Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

RESET Inceneritori!


RESET_Inceneritori.jpg

Il 10 aprile al dipendente Romano Prodi fu chiesta l’abolizione dei finanziamenti agli inceneritori di rifiuti ed alle centrali a fonti fossili (carbone, olio combustibile,scarti della lavorazione petrolifera) tramite le nostre bollette Enel (voce A3). Questi impianti sono considerati, solo in Italia, fonti d'energia rinnovabile ed assimilate e hanno un contributo che dovrebbe andare alle vere rinnovabili: sole, vento, acqua.Nonostante l’Unione Europea lo vieti e sull'Italia vi sia una procedura d’ infrazione.
Va ricordato al dipendente Prodi che il suo commissario all’Energia Loyola De Palacio affermò il 20.11.2003 che “la frazione non biodegradabile dei rifiuti non può essere considerata fonte di energia rinnovabile”.
I finanziamenti vanno ai soliti noti. Alle multiutilities con inceneritori, all'Api con le sue centrali a Falconara e poi Edison, EniPower, Enel etc. Bruciando gli scarti delle lavorazioni petrolifere a Sarroch (Cagliari) e Priolo Gargallo (Siracusa), Moratti e Garrone si pagano le campagne acquisti di Inter e Sampdoria anche con le bollette della luce di milanisti e genoani. Dov’è la calcio condicio?
Leggete l'elenco di chi ha goduto dei finanziamenti Cip6 nel 2006 e dal sito ufficiale dell’Authority dell’Energia i consuntivi del 2003-2004 con le quote percentuali delle prime 10 società che si sono accaparrate contributi per fonti assimilate e false rinnovabili: troviamo: Asm Brescia, la multinazionale Fooster&Wheeler (che costruisce inceneritori tra le altre cose), Sarlux (petrolio, famiglia Moratti) Erg (petrolio, famiglia Garrone), Edison (gassificatori), ApiEnergia… (petrolio) Parliamo di un giro di finanziamenti pari a 3,1 miliardi di euro nel 2005 (2,4 miliardi nel 2004). Oltre ai Cip6 c’è la nuova frontiera i …'Certificati Verdi' ed a goderne sono sempre loro. Con i nostri soldi.
Tutto avviene alla faccia delle vere rinnovabili che ricevono solo una minima parte dei fondi.
Queste macchine da tumori stanno in piedi perché le finanziamo noi con un meccanismo illegale per la stessa Unione Europea. Le finanziamo con la bolletta della luce. Paghiamo rinnovabili e creiamo tumorifici.
Gli investitori della Borsa vogliono sempre più inceneritori, gassificatori, centrali a carbone 'pulito'. Naturalmente e solo grazie ai finanziamenti pubblici e coatti.
Ci prenotano l’aldilà anticipato per tutti ed intanto se la godono facendo i capitalisti con i nostri soldi.
In Parlamento c’è chi sta provando ad abolire questo meccanismo 'drogato' dei Cip6-Certificati Verdi, ma la lobby trasversale resiste.Da AN ai DS passando per Forza Italia, Margherita, Rosa nel Pugno, Udc.

Contro questo scandalo è iniziato un RESET Inceneritori:
1 - Per informare sui danni degli inceneritori sulle alternative possibili (strategie Rifiuti Zero , sistemi integrati con riduzione alla fonte, raccolta differenziata porta a porta, trattamento biologico 'a freddo') i Meet Up di tutta Italia sabato 2 dicembre scenderanno in piazza in tantissime città italiane. Forza ragazzi!
2 - Sulla rete è partita una petizione online 'RESET Inceneritori' alla Commissione Europea ed al Governo italiano per chiedere la fine dei finanziamenti ad inceneritori e centrali a fonti assimilate
3 - L'acquisto del microscopio elettronico, manca poco...

Salviamo la nostra vita e quella dei nostri figli! RESET!

1 Dic 2006, 19:55 | Scrivi | Commenti (1394) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

GUARDATE QUESTO VIDEO DEL DOTTORE MONTANARI!!!!!!!
ABBIAMO DONATO SOLDI PER COMPRARE IL MICROSCOPIO E NON è SERVITO A NIENTE!!!!!!!


GRILLO NEL VIDEO DICE CHE SEI STATO INVITATO DAL PROFESSORE PER ESPRIMERTI PUBBLICAMENTE!!!COME MAI NON NE SAPPIAMO NIENTE!!!!!!!! SCRIVERò FINO A QUANDO NN CI RISPONDI E NN CI DARAI CHIAREZZA!!!!!!!!!!
QUESTO è IL VIDEO GUARDATELO ASSOLUTAMENTE!!!! I VOSTRI SOLDI SONO STATI RUBATI!!!!!!
http://www.youtube.com/watch?v=h74I0M2G8iQ&feature=fvwe2

manuel m., torino Commentatore certificato 07.09.09 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(3) segue dal sottostante punto (2)
Possiamo permetterci il lusso di snobbare il petrolio, rivolgendoci ad una fonte energetica alternativa che ha dato origine al nome Lucania: terra della luce del sole nascente (da qui le ore ante-lucane), che deriva da una radice indo-europea luc o dal nome di un antico popolo proveniente dall’Anatolia-Turchia, i Liky. Una luce adamantina che, oltre alla grande capacità di assorbire e condurre il calore, ha in comune con il diamante la limpidezza e ancor più il candore, trasmettendo una luminosità speciale, capace di far brillare della natura anche il più sottile filo d’erba. Ciò che gli antichi avevano scoperto empiricamente viene, oggi, confermato dagli scienziati (non quelli prezzolati). Secondo i dati UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) la Lucania, assieme alla Turchia (a volte ritornano e tutto torna), è una delle zone che ha la più grande quantità di irraggiamento solare del bacino del Mediterraneo. Una vera pacchia per gli impianti fotovoltaici e solari termici (quest’ultimi si possono facilmente autocostruire). Interessante è il rapporto: 1 mq di pannello solare = 1 barile di petrolio. Se in occasione della volontà manifestata, illo tempore, dal Governo di costruire qui in Basilicata il deposito nazionale delle scorie radioattive protestai: “Anche le formiche nel loro piccolo si ... Scanzano”, ora suggerirei di seguire l’esempio de “i ribelli dell’energia”, gli abitanti di Schönau, un piccolo centro della Foresta Nera - Germania i quali, dopo Chernobyl, acquistarono la rete elettrica locale e cominciarono a produrre energia per proprio conto (pur avendo una quantità di irraggiamento solare di gran lunga inferiore alla nostra), sganciandosi dalle centrali atomiche per dimostrare che era possibile rinunciare al nucleare. Per ulteriori informazioni visitate il sito: www.tecnosolarpz.it
Antonio Adobbato, poeta e novelliere lucano

Antonio A. Commentatore certificato 03.04.08 13:57| 
 |
Rispondi al commento

(2) segue dal sottostante punto (1)
Prima che quest’ultimo tornerà a sedimentarsi, liberando l’acqua dalle impurità, ci vorranno tempi biblici. Maledette sanguisughe! Che voi possiate annegare nel petrolio che “succhiate”, così come chi affoga nel proprio sangue. Estrarre, oltreché innaturale, è immorale. Continuando di questo passo andremo allegramente sull’orlo del baratro per precipitarvi dentro. Ma una soluzione c’è. Se solo noi tutti iniziassimo una volta per tutte ad avere la consapevolezza che il futuro dobbiamo tenercelo ben stretto nelle nostre mani e non affidarlo in quelle incoscienti dei politici che, già prima di essere eletti, sono stati “sequestrati” dalle lobby (sostenute da scienziati prezzolati) di cui innanzi, solo allora potremmo dirci ospiti degni del suolo che calpestiamo. Procederemo, altrimenti, sempre come quel bambino che inizia a muovere i primi passi e le cui gambe vanno nella direzione opposta all’obiettivo che vuole raggiungere, perché non sono ancora ben coordinate con gli occhi. Saremo degli eterni schizofrenici. Infatti la logica comune suggerisce talune soluzioni ai problemi. La “politica” delle altre è in tutt’altra direzione. Dobbiamo trasformarci da consumatori a datori di lavoro. Protagonisti delle nostre scelte. E’ giunto il momento di usare l’intelligenza. Del suo buon uso, prima o poi, ci verrà chiesto conto. Ricordate la parabola evangelica dei talenti? No! Non sto delirando libertà contro il servile buon senso da più parti, pappagallescamente, invocato. Occorre avere il coraggio di rivedere l’attuale modello di vita, senza poi troppi sconvolgimenti. E come? Noi lucani siamo favoriti dalla natura (una volta tanto), ma dobbiamo spostare l’attenzione dal sottosuolo al cielo. (continua)

Antonio A. Commentatore certificato 03.04.08 13:55| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di termovalorizzatori, fa piacere vedere come questi amministratori trattano con leggerezza l'inizio delle attivita' del termovalorizzatore di scarlino. Da quello che sostengono alcuni , a parte il fatto che gia' da anni brucerebbe di tutto, non cambierebbe molto con il bruciare rifiuti. EFFETTIVAMENTE C'E' DA AVER PAURA PERCHE SE CI PENSIAMO BENE , NEGLI ULTIMI 60 ANNI SONO SEMPRE , CHI PIU' CHI MENO GLI STESSI. PENSACI TE BEPPE

SIGNORI ANDREA 27.01.08 13:55| 
 |
Rispondi al commento

l'ho letto ora. siete stati grandi! cercherò di prestare più attenzione ai meetup al quale sono iscritto ma a cui non risco a partecipare per motivi di lavoro e famiglia. Ma per mio figlio devo trovare il tempo almeno di informarmi e di finanziarvi per quel poco che posso.
GRAZIE

Efstathios Varvarigos Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.08 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Bersani chiede di sanzionare i medici contrari agli inceneritori.
Il 10 settembre 2007 la Federazione Regionale Emilia-Romagna degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha inviato a tutti i Sindaci, a tutti i presidenti delle Province e a tutti gli Assessori competenti della Regione Emilia-Romagna una lettera in cui si invitano gli amministratori a non concedere autorizzazioni a nuovi impianti di incenerimento nella nostra Regione (la trovate QUI
http://www.ilpassatore.it/documenti/ORDINE%20REGIONALE%20MEDICI%20-%20LETTERA%20NO%20INCENERITORI.pdf ).
Leggi tutto a
http://www.ilpassatore.it/2007/10/05/scandaloso-comportamento-di-bersani/#comments

Saluti!

Fabrizio Andrea 05.10.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento

e veramente scandaloso,non è bastato chè la saras di sarroch organizasse la festa dell'ambiente,in collaborazione con l'unicef,ma a fatto di più il direttore della saras a passato la giornata ospite di :GOLETTA VERDE.risultato delle analisi:mare antistante la saras non presenta nessuna forma di inquinamento,dati riportati dagli organi di stampa locali.visto chè c'erano potevano dargli pure la bandiera.lo sa moratti chè a sarroch,paese di 5000 anime si muore solo di tumore? a parte qualchè fortunato chè muore di incidente.

gigi boi Commentatore in marcia al V2day 22.08.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Procedura di infrazione Unione europea = Eurotassa

" Non ce la faccio più...!" Propongo che Beppe Grillo si faccia portatore di una iniziativa di legge con raccolta di firme affinchè venga sancito, che il Governo, che durante 1 esercizio finanziario abbia avuto più di tre sentenze della Corte di Giustizia Europea, consistenti

“nell’accertamento formale, mediante sentenza, dell’inosservanza da parte dello Stato di uno degli obblighi imposti dall’ordinamento comunitario ” .***
sulle seguenti materie:

e/o su ambiente, e/o su sanità,
e/o su giustizia ,
e/o su violazione dei diritti umani,

violazioni queste commesse da parte dello Stato, o Regioni, o Province,o Comuni ;


venga sottoposto a mozione di sfiducia da votarsi in Parlamento entro 30 giorni dalla notifica della sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Europea

Propongo poi che tale possibilità di mozione di sfiducia al Governo sia consentita al Parlamento anche per le rimanenti materie ma con il limite più ampio di emissione del Provvedimento di messa in mora della Comunità europea entro il termine di 2 esercizi finanziari per tutte le altre infrazioni nelle altre materie rimanenti ( oltre le prime 4 citate considerate preminenti e prioritarie ) di competenza dello Stato o delle Regioni , Province, Comuni ,La mozione di sfiducia del Parlamento, è necessaria visto il mancato avvio di riforme atte a ridurre l'inquinamento urbano, ormai da anni superiore ai limiti massimi di parecchi valori; Questo è l'esempio principe seguito da infrazioni a fronte di situazioni che assomigliano a recidive! Spero e quanto qui scrivo lo ripeterò anche in email diretto al Sig Beppe Grillo che lo stesso Beppe Grillo mi risponda per dirmi la sua opinione o ne faccia seguito autonomamente!

Alfredo Caronia 22.08.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Procedura di infrazione Unione europea = Eurotassa

" Non ce la faccio più...!" Propongo che Beppe Grillo si faccia portatore di una iniziativa di legge con raccolta di firme affinchè venga sancito, che il Governo, che durante 1 esercizio finanziario abbia avuto più di tre sentenze della Corte di Giustizia Europea, consistenti

“nell’accertamento formale, mediante sentenza, dell’inosservanza da parte dello Stato di uno degli obblighi imposti dall’ordinamento comunitario ” .***
sulle seguenti materie:

e/o su ambiente, e/o su sanità,
e/o su giustizia ,
e/o su violazione dei diritti umani,

violazioni queste commesse da parte dello Stato, o Regioni, o Province,o Comuni ;


venga sottoposto a mozione di sfiducia da votarsi in Parlamento entro 30 giorni dalla notifica della sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Europea

Propongo poi che tale possibilità di mozione di sfiducia al Governo sia consentita al Parlamento anche per le rimanenti materie ma con il limite più ampio di emissione del Provvedimento di messa in mora della Comunità europea entro il termine di 2 esercizi finanziari per tutte le altre infrazioni nelle altre materie rimanenti ( oltre le prime 4 citate considerate preminenti e prioritarie ) di competenza dello Stato o delle Regioni , Province, Comuni ,La mozione di sfiducia del Parlamento, è necessaria visto il mancato avvio di riforme atte a ridurre l'inquinamento urbano, ormai da anni superiore ai limiti massimi di parecchi valori; Questo è l'esempio principe seguito da infrazioni a fronte di situazioni che assomigliano a recidive! Spero e quanto qui scrivo lo ripeterò anche in email diretto al Sig Beppe Grillo che lo stesso Beppe Grillo mi risponda per dirmi la sua opinione o ne faccia seguito autonomamente!

Alfredo Caronia 22.08.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Dopo la tua coraggiosa e spettacolare partecipazione al consiglio di amministrazione della Telecom, devo informarti di questo convegno che si terra a MILANO il 10 Luglio.
Per chi vuole visionare il sito e capire anche un pò di cose, per quanto riguarda la situazione energia in Italia: http://www.assoelettrica.it/

"TERMOVALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI"

Si apre a Milano il convegno organizzato da ATI Lombardia in collaborazione con Aldai e Aper dedicato alla termovalizzazione energetica delle biomasse e dei rifiuti.

Ti allego La locandina in pdf: http://194.185.232.26/Locandina.pdf

Ti chiedo di partecipare e di manifestare il tuo coraggio anche in questi convegni, dove non si fà altro che sponsorizzare la morte!
Sarebbe bene che incominciassimo a rompere le uova nel paniere dei mercanti dell'energia e di manifestare la nostra contrarietà davanti a queste feste-convegni dei signori dell'energia!

Noi nel piccolo ci stiamo muovendo con manifestazioni e riunioni, battendoci contro la realizzazione di impianti nocivi e pericolosi, facendo informazione dal basso, ma sappiamo che possiamo fare ben poco davanti i colossi della mercificazione dell'energia.
Contiamo tutti su di te!
Il tuo coraggio è la nostra speranza!
Grazie

Gianpaolo Danieli Commentatore in marcia al V2day 13.06.07 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono un'abitante di Borgo Tressanti (piccola frazione del comune di Cerignola) faccio parte dell'Associazione Culturale Giovani per l'Ambiente di Borgo Tressanti.
E' da tanto ormai che lottiamo contro la realizzazione di un inceneritore di rifiuti( e no biomassa, come tutti vogliono far credere) nel nostro territorio...precisamente nel territorio di Manfredonia, tra Borgo Mezzanone e Borgo Tressanti, però hai confini del comune di Cerignola. Infatti il comune di Manfredonia ha pensato bene di istallarlo lontano dalla sua città,lontano dalla sua zona industriale (proprio x evitare la contaminazione delle polveri sottili e della diossina).
La zona prescelta è una delle più belle zone agricole della capitanata...dove si coltivano ortaggi, cereali, frutta..e tanti altri prodotti biologici...
A parte noi, il comune di Cerignola e le associazione CIA e COLDIRETTI, nessuno fa niente...
A Foggia, tutte le associazioni ambientaliste e non.. sanno di questa situazione però nessuno fa niente per aiutarci o almeno sensibilizzare l'opinione pubblica.
..se questo impianto si farà, noi e il nostro territorio saremo contaminati dalle polveri sottili e dalla diossina che produce quest'impianto e purtroppo la gente che vive nelle città vicine questo non lo sa, perchè chi dovrebbe fare una giusta informazione...fa solo l'informazione delle lobby politiche che sono interessate alla costruzione di questi impianti solo perchè hanno i loro interessi economici.
LA NOSTRA COMUNITA' SI CHIEDE: CHE SENSO HA INSISTERE PER OTTENERE A FOGGIA LA SEDE DELL'AUTORITY DELL'AGROALIMENTARE...SE POI NON CI SARANNO PIU' PRODOTTI BIOLOGICI?
NON SOTTOVALUTATE LA SITUAZIONE...PERCHE' DOPO SARA' TROPPO TARDI...

Isabella Antonacci 11.06.07 17:09| 
 |
Rispondi al commento


Ciao a tutti, mi chiamo Anna e sono di Palermo.
Ieri sono stata allo spettacolo di Beppe Grillo al palasport della mia città.
Sono rimasta davvero sconvolta dalla malinformazione che circola in giro, questo è un esempio lampante di quanto i media oramai siano pilotati e superati.
Come ha detto Beppe, Internet ci permette di creare "dal basso" l'informazione e quella vera.
Ebbene, io credo che ogni giorno aprirò questo blog per informarmi sui fatti disastrosi che accadono su questa terra.
Ora per non allontanarmi troppo dall'argomento, vorrei sapere: noi palermitani e siciliani in genere, cosa possiamo fare contro questi inceneritori, chiamati abusivamente "termovalorizzatori"? Si può fare una petizione on line? Si può mettere Totò Vasavasa in un bunker e rinchiuderlo insieme a quello stronzo dell'Eni che ha aggiunto la parola "e assimilate" alla legge per il finanziamento delle fonti rinnovabili? Sono stanca e voglio respirare aria pulita! Da quando hanno messo le striscie blu vado a piedi all'università, questo perché ho preso già una multa! Ieri ho saputo che è possibile contestarla grazie a Beppe Grillo! Sta di fatto, che per giungere ogni giorno a destinazione, prendo dal Giardino Inglese per respirare aria. Chissà quante diossine a questo punto avrò inalato da quando vado a piedi!
Dunque vorrei partecipare se già vi è, ad un petizione contro gli inceneritori, contro queste maledette striscie blu e per la chiusura al traffico del centro di Palermo.

Io ci sono.
Grazie Beppe e grazie a voi tutti.

Anna

Anna Benzo 08.06.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento


Ciao a tutti, mi chiamo Anna e sono di Palermo.
Ieri sono stata allo spettacolo di Beppe Grillo al palasport della mia città.
Sono rimasta davvero sconvolta dalla malinformazione che circola in giro, questo è un esempio lampante di quanto i media oramai siano pilotati e superati.
Come ha detto Beppe, Internet ci permette di creare "dal basso" l'informazione e quella vera.
Ebbene, io credo che ogni giorno aprirò questo blog per informarmi sui fatti disastrosi che accadono su questa terra.
Ora per non allontanarmi troppo dall'argomento, vorrei sapere: noi palermitani e siciliani in genere, cosa possiamo fare contro questi inceneritori, chiamati abusivamente "termovalorizzatori"? Si può fare una petizione on line? Si può mettere Totò Vasavasa in un bunker e rinchiuderlo insieme a quello stronzo dell'Eni che ha aggiunto la parola "e assimilate" alla legge per il finanziamento delle fonti rinnovabili? Sono stanca e voglio respirare aria pulita! Da quando hanno messo le striscie blu vado a piedi all'università, questo perché ho preso già una multa! Ieri ho saputo che è possibile contestarla grazie a Beppe Grillo! Sta di fatto, che per giungere ogni giorno a destinazione, prendo dal Giardino Inglese per respirare aria. Chissà quante diossine a questo punto avrò inalato da quando vado a piedi!
Dunque vorrei partecipare se già vi è, ad un petizione contro gli inceneritori, contro queste maledette striscie blu e per la chiusura al traffico del centro di Palermo.

Io ci sono.
Grazie Beppe e grazie a voi tutti.

Anna

Anna Benzo 08.06.07 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono arrivato a questo blog mediante una ricerca per i certificati verdi.

Sono un imprenditore agricolo che vorrebbe fare un impianto di biogas.
Tanto si parla delle rinnovabili ma non si conoscono a fondo i problemi imprenditoriali e politici.
In messico la rincorsa degli USA ai biocombustibili ha provocato un disastro sociale, incrementando di molto il prezzo del mais e del frumento, alla base dell'alimentazione dei popoli locali.

Come imprenditore agricolo utilizzerò i liquami ma per rendere l'impianto per lo meno eficiente dovrò utilizzare mais, togliendo dal mercato un prodotto che verrebbe destinato all'alimentazione!!!
A questo punto mi chiedo perchè la normativa preveda che gli scarti dell'agroindustria (patate, cipolle, barbabietole etc. con dimensioni non conformi, parti di esse, o leggermente ammaccate) siano considerati rifiuti e l'iter autorizzativo sia così complicato. Che ne dire dell'umido delle città??? continueremo a mandarlo in quei assurdi impianti di compostaggio che di compost non ne vuole nessuno ed emettono solo gas serra? Io ho trovato solo bastoni tra le ruote nei miei progetti...Ditemi voi
Guido B.

Guido Belloni 02.05.07 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio parere è che gli inceneritori servano moltissimo all' Italia.Ormai,parliamoci chiaro,non sappiamo più dove metterli questi rifiuti!Basta guardare Napoli,una delle città piu sporche e "disordinate" di Italia,dove il problema dei rifiuti esiste da sempre e,se non si fa qualcosa al piu presto, la situazione continuerà a peggiorare,fino ad arrivare ad una vera e propria "catastrofe".
Io abito a Brescia e so che il nostro inceneritore oltre allo smaltimento dei rifiuti riscalda la maggior parte delle case della città.
Ecco perchè dico che l'inceneritore fa più bene che male!
Andrea Mantelli

ANDREA AMNTELLI 26.03.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
è in corso una petizione su internet affinchè il governo dia sostegno alla ricerca della 'fusione fredda'

http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm

Stefano Lovisetto 26.03.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Il sequestro del termovalorizzatore di Trieste per superamento dei limiti consentiti di diossina, è indicativo di come vengano effettuati i controlli ma deve far ricordare che – anche “a norma di legge” - la diossina si accumula nell'uomo e provoca gravi danni.
Sono poi da respingere i tentativi di deviare l'attenzione dal problema per spostarla sulla “crisi” del sistema di smaltimento rifiuti e approfittare dell'“incidente” di Trieste per spacciare un inceneritore in Provincia di Pordenone: ad Aviano – ove lo si vuole realizzare - (oltre alla base Americana) c'è la più alta percentuale di aziende zootecniche (= latte) del Friuli.
La soluzione ai problemi di gestione e smaltimento dei rifiuti è stata ben evidenziata nel convegno dello scorso 27 gennaio a Pordenone (Rifiuti, dall'emergenza alla quotidianità), organizzato dagli scriventi enti e associazioni e patrocinato da Provincia, Comune di Pordenone e da altri 21 Comuni del pordenonese: ridurre e differenziare i rifiuti attraverso un sistema di raccolta porta a porta ben fatto.
Nel corso di tale convegno sono stati sfatati molti falsi problemi, sbandierati normalmente da chi vuol seguire la strada non lungimirante, dell'incenerimento, soluzione peraltro oramai considerata obsoleta nei paesi più evoluti. Si può arrivare all' 80 % di RD in qualche mese: vedasi, oltre all'esempio “dei comuni pordenonesi del sanvitese, gli esempi di Montebelluna, Novara, Mantova.
L'istanza degli scriventi di partecipare ad un tavolo Regione – Upi, Unione delle Province del Friuli Venezia Giulia per avviare un ragionamento sulla revisione del Piano dei rifiuti “in vista della realizzazione della società unica provinciale dei rifiuti con il capitale a maggioranza pubblica e per la realizzazione del termovalorizzatore” (di Aviano), non ha invece avuto (ancora) esito positivo.
Legambiente Pordenone, Commissione Ambiente del Comune di Roveredo in Piano, lista civica Cittadini per il Comune di Aviano, Comitato Residenti Roveredo Nord

Michele De Cesco 06.03.07 00:11| 
 |
Rispondi al commento

IL RUBBIA PENSIERO SULLE SCORIE NUCLEARI
L'ERA NUCLEARE
di Carlo Rubbia

Omissis....

Si apre a questo punto grave problema dell'eliminazione dei rifiuti radioattivi. Con vari metodi sono inceneriti, triturati, macinati, pressati, vetrificati e inglobati in fusti impermeabili a loro volta disposti in recipienti di acciaio inossidabile, veri e propri sarcofaghi in miniatura.
Queste "vergogne" dell'energia nucleare vengono nascoste nelle profondità sotterranee e marine. Non abbiamo la minima idea di quello che potrebbe succedere dei fusti con tonnellate di sostanze radioattive che abbiamo già seppellito e di quelli che aspettano di esserlo. Ci liberiamo di un problema passandolo in eredità alle generazioni future, perché queste scorie saranno attive per millenni.
La sicurezza assoluta non esiste neppure in quest'ultimo stadio del ciclo nucleare. I cimiteri radioattivi possono essere violati da terremoti, bombardamenti, atti di sabotaggio. Malgrado tutte le precauzioni tecnologiche, lo spessore e la resistenza dei materiali in cui questi rifiuti della fissione sono sigillati, la radioattività può, in condizioni estreme, sprigionarsi in qualche misura, soprattutto dai fusti calati nei fondali marini. Si sono trovate tracce di cesio e di plutonio e altri radioisotopi nella fauna e nella flora dei mari più usati come cimiteri nucleari. Neppure il deposito sotterraneo, a centinaia di metri di profondità può essere ritenuto secondo me, completamente sicuro. Sotto la pressione delle rocce, a migliaia di anni da oggi, dimenticate dalle generazioni a venire, le scorie potrebbero spezzarsi o essere assorbite da un cambiamento geologico che trasformi una zona da secca in umida, entrare quindi nelle acque e andare lontano a contaminare l'uomo attraverso la catena alimentare. A mio parere queste scorie rappresentano delle bombe ritardate. Le nascondiamo pensando che non ci saremo per risponderne personalmente.

Per ulteriori informazioni clicca mio nome.
Saluti

luca rossi 27.02.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.giustizia-amministrativa.it/WebCGARS/DettaglioRicorso.asp?val=200700128

comitato no inceneritore Campofranco 26.02.07 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Esaurite tutte le bestemmie vorrei solo segnalare il servizio clienti prontoenel. Esempio di come prendere per i fondelli le persone che pagano per averlo, e quindi per essere prese in giro.
Non serve a un tubo. Ti arriva una bolletta 5 volte quella normale e per avere chiarimenti devi predere un permesso a lavoro e andare in un punto enel.
Il criptico servizio clienti solo lasciandolo senza indicazioni per qualche secondo ti chiede un numero di telefono dove essere contattato.
Il contatto deve essere però nella quarta dimensione.

saluti

Giangiacomo Tognana 20.02.07 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

a riguardo dei cip6 nel tuo articolo pubblicato su l'espresso online

(http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Lambiente--finito-nellinceneritore/1485768)

appare la seguente frase:

"i finanziamenti previsti per le rinnovabili sono stati dirottati sulle non rinnovabili, lo ha fatto il governo Berlusconi,..."

un articolo pubblicato sul sito di ASPO Italia(http://aspoitalia.blogspot.com/2007/01/energia-pulita-il-danno-e-la-beffa-vero.html)
da invece una differente e piu dettagliata versione dei fatti che riporto parzialmente qui di seguito:

"Nel 1991-92 era successo infatti che il Governo del cattolicissimo Giulio Andreotti - oggi senatore a vita - aveva fatto ad essi italiani lo scherzo (... da prete) di imporre pesanti sovrapprezzi elettrici, gli "A3", col pretesto che sarebbero serviti a sostenere le "fonti rinnovabili", ma aggiungendo alla norma due paroline: "o assimilate" ......

E' doveroso peraltro ricordare che dal Governo Berlusconi il caso "assimilate Cip6" era stato percepito come scandaloso, e assolutamente da chiudere, ben prima dell'ultima campagna elettorale. Tant'è che già all'articolo 15 della Legge 18 aprile 2005, n. 62, su proposta, credo, di Claudio Scajola, era stato inserito questo comma :
f) sviluppare l'impiego delle nuove fonti rinnovabili di energia e della cogenerazione attraverso strumenti di mercato, ..................., e ferma restando, alla scadenza delle convenzioni in essere, la cessazione, senza possibilità di proroghe, di ogni incentivazione per gli impianti funzionanti con fonti assimilate alle rinnovabili.

Purtroppo esso comma non ha invece fatto in tempo a essere reso esecutivo dal Governo Berlusconi nè lo è poi stato dal Governo Prodi; il quale anzi, quasi a voler evitare che ciò potesse accadere, col DdL Bersani 691/S (uno dei suoi primissimi atti), ha proposto l'abrogazione dell'articolo 15 della Legge 62."

COME STANNO QUINDI LE COSE?

Nicola Kuczewski 09.02.07 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Fabio,
vorrei chiederti, perchè usi due parametri diversi tra l'area occupata dalla centrale termosolare e quella su cui sorge la centrale termonucleare a fissione?

La centrale nucleare quando viene demolita
viene sigillata con una copertura?

Le scorie radioattive vengono trattate sul posto o prima trasferite in altri luoghi?

Sappiamo proprio tutto sulla destinazione finale delle scorie radioattive?


Ciao a tutti.

GRAZIE BEPPE

Marco Rossi 27.01.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per il Sig. Rossi

Parte I - CENTRALE TERMOSOLARE
"la centrale è realizzabile, produce energia elettrica, non emette CO2 ed è a bassissimo impatto ambientale, i dati tecnici del progetto sono reperibili nei link riportati, il realizzatore è il premio nobel Carlo Rubbia."

Forse mi sono espresso male, io non dico assolutamente che non bisogna costruirne, anzi!!
I dati che ho riportato miravano semplicemente a invitare i lettori a riflettere che per le superfici coinvolte è assolutamente IMPENSABILE soddisfare al fabbisogno energetico mondiale o nazionale attraverso di esse.
Ti ripeto il nodo cruciale.
D'inverno dovrei avere altre centrali termoelettriche tradizionali, e nessuno le costruirebbe per non farle funzionare per metà tempo.
Spero risulti chiara l'importanza di questo aspetto.
Voglio trascurare in questa sede altri aspetti riguardo all'estensione delle superfici (e quindi al loro impatto), ai costi, ai tempi di ammortamento o al suo effettivo funzionamento (di cui misteriosamente non si hanno notizie. Ho sentito che il fluido usato dava problemi di ostruzione delle condotte ma non ho fonti concrete per sostenere tale affermazione).

Detto ciò sono convintissimo che bisogna assolutamente costruirne, in particolar modo per soddisfare i picchi di richiesta di energia durante la giornata, che ci costringono a sovradimensionare il parco elettrico nazionale: risulta quindi sfruttato meno e peggio (se riduco il carico il rendimento diminuisce, ossia inquinano di più a parità di energia prodotta), ed anche a tenere in funzione centrali ormai obsolete con rendimenti molto bassi.

Che significa?
Che la stragrande maggioranza dell'energia proverrà sempre dai combustibili fossili, sia per le grosse centrali, sia per alimentare i motori Stirling, sia per le celle con steam reforming, sia per riscaldare la casa, sia per produrre l'idrogeno, sia per tutto il resto.
Se con le rinnovabili compensiamo l'incremento di consumi sarebbe già una grande conquista.

Fabio Finco 25.01.07 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Parte II - IMPIANTI NUCLEARI

Dalle ultime affermazioni che ho fatto, che sono il DATO DI FATTO principale, capirete che di CO2 ne emetteremo per decenni.
La tua paura del nucleare, e quella del 90% delle persone, deriva direttamente dalla campagna di ignoranza e terrore diffusa a seguito dell'incidente presso uno dei reattori di Chernobyl.
Tralasciando il fatto che quel tipo di reattori è severamente proibito in Occidente perchè intrinsicamente instabile, e tralasciando anche l'intervento del tecnico che disinserì il controllo automatico e causò l'incidente perchè non seguì il protocollo del test che stava effettuando, volevo darti alcune informazioni.

"pensa che intorno all'area contaminata si possa realizzare un recinto con trama così fitta da non far passare essere vivente?
Forse dovremmo aggiungere anche un tetto per impedire l'infiltrazione d'acqua nel terreno contaminato.
E se altrimenti togliessimo tutta la terra superficiale della zona interessata?
Potremmo inviarla in qualche altro paese.
Potremmo stiparla in una miniera di salgemma.
Ideaaa!! nel mare, magari simulando l'affondamento della nave da trasporto per cause accidentali."

Noto una sottile ironia nelle tue affermazioni..
Purtroppo però non sai che la piattaforma sulla quale è costruita la centrale è una platea di 5 metri di spessore (Chernobyl mi sembra erano 2). Non sai nemmeno che il livello di radioattività nei pressi di una centrale è confrontabile a quello a cui si è esposti sai dove? in ospedale! (hai presente il simbolo del Plutonio che vedi affisso ovunque??). Infine non sai nemmeno che la struttura che contiene il reattore è a prova di attacco aereo!!

"ho una tremenda paura degli elementi altamente radioattivi sopratutto quando.... penso hai miei figli."
Se superiamo il punto di non ritorno per quanto riguarda il surriscaldamento globale pensi che l'unico problema sia allungare le ferie perchè l'estate dura di più??

PENSA AI TUOI FIGLI

Aprite gli occhi gente

Fabio Finco 25.01.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Finco,
spero che la nostra conversazione prosegua anche perchè, a meno di loschi presagi di cui lei è venuto a conoscenza, io continuerò a scrivere sul Blog se riterrò opportuno.
Anzi rinnovo l'invito esprimendo il mio dissenso riguardo la sua analisi con indirizzo puramente tecnico del progetto Archimede.
Personalmete, credo sia importante riportare siti che possono essere di dominio pubblico perchè ognuno di noi possa farsi una propria opinione riguardo l'argomento trattato.
Quindi va benissimo una analisi tecnica, non ritengo giusto che questa sia utilizzata per subordinare il giudizio di tutti.

Mi spiego;
la centrale è realizzabile, produce energia elettrica, non emette CO2 ed è a bassissimo impatto ambientale, i dati tecnici del progetto sono reperibili nei link riportati, il realizzatore è il premio nobel Carlo Rubbia.

Questi sono gli elementi in nostro possesso.
Da questi personalmente ritengo che l'atteggiamento del nostro Governo, di assoluta indifferenza, sia deprecabile.
Sarebbe giusto creare un movimento di opinione che riporti il governo sui propri passi.

Riguardo le centrali nucleari:

pensa che intorno all'area contaminata si possa realizzare un recinto con trama così fitta da non far passare essere vivente?
Forse dovremmo aggiungere anche un tetto per impedire l'infiltrazione d'acqua nel terreno contaminato.
E se altrimenti togliessimo tutta la terra superficiale della zona interessata?
Potremmo inviarla in qualche altro paese.
Potremmo stiparla in una miniera di salgemma.
Ideaaa!! nel mare, magari simulando l'affondamento della nave da trasporto per cause accidentali.

Sig. Finco, devo confessare la verità,
ho una tremenda paura degli elementi altamente radioattivi sopratutto quando....
penso hai miei figli.

Credo che l'utilizzo di fonti integrative sia di fondamentale iportanza per le sorti del nostro pianeta ed inoltre utile, al nostro sistema economico, per creare nuove opportunità di lavoro.

Ciao.

Marco Rossi 24.01.07 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in Italia si è in troppi ad avere potere di parola, e di opinione, questo lo trovo interessante, ognuno di noi può dire la sua...., quindi vedi e senti una comunicazione continua, chi utilizza Internet(con i Forum, e altro), trasmissioni televisive(noiose), la satira come fai tu (simpatica), la politica (snervante, la destra colpevolizza la sinistra e vicversa, la sinistra ha fatto, la destra non ha fatto ecc.), mi chiedo come un Presidente della Repubblica ha il coraggio di dire "Non abbandonate la Politica", scandaloso..., sono nauseato di questa Società. Riorganizziamo questo assetto politico, cerchiamo una soluzione.
Impegnamoci affinche persone intelligenti, nuove generazioni di politici, nuove figure, ricostruiscano la nostra Italia.

grazie, fatemi sapere

m.ask 22.01.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco,
volevo solo invitarti a riflettere sul fatto che il danno di una centrale nucleare è comunque locale, mentre il danno che effettuiamo all'ambiente con i combustibili fossili è su scala globale e irreversibile. Anche se la zona dell'impianto resta disabitata (nella peggiore delle ipotesi) il danno e in quel paio di chilometri quadrati.
Se continuiamo così il danno lo pagano 8 miliardi di persone.

Lo so che le celle a combustibile con steam reforming possono funzionare ad altri combustibili, ma si tratta comunque di combustibili fossili. E la loro commercializzazione su larga scala avverrà tra una deciuna d'anni se va bene.

Riguardo alla tua amata fusione fredda, pensa un attimo, ammettendo che riescano effettivamente a tirar fuori energia e che siano adatte alla diffusione, quanto tempo sarà necessario se delle fuell cell esistono prototipi da vent'anni!!

Riguardo agli inceneritori e le fonti rinnovabili, penso che le nostre posizioni siano chiare, e ed ammetto la sconfitta nel tentativo di riportare con l'ausilio delle mie conoscenze ingegneristiche dati e numeri per cercare di smuoverti dalle tue convinzioni.
Ma tu rimarrai convinto di risolvere i problemi in qualche decennio con la fusione fredda, con i proclami "un cogeneratore per tutti", le celle a combustibile, la geotermia, le centrali termodinamiche della Sicilia che fanno l'idrogeno per il Nord, o magari con le pompe che sfruttano la cavitazione.
Penso che la conversazione rischi di diventare sterile..
E' stato comunque un piacere confrontarsi con te!

Un saluto

Finco Fabio 22.01.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento

In un primo tempo ero favorevole agli inceneritori come valida alternativa alle discariche. Poi leggo tutte le informazioni sulle nanopolveri, pm10, ecc. e mi chiedo cosa ci resta da fare per non sprofondare nella monnezza. Intanto qui a Torino e provincia si discute (e litiga) su inceneritori sì e no. Poi una mia amica trova questa bella informazione sul sito di un comune della Provincia di Torino. E' da leggere e da propagandare, fra l'altro, come al solito, sembra che il sistema italiano sia stato esportato in Germania, dove molto della raccolta differenziata e gestione rifiuti viene ideata e impostata da tecnici italiani!
Ecco il link (magare da segnalare anche ai Verdi e LegaAmbiente!)

http://www.cmdorabaltea.to.it/intranet/Borgofranc/Eventi/RIFIUTI/Termovalorizzatore-nel-Canaveseridotto.ppt_cvt.htm

E. Sasso 22.01.07 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO A TUTTI!!!
VISITATE QUESTO SITO:
WWW.PROGETTOMEG.IT
VI ACCORGERE CHE LA STORIA CHE LA FUSIONE FREDDA NON FUNZIONA E'UNA DELLE TANTE PALLE CLAMOROSE CHE CI VOGLIONO INCULCARE.
SERVONO 5 MILIONI DI EURO PER PASSARE AD AVERLA IN CASA! UN'ENERGIA NON INQUINANTE, SENZA SCORIE E A BASSISSIMO PREZZO! OVVIO CHE NON VOGLIONO CHE SI SCOPRA... CARO BEPPE TI PREGO ORGANIZZA UNA COLLETTA ANCHE PER QUESTA CAUSA, FONDAMENTALE PER TUTTI NOI.
CIAO E GRAZIE A TUTTI DELL'ATTENZIONE...
E ANDATE SUL SITO!!! CIAO!

marco c. Commentatore certificato 22.01.07 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Finco,
sono contrario alle centrali nucleari(a fissione),non tanto per la sicurezza del loro funzionamento, a meno di un evento naturale catastrofico risultano assolutamente sicure, quanto per la messa in sicurezza delle scorie radiattive e non ultimo i materiali di risulta della centrale in dismissione.
Inotre non si fa mai il conteggio del costo dell'energia prodotta da fissione includendo le spese per la dismissione della centrale.
Si presenta poi un'altro problema l'area in cui è stata costruita come verrà trattata?

Ci sono esperimenti scientifici condotti, sempre in ambito della ricerca sulla fusione fredda, che forse ci potranno portare alla soluzione del problema.
Informazioni INTERESSANTISSIME per chiarirvi l'argomento sono reperibili al link :

http://www.progettomeg.it/coherence2006.htm


Allora mi chiedo se gli esperimenti compiuti in tal senso, ci confermano che negli esseri viventi può avvenire un processo di trasmutazione atomica
non sarebbe meglio spendere sinergie e denaro, che occorrono per costruire una centrale a fissione, per aumentare le risorse dirette a questo tipo di ricerca?

E se per il nostro sviluppo economico ci accorre più energia, perchè non iniziamo ad introdurre le fonti (da lei definite) integrative unitamente alla cogenerazione distribuita ?

Per quanto riguarda le celle a combustibile, queste possono funzionare anche con altri tipi di combustibili tramite lo steam reforming.


Devo dirvi che ho avuto il privilegio di guidare una macchina con unità motrice a celle a combustibile ad idrogeno;-)

-----------------(ECCEZIONALE)-----------------

dal tubo di scappamento usciva vapore acqueo e le prestazioni erano uguali a quelle di una macchina di serie, il tutto "disturbato" dal solo rumore del compressore che invia l'aria alla cella (un leggero sibilo).

Per quanto riguarda la geotermia preferirei fare un discorso a parte, ne darò delucidazioni a chi me ne facesse richiesta.

CIAO A TUTTI.

Marco Rossi 20.01.07 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Sig. Rossi,
non mi sembra di essermi rivolto a Lei come un padre, semplicemente dico che visto che continua a dire che le tecnologie ci sono, perchè non inizia lei ad essere indipendente?
Con i miei interventi cercavo di far capire che sono tecnologie molto costose e che sono pochissime le persone che tengono di più all'ambiente rispetto al portafoglio.
Ed è normale che sia così.
Lei non vuole ripercorrere gli errori del passato?
La invito a riflettere: se dovessimo tornare indietro si ripercorrerebbe la stessa identica strada oppure no? Forse l'unica cosa intelligente sarebbe stata non rinunciare completamente al nucleare..
La nostra economia è totalmente basata sui combustibili fossili, e solo grazie ad essi si è sviluppata e ha portato il benessere che ora conosciamo.
Tutt'oggi non esistono ancora altarnative valide per la produzione nei grossi impianti di potenza, che siano le fuell cell (attualmente alimentate a idrogeno prodotto dal petrolio), l'eolico o il solare per le ragioni che le ho detto, i motori Stirling e la cogenerazione distribuita (funzionano sempre a combustibili fossili) o la geotermia (si presta all'uso per la produzione massiccia di energia elettrica solo in presenza di falde acquifere in pressione come a Larderello e in poche altre zone).
[La scongiuro non dica produrre l'idrogeno al sud con le centrali solari termodinamiche della Sicilia.. Se producesse il suo fabbisogno sarebbe già una gran cosa.. Supponendo davvero che riuscisse a produrre l'H2 a prezzi competitivi, immagini poi le problematiche nel costruire una rete di distribuzione dell'idrogeno.. Ci abbiamo messo un secolo a costruire quella del gas naturale!!
Piuttosto aumentiamo il ricorso all'eolico, anche se non siamo molto fortunati in Italia da questo punto di vista abbiamo il dovere di sfruttare anche il più piccolo contributo].

Volevo chiedere a lei e ai lettori del blog cosa ne pensano del nucleare (fissione ovviamente).

Buona giornata e buon week-end

Finco Fabio 20.01.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Sig. Finco,
ho provato tenerezza nel leggere le sue parole,
lei si rivolge a me come ad un figlio.
Nelle sue parole però, riscontro lo stesso pessimismo cosmico che la maggior parte dei genitori esternano ai loro figli, rappresentandogli un mondo grigio, senza prospettive di miglioramento.
I figli nel loro ruolo cercano, commettendo anche degli errori, strade alternative a quelle dei genitori.
In questo modo la storia cambia il suo percorso e possono essere scritte pagine nuove, che permettono a tutti di fruire di nuove tecnologie.

La mia intenzione non è quella di far cambiare percorso alla storia, non sono né un megalomane né tantomeno un presuntuoso, ma quella di far conoscere alcuni argomenti che ritengo interessantissimi, ma trattati solo sul WEB.
Mi riferisco, ad esempio, alla storia di alcuni personaggi che non sono argomento di studio nelle scuole, ne tanto meno nelle università:

-NICOLA TESLA-
-GIUSEPPE ZAMBONI-

Quindi consiglio a tutti di fare ricerche nel WEB, oltre che dei già citati personaggi, anche sui seguenti argomenti:

GENERAZIONE DISTRIBUITA
COGENERATORI STIRLING
ENERGIA GEOERMICA
ENERGIA TERMOSOLARE
ENERGIA EOLICA
CELLE A COMBUSTIBILE (fuel cell)con e senza steam reforming.

Ci sono inoltre tecnologie in via di sviluppo che richiedono poche risorse economiche:
FUSIONE FREDDA
CELLE FOTOVOLTAICHE AL BIOSSIDO DI TITANIO (TiO2)
POMPA IDROSONICA (sfrutta l'effetto cavitazione dei liquidi)
TERMOACUSTICA.

UN SALUTO A TUTTI SPERO CHE LA VOSTRA RICERCA VI PORTI A RISULTATI INTERASSANTI.

GRAZIE BEPPE

Marco Rossi 20.01.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

X Il Sig. Bianchi

Parte I

Volevo rimanere fuori dalla sua discussione col Sig. Vigolo ma vedo che mi ha coinvolto.
Allora per cominciare volevo complimentarmi con lei per l'eccezionale sfoggio di cultura per quanto riguarda le leggi di conservazione della massa e dell'energia dimostrando una grande abilità nell'utilizzo dei motori di ricerca.

Riguardo alla sua educazione le faccio notare cosa ha scritto al Sig. Vigolo, perchè un conto è discutere scambiandosi opinioni diverse, un conto è credere che tutti gli altri siano imbecilli, dimostrando inevitabilmente il contrario. Da tempo scrivo su questo blog, e ho avuto dibattiti anche molto accesi con il Sig. Rossi ad esempio, ma nessuno è stato offensivo come lei.

"Lei è solo un terrorista ambientale incosciente che spara numeri caso"
A me questa sembrava leggermente offensiva o no? Il Sig. Vigolo ha citato la fonte delle sue informazioni e le ha riportate. Le sembra il modo di replicare? Mi trattengo nell'aggiungere altro per rispetto nei confronti di mia madre e del suo sforzo per darmi un'educazione.

"Il Suo buon senso è ai minimi termini, praticamente inesistente ma a quale titolo parLa?"
Sarò io che non capisco molto, ma sembrava offensiva anche questa. Il Sig. Vigolo ha replicato che ha studiato ingegneria e l'ha accusato di arroganza! Ma se gliel'ha chiesto Lei!? E via a disprezzare quella razza di cretini che trasformano le idee di Rubbia in impianti reali tecnologicamente ed economicamente fattibili. Ma LEI A QUALE TITOLO PARLA? Fortunatamente non serve nessun titolo per esprimere liberamente la propria opinione in questo blog.

"Sta conducendo qualche studio e coordinando 10 Università Europee come fa la Dott.ssa Gatti e Stefano Montanari? Un inceneritore perchè di questo si tratta la parola termo "valorizzatore" è solo una presa per il culo in quanto non valorizza un bel nulla..

Finco Fabio 17.01.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento

PARTE II

Se Lei avesse un minimo di cultura scientifica, capirebbe. Ma qua chi fa l'elettricista è convinto di capire di elettricità più di un fisico, chi fa il muratore crede di essere più capace di un ingegnere-strutturista, etcc.. etcc.. Ognuno cari miei resti al suo posto. La scienza non la si mette ai voti."
Vedo che qui parla di se stesso perchè a quanto pare Lei pensa di saperla di gran lunga di più rispetto all' INGEGNER Vigolo. Ho già espresso la mia opinione sugli studi del Dott. Montanari sulle nanopolveri per cui non ho intenzione di ripetermi. C'è anche la mio opinione sul video "come disfarsi degli inceneritori" se le interessa.
I link sono:
http://www.beppegrillo.it/2006/12/le_nuove_pesti.html
http://www.beppegrillo.it/2006/12/regaliamoci_le.html

"La famosa frase di Einstein "tutto si modifica nulla si distrugge", dovrebbero insegnarla sin dalla scuola materna, almeno aiuterebbe a capire che bruciando non scompare un bel nulla, anzi oltre al materiale che immettiamo nel bruciatore si trasforma anche l'ossigeno libero in quanto viene catturato e combinato al materiale originario dando luogo ad una massa doppia, rispetto a quella di partenza, di sostanze tossiche e molto spesso cancerogene."
Vedo che è molto ferrato nei bilanci di massa ma non in quelli energetici. Le rispiego quello che intendeva l'Ing. Vigolo con quello che ha affermato. Non si può valutare in senso assoluto l'impianto di termovalorizzazione, ma bisogna CONFRONTARE la soluzione A e la soluzione B che abbiamo a disposizione finchè non saranno disponibili nuove tecnologie di smaltimento.

Soluzione A:
1) Discariche: emettono CO2 e CH4 per decenni (si ricorda i bilanci di massa di prima?) e inquinano le falde acquifere perchè non sono mai impermeabili. Lasciamo stare le discariche del Sud.
2) Mi scaldo con le caldaie a metano, gasolio o pellet che siano: ho combustione per cui CO2, CO, NOx, idrocarburi incombusti, micro nano pico polveri, ecc..

Finco Fabio 17.01.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento

PARTE III

3) Produco energia elettrica con centrali tradizionali a combustibili fossili: almeno le do atto che ha capito che è impossibile dismetterle per quante centrali termosolari si facciano. Anche qui CO2, CO, SOx, NOx, particolato, HC,....
(Da notare che le carissime amiche del Dott. Montanari vengono emesse comunque)

Soluzione B:
- Rendo INERTI i rifiuti attraverso la combustione ad alta temperatura e SOSTITUISCO l'approvvigionamento dell'energia di cui ai punti 2 e 3 con quella che ottengo in uscita dal termovalorizzatore. Ottengo il 15% in volume del rifiuto di partenza per cui servono 1/5 delle discariche di prima (nel caso che non ricicli le scorie.....)

"Prima di aprire bocca e spandere a destra ed a manca falsità si documenti e vedrà che certi inceneritori producono in certe città polveri sottili pari a 17 volte quelle prodotte dalle auto circolanti nella zona"
Le faccio notare che ha accusato una persona di dire il falso..
Inoltre, con tutto il rispetto per l'Ing.Vigolo, non penso che possa rivendicare la paternità delle sue affermazioni (e quindi che siano supportate da studi e misurazioni sperimentali sugli impianti di nuova generazione) e non penso nemmeno che se le sie inventate di notte.
Le sue fonti scusi?? Di che città parla?? Di che inceneritore parla soprattutto?? Adotta le moderne tecnologie??

"E' TEMPO DI SMETTERLA CON QUESTI PROCLAMI NON SUPPORTATI DA UN ALCUN DATO SCIENTIFICO"
Appunto la smetta.

"SE NON ERA IGNORANTE DOVREBBE SAPERE CHE NEGLI STATI UNITI SU 22 NUOVI INCENERITORI PROGRAMMATI NE SONO STATI BLOCCATI BEN 17, E SU QUEI 5 COSTRUITI PENDE UNA SENTENZA FEDERALE, E COMUNQUE SONO STATI PRIVATI DEI SUSSIDI ECOLOGICI E QUINDI STANNO PER CHIUDERE PER FALLIMENTO"
Tralasciando il tono con cui riporta questa affermazione, negli USA come in tutto il resto d'Europa l'incenerimento è GIA' l'anello fondamentale della catena dello smaltimento dei rifiuti, siamo noi quelli più indietro di tutti. Nei link sopra trova altre informazioni.

Finco Fabio 17.01.07 12:30| 
 |
Rispondi al commento

PARTE IV

NOTA SUL SOLARE: Dove ha trovato le informazioni sulla tecnologia della concentrazione solare in cui ha moltiplicato l'energia prodotta per 2,5?? Sa i rendimenti? Non riesco a reperire foto reali (non ricostruzioni) sull'impianto di Priolo ne l'energia che prodoce effettivamente.
Mi è persino giunta voce che non sia in funzione.
Le ricordo inoltre che non sarebbe possibile installare sui tetti un impianto simile per cui i conti che ha fatto non hanno senso!!
Le ricordo anche che se avessi davvero tutta quella potenza installata di FV (a parte che penso non basterebbe la produzione MONDIALE di celle dei prossimi 10 anni perchè di Silicio monocristrallino se ne produce un quantitativo limitato: nel 2005 in tutta Europa si sono prodotti 647 GWh, lei ne vuole produrre 39'000 solo in Italia!! Se questo è realismo...), dovrei spegnere le centrali termoelettriche tradizionali durante il giorno (e accenderle di notte quando i pannelli dormono), e non si possono spegnere per ragioni che Lei, che spesso ha a che fare da pari a pari con ingegneri, saprà benissimo (infatti di notte siamo in sovraproduzione e svendiamo l'energia all'estero, visto che l'ENEL non effettua i pompaggi notturni negli impianti ad accumulo in modo da far salire il costo dell'energia il giorno successivo, ma questa è un'altra storia).
Riguardo alla MIA espressione "se gli spagnoli dimostreranno che..." ho già detto che mi ha fatto veramemente schifo quello che è successo con Rubbia. Mettendo da parte l'orgoglio nazionale ferito, volevo dire che se sarà dimostrata la convenienza di tale centrale, sono certo che anche noi ne installeremo presto qualcuna.

Un paio di domande:
1) Lei ha i pannelli fotovoltaici sopra il suo tetto?
2) Secondo Lei Rubbia è favorevole agli impianti nucleari? Oppure in questo caso è un cretino se dice di installarli perchè non le fa più comodo?

Un saluto a tutti

Finco Fabio 17.01.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Per il signor Vigolo,

I parte

Vede quando per dar forza alle proprie ragioni si deve ricorrere al proprio titolo di studio, ci si sta ponendo su una posizione poco cortese nei confronti dell'interlocutore, comunque per tranquilizzarla, le comunico che aver a che fare da pari a pari con ingegneri e simili per me è prassi non dico quotidiana ma almeno normale.

In quanto alla brutta figura che avrei fatto, non sta a lei giudicare ma ai circa 200.000 lettori di questo blog.

Sulla citazione su Eintein forse non l'ho riportata fedelmente usando "modifica" anzichè "trasforma", forse Eintein non l'ha mai pronunciata, ma di certo l'ha messa nero su bianco con la nota relazione [E = M x C x C], che praticamente ingloba la Teoria di Lavoiser, estendendo tale principio da "Legge di conservazione della massa" a "Legge di conservazione della Massa e dell'Energia", poi è vero che tale famosa frase "nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma" viene attribuita ad Antoine Laurent de Lavoisier in quanto riusci a dimostrare sperimentalmente che: "in una reazione chimica la massa complessiva dei reagenti è uguale alla massa complessiva dei prodotti", superando così l'errata “teoria del flogisto”.
Per completezza d'informazione ci sarebbe da dire che tale concetto è da attribuire in primis ad Assanagora V secolo A.C. egli affermava che: "i SEMI che costituiscono l'universo non nascono nè periscono , ma permangono costanti: al di là del mutamento degli enti fenomenici, questi semi restano come sono, eterni"; e poi anche al russo Mikhail Vasilyevich Lomonosov (1711-1765) che lo espresse in una sua lettera ad Eulero.

Ma comunque a parte le disquisizioni storiche, ciò che anima in genere uno scienziato è la conoscenza dei misteri della natura col fine di "rendere la vita di tutti migliore".

Continua

Luca Bianchi 16.01.07 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Per il signor Vigolo,
II parte
Ed in questo spirito che le mie critiche, forse dure ed anche poco cordiali, alle sue posizioni, che continuo a ritenere errate alla base, quindi nocive agli interessi della collettività, sono da leggersi
Relativamente al “sorriso” dato l’argomento abbastanza serio, lo trovo semplicemente di cattivo gusto, ma stia tranquillo la cosa non mi turba il sonno.

Lei ha enunciato numeri su numeri, peccato non ne abbia fornito di significativi.

Vede il mio giudizio sul suo “terrorismo ambientale” resta intatto è un mio parere chiaramente.
Sul fatto dell’insultare le persone vede si può insultare anche in maniera più pesante e subdola una persona con frasi del tipo “io sono”, o "lei parla per sentito dire", oppure "lei non ha cognizioni scientifiche" etc…

Lei cita i maggiori esperti mondiali(senza naturalmente fare nomi) per affermare che le energie alternative non possono sostituire quelle attuali quindi per sentito dire o sbaglio?

Io lo faccio nomi e cognomi uno su tutti Carlo Rubbia.

Ancora tanto per chiarire:
1) qua nessuno mi sembra abbia mai detto smantelliamo tutti gli impianti classici e restiamo al buio;
2) secondo nella stima sulla convenienza economica, che fa chi sostiene la mia tesi, ci sono due fattori che “lei colpevolmente trascura”:
a) tra i fattori attivi il beneficio in termini sanitari “maggior salute dei cittadini”;
b) mentre tra le passività non include il reale costo nel futuro prossimo dell’energia tradizionale.

Sa bene che il petrolio tra meno di 30 anni sarà una risorsa molto limitata e che comunque tutti i fattori primari dell’energia prodotta per combustione sono limitati ed il loro prezzo non potrà che salire alle stelle.

Continua

Luca Bianchi 16.01.07 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Per il signor Vigolo,

III parte

Ora lei dovrebbe ben sapere che in Italia ci sono ben 800 Kmq(fonte Enea) di tetti e terrazze, dato che è ingegnere la invito a calcolare quanta energia elettrica si può produrre coprendo tramite i panelli fotovoltaici solamente il 30% di quella superficie, poi come sembra ormai quasi certo moltiplichi quella quantità per 2,5 in quanto i nuovi pannelli a concentrazione oggetto di studio all’Enea ed annunciati come cosa realizzata dal Dipartimento per l’Energia degli USA il 06 dicembre 2006, hanno appunto una resa pari a 2,5 volte gli attuali.

Le risparmio la fatica, 240.000.000 mq, equivalgono per difetto a 30.000.000 kwp cioè 30.000 MWp per una produzione di circa 30.000 x 1.300 = 39.000.000 MWh all’anno di energia elettrica.

Con i nuovi panelli a concentrazione 39.000.000 x 2,5 = 97.500.000 MWh all’anno

L’Energia Elettrica utilizzata in Italia negli ultimi anni è di circa 330.000.000 MWh all’anno.

Se ora teniamo conto che produciamo in media 45.000.000 MWh all’anno con l’idroelettrico, arriviamo a circa il 50% di produzione da rinnovabile.

Aggiungiamo qualche Centrale Solare di Rubbia, quella di Priolo era da fare non tanto per l'apporto in se stessa ma per l'innovazione che proponeva.

La sua espressione "se gli spagnoli dimostranno che", mi lascia veramente esterefatto, perchè devono essere gli altri ad usare le idee di uno scienziato italiano, noi non ne siamo all'altezza? scusi forse l'espressione é del suo collega Finco, va bene lo stesso tanto vedo che il pensiero è unico :-)

Le soluzioni per arrivare nel volgere di mezzo secolo a non dipendere più dalle fonti a combustione o nucleari esistono già.

Abbiamo una visione ed un approccio veramente differente al problema ambientale.

Lascio ai lettori giudicare chi tra noi due fa la misera figura.

E si ricordi signor Vigolo(vale anche per il signor Finco) la salute non ha prezzo.

Ossequi

Luca Bianchi 16.01.07 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Finco,
il problema a mio vviso non è quello da lei posto, se sarà provata l'economicità della centrale, ma se la centrale abbia un impatto ambientale che non sia solo quello estetico
considerando che "NON EMETTE CO2".
Lei poi dovrebbe essere particolarmente sensibile a questo tipo di problemi visto che come me ha installato nella sua abitazione pannelli fotovoltaici che non hanno un basso costo di acquisto.

Marco Rossi 14.01.07 12:29 | Rispondi al commento |


PARTE 1

Carissimo Marco,
quando mi sono iscritto ad ingegneria anni or sono mi sono iscritto con l'intenzione di cambiare il mondo, con la stessa passione che dimostra lei nel portare avanti le sue tesi.
Pur restando estremamente sensibile alle problematiche ambientali (ho una casa in legno biocompatibile e a basso consumo energetico, pannelli solari termici, caldaia a condensazione, lampade a basso consumo, ecc..) ho scoperto con anni di studi (e delusioni!) che purtroppo la dipendenza dai combustibili fossili è destinata a condizionare la nostra civiltà ancora per decenni.

Le fonti alternative NON SONO ALTERNATIVE, bensì INTEGRATIVE. La realtà è che il contributo che possono dare tutte le fonti che lei continua a citare a destra e a manca (geotermia, solare, eolico, cogenerazione con motori Stirling,...) è marginale. A parte i costi alti, come le ho già detto sono caratterizzate da bassissima densità e scarsa disponibilità: ossia non c'è il BOTTONE CON SCRITTO "VENTO ON/OFF". Significa che la centrale termosolare di Rubbia o gli aeorogeneratori che siano sono e saranno sempre affiancati da centrali a combustibili fossili, perchè quando lei a casa sua deve cucinare la crostata di mirtilli non può star lì ad aspettare la folata di vento.

Non so se sa come siamo messi a livello mondiale come produzioni da rinnovabili, ma supponiamo che per intervento divino si dovesse raggiungere il 30% fra vent'anni (sarebbe un sogno).

Il restante 70?

Carbone, Metano, Olio combustibile, Nucleare.

... continua

Finco Fabio 16.01.07 11:28| 
 |
Rispondi al commento

PARTE 2

L'unico modo per contrastare l'effetto serra sarebbe l'utilizzo di quest'ultima fonte, che paradossalmente è la più pulita in quanto l'unica che ci farebbe oltrepassare questo periodo di transizione senza aver inevitabilmente compromesso il nostro sistema ambiente (come abbiamo già fatto).

Grazie all'opposizione al nucleare (più per paura e ignoranza che per altro visto che si tratta di una tecnologia ormai consolidata e affidabile che dimostrano tutti nel pianeta tranne noi che ci lamentiamo del caro bolletta) siamo nella merda fino al collo perchè la temperatura globale sta aumentando inesorabilmente e potrebbero innescarsi dei meccanismi di feed-back positivo che la farebbero aumentare ancora di più (l'innalzamento della temperatura superficiale degli oceani sarebbe una catastrofe inimmaginabile).

Paradossalmente è proprio grazie a sedicenti ambientalisti che il pianeta va a rotoli: fra 40 anni, ossia il tempo che sarà necessario per vedere una centrale a fusione nucleare (la cui sfruttabilità ricordo che è ancora da dimostare) avremmo già ampliamente superato il punto di non ritorno.

Si metta in testa che L'ALTERNATIVA NON C'E'.

Magari lei dirà ma se avessimo iniziato prima con le rinnovabili? E' una cavolata perchè i pannelli fotovoltaici in silico monocristallino non si era in grado di farli, solo lo sviluppo di conoscenze aerodinamiche e nella tecnologia dei materiali ha consentito un utilizzo così efficente dell'energia eolica, ecc.. Inoltre 30 anni fa il costo dell'energia da queste fonti sarebbe stato diciamo una ventina di volte superiore a quello del petrolio per cui la civiltà in cui viviamo non si sarebbe sviluppata.

PS: Vista la sua passione per le tematiche ambientali e per la lettura, mi permetto di consigliarle un libro: "La rivolta di Gaia", di James Lovelock.

Cordialmente

Finco Fabio 16.01.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti,
Voglio spendere alcune parole a favore di un
argomento che ritengo di assoluto interesse:

........L'ENERGIA GEOTERMICA............

Siamo stati i primi al mondo a produrre energia elettrica da fonte geotermica.
Il Principe Piero Ginori-Conti nel 1904 riuscì ad accendere 5 lampadine sfruttando questa risorsa, da quell'esperimento ad oggi è stata fatta tanta strada.
in Italia sono attive 32 centrali geotermiche, che producono elettricità sfruttando il vapore naturale del sottosuolo, per un totale di 790,5 MWe dati riferiti all'anno 2005.
Qunto sopra descritto potrebbe essere implementato da uno sfruttamento alternativo del flusso enegetico geotermico.
Lo strumento è la
"pompa di calore a sonda geotermica".
il principio di funzionamento è lo stesso dei condizionatori a pompa di calore che tutti conoscono, in alternativa i prodotti a sonda geotermica utilizzano come sorgente di calore esterna non l'aria ma bensì l'acqua che viene fatta scorrere in un tubo di polietilene che viene posato nel terreno.
In questa maniera si sfruttano al massimo le potenzialità della macchina in quanto estraendo calore da una sorgente alla temperatura di circa 15°C si otterrebbe un risparmio sulla bolletta elettrica.
I vantaggi di questo sistema si ottengono, a seconda delle stagioni, sia nel riscanldamento che nel raffrescamento degli edifici.
Tutto questo avviene perché il terreno, ad una profondità di circa 2m, presenta una temperatura costante durante tutto l'anno di circa 15°C.
Ricordo che il 70% circa dei consumi energetici di un'abitazione sono spesi per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria.
Questo sistema, considerando un'applicazione estesa a tutto il territorio, permetterebbe un risparmio sulla bolletta energetica Italiana.

Per chi avesse bisogno di informazioni più dettagliate sarò lieto fornirgiele sul blog o postarli ad eventuali indirizzi @-mail.

Grazie Beppe.

Marco Rossi 14.01.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig. Finco,
il problema a mio vviso non è quello da lei posto, se sarà provata l'economicità della centrale, ma se la centrale abbia un impatto ambientale che non sia solo quello estetico
considerando che "NON EMETTE CO2".
Lei poi dovrebbe essere particolarmente sensibile a questo tipo di problemi visto che come me ha installato nella sua abitazione pannelli fotovoltaici che non hanno un basso costo di acquisto.

Il sito per poter ammirare la creazione
di Rubbia &C. si trova all'indirizzo:

http://www.enea.it/com/solar/doc/documenti.html

E' già stata realizzata in Italia solo in via sperimentale perchè, per il nostro Parlamento, l'energia prodotta con questo sistema non è energia pulita.

Marco Rossi 14.01.07 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico sinceramente, riguardo le problematiche energetiche il signor Grillo non mi sta
molto simpatico ma comunque porto rispetto a Lui e a chi la pensa il contrario di me!
Purtroppo però in questo blog ci sono alcune persone che non hanno molta cordialità quali
ad esempio il Signor Luca Bianchi.
Il codesto signore mi ha risposto ad un commetto un po' di righe più
in basso dandomi pure del terrorista ambientale!!

Voglio dirle signor Bianchi che ha fatto una pessima figura!

Io non so che lavoro faccia Lei ma io (non voglio essere presuntuoso) un po' di cultura scientifica
penso di averla.. penso che l'ingegneria te ne dia qualcosa o sbaglio? ;)
E dimostro subito che Lei non ne ha molta dato che la citazione che Lei ha riportato,
"tutto si modifica nulla si distrugge" che in relatà è "nulla si crea nulla si distrugge,ma tutto si trasforma"
non è di Einstein ma di Antoine Lavoisier (nato nel 1743, un po' prima..)!!
(Questo era tanto per sorridere ma fa un po' riflettere...)

Rispetto la sua opinione sugli inceneritori ma vorrei ben sapere Lei in base a che cosa parla;
oppure è uno di quelli che parla soltanto "per sentito dire"..
Perchè vede di dati scientifici sugli inceneritori ce ne sono molti che supportano, come
li ha chiamati Lei, questi proclami.. Bastava solo che si leggesse un po' più a fondo questo blog..

Vigolo Massimiliano 13.01.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E poi vorrei informarla di un'altra cosa: LA SCIENZA è FATTA PER ESSERE MESSA AI VOTI! La scienza
può evolvere, mutare, cambiare, pefino negarsi!! Ma per fortuna è così (altrimenti penseremmo che sia
ancora il sole a girare intorno alla terra ;) ).
Ciò che piuttosto non si può mettere ai voti sono i dati sperimentali!! MA ATTENZIONE:non si possono
guardare in modo assoluto, singolarmente presi uno ad uno, ma occorre farne un confronto!
Mi spiego: i dati ad esempio delle emissioni inquinanti di un inceneritori che produce x MW, si devono
confrontare con quelli di un altro impianto che può produrre gli stessi x MW con altre tecnologie che
devono però essere economicamente fattibili e ad oggi realizzabili! Occorre poi considerare che
materia prima si utilizza per produrre quei MW, quanto costa, la sua disponibilità e una serie di
altri fattori che non sono così tanto banali..
Perciò prima di dire che una cosa è tanto orribile occorre valutare le alternatice che si hanno e che
(non occorre qui essere un ingegnere per capirlo) non sono molto purtroppo!

Spero signor Bianchi che con questo piccolo commento abbia capito che non serve insultare perchè si arriva
sempre ad una misera figura come Lei ha fatto..
Ognuno comunque trarrà le prorpie conclusioni!

Vigolo Massimiliano 13.01.07 12:44| 
 |
Rispondi al commento

dimenticavo,riguardo alla ispezione della asl n 8 ,sono stato multato solo per l inquinamento acustico forse perchè si sono acorti chè non era la pericolosissima farina chè il dipendente saras a trovato sul tetto di casa ma forse era catalizzatore ,sostanza chè stnamente piove dal cielo la notte,quando i controllori asln8 dormono o stanno controllando chè il povero panettiere non faccia ammalare di cancro con la pericolosa e tossica farina il povero dipendente di moratti,e qui comunque si continua amorire di cancro e la asl non fa un c..zo in onore del dio denaro

un panettiere Commentatore in marcia al V2day 11.01.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

ultime da sarroch.dipendente saras denuncia alla asl n8 un panettiere per inquinamento acustico e da polveri. la asl n8 interviene alle h 1,30 della notte . il panettiere viene multato,e segnialato alla autorita giudiaria.ripeto dipendente saras.non è uno scherzo e la pura verita nel fratempo qui si continua a morire come mosche di cancro e la cara asln8 non fa un c...zo

un panettiere Commentatore in marcia al V2day 11.01.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

CI VUOLE REALISMO.

Saluti

Fabio Finco 09.01.07 17:17
------------------------------------------------

Pregevolissimo Fabio Finco ci vuole realismo sempre, anche a capire ed accettare che l'ENEA spagnola ha invitato un certo Carlo Rubbia, per realizzare le Vostre Centrali immaginarie.
Vorrà dire che anche le massime autorità spagnole sono visionarie, che ci vuoLe fare nessuno La comprende.

La produzione dell'idrogeno attraverso gli specchi parabolici un'altro miraggio di quel poco normale di Carlo Rubbia.

Immagini un pò quel Carlo Rubbia che s'interessa pure di antimateria, pensa pure di realizzare motori spaziali che trasportino l'uomo a spasso nell'universo.
Ma va be signor Finco vorrà dire che d'ora in poi la Nasa si rivolgerà a Lei per la progettazione dei reattori che porteranno l'uomo su marte.
Visto che Rubbia non è capace nemmeno di prevedere la temperatura che riuscirà ad ottenere attraverso gli specchi parabolici.
Non sono uno specialista del settore, ma per capire che certi calcoli sono di una tale banalità che qualunque studente di liceo saprebbe fare senza tanti problemi non ci vuole non so quale intelligenza.

Ma dato che la sua innata modestia, La porta a dare del visionario ad uno del calibro del Nobel Carlo Rubbia non so che dirLe, faccia Lei.

OSSEQUI

Luca Bianchi 10.01.07 01:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig.Rossi,
ho capito che produce anche di notte la centrale termosolare (me l'ha detto 40 volte e ho capito sicuramente meglio di lei come funziona anche l'integrazione con il ciclo combinato nel caso di Priolo), ma d'inverno comunque la potenza devo ottenerla da un parco centrali di potenza uguale identica a prima (carbone, metano, inceneritori e compagnia bella), perchè, come le ho già spiegato, i 550°C me li sogno.
Noto che non ha trovato da ribadire sui calcoli delle superfici necessarie e sulla resa annuale di simili centrali.
Inoltre mi fa estremamente piacere che il concetto di generazione distribuita le appartenga. Come le ho già detto mi occupo per lavoro di cogenerazione e devono verificarsi condizioni ben precise perchè l'impianto sia fattibile economicamente. Esistono moduli di cogenerazione anche a motori a combustione interna (molto meno costosi degli Stirling) per le piccole potenze, sotto i 5 kW, ma già quelli NON SONO COMPETITIVI in un'utenza domestica.

Perchè invece di continuare a parlare a vanvera non inizia lei a farsi un impianto solare termico + impianto fotovoltaico + integrazione del calore ed elettricità con motore cogenerativo Stirling?
E non mi dica che non conviene o che sono costosi.. insomma tutti abbiamo 50 mila euro da spendere per un impianto del genere.. anzi da buttare via perchè vogliamo bene all'ambiente e siamo contro agli inceneritori e al carbone.
Ribadisco che se inizia lei sulla strada dell'autarchia energetica per ogni casa e appartamento io la seguo.

Potrebbe avere senso una cosa del genere (dico POTREBBE) per un impianto centralizzato, un insieme di appartamenti o meglio condomini, per cui riesco ad avere da un lato dei carichi sufficentemente costanti e dall'altro riesco a spalmare l'investimento su più utenze.
Già questo risulta difficoltoso perchè aumenterebbe il costo degli appartamenti e con la tipica sensibilità ambientale italiana non sarebbero venduti.

CI VUOLE REALISMO.

Saluti

Fabio Finco 09.01.07 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Phrodi sul tubo catodico
Invito, quanti non l'avessero fatto, a collegarsi all'indirizzo seguente :
www.youtube.com/watch?v=8a33Pw05ebs

Corrado Guzzanti imita Phrodi, rappresentandolo per quello che è stato ed è : un pirla.
Prima di vedere il filmato (dura 5 min e 42 sec) sdraiatevi per terra e cominciate a ridere.
Quanto a Eugenio Scalfari, lasciamo che l'Alzhaimer faccia il suo corso, come già succede da anni al tale Bocca Giorgetto, Enzo Biagi e co.
Cordialità a tutti
A.Trunfio

Antonino Trunfio 06.01.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

1) Addetto pubbliche relazioni : NON IDONEO. Anzichè parlare, sbruffa, bofonchia, rutta, garrisce, zufola, muggisce, raglia, barrisce, bela, bubola, gracida, grugnisce, starnazza, tuba. Allo zoo o alla vecchia fattoria.
2) Addetto contabilità : NON IDONEO. Gli hanno preso la lira e rifilato l’euro, poi ce l’hanno rispedito in Italia senza ricevuta di ritorno : per essere sicuri. Lui ancora se la ride, convinto di essere il nuovo eroe dei due mondi : quello degli sbruffoni e quello dei pirla. Al circo di Moira Orfei.
3) Addetto produzione : NON IDONEO. Riflessi lenti per la catena di montaggio, fisico in sovrappeso per lavori usuranti, goffaggine nei movimenti per operazioni di montaggio, attrezzaggio, stoccaggio, qualsiasi lavorazione in genere. Al Monte dei Pegni.
4) Addetto controllo qualità : NON IDONEO.
Incapace di distinguere una pezzo buono da uno difettoso, una gallina da un pollo, un branzino da una rana, un bersagliere da una passeggiatrice, un’ombrello da uno schioppo. Alla neuro del Niguarda.
5) Addetto magazzino : NON IDONEO. Si addormenta durante i turni, anche in pieno giorno, anche all'impiedi. E russa come un asino. Alla Bonomelli : sogni d’oro, sogni belli.
6) Addetto progettazione : NON IDONEO. Da 70 anni cerca la fase con il suo encefalo. Il suo encefalo non ne vuole sapere. Al San Raffaele : reparto cerebro-lesi
7) Addetto vendite : NON IDONEO. Potrebbe vendere frizzi per lazzi, tovaglie di raso per mortadella, nutella per grasso da bicicletta, fischi per fiaschi. Alla WANNA MARCHI International come sosia Do Nascimiento.

8) ADDETTO. IDONEO.
VOGLIAMO SAPERE PER COSA E CHI LO ASSUNTO.

Antonino Trunfio 04.01.07 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Scusi, Grillo
ma l'ha assunto Lei il dipendente Phrodi ?
io e qualche altra milionata di Italiani, no.
Ci aiuti a sapere chi lo ha assunto e per che cosa.
Almeno paghiamo tutti per un motivo.
Stia Bene

Antonino Trunfio 04.01.07 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig.Finco.
Quidi lei sotiene che una centrale termosolare produce energia anche se in modeste quantità.

Spero abbia avuto modo di vedere il link che le ho postato.
Comunque nel caso volesse approfondire l'argomento sara mia premura indicarne altri.

Chiarisco le mie posizioni:

-CENTRALE TERMOSOLARE produce energia elettrica nei momenti di maggior irraggiamento solare, questo è un'assunto confermato anche dal sig. Finco.La centrale di Rubbia permette di superare l'ostacolo della produzione durante le ore notturne (questa è la novità del proggetto archimede).

-Unità di COGENERAZIONE A MOTORE STIRLING. Questi prodotti presentano rendimenti elevati del 90% con la possibilità di utilizzare combustibili diversi.

I due elementi , unitamente ai pannelli fotovoltaici ( installabili anche nelle seconde case ),risultano assolutamente validi in quanto complemetari.
Nei periodi di maggior irraggiamento utilizzando le centrali termosolari unitamente ai muduli di cogenerazione stirling (già in vendita in altri paesi con potenze che vanno dall'utilizzo per singole abitazioni a condomini) potremmo attingere alla produzione di energia elettrica e calore per l'acqua dei sanitari da fonte solare .
Nei periodi di minor irraggiamento risulterebbe assolutamente più conveniente utilizzare una caldaia a motore stirlig in quanto ha rendimenti del 90%(sia termici che elettrici) notevolmente superiori a quelli di una comune centrale che presenta rendimenti del 39%(le nostre centrali a carbone hanno i rendimenti migliori d'europa),
in quanto la maggior parte dell'energia viene persa sotto forma di calore.

Quanto sopra detto trova una perfetta sintesi nel concetto di generazione distribuita, cioè ogni utente puo essere anche un potenziale produttore di energia immettendo nella rete di distribuzione l'energia prodotta in eccesso(come già accade per i pannelli fotovoltaici), diventando creditore in alcuni momenti della giornata e debitore in altri.

-----segue----

Marco Rossi 02.01.07 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamete in rete verrebbero immesse, a seconda delle esigenze dei consumi, anche le produzioni di energia derivanti dalle attuali centrali.

Quella della generazione distribuita non è una mia idea basta cercare sul web.

Il risultato sarebbe una riduzione dei consumi energetici globali e la generazione di un indotto produttivo che porterebbe non solo vantaggi occupazionali, ma anche una riduzione di emissione di sostanze inquinanti nell'atmosfera.

Un saluto a tutti,

GRAZIE BEPPE.

Marco Rossi 02.01.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

PARTE 1

Riguardo al motore Stirling.
Sig. Rossi,
ma se nessuno nel mondo si sogna di produrlo c’è una ragione o no??
Forse dalle informazioni estrapolate dal suo link si può dedurre che inizieranno fra una decina d’anni a produrre qualche esemplare di grandi dimensioni.. ma forse! Se le prestazioni sono paragonabili ad un motore diesel chi me lo fa fare scusi di spendere una follia per avere le stesse prestazioni? Magari quando il diesel costerà 10 euro al litro.. Poi pensa che si diffonderà nelle piccole potenze perché è bello, silenzioso, inquina un pochino di meno e ha meno vibrazioni??
E’ una realtà che attualmente non è competitivo né per i costi né per i pesi, ed è tutto da discutere il rendimento globale della macchina e la sua potenza specifica.
Insomma è bello che l’artista norvegese ci faccia vedere che lo fa funzionare con il faretto ma la commercializzazione del prodotto è un’altra cosa.
Poi bella la storia della cogenerazione..
Sorrido in quanto per lavoro me ne occupo quotidianamente e mi creda, perché risulti “economicamente pensabile” installare un motore endotermico, nonostante rendimenti globali che in qualche applicazione arrivano anche al 90 %, devono sussistere condizioni ben precise che difficilmente si verificano (prima che me lo chieda il problema è la contemporaneità dei consumi, ossia deve servirmi calore quando mi serve energia elettrica, alias se monto un micro-cogeneratore in casa devo farmi la doccia calda mentre mia moglie cucina la torta in forno se no conviene lasciarlo spento).. Inoltre più piccola e la taglia più difficile è il ritorno, e sto parlando di motori derivanti dal settore automobilistico o comunque dal settore dei trasporti, quindi non a taratura limitata…
…continua…

Fabio Finco 27.12.06 00:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARTE 2

Se pensa poi di montare pannelli solari per alimentare un motore Stirling e cogenerare, completo di serbatoi di etanolo per l’inverno, diciamo che l’investimento le ritornerà approssivamente verso il 2096 (sempre se lo installa subito)… Ossia quando probabilmente trarremmo l’energia da fusione calda, fredda e anche tiepida!!
La prego sia realista, rimanga con i piedi per terra e non si faccia abbindolare da informazioni che provengono da persone che hanno tutto l’interesse a farle credere quello che desiderano.
Se esistesse davvero una fonte in grado di sostituire i combustibili fossili stia certo che a Bin Laden & CO l’avremmo già messa nel posteriore da un pezzo.
Non spari cazzate come produrre l’idrogeno per il nord con i pannelli solari della Sicilia.
O come pensare che la fusione fredda sia una tecnologia matura.
Comprenda che la soluzione non è ne il solare ne la fusione fredda.
Per quanto la cosa la sconvolga la soluzione è il solare, l’eolico, l’idrico, la geotermia, le biomasse, la termovalorizzazione, il carbone, il metano, il petrolio, ecc..
Se teme che questi ultimi impianti funzionanti a combustibili fossili, che ci garantiscono il 70 % del fabbisogno globale di energia elettrica (il 15 % è rinnovabile principalmente idroelettrico mentre l’altro 15 % lo importiamo scopra da solo con cosa è prodotto…), emettano troppi:
- NOx
- SOx
- CO2
- CO
- Composti organici volatili (COV)
- PM10
- PM2.5
- diossine
- furani
- HCl
- HF
- NH3
- cromo
- mercurio
- metalli pesanti vari
- ecc…
che ci stermineranno tutti come formiche entro un paio d’anni (per essere VERAMENTE OTTIMISTI) sappia che il nucleare ci sorride da tutti paesi che ci circondano con le loro pericolosissime centrali a uno sputo dai nostri confini.
Saluti.

Fabio Finco 27.12.06 00:19| 
 |
Rispondi al commento

PARTE 1

Sig. Rossi,
premesso che io non pretendo di avere la verità assoluta ma sicuramente sono anni che mi facco un culo quadrato con calcoli di questo genere, e con tutto il rispetto so molto meglio di Lei sia come è fatto un termovalorizzatore, sia una qualsiasi centrale, sia un pannello fotovoltaico che uno solare (li ho appena installati sulla mia casa e so benissimo cosa mi renderanno, guardi un po’ sono della Viessmann come i dati che mi ha fornito..), e ho capito meglio di Lei anche come funziona le centrale termodinamica di Rubbia.
Non capisco perché uno che ha studiato 5 anni per conoscere ogni parte di un impianto per la conversione dell’energia, nonché raggiungere una buona padronanza delle cifre, deve essere preso per cretino in questo blog da gente che, per carità, conoscerà vita morte e miracoli di Leopardi e Pirandello ma su queste cose ha una CULTURA PER LO PIÙ MEDIATICA […] o MEGLIO ANCORA DERIVANTE DA COMICI […...], e non mi riferisco solo ai nostri confronti.

Comunque usiamo i suoi dati a scanso di equivoci.
Il Sig. Vigolo ha ragione quando afferma che occorre distinguere tra energia e potenza, ma non si preoccupi, è normalissimo che gente che non è nel settore non ci capisca una pippa.
La potenza irradiata dal sole massima in Sicilia è circa 1 kW per ogni m2 come avevo detto io.
L’impianto è dimensionato su quella potenza, infatti la centrale termosolare di Rubbia è 20 MWp, dove quella piccola p significa di picco, cioè massima.
L’energia è potenza x tempo: avere 1.300 kWh/m2 all’anno significa che la totale energia prodotta è pari a quella che l’impianto produrrebbe con 1300 ore consecutive di sole a picco (1 kW x 1300 ore = 1300 kWh).
…continua…

Fabio Finco 26.12.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

PARTE 2

Quindi, essendoci in un anno 8760 ore, l’impianto eroga la potenza per cui è stato costruito solo per meno del 15 % (1300/8760=0,148) del totale delle ore utili.
Una centrale tradizionale invece, la eroga per il 70 % del tempo (è sempre inferiore al 100% a cause di interventi di manutenzione, riparazione, guasti, blakout, …).
Cosa significa tutto questo giro di cifre??
Che sia che Lei accumuli o no la sua energia termica, una centrale termoelettrica tradizionale od un termovalorizzatore da 20 MW producono energia annualmente quasi come CINQUE centrali termodinamiche di Rubbia (70/15=4,666) della stessa potenza, in un area che se va bene è 1000 volte più ridotta (non vedo l’ora di sentire cosa diranno gli ambientalisti quando ricopranno di lenti a specchio tutti i terreni incolti e i parchi siciliani, con conseguenti paesaggi rovinati, le decine di specie animali sfrattate dai loro territori,…)
Aggiunga che d’inverno la sua centrale non servirà a niente (i 550 °C me li sogno!!!), proprio (guardi un po’ a volte la sfortuna) quando ho il picco nazionale di consumo (è vicino a Natale).
Cosa significa quest’ultimo punto?
Che devo avere una potenza installata (e sono centrali tradizionali) comunque uguale a prima! Per cui non è che se faccio mille centrali solari (mandiamo i siciliani in Libia?) spengo 1000 centrali a carbone.
Per la cronaca, il fattore di utilizzo dell’eolico si stima sia sempre del 15-16 %.
Quindi siamo ai soliti due punti chiave:
- sono disponibili quando vogliono loro e non quando voglio io
- sono a bassa densità quindi grandi superfici
Quindi ok rinnovabile, ma ragioniamoci un attimo su senza fare proclami, rivolte o pretendere da esse miracoli.

Cordialmente.

Fabio Finco 26.12.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo per invitarvi a prendere visione delle discussioni generate dai commenti presenti in questo spazio, datati 13.12.2006 ore 13:08 e 12.12.2006 ore 16:33.
In esse non c'è materiale d'interesse per le problematiche legate agli inceneritori (sono ingnorante in materia)
però ho raccolto informazioni e link su metodi per attingere energia da fonti pulite quali il Sole che credo di assoluto interesse per tutti.

Spero di ricevere altri commenti in merito che non siano solo quelli del Sig. Finco Fabio come tra l'altro ha anch'egli prospettato.

Grazie Beppe

Marco Rossi 26.12.06 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho sviluppato e pensato di distribuire GRATUITAMENTE un SW "SIMULARE2.0" che è un simulatore economico solare in CONTOENERGIA per l'analisi del ritorno economico di un investimento solare fotovoltaico che è scaricabile GRATUITAMENTE al seguente link:
http://www.ingegneri.info/?cartel=software&page=classifica_mese&sfx=_classifica
L'iscrizione al portale è GRATUITA e si effettua in 30secondi.L'Ouput di SIMULARE2.0 produce risultati e grafici da cui si possono capire tante cose...se passa il NUOVOCONTOENERGIA con il nuovo tariffario incentivante non c'è proprio da stare allegri...ma valutate voi bastano 39click e 10minuti del Vostro tempo per renderVi conto che ci stanno prendendo in giro.Noi pensiamo a rigasificare in Germania con la metà della nostra radiazione solare fanno i miracoli...lasciamo stare va...
Il SW In 4gg è stato scaricato da 1342 utenti...ciò dimostra che c'è molta attesa riguardo al CONTOENERGIA e se ne sa veramente pochissimo purtroppo.Spero di esservi stato utile.Buon lavoro
Ing.Alessandro Caffarelli
P.S: il SW è in continuo aggiornamento relativamente anche alle nuove disposizioni ministeriali attese riguardo il CONTOENERGIA ed è sempre scaricabile di volta in volta GRATUTITAMENTE allo stesso link.

alessandro caffarelli 24.12.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Voglio inoltre dire che oggi come oggi non possiamo permetterci di selezionare le risorse che ci fanno più comodo, dire che si vuole
abolire il carbone o il petrolio quando tutti i maggiori esperti mondiali sostengono che le tanto famigerate fonti rinnovabili non
sono in gradi di coprire il fabbisogno energetico mondiale!

Quello che secondo me bisognerebbe fare è cercare di migliorare le tecnologie che già disponiamo e cercare di non sprecare
grandi opportunità di utilizzare fonti energetiche alternative (come in questo caso i rifiuti); sensibilizzare le persone
ad inquinare meno e di aver un uso dell'energia più consapevole!
La politica radicale di abolizione che si cerca di fare in questo blog è sostanzialmente dannosa per tutti!

Massimiliano Vigolo 23.12.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Parlando da semplice cittadino trovo che i rifiuti sono una grandissima ricchezza e che gli inceneritori siano una grande
possibilità per dare un piccolo contributo alla soluzione di due grandi problemi:
- lo smaltimento dei rifiuti urbani;
- il rifornimento di energia elettrica o eventualmente termica.

Voglio ben sottolineare che sono super a favore della raccolta differenziata e che gli inceneritori servirebbero per
lo smaltimento di quei rifiuti che non possono esser ulteriormente riciclati e poi quindi riutilizzati sottoforma di altri
prodotti!!! Questo secondo me è un punto fondamentale!

Parlando invece da ingegnere energetico quale sono vorrei cercare di far capire che questi grandi impianti non sono così tanto dei mostri.
Cito solo dei dati pubblicati dal "csm" dal "Comandante Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri" ( dati gratuitamente scaricabili
dal sito ufficiale del csm):

""Secondo stime del Ministero dell’Ambiente, ogni anno in Italia si producono oltre 100 milioni
di tonnellate di rifiuti di cui circa 27 milioni di rifiuti solidi urbani e 73 milioni di rifiuti speciali. Di
questi ultimi una parte consistente, circa 3,5 milioni di tonnellate, sono classificati come tossici e
nocivi.
Secondo le stesse stime, la percentuale di rifiuti smaltiti in impianti tecnologicamente adeguati
è pari a circa il 65-70 % mentre il rimanente 30-35 % finisce in discariche abusive o è trattato in
modo non regolamentare (circa 30-35 milioni di tonnellate).
Dei rifiuti smaltiti regolarmente, circa il 90% finisce in discariche (459 nel 1990, oggi sono 785
di cui 217 attivate a seguito di ordinanze sindacali, non sempre in regola con la normativa tecnica
vigente), il 6 % viene distrutto in inceneritori solo il 4% viene riciclato per ottenere altri prodotti.""

continua...

Massimiliano Vigolo 23.12.06 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Asm Brescia e pm10, questo articolo mi sembra particolarmente interessante:

http://www.quibrescia.it/cronaca15.htm#1

stefano storoni 22.12.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

L'impatto del nuovo piano di allocazione di CO2, con un taglio dell'80% alle emissioni degli impienti CIP6 è una grossa bufala, in quanto, ai sensi del titolo II, punto 7 bis, del provvedimento CIP 6/92, titolo II, punto 7 bis, del provvedimento CIP 6/92, eventuali oneri aggiuntivi che intervengono nella produzione di energia elettrica incentivata (come quelli relativi ai maggiori certificati di emissione da acquistare sul mercato) dovrebbero ricadere sul GSE (Gestore dei servizi elettrici), ed eventualmente ribaltati sui consumatori.(!!!!)
Anche se i Ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico si raccomandano al Governo di escludere gli extra costi ambientali dai meccanismi di compensazione per la produzione di energia CIP6, non credo che ci saranno modifiche in tal senso.
Ci si attende sul tema una delibera da parte dell'AEEG, che a quanto pare non dovrebbe rivelarsi di aggravio per questi produttori.
Capito l'antifona??
Un saluto Beppe e alla prossima.

Aldo Bertinelli 21.12.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti .Non so se questo sia lo spazio adatto , però desideravo portare alla vostra attenzione quanto segue : sembra che nella finaziaria qualcuno abbia inserito gli incentivi per il FOTOVOLTAICO [pannelli solari per civili abitazioni]IL 55% della spesa ,e senza limiti di spesa pubblica e di tempi .A me sembra un notevole passo avanti nella direzione del rinnovabile .Credo di dover ringraziare i l'amico Alfonzo per questo importante inizio per una nuova ERA . qurioso di sapere cosa ne pensate,SALUTI

luca frediani 18.12.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve! lavoro ad atesia,,in out-bound,sono laureanda in psicologia del marketing e questo mese prendero uno stipendio da fame perchè il mese precedente per colpa dell'azienda abbiamo potuto lavorare solo 10 giorni..tutto ciò è assurdo, quasi quasi io e le mie colleghe cambiamo lavoro..la vignetta del giorno su qst blog è molto rappresentativa..

luna beconi 17.12.06 14:35| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile che in paesi così tecnologicamente avanzati il solo modo per risolver il problema dei rifiuti è mangiarceli?
I rifiuti sono composti da vari elementi ogniuno con peso specifico e proprietà fisiche diverse.
Non abbiamo ancora una macchina che permetta, una volta in discarica, una raccolta differenziata dei rifiuti?
Qualcuno sa rispondermi?
Non credo sia di così difficile relizzazione proprio per le diverse caratteristiche dei materiali di cui
sono composti i rifiuti.

Aessandro Melis 17.12.06 02:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto su un quotidiano che è morto Loyola De Palacio, commissario eruropeo dell'energia...

riccardo gallo 16.12.06 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Energia,fattura 2006 record:48 miliardi

Stangata per l'azienda Italia sul fron-
te dell'energia. Quest'anno,infatti, il
Paese deve fare i conti con una bollet-
ta il cui esborso per l'acquisto delle
fonti dall'estero ammonta a ben 48 mi-
liardi di euro, 10 miliardi in più del
2005 (+24,4%). Lo rende noto l'Unione
petrolifera.

E'la fattura più salata di tutti i tem-
pi, pari al 3,3% del Prodotto interno
lordo.A pesare,in particolare, il greg-
gio la cui sola bolletta petrolifera si
attesta a 27,4 mld;e il notevole incre-
mento del gas dopo la crisi del 2005.

Alberto Villa Commentatore certificato 15.12.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

penso di aver ben compreso l'opinione che hai nei confronti del mercato e della borsa. ritengo comunque di essere riuscito in piccolo, nell'intento di usare la borsa nel modo piu' corretto. mi spiego meglio: da qualche mese ho deciso di testa mia (simile a quella di una scimmia....) di investire in azioni di aziende che (spero) operino e ottengano i loro profitti esclusivamnete dalla produzione di impianti/dispositivi che hanno come scopo la prodizione di energia da fonti alternative. in particolare ne ho individuate due: VESTAS danese leader mondiale nella produzione di impianti eolici e REC norvegese leader nella produzione di "wafer" uasti a loro volta per la produzione di pannelli solari. Sono ora alla ricerca di una azienda dalle caratteristiche simili ma impegnata sul fronte idrogeno/fuel cell/cogenerazione per investire qualche spicciolo anche in questo ambito. tra l'altro visto che ad oggi (anche se ne avessi la possibilita') non e' sufficientemente politicamente supportato in Italia l'investimento in impianti privati di produzione di energia da fonti alternative - questa mia scelta di investimento mi fa' sentire moralmente un po' piu' a posto con me stesso e con gli altri (presenti e futuri) - PS e ci sto' pure guadagnando dei bei soldini...

Davide Boschini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.12.06 15:31| 
 |
Rispondi al commento

ffff uu uu sssss ii oooooo nn nn eeeee
ff uu uu ss ii oo oo nnnnnn ee
ffff uu uu sssss ii oo oo nn nnn eeeee
ff uuuu ss ii oo oo nn nn ee
ff uu sssss ii oooooo nn nn eeeee
.
ffff rrrrrr eeeee ddddd ddddd a
ff rr r ee d dd d dd aaa
ffff rrrrr eeeee d dd d dd aa aa
ff rrr ee d dd d dd aaaaaaa
ff rr rr eeeee ddddd ddddd aa aa
.
link:
http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm
.
grazie Beppe

Marco Vanni 13.12.06 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUonasera posto qui un interessante articolo sulla situazione smog e via dicendo. Sembrerebbe che la regione toscana sia sotto processo grazie alla comunità europea per il superamento dei limiti di pm 10 ... Io vivo a milano, qui potremmo direttamente portare le chiavi della città con i nostri ammninistratori a bruxelles e lasciare che ne dispongano come meglio credono.
Il link in questione :

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/12_Dicembre/12/smogtoscana.shtml

Francesco Torelli Commentatore in marcia al V2day 13.12.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2006 c'è ancora qualcuno che crede che siamo a corto di energia?
Politici illustri, si fà per dire,sono li che studiano come e dove fare nuove centrali.Alcuni propongono il carbone che sinceramente pensavo venisse oramai usato solo per fare la grigliata la domenica e non per fare energia.Grandi geni propongono di costruire centrali atomiche.
Dico io, ma se per quelle quattro scorie radioattive che abbiamo prodotto, prima che il referendum facesse chiudere tutte le centrali nucleari, non siamo ancora riusciti a trovare un luogo dove seppellirle cosa ci mettiamo a fare centrali nucleari nuove?
Oggi va di moda il termine termovalorizzatore o inceneritore.
Ma prima di arrivare alla fine non si può agire un pò prima?Ad esemppio invece di produrre quantità enoormi di rifiuti inutili non si può porre un freno agli imballaggi? per mangiare due patatine servono proprio due o tre contenitori?non ne basta uno?Non si può coominciare in tutte le città la raccolta differenziata come già avviene in provincia di Treviso. Si separa la carta,l'umido,la plastica, il vetro, la latta ecc ecc.non è difficile basta un poco di pazienza. Alla fine non dovrebbero essere molti i rifiuti che restano da smaltire no?a quel punto non serve più bruciarli bastano normali discariche perchè credo che si possa reciclare un 90% di ciò che produciamo ma si può con pazienza arrivare al 100%.
Gli inceneritori non servono a niente pertanto se non a incenerire denaro pubblico.
Risolto tale problema rimane quello finto dell'energia. Dove la troviamo?E' proprio un bel problema vero? non servono centrali più grandi ma singole centrali per ogni casa o condominio.Pannelli solari per l'elettricità e l'acqua calda ad esempio.Case costruite per disperdere meno calore.Utilizzo intelligente dellla corrente elettrica evitando di accendere inutilmente luci televisori ecc.
Se ogni abitazione fosse tutto o in parte autosufficiente l'energia sarebbe più che abbondante.
Resettiamo i politici

Mauro Bernardel 13.12.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

scusate ragazzi, ma credo valga la pena dare uno sguardo all'indirizzo: www.freeenergymax.com/progetto_forza_maggiore.htm

Buona giornata a tutti

Sandro De Luca 13.12.06 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono un Italiano residente in Danimarca, e mi ha incuriosito la questione degli inceneritori, vorrei capire se parliamo di inceneritori che smaltiscono i rifiuti o altro,
perché qui in DK esistono e stanno sostituendo i vecchi generatori di corrente e acqua calda a carbone, si perché attraverso lo smaltimento di rifiuti (che in ogni caso va fatto)si produce appunto energia eletrica e acqua calda(quest'ultima qui in alcune zone arriva nelle case centralizzata) quello che mi incuriosisce é se parliamo di questi o no, visto che gli ingegneri Danesi che oltretutto collaborano con l'Ansaldo assicurano la massima pulizia per quanto riguarda l'emisione di polveri nell'aria, incominciano a raccontar balle anche i Danesi????

un saluto
Giorgio

Giorgio Leonessi 12.12.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento

sorgono parecchi mobilifici, impianti che produrrebbero parecchi scarti di legname,e qui arrivo definitivamente al dunque,credo che non sia corretto parlare delle centrali a biomasse come inceneritori,
o termovalorizzatori, in quanto nel caso delle centrali a biomasse la materia prima è composta da materiale ecocompatibile,quindi legname o residui delle attività agricole o delle lavorazioni del legno (potatura degli alberi, segatura ecc.) quindi non materiale contaminato da sostanza chimiche che risulterebbero poi non biodegradabili.Pertanto la principale differenza tra l'incenerimento in un termovalorizzatore(o inceneritore di rifiuti) ed in un impianto a biomasse è la "natura" ecocompatibile del materiale destinato ad essere incenerito.
consultando anche il sito di ricercatori da lei elencati (www.nanodiagnostics.it)si puo riscontrare come nell'elenco delle fonti d'inquinamento ci siano si gli inceneritori di rifiuti, ma non le centrali a biomasse, quindi non me la sentirei di puntare il dito cosi brutalmente contro un sistema che ricava energia pulita dalle biomasse come fa nel dvd incantesimi.
con rispetto ed ammirazione.

brando posocco 12.12.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti, sono uno studente di architettura,
sto seguendo un corso di urbanistica ed il mio progetto vertirebbe nella creazione di "cellule" autosufficienti(energeticamente), la zona presa in considerazione è situata lungo il fiume livenza, esattamente sul confine tra il veneto e il friuli.
Quest'area è compresa nel sistema urbano Padova/Venezia/Treviso,nella quale ci si trova di fronte ad una urbanizzazione diffusa prossima ad un sistema metropolitano,non un sistema monocentrico come potrebbe essere quello della provincia di milano, ma basato su piu centri dai quali parte una rete di connettori sulla quale si sviluppa l'edificato(citta diffusa appunto).
giungo al punto, nell'area da me presa in considerazione sorgono parecchie imprese

brando posocco 12.12.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno,
sono un ingegnere chimico ambientale,durante la mia tesi di laurea mi occupai di bilanci energetici territoriali ed emissioni di gas serra, il commento tecnico del sig Finco secondo me è corretto,condivido pienamente una valutazione di bilancio energetico in strutture inserite in cicli complessi(come quello dei rifiuti)al fine di valutarne l'utilità od al contrario la dannosità.
Ciò che invece ancora una volta trovo sbalorditiva è la totale mancanza di preparazione e obbiettività di chi legifera in Italia,è assurdo che chi scrive il codice della strada sembra che non abbia mai guidato,chi parla di sicurezza sul lavoro sembra non abbia mai lavorato...è allinetao con il sistema il fatto che chi legifera in termini di energia non ne capisca un accidente.Diversamente non potrei mai pensare come una commisione tecnica coerente possa includere la parte non biodeg dei rifiuti(leggi la plastica ricavata esclusivamente dal petrolio)nelle fonti di enrgia rinnovabile.
Preciso che in linea di massima sono a favore dei termovalorizzatori utilizzati come tecnologia di"transizione"tra l'abominio delle discariche e il futuro sviluppo di meccanismi di riduzione e recupero.Approfittando della grande libertà concessa dal forum e certo di ricevere ina marea di critiche,associerei l'inceneritore alla centrale nucleare,due impianti che visti nella loro singolarità non hanno doti virtuose ma che inseriti in un sistema tecnologico forniscono un apporto energia/tecnologia eguagliabile solo da settori quale l'aeronautica o l'aerospaziale.
Se l'italia invece di produrre energia elettrica con carbone olio combustibile e metano utilizzasse ora i reattori di quarta generazione avrebbe sicuramente risparmiato risorse sufficienti ad investire in nuove tecnologie atte a soppiantare il nucleare,non sarebbe a mio parere vittima di una tecnologia di"sussistenza"e inoltre vittima della bolletta elettrica più alta d'Europa.

Enrico Menaldo 12.12.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe abbiamo bisogno di te.. APRILIA ti chiama..ce lo vogliono costruire..il tumorificio..la turbogas..poche parole da dire sappiamo gia tutto a riguardo..sei una gran persona..sali al governo e mandiamo a casa questi buffoni..ciao

sergio costantin 12.12.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e Ciao a tutti i blogghisti.
Ti seguo da anni a volte condividento in toto quello che dici a volte un po meno (mi sarei preoccupato del contrario), ma traendo sputno dai tuoi spettacoli mi sono posto alcune domande.
Abitando a Brescia, città industriale e con giunta di sinistra da due legislature (e quindi si presume sensibile al territorio e all'ecologia)mi aspettavo uno spunto in più che qualche domenica senza auto, vista la soglia di inquinamento che ci propinano.
Come mai non sono sensibili all'uso di fonti alternative di produzione energetica, che ne so tipo pannelli fotovoltaici?
Come mai la comissione edilizia/urbanistica/territorio/ecologia (e la smetto qui se no non bastano le lettere!) non mette mano al regolamento edilizio e obbliga in caso di nuova costruzione/ristrutturazione ad utilizzare detti sistemi?
Addirittura si potrebbe pensare a un finanziamento totale da parte del Comune a chi fa uso di teli sistemi, dandoli magari in comodato.
Allora nel breve periodo (10 anni circa?) vedremmo un miglioramento della qualità dell'aria che respiriamo oltre ad un cospicuo risparmio di energia fossile.
Non saremmo costretti a bere la balla del termovalorizzatore che da il suo bel contributo in una zona di Brescia che ha già il piacere di avere ASM/Autostrada/Tangenziale/Acciaieria ed ora Termovalorizzatore e dove i casi di Leucemia e Cancro sono superiori alle percentuali cittadine di un buon 25%.
Creando micro centrali cittadine e magari sovrastimandole potremmo vendere energia ai comuni vicini? all'Enel? alle Aziende? alla faccia della Superfenix!

Picco Linux 12.12.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Sig. Giacomo Correale Santacroce,
mi sembra ovvio che anche l'impianto ASM di Brescia rientri tra quelli incriminati dal Sig. Grillo.
Come Lei giustamente riportava, nel mese di ottobre è stato conferito al suddetto impianto “tumorifero” il premio come MIGLIOR IMPIANTO DEL MONDO dalla Columbia University of New York, tenendo conto di diversi aspetti quali livello di emissioni, rendimento di conversione dell’energia, estetica dell’impianto, l’accettazione da parte della cittadinanza, e altri parametri.
Molto strano che il Sig. Grillo non abbia dato questa informazione..

Ciao a tutti

Fabio Finco 12.12.06 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi blogger,
sono un Ingegnere Energetico e volevo riportare la mia personale opinione al problema dei Rifiuti Solidi Urbani.
Sono favorevolissimo a sistemi integrati con riduzione alla fonte, al riciclaggio fino all’ultimo tappo di bottiglia, ecc… ma è pura utopia che la società moderna non produca rifiuti.
Attualmente in Italia sono prodotti circa 80000 tonnellate all’anno di RSU non riciclato, il 10% va al compostaggio, il 12% va a a termovalorizzatori in Svizzera (ebbene si, paghiamo gli svizzeri per prendersi i nostri rifiuti e poi loro ci rivendono l’energia elettrica che producono con questi: sospetto che il bilancio sia in rosso) e il 70-80% finisce in discarica.
Ma le discariche inquinano?
La fermentazione dei rifiuti produce quantitativi di CO2 da far impallidire per decenni, nonché CH4 che è un gas serra molto più efficace della CO2, senza contare le infiltrazioni nelle falde acquifere.
Consideriamo l’impianto ASM di Brescia. Attraverso i RSU produce energia elettrica e termica che va ad alimentare la linea di teleriscaldamento che fornisce calore a tutta la città.
Sommiamo le emissioni evitate grazie sia alle caldaie non installate, sia alla riduzione delle superfici per lo stoccaggio permanente dei rifiuti, sia agli ingenti quantitativi di combustibile fossile non bruciato. Non ci vuole un mago per scoprire quanto minore è l’impatto ambientale.
Ma ci sono le nanoparticelle. Dopo l’elettrosmog, le antenne, il PM10, le diossine,… ora sono di moda le nanopolveri.
Non dico che facciano bene, ma vi invito a riflettere ad esempio alle caldaie non installate: quanta CO2, PM10, NOx in più avrebbero emesso?
Citando un mio carissimo professore “è come crescere un bambino dandogli 1 cc di grappa e 1 kg di zucchero al giorno e chiedersi se morirà prima di cirrosi o di diabete”.
Io non sto dicendo che i termovalorizzatori non abbiano un impatto ambientale, ma per mantenere il nostro stile di vita dobbiamo accettarlo e non fare gli ipocriti.
Ciao

Fabio Finco 12.12.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di inquinamento...
Lo scorso fine settimana in quel di Montale ci siamo svegliati con gli scavatori accanto l'asilo comunale...
Dopo risposte evasive da parte del Comune siamo venuti a conoscenza della prossima installazione di un ripetitore per telefonia mobile, a pochi metri dal detto asilo e a due passi dalla piazza principale del paese, TUTTO QUESTO A TOTALE INSAPUTA DEI CITTADINI DI MONTALE
Che vergogna! Si pubblicizza la sagra del tortello e si tace su certe cose che ledono la salute pubblica. Che schifo. Ci stiamo mobilitando un po tutti, accettiamo consigli.
Un saluto.

cecilia lombardi 11.12.06 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

ti scrivo nn a riguardo del post, ma a riguardo di un tuo spettacolo a Genova nel 1997 on line su google.Li parlavi della ford t costruita interamente in canapa e a combustione di olio di canapa. Sono andato su wikipedia x curiosità, per vedere cosa c'era scritto......e qui la sorpresa...nn si parla minimamente della costruzione in canapa e addirittura il consumo viene quantificato in benzina!!! allora siccome io nn sono esperto in materia cosa devo pensare?
Che non si saprà mai la verità? che nn troverò mai la verità neanke su un' enciclopedia libera come wikipedia? è caduto un mito? questo cmq è il link se non mi credi :http://it.wikipedia.org/wiki/Ford_Modello_T#Caratteristiche ti prego dammi delucidazioni a riguardo anke con un tuo post! ho fame di sapere....gianlucavezzoso@tiscali.it oppure subwoofer84@hotmail.it grazie di tutto!!!

gianluca vezzoso 10.12.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
volevo raccontare gli ultimi sviluppi, a beneficio di chi ancora non lo sapesse, del progetto di Carlo Rubbia per la centrale solare termodinamica a concentrazione di Priolo (era un progetto ENEL/ENEA http://www.enel.it/azienda/ricerca/ricerca_sviluppo/approfondimenti.asp?iddoc=89183
http://www.enel.it/eventi/priolo/progettoArchimede.asp?m=2
i quali ora sono impegnati sullo sviluppo del "carbone pulito"!).
Semplicemente è stato abbandonato in quanto ritenuto non "rinnovabile"! Ovvero per la legge italiana tale progetto non ha ottenuto i certificati verdi dell'energia rinnovabile!! cosa che invece ottengono i petrolieri fruitori del'ormai famigerato cip6..
Il nostro nobel Rubbia, nel frattempo dimessosi (o "politicamente" allontanato) dalla presidenza dell'ENEA, è andato in Spagna dove ha trovato l'equivalente spagnolodel nostro ente di ricerca che gli ha disteso il tappeto rosso e ha subito abbracciato il progetto: ha subito ottenuto i certificati verdi dalla legge spagnola!
Adesso vede coinvolte imprese spagnole nella sua realizzazione e ovviamente lascerà alla Spagna le conoscenze acquisite in questo campo sperimentale.
Intervistato il direttore generale del CIEMAT (l'omologo spagnolo dell'Enea) ha laciato intendere quanto "intelligenti" siamo noi italiani a aver lasciato andare via il prof. Rubia (ulteriore caso di fuga di cervelli?).
Trovate tutto sull'inchiesta di report "A tutto Gas" andata in onda il 29/10/2006 su rai3 e qui reperibile (l'intervista finale a Rubbia è fortemente istruttiva):
http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report^12674,00.html

Ferruccio Bertacche 09.12.06 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro grillo mille grazie per tutte le buone informazioni che rendi publiche.
Mi ricordi un pò il grillo parlante.......si sai quello della favola di Pinocchio....quello che indicava sempre la strada giusta (la coscienza) da percorrere, mentre noi pinocchietti siamo li sempre per combinarne una nuova perchè male informati.Ebbene dopo aver visto il tuo interessantissimo e divertentissimo "Incantesimo" sono rimasto stupefatto ed ho subito pensato....alle prossime elezioni chi caz....voto??????
Se ti butti verso destra e un disastro..... se vai verso sinistra rischi un incidente mortale!!!!!
Allora sai cosa ho pensato alle prossime elezioni???
vota grillo.....vota grillo....vota grillo....vota grillo.
Caro Beppe vai avanti così e grazie di esistere.

Giuseppe Pagnotti 08.12.06 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Beppe !!!!!!!! questo è l'inizio della fine ! i nostri peggiori incubi sembrano essere diventati realtà. Io non ci posso credere che sia vero ma se così fosse dovremo lottare con tutte le nostre forze contro questo... mio Dio

http://www.genpets.com/features.php

guillermo ibanez 08.12.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Grillo da domani cercherò di essere parte della sua rete.

Francesco Convertini 08.12.06 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo
Ti ringrazio per quello che fai, se non fosse stao per te avrei dato i vasetti plasmon prosciutto e vitello a mio figlio.
Sono molto interessato ai medicinali da assolutamente non prendere, ma navigare in wordpills e molto complicato e non riesco a trovare la lista completa. Visto che dici sempre "non vi preoccupate, cliccate la e penso a tutto io", non potresti creare sul tuo sito un link che rimanda ad una semplice lista dei farmaci da evitare, accessibile cosi anche a chi non mastica bene l'inglese?????
Ti ringrazio anticipatamente e comunque.
Sei un mito. Ci vediamo alla prossima tappa romana.

danilo petrolo Commentatore certificato 08.12.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

attenzione!
attanzione!
attenzione!
attenzione!
attenzione!
attenzione!attenzione
3333333333333333
222222222
11111
0

Non ho alcuna intenzione di uscire fuori dal tema della discussione ma credo che tutti noi dobbiamo dedicare qualche minuto e ancor meglio sottoscrivere la petizione sulla fusione fredda(FF).
Questa raccolta di firme vuole informare alcuni nostri dipendenti (Ministri)e di riflesso noi tutti dei risultati -> certi <- ottenuti da un gruppo di ricercatori italiani del CNR.
La FF, da non confondere con la fissione nucleare e neanche con fusione nucleare calda, è ottenuta con acqua distillata e il processo si attiva utilizzando elementi dal costo irrisorio.
La FF se sviluppata risulterebbe la fonte energetica più abbondante del nostro pianeta e con il minore impatto ambientale.
Nel sito della petizione alla voce (link al documento) potrete visionare un filmato della durata di 18 min. prodotto dalla RAI sull'argomento FF.
Se avete domande da pormi inseritele in, rispondi al commento,l'indirizzo della petizione è:
http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm


mario rossi 08.12.06 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Ravenna, la situazione è altamente pericolosa, aiutaci! Beppe Grillo vieni qua a sconfessare questa banda di politici che volgiono queste "energie alternative"..... qua si muore di cancro!

Stefano Cangini (cangio) Commentatore certificato 08.12.06 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato da inviare alla commissione antimafia

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 08.12.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

L'impianto di trattamento dei rifiuti per trarne calore ed energia di Brescia ha vinto un premio internazionale, penso anche per il basso livello delle emissioni. Rientra anch'esso tra gli inceneritori posti sotto accusa da Grillo?


Lancio imminente dello Shuttle Discovery, alle 3.30 di stanotte tra meno di 20 minuti, 7 astronauti, 5 uomini e due donne verranno lanciati verso la Stazione Spaziale Internazionale.
Obbiettivo principale di questa missione rendere operativi i pannelli fotovoltaici istallati, passeggiando nello spazio, dai loro colleghi nelle precedenti missioni, l'ultima è stata a settembre.
Se tutto andrà per il meglio la ISS International Space Station al termine di questa missione potrà contare su una quantita di Energia raddoppiata.
E si anche la ISS funziona a pannelli fotovoltaici solo qua sulla terra sembra sia difficile usarli.
Clicca sul mio nome se vuoi vedere in diretta gli astronauti, forum "Notizie in Rilievo" clicca sull'icona NASA TELEVISION e poi play.
Buona Visione ed in bocca al lupo ai nostri eroi.

PS: requisiti Windows Media Player 10

matteo tocco 08.12.06 03:13| 
 |
Rispondi al commento

Onestamente non me ne intendo di politica per questo non mi schiero da nessuna fazione. Detto questo volevo sapere perchè l'Italia è ancora uno di quei pochi paesi in Europa ad acquitsare energia da altri paesi rendendoci dipendenti anke ai loro capricci(vedi il caso gas in Ucraina). Sono passati 20 anni da Chernobel( non so se è giusto), credo che sia il momento di rivalutare la nostra scelta frutto della nostra paura. E comunque vorrei ricordare che i paesi che ci vendono l'energia sono paesi come la Francia che la producono attraverso la fissione nucleare. Ergo anche il nostro paese è a rischio in caso di un incidente nucleare. l' 86' insegna visto che l'Ucraina si trova a migliaia di distanza.

Adriano Nardò 08.12.06 01:55| 
 |
Rispondi al commento

Auto elettriche o ad idrogeno, scocche e carrozzerie in alluminio riciclato...ma quando si troverà una soluzione per i copertoni e tutti quei materiali non bio-degradabili?
ciao
Tiziano

Tiziano Crimella 08.12.06 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho dato il mio voto ad un piccolo partito il quale sembra avere prospettive più simili al mio pensiero e alle mie aspettative,ma con l'attuale sistema elettorale è rientrato tutto nel calderone del quale faccio fatica a fidarmi, anche perchè ritrovo personaggi che ci hanno già governato per decenni.
Di poche persone riesco veramente a fidarmi,per cui.....BEPPE GRILLO FOR PRESIDENT!!!!

Davide Rossetti 07.12.06 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Lancio imminente dello Shuttle Discovery, alle 3.30 di stanotte tra poco più di sei ore, 5 uomini e due donne verranno lanciati verso la Stazione Spaziale Internazionale.
Obbiettivo principale di questa missione rendere operativi i pannelli fotovoltaici istallati, passeggiando nello spazio, dai loro colleghi nelle precedenti missioni, l'ultima è stata a settembre.
Se tutto andrà per il meglio la ISS International Space Station al termine di questa missione potrà contare su una quantita di Energia raddoppiata.
E si anche la ISS funziona a pannelli fotovoltaici solo qua sulla terra sembra sia difficile usarli.
Clicca sul mio nome se vuoi vedere in diretta gli astronauti, forum "Notizie in Rilievo" clicca sull'icona NASA TELEVISION.
Buona Visione ed in bocca al lupo ai nostri eroi.

matteo tocco 07.12.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

E' davvero scandaloso vedere precludere la possibilità di postare in questo blog, alla signora-Giovanna/Nigris|sportatrice di handicap con malattia grave in ammalata cardiopatica. Davvero, chi scrive come credo chi legge, non può che sentirsi sdegnato di fronte a cotanta ingiusta codardia. Ciò che suscita maggiore sconcerto è il fatto che proprio questo blog si consuma tale discriminazione, ove che tutti criticano tutti e il caporione Grillofrinisce di tutti senza guardare il proprio comportamento! Ha ragione chi dice che beppe predica (frinisce) bene, ma razzola male.

Apaches Cocis 07.12.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare non servirà la petizione...ma è sempre bene portarla avanti...non si sa mai!!!

http://www.lanuovaecologia.it/energia/politiche/6722.php

Andrea Malizia Commentatore certificato 07.12.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

SI !!! SCENDETE IN PIAZZA PER IL VOSTRO FUTURO PULITO !!! Mi dispiace me Io sono in Vietnam.
Meglio scendere in piazza per questa ragione che per 30 euri in piu' in busta pagha all'anno. Ai ragione Beppe ad insistere sull'ambiente, l'unico nostro vero futuro. Ieri ho cantato le quattro frasi che so' dell'Internazionale, dato che per andare a casa passo ongni volta davanti al mausoleo di HO CHI MINH ed solo pensando a questo uomo -ed pochi altri grandi uomini- che ha senso cantare l'internazionale, "L'INTERNAZIONALE FUTURA' UNMANITA'" finisce cosi' lacanzone e finisce cosi' anche la mia speranza in una umanita' migliore. CIAO A TUTTI.

Salvatore Di Salvo 07.12.06 13:47| 
 |
Rispondi al commento

HO APPENA GUARDATO IL SITO DELL'ENEA. DALLE IMMAGINI DELL'ARTICOLO TV FANNO APPARIRE I "TERMOVALOINCENERIZZATORI" COME IL FUTURO PER IL PAESE, ANCHE E SOPRATTUTTO A VANTAGGIO DELLA NOSTRA SALUTE E IO CHE CREDEVO RUBBIA UNO SCIENZIATO!!!!PERCHE' SI E' MESSO A PROPORRE IL SOLARE, QUANDO AVEVAMO UNA RISORSA DEL GENERE CHE TRA VENT'ANNI VERRANNO RIEMPITI I CIMITERI E COSI' CI SARA' UN BEL RISPARMIO ENERGETICO!!! MEDITATE GENTE.

GIANLUCA FREZZA 06.12.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Io continuo a non capire dove si vuole arrivare facendo osservare che ci sono dei personaggi politici che al posto di pensare ai problemi del popolo pensano soltanto ai loro interessi. Non li/vi capisco, come non capisco Beppe che contesta tutti e poi diviene una persona che si sceglie chi deve parlare nel suo blog e chi no! Impedendo persino a chi è ammalato e disabile di potere esprimere il proprio pensiero. E’ questa la democrazia che lui sogna per l’Italia? Sarebbe questa la sana boccuccia democratica? E voi vi lascereste stravolgere e impressionare da recite da baraccone ben calcolate, per prendere il posto di qualche politico arraffone? Come fare a spiegargli un’ingenuità così speculare e così pericolosa. A cosa siamo arrivati, cosa abbiamo sopportato e cosa dobbiamo ancora udire da urlatori di piazza. Certo è che la storia ci insegna, che talvolta si potrebbe cadere dalla padella alla brace! Saluti a tutti anche a BOCCUCCIA DEMOCRATICA.

Kriosse Lucente 06.12.06 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Va bene,tutto giusto,pero' proponiamo qualcosa di fattibile per risolvere i problemi.I rifiuti ,se proprio non si riesce a fare la raccolta differenziata, bisogna che tutti si gestiscano i propri in casa sua.Ogni comune, per quanto piccolo ,deve provvedere. Se la Campania non ci riesce non capisco perche ad accollarsi il problema devono essere i pugliesi o i siciliani.

Franco Sorrentino 06.12.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Paesi con le "pale"


Varese Ligure, piccolo paesino tra Parma e La Spezia, si è guadagnato il titolo di paese più ecologico d'Europa. Con mulini a vento e pannelli solari ottiene energia solo pulita e in quantità superiore a quello che gli serve, riuscendo così a rivenderne una parte, all'Enel.

Piccola riflessione:
Vicino al passo delle centocroci troviamo le tre pale eoliche e sotto alle pale c'è un piccolo recinto con delle mucche che pascolano.

Mi sono chiesto:Sarebbe possibile tutto questo (silenzio,mucche, erba tranquillità e aria pulita)con un termovalorizzatore?

per vedereil video clicca sulk mio nome e vai nella cotegoria video.

oppure copia l'indirizzo:

http://pensierarte.blogspot.com/2006/11/paesi-con-le-pale.html

Nicola Cellamare (pensierarte) Commentatore certificato 06.12.06 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari blogger, sono un ragazzo di Trento, un normale studente al quinto anno di liceo. Questa mattina spiccava in prima pagina del quotidiano locale "IL TRENTINO" il fatto che il nostro assessore provinciale ai lavori pubblici, il signor Silvano Grisenti, ha dato il via libera per la costruzione di quello che chiamano TERMOVALORIZZATORE. Tra virgolette sono citate le testuali parole dell'assessore:"Subito la bonifica e poi via alla costruzione". Via alla costruzione?? come se gli abitanti dei centri vicini alla zona di Ischia Poidetti (dove ha sede l'attuale discarica e si vuole costruire l'inceneritore) non esistessero nemmeno. Dovete sapere che prima di costruire il fanta-progetto prevede circa due anni di lavori di bonifica dell'area. E' incredibile come le masse stiano diventando ininfluenti sul potere. Spero che questi finti politici prima di fare le cose pensino a quello che potrebbe accadere se nella zona di Ischia Podetti si facesse il loro inceneritore. L'opinione pubblica andrebbe su tutte le furie. Gli renderemo la vita difficile. Se siamo in tanti non potranno ignorarci....credo....spero.......alla fine forse ci ignoreranno però spesso le masse contano molto di più del singolo politico.
Prendete a cuore la nostra situazione......caro Beppe ci serve aiuto.....

Pippo Pani 06.12.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena sottoscritto la petizione relativa agli inceneritori, e vorrei darvi un ulteriore spunto per un post sul blog. Qualche gg. fa ho ascoltato un interessante intervento del Prof. Carlo Foresta esperto di istologia, microbiologia ed andrologia dell'Università di Padova su RMC, il quale asseriva con dati e ricerche alla mano che a causa degli agenti inquinanti che quotidianamente da anni ci sorbiamo, in particolare diossine=inceneritori molti giovani dell'ultima generazione iniziano a subire problemi di natura andrologica, comprese le dimensioni; insomma con tutte le schifezze che abbiamo intorno ci cresce pure più piccolo. Chissà che sia una buona ed ulteriore argomentazione per risvegliare qualche coscienza in più. Visto che a sensibilità civile siamo un pò scarsini, si può far leva sul supposto machismo o latinloverismo italico che dir si voglia; sta a vedere che si fa più presa.
Ciao a tutti e complimenti per il grande impegno profuso.

Maurizio Tonelli - Pesaro

Maurizio Tonelli 06.12.06 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Credo non sia inopportuno chiedere una pena per crimini contro l'umanità a tutti i sindaci che autorizzano la costruzione di un inceneritore nel loro territorio di competenza... sbaglio??? vai Beppe

Nicolò Valentini 06.12.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

06-12-2006
E' in dirittura di arrivo la modifica al D.M. "Conto energia"
Si stanno profilando novità interessanti per i privati o le aziende.
-------------------------------------------------

Perfetto va tutto bene a parte i tempi da lumaca.

Ce da dire pure che sono già state presentate domande idonee per circa 2.000 MW.
Mentre la produzione in Italia non credo vada oltre 1 MW all'anno, circa 2.000 MW all'anno nel mondo(si fa per dire, visto che Giappone e Germania da soli fanno circa 1.500 MW).

Mi chiedo quanto dobbiamo far aspettare ancora un progetto come quello di Rubbia fermo da 3 anni.

"Un enorme lago splendente. Sarà lo spettacolo che i 360 collettori solari offriranno a chi sorvolerà dall'alto la centrale Enel di Priolo Gargallo. Il 19 maggio è stata una data molto importante per la compagnia elettrica italiana.

si è brindato all'avvio del progetto Archimede, studio completamente italiano che vede Enel ed Enea impegnate nello sfruttamento dell'energia solare. Sulla base di un progetto ideato dal professore Rubbia, i raggi del sole vengono raccolti e concentrati da un sistema di specchi parabolici che, allo stesso modo dei girasoli, saranno in grado di captare in modo continuativo la radiazione solare

Nel tagliare il tradizionale nastro per l'inaugurazione del nuovo impianto, il ministro delle Attività Produttive, Antonio Marzano, ha sottolineato........"
fonte: http://www.enel.it/eventi/priolo/speciale.asp?m=1

Marzano inaugurò il progetto, poi se la memoria non m'inganna saltò anche lui assieme al progetto.

da Repubblica.it
"Vicino a Siracusa un impianto all'avanguardia: oggi l'inaugurazione, parla il Nobel che lo ha progettato
Rubbia e la centrale di Archimede "Così catturerò l'energia del sole"
(19 maggio 2004) "

fonte: http://www.repubblica.it/2004/e/sezioni/scienza_e_tecnologia/archicentrale/archicentrale/archicentrale.html

No comment.

Saluti.

matteo tocco 06.12.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

06-12-2006
E' in dirittura di arrivo la modifica al D.M. "Conto energia" ( www.energianaturale.it/articoli.asp?sart=254&art=2 ) Si stanno profilando novità interessanti per i privati o le aziende che volessero dotarsi di un impianto che sfrutta energie rinnovabili.
Disponiamo di una presentazione in Power Point, che in chiave semplice ed immediata, spiega il funzionamento di questo sistema incentivante per chi si dota di un impianto fotovoltaico.
Collegayevi al nostro sito, (www.energianaturale.it) registratevi alle news letter ( home page in basso a sinistra) e inviate una mail di richiesta, al più presto vi riinvieremo la presentazione.
Si stanno aprendo nuove opportunità. Speriamo....
Saluti a tutti
S. Pozzoli

Simone Pozzoli 06.12.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento

La Germania, dopo la caduta del muro si è accollata 17 milioni di poveri della parte Est è nonostante ciò è sempre 30 anni avanti a noi.
Nel 2005 hanno installato pannelli fotovoltaici per 607 MW, pari a 30 Centrali come quella negata a Rubbia, arrivando a 1.600 MW. In Italia nel 2005 sono stati installati 5 MW, e siamo arrivati a 36 MW.
Questa è oggi l'Italia, ancora troppo cieca ed insensibile.
Ad oggi solo Germania e Giappone(1.200 MW fotovoltaico già al 2004) hanno preso seriamente a cuore il problema.
Il Solare Termodinamico credo che ad oggi non abbia ancora avuto il certificato verde per accedere ai finanziamenti pubblici, concesso pure alle industrie petrolifere per trattare gli scarti del petrolio usufruendo di una tassa che ci fanno pagare nella bolletta dell'Enel.
Questa è l'Italia attuale.
La Prius la prima auto al mondo con bimotore elettrico-benzina, viene ignorata, qua in Europa ci regalano l'auto euro4 cioè una diesel senza filtro Anti-Particolato(l'euro4 non ne prevede l'obbligo) che inquina il doppio di una benzina di 15 anni fa.
Parlano di idrogeno e non dicono che un'auto ad idrogeno costa ancora 1.000.000 di euro.
A gennaio sarà in vendita il primo maxi-scooter elettrico, con prestazioni equivalenti ad uno benzina 100 km/h autonomia di una ricarica 110 km, sino a cinque ore in città, consumo pari ad 1/10 del benzina, manutenzione quasi nulla.
Forse entro l'anno prossimo si metterà a punto una batteria ricaricabile da integrare nella Prius che permetterà di percorrere 50 Km solo in elettrico, sono arrivati già alla decima revisione del prototipo, dopo aver realizzato il maxi-scooter elettrico, ormai credo sia solo questione di mesi anche per l'auto.
Se vuoi saperne di più clicca sul mio nome: forum "ENERGIA & AMBIENTE", ampio materiale e links ai siti ufficiali.
Ciao


Basta!!!C'è bisogno di tutto. Energia solare, fotovoltaico, eolico, inceneritori, centrali a carbone, nucleare, centrali a gas, rigasificatori ed Alitalia. Non facciamo gli ipocriti. Però è vero che i fondi destinati ai pannelli fotovoltaici sulle case sono pochi e poco pubblicizzati!

Antonio Martino 06.12.06 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, il fotovoltaico, l'eolico e le altre forme di energia rinnovabile sono, allo stato attuale della nostra tecnologia, poco più di un'utopia....... . Mi sembrate più oscurantisti dei nostri politici... e ce ne vuole.
Giovanni Li Destri 05.12.06 14:15
-------------------------------------------------

Un vecchio detto recita che chi non sa sta peggio di chi non vede.
Giovanni prima di scrivere a vanvera informati, documentati, studia, anche il tuo piccolo apporto è utile in questo mondo.
Almeno leggi il resto di questo post, un piccolo sforzo dai.

Rai REPORT
CATTIVI CONSIGLI
di Giovanna Boursier
puntata: domenica 22 ottobre 2006

GIOVANNA BOURSIER (fuori campo)
Ad oggi Alitalia ha 17 mila dipendenti, in cassa integrazione a rotazione. Nonostante il fiume di finanziamenti pubblici - dal 1997 Alitalia ha avuto contributi statali per quasi 7 miliardi di euro - l’azienda è al tracollo e perde circa 1 milione di euro al giorno.
-------------------------------------------------

Facciamo due conti:
7 miliardi equivalgono a 7.000 milioni di euro.
La Centrale Solare(che non è stata finanziata) al Nobel Carlo Rubbia ha un costo di 50 milioni di euro.
7.000 : 50 = 140

Con i soldi sprecati in Alitalia negli ultimi 10 anni ci fai 140 Centrali Solari di Rubbia.

Con i soldi buttati in Alitalia si forniva Energia Elettrica quasi gratis(il sole non si paga) per 30 anni a circa 4.000.000 di persone.

Altri benefici:
- risparmio di (12.500x140)= 1.750.000 tonnellate di petrolio in meno all'anno;
- meno inquinamento da CO2 nell'atmosfera, anidride carbonica in meno pari a (401.000 x 140)= 56.140.000 tonnellate di CO2 in meno all'anno.

Per informazioni, documenti e link sul progetto Archimede di Rubbia clicca sul mio nome.
Saluti

matteo tocco 05.12.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Giovanni Li Destri

Ragazzi, il fotovoltaico, l'eolico e le altre forme di energia rinnovabile sono, allo stato attuale della nostra tecnologia, poco più di un'utopia. E non condannate nemmeno gli inceneritori, se ben mentenuti non sono affatto nocivi. Quindi anzichè prendervela con il METODO di ottenimento dell'energia prendetevela con coloro che li grstiscono (da cani). Mi sembrate più oscurantisti dei nostri politici... e ce ne vuole.

Giovanni Li Destri 05.12.06 14:15

=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*===*=*=*=*=*=*=*

Scusami Giovanni, ma devi dirmi dove prendi le tue informazioni!
Come puoi affermare che "l'eolico, il fotovoltaico e le altre fonti di energia rinnovabili sono solo un'utopia"?
Leggi solo le parole di Lunardi, Berlusconi e Moratti?
Guarda che in Germania i pannelli solari sono circa 1000 (mille) volte più numerosi che in Italia, manca solo il sole.
In Svizzera la percentuale é sui 500x, in Spagna lo stesso.
Non dimentichiamo paesi che vivono di utopie, come il Giappone, leader mondiale per la diffusione del solare.
Per l'eolico vedi Danimarca e ancora Germania. Paesi non proprio utopistici, ma coscienti della realtà attuale e capaci di pensare al futuro facendo investimenti che permettono d lasciare sempre più indietro i paesi dove vivono queli che pensano che si tratti di tecnologie da utopia.
Berna si sta organizzando perché fra otto anni tutti i bus cittadini funzionino a BIOGAS, portando a zero il bilancio emissioni CO2.
Solo in Italia il problema non é d'attualità ma nell'ambito dell'utopia.
Scusami, ma mi fa davvero male sentire certe cose.
Saluti

Sandro Bühler 05.12.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

non sono contrario agli inceneritori se sono fatti bene come quello di brescia .
sono invece per un azione moralizzatrice che colpisca duramente quelli che approfittando della loro posizione ci rubano i soldi e non fanno il nostro interesse e nell'ammistrazione pubblica italiana sono il 90 % questo è il vero problema non gli inceneritori o il nucleare o altre cose delicate che andrebbero solo trattate con un po' di attenzione e di razionalita (assente in quelli che vedono solo il loro lucro personale ) per cui non prendiamocela con le cose ma con le persone sbagliate che le gestiscono (alitalia , trenitalia ecc ecc )e quelle che le votano ciao

alessandro geremia 05.12.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

lo sapevi che la moglie di DINI ( già ricca abbastanza.. per il primo marito dei cui figli o figliastri se ne è liberata.. )avrebbe intascato 20 miliardi per aver inventato la proposta di inviare sterco di maiale per concimare l'Africa?
E lo sai che ottimi inceneritori italiani non si sono potuti vendere perchè non prodotti dall'Ansaldo.... ma sono finiti in Germania e bruciano la spazzatura di Napoli.

francesco traldi 05.12.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Un appello a tutti i soci WWF: restituite le tessere. Finché nel WWF ci sarà un personaggio come Mario Tozzi che prende soldi da HERA per raccontare balle sugli inceneritori e raccontare che fanno bene il WWF non è credibile.

Filippo Guerzoni 05.12.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
è la seconda volta che scrivo quindi voglio rubare solo pochi attimi. I sistemi eolici e fotovoltaici sono ben più che una semplice utopia. Sono attualmente in costruzione svariate centrali eoliche in tutta italia e nel resto d'Europa nopn ne parliamo. La cosa che mi sorprende è che qui si cerchi di bloccarne la costruzione perchè rovinano il paesaggio...allora mi chiedo cosa dovremmo dire degli inceneritori??
Sarebbe molto bello se potessimo creare un gruppo di azione per l'installazione di pannelli fotovoltaici senza spese.Ci tassiamo per aiutare gli indolenti(la maggioranza delle persone) a dotarsi di sistema di pannelli solari per l'energia della casa.
Saluti a tutti dall'assicuratore.

Francesco Torelli Commentatore in marcia al V2day 05.12.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Quando ho letto questo articolo mi è tornata la speranza di ricevere INFORMAZIONI AGGIORNATE SUL MICROSCOPIO PER LO STUDIO DELLE NANOPARTICELLE.
mi riferisco all'iniziativa di raccolta fondi per l'acquisto di un nuovo microscopio. Ho inviato due e-mai per segnalare che, in base alle fonti consulate (sito Carlo Bortolani e questo Blog), i conti non mi tornano. Ho partecipato all'iniziativa e vorrei ricevere informazioni più chaire e congruenti.
Vi prego di prendere in considerazione le mie segnalazioni nelle queli indico i dati. Il mittente delle e-mail sono sempre io. Le date di invio sono: 26 Ottobre e 22 Novembre.

Antonella

ANTONELLA MAURO 05.12.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, il fotovoltaico, l'eolico e le altre forme di energia rinnovabile sono, allo stato attuale della nostra tecnologia, poco più di un'utopia. E non condannate nemmeno gli inceneritori, se ben mentenuti non sono affatto nocivi. Quindi anzichè prendervela con il METODO di ottenimento dell'energia prendetevela con coloro che li grstiscono (da cani). Mi sembrate più oscurantisti dei nostri politici... e ce ne vuole.

Giovanni Li Destri 05.12.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

studiosi hanno detto riguardo ai tumori:

che non possiamo sceglire l'aria che respiriamo,
(non è vero basta votare meglio, come i verdi e poi farli andare in galera quando prendono tangenti),

e hanno detto che possimao scegliere cosa mangiare invece,
(lo strutto, le bistecche, e la verdura, non hanno mai fatto male a nessuno nel secolo scorso,
esse sono come riconociuto, ma mai ricordato, cangerogeni a causa delle veicolarità di: pesticidi, biossidi, microparticelle, ecc ecc, cioè, quelle che gli animali mangiano, e i contadini ficcano sulle verdure.)

i successi della scienza medica sono aumentati anche del 50%, ma i tumori sono calati solo di un misero 15%, è vero.
significa che le cause sono aumentate almeno del 30% e fra 15 nni ci accorgeremo della catastrofe degi inceneritori, di cui i magnate dell'economia saranno in maggior parte esenti, perche fanno sreening trimestrali complti con i nostri soldi. e voi morite come topi di fogni senza voce, altro che voto.

il vero progresso è non utilizzare gli inceritori, le armi radioattive, le centrali nucleari, le scoperte scientifiche dovrebbero servire a questo, e vivremmo in un mondo completamente diverso se solo utilizassimo quello che gia cè. ma invece si utilizzano solo per il profitto miope e distruttivo. bravi uomini di merda.
se esistono uomini potenti che hanno sale nella zucca, che combattessero per cause giuste, antinquinanti ( inquinare è peggio che trombarsi la madre, ve lo ricordo).
che combattessere, arrichendosi anche, per produrre un economia sana. sarebbe possibile, basta tagliare le gambe a chi per arricchirsi guarda solo il saldo netto e per nulla agli effetti socioli e inquinanti.
caro potente, arricchsciti, ma fallo con intelligenza, se sei potente spegni gli inceneritori, e fai pale per le energia eolica, che non sono piu brutte di tanto schifo abusivistico di cui ormai l'italia è una fogna.
possiamo rimeetterci sulla retta via, ci vuole sale in zucca, cioè basterebbe poco.

Andrea Zàffiro 05.12.06 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono un ragazzo che stdia fisica a Torino. Ho avuto modo di leggere un articolo nella sezione ambiente di Repubblica che riguarda uno studio realizzato dal ministero dell'ambiente tedesco sulla possibilità di realizzare impianti solari termodinamici in zone desertiche del nord africa. La tecnologia teorizzata da Rubbia potrebbe così essere sfruttata con rendimento massimo. Ti lascio il link all'articolo http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/ambiente/solare/solare/solare.html
Mi auguro che si metta in pratica al più presto questo progetto e che Italia non rimanga più a guardare come ha fatto fin'ora. Saluti

Piovano Marco 05.12.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutta l'Italia deve sapere quello che succede in sicilia (2°puntata)

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 05.12.06 11:01| 
 |
Rispondi al commento

QUOTO:

Nessuno è più sordo di chi non vuol sentire o più cieco di chi non vuole vedere!

- - - - - -

Ecco appunto, guardati questi link e inizia a pensare come viene affrontato nel resto del mondo la questione.

http://www.defra.gov.uk/environment/statistics/waste/kf/wrkf08.htm

http://www.bafu.admin.ch/abfall/01495/01496/index.html?lang=it

Alberto Villa Commentatore certificato 05.12.06 00:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO SEI UN NAZISTA!!!!

Chi guarda picchiare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del picchiatore

Chi guarda insultare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice di chi insulta

Chi guarda rubare a qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del ladro

Chi guarda il mafioso taglieggiare qualcuno senza far niente per fermare la violenza, pur potendolo, è complice del mafioso

Chi guarda mentre un nazista insulta gli ebrei senza far niente per fermare l'insulto, pur potendolo, è complice del nazista

GRILLO SEI NON SEI NAZISTA DIMOSTRALO!!!

Chiedo a GRILLO e allo STAFF di fermare la persona che sistematicamente insulta la storia e gli ebrei.

Roberto Stagni Commentatore certificato 04.12.06 23:35| 
 |
Rispondi al commento

QUOTO:

A Napoli dove "queste macchine da tumori" non le finanzia nessuno hanno la rumenta in mezzo alle strade.

In realtà mi piacerebbe capire perchè diverse nazioni ecologicamente all'avanguardia come Danimarca, Germania, Austria e Svizzera usino regolarmente i termovalorizzatori per smaltire i rifiuti.

Ad esempio la Svizzera, che nel 2003 ha riciclato il 47% dei suoi rifiuti urbani, ha sul suo suolo 30 inceneritori.

http://www.bafu.admin.ch/dokumentation/umwelt/00111/00454/index.html?lang=it
-------------------------------------------------


Carissimo,


non so chi ti paghi per dire certe stronzate,ma deve essere uno che paga bene visto che i tuoi commenti sono...ACCORATI,CONTINUI,PRESSANTI e SIMPATICI come un Gatto attaccato ai marroni!

Nessuno è più sordo di chi non vuol sentire o più cieco di chi non vuole vedere! E tu amico mio calzi questo proverbio a pennello!

Chissà perchè il Dott.MONTANARI e la Dott.sa GATTI sono invitati in tutto il mondo,chissà perchè sono stati chiamati in America per analizzare le polveri delle Twin Tower,chissà perchè i soldati hanno prole con figli deformi,chissà perchè a Rovigo dove c'è una grande centrale a combustibile hanno aperto un inchiesta contro l'amministratore delegato Scaroni dell'Enel con l'accusa di Omicidio Plurimo Colposo,chissà perchè in tutto il mondo sono in allarme e in Itaslia NO!

Nessuno lo dice...nessun Media ha il coraggio di dirlo! E per forza,chi da soldi ai media con la pubblicità? Proprio quelle multinazionali che nei loro alimenti sono state trovate queste particelle! Può un media autolesionarsi? Chi darà loro il grano per la pubblicità se le multinazionali vengono "sputtanate"?
E allora ci vuole uno come Beppe Grillo,uno come Adriano Celentano a smuovere le acque in quest'Italia OMERTOSA!

Forza Beppe,Forza Adriano,siamo tutti con voi!

Massimo Michelini Commentatore in marcia al V2day 04.12.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei sapere perche' agi invalidi civili al 100%
e' stato tolto il diritto al trasporto in ambulanza in caso di una eventuale necessita'?.
Rammento che sei invalido civile al 100% se sei in carrozzina e hai il pannolone !
Se hai bisogno di fare una visita medicospecialistica come ci vai?

giorgio criscione 04.12.06 23:06| 
 |
Rispondi al commento

A Napoli dove "queste macchine da tumori" non le finanzia nessuno hanno la rumenta in mezzo alle strade.

In realtà mi piacerebbe capire perchè diverse nazioni ecologicamente all'avanguardia come Danimarca, Germania, Austria e Svizzera usino regolarmente i termovalorizzatori per smaltire i rifiuti.

Ad esempio la Svizzera, che nel 2003 ha riciclato il 47% dei suoi rifiuti urbani, ha sul suo suolo 30 inceneritori.

http://www.bafu.admin.ch/dokumentation/umwelt/00111/00454/index.html?lang=it


Alberto Villa Commentatore certificato 04.12.06 22:52| 
 |
Rispondi al commento

..informazione, che è stata ripresa a squarciagola da testate giornalistiche anche televisive...quelle a cui crede ciecamente il 90% della gente. Credo che ci sia qualcosa che non quadra, stavolta si è toccato davvero il limite nel depauperamento delle politiche di rispetto ambientale in un territorio già ampiamente provato e sfruttato dall'insediamento industriale. Il comune se ne lava le mani e fa "sperimentazione" sulla pelle dei cittadini... e pensare che avevano abbindolato la città con il fatto che l'inceneritore di Agarini (ex presidente Ternana) bruciasse solamente biomasse, e invece tutti sapevano fin dall'inizio che arrivavano rifiuti industriali già impacchettati. Ti saremmo davvero grati se potessi indagare e darci un sostegno come noi siamo pronti a darlo nella lotta contro queste schifezze.

fabrizio galli 04.12.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Giovedì 30 novembre alcuni cittadini ternani, in un incontro pubblico promosso dal Circolo Libertario Ternano “Carlotta Orientale”, e ospitato presso il centro sociale “Germinal Cimarelli”, hanno costituito un Comitato contro gli inceneritori e le nocività socio-ambientali.
Il Comitato sorge in risposta alla decisione presa dal Consiglio comunale di dare il via libera alla sperimentazione di un terzo camino d’incenerimento, di proprietà della Printer, in zona Maratta. Esso intende promuovere iniziative di sensibilizzazione e mobilitazione e della cittadinanza, attività di approfondimento scientifico sui danni alla salute e all’ambiente provocati dall’incenerimento, gruppi di studio sulle possibili alternative ad esso (raccolta differenziata, riciclaggio, riutilizzo, trattamento a freddo dei rifiuti, fonti pulite di produzione dell’energia, gruppi d’acquisto solidali).
Il prossimo incontro pubblico del Comitato si svolgerà giovedì 7 dicembre 2006 presso il centro sociale “Germinal Cimarelli” alle ore 21,00.

Comitato ternano contro gli inceneritori e le nocività socio-ambientali

Caro Beppe,
questo è quello che ci chiede di pubblicare sulla nostra testata locale il comitato che si è appena costituito a terni.
Qui noi suamo davvero in una situazione limite; credo che come realtà italiana siamo un fatto molto singolare, e ci gioca un ruolo importante anche l'informazione; ti spiego brevemente perchè,visto che nel nostro territorio sono presenti:
-1 celeberrimo polo siderurugico
-2 poli chimici
-3 inceneritori (l'ultimo in arrivo)
Per di più la città è famosa per la sua famosa "conca", e non è logisticamente aperta a venti che portino ricambio di aria.
Ebbene secondo lo studio "Ecosistema Urbano 2007 presentato a Roma da Legambiente e Il Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle città italiane alla luce di numerosi indicatori e parametri" la nostra città è collocata al 15° posto tra tutte le città italiane. Come possiamo dare per attendibile questa...

fabrizio galli 04.12.06 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Oggi a Geo&Geo ho visto una cosa scandalosa! Piero Angela che diceva:"Che cattivo il petrolio: usiamo il CARBONE".
Ho scritto una mail alla redazione che riporto."Salve. Mi chiamo Francesco e quando il lavoro me lo consente guardo la trasmissione "Geo&Geo" già dalle prime edizioni.
Mi dispiace dire però che vedendo la puntata di oggi sono stato enormemente deluso dall'intervento di Piero Angela sul tema dell'energia. Mai mi sarei aspettato che una trasmissione come la vostra e un personaggio come lui avrebbero potuto parlare di energia in termini così superficiali e devianti, oserei dire. Sono d'accordo sulle stime di esaurimento del petrolio e del gas naturale, tuttavia non è possibile designare come successore di queste fonti il carbone reso "quasi" pulito da filtri. A mio avviso queste sono tesi da prima rivoluzione industriale.
Mi ha particolarmente colpito la caduta di stile della RAI come servizio di pubblica utilità che trasmette tesi anti-ecologiche, vestendole da ambientaliste, davanti ad un pubblico di bambini per giunta!
Angela proseguiva il suo intervento ritenendo l'idroelettrico la fonte energetica più pulita anche se non applicabile ovunque. Certo! Ha dimenticato di fare menzione che per sfruttare l'idroelettrico c'è bisogno di dighe, di bloccare l'acqua, di allagare aree e impoverirne altre.

Non un solo riferimento è stato dedicato al fotovoltaico, al solare termico. Il Sole è un fonte sfruttabile ad impatto zero, non c'è bisogno di dighe o di bruciare qualcosa per produrre energia. Il solare termico renderebbe autonome e senza impatto ambientale tutte le nostre case. E non sto qui ad elencare tutti i benefici dell'uso di fonti inesauribili e rinnovabili.
Vi invito a seguire il progetto del prof. Carlo Rubbia in Spagna (ahimè!) che ha prodotto risultati in termini di efficienza ed eco-compatibilità che Piero Angela farebbe bene a studiare.Con l'augurio di aver stimolato una riflessione all'interno della vostra redazione affinché si realizzi un serv

Francesco Rulli 04.12.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Il "caso" Rubbia, come molti altri casi di fuga dei cervelli, è un'altra prova di come il nostro paese sia gestito da IDIOTI TOTALI. Persone che non conoscono la realtà (non hanno la minima idea di quanto costi un litro di latte), impreparati, .........

Alessandro B. 04.12.06 09:51
***********************************************

Con i soldi buttati in Alitalia(negli utimi 10 anni) si sarebbe potuta fornire Energia Elettrica quasi gratis(il sole non si paga) per 30 anni a circa 4.000.000 di persone.

Rai REPORT
CATTIVI CONSIGLI
di Giovanna Boursier
puntata: domenica 22 ottobre 2006

GIOVANNA BOURSIER (fuori campo)
Ad oggi Alitalia ha 17 mila dipendenti, in cassa integrazione a rotazione. Nonostante il fiume di finanziamenti pubblici - dal 1997 Alitalia ha avuto contributi statali per quasi 7 miliardi di euro - l’azienda è al tracollo e perde circa 1 milione di euro al giorno. Il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, dice che Alitalia vive il momento più delicato della sua storia e che la situazione è completamente fuori controllo.
-------------------------------------------------

Facciamo due conti elementari:
7 miliardi equivalgono a 7.000 milioni di euro.
7.000 : 50 = 140

Cioè con i soldi regalati ad Alitalia negli ultimi 10 anni si sarebbero potute realizzare 140 Centrali Solari come quella prevista da Rubbia a Priolo.

Facciamo altri due semplici operazioni:
se una Centrale fornisce Energia Elettrica per circa 7.000 utenze domestiche, 140 forniscono energia per circa:
140 x 7.000 = 980.000 abitazioni residenziali

ipotizzando una media di 4 abitanti ad unità abitativa si ha:
4 x 980.000 = 3.920.000 persone.

Con i soldi buttati in Alitalia si forniva Energia Elettrica quasi gratis(il sole non si paga) per 30 anni a circa 4.000.000 di persone.

Per informazioni, documenti e link a siti ufficiali sul progetto Archimede di Rubbia clicca sul mio nome: forum "SOLARE TERMODINAMICO AD ALTA TEMPERATURA"
Saluti

matteo tocco 04.12.06 15:04| 
 |
Rispondi al commento

ho inviato ad un amico, dipendente enia di reggio e. ,la lettera di francesco galanzino estratta dal tuo blog. questa e' la risposta che mi e' arrivata, e se possibile vorrei un commento.Proprio Martedi' 28/11/06 sono andato nella discarica di Rio Riazzone a S. Ruffino (Scandiano) e parlando con i Tecnici che la gestiscono abbiamo discusso del problema degl' Inceneritori.
Premesso che anch'io sono d'accordo a non farne altri se non sono necessari, mi hanno informato un po' sui costi di gestione e le varie problematiche legate alla discarica.
Sopra alle colline di Scandiano, appunto nasce questa discarica di modeste capacita', dove con ruspe prima hanno preparato il territorio e poi con terreni argillosi hanno creato una specie di catino per salvaguardare le falde acquifere da eventuali inquinamenti. In questo "catino " poi hanno inserito dei captatori che hanno il compito di assorbire il famoso biogas prodotto dal rifiuto organico.
Questo biogas ti assicuro ha una puzza incredibile e proprio per questo motivo che nei dintorni della discarica appunto sono sorti dei Comitati che la vogliono far chiudere. Per contenere questa puzza hanno istallato dei ventilatori che aspirano il biogas e lo mandano verso tre camini che bruciano 24 ore al giorno. Oltre ai camini sono stati montati tre motori a gas che producono energia elettrica. Quindi abbiamo i costi per la preparazione della discarica, i costi di gestione e mantenimento,i costi dell'affitto che Enia paga al comune di Scandiano per l'uso dei terreni, i costi dei camion " compattatori" che giornalmente portano il rifiuto raccolto (circa 8000,00 euro giornalmente) e se vuoi ci mettiamo anche l' inquinamento ambientale dato dai tre camini i tre motori e dai vari camion.
Per ultimo ci aggiungiamo che esaurita una discarica si deve trovare il terreno per farne un'altra comitati permettendo.
Gli attuali inceneritori è vero che inquinano, ma è altrettanto vero che producono energia elettrica e calore per la rete del tel

paolo soncini 04.12.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi scrivo per lanciare una proposta chiedendo il contributo di esperti legali e politici.
E’ da tempo che grazie a Carta, ad alcuni movimenti ambientalisti e a quelli contro le grandi opere siamo a conoscenza del CIP 6 che finanzia l’utilizzo di fonti assimilate (rifiuti, scarti di raffineria non biodegradabili)per produrre elettricità. Siamo noi a pagarle, grazie ad una voce specifica sulle nostre bollette di elettricità dirottando fondi che potrebbero essere utilizzati per le energie rinnovabili.
Ebbene finora credevamo che bastasse una volontà politica ed invece scopriamo su Carta n.42 che alcune convenzioni sono stipulate addirittura fino al 2020.
Bè la mia proposta è UN OBIEZIONE ALLE SPESE INQUINANTI, come avviene quella alle SPESE MILITARI. Una campagna che avrebbe senso se diventasse un impegno per tutte le associazioni ambientaliste d’Italia. Vi chiedo allora cosa si rischierebbe? Come si potrebbe rispondere alle possibile conseguenze? (multe, pignoramenti, stacco della corrente) Potrebbe riuscire a portare risultati? Cosa ne pensate?

Luigi Gallo 04.12.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

C'è già qualcuno che ha provato a proporre un emendamento alla finanziaria sulla questione del cip6.

http://www.energiadalsole.it/cms_rc/uploads/scaricabili_6_06/Finanziaria_anti_CIP6.pdf

Gradirei che il dipendente Pecoraro Scanio, dopo essere venuto sul blog a fare campagna elettorale, ci dica anche come va a finire questo emendamento.

Alberto Villa Commentatore certificato 04.12.06 14:34| 
 |
Rispondi al commento

sono DELINQUENTI i nostri PARLAMENTARI? Prima di votare o ascoltare un politico, fate visita al sito web: http://www.societacivile.it/ e precisamente: NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio
Ci sono tutti i partiti escluso: IDV, VERDI e PDCI

QUOTE MARRON

Dove sono

Camera 49
Senato 26
Parlamento europeo 7

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiamento, concussione, frode fiscale 4
Diffamazione, abuso edilizio, lesioni personali 3
Ban..

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 04.12.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento

IL FORM PER LA PETIZIONE SUGLI INCENERITORI NON FUNZIONA BENE: HA DEI CAMPI SENZA SPIEGAZIONE E NON SI SA COSA BISOGNA INSERIRCI. SE SI LASCIANO IN BIANCO ESCE FUORI IL MESSAGGIO DI ERRORE.

luca medori 04.12.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

L'invio della petizione online 'RESET inceneritori' è un poco macchinosa (inserendo i dati nei campi obbligatori, si ottiene una risposta di ERRORE). Da qui si è rimandati alla compilazione di un format legato al link petizioni.com.
C'è un poco di confusione.Non è possibile semplificare il tutto in modo da rendere partecipi più persone (esempio: traduzione in italiano delle frasi in inglese).

In bocca al lupo per il microscopio elettronico.
Grazie.

Enrico Mariotti 04.12.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento

ok Beppe, però tutti i rifiuti che produciamo dove li mettiamo se non possiamo bruciarli?

meris monari 04.12.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanti saluti da Ferrara, dove l'inceneritore lo stanno decuplicando, grazie alle amorevoli cure di comunisti e verdi...

Federico Casari 04.12.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di ASM - Brescia: sta per costruire un inceneritore anche a Ponte di Legno (forse per dimostrare che è in grado di inquinare anche i parchi nazionali alpini ?).
Saluti.
Giorgio Vecchi

Giorgio Vecchi 04.12.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento


Il Prof. John Christian Bailar III (McGill University) ha mostrato che secondo i dati del National Cancer Institute nel 1962 negli USA morivano 277.000 persone, ma nel 1982 ne morivano 434.000.
Gli inceneritori sono una delle fonti di inquinamento atmosferico più pericolose.

---------------------------------------
Vuoi risparmiare sul carburante? Scopri come:
http://www.fiore.myffi.biz/italian/

Davis Fiore Commentatore in marcia al V2day 04.12.06 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Con le presente vorrei segnalare che anche la rivista mensile Focus (Focus n. 170 dicembre 2006) ha dato rilievo ai danni causati dalle nanoparticelle prodotte dagli inceneritori, intervistando la dott.sa Antonietta GATTI e riportando un articolo dal titolo: “TECNOLOGIA IL NANOMONDO - La materia su base molecolare promette risultati miracolosi. Ma attenzione, pure qualche rischio”.

Saluti
Alberto Berra

Alberto Berra 04.12.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe poco ad avere un mondo più sano, più naturale, ma per cokpa di alcuni stro*** che si credono dio il creatore, non possiamo realizzare il sogno di noi tutti...

L'italia paese di sole al centro del mediterraneo, di vento sulle alpi e appennini, di fiumi, siamo uno stato di energia rinnovabile, ma non la sfruttiamo, poi quando ho sentito della probabile costruzione di una centrale a carbone dell'enel, mi sono infuriato, come è possibile nel 2006 ancora il carbone ?

Noi però stiamo creando una coscienza, grazie a Beppe Grillo e a tutte quelle persone come lui, aiutano a comrendere, e a fare avvicinare il giorno in cui la percentuale di energia rinnovabile a questo mondo sarà maggiore di quella fossile...

Michele Landolfi Commentatore in marcia al V2day 04.12.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Oggi pomeriggio a Roma si terrà un incontro sui temi dell'energia, l'Issi(Isituto Sviluppo Sostenibile Italia) ha curato un volume "Italia 2020. Energia e ambiente dopo Kyoto", di Paolo degli Espinosa, in cui si delinea un precisissimo piano d'Azione perchè l'Italia torni finalmente ad essere competitiva dal punto di vista dell'energia...Siamo il fanalino di coda...ma possiamo ancora adeguarci in tema di sostenibilità. Per chi volesse partecipare all'incontro: Lunedì 4 dicembre ore 16 Palazzo ex Bologna- Senato Roma

Greta Nicolini 04.12.06 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Il "caso" Rubbia, come molti altri casi di fuga dei cervelli, è un'altra prova di come il nostro paese sia gestito da IDIOTI TOTALI. Persone che non conoscono la realtà (non hanno la minima idea di quanto costi un litro di latte), impreparati, ignoranti e cafoni.

Sono ruisciti in 40 anni, grazie all'appoggio e all'indifferenza di una popolazione fortemente complice, alla quale manca il senso dello stato e del bene comune, a distruggere un pese fiorente e competitivo.

MA FINO A CHE PUNTO "POSSIAMO" ARRIVARE?

Alessandro B. 04.12.06 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Vorrei nuovamente sottolineare su questo blog, sperando che la notizia non venga nuovamente cancellata, che il nostro caro Rubbia, Preio nobel per la fisica, ha iniziato nel 2004 un progetto per la costruzione di una centrale elettrica ad energia solare, per tutti quelli che vogliono approfondire l'argomento metto a disposizione il seguente link: http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2004/01_Gennaio/05/Energia.shtml

Oggi, dopo due anni, Rubbia se ne va in Spagna per far pertire lo stesso progetto, in quanto qui da no stanno ancora decidendo il da farsi........
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=3431
il link per la verifica.

Bella presa per il culo, NO!
Ma chi è Prodi?
Ma chi è Rutelli?
Ma chi è Mastella?
Ma chi sono quella massa di banditi che ci ruba i soldi e fa scappare da questo paese i cervelli!!

Mi parlano del CARBONE!

Alessandro Barberi 04.12.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
complimenti per le continue iniziative che prendi. Anch'io ho firmato la petizione contro gli inceneritori ma nella scheda c'è un errore: vi sono alcuni campi optionali senza intestazione ma uno di questi campi è dato come obbligatorio....cosa ci si dovrebbe scrivere dentro?? ed infatti viene segnalato un errore d'incompletezza dell'invio
un cordialissimo saluto

claudio molinari 04.12.06 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna dire chiaro e tondo chi si oppone facendo nomi e cognomi:
Non va in porto l'emendamento che escludeva dagli incentivi l'energia prodotta dalla frazione non biodegradabile dei rifiuti
L’Italia continua ad essere l'unica in Europa a finanziare l’energia prodotta dall’incenerimento dei rifiuti. La direttiva comunitaria infatti prevede incentivi pubblici da destinare esclusivamente alla promozione di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Tale disposizione, a cui il nostro Paese dovrebbe adeguarsi anche per superare la procedura di infrazione a suo carico, era stata inserita dalla commissione Affari Europei della Camera all’interno del disegno di legge Comunitaria 2006. Durante la discussione in Aula però, su richiesta del Governo, non è stato accolto l’inserimento nel Ddl dell’articolo 15 bis, che escludeva dagli incentivi la parte di energia prodotta da rifiuti non biodegradabili, di fatto una quota importante di ciò che va agli inceneritori. Il testo, una volta approdato al Senato, è stato oggetto di un emendamento presentato da tutti i capogruppo dell’Unione della Commissione Ambiente, in cui si chiedeva che l’articolo 15 bis venisse reintrodotto. Il Governo, però, ha fatto nuovamente ritirare l'emendamento.

giorgio rossin 04.12.06 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Sembrerebbero esserci dei problemi sulla petizione degli inceneritori.
Se non si riempono tutti i campi opzionali, non è possibile sottoscrivere la petizione.
Io sono riuscito a votare poichè ho inserito uno spazio vuoto per ciascun campo opzionale.
Se possibile fatelo presente a chi volesse sottoscrivere la petizione.
Grazie

Marco Ferrigno Commentatore in marcia al V2day 04.12.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non c'e' modo di sottoscriversi:

Name Comments
An error has occurred. One or more of the required fields may not have been completed.

Please go Back and complete the form before submitting your signature.

If you are sure the signature form is complete, and you still get this message, then please let us know.

mattia pastrello 04.12.06 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, cari tutti del blog
mi associo senza condizioni. Ricordo la dura campagna anti inceneritore che stiamo conducendo da Ivrea e Canavese. Dopo le illuminate idee di Adriano Olivetti su un'attività industriale responsabile con il territorio, ecco gli avvelenatori che ricattano i cittadini: "vi diamo 25 milioni di euro per avere la vostra salute"; questo propone la Provincia di Torino (di sinistra...) Ma i cittadini non sono fessi e l'hanno dimostrato ancora una volta a Borgofranco d'Ivrea il 16 novembre scorso con una grande assemblea. Questo comune è in maggiroanza di sinistra ma non si è fatto irretire dalle sirene locali dei Ds e della Margherita che in un documento disprezzano l'atteggiamento di chi protesta come di poveri illusi antimoderni. Perfino la chiesa cattolica locale ha preso posizione contraria all'inceneritore!!!
Abbiamo bisogno del sostegno di tutti. Il secondo inceneritore della provincia dui Torino non deve essere fatto. Assieme a molti cittadini si sono uniti Legambiente, PRC, altri gruppi e associazioni locali come l'associazione "Ivrea la bella?" e ancora una rivista, varieventuali (www.rossetorri.it). Chi volesse aiutarci mi scriva. e.bandiera@libero.it. grazie e buone battaglie!!!

enrico bandiera 04.12.06 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente sono con Beppe al 100%

Patrick De Angelis 04.12.06 08:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Oltre a lottare contro gli inceneritori, sarebbe anche utile cercare di risolvere il problema alla fonte e cioè limitare la produzione di rifiuti. Ci sono infatti tanti involucri inutili (che paghiamo nel prezzo del prodotto) che potrebbero essere facilmente eliminati.
Una mia cugina, che vive in Germania, mi ha spiegato che alcuni anni fa i consumatori tedeschi anno promosso una campagna di lotta contro gli involucri inutili che ha funzionato molto bene. Quando andavano a fare la spesa al supermercato, prima di uscire toglievano tutti gli involucri inutili e li lasciavano nel supermercato. I negozi sono stati invasi da montagne di rifiuti e hanno costretto i produttori a fornire loro solo prodotti con involucri indispensabili (ad esempio, in Germania, non si trovano più i tubi di dentifricio con il cartone attorno).
E'anche vero che questa campagna ha avuto successo perché i tedeschi pagano il servizio di eliminazione dei rifiuti in funzione della quantità che producono.

Claire Villaume 04.12.06 07:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe volevo farti sapere che nei giorni scorsi è iniziata una campagna dell'ENEL nella città di Roma per la vendita, porta a porta, di contratti di fornitura del gas.
Diceva, il venditore, per la liberalizzazione del mercato e per la libera concorrenza....
Ho tagliato corto pensando ad una truffa, ma poi ho pensato alla Telecom e alla "liberalizzazione" delle telecomunicazioni vorrei sapere cosa ne pensi tu. Sulla rete non sono riuscita a trovare nulla. Grazie per quello che fai. Paola

Paola Barucca 03.12.06 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Bruciare i rifiuti per ricavarne energia? I rifiuti non possono essere comunque considerati una fonte di energia rinnovabile, dal momento che una cosa bruciata non può essere più riutilizzata, come succede per il carbone o il petrolio.
Il centrodestra, quand'era al governo pensava di accodarsi a Bush e di ricercare nuovi giacimenti petroliferi, il centrosinistra, per distinguersi pensava di ritornare al carbone; solo una classe politica ignobile come la nostra poteva avere idee simili. Dobbiamo pensare ad utilizzare la fonti realmente rinnovabili come il vento o il sole anche per combattere in maniera seria l'inquinamento atmosferico.

mauro bellini 03.12.06 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Beppe Grillo, volevo chiederle come un adolescente della mia età (16)potesse contribuire, o almeno favorire alla NON costruzione di questi Inceneritori.Ci tengo al mio futuro e a quello degli altri, così vorrei provare a fare qualcosa, come sta facendo lei.(...grazie...)

Milena Sorpilli 03.12.06 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione !!!!!
Finalmente dopo tante ricerche ho trovato una società che installa pannelli fotovoltaici a COSTO ZERO.
In pratica attraverso questa azienda si può accedere ad un finanziamento da parte di un istituto di credito che si rimborsera attraverso il contributo ventennale che lo stato eroga come incentivo (il cosidetto "conto energia"), pensa a tutto questa società, studio di fattibilità installazione ecc ecc.
Andate sul sito www.ecowork.info

E fantastico io sto iniziando le pratiche vi farò sapere gli sviluppi

raffaele fanelli 03.12.06 20:19
-------------------------------------------

Il problema è riuscire a reperire i pannelli fotovoltaici.

Le richieste per l'incentivo già inoltrate e considerate idonee sono pari ad una potenza di circa 2.000 MW.

In Italia si producono circa 5 MW all'anno!!!!!

In tutto il mondo nel 2005 sono stati prodotti pannelli fotovoltaici per una potenza complessiva di 1.727 MW.
Praticamente solo il Giappone e la Germania, per ora, hanno produzioni industriali.

Comunque la domanda prima la si fa meglio è.
Se non varia la normativa le nuove domande si potranno inoltrare dal 1 marzo 2007.

Per altre notizie e particolari sul fotovoltaico ed il Conto-Energia clicca sul mio nome, forum "FOTOVOLTAICO & CONTO-ENERGIA".

Ciao

matteo tocco 03.12.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Elenco degli acquisiti (o privilegiati) appartenenti all'esercito corporativo dei parassiti statalisti:
- notai e farmacisti
- professori universitari
- burocrati dei sindacati
- manager delle imprese a capitale pubblico
- senatori e deputati
- cooperative rosse e bianche
- dirigenti ministeriali (vedi INPS)
- dirigisti parastatali (con finanz. editoria, 5xmille, incentivi pubblici, finanz. sindacati)
--
QUESTI,IL 5% DELLA POPOLAZIONE ASSORBONO IL 40% DELLA RICCHEZZA NAZIONALE AFFAMANDOCI CON LA COLLABORAZIONE DI UN 10% DI MANUTENGOLI MORTI DI FAME CHE SI ACCONTENTANO DELLE BRICIOLE.
-
Hai l'opportunità per toglierti d'avanti alcuni parassiti.Come?
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE IL DIRIGISMO STATALISTA
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
ALZA LA TESTA,RIPRISTINA LO STATO DI DIRITTO
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
NON FINANZIARE I GARANTITI DEI DIRITTI ACQUISITI
per sapere come si fa vai su
w-w-w . m-a-b-o-n-l-i-n-e .o-r-g /c-a-n-o-n-e-r-a-i . p-h-p
DISDETTA IL CANONE RAI
HAI TEMPO SINO AL 31-12-2006 SBRIGATI

Antonio De Franco 03.12.06 20:02
---
LETTORI,COMMENTATORI,BLOGGHISTI,CITTADINI, APPROFITTIAMO DI QUESTA OCCASIONE PER FARCI VALERE, DISDETTIAMO IL CANONE RAI ADESSO.

Claudio Boschini 03.12.06 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Tutta l'Italia deve sapere quello che succede in sicilia (2°puntata)

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 03.12.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Chi, come me vede attuare la violazione della legge contro una donna con sistematiche impunità a causa di forti protezioni politiche, non si può aspettare un futuro migliore del Paese se rimangono gli stessi vili soggetti politici che fanno finta di non sapere. I moderni sistemi di controllo del crimine contengono talune potenzialità di sviluppo verso nuove mostruosità all'occidentale, ai danni delle parti lese e dei familiari di questi ultimi. Con la fine della Guerra Fredda, in una situazione di profonda recessione economica, in cui le più importanti nazioni industrializzate non hanno nemici esterni contro cui mobilitarsi, viene permesso di violare la legge a chi è amico dei signori della politica. Come per esempio, si vedono sistemi fuori legge a Milano contro una donna già martoriata di nascosto da tanto tempo, tanto da fare accapponare la pelle. In questo modo la si elimina dall'ordinaria vita sociale un segmento consistente: la sua salute e lentamente la sua completa vita. Ho visto trasformare in lei ciò che altrimenti sarebbe stata la parte più attiva della sua vita. Per questi motivi, ho ben compreso che in Italia non esiste nessuno che possa ritenersi con sicurezza completamente immune dalla potenzialità di divenire soggetto a subire violazioni di legge. Dico tutto questo da testimone ma anche perché ciò possa fungere da monito e quindi anche come un atto di un certo ottimismo credendo fiducioso nella possibilità di un cambiamento in meglio. La vicenda e le pro ve le troverete dopo avere ciccato sotto, sul mio nome, in questo modo si arriverà al sito internet della martirizzata donna.

Alba nascente 03.12.06 20:56| 
 |
Rispondi al commento

non solo abolirei i nostri fondi,
ma farei una legge per smantellarli e non costriurne piu,
non è di avvelenatori d'aria che abbiamo bisogno,
gia ce ne sono di "naturali" come le auto.
abbiamo bisogno di un veccio spazzino che viene a farci la raccolta sotto casa o porta a porta, come fanno certi comuni fuori dalle lobbie.
non abbiamo certo bisogno di 300 operai pagati e inutilizzati.

Andrea Zaffiro 03.12.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

SIGNOR A GGIO E SCI E CHIMI CHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Antonio Marcianò 03.12.06 20:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/370.

I post di altri blog che fanno riferimento al post RESET Inceneritori!:

» Lettera aperta all’on.Marco Pecoraio Scanio da Giuseppe Carpentieri
Illustrissimo Senatore Marco Pecoraro Scanio, sono Giuseppe Carpentieri, cittadino salernitano, ci siamo conosciuti in occasione della manifestazione chiamata La Scienza in piazza, il 16 giugno 2006, p.zza Flavio Gioia. C’erano Grillo e Montanari. S... [Leggi]

02.12.06 00:55

» Greenpeace: raccolte 30.000 firme contro i sussidi agli inceneritori. da Il blog di Fabio Sacco
Greenpeace e Rete Nazionale Rifiuti Zero hanno presieduto l'altro ieri a Montecitorio una conferenza stampa sul tema dell'incenerimento dei rifiuti in cui hanno consegnato quasi 30.000 firme [Leggi]

02.12.06 14:24

» Presa di coscienza da Controcorrente
Basta! Mi sono stufato del fatto che nessuno ci ascolti! Cosa dobbiamo fare per evitare che la nostra salute, quella delle generazioni future e quella del pianeta vengano così irrimediabilmente compromesse soltanto per l'interesse di qualcuno? Il siste... [Leggi]

02.12.06 14:46

» I cittadini non devono più farsi prendere in giro da Diritto di Coscienza
Nessuno ha detto che in Senato non è stato abolito il sistema degli incentivi agli inceneritori. Nessuno ha detto che molti esponenti dell’Unione, DS in testa, erano contrari all’abolizione. Nessuno ha riportato sui giornali tale notizia.... [Leggi]

03.12.06 10:25

» Grazie amico Putin da Il Blog di Marco Canestrari
Anche Scaramella (foto), ex consulente della commissione Mitrokhin è risultato contaminato dal Polonio 210, una sostanza radioattiva. Non si sa ancora chi l’abbia avvelenato, lui come Alex LITVINENKO, ma i sospetti, a quanto dice la stampa, sono... [Leggi]

03.12.06 18:19

» Uno strumento per i cittadini per le dispute ambientali, la Convenzione Aarhus da Giuseppe Carpentieri
Dobbiamo sapere che esiste uno strumento legale, per i cittadini, molto utile, per i casi in cui, le amministrazioni locali hanno intenzione di intraprendere "strade pericolose" per la costruzione di impianti sottoposti alla VIA (Valutazione d'Impatto ... [Leggi]

03.12.06 23:30

» Gli incentivi per le fonti rinnovabili: i Certificati Verdi da Parole verdi
Oggi parlo di Certificati Verdi, affrontando, in tal modo, l'argomento dei meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili, già trattato in un post precedente. I Certificati Verdi, introdotti dall'art.11 del Decreto 79/99, cosiddet... [Leggi]

12.11.07 10:17