Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Italia a carbone

  • 1023


Porto_Tolle.jpg

A Porto Tolle qualcuno si sta battendo per noi. E’ Greenpeace. Il governo degli inceneritori e della TAV è rimasto a fine Ottocento, alle sorti progressiste e al sol dell’avvenire. E al carbone. I Verdi non sono pervenuti. Bisogna capirli sono verdi e rossi. Verdidiossinidiessini. Pecoraro, alza la voce una volta nella tua verde vita! Dì qualcosa di verde!
Riporto un comunicato di Greenpeace su Porto Tolle. Non lo troverete sui giornali finanziati dalla pubblicità dell'Enel. In pratica (quasi) tutti.
Guardate le foto e i video.

“Arrampicati a 250 metri d'altezza da ieri notte. Una squadra di climber di Greenpeace è entrata in azione alla centrale di Porto Tolle (Rovigo) per protestare contro il ritorno al carbone promosso dal Governo. Alcuni climber si trovano ora sul camino della centrale e stanno dipingendo una scritta gigantesca, mentre altri sul tetto dell’edificio, dove hanno apposto una gigantesca coccarda con scritto ‘Enel clima killer’.
La centrale di Porto Tolle, secondo il progetto dell’Enel attualmente in fase di autorizzazione, dovrebbe essere convertita a carbone per una potenza di 1.980 Megawatt e con un'emissione di CO2 di oltre 10 milioni di tonnellate l’anno.
L’impianto sorge peraltro in un parco naturale definito patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. I delta dei grandi fiumi sono ambienti che godono di particolare protezione in tutto il mondo: in Italia, invece, l'area vede la presenza di questa vecchia centrale a olio combustibile, pesante fonte di inquinamento, tanto che a marzo scorso è arrivata una condanna per i top manager dell’Enel.
La scomoda verità è che il ritorno al carbone non ci farà raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra. L’accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e quello dell’Ambiente prevede un tetto alle emissioni eccessivo rispetto alle linee guida europee: 209 milioni di tonnellate in totale al posto di 186. Non c’e posto per la centrale di Civitavecchia, tanto meno per quella di Porto Tolle. La Commissione Europea deve tagliare la proposta di Piano Nazionale di Allocazione dell’Italia.
Oggi il carbone copre il 17 per cento della produzione elettrica nazionale ed è responsabile dell’emissione di oltre 40 milioni di tonnellate di CO2. Con i progetti di espansione di Enel, Endesa, Tirreno Power e altri, queste emissioni sono destinate a raddoppiare. Il carbone è il combustibile con le più alte emissioni specifiche di CO2, oltre il doppio del gas naturale.
Il programma politico dell’Unione indica obiettivi per lo sviluppo di fonti rinnovabili e per l’efficienza energetica, ma al momento nell’azione di Governo non c’è traccia di tutto questo. Chiediamo che vengano fissati obiettivi vincolanti e coerenti con gli impegni assunti in campo internazionale”.

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°50
del 18 Dicembre 2006

18 Dic 2006, 22:53 | Scrivi | Commenti (1023) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1023

| La Settimana | Trackback (15)

Commenti

 

Seminario di Studi del 30 Marzo 2016 c/o Accademia dei Georgofili in Firenze.

Nell' ambito del seminario si procedera' ad una prima Costituzione di un GRUPPO OPERATIVO per attuare un piano strategico di Decarbonizzazine della Economia in area geotermica Toscana si incentra su quattro obiettivi principali:

1) Creare un modello di sviluppo alternativo all'uso di combustibili fossili creando una convergenza intelligente di competenze imprenditoriali e di ricerca ed istituzioni.
2) Raggiungere e superare gli obiettivi di sicurezza ambientale e di decarbonizzazione definiti dal Pacchetto europeo Clima-Energia 2020 in modo da assumere un ruolo guida nella definizione ed implementazione della Roadmap mondiale del 2050.
3) Favorire la crescita economica locale sostenibile attraverso lo sviluppo del settore energetico ed alla crescita di tutti i segmenti dell’economia ‘verde’, ed in particolare gli sviluppi della serricoltura high.tech.
4) Generare un impatto positivo sulla crescita economica.attraendo importanti investimenti per programmi Europei di gestione e sviluppo ecologico degli impianti geotermici , quale oppotunita' di attuate una ampia collaborazione tesa all' efficientamento energetico ed alla riduzione delle emissioni di CO2.

Paolo Antonio Manzelli, ;
https://www.facebook.com/events/585388014941748/

paolo manzelli 28.03.16 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Dal punto di vista Energetico solo pochi Stati sono realmente autosufficienti. Molte nazione
acquistano Energia ad altri stati produttori. L'Italia di oggi è in una situazione
di gravissima
non-autosofficienza. Consiglio a tutti di visionare la mappa mondiale
dell'autosufficienza energetica che trovate a questo link (
http://www.ilmioeden.it/e-se-domani-non-avessimo-piu-energia/ )nella quale
si vede chiaramente la situazione di tutti i paesi del mondo.
A presto,
Roberto Stanzani

Roberto Stanzani 10.11.13 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto parecchie risposte sul tema energia e centrali a carbone e francamente mi sono fatto la convinzione che si parli spesso a vanvera ( senza conoscere i dati ) e in maniera ideologica ed emotiva.
Mi spiego; il problema dell'inquinamento è un dato di fatto ( come in tantissime altre attività umane del mondo odierno ) come è un dato di fatto uno stile di vita a cui credo moltissimi di noi non rinuncerebbero mai! avete presente i condizionatori d'estate? Detto questo ed eliminati i pregiudizi cerchiamo di vedere un pò di fatti:
- in Italia si è arrivati ad una punta di consumo vicina a 60.000 Mw ( cioè 60.000.000 di kw tanto per spiegarsi meglio! );
- ragionevolmente pensiamo di potere ridurre in modo significativo e rapido questo limite?
- se no, come io penso in modo realistico e pur tentando di non farlo incrementare significativamente, quali sono le fonti di energia a cui possiamo ricorrere?
Bene le fonti sono svariate ( nucleare, carbone, olio, gas, idrico, eolico, solare, fotovoltaico ecc. ); vogliamo, sempre in modo realistico valutare l'apporto di ogni fonte in base ai suoi costi e alle tecniche esistenti senza pregiudiziali?
Una volta fatta questa operazione possiamo pianificare quali impianti FARE e quali abbandonare e soprattutto immaginando anche di capire quale potrà essere il costo finale dell'energia per l'utente.
Come si vede, scusandomi per lo stile un pò professorale, il problema è alquanto complesso e come si dice in matematica, l'equazioni ha più soluzioni!! Voglio dire che con un approccio emotivo e senza conoscere a fondo i dati non si va da nessuna parte! Si fa solo propaganda e si diffonde informazione falsata. A proposito io sarei d'accordo nello smantellare gli impianti di Porto Tolle, Civitavecchia, Vado Ligure, Fiume santo, Montalto ecc. ecc : naturalmente chiusura vuol dire tutti a casa licenziati e/o in cassa integrazione! siamo davvero tutti così d'accordo in questo? gli interessati ci stanno? Mi sa che la cosa è complicata!

Franco Dechellis 01.10.07 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Per alcuni lustri l'ENEL di CHICCO TESTA, a noi sardi, ci ha scassato le balle progettando e realizzando in sardegna centrale termoelettriche a carbone. Tentando di convincerci che la nostra isola importava energia elettrica dal continente attraverso il SACOI (elettrodotto sottomarino che collega la sardegna alla toscana passando per la corsica. Se non lo avesse fatto, avremo corso il pericolo di rimanere isolati.
Ovviamente sulla stessa lunghezza d'onda dell'Enel c'erano, oltre la "casta" dei politici prezzolati locali, anche l'altra "casta": quella dei sindacati e dei sindacalisti.
A Porto Torres, l'ENEL dell'ex ambientalista pentito Chicco Testa, ha fatto costruire due gruppi termoelettrici marcianti a olio combustibile prima, a Orimulsion poi, e oggi con ENDESA a carbone. E questo nonostante la dura opposizione delle popolazioni locali, i quali attraverso un referendum popolare autogestito del 10 marzo 1996 il 97% dei votanti hanno detto no! al carbone.
Ma non è servito a nulla perchè quella volontà è stata annullata dal tradimento di alcuni membri dell'ex "Comitato Anticarbone" e dalla firma della convenzione con Endesa da parte del nuovo sindaco.
Ma non basta. Perchè col ricatto della fame di posti di lavoro Endesa e sindacat imposto la costruzione di un ulteriore gruppo da far marciare a carbone e la riconversione, sempre a carbone, degli altri due gruppi che oggi marciano a olio combustibile. Ma come se ciò non bastasse, vogliono ancora costruire un nuovo elettrodotto che attraversando tutta la sardegna in senso trasversale, si immerge nel Tirreno per riemergere nella costa laziale.
Questa è la classe politica locale, questa e la classe sindacale. Che pur di avere appalti da utilizzare come merce di scambio nelle elezioni sono disposti a giocarsi altre centinaia di vite umane avvelenate ogni giorno dalle emissioni delle centrali e dai poli petrolchimici.
A Porto Torres il 90% dei decesssi avvengono per patologie tumorali.
Giuseppe Contini


giuseppe contini (giuseppe contini) Commentatore certificato 27.09.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Proprio oggi, al TG1 RAI delle 13.00 hanno intervistato in chiusura l'amministratore delegato dell'ENEL su una iniziativa atta a coinvolgere le utenze sul progetto di utilizzo di energia da fonti rinnovabili e/o altrnetive. Sembra che aderendo a tale iniziativa ci si garantisce il blocco del costo dell'energia elettrica per due anni. L'iniziativa sembra degna di lode ed interesse, senonchè l'AD ha precisato che l'orientamento dell'ENEL è verso le centrali a carbone di ultima generazione, precisando "... a carbone pulito."!!!

CHE SCHIFO!!!!

Occorre precisare che l'unica centrale a carbone veramente pulito è stata realizzata negli Stati Uniti a livello di prototipo; gli altissimi costi di realizzazione di queste centrali su vasta scala ne impediscono la realizzazione se non tra vent'anni (il servizio è stato trasmesso, lo ricordo bene, proprio da una delle reti RAI).
Durante il servizio hanno sempre precisato la pericolosità di queste centrali e prendevano in considerazione il ricorso a tale tecnologia a basso costo proprio in Cina, dove lo sviluppo economico ed industriale sta marciando a ritmi sostenuti e la domanda di energia elettrica è notevole.

Di carbon fossile Cina e Russia hanno vastissimi giacimenti, il problema è che tale risorsa paga in termini di inquinamento, salute della popolazione, effetto serra.

L'ENEL dovrebbe essere denunciata per questi messaggi di propaganda ingannevole; perchè in alternativa non proporre un serio studio di fattibilità ambientale e proporre a tutte le utenze un incentivo all'installazione del fotovoltaico sui tetti dei palazzi, fabbriche, scuole, ecc.?

Se si riempissero tutta l'Italia di tali sistemi, sicuramente dipenderemmo molto meno da vecchie centrali obsolete, dannose e dall'estero.

Negli ultimi dieci anni anche la tecnologia del fotovoltaico si è evoluta e la resa dei nuovi pannelli è salita di ben 100 volte rispetto ai primi sistemi e coninua a crescere.

ATTENTI ALLE PROSSIME BOLLETTE!!!

Giuseppe C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.09.07 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,
io sono di civitavecchia e anche qui la vicensa a carbone è una tragedia, si sente sempre dire che è inutile lottare eprchè tanto fanno quelo che vogliono e questo diventa verità perchè siamo sempre i soliti a farci avanti, anche se quasi tutta la città non vuoel la riconversione a cabone della nostra stramaledetta centrale, l'enel fa come gli pare perchè la gente non partecipa alla lotta, sono convinta che se le lotte venissero condotte dal popolo e non da gente che poi si fa prendere la mano e si vende per poco, e dai politici dei quali non ci si deve mai fidare neanche se fossero i tuoi stessi figli, sono convinta che le cose andrebbero diversamente. comunque per dire la mia sulla quastione ambientale, ritengo che invece di spendere miliardi per costruire navicelle in gardo di ospitare colonie di uomini quando la terra sarà inabitabile, si potrebbero spendere i soldi per creare un progresso ecologico, siccome però sappiamo bene che questo non accadrà, credo che noi nel nostro piccolo abbiamo il DOVERE di continuare a lottare anche quando vediamo che non c'è più speranza e soprattutto crescere i nostri figli nella cultura del rispetto di tutti e tutti anche nei confronti di problemi che non ci toccano direttamente, l'unica speranza sta nelle generazioni future a noi il compito di creare uomini che potranno salvare il pianeta.

valentina anastasi 13.08.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
nel 2001 ho terminato il dottorato di ricerca in progettazione meccanica. Oggetto del mio studio era una centrale elettrica alimentata a carbone senza emissioni in atmosfera. E' più di un modo di dire: non era prevista la ciminiera. La CO2 prodotta viene liquefatta e resa disponibile per altro tipo di processo industriale. Per fare questo ho fatto ricorso a tecnologie più che mature, utilizzate da decine di anni nell'industria chimica. In sostanza il carbone si gassifica, il syngas reagisce con acqua e il CO prende l'ossigeno dall'acqua dandoci CO2 e idrogeno. Facendo gorgogliare questa miscela nel metanolo, la CO2 si cattura, e rimane solo l'idrogeno che viene bruciato con ossigeno puro, anziché con aria, così non si formano ossidi di azoto. Il rendimento dell'impianto è superiore a quello di un impianto a carbone convenzionale, ed il costo dovrebbe essere inferiore, perché le portate in gioco nella sezione di potenza sono molto ridotte. Da quando ho finito il dottorato non mi sono più occupato di energia, ma so che su quel filone è stato finanziato un impianto pilota con la legge 297, ed ha portato ad una collaborazione con una società degli Stati Uniti. L'interesse per questa tecnologia non riguarda solo il carbone, ma qualunque processo di combustione, compreso quello dei rifiuti. Nonostante questo, non ho quasi mai sentito citare questa soluzione nel dibattito sui gas serra. Il "quasi" è dovuto ad un programma di Piero Angela, che in realtà era un'apologia del nucleare, quindi ha pensato bene di presentarla come un'idea stravagante di ricercatori americani, insomma: lontana nello spazio e nel tempo, non si sa mai che qualcuno la consideri una strada percorribile. In conclusione, mi sento di rivolgere un invito a chi cerca soluzioni tecniche al problema del riscaldamento globale: smettete di fare quello che state facendo, prima di trovare risultati scientifici, preoccupatevi di quale strada potranno seguire per poter essere utilizzati.

Augusto Montisci 13.06.07 10:31| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono uno studente di 16 anni residente a roma e mi sta molto a cuore dire la mia sul problema ambientale.secondo il mio modestissimo parere di adolescente il nostro paese è guidato da una massa di politici incapaci,inetti sulla questione ambientale e non capaci di rendersi conto di una grande risorsa che l'italia possiede:IL SOLE.in tutto il mondo ci conoscono anche per questa caratteristica.eppure siamo agli ultimi posti in UE per sviluppo di panelli fotovoltaici o solari o anche di altre energie pulite.e gli illustrissimi onorevoli che prendono quindicimila euro per dormire o fare a botte in parlamento non se ne sono accorti.ma, forse sarà troppo difficile per le loro menti esauste da cotanto spremere di meningi??? questa è la grande risposta che mi chiedo o che forse si chiedono tutti gli italiani.i nostri grandi poltici pensano a costruire opere faraoniche come il ponticello dello "stretto"(che tra l'altro aveva lo scopo di fornire mercato a società private colluse cn organizzazioni malavitose) piuttosto di prendere esempio dalla germania dove l'intera friburgo è autosufficiente riguardo l'energia, sfruttando tecnologie all'avanguardia.forse questa parola tecnologia è troppo disueta per i nostri supereroi abitutati a leggere a fine mese stipendi un tantinello elevati??e se lo dice un ragazzo come me di 16 anni, vuol dire che l'italia sta andando in rovina. sono lontani i tempi di grandi politici come alcide de gasperi.beppe continua a lottare contro i potenti corrotti dell'italia

emanuele gullo 27.04.07 22:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ti ringrazio e mi complimento per l'abnegazione e per l'ardore con cui ti rendi al servizio dei cittadini che vogliono conoscere la verità.Solo da poco mi sono iscritto al tuo blog, tra l'altro interessantissimo, e desideravo dire la mia in merito alla centrale di Porto Tolle.Da 33 anni vivo in questo Comune e credo che l'impianto che intendono costurire non sia assolutamente compatibile con la salute dei polesani, e stento ancara a credere che il territorio in cui abito sia stato riconusciuto come Parco, visto che ultimamente, pure nei Comuni limitrofi non si parla d'altro di costuire Centrali a Turbogas e Biomassa.Necessitiamo veramente di tutta questa energia? Se così fosse, allora sarebbe meglio convertire il Parco in Polo Energetico.Comunque, ritornado alla centrale di Polesine Camerini, ti dico che la mia famiglia rientrava fra le famiglie campioni sulle quali l'Enel studiava se vi fossero correlazioni fra le malattie e le emissioni della ciminiera.Ebbene, nessuno ha mai visto gli esiti delle ricerche.E' tutto un "incantesimo", certo è che il Comune di Porto Tolle ha tutto l'interesse che la Centrale venga riconvertita, poichè punta ad incassare la tassa Ici (milionaria) che Enel sarebbe costretta a pagare.Ciò che mi rammarica è leggere i commenti sul blog di alcuni miei compaesani, che giustificano l'operato dell'Enel.In particolare mi riferisco al gliovane 16enne Andrea Soria, secondo il quale l'economia di Porto Tolle dipende dalla presenza della centrale.Inoltre il ns.commentatore asserisce che gli ingegneri hanno calcolato tutto per ridurre l'inquinamento.Io sono totalmente contrario a quanto afferma Andrea,non è assolutamente vero che il problema economico del comune dipenda da Enel, ma dalle pessime amministrazioni comunali,provinciali e regionali che abbiamo avuto e poi non credo minimamente che gli ingegneri riescano a risolvere il problema delle emissioni CO2 bruciando carbone.Pertanto, Beppe dovresti veramente pensare di formare 1 partit

ENRICO B. Commentatore certificato 27.04.07 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
è in corso una petizione su internet affinchè il governo dia sostegno alla ricerca della 'fusione fredda'

http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm

Stefano Lovisetto 26.03.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Quando si è rinunciato al nucleare si sono aperte le sole strade percorribili: petrolio gas naturale e carbone. E ora guarda dopo venti anni si è scoperto che avrebbero prodotto CO2 in quantità tali da cambiare la faccia a questo mondo, le cui conseguenze non sono avvicinabili nemmeno da cento disastri come Chernobyl!
Adesso anche a sinistra si torna a parlare di nucleare: bastava togliere la testa dalla sabbia...(in Europa lo avevano capito bene).
Oppure bisogna dire agli italiani la verità: con le rinnovabili potete accendere la luce in casa solo 10 minuti al giorno e poi più!
Meditate gente.

Andrea Locarni 13.03.07 21:54| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe vorrei portare alla tua attenzine un problema che incombe sulla mia città dove l'enel fa da padrone da 50anni, ora con molta arroganza sta costruendo 3 gruppi a carbone, pochi metri prima la interpawer a convertito 4 grupi a gas, a pochi km a nord cè montalto con 4 turbogas e 4gruppi a gasolio, la più alta concentrazione di co2 di tutto il lazio, forse dell'italia, Marazzo a vinto le elezioni contro Storace cavalcando l'onda contro il carbone e dopo?..... i mass media non ne hanno mai parlato a livello nazionale come la tav e altro.. la domanda e lecita: vuoi vedere che la vigna dei coglioni sta proprio a civitavecchia???

giampiero l. Commentatore certificato 04.03.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE perche non fai un tuo partito politico ?
addrizzeremo un po di:
petrolieri
case farmaceutiche ecc. ecc.
ed anche un po di verdi ambientalisti che sono al governo a votare le cazzate e non muovono un dito per almeno una stupidissima cosa come ampliare i distributori a metano x autotrazione.
perche non lasciano libertà (rispettando le regole sulla sicurezza) di aprire distributori a metano a chi e interessato?

de matteis romolo 26.02.07 10:06| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,

ti segnalo il rapporto di Greenpeace "La rivoluzione dell'efficienza" che mostra come la riduzione a zero della crescita dei consumi sarebbe conveniente non solo per l'ambiente ma anche sul piano economico e occupazionale. Il rapporto è scaricabile all'indirizzo:
http://www.greenpeace.org/raw/content/italy/ufficiostampa/rapporti/efficienza2020.pdf
In copertina un momento dell'azione a Porto Tolle.

cari saluti
Giuseppe Onufrio - Direttore delle campagne - Greenpeace

Giuseppe Onufrio 16.02.07 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo che se da un lato il Presidente Bush negli USA che fa un ravvedimento strategico e si impegna a investire nello sviluppo di energie rinnovabili tra le quali quelle a base di Idrogeno e Fuel Cells, dall'altro Il governo italiano ha abolito l'idrogeno e le fuel cells dalle energie rinnovabili che possono utilizzare i crediti verdi.

Infatti il dipendente Scanio & company hanno approvato con la nuova finanziaria (all’art. 1 comma 1120) l'abrogazione dell’articolo 1 comma 71 della legge 23 agosto 2004, n. 239, che attribuiva i certificati verdi all’energia elettrica prodotta da Idrogeno, e che per maggiore chiarezza riporto:
Art 1 comma 71 della legge 23 agosto 2004, n. 239
Hanno diritto alla emissione dei certificati verdi previsti ai sensi dell'articolo 11 del decreto legislativo 16 marzo
1999, n. 79, e successive modificazioni, l'energia elettrica prodotta con l'utilizzo dell'idrogeno e l'energia prodotta in
impianti statici con l'utilizzo dell'idrogeno ovvero con celle a combustibile (anche dette Fuel Cells)....

Un recente studio sul settore delle Fuel Cells riporta che in Europa solo l'Italia posside un settore rilevante nell industria dell'energia alternativa basata sull Idrogeno.

Molte Aziende Italiane (Enel, Caffaro Eni solo per citarne alcune) hanno annunciato pubblicamente di valutare rilevanti investimenti in energia rinovabile basata sull'idrogeno untilizzando in molti casi tecnologia Italiana. Ovviamente il venir meno della possibilita' di utilizzare i certificati verdi dirottera' tali investimenti su altri tipi di energie rinnovabili in molti casi di societa' straniere.

Sarebbe interessante sapere il perche di tale decisione.

Frank N. Commentatore certificato 15.02.07 23:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, Cari amici,
io nel polesine ci vivo e lavoro da 25 anni!
Sono capitano di una motonave turistico fluviale che naviga proprio sul Parco del Delta del Po. E proprio nel Parco trasporto migliaia (fino all'anno scorso) di turisti in visita alle bellezze naturali del nostro amato Delta.
Il parco viene così chiamato solo quando fa comodo, tanto che non è un parco nazionale ma solo un parco interegionale, mal voluto dagli abitanti e dagli stessi comuni che lo compongono!
La cosa ancor più ridicola che di parco trattasi solo le vie d'acqua, quindi solo il Po di Venezia, ll PO della Donzella, di Maistra, delle Tolle, della Pila e le varie Buse Dritta, Tramontana, Scirocco e Bastimento. Quindi quasi tutti i terreni nel delta...non sono parco!
La cosa ridicola che oggi la centrale è ferma, si sono circa tre anni che è stata fermata a causa la totale illegalità degli impianti ad Olio combustibile pesante.
La stessa doveva trasformare essere prima trasformata Gas, ora a Carbone.
Ma lo sapete Voi da dove arriva il Carbone?
Così ho sentito dire:comperato in Croazia,Serbia, Bosnia insomma ex Jugoslavia.
Trasportato con nave fino a Porto Levante,trasferito con bettoline da 1500 ton via Po di Levante e Po di Venezia fino alla Centrale di Polesine Camerini.
Dicono che dipingeranno con dei fiori le capotte delle bettoline che dovranno coprire le migliaia di tonnellate di carbone trasportato.
Si calcolano 20/30 bettoline al giorno.
No so dirvi che lavoro farò nell'immediato futuro. So solo che migliaia di Aironi Cenerini,Cavaglieri d'Italia,Valpoche,Trampolieri, Folaghe, Cormorani, Aironi Rossi, Garzette, Beccaccie,Anitre,Germani,Svassi,Falchi di Mare e altre specie non saranno certo in grado di sopportare tale passaggio.So che a molti non cambierà la vita sapere che tutte queste specie cesseranno di vivere nel delta,ma per noi,operatori turistici che amiamo il nostro territorio sarà un totale DISASTRO!
Venite a visitare il Delta del Po prima che sia tardi!Rudy

Rudy Toninato 13.02.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti....sn di brescia e come in molti sanno abbiamo uno splendido inceneritore che spara merda tutto il giorno tutti i giorni, qui viene smaltita roba nn solo di brescia ma anche di altre città...apperò che fortuna ....in parole povere ce la pippiamo tutta noi la merda!grazie brescia !!!beppe t prego candidati!!!!!!!!!!!!

omar grossi 11.02.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Da anni mi sono dedicato a cercare di realizzare (o di far realizzare da qualcuno che è in grado di farlo) un generatore di energia elettrica per famiglia, utilizzando come combustibile l'idrogeno in autoproduzione. Non sono riusito a costruire un prototipo per i costi eccessivi, ma sono disponibile a farlo con qualcuno che è interessato all'iniziativa. Come è noto la tecnologia non è complessa più di tanto, e quindi non si tratta di inventare una macchina "fantastica", ma di costruire una macchina utile e pulita. Se qualcuno è interessato mi può contattare.

Andrea Soria 08.02.07 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve sono un abitante di Porto Tolle,16 anni, Studente, ogni mattino mi alzo alle 5:20 per andare a scuola nella speranza di trovare un lavoro che mi gratifichi in un futuro non molto lontano.
Quello che voglio chiedere a tutti i critici che discutono il problema della centrale ENEL di Porto Tolle è, oltre a criticare avete mai pensato di fornire una alternativa valida, oltre alla proposta di chiusura dell'impianto; secondo voi è una cosa positiva, secondo me è impensabile alimentare una simile struttura a gas metano o a bio masse.
Se viene convertita a carbone sicuramente ci saranno stati ingenieri che hanno affrontato il problema inquinamento e che sanno come ridurre le emissioni di CO2, mediante appositi apparati di filtraggio, sicuramente loro sapranno meglio di noi quali effetti avrà l'impianto sul territorio.
Secondo me chiudere la Centrale, Bloccare costantemente i lavori, i cantieri, i progetti e criticare senza mai dare una soluzione realmente applicabile non è il modo migliore di crescere. L'economia di Porto Tolle e non solo, è influenzata dalla presenza dell'impianto. Vediamo quindi di pensarci bene prima di parlare ed agire.
Con questo messaggio io non esprimo assolutamente idee politiche o schieramenti particolari, esprimo solo la volontà di crescita del mio paese dove io cresco e crescerò e dove un futuro spero di lavorare.

Mancin Nicola 07.02.07 11:41| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Una piccola considerazione a proposito del Tuo articolo. Io a Porto Tolle ci abito, lavoro, e indovina dove? No, per fortuna non nella centrale elettrica, ma attorno ad essa, nelle immediate vicinanze. Ho visto di persona l´evolversi della scalata dei ragazzi di Greenpeace. Bello, il paracadutista, la scritta sul camino, lo striscione Greenpeace. L´intenzione era onorevole, ha aperto una finestra informativa a tutti gli Italiani. Il risultato? Giá dall´anno scorso vagano per le nostre terre e per i nostri paeselli dei tipi arcigni; cosa cercano? Semplice: case da affittare, case da acquistare e campi (sempre in affitto) per poterli coltivare a container (le modernissime containeropoli). Il giorno dopo l´uscita dei ragazzi di Greenpeace, le imprese all´interno della centrale hanno cominciato la demolizione e lo smontaggio dei pezzi dei vari gruppi generatore e delle cisterne ma non perché la centrale deve chiudere, ma per poter fare posto alla conversione a CARBONE. Che cosa si puó pensare? Giá che ci siamo, 2 paroline sull´alimentazione. Forse tutti non sanno che la centrale é sita nell´estremo delta del grande fiume Po e quindi a ridosso del mare o, per meglio specificare, a ridosso delle lagune (Canarin, Basson, Barbamarco, Busiura, Sacca degli Scardovari). Queste lagune sono adibite a riproduzione e raccolta delle VONGOLE. Pensate che Il camino é distante circa 100 metri dall´acqua. Dagli anni ´70 fino ad oggi con la centrale che ha funzionato a nafta pesante, i fumi (che quando si raffreddano sono piú pesanti dell´aria) dove cadono? Indovina un po? Ed ora, a carbone, dove cadono? Buon appetito!! Un saluto dalle terre delle nebbie:

Alessandro P. Commentatore certificato 03.02.07 05:48| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,sono Riccardo e abito ad Adria,non molto lontano da Porto Tolle anzi, in linea d'aria vicinissima alla famigerata centrale.Purtroppo in Italia invece di trovare strade alternative alle odierne,fonti di energia molto inquinanti si torna indietro e,si vuole riconvertire una centrale ENEL a carbone.Uno spreco di denaro pubblico icredibile per creare un nuovo ecomostro.L'energia è necessaria per lo svolgere della vita di tutti i giorni,ma a tutto c'è un limite.Inoltre c'è anche il progetto di costruire una centrale TURBOGAS vicino a Loreo,altro comune vicino ad Adria, le cui emissioni unite a quelle della centrale di Porto Tolle,daranno il colpo di grazia al gia fragile ecosistema del Polesine.Questa bellissima e mi permetto di dire unica zona dell'Italia e anche dell'Europa sta diventando una fogna immensa. che vergogna.Ti saluto caro Beppe,ti faccio i complimenti il tuo " spettacolo" che hai tenuto l'estate scorsa a Porto Viro,a favore dei lavoratori del zuccherificio che rischia di chiudere.Anche a Bottrighe,una frazione di Adria,un'azienda che produce lisina,un'aminoacido per usi alimentari la settimana prossima chiuderà e,80 dipendenti resteranno senza lavoro poichè la propietà,"Giappone",ha deciso cosi chiamando in causa gli alti costi per rimodernare gli impianti e la concorrenza cinese che ha saturato il mercato europeo facendo crollare il prezzo.Un'altra mazzata per la nostra fragile economia.Ciao,spero di rivederti presto da queste parti.

Riccardo Boccato 27.01.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti, è la prima volta che scrivo su un blog (c'è un po' di ingenua emozione).
A proposito di energia pulita e rinnovabile avete mai sentito parlare degli studi e delle realizzazioni di Tesla? E' impressionante.

graziano abelli 24.01.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un saluto a tutti,
Voglio spendere alcune parole a favore di un
argomento che ritengo di assoluto interesse:

........L'ENERGIA GEOTERMICA............

Siamo stati i primi al mondo a produrre energia elettrica da fonte geotermica.
Il Principe Piero Ginori-Conti nel 1904 riuscì ad accendere 5 lampadine sfruttando questa risorsa, da quell'esperimento ad oggi è stata fatta tanta strada.
in Italia sono attive 32 centrali geotermiche, che producono elettricità sfruttando il vapore naturale del sottosuolo, per un totale di 790,5 MWe dati riferiti all'anno 2005.
Qunto sopra descritto potrebbe essere implementato da uno sfruttamento alternativo del flusso enegetico geotermico.
Lo strumento è la
"pompa di calore a sonda geotermica".
il principio di funzionamento è lo stesso dei condizionatori a pompa di calore che tutti conoscono, in alternativa i prodotti a sonda geotermica utilizzano come sorgente di calore esterna non l'aria ma bensì l'acqua che viene fatta scorrere in un tubo di polietilene che viene posato nel terreno.
In questa maniera si sfruttano al massimo le potenzialità della macchina in quanto estraendo calore da una sorgente alla temperatura di circa 15°C si otterrebbe un risparmio sulla bolletta elettrica.
I vantaggi di questo sistema si ottengono, a seconda delle stagioni, sia nel riscanldamento che nel raffrescamento degli edifici.
Tutto questo avviene perché il terreno, ad una profondità di circa 2m, presenta una temperatura costante durante tutto l'anno di circa 15°C.
Ricordo che il 70% circa dei consumi energetici di un'abitazione sono spesi per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria.
Questo sistema, considerando un'applicazione estesa a tutto il territorio, permetterebbe un risparmio sulla bolletta energetica Italiana.

Per chi avesse bisogno di informazioni più dettagliate sarò lieto fornirgiele sul blog o postarli ad eventuali indirizzi @-mail.

Grazie Beppe.

Marco Rossi 15.01.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

La questione della centrale di Porto Tolle credo sia ormai conosciuta da tutti.... ed il progetto della centrale a turbo gas a Loreo??....(Loreo è un paese a poca distanza da Porto Tolle e se non sbaglio anch'esso all'interno del Parco Delta del Po). Sembra che il parco sia divenuto il luogo dove localizzare tutto, perchè sempre a poca distanza stanno costruendo il nuovo rigasificatore.... un bella concentrazione: centrale a carbone (Porto Tolle), centrale a turbogas (Loreo) e rigasificatore (Porto Viro)....

stefania zanella 13.01.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Signor Bebbe Grillo,
perdona il 'Tu', mi viene spontaneo, ti vedo sempre ovunque e mi sembra di parlare ad un amico, o comunque ad una persona che conosco da tempo. E da tempo ti ammiro perche' vedo in te un uomo coraggioso, che ha fatto del coraggio il suo mestiere. Vorrei dirti la mia sulle centrali a carbone.
Il carbone inquina, moltissimo. E' ripugnante, sporca le mani, ed e' difficile da togliere.
Ma brucia, brucia bene, in modo sicuro e produce energia. Energia che in Italia e' sempre piu' difficile da trovare, la si paga a peso d'oro, come l'acqua minerale in Francia. Le nostre centrali nucleari ci costano milioni di euro l'anno per stare ferme, e per fortuna sono solo tre.
Ce ne sono settanta, appena oltre le alpi. Non abbiamo abbastanza sole, abbastanza vento per trovare l'energia che ci serve ad alimentare i nostri vizi.
Con le nostre leggi, occorrono 12 anni per mandare a regime un impianto elettronucleare, per renderlo in grado di produrre. Ci rimane solo il nero, unto, maleodorante carbone. Non trattarlo troppo male.

Michele Gorra 09.01.07 17:59| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Green Peace a Porto Tolle....

...era più interessante se fossero saliti sulla ciminiera con il "gruppo" in servizio (non vedo fumo!) e se il "gruppo era in servizio" come mai non avevano le "prescritte" mascherine?

Giorgio Grassi 30.12.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento

La produzione pulita di energia evidentemente non esiste! Dopo il disastro del Vajont l'ENEL non è più stata in grado di piazzare un impianto idrico! Le centrali solari in Sicilia hanno dimostrato che era più la spesa che la resa! Stop alle trivellazioni...morte o quasi del Geotermico. l'eolico? Un maxi generatore che fa funzionare qualche migliaia di lampade per "illuminazione pubblica" è um mostro vibrante e ingombrante che nessuno vorrebbe vicino casa!Il fotovoltaico?..avete un paio di immigrati specializzati che vi fanno manutenzione ad un pacco batterie grande come la casa?..rimane un'unica soluzione: ciao progresso...non si consuma più!..oppure: tutti quei gagliardi giovani (o anche meno giovani) che zeppano palestre e parchi, consumando energia "nobile" (tapis-rulant, jogging ecc.)potrebbero "pedalare" a gruppi (anche a turno) azionando dei generatori così da produrre finalmente l'energia pulita...a meno che, nello sforzo......

Giorgio Grassi 30.12.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento

C'è un solo problema, caro Grillo, che nessuno, neppure Greenpeace considera. E' bello parlare di rinnovabile e di tutte queste cose, ma in questo momento il problema del caro petrolio e dei rischi dovuti al fatto che siamo petroliodipendenti sono da risolvere. Immediatamente. Ci servono milioni di megawatt di energia. Anche uilizzando tutte le fonti pulite del paese non potremmo arrivare a più del 10-15% del fabbisogno nazionale. E il resto??? Fatta eccezione del nucleare, che rispetto al petrolio e derivati è senz'altro pulito e non rischioso (solo a confronto, ma che si deve fare). Allora come la si mette??? Certo, sul lungo termine va bene pensare pulito, ma nell'immediato???? Quello che bisogna fare in Italia non è lamentarsi per una centrale che viene convertita, ma perchè manca un piano di espansione energetica!!!! Dov'è????

Stefano Mologni 25.12.06 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho sviluppato e pensato di distribuire GRATUITAMENTE un SW "SIMULARE2.0" che è un simulatore economico solare in CONTOENERGIA per l'analisi del ritorno economico di un investimento solare fotovoltaico che è scaricabile GRATUITAMENTE al seguente link:
http://www.ingegneri.info/?cartel=software&page=classifica_mese&sfx=_classifica
L'iscrizione al portale è GRATUITA e si effettua in 30secondi.L'Ouput di SIMULARE2.0 produce risultati e grafici da cui si possono capire tante cose...se passa il NUOVOCONTOENERGIA con il nuovo tariffario incentivante non c'è proprio da stare allegri...ma valutate voi bastano 39click e 10minuti del Vostro tempo per renderVi conto che ci stanno prendendo in giro.Noi pensiamo a rigasificare in Germania con la metà della nostra radiazione solare fanno i miracoli...lasciamo stare va...
Il SW In 4gg è stato scaricato da 1342 utenti...ciò dimostra che c'è molta attesa riguardo al CONTOENERGIA e se ne sa veramente pochissimo purtroppo.Spero di esservi stato utile.Buon lavoro
Ing.Alessandro Caffarelli
P.S: il SW è in continuo aggiornamento relativamente anche alle nuove disposizioni ministeriali attese riguardo il CONTOENERGIA ed è sempre scaricabile di volta in volta GRATUTITAMENTE allo stesso link.

alessandro caffarelli 24.12.06 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Grillo (Beppe)
è la prima volta che ti scrivo.
Mi sono appena registrato, ti ho autorizzato a fare dei miei dati tutto quello che vuoi........
Be. tutto questo per dirti che ti ho visto, sentito, letto molto incavolato per quanto succede oggi nel settore energia e per come viene gestito dal nostro paese.Io non voglio commentare e far polemica, sono un tecnico e quindi di poche parole.Oggi una delle cose che secondo me si potrebbe fare per evitare che i nostri figli paghino un conto molto salato in denaro e salute, è promuovere la produzione di corrente elettrica e termica a livello cittadino con potenza non superiore ai 10 Mw utilizzando fonti rinnovabili (olio di colza, palma.....).Immaginiamo che un comune di piccola dimensione in Italia decida di investire 10 milioni di euro per la realizzazione di un impianto di cogenerazione atto a produrre 10.000 Kw elettrici orari.
La normativa oggi (come tu sai) permette di legare la produzione della corrente elettrica da fonti rinnovabili a soldi contanti.Soldi che sono già stati pagati dai cittadini in bolletta.Il comune nel giro di 2 - 3 anni massimo non solo si sarà ripagato l'impianto, ma avrà reso partecipe
la cittadinanza di una operazione finanziaria che gli permetterà di versare nelle casse del comune
ogni anno qualche milione di euro per la realizzazione di opere necessarie ai cittadini ( abbattere l'ICI per esempio.)A. mi sono dimenticato di dire che sono impianti puliti e che potrebbere dare un rilancio a quelle economie (vedi il sud) dove oggi non si pianta niente perche non conviene (colza?)Io credo che il tuo staff tecnico possa verificare velocemente quanto detto da mè.Se vuoi posso darti una mano con i numeri. Comunque il mio sogno sarebbe una rete di impianti indipendenti in tutta italia che ci permetterebbe di dare una bella perdata nel sedere a quei petrolieri e finanzieri che ci voglio far credere che il futuro e nell'investire
nei rigasificatori...

massimo perletto Commentatore certificato 24.12.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

LAVORI IN CORSO.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.
CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA - 31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE::::
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
-
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Ripristina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
---
Disdetta (e non disdici) il canone rai:
voce del verbo disdettare.
Disdetta (e non disdici) il canone rai:
voce del verbo disdettare.
TUTTI I CANONI CREANO SPEREQUAZIONE A DANNO DEI PIU' DEBOLI E DEI PIU' POVERI: LA FAMIGLIA AGNELLI SAREBBE TENUTA A PAGARE 104 EURO QUANTO QUELLA DEL SUO OPERAIO FIAT.
TUTTI I CANONI SONO FONTE DI INGIUSTIZIA E SONO UNA SORTA DI TASSAZIONE INVERSAMENTE PROPORZIONALE (CHI HA DI MENO PAGA DI PIU') QUINDI SONO CONTRARI ALLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA.
STRANAMENTE A PAGARE IL CANONE SONO I PIU' POVERI E DEBOLI A CUI IL POTERE HA FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO FACENDOGLI PENSARE CHE PAGANDO SI SENTE MEGLIO E PUO' ANDARE IN PARADISO.
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php

Antonio De Franco 24.12.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Grillo for President!!!

pino benigni 24.12.06 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,come mai non parli mai di quel pagliaccio di Emilio Fedele?Ne avresti di cose da dire...sono d'accordo con molti che dicono che piu' parla e piu' affossa Silvietto,pero' è inamissibile che un tale simil-uomo possa parlare in televisione!Per me è la quintessenza della stupidità al servizio della classe politica piu' retriva.Speriamo d'incontrarlo presto ai giardinetti a far defecare il cane...Saluti e forza Beppe!!!

pino benigni 24.12.06 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Desidero sapere se Grillo ha preso posizione sulla faccenda alitalia
grazie

luigi pappagalli Commentatore certificato 23.12.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

NESSUN PROGRESSO PER IL PAESE
di Giacomo M on ta na


I cittadini italiani verosimilmente non sanno un gran che di come vengono utilizzate le leggi e per chi! Nessuno può mai immaginare che l'imparzialità nel momento del bisogno di giustizia non esiste!

In queste causate condizioni la reazione del sentimento appare confusa, indeterminata, superficiale.

Se la gente tenta di uscire fuori da questo cerchio, le videopoli e le sondaggiomanie fanno continuare a cancellare per sempre qualsiasi buon proposito, unitamente alla cancellazione della vera essenza del teatro politico italiano.

Oramai nell'era della telecrazia, è stata decretata l’obsolescenza e il continuo e progressivo degrado della politica! La morale, la legalità e la politica non sono più come degli ingranaggi in positivo diretto rapporto per il bene pubblico; i fatti però, non possono essere falsati illimitatamente per poi essere trasportati e tramutati in una immagine.

In questo modo al popolo si offrono, di fatto, solo falsità e ipocrisie e non gli si offre via di scampo per riuscire a fare impostare una vera democrazia.

Con questo sistema i cittadini non vengono rispettati, sono sempre più danneggiati, derisi e costretti a vivere sotto il peso di inganni, mezze verità, falsa giustizia, falsa imparzialità e falsa democrazia.

In questo clima criminale i cittadini non ricevono nessuna base per sperare in un progresso vero, perché viene loro impedito il percorso che li porterebbe ad un possibile agire con reali prospettive di successo, perché vengono letteralmente distorte le concezioni della convivenza umana.

L'uomo non può restare a guardare per sempre questo squallore che è sempre più causa di distruzione del tessuto sociale.

Giacomo M on ta na 23.12.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

IN ITALIA DOV'E' LO STATO DI DIRITTO ?

In Italia, oggi da più parti viene sollevato il forte dubbio che l'intero armamentario giuridico, chi lo rappresenta e le relative sanzioni possa essere sistematicamente disatteso, a causa della rovinosa inesistenza di controlli e di relativi deterrenti anti-crimine.

Che fine ha fatto l'Autorità Garante che dovrebbe intensificare i controlli in tutti i casi di illegalità, di abuso o eccesso di potere?
Dove sono i controlli che dovrebbero fermare diversi inadempimenti?

Che cosa fa il personale qualificato addetto pagato dallo Stato?

Perché non esiste un'attività di controllo capillare?

Dov'è la sorveglianza sull'effettivo rispetto delle leggi e la protezione del cittadino vittima di reato?

Perché non vi è alcun intervento ogni volta che si verificano situazioni anomale o di illegalità?

Perché l'attività ispettiva non fa mai il suo corso neppure a seguito di segnalazioni, reclami e denunzie?

Chi non esercita i poteri di Garante della Costituzione?

Personalmente sono costretta a subire illegalità e relative micidiali conseguenze dall'anno 1992 e nessuno ha mai fermato le mani criminali, anzi per quanto mi riguarda, ho visto sempre proteggere in diversi modi il crimine ed i criminali sino alla pilotata prescrizione dei reati di lesioni colpose gravissime.

Perché in Italia è permesso di continuare a distruggere di nascosto l'essere umano, privandolo dello stato di diritto sino a causargli deliberatamente sempre più malattie e atroci sofferenze?

Nel mio sito internet c'è tutto, anche le prove delle violazioni di legge. L'ultimo vergognoso fatto l'ho subito recentemente dalla ASL di Milano e lo si può constatare in modo lampante andando a cliccare sul mio nome in fondo. (abbiate pazienza perché non conosco il motivo per cui la pagina relativa al falso della ASL di Milano è lenta ad aprirsi)

Gi o N ig ris 23.12.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma sì, dai, basta col carbone che inquina ! Basta col nucleare che irradia ! Basta col petrolio che è brutto ! Basta con i termovalorizzatori che puzzano ! Basta con le discariche ! Basta con i rifiuti !
TORNIAMO TUTTI SUGLI ALBERI !!!!!!!

fabio fab 23.12.06 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè noi facciamo sforzi per riciclare, per consumare qualcosa in meno, facciamo giornate senza macchine, risparmiamo energia per il riscaldamento, usiamo poca acqua (o comunque il meno possibile), e poi stasera scopro che il 17% di energia che uso proviene dal carbone? Ho 19 anni e sto scoprendo che l'Italia è un paese estremamente arretrato.

Marco Masetti 22.12.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Greenpeace

VOLEVO COMPLIMENTARMI con gli azionisti di Greenpeace. A loro va tutta la mia stima più sincera. Continuate così!
p.s.un plauso a te Beppe per aver messo la cosa in risalto. Io nel mio piccolo ho fatto un pezzo sul mio blog.Scrivere sul giornale cose del genere è già più difficile(soprattutto se la volessi scrivere come poi faccio nel mio spazio).
.Luca.

"C'era una volta il carbone..." htttp://futuribilepassato.blogspot.com

Luca Tittoni 22.12.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

voglio ringraziarti a nome di Greenpeace per lo spazio sul tuo blog. Mai avevamo avuto tanta difficoltà a uscire nonostante l'azione sia durata tanto tempo e fosse così impegnativa. Adesso aspettiamo a vedere se il Piano delle emissioni - che è stato aumentato proprio per far spazio al carbone - verrà almeno ridotto dalla Commissione Europea. In ogni caso continueremo a spingere sul tema energia e clima per noi prioritario e speriamo presto di dare altri contributi.

Giuseppe Onufrio - Greenpeace


Buongiorno a tutti, chiedo un informazione, spero che nessuno si metta a ridere. Vivo in Emilia, qui l'inquinamento è stratosferico. Cantieri edili e motori turbodiesel sono fitti come le prostitute nei viali della periferia milanese. Non sono un chimico ne un fisico, non ho grosse conoscenze. Chiedo informazioni se qualcuno sa come ricavare qualche forma d'energia dagli scarti della frutta. Mi spiego: la biomassa esiste già nel senso dello sfruttamento, ma chi viene a raccogliere l'organico sono camion TD di tot anni fa. Si riuscirebbe a fare qualcosa self-service con il residuo della frutta che si mangia a tavola? Io ci sto provando. Se qualcuno lo ha già fatto( cosa che credo) mi dica qualcosa se riesce. Ciao.

Marcello Bronzoni 22.12.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sento fuori dalla battaglia, presto fatemi lavorare con Greenpeace o qualcosa del genere, avete capito? Non ho soldi da dare, ma posso lavorare per loro, anziche' fare lo schiavo di qualche azienda che non fa altro che inquinare ed uccidermi.

Mauro Mazzerioli (mause) Commentatore certificato 22.12.06 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Cari Tutti,
sino a quando il dio denaro continuerà a farla da padrone, potremo berciare, urlare, incazzarci sino alla morte, ma di VERAMENTE alternativo in campo energetico non verrà messo in pratica un bel niente!!!
Ricerca di fonti energetiche alternative??? Ma non c'è più un bel niente da ricercare: LE CONOSCIAMO GIA' TUTTE, le fonti alternative!!!
La triste verità è che non le mettiamo in pratica; punto e basta.
A qualcuno è venuto in mente di rispolverare il carbone; beh, nei giorni scorsi ho avuto modo di sorvolare la Germania. Ci sono generatori eolici dovunque; l'energia eolica rappresenta l'11% (certo, l'UNDICI PER CENTO) del fabbisogno tedesco!!! .... e la Germania è grande, accidenti!!! Guardatene la carta geografica!!!
In cambio, nel nostro Bel Paese questa risorsa - a parte in qualche area isolata - viene quasi totalmente trascurata. Addirittura qualche anno fa qualcuno pensò bene di tarpare questa fonte di energia, in quanto "operativamente non economica" e addirittura - udite udite!!! - per "eccessivo inquinamento acustico" e per "impatto ambientale"....
Forse i venefici gas di scarico delle centrali non si vedono, ma ad occhio e croce mi sembrano un attimino più pericolosi della vista dei generatori eolici e del rumore che fanno le loro pale girando.
Quelle che girano a me quando sento queste affermazioni, di "elle" ne hanno due...
L'unica spiegazione che vedo è che l'energia eolica non riempirebbe determinate tasche di soldoni sonanti o, peggio ancora, diminuirebbe immensi introiti esistenti.
Non ne vedo altre.
Pace a tutti e Buon Natale.
Speriamo.

marco cuccadu 22.12.06 07:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe ho rivisto il video di palazzo chigi con prodi .. il tuo programa era realizzabile ...solo per nove decimi...hahahahahah........ dire che ci orende per il culo è dire poco

agostino Pupi 22.12.06 04:43| 
 |
Rispondi al commento

vorrei invitarvi a parlare di fusione fredda. una fonte enorme di energia pulita (non produce scorie radioattive),Gli studi dei nostri ricercatori dell'enea per quanto incredibili sono stati "archiviati". Così non hanno fatto i francesi che hanno contattato i nostri ricercatori per acquisire lo stato dell'arte del fenomeno e finanziare con valanghe di soldi questo progetto. DICONO CHE CON 300 EURO SI POSSONO PRODURRE 10kWh PER 500 ANNI. E noi costruiamo i termovalorizzatori

peppe Leonetti 21.12.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Da un punto di vista ambientale è corretto produrre co2 vicino alla vegetazione, la co2 è il pane delle piante. O sbaglio? ;)

ezio chiesa 21.12.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Scrivo sul blog per proporvi una 'share action' con questo obiettivo: riportare Beppe Grillo in televisione per una serata.
La trasmissione ideale è, secondo me, 'Che tempo che fa' di Fabio Fazio, ne verrebbe fuori la trasmissione dell'anno (altro che Celentano...). Beppe è fuori dalla televisione da troppo tempo (sinceramente penso che non gli dispiaccia affatto) ma la televisione resta, ora come ora, il principale mezzo di comunicazione di massa. E poi... sono tornati quasi tutti gli epurati (manca Luttazzi), possibile che Beppe Grillo faccia così paura per quello che dice?!
Possibile che debba essere un comico a parlarci di cose serie in questo paese?! E solo Celentano (un cantante, sic!) ha parlato in TV degli inceneritori e delle nanoparticelle!
Ho già scritto a Fazio (raitre.chetempochefa@rai.it) e a Beppe, fatelo anche voi, perché sono ancora tantissime le persone che non possono accedere al web e al blog.
Tempestiamo Fazio (o la Rai) e Beppe di mail, penso che ne valga la pena.
Pensate, Beppe è genovese, pure Fazio è ligure... non trovate che sia più di una coincidenza?
Iniziamo il 2007 col botto! RESET! Anzi...RAISET!

Claudio Bertolini 21.12.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

come già più volte è stato detto ogni bimestre ci detraggono un sacco di soldi sulla bolletta enel per le fonti rinnovabili, e poi si viene a sapere che queste sono le centrali a carbone stiamo tornando indietro di 100 anni e nessuno dei nostri politici fa niente per rinnovare veramente l'italia con fonti rinnovabili, abbiamo il sole praticamente tutto l'anno, il vento anche perchè nessuno ha interesse a far sviluppare in maiera positiva il nostro paese?

enrica patanè 21.12.06 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Cortese attenzione DR Beppe Grillo.

Caro Beppe,
sono ad inviarTi una richiesta di partecipazione alla
giornata del 28 dicembre,dove in Genova andremmo a fondare
un COMITATO DI SALUTE PUBBLICA nazionale,con la gente per la
gente.
Inoltre voglio comunicarti che da parte di ENEL nel
Triveneto,stanno cercando di sciogliere tutti i contratti
con l'utenza,per passarli poi a aziende territoriali,per
convincere i cittadini e le imprese a far questo promettono
un blocco degli aumenti per tre anni,oppure uno sconto sul
consumo del 3% annuo per tre anni.
Nel Veneto ENEL ha Finanziato circa 500 Miliardi di €uro,per
costruire una linea aerea di 380.000 kw la terza più
potente d'Italia,circa 13 Km,vanno da S.Bruson
(DOLO-Prov.Venezia)a Camin (Padova) zona industriale;pare
che stiano accordandosi con i vari enti locali e non fanno
sapere nulla alla polazione(credo che ci saranno dei grossi
problemi di inquinamento per una forte emissione
sull'ambiente di scariche elettromagnetiche) tutto a spese
della salute degli abitanti,dato che attualmente siamo in
testa per i morti di tumore a livello Veneto.
Bisogna intervenire e fare una grande
manifestazione/spettacolo per denunciare ciò.
ABBIAMO BISOGNO DI TE BEPPE GRILLO.!

Fondiamo un grande Comitato il giorno 28 dicembre a Bergamo C/O
HOTEL BAR RISTORANTE QUADRIFOGLIO (www.hotelquadrifoglio.it)
VIA DANTE ALIGHIERI n° 780 FRAZIONE BASELLA
24059 URGNANO (BERGAMO)
TEL.035 894696/035 894685.

USCITA A/4 SERIATE .PRENDERE STRADA VERSO CREMA. AL SEMAFORO PRIMA DI URGNANO GIRATE A SX VERSO BASELLA.PRIMA DELLA BASELLA,SULLA DX C'E' L'HOTEL.

IL GIORNO 28 DICEMBRE 2006 DALLE ORE 8.30 .


ATTENDO CONFERMA DI PARTECIPAZIONE NEL FRATTEMPO AUGURO A TUTTI BUONE FESTE.


Gaetano Ferrieri
335460249
ferrieri@federced.info

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 21.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Colgo l'occasione per dire cosa ne penso sull'argomento Energia ed Inquinamento:

Leggendo i post, si nota quello che io definisco un male comune in tutto il mondo: la presunzione da parte dell'uomo di anteporsi davanti a tutto. Quì tutti parlano di governi, leggi, energia pulita, ma quanto sono realmente attuabili le riconversioni e quanto tempo ci vorrà per vedere il tramonto della supremazia petrolifera? L'uomo tende a scordare che vive su un pianeta che ha regole e leggi tutte sue, presenti prima del genere umano. Regole che non si sono volatilizzate per magia: Le Leggi della Natura! Abbiamo scordato che la nostra Madre Terra è, di fatto, un'organismo vivente! Sono convito che il giorno che deciderà di prendere la parola, perchè stufa di sopportare la megalomania umana, ebbene noi non avremo più il diritto di replica! Sarà allora che ci renderemo conto di quanto infinitamente stupidi siamo stati.

Alessandro Cerri 21.12.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento


O.I. (off inculation) scegliere

Vedetevi l’ultimo articolo di Lola Zorza del Canna-Power Team in NEWS DEL FUTURO:
INCREDIBILE MA VERO...CENSURATA!!!!!
su
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

giuseppe resoli 21.12.06 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Cortese attenzione DR Beppe Grillo.

Caro Beppe,
sono ad inviarTi una richiesta di partecipazione alla
giornata del 28 dicembre,dove in Genova andremmo a fondare
un COMITATO DI SALUTE PUBBLICA nazionale,con la gente per la
gente.
Inoltre voglio comunicarti che da parte di ENEL nel
Triveneto,stanno cercando di sciogliere tutti i contratti
con l'utenza,per passarli poi a aziende territoriali,per
convincere i cittadini e le imprese a far questo promettono
un blocco degli aumenti per tre anni,oppure uno sconto sul
consumo del 3% annuo per tre anni.
Nel Veneto ENEL ha Finanziato circa 500 Miliardi di €uro,per
costruire una linea aerea di 380.000 kw la terza più
potente d'Italia,circa 13 Km,vanno da S.Bruson
(DOLO-Prov.Venezia)a Camin (Padova) zona industriale;pare
che stiano accordandosi con i vari enti locali e non fanno
sapere nulla alla polazione(credo che ci saranno dei grossi
problemi di inquinamento per una forte emissione
sull'ambiente di scariche elettromagnetiche) tutto a spese
della salute degli abitanti,dato che attualmente siamo in
testa per i morti di tumore a livello Veneto.
Bisogna intervenire e fare una grande
manifestazione/spettacolo per denunciare ciò.
ABBIAMO BISOGNO DI TE BEPPE GRILLO.!!


Cari Amici tutti,

abbiamo trovato una sala capiente per 200 persone in
Genova,pare gratis,sono a ringraziare sentitamente.
L'incontro per la fondazione del Comitato averrà
presso:


l'ISTITUTO VITTORINO DA FELTRE IN VIA MARAGLIANO N°1
--TRAVERSA DI VIA XX SETTEMBRE,VICINO STAZIONE FERROVIARA
GENOVA-BRIGNOLE.

IL GIORNO 28 DICEMBRE 2006 DALLE ORE 8.30 ALLE
ORE 20.30 .


ATTENDO CONFERMA DI PARTECIPAZIONE NEL FRATTEMPO AUGURO A
TUTTI BUONE FESTE.

I MIGLIORI AUGURI DI BUONE FESTE A TUTTI VOI

Gaetano Ferrieri
335460249
ferrieri@federced.info

Gaetano Ferrieri Commentatore certificato 21.12.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento

AGAIN!


grillo sei un esibizionista patetico!
sei peggio di sgarbi, ferrara, bondi, schifani!
questo blog è come un giornaletto scandalistico modello "Cronaca Vera"!
l'articolo sul bimbo di Barrafranca poi, è la piena dimostrazione della tua falsità!

carlo ranek 21.12.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Energia, anidride carbonica, visibili cambiamenti climatici, prospettive di vita (non solo del genere umano) sul pianeta. Sono problemi enormi, ne sentiamo parlare nei giornali, ma ci spaventano quindi li ignoriamo nelle nostre scelte: spesso surriscaldiamo le nostre case, preferiamo bloccarci nel traffico con le nostre belle e nuove auto, facciamo acquisti inutili.
Penso che l’azione politica si dovrebbe occupare anche di questi atteggiamenti per quanto possibile. Faccio una proposta: una detrazione fiscale sugli abbonamenti mensili ai mezzi pubblici su modello di quelle che già esistono per le spese sanitarie.

MARISA VALIANI 21.12.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Bush ha detto che per rimediare gli sfracelli che ha fatto in Iraq con 200.000 soldati, ora ne mandera' altri 300.000.
Infelice Natale, Yankee!
Siete il peggiore disastro del mondo!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.12.06 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in attesa della nuova normativa sul conto energia: sarebbe importante che la norma venisse estesa anche alle altre fonti energetiche rinnovabili, che sono anche meno costose del fotovoltaico. Se si riuscirà a far decollare il concetto di generazione distribuita di energia, ci potrà essere un cambiamento epocale, avendosi una redistribuzione della ricchezza e un forte incremento delle fonti di energia pulite.

Giuseppe Napoli 21.12.06 02:28| 
 |
Rispondi al commento

X fabrizio bartoccio:
si doveva non sputtanare (e cmq vedo che anche ora con progetti sballatissimi ad es carbone ecc)i soldi statali, e puntare subito a cose INTELLIGENTI e non da coglio.i, da INTELLIGENTI e non da coglio.i ecc ecc all'infinito.

Metti che eravamo partiti 10 anni fa, sai a che % saremmo ora? la germania non mi pare all'1% e sta crescendo a dismisura come fotovoltaico ;)

In tialia invece cosa c'è? IL LIMITE dei MW prodotti con l'alternativo !!!! hahaha MEGAlol...siamo la barzelletta europea, "EVVIVA IL CARBONE!!! COME FAREMMO SENZA?" mi sa facciamo prima ad emigrare che sperare in qualcosa di TECNOLOGICO.... PURTROPPO... AIME'

Tonino romano 21.12.06 01:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono tutto quello che inquina spegnerei tutte le centrali che emettono CO2, dopo però si va tutti a piedi perchè l'energia ALTERNATIVA compre solo l'1% del fabisogno, si potrebbe arrivare a coprire il 10% con investimenti enormi ma il resto 90% PROPONETE VOI DOVE PRENDERLO per favore.

fabrizio bartoccio 21.12.06 00:10| 
 |
Rispondi al commento

quelli di greenpeace sono gli unici con le palle che vogliono cambiare in meglio il mondo
mica quei politici che ci ritroviamo..

claudio contin 20.12.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come è fatta una legge-vergogna: " l'emendamento Fuda "

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 20.12.06 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Per Giusy Tiussi:
Cara Giusy, non sono un'ecologista DEL CAZZO ma sicuramente non voglio centrali nucleari a casa mia.
Forse la cosa suonerà strana... ma l'Italia è la mia casa, anzi guarda accetto che se ne costruisca una sola, diciamo a 100 metri da casa tua.
Che ne pensi?
Sei contenta? Tutte le mattine ti potrai affacciare e godere di quella porcheria!!!

Adelaide Proietti 20.12.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

X Giusy Tiussi: poveretto mi fai pena, tu non hai capito un c...o di come si produce energia, anche l'altro giorno una CENTRALE NUCLEARE in Russia ha RISCHIATO IL BOTTO, se la costruiscono qua e salta vengo anche a casa tua a chiedere gli ingentissimi danni te lo garantisco, sei d'accordo? vogliamo firmare un contratto tra noi 2? Costuiscono>salta la centrale>tu paghi, ok? Per caso stai cambiando idea ora?

Tonino romano 20.12.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso sulle centrali termoelettriche e`lo stesso che si fa`sui termovalorizzatori. Servono ma nessuno le vuole.Il vero problema e` che in italia abbiamo troppi "ECOLOGISTI DEL CAZZO" gente che con il loro fanatismo impedisce un serio sviluppo dell`unica energia economica e relativamente "pulita" che si conosca, il NUCLEARE.Si deve iniziare subito la costruzione di centrali nucleari e investire nella ricerca altrimenti presto non ci rimarra che la raccolta delle banane sotto la direzione di PECORARO SCANIO!!!

Giusy Tiussi 20.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lettori, ho visto le immagini dell'occupazione del camino di Porto Tolle ed ho confrontato nell'intervista di Rai3 la prepotenza verbale di un esponente di Greenpeace che era appena sceso con l'imbragatura e le risposte garbate di un operario preoccupato per il suo futuro.
Puntualizzo polemicamente:
- in democrazia ogni testa vale un voto. Non esiste che chi più si esibisce o ha più soldi o grida più forte decide anche per gli altri, oppure che quello che dice conta di più
- in democrazia ci sono molti organi deputati alle decisioni (qualcuno dice anche troppi), sono di solito elettivi e hanno strumenti per avere informazioni prima di decidere; non si capisce perché debba essere una associazione a decidere per la collettività
- ho percepito la discesa in corda doppia dal camino di Porto Tolle come la violenza di chi vuole imporre la sua opinione agli altri ricattandoli moralmente esponendosi ad un pericolo, che se si fosse verificato sarebbe stato addebitato all'Enel, alla polizia ecc.con mezzi estremi,in un momento in cui c'è tutto il tempo per proporre invece opinioni argomentate.
Sul piano pratico poi sono favorevole al carbone.
Meglio una centrale a carbone (con emissioni controllate) che a olio combustibile.

mario zen 20.12.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei segnalare ai lettori del blog una notizia che mi ha fatto "inca**are" di brutto:
http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/cronaca/flessibile-licenziata/flessibile-licenziata/flessibile-licenziata.html

L'azienda incriminata, che spero fallisca, é la seguente:
http://www.issainterclean.com/marketplace/mypage/information.asp?mypageid=300

Ora mi chiedo, é o non é vera l'equazione:
"tutti al lavoro alla stessa ora"
+
"tutti in macchina"
=
"code"
=
"+ carburante consumato"
=
"- tempo libero"
???

Perché non la sostituiamo con:
"al lavoro quando realmente serve (flessibilità)"
+
"telelavoro"
+
"mezzi pubblici efficienti"
=
"vita migliore"
????

Ma forse, come diceva qualcuno "ci vuole un'altra vita"....

Saluti

fabio sartori 20.12.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io vivo di fronte alla "bellissima" centrale di Civitavecchia....
Vivo in un paesino, Allumiere, che guarda dall'alto Civitavecchia, 600 m sul mare...
Tutte le mattine come apro la finestra vedo la bellissima ciminiera di oltre 200m a strisce bianche e rosse...
Sono due anni che lottiamo contro la riconversione a carbone di questa centrale del cazzo, ma i lavori vanno avanti e a breve saranno terminati!!
Meno male che c'è greenpeace....MA DOVE CAZZO E' STATA TUTTO QUESTO TEMPO???? CIVITAVECCHIA NON DAVA TROPPA VISIBILITA' ???
Siamo stati abbandonati da tutti!!!
E mo ci becchiamo sta bella centrale!!!
Grazie ENEL, Grazie GOVERNI!!! ...GRAZIE

Germano Barlattani 20.12.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma tutto ciò che l'Unesco prende sotto tutela,è già irrimediabilmente compromesso o è proprio l'Unesco che porta sfiga? Vedi: Venezia e Laguna;Centro storico di Napoli;Piazza del Duomo di Pisa;Parco del Ticino ecc.ecc.ecc.O più semplicemente sono degli incompetenti..spero non volutamente

barbara bianchi 20.12.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RINNOVO L'APPELLO

Passiamo ad un altro gestore!

Non vorrei far pubblicità, né alla nostra attività, né a ciò che offre “la220”, però questa mattina, dopo aver letto il post consueto, dopo aver passato la notte in bianco a massaggiare la mia bimba più piccola che soffre di problemi respiratori, dopo aver ricevuto l'ultima bolletta dell'Enel, finalmente ho firmato il contratto con “la220”.

Non perché “la220” propone sconti particolari, né perché sono più belli o simpatici, ma semplicemente perché l’azienda offre la fornitura di energia da fonti rinnovabili, sostanzialmente propone energianaturale, energia che non inquina, energia che lascia una prospettiva di vita migliore anche ai nostri figli.

Oggi si parla tanto di rinnovabile e di impianti come quelli di Porto Tolle; si tratta di impianti non solo altamente inquinanti, ma anche anacronistici! Dovremmo guardare al futuro…… ed Enel cosa fa?

Si inventa Enelsì, così, nel caso in cui il “popolino” arrivi veramente a prender coscienza delle risorse energetiche naturali, ed il governo decida di incentivare le fonti di energia rinnovabili, casomai dovesse aprirsi realmente un nuovo “business”, Enel non ne resterebbe tagliata fuori, potrebbe entrare prepotentemente in un mercato a cui non crede, potrebbe calpestare facilmente i piccoli imprenditori, come noi, che oggi fanno la fame ma credono in ciò che fanno, perché lo fanno con coscienza etica, perché credono che il pianeta che ci ospita non debba esser sconvolto dalla nostra mano.

VERGOGNA!

Solo questo mi viene da gridare… vergogna!

Fate come me, è legale, passate ad un altro gestore di energia, un gestore che, seppur al fine di ottenerne un profitto, decida di agire in modo pulito.

Ora, appena finito di scrivere, entrerò all’interno del mio sito ed inserirò un link che permetta un collegamento diretto al sito di “la220”.

Aziende senza vergogna non hanno il diritto di esistere.

Saluti a tutti

Simone Pozzoli (energia) Commentatore certificato 20.12.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapete che spendiamo 150.000 euro l'anno per tenere sovergliato lo chalet di Cogne affinché Taormina non costruisca altre prove false? Ma come siamo messi?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha problemi cardiologici anche Riina, ce lo fa sapere Bonaiuti. Faccio fatica a vedere il nesso. Fail portavoce anche di Riina? Ah, queste case nostre, sono piuttosto allargate!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Il caro Beppe, ci mostra la via
per una sana e pulita energia
che tenga controllata la dannata entropia:
-messer lo frate sole- e così sia.

giorgio cuccu 20.12.06 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti i bloggers che si interessano di Ricerca. Vi invito a visitare questo sito dell'Associazione FREEnergy:

http://freenergy.uniroma2.it/

Si parla di SOLARE ORGANICO. Penso che abbia a che fare con il fotovoltaico. Visitatelo perché è interessantissimo. Ci sono dei filmati che si possono scaricare. Viene spiegato come si costruisce una cella solare organica.

Per i video digitare:

http://freenergy.uniroma2.it/index.php?option=com_content&task=view&id=14&Itemid=28

Oppure cliccare su VIDEO dalla HOME page.

Daniele Russo 20.12.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE PERCHE' NON PARLI DI QUELLO CHE ACCADE REALMENTE IN NIGERIA??
l'ENI e altre compagnie petrolifere rubano letteralmente il petrolio corrompendo i governanti.
il rapimento di 4 italiani e' pure poco rispetto a quello che combinano loro.

cris polle 20.12.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete voltato le spalle al nucleare? All'unico vero combustibile del futuro?

Tenetevi le centrali a carbone.

O aspettate la fusione a freddo... ma sarà sempre nucleare. Non si saranno gli scoiattoli a correre dentro una ruota in una graziosa gabbietta.

Andrea Mazzoleni 20.12.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Sono sconcertato!

Sognate! Sognate le vostre belle auto ad idrogeno... ma da dove lo prendete l'idrogeno? Miniere non ce ne sono... ottenerlo dall'acqua richiede l'utilizzo di energia; da dove pensate di prenderla?

ahahahahah!

Vergogna, pseudo-ecologisti da strapazzo!

Ing. Navajo 20.12.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo Stato ti incentiva (incentiva a contrarre un debito) per cambiare la macchina, che inquina ma che a te va così bene, e poi ti trovi che lo Stato fa scelte che inquinano più della tua macchina. Risultato inquinamento uguale, il tuo portafoglio più leggero perchè devi pagare la macchina nuova. E in Italia nessuno ne parla.

ale caste 20.12.06 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Un popolo di imbecilli vota imbecilli che prendono decisioni imbecilli per un futuro imbcille. L'unica cosa di sensato che resta è il conto in banca dei politici.

Gaspardo Pierpaolo 20.12.06 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Sull'Interporto di Bologna sarà messo un gigantesco tetto fotovoltaico, formato da 1090 pannelli solari, per una superficie di 5.400 mq e una potenza di 200 kWp.

Forse quando anche qualche milione di auto andrà con carburanti vegetali qualcuno smetterà di pensare solo al petrolio.


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

grillo sei un esibizionista patetico!
sei peggio di sgarbi, ferrara, bondi, schifani!
questo blog è come un giornaletto scandalistico modello "Cronaca Vera"!
l'articolo sul bimbo di Barrafranca poi, è la piena dimostrazione della tua falsità!

carlo ranek 20.12.06 13:11| 
 |
Rispondi al commento

E POI NOI DOBBIAMO CAMBIARE L'AUTO.....EURO 4-5-6 CHE PRESA PER IL C....

FABRIZIO BIVONA 20.12.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Una "Lettera di Natale" dal movimento NO TAV Valsusa.

LETTERINA DI NATALE (Anno 2°)

FAMMI UN REGALO GESU’ BAMBINO
PORTA L’AMIANTO DA CHIAMPARINO,
POI CON L’URANIO, FAI LO STESSO,
MA LASCIANE PURE UN POCO ALLA BRESSO.
QUANDO A NATALE DA TE GIUNGE LA STELLA,
VAI A TROVARE IL “MORTADELLA”
E PER NOI BIMBI, CHE SIAMO BUONI,
RIEMPIGLI IL MUSO, CON TANTI SCHIAFFONI.
BABBO NATALE CON LA TUA SLITTA,
TIRATI SU’ ANTONIO SAITTA,
E DOPO UN GIRO NELLA VALLATA,
BUTTALO PURE IN UNA SCARPATA.
SE TU E LE TUE RENNE NON SIETE STANCHI,
VAI A CARICARE IL MINISTRO BIANCHI,
INCARTALO BENE, POI METTIGLI UN FIOCCO,
E DALLO AI THUAREG, NEL DESERTO IN MAROCCO.
E TU BEFANA, NON STARE INDIETRO,
VAI A TROVARE IL MINISTRO DI PIETRO,
NON TI DOBBIAMO CERTO INSEGNARE,
CON LA TUA SCOPA CHE DEVI FARE.
COI TUOI CAPELLI CHE SEMBRAN DI STOPPA,
VAI A BUSSARE A PADOA-SCHIOPPA,
E PIU’ BRUTTO DI TE, MA NON FARCI CASO,
LASCIAGLI ANDARE UN PUGNO SUL NASO.
ALLORA SI CHE SARA’ UN BUON NATALE
E UN’EPIFANIA DA RICORDARE !!!
UN BAMBINO VALSUSINO
METTILA ANCHE TU SOTTO IL TUO ALBERO DI NATALE ….. NO TAV

Alberto Lorusso 20.12.06 12:21| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Un caro amico mi ha informato di un'iniziativa molto interessante contro GLI STIPENDI D'ORO AI POLITICI!

Guardate di cosa si tratta...

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER SAPERNE DI PIU'.

Fabrizio Di Luca 20.12.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Trilussa

Ammalappena che s'è fatto giorno
la prima luce è entrata ne la stalla
e er Bambinello s'è guardato intorno.
- Che freddo, mamma mia! Chi m'aripara?
Che freddo, mamma mia! Chi m'ariscalla?

- Fijo, la legna è diventata rara
e costa troppo cara pè compralla...
- E l'asinello mio dov'è finito?
- Trasporta la mitraja
sur campo de battaja: è requisito.
- Er bove? - Pure quello…
fu mannato ar macello.

- Ma li Re Maggi arriveno? - E' impossibbile
perchè nun c'è la stella che li guida;
la stella nun vò uscì: poco se fida
pè paura de quarche diriggibbile...-

Er Bambinello ha chiesto:- Indove stanno
tutti li campagnoli che l'antr'anno
portaveno la robba ne la grotta?
Nun c'è neppuro un sacco de polenta,
nemmanco una frocella de ricotta...

- Fijo, li campagnoli stanno in guerra,
tutti ar campo e combatteno. La mano
che seminava er grano
e che serviva pè vangà la terra
adesso viè addoprata unicamente per ammazzà la gente...
Guarda, laggiù, li lampi
de li bombardamenti!
Li senti, Dio ce scampi,
li quattrocentoventi
che spaccheno li campi?-

Ner dì così la Madre der Signore
s'è stretta er Fijo ar core
e s'è asciugata l'occhi cò le fasce.
Una lagrima amara pè chi nasce,
una lagrima dòrce pè chi more

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Mò vene Natale e nùn tengo denare

‘o meglio pizzo è ‘o fuculare.

Mò vene Natale ‘e renza ‘e renza,

‘o putecaro me fà ‘a credenza,

‘o canteniere me dà ‘o vino

facimme Natale n’grazia ‘e Ddio.

Mò vene Natale e nùn tengo denare

me fum ‘na pippa e me vaco a cuccà.

A mezzanotte sparano ‘e botte

me metto o' cappotto

e me vaco a vede’

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Citazioni illustri

Rabindranath Tagore:

“La vita non e’ che la continua meraviglia di esistere”

Peppiniello d'u vicolo

“La meraviglia e’ scoprire che l’ultime governo e’ 'na porcata come 'u precedente”

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.12.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Rinnovabile è d'obbligo... l'era del petrolio è al tramonto.
chi volesse info sull'energia solare, fotovoltaico, conto energia mi contatti:
robzaghen@tele2.it

a gennaio ci saranno novità

Roberto Zaghen 20.12.06 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Come ingegnere nucleare che ha lavorato fino a qualche anno fà nel settore energetico sento il dovere di chiarire alcuni punti sui quali mi sembra ci sia diffusa ignoranza:
Il carbone inquina più di metano e petrolio?-No,
dipende dal contenuto di inquinanti (principalmente Zolfo), olio combustibile gas e carbone ci sono di moltissime qualità e la legge impone, a prescindere dal tipo di combustibile usato un massimo di emissione per ogni inquinante. I comuni hanno la facoltà di verificare che questi limiti siano verificati. Il carbone è tornato in auge perchè COSTA MENO rispetto al Gas (che è il più caro di tutti) e al petrolio. Alla fine dei conti risparmio è dell'ordine del 25% (almeno qualche anno fà).
La combustione del carbone produce più polveri sottili rispetto a gas e petrolio ma queste vengono abbattute usando speciali filtri elettrostatici (obbligatori per rispettare i limiti di emissione). Quindi se la legge viene rispettata le emissioni sono le stesse sia che la centrale vada a carbone sia che vada a gas/olio. Se i comuni non controllano è un altro paio di maniche.
Nota sulla fusione fredda- Sembra che in realtà con la fusione non c'entri nulla e che sia solo una reazione chimica inusuale, ad ogni modo il fenomeno è difficilmente ripetibile (funziona a parità di condizioni una volta su due) e fornisce scarsissima energia. La fusione vera è tutta un'altra cosa (il sole è in pratica una immensa centrale a fusione nucleare), è impossibile portare due atomi di idrogeno a fondersi a temperatura ambiente, occorrono pressioni e temperature enormi in caso contrario il sole sarebbe freddo non vi pare?.

S.Montanari 20.12.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA DISCUSSIONE DIMOSTRA CON SEMPLICITà QUANTO INUTILE SIA ILLUDERSI CHE UN GOVERNO, DI UN COLORE O DELL'ALTRO ,POSSA ESSERE SERIO......LA VERITA' E' CHE ,SALVO POCHE, POCHISSIME ECCEZIONI, CHI RIESCE AD APPRODARE IN PARLAMENTO METTE A POSTO LA SUA FAMIGLIA E IL SUO CLAN, ESATTAMENTE COME LE TRIBU' AFRICANE, CHE PRENDIAMO IN GIRO PERCHE' NON SI SANNO GOVERNARE.......E NOI? MA FACCIAMOLA FINITA! FORSE SAREBBE IL CASO DI ENTRARE A MONTECITORIO CON UNA MITRAGLIATRICE, QUALCHE BOMBA A MANO E FARE UN PO' DI PULIZIA, ALTRO CHE GARANZIE COSTITUZIONALI! CI SI SONO PULITI PER 50 ANNI!

Francesco Cabiddu 20.12.06 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottoporre all'attenzione di beppe e del blog la triste e tragica situazione della mia città. Penso, infatti, che Brindisi sia l'unica città al mondo a "beneficiare" della contestuale presenza di ben tre centrali - distanti non più di venti km l'una dall'altra - la dettagliata descrizione delle cui strutture si può agevolmente ricavare dal sito di wikipedia, cui, per brevità, vi rimando. Si tratta della centrale Enel "Federico II", articolata su 4 sezioni termoelettriche policombustibili dalla potenza di 660 MW ciascuna, della centrale EDIPOWER di Costa Morena, ubicata nella zona industriale di Brindisi, costituita da due gruppi da 320MW di poi ampliata con ulteriori due gruppi di pari potenza e la centrale termoelettrica a ciclo combinato di EniPower, con una potenza installata di 1.170MW, situata all'interno dello Stabilimento Petrolchimico. Attualmente le prime due centrali bruciano soltanto carbone (circa 8,5 milioni di tonnellate) sfruttando i moli destinati allo stoccaggio presenti nel porto di Brindisi.
Non penso di dover aggiungere altro a questa assai sintetica descrizione se non che vivo in una città in cui il tasso di mortalità tumorale è in crescita continua....e non è necessario essere degli specialisti della materia per individuare principalmente nella produzione energetica la causa di tante morti, troppe! In tutto questo le amministrazioni locali ed i produttori (enel in primis, ovviamente) non riescono a sottoscrivere le convenzioni necessarie per stabilire i limiti di consumi ed emissioni con la conseguenza che le società continuano a produrre e ad inquinare indiscriminatamente e noi cittandini continuiamo a respirare questa aria sempre più salubre!!

michele muscillo 20.12.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

ARGOMENTO TOCCANTE E ASSAI NATALIZIO QUELLO DEI BAMBINI SCOMPARSI, O VENDUTI PER ESPIANTARGLI UN ORGANO, MA CHE FRANCAMENTE è AL DI FUORI DELLE NOSTRE POSSIBILITA DI INTERVENTO , SE NON QUELLO DELLA VIGILANZA E DELL'INTERESSE!!! NOM VORREI SEMBRARE CINICO MA MI SEMBRAVA MOLTO PIù ATTUALE UN POST SUL"" COLPO DI SPUGNA , TRASVERSALISSIMO DA ESTREMA DX A ESTREMA SX, SUI REATI DEI PUBBLICI AMMINISTRATORI.QUESTA E'UN ACOSA GRAVISSIMISSIMA!!! PERSINO IL QUIESCENTE PRESIDENTE NAPOLITANO HA CHIESTO CON DUREZZA E FERMEZZA SPIEGAZIONI.QUESTTO SI CHE E' UN AUTOGOL VERO DI QUESTA MAGGIORANZA INSOZZATA DAI MASTELLA, DE GREGORIO, PARISI PAVIDI OMUNCOLI DEMOCRISTIANI AL SOLDO DEL SOTTERFUGIO ITALICO.BASTA CON QUESTE INFAMIE BERLUCONIANE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! VIA MASTELLA DAL GOVERNO E' UN INDEGNO INACCETTABILE PER NOI DI CENTRO E SINISTRA.cHE IL sIGNORE CI AIUTI COMPIA IL MIRACOLO LO SMATERIALIZZI ( ALLA STAR TREK) IN PATAGONIA SENZA POSSIBILITA' DI RITORNO.
BEPPE QUI AI TOPPATO DI BRUTTO , SEI STATO TROPPO FILO POTERE E STAI PERDENDO CREDIBILITA'!!!!!COMPI UN GESTO CORAGGIOSO , TIRA FUORI L EPALLE CHE AVEVI UNA VOLTA!! SEI DIVENTATO TROPPO BLA-BLA-BLA E MENO CONCRETO.DAI SU DAI UNA SPALLATA CHE TI AIUTEREMO CON ORGOGLIO E PASSIONE!!!!aiuto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

bob baralis 20.12.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici,
dalla Finanziaria sono stati abilmente fatti sparire quei provvedimenti che avrebbero potuto garantire equità: tagli ai costi della politica e tetto ai superstipendi. Una sorta del gioco delle tre carte, un palese raggiro alla nostra fiducia.
L'Italia dei Valori e il ministro Di Pietro sono in Parlamento a pretendere che il governo decida di reintrodurli per decreto. Il 27 è fissato il Consiglio dei Ministri. Voi sapete quanto può fare la nostra voce e protesta.
Vi chiedo pertanto con tutta la forza di creare una mobilitazione ampia per far arrivare quanti più commenti di adesione. Fate circolare anche sui blog e tra amici per difendere i nostri interessi.
Grazie.
da "cominciaitalia.net"

Fulvio Nutless Commentatore in marcia al V2day 20.12.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

@ Allo STAFF e a Beppe

Ciao, scusate se magari ripeto una lamentela che già altri avranno espresso, riguardo al nuovo formato del blog , con troppi "VIDEO" o rimandi a filmati e altri dati "pesanti" perchè così, chi non ha l' adsl viene escluso di fatto. Il digital-divide, anche da noi.
Vi state comportando come quei "fabbricanti di biscotti che (come racconta sempre Beppe) dovrebbero scambiarsi la ricetta (minimo sforzo) invece di muovere navi cariche di biscotti (massimo danno e costo)" .
E poi invece cosa mi combinate?
Mi combinate che per SCARICARE foto e video , devo stare attaccato un giorno al sito che si comprerà (se non l'ha già fatto) il Merdok?
Perchè spostare TONNELLATE DI BIT quando ne possono bastare pochi GRAMMI?
Le stesse cose potevano essere espresse come sempre, in un minuscolo file di testo.
Questo secondo me il motivo TECNICO per farla finita con i video.

Ma c'è un secondo e piu importante motivo di biasimo al "nuovo stile" : Il blog è parecipazione (come dice Gaber), mentre la televisione è passività, è il vero grande fratello, è una lavacervelli da due soldi...... e voi la RIPROPONETE in questa rete.
Sì, ma ..il contenuto .... direte voi.
Il contenuto c'era anche prima, o no ?

LUTTAZZI, intervistato pochi giorni fa, ha annunciato l'imminente chiusura del suo blog, perchè (riassumo io) generava in lui un imbarazzante senso di ONNIPOTENZA sui frequentatori bel blog, che, a loro volta lo ripagavano con L'ADULAZIONE. (Daniele se non ho riassunto ESATTAMENTE, intervieni pure)

Beppe, in principio era così: TU prestavi il tuo nome, la tua faccia, la tua fama a questo blog AFFINCHE' NOI potessimo dire la nostra (almeno così ho sempre creduto io)
ED ora che fai? CI MANDI I VIDEO COME FACEVA IL NANETTO ?
Spero solo che sia un "attimo di smarrimento",un esaurimento di passaggio...

Auguri a tutti

Bruno

Bruno Lauri 20.12.06 09:31| 
 |
Rispondi al commento

BASTA PELLICCE

"La pelliccia è portata da animali stupendi e persone orrende"

BASTA ALLE PELLICCE MORTE SULLE NOSTRE SPALLE, LE FUSA DI UN GATTO O LE FESTE DI UN CANE SONO PIU' CALOROSE, RISCALDANO IL CORPO ED IL CUORE.

FIRMA LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO MASSACRO

Aiuta i nostri amici animali, non essere insensibile al grido di dolore e di aiuto che ti chiedono le povere Volpi Bianche scuoiate vive per soddisfare i capricci di qualche "nobil donna" dall'animo poco nobile.

Grazie dell'aiuto.

clicca sul mio nome pochi click ed arrivi sul modulo della Petizione Online.

matteo tocco 20.12.06 01:26| 
 |
Rispondi al commento

E approposito di “a qualcuno piace investire nel passato”….
Qualche giorno fa la regione Lombardia ha annunciato quanto segue: dal prossimo mese di Ottobre 2007 i veicoli (auto e moto, vespe, ecc.) non catalizzati (Euro 0) e i diesel Euro 1 non potranno più circolare su tutto il territorio lombardo.
Pur riconoscendo il fatto che i mezzi Euro 0 (ma non solo) inquinano e che dovremmo cambiare qualche abitudine, mi pongo 5 domande:
1) Quanti potranno riacquistarsi un mezzo per poter andare al lavoro data l’esiguità del contributo elargito dalla Regione? In pochi casi si ha la fortuna di poter usufruire di mezzi pubblici evergreen anni ’20, soprattutto per coloro che abitano nei centri più piccoli (paesi).
2) Hanno previsto sgravi economici per chi oggi deve revisionare il proprio veicolo e che quindi viene teoricamente autorizzato a circolare altri 2 anni? Forse era il caso di vietare il rinnovo della revisione gradualmente, allo scadere del biennio canonico.
3) Perché non obbligare allora tutti i mezzi Euro 0 alla rottamazione invece di salvare le pochissime auto Euro 0 a Gas/GPL circolanti? A parte le nuvolette di oli bruciati che anch’esse emettono, in caso di avaria dell’impianto a gas tornerebbero facilmente a funzionare benzina.
4) Sanno che la marmitta catalitica non è la soluzione ottimale soprattutto per chi percorre brevi tragitti e quindi a freddo? Tale marmitta (che invecchiando emette particolati) in questi casi diffonde abbondanti sostanze aromatiche cancerogene. Si pensi a quante persone usano la macchina per tragitti brevi (qualche chilometro) per recarsi al lavoro, a fare la spesa, ecc.
5) Ma che senso ha vietare la circolazione dei mezzi Euro 0 nei luoghi ove non vi è alcuna concentrazione fuori legge di inquinanti nell’aria?
Mi sembra che si stia insistendo a percorrere una strada senza uscita e che purtroppo gioverà solo al “gigantesco business” delle case costruttrici di veicoli.
Buone Feste a tutti

Giuseppe Fappani 20.12.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Spero sempre di piu' di riuscire a lasciare questo paese...ho smesso di votare dopo 22 anni...questi blog sono belli ci si puo' sfogare meditando sulle pillole d'informazione che quotidianamente leggiamo e tutto tutto va sempre peggio. Oramai a Roma nemmen piu' le petizioni firmate dai cittadini considerano. il divario ricchi e poveri si allarga sempre piu' il ceto medio non esiste.tutti sempre piu' arrabbiati ,si disprezza tutto , non si sorride piu'...no non voglio vivere cosi'. forse fuori non e' meglio dell'Italia ma meno peggio sicuramente si. Il rispetto e la dignita' delle persone vale ancora qualcosa. Qui no.Abbiamo leader (dx e sx indistintamente) che vengono criticati e non accettano nemmeno la critica il giudizio. Bisognerebbe ritornare ad essere tutti piu' umili. Si deve lavorare sull'uomo e poi sul resto e quelli che abbiamo sono spazzatura e li continuate a votare.Buona fortuna

Mara Ongaro Commentatore certificato 20.12.06 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Pozzi e tubi per catturare i gas-serra
"Nel sottosuolo la nuova frontiera"
di GIOVANNI VALENTINI

ROMA - Acchiappare i gas-serra, come le nuvole o i fantasmi, per seppellirli nelle viscere della terra. E così abbattere le emissioni mefitiche della CO2 con cui avveleniamo l'aria e i nostri polmoni quando bruciamo i combustibili fossili - petrolio, metano e carbone - per ricavarne energia sporca. Non è un sogno o un'utopia, ma un metodo già sperimentato in altri Paesi, dall'America al Canada, dalla Gran Bretagna all'Olanda, dalla Danimarca alla Norvegia. La sigla, in inglese, è Ccs, "carbon capture and storage": cattura e stoccaggio dell'anidride carbonica.

Si può fare anche in Italia? È utile, opportuno, conveniente? Ne parla perfino il programma elettorale dell'Unione. Nel capitolo dedicato all'innovazione e alla sicurezza in campo energetico, oltre all'impegno a raddoppiare nell'arco della legislatura le fonti rinnovabili e a promuovere le energie sostenibili, a pagina 143 si legge fra l'altro: "In particolare riteniamo che vadano intensificati gli sforzi di ricerca sul sequestro del carbonio".

Per quanto il ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, abbia manifestato una disponibilità a verificare in concreto il progetto, i Verdi e una parte degli ambientalisti temono che l'operazione sia un pretesto per continuare a consumare i combustibili fossili e riesumare il mito del "carbone pulito". Nel frattempo, i produttori di energia sono già al lavoro e l'Enel ha commissionato uno studio di fattibilità all'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, presieduto dal professor Enzo Boschi.

continua su repubblica.it/ambiente

liliana pace Commentatore certificato 19.12.06 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente non riusciremo a risolvere in tempo il problema di produrre energia senza inquinare, senza cambiare irrimediabilmente il clima.

Ammesso che per qualche fortunatissima casualità o qualche colpo di genio di qualcuno riuscissimo a farlo un altro problema dovrebbe subito essere affrontato:

SIAMO IN TROPPI SU QUESTO PIANETA!!!!!!
SIAMO IN TROPPI SU QUESTO PIANETA!!!!!!
SIAMO IN TROPPI SU QUESTO PIANETA!!!!!!
SIAMO IN TROPPI SU QUESTO PIANETA!!!!!!

Già ci affanniamo per quel liquido nero puzzolente ed ultra inquinante. Domani dovremo lottare per l'acqua, o il cibo.

Se fossimo di meno, diciamo un quinto della attuale popolazione mondiale, probabilmente non inquinerommo così tanto.

Bisogna cominciare a parlare anche di questo, subito, non quando avremo l'acqua alla gola.

Davide Brazo 19.12.06 23:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma com'è che ancora non s'è visto schietti?

liliana pace Commentatore certificato 19.12.06 23:53| 
 |
Rispondi al commento

IL NUCLEARE è meglio del carbone, infatti una reazione nucleare non produce CO2. CO2 invece è prodotta da qualunque combustione anche di metano che è il meno inquinante.
CO2="Effetto Serra"
"Effetto Serra"="innalzamento delle temperature"="Morte del Fitoplancton"="La metà degli esseri capaci di riciclare CO2 è morta"="Ancora più CO2"="Sempre Più effetto serra"

Probabilmente siamo Già al punto di non ritorno.
Il feedback positivo e scattato. Fine della vita sulla terra!
Costruire una Centrale a Carbone ora è come scegliere una morte più rapida!

Certo neanche il nucleare è una soluzione e crea tanti propblemi (SCORIE), ma sempre meglòio del Carbone.

Meglio del Nucleare?

IL SOLE, IL SOLE, IL SOLE IL SOLE...........
IL SOLE IL SOLEIL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE IL SOLE
Ed anche il Vento IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO IL VENTO
e anche l'acqua L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA L'ACQUA
IDROELETTRICO il MOTO delle MAREE etc....

Davide Brazo 19.12.06 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vogliamo energia alternativa la tecnologia c'è eccome se c'è

Andrea Lucatello 19.12.06 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo è il vero ministro dell'ambiente


W Beppe Grillo

Gaetano Longo 19.12.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento

@@@
Vicenza 0 Albinoleffe 1(senza rubare nulla).
============================================
Ad Esbjerg,Danimarca il 15/3(leggo su internet) hanno innaugurato un impianto chiamato "Cattura co2.L'anedride carbonica,emessa da una centrale di carbone,viene "catturata" ed immagazzinata sotto terra.
L'anidride carbonica non può,pertanto,interagire con l'atmosfera e,non interagendo con l'atmosfera,la co2,non contribuirà al riscaldamento dell'atmosfera.

Tanto per vostra conoscenza e scienza.
Cam.

P.s.
............
Cam.

camillo sesmoulin 19.12.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di andare a leggermi un libro,nel caso Magdeburg-La furia-,consiglio a tutti i bloggers di investire i propri soldini in società minerarie.Se ci dobbiamo beccare l'inquinamento,ma il vero pericolo non è la co2 ma la polvere di carbone,almeno guadagnamoci sopra.Buonanotte.

fabio maccioni 19.12.06 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Il futuro che riesco a immaginare è quello ad energia solare. Gli impianti solari potranno anche essere molto costosi, ma sono indubbiamente i migliori, non solo per noi, ma anche per gli altri esseri viventi, che negli ultimi 2 secoli abbiamo "rovinato". L'unico problema è capire questo e prima lo si fa meglio è. Io a dire la verità non mi intendo molto di politica, leggi ecc. ma il governo potrebbe anzitutto togliere i finanziamenti per le centrali a carbone o non so cos'altro per impegnarsi alla costruzione di queste centrali.
da una parte c'è chi è propenso al nucleare, dall'altra chi vuole tornare al carbone...

come fare a trovare un comune accordo e impegno e far capire qual è la via giusta?

domanda da 1.000.000 $ disse quello!
ciao a tutti

Giorgio Deriu 19.12.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera blogghers
O.T.

FAMIGLIA ALLO SFASCIO

La storia che vi sto per descrivere non mi riguarda personalmente, ma ne faccio parte come testimone.
C'era una volta una tipica famiglia italiana, all'apparenza felice, che un giorno entra in un gorgo senza fine. La madre decise di lasciare il marito, all'inizio si pensava, e lei diceva, per incongruenze caratteriali, ma più in là si scoprì che c'era un altro uomo.
Dopo la separazione, lui, ancora innamorato della moglie, tentò tutte le strade per riconquistarla e capire i motivi di quella decisione. Ma non gli fu mai detta la verità, anche a causa della complicità dei figli, i quali, non si capiva il perchè, erano sempre pronti a difendere la madre dando addosso al padre.

continua su http://nonsoloroob.blogspot.com/

Roberto Ionni Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno raccontando un sacco di balle con questa storia dell'ecologia. Stanno esagerando.
Fino a mezzora fa i termovalorizzatori andavano bene, adesso non piu'.

Mi sorge il dubbio che tanta lagnanza sorga per il fatto che lor signori verdi al governo devono giustificare le loro poltrone da scaldare e non per una reale esigenza ecologica. Troppe cose mi paiono esagerate.

I signori verdi al governo sono arrivati a dire che nell'isola dell'Asinara (oggi carceri chiuse) le strutture carcerarie sono incompatibili con l'ambiente quando hanno saputo che qualcuno voleva riaprirle.
Oggi ci faranno sopra addirittura degli alberghi, ma per il solo fatto che il governatore della Sardegna è di centro sinistra i verdi tacciono.

Eppoi, scusate, ma al solo vedere il Pecoraro Scanio la voglia di inquinare mi scatta spontanea ed irrefrenabile.

Gianni Poletti 19.12.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

PENSI CHE QUELLO CHE SUCCEDE A PORTO ROLLE NON

POSSA SUCCEDERE ANCHE NELLA TUA CITTA'?

SAI QUALI SONO I FUTURI INCENERITORI IN VIA DI

COSTRUZIONE O CONVERTIMENTO?

ANALISI PER REGIONE E CITTA'

E SPIEGAZIONE DELL'ARTICOLO DELLA FINANZIARIA.

CLICCA IL NOME

Mario Rossi 19.12.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!
BOICOTTATE PALLADIUM!!!
BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!

MENO TEMPO AI MASCALZONI E AI DEMENTI DI PROGETTARE MODERNI METODI DI DISTRUZIONE DI MASSA A NORMA DI LEGGE!!!

Roberto Giorgi 19.12.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

PENSI CHE QUELLO CHE SUCCEDE A PORTO ROLLE NON

POSSA SUCCEDERE ANCHE NELLA TUA CITTA'?

SAI QUALI SONO I FUTURI INCENERITORI IN VIA DI

COSTRUZIONE O CONVERTIMENTO?

ANALISI PER REGIONE E CITTA'

E SPIEGAZIONE DELL'ARTICOLO DELLA FINANZIARIA.

CLICCA IL NOME

Lorenzo Vantini 19.12.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

PENSI CHE QUELLO CHE SUCCEDE A PORTO ROLLE NON

POSSA SUCCEDERE ANCHE NELLA TUA CITTA'?

SAI QUALI SONO I FUTURI INCENERITORI IN VIA DI

COSTRUZIONE O CONVERTIMENTO?

ANALISI PER REGIONE E CITTA'

E SPIEGAZIONE DELL'ARTICOLO DELLA FINANZIARIA.

CLICCA IL NOME


Lorenzo Vantini 19.12.06 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Help me!
sono,una 25enne condannata a morte!
Già…proprio cosi!...Se dico “Porto Tolle” ….che vi viene in mente?!Sono quasi sicura che nessuno sa di che sto parlando.Pensandoci,effettivamente credo rientri tra quei posti cosidetti “dimenticati da Dio”…e non solo!Bene…ma se vi dico Enel…qualcosa vi sta frullando nella testa…bene…ora vi dico CARBONE!?!Ora vi è già tutto più chiaro e famigliare.
Proprio cosi,sono una giovane abitante di questo piccolo paesino Rodigino non solo dimenticato da Dio. Qui c’è la famosa centrale Enel,che già,diciamoci la verità,non è che porti una ventata di aria pulita…ma addirittura ora,pare si sia deciso,meglio le prospettive corrono verso questa terribile direzione (sa com’è la speranza è l’ultima a morire!), di convertirla a carbone…!!!....A CARBONE….!!!Ma che hanno deciso di farci morire tutti!?!?Ma nessuno gli ha detto che fa malissimo e che è una benemerita cagata…(scusate)!?!?!
Uno si…sicura…mio padre!Si,all’incirca 20 giorni fa, mio padre era assessore di questa isola che non c’è,per alcuni,!Lui poveretto ha cercato di far capire ai suoi oramai ex colleghi che la cosa era indecente!Ha votato contro la riconversione durante una seduta della giunta in cui si discuteva proprio della questione…e…24 ore dopo…è stato “sfiduciato”…Si insomma l’hanno buttato fuori…cacciata…tolto la carica pubblica,(conquistata con regolari elezioni…regolari…se volete ricontiamo le schede!).
Ma …non abitavo in un paese libero e democratico?!Non esiste una legge che tutela la mia libertà di pensiero e parola!?!?Ben forse qui siamo in un paese a statuto speciale e io non lo so!!!Forse qui il vivere moderno non si è ancora ben integrato.
A darci un po’ di sostegno sono venuti un gruppo di greepeace (gradi come sempre!Che vorrei ringraziare tanto,davvero).Ma mi sa che il sindaco e il resto del mondo quelli che insieme a Dio si sono dimenticati di Porto Tolle, non se ne sono accorti,anche se ci sono stati per tre giorni,con tanto di mega scritta sul camino

Marta Pizzo 19.12.06 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

va bene, non ti arrabbiare. Per i contenuti, visto che sembri in grado di ragionare, ti rimando alla pubblicazione di 20 anni fa circa (credo), "piccolo è meglio" che già allora spiegava come, per dare una soluzione efficace al problema dell'inquinamento da sovrapproduzione fosse più percorribile LIMITARE la produzione che non produrre altri materiali/sostanze "controinquinanti"... non mi far continuar, ti prego.

io e basta 19.12.06 22:30 |

e qui arriviamo ad un punto cruciale:la sovrapproduzione.Oggi abbiamo bisogno di un surplus di energia dato da condizioni di vita estremamente agevoli,ma per lo piu' inutili.
Quanta luce sprechiamo?Quanta energia è necessaria per ricaricare i telefonini?E le lavatrici e le lavastoviglie?E i microonde e i forni?E i termocondizionatori?Come vedi ho fatto esempi abbastanza semplici.Però letali per i consumi.E qui arriviamo all'altro punto dolente:la massificazione del consumo e dello spreco.Ora però non reggiamo il peso economico di importazione di materie prime per la produzione di energia e per poter mantenere il livello di consumi raggiunto siamo costretti a rispolverare fonti energetiche a minor costo,nel caso il carbone.Il problema come sai è che le fonti di energia pulita o rinnovabile costano,e al momento non ce le possiamo permettere o meglio,le risorse destinate dal governo allo sviluppo dovrebbero andare quasi tutte a quel settore.E' una scommessa che chi ci governa non ha avuto il coraggio di fare.E in questo modo abbiamo accumulato altri dieci anni di ritardo rispetto alle nazioni piu' progredite nel campo della ricerca e dello sfruttamento delle energie alternative.

fabio maccioni 19.12.06 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma berlusconi ti ha chiesto qualcosa,un contributo? Azz è abbastanza ricco da potersi curare dove e quando vuole.Se questo ti turba,passa oltre.Seconto te Agnelli,marzotto,montezenolo ci vanno con l'impegnativa del medico curante all'ospedale? Siamo seri se si vuole polemizzare anche su questo si dimostra quanto in basso si è caduti.
Giuseppe Campa Commentatore certificato 19.12.06 22:32 |

tutti i governi fanno tagli alla sanità
a spese ovviamente del cittadino che non puo' farsi curare all'estero..e poi un politico ex-primo ministro va in america a farsi curare??
e c'è pure chi si domanda cosa ce ne frega a noi,o se siamo noi ad avergli fornito qualche contributo??

mortacci vostri

renzo miglio 19.12.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho ancora capito perché quelli di Greenpeace non si attaccano ai pali, non reclamano, non dicono nulla sulla situazione del traffico, delle automobili, delle moto, dei camion etc. che hanno superato il numero delle persone e occupano il 90& del suolo pubblico italiano, e, fanno moltissime vittime ogni anno per incidenti stradali e per avellenamenti di ogni genere.
Forse anche Greenpeace ci guadagna qualcosa dalle vendite di mezzi motorizzati e petrolio?..

francesco emiliano 19.12.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Assodato che queste notizie non si trovano né nei quotidiani né nei TG, assodato che anche questo governo è allineato con qualsiasi altro governo che potrebbe governarci, ovvero gestire gli interessi del potere, assodato che non c'è discontinuità e che possiamo fare a meno di questa classe dirigente impresentabile e inaffidabile, assodato che i "valori" non sono né di destra né di sinistra, assodato che una massaia di periferia, con il minimo sforzo farebbe 100 volte meglio di questa massa di sanguisughe autoreferenziate, mi chiedo ma che aspettiamo a mandarli tutti a casa. Non siete voi i leader che vogliamo. Vogliamo parole nuove, semplici, seguite dai fatti. Primarie dei cittadini, non protozoi espressione di una pirammide di potere che è il partito. Oggi essere espressione di un partito equivale al nulla. E' maturo il tempo per il partito democratico o per la federazione della libertà. Io dico che è maturo il tempo di licenziarvi tutti e di far parlare gente che conosce il mondo, con idee chiare e oneste, apprezzabile per ciò che dice più che per ciò che tace. Basta coi faccendieri incursori del parlamento, basta coi delinquenti in parlamento, basta con le leggi con parole ambigue e tendenziose, emendate per compiacenza, basta con le fiducie. Votare secondo coscienza e secondo il programma condiviso. Saluti.

gianni paciotti Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Gli Orsi polari a causa dello scioglimento dei ghiacciai, che causa difficoltà nel reperire una alimentazione adeguata hanno subito una riduzione stimata nel 30%.

matteo tocco 19.12.06 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Nel posto in cui lavoro c'è uno spreco di carta che è inconcepibile, fotocopie su fotocopie, ordini di servizio, firme su registri e buste da lettera per incartare ogni giorno decine di carta. Più di una volta ho cercato di sensibilizzare i miei superiori ma senza ALCUN risultato, ho persino proposto di riciclare la carta che viene gettata, visto che invece viene buttata con la spazzatura normale.Non potete immaginare lo scempio!!
Ora quello che volevo chiedere a tutti gli internauti era se c'è un modo per costringere queste persone a raccogliere e riciclare la carta, oppure se vi è qualcuno che può agevolare le operazioni di raccoglimento venendo a domicilio. L'azienda per cui lavoro è molto grande e si trova a Roma.
Saluti

Federica Zaninotto Commentatore certificato 19.12.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Il testo della finanziaria concordato avrebbe dovuto essere diverso, con un "già realizzati" al posto dell'attuale "già autorizzati".

PENSI NON POSSA SUCCEDERE ANCHE NELLA TUA

CITTA'?

SAI QUALI SONO I FUTURI INCENERITORI IN VIA DI

COSTRUZIONE O CONVERTIMENTO?

ANALISI PER REGIONE E CITTA'

CLICCA IL NOME


Sono sdegnato e impotente davanti a questi uomini (se cosi si possono definire ) che x i loro interessi politici economici ed altro non si fermano davanti a nulla ... anche verso una catastrofe planetaria ormai galoppante ...li odio tutti !

francesco dimarco 19.12.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento

PERCHè AGNELLI DOVE ANDAVA? E TUTTI GLI ALTRI KE POSSONO DOVE VANNO?
nick name Commentatore certificato 19.12.06 22:11 |

---------------------------------------------

Esiste qualcosa che si chiama sensibilità istituzionale anche in considerazione della carica che il Sig. Berlusconi ha ricoperto e che intende ancora una volta ricoprire.
Il privato cittadino è in una posizione diversa ovviamente.
Faccio infine moderatamente notare che tale intervento nella pratica operatoria viene considerato come "estremamente semplice.
Non pensi sarebbe da stupidi avendo la farmacia sotto casa andare a comprare l'aspirina a Berlino?

Corrado Sansone 19.12.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si scrive Kyoto, ignorante! ignorante anche per il resto, che non commento: facili sillogismi ingannevoli e falsi. Ma comunque piantiamo alberi, quello sì...

io e basta 19.12.06 22:12 |

Accetto le tue correzioni e sono orgoglioso di essere ignorante,ma la fotosintesi clorofilliana ed il ciclo di Krebbs non sono sillogismi.Nè tantomeno lo è il Protocollo di Kioto,persisto ti dispiace?,d'altronde scrivo Parigi,Londra,Mosca,Berlino,Lione,Pechino,Tokio etc.etc.,l'ultima non è una città.
Quello che ho scritto corrisponde a verità,che ti aggradi oppure no.
Sono però felice che su una cosa siamo d'accordo, e cioè che se piantassimo piu' alberi probabilmente staremmo meglio.
Con reverente ironia,fabio maccioni.


fabio maccioni 19.12.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto tanto di capello agli scalatori che oltre alle chiacchere fanno anche i fatti!
é incredibole, l'ENEL , oltre a non preoccuparsi delle emissioni di CO2 nell'aria, non si preoccupa nemmeno del parco naturale.
Però poi comprano una pagina su un quotidiano (la GRANDE informazione dovrebbe essere questa?!?) per dire le più grosse str....te.
O, come si vede che ci riescono benissimo, a indirizzare a favore tutte le notizie dei GRANDISSIMI giornalisti perchè il giornale è pagato e quindi vive anche grazie ai luridi soldi dell'ENEL.
Poi però va in televione e fa la pubblicità dei fogli che scappano dalla finestra; "l'energia va oltre quello che vediamo...";
ma vai affan...o!

Antonio Petruzziello Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Perche,quello che hanno bruciato fino adesso andava bene?

stefano lucato 19.12.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

'sera blog...

giorgia meneghel (gioix) Commentatore certificato 19.12.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione anche nella maggioranza ci sono i furbastri

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 19.12.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Il protocollo di Kioto prevedeva che le nazioni che emettevano piu' co2 di quanta assegnatele,potessero comprare tonnellate di co2 da emettere nell'atmosfera dai paesi meno industrializzati che non ne emettevano punto.
Così tutti i paesi firmatari si obbligavano a dare una mano nei confronti del debito ai paesi piu' poveri.se queste sono le regole,e lo sono,non vedo perchè l'Italia non ne possa usufruire.Certo sarebbe quantomeno corretto far sapere agli italiani da chi acquistiamo queste quote e come le finanziamo.La co2 in sè non è dannosa anzi,senza emissioni di co2 i vegetali non vivrebbero,morirebbero di asfissia.Va inoltre ricordato che la co2 assorbita dalle foglie permette loro di compiere il ciclo della fotosintesi clorofilliana,ciclo di Krebbs,utile alla produzione di energia utile alla pianta per lo sviluppo dei fiori e dei frutti.Risultato della fotosintesi è la produzione di ossigeno tramite rottura di molecole di glucosio.Fantastiche le piante vero?Gli dai co2 e acqua e loro ti danno ossigeno ed energia.Allora il problema va rovesciato:
quanti alberi,piante,arbusti,prati sono necessari per assorbire quantità così grandi di co2?Proponiamo che per ogni tonnellata di co2 emessa nell'atmosfera vengano messe a dimora 10.000 piante,di tutti i tipi.E' questo che il pianeta ci chiede,utilizzo delle risorse inquinanti con operazioni contrinquinanti.Questo vuol dire sistemi ecosostenibili,questo vuol dire un nuovo patto con il territorio,questo vuol dire evitare frane e smottamenti.
Anzichè piantare grane piantiamo alberi!!!

fabio maccioni 19.12.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Ma la Sanità italiana fa così schifo che un ex Presidente del Consiglio arriva fino a Cleveland nell'Ohio per farsi impiantare un semplice pacemaker ?

Corrado Sansone 19.12.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Cliccando sul mio nome e poi cercando la data 11 dicembre 2006 si vede una foto niente male.Se anche il defunto Papa Wojtyla gli ha stretto la mano,e' segno che poi tanto malvagio non era...





Stefano Guagnelli 19.12.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Neanche a farlo apposta oggi 19 Dicembre l'Enel ha acquistato due intere pagine sul Corriere della Sera dove magnifica la sua vocazione ambientalista e il suo impegno al riguardo. Leggere per credere!!!

stagni enrico 19.12.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Se questi incentivano GIOCO D'AZZARDO(TRAGEDIA ENORME PER MIGLIAIA DI FAMIGLIE) e DISTRUZIONE
AMBIENTALE,siamo fregati,tra loro e gli altri è come scegliere tra diecimila bastonate sulle palle e diecimila bastonate sulle palle,sai che passione per la politica....

bob costante 19.12.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Il futuro energetico è nei fagioli !
Basta mangiarne 3 etti al giorno e si produce tanto metano da gar girare la caldaia per 4 ore.
Il convogliamento dalla "sorgente" va applicato con precauzione evitando perdite di gas metano che potrebbe far esplodere l'appartamento.
Poi vi lamentate che l'agricoltura non vi dà una mano !

Rocco Perrotta 19.12.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

moltissime case in italia non anno nessun tipo di isolamento termico (lana di vetro o stytofoam) negli anni '60, molti fabbricati avevano il doppio muro delle pareti esterne, fato col l'idea che l'aria nel mezzo delle due pareti provedesse isolamento termico quando in realta' ne provvede 0.....

giulio terraforte 19.12.06 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA PELLICCE

"La pelliccia è portata da animali stupendi e persone orrende"

BASTA ALLE PELLICCE MORTE SULLE NOSTRE SPALLE, LE FUSA DI UN GATTO O LE FESTE DI UN CANE SONO PIU' CALOROSE, RISCALDANO IL CORPO ED IL CUORE.

FIRMA LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO MASSACRO

Aiuta i nostri amici animali, non essere insensibile al grido di dolore e di aiuto che ti chiedono le povere Volpi Bianche scuoiate vive per soddisfare i capricci di qualche "nobil donna" dall'animo poco nobile.

Grazie dell'aiuto.

matteo tocco 19.12.06 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci ruba il futuro?

Si fà in questi ultimi tempi un gran parlare di energia, risorse, sviluppo delle F.E.R. (Fonti Energetiche Rinnovabili), progetti fantasiosi e anche divertenti prendono il via grazie alla nuova "atmosfera culturale" che sta sviluppandosi in italia; sembra quasi che nel nostro paese si debba sempre creare una festa, per mettere mano a problemi e sfide che altri affrontano con determinata serenità... Continua su www.energiamoci.it all'indirizzo http://www.energiamoci.it/portale/modules/news/article.php?storyid=10

Roberto Cognigni 19.12.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

e io voglio la mia pizza fatta con la legna, sono 2000 anni che si brucia la legna e non ha mai reclamato nessuno per la co2 e le polveri...
Corrado Sansone
*****

2000 anni?!? E prima, cosa bruciavano gli uomini
nei 15000 anni da che impararono a maneggiare il
fuoco? Il metano?

Eugenio B.
paganesimo

E. Belcampo 19.12.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
ma tu lo sai che inquinare, a parte gli interessi astronomici che ci sono sotto... è bello, bellissimo, anzi stupendo? Ma te lo immagini tu il senso di potenza che ti dà sapere che hai potuto esercitare il potere di vita o di morte (vabbè,di morte!)su un qualche essere vivente o ambiente naturale?
E' bello, bellissimo...
L'uomo non ama la natura, se la amasse non la tratterebbe così. E non dipingerebbe i babau delle sue paure di verde - che è poi il colore della natura - (i marziani, gli omini verdi, i sorci verdi ecc.)
Ciao

un abbraccio

e. b.

Ermanno Bartoli (barlow) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto gli ultimi post....poco costruttivi e allora mi fermo e grido : "Forza Greenpeace !"
facciamoli verdi....

Notte

Bruno Ves 19.12.06 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo distruggendo la terra! Viva Greenpeace!!

roberto zinzi 19.12.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento

AAH come mi mancano i bei tempi quando facevi il minatore nudo nelle miniere di zolfo, tutto il giorno a faticare però t'imparavi un mestiere che si magari era sotto pagato però quelle dodici ore di aria le avevi piene, due colpi al ragazzino tredicenne glie li davi, con pò d'immaginazione e fantasia... vabbè in guerra ogni buco è trincea si sa, e neanche ti toccava vivere parecchio, arrivare a quarant'anni era tanto con tutto quello che inalavi e così ti potevi risparmiare il catetere e gli sguardi stanchi dei tuoi parenti che contano le ore che ti rimangono prima del trapasso, e gia, altri tempi... , ma vi dico che se c'impegnamo seriamente possiamo farli rivivere quei tempi, tanto fra un po' staremo tutti con le pezze e allora si potrà tornare ai lavori selvaggi e produttivi con la scusa della necessità, il governo fa del suo meglio per mandarci sull'astrico ma alle prossime politiche anche noi dobbiamo fare la nostra parte, forza compagni rieleggiamo il biscione così accorciamo i tempi e la smettiamo di agonizzare con questa sinistra che ci sta affondando lentamente, meglio la destra, un bel siluro li dove sappiamo bene ed è fatta.

arturo filibocchi 19.12.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

quanti di voi frequentatori usano l'acqua della pasta per lavare le stoviglie? la temperatura e' giusta e l'amido sgrassa....

emanuele penacchio Commentatore certificato 19.12.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

SCUSA BEPPE, POTRESTI OCCUPARTI CON UN POST DEI TUOI ANCHE DELL'OFFSHORE CHE PARE SARA' COSTRUITO DAVANTI AL PORTO DI LIVORNO? DA NOI NON SI TRATTA DI CARBONE MA DI METANO, CHE SE SCOPPIA FA MALE UGUALMENTE.

GRAZIE.

stefano fiocchi 19.12.06 21:26| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI I COMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMUNISTI DER CAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAZZZZZZZZZZZZZZZZO!!!!!!!!!!!
ANNATEVELA A PIJIA' IN DER CULO!!!!!!!!!!!!!!!!!


......................../¯/
....................../../
.............../¯/¯/../¯¯\
..............|..'...'..'..|\/¯|
..............|............¯../¯¯¯¯
...............\..........._/..........................._
................|.........|.................................\
................|.........|..................................|
................|.........|...../|............./............|
................|.........|.../..|.........../............./
............../|..........|./....|........./............/
............/..|..........|......|......./............/
...........|...|..........|¯\¯\¯\¯\/............/
............\..\...........\_|_|_|_|........../
..............\_\............................../

GIUOVANNI TRICARICO 19.12.06 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ammirevole il coraggio di questi ragazzi di green peace.
Diamo tutti una mano all'ambiente:
- Consumiamo meno carta.
- Utilizziamo lampade a risparmio energetico.
- Spegniamo le luci quando non servono.

matteo quitadamo 19.12.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il testo che ho tradotto è un’altra inquietante testimonianza circa il terribile morbo di Morgellons, una patologia che la maggioranza dei medici, evidentemente prezzolati, continua ad ignorare o a liquidare come sindrome psicosomatica. Mentre la comunità scientifica brancica nel buio, molti ricercatori indipendenti collegano il Morgellons alle perniciose e, talora, mortali, irrorazioni chi m iche. Sono certo che questi ricercatori non si sbagliano: i primi casi di Morgellons risalgono alla seconda metà degli anni '90 del XX secolo, periodo in cui cominciò o si intensificò la mostruosa operazione.

Tutto cominciò lo scorso anno quando Cindy Wick credette di avvertire il morso di una zecca. Quindi arrivarono la sensazione di punture d'insetto e comparvero pustole su tutto il corpo. Quando Cindy fregò le pustole, esse si spaccarono. Dalle piaghe estrasse delle fibre lunghe metà pollice. Il dolore si attenuò, ma il supplizio non era finito: le piaghe continuarono ad apparire.

“Questa è la cosa più terribile che mi sia mai capitata nella vita”. Ha detto Cindy Wick, 49 anni, di Kansas City. Cindy è convinta di essere affetta da una patologia che si manifesta con una strana sensazione di insetti che brulicano sulla pelle, con ulcere da cui escono filamenti trasparenti, bianchi, rossi ed azzurri, ma che causa anche vuoti di memoria e difficoltà di concentrazione. Migliaia di persone hanno il Morgellons in tutti gli Stati Uniti ed il loro numero cresce sempre più.

Il Morgellons è una patologia che i medici si ostinano a non voler riconoscere come tale: essi affermano che sono solo punture di insetti o l’impressione (sic) di essere assaliti da parassiti. Asseriscono inoltre che le fibre sono soltanto sfilacci di tessuti o scaglie di pelle.

“Finché non avrò le prove, non crederò ad una vera malattia”. Ha detto con sicumera Stacy Beaty, una dermatologa dell’Università di Saint Louis.

Tuttavia una minoranza di medici e di scienziati ha cominciato a prendere sul se

Antonio Marcianò 19.12.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

m. b. 19.12.06 21:02

Tu invece soffri di codardia comica. Un alto modo di essere pagliacci credendo che l'anonimato ne possa esaltare la miseria interiore.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Un pannello solare termico su ogni tetto.
Una turbina eolica su ogni colle.
Se i nostri dipendenti non vogliono capirla mandiamoli a spalare il carbone che gli piace tanto.

luigi castellano 19.12.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Democrazia e "democretini"

Salve a tutti,mi presento,mi chiamo Willy e sono
napoletano.Da tempo che frequento il blog del no
stro beppone e mi sono posto due interrogativi ai
quali credo siete in grado di rispndere :

Che cosa e' la "democrazia" ?
Che vuol dire "popolo sovrano"?

Credo che questi due concetti siano strettamente
uniti come gemelli siamesi.
Democrazia deriva dal greco "demos" e "cratos"
cioe' "popolo" e "potere" e quindi "potere del
popolo"
"Popolo sovrano" vuol dire che il popolo e' l'ar
tefice del proprio destino.
Rifacendomi al loro autentico significato,a me come a chiunque abbia spirito critico ,che nel
nostro "bel paese" essi non sono poteri di fatto
...ma bensi' virtuali e fittizzi...lontani da cio' che ideologicamente si definisce "REALE"
Facendo un analisi,la nostra e' un "fantademocra
zia" dove le disuguaglianze sociali si evidenzia
no attraverso uno strumento di potere : la tele
visione.Chi la esamina attentamente da essa puo'
constatare le distanze abissali fra "popolo" ed
"elite":
Elite : Politicanti,ministri,deputati,giornalisti
in carriera,conduttori t.v,vip,star,veline,letter
ine,manager,le varie Lecciso,i Briatore e...

Popolo : Impiegati,pensionati,laureati senza lavoro,disoccupati,cassaintegrati,precari,chi
non c'e la fa ad arrivare alla fine del mese...

Semplici diseguaglianze sociali ???

Considerando l'intoccabile casta di parlamentari
e politicanti come Mastella che vanno controven
to...che scroccano,con i loro privilegi( non sto ad elencarli...).Ora mi dico :

Come mai non c'e voce contro ?
Nessuno contesta,o fa finta...

In passato avevamo Pasolini,Montanell,Luttazzi,
la contestazione studentesca,i comizi di piazza..
insomma forme di protesta !

Oggi...la critica sociale la fa solo Striscia la Notizia ? e non cambia mai niente !

Bastaaaaaaaaaaaaaaaaa

Willy Bruschi 19.12.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Prima si usava il carbone e non è morto nessuno.
Non si sono mai fatte le guerre per il carbone, mentre si sono fatte per il petrolio.

Lo diceva anche Vasco Rossi
"Corri e fottitene dell'orgoglio, ne ha rovinati piu' lui del petrolio.."
Il carbone è cultura, il carbone è sinonimo di consumo frenetico, di sviluppo industriale, di corsa all'industrializzazione, di modernità.
Vedrete, quando finirà il petrolio, andremo tutti a grattare carbone.

Inoltre il carbone non è concentrato in poche aree della terra come lo è il petrolio. Lo abbiamo anche noi in Europa, Asia, America e possiamo sfumacchiarcelo alla facciacca degli arabi senza dipendere dai loro capricci.

Viva il carbone
Abbasso il petrolio (anzi, il petroglio)

Carbone, motore dei nuovi poveri.

Gaudenzio De Porcellis 19.12.06 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Quesito amletico:

Viaggio Pisa - Trapani in treno € 50,15 durata media 19 ore.

In aereo € 18,00 tasse comprese durata 50 minuti.

Il treno inquina meno dell'aereo che lascia le scie chimiche.

Quale mezzo scegliereste voi ambientalisti ?

Corrado Sansone 19.12.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ma è vero che anche in Sardegna stanno rilanciando il carbone nella zona del Sulcis? Se si, dove è finita l'idea di sviluppo sostenibile del Presidente Soru?

Giuseppe Piras 19.12.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

perchè non facciamo un po' di autocritica?Siamo veramente disposti a trovare ed accettare forme di energia alternative?Basta prendere come esempio qualche cittadina tedesca(Friburgo),per vedere come si vive con energia alternativa.A parlare è molto facile,a concretizzare no!Ognuno di noi si faccia un esame di coscienza,e pensiamo a quanto spreco di energia(acqua calda,riscaldamenti,luce...),facciamo nelle nostre case o posti statali e di lavoro.
Beppe, quando sei nei pressi della provincia di Ancona,co più precisione a Corinaldo ti inviterei a visitare la discarica dei rifiuti.Per quale motivo??? Perchè hanno trovato un sistema per utilizzare i gas metano che producono i rifiuti,evitando ulteriore inquinamento che essi producono(come tutte le discariche),ma producendo energia elettrica per altri sette comuni.Di questo non si è parlato ,ne nella mia regione, ne in Italia,perchè a qualche persona,non fa comodo.Quello che mi rattrista ,è che la nostra giunta regionale ,e quasi tutte le giunte provinciali,sono di sinistra.

Alessandro Grillo (gringo) Commentatore certificato 19.12.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma ne usciremo da questo inferno?
Come si puo sperare in un futuro per i giovani che vogliono avere figli?
Se uno ci pensa bene e' un egoista a mettere al mondo un figlio sapendo che quello che lo aspette e' tutto questo...
....Pessimismo, e Fastidio

Ceistian Rev (revtre) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento


Buonasera blogghers
O.T.

FAMIGLIA ALLO SFASCIO

La storia che vi sto per descrivere non mi riguarda personalmente, ma ne faccio parte come testimone.
C'era una volta una tipica famiglia italiana, all'apparenza felice, che un giorno entra in un gorgo senza fine. La madre decise di lasciare il marito, all'inizio si pensava, e lei diceva, per incongruenze caratteriali, ma più in là si scoprì che c'era un altro uomo.
Dopo la separazione, lui, ancora innamorato della moglie, tentò tutte le strade per riconquistarla e capire i motivi di quella decisione. Ma non gli fu mai detta la verità, anche a causa della complicità dei figli, i quali, non si capiva il perchè, erano sempre pronti a difendere la madre dando addosso al padre.

continua su http://nonsoloroob.blogspot.com/

Roberto Ionni Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 20:50| 
 |
Rispondi al commento

La maggior parte delle persone fissa degli obbiettivi dove scaricare
i propri sentimenti,le proprie aspettative,le proprie rivincite.

Non vedo l'ora che la cdl faccia cadere il governo prodi
cosi', molti milioni di italiani vedra' esaudito il proprio sogno.

Quindi tocchera' di nuovo a berlusconi.
L'altra meta' degli italiani fara' di tutto per risfiduciarlo e rimandarlo a casa,e,quindi tocchera'
al csx pretendere la giusta dose di emozioni e rivincita.

Poi tocchera' di nuovo a "loro",quindi di nuovo a "noi",e,via cosi'!

Ho un solo dubbio.La regia di questo psicofarsadramma:Mel Broocks o Ves Craven?

antonio ciardi Commentatore certificato 19.12.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, qualcuno mi spiega perchè le zone industriali di notte sono illuminate a giorno!!!!!
E io devo stare attento alla lucina del videoregistratore in stand by

Giorgio 19.12.06 20:31 |
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Io mi preoccuperei di più della puzza.

Come mai di notte intorno a certe aziende... l'aria è irrespirabile?

Rilasciano odore schifoso, massima espressione del frutto del lavoro quotidiano....

La produzione dimmerda è sottoposta a vincoli sull'inquinamento. Tuttavia. Non essendoci controlli. O trattandosi di CONTROLLI colabrodo (sempre e comunque in nome del $anto mercato...) è cosa abbastanza comune che i gas nocivi vengano scaricati di notte.

La scusa di chi difende gli interessi dell'immondizia umana che produce morte, cancro e quindi puzza schifosa è che la sicurezza costa. Che troppi controlli danneggiano la produzione... in nome di questa immondizia riescono addirittura a trovare scappatoie legali per farla franca.

Quando le scappatoie legali non bastano questi esseri immondi ricorrono alla corruzione dei controllori e se questo non basta.. LI mettono democraticamente in minoranza AMMAZZANDOLI magari con un caffé alla bergamasca.

La produzione dimmerda inquina anche le menti. Non è difficile trovarsi contro perfino i servi di relative aziende se si va a denunciare la tentata strage di massa. Ti si riversano contro "in nome del lavoro".

Insomma lammerda Vince sempre.


e sapete quanto gliene frega alla gente se disboscano l'Amazzonia

Corrado Sansone 19.12.06 20:09


Io mi faccio arrivare interi tronchi di legno dall'Amazzonia, (rigorosamente legni pregiatissimi e molto costosi) che brucio solo per il gusto di farlo. Chi consuma è moderno e noi dobbiamo godere della nostra modernità.

Quest'anno poi voglio un natale grasso, all'insegna dello spreco e del pacchiano. Ho già fatto la mia scorta di ebano da bruciare nella mia nuova stufa (che è finta, non da calore, ma brucia tanto legno per davvero) tanto metto i termosifoni al massimo, con caldaia rigorosamente a gasolio e con oli combustibili pesanti. E carbone, tanto ma proprio tanto carbone, che brucia benissimo.

Gaudenzio De Porcellis 19.12.06 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cliccando sul mio nome e poi cercando la data 11 dicembre 2006 si vede una foto niente male.Se anche il defunto Papa Wojtyla gli ha stretto la mano,e' segno che poi tanto malvagio non era...





Stefano Guagnelli 19.12.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Certo che rai2...

Karol Aquila 19.12.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito di Alfonso Pecoraro Scanio:

Ieri ho finalmente presentato alla Commissione europea il piano italiano di limitazione delle emissioni di Co2. Ma sono convinto che non sara' accettato cosi' com'e', la Commissione imporra' qualche taglio. Il piano italiano - che prevede 209 milioni di tonnellate annue di Co2 per il periodo 2008-2012 - e' in realtà un un punto di compromesso fra le esigenze comunitarie e le richieste esorbitanti del ministero per lo Sviluppo economico.
Devo essere sincero: se fosse passata la mia proposta, la Commissione l'avrebbe approvata come ha fatto con quella britannica, senza correzioni.
Il commissario all'Ambiente, Stavros Dimas mi ha ringraziato, dopo tanti mesi ormai non ci credeva piu'...ma probabilmente la Commissione non approvera' senza imporre ulteriori tagli, anche se noi lavoreremo per ridurli il piu' possibile.
Sono convinto che nell'anno di un nuovo record delle temperature non si dovrebbe essere cosi' distratti da quello che raccomandano gli scienziati e ormai anche gli economisti. Per questo l'Italia ha chiesto, con Germania, Gran Bretagna e con la Commissione Ue, che nel prosieguo del trattato sul protocollo di Kyoto si punti a un taglio delle emissioni del 30% nel 2020 e del 50% nel 2060. Inoltre, l'Italia ha chiesto che il taglio delle emissioni riguardi non piu' soltanto il sistema industriale ma anche i trasporti automobilistici.
Noi in realtà volevamo puntare piu' avanti, vogliamo che l'Italia abbia un sistema industriale moderno e innovativo. Ma purtroppo qualche esponente dell'industria siderurgica ha ritenuto di fare dichiarazioni irresponsabili alla stampa, di 'esultanza per il risultato raggiunto': soltanto l'elementare buonsenso avrebbe fatto capire a queste persone che dichiarazioni del genere aumentano il rischio di tagli. Io mi impegnerò perché sulle istanze conservatrici all'interno del governo di centrosinistra, prevalga una impostazione innovatrice.
Su questo è necessario un chiarimento...

Gabriele Fiori Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, qualcuno mi spiega perchè le zone industriali di notte sono illuminate a giorno!!!!!
E io devo stare attento alla lucina del videoregistratore in stand by

Giorgio 19.12.06 20:31 |

Se realmente mi facessero risparmiare qualcosa direi che il consiglio non è da buttare. Ma quanto mi fanno risparmiare?
1 cent al mese? 10 euro al mese?

ps
nella zona industriale dove abito io è facile vedere i lampioni accesi anche di giorno.

Gianni Poletti 19.12.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

http://www.kitewindgenerator.com/

Giovanni Piuma Commentatore certificato 19.12.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè in estate l'energia non ce la facciamo da soli? secondo me basta una bella lente d'ingrandimento un pò d'acqua una serpentina una caldaia e una turbina. col sole che abbiamo da maggio a settembre un pò d'energia la produciamo in casa.Oppure si comincia a clonare uomini per i pezzi di ricambio, non c'è mica tanta scelta!! bona.

maurizio fiore 19.12.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

io ho la soluzione per i rifuti e l'inquinamento:
CREIAMO UN BUCO NERO E FACCIAMOLI INGHIOTTIRE DA ESSO.

francesco mattiuzzi 19.12.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, qualcuno mi spiega perchè le zone industriali di notte sono illuminate a giorno!!!!! Ma che cavolo di spreco eh?????
E io devo stare attento alla lucina del videoregistratore in stand by o rimanere al buoi in casa per risparmiare e non inquinare.... ma sono più importanti i capannoni di merda e i negozi delle persone!!!!!!! Credo di si!!!! Italia fai schifo!!!!

Giorgio 19.12.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

e allora? Cosa c' è di scandaloso?
il carbone serve a produrre energia elettrica e mi
sembra giusto che lo si bruci a tale scopo. Si può
anche usare per il barbecue. Propongo di organizzare
una bella grigliata e festeggiare x l'apertura della
nuova centrale. Il discorso sull'emissione dei
gas serra è una coglionàta che il grillo balbettante
dovrebbe conoscere. Dai non fare lo struzzo e mangia qualche salamella con gli amici. Lo so che preferisci i ristoranti di lusso, soprattutto nei salotti che contano, ma scendi un attimo dal piedistallo panzettina di mamma ;D

beniamino d'addario 19.12.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

il ministro fioroni è un grandissimo pezzo di m.... non si cambiano le regole a giochi iniziati!!!! prima non ci sono soldi e poi mettiamo in commissione i membri esterni che costano il triplo di quelli interni?!
fioroni sei come il calcio moderno.... mi fai SKYfo!!!

Christian De Luca 19.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

@ Cosimina Vitolo e Andrea Villa
--------------------------------


e io voglio la mia pizza fatta con la legna, sono 2000 anni che si brucia la legna e non ha mai reclamato nessuno per la co2 e le polveri.

adesso vado, devo scegliere tra antracite a fiamma corta o litantrace a fiamma lunga. in alternativa mi va bene anche il coke: la lignite no, lasciamola sottoterra per un po' di anni ancora, in modo che si possa trasformare in un prodotto piu' pregiato
la mamma 19.12.06 19:17 |


La mamma ha compreso bene lo spirito del mio post che non voleva affatto essere essere una stupida dimostrazione di agiatezza.
Dalle mie parti il camino è presente anche nelle case più modeste e sapete quanto gliene frega alla gente se disboscano l'Amazzonia e dell'effetto serra quando hai 20 gradi sottozero !

Corrado Sansone 19.12.06 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TI CONTRADDICI DA SOLO NEL GIRO DI SOLE 4 RIGHE
(AI NAZISTI E AI PEDOFILI GLI SPACCO IL CUOLO... POI... LASCIAMOLI PARLARE PERCHè COSì LI POSSIAMO COMBATTERE)
MA NON CAPISCI CHE E' LA PAROLA (E IL CONSENSO) SU CUI PUNTANO PER POI MODIFICARE LA REALTA' A LORO PIACIMENTO
... NON E' QUESTIONE DI SAPERE LA STORIA, MA DI USARE IL BUON SENSO
CHIARISCITI LE IDEE AMICO
A PRESTO
Roberto Stagni 19.12.06 19:51 |
_________________________________________________

Ma scusa Roberto, vogliamo parlare seriamente o vogliamo solo fare propaganda?
Tu mi hai fatto l'esempio di uno che mi viene a rompere i cosiddetti sotto casa, che, se mi permetti, è ben diverso dal fare proselitismi di qualsiasi tipo, è pure un reato, per qualsiasi cosa lo faccia.

Quello che non vuoi capire è, che per quanto tu gli possa togliere la parola in realtà non gliela potrai togliere MAI!
A meno che tu non sia in grado di influenzarne materialmente anche il pensiero!

Mentre per ciò che riguarda il consenso e le "simpatie" le hanno proprio grazie a questo sistema, che non gli consente di esprimere le proprie idee e che fa di loro dei poveri "martiri" agli occhi dell'opinionie pubblica mentre invece sono solo dei nazi del cazzo!
E bisogna DIRLO! E DIMOSTRARLO!!!! Con i fatti che abbiamo subito addietro nella storia.
Pensi che faccia molta differenza per me che il sig. eluht abbia ragione sui numeri? Che invece di 6 milioni siano morti "solo" 4 milioni di ebrei in quel modo?

Te lo ripeto, guardati gli esempi che hai addietro nella storia, tutto ciò che viene sopito in modo violento riemerge in modo altrettanto violento! Come nella psiche.

Paolo Cicerone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.12.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

SE CONTINUATE COSI' CI AMMAZZETE TUTTI
www.petvideo.eu

Luca Scosso 19.12.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Il testo della finanziaria concordato avrebbe dovuto essere diverso, con un "già realizzati" al posto dell'attuale "già autorizzati".

PENSI NON POSSA SUCCEDERE ANCHE NELLA TUA

CITTA'?

SAI QUALI SONO I FUTURI INCENERITORI IN VIA DI

COSTRUZIONE O CONVERTIMENTO?

ANALISI PER REGIONE E CITTA'

CLICCA IL NOME

Roberto Dilani 19.12.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento


Quanti sacrifici sono stati chiesti agli Italiani da a partire:

dai sacrifici NECASSARI ALL'INGRESSO IN EUROPA(era l'inizio degli anni novanta),

a quelli necessari per ........EVITARE DI ESSERE CACCIATI FUORI DALL'EUROPA A CALCI NEL CULO SOLO QUINDICI ANNI DOPO!!!

Che videve, mi viene vevamente da videve ahahaha questa è ivonia puva allo stato subliminale ahahahah che gvandi ahahah mamma mia che inculatuva senza sputo ahahah!

Ova basta videve!

Marco Presti 19.12.06 19:54| 
 |
Rispondi al commento

l'ho sempre detto l'italia ha sbagliato e continua.
bastano 20 centrali nucleari e l'italia nel giro di poche decine di anni cancellerebbe il debito publico con la conseguenza di diventare una nuova potenza realmente benestante .

che si aspetta ???

paco frangiese 19.12.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

19 maggio 2004 intervista a Carlo Rubbia, son passati quasi tre anni ma tutto è fermo a quel giorno.

da Repubblica.it

Siamo comunque ancora alla fase di sperimentazione.
"Come esperimento pilota i 20 megawatt aggiunti dalle tecnologie solari alla centrale di Priolo non sono da buttar via: bastano a una città di 20 mila abitanti, consentono di risparmiare 12.500 tonnellate equivalenti di petrolio l'anno ed evitano l'emissione di 40 mila tonnellate l'anno di anidride carbonica. E il bello è che questo tipo di energia è conveniente: ai prezzi attuali l'impianto si ripaga in 6 anni e ne dura 30. Oltretutto, una volta avviata la produzione di massa, i prezzi di costruzione tenderanno al dimezzamento".

Quanta energia si può produrre con questo tipo di centrali?
"In prospettiva, arrivando a un'applicazione industriale su larga scala, si può pensare che in regioni con una buona insolazione come il Sud dell'Italia si ricavi energia sufficiente a sostituire carbone, petrolio e metano".

matteo tocco 19.12.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Corrado Sansone 19.12.06 19:08 | Rispondi al commento | Chiudi discussione
famiglia di 3 persone 2 adulti e una bimba che la mattina si svegliano alle 5:30 per ripulire i cagnolini che hanno sporcato e quelli tgrandi da portare a spasso per i bisogni(9 in tutto),poi si va nell orto a zappare o innaffiare (se c e bisogno anche raccogliere),alle 7.00 si sveglia la bimba (nel frattempo la capretta e stata munta)fa colazione e via all asilo alle 8.00 circa.Poi vado in azienza(sono la titolare che si fa un mazzo tanto di lavoro),una macchina la guido io che ho l a zienda lontanuccio mio marito fa il piastrellista in una ditta e lo vengono a prendere col camioncino la mattina.
mio ma rito torna alle 18 di nuovo a risistemare i miei amici animal,iotorno alle 8 e mi occupo la sera di preparare il pane,la pasta o qualcos altro per la sera seguente,se c e tempo andiamo a fare i nostri tavolini informativi a favore degli aanimali altrimenti se uno dei due deve sbrigare le faccende facciamo a turno(il nostro e un gruppo attivista composto da 6 persone)se non ciiamo noi va avanti comunque.siamo poco consumisti evitiamo prodotti delle grandi multinazionali (io mi faccio in casa anche il detersivo).


ps.rinunciare alle comodita non mi spaventa

cosimina vitolo 19.12.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento

19 maggio 2004 intervista a Carlo Rubbia, son passati quasi tre anni ma tutto è fermo a quel giorno.

da Repubblica.it
Vicino a Siracusa un impianto all'avanguardia: oggi l'inaugurazione, parla il Nobel che lo ha progettato
Rubbia e la centrale di Archimede "Così catturerò l'energia del sole"
È la terza via delle rinnovabili. Una fonte pulita
perfettamente competitiva, abbondante e sicura

di ANTONIO CIANCIULLO
ROMA - "Il nuovo solare termodinamico ad alta temperatura, l'energia catturata dagli specchi parabolici e immagazzinata da un fluido salino, è la terza via delle rinnovabili. Una fonte pulita, perfettamente competitiva, abbondante e sicura. Basta un quadrato di tre chilometri di lato, la lunghezza di una pista di aeroporto, per ottenere la stessa energia di una centrale nucleare. E per giunta è tecnologia italiana: una ricchezza che possiamo utilizzare direttamente ed esportare". E' un Carlo Rubbia in grande forma quello che si accinge a battezzare la fase uno del suo sogno. A meno di quattro anni dall'ideazione del progetto Archimede, il premio Nobel che guida l'Enea festeggerà oggi l'inaugurazione della nuova centrale elettrica di Priolo, in provincia di Siracusa, l'impianto Enel ristrutturato per far posto al sole. Si tratta della prima dimostrazione della realizzabilità del programma solare dell'Enea, un primo passo concreto che potrebbe aprire la strada a una filiera energetica made in Italy.

matteo tocco 19.12.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Si dimette l'Alto commissario contro la corruzione nella PA. In Finanziaria cancellati i provvedimenti contro supermanager e costi dei politici. ADERISCI E PROTESTAAAAAAAAA!!!!!

su www.comincialitalia.net

www.comincialitalia.net 19.12.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Per chi fa lo gnorri e ci sguazza su questi comportamenti.


Evasi al fisco 250 miliardi di euro
Negozi e servizi regni del "nero"
roma - L'evasione fiscale si aggira intorno ai 230-250 miliardi di euro e l'80% del lavoro e dei guadagni in nero si annida nel terziario, tra servizi e commercio. A fornire le cifre dell'Italia che non paga le tasse è stato il vice ministro all'Economia, Vincenzo Visco, che ha inaugurato l'anno di studi della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza.
"L'evasione è ormai non solo un problema economico - ha sottolineato Visco - ma anche un problema sociale che necessita di una soluzione duratura". E gli italiani sembrano sentire in particolar modo la questione: 3 su 4 considerano l'evasione fiscale "un problema grave o gravissimo". Di sommerso ha parlato ieri anche il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo definendolo "uno scandalo italiano" e chiedendo al governo di reinvestire quanto recuperato dalla lotta all'evasione in infrastrutture e ricerca per restituire così le tasse "a cittadini e imprese che le hanno pagate onestamente".
Il grosso del "nero" - 198 miliardi sui circa 250 (complessivamente tra il 16,6 e il 17,7% del Pil) - è nel terziario, particolarmente i servizi alle imprese e alle famiglie, seguiti dal commercio specialmente al dettaglio. Si tratta di una valutazione in termini assoluti, in quanto servizi e commercio hanno un peso notevole nella nostra economia. Se si guarda invece alle percentuali di evasione del prodotto, allo stesso livello del terziario (22%) c'è anche l'agricoltura (21%), mentre l'industria è all'11%. E ad evadere le tasse sono tutti, senza distinzione geografica: "la dicotomia Nord-Sud tende a sparire" a conti fatti in Lombardia il sommerso è pari a quello della Campania. Il lavoro irregolare invece colpisce il Sud quasi il doppio del Nord.


ivo serentha Commentatore certificato 19.12.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Se c'è una cosa che anche la psicologia ci ha insegnato oltre che la storia, è che il "male", se lo si vuole sconfiggere, va affrontato sempre!

Paolo Cicerone 19.12.06 19:13 |

QUOTO PAOLO , ma ci sono vari metodi per affrontarlo :-) si deve solo scegliere il più efficace .

ciao .

GINO SERIO( the original :-) 19.12.06 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro ivo bisognerebbe allora ,arrestare, SUBITO PRODI :-p

GINO SERIO( the original :-) 19.12.06 19:11 |


Non sono certo un fan di prodi, che sia condannato se assolutamente provato dell'affare telecom, viceversa napoleone a confronto ci sarebbe da dare l'ergastolo, per tutti gli illuminatissimi anni da imprenditore e politico.

La conosci la pagliuzza nell'occhio a confronto della trave conficcata.

Suvvia un po' di sana obiettivita'.

Queste cosette, difficilmente le sento dichiarare dal mondo, diciamo non di sinistra!!!!


io la cosimina me la farei volentieri,so disposto pure a diventà vegano.
GOKU S 19.12.06 18:53 | Rispondi al commento |
io la cosimina me la farei volentieri,so disposto pure a diventà vegano.
allora cosimi ti accorgi di me
MA ALLORA SEI PROPRIO MALATO SUL SERIO!
Ti diverti a spaventare la gente e aprendertela in modo vigliacco con qualcuno che non può fare nulla per impedirti di postare le tue oscenità? Sti post sono configurabili alla stregua di "molestie"...è un'ossessione la tua? Meno male che non sai dove abita...Cosimina...comincia a correre...
E quelli dello staff che fanno? Dormono?

Oriana Mitili 19.12.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TE LO DO IO L'ULTIMO POSTO
___________________________+
+
Il Giornale della Confindustria ha piazzato Catania al 103° posto. Scassagnini si "rompe le palle" e così protesta:"(...) e poi si danno la zappa sui piedi: come conciliano il fatto che Catania è al 25° posto come gradimento e loro la mettono all'ultimo posto? (...)". Mah, chi scrive non sa dire se a Catania si viva così bene, ma certo è che molti lavori sono in cantiere e altri completati. Il discorso è spinoso troppone assai, ma diamo la parola a Raffaele Lombardo, che me lo sogno la notte melosogno, ma dice una cosa che quacuno disse alcuni anni fa in un pezzo, non più online:" Intanto il popolo siciliano - dice- cominci a dare un segnale già da queste festività natalizie comprando prodotti nostrani, quelli realizzati nella nostra isola, così almeno aiutiamo la nostra economia a crescere e le nostre aziende a mantenere posti di lavoro". Siamo diventati lombardiani? Po' esse.
-
www.ricostruire.it

Prospero Pirotti 19.12.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Il carbone e la befana

Si ritorna al carbone ?
Niente energie rinnovabili, niente pannelli solari, niente energia eolica ?
Tutti a sperare che la befana ci porti carbone invece che mandarini ?
Ma qui stiamo tornando all'uomo di Cromagnon e di Neanderthal !!!

Il carbone si usava nell'ottocento, quando il mio papanonno era bambino !!!

Ma di questo passo vivremo in una nube tossica, respireremo carbonchio, e secondo la legge di Darwin nei nostri setti nasali si formeranno dei filtri antipolverifini.

Torneremo al epoca della pietra e faremo il fuoco con i legnetti.
Io ho già cominciato a sfogliare il manuale delle giovani marmotte, leggo:

Procuriamoci quindi (asciutti) molti legnetti piccoli, foglie secche, legni più grossi, paglia (erba secca), carta e altri oggetti vari non pericolosi ma capaci di tenere a lungo la fiamma.

Prendiamo due legnetti rigidi (lunghi una ventina di centimetri circa), su uno (quello più spesso) facciamo una tacca piuttosto marcata con un oggetto tagliente (coltello o pietra affilata); sbucciamo poi i due legni e teniamo quello con il solco fisso orizzontalmente al terreno, con l'altro incominciamo a strofinare energicamente nel punto del solco producendo così il calore che, avvicinato al combustibile (paglia da posizionare nel solco), si incendierà; ogni tanto verifichiamo la temperatura nel solco con le dita e pian piano che il fuoco si amplia aggiungiamo pezzi di legna sempre più grandi (tentando il più possibile di non soffocare la fiamma che per bruciare necessita di molto ossigeno).

Anche se il tempo non è favorevole (freddo, pioggia, neve, umido, ecc.) la tecnica rimane sempre la medesima poichè tramite il calore che viene prodotto dalla trasformazione dell'energia meccanica (lo strofinio dei legnetti) il combustibile (lentamente) si asciugherà e dopo un po' produrrà i risultati desiderati.

E ricordate:
L'uso del fuoco è uno degli elementi che differenzia l'uomo dagli animali.

Uh Uh Uh !

R. Leo 19.12.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come cittadino trovo che sia indegno di un paese civile, non trovare su tutti i quotidiani e in tutti i telegiornali traccia di questa nobilissima azione volta a sensibilizzare l'opinione pubblica sul colpevole, disonesto, vergognoso disinteresse verso l'ambiente da parte di questa specie di sottosviluppati mentali che hanno il "potere" di governarci..Pecoraro Scanio ma che c...o ci stai a fare?? Verde di che? di paura?? Greenpeace non dovrebbe esistere in un mondo normale, il rispetto dell'ambiente in cui viviamo dovrebbe essere la normalità, è veramente pazzesco avere la tecnologia per produrre energia pulita, e continuare ad usare per sporchi interessi materiali che vi uccidono giorno dopo giorno.
BASTA!!!!! Verdi siete al governo fate qualcosa di Verde!!!!!!!!!!

Marco Oliva (freccia) Commentatore certificato 19.12.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Impegni assunti in campagna elettorale? Quali? Questi?

http://andreasacchini.blogspot.com/2006/12/qualche-cifra.html

andrea sacchini 19.12.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che non vogliamo le centrali nucleari,a carbone, a olio combustibile, a gas metano, l'eolico costa il doppio, per il solare è fantascienza per noi, L'unico che ci salvava (il Prof.RUBIA)l'abbiamo fatto scappare dall'Itaglia, il pecorino scanio non vale una cippa, scalda solo la sedia al palladium, non ci rimane che cantare :
fin che la barca vaaaaaaaaaaaa
lasciala andareeeeeeeeeee

Orietta Berti 19.12.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

@@@ loredana solerte

Oltre piergiorgio welby, ricordo anche la sfortunata eluana englaro, notizia di ieri il tribunale ha sentenziato di continuare l'accanimento terapeutico, nonostante i 15 anni di coma vegetativo e la sua approvazione da giovane d'esser contro a tali provvedimenti di continuare a mantenere in vita un vegetale.

La sua famiglia e soprattutto suo padre sono allo stremo, un paese vergognoso che ammette queste atrocita'.


Caro Beppe, evita le polemiche ed INFORMATI prima di scrivere. Mi spiace bacchettarti, dato che ti stimo, ma hai esagerato.
Il Ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, ha telefonato ai manifestanti che erano nella ciminiera, ha esortato il prefetto locale a difenderli dalla sconsiderata violenza dei lavoratori dell'impianto ed inoltre si è offerto come tramite per il dialogo con il ministro competente, quello delle Attività Produttive. Se ne ha facilmente notizia anche dallo stesso sito del Ministero. http://www.minambiente.it/st/Ministero.aspx?doc=ufficiostampa/2006p/14dicembreIII.xml
Comunque fai bene a parlare di ciò, dato il vergognoso silenzio operato dai media.

Giovanni Fausto (nemo87) Commentatore certificato 19.12.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

NAZISTI (COME I PEDOFILI) ... SONO “MALE”... PUNTO E BASTA

Paolo Cicerone 19.12.06 19:05 Mi spiace, sono completamente in disaccordo.
Proprio l'impedire all'altrui persona fosse pure un nazi, la libertà di esprimersi e di dire ciò che ritiene vero per poterlo così "sputtanare" sui fatti, lo rende più forte agli occhi di tutti. Una delle poche cose belle e che avremmo dovuto imparare della democrazia è proprio questo.

-----------------------

vediamo se così riesci ad uscire da un certo pensiero buonista e ipocrita

SE AL POSTO DEL NAZISTA (CHE TANTO SE FA MLAE A QUALCUNO LO FA AD UN EBREO... CHE MICA TI VIENE A PRENDRE A CASA SE LO INSULTI)

CI FOSSE UN PEDOFILO (DI QUELLI CHE VENGONO SOTTA CASA TUA E SOTTO LA SCUOLA DI TUO FIGLIO, NIPOTE, FIGLIO DELL'AMICO...)

COSA FARESTI

... LASCERESTI LO STESSO CHE FACESSE LIBERAMENTE PROSELITI IN PUBBLICO... TV GIORNALI, BLOG ECC ECC???

SII SERIO

IL MALE è MALE... E A VOLTE LO SI RICONOSCE CON GRANDE FACILTA' (COME NEL NOSTRO CASO) E QUANDO E' COSì VA FERMATO

... NON CI SONO ALTERNATIVE!!!!

Roberto Stagni Commentatore certificato 19.12.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma dio santo...io prima o poi diventerò un ecoterrorista...sempre se ci arriviamo a vedere un futuro poi......fortunatamente i Maya previdero la fine del mondo x il 2012;a volte trovo che sia l'unica soluzione.Perdonate il mio pessimismo cosmico.......

carla corsi (carletta84) Commentatore certificato 19.12.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento

POSSIBILE?

ad un quotidiano e' arrivata questa e-mail firmata

SONO RIMASTO INVALIDO A VENTUNO ANNI, MENTRE PRESTAVO SERVIZIO NEL CORPO DELLA PS;, NELLA ALLUVIONE DEL POLESINE.

OGGI MI FANNO PAGARE LE TASSE PER LA MIA INVALIDITA'.

Ne sapete niente? Mi sembra troppo anche pe' sta gente!

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 19.12.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

due problemi mi assillano la mente
ma la piscina esisteva o e' pura fantasia in quel luogo ameno?
riguardo al numero dei morti si fa la conta
comunque ervino ha ragione gli ariani essesse nn erano malvagi,tutta pura invenzione di quei malvagi dei vincitori
CON STE STORIELLE MI AVETE ROTTO U XAZZ

angelo simbula 19.12.06 19:25| 
 |
Rispondi al commento

OT

per Piergiorgio Welby

Caro Piergiorgio, noi qui stiamo a ciarlare cosa è giusto o sbagliato.
Altri litigano sulla decisione se "staccare la spina" o meno.
Tu continui a soffrire.
Possibile che nessuno capisca che la tua situazione attuale non è voluta né da Dio né dalla natura ma dalla presunzione umana?
La tua sofferenza anche se inutilmente eccessiva per te, servirà spero, a legiferare meglio.

Loredana Solerte Commentatore certificato 19.12.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento

@@@
Ecco la vera ragione per cui sberluskazz è andato negli U.S.A. e non in Turchia:
Le dottoresse,con il velo,rifiutano di curare i malati di orchite(Orchite = infiammazione di uno o di entrambi i testicoli).
Joseph

camillo sesmoulin 19.12.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe ,

ogni volta che si scopre che il governo di sinistra (quello che avrebbe dovuto sistemare tante cose, aggiustare tutto dopo anni di disastri di governo Berlusconi) non fa quello che deve , anzi come in questo caso fa proprio l'opposto di quello che dovrebbe fare ( VISTO CHE AL GOVERNO CI SONO I VERDI... ) tu scrivi CHIEDIAMO AL GOVERNO...SOLLECITIAMO il GOVERNO...

Qui non c' è da sollecitare , ne da chiedere ... non bisognava votare questo governo , perchè ha preso per il culo tutti quelli che hanno dato il proprio voto.

Neanche l'altro si doveva votare , perchè non sarebbe cambiato niente...

Non sono di centrosinistra sicuramente , ma non voto neanche il centro destra , o almeno questo centrodestra...sono deluso da tutti e da tutto...

Certo che però almeno io non avevo riposto speranze in questo governo non avendolo votato..ma gli altri che lo hanno fatto e hanno accolto come una liberazione la vittoria?Adesso che dicono ? Dove sono ? E i verdi ? E le cose che tu ci racconti sul Blog questi le leggono ? E capiscono che li hanno fregati ???

luigi zuccoli 19.12.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Il governo Prodi sta tentando di cancellare l'Alto commissario per la lotta alla corruzzione. Il commissario Tatozzi denuncia tutto e si dimette.

http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/politica/commissario-anti-corruzione/commissario-anti-corruzione/commissario-anti-corruzione.html

Comunisti, siete senza vergogna.

ettore muti 19.12.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Cicerone 19.12.06 18:42c

Il discorso riguardava più Roberto che ervino, se tanto astio gli pone il fatto che eluth abbia ragione riguardo ai numeri, la sostanza dei fatti storici non cambia di una virgola (hai letto la sua risposta?).

@ Hello, Si ma non capisco il nesso!. Gentilmente mi spieghi?.

Il pretesto di una possibile ingiustizia e distorsione della storia come afferma ervino, tali ingiustizia e distorsione sono all’ordine del giorno (come non sapessimo che la storia la “fanno” e la scrivono i vincitori), non può essere un metodo tollerato per una “partenza”, come afferma giuseppe poggi alias ervino, verso l’indottrinamento!.

Aggiungo che il pensiero di Giuseppe & C. va ben oltre tutto questo:
-----
“Il destino è segnato. Il tempo del kaliyuga è indefinito...poi ci sarà una nuova alba! E il melting pot svanirà.Torneranno le eta' dell'oro
e degli uomini biondi e chiari.

La saluto (nome) 03.09.06 14:26
----
@Capito.

Non so se l'hai notato,ma io non ho mai (fino ad oggi) parlato con gente come lui e franzika, un motivo ci dovrebbe pur essere.

@È tutto soggettivo, ma ogni sporco regime sia rosso, nero, o a strisce, è incominciato facendo propagandare questi sciacalli.

Bye.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 19.12.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/389.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Italia a carbone:

» Risate ai funerali di Nassiryia: Pecoraro Scanio e Vasco Errani da Il blog di Fabio Sacco
Funerale delle vittime di Nassiryia. Cosa può esserci divertente? Beh, evidentemente Pecorario Scanio, leader dei Verdi, alleato di governo di Romano Prodi, e Vasco Errani, presidente dell'Emilia Romagna, son felici per la morte dei nostri soldati ed e... [Leggi]

18.12.06 23:05

» Energia solare: una risorsa importante da Il blog di Fabio Sacco
Il Governo ha previsto varie forme di incentivazioni basate su finanziamenti agevolati, contributi e defiscalizzazione delle spese, che consentono l'abbattimento dell'investimento necessario o facilitano il recupero [Leggi]

18.12.06 23:06

» Greenpeace contro i sussidi agli inceneritori da Il blog di Fabio Sacco
la produzione elettrica da incenerimento dei rifiuti è considerata in Italia "energia alternativa ed ecocompatibile" [Leggi]

18.12.06 23:09

» Finanziaria 2007: prescrizione sui reati contabili da Il blog di Fabio Sacco
Qualcuno di voi conosce il contenuto della finanziaria 2007? consulenze ed incarichi esterni irregolari, le responsabilità degli amministratori di S.p.A. a capitale misto o partecipato, come Enel, Alitalia o [Leggi]

18.12.06 23:10

» Fifa World player 2006: Fabio Cannavaro da Il blog di Fabio Sacco
Fabio Cannavaro è il miglior giocatore del mondo. Davanti a dei grandi come Zinedine Zidane e Ronaldinho, il calcio italiano presenta orgoglioso il suo capitano, il capitano della nazionale italiana campione del mondo [Leggi]

18.12.06 23:39

» L'Italia a carbone da Pulicino
Mi permetto di postare questa notizia. Riguarda Greenpeace e le sue azioni a favore della natura tutta, riguarda la politica e la scelta di coloro che vi si nascondono dietro, riguarda noi ed il nostro futuro, ma soprattutto riguarda la sopravvivenza d... [Leggi]

19.12.06 11:21

» Lettera aperta all’on.Marco Pecoraio Scanio da Giuseppe Carpentieri
Illustrissimo Senatore Marco Pecoraro Scanio, sono Giuseppe Carpentieri, cittadino salernitano, ci siamo conosciuti in occasione della manifestazione chiamata La Scienza in piazza, il 16 giugno 2006, p.zza Flavio Gioia. C’erano Grillo e Montanari. S... [Leggi]

19.12.06 12:10

» Uno strumento per i cittadini per le dispute ambientali, la Convenzione Aarhus da Giuseppe Carpentieri
Dobbiamo sapere che esiste uno strumento legale, per i cittadini, molto utile, per i casi in cui, le amministrazioni locali hanno intenzione di intraprendere "strade pericolose" per la costruzione di impianti sottoposti alla VIA (Valutazione d'Impatto ... [Leggi]

19.12.06 12:11

» Tutela della salute: Assente da Giuseppe Carpentieri
32. La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti . Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di leg... [Leggi]

19.12.06 12:13

» RISPARMIO ENERGETICO da Svolte Epocali
Il blog sul risparmio energetico casalingo [Leggi]

19.12.06 14:56

» Rifiuti: le discariche scoppiano. da Strane Alchimie
Il mercato legato al waste-to-energy, gli inceneritori con recupero energetico o termovalorizzatori, sta vivendo un momento di grande slancio grazie anche all’attenzione politica sulla materia. Si sta rivelando infatti estremamente importante per all... [Leggi]

21.12.06 10:29

» NO AL CARBONE da ECO.....LOGICO
Vivo nel Polesine e mi occupo di Ambiente.... non potevo non pubblicare un post sull'azione svolta in questi giorni da GreenPeace nella centrale di Porto Tolle. Porto Tolle è un comune in pieno Delta del Po, un' oasi naturalistica, un'area umida da dif... [Leggi]

28.12.06 08:25

» Spagna: pannelli solari obbligatori da braccia rubate all'informatica...
Dal prossimo anno, in Spagna, i nuovi palazzi e quelli ristrutturati dovranno avere impianti solari per l’acqua calda e la produzione dell’elettricità. Invece da noi la centrale di Porto Tolle, dovrebbe essere convertita a carbone con un&#... [Leggi]

08.02.07 11:57

» Rinnovabili: una grande opportunità da Energy is life
Efficienza del sistema energetico e sviluppo di nuove tecnologie sono le fondamenta per lo sviluppo di una economia che garantisca uno sviluppo sostenibile. Questo è quanto emerge dal rapporto “Complessità & Sviluppo 2006″ pubblicato ... [Leggi]

14.12.07 11:33

» Energia eolica offshore: perchè in Italia non ne parla nessuno? da Il giornale del Passatore
Una delle principali tendenze europee in ambito di energie rinnovabili sono gli impiani eolici offshore, ovvero installati in mezzo al mare. Dal 4 al 6 Dicembre scorsi si è addirittura tenuta... [Leggi]

03.01.08 19:44