Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il ciclista ignoto


ciclista_ignoto.jpg

Le città di Milano e di Nassirya si stanno gemellando. Letizia Moratti si recherà presto in Iraq in visita all’Eni. L’accompagneranno il marito petroliere Gian Marco Moratti, il cognato petroliere Massimo Moratti e la cognata verde Milly Moratti. Le due città hanno in comune i caduti per il petrolio. In Iraq per difendere i pozzi. In Italia per difendere gli utili dei petrolieri e dello Stato. I caduti civili sono molti di più dei caduti in guerra. Nella sola Milano la contabilità da inizio anno è per i ciclisti 812 feriti e 11 morti. Per i pedoni 1.290 feriti e 26 morti. 37 morti in totale, ma manca ancora il periodo natalizio. Negli ultimi giorni una ragazza è stata uccisa da un autobus dell’Atm sulle strisce pedonali. Un signore in bicicletta è stato stritolato da un autotreno in pieno centro. Un ragazzo di 13 anni è stato travolto con la sua bici da un autocarro. Ma è gente così. Che ama il rischio. Altro che i parà. E chi rischia paga.
Il Comune dovrebbe intervenire, fare qualcosa. Obbligare ad esempio tutti i cittadini a dotarsi di automobile. Non per circolare, ma per proteggersi. Cintura, air bag, barre laterali sono fabbricati apposta. Il tempo di percorrenza sarebbe più lungo, ma la benzina andrebbe via come il pane. E si salverebbero molte vite. Rimarrebbe il pericolo per chi, testardamente, volesse andare a piedi fino alla fermata di un mezzo pubblico. La soluzione c’è: sottopassaggi. Direttamente dal portone di casa alla fermata dell’autobus o della metropolitana.
Il numero di ciclisti morti per incidente è raddoppiato in un anno a Milano. Bisogna affrontare subito il problema. Vietare le biciclette. E, a monito, mettere una lapide al ciclista ignoto in ogni città. Sponsorizzata dall’Eni e dalla Fiat.

7 Dic 2006, 23:16 | Scrivi | Commenti (1105) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Biciclette e moto sono delle sotto sotto categorie. Chi se ne frega! -pensiero generale degli automobilisti- E intanto tutti i giorni sono li a pregare di arrivare al lavoro e a casa!

A proposito di petrolieri:
Sento la notizia (l'ennesima) che il petrolio è ai massimi storici di sempre.

"Mi chiedo di cosa stiano discutendo" –basta cavolate–

140$ al barile. Il barile, esattamente.. Quanti litri contiene? Oppure è vuoto e lo riempiono? 140$ per un barile vuoto son tanti! Se è per quello qualche barile lo trovo io a gratis, poi ve li mando!
Cmq...
Il cambio EURO/Dollaro usa ci vede in forte vantaggio direi..

140$ sono esattamente 88,928€.. Tutto il resto a chi lo paghiamo?

daniele de chiara 27.06.08 11:21| 
 |
Rispondi al commento

a milano per costruire le case lo spazio si trova sempre, per fare piste ciclabile e allargare i marciapiedi mai... ;-(ciao

ergo 08.06.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Colgo l' occasione per fare un appello... è da un po' che medito di disfarmi della quattroruote per passare alle due.
Ora una bici ce l' avrei già, è che per prendere il treno devo fare a volte 6, a volte 10 km con salite e discese, insomma arriverei sempre trafelata.
Avrei pensato di risolvere il problema con la bici elettrica: un po' pedalo, perché comunque sono giovane e mi fa bene, un po' mi aiuta lei nelle salite.
Qualcuno di voi ha qualche esperienza? Io per la verità ho un po' di paura, più che altro di spendere soldi per un mezzo che magari in capo ad un anno me lo ritrovo con la batteria che si scarica troppo presto, cose così...
Ripeto, le mie esigenze sono di fare al massimo 10x2=20 km casa-stazione e ritorno, con salite e discese non impossibili. Ho una presa di corrente in garage.
Secondo voi, mi conviene? Qualcuno sa qualcosa di più? Qualcuno che ci va in giro da un po' di tempo?
Grazie dell' ospitalità.

Anna-Maria Sandri 04.06.07 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invece di ringraziare i ciclisti milanesi per preferire all'automobile un mezzo di trasporto non inquinante, la Signora Moratti ha deciso di penalizzarli. L'assenza di piste ciclabili, le strade pericolose e lo smog non erano sufficienti: da domani anche le multe! Non si potrà più andare in bici sui marciapiedi, pena 36 euro! Forse mi sbaglio, ma alle macchine è consentito salire sui marciapiedi per parcheggiare...
SCANDALOSO!

Enrica Mantovani 21.05.07 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro bel paese , plurigiudicati , condannati , delinquenti in attesa di giudizio , legiferano dai nobili palazzi del potere .

MENTRE INVECE ANDARE IN BICICLETTA , E' CONSIDERATO REATO , UNIRSI IN GRUPPO CON ALTRI CITTADINI COSTITUISCE ADDIRITTURA ASSOCIAZIONE A DELINQUERE .

E' successo a Frosinone , dove e' stata repressa una CRITICAL MASS locale , con l'intervento della polizia , della digos, dei vigili urbani ,....mancava solo l'interpol .

Si possono leggere qui ulteriori informazioni:

http://beppegrillo.meetup.com/256/messages/boards/view/viewthread?thread=2615268&pager.offset=280

Oppure qui testimonianze dirette :

http://www.rafaganidangereux.splinder.com/

...E' piu' facile che un falsario , un corruttore, un truffatore entri la porta del parlamento, piuttosto che un onesto ciclista possa liberamente circolare .

vicky demarzi 17.05.07 18:31| 
 |
Rispondi al commento

lo sviluppo senza controllo del traffico a motori serve agli interessi dei petrolieri che vendono carburanti, ma anche alle compagnie assicuratrici grazie alla legge che ha reso, giustamente, obbligatorio assicurarsi contro il rischio di danneggiare qualcuno con il proprio veicolo;
ovviamente, in base all'intramontabile principio per il quale quando si legifera bisogna sempre fare gli interessi di qualche privato contro l'interesse pubblico,ci si è ben guardati dall'assicurare i guidatori, cioe' i veri responsabili di eventuali incidenti, e si è provveduto, ad assicurare i veicoli !!!
così, se in famiglia ci sono un'auto, una moto e un camper, invece di pagare una sola assicurazione (sul guidatore)se ne pagano tre una su ciascun veicolo, anche quando è fermo e non puo' causare incidenti.
credo che questo governo dovrebbe provvedere a eliminare anche questo esempio di furto legalizzato, come ha eliminato la tassa sulle ricariche telefoniche e le penali sul recesso anticipato dai mutui bancari;
qualcuno avra' il coraggio di toccare gli interessi delle compagnie assicuratrici, in un paese dove non si fanno piste ciclabili per non intaccare gli interessi dei petrolieri ?

carlo banchini 06.05.07 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono una povera ciclista milanese che si ostina ad essere una povera ciclista milanese. Dal mio scomodo punto di vista ne vedo tante ma tante che potrei lamentarmi per pagine e pagine. Non lo faccio, tranquilli. Faccio invece un mea culpa perché, a volte, anche un ciclista sbaglia. Ieri andavo a una certa velocità su un marciapiede per evitare rotaie e pavimentazione antica, facendo un garbato slalom tra i pedoni che cerco di rispettare almeno quanto il mio diritto di non rompermi l'osso del collo. Ebbene, non avevo valutato che sui marciapiedi ci sono pure i piccioni. I quali hanno perso qualcosa del loro istinto di volatili per cui non si spostano. Io me ne sono trovata davanti un gruppetto, ho frenato, ho scartato. Ma uno non l'ho evitato. Ho urlato come una che ha appena messo sotto qualcuno. Me lo sono sentito sotto la ruota e non immaginavo che potesse essere così brutto. Quando mi sono riavuta dallo shock mi sono fermata e girata per vedere cosa avevo fatto e se potevo ancora fare qualcosa. Ma lui non c'era più. SPero tanto che sia vivo, da qualche parte. E che accetti le mie scuse. Scusa davvero, piccione.

francesca de luca 12.04.07 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti!
Io vivo in Germania e vi devo dire che andare in bice qui´e´ una figata...hanno le stradine per le bici ovunque e restringono le strade per farle...e fanno incazzare gli automobilisti che devono attendere il loro turno per passare...
mentre le bici filano via che e´ un piacere!
All´inizio quando ero appena arrivato in questo paese non mi rendevo sempre conto che stavo camminando sulle mattonelle piu scure che indicano "la stradina delle bici.." fino a che uno in bici mi e´venuto addosso...(senza danni solo qualche va a c...)
e ora sto attento e mi viene naturale il rispetto e comportarmi come se le bici sono un vero mezzo di trasporto e non un giocattolo!
Chissa se un giorno in Italia...noi che abbiamo sempre il sole mentre qui piove 300 giorni l´anno...
Buona bici a tutti

Santo Trovato 13.02.07 09:21| 
 |
Rispondi al commento

STASERA: Giorgio Bongiovanni a Bivio(Martedi'6 febb italia1 ore 23)

racconta il suo percorso di vita Spirituale e Sociale nell opera di divulgazione dei messaggi cosmici(datigli da esseri di luce o E.T.),e Mariani!
La Chiesa lo teme ,perche' stimmatizzati viventi colti e consapevoli,possono piu' dell ipocrisia d un potere che non ha piu'senso nel TERZOMILLENNIO!

Il david Icke italiano!

www.giorgiobongiovanni.it

6 febb Italia1 ore 23 a BIVIO ,GIORGIO BONGIOVANNI

Cercate inoltre su googlevideo ,yahoovideo e youtube ,i vedeo doc. su:

SCIE CHIMICHE, GLOBALIZZAZIONE, MULTINAZIONALI, iLLUMINATI, DAVID ICKE, 911, ARCOIRISTV, SCIENZANEGATA, GUERRA,GRILLO!

vittorio messina 06.02.07 17:25| 
 |
Rispondi al commento

5651

mandingo bianco 06.02.07 15:01| 
 |
Rispondi al commento

io ho preso parte una volta alla biciclettata clandestina del critical mass...concordo pienamente sul fatto che andare in bc sia molto importante, anzi fondamentale per promuovere un modo alternativo di spostarsi senza inquinare l'ambiente, già gravemente lesionato dalle sostanze letali che ogni giorno gli facciamo a forza assuemere...ma vorrei fare un appunto ai giuovani biciclettanti che riempivano le gile del critical: perchè le urla? perchè gli schiamazzi? perchè la rabbia verso gli automobilisti che affianco a noi apssavano in macchina? perchè assuemere questo atteggiamento da unici detentori della Verità? non sarebe il caso di fare un bagno di umiltà e rendersi conto che anche in noi dobbiamo prima migliora 'qualcosina'? e poi...perchè criticate chi guida, quando voi siete i primi ad avere patente, macchina e tutto l'armamentario? coerenzacoerenzacoerenza! io ad esempio, non solo sn ambientalista (e perciò nn ho ne patente ne auto) ma anche pacifista (e perciò non mi permetterei mai di urlare arrabbiata verso qualcuno, chiunqu egli sia). se voi , oltre che per ambientalisti, vi spacciate anche per pacifisti contro le guerre per il petrolio e la mort degli innocenti etc etc etc, perchè poi assumete questi atteggiamenti volgari e rabbiosi? come fate ad amare l'ambiente se prima non siete capaci di amare gli altri vostri simili, accidenti??

La Cicalina 06.02.07 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me a Cagliari, l'amministrazione locale non aiuta i ciclisti a 'legalizzare'il loro ecologico mezzo in quanto li vuole far sterminare tutti. FINALMENTE HO CAPITO IL LORO GIOCO!

Alice Gurrieri 06.02.07 12:30| 
 |
Rispondi al commento

e non solo!!!!! vi dirò di più!!!
In sardegna, a Cagliari, mai nessun sindaco ha aderito a qualsiasi tipo di incentivo del tipo "una giornata in bicicletta", infatti mentre in tante città d'Italia c'era il blocco del traffico, visto che a Cagliari non si è arrivati al limite smog, l'amministrazione locale ha ben pensato di non attuare nessuna manovra restrittiva contro il traffico...
Come see non bastasse.. ci si è messo anche il Prefetto ad aiutare i ciclisti, infatti ha vietato l'organizzazione delle gare ciclistiche nelle strade in cui ci sarebbe stato flusso di traffico alle località balneari!!!!!
E' intanto gli incidenti non si contano pìù!!

gianni pistidda Commentatore certificato 05.02.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Io sono uno degli umili ciclisti che popola Pietrasanta, comune famoso per un'amministrazione municipale composta da delinquenti motorizzati.
Negli ultimi periodi il clima di oppressione verso questa fragile categoria, si è fatto particolarmente sentire.
E' stata realizzata una nuova rotatoria che taglia in due una pista ciclabile, un tempo "protetta" da un semaforo spesso forzato da certi automobilisti.
Il problema è che chi vuole attraversare la strada (statale n.1 Aurelia), deve recarsi a un passaggio pedonale per di più non protetto da semaforo.
Non sarebbe stato meglio spendere soldi per un sottopasaggio?
No, perchè il pontile ha priorità.
Un pontile che alla prima tromba marina sicuramente crollerà, dove i lavori non vanno ne avanti ne indietro.
Come per la TAV, o il Ponte di Messina, ai tempi del Berlusca: "le piccole opere si possono lasciare allo sfascio, ma bisogna fare quelle grandi per dare impulso economico al paese".
Questa cittadina, sta conoscendo una fase di "motorcrazia", oltre a un servizio di autobus non all'altezza.
Piste ciclabili in degrado completo, con auto parcheggiate in mezzo, pedoni ignoranti (marciapiedi della ciclabile del viale a mare assenti nonostante umili richieste del sottoscritto), auto che si riforniscono a distributori nei quali passa la pista ciclabile ove nessuno ha ancora posto rimedio, strettoie pericolose, auto della polizia di stato senza sirene accese che forzano il segnale rosso, eccetera.
Una situazione poco sopportabile, insomma, alla quale comincia ad esserci un sottile strato di insofferenza, che a breve rischia di tramutarsi in protesta, se chi di competenza si dimentica completamente delle categorie fragili, in una cittadina ormai vicina al collasso per la grande quantità di traffico, in proporzione alle dimensioni della città.

M T 30.01.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento

SEGUE:(scusate) UTOPIA ANTI-INQUINAMENTO

Pochi CV di potenza ottenibili da un PICCOLO motore automatico a quattro tempi, CENTRALIZZATO in un contesto semplice (e senza complicazioni tecniche), potrebbero far pesare costare e consumare molto meno uno scooter siffatto: Soprattutto lo renderebbero anche VERAMENTE più sicuro perchè costruito rispettando le REGOLE ELEMENTARI DELLA FISICA E DELLA DINAMICA.
Gli stessi motori, senza ulteriori forzature, potrebbero poi essere utilizzati su moto alternative alle attuali (diventando facili da condurre come una bicicletta) e con i comandi unificati come lo scooter farebbero già diminuire alcuni tipi d’incidente. Invece di ghettizzare e demonizzare, sarebbe anche utile una politica incentivante e di promozione (es. ”lo scooter e la moto automatica come il cellulare ti snelliscono la vita”) rivolta soprattutto agli “scatolati”, per un maggior rispetto a pedoni e due ruote;
Il tutto dovrebbe così invogliare tante più persone ad avvicinarsi a ciò, che in ogni caso, fluidifica e decongestiona (esponenzialmente al numero circolante) seriamente il traffico e parimenti inquina e fa inquinare di meno.

Cannatella Giovanni 17.01.07 18:53| 
 |
Rispondi al commento

ALLARME SCOOTER - INQUINAMENTO IN CITTA'
“Fino a quando ci saranno enormi interessi in gioco, il petrolio “dovrà” essere utilizzato a lungo ed in ogni caso.” -
( “I TRE GIORNI DEL CONDOR” )
“Il subentrare delle energie alternative (Elettrico, Gpl, Idrogeno, Aria, ecc) determinerebbe per contro altri aumenti, perché pur vendendone meno, i Grossi Porcellini non devono mai rimetterci sui Loro guadagni ?”-
( Dubbio Amletico )
“L’enorme inerzia dei Grandi Produttori, non “prevede” una radicale innovazione, perché causerebbe enormi perdite annullando ciò che si produce e si è già programmato.”-
( Economia e Commercio )
E' stato da tempo dimostrato SEMI-VIRTUALMENTE(www.webalice.it/cannatellagiovanni), che in uno scooter di 50 cc. inserendo SOTTO il tunnel pedana un nuovo motore automatico di dimensioni molto ridotte (anche 250 cc), si ottengono eclatanti benefici tecnico/dinamici che, per contro, evidenziano i grandi difetti dello scooter attuale.
Colaninno ha acquistato Piaggio-Vespa-Gilera-Guzzi-Aprilia-Laverda-Derby;
La Piaggio fornitrice anche i motori a Malaguti, Mondial, Benelli, Peugeot, ecc.
Altri Piccoli Costruttori-Assemblatori non esistono più.
Si è forse monopolizzato il mercato con un protocollo tecnico ricco di enormi difetti di base (mascherati con specchietti per le allodole) e squilibri dinamici che lo renderanno anche ingovernabile nei casi limiti (sicurezza stradale)?
segue: UTOPIA ANTINQUINAMENTO

Cannatella Giovanni 17.01.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento


In svizzera, inizia il processo penale ai dirigenti Swissair:

http://www.swissinfo.org/ita/prima_pagina/detail/Swissair_l_elite_alla_sbarra.html?siteSect=105&sid=7433131&cKey=1168938278000

Se la caveranno con poco, ma almeno il principio che chi fà un danno qualcosa dovrebbe pagare resta.
Da noi Alitalia darà gratifiche e buonuscite ai dirigenti


Umberto Monti 16.01.07 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Alla periferia dell'impero, nella terra di nessuno, Calabria, provincia di Cosenza.
C'è una strada che prima era gestita dall'Anas, ora dalla provincia, franata il 4 aprile 2006 e per questo chiusa al traffico.
E' l'unico collegamento con "mondo civile" per due minuscole località di collina: Terravecchia e Scala Coeli i cui abitanti sono letteralmente segregati nei rispettivi comuni da quasi 300 giorni.
Per raggiungere la costa si usa una mulattiera, mai collaudata ed ufficialmente non esistente, tanto che all'entrata ed all'uscita ci sono due belle segnalazioni di divieto d'accesso.
Io propongo di denunciare la Provincia di Cosenza per sequestro di persona.
Viva l'Italia.

Pasquale Loiacono 16.01.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Forse ho sbagliato forum(scusa ma non sono pratica di computer)volevo chiederti cosa ne pensate della pubblicità ingannevole che le case automobilistiche stanno facendo in questi giorni cioè comprate auto euro 4 demolendo una euro 0 o 1 e vi daremo 800 euro e 2-3 anni di bollo gratis. Tutte stronz... Comprata l'auto mi sono vista rifiutare il beneficio dello stato perchè l'auto ha la sigla (V.7 a 158,0) e questo tipo di auto non rientre nei benefici..... Ma non vi sembra un pò una presa per il c...??? Ma la pubblicità ha mai detto una cosa simile??? Non riesco più a capirci nulla di questa Italia che si affonda con le proprie mani......Sono stufa di essere presa unl ignorante quando anche certi uffici non sanno cosa dire o fare.... ma una legge chiara che tutti possono capirla non la si può inventare????Si inventare è la parola giusta visto che lo Stato fa di tutto per portarci via quella poca dignità che abbiamo.....Scusate lo sfogo ma ho un contratto di lavoro non firmato da circa 36 mesi (Sanità privata) e in più lo Stato ti mette il bastone fra le ruote quando cerchi di risparmiare un pò..... Dove finiremo????

Giuliana Granelli 16.01.07 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sul trasporto sostenibile vorrei proporre una soluzione apparentemente marginale ma che potrebbe avere un notevole effetto traino. Prendo spunto dal veicolo che avevi fatto realizzare tempo fa a tue spese e che probabilmente è rimasto un giochino con cui circolare nel giardino, se ce l’hai.. Premetto che in Australia ogni anno si svolge su strade pubbliche una competizione tra veicoli ad energia solare con cui si attraversa tutto il continente, e vi sono già molte realizzazioni sperimentali ma perfettamente funzionanti di veicoli ad aria compressa ed elettrici. I mezzi ad impatto zero non vengono venduti dicendo che non convengono agli utenti, ma non è vero. Il problema è solo di immatricolazione. E’ chiaro che se i veicoli possono essere prodotti solo dalle grandi case, queste non avranno interesse a farsi concorrenza nel settore del motore termico che rende di più. Se fosse possibile trasformare veicoli esistenti ed usati, già in regola con le norme di sicurezza, non a scopo di produzione in serie ma come sperimentali, le piccole case, le officine meccaniche e perché no gli hobbisti più intraprendenti potrebbero realizzare veicoli che circolerebbero realmente e farebbero da traino per il mercato. Avremmo meno auto in discarica, nessun problema di sicurezza perché basterebbe imporre delle limitazioni riduttive alle caratteristiche di portata, peso, velocità e potenza di veicoli già circolanti e lo Stato non dovrebbe investire nulla in incentivi. Perché all’estero è possibile immatricolare e circolare con mostruosità ecologiche come Big Foot, Chopper e l’ultima bestialità come i Kart a 2 tempi di Berlino che producono più fumo di un Caterpillar? Con la “logica” attuale costa meno una Chrisler Crossfire che una Fiat Seicento elettrica, anzi la seconda è introvabile, le uniche auto elettriche reali, con batteria al sale sono prodotte in Svizzera e non sono importabili in Italia perché extra CE.Se qualcuno ha un'idea... A disposizione!

Andrea Carretti 15.01.07 10:20| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
grazie per aver inviato un signore per riprendere il CRITICAL MASS di Milano
X chi non lo sapesse il Critical Mass è un'aggregazione spontanea di ciclisti attenti all'ambiente che si riunisce tutti i giovedì a Milano in piazza dei Mercanti per dare vita a una biciclettata collettiva e divertente per le vie della città
Tuttavia ci terrei a precisare che il Critical Mass non ha un'identità politica definita,se non quella del buon senso e del riguardo verso l'ambiente,doti che tutti,dalla destra alla sinistra dovrebbero (nella teoria) possedere.

Chiunque fosse interessato può consultare il nostro umile blog

http://criticalmassmilano.blogspot.com

Adam Black 14.01.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe!!!scrivevo a proposito dell accordo usa ue riguardo il trattamento dei dati personali(e mail movimenti bancari ecc) dei dati dei passeggeri ke passano dagli usa....sbaglio sicuramente l argomento ma nn sapevo dove mettereil mio commento.
dunque da quanto ho capito nessuno ne parla e si ribella visto un ricatto palese nei confronti delle compagnie amerighene....possiamo fare qualkosa zio??
troviamo una maniera per convincere tutti a mandarli a fare in kulo questi qua??????ti prego facciamo qualcosa!!!!!!!!!

davide bongiorni 12.01.07 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,Firenze ha un Ospedale-S.Maria Nuova-nel centro cittadino.Sempre con lavori "epocali",mai finiti,che però in qualche modo funziona. Sta davanti tuttavia a una delle strade più trafficate del centro storico con autobus,auto ,motorini che impazzano, e autoambulanze sempre con le sirene accese anche a strada sgombra (ma,le camere dei malati sono sul retro,dicono; quelle di chi abita nei pressi o di fronte no,invece,dico io-;e le sirene anche se da allarme antiaereo sono "regolari",per un non meglio identificato Ufficio delle Rel.Esterne dell'ASL 10).La velocità di tali mezzi poi non viene mai rilevata (c'è un cartello di 20 km/ora,tutto da ridere, all'inizio di Via S. Egidio),e chi deve attraversare puo' solo affidarsi al buon cuore di chi decide di fermarsi,o tentare la prova di forza,perché le strisce pedonali (Via Bufalini) sono pressoché invisibili, e adibite per lo più a parcheggio(come del resto in molte altre parti della città). Da sei mesi mi batto(Difensore civico,e da ultimo Procura della Repubblica), perché vengano rese almeno visibili.Bene, ti volevo segnalare che ieri,finalmente, ciò è avvenuto(di fronte all'Ospedale):come dicono i burocrati dell'amministrazione pubblica,le strisce sono state"ripassate".6(sei)mesi ci sono voluti:una piccola faticosissima vittoria del cittadino.
Però i giornali locali sono tutti entusiasti di Rutelli che ha portato soldi per il"Teatro" (utilissimi certamente per chi... il teatro non può permetterselo)...ma non per le strade e altre forse più impellenti necessità.
Problemi di una città che non riesce a fare un passo oltre la bottega;di "grandi lavori" ambiti, che continuano però ad essere corretti (con costi pazzeschi;)della Loggia di Isozaki che "si farà"...(ma tra quanti anni non si sa);e di architetti di grido (Nouvel/Calatrava) che fuggono,stanchi delle beghe tra guelfi e ghibellini.Ma entusiasta che Lapo Elkan proponga occhiali da 1000 Euro,però solo su ordinazione.
Saranno felici i pensionati di Montedomin

Claudio Fantuzzi 12.01.07 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Grillo,
nel 1995 a Sondrio sono stato promotore di questa iniziativa: avevo applicato sul lunotto della mia auto un adesivo con la scritta "NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE".
Si, lo stesso avviso imposto per le sigarette applicato anche sul mezzo di trasporto "automobile"
Dopo aver coinvolto alcuni amici a girare con l'adesivo e contattato Lega Ambiente (inutilmente) ho lasciato perdere............
Allora ho fatto un sogno: se tutti gli iscritti al tuo Blog decidessero di..................!!!!!!
Ho una foto storica della mia auto con l'adesivo e un articolo apparso su LA PROVINCIA DI SONDRIO del 27 maggio 1995.
Saluti
Eugenio Ciocca

eugenio ciocca 10.01.07 16:19| 
 |
Rispondi al commento

inpressionante,nn immaginavo.
io per muovermi ho sempre usato la bici ,e continuo ad utilizzarla.
mi piace proprio ,a vivo a milano
mi ricordo che per andare al lavoro,da casa mia dovevo fare tutti i giorni tra andata e ritorno ,in milano quasi 35 km.
ma un giorno ho dovuto smettere per che ho iniziato ad havere problemi polmonari (facevo fatica a respirare)io ho sempre praticato sport anche a livello agonistici ,e nn ho mai havuto problemi,
mi sono spaventato parecchio,e ho riflettuto sul dafarsi.
mi son detto cazzo vado in bici x nn incuinare ,e tenermi in forma e cosa mi succede ,nn riesco a respirare, ma perche nn posso andare in bici senza star male nn e giusto.
secondo me se si facessero delle ricerche su la gente che si sposta in bici in milano si scoprirebbero robe brutte anzi anche il numero dei morti da te riportato aumenterebbe sensibilmente

ora utilizzo la mascherina x pedalare ,ma mi serve realmente?
la giuta di milano vuple fare qualcosa?
se nn faranno nulla saro costretto a cambiare citta ,mi spiace xche ci sono nato ma i miei figli (quando li havro)nn voglio che stiano male xche vanno in bici ,o corrono in parco ,e assurdo
ciao grazzie di tutto

tiziano villani 09.01.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
leggo con rammarico, ma non con stupore, quanto da te riportato. E la prima cosa che mi viene in mente è l'attraversamento pedonale su viale Matteotti a Firenze, cui sono costretta per raggiungere il posto di lavoro. Ora, io non so se avete presente i film storici dove si vede la calata dei barbari: quando mi avvicino alle strisce pedonali, presidiate da un timido e sparuto semaforo che lampeggia il giallo, è proprio quella l'impressione! Orde di carri in lamiera che sputano fumo nero asfissiante, regolarmente guidati da UN SOLO CONSUMATORE (dimentichiamoci di essere individualità umane, siamo solo dei dementi da spremere)! E quando riesci a mettere il piede sotto il marciapiede e a fare qualche passo, l'automobilista costretto a fermarsi per farti passare TI GUARDA MALE! Tieni conto che si tratta di un viale a ben 6 corsie: quindi durante l'attraversamento occorre fare le strisce fino alla prima corsia, fare capolino per guardare che non arrivi l'assicuratore ritardatario, fare qualche altro passettino e così via, per 5 volte. Ogni volta che arrivo sul marciapiede mi sento sollevata. Per curiosità, vorrei vedere le rilevazioni di smog in quel pezzettino, e poi ti dicono di smettere di fumare!
Tempo fa lessi delle statistiche: i morti in Italia per incidenti stradali nel ponte pasquale di qualche anno fa (fine anni 90 o inizi 2000) superavano di gran lunga i morti dello stesso arco di tempo in Bosnia, dove c'era la guerra. Si sanno davvero in Italia queste cose? Perché bisogna comprare quel buonissimo yogurt che fa andare di corpo col bifidus qualcosa e non ti fa venire le rughe e via discorrendo, quando c'è una strada di grande comunicazione, chiamata Fi-Pi-Li, in cui si verificano incidenti mortali una volta alla settimana, e quella strada magari la prendi per andare a lavorare!
Date un occhio sui siti degli enti locali, ci sono fior di assessori che dichiarano ridanciani che la miglioria decisa da loro sarà quella che ci salverà la vita!
Un saluto!

Fiammetta Pezzati 07.01.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
leggo con rammarico, ma non con stupore, quanto da te riportato. E la prima cosa che mi viene in mente è l'attraversamento pedonale su viale Matteotti a Firenze, cui sono costretta per raggiungere il posto di lavoro. Ora, io non so se avete presente i film storici dove si vede la calata dei barbari: quando mi avvicino alle strisce pedonali, presidiate da un timido e sparuto semaforo che lampeggia il giallo, è proprio quella l'impressione! Orde di carri in lamiera che sputano fumo nero asfissiante, regolarmente guidati da

Fiammetta Pezzati 07.01.07 17:28| 
 |
Rispondi al commento

La città di Napoli per proporre un gemellaggio sta cercando un'altra località che abbia i suoi 'caduti per le cadute...'. In questi giorni, nelle zone più belle e più 'in' della nostra malandata città, neanche i lampioni resistono e vengono giù come niente: i politici, che piangono sempre miseria per le povere casse del Comune e che invece girano in auto blu con scorta e guadagnano migliaia di euro ogni mese (per non parlare dei benefit), si erano leggerissimamente distratti e non avevano valutato i potenziali effetti delle forti raffiche di vento sui lampioni che, complice il decrepito e malcontrollato stato, hanno mietuto un morto e qualche ferito. Guarda caso, subito dopo questi tragici eventi, improvvisamente si è provveduto a tamponare i difetti di manutenzione ed in tutti gli angoli delle strade addetti del Comune intervenivano e ripristinavano la sicurezza. Siamo nel 2007, tutto il mondo avanza nel livello di servizi offerti nelle città, eppure noi siamo in 'leggerissima controtendenza': per muoverci con le operazioni di manutenzione di impianti oramai risalenti ad anni or sono, dovevamo aspettare che ci scappasse la vittima...
Ancora una volta, GRAZIE.

carlo bellelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

CIAO
FORSE BASTEREBBE, PER RISOLVERE TUTTI QUESTI PROBLEMI DI VIABILITà, INSEGNARE DAVVERO ALLA GENTE A GUIDARE.
LE AUTOSTRADE SONO SEMPRE PIENE... SE LE GUARDI DA SINISTRA VERSO DESTRA (NON STO PARLANDO DI POLITICA)OCCUPARE LA CORSIA PIù A DESTRA NON è UNA VERGOGNA!! SPECIALMENTE SE NON CI SONO TIR, DEI QUALI CAPISCO UN PO SI PUò AVER TIMORE VISTO ANCHE IL NUMERO. QUINDI RIBADISCO ACCUPARE LA CORSIA DI DESTRA LIBERA è UN ATTO DI NORMALE CIVILTà PER TUTTI E FAVORISCE LO SCORRIMENTO DEL TRAFFICO E NON è UN AVERGOGNA... GRAZIE CIAO

federico f. 04.01.07 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno 26 dicembre decidiamo insieme ad altri amici di prendere il treno da S.Palomba Pomezia in direzione della stazione Termini. Sul sito vediamo l'ora di partenza e ci rechiamo in stazione. Il treno passerà però circa un'ora dopo quanto segnato sul sito Trenitalia. VIVA L'ITALIA.
Vogliamo fatti non pugnette.

Marcellino Feligini 02.01.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti la mia voce arriva dalla Sardegna
volevo farvi sapere che a viabilità a Cagliari non siamo certo messi bene, di piste ciclabili in centro neanche l'ombra, c'è ne una lungo il litorele ma per arrivarci bisogna attraversare la città o caricare le bici in auto e arrivare sin lì.
Poi un'altra furbata della nostra amministrazione la costruzione dell' Asse mediano arteria che attraversa la città, doveva essere una strada a scorrimento veloce, che però su tutta la sua lunghezza ha il limite di 50Km/h con tanto di autovelox.L'asse mediano è una strada con due corsie per senso di marcia spartitraffico rampe d'accesso e d'uscita e in alcuni tratti anche corsia d'emergenza.
Lo scopo della sua costruzione era quello di velocizzare il traffico ma visto che il limite è lo stesso delle strade cittadine e visto che ormai si sta disseminando di autovelox sembra più una cassa continua per riempire le casse del comune.
Ciao a tutti e fate in modo che tutte queste cose vengano a galla

Beppe continua così

Matteo M. Commentatore certificato 30.12.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Brescia, la Brescia delle LAM. Cosa sono le LAM? Sono le Linee Alta Mobilità: hanno preso alcune corsie di alcune vie della città e le hanno riservate a bus e taxi, così non rimangono più bloccati nel traffico. Bello no? Solo che alle biciclette sono riservate le stesse corsie... LE STESSE CORSIE CAZZO!! E NE VANNO PURE FIERI!!!

Maurizio Berta Commentatore certificato 29.12.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento

sono una ragazza di 15 anni volevo semplicemente dirti che sei un grande e sei uno dei pochi che si preocupa del futuro delle persone che per ora non riescono a farsi sentire , sei una persona che oltre a sapere cio che dice sa anche come dirle , o solo una domanda da farti :perche non fai il politico ?sapresti cosa fare per quelle piccole voci bianche e innocenti che nessuno ascolta .ti voglio bene

giulia tammone 28.12.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Avete ragione, vietiamo le biciclette che ci occupano la strada la domenica, quando usciamo da messa e dobbiamo andare a mangiare, e poi investiamo i ciclisti con le macchine che...tanto "un individuo" qua sopra, gode quando ne vede uno in terra, anche sepersonalmente io godo in altro modo, ma si sa...ognuno è diverso, sarà dubbiosa semmai la sua compagna....dimenticavo, poi come fece un noto tedesco, gassiamo gli anziani, gli inabili, e perchè no, gli estracomunitari e i negri, gli zingari, giusto? Infine, dopo prendiamo i cretini e gli imbecilli e li mettiamo a comandare, (no, questo è già succede!). Poveri noi, e pensare che alle elezioni votate tutti...questo dovrebbe essere vietato, altro che biciclette in città.....il vostro pensiero mi fa star male, ditemi quando siete fuori che almeno non vado in bici, non si sa mai!

Francesco Martellini 28.12.06 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci son quasi riusciti a vietar le biciclette.
E pensare che dovrebbe essere il mezzo più diffuso!

stefano m. Commentatore certificato 27.12.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA VERO E'CHE I NS GOVERNATORI SE NE STRAFREGANO DI TUTTI QUESTI PROBLEMI E PENSANO SOLO A DOVE FAR LE PROX VACANZE....ED INTANTO NOI "POVERI" E COMUNI MORTALI CONTINUEREMO A SCANNARCI X UN MISERO "POSTO AL SOLE"...CHE TU SIA HOMO A 4 O A 2 RUOTE MOTRICI !!!

CIAO A TUTTI E BUON 2007 !!

LEONARDO

LEONARDO A. Commentatore certificato 27.12.06 15:31| 
 |
Rispondi al commento

gentile beppe. mi piacerebbe che indagassi sulla azieda trasporti milanese (A.T.M.),sono sicuro che verrebbero fuori delle cose molto simpatiche.Adesso c'è uno spacchettamento dell'azienda stessa la classica azienda con sotto aziende (scatola cinese).la scusa e per poter fare gare d'appalto, ma dentro ci finiscono i trombati delle ultime elezioni.

gianluca bernardo 24.12.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

vivo a Curno, Bergamo, ogni , per lavoro vedo il traffico della autostrada a4 bergamo milano.
Adesso stanno costruendo la 4 corsia.
Ma non si rendono conto del disastro ambientale che ciò causerà!
Propongo che la 4 corsia sia riservata ai veicoli non inquinanti, e che abbiano delle tariffe aggevolate.
avarello nicolo
curno

nicolo avarello 23.12.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbero opportune due cose da ricordare ai ciclisti meneghini
1 - Non sono pedoni
2 - Esistono i parcheggi per le biciclette
Perchè queste due cose?
Primo: A Milano la non educazione dei bipedi ciclisti li fa credere padroni e signori dei marciapiedi a totale scapito dei comuni mortali pedoni. Tutto questo in barba ad una elementare regolare umana: IL RISPETTO.
Secondo: I marciapiedi occorrono ai poveri noi pedoni e non sono parcheggi liberi per ruderi con catena e cestino che intralciano la umana percorrenza. Tutto sempre in barba al RISPETTO DEGLI ALTRI.
Spiace vedere un morto, indipendentemente da chi sia.
Ma quando vedo a terra un ciclista, scusate lo sfogo ma GOOOODO.
Ciclisti, con un pò di educazione e rispetto, sarò costretto a rimangiarmi la penultima frase.
Grazie

massimiliano baglioni 20.12.06 01:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao,
sono un ciclista Milanese, con fatica tra aria irrespirabile e traffico cerco di andare sempre al lavoro in bici. La mia conclusione è, Milano è una città DeBICIzzata! Tutto è scientificamente studiato in modo da non farti usare le due ruote: pavè che altro che la parigi-Rubaix, rotaie a raso che sono veri e propri trabocchetti piste ciclabili?? che finiscono nel nulla ecc. La conferma finale però l'ho avuta qualche settimana fa. L'amministrazione ha ampliato nella mia zona la sosta a pagamento, naturalmete non considerando i bisogni dei residenti ( tanto serve a fare cassa), impedendo la sosta su un grande marciapiede (dove assolutamente le auto non intralciavano) con multe intimidatorie. Secondo voi è stata studiata l'ipotesi di convertire almeno una parte di detto marciapiede in pista ciclabile? Assolutamente NO adesso è li, monito imperituro alla volontà di Milano di abolire la bicicletta.

Federico Prandi 19.12.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Credo di aver capito un modo per far risparmiare dei soldi a noi contribuenti. Fermare la costruzione delle varie "terze corsie" sulle autostrade italiane. Perché?

Perché in pochi sanno guidare su un'autostrada cosi frazionata. A me sembra che la capacità di traffico che può supportare una carreggiata a 2 corsie e pressoché la stessa a quella di una a 3, solo che nel secondo caso vengono utilizzate solo le 2 corsie più a sinistra.

Vorrei mettere in chiaro e cercare di trasferire l'informazione a più automobilisti possibile il seguente:
In caso di carreggiata a 3 corsie, quella più a destra non è riservato ai veicoli lenti a meno che esplicitamente segnalato. Perciò bisogna sempre occupare la corsia più libera a destra.

Tommaso Vitti 19.12.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!
volevo proporti di mettere, accanto alla vendita dei tuoi DVD "spediti con il corriere" uno spazio per scaricare (a pagamento naturalmente) i video in formato digitale e la copertina del relativo spettacolo.
In un tuo spettacolo ironizzavi sul fatto che la Danimarca e gli Usa "comperavano l'uno i biscotti dell'altro" e dicevi "ma perchè non si scambiano la ricetta?". Si potrebbe dire lo stesso del "comperare tramite corriere", infatti inquesta maniera si fanno girare dei video digitali con dei furgoni (che inquinano), senza contare che i DVD spediti all'estero prendono l'aereo o altri mezzi ancora più inquinanti.
Basterebbe scaricare il video dello spettacolo e la copertina, cosicchè un utente possa poi masterizzarli a casa sua.

Fabio Pettenuzzo Commentatore certificato 18.12.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

AH le Ferrovie! Sono purtroppo costretto a usarle in quanto lavoro a Roma e abito a Parma. Uso solitamente il sito di Trenitalia per i miei biglietti. La settimana scorsa (12/12) cerco di fare l'ennesimo biglietto (almeno 40 viaggi l'anno A/R) e mi si blocca tutto. Dice di chiamare l'help desk per risolvere il problema, lo chiamo e scopro che costa cent. 30 alla risposta e cent.54 al minuto!!! Da cellulare? improponibile! La signorina mi dice che forse ho usato una carta di credito diversa dal solito ma se l'ho sempre fatto? ne ho 4 diverse e le uso a seconda che il viaggio sia di piacere o di lavoro. Dice che entro 2 gg tutto si sbloccherà! Intanto mi fa il biglietto ma mi faccio richiamare! Infatti ci mettiamo almeno 10 minuti! Oggi 18/12 dopo 6 giorni, dovendo cambiare prenotazione, riprovo e stessa storia! sito bloccato! richiamo l'help desk e l'addetto mi dice che non può fare nulla ma solo sollecitare lo sblocco. Mi incazzo come un picchio ma faccio due fatiche. Mi offre di cambiare la prenotazione con lui ma per poco non lo mando a quel paese anche perchè non mi offre di richiamarmi come aveva la sua collega. Ora dovrò andare a Termini per cambiare un biglietto o trovare un'agenzia che me lo faccia. A parte lo stato sempre più penoso dei treni, sia pulizia sia manutenzione, i ritardi contintui (sono 6 anni dico 6) che il Bergamo Roma passa da Parma con almeno 10 minuti di ritardo e la stessa cosa fa il Roma Bergamo il venerdi pomeriggio e sono Eurostar!!! Dicevo a parte quanto sopra ma è possibile che un help desk (letteralmente dall'inglese sportello di assistenza) faccia pagare cent 54 per risolvere i problemi che gli utenti hanno con le Ferrovie e, spesso, senza riuscirci? Forse per help intendono financial help per cercare di colmare il buco che hanno creato in questi anni? Ora si chiamano anche SPA che forse significa Soldi Per Ammanchi? E di aneddoti (tutti tristi) sulle ferrovie ne avrei da riempire diverse pagine di questo blog! Che vergogna!

Roberto Ferrari 18.12.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
è una cosa indegna che sulle autostrade e strade extraurbane dove vige l'obbligo di accendere i fari anche di giorno, non ci sia mai nessuno che controlla la maggior parte di quelli che anche con la pioggia fitta tengono accese solo le luci di posizione e a volte neanche quelle...vergogna!!! cosa vi costa?! non è per vedere meglio, ma soprattutto per farvi vedere, imbecilli!!! Accendete le luci sempre che in un anno vi costerà solo 3-4 euro in più e contribuite ad una guida molto più sicura per voi e per gli altri!

antonio ciardo (craiant) Commentatore certificato 18.12.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti io dico bastaaaaaaaaaaaaaaaa che ogni angolo delle nostre città ci sono queste maledette ZONE BLU!!!

salvo la piana 17.12.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti.
Sono uno studente novarese che, come tanti altri, ha scelto di proseguire gli studi a Milano. Non ci sarebbe niente di male in tutto ciò, non corro di certo i rischi di un qualsivoglia ciclista milanese: semplicemente io scendo dal treno, prendo la metropolitana, salgo su un autobus e posso dichiarare di essere giunto (quasi) a destinazione. Tempo di percorrenza: 45 minuti. Di cui: 15 di metropolitana (linea gialla); 30 di autobus (attesa compresa, linea 34). Per un numero di fermate all'incirca pari tra i due mezzi di locomozione.
In pratica dalla fermata Brenta fino ìn via Ripamonti(angolo via Noto)impiego quasi il doppio del tempo rispetto al tragitto Stazione Centrale -> MM Brenta.
Il fatto è che i vostri trasporti su terra, cari amici milanesi, sono una PIAGA SOCIALE. A parte il traffico infernale, che da buon provincialotto quale sono, sinceramente mi mette un pò d'ansia, ma la metro, almeno per quanto vivo sulla mia pelle, è il mezzo di locomozione più efficiente che possiate avere: la soluzione è implementare il servizio abolendo tram,autobus e filobus, che, oltre ad essere ingombranti e fastidiosi, costituiscono anche un pericolo per la pubblica sicurezza.

Francesco Maretti 16.12.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

sono un autista 31 anni o fatto il tassista e adesso faccio corriere ma soprattutto e la prima volta che scrivo su internet. sul problema ciclisti penso che siano autisti in cerca di trasgressione nel senso che fanno tutto quello che non possono fare con l,auto. del tipo pista ciclabile in controsenso,passare sulle strisce,per non parlare dei ciclisti della domenica che percorrono per sano sport strade inquinatissime in 2.3.4. uno affianco a l'altro.

larocca giuseppegiuseppe larocca1957@otmai.it 15.12.06 23:20| 
 |
Rispondi al commento

LAVORI IN CORSO.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.
CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA - 31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE:::::::::::::::::::::::::::
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
-
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Ripristina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php

Antonio De Franco 15.12.06 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1992 il parlamento italiano ha speso oltre 600 milioni di vecchie lire per la carta igienica!!! Le divise dei commessi del senato e della camera costano (ci costano!) 1800 euro l'una. Il governo Berlusconi ha comprato, o meglio ha fatto comprare all'Italia circa un centinaio di aerei da guerra di ultima generazione al costo di circa 100 mi8liardi ciascuno. L'ex presidente della camera Irene Pivetti ha il diritto A VITA ad un auto, un ufficio con segretaria e stipendio, ripeto a vita! Ma insomma io non ne posso più, o c'incazziamo tutti insieme , ci organizziamo e facciamo qualcosa per faròla finita con queste gigantesche prese per il c..o oppure non c'è altro da fare che rinchiudersi nel proprio guscioe diventare dei semplici qualunquisti del "chissenefrega". rICORDATEVI CHE IO CI STO, SEMPRE! fEDERICO fAUCI DA lIVORNO 338 78.30.183

federico fauci 15.12.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il signor DI PIETRO ha fatto saltare un emendamento che gettava la spugna sui reati finanziari.
Volevo farle i miei complimenti finalmente ce qualcuno ce fa gli interessi dei contribuenti sig di Pietro sono con lei.

LUCA RAMPIN 15.12.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, nel mio piccolo sto provando a far tornare pedoni e i ciclisti padroni del territorio,anche se in un piccolo pezzo di città. Non sarà facile, ma ho deciso di mettere da parte il "mugugno" e passare all'azione. E un po' grazie a te.
ciao

andrea casalino 14.12.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

DAL FRIULI A ROBERTO FORMIGONI CON VIVA ATTENZIONE
Autore: AncoraGiacomo SempreMontana

All'alba del Duemila l'Italia ha avuto due governi con "SINFONIE POLITICHE" diverse per alcuni aspetti ma hanno in comune la mancanza di limpida chiarezza questa è e sarà una buia storia che ci ha dimostrato rispecchiare gli estremi peggiori dell'indole umana. Difatti è inconfutabile che si riscontra silenzio assenso su fatti criminali continuati, reati penali impuniti, derisione, scherno, cinismo e sadismo, sconfinati persino ai danni di una donna fatta divenire ammalata grave e disabile. Ho visto che a Milano ove sono accaduti questi fatti ignobili, il diritto di legge si cambia con derisione e scherno ancora ai danni della vittima di reato, lasciando continuamente impuniti coloro che consumano pacificamente i reati. In questo modo, il rispetto persino verso una donna ammalata grave con problemi cardio respiratori, precipita e sprofonda, fino alle costumanze più ciniche e animalesche. Il silenzio stampa, è di forte aiuto per la prosecuzione dei fatti criminali. Anche per questo vengono censurati e insabbiati, scandali, politica sporca, avidità di potere, imbrogli, ferocia, efferatezza di dirigenti di istituzioni tra gli apparati più pittoreschi inimmaginabili. A quella donna ho visto la salute e la dignità decapitate completamente di nascosto. L'opinione pubblica che è venuta a conoscenza sia dei fatti, sia dei conseguenti danni a cascata alla vittima, dimostra di essere spaccata in due: gli onesti e i filocriminali. Chi crescerà di più? Non si sa! Qui in Friuli Venezia Giulia non succede questo. Roberto Formigoni, con che faccia si presenta al pubblico, dopo tutto quello che si può constatare con le prove documentali cliccando sul nome qui sotto. Si vedrà l'ITALIA CHE E' ENTRATA NEL TERZO MONDO!


Desidererei che tra una lettura e l'altra abbiate la cortesia di visitare il mio sito web che si può trovare cliccando sul mio nome. Nel sito provo con documenti in che modo viene torturata una donna in silenzio e di nascosto in Italia. Per ogni persona in più che ne viene a conoscenza ci sarà una possibilità in meno di torture future su altre donne. Grazie a tutti e buon pomeriggio.

Gio N i gris 14.12.06 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Desidererei che tra una lettura e l'altra abbiate la cortesia di visitare il mio sito web che si può trovare cliccando sul mio nome. Nel sito provo con documenti in che modo viene torturata una donna in silenzio e di nascosto in Italia. Per ogni persona in più che ne viene a conoscenza ci sarà una possibilità in meno di torture future su altre donne. Grazie a tutti e buon pomeriggio.

Gio N i gris 14.12.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Riprendiamocci le strade!
Beppe, parlane tu di come si può fare qualcosa per liberarci dal petrolio.
Esiste un'auto che si chiama "Eolo" è stata progettata da Guy Negre (gia progettista della scuderia Williams) esposta al Motor Show del 2001. Un'auto che funziona solo con aria compressa e che si ricarica con la corrente elettrica di rete con un costo di esercizio di circa 0,77 cent per 200 chilometri!!
Addio benzinai!!
Ma il progetto dal 2002 è slittato fino ad oggi (si parla del 2007...). Come hai sempre detto tu, le tecnologie ci sono ma restare al petrolio conviene a chi governa per mantenerci al limite della sopravvivenza (dissanguarci con le accise e avvelenarci con l'inquinamento).
Parlane tu, la gente deve sapere!
Grazie da
Un ragazzo che crede nel domani.

luca Gobbo 13.12.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento

vedi che poi la plastica, la benzina , le pitture... e via cantando le usi pure tu....
prova a vivere un giorno senza derivati del petroilo e poi accusi chi vuoi per la guerra.... accuserai anche te stesso!

cesare spiotta 13.12.06 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io vado sempre in giro per Milano in bicicletta, effettivamente a volte c'è da aver paura. Una notte ho sentito il vento della morte quando un'auto pirata mi ha sfiorato il gomito, è una sensazione pazzesca, comunque non mi sono fatto niente.
Viva la bici, alla fine se mi tireranno sotto morirò facendo una delle cose che più mi piacciono: pedalare


Sono un ciclista stufo di andare in bici per Roma!
E' vero si risparmia tempo, si superano code infinite ai semafori, si riesce a passare nei piccoli passaggi stretti dove i motorini non passano ma Roma è una jungla, è troppo affollata di macchine, troppi pericoli, motorini che ti linciano, smog, in bicicletta c'è anche la fatica fisica, l'affanno, il sudore, insomma come fai a promuovere gli spostamenti in bicicletta quando il ciclista si trova a dover affrontare una gara ad ostacoli, uno stress fisico e mentale.

Roma è una città costruita a cavolo, il centro lo si può comprendere, ma la periferia che viene ancora costruita senza piani regolatori, senza un minimo di spazio vitale, senza considerare che le strade nuove potrebbero benissimo essere corredate di una corsia in più per le piste ciclabili, tutte ma dico tutte le strade nuove! Come in Germania di cui parlerò più avanti.

Il problema della circolazione a Roma lo si può risolvere solo con il trasporto su rotaia, sotterraneo, insomma le metro, quelle che a Roma mancano, ogni 30 anni ne costruiscono una nuova che non sarà mai sufficiente a soddisfarre le esigenze dei romani. Le più grandi metropoli il trasporto lo risolvono con una 15ina 20ina di linee metrò, noi lo risolviamo con 2 linee metrò!

In Germania è diverso. Sono stato in Germania in occasione della giornata mondiale della gioventù nell'agosto 2005.

Ogni strada pure la più misera nelle periferie delle città, ha una corsia per le bicliclette, o sulla strada o sulla parte più esterna del marciapiede.
E se tu pedone invadi la loro corsia loro ti linciano, esigono il rispetto delle regole da parte dei turisti. E lì di bicliclette ce ne sono molte.
Ma le strade sono costruite con il cervello, sono larghe, non ci sono code chilometriche ai semafori, insomma andare in bicicletta in Germania è uno spasso, altro che Italia, andate a farvi un giro a Berlino, Monaco, Amburgo, Bonn, Colonia. E' finito lo spazio per scrivere, sob!

Paolo Ricci 13.12.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusa..grilletto,perchè solo dall,ENI e FIAT? DELLA SARAS SPA DI MORATTI NON TI Và DI PARLARNE?E' DAL 1962 CHE INQUINA (CON IMPIANTI OBSOLETI) TUTTA L'ITALIA,E IN PARTICOLARE LA POVERA SARDEGNA.

Salvatore Sarno 13.12.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma pensa te...una famiglia di petrolieri e la milly è VERDE,MA DE CHE? DE BENZINA?

Salvatore Sarno 13.12.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

marco brioli 12.12.06 14:32 ha scritto:
biciclette e piste ciclabili: che dire invece dei velocipedi che pur in presenza di piste ciclabili, utilizzano testardemente la carreggiata?
Urgono misure sanzionatorie nei confronti di chi:
- usa la carreggiata in presenza di pista

Pure io sono ciclista, caro Marco.

Ti assicuro che le piste ciclabili, quando ci sono, vengono ignorate dai ciclisti perché sono semplicemente INADEGUATE:
- sono lunghe solo poche decine o centinaia di metri, spesso strette e serpeggianti per via di parcheggi, fermate dei mezzi pubblici, cassonetti etc.
- ad ogni intersezione con strade o passi carrai sono ostruite spesso e volentieri da paletti
- spesso sono semplicemente ricavate dal margine stradale preesistente, quindi l'asfalto è deteriorato e sconnesso, con in più la presenza di scoli delle acque piovane e tombini tutt'altro che a filo con il piano stradale (spesso vere voragini)
- i cari automobilisti hanno la simpatica abitudine di FREGARSENE parcheggiando direttamente sopra le piste.

Quello che dici dipende dal fatto che evidentemente non hai esperienza diretta delle cose: per piacere, ogni tanto smonta dalla tua c..o di auto e inforca una bici: capirai tante cose che dal chiuso della tua latta semovente ignori.

Francesco Adamelli 13.12.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un ciclista... Per scelta.
Vivo a Modena: una citta' con tanti Km di piste ciclabili... Eppure...
Eppure sono incazzato nero, e viaggio in carreggiata. Perche'?
Perche' le "piste ciclabili" sono solo:
* un paio di strisce gialle a ridosso dei muretti e dei passi carrai: dove se un'auto o un pedone mette fuori il muso aviene un incidente

* una corsia "sicura" di fianco al marciapiede continuamente interrotta dagli incroci e senza mai diritto di precedenza: perche' IL CICLISTA E' UN CITTADINO DI SERIE C

* una corsia fuori della strada con i suoi semafori che nessun automobilista rispetta per cui se li rispettassi io diventerei una striscia pedonale.

La gente usa il SUV perche' ha paura e col SUV si sente piu' sicuro.
Poi vede che ci sono tanti SUV e quindi ha ancora piu' paura e quindi lo vuole comprare ancora piu' grosso.
Possibile che tra il cervello di una lucertola e quello di un homo SAPIENS SAPIENS (perche' un sapiens sembra non bastasse) ci sia cosi' poca differenza?


Alessandro M 13.12.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Desidererei che tra una lettura e l'altra abbiate la cortesia di visitare il mio sito web che si può trovare cliccando sul mio nome. Nel sito provo con documenti in che modo viene torturata una donna in silenzio e di nascosto in Italia. Per ogni persona in più che ne viene a conoscenza ci sarà una possibilità in meno di torture future su altre donne. Grazie a tutti e buona serata.

Giov.Ni gris 13.12.06 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Io ho abitato a londra, parigi e new york ed ho sempre girato in bicicletta ma Milano e' di gran lunga la citta' in cui andare in bicicletta e' uno schifo. A parte il pave' e le rotaie in alcune strade, non esistono praticamente piste ciclabili o un minimo di attenzione da parte degli automobilisti e motociclisti. Meta' delle auto che vedi in giro hanno solo una persona a bordo. Se avessimo dei politici civili dovrebbero levare una fila di parcheggi dalle strade e farci delle piste ciclabili. Posso solo dire che dovrebbero dare una medaglia a chi fa lo sforzo di andare in bici a milano tanto e' pericloso ed e' inquinata l'aria. Sono vergognosi i nostri politici che parlano tanto di inquinamento da decenni e secondo me gia mettere piste ciclabili su ogni strada sarebbe un bel passo avanti e darebbe la sicurezza a tante persone che altrimenti hanno paura ad usare la bici.

p.s. aggiungo che quelle poche piste ciclabili che ci sono vengono regolarmente invase da auto parcheggiate.

camillo o 13.12.06 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Problemi di velocità eccessiva nei centri abitati? indisciplina alla guida? sarebbe sufficiente inserire nelle auto, DI SERIE, un autolimitatore di velocità, una specie di ricevitore che "sente" il segnale di velocità massima emesso da appositi apparati dislocati in vari punti della città: così in tangenziale si fanno AL MASSIMO i 90, in città AL MASSIMO i 50 e se uno schiaccia di più nisba, la macchina fa sempre la velocità imposta! Liberissimo di andare più piano ma non più forte. Poi, una volta uscito dalla città, quando il ricevitore non sente più il segnale, l'autolimitatore si sblocca. intanto si risolverebbe il problema dei pirati della strada (a parma ricordo di un pazzo che, a 100 all'ora quasi in centro ha investito un anziano signore che attraversava sulle striscie pedonali..). poi quando ci sarà l'auto che farà tutto da sola allora (forse) i problemi si risolveranno, ma fino a quel momento si potrebbe fare qualcosa per LIMITARE il problema.
Invece il menefreghismo automobilistico dilaga sempre più: cosa volete che vi dica... ci guadagneranno le assicurazioni RC auto, con tutte ste rotatorie la gente non sa più guidare...
Costi per un aggeggio del genere? sicuramente MOLTO MOLTO meno di tutte quelle antenne per telefonia mobile che sono state installate dappertutto... ma la telefonia è un business, questo forse non tanto....

Marco Bastoni Commentatore certificato 12.12.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Segue...
Uso la bici regolarmente per andare al lavoro.
Sorpasso colonne chilometriche di auto ferme con dentro automobilisti già esasperati alle 8 del mattino perchè si ritrovano bloccati dentro il loro sarcofago...
In 15' arrivo al lavoro (faccio 4km) mentre in auto o in autobus ne impiegherei 40'.
Quando esco dal lavoro mi capita di andare in centro a fare acquisti e non ho problemi di parcheggio, nè di traffico.
Guadagno almeno 1h di tempo al giorno da dedicare ai miei interessi.
Mi capita di passare col rosso, ma soltanto quando non c'è ombra di altri veicoli che sopraggiungano e in condizioni di sicurezza.
Non per risparmiarmi l'attesa, quanto per non respirare i "taumaturgici" fumi dei veicoli fermi...
E' facile scaricare sui ciclisti le frustrazioni di automobilista.
E' facile essere arroganti dentro a una corazza di metallo...
Provate a pedalare e a conquistare la strada con i vs muscoli, poi vedremo se avrete ancora da ridire sulle vecchie che portano la spesa... che forse hanno più coraggio di tanti automobilisti...
Forse dovremmo adottare anche in Italia la "precedenza assoluta" per le bici (come in alcuni paesi del nord Europa).
Saluti a tutti.

Roberto Baccelliere 12.12.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.
Quoto:
>

Urgono misure urgenti??
Manie di onnipotenza?
Urge una visita psichiatrica, forse...
Come ha già scritto qualcuno, le strade sono fatte coi soldi di tutti, anche dei 70enni malfermi.
Chi va in auto se ha fretta e perde tempo per via del traffico non usi l'auto; se ha davanti un ciclista "lento" freni, come frena quando ha davanti un TIR che gli taglia la strada.
Come mai davanti ai veicoli + grossi l'arroganza degli automobilisti cessa? Paura di farvi male?
Allora forse il problema non sono i ciclisti, ma pura arroganza.
Il codice della strada prevede che si circoli in condizioni di sicurezza per sè e per gli altri veicoli, ma molti sembrano non ricordarlo.
In effetti urgono misure urgenti: a chi investe un pedone o un ciclista per problemi di "piede pesante" andrebbe applicato anche il codice penale, oltre a quello stradale, per omicidio colposo... e vedremo se poi gli automobilisti rallentano più volentieri dopo qualche magagna giudiziaria...
Passi per le luci, ma in centro abitato illuminato sarebbero anche sufficienti i catarifrangenti: non mi pare che le auto si "stampino" abitualmente contro i veicoli in sosta perchè non avevano le luci accese... (qui ci si farebbe male...)

Continua...

Roberto Baccelliere 12.12.06 16:23| 
 |
Rispondi al commento

biciclette e piste ciclabili: che dire invece dei velocipedi che pur in presenza di piste ciclabili, utilizzano testardemente la carreggiata?

Urgono misure sanzionatorie nei confronti di chi:
- usa la carreggiata in presenza di pista
- inforca la bici senza fanalino di coda e luci di posizione
-inforca la bici con le borse della spesa e altri aggeggi
- pedala in doppia tripla fila
-attarversa le strisce in sella anziche a piedi
- sorpassa a sinistra le auto
-taglia la strada alle auto
chi pedala in non perfette condizioni psicofisiche (anzi over 70, massaie malferme ecc ecc).

Diciamocelo pure: un buon numero di ciclisti incidentati sela sono andata a cercare!


Caro Bebbe,
Cari Amici,
per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.

Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.

In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.

Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,per la gente con la gente.

Il 28 dicembre a Genova,è importante partecipare,non possiamo continuamente lamentarci,non possiamo continuamente pagare e subire,tiriamo fuori il nostro coraggio e alziamo la testa per difenderci,partecipiamo con grande forza ad una nascita di un Comitato per LA GENTE CON LAGENTE,investiamo il nostro tempo per vera Missione Sociale,lo dobbiamo anoi,ai nostri figli ma,sopratutto ai nostri Padri.

Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.

Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.

Gaetano Ferrieri 335 460249
ferrieri@federced.info


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 12.12.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 12.12.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Forse la mia visione é un po' anacronistica, ma io non amo la cultura dello scontro della lotta e della contrapposizione esasperata: riunire gli strappi all'interno della società ,io amo definirla un'idea in un certo senso kennediana,é forse una delle priorità verso cui dobbiamo tendere.

Nello specifico io non vedo ciclitsta contro automobilista:quello che bisognerebbe cercare in primis di fare é trovare una soluzione che permetta una circolazione migliore per tutti e una riduzione ,anche drastica perché no, di incidenti anche fatali.Insomma non é necessario scontrarsi : molte volte si riescono a trovare soluzioni che accontentano e vanno bene per tutti,sembra strano ma é cosi'.L'importante é risolvere i problemi é spesso per fare cio' non é necessario prevalere sul nemico ,ci sono soluzioni che accontentano tutti e spesso vanno solo cercate.

mimmo colombo 12.12.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sono stata ad Amsterdam nel week-end e sono una ciclista a Milano. Perchè non proporre alla Moratti di darci le piste ciclabili ceh una città grande come Milano merita? Invece che pagare vestiti di gala e biglietti per la Scala a dipendenti pubblici e loro ospiti, potrebbero comprare vernice bianca per tracciare la mini corsia per noi altri. La bici potrebbe essere il rimedio a traffico e smog... Nonchè alla lobotomizzazione cresscente degli schiavi moderni in paranoia per gli scioperi selvaggi....
Perchè non ci aiuti a presentare questa proposta?

Sabrina Casagrande 12.12.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Un'altro simpatico intervento di ATM, era stato alla protesta dell'utenza per la temperatura troppo elevata nella metropolitana, l'apertura dei finestrini del mezzo, ed alla successiva protesta dell'utenza per il rumore, la risposta era stata che i clienti, per due fermate che facevano in media potevano anche sopportare silenziosamente. Ma dove le prendano le statistiche non si sà?!

Francesco Bianchi 12.12.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema di Milano non è dovuto così tanto alla pigrizia dei milanesi, se si intervistano i residenti nella zona centrale sono ben contenti di usare la bicicletta o raggiungere il bus/metro a piedi. Ma prova a chiedere a me provinciale di raggiungere la metro a piedi o in auto sono diversi chilometri da Settimo, e poi mollare la bici o il motorino a bisceglie o a molino ti da la certezza di trovarne 2. Posso anche raggiungere il bus a 400 m da casa ma passa ogni ora, se mi faccio 3 km a piedi passa anche ogni mezzora. Se poi aggiungiamo che in media due venerdì su 3 l'ATM fa il suo sciopero/ponte (anche il prossimo è previsto), ci possiamo rendere realmente conto di dove sia il problema dei milanesi. E' chiaro che se uno abita in duomo può fare lo sgargante naturalista, ma è meno facile farlo per uno sfigato provinciale nato a Milano ma costretto a cercar casa fuori per i prezzi. Poi se leggi i comunicati dell'ATM: - non siamo inferiori a Londra per i trasporti, facciamo gli stessi Km in proporzione all'area, è abbiamo ben 3 linee metropolitane, la gente parla senza essere mai vissuta a Londra o Parigi -. Cazzate! sono stato in periferia a Londra e Parigi e sicuramente il trasporto era migliore! Sono i dirigenti dell'atm che non sono mai usciti dalla cerchia dei navigli.

Francesc Bianchi 12.12.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Questa è l'italia che ci meritiamo, Grillo la evidenzia. Le piste ciclabili a Milano, dove vivo, si potrebbero fare, sono tanti i viali enormi dove eliminando macchine parcheggiate selvaggiamente si potrebbe tracciare un segno per delimitare mezzo metro di strada per le bici. Non dico 2000K, mi basterebbe un segnale di considerazione. Vado in bici al lavoro tutti i giorni e con qualsiasi meteo. Per segnalare la mia presenza ad automobilisti che vedono le bici solo come un ostacolo di cui liberarsi, spesso mi tocca prenderle a pugni (letteralmente, il campanello non lo sentono), ovviamente cercando di lasciare il segno. Ecco una soluzione: iniziamo a fare danni, così staranno lontani dalle "bici-che-lasciano-il-segno". Ieri ero ad Amsterdam dove il ciclista è un anarchico, lì pedalavo felice. Ho interpretato all'italiana e, ammetto, con un pò di violenza, il concetto di anarchia. Stamattina ho lasciato il segno su un bel SUV... se sentirete di un ciclista impazzito che ha scagliato la propria bici contro un auto con dentro una famiglia con bambini, sappiate che potrei essere io!

PS. Sono convinto che il numero di ciclisti crescerà sempre di più. Un giorno saremo una lobby in grado di muovere le decisioni politiche dei politicanti con quinta elementare (e laurea ad honorem) che ci ritroviamo.

S. Della 12.12.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono molto addolorato per l' Inter, ma qualcuno dovrebbe avvisare gli Iracheni che questi personaggi sono, in parte, responsabili di ciò che è accaduto là, la guerra per il petrolio e che invece di massacrare i civili innocenti se la prendano con i colpevoli.

Leonardo Pandolfini 12.12.06 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Porto l'esperienza di firenze: salvo pochi fortunati tratti di pista ciclabile seria, si va in bici, come faccio tutti i giorni per andare a alvoro o in giro, a proprio rischio e pericolo. Macchine (preferibilmente SUV, adatti al centro storico) e scooteroni la fanno da padroni, invadendo le piste ciclabili quando non sono nettamente delimitate, usandole come corsie di sorpasso e spazi di parcheggio.
E i vigili? Non ho mai capito di cosa si occupino i vigili a Firenze. E l'assessore competente, Graziano Cioni, forse ne fa troppe tutte insieme: otterrebbe migliori risultati se si concentrasse su un argomento per volta.

gabriella sardella 12.12.06 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, io sono una ciclista che il 2 novembre (data infausta,ahimè!) è stata abbattuta da un'autista distratta. Le città - e Mestre è tra queste e non solo per le auto, ma anche per il PM10 - sono sempre meno a misura di bicicletta. Le piste ciclabili sono insufficienti e gli automobilisti spesso imperversano come Killer solitari!

wanda scalettari 12.12.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Per Lorenzo Gar

Tu da cosa lo misuri il grado di civiltà di una società?
In Austria quando metti un piede sulle strisce le auto inchiodano.
Credi che sia perchè hanno paura di prendersi una multa?
Il controllo da parte delle istituzioni ci deve essere ma non può essere a copertura totale.
Penso che abbiamo ancora molta strada da fare, e se siamo indietro rispetto ad alcuni paesi europei non è solo colpa dei politici ma anche nostra.

Marco Marino 12.12.06 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Per Lorenzo Gar

Tu da cosa lo misuri il grado di civiltà di una società?
In Austria quando metti un piede sulle strisce le auto inchiodano.
Credi che sia perchè hanno paura di prendersi una multa?
Il controllo da parte delle istituzioni deve essere fatto ma non può essere totale e continuo.
Penso che abbiamo ancora molta strada da fare, e se siamo indietro rispetto ad alcuni paesi europei non è solo colpa dei politici ma anche nostra.

Marco Marino 12.12.06 07:23| 
 |
Rispondi al commento

Se tutti noi usassimo le biciclette da domani cosa succederà alle sette sorelle?
Io vado in bici da una vita e lavoro 3 mesi all'anno in meno!!!
Saluti a tutti!!

Lorenzo Bismo 11.12.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

a proposito dei moratti, anche se non ha molta attinenza al tema proposto,mi viene in mente che molti ma molti anni fa questa gente aveva vinto un appalto , se non erro 400 milioni delle vecchie lirette, per colorare di verde il gasolio da vendere a prezzo agevolato a contadini e pescatori . Ora quanto paghiamo per colorarlo? Ma non sarebbe meglio risparmiare e vendergli quello normale? C'è pericolo che lo usino per altri scopi? Basta che gli uffici preposti facciano le assegnazioni in proporzione ai terreni posseduti.

lorenzo gar 11.12.06 23:13| 
 |
Rispondi al commento

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

Forza Italia vuole ripartire dai giovani. Che bravi. La rinascita passa quindi dai circoli giovanili organizzati da Marcello Dell’Utri. Che teneri. Ma chi è questo Dell’Utri? Il moralista Casini si è affrettato a dire ad Annozero che lo stima. Meno male. Comunque per completezza diamo qualche informazione sul personaggio...

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 11.12.06 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato questa notizia che Copio e incollo
“Una legge del 1991 (CIP 6), instaurò una tassa di 1 Eurocent per kWh sul consumo di energia elettrica, il ricavato era destinato all' installazione di impianti da fonti rinnovabili. In realtà quasi tutti i fondi ricavati da questa tassazione sono stati dirottati in modo massiccio all' utilizzo di combustibili fossili speculando sull'ambiguità di termini come "assimilate alle rinnovabili", come è stato evidenziato anche dalla X Commissione Parlamentare per le attività produttive dove nel verbale della seduta del 6 Novembre 2003 si legge testualmente:"... imposta ai cittadini ed alle imprese una tassa occulta in favore dei petrolieri stimata pari, per l'intera operazione CIP 6, a 30 miliardi di Euro, si tratta, infatti, di oltre 2 miliardi di Euro per 15 anni...". Questa operazione che rasenta la truffa legalizzata è stata, tra l'altro, ampiamente sottaciuta dagli organi di informazione, soprattutto dalle reti televisive, se quei fondi fossero stati effettivamente destinati alle rinnovabili e al risparmio energetico (unica fonte assimilabile alle rinnovabili) oggi la situazione sarebbe sostanzialmente migliore.”
Pietro Rossi

pietro rossi Commentatore certificato 11.12.06 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno, visto che si parla di petrolio, più in basso riporto in inglese un'interessante notizia: pare che l'Iran si sia messo a vendere il greggio non più in cambio di dollari, bensì di euro.

Teniamolo presente per il futuro: potrebbe aiutarci a comprendere molte iniziative, non solo americane, ma anche iraniane (folli e non).

Intanto non si può non rilevare il consueto silenzio dell'informazione (per non parlare degli economisti, sempre pronti a esprimere l'ovvio...) su una notizia del genere, non di poco conto, per non parlare ovviamente dell'ennesimo aumento del tasso di sconto dell'euro, che mi pare non abbia trovato alcuno spazio sulle prime pagine dei maggiori quotidiani.

Titolo: IRAN REPLACES DOLLAR WITH EURO IN MOST OIL DEALINGS

TEHRAN, Dec. 5 (MNA) — Iran has started replacing dollar with euro in majority of its crude oil exchanges in the last several months, an informed source with Iran’s Oil Ministry said here on Tuesday.

Oil Ministry has taken the policy to substitute dollar with euro, and begun to implement it for most of its oil dealings, the source who spoke on the condition of anonymity told the Mehr News Agency.

"This can maintain the real value of Iranian oil", he added.

The majority of Iran crude’s customers are Asian and European states, the source noted.

Iran is the number two oil producing member of the Organization of the Petroleum Exporting Countries (OPEC). It also stands second behind Russia in terms of gas reserves in the world.

La fonte è (non si tratta ovviamente di pubblicità!): http://www.mehrnews.ir/en/NewsDetail.aspx?NewsID=416994

renzo tramaglino 11.12.06 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo lo SCIOPERO dei non-automobilisti.

-io ho l’automobile, ma per andare in centro trovo più comodo l’autobus
-anch’io ho l’automobile, ma ho il lavoro vicino a casa, e ci vado in bicicletta
-io non uso l’auto per accompagnare mio figlio a scuola: ci arriviamo a piedi in cinque minuti, camminando e parlando un po’ di tutto

-io vado volentieri in autobus, ma ieri mentre scendevo quasi mi investiva un motorino !
-a me piace andare in bicicletta, ma in strada respiro solo il fumo delle auto !
-io vado spesso a piedi, ma ormai neanche sulle striscie ti lasciano più attraversare !

… e se ci mettessimo d’accordo?
domattina, TUTTI IN AUTO. muoviamo tutte le nostre auto. perché lasciarle in sosta davanti a casa? È così comodo andare in automobile !

il mattino seguente… la nostra città sembra la città del Lego.
Un unico grande ingorgo. Tutte le auto in strada. FERME.
Perché ogni auto ne ha una davanti, FERMA …e un’altra dietro. FERMA.
Ci mettiamo d’accordo? Proviamo?


x Marco Marino
ma ing, secondo te le PERSONE devono darsi delle regole? Suvvia diciamo che di regole,seppur confuse, ce ne sono in abbondanza. Purtroppo sono le istituzioni che sono latitanti perchè non in grado oppure consapevolmente non le fanno rispettare.

lorenzo gar 11.12.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento

se le biciclette andassero a petrolio saremmo pieni di piste ciclabili!

bio skunk 11.12.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando e chiedo perchè a Firenze, dove il comune spende milioni per fare le piste ciclabili, i ciclisti continuano ad arrancare in mezzo ai viali, contromano, sui marciapiedi, nei giardinetti e nelle zone pedonali. E le piste restano deserte.

Franco Bitossi 11.12.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In risposta ad ALFONSO DI RIENZO.

Scusa la franchezza, ma non hai capito nulla!
Io sono, credo, l'unico ing. meccanico ad odiare le macchine, perchè inquinano, ingombrano, ecc. ecc. ma la polemica messa in atto in questa discussione non ha niente a che vedere con questo!
Dimmi un po'...la Fiat ti obbliga a comprare una macchina? O l'Eni ti obbliga a non rispettare i limiti di velocità? Mi pare di no. Allora, escludendo la possibilità di mettere tre vigili per ogni incrocio (e non venirmi a dire che sarebbe giusto perchè poi le gente si lamenterebbe che il comune fa troppe multe...come è già successo), perchè non prendersela con i veri responsabili di questi lutti, e cioè gli automobilisti? Le maggiori responsabilità sono delle persone, più che delle istituzioni! Fintanto che le PERSONE non impareranno a DARSI DELLE REGOLE piuttosto che a rispettarne alcune solo nei momenti in cui rischiano di essere in....te, le cose andranno sempre male. Siamo tutti molto bravi a parlare per luoghi comuni ma ben pochi di quelli che si lamentano tanto si danno da fare! Non voglio un mondo pieno di macchine e cemento, vorrei un mondo con persone con un po' più di cognizione e più responsabili delle loro azioni!
ciao

Marco Marino 11.12.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per diminuire la pericolosita' della bicicletta nei percorsi trafficati,cosa ci vuole a fare una legge che obblighi i ciclisti ad indossare il giubbino catarinfrangente, come i motociclisti ad indossare il casco? Perchè qualche parlamentare non ci pensa? Avrebbe il merito di aver salvato sai quante vite....

angela campana 11.12.06 17:59
-----------------------------------
Sono d'accordo però il fatto che io li indossi regolarmente non ha mi ha evitato, 2 mesi fa, di venire investito da un'auto con ferita ad una gamba oltre che distruzione della bici. perchè la pericolosità non è della bici ma di chi non si sente in pericolo nel caso di impatto e nella fattispecie è l'automezzo!

walter beccaro 11.12.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo che dire ? Anche io sono incazzato nero, ma più di tutti sono incazzato con i miei connazionali, con tutti coloro che da quando esiste un losco individuo di cui non ricordo bene il nome si sentono autorizzati a comportarsi come lui .... da imbroglioni (da 4 soldi), arroganti, maleducati, prepotenti, incompetenti, truffaldini, ignoranti, analfabeti ..... gente che se, come mi piacerebbe accadesse, venisse abolito il gioco del calcio, non saprebbe più cosa leggere, non avrebbe argomenti di conversazione, non saprebbe più cosa fare.
Ce ne sarebbero di cose da dire vorrei tanto poter stabilire un contatto più continuo con lei, ma dubito fortemente che ciò possa essere possibile perchè immagino che, comunque anche lei, caro Grillo, viva in una torre d'avorio, in un mondo dorato da dove è facile potersi permettere tutto. Io son un Autore, ho lavorato per molti anni per RadioRAI con un collega che, purtroppo, 3 anni fa ha avuto una emorragia cerebrale ed è rimasto invalido, seppure con il cervello perfettamente funzionante. Siamo diventati Soci S.I.A.E. ma da quando la politica ha occupato in toto la RAI non lavoriamo più. In tutta sincerità non credo che lei possa essere minimamente toccato da questi problemi come da qualunque altro che riguardi chi si affanna tutti giorni per poter restare a galla, però le do atto che almeno è una voce incazzata fuori dal coro, anche se, nella sua posizione, potrebbe fare molto di più.
Cordiali saluti
Maurizio Minasi

Maurizio Minasi 11.12.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento


www.mammeantismogdimilano.it

Marco Ferri 11.12.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Per diminuire la pericolosita' della bicicletta nei percorsi trafficati,cosa ci vuole a fare una legge che obblighi i ciclisti ad indossare il giubbino catarinfrangente, come i motociclisti ad indossare il casco? Perchè qualche parlamentare non ci pensa? Avrebbe il merito di aver salvato sai quante vite....

angela campana 11.12.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

rispondo al sig.r Ruggieri e taaaaaaaaaanti altri....:ma xche'non andate oltre a l'essere di destra o di sinistra e valutate la notizia x come'...fin quando ci sara' sta favoletta della dx e della sx..come le religioni...non si ASCOLTA cio' che si dice...ma il PULPITO da dove viene...cosi' a mente chiusa si sa gia' da che parte stare....HASTA SIEMPRE L'IGNORANZA...

laura gagliotti 11.12.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un ragazzo 25enne, e devo sinceramente porgere il mio piu' grande disprezzo per tutti quelli che guidano i SUV.
Abitavo in centroMilano e ogni giorno vedevo centinaia di Suv passare sotto la porta della mia casa, adesso vivo in mezzo alle colline della Pedemontana del Grappa (Asolo).
credevo di essere sfuggito al Popolo dei SUV, invece niente, persino nella stradina piu' piccoladella collina piu' sperduta mi passa davanti a 200 all'ora un'enorme carro armato con tanto di portapacchifuturistico, 4 tubi di scappamento ..Ma com'è possibile che nessuna incentiva la macchina che guido io l'IBRIDA=?
Perchè debbo sentirmi superiore, grande fico solo perchè guido una SUV?Ma scusa sono io che dovrei sentirmi fico dato che guido un'Ibrida?
Ma un sacco di gente crede che la macchina piu' grande sia sinonimo di superiorita' ma non sanno che sono inferiori xchè inquinano il mondo Ciao Beppe fabio

Fabio RiK 11.12.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

abito a frascati, non a Milano.
e non fo il benzinaro.
tifo Roma e non inter.
ma vorrei chiedere alla compagna Milly se volesse sacrificarsi per liberare il paese dalla malefica Letizia.

Antonio Moratti 11.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma no, no, niente demagogia.
Abiti 3-4km dal lavoro ?
Sei fisicamente abile ?
NON PRENDI L'AUTO altrimenti SCATTA IL SEQUESTRO VEICOLO, STOP.
Alessandro

Alessandro Merlin 11.12.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Demagogia,tanta demagogia....allora torniamo ai carretti trainati dai cavalli e chi non può permetterseli,dagli asini!Che TUTTI i SINDACI vietino la circolazione delle auto in città ed il problema è risolto...già ma non hanno i coglioni x farlo,ri ribellano tutti,i negozianti,i commercianti,quelli che prendono l'auto x andare al cesso!allora...sfiatiamoci...tutti e amen!buona giornata.

gildo ricci 11.12.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Forse è OT ma mica tanto...
da www.metano.it:
"Malmö (Svezia), ben 70 amministrazioni municipali in Svezia hanno unito le proprie forze e faranno pressione presso il Governo Svedese, chiedendo un supporto per i progetti di mobilità basati sul biogas e protestando contro la recente decisione di Volvo Car Corporation di cessare la produzione dei modelli bi-fuel metano-benzina alla fine del prossimo anno.
Peter Boisen, il Presidente di origine svedese di ENGVA (European Natural Gas Vehicles Association) ed ex manager esecutivo di Volvo ha dichiarato che se non fosse stato per gli stretti tempi di sottoscrizione molte più amministrazioni locali avrebbero probabilmente aderito alla protesta."
Continua su
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=News&file=article&sid=449
Saluti!

Fabrizio Andrea 11.12.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi è capitato di discutere con chi ha un SUV e di argomentare quanto fosse inutile spendere più soldi rispetto ad un'auto normale e usarla per il 99,9% del tempo per fare le stesse cose che fa un'auto normale; e per lo 0,1% dei restanti casi usare il mezzo per venire a disturbare con quella brutta cosa inquinante nei pochi metri quadri di Italia dove l'asfalto non è arrivato.
Risposta: il Suv serve perchè dà più sicurezza: se ti scontri con un'altra auto si fa male l'altro. Quindi io avendo i soldi mi dovrei comperare un carrarmato e guidarlo in centro città, così magari se per caso vado addosso a un Suv.....

emanuele bertolotti 11.12.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono anni ormai che ti seguo e sempre più mi accorgo che ti sei uniformato a tutto il resto della sinistra. Mi illudevo di leggere post che potessero essere in qualche modo trasversali poichè ritenevo che ti occupassi di problemi più grandi e che effettivamente nei tuoi ragionamenti ci fosse obiettività. Durante il governo Berlusconi ho apprezzato l'ironia pungente che hai usato per denunciarne fatti e misfatti. Bene, da te mi aspettavo lo stesso per il governo Prodi ma, a parte chiamarlo "dipendente" più con affetto che con senso critico, non sei andato. Leggo ogni tanto qualche timido tentativo di evidenziare qualcosa che non va, ma subito dopo, invece di dare seguito all'argomento, cambi strada e ti dirigi su obiettivi che hanno a che vedere con il centrodestra. Io penso che se in questo paese protestano tutti dai notai agli operai(addirittura gli operai di Mirafiori che non si può dire che siano di destra), evidentemente c'è qualcosa di fondamentale in questa finanziaria (o in questo governo) che non funziona. Perchè allora non denunci cio che effettivamente non va e non apri un dibattito su queste cose?

Marco Ruggieri 11.12.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Olè olè, se n'è andato pinochet!! a noi Italiani è rimasto silvietto il pinochet-to

walter beccaro 11.12.06 14:35| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 11.12.06 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe,

il video della Settimana è geniale, spero di riuscire a vederti al Palalottomatica (
Da venerdì 28 marzo 2007 ore 21.00 – platea e tribuna centr. num. (1° e 2° anello) €30; tribuna lat. num. (1° e 2° anello) e 3° anello centr. num. €25; 3° anello non num. €20), anche se per ora ho provato ad acquistare il biglietto ma sembra ci siano problemi organizzativi.

Rolando Ramieri Commentatore in marcia al V2day 11.12.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento

vorrei aggiungere il mio commento da ciclista dal cuore spezzato. Chi abita a Napoli e va in bicicletta muore prima che a Milano perchè al gorviglio onnipresente di auto e alla coltre di smog che forse solo in piena notte fonda si può evitare, e ai cumuli di monnezza che aumentano...si aggiunge la derisione dei beoni imbottigliati nel traffico e che devono passare prima, dei ragazzini e ragazzoni che impennano sui loro beverly e di vigili che si grattano le palle anzichè fare il loro mestiere.Cioè se disgraziatamente rientri la domenica mattina più tardi, diciamo verso le undici, considerato che è meglio andarci all'alba in bici, ti prendono pure per il culo, ti guardano come un alieno e pensano "ma chi cazz to ffa fa strunz? si te va bbuon te mett pur sott!". Al danno la beffa! Cmq volevo solo ricordare come l'immondizia è aumentata dai giorni della crisi in cui ci mandarono San Bertolaso....ma la gente non pare piu preoccuparsene, ormai ci sono le lucine di Natale che a mio parere danno solo una luce piu macabra al massacro che compiamo quotidianamente.Come fa la gente a sfilare davanti le vetrine con i cassonetti che trabordano di melma? Ma soprattutto come si fa ad abbandonare un materasso su un marciapiede? Sarà piacevole sentire l'odore natalizio mischiarsi al lezzo che ora quotidianamente ci accompagna...Spero davvero di trovare la mia strada al piu presto...possibilmente ciclabile e senza napoletani.

Piergiuseppe Paternò 11.12.06 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Brescia, dove si sta realizzando la linea metropolitana, avversata da tutti i cittadini, di ogni età, censo e cultura... Eppure, quando alla mattina e/o sera, tutte le mattine/sere di tutte le settimane, mi trovo a passare, in moto, tra le macchine in coda, mi domando perchè si sia così indifferenti...
L'indignazione, al contrario, si manifesta quando viene limitato il traffico del centro cittadino; proporre una passeggiata agli amici è quasi offensivo nei loro riguardi!
Sembra che a nessuno pesi, invece, spendere diverse migliaia di euro per acquistare nuove auto, i cui listini sono in costante incremento, al pari della benzina.
Viviamo in un mondo che si muove al contrario di ogni logica...

Guido Viacava 11.12.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

...ma che caz....possibile esistano solo per le
auto gli incentivi sull'acquisto del nuovo ???
E per le bici ??
Che ne dite dell'istituzione di una tessera magnetica a punti per coloro che in città circolano in bicicletta o a piedi ???
Che magari una volta cumulati che so ...500 punti
il Comune offra buoni acquisto, biglietti per i
mezzi pubblici ...??
Perchè i premi li sventolano solo le compagnie telefoniche, le concessionarie auto ??
....che palle...siamo un paese che viaggia a mo' di
moviola...non si muove nulla..o se lo fa' a velocità da lumaca.

Gianni Brozzi 11.12.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Bicicletta, macchina, o altro mezzo che sia, tutto sta nell'uso che si fa delle cose. Non deve diventare abuso. Io ho scelto alcuni anni fa che sarei andata a piedi o in bicicletta ogni volta che era possibile. Questo per la salute pubblica. Ora, vedo che nella mia città l'amministrazione non incentiva questa scelta, ad esempio con campagne che spingano i cittadini a rivedere le loro abitudini e con interventi concreti che supportino questo cambiamento. Ripeto, riguarda la salute pubblica. Ora chiedo a Grillo se possiamo fare qualcosa di concreto, come firmare una petizione on line, che induca i legislatori ad emanare una legge che obblighi le amministrazioni ad attuare dei piani di incentivazione per non usare la macchina?
Cristina Salviato - Vercelli

Cristina Salviato 11.12.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Scusa se non vanno i petrolieri in Iraq,
la guerra per quale motivo è stata fatta?
Non certo per la dittatura di Saddam Hussein.
Saluti Michele

Michele Terrin 11.12.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

IO ABITO A MILANO, DOVE LE BICI LE RUBANO O LE ROMPONO. MI SPOSTO A PIEDI E VEDO SEMPRE COLONNE DI AUTO CON UNA SOLA PERSONA A BORDO, E SENTO CHE LA GENTE NN RINUNCIA ALL' AUTO NEMMENO QUANDO PUO'. CIOE' SPESSO! LA MORATTI E I SUOI ACCOLITI NN POSSONO OBBLIGARCI AD USARE LA MACCHINA, QUINDI, SE C'E' UN RESPONSABILE PER LA SITUAZIONE CORRENTE, E' SEMPRE E SOLO IL CITTADINO. SAPPIATE CHE COI VOSTRI SCARICHI POTRESTE PROVOCARE MALATTIE ANCHE AI VOSTRI CARI. SALUTI PEDONI

Francesco Manfredi 11.12.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi amici, io quasi tutte le mattine
vado a lavoro in bici e faccio parecchi chilometri. Forse esagero ma mi sono rotto i coglioni di perdere del tempo nel traffico.
Perchè regalare i soldi alle palestre?
Perchè continuare a buttare denaro sulle automobili. Le case automobilistiche sono in crisi
perchè vendono poco e questo non è un caso.
La Nostre città possono essere più pulite e vivibili, ma questo dipende solo da noi.

Mario Barbato 11.12.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
Pur essendo parzialmente d'accordo con te, cosa mi dici dei ciclisti della domenica che invado tutte le strade fuori Milano, si mettono in tre/quattro uno al fianco dell'altro e le auto per superarli devono finire sulla corsia opposta ??? Se poi per caso ti permetti di usare il clacson ti mandano pure a quel paese.
Sono perfettamente d'accordo che gli automobilisti devono essere educati, ma anche i ciclisti, non credi ??? In tutte le altre nazioni il caschetto è obbligatorio anche per i ciclisti e da noi ????
Non puntiamo il dito solo su gli autisti indisciplinati ma anche sui ciclisti.
Ci sarebbe anche qualche cosa da dire sui pedoni, le/i vecchiette/i che non usufruiscono dei marciapiedi, quelli poi (vecchi e non) che attraversano quando e dove vogliono etc etc.
Ricordati che ognuno è libero di fare quello che vuole, fino a che non và a ledere la libertà altrui.
Ciao/
Sergio

Sergio Franchi 11.12.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Crozza fa tanto il figo contro i Suv e dice che alla manifestazione del berlusca sono andati in BMW (io sono di sinistra e non di ForzaItalia). Lui, Crozza, ha una bel Suv BMW X5.... così tanto per fare satira...sui pedoni

F.P. 11.12.06 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Da ciclista sono molto contento per questo post. E' sicuramente utile che la sensibilizzazione sia continua e, in questo senso, mi pare che sia stato colpito il bersaglio.
Devo però fare una nota a tutti i ciclisti come me, ACCENDETE LE LUCI!!!
E' fondamentale se non si vuole essere stirati dagli altri veicoli che percorrono la strada.
Il codice della strada le prevede ma ormai è raro trovare in vendita bici che le abbiano, è paradossale ma 40 anni fà se ti trovavano per strada con le luci spente ti facecano la multa.
Ora io dico, dopo 40 anni, il traffico sarà aumentato o no?

Galassi Giuseppe 11.12.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

...conseguenze della bassezza morale che ci circonda in ogni campo, non ci sono più diritti per nessuno... chi dice qualcosa "fa polemica".

sara caceci 11.12.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo molti anni fa sono andata a visitare Lugano in Svizzera e appena mettevo il piede giù dal marciapiede le automobili si fermavano immediatamente. Mi hanno poi spiegato che in Svizzera i pedoni hanno l'assoluta precedenza, "sempre e dovunque". Pensai allora "che bello!". Non sò se è ancora così o come è ora la legge in Svizzera dico solo che anche in Italia dovrebbero provare a fare ordinanze per dare la precedenza assoluta ai pendoni, almeno le città con certe giunte illuminate !

Paola Di Bonito 11.12.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Io ho scritto al mio comune riguardo la creazine di piste ciclabili questa la risposta:
" Egregio Signore,

le trasmettiamo il riscontro del Servizio Lavori Pubblici - Arredo Urbano
Trasporti.

"Agli atti d'ufficio vi è uno studio di fattibilità per la "rete di piste
ciclopedonali" sull'intero territorio comunale; lo stesso studio viene
usato come base nell'ambito della realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria dei comparti di interventi (nuove edificazioni
previste nel Piano Regolatore Generale) mentre per quanto attiene la viabilità esistente allo stato attuale non sono state stanziate risorse
economiche specifiche.
"


e poi un non si dovrebbe inc....re

luca l 11.12.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Questo post fotografa perfettamente una prassi in uso non solo a Milano, ma in tutte le maggiori città italiane.
Si superano centinaia di volte i limiti delle PM10, le città sembrano maree di lamiera, parcheggi dappertutto, pubblicità di nuove auto per ogni dove.
Per andare al potere devi avere i soldi, e per avere i soldi devi avere a che fare col petrolio: e' un circolo perverso.

Dario Fo ci ha provato, ma evidentemente i milanesi hanno altro a cui pensare, magari cercare parcheggio.

Patrick De Angelis 11.12.06 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE
CARI AMICI del club di grillo
cari amici tutti,

E' MOLTO IMPORTANTE,CHE COMINCIAMO A FONDARE UN VERO MOVIMENTO.
PER LA GENTE CON LA GENTE.
NON POSSIAMO CONTINUARE SOLO A LAMENTARCI,
BISOGNA AGIRE.

TUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA', TROVIAMOCI A GENOVA IL .28.DICEMBRE,PER CREARE E FONDARE UN VERO E GRANDE COMITATO DI CITTADINI.
APERTO A TUTTI DONNE -UOMINI-GIOVANI-ANZIANI-

RIPETO E' IMPORTANTE E' APERTO ATUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA' SENZA SE E SENZA MA...

28.DICEMBRE GENOVA TROVIAMOCI A FONDARE IL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA....CE LA FAREMMO E DIMOSTREREMMO DI SAPER BENE CAMMINARE CON LE NOSTRE GAMBE.....

DIFFONDETE LA NOTIZIA...IO CI SONO....

GAETANO FERRIERI 335 460249
ferrieri@federced.info


LA SITUAZIONE E' ALLARMANTE,BISOGNA INTERVENIRE PER SANARE,SE NON SONO CAPACI DI FAR PAGARE AI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO (IL SISTEMA E LE LEGGI LO CONSENTONO),SE NE VADANO A CASA,E DIANO IN MANO A NOI CITTADINI IL SISTEMA.....
SAPREMMO CERTAMENTE MEGLIO DI LORO GESTIRE LA COSA PUBBLICA,COME BUONI PADRI DI FAMIGLIA.

E' ORA CHE CI ORGANIZZIAMO E FONDIAMO UN COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,IO HO ESPERIENZA (PER 10 ANNI HO DENUNCIATO LE RUBERIE,FACENDO ATTIVARE INCHIESTE,MA A PAGARE CON L'ISOLAMENTO SONO STATO SOLO IO)E,PER NON TROVARMI SEMPRE DA SOLO CHIEDO A TUTTI I CITTADINI DI BUONA VOLONTA' DI FARSI AVANTI.
NON POSSIAMO CONTINUARE A ESSERE TRATTATI DA PAGATORI,DOBBIAMO COMINCIARE ANCHE A FAR PAGARE CHI HA CREATO QUESTE FALLE (CHI HA RUBATO).
COSTITUIAMO UN GRANDE COMITATO DI CITTADINI.

ATTENZIONE,BISOGNA COSTITUIRE UN COMITATO DI CITTADINI (SENZA VOGLIE RIVOLUZIONARIE VIOLENTE)MA,VENGA FATTA UN'ASSEMBLEA COSTITUENTE PER DARE AVVIO AD UNA CLASSE DIRIGENTE CHE RISTABILISCA ASSIEME AGLI ADERENTI LA VERA DEMOCRAZIA.
NECESSITA DI PERSONE CHE DIANO DISPONIBILITA' SENZA SE E SENZA MA.
FORZA!CONTIAMOCI!! IL 28 DICEMBRE A GENOVA
MANDATE ADESIONI.
TROVIAMOCI

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info

335 460249


Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 11.12.06 08:54| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249


A Mantova quando c'è sciopero dei mezzi pubblici non se ne accorge nessuno ma non perché i conducenti siano dei crumiri, il fatto è che i mezzi pubblici non esistono proprio.
Non è proprio vero esistono: tre linee che circumnavigano una citta che si attraversa a piedi in mezzora e nessuna linea che colleghi l'hinterland con l'hinterland.
Abito a cinque chilometri dalla zona industriale dove lavoro dovrei prendere due autobus e stare in viaggio dalle sette del mattino per arrivare in ritardo spendendo quasi quattro euro. Alle 20 passa l'ultima corsa: se volessi andare al cinema in autobus non avrei la corsa di ritorno ... non parliamo dei treni che "servono" la povera Mantova.
Se vogliamo che la gente adoperi i mezzi pubblici occorre che effettivamente siano pubblici!!
Come dici tu la bicicletta è un suicidio, allora faccio parte di quegli assassini di automobilisti (solo potenzialmente perché grazie a Dio non ho ancora tacche segnate sulla portella).
Giorgio

Giorgio Persi 11.12.06 08:46| 
 |
Rispondi al commento

CARO CITTADINO EUROPEO, SAPEVI CHE...?

- Il debito pubblico è fasullo e le tasse che paghi a causa di esso sono illegali e incostituzionali.

- Banca d’Italia S. p. A, autorizzata a creare in modo autonomo denaro dal nulla senza garanzie auree o di altro tipo, è dal 1948 di proprietà privata.

- I suoi azionisti (detti ‘partecipanti’) sono le altre banche e assicurazioni private. Il debito pubblico dello Stato, quindi dei cittadini, nasce nei loro confronti.

- La Banca d’Italia (analogamente alla Banca Centrale Europea) usa un artificio contabile più o meno espressamente legalizzato per camuffare i propri utili, non pagare le tasse su essi dovuti e per non darli allo Stato, come dovrebbe per statuto.

- La Banca d’Italia dovrebbe, per statuto, vigilare sulla correttezza delle altre banche; ma essa stessa è di proprietà di banche private, le quali nominano il suo governatore e i suoi direttori; quindi questi dovrebbero sorvegliare chi li nomina – cosa del tutto improbabile.

- Le tasse vanno in gran parte a pagare il debito pubblico e gli interessi su di esso, quindi finiscono in tasca ai proprietari privati della Banca d’Italia e della Banca Centrale Europea, e non per spese di interesse collettivo.

- Per arricchirli, il debito pubblico viene continuamente fatto crescere – e ciò non solo in Italia e non solo di recente.

- Tale sistema, di cui i mass media si guardano bene dal parlare (come pure i sindacalisti, i parlamentari, i ministri, i presidenti) ha prodotto nel tempo, e ancor oggi sempre più produce, un enorme e sistematico trasferimento di beni e di ricchezze dalle tasche dei cittadini a quelle dei banchieri, ma anche un trasferimento del potere politico dalle istituzioni democratiche alle mani dei banchieri sovranazionali.

...Se non ci credi, continua su:
http://www.macrolibrarsi.it/speciali/moneta.php

...Cerca "Euroschiavi" in internet.

...Clicca sul mio nome.

Saluti.

Giacinto Auriti 11.12.06 06:30| 
 |
Rispondi al commento

a Napoli le biciclette non esistono...

Andrea Smilzo 11.12.06 02:34| 
 |
Rispondi al commento

a Napoli le biciclette non esistono...

Andrea Smilzo 11.12.06 02:31| 
 |
Rispondi al commento

ho appena installato l'ADSL TELE2 che dicono anche essere stata potenziata ultimamente ad una velocità di circa 2Mbps. Dopo una verifica della velocità di connessione con lo speedometer http://www.unitn.it/atinet/servizi/speedometer, ho visto che la mia connessione varia da 1.5kbps ad un max di 28 kbps, meno di un modem a 56K. Questa è l'adsl TELE2!! che mi devo pagare per minimo un anno con tanto di noleggio del modem alla modica cifra di 3eu/mese. W l'Italia!

adsl pacco 10.12.06 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In bici ho troppa paura; gli automobilisti investono e uccidono tanti ciclisti. In autobus è impossibile, gli automobilisti bloccano gli autobus nel traffico. A piedi è ancora più pericoloso che in bici. In taxi è troppo costoso. La metro non c'è. In moto gli automobilisti ti ammazzano come in bici.
In macchina ci vuole un'eternità per colpa degli altri automobilisti che fanno il traffico.

Ma vaff... vado in bici lo stesso alla faccia vostra.

g.fucci 10.12.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

LAVORI IN CORSO PER PROCEDERE ALLA DISDETTA DEL CANONE RAI ENTRO IL 31-12 E CESSARE IL PAGAMENTO DEL 2007.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.
CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA - 31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE:::::::::::::::::::::::::::
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
-
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Ripristina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php

Antonio De Franco 10.12.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra una polemica inutile e sterile, tanto per sparlare di Eni e Fiat...guarda caso.

Marco Marino 10.12.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non riesco ad iscrivermi al blog dopo aver messo la mia mail compare un messaggio di errore, bè ci terrei ad iscrivermi ciao a tutti

Antonio Iannone 10.12.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a Tutti.

Vado spesso in bici, (se non piove).

Immagino che a Milano, come in ogni altra città "ciclabile" italiana, ciò che manca sia la presenza di una figura capace di far rispettare le regole.

Queste regole sono scritte sulla strada con righe bianche, cartelli ecc. ma senza controlli diventiamo sempre più analfabeti in questo campo.

Sarebbe bello sapere, oltre alla contravvenzione per divieto di sosta, quanti altri tipi di multe fanno i vigili.

Ho l'impressione che non siano in grado di andare oltre il divieto di sosta e l'eccesso di velocità.

Compito principale dei tutori dell'ordine, sulla strada, è quello di educare alla sicurezza. Continuamente.

Fare cassa tendendo veri e propri agguati, è diseducativo per i cittadini e non contribuisce minimamente a sviluppare il concetto della sicurezza.

Qualche amministratore osserverà che la presenza dei vigili costa, la risposta è ABBIAMO GIA' DATO.

PREVENZIONE ZERO - SIGNIFICA TOLLERANZA CENTO PER CENTO PER CUI VIGE LA REGOLA DEL PIU FORTE.

Purtroppo, visto l'andazzo, non rimane che stare attenti ed augurarsi reciprocamente Buona Fortuna!

P.S. Giusta la campagna contro gl'inceneritori di rifiuti, causeranno lutti fra qualche anno. Vogliamo partire con una campagna sulla sicurezza nelle strade? - Causa lutti ora!!!-

Giovanni Rossi 10.12.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe!
Sono sempre più fiero di essere CICLISTA!
Ora per bilanciare un po il pareggio esco ad investire un paio di macchine...

Marco Bombardieri 10.12.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe sei un mito che dire...in fondo però è causa anche nostra...non possiamo dare causa sempre alle istituzioni...chi guida la macchina siamo noi o no? Una vecchia canzone di Tozzi s'intita "gli altri siamo noi"...chi prende i suv per accompagnare i figli a scuola chi sono?Noi. E' una cultura che difficile cambiare...magari tra 100 anni...

Andrea Pau 10.12.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Io grazie alla mia bici in due anni ho creato uno Stradario Fotografico della mia Città!
www.fotolivorno.net

Francesco Difonzo (fotolivorno.net) Commentatore certificato 10.12.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LAVORI IN CORSO.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.
CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA - 31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE:::::::::::::::::::::::::::
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
-
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Ripristina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php


CARO BEPPE
CARI AMICI del club di grillo
cari amici tutti,

E' MOLTO IMPORTANTE,CHE COMINCIAMO A FONDARE UN VERO MOVIMENTO.
PER LA GENTE CON LA GENTE.
NON POSSIAMO CONTINUARE SOLO A LAMENTARCI,
BISOGNA AGIRE.

TUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA', TROVIAMOCI A GENOVA IL .28.DICEMBRE,PER CREARE E FONDARE UN VERO E GRANDE COMITATO DI CITTADINI.
APERTO A TUTTI DONNE -UOMINI-GIOVANI-ANZIANI-

RIPETO E' IMPORTANTE E' APERTO ATUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA' SENZA SE E SENZA MA...

28.DICEMBRE GENOVA TROVIAMOCI A FONDARE IL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA....CE LA FAREMMO E DIMOSTREREMMO DI SAPER BENE CAMMINARE CON LE NOSTRE GAMBE.....

DIFFONDETE LA NOTIZIA...IO CI SONO....

GAETANO FERRIERI 335 460249
ferrieri@federced.info


LA SITUAZIONE E' ALLARMANTE,BISOGNA INTERVENIRE PER SANARE,SE NON SONO CAPACI DI FAR PAGARE AI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO (IL SISTEMA E LE LEGGI LO CONSENTONO),SE NE VADANO A CASA,E DIANO IN MANO A NOI CITTADINI IL SISTEMA.....
SAPREMMO CERTAMENTE MEGLIO DI LORO GESTIRE LA COSA PUBBLICA,COME BUONI PADRI DI FAMIGLIA.

E' ORA CHE CI ORGANIZZIAMO E FONDIAMO UN COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,IO HO ESPERIENZA (PER 10 ANNI HO DENUNCIATO LE RUBERIE,FACENDO ATTIVARE INCHIESTE,MA A PAGARE CON L'ISOLAMENTO SONO STATO SOLO IO)E,PER NON TROVARMI SEMPRE DA SOLO CHIEDO A TUTTI I CITTADINI DI BUONA VOLONTA' DI FARSI AVANTI.
NON POSSIAMO CONTINUARE A ESSERE TRATTATI DA PAGATORI,DOBBIAMO COMINCIARE ANCHE A FAR PAGARE CHI HA CREATO QUESTE FALLE (CHI HA RUBATO).
COSTITUIAMO UN GRANDE COMITATO DI CITTADINI.

ATTENZIONE,BISOGNA COSTITUIRE UN COMITATO DI CITTADINI (SENZA VOGLIE RIVOLUZIONARIE VIOLENTE)MA,VENGA FATTA UN'ASSEMBLEA COSTITUENTE PER DARE AVVIO AD UNA CLASSE DIRIGENTE CHE RISTABILISCA ASSIEME AGLI ADERENTI LA VERA DEMOCRAZIA.
NECESSITA DI PERSONE CHE DIANO DISPONIBILITA' SENZA SE E SENZA MA.
FORZA!CONTIAMOCI!! IL 28 DICEMBRE A GENOVA
MANDATE ADESIONI.
TROVIAMOCI

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info

335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 10.12.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,
CARI AMICI

PER IL NOSTRO FUTURO

1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.

2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .

3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.

4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).

5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.

6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 37 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)

7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).

8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)

9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.


QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO DI SALUTE PUBBLICA.
CI TROVIAMO IL 28 DICEMBRE A GENOVA TUTTE LE PERSONE DI
BUONA VOLONTA.
PER IL NOSTRO FUTURO.

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info
335 460249


OT
#################################################

Mi spiace per i tre tecnici italiani della compagnia petrolifera "Shell" che sono stati rapiti in Nigeria dal cosiddetto movimento del "Mend", ma non sono molto d'accordo con quello che ci è stato detto (o non detto) dai vari tg nazionali.

Sapete perchè, o meglio, per cosa "combattono" questi guerriglieri?

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER SAPERNE DI PIU'.

Fabrizio Di Luca 10.12.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Beppe che ne dici dell'asfalto "mangiasmog" che in Italia è stato inventato dakka Global Engineering, diffuso in molte capitali mondiali, ma che ancora in molti comuni italiani non è adottato dagli amministratori locali. Non vorranno mica mantenere le nostre città inquinate, per raccimolare i soldi con le giornate ecologiche? Cosa ne dici di questo materiale anti-inquinamento?
Ciao
Paolo Montesi

Paolo Montesi 10.12.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Perché si rende difficile postare a chi da persona ridotta disabile sul posto di lavoro, si oppone agli ostacoli che impediscono la salvaguardia dei diritti dell'uomo?

Perché ciò si verifica pur sapendo dagli istituti umani che la vita e la dignità del cittadino sono legati ad un metodo?

Perché viene annientato il coefficiente angolare della volontà di una donna a difendersi dalle torture psico-fisiche, vittima del crimine occulto da oltre dieci anni?

Perché nella nostra società, viene favorito il logaritmo degli avvenimenti delittuosi unitamente alla conseguente produzione criminale dei delinquenti, facendo finta di essere dalla parte degli onesti?

Qual'è il doppio gioco e il fine di questo blog?

Ancora Io 10.12.06 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Questa notte mi sento in vena di scrivere, se fossi un letterato potrei scivere un libro di 1000 pagine, ne ho tante da racontare, ma vista la capacita di espresione .....foirse un giiorno arrivera', intanto prendo appunti.Buona notte.

gianluigi cola 10.12.06 04:37| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, ti ammiro molto per tua comicita' artistica ed anche per quella blogistica, non sempre per carita',i tuoi scritti sono pieni di verita', indecente ma vere. Vorrei parlarti dei nostri poveri vecchi, visto che fino ad ora non ho, correggimi se sbaglio , sentito parlare. Per mia fortuna, non so come dirlo, penso meglio cosi' deciso, vivo da emigrante in quel di Lugano, CH, posto dove probabilmente vengono quelli amanti del Cav, a depositare i loro Guadagni(sic). Ma a parte questo piccolo intermezzo vorrei farti partecipe di un sentimento ingrato che ho nei confronti degli usurpatori in genere. Preciso: mia madre 80enne soffre da 40 anni di problemi di cuore, dopo la morte di mio padre di cancro, regolarmente visitato e pagato, in quasi totalmente in nero. anche lei ha dovuto subire interventi, si pagati dalla mutua, (sic) ma debve constantemente sottoporsi a controlli medici-cardiomedici, che le vengono richiesti con pagamenti in nero. Ora: mia madre ovviamente non vuole precisarmi il nome del medico curante che incassa parcelle in nero nell'ordine di 100 euro a visita, Questo è un fatto, in piu altri prestatori di medicina tra i quali fisioterapista per gravi problemi di scoliosi, ma questo non è un gran che. Qui viene il bello, siccome abita in un piccolo paese dove i trasporti sono quello che sono, si deve pagare il taxi per farsi trasportare in ospedale dove paga in nero, poi vede marocchini, slavi,rumeni, che so quant'altro salire gratis sui bus che lei ovviamente come pensionata deve pagare, scusa Beppe che cosa dobbiamo fare, Ti ricordi Bud Spencer e Terens Hill. in altrimewnti ci arrabbiamo? Adesso mettiamoci una pezza, P C.

cola gianluigi 10.12.06 03:53| 
 |
Rispondi al commento

Devo dire che dalle mie parti (zona Padova)la maggior parte di quelli che usano la bici di sera, non usano nessun tipo di segnalatore luminoso, anche se la bici non è una mountain bike.
Mentre qualche negretto, per contro, usa addirittura il giubbino catarinfrangente.
Molti non rispettano le + semplici norme di precedenza o di attenzione, nonostante ci siano strade talmente strette e impervie da raccomandare vivamente attenzione a tutto!!!
Auspico che venga promossa al + presto una campagna globale per l'uso dei fari nelle biciclette come per le moto e le macchine!
Sono veramente preoccupato di poter travolgere un "ignaro ciclista", e non c'è niente di divertente in questo!

Vi dico le ultime due situazioni che mi sono capitate: un ragazzo in bici me lo sono trovato di fronte, a un metro dal cofano, mentre tentava di attraversare una curva contromano!graziato dalla mia bassa velocità...
Un'altro mi ha attraversato la strada, certo sulle righe, ma a testa bassa senza controllare se lo avevo visto e capito cosa volesse fare.Perchè all'imbrunire e incrociando altri veicoli non sempre si notano prontamente i ciclisti, anche mettendoci della buona volontà!


Un po + di sentimento sia nei ciclisti che negli automobilisti non sarebbe male...

SUSIN GIUSEPPE 09.12.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Nuovo tentativo di Lancio dello Shuttle Discovery, alle 2.47 di stanotte, 7 astronauti, 5 uomini e due donne verranno lanciati verso la Stazione Spaziale Internazionale.
Obbiettivo principale di questa missione rendere operativi i pannelli fotovoltaici istallati, installati dai loro colleghi nelle precedenti missioni, l'ultima è stata a settembre.
Se tutto andrà per il meglio la ISS International Space Station al termine di questa missione potrà contare su una quantita di Energia raddoppiata.
E si anche la ISS funziona a pannelli fotovoltaici solo qua sulla terra sembra sia difficile usarli.
La diretta dalla Base di Lancio Kennedy è già iniziata.
Clicca sul mio nome se vuoi vedere in diretta gli astronauti, forum "Notizie in Rilievo" clicca sull'icona NASA TELEVISION e poi play.

PS: requisiti Windows Media Player


PER QUEL DISADATTATO CHE SI FIRMA

"PRINZ"

CARO PRINZ, MAI NOME FU TANTO ADATTO!! LA PRINZ ERA LA MACCHINA CHE MEGLIO SI ADATTAVA AI DISABILI , COME TE , CHE LO SEI DI MENTE!!
ATTACCA IL CERVELLINO CHE TI E' RIMASTO, FORSE RIUSCIAMO A FARNE UN BOCCONCINO CON UN PO' DI CIPOLLA.

G. NUVOLA 09.12.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
a proposito delle due cognate Moratti, ho mandato una mail ad entrambe per chiedere cosa si sta facendo a Milano per la conversione delle caldaie da gasolio a metano e per agevolare la conversione dal riscaldamento centralizzato a quello autonomo, per ridurre l'inquinamento e evitare sprechi.
La Segreteria del Sindaco mi ha risposto di rivolgermi all'Assessore competente e di farlo via fax perche' il giorno in cui mi ha risposto, il 14.11.2006, il sistema di posta elettronica del Comune non funzionava.
La cognata Verde invece non ha risposto.
I riscaldamenti vanno felicemente a gasolio, le caldaie centralizzate funzionano anche quando non c'e' nessuno nello stabile.
Sarebbe bello vedere le mogli dei petrolieri divise dalla politica ma unite dal business fare qualcosa insieme per ridurre l'inquinamento generato dalle caldaie condominiali.
Ciao,
Francesco

FRANCESCO BENVENUTO 09.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

in molti paesini toscani, poichè di grande valore storico-artistico, è vietata la circolazione di qualsiasi oggeto a motore a scoppio.
Anche la mia città e tutte le città d' ITALIA hanno valore storico-artistico e pertanto bisogna permettere la circolazione di automezzi elettrici o pedalare evitando dannose diete!!
Ma proprio non riesco ad immaginare i tanti cummenda e superevasori in SUV costretti a pagare il biglietto di Tram e Metropolitane :
saranno costretti a cambiare stato giuridico da evasori a Portoghesi, ma senza l'appoggio del Nano che purtroppo oggi non può legiferare in merito a condoni dei portoghesi... andranno a piedi !!!!!!!!!!

giulivo gaio 09.12.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

SONO FUORI ARGOMENTO, PERò DA TEMPO CERCO DI METTERMI IN CONTATTO CON BEPPE GRILLO, MA INUTILMENTE.
QUALCUNO SA DIRMI COME FARE?
QUALCUNO POTREBBE DARGLI LA MIA E-MAIL PERCHè POSSA CONTATTARMI?
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE DELLA COLLABORAZIONE.
SALUTONI.
PAOLO MESSINA DA ALCAMO

Paolo Messina 09.12.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

LAVORI IN CORSO.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.

31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE:::::::::::::::::::::::::::

CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
---
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Rirpistina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI.
---
Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php


Se volete sapere di non dare ascolto ad un politico DELINQUENTE, potete consultare il sito web:
http://www.societacivile.it/ ,
precisamente:
NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Ci sono tutti i partiti escluso: IDV, VERDI e PDCI

QUOTE MARRON

Dove sono

Camera 49
Senato 26
Parlamento europeo 7

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiamento, concussione, frode fiscale 4
Diffamazione, abuso edilizio, lesioni personali 3
Banda a..

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 09.12.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Straordinario Beppe... le cose che dici , come le dici, riescono a migliorare l'umore del peggior depresso. Quello che tu ci racconti lascia poco spazio a commenti se non per constatare le tue verità.
Il mio mezzo di trasporto abituale è la bici, estate ed inverno. Con 100 gr di pasta riesco a pedalare per 20 km.. senza inquinare, solo una piccola quota anidride carbonica dalla mia espirazione, ma con tante piante verdi intorno non sarà un problema riciclarla in ossigeno.
Un abbraccio

Carlo Mulatero 09.12.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

I CITTADINI DEVONO RIBBELLARSI

LE CITTA' FANNO SCHIFO: IL TRAFFICO, LO SMOG, I MEZZI PUBLICI INDECENTI SONO IL RISULTATO DI UN INTERESSE FORTISSIMO QUALE IL PETROLIO E IL MERCATO DELLE MACCHINE...

DOBBIAMO RIBBELLARCI

GLI URBANISTI INTENTI SOPRATTUTTO A COMPIACERE GLI IMMOBILIARISTI HANNO FATTO SOLO PORCATE E CHI DOVEVA IMPEDIRGLIELO SE NE E' ALTAMENTE FO**U*O, PERCHE'?

PERCHE' CHI CI TUTELA HA UN TENORE DI VITA NON SEMPLICEMENTE MIGLIORE DEL NOSTRO MA RADICALMENTE DIVERSO, LORO NON SANNO COSA SIA IL TRAFFICO, NELLE LORO AUTO BLU CON VETRI OSCURATI E LAMPEGGIANTE PERENNEMENTE ACCESO, LORO NON SANNO COSA SIA LO SMOG, NELLE LORO VILLE FRUTTO DI SOLDI CHE NON SI MERITANO, E I SERVIZZI PUBBLICI PENSANO CHE SIANO DEI SANITARI GENEROSAMENTI OFFERTI DALLO STATO....

COSA CA**O IE NE FREGA A LORO DELLE PISTE CICLABILI?

RIBBELLIAMOCI

MARCO TRATTORI 09.12.06 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Vivo a Firenze, citta' che sarebbe ideale per la maggior parte degli spostamenti giornalieri. Purtroppo, a viaggiare in bici, in questa citta' sciattona, si rischia la pelle. Abbiamo amministratori che si fanno vedere in bicicletta solo quando vanno a fare i comizi elettorali nelle sedi degli ecologisti. Per tutti i giorni, le loro auto blu sostano davanti a Palazzo Vecchio o nei sotterranei delle loro sedi monumentali, in pieno centro. Quando poi cercano di fare (obtorto collo, per calmare una folla di ciclisti inferociti che chiedono un minimo di attenzione, o per spendere dei soldi che non possono usare altrimenti), combinano cose da Guiness dei primati (in fatto di professionalita' al contrario): percorsi ciclabili resi inaccessibili ai ciclisti con appositi segnali di divieto, tratti di piste ciclabili faraoniche che terminano improvvisamente immettendosi in flussi di traffico ad alto rischio. E tante altre analoghe amenita'. Per quanti volessero saperne di piu' sono a disposizione, gratuitamente, anche per gli amministratori pubblici. Come mi trovate? Cercatemi in qualsiasi momento fra gli amici di
Beppe Grillo.

Gennaro Guida, Firenze

gennaro guida 09.12.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Si' alle biciclette, decisamente..Che il Comune di Milano la smetta di parlare e agisca costruendo massicciamente piste ciclabili.. molti le userebbero se solo ci fossero.

Paolo Paolucci 09.12.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Ecco una cosa interessante, di cui si parla poco. Vi sollecito a diffonderla.
La produzione di energia pulita a costi bassissimi (45 volte meno di qualsiasi centrale nucleare o a combustibili fossili)
Pubblico l'estratto dal Sole 24Ore relativo al Kite Wind Generator, in evoluzione a Chieri (TO).
"Intorno all'iniziativa si è riunito un pool di soggetti pubblici e privati (dal Politecnico di Torino [a Modelway del Professore Mario Milanese, n.d.r.] al Cesi - Centro Studi Industriali fino ad Aem Torino, ora confluita in Iride); in estate si è testato un primo esemplare in miniatura e sul progetto sono piovuti investimenti pubblici (in parte regionali e in parte ministeriali) per oltre 15 milioni. “Ho già ricevuto duemila e-mail da persone pronte a investire sul Kite Wind Generator”, spiega Ippolito, che di Sequoia è amministratore delegato. E ricorda che il contenuto energetico dell'atmosfera equivale a 7 milioni di centrali nucleari, quanto basta per mandare in pensione in un colpo solo tutti gli impianti che oggi bruciano combustibili fossili."
Come per la prima lampadina di Edison, il Kite Gen ha prodotto questa estate i primi kilowatt
Ricordo il sito
http://www.kitewindgenerator.com/
Pietro Rossi

pietro rossi Commentatore certificato 09.12.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

bisognia dare un premio ai Moratti per questo gemellaggio perchè loro sono il carburante che fa camminare il motore dell'italia.
veramente bravi,complimenti.
Organizziamo una critical mass gigantesca così vvediamo chi la spunterà,le bici o le auto

giuseppe lombardi 09.12.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo non va avanti solo in bicicletta... non tutti possono permettersi il lusso di andare a lavorare a piedi, o con pochi km di salutare pedalata. Chi e' invischiato per ore al giorno nel vorticoso traffico delle nostre carenti citta' e nei numerosi ingorghi delle nostre inadeguate autostrade non credo lo faccia per divertimento. Probabilmente invece non ha alternative praticabili.
Io credo che meritino tutti rispetto, invece di fomentare questa demenziale pseudo-lotta intestina tra pedoni/automobilisti/ciclisti/camionisti... come se all'occorrenza non fossimo tutti poedoni o automobilisti.
Secondo me servirebbero solo infrastrutture nuove ed adeguate, investimenti che rispondano alle esigenze di tutti, invece di queste chiacchere isteriche.
Grazie.

Enrico Melani 09.12.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io prendo la bici ogni giorno per andare a lezione...oltre a compromettere la mia salute(ormai almeno a torino l'uso della mascherina è caldamente consigliabile),rischio praticamente ogni giorno di essere investito da qualcuno, tutto questo nonostante abbia la fortuna di poter percorrere in parte una delle poche piste ciclabili della mia città(tra l'altro usata da chiunque tranne che dai ciclisti)e nonostante il percorso da compiere sia relativamente breve(15 minuti)...
nn voglio stare qui a elencare tutti i benefici per la salute che l'uso della bici porterebbe se quello dell'automobile diminuisse, proverò invece a toccare un punto che forse sta più a cuore alla maggioranza della gente: SULLA DISTANZA BREVE LA BICI E' MOLTO PIU' VELOCE CHE L'AUTOMOBILE!!!!!!,soprattutto ovviamente per i percorsi fortemente trafficati,come quello verso il centro cittadino, e nelle ora di punta...
www.massacriticatorino.it visitate e partecipate
andrea_86

andrea revello 09.12.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE
CARI AMICI del club di grillo
cari amici tutti,

E' MOLTO IMPORTANTE,CHE COMINCIAMO A FONDARE UN VERO MOVIMENTO.
PER LA GENTE CON LA GENTE.
NON POSSIAMO CONTINUARE SOLO A LAMENTARCI,
BISOGNA AGIRE.

TUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA', TROVIAMOCI A GENOVA IL .28.DICEMBRE,PER CREARE E FONDARE UN VERO E GRANDE COMITATO DI CITTADINI.
APERTO A TUTTI DONNE -UOMINI-GIOVANI-ANZIANI-

RIPETO E' IMPORTANTE E' APERTO ATUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTA' SENZA SE E SENZA MA...

28.DICEMBRE GENOVA TROVIAMOCI A FONDARE IL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA....CE LA FAREMMO E DIMOSTREREMMO DI SAPER BENE CAMMINARE CON LE NOSTRE GAMBE.....

DIFFONDETE LA NOTIZIA...IO CI SONO....

GAETANO FERRIERI 335 460249
ferrieri@federced.info


LA SITUAZIONE E' ALLARMANTE,BISOGNA INTERVENIRE PER SANARE,SE NON SONO CAPACI DI FAR PAGARE AI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO (IL SISTEMA E LE LEGGI LO CONSENTONO),SE NE VADANO A CASA,E DIANO IN MANO A NOI CITTADINI IL SISTEMA.....
SAPREMMO CERTAMENTE MEGLIO DI LORO GESTIRE LA COSA PUBBLICA,COME BUONI PADRI DI FAMIGLIA.

E' ORA CHE CI ORGANIZZIAMO E FONDIAMO UN COMITATO DI SALUTE PUBBLICA,IO HO ESPERIENZA (PER 10 ANNI HO DENUNCIATO LE RUBERIE,FACENDO ATTIVARE INCHIESTE,MA A PAGARE CON L'ISOLAMENTO SONO STATO SOLO IO)E,PER NON TROVARMI SEMPRE DA SOLO CHIEDO A TUTTI I CITTADINI DI BUONA VOLONTA' DI FARSI AVANTI.
NON POSSIAMO CONTINUARE A ESSERE TRATTATI DA PAGATORI,DOBBIAMO COMINCIARE ANCHE A FAR PAGARE CHI HA CREATO QUESTE FALLE (CHI HA RUBATO).
COSTITUIAMO UN GRANDE COMITATO DI CITTADINI.

ATTENZIONE,BISOGNA COSTITUIRE UN COMITATO DI CITTADINI (SENZA VOGLIE RIVOLUZIONARIE VIOLENTE)MA,VENGA FATTA UN'ASSEMBLEA COSTITUENTE PER DARE AVVIO AD UNA CLASSE DIRIGENTE CHE RISTABILISCA ASSIEME AGLI ADERENTI LA VERA DEMOCRAZIA.
NECESSITA DI PERSONE CHE DIANO DISPONIBILITA' SENZA SE E SENZA MA.
FORZA!CONTIAMOCI!! IL 28 DICEMBRE A GENOVA
MANDATE ADESIONI.
TROVIAMOCI

GAETANO FERRIERI
ferrieri@federced.info

335 460249

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 09.12.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Siamo una massa di cretini e maleducati,quando siamo in bicilcletta o a piedi passiamo col semaforo rosso e ci incazziamo con gli automobilisti,fino a quando non saliamo in macchina ed allora stiriamo tutti i pedoni che ci capitano a tiro ed inveiamo contro ciclisti e motociclisti.....viva l'Italietta dei poveri cretini,intanto i Moratti continuano a prendere soldoni,noi continuiamo a comprare dei suv a diesel,e qualcuno ancora crede che ci siano guerre per esportare democrazia ..Complimenti a tutti noi

Gian Piero Scarpellini 09.12.06 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Tò adesso parli di rischio...ti nascondi dietro al tuo blog, sputi sentenze, dai giudizi ed affermazioni...Almeno Dario Fo si è messo in prima linea, per cercare di fare realmente qualcosa. Non hai le palle per osare di più, forse hai paura che qualcuno ti porti, una volta eletto, il programma degli italiani? Ah dimenticavo fai gli spettacol,incassi e poi chiedi gli aiuti a noi, per comprare i microscopi quando potresti comprarli tu con i nostri soldi visto che paghiamo per vedere i tuoi spettacoli. Anche tu sei un nostro dipendente FAI QUALCOSA!!!!

ninni bassi Commentatore in marcia al V2day 09.12.06 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ore 10:37 non è vero che i post sono 938 io li ho contati sono 325. si va alla riconta dei post bianchi e annullati!!

giorgio perini (gasper) Commentatore certificato 09.12.06 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Il ciclismo in città e il vero sport estremo.

Giovanni Pozzetto 09.12.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

>Se ciclisti e pedoni vengono investiti per strada con frequenza non trascurabile la colpa non è sempre degli automobilisti, dal momento che, da quello che vedo quando sono in giro, sono molte le persone che non osservano il codice della strada

aggiungo solo che hanno l'attenuante nel fatto che le piste ciclabili sono troppo poco diffuse.
----
quanta ignoranza (sei veneto?) i ciclisti non possono usare le piste ciclabili, non corrono per diletto ma per mestiere e il mestiere gli impone di correre su strade pagate con le tasse di tutti e che non sono esclusiva di alcun automobilista (eccezion fatta per le autostrade e superstrade dove non troverai *mai* un ciclista), questo te lo dice un ex-automobilista (adesso uso solo i mezzi) che non e' mai andato in bicicletta.

Aggiungo che qualche giorno fa a Policoro (mt) una vecchietta che conoscevo e' stata falciata sulle stiscie da un automobilista in stato di ebrezza, alle 5 del pomeriggio, non ne e' rimasto quasi nulla

che riposi in pace

franco arcuri 09.12.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sento una grande sensazione di frustrazione perchè impotente difronte ai potenti.
Potenti che si prendono anche il lusso di voler apparire migliori di quelli che non sono.
Ma la cosa più assurda e che noi "semplici cittadini" molto spesso crediamo alle loro fandonie!

raffaele saturno 09.12.06 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

- a fine ottobre ho fatto la verifica su internet della copertura ADSL qui a Chieti scalo. Stop.
- il sito di Alice mi da la possibilità di fare l'ordine per Alice ADSL Flat. Stop.
- Fatto l'ordine aspetto aspetto ma tutto annullato per mancanza di copertura. Stop.

- Da inizio novembre che Teleconomy Internet ha problemi di connessione. Stop.
- A tutt'oggi 6 riparazioni servite a niente con la presa per il c...o dell'SMS di avvenuta riparazione. Stop.
- Nel frattempo siccome con Eutelia tutto andava bene devo pagare in più oltre al canone Teleconomy Internet. Stop.
- Ho trovato la soluzione al problema da solo su internet. Stop.
- La soluzione è la seguente. Stop.
- Tutti i modem vengono venduti con il firmware in versione V92 (versione che permette di mettere in pausa la navigazione nel momento che arriva una telefonata) che non sempre và a genio alle linee di Telecom Italia (incasinata). Stop.
- Per la soluzione rimane solo da disabilitare o escludere l'uso del V92 per usare il precedente V90 che và come un'orologgio svizzero. Stop.
- Andando nella "proprietà" del modem e poi in "avanzate" all'opzione "altre impostazioni-comandi di inizializzazione addizionali" si deve inserire questo testo: AT+MS=V90 .Stop.
- Telecom mi ha fatto provare di tutto, hanno fatto di tutto .... anche due tipi di RESET! ma continuavano a dirmi che da loro tutto era apposto anche con prepotenza alla fine!. Stop.

Aggiungo qualche frase per i motori di ricerca così chi cerca una soluzione al problema la può trovare con più probabilità:
- problemi di connessione
- il modem di disconnette
- la connessione si blocca
- problemi Dial-Up DialUp

Mi sono rotto!. Stop! RESET!

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 09.12.06 01:27| 
 |
Rispondi al commento

Matteo Pugliese 08.12.06 23:44

Sei certamemte un uomo fortunato e invidiabile. Affermi infatti di essere padrone della tua vita, questa è una cosa per quanto difficile, possibile e realizzabile, a volte parzialmente a volte totalmente nonostante i condizionamenti. Ma non credo che potrai essere mai, padrone della tua morte. Non in piena coscenza e comunque non ti sarebbe possibile n'è facile dimostrarlo ad alcuno, n'è tantomeno a te stesso. Il suicidio per esempio, è solo l'illusione di decidere qualche cosa, ma esso è riconosciuto come un gesto di disperazione o di rinuncia, inconsulto. Una volta eseguito nessuno è mai tornato a smentire questa affermazione. Quindi, SECONDO ME, accontentati fortunato di essere padrone della tua vita, complimenti, non HAI poco, ciao

Francesco

f.marletta 09.12.06 00:57| 
 |
Rispondi al commento

salvatrore cibelli 08.12.06 23:18
-----------
Secondo me, come non essere daccordo? Ma come leggo anche tu come me alla fine arrivi alla stessa mia conclusione: non le leggi, non i divieti, non le scelte industriali n'è commerciali, ma noi gli individui e per prima l'educazione al ragionamento raziocinante, dovrebbero costringere politici, industriali, mercato e tutti i diretti operatori interessati, nei settori d'impiego di tecnologie dannose o obsolete tenute in auge solo perchè, superati i costi di brevetto e di ricerca, possono continuare con costi contenuti a rendere moltissimo, anzicchè sobarcarsi l'onere di fare ricerche o di immettere sui mercati nuovi ritrovati che ucciderebbero sospendendole le rendite di posizione raggiunte nei mercati stessi.QUINDI UN MIRATO BOICOTTAGGIO, di quei prodottitipo auto, ereomezzie mezzi di trasporto in generale, energia sporca , inquinqnti chimici, plastiche finte pelli, finti tessuti, alimenti, medicinali, ecc, costringerebbe quei signori a cambiare le produzioni a causa di un sensibile calo delle vendite. Ma chi comincia per primo, quale cultura oggi pensa a sacrificare i bisogni egoistici per salvaguardare la, o , le nuove generazioni? Una volta i cambiamenti erano lenti ma le cose da cambiare poche e pochi gli utenti. Oggi e tutto enormemente gigantesco rispetto a ieri quando il progresso era nei decenni, ora i progressi sono giornalieri spesso nella quantità raramente nella qualità e tutto più difficile e complesso. Una generazione non basta a cambiare tutto, è troppo occupata a vivere e consumare, basta guardarsi intorno non c'è più tempo per farsi domande o per lo meno non abbastanza. Allora molti rinunciano persino a provarci PER NON RINUNCIARE A NULLA DI QUEL CHE C'è. ciao

Francesco

f.marletta 09.12.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Pesaro 8 dicembre 2oo6 alle 11.00/12.00 eravamo vicini ai 20°. Ci sarà qualcosa che non va? Siamo tutti preoccupatissimi al punto che ci stiamo dimenticando il natale, i negozi in centro sono vuoti, i supermercati sono vuoti. Siamo tutti fuori nelle strade con gli occhi al cielo a chiedere all'inverno di tornare e non siamo soli, ci sono gli alberi con le gemme primaverili che chiedono di potersi mettere a dormire e soprattutto abbiamo il nostro gestore del gas preoccupatissimo per il calo dei consumi, anche lui con il naso all'insù e qualche lacrima negli occhi. Stiamo recuperando un pò di spirito unitario e nelle strade adesso c'è un minimo di contatto umano, siamo tutti in bicicletta e a piedi e parliamo e ci salutiamo perchè abbiamo finalmente capito che il momento è grave e la soluzione è una sola, adottare una filosofia di decrescita felice. Stiamo discutendo su come limitare l'uso dell'acqua, su come poter tenere più bassa la temperatura nelle case quando finalmente arriverà l'inverno, come cercare di limitare l'uso delle auto quando proprio non se ne può fare a meno e usare meno detersivi e riciclare e riusare e smettere di comprare l'inutile. Che spettacolo è la rivincita dell'umano e pensare che tempo fa ho fatto un sogno in cui l'umanità, malgrado la natura mandasse avvertimenti sempre più chiari, sembrava non capisse cosa stesse succedendo e continuava imperterrita a correre da un posto all'altro con le automobili, a surriscaldare le proprie case fino a 24/25° a comprare e comprare e buttare e correre e correre e correre anche quando non ne avevano bisogno.Che tristezza,mi sono svegliato in un bagno di sudore e mi sono accorto di aver lasciato il riscaldamento acceso tutta la notte allora mi sono fatto una bella doccia di una mezz'oretta per rilassarmi,ho preso la macchina e mi sono recato all'ipercoop che dista circa 7/800 metri e ho fatto una carrellata di spesa,ero felice ho dato uno sguardo intorno e mi sono detto: "fortuna che era un brutto sogno.

Fabio Tonucci Commentatore in marcia al V2day 09.12.06 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Sembra inverosimile, ma ogni giorno nella città di Milano, mediamente 54 ambulanze corrono per le vie per raccogliere feriti e vittime di incidenti stradali.
SE vuoi conoscere il numero delle vittime della tua provincia clicca sul nome sottostante.
Associazione familiari Vittime per una strada che non c'è

ernesto restelli 08.12.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Cancellate pure il post se non lo ritenete inerente, ma io devo urlare, perchè non ce la faccio più a sopportare le ENORMI STRONZATE CHE SPARA IL VATICANO sul CASO WELBY, dicono: bisogna far vedere a quest'uomo i lati positivi della vita, MA CHE CAZZO DI LATI POSITIVI CI VEDETE???
ANZI, CHE CAZZO DI VITA CI VEDETE??? andate su www.lucacoscioni.it e guardate il video, poi ditemi se quella di Piero è vita.

Viviamo in un paese a sovranità limitata, in cui un pugno di preti sul Palatino pretende di decidere per tutti, per Welby, della SUA VITA, della MIA VITA, della TUA VITA.

Io voglio essere padrone della MIA vita e della MIA morte e non permetterò che quattro cristiani mi tengano in vita nel caso mi trovassi in un caso come quello di Welby.

NON LO PERMETTERO'

Matteo Pugliese 08.12.06 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ciclisti e pedoni vengono investiti per strada con frequenza non trascurabile la colpa non è sempre degli automobilisti, dal momento che, da quello che vedo quando sono in giro, sono molte le persone che non osservano il codice della strada, quandom circolano a piedi o in bicicletta. Sia i pedoni che i ciclisti hanno una notevole tendenza ad attraversare la strada incuranti del semaforo rosso oppure fuori dagli attraversamenti pedonali, oltretutto scendendo dal marciapiede senza prestare attenzione all'eventuale sopraggiungere di veicoli.
Per quanto riguarda i ciclisti spesso sono un pericolo per i pedoni che camminano sul marciapiede, poichè sfrecciano in bicicletta proprio sui marciapiedi: aggiungo solo che hanno l'attenuante nel fatto che le piste ciclabili sono troppo poco diffuse.

mauro bellini 08.12.06 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici, come dovremmo fare per farci rispettare? Forse usare le armi?..Chiaro saremmo dei terroristi...quindi non e' il caso.
Pero' non sono terroristi e assassini quelli che uccidono nelle strade ciclisti, anziani, passanti, ecc.? Intanto non c'e' una legge penale che castighi severamente i dellitti commessi nelle strade e autostrade. Non solo, gruppi di miliardari realizzano competizioni ad alta velocita' con le loro fuoriserie e se li beccano la polizia stradale li demoralizzano e li offendono pagando in contanti le multe che si applicano in tali circostanze. Offendono anche noi cittadini di modesto rango, che se ci mettono una multa per divieto ci incazziamo come delle bestie perche' gia' non potremmo andare a amangiare la pizza. Il problema non e' solo di classe e della mancanza di rigidita' giuridica per gli assasini stradali, c'e' anche da rivedere tutta una politica medioambientale e di mercato. Chi lo ha detto che le macchine devono avere dei motori che superino le volocita' massime stabilite? Chiaro, chi comprera' un mercedes, bmw, toyota, che va massimo a 120 all'ora?...Nella organizzazione urbanistica delle nostre citta' perche' non sono previste le piste preferenziali per i ciclisti?? Perche' una bicicletta non fa mercato. Macchine, assicurazioni, benzina,(petrolio, guerre), accessori, pezzi di ricambio, e consumo piu' consumo piu' consumo. Bene, cosa fare? per questo circolo vizioso dettato dal mercato?.. Non cosumare, non spendere, e cercare alternative. Dovremmo chiedere danni alle amministrazioni pubbliche per non respirare un'aria sana. Dovremmo boicottare il mercato dell'automobile non comprando auto. Non dovremmo andare a votare se non si realizzano a pieno i progetti medioambientali, (parchi, giardini, piste ciclabili, depuratori d'aria, ecc).
Pero' tutto questo ha bisogno di un atto di etica e di rinuncia, e chi realmente e'capace di farlo? Forse solo quando la situazione sara' insostenibile??
Viva l'Italia della ignoranza medioambient

salvatrore cibelli 08.12.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

P.rooof John Stuart Mill lo sciocchino

Quanto alle soluzioni sulla crisi ALITALIA ho detto che le conosco semplicem perché avevo fatto una tesina sull'argomento quando ero all'UNIVERSITA'...a differenza di te e del tuo EMPLOYER GENOVESE, io parlo sempre a ragion veduta e mai a naso o peggio ancora ricorrendo all'ideologia (nel tuo caso Komunista): chiaro?

P.rooof John Stuart Mill 08.12.06 18:23
----------------------------------------------------

AHAHAHAHAH!

La tesi te l'ha commissionata Cimoli? Sì dev'essere proprio alla tua tesina che si è ispirato! AHAHAHAHA!

Quanto sei fesso!

AHAHAHAH!

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 08.12.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti e ciao Beppe,io vorrei affrontare seriamente il tema della sicurezza in strada per le biciclette anche in senso opposto,mi spiego.
E' vero che le piste ciclabili aumentano in maniera quasi totale la sicurezza, ma dato che al momento c'e' una carenza spaventosa di queste bisogna intanto affrontare il problema degli OBBLIGHI dei ciclisti in strada:
-fanali obbligatori anteriore e posteriore(per chi sprovvisto blocco della bici sul posto mediante lucchetto e sblocco dello stesso al montaggio delle luci)
-specchi riflettenti nei raggi o dove possibile
-obbligo del rispetto dei sensi di marcia e dei marciapiedi(pena multa simbolica di 10 euro o 5 euro..)
Insomma la sicurezza deve partire anche da noi ciclisti prima che imposta dagli altri.
Poi per il resto sono in prima fila nel segnalare carenze strutturali di piste ciclabili..

Paolo Resca 08.12.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Segnaletica auto-gestita
Sotto casa mia, in quei de Milan (cittadina col manubrio in man) sulla circonvalla interna, c'è un incrocio magico dove il semaforo verde per i pedones dura un nanosecondo e dove al semaforo rosso avreste persino il tempo di farvi una tinta; un'anima geniale e caricatevole ha ruotato quindi il lampeggiante del semaforo dei pedones di 45 gradi in senso orario ed ha creato un'innovazione: il povero omino simbolo di tutti i pazienti pedones del mondo, è passato dalla posizione eretta a quella prona tipo rigor mortis(e non sto scherzando); esso prudentemente vi avvisa che attraverserete il viale a vostro rischio e pericolo (vista l'insostenibile densità e la tronfia arroganza del traffico) e che fareste bene a uscir di casa con un quei testamento valido. Trovo che questa idea di segnaletica creativa, renda più sensibili i pedones alla protezione della propria pelle e nello stesso tempo risolva l'annoso problema notarile del caro estinto.
Come contributo all'auto-gestione, proporrei infine un " Campionato milanese dell'attraversamento del semaforo verde" per allenare sportivamente i giovani cittadini e residenti, ad adattarsi alla politica della giunta sulla viabilità del traffico urbano.
Saluti Beppe!

gio esse 08.12.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

FRANCESCO MARLETTA:


Concordo con quello che hai appena scritto, ma ti faccio notare che MANUELA BELLANDI in realtà è MAX STIRNER PV con un'altra password: non l'avevi ancora capito?

With love

P.roof J.S.M.

P.roof John Stuart Mill 08.12.06 19:24
------------
Spesso è più importante dire le cose, più che pensare a chi dirle.

Spesso per me è più importante esprimere una sensata e motivata, opinione, la cui utilità sarà giudicata, non solo dalla persona a cui è destinata. ANCHE SE QUESTO è UN BLOG,la sua frequentazione è ampia e diversificata e come io assumo notizie e mi diverto ad avere conferme su alcune notizie di mio interesse spero, per quel poco che posso ammesso che ci riesca, di essere utile a stimolare qualche riflessione, anche Io. Qualunque sia, poi, la controparte sarà il comportamento tenuto e le risposte alle argomentazioni, che se adeguatamente critiche e accettabili consentiranno o meno la prosecuzione della discussione, altrimenti saluti e si prosegue diversamente con altri. Comunque grazie dell'informazione che hai ritenuto di volermi dare,

Francesdco

f.marletta 08.12.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X GIOVANNA.Ho solo cercato di essere di chiarire il mio pensiero che pensavo avesse creato dei malintesi,ma di fatto non mi ero sbagliato riguardo a te:si sei proprio una stronza.Hai ragione ho fatto male a tenderti la mano,dovevo lasciarti nella nella fogna da dove provieni zoccola.

Davide Pierce 08.12.06 21:07
***************************************************
Declina nome cognome indirizzo e recapito telfonico!
Dimostra di saper affrontare le conseguenze da uomo. |

giovanna ridoni 08.12.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Roberto Stagni 08.12.06 21:45

Buonasera blogghers...

Cos'è che le da più fastidio?
Che potrebbe aver ragione?
Che nn riesce a trovare elementi pratici per contraddirlo?
Che nn riesce a formulare ipotesi contrarie?
Si è mai chiesto perchè negare l'Olocausto è reato, mentre negare tutto il resto della storia dell'umanità no?
Perchè i gulag o i lager, e nn i giapponesi prigionieri, o l'odierna Guantanamo?
Si affida cecamente alla versione occidentale della Storia?
Sicuramente lei pensa che sia stato lo sbarco in Normandia l'evento risolutivo della WW2, vero? perchè nn lo chiede a un ex cittadino sovietico, le risponderà almeno altre tre battaglie prima, forse poi le citerà lo sbarco?
Scommetto che è il tipo da dirmi che gli Americani hanno liberato Berlino...
Sa cosa succese a Casablanca 1942?
Il mondo gridò di gioia quando venne abbattuto un muro a Berlino, e lo stesso mondo giustifica oggi la costruzione di un muro per dividere due culture diverse

Lei è per la democrazia? Perchè nn lascia parlare tutti? anche gli estremisti....
*************************************************
Detto ciò, nn sono delle tesi di ET, ma in questo blog, oltre ad insulti, nessuno riesce a contraddirlo come si deve, perchè?

Roberto Ionni (roob) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

DECIDERE DI MORIRE
*****************

1° caso
-------

WELBY: VI SCRIVO DALLA MIA PRIGIONE INFAME

ROMA - "Sono accusato di strumentalizzare la mia condizione per muovere a compassione, per mendicare o estorcere in tal modo, slealmente, quel che proponiamo e perseguiamo con i miei compagni...Gli strumenti? Sono, invece, limpidi obiettivi ideali, umani, civili, politici". Questo un passaggio della lettera che

Piergiorgio Welby ha inviato questo pomeriggio al Tg3 da quella che lui definisce "la mia prigione infame".

2° caso
-------

INGLESE RIFIUTA CURE E TORNA A CASA PER MORIRE

LONDRA - Ha detto basta all'ospedale, ha deciso di passare quel poco che le resta da vivere con la famiglia, in serienità, come tutte le sue coetanee:

JOSIE GROVE 16 ANNI, malata terminale di leucemia, ha abbandonato il reparto di ematologia dove i medici hanno provato inutilmente a guarirla ed è tornata a casa, a Cambridge.

08/12/2006


|||||
SCOOP!!!

E' stato avvistato, da un cacciatore
di quaglie e di faggiani, in quel delle
campagne brughierose nei pressi di Arcore (Mi),
dove c'è la casette del re dei nani, aggirarsi in bicicletta una certa mortadella estasiata.

Da in dagini, sfogliando i fotogrammi,
si è potuto notare che la bici, era senza
sella. Da lì scaturiva l'estasi.
Non per il nano in per sé.

!

Nino Martoglio 08.12.06 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo a GRILLO e allo STAFF di fermare la persona che sistematicamente insulta la storia e gli ebrei.
Roberto Stagni 08.12.06 21:45

RICORDA QUESTA EQUAZIONE, ROBERTO:
PIU' POSTS con nick diversi = PIU' SOLDI dalle commissioni sui BANNERS
Dunque anche il demente ET è utile per mettere fieno in cascina...

P.roof J.S.M. 08.12.06 22:02

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Non ha senso censurarlo perché si squalifica da solo. È già squalificato. In democrazia non puoi censurare tutto. La demenza di questo frustrato parla da sola. E quando è in compagnia il suo degno posto è nelle carnevalate a pagamento come la fallita neo-marcia su Roma.

Quanto alle deduzioni sui banner, veramente inopportune, da Dipendende di istituto tecnico industriale magari antoniano maschile parificato il sedicente prof sembra esseer rimasto a corto d'argomenti.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

EHMMM..GRILLO...MA SCUSA,MA ADESSO VORRESTI RESETTARE TUTTO..

CIOE' AVETE VOLUTO PRODI,MA VERAMENTE PENSAVATE CHE SEREBBE CAMBIATO TUTTO..

MA IO MI CHIEDO,MA PRODI CHE VI A PRESO PEL C... A VOI SINISTROIDI,CHE NON LA SMETTERO' MAI DI DIRVI CHE PIRLE CHE SIETE,SEMPRE STATI ECC ECC,SAPETE NOI TRIESTINI L'ABBIAMO PROVATA SULLE PELLE LA VOSTRA PIRLAGGINE,CHE AVETE REGALATO AI SLAVI, L'ISTRIA,ILLUSI CHE VI AVREBBERO ACCOLTI IN UN MONDO COMUNISTA,E INVECE A LORO FREGAVA SOLO DI FREGARE A TUTTI CASA E TERRA..
(scusate,ma devo ricordarvelo,sempre)E VOI COME AL SOLITO CHE VI SVEGLIATE SOLO QUANDO VE LO METTENO COMPLETAMENTE NELDIDIETRO ....

appunto volevo dire,c'avete messo prodi,adesso siete tutti incazzati...ma prodi non si muovera' dalla poltrona NEANCHE SE LO BOMBARDANO, ADESSO C'E LO TENIAMO PER 5 ANNI!!!

XCHE',CARI PIRLOTTI QUELLI COME PRODI, O D'ALEMA,CHE NON HA NEANCHE ASPETTATO CHE CONTINO I VOTI,CHE ERA GIA' PARTITO PER IL LIBANO,PER ANDAR A SBACIUCCHIARSI CON GLI HEZBOLLAH.
QUESTI CHE AVETE MESSO AL GOVERNO SONO PEGGIO DI TUTTI!!

VI STAVA TANTO SULLE PALLE BERLUSCONI,CHE HA LE TELEVISIONI E LE VELINE,PIUTTOSTO VI FATE INCHIAPPETTARE DA STI FENOMENI ...


ED E' GIUSTO CHE SI A COSI'..
GRILLO IL TUO VIDEO MI E' PIACIUTO,MA NON CAPISCO,HAI FATTO CAMPAGNA PER PRODI E DOPO 8 MESI LO VUOI TIRARE GIU???

CIOE' NON SO...MA NON E' POSSIBILE,MA SEMBRATE DEI BAMBINI CHE HANNO VOLUTO IL GIOCATTOLO,E POI SI STUFANO SUBITO...ADESSO CI GIOCATE FINO ALL'ULTIMO,VI DIREBBE VOSTRA MADRE.

IO 4 MESI HO DETTO CHE PRODI ERA UNA PRESA PEL CULO ALLUCINANTE,MI SONO BECCATO INSULTI,DI TUTTO E DI PIU',PSEUDO PROFFESSORI SAPIENTONI CHE MI COREGGEVANO E SPUTAVANO SENTENZE...
ADESSO VE LO TENETE 5 ANNI...
PIRLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

secondo EHMMMM..SCUSATEMI PIRLOTTI,NON VI PARE STRANOCHE I GIUDICI SIANO SCATTATI AD INDAGARE SU QUEL TIPO DEI SERVIZI(LONDRA ,RUSSIA ECC),IMMEDIATAMENTE DOPO CHE AVEVA DETTO CHE FACEVA NOMI DI POITICI?

pietro lascala 08.12.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.

CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE.
CODICE ROSSO
PRIORITA' ASSOLUTA
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI
--
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonlin


//
//
//
//
//

Roba fritta....
discorsi inutili in quanto lasciano
il tempo che trovano.
E poi, il tapino da 1400 euro aL
MESE COSA PUò CONTRO I POTERI FORTI.

subire e basta:
A CUCCIA!!!
/
/
/
/
/

Al f Panzini 08.12.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

eh no.
Stavolta non sono d'accordo.
Non lo sapevo che è raddoppiato il numero dei morti di "ciclismo" a Milano. Ma, mi risulta, la ragazza sfortunata investita dal mezzo pubblico era anche lei al cellulare, come l'autista che l'ha investita, per altro. Sbadata lei, sbadato lui, e mò la frittata è fatta.
Che dire? Sto a Milano da una vita, l'auto la uso solo di sera soprattutto per una questione di coronarie, e di giorno a piedi e sui mezzi. E qui casca l'asino, perchè proprio da pedone di giorno si vedono le situazioni più assurde, proprio da parte dei ciclisti. Aspetti il verde per attraversare l'incrocio, e quando il verde arriva e fai per attraversare vieni quasi investito dal ciclista di turno che ti guarda torvo (ma come, ti butti sotto le mie ruote?). Di sera sei fermo al semaforo rosso, e ti arriva da dietro il ciclista bello bello senza fanale (eehh per vederci ci sono i lampioni, no?) che non accenna neanche a rallentare, occhiata di sfuggita a sinistra e via ad attraversare l'incrocio, col rosso pieno. Questa cosa qua dei ciclisti (e dei motorini, vabbè) che passano col rosso mi fa accapponare la pelle. Se di là passo io col verde e ne tiro sotto uno? Che dire, se sembra che per i motorini la segnaletica sia un optional (sei fermo all'incrocio con la freccia a destra, arriva il verde e fai per svoltare e arriva il motorino sparato che ti sorpassa a destra e va diritto; normale, no?), si direbbe che per i ciclisti proprio non esista. Fate caso a quanti passano col rosso la sera: se passa l'auto almeno la telecamera lo becca e la multa gli arriva (un sacco di semafori rileva infrazioni a Milano), se passa la bici, lo becca quello con l'auto che passa col verde, e tanto peggio per tutti e due.
Peccato.
G.M.

Giorgio Matera 08.12.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Bene, dopo la toccata e fuga me ne vò zitto zitto tomo tomo cacchio cacchio....

Buonanotte, forse a più tardi.

Ciao Paola Bassi e grazie dei saluti.

(+ 1...per l'incremento dei posts...sai com'è io al Beppe ci voglio bene!!)

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 21:58| 
 |
Rispondi al commento

-- OT --

.. e un saluto festivo serale a Francesco Folchi, Maurizio Spina, Giorgia, il signor Esposito e agli altri lettori lettrici gentili

(così ho anche incrementato il numero dei commenti)


Stasera farò di tutto per aggiudicarmi il premio per il millesimo post (dicono che Grillo regali il suo spettacolo in DVD)

Franz

angelo pacifico 08.12.06 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono u ciclista e sono di milano per colpa di automobilisti son caduto già ben 3 volte nell ultimo anno,ma non per questo smettero di andare in bici a milano.

bruno provini 08.12.06 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Signor E.T.
Credo che le persone come lei siano deleterie al movimento NS quello vero, quello formato dagli aventi diritto per razza ed appartenenza. Lei è un fiancheggiatore che fa solo danni all’ideologia. Non se ne abbia a male e credo alla sua buona fede, ma ci pensi.

Clemente Astuti 08.12.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO SEI UN NAZISTA!!!!

Chi guarda picchiare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del picchiatore

Chi guarda insultare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice di chi insulta

Chi guarda rubare a qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del ladro

Chi guarda il mafioso taglieggiare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del mafioso

Chi guarda mentre un nazista insulta gli ebrei senza far niente per fermare l'insulto, pur potendolo, è complice del nazista

GRILLO SEI NON SEI NAZISTA DIMOSTRALO!!!

Chiedo a GRILLO e allo STAFF di fermare la persona che sistematicamente insulta la storia e gli ebrei.

Roberto Stagni Commentatore certificato 08.12.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Good night to everybody (ho impegni "galanti" stasera...indovina con chi Stirner??)

P.roof J.S.M.

P.roof John Stuart Mill 08.12.06 21:42

***

Con l'uccello padulo?

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera

manuela bellandi 08.12.06 21:37

***

Buonasera a te Manuela.
Aggiungerei un...come va?
ed anche, se non ti rabbuia tale cosa, Baci!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

QUOTO FABIO...
CI STANNO MASSACRANDO A NOI AUTOMOBILISTI..
ORA CHE CI LASCINO INQUINARE..

IL CICLISTA INVECE NON PAGA NULLA E PRETENDE PISTE CICLABILI...MA VAFFA!!

VIVA LA BENZA!
VIVA LA NAFTA!
VIVA GLI IDROCARBURI!

ALEX PRINZ Commentatore certificato 08.12.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auto o bici?
Questo è il dilemma...
Pensando al bel tempo che passa sotto i ponti di nostre vite, mi verrebbe da dire: " AUTO!!".
Perchè non dimentichiamolo, l'auto accorcia i tempi se ben usata.
Daccordo, a qualcuno accorcia la vita (cioè accorcia tempi in maniera definitiva nèh!), è risaputo; però a qualcun'altro accorcia tempi d'arrivo che sono importanti.
Insomma, senza mezzi pubblici (attenzione m'accontenterei anche di quarti di mezzi pubblici se funzionassero e fossero discretamente numerosi)
l'auto l'è soluzione di vita.
Avere una o due ore in più da dedicare a certe cose nostre, se non solo a rilassarsi, è importante.
Biciclette in Italia sono sinonimo di ricchezza, e le usano a frotte la domenica persone amanti del rischio che avventurano loro chiappe doloranti in sù pelle strade provinciali rischiando la fine dei moscerini ad ogni curva...spiaccicati sul parabrezza d'un auto...

Poi v'è colui che la usa come mezzo di trasporto e rinuncia così a tempi per se stesso. Tramutando comunque quest'ultimi, in sane passeggiate su due pedali spingenti a fatica due ruote e se stessi.

Perciò tornando a prima, è decisione di vita (non oso parlare di ecologia poichè per tante persone è come parlar di ragione in tempi di inquisizione...non so se mi spiego...), cioè decidere se muoversi in salute oppure muoversi in pigrizia.

Al contrario dei film 'Mericani (ma non solo)
questo argomento parrebbe argomento senza lieto fine.
Anzi, come la vita reale insegna, di lieto il finale ha il solito padulo, volante a basse altezze, che fa contento mezzo mondo si e mezzo no.
Quando tale arnese mi si infila nelle ciappett'...sono mezzo mondo no..

Che tu sia destro o sinistro, domani mattina appena sveglio inizia a correre...questo è un film dove il lieto fine lo ha solo il possessore dell'uccello padulo....CORREMOOOO!!!!!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 21:39| 
 |
Rispondi al commento

PARENTESI MUSICALE.

CORO DEDICATO AL GRANDE "FIGLIO DEL VENTO" CANIGGIA:


CANIGGIA VOLA
ELIMINA L'ITALIA
E PORTACI IN EUROPA
COL SACCHETTIN DE COCA
CANIGGIA VOLA!

DA CANTARE SULLE NOTE DE "LA NOTTE VOLA"

ALEX PRINZ Commentatore certificato 08.12.06 21:39| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO PRODI APRE BOCCA INQUINA PIU' DEL MIO GIOIELLINO A 4 RUOTE.
FARO' A MENO DELLA MIA AMATA 4 RUOTE SOLO QUANDO VEDRO' TUTTI I SANTONI PREDICATORI DEL RISPETTO AMBIENTALE ANDARE A PIEDI, MA NON SOLO DAVANTI ALLE TELECAMERE PER FARSI BELLI.

SONO UN INQUINATORE PAGANTE, QUINDI INQUINO.
PAGO ED INQUINO, COSI' CON I MIEI GAS INQUINANTI RISPONDO AI CINESI CHE INQUINANO ME.

VOI CONTINUATE AD ANDARE IN BICI SENZA ROMPERE I COGLIONI AGLI AUTOMOBILISTI CHE PAGANO.

E' INUTILE CHE CITIATE I PAESI NORDICI, QUELLI STANNO SU UN'ALTRO PIANETA DA MILLENNI PRIMA DI VOI, PERCHE' HANNO MENO COMUNISTI AL GOVERNO, MENO SCIOPERI, E QUANDO I LORO POLITICI RIGANO STORTO NON VANNO AGLI SPETTACOLI DI GRILLO, MA SI RIUNISCONO E DENUCIANO.

a proposito di denunce:
http://www.comincialitalia.net


Fabio De Fabis 08.12.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

senza chiedere una LIRA allo Stato

P.roof John Stuart Mill 08.12.06 20:54
**************************************

Hahahah!
my dear,

su questo siamo d'accordo : NON è DALLO STATO CHE SI è FATTO FINANZIARE!

Questo è notorio

With love
kisses

manuela bellandi 08.12.06 20:59
-------
Cara Manuela concludendo:

Le, risate sono forse uno sfogo amaro di chi non conosce e si consola così, pur spiacendomi, non mene "cale" più di tanto, pensavo ad un argomentare con cognizioni di causa. Avendo conoscenze dirette di fatti e situazioni che voi non conoscete. Basta soltanto dire che PROGRAMMA ITALIA che, a quanto pare molti non ricordano o conoscono, è stata una fonte di finanziamento enorme, per le attività del gruppo. Ma la vostra PREVENZIONE e non conoscenza, a questo punto non consente una argomentazione corretta e serena. Vi lascio nelle vostre CONVINZIONI e credulità, e Io che non ho bisogno, grazie a Dio, n'è del VOSTRO CONSENSO N'E' DELLA VOSTRA APPROVAZIONE, ma solo se lo vorrete, di scambiare le solite 4 chiacchiere sempre opinabili, N'è di Berlusconi n'e di Prodi, o ci per loro, perchè non ho più bisogno di lavorare, vado a pranzo augurandovi buona cena. Ciao

Francesco

f.marletta 08.12.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CON LA SCUSA CHE NOI AUTOMOBILISTI INQUINIAMO CI AUMENTANO SIA BENZINA CHE BOLLO.

ED ALLORA AFFANCULO, PAGO E VOGLIO INQUINARE.
RIVENDICO IL MIO DIRITTO AD INQUINARE.

PAGO, QUINDI INQUINO, EVAFFANCULO AI CICLISTI, SPECIE SE CULONI, BUGIARDI, LADRI, MAFIOSI E PRESIDENTI DEL CONSIGLIO.

Fabio De Fabis 08.12.06 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALEX PRINZ 08.12.06 21:16

***

Buonasera Pietro La scala, preso il nuovo nome da una birra?

Alex Prinz e sai cosa bevi?...Tre litri di benzina verde....

Sempre ad urlare nèh!!!

Ma quando imparerai a scrivere in minuscolo?
Guarda che tocca a tutti di morire, tanto vale che ti ridimensioni un po sin da adesso...non ti pare?

Blog, buonasera a tutti.

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 08.12.06 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

P.rooof John Stuart Mill 08.12.06 18:23


"""MANUELA BELLANDI (alias MAX STIRNER PV)""""

Aridajjje con l'ossessione "identità di Stirner".....da strana camicia con le maniche in avanti.....

"""""Ti segnalo che esiste una legge, la legge SCELBA, che prevede 3 anni di reclusione per chi fa propaganda nazista ...."""

Ah!! Non prevedeva manganellate contro qualunque capannello, in piazza, anche pro aperitivo????


""""tagli selvaggiamente i miei posts perché ti umiliano di fronte agli altri....""""

Ah! A me pareva....... fossero insulsi, noiosi e inutili........

""""Quanto alle soluzioni sulla crisi ALITALIA ho detto che le conosco semplicem perché avevo fatto una tesina sull'argomento quando ero all'UNIVERSITA'...""""

Ricordo!!!!! Quei tre aeroplanini di carta che volavano in ateneo.....da cui il titolo "Tesi su Alitalia"......

""""io parlo sempre a ragion veduta e mai a naso o peggio ancora ricorrendo all'ideologia (nel tuo caso Komunista): chiaro?""""

A me pareva scrivessi......quanto alla ragion veduta....non m'allargherei troppo.......

Ps.

Cartellino giallo per mancata apparizione parola Koglion in tuo post.........mai accaduto finora.......

Saluti (non albionici) a tutti e tre i Vestri....


maurizio spina 08.12.06 21:19| 
 |
Rispondi al commento

CARO CHECCHE RINO...
AH E' VERO..
LE FIGHETTE LA DANNO AI CICLISTI..
IN QUANTO IL CICLISTA E' DA SEMPRE UN UOMO MOLTO AMBITO...MAGRO,CON UNA TENUTA RIDICOLA(SCARPE RIDICOLE PANTALONCINI ATTILLATI RIDICOLI)...

IO CON LA MIA ALFA CUCCO UN CASINO..
UNA DONNA APPENA SALE SULLA MIA PICCOLA CON 165CV SA CHE NON ARRIVERA' MAI IN RITARDO...

MA POI COSA CI PROVANO I CICLISTI AD ANDARE NEL BEL MEZZO DEL TRAFFICO CITTADINO PEDALANDO???
SI RESPIRANO TUTTO LO SCHIFO...

LE CITTA SONO NOSTRE, SONO DEGLI AUTOMOBILISTI...E NESSUNO CI TOGLIERA' LO SFIZIO DI ANDARE AL BAR IN CENTRO CON LA NOSTRA BELVA PARCHEGGIANDO IN SECONDA FILA...

ALEX PRINZ Commentatore certificato 08.12.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor E.T.
Credo che le persone come lei siano deleterie al movimento NS quello vero, quello formato dagli aventi diritto per razza ed appartenenza. Lei è un fiancheggiatore che fa solo danni all’ideologia. Non se ne abbia a male e credo alla sua buona fede, ma ci pensi.

Clemente Astuti 08.12.06 21:12| 
 |
Rispondi al commento

-- OT --

"Sesso sublime" di Jacopo Fo va bene per imparare qualcosa che non si sa .. :))

io preferisco "La rivoluzione pigra"

http://www.jacopofo.com/?q=node/1531


Mi ricordo un film famoso: ladri di biciclette, dove possedere una bicicletta faceva la differenza nell'epoca del dopoguerra. Ciclisti indossate i giubbetti catarifrangenti per strada, che le auto non scherzano, e non siamo più nel dopoguerra, oggi le auto sono di più.

giorgio perini (gasper) Commentatore certificato 08.12.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO ANZICHE PARLARE DEI CICLISTI...
PARLA DEL CICLISTA!!!!!!!!!
QUELLO CHE MESI FA INCITAVI TANTO A PEDALARE..MA CHE INVECE SA PEDALARE SOLO AL CONTRARIO...

EH GRILLO????

ALEX PRINZ Commentatore certificato 08.12.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Auguro una morte lenta di tumore ai polmoni a tutti Petrolieri del mondo,Moratti-Bush...etc... è mi auguro che l'unica terapia possibile a lalvatli ci fosse la chemioterapia a base di petrolio, 3 bicchieri al giorno..fin che la morte non li separi....
Maledetti .....creppate...

sergio bruni 08.12.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

X GIOVANNA.Ho solo cercato di essere di chiarire il mio pensiero che pensavo avesse creato dei malintesi,ma di fatto non mi ero sbagliato riguardo a te:si sei proprio una stronza.Hai ragione ho fatto male a tenderti la mano,dovevo lasciarti nella nella fogna da dove provieni zoccola.

Davide Pierce 08.12.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Leonardo

Mia cugina al compleanno spegne le candeline soffiandoci con l'utero.

...e non si toglie nemmeno le mutandine

gianni pertica 08.12.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

MA ANDATE A QUEL PAESE...VOI, GRILLO E I CICLISTI...
QUELLI CHE LA DOMENICA VANNO IN GIRO IN GRUPPI DI CINQUANTA E OTTURANO IL TRAFFICO...
NA FATICA A SORPASSARLI...
TUTTI CHE VANNO A ZIG ZAG...SE PER SFIGA NE PRENDI DENTRO UNO LO PAGHI NUOVO...TI ROVINA..
PROIBIREI LE BICICLETTE IO..
TANTO UNA VOLTA ALL'ANNO C'E' IL GIRO D'ITALIA, CHI VUOLE SI PUO SFOGARE CON QUELLO...

VIVA LE AUTO...RIGOROSAMENTE A BENZINA!!!!!!
VIVA L'ALFA ROMEO!!!!

ALEX PRINZ CUORE SPORTIVO.

ALEX PRINZ Commentatore certificato 08.12.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


CAR SHARING a Roma
|
|
V

Paola Bassi 08.12.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento

quoto On Topic


Ho rottamato l'auto e ho comprato la bicicletta
ho messo i pannelli fotovoltaici sul tetto
e addirittura ho costruito un mega "mulino a vento" in giardino
faccio la raccolta differenziata
riciclo l'acqua piovana, la carta e il vetro.
I sacchetti di plastica non so nemmeno cosa siano.
Ma...
piccolo particolare
i miei vicini (circa 8000 persone)
hanno praticamente un auto a testa
che usano anche per andare a pisciare
l'immondizia la buttano direttamente per strada
nei fiumi e nei mari scaricano le cosa più spaventose
e chi prova a denunciare questi comportamenti
è senza dubbio un grand coxione:
nessun processo, nessuna condanna e tante ritorsioni
mah
nessuna meraviglia
se il paese simbolo ed esportatore di civilità
produce il 25% dell'inquinamento mondiale
e si rifiuta di ratificare l'accordo di Kioto
che caxo voglio rimproverare ai miei vicini?

Franz

angelo pacifico 08.12.06 19:12 | Rispondi al commento |

michele sinicropi 08.12.06 21:03| 
 |
Rispondi al commento

@@@@

MARIO SCHIAVON

"LEGGENDE METROPOLITANE ORIENTALI"

Quando i diplomatici inglesi cominciarono a viaggiare parecchio in Cina, nell'800, cominciarono anche a diffondersi racconti sugli usi cosí nuovi di quel popolo ancora misterioso_

Si raccontava, per esempio, che le donne di alta classe, destinate a sposare nobili o comunque alti funzionari imperiali, ricevevano un'educazione sessuale approfonditissima, moralmente libera e particolareggiata, e soprattutto finalizzata sempre verso saper procurare all'uomo il massimo piacere possibile_ Trattare quei temi sessuali come parte esplicita, anche se estremamente privata, della vita scandalizzava comunque sempre un poco gli inglesi, benché fossero abbastanza aperti, o almeno cercassero di esserlo_

Quelle lezioni sessuali naturalmente, in gran parte, erano centrate sull'apprendimento delle tecniche per acquisire pieno controllo dell'utero, che infatti é un muscolo volontario_ Tecniche che oggi, divulgate anche a Occidente, dovrebbero essere un po' alla base di una maggior ricerca attiva del piacere, da parte della donna, durante il sesso_ Ma non essendo una donna, e dato che di questa divulgazione odierna ne so solo per curiositá personale verso la Bioenergetica, su questo sarebbe meglio sentire il parere di una di loro_

Invece, tornando all'800, le tecniche che si insegnavano a quelle giovani dell'alta societá avevano origini antiche - parrebbe dalle pratiche yoga indiane - e le conoscevano da sempre anche altre categorie di donne_ Infatti si dice che in certi locali notturni delle grandi cittá cinesi si esibissero spogliarelliste che avevano un tale controllo dell'utero da introdurvi una serie di lamette da barba legate fra loro, e riestrarle, senza subire nessun danno, oppure che sappiano tranquillamente fumare, cioé aspirare, consumare, una sigaretta con la vagina_

Qualcuno nel Blog le ha viste per caso??

Sapranno fare anche i cerchietti??

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 08.12.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lanata achille 08.12.06 20:46

Bisogna usarlo questo blog, non lasciarlo.
baci

manuela bellandi 08.12.06 20:53 |
****************

quoto! 'sera Manuela, Achille
e Leonardo in gran forma




senza chiedere una LIRA allo Stato

P.roof John Stuart Mill 08.12.06 20:54
**************************************

Hahahah!
my dear,

su questo siamo d'accordo : NON è DALLO STATO CHE SI è FATTO FINANZIARE!

Questo è notorio

With love
kisses

manuela bellandi Commentatore certificato 08.12.06 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera al blog * * *

Piste ciclabili a Roma
|
|
V

(per i miei gusti un po' troppi colli,
..io uso i mezzi pubblici :)

Paola Bassi 08.12.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTARE ESSO E SHELL!!!!!

gert muller 08.12.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/377.