Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Pinochet e gli Inti Illimani


inti_illimani.jpg

Pinochet è morto nel suo letto. Il giudice Garzòn provò a farlo morire in galera. Ottenne solo gli arresti domiciliari in un albergo di Londra per crimini contro l'umanità. Pinochet riuscì a rientrare in Cile per motivi di salute. Quando la sua carrozzella toccò il suolo cileno improvvisamente guarì e si alzò in piedi correndo. Da allora fu 'dead man walking'. Garzòn si dedicò in seguito allo psiconano con cui è confidente di avere maggiore fortuna.
Pinochet è responsabile della fine della democrazia in Cile, dell’uccisione di Allende, di migliaia di omicidi. Ma il suo delitto più grande è aver permesso la fuga in Italia degli Inti Illimani. Dal 1973 stazionano nelle nostre televisioni. Nelle feste dell’Unità. Da Pippo Baudo. Mi hanno fatto venire l’esaurimento nervoso. Sono dei reduci musicali a vita. La loro influenza politica è stata enorme. Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime. Per lo stadio-lager di Santiago.
Pinochet è stato un fallito. In Italia uno come lui non lo metterebbero neppure a rubare in una giunta provinciale. In 17 anni di dittatura ha portato a casa solo 150 milioni di euro. Una vergogna. Si fosse informato meglio dai socialisti sarebbero stati miliardi. In seguito imparò la lezione. Alcune consulenze di Previti gli evitarono il carcere. La tortura sugli oppositori politici è stata una sua specialità. Posti come Villa Grimaldi, Chacabuco e Pisagua rimarranno nella storia.
Pinochet-Pinocchio. Un mentitore professionista. Che mentì al suo capo Allende. Ai generali con cui attuò il colpo di Stato. Agli americani della Cia. A Nicola Pietrangeli per la finale di Coppa Davis del 1976. Ha avuto le sue ammiratrici. La prima è Margaret Tatcher che cercò di emularlo nel famoso sciopero dei minatori in Gran Bretagna. In Italia gli ex piduisti tacciono per ragioni di opportunità politica. Ma lo piangono. E lo invidiano. Lui c’era riuscito. Loro no (per ora).

12 Dic 2006, 23:07 | Scrivi | Commenti (1280) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe Grillo

Anni fa ho lavorato con un clown, che dice di essere stato una guardia del corpo di Pinochet

Volevo chiederti ti risulta che 15/20 anni fa B. conobbe personalmente Pinochet?

Perchè questo animatore con il quale ho lavorato sostiene che ritornò con lui in Italia dal Cile xchè B. era la quando la situazione scottava.

Ora io sta storia l'ho presa con le pinze, ma do per certo che è stato guardia del corpo xchè a suo tempo mi diede delle prove.

Mi risulta nuovo sto fatto: cosa ci faceva B. da Pinochet 20 anni fa???


Grazie


Stefano

Stefano Gnosi 31.03.10 17:48| 
 |
Rispondi al commento

"Sono dei reduci musicali a vita. La loro influenza politica è stata enorme. Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime. Per lo stadio-lager di Santiago."

Ma e' una battuta o lo pensa veramente? Gli Inti Illimani una corrente giustificazionista per il regime??? Degli esuli politici del regime?

Non ho parole.

Paolo G. Calisse 19.06.09 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ogni tanto, è vero, le spari davvero grosse. La tua uscita sugli Inti-Illimani, che al di là di quanto tu affermi, e al di là di ogni possibile vena polemica nei loro confronti (ma su cosa? c'è da chiedersi), non hanno mai fatto altro che OTTIMA MUSICA, è quanto di più fuori luogo tu potessi dire. Poi dico io, ormai esiste Wikipedia e potresti, almeno in questo modo banale, documentarti sulle cose delle quali hai deciso di scrivere delle emerite stronzate! Gli Inti Illimani SONO STATI ESILIATI NEL 1973, A SEGUITO DEL GOLPE MILITARE DI PINOCHET, NON LO HANNO APPOGGIATO!!! Certo che ormai il delirio di onnipotenza ti ha colpito in pieno e ne soffri completamente i devastanti effetti. Sei nato comico (giullare direi) e lascerai questa terra da comico. Ogni tua manifestazione attuale (adunate oceaniche, insulti web, sparlate farneticanti, gruppi di adepti fanatici, urla e turpiloquio) non è altro che un disperato tentativo di evitare questa inesorabile realtà. Aspetto con ansia il tuo ingresso in politica. E' l'unica tua possibile fine Grillo, ovvero a fare il giullare di quella corte dei miracoli che è la Cosa Pubblica italiana. A me gli Inti Illimani in Tv non hanno mai dato fastidio; tu, onestamente, cominci.
Lascia perdere e cerca, nel tempo che ti rimane, di lasciare di te un buon ricordo, o Masaniello senza speranza.
Affettuosamente
Gigi.
P.s.: Que viva Chile!!!

Luigi Collu 22.12.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo!
Che genio! Ma hai finito di sparar stronzate? Gli Inti Illimani sono dei veri musicisti e la loro è arte. Tu sei solo un comico da strapazzo che sopravvive tirando fuori nei suoi spettacoli cazzate una dopo l'altra, prese da fonti non ben definite che sai solo tu.
Vergognati di quello che hai detto... hai veramente una bella faccia di bronzo. E sappi che se Pedesina fa comune nonostante abbia solo 32 abitanti c'è un motivo. Magari se ti informassi prima di parlare non faresti certe figuracce

Federico Credaro 27.07.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento

sinceramente ragazzi...
io della politica non ci ho ancora capito un cavolo..
sarà che nessuno è disposto a dirmi qualcosa di obbiettivo... ma se qualcuno che risponde, da solo pareri personali... che palle..
aiutami tu Beppe...

Silvia Piras 07.06.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Il dibattito sugli Inti Illimani, da tempo, si canalizza su due posizioni: quelli che considerano la loro musica noiosa; e quelli che li difendono, in nome delle persecuzioni subite dal regime dittatoriale cileno, e della testimonianza resa durante l’esilio italiano.
Io suggerisco una terza via: perché non parlare del fatto che essi sono non dei sopravvissuti, ma un gruppo musicale? Perché non dire che continuano (in Cile) a produrre ottimi dischi editi anche in Italia? Io voglio spezzare una lancia a favore dei lavori più recenti; sino all’ultimo, “Pequeño Mundo”, che contiene almeno 3-4 brani di rara bellezza.
Come per ogni gruppo musicale, chi ama il genere comprerà i loro dischi; gli altri si asterranno. Punto.
Certo, il gruppo ha sofferto cambi di formazione, scissioni, defezioni; ed oggi, dei fondatori, resta solo il vecchio Jorge Coulon. Placati i furori ideologici di un tempo, gli Inti producono una world music forse più patinata, ma non per questo meno efficace. Inoltre non hanno mai rinnegato le proprie idee; si veda, nel recente live “Viva Italia”, la versione lenta e dimessa di “El pueblo unido jamàs serà vencido”. Che significa: non ce la sentiamo più di gridare slogan a pieni polmoni; ma non abbiamo ceduto di un passo nella aspirazione verso un futuro migliore di progresso sociale per tutti.
Detto questo, sarebbe bello, in nome della trasparenza, che Beppe pubblicasse integralmente la “lettera incazzata” che Jorge Coulon gli ha inviato dal Cile; e sarebbe bello che chi è interessato alla musica degli Inti Illimani, trovi spazi per parlare solo di quello.
Grazie a tutti,
Francesco
francyduck@tin.it

Francesco Lentano 05.06.07 16:18| 
 |
Rispondi al commento

la tua superficiale analisi su chi e cosa sono gli inti illimani (e chi è Pinochet, pinocchio per nulla fallito messo lì dall'amministrazione americana) stride molto con la tua usuale completezza di informazioni, leggo solo ora questo tuo post e me ne dispiaccio molto, forse dovresti conoscerli...
Spero che Salvador Allende si sia rivoltato nella sua tomba una volta venuto a conoscenza dell'esistenza di questo post, lede alla sua memoria.

adriano chiovati 27.04.07 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il colpo di stato è avvenuto di sicuro e le azioni di far fuori i dissidenti pure, ma a detta di cileni che si definivano pro-allende, mi è stato spiegato che l'azione di pinochet è stata inevitabile. Il socialismo idealizzato da allende era stato preso come una dittatura del "pueblo". non c'erano più regole, nei porti c'erano razzie, la gente non pagava più, i negozi chiudevano. pinochet ha riformato l'industria e ha rimesso in moto l'economia. sembrava alle dipendenze degli usa, ma dopo ha dimostrato di essere indipendente senza entrare in contrasto con nessuno. ha dato il paese nelle mani del parlamento(socialisti comunisti e democristiani) con un debito di circa 120000 miliardi delle vecchie lire (8000000 di lire pro-capite), contro i nostri 140 milioni di lire pro-capite. in cile si paga la disoccupazioni cosa che in italia è si è estinta con i dinosauri.
sono indietro come consumismo tanto da essere molto dipendenti dall'esportazione proprio perchè non possono contare su di un buon mercato interno. insomma quello che so è questo.

esteban laquidara 11.03.07 00:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualcuno conosce date concerti italia 2007 inti illimani? grazie

elena amnesty54 20.02.07 08:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A volte ritornano.

Già, a volte ritornano.
Una trentina di anni fa un cantante bolognese disse che la musica andina era una noia mortale.
Una quindicina di anni fa un cantante milanese, disse che la noia corrispondeva ad una canzone degli Inti Illimani.
Ora un comico/politico genovese dice che gli Inti Illimani hanno esaltato ai nostri occhi l'operato di Pinochet.
Mamma mia, fra un po' sarà colpa degli Inti Illimani anche dell'atomica coreana e del cattivo raccolto di frumento in Mongolia.
Comunque non c'è problema. Chi ha conosciuto gli Inti sia artisticamente ché personalmente non si preoccuperà più di tanto di quei giudizi. Anche perché, a ben vedere, arrivano da due cantanti che già da qualche decennio hanno smesso di dire qualcosa di nuovo e da un vecchio comico ritiratosi in un esilio dorato grazie ai proventi di una multinazionale alimentare....... provate a pensare se l'avessero fatto quegli opportunisti sudamericani.
Io comunque sarò sempre grato ai noiosi cileni di avermi fatto conoscere la poesia di Violeta e Victor (mentre, altrettanto, non riesco proprio a pensare dell'attenti al lupo e dell'oh oh cavallo).
Per quel che riguarda il grosso grasso comico genovese preferisco il silenzio: purtroppo le mie scarse capacità mentali non sono in grado di coglierne la sottile ironia.

Carlo Bovina 12.02.07 20:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al di là di questioni meramente politiche ed ideologiche, qualcuno si è soffermato a riflettere che la musica prodotta dagli Inti Illimani è (o almeno PUO' essere considerata) meravigliosa? Sono d'accordo sul fatto che non si possa (e non si debba) prescindere dalla loro storia...tuttavia sono dell'opinione che loro musica abbia valore anche se avulsa dal credo politico di cui sono (ma soprattutto sono stati, vista la loro sempre più evidente e fisiologica apoliticizzazione) latori. Stasera ho assistito al loro concerto a Roma ed è stato emozionante: emozionante nonostante io sia priva da influenze quali quella, ad esempio, di genitori "sessantottini"; nonostante non rivanghino nulla del mio passato (ho 23 anni); nonostante il mio- ahimé- totale disincanto nei confronti della politica. Vorrei dimostrare, col mio intervento, che c'è qualcuno che non reputa affatto gli Inti Illimani la peggior piaga (?!?!?) conseguente alla dittatura di Pinochet, come il sig. Grillo scrive, e che tale gruppo può essere amato anche solo per via delle affascinanti sonorità che lo caratterizzano. Insomma - e spero vogliate scusare la banalità- de gustibus non disputandum est.

Gaia L. 28.01.07 02:58| 
 |
Rispondi al commento

Anche in questa sede consiglio la lettura di un apprezzabile volume: "GLI ARTIGLI DEL PUMA" di Patricia Verdugo. In Italia è edito da Sperling&Kupfer

Francesco Cabiddu 11.01.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

circa 2 anni fa gli inti illimani si sono esibiti in una località marittima della mia provincia, s maria al bagno, e vi dico che le loro canzoni saranno pur noiose, ma sono cariche di voglia di rivincita.sicuramente i primi a gioire della morte di quel dittatore da strapazzo saranno stati loro.

Gino da Lecce 03.01.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Pinochet non è stato l'unico dittatore ad avere un certo successo sul piano economico. Ci sono esempi molto più brillanti: Hitler risollevò l'economia tedesca,fece un sacco di "grandi opere" e istituì un efficiente stato sociale. Ancora a fine '44 l'economia tedesca tirava da bestia. E, per tornare ad oggi, vogliamo parlare della democrazia in Cina e in altre cosiddette "tigri" asiatiche?. E quanto democratici sono gli opulenti emirati arabi e la monarchia saudita?
La verità è che la democrazia non è nè una precondizione ne' tantomeno una necessaria conseguenza dello sviluppo economico.

Lucilio Cogato 29.12.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ho trovato su beppegrillo.it/
un chiarimento, cosa ne pensate?

Mi scrive dal Cile Jorge Coulon degli Inti Illimani. E’ leggermente inc....to con me per il post su Pinochet.
Jorge, io scherzavo. Sono un comico. So tutte le vostre canzoni a memoria.
Non sapevo che foste in Cile da 18 anni. Pensavo che foste ancora a Milano Marittima. La colpa è della televisione italiana che non aggiorna mai i programmi. Se tornate siete invitati a pranzo a casa mia. Ma senza chitarre. Perdonatemi se potete.
Que viva Chile!

“Beppe,

maria franca tedeschi 28.12.06 15:28| 
 |
Rispondi al commento

che discussione del cazo !è la prima volta che lego questo blog e mi sembra che sarà l'ultima

Martinez alejandro 27.12.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Negli anni 70 ho assistito a qualche concerto degli inti.. e ricordo che quello che trasmettevano erano certamente, sentimenti, di opposizione alla dittatura nel loro paese e di lotta per la libertà dei popoli oppressi. Ricordate quanto erano trascinanti con "el pueblo unido jamas sera vencido"? Penso che in quegli anni abbiano dato un notevole contributo alla lotta politica in Italia per un'ideologia che ho sempre saputo condivisa da Grillo.
Soltanto, qualche anno fa , in un concerto non ho più avvertito impegno politico ed "el pueblo ...." non è stata cantata nonostante la platea l'avesse richiesta (anche se solo per nostalgia, gli ideali purtroppo non sono certo più trascinanti come in quegli anni). Non sapevo dei versi citati dal commentatore Rosichino, cantati da Dalla e Vecchioni, ma il contesto quale era ? Occorreva forse un'interpretazione metaforica? Complimenti per i commenti che contestano quello di Grillo e che mi trovano quasi tutti daccordo, però spero anche, abbiano ragione quelli che lo giustificano suggerendo un'interpretazione in chiave ironica; certo se così fosse devo dire che la comunicazione e l'interpretazione di quanto vuole dire Beppe si sono alquanto complicate.
Buon anno a tutti!

maria franca tedeschi 27.12.06 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Satira: gli Inti Illimani cantano canzoni noiose e sempre uguali, piaga che abbiamo dovuto subire per 15 anni a causa di Pinochet.

Storia: gli Inti Illimani sono vittime di uno regime fascista, di una dittatura che nella persona di Pinochet si è abbattuta per 25 anni (o almeno per 15, nella sua forma più grave!!) sul Cile provocando migliaia di morti, di fuggitivi e sofferenze immani ad un'intera popolazione, in nome della ... lotta al comunismo! O forse era altro??!!

La satira batte dove il dente duole!

Lasciatela battere! Ogni tanto ci fa bene ricordare che il dolore esiste davvero, e non soltanto in TV!!!

P.S.:
Ah, un grazie a Natzinger per il funerale di Pinochet e per il non-funerale di quel poveraccio che voleva soltanto smettere di soffrire. Grazie Natzi, siamo orgogliosi di te!

Fabio Fabio 27.12.06 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Cantava nel 1976 Lucio Dalla: "La musica andina / che noia mortale / è più di tre anni che è sempre uguale"
e ancora Vecchioni: "noiosa come una canzone degli Inti Illimani"
La musica degli Inti Illimani è carica di tristezza e nostalgia, sentimenti bellissimi che gli italiani hanno difficoltà ad esprimere. Preferiscono utilizzare lo scudo legittimo del cinismo e del sarcasmo, come un modo per prendersi burla del dolore e delle atrocità della natura e degli uomini che subiscono durante la vita. Quello che fa il genovese Beppe Grillo è esattamente di prendersi burla di un destino così beffardo che la storia ha destinato ai dittatori e agli esuli, prendendosela con una musica troppo bella e troppo triste per essere accettata da noi. Una musica che a me cambiò la vita. Adesso sto cercando lavoro in un paese del terzo mondo per colpa loro. Per l'amore che sento per questa gente.

Paolo Rosichino 25.12.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono un un estiamtore di Beppe Grillo, ho visto molti suoi spettacoli, anche se solo in tv. Lo reputo un persona troppo intelligente, per fare affermazioni così delicate, per il solo gusto di far ridere! Quindi cerchiamo di andare oltre il senso delle parole e non fermaimoci alla prime nostre riflessioni!

Giancarlo Guarente 25.12.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento

...la giornata di ieri è stata molto triste per la Chiesa Cattolica, siamo tornati indietro di cento anni. Hanno cercato di uccidere l'anima di Welby, ma non ci sono riusciti. La Chiesa riconoscerà senz'altro questo suo errore, magari fra vent'anni, con un altro papa meno bigotto di Natzinger, a cui non può che andare la nostra comprensione. Buon Natale a tutti.

...
dimenticavo:
Que Viva Chile!

marco maxia 25.12.06 11:59| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi...ma è possibile che non "leggiate"il sarcasmo di beppe grillo??? gli inti hanno accompagnato le nostre voglie sacrosante di libertà e di ribellione. ed è così anche per beppe! è evidente! la cosa che mi sconvolge è che abbiano fatto i funerali in chiesa a quel porco di pinochet e a Welby no!!!! se questo commento vi fa arrabbiare....vi invito tutti a pranzo a casa mia!!! :-))

luigi recchia 24.12.06 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forte la Chiesa, a Pinochet funerale a Welby no.
Si vede che le azioni di Pinochet non "contrastano con la Dottrina Cattolica".
Bravi. Complimenti.

proprio bravi 24.12.06 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, stai correndo un enorme rischio, ed è quello di essere preso sempre troppo sul serio; ormai ti vogliono politico e non più comico e, a questo punto, il sarcasmo ti è vietato.Morale: stiamo tutti bigottamente rincoglionendo! Sono argentina e ho conosciuto da vicno il mondo dell'esilio e della dittatura, mondo del quale molti farabutti -e alcune volte finti- esiliati hanno approfittato della situazione diventando cantanti, scrittori e quant'altro, mentre altri ne sono stati dignitosissime vittime silenziose e molto meno conosciute. Ti racconto solo questo: quando ho letto su internet che Pinochet era morto ho esultato; mio figlio (che ha 9 anni)mi ha sentita e si è avvicinato chiedendomi perchè avessi gridato e gli ho detto con forte veemenza che un uomo orribile e crudele era morto, che uno schifoso dittatore era sparito dalla faccia della terra. Lui mi ha guardata con occhi sorpresi e molto pacatamente mi ha risposto: "Sarà vero, mamma, ma non mi viene da festeggiare se un uomo muore". Mio figlio ha superato la storia e me stessa. Sarà anche vero che è ignaro degli orrori commessi da Pinochet, ma credo che sia altrettanto vero che ogni giorno è più evidente come stiamo banalizzando il sacro, la vita, la libertà e anche la morte (Welby docet). Fammi ridere ancora e aiutaci a recuperare il buon senso. Grazie e buon natale.

Gabriela De Pace 23.12.06 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dice Grillo: '' Pinochet è responsabile della fine della democrazia in Cile, dell’uccisione di Allende, di migliaia di omicidi. Ma il suo delitto più grande è aver permesso la fuga in Italia degli Inti Illimani....''. Leggasi: Pinochet è riuscito a sopravvivere giustificando il suo regime inumano (cosa successa anche in altre parti del mondo) facendo credere al mondo che gli oppositori da combattere fossero ''i comunisti'' (i soliti!) cioè gli amici dell'URSS.
Pertanto ogni azione è giustificata in nome dell'anticomunismo e per il bene della democrazia. Un vecchi trucco che funziona sempre...in nome di Dio e della sacra Proprietà privata (ovviamente prorietà dei pochi furbacchioni contro i molti che lo sono un poco di meno). Leggete Grillo in quest'ottica.
A.P.

angelo pagano 18.12.06 15:42

Loredana Solerte Commentatore certificato 23.12.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe più che scherzare hai toppato ma sopratutto hai detto delle cose orrende nel post,mi dispiace dirtelo ma dovresti vergognarti e chiedere scusa visto che non sapevi neanche da quanti anni non sono più in Italia.
Certe parole anche se dette in modo scherzoso fanno molto male:"Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime.".Se questo è scherzare allora scherzo anchio dicendo che Beppe Grillo è un fascista ed è pagato dalla Telecom dato che parla sempre di tronchetti e fà gli interessi di lobbi sui rifiuti, Beppe è sempre stato un venduto che ha esaltato l'immagine della telecom e delle lobbi energetiche,ma tanto scherzo.. Beppe scusa non prendertela poi ti invito a casa mia.

PAolo Rescali 23.12.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

La prima parte dell'articolo sugli Inti Illimani è proprio una vergogna. Come si fa, per esempio, a dire che il delitto più grande di Pinochet è stato mandarci loro, quando tutti sanno che ha ucciso e torturato migliaia di cileni? Caro Grillo hai commesso una grave porcata. Succede ai comici che vogliono far ridere su tutto e a tutti i costi. Purtroppo non è la tua prima volta e, temo, non sarò l'ultima.

Paolo Di Loreto 23.12.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono Sergio da Firenze, 35 anni.
Non riesco a credere che Beppe Grillo possa aver fatto un commento sugli inti illimani così superficiale, gretto e fuori luogo. Innanzitutto, un errore madornale imperdonabile, parlare così di gente che ha sofferto per motivi politici!!! Mi sento un cretino ad averlo seguito fin'ora. Se quello che ha scritto è veramente quello che pensa non credo che potrò essere ancora in sintonia con lui. Simili argomentazioni, fatte poi in quel modo, sono terribilmente offensive per chi ha combattuto per la libertà e la dignità di un popolo (non quello cileno, ma quello umano) come hanno fatto gli inti in tutti questi anni. L'articolo non ha giustificazioni su nessun piano, né politico, né tantomeno culturale, neppure musicale dato che gli inti sono dei professionisti incredibili. Resto basito e rattristato. Concludo esprimendo una stima smisurata per gli inti che ho visto decine di volte ad ogni appuntamento toscano e che rivedrò con l'entusiasmo di sempre il prossimo 5 febbraio a Firenze.

Sergio Bianco 23.12.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

M A L A F E D E
E' davvero inutile che i neo post catto para fascisti e simpatizzanti rialzino la testa in queste occasioni.......la STORIA spazzerà via le vostre fesserie! E nello stesso tempo forse è ora che i neo rif post paraa comunisti ortodossi, quelli "di obbedienza moscovita" che si aggrappano a Cuba come a un talismano la smettano di fare i superiori e abbassino la testa......abbassatela a guardare l'indecente silenzio di Togliatti sulle migliaia di prigionieri italiani in Siberia, molti dei quali non sono più tornati, abbassatela di fronte alla vergognosa quiescenza del PCI alla brutale repressione sovietica in Ungheria, agli sporchi interessi sovietici (e ora russi) in Africa e Asia, sporchi quanto quelli dell'impero americano e dei suoi alleati-tirapiedi-colonie....ci sarà mai qualcuno in grado di parlare seriamente di storia?

Francesco Cabiddu 21.12.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

E poi, volendo continuare, dove sono le prove che Allende era un "comunista"? mai prodotte da qualcuno? La verità è che il generale Pinochet tradì il suo Presidente, il Governo, il suo paese e la costituzione cilena, tra gli applausi di chi i soldi ce li aveva, e li aveva conservati bene per non farseli fregare!

Francesco Cabiddu 21.12.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Tutto molto arguto......ma come mai Pinochet non ha provato i presunti crimini del governo Allende? Contemporaneamente alla paralisi economica e istituzionale, nel 1973 il Cile affronta una fase di duro scontro sociale. Lavoratori, ceti medi, commercianti dichiarano una serie infinita di scioperi e serrate, spinti dal crollo del potere d'acquisto della moneta. L'inflazione è infatti al 500%.

Di fronte al caos economico, istituzionale e civile, il Parlamento il 23 agosto 1973, diciotto giorni prima del golpe, approva a larga maggioranza un durissimo documento in cui si accusa il presidente Allende di ripetute e gravissime violazioni della Costituzione: dall'usurpazione dei poteri del Parlamento, alla violazione delle decisioni della Corte costituzionale; dall'abolizione del diritto di proprietà privata, all'attentato alla libertà di espressione con l'arresto arbitrario di giornalisti dell'opposizione; dall'utilizzo della giustizia a fini politici contro gli oppositori, fino al ricorso alla tortura, alla violazione dei diritti sindacali attraverso la repressione contro alcune organizzazioni dei lavoratori. La mozione del 23 agosto meriterebbe di essere pubblicata interamente solo per l'elenco degli arbitrii, degli abusi e dei soprusi antidemocratici messi in atto dall'ormai disperato presidente Allende.

Ed è nella mozione del 23 agosto che il Parlamento si appella ufficialmente alle Forze armate perché intervengano a porre fine al perseguimento del putsch governativo.

Grazie alla norma Costituzionale che richiede il voto dei due terzi del Parlamento per destituire il presidente, nonostante l'ampia maggioranza parlamentare a sostegno delle gravissime accuse nei confronti di Allende, il presidente resta in carica e medita di uscire dalla grave crisi con l'indizione di un plebiscito popolare sulla sua persona. Ma l'11 settembre, le Forze armate guidate da Augusto Pinochet, generale nominato dallo stesso Allende, prendono il potere.

Francesco Cabiddu 21.12.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

troppo tardi!

antonio conte 21.12.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Allora Silvio e' proprio comunista!...
Ha voluto il conteggio delle schede bianche...
ove le schede bianche avevo il simbolo della sinistra,e quindi non piu' bianche...
va be'che per le magie non occore vedere harry potter...ma nella sua testa...ex area pelata...

Filippo Mangelli 20.12.06 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione anche nella maggioranza ci sono i furbastri

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 19.12.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento

???????????????Libia, a morte cinque infermiere e un medico,
credo sia importante capire !

stefano buzzelli 19.12.06 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Sotto la dittatura argentina l'uso di torture disumane era assai frequente. Secondo i torturati e gli stessi carnefici i soldati incaricati della repressione, appliccavano i seguenti supplizi:

Scariche elettriche ad alto voltaggio, specialmente nelle parti delicate del corpo.
Bruciamento delle ferite tramite sigarette oppure piccoli lanciafiamme (con fiamme lunghe circa 30 centimetri).
Rottura di alcune ossa del corpo, in genere piedi o mani.
Ferimento dei piedi con spille o oggetti appuntiti.
Pestamento a sangue delle vittime. A volte, per non lasciare tracce, venivano pestate con sacchetti di sabbia.
Immersione del viso in escrementi fino al soffocamento.
I torturati venivano appesi a testa in giù per un tempo indefinito.
Torture fatte alla vista dei parenti, quindi stupri e pestaggi.
Come è comprensibile, la maggior parte delle persone che subivano questo trattamento, morivano. Veniva appliccata anche la tortura psicologica, ovvero il far stare le vittime bendate per parecchi mesi senza far sapere nulla della loro sorte.

I sospetti di appartenenza a sindacati, partiti o organizzazioni di sinistra o organizzazioni che si opponevano al regime vennero in maggior parte giustiziati e i rimanenti dovettere fuggire dal paese per evitare di fare la stessa fine. Si sa che la Junta militare fece una lista con l'elenco di 50,000 persone che dovevano essere eliminate (non riuscirà ad ucciderele tutte). Tutte le esecuzioni dei dissidenti furono senza processo, sia perché i militari volevano fare le cose più sbrigativamente, sia perché non si voleva far sapere all'estero di tutte quelle esecuzioni. Dei 30,000 uccisi 3,000 vennero narcotizzati e gettati vivi nell'oceano Atlantico.

ancora da Wikipedia!


Francesco Cabiddu 19.12.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Esistevano molte organizzazioni per la difesa dei diritti umani che controllovano che non ci fossero abusi di persona. Quasi tutti sapevano della repressione nel Cile di Pinochet perché questa era stata trasparente. Tale regime subiva un'amplissima critica. La Giunta Militare Argentina invece voleva apparire all'estero come non sanguinaria per mantenere più stabile il suo potere e per questo le torture e le uccisioni vollero essere nascoste. Tuttavia è palese che molti governi democratici sapessero cosa succedeva nel paese e non fecero nulla per fermare i militari, la stessa U.R.S.S. lasciò carta bianca al governo Videla in quanto bisognoso del grano argentino.
Di notte giravano camionette blindate o macchine che strappavano dalle loro case le vittime che portavano in luoghi segreti che solo i militari conoscevano. Al mattino, quando le persone chiedevano della sorte dei scomparsi, la polizia non dava risposte o diceva che erano stati arrestati per determinati reati. In questo modo il governo poté uccidere anche gli stranieri, come la diciassettenne svedese Daghmar Hagelin, uccisa dal tenente Alfredo Astiz.
Le madri e le nonne delle vittime, convinte ormai che fosse il governo a causare la loro scomparsa, si dettero appuntamento ogni giovedì a Plaza de Mayo, chiedendo conto della sorte dei loro figli o nipoti. Queste manifestazioni vennero considerate pericolose per la Giunta, e quindi, nella maggior parte dei casi, represse. Accadde anche che quelle che incitavano le manifestazioni vennero uccise per intimorire le altre e si stima che il numero delle donne di Plaza de Mayo uccise sia di 720.

ancora da Wikipedia

Francesco Cabiddu 19.12.06 17:58| 
 |
Rispondi al commento

La guerra sporca (in spagnolo: Guerra Sucia) è un programma di repressione violenta di ribelli e dissidenti condotto da forze governative; caratterizzato dall'uso di sparizioni, torture, assassini e altre operazioni segrete e dalla massiccia violazione dei diritti umani e civili. Questo tipo di guerre si svolse in diversi paesi dell'America Latina nel corso degli anni '60, '70 e '80.

Il termine viene usato in particolare con riferimento alla repressione attuata dai dittatori argentini Jorge Rafael Videla, Roberto Eduardo Viola, Leopoldo Galtieri e, in misura minore, Reynaldo Bignone. Durante questo periodo che va dal 1976 al 1983 ci furono 2.300 omicidi politici e tra le 10.000 e le 30.000 persone vennero uccise o "scomparvero" (desaparecidos) e moltre altre migliaia vennero imprigionate e torturate.
Il 24 marzo 1976 i soldati argentini si ribellarono a Isabelita Peron sotto la guida del generale Jorge Rafael Videla, il quale, il 29 marzo, si nominò presidente a vita e prese il comando della Junta militare.
Subito questa attuò una repressione senza precedenti nei confronti della sinistra: decina di migliaia di persone sospettate di appartenere a essa o ai sindacati furono arrestate, torturate e fatte barbaramente giustiziare.
Ci furono anche migliaia di desaparecidos, ovvero "scomparsi", studenti che venivano catturati e torturati dai soldati e di cui non si sapeva più nulla. Oggi è quasi certo che sono stati quasi tutti uccisi.

da Wikipedia..........


Francesco Cabiddu 19.12.06 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
ti pensavo una persona onesta e diversa e che questo spazio fosse uno spazio libero.
La finanza cattolica (Banca Intesa) è tra i tuoi sponsor,un argomento tabù sul tuo blog?
Ho fatto un post con una denuncia precisa che posso circostanziare con documenti ma è stato censurato e dopo pochi secondi cancellato.
Che delusione!
Fai il c.o solo al tronchetto perchè non ti sponsorizza e finisca anche lui per sborsare e diventare tuo sponsor?

Paolo Tripiciano (paolotripi) Commentatore certificato 19.12.06 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mi chiamo Alessandro e ho 39 anni. da 3 anni ho sviluppato e messo sul mercato un veicolo elettrico rivoluzionario www.quantya.com . Sarò presente allo spettacolo che terrai a Mendrisio ( Svizzera ) il 31 dicembre. Ti informo che a 2 km dalla discoteca Arena di Mendrisio si trova il Quantyapark dove si noleggiano le moto da cross elettriche che produciamo. Mi farebbe piacere fartela provare per dimostrarti che viaggiare con l'elettrico oggi fa figo.
A presto.

Alessandro

Alessandro Tiberia 19.12.06 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, a proposito di "Italia a Carbone" ti invito a leggere, e magari, diffondere il servizio di raninews 24 intilotao "il rapporto 41" a proposito della fusione fredda.
Ciao e Grazie !

Carlo

Carlo Bartoli 19.12.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente anche i Nomadi mi hanno esaurito...
Come gli Inti illimani...
e i ragazzi di campagna...
Qui bisognerebbe mettere l'eta' pensionabile!!!

Filippo Mangelli 19.12.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono davvero furiosa: la TIM da qualche anno ha attivato una sorta di raccolta punti (Milleunatim): in base alle ricariche effettuate ti regalano dei punti che poi puoi convertire in bonus. Bene, 15 giorni fa ho richiesto il bonus relativo a 1000 punti, consiste in 400 sms e 100 mms.Ad oggi non mi sono stati ancora accreditati sul telefono. Dicono esserci dei problemi! Dicono che come me tanti altri clienti stanno aspettando!Chissenefrega!!!Dicono che il servizio non potrà essere ripristinato prima di Natale...ma dai, che caso, è?E cosa dovrei farmene di 400 sms dopo Natale?Sono stati tanto veloci a scalarli dal saldo finale della raccolta...ma un pò meno veloci poi a consegnarli!

Elena Mezzadri 19.12.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMITATO DI SALUTE PUBBLICA?
di che si tratta? vorrei saperne qualcosa di più....l'unico che conosco è quello del 1793 in Francia.......chi mi può dare qualche informazione? grazie!

Francesco Cabiddu 19.12.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli Inti Illimani saranno sempre i benvenuti, in Sardegna e in Italia! spero di poterli ascoltare ancora presto!

Francesco Cabiddu 19.12.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

"fantastico: è bastato nominare fidel castro che tanti frequentatori di questo blog e certamente ignari di coasa sia la democrazia hano cominciato dire che fidel ha garantito il mangiare ad un popolo
beh con batista studiavano anche il latino oltre a mangiareed esuli fuori patria ce n'erano pochi
non qualche milione
fate sinceramente schifo

paolo frosini 16.12.06 16:56 "

Frosini, quali sono le tue fonti? Perchè con Batista studiavano il latino solo i figli dei ricchi. Mentre il resto della popolazione era quasi totalmente analfabeta, lavorava SENZA SALARIO per i latifondisti della canna da zucchero e del tabacco, e se osava protestare i padroni (non la polizia, non l'esercito ma le guardie private dei padroni) li prendevano a fucilate.

L'altra domanda per te: cos'è per voi che tanto la decantate la democrazia? Cos'è questa mistica formula di cui vi riempite tanto la bocca, che dovrebbe (il condizionale e d'obbligo) risolvere i problemi di un popolo?

Democrazia è potere al popolo? Teoricamente si. Se fosse così, dovrebbe garantire equità, giustizia sociale, pari opportunità, lavoro, progresso civile, morale economico a tutti. Vedi per caso qualcosa del genere nel nostro paese?

Clemente Carlucci Commentatore certificato 18.12.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma il suo delitto più grande è aver permesso la fuga in Italia degli Inti Illimani. Dal 1973 stazionano nelle nostre televisioni. Nelle feste dell’Unità. Da Pippo Baudo. Mi hanno fatto venire l’esaurimento nervoso. Sono dei reduci musicali a vita. La loro influenza politica è stata enorme. Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime. Per lo stadio-lager di Santiago.


non sono daccordo! conosco personamente Marcelo e ho visto parecchi loro concerti, non è vero che hanno esaltato l'operato di pinochet ma lo hanno duramente condannato. Adesso gli inti illimani, ( quelli veri ) sono tornati in patria e sono considerati come eroi nazionali.

costa Andrea 18.12.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo non la trovo una cosa carina accanirsi contro un morto, poteva farlo prima....ma forse è più facile cosi!!!!

loris benedetti 18.12.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dice Grillo: '' Pinochet è responsabile della fine della democrazia in Cile, dell’uccisione di Allende, di migliaia di omicidi. Ma il suo delitto più grande è aver permesso la fuga in Italia degli Inti Illimani....''. Leggasi: Pinochet è riuscito a sopravvivere giustificando il suo regime inumano (cosa successa anche in altre parti del mondo) facendo credere al mondo che gli oppositori da combattere fossero ''i comunisti'' (i soliti!) cioè gli amici dell'URSS.
Pertanto ogni azione è giustificata in nome dell'anticomunismo e per il bene della democrazia. Un vecchi trucco che funziona sempre...in nome di Dio e della sacra Proprietà privata (ovviamente prorietà dei pochi furbacchioni contro i molti che lo sono un poco di meno). Leggete Grillo in quest'ottica.
A.P.

angelo pagano 18.12.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo Sig. Beppe Grillo,
in altri momenti Le avrei dato del tu, ma dopo il Suo spoloquio sugli Inti Illimani intendo mantenere una certa distanza. Ho seguito gli Intis da quando avevo 13 anni (oggi ho la veneranda età di 45). Il Suo sproloquio, mi perdoni, ma non mi viene altro termine in mente per definire ciò che ha scritto nel suo blog, mi ha ferita, come sempre mi ferisce la menzogna, gratuita e derivante dall’ignoranza, dei fatti, delle situazioni di vita, della profondità di certi cuori e anime. Mi permetta di chiederLe: Lei cosa sa degli Intis? Credo che la sua conoscenza non sia andata moltro oltre il 1974-1975 a giudicare dalle Sue parole, che mi permetta di definire, deliranti. Vorrei altresì precisarLe, al fine di colmare le Sue insostenibili lacune, che non c’è mai stata quella che Lei definisce erroneamente “fuga” dal Cile da parte degli Intis. Il giorno del tragico evento, l’11 settembre 1973, gli Intis si trovavano già in Italia, ma le loro famiglie erano ancora sotto al fuoco degli sciacalli pinochetisti. Forse soltanto Lei, Sig. Grillo, ha sentito insopportabile la presenza di José, Max, Jorge, Horacio, El Loro, José Miguel, solo Lei non ha tratto alcun insegnamento dalla loro esperienza d’esilio, straziante, tormentata, glielo posso assicurare. Gentilissimo sig. Grillo, non si senta Dio in terra, non creda di poter “sparare” su tutto e tutti a seconda di come si alza al mattino, o almeno “spari” nella giusta direzione, o si prenda un periodo (lungo, ce lo auguriamo) di riposo e cure. Impari soprattutto ‘umiltà, la gentilezza, l’Amore vero per l’Umanità e i suoi guai, cose che io e altri migliaia di uomini e donne hanno appreso dalla vicinanza con gli Intis. Ripeto, si riposi, perché il sonno della sua ragione sta generando mostri

Biancastella Croce 18.12.06 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei proprio sicuro che i piduisti non hanno vinto.

L'indulto non è forse un accordo trasversale atto a deleggittimare le istituzioni dello stato ????

Il fatto che ci sia stato un accordo trasversale tra le forze politiche non ti suggerisce che "il piano di rinascita democratica" di gelli sia in piena attuazione ???

Mi piacerebbe avere delle risposte ma chi può rispondere ???

vincenzo gulisano 17.12.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

vorrei chiedere al signor iess cosa sia per lui la democrazia?
dato che lui non condanna castro per lui la dmocrazia è quella?
bravo
vai a fare l'operaio a cuba
o taci
e magari pensa questo piccolo ma significativo episodio: un mio amico che la pensava come te aspetta un figlio da una ragazza cubana, scade il tempo dei nove mesi e lui va la per assisterla, quidni la porta in ospedale ove lo inviatano a comparare lnzuola uove in quelche bottega per non dover far usar a quella ragazzale lenzuola del parto precedente... anno 2001
senza parlare di quanto ha ucciso e dei tre milioni di esuli
per favore

paolo frosini 17.12.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
credi di far ridere? O forse mi consideri un ignorante se mi infastisicono le tue battute sugli Inti Illimani? Credo che persino tu possa ricordare che anche quel gruppo divenne un simbolo al di là della valutazione che si può fare della loro musica. Non fare sempre il primo della classe: avresti preferito che restassero in una galera cilena? Ogni tanto pensa a quello che scrivi, che di cose giuste ne scrivi tante. Ma non pensare di essere Dio...

franco tadini 17.12.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Politici dell' agrigentino collusi con la mafia TREMATE

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 17.12.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Politici dell' agrigentino collusi con la mafia TREMATE

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 16.12.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento


Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

PREGHEREI LO STESSO TITOLARE DI QUESTO BLOG DI RISPETTARE LE REGOLE CHE LUI IMPONE AGLI ALTRI.

Per informazioni sulle attività degli Inti Illimani visitare: www.inti-illimani.org

jorge Coulon Commentatore certificato 16.12.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come al solito si parla sempre di ciò che macchia indelebilmente in negativo un popolo! Esattamente come all'estero si ricordano degli italiani per la Mafia. Sarebbe più opportuno, nel caso del Cile, parlare di Allende che "causa morte improvvisa" ha lasciato per la sfortuna del popolo cileno il posto a Pinochet. Ricordiamo Pinochet e scriviamo fiumi di ca..ate di quanto male ha fatto! e non parliamo di ciò che ha fatto ed avrebbe continuato a fare di buono Allende! bene, bravi! così non facciamo altro che puntare i riflettori su Pinochet! e nel contempo oscurare e dimenticare Allende! traguardo raggiunto! Si dice che si può uccidere un uomo ma che le sue idee restano, che uccidere un leader significa creare un mito....ma come potete vedere non è assolutamente vero! Anche gli Inti Illimani si ricordano perchè esiliati dal regime di Pinochet! ed hanno fatto la loro fortuna su questo oltre che sul loro talento...e va bene, benissimo! onore e merito ai talentuosi Inti Illimani di cui ho da poco visto il concerto, stupendo, "musica en la memoria"! Ma è inutile continuare a tediarci con il dramma del cile: Pinochet! dimentichiamocelo, e ti prego Beppe parlaci di Allende! delle cose buone che ha fatto! dei suoi principi e valori! di quello che ha rappresentato per i cileni! e di quello che ha rappresentato per la comunità internazionale! di cosa possiamo clonargli per migliorare!

Giuseppe Volpe 16.12.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

fantastico: è bastato nominare fidel castro che tanti frequentatori di questo blog e certamente ignari di coasa sia la democrazia hano cominciato dire che fidel ha garantito il mangiare ad un popolo
beh con batista studiavano anche il latino oltre a mangiareed esuli fuori patria ce n'erano pochi
non qualche milione
fate sinceramente schifo

paolo frosini 16.12.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, sono Jorge Coulon del gruppo Inti Illimani del Cile, dato il sapore più che leggermente xenofobo della tua batuta su di noi, voglio informarti che dal 1988, cio'è non appena si è aperta la possibilittà di tornare inpatria lo abbiamo fatto ed è da allora che viviamo nel nostro paese. Il motivo del nostro soggiorno in Italia è sì legato a la dittatura di Pinochet, e siamo riconoscenti dell'ospitalità degli italiai e ci scusiamose la dittatura ha durato più di quanto noi avremmo immaginato. Comunque abbiamo tolto il disturbo già da 18 anni e sono spiacente che la tua informazione su di noi sia così frammentaria che produca una batuta degna più di Bossi che del BeppeGrillo che abbiamo imparato ad ammirare nel
nostro troppo lungo soggiorno italiano. Credimi che non me lo sarei aspettato di te.

jorge Coulon Commentatore certificato 16.12.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo su tutto, a parte quello che scrivi sugli Inti Illimani. La musica andina, che noia mortale... No: a me quella musica oggi manca, e anche se ha avuto un'influenza su molti di noi, che male c'è? Meglio la marmellata-spazzatura musicale di oggi? E comunque gli Inti Illimani sono delle persone, hanno sofferto... non dimetichiamolo

guido costa 16.12.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Politici dell' agrigentino collusi con la mafia TREMATE

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 16.12.06 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe conoscere i commenti del terzo polo politico (chiesa) che abbiamo in italia, che si permette in un paese laico di legiferare, cosa scandalosa ma che tutti noi per la cosidetta "tradizione" lasciamo fare...ma questa è un altra cosa.. La chiesa , ci ha donato i Nunzi apostolici come Pio Laghi , che giocava a tennis con il generale Massera in argentina , mentre gli aerei del regime scaricavano nell'oceano i Dissidenti vivi e legati...Poi abbiamo il caro Wojtyla che con il Cardinal Sodano inviano tanti auguri all'apprezzato Generale Pinochet ed alla sua "distinta" sposa per le nozze d'oro... Solo per ricordare... il cardinal Sodano era nunzio apostolico in Cile dal '77 al '88..
Notizie Tratte dall'ESPRESSO del 10 dicembre 1998

Ciammetti Cristiano 16.12.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono rimasto deluso dal tuo commento assolutamente non ironico,da te mi sarei aspettato qualcosa di piu!
E morto un ASSASINO,UN LADRO,UN TORTURATORE,UN TRADITORE DELLA PATRIA,UN NARCOTRAFFICANTE,UNO STUPRATORE,....
E tu sei riuscito a scrivere solo queste cazzate sui solo 150 milioni di euro rubati? forse perche in Cile non e facile fregare i soldi come in Italia e addiritura arrivare a scrivere"Inti-illimani una corrente giustificazione per il re gime, per lo stadio lager di Santiago" Cosa???????
Beppe ti stimmo molto ma te lo devo propio dire non hai capito un cazzo!!!!!....Hauheonao!
10.12.06 ore 14.15 in cile il giorno piu bella della mio vita! devrebbe diventare giornata nazionale lo festeggiero tutti gli anni!!!

VIVA CHILE, VIVA EL PUEBLO, VIVA SALVADOR ALLENDE!!!!!!!!!!!!

Frente Patriotico Manuel Rodriguez 16.12.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia ha un rapporto debito pubblico PIl superiore al 100%. Questo è gravissimo. Ma la gente continua a non capire niente (vedi la manifestazione di Roma). Tanta imbecillità spaventa.
Berlusconi ha bruciato in 5 anni tutto l'avanzo primario che doveva servire a diminuire il nostro enorme debito, e ha lasciato le casse dello stato a euro zero! Così non faremo che lavorare per pagare interessi in aumento.
Ben 15 miliardi dei 34 di questa pesantissima finanziaria servono a pagare i debiti e gli impegni lasciati in eredità da Berlusconi.
Costui ha praticamente dilapidato tutto quel che c'era e ha lasciato il paese gravato dai debiti e impegni, firmando addirittura negli ultimi tempi contratti illegali come quello per Meocci a direttore della RAI, pur sapendo che era incompatibile (la multa però non la paga lui ma "questo governo": 14,3 milioni di €) o il contratto per il Ponte di Messina, pur sapendo di non avere un € per pagarlo(e Di Pietro ha scansato a pelo la multa miliardaria)
Ora superare il rapporto 100% tra debito e Pil è criminale perché è un furto a noi tutti, ma Tremonti non viene punito per questo, gira a piede libero e non perde la strafottenza a causa del male fatto né si vergogna di alcunché. Anzi pretende di fare il supponente e di dare lezioncine agli altri! Il che è il colmo!
Noi siamo schiantati dal debito.
Si pensi che il rapporto in questione in Francia e Germania è tra il 60 e il 70%, in Spagna è sotto il 50%, e in Inghilterra è del 40%. E noi, grazie anche a questi signori strafottenti, abbiamo superato il 100%. Il che vuol dire lavorare per pagare gli interessi.
Ma alla gente si continua a parlare di Cogne, di extracomunitari e di modelle. E i tg sono sempre delle m---e che un inalterabile Cda della RAI continua a mandare per la disinformazione di tutti.
(Mi scuso per il ripetuto uso della parola m...a, ma il persistere di questi governi, di questi politici e di questi consigli di amministrazione non permette di cambiare parola)

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.12.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

.....e questa potevate anche risparmiarvela! Non fa ridere ( così come l'avete formulata ) ne a destra ne ha sinistra. Altra cosa se invece pensiamo ai veri drammi che ha causato

Vinicio verona 16.12.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

stamani leggo sui giornali che castro ha pochi mesi di vita
cosa scrierai qui quando al suo funerale ci saranno prsonma he cigoverano ome diliberto o addirittura bertinotti?
andranno quest filo totalitarsti a dare la mano agli esuli di miami?
che sono qualche milione non 75 mila come l vittime di pinochet pur ribadendo che questi non doveva morire nel suo letto

paolo frosini 16.12.06 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che per scrivere tutti i giorni qualche stupidaggine esce sempre fori.
Ironia veramente da tre soldi sulle ali de "la musica andina che noia mortale".
Potresti almeno chieder scusa agli Inti illimani
per il resto l'hai fatta fori dar vaso

gianluca spirito 16.12.06 06:19| 
 |
Rispondi al commento

A mia personalmente il signor Pino Chet nenti mi feci.
L'intilli mani inveci eranu sempre in menzu e pedi a ci scassari la minchia.
Ora che ilsignor Pino Chet muriu pe favore l'intilli mani si tornassero o Chili

GIUSEPPE VITALE 16.12.06 00:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pinochet é stato come altri dittatori sparsi per il mondo,tra i quali il nano truffolo,dittatore mediatico,un burattino della CIA;altrimenti avrebbe rubato di più,e non avrebbe dovuto sottostare ai voleri degli Stati Uniti.

luciano pasetti Commentatore in marcia al V2day 15.12.06 23:44| 
 |
Rispondi al commento

LAVORI IN CORSO.
Scusate per il disturbo: stiamo lavorando per voi al fine di rendere migliore l'Italia.
CODICE ROSSO - PRIORITA' ASSOLUTA - 31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI.
SE CESSI CON NOI SMETTI IMMEDIATAMENTE DI PAGARE:::::::::::::::::::::::::::
31-12: DISDETTA DEL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
-
Fatti rispettare, alza la testa: disdetta il canone rai.
Dai dignità al Tuo ruolo di cittadino: disdetta il canone rai.
Ripristina lo stato di diritto: disdetta il canone rai.
Non finanziare i nostri affamatori: disdetta il canone rai.
Non dare soldi al sistema statal dirigista e corporativo ministerial sindacal parastatal imprenditoriale dei privilegiati: DISDETTA IL CANONE RAI. Qui per sapere come fare:
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php
www.mabonline.org / canonerai . php


voglio vedere se avrai il coraggio di scrivere 'ste cose quando sarà il momento di castro il quale ha fatto, a Cuba, più danni di ciò che AP può ha fatto in Cile.Ciò che invece mi farà vergognare,sarà la presenza dei nostrani comunisti quali Bertinotti e,soprattutto il peggiore di tutti,il più squallido di tutti:Diliberto

rollo tommasi 15.12.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma un bel RESET al cervello prima di scrivere minchiate no eh ?

Francescp Gabbrielli 15.12.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Grandi Inti Illimani che attraversano la musica raccontono storie di vita, di rivoluzione, di giustizia...

Luig Margiotta 15.12.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Il direttore del Daily Mirror si è dimesso per aver pubblicato una foto falsa pur credendola vera.
Gambarotta, ex direttore del Mondo, è stato radiato dall'ordine dei giornalisti per aver ricevuto una mazzetta di 30.000 euro da Fiorani per scrivere non si sa che, per cui lo si è accusato di aver tradito i suoi lettori e la sua redazione in grave violazione del codice deontologico professionale.
Gambarotta ha dovuto dimettersi con grave scandalo e tutta la casa editrice lo ha rigettato.

Invece Renato Farina, vicedirettore di Libero (giornale di Berlusconi), il quale è risultato gravemente compromesso nello scandalo delle intercettazioni abusive, è stato scoperto essere complice di una parte deviata dei servizi, è stato scoperto essere a libro paga della CIA, e di aver collaborato allo spregevole rapimento di Abu Omar a Milano per conto di emissari CIA, così da consegnare lo stesso alle torture delle carceri egiziane, resta tranquillamente al suo posto, continua a parlare in tv come fosse una degna persona, nessuno lo costringe né alle dimissioni né al disonore e anzi in nome di quel flusso perverso che si è determinato in questo paese, si tenta di delegittimare non lui ma l'ordine dei giornalisti che lo ha espulso.
E si arriva al top dell'impudenza con Comunione e Liberazione che invita Farina al proprio meeting e lo applaude persino!
Immagino che questa sia una di quelle tante libertà che il popolo di Destra acclamava a Roma!
Il giornale che così gentilmente onora un soggetto così vergognoso e indiziato di reato si chiama Libero. Ma Libero di che? Di essere un giornale pagato da servizi segreti stranieri? Di scrivere menzogne? Di collabroare a rapimenti e torture? Di delinquere senza pagare alcun scotto?
E' questa la libertà che la Casa delle Libertà persegue?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X andrea lambiase X andrea lambiase X andrea lambiase

IO NON TI HO OFFESO... BUFFONE!

Luca Duca 15.12.06 15:52| 
 |
Rispondi al commento

La pianificazione militare si concentra sul “più efficiente uso della forza”, come ad esempio una disposizione ottimale dei diversi sistemi offensivi, per raggiungere obiettivi militari. In un contesto di questo tipo, armi nucleari e convenzionali vengono considerate tutte come facenti parte di una “cassetta degli attrezzi”, dalla quale i comandi militari possono scegliere e prelevare lo strumento che ritengono adatto alle “circostanze in evoluzione” di un teatro di guerra. (Nessuna di queste armi della “cassetta degli attrezzi” del Pentagono, incluse bombe distruggi-bunker, bombe a grappolo, mini-atomiche, armi chimiche e biologiche, viene mai classificata come “arma di distruzione di massa” quando è usata dagli Stati Uniti d’America o dai loro alleati.)

Michel Chossudovsky – Tratto da globalresearch.ca
Visto su http://italia.pravda.ru

possiamo stare tranquilli, noi siamo loro alleati.....................

Francesco Cabiddu 15.12.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Da quando la prima atomica è stata sganciata su Hiroshima, l’umanità non è mai stata così vicina all’indicibile: un olocausto nucleare in grado di coinvolgere con la sua ricaduta radioattiva, gran parte del Medio Oriente.
Tutte le precauzioni dell’era della Guerra Fredda, che avevano classificato la bomba atomica come “arma da ultima risorsa” sono state dimenticate. Azioni militari offensive che prevedono l’uso di testate nucleari sono ora considerate come atti di “autodifesa”.
Il confine fra armi nucleari tattiche e arsenali convenzionali è diventato quasi impercettibile. La nuova dottrina nucleare statunitense è basata su “una miscela di capacità offensive”. Questa dottrina, applicata ad un possibile bombardamento aereo all’Iran già pianificato dal Pentagono, prevede l’uso di armi atomiche combinate con armi convenzionali.

Esattamente come nel caso della prima atomica, che secondo il presidente Truman “fu sganciata sulla base militare di Hiroshima”, le odierne “mini-atomiche” vengono presentate come armi “sicure per la popolazione civile”.
Conosciuta negli ambienti ufficiali di Washington come "Joint Publication 3-12", la nuova dottrina nucleare (Doctrine for Joint Nuclear Operations) (DJNO, Dottrina per le Operazioni Nucleari Congiunte, Marzo 2005) prevede di “integrare attacchi nucleari e convenzionali”, sotto un Comando e Controllo (C2) unico e “integrato”.

In questo documento, la pianificazione di una guerra viene descritta come un processo di gestione decisionale, in cui obiettivi strategici e militari devono essere raggiunti attraverso l’uso di una serie di strumenti, con un’attenzione minima alle conseguenti perdite di vite umane.

tratto da globalresearch.ca di Michel Chossudovsky

Francesco Cabiddu 15.12.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito, viene dapprima creata una "motivazione". Il 13 dicembre del 2003, vengono misteriosamente assassinati otto funzionari dell'Onu. Senza alcuna prova, la responsabilità cade proprio su chi si vuole sterminare. L'Eprdf scatenò la violenza massacrando, saccheggiando e incendiando i villaggi degli Anuak. I morti sono stimati nell'ordine di alcune migliaia, ma non esistono cifre precise.
Il governo cerca di spacciare il genocidio per "lotta tribale", ma a oggi non ci sono prove che ad uccidere gli Anuak siano i vicini Nuer, mentre ci sono numerose prove sulle responsabilità dell'Eprdf e del governo.

Le milizie seminano terrore su tutta la regione di Gambella. Gli obiettivi principali sono anche gli intellettuali e gli studenti che si oppongono alle violenze. Nel periodo 2003/2004, centinaia di persone sono scomparse nel nulla. Nel novembre del 2004, 2500 Anuak sono stati uccisi, e migliaia di persone sono state arrestate o deportate. Molte donne Anuak subiscono stupri con la minaccia delle armi. Un rapporto dell'Human Rights del 2004 sostiene che durante il 2003 molte donne Anuak hanno subito violenze da parte di soldati dell'esercito. Il governo, nonostante le denunce, non ha mai aperto alcuna inchiesta.

Gli Anuak costituiscono il 2% della popolazione etiopica, comprendendo circa 1.500.000 persone. La popolazione di Gambella, che comprendeva 50.000 persone, oggi è scesa a 35.000 persone. Gli Anuak cercano di mettersi in salvo rifugiandosi nei campi profughi del Sudan o del Kenya, dove attualmente si troverebbero almeno 8000 Anuak.
[...] Gli Stati Uniti chiamano tutto questo "guerra al terrorismo" e hanno dato al governo etiopico, tra il 2000 e il 2004, almeno 80 milioni di dollari. Inoltre, le autorità Usa hanno addestrato 4000 soldati etiopici nei programmi Imet e Foreign Military Sales and Deliveries. [...]
Sempre Antonella Randazzo per disinformazione.it
donde sta mi negra bailando.....

Francesco Cabiddu 15.12.06 12:46| 
 |
Rispondi al commento

avrei voluto che un dittatore come lui finisse i suoi giorni in galera
ma basta ipocrisie
si va in strada in italia solo se sparano gli americano altrimento la pace non importa a nessuno
cambiero idea quando vedrò una arcia davanti all'ambasciata cinese o cubana
a proposito
castro morirà anche lui nelò suo letto ed in più senza neanche aver proato a far votare la gente
come fece pino fecendosi trom...

paolo frosini 15.12.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A costo di attirarmi qualche sventura personale, qui, pubblicamente, lancio la seguente maledizione:
sia maledetto, e sia condannato a non riposare mai in pace, Pinochet Ugarte Augusto, traditore, ladro, assassino, amico di assassini. Siano così maledetti, in eterno, tutti coloro che lo aiutarono, lo sostennero attivamente, chiusero gli occhi di fronte all'orrore. Siano inoltre maledetti tuti coloro che per loro interesse provocano morte, sofferenza, orrore, in tutte le latitudini, in tutte le longitudini. Invoco per voi la vergogna eterna e la vostra dannazione. Per voi non ci può essere perdono, e Dio mi perdoni per questo.

Francesco Cabiddu 15.12.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stati condannati a morte nel settembre del 2003. Si tratta di un popolo intero, fatto di bambini, uomini, donne e vecchi: gli Anuak della regione di Gambella (Etiopia). La loro colpa? Vivere in una regione ricca di oro e di petrolio.
Nemmeno i migliori servizi giornalistici sull'Africa dicono che i genocidi dei popoli africani vengono pianificati dai governi fantoccio, eppure spesso è così. Il caso degli Anuak non è certo l'unico, basti ricordare gli Ognoni della Nigeria, i Fur del Dalfur o i Pigmei di etnia Baka.
L'accanimento contro gli Anuak è iniziato alla fine del 1979. Quell'anno, le terre degli Anuak furono confiscate, per costringere la popolazione ad arruolarsi forzatamente o al lavoro coatto nelle fattorie. Gli Anuak cercarono di scappare, ma molti furono uccisi o arrestati.

Per attuare il genocidio sono stati assoldati eserciti definiti impropriamente di "difesa". In Etiopia è stata creata la milizia del Fronte di Difesa Rivoluzionario Popolare Etiope (Eprdf), incaricata di uccidere impunemente e di praticare ogni sorta di violenza. Nel febbraio del 2004, il giornalista Keith Harmon Snow[1] scrisse un rapporto in cui provava che l'Eprdf aveva massacrato migliaia di Anuak, su ordine del governo del ministro Meles Zenawi. Nel settembre del 2003, il governo Zenawi si era riunito per discutere l'eliminazione degli Anuak, considerati un intralcio dalla Halliburton Company, che sfrutta il petrolio del bacino dell'Ogaden, e dalla Canyon Resources, che estrae oro dalle miniere etiopiche. Snow sostiene senza ombra di dubbio che le autorità americane sono al corrente del genocidio che si sta attuando nella regione di Gambella, e che forniscono armi e addestramento militare agli assassini. L'Operazione è chiamata in codice "Operation Sunny Mountain" (Operazione montagna assolata).

di Antonella Randazzo

Francesco Cabiddu 15.12.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento

A propositi di crimini di massa purtroppo faccio la seguente segnalazione da disinformazione.it Un geneocidio perpetrato dalle solite multinazionali. Si fa fatica ad essere ottimisti, il vecchio Pino ha restituito l'anima, ma ha fatto in tempo a farne di malefatte, comunque l'eventuale giustizia non terrena farà il suo corso.
http://www.disinformazione.it/nuovi_genocidi_vecchi_criminali.htm

Andrea Bortolini 15.12.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

La tortura è il terribile retaggio di tempi oscuri in cui l'uomo non aveva alcun valore, diritto e rispetto; essa stenta a sparire nei paesi che si vendono come civili, come la Turchia che, pur avendo le peggiori prigioni d'Europa insiste con l'appoggio americano a voler essere accolta nell'UE
Ma i gloriosi Stati uniti d'America, che pretendono addirittura di dettare la legge al mondo, hanno l'alto merito di aver creato le scuole di tortura moltiplicandole nel mondo
Si riesce a immaginare qualcosa di più aberrante di una scuola di tortura? una scuola dove in modo scientifico si studia il dolore, la possibilità di far urlare un uomo, di stravolgerlo fino alla pazzia, di fare a pezzi metodicamente il suo corpo, scuole dove ci sono esperti sado-maniaci che insegnano ad allievi quali sono i punti più micidiali e più teneri del corpo umano e i luoghi più intimi della mente, come offendere profondamente l'identità facendo a pezzi i sentimenti, gli affetti familiari, il senso religioso, tutto ciò che l'uomo ha di più sacro, esperti pagati lautamente perché conoscono le sofferenze fisiche e psichiche peggiori.. i modi per frugare oscenamente l'intimità, i sentimenti, il cervello di una vittima? Immaginate le lezioni, i libri di testo, gli esercizi..
In USA sadici criminali vengono abilitati "dallo Stato" per insegnare ad altri le loro efferatezze. Sarebbe come se l'Italia affidasse la scuola di polizia alla banda del Circeo o al canaro della Magliana
E chi ha istigato queste atrocità é fatto consigliere alla difesa. E qualche imbecille nostrano tiene sul comodino la foto di un simile aborto e anche difende le guerre micidiali che egli ha inteso sferrare per appagare la sua avida follia!
Nemmeno i nazisti furono tanto efferati da fare scuole di tortura e i lager furono assegnati a psicopatici
Ma metà degli italiani hanno votato per chi ha aiutato la CIA a rapire un uomo e a consegnarlo alle torture egiziane e i suoi giornali sono al soldo dei torturatori

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 08:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per la prima volta in 60 anni di democrazia, l'Italia ha una legge che considera reato la tortura: si darà il carcere da 4 a 12 anni a chi viene condannato, le pene raddoppiano se il reo è un pubblico ufficiale, è una norma che arriva a colmare "un reato di civiltà".
La legge deve ancora passare al Senato.
Una legge simile non sarebbe mai passata nel quinquennio di Berlusconi, troppo occupato a salvare se stesso da accuse di reato e ad aumentare il proprio arricchimento personale.
Ma una legge simile, se fosse esistita, avrebbe frenato le torture di Bolzaneto che, come ha detto Amnesty, è stato uno dei maggiori attacchi in Europa ai diritti civili, e Fini non si sarebbe permesso di incitare le forze di polizia ad aggredire i manifestanti sospendendo l'habeas corpus.
Coloro che scrivono oscenità contro il ragazzo Carlo Giuliani e straparlano di lui come fosse stato un terrorista che si era portato l'idrante da casa, dimenticano, guarda caso, sempre di ricordare le torture di Bolzaneto, la tremenda aggressione alla Diaz, l'attacco osceno delle forze di polizia contro cittadini inermi, i poliziotti travestiti da black block o che non intervenivano su di loro, una dimenticanza che non è fatale ma gravemente colpevole .
La menzogna e la viltà si uniscono spesso a queste volute omissioni ma si accompagna sempre a un eguale insulto alla verità.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 08:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti coloro che abusano del loro potere, insultano la democrazia, offendono l'essere umano, disprezzano la vita e la libertà, coartano i popoli sono da condannare
Non c'è differenza che di grado nella lunga scala degli orrori:
Stalin Hitler, Franco, Peron, Pinochet, Pol Pot, Hu Jintao, KIM Sung Min
ma anche Milosevich, Fidel Castro, Sharon, Ehud Olmert, Bush, Rumsfeld, Putin, Necdet Sezer...
Non riusciamo nemmeno lontanamente a capire come si possa insultarne uno per difenderne un altro, quando l'unica cosa che dovrebbe scandalizzare è che ci siano ancora questi orrori mentre l'evoluzione dello spirito non riesce a produrre una universale esecrazione contro la guerra, l'abuso di potere, la tortura, la morte, la negazione dell'essere vivente
La parola tortura per molti non ha alcun significato; mancano di immaginazione o di empatia, sono privi di un pezzo e sono essi stessi sputi sulla faccia della Terra, malnati nocivi a se stessi e agli altri, individui pericolosi
La stolida e cinica difesa che le chiese, i governi, i singoli fanno dei torturatori ci sgomenta e ci atterrisce
E questa cosa non cessa mai
Non c'è libro sacro, religione, ideologia, Costituzione, propaganda politica che si salvi quando si giustificano e si proteggono simili aberrazioni
Che la Chiesa cattolica sia sempre dalla parte dei tiranni, che la chiesa ebraica o islamica difendano simili mostruosità... che nei paesi cristiani belve di tale genere siano state anche appoggiate dalla parte cattolica e conservatrice del paese ci disgusta profondamente
Insultano la parola umanità, la parola libertà, la parola democrazia, negano tutti i valori di cui si dicono portatori, ostacolano il progredire della storia, che non può continuare ad essere progressione del male e della follia del potere, progressione diabolica e perversa, ma dovrà infine cominciare ad essere rispetto dell'uomo, dell'autodeterminazione di un popolo, dei valori etici, delle libertà civili

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 08:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il Cile esulta per la morte di un uomo spregevole e gran parte dei paesi dell'America latina intendono uscire dal giogo USA, il Messico invece continua una strada di brogli, di governi infamanti e e di orrore
Francisco Ramírez Acuña, Ministro dell'Interno
Sul suo capo pendono 640 denunce per tortura e un odio viscerale per i giovani. Quindi per il conservatore Felipe Calderón, che s'insedierà il 1° dicembre, è l'uomo giusto al posto giusto
Nel 2004 Prodi (per l'UE), Frattini (per B)e vari capi di governo erano a Gualajara. Ramírez Acuña si vantò pubblicamente di avere infiltrato polizia travestita tra i manifestanti per provocare incidenti
Centinaia di giovani furono arrestati e torturati. Si ripeteva in peggio quello che giù vedemmo a Genova. Ramírez Acuña ordinò "voglio 100 detenuti, subito!" Decine di camionette percorsero la città a razziare giovani. Furono presi per i capelli dai ristoranti, dai giardini, dai bar, fino a raggiungere il numero richiesto. Un ragazzo di Monterrey fu sequestrato direttamente dalla Croce Rossa dove era arrivato coperto di sangue. Da noi non avvenne diversamente con l'invasione della scuola Diaz, i ragazzi bastonati nel sonno o strascinati per le scale per i capelli e costretti a cacciare la testa nei gabinetti..
In Messico andò anche peggio e non si contarono le efferatezze: ragazze e ragazzi furono portati in un sottoscala della direzione alla sicurezza. Le donne furono denudate e abusate sessualmente, gli uomini furono picchiati selvaggiamente. La mattina dopo la metà fu liberata, e l'altra metà fu ancora torturata fino a firmare confessioni fantasiose per crimini mai commessi per i quali furono tenuti in carcere per un anno o pagarono multe astronomiche
Nel 2002 si tenne un rave con migliaia di giovani. Con la scusa della presenza di droga, se ne arrestarono 1.500. Le detenzioni furono arbitrarie e il trattamento crudele, inumano e degradante
Queste sono le belve protette dai governi USA e sostenute dalla Chiesa

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Il tizietto che si realizza postando il disegno del dito alzato è solo un reduce di indymedia. La sua beceraggine qui fa senso, ma su indymedia c'era di peggio, oscenità, urla razziste e fasciste di una idiozia bassisima... La feccia di indymedia era tale che alla fine il newswire è stato chiuso.
Questo è uno che bestemmia quando parla e quando si firma ma è solo un piccolo imbecille che crede di fare chissà quale trasgressione. Del resto quel suo dito alzato lo ha postato tante di quelle volte che ci dobbiamo render conto che uno che non sa fare di meglio è un imbecille e basta. E' come quei cretinotti che passano le notti a fare grossi sgorbio sulle mura della città. Come possa evolvere la loro vita partendo da questa base non riusciamo a immaginare. Narcisismo, basso livello di intelligenza, inbecillità...Piattole!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.12.06 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pinochet è stato sicuramente un dittatore e come tale la sua politica ha avuto anche dei risvolti sanguinari.
Tutte le dittature sono esecrabili per un vero democratico, ma non per gli ipocriti.
Chi oggi,in italia, gioisce per la morte di Pinochet, in molti casi, ha esaltato personaggi alla Stalin e alla Maotsetong, i più infami e criminali dittatori della storia, ha cercato di ignorare Polpot, uno psicopatico assassinno non criticabile in quanto omunista, gli stessi che oggi osannano Fidel Castro, l'ultimo appiglio di un'ideologia che puzza di cadavere, il quale costringe un paese avivere nella miseria con l'ausilio di carceri orrende, torture e pene capitali.
Pinocet muore con le sue gravi colpe, anche se amato da metà del suo paese, dopo aver però ,unico dittatore, riconsegnato il suo paese alla democrazia in una condizione di relativa prosperità economica, almeno rispetto a tutti gli altri paesi dell'america latina.

eugeniopirisi del balzo 15.12.06 03:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si ascolta un politico in televisione o sul palco o si legge nei quotidiani, è meglio non cadere nel ridicolo che lui sia un DELINQUENTE, per saperlo andare sul sito web: http://www.societacivile.it/ , precisamente: NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio
Ci sono tutti i partiti escluso: IDV, VERDI e PDCI; un motivo ci sarà

QUOTE MARRON

Dove sono

Camera 49
Senato 26
Parlamento europeo 7

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiame..

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 15.12.06 00:54| 
 |
Rispondi al commento

se si pensa che il farabutto che funestò il Cile per decenni potesse essere incarcerato è solo una pia illusione.
Ben ha fatto il giudice spagnolo incriminarlo; l'incriminazione di quel losco figuro, criminale fino al midollo, ha scoperto gli altarini in Europa.
Come poteva la sua omologa inglese non prendere le sue difese?
La Thatcher fa parte di quella palude antropomorfa di aspetto ma subumana di morale e di principi che sta uccidendo il pianeta.
Sono le bestie che spargono il terrore nell'intero globo terracqueo.
L'inghilterra di questi campioni ne può vantare un gran numero a partire da Churchill.
Ma abbiamo visto ultimamente che americani e israeliani sanno fare di meglio .... alla faccia della civiltà!

Paoluccio Anafesto 15.12.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

"Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet."

ciccio,
o la battuta l'hai formulata male o hai detto una cretinata sparandola fuori dal vaso.

comunque sei solo un comico, quindi fa niente e ridiamo:

ohohoh... ahahaha... ihihih

che spasso...raccontacene un'altra

lester bangs 14.12.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

>Si esulta per la morte del Pinochet, ma spero anche che si festeggi per la prossima morte di Fidel Castro, dittatore sanguinario non da meno…

C'e' una bella differenza ! Fidel Castro ha instaurato un regime comunista (non si vota) risollevando pero' contadini e poveri che vivevano in una miseria NERA sotto il regime di Batista.
ora non se la passano bene (per forza non li lasciano commerciare con nessuno), ma non ci sono bambini che muoiono di fame, la mortalita' infantile e' bassissima, c'e' una medicina all'avanguardia. Confrontate con gli altri paesi del sud. Non si vota, e questo e' odioso, ma purtroppo in molti paesi si vota e la democrazia è violentata ugualmente.
Cuba da sola (che e' un paesotto) ha ben 700 medici in giro - che sono piu' di quelli che ha in giro l'OMS - per l'America Latina che curano malati (vedi operazione Milagro). Per prendere il potere ha combattuto con il Che e tutta la gente a Santa Clara esultava per loro quando hanno cacciato Batista, leggi la biografia del Che scritta da John Lee Anderson - Americano (non e' un comunista).
Quando ha preso il potere i plotoni di esecuzione hanno ammazzato molte persone, ma veniva sempre fatto un processo e si trattava di militari che con Batista avevano ucciso e torturato tante persone. Ai processi comparivano sempre i parenti delle vittime (cito sempre J.L.Anderson). Tutto questo non giustifica, ma Pinochet e' molto diverso direi.


"Invece i Cubani,Vietnamiti, Coreani,Cambogiani, ecc.ecc. hanno avuto libertà e ricchezza con il comunismo!!
Si obbiettivo e suicidati, l'umanità ti sarebbe grata.

Ciao
Il Pacifista carlo giuliani 14.12.06 16:40 "

Tralasciando le volgarità, se fosse vero (e sottolineo SE) che il compagno Fidel Castro Ruz ed il trapassato generale pinocchiett sono uguali, quale sarebbe la tua conclusione?

Invece la dittatura di centro, quella va bene! Dittatori di centro come G. W. Bush, Vladimir Putin, Silvio Berlusconi, Olmert ed altri "galantuomini", borghesi per bene sono a posto, nevvero?
Pinochet di morti ne ha fatti 3000. G.W. Bush solo in Iraq e negli anni della pace 665.000! Più una manciata dei suoi e dei nostri (che poveracci erano li per la crociata leccaculista di zio Silvio).
E Vladimir Putin? Il massacro in cecenia, le interferenze e gli assassini politici in Ucraina, Georgia?
E Olmert che usa l'assassinio politico di massa, salvo poi ammazzare, da bravo "centrista democratico, bambini a colpi di artiglieria e di missili? Bellissimo!

E tu tieni per il Grande Fratello, per il Grande Centro, per la Grande Democrazia esportata a bombe da 1000 libbre! Sei un idiota! Preferirei parlare con la Mussolini o con Fiore piuttosto che con un idiota come te!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 14.12.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'E' BUFFONE E BUFFONE

"Conclusa la sua dichiarazione spontanea al processo Sme, mentre stava uscendo, nel corridoio Berlusconi è stato avvicinato da un cittadino che gli ha urlato: 'Fatti processare, buffone'. Mentre l'uomo continuava ad urlare, il presidente del Consiglio si è fermato e rivolto ai carabinieri ha detto: 'Prendete le generalità di quell'uomo, identificatelo".
(Ansa, 5 maggio 2003).

"Se uno lancia un'ingiuria non è diritto di cronaca amplificare queste ingiurie attraverso le telecamere, attraverso il telegiornale: in questo caso giornali e televisione sono corresponsabili dell'ingiuria, perché fungono da megafono. E poi c'è stato l'agguato studiato, preparato da parte di uno di questi signori, che, con a fianco le telecamere, una di una tv privata, l'altra del Tg3, evidentemente d'accordo, è venuto vicino a me e mi ha dato del buffone".
(Silvio Berlusconi, Ansa, 7 maggio 2003).

"Anche oggi si continua nella campagna di offesa e di insulti, offese forti e assolutamente immotivate. Non mi sembra accettabile che ci siano manifestazioni organizzate, ciò dimostra una profonda illiberalità della sinistra. Quando ero il capo dell'opposizione non ci fu un solo attacco a chi governava".
(Silvio Berlusconi, 13 maggio 2003).

"Fischi, urla, cori da stadio e grida: 'Scemo, buffone, vai a casa'. E' stata questa l'imprevista accoglienza che ha investito il presidente del Consiglio Romano Prodi appena è sceso dalla macchina davanti all'ingresso del Motor Show di Bologna. Immediate le reazioni del mondo politico alla contestazione a Prodi. 'E' sconcertante che si scandalizzi ancora dopo i fischi di Mirafiori', ha detto il portavoce di Berlusconi, Paolo Bonaiuti. 'I fischi se li è organizzati da solo', ha ironizzato Maurizio Gasparri di An...".
(Ansa, 10 maggio 2006).

Marco Travaglio "Carta Canta"

clotilde iotti 14.12.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo carissimo: il tuo commento sull'ex dittatore cileno,anche se con la solita ironia,racchiude una profonda tristezza e rabbia.Ti confesso che anche il mio cuore prova un'immensa tristezza e sconforto per tutto cio'.Purtroppo oggi tutto è giustificato in particolar modo quello che riguarda la vita civile e democratica di una nazione.Senza memoria storica si finisce nell'oblio.Ps.MA NOI NON MOLLIAMO MAI!!!CORDIALI SALUTI.

angelo parolini 14.12.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
questa volta hai esagerato un tantino,
non tanto su pinochet ma sugli inti illimani.
mi sembrano accuse infondate e poi non sono loro i cantanti da esaurimento nervoso. mai sentito la musicaccia che circola di questi tempi?...a partire da fabri fibra & Co.
ciao

matteo verri 14.12.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Solo una persona profondamente malvagia, un assassino, uno stupratore, un torturatore può avere la faccia di elogiare Pinochet
Abbiamo il massimo dello schifo per costui e lo segnliamo alla psichiatria o al diritto penale come elemento pericoloso
La Thatcher appoggiò Pinochet per cinici interessi per difendere gruppi economici inglesi in Cile che Allende aveva messo in crisi e perché Pinochet l'aveva appoggiata nel suo attacco ignominioso alle Falkland nella guerra contro l'Argentina nel 1982
Solo il cielo può sapere perché Papa Voitila cercò di evitare l'estradizione del generale, come solo il cielo può sapere perché il Vaticano aiutò i capi nazisti a fuggire nel Sudamerica dopo il crollo di Hitler
Ma le carte del processo al Banco Ambrosiano portatore dell'immenso patrimonio dello IOR (Istituto Opere di Religione) mostrano un attivo finanziamento da parte di Voitila a movimenti di destabilizzazione di governi sia in Sudamerica che dell'Est
Non c'è nulla nella ragione e nel Vangelo che ci possa rendere accettabili questi atti
Che i vertici della Chiesa di Roma siano sempre a fianco dei peggiori dittatori della Terra è un fatto storico innegabile. Come è innegabile che nella Chiesa, dai cardinali agli umili preti moltissimi soffrirono e morirono per stare a fianco degli oppressi
L'attacco al Cile fu voluto da Nixon, che convinse la CIA a fomentare i disordini in Cile dopo la vittoria del socialista Allende Pubblicamente Nixon dichiarò di voler fermare l'infezione comunista, ma i documenti di stato riportano che in privato disse al Consiglio di Sicurezza Nazionale che Allende avrebbe portato nel mondo un modello politico di successo, un modello antagonista agli interessi americani e dunque da distruggere
Questo modello perà ha continuato ad avanzare e oggi possiamo dire che le ultime elezioni stanno cambiando l'America del sud in un senso di totale antagonismo alle pretese imperialiste statunitensi

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'11 settembre 1972 cominciava la bieca aggressione alla libera democrazia del Cile,
perpetrata dal governo USA. Il governo di Pinochet durò 17 anni
L'11 settembre 2001 avveniva l'attacco alle due torri
Funesta coincidenza!
Nel 1998 il regime di Pinochet fu sconfitto dalle elezioni. Il generale fuggì all'estero, tenendo ben nascosto l'enorme patrimonio che aveva sottratto al Cile
Il 18 ottobre 1998 Pinochet, che era a Londra, fu arrestato da Scotland Yard per essere estradato in Spagna su richiesta del giudice Ganrzon, per le torture e l'uccisione di cittadini spagnoli
Cominciava uno dei più importanti processi di tutta la storia
La Thacher accorse in difesa di Pinochet. Il Papa perorò la causa di Pinochet affinché l'estradizione non venisse concessa.
Poi cominciò una lunghissima serie di rimandi infiniti in cui la difesa sostenne la tesi che il generale era malato, non era in condizioni di capire e di volere, e non poteva essere processato. L'inganno venne svelato quando Pinochet apparve in televisione per una intervista e fu chiaro che capiva e intendeva benissimo
Ma altre opposizione dilazionarono all'infinito la possibilità di fare questo processo che le famiglie delle vittime volevano a gran voce ma che avrebbe dilaniato il Cile.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Dall’atto d’accusa di 250 pagine del magistrato Garzón contro Pinochet

Che lei, nel 1973, in veste di pubblico ufficiale, vale a dire di capo delle forze armate cilene, abbia inflitto congiuntamente ad altri gravi sofferenze a Pedro Hugo Arellano Carvajal
a) legandolo a un letto di metallo e costringendolo ad appoggiare le mani su una piastra metallica elettrificata, procurandogli una scossa tale da scagliarlo all’altro capo della stanza
b) folgorandolo con cavi elettrici applicati al torace, al pene e alle dita dei piedi
c) legandolo a un albero e frustandolo e costringendolo a percorrere corridoi lungo i quali veniva bastonato
d) portandolo in quota con un elicottero e spingendolo fuori dalla carlinga, legato solo con delle corde ai pantaloni e trascinandolo per i rovi
e) legandolo a una corda e calandolo in un pozzo fino quasi all’affogamento, tirandolo su e poi calandovelo nuovamente se non rispondeva alle domande
f) sottoponendolo alla roulette russa
g) ponendogli una mela sul capo e poi sparandogli sopra la testa,
facendogli somministrare l’estrema unzione da un sacerdote a cui era stato chiesto di raccomandare quell’anima a Dio e di collaborare così con i torturatori

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3
h) costringendolo a denudarsi in presenza della famiglia Rodríguez, che veniva detenuta insieme ai figli, obbligandolo ad assistere alle sevizie inflitte a quella famiglia, nel corso delle quali il padre veniva costretto a giacere sopra i suoi figli e a fare movimenti sessuali in maniera tale che il padre penetrava uno dei figli e l’altro figlio veniva forzato a penetrare il più piccolo e Pedro Arellano veniva messo sopra uno dei bambini esattamente come il padre e obbligato a fare lo stesso. I fanti di marina che dirigevano queste pratiche stavano sopra i prigionieri e puntavano loro una baionetta sul collo, dicendo che se non avessero penetrato i ragazzi gli avrebbero sparato in testa. Poi li spingevano a camminare nudi per i corridoi bastonandoli senza interruzione;
i) aprendo l’ano di uno dei bambini e tagliandolo con una baionetta
j) mentre Pedro Arellano assisteva alle percosse e alle lapidazioni di anziani che poi venivano costretti a percorrere in ginocchio una pista ingombra di pietre della base aeronautica di El Belloto
Tutto questo veniva compiuto in ossequio a presunte incombenze ufficiali

Che lei abbia inflitto congiuntamente ad altri gravi sofferenze o tormenti a Carmen Parada Gonzáles
a) costringendola ad ascoltare le urla di prigionieri torturati per due giorni
b) strappandole i vestiti di dosso
c) applicandole corrente elettrica alla bocca, alla vagina e ai seni
d) sottoponendola a violenza da parte di due uomini
e) immergendole le mani in sostanze chimiche e introducendole in un macchinario, facendole perdere coscienza e, una volta rinvenuta, mettendola in una buca dove c’erano cadaveri e paglia fradicia
f) costringendola a nutrirsi di cibi putridi e resti umani dei suoi compagni di prigionia morti, fatto di cui si era resa conto solo quando un altro prigioniero le aveva rivelato (lei aveva ricevuto cibo solo dopo svariati giorni di digiuno), che quello che galleggiava nella minestra era un orecchio umano ..

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Seduta sulla riva del fiume, uno è passato....ma aihmè quanto tempo dovrò restare qui seduta, all'umido, per vederne qualche altro? Spero pochissimo!
- 1

Ornella Pesenti 14.12.06 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PINOCHET = CASTRO
CASTRO = PINOCHET

SPERIAMO CHE ANCHE CUBA SIA PRESTO LIBERA COME IL CILE DOPO LA CADUTA DEL DITTATORE

P.S.: CHI NON CONCORDA CON L'EQUAZIONE E' IN MALAFEDE

Luca Duca 14.12.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le opere d'arte del porco cileno.

..............|..'...'..'..|\/¯|
..............|............¯../¯¯¯¯
...............\..........._/..........................._
................|.........|.................................\
................|.........|..................................|
................|.........|...../|............./............|
................|.........|.../..|.........../............./
............../|..........|./....|........./............/
............/..|..........|......|......./............/
...........|...|..........|¯\¯\¯\¯\/............/
............\..\...........\_|_|_|_|........../
..............\_\............................../
...................\........................./

Brutto strnzo, pensa a quanti cileni vorrebbero farsi ricrescere "i diti" per infilarteli dove tanto li meriti.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 14.12.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, sei un grande!
E lo sono anche gli Inti Illimani, che non sono mi sembra mai andati in TV, e che mi hanno sempre suscitato intense emozioni!!
E immensi sono anche Violeta Parra e Victor Jara.
Per quanto riguarda gli ammiratori di Pinochet, e' uno dei misteri della natura umana (vedi gli ammiratori dello psiconano...)

luigi

luigi plos 14.12.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Gli Inti Illimani avrebero fatto volentieri a meno di venire in Italia ad invecchiare, loro e il loro stile. Saranno stati anche rompiscatole, ad un certo punto ma non ricordo altra musica cilena che non sia fatta da esiliati. Il criminale in divisa non ha lasciato una sola nota. A Victor Jara, cantautore e docente universitario - credo uno dei maestri degli Inti Illimani - vennero spezzati i polsi sotto tortura perché non potesse prendere più in mano la sua chitarra, prima di ammazzarlo. Non ho presente un solo verso di poesia, un solo artista - di qualsiasi genere - che non provenga dal lato dolente e tragico di questo popolo. Gli Inti Illimani hanno fatto scuola di sensibilizzazione politico-civile con la loro musica, come Guccini, come De André, Gaber, Ferré, Dylan, Guthrie ... Adesso che gli Inti Illimani potrebero tornarsene a casa ce li teniamo perchè sono diventati dei nostri. Se rompono tolgo il CD o cambio canale. Nostalgia,a causa loro, per quel criminale in divisa? No grazie, neanche come battuta.

Paolo Cinque 14.12.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Pinochet e' morto in un letto ed e' pure riuscito a trovare l'elogio di molti.

Alcuni giornali, alcuni commentatori, alcuni blog hanno scritto la loro indignazione. Noi ci siamo uniti a tale indignazione. Anche Grillo.

(forse: l'ironia stavolta era poco graffiante e sconclusionata. Ma qui parliamo di uno che ha compiuto delitti efferati c'e' poco da scherzare)

Scendiamo in piazza per la Finanziaria. In Francia possono anche spaccare tutto se gli toccano il contratto di lavoro.

Per Pinochet ci siamo indignati. Per coloro che lo hanno difeso nemmeno quello: "ognuno ha le sue idee e va rispettato"

Io ho scritto il mio commento

Cosi va il mondo. cosi lo facciamo andare avanti

Stefano Pirovano 14.12.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Se esiste una giustiza divina credo che i personaggi come Pinochet,Pol Pot, Stalin, Hitler,ecc.ecc. non avranno scampo.
Odio tutti coloro che ancora li osannano.

sergio coccia 14.12.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'indegno e folle spettacolo di Teheran non è attinente a questo forum mi pare.......

Francesco Cabiddu 14.12.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

complimenti a tutti.....tutti quanti.....parlate e scioperate per tutte le ca...te che vi vengono in mente ma quando qualcuno organizza un meeting alla luce del sole contro l'olocausto sembra che non sia successo nulla....bravi

alessandro bagatella 14.12.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

----- DOVEROSI RECUPERI -------

******************
Sei in malafede, caro Grillo.

In Italia quelli come lui circolano liberamente, governano liberamente, rubano liberamente, scrivono liberamente su questo blog, scrivono liberamente sui giornali, passano liberamente informazione dai media, gli ex piduisti sono ancora liberamente piduisti... se ti venisse qualche dubbio c'ho pronto un elenco di gente di provata fede, devoti estimatori del porco cileno, rei confessi oltre che fieri.
Se qualcuno venisse da un altro pianeta dal tuo epitaffio lo scambierebbe per un innocuo caudillo preoccupato per la sua casetta e la sua famigliola.
Hai fatto il solito minestrone diquaedilà, hai scomodato gli Inti Illimani, Pietrangeli, quell'altro pagliaccio di Baudo...
Perché non nomini i suoi adoratori, il polacco e marchinkus, tutti i galoppini della cia, i nostri andreotti e i cossiga e lo psiconano, il maiale ferrara, i nostri generali golpisti, in nostri servizietti che gli passavano i nomi degli esuli, i nostri ambasciatori che non fiatavano (come con Videla) e che depistavano le ricerche dei familiari italiani (eh, si... ami tanto la tua Italietta, t'inczzi coi dipendenti e dimentichi quanti ne ha dissolti nel nulla).

"Pinochet riuscì a rientrare in Cile per motivi di salute".
Questa è la ciliegina sulla torta, di mrd.

Dubito che tu abbia tempo per conoscere la storia, trovi molto più sbrigativo pagarti chi scrive per te.
Consideralo un alibi per deresponsabilizzarti dal tuo post. Tutti i comici hanno chi gli scrive i testi, non sarebbe un disonore ammetterlo...

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 13.12.06 02:00 | Rispondi al commento **************************

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 14.12.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi,
perchè figure pessime ? Magari io la risposta la so già e magari la mia domanda è volutamente retorica. Magari mi interessa proprio vedere chi e sapere come mi risponde.

Chiedere è lecito e rispondere è cortesia.

Le brutte figure le fanno solo coloro che tirnao dritto e non si fanno domande per paura di quelli che puntano il ditino contro.

E poi google non è mica la Bibbia !!!

Vabbè che adesso trovano pure i terroristi su internet, ma non esageriamo con gli atti di FEDE verso un motore di ricerca ....o no ?

Beatrice che ha fatto una pessima figura (sarà vero poi ?) e che ne è FELICE (fa pure rima)


----------------------
io rispetto chi si fa delle domande, e qui qualcuno ti ha giustamente risposto, rispetto chi e' umile; ma ti do un consiglio, fatti un giro su google prima per informarti, altrimenti fai delle figure pessime.

Luigi Nappi 13.12.06 18:26 |

----------------------
Allora la mia altra umile domanda è :

con tutto quello che ha fatto perchè non lo hanno condannato ? Perchè era troppo vecchio ?

Quanto tempo ci ha messo la giustizia a fare il suo corso ?

Chiedo ai sapientoni del BLOG che sicuramente sapranno darmi le risposte giuste.
Beatrice Postridi Commentatore certificato 13.12.06 18:09 |

Guarda che l'hanno processato Augusto Pinochet.
Cerca sul web prima di farti umili domande.
fabrizio d 13.12.06 16:46 |

Perchè nessuno lo ha mai processato ?
Questa è la mia umile domanda.......

Beatrice Postridi 12.12.06 23:14

Beatrice Postridi 13.12.06 18:15 | Rispondi al commento |

Beatrice Postridi Commentatore certificato 14.12.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente Pinochet è morto, è vissuto fin troppo a lungo ed avrebbe meritato di patire atroci sofferenze come quelle procurate dai suoi sgherri ai suoi oppositori.
Se esiste una giustizia divina spero comunque che bruci per l'eternità nell'inferno più profondo.

Alberto Villani 14.12.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho notato parecchi commenti indignati del "giudizio" di Grillo sugli Inti Illimani...Citazione

"Dal 1973 stazionano nelle nostre televisioni. Nelle feste dell’Unità. Da Pippo Baudo. Mi hanno fatto venire l’esaurimento nervoso. Sono dei reduci musicali a vita. La loro influenza politica è stata enorme. Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime. Per lo stadio-lager di Santiago."

Potrebbe essere troppo sottile l'ironia per chi non conosce bene gli Inti Illimani...Vi chiedo quante volte li avete visti in tv? Lo schema ironico è simile a questo, giusto per fare un esempio nazional-popolare: "Sono certo della sincerità dei nostri politici così come sono certo della verginità di Cicciolina". Buona lettura a tutti!

Alberto Fiorito 14.12.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

"Io non protesto per me
perché son poca cosa
ma mi metto a gridare perché le
pene di chi patisce
non devono finire sotto terra"

Canto para una semilla (Canto per un seme)
adattamento del libro "Decimas" della poetessa Violeta Parra

Violeta Parra finì esule come gli Intillimani

Perché ce l'avete con loro? Cercate di stare sulle cose serie e non disperdetevi in particolari che fanno solo deconcentrare l'attenzione su cose di minor conto!

Quando ero esule, piangevo ascoltando "terra mia", non pretendevo che fosse un capolavoro, esprimeva quello che sentivo
Ogni cileno esule che ascoltava gli Intillimani piangeva la patria perduta
Non siate inutilmente cavillosi! Mirate all'essenziale!

E l'essenziale è sostituire alla ferocia e all'egoismo la tolleranza e la solidarietà

Dice la Szymborska

"Non c’è senso che possa sostituirti quello del partecipare
Anche una vista affilata fino all’onniveggenza / non ti servirá a nulla senza il senso del partecipare
Non entrerai,
non hai che una sensazione di quel senso, appena un germe, una parvenza..

(Conversazione con un pietra)

Ma cosa vuol dire partecipare dell'odio?
Questo è solo diffusione di morte
Alcuni di voi sembrano morti, puzzano di morto, non sanno che propagare odio e morte, hanno la bocca piena di bestemmie. Camminano come cadaveri urlanti e si credono vivi. Ma l'odio non ha reso mai più vivo qualcuno
E l'odio di chi non ha provato l'orrore sulla sua pelle non ha alibi né causa, è stolido e gratuito
Che senso ha contrapporre a un dittatore un altro, a una dittatura un'altra? In questo modo nessuno lavorerà per costruire una democrazia ci scanneremo solo tra noi, a torto o a ragione
Ma lo scempio peggiore che si possa fare al proprio spirito è giustificare un crimine orrendo dicendo che ha avuto ragione di essere in quanto ha eliminato un nemico dalla faccia della Terra! Nemmeno una belva può parlare così.
Un uomo che sia tale dovrebbe vergognarsi a mettersi così in basso

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo è sul sito Bbc di oggi:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/6187504.stm

Francesca Maria Bersani 14.12.06 14:41| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

E' pazzesco!

Ma sono diventati tutti scemi con questa storia del rispetto per le altre religioni?

LEGGETE QUESTA NOTIZIA...

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER LEGGERE LA NOTIZIA.

Fabrizio Di Luca 14.12.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ebbene si, Beppe,
Pinochet è morto. Ne sono profondamente dispiaciuto. E' un peccato che un tale uomo abbia ricevuto il conforto della signora con la falce....
Per uno come lui, infatti, la morte è solo un conforto. Persone come Pinochet avrebbero meritato un trattamenteo diverso; magari una bella gita "fuori porta" dove ricevere un piccolo assaggio di tutto quello che i suoi carnefici hanno fatto ai cileni durante la sua dittatura. Un programmino "semplice": primo giorno torturine varie con bruciature e strappo delle unghie, poi 5 o 6 giorni di digiuno e per finire qualche frustata e magari un paio di settimane in cella d'isolamento.
Eh si, buon per lui che la signora se lo sia portato via....
E pensare che c'era gente al suo funerale che lo rimpiangeva!!! Magari la gita potremmo farla fare a loro.... visto che gli volevano tanto bene....

Michele Mancini 14.12.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi ha profondamente colpito il battage pubblicitario di TUTTE le televisioni MONDIALI sulla morte di questo dittatore, neanche fosse un premio Nobel o uno statista con le Palle!
Siamo al baratro dell`informazione! Mi e` dispiaciuta la serie di servizi dedicata di BBC world, neanche fosse TeleMonteBaranzone: si vede che Pino era amicissimo della zia Thatcher ecc......

Paolo Pezzetti 14.12.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDA

PERCHE' MASTELLA MANDA LE ISPEZIONI MINISTERIALI QUANDO SONO COINVOLI (LEGGI INTERECETTATI) I VIP
e NON invece nei TRIBUNALI del sud (e del nord) dove per un cavillo o una scadenza dei termini di carcerazione mal calcolata DECINE DI MAFIOSI DIVENTANO UCCEL DI BOSCO????

OPPURE

perche' non li manda acontrollare i motivi delle LENTEZZE NEL PROCESSO AI PEDOFILI DI BARRAFRANCA

C'E' DEL LOSCO, LO RIPETO, IN QUESTO COMPORTAMENTO DELLO STATO

Cari ragazzi dobbiamo chiedere conto allo Stato di queste storture!!!!

Roberto Stagni Commentatore certificato 14.12.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

il boia pinochet finalmente tra i suoi simili: i vermi! ( della terrra e della Storia).
Onore alle sue vittime e l'augurio al Popolo cileno di scrollarsi di dosso la rimanente marmaglia fascista che è stata complice del boia

walter beccaro 14.12.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento

...un feroce dittatore è morto, ha governato con il terrore il Cile dal 1973 al 1990, poi ha piano piano lasciato il potere ed oggi il cile è un paese democratico, e morto nel suo letto ma il suo paese è tornato alla democrazia. Un altro dittatore sta forse per morire, governa Cuba dal 1956 da allora non vengono indette elezioni, i dissidenti sono in carcere e in questi cinquant'anni sono state internate ed uccise molte decine di migliaia di oppositori...milioni di cubani sono fuggiti con ogni mezzo all'estero. anche lui morirà nel suo letto ma il suo paese non è ancora una democrazia...speriamo la diventi dopo la sua morte....

Giovanni Cepollina 14.12.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,
a volte non capisco se scherzi o dici sul serio.

Quando scrivi:"...Spettacolo dopo spettacolo hanno esaltato ai nostri occhi l’operato di Pinochet. Creato una corrente giustificazionista per il regime. Per lo stadio-lager di Santiago."

E' uno scherzo?
E' ironia? (se lo è, sappi che è troppo sottile per essere intesa dai più)
Non conosci la storia?
Insomma che significa quello che hai scritto?

Ti chiedo , cortesemente di rispondere alla mia domanda, perchè al momento sono alquanto confuso e sconcertato.
Ti ringrazio,fin d'ora, per la cortese attenzione.

Giovanni Aiello 14.12.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Quel porco di Pinochet è finalmente morto, peccato sia morto a 91 anni nel suo letto e non magari fra atroci sofferenze come quei poveri cristi che sono spariti durante la sua dittatura.Ringraziamo ancora Nixon e Kissinger per avere fermato il comunista cileno mangia bambini Allende. dovevano vomitare il suo cadavere nelle discariche abusive. MAI più un Pinochet, mai più dittatori.

fabio nattero 14.12.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco come mai c'è gente che lo adora e lo giustifica!
Ho un'amica cilena e mi ha raccontato tutti gli orrori commessi da quest'uomo,naturalmente questa ragazza non ha mai conosciuto suo padre per merito di questo mostro!
L'11 settembre in Cile è festa nazionale:caduta del regime Pinochet.
Questa è la democrazia che esportano gli Stati Uniti!

tonio doronzo 14.12.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Viviana France' non ve la prendete,
a destra so fatti cosi' ,piu' di tanto non vanno
se non c'e' qualcuno che pensa per loro so cavoli.
Non vedete che parlano sempre per slogan,e quando cercano di articolare un concetto non ci si capisce niente .Portate pazienza.

tiziano ranieri 14.12.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magari, se gli amici di stampo fascista che scrivono su questo blog volessero imparare qualcosa, studiando la storia e analizzando i problemi senza faziosità, potrebbero trovare interessante quello che nel 1956 cercarono di fare alcuni dirigenti ungheresi, dirigenti che come Nagy anelavano al SOCIALISMO, un socialismo vero.....in questo caso anche loro sono stati brutalmente repressi, questa volta non dall'impero americano, ma da quello sovietico, che non tollerava, al pari degli americani, esperimenti di libertà nelle sue "colonie". Il parallelo è azzardato ma credo calzante.

Francesco Cabiddu 14.12.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo sei un pirla!

Gli Inti Illimani sono a favore di Pinochet?
Ma che ca..o dici!?

Sei impazzito o è impazzito chi ti passa le notizie?!

http://it.wikipedia.org/wiki/Inti_Illimani

Maurizio

http://www.Zigolo.net


caro Beppe, mi sono chiesto come mai a volte gli Yankee perdano quella fregola che li porta ad esportare la liberta' e la democrazia. il Cile e l'Argentina sono due degli innumerevoli esempi. evidentemente la liberta' è importante nei giorni pari, nei dispari invece contano di piu' i loro interessi imperialistici. Il boia Pinochet non è il solo responsabile: Nixon e Kissiger sono i suoi degni compari e quindi boia anch'essi.

luca martinelli 14.12.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento

"Non capisco perché dovremmo starcene immobili e guardare una nazione diventare comunista a causa dell'irresponsabilità del proprio popolo." -- Henry Kissinger

bello essere democratici in casa propria eh?

Francesco Cabiddu 14.12.06 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Voi che gridate stoltamente al regime quando rifiutate di pagare le tasse che vi spettano o di accettare l'abolizione di ingiusti privilegi che avete usurpato e che seguite un leader che è il primo trasgressore di leggi d'Italia e il primo attentatore alla sostanza della Costituzione e dei principi della democrazia,
e che per seguire una parte dannosa allo stato avete giurato sulla giustezza delle guerre preventive e avete scambiato appoggi politici per civili consegnati alla prigione di Abu Graib,
voi che disconoscete i diritti dell'uomo e sputate sulla storia,
guardate che cosa è un regime!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 11:23| 
 |
Rispondi al commento

questo è l'assassino di Victor Jara:

http://images.google.it/imgres?imgurl=http://yakuzart.blogspirit.com/images/medium_asesino_victor_jara.jpg&imgrefurl=http://yakuzart.blogspirit.com/&h=373&w=300&sz=15&hl=it&start=18&tbnid=_mPaeXF0jVDbPM:&tbnh=122&tbnw=98&prev=/images%3Fq%3DVictor%2BJara%26svnum%3D10%26hl%3Dit%26lr%3D%26sa%3DG

Max Canarra 14.12.06 11:22| 
 |
Rispondi al commento

"Non un dado, non un bullone raggiungerà il Cile sotto il governo di Allende. Una volta che Allende arriverà al potere noi faremo tutto ciò che è in nostro potere fare per condannare il Cile e tutti i cileni a patire privazioni e povertà." -- Edward M. Korry, Ambasciatore USA in Cile, presentando l'elezione di Allende
.direi che si commenta da solo no?

Francesco Cabiddu 14.12.06 11:22| 
 |
Rispondi al commento

V. Jara
Sicuramente sarà l'ultima possibilità di rivolgermi a voi
L'Aviazione ha bombardato le torri di Radio Portales e Radio Corporación. Le mie parole non sono dette con amarezza, ma piuttosto con delusione. Ed esse saranno il giudizio morale contro quelli che hanno tradito il giuramento fatto come soldati del Cile a chi, legittimamente, è il loro comandante in capo
Di fronte a questi fatti ho una sola cosa da dire ai lavoratori: Io non mi arrendo!
offrirò la mia vita alla lealtà al mio paese: E vorrei dirvi che ho la certezza che il seme che abbiamo piantato nella coraggiosa coscienza di migliaia e migliaia di cileni non può essere nascosto per sempre
Essi hanno la forza e potranno assoggettarci, ma non possono fermare i processi sociali, né col crimine, né con le armi
La storia è nostra e la fanno i popoli
Lavoratori della mia patria
voglio ringraziarvi per la lealtà che sempre avete avuto, per la fiducia riposta in un uomo che è stato solo l'interprete del vostro anelito di giustizia. Un uomo che ha dato la sua parola di rispettare la Costituzione e la legge e così ha fatto
In questo momento definitivo, l'ultimo nel quale io possa dirigermi a voi prima che la mia voce sia imbavagliata, voglio che impariate questa lezione
Il capitale straniero e l'imperialismo, uniti alla reazione, hanno creato il clima affinché le Forze armate rompessero la loro tradizione, la tradizione insegnata dal Generale Schneider e reiterata dal Capitano Araya vittime dello stesso settore sociale che oggi spera nelle sue case di riconquistare il potere per mano altrui e conservare i suoi soldi e i suoi privilegi
La gente dovrebbe difendersi ma non sacrificarsi
La gente non dovrebbe lasciarsi crivellare di colpi né farsi uccidere ma neanche dovrebbe lasciarsi umiliare
Lavoratori del mio paese, ho creduto nel Cile e nel suo destino
Queste sono le mie ultime parole. Sono convinto che il mio sacrificio non sarà vano

www.hwupgrade.it/forum/archive/index.php/t-516166.html

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Di tutti i capi di governo dell'America Latina, noi ritenemmo Allende il più pernicioso per gli interessi del nostro paese. Egli era palesemente pro-Castro e si opponeva agli Stati Uniti. Le sue politiche interne erano una minaccia per la democrazia cilena e per i diritti umani." -- Henry Kissinger, Years of Renewal.
Beh, davvero un bell'intervento mr. Kissinger!

Francesco Cabiddu 14.12.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche Giovanni Paolo II si affacciò, in modo molto cordiale, al balcone con Pinochet.
Non si poteva processare perchè sarebbe venuto fouri il ruolo degli USA.

benedetto morello 14.12.06 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Su, cantaci una canzoncina, ora”, dissero i fascisti di Pinochet dopo avergli troncato le dita.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

La forza delle parole

Hanno ucciso Victor Jara
Libera voce del Cile
La sua voce era grido
La sua chitarra fucile.
Hanno ucciso Victor Jara
E gli han spezzato le dita
Per far tacer il coraggio
Gli hanno levato la vita

Gli hanno ammazzato il sorriso
E l’allegria e il dolore
E la dolcezza e la lotta
Il desiderio e l’amore

Fascisti che imprigionate
La voce di Jara e di Allende
Non moriranno le idee
Il Cile no non si arrende

Hanno Ucciso Victor Jara
Libera voce del Cile
Ogni canto è già speranza
Ogni chitarra un fucile

Il grido di Victor Jara
Ora si chiama Miguel
Violeta Antonio Maria
Horacio Pedro Josè

Fascisti che imprigionate
La voce di Jara e di Allende
Non moriranno le idee
Il Cile no non si arrende

JANNA CARIOLI

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Apre sentieri sui monti,
lascia la sua impronta nel vento;
l'aquila gli dà le ali
e lo protegge il silenzio.

Mai si è lagnato del freddo,
mai si è lagnato del sonno,
e i poveri gli vanno dietro,
lo seguono come ciechi.

Corri, corri, corri
di là, di qui, di qua,
corri, corri, corri,
corrì, sennò ti ammazzano!

Sulla sua testa si aggirano
corvi dagli artigli d'oro,
ecco come lo ha crocifisso
la furia del potente!

Figlio della ribellione
lo inseguono a venti per volta;
perché regala la sua vita
loro vogliono la sua morte.

Corri, corri, corri
di là, di qui, di qua.
corri, corri, corri,
corri, sennò ti ammazzano!

Victor Jara

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Wikipedia

Victor Jara, cantante e regista cileno
L'11 settembre 1973, durante il colpo di stato militare che pose fine, per molti anni, alla democrazia in Cile, venne catturato e condotto nello stadio di Santiago del Cile, trasformato in campo di concentramento, dove prima venne torturato (gli furono spezzate le mani) e poi ucciso.

"Siamo saliti al secondo piano, dove erano gli uffici amministrativi e, in un lungo corridoio, ho trovato il corpo di Vìctor in una fila di una settantina di cadaveri. La maggior parte erano giovani e tutti mostravano segni di violenze e di ferite da proiettile. Quello di Victor era il più contorto. Aveva i pantaloni attorcigliati alle caviglie, la camicia rimboccata, le mutande ridotte a strisce dalle coltellate, il petto nudo pieno di piccoli fori, con un’enorme ferita, una cavità, sul lato destro dell’addome, sul fianco. Le mani pendevano con una strana angolatura e distorte; la testa era piena di sangue e di ematomi. Aveva un’espressione di enorme forza, di sfida, gli occhi aperti. "
(racconto della moglie Joan)

Canto, che cattivo sapore hai
Quando devo cantar la paura!
Paura come quella che vivo,
Come quella che muoio, paura.
Di vedermi fra tanti e tanti
momenti di infinito
in cui il silenzio e il grido
sono i fini di questo canto.
Quello che vedo non l'ho mai visto.
Ciò che ho sentito e che sento
Farà sbocciare il momento.

Testo scritto nello stadio di Santiago del Cile poco prima di essere ucciso.


Dopo averlo ucciso, i militari cileni non solo proibirono la vendita dei suoi dischi, ma ordinarono la distruzione delle matrici.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Le parole sono usate da troppi a caso in modo fortemente improprio, con un senso di permanente alienazione della realtà:
regime, dittatura, libertà, democrazia, solidarietà, giustizia

Uno degli attentati striscianti di questi tempi bui è stato perpetrato al linguaggio che da strumemto di comunicazione è divenuto arma di manipolazione
Politici astuti hanno usato il linguaggio per manipolare la mente e hanno spinto ad un uso estraniante che è falsificazione delle idee, del pensiero, del comportamento(vedi Orwell)

Pace diventa guerra
Dittatura: giustizia
Guerra di predazione: esportazione della democrazia
Arricchimento personale: lotta al comunismo
Migrante: assassino o stupratore
Mercato anarchico: benessere
Riforma: progresso

La parola 'regime' sventolata sulla piazza di Roma non è solo un attentato al linguaggio ma al cervello

Il regime, per chi non lo sa, è la forma di governo di un uomo solo che si impone con ruolo dominante e declassa e subordina tutti gli organi dello stato, accentrando su di sé ogni potere in violazione ai principi basilari della democr. Un uomo che si pone sopra la legge e sopra tutti

Un regime è un governo repressivo,
antidemocratico e illegittimo. Come fu il governo di Pinochet

Derive antidemocratiche da regime si sono viste nella bicamerale di D'Alema, nella riforma elettorale di Calderoli, nel tentativo berlusconiano di atterrare i sindacati, delegittimare la magistratura, e costruire enclave protette di impunità e privilegio
Incredibilmente quelli che parlano di regime sulla P. di San Giovanni sono gli stessi che plaudono a Pinochet o alla repressione dei Magistrati o del Fisco e che rifiutano che gli stessi diritti civili o la parità dinanzi alla legge siano riconosciuti alle donne, ai migranti, ai gay
Insomma quelli che più parlano di regime riferendosi a governi democraticamente eletti e rispettosi dei diritti e doveri dei cittadini sono gli stessi che vorrebbero solo imporre un regime di sx o di dx

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non so come "leggere" il tuo commento sugli Inti Illimani. Per carità, è legittimo non sopportarli, non apprezzarli e anche fare della satira su di loro ( già Dalla molti anni fa cantava della musica andina come noia mortale ) ma per me, non so come spiegarmi, nasce un senso di fastidio quando sento parlar "male degli Inti Illimani". Sarà perchè ho una moglie che ha subito una dittatura ( quella Argentina di Videla) ed è dovuta "rifugiarsi" in Italia con tutta la famiglia nel lontano 1978 ( era una ragazzina senza nessuna colpa ), sarà perchè mio cognato è stato torturato nelle carceri argentine e poi "rifugiato" in Italia nel 1977 e poi è andato a morire assassinato in Bosnia nel 1993 sempre a causa della sua vocazione per la libertà e la giustizia. Sarà per tutto queste ragioni che gli Inti Illimani mi sono simpatici e che li ascolto sempre volentieri ( ultimamente sono bravissimi, meno politici ), sarà perchè in quei regimi si veniva uccisi anche per le canzoni, Victor jara tanto per fare un esempio. Sarà perchè anche in Italia abbiamo avuto un periodo così e qualche vecchio ogni tanto ce lo ricorda. Sarà per chissà quante ragioni, sta di fatto che a me gli Inti Illimani piacciono e quando passano vicino a casa vado ad ascoltarli. Un ultima cosa: non stappo bottiglie di Champagne perchè sono astemio ma mi associo a Sepulveda e a quanti altri hanno brindato alla morte di un dittatore come Pinochet.
tullio

tullio bani 14.12.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dal commento:

Perchè se uno del SISMI fa delle intercettazioni abusive va ( giustamente ) in galera e, invece, se le fa un Magistrato del " POOL " viene promosso al CSM ? e se poi fa arrestare Squillante grazie a delle intercettazioni, che poi si scopre non esistono, viene promosso al
CSM ?
Non sarà bene, per sicurezza, diventare tutti Magistrati?

Umberto Luigi Corlianò 14.12.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Il ricordo cva alle migliaia di persone uccise, torturate e fatte sparire da uno dei peggiori regimi dittotoriali del XX secolo
Pinochet resta uno dei personaggi piu' infami della storia dell'umanita'
la sua morte chiude la sua vicenda umana
non cancella il ricordo
che le sue nefandezze restino a monito di quello che succede quando si finge di non vedere
IL COLPO DI STATO IN CILE FU ORGANIZZATO DAI SERVIZI SEGRETI STATUNITENSI
VI ERANO COINVOLTI ANCHE KISSINGER E NIXON

edgardo rossi 14.12.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento

grazie a carmine papa per l'informazione, veramente delirante l'articolo di magni, talmente sconcertatnte che il " nostro r. rosicarello( che non scherza) e' un pavido moderato di destra.
A grillo , per favore no toccare " GLI INTILLIMANI", altrimenti ti scateno contro Green Peace il WWF e Paolo Cento ( teribbile)!!!!!!
Ricordo agli italiani che la LOGGIA P2 esiste, persevera, si rinforza ma soprattutto trama in continuazione contro la democrazia e contro il popolo, un lavcoro costante , inarrestabile e pericolosissimo;vuole la deriva autoritaria di estrema destra.VIGILIAMO E PREPARIAMOCI al peggio!!!!
auguri e spero che non mio censuriate anche questo , altrimenti sarei un poco preoccupato???!!!

BOB BARALIS 14.12.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

ABRUZZO FORTE E GENTILE MA...INCORRUTTIBILE!

Diffondete la notizia sul blog dell'ITALIA DEI VALORI - DI PIETRO
www.antoniodipietro.it

Ieri il Parlamento Italiano, con il voto contrario del centro destra e l'astensione del centro sinistra, ad eccezione dell'IDV, ha negato l'autorizzazione a procedere nei confronti dell'Avv. Carlo Taormina, accusato di aver falsificato le prove nel processo di Cogne a discolpa della Franzoni. Questa e' un altra pagina nera per la ns. repubblica che conferma la commistione politica tra destra e sinistra e del soccorso reciproco che spesso si danno. Perche' non hanno dato la possibilita' ai giudici di indagare contro questo signore avvocato per tutte le stagioni? RICORDO AI LETTORI DEL BLOG CHE TAORMINA, LA NOTIZIA E' DI OGGI, E' STATO SPEDITO DA FORZA ITALIA A DIFENDERE UN IMPUTATE ECCELLENTE FINANZIATORE DI FORZA ITALIA DA 48 GIORNI IN GALERA PER SOTTRAZIONE DI FONDI PUBBBLICI AI DANNI DELLA REGIONE ABRUZZO E DELLA COMUNITA' EUROPEA, QUANDO ERA PRESIDENTE DELLA FIRA (Finanziaria Regionale Abruzzese). UNO SCANDALO SECONDO SOLO A TANGENDOPOLI E PRIMO IN ASSOLUTO NELLA REGIONE ABRUZZO CHE LENTAMENTE STA PER ARRIVARE ALLA CLASSE POLITICA.

antonio di risio 14.12.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo parlante, hai tante belle idee ma come fai tu terrorismo neanche ProdiBerluscaecompany ci riescono. Mi domando, ma perché guardare cosa ha fatto e portato a casa Pinochet quando nel NOSTRO PAESE viviamo il regime della dittatura e in anni e anni... praticamente dal dopo guerra siamo riusciti a portare a casa solo MILIARDI DI DEBITI. Importiamo prodotti dall'estero che noi in Italia riusciamo a produrre e distruggiamo per poterli importare. Ma che cazzo stai continuando a dire. Ho visto che il tuo blog, sebbene sempre ai vertici delle visite, ha un po' perso di interesse e tu nei tuoi spettacoli lo pubblicizzi: ma prendi la percentuale sulle visite dall'ISP che lo 'hosta'? Eri più bravo come comico, lascia perdere, la libertà che vai dicendo tu non la esprimi per niente sul tuo blog. Continua a fare il comico, o vivi di rendita che noi italiani ti abbiamo permesso di farlo: RITIRATI. Buon Natale.

Michele Cestaro 14.12.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di proteste e di ingiustizie vorrei segnalarne due recenti e eclatanti : La prima riguarda Cesare Previti, condannato in via definitiva per corruzione della magistratura a sei anni di arresti domiciliari, ridotti a tre per l’applicazione dell’indulto, e alla pena accessoria dell’interdizione perenne dai pubblici uffici.
Il deputato di Forza Italia continua ancora a ricoprire la carica di membro del Parlamento, con tanto di indennità pagata dai contribuenti, dopo quasi otto mesi dalla pronuncia della sentenza.
La seconda è relativa a Europa 7, emittente televisiva che ha ottenuto nel 1999 due frequenze del circuito televisivo nazionale terrestre, ma continua dopo sette anni a non poter trasmettere sulle frequenze ancora occupate da Rete 4.
Oggi 14 dicembre, dalle ore 9.00 alle 13.00,si manifestera' con un sit-in davanti a Montecitorio. Alla manifestazione parteciperanno Antonio di Pietro e Francesco Di Stefano, imprenditore proprietario delle emittenti televisive Europa 7 e 7 Plus,La manifestazione è aperta al pubblico.


diego fiore 14.12.06 09:56| 
 |
Rispondi al commento

da non molto ho sentito un'intervista di un membro dello staff (lo chiamano così) del presidente Ford,non ne ricordo il nome, che si rammaricava di aver sostenuto lo Scià nella questione iraniana, finita come (alcuni che leggono ) sappiamo. Le sue parole di rammarico suonavano più o meno: " avremmo dovuto fomentare una rivoluzione, abbattere lo Scià e mettere uno di fiducia al suo posto per sbarrare la strada a Khomeini".....la politica estera statunitense non è diversa oggi, come non era diversa nel 1973, quando finanziamenti e appoggi (non provati) ai golpisti cileni, e una larga operazione di strangolamento economico (questa sì provata) spinsero il Cile a un punto di non ritorno.

Francesco Cabiddu 14.12.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Giusto un mese fa navigando in rete sono andato a pescare il sito di Forza Italia. Il nome del sito (ma forse sono solo in pochi a non saperlo) è "www.ragionpolitica.it". Tra i tanti articoli e commenti che portano la firma di personaggi di grande statura morale, su tutti l'emerito Baget Bozzo, c'era un articolo su Pinochet molto interessante a firma di Stefano Magni. UN'INTERA PAGINA DI IDIOZIE!!! Asseriva l'autore che Pinochet era da considerare un benefattore non solo per i Cileni ma anche per tutti i popoli liberi. Diceva inoltre che le torture erano da considerare episodi isolati e che comunque erano state fatte per il bene della Patria. Non ho potuto non ripondere a queste deliranti tesi del signor Magni e la risposta ricevuta è stata ancora più delirante. Ora consiglio a coloro i quali si fossero persi la lettura di questa grande perla di giornalismo fanatico, di andare sullo stesso sito perchè l'argomento Pinochet è stato ripreso dallo stesso autore e ampliato. Buona lettura e aspetto commenti!

Carmine Papa 14.12.06 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr. sig. GRILLO,
di questi tempi sembra che la DEMOCRAZIA sia passata di moda. Basta non demordere e lasciare ai "deficenti" che inneggiano le vecchie e nuove dittature poco spazio se non ignorarli del tutto.
cordiali saluti
Franco

franco porta 14.12.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma, cara Viviana, come ti diranno loro... DIO LO VUOLE!

Francesco Cabiddu 14.12.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Francesco lo sai che a quell’epoca gli USA non volevano assolutamente che vi fossero stati socialisti o comunisti o no? In america latina ne hanno combinate di tutti i colori tramite i servizi segreti,ed anche in medio oriente se ricordi proprio in Iran. Era il momento in cui il mondo era diviso in due, con i Sovietici o con gli Usa.Questo non giustifica quello che ha combinato quel dittatore.Quelli sono solo crimini verso l'umanità, e secondo mè vanno puniti.C'è invece chi ha le mani sporche di sangue, essendo un paese Democratico.Vedi gli Usa.Non vi è stato un presidente dal dopoguerra,(scusa forse Carter) ,che non abbia fatto una guerra in tutti questi anni, piccola o grande che sia stata,o organizzato colpi di stato.Ti ricordi un dittatore ne abbiamo avuto pure noi uno,forse all’inizio non ha fatto tanti morti come quello cileno,ma poi ai visto dove ci ha portato.

Paolo.T Commentatore certificato 14.12.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Appena ieri Sky dette un documentario statunitense in cui Pinochet era elogiato come il salvatore del suo popolo.
E prima di lui Peron.
E appena ieri un altro documentario americano inneggiava a Saddham come benefattore del suo paese. Tanto che il sindaco di Detroit gli offriva solennemente la cittadinanza onoraria con le chiavi della citta'.
Sui blog ci sono dei folli che inneggiano a Pinochet e alla strage che ha fatto, ogni crimine è salvo perche’ compiuto “per combattere i comunisti”.
Le giuste cause! Combattere i barbari, le streghe, i pagani, i mori, gli sciti, i sunniti, i terroristi, i palestinesi, gli ebrei, i comunisti! Combattere e uccidere. Ma per una "giusta causa"! Diverso il nome dei nemici, uguali le stragi. Identica la pulsione maligna e scomposta che sta dietro.
Il Male ha bisogno di identificare un nemico e di parlare di "giusta causa". Ma il Male vuole solo la morte e la distruzione di altri esseri umani. Non ha in se' nessuna causa, ne' giusta ne' ingiusta, ma solo l'orrore infinito.
Non c’e’ misura alla esecrazione di chi giustifica una strage! La sua anima e’ morta, il buio gli ha preso il cervello, e’ un nemico tra noi. Eppure l’urlo contro il pericolo immaginario riempie le piazze, modifica il voto, promuove le guerre, accende i ventri, scatena la paura, suscita l’odio.
Pinochet e’ morto. Viva il tiranno! Morte ai comunisti! Non sanno dire altro. Non sanno pensare ad altro. La tenebra li ha invasi. Uomini perduti all’umano. Non destano pieta’ ma orrore.
Quale pazzia ci puo’ essere in chi vive solo per l’odio a un diverso? Della bestia che ha bisogno di qualcuno da odiare per sentirsi vivo? Per esistere? Di cosa si nutrono le sue cellule, i suoi pensieri, i suoi atti. Quale riflesso perverso sostituisce la sua vita?
Ma cosa gli hanno fatto? Che cosa lo ha invaso? Solo un esorcismo potrebbe salvarlo.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.12.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è che non sono ancora riusciti a fare i piduisti in italia?
Le stragi? I colpi di Stato? Le torture? Diventare ministri, capi del governo, senatori a vita, presidenti della repubblica?
Cos'è, di preciso, che i piduisti non sono riusciti a fare in italia?

stefano simonucci 14.12.06 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto Beppe,
.. il re è morto, evviva il re!
Oggi il Cile è nuovamente un paese democratico ed ha eletto una donna come presidente.. e noi stiamo ancora a discutere se sia meglio in P2ista di Arcore o il Goldensacs(sacchi d'oro con le privatizzazioni!)del mortadella(anche se lui in realtà è un reggiano!). W l'ITALIA!
AVANTI così M.Moore dei poveri italiani.

Marco Berselli 14.12.06 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Un esempio di rivoluzione pacifica e fruttuosa? Quella del Portogallo, all'indomani (o quasi ) della morte di quel pagliaccio di Salazàr ..... l'MFA ( movimento delle forze armate )ha preso il potere senza torturare e uccidere, e dopo trent'anni il Portogallo è un paese magari non ricchissimo, ma è un paese democratico e che guarda seriamente al futuro. Chi vaneggia della giustezza del golpe del porco in divisa di Valparaìso non sa assolutamente di cosa sta parlando, oppure è un fazioso fascita...e mi pare che l'apologia di fascismo in italia sia ancora un reato!

Francesco Cabiddu 14.12.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

non ce piu ,un amica cilena mi ha spedito le foto del giorno dopo ,tutti festeggiavano,spero per loro una rinascita felice ciao

fabrizio ferlito Commentatore in marcia al V2day 14.12.06 08:38| 
 |
Rispondi al commento

ci penserà la storia a far uscire le verità!
Nessuno parla dei milioni di morti in Russia, cina,tibet,sudan etc..
Il Cile oggi è l'unico paese serio del Sud America! Con Allende erano arrivati alla fame ed alla delinquenza diffusa.
Tra l'altro non ho capito come e dove sia finito Allende: un testimone ( ora vivente a Rapallo ex ufficiale medico italocileno.. ), presente quella mattina nel palazzo del governo, non sentì spari ne vide cadaveri!
I giornalisti italiani furono pagati solo per dire bugie... ed il PSI sostenne economicamente i candidati dell'opposizione inviando anche registi ed architetti italiani pagati dal Governo !!
Per favore basta dire boiate !
traldi

francesco traldi 14.12.06 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Letto e sottoscrivibile, ma mi chiedo:
1. perchè ancora qualcuno "piange" per la morte di Pinochet?
2. "temo la malvagità dei cattivi, ma molto di più il silenzio degli onesti"
3. perchè tanto male nella nostra società ottiene il consenso della gente?
4. il diffondersi del male si basa sul consenso di alcuni e sulla indifferenza di molti.
5. CHE FARE? Ah saperlo!

Oriano Modenini 14.12.06 08:28| 
 |
Rispondi al commento


SONO ARGENTINA, HO VISSUTO QUEL ORRIBILE PERIODO DEI DESAPARECIDOS, COME UN SOGNO STRANO DOVE TUTTO ERA FITTIZZIO E PRIVO DI VITA!!! QUANDO BLOCCARONO PINOCHET A LONDRA FUI FELICISSIMA,,,,,,,FINO A CHE QUELLA STONZA DI MARGARET DECISE, CHE MIGLIAIA DE VITE DISTRUTTE DALLA TORTURA, DAL DISTACCO FORZATO E DALLA MORTE ATROCE, IN REALTA' NON ERA UN CRIMINE, ANZI UN VEZZO E LO FECE TORNARE DA MAMMINA!!!!!!!!!!
HO GODUTO QUANDO E' MORTO MA NON COME!!!!!!!!!!!!!!!

FACCIAMO QUALCOSA CONTRO GLI ALTRI DITTATORI ANZI CARNEFICI CHE NEL MONDO DISTRUGGONO INTERE VITE!!!

yolanda liccardo 14.12.06 08:08| 
 |
Rispondi al commento

E'morto,ma la morte non cancella ne i suoi crimini(tanti)ne i suoi meriti.I crimini sono le migliaia di persone torturatee uccise,non tanto l'uccisione di allende,peraltro inviso alla maggior parte della popolazione,eletto in base ad una legge elettorale farlocca con il 30%dei voti e che stava portando il paese allo sfascio.Nei meriti c'è una modernizzazione del paese,forse attualmente,e per merito suo.il più moderno e paradossalmente il più democratico del sudamerica.Abbiamo visto alla tv immagini contrastantie questo dovrebbe far pensare.Comunque non concordo con te sugli intillimani,se non altro gli ha dato un posto di lavoro mooolto ben retribuito,chi se li sarebbe filati se non venivano dal Chile,poveri esuli scappati da una dittatura feroce che facevano i$$$ con canzoni noiose e senza ne capo ne coda.il segno $$$$ non è casuale,ho saputo che si facevano possibilmente pagare in dollari dei tanto odiati USA....
Noi parliamo tanto dei misfatti di Pinochet e in medio oriente ci sono personaggi al cui cospetto farebbe la figura del ladro di caramelle,i sui crimini in 17 anni di dittatura sono niente confronto a quello che succede nei paesi islamici quotidianamente.Ecco dove à il vero pericolo,gli islamici vogliono colonizzarci,Pinochet non era certo Trotsky,non voleva esportare il modello chileno in tutto il mondo.Non dormite gente,MEDITATE,non facciamoci fregare dal buonismo verso chi ci vuole colonizzare. franco

FRANCO BERTOLINI 14.12.06 04:47| 
 |
Rispondi al commento

Pinochet è morto. E si continua a parlare di lui. Basta! Mentre invece non si spende neanche una parola sulla bella conferenza che si sta tenendo in Iran sulla negazione dell'olocausto e che potrebbe influenzare il nostro immediato futuro. Perchè questo silenzio, caro Grillo?

alessandro boniperti 14.12.06 02:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUOCO SUL CARRO FUNEBRE!!!!!!

tommaso furii 14.12.06 01:01| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@

ALESSANDRO MARCHESI

POI VADO VIA DAVVERO

io continuo a non capire, e non capiró mai, chi studia l'economia come puri dati statistici e come pura crescita numerica_


te parli del sistema pensionistico creato da Friedman per Pinochet_

ma hai studiato quanti avevano accesso a quel sistema e da che basi di reddito partiva_

un sistema come quello funziona a meraviglia anche se un 50% della popolazione ne fosse esclusa_

e funziona alla grande per che ha un ceto reddito e ci puó investire - ma se si parte dai redditi che c'erano e ci sono qua, fai prima a spararti_

fidati vai - quando avró una casina tutta per me ti invito un mese a spese mie, e stai tutto il tempo a parlare con la gente, con chi lavora e ha esigenze quotidiane - cosí impari davvero qualcosa di utile, ti fai i tuoi conti e vedi se ti tornano_

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 14.12.06 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Si continua a ciarlare sul "generalissimo"

Aprezzo chi precedentemente ha finalmente svelato
cosa era il governo di quel "santone" di Allende.
A me i "Chicago boys" e Kissinger...non mi suonano tanto!!!
Del resto,sono assolutamente convinto che i benefici economici del Cile sono la conseguenza di
quella "rivoluzione nazionale"...del resto
i governi demo-socialisti succedoti ,non avranno
lasciato un granche'
Saluti di destra...
(non quella di Berlusconi!)



Willy Bruschi 14.12.06 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@

Marco Lercari 13.12.06 23:36

UN ALTRO CON CUI SI RAGIONA, FINALMENTE, A QUEST'ORA

non credo proprio che il 50% dei cileni consideri Pinochet il creatore del Cile moderno - forse un 20-30% - di sicuro il 50% dei lettori del Mercurio sí_

Ma dei restanti qua la stragrande maggioranza lo disprezza_

é fuorviante dire che Pinochet abbia modernizzato il paese, anche se in parte é vero_

in realtá il paese prima degli anni '50 era un esempio, rispetto ai tempi, nel panorama dell'America Latina_

l'educazione era gratis - il sistema sanitario era molto meglio, in proporzione, di quello di oggi_ E anche altri servizi_

per di piú il Cile aveva un sistema elettorale e isituzionale che era un gioiello, copiato da sistemi europei, cercando di prendere il piú funzionale da ogni parte_

Il problema, come sempre in America Latina, era una certa staticitá delle risorse e delle divisioni sociali_ Cioé nessun governo accettava, per convenienza elettorale e lobbistica, di mettere in moto quei processi che potevano riditribuire un po' di piú la ricchezza e dare strumenti economici alla classe media, ampliandola_ Problema che invece negli USA avevano giá affrontato e in parte risolto, alla loro maniera_

per esempio, la povertá estrema era un problema molto minore, sempre in proporzione, rispetto ad oggi_

Tutto questo prima degli anni 30-40-50 - cioé prima della forte accelerazione industriale e demografica, e dell'urbanizzazione progressiva_

il cambio a cui fu sottoposta la struttura sociale del paese per approcciare una prima vera modernizzazione mise in moto delle dinamiche alle quali la politica non rispose, e si generó nel giro di una generazione e 1/2 una situazione completamente diversa, squilibrata e anche piú pericolosa_

situazione che dette campo all'estremismo di sinistra - e rispetto alla quale non c'é dubbio che il Regime di Pinochet abbia portato delle modernizzazioni_

>>> CONTINUA IN DISCUSSIONE

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 14.12.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vabene dai ma sugli IntiIllimano no, suonano ancora loro, ed anche bene, ed anche senza strumenti fantascientifici, vabè sono un pò datati ma se il presente è dj Francesco..... nolla contro di lui ma insomma.
Ciao a tutti Brunello

Brunello Brunelli 14.12.06 00:30| 
 |
Rispondi al commento

ma quanto sono dure ste catene
ancor piu\dure ed intoccabili
noi da quark e pieri angela non ci abbiamo capito un cazzo

tutti stupiti a guardare il leone che rincorre la gazella
il serpente che uccide l\uccellino
la mosca inghiottita da un camaleonte.


fa pure un po\ribrezzo vero_:;_ç°é*§!"£$%$%&&/())=?^


forse ci aiuta la televisione:::
a essere stronzi ma bravi individui
consapevoli pure
della nostra NATURA bastarda.

dario chillemi 14.12.06 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuo di noi pensa che in fondo una dittatura non sia così male, qualcuno di noi pensa che sia insopportabile, qualcno di noi pensa che sia sufficiente convincere la parte indecisa con ampi lavaggi cerebrali mediatici. Da soli non contiamo niente , in massa un casino.Meditate gente su ciò che volete (senza guardare troppo la tv).
saluti

fra weiss 14.12.06 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi pareva che il presunto, o defunto, prof millvester si fosse ampiamente vantato di poter scrivere tutte le caxxate che gli pareva avendo l'acquiescenza di Grillo
Beh, forse gli è andata male, forse la rivolta degli "alias" è contata qualcosa. Si sa, quando l'antipatia dilaga...E così lo bannano? O poverino!
Che dolce musica per "i miei orecchi"!
Da quella persona civile "qual'è" se ne farà una ragione
Non gli mancheranno certo i blog dove imperversare, visto che passa tutto il suo tempo a saltare furiosamente dall'uno all'altro, e persino circola su blog inglesi, per fare il suo lavoro da fissato sabotatore, lo si trova dappertutto come la peste, un maniaco!
In quanto alla sua presunta, o defunta, ideologia, bravo chi ci ha capito qualcosa!
Si firma col nome di un liberale con pericolose tendenze socialiste ma disdegna di sembrare un liberale e tanto meno un socialista. Che ibrido sarà? Sarà l'uomo a testa d'uccello delle grotte di Lascaux, o più bonariamente il caxxo a testa d'uomo di un manicomio di casa nostra?
Con tanto parlare che ha fatto, ha confuso le idee a tutti e i complimenti se li fa solo ormai da sé cambiando nome, che desolazione! Si parla e si applaude, tutto da solo!
Io sono innocente, in quanto se posso lo salto e solo casualmente e per errore mi casca l'occhio sulle molestie che scrive. Ma starò ancora più attenta. Non è un tipo di morbo di cui senta il bisogno. E vivo meglio se lo ignoro
E ci mancherebbe altro che mi mettessi a leggerlo
So che lui invece "scheda" le persone che sceglie come bersagli e le legge accuratamente. Pensa te come è ridotto!
Solo un mentecatto può mettersi a schedare le lettere di un blog per autore e leggerle e rileggerle tutte, imparandosele a memoria! E' una cosa da non credere. Ma che vita è?
A raccontarlo a uno psichiatra, lo interna per direttissima.
By by cocco
Tu hai bisogno di me
Io senza di te vivo meglio

Chi è il più grullo del reamill ?
Ma certamente il prof. Mill !

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.12.06 23:56| 
 |
Rispondi al commento

PRRRRRRRRR.

oof JSM

i posts te li cancellano perché usi un nome falso - o inverosimile_

quante volte te lo devo ripetere_

do you speak italian?? can you read??

ora te lo ricito io - cosí non lo cancellano_

ma figurati se lo staff c'ha tempo da perdere a perseguitare dei vcoglioni come noi che litigano in linea_

sennó all'ET gli avrebbero giá mandato una comitiva di senegalesi per metterlo un po' in riga_

********************************************
********************************************

il Prof. John Stuart Mill Vestri

consigliava di leggere il libro

THE BLACK BOOK OF COMUNISM

interessante abbestia - mi associo al consiglio_

*************************************************
*************************************************

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 23:52| 
 |
Rispondi al commento

@@@

MARCHESI

carissimo

io la Carta di Credito non ce l'ho perché mi fa un po' senso e non mi serve a una sega_

non c'ho nemmeno il cellulare e tante altre cose che oggi sembrano indispensabili_

in compenso sto benissimo, vivo in Cile da 3 anni e le cose di cui parlo, specialmente queste, me le sono studiate da tutti i lati e da tutte le voci_

intellettuale di sinistra?? bo' ecchevordi' io a scuola non ci andavo nemmeno, insegnano solo cazzate noiose_

in compenso mi piacciono molto Massimo Fini e Maurizio Blondet, e anche Marcello Veneziani e Franco Cardini, fra gli altri_ Ma se ti piace freudianamente vedermi come un intellettuale di sinistra, fai te, a me che me ne frega_

********************************************

@@@

SFO

finalmente qualcuno con cui si puó ragionare_

la sola,precisazione che farei, rispetto al tuo commento, é che quel populisteggiare e quel confiscare non erano proprio farina del sacco di Allende_

il suo programma era riformista, non moderato né geologico come i riformisti di oggi - ma aveva una base di studio ben piú salda di quella che gli attribuiscono i suoi critici e un appoggio vastissimo, da parte di settori multiformi_

poi durante il governo, in particolare i Comunisti, e in particolare il MIR e associati, premettero con violenza su tutte le altre componenti per una deviazione e accelerazione in senso castrista, forti di un grandissimo bacino di voti e di una visione rivoluzionaria ideologica, e cosí cominciarono i primi danni alla coalizione alla politica_ Allende tra l'altro non era nemmeno tento marxista doc, e nemmeno molti dei suoi dirigenti e consulenti_

comunque non vedo il problema di aver vinto con il 36% dei voti - nei sistemi a 1 turno é normale, purtroppo_

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Concorsi truccati alla ausl n 1 di Agrigento?

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 13.12.06 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da aprileonline

"E' stato approvato alla Camera dei deputati il Testo unificato che introduce il reato di tortura nel nostro codice penale. Con 466 voti a favore ed uno contrario, l'obiettivo di avere il reato di tortura ed adeguate sanzioni per perseguirlo è sempre più vicino. Ora dobbiamo aspettare l'esame al Senato.

Dopo quasi venti anni dalla ratifica, da parte dell'Italia, della Convenzione ONU contro la tortura, dopo 5 legislature (dalla XI alla XV) ed 11 governi, rimpasti inclusi, i nostri rappresentanti chiamati a rispondere davanti al Comitato ONU contro la tortura, in occasione dell'esame periodico previsto per il maggio 2007, potranno evitare di portare scuse, come purtroppo è accaduto sino ad ora.

Finalmente! Berlusconi voleva reintrodurre il codice militare anche in tempo di pace e considerare la tortura legale, se arrecata su un prigioniero dalle forze di polizia! (vedi Bolzaneta)
Forse qualche passo avanti sulla strada della civiltà lo possiamo ancora fare!

Come Amnesty International avevamo sottolineato il mancato adeguamento alla ratifica della Convenzione contro la tortura sin dall'estate del 1992, quando inviò una lettera a tutti i parlamentari dell'XI legislatura chiedendo "di affrontare e risolvere adeguatamente" il problema e nell'ottobre del 2000 Amnesty International diede inizio alla Campagna "Non sopportiamo la tortura".

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.12.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Sono un quarantenne sposato con cilena che visse i tempi di Allende,tempi che per acquistare LATTE E PANE ci voleva la scheda del partito, e si facevano delle lunghe code per avere MEZZO POLLO A PERSONA (sempre con la scheda), dove venivano fatti saltare gli scuolabus dei studenti solo perché appartenevano alla "classe dirigente", dove lo stato permetteva solo un paio di scarpe all'anno ed i bambini dovevano convertirli in sandali, magari in inverno, per non avere le vesciche ai piedi...
Non giustifico Pinochet, peró in una guerra a volte bisogna trovarcisi dentro, é molto facile saltellare d'allegria per la morte di Pinochet (come tanti ragazzini molti comunisti che non hanno la piú pallida idea di cosa fu il governo di Allende).
Informatevi vedendo le inchieste fatte dal giornale IL MERCURIO, dove ancora il 50% dei cileni ritiene Pinochet il creatore del Cile moderno d´oggi.

Marco Lercari 13.12.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non voglio certo esaltare la meschina figura di questo ex-dittatorello appena scomparso. Tuttavia c'è da far notare che Allende ha commesso un bel pò di errori tali da provocare l'intervento dei militari.In un certo senso se l'è cercata .....
Innanzitutto ha vinto le elezioni presidenziali nel 1970 con appena il 36% dei consensi, contro il 35% del candidato della destra e il 27% del candidato democristiano. Dopodichè la sua nomina presidenziale, a norma della costituzione allòra vigente in Cile, fu decisa dal Congresso grazie ad un accordo tra socialisti e democristiani di sinistra.
Poi fin dall'inizio del suo mandato ha iniziato a mettere in pratica il suo programma senza avere il consenso della maggioranza del popolo. A mio avviso avrebbe dovuto mettere da parte le sue velleità marxiste ed elaborare un programma di compromesso con i settori moderati della politica cilena (forse avrebbe dovuto farsi consigliare da Berlinguer sul dà farsi....).
Invece ha iniziato a nazionalizzare, confiscare, "populisteggiare" (passatemi il termine) irritando quei pochi industriali cileni, facendo fuggire migliaia di cileni che non si sentivano più garantiti, forzare con alcune decisioni singolari la costituzione, tollerare le scorribande del movimento di guerriglia Mir e provocando l'intervento indiretto degli Stati Uniti le cui compagnie operanti nel settore strategico del rame furono cacciate dal paese senza avere nessun risarcimento.
Quindi Allende i suoi errori li ha commessi. Poi che Pinochet non è stato altro che un fellone ladruncolo opportunista di estrema destra è un'altra discussione. Magari, chissà, se non ci fosse stata la sua figura (che, non dimentichiamolo, aderì soltanto all'ultimo istante alla congiura) i militari golpisti sarebbero durati solo qualche anno facendo ritornare ben presto i partiti democratici al potere, invece dei 17 anni di terrore e repressione. Ma questa naturalmente è solo una ipotesi.

Giuliano Sfo 13.12.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Una volta mi riusciva...
stò staff fà una guardia.
A pezzi ma si capisce lo stesso.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 13.12.06 22:58| 
 |
Rispondi al commento

dovrebbero essere principi universalmente riconosciuti, a seconda del merito.
Un nemico necessariamente lo doveva avere.
E' così difficile individuarlo? E' veramente necessario riscrivere ogni giorno la storia?
I giovani devono conoscere... cosa? Quello che dice Brunetta?
Le ricordo che questo sig. si spaccia per docente, e Spataro non è un problema poi così grosso.

Buonasera, se mi leggerà.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 13.12.06 22:56| 
 |
Rispondi al commento

ma necessario.
Tutti stanno a guardare.
Nessuno muove un dito.
E gli scambi internazionali non conoscono break.
In fin dei conti cosa dovrebbero rimetterci i mercati internazionali da simile prassi?
La merce è quello che conta, se poi chi la lavora se la passa meglio o peggio, questo non influisce sul valore della stessa.
Il mercato è mercato, e gli economisti c'illuminano quotidianamente sull'argomento.
Cosa succede invece? Veramente tutti stanno a guardare?
Possiamo tralasciare l'appoggio esterno dato ai nuovi governanti per diventare tali, in fin dei conti è un appoggio teso a risanare economicamente e politicamente il territorio debole, favorendone le riprese, a danno sicuramente di chi l'aveva ridotto così. Anche, probabilmente per ottenere corsie preferenziali in certi scambi, o semplicemente per "fissazioni ideologiche e classiste".

Il pericolo maggiore, come ho già detto, è l'isolamento, che non è solo direttamente gestito dai contraenti internazionali, ma si arriva ai ricatti trasversali: se tu commerci con LUI, io non lo faccio più con TE.
Tale imperativo è ovviamente originato dalla VOCE più potente, che più si fa sentire e più trova alleati.
I mille giorni di Allende sono stati pure troppi, forse perché non si é voluto usare i metodi usati con altri paesi (sempre generici).
Anzi, le esperienze precedenti indussero gli oppositori a optare per i colpi di stato, più che le invasioni.
A Cuba ci provarono il giorno dopo, ma...
Ergo, quando un paese (sempre generico) "pretende di usare" il proprio territorio senza farselo fottere definitivamente, o ha la forza di difendere questa sua posizione, o si deve piegare. E se sciaguratamente non si piega...

Conclusioni (mie):
Il marxismo è stato storicamente il primo progetto internazionalizzato a non solo invocare, ma a concorrere fisicamente alla liberazione delle masse schiavizzate e delle classi subalterne, lavoratrici o non. La riappropriazione dei mezzi di produzione, oltre che salario e lavoro dignitoso dovre

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 13.12.06 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Sig. alessandro marchesi 13.12.06 20:37

Il suo commento è lungo, e ai riferimenti degli accadimenti voglio prestare credito.
Però, vorrei capire se ho "capito bene".
Il paese (generico, in modo che possiamo universalizzarlo), se la passava male, e non certo per la propaganda mediatica, ma perché esistevano realmente i problemi enunciati.
Il candidato promette rinascita e il popolo, nonostante frammentato ideologicamente, ma comunque conscio che l'obiettivo primario è la "salvezza", gli dà fiducia.
Non è maggioranza quella marxista, ma i meno peggio, almeno per gli altri, lo sostengono.
Perché il popolo lo sostiene?
Perché come tutti i paesi dell'America Latina, è sfinito dallo sfruttamento secolare, che l'ha prosciugato delle rirsorse proprie, soprattutto quelle strategiche e quindi vitali.
Ora, se posso azzardare un'ipotesi, non sarà la maggioranza, né tantomeno i più diseredati, che concorrono allo sfruttamento di dette risorse a favore di pochi, e soprattutto di potentati economici internazionali. Il basso livello di cultura e i pochi mezzi sono insufficienti a programmare una svendita del paese sotto forma di amore di mercato, e storicamente è questo un ruolo che si riservano i padroni del vapore.
Tali bisogni sono primari, come energia, risorse idriche, petrolio, minerali, natura rigogliosa che naturalmente arricchisce il territorio, e in virtù di questa peculiarità tali bisogni e i relativi profitti vengono dirottati a favore del paese (sempre generico).
Il popolo plaude, almeno all'inizio e alla promessa, aspetta di concorrere fiducioso alla rinascita.
Dura poco. Molto poco, perché il paese (sempre generico), non è ancora autonomamente gestibile. L'isolamento non porta benessere, e le risorse presenti sono abbondanti ma non esclusive, non ci si mangia il rame o il petrolio: si scambia, si commercia, si converte in moneta per acquisire altri beni, sì per la collettività, ma ci scappa comunque una "cosetta" per i mediatori.
Eticamente poco encomiabile, ma nece

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 13.12.06 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Prodi essendo in metastasi viene trattato con morfina. Spiegati gli effetti deliranti.

Dagoberto Culatelli 13.12.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@

PRRRRRRRRRRR. ooof JSM + Alessandro Marchesi

ancora 'ste seghine da pischello di 1.a media con i crimini del Comunismo_

ma come - tutta 'sta sapienza, anni passati a sudare e studiare dai baroni della finanza imboccati dall'alto, a presentargli le sorelle che glielo leccassero - e a pagare rette miliardarie per essere compagni di banco di Lapo il Ritardato e spacciarsi per grandi filosofi della storia_ Tutto questo per arrivare al culmine della carriera, farsi illuminare e baciare dalla fama sul Blog piú frequentato d'Italia - e finalmente spernacchiare con schizzi di poppó un giudizio tanto originale e progredito come "i comunisti sono stati dei criminali"_

APPLAUSO AL PRRRRRRRR. oof

a quando la rivelazione che Osama bin Laden é musulmano, e anche un po' violento??
Potresti vincerti un bel Premio Putzer - uno spernacchiatoio nebulizzante da taschino_

***********************************************

ANCH'IO VOGLIO CONSIGLIARVI UN BEL LIBRO

su come funziona quando qualcuno in alto e potente vuole metterlo in culo e tenere per le palle l'economia anche di interi paesi deboli_

premetto che non l'ho letto, non ho Carta di Credito e non potevo comprarlo in rete, ma me ne ha parlato alla grande un po' di gente_

John Perkins
"Confessioni di un sicario dell'economia"
ED: minimum fax


Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri ho visto in tv uno spezzone dei funerali di Augusto Pinochet.Confesso di essermi sentito da cattolico un pò in imbarazzo per la presenza di preti concelebranti in pompa magna che benedivano la salma.Penso che durante la repressione fascista in Cile la nunziatura sia stata se non addirittuta complice,quanto meno connivente,per lo meno nelle alte sfere.Il silenzio colpevole del Vaticano,anche in questo momento,lo conferma.Grazie

Alessandro Fenoglio 13.12.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

[ .. SEGUE ]

Come si fa a sapere dove sarebbe andata con Allende l'economia nel tempo?? Secondo te sono credibili gli "economisti con il mitra", che prima impongono embargos o attaccano e boicottano economie locali e poi accusano il govenante "nemico" di turno di affamare il proprio popolo?? Io sono il primo ad accusare Castro o Saddam delle mille schifezze che hanno commesso ogni giorno, ma non potrei certo fare analisi sulle economie di Cuba o dell'Iraq viziate da dichiarate ed evidenti manovre esterne_ E perché poi non accusano mai i governanti "allineati" o quelli leggermente più pericolosi neanche quando questi fanno molto di peggio?? Perché non accusano mai Musharaf, i Sauditi, Suharto, Fujimori, o tutti i criminali amici che governano in Africa??

Certo, per una Cecoslovacchia, Ungheria o Afghanistan invasi dall'URSS lo si è visto dov'è andata l'economia - quella dell'Afghanistan poi non era nemmeno peggiorata, anzi - ma allo stesso modo si è visto anche in tutti i paesi latinoamericani dov'è finita l'economia impiantata dalle dittature militari - direttamente nella latrina e senza tirare la catena__
Per tua informazione l'economia cilena, partita dalla fogna in cui l'aveva lasciata il Pinocchietto, se oggi scoppietta lo si deve a interventi efficienti, ma lenti come lombrichi, di tutti i governi democratici dall'89 in poi_
Qua non ci vuole mica la laurea da Brunetta per vederlo, basta chiedere in giro e te lo sanno dire tutti_
Quelle ricette estreme che applicarono i militari funzionano con un tessuto economico di base già attivo e prospero - e magari anche avvantaggiato da politiche coloniali di valuta, commercio, competenze, credito, come quelle messe in atto dagli USA - per questo da loro funziona il liberismo estremo_ Ma vai un po'a vedere che sfacelo lascia in paesi normali, che non abbiano nessuna possibilità di protezione_
Solo i provinciali e conformisti intellettuali itagliani possono ripetere sempre a pappagallo formuline meccaniche imparate a

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@@

Alessandro Marchesi - E UN PO' PER TUTTI

Ti pareva che non mancasse l'ideologo della Domenica, anche se oggi è mercoledì_ Non ce li facciamo mancare mai, come il limone sulle cozze_

Secondo te ci si può costruire un giudizio più verosimile sulla politica di Allende e il Regime di Pinochet leggendo un articolo di Brunetta che studiando vari testi e articoli di tutto lo spettro di appartenenza??
Per esempio pensi che uno si faccia un'idea più reale della Cuba di Castro leggendo le poesie di Nicolás Guillén, belle ma un po' visionarie, o leggendo testi e articoli di varia provenienza??

Se guardi bene, svariate ore fa dicevo prorpio che i comunisti - immenso bacino di voti - sono stati i primi a danneggiare e distruggere la politica di Allende e a prenderlo, per così dire, "in ostaggio" - compreso il fighetto hippie di Castro che all'epoca era tanto in_

Ma credi che ci possa essere spazio su questo medium per analizzare a fondo un tema come questo?? Credi che uno possa perdere tempo a rispondere a tutta la propaganda da baraccone con dati e bibliografie?? Credi che se copiassi qui tutte le idiozie del Mein Kampf o del Libretto Rosso di Mao qualcuno potrebbe solo perder tempo a ribatterti per filo e per segno?? O forse pensi di imbambolare con le tue perline qualche ingenuo pischello di passaggio??

Poi vedo che né te né Brunetta siete molto informati su come fu organizzato l'abbattimento dell'economia cilena subito dopo l'arrivo al potere di Allende_ Guarda che ci sono documenti USA desecretati, pubblicati e commentati da studiosi di tutti i colori - ci sono ammissioni e testimonianze dirette, riguardanti tutta la politica USA in America Latina negli anni '60, '70 e '80_

[ CONTINUA .. ]

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,ti consiglio di ascoltare meglio i dischi degli inti illimani.perchè hanno fatto di tutto tranne che giustificare ed esaltare Pinochet, il responsabile del loro esilio. è un miracolo che non siano stati da lui ammazzati, non vedo neanche come avrebbero potuto giustificarlo.quindi ritengo che la parte dell'articolo sugli inti illimani sia da correggere e rettificare

marco sanna 13.12.06 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Da molti dei commenti che leggo, mi rendo conto del fatto che molti dimenticano (e non capisco come sia possibile) che questo è il blog di un artista, una persona assolutamente indipendente e libera. Uno che riesce a fare ridere un palasport intero, di intelligenza raffinata. Non è uno che deve per forza raccogliere fiele e, molta, moltissima invidia!

Marco Sarà 13.12.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento



In uno Stato di Diritto, quale dovrebbe essere l’Italia, è accettabile e sopportabile che:
· un comune non dia riscontro alle lettere della Prefettura;
· un comune disquisisca sulla “Decisione” del Difensore Civico e poi la disattenda;
· le Leggi dello Stato non siano correttamente applicate se non violate;
· un comune impedisca il diritto all’accesso;
· le indagini in loco espletate da Pubblici Ufficiali non rispondano alla realtà dei fatti e per tale motivo si hanno ripetute proposte di archiviazione da parte della Procura della Repubblica e ripetute opposizione da parte del cittadino; questo sempre se al cittadino è concesso di sapere a quale suo esposto si riferisce la proposta di archiviazione e il motivo per cui si archivia;
· Pubblici Ufficiali multino su disposizione di una lettera anonima, senza fare alcuna indagine e neghino quanto la Legge dello Stato consente; questo in un contesto omertoso a loro noto;
· la Polizia Municipale sia utilizzata per multe premeditate e vessatorie ad personam a chi ha osato fare un esposto su un P.R.G. che prevede, di solo potenziamento, circa 140 mq di verde attrezzato per ogni residente;
· il Segretario Comunale possa arrogarsi il diritto d’interferire e negare quanto espressamente previsto da una Legge dello Stato;
· le delibere comunali siano eseguite senza essere state rese esecutive;
· un comune faccia interventi distruttori e peggiorativi su un fabbricato e poi chieda al cittadino il costo di tale intervento;
· si impedisca la necessaria manutenzione alla propria casa;
· materiali di risulta, portati in discarica a seguito di una ordinanza comunale, siano riposizionati dopo un paio di mesi nel medesimo luogo da dove erano stati rimossi;
· il parcheggio si possa fare a seconda di quanto si è graditi in loco?



Claudio De Paulis Commentatore in marcia al V2day 13.12.06 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Pinochet per fare i miliardi doveva entrare in affari con la chiesa. Quelli si che rubano bene.

www.radiofagiana.tk

Emanuele Brizzante 13.12.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Pinochet foi um porco,somente um lurido lousy,para se e luridi os porcos ricos de seu país e
ao commando do U.S.A.mais tarde sobre como todo o stravolto dos ditadores e exaggerated suas
demandas,conseqüentemente caiu mas não deteriorou,muitos gritam ele?
Teriam que pô-los sob seu brutalita',fatevelo a dizer dos parentes dos desaparesidos
então nós vemos o gabrybabelle

gabry babelle 13.12.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda la stupidaggine della Thatcher e di Pinochet, vorrei ricordarvi che nei tempi in cui la GRan Bretagna era la vera super potenza essa favorì molto i moti indipendentisti del sud america.

=due più due fa quattro

Specialmente i rapporti con il Chile furono sempre ottimi e di profonda amicizia. Se vi informate molte unità navali della marina Chilena sono state battezzate con cognomi anglosassoni... infatti la marina chilena fu messa in piedi dagli anglosassoni.

=tre più tre fa sei

Durante la Guerra delle Falkland il chile mise a disposizione per la Gran Bretagna le sue basi.. da cui partirono ad esempio ricognizioni aerea verso le isole Falkland e la stessa argentina.

=quattro per due fa otto

Prego non tirate in ballo che le Falkland devono esssere Argentine e chiamarsi Malvinas!!!!! Lampedusa è più vicina all'Africa ma non per questo gli abitanti sono meno Italiani di noi.

se due più due fa quattro
tre più tre fa sei
e quattro per due fa otto
non mi potete venire a dire che la meringata è meglio della pancetta in un pomeriggio novembrino soleggiato

Jack Charlton 13.12.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi rendete conto o no che lo SPIONE IMBRANATO ha altri 4 anni e mezzo a disposizione PER ROVINARCI?

CHE POSSIAMO FARE?


Potete (dovete!) andarvene tutti a fare un bagno alle Bahamas, insieme al boss vostro padrone. E se non sa nuotare..... fategli fare il morto

Marina Mancini 13.12.06 20:35 |

--------------

... ti sbagli EGLI cammina sull'acqua....

silvia badas Commentatore certificato 13.12.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Comunque sia l'alto comando germanico si chiamava OKW Ober Kommando Whermacht

Leopoldo Galtieri 13.12.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

La differenza tra Pinochet e Prodi?? Pinochet simulava la demenza senile... Prodi è demente.

Leopoldo Galtieri 13.12.06 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Fate un atto di carità vi prego!! Riattaccate la spina al cervello di Prodi.

Karl Gustav 13.12.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Gennaro Esposito

ma quella che ha Prodi nel sottomento si chiama wallera?

vittorio brambilla 13.12.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda la stupidaggine della Thatcher e di Pinochet, vorrei ricordarvi che nei tempi in cui la GRan Bretagna era la vera super potenza essa favorì molto i moti indipendentisti del sud america.
Specialmente i rapporti con il Chile furono sempre ottimi e di profonda amicizia. Se vi informate molte unità navali della marina Chilena sono state battezzate con cognomi anglosassoni... infatti la marina chilena fu messa in piedi dagli anglosassoni.
Durante la Guerra delle Falkland il chile mise a disposizione per la Gran Bretagna le sue basi.. da cui partirono ad esempio ricognizioni aerea verso le isole Falkland e la stessa argentina.
Prego non tirate in ballo che le Falkland devono esssere Argentine e chiamarsi Malvinas!!!!! Lampedusa è più vicina all'Africa ma non per questo gli abitanti sono meno Italiani di noi.

Leopoldo Galtieri 13.12.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Che l'inferno non gli sia lieve.

Luca Losito 13.12.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Sempre i migliori se ne vanno prima.
Augusto Pinochet è stato sicuramente uno dei dittatori più illuminati del latino america.
Ha dato stabilità e un impulso ad un Chile asfittico.
Il Chile oggi è un paese moderno, democratico (senza spargimenti di sangue) e con una economia piu stabile rispetto ad esempio alla "ricca" Argentina.
La sua dittatura fu molto meno atroce di quella degli ammiragli Argentini. E poi... se ci può inneggiare al compagno Fidel.. si puo parteggiare anche per il Generale Augusto Pinochet.
La dittatura è dittatura ovunque e comunque.

Leopoldo Galtieri 13.12.06 20:51| 
 |
Rispondi al commento

SONO DALLA PARTE DEL POPOLO PER CAPIRCI!VOI SIETE FIGLI DELL' IGNORANZA E DELLA PROPAGANDA!!!!!

E perche' tu e i tuoi copmagni di merende no ?
Anche io faccio parte del popolo e no come caruso che e' figlio di un latifondista !

Willy Bruschi 13.12.06 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Massimo Greco 13.12.06 20:07

Ormai si è capito che il marxismo ha qualcosa che non và. E' milioni di volte peggiore del capitalismo. Non è Carlo Guidi che glielo dice, è la storia.
Chi studia Marx e si appassiona ad esso, non ha ancora cominciato ad indagare su cosa non và.


Carlo Guidi 13.12.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento

UN PO' PER TUTTI


e daglie con sta storia dell'investitura popolare come legittimazione di ogni cosa che un governo fa

HITLER e MUSSOLINI andarono aL potere attraverso le urne e fecero quel che fecero

AHMADINEJAD, il pazzo iranaino, è andato al potere con le elezioni, eppure ogni giorno minaccia israele e vuole farsi la bomba atomica "per fini pacifici" pur essendo il più grande proprietario di pozzi petrolifici al mondo

ma basta

Roberto Stagni Commentatore certificato 13.12.06 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

…By Renato BRUNETTA
L'11 settembre cileno mai raccontato
tratto da Il Giornale, 13.09.2003.

E tanto per citare ancora Rino Cammilleri, nulla meglio di questo “Ora, poiché quel passato non lo si vuole far passare, tanto vale ricordare come andò. Nulla di meglio, per farlo, che leggersi le oltre seicento pagine di Mario Spataro (Pinochet, le "scomode" verità, Roma 2003) su una delle principali «bestie nere» dei marxisti, ex e post, e dei radical-chic, tanto più disinformati quanto più nutriti di soli slogan.”


Leggete il libro di Spataro, ammesso che sappiate leggere.

alessandro marchesi 13.12.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

…è stata l'occasione per raccontare anche ai giovani la vulgata politically correct sul golpe cileno. Una vulgata secondo la quale il governo di Salvador Allende e della coalizione di Unidad Popular stava realizzando, con il consenso della maggioranza dei cileni, un esperimento innovativo di transizione a un modello di socialismo democratico. E che gli Stati Uniti, per mano della famigerata Cia, hanno ordito un golpe militare per riaffermare il loro ruolo imperialista e il loro predominio economico in Sud America.

Peccato che le cose non siano andate così. E che i mille giorni di Salvador Allende non siano stati né un esperimento innovatore, né un modello di democrazia politica. Il socialista Salvador Allende diventa presidente del Cile, dopo due tentativi falliti in precedenza, nel 1970, con appena il 36,2% dei voti, un consenso di poco superiore a quello dei due candidati di centro e di destra.

Il primo anno della presidenza Allende fu di apparenti successi in economia. Assieme alla nazionalizzazione delle miniere di rame, principale risorsa naturale del Paese, delle principali industrie straniere, delle banche e delle grandi proprietà immobiliari (realizzata con il consenso dell'opposizione che non seppe resistere alla demagogia nazionalista), il governo Allende assume alcune misure di stampo keynesiano aumentando in modo generalizzato salari e stipendi. Questa manovra, finanziata con le forti riserve valutarie che lo Stato cileno aveva accumulato grazie alle alte quotazioni del rame sui mercati internazionali, vengono pompate a piene mani nell'economia statalizzata. Nel giro di pochi mesi il pil cresce dell'8,6%, la disoccupazione si dimezza e l'inflazione scende dal 34 al 22%. Contemporaneamente la spesa pubblica cresce del 70%. Di questa fiammata espansionista godono il beneficio quasi tutti i cileni, ceto medio e ceto operaio. Ma di fiammata si tratta.

alessandro marchesi 13.12.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento

staaaaffff

cancella i post del nazista per favore

graaaaaazie

Roberto Stagni Commentatore certificato 13.12.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

La nazionalizzazione dell'economia, che aveva toccato anche il settore primario con una riforma agraria che ha sottratto la terra ai proprietari per passarla allo Stato, fa crollare in pochi mesi gli investimenti stranieri (-71,3%), la produzione agricola, il risparmio. Nell'ultimo trimestre del 1970 lasciano il Cile quasi trentamila persone e con esse 87 milioni di dollari.

Lo choc statalista inferto al mercato (senza che un dollaro di indennizzo venisse versato ai proprietari) isola il Cile dagli scambi internazionali. Le riserve valutarie, pompate a piene mani per mantenere artificiosamente alti i livelli di salari e stipendi, crollano da 342 a 32 milioni di dollari, e già nel 1972 la domanda interna crolla, il deficit pubblico cresce a valanga, gli scambi con l'estero si bloccano, gli investimenti stranieri si azzerano, l'inflazione riprende a galoppare, facendo crollare il potere d'acquisto della grande maggioranza dei cileni.

Contemporaneamente, sul piano politico, il congresso cileno vede il formarsi di un'alleanza tra il centro e la destra, fino ad allora divisi. Tutte le iniziative del governo socialcomunista vengono bloccate. Di fronte alla paralisi istituzionale il presidente Allende, invece di dimettersi e convocare nuove elezioni (che lo avrebbero portato alla sconfitta, visto il crollo del consenso anche tra i lavoratori), cerca di aggirare l'ostacolo stabilendo che alcuni provvedimenti, come gli espropri e le nazionalizzazioni, potessero esser assunti per via amministrativa, esautorando così il Parlamento. Questa decisione venne censurata duramente dalla Corte Suprema, che accusò il governo di avere travalicato i limiti costituzionali.

alessandro marchesi 13.12.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento

....Ma il post l'hai scritto tu o te lo sei fatto scrivere da qualche ignorante come te? Se scrivo "igniorante" forse lo capisci meglio? ....Ma lungi da me offenderti per il tuo pezzo di carta, conosco persone con la quinta elementare più eruditi dei laureati, ma tu sei geneticamente "igniorante" :)

Vedo Tondo (vedotondo) 13.12.06 18:11 |

Chiudi discussione
---------------------------------------------------Beato lei che Vedi Tondo io vedo solo un Tonto
tant'è non sò nè leggere e neanche scrivere quindi trà TONDO e Tonto ci corre poca differenza.Ma parlami un pò di tè Tonto che potresti per esempio darmi qualche lezione vedi te tondo o tonto come ti pare cmq non ti preoccupare che non mi offendo così per poco in questo blog non mi sono offeso per cose peggiori cosa ci vuoi fare pensa se un tondino mi può offendere Ciao Da Achille

lanata achille 13.12.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Contemporaneamente alla paralisi economica e istituzionale, nel 1973 il Cile affronta una fase di duro scontro sociale. Lavoratori, ceti medi, commercianti dichiarano una serie infinita di scioperi e serrate, spinti dal crollo del potere d'acquisto della moneta. L'inflazione è infatti al 500%.

Di fronte al caos economico, istituzionale e civile, il Parlamento il 23 agosto 1973, diciotto giorni prima del golpe, approva a larga maggioranza un durissimo documento in cui si accusa il presidente Allende di ripetute e gravissime violazioni della Costituzione: dall'usurpazione dei poteri del Parlamento, alla violazione delle decisioni della Corte costituzionale; dall'abolizione del diritto di proprietà privata, all'attentato alla libertà di espressione con l'arresto arbitrario di giornalisti dell'opposizione; dall'utilizzo della giustizia a fini politici contro gli oppositori, fino al ricorso alla tortura, alla violazione dei diritti sindacali attraverso la repressione contro alcune organizzazioni dei lavoratori. La mozione del 23 agosto meriterebbe di essere pubblicata interamente solo per l'elenco degli arbitrii, degli abusi e dei soprusi antidemocratici messi in atto dall'ormai disperato presidente Allende.

Ed è nella mozione del 23 agosto che il Parlamento si appella ufficialmente alle Forze armate perché intervengano a porre fine al perseguimento del putsch governativo.

Grazie alla norma Costituzionale che richiede il voto dei due terzi del Parlamento per destituire il presidente, nonostante l'ampia maggioranza parlamentare a sostegno delle gravissime accuse nei confronti di Allende, il presidente resta in carica e medita di uscire dalla grave crisi con l'indizione di un plebiscito popolare sulla sua persona. Ma l'11 settembre, le Forze armate guidate da Augusto Pinochet, generale nominato dallo stesso Allende, prendono il potere.

Quello che ne seguì fu un periodo sanguinoso, brutale e violento. Il quindicennio più buio del Cile. Ma le premesse per la parentes

alessandro marchesi 13.12.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Mieli ha ricordato che Pinochet è l’unico esempio di dittatore «di destra» che abbia volontariamente ceduto il posto alla democrazia, per giunta assicurando una transizione indolore.

Aggiungo io: come gli antichi dittatori romani, i quali venivano chiamati a salvare la patria in una situazione di grave pericolo, cessato il quale tornavano a casa. Mieli lamentava il fatto che, oggi, le democrazie sudamericane stanno cercando di processare quei generali e colonnelli che a suo tempo instaurarono dittature: mossa piuttosto sleale perché non rispetta i patti taciti e, anziché procurare una pacificazione nazionale, rivolta zolle e tombe rinfocolando odii e rancori.

Ora, poiché quel passato non lo si vuole far passare, tanto vale ricordare come andò. Nulla di meglio, per farlo, che leggersi le oltre seicento pagine di Mario Spataro (Pinochet, le “scomode” verità, Roma 2003) su una delle principali «bestie nere» dei marxisti, ex e post, e dei radical-chic, tanto più disinformati quanto più nutriti di soli slogan.

Il presidente comunista Salvador Allende nei tre anni del suo governo portò l’inflazione cilena a cifre con tre zeri, code lunghissime nei negozi di alimentari, mancanza di generi di prima necessità, fuga dei cervelli, nazionalizzazioni di terre e industrie che portarono l’economia al collasso. Più, la crescita esponenziale di bande paramilitari marxiste che per numeri e armamenti rivaleggiavano con l’esercito. C’è una lunga lista di vittime da terrorismo, militari, poliziotti e civili, dopo l’avvento di Pinochet. E altrettanti desaparecidos che risultarono ben vivi vent’anni dopo (erano semplicemente «spariti» oltre cortina, nei campi di addestramento, per ricomparire in Angola con la divisa cubana).

alessandro marchesi 13.12.06 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Nell’agosto 1973, a pochi giorni dal golpe di Pinochet, fu proprio il parlamento a denunciare il ricorso sistematico ad arresti arbitrari e torture, a mettere in minoranza Allende e a invocare l’intervento dei militari. Intervento che, tra l’altro, era stato richiesto dalle massaie nelle famose «marce delle pentole» (vuote), che terminavano davanti alle caserme con lancio di chicchi di mais (i cileni dicono «gallina» per dire «vigliacco»). Altrettanto famosi erano, al tempo, gli scioperi dei camionisti trasportatori del rame, che la notte facevano la guardia armata ai loro automezzi recitando il rosario. L’icona di Allende è sempre stata sbandierata come la prima (e unica) volta di un partito comunista andato al potere in modo legale.

Infatti, ci andò con i voti dei democristiani cileni (cosa che cagionò una lunghissima analisi su Rinascita da parte di Berlinguer, allora segretario del nostro Pci, intitolata «La lezione cilena»: a giudizio di molti, inizio del tentativo di «compromesso storico» in Italia, paese per composizione sociale, mentalità e cultura molto simile al Cile).

L’icona -negativa- di Pinochet è, all’opposto, quella di un dittatore «di destra», per giunta militare e sostenuto dagli odiati Usa, che ha consentito al suo popolo di fare un paragone diretto con la precedente gestione marxista e che ha governato con la piena soddisfazione di detto popolo. Un dittatore, ripetiamo, che, compiuto il risanamento, ha volontariamente riconsegnato il potere ai partiti democratici, gli stessi che lo avevano chiamato.

alessandro marchesi 13.12.06 20:17| 
 |
Rispondi al commento

standart & pools (si scrive così?), CRITICA LA FINANZIARIA....

il SALAME, fischiato anche oggi a Roma, dice che sarebbe pronto a rifarla ma in maniera diversa(?)...

... insiste che questo popolo IMPAZZITO non capisce e che tra qualche mese si RAVVEDERA'(?)

A QUESTO PUNTO LA DOMANDA E' SPONTANEA.....

vi rendete conto o no che lo SPIONE IMBRANATO ha altri 4 anni e mezzo a disposizione PER ROVINARCI?

CHE POSSIAMO FARE?


p.s.

NUOVO POST!

DIETRO FRONT DEL MAGGIORDOMO STILE "IO NON C'ENTRO NIENTE"

e dire che questo sarebbe un comico.... C'E' SOLO DA PIANGERE!

silvia badas Commentatore certificato 13.12.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ammazzare marxisti è legittima difesa (Carlo Guidi 13.12.06 19:49 )

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Sign Carlo Guidi.

Non ti rispondo accusandoti di linguaggio "violento" ed altre puttanate o finocchiate nonviolente...

Anzi... Esiste un problema di uccidere i "marxisti" ed ovunque nel mondo la feccia che detiene il potere economico, il controllo dell'usura e via dicendo ha sempre rivendicato a sé tale compito primordiale.

Quello che invece contesto è il tuo ruolo.

Io sono sicuro che tu non sei un bankiere, non sei un usuraio, non possiedi controlli di aziende, probabilmente sei perfino un salariato.

In pratica dalle cazzate immonde che spari non ne ricavi altro che l'insipida soddisfazione biochimica del servo paria inferiore.

Quindi sei solo un servo che in quanto tale non può guadagnare.

Io contrariamente a molti marxisti, pacifisti, liberal margheriti ed altri succhiaminchia del capitale sono contrario alla salvaguardia della specie dei servi. La ritengo una razza verso la quale non bisogna fare nulla per salvaguardarla.

I servi sono una razza immonda specialmente quando rivendicano il diritto ad esserlo e sparano le minchiate come te a tutela della propria inferiorità genetico-cerebrale.

C'è troppo buonismo in giro.

Ricorda che se ancora esisti è proprio grazie a quelli che tui chiami "comunisti"... i quali da anti-comunisti (quali sono nella realtà) fanno tutto per salvaguardare la tua immonda (ed immona) specie e progenie con la scusa della "democrazia".

Ti auguro solo di non trovarti isolato, o fuori dal tuo branco... un giorno magari in mezzo ai parenti delle vittime che vai ingiuriando (non sono 4-5... sono migliaia) a quel punto ciò che potrebbero farne dei tuoi miseri resti sarebbe solo un atto di evoluzione della specie:)

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.12.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Andrea Botti 13.12.06 19:42 |

Eh già sti ebrei so' assaje chiù figli'e zoccola 'e te.

'a jatta, quanne nun po' arrivà 'o lardo s'arraggia!

Gennaro Esposito Commentatore certificato 13.12.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ammazzare marxisti è legittima difesa, quando prendono il potere mascherandosi da democratici.
Lo ripeto e lo ripetero' sempre.
Pinochet ha combattuto chi voleva instaurare il comunismo.

Anche voi scendereste in piazza a combattere se qualcuno in Italia prendesse il potere e cominciasse a parlare da soviet supremo, con l'intenzione di sovietizzare il vostro paese. Lo buttereste giu' a qualcunque costo.

Da dietro la tastiera si puo' scrivere tutto cio' che si vuole, mentre provare sulla pelle certi discorsi è tutt'altra cosa.
Allende fu abbandonato e combattuto anche da chi prima non gli era ostile, quelli che avevano finalmente compreso quali intenzioni avesse.

Carlo Guidi 13.12.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@@@

Damiano Verona 13.12.06 18:02

SENTI, FUSO DELL'ULTIM'ORA

io bazzico questo Blog da Febbraio/Marzo 2005 - vai sull'Archivio e trovami un mio post dove dica che i Comunisti storici non sono criminali_

l'idiozia ripetuta a pappagallo dal Franz, a corto di linguaggio, é che Pinocchietto abbia combattuto il Comunismo_

Idiozia dimostrabile in una mossa banale:
perché, se il Governo era Comunista, comprendeva anche la Democrazia Cristiana e altri partiti, e molti parroci di quartiere, tecnici dialto livello, accademici, intellettuali indipendenti e operatori sociali erano alleati in tutto e per tutto con Allende???

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ammazzare marxisti è legittima difesa

Carlo Guidi 13.12.06 19:33

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TU C'HAI MOOLTA CRISI

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.12.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BLOG A DOMANI SPERANDO CHE NEL FRATTEMPO NON MUIA CASTRO SENNO DOBBIAMO SORBIRCI UN ALTRA PALLA DI POST

cosimina vitolo (mina) Commentatore certificato 13.12.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

DOMANI SI DECIDE SU PREVITI IN PARLAMENTO

dove siete???????????????????

FATEVI SENTIRE PROTESTATE

FUORI DAL PARLAMENTO

su www.comincialitalia.net PETIZIONE per mandare via i corrotti

icomincialitalia.net 13.12.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Che sia vero o no, che ci sia stato o meno, l'olocausto è stato il miglior pretesto per l'occupazione giudaico-americana del medioriente, con tutto quello che ne è conseguito.

E poi di popolazioni sterminate a milioni ce ne sono state altre (kurdi, ceceni, nelle filippine, in vietnam, in cina, e molti, molti altri...), ma nemmeno messe tutte insieme hanno mai avuto la risonanza della Shoa.

Gli ebrei fanno tanto le vittime, ma dominano incontrastati il mondo economico, finanziario e dell'informazione (le principali case cinematografiche, tutte le banche, moltissime industrie sono in mano loro).
Personalmente mi sono abbondantemente rotto i coglioni, degli ebrei, della shoa, e di tutto il resto.
Si sono antisemita, e me ne vanto.

Andrea Botti 13.12.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se in questa chat si potrebbero inviare anche le emoction sarebbe più spettacolare.

Giorgio Paletti 13.12.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRIMI EFFETTI DI PINOCHET NELL ALDILA:DEçAPAREçIDO GESù

L’ex dittatore cileno ha perso le penne ma non il vizio: a poche ore dal suo arrivo, molti simpatizzanti celesti di sinistra, sospettati di voler instaurare un regime comunista in Paradiso, mancano misteriosamente all’appello.
Oltre al celebre rivoluzionario di Nazaret e a suo cugino, il noto hippy sovversivo Giovanni Battista, risultano scomparsi il monaco anticapitalista Francesco d’Assisi e la grintosa pasionaria Maria Maddalena.
La Madonna in lacrime sfila mostrando la foto del figlio: “Erano quasi duemila anni che non svolgeva più attività politica, perché accanirsi contro di lui?”
Mentre centinaia di beati dissidenti chiedono asilo all’Inferno, infuriano gli scontri fra gli angeli fedeli al governo legittimo, e quelli che sostengono Pinochet, i sanguinari “cherubineros”.


Caro Beppe, devo dire che pensavo almeno il contrappasso a chi non la pensa come te lo lasciassi, invece vai a braccetto con i sinistrorsi anche per quanto attiene i comportamenti, sei detentore della verità, ti ergi a giudice e tappi la bocca a chi dice la sua verità se è diversa dalla tua! Bravo bravo, hai bisogno solo dei pecoroni tu.
Lunga vita al tuo blog, ormai mi sono rassegnato a trovarci solo battute di cattivo gusto....la solita minestra ribollita...beppe: RESET!

Giancarlo Colombo 13.12.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grillo peggiora di giorno in giorno, questo post è la summa massima di farneticazioni buttate lì alla rinfusa. Qualcuno può spiegarmi cosa vuole trasmettere o sta cercando un reality per ex comici?

Flavio Maretti 13.12.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma Pinochet,non era un assssssassssssino?

stra lunato 13.12.06 19:23

Ammazzare marxisti è legittima difesa

Carlo Guidi 13.12.06 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe.
non importa ciò che le altre persone scrivono, a me importa ciò che scrivo io.
PINOCHET, meglio scordarselo. persone come lui, stanno bene dove sono ora, sotto un buon metro di terra fresca.
errori, nella vita, ne commettiamo tutti, ma perseverare per 17 anni, è DEMENZIALE.
seppur consigliato dai suoi inferiori, è paragonabile, in maniera inferiore a ciò che ha combinato hitler nei campi di concentramento.
è inutile buttarla sul ridicolo, sono cose che fanno male, sentire per lunghi anni notizie di torture e sparizioni, (vedi desaparesidos).
è sempre meglio sapere che un tuo parente , figlio, padre ecc. è morto, che non saper nulla e parlare solo di desaparesidos.
altro caso di persona da eliminare dalla faccia della terra, l!attuale presidente dell !IRAN.
e poi se vuoi ne parliamo ancora, si, perchè di argomenti da mettere al fuoco, ce ne sono tantissimi.
ciao

adriano tomelleri 13.12.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Pinochet,non era un assssssassssssino?
A leggere il 62% dei commenti non è vero.
Eppure...mi risulta fosse universalmente riconosciuto come assssssssssassssssssssino.
Stra

p.s.
Ma davvero il blog di Grillo è frequentato solo da persone di sinistra?
A me sembra ci sia anche PreViti fra gli astanti.
Stra.

stra lunato 13.12.06 19:23

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I bambini emulano, cinema e corsi di inquinamento mentale (tv spazzatura) ma sono bambini.

I maiali più adulti emulano la merda (spesso come sogno mancato).

Resta il fatto che comunque esiste troppa gente affascinata dalla merda.

I Pietro Maso imperversano, gli estimatori frustrati di Ladri, Assassini e Stragisti in doppio petto... frustrati dalla mancata emulazione si esprimono con slogan (solo per ora).

S'invoca la libertà... ma una libertà da Gargagnani e magnaccia... e si sbragano post altamente coerenti con tutto questo.

Di cosa ti meravigli?

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.12.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento

INFINE - come diceva anche Walter Saletti_

Tutte le volte che la stampa o i libri o la TV parlano di un dittatore fanno sbocciare automaticamente la domanda:

"ma tutti i cani e i cazzoni che lo appoggiavano dove minchia sono finiti ???? "

Intendo: i baroni politici - i rappresentanti delle alte gerarchie finanziarie e industriali - i vassalli militari - la gente ipnotizzata dal demagogo o quella che brucerebbe vivi i genitori e i fratelli pur di non sentirsi toccare il potrafogli e non perdere un grammo di privilegi_

Nel caso di Pinochet ve lo dico io dove sono:
tutti al loro posto, piú vispi che mai - i gerarchi politici del Regime sono in Parlamento e in Senato, tutti sotto le fila del Partito UDI, Unión Demócrata Independiente - una specie di ala fondamentalista, populista e reazionaria della nostra vecchia DC_ I militari sono superpensionati a riposo nel lusso_

L'unico caso in cui si sia cercato di dare una risposta etica e sociale alla distruzione di un dittatore é stato con Hitler - infatti i tedeschi sono molto piú coscienti e liberi, anche se afllitti da un po' troppo "senso di colpa" collettivo_
E infatti almeno qualche alto gerarca politico, ormai inservibile, é stato processato_
Poi molti sono stati lasciati "scappare" in Sudamerica - molti altri, i piú utili, sono stati ripuliti e assunti dai governi vittoriosi_
I rappresentanti dell'élite sociale ed economica invece, anche in quel caso, sono rimasti tutti al loro posto_
Cosa ci volete fare: non si poteva mica decapitare la Germania - e poi facevano e continuano a fare sempre parecchio comodo - business is business_

*******************************************

Aah - a proposito - quel cretino che parlava di 60.000 aficionados che hanno salutato Pinochet da dove ha preso la cifra: dai COBAS, da Renato Betulla Farina o da un bollettino del Foreign Office statunitense ??

posso garantire che non era proprio quella la proporzione_

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque, oltre alle Guerre Puniche, è colpa di Berlusconi anche se è avvenuto il colpo di stato in Cile. La colpa è sempre del nano, perchè ha il cuore vicino al buco del culo (De Andrè).

Diego Bellano 13.12.06 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo, mi aspetto un post altrettanto duro per la morte del compagno Fidel. O forse, quando succederà, farai finta di niente? Chi ha orecchie per intendere....

Luther Blisset 13.12.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma piazza fontana da chi è stata fatta esplodere? Non sono state le Brigate Rosse?

Alex Tagliabue 13.12.06 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma come ,si fanno gli esperimenti su animali,bambini orfani,bambini poveri dell africa,malati mentali e nessun medico vuole prendersi la responsabilita di staccare la spina a welby?
ma che tenerezza sti dottori che gran cuore,che professionalita ma perche non andate a cagare


AAAAAAAAAAAAAAAvete sentito l'ultima del ministro Bianchi. Vuole limitare le compagnie aeree low cost in italia per aiutare Alitalia che presto sara' privatizzata. Ma questo governo, che io ho votato e mai piu' votero', non ha tutte le rotelle al loro posto. Stranamente abbiamo un settore dove la concorrenza funziona e loro la vogliono limitare. Tutto a vantaggio di Alitalia, futura compagnia privata. Ora capisco anche perche' telecom e' cosi' potente.

marcello linno 13.12.06 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi: "Udc con noi alle amministrative
Il governo imploderà su pensioni e pacs"

Ma il governo non sarebbe già dovuto cadere con la finanziaria?
Quest'uomo porta sfiga solo a lui e ai suoi soci... :-)

Pace e Bene

Luca Popper Commentatore certificato 13.12.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

La voglio come biancaneve coi sette nani, noiosa come una canzone degli inti illimani. Che si innamori di te quella col pisello.

Roberto Vecchioni 13.12.06 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Cosimina:

quelli del corriere sono tanto perbenino e tu quando parli di certe cose fai la talebana...

Rino

Gennaro Esposito 13.12.06 17:59 |
non sfottere gennarì qua o fatt e nir nir
io ho mandato i miei messaggi al corriere dico uno l avessero letto e invece niente,nada e che caxx come parli di vivisezione ammutoliscono come i vigliacchi ma andassero a fre in c..o sti politici senza coraggio.


Bisogna ammetterlo, questo governo ha avuto la capacità di raggiungere un traguardo impensabile e mai riuscito a nessuno dopo appena sei mesi.
Farsi fischiare dai propri sostenitori e dagli oppositori indistintamente, che fuoriclasse!

Marco Stravaglio 13.12.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

X Davide

George Orwell diceva che per il potere :
L'IGNORANZA E' FORZA(e guardacaso riguarda proprio
te...)

Che casso c'entra l'America col discorso che ho fatto io?

Allende non era finanziato dall'URSS ?
Sei un ipocrita

E poi Kissinger e' un EBREO sionista...questo non lo sapevi ?

E magari,secondo la tua bella testolina,vivrei bene a Cuba oppure in Cina in un LAOGAI(LO SAI COSA SONO???)...in Vietnam e in Corea c'é democrazia e liberta'?
ma va a ........

bruschiguido@libero 13.12.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GUERRE STELLARI IN IRAQ

Guerre stellari in Iraq è una nuova inchiesta di Maurizio Torrealta e Sigfrido Ranucci. Il lavoro parte dall’ inquietante testimonianza di Majid Al Ghezali, primo violinista dell’ orchestra di Baghdad, che ha assistito ai duri combattimenti per la conquista dell’aeroporto da parte dell’esercito Usa...

Daniela lombardi 13.12.06 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma la sapete una cosa...? Il Blog di Daniele Luttazzi è molto meglio di quello di Beppe!!! Magari non è aggiornato tutti i giorni, e questa cosa non è male visto che spesso Beppe ci butta su un riempitivo, però è preciso e molto ricco di informazioni.

Oh, io la mia l'ho detta.
Cià Cià...

Gabriele Muscatello 13.12.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO - PERSONALMENTE - SE NON CAPISCO UN CAZZO DI UNA COSA, NON NE PARLO_

non ci tengo cosí tanto come voi a fare la figura del deficiente in pubblico_

per esempio se dovessi parlare di calcio, o di chimica, o di fisica dell'atmosfera direi cagate di un'enormitá mai vista_

ERGO
si pregano i signori che continuano a postare che Allende distrusse un'economia mentre Pinochet la ricostruí di informarsi per bene - studiare, non dico tanto, un annetto, e poi tornare a chiacchierare su qualche base un po' meno populista alla Menem e un po' piú reale_

Primi compitini per casa:

cosa indicavano le statistiche socio-economiche del Cile nel 1° anno e 1/2 del Governo Allende??

come vennero realizzate le serrate dei commercianti, che vendevano nel retrobottega, a nero, solo agli "amici" e dei camionisti??

in che condizioni socio-economiche era il Cile al momento in cui tornó la democrazia nell'89??

venite a vedere le condizioni in cui sono stati lasciati i paesi latinoamericani dai Regimi Militari!! poi vedrete se preferite vivere qua o fra i Diritti Sociali italiani, conquistati ingran parte anche con l'aiuto di quelli che chiamate voi "comunisti"_

Quando sarete un po' meno bizzosi e pasticcioni potrete togliere il bavaglino e il grembiule, e potremo passare ai compitini maggiori_ Nel frattempo, impegnatevi da bravi, senza frignare e senza fare caciara - OK??

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

mario d'este 13.12.06 18:33 |

martino che fai non c'è , spero e credo sia a theran
e tu nomini e cerchi l' imbecille , guarda che se lo scopre siamo fritti

pisano.mirella Commentatore certificato 13.12.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento

lo so non c'entra niente col post, ma visto che si e' fatto tanto chiasso per poi sotterrare tutto, mi viene in mente che tante proteste potessero essere solo strumenti acchiappavoti:

dal corriere della sera

TAV - Il centrosinistra è diviso sulla Tav? Per il leader verde occorre innanzitutto «dare i nomi giusti: non esiste la Tav in val di Susa, ma l'alta capacità ferroviaria». Per il ministro dell'Ambiente il tunnel in val di Susa non è Tav, che è una linea dove i treni viaggiano a 300 km all'ora. «Il potenziamento del collegamento ferroviario Torino-Lione è condiviso da tutti noi. Bisogna capire cosa conviene fare, perché i costi preventivati dal progetto del governo precedente sono enormi e insostenibili».

MA PER COSA AVETE PROTESTATO UN ANNO FA? PER IL BENE DELLA VAL DI SUSA? ALLORA L AMIANTO CHISSA' PERCHE' E' SPARITO, IL BUCO SI FA, MA NON E' TAV!!! A MIO PARERE POTETE METTERGLI QUEL CAZZO DI NOME CHE VOLETE MA NON CAMBIA UN TUBO, FARABUTTI VOI, E POVERI IMBECILLI ILLUSI QUELLI CHE VI HAN CREDUTO

jacopo prati 13.12.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

... si riaffiora la mia epitesi.
... il delitto perfetto non esiste, e se esiste è meglio che non esista
..... la donna cornuta fa l'uomo bello

domani è un altro giorgio
rosso di sera belpietro si spara
i negri hanno un gran senso del ritmo

dì la tua cazzata, squaw, che ti scappa: ti sembra un posto dove puoi essere criticata PER RAZZISMO?
io per dirne una sono razzista: sono di sondrio e odio i settentrionali

Kerry Dixon 13.12.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Discutere della politica o della morte di Pinocchietto non serve a molto. Penso che cominciare a muovers, ma soprattutto a SVEGLIARCI, possa essere utile a troncare una volta per tutte l'ingrasso di pochi vermucoli che muovono i fili dell'umanità...Questi esserini vengono denominati "illuminati", ma se noi stacchiamo la corrente rimarranno al buio...venite a vedere...

Daniela Moggi 13.12.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Brindo alla tua morte, MERDA!!!!!!!!!!!!!!

Ezequiel Luis Nicolazzi 13.12.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Padoa Schioppa ha chiesto a Cimoli di rimanere in Alitalia finchè l'operazione di privatizzazione della Compagnia non sarà completata. Capite? Non gli ha ordinato di andarsene fuori dalle balle visto i casini che ha combinato, gli ha chiesto di restare!!
Poi si domandano perchè perdono consensi.........

Saletti Walter Commentatore certificato 13.12.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

DOMANI SI DECIDE SU PREVITI IN PARLAMENTO

FATTI SENTIRE PROTESTA

FUORI DAL PARLAMENTO

su www.comincialitalia.net PETIZIONE per mandare via i condannati

comincialitalia.net 13.12.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso del fuori tema ,mi sembra importante:

Schede bianche,nulle e contenstate:

Questo è il fax che (il giorno dopo !!) il Professore Di Pavia Scaramozzino riceve dal Centro elaborazione dati del Viminale. Le annotazioni a penna e le sottolineature sono della professoressa Venera Tomaselli.
*La normalità è di qualche centinaio di schede e a sgranare gli occhi di fronte a quel dato abnorme e impossibile è un professore universitario in pensione di Pavia, Pasquale Scaramozzino, che immediatamente avverte la sua collega Venera Tomaselli, docente di Statistica sociale nella facoltà di Scienze politiche dell’università di Catania. «Due studiosi – dice Licandro – a cui la democrazia italiana deve tanto». Già, perché la professoressa, ricevuta la segnalazione del collega (MORTO qualche mese dopo in un incidente) si reca subito in prefettura, quello stesso giorno, a chiedere che venga trasmesso il dato corretto.
****************************************************************************************************************************************************
per vedere il fax, copia l'indirizzo:

http://pensierarte.blogspot.com/2006/12/schede-bianche-e-schede-nulle.html


Allende, maldito cobarde marxista,
Allende, maldito...com'è?

prefirio matarse que enfrentar la realidad
però qui non ho capito come fa....preferiiiiio matarseeee o preeeeeferio maaataaaarsee..

que tenia frente a sus ojos, un pais resumido en una hambruna habiendo dinero,
e una bruna no tengo dinero...ah ah anche a me piaceva

en una libertad restringida, yo me pregunto quien es mas dictador, la libertad del hombre es un derecho y el señor Allende lo violo
Sì, lo diceva anche Julio Iglesias

puede que Pinochet no sea un santo, pero al menos somos lo que somos, y tenemos lo que tenemos gracias a el.

Porchè fundador tien el sabor de espagna!!!!

Moretti, mi sta venendo il sistema nervoso, come dice mia zia

Nistema Servoso 13.12.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

..el pueblo unido hamas serà vensido..
Ciao.
Franco.

Franco Loi 13.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente un altro dittatore è morto. Adesso aspettiamo la dipartita del più selvaggio: CASTRO.

Alonso Figueroa 13.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Piuttosto che informarsi dai socialisti (e dai democristiani), sarebbe dovuto diventare proprietario di giornali e tv... e se qualcuno gli rompeva le scatole con l'art. 21 della Costituzione, allora bastava vendere il giornale al fratello e le tv ad un vecchio amico... E se continuavano a rompere per qualche corruzione o falso in bilancio, beh, allora non era necessario un colpo di stato. Per fare le leggi necessarie a tutelare i suoi interessi (e di qualche amico), poteva prendere il potere democraticamente, promettendo meno tasse, pensioni più alte, un milione di posti di lavoro, città più sicure e il ponte sullo stretto... Evidentemente lui non è stato a contatto con una grande personalità come il Gran Maestro Licio Gelli (insieme a Maurizio Costanzo e Fabbrizio Cicchitto). Se invece delle tv, diventava proprietario di una banca, allora la storia sarebbe stata molto più complicata e oscura.

Lorenzo Ordinelli 13.12.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Allende fu eletto democraticamente - portó avanti con convinzione il programma per cui i cittadini lo avevano eletto (magari lo facessero acnhe i politici odierni!!!) - commise degli errori - si assunse tutta la responsabilitá e la difesa della propria politica fino all'estremo prezzo della morte_

Cosí fa ogni Condottiero di un popolo che si ritenga degno di tale onore_

Cosí fece Mussolini - ma non il nano cagasotto del Savoiardo, che scappoó in Svizzera con il malloppo, come un ladro di galline qualunque, solo un po' piú miliardario_

Cosí fece Lincoln e sta facendo Saddam Hussein_

Dubito alla grande che il Pinochetto, con quella voce da corvo appeso per i coglioni, avrebbe mai potuto fare altrettanto - non ne aveva l'altezza, la caratura, né la forza_

Se fosse stato attaccato e spodestato da una rivolta popolare - milioni di persone che si dirigevano verso il suo Palazzo con i forconi al vento - lui sarebbe stato il primo a montare sull'elicottero di stato, scalciando giú anche bambini e vecchine, per trasferirsi di volata in USA e comprare un appartamentino anonimo, vivendo di rendita nascosto il resto della sua vita_ O al limite anche facendo il lustrascarpe a Las Vegas - tutto pur di fuggire alla realtá delle proprie responsabilitá e alle possibili conseguenze dei propri atti_

Leonardo Migliarini Commentatore certificato 13.12.06 18:48|