Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli indifferenti


indifferenti.jpg

Viviamo in una realtà virtuale. In un Paese virtuale. Abbiamo un parlamento virtuale. Tribunali virtuali. Ospedali virtuali. Scuole virtuali. Informazione virtuale. Leggi virtuali. Lavoro virtuale. Doveri e diritti virtuali. Il cittadino, di conseguenza, si virtualizza. Per sopravvivere finge di vivere in un Paese reale. Come un sano in un manicomio. Quello che resta inspiegabile è come questo Paese virtuale riesca a tirare avanti. Ci si chiede per quanto tempo ancora ci riuscirà. Che cosa ci aspetta.
Quello che abbiamo già raggiunto è l’indifferenza. Se tutto è virtuale un uomo può morire di infarto in pullman a Torino e i suoi compagni continuare la gita a Sanremo. Se tutto è virtuale non c’è da preoccuparsi per l'occupazione della democrazia da parte dei partiti. L’economia del Paese è tenuta in piedi dalle rimesse mafiose. Se le mafie non investissero in Italia i loro guadagni, superiori al Pil, faremmo bancarotta. La disonestà si è fatta sistema. L’indifferenza un’abitudine.
L’Alitalia fallita non è una notizia. Gronchi e Geronzi condannati e subito reintegrati non sono una notizia. Telecom che spia i giudici non è una notizia. Quando il marcio non si può nascondere emerge la notizia. Se il marcio serve in una lotta tra bande è divulgato come notizia.
Ci sono è vero delle piccole vandee. Di gente che si incazza e scende in piazza. Sono per ora locali. Sono Vicenza, la Val di Susa, le città toccate dalla peste degli inceneritori. Sono sussulti di sopravvivenza di un organismo non ancora del tutto piegato. Viviamo in una realtà mediaticamente modificata. I partiti e i loro media ci ipnotizzano come un serpente con i conigli.
Domani, davanti allo specchio, pensateci un attimo. E iniziate la vostra giornata con un gesto per cambiare. E poi descrivetelo in questo post. Ne ho bisogno io. Ne hanno bisogno tutti i lettori del blog. Per ricaricarsi. Reset.

29 Gen 2007, 23:41 | Scrivi | Commenti (1237) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ma va......

Andrea Zamponi 08.06.13 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace deluderti Beppe ma sono un ignavo, la feccia degli indifferenti! uno di quelli che trova conforto nel non partecipare e del non voto, accolgo il tuo appello spiegando i miei perchè, magari altri li riterranno valide motivazioni x lottare...chissà, ad ogni modo non ho votato xchè:

Non mi sento libero di votare o non votare fini o veltroni, mentre si pretende che mi senta obbligato a votare contro berlusconi

Sono (piacevolmente) costretto a dire la mia su questo blog perchè nel mio paese la libertà d'informazione è volontariamente servile da sempre,nessuno ha ancora liberato la rai dalla sudditanza politica (voi mi direte che solo chi la possiede pùò farlo, per cui è impossibile) beh insomma non solo i politici si fànno la rai, anhce la rai si fa i politici! (ferrara e santoro)

Sono juventino e ho dovuto pure subire la beffa di contribuire personalmente all'acquisto di ibraimovic da parte dell'inter a suon di gasolio nel mio suv e per giunta il mio benzinaio mi odia ci mette l'acqua nel serbatoio e teme solo striscia la notizia!

Vivo tra sigonella e comiso e mi dovrei preoccupare di vicenza quando anni fa nessuno ha preso a calci in culo i piloti dei caccia che tagliarono i fili della funivia sul cernisse (non so se si scrive così)

dovrei sostenere prodi che prima svende l'iri a cani e porci e poi vuole che lo aiuti a sanare il debito pubblico...qualcuno mi dica chi vendette la standa a chi?

mi sento dire che sarà colpa della chiesa se non faranno i pacs anche se bertinotti è presidente della camera e tifa milan, i dico a chi li dico?

tempo fa condannarono le assicurazioni e adesso che sono di nuovo in carica si scordano di farle pagare!

le donne sono più rappresentate da luxuria oggi che da cicciolina anni fa!

ad ogni modo, gli ignavi stiamo tutti nell'anticamera dell'inferno e alle ultime elezioni siamo pure risultati in pochissimi!! tutti gli altri ci stanno dentro anche se all'inferno non ci credono!!!!

salvatore leone 26.02.07 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Ormai l'indifferenza dilaga, ci sono giorni in cui non mi interessa nulla, neanche se piove o c'è il sole. Ci sono giorni in cui vorrei fare una rivoluzione, sento dentro di me la voglia di cambiare tutto questo, di ribaltare la situazione. Non vorrei più lavorare, ma non perchè non ne ho voglia bensì perchè non ho più voglia di essere costretto a lavorare secondo le metriche piramidali. Sono stanco di subire, e veder subire alla gente come me, le conseguenze delle scelte insensate, per noi che siamo il motore della civiltà umana, di qualche persona che abusivamente si è preso la libertà di decidere per tutti tenendo conto solamente dei propri interessi personali. Avere il potere è bello ed io di questo ne sono sicuro, ma saperlo amministrare non è ancora una prerogativa dell'Uomo. Devo trovare il modo per redistribuire il petere, che non è altro che un agglomerato di singole parti di libertà, ai legittimi proprietari. Ma non so come fare!!!!

Roberto Nicoli 15.02.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Non c’è nulla di diverso

Assolata piazza
del pomeriggio estivo
persuasa ancora a dormire
con le persiane che si schiudono appena
come la curiosità di anziane donne lasciate sole
dietro le tende di macramé mielato.
L’afa asciuga bocche e parole.
Note e salti di un bambino
arrivano stanchi
Una cantilena perduta

Tante volte mi son chiesto
cosa fosse poi il diverso
di diverso cosa c’è
se io guardo te e me

Il precipizio della piattezza
non ha fondo.
Cosa sarebbe la musica di un piano
se non ci fossero i tasti?
E se su quel piano battessero le dita di Petrucciani,
pallide e tozze
e di Ellington, nere terra?
Che musica verrebbe fuori!
Rinfrescherebbe l’arsura
di questo canto,
di questo posto.
E sentirei più chiaramente

Tante volte mi son chiesto
cosa fosse poi il diverso
di diverso cosa c’è
se io guardo te e me

Su quella panchina viola di sole
ho stretto la mano ad un matto
“brava ragazza, l’ho sai che non si parla con gli sconosciuti?”
ha detto, e poi è andato via con le foglie.
Lo avrei seguito volentieri.
Ma ero senza forze
E persi l’occasione di svestire un mistero
e raccontare il mio.

Tante volte mi son chiesto
cosa fosse poi il diverso
di diverso cosa c’è
se io guardo te e me

Pelle che fa invidia all’ebano
nel bar della piazza.
Aromi speziati regalati da Nabim
per asciugare le mie lacrime di una sera
in cui il campanile non si vedeva
ma erano chiare le risposte.

Tante volte mi son chiesto
cosa fosse poi il diverso
di diverso cosa c’è
di diverso non c’è nè
se tu ascolti ascolto te.


Valentina Gaglione


Valentina Gaglione 13.02.07 01:49| 
 |
Rispondi al commento

..la verità è che per cambiare qualcosa, dobbiamo cambiare noi! E questo ci fa una fatica pazzesca!!!Ci lamentiamo dell'Italia, ma in realtà siamo italiani fino al midollo...e tutto sommato ci va bene così. Ci smuoviamo un minimo solo qunado viene toccato il nostro. C'è da vergognarsi...

Virginia Masi 11.02.07 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Basta non voglio più essere italiano.ma in quale mondo uno che ti ha portato in rovina viene premiato? CIMOLI in tre anni ha portato nel baratro un'azienda (in un Europa in cui le maggiori compagnie aeree fanno profitti),che era già disastrata di suo e non accontendandosi di farlo con uno stipendio triplo del suo pari grado di British Airways ci fa il favore di andarsene per solo 5 mln. di euro anzichè gli 8 mln. previsti dal suo contratto! CINQUE MILIONI DI CALCI NEL CULO!Basta voglio diventare svedese

Davide C. Commentatore certificato 10.02.07 13:00| 
 |
Rispondi al commento

scusa la confusione del mio messaggio

Riccioni Chiara 09.02.07 01:26| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto la domanda, diciamo più la rabbia che la domanda, sorge spontanea:
“Come c…. si fa ad avere un minimo di istruzione in questo m….. di Stato?!”

Riccioni Chiara 09.02.07 01:24| 
 |
Rispondi al commento

, la sudditanza sotto ogni forma, vale a dire quegli elementi che impediscono agli uomini di essere veramente liberi, tenderà ad agire solo per interessi personali, o nella migliore delle ipotesi sarà spettatore depresso e passivo.
E infatti oggi noi giovani siamo spesso spettatori passivi, vittime della nostra disinformazione e del menefreghismo maturato all’interno della scuola, fulcro apparente della nostra società. Quindi non veniteci a dire che è a causa nostra se esiste una società così apatica e indifferente, caso mai la colpa è di chi governa questa società e di chi gestisce la scuola. Per questo motivo, per non farci deprimere da chi dice troppo spesso che ciò che pensiamo è solo una bella utopia, la redazione dell’Altoparlante invita i giovani che si riconoscono in queste righe ad aggregarsi al fine di avanzare delle proposte per una scuola dove le parole partecipazione, dialogo e cultura abbiano veramente un senso.”
Questo articolo ha suscitato la critica decisamente poco costruttiva di molti dei nostri insegnanti che si sono sentiti colpiti profondamente e “emotivamente” sul piano personale, e hanno reagito, o meglio agito, in maniera non del tutto pulita; diciamo che si sono serviti dei loro strumenti didattici per fomentare l’accanimento della maggioranza dei compagni contro le autrici, (pur essendo a conoscenza dei gravi fatti di bullismo avvenuti di recente nelle scuole)attraverso minacce di brutti voti e verifiche a tutto spiano, e assegnando materiale didattico senza spiegazione.
Il pezzo è stato bollato come “diffamatorio” per le pesanti parole. Strana come cosa, dal momento che nell’articolo non si facevano nomi; inoltre abbiamo più volte ripetuto che l’ok per la distribuzione ci era stato dato direttamente dal preside del liceo, ma dato che oggi “la vita va presa con leggerezza” gli insegnanti hanno preferito prendersela con due studentesse,cioè con la minoranza.
A questo punto la domanda, diciamo più la rabbia che la domanda, sorge spontane

Riccioni Chiara 09.02.07 01:23| 
 |
Rispondi al commento

un’agiata maturità. Ma poi è proprio necessario che questo boccone debba essere amaro e che la scuola debba essere la serva ruffiana del sistema? Se questa domanda la rivolgi ai professori tutti dicono che la scuola deve essere piacevole. Eppure quando vai ad analizzare i fatti ti accorgi che sono loro i primi fartela odiare riducendola a quello che effettivamente è: un prezzo da pagare oggi per ottenere un futuro beneficio. Un po’ come le tasse di Prodi. Sin dalle elementari i docenti ci hanno riempito la testa con parole come dialogo educativo, partecipazione e altro bla bla di questo genere. Nel momento in cui cerchi di metterle in pratica ti scontri con atteggiamenti sprezzanti, o con battutine ironiche che suscitano la derisione anche da parte degli altri compagni, oppure con manifestazioni ad alta concentrazione acida. Spesso una tale disposizione rifulge in docenti che si ritengono illuminati, trasgressivi e progressisti. Poi è normale che i loro studenti diventino reazionari e conformisti e si trovino nella vita ad intraprendere quelle scelte correnti spesso ispirate a quei falsi valori che essi stessi deprecano.
Ecco allora che viene a maturarsi nelle menti dei ragazzi quella filosofia del “tutto è lecito” , “fai quello che ti pare”, frammista ad una avversione per qualsiasi forma di interesse sociale e culturale, perché quelli che la propongono sono scarsamente credibili e, in alcuni casi, per nulla affidabili, una avversione che si manifesta in maniera particolare contro la stessa scuola che invece dovrebbe essere il principale veicolo di formazione ed educazione. D’altronde, se gli stimoli necessari alla crescita uno non li trova nella scuola come è attualmente strutturata, li troverà in parte nella famiglia o, soprattutto, in figure di riferimento esterne spesso deviate. Oppure diventerà un abulico. E il disinteresse che lo accompagna da giovane lo accompagnerà in seguito per tutta la vita per cui invece di combattere lo sfruttamento, il dispotismo, la

Riccioni Chiara 09.02.07 01:20| 
 |
Rispondi al commento

CHE RISATE!
Ciao sono una studentessa di Tarquinia(VT), a proposito di indifferenza, penso che questa si possa combattere solo con l’istruzione; cioè sarebbe bello se un po’ di cultura cominciasse a emergere, non dico in televisione, perché sembra impossibile, ma a scuola, dal momento che fanno di tutto per eliminare qualsiasi traccia di interesse culturale. Per questo volevo semplicemente esporti la situazione esilarante e ridicola(ma ci sarebbe da piangere perché situazioni del genere fanno ormai parte dello scenario della scuola italiana) che si è creata nel liceo del mio paese quando io e una mia compagna di classe abbiamo pubblicato su un giornalino il seguente articolo(pubblicato l’11 dicembre del 2006):
“CHI E CHE VERAMENTE SE LA PRENDE COMODA? NOI O LA SCUOLA?
Allora ragazzi, questa volta per fare qualcosa di diverso prendiamocela con l’istituzione meno bersagliata dagli studenti: la scuola. E per aggiungere novità a novità individuiamo, con un colpo di insospettata fantasia, il limite effettivo della scuola di oggi, un limite messo a nudo anche dallo stesso ministro Fioroni: il nozionismo.
Sentiamo spesso e da tempo ricorrere questa parola a tal punto che sembra per certi versi che sia nato prima il nozionismo della scuola. Certo, se con questo termine si vogliono definire tutti quei papponi soporiferi che ci ammanniscono i nostri docenti tutte le mattine o la conferma di notizie che poi possiamo tranquillamente ritrovare anche sul libro, pensiamo che del nozionismo potremmo fare volentieri a meno.
Nozionismo e Fioroni a parte, in realtà l’aspetto più devastante sul piano della formazione educativa e culturale è che alla maggior parte degli studenti non frega nulla di quello che studiano. Per loro (per noi) la scuola o è un’imposizione o un percorso necessario per trovare una degna posizione nella società. E’ insomma il boccone amaro che si deve ingoiare da giovani per trascorrere un

Riccioni Chiara 09.02.07 01:17| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non è virtuale!
Siamo solo miopi davanti a tutto ciò che ci succede intorno.Per tutti noi è più comodo pensare che qualcuno(sindacati sopratutto, e governi vari ) sarà in grado di migliorare le cose.SVEGLIA QUESTA E' UNA FAVOLA
Noi abbiamo perso nel tempo la voglia come si dice in gergo ti tirare fuori "le palle" e di far valere i nostri diritti, che non significa fare violenza o scontri di piazza come nel 68, ma far capire a tutti coloro che ci prendono per il c...
che non ne possiamo più.
..In tutte le epoche è sempre successo che i governanti per impedire che la gente "pensasse"(a qualsiasi cosa potesse essergli nociva) trovassero "diversivi" per tenere le loro menti occupate. Oggi come allora si dà infinito spazio al "MEZZO DI PLAGIO" più efficente che ci sia per tenere sotto controllo le masse e dar loro da pensare ad altro. Succede così che la gente si indebita per avere a tutti i costi un tv al plasma o lcd quando poteva farne benissimo a meno
o sente il bisogno forzato di avere un telefonino che contemporaneamente ti permetta di fare 10000 funzioni quando alla fine poi usi sempre le 3o4 funzioni base di tutti i telefoni ma lo puoi sfoggiare come uno status symbol a scapito di un pasto a pane e acqua, ha senso tutto ciò????
Ha senso parlare di calcio 7 giorni su 7 ??
Hanno senso tutti i reality che vanno in onda?
Ha senso un sindacato di categoria che chiede un aumento di 520 euro , ne accetta 100 scarsi e poi chiede un referendum confermativo sul loro operato? che per caso hanno pensato di averla fatta sudicia??
Pensiamoci bene a me mi pare che tutti i media facciano di tutto per distoglierci dai problemi reali che incombono su di noi quindi se vogliamo veramente cambiare le cose dobbiamo darci una svegliata e dire ORA BASTA!

Lorenzo Angioli San Casciano val di pesa (firenze)

Lorenzo Angioli 06.02.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L'indifferenza è il peso morto della storia. E' la palla di piombo per il novatore, è la materia inerte in cui affogano spesso gli entusiasmi più splendenti, è la palude che recinge la vecchia città e la difende meglio delle mura più salde, meglio dei petti dei suoi guerrieri, perché inghiottisce nei suoi gorghi limosi gli assalitori, e li decima e li scora e qualche volta li fa desistere dall'impresa eroica."
Antonio Gramsci

maurizio Anglisani 06.02.07 22:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE PENSACI TU: CHE FINE HA FATTO L’AUTO AD ARIA COMPRESSA ?????

Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la "Eolo" (questo il nome originario dato al modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e resina, leggerissima ed ultraresistente.

Capace di fare 100 Km con 0,77 euro, poteva raggiungere una velocità di 110 Km/h e funzionare per più di 10 ore consecutive nell'uso urbano. Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che veniva utilizzata d'estate per l'impianto di condizionamento.

Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore il compressore presente all'interno dell'auto riempiva le bombole di aria compressa, che veniva utilizzata poi per il suo funzionamento.

Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni termiche o meccaniche la manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una bicicletta.

Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie lire, nel suo allestimento più semplice.

Qualcuno l'ha mai vista in Tv?

Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sito www.eoloauto.it venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi scrive fu uno dei tanti a mettersi in lista d'attesa, lo stabilimento era in costruzione, la produzione doveva partire all'inizio del 2002: si trattava di pazientare ancora pochi mesi per essere finalmente liberi dalla schiavitù della benzina, dai rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia, dai costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato sull'autodistruzione di tutti per il profitto di pochi.

Insomma l'attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizie.

Manlio Saglietti 06.02.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Signori,siamo oramai alla frutta,mi chiedo come fa l'italia a restare ancora in piedi. Non siamo una nazione ma solo una accozzaglia di menefreghisti e infingardi.Il parlamento con i suoi inquisiti,pregiudicati e politici incartapecoriti sta'varando ''SEVERE''leggi anti ultras, nonostante ci siano quattro regioni praticamente in mano alla criminalita'.Gli italiani allegramente si schierano chi a destra chi a sinistra, si accapigliano litigano dimenticandosi di ESIGERE da propri rappresentanti in ordine: ''moralita', onesta', coerenza dignita' e senso del pudore.
POVERA ITALIA DOVE AFFONDA NEL FANGO LO STIVALE DEI MAIALI..

alessandro biasotti 06.02.07 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quando un Referendum Propositivo per non far eleggere condannati in sede definitiva e condannati e poi amnistiati?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio perchè massone?
Perchè Papa Benedetto, Cardinal Bertone e Cardinal Ruini non dicono che chi è massone, Cicchitto di FI e Gustavo Selva di AN, sono scomunicati? Forse perchè anche loro sono massoni?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di.....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 06.02.07 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo sapere perchè dall'inizio dell'anno non mi arrivano piùi post di Beppe Grillo a cui mi sono riiscritta i primi dell'anno e a cui mi sono riiscritta oggi.
GRAZIE

Teresa Faga 06.02.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento


Ciao, questo è un video che dovete assolutamente vedere. Ho intervistato Luciano Benetton sui diritti umani in Sud America.
Marco Tassinari
www.taffi.it


Marco Tassinari 06.02.07 09:50| 
 |
Rispondi al commento

PPS:Bisogna sempre pensare di testa propria, ma con testa!

Francesco Zoccarato 06.02.07 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Non sara' molto ma un gesto per cambiare io lo metto in atto tutti i giorni, cerco (molto spesso sbattendo contro il menefreghismo) di sensibilizzare ad una campagna a me molto a cuore, ad una campagna semplice semplice, ad un contro spreco e ad una minor inquinamento.
So che non e' come scendere in piazza o altre forme piu' impegnate, ma nel mio piccolo spero di toccare le persone a me piu' vicine...

Se molti altri nel loro piccolo facessero altrettanto credo che molti dei nostri problemi non esisterebbero.

PS:Seguo sempre questo blog e approfittero della presenza di beppe a padova il 9 marzo...

Francesco Zoccarato 06.02.07 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo è davvero sempre più indifferente a se stesso. Nessuno prende posizione. L'unica preoccupazione non è più il bene comune ma la gloria individuale, le soddisfazioni personali, lo riempire il proprio portafoglio. Tutto il resto non conta...ci pensino gli altri ognuno pensa. Questo però non solo i politici o chi è al potere ma anche la persona più insignificante della terra. Se uno oggi lotta, ad esempio, per avere un lavoro, in qanto diritto spettante a tutti, e lo trova non combatte più per gli altri perchè almeno per se stesso ha trovato serenità. Siamo una nazione di tremendi tornacontisti. Rendiamocene conto.

Alfonso Passarello 05.02.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

I politici DELINQUENTI sono l'emblema della prepotenza, a quando un referendum propositivo?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio (massone) e un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro del........

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace questa musica, Beppe! Ormai il mio cervello decodifica i tuoi messaggi in melodie e questo e' molto grave, Beppe: significa che ho perso, tuo malgrado, ogni speranza. Hai fatto molto, molto di piu' di quello che pensavo potessi fare. Mi piace la tua musica, Beppe! E la musica che suoniamo mi eccita, ma ho perso ogni speranza. Ho stampato ancora un sorriso nella mia anima, invisibile, da quando ho appreso dalla Intergovernmental Panel on Climate Change che e' possibile salvare l'umanita' dal disastro, ma se e solo se gli uomini d'affari e i Governi cambiassero rotta subito. La musica qui si fa piu' intensa, Beppe! La stessa IPCC ha reso noto che in base a calcoli sociali e 6 anni di studi approfonditi, questa ultima ipotesi e' da scartare, trascinandosi dietro un assordante silenzio. Sorridiamo al silenzio e balliamo senza musica. I nostri piedi e i nostri corpi faranno sempre abbastanza rumore per continuare la canzone.

Mauro Mazzerioli (mause) Commentatore certificato 05.02.07 16:02| 
 |
Rispondi al commento

La Chiesa, come le cosche, come i Moggi di oggi e di ieri, come i fasci di ritorno, hanno detto, a Catania, come una sola voce: "Lo spettacolo non si tocca!"
Viva sant'Agata! Patrona di una giustizia perduta!

Nacque nei primi decenni del III secolo a Catania in una ricca e nobile famiglia di fede cristiana. Verso i 15 anni volle consacrarsi a Dio. Il vescovo di Catania accolse la sua richiesta e le impose il velo rosso portato dalle vergini consacrate. Il proconsole di Catania Quinziano, ebbe l'occasione di vederla, se ne invaghì, e in forza dell'editto di persecuzione dell'imperatore Decio, l'accusò di vilipendio della religione di Stato, quindi ordinò che la catturassero e la conducessero al Palazzo pretorio. I tentativi di seduzione da parte del proconsole non ebbero alcun risultato. Furioso, il proconsole imbastì un processo contro di lei. Interrogata e torturata Agata resisteva nella sua fede. Quinziano al colmo del furore le fece anche strappare o tagliare i seni con enormi tenaglie. Ma la giovane, dopo una visione fu guarita. Fu ordinato allora che venisse bruciata. Ma un forte terremoto scuote Catania, allora il proconsole fece togliere Agata dalla brace e la fece riportare agonizzante in cella, dove morì qualche ora dopo. È il 251.

Cos'è disposta a dare oggi Catania per difendere la sua verginità? Nulla.
Ci vorrebbe un altro terremoto per salvare i suoi giusti?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 05.02.07 15:17| 
 |
Rispondi al commento

E' scritto nella Bibbia:
"Dio le pietre fredde e quelle calde le tiene con sé, ma quelle tiepide le vomita!

E che dire dell'indifferenza di Catania di fronte alle violenze dello stadio e alla sua esibizione di fede pagana nel culto di una martire quindicenne?
La stessa idolatria per la mafia e Berlusconi.
Tanto valeva portare in processione il dio denaro.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 05.02.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

forza beppe!!!

maurizio ciavola 05.02.07 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vai Beppe, falli neri tutti..viviamo in un paese dove lo scandalo è all'ordine del giorno, e all'ordine del giorno ogni scandalo è dimenticato o "fattoci" dimenticare.
Continua così e nn ci abbandonare perchè sei la voce che può far aprire gli occhi a milioni di italiani!!
Forza Beppe!!!

egidio s. Commentatore certificato 05.02.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Se tutto questo è virtuale è un nostro diritto fondare un partito rivoluzionario virtuale e mandare tutti a casa virtualmente... che sogno.

Luciano Albertin 05.02.07 09:23| 
 |
Rispondi al commento

rimango a londra in una citta liberale dove lo stato non ti uccide anzi ti serve in tutto e per tutto non credo ai miei okki leggere contratti di enti pubblici e non senza asteriski senza scritte minuskole etc...mi manka l italia delle delusioni delle kontraddizioni del sopravvivere del kiedere per avere...mi manka la pasta la pizza anche se vedo che per tantissimi e piu facile aprirsi un attivita qui anzi una catena di attivita che in italia,... grazie ... emigrate tutti e lasciate solo i parlamentari..qui un opportunita di mettervi in gioco ve la danno ... senza chiedere o pagare nessuno se vi ritenete in gamba lasciamoli soli come on in england my friend lasciamoli soli non abbiamo bisogno di loro sono loro che hanno bisogno di noi sotto le votazioni come on

vincenzo sardone 04.02.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Ecco i miei piccoli gesti:
- da maggio bevo solo acqua di rubinetto
- uso l'auto solo lo stretto necessario, altrimenti a piedi o mezzi pubblici
- sto scrivendo alla mia banca per sapere se utilizzano i miei soldi per investire in armi
- ho messo lampadine a risp. energetico in tutta la casa
- scrivo alle aziende prima di acquistare qualcosa per avere conferma che non ci sia sfruttamento di lavoro minorile
- ho messo nella vetrina della mia attivita' un cartello in cui dichiaro che il personale che lavora e' assunto regolarmente secondo le disposizioni di legge
- cerco di regalare un sorriso alle persone con cui ho a che fare

Claudio Molinari 04.02.07 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma che volete commentare!! Cazzo svegliamoci tutti insieme ci facciamo prendere per il sedere da tutti,basta gridate basta, non si vive più,cerchiamo di fare qualcosa di costruttivo per cambiare non girate la testa diventate per un giorno tutti metalmeccanici e provate a comperarvi un appartamento prendendo un mutuo,ad organizzarvi una vacanza o una gita sulla neve.Sicuramente sembreranno ca...te quelle che ho scritto ma veramente chiudete gli occhi e provate a guadagnare 1200 euriii al mese...............................................................................................................................................................................................

Massimo Cesaroni 04.02.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

On.le Presidente Silvio Berlusconi, carissimo Beppe Grillo,
pare che la stagione dei congressi comunali, provinciali e regionali del Partito di Forza Italia, sia finalmente arrivata dopo 10 lunghi anni di attesa. I "commissari" hanno i giorni contati, sulla carta. Diventeranno finalmente "coordinatori". Evviva! Le segreterie di Forza Italia sul territorio, a cominciare dall'Abruzzo, però continuano ad essere gestite molto male: assistiamo alla corsa alle tessere dell'ultimo minuto, corsa assolutamente scriteriata, senza controllo ideologico e, per giunta, a costo quasi zero! Così si finanzia la politica in un Paese democratico come l'Italia? Segreterie di Forza Italia affidate, udite udite, a giovani senza alcuna preparazione, senza merito, senza rispetto per il prossimo, senza speranza, senza contratti, senza futuro.
Ma i raccomandati, quelli sì che un futuro ce l'hanno. Tra l'indifferenza generale, possono aspirare alla segreteria di Partito. Evviva!
Come si finanzia la politica in Italia? A chiacchiere e, pere giunta, senza distintivo e qualifiche. Vi pare giusto?

Nicola Facciolini 04.02.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

E' così difficile copiare le leggi delle prime: Finlandia, Danimarca, Norvegia e Svezia?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio (massone) e un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue s...

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Indifferenza?politici assenti, e i movimenti che fine hanno fatto?
Penso che il calcio e l'uso che i media ne fanno di questo sport (ammesso che si possa ancora defirlo cosi')hanno grande responsabilita'. i giornali e tv lo confezionano ad arte, fanno apparire questi atleti come divi,ignorando invece altre cose che veramente meritano interesse e attenzione, e cosi' sempre nelle case ovunque, in qualsiasi momento nei luoghi di lavoro giorno e notte non si parla altro che di calcio, pensavo che con lo scandalo delle scommesse si fosse rotto questo prezioso giocattolo,l'oppio del popolo italiano cosi' lo defini' un alto prelato.
Quanto accaduto a Catania e'il rovescio della medaglia,rispetto ai benefici che queste attivita'offre,negarlo o far finta che l'accaduto di Catania e' stato soltanto opera di alcuni delinquenti significa che le classi dirigenti non hanno ancora una volta capito niente del grave stato di disagio si trovano i giovani, dal nord al sud ITALIA
UN SALUTO
E RINGRAZIO.

umberto nacchia 04.02.07 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Un paese feudale

Il rapporto Eurispes nel 2005 rilevava che il 49,2% di italiani non aveva fiducia nelle istituzioni
Nel 2006 cambia di poco: il 46,7%.
Andiam male, se quasi metà paese guarda le istituzioni con diffidenza.
E' una brutta bocciatura.
Gli italiani si fidano poco del Parlamento, del Governo e della Magistratura
Il 78,5% si fida invece delle associazioni no profit, quelle che per alcuni son fatte da sfasciavetrine, terroristi o antiamericani, vai a capire!
Metà sente la Finanziaria sarà un bidone. E il 62,4% è certo che le tasse aumenteranno

Il rapporto dà una stima dell'evasione fiscale sopra i 210 miliardi di € (ci si fanno 7 Finanziarie!)
e un sommerso pari a 425 miliardi di €, quanto il 30% del PIL. E bravi ladri sommersi!
Malgrado queste cifre impressionanti che stroncherebbero anche uno stato-elefante, metà paese è pronta a votare di corsa chiunque prometta meno tasse, anche se le promesse di Berlusconi non sono "MAI" state mantenute e sulle promesse di Prodi non ci giurerebbe nemmeno sua moglie
Non solo le tasse non caleranno ma si stima che aumenteranno di 10 punti percentuali. Sugli onesti, naturalmente.
Anche se l'attuale governo finge di non saperlo, la paura per la criminalità è al 1° posto, come col governo Berlusconi, ma continua la corsa già iniziata con lui a diminuire i fondi per le forze di polizia, i controlli fiscali, i processi.. Si continua a nascondere il problema sotto il tappeto quando si sono rubati anche il tappeto. In cambio questo governo ha pensato bene di spendere 20 miliardi di € in armi e Parisi ha anche pestato i piedi perché ne voleva comprare di più! Si vede che ai ladri di appartamento e agli scippatori gli vorranno sparare col cacciambombardiere Eurofighter Typhoon!
Un omicido su 5 è mafioso ma chissà mai se arricchendo la Finmeccanica e impoverendo la polizia..
Il risultato dell'Eurispes è che l'ultimo quinquennio è stato di "declino totale"!
Che c'era dunque da applaudire? La catastrofe?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 04.02.07 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Il centrosinistra è 13 punti sotto il centrodestra. Continuiamo a farci del male!
Un altro paio di editti da Bucarest di Prodi, qualche altro calabraghe al general Ruini, qualche innalzamento delle bollette e dell'ICI, qualche altra agevolazione penale o processuale ai ladri di stato e siamo fatti!
Non c'è neanche bisogno del ridicolo Berlusconi, il centrosinistra fa tutto in casa, come le frittate quando ti cascan le uova. Fracchia è niente.
A quando il letto di chiodi targato D'Alema-Fassino-Prodi-Rutelli-Mastella?

Bertinotti:
"La soluzione per una tenuta di governo c'è: Mandiamo i leader in esilio! Così crescerà il consenso popolare!"
(dalla lezione di Montevideo)

A Bologna anticipano i tempi. Poiché Cofferati ha scontentato proprio tutti, dalla CGIL ai commercianti, dagli studenti ai pensionati, hanno felicemente deciso di ripresentarlo come prossimo sindaco. Così la schiacciata sarà totale!

Sul recente pastrocchio al Senato per la base militare di Vicenza
Willer Bordon:
"Non esiste maggioranza che si voti contro! L'unico caso fu Fanfani che chiese un voto per mandarlo a casa!"
Ed è su questa basi che faranno il Partito Democratico?
Ma non c'è un premio Tafazzi per chi si spara di più sulle palle?

Intanto l'Eurispes segnala che siamo "a rischio deriva feudale". Solo? io credevo che il feudalesimo non fosse nemmeno morto!
Suggerisce "una maggiore efficienza della Pubblica Amministrazione". Ma va? Li abbiam sentiti i bugiardi che spergiuravano che lavoravano troppo!
Parla di "una valorizzazione del capitale professionale e umano". Non mi dire?
"Una rivoluzione culturale e politica". E chi la farebbe? Mediaset e la Rai insieme alla presente classe dirigente e politica? La Carfagna! Bondi? Vespa? Il festival di San Remo? O forse l'isola dei famosi e Del Noce?
".. per non sprofondare ancor più nel declino economico, sociale e morale e nel pericolo di una deriva populista" e perché.. le migliaia a Roma per il Divo Silvio cos'erano?


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 04.02.07 14:31| 
 |
Rispondi al commento

La risposta del ministro delle comunicazioni Paolo Gentiloni è stata chiara: «nel caso in questione la legge prevede che l’emittente trasmetta programmi autoprodotti, che si impegni a non trasmettere più del 5 % di pubblicità per ogni ora di diffusione, e diffonda la programmazione per almeno per il 50% del tempo nell’orario tra le 7 e 21». Dopo la denuncia del Comitato Regionale Sardo per il Servizio Radiotelevisivo, e l’interrogazione da parte dell’On.Vacca, il Ministero ha disposto la trasmissione degli atti concernenti a Catalan Tv all’autorità per la garanzia delle telecomunicazioni, riattivando così la procedura per l’accertamento sulla programmazione. In tempi rapidi il ministro Gentiloni ha garantito la verifica dell’eventuale violazione dell’attuale normativa. L’attenzione dedicata dal Ministro alla questione ha messo in luce come il sistema radiotelevisivo sia un terreno fertile per tanti piccoli furbi che si muovono nelle pieghe della legge, formalmente osservando le norme e sostanzialmente violandole, o addirittura speculando sugli iter burocratici. «A tutte queste furberie bisogna mettere un fine - ha detto il deputato - e l’autorità garante non mancherà di ripristinare il diritto di una minoranza linguistica ad avere una emittente che dispieghi davvero una attività culturale, e insieme il diritto degli algheresi ad avere una pluralità nell’informazione e una corretta formazione delle opinioni».

baldo luigi 04.02.07 07:06| 
 |
Rispondi al commento

Se ti può far piacere saperlo, tra le cose che io faccio è di limitare il più possibile qualsiasi consumo.

Saluti

Antal Nagy 03.02.07 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Da 14 anni, tutti i giorni, ho praticato una censura "spietata" nei confronti dei miei tre figli: niente pubblicità in tv (nè audio nè video) e neanche un minuto del 90% dei programmi inutili, tg compresi. Vi assicuro che è faticosissimo, non c'è nessuna soddisfazione, nè gloria, solo critiche e il doversi sentire anche un po' str**zi. Ma questo è stato ed è il mio RESET principale, nella speranza che la non assuefazione alla violenza pubblicitaria e al rincoglionimento fascista della nostra tv lasci un po' di spazio al loro essere individui non omologati e (spero) non omologabili.
Ci sono poi tanti altri piccoli RESET che chiunque può praticare quotidianamente:
- non comprare i prodotti reclamizzati dalla pubblicità
- se si ha la possibilità, rifornirsi di acqua potabile alle sorgenti, oppure usare quella del rubinetto
- utilizzare l'acqua calda della pasta per lavare i piatti (sgrassa meglio del detersivo, provare per credere)
- non usare il telefonino, o almeno usarlo solo lo stretto necessario
- in edicola, cercare di comprare solo le pubblicazioni slegate dai partiti e dalle marchette pubblicitarie, costano un po' di più, ma ne vale la pena. E rifiutare (sdegnati) qualsiasi tipo di gadget promozionale "gratuito"
- in attesa di una utopistica liberalizzazione delle tecnologie, adottare per la propria auto i carburanti più "puliti": metano per i motori a benzina e olio di colza per i diesel
- (naturalmente usare l'auto il meno possibile!)
- votare con molta attenzione, scegliendo di volta in volta la persona o il simbolo più distante possibile dai partiti consolidati
-ecc. ecc.

Questo piccolo decalogo non dà nessuna certezza di un cambiamento immediato, nè sarebbe risolutivo, ma se non siamo disposti a praticare ALMENO alcune delle tante piccole scelte individuali nel nostro quotidiano, come possiamo pretendere di cambiare l'intero sistema malato nel quale siamo incastrati?
Temo che, oggi, un RESET improvviso sarebbe troppo traumatico...

Fabio Amoretti 02.02.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Il mio gesto è stato quello di spegnere le luci che non servono in casa e in ufficio. So che può sembrare poco, molto poco... ma è molto simbolico per me.
Perchè l' uomo è così votato all'autodistruzione? Che cosa l'ha portato a questo? Com' è possibile essere arrivati al punto di dover trovare le soluzioni ai danni causati da quello che viene definito progresso o evoluzione? E' ovvio che il progresso non è qualcosa di infinito...prima o poi si arriverà ad una situazione di blocco. E allora si dovrà ripartire.
La fine del mondo sta già arrivando, e la stiamo causando noi con le nostre stesse mani. Peccato.
Siamo come in una specie di MATRIX, prigionieri.

ENRICO ANTONIAZZI 02.02.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento


Tratto da Repubblica, 02/02/2007

(http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/ambiente/rapporto-onu/reazioni-a-rapporto/reazioni-a-rapporto.html)


AMBIENTE

Reazioni allarmate alla pubblicazione dello studio Ipcc sul riscaldamento globale

Il Wwf: "Serve un piano Marshall che metta l'ambiente al centro di tutto"

Rapporto clima, appello alla politica
"L'Italia volti pagina, è già in ritardo"

Il ministro Pecoraro è d'accordo: "Una svolta ecologista non è rinviabile"


LEGGETE QUI:
In tanta apprensione e tra tanti appelli all'azione, una delle poche voci fuori dal coro è quella del capogruppo dell'Udc alla Camera, Luca Volonté. "Il rapporto Ipcc è di una banalità sconvolgente - sostiene l'esponente della Cdl - Non è da Greenpeace, né dai nobili proprietari terrieri che verrà un cambiamento significativo nella responsabilità umana. Ripartire dall'ecologia umana, a 26 anni dalla Centesimus Annus, rimane l'unica via d'uscita. L'Italia vada verso nucleare pulito e rigassificatori. Basta veti rosso-verdi".


MA LI MORTACCI VOSTRI!!!!

marco astanti 02.02.07 15:52| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe,
sono una ragazza di 25 anni, cazzo, 25! Ho aperto gli occhi sulla politica(?) in Italia solo ora, guardando il tuo ultimo spettacolo... Sono rimasta esterefatta di tutto ciò che succede in Italia, e anche da quello che non succede... L'ignoranza incombe...
Non ho parole.
Grazie di avermi aperto gli occhi...
Andate avanti così ragazzi. Ora anch'io ho la possibilità di fare qualcosa per questo Paese... Magari combattere l'ignoranza!
Saluti.

Alessandra Cipriano 02.02.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,dopo 2-3 anni che la seguivo,mi informavo,la cercavo(e non la trovavo)...finalmente l'ho scoperta e l'ho comprata:la IBRIDA TOYOTA PRIUS!!!2 motori,uno elettrico per basse velocità,uno a benzina per le alte!Domanda:perchè nei concessionari ITALIANI è ancora una macchina fantasma???ABBRACCISSIMI Luca

luca Sesini 02.02.07 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione, Rossi, non posso farci niente
Sono una pacifista ma non sono pacifica
E vedo che, salvo qualche eccezione perdonabile, le maiuscole sono usate da gente che baratta la vita umana per qualche interesse di portafoglio, che è pronta a vendere la nostra terra e i nostri diritti per difendere qualche arricchimento privato,e che è pronta a dar fuoco ad altri esseri umani o a sprangarli solo perché sono più poveri o diversi per pelle o per cultura
Io non sarò mai capace di fare del male fisico a qualcuno ma continuerò a chiamare costoro "bestia", perché questa è l'unica violenza che mi riconosco

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 22:28| 
 |
Rispondi al commento

in effetti tutto ciò che ci meritiamo è la querelle su Repubblica tra silvio e veronica.
con tanto di titolone d'apertura, perché è quello ciò che conta o no?

Gabriele Clemente 01.02.07 22:08| 
 |
Rispondi al commento

CARA VIVARELLI,
INFATTI LA VIOLENZA DELLE TUE PAROLE E' PEGGIORE DI CHI SI GRATTA O SI METTE IL DITO NEL NASO O SPUTA IN FACCIA AGLI ALTRI.

ROSSI F. 01.02.07 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, io il gesto lo sto facendo da un pò di tempo... ho preso l'abitudine di riempire la bottiglietta di plastica che porto sempre con me direttamente dalle fontanelle che la sputano gratis cosa della quale nessun cittadino sembra essersene accorto... a lavoro cerco di reciclare tutti i fogli di carta che vengono quotidianamente usati solo per scrivere sopra poche righe insignificanti o fare qualche scarobbocchio (persino il tuo calendario che avevo con cura stampato ma che non mi è stato fatto appendere) a fatto quella fine (beh almeno è servito ad una giusta causa)...per non parlare della raccolta differenziata a casa, la scelta di farmi una macchina a gas (nonostante lo stato incentivi le varie 'euro di turno'), cerco di non buttare niente per terra ( dopo lo schiaffo morale ricevuto dalle altre città europee) insomma, qualcosa cerco di fare, e non a scopo di lucro... ;-)
con affetto Luigi

Luigi MArgiotta 01.02.07 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Silvio Berlusconi odia l'informazione, il pluralismo, l'indipendenza giornalistica e non, la concorrenza, i nuovi posti di lavoro, la libertà. Lui è un bravo bambino o un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fi.....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 01.02.07 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, essendo convinto che questa notizia non la sai,eccomi a dartela. Sul quotidiano della repubblica dei gnam gnam in prima pagina una clamorosa anticipazione sulle prossime elezioni italiane. Il papa benedetto sedicesimo( al secolo joseph ratz) si candida a presidente della repubblica italiana esprimendo il desiderio di portare con sè il suo braccio destro ruini (al secolo La faina). L'attuale presidente dopo aver ringraziato il papa per l'incarico di ambasciatore conferitogli per la visita in Spagna lo ha pregato d'ora innanzi di non parlare più alla finestra di piazza s.pietro, ma dal balcone di piazza venezia roma per rivolgersi meglio a tutti gli obnubilati e rintronati d'italia. Ultima ora: il presidente ha chiesto al papa di presiedere con lui al viminale tutte le conferenze stampa onde all'unisono sintetizzare meglio le sintesi. Tanto ti dovevo. Brutti tempi corrono. Tutta la mia stima egidio.

tarsia eiidio Commentatore certificato 01.02.07 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Un gesto per cambiare

SPEGNIAMO TUTTO : oggi, primo febbraio dalle 19.55 alle 20.00 AZIONE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI. Il primo febbraio 2007, partecipate alla grande mobiltazione dei cittadini contro i cambiamenti climatici.

L'Alliance pour la Planète (un gruppo di associazioni ambientali) chiamano semplicemente tutti i cittadini: 5 minuti di riposo per il pianeta! Tutti spegniamo luci e apparati elettrici il primo febbraio tra le 19.55 e le 20.00.

Non per risparmiare cinque minuti d'elettricità solo in questo giorno, ma per attirare l'attenzione dei cittadini, dei media e delle autorità sul problema d'energia e l'urgenza di passare all'azione!

5 minuti di riposo per la pianeta : non prende molto tempo, non costa niente, e mostrerà ai candidati che il cambiamento climatico è un soggetto che deve pesare nel dibattito politico. Perché il primo febbraio? Questo giorno uscirà, a Parigi, il nuovo rapporto del gruppo di esperti climatici delle nazioni unite.

Non dobbiamo lasciare passare l'occasione di puntare l'urgenza della situazione climatica mondiale.

Se partecipiamo tutti, questa occasione avrà un reale peso mediatico e politico!

Fate circolare al massimo questa chiamata intorno a voi.

Grazie.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Spero che arrivi una bella glaciazione. Solo per l'emisfero nord che, non so per quale motivo, sta uccidendo il pianeta. Sarebbe un'opportunità per gli sfigati che vivono sotto l'equatore per poter costituire un nuovo ordine semimondiale. Fra 1000 anni trovare bush gelato come un mammut con la motosega in mano nel suo ranch.
Ho anche visto che quei massoni di merda dei francesi stanno facendo di tutto per sputtanare Segolene Royal...c'era da aspettarselo. Quel verme di chirac è il primo massone d'europa (prima visita del massone prodi) e dovrà obbedire al suo maestro. Spero solo che questa estate non ci siano 10 15 gradi in più del normale come adesso altrimenti siamo morti.
Saluti.

Davide Frezet 01.02.07 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Rossi F:

Il divieto di scrivere tutto un testo in lettere maiuscole non è un regola fascista
E' una regola che internet si è data fin dai suoi albori e suona così:
"Bisogna evitate di scrivere frasi in maiuscolo (scrivere in maiuscolo equivale, in gergo telematico, a "urlare" ed è segno di cafonaggine e grave maleducazione)."

Questa è dunque una regola di buona comunicazione che implica rispetto per gli altri, così come è buona educazione non urlare nelle orecchie della gente o non parlargli così vicino alla faccia da spruzzarli di saliva

(Sugli appellativi esagerati che sempre mi scappano ti dò ragione, ma sono anche stanca di ripetere ogni volta cose ovvie)

L'intero testo in maiuscole è perdonabile solo per chi usa il pc da poco, non ne conosce le norme e crede, scrivendo in tal modo, di dare pià forza al suo discorso, mentre non sa che gli altri lo saltano automaticamente così come smettono di guardare uno che si mette le dita nel naso o si grata le parti intime

Per chi invece continua a fare così perché degli altri non gli importa niente e viene su un blog solo per disturbare credo, purtroppo, che questi appellatuvi denigratori siano addirittura scarsi

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Beppeeee!!! stai leggendo degli arresti degli "hacker" telecom e altri dirigenti?!?!
Scrivi qualcosa ti prego, perchè qua è peggio di un film!!

Mattator 2007 01.02.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo sull'indifferenza. Una mattina stanca di guardarmi allo specchio per convincermi che potevo farcela ho preso un vecchio lenzuolo e con uno spray rosso ho scritto a caratteri cubitali BASTA PRECARIETA'. Il lenzuolo l'ho appeso fuori dalla mia finestra, la mia finestra dà su una piazza dove ci fanno anche il mercato rionale, c' è tanta gente che abita nel palazzo di fronte (giovane!), è anche zona di passeggio! ma nonostante questo nessuno ha risposto al mio appello... perchè????
Lucia (Torino)

lucia santangelo 01.02.07 14:20| 
 |
Rispondi al commento


Iniziare con qualcosa di buono?
Io ho istallato 1 KW di pannelli solari fotovoltaici che due settimane fa è entrato in esercizio.
Riceverò anche l'incentivo statale, quindi in otto anni recupererò l'investimento, e dopo andrò anche in attivo.
Non è molto, ma io un piccolo passo verso il progresso l'ho fatto. Consiglio a tutti di farlo.

Paolo

Paolo A 01.02.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La risposta del ministro delle comunicazioni Paolo Gentiloni è stata chiara: «nel caso in questione la legge prevede che l’emittente trasmetta programmi autoprodotti, che si impegni a non trasmettere più del 5 % di pubblicità per ogni ora di diffusione, e diffonda la programmazione per almeno per il 50% del tempo nell’orario tra le 7 e 21». Dopo la denuncia del Comitato Regionale Sardo per il Servizio Radiotelevisivo, e l’interrogazione da parte dell’On.Vacca, il Ministero ha disposto la trasmissione degli atti concernenti a Catalan Tv all’autorità per la garanzia delle telecomunicazioni, riattivando così la procedura per l’accertamento sulla programmazione. In tempi rapidi il ministro Gentiloni ha garantito la verifica dell’eventuale violazione dell’attuale normativa. L’attenzione dedicata dal Ministro alla questione ha messo in luce come il sistema radiotelevisivo sia un terreno fertile per tanti piccoli furbi che si muovono nelle pieghe della legge, formalmente osservando le norme e sostanzialmente violandole, o addirittura speculando sugli iter burocratici. «A tutte queste furberie bisogna mettere un fine - ha detto il deputato - e l’autorità garante non mancherà di ripristinare il diritto di una minoranza linguistica ad avere una emittente che dispieghi davvero una attività culturale, e insieme il diritto degli algheresi ad avere una pluralità nell’informazione e una corretta formazione delle opinioni».

baldo luigi 01.02.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento

VIVARELLI,
TU SEI EDUCATA? QUANDO METTI LA CENSURA COME UNA FASCISTA ALLE PAROLE MAIUSCOLE E AZZANNI CON PAROLE BARBARE, IGNORANTI, BESTIALI, BELLUINE CHI HA IL DIRITTO DI USARLE?
da ora in poi parlate tutti sotto voce. non mettete neanche iniziali e nomi maiuscoli.

ROSSI F. 01.02.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Elias Vacca: «Catalan Tv è legale?»
Il deputato dei Comunisti Italiani, chiede informazioni al Ministro delle Comunicazioni, sulle verifiche compiute dal Garante
ROMA - Mercoledì 31 gennaio, durante la seduta della Camera dei Deputati all’interno dello spazio dedicato alle interrogazioni a risposta immediata, il deputato dei Comunisti Italiani Elias Vacca ha richiesto al Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni informazioni circa la verifica dell´Autorità per le garanzie nelle comunicazioni riguardo la legalità dell’emittente televisiva Catalan Tv. I motivi di tale interrogazione sono molteplici: «la prevalenza nel palinsesto di trasmissioni autoprodotte in lingua italiana, la trasmissione di spot pubblicitari a pagamento in lingua italiana, la produzione e programmazione anche durante le campagne elettorali di tribune elettorali e confronti politici in lingua italiana e secondo una ripartizione degli spazi assolutamente non rispettosa delle norme sulla cosiddetta par condicio». L’On. Vacca ha inoltre chiesto quali provvedimenti il ministero intenda adottare per la verifica della regolarità dell’emittente, onde consentire l´applicazione delle necessarie sanzioni nel caso di effettiva violazione delle norme sopra richiamate.

baldo luigi 01.02.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

PERCHÈ BEPPE NON DIVENTI ANCHE TU UN 'DIPENDENTE'?

COSI' FINALMENTE POTRESTI FAR VALERE IL NOSTRO VOLERE.

CREDO CHE I NUMERI CI SAREBBERO

Federico Bini 01.02.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

PERCHÈ BEPPE NON DIVENTI ANCHE TU UN "DIPENDENTE"?

COSI' FINALMENTE POTRESTI FAR VALERE IL NOSTRO VOLERE.

CREDO CHE I NUMERI CI SAREBBERO

Federico Bini 01.02.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Tutto è virtuale, ma la presunzione, il fanatismo, il moralismo, la FALSA BONTA' è sempre reale e, derivando da desideri di onnipotenza, cerca di sfiorare l'infinito.
Speriamo ancora, nonostante tutto, nella bontà, nell'equilibrio e nell'impegno.

Stefano Di Pasquale 01.02.07 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,
mi fa un certo effetto leggere di democrazia in questo paese. In questi giorni ho informato la tua relazione di come mi hanno estromesso dal forum di discussione della RAI di Report. Era l'ultimo sul quale scrivevo dopo essere stata metodicamente bannata da altri molto connotati da parte, in particolare, di un partito, i DS. Chissà se anche adesso c'è il loro zampino ma certo risulta assai poco credibile, come mi ha risposto Milena Gabanelli, che Report non è mai stato influenzato da alcuna pressione.
Di fatto, dopo aver chiesto al teal di Report che portasse alcuni forumisti che lì scrivono ed insultano come è avvenuto nei miei riguardi ad un modo più dialettico e civile di rapportarsi con glia ltri, hanno impedito a me di scriverci! I miei interventi sono sottoposti al controllo di un moderatore prima di essere pubblicati, ma pubblicati non lo sono più!
Mio padre, condannato da un tribunale speciale fascista per attività contrarie al regime e licenziato brutalmente prima di un Natale degli anni '50, perché aveva la tessera in tasca del PCI e della CGIL mi raccontava comne erano piene le lettere, controllate dalla censura fascista, di cooperture nere di parole e frasi. Già, allora c'era un regime e c'era la proterva DC integralista. Oggi siamo in democrazia... Dicono. Ma co'è che cinquant'anni dopo, con un governo di centro sinistra (dicono di sinistra-centro) a sua figlia viene impedito di esprimere il suo pensiero come Costituzione dovrebbe garantire, in un forum della televisione pubblica di Stato la cui esistenza tutti noi sovvenzioniamo?
C'è qualcosa che non va?

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 01.02.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Un piccolo gesto ma di grande significato
è non urlare
non prevaricare nemmeno con la violenza del suono, della voce!

Quelli che su questo blog scrivono maiuscolo
manifestano il torto di una implicita violenza

Non parlano, urlano, prevaricano
Manifestano il loro stato di ignoranza che viola ogni regola di buona educazione, una cafonaggine barbara, insopportabile che rende illeggibili i loro scritti qualunque cosa essi dicano e li etichetta come bestie

Allo stesso modo non gridare per via, nei luoghi pubblici, nella tua casa, con le persone della tua famiglia. Non stordire gli altri con schiamazzi e con suoni! Siamo oppressi già abbastanza dalla violenza dei suoni

Anche la voce è una via per qualificarsi
E il modo con cui taluni in tv scaticano tutto il loro furore in interruzioni, grida becere, urla violente, attacchi belluini prova la loro bassezza e come dovrebbero essere allontanati da ogni consesso umano finché non hanno ripreso il lume della ragione e il comportameno di esseri civili
e quando sono i politici ad abbandonarsi in questi consessi lo spettacolo che danno ai cittadini è oltremodo incivile e vergognoso
ma nessun tak show o spettacolo dovrebbe permettersi di esibire come divertimento gente che rissa, infama, insulta per l'esempio deplorevole che questi comportamenti costituiscono per tutti
anche questa è volgarità e diseducazione

Il suono insultante è violenza che uccide

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 11:40| 
 |
Rispondi al commento

METTI UNO SPECCHIO NELL'ANIMA!

Va pure tranquillo nel frastuono di questa vita frenetica, ma pensa a quanta pace può esserci nel silenzio.
Con dignità, senza compromessi, fa di tutto per andare d'accordo con chi ti sta vicino; dì la verità in modo chiaro e sereno, e ascolta gli altri, anche se sciocchi o ignoranti: anche loro hanno una storia da raccontare!
Evita chi è aggressivo o parla troppo forte, perché opprime il tuo spirito. Se ti paragoni agli altri puoi diventare presuntuoso o invidioso. Metti uno specchio nell'anima!
Ci sarà sempre chi è più in alto o più in basso di te.
Impegnati nel tuo lavoro per umile che sia: è la sola cosa vera nel gioco delle fortune alterne. Sii cauto negli affari: il mondo è pieno di inganni; ma non essere cieco di fronte alla vera onestà: c'è molta gente che lotta in nome di alti ideali, e c'è eroismo un po' ovunque.
Sii te stesso! Soprattutto non fingere affetti; ma non essere neppure cinico in amore perché, malgrado le amarezze e le delusioni, l'amore è come un prato: sempre verde...
Accetta il passare degli anni, e abbandona senza rimpianti le smanie della gioventù. Abitua il tuo spirito ad essere forte perché ti sorregga nelle improvvise avversità; e non fare drammi su cose che non esistono: le tue paure nascono solo dalla stanchezza o dalla solitudine.
Sii dolce con te stesso. Metti uno specchio nell'anima!
Sii un figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle. Hai diritto di stare al mondo, e che tu lo voglia o no, l'universo è giusto così com'è...
Perciò sii in pace con Dio, qualunque sia il tuo modo di concepirlo, e sii in pace con la tua anima, quali che siano i tuoi problemi e i tuoi desideri, con tutte le ipocrisie, le ingratitudini e i sogni andati in fumo: il mondo è ancora bello!
Metti uno specchio nell'anima! Lotta per essere felice!

Stefano Di Pasquale 01.02.07 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi riecheggiano nella mente le parole sprezzanti di Biffi, vescovo di Bologna che voleva vietare agli islamici l’ingresso in Italia o ordinava di chiudere le chiese o le case di accoglienza per i barboni negli inverni troppo rigidi. O sinistramente il discorso di Ratisbona con cui il Papa ha ingiuriato Maometto. O il discorso dell’on. Pera contro il meticciato europeo vergognosamente applaudito da CL
Quanta poca cristianità di fronte all’esempio di Taizé

Frère Roger arrivò a Taizé nel ’40 e condivise con i paesani la sventura della guerra, nella sua casa accolse i profughi, soprattutto ebrei. Denunciato alla Gestapo scampò in Svizzera due anni per tornare e fondare una comunità ecumenica, cioè aperta a tutti per riunire cattolici e protestanti. Uniti lui altri fratelli protestanti, ottenne da Roncalli il permesso di usare una chiesetta cattolica. Arrivarono anglicani, ortodossi. Fu invitato come osservatore dal 2° Concilio Vaticano nella grandiosa opera di papa Giovanni che i successori poi distrussero
La comunità è orientata all’unità di tutti i cristiani, a una profonda spiritualità evangelica, a una monastica, all'impegno umanitario nel Terzo Mondo. Taizé fu il punto di riferimento ai giovani europei, specie nel ’68 francese. Un Concilio dei giovani vide accorrere 2.500 giovani. Poi le presenze si moltiplicarono, arrivarono a 40.000. I media se ne accorsero e cominciarono le interviste, temendo una politicizzazione del movimento
La risposta di frère Roger fu: “Dare la propria vita perché l'uomo non sia più vittima dell'uomo. Questa è politica” “Senza impegno per la giustizia, il concilio dei giovani mancherebbe alla sua missione”
Taizé è preghiera insieme, ognuno con la sua fede, è speranza di unione contro le separazioni e le esclusioni, è monachesimo vissuto insieme al mondo
I monaci assumono su di sé i problemi e le angosce del mondo
I giovani apprezzano di stare in silenzio insieme, pregare insieme, cantare insieme, lavorare insieme..

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Taizé 2

Tutti descrivono in modo positivo l'esperienza sulla collina e molti passano a scelte più impegnative
“Il concilio è come un seme che poniamo sulla terra. Terra che siamo noi, sei tu, sono io, sono gli altri, coscienti o no”
Il segretario generale del Consiglio d'Europa alla consegna del premio Schuman, disse: “Voi siete un europeo molto grande. Perché il vostro esempio e la vostra azione si irradiano in tutta Europa attraverso i giovani che passano a Taizé, e perché portate tra i nostri popoli quello di cui hanno più bisogno, un messaggio di pace, di amore e di riconciliazione…L'Europa ha bisogno di voi, delle vostre idee, della vostra forza. L'Europa istituzionale, quella delle organizzazioni internazionali, del Consiglio d'Europa, degli stati, degli uomini di stato, dei politici, degli affari, degli eserciti, dei potenti, ma anche l'Europa dei popoli, della gente modesta, dei poveri, che sono numerosi, tutte queste Europe hanno bisogno di uomini come voi che non hanno niente se non il loro cuore e la loro fede. La forza delle idee, questa esiste.
Con voi, Frère Roger, noi l'abbiamo incontrata. Grazie”

Voitila andò a Taizé due volte. La collina è frequentata anche da uomini di scienza e intellettuali. Vedi Paul Ricoeur, grande filosofo: ”Sapere che quello che chiamiamo generalmente religione ha a che fare con la bontà. Le tradizioni cristiane lo hanno un po' dimenticato ....Ho bisogno di verificare la mia convinzione che, per quanto radicato sia il male, non è così profondo come la bontà. E se la religione, se le religioni hanno un senso, è quello di liberare la bontà di fondo che c'è nell'uomo, di andarla a cercare la dove è nascosta. Ora, quì a Taizé, io vedo una sorta di irruzione di bontà, .. vedo migliaia di giovani che hanno una concretezza fondamentale verso verso la bontà”

http://it.wikipedia.org/wiki/Comunit%C3%A0_di_Taiz%C3%A9


o
http://www.masadaweb.org

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho parole...fare qualcosa significa far rivoluzione come i nostri cugini francesi,ma saremo all'altezza...saremo uniti...io sono qui che aspetto,che qualcuno faccia reset una volta x tutte...beppe facciamo qualcosa...VI ASPETTO TUTTI
MAURIZIO

maurizio forlani 01.02.07 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo ha bisogno di esempi
Da poco e’ morto, ignorato dai media, il piu’ grande personaggio di Francia: l’abbé Pierre E’ drammatico vedere quanta tv si sprechi sulle galanterie di B e nulla su un uomo tanto straordinario
Di famiglia ricca, a 19 anni si fa frate e dà i suoi beni ai poveri dedicandosi alla vita monastica che deve lasciare per motivi di salute. E’ vicario a Grenoble. Durante il nazismo salva polacchi e ebrei ricercati dalla Gestapo, falsifica passaporti, li porta in salvo oltre le Alpi. Nel ’43 è partigiano e organizza l'Armata di Vercors. La Gestapo lo arresta ma riesce a fuggire
Dopo la guerra, viene eletto Deputato alla Assemblea Nazionale Francese. Nel ‘47 fonda il Movimento Universale per una Confederazione Mondiale. Nel ’49: disegno di legge per riconoscere l'Obiezione di coscienza
Alla fine del ‘49, accoglie in casa un assassino ergastolano e inizia il Movimento Emmaüs, gli Stracciaioli-Costruttori. Poi lascia il Parlamento, rifiutando una legge elettorale "truffa" e si dedica interamente al suo Movimento. Gira la Francia. l'Europa, tutti i paesi del mondo, per dire i problemi più urgenti per l'umanità. I senzatetto, la fame, i migranti, la tratta di schiavi...

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 08:46| 
 |
Rispondi al commento

2
L'abbé Pierre

Nel ’54 fa il grande appello a Radio Lussemburgo che scuote la Francia. "L'insurrezione della bontà" che porta alle Comunità Emmaüs una quantità enorme di beni. Si apre il 1° cantiere per 82 case per senzatetto. Capi di stato e di governo, esponenti delle diverse Chiese e religioni, tutti si rivolgono a lui per un aiuto, un consiglio. Ovunque sorgono le Comunità Emmaüs, poveri che col lavoro di recupero e riutilizzo di quanto viene buttato, si guadagnano da vivere onestamente e si permettono il "lusso" di aiutare chi sta peggio
"Poveri che diventano donatori, e provocatori di chi ha e non fa nulla"
"Servire e far servire per primi i più sofferenti, è la sorgente della vera Pace."
"La miseria giudica il mondo e rovina ogni possibilità di pace."
"Vivere, è rendere credibile l'Amore; è vendicare l'Uomo, amando."
"Siamo condannati a sapere tutto. L'urgenza è la condivisione, condivisione anche del bene lavoro, del tempo libero..."
Continua la sua "guerra alla miseria ed alle sue cause sempre e dovunque ricorrenti".
Lo premiano infinite volte: Legion d'onore, Premio Balzan per la Pace ecc. Tanti i libri sulle cose che si possono fare o non fare, che si devono dire o non dire
2 film. "Uomini senza casa” e "Invero '54" . Difende fino all’ultimo gli immigrati, gli sfrattati, i senzatetto, occupa piazze e case sfitte, obbligando le autorità a trovare una soluzione definitiva

Le sue parole sono sconvolgenti e destano scandalo: confessa di essersi innamorato e di avere avuto dei contatti sessuali, spera nei preti sposati, difende gli omosessuali per cui parla di “alleanza”, non di “matrimonio”… Ma il vero scandalo non è questo, è la miseria morale e materiale, è la mancanza di compassione, è la durezza del cuore, il cinismo, la guerra, la morte…E’ l’egoismo e il desiderio di sopraffare l’altro, è la presunzione di sentirsi superiori


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 01.02.07 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono disgustata da quanto sono alti gli stipendi dei parlamentari...perchè l'italia non investe in carceri invece di coniare l'indulto anche per gli assassini?Ma stiamo scherzando vero?
C'è troppa elasticità in questo paese...nel mio quotidiano mi impegno ogni giorno per cambiarlo
facendo sentire la mia voce ogni volta che qualcosa è sbagliato...
Sei un grande Beppe...sono pienamente con te...

Kframe foto 01.02.07 03:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutte le fantastiche persone che fanno parte del blog...

Mi chiamo Ivan e scrivo da Pesaro, ho 27 anni ed è la prima volta che scrivo in questo blog. Rispondo alla richiesta di un gesto per provare a cambiare il "sistema".

Sapete, sono circa un paio d'anni che vi seguo ed essendo un pessimista di natura credo che sia molto difficile cambiare le contraddizioni di questa Italia, soprattutto perchè tutti siamo diventati troppo comodi e pigri. Nonostante sia pessimista comunque voglio incominciare a mettercela tutta, a darvi una mano a cambiare il sistema.

Due gesti:

1. Farò 10 copie da regalare ad alcuni dei miei amoici, del fantastico documentario "The Corporation". Che consiglio a tutti per poter aprirsi gli occhi in merito alle multinazionali che ci governano.

2. Voglio incominciare ad andare al lavoro in Autobus, anche se è più scomodo e costoso (per me) avendo la macchina a gasolio. Purtroppo dobbiamo incominciare a lasciare a casa la macchina, per il traffico e per l'inquinamento.
So che non è sempre possibile e che l'auto è un mezzo ormai indispensabile, ma per favore, cercate anche voi dove possibile di diminuire la circolazione inutile, magari organizzando macchine da più persone.

3. Il terzo è un consiglio...Questo blog ha contribiuito molto a sensibilizzarmi veso i problemi a cui prima non facevo nemmeno caso, quindi per consultarlo costantemente l'ho impostato come home page di internet. Ma non vi chiedo di rinunciare ai vostri motori di ricerca preferiti, utilizzate AVANT BROWSER - http://www.avantbrowser.com/ -
E' un browser che vi permette di aprire più pagine Internet contemporaneamente e di arrangiarle sullo schermo come più vi piace.
Sostituisce Internet Explorer ed è completamente freeware.

Nel salutarvi voglio ancora ringraziarvi per quello che state facendo, perchè per cambiare è importante prima di tutto la CONSAPEVOLEZZA.

Ivan Carloni

Ivan Carloni 01.02.07 01:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Signora Veronica Lario in Berlusconi (vero nome Miriam Raffaella Bartolini) ancora una volta hanno VINTO i VAlori della famiglia.Donna, Madre, Moglie, Figli, Coppia, Dignità, Rispetto.Signora Veronica un grande GRAZIE sincero. Sono valori che contano, donne Italiane fateli vostri.

Mario Flore 01.02.07 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Domani mi sveglierò di corsa come sempre e come ogni mattina penserò a quello che sto costruendo nella mia vita mentre corro tra un caffè un rimmel e un paio di stivali. Penserò come sempre che non è il modo con cui sognavo di vivere, non che il mio mondo sia quello di Amelie, ma tutto quello che provo a fare mi rendo conto che è tutta una fregatura, allora i sogni non hanno linfa e si spengono.
Ogni mattina penso di fare cose che non vorrei fare ma devo per sopravvivere, quello che mi renderebbe felice cerco di non perderlo mai di vista anche se a pensarci bene, ultimamente mi rendo conto che mi rispondo con un NON HA SENSO.
Perchè vivo in questo paese con la speranza che cambi qualcosa?
Ogni cosa è sempre un problema, non è chiaro nulla, e non ci informano mai del tutto.
Ogni mattina penso di mettermi in proprio, inventarmi un mio mestiere e lavorare onestamente senza più due mesi di cocopro da una parte, un mese da un'altra e così via. Ma ogni mattina penso a questa economia, che ancora non ci fa vivere male, ci fa vivere di meno, e quando arriveranno i veri problemi la gente non se ne accorgerà, tanta la speranza di questa Italia.
Io ho finito la speranza. Sono un pò arrabbiata, un pò sconcertata, continuo ad inviare curriculum su JobPilot e mi sembra di essere anch'io virtuale!!! Poi se penso ai miei sogni, scriverei poesie e novelle, farei due o tre figli reali!!! e mi darei al missionariato in Brasile.
Per cambiare da domani non penso più di avere una partita iva, mi metto l'anima in pace, lavoro in nero così riesco a partire.

Raffaela Venanzoni 31.01.07 22:47| 
 |
Rispondi al commento

E' vero caro beppe, la vita qui assomiglia sempre più a Matrix... (intendo dire il film culto). La gente insegue solo le cose futili e non si preoccupano del loro vero futuro. Io ho 24 anni e non mi vergogno di fare i nomi dei ladri che affliggono da sempre l'esistenza dei più deboli mettendoli all'oscuro delle vere verità.
Internet rimane l'ultima speranza per una rinascita di vera democrazia. Per prima cosa guardate i vostri Pc...al 90 % sono targati Microsoft Winzozz... gran bella beffa.Non inseguite Vista.. è una trappola ! L'ennesima.

Think Different. Think Apple. ;-)

Daniele Fedele 31.01.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Per cambiare mi sono alzato una mattina di fine anno e sono andato al lavoro con una vena di follia in testa. Ho cominciato a dividere tutto il materiale che viene accatastato nelle aziende alla voce campione "per collaudo" "verifica e controllo qualità" "promo x ufficio acquisti" "proposta nuovo fornitore" "ricerca e sviluppo" o più semplicemente "fuori corso" e indovinate un pò? Il Sabato ho comunicato alle varie imprese di smaltimento i quantitativi di materiale da smaltire, solo qualche tonnellata. E' veramente bello entrare la mattina in azienda e vedere quel vuoto che si è formato togliendo tanta roba inutile e ingombrante. Chissà perchè le persone si affezionano alle cose che non servono a nessuno scopo? E poi magari dopo 40 anni di attività l'azienda non si aafeziona alle persone che l'hanno portata, con il loro lavoro, ad essere una bella e grande azienda e decide di licenziare... ooops, scusate ... di "MOBILITARE" una ventina di colleghi. Ognuno cambia qualcosa nella sua vita a suo modo. Bè , tante grazie..............

simone paolo tezzon 31.01.07 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Un gesto per cambiare?
E' da anni che lo faccio tutti i giorni: non mangio carne, latticini e uova. Non mi faccio prendere per il culo da industrie e pubblicità. So che fanno male, ci sono studi scientifici che lo dimostrano chiaramente, e non li mangio.

Fatelo tutti, è una piccola rivoluzione.

Stefano E. Commentatore in marcia al V2day 31.01.07 21:49| 
 |
Rispondi al commento

"Non hanno vinto gli slavi la guerra,cma.
loro si sono approffitati e basta..
non esisteva la yugoslavia prim...ignoranti sinistroidi...
pietro lascala 30.01.07 16:21"

La cosa importante è che l'abbiamo persa noi la guerra, microcefalo! Ed abbiamo perso una guerra di aggressione. E l'Italietta fascista è stata complice di Hitler e di Ante Pavelic nel perseguitare i serbi. Certo che la Iugoslavia non è mai esistita! E' un invenzione delle potenze vincitrici della prima guerra mondiale. Soprattutto l'Inghilterra che mettendo li un re legato alla corona inglese, sperava di mantenere il controllo dei Balcani.
Però, mio caro triestino, ricordati che per secoli i serbi hanno fermato le invasioni turche, proteggendo anche la tua città, l'Istrie e la Dalmazia.
E restituire le terre date come riparazione di guerra alla Iugoslavia dall'Italia sconfitta non è previsto nel trattato di Osimo. O te lo sei dimenticato? Vuoi indietro anche Nizza e la Savoia? E che altro? Ci riprendiamo la Corsica, giacchè ci siamo? O i francesi per te sono un contro e gli sloveni, i croati, i serbi, i bosniaci ed i montenegrini un altro?
Tu sei un folle patologico, perchè completamente privo di un legame con la realtà. Le tue nostalgie sono prive di qualsiasi fondamento. Le motivazioni che adduci sono insostenibili.
Fatti curare!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 31.01.07 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Le ingiustizie ormai credo che ci vengano somministrate come una droga, inizialmente ne sentiamo l'effetto, e ci incazziamo, poi dose dopo dose il fisico non reagisce più, e per sentirne l'effetto dobbiamo aumentare la dose.
In questo caso la dose ci viene somministrata tutti i giorni, ed è sempre più massiccia, ed è così che succede che un ragazzo Down viene pestato e insultato senza essere difeso da nessuno mentre tenta di difendere lui stesso una signora.
I media non riportano più le notizie che non fanno ascolto, la gente comune se ne strafotte dell'Alitalia o della Telecom, gli importa solo che la Juve ritorni in A, o che il Milan vinca lo scudetto, o che Vieri raggiunga i 350 Kg....
Dopo lo scandalo calcio tutti sono tornati davanti alla TV come se niente fosse, come se giustizzia fosse fatta!!!

Se questo non è un segno di tossicodipendenza non so veramente come spiegarlo.....

Fabrizio Manni 31.01.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Somalia è uno dei paesi più poveri del mondo: il 43,2% della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno e il tasso di mortalità infantile ha raggiunto il livello impressionante del 22%. La Somalia è il paese con il più basso PIL, il più basso tasso di alfabetizzazione degli adulti (il tasso di iscrizione alla scuola elementare è sceso al 17%).
Questa è la catastrofica realtà di questo Paese dimenticato dagli uomini da Dio e dai mass-media. Le Nazioni Unite, solo qualche giorno fa decideva di inviare una forza africana di interposizione, in realtà, il via libera al dittatore di Adis Abeba di attaccare la Somalia (dopo che l'occupazione avveniva da molti mesi) e le "Corti Islamiche".
Lasciata al suo "destino" negli ultimi dieci anni, negli ultimi due è stata messa nelle mani dei "Signori della guerra". Un gruppo di capi clan con il solo compito di gestire i traffici illeciti di armi, di droga e di ricattare tutta la popolazione. Proprio nel maggio di questo anno, l'Onu, attraverso un suo responsabile, il sig. Bruno Schiemsky, denunciava il coinvolgimento di Etiopia, Yemen, Gibuti, Arabia Saudita e Italia, come responsabili di un traffico di armi in favore dei signori della guerra (gli USA pretesero e ottennero di essere cancellati dall'elenco).
L'Etiopia appoggiata e sostenuta militarmente e attraverso i suoi consiglieri dagli USA, occupa il territorio somalo, con l'obiettivo politico militare di dividere la Somalia, impedirne un minimo di ripresa civile, gestire i traffici illeciti, continuare ad affamare, ricattare, uccidere ogni speranza del popolo somalo; imporre un governo "amico". Ma forse, come in Iraq, l'obiettivo è quello di appropriarsi della ricchezze del sottosuolo, le immense risorse petrolifere, che secondo fonti ben informate, la Somalia possiede in abbondanza.

Giada Molina 31.01.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Moncalieri,il comune in cui è successa la disgrazia del sig.Benito, l'uomo che è morto d'infarto a pochi metri dall'ospedale. Scrivo per amore della vera informazione in quanto ho l'occasione di conoscere sia le voci della stampa (IL MERCOLEDI'- settimanale di moncalieri e comuni limitrofi), sia dei protagonisti (grazie ad un amico del 118 ed alcuni parenti,che conoscono i protagonisti della vicenda-la comitiva del pullman).
il sig.benito si è sentito male sul pullman,tutti pensavano ad un malore.L'autista del pullman ha chiamato il 118, si è fermato in una piazza di facile accesso per l'ambulanza ma,purtroppo, non si sono capiti e l'ambulanza sa è recata in un posto diverso da quello in cui era aspettata. richiamato il 118 l'autista si dirige nel punto più vicino all'ospedale( struttura compressa dal centro storico,senza parcheggi,con accessi stradali minimi in cui veicoli pesanti non possono accedere ed in più arroccato in zona collinare).Nel tempo in cui il responsabile della comitiva si è precipitato al pronto soccorso ed è tornato con una carrozzina,i soccorritori del 118 stavano già prestando soccorso al povero sig. Benito.Sarabbe stato ininfluente,quindi,l'intervento esterno dei medici del PS.
La comitiva si è allontanata per proseguire la gita quando il loro amico (e lo dico a ragion veduta,visto che a Trofarello,che è un piccolo comune gli over60 si conoscono quasi tutti ed in più erano il gruppo dell'AVIS donatori di sangue)era in mano ai soccorritori ed ancora vivo. Nessuno d loro è stato avvisato sulla gravità della situazione,tantipiù della morte del loro amico durante la gita, lo hanno saputo al ritorno:scendendo dal pullman si sono trovati davanti il loro sindaco che voleva essere informato sui fatti realmente accaduti.
E' da anni che Moncalieri e i comuni limitrofi hanno maturato la consapevolezza che quell'opedale (il più grande della zona) deve essere spostato in un luogo più adeguato.Peccato che sia sempre troppo tardi.

sonia trivella 31.01.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>---CLIKKAMI E RILASSATI!

AAAAAA BBBBB 31.01.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

vai beppe......siamo con te!!!!!!!!
un abbraccio

Giuseppe Cazzato 31.01.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Il cattolico la domenica non và in chiesa, ma nella grande distribuzione a spendere quello che gli rimane!! compra telefonia, tecnologia etc etc uno dei drammi principali della società moderna(oltre che mastella ministro della giustizia)è passare la domenica nei supermercati entrando in dimensioni parallele dove le persone perdono ogni cognizione e vagano da uno scaffale all'altro in cerca del prodottone!! io ci lavoro e vi posso dire che è devastante!!!!

david cecconi 31.01.07 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

approsito del morto per infarto davanti al prontosoccorso...
gli amici potevano caricarselo in spalla e portarlo dentro...nessuno avrebbe potuto negargli le cure...invece lo hanno scaricato davanti ...fuori dall' ospedale non ci sono defribillatori ...nulla si può fare per un arresto cardiaco fuori dal pronto soccorso...smettetela di dare sempre la colpa alle strutture sanitarie...in questo caso i simpatici amiconi del defunto avevano troppa fretta di andare al mare

graziano zanacchini 31.01.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Più che gli indifferenti siamo piuttosto gli impotenti: lo siamo diventati purtroppo perchè la "democrazia" é ormai finta visto che i politici eletti da noi invece di servire l'interesse generale servono gli interessi dei poteri forti quali la "bassa" finanza, i grandi media, Hollywood, le multinazionali!!

I politici si nascondono dietro la scusa che la maggioranza delle decisioni dipendono dalle indicazioni di Bruxelles che in realta vuol dire Washington che detta le regole del Gatt, del FMI, della Globalisazzione e ovviamente decide tutto in politica estera e militare.

In un recente sondaggio della MSNBC alla domanda se Bush doveva essere messo sotto accusa (impeachment)per aver autorizzato di spiare i cittadini americani, iniziato una guerra criminale e di aggressione contro l'Iraq (per non parlare del massacro orchestrato l'11 settembre) 87% dei 414000 che hanno votato hanno SI mentre 11% hanno risposto NO!
Quale la reazione di Bush? Chiede nel suo discorso al Congresso un aumento delle truppe per intensificare la sua guerra di devastazione e di massacri in questo martoriato paese. Purtroppo otterra quello che vuole dai democratici nonostante la "finta opposizzione" con una risoluzione contraria però non vincolante!!

Questo é il livello di ipocrisia e di falsità al quale é arrivata la politica americana e purtroppo occidentale.

Anthony Joseph Geha Yuja 31.01.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, ho letto il commento di Davide Proverbio, il quale ti esorta a scendere in politica, e condivido la sua proposta. Fonda un partito tuo, o meglio nostro, dove i cittadini possono finalmente riconoscersi, dove possono essere rappresentati. Te lo chiedo anche io perchè noi cittadini italiani abbiamo bisogno di qualcuno come te, e non te lo chiederemmo se ci fosse qualcuno che fosse abbastanza onesto e ci mettesse quella passione che hai tu per le tematiche che riguardano l'interesse pubblico. Lo vediamo, lo sappiamo che ciò che scrivi è completamente disinteressato, non influenzato da poteri forti. Sei l'unico così libero e credo che tu possa riuscire veramnte a cambiare, a RESETTARE questo Paese.
Il metodo che hai utilizzato fino ad esso, con il tuo blog, che è una cosa veramnte straordinaria, si buono e vedo che riesci anche ha raggiungere dei buoni risultati. Ma non è abbastanza, per quanto il numero dei tuoi visitatori e lettori stia crescendo a dismisura, temo che i cambiamenti siano troppo lenti, e temo che il tempo necessario per impedire che questo Paese si perda definitivamente sia agli sgoccioli, quindi abbiamo bisogno di personone come te che intervengano con maggiore incisione. Ti prego pensaci e magari prova a sondare cosa ne pensano gli altri se ti può essere d'aiuto.

Ti Saluto con la speranza che tu leggerai e pensarai a quello che ti ho scritto.
Danilo Dante Menga

Danilo Dante Menga Commentatore in marcia al V2day 31.01.07 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Il mio film preferito e' matrix....uno dei libri che piu' mi ha colpito e' 1984 di george orwell... mixateli insieme e otterrete alla lettera la situazione italiana a cui siamo arrivati...il problema e' la sensazione di vuoto e angoscia che vi prende allo stomaco subito dopo che avete realizzato in che razza di schifezza siamo arrivati a vivere.
Io lavoro nel turismo e sono a contatto con la "gente comune" da molti anni e ho potuto constatare il degrado culturale e morale in cui versa la popolazione italiana da molti anni a questa parte.
A questo ci hanno ridotto:una massa informe di ignoranti cafoni la cui unica preoccupazione e' quella di avere l'ultimo modello di cellulare oppure di sapere la formazione di questa o quella squadra di calcio...dopotutto una massa ignorante e' piu' facile da manovrare e indurre a pensare in un modo piuttosto che un altro.
Per ottenere questo ci e' stato imposto un lavaggio del cervello tramite i media imponendo modelli culturali assurdi(vedi calciatori,veline,attricette e ballerini) che oggi infatti vengono seguiti dai giovani ridotti a pseudoscimmie ammaestrate in balia quindi di chiunque dica loro di pensare in un certo modo.
Una volta i modelli da seguire erano scienziati e astronauti mantre oggi sappiamo bene che sono i fari della nostra cultura.....
Il risultato e' che i cittadini sono estranei alla politica permettendo quindi ai "politici" di fare quello che vogliono senza interferenza alcuna...
Dobbiamo uscire da questo incubo assurdo e tornare protagonisti della nostra vita e soprattutto tornare a pensare con la nostra testa anche se,come in matrix,a volte e' piu' comodo restare in questo mondo prefabbricato che ci hanno imposto e credere di essere felici perche riesco a comprarmi(naturalmente a rate) l'ultimo modello di supercellulare oppure l'ultima SUV 8000cc a benzina o spendere 400 euro per un paio di jeans che costano 5 euro per essere fabbricati nel terzo mondo.
Come fare? Non lo so.. aiutatemi voi...se potete

marcello caroli 31.01.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'INDIFFERENZA?PERCHE' COSA C'E' DI STRANO....
NON SIAMO FORSE TUTTI INDIFFERENTI? ANTIGIOTTINI COMPRESI A QUELLO CHE SUCCEDE IN AFRICA?CI SONO CATTOLICI CHE PIAMENTE VANNO IN CHIESA LA DOMENICA CON IN TASCA IL TELEFONINO MADE IN TAILANDIA,FABBRICATO DA UN RAGAZZINO CHE INVECE DOVREBBE ANDARE A SCUOLA...IO VIVO IN REPUBBLICA DOMINICANA...IERI UNA PAGINA INTERA DEL "LISTIN DIARIO"che è il più importante giornale del paese,ERA OCCUPATA DALLE INDICAZIONI DI UNA NUTRIZIONISTA RIGUARDO ALLA DIETA EQUILIBRATA...
A SANTO DOMINGO C'E' GENTE CHE MUORE PERCHE' GLI MANCANO 2 EURO PER COMPRARE UNA MEDICINA...E POI PARLIAMO DI INDIFFERENZA?IL MONDO E' COSTRUITO SULL'INDIFFERENZA...SALUTI

Piernico Fé Commentatore in marcia al V2day 31.01.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI INDIFFERENZA... CARO BEPPE E ANCORA CON PROFONDO RISPETTO E STIMA CHE MI RIVOLGO A TE, COSI' COME COMPRENDO COLORO CHE MI INSULTANO RISPONDENDO A QUESTI MIEI INTERVENTI SULLA VICENDA DEL VORO FIGLIO DELLO SHAH DI PERSIA REZA PAHLAVI E MARIA GABRIELLA DI SAVOIA...
MA SAPPI, CARO BEPPE, CHE FINALMENTE ANCHE UNA GRANDE GIORNALISTA A PRESO A CUORE LA VICENDA PERCHE' NON LO FAI ANCHE TU?

PER SAPERENE DI PIU'...

www.ilgiallodelsecolo.splinder.com

GRAZIE...E.C.

Eugenio Corrini 31.01.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Gli uomini possono cambiare eccome! E in meglio!! Non ci credete? Mio marito, da 260 di colesterolo é passato a 170


Caro Beppe, purtroppo hai perfettamente ragione.
E questa è la conseguenza dei "cervelli all'ammasso" che i ns dipendenti hanno perseguito in questo ultimo decennio soprattutto.
Ora siamo un paese allo sbando basato su castelli per aria e virtuali (vedi finanza creativa) ma le ns uniche preoccupazioni sono avere l'ultimo modello di videotelefonino, vedere le 4 vaccate di reality TV, avere il SUV e vivere come zombie imbottigliati nel traffico e nell'aria mefitica che stiamo creando.
E' per questo che prima delle ultime elezioni ti avevo esortato a fare il tuo ennesimo "sacrificio" e presentarti con un partito alle elezioni.
Fonda il partito del "RESET" (tanto nomi altrettanto virtuali già esistono in parlamento) e vedrai che ti seguiremo in tanti; certamente conosci dei tecnici di valore che potranno aiutarti SENZA rivolgersi ai VUOTIDIPENDENTI attuali.

Ti saluto caramente e ti esorto a proseguire a dare voce a chi come me/noi non si vuole intruppare.
Davide P.

Davide Proverbio 31.01.07 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Al mattino non leggerò più nemmeno "la Repubblica":è possibile che in prima pagina di un giornale che ritenevo serio ci dobbiamo ritrovare le lagnanze della signora Berlusconi,che semmai le scuse dovrebbe chiederle all'Italia per la presenza del Nano?

marina rossato 31.01.07 14:39| 
 |
Rispondi al commento

ciao.alcune domande.sapevate che l'italia si trova al 75° posto per le pari opportunità alle donne?dopo un paese africano.dopo TUTTI.e che l'italia è un paese fondato sul lavoro?che la maternità è un diritto?io lo so. solo che cerco lavoro da mesi dopo che l'ultimo datore s'è fatto dare i soldi dall'europa e ci si è fatto la villa coi filippini e in poco tempo ha chiuso bottega. io mi sento dire che ho 32 anni e potrei mettermi in maternità....lavoro solo circa una settimana al mese grazie alle agenzie....anzi l'ultimo contratto risale a novembre!!!quando dico che non voglio figli non mi credono.ma anche se ne volessi, ripeto:in italia non è un diritto la maternità,il lavoro e suprattutto la DIGNITA'???????????????????altro che reset...ci vuole ben altro.andarsene via.x sempre.

alessandra t. 31.01.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Questa notizia la pubblico per tutte quelle persone che, in passato, hanno dichiarato che I FETI NON SONO ESSERI UMANI!

#################################################
clicca sul mio nome per la notizia.

Fabrizio Di Luca 31.01.07 14:08| 
 |
Rispondi al commento

il processo della conoscenza e dello studio, soprattutto quando rigurda curiosita' personali, e'sempre una allegria della mente.
essere informati e approfondire temi di attualita' sociale come quelli sollevati nei tuoi post lo ritengo necessario ma e' cosi' doloroso che faccio fatica a tenere calmo l'animale in me.

e perche' la vita sia piu' una commedia di almodovar che una tragedia greca sdrammatizzo pensando a un percorso laico di purificazione nel quale ogni altarino della via crucis e' una cattiva abitudine abbandonata per un RESET QUOTIDIANO che eviti il RESET UNIVERSALE.

beppe stai su' che non voglio sentirti piu' parlare di indifferenza.
abbasso gli indifferenti.letterari esclusi.
bruno

BRUNO MARSETTI 31.01.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo indifferenti alle notizie ! Da stamattina mi sganascio dal ridere alla piazzata con mattarello in mano di Sora Lario. Manco la Magnani,aho!
Parafrasando il marito, se esistesse la poligamìa , la sposerei.

paolo moretti 31.01.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento

RESET: da domani non guardo più Studio Aperto!

Paolo Schena 31.01.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
quello che sto facendo io per cambiare è cercare di distribuire le informazioni che mi sono costate fatica, sia per averle sia per accettarle (uno dei processi più difficili dell'apprendimento è l'accettazione di fatti moralmente inverosimili) e cambiare stile di vita,senza traumi:
1) far sapere che non conosco ingegneri o fisici che credono a Bin Laden, ma siamo tutti certi che l'attentato se lo siano fatti gli Americani (tre grattacieli che franano per incendi fino al piano terra a velocità di caduta libera=no resistenza dei piani sottostanti, 9 volte più di quelli superiori (90 a 10) è un assurdo! E poi c'è il resto...turbine che fondono,senza traccia sui muri, ma corpi identificati…)
2) far notare che le religioni sono una presa in giro mostruosa che non hanno a che vedere con i misteri della nostra esistenza,ma sono solo un mezzo per controllare le opinioni delle persone da secoli!la Chiesa sempre a fianco dei potenti fin da Costantino dovrebbe essere un campanello di allarme e invece…(basterebbe leggere la Bibbia per capire che non c'è scritto nulla di quello che viene predicato, ma è addirittura un libro di guerra e di razzismo (vedi la mia lettera in 18 parti nel post Una Lettera da Vaticano-Bellissimo tra l’altro!))
3) Usare un Feedreeder con cui mi tengo informato tramite gli RSS sulle varie notizie del mondo, in tempo reale-Siti consigliati:CaniSciolti, Altrenotizie, Luogocomune.net, Grillo (ovv.),Piero Ricca,Di Pietro,PecoroneScanio,GreenPeace.
4) Non metterò la TV in casa nuova
5) Non istallerò il tel Telecom ma una connessione Wireless (reteIVO)
6) Ho istallato un pannello solare(1x2m-200l di serbatotio)-ho acqua calda anche ora!
…poi si vedrà.
Comunque, per l’Italia, sono molto pessimista.

Nicola Ulivieri 31.01.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie per i bei post a Valdemaro Morandi e a Giuseppe Morlino.. l'analfabetismo morale.. la mancanza di empatia..Vero!
L'empatia è un modo di comprendere cosa un'altra persona sta provando
Empatia, dal greco "εμπαθεια"(empateia): rapporto emozionale di partecipazione che mi lega a un altro, per cui sento ciò che sente come facesse parte di me, mi metto nei suoi panni
Dice un motto indiano: "Prima di parlare di qualcuno dovresti camminare 3 mesi nei suoi mocassini"
Il mondo attuale è pervaso dall'antagonismo, l'attacco brutale dell'altro per schiacciarlo, umiliarlo, defraudarlo, derubarlo.. dei suoi beni, dei suoi diritti, della sua fede, della sua ideologia, dei suoi sentimenti, della sua libertà, della sua patria.. Ciò è spietato, cinico, brutale e minaccia di far perire l'umanità, distruggendo il pianeta
Sostituire l'empatia all'antagonismo è il primo passo per un futuro migliore e per salvare noi stessi dall'omologazione al peggio
L'empatia richiede un rispetto molto alto dell'altro e un rispetto molto alto di noi stessi
Non è cosa che possa essere comandata con la legge ma deve essere esercitata sotto la guida paziente di esempi, persone meritevoli, in casa, nel gruppo di amici, nella scuola, nella sfera politica, nella cultura, nella religione...
Oggi il mondo rischia l'estinzione e coloro che incitano alla guerra, alla rivoluzione, al nucleare, alla competizione sfrenata, all'arricchimento, all'accentramento, al privileg dovrebbero imparare a ragionare
Non è possibile continuare così
Occorre una virata che ci porti fuori da questo disastro che è prima che politico, mentale
Un tempo l'antagonismo era il modo con cui la selezione naturale spuntava i più duri
Oggi la violenza è controproducente alla natura stessa, è un atto suicida
Non abbiamo bisogno di altra faziosità, di altro odio, di altre guerre
L'ideologia dello scontro permanente è malvagia e possiamo sol respingerla con tutte le nostre forze
La consapevolezza dev

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 31.01.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Chissà chissà domani su cosa metteremo le mani se si potrà contare ancora le onde del mare e alzare la testa non esser cosi seria, rimani i russi,i russi gli americani no lacrime non fermarti fino a domani sarà stato forse un tuono non mi meraviglio è una notte di fouco, dove sono le tue mani.
Nascerà e non avra paura nostro figlio,e chissa come sarà lui domani,su quali strade camminerà cosa avra nelle sue mani...le sue mani si muoverà e potrà volare nuterà su una stella come sei bella e se è una femmina si chiamerà FUTURA,il suo nome detto questa notte mette già paura,ma non fermarti non voltarti in dietro qui tutto il mondo sembra fatto di vetro e sta cadendo a pazzi come un vecchio presepio.
di più,muoviti più fretta di più,benetta più su,che si arriva alla luna,si la luna ma non è bella come te questa luna è una sottana americana,allora su son sicuro che c'è il sole,ma che sole è un cappello di chiaccio questo sole è una catena di ferro senza amore.
Aspettiamo che ritorni la luce,di sentire una voce aspettiamo senza avere paura,DOMANI.

Quando la musica diventa poesia,la poesia diventa realtà.ciao

gigi.l 31.01.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Per non essere indifferenti!
Illuminiamoci di meno, risparmiamo soldi e ci guadagna l'ambiente, cioè noi, di conseguenza risparmiamo due volte!

http://www.radio.rai.it/radio2/caterueb2006/millumino/index.cfm

Andrea Malizia Commentatore certificato 31.01.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Certo viviamo in una società virtuale. In rete c'è un sito Alguer.it che è un club virtuale, le notizie, quelle poche se possiamo chiamarle notizie d'interesse per tutta la popolazione, o sono pro amministrazione comunale o trattano di sport. Qui ad alghero secondo il virtual show alguer.it va tutto bene, nessun commento al degrado della città, ai servizi, alle spiagge sporche(negli spazi destinati in concessione ci sono ancora batterie vecchie lasciate ad inquinare, e nessuno le vede. Qui ad alghero, questa specie di virtual news di "Casa Vianello" affiancata alla webcamtv Catalan Circus Tv vedono le notizie ed elaborano commenti così faziosi che neanche emilio fede riesce a competere con il suo Tg4. Cittadini Algheresi, se ci siete, passate anche parola, lasciate perdere il forum di alguer.it, perchè non gradisce critiche alla politica referente e tantomeno alla sua politica di gestione e di conseguenza cestina i messaggi, poi ha obbligato quei pochi utenti che hanno aderito per poter comunicare nel forum a lasciare tutti i dati dati anagrifici con relativa fotografia. Ora si discute di niente. Comunque c'è un forum di messaggistica nei newsgroup di alghero, si chiama free.it.discussioni.alghero. Basta scaricare le newsgroup da diversi siti. tin.it, tiscali.it ecc. Potete scaricarli anche in outlook express. Non è censurata e non c'è bisogno di consegnare carta d'identità. Andiamoci in molti , per essere liberi da qualunque censura e compromesso. Le idee dobbiamo esprimerle liberamente, anche se danno fastidio a taluni. Ci sentiamo nella news. ciao

baldo luigi 31.01.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Macche`indifferente alle notizie! A me l´immagine della (grande!) Veronica che agita il matterello in piazza, mi sta facendo sganasciare da stamattina!
L´informazione non serve solo a deprimerci,no?

paolo moretti 31.01.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,“la mediocrità del male”, che nella sua natura, attraverso l’odio e il silenzio, può nuovamente travolgerci.Stiamo perdendo la memoria sui tanti significati del male e sulla tragedia che ha prodotto nel secolo scorso.Da alcuni anni la società occidentale, opulenta e individualista, vive senza avere più radici del passato, proiettata verso il futuro e il “benessere” materiale, nella corsa affannata per ottenerlo, attraverso la competizione sfrenata e senza regole. Stiamo diventando una società egoista, insofferente alla democrazia, senza spirito di appartenenza e senza più solidarietà verso gli altri, che sono invece le basi fondamentali su cui costruire il tessuto sociale democratico.Giornalmente le notizie che riceviamo attraverso i media ci colgono distratti, apatici, assuefatti, di fronte ai profondi drammi come: le guerre, i morti in Iraq, quelli in Africa causati dal sottosviluppo e dallo sfruttamento dei paesi ricchi delle loro risorse,la morte per fame e malattia di milioni di vecchi e di bambini e la terra ormai largamente inquinata e sfruttata nella quale riusciamo a fatica a vivere. Non abbiamo più una coscienza con la quale fare i conti, l’abbiamo perduta, quando abbiamo accettato di non guardare più gli altri come esseri umani, ma come oggetti privi di sentimenti e di umanità: noi stessi stiamo diventando non umani. Stiamo chiusi dentro le nostra mura dorate e abbiamo buttato via le chiavi.Ho parlato di “mediocrità del male”, per indicare che il male si nasconde e si manifesta non solo come indole maligna, radicata nell’anima, quanto piuttosto nell’ignoranza delle nostre azioni, perché il male peggiore che gli uomini commettono è causato dall’analfabetismo morale, dal vuoto lasciato in noi dall’assenza di pensiero. Per questo motivo è necessario ritrovare i sentimenti che sono all’uomo fondamentali, perché ne caratterizzano il suo modo di vivere e gli danno quelle somiglianze che insieme al pensiero sono la vera essenza dell’essere umano

Valdemaro Morandi 31.01.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RESET!

Manuela R. Commentatore certificato 31.01.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare agli amici del Blog un'iniziativa promossa dal programma di Radio2 "Caterpillar" per diffondere la consapevolezza del risparmio energetico. Per il terzo anno consecutivo Caterpillar lancia per il 16 febbraio 2007 “M’illumino di meno”, la giornata nazionale del risparmio energetico, quest’anno diventata internazionale. A chi interessa approfondire, o aderire, invito a visitare il sito al seguente link
http://www.radio.rai.it/radio2/caterueb2006/millumino/index.cfm

Eleonora Mosca 31.01.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe...che dire..stiamo perdendo di vista ogni cosa,viviamo in un paese dove la cultura e'ormai diventata una cosa inesistente..non abbiamo piu un identita',o per lo meno molti non l hanno piu,ma io credo che ci sia ancora molta gente che capisce tutto cio e che in un modo o nell altro cerca di alzare la testa e crearsi un proprio spazio in cui vivere...il punto e che personalmente non potrei scappare nemmeno su di un'isola deserta per sfuggire alla rabbia che mi invade se penso a tutto quello che accade in italia e anche nel mondo e se penso che ancora c e gente che se ne frega e spesso x soldi...ti inviero una mail uno di questi giorni perche mi farebbe piacere raccontarti i miei punti di vista su alcune cose perche ti ritengo una grande persona,che prima di tutto ha ben a mente che siamo degli uomini e la prima cosa di cui abbiamo bisogno e di un luogo dove vivere in pace coltivando ognuno le sue aspirazioni senza nessuna paura o freno qualsiasi..siamo ad un punto dove la politica non esiste praticamente piu,destra e sinistra sono solo le proiezioni di qualcosa che e finito e che,francamente ha anche rotto un po i c....bisogna ragionare ognuno con la sua testolina,anche sulle cose piu banali,solo cosi magari se ne verra fuori prima o poi..ciao!!

michele pellegrini 31.01.07 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, alle armi di distruzioni di massa non si può di certo rispondere con fionde di bibliche memorie. Le lobby dei politici e dei direttori generali hanno utilizzato quella della NON-VERGOGNA, perpretano le cose più schifose con una semplicità disarmante e quando (e se) pizzicati riescono ad uscirsene con un "mi sento tranquillo" o al massimo con un "sono sereno", solo Moggi ha pensato al suicidio ma per sfortuna la fede lo fermato.......Tutto ciò è agghiacciante e la ritengo un'arma di distruzione di massa delle coscienze! Rimangono due vie altrettanto abominevoli, l'indifferenza e la sommossa popolare, ma si sa, "italiani-brava-gente"...

Antonio Barbagallo - Catania 31.01.07 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saluti a Beppe e ai grillofili.

Una piccola lista di banalità:

In un paese civile non è necessario fare una legge per evitare o correggere comportamenti deviati della classe dirigente. Basta averne notizia e l’opinione pubblica boccia incondizionatamente il deviato.

In un paese civile i dirigenti, pagati profumatamente dai cittadini o dai consigli di amministrazione, sono responsabili di ciò che avviene all’interno o a causa delle imprese da essi dirette. Il primo provvedimento da assumere, in caso di inefficienza delle stesse, quindi, sono le dimissioni formali del dirigente.

In un paese civile le elezioni equivalgono alla scelta dei propri rappresentanti. Il criterio di scelta è legato prevalentemente all’affinità di intenti e di vedute espressi nel programma. Il favore, la richiesta da parte di persone influenti o lo scambio con servigi può essere solo un fenomeno marginale, non dominante.

In un paese civile le opere ed i servizi di pubblica utilità sono sottoposti al giudizio degli utenti, che esprimono direttamente il proprio consenso o dissenso nelle molteplici forme previste dalla legge o dai costumi, obbligando l’operatore a fare del proprio meglio se vuole rimanere sul mercato.

In un paese civile la magistratura ha nella legge il proprio campo operativo ed il proprio limite. Le censure possono essere funzionali alla mancata od errata applicazione delle leggi, e non altro. I giudici devono essere messi in condizione di non poter essere condizionati nelle proprie decisioni e nel proprio operato dalla classe dirigente politica ed economica.

In un paese civile il legislatore si assume la responsabilità politica delle proprie scelte. Le opinioni contrarie, quando non testimoniano una effettiva lesione di un diritto o di un interesse degno di tutela, sono legittime ma non vincolanti. Le scelte programmatiche, sulle quali il legislatore ha avuto mandato dai cittadini, hanno prevalenza sulle obiezioni di gruppi o corporazioni influenti.

Walter Veltri 31.01.07 11:08| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
sai la cosa che mi fa più pensare qual' è? La disonestà,gli inciuci e la lotta impari fra persone -chiamala pure concorrenza sleale- è ormai la prassi in questo paese. Una volta sarebbe stata l' eccezione. Come una metastsasi s' è fatta largo. Almeno ci sono ancora delle persone che non sono designate a perdersi...Forse, per farci coraggio, occorre chiudere gli occhi per un attimo e pensare alle voci in rivolta. Un piacevole sollievo nel buio.

Il Gabbiere

Ps: che mi dici della "Benedetto(Bettino) Craxi" Avenue?

roberto contu 31.01.07 10:39| 
 |
Rispondi al commento

------------------------------------
Ma delle scie chimiche che stanno colorando il nostro caro cielo italiano, non se ne parla mai??????? Ho la possibilita' di non arrivare vivi al 2020 a causa delle sostanze contenute in queste irrorazioni non fa' paura a nessuno?
Ci stanno avvelenando!!! Ma ce ne vogliamo rendere conto?
...

D.Rossi 30.01.07 21:00 |
--------------------------------------

Una volta letto un po' di quel che scrivono i cospirazionisti delle scie chimiche, ciò che appare molto chiaro è che si tratta di ipotesi che hanno l'attendibilità che possono avere i movimenti negazionisti dell'olocausto, e gli argomenti scientifici sono accettabili tanto quanto quelli che possono portare i "creazionisti" che si contrappongono al darwinismo.
Intriganti solo per chi ha bisogno di essere intrigato.

michele biemmi 31.01.07 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Solo i balzelli non sono virtuali in questo paese,
per il resto come il lavoro, la casa,i rifiuti
le fonti alternative è tutto un blablablalba
saluti Michele

Michele Terrin 31.01.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!!

Ho capito io male, o Berlusconi sta affondando... insieme a Rotondi?
Ma lo avete visto ieri sera a Porta a Porta Rotondi? ahahahahahaha mamma mia, ma che gente c'è in parlamento? E' davvero una zappa! Laureato ma zappa!

Quello ogni volta che parla fa alzare i consensi nel centrosinistra di almeno 3 punti percentuali, speriamo che lo invitino a parlare più spesso ahahahahahaha

Eppure... vedo un sacco di segnali, tradimenti, ammiccamenti degli ex-amiconi di Psico-Silvy agli avversari politici.

Fini con Veltroni, Maroni con Di Pietro e Ferrero... Casini non ne parliamo nemmeno.
Cedimenti su alcuni punti anche nei lacchè di FI, sia a Porta a Porta che a Ballarò, l'unico rimasto sulle barricate sembra proprio Rotondi!

Oggi anche la moglie attacca il povero Silvio su Repubblica, pessimo segnale per lui credo, quando si arriva ai famigliari il cerchio normalmente si chiude.

Che fare? Tendere la mano agli ex-alleati del Nano mi sembra il minimo... ma facciamo in modo che siano loro ad attaccarsi... potrebbe sempre essere un piado subdolo per entrare in contatto col centrosinistra e sfasciarlo dall'interno. Per cui: fiducia con moderazione... e sospetto sempre!

Saverio Serio 31.01.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Scusami Beppe,se faccio una correzione alla tua denuncia,infatti i politici sono indifferenti solo quando gli conviene;ogni giorno intervengono su questioni che interessano i loro interessi (concedimi la ripetizione)vedi i termoinceneritori,le basi NATO da ampliare e cosi cercano di manipolare,sulla nostra pelle,leggi e discussioni parlamentari.
Io scrivo da Crotone,di cui si sta parlando spesso in questi giorni per la questione Europaradiso.
Ci buttano fango addosso tutti i giorni,solo perchè i DS non lo vogliono realizzare(sappi che io sono di sinistra).Tutti i miei amici sono partiti o stanno preparando le valigie,per cercare lavoro.Forse anch'io dovrò chiudere la mia attività,nessuno ci da risposte,abbiamo fatto scioperi,abbiamo chiesto di fare le indagini dovute e gli studi necessari,NIENTE!!!
Ci dicono che l'investitore è indagato forse dimenticando che abbiamo quasi tutto il parlamento indagato.
Ci dicono che,nonostante l'intero progetto sia stato valutato da esperti europei per l'impatto ambientale,sia devastante per la nostra costa,però nessuno dice che stanno firmando protocolli per fare 2 termoinceneritori!!!
Beppe,se puoi parlane,posso darti tutte le informazioni che servono,ma interrompiamo questa catena di interessi di pochi e di fame per gli altri.Noi crotonesi onesti abbiamo bisogno della nostra dignità.

Nadia Palermo 31.01.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Rimango stupefatto per la gigantesca presa per il culo da parte del governo riguardo il TFR. Mio padre mi spiegava, quando ero ragazzo, che il TFR serviva al lavoratore come "buona uscita" dopo una vita di sacrifici. Una cosa di buon senso: ho depositato una somma per la pensione ed una per avere un bel gruzzolo e passare gli ultimi giorni della mia vita in serenità.
Ora il TFR è diventato il paracadute per una situazione MAL gestita dallo Stato o chi per lui: non hanno piu' soldi e ti chiedono e pretendono di prendere la cifra (che ti spetterebbe per farti i cazzi tuoi dopo 35 anni di lavoro) e dartela un po' al mese. Tipo un credito al consumo al contrario.
Allora mi chiedo: se fra 35 anni non avete i soldi della pensione da darmi come ora perche' non mi chiedete di aumentare del 10% la quota depositata mensile e mi lasciate il gruzzolo? una richiesta ragionevole: la vita media e' passata da 65 a 75 anni con un incremento del 10% circa? Lasciate stare il TFR e aumentatemi la rata mensile durante il lavoro..
NO! perche' la torta da dividere sono 19 miliardi di euro all'anno (quasi 40.000 miliardi di lire) e non si sono accontentati di mangiare a dx e sx, nel pubblico o nel privato: ora si accorgono che c'e tanto ciccio anche col TFR per banche e assicurazioni.
Ma se fra 30-40 anni le banche e assicurazioni si inventano che non è come si credeva ma la realtà è un'altra?? che si fa? li si denuncia? chi? contro potenze economiche?che gia' ora sono intoccabili? che gestiscono i malaffari e l'economia del paese? e io devo dare i risparmi di una vita di lavoro a questi? ma stiamo scherzando? ho il sacrosanto diritto di trovarmi con 30-40-50,000 euro a 60 anni? o dovete rompere il cazzo anche qui? a convincermi che 300 euro al mese per i 20-30 anni che mi rimangono sono piu' conenienti di 40.000 euro sull'unghia??
Sto' meditando di mettere nel porcellino 40 euro/mese per tutta la vita, e periodicamente investirli in titoli di stato francesi, i piu' sicuri ora..

Paolo S. 31.01.07 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentilissimo sig. Beppe Grillo:

Viviamo in un paese in cui da una parte c'e' una classe politica che se ne frega dei bisogni degli italiani e che con nuove tasse cerca di mantenere i propri privilegi, dall'altra ci sono i cittadini italiani schiavi dei politici.

Inoltre in questi ultimi mesi si assiste ad una pesante colonizzazione dell' Italia da parte del Vaticano.

Lo stesso Presidente della Repubblica, on. Napolitano, ed il Primo ministro si sono genuflessi al volere della Chiesa Cattolica circa la questione delle "coppie di fatto".

Allora gli Italiani non sono solo schiavi del potere politico ma anche del potere religioso della Chiesa Cattolica.

Cosa dire di uno Stato che pretende il pagamento delle tasse da parte di tutti i cittadini, ma poi, per il volere del Vaticano, discrimina una parte della popolazione?

Sinceramente l'intervento del Presidente della Repubblica sui Pacs mi ha profondamente deluso: il suo compito istituzionale, quello di proteggere tutti i cittadini (incluse le minoranze), e' venuto meno.

C'e' gente che si lamenta della colonizzazione operata dagli U.S.A. nel mondo; dovremo allo stesso tempo ribellarci alla colonizzazione che la Chiesa Cattolica opera in Italia e combattere chi permette questa colonizzazione.

E l'on. Mastella non puo' gridare ai quattro venti che non approvera' la legge sulle coppie di fatto (ancor prima che la legge sia presentata in Parlamento) e fara' cadere il governo. Mastella si deve ricordare che l'Italia e' un paese laico; deve tenere nel privato le sue credenze religiose. Se pensa di partecipare al governo dell'Italia seguendo il suo credo religioso e' meglio che dia le dimissioni.

E non dimentichiamoci poi della ingerenza della Chiesa Cattolica quando ha applaudito alla Finanziaria 2007, che rende piu' povero il povero e piu' ricco chi e'gia' ricco. E questa Chiesa pretende di onorare con il suo operato la figura di Gesu' Cristo? Proprio non ci siamo.

Cordiali saluti

Pier Carlo Montecucchi 31.01.07 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'entusiasmo deve arrivare da dentro, dalla nostra capacità di sentirci esseri umani. Lo strumento del non voto, potrebbe essere un'idea per destabilizzare il governo; altre sono le manifestazioni in piazza; altre sono il tuo sito dispensatore di diritti civili.
Grazie

Andrea Grendele 31.01.07 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono una persona molto ottimista. Per quanto la situazione possa essere difficile e in peggioramento, la cosa che mi scoraggia di più (e che mina fortemente la mia indole ottimistica) è proprio l'indifferenza. Non credo di avere pillole magiche da dare agli altri, almeno non oggi, ma è proprio pensando a quanto mi fa male quest'indifferenza che sto scrivendo questo messaggio, semplicemente pensando che a me avrebbe fatto piacere e mi avrebbe dato energia. Sembra che l'empatia sia alla base dell'altruismo, beh, se proprio devo lanciarmi nel dare un suggerimento in questa sede, mi sento di dire che dovremmo fare uno sforzo in più nell'immedesimarci nei panni altrui, c'è molta incomprensione e l'incomprensione è alla base della violenza e dell'ingiustizia.
Scusate la banalità.

Giuseppe Morlino 31.01.07 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi ha risposto, inopinatamente, il 19 gennaio, il senatore Riccardo Pedrizzi, responsabile di AN per le politiche della famiglia con questa dichiarazione all’ANSA: “Si tratta di posizioni demagogiche che non aiutano a capire qual’è la posta in gioco. Mentre risponde al vero che l'assistenza sanitaria integrativa interna può essere estesa al convivente, ma solo in alternativa al coniuge e documentando la convivenza, che deve essere di almeno tre anni, è falso che l'estensione ai conviventi valga anche per la pensione di reversibilità. Infatti, il diritto all'assegno di reversibilità è riconosciuto solo ai familiari (coniuge, figli, genitori, fratelli e sorelle). E se in passato vi è stata qualche estensione ai conviventi dei parlamentari, questa è stata autorizzata direttamente dai presidenti delle Camere. Dunque, non è vero che ai parlamentari è riconosciuto il Pacs».

Ho così replicato: “Il senatore Pedrizzi, nell’intento di smentire la mia denuncia dei “pacs privati” di cui godono i parlamentari, non fa che confermarla in pieno per quanto riguarda l’assistenza sanitaria integrativa. Quanto alla sua precisazione sulla reversibilità della pensione, prendo atto che in questa seconda fattispecie di privilegio vi è anche la discrezionalità dei Presidenti (vi è, cioè, la negazione di quella che dovrebbe essere la certezza dei diritti, anche di quelli più discutibili). Ringrazio comunque il senatore Pedrizzi, che almeno accetta il confronto. Ma resto in attesa di una risposta dei Presidenti delle Camere, cui mi sono rivolto anche a nome della Associazione Luca Coscioni”

E’ passato cinque un mese e mezzo senza alcun segno di risposta da parte del Senatore Marini e dell’onorevole Bertinotti. Ai quali comunico – qualora non lo sapessero – che anche la Casagit concede l’assistenza sanitaria integrativa ai giornalisti conviventi: solo che, con un poco più di coraggio, lo fa anche se i conviventi non sono etero ma omosessuali.

aldo mariani 31.01.07 08:59| 
 |
Rispondi al commento

La coscienza dell’on. Mastella e i PACS privati dei parlamentari
di Carlo Troilo
L’onorevole Mastella è disposto addirittura a mettere in crisi il governo sui PACS perché – spiega – “con la coscienza non si scherza”. Faccio allora appello alla sua coscienza per sottoporgli quanto segue, certo che egli vorrà tener conto del mio pacato suggerimento.
Il 14 dicembre scorso ho scritto una lettera ai Presidenti della Camera e del Senato in tema di PACS, che nei giorni successivi ho reso pubblica tramite l’ANSA. E’ una lettera breve, che quindi trascrivo integralmente: “Egregio Presidente, molti parlamentari del centro destra ed alcuni del centro sinistra hanno dichiarato la loro contrarietà alla normativa sulle unioni di fatto – già in vigore nei principali Paesi dell’occidente - che il governo intende proporre con un disegno di legge in merito. Pochi sanno che da molti anni deputati e senatori beneficiano di un sistema di “pacs privati” che consente loro di assicurare al convivente due dei principali benefici di questa normativa: l’assistenza medica e la reversibilità della pensione. Sono certo che l’opposizione alla tutela delle unioni di fatto si basa su profonde convinzioni etiche e/o religiose, che “laicamente” rispetto, pur non condividendole. E dunque mi aspetto che prima di iniziare la loro battaglia in Parlamento questi deputati e senatori avranno la coerenza di rinunciare – motivandolo pubblicamente - a questi benefici, che personalmente considero sacrosanti diritti ma che si configurano invece, se non estesi alla totalità del cittadini, come degli ingiustificati privilegi (in pochi casi come questo, poiché parliamo di legislatori, è opportuno ricordare che l’etimologia di “privilegio” è “lex in privos lata”). Mi permetto di richiamare su questo problema soprattutto l’attenzione dei Presidenti della Camera e del Senato, che per il loro ruolo istituzionale e super partes dovrebbero farsene carico. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti”.

aldo mariani 31.01.07 08:58| 
 |
Rispondi al commento

siamo diventati tutti marci dentro

Bea Sampaolese 31.01.07 08:53| 
 |
Rispondi al commento

non sono un rivoluzionario ma mi stupisco come, dopo tutto quello che ci stanno facendo, nessuno pensi di diventarlo.Per iniziare un vero cambiamento, io ci sono, ne ho piene le tasche di farmi prendere per il c.
dai tiriamo fuori le palle!!!!!!!!

giorgio bandoli 31.01.07 08:38| 
 |
Rispondi al commento

A Tarsia Eiidio
non necessariamente siamo spugne che si imbevono della negatività circostante
Dobbiamo rovesciare la situazione e smettere di viverci come succubi
Cominciamo a pensare a noi stessi come fari!
Per piccola che sia la luce di un faro di fronte all'universo, è tuttavia qualcosa, può illuminare una porzione microscopica di spazio, può essere utile a sventare il buio
Da troppo tempo ognuno si vive come se non contasse nulla, come se non potesse nulla
Non è vero: ognuno è un qualcosa che può sommarsi a un altro qualcosa e fare un insieme più forte, ma non è né sarà mai un niente
Non è nemmeno vero che il mondo riposa sul male.
Se non esistesse tanta gente onesta, che lavora, che occupa bene il suo tempo, che è positiva che costruisce, ripara, rassetta, riordina, ricostruisce, sana, cura, aiuta.. il mondo nemmeno esisterebbe, sarebbe finito da un pezzo. E' proprio grazie alla resistenza quotidiana di tutte queste persone operose e utili e sane che la vita regge, che il mondo va avanti
Ma questa gente per lo più si è astratta dal potere e dal suo uso, crede di non contare nulla, mentre conta più di coloro che hanno il potere e il governo, spesso è l'unica che conta e che riesce a ricostruire la vita
L'autoconsapevolezza è il primo passo
Rimettere ognuno di noi al posto che gli compete nell'ordine dell'universo
E capire una volta per tutte che quanto più sapremo e capiremo tanto più potremo
E che nessun governo o nessun male potranno mai diffondersi se le persone di buona volontà si opporranno, perché troppi crimini e troppi atti di puro potere fine a se stesso riposano solo sull'ignoranza, sull'inerzia e sul pessimismo di tanti. E sull'idea sbagliata che non possiamo cambiare il corso negativo delle cose
Leggere, informarsi e informare, confrontarsi e imparare, conoscere e praticare.. ognuno può essere faro di maggior luce con gli atti pratici, l'esempio, l'accoglienza, la solidarietà, la difesa di chi soffre
Ognuno responsabile di tutto

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 31.01.07 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
oggi un senso d’impotenza mi pervade, fare politica in Italia non è cosa semplice, si sa, abbiamo molti problemi, tra i quali quelli geografici: siamo il porto naturale per molte persone per le quali rappresentiamo l’unica via d’uscita, abbiamo la chiesa che influenza in maniera pesante le nostre decisioni, e tante altre problematiche; Pur cosciente di queste difficoltà mi sento solo, sento che questo stato ci tiene lontano da tutte le decisioni importanti,uno stato però bene attento a alluderci che il sacrificio è necessario dall’alto dei suoi stipendi, uno stato presente solo nel momento elettorale, vorrei non sentirmi una pedina inerme nelle mani di chissà chi, mi piacerebbe che certe decisioni potessero essere prese dalla collettività con referendum, mi piacerebbe che ogni regione o città potesse partecipare con più forza alle decisioni importanti, mi piacerebbe poter dire la mia, poter manifestare la mia presenza; ma ci manca un leader naturale per poter fare questo, uno che indipendentemente dai SOLDI ci riesca a dare quel senso di unità, partecipazione e di fierezza che ormai da troppo tempo ci manca.
Il mio gesto di oggi sarà quello di smuovere più persone possibili ad una presa di coscienza della situazione attuale e d’invitarli nel loro piccolo a contribuire affinché si possa avere un futuro migliore per tutti. Nell’attuale panorama politico non vedo nessuno che ci possa aiutare, forse la nostra ancora di salvezza potresti essere Tu, anche se ti ostini a definirti un “semplice comico”, ma per molta gente sei molto di più.

Anzalone Giuseppe 31.01.07 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, costituisci un partito e vai al governo. Secondo me una milionata di voti li prendi.
Si, d'accordo, le radio e Tv monopolizzate dallo psiconano o dai tronchetti dell'infelicità non ti daranno per niente retta, ma la rete ne parlerà, stai sicuro ! e credo che molti di noi che ti seguiamo in rete cambieranno velocemnte il loro voto.
PENSA A QUANTI TI VOTERANNO PUR ESSENDO DA ANNI CHE NON SI RECANO ALLE URNE !

pensaci.....
ciao

marco r Commentatore in marcia al V2day 31.01.07 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da questa settimana mi reco al lavoro in pulman. Impiego due ore in più rispetto all'auto (sommando i tempi di andata e ritorno), però, nel mio piccolo, contribuisco a ridurre l'inquinamento e la congestione del traffico, oltre alle spese per la benzina.

Davide Enrico 31.01.07 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, siamo milioni di persone consapevoli di cio' che tu dici, ma ben scollegate l'uno dall'altro.
Potenzialmente siamo la maggioranza che potrebbe rivoltare il paese come un calzino, ma nella realtà siamo dei jazzisti, ognuno per i fatti propri con il suo assolo...
Un cordiale saluto a tutti

Bernardo Gori 31.01.07 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho accolto e ascoltato per cinque ore una ragazza in crisi.
Non la conoscevo ma le sono stata vicina e l'ho vista andare a casa un po' più sorridente.

Mia figlia si sposa ma ha chiesto che, al posto dei regali di nozze, amici e parenti dessero un contributo per un pannello fotovoltaico.

E' entrata in Amnesty international e si sta battendo affinché Guantanamo scompaia con tutte le atrocità che vengono commesse contro ogni legge umana e civile.

Ha rinunciato all'abito da sposa e ai confetti per una donazione a Mani tese.

Domani, primo febbraio, alle 19,55 spegnerò la luce per 5 minuti.

Farò un libretto dove segnare, ogni giorno, qualcosa da fare, per migliorarmi, per aiutare qualcuno, per migliorare qualcosa, per fare una cosa, anche piccola, per il mondo, finché alcuni atti non diventeranno una abitudine.
Se non riuscirò a fare altro, cercherò di mantenere la mia mente positiva e fiduciosa.

Essere negativi è fin troppo facile, per questo devo cercare di non esserlo perché ciò aumenta solo la negatività generale e non serve a nessuno. Bisogna costruire cose, non distruggerle, e bisogna alimentare la speranza del meglio. E in questo devo partire da me
Voglio aumentare la mia propositività perché è di questo che c'è bisogno.

Voglio non essere aggressiva (cosa per me difficile!) perché ciò aumenta solo l'aggressività generale e fa il gioco del male senza contribuire a migliorare alcunché ma contribuendo al danneggiamento progressivo di tutto.

Ma continuerò a cercare e a ripetere quello che mi sembra di aver capito e quello che sento con sincerità perché faccio parte della comunicazione universale e sono responsabile, anche in piccolo, di ciò che capiscono e sentono tutti gli altri.

Userò della comunicazione nel modo più positivo possibile e raccoglierò dalla comunicazione i dati e i sentimento che vorrei fossero universali
nella convinzione che ognuno di noi è responsabile di tutto e il miglioramento di tutto parte da lui

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 31.01.07 08:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ciao,
abito a Brescia, venerdì andando a lavorare ho guardato il TERMOVALORIZZATORE che vomitava schifezza e mi è venuto un nervoso pazzesco pensando che era appena stato istituito il blocco del traffico (per la domenica seguente)...mi son proprio sentita presa per il cu...! Poi ho pensato a te, ho pensato che forse non son l'unica che vorrebbe respirare, e quindi ti chiedo: come fa un singolo cittadino a farsi sentire? Raccolte di firme? Dimostrazioni? Forse son pessimista, ma mi sa che mentre stiam li a sgolarci (inascoltati) aumenta solo la quantità di aria tossica che ci entra nei polmoni...
Scusa lo sfogo...ogni suggerimento è ben accetto!
grazie

Maddalena De'Cillà 31.01.07 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentili tutti, scrittori e lettori del blog,
da un pò di tempo sento, e penso, che l'indifferenza sia uno dei sintomi più eloquenti del ns "smarrimento sociale". E all'indifferenza sembra fare da controcanto il voler provare un'emozione (come stiamo dicendo attraverso sensazionalismi e le esegerazioni di tanti media e format in circolazione) nuda, cruda, sempre più forte, sempre più senza limiti, senza pensiero. Emozioni sempre più forti tanto per rispondere alla difficoltà di provare e tutelare i propri sentimenti, di coltivare dei desideri; tanto da provocarsi lo stordimento necessario per continuare a sopravvivere.
In questi anni, che mi sembrano veramente molto bui sul piano pubblico della ns civiltà, ho in mente una parola: RINASCIMENTO. Forse, a prima vista, potrà sembrare una parola da vocabolario (di quelle con la croce accanto) o, peggio ancora, una parola da programma scolastico, buona solo per l'interrogazione di storia/letteratura. Eppure penso sia un desiderio comune, molto più comune di quel che riusciamo a credere/vedere in questo momento della ns storia. Penso la certezza del futuro stia nel come costruiamo il presente: a cosa decidiamo di dare spazio, su cosa decidiamo di investire, come ci mettiamo in rapporto con le cose e le persone, giorno dopo giorno.
Se abbiamo voglia di cambiare, penso che abbiamo le risorse culturali per farlo.
E' solo continuare a pensarci, ognuno di noi, come singolo individuo, irriducibile, alle prese con le proprie esigenze, che ci sta sottraendo la possibilità di costruirci un futuro.

daniela romei 31.01.07 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
solo due parole per dimostrarti la mia vicinanza su quanto fai per tentare di cambiare una società alla deriva.
Sono in tanti che ti leggono e apprezzano quello che fai, continua così, ti aspettiamo a Pordenone ove tra proposte di inceneritori e viabilità da rivedere c'è bisogno di un reset.
Buon giornata a te e a tutto il tuo staff.
Grazie
B.T.

Bruno Tassan 31.01.07 07:47| 
 |
Rispondi al commento

secondo me l' "IMPERMIABILITA' " a qualsiasi notizia è dovuta anche e sopratutto dal ftto che quasi tutti siamo convinti (aiutati dalla triste esperienza di migliaia di persone che conosciamo) che non abbiamo un apparato giudiziario che garantisce gli onesti ... ma anzi al contrario favorisce i disonesti.
Per me se ognugno (... e tanti ne avrebbero voglia) potesse far ricorso alla giustizia per far valere i suoi i diritti, i "sacrosanti diritti", quindi escludendo le microliti come quelle fra condomini SICURO di ottenere giustizia in tempi brevi e senza l'intralcio di conoscenze politiche etc.; domani in italia scoppierebbe una rivoluzione civilissima!!!!
Viviamo in un mondo dove il CREDITO non è garantito ed allo stato (sx o dx) non gliene frega niente tanto quanto hai fatturato le tasse e l'IVA le paghi indipendentemente dall'incasso!!! (escl.ovviamente i professionisti che fanno i progetti di notula)
Se fai un esposto alla PROCURA DELLA REPUBBLICA non sei sicuro che andrà in porto perchè NESSUNO garantisce tempi e/o SE intereverrà e se non interviene la procura per reati gravi a chi cacchio si deve rivolgere un cittadino???!!!???
La giustizia esiste solo quando un vessato da queste situazioni prende una spranga e si incacchia ed allora scopre che subito il PENALE è pronto per lui per DIRETTISSIMA!!
Mah non so che dire sinceramente... uno democrazia senza certezza di diritto non è una democrazia!!
Vi rendete conto che per ottnere giustizia in Italia ci si deve rivolgere alla TV (Strisci le IENE, mi manda rai 3 etc.), ma secondo voi quelli che si rivolgono alla tv non avevano prima provato la via REGOLARE...!!!
E poi la TV diventando sostituta o per meglio dire VELOCIZZATRICE della giustizia al servizio di chi è chi ne garantisce l'imparzialità.. mah!!!
Saluti e scusate il lungo sfogo purtroppo di uno che le cose che descritto le ha passate e ci ha sbattuto violentemente la testa!!!

alberto casa 31.01.07 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Ormai da tempo faccio tanti piccoli gesti per non rassegnarmi a questo schifo:
1)non guardo praticamente piu' la televisione;
2)continuo a riciclare tutto quello che posso;
3)continuo ad incazzarmi quando tutti mi dicono che "tanto non ci possiamo fare niente" e a darmi del rompicxxxni;
4)non mi abbono a Sky nonostante continuino a telefonarmi e nonostante gli abbia mandato una raccomandata per dirgli di rimuovere i miei dati personali dai loro archivi.

La prossima piccola cosa che faro' sara' piantarla di farmi prendere per il cxxo dal centro sinistra e annullero' il mio voto.
Anche se rischio di farmi dare del fazioso (ed e' l'ultima cosa che voglio) raccolgo quell'invito di un po' di tempo fa: "Resistere, resistere, resistere".
Non smettete di indignarvi. E' l'ultima cosa che ci e' rimasta.

Antonluigi Federico 31.01.07 07:19| 
 |
Rispondi al commento

io ho un amico che ha azioni Telecom e lo convinco a seguire la tua share action

Fabrizio G. 31.01.07 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema non è un muro impenetrabile, è solo un muro dentro il cervello. Il sistema siamo noi basta volerlo e si può cambiare col sostegno dei VALORI facendo LARGOaiGIOVANI PERilBENEdiTUTTI Leggete, meditate, diffondete per un mondo CHIARO e ONESTO per essere LIBERI di agire.

Mario Flore 31.01.07 05:59| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei dire una cosuccia ai nostri cari detti(POTENTI),vi dico quello che direbbe beppe prima della pubblicita del pannolino:
VAFFANCULO!!!VOI E LE TESTE DI CAZZO DEI VOSTRI GENITORI CHE QULLA SERA INVECE DI ANDARE AL CINEMA HANNO DECISO DI PRODURRE UN BRANCO DI STRONZINI CHE POI NEL CRESCERE SONO DIVENTATI STRONZI ED ORA SONO DEGLI STRONZONI CHE SI APPROFITTANO,RUBANO,INQUINANO,PROIBISCONO ERRATAMENTE E UCCIDONO PURE.

E noi subiamo tutto questo senza reagire?bisogna darsi una svegliata ed è ora di reagire,è ora di farci sentire come popolo italiano se siamo fieri di esserlo oppure,continuiamo a navigare in questo mare di stronzi e stiamo ad aspettare l'inesorabbile fine.

IO NON CI STO.

PS.ma Geronzi che fa propio rima a quello a cui mi rferivo prima si sente ancora in sintonia con il santo padre?

(EDUCARE PER NON REPRIMERE)

visentini a. Commentatore certificato 31.01.07 04:34| 
 |
Rispondi al commento

da domani riprendero' la bici cosi' sfruttero' almeno in un senso positivo questo NON-inverno.

pasqualino verace 31.01.07 03:13| 
 |
Rispondi al commento

oggi sul tram ho parlato degli inceneritori a due signore stupefatte

Marco B. 31.01.07 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i giorni compio un gesto, cambiando il mio destino.ciao

gigi.l 31.01.07 01:03| 
 |
Rispondi al commento

Dopo avere letto tutto e visto tutto io posso solo esordire con una frase: siamo un popolo di sterco ( per non dire merda ). Abbiamo ciò che ci meritiamo da una parte e dall'altra. Ci scanniamo per le partite di calcio e se gli ospedali sono una merda ( come il popolo che siamo ) nessuno protesta abbiamo i nostri nascondigli casalinghi da cui sputiamo sentenze, e non abbiamo il coraggio di fare qualcosa? Solo dire: quello è meglio dell'altro, scelgo quello meno peggio: tutto ciò è pazzesco, siamo noi che dobbiamo riprendere a questi cialtroni inciuciati in tutto ciò che di più sudicio non si può, la nostra vita oramai frenetica e intollerante dove chi disturba paga amaro. La mia città avrebbe bisogno di rifondazione profonda. Ritengo patetico tutto ciò che si parla addosso ma forse sarebbe venuto il momento di far sentire che siamo cittadini che si sono rotti i conigli di essere presi per il luco.
Non abbiamo la maturità di esistere come nazione, perciò penso vivamente che tutti i fiumi di parole siano sfoghi di pseudo rivoluzionari comodamente seduti in poltrona o figli di papà viziati con TV a 42" per sotofondo.
Ho un odio verso la nostra classe dirigente che sforna razzisti, bigotti, punkabbestia, cattocomunisti, nazisti, intolleranti, psicolabili, disocupati, disobbedienti, religiosiabestia, amici di tutti, nemici di tutti...... quando qualcuno proporrà qualcosa di serio forse mi tornerà la voglia di non essere una mosca rossa.Forza italiani, cerchiamoci i coglioni!

Enrico Cioni Commentatore certificato 31.01.07 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RESET!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Canio Martiniello Commentatore in marcia al V2day 31.01.07 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Io lo sostengo da tempo: rivoluzione. Ormai si dovrebbero cambiare tante di quelle cose..tante di quelle tendenze sbagliate..ke si farebbe prima a rifare tutto da capo! Ovviamente non con le stesse persone............Ma magari...basterebbe esiliare a Quelpaese i vari caporali (per la serie "Siamo uomini o caporali?") che ci ritroviamo

un caro saluto a tutti

R.

Raffaele Esposito Tammaro 31.01.07 00:28| 
 |
Rispondi al commento

B.GRILLO - 20 Marzo 2006 - La Telecom nel pineto
http://www.beppegrillo.it/2006/03/la_telecom_nel_pineto.html

FORBES - New Prince in Old Europe - 17 Aprile 2006
http://www.forbes.com/free_forbes/2006/0417/092.html

UNA ANNO DOPO..
LO SCOOP DI B.GRILLO vs LO SCOOP DI FORBES

la concubina del tronchetto giuliva su rai2
l'inter dei record
è in arrivo Luna Rossa Challenge 2007
...
così ci fanno tutti contenti
...
intercettazioni?
"MA SONO BRAVI RAGAZZI......"

BEPPE, VAI IN ASSEMBLEA TELECOM E DAI UNA SVEGLIA A TUTTI GLI ITALIANI...

DELEGHIAMO, DELEGHIAMO, DELEGHIAMO!!!!!!!!!!!!!!!

Roberto F. Commentatore certificato 31.01.07 00:24| 
 |
Rispondi al commento

L'indifferenza, è anche pensare che le persone, quelle che chiamano "comuni", non capiscano che li stanno fregando ancora una volta.
Ora c'è il TFR, poi la storia delle pensioni che devono essere modificate(sempre a sfavore della gente che lavora). Il dipendente Maroni stasera in Ballarò ha affermato,ancora una volta, che il risparmio sull'allungamento e lo scalone delle pensioni, in 20anni sarà di 115MLD di euro.
IO ho fatto due conti(con i dati forniti dai nostri"dipendenti") sull'evasione fiscale.
In 20anni, se riuscissero a incassarli tutti, il totale sarebbe, euro più euro meno, 800Mld di euro
per il fisco.
Ma è mai possibile che il problema siano le pensioni della povera gente e non (chi ruba)l'evasione fiscale?
Che schifo !!!!!

pier della francesca 31.01.07 00:15| 
 |
Rispondi al commento

apprezzo moltissimo, come nei tuoi spettacoli, il tuo fare "quadro" la situazione .
l'ennesima lunga riga di eventi che non dovrebbero accadere...ma accadono... e come se accadono;sarò troppo pessimista ? forse, nel senso che dacchè il mondo fu mondo queste cose son sempre esistite.
Quindi piangere in una tazza di latte nero....continuamente..continuamente ?
Vengo e mi spiego : come vorreste cambiare il mondo ?
e quindi l'Uomo, ivi compreso ?
- grazie -

Salvo Corallo 31.01.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che la cosa migliore sia che ciascuno continui a fare la propria parte, quello che sa fare, quello che è stato chiamato dalla vita a fare, meglio che può. E intanto rifiutarsi di ascoltare le chiacchiere, di lasciarsi andare al mugugno comune e alle commozioni collettive del tipo "tutti in lacrime per Ciccio e Tore" che sono altrettante amnistie per la nostra coscienza.
Poche speranze? Pensate a quei certosini che, mentre intorno a loro infuriavano i barbari, continuavano faticosamente ed indefessamente a copiare i classici che poi ci hanno trasmesso. Che impresa da pazzi! Nessuno avrebbe potuto nemmeno pensare che un giorno la gente sarebbe stata capace di leggere. Eppure buona parte del patrimonio dell'antichità ci è arrivato attraverso di loro.


..volevo scrivere

Jung ha detto che evolviamo anche quando siamo in coma

ma evidentemente non quando siamo stanchi e pieni di sonno

by

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
è da un pò di tempo che i nostri politicanti stanno considerando l'idea di negarci l'accesso alle intercettazioni telefoniche. Personalmente credo sia fondamentale poter disporre di tali documenti per potersi costruire un giudizio dei fatti con la propria testa, e non tramite l'elaborazione dei fantocci giornalisti.

Ti chiedo, a nome di tutti coloro che la pensano come me, di indire una raccolta firme tesa a difendere uno dei pochissimi strumenti che abbiamo per poter discernere la realtà dalle mascherate giornalistiche.

Nella miseria dell' informazione italiana, cerchiamo di salvare il salvabile!

Ciao!

Luca Paoloni 30.01.07 23:50| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto vero, lo vediamo anche noi cosa sta succedendo ma, almeno io, mi sento impotente.
Non ho nemmeno più la speranza(sono cinquant'anni che vedo e sento queste cose, magari in modi diversi, ma sempre col solito obiettivo"i più deboli devono pagare"mentre il marcio cresce).
La speranza la si ha quando vedi un pò di luce in lontananza, ma ora , per la verità, non si vede nulla.
Bisogna andare in P I A Z Z A.
Buona notte.

neri piero 30.01.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto che anche mentre dormiamo qualcuno ci sta fregando

Ma Jung ha scritto che evomo anche quando siamo in coma

Sarà una bella lotta

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 23:44| 
 |
Rispondi al commento

E'allucinante un mondo dove un pover uomo viene lasciato mentre ha un infarto in corso VICINO
AD UN OSPEDALE e dove i medici non escono ad aiutarlo perchè è contro al REGOLAMENTO.
MA IN QUEST'EPOCA DI M.....,ABBIAMO ANCORA UN'ANIMA
CHE POSSA DIRSI TALE???

bob costante 30.01.07 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Un gesto per cambiare

SPEGNAMO TUTTO : il primo febbraio dalle 19.55 alle 20.00 AZIONE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI. Il primo febbraio 2007, partecipate alla grande mobiltazione dei cittadini contro i cambiamenti climatici.

L'Alliance pour la Planète (un gruppo di associazioni ambientali) chiamano semplicemente tutti i cittadini: 5 minuti di riposo per il pianeta! Tutti spegniamo luci e apparati elettrici il primo febbraio tra le 19.55 e le 20.00.

Non per risparmiare cinque minuti d'elettricità solo in questo giorno, ma per attirare l'attenzione dei cittadini, dei media e delle autorità sul problema d'energia e l'urgenza di passare all'azione!

5 minuti di riposo per la pianeta : non prende molto tempo, non costa niente, e mostrerà ai candidati che il cambiamento climatico è un soggetto che deve pesare nel dibattito politico. Perché il primo febbraio? Questo giorno uscirà, a Parigi, il nuovo rapporto del gruppo di esperti climatici delle nazioni unite.

Non dobbiamo lasciare passare l'occasione di puntare l'urgenza della situazione climatica mondiale.

Se partecipiamo tutti, questa occasione avrà un reale peso mediatico e politico!

Fate circolare al massimo questa chiamata intorno a voi.

Grazie.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Resistere...resistere...resistere.....
FRANCESCO SAVERIO BORRELLI

bob costante 30.01.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento

"Una agenzia di viaggi e i maggiori alberghi di Sorrento hanno ottenuto un decreto ingiuntivo esecutivo nei confronti del Circolo Giovani di Forza Italia e di Marcello Dell'Utri per il saldo di 600mila euro di conti non pagati. I fatti sono riferiti dal quotidiano della provincia napoletana 'Metropolis'. Lo studio legale sorrentino Attanasio, Esposito e Mazzola per conto della Russo Travel, che ha organizzato l'evento degli under 40 del partito di Silvio Berlusconi, ha avviato la procedura per esigere crediti vantati dalla stessa agenzia e dalle strutture alberghiere più prestigiose della cittadina, compreso l'Hilton Palace, per fatture emesse a novembre del 2005 e legate alla tre giorni di una convention nazionale. Il presunto debito deve essere saldato da una società che fa capo al parlamentare di Forza Italia e dallo stesso Dell'Utri; la prima dovrà pagare 445mila euro, il secondo 236 mila"
(Agi, 24 gennaio 2007).

*************************************************************

Peccato non aver fatto anche un bel CONDONO ALBERGHIERO!!!
Sono sempre i soliti birbantelli!

Lorenzo Ordinelli 30.01.07 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, il guaio è che hai perfettamente ragione! stai fotografando l'Italia blog dopo blog; MA A NOI che resta oramai più da fare? non funziona PIU' NIENTE!!! L'indifferenza ha spento tutto! il caso ultimo quel poveraccio lasciato morire là fuori a dieci metri dal pronto soccorso: e magari, per un gatto (con rispetto per il gatto) si mobilita una pattuglia dei VV.FF.! che ci rimane più ormai? di farci giustizia da soli? di fare una rivoluzione?? SAREBBE DA FARE, ma il fatto è che - tra l'altro - io non sono capace di fare del male ad una mosca... dovremmo insorgere tutti, come in Francia tempo fà... quelli sì che hanno le PALLE!!!

Ciao Beppe, a presto!

Paolo De Sanctis 30.01.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

..e il fiore della speranza alla fine
lo faccio fiorire da me stessa su questo
albero spoglio
su questo mondo sperduto
su questo lividore che attacca
ogni luce...
La mia luce la traggo
da me medesima
la mia rificolona, il mio sole, l'estasi e l'alba
la preghiera
che tutti ci unisce appena
si forma un lieve
filo di amore
un lieve sentore
d'umano
e ci riconosciamo
fratelli
E, come una fonte,
la fede zampilla
nell'uomo che si rispecchia
nell'altro
nella pena comune
nel cammino
congiunto
con un compito franto
ma verso lo stesso
domani
che è il futuro del mondo
E in questo camminare vicini
la pena fa ali
la mano è più tesa
le forze riprendono
e viene un'ebbrezza
leggera
un senso comune di lotta
un senso forte di pace.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Nutri la speranza come la rosa
Cerca persone pie per innaffiarla
Addomestica il dolore
che e’ stato compreso
Usa “attorno” e insieme”
come navigatori costanti
Trai da te la forza della tua forza
La luce della tua luce
Come dallo sporco il pulito
dal caos l’ordine
dalla nemesi la rinascita
dalla malattia la salute
La scelta e’ sempre Due:
in basso o verso l’alto
Da soli o con tanti
(ma basta uno)
Non ti vivere mai come un vinto
La battaglia, ogni
battaglia
deve sempre incominciare
e quando la corolla delle mani
sara’ abbastanza salda
applica la regola eterna
di attingere forza all’infinito.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho deciso di sperare
In realtà l'ho deciso mille volte..
E' per questo che sono ancora qui

Se l’uomo non avesse speranza, non seminerebbe il seme che nel suo sogno è pianta, non farebbe il figlio che nel suo sogno è grande, non vivrebbe nel mondo che nel suo sogno è il migliore di tutti i mondi di domani e di sempre.

Tania Commisso. Una bambina

IO CERTE VOLTE PENSO

Io certe volte penso che il più uomo di tutti è il cuore.
La donna
più donna di tutte
è la speranza.
La speranza ha un figlio che è più figlio di tutti:
Il piacere
il piacere di baciare
il piacere di essere ricchi dentro.
..

Voi che vi vendete per una dose,
voi che vi vendete per vedere un concerto,
voi non immaginate che di fronte esista
un orizzonte.
Invece c'è!
Forse ci arriveremo quando tutto
sarà passato, ma non dobbiamo credere
che la speranza e il vivere passo dopo passo
la nostra vita
non sia una gioia.
Invece di non sperare teniamoci stretti
e vedremo che di fronte a noi
si aprirà un orizzonte nuovo
e una porta ci accoglierà.


da
http://www.masadaweb.org

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 30.01.07 22:56| 
 |
Rispondi al commento

OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE MERITA

E NOI ITALIANI FACCIAMO SCHIFO!!!

Marco Ciambotta 30.01.07 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Anche tu sei assai virtuale in codesto blog.

fra weiss 30.01.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Fatto ... Ciao Beppe resisti

Daniele Baol 30.01.07 22:34| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe....visto che me lo chiedi con così tanta foga....Oggi a scuola ho discusso a lungo proprio sull'argomento "società indifferente",ma è stata un'ennessima confema in quanto di primo impatto la discussione si era accesa e appena cambiata l'aula tutti hanno dimenticato tutto...come si può fare secondo te?

francesca munaro 30.01.07 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mi collego al tuo blog con una certa assiduità ma non ho mai inviato un commento,
sostanzialmente per pigrizia,
a volte perché le cose da fare sono così tante che ritagliare 10 min per scrivere qualche cosa di sensato risulta difficile,
indifferenza no, condivido molte delle tue battaglie.
Oggi 'sento' che è un giorno buono per un commento.
A volte ti trovo incattivito e mi spiace per te, come per me: non fa bene all'animo.
Sono un 43enne poco informatizzato, tuttavia dopo tre o quattro anni d'impegno,
ho realizzato un piccolo sito web ad uso dei miei amici dove, tra le altre cose, spesso riporto testi tratti dal tuo blog (ovviamente citando le fonti).
Purtroppo i miei amici non hanno molta voglia di leggere, guardano le foto (se ci sono loro) e poco più... però li capisco: hanno tante cose da fare!
Una delle armi nelle mani del potere è farci lavorare molto, farci perdere un sacco di TEMPO per spostarsi di qua e di là...
così non abbiamo il TEMPO per informarci, partecipare, organizzarci.
Forse perché arrivare stanchi e demotivati alla nostra abitazione è il modo migliore per farci addormentarsi davanti a programmi idioti.
Riappropriarci del nostro TEMPO è forse il primo passo da fare... se vogliamo cambiare.
Non essere troppo pessimista.
Grazie e continua con il tuo lavoro.

Mauro Tomasi 30.01.07 22:04| 
 |
Rispondi al commento

“Gli indifferenti” il primo libro di Alberto Moravia che scrisse poco più che ventenne in una particolare situazione critica di salute. Gli era stato diagnosticato un cancro e lui pensava che quello sarebbe stato il primo e ultimo libro. Un libro attualissimo.
Ne Gli indifferenti viene fatta l’analisi e la rappresentazione dell’ambiente borghese visto nella sua crisi di trapasso da un’epoca all’altra. Mette in luce l’ inerzia morale, l’incapacità di vivere la vita, superficialità con cui la società si pone di fronte ai problemi dell’esistenza, ai valori più profondi e genuini dell’uomo. I personaggi sono dunque colpiti da questa malattia morale, da una sorta di «debolezza della volontà» e versano in una condizione di annientamento, atta a far ritrovare nella distruzione di ogni valore, o nel male il senso dell’esistenza.
Non mi pare sia cambiato molto da allora. La società moderna di oggi soffre degli stessi mali, il passaggio da un’epoca (moderna) ad un’altra (globalizzazione e mondialismo) portano l’uomo di oggi a vivere un malessere e una sofferenza più che altro morale.
Il bravo Moravia è stato un precursore dimostrando in tal modo che, gli anni e i tempi cambiano, ma il male di vivere e la sensibilità umana sono sempre gli stessi. Oggi è come vivessimo una grande illusione che, al momento del risveglio, ci troverà spaesati e vittime.

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 30.01.07 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera a tutti, si fa per dire!

Domani, davanti allo specchio, pensateci un attimo. E iniziate la vostra giornata con un gesto per cambiare. E poi descrivetelo in questo post. Ne ho bisogno io. Ne hanno bisogno tutti i lettori del blog. Per ricaricarsi. Reset.

Postato da Beppe Grillo il 29.01.07 23:41 |
-----------
Mio caro Grillo, sei certamente un comico, ma questa volta non mi hai fatto ridere, ma che incitazione sarebbe questa che fai.
Altro che reset, non senti quello che questi, stanno blateranno da questa mattina, sugli effettti della finanziaria sugli stipendi?

Inviti un popolo fatto di gente "virtuale" a guardarsi in un mattino "virtuale" in uno specchio "virtuale" per dare un sollievo "virtuale" facendo un gesto diverso magari "non virtuale" per dare una carica "VIRTUALE" a te che sei un Grillo "VIRTUALE" ad un popolo di un blog "VIRTUALE" in una situazione dove gente REALE gioca con la vita di tutti i "virtuali" discutendo che a Gennaio grazie ai 20: 30: 40: EURO IN PIù AL MESE IN BUSTA una vera VERGOGNA non virtuale ma reale, FITTIZIAMENTE per lo più, IN BUSTA PAGA. Accorgendosi che non resta che: cessare di essere disperati "VIRTUALI", per CONTINUARE AD ESSERE disperati "REALI", avendo capito, dato l'ormai livello raggiunto, che l'unico gesto diverso da fare, quì a lor signori, per creanza E BUON GUSTO, non si può in vero spiegare. Ciao Grillo amico mio, ma che stai a dì! Ciao

Francesco

Francesco

f.marletta 30.01.07 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' ora di scendere in piazza con le armi.
le parole non servono più
lotta armata contro tutti i partiti ed i loro lacchè
ne abbiamo pieni i coglioni.
attenti quando la gente si stufa per davvero sono dolori per tutti.
politici e politicanti tremate la vostra fine è vicina.
beppe non deluderci!!!!!!!!!!!!!!!

benny zanella 30.01.07 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA NUOVA COSTITUZIONE:
1 - L'italia è una repubblica partitocratica fondata sulla corruzione. La sovranità appartiene ai partiti che la esercitano nelle forme e nei limiti che più gli piacciono.
2 - L'italia riconosce e garantisce i diritti inviolabili del partito, sia come singolo sia nelle coalizioni che più gli convengono.
eccetera a piacimento

Antonio Rossi 30.01.07 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Cominci a sentire anche tu quello strano ma irrefrenabile desiderio di EMIGRARE in un altro paese?

Alberto Chiappi 30.01.07 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


ABOLIAMO L'ICI
ABOLIAMO L'ICI
ABOLIAMO L'ICI
ABOLIAMO L'ICI
ABOLIAMO L'ICI
ABOLIAMO L'ICI

******L’Ici e’ una tassa iniqua che va eliminata DICE Giulio Tremonti,che aggiunge: "Il peso di questa tassa e’ irrisorio, incide solo per lo 0,3% delle entrate!!!(Fermo/Marche-5 Aprile 2006)

******Abolire l’Ici sulla prima casa! Progetto Targato Rifondazione. Venti novembre 2000, proposta numero 7449, titolo «Norme per l’esenzione dell’Imposta comunale sugli immobili (Ici) sulla prima casa di abitazione», firmatario numero uno Fausto Bertinotti e dietro di lui 12 deputati del partito falce e martello.

******L'ICI è una TASSA da aguzzini, perchè colpisce un bene che non produce nè reddito nè ricchezza! Allora potremmo tassare anche le biciclette, i palloni da calcio, le canne da pesca vero? Tanto che cambia? Il principio è lo stesso! Tu possiedi sul mio territorio? Quindi io ti tasso! QUESTA E' PURA INGIUUSTIZIA! PURA FOLLIA!
(Robin Hood)

Marco Presti 30.01.07 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FARHENHEIT 451

Maurizio Berta Commentatore certificato 30.01.07 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma delle scie chimiche che stanno colorando il nostro caro cielo italiano, non se ne parla mai??????? Ho la possibilita' di non arrivare vivi al 2020 a causa delle sostanze contenute in queste irrorazioni non fa' paura a nessuno?

Ci stanno avvelenando!!! Ma ce ne vogliamo rendere conto?
o pensiamo solo ai pm10 che in confronto "Guariscono" l'organismo umano?

BEPPE MA DOVE SEI?????? Ci sono centinaia di filmati persino sul famosissimo Youtube.com che TU stesso usi ultimamente, su questo fenomeno americano.
E due interessanti documentari su come e' nato questo piano di irrorazione e quali sn i suoi scopi.


BEEEPPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE ti sei reso conto che l'italia e' l'unica nazione in cui lo stao si impegna a non dire niente?
Germania, grecia, francia spagna, hanno denunciato in maniera massiccia questa violazione dello spazio aereo e i loro esperimenti a scapito della popolazione.

L'italia?

BEPPEEEE gli inceneritori in confronto sono confetti, DEVI postare questo fenomeno sul blog, Si deve sapere!

Buona serata.

D.Rossi 30.01.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI RESET GIUSTO...SEMBRA FACILE.
COSA CONTA IL CITTADINO IN ITALIA? NULLA.
CI CONSULTANO QUANDO I SIG.RI PARLAMENTARI SI AUMENTANO LO STIPENDIO? NO.
E GLI ITALIANI SONO PRONTI A RIPRENDERSI I LORO DIRITTI? A ME SEMBRA CHE SGOMITINO SPESSO PER LECCARE IL CXXO DI UN DIRIGENTE, UN ASSESSORE O UN PRETE ANCHE SOLO PER ENTRARE A FARE L'USCIERE IN UN ENTE PUBBLICO, STIPENDIO SICURO, LAVORO PARDON ASSENTEISMO, ASSICURATO!

L'UNICA SOLUZIONE? EMIGRARE.

stefano fiocchi 30.01.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, se le scrivo anche di frequente è perchè lei con la sua fatica e il sudore, e la rabbia, e la passione che vediamo nella sua espressività, nei teatri, dice a tutti realtà, carnalità, sentimenti veri e non finti, andiamo avanti, con affetto Eugenio Critelli

eugenio critelli 30.01.07 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, Visto il dvd del tuo spettacolo ieristasera.. concordo al 110%.. ma quante ne sai..letto anche il post di ieri.. il mio piccolo gesto quotidiano da operai del credito ormai soffocato dalla merda che gli sta intorno è di rendere un po più consapevole di se il cliente-vittima sacrificale che ogni giorno mi si presenta davanti, e tenendo un minuscolo blog che cerca di spiegare dall'interno come le banche si arricchiscono sulle spalle di quelli che definisci "gli sfigati".. com'è vero. Mito. Ti seguo

http://www.antibanca.splinder.com

the cozzy Commentatore certificato 30.01.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento

L' unico modo che conosco per ricaricarsi è IL NON FARE, io non guardo quasi mai la TV, forse anche troppo, spesso sono disinformato sui fatti recenti, ci arrivo un po' in ritardo ma almenoci arrivo da fonti alternative piu' attendibili, via internet, quali tuo blog ed altri siti.
Qiundi il mio motto è QUANDO SEI PIENO DI TUTTO, NON FARE PIU' NIENTE, E TUTTO RINASCERA'!!

Manuele Verri 30.01.07 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe gia' da alcuni giorni mi succede un fatto strano :non riesco piu' a seguire itelegiornali da quando i giornalisti ,parlando del surriscaldamento del pianeta , prima si rivolgono a noi con tono accusatorio (come se tutti noi avessimo fabbriche che inquinano)e poi dopo qualche giorno dicono "ALLEGRIA SE fa caldo mettetevi i vestiti a fiori e pensate gia'alle nuove tendenze moda per i costumi da bagno.Ecco e' scattato qualcosa che mi ha fatto reagire

stefania scaloni 30.01.07 20:47| 
 |
Rispondi al commento

ma scusate, ma scompaiono i post???
io ne avevo scritto uno in cui citavo P-r-o-di - Alitalia - G-o-l-d-m-a-n S-a-c-h-s che fine ha fatto???

davide lak 30.01.07 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Non credo sia più una questione italiana.

Siamo ormai svuotati dall'umanità.
Non ce ne frega più niente della natura, della vita, di noi stessi.
Siamo schiavi.
Ci svegliamo alle sette di mattina e torniamo a casa alle sette di sera, stanchi ed esauriti, e ci sediamo davanti alla TV.
L'idea sarebbe svuotarsi un po' il cervello, riposarlo, ma invece si riempie.
Mentre non pensiamo veniamo condizionati a desiderare determinate cose e a non volerne altre.

La TV ha potere di vita e di morte su di noi, perchè è lei che ci dice per cosa valga la pena vivere e morire (questa l'ho letta non so dove).
E la TV non ce l'ha in mano Biancaneve.
Chi la usa è chi ha potere sotto forma di soldi, e guarda caso fa e dice ciò che gli fa comodo, e guardacaso non si muove per il bene del mondo.

Siamo schiavi ben tenuti, mucche in batteria, che mangiano e stanno al caldo ma non sono padroni della loro vita.

Ma poi in realtà la nostra vita è nelle nostre mani, e cambiarla non è impossibile, è solo meno comodo che continuare a non fare niente.
Noi possiamo fare tantissimo per la nostra propria vita, e se il resto del mondo continua ad andare alla deriva è una cosa triste, ma già meno.

Sbattersi al massimo per convincere gli altri a cambiare alla fine serve solo a non cambiare nè gli altri nè se stessi.

Ma siamo virtuali, e siamo schiavi, e siamo DROGATI.
Noo? Allora provate a non guardare la telvisione, stasera.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento


A proposito tra qualche giorno ti scrivo cosa la centrale di peppino il carbonaro ( de benedetti Acea )
( Ora pronobis )fara dei danni veri e non chiacchiere, nella zona di Civitavecchia, Santa severa, Santamarinella, Tarquinia, Ladispoli,
100 km di coste. Questa e la storia di mutismo Da parte Governo, di depistamento Da parte dei quotidiani la Repubblica, manifesto, liberazione,
di partiti che non vogliono perdere le sovvenzioni o consulenze delle società Acea, De benedetti,

La parola di cui nessuno parla e il MERCURIO,
si informi si informi si informi si informi

ma soprattutto esca da quel maledetto coro dove il carbone e pulito ( Tra l'altro non è sardo il carbone e insufficente viene dalla CINA, ricorda )

Aiutali a non morire di manifestazioni e promesse
elettorali da parte degli amici tuoi aiutali a non morire di MERCURIO ( Stanno falsando i dati peggio di Seveso e di Mestre, stavolta non possono trovare la scusa del L'alcol ) aiutali

Melis Fabrizio
Non ho paura

Fabrizio Melis 30.01.07 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Hai pessima opinione della storia, della filosofia, della letteratura, dell'umanesimo, dell'uomo in genere e soprattutto di te stesso: pensa se qualcuno ti dicesse che non c'è differenza tra te e una merda!
T'avevo stuzzicato perché il tuo è il classico linguaggio del fascio camuffato.
Ora va meglio, allo scoperto sei meno pericoloso.
Te saluto.
Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 30.01.07 19:49

******************************************************

Tu invece devi essere il cosiddetto "troll", cioé uno che entra nei blog e si diverte a provocare gli altri con insulti e discorsi non pertinenti, come ha fatto quel tale a cui ho risposto prima.
O forse sei solo un ragazzino di 14/15 anni che non sa come passare il tempo. In tal caso alzati e lascia fare questi discorsi ai tuoi genitori. Oppure vai sui siti con le donne nude, un bell'orgasmo è quello che di cui hai bisogno, perché le tue amichette non te la danno. Loro se la fanno con i fasci...

Gabriele Quintini 30.01.07 20:14| 
 |
Rispondi al commento

....Un gesto per cambiare...esiste..ma non dipende dall'essere umano che,nel piccolo,reagisce, protesta, combatte e a volte rischia la pelle e a volte ottiene, non solo per sè ma anche per gli altri. Ci sta pensando la natura...è solo una questione di tempo e chi si salverà allora sì, che il mondo cambierà. Non è un pensiero (certezza..??) negativo...sono convinta che è l'unica strada. Lì dove non arriva l'intelligenza umana...occorre un colpo di frusta! Hasta la victoria siempre!

Franca Nocera 30.01.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno studente in un istituto superiore statale e mi sto accorgendo che ultimamente la scuola italiana ha perso il suo valore originario. Non c'è più serietà, professori assenti, professori a cui viene assegnata la cattedra di supplemente a novembre-dicembre, professori incapaci di spiegare e tenere una classe. E' veramente una scuola virtuale, con professori demotivati. Non c'è da stupirsi, allora, che ci può finanziariamente, va a studiare all'estero in scuole o università serie. Allora è inutile che il ministro Fioroni faccia la riforma della scuola, portando i crediti da 20 a 25 e cambiando la commissione, da 1 a 3 membri esterni. La scuola deve cambiare faccia radicalmente, dall'inizio alla fine, e non solo l'esame di maturità. Se c'è il bisogno fin dall'asilo. Allora faccio un specie di appello a Beppe Grillo (forse l'unico in grado di capire seriamente il problema), la scuola ha bisogno di essere cambiata, subito, altrimenti di "geni" italiani nel mondo, non se ne vedranno più.

Mattia Poloni 30.01.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

mah...

biagio lembo Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,accetta di fare un po' di tv,vai a spiegare a quanti non possono leggere questi post che c'è ancora gente in giro che crede di poter cambiare,non tutti hanno un computer:vanno al lavoro ogni giorno,bestemmiano tutto il giorno,si incazzano sopratutto perchè non hanno nessuno in cui credere.

enniokapo 30.01.07 19:46| 
 |
Rispondi al commento

X GIORGIO SODANO

Non hai detto che sei un democristo, o peggio un qualunquista.
Evita di fare papponi, non mischiare comunisti e fasci.
Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 30.01.07 19:31

********************************************************

No amico, non sono un democristiano e neanche un qualunquista.
Devi sapere che i pagliacci mi fanno ridere tantissimo, a crepapelle. Ma non ho mai desiderato essere uno di loro e perciò non dovrebbero uscire dai circhi, cioé le loro associazioni studentesche o centri sociali.
Non faccio papponi. Semplicemente non sopporto i fanatici che, per fare colpo su una povera gonza, rispolverano ideologie vergognose.

Gabriele Quintini 30.01.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Non si sa più come commentare...TUTTO deve cambiare!

Quando nomini Geronzi mi ricordo che nel dvd precedente ne hai parlato informandoci che aveva ricevuto una medaglia dal Papa, mi ricordo male?

Alla fine penso che siano i poveri cittadini (con poveri non intendo solo chi non ha soldi o chi muore di fame e malattie ma anche tutti gli onesti) che dovrebbero ricevere medaglie o strette di mano dal Papa e non tutta la gentaglia rispettabile solo di facciata che ha ricevuto e che forse in certi casi continua a ricevere......

A noi qualcuno fa degli sconti? NON SI FANNO SCONTI A NESSUNO in particolare a chi non ha peli sullo stomaco...

I miei sembrano discorsi di fantasia ma io spero sempre che la Legge li stani tutti.

Au revoir! Good evening!

Unemployed

Elena Ferrari 30.01.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Dicono che dall'Italia partono verso l'estero CERVELLI IN FUGA.

Eppure SILVIA BADAS e ROMANO PRODI se ne stanno in Italia. Come si spiega questo??
..........................................
.......màh.........bòh..................

Alfredo Marin 30.01.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

...si puo' scegliere...seguire l'economia,la società, quello che ti chiedono di essere a trent'anni o in qualsiasi altro momento della tua vita...oppure no!

fregarsene di fare quello che si aspettano da te...procurarsi i soldi per vivere-sopravvivere e...decidere che il proprio obbiettivo non è guadagnare sempre di più, ma la ricerca di una crescita mossa da te, dagli amici,dalla politica, dalla vita. è difficile lo so, ci vuole coraggio...si è soli spesso, siamo pochi...ma se faccio attenzione nemmeno così pochi...

delio fusco 30.01.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione più che all'indifferenza palese, alla vicinanza simulata, quella di chi spende soldi e si sente a posto, compra giornali, dice "che scandalo, che schifo", ma nella propria vita quotidiana si sente sempre in guerra con tutti, demonizza gli avversari politici, etichetta e pre-giudica chi non conosce, disprezza e guarda dall'alto in basso senza avere mai il coraggio di tradurre il suo rzzismo in violenza cruenta. E' la maggioranza. Costituisce la massa giustificatrice dei vari mostri creati ad arte dai giornali.

luca tedoldi 30.01.07 19:33| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE,

NOI PER RIDARTI LA FIDUCIA NEL PROSSIMO ABBIAMO ESPRESSO I NOSTRI BUONI PROPOSITI, ORA PERO' FAI TU QUALCOSA PER NOI PER FAVORE.

FAI TACERE QUEI MALATI MENTALI DEI REVISIONISTI.

NON LI LEGGIAMO I LORO POST PERO' ANCHE SCORRERE TUTTO QUELLO SPAZIO DA FASTIDIO A MOLTI DI NOI.

TI PREGO FAI UN PO' DI CENSURA COME SI DEVE. FALLO PER RISPETTO DI TUTTI QUELLI CHE SONO MORTI


clotilde iotti Commentatore certificato 30.01.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Che bella l'America.

In America tutto è bello e grande.

In America il bene vince sempre sul male, lo fanno vedere nei film, dove i neri se sono buoni li fanno morire per primi ,oppure sono cattivissimi e cercano di uccidere l'eroe protagonista (bianco) ,che finisce il film feritissimo, ma salvo.

In America ci sono le macchine lunghe lunghe , quelle che c'hanno gli uomini di successo... si quelli che c'hanno tanti soldini, per determinare le sorti del pianeta. Questo perchè in America il successo si misura in denaro, non in cultura, in talento, in soddisfazione, ma solo in dollari.

In America esiste rispetto per le culture e le tradizioni, tant'è che per i pellirossa hanno creato dei grandi recinti, dove loro possono giocare con arco e frecce senza ferire nessuno.

In America i cattivi li uccidono, infatti è un paese molto sicuro, tranne che nelle grandi città, nei drugstore di notte...beh si ,un pò ovunque.

In America definiscono antico quello che per gli europei è vecchio... e tutto quello che invidiano agli altri se lo fanno costruire li' da loro, dalle piramidi ai templi greci...

In America se buchi una gomma ti ricompri la macchina nuova, perchè loro sono consumisti. Infatti la festa in Iraq la stanno facendo i gommisti per aprire le officine li'.

Bush è buono ed ingenuo. Voleva far ristrutturare le torri gemelle , cosi' per fare una sorpresa, e invece un'impresa araba ha sbagliato a fare i lavori e sono crollate.

Si però lui, che è intelligente si è alleato con i gommisti ,che erano già offesi e unendo gli sforzi con McDonald, adesso sta rendendo felici tutti i bimbi di quei posti, offrendo loro dei cheeseburger a basso costo.


Beppe,è inutile che ti affanni:questo è un Paese irrecuperabile. Altro che virtuale.
Qualche Telegatto e tutti contenti. Poi c'è "Striscia" che ride e scoscia sulle disgrazie (e ringraziano anche per l'audience,come se qualcuno credesse all'Auditel;i "Pacchi", meglio non commentare;e il tuo conterraneo Fazio che ha sempre davanti dei "fenomeni"(é il Formica della tv,tutti capolavori,tutti Al Pacino):il giorno che tu andassi da lui ti tolgo il saluto; e il Festival di Sanremo,fra poco,a rintronare ancora di più... E meno male che c'è Fede col suo tg -un pò di buon cabaret una volta tanto,visto che anche la Dandini è diventata inguardabile.
E l'Alitalia? Anche se carica di debiti(tanto poi li azzera lo Stato:un'altra Alfa Romeo di qualche lustro fa? O la Buitoni a...),deve essere un bel boccone se sono tutti in coda per accappararsela (anche "il De Benedetti":nulla da dire Altan? Dài,una bella vignetta sul prossimo Espresso...).
Altro che virtuale,Beppe, questi sono veri dolori...ma "sarà il tempo" (come ha filastroccato uno strepitoso Toffolo in una -tristissima-serata di Rai 2).
E per Vicenza,sarà come sempre questione di soldi,con cui ,prima o poi,riusciranno a mettere tranquilli gli incazzati. Più o meno come accade dopo i disastri di qualche goccia di pioggia in più: tutti a chiedere lo stato di calamità...dopo aver costruito anche nei letti dei fiumi e intasato tutto quello che c'era attorno. Magari ottenendoli anche i soldi,se portano voti.
Altro che virtuale, Beppe.
P.S.Tuttavia,se ho scritto queste righe,qualche speranza la devo ancora avere:del Prozac,nel frattempo,per tenermi su,o dei rigatoni al sugo?Meglio "uno shampoo" cantava Gaber, e forse aveva ragione. Dopo,i rigatoni al sugo:affanc..o le multinazionali farmaceutiche.

Claudio Fantuzzi 30.01.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@ SMEMORATI,non solo indifferenti @@@@@

## P.Kropotkin,a fine 800 scriveva:

Nel lungo corso della storia,sì è verificato che "tutto ciò che consente agli uomini di amentare la loro produzione dei beni,o anche solo di mantenerla",è finita nelle mani di "pochi".La terra appartiene ad una minoranza,che può anche proibire alla cominità di "coltivarla".Le miniere di carbone,che rappresentano il lavoro di generazioni,appartengono anch'esse a pochi.Le macchine tessili,che rappresentano,nella perfezione attualmente raggiunta,il lavoro di tre generazione di tessitori,sono nelle mani di una minoranza;e se il nipote stesso del tessitore che inventò la prima macchina reclamasse il diritto di mettere in moto una di esse,si sentirebbe dire:
"Giù le mani!Questa macchina non è tua!
Le ferrovie appartengono a pochi azionisti,che magari non sanno neppure dov'è situata la ferrovia che dà a loro un reddito più cospicuo di quello che aveva un re medioevale.E se i figli di quelli che morirono a migliaia per scavare le gallerie sì radunassero,folla stracciona ed affamata,e andassere a chiedere pane e lavoro,sarebbero accolti da baionette e pallotole.

P.s.
Ora,al posto delle miniere di carbone e delle macchine tessile mettete quello che vi pare e domandatevi:"Davvero siamo migliorati?Davvero ciò che è di pubblico bisogno:Acqua,luce gas,telefono ecc.ecc. deve continuare ad essere dei "pochi".
La liberalizzazione,così concepita,altro non è che una nuova forma di S.C.H.I.A.V.I.T.U'.
Joseph

joseph pane 30.01.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei stato un poeta, Beppe! E' il post più bello che ho letto sul tuo blog. Hai saputo descrivere con sintesi, efficacia e anche con elegia e amarezza la situazione attuale del nostro paese, della nostra vita di italiani del 2007. Io penso che il punto di rottura non arriverà mai: o forse è stato il rifiuto di noi donne di fare figli in questo mondo in questo tempo, in questa vita dove non ci riconosciamo e dove siamo ancora noi che trasciniamo in nostri uomini, stanchi e demotivati... Grazie del tuo pensiero! Un saluto affettuoso, Lucia Lelli

Lucia Lelli 30.01.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ci vuole il napalm, capito? Il naaaaaaaaaaapalm!!!
Oppure anche il benzene o il vetriolo, fate voi. La chimica ci permette un'ampia scelta.
Il problema è che gli italiani preferiscono studiare "lettere antiche", "lettere moderne", "filosofia", "scienze della comunicazione" e tante altre str...te. E poi in Europa siamo ultimi nella ricerca scientifica. Chissà come mai...

Davide Procopi 30.01.07 19:28| 
 |
Rispondi al commento

c'è da restare esterefatti di fronte a notizie del genere e che la sanità sia in profonda crisi non è cosa nuova.è che noi parliamo parliamo,scriviamo sui blog,ma chi ci sente.
bisogna buttarli fuori(i politici e gli scaldapoltrone)a calci.armatevi perchè abbiamo bisogno della vostra forza,studiate che abbiamo bisogno della vostra inteliggenza.cosi' scriveva gramsci.adesso siamo distratti dalle nostre macchinine,i nostri telefonini,i computer e intanto ce lo mettono in quel posto.BISOGNA TROVARE UN MODO INTELIGGENTE ED EFFICACE PER OTTENERE GIUSTIZIA.devo tornare in palestra per sfogare la mia frustrazione.saluti a tutti claudio

claudio ferranti Commentatore certificato 30.01.07 19:28| 
 |
Rispondi al commento

come ci si sente quando si obbligano delle persone che sono interessate a questo blog per la gran parte delle opinioni espresse intelligentemente, a dover subire invettive e linguaggi disgustosi?
con le scurrilità si pensa di dar maggior peso al proprio argomentare?
chiedo un maggior rispeto per se stessi e per chi ci legge...
grazie di cuore
italo pasqualini

italo pasqualini 30.01.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

e trallallero lallalallallero lallà
BEOTA ci sei te, tiè

alberto afflitto 30.01.07 19:10 |


-------------------------

ah ah ah ah ah .....

bè questo quà sarà pure un BEOTONE INTEGRALISTA... però è simpatico...

silvia badas 30.01.07 19:21

è vero, sono un integralista per la verità, la giustizia, l'onestà, anche intellettuale. Qualcosa che sicuramente non risiede da altre parti e in altre menti.

A buon intenditor....
grazie per il simpatico

alberto afflitto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Scusa lo so che non e il post giusto per parlarne. Vorrei discuteste delle liberalizzazioni. Sono abbastanza daccordo con tutte le liberalizzazioni in corso però vorrei chiedervi: siamo sicuri che aumentando la concorrenza numerica i prezzi si abbassano? Non è che in ogni caso fanno cartello? Quando è stato liberalizzato il prezzo della benzina cosa è successo? Quando è stato liberalizzato il prezzo delle RCAuto cosa è successo? Pensiamo veramente che eliminando gli albi e le professioni otteniamo un miglioramento dei prezzi? Io credo che sia positivo da un punto di vista delle persone che possono accedere alle stesse, e credo che sia positivo il fatto che gli esami per ottenere le iscrizioni non siano più un motivo per impedire a delle persone di entrare in un mondo lavorativo. Crediamo veramente che questo provochi una concorrenza vera? Io sono molto dubbioso su questo. Credo che per abbassare le tariffe non è necessario aumentare il numero dei concorrenti, è necessario creare un clima di concorreza reale, se ci si mette daccordo che senso ha 20 o 30 o 100 non cambia nulla. Vediamo i bar sono sempre di più ma i prezzi delle bibite sono più o meno uguali quasi dappertutto. Non ho la formula magica non so come aumentare la concorrenza sui prezzi, credo comunque che aumentare il numero non serva a nulla. Ciao

alex berna 30.01.07 19:25| 
 |
Rispondi al commento

la rivoluzione siamo noi, che desideriamo qualcos di diverso, di migliore di ciò che ci viene "proposto".

radin francesco 30.01.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Quello che mi prefiggo ogni giorno come lavoratrice, come consumatrice, come cittadina è di non perdere mai il senso dello Stato ed il rispetto degli altri anche quando non lo meritano. Sono d'accordo con il concetto che le piccole rivoluzioni vengono fatte da ognuno di noi ogni giorno

clotilde iotti Commentatore certificato 30.01.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe...
E'da molto tempo che inizio (e finisco)le giornate con una serie di gesti:

Guido con la massima parsimonia per evitare sprechi inutili di carburante ( faccio medie intorno ai 18Km/l)

Faccio propaganda negativa ai SUV, che consumano molto e sono solitamente guidati da str..zi.

Faccio la raccolta differenziata, anche se nessuno me lo impone (probabilmente il contenuto delle "campane" viene scaricato nello stesso luogo... non lo so)

Ho montato valvole termostatiche ai radiatori e una salatissima caldaia a condensazione.

Parcheggio l'auto sempre un pò distante dalla destinazione, cosi' faccio due passi (sono un commerciale e quindi l'auto è il mio, purtroppo, pane quotidiano).

La sera spengo la TV e mi dedico a mia figlia oppure suono la chitarra (sto riprendendo lezioni),spesso preferisco un libro al pattume che ci viene propinato, a "reti unificate".

Non pago il canone TV, perchè credo che il televisore debba esssere dato in comodato d'uso a chi si abbona.

Non avrò mai la parabola o abbonamenti a TV satellitari (una antenna analogica è veramente abbastanza per ricevere str...ate).

Per deformazione professionale sono un convinto sostenitore del "DIO SOLE" e cerco di convincere i miei amici che sarà l'unica strada percorribile.

Guardo o leggo le notizie con senso fin troppo critico, cercando di capire quale è il vero fine di chi propone la notizia stessa..

Le vere informazioni le ottengo da internet.

Sto cercando con tutte le mie energie di costruire una casa ecologica a basso consumo energetico (classe B), ma le lobby dei costruttori speculano anche su fazzoletti di terreno ,anche non edificabili, per costruire case che non hanno piu' senso di esistere.

Cerco di inventare storie credibili ai "PERCHE'" di mia figlia, alla quale vorrei consegnare un mondo un pò piu' giusto e pulito.

Mia figlia non mi vedrà mai arrabbiato o triste


NON CI SI CREDE!

Stanno vendendo Alitalia, andrà come vogliono e, pace.
Ma ULTIMA DA ADNKRONOS : BONANNI (CISL ), che ha sempre affermato che, nonostante crisi, gli SCIOPERI ANDAVANO FATTI, anche se costavano MOLTISSIMO ALLA COMPAGNIA, ora afferma che PRODI "deve intervenire subito" per evitare il collasso......

Ora si da il caso che ovviamente PRODI , non interviene di TASCA SUA, si da il caso che il GOVERNO STA DRENANDO DALLE NOSTRE TASCHE UN SACCO DI SOLDI, e i nostri "amati " SINDACALISTI, dovrebbero rispettare un poco I CITTADINI.

I POLITICI, magari da illusi, magari da coglioni, ce li abbiamo MESSI NOI, IL SIGNOR BONANNI E SOCI, non sono stati eletti da nessuno, e si PERMETTONO DI "GOVERNARE SFACCIATAMENTE", senza mai dover rendere conto a nessuno, manco dei disagi che provocano, nè dei DANNI accumulati in decenni di STRAPOTERE, in pieno regime di " IRRESPONSABILITA'"

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 30.01.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe che dobbiamo dire, noi che scriviamo e guadagnamo 1000 euro al mese non siamo virtuali un bel c..zo dìglielo a mia figlia se è virtuale ma io l'ho sempre detto e lo dico a voce alta. non sono fascista ma una bella RATA di botte come diciamo a Spezia a questi politici virtuali cimoli e i suoi miliardi e compagnia bella secondo me non ci sta male proprio per niente
p.s. ci metyto anche i miei dirigenti dell'asl dove lavoro e non me ne frega un caiser

marcella ariodante 30.01.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei complimentarmi con Massimo Moratti: è riuscito a fare più stragi lui che io con Football Manager prendendomi tutte le squadre!!!

maximiliano moranti Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 19:21| 
 |
Rispondi al commento

e trallallero lallalallallero lallà
BEOTA ci sei te, tiè

alberto afflitto 30.01.07 19:10 |


-------------------------

ah ah ah ah ah .....

bè questo quà sarà pure un BEOTONE INTEGRALISTA... però è simpatico...

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 19:21| 
 |
Rispondi al commento

giovedì 1 febbraio ci chiedono di spegnere tutto ciò che consuma energia dalle 19.55 alle 20 per fare un piccolo passo come super-organismo (qualche milione di persone che agisce simultaneamente, un transformer di dimensioni colossali) che sperimenta il risparmio energetico.

non mi sembra molto utile: perchè non può essere utile una cosa che fai una sola volta al mese o all'anno o nell'intera vita....questo famoso gigante-transformer ha bisogno di agire (o riposare) costantemente se vuole ottenere dei risultati...il risparmio dovrebbe essere un'abitudine, non una stravaganza.

per dar forza e forma concreta alle mie parole farò i cinque minuti di censura energetica anche sta sera, tra poco. reset

Matteo Sassi 30.01.07 19:20| 
 |
Rispondi al commento

FORZA NUOVA
UNICA OPPOSIZIONE

ITALIA AGLI ITALIANI 30.01.07 18:35

****************************************************

Forza nuova nella tazza del cesso!!!
Insieme a tutti i partiti e i movimenti di ispirazione fascista e comunista. Sono solo dei poveri straccioni ignoranti. Peggio dei leghisti (e ho detto tutto).

Gabriele Quintini 30.01.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mhmm non bisogna cambiare, bisogna e l i m i n a r e, formattare, piallare, segare, radere al suolo, isolare, espellere... ho reso l'idea? Nel frattempo aspetto che a qualcuno girino veramente i co****ni.

paolo zambernardi (galgoog) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PROPOSITO DI "ALDILA'"......

Nel corso della sua carriera accademica ed istituzionale, Romano Prodi ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Tra l’altro, è stato nominato membro onorario della London School of Economics and Political Science (1989) e membro onorario della Real Academia de Ciencias Morales y Politicas di Madrid (1997). Nel maggio 1999 ha ottenuto il Premio Schumpeter della Società Schumpeter di Vienna.

Ha ricevuto inoltre numerosi riconoscimenti accademici ad honorem, come quelli conferitigli dall'Università di Madras, India (gennaio 1998), dall'Università di Sofia, Bulgaria (febbraio 1998), dall'Universitat Politecnica di Barcellona, Spagna (dicembre 1998), dalla Brown University, Providence, Rhode Island, Stati Uniti (maggio 1999), dall'Università di Michigan, Ann Arbor, Michigan, Stati Uniti (dicembre 1999), dall'Accademia di Studi economici, Bucarest, Romania (gennaio 2000), dall'Università Cattolica di Lovanio, Louvain-la-Neuve, Belgio (febbraio 2000), dall'Università di Malta (marzo 2000), dall'Università di Modena-Reggio Emilia, dall'Università di Ottawa, Canada, dall'Università di St. Gallen, Svizzera (Freedom Prize, 2000), dall'Università Kyung Hee, Seul, Corea (ottobre 2000), dall'Università di Pisa (ottobre 2001), dall'Università di Tirana, Albania (novembre 2001), dall'Instituto de Empresa di Madrid, Spagna (MBA Diploma, febbraio 2002), dall'Università di Oxford, Regno Unito (aprile 2002), dall'
Università di Pavia (medaglia d'oro per l'economia, 2002), dall'Università di Skopje (febbraio 2003) e dall'Università di Tunisi (dottorato honoris causa, marzo 2003), dall’Università della Calabria (ottobre 2003), dall’Università di Torino (settembre 2004), dall’Università di Lublino (ottobre 2004).

l'altro giorno glie ne hanno data un'altra in Scenze Economiche(?) alla Cattolica di Bologna...

OGGI NE HA RICEVUTA UN'ALTRA DALL'UNIVERSITA' DI ADDIS ABABA.....

A QUANDO UNA IN SCENZE OCCULTE????????


.......màh.........bòh.....

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nulla di personale, scrivendo sempre sono compreso anch'io in questo personale giudizio.

Purtroppo siamo anche noi, con commenti seri, meno seri e da trogloditi sul tuo sito ad essere fondamentalmente virtuali.

La realta' nelle citta', nei posti di lavoro, in ogni d'ove, e' questa, socialita' vicino allo zero, convenienze , egoismi, opportunismi.

Questo e' il menu' del momento, piu' che scrolloni, sollevamenti popolari, innalzamenti spirituali della socialita', la tua realta' e' solo cronaca, non per volonta' ma fine a se stessa.

Benvenuti tutti quanti nella virtualita' assoluta.......


Sicuramente continuare a scrivere sul blog e' gia' un buon gesto,visto che gli facciamo girare i c......i,anche se in modo virtuale.Tirare fuori quello che loro insabbiano,piccole cose...tutti i giorni una,il microscopio,le merendine,i cronometri d'oro,le bustine,i corrotti etc.etc.C'e' molta varieta,l'imbarazzo della scelta.Forse che un giorno imparino a guardare se stessi senza guardare un'eventuale riscontro economico.Un gesto,abolirei il cinquanta per cento di tutti i voli aerei visto le condizioni del pianeta.

lucci.camallo55 30.01.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Uso Internet per informarmi e, nel caso di notizie che reputo false, nei vari forum o siti faccio " Controinformazione, specie dove so che i giovani frequentano ( Anche su Yahoo Answers o altrove ), internet è la frontiera del futuro ma è anche un' arma a doppio taglio che si può rivoltare contro le forze del male che, mi sembra, oggidì stanno straripando.

Vincenzo De Fraia 30.01.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei due ex (terroristi) ha detto:

NON CREDO PIU' NELLA RIVOLUZIONE, NEI GRANDI CAMBIAMENTI DI MASSA... OGNUNO E' RESPONSABILE DEL PROPRIO IMPEGNO AI PICCOLI CAMBIAMENTI QUOTIDIANI, SOLO COSI' SI FANNO LE RIVOLUZIONI...

Capito da chi arriva la lezione?

Carlo Raule (il profeta dell'infinito e dell'infinitesimo) 30.01.07 18:50 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione


Scusa ma mi era piaciuto di più il tuo post precedente, quello del tuo impegno personale quotidiano. Perchè pensi che non dovessero esprimere quel tipo di opinione? Li ho ascoltati e penso che qualsiasi cosa avessero detto sarebbe stata oggetto di critica. Ma il loro "mea culpa" io l'ho apprezzato. Erano ragazzi, credevano in qualcosa di sbagliato (sia a ds che a sn) sono stati in carcere più di 20 anni alcuni senza aver ammazzato nessuno (Sofri solo per aver detto a Marino e secondo quanto riferito da Marino: "se questa dobbiamo farla facciamola e speriamo bene") qual'è il problema? che abbiamo ammesso la sconfitta della violenza e l'assurdità del miraggio della rivoluzione o del colpo di Stato?


E' proprio il contrario....
Ho apprezzato tantissimo quello che hanno detto ,contrariamente a quello che sento troppo spesso dai politici dal passato irreprensibile.
E'proprio questo il paradosso... che le fregature le danno sempre "in giacca e cravatta"


Mi dai il nome e l'indirizzo del tuo pusher?
simeone costa 30.01.07 18:59

Le società demoplutocratiche presentano la stessa debolezza, che mostrarono di fronte al nazionalsocialismo, ma oggi la mostrano non sapendo reagire ai soprusi delle massonerie capitaliste, che sacrificano l'UOMO per il profitto; e nella risposta datemi si nota tutto ciò

********************INSURREZIONE+-+-+-+-+-+-+-+-+

Roberto Ionni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

LA SPIA DELL’ALDILA’

Un commando senza cuore
Portò via er Presidente
Dopo che senza pudore
Spense vite impunemente
Un agguato a quella scorta
Dai risvorti insanguinati
Lasciò in strada gente morta
e bambini senza padri
E poi pè portasse via
Un politico di Stato
Quanti lutti mamma mia
Quanto amore carrpestato
Roma poi fù circondata
E la “mala” all’angoletto
Dall’esercito assediata
Pè cercà quer poveretto
Tante le segnalazioni
Un esercito de armati
Setacciava li rioni
Pè cercà sti disgraziati
Ce fù poi una donnina
Che segnala movimento
Dalla casa a lei vicina
Sente voci de lamento
Questa cosa straimportante
Fù raccorta e messa in fila
De ste cose n’hanno tante
N’hanno più de centomila
Ma quarcuno è sempre all’erta
E s’accorge lo spione
Che la tana ormai è scoperta
Ch’è vicina l’irruzione
E così sbuca o’Stregone
E cor piglio da sciamano
Te fa sta rivelazione
Dice de cercà lontano
E lo dice scentemente
Alla stampa Nazionale
Così er fatto der Veggente
Va’finì ar telegiornale
Nun è certo nà bucia
La catastrofe è palese
Stesso nome e stessa via
Della strada e der paese
E così sono avvisati
vanno via velocemente
l’assassini malfamati
con appresso er Presidente
Tutto er resto dopo è storia
Er politico è ammazzato
Ae’BieRe farsa gloria
E lo Stato è stramazzato
Poi l’inizio der processo
E te passa sta storiaccia
der rispetto der decesso
Resta solo carta straccia
A chi dice che’è un solone
Nessun giudice dà retta
Nun c’è la motivazione
pè un indagine coretta
Chissà chi je l’avrà detto
Chi fù sto rivelatore
Chissà in quale vicoletto
Fece a spia ar provolone
Ma poi forse è n’po’ azzardato
De sicuro nun c’ho vedo
Lui cor bavero riarzato
Grande esperto der segreto
E chissà se l’ha capito
Che quarcuno l’ha sfruttato
Certamente nun’è ardito
Più che impavido è imbranato
E alla fine nun s’offenna
Di cotanta impertinenza
Quello c’esce da sta penna
È soltanto irriverenza*


non si sa mai.....

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il profeta scrisse
{Faccio propaganda negativa ai SUV, che consumano molto e sono solitamente guidati da str..zi.

Ho montato valvole termostatiche ai radiatori e una salatissima caldaia a condensazione.}

Apparte il fatto che la raccolta differenziata se ci sono le campane è obbligatoria(Anche se raramente ci sono controlli)

Come fai a fare Propaganda contro i suv se non ne hai mai avuto uno? Io consiglio o sconsiglio solo cose che ho provato, ci sono suv che con 4000cc fanno 14 km con un litro.

Poi le caldaie a condenzazione vanno bene su impianti a bassa temperatira, con i radiatori non ne vale la pena(Parole del mio ingegnere Idraulico)
Poi con una pompa di calore geotermica si hammo molti più vantaggi, soprattutto economici sul consumi energetici.
La raccolta differenziata nel comune dove abito non è obbligatoria
Per avere info sui consumi dei SUV ,basta leggere una qualsiasi scheda tecnica.
Un SUV 4000 che fa 14 al litro, purtroppo per te non esiste.
Le caldaie a condensazione vanno bene anche su impianti a radiatori, purchè surdimensionati ,basta aggiungere qualche elemento per spostare le temperature di lavoro.(60 mandata-50 ritorno)

Per montare impianti geotermici bisogna avere spazio, ovvero un terreno pari a 1,2 volte la superficie da scaldare per gli imp.orizzontali,oppure la possibilità di fare un pozzo ,per gli imp.verticali.

UN CONSIGLIO: Cambia ingegnere,informati e non raccontare cazzate.
Probabilmente sei un costruttore e c'hai pure il SUV e sei troppo impreparato per replicare ai miei post


Uno dei due ex (terroristi) ha detto:

NON CREDO PIU' NELLA RIVOLUZIONE, NEI GRANDI CAMBIAMENTI DI MASSA... OGNUNO E' RESPONSABILE DEL PROPRIO IMPEGNO AI PICCOLI CAMBIAMENTI QUOTIDIANI, SOLO COSI' SI FANNO LE RIVOLUZIONI...

Capito da chi arriva la lezione?

Carlo Raule (il profeta dell'infinito e dell'infinitesimo) 30.01.07 18:50 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

Scusa ma mi era piaciuto di più il tuo post precedente, quello del tuo impegno personale quotidiano. Perchè pensi che non dovessero esprimere quel tipo di opinione? Li ho ascoltati e penso che qualsiasi cosa avessero detto sarebbe stata oggetto di critica. Ma il loro "mea culpa" io l'ho apprezzato. Erano ragazzi, credevano in qualcosa di sbagliato (sia a ds che a sn) sono stati in carcere più di 20 anni alcuni senza aver ammazzato nessuno (Sofri solo per aver detto a Marino e secondo quanto riferito da Marino: "se questa dobbiamo farla facciamola e speriamo bene") qual'è il problema? che abbiamo ammesso la sconfitta della violenza e l'assurdità del miraggio della rivoluzione o del colpo di Stato?


clotilde iotti Commentatore certificato 30.01.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ER RE… SOLA

Ormai nun passa giorno
da quanno sta ar governo
de questo nostro monno
se sente er padreterno

ma n’senti o mio signore
che’r popolo te fischia
je dice er servitore*
sapenno che m’po’ rischia

a servo statte zitto
che da quanno io governo
nun vedi c’ho battuto
er generale inverno?

la gente m’acclamato
a capo dell’unione
er popolo ho guidato
contro “napoleone”

perdoname se insisto
continua er servitore
mar popolo n’ha visto
sto cambio de tenore

l’Italia nun voleva
a casa ed dittatore?
ched’è sta lamentela
se mò so io er padrone?

la gente nun è fessa
ascorteme signore
mantieni na promessa
aumenteje a’pensione

voresti.. Si ho capito..
che a questi li sarvamo
ma che te sei impazzito!
ma noi che se magnamo?

la mia è solo paura
o grande mio sciamano
se a pacchia poi nun dura
che famo?..ndo scappamo?

ma quale malasorte
cell’ho la soluzione
raduname la corte
che sarvo le poltrone

er popolo n’abbozza?
è corta la copertà
annamo co’a carozza
a’Reggia de Caserta

a casa dei Borbone
se famo n’abbuffata
fingemo na riunione
e famo sta magata

sò forte mamma mia
sò no STATISTA nato
io dell’economia
so proprio no scienziato

…je sé fermato er tempo
ar sosia d’Archimede
er popolo è scontento
e lui nun lo vo vede

mo sé montato a testa
je manca er paruccone
così je fa sta festa
ar popolo cojone.


SIETE CONTENTI che da quando QUESTI QUA' sono andati in gitarella, (CON I SOLDI NOSTRI), NELLA "TERRA DELLE BUFALE" questi quà litigano sempre di PIU'???

.... siete o non siete SEMPRE PIU' BEOTI?????

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più che indifferenti ci sentiamo ignoranti ed impotenti. Siamo quasi grati ai politici perchè ci lasciano vivere ed apparententente difendono i confini dello spazio che pensiamo ci appartenga.In realtà lo spazio non è nostro e gli uomini di potere sono difensori solo di loro stessi.

beppe lipurghi 30.01.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Io un'ideuccia ce l'avrei. Se questo Parlamento è virtuale, creiamo un PARLAMENTO REALE. Cosa serve? Un sito internet. O un Blog. Ma toh, proprio come questo. Come si fa? Ogni giorno il Governo, neppure più il Parlamento, fa delle leggi. Bene, pubblichiamole, con debita spiegazione, e chiediamo di votare: VOI FACENTI PARTE DEL POPOLO ITALIANO SIETE D'ACCORDO CON QUESTA LEGGE? Sì? No? All'inizio potrebbero essere in pochi a votare, ma col tempo chissà? E se venisse fuori che una certa percentualina degli Italiani boccia le leggi che fa il Parlamento? In America il consenso di Bush è sceso sotto il 33% nei sondaggi e già gli stanno chiedendo l'opportunità di dimettersi (notizia CNN di oggi). Riperndiamoci la democrazia! Potremmo votare tutti i giorni, grazie alla tecnologia, altro che demenziali referendum fatti chiudendo le scuole in cabine di legno con una matita ogni cinque anni! L'ultima volta non abbiamo neppure più eletto persone, ma messo una crocetta su una bandierina in una lista di 2! CI VUOLE UN VERO PARLAMENTO IN INTERNET!

Roberto Ferrari 30.01.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quoto: / Ci sono è vero delle piccole vandee. Di gente che si incazza e scende in piazza. Sono per ora locali. Sono Vicenza, la Val di Susa /

Grillo, per cortesia, come fa a nominare la Vandea in questi termini? Saro' togno (per dirla in Zeneise) ma o non ho capito, o spero proprio che sia stato un lapsus.

Cordialmente

Dario Ferro 30.01.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

SONO ARRIVATE LE BUSTE PAGA
Anche il sole 24 ore ammette : le addizionali locali MANGIANO SCONTI IRPEF.

Quindi VISC, ancora una volta offende la nostra intelligenza ed ha la FACCIA TOSTA di volerci regalare una "esternazione in rosa" : "ridurremo le tasse appena possibile"

POTESSI RISPONDERGLI DI PERSONA!!!!!!

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 30.01.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Signoraggio
hai visto che l'ho scritto?
Caro il mio cittadino sovrano


Quando in una Nazione non funzionano Scuola, Sanità e Giustizia, quella Nazione è allo sbando.
Aggiungi che noi abbiamo le Provincie, ormai inutili, che ci succhiano 10.000.000 l'anno e che abbiamo una Classe Politica che non solo è, troppe volte, irresponsabile, ma che non diminuisce nel numero, salvo continuare a dissipare risorse nostre (perchè la Nazione siamo noi) e distruggere tutto quello che ancora può far considerare civile questo paese.
Scommettiamo che per l'Alitalia accadrà quello che è già successo per la Cirio, l'IRI ecc.?
Mi pare che un regista comune ci sia, ben ancorato al proprio scranno.
V E R G O G N A !!!!!!

Alberto Valent 30.01.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono d'accordo con te, stanno tentando di tapparci la bocca e di mostrare che tutto va bene. in questo periodo alcuni miei colleghi di Sesto San Giovanni, per l'esattezza 275, stanno per passare dall'azienda madre, tutti con contratto a tempo indeterminato, presso una società di outsourcing...per colpa di una legge, Cessione del ramo d'azienda, che non permette di guardare al futuro con ottimismo!!!Lunedì saremo a Roma per scioperare contro questa assurda legge. Assurda in quanto, nonostante tutti gli aiuti economici, incentivi, sgravi fiscali, con i soldi pubblici, permette di buttare via la zavorra( noi onesti lavoratori) quando vuole. Spero, anzi tutti i colleghi dell'azienda di telecomunicazione, speriamo nella tua solidarietà.

permettimi uno slogan, di una mia collega:
DAL MERIDIONE AL SETTENTRIONE..NO ALL'ESTERNALIZZAZIONE!!!!
ABROGHIAMO LA LEGGE 2112 DEL CODICE CIVILE.

Daniele Amato 30.01.07 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Il profeta scrisse
{Faccio propaganda negativa ai SUV, che consumano molto e sono solitamente guidati da str..zi.

Ho montato valvole termostatiche ai radiatori e una salatissima caldaia a condensazione.}

Apparte il fatto che la raccolta differenziata se ci sono le campane è obbligatoria(Anche se raramente ci sono controlli)

Come fai a fare Propaganda contro i suv se non ne hai mai avuto uno? Io consiglio o sconsiglio solo cose che ho provato, ci sono suv che con 4000cc fanno 14 km con un litro.

Poi le caldaie a condenzazione vanno bene su impianti a bassa temperatira, con i radiatori non ne vale la pena(Parole del mio ingegnere Idraulico)
Poi con una pompa di calore geotermica si hammo molti più vantaggi, soprattutto economici sul consumi energetici.


paolo rossi 30.01.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Tv. Donati: se Catricalà è coerente, si dimetta

“Se il presidente Catricalà fosse coerente con le parole che abbiamo ascoltato ieri, oggi dovrebbe dimettersi". La presidente della Commissione Lavori pubblici e Comunicazioni del Senato, Anna Donati (Verdi) commenta così le dichiarazioni rilasciate dal presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, sul Ddl Gentiloni di riassetto del sistema radiotelevisivo e sul tetto agli introiti pubblicitari.
Spiega Donati: "Comprensibile, da parte dell'Autorità, intervenire nel merito delle linee guida di un disegno di legge che è attualmente all'esame del Parlamento. Ma ieri Catricalà è entrato a gamba tesa nella discussione, durante un dibattito televisivo. Ha criticato pesantemente uno degli strumenti essenziali del ddl Gentiloni: il tetto sulla raccolta pubblicitaria, considerato da molti anni – spiega - uno strumento fondamentale anticoncentrazione e a tutela del pluralismo. Vorrei ricordare che i tetti agli introiti pubblicitari esistono nel nostro Paese dal 1997, con la legge Maccanico, e che anche il Sic (sistema integrato delle comunicazioni) pur nella sua colossale ampiezza, costituisce di fatto un tetto di affollamento pubblicitario".
"Se il presidente Catricalà si dichiara contrario alle regole di libero mercato e concorrenza nel settore radiotelevisivo, che dovrebbe invece tutelare, e si schiera, come ha fatto ieri, con Berlusconi e Mediaset, vale a dire, con uno dei soggetti dominanti del sistema radiotv su cui dovrebbe intervenire, allora- conclude la presidente Donati- ha perso quel carattere di terzietà, regolazione ed imparzialità che sono richiesti al presidente dell'Autorità Antitrust a tutela dell'interesse generale."

da Econews
|
V


"Una agenzia di viaggi e i maggiori alberghi di Sorrento hanno ottenuto un decreto ingiuntivo esecutivo nei confronti del Circolo Giovani di Forza Italia e di Marcello Dell'Utri per il saldo di 600mila euro di conti non pagati. I fatti sono riferiti dal quotidiano della provincia napoletana 'Metropolis'. Lo studio legale sorrentino Attanasio, Esposito e Mazzola per conto della Russo Travel, che ha organizzato l'evento degli under 40 del partito di Silvio Berlusconi, ha avviato la procedura per esigere crediti vantati dalla stessa agenzia e dalle strutture alberghiere più prestigiose della cittadina, compreso l'Hilton Palace, per fatture emesse a novembre del 2005 e legate alla tre giorni di una convention nazionale. Il presunto debito deve essere saldato da una società che fa capo al parlamentare di Forza Italia e dallo stesso Dell'Utri; la prima dovrà pagare 445mila euro, il secondo 236 mila"
(Agi, 24 gennaio 2007).

*************************************************************

Peccato non aver fatto anche un bel CONDONO ALBERGHIERO!!!
Sono sempre i soliti birbantelli!

Lorenzo Ordinelli 30.01.07 18:55| 
 |
Rispondi al commento

PETIZIONE POPOLARE INTRABLOG
*************************************************
favorevoli all'apertura di un FORUM dove approfondire i discorsi sui vari temi(ecologia,politica, economia, tecnologia, ecc.)? se lo siete copiate-incollate questo messaggio aggiungendo nome e/o nick alla lista. Primo obiettivo raggiunto, cerchiamo d'arrivare a 20.
-->Astenersi Berlusconiani e/o Prodiani ;-)

1)Roberto Ionni per altri roob
2)Marco Fiaschi
3)E.T & Fr_ska(x Conflitto valgono x 1)
4)Gian Maria Freddi
5)Marco Melli
6)Stefano Frigieri
7)Marco Ichnos
8)Mario d'Este e signora.
9)Marco Presti
10)Mario Bonfanti
11)Francesco Nannini
12)Marco Rovetta
13)Alemanno Stefano
14)Antonio Amati
15)Andrea Ravizza
16)Cinzia L'Abbate

P.S. Spero nella buona fede dei blogghers di non aggiungersi con nick diversi

Roberto Ionni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 18:51| 
 |
Rispondi al commento

l'altra sera su la7 hanno intervistato due ex terroristi(uno di destra e l'altro di sinistra.

RISULTATO:

Hanno dato il migliore esempio di civiltà e buon senso (parliamo di gente che ha ucciso) che si sia mai visto in TV.
Ero da troppo abituato a vedere politici di fazioni opposte insultarsi o "parlarsi sopra", per accattarsi qualche secondo in piu' di intervista.

Uno dei due ex ha detto:

NON CREDO PIU' NELLA RIVOLUZIONE, NEI GRANDI CAMBIAMENTI DI MASSA... OGNUNO E' RESPONSABILE DEL PROPRIO IMPEGNO AI PICCOLI CAMBIAMENTI QUOTIDIANI, SOLO COSI' SI FANNO LE RIVOLUZIONI...

Capito da chi arriva la lezione?


ER LIBERALIZZATORE

Leggenno ogni matina
su tanti quotidiani
notizie de moina
de tutti l’italiani

Lui che de la ripresa
se sa che è no studioso
prepara la sorpresa
ar popolo noioso

Si mo tu passi un guaio
pè e tasse che ho aumentato
vedrai che poi a gennaio
sarai più avvantaggiato

E stamo ar ventisette
mo ariva a busta paga
na pezza tocca mette
alla parola data

E lui senza pudore
annuncia in pompa magna
fò er liberalizzatore
e purgo a chi se lagna

S’avventa sur tassista
lo addita a delinquente
volevi fa er lobbysta
sei solo un dipendente!

Ortraggia li fornai
che er pane fanno bono
mo e Coop nullo sai?
lo possono fa loro!

Perfino ai benzinai
je vò levà er lavoro
pè loro solo guai
pè e Coop invece è oro

E puro a’edicolanti
lui je vo la cresta
li vole mendicanti
e Coop fanno festa

Perché lui s’accanisce
sur popolo poretto
perché nun lo capisce
se in fonno è lui che ha eletto

È questa la sorpresa
per popolo in affanno?
pecchì n’poffa la spesa
e ha tribolato n’anno?

Ma che morale è questa
se rimagna la parola
e tratta come fessa
la gente che lavora

Quer popolo lo ha eletto
poiché lo aveva illuso
e adesso poveretto
è un popolo deluso


vorrei sapere QUANTI DI VOI HANNO AVUTO L'AUMENTI DI ASSEGNI FAMILIARI E DI QUANTO E' STATO TALE AUMENTO.....

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIUSTO!

PERCHE' INTANTO NON INIZIAMO A "DECRESCERE" IL NUMERO DI EXTRACOMUNITARI CHE OSPITIAMO...

(E POSSIBILMENTE "AZZERARE" QUELLO DEGLI ZINGARI)

ITALIA AGLI ITALIANI 30.01.07 18:13 |
*******

e io invece sarei felice se in Italia decrescesse il numero di razzisti

quelli che usano ancora parole come zingari, negri, froci

sì, degli INDIFFERENTI ai problemi degli altri, basta che stanno bene loro

che si occupano solo del loro orticello

che pensano a ricontare i morti della Shoa

che postano cento volte la stessa cosa su questo povero blog come se avessero la verità rivelata in tasca


NAZIONALIZZARE GRANDI GRUPPI INDUSTRIALI DEI SETTORI VITALI PER IL POPOLO, ED OFFRIRE MASSIMA PROFESSIONALITA' A COSTI CONTENUTI.

RIDARE AL POPOLO SOVRANO IL TOTALE POTERE D'EMISSIONE DELLE BANCONOTE

SOPPRIMERE IL FINANZIAMENTO PUBBLICO ALL'INFORMAZIONE

DIRITTO ALLA CASA DI PROPRIETA'

MIGLIORARE SERVIZIO E PERSONALE SANITARIO

INIZIARE SVILUPPO DI TECNOLOGIA "MADE IN ITALY"(A livello tecnologico importiamo tutto)

RITIRARE SOLDATI ITALIANI DA TUTTE LE MISSIONI, E PREDISPORLI ALLA SICUREZZA DELLE NOSTRE CITTA'

MA PRIMA DI TUTTO............................

*****************INSURREZIONE+-+-+-+-+-+-+-+-


LA VERITà CARO GRILLO,è CHE IL BENESSERE CREA INDIFFERENZA ALLA VISTA DELL'IGNORANTE,AVEVA RAGIONE BERLUSCONI A DIRE CHE QUESTO è UN PAESE DI RICCHI,TUTTI PRONTI A LAMENTARSI SEMPRE MA POI SI COMPRA LA TV LCD A RATE E IL TELEFONINO NON MANCA A NESSUNO,NEPPURE AL BARBONE PER STRADA,
QUANDO CI SI PUò PERMETTERE IL SUPERFLUO VUOL DIRE CHE SI è ALMENO UN GRADINO PIù IN ALTO DELLA SOGLIA DELLA POVERTà,
IN ARGENTINA HANNO FATTO UNA MEZZA RIVOLUZIONE SOLO QUANDO SI SONO ACCORTI CHE ERANO RIDOTTI ALLA FAME,SINCHè C'ERA PANE E TELEFONINO TUTTI SAPEVANO CHE I GOVERNANTI RUBACCHIAVANO MA RESTAVANO INDIFFERENTI,PROPRIO COME STIAMO FACENDO NOI,
IL GRADO DI CIVILTà DI UN POPOLO SI MISURA DALLA CAPACITà CHE HA DI DISTINGUERE INDIFFERENTEMENTE DALLE SUE CONDIZIONI SOCIOECONOMICHE,
NOI SIAMO NELLA MAGGIORANZA UN GREGGE DI PECORE,IGNORANTI CHE PUNTUALMENTE FINIREMO IN PIAZZA A PICCHIAR PENTOLE E COPERCHI SOLO QUANDO CI AVRANNO SFILATO ANCHE LE MUTANDE,MA ALLORA SARà TROPPO TARDI.

ermenegildo badalotti 30.01.07 18:44| 
 |
Rispondi al commento

BASTA non è il popolo ad aver paura dello stato ma è lo stato ad aver paura del popolo V COME VERITà

emilio garofano Commentatore certificato 30.01.07 18:44| 
 |
Rispondi al commento

A Taranto, nei mesi scorsi, è stato dichiarato il dissesto economicofinanziario, a seguito di una sorta di un saccheggio operato dai governanti e dei loro compari). A tutt'oggi non è stato individuata alcuna responsabilità personale, e l'ex sindaco, la signora DiBello, passeggia per la città, e si affaccia dalla sua splendida gioielleria in pieno centro. Tutto ciò è potuto accadere solo grazie ad una complicità abbastanza evidente di gran parte della classe politica locale. E' mai possibile che chi ruba un'autoradio và in galera e chi distrugge una città viene persino adulato? In che mondo viviamo? Per fortuna non mi pare che vada così
anche nel resto del paese e quindi mi chiedo perchè a Taranto la magistratura sia incapace di intervenire. Cosè che blocca l'applicazione della legge e la tutela del cittadino medio?

Alessandro Spadaro Commentatore certificato 30.01.07 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Ti prego va in TV E APRI LA MENTE ai mentecatti
che vedono tutto il giorno gli scandali di
trasmissioni inutili che ci propaga la tv.
Vai ti prego e sveglia l'Italia, altrimenti
crederanno sempre che Cristo è morto di freddo!

MARIA BONDI 30.01.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... e se si girano gli eserciti e spariscono gli eroi ? ... se la " guerra " adesso cominciamo a farla noi ? ..... non sorridete ....

H L V S !!!!!!

Ciao Beppe ci si vede a Udine .

Marco Poz 30.01.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per essere più esatti il video contenente il messaggio per Napolitano si chiama "a trip to sweden 3" e si trova a circa metà filmato.

daniel salich 30.01.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe...
E'da molto tempo che inizio (e finisco)le giornate con una serie di gesti:

Guido con la massima parsimonia per evitare sprechi inutili di carburante ( faccio medie intorno ai 18Km/l)

Faccio propaganda negativa ai SUV, che consumano molto e sono solitamente guidati da str..zi.

Faccio la raccolta differenziata, anche se nessuno me lo impone (probabilmente il contenuto delle "campane" viene scaricato nello stesso luogo... non lo so)

Ho montato valvole termostatiche ai radiatori e una salatissima caldaia a condensazione.

Parcheggio l'auto sempre un pò distante dalla destinazione, cosi' faccio due passi (sono un commerciale e quindi l'auto è il mio, purtroppo, pane quotidiano).

La sera spengo la TV e mi dedico a mia figlia oppure suono la chitarra (sto riprendendo lezioni),spesso preferisco un libro al pattume che ci viene propinato, a "reti unificate".

Non pago il canone TV, perchè credo che il televisore debba esssere dato in comodato d'uso a chi si abbona.

Non avrò mai la parabola o abbonamenti a TV satellitari (una antenna analogica è veramente abbastanza per ricevere str...ate).

Per deformazione professionale sono un convinto sostenitore del "DIO SOLE" e cerco di convincere i miei amici che sarà l'unica strada percorribile.

Guardo o leggo le notizie con senso fin troppo critico, cercando di capire quale è il vero fine di chi propone la notizia stessa..

Le vere informazioni le ottengo da internet.

Sto cercando con tutte le mie energie di costruire una casa ecologica a basso consumo energetico (classe B), ma le lobby dei costruttori speculano anche su fazzoletti di terreno ,anche non edificabili, per costruire case che non hanno piu' senso di esistere.

Cerco di inventare storie credibili ai "PERCHE'" di mia figlia, alla quale vorrei consegnare un mondo un pò piu' giusto e pulito.

Mia figlia non mi vedrà mai arrabbiato o triste


Forse ci stiamo concentrando sulle cose sbagliate.
Stiamo li tutti i giorni a dire che dobbiamo mandare via questi farabutti dai posti di comando, che dobbiamo risolvere i problemi a livello mondiale, ma ho l'impressione che quasi nessuno si sia reso conto di dover ragionare in altri termini: risolvere i piccoli problemi, quelli che ci circondano, quelli che possiamo risolvere, mantenendo ovviamente il rispetto per le cose e le persone. E' inutile dire che dobbiamo risolvere i problemi del surriscaldamento globale(per esempio) e poi aspettare che succeda qualcosa; dovremmo nel nostro piccolo fare qualcosa, quello che è in nostro potere fare, per quanto sembri insignificante. Se tutti si occupassero del proprio mondo mantenendo una impostazione di correttezza e buon senso, i problemi si risolverebbero in un mese.
Esempio: io insegno ginnastica e presto vorrò insegnare anche ciò che amo, il kung-fu. Occupandomi di fare questo nel giusto modo e con passione trasmetterò(spero) la voglia di muoversi. Questo potrebbe aiutare alla lunga il surriscaldamento globale perché magari i miei allievi incominceranno ad andare in bicicletta o a piedi. Altro esempio: se tutti noi avessimo un comportamento più ecologico in generale(riciclare, sprecare di meno, ecc...), ma non facendo chissà che, semplicemente adempiendo a i minimi doveri casalinghi e non, aiuterebbe sicuramente a diminuire l'inquinamento.
Tutte queste cose potrebbero succedere solo se in tanti le facessero, anche se ognuno di noi facesse una piccolezza, sarebbero milioni o miliardi di piccolezze, e perciò diventerebbe una grande azione.
L'unione fa la forza.
Dimenticatevi di questi ladri, risolvete i piccoli problemi che vi circondano e magari influenzerete positivamente i vostri amici e parenti a fare lo stesso.

Alessandro Tognoni Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Io guardo pochissimo la tv. Mi sembra che il 60% del lavoro sia fatto.
Salvatore

salvatore floris 30.01.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Signoraggio
signoraggio.it
i signorotti del signoraggio

Forse vengono censurati quelli che spammano 100 messaggi ogni post sugli stessi temi, tra l'altro rendendoli invisi a chi li legge (come insegnerebbe un corso di comunicazione persuasiva via corrispondenza).

Crescete.

Paolo R. Commentatore certificato 30.01.07 18:25| 
 |
Rispondi al commento

CERVELLI IN FUGA! salve a tutti,se a qualcuno può interessare su youTube c'è un filmato di un ragazzo laureato in fisica nucleare con 110 e lode che si stà trasferendo in svezia di sua scelta perchè,ovviamente,la situazione lavorativa è decisamente migliore di quella italiana.ha fatto 3 video finora,intitolati "a trip to sweden" e nel terzo filmato introduce un messaggio x il presidente Napolitano che alla fine fa capire quanti cervelloni i nostri dipendenti stanno facendo scappare all'estero a danno della nostra povera italia.se qualcuno lo vede,Napolitano intendo,gli passi il filmato.grazie a tutti.

daniel salich 30.01.07 18:25| 
 |
Rispondi al commento

X SILVIA BADA

BANCA RASINI!!!!

Tjè!!

Alfredo Marin 30.01.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
Speriamo di non peggiorare con l'indifferenza
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 30.01.07 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo,
grazie per quello che fai, un grazie a te e a tutti quelli che - come te - si battono, si espongono, denunciano e credono...credo anche io grazie a te, a Travaglio ecc.
Viva l'onesta' di spirito, la consapevolezza, la responsabilizzazione e l'intelligenza al servizio delle azioni e delle decisioni.
Un abbraccio.

EMANUELE PIOMBINO 30.01.07 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Finiamola con la storia dei commenti censurati. copiate tutto il testo del vostro messaggio ed incollatelo in un file di word, prima di postarlo. Se il commento non viene pubblicato, variate un po il testo ed incollatelo nuovamente in internet explorer ed il gioco è fatto.
Fabrizio Neri.
-----------------------------------------------------
Anche io pensavo non fosse vero....
Prova a scrivere signor aggio...senza lo spazio...con la relativa definizione...
poi ne riparliamo...

stefano alemanno 30.01.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Perchè andando in controtendenza invece di evidenziare solo i problemi non organizzi raccolte di firme per referendum propositivi?
Un piccolo esempio:
Limitazione del numero dei deputati e Senatori;
Controllo patrimoniale per i personaggi che vivono a spese dei contribuenti;
Obbligo di restituzione di tutti i soldi sottratti allo stato quale condizione essenziale per potere patteggiare la pena;
Pensione adeguata alla sola rendita dei soldi versati per coloro che sono stati condannati per reati pecuniari contro lo stato......
Proviamo a credere di potere ancora modificare questa situazione, forse è meglio del limitarci a brontolare.
Beppe fatti promotore di sondare la fattibilità di questa iniziativa.
Un cittadino nauseato.

Alessandro Capelli 30.01.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

E' un po' che tento di seguire questo forum ed qualche volta ho temtato perfino di intervenire.
I commenti decenti sarannouno su cinquanta, gli altri sono esternazioni di gente con problemi seri che dovrebbero essere curati in ben altre sedi.
Mi chiedo quindi se questo è uno stralcio della realtà dell'italiano medio o se qualcuno ha un incarico mercificato per mandare alla malora un'iniziativa coraggiosa ed interessante. Hoosservato sotto elezioni che i forum erano inquinati da intrusioni demenziali o da professionisti della politica. Uno confidenzialmente, nella mail personale ha ammesso di essere pagato. La cominicazione su internet sta diventando una cosa troppo seria perchè il potere la lasci funzionare, considerato che non riesce a bloccarla.

uberto tommasi 30.01.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo non ci sono scorciatoie per raggiungere l'obiettivo di una società più giusta e senza intrallazzi!
Bisogna lottare ogni giorno.
Come? Questo è il problema!
Vi sono vari modi: uno è il Tuo!
Un'altro è quello di colui che , nel suo ambiente, e nel suo "stato" cerca di essere onesto e testimoniare la giustizia!
E' una lotta che non finirà mai!
Ci si illudeva che il comunismo creasse l'uomo nuovo. Abbiamo visto il risultato!
Come sindacalista dei pensionati CISL ieri mattina sono andato con altri di CGIL e UIL a distribuire volantini contro i TIKETS di Finanziaria 2007 e Regione Lombardia. E' poco, lo so, però è un piccolo fatto positivo!
C'è anche il modo che consiste - sono cattolico -nel pregare e nel cercare di educare le coscienze ai valori della Dottrina Sociale della Chiesa il cui compendio, purtroppo, è poco utilizzato dalle nostre parrocchie!
Poi...ottimismo! Guardiamo il cammino che ha fatto l'umanità. Fra alti e bassi però la curva della storia migliora.
Resistere, resistere,resistere!
Cordialità.
Mario Oliari

mario oliari 30.01.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
io il mio gesto per cambiare te lo voglio raccontare...
1) ho messo un bel punto al clientelismo politico, che contribuivo ad alimentare, con la ricerca di un lavoro;
2)nonostante i tg, prodi e i nostri oligarchi (altro che dipendenti)Napolitano presidente, tronchetti & co.,le tasse, i soldi a fine mese che forse ci sono, ho deciso di sposarmi e divento pure Papà... A mio figlio spero di non dover mai chiedere scusa per averlo messo al mondo in un mondo sbagliato, voglio avere fiducia in un cambiamento perchè so che c'è gente pronta a cambiare e a sostenerla questa metamorfosi, i germi già ci sono speriamo solo che maturino presto.
Saro

Saro Calvo 30.01.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Io mi guardo allo specchio in continuazione e a chi non lo fa o ha dei problemi col farlo consiglio di comprarsi ed imparare a memoria: -Discorso sulla servitù volontaria- di Etienne de La Boètie edito da liberilibri

lauro versari 30.01.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

il mio piccolo reset:
- no conto in banca. addio carte di credito e bancomat.....ce la possiamo fare? fino a 15 anni fa non esistevano questi pezzi di plastica che adesso sembrano indispensabili.
- no tv. solo qualche Dvd per i miei bambini o per poche trasmissioni intelligenti. si può tornare ad essere selettivi ed usare il cervello invece del telecomando.
- pochi ma buoni principi trasmessi ai più giovani. non regaliamo telefonini, ma carta da lettere per imparare a scrivere e qualche sorriso in più.
- no spesa al sabato pomeriggio agli iper-super mercati. cercare di avvantaggiare le botteghe, magari comprando meno e facendo un pò più di fatica.
reset.

paola maggioni 30.01.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dinanzi ad una tragedia ci si può chiedere:"Dio come ha potuto
permettere che avvenisse una sciagura del genere?"
"Io credo che Dio sia
profondamente rattristato da questo, proprio come lo siamo noi, ma per anni
noi gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre scuole, di andarsene dal
nostro governo, di andarsene dalle nostre vite. Essendo Lui quel gentiluomo
che è, io credo che con calma Egli si sia fatto
da parte.
Considerando i recenti
avvenimenti.. attacchi terroristici, nelle
scuole.. ecc. penso che tutto
sia cominciato quando anni fa
qualcuno ha ottenuto che non
fosse più consentita alcuna
preghiera nelle nostre scuole e gli
abbiamo detto OK.
Poi qualcuno ha detto: "è meglio non leggere la Bibbia nelle scuole"
(la stessa Bibbia che dice, Tu non ucciderai, Tu non ruberai, ama il tuo prossimo come te stesso) e noi gli abbiamo detto OK.
Poi, il
dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo sculacciare i
nostri figli se si comportano male perché la loro personalità viene deviata
e potremmo arrecare danno alla loro auto- stima, e noi abbiamo detto "un esperto sa
di cosa sta parlando" e cosi abbiamo detto OK.
Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i presidi
non punissero i nostri figli quando si comportano male, e noi abbiamo detto OK
Poi alcuni politici hanno detto: "Non è importante
ciò che facciamo in privato
purché facciamo il nostro lavoro" e
d'accordo con loro, noi abbiamo detto OK
E poi qualcuno ha
detto: "Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e chiamiamo
tutto ciò "salutare apprezzamento per la bellezza del corpo
femminile"". E noi gli abbiamo detto OK.
Ora ci chiediamo come mai i
nostri figli non hanno coscienza e non sanno
distinguere ciò che e
giusto da ciò che è sbagliato.Probabilmente, se
ci pensiamo bene noi
raccogliamo ciò che abbiamo seminato.
Buffo come crediamo a quello che dicono i
giornali, ma contestiamo ciò che
dice la Bibbia

alberto zonescuti 30.01.07 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caccia. Francescato: l'Italia si adegui subito a UE

L'Italia deve al piu' presto mettersi in regola con l'Unione europea, ponendo fine al 'far west' legislativo in materia di caccia. E' quanto sostiene Grazia Francescato, rappresentante dei Verdi in Commissione ambiente alla Camera, commentando il rapporto del Wwf sulla stagione venatoria 2006-2007.
Il dossier evidenzia la presenza di '13 Regioni in deroga, continue violazioni delle regole comunitarie e stragi di animali'. Una situazione ulteriormente aggravata, secondo Francescato, dalla mancata conversione in legge dell'apposito decreto del ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio. (Ansa)

NON DECRESCERE MA ABOLIRE DEFINITIVAMENTE LA CACCIA!!!



stasera le estrazioni
ve sete ricordati de giocare l'otto?
(mi raccomando... è importante)

errico cinaschi 30.01.07 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena scritto un'e-mail al dipendente Rutelli

RUTELLI_F@CAMERA.IT

Pongo una domanda (a cui é sufficiente rispondere con un sí o un no)

Dipendente Rutelli:
Secondo lei l'avrebbe dato Ghandi l'assenso al raddoppio della base militare di Vicenza?

Se mi risponde vi faccio sapere
saluti

melania pomante 30.01.07 18:10| 
 |
Rispondi al commento


A proposito visto che hai dipendenti che stanno in parlamento.

Ai chiesto a loro come fanno a farti digerire che saranno costretti ( per motivi troppo difficili per voi da comprendere ) al ritornare al Nucleare in Italia e fare tante Belle centrali.

prova ad indovinare come faccio a saperlo.
e ogni tanto leggi pure i giornali finanziari .

Fabrizio Melis 30.01.07 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo in una realtà virtuale. In un Paese virtuale. Abbiamo un parlamento virtuale. Tribunali virtuali. Ospedali virtuali. Scuole virtuali. Informazione virtuale. Leggi virtuali. Lavoro virtuale. Doveri e diritti virtuali.

.... kakkio!

avete voluto il "veggente virtuale"????

dove sono sti aumenti in busta paga??

dove sono sti posti fissi ai precari??

e i bonus bebè (fino ai 18 anni!)da 2500 euri??

...... intanto "alitalia" va in bocca a della valle-prodi-debenedettiboSS....

e mo vuoi fare RESET???

..... troppo comodo MAGGIORDOMO.... troppo comodo!

COGLIONI!!!! SVEJATEVE CHE VI HANNO CIULATO!

silvia badas Commentatore certificato 30.01.07 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

* ricordate la Broni-Mortara in Lomellina? *

Lombardia. Verdi: Formigoni smetta di fare disinformazione su infrastrutture

“Formigoni la smetta con le caricature e la disinformazione. I Verdi sono a favore delle opere utili. Il governatore ci spieghi che utilità potrebbe avere un'autostrada, come quella in progetto nel pavese tra Broni e Mortara, il cui costo di pedaggio per i pendolari in auto si aggirerebbe intorno ai 5 euro per 35 chilometri – hanno dichiarato Carlo Monguzzi e Marcello Saponaro, Consiglieri regionali in Lombardia dei Verdi. Ci spieghi anche a cosa serve la Brebemi se la Regione non fa nulla per potenziare il trasporto merci su rotaia, negando da anni agli spedizionieri la possibilità di spostare le merci dalla gomma al ferro: in breve anche la nuova autostrada sarebbe intasata.
Il governatore ci spieghi, ancora sulla Brebemi, perché è così necessario costruire una nuova lunga striscia di asfalto da Brescia a Milano se il 67% del traffico nasce a Seriate. Crediamo che le uniche grandi opere propagandate da Formigoni, praticamente solo autostrade, siano utili, più che al territorio e ai bisogni veri di mobilità della Lombardia, unicamente alla comunità finanziaria, ai cavatori e alle società di costruzioni.
Formigoni, invece di continuare a fare il promoter di tale interessi, coinvolti anche nella costruzione della nuova e faraonica sede di Regione Lombardia da più di 500 milioni di euro, sarebbe ora che cominciasse a occuparsi dei veri interessi dei lombardi e del territorio della Lombardia. Proprio come stanno facendo il governo Prodi e il ministro Pecoraro Scanio”.


* * DECRESCERE anche e soprattutto le opere inutili!! * *


Ho buttato la TV (ALCUNI MESI FA) e stiamo benissimo

mio marito ha smesso di fumare TRE SETTIMANE FA, dopo aver letto il libro di Carr Allen - Smettere di fumare é facile se sai come farlo!

OGGI ho scritto una e-mail alla segreteria della Margherita:

PREMESSA:
> Ghandi ...
> "Fu una mente globale ed un innovatore" "idee come la nonviolenza
> vivranno per sempre: ed è un bene che vivano per sempre"
> dichiarazioni del Ministro Rutelli al TG3.

UNA DOMANDA AL DIPENDENTE RUTELLI:
> "Secondo Lei l'avrebbe dato Ghandi l'assenso al raddoppio della base militare di Vicenza?"

HO RICEVUTO QUESTA RISPOSTA

Nel segnalarle che potra' contattare Francesco Rutelli utilizzando
l'indirizzo che trovera' pubblicato - con quelli di tutti i Deputati - al Sito
http://www.camera.it (ovvero al Sito ufficiale della Camera), mi
permetto di sottolineare - a titolo del tutto personale - che il concetto
gandhiano di non violenza e' piu' complesso di quanto un'analisi
superficiale potrebbe far pensare: Gandhi stesso, infatti, quando gia'
aveva sviluppato l'idea di ahimsa, partecipo' (e sostenne) con un corpo
volontario di infermieri sia alla guerra boera in Sud Africa sia alla Prima
Guerra Mondiale. Le segnalo in merito (ovviamente sempre a titolo
personale) l'ottima biografia di Chada Yogesh pubblicata recentemente
in Italia.

-------------------------------

MIO COMMENTO PERSONALE
I "GUERRIERI DELLA CROCE ROSSA" PARTECIPANO A MOLTE GUERRE SENZA USARE LA VIOLENZA ...

CIAO

melania pomante 30.01.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Da porno star a mito e leggenda. Jenna Jameson è un vero caso mediatico. La bella e bionda icona sexy del cinema hard diventa anche protagonista di una graphic novel spietata e irriverente, destinata a fare scalpore. Il fumetto, che uscirà in aprile 2007 per le edizioni Bd, nasce dalla raccolta degli appunti presi durante la preparazione del libro-intervista realizzato dal giornalista Neil Strauss, 'Vita di una pornostar' e vuole svelare i segreti più intimi del successo di Jenna. L'autore è ancora una volta Neil Strauss, dedito ai testi che accompagnano le splendide immagini del disegnatore americano Bernard Chang.
L'industria del porno fattura negli Usa più del cinema, musica e libri messi assieme. Questo fiume di denaro genera un fascino immenso e persone disposte a tutto. Ecco il disegno che traccia 'How to make money' (Come fare soldi - è già il titolo a parlare): un'America dove il businness del sesso comanda e coinvolge masse e media. Un quadro perfetto di come milioni di persone si perdono nei profumati risvolti dei giri di denaro.

E non dimentichiamo che Scarlett Johansson è stata scelta da Jenna Jameson stessa per vestire i suoi panni nel film sulla sua vita, ispirato poprio al romanzo di Strauss. "E' lei la mia scelta, spero che accetti - ha detto al magazine britannico FHM, - perché è bellissima".

Petronio Silla 30.01.07 17:57|