Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lotta di classe


Karl_Marx.jpg

La lotta di classe dura e senza paura. Quella che riempiva le piazze negli anni ’70. Quella lotta non c’è più. Perchè, alla fine, una sola classe ha vinto. E’ la classe del potere. Che non sta più solo nel Palazzo di Pasolini. Si è diffusa come un contagio. E’ ovunque ci sia una carica pubblica o parapubblica. Ovunque ci sia un nostro dipendente in carriera.
E’ una classe ubiqua. Ci sono gli ex sessantottini in carriera nei media e nei ministeri. E con loro i post fascisti, ora anche post democristiani. E anche i post comunisti, ora post e basta. E’ una classe vischiosa. La sua ragnatela passa dalle banche, arriva alle municipalizzate, occupa i media, si estende ai consigli comunali. E’ una classe unica che ha ottenuto il rovesciamento delle parti. Non è più al servizio dei cittadini. I cittadini sono al suo servizio.
Se il cittadino non capisce è ottuso. Se si ribella è un no global, anche se ha settant’anni. Se si lamenta è arrogante. Il cittadino non ha diritto di critica. Non è informato se sul SUO territorio vengono fatte le porcate più immonde. Inceneritori, stoccaggi di gas, buchi nella montagna, inquinamenti di fiumi e laghi, centri commerciali al posto di parchi, parcheggi al posto di piste ciclabili, Pm10 al posto di alberi.
Per sapere che in Campania lo Stato non c’è più si può contare solo sul coraggio di Saviano che ha scritto Gomorra. Che ha chiarito che lì c’è il Sistema, e i politici locali sono ornamenti di cattivo gusto da vetrina elettorale. Per sapere cosa succede in Sicilia, dove ormai Stato e Antistato convivono, come affermava il Pacs Lunardi, bisogna aspettare un passaggio televisivo di Travaglio. E quando la notizia puzza, puzza veramente. E non si può metterla a tacere. Come per le intercettazioni Telecom. Se ne parla solo quanto basta e poi si confida nell’Alzheimer del popolo italiano.
Oggi in Italia ci sono due classi. I cittadini e chi amministra la cosa pubblica in loro nome, ma per proprio conto. Oggi in Italia le scelte della classe unica sono impopolari e ci viene detto pure in faccia. Come per l’indulto. La classe unica è fiera di essere impopolare. Ma, se è il popolo che le ha dato il mandato, DOVREBBE essere invece popolare. Oppure andare a casa. Il prossimo dipendente che si vanterà di fare una scelta impopolare va preso a calci nel c..o e licenziato. E’ tempo di una democrazia diretta. Alcuni strumenti ci sono, altri verranno. Una democrazia che parta dal territorio. Da dove le persone possono esercitare il controllo. Dai comuni. RESET!

7 Gen 2007, 19:35 | Scrivi | Commenti (1342) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe
guarda io è con le mani nel cuore che ti chiedo di insistere sulla violenza a scuola perchè io lo so in prima persona sono una ragazza di 15 anni della scuola alberghiera di Viareggio e c'è una violenza giorno dopo giorno che è allucinante io sono sconcertata dalla cattiveria che si cela nei miei coetanei non solo se la prendono con i ragazzi affetti del morbo di down ma se la prendono con te anche se magari sei un pò più basso del normale e questo è il mio caso o se magari sei brutto e il corpo docenti se ne infischia altamente magari che ne so tu ti lamenti che un tuo compagnio di classe di da noia loro magari gli dicono che la deve smettere ma basta cioè se ne fregano di noi e questo non è bello perchè se avessero i loro figli trattati in quella maniera dove insegnano loro allora si che gliene importerebbe qualcosa!
E che cavolo dimmi se non ho ragione ora io so che sicuramente ti chiedo troppo ma non è che mi potresti rispondere tu personalmente alla mia lettera come hai detto che fai allo spettacolo registrato a Roma il 28 Aprile 2005 che io so a memoria potresti indicarmi altri dvd con le tue riflessioni...
GRAZIE TE NE SAREI MOLTO GRATA!

chiara gemignani 16.11.07 20:05| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe la questione è fin molto chiara, no si tratta di lotta di classe ma di predominio da parte di politici,parlamentari ecc... tutto questo succede perchè il popolo compreso te non fa che parlare, perlare ed alla fine non conclude niente! Si ultimamente si sente parlare di te in tv,radio ma loro sono sempre al proprio posto capitanati dal Sig. VIAGRA e affini.La tua idea di creare un partito popolare è interessante ma avremo voce in capitolo? Potremo decidere qualcosa?? O ci dobbiamo accontentare del famoso"contentino".

martino barbato 26.09.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Come diceva quel vecchio saggio.La classe non è acqua e quanto e difficile dare un senso alle parole e cercare sempre il marcio nelle cose e nutrirsi di cose, che non ci van più bene; ci garantiscono tensioni giornaliere: che logorano questo tempo che passa, in assenza di noi e del nostro contributo tutto preso ad incazzarsi per mille ragioni dimenticando la ragione della lotta che vuole soltanto lo spazio e il tempo di pensare che oggi si può e si deve ricominciare da zero chi ha dato a dato.Chi ha avuto ha avuto. Dimentichiamo il passato primitivo in tutti i settori;ed iniziamo a scrivere ed annotare cercando dentro un uomo la parte migliore. Lasciando sia lui a gestire il suo peggio.

barbaro Freancesco 06.08.07 04:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari compagni,l'unico modo per risvegliare la lotta di classa è instaurare il socialismo dei
grandi TITO e GHEDDAFI.Cioè,presa del potere
da parte degli operai e operaie,formare i comitati
di gestione in tutti i settori.Per la politica,
bisogna creare una camera sola,assemblee popolari
dove partecipino tutti(dai 14 ai 100 oltre anni),
formazione di un partito d'avanguardia(non totali_
tario).In campo economico,nazionalizzazione del
70% delle attività,con un 20% parastatale e un
10% privato,eliminazione delle burocrazie con i
comitati di gestione eletti e creati dal basso.
Per il sociale,stipendio minimo di 1500E,sanità
gratutita per tutti,pensioni minime di 600E con
età pensionabile a 60anni.Per altro ,scrivetemi
al mio indirizzo posta :costanz.marianna@alice.it
proposto
sottoscritto
ideato
Andrea Costanzo

Andrea Costanzo 26.06.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,la lotta di classe non è ancora
conclusa.Essa si è un pò addormentata (complice
la crisi del comunismo negli anni '80),pronta
a rimergere quando ci saranno(se non già ci sono),
le condizioni.Quanto ai vari post,questo
accade quando la politica non è più una passione
ma diventa una macchina per far soldi e accumulare potere.Ormai,sono pochi i politici
cui credo,che si potrebbero contare sulle dita.
Cari saluti
Andrea

Andrea Costanzo 26.06.07 13:06| 
 |
Rispondi al commento

la lotta di classe esiste, eccome!
le piazze piene degli anni 70 oggi non ci sono, ma la classe dominante di ieri e di oggi ha solo vinto una battaglia, non la definitiva. la classe oppressa che nel capitalismo, si chiama classe operaia, vince una sola volta come classe organizzata e collettiva.
e che non mi si venisse a dire che gli operai non esistono più, proprio ora sta scrivendo a questo post.
ma non è il solo, quelli che sono a melfi nella grande FIAT sono operai, quelli che sono negli stabilimenti della Ergom e delle altre aziende satelliti della stessa FIAT sono operai, si potrebbe elencare fino a non poter più rientrare nei caretteri qui disponibile a scrivere il commento.
la democrazia diretta è importante e utile solo se la classe operaia conquista il potere politico non è possibile prima in questo sistema, anzi questa teorizzazione negli anni 70 ha portato i sessantottini e settantasettini a sedere oggi sulle poltrone di governo, giornali e tv, di comuni, province e regioni, di varie consulte antidroga e anti---.
gli errori della presa del potere della classe operaia in altri paesi in passato, come in Unione Sovietica e Cina non sono da prendere come l'impossibilità di raggiungere un mondo giusto, ove non esistono padroni e operai sfruttati ma solo uomini e donne liberi che producono ricchezza e ne usufruiscono secondo i propri bisogni e le proprie capacità.
Rifondazione Comunista non è da prendere in esempio per questo processo, anzi sono loro oggi che siedono sulle poltrone dei dicasteri o di altri enti governativi, sono loro che appoggiano o promuovono leggi e manovre che avallano lo sfruttamento dgli operai, la continuazione delle guerre contro popoli già massacrati da embarghi o dittature similfasciste, come è stato per il rifinianzamento per le truppe in Afganistan, o per la permanenza delle truppe d'italia in iraq.
ogni uomo, ogni donna che lotta o ha in seno la caduta del capitalismo è l'unico-a a saper costruire un mondo senza sfruttament

nicola de nicola 18.04.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monsignor Bagnasco, ordinario Militare ( presidente della Cei ) al posto di insistere con i DICO che senzaltro è una cosa seria e mi scusi se mi permetto visto che lei ha per tanto tempo Benedetto i militari si ricordi che DIO dice UNITEVI e MOLTIPLICATEVI (senza distinzione di RAZZE quindi anche di religione Musulmana compresa) che corrisponde all'esato contrario di Armatevi e Uccidete, se uccidere è una bestemia contro DIO come mai Ha fatto parte dei militari, i militari sono i manovratori della guerra, nessuna guerra con le armi non sarà MAI Santa per Musulmani tantomeno per i Cattolici. Che ne dice se si cominciasse a SMILITARIZARE dentro casa Chiesa. Per contrario che in parte io sia ai DICO vedo sono meno dannosi dei militari verso la VITA altrui forse conviene fare una seria RIFLESSIONE. Mi scusi Monsignor Generale Bagnasco se mi sono permesso visto e considerato che nessuno OSA dirglielo.

Mario Flore 31.03.07 02:02| 
 |
Rispondi al commento

JOSTO preoccupato dalla parola ricorrente NODI nei LIBRI della (PAZIENTE ATTESA) senza capire il suo significato. Chiede ad AMSICORA, rientrato per prendere provviste e rinnovare gli arnesi per poi ripartire e continuare a modellare le colonne del TEMPIO. Con un grande sorriso e poggiando una mano nella spalla gli dice: Sono FIERO di te figlio mio perché cominci a capire i problemi che affliggono da sempre i popoli. Negli anni 356 - 323 a.C. i giovani assillati dai NODI allora come adesso cercarono di crearsi spazi per emergere e diffondere virtù soffocate e legate dagli invadenti NODI. Cosa erano i nodi (tutto ciò che viene chiamato oggi SISTEMA), l'equivalente al POTERE di allora, quindi TUTTO ciò che era sotto il dominio dei RE. I giovani contrari al prepotente dispotismo dei POTENTI del tempo anche allora cercavano inutilmente di slegare i NODI senza mai riuscire, finché un giovanetto decise di parlare distinguendosi dagli altri. (Figlio di Olimpiade Principessa Epirota e di Filippo II RE dei Macedoni) Alessandro riesce a trasmettere carisma radunando un piccolo esercito di giovani slegati dai NODI. Decisi e propensi a divulgare le VIRTU' insegnate da Aristotele (comunicatore dei VALORI insegnati da PROMETEO) intrapresero la strade contro i PREPOTENTI RE di allora.Fulminea fu l'ascesa del GIOVANE ALESSANDRO dimostrando di essere un condottiero per la pacificazione e unione dei popoli. Con un solo colpo di spada riusci a SCIOGLIERE i NODI (NODI di GORDIO) impresa che mai nessuno era riuscito (cosa assai difficile ma non impossibile anche oggi debellare il nostro perverso SISTEMA) ottenendo fiducia e dando inizio al primo movimento LARGOaiGIOVANI - PERilBENEdiTUTTI Alessandro iniziava la sua ASCESA. JOSTO continua così a leggere i LIBRI della (PAZIENTE ATTESA) perché sei sulla buona strada, io sto ultimando le terza COLONNA del TEMPIO e devo andare e continuare a lavorare poi dobbiamo ASPETTARE il segnale di PROMETEO al momento propizio per non sbagliare.

Mario Flore 31.03.07 02:00| 
 |
Rispondi al commento

contro il D.D.T.
Basta con questa Dittatura Democratica Televisiva
l'italia in tera deve essere commissariata dall'Europa via tutti è ora di finirla hanno fatto di tutto e di più agli italiani questa specie di politici ignoranti,ladri,assassini e sindacalisti.Togliere l'autonomia alla regione sicilia e fare intervenire l'Europa per governare l'italia.

aderite SPARTACUS52

giuseppe s. Commentatore certificato 23.02.07 17:09| 
 |
Rispondi al commento

La tematica sulla democrazia diretta e sui doveri dei nostri dipendenti non potrà andare a buon fine se, professori, politoligi, sociologi continueranno a sostenere che il ruolo principale della politica e quindi del politico e quello della ricerca del consenso. Se così fosse, dovrebbero fare i politici gratuitamente poichè viene cosiderato lavoro, da tutti gli studiosi del lavoro e dalle norme, quell'attività che produce beni o servizi utili. Il consenso non produce ne beni ne servizi utili se non in maniera indiretta. Questo vuol dire che se i politici prendono lo stipendio (e non voglio neanche iniziare il discorso sulle pensioni dei parlamentari) e lo prendono, lo prendono... il loro ruolo principale non è quello della ricerca del consenso, ma quello di legiferare in maniera positiva per il paese. Non è un lavoro, cari Prodi e Berlusconi, portare alle urne i vostri rispettivi elettori perchè questo non produce ne beni ne servizi utili, mentre vi quadagnereste lo stipendio nel caso lavoraste, magari qualche ora, per i vostri datori di lavoro. Quindi faccio un appello almeno agli intellettuali, poichè per i politici ho perso le speranze, di smetterla con la tesi per cui il politico deve ricercare consenso. Il politico deve principalmente lavorare, e così quadagnarsi il consenso, e non fare campagna elettorale per tutta la legislatrura, per poi darci la bastonata finale nei sei mesi precedenti le elezioni.
Vorrei fare un appello anche ai miei concittadini: Se non vi sentite rappresentati, se credete che i nostri dipendenti siano da licenziare, non andate più a votare..non votate per tradizione..non votate per il male minore poichè sono tutti un male maggiore, se credete in quello che ho appena scritto vi è solo una cosa da fare...LICENZIARLI TUTTI..NON VOTARE.
Se alle prossime elezioni voteranno il 20, il 30% degli aventi diritto, i nostri dipendenti inizieranno un po' a sentire il fiato sul collo, e magari a lavorare di più e meglio.

Pietro Bichiri Commentatore certificato 16.02.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente la segnalazione .Sono nata nel 1952 e quindi ho visuto l'epoca della rivolta alle istutizioni e mi domando perchè siamo diventati così !?! Noi classe lavoratrice siamo l'unica forza economica di questo potere che per ''governare'' ha bisogno di tanti soldi .Fermiamoci !! Dimostramogli che senza di noi il ''Club del potere'' non può andare avanti
Tutti insieme siamo una forza .Non facciamoci usare ma usiamoci. Anna che ci crede ancora !

ANNA CARDINI 07.02.07 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe quello che fai e che cerchiamo tutti di fare in questo blog è ammirevole e forse è uno dei pochi appigli che abbiamo per uscire dall'indifferenza di questo paese, ma, bisogna fare di più , io ho solo 14 anni ma mi rendo conto che nessuno è informato bisogna portare le notizie che sono in questo blog ovunque, tramite giornali, volantini, programmi radio, qualunque cosa ma bisogna farlo , dobbiamo far uscire dall'ignoranza questo popolo italiano...a qualunque costo. Sono consapevole del fatto che non ti danno spazio da nessuna parte ma aspetto idee per divulgare queste informazioni.......................................ti saluto.....................revoluçion!!!

Fabio Paparella 05.02.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento


"Benpensanti di sinistra"...quando ci vedete vi scansate...e provate anche un certo
fastidio...
Ora voi abitate in quartieri che una volta erano popolari...oggi con Roma ingrandita state quasi al centro...quartieri come S.Saba,Monteverde,S.Giovanni...non vi sembra vero...e tenete pure un pò la puzza sotto il naso...
Fate buone letture,andate al teatro,e spesso al cinema...d'estate scegliete le vacanze intelligenti,i figli se potete li mandate a studiare dai preti o dalle monache...non si sa mai...e con il lavoro vi siete tutti belli che sistemati...
E cosi col passare degli anni vi siete scordati delle periferie,di quelle masse cosi colorate nel vestire e nel linguaggio...quelle persone che abitano cosi lontano da voi...
quel popolo cosi chiassoso e non tanto istruito che per campare fa un pò di tutto...chi la spesa la può fare solo al discount,chi il vestito lo compra solo alla bancarella...per non parlare del lavoro che quando c'è bisogna accontentarsi di quello che passa il convento...e chi non lo trova,per quanto mi riguarda, è autorizzato a darsi da fare...
Ma a voi... ora diventati borghesi di "sinistra"la cosa vi tocca poco...ora fate i signori quasi intelletuali...dimenticavo una cosa molto importante...la maggioranza di voi è iscritta o ai DS o a RC...sbaglio ?...no non sbaglio.
Una curiosità ma quando fate le riunioni di partito di che parlate ? mistero da soviet o giocate a briscolla e tresette...mi sa che giocate...
Ma per nostra fortuna nei nostri quartieri da TorBellaMonaca a Laurentino di compagni c'è ne stanno tanti...che hanno capito da un bel pezzo che una certa "sinistra"frequentarla è un male...ma prenderla a calci nel culo è un bene.
Noi siamo brutti,sporchi e cattivi...ma anche tanto incazzati...sopratutto con chi le mani non se le sporca più e non frequenta più le borgate,le periferie più estreme...dove solo lì puoi trovare chi la vita se la suda minuto dopo minuto,e nessuno gli regala niente...sopratutto da un certo tipo di "sinistra"...

Marco Pittalis 01.02.07 16:27| 
 |
Rispondi al commento


"Benpensanti di sinistra"...quando ci vedete vi scansate...e provate anche un certo
fastidio...
Ora voi abitate in quartieri che una volta erano popolari...oggi con Roma ingrandita state quasi al centro...quartieri come S.Saba,Monteverde,S.Giovanni...non vi sembra vero...e tenete pure un pò la puzza sotto il naso...
Fate buone letture,andate al teatro,e spesso al cinema...d'estate scegliete le vacanze intelligenti,i figli se potete li mandate a studiare dai preti o dalle monache...non si sa mai...e con il lavoro vi siete tutti belli che sistemati...
E cosi col passare degli anni vi siete scordati delle periferie,di quelle masse cosi colorate nel vestire e nel linguaggio...quelle persone che abitano cosi lontano da voi...
quel popolo cosi chiassoso e non tanto istruito che per campare fa un pò di tutto...chi la spesa la può fare solo al discount,chi il vestito lo compra solo alla bancarella...per non parlare del lavoro che quando c'è bisogna accontentarsi di quello che passa il convento...e chi non lo trova,per quanto mi riguarda, è autorizzato a darsi da fare...
Ma a voi... ora diventati borghesi di "sinistra"la cosa vi tocca poco...ora fate i signori quasi intelletuali...dimenticavo una cosa molto importante...la maggioranza di voi è iscritta o ai DS o a RC...sbaglio ?...no non sbaglio.
Una curiosità ma quando fate le riunioni di partito di che parlate ? mistero da soviet o giocate a briscolla e tresette...mi sa che giocate...
Ma per nostra fortuna nei nostri quartieri da TorBellaMonaca a Laurentino di compagni c'è ne stanno tanti...che hanno capito da un bel pezzo che una certa "sinistra"frequentarla è un male...ma prenderla a calci nel culo è un bene.
Noi siamo brutti,sporchi e cattivi...ma anche tanto incazzati...sopratutto con chi le mani non se le sporca più e non frequenta più le borgate,le periferie più estreme...dove solo lì puoi trovare chi la vita se la suda minuto dopo minuto,e nessuno gli regala niente...sopratutto da un certo tipo di "sinistra"...tant

Marco Pittalis 01.02.07 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Ha da passà 'a nuttata!


"Prima o poi,questa triste notte,deve pur finire!"
In questa famosa frase del grande Eduardo,relativa al periodo dell'immediato dopoguerra,vi è tutto il dramma che continua a penalizzare l'Italia:..il fatto è che,in relazione ai misteri italiani,...il sole,non è ancora sorto!
Sapevamo,e continuiamo a sapere che,dietro il paravento,si nascondono ancora i mandanti delle brigate nere e rosse,e che,gli obbiettivi che volevano raggiungere(non ostante alcune inchieste),sono ancora ben protetti dalle nebbie.
In ambito nazionale,quasi si conoscono i nomi e cognomi dei vari"manovratori"appartenenti alla P2,ai Servizi Segreti deviati,alla mafia,a personaggi del Vaticano ed a Stati stranieri.
Il danno che tuttora grava in Italia a sfavore di un normale,democratico agonismo politico,è che quei "manovratori",ancora oggi,agiscono indisturbati e che,ancora oggi,persiste un INCESSANTE,PROGRAMMATO odio,tale da far fare al giudice Mario Sossi,75 anni,sopravvissuto al proprio rapimento da parte dei criminali b.r.nel 1974,intervistato durante la trasmissione t.v.indicata in calce,da far fare,dicevo propaganda elettorale,per le prossime elezioni amministrative,a Genova,non ostante l'austera storicità della trasmissione t.v.
La conoscenza di questi fatti da parte di noi italiani,a rigor di logica,dovrebbe provocare una rivolta delle cosienze:...io,lo spero!
Un saluto a tutti.


P.s. Il programma t.v. al quale faccio riferimento,è quello su La7 "Niente di personale"-Le vittime del terrorismo-,del 28-01-'07.

toni monti 29.01.07 15:47| 
 |
Rispondi al commento

In Italia andiamo dall'avvocato a fare una causa se la signora
di sopra ci fa cadere l'acqua sui nostri panni sul balcone,
ma se raddoppia il prezzo della benzina nessuno dice niente.
Basta! RESET! Svegliamoci!
L'italiano medio si ribella alle ingiustie solo se
vengono toccati i suoi interessi personali, ma
rimane indifferente se una grave ingiustizia
colpisce la collettività dei cittadini.
Questa, secondo me è la fotografia della mentalità
dell'italiano medio, questo è il suo punto debole.
Lo sanno molto bene i politici, i manager, i ricchi
imprenditori,ecc. che se ne approfittano e
sanno sfruttare al meglio la situazione.
Viviamo in un paese dove l'illegalità è
diventata la norma è non un'anomalia.
Siamo abitutati e assuefatti agli agli scandali:
tangentopoli, vallettopoli, sanotopoli,ecc,ecc.
Le cose ingiuste sono molte di più delle cose
giuste, ormai ci siamo abituati.
Ma come possiamo rassegnarci a questo stato
di cose.
Che tipo di società lasceremo ai nostri figli?

Rosario C. 26.01.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento

ABOLIAMO IL CANONE TV

ABOLIAMO IL CANONE SULLE BOLLETTE LUCE, ACQUA E GAS

RACCOGLI CONSENSI E ORGANIZZIAMO UNA RACCOLTA FIRME PER UN REFERENDUM ABROGATIVO.

NON PERDERE TEMPO!
CI STANNO RUBANDO DEI SOLDI

giuseppe pietrosanto 24.01.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Credo di avere la semplicissima soluzione del problema pensioni che però tutti i politici per interesse personale si guardano bene dal proporre non so come proporla e credo che solo tu potresti avere il coraggio e la forza di darmi una mano a lanciarla.
Da anni si parla del problema del pagamento delle pensioni, ogni volta (indistintamente se il problema è affrontato da gente di destra o di sinistra ) sembra che la soluzione per evitare il fallimento dello stato sia sempre la stessa "alzare ogni volta di qualche anno l'età pensionabile".
Mi sembra di capire che il problema delle pensioni è la zavorra più pesante che blocca la crescita del nostro paese e allora visto che nessun politico, nessun sindacato, nessun personaggio famoso propone soluzioni alternative valide ed eticamente proponibili, voglio essere io a farlo, spero che tu Beppe faccia tua la mia proposta e con il tuo megafono se ne cominci a parlare. Per i politici di sinistra sarà difficile controbattere dialetticamente alla mia proposta.
Probabilmente la mia soluzione farà incavolare un sacco di gente potente ma credo non ce ne siano altre che possano avere la stessa efficacia e che non rischino di scatenare un sollevamento popolare di massa.
Non possiamo pensare ancora di alzare l’età pensionabile perché siamo già al limite della vita media li vogliamo concedere almeno 7/8 anni di riposo a tutte le persone anziane prima di morire?
la soluzione è 1 sola ! cambiare il concetto di pensione!
La pensione non può più essere considerata 1 rendita di posizione vitalizia che varia a secondo delle classi sociali partendo da una mensilità di 500 Euro per un povero cristo che in tutta la sua vita ha maneggiato sempre pochi spiccioli ed arriva a decine di migliaia di Euro per altri che nella loro vita lavorativa hanno già guadagnato una montagna di soldi e quindi già possiedono capitali inestimabili
Qualcosa non quadra!
La vecchiaia è uguale per tutti per l’operaio come per il notaio, per il politico

sandro brasili (stessapensionextutti) Commentatore certificato 23.01.07 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Io abito in BRIANZA dove esistono solo macchine smog centri commerciali ecc... ecc... Il parco di Monza unico polmone verde e letteralmente distrutto........ aspettano che muoia per costruire case case case per chi poi??????I cittadini locali se ne fregano...pensano solo alle macchine ai telefonini alle vacanze....FESSI cosa lasceranno alle nuove generazioni solo rottami

alberto zorli 22.01.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho inviato al Comune ed ai giornali di Modena questa e-mail: In un tempo in cui c’è una grossa disillusione dei cittadini verso la politica di qualsiasi schieramento, l’invito a progettare insieme la destinazione futura del sito delle ex Fonderie, che questa amministrazione fa alla cittadinanza modenese, è un atto coraggioso, innovativo e di grande valore. Oggi il mio essere elettore acquista un senso più alto, non sono più un numero, ma una persona. Qualcuno a cui sono riconosciute idee, valori, capacità. Ringrazio pertanto questa amministrazione per l’opportunità offerta, nella speranza che sia l’alba di un nuovo modo di rappresentare i cittadini, più democratico, più partecipativo. Spero che, come datori di lavoro dei politici che ci rappresentano, possiamo contare anche nelle scelte importanti come quelle che riguardano il nostro futuro e la nostra salute.
Credo che per valorizzare a pieno la memoria di un sito di alto valore storico per la cittadinanza modenese, testimone delle lotte del movimento operaio degli anni del dopoguerra, occorra destinare il sito delle ex Fonderie a rispondere ad esigenze sociali altrettanto attuali ed impellenti della società di oggi. Per questo penso al DISAGIO GIOVANILE che sempre più ci chiama ad interrogarci ed a pensare a soluzioni vere, preventive e non restrittive che incancreniscono i problemi senza risolverli. Penso ad un grande centro di aggregazione giovanile che permetta l’incontro, il divertimento e la coscientizzazione. Né spazio politicizzato, né spazio di evasione, stordimento, annullamento dell’individualità. Spazio protetto. Se i ragazzi possono trovare uno spazio così, diventano superflui i ripieghi più consueti atti a mitigare il grosso disagio e l’insoddisfazione di sé e della propria vita. Perde senso l’uso delle droghe ed dell’alcool, lo stordirsi di musica ed evadere dai posti consueti viaggiando nel mezzo della notte per ritrovarsi poi invece ad ingrossare il numero delle vittime della strada.

guido g. Commentatore certificato 21.01.07 02:40| 
 |
Rispondi al commento

Sto lottando contro il Teatro Massimo di Palermo,una settimana fà c'è stata un assemblea,sono stato l'unico a votare contro un accordo sindacale ignobile che è stato accettato da tutti i miei colleghi,non sò come farmi sentire,ho mandato una e-mail anche ai carabinieri del reparto sicurezza sul lavoro che mi hanno invitato a fare una denuncia formale al commissariato più vicino,ma ho paura vivo a Palermo e ho a che fare con i mafiosi che sono dappertutto,questa città ha la mafia nel D.N.A. è pervasa di mafia.
Lavoro nel laboratorio scenografi co del suddetto teatro che è completamente fuori norma,ci hanno tolto l'infermeria,cisono le pulci,abbiamo lavorato per 2 anni in mezzo ad un cantiere per la ristrutturazione del laboratorio senza che nessuno si lamentasse tra tralicci è impalcature,ho le foto che ho fatto vedere ad un cosiddetto delegato sindacale del quale posso fare anche il nome(rischiando)Benito Carollo e Salvatore Cantafia uno della Uil e uno della Cisl che se ne sono altamente infischiati,ho paura di continuare a lamentarmi con i colleghi,che continuano a fare anche 5 ore di straordinario al giorno,che è proibito per legge ma è una legge che in Sicilia non vale,togliete l'automia alla Regione Sicilia e veramente avrete dato un bel colpo alla mafia.
con paura SPARTACUS 52

giuseppe s. Commentatore certificato 20.01.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe come si può fare per trasformare il grido di infelicità di tutti quelli che scrivono sul tuo blog in una speranza concreta , materiale in un dato di fatto ? secondo me .... intervenendo in prima persona nella politica . Come ? forma un partito tuo . che ne pensi ? diretto diretamente da qui sul tuo blog, dai una svolta pratica utile e vitale a tutti noi .

gavino i 20.01.07 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro bepper

ho sottoposto ad un carissimo amico l'elenco politici wanted... e mi risponde....

In linea di massima va bene, solo che in certe parti è incompleto perchè mancano riferimenti a chi è stato salvato dall'amnistia del 1989 (l'amnistia cancella i reati, l'indulto solo le pene, o parte di esse, e non i reati), a chi è stato salvato dalla prescirizione e a chi è stato salvato da leggi fatto a proprio uso e consumo (suo e dei suoi amici).
A parte questo, il problema è sempre il solito, cioè quello della SELEZIONE della classe politica.
Non è un problema di elezione o di legge elettorale, ma di chi deve legittimamente presentarsi davanti agli elettori per candidarsi e per (sperare di) essere eletto.
In termini tecnici, bisogna inserire dei limiti molto SEVERI per quanto riguarda l'elettorato PASSIVO (= il poter essere eletti) e non solo per l'elettorato ATTIVO (= il poter andare a votare per esprimere il proprio voto).
Se io vengo condannato all'ergastolo o ad una pena superiore a 5 anni di reclusione, PERDO (per sempre) l'elettorato ATTIVO.
La cosa ridicola è che lo stesso discorso non vale per l'elettorato PASSIVO, per cui si possono presentare alle elezioni singolari personaggi coinvolti in procedimenti pendenti o addirittura già condanati (magari con condanna passata in giudicato) La cosa che fa giarare le palle è che individui del genere non potrebbero fare concorsi nella P.A. (specie quelli di
vertice) ed avrebbero problemi a cercare lavoro anche nel settore privato.
Quello che è certo è che, allo stato attuale, questa situazione non ha riscontri in nessun altro paese europeo.

carlo albini 18.01.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, siamo due giovani partiti dalla nostra bene amata patria per cercare fortuna in Irlanda. Seguiamo sempre il tuo blog come unica vera fonte d'informazione oggettiva alternativa.Vogliamo soltanto unirci al coro delle voci che ti vorrebbe vedere PRESIDENTE DEL CONSIGLIO!..Sappiamo che non rientra nei tuoi programmi ma intanto ci abbiamo provato. Saluti Paolo e Antonio

Antonio & Paolo 17.01.07 15:19| 
 |
Rispondi al commento

E' più facile osservare il mare senza onde che vedere un vero cittadino onesto accettare vicende da dittatura in un paese detto democratico. GiacoMo ntana

Giaco Monta na 15.01.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor grillo,sono un suo estimatore e la seguo da un po,ho letto il suo libro,"tutto il grillo che conta",ed ho visto molti dei suoi spettacoli.ho una domanda da farle,leggendo il settimanale:"economy"uscito il 10 gennaio 2007,e leggendo l intervista al signor Fulvio Conti nuovo amministratore delegato dell'enel sono rimasto un po interdetto;non riuscivo a capire bene alcuni concetti,parlava di energia pulita e ha dichiarato quanto segue:"stiamo lavorando con edf a un impianto nucleare di nuova generazione in Normandia"e ancora:"
(domanda) col nucleare in slovacchia...(risposta)Si,un paese in cui siamo leader,e abbiamo programmato il raddoppio della centrale nucleare di Mohovche...." e per finire la centrale termoelettrica di civitavecchia verrà riconvertita a:"carbone pulito?!"il tutto infarcito di Joint venture con l union Fenosa campi eolici off shore e gasdotti transeuropei....
Io non c ho capito quasi niente,perche è tutto mischiato?cosa è pulito e cosa nocivo?è tutto confuso ora,lei che è un comico....mi saprebbe spiegare qualcosa.
p.s.
ho inserito in rete in formato win-rar il decreto legislativo 02 febbraio 2002 n.24,che tratta i diritti dei consumatori in materia di
garanzia sui prodotti,la legge,cosa fare e come comportarsi,credo possa essere utile.
a presto Anticorp.

CHRISTIAN PERAZZELLI 15.01.07 20:36| 
 |
Rispondi al commento

CONFLITTO D'INTERESSE TELEVISIVO,
Ministro Gentiloni, dove c...o SEI ! ! !

CONFLITTO D'INTERESSE TELEVISIVO,
Ministro Gentiloni, dove c...o SEI ! ! !

CONFLITTO D'INTERESSE TELEVISIVO,
Ministro Gentiloni, dove c...o SEI ! ! !

giacomo Milicia 15.01.07 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Desidererei che tra una lettura e l'altra abbiate la cortesia di visitare il mio sito web che si può trovare cliccando sul mio nome. Nel sito provo con documenti in che modo viene torturata una donna in silenzio e di nascosto in Italia. Per ogni persona in più che ne viene a conoscenza ci sarà una possibilità in meno di torture future su altre donne. Grazie a tutti e buona serata.

J. G.N. 15.01.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei avviare una produzione di buste per la spesa ecologihe. Come posso fare? Ci sonmo incentivi dallo stato? Fatemi sapere.
Forza Beppe!!!

Carlo Amendola 15.01.07 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe Grillo,
come ogni bravo cittadino, ma adesso mi sembro più un c...., pago il canone della rai.
Da parecchio però mi sento molto presa in giro e mi trattengo.
Tutti gli anni mi vedo aumentere questo benedetto canone, ma la programmazione diventa sempre più scadente, diciamo!!!
Mi trovo solo trasmissioni riciclate, reality demenziali,insomma stupidaggini!
La RAI dovrebbe essere la TV di stato e fare trasmissioni di cultura, cose socialmente utili e non delle trasmissioni che cercano di portare via "cher" a Mediaset.
In più, Mediaset si basa sulla pubblicità per vivere, invece la Rai no, invece ho notato che ce n'è quasi di più sulla Rai.
Vorrei sapere cosa ne pensa Lei su questo fatto e se trova giusto che tutti gli anni noi italiani dobbiamo pagare sempre più canone!!!
Per cosa poi????
Grazie della sua risposta.

Mara Coffani Commentatore certificato 15.01.07 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capita a proposito di leggere il tuo intervento mentre parlavo del tuo blog e non posso fare altro che sottoscriverne in toto i contenuti..ma aggiungerei al coraggioso "Io so" di Saviano il "dove eravate?", quando dalle posizioni della cosiddetta sinistra si definvano "disfattisti" e invidiosi, quelli che si erano accorti della gestione insulsa e arrogante del bassolinismo che ha rovinato anche il mercato del lavoro con la legge progettata quando era ministro del lavoro e quando più di dieci anni fà arrivavano dalle zone dei "fuochi" di Giugliano-Villaricca- Castelvolturno, i dati dei tumori e dei percorsi dei rifiuti tossici. Dov'era la cosiddetta Destra che adesso non riesce a contrapporre alcuna persona pulita all'arroccamento dei basssolini?. E già..caro Beppe, ci dobbiamo arrendere al fatto che ormai l'Americanata ha coinvolti anche la critica e che gli unici che riescono a tenere il palcoscenico, anche della politica, sono le persone di spettacolo. Forse perchè riescono più degli altri a guardare oltre le facce di piombo?

Vincenzo Faiello 15.01.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, vivo in provincia di trento e ho saputo da qualche tempo che verrà portata in italia, precisamente a vicenza, una nuova, l'ennesima, super base americana. vicenza in linea d'aria è vicinissima a trento ed io, almeno vicino a casa mia, vorrei fare quanlcosa per impedire che la base venga fatta. io non voglio vivere vicino ai campi di poligono americani; non voglio ritrovermi le truppe americane che vanno a spasso sulle "mie" montagne, che io frequento assiduamente per sfuggire a questo mondo pazzo, fatto solo di asfalto e centri commerciali per depressi cronici! secondo te è possibile fare qualcosa? e cosa? perchè l'italia deve essere un avamposto militare americano? io sono pacifista praticante, sono convinta che si possa vivere in maniera meno invadente rispettando se stessi e gli altri. cosa posso fare?
una cittadina che si sente schicciata e oppressa.

eva paoli 15.01.07 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Provo brividi quando un nostro, da molti non rimpianto ex premier, si scaglia contro l'europa(leggete sulle prime pagine di oggi 15 gennaio), dicendo che sbagliamo a sostenere parigi e madrid, e che dobbiamo americanarci???
MA COME?
Non possiamo seguire scie di potere, come quella americana che sta perdendo la sua faccia!!
Credete serio e onesto un politico che, dopo la decisione del suo amico Americano di inviare 21000 uomini in piu in guerra, ci racconta che ci stiamo alleando con i paesi sbagliati?(che sono europei, quindi perchè sbagliati?qua si sostiene la pace).

Egli parla dell'Italia come una vittima di questo attuale governo, tagliato fuori dalla lista Americana degli "amici dell'america"..
Credo abbia fatto già abbastanza, se me lo permettete,troppo per gli americani durante il suo governo filo-americano!
Il nostro paese deve essere filo-italiano e punto.. Abbiamo gia cose oscure nella nostra storia per avere altre prove rischiose da guardare in faccia.
E i giornalisti? urlate un pò!
Togliete un po di ruggine alla voce!
Aiutare travaglio..

gio84 15.01.07 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Provo brividi quando un nostro, da molti non rimpianto ex premier, si scaglia contro l'europa(leggete sulle prime pagine di oggi 15 gennaio), dicendo che sbagliamo a sostenere parigi e madrid, e che dobbiamo americanarci???
MA COME?
Non possiamo seguire scie di potere, come quella americana che sta perdendo la sua faccia!!
Credete serio e onesto un politico che, dopo la decisione del suo amico Americano di inviare 21000 uomini in piu in guerra, ci racconta che ci stiamo alleando con i paesi sbagliati?(che sono europei, quindi perchè sbagliati?qua si sostiene la pace).

Egli parla dell'Italia come una vittima di questo attuale governo, tagliato fuori dalla lista Americana degli "amici dell'america"..
Credo abbia fatto già abbastanza, se me lo permettete,troppo per gli americani durante il suo governo filo-americano!
Il nostro paese deve essere filo-italiano e punto.. Abbiamo gia cose oscure nella nostra storia per avere altre prove rischiose da guardare in faccia.
E i giornalisti? urlate un pò!
Togliete un po di ruggine alla voce!
Aiutare travaglio..

gio84 15.01.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Sarò un solito extracommunitario di Dubrovnik ma quella cazzata sonora sul Marco Pannella mi conferma nonostante l'invito dei miei amici di visitare il tuo blog,che personalmente nn ho mai capito un gran chè....e per chi viene fatto!

sasha rossi 15.01.07 08:31| 
 |
Rispondi al commento

ciao ho visto sul blog che il 10 mar il mitico è di nuovo a ferrara, mi sai dire dove posso trovare i biglietti in prevendita in questa fumosa città? grazie e avanti sempre!!!

michele brunelli 14.01.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo (parlante! in un mondo in cui tutti preferiscono tacere)in Italia siamo davvero arrivati alla frutta se le inchieste parlamentari suil godimento dei diritti civili (salute, lavoro) partono solo se dei problemi della loro gestione se ne parla in edicola! non è possibile che servano foto e reportage per approfondire e cercare di porre riparo a problemi sociali fondamentali e ben noti a tutti, perfino ai Ministri! è davvero una brutta sensazione pensare che i giornalisti in Italia debbano essere gli "unici" difensori dei diritti dei cittadini! e solo alcuni giornalisti, quelli che scrivono per le testate più famose!

Miriam Palmisano 14.01.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la 3a prima volta che intervengo sul blog e sono molto emozioNato...ma anche emozioMorto. Il pensiero che volevo lasciare riguarda il concetto di lotta di classe: un concetto difficilmente comprensibile nel mondo odierno. Ormai il pensiero è unico: il denaro al centro di tutto. E non è neanche (non solo almeno) colpa nostra visto che i media ci hanno indottrinato per benino sulla "comodità" che ci possono portare i soldi (e mai sulla cac.ca che si cela dietro). Domenica scorsa ho visto un po di tv (solitamente la guardo solo se è spenta) e devo dire che il peggioramento delle trasmissioni è più veloce di quanto si potesse immaginare: lo pseudo-teatrino tra sgarbi e pannella, con la perego che reggeva il gioco, è stata la cosa più squallida che ho visto...ma anche il perfetto sincronismo di rai 1, che trattava lo stesso argomento, mi ha molto disgustato (per chi non l'avesse visto, le nostre "ammiraglie" portavano in giro il cappio, il dittatore, e la "giustizia" incappucciata). Si sa che gli impiccati italiani, o comunque non dittatori, fanno pochissima audience. Ma ora la mia proposta: che ne dite di organizzare una manifestazione in cui ognuno di noi porta una tv, con sopra un sacchetto contenente me.da, davanti ai veri proprietari di questo "splendido" mezzo di comunicazione...con degli striscioni che dovrebbero recitare piu o meno così "grazie per avercela fatta usare...ve la restituiamo con un po di interesse". Si sa che ai proprietari piace molto l'interesse...e sanno come renderci le vite molto "interessanti". Si potrebbe estendere l'idea anche ad altri media. Ad esempio potremmo portare i decoder ed invitare gli "onorevoli" (non ho mai capito in cosa siano onorevoli) a "sintonizzarsi" un attimo sui bisogni (quelli veri...e non subdolamente indotti) delle PERSONE (scritto in grande per evidenziare un'importanza che viene troppo spesso dimenticata)
Grazie per avermi oscurato sul blog... e scusate se in alcuni tratti sono stato volgare...e veritiero

oscurato oscurantis 14.01.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Salve anche a me interessa sapere da dove cominciare,perche' non possiamo sepre guardare e non fare nulla x qui' stanno rovinando il pianeta e noi.Da parte mia bisogna veramente iniziare a fare qualche cosa!Io abito a Fiesso d'artico e quando mi guardo intorno vedo cotruzioni di cemento che crescono e nascono tutto intorno stanno rovinando tutto! dove vado a correre c'e'un corso d'aqua che si chiama Serraglio,se guardi dentro c'è una schiuma bianca e spesso vedi pesci morte che galleggiano ...ma tutto questo è molto triste ma cosa si puo' fare come cominciare .... Sofy

Sofia Varotto 14.01.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

E se parli di soldi a un politico sei un demagogo

simone marcolin 13.01.07 23:48| 
 |
Rispondi al commento

e se parli di soldi a un politico sei un demagogo.classics

simone marcolin 13.01.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Il potere dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione è zero. Lavoro come funzionario tecnico in un piccolo Comune in Provincia di Palermo è posso confermarti che, all'interno della macchina amministrativa, si vedono concussioni, collusioni, favoritismi, pagamenti a pioggia a dipendenti che non fanno niente e tante altre cose che il cittadino neanche immagina. I dirigenti degli Uffici ricattano e vengono ricattati dagli amministratori locali con il rischio di bloccare i servizi per il cittadino, i rappresentanti sindacali interni (i famosi R.S.U.) non servono a niente perchè, essendo dipendenti locali, non hanno diritto di parola pena severe ripercussioni sul lavoro. I dirigenti degli Uffici percepiscono laute indennità per mettere solo una firma approfittando del lavoro di altri dipendenti sottopagati. Se il cittadino ha bisogno di qualche servizio legittimo, deve prima passare dalle "mani" del dirigente o dell'amministratore che gli farà "cortesemente" capire che, dietro suo interessamento, potrà ottenere rapidamente una cosa che dovrebbe spetargli di diritto. E' uno schifo. Ormai il dipendente pubblico percepisce lo stipendio mensile solo perchè va al lavoro, non perchè produca qualcosa. La "produzione" va ricompensata con emolumenti extra. Quello è il lavoro. Al lavoro tutti si guardano da tutti. Sembra di andare in guerra (psicologica). il lavoro pubblico dovrebbe essere equiparato al privato. Chi produce e lavora va avanti. Chi fa finta di produrre e lavorare a casa. Altri che sindacati.

antonio candela 13.01.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo, un'altra analisi non sarebe stata più realista. Devo porre l'attenzione sul fatto di resettare il sistema politico partendo dai comuni. Perche? Perchè purtroppo anche nei comuni le amministrazioni sono stantie e marce, parlo per l'sperienza che sto avendo con l'amministrazione del mio comune di residenza. Un comune di 12000 abitanti circa con le frazioni in provincia di Bologna dove vige la "dittatura" del partito DS, dove i membri della classe politica vengono scelti fra quelli che stanno con la testa bassa e approvano tacitamente e senza obiezioni il programma del partito...il sistema politico è marcio anche a livello comunale, purtroppo.

Federica Spina 13.01.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, il prossimo articolo dedicalo a

ROMA CITTA' APERTA

tutti a Roma a sollecitare il conteggio delle schede !
ci hanno presi per il culo !
i soli 40.000 voti di scarto, nel 2000 servivano a bush per portare l'america quanto più debole possibile di fronte "all'attacco"...
in germania l'anno scorso hanno inaugurato la stagione dei cancellieri "esposti" ad est e ad ovest... ora l'europa continentale ha un buco di culo al posto della testa...
poi sono arrivati i nostri 25.000 voti di scarto, e il PAESE DEL PAPA si prepara ad essere smantellato da psiconani e psicomortadelle in combutta fra loro...
altro che "CONCLAVE"...
Beppe, molti di noi lo sanno, e anche tu l'hai detto: l'aziendina che ha aiutato bush a sbrigare la sporca faccenda della Florida, è la stessa aziendina chiamata da palazzo Chigi a gestire il nostro voto elettronico...
conosco molta gente che ha smarrito una o più pennine USB... (intendo quelle senza dati elettorali dentro, naturalmente)
ragazzi, non c'è bisogno di essere nemmeno complottisti: è palese che lo scarto minimale ci è assolutamente funzionale all'inabissamento del Titanic-Italia !
i malvagi del centrodestra non fanno che ripetere che il centrosinistra sta scivolando all'estrema sinistra, sulle posizioni massimaliste !
ma se è tutto l'OPPOSTO !!!

ROMA CITTA' APERTA

roma città aperta ad ogni legittimo sospetto
ELEZIONI TRUCCATE
roma città aperta ad ogni civile protesta
SUBITO UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE

TUTTI A ROMA !!!

franco bardo 12.01.07 15:45| 
 |
Rispondi al commento

mi voglio ripetere anche oggi!
e' mai possibile che su questo blog non si trovano sostenitore per sottoscrivere un referendum per l' abolizione di tutti i canoni e la proposta di legge per una tassa "UNATANTUM A CRITERIO" di reddito, s' intende!
l' UNATANTUM A CRITERIO si applichera' quindi a sotituzione di quei canoni come televisione, tel luce, acqua e gas.
visto che lo stato comunque attinge dai circa 23 milioni di salariati gia' con tasse esistenti come ad es. le imposte locali, comunali o addirittura al servizio sanitario dove e' specificatamente chiamata in tale modo.
e allora dammi un altro po' di purga, ma dammi l' illusione che poi non paghero' piu' tasse ingiuste ed impopolari.
anche per il trasporto pubblico si puo' fare la stessa cosa, cosi' sempre nella stessa proposta di avere dei benefici e perche' no di avere tessere per treni o mezzi pubbblici o comunque incentivare in questo nostro paese la possibilita' di non pagare il trasporto pubblico, che dovrebbe essere tra le prime cose in un paese che guarda lontano. al contrario diventeremo tutti dei rom e non si avvicinera' piu' nessuno a chiederci il biglietto o la tessera.

giuseppe pietrosanto 12.01.07 13:45| 
 |
Rispondi al commento

è sbagliato associare l'immagine di marx a quel che c'è scritto nel post, la lotta di classe è una derivazione postuma agli scritti di marx, forse logica ma non è detto non confondiamo una "critica all'economia politica" quale è il capitale e in generale quanto da lui prodotto con proclami di lotta. marx era un economista, politico si, ma pur sempre economista prima di ogni altra cosa.

zizi danila 12.01.07 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vero, bisogna aspettare Travaglio con il suo giustizialismo... i processi si fanno in tribunale con pubblica accusa e avvocati della difesa e non in televisione

Andrea Giuliotti 11.01.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

sconcerto quanto sia pieno di demagogia da 4 soldi questo post...
tutti ladri, tutti uguali, che schifo
cambia disco valà..

Andrea Giuliotti 11.01.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Scusate vorrei solo segnalare la vergogna che sta avvenendo in Itali la chiusura di ino stabilimento del noto Gruppo Davide Campari MILANo Stabilimento di Sulmona (AQ)-ABRUZZO- che produceva fino a ieri le note bibite Campari soda , lemonsoda , Oransoda , Crodino e Campari Mixx Annunciando con una spudoratezza dalla sera alla mattina la chiusura totale del sito produttivo lasciando lasciando a casa 102 padri di famiglia senza nessuna possibilita' di essere ricollocati considerando gia' la nostra grave crisi occupoazionale della zona e in tutto questo il governo Italiano ha acconsentito concedendo finanziamenti per la realizzazione di un nuovo sito produttivo a Novi Ligure portando cosi' oggi a chiudere lo stabilimento di Sulmona , Invito ad una riflessione se siamo nel Burundi oin Italia

nino d'andreamatteo 11.01.07 15:15| 
 |
Rispondi al commento

vorrei si prendesse coscienza sul pagamento dei cannoni della televisione dell' energia elettrica,gas,acqua e quanti altri ce ne stanno e come diceva gia' beppe in un paese civile e democratico pagare il canone è quanto di piu' schifoso ci possa essere.
e poi lo stato deve dare a fuskas la possibilita' di restare nell' eterno con la sua nuvola, ma a che serve se gia' c' è il colosseo.
casomai investiamo in altri campi dove forse c' è piu' bisogno e non sono di certo io a dirvelo, ma se volete e me lo chiedete......

VOGLIO UN REFERENDUM SULL' ABOLIZIONE DELLA PAROLA CANONE E DI TUTTO IL SUO SIGNIFICATO O SE PROPRIO DOBBIAMO PAGARE SI PUO' FARE CON UNA UNATANTUM A CRITERIO (una tassa unica per tutti i servizi e che venga calcolata con il reddito

giuseppe pietrosanto 11.01.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, Ti voglio raccontare una storia di prima della guerra mondiale. In Romagna dicono sia vera. -
Di tanto in tanto, Mussolini tornava a Predappio ed amava conversare con amici fidati, quelli della sua infanzia. "Sinceramente, cosa dice di me la gente?" chiese una volta Mussolini e l'amico:"Duce, dice che metti troppe tasse". Il dittatore allora chiese "Ma le pagano?", "certamente" rispose l'amico. "Beh" concluse il duce "allora non sono troppe" -

COS'E' CAMBIATO DA ALLORA???

Ciao.

Giovanni Rossi 11.01.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO E' IL FRUTTO DELLA MENTALITA' ITALIOTA DISINFORMATA E PRESUNTUOSA. BISOGNEREBBE AVERE L' UMILTA' DI TACERE, QUANDO NN SI SA. CON LA SUA APPROSSIMATEZZA, CONTINUERA' AD ATTIRARE QUEL COSPIQUO NUMERO DI OTTUSI CHE QUI SI CONTINUANO A LEGGERE. CON LA BENEDIZIONE DEI PIU', BENINTESO..

Francesco Manfredi 11.01.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, in un mondo dove la rete internet consente a chiunque di dire la sua, il modo più sbrigativo per chi è salito al potere è quello di non ascoltare più, nemmeno chi lo ha eletto. Anzi, con la nuova legge elettorale, i politici debbono dar retta solo alle "dodici scimmie". I rimanenti cinquanta milioni di Italiani che lavorano e pagano le tasse sono definiti "bassa gente" che quasi mai merita il poco che ha.
Grazie all'"equo canone" non ci sono più case in affitto, da anni, e ci siamo dovuti indebitare per acquistare una casa dove abitare.
Grazie alla miope politica dei trasporti, ci siamo dovuti indebitare per avere un mezzo con cui recarci al lavoro.
Grazie ad un'oculata operazione di propaganda, infine, ci hanno fatto credere che il possedere casa ed auto sia segno indubbio di lusso e ricchezza. I proletari non esistono più, la divisione in classi men che meno. Ognuno di noi tende a difendere quel po' che ha ed è così sparita la solidarietà sociale.
Non credo che dietro tutto questo ci sia un disegno, la politica nel suo complesso è troppo miope ed ottusa. Il risultato è però dirompente perchè la mancanza di solidarietà ha cancellato una classe sociale.
Ciao.

Giovanni Rossi 11.01.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Credo in ciò che ho cercato sempre di fare ovvero, come dice il proverbio "comanda e fai da te, sarai servito come un re", credo cioè che di fronte a questa "feroce dittatura democratica" una soluzione sia quella di "democraticizzare" la propria esistenza mettendo in pratica, ad esempio" la solidarietà "reale". Ovvero suonare a tutti i camoanelli del proprio caseggiato dicendo a chiunque venga ad aprire "Non so se lo ha notato ma io abito al piano.... da anni....,
bene, volevo solo dire che se c'è bisogno di qualcosa si può suonare al mio campanello, mi chiamo.....
Caro Grillo, se mi dici dove te lo posso inviare, ci terrei a farti leggere il mio breve trattato "Lettere dalla Kirghisia", dove, appunto,gli esempi pratici di "democratizzazione reale della vita" sono innumerevoli, poichè ho descritto un paese in cui l'essere umano viene rispettato e non soltanto "usato e abusato come qui da voi".
Silvano Agosti

silvano agosti 11.01.07 09:39| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno scrive: bisogna aiutare Grillo
d'accordissimo
bisogna farlo assolutamente, e anche il prima possibile, perchè se la situazione attorno a lui non si consolida veramente, a livello di visibilità pubbica, non c'è Web che tenga, rischia di essere risucchiato, e noi si va ad acchiappar farfalle...
ora, qualcuno scrive: aiutiamolo, sproniamolo a lavorare (con noi, con tutti quelli che lo seguono) a stilare un'agenda di iniziative di democrazia diretta

io credo che la prima iniziativa di democrazia diretta debba essere una diretta provocazione democratica alle sedi del potere

credete che siamo messi meglio dell'Ucraina?
i guardiani dell'ulivo ci hanno fatto orecchie così, per anni, protestando contro i tagli del centrodestra, e con la promessa di alzare i fondi alla Ricerca.
VOI AVETE CAPITO SE CIO' E' SUCCESSO DAVVERO?
COME ??? NON HANNO AUMENTATO I FONDI PER LA RICERCA ?!?! CIOE', PRIMA LI HANNO ! ABBASSATI ANCORA, POI C'E' VOLUTA UNA VECCHIETTA NON ELETTA DI 94 ANNI PER RIPORTARE I FONDI AL LIVELLO DI PRIMA, O UNO SPUTO PIU', E COSI' IL BUFFO MINISTRO COI BAFFONI S'E' CALMATO ???
ma scusate, per decenni questa classe politica si è aumentata lo stipendio periodicamente, mentre gli stanziamenti per le carceri finivano chissà dove; oggi LIBERANO TRA DI NOI GENTE COME IL MOSTRO DI FOLIGNO, MENTRE LORO SI RITOCCANO LO STIPENDIO ?!?!?!

Democrazia diretta. Ma prima di boicottare le bottiglie di plastica, facciamo in modo che i media non possano non parlare di noi.
Diamoci una data. Invitiamo amici e parenti. Chiamiamoci sui blog, sui siti. Gli spettatori degli spettacoli di Grillo. Tutti i Meet-Up d'Italia, tutti i lettori del blog.
Ci arriviamo a 20, 30 mila persone?
Ci deve essere Grillo, Travaglio, Chiesa, e tutti noi. E ci assembriamo tutti insieme davanti a Montecitorio e a Palazzo Chigi.
Tutti vestiti di bianco, che "spara" bene in Tv.
Poi, pacificamente, offendiamo con la nostra sola presenza chi usurpa la democrazia italiana

franco bardo 10.01.07 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Usando una battuta di Corrado Guzzanti: "Si stava meglio quando c'era il comunismo"

Edoardo Baroni 10.01.07 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Io ho sempre ignorato te (Paolo Cicerone), Hugo kolion, Gino Serio, JSM alias G.V, alias..., alias, Ernesto Scontento e tutta la combriccola vostra, perché non ho mai trovato nulla che m'interessasse, nè il minimo interesse ad offendervi, come invece è abituata la vostra combriccola. Io, il vostro vomito, ve lo faccio rimangiare, se continuate ad offendere.

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 10.01.07 17:15

********

Max quando io ti avrei offeso?

non ricordo nemmeno di averlo fatto durante il nostro piccolo diverbio.

ernesto

ernesto scontento 10.01.07 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho sempre ignorato te (Paolo Cicerone), Hugo kolion, Gino Serio, JSM alias G.V, alias..., alias, Ernesto Scontento e tutta la combriccola vostra, perché non ho mai trovato nulla che m'interessasse, nè il minimo interesse ad offendervi, come invece è abituata la vostra combriccola. Io, il vostro vomito, ve lo faccio rimangiare, se continuate ad offendere.

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 10.01.07 17:15

ernesto scontento 10.01.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
questa legge elettorale ce la ha propinata la lega con il beneplacito di tutta la CdL.
Tuttavia, il centrosinistra che sostiene l'attuale governo, pur lamentandosi continuamente, non dimostra fattivamente di volerla cambiare nella sua sostanza.
Fa infatti comodo fare un parlamento non eletto dal popolo ed inserirvi i servi più fedeli.
Per quelli che non ci stanno (intendo quelli superflui), i cosiddetti parlamentari trombati, si trova (legittimamente perchè è previsto da una legge) poi un posto come manager in un'azienda ospedaliera e quant'altro. Qiundi, nessuno si lamenti (parlo dei politici) o finga di lamentarsi per quello che succede e continuerà a succedere negli ospedali italiani.
Altro che riforme come quella che dovrebbe abolire quanto trattenuto dalle società sulle ricariche dei telefonini (la cui paternità, tra l'altro e se non vado errato, è stata la tua).

Giuseppe Ferraro 10.01.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
seguo appassionato le tue battaglie e sono un assiduo frequentatore del tuo Blog.
Credo che sia necessaria una riflessione sulla mastodontica truffa dei FONDI PENSIONE, che con straordinaria continuità, trova d’accordo il precedente e l’attuale governo (quest’ultimo ha addirittura anticipato di un anno l’attuazione della riforma del primo…). Il TFR, con ignominiosi mezzi (in primo luogo il meccanismo perverso del SILENZIO- ASSENSO, una disinformazione ripugnante nonché ricatti infami di vario tipo) sarà indotta a rinunciare al buon vecchio TFR (che seguiva un po’ la filosofia del risparmio basata sul concetto antico del “non si sa mai”…) a favore dei FONDI GESTITI. Gestiti da chi? Ma dalle Banche/Società di Assicurazioni ovviamente! Che si ritroveranno entrate certe, per decenni, direttamente dalle buste paga di milioni di lavoratori … vale a dire di milioni di clienti PERFETTI. Una montagna sbalorditiva di soldi da investire nella creatura volubile e mostruosa rappresentata dai Mercati Finanziari. Loro si beccano soldi, ricavi e paurosi costi di gestione e noi? Una misteriosa rendita mensile tra una trentina d’anni (la famosa PENSIONE COMPLEMENTARE) ma, soprattutto, tutti i rischi connessi a tragici crolli di borsa (sempre possibili vista l’aria che tira) e/o a truffe invereconde (come già successo nel settore).

Ti suggerisco a tal proposito la lettura di questo interessante articolo sull’argomento:
http://www.dm.unito.it/personalpages/scienza/documenti/Asterisco-prev-integrativa.htm

A presto

Corrado

Corrado Vitelli 10.01.07 18:57| 
 |
Rispondi al commento

@PAOLO CHIACCHIERONE

Rispondo per l'ultima volta sull'inutilissima discussione riguardante la correttezza di Max e solo perchè insisti a darmi del bugiardo quando proprio dagli scritti si evince che non solo non è così, ma chi sta mentendo (e anche abbastanza spudoratamente) stavolta sei tu.

Tanto x cominciare non ho mai detto che Max ha insultato Hugo NEL SUO PRIMO SCRITTO (non fare la furbina ;]).

Ho affermato invece che gli insulti sono stati inseriti per la prima volta nella loro discussione nel commento del 08.01.07 ore 19:27 e che vado ad elencare per completezza di informazione:

"Kolion di nome e di fatto"
"Feccia" (2 volte)
"Nullità"
"Ceffi"
"Mentecatti"
"Fallito"

autore: MAX STIRNER

Insulti precedenti proprio non ne vedo sempre che come ho già detto a Max, non si ritenga un insulto il pensarla diversamente sulla questione.

Il tutto verificabile sempre che qualcuno non provveda alla cancellazione di tale commento.
....
...
...e mo basta però.
Paolo Cicerone Commentatore certificato 10.01.07 10:32 |
__o__

A cosa servono oltre 2000 caratteri per dirti solo che dovresti dare un occhiata, prima nello specchio, e poi in un buon libro di storia?

Se ci sei "già" arrivato, almeno fin qui a bloggare (spero da solo e anche senza aiuti particolari), devo pur presumere un tuo minimo di massa cranica che ti permette di immaginare e poi forse anche a comprendere, almeno e anche per una sola volta, uno scenario posto al di fuori dei soliti schemi ideologici :-) o sbaglio?

Hugo Kolion 08.01.07 18:21
--O--

VIGLIACCHETTO! TI SEI DIMENTICATO QUESTO!

Io ho sempre ignorato te (Paolo Cicerone), Hugo kolion, Gino Serio, JSM alias G.V, alias..., alias, Ernesto Scontento e tutta la combriccola vostra, perché non ho mai trovato nulla che m'interessasse, nè il minimo interesse ad offendervi, come invece è abituata la vostra combriccola. Io, il vostro vomito, ve lo faccio rimangiare, se continuate ad offendere.

Max Stirner


Caro Beppe, finalmente si sente parlare in termini libertari. Ricordiamoci che gli anarchici non si vedono solo quando fan paura.
Approfondite il pensiero libertario, non abbiatene timore. Sveglia!

andrea bonsi 10.01.07 16:44| 
 |
Rispondi al commento

scrivo per la prima volta solo perchè la "lotta di classe" mi stà a cuore... arrivare a capovolgere il mondo come sono riusciti a fare quei pochi ke il potere lo mangiano a colazione nn è una cosa semplice, quindi rompere "l'incatesimo" nn è facile, sevirebbe un beppe ogni 50 kmq per far eco in tutto il mondo e per riuscire ad abbandonare quella che è la logica comune dell'individualismo e faremergere quella logicamente comune della COLLETTIVITA'!!!!!!!! un blog pro-Rivoluzione

Gabriele Comes 10.01.07 15:06| 
 |
Rispondi al commento

"Alcuni strumenti ci sono altri verranno"!!!!

Caro Beppe spero che tu faccia un nuovo partito; non sarebbe uno dei tantissimi che oggi ci sono, perchè sarebbe l'unico partito: senza condannati, democratico, dove il presidente cambia periodicamente, fatto di gente che ha amore per il "pubblico" e voglia metterci tutto il proprio impegno.

Chiama Gino, la Milena e la gente onesta (magari anche i politici onesti che conosci come Veltroni), quelli che non si lasciano corrompere.

SCENDI, SCENDI, SCENDI
e comunque grazie

Mattia Saccenti 10.01.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

beppe tu fai una distinzione tra classe politica e cittadini, ma la reltà è che i cittadini sono per la maggior parte come la classe politica, attenti ai propri interessi, accondiscendenti, pavidi, senza etica... ho il mio mondo comodo... perchè mangiarsi il fegato, perchè farsi il culo, perchè??? l'importante è vivere in pace, si sprofonda nella merda... ma se tappo il naso e penso che dopo tutto nella merda si sta più al caldo che nell'acqua limpida delle montagne... è una gran bel vivere!(sig sig)

filippo costadoni 09.01.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisogna cambiare la classe politica!! Inserire regolamenti per cui chi esercita la professione di politico non può farlo a vita!!! togliere tutti i privilegi (sono solo costi per i contribuenti,lo stipendio che percepiscono è di gran lunga sufficiente per coprire i propri capricci) RESETTARE tutto sarebbe una soluzione ma trovare le persone che difronte al potere non pongano i propri interessi quello è più difficile

andrea zerbato 09.01.07 22:57| 
 |
Rispondi al commento

E' tempo di cambiare. Cambiare i comportamenti individuali, per cambiare la società. Avere un orizzonte geografico limitato, per averne uno ideale illimitato.Riscoprire il piacere della solidarietà e del servizio, opposti all'ottusità del potere. Abbiamo la fortuna della speranza e il piacere dell'impegno. Un mondo diverso è possibile. Magari cominciando da Castrovillari, in Calabria.

Ferdinando Laghi 09.01.07 22:15| 
 |
Rispondi al commento

i veri sindacalisti non esistono più ce li hanno solo i lavoratori parassiti (quelli che non fanno p.i.l.)i dipendenti dei sindacati odierni sono una massa di incompetenti e cafoni ,vagabondi e mantenuti non parliamo dei vertici poi quelli prima fanno gli accordi con le imprese e il governo di turno(sottobanco) poi al massimo una farsa di protesta nei migliori dei casi.io da operaio florovivaistico consiglierei caldamente. NON PAGATE PIù LA TESSERA A CHì NON VI RAPPRESENTA PIù con i soldi che risparmierete se vorrete metà donateli al DOTT MONTANARI con il quale potrà finire il pagamento del microscopio elettronico quindi approfondire la ricerca su tante malattie x ora incurabili sicuramente questo può avere un SENSO CONTRARIAMENTE AL FINANZIAMENTO DI CHI NON VI RAPPRESENTA PIù.

Simone Bruno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

@@@ HUGO KOLION
***************

Con le persone come te, talmente piene di certezze da pensare di sapere tutto a priori degli altri, conviene sempre, se si vuole fare loro una cortesia, lasciarli pensare ciò che preferiscono anzichè spiegarsi.

Io ho voluto farti una cortesia e vedo che l'hai molto apprezzata, approfittandone.

Alla prossima
Baci


Geronimo Del Baldo 09.01.07 19:57

Dobbiamo mettere a nudo i Grandi Interessi Occulti e agire pensando nel Più Grande Interesse Della Collettività.
Li dobbiamo lasciare in mutande.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Sono parole sante, tuttavia il problema è come.

La stragrande maggioranza è masochista di tipo sado-violento: nel senso che non rinuncerà mai a votarli, sempre e comunque ed in ogni caso.

Un atto di fede, il kulto del "meno peggio" dicono.

Con questa miseria cerebrale rispondono da 50'anni e da 50 ripropongono le stesse scuse per giustificare la propria complicità nella difesa della merdosità istituzionale.

Mettere a nudo gli interessi Occulti ormai dovrebbe essere evidente CHE non lo si fa con le piazzate... specie quando queste piazzate sono organizzate da strateghi delle palle che alla fin fine hanno solo un compito, qesto sì okkulto: allontanare l'attenzione da eventi reali e strategici.

La storia recente è un museo di queste piazzate.

Sembra quasi che certa gente sia in realtà pagata, quindi manovrata per condurre certe operazioni spesso travestite da intransigenza "classista" o "antagonista".

Intanto ritengo insieme ad altri 170 stralunati... che, in questo momento, l'unica operazione attiva, veramente ingestibile da certa gente, resta questa iniziativa contro i Segreti di Stato (che va ben oltre la "solita petizione").

http://www.petitiononline.com/gr7m1964/petition.html

Poi possiamo menarcela su come riproporre o meno... metodi e cose trite e ritrite che non hanno mai prodotto nulla.


@@@ Paolo Cicerone

Tu affermi che non ti è possibile lo scambio di opinioni su questo blog per responsabilità di chi lo frequenta, ma se io intavolo un dialogo con te mi dici che sono TEDIOSA.

Tu affermi che ti ho dato del bugiardo, ma in realtà la mia è solo una constatazione dei fatti, poichè menti dicendo che max ha offeso Hugo nella sua prima risposta e ciò è palesemente falso e per appurarlo basta leggere gli scritti.

Io comincio a pensare che tu non riesca ad intavolare costruttive discussioni perchè l'ipocrisia appena dimostrata mina la tua credibilità agli occhi di chi ti legge.

Questa è la mia opinione.

Alla prossima.
Baci


Ciao Beppe, e ciao a tutti voi del blog, sono un ragazzo di 18 anni di bergamo, e concordo pienamente con il commento "Lotta di classe". Purtroppo nel nostro paese oggi succedono cose assai strane, ed proprio per questo che mi sono stufato di stare a guardare, non voglio finire come gli uomini della caverna di Platone, voglio uscire dal tunnel e ammirare la luce. Mi sono stufato di questi uomini che giocano con la politica, fossero almeno "uomini" sarebbe già una bella cosa. E' un pò di tempo che mi faccio questa domanda: ma se la nostra è una democrazia, tradotto governo del popolo\tutti, perchè non siamo noi a decidere per loro partando dagli stipendi e dalla loro varie imunità ed agevolazioni?Anche nel piccolo purtroppo è così, nel mio comune per esempio, vi è una giunta di burattini che si fa comandare a bacchetta da un personaggino, il quale pare essersi immedesimato in un Podestà. Bella la foto di Marx nella home!Peccato che se lui dovesse vedere il mondo come gira oggi, capirebbe che il suo Manifesto del Partito Comunista non servito a granchè, siamo nella ...... fino al collo eppure non ce ne accorgiamo. Non abbiamo reazioni, siamo delle amebe anestetizzate, ma va bene così, continuima a sputtanare il povero Welby, che nel frattempo ci ha rimesso le penne, utilizzandolo solo come mezzo per raggiungere il fine della discussione politica. Continuiamo a mangiare la pappa pronta che ci appropinano! Noi siamo nervosi per tutto ciò che ci accade intorno, mentre loro, i maiali se la ridono dietro il telone guardando le nostre povere faccie stupefatte. Ringrazio anticipatamente i lettori del mio commento.......spero in una generale e proletaria reazione. francesco

Francesco Vittori 09.01.07 20:41| 
 |
Rispondi al commento

http://video.google.it/videoplay?docid=-1538595642652313313

Democrazia Partecipativa

Giovanni Paolucci 09.01.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Persi
alfonso baroni
andrea martinelli
francesco fonti

La lista da fare è lunga, e il Grillo avrebbe la possibilità di sedersi al tavolo con qualcuno per buttarla giù, dopodiché quasta potrebbe passare al vaglio del blog.
Un punto molto importante, che è l'assunto percui fondamentalmente siamo tenuti a delegare il
potere, è che la realtà, così come la conosciamo, sia solo la superficie che nasconde la complessità dei fatti, accessibili solo a pochi in grado di comprenderla.
E, fondamentalmente, noi dobbiamo proprio affrontare i grossi nodi della storia, oggi, nel momento in cui li viviamo, per scalfire questa superficie e mettere a nudo i suoi meccanismi nascosti, i paradigmi e i modelli che li sottointendono, per porre, finalmente, questi al giudizio delle persone, della comunità allargata.
Non ci basti più la solita spiegazione percui è facile dire, ad esempio, no alla guerra, finché non ti ritrovi a dirigere uno stato e a confrontarti con la diplomazia e i governi del globo. Noi non vogliamo solo dire si o no a una scelta presa perché obbligata: noi vogliamo, finalmente, poter giudicare quelle cause e quelle situazioni che ci obbligano a fare le cose.
Siamo tanti, siamo cresciuti, e ci scambiamo il sapere: dobbiamo FARE LE DOMANDE GIUSTE alle autorità, con forza, per ricevere una spiegazione Ufficiale riguardo a mille argomenti, cosicché non ci possa essere giornalista, politico o galoppino, pronto a ribaltare tutte le carte in tavola per creare confusione, E POI DIRE LA NOSTRA, REAGIRE, con lo stesso metodo.
Dobbiamo mettere a nudo i Grandi Interessi Occulti e agire pensando nel Più Grande Interesse Della Collettività.
Li dobbiamo lasciare in mutande.

Argomenti Caldi:
CLIMA,
MONETA,
PETROLIO,
SCIENZA,
RICERCA,
ARMI,
RELIGIONE,
ETICA,
BIOETICA,
EUGENETICA,
CASE FARMACEUTICHE

...solo qualche suggerimento.

Geronimo Del Baldo Commentatore certificato 09.01.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo i politici che meritiamo e di conseguenza anche i governi che meritiamo. Noi,popolo di conigli invigliacchiti capaci solo di servire i nostri padroni nei loro giochi di potere ed assistere come ebeti alla spudorato smantellamento della democrazia(?) di cui rimane soltanto la definizione. Cosa si può pretendere? Che Prodi e compagni non aumentino le tasse? Che i pensionati e i meno abbienti non debbano forzatamente ridurre i pasti giornalieri? Che un poveraccio non debba essere costretto ad andare al lavoro fino a 70 anni? Che non venga alienato il diritto alla sanità all'istruzione....alla giustizia? Volete che vada avanti? Potrei continuare fino a domattina ... ma a che pro? Sono cose che tutti sappiamo e le sappiamo talmente bene, da essere abituati oramai a considerarle come delle cose .. normali!! Questa accozzaglia di marionette che ci parla attraverso la televisione l'ha studiata a tavolino e l'ha studiata bene, sapendo di poter fare leva sulla totale incapacità di noi ITALIANI di essere uomini al di fuori delle nostre miserie!

Francesco Fonti 09.01.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono un intenditore vero e proprio di politica, forse perchè sono ancora un "giovanotto", ma alcune cose le o capite, per esempio che le classi che comandano NON FANNO GLI AFFARI DEL PAESE BENSI I LORO!!!!
Questo non ci vuole molto per capirlo, e nemmeno per dirlo, ma noi italiani continuiamo a restare nel nostro lembo...quasi come dei pusillanimi, restiamo li a assorbire tutto quello che ci viene appropinquiato dalla TV e non riusciamo a capire il vero senso delle cose...

Per fortuna che comunque qualche cosa si muove, e sono convito che prima o poi riusciremo a debellare il male della CORRUZZIONE POLITICA che è strettamente collegato alla mafia!!!

QUINDI NON FACCIAMOCI METTERE I PIEDI IN TESTA....

REAGIAMO!!!!!

andrea martinelli 09.01.07 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Che dire:
Leggete i comunicati delle BR-PCC e dopo
verificate se sono o non sono "farneticanti".
Le cose scritte in quelle pagine sono uno
spaccato di realtà che ai nostri dipendenti
fa PAURA PAURA PAURA...Perchè semplice
perchè li dentro si dice che il RE E' NUDO...


alfonso baroni Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che, come scrive Ginsborg in " La democrazia che non c'è ", la distanza tra pubblico e privato, è una diretta conseguenza della democrazia rappresentativa.Attualmente i cittadini non prendono decisioni, sono chiamati a scegliere chi le prenderà per loro. Quello del politico è diventata una professione, e questo fa si che questa classe sia totalmente avulsa dai problemi del paese reale. Porto Alegre e il bilancio partecipativo lo stanno a dimostrare: la democrazia diretta è possibile. Certo non sono tanto stupido da fantasticare una Comune rivoluzionaria, ma un' interazione tra la democrazia rappresentativa e quella partecipativa, oltre ad essere possibile, è doverosa. Lo Stato sono io, chi legge, Beppe Grillo e tutti coloro che vivono regolarmente dentro i confini italiani...le decisioni inerenti alla cosa pubblica non possono essere più prese da poche persone...che guarda caso rispondono agli interessi di chi paga loro le campagne elettorali e non a coloro che effettivamente li votano.

Blanqui Fra 09.01.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

... ma se non mi hanno dato nemmeno la possibilità di scegliere le liste!!!!!

Giorgio Persi 09.01.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Ormai, ne sono convinto, il mestiere del Beppegrillo o del membro dello staff è diventato duro. Noi dovremmo dare loro una mano, dare un senso al loro dover passare in rassegna i post nel blog: questo blog è un pulpito, e spesso gli utenti approfittano dell'ospitalità per dibattere tra loro, schernirsi, applaudire o inveire contro i messaggi del Grillo.
Tutto giusto, tutto molto bello, ma sento che ciò che ha spinto un comico televisivo e da teatro-tenda a usare internet sia l'incazzatura. Nei post che pubblica la redazione c'è rabbia, disillusione, c'è la sfacciataggine di chi ci vuole mostrare di aver capito come stanno le cose, e che è stanco di essere preso in giro o accantonato.
E allora dovremmo rispondere loro come si fa a chi è in cerca di risposte.
Per esempio siamo in tanti a credere che quello che c'è scritto nel post del Grillo sia vero, perciò, caro Grillo e cara redazione, perché non cominciate col pubblicare una lista di obiettivi da raggiungere per mezzo di un'azione di democrazia diretta?
Credo che la gran parte dei bloggers sarebbe felice di segnalare la propria posizione riguardo a ogni obiettivo di quest'ipotetica lista.
Saluti

Geronimo Del Baldo Commentatore certificato 09.01.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Ormai,sono convinto,il mestiere del Beppegrillo o del membro dello staff è diventato duro.Noi dovremmo dare loro una mano,dare un senso al loro dover passare in rassegna i post nel blog:questo blog è un pulpito,e spesso gli utenti approfittano dell'ospitalità per dibattere tra loro,schernirsi,applaudire o inveire contro i messaggi del Grillo.Tutto giusto,tutto molto bello,ma sento che ciò che ha spinto un comico televisivo e da teatro-tenda a usare internet sia l'incazzatura.Nei post che pubblica la redazione c'è rabbia,disillusione,c'è la sfacciataggine di chi ci vuole mostrare di aver capito come stanno le cose,e che è stanco di essere preso in giro o accantonato.E allora dovremmo rispondere loro come si fa a chi è in cerca di risposte.
Per esempio siamo in tanti a credere che quello che c'è scritto nel post del Grillo sia vero,perciò,caro Grillo e cara redazione,perché non cominciate col pubblicare una lista di obiettivi da raggiungere per mezzo di un'azione di democrazia diretta?
Credo che la gran parte dei bloggers sarebbe felice di segnalare la propria posizione riguardo a ogni obiettivo di quest'ipotetica lista.
Saluti

geronimo del baldo 09.01.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Inaccettabile considerare parlamentari Italiani persone che vogliono rinnegare che L'Italia è frutto di sacrificio umano.Giovani del SUD che hanno dato la vita per difendere il suolo della patria.La nostra Patria la Patria di 20 regioni con ROMA capitale è veramente inamissibile che persone della Lega nord parlino a nome di tutti gli italiani non riconoscendosi figli.Con frasi ingiuriose offensive non solo contro la nostra BANDIERA ma anche verso popoli di fede Musulmana.Personaggi che di duro hanno solo l'osso del cranio, impenetrabile e privo di rispetto verso chi per l'Italia ha dato e sta dando.Solo in Italia si può accettare parlamentari della Lega nord (anche se non tutti) che si esprimono e gesticolano con linguaggio di BASSA LEGA.Possono mai essere rappresentanti dell'Italia. Purtroppo (SI) in un paese LIBERO e DEMOGRATICO come L'Italia succede anche questo.Viva l'ITALIA, mandiamoli a casa PERilBENEdiTUTTI

Mario Flore 09.01.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auguri Lega Nord ai compiuto 10 Anni: Ti basta un minuto per distrugerne 210

Mario Flore 09.01.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Bandiera ITALIANA, Egida di 20 Regioni.Simbolo di alti valori.Onore di diverse Etnie.Insegna di tante battaglie, alto ai tenuto l'orgoglio. Nel mondo sventoli fiera di Lodi e di Onori. Stendardo di grande prestiggio forte imprimi coraggio.Tre sono i tuoi colori, il verde dei campi vangati, il bianco della tua purezza, il rosso di eroiche gesta.Emblema di sani principi buon nome per la tua gente.Vessillo di giovani araldi viaggi portando nel mondo cultura, sviluppo e pace.

Mario Flore 09.01.07 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna ragione giustifica L'uomo schiavo.Karl Marx disse: La religione è l'oppio dei popoli.Io dico:Le ideologie politiche sono la rovina del mondo.Nessuna religione e nessuna ideologia politica possono vantare diritto sui popoli.Ma sono i valori quelli che contano.

Mario Flore 09.01.07 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Reset, reset ma quando?
se chi si firma reset si decidesse a muovere il suo pesante deretano ci uniremmo tutti nel reset.
Buon anno.

Fiorella Deodati 09.01.07 16:18| 
 |
Rispondi al commento

SE IN GIRO PER QUESTO BLOG C'è UN SINDACALISTA, FACCIA, PER NOI POVERI LAVORATORI, BEN BEN TENUTI NELLA PIù COMPLETA DISINFORMAZIONE,UN POCO DI VERO CHIARIMENTO, E SOTTOLINEO VERO CHIRIMENTO, SU CHI O IN CHE MODO SI PAPPERANNO IL NOSTRO TFR, E SOTTOLINEO TFR.
AIUTO, CI SCIPPANO ANCHE QUELLO!

maffi maria letizia (letizia55) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo video è storia.Dovrebbero renderlo obbligatorio a scuola.
Vedere Giuseppe Ungaretti rispondere a questa domanda:

"Esiste la anormalità nell'Uomo?"
è un lusso che ci ha regalato Pier Paolo Pasolini.

http://pensierarte.blogspot.com/2007/01/pasolini-intervista-ungaretti.html
Per vedere il video clicca sotto:

Nicola Cellamare (pensierarte) Commentatore certificato 09.01.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO LICENZIARE IL DIPENDENTE MASTELLA!

Luca Parma 09.01.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Vaticano e Svizzera, Papa , Cardinali e Guardie svizzere, segreto bancario e riciclaggio, Guerra e pace.Debito pubblico e banche, rosso e verde. Comunisti? Fascisti? quante menzogne dietro le ideologie. Quanti segreti dietro le religioni. cosa è vero? di cetrto buona parte delle menzogne passano attraverso i canali di informazioni.
"Se dici una bugia e la ripeti il popolo ci crederà".
La memoria storica non è un concetto applicato alla realtà.

Fabio Gianolla Commentatore certificato 09.01.07 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Home » blog » Blog di Redazione
disegno di legge di Franca Rame
Tra le funzioni svolte dalla Corte dei Conti vi è anche quella di giudicare sulla responsabilità amministrativa per danno erariale.

Questa è l’anima operativa giudiziaria della lotta allo spreco, e và tutelata. La strada da intraprendere è nella direzione opposta a quella del condono introdotto dall’art.231 della finanziaria ultima.

Bisogna creare una disciplina ispirata a principi di garanzia del contraddittorio e del giusto processo che contenga strumenti efficienti ed efficaci.

Franca Di Gennaro 09.01.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento

...come al solito il cane(popolo italiano)abbaia sotto l'albero sbagliato.

Non conta nulla prendersela con i NS dipendenti,perchè loro in realtà sono dipendenti/servi/camerieri dei potentati economici.Noi gli paghiamo lo stipendio pensando che lavorino per Noi ,invece loro fanno gli interessi dei potenti,,obbediscono e basta!

Purtroppo è cosi' da tanto tempo.

daniele gasperoni 09.01.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

ANDATE TUTTI SUL SITO DI FRANCA RAME E FIRMATE IL Sdisegno di legge di Franca Rame
Tra le funzioni svolte dalla Corte dei Conti vi è anche quella di giudicare sulla responsabilità amministrativa per danno erariale.

Questa è l’anima operativa giudiziaria della lotta allo spreco, e và tutelata. La strada da intraprendere è nella direzione opposta a quella del condono introdotto dall’art.231 della finanziaria ultima.

Bisogna creare una disciplina ispirata a principi di garanzia del contraddittorio e del giusto processo che contenga strumenti efficienti ed efficaci.
UO DISEGNO DI LEGGE

Franca Di Gennaro 09.01.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

@ Manuela Bellandi 08.01.07 22:23
(scusa non riesco a copiaincollare)

E' il classico stile di Max quello di insultar per primo per poi dire che sono stati gli altri a farlo, l'ha fatto con me, con Hugo e con tanti altri, continuare a sostenere il contrario è un pò come tentare di prendere per i fondelli tutto il blog e non mi pare corretto.

Forse qualcuno dovrebbe, oltre che postare qualcosa di interessante, essere pure in grado di metterlo in discussione e non inkazzarsi come una iena quando qualcuno sostiene il contrario.
I casi sono due: o lo fa per infiammare volutamente il blog oppure perchè non è in grado di sostenere una discussione con chi la pensa diversamente, da qui deriva la mia constatazione (e non "lamento") che il blog serve solo per lamentarsi e scannarsi tra tifosi politici e sostenitori di questo e quello, discussioni costruttive non se ne vedono mai, pure io non riesco mai a discutere serenamente con chi la pensa in modo differente perchè alla fine si cerca sempre il gruppo "politico" di appartenenza per poter lanciare pietre e strali contro chiunque non la pensi uguale.

I discorsi costruttivi invece si fanno tra persone di diverso pensiero; Max purtroppo non è l'unico che non è in grado di sostenere una discussione di questo tipo senza insulti, ecco che quindi tutto ciò che posta, pur essendo interessante, passa in second'ordine davanti alla sua totale mancanza di dialogo e il voler cercare a tutti i costi il "difetto" del suo interlocutore per poi pigliarlo per il cu.o ad oltranza, tutto cio lo fa una persona di estrema scorrettezza. Si offenda pure, ma se è in grado di smentirmi lo faccia con i fatti e non con le chiacchiere.

Cerca di non fare l'offesa però, che se ti offendi tu che ti dico che mi stai annoiando (ed è vero xchè la discussione in questione è patetica e inutile) che devo fare io che mi accusi, a torto, di essere un bugiardo?


Resettare? Magari!
I comuni poi...il signor sindaco (di CT) Scapagnini...forse si dovrebbe cominciare col resettare il suo cervello!!!

Ketty S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 13:27| 
 |
Rispondi al commento

OGGETTO:FISCO: VISCO ISTITUISCE CONSULTA CON PROFESSIONISTI. ROMA(MF-DJ) Prende il via con un decreto firmato dal viceministro all'economia VINCENZO VISCO,la consulta permanente di tutti gli operatori interessati alla materia fiscale. La consulta sarà un "tavolo tecnico permanente" (tavolo permanente? dove? nella sua casa ABUSIVA?)" Servirà a esaminare i problemi collegati agli adempimenti fiscali",a favorire la maggiore chiarezza sugli obblighi tributari,(SOLO I NOSTRI? E I SUOI?)a formulare proposte di semplificazione delle procedure anche per migliorare il rapporto tra amministrazione e contribuenti. MA Và Fà N'C.LO TU E ò TAVOLO.

Salvatore Sarno 09.01.07 13:25| 
 |
Rispondi al commento

A FRancesco SImi : Democrazia diretta

Caro Francesco,
io ci vivo in Svizzera, e da oltre 30 anni. Ti garantisco che la forma più bella di democrazia é proprio quella diretta. Si, ma sulla carta. Perché in realtà é un vero e proprio alibi per i partiti di governo ( e poi non esiste opposizione in Svizzera, lo sapevi?).
In effetti, che si voti per internet o SMS o per posta o come vuioi tu, é assolutamente ininfluente. Il problema resta, come ancora oggi, nella possibilità di manipolare il cervello delle masse votanti con argomenti basati sulla paura o sulla perdia economica. Se potessi osservare la propaganda politica dei partiti di destra e xnofobi, ti renderesti conto che in demo diretta questi contano e .....tanto anche.......proprio perché populisti e con fino diretto verso le masse.
Facit: oggi in Svizzera la maggior parte delle decisioni " popolari" sono prese a maggioranza della minoranza dei votanti. La gente ne ha le palle piene. E sai perché? Perché chi comanda, nonstante il mezzo diretto, non é il popolo.
Credimi non esiste la panacea a tutti i mali. La sola cura deve essere operata sul popolo italiano che in gran parte é più corrotto e stupido dei suoi politici: infatti li vota al 50%!!!! Una cosa é vera: Berlusconi in Svizzera non é amato!Il popolo é sano qui

G. Mazzei 09.01.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Signor Serio(?) e signor Stricker,....la volete smettere di rimpere i co....ni con le vostre ca....te da bulletti di provincia.
Non vi accorgete che prendete spazio per cose interessanti. E tu Beppe perché non cancelli ste stron....te. Quà non c'entra la " cvensura" ma ci vuole un intervento a rispetto di che vuol dialogare in maniera intelligente e questo in democrazia deve essere rispettato.
Beppe pulisci il blog!

G. Mazzei 09.01.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono nel baratro. Chi siamo noi?noi cittadini intendo, che ruolo abbiamo nella grande scacchiera della politica italiana? io non mi sento nemmeno all'altezza di essere un pedone. quando avuto il diritto di voto (troppo poco tempo fa) ho cominciato ad interessarmi un pò di politica, di farmi un idea, capire davvero da che parte volevo stare. ho guardato i tg (grande errore) ho letto i giornali (altro errore) ho fatto ricerche per capire qualcosa in più. eppure sono stata una di quelle che al momento del voto guardava implorante la matita in attessa di un'illuminazione. col passare del tempo ho osservato gli sviluppi della situazione...e credo di aver capito...noi li mettiamo al potere....e loro giocano.senza di noi. bon. lottano per un potere che non può e non deve appartenergli.ma loro lo hanno comunque? come è possibile tutto questo??

Flavia Razzano Commentatore certificato 09.01.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho visto la foto di Karl Marx bella foto davvero! Peccato però che il sig.Marx era un Massone. Infatti è in posa con mano sotto la giacca...Ehmm non vorrei deludere gli appassionati di Karl Marx ma egli essendo un Massone non era certo al servizio per così dire delle masse operaie e contadine:)). Comunque la storia ci insegna nulla di utile. Quella ufficiale è solo una ben scritta novella per noi gente comune. La realtà è ben altra...

ROBERTO B. Commentatore certificato 09.01.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la cotestazione sessantotina la meglio gioventu è andata, si è persa prendendo il posto dei baroni e governando con un nepotismo SRENATO. Credo che in italia ci vuole una RIVOLUZIONE alla francese prima maniera .Dico solo viva ROBESPIER ABBASSO PRODI CHE è UN FALSO POPULISTA.Ciao caro beppe e ciao atutti ,ma sempre viva l,Italia.

silvio gaiofatto 09.01.07 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora di iniziarla una lotta di classe!!
Continuiamo a farci prendere per il c..o solo perchè la sera in fin dei conti ceniamo e dopotutto un tetto ancora ce l'abbiamo! Ma per quanto ancora, quanti giovani davvero possono ancora permettersi di avere una casa? E del lavoro che dite? Stipendi totalmete inadeguati al costo vita!!! E ora ci rubano pure il 50% del tfr e noi ancora zitti. Zitti, ma fino a quando? Paghiamo lo stipendio dei poliziotti con le nostre tasse, ma se ci rubbano qualcosa ci sentiamo rispondere "eh lo so, succede" Ma che vuol dire succede!!! Sui mezzi pubblici c'è scritto "attento ai borseggiatori" ma che vuol dire? Che se mi rubano qualcosa sono stato io a non essere stato attento!!! Ma dove cavolo sono le persone che dovrebbero tutelarci??? Io voglio una tv a casa solo per vedere i dvd, non me ne frega niente dei programmi tv eppure devo pagare il canone, perchè non mi date la LIBERTA' di acquistare semplicemente un monitor??? Un poveraccio cerca di aprirsi un locale e di mettersi in proprio e i NAS glielo fanno chiudere per scarsa igiene, e poi oggi dopo vent'anni si accorgono che gli ospedali stanno pure peggio!!! E stanno ancora APERTI. Potrei continuare all'infinito con questi paradossi, ma sarebbe inutile, utile invece sarebbe iniziarla davvero la nostra lotta di classe: ALZIAMO LA VOCE E DICIAMO BASTAAAAAAAAAA

Silvia Massera 09.01.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2007/01_Gennaio/07/padoa.shtml

a leggere l'articolo di padoa schioppa viene da chiedersi se davvero è la stessa persona che ha impostato la finanziaria...

gianluca forni Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 11:08| 
 |
Rispondi al commento

X LA DEMOCRAZIA DIRETTA e FRANCESCO SIMI

..la domanda che mi sorge spontanea dopo aver letto i tuoi commenti è la seguente: ma in che mondo vivi??..credi davvero in quello che scrivi??..se la risposta è sì ti devi svegliare amico!!!..d'altronde è tipico dei parmensi credere che Parma sia il centro del mondo..SVEGLIAAAA!!!!!!..l'Italia è un paese di quasi 60 milioni di persone..la maggior parte vecchi..a natalità zero..e abitato per lo più da persone che sono allergiche alla tecnologia come Emilio Fede a Prodi..e che fanno fatica ad imparare a mandare un SMS!!..e tu mi parli di democrazia diretta esercitata con internet!!BUONANOTTE!!!

P.S. e smettila di farti pubblicità sul blog!!

Gabriele Ricci 09.01.07 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io credo che sia ora di rompere con i soliti discorsi di autocompiacimento immobilista e decidersi ad imbracciare le armi.

andrea zambonini 09.01.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sappia il filosofo-Mastella che riberaonline sta con le zavorre morali. Più sono pesanti e più ci piacciono.

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 09.01.07 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Torniamo a dare vita al Pensiero Federalista di GAETANO SALVEMINI, per un vero controllo territoriale esercitato dai cittadini nei confronti dei loro Amministratori/dipendenti.
GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINIGAETANO SALVEMINIGAETANO SALVEMINIGAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-GAETANO SALVEMINI-
cordiali saluti a tutti.

Danilo Giurgevich 09.01.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Intanto si presenta anche una nuova forma di controllo, "nuova" Il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ha firmato un Decreto per contrastare il fenomeno della pedopornografia in rete. Il decreto, realizzato di concerto col Ministero per le Riforme e le innovazioni nella Pubblica Amministrazione, entrerà in vigore tra 60 giorni. In questo arco di tempo i fornitori di connettività - c.d. Internet Provider - dovranno dotarsi di sistemi in grado di oscurare entro 6 ore dalla comunicazione ricevuta, i siti che diffondano, distribuiscano o facciano commercio di immagini pedopornografiche.
Il decreto del Ministro Gentiloni è stato definito dopo un'istruttoria durata alcuni mesi cui, oltre ai due Ministeri interessati, hanno partecipato attivamente anche la Polizia Postale e delle Comunicazioni e le stesse associazioni degli Internet Provider, ai quali spetterà l'onere di intervenire direttamente, oscurando i siti incriminati dopo aver ricevuto, secondo modalità concordate, apposita comunicazione.


Viva la censura...

Roberto P. Commentatore certificato 09.01.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Bella disamina, Beppe. Ma nessuna proposta concreta.
Ne faccio una io, allora (che novità!):
ASTENSIONISMO ELETTORALE DI MASSA.
Questo è l'unico modo per fare un RESET devastante.
Chi vota avvelena anche te: digli di smettere.
Chi vota o è colluso o è connivente e complice.
C'è ancora gente (specie al nord, guarda caso)che ha paura di non votare perchè, dicono, gli macchiano il casellario giudiziale. Come quando nel dopoguerra la chiesa spaventava i contadini dicendo loro che se non votavano la DC andavano tutti all'inferno (e si cacavano sotto).
A questo siamo ancora oggi, nel terzo millennio.

ennio de rossi 09.01.07 09:11| 
 |
Rispondi al commento


In alcuni precedenti avevamo fotografato questa situaziome:
NUOVA FINANZIARIA TASSE PER TUTTI MA I PARITI I POLITICI ED I LORO SCAGNOZZI ATINGONO A PIENE MANI.
Società italiana con il procedere degli anni è divenuta impossidente. Lo stato e con esso i suoi beni erano di titolarità degli italiani. Gli eletti governavano per conto degli elettori. Oggi i beni facenti parte dello stato sono un cespite a se stante su cui il cittadino nulla ha da pretendere e l'eletto ne dispone in nome e per conto dello stato che si è scollato dalla base. Ho lavorato per 40 anni nel settore finanza
ad un certo livello. Oggi devo far quadrare i conto con molta attenzione. Basta con prosciutti, mortadelle ed affini. Svegliamo i dormiglioni che quando si accorgeranno della situazione (perchè questa epidemia di impoverimento attacca ogni giorno nuove classi)
saranno già legati mani e piedi.

domenico denaro 09.01.07 09:06| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA DAL BASSO

A Ferrara il meet-up insieme a tante associazioni ambientaliste sta per realizzare
il REFERENDUM OMBRA su incenritore e tubogas

i Ferraresi potranno finalmente dire si-no

ai tumorifici .

L'iniziativa sta scatenando una durissima campagna contro il nostro gruppo

perchè le lobby 'diossine' premono
su tutte le realtà possibili
per ostacolarci ...

Il 10-11 febbraio si va alle urne referendarie

Con la presente rivolgo un'appello a Beppe

perchè prenda attenzione a questa iniziativa

ringrazio ancora Beppe per la visita in piazzetta Municipale (FE) ove ha
coagulato attorno ai temi ambientali
attenzione e slacio di attività
e spero che possa trovare il tempo
di valutare se intervenire direttamente
anche in questà storica consultazione
popolare che rappresenta per tutta
l'Italia un esempio da seguire .

roberto baldisserotto 09.01.07 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

parliamo di qualcosa di concreto...

CI LIBERIAMO DI QUESTI INCOMPETENTI SI O NO??

Perche passare la vita a criticare senza muovere un dito??

REFERENDUM E CE LI TOGLIAMO DI TORNO

BEPPE, FATTI VIVO!!

Lorenzo Federico 09.01.07 06:15| 
 |
Rispondi al commento

LA SOLUZIONE E' LA DEMOCRAZIA DIRETTA

In paesi come l'Estonia o la Svizzera i politici non possono fare il comodo loro, poichè i cittadini hanno il diritto di intervenire nel processo legislativo, attraverso un portale internet con voto online su ogni decreto. In Svizzera ad esempio i cittadini possono addirittura votare tramite un SMS con il loro cellulare se approvare o meno le leggi.

Dice Dick Morris, già consulente di Clinton e autore di un saggio (Vote.com, Renaissance, 1999) che ha fatto scalpore negli Usa:

"Che la democrazia diretta via Internet sia buona o cattiva è domanda futile. È inevitabile. Sta arrivando ed è meglio mettersi l'anima in pace".

Morris prevede che "attraverso i siti interattivi politici e informativi la gente sarà in grado di votare su qualsiasi questione".

Di qui è breve il passo da una democrazia rappresentativa a una democrazia diretta e poi "continua". Un referendum ininterrotto su tutto.
È una prospettiva che eccita molto Morris: "A Thomas Jefferson sarebbe piaciuto vedere Internet. La sua visione utopica di una democrazia basata su assemblee comunali e sulla partecipazione popolare diretta sta per diventare realtà.

Ciò che le piccole dimensioni e la vicinanza geografica permisero all'antica Atene di realizzare, sarà realizzato dall'America e dal mondo grazie ad Internet."

Il male della democrazia rappresentativa è l'accentramento di troppo potere nelle mani di pochi politici. Oggi con la Democrazia Diretta e la tecnologia questo limite può essere superato.

In italia ne abbiamo bisogno più di ogni altro stato, proprio perchè le forze sullo sfondo (cartelli bancari e mafia) sono più potenti che in altri paesi, e manipolano facilmente i politici sia di destra che di sinistra, ricattando imprenditori e obbligandoli a dare tangenti mascherate da "contributi ai partiti".

E' tempo di evolvere la democrazia al 21° secolo.

www.internetcrazia.com

www.democraticidiretti.org

pais.sociale.parma.it

Francesco Simi 09.01.07 05:24| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI SCETTICI DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA

Se non credi che i cittadini possano giudicare direttamente le leggi, allora non credi nella democrazia, poichè anche la democrazia rappresentativa attuale si basa sulla capacità dei cittadini di giudicare i programmi dei partiti da eleggere, ovvero le leggi che promettono di realizzare.

La Democrazia Diretta è solo la possibilità di esercitare il sacrosanto diritto di votare direttamente le leggi, e non aspettare che quelle leggi promesse nei programmi durante le elezioni vengano poi mantenute (cosa che sistematicamente non avviene, visto che i politici fanno leggi per mantenere il loro potere e quello dei loro amici, e non certo quelle promesse).

Quante volte ancora DOBBIAMO ESSERE PRESI IN GIRO e cadere nella trappola di DELEGARE IL POTERE A QUESTI CRIMINALI?

Qui nella FAQ della Democrazia Diretta ci sono tutte le risposti ai vostri dubbi:

http://www.internetcrazia.com/ic/component/option,com_simpleboard/Itemid,31/func,view/id,245/catid,16/

In Italia ci sono già due partiti di Democrazia Diretta, ovvero che votano in parlamento secondo quanto noi elettori gli diciamo via internet e non secondo la loro testa:

www.internetcrazia.com

www.democraticidiretti.org

Supportiamoli e AVREMO RISOLTO IL PROBLEMA.

LA DEMOCRAZIA DIRETTA NON E' UNA UTOPIA, E' UNA REALTA' CONCRETA.

E' STATA SPERIMENTATA DALLA PROVINCIA DI PARMA E FUNZIONA BENISSIMO:

http://notizie.parma.it/page.asp?IDCategoria=15&IDSezione=0&ID=86973

Francesco Simi 09.01.07 05:23| 
 |
Rispondi al commento

segnalo allo Staff, a proposito di inceneritori, normative e controlli, il sito dell'Istituto Superiore di Sanità:
www.epicentro iss.it/temi/ambiente/enhancehealth.pdf

giacinto la notte Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.07 05:11| 
 |
Rispondi al commento

Propongo la lettura di un mio capitolo intitolato "ISMI", ma non so se in questo spazio c'entrerà tutto. In caso, potete scaricarlo dal sito: http://www.tommasomazzoni.it Si trova verso la fine dell'ultimo libro "Quasi un Diario":
"Io ritengo che, se non ci fosse stato il maschilismo, non sarebbe sorto e attecchito nemmeno il femminismo. Come se fin dai tempi oscuri ci fosse stato il pieno rispetto del sottoposto, o dipendente, e la corresponsione di salari adeguati, non sarebbero forse neppure sorti i comunismi. Un male; un bene? Non sto qui ad affrontare argomenti così scabrosi e delicati, e perciò troppo difficili per la mia modesta portata.
Posso però porgere ai lettori qualche descrizione delle mie analisi e delle mie considerazioni, cosa che peraltro faccio quasi abitualmente: materie, quindi, analoghe ad una sorta di sostanza liofilizzata che propongo alle vostre riflessioni, da fluidificare - come ama simboleggiare il caro Professor Bodei - con i liquidi delle vostre personali conoscenze ed esperienze.
“Le forze si presentano sempre a coppie. Se un oggetto A esercita una forza F su un oggetto B, allo-ra l'oggetto B eserciterà sull'oggetto A una forza -F uguale e contraria”. O, se si preferisce, più correntemente: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.
Non ho fatto che riportare in modo semplice e chiaro quello che avrebbero dovuto aspettarsi i cervelloni che non hanno saputo valutare che - questo sarebbe stato anche alla portata di sfruttatori mentecatti - tira tira la corda si strappa. Lo sanno anche i bambini, senza bisogno di scomodare, come ho fatto io tanto per darmi un po’ d’arie da esperto, il terzo principio della dinamica o terza legge di Newton.
Macché, invece no: hanno voluto ignorare, egoisticamente e deliberatamente, qualsiasi elementare umana decenza.
Come del resto sono convinto che vi siano state intollerabili aggravanti, per di più da parte di coloro che, fin dai tempi oscuri..."(segue).

Tommaso Mazzoni 09.01.07 02:44| 
 |
Rispondi al commento

“Se, dunque, nessuno può rinunciare alla propria libertà di giudicare e di pensare quello che vuole, ma ciascuno è, per diritto imprescrittibile della natura, padrone dei suoi pensieri, ne segue che in un ordinamento politico non è mai possibile, se non con tentativi destinati a fallire miseramente, voler imporre a uomini di diverse, anzi contrarie opinioni l'obbligo di parlare esclusivamente in conformità alle prescrizioni emanate dal sommo potere.”
Baruch Spinoza, Trattato teologico-politico, capitolo XX.

Paolo Cappelletti 09.01.07 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hugo Kolion 09.01.07 00:25
**************************

Questa sarà al massimo la terza volta che ci parliamo e nonostante le nostre idee non siano così dissimili, io non mi permetterei mai di ostentare certezze aprioristiche su presunte "idee balorde" non bene identificate.

Con regole paritarie e pari opportunità per il singolo, nonchè abolizione del privilegio secondo te dove si va?

Le definizioni scegliele pure tu...

manuela bellandi Commentatore certificato 09.01.07 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Max stirner è di una spocchia insopportabile.
Uno che ti fa passare la voglia di scrivere nel blog.
E purtroppo non è il solo.
se mi permettete vi consiglio di lasciarlo perdere,nel suo brodo.
Mi rivolgo anche a chi amministra questo blog: certi personaggi,certi pseudo-intellettuali davvero mettono in imbarazzo le persone e tirano fuori la loro scienza per mettere in ridicolo gli altri così facendo del blog una roba d'elite e allontanando chi ha voglia di discutere davvero senza perdersi in inutili paroloni.

massimo debbio 09.01.07 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE!!

CACCIAMOLI.!!!...
LA VECCHIA CLASSE POLITICA TI CACCIO' DAL MONDO DEI MEDIA....
HAI TROVATO ALTRE VIA, MA STAI ATTENTO CHE TROVANO IL MODO DI ZITTIRTI LO STESSO!!

REFERENDUM E CE NE LIBERIAMO!!...
BEPPE...FINCHE' SIAMO IN TEMPO:

L-I-B-E-R-I-A-M-O-C-E-N-E!!!!!

Lorenzo Federico 09.01.07 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Massimo Greco 08.01.07 23:56
******************************

Per la petizione potresti fare il giro dei piccoli blog nelle varie comunity se con quelli famosi non ce la fai.

Ad esempio io ho il blog su Splinder, sono circa 200.000 blog, puoi cercare i più frequestati.

Clicca sul mio nome e lasciami il materiale da pubblicare in un commento che ti faccio un post.
Baci

manuela bellandi Commentatore certificato 09.01.07 00:09| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono onorato di poter esprimere il mio pensiero , sul tuo-nostro blog ti seguo da tantissimo tempo,ho visto il tuo video con prodi,ma sinceramente il tuo presidente non mi ha convinto.Io non sono un'uomo di sinistra , ma nemmeno di destra, parlando coni miei colleghi, amici e persone di sinistra, mi sono resoconto,ma già lo sapevo che noi umili cittadini perbene ,ripeto perbene ed onesti che vogliamo tutti la stessa cosa.Lavoro servizi e sopratutto politici che non siano corrotti.A questo c'è un solo rimedio,Non dobbiamo più votare per deliggittimarli,poi staremo a vedere se rimangono attaccati alla poltrona e come.Devi dire a questi signori cosa pensano gli italiani riguardo ai loro stipendi, e agli stipendi dei lavoratori che sono da fame,per non parlare delle pensioni.Sono d'accordo con te dopo due leggislature se non hanno fatto il loro dovere ,come da chiacchere e promesse prima del voto, li mandiamo a casa senza aver maturato nessuna pensione.Anche per loro dovrebbe valere la pensione dopo 40 anni di lavoro.Saluti a te ad al tuo staff.Roberto59 Roma

roberto doro 09.01.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

manuela bellandi 08.01.07 23:46

Ciao Massimo,
come va la petizione?
baci

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Eran 170... eran giovani e forti....

Niente Manuela...

Solo Grillini... diciamo...

Su altri blog... "di grido"... non passa niente.

Censura preventiva... altro che qua...

Un Muro di Gomma Totale. Chissà come mai.

cmq... fino alle prossime elezioni (e questo è il punto...) La petizione durerà, questo è sicuro.

===============================================

27 Gennaio, sto preparando la 3° Giornata della Memoria in 3d, quest'anno la mostra sarà dedicata al revisionismo.

Teniamoci in contatto, sarà un raduno su Hyria 3d activeworlds.


Come vedi, sono mesi che ti pongo sempre la stessa domanda, alla quale tu però non hai mai risposto :-)

Hugo Kolion 08.01.07 23:38
*************************************

Opss!

Questo non l'avevo visto...

Sono mesi che me lo chiedi????????

Ma se questa è la 2° volta che parlo con te?
Scrivi con qualche altro nick, mi scambi per un'altra persone oppure semplicemente ti piace mischiare la realtà con la fantasia?

Le mie idee qui le conoscono in molti, le tue?

manuela bellandi Commentatore certificato 08.01.07 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Laura Rossini 08.01.07 23:39

concordo, ma nei limiti di questa proposta statutaria...:

==================================================

http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?gr7m1964&1.php

==================================================

Era un oT?


Hugo Kolion 08.01.07 23:38
**************************

E' molto semplice...pari opportunità per il singolo, regole paritarie, abolizione del privilegio.

manuela bellandi Commentatore certificato 08.01.07 23:43| 
 |
Rispondi al commento

E' ORA DI PASSARE DALLA PAROLE AI FATTI PER FARE R E S E T DELLA VECCHIA POLITICA:
ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI PRIMAVERA, DOVE E' POSSIBILE, PROVIAMO A FARE LISTE DEGLI AMICI DI BEPPE GRILLO CON LIMITE DI 40 ANNI PER GLI UOMINI, E, DONNE SENZA LIMITE DI ETA' PURCHE' NON ABBIANO AVUTO CARICHE POLITICHE IN PRECEDENZA.
SARA' UN TEST PER VEDERE SE C'E' VOGLIA DI NUOVO
ED IN TAL CASO PARTIRE CON DETERMINAZIONE PER
CAMBIARE LA POLITICA DEL NOSTRO PAESE.
LAURA ROSSINI


Laura Rossini 08.01.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Visto il clima... su questo Post... ecco un altro

OT D.O.C.

Engels fu il primo a manipolare l'opera di Marx.

Ce lo testimonia dapprima Rosa Luxemburg, poi Maximilien Rubel, che, in un suo studio pubblicato in Francia nel 1968, scrive: "Si può dunque dire che Engels ha fatto nello stesso tempo troppo e troppo poco per il II Libro del Capitale, conferendo loro l'apparenza di un opera definitiva; troppo poco, scartando arbitrariamente dei manoscritti la cui pubblicazione integrale avrebbe consentito di rivelare aspetti importanti della ricerca scientifica di Marx e avrebbe nello stesso tempo fatto meglio comprendere le ragioni della loro incompiutezza".

Rubel, però, non riuscì nell'intento di ricomporre organicamente l'opera di Marx, pur recuperando nelle sue note alcune pagine censurate dell'opera di Marx, non fece che rendere più disagevole la percezione dell'opera globale e la sua comprensione. D'altra parte l'opera di Rubel ha l'innegabile merito di mostrare tutta la stupidità di coloro che -- a destra come a sinistra (trotzkisti soprattutto) -- hanno parlato di socialismo in URSS fino agli anni '80. Ancora Jacques Camatte ne "IL CAPITALE TOTALE" (Dedalo libri, 1976), mette in guardia da diverse categorie di mercanti della manipolazione e dice: " Esiste poi un'altra categoria di autori che si propongono di apportare complementi alla teoria di Marx, modificarla o correggerla e che tuttavia ritengono di partire comunque da essa come da un dato valido per un analisi dell'attuale società." E Camatte denuncia le mistificazioni di Sweezy, Palloix, Baran, Bettelheim. Un altro autore, Roman Rosdolski, in "Genesi e struttura del Capitale (Laterza, Bari 1971) difende un Marx non camuffato da trotskista, stalinista, poststalinista. La mistificazione più grave è quindi stata compiuta da tutti coloro che si sono appropriati dell'etichetta marxista per giustificare politiche ed azioni totalmente organiche alla società del Capitale.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento

OT........... 2nd part

Lafargue teneva a cuore anche la demolizione dell’idealismo ed in un saggio del 1909 finalizzato a "ribattere i chiodi" del determinismo economico di Marx spiega:

"Le idee e i princìpi eterni sono lusinghe così irresistibili che non esiste propaganda finanziaria, commerciale o industriale, pubblicità di bevande alcoliche o droghe farmaceutiche che non ne siano condite: tradimenti e delitti politici e frodi economiche innalzano il vessillo delle idee e dei princìpi. La filosofia storica degli idealisti non poteva che essere una logomachia tanto insipida quanto indigesta, perché essi non si sono resi conto che la Borghesia sbandiera sempre questi princìpi eterni al solo scopo di mascherare gli egoistici moventi delle sue azioni, né, per altro verso, hanno compreso l’indole ciarlatanesca dell’ideologia borghese. Ma i penosi aborti della filosofia idealista non provano certo l’impossibilità di pervenire alle cause determinanti dell’organizzazione e dell’evoluzione della società umana, esattamente come i chimici sono riusciti a individuare i fattori che presiedono all’associazione delle molecole in corpi composti."

Così Lafargue espone in sintesi l’opera di Marx, i riferimenti agli economisti "ufficiali" suonano profeticamente (Ahi noi!) tanto che al lettore attento vien da chiedersi se in Russia abbiano mai letto il Capitale. Una cosa è certa: stando ai documenti citati, le esperienze ed i modelli sovietici, cinesi o cubani nulla hanno a che vedere con il Marxismo di Marx.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.07 23:25| 
 |
Rispondi al commento

@ HUGO KOLION

Max Stirner 08.01.07 18:01

A cosa servono oltre 2000 caratteri per dirti solo che dovresti dare un occhiata, prima nello specchio, e poi in un buon libro di storia?

Se ci sei "già" arrivato, almeno fin qui a bloggare (spero da solo e anche senza aiuti particolari), devo pur presumere un tuo minimo di massa cranica che ti permette di immaginare e poi forse anche a comprendere, almeno e anche per una sola volta, uno scenario posto al di fuori dei soliti schemi ideologici :-) o sbaglio?

Hugo Kolion 08.01.07 18:21
------------------------------------------------

VIGLIACCHETTO! TI SEI DIMENTICATO QUESTO!

Ma quanto sei ripugnante nelle tue menzogne? Ti rifugi persino dietro un errore di orario per negare che sei uno spudorato mentitore? quest'ora ti va bene? ti va bene le 18:21
Fai ribrezzo! E tu lo sai bene perché lo fai anche a te stesso.

Max Stirner


Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 08.01.07 23:23| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Ma questo non è il Festival di Sanremo!

E' il reparto di GERIATRIA del Festival di Sanremo!

Ma quando lo capiranno che la devono piantare di far cantare le solite MUMMIE?

Questo è l'elenco dei "BIG" in gara (giudicate Voi)...
#################################################
Clicca sul mio nome per il post.

Fabrizio Di Luca 08.01.07 23:22| 
 |
Rispondi al commento

OT.......

Paul Lafargue
Dopo una dura critica a Emile Zola, in una presentazione dedicata all’opera di Marx, intervento che ha arricchito una delle prime traduzioni del Capitale in Italia ai primissimi del ‘900, Lafargue ricorda a proposito del Capitale e di Marx:

"La sua argomentazione non era fatta di astrazioni come gli hanno rimproverato economisti che sono incapaci di pensare; egli non adoperava il metodo dei geometri, i quali dopo aver prese le loro definizioni dal mondo che li circonda prescindono completamente dalla realtà nelle deduzioni che ne traggono.

Non si trova nel Capitale una definizione unica, una formula esclusiva, ma una serie di profonde analisi che fanno emergere le più fugaci gradazioni e le più impercettibili differenze di grado.

Esso incomincia con la constatazione del fatto manifesto che la ricchezza delle società nelle quali regna il modo di produzione capitalistico appare come un’immensa accumulazione di merci: la merce, qualche cosa di concreto, non un’astrazione matematica, è quindi l’elemento, la cellula della ricchezza capitalistica. Marx fissa la merce, la gira e la volta in tutti i lati, ne volta l’interno all’esterno e le strappa uno dei suoi segreti dopo l’altro, dei quali gli economisti ufficiali non hanno avuto neanche un’idea e che non di meno sono più profondi dei misteri della religione cattolica. Dopo che ha esaminato la merce da tutti i lati egli la considera nei suoi rapporti alle sue pari nello scambio; passa poi alla loro produzione e alle preliminari condizioni storiche della loro produzione. Egli considera le forme fenomeniche delle merci e mostra com’essa passi da una forma all’altra, come una generi necessariamente l’altra. La serie logica evolutiva dei fenomeni è esposte con arte così completa che la si potrebbe ritenere un’invenzione; essa però sgorga dalla realtà ed è una riproduzione della effettiva dialettica della merce".

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.07 23:21| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla classe politica che si autoreferenzia , qualche giorno fa su un giornale è comparso un articolo a quattro colonne dove si presentavano i vari assessori il cui mandato andava in scadenza e non potevano più essere rieletti. Quindi senza nessun timore , si chiedeva dove potranno essere ricollocati questi signori, ora che non avranno più la poltrona? (chiaramente con proposte di assegnazione di cariche pubbliche o para, chiaramente ben retribuite.)Ma questi signori non avevano un lavoro o il loro lavoro è sempre stata la politica? E non è la prima volta che appaiono articoli di questo genere senza che nessuno si scandalizzi. QUINDI E' CHIARO CHE ESISTE LA CLASSE DEI POLITICANTI CHE NON SA FARE ALTRO E SI AUTOREFERENZIA E MANTIENE CON LA GESTIONE DEL POTERE IN MODO TRASVERSALE A NOSTRE SPESE.
Certo nelle varie articolazioni della società civile vi è chi è più portato alla vita politica ed alla mediazione, ma qui mi pare che abbiano veramente esagerato.

Giovannni Alignani 08.01.07 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Hugo Kolion 08.01.07 22:28
**************************

Paolo asseriva che Max aveva offeso per primo, ciò non è vero perchè lui lo ha fatto solo dopo che lo hai fatto anche tu.

Questa che tu posti non è la prima risposta di Max al tuo commento, la suaa prima risposta è quella che ho copiato io e l'orario ne da conferma effettiva.

Sottolineato ciò com'è doveroso secondo me, ti rispondo che ho difficoltà a comprendere il tuo linguaggio e che non vedo alcuna contraddizione nelle mie parole, perciò ne deduco che anche tu hai difficoltà a comprendere il mio.

Stavo solo dicendo che se non siamo capaci di dialogare fra noi su un blog allora tanto vale lasciare ogni speranza di miglioramento futuro e continuare a fare il gioco del PADRONE.

Se l'equivoco nasce sulla parola "padrone" la cambio in ...classe politica/economica/militare/religiosa...era solo per abbreviare.

manuela bellandi Commentatore certificato 08.01.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Nulla è immune.

Un film-inchiesta di Massimo Mazzucco
ACQUISTA IL DVD!

Compila il modulo di acquisto

Costi del DVD (spedizione compresa):

ITALIA: 15 euro

EUROPA: 20 euro

RESTO DEL MONDO: 25 euro

Manca la voce:======================>

P2P: Aggratis perché ometterlo?

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Hugo Kolion 08.01.07 22:28

"Forse non hai mai capito bene, o meglio,..."

Sì, hai ragione, non ho capito nulla! Non intendo criticare la tua prosa, ma essere troppo sintetici, contando troppo su un'intelligenza superlativa di chi ti deve leggere mi pare un rischio. Inoltre non avevi il limite dei 2000 caratteri che ti obbligava. Quando si vuole discutere un argomento, si dovrebbe anche fare la fatica di spendere un numero sufficiente di parole per farci comprendere, senza contare sui "super poteri" di chi ci legge.
ti prego di prendere queste mie considerazioni come uno spunto per riprendere il dialogo, per darmi la possibilità di capire ciò che intendi ed eventualmente approvare o disapprovare e discutere.

Max Stirner 08.01.07 18:01

A cosa servono oltre 2000 caratteri per dirti solo che dovresti dare un occhiata, prima nello specchio, e poi in un buon libro di storia?

Se ci sei "già" arrivato, almeno fin qui a bloggare (spero da solo e anche senza aiuti particolari), devo pur presumere un tuo minimo di massa cranica che ti permette di immaginare e poi forse anche a comprendere, almeno e anche per una sola volta, uno scenario posto al di fuori dei soliti schemi ideologici :-) o sbaglio?

Hugo Kolion 08.01.07 18:21 |
------------------------------

HEI! VIGLIACCHETTO DI UN KOLION!
Hai dimenticato questo tuo post!

Hugo Kolion 08.01.07 19:43

Se non sbaglio, le 19.43 vengono prima del mio post delle 18.01; dico bene?
Tu e quelle persone che ti fanno coro, siete così ripugnanti che non avete neppure il coraggio di presentarvi quali siete nell'anima e nella mente: dei teppisti!
Non volete essere ignorati, perché vi fate ribrezzo da soli, ma sapete avvicinarvi alla gente solo colpendola e insultandola, e poi alla reazione frignate e mentite.
Vi ho già definito feccia e non saprei che altro epito usare per definirvi, ma consiglio anche a te e a quel bugiardo di Cicerone di ignorarmi, come ha deciso Gino Serio; ottima scelta.

Max Stirner


destra ...
sinistra...
ma chi ci crede più...
pattume politico...
assolute visioni di un traguardo irraggiungibile...
la realta' è che ci tengono buoni perche' consumiamo..spendiamo...igrassiamo porci senza misura...
sapete cosa potrebbero fare circa 6 grammi di tossina del botulino e quanto facile è farla?..
ma ci assicurano proteggendoci chissà da cosa....
ma baaastaa!!!!!!!!!
riprendiamoci cio' che è nostro:la liberta' di usare il nostro cervello sapientemente.
mi scuso con tutti per lo sfogo.

alessandro tusino 08.01.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

DEFINIZIONE MODERNA:

Parlamentare(sostantivo)=colui che si fa eleggere promettendo mari e monti ed una volta in carica giustifica la sua inettitudine addossando la colpa al suo predecessore. E' animato solamente da desiderio di potere che si concretizza nell'ottenere per sè e per i suoi "clientes" privilegi, vantaggi, denaro ed autoconservazione. Guardandosi allo specchio non prova alcun rimorso etico o morale e giustifica il suo egoismo dicendosi: "tanto se non lo faccio io lo fa qualcun'altro".

Questa fede è detta anche PAR CONDICIO.
(ovvero UN PO'PER UNO IN BRACCIO ALLA MAMMA od anche FINO AD ORA HAI MANGIATO TU, ORA TOCCA A ME)

VIVA "L'ITAGLIA"!!!!!!!
VIVA "GLI ITAGLIANI"!!!!!!


Istituzioni democratiche.

Non mi piacciono gli sproloqui che vogliono far credere che i politici di oggi sono peggio di quelli di ieri. O che comunque esiste della diversità...

A loro modo sono Sì diversamente abili, perché tutto va a evolversi o involvere, a seconda dei punti di vista...

Per quanto mi riguarda tra un craxiano di vent'anni fa e un ulivista convinto e di fede...
che s'è fatto prendere di corpo e di mente...

c'è ben poca differenza...

Certo l'Ulivo è ormai cosa vecchia

ora si parla di Partito Democratico... per mettere il coperchio sulla pentola per sempre...

Ma la pentola bolle.

Disse il ravanello:

"D'Alema... dì qualcosa di sinistra!!!!"

Oggi molti futur democratici adottano come slogan... "Dì qualcosa di riformista..."

Che miseria!

Nel processo di conversione verso non si sa bene cosa... di una banalissima operazione di Falso Ideologico, Già Piccì, poi "la cosa", poi PDS... poi DS... Ormai ULIVO e domani "Democratici"...

quello che mi fa più schifo non sono i porci e tutte le loro famiglie che DOMINANO una parte della cronaca politica e dei MUri di Gomma...

Ma la cosiddetta Base...

Vulva fetida, per fortuna in estinzione, di un sistema Marcio nato solo e soltanto dallo $barco in Sicilia.

Dichiarate la Vostra Sfiducia a questo Sistema di Baldracche della politica aderendo all'Iniziativa contro i Segreti di Stato.

http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?gr7m1964&1.php

Politicamente Scorretto
Massimo Greco

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento

RESET!

Jerry Spera 08.01.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Ne abbiamo già parlato,e mi pare che fosse chiaro a tutti quanto poco i nostri rappresentanti fossero rappresentativi visto che non li abbiamo scelti ma ci sono stati imposti con liste bloccate.Ergo non a noi devono rispondere della res pubblica ma a chi li ha scelti e fatti candidare in collegi sicuri.Se il governo non propone e fa approvare una nuova legge elettorale e noi non raccogliamo le firme per un referendum,che entrambi gli schieramenti temono come il fuoco,non ce li leviamo piu' dal groppone.
Per quanto riguarda gli ex 68,devo dire che la maggior parte di quelli che ho conosciuto ha effettivamente intrapreso la strada della pubblica amministrazione sia come dipendente vero e proprio sia come politico.Restano da considerare anche quelli che hanno intrapreso una carriera giornalistica ma qui entriamo nel merito di appartenenza ed è stupido e inutile parlare di servi o di utili idioti riferendolo a persone che comunque vivono di cio' che passa la politica.
Diverso il discorso per quanto riguarda i duri e puri della lotta di classe e della lotta anticomunista,quelli per intenderci che sono stati sconfitti dallo stato ma che hanno combattuto.Loro sì che sono i veri perdenti del movimento,hanno lanciato la sfida e sono morti o in prigione.Loro sì che avrebbero tutto il diritto di sputare in faccia ai nuovi/vecchi compagni camerati,sono loro che forse piu' di tutti l'hanno presa nel didietro e ancora se la tengono.Noi giustamente protestiamo per i soprusi che viviamo quotidianamente inflittici da una gens politica che non ha nessun ritegno e che ha fatto del potere e del denaro l'unica bussola per la guida della società.TAV,depositi di gas,onde elettromagnetiche che continuamente ci attraversano il cervello,tutto alla ricerca del futuro;sono talmente idioti che non si sono resi conto che il vero biz del futuro è l'ecologia e noi arriveremo con venti anni di ritardo anche in questo.saluti.

fabio maccioni 08.01.07 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Si, veramente è il caso, dobbiamo poter revocare il mandato a chi si vanta di fare scelte IMPOPOLARI!
E' il popolo che dovrebbe fare le scelte!
E riprendiamoci questa possibilità, non è impossibile, è solo che dobbiamo combattere l'alzaimer...
ma le medicine ci sono
una è internet
la possibilità di comunicare tutti.a.tutti e di utilizzare una conoscenza che fino a questo momento sarebbe stata impossibile!
L'intelligenza collettiva è la via per arrivare alla democrazia diretta

Silvia Amato 08.01.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE....

LO FACCIAMO O NO QUESTO REFERENDUM???


UNA CLASSE POLITICA DI FALSI ED INCOMPETENTI

CACCIAMOLI COL REFERENDUM O ALMENO FACCIAMOLI TREMARE..

BEPPE!!!

R-E-F-E-R-E-N-D-U-M!!

Lorenzo Federico 08.01.07 22:09| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE BELLO O' SISTEMA!!!!!
Ormai è alla portata di tutti. La politica a scuola dalla mafia, il cittadino a scuola dalla politica, già nei ruoli istituzionali anche tra i più elementari come quello condominiale, scolastico, ospedaliero. Tutti l'hanno capito, perfino tre miserabili avvinazzati che su di un autobus, fallito un tentativo di furto, menano un disabile e tra decine di cittadini modello scendono indisturbati e se ne vanno. Oggi chi non fa arti marziali? chi non fa il body building?chi non è assolutamente FIT cioè ABILE? decine di persone su di un autobus costituirebbero un modello casuale che lo attesterebbe, si spendono milioni di euro nelle palestre per sembrare non si sa bene cosa, ma chi reagisce? un diversamente abile!!!!!!Ecco siamo così!noi totalmente abili che ben viviamo la realtà abbiamo acquisito una percezione capovolta surrealistica, muori e lascia vivere, lascia vivere loro che ti fottono e che ti puniscono se solo obbietti, il vero reato è reagire. Un sistema che attecchisce facilmente, terreno fertile e noi garantiamo l'irrigazione con la nostra indifferenza. Perchè dobbiamo aspettare le prossime elezioni? Virtualmente si può fare un'elezione ogni giorno, andiamo ai voti subito e facciamoglielo sapere, rivoluzione pacifica sulle rete, me ne fotto di Saddam, voglio giustizia a casa mia, giustizia impartita da un governo di giusti. Politici onesti vantatevi di esserlo se potete farlo, senza paura gridate al ladro ma sopratutto punite, punite, punite!!! se non lo farete non potrò far altro che considerarvi complici.

Matteucci Ranieri 08.01.07 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,sono Abru..volevo segnalarti un problema all'interno del tuo sito..è da qualche giorno che cerco di visualizzare i documenti relativi all'iniziativa "ONOREVOLI WANTED" ma, ogni volta che clicco sull'icona apposita,mi compare la seguente scritta:"Si è verificato un errore durante l'elaborazione di una pagina.Si è verificato un problema durante la lettura di questo documento(20).OK?"Cliccando su ok compare successivamente:"Questo file contiene informazioni non riconosciute dal visualizzatore.Eliminare gli oggetti ulteriori?Si/NO".Cliccando sul no si torna alla scritta precedente "Si è verificato un errore..",cliccando sul si invece viene effettivamente visualzzato un documento ma quest'ultimo è bianco..non c'è assolutamente niente.Siccome non sono un tipo malizioso,ho pensato subito che questo problema l'avrei ritrovato tentando di aprire le pagine relative alle altre iniziative presenti sul tuo sito ma, "stranamente", queste ultime,sono riuscito a visulizzarle tutte al primo tentativo..io non voglio pensar male ma,vuoi vedere che..a presto..
Abru

Francesco A. Commentatore certificato 08.01.07 21:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/411.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Lotta di classe:

» Democrazia territoriale da biblog
Come ben sapete sono un fan di Beppe Grillo (non tanto come comico quanto come comunicatore), sebbene a volte ti faccia sentire delle fitte lancinanti allo stomaco quando ti aggiorna sulle condizioni in cui è ridotta l’Italia, a causa di quel te... [Leggi]

07.01.07 21:49

» la Germania comunista dopava i propri campioni da Fabio Sacco
Notizia shock tra le fila comuniste. La federazione olimpica tedesca di sport (Deutscher Olympischer Sportbund, DOSB,) ha raggiunto un accordo mercoledì con quattro avvocati che rappresentano 167 atleti dopati dalla Germania orientale. [Leggi]

07.01.07 22:59

» Partigiani contro Pansa: calci e pugni. da Fabio Sacco
Sempre loro, ovunque e per sempre: i comunisti violenti. In realtà, comunismo è sinonimo di violenza e sopraffazione. Ecco l'ennesimo episodio di intolleranza. Giampaolo Pansa, noto scrittore, [Leggi]

07.01.07 23:00

» 30 anni fa moriva Mao Zedong. da Fabio Sacco
Il dittatore della Cina, Mao Zedong, morì nel 1976. Come descrivere il suo operato? Lascio la parola a Jung Chang, autrice di Cigni selvatici, tr.it. TEA 2005 che ha vissuto sotto la dittatura comunista: [Leggi]

07.01.07 23:01

» Libertà di espressione e comunismo. da Fabio Sacco
Ho tra le mani Cigni selvatici (TEA, 2005) di Jung Chang, che racconta la vita della sua famiglia in Cina dall'epoca dell'occupazione giapponese. Il libro esprime senza falsi pudori ciò che alcuni cinesi pensavano della loro vita e della situazione del... [Leggi]

07.01.07 23:02

» Il comunismo di Canfora, o sulla parzialità di uno storico. da Fabio Sacco
Il libro di Luciano Canfora "La democrazia. Storia di un'ideologia" non è statopubblicato dall'editore tedesco Beck, nonostante un contratto già firmato e che il saggio sia edito in Italia da Laterza. [Leggi]

07.01.07 23:02

» Genocidi: Mao Zedong e Stalin. da Fabio Sacco
Ben peggiore è la situazione dei crimini commessi dall'URSS,in particolare sotto il potere del comunista Stalin, il quale riusci a sterminare ben 20 milioni di russi contrari alla sua idea di governo. Ineguagliabile fu tuttavia l'opera del comunista M... [Leggi]

07.01.07 23:03

» Cani da My Peluche
peluche [Leggi]

07.01.07 23:11

» Il Grillotalpa da Smemoratezze dal sottosuolo
Oggi succede che leggo questo post di Grillo. E mi preoccupo. Perché Grillo gestisce uno dei blog più letti d’Italia, diciamo tra i primi 5, e forse il più influente nella “vita reale”; e questo personaggio sembra aver perso di vis... [Leggi]

08.01.07 15:38

» Carta d'intenti, diritti e valori da comprendere e difendere da Giuseppe Carpentieri
mi accontenterei di difendere ciò che è scritto nella nostra Costituzione, come inizio e poi cambiare qualcosina, in qualche articolo più avanti 1. L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo,... [Leggi]

10.01.07 11:42

» La vera novita' politica : Democrazia Diretta e Partecipativa da Giuseppe Carpentieri
Perché la Democrazia Diretta? La pessima gestione amministrativa basata sulla delega del cittadino che compie ogni 5 anni, col voto, ha prodotto danni al patrimonio economico dello Stato e corruzione diffusa. Ricordiamoci del crack Parlamat, Cirio di... [Leggi]

10.01.07 11:49