dalla Goldman Sachs (la più potente banca privata d’affari al mondo) e da varie unioni internazionali di banchieri, le stesse che controllano le radio e le TV di stato.
In merito agli altri aspetti della vita di una nazione a cui accennavo, gli Illuminati si occuparono di selezionare gli uomini più intelligenti in ogni campo, come quello delle arti, della letteratura, dell’educazione, della scienza, della finanza e dell’industria. Il piano di operazione già scritto e diffuso dallo stesso Weisshaupt tra gli adepti, era il seguente:

“E’ lecito l’uso del potere monetario e della corruzione sessuale per ottenere il controllo degli uomini che già hanno raggiunto le alte sfere di potere a vari livelli dei governi o in altri campi. Una volta che le persone influenti sono cadute nell’inganno, nelle bugie e nelle tentazioni create dagli Illuminati esse devono essere tenute strettamente legate alla Loggia attraverso lettere minatorie, minacce di rovina finanziaria, di diffamazione pubblica e di danno fisico, persino grazie alla paura della morte stessa dell’individuo e dei suoi famigliari.”
Inutile dire che la mossa successiva era infiltrarsi addirittura nelle università più rinomate per selezionare gli “eletti” fin dalla tenera età.

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Immediatamente dopo le guerre napoleoniche, gli Illuminati si resero conto che le nazioni erano così provate e impoverite dalle guerre che avrebbero accettato qualunque compromesso per migliorare la loro posizione, così i Rothschild ne approfittarono per organizzare il Congresso di Vienna tentando, con l’occasione, di creare una prima Lega delle Nazioni. Ma lo zar di Russia, resosi conto del progetto di controllo che risultava dalla proposta, rifiutò di farne parte. Il capostipite della famiglia Rothschild, Nathan Mayer, promise che un giorno uno dei suoi discendenti avrebbe vendicato tale ingiuria distruggendo lo zar, e così accade nella congiura del 1917 (la famosa rivoluzione d’ottobre che portò all’assassinio dei Romanov la notte tra il 16 e il 17 luglio 1918).

Subito dopo la Prima Guerra Mondiale, negli Stati Uniti, essi crearono un organo chiamato “Council on Foreign Relations” (Consiglio per le Relazioni Internazionali) conosciuto con la sigla CFR che è anche oggi costituito prevalentemente da membri e successori degli Illuminati i quali, per la maggior parte possiedono nomi stranieri, non americani, ma che per l’occasione venivano e vengono modificati con sonorità più consone alla lingua anglosassone (ad esempio uno degli ex Segretari al Ministero del Tesoro Statunitense, tale Douglas Dillon, si chiamava, in realtà, Laposky).

Un organo similare fu fondato contemporaneamente in Gran Bretagna, sotto il nome di “British Institute of International Affairs” l’attuale “Royal Institute of Interntional Affairs” in sigla, RIIA.
Il CFR e il RIIA ebbero a loro volta il compito di formare successive, svariate, organizzazioni di facciata da infiltrare in ogni aspetto della vita socio-politico-economica dei paesi. Ma a loro volta, le operazioni e le organizzazioni stesse venivano finanziate e controllate direttamente dall’ Unione Internazionale dei Banchieri, la quale dipendeva, ovviamente, dai Rothschild.

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento

In testa a tale organizzazione capeggiata da Weisshaupt, professore di legge canonica presso l’Università di Engelstock, c’era un rinnovato casato, una famiglia ben nota anche ai nostri giorni, ovvero quella dei Rothschild, i quali avrebbero, grazie al loro potere economico, finanziato qualunque iniziativa e qualunque guerra da quel momento oltre che indotto il nostro professore a recuperare e a modernizzare gli antichi protocolli del Sionismo (vedi la lettera che il Ministro degli Esteri britannico Lord Arthur James Balfours inviò il 2 novembre 1917 a Lord Lionel Walter Rothschild, capo della Federazione Sionista).

Tanto per cominciare gli Illuminati promossero e finanziarono la Rivoluzione Francese utilizzando svariati nomi e forme di aggregazione.
Seguendo la loro precisa e condivisa filosofia di azione, era necessario:

1) portare le nazioni all’eliminazione di ogni forma di governo e di religione già esistente

2) armare e sostenere entrambe le fazioni opposte in un conflitto con lo scopo di indebolire gradualmente suddette nazioni per facilitare il crollo di ogni struttura esistente e rendere i paesi più controllabili allo scopo di creare un unico governo mondiale (una parte della famiglia Rothschild finanziò Napoleone mentre l’altra sostenne la Gran Bretagna , la Germania ed altri stati durante le guerre napoleoniche).


Francesco Cabiddu 21.12.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

ancora la Veronese da disinformazione.it:

pensiamo ai pianti e alle disgrazie in TV dove si vedono solo comuni cittadini che mettono in piazza i loro problemi familiari, abituandoci sempre più all’idea che ci possa essere qualcuno (o qualche milione di telespettatori) che ci osservi e conosca anche i nostri fatti più intimi.

Solo per quanto detto, un normale osservatore constaterebbe che qualcosa non funziona nel sistema. Come non funziona il fatto che nonostante l’avanzare della tecnologia l’uomo si riduca a lavorare di più, a dedicare sempre meno tempo ai rapporti umani diventando quasi incapace di gestirli, diventando sempre più stressato, insofferente e, lasciatemelo dire, frustrato.

Qualcosa non quadra ma questo qualcosa non è limitato alla nostra realtà cittadina, né nazionale, si tratta di qualcosa che esula dalle nostre conoscenze perché sta dietro alle quinte, dietro a ciò che viviamo. Qualcuno la chiama dietrologia!
Lo stesso Manifesto piduista di Licio Gelli (il famoso Piano di Rinascita Democratica) è disgiunto dalle radici più ampie del malfunzionamento del sistema, anche se rende bene l’idea del controllo sui media che già egli aveva, a suo tempo, sottolineato come prioritario.
Infatti, per datare tale progetto, è necessario retrocedere ulteriormente nel tempo fino al lontano 1760 quando un’organizzazione fondata da Adam Weisshaupt, ebreo di nascita convertito al cattolicesimo e futuro sacerdote cattolico, chiamata successivamente “Illuminati di Baviera” aveva già nel suo DNA il controllo mentale e quello dei mezzi di comunicazione.


Francesco Cabiddu 21.12.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

GLI ILLUMINATI! Spesso accade a coloro che cercano informazioni in rete, di incontrare articoli, resoconti o documentazioni sul cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale” o sugli “Illuminati”.
Capita così di frequente che ho deciso di approfondire tale argomento, cercando di rispondere ad alcune domande: ma chi solo gli “Illuminati”? Da dove provengono? Fino a che punto compenetrano la nostra realtà, la nostra storia? E a che scopo?

Analizzando superficialmente i messaggi che ci provengono dalla realtà esterna, si può già intravedere l’accenno di una risposta a tali quesiti. E’ un dato di fatto per cominciare, che i mezzi di comunicazione più comuni (televisione, cinema, quotidiani, libri e riviste) diventino giorno dopo giorno più scadenti, uniformando e appiattendo le informazioni (soprattutto tivù e giornali), passando una realtà sempre più squallida e sovvertendo – in maniera non casuale, come vedremo in seguito - la scala di valori che ogni individuo equilibrato con un po’ di cultura, buon senso e rispetto per la vita, avrebbe come saldo punto di riferimento nella propria esistenza.

Per dirla in parole povere risulta difficile da accettare che un matrimonio tra vips possa diventare notizia di apertura di un serio TG che abbia la pretesa di informare la gente. E ancora mi è difficile accettare che tale TG si riduca a 20 minuti con pubblicità per poi lasciare spazio alla tanto attesa e sospirata ricetta di cucina a cui, pare, gli italiani non sappiano rinunciare.

Per non parlare dei reality che tanto hanno preso piede nel nostro paese ma che - a detta di Maurizio Costanzo - sono ancora più diffusi all’estero, o che dire dei programmi dove la gente si rinnova grazie alla chirurgia plastica, rendendola una pratica talmente normale che, come riportato poco tempo fa su tutti i quotidiani, persino le teenagers inglesi a Natale o per il compleanno chiedono ai loro genitori di rifarsi il seno.
LORENZA VERONESE per disinformazione.it

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena saputo che per cinque giorni non si avranno più notizie del mondo per lo sciopero dei giornalisti , E SONO PREUCCUPATO!!
Come farò a sapere se :
Berlusconi sta bene e torna in Italia?
cosa aha detto il Papa all'Angelus?
se la Franzoni è innocente o colpevole?
chi ha vinto gli ascolti di prima serata?
quanta gente è andata a fare shopping?
e soprattutto
chi mi dà la ricetta per Natale?

GRAZIE DIO ORA SO CHE ESISTI E...
CHE CI VUOI BENE
AUGURI A TUTTI PER QUESTO NATALE INDIMENTICABILE!!!

MICHELE T. Commentatore certificato 21.12.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco perfettamente il giornalista filogovernativo: in paesedi individualisti traditori come il nostro, far l'eroe significa morire in solitudine.

Fabrizio Neri 21.12.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

anche Internazionale?? io ho l'abbonamento perchè è l'unico giornale che dice sempre qualcosa in più e mi sembra abbastanza imparziale,a volte anche troppo...
baci baci

veronica zegarelli 21.12.06 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come è fatta una legge-vergogna: " l'emendamento Fuda "

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 20.12.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Signor Beppe, hai notato a proposito di marchette, che il "nostro" Secolo XIX la maggior parte delle volte recensisce trasmissioni sky?

E' allucinante, su 5 articoli 3 sono su sky :)

Saluti

Stefano Arrighi 20.12.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici tutti,

abbiamo trovato una sala capiente per 200 persone in
Genova,pare gratis,sono a ringraziare sentitamente.
L'incontro per la fondazione del Comitato averrà
presso:


l'ISTITUTO VITTORINO DA FELTRE IN VIA MARAGLIANO N°1
--TRAVERSA DI VIA XX SETTEMBRE,VICINO STAZIONE FERROVIARA
GENOVA-BRIGNOLE.

IL GIORNO 28 DICEMBRE 2006 DALLE ORE 8.30 ALLE
ORE 20.30 .


ATTENDO CONFERMA DI PARTECIPAZIONE NEL FRATTEMPO AUGURO A
TUTTI BUONE FESTE.

I MIGLIORI AUGURI DI BUONE FESTE A TUTTI VOI

Gaetano Ferrieri
335460249
ferrieri@federced.info

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 20.12.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento

SIONISMO, CONVEGNI E BALLE VARIE
Giornalisti, perchè non informate correttamente? tutto questo chiasso per il convegno di Teheran, e poi Fatah, e poi Hamas, e poi i poveri italiani rapiti in Nigeria...e poi il PAPA! ah! che meraviglia sentirlo!
IPOCRITI! IPOCRITI! non diceva così Gesù Cristo? ipocriti a non spiegare le ragioni dell'esistenza del conflitto tra arabi e israeliani (sottolineo israeliani, non ebrei!). chi ne vuole sapere davvero qualcosa non si può certo affidare alla stampa.......una stampa che qualche tempo fa ha parlato della beatificazione di Papa Pio IX (una vera e propria bestemmia in Chiesa!) attuata da Giovanni Paolo II. E come mai non parlate degli interessi delle gigantesche multinazionali petrolifere (e non solo) che stritolano l'Africa? Come mai non parlate mai della Cecenia se non per i terroristi che arrivano da lì? ma se mettono bombe, rapiscono e uccidono, ci sarà un motivo no? e a noi chi lo spiega? dobbiamo pensarci da noi? mi chiedo allora, a cosa servite? Questo ordine dei giornalisti è una corporazione fascista, niente di più, una casta indù! cosa siete?

Francesco Cabiddu 20.12.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Il Times ha dichiarato che il personaggio più influente del 2006 siamo NOI!!! Gli entronauti del web!!
FACCIAMOCI VALERE!!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Da Sole24 ore:
"Come il soldato della Patria, Confindustria stringe in una mano il cuneo fiscale, serra nell’altra il credito di imposta, e con la terza fa le corna al governo…"
A’ Montezemolo! Anche Confindustria, come il soldato della Patria, di mani non ne ha che due!!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 13:52| 
 |
Rispondi al commento

in questi ultimi giorni c'è uno sciopero in atto da parte dei giornalisti..
che peccato avete visto, non mandano più i servizi, c'è solo il/la tizio/a che parla senza sosta.
Sinceramente, a me sta bene così.
Finalmente ci raccontano i fatti(sempre a modo loro,chiaro) senza mandare immagini fuorvianti, che non hanno nulla a che fare con ciò di cui si parla.
finalmente non mi devo vedere le facce o i culi di qualche super top model a cui fanno propaganda.

...ma tanto non serve a granchè, ho smesso di credere ai tg da un po,in genere ne guardo 3-4:
- tg5
- tg4 (per ridere)
- tg1
poi faccio la media tra le informazioni e benomale tento di ricavarne qualcosa di ogettivo.
Non credo sia normalissimo.
riprendiamoci l'informazione!

Giuliani Elena 20.12.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la mail che ho inviato alla Federazione Nazionale della Stampa Italiana segrefnsi1@tin.it
fatelo in molti così magari capiscono quanto sono graditi in Italia!

Secondo me visto che da qualche anno a questa parte vi siete ridotti a raccogliere notizie quà e là per il mondo e l'Italia e riportarle sui giornali e tv e ancora peggio vi siete ridotti a semplici "marchettari" al soldo di politici e aziende, se io fossi in voi eviterei di lamentarmi e soprattutto eviterei di definirmi "giornalista!"
Nessuno, con un minimo di intelligenza, in questi giorni di sciopero ha sentito la vostra mancanza quindi vi prego di continuare e scioperare ad oltranza così chi ancora non lo fa comincerà a cercare la VERA informazione altrove.
Un sentito ringraziamento da chi come me è stufo di avere i peggiori "giornalisti" in circolazone che addirittura si lamenta.

luca cappello 20.12.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Mark Twain
Agite secondo giustizia. Sorprenderete qualcuno e stupirete tutti gli altri.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DOBBIAMO TIRARE FUORI LE P..LE,INUTILE CONTINUARE A LAMENTARCI,COSTITUIAMO UN COMITATO A 360° A DIFESA DEI CITTADINI.
ABBIAMO ESPERIENZA TOTALE,DALLE ISTITUZIONI ALLE ASSOCIAZIONI.
FORZA AVANTI TUTTA !

IMPORTANTE!!!!!!!

Cari Amici,

per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info

SAREMMO IN TANTI CONTRO LA PARTITOCRAZIA CHE FA I PROPRI INTERESSI.
PREDICA BENE RAZZOLA MALE E SCRIVE DEI VALORI SENZA APPLICCARLI.
ELIMINA PERSONE SERIE ONESTE CAPACI.
PER LA GENTE CON LA GENTE.

Visita il sito:
www.bastasprechi.org ---Gaetano Ferrieri.


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 20.12.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 20.12.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Allo STAFF e a Beppe

Ciao, scusate se magari ripeto una lamentela che già altri avranno espresso, riguardo al nuovo formato del blog , con troppi "VIDEO" o rimandi a filmati e altri dati "pesanti" perchè così, chi non ha l' adsl viene escluso di fatto. Il digital-divide, anche da noi.
Vi state comportando come quei "fabbricanti di biscotti che (come racconta sempre Beppe) dovrebbero scambiarsi la ricetta (minimo sforzo) invece di muovere navi cariche di biscotti (massimo danno e costo)" .
E poi invece cosa mi combinate?
Mi combinate che per SCARICARE l'intervista , devo stare attaccato un giorno al sito che si comprerà (se non l'ha già fatto) il Merdok?
Perchè spostare TONNELLATE DI BIT quando ne possono bastare pochi GRAMMI?
Le stesse cose potevano essere espresse come sempre, in un minuscolo file di testo.
Questo secondo me il motivo TECNICO per farla finita con i video.
Ma c'è un secondo e piu importante motivo di biasimo al "nuovo stile" : Il blog è parecipazione (come dice Gaber), mentre la televisione è passività, è il vero grande fratello, è una lavacervelli da due soldi...... e voi la RIPROPONETE in questa rete.
Sì, ma ..il contenuto .... direte voi.
Il contenuto c'era anche prima, o no ?
E poi basta vedere il numero dei commenti....
Azzerati.
LUTTAZZI, intervistato pochi giorni fa, ha annunciato l'imminente chiusura del suo blog, perchè (riassumo io) generava in lui un imbarazzante senso di ONNIPOTENZA sui frequentatori bel blog, che, a loro volta lo ripagavano con L'ADULAZIONE. (Daniele se non ho riassunto ESATTAMENTE, intervieni pure)

Beppe, in principio era così: TU prestavi il tuo nome, la tua faccia, la tua fama a questo blog AFFINCHE' NOI potessimo dire la nostra (almeno così ho sempre creduto io)
ED ora che fai? CI MANDI I VIDEO COME FACEVA IL NANETTO ?
Spero solo che sia un "attimo di smarrimento",un esaurimento di passaggio...

Auguri a tutti

Bruno

Bruno Lauri 20.12.06 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione anche nella maggioranza ci sono i furbastri

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 19.12.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento

BASTA PELLICCE

"La pelliccia è portata da animali stupendi e persone orrende"

BASTA ALLE PELLICCE MORTE SULLE NOSTRE SPALLE, LE FUSA DI UN GATTO O LE FESTE DI UN CANE SONO PIU' CALOROSE, RISCALDANO IL CORPO ED IL CUORE.

FIRMA LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO MASSACRO

cliccando sul mio nome con un paio di click verrai indirizzato su un modulo predisposto dalla LAV per firmare online la Petizione al Governo.
Aiuta i nostri amici animali, non essere insensibile al grido di dolore e di aiuto che ti chiedono le povere Volpi Bianche scuoiate vive per soddisfare i capricci di qualche "signora" dall'animo poco signorile.

Grazie dell'aiuto.

matteo tocco 19.12.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Sulla RAI lo psichiatra massone Meluzzi cerca di riabilitare la massoneria.
Su La sette come esperto si consulta Socci che sembra un fanatico di Gioachino a Fiore.
Su Mediaset la deputata Carlucci fa le
televendite ai materassi.
Ma quelli della Cdl l'hanno eletta deputata per questo?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.12.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Se sia Anna la Rosa che Cesara Damici sono risultate immischiate negli affari troppo sporchi del notorio principe dei miei stivali, e se l'ordine dei giornalisti ha sospeso la prima per 4 mesi e la seconda per 6, perché Anna la Rosa continua ancora a zampettare per i salotti di Rai3?
Non è qualcosa che offende il senso comune oltre che il buon gusto?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.12.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo alle proteste per chi vorrebbe Anna La Rosa fuori dalla RAI! Gli stralci telefonici sono stati chiari. I suoi affarucci poco puliti che la vedono mediatrice tra politici non esattamente rispettosi della legge hanno disgustato tutti. Almeno vendetela a rete 4, dove si troverà più con affini! Ma se proprio non riuscite a far saltare il supercontratto dell'operatrice più ammanicata della RAI, levatela da Rai3. Continuare a vedercela è una vera vergogna e abbassa notevolmente il livello della Rete.
Ci pare che il pm di Potenza, John Henry Woodcock, abbia avviato su di lei una inchiesta per corruzione grave, per il patrocinio e la cura degli interessi particolari e di regola illeciti di imprenditori e di uomini d’affari senza scrupoli che a lei si rivolgono in modo abituale per ottenere i favori più disparati, ovviamente ricompensandola lautamente.
Avendo i signori in questione formato una vera associazione a delinquere e poiché detta La Rosa sembra condividere tale programma criminoso e dà loro valido aiuto a scopo di lucro, usando il suo pubblico servizio, ci sembrerebbe che la stessa debba essere cacciata per ignominia.
Per cacciare Biagi e Santoro ci hanno messo molto meno.
Ma il pio e totalmente inutile Petruccioli tace ora come tacque allora, il soprammobile più inutile e vacuo che vi sia in RAI.
Pensare che questo soggetto, La Rosa, è videdirettrice dell'associazione pdagogisti italiani dà il voltastomaco.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.12.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Il 27 dicembre il governo torna dalle ferie natalizie per riunirsi di nuovo a Roma e varare un decreto che annulli, si spera, il famigerato comma, infiltrato non si sa come nella Finanziaria, che abbrevia le prescrizioni dei reati contabili, cioè le truffe ai danni dello stato e in pratica le abbona.
Infiltrati alla Telecom, infiltrati all'anagrafe tributaria, infiltrati nei servizi, infiltrati nella stampa, ci mancavano anche gl infiltrati al ministero dell'Economia!
La Cdl gongola. Berlusconi le infiltrazioni di iniquità se le faceva direttamente da solo!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.12.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

L'intrepida signora Luciana Littizzetto, domenica scorsa, nei suo siparietto a Che tempo che fa, in pochi minuti è riuscita a darci delle utili informazioni: Ikea, Rovagnati, Rana, Ferrero Rocher, ecc.. Vedere per credere.
Sotto natale si tratta di un opportuno viatico. Non è dato sapere se le ditte citate hanno provveduto ringraziando la Littizzetto e la banda che le gira intorno.
La trasmissione condotta da Fazio è promotrice di libri, film, cd musicali e simili. Con la scusa della cultura (?) si reclamizzano merci. Le varie autority e i garanti non hanno nulla da dire a tale proposito? Perché pubblicizzare una merce "culturale" dovrebbe essere diverso, sul piano del profitto almeno, che pubblicizzare uno zampone? Anzi, quest'ultimo è spesso meno indigesto di non pochi prodotti "eletti".
mario mortara

mario mortara 19.12.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rainews24.it/ran24/rubriche/foto_day/16122006/default_1.asp?id=9

luca vivese 19.12.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

stasera alla Bicocca la Pirelli divisione ambiente ha convocato miriadi di giornalisti per un cocktail seguito dalla visione del documentario ambientalista di Al Gore. no comment. anzi un comment: ma Mr Gore lo sa? ceeerto che lo sa!

magda cervesato 19.12.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il lettori dei quotidiani sono veri e propri consumatori, e come tali devono essere loro a mantenerli non lo stato.
Ci vuole una petizione per abolire i finanziamenti ai giornali e ai loro direttori.

Matteo M. 19.12.06 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non è neanche vero che l'authority può intervenire solo su denuncia dei cittadini. Dipende... dipende sempre.....
Ho paura che essendo le authority una invenzione dei governi di centro sinistra (che in quanto a capitalizzare le chiacchiere non li batte nessuno a sinistra) queste a quei governi siano molto grate e tendano a chiudere se non uno entrambi gli occhi se le denunce riguardano loro.
Mi riferisco a Piero Marrazzo ed al suo "Mi manda RAITRE". Qualche anno fa da un programma di una rete pubblica di Stato Appunto Mi mandaRAITRE, quando c'era Marrazzo futuuro governatore del centrosinistra dellla Regione Lazio) si parlava dell'esoso costo delle riparazioni in casa. Impianti idraulici, elettrici e quant'altro. Allora non si sa come, né perché il buon Marrazzo sponsorizzò entisuasticamente la VOINOI S.p.A., società di servizi dell'ACEA (azienda di proprietà al 51% del Comune di Roma che, in ossequio a quanto accadeva all'ENEL per il decreto Bersani e durante ilo Governo D'Alema, Fulvio Vento, ex sindacaliusta CGIL e Presidente ACEA, sindaco Rutelli, volle che dell'ACEA si facesse una multi utility come stava facendo l'ENEL). Scelte entrambe disastrose dalle quali sia Veltroni all'ACEA che Scaroni nall'ENEL recedettero riportando i relativi "asset" al core business sia elettrico che idrico.
Ebbene scandalizzata da questa "pubblicità" a quella che era comunque una S.p.A. scrissi al garante che mi rispose che dovevo fornirgli la cassetta della puntata! Come non si sapesse che le authority hanno poteri tali per cui la cassetta la potevano ESIGERE direttamente dalla RAI! Ovviamente non se ne fece nulla ed il buon Piero Marrazzo, Rutelli, Veltroni, ecc- ai quali chiesi fino allo stremo sia la cassetta sia le ragioni per cui la televisione pubblica di Stato avesse pubblicizzato la attività di una S.p.a. nell'ambito dell'ACEA romana di proprietà del comune, società nel frattempo IN LIQUIDAZIONE NELL'OMERTA' GENERALE non risposero MAI!

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 14:56| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di notizie spazzatura e manipolate:
Ieri sul sito di"Repubblica"è apparsa la classifica delle città italiane e al primo posto per:servizi, trasporti!!cultura, etc.) c'era Siena, seguita da altre cittadine del Nord (ma che fossero del Nord era scontato) e in fondo alla classifica c'erano 3 città pugliesi: Bari, Taranto, Foggia.
Io non so a quanti anni fa risalgano i dati di questa classifica...ma, senza voler fare "apprezzamenti" sui collegamenti ferroviari e stradali di Siena (ferroviari quasi inesistenti, stradali: la Firenze-Siena...una strada che appena piove qualche millimetro in più puntualmente si allaga a causa delle innumerevoli buche che la costellano, aeroporto: esistente ma non si sa quali voli vi operino)...bè, stranamente, leggete cosa è stata in grado di fare una delle ultime città in classifica:
www.ilmeridiano.info
Era la ‘gamba zoppa’ del polo aeronautico pugliese, mancavano gli investitori per rendere quest’aera concorrenziale con il resto d’Europa. L’Alenia ci ha creduto, così come Aeroporti di Puglia e ieri, lasciando tutti spiazzati per la rapidità dei lavori (consegnati con tre mesi di anticipo rispetto alla data di scadenza), è stata inaugurata la nuova pista di volo. Le opere, di importo pari a circa 63mln di euro, sono state realizzate adottando il metodo dell’esecuzione dei lavori in parallelo (contemporaneità di lavori omogenei e non nei vari sub-cantieri) e non in serie. Nessuna vacanza, né ferie per le maestranze che, anche ad agosto, hanno lavorato senza sosta per accelerare i tempi di esecuzione e consegna. 3200 metri di pista di volo asfaltata e oltre 47mila metri quadri adibiti a piazzale di sossosta per gli aeromobili, senza contare il deposito carburanti, le cabine elettriche e la caserma dei vigili del fuoco: sono i numeri di un impresa che, sulla carta, sembrava irrealizzabile. «Sono sorpreso – ha detto il ministro ai Trasporti Bianchi per la rapidità con cui sono stati eseguiti i lavori"..

il resto sul sito..

Nunzia Lazzaro, pugliese da Firenze 19.12.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono Rita Gusso di San Vito al T. (PN), da un anno ho rilevato un piccolo negozio biologico, ho cominciato anche una mia lista e-mail attraverso la quale mando informazioni che mi pare valgano la pena, ieri sera ho visto il suo dvd "incantesimi" e sarei interessata a ricevere la lista delle ditte che hanno i metalli pesanti nei loro alimenti perchè vorrei diffonderla via e-mail. Ogni volta che venivo ai suoi spettaccoli mi deprimevo perchè non vedevo via d'uscita, il suo spettaccolo "incantesimi" invece mi ha messo il buon umore perchè ho visto che finalmente anche le scelte di persone comuni possono contare, sono felice che lei abbia attivato questo blog.

Grazie ancora Rita Gusso

Rita Gusso 19.12.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Si dice DISDICETE non DISDETTATE!!!

Marco Valdo 19.12.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile! Prima sui giornali si pubblicavano le ricette della nonna, ora pubblicano le ricette fatte con i piatti pronti. Vergogna!

Antonio Criscitiello 19.12.06 11:20| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DOBBIAMO TIRARE FUORI LE P..LE,INUTILE CONTINUARE A LAMENTARCI,COSTITUIAMO UN COMITATO A 360° A DIFESA DEI CITTADINI.
ABBIAMO ESPERIENZA TOTALE,DALLE ISTITUZIONI ALLE ASSOCIAZIONI.
FORZA AVANTI TUTTA !

IMPORTANTE!!!!!!!

Cari Amici,

per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info

SAREMMO IN TANTI CONTRO LA PARTITOCRAZIA CHE FA I PROPRI INTERESSI.
PREDICA BENE RAZZOLA MALE E SCRIVE DEI VALORI SENZA APPLICCARLI.
ELIMINA PERSONE SERIE ONESTE CAPACI.
PER LA GENTE CON LA GENTE.

Visita il sito:
www.bastasprechi.org ---Gaetano Ferrieri.


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 19.12.06 08:26| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 19.12.06 08:25| 
 |
Rispondi al commento

MA NON ERA MESSA AL BANDO PER LEGGE OGNI ATTIVITA' EVERSIVA DI STAMPO MASSONICO (SENTENZE P2 DI GELLI E B)?

Il servizietto pubblico non si pone di questi problemi, sp@mpin# un pò qui un pò li: giusto per non saper nè leggere nè scrivere...
L' organigramma RAI è ancora quello imposto da dx.
E si vede benissimo!Il padrone se ne è andato, ma ha lasciato al presidio i suoi cani da guardia...

Basta con le lottizzazioni, che la tv pubblica venga restituita al pubblico(non al garante del bordello!)

La rete sarà anche il futuro, ma quanto si è diposti ad aspettare?

Azz...ormai è fino al collo, meglio trattenere il fiato!

'notteporcomondo

Riccardo Damilano Commentatore certificato 19.12.06 01:58| 
 |
Rispondi al commento

E' notizia dell' 8 dicembre che Gentiloni,ministro comunicazioni, non ha alcuna intenzione di sradicare dalla radice l' anomalia politico-mediatica di B. Vuole rivoluzionare la RAI lui. Come?alzando il canone naturalmente: meno pubblicità(dice) e più sovvenzioni statali!La qualità(dice)verrà da sè...Vatti a fidare...
Ecco l' intervista paradossale, dove viene naturalmente bocciato il progetto per una nuovatv ideato da Zulueta e gli altri(troppo rivoluzionario, gli elettori non capirebbero... avran pensato).
http://www.comunicazioni.it/it/index.php?IdNews=230

L' ultima: venerdì scorso mi sembrava di essere entrato nella quinta dimensione.Nel tg3 regione Calabria un ipervitaminizzato Alessandro Meluzzi (il "giornalista"-"psicologo" prezzolato dell' Isola dei Famosi) sdoganava, vestito da Gran Maestro, le infinite qualità della Massoneria. "Rappresenta -diceva- i valori della vita, la solidarietà, l' uguaglianza dell' individuo nella sua diversita"(?). COSA?MA NON ERA MESSA AL BANDO PER LEGGE OGNI ATTIVITA' EVERSIVA DI STAMPO MASSONICO (SENTENZE P2 DI GELLI E B)?

Riccardo Damilano Commentatore certificato 19.12.06 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare una proposta, anche se l'altra volta non ha funzionato, direi di mandare e-mail al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio ed ai Presidenti delle camere per chiedere l'abolizione del finanziamento pubblico dei giornali e se non dovesse funzionare, scriviamo pure agli organi dell'Unione Europea.
Dobbiamo farci ascoltare, non dobbiamo essere complici di chi fa porcate ai nostri danni.
Buone feste a tutti.

Enzo Ravanelli 19.12.06 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, il problema non sono i giornalisti,ma gli editori.E' vero che molti di loro, i più vicini al potere, sono una casta che ha come unico fine quello di preservare l' incantesimo in cui viviamo; ma la maggior parte corrispondono alla descrizione fatta dal sindacato giornalisti. Sono persone senza alcuna tutela, a cui non è permesso avere una identità indipendente dall' editore per cui si apprestano a lavorare: potrebbero essere i seri professionisti che volevano diventare da giovani... prima di scoprire il compromesso, il patronato politico, il "prezzo" da pagare alla propria indipendenza.Sono mal rappresentati!Oggi quello del giornalista DEVE essere un mestiere di trincea.Oggi più che mai la guerra sull' informazione si combatte sul campo. Ci sono eccellenti professionisti che fanno del loro orgoglio valore primario:non si abbassano alle minacce, alle censure e tirano dritte per la loro strada. Persone senza volto, senza firma e probabilmente, nel sistema dell' informazione italiano attuale, senza futuro. Gli editori, che in Italia dispongono spesso di più media, rendono conto, al di là delle false promesse, ai loro sovvenzionatori: ma attenzione, se parliamo di pubblicità dobbiamo considerare che il tetto pubblicitario imposto alla carta stampata in Italia è il più basso d' Europa, mentre è il più alto(e di brutto!) per quanto riguarda la tv. Un giornalista con le palle,non le bagascie del post, non vuole essere pagato da un inserzionista per fare l' addetto stampa.(mentre gentiloni vuole aumentare la pubblicità sui giornali...)
Ma la professionalità di un giornalista è essenziale nelle democrazie moderne, c'è comunque bisogno di obiettività e coscienza(non alla Floris piccolo confindustriale o alla Vespa massonico-chi striscianoninciampa).In Italia a questo punto bisogna tutelare un solo morto eccellente:i fatti. Sottoterra i sepolcri imbiancati! Spazio a noi giovani idealisti senza ideologie e senza compromessi: nn siamo più figli del passato!
RESET!!!!!!!!

Riccardo Damilano Commentatore certificato 19.12.06 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere che tipo di informazione è questa che ti sbatte il padre pedofilo o la mamma assassina dei figli ai notiziari delle 12 e/o delle 20 quando la famiglia è riunita davanti a quel terribile strumento che è la TV.
Vorrei sapere perchè quando danno quelle notizie non sconsigliano la presenza dei bambini e/o non inseriscono il bollino rosso che segnali la pericolosità dell'argomento trattato.
Cari giornalisti, ormai la vostra funzione è puramente funzionale al commercio,siete merce comprata o da comprare, strumenti in mano al padrone,siete solo cantori e giullari.
Dove eravate ai tempi degli "editti bulgari", quando i vostri colleghi Biagi e Santoro ( cortesemente non si offendano per l'aggettivo usato) venivano vessati e sputtanati, perchè non allora una solenne protesta contro il tirannico editore ?

marco tafuri 18.12.06 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Ringraziate i sindacati per il loro preziosissimo contributo nel mandare a fondo l'Alitalia.

Grazie ai sindacati avete pagato i biglietti aerei piu' cari d'Europa e oggi, sempre grazie al loro prezioso lavoro, l'Alitalia verrà venduta a qualche pollo che vuole indebitarsi.

Ripetete con me:
grazie oh sindacato, per sempre grato io ti saro'. Tu che racimoli voti per la sinistra sacrificando le nostre tasche e illudendo i lavoratori.
Il posto del raccomandato vale un voto, mentre il cittadino paga, ed il cittadino paga, il cittadino paga!

Beato Angelico 18.12.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

andate tutti su www.comincialitalia.net a firmare la petizione parlamentari senza condanna....

matteo pirotta 18.12.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Tocca a noi utenti distribuire l'attenzione sui media: scarichiamo i video da altre fonti e non solo dalla televisione. Diventiamo consapevoli e cerchiamo alternative valide su internet. Altrimenti ci forniranno oltre alle merchette, le notizie "zombie", quelle che erano notizie che non interesserebbero più a nessuno se l'informazione centralizzata non ce le ripropinasse continuamente: un esempio? Cogne. Esistono inoltre varie e vaste aree di interesse che sono sempre attenzionate, e altre mai. Ora se la nostra attenzione si sposta , si dovrebbero spostare anche gli inserzionisti. Bene la riforma dell'auditel, Gentiloni, ma si faccia per benino, OK?
Ma forse è utopia.
Se però i piccoli si fanno i minireality e li pubblicano su youtube e google, perchè noi grandi non facciamo distinzione e scelta?

lettore bloggrillo 18.12.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale informazione, semmai deformazione l'altro giorno in un servizio che parlava dei 2 ragazzi morti per annegamento nel laghetto vicino al campo da calcio il cronista a detto che l'acqua era alla temperatura di -6 gradi!! ca o ma allora sarebbe stato ghiaccio!!!!!.Per non parlare degl'articoli che parlano di flora o fauna, lo sapevate che una specie di carpe finlandesi può rimanere sott'acqua anche per 24 ore!!! ma non è un PESCE roba da matti io sono ignorante ai massimi livelli ma cose del genere mi battono. Se vengono passate come notizie cose del genere figuriamoci le cazzate che scrivono sulla politica. bona

maurizio fiore 18.12.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

mannaggia a me e alla mia distrazione!l'altro giorno ho sentito un servizio del telegiornale rai in cui si parlava dei cinesi che avrebbero commesso plagio nei confronti della fiat, riproducendo con materiali tutti da verificare e mettendo in vendita ad un prezzo irrisorio, un clone della panda. Perché mannaggia a me? Perché non ho preso nota del nome della giornalista che ha detto testuali parole, lo giuro le ha dette: "questa vettura non è certo fatta con gli stessi materiali del GIOIELLO di casa fiat" non so se mi spiego: adesso la panda è un gioiello? assì? caspita, non lo sapevo... credevo fosse lo stesso catorcio che è sempre stata e che ha quasi fatto uccidere uno che conoscevo in uno scontro a 20 all'ora con un secchio dell'immondizia. badate bene, non un cassonetto, ma uno di quelli piccoli fatti di rete metallica e con il coperchio che c'erano un tempo. forse da allora la panda è migliorata, ma se è diventata un gioiello, lo dovrebbe dire la pubblicità, e non il telegiornale. saluti

raffaella cittadini 18.12.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa ho sentito che avevano sospeso Anna La Rosa e Cesara Bonamici, che le aveva sospese l'ordine dei giornalisti.
Ma in TV ci sono sempre (Almeno Anna).

Da cosa le hanno sospese?

Inutile dire che nel campo del giornalismo ci sono degli esseri umani, che vengono sfruttati come quelli delle altre categorie, e che se fanno schifo fanno schifo quanto quelli delle altre categorie.
Ci si vende nei giornali e nell'informazione nè più nè meno che negli altri campi: i medici che prescrivono farmaci per avere vantaggi, i professori che si mettono in malattia a sbafo, i doganieri che chiudono un occhio, i poliziotti che approfittano delle prostitute, i farmacisti che ti fregano sui prezzi, i verdurai che ti vendono roba avvelenata, i giocattolai che li fanno fare in Cina, i giudici che fanno favori, i camionisti che non rispettano le norme, i politici su e-bay, lo psichiatra che raccogle clienti in ospedale, il postino che si frega le lettere, il panettiere che usa la farina scadente................, e via così.

Facciamo tutti abbastanza schifo, e non vedo perchè i giornalisti dovrebbero salvarsi. La qualità del loro servizio la determina l'editore, e perchè gli editori dovrebbero vendersi meno degli altri?

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 18.12.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Leggete il post sul mio blog, se condividete il mio pensiero fate come me, che sia un blog, un forum, una chat o qualsiasi altra cosa facciamoci sentire......


http://immaginapensierieparole.blogspot.com

Daniele Pistoni 18.12.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

UN SEMPLICE RAGIONAMENTO

La democrazia è il potere decisionale ai cittadini e loro rappresentanti.

I cittadini decidono ed eleggono in base alle informazioni che ricevono.

Quindi basta controllare l'informazione per eliminare la democrazia (e se ne fosse sopravvissuta una briciola? Vabè, vorrà dire che si taroccano anche le votazioni e si chiude il cerchio).

Risultato: la democrazia da noi non c'è più.

E abbiamo anche la faccia di dire che la esportiamo!
Forse sarebbe il caso di reimportarne un po'.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 18.12.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono un volontario di un'associazione nazionale di volontariato (e fatta davvero di soli volontari) per la lotta ad una malattia genetica rarissima. I malati sono 5000 in Italia. Ovviamente solo quelli con diagnosi, tanta è l'ignoranza su questa patologia.
Da collaboratore dell'ufficio stampa dell'associazione, ho vissuto sulla mia pelle la marchettizzazione dell'informazione: il nostro messaggio, nonostante l'approvazione del Segretariato Sociale RAI (servizio pubblico) non è passato sulle trasmissioni radio/tv delle emittenti nazionali. In occasione poi di un'iniziativa NAZIONALE. Questa ha luogo una sola volta l'anno, non di più. Come prevedibile (agli occhi di un pessimista-catastrofista-studente di comunicazione)è successo per tre motivi:
1) i giornalisti hanno altre cose di cui occuparsi (leggi: MARCHETTE);
2)la nostra associazione non è figlia di nessun personaggio della politica o del mondo dello spettacolo;
3) i DIPENDENTI DIRIGENTI RAI, in sovrannumero rispetto alle esigenze dell'azienda, erano troppo occupati per potersi passare il fax del comunicato stampa da un ufficio all'altro (in totale ben 8), ossia da una porta all'altra dello stesso piano: è bastata la negligenza di un responsabile - addormentatosi probabilmente nella toilette di Viale Mazzini - per bloccare una campagna di sensibilizzazione. E le risposte alle nostre richieste di spiegazioni sono state "dobbiamo seguire l'iter", anche da parte dei conduttori dei programmi che avrebbero potuto semplicemente dire al microfono "c'è l'iniziativa X".

Sorgono poi dubbi sulla pressione delle altre associazioni che proponevano iniziative concomitanti. Ma il mondo del volontariato, si sa, è un pentolone grosso e bollente: cosa ne possa uscire scoperchiandolo, non lo sa nessuno. Non è ancora nato chi ha le palle per farlo.

Altro che giornalisti, entrate in Rai, lì le marchette sono in offerta speciale.

riccardo iorio 18.12.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi provate a telefonare gratis WWW.WEBCALLDIRECT.COM molto dimile a jajah.
Chiami con il telefono di casa. INFORMIAMOCI!!!!
ALLA FACCIA DEL TRONCHETTO ED AFFINI!

Massimo Russo 18.12.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Prova?!

Giovanni Avenia (giovanni da penne) Commentatore certificato 18.12.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Mettere i video sul blog mi sembra fantastico!
Visto che non ti fanno più andare in Tv, caro Beppe, perchè non fare una TV tua in streaming che va in onda solo su internet?
Ciao

Luca Labini 18.12.06 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo parlando di caxxxte! I mezzi di informazione abituali sono malati terminali e non resisteranno ancora per molto. Preoccupiamoci di difendere la libertà della rete a qualunque costo. Il fatto che i giornali e le televisioni sano degli enormi spot non è una novità... quello che conta è il futuro, e il futuro è internet. Possiamo lottare contro i mulini a vento e incxxxarci perchè giornali e tv sono terrificanti o contribuire ad accelerare la loro inevitabile scomparsa. Spegnamo ste cxxxo di tv!!!

mik olef 18.12.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'la prima volta che scrivo a questo blob, e mi piacerebbe sapere che ne pensate di ciò che scrivo. Non so se sia il caso di considerare ciò che dico, ma quì a Mestre Venezia, si stanno spendendo dei milioni di euro per far correre il tram. Daccordo o meno, mi sembra che; (bilancio visibie), quello che si sta spendendo sia una enormità che crea disagi a circolazione e ad attività comerciali che sono sul'orlo del collasso. Sarebbero bastati la metà dei milioni di euro stanziati per questo progetto per sostituire tutti i motori obsoleti diesel con motori a metano. Senza creare grossi disagi per nessuno. Chissà perchè uno sprovveduto cittadino la pensa così rispetto alla nostra grande amministrazione.
saluti
massimo vianello

Massimo Vianello 18.12.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
hai letto chi è l'uomo dell'anno 2006 per Time?
Incredibile, qualcuno ha aperto gli occhi sulla vera informazione! Godiamo!
Ciao.

giovanni amante 18.12.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sepolti dalla pubblicità,ormai i prodotti esistono perchè c'è la pubblicità, cerchiamo di consumare con la nostra testa, può essere un inizio.

Stefano Manca 18.12.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gigi. Gli ospedali normali sono per noi cittadini,oppure per loro se cadono dal Palco,allora per forza devono adoperare le nostre strutture.Se invece hanno tempo vanno tutti all'estero.Sai questi ospedali sono per i comuni cittadini,e anche se loro ci andassero avrebbbero subito tutti i migliori attorno alla stanza.

Paolo.T Commentatore certificato 18.12.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento


- Alla luce delle ultime notizie riguardanti una presunta visita medica negli Stati Uniti da parte di uno dei creatori dell'Italia moderna, mi sorge spontanea una domanda: non ci saranno in Italia strutture o medici all'alltezza per tali controlli?

Gigi Meneghetti 18.12.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe perchè nn inizi una raccolta di firme affinchè si presenti alle camere un progetto di legge per l abolizione dei finanziamenti pubblici ai giornali ??...ricordate la puntata di report in cui si parlò di questo....è una indecenza...sicuramente bipartisan....ciao e grazie

rocco dicembre 18.12.06 14:36| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 18.12.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DOBBIAMO TIRARE FUORI LE P..LE,INUTILE CONTINUARE A LAMENTARCI,COSTITUIAMO UN COMITATO A 360° A DIFESA DEI CITTADINI.
ABBIAMO ESPERIENZA TOTALE,DALLE ISTITUZIONI ALLE ASSOCIAZIONI.
FORZA AVANTI TUTTA !

IMPORTANTE!!!!!!!

Cari Amici,

per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info

SAREMMO IN TANTI CONTRO LA PARTITOCRAZIA CHE FA I PROPRI INTERESSI.
PREDICA BENE RAZZOLA MALE E SCRIVE DEI VALORI SENZA APPLICCARLI.
ELIMINA PERSONE SERIE ONESTE CAPACI.
PER LA GENTE CON LA GENTE.

Visita il sito:
www.bastasprechi.org ---Gaetano Ferrieri.

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 18.12.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Anche da me non c'è la banda larga.
Mi domando se a Leonardo da Vinci non avessero dato carta e penna cosa avrebbe fatto.
Possibile che in Italia più della metà della popolazione ha le ali tagliate da Tronchetti(che DIO lo stramaledica) Provera?

fabrizio cognigni 18.12.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno di voi è in grado di capire che i giornalisti che citate come geni del male sono soltanto le “grandi firme”, quelle che hanno potere, cioè una ristrettissima minoranza rispetto all’intera categoria, dove c’è una infinità di persone che sopravvive a 9 euro lordi ad articolo (altro che marchette…)?
Qualcuno di voi è al corrente del giochino perverso messo sempre più in atto dagli editori? Eccolo: faccio in modo che una testata vada male privandola della promozione, la chiudo, mando a casa i giornalisti (che magari mi costano perché hanno una anzianità di tanti anni), creo una nuova testata facendola fare ai ragazzini (e pagandoli, di conseguenza, due lire), la pubblicità inonda di denaro il mio nuovo giornale, poi dopo un anno chiudo la testata, mando a casa i giornalisti, eccetera. Vi siete mai chiesti perché così tante testate sono state chiuse e così tante aperte negli ultimi cinque anni?
Qualcuno di voi pensa forse che siano i giornalisti a decidere che in una rivista le pagine pubblicitarie vadano messe a destra (e quelle d’informazione a sinistra), dato che la pagina di destra è quella che chi sfoglia vede per prima?
Qualcuno di voi si rende conto di quali pesanti ripercussioni ha la “legge Biagi” sulla categoria giornalistica?
Qualcuno di voi sa che ci sono stati editori che hanno proibito ogni riunione sindacale in casa editrice o che hanno dichiarato lo stato di crisi, quindi con richiesta di cassa integrazione, pur non essendo in passivo?
Potrei andare avanti all’infinito. Spero che prima di dare dei marchettari ai giornalisti ci si pensi su due volte (meglio ancora tre o quattro). È come imputare di inquinamento i guidatori di taxi e di autobus.
P.S. Comunque, chiunque veda una marchetta ha la possibilità di segnalarla all’Ordine dei Giornalisti, che in passato ha punito più volte, anche pesantemente, i responsabili.

giuseppe p 18.12.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non riesco nemmeno a guardare il video di Beppe, nel mio paese il cogl....ne non ha ancora portato l'adsl...Afef aiutaci tu!!!!!

toni lombardi 18.12.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Giornali e politica? Il Comune di Milano all’avanguardia nell’arretratezza: La Voce d’Itala considerato un quotidiano di serie “B” perché utilizza tecnologia internet ed è basata sul volontariato. La Moratti però, da candidata sindaco, non disdegnava la pubblicità sulla Voce.
http://www.voceditalia.it/index.asp?T=mi&R=pol&ART=2676

Marco Marsili 18.12.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono dei VIRUS pericolosi: BERLUSCONI SILVIO e DELL'UTRI MARCELLO, quando si vota, si ascolta la televisione, si legge l'informazione, è bene consultare il sito web: http://www.societacivile.it/ , precisamente: NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio
Ci sono tutti i partiti escluso: IDV, VERDI e PDCI

QUOTE MARRON

Dove sono

Camera 49
Senato 26
Parlamento europeo 7

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiamento, concussione, frode fis...

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 18.12.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E l'authority che cosa fà?
Ha già dimenticavo siamo in Italia!
Saluti e buon Natale
Michele

Michele Terrin 18.12.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

scusa Beppe, non sapevo dove scrivere, ma ieri ho visionato il film-documentario di DEAGLIO:
"UCCIDETE LA DEMOCRAZIA" .

I M P R E S S I O N A N T E
per favore se lo hai visto proponi un commento per raccogliere pareri, dialoghi ed info.
Non avrei mai creduto di veder succedere cose simili, i brogli, anche in Italia. se verificati, ma non mi sembra proprio che ci possano essere dubbi, fatti come questi mi fanno incazzare come una bestia (anche vedendo viva zapatero, della sabina guzzanti, mi sono "leggerissimamente", come dice Fantozzi, incazzato).E dove sono i giornalisti italiani? che scioperano "per non sottostare ai voleri degli editori", perchè invece non fanno lo sciopero INDAGANDO E RACCONTANDO TUTTO QUELLO CHE scoprono, perchè non solidarizzano con Deaglio,perchè non gli danno man forte?!
grazie di cuore Beppe
ti seguo con ammirazione e partecipazione
ciao luigi

luigi rizzo 18.12.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo... aboliamo il finanziamento... resettiamo... e' tempo di agire,...

fabio tarquini 18.12.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo...togliere i finanziamenti dello stato ai giornali significherebbe permettere di pubblicare solo a coloro che hanno soldi (si torna sempre lì...), a discapito della pluralità dell'informazione. E' vero giornali e - soprattutto - telegiornlai sono farciti di marchette. Ma il problema non è che siamo noi a pagarle ma che ci siano! Non sono i miei soldi a preocuparmi ma l'etica del mondo in cui vivo. E non sarà togliendo finanziamenti ai giornali (ad esempio so che alcuni settimanali/mensili di caccia e pesca prendono una discreta quota, ed io non ne ho mai preso uno, ma perchè dovrebbero chiudere? Do volentieri un po' dei miei soldi per tenere aperto un giornale che qualcuno leggerà...)che quest'etica migliorerà. Altrimenti dovrei incazzarmi anche perchè rai tre manda in onda programmi che hanno lo 0,03% di ascolto...programmi che non guarda quasi nessuno ma che ci sono. Ed io sono contento che ci siano.

Nicola Della Pergola 18.12.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi fosse interessato a un'approfondimento sul tema, segnalo il mio speciale apparso sul settimanale on line della diocesi di Milano (con anche un intervista a Beppe Grillo). Stefania Cecchetti

http://www.chiesadimilano.it/or4/or?uid=ADMIesy.main.index&oid=586503

Stefania Cecchetti 18.12.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DOBBIAMO TIRARE FUORI LE P..LE,INUTILE CONTINUARE A LAMENTARCI,COSTITUIAMO UN COMITATO A 360° A DIFESA DEI CITTADINI.
ABBIAMO ESPERIENZA TOTALE,DALLE ISTITUZIONI ALLE ASSOCIAZIONI.
FORZA AVANTI TUTTA !

IMPORTANTE!!!!!!!

Cari Amici,

per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info

SAREMMO IN TANTI CONTRO LA PARTITOCRAZIA CHE FA I PROPRI INTERESSI.
PREDICA BENE RAZZOLA MALE E SCRIVE DEI VALORI SENZA APPLICCARLI.
ELIMINA PERSONE SERIE ONESTE CAPACI.
PER LA GENTE CON LA GENTE.

Visita il sito:
www.bastasprechi.org ---Gaetano Ferrieri.


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 18.12.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Beh, sul fatto che i giornalisti siano dei pennivendoli servili e corrotti ( non userei il termine puttane, perche quelle vere giustamente si incazzerebbero a sangue e potrebbero farci causa, visto che loro rischiano in proprio col loro C..0),lo abbiamo scritto e riscritto da mesi;occorre fare selezione e cercare di difendersi al meglio cercando l'informazione , quella vera, su internet. assai più grave e' la questione riguardante il nostro dipendente " GARANTE DELL'AUTHORITY, personaggio ombra che come i girini si muove solo se sollecitato a calci in c..o; mai una iniziativa personale una presa di posizione , vegeta sperando che noi siamo cosi stuppidi da non accorgersi di nulla, mentre i soliti noti rubano, arraffano, confondono, monopolizzano, distorcono e via ...!!
Forse è il caso che costui venga denunciato per omissione di LAVORO, per ignavia, per connivenza privata in atti publlici.Spero che qualche esperto in materia legale possa portare conforto a questa mia ipotesi, il blog ci appoggia,noi mettiamo le firme e un contributo e manduùiamo a casa questo Barbagianni impagliato.
E' un periodo che vedo spesso nelle varie reti come commentattore S.FOLLI, editorialista del SOLE 24 ORE, cioe' il vero giornale nemico numero 1 dei cittadiniB ( quello che giustifica e sponsorizza le rapine della BORSA, CHE DIFENDE tANZI, cRAGNOTTI, cIMOLI E TUTTI I VARI superciuk DELLA FINANZA ITALIANA).fORSE è ORA CHE QUESTO FIGURO , CHE NON SI ESPONE MAI E DICE UN SACCO DI OVVIETA' SIA SOSTITUITO DA QUALCHE FIGURA UN POCO PIU' SERIA ES AFFIDABILE). iN GUARDIA POPOLO DEL BLOG STANNO CERCANDO PERSINO DI ENTRARE NELLE NOSRTRE CASE, OLTRE CHE NEI NOSTRI PORTAFOGLI.attenzione e DIFESA

BOB BARALIS 18.12.06 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao pinuzzo sono un italiano in germania (da 30 anni)mi associo alle tue proteste senza tante virgole ma solo punti (.). Le virgole vengono spesso usate dai (PIÙ) per dire quello che vogliono ma non fanno ed alla fine ci rigirano per dirci che non era quello il senso di ció che avrebbero dovuto dire e poi; nessuno ha capito tantomeno loro.Ma nessuno e fesso siamo solo impotenti difronte ad un sistema cosí corrotto come il nostro.Abbiamo bisogno di mobilitare gente che si faccia avanti e protesti costi quel che costi contro questo sistema marcio e corrotto. L'Homo sapiens si e nascosto e tutti viviamo sotto L'>Homo paralitico. Basta con tutta questa ipocrisia e come il signore Gesú rendiamo sempre piu visibile alle masse che tutti; politici- giudici-giornalisti televisioni etc. sono ipicriti falsi bugiardi e ci raccontano solo cazzate per farci fessi e contenti. Personalmente l'ipocrisia mi fa schifo. Coraggio beppe bravo a te e a quanti come te protestano in un paese di ladri e bugiardi come il nostro.

MAIURI ELIO 18.12.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Basta non comprare più i giornali!!!

Omar Gerosa 18.12.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo sono un redattore del settimanale di Pinerolo (30.000 copie) Eco del Chisone, quello che dici è vero per la stragrande maggioranza dei giornali, ma sputtanando tutti e tutti si fa il gioco di chi si vuole colpire (per via del noto teorema: tutti colpevoli, nessun colpevole). Il nostro giornale, che tale è e non un agglomerato di pubblicità, non gode di alcun finanziamento pubblico, non prende nemmeno un centesimo dallo Stato. Facciamo un gran fatica a restare indipendenti e a difenderci dall'assalto dei vari potentati e certe generalizzazioni non ci aiutano affatto. Detto questo non vogliamo nemmeno passare per santi: chi non ha fatto marchette almeno una volta nella vita scagli la prima pietra...
A.M.

ALBERTO MARANETTO 18.12.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, io è da parecchio che tengo le antenne alzate. E non per merito mio, sia chiaro, ma sempre dell'ottimo Beppe, il quale disse tre parole che mi sono rimaste stampigliate in testa: "DIFFIDATE DI TUTTO", e ancora "NON DATE NIENTE PER SCONTATO". Due perle di saggezza che cerco di mettere in pratica ogni volta che leggo o vedo qualsiasi cosa.

Patrick De Angelis 18.12.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Un rimediucolo ci sarebbe per far firmare il contratto dei giornalisti......Non far uscire nessun quotidiano sportivo il Lunedì.
Altro che scontri NO GLOBAL!!!!

stefano marossa 18.12.06 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Beh, se siamo agli utlimi posti come numero di lettori un motivo allora c'è!

Ad ogni modo devo purtroppo constatare che anche le riviste scentifiche, le uniche che credevo immuni, sono virate dagli inserzionisti! :-(

D'altronde anche la TV non è da meno. Ci informano su mariti pazzi che ammazzano la famiglia (eventi truci ma sui quali non abbiamo nessun potere) e non ci dicono niente di inceneritori, incentivi x il solare, modi nuovi di spostarsi, ecc..

Patrick De Angelis 18.12.06 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ce la da a bere

Mi è capitato sotto gli occhi un libro scritto da Giuseppe Altamore ,che lascia decisamente sconcertati!

*
per vedere il video clicca sotto:


1)Video Perchè scegliere di bere acqua del rubinetto


2)Video intervista del blog di Beppe Grillo a Giuseppe Altamore


http://pensierarte.blogspot.com/2006/12/qualcuno-vuol-darcela-bere.html


Scusate, lo so che è OT, ma se non lo avete già visto questo filmato è da vedere:

http://www.youtube.com/watch?v=r6u36H1tFb0&mode=related&search=

Antonio Deangelis 18.12.06 03:56| 
 |
Rispondi al commento

Avete cancellato in questo post un mio commento e una mia discussione. Alla faccia della libera informazione!
Premetto che non sono stato offensivo contro nessuno. Ho solo voluto commentare il fatto che avete postato un video che promuove il
libro di Giuseppe Altamore facendo credere di dare dell'informazione sull'informazione occulta.
Potete cancellare anche questo mio intervento se volete... posterò ad oltranza.
Reset!

Signor Rossi 18.12.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
è davvero diventato tutto un assurdo. L'altro giorno volevo comprare un televisore. Al momento di pagarlo, mi hanno negato lo sconto del venti per cento che era annunciato in vetrina. "Lo sconto glielo facciamo solo se lo paga a rate o se lo paga fra sei mesi".
Glielo ho lasciato lì il televisore.
Gli usurai delle finanziarie FINDOMESTIC AGOS CONSEL CITIFIN ecc., vero cancro di questa nazione, usurai autorizzati dallo stato(tasso applicato: 17,45%)
Invece di finanziare progetti dei giovani, progetti innovativi, idee nuove che possano far ridecollare il paese, le banche si limitano ad esercitare l'usura, autorizzate dallo stato.
E' ora di dire basta.
Non compriamo più da chi lavora con gli usurai delle finanziarie.
Le banche devono diventare strumento della creatività e dello sviluppo.

Luigi De Benedictis 18.12.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE
ORA CAPISCO IL SIGNIFICATO DI GIORNALISTA DA STRADA.. è INTESO PROPRIO NEL VERO SENSO DELLA PAROLA..
IO NON RIESCO A CAPIRE QUESTI SCRITTORI DI CARTAMARCIA HANNO ANCHE IL CORAGGIO DI SCIOPERARE PER CA..ATE COME QUEST'ULTIMA DELLE FIRME SUI GIORNALI.. MA SE FOSSI UNO DI LORO IO SAREI CONTENTO DI NON METTERCI IL NOME SU QUESTI SERVIZIETTI ALMENO PER DIGNITA' PERSONALE, UN PO DI ORGOGLIO..
IO CREDO CHE I GIORNALISTI DEBBANO DIVENTARE VERI E PROPRI LAVORATORI AUTONOMI, COME GLI AVVOCATI,COMMERCIALISTI E QUANT'ALTRO, QUELLO CHE SCRIVONO, LO VENDANO AGLI EDITORI, QUELLO CHE PAGA DI PIù SE LO PRENDE, E SE SCRIVONO CA..ATE SE LO PRENDONO. COSI I GIORNALISTI BRAVI VERREBBERO COMUNQUE FUORI, PAGATI DECENTEMENTE SENZA METTERSI A 90 A FAVORE DEI PUBBLICITARI E GLI EDITORI FAREBBERO DA STAMPA FOTOCOPIE QUALI SONO!!
PENSA BEPPE CHE IN VITA MIA AVRO' LETTO 2 QUOTIDIANI AL MASSIMO ORA SONO CONTENTO DI AVERNE CAPITO IL MOTIVO! TANTO INTERNET è UNA MINIERA DI NOTIZIE..
E COME DIREBBE UNO STRILLONE...UDITE UDITE LA SETTIMANA DI BEPPE GRILLO UN GIORNALE.. GRATISSSSS!!
RESET

Stefano Volpi Commentatore certificato 18.12.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE
ORA CAPISCO IL SIGNIFICATO DI GIORNALISTA DA STRADA.. è INTESO PROPRIO NEL VERO SENSO DELLA PAROLA..
IO NON RIESCO A CAPIRE QUESTI SCRITTORI DI CARTAMARCIA HANNO ANCHE IL CORAGGIO DI SCIOPERARE PER CA..ATE COME QUEST'ULTIMA DELLE FIRME SUI GIORNALI.. MA SE FOSSI UNO DI LORO IO SAREI CONTENTO DI NON METTERCI IL NOME SU QUESTI SERVIZIETTI ALMENO PER DIGNITA' PERSONALE, UN PO DI ORGOGLIO..
IO CREDO CHE I GIORNALISTI DEBBANO DIVENTARE VERI E PROPRI LAVORATORI AUTONOMI, COME GLI AVVOCATI,COMMERCIALISTI E QUANT'ALTRO, QUELLO CHE SCRIVONO, LO VENDANO AGLI EDITORI, QUELLO CHE PAGA DI PIù SE LO PRENDE, E SE SCRIVONO CA..ATE SE LO PRENDONO. COSI I GIORNALISTI BRAVI VERREBBERO COMUNQUE FUORI, PAGATI DECENTEMENTE SENZA METTERSI A 90 A FAVORE DEI PUBBLICITARI E GLI EDITORI FAREBBERO DA STAMPA FOTOCOPIE QUALI SONO!!
PENSA BEPPE CHE IN VITA MIA AVRO' LETTO 2 QUOTIDIANI AL MASSIMO ORA SONO CONTENTO DI AVERNE CAPITO IL MOTIVO! TANTO INTERNET è UNA MINIERA DI NOTIZIE..
E COME DIREBBE UNO STRILLONE...UDITE UDITE LA SETTIMANA DI BEPPE GRILLO UN GIORNALE.. GRATISSSSS!!
RESET

Stefano Volpi Commentatore certificato 18.12.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

come tutto
anche questo blog
morirà
affondato dal qualunquismo
nonostante
i migliori
intenti
e alcune belle
menti

5 minuti
inutili di notorietà
non si negano
a nessuno
e a questo
molti
troppi
solo
pensano
pensandosi
sperando
di essere
vivi

sergio dario 17.12.06 23:57| 
 |
Rispondi al commento

SU TERRA C'è LO SPECIALE PRESEPE SI PRESEPE NO...

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 17.12.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento

j.s.m 17.12.06 23:40
********************

RACCOMANDAZIONE A TUTTI I BLOGGERS !!!!

NON CONTRADDITE QUEST'INDIVIDUO!

ORDINE DEL SUO MEDICO....

PS.
Che strano! sei perseguitato da me e da Max ma sei costretto ad usare perennemente lo stesso commento....perchè non posti anche i 6 mesi di offese che hai inviato a noi? (per la par conditio)

baci/pacs...with (stra)love

manuela bellandi Commentatore certificato 17.12.06 23:45| 
 |
Rispondi al commento

amemisembra che nei posti del signor beppe grillo
vi sia una ricerca un urgenza e un desiderio di conoscenza e trasmissione di essa...
con tutte le sue mancanze, come tutti, ma che si impegni molto in questo, anche a mantenere una corenza con la sua previdenza...
mi chiedo se le persone che scrivono battibeccano insultano inneggiano siano consapevoli che, a differenza di beppe grillo, sprecano tempo e energie vitali...
mah

sergio dario 17.12.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

IL PROF si è trasferito di sopra "chiedo scusa a totò"

lanata achille 17.12.06 23:41| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTA LE LUCI DI NATALE

QUEST'ANNO NIENTE LUCINE SULL'ALBERO DI NATALE...NE' SULLE TERRAZZE...NE' SUL PRESEPE...BLACK OUT A GERUSALEMME!!!

Noi italiani con la nostra bolletta dell'ENEL finanziamo inceneritori e acquisto giocatori di calcio...STACCHIAMO LA SPINA!!!

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 17.12.06 23:41| 
 |
Rispondi al commento

@ manuela

VERDI COME I ROCKETS = ALEX PRINZ ???

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 17.12.06 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questi temi bisogna cambiare radicalmente, dobbiamo dire "NO Grazie mi fa schiffo" a qualsiassi forma pubblicitaria che trasmette valori ipocriti e svuotatiti da qualsiassi contenuto umano....no al sciffo totale che ci sta soffocando...sciopero dei giornali, TV spazzatura, riffiuto totale....

sergio bruni 17.12.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Rossi, direttore dell'UFFICIO STUDI DI BANCA D'ITALIA:
"In italia, il mercato del lavoro è tornato indietro di 150 anni, troppa flessibilita', contributi minimi, ferie, malattia, maternita' nonpagatr, SIAMO DI FRONTE A FORME DI NEO-SCHIAVITU'"
Si fa notare che Prodi e i partiti del Centro-Sinistra teorizzavano gia' negli anni 90 la flessibilita' come mezzo di modernita', e dichiaravano "superato" il posto fisso.

POI HANNO CONFEZIONATO IL PACCHETTO TREU,

OGGI, CON MONTEZEMOLO; invocano la "fase 2" incentrata sulle liberalizzazioni, le privatizzazioni, le riforme neoliberiste, a cominciare da quella delle pensioni, che hanno tanta fretta di fare, per "fregarci "BENE E SUBITO"

E qui sul blog, si parla dell'Acqua calda, ci si risente se dico che chi come Angeletti invoca 4 milioni di rxtracomunitari, lo fa non per bonta'm ma per gli ENORMI INTERESSI, degli Industriali e DEI COSTRUTTORI.

E gia': sta gente dovra' abitare, dormire: quindi : Case popolari, Coop all'arrembaggio! 4 milioni di lavoratori, piu' mogli, figli , nonni.
Tutti, credono loro, con poche pretese, una orda di poveri da sistemare, far votare, far abitare, far curare. NOI PAGHIAMO, per solidarieta', tanto gia' lo facciamo, lo faremo di piu' e loro: fanno certificati, e incassano. fanno case popolari, e incassano, li fanno votare, e incassano.

CHE BELLA PENSATA! e qui si parla dell'acqua calda!

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

P.r.oof John Stuart Mill 17.12.06 22:51
****************************************

RACCOMANDAZIONE A TUTTI I BLOGGERS !!!!

NON CONTRADDITE QUEST'INDIVIDUO!

ORDINE DEL SUO MEDICO....

PS.
Che strano! sei perseguitato da me e da Max ma sei costretto ad usare perennemente lo stesso commento....penchè non posti anche i 6 mesi di offese che hai inviato a noi? (per la par conditio)

baci...with (stra)love

manuela bellandi Commentatore certificato 17.12.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

la differenza fra una persona mediamente acculturata e un ignorantone completo è che la prima riesce a riconoscere gli errori più grossolani in qualsiasi testo e non prende gli errori di stampa come oro colato
certo che tra il national geographic e eurochocolat non è difficile capire chi sia più autorevole, anche per in vecchio rinco
per un giovane rinco...non so

liliana pace Commentatore certificato 17.12.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento

@@@ maurizio cataldo | 17.12.06 23:03

Per quel che posso aver inteso, da quella proposta, non sara' piu' possibile il copia incolla senza diritti d'autore, i propri commenti personali anche su determinate inchieste, ne sono fuori.

Almeno me lo auguro, altrimenti diventerebbe una dittatura.

saluti.

ivo serentha Commentatore certificato 17.12.06 23:23| 
 |
Rispondi al commento

..GIOIX TROVA QUALCUNO CHE TI PORTI A LETTO..SE CI RIESCI...
ALMENO SPARI MENO CAGATE..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando sulla libertà di stampa ci avevano (come italia) retrocessi al 77° posto tutti a ridere,che non era vero, che c’erano molte televisioni e molti giornali, che non era mai esistita la p2, che i due appelli(ai giornalisti di tenere la schiena dritta) fatti dal presidente ciampi erano rivolti ad entità esoteriche. Quando si diceva che i giornalisti erano stati minacciati o comprati o passati ai servizi segreti (ci sono esempi per tutti e tre i casi) si rispondeva che erano loro le mele marce. Invece caro beppe, come dimostra questo post, era tutto vero,noi non abbiamo la categoria dei giornalisti ma la categoria dei passacarte e chi aveva il coraggio di opporsi veniva allontanato chi invece faceva da zerbino premiato con apparizioni nelle televisioni. Come lavoratori dovrei essere solidale con quella categoria che è in lotta per il contratto ma proprio non me la sento e spero che vengano tutti licenziati.
Un saluto

roberto ba 17.12.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

@@@@ mauro Bellaspica 17.12.06 23:11

Ci vorra' ancora moltissima strada prima che l'attuale coalizione governativa diventi simile ai bei tempi che furono.

Distrazioni furbette senza dubbio, avvicinarsi alle leggi ad personam di castelli e soci, un'altra storia.

ivo serentha Commentatore certificato 17.12.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho chiesto un chiarimento politico sul tema della legalità e della giustizia in merito alla norma inserita in Finanziaria sulla ‘prescrizione di fatto per i reati contabili’.
Un provvedimento disastroso per la credibilità dell'Unione.
Un emendamento che, di fatto, allinea il comportamento dell’Unione a quello di Berlusconi. Dopo aver combattuto, a parole, per cinque anni le leggi 'ad personam' del governo Berlusconi, si introduce, con un sotterfugio, una norma che impedisce allo Stato di recuperare le somme di cui si sono appropriati indebitamente funzionari e dipendenti corrotti dello Stato. Questo emendamento è di una gravità assoluta anche perchè tradisce la buona fede dell’Italia dei Valori sul fatto che il maxi-emendamento governativo rispettasse il programma dell'Unione. L'Italia dei Valori si trova, purtroppo, a condividere una responsabilità oggettiva per un emendamento non concordato. Un emendamento che non approverà.
Eliminare l’emendamento non è comunque sufficiente. I responsabili vanno identificati attraverso un’inchiesta interna e presi immediati provvedimenti nei loro confronti.

Postato da Antonio Di Pietro in Giustizia

ps: buone notizie, il cx imita il cd

mauro Bellaspica 17.12.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento

CIAO GRILLO.
TI SEGUO DA QUANDO HAI FANCULATO I SOCIALISTI.
A TRATTI.
NON SEMPRE...
NON SONO UN TUO FAN, IO ODIO I FAN.
MI SEMBRA TU FACCIA UN DISCORSO COERENTE.
IO AMO CHI FA DEI DISCORSI COERENTI.
IO AMO IL DELTA BLUES, QUELLO NON ELETTRICO, QUELLO VECCHIO.... ROBERT JOHSON E QUELLI LI INSOMMA...
MI SEMBRA TI PIACCIA ANCHE A TE IL BLUES...
NO, NON PREOCCUPARTI NON SONO UNO DI QUELLI CHE VUOLE FARE UNA JAM SESSION INSIEME...
C'E' CHE MI SEMBRA TU SIA L'UNICA O QUANTOMENO UNA DELLE POCHE VOCI LIBERE IN GIRO,,,
IO AMO LE POCHE VOCI LIBERE IN GIRO...
MA NON VORREI SBAGLIARMI, SAI DI PARACULI IN GIRO CE NE SONO MOLTI...
VORREI NON SBAGLIARMI.

UNO CHE NON AMA ESSERE PRESO PER IL CULO
AMEN

FABIO FERRABOSCHI 17.12.06 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro BEPPE E CARI BLOGGERS,
Questo spazio di discussione è importante, utile, perfezionabile MA HA I GIORNI CONTATI!!!!

Vorrei farvi notare che nella finanziaria esiste questo articolo:

Articolo 32. Riproduzione di articoli di riviste o giornali
1. All'articolo 65 della legge 22 aprile 1941, n. 633, dopo il comma 1, è inserito il seguente: «1-bis. I soggetti che realizzano, con qualsiasi mezzo, la riproduzione totale o parziale di articoli di riviste o giornali, devono corrispondere un compenso agli editori per le opere da cui i suddetti articoli sono tratti. La misura di tale compenso e le modalità di riscossione sono determinate sulla base di accordi tra i soggetti di cui al periodo precedente e le associazioni delle categorie interessate. Sono escluse dalla corresponsione del compenso le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.».

Cosa significa? Forse da adesso in poi se leggo un articolo su di un giornale NON POSSO PARLARNE CON NESSUNO ALTRIMENTI DEVO PAGARE I DIRITTI? Per dire al mio amico "UGO" che FUDA ha fatto una porcata inserendo di nascosto in finanziaria un articolo salva-chiappe-di.qualche-amico devo pagare?

FACCIAMO QUALCOSA ANCHE PER QUESTO ARTICOLO___NON PERMETTIAMO CHE VENGANO MESSI BAVAGLI AI BLOGGERS!!!

maurizio cataldo Commentatore certificato 17.12.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao tutti,
volevo segnalarvi quest'iniziativa trovata on-line e -pare- appena nata. Questo il link:
http://www.laspedizionedei1001.it/
Non saprei, parrebbe una cosa interessante ed anche -stranamente- moolto ben organizzata...Attendo, prima di pensarne male, un vostro commento/parere...
Buonanotte a tutti

Antonella Allegretti 17.12.06 23:01| 
 |
Rispondi al commento

E allora facciamola questa benedetta proposta di legge ;-)
Dai Grillo, vieni con noi...
Convincetelo anche voi del Blog.
Saremmo i primi al mondo.
Saluti

domenico petrolino (democrazia-elettronica.it) Commentatore certificato 17.12.06 23:01| 
 |
Rispondi al commento

P.r.of. non me ne può fregare di meno però il fatto che credi che io sia Liliana Pace mi dà ragione... ti garantisco che nn sono lei, per quanto riguarda i post tagliati non posso pronunciarmi per mancata cognizione di causa

Simeone Parolisi 17.12.06 23:00| 
 |
Rispondi al commento

P.r.oof John Stuart Mill 17.12.06 22:51
****************************************

RACCOMANDAZIONE A TUTTI I BLOGGERS !!!!

NON CONTRADDITE QUEST'INDIVIDUO!

ORDINE DEL SUO MEDICO....

PS.
Che strano! sei perseguitato da me e da Max ma sei costretto ad usare perennemente lo stesso commento....penchè non posti anche i 6 mesi di offese che hai inviato a noi? (per la par conditio)

baci...with (stra)love


***

> RICOTTA. Di Pier Paolo Pasolini, anni 60.

I ricottari, ai quali si è ispirato il Vate,
altro non sono che degli individui addetti al
ritiro del prodotto.
Nel caso specifico
della ricotta prodotta dai "cafoni" che
di notte mungono le vacche.
Nel caso pasoliniano le vacche, sono
le peripatetiche di Tor di Quinto e di
tutto il mondo.

Ecco! Questi sono i pseudo giornalisci,
il "fattore" le da la ricotta e loro
la spalmano sui quotidiani, nei TG e
ovunque c''è comunicazione.

Gli fanno fare gli scioperi per far si
che abbiamo un po di "luce", insomma di
visibilità.
Ma, ormai i ricottari son talmente tanti
che, non v'è più spazio per loro così,
s'incazzano.

E STI CAXXI! Non ce li mettete.

Scrivete nei vostri diari le cagate sfornate dagli sfruttatori del popolo bue e sottomesso.

*

Gianni Proietti Cara 17.12.06 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN FONDO TI VOGLIO BENE GIOIX..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO L'UOMO DELL'ANNO SECONDO IL TIMES..

ALEX PRINZ 17.12.06 21:28 | Rispondi al commento


...mi sa che ti sei sbagliato...c'è una "n" di troppo...

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 17.12.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento

ti ano e poi ti oro, poi ti ano, poi ti oro e poi ti anooo...non lasciarmi mai piùùùùù...
sei glande, glande, glande e come TE sei glande solamenteee tuuuuu!

Mario Merola 17.12.06 22:55| 
 |
Rispondi al commento

GIORGIA MENEGHEL E POI CHE FAI???
AL LAVORO ANZICHE FARE IL TUO DOVERE PASSI IL FILMINO CON IL BLUETOOTH SUL CELLULARE DEI COLLEGHI???

MA SMETTILA VA!!!!!!!

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

to pro o f sticaxxill from National Geographic Society

Stato indipendente nell'ambito del Commonwealth dal 16 settembre 1975, la Papua Nuova Guinea è costituita dalla parte orientale dell'isola della Nuova Guinea. Fa parte della cosiddetta Oceania vicina.

papUa papUa papUa papUa papUa papUa papUa papUa

liliana pace Commentatore certificato 17.12.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE NON PUOI FARE IN MODO CHE IL FILMATO SULLE BUONE NOTIZIE SI POSSA SCARICARE PER CELLULARE?

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 17.12.06 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Una proposta per il P.r.o.f.: lascia perdere le manie di persecuzione

Simeone Parolisi 17.12.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giornalista che si fa un video per vendere un libro. "qual'é la soluzione per risolvere i problemi della pubblicitá occulta?" Beh, comprare il mio libro.... Piú pubblcitá di cosi... e beppe che gli sta dietro...
Segue il blog da tempo, questocomportamento non mi é parso coerente..

federico brilli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Su la 7 in questo momento, importante servizio giornalistico su piergiorgio welby.

ivo serentha Commentatore certificato 17.12.06 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Bhè questa è la sindrome degli opposti... vedi a volte c'è bisogno di un avversario per sentirsi utili, ma ciò accade perchè non si crede in ciò che si afferma, ma si ha la necessità di manifestare se stessi contrastando le idee dell'avversario.
meglio l'oratorio salesiano: è indce di crescita. Se ci si annoia è perchè fondamentalmente si protende per la trasgressione e non ci si accontenta della genuinità.

mauro Bellaspica 17.12.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, dove è andato a finire il post, quello concreto, dove dico che il filippino di filippa, (a sua volta filippina) gadagna miliardi e perchè lui possa fare serenamente il filippino di filippa io devo rinunciare alla mia vita, non godermi il mio lavoro, e, oltretutto guadagnare molto meno di quello che devo?


E' possibile mai accettare serenamente queste differenze da sottosviluppo civile? Nutrire verso questi soggetti sentimenti positivi?
E' positivo il presupposto, per caaso?

Beppe: domani vengo a casa tua, detto legge, impartisco punizioni e favoritismi, ti inietto sostanze nel cervello con le quali posso controllarti, ti inibisco tutta l'esistenza e guai a te se fai il minimo mugugno!

Ci sai ragionare su questa lunghezza d'onda?

Carla Rossi 17.12.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Marista Urru (marista urru) 17.12.06 22:00

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I giornalisti che "fanno gli interessi dell'azienda"... sono semplicemente degli esseri viscidi.

Omertosi, definirli marchettari è un complimento.

Ho citato Ilaria Alpi, ma anche altri, non voglio fare liste, le solite liste di morti per non tirare su le braghe alla categoria.

1) Coloro che che non guardano in faccia nessuno sono una minoranza estrema, saranno "esaltati" ma sono onesti, contribuiscono alla chiarificazione. Rischiano la vita. Si contano sulla punta delle dita. Se ne fregano di "recar danno alla produzione".
(produzione poi di cosa?????)

2) I servi, i "c'ho famiglia" sono la maggioranza assoluta, anzi universale con il loro agire quotidiano contribuiscono all'affermazione della merda. Essi sono merda. Per loro non spenderei un solo neurone della mia esistenza.

ora.

discuterne ha il senso che gli si vuole attribuire.

Sia ben chiaro che per un aspirate servo, oggi precario, a me non frega assolutamente niente e neppure mi interessano i falsi contenuti dello sciopero dei giornalisti.

Ma

Una cosa è certa.

Se uno di loro viene gambizzato per aver fatto un articolo contro i bulloni in testa al rappresentante della TRIMURTI diviene un martire, un eroe: Onori di Stato (ed anche Brivadi).

Se scoperchia la merda VERA di questa società oltre ad essere "democraticamente messo in minoranza" (=leggasi assassinato) viene definito "sporca giornalista comunista" (frase detta da un rishpettabile esponente della difesa.... itagliano-bergamasco).

Ecco perché i martiri sono pochi e gli INFAMI INVECE TROPPI.


Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 22:18| 
 |
Rispondi al commento

*******


Giornalisti barboni
e servi dei padroni

ormai fanno solo servizi pagati
da chi manovre il gregge.
ossia, sempre gli stessi.
il popolo dei fessi.


rai = covo di serpenti a sonagli.


*

Gianni Proietti Cara 16.12.06 23:41

E' vero, Gianni!
Ma perchè io me li devo subire, giacchè non ho nulla a che vedere con loro?
Perchè fanno scelte al mio posto, che non accetto, e le dovrei accettare per forza?

Carla Rossi 17.12.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

XXXX Massimo Greco

Dici : il giornalista va verso l'estinzione.
Non so se e' vero, sono talmente tanti, chi li conosce? Poi la spettacolarizzazione, la "personalizzazione", l'ansia di apparire, di distinguersi dalla massA, CREA CONFUSIONE. mA QUESTO, SECONDO ME, NON VUOL DIRE CHE IN QUESTA MIRIADE, NON CI SIA QUALCUNO DI VALORE che emergera'.Ma a me sembrava si parlasse di "marchettari", genere sempre esistito, e che sempre esistera'. Non voglio fare nomi, prenditi un buon libro di Storia, e guarda quanti fecero Marchette al Duce, poi, dopo aver scritto "mondezza", fecero i giornalisti, sul serio.

Dici poi che Ilaria Alpi e altri martiri "sono di intralcio alle attivita' produttive"
se vuoi che te la dica tutta, il tuo passaggio:" il loro omicidio (leggasi risoluzione del rapporto), mi sembra una forzaturra, di quelle che servon "per esaltare gli animi", ma che crea una SUGGESTIONE. E certe SUGGESTIONI hanno fatto molti ed inutili danni.Non fraintendere, certo potrebbero esser stati eliminati, ma sembra quasi che l'ordine venga dal datore di lavoro, le parole vanno pesate.

Che poi ci siano necessita' produttive.... e' la scoperta dell'america. Questa ed altre ovvieta', non portano affatto alla estinzione della casta dei servi, e sai perche'?
Perchè non si e' estinta la casta dei PASDRONI, che gode, come tutti possiamo vedere , ottima salute.

Sono solo un po' arrabbiati perche' i servi hanno osato criticarli un po', hanno alzato un poco la testa.
MA NON HO DUBBI, I PADRONI ATTUALI, SAPRANNO COME FARLI TACERE: BASTONE E CAROTINA!

che poi

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 22:00| 
 |
Rispondi al commento

ma che cazzo scrivi,primo è perseguibile,secondo è una tesi così idiota e assurda da farla semprare un malato di mente,terzo cosa cazzo c'entra col post
si faccia meno canne e usi dei libri invece che scrivere sui blog

fabio lazzario 17.12.06 21:57 |

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ehiii Kretino, a parte la sborra nel cervello che ti ritrovi... sei sicuro di non aver sbagliato commento o risposta?

Rileggiti il post e poi chiavicati una riflessione: INFERIORE!

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Perché non la legalizzano?


Eppure una soluzione per lo sfruttamento della prostituzione esiste.
In ogni città gruppi di donne dovrebbero andare in giro e darla a tutti gratis. Dovrebbero fare concorrenza facendo crollare i prezzi e quindi il relativo business.
Richiamare l’attenzione facendo dei cortei con dei cartelli con scritto: la diamo gratis a tutti! Coi megafoni reclamare e divulgare i luoghi e le modalità per gli incontri, il tutto accompagnato con le musiche di Giovannotti che fanno: “ e non mi basta mai. E voglio di più”.

Il risultato sarebbe sorprendente. Crollerebbe la tratta delle schiave, i magnaccia, assieme ai loro banchieri, rimarrebbero a bocca asciutta. Subirebbero un duro colpo i riciclatori, gli spacciatori, ogni attività della criminalità; un intero settore “produttivo” rischierebbe di chiudere. Le città cambierebbero e con essa, le abitudini della gente, non più in casa davanti alla TV, ma fuori dove per le strade e nei locali non si rischia più di fare brutti incontri ma solo incontri piacevoli.

Poi inizierebbero le proteste martellanti dei politici “moderati”, i sermoni nelle chiese, preti e rieducatori per le vie cercando di riportare l’ordine e le pecore smarrite. Su tutti i mass media e nel popolo tutto, si farebbero dibattiti infuocati.
Dopo il fallimento dell’industria della prostituzione e lo squallido giro d’affari che ruota intorno, nel nostro paese sorgerebbe un altro grave problema da affrontare: la questione morale.

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Sapete niente perchè il filipppino di Fillippa ama fare tutti quegli ammiccamenti civettuoli?

Ha dei tic?

Carla Rossi 17.12.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Riprendo un post di cari colleghi di Blog per aggiungere qualche nome:

Persone Pubbliche o della TV, ODIOSE:


-Clemente Mastella
-Maria De Filippi
-Mario Borghezio
-Barbara Palombelli
-Lele Mora
-Elisabetta Gregoraci
-Paola Perego
-Maurizio Costanzo (anche se a volte fa tenerezza)
-Tiberio Timperi
-Milo e la Leofreddi (gesù)
-Barbara d'urso
-Simona Ventura (prima non era così...ci è diventata dopo)
-Bruno Vespa
-Caterina Balivo
-Mussi (ma che fine ha fatto?)
-Anal Laura Ribas


Chi vuole aggiungere....si accomodi!

Lustra Stacippa 17.12.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RICORDATE IL COLONIALISMO?

GUARDATE COSA COMBINANO I “CUGINI” FRANCESI!!!!.

IL TUTTO SENZA CHE NESSUNO NE PARLI.

Clicca il nome per la notizia.

Manuele Erbersti 17.12.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Prof. non è che devo avvisare l'assistente bagnanti?

una buona serata anche a Nunziatina

Franz (hasta MMP siempre)

angelo pacifico 17.12.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Signor ET,
non La vedo più in trincea!
MD

mario d'este 17.12.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

to pro o f sticaxxill from the bran accademy

Nomi sovrabbondanti al plurale.
Alcuni nomi maschili in -o hanno due forme forme per il plurale, una maschile in -i e una femminile in -a.
Spesso il plurale in -a ha significato letterale e quello in -i significato figurato.
- il braccio, le braccia (del corpo umano), i bracci (di un fiume, di una croce...)
- il labbro, le labbra (della bocca), i labbri (di una ferita)
A volte la differenza di significato non è facilmente classificabile.
- il grido, i gridi (animali), le grida (umane)
- il lenzuolo, i lenzuoli (presi singolarmente), le lenzuola (prese in coppia)
- il muro, i muri (di una casa), le mura (di una città)
Altre volte ancora non vi è alcuna differenza di significato evidente.
- il ginocchio, le ginocchia, i ginocchi.
- il filamento, le filamenta, i filamenti
3) Nomi sovrabbondanti al singolare e al plurale.
In alcuni casi le differenze di significato non sono evidenti.
- l'orecchio, l'orecchia, gli orecchi, le orecchie.
In altri casi, le differenze di significato sono molto pronunciate.
- il frutto, i frutti (visto come singolo frutto o in senso figurato).
Il frutto del pesco è la pesca. Quest'albero darà molti frutti. Vivere del frutto del proprio lavoro.
- la frutta (come categoria alimentare).
D'estate è bene mangiare molta frutta e molta verdura.
- il plurale (raro) le frutta indica un insieme di frutti.
- il plurale (raro) le frutte indica il plurale della categoria alimentare frutta

liliana pace Commentatore certificato 17.12.06 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot: il progresso di una società consumistica e materialista...
"Le adolescenti e i video porno soft. L'inchiesta di Ancona. Spogliarsi sui telefonini: «Un gioco» Controllati 480 cellulari di ragazzi. Le indagini dopo la violenza"
corriere.it
Il senso profondo della tecnologia che si sta promuovendo, è che tramite essa il primo oggetto da strumentalizzare è la persona...,tuttavia il progresso esula dalla causa, quanto più è l'egoismo (dis)umano a renderci "bestie".
I giovani non emulano altro che i messaggi assorbiti dalla pubblicità, dalla tv (immondizia), dalle sponsorizzazioni (tutto culi tette, culi tette, culi tette). Certamente noi non siamo talebani, ma estremi all'opposto: la donna o l'uomo "cosa", che vende se stesso anche solo per un'amena sensazione di vanità. La società del "libero" materialismo è la società delle PUTTANE maschili o femminili, e le povere ragazze costrette a prostituirsi dalla necessità o dallo sfruttamento in confronto presentano una dignità verso la quale si può solo chinare il capo... i nostri politici, gli affaristi che gestiscono il mercato, gli speculatori, i commercialisti, gli evasori, gli impiegati dal posto sicuro, i giornalisti indottrinati, i venali sponsorizzatori, i nostri "figli" e "figlie" viziati e insoddisfatti, dovrebbero sentirsi profondamente umiliati verso una ragazza che fa la prostituta, perchè nel dono del libero arbitrio potrebbero scegliere di essere uomini e non merce da scambio (nei cellulari, nel mercato del lavoro, nel mercato mediatico, nel mercato della banalità e della balzana goliardia).
Il mercato nasce con il baratto che favorisce lo scambio di beni di diversa utilità tra due o più parti... ci sentiamo tanto civili da non aver capito che di noi stessi stiamo facendo mercificazione.
Mi sfugge il nome di quel tale che disse: "in verità vi dico, che le prostitute vi passeranno dinanzi". La realtà e la verità ci stanno dimostrando questo... siamo meno che merda: con essa si può cmq concimare

Mauro Bellaspica 17.12.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro futuro è in mano ai precari.
Solo loro possono permettersi di rischiare, perchè spesso non hanno nulla da perdere.

E questo vale anche per i giornalisti che, com'è noto, si dividono in due categorie.

Gli inamovbili: assunti a contratto negli anni '80, 14 mensilità, benefits etc.. illicenziabli.
Nelle loro file si annidano i marchettari.

Poi ci sono i precari, gli invisibili.. mal visti dai loro colleghi assunti. Veri 'paria' della categoria.
Solo da quest'ultimi disperati potranno arrivare novità di rilievo sul fronte dell'informazione.
Sopratutto se cominiceranno a rendersi conto che non vale buttare via tempo a correggere bozze in qualche polverosa redazione, perchè con molta probabilità sarà l'unico incarico che copriranno per tutta la vita.
Meglio uscirsene dai 'santuari' dell'informazione marchettizzata, e puntare su iniziative autonome (magari online) che mirino a far scalpore, magari, una volta tanto, raccontando la realtà per quella che è.

dan sallo 17.12.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

RICORDATE IL COLONIALISMO?

GUARDATE COSA COMBINANO I “CUGINI” FRANCESI!!!!.

IL TUTTO SENZA CHE NESSUNO NE PARLI.

Clicca il nome per la notizia.

Manuele Erbersti 17.12.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Non mi lasci più niente!

Ma Babbo Natale è da RESET?

Paolo Schena 17.12.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento

SONO L'UOMO DELL'ANNO SECONDO IL TIMES..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE BEL DOCUMENTARIO OGGI ALLE 18 SU TG2 DOSSIER..
L'ITALIA DEL BENITO...
FINALMENTE GLI STORICI AMMETTONO CHE TUTTA LA NAZIONE APPOGGIAVA IL REGIME FINO ALL'ENTRATA IN GUERRA..

NAPOLI SEMBRAVA BERLINO...
ORA E' NA FOGNA..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Non complicate le elocuzioni, intendendo le frasi in senso antifrastico.
Le discussioni stilistiche sono vane e perniciose, se obnubilate dalla egoistica volontà prevaricatrice.

Max Stiticher Commentatore certificato 17.12.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Marista Urru (marista urru) 17.12.06 21:12

si vabbé...

di un po', potresti, di grazia, spiegarmi perché Ilaria Alpi (e ricordo la citazione sugli altri.....) "non c'entrano" niente?

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 21:17| 
 |
Rispondi al commento

X Massimo Greco... certo che charli....

mah, ho tanto l'impressione che alzi il tono, per apparire quello che non sei :" AUTOREVOLE ed INFORMATO", ci scommetti che se predo uno spillo e ti punzecchio fai:pffffffff.....?

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 21:12| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' E' STATO CANCELLATO ?
___________________________+
+
CAPODANNO A CASA
____________________+
+
Si passerà il Capodanno a casa. Avendo dovuto Svendere un "gioiello di
famiglia", rimorderebbe dilapidarlo. E poi, cos'è questa "Novità"? Non ti
resta ancora un appartamento dignitoso, dove ospitare gli "Amici"? ma gli
"Amici" vogliono andare fuori: dilapidare 60 Euro, per una schifezza di cena
industriale, per poi tornare a casa nauseati. Caxxi loro. La "crisi" è tutta
psicologica, per ora: la si condivide con la stragande maggioranza del
Paese, che balla e non pensa, per ora.
Innamorato da sempre di quella decapotabile, resterà lì, presso la
Concessionaria, che poi magari... passerai per "ricco", e la ricchezza, si
sa, è una maledizione, perché tutti nell'immaginario sono assimilati agli
Stronzetti Provera, che sarebbe da eliminare fisicamente, ma non solo perché
ricco sul ladrocinio sistematico.
E se poi la decapotabile, ti farà vedere i sorci verdi, perché costruita di
lunedì, e te la dovesti piangere in ogni caso, come accaduta per altri
acquisti? No, mi tengo la mia del 1999. "Euro 2", da "punire".

Prospero Pirotti 17.12.06 21:12| 
 |
Rispondi al commento

NON CHE CAMBI MOLTO MA A ME SEMBRANO VIADOS: SONO DETTI ANCHE LORO "PU...NE"?

Petronio Silla 17.12.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

sono la moglie di un autoferrotranviere e dopo l'accordo firmato giorni fa per l'aumento dello stipendio sono incazzata nera perchè e' un accordo fantascentifico i 102 euro di aumento sono solo per gli anziani per gli altri sono euro 90 divisi in due parti 45 euro fino a sett. e il resto da ottobre, l'una tantum sarebbe di 600 euro sempre divisa in 2 parti 250 subito alle quale vanno tolte e restituite all'azienda quasi tutte perche' fino alla data del nuovo contratto gli autisti hanno precepito euro 11 per il ritardo della firma del contratto ma ora che l'accordo è firmato li rivoglioni indietro.
E' una vergogna!!!!! una moglie "povera".

barbara mai 17.12.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE BEPPE MI CANCELLI PURE QUESTA SEI PEGGIO DELLA CINA..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AMICI DI BEPPE GRILLO DI ANCONA
*** - Fiera a gennaio 2007 - ***

Umberto Matrice 17.12.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Mi avete cancellato in questo post un mio commento e una discussione.

Signor Rossi 17.12.06 20:37

Ha fatto bene a specificare che hanno cancellato un Suo post, perchè si andava rafforzando in me la convinzione che La avessero cancellata fisicamente.
Avrebbe risparmiato qualche parola in piu' se avesse scritto la frase in questa maniera:
"Avete cancellato un mio commento ed una intera discussione"

Precisino De Precisis 17.12.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

CHI COMANDA IL CORPO?

AI PRIMORDI DELL'UMANITA',QUANDO L'UOMO FU CREATO, I SUOI ORGANI COMINCIARONO UNA DISCUSSIONE PER DECIDERE CHI DI LORO AVREBBE COMANDATO..

IL CERVELLO INIZIO:"DEVO ESSERE IO IL CAPO,VISTO CHE COMANDO IL FUNZIONAMENTO DI TUTTI VOI"

GLI OCCHI REPLICARONO: "NOI DOVREMMO ESSERE A COMANDARE PERCHE GUIDIAMO TUTTO IL CORPO"

E IL CUORE DISSE: "NO, IO VI PORTO IL SANGUE PERCHE VOI FUNZIONIATE, DEVO ESSERE IO A COMANDARE"

LO STOMACO MANIFESTO': "IO COMANDERO', VI ALIMENTO TUTTI!"

LE GAMBE DISSERO':"DOVREMMO ESSERE NOI A COMANDARE, TRASPORTIAMO IL CORPO PER TUTTE LE NECESSITA'"

OGNUNO SI INDIGNO'PER NON ESSERE TENUTO IN GIUSTA CONSIDERAZIONE, MA QUANDO LA MERDA SI PROPOSE, TUTTI SCOPPIARONO A RIDERE...

E LA MERDA DISSE:"VEDRETE SARO'IO A COMANDARE!"
E SI RIFIUTO DI USCIRE DAL CORPO PER 5 GIORNI!

IL CORPO SOFFRIVA
LO STOMACO BRONTOLAVA
IL CUORE AGONIZZAVA
GLI OCCHI S'INTRISTIVANO
LE GAMBE TREMAVANO

E ALLORA TUTTI CEDETTERO: "CHE SIA LA MERDA A COMANDARE!"

E DA ALLORA..TUTTE LE MERDE (TRA CUI PRRRRRRRRRRRRRRRRRODI) POTERONO COMANDARE...

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho avuto tempo di leggere tutti i commenti quindi non so se qualcuno ha già fatto notare quel piccolo emendamento della finanziaria che forse è sfuggito anche a Beppe.
Nella finanziaria c'è l'aumento delle pratiche automobilistiche e delle revisioni che ha fatto inalberare le associazioni dei consumatori e che sembra porterà nelle casse statali circa 70mln di € (stime governo), mentre per quanto riguarda i FINANZIAMENTI all'editoria è stato previsto un aumento per il 2007 di circa 38mln di €!! che si vanno ad aggiungere a quelli che già erano previsti negi anni precedenti. (potete andare a cercarveli........ se volete farvi del male ........la cifra è enorme!)
E non basta.... per il 2007 30ml di € di contributi per l'emittenza locale, che passano a 45 nel 2008 e 35 nel 2009!!!
Complimenti al governicchio!!

Siamo tutti un pò TAFAZZI!!

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 17.12.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Oramai la disinformazione conviene a destra come a sinistra, visto che tutti hanno scheletri in tutti gli armadi, e si sono accorti che la gente non si accontenta più della minestra somministrata nei tg ma si informa anche in altre maniere. Siamo in un vero e proprio regime, il bello è che i due schieramenti politici la pensano tutti e due allo stesso modo.

Paolo Manca Commentatore certificato 17.12.06 20:52| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBILE...
BEPPE GRILLO CHE CENSURA LE BATTUTE NON VOLGARI...

VERGOGNA!

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

rifferimento al video:

http://www.youtube.com/watch?v=Ft-ddQ3SzI4

beppe si parla di tecnologia ed ecologia, ma per poter comprare i tuoi video devo per forza far stampare della carta e produrre della plastica?

vogliamo poter scaricare i video (anche a pagamento!) direttamente dal sito!!!!

dc

diego colombo 17.12.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Certo che con tutte 'ste marchette, l'Italia mi sembra una Puttana...O forse sono le prostitute che si sdegnano di somigliare a questi italiani!?

Alessandro Tognoni Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

certe puttane anno +dignita della magior parte dei girnalisti io x quel poco che puo servire non compro + giornali non x i giornalisti ma per i loro editori che cercano di schiavizzare ancora di piu di quello sono gia

marco da forli 17.12.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salute a parte, non voglio assolutamente ironizzarci sopra, voglio solo dire che un ex presidente del consiglio che va in America per farsi curare è una Vergogna!!!! Possibile che in italia non riescono a curarlo.
Allora mi chiedo che figura fa il nostro Paese, la sanità,i dottori? che appartengono al popolo che lui dice di volere tanto bene, che con il partito delle libertà vuole dargli libertà di tutto, ma meno che curare lui.

Peppino Primo 17.12.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Robotizzati? A me sembrano quelli di sempre, nel bene e nel male, ma io charlo e tu .... gia' tu che fai?

Marista Urru (marista urru)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Certo che charli oppure ti diverti a fare scoperte dell'america.

"La pubblicita': è il nuovo DEMONE della sinistra"

questa per esempio è una charlata

Ma accantoniamo le scoperte dell'america.

Il post (e l'intervista allegata) parlano di cose sensate.

Non si tratta di banali sparate contro "l'anima del commercio".

Quanto all'informazione robottizzata. Leggiti meglio quello che ho scritto ed il paragone che ho fatto... e cerca di ricavarne il senso.

Poi se il tuo sciopo era farti la solita pis.ciata "contro la sinistra"... mi sa che te la sei fatta addosso...

cambiati:)

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Devono far pagare le tasse,non e' difficile hanno l'imbarazzo della scelta,come ti giri e rigiri trovi evasori fiscali quindi devono fargliere pagare,se no e' come menarlo a un morto non se ne esce.L'unico modo per fare la differenza dal passato regime,se non capiscono questo si giocano tutto. FATELI PAGARE.

lucci.camallo55 17.12.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

CENSURA A MARKETTE DI CHIAMBRETTI

Caro Beppe,
ti scriviamo per parlarti di una vicenda, forse all'ordine del giorno, che ci è capitato di notare partecipando come pubblico al programma televisivo Markette di Piero Chiambretti registrato il 14 dicembre scorso in uno studio milanese.
Era intervistata la nostra dipendente Lilli Gruber.
In occasione della presentazione del suo libro sono finiti a parlare dei giornalisti censurati dalla dipendenza supervisionata dal cavalier Berlusconi. Lilli, commentando l'accaduto, ha apprezzato il ritorno di Enzo Biagi nel palinsesto televisivo e ha sottolineato il fatto che non dovrebbe essere usanza di un paese civile questo tipo di censura. (Più che giusto: giustissimo!!!) Ha poi continuato dicendo che con la nuova dipendenza, perlomeno, non c'è più da vergognarsi così tanto ad essere italiani: vista la visione della situazione italiana, senza prosciutto sugli occhi, del resto del mondo. Affermato ciò si è anche scatenato un sentito applauso ma, stranamente, neanche sentito da tutti i presenti(cosa che si verifica in quel contesto anche per battute di poco conto).
Il 15 sera alle 21.55 su Paramount Comedy abbiamo guardato la puntata e notato vari tagli sulle interviste agli ospiti. Guarda caso, tra le altre cose tolte per questioni tempistiche, hanno tagliato proprio quell'affermazione. Se fosse successo prima del 10 aprile scorso non ce ne saremmo stupiti; durante l'intervista, se vogliamo, si parlava proprio di quello. Con la nuova dipendenza non credevamo.
Ora, la domanda è: cosa blocca l'informazione, la TV e il dipendente Prodi nelle loro scelte?
Tuoi affezionati sostenitori: Giorgio Marchisio e Lorena Cora.

Giorgio Marchisio 17.12.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Vaticano & Pedofilia - Vaticano & Pedofilia

Se volete sapere come il Vaticano pratica l'omerta nei casi di pedofilia che vede coinvolti i suoi appartenenti cercate su google " crimen sollicitationis "
che tristezza...

Claudio Molianari 17.12.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Vedi Beppe il problema non è solo la marchetta che fanno per volontà dell'editore(in Italia non si leggono i Giornali, si comprano solo),c'è anche di peggio se mi tocca di vedere ad "Annozero" un giornalista "ergo servo" de "Il Giornale" che contesta la coerenza politica di Franca Rame perchè votando la fiducia al governo concede più finanziamanti per la guerra, proprio lei che è contro, non sforzandosi di capire che a volte il chirurgo deve amputare un'arto per salvare il corpo.
Del resto lui si che è coerente, che con la sua truppa sostiene che prodi deve dimettersi perchè i sondaggi lo danno in calo e quindi non rappresenta più la maggioranza; mi sembra logico, aveva solo 24.000 voti di vantaggio e, giudicato il comportamento, si presume ne abbia delusi una quantità superiore.
Peccato che il padrone del giornalista/servo alle regionali del 2005 abbia perso 12 regioni su 14 e si sia dovuto dimettere per fare il bis di regime; e per coerenza politica (visto che lui sì che rappresentava il paese!)ha dovuto fare la finanziaria, votare a fiducia un maxi emendamento con 691 commi, una riforma elettorale sempre a fiducia e decidere una data di voto andando il più avanti possibile. Gli serviva tempo: voleva abolire l'ici. Era in ritardo purtroppo, altrimenti avrebbe abolito anche l'irpef.
Peccato che nessuno dei palladini dell'informazione si sia sognato di suggerirgli che forse era meglio andare ad elezioni anticipate, visto che il paese gli aveva dato una chiara dimostrazione di dissenso alle urne.
Questa è l'informazione che ci propinano tutti i giorni e quelli sono gli uomini che la danno.

Bonazza Gianluca 17.12.06 20:21| 
 |
Rispondi al commento

XXXXX Massimo Greco....

saro' acida, non c'e' niente di male. Ma , se non sei d'accordo con me, non vuol dire che io charlo, e tu fai sublimi ragionamenti! Che c'entra la martire Ilaria Alpi, messa li' con tono polemico?

E che idea è quella che si stia tentando di eliminare i giornalisti, quando ci dicono che solo in Rai, sono piu' di tremila?

Robotizzati? A me sembrano quelli di sempre, nel bene e nel male, ma io charlo e tu .... gia' tu che fai?

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE L'informazione E' TUTTA FLSA,PILOTATA!!!!!!!!!!!

Di Rito Pierdomenico 17.12.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

ogni volta che vedo Prodi parlare in tv mi prende una immensa tristezza....poi penso che se un imbe-cille come lui è riuscito ad arrivare alla presidenza del consiglio,
vuol dire che siamo davvero in un grande paese,
buonasera a tutti.

ermenegildo badalotti 17.12.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Dicono che ci sono file multimediali legali di adolescenti esibizioniste: voi sapete dove sono?

Tiziano Cannas 17.12.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

PENSATE CHE IL NUOVO TIKET DEL PRONTO SOCCORSO

SIA UNO SCANDALO?.

IN AMERICA IL GOVERNO CREA LEGGI IGNOBILI MA

DECISAMENTE ESPORTABILI IN TUTTO IL MONDO.

TRA POCO ARRIVERA' ANCHE IN ITALIA.

Clicca il mio nome.


[....] Chi scrive i pezzi per GRILLO, deve considerare che spende l'immagine di uno "molto,molto benestante" non sempre EQUIDISTANTE. A sospettare si fa peccato, ma.....

Marista Urru (marista urru) 17.12.06 19:40
>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Chi scrive i pezzi per Grillo...

Come sei acida...

(il che può anche passar per complimento) - di quale equidistanza vai charlando?

Che il giornalismo e l'informazione si sono trasformati in promozione non è una novità. È un processo che dura da anni e va evolvendosi.

Nelle colonne dove in microscopico è segnalato "informazione pubblicitaria" (simulando notizie) c'è addirittura meno pubblicità che altrove.

Ma a parte i giornali - le telepromozioni sono state un passo: adesso la loro "evoluzione" è fare telepromozione senza dichiararlo.

È frutto di un metodo, di una cultura di un modo di vedere l'informazione.

Il ricatto finanziario (che fai passare per la necessità di pagare le bollette...) è altra cosa. Il giornalista va verso l'estinzione. Il tipo di informazione che vogliono gli editori è qualcosa di naturale: in linea col processo industriale dove i lavoratori scompaiono lasciando il posto alla robottizzazione. Niente più stipendi da pagare, solo costi ridotti all'essenziale.

Questa è la realtà.

Gente come Ilaria Alpi (e altri martiri) è solo d'intralcio alle necessità produttive.

Il loro omicidio (leggasi risoluzione del rapporto) quando si rende necessario non è altro che l'affermazione pura, la più pura, delle regole del libero mercato.

È quindi ovvio che molti giornalisti si vendano per una bolletta... figuriamoci se si tratta di rischiare la vita.

È un processo irreversibile.

Poi che i "comunicati" dell'ordine dei giornalisti... in occasione dell'ultimo sciopero... fanno cagare per la disonestà interiore che ne trasuda è cosa ovvia. Stiamo assistendo al processo di estinzione di una categoria di servi che vuole sopravvivere.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 19:58| 
 |
Rispondi al commento

C'E' QUALCUNO,(COMPRESO BEPPE)CHE MI SA SPIEGARE COSA E' QUESTO DEBITO PUBBLICO A CUI TUTTI SI RIFERISCONO,E A CHI DOBBIAMO DARE QUESTI SOLDI E PERCHE'?
VI RINGRAZIO......e scusate l'ignoranza.....
RENATO,,,,,,,

amico renato 17.12.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ti scriviamo per parlarti di una vicenda, forse all'ordine del giorno, che ci è capitato di notare partecipando come pubblico al programma televisivo Markette di Piero Chiambretti registrato il 14 dicembre scorso in uno studio milanese.
Era intervistata la nostra dipendente Lilli Gruber.
In occasione della presentazione del suo libro sono finiti a parlare dei giornalisti censurati dalla dipendenza supervisionata dal cavalier Berlusconi. Lilli, commentando l'accaduto, ha apprezzato il ritorno di Enzo Biagi nel palinsesto televisivo e ha sottolineato il fatto che non dovrebbe essere usanza di un paese civile questo tipo di censura. (Più che giusto: giustissimo!!!) Ha poi continuato dicendo che con la nuova dipendenza, perlomeno, non c'è più da vergognarsi così tanto ad essere italiani: vista la visione della situazione italiana, senza prosciutto sugli occhi, del resto del mondo. Affermato ciò si è anche scatenato un sentito applauso ma, stranamente, neanche sentito da tutti i presenti(cosa che si verifica in quel contesto anche per battute di poco conto).
Il 15 sera alle 21.55 su Paramount Comedy abbiamo guardato la puntata e notato vari tagli sulle interviste agli ospiti. Guarda caso, tra le altre cose tolte per questioni tempistiche, hanno tagliato proprio quell'affermazione. Se fosse successo prima del 10 aprile scorso non ce ne saremmo stupiti; durante l'intervista, se vogliamo, si parlava proprio di quello. Con la nuova dipendenza non credevamo.
Ora, la domanda è: cosa blocca l'informazione e la televisione?
Tuoi affezionati sostenitori: Giorgio Marchisio e Lorena Cora.

Giorgio Marchisio 17.12.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

XXXX da non perdere da schiantare

Non so chi tu sia, sono andata sul sito che mostri e che ti fa ridere, che ti fa dire :peracottaro di una persona che non conosci, che mostra se stessa, il suo lavoro, che dimostra di non aver fatto poco, tu che hai fatto? Perche' ti permetti di disprezzare sentimenti e lavoro altrui? Non sta ne' a te ne' a me, dare giudizi , ma tu mi fai venire un dubbio :
NON E' CHE LO CONOSCI E SEI GELOSO? E USI PER I TUOI CAVOLI PERSONALI IL BLOG?

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Se lo Stato smettesse di finanziarli, parecchi giornali chiuderebbero, chi resterebbe?
1) quelli editi da chi ha i soldi:
Grandi ditte, grandi Banche, grandi gruppi
politici, lobby in genere.
2) quelli che, per caso, decidessero di darci, in
breve, le notizie, omettendo le OPINIONI, di cui ci siamo francamente ROTTI. Visto che servono solo a fare di noi dei burattini, e a chi le esprime, quasi sempre, dei prezzolati.

La pubblicita': è il nuovo DEMONE della sinistra, che in difficoltà a trovarsi nuovi santini, fabbrica nuovi DEMONI.
E' il solito falso problema, non e' la pubblicita' dei biscottini che ci danneggia, ma il fatto che uno stuolo di cortigiani marchettari inzuppa il pane nel ricco piatto delle nostre tasse, E CHI HA IN MANO IL POTERE DI DEVOLVERE I NOSTRI SOLDI AI MARCHETTARI DI TURNO? I POLITICI.Cioè, l'opinione pubblica è ETERO DIRETTA, no dai biscottini o dalle cremine, ma da opinionisti, comici, satirici, scrittori, e chi da i soldi a tutta questa gente? NOI TRAMITE I POLITICI. e' ovvio che il giornalista che deve sgomitare se vuole COMINCIARE A LAVORARE, perchè nessuno nasce GRANDE, farà quel che puo', andra dove lo porta....la saccoccia. Da che ricordo è sempre stato cosi', quando lavoravo ne ho conosciuto di giornalisti, che avrebbero voluto seguire gli ideali....poi , le bollette, l'affitto, non c'e' tanto da criticare, ci sono oppportunisti, ci sono avidi, ci sono fortunati, che senza dover abiurare alle proprie idee, si trovano uno spazio, e ci sono i poveri cristi, che magari sono bravi piu' degli altri, ma hanno da paga' il sostentamento.....mai generalizzare. Chi scrive i pezzi per GRILLO, deve considerare che spende l'immagine di uno "molto,molto benestante" non sempre EQUIDISTANTE. A sospettare si fa peccato, ma.....

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Il sindaco di Barrafranca ha risposto con una lettera aperta a molte mail che gli sono pervenute dopo la pubblicazione del mio post: ‘Un ragazzino solo'. Uno dei destinatari mi ha inviato una copia che riporto. Nel post avevo citato un articolo del Corriere della Sera che riportava una valutazione degli inquirenti, di coloro che stanno accertando la verità: “una grave situazione di pressione ambientale in atto nel piccolo comune di Barrafranca”, riferita al ragazzino testimone dei fatti. Sono felice che il sindaco abbia risposto anche se non mi riconosco nella sua lettera. Non intendevo criminalizzare i cittadini di Barrafranca. Ma solo coloro che stanno isolando, intimidendo un piccolo coraggioso testimone. Invierò una lettera al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che pubblicherò sul blog, per chiedere la medaglia d'oro al merito civile per il ragazzino che ha avuto il coraggio di testimoniare.

Ps: Organizzato da Equivita, Comitato Scientifico Animalisti Italiani Movimento Ecologico Nazionale UNA e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, domani a Roma si terrà il convegno: "L’ eredità di Pietro Croce per attuare In Italia ed in Europa la sostituzione e successiva abolizione della sperimentazione animale" in sala delle Colonne, Palazzo Marini Via Poli 19, Roma ore 9:00 – 18:00.

“Angelo” non è solo!
A seguito dell’articolo pubblicato dal Corriere della Sera (1.12.2006) e rilanciato da “IL Blog di Beppe Grillo” (5.12.2006) la casella di posta elettronica del Sindaco è stata inondata – in queste ore - di email da ogni parte di Italia e del mondo. Avrei voluto rispondere singolarmente ad ognuna delle migliaia di lettere, di inviti, di appelli, di moniti ma - per evidenti esigenze di immediatezza - permettetemi di farlo con questa mia unica lettera aperta.
Premetto che quanto pubblicato da “Il Blog di Beppe Grillo” non corrisponde alla verità e rappresenta , invece, una realtà che offende e diffama la cittadi

Berto Mauri 17.12.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

La Democrazia e' morta!
W la Democrazia!

Patrizia Broghammer 17.12.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Io spero' che in un giorno non molto lontano tutti i "mostri" sovvenzionati dallo stato con i soldi delle tasse o finanziati dalle banche su pressione del governo, tornino a competere in una vera economia di mercato.

Concordo con te Grillo

Saluti

salvatore cerone 17.12.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

"In italia ne abbiamo bisogno più di ogni altro stato, "

Questo e' il motivo per cui la banda larga e' assente nella maggior parte dei comuni italiani.
Chi sa, qualcuno potrebbe pensare che anche da noi e' possibile commentare...

Patrizia Broghammer 17.12.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

LA SOLUZIONE E' LA DEMOCRAZIA DIRETTA

In paesi come l'Estonia o la Svizzera i politici non possono fare il comodo loro, poichè i cittadini hanno il diritto di intervenire nel processo legislativo, attraverso un portale internet con voto online su ogni decreto. In Svizzera ad esempio i cittadini possono addirittura votare tramite un SMS con il loro cellulare se approvare o meno le leggi.

Dice Dick Morris, già consulente di Clinton e autore di un saggio (Vote.com, Renaissance, 1999) che ha fatto scalpore negli Usa:

"Che la democrazia diretta via Internet sia buona o cattiva è domanda futile. È inevitabile. Sta arrivando ed è meglio mettersi l'anima in pace".

Morris prevede che "attraverso i siti interattivi politici e informativi la gente sarà in grado di votare su qualsiasi questione".

Di qui è breve il passo da una democrazia rappresentativa a una democrazia diretta e poi "continua". Un referendum ininterrotto su tutto.
È una prospettiva che eccita molto Morris: "A Thomas Jefferson sarebbe piaciuto vedere Internet. La sua visione utopica di una democrazia basata su assemblee comunali e sulla partecipazione popolare diretta sta per diventare realtà.

Ciò che le piccole dimensioni e la vicinanza geografica permisero all'antica Atene di realizzare, sarà realizzato dall'America e dal mondo grazie ad Internet."

Il male della democrazia rappresentativa è l'accentramento di troppo potere nelle mani di pochi politici. Oggi con la Democrazia Diretta e la tecnologia questo limite può essere superato.

In italia ne abbiamo bisogno più di ogni altro stato, proprio perchè le forze sullo sfondo (cartelli bancari e mafia) sono più potenti che in altri paesi, e manipolano facilmente i politici sia di destra che di sinistra, ricattando imprenditori e obbligandoli a dare tangenti mascherate da "contributi ai partiti".

E' tempo di evolvere la democrazia al 21° secolo.

www.internetcrazia.com

www.democraticidiretti.org

pais.sociale.parma.it

Francesco Simi 17.12.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI SCETTICI DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA

Se non credi che i cittadini possano giudicare direttamente le leggi, allora non credi nella democrazia, poichè anche la democrazia rappresentativa attuale si basa sulla capacità dei cittadini di giudicare i programmi dei partiti da eleggere, ovvero le leggi che promettono di realizzare.

La Democrazia Diretta è solo la possibilità di esercitare il sacrosanto diritto di votare direttamente le leggi, e non aspettare che quelle leggi promesse nei programmi durante le elezioni vengano poi mantenute (cosa che sistematicamente non avviene, visto che i politici fanno leggi per mantenere il loro potere e quello dei loro amici, e non certo quelle promesse).

Quante volte ancora DOBBIAMO ESSERE PRESI IN GIRO e cadere nella trappola di DELEGARE IL POTERE A QUESTI CRIMINALI?

Qui nella FAQ della Democrazia Diretta ci sono tutte le risposti ai vostri dubbi:

http://www.internetcrazia.com/ic/component/option,com_simpleboard/Itemid,31/func,view/id,245/catid,16/

In Italia ci sono già due partiti di Democrazia Diretta, ovvero che votano in parlamento secondo quanto noi elettori gli diciamo via internet e non secondo la loro testa:

www.internetcrazia.com

www.democraticidiretti.org

Supportiamoli e AVREMO RISOLTO IL PROBLEMA.

LA DEMOCRAZIA DIRETTA NON E' UNA UTOPIA, E' UNA REALTA' CONCRETA.

E' STATA SPERIMENTATA DALLA PROVINCIA DI PARMA E FUNZIONA BENISSIMO:

http://notizie.parma.it/page.asp?IDCategoria=15&IDSezione=0&ID=86973

Francesco Simi 17.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ci nascondono i Politici?

CHE NON ABBIAMO PIU' BISOGNO DI LORO!

NON ABBIAMO PIU' BISOGNO DI RAPPRESENTANTI CHE NON CI RAPPRESENTANO!

GRAZIE AD INTERNET NOI TUTTI OGGI POSSIAMO PARTECIPARE AL VOTO PARLAMENTARE, come un tempo avveniva ad Atene.

NON SIAMO PIU' OBBLIGATI A DELEGARE IL NOSTRO VOTO NELLE MANI DI QUESTI LADRI!

La Democrazia Diretta, l'unica vera DEMOCRAZIA, dove si votano le LEGGI non le FACCE, è possibile OGGI, non fra mille anni!

Il popolo deve riprendere le redini del potere.

TUTTI I CITTADINI HANNO IL DIRITTO COSTITUZIONALE DI VOTARE SULLE LEGGI CHE PASSANO IN PARLAMENTO, come avveniva 2500 anni fa in Atene!

"Benché soltanto pochi siano in grado di dar vita a una politica, noi tutti siamo in grado di giudicarla."
- Pericle (495-429 a.C.)

E' ora di finire la rivoluzione che Pericle aveva iniziato!

I partiti di Democrazia Diretta, che votano in parlamento non secondo la loro testa ma secondo quanto gli diciamo noi via internet, ci sono già, eccoli:

www.internetcrazia.com

www.democraticidiretti.org

pais.sociale.parma.it

Mandiamo a casa la vecchia partitocrazia!!!!

Francesco Simi 17.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Un altro bell'esempio sul tema è la pubblicità dell'Enel su Repubblica di venerdì 15 dicembre.
Sono state inserite n° 7 inserzioni (di cui 3 a pagina completa) per pubblicizzare le nuove strategie del gigante energetico riguardanti le fonti rinnovabile con un impegno di spesa di 4 miliardi di euro.
E fin qui nulla di nuovo...

Forse si sono dimenticati di aver
acquistato un centrale nucleare in Slovacchia ed ora è sopravvenuto il senso di colpa?

A pag. 43 dello stesso giornale, però, è riportato il parere di Greenpeace su questa nuova strategia dell'Enel, definita come la "Bufala dell'anno".
Solo che questa notizia è riportata di "spalla" e con un trafiletto di poche righe.
Del resto di più mi sa che non lo potevano fare .... visto quantio l'Enel ha pagato l'inserzione pubblicitaria citata.

carmi caldovino 17.12.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo,
sui nostri giornali si leggono una marea di notizie: paginoni sulla finanziaria, commenti e minacce di politici, spese di natale, cronaca nera ecc...
Marchette e pubblicità...
esiste una forma di disinformazione ancora peggiore a mio avviso: il rendere noiose le vere notizie. Il creare dei luoghi comuni.
Di certo alcune pazzie facilmente riscontrabili non fanno più notizia, che una guerra fra poveri sia ancora in atto nessuno ci crede più, di ecologia, salvo qualche matto come te, nessuno ne parla.
Eppure molte ingiustizie sono sotto gli occhi di tutti, ma sui giornali al massimo si accenna a qualche uccisione sparatoria o violenza fisica; ma della violenza quotidiana che molti di noi devono subire solo per ottenere il minimo indispensabile ad una vita decente no, quello non stupisce più.
Non sono un giornalista, nemmeno un comico, tamtomeno un marchettaro, eppure vorrei far capire ai più che il considerare luoghi comuni determinati discorsi è il sistema migliore per dimenticarsi dei reali problemi.
Esistono una mare di persone che ogni giorno cedono a dei compromessi inaccettabili solo per semplice sopravvivenza, come ad esempio la giungla degli affitti, del caro casa, tanto per toccare un punto che mi sta a cuore.
Possibile che faccia ancora scandalo una foto osè di una velina e nessuno si stupisca che una casa modesta e tuttaltro che lussuosa costi cifre che il più delle volte superano lo stipendio di chi le abita? La colpa di chi è? Dei politici? Del padrone di casa privo di qualunque morale? Nostra che continuiamo a pagare senza fiatare? Personalmente non sò più con chi prendermela.
Guglielmo Salimei

Guglielmo Salimei 17.12.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Michele, io posso anche credere ciecamente a quello che dici, ma tu mi presenti una definizione di uomo che nessuno si era mai permesso di dare e che dovrebbe risolvere tutti i nostri problemi di coppia.
Questa definizione non l’ho inventata io - il grande Buonarroti - ma era scritta da millenni là dove tutti possono leggere, ma dove nessuno capisce. La verità, nel vostro tempo, risiede in quel che si vede e in quel che si misura, e se vedete due persone per voi restano sempre e unicamente due persone. Arrivare a sostenere che sono diventati uno diviene un mistero, come parlare della Trinità.
Dimmi Michele che è la storia, se l’Uomo non esiste ancora?
La storia dell’Uomo deve ancora cominciare; finora si può parlare soltanto di evoluzioni, in particolare di quelle maschilistiche che hanno dominato il mondo, ma la storia, quella vera, non è ancora cominciata.
Dimmi Michele, i sapienti di questo mondo come potranno ricevere il tuo messaggio?
Non ti preoccupare per loro; perché come i magi essi arriveranno tardi alla capanna. Preoccupati di come possano credere in quel che vedono e di come siano sicuri solo di quel che misurano. Ma verrà il giorno in cui anche loro arriveranno al giaciglio di Gesù Bambino con i loro doni.
Oh sì, Michele, oro incenso e mirra.
Certo, oro incenso e mirra. Gesù rifiuta l’oro quando viene tentato da Satana, rifiuta la mirra davanti alla croce e quando lo vogliono incensare scappa, perciò molto probabilmente porteranno doni inutili.
Dimmi, Michele, i potenti cosa diranno?
In ogni tempo e in ogni luogo i potenti, se andranno alla capanna, avranno un unico scopo: uccidere il Bambin Gesù. La lezione di Erode resta immutabile.
Dimmi, Michele, era così pericoloso al tuo tempo dire che l’Uomo è un maschio e una donna uniti dalla Parola?

mario schiavon Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

azz scrivono tutti in corsivo...

come faccio io di solito!!!!!

mo per distinguermi scrivo in minuscolo....

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

BUONA DOMENICA A TUTTI I BLOGGERS!!!!!!!

VEDIAMO UN PO CHI C'E' STASERA........

ALEX PRINZ Commentatore certificato 17.12.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

chiedo a Beppe di promuovere una petizione per ABOLIRE LA PRESCRIZIONE almeno per i processi in corso.

Ti prego, non voglio più vedere stronzi che la fanno franca grazie ad avvocati che rinviano per vari motivi il momento del giudizio sino a che arriva sta cacchio di prescrizione.


TUTTI CONTRO LA PRESCRIZIONE

Mirco Gigliotti 17.12.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho mai comprato un gionrale in vita mia, e i giornalisti in tv basta vederli in faccia per capire che prendono in giro...ma io non ho più una tv.

Simone Firetto 17.12.06 18:18 |

**************************************

Non è mai tutto bianco o tutto nero...in tv ci sono giornalisti che ancora fanno il loro dovere.

E' vero che sono pochi quelli visibili e che il mobbing in rai è molto diffuso come strumento di "conversione" , ma programmi come REPORT ci sono ancora e dopo 5 anni di mediocrità totale ottenuta a colpi di querele ed ingaggi, si ricomincia a vedere un germoglio di "verità" dalle rubriche giornalistiche.

Non è tutto da buttare, ma il problema per noi utenti è come poter scegliere chi premiare e chi no, fino a che non saremo in grado di farlo non cambierà niente...non esiste più il giornalista idealista, solo qualche buon professionista.


Egregio Comico La ringrazio per il blog del 16/12. Penso le stesse cose. E' deprimente vivere in una Nazione che si muove al contrario. Difatti Lei è un Comico che invece di far ridere fa piangere.
Proposta: fondiamo un giornale!
Cerchiamo dei soci fondatori!
Io sono disposto a investire i primi 1000€.
Ti saluto Antonio Ricci. (Non sono quello che si interessa di strisce e di notizie)

antonio ricci 17.12.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Telethon.Della serie:Anche noi abbiamo un cuore!

Facce di circostanza, pressapochismo, qualunquismo, retorica.
L'amplificazione della sofferenza.
La partecipazione collettiva e' accattivante e coinvolgente.

Un momento in cui il paese si unisce e da' il meglio di se':
Un paio d'euri!Per dimenticare e pulirsi la coscienza!

"quelle trasmissioni dove si sprecano migliaia di euri in premi,
sono interdette ai disabili"?

Le pubblicita' che hanno come tema il sociale, la solidarieta',
fatte da volti noti con guadagni milionari,non possono vedere protagonisti
persone meno fortunate, ospiti di strutture private, sempre alla ricerca di fondi?

E' sempre la solita storia. La societa' dell'apparire
che specula e strumentalizza il dolore, per un proprio tornaconto.

E i soldi, quelli veri, finiscono sempre nelle stesse tasche:
I mafiosi che riciclano il denaro "pulito" dei donatori!

antonio ciardi Commentatore certificato 17.12.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E PROPRIO UN SALAME CREDERE EH EH

NON IMPORTA

LA MANIFESTAZIONE A ROMA DI 1.500.000 O 2.000.000... DI PERSONE CHE LAVORANO IMPRENDITORI ARTIGIANI PROFESSIONISTI..

VALE COME UNA MANIFESTAZIONE DROGATA DELLA CGIL.. DURA E PURA DI 100.000 PERSONE..


OGNI IMPRENDITORE ARTIGIANO HA UN PESO ECONOMICO PARI AI SUOI DIPENDENTI..

PERCIO... 1.500.000 PER 5 PERSONE MEDIE DELLA PICCOLA IMPRESA.. FANNO 7.500.000.


LA MANIFESTAZIONE DI ROMA.. VALE DA SOLA TUTTI GLI ISCRITTI AI SINDACATI.. PENSIONATI COMPRESI..


BEPPE GRILLO NON NE VUOLE PARLARE..

PENSA ALLE RICARICHE DEI TELEFONINI

PENSAI ALLE CENTRALI BRUCIARIFIUTI


ORMAI NON SA PIU COSA PENSARE PUR DI NON TOCCARE IL GOVERNO COMUISTA TERRORISTICO..


BEPPE GRILLO STA PERDENDO O MEGLIO MOSTRANDO IL SUO ASPETTO OSCURO..

DI ESSERE COMUNISTA

rossi paolo 17.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento


“A Teheran come a Matrix?”
Se lo chiede con grande preoccupazione il Presidente della Federazione nazionale delle Associazioni Italia-Israele Giorgio Linda, dopo che in una recentissima puntata del programma televisivo c’è stato chi ha negato l’esistenza della risiera di San Sabba, l’unico campo di concentramento nazista in Italia, l’anticamera della morte per molti italiani, gran parte ebrei.
“Qui non si tratta di censurare la ricerca storica, ma di non legittimare chi nega l’evidenza ed i dati storici nel nome dell’odio e del pregiudizio antiebraico. Le prove documentali inconfutabili, le testimonianze non solo delle vittime, ma soprattutto degli aguzzini, che hanno tenuto diari, relazioni e contabilità precise ed inoppugnabili della loro attività finalizzata allo sterminio del popolo ebraico, confermano la Shoah, forse neppure in tutta la sua drammatica e devastante entità”.
“A Teheran, il tiranno Ahmadinejad sta preparando il terreno per giustificare moralmente e storicamente la distruzione dello Stato d’Israele, considerato strumentalmente un abominio per l’islamismo radicale, anche con l’indizione di questa farsa drammatica che è stata la conferenza negazionista dell’Olocausto, che ha riunito tristemente noti esponenti dell’antisemitismo mondiale. Una vergogna che l’intero mondo democratico deve condannare e che deve servire da monito per comprendere l’estrema pericolosità del leader iraniano. L’auspicio è che parta da Nazioni e Governi democratici, come l’Italia, una vera e propria resistenza a questo subdolo e sotterraneo movimento, messo in moto a livello internazionale da personaggi come Ahmadinejad, che potrebbe trovare orecchie sensibili anche in occidente e perfino nel nostro Paese, per dare vita ad una nuova Shoah, questa volta, magari, senza ritorno”.
________________________

[Printer friendly format]

mario schiavon Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO... CHE PROPRIO SOTTILE NON MI SEMBRA ALMENO CON INTELLIGENZA...

NON NE VUOLE SAPERE DI ATTACCARE QUESTA FINANZIARIA.. LUI CHE BECERA DI SOLITO PIU DELLA GALLINE NEL POLLAIO.. NON DICE UNA PAROLA CONTRO PRODI E SUOI ALLEATI CRIMINALI..


GRILLO NON HA ANCORA CAPITO CHE IL 70% DEGLI ITALIANI.. NON NE VUOLE SAPERE DEI COMUNISTI E I LORO CUGINI DS? ( CHE BAGGIANATE.. INVECE DI BUTTARSI NEL CESSO QUANDO E CASCATA L UNIONE SOVIETICA.. PUR DI NON MOLLARE LA POLITICA HANNO CAMBIATO NOME MA LA FACCIA E LA PUZZA E SEMPRE LA STESSA .. ANZI E PEGGIORATA.)..


PERCHE NON TIRI MAI FUORI NULLA CHE VADA A NUOCERE ALL OPERATO NON SEMPRE CORRETTO DELLA SINISTRA DOVE ESSA REGNA? COME L EMILIA E LA TOSCANA E L UMBRIA?


L UMBRIA L UNICA REGIONE ITALIANA IN CUI OLTRE IL 50% DELLE PERSONE CHE LAVORANO LAVORA ALLE DIPENDENZE DELLO STATO...

QUALI SONO STATI I RICATTI A SUO TEMPO FATTI DAI COMUNISTACCI CONTRO LA DC?

MINACCE BEN PIU GRAVI DELLE IDIOTISSIME BR?

IO IMMAGINO DI SICURO I RICATTI CHE HA SUBITO LA CARA VECCHIA DC.. A CAUSA DEI COMUNISTACCI...


CHE VENGA LA DIARREA A BERTINOTTI.. A D ALEMA FASSINO ..( COSI SPARIRA DEL TUTTO..)..


CIAO E NON VOTATE MAI PIU COMUNISTA SE AVETE I NEURONI CEREBRALI ANCORA CHE FUNZIONANO

FULVIO LAZZARO 17.12.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE GLI INSEGNATI HANNO LO SCONTO PER L ACQUISTO DEI PC?


QUALE SOFISMO FILOSOFICO HA PORTATO A QUESTO?


CHE SIA UNA MANOVRA PER ARRIVARE AD AVERE IL 100% DE VOTI DEGLI INSEGNANTI?

MA HA GIA' IL 90%... NON SI ACCONTANO MAI STI COMUNISTACCI..

CATTIVI.. E INCAPACI..

renato fossi 17.12.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto il nome dei parlamentari condannati in via definitiva..
dovrebbero includere anche quelli che sono sotto processo come CARUSO.. e quelli che hanno assassinato come D ELIA..


grilloide.. la vuoi capire che ci sono reati e reati?
cosa credi che l opposizione se non ha piu un candidato non abbia un altro di riserva?


basta fare un legge.. ma non so se e contro la democrazia ( uffa .. ancora legati ai fantasmi del passato).. l elettorato passivo puo esserci?

se li hanno votato significa che hanno il consenso

cambiamo queste regole?


grillo non sai piu dove appigliarti per non parlare male di questo governo che ha fatto una finanziaria ignobile. che ha messo non i truffatori ( visto che conosco la giustizia in italia.. vorrei vedere molto bene tutti gli atti di questi processi.. ) ma ha messo 1000 volte peggio.... gli ASSASSINI..


TI SEMBRA LA STESSA COSA'


UN D ELIA E PIU GRAVE DI 10000 TRUFFATORI ALLA TANZI..


FIGURIAMOCI..


CIAO E BEVETEVI TUTTE LA PANZANATE GRILLOSE DEL BEPPONE

renato rossi 17.12.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualunquismo di bassa lega...

Marco D'Incà 17.12.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

il post di oggi tratta di informazione...Qualcuno vuole informarmi sul perchè alcuni commenti non passano, nonostante sul regolamento del blog ci sia scritto che i messaggi non sono sottoposti a filtri preventivi?

andrea di nardo 17.12.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Leonardo Migliarini 17.12.06 17:15
**********************************

Te possino!!!! ahahaha! fa bene alla circolazione sanguigna il tuo video, ma lo sconsiglierei ai cardiopatici...ehehe.

***********

Tornando ai giornalisti, devo dare atto a Lucia Annunziata e alla sua trasmissione in 1/2 H della professionalità e dell'utilità per il cittadino.

Ho apprezzato molte delle sue puntate anche se in passato non si era dimostrata daalla nostra parte, specialmente nella spiacevole questione di Sabina Guzzanti e RAIOT.

Oggi ho particolarmente apprezzato l'intervista a Mario Monti sulla finanziaria e sulla situazione economica italiana e non solo.

Io sono comunque favorevole all'abolizione dei finanziamenti ai giornali, ormai sono divenuti solo oggetto di scambio fra politica e informazione.


"Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'MMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Questo è quanto scritto nel regolamento del blog. Ma perchè alcuni messaggi non arrivano a destinazione?


andrea di nardo 17.12.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Io ho un'idea invece...


AUTO-GIORNALISMO


che ne dite???

Gaetano Longo 17.12.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@
Però Grillo,che brutte "signore" hai fotografato.

Così brutte non ne ho mai viste e,ne ho viste!

La legge che regola la prostituzione è la N° 75 del 20/02/1958,entrata in vigore il 20/09/1958.

La richiesta di questa legge fu presentata la prima volta nell'Agosto del 1948 dalla senatrice Merlin,unica donna presente in Senato nella prima legislatura.

Questa legge,piaccia o no ai preti,"non definisce reato la prostituzione".
Ed il primo articolo prevede,non l'abbandono della prostituzione,ma la chiusura dei casini.
Definisce reato solo lo sfruttamento della prostituzione,ecco perchè le "mie saltuarie amiche" si sono trasferite in pubblica via.
In poche parole dal caldo casino sono state mandate nel gelo pazzesco di una strada di periferia.

La signora Merlin,quella che ha proposto e poi
ottenuto la chiusura dei casini,era cattolica e socialista(brutto miscuglio).
Joseph
(Puttaniere per caso e per volontà divina)

P.s.
Riepilogando ai "giornalisti marchettari"dunque, non è proibito far marchette.
Devono però farlo all'aperto,quindi,al di fuori dalle redazione dei quotidiani.
Joseph

joseph pane 17.12.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

CONOSCETE QUESTO VIDEO ????

se non lo conoscete, guardatelo abbastanza da vicino e a volume altino_

dura poco_

http://www.youtube.com/watch?v=patMqcd7C5s&mode=related&search=ghost

Leonardo Migliarini 17.12.06 17:15

Porca P.....na m'è venuto un infarto, cmq troppo "divertente" ora lo metto sul mio blog. grazie per l'infarto

Roberto Ionni 17.12.06 17:34 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

SCUSA

ma era divertente come scherzo_

se un giorno ci dovessimo incontrare ti offro da bere per farmi perdonare - OK???
Leonardo Migliarini 17.12.06 17:44

tranquillo, anzi m'hai dato lo spunto per il mio blog...sperando che non ci capiti nessuno debole di cuore...

Roberto Ionni Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti. oggi questo è il solo commento che mi è stato passato dal blog. Sapete il perchè alcuni commenti vengono bloccati e non arrivano sul blog?

andrea di nardo 17.12.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma sì, basta coi giornalisti, ci siamo noi blogger:

http://andreasacchini.blogspot.com/2006/12/e-aumentato-il-canone-in-cambio-di.html

andrea sacchini 17.12.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Eh no Beppe, stavolta non ci siamo.
I direttori dei giornali propongono con la loro azione Domanda di Consumo. Cosa fa il governo con le "rottamazioni" e i "PC per gli studenti? Domanda di Consumo!
I "tiggì" con i resoconti sulle sfilate di moda, o gli altrettanto debordanti resoconti sullo shopping natalizio? Domanda di Consumo!
L'insegnante dei nostri figli con il maglione griffato? Domanda di consumo!
Si, insomma, si usa il CREDITO di ciascuno per proporre consumo. Daltronde se il 70% del PIL è derivato dal consumo, le azioni di "questi", tutte tese ad incrementare tale percentuale, risulta addirittura meritoria.
Fuori da dispute ideologiche, o da iracondi intellettualismi, chi è in grado di proporre alternative a questo stato di cose che possono garantire altrettanto "benessere", alzi la mano.
Caro beppe, le cose stanno maledettamente così!
Però, c'è un però. Se la vita spesa a fare la spesa risulta per noi condizione obbligata, se quest'azione ci sottomette, non ci sono forse le condizioni per reclamare da questo esercizio la condizione del LAVORO?
Se si, non potremmo da questo pretendere un reddito? Un esempio: un programma televisivo o un articolo giornalistico sollecitano la nostra ATTENZIONE. Questa viene venduta ai pubblicitari che la rivendono ai produttori: bene, l'attenzione è nostra. Rivendichiamola e diamole un prezzo, facciamola pagare, mettiamola sul mercato. Insomma, noi OFFRIAMO, loro COMPRANO: è il mondo alla rovescia.
Questa è una delle innumerevoli forme dentro le quali si può nascondere il reddito del nostro lavoro di consumo e,magari, la salvaguardia della nostra sanità mentale. Come vedi c'è spazio per suonare tutt'un' altra musica.
Se può interessarti l'argomento ho scritto 168 pagine, anche illustrate, su questo tema. Posso spedirtele.
Ciao e buon lavoro,
Mauro Artibani.

mauro artibani 17.12.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

@ P.r.oo.f John Stuart Mill

Gli ebeti come costui sono sempre contenti! Qualsiasi cosa essi dicono, qualsiasi situazione vivano, essi sono lieti, perché essendo la personificazione della stupidità, non possono percepirne l'emanazione; come uno che, abituato ad essere lercio, non avverte più il fetore che emana.
Costui è un poveretto che non riesce a trovare un lavoro per guadagnarsi da vivere e, essendo ebete, non riesce neppure a tacerle certe cose; lo ha affermato più volte lui stesso che è un disoccupato a carico dei genitori. Malgrado ciò si vanta di essere un proff. ( de che???) e viene a pontificare una sciocchezza dopo l'altra contando sul fatto che, tanto, tutto ciò che scrive sarà cancellato e quindi scomparirà anche la memoria della sua stupidità, malgrado egli, quotidianamente, ne rinnovi la traccia. Una delle ultime perle di questo ebete, fu l'affermazione che non si poteva ricontare tutte le schede valide perché una legge lo vietava.
Ovviamente se uno dovesse rincorrere questo ciglione su tutte le stupidaggini che dice passerebbe una vita a farlo, ma ogni tanto bisogna rilevare non quanto è ebete costui, ma soprattutto, quanto lo sono quei quattro o cinque che formano codazzo con costui.
Mi ricordano quando a scuola capitavo, disgraziatamente, in quelle classi dove si trovavano uno o due cretini ripetenti che, pur di attirare l'attenzione, si esponevano continuamente con ... il meglio di se stessi in cretinerie, e avevano, ovviamente, la loro piccola corte d'idioti, loro pari, e traevano il massimo godimento solo nel creare disturbo agli altri e a rincretinire se stessi più di quanto avesse fatto la natura.
Io credo che le umiliazioni che avranno subito i tuoi genitori, ogni volta che erano convocati, siano inenarrabili e solo il ricordo di ciò che hai inflitto loro dovrebbe farti vergognare di venire qua a fare il... bulletto ignorante e strafottente. Io credo che tu, continuando di questo passo, riceverai presto una severa lezione.

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 17.12.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che è impossibile togliere le sovvenzioni statali. Se non ci sono degli organi che controllano che facciamo? Dobbiamo fare tutto noi in prima persona? Controllare, denunciare...
Non esisterà mai un governo che tolga dalla finanziaria queste sovvenzioni, per un conflitto di interessi.

Alan Vaia 17.12.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

I giornalisti sono figli, nipoti, parenti ed affini dei soliti noti. Come credete che si diventi giornalisti?
A parte il fatto che il 90% di loro sono comunisti, reduci di lotta continua.

Bersani, abolisci l'ordine dei giornalisti, se vuoi essere il liberalizzatore (ma tu non lo sei).

ettore muti 17.12.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

"Ma per fortuna a proteggerci c’è qualcuno. Il Gigante buono dell’Authority. Un Gigante immobile. Che può intervenire solo su denuncia dei cittadini. Se nessuno facesse una denuncia, gli impiegati dell’Authority potrebbero starsene sempre a casa."

Purtroppo nel mio caso gli interessi erano cosi grandi che non si sono mossi neanche dopo la mia segnalazione e ho dovuto denunciare la cosa (costi di ricarica) alla Commissione Europea per far si che qualcosa si smuovesse!

Andrea D'Ambra
www.aboliamoli.eu
www.andredambra.eu

Andrea D'Ambra Aboliamoli.eu Commentatore certificato 17.12.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Comsky é un autore la cui lettura é obbligata.

Ho visto il video di Altamore.
Non mi trovo completamente in sintonia con lui.
Perché la pubblicità corre sempre e necessariament sul doppio binario pubblicità esplicita e pubblicità occulta (negli articoli),semmai si può aprire un discorso su un piano quantitativo.
E palese che se un inserzionista trova nella testata articoli che in qualche modo lo danneggiano o gli danno fastidio ,questi non investirà più.
L'unica soluzione sarebbe per me,togliere le pubblicità e aumentare i prezzi dei quotidiani in modo tale da compensare le entrate.

mimmo colombo 17.12.06 17:35| 
 |
Rispondi al commento

CONOSCETE QUESTO VIDEO ????

se non lo conoscete, guardatelo abbastanza da vicino e a volume altino_

dura poco_

http://www.youtube.com/watch?v=patMqcd7C5s&mode=related&search=ghost

Leonardo Migliarini 17.12.06 17:15

Porca P.....na m'è venuto un infarto, cmq troppo "divertente" ora lo metto sul mio blog. grazie per l'infarto


... anche Rita Dalla Chiesa giornalista!!??

lando licata 17.12.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Creo che da sempre siano stati grandi marchettari. Solo che adesso che siamo un po' più sensibili a questi temi, ce ne accordiamo di più.

andres salazar 17.12.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

CONOSCETE QUESTO VIDEO ????

se non lo conoscete, guardatelo abbastanza da vicino e a volume altino_

dura poco_

http://www.youtube.com/watch?v=patMqcd7C5s&mode=related&search=ghost

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 17.12.06 17:15| 
 |
Rispondi al commento

tanti giornalisti sono delle merde e leccaculo
fino a qui siamo d'accordo...pero´paragonarli a delle marchette e´un'insulto alla categoria...almeno le marchette vendono il loro corpo ch'e´di loro proprieta´...ciao

armando di napoli Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Petizione online per la fusione fredda.
http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm

andrea parodi 17.12.06 17:11| 
 |
Rispondi al commento

PENSATE CHE IL NUOVO TIKET DEL PRONTO SOCCORSO

SIA UNO SCANDALO?.

IN AMERICA IL GOVERNO CREA LEGGI IGNOBILI MA

DECISAMENTE ESPORTABILI IN TUTTO IL MONDO.

TRA POCO ARRIVERA' ANCHE IN ITALIA.

Clicca il mio nome.

Federico Darco 17.12.06 17:09| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@

Precisino De Precisis 17.12.06 15:59

o forse meglio detto: "imprecisino de ignorantis" ??

dove lo vedi te in quella frase l'indicativo presente???

********************

comunque, per inciso, l'italiano non é rigoroso come il latino nella "consecutio" - a dire il vero nemmeno il latino é tanto rigido come lingua, se si osservano i cambi portati dall'abitudine e dalla presenza di scrittori originari di varie aree geografiche - peró il latino é una lingua molto piú "logica", come il francese e l'inglese, e quindi certi rapporti non si possono proprio modificare senza annullare il senso del discorso_

in italiano invece, lingua piú malleabile o epressiva, quei rapporti si possono modificare, per esempio in funzione retorica_

nel caso specifico, la principale al condizionale presente puó reggere una subordinata al congiuntivo sia presente che imperfetto, o al limite anche indicativo futuro - ma l'uso parlato accetta anche altre possibilitá_

Piú precisamente, l'uso del congiuntivo presente in quel caso dá retoricamente piú incisivitá, piu´realtá, all'atto di "obbligare", sottraendolo all'ipoteticitá del congintivo imperfetto_

********************************************

Per quanto riguarda il PRRR. oof.

in parte ha ragione - la cultura in certi settori e in certi momenti é stata rapita dalla sinistra_

mentre la vera cultura di destra, o meglio gli intellettuali di destra dotati dello strumento della cutlura, sono stati cancellati ideologicamente perché tropo infettati dal "male assoluto" della nostra dottrina_ E le varie culture religiose sono state chiuse nello scantinato_

Peccato che in tutto questo, alla fine le decisioni politiche reali, in ambiti locali e globali, siano sempre state prese ascoltano solo quei 4 coglioni che vivono piú o meno tutti nello stesso quartiere: S.Huntigton, F.Fukuyama, L.Strauss & C.- solo per citare i primi che mi vengono in mente_

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 17.12.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sembra che la pubbblicità sui giornali sia fenomeno solo italiano.

Certo che se i Giornali sono di proprieta' delle grandi aziende, evidentemente non saranno MAI completamente obiettivi. E certo se il proprietario di un quotidiano produce salami, qua la, anche occultamente, troveremo "l'elogio dell'affettato".,

Il giornale e' un prodotto costoso, non è una novita', a me pare di ricordare che ha sempre avuto bisogno di aiuti e di grande capitale, e mi sembra normale che l'editore si preoccupi di non fallire, di guadagnare.
BASTA CON LE IPOCRISIE, si potrebbe avere il giornale sponsorizzato dalla Grande Azienda X, si saprebbe che interessi porta avanti, APERTAMENTE,e che dietro c'e' una proprieta', che investe, da' lavoro e PAGA LE TASSE, non ci vedrei niente di male, se tutto questo non fosse sostenuto dal danaro pubblico per guadagnaredovrebbero produrre un qualcosa di UTILE per chi lo compra.
Poi c'è LA POLITICA, ogni anno LO STATO prende 667 miliardi di euro, 1200 miliardi circa di vecchie lire e finanzia stampa e mass media:
28 milioni euro a giornali organi di movimento
politico
31,4 milioni di euro a quelli editi da cooperative
e organi di movim. politici
89,5 milioni di euro vanno aquotidiani e periodici editi da coop di giornalisti...
e poi a pioggia soldi alla stampa italiana all'estero, alle minoranze linguistiche....
poi , soldi per acquisto carta, fondi per ristrutturazioni,finanziamenti per il credito agevolato,rimborsi vari alle televisioni locali....
Tutti, Repubblica, La Stampa, Il Corriere, il Messaggero, il Giornale, prendono i nostri soldi.
DECINE DI TESTATE, manco vanno in edicola e noi PAGHIAMO, perchè GRANDI AZIENDE, BANCHE, POLITICI, SINDACALISTI, IL POTERETUTTO, ci indottrini, e usa i giornalisti, i cantanti, i comici. Un tempo LA SATIRA, che si RIVOLGEVA CONTRO CHI ERA AL POTERE, ERA "LIBERA", ma al momento in cui evita di toccare alcuni, e va sempre sullo stesso chiodo: LA SATIRA, FA MARCHETTE POLITICHE.

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 17.12.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di leggere questo post:

http://libertari.blog.tiscali.it/vj3042337/

Michele Latorraca 17.12.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Io sono iscritto all'ordine dei giornalisti e SONO D'ACCORDO CON TE.BASTA FINANZIARE STE MERDE DI GIORNALI!!!!!!
E' ora che tanta gente impari cosa vuol dire guadagnarsi onestamente la pagnotta.
Meno finanziamenti e più calci in culo!I
Qui in Italia abbiamo troppi stronzi,paraculi neomafiosi.
Li incontro ogni giorno negli uffici pubblici,nelle aziende statali,alcuni infiltrati nelle agende private.Verrà il giorno che sarete tutti in strada a far la fila per cercar lavoro e non lo troverete perchè non saprete fare un cazzo! RESET-RESET-RESET.
La prossima volta che vedo al cinema quella pubblicità del cazzo dell'Enel giuro che lancio una scarpa sullo schermo.
Mi vergogno di essere italiano.

Ray Giubilo 17.12.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi racconto la mia esperienza. Dal 1989 al 1993 ero agente di spazi pubblicitari di importanti quotidiani come il resto del carlino e vendevo prevalentemente la pubblicita' nell'edizione locale, sistematicamente quando inaugurava un negozio oppure c'era un evento particolare i giornalisti pubblicavano articoli per pubblicizzare il locale o la manifestazione. I giornalisti oltre lo stipendio percepiscono varie bustarelle anche in natura come i finanziere e i poliziotti.
Da allora ho conosciuto tantissimi personaggi che in cambio di favori e denaro riescono a farti apparire anche nelle reti RAI. Ad esempio ho conosciuto un giornalista che procacciava servizi da inviare negli ultimi 5 minuti del telegiornale. Molti cantanti pagano per fare apparizioni televisive e addirittura conosco artisti minori che pagano percentuali a presentatori famosi e Beppe sa a chi mi riferisco...VIVIAMO IN UN MONDO DI MAFIOSI basta pagare, nel nostro lavoro conosciamo dei concorrenti che per entrare come fornitori di ditte o enti pagano bustarelle nell'ordine del 5% a ragionieri e funzionari vari. La vera tangentopoli non e' ancora stata scoperta, la colpa di tutta questa corruzione e perche' i giornalisti spesso non guadagnano abbastanza e poi la fame si trasforma in avidita' anche quando le retribuzioni sono alte. Vi siete chiesti quanto guadagna una presentatrice come la Ventura, come Baudo o come Vespa, Costanzo e la Moglie ? e spesso siamo proprio noi con il canone e con le varie bollette della telecom, ecc, ecc

andrea cecconi 17.12.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

FATTO!! Ed è facilissimo, non ho MAI fatto abbonamenti, non ho mai comprato giornali di qualsiasi tipo, evito i Tg come la peste, sono stufo di falsità ipocrisia e cialtroni che scioperano facendo credere di essere i poveri giornalisti al servizio degli ascoltatori...e non del proprio portafoglio, prostituendosi per esso..
I giornali? e perchè dovrei buttare soldi? se voglio i pettegolezzi vado, semmai, al mercato o ovunque, gratis e mi faccio quattro risate...
Ahh se posso evito mondadori e tutto quello che abbia a che fare col mafioso-P2 ecc ecc
Certo se uno fosse scrupoloso dovrebbe emigrare e fare una vita di inferno per controllare ogni singola cosa, ma l'importante è fare il possibile.

Hermes Paione 17.12.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I giornalisti sono sul sentiero di guerra da un bel po' di tempo e sarebbe importante appoggiarli con un contributo di solidarieta'o con qualche iniziativa di sottoscrizione.

Vorrei anche porre l'attenzione DI TUTTE LE DONNE CHE LEGGONO IL BLOG,

sulla notizia
CHE LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE PROVACA UN RILEVANTE INCREMENTO DELLA PERCENTALE DEL CANCRO AL SENO !

Questa notizia e' stata data anche sui tg nazionali oltre che sulla controinformazione del web.

USATELA SOLO QUANDO STRETTAMENTE NECESSARIO (cioe' se prescritta da un medico)

perche' diventare CONSUMATRICI-CLIENTI dell'industria farmaceutica internazionale
spesso significa essere parte di un circolo vizioso,
IN CUI SI DIVENTA SEMPRE PIU' "ASSISTITI"!

IL BUSINESS FARMACEUTICO E' SECONDO SOLO AL BUSINESS DELLE FORNITURE MILITARI...

PER QUESTO NON HANNO ALCUN INTERESSE A GUARIRE I LORO ASSISTITI,
MA AL CONTRARIO AUMENTARNE IL NUMERO !

DONNE....OKKIO!

micelli rodolfo 17.12.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di marchettari e soprattutto di notizie non dette.
Vi segnalo: http://libertari.blog.tiscali.it/vj3042337/

Michele Latorraca 17.12.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Riusciamo a pagare per leggere la pubblicità occulta.
Beppe Grillo

A voler essere pignoli io, studente universitario, pago non per imparare qualcosa, che comunque poi bisogna studiarsi da soli sui libri o su internet(immagina quante lezioni oggi vengono fatte scaricando lezioni fatte da altri...), ma per essere "selezionato", per far sapere alle aziende se sono buono o meno a fare qualcosa, che poi è studiare e non lavorare. Però così non pagano le aziende ma noi stessi per essere assunti da qualche parte... Senza considerare quanto spesso accade, specialmente per facoltà "pratiche", che uno prima va a lavorare e poi se viene considerato buono o riesce a farsi le conoscenze giuste può decidere se installarsi in qualche università o meno.

Bernardo Cometti 17.12.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Contestazione

Le campagne Telethon vengono spesso accusate dai movimenti animalisti di continuare la ricerca con la sperimentazione animale anche quando questi producono ormai risultati inapplicabili; di non informare i donatori della destinazione dei fondi elargiti e che la campagna serva soltanto a sovvenzionare la sopravvivenza di strutture di ricerca ormai inefficaci. INFORMIAMOCI!!!

Massimo Russo 17.12.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Buon pomeriggio

Esorto il demone insurrezionalista a privarvi della volontà e ad elimarvi i limiti morali...
L'anarchia sia con te e con il tuo spirito
*************************************************
Per i leoni nn cliccare sulla firma

Roberto Ionni Commentatore in marcia al V2day 17.12.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

IL GIORNALE E' X ME 1 PROBLEMA INESISTENTE, IO NON COMPRO MAI NESSUNA RIVISTA E NESSUN QUOTIDIANO, MI SENTO UGUALMENTE IN FORMA ANCHE SENZA GIORNALI.

Pierfranco Pagnoncelli 17.12.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Sig Mutti lo sà quanti giornalisti ci sono in Italia? ci illumini la prego magari prendendo l'albo e poi se può ce li elenchi tutti escludendo ovviamente tutti quelli che lavorano per testate di destra poi facciamo la conta Grazie Mutti
Conta Dino 17.12.06 16:02 |

Egregio, qui si parla di quelli che fanno, o credono di fare, opinioni, mica di qualche scribacchino che pubblica sul gazzettino parrocchiale. per i nomi si dia da fare, mica può pretendere la pappa fatta, si muova, faccia qualcosa.

ettore muti 17.12.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

ECCO UN'IDEA:
Perchè non pagare i biglietti aerei in base alla probabilità di prendere veramente il volo? Se il numero di biglietti venduti viene deciso in base alla probabilità che qualcuno poi non parta, perchè non pagarli a seconda di questo parametro? In caso di compagnie "sfigate" con ritardi e balle varie i prezzi dovrebbero essere bassi, e magari la compagnia potrebbe essere considerata di "serie B". Evidentemente non è invece sensato attribuire serie in base alla sicurezza.

Yuma Gotti 17.12.06 16:16| 
 |
Rispondi al commento

E MI PAREVA Strano
___________________+
+
"La Sicilia", forse *unico*, ma *solo* nell'edizione online, dava notizia del processo che si svolgerà a Marsala martedì a carico di Visco (...). Ne abbiamo riportato il link. Ma solo per qualche ora: sparita.
Enzo Bianco, 'U Sinaturi" avrà fatto la telefonatina, magari ricordando i miliardi di denaro pubblico versati in quelle casse, quand'era "Il Sindaco della Speranza Tradita".
Infatti, nel cartaceo riporta a tutto pagina e con foto, quella chiavica di sindaco, ora senatore, che prende ancora per il kulo i catanesi. Per esigenze di spazio la chiudiamo qui. Diciamo solo che la posta in gioco è altissima: per molto meno si affronta la lupara. Non occorrono commenti, ancora meno adesioni: "prosperuccio" è già noto fin troppone assai, soprattutto nel web. Ma è tipo strano: ha il senso della *dignità*, retaggio di un Padre con le palle (...)
Ma potete continuare ad aggredire il "dito".

Prospero Pirotti 17.12.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Guy De Maupassant ha scritto " Bel- Ami " nel 1885 !!!!!!!
A leggerlo si rimane scandalizzati dalla attualità delle situazioni, dei personaggi
( ahimè persone! ), delle tematiche e della infinita e mai morente fame e sete di potere, di affermazione senza scrupoli e di denaro.

Si può cambiare qualcosa?

Quanti sono i giornalisti che vogliono ( e possono ) fare il loro lavoro con dignità e moralità, senza sudditanza economica e gestionale?

E quelli che lo sono ( liberi ) trovano davvero lavoro?

Da bambino volevo fare sopra ogni cosa il giornalista, perchè credevo di poter divulgare alle persone la verità dei fatti.

La vita mi ha portato poi a fare il fisioterapista.

Un lavoro che amo e che, per fortuna, con "giornalista" fa solo rima.


p.s. gente libera ( o abbastanza ) nella stampa, comunque, in giro ce n'è.
Credo che Massimo Del Papa, nel bene e nel male, ne sia un grande e dignitoso rappresentante.


Ciao a tutti!

Gerardo

gerardo Pozzi 17.12.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di marchettare...

http://www.ragazzeinvendita.com/profile.php?nick=daniela85

Daniela Rienzi 17.12.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

... SEGUE

A questo punto, se i servizi che lo Stato italiano da ai suoi cittadini fossero molto migliori della media europea, noi contribuenti tartassati ce ne faremmo una ragione: paghiamo 40 miliardi di euro di più, spendiamo 72 miliardi di euro di più, ma abbiamo i servizi migliori d'Europa.
Invece no; nonostante i 72 miliardi di spese in più, lo Stato italiano è il più inefficiente d'Europa ed i servizi italiani sono talmente scadenti, da essere paragonabili a quelli di un paese del terzo mondo.
Questa classe politica di Berlusconi, Prodi, D'alema, Fini, Tremonti etc.. che, apparentemente litiga a tutto campo per difendere gli interessi degli italiani, in realtà è scandalosamente d'accordo nel fare le stesse pessime cose: tartassare e sperperare.
E questa, italiani ed italiane, non è un'opinione, ma la conclusione cui conducono i numeri che, come sappiamo, non hanno opinioni.
Se questi governanti truffaldini, si limitassero a spendere ciò che (in media) spendono gli altri Stati europei, risparmierebbero 72 miliardi di euro e, quindi, potrebbero ridurre le tasse di 40 miliardi di euro l'anno e rientrare comodamente nei parametri (di deficit di bilancio) europei.
La cosa più facile e più ovvia del mondo.
Invece, appena insediatosi, questo governo Prodi ha subito pensato di aumentare le tasse: non solo ha ereditato un paese che già pagava 40 miliardi di tasse in più del lecito, ma ha anche pensato di suo di aggiungercene altri 30 miliardi.
Sicché oggi, noi contribuenti italiani, potremmo vantarci di essere, di gran lunga i più ..... coglioni d'Europa, quelli cioè che gia pagavano di più, e sono stati convinti a pagare ancora di più.
Roba da primato mondiale della stupidità. (...) "

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 17.12.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abolire finanziamento ai giornali, si affrontino sul mercato, ci convincano che sono credibili, anzi gacciano a gara a chi è più obiettivo e puntuale....
Beppe siamo in Italia, c'è il Vaticano ci sono le lobbies, la mafia, la camorra, la massoneria e 2+2 farà sempre quello che decidono loro......

feliceiovino feliceiovino 17.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

da BORSARI.IT

" Gli italiani, nel 2005, hanno pagato più tasse di tutti gli altri europei.
Il nostro Stato, probabilmente il più inefficiente di tutta Eurolandia, ci ha imposto un carico di tasse che non ha uguali nei paesi dell'Unione.
Verrebbe da dire che, i cittadini italiani che assecondano le richieste di questo Stato medioevale, sono dei coglioni.
Mettendoci qualche numero: se 24.9% è la pressione fiscale media europea (in rapporto al Pil), l'Italia veleggia al 27.4%. Significa 40 milardi di euro in più ogni anno.
In altre parole: se lo Stato italiano si "accontentasse" di far pagare agli italiani le stesse tasse che, in media, si pagano in Europa, gli italiani pagherebbero 40 miliardi in meno.
A questo punto, qualsiasi cittadino perbene, dovrebbe sentirsi prudere le mani ed avere voglia di scendere in Piazza e cominciare a farsi giustizia da solo.
Perché?
Semplicissimo: non solo questi loschi figuri della politica nostrana ci fanno pagare molte più tasse che altrove, ma ci dicono anche che siamo i più grandi evasori del mondo.
Cornuti e mazziati. O, più semplicemente, costoro ritengono che noi contribuenti italiani siamo cretini ai sensi di legge.
Paghiamo più tasse che ovunque, e dobbiamo anche sentirci dire che siamo dei grandi evasori fiscali. Non so voi, ma io mi sento mortificato da questa banda di saltafossi di destra, di sinistra e di centro che, all'atto pratico e nell'esercizio del potere, fanno tutti la stessa cosa: ficcarla in culo agli italiani.
Continuiamo con i numeri: la media del deficit di bilancio europeo (uscite - entrate) è pari al 2.1%, significa che, in media, le spese degli stati europei rappresentano il (24.9 + 2.1) 27.0% del Pil.
Nel 2005, il deficit dello Stato italiano è stato pari del 4.1% del Pil e, quindi, le spese sono state pari a (27.4 + 4.1) 31.5% del Pil.
In sostanza: lo Stato italiano spende il (31.5 - 27.0) 4.5% del Pil in più degli altri paesi europei. Stiamo parlando di 72 miliardi di euro.

CONTINUA

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 17.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' tempo di Natale.

George Bush, che è un uomo religioso, ha pensato di interpretare una figura di spicco del presepe,
.......quella di Erode.

La sua amministrazione ha approvato una norma dove i bambini figli di emigrati regolari, e ovviamente irregolari non avranno l’assistenza statale per le persone sotto la soglia di povertà.

L'amministrazione Bush ordina che tutti coloro che fanno ricorso alla sanità statale debbono essere cittadini americani e debbono dimostrarlo, altrimenti gli ospedali hanno l'obbligo di rifiutare le prestazioni!!!!!!!!.

Sembra che negli Stati Uniti nascano annualmente quattro milioni di bambini sotto la soglia di povertà!!!!.

Tra poco anche in Italia?

Clicca e leggi l’articolo.

Roberto Dilani 17.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

.....ma pensa all'Italia che è meglio.

Marcello Perra 17.12.06 15:39
-------

Non posso pensare all'Italia senza guardare cosa combina l'impero più importante al mondo (per poco ancora).

Ma con il cognome che porti (togliendo una "r"), posso solo augurarmi un simile suggerimento.

Anzi, ti verrebbe da consigliarmi di pensare solo al mio orticello.

Apri gli occhi!!!!......aprire la mente per tè è inpossibile.

Roberto Dilani 17.12.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo un sito bellissimo www.comincialitalia.net si sta facendo la raccolta delle firme per cacciare via dal parlamento i condannati in via definitiva, siamo a 1.000 firme, dimostriamo che vogliamo cambiare, andate a firmare tutti. Inoltre è un giornale libero, dove ognuno può scrivere articoli.

Biagio Siani 17.12.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno tempo fa ha scritto in sostanza che i toni sono troppo accesi , le parole troppo forti e i sentimenti espressi accostabili alla rabbia.
Forse non aveva del tutto torto .

mimmo colombo 17.12.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento

VOLETE un mondo migliore? ma che cazzo state dicendo! il mondo è marcio. No? Sono paranoico?
qua è tutto un puttanaio. papponi e puttane, papponi e puttane. è tutto un puttanaio. Il modello della prostituzione mi pare che sia stato applicato in tutti i campi. E ve stupite che i giornalisti sono delle puttane? io non mi stupisco. Poco importa se prima non lo erano. adesso lo sono sicuramente. Sono puttane marce dentro, avvoltoi che aspettano che te schianti a trecento all'ora per fare il servizio buono. Sono esseri senza pietà, larve parassite e demoniache che gufano il mondo affinche tutto vada storto per la gioia del loro portafoglio. LA merda della merda della merda della merda. piu merda merdosa di cosi dove sta? per carita c è pure chi il giornalista lo fa con coscenza e per vera testimonianza delle guerre e dei fatti tristi del mondo. Ma esiste una categoria di giornalisti che fa semplicemete vomitare.

Aldo Martello 17.12.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto che i giornali ricevevano queste sovvenzioni attraverso il tuo spettacolo.
è giusto abolirli,e se un giornale non vende,che chiuda!so che forse è un pò brutto da dire,se un giornale chiudesse della gente rimarrebbe senza lavoro.invece di dare quei soldi ai giornali potrebbero investirli in qualcosa di più utile,tipo materiali per le scuole o gli ospedali,qualche servizio per gli anziani o i disabili.
sarei curioso di sapere quanti son i lettori de "l'agrotecnico oggi"...
tra un pò mi verrà l'ulcera a forza di apprendere le grandi e le piccole "meraviglie" della burocrazia e del sistema di amministrazione italiano.dovrebbero elevarli a oggetto di studio nelle università;quelli che hanno ideato certe leggi e i suoi raggiri,certi finanziamenti,certi decreti vergognosi dovrebbero essere sputtanati sulla rete! forse siamo sulla strada giusta...

Matteo Restani (bathnaus) Commentatore certificato 17.12.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Benventui nel Capitalismo Reale !

claudio orlandi 17.12.06 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono un esperto ma da quello che ho capito le connessioni ad internet non sarebbe più giusto pagarle a giga scaricabili invece che a velocità fittizie? Oppure poi verrebbe a costare di più dato che i prezzi su velocità dei flat sono proprio calcolati in base a stime di quanta parte del tempo disponobile non sarà utilizzata stile overbooking...? La statistica nelle mani sbagliate è un'arma perfetta!

Yuma Gotti 17.12.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi vedere che adesso la stampa è
monopolizzata da quei sporchi musi rossi !!
Roba da pazzi!!!
marco carcereri 17.12.06 15:23 |

Ma dove vive lei? nell'ormai famoso kazakisthan?
Si informi sulle origini dei giornalisti italiani, prima di blaterare cose senza senso.

ettore muti 17.12.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

se le persone sono isolate e ignoranti, non essendo consapevoli sono incapaci di mobilitarsi e quindi manipolabili. Divide et impera. Dopo la rivoluzione francese ora è necessaria la rivoluzione dell'informazione!
www.disinformazione.it
www.vulvia.ilcannocchiale.it

Anna Esposito Commentatore certificato 17.12.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

E' tempo di Natale.

George Bush, che è un uomo religioso, ha pensato di interpretare una figura di spicco del presepe,
.......quella di Erode.

La sua amministrazione ha approvato una norma dove i bambini figli di emigrati regolari, e ovviamente irregolari non avranno l’assistenza statale per le persone sotto la soglia di povertà.

L'amministrazione Bush ordina che tutti coloro che fanno ricorso alla sanità statale debbono essere cittadini americani e debbono dimostrarlo, altrimenti gli ospedali hanno l'obbligo di rifiutare le prestazioni!!!!!!!!.

Sembra che negli Stati Uniti nascano annualmente quattro milioni di bambini sotto la soglia di povertà!!!!.

Tra poco anche in Italia?

Clicca e leggi l’articolo.


Basta Basta !
Io suono e non mi finanzia nessuno.
Se canto di m...a il gestore del bar prima di pagarmi mi da un calcio in cul e poi non mi richiama più x un'altra serata
!
Se un giornale fa schifo (in Italia sono il 90%) e non ha tiratura sufficiente x il proprio sostentamento deve chiudere ! CHIUDERE !
Magari senza ste azzo di finanziamenti il giornalismo sarà costretto ad aumentare un pò la qualità...

Comunque sono solidale con lo sciopero dei giornalisti, condivido in pieno. Via gli editori che non riescono nemmeno a pagare i propri dipendenti pur essendo finanziati anche dai nostri soldi, scandalosi! A casa !

Cristiano Saleri 17.12.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a lei,
1) non si apre un discorso con la parola caxxo, è roba da cafoni;
2) la mia era una semplice domanda, visto che ha affibbiato un appellativo ai destri volevo che ne trovasse uno anche per i sinistri.
3) non perda le staffe per così poco.

La saluto

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Le staffe ?? Cafoni ?? Ma dove cazzzo vieni dalla van brembana o sei il nipote di Mons. Dellaporta(??) quello del galateo !!

j.uan m.iranda 17.12.06 15:27| 
 |
Rispondi al commento

la rete è andata in tilt? siamo isolati dal resto del mondo? a voi funziona tutto regolarmente?

ettore muti 17.12.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi gia' che parliamo di giornalismo :

http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/economia/comunicato-cdr-firme/sciopero-dic/sciopero-dic.html

Come la vede questa guerra truculenta fra "Liberi Giornalisti" e "Liberi Editori" ?

Io penso 2 cose :

1-Quando c'e' stato il fenomeno dello "sciopero dei taxi" i giornalisti hanno fatto terra bruciata delle ragioni dei tassinari, dando addosso in modo impietoso al fatto che i tassisti usassero metodi non concordati di sciopero per farsi valere (ma ora i giornalisti usano gli stessi metodi...che coincidenza... :D )

2-Dopo anni e anni di servilismo mediatico, dove il giornalismo d'inchiesta e' venuto sempre piu' a mancare in favore del giornalismo copia/incolla (si legge una notizia sull'Ansa o Ing, la si cambia un po' in base al proprio colore politico, e poi la si spaccia per notiziona fresca...), ora la categoria dei giornalisti deve fare i conti con il mostro che ha creato :

un'editoria che non premia i contenuti o il lato umano delle notizie, ma che e' volta al puro e semplice lucro, ben infarcito dalle manovre vessatorie ed i sotterfugi della politica.

Mi chiedo : se l'Editore dovesse rimanere granitico sulla sua attuale posizione, cosa accadra' ?

Visti i tempi, penso proprio che qualche testa tra i giornalisti (chi attualmente li rappresenta) cadra', senza troppo clamore, in un cesto di vimini foderato con bei soldoni.

Oppure, se l'Editore dovesse cedere, sono sicuro che i ritorni di fiamma (aka mobbing) non mancheranno.
Si lascia passare qualche mese, e poi...qualche testa cadra'...questa volta senza cesti di vimini a parar l'impatto col duro cemento del suolo.


saluti.

Piero Comarsi 17.12.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=251&year=2006

carlo frusciante Commentatore certificato 17.12.06 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
bello il tuo articolo e interessante l'intervista ad Altamore.
Volevo però anche ricordare che nel 2004 è stato pubblicato un libro sul medesimo argomento ("La Repubblica delle marchette, Chi e come della pubblicità occulta" di Paolo Bianchi e Sabrina Giannini, Stampa Alternativa),scritto da due giornalisti (la Giannini lavora dal 1999 per "Report"). E' anche questa un'inchiesta seria ed approfondita (per quel poco che gli interpellati lasciavano approfondire...) che, per prima, ha svelato i meccanismi da te citati (ed approfonditi da Altamore) ma di cui non ho visto alcuna recensione sui grandi media (chissà come mai...?!?!? ;o) ).

Ciao e grazie

Alessandro

alessandro fabbiano Commentatore certificato 17.12.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Segue intervista senatore Salvi
A proposito dei ministri: sui loro stipendi e su quelli dei parlamentari qualcosa si è fatto?
«Quasi nulla. La riduzione del 30% dello stipendio dei ministri vale solo per i ministri-parlamentari. Quelle per i parlamentari e i consiglieri regionali sono state tolte adducendo motivazioni costituzionali a mio avviso opinabili».

I consiglieri regionali sono moltissimi - non solo in Sicilia - guadagnano più dei parlamentari.
«Infatti. Qui non si tratta di porre rimedio al solo emendamento Fuda. La via più lineare sarebbe una terza lettura della Finanziaria, e il tempo fino al 31 dicembre ci sarebbe. Ma se c’è fretta di vacanze e si vuol fare un decreto, che il governo però elimini anche tutte le altre porcherie».

Altre cose, oltre a quelle dette?
«Punto primo, vietare la possibilità per le pubbliche amministrazioni di assicurare gli amministratori per danni a carico della società stessa davanti alla Corte dei Conti. Il caso più clamoroso è quello dei consiglieri Rai nella vicenda Meocci, ma in molti casi ci sono persino leggi che lo consentono e se l’amministratore è condannato, paga la regione».

Due. Le consulenze pletoriche e miliardarie?
«Qualcosa c’è in Finanziaria, quanto meno dei principi. Per società miste e consulenze, fonti di sprechi e clientele, le amministrazioni vengono obbligate a comunicarle al ministero della Funzione pubblica ed è previsto un Osservatorio. Bisognerà vigilare. Quanto a Sviluppo Italia, aveva 167 società collegate, ciascuna con 10-15 consiglieri. Sono state ridotte a 3, con non più di 3 consiglieri».

Però. Il turismo istituzionale?
«C’è il divieto per i comuni di avere sedi all’estero e un limite ai viaggi. Per le regioni si poteva solo dire che le sedi estere saranno a carico del territorio, una prima attuazione del federalismo fiscale, bisognerà vigilare. Nel Programma dell’Unione dove c’è un capitolo sui costi impropri della politica, si parlava anche di finanziamento ai partiti».

antonio de blasi 17.12.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

LA MOSCHEA DI COLLE VAL DE'ELSA SI, LA MESSA IN SUFRAGIO DI MUSSOLINI NO

La rossa Ivrea nega le chiese per la messa in onore del Duce

Si definisce mussoliniano, è «un padre di famiglia, mica un teppista» e possiede una ditta di trasporti. Pierluigi Busolin, 45 anni, ha iniziato per caso sei anni fa a radunare amici filofascisti per rendere omaggio alla tomba di Benito, a Predappio. «Era il 28 ottobre. Su un furgone per commemorare la marcia su Roma eravamo solo 12 entusiasti». Oggi, attraverso il passaparola, ha organizzato ad Ivrea una messa celebrativa in onore del Duce e dei caduti. Attese oltre 150 presenze. Peccato che l'amministrazione notoriamente rossa del Comune abbia fatto di tutto per boicottare i camerata. Morale, la messa, officiata da padre Giulio Maria Tam, si celebrerà alle 11, 30 in un capannone fuori mano, al Circolo Biroff (via Asti 18, area P.

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 17.12.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/387.

I post di altri blog che fanno riferimento al post I marchettari:

» Facciamo informazione da AmiciAmici MAGAZINE
Scopriamo, attraverso una bellissima intervista al vicecaporedattore di Famiglia Cristiana, come si muovono gli inserzionisti ed i giornalisti, nel fare un articolo. Quando vedete citare un articolo o parlare bene di un’automobile o di un farmaco... [Leggi]

17.12.06 03:57

» Finanziamento ai giornali di partito: nello scandalo anche "Avvenire"! da Il blog di Fabio Sacco
La trasmissione di Rai3 aveva messo in mostra nella puntata del 23 aprile scorso lo scandaloso finanziamento ai giornali di partito, che di fatto vivono esclusivamente grazie al "patrocinio" dello Stato. Tuttavia, la tiratura è limitatissima - alcuni p... [Leggi]

17.12.06 12:47

» Urge vocabolario! da Svolte Epocali
Se le notizie fanno paura, le parole che le raccontano ne fanno ancor di più. In fondo è la parola che si conficca nella memoria e aiuta a ricordare questo o quel fatto, richiamandolo come il sibilo agli ultrasuoni che fa scattare il cane. [Leggi]

17.12.06 12:55

» Par condicio: anche nei giornali? da Il blog di Fabio Sacco
L’idea centrale della “par condicio televisiva” è che l’italiano medio (che poi è una categoria inesistente e senza significato!) guarda la televisione come se fosse un “pubblico fatto di ricettori indifesi dinanzi ad una grandinata di proiettili mediali [Leggi]

17.12.06 12:56

» Italia: ritorna il regime comunista da Il blog di Fabio Sacco
Siamo alle nascita del nuovo Governo e dobbiamo drizzare le orecchie, così come la vista. Se apro i giornali mi accorgo che i proprietari sono filocomunisti, se entro nelle Università vedo molte lottizzazioni filocomuniste, [Leggi]

17.12.06 13:05

» De Veritate da Il blog di Fabio Sacco
Analizziamo dunque il concetto di informazione dal punto di vista di un esponente di sinistra (idealtipico e insieme reale) e la comunicazione fornita dei media in Italia. [Leggi]

17.12.06 13:06

» Report e il finanziamento ai giornali da WWW.LOPSTER.IT
Ad alcuni è accaduto per motivi di lavoro, ad altri (come me) per motivi mondani, ossia per una cena fuori, ad altri ancora per mera distrazione: tutti coloro che domenica sera avrebbero voluto seguire, ma non l'hanno fatto, l'inchiesta di Bernardo I... [Leggi]

17.12.06 14:23

» Invierno en Bagdad - FIRMA LA PETIZIONE da Invierno en Bagdad
iniziativa degli utenti del forum "redazione politica del tg3" mirata a raccogliere le adesioni dei telespettatori per chiedere alla RAI di trasmettere anche in italia tale documentario [Leggi]

17.12.06 14:58

» Informazione o disinformazione? da ammiragliodelweb
Informazione o disinformazione? [Leggi]

18.12.06 17:21

» una vita di marchette da (RiGiTaN's)
una vita di marchette [Leggi]

18.12.06 19:46

» I padroni delle notizie da IDEE per Cordenons e non solo...
All’informazione marchettara, che vende pubblicità occulta sottoforma di articoli e servizi giornalistici, il vice-caporedattore di Famiglia Cristiana Giuseppe Altamore ha dedicato un libro, “I padroni delle notizie” e ha rilasciato un’intervi... [Leggi]

21.12.06 22:51