Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un Paese a sovranità limitata


Vicenza.jpg

Dal 1945 l’Italia è una Nazione a sovranità limitata. Dopo il piano Marshall sono arrivate le basi Nato. Più Usa che Nato. Prima c’era l’Urss, adesso il terrorismo islamico, domani il pericolo giallo e dopodomani sicuramente qualcos’altro. Invece di smantellare le basi, si allargano. In Italia non abbiamo le centrali nucleari. In compenso ospitiamo bombe nucleari a Ghedi Torre e a Aviano. E sommergibili nucleari alla Maddalena in Sardegna. Circa 30.000 tra militari e civili americani. Bisognerebbe informarli che qui il pericolo comunista non c’è più. Che in Italia non c’è stato un solo attentato islamico nonostante la loro presenza. Che Togliatti è scomparso da molti anni. Perchè questa occupazione? Il nostro esercito non è sufficiente? L’Italia non può rimanere in eterno la portaerei degli Stati Uniti nel Mediterraneo. 62 anni di permanenza sono sufficienti per aver perso la guerra.
Invece di smantellare ci si allarga. A Vicenza si vuole raddoppiare la base. La città non li vuole. I politici li vogliono. Il sindaco li vuole. E’ sempre il solito teatrino. Qui non si tratta più di politica di sinistra o di destra. Si tratta di sovranità nazionale. Padroni a casa nostra. Senza agenti della Cia che si muovono come in un saloon. Senza diventare un obiettivo sensibile per attentati.
------> NON PERDETE QUESTO VIDEO

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°02-vol2
del 15 Gennaio 2007

16 Gen 2007, 19:36 | Scrivi | Commenti (2258) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sono molto contento che qualcuno prenda in considerazione tutti i problemi che la base ha portato a Vicenza.E anche i vantaggi.Se avete bisogno di informazioni su quello che succede a Vicenza trovate tutto sui siti dell'informazione del comune. Io li trovo molto utili. Andate avanti così!!
http://www.informagiovani.vi.it/
http://www.informacitta.vi.it/

Saturnino farandola 16.02.08 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Le basi militari e la collaborazione USA sono una enorme risorsa per l'Italia, in termini di indotto economico, e sostegno nel contrastare i nemici della Civiltà e Cultura Occidentale. Meglio concedere agli americani di poter usufruire del nostro territorio, che ai musulmani, i quali già ci stanno invadendo moltiplicandosi a dismisura, e con assoluta prepotenza infangano la nostra ricchezza culturale, ingrati dell'accoglienza e dei diritti riconosciuti.

Clemente Mastella 13.10.07 17:32| 
 |
Rispondi al commento

una sola domanda :secondo voi qual'è il male peggiore dell'italia: l'eterna ed inaffondabile oligarchia? l'ignoranza degli italiani sul significato della parola oligarchia? o la sterile superbia e saccenza di certi italiani ( ad esempio il sottoscritto)? p.s: mi rendo conto che è una stupidaggine ma non volevo mancare all'appuntamento di poter dire la mia!

salvatore leone 25.02.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

rieccomi...ma che fine hai fatto Sig. Grillo è da molto che non ci sono aggiornamenti sul blog....
a parte questo sono molto contento di stare ogni tanto qui con gente che vuole guardare in faccia la Vera realtà....chi mi conosce e tre mesi circa che sono al nord e nonostante le tante difficoltà mi sto impegnando per riuscire in questa vita e cercare di fare qualcosa di utile per migliorare nel mio piccolo la società....certo avessi appoggi morali ed economici sarebbe più tranquilla la cosa ma si vede che devo farcela da solo per ora....comunque riguardo a tutti questi discorsi che si fanno qui dentro....senza organizzazione e unione da soli non si va da nessuna parte...e dobbiamo sempre meditare sul passato che è la storia ripresentata sul presente.... quindi se solo incominciassimo a unirci con genuinuità semplicità e serietà potremmo accelerare i tempi per migliorare la società....un grande sistema è costruire un azienda e farla diventare grande cosicchè da essere d esempio a tutti gli altri...creare una società seria di qualità e di crescita per chiunque voglia entrarci...io sono partito per questo per accellerare i tempi....leggo moltissimo e sto imparando tutti i punti deboli per non perdere tempo e raggiungere al più presto gli obiettivi e quindi chiunque ha dei soldi e non vuole investirli in banca senza sapere in cosa vengono investiti e dove....può farlo con me...ovviamente dopo esserci conosciuti per bene....questa è la mia email : lombardo_alessandro1@virgilio.it
e ricordiamoci : l italia è ferma perchè non si crede più nel prossimo spero di farvi ricredere e fare qualcosa di concreto al più presto...insieme ovviamente

alessandro lombardo 21.02.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento

grande Dal Molin!

stefano m. Commentatore certificato 16.02.07 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è la seconda volta che scrivo nel tuo blog,innanzi tutto mi complimento con te per il coraggio che dimostri nell'esternare il tuo pensiero, e il modo che hai per coinvolgere la gente nel tuo blog..certo con argomenti che interessano tutti noi personalmente, e che ci toccano veramente da vicino.
Riguardo l'argomento "l'Italia è una nazione a sovranità limitata" son pienamente d'accordo con tè, son d'accordo che i comunisti non esistono più, son d'accordo con tè che le basi N.A.T.O non avrebbero più modo di esistere qua in Italia, però, visto che anche io seguo il tuo sistema di informazione.....(non controinformazione) ma seguo il sistema di andare a cercarmi le informazioni dove credo che siano più veritiere, e sopratutto quelle che interessano a me, senza farmi riempire la testa dai vari telegiornali della RAI, MEDIASET, ecc..... le cerco in rete e le trovo ben volentieri anche nel tuo blog.
Visto che di informazione stò parlando..ne vorrei una da te,di informazione,: ma... l'Italia nella seconda guerra mondiale, ha vinto o perso la guerra..??
chi è venuto a liberarci..??
non è che son venuti anche gli americani..??
io credo che se son venuti, non son venuti per compassione..ma credo che siano venuti come son andati a liberare il Quwait. Cioè...lì c'è il petrolio...(e anche di ottima qualità),..quà in Italia chiaramente il petrolio è pchino, ma L'Italia ha una posizione geografica, che l'America non solo ci avrebbe messo su solo le sue basi militari...ma l'avrebbe voluta tutta per sè. Magari l'avrebbe chiamata "Stati uniti d'Italia Americani"...
Non è ch magari vorresti gentilmente illuminarmi in proposito..??
Grazie di tutto beppe..ti voglio bene...un abbraccione forte...!!!
Gabriele...S.Teodoro (NU)

Enna Gabriele 06.02.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Voglio esprimere tutta la stima e l'affetto per un uomo prima di tutto, un politico e soprattutto un ITALIANO che dovrebbe far scuola ad una classe politica che, senza alcun diritto e senza ormai più alcuna credibilità siede in parlamento. Con un intervento ricco di passione e contenuti ha difeso Vicenza e l'Italia, divenuta ormai una repubblica neanche più sovrana a casa propria, ma vittima di ex governanti di destra pronti a barattare un paese per ragioni esclusivamente serviliste, e di governanti di "sinistra" incapaci di passare oltre un trattato vecchio 50 anni e oltre il segreto di Stato che lo protegge! Ovviamente mi riferisco al prof.Emilio Franzina rappresentante dell'opposizione nel comune di Vicenza

Francesco S. Commentatore certificato 29.01.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per quanto mi costi evidenziarlo,il far parte di un accordo significa anche rispettarne le regole,anche quando ciò significa andare contro i sentimenti dei cittadini.
In seconda analisi poi c'è da dire che l'ampliamento,anche se accordato dal precedente governo,è stato deciso dallo Stato Italiano tramite i suoi rappresentanti.
Io l'ho interpretato come l'accordo tra due società,ora quando una delle società viene meno ad un accordo incorre in una sanzione.
Per valutare al meglio si dovrebbe conoscere quella penale.

hermes schiavella 29.01.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 28.01.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

MA gli USA non hanno più bisogno delle armi e degli eserciti. Quelli servono solo a far fare soldi alla relativa lobby.
Gli USA ci hanno già invaso: commercialmente.
E la loro invasione continua.

Tutte le volte che sentiamo un bisogno che 50 anni fa non si sentiva e neppure si immaginava e si stava bene lo stesso, è un segno dell'invasione che abbiamo subito. Ci hanno invaso commercialmente perchè avevano bisogno di sempre più consumatori. E noi ormai siamo clienti assodati. Ora le nuove conquiste sono i mercati del terzo mondo. Non si tirano bombe ma si abbattono comunque dei muri.

Lavatevi con CAMAY.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 27.01.07 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma nessuno sa che queste basi di occupazione americana LE PAGHIAMO NOI!!!!!

Francesco Di Paolo 25.01.07 20:03| 
 |
Rispondi al commento

...In seguito all'attacco terroristico al World Trade Center, avvenuto l'11 settembre 2001, gli Stati Uniti hanno esteso la cosiddetta lotta al terrorismo oltre i confini nazionali, ingaggiando guerra in Afghanistan contro i talebani e in seguito in Iraq contro la dittatura di Saddam Hussein e i suoi sostenitori iracheni."
E' inevitabile che gli usa siano protagonitsti della politica internazionale.
L'Europa dovrebbe prendersi le proprie responsabilità come affermava Hugo. Sull'adesione della Turchia si è parlato e si parla molto anche qui nel blog, e personalmente mi trovo più che daccordo. E per quanto rigurda Israele? Non dovrebbe far parte dell'Europa?

4/4

Ps :Ciao Hugo. Voglio la C1!


il processo di integrazione politica Europea è in pieno svolgimento, diceva bene Beppe quando affermava "l'Europa non esiste"...ancora. Piantiamola con la superiorità morale: se la politica è attuazione di teorie di diritto e di morale dovremmo tacere per quello che abbiamo combinato.
Da wikipedia:
"L'origine della nazione statunitense risale alla Dichiarazione di Indipendenza delle 13 colonie britanniche, che nel 1776 si proclamarono libere e indipendenti, dopo aver convenuto a formare una federazione fra loro.
La struttura politica originale (1777) era una confederazione, ratificata successivamente nel 1781 con il nome di Articoli della Confederazione. Dopo un lungo dibattito, questi vennero sostituiti dalla Costituzione, nel 1789, di un governo federale più centralizzato.
Durante il diciannovesimo secolo si sono aggiunti molti nuovi stati ai 13 fondatori e i confini della nascente nazione si sono estesi per tutto il Nord America, acquisendo anche un certo numero di possedimenti oltreoceano. Nel 1812 gli Stati Uniti tentarono, senza riuscirci, di prendere il controllo del Canada (Guerra Anglo-americana) mentre nel 1848 una vittoriosa guerra contro il Messico portó alla annessione della California e del New Mexico. Due esperienze traumatiche importanti per la nazione furono la guerra di secessione americana (1861-65) e la Grande Depressione degli anni trenta.
Ai primi del Novecento gli Stati Uniti d'America si imposero come potenza economica mondiale dominante, arrivando a ricoprire (PRIMA dell'inizio della II guerra mondiale) all'incirca il 50% della produzione mondiale. Dopo la conclusione della seconda guerra mondiale (1945), stante l'importanza del ruolo che vi avevano avuto, divennero la principale potenza mondiale anche dal punto di vista politico, insieme all'U.R.S.S, assumendo poi la posizione di guida delle potenze capitalistiche durante la Guerra Fredda. La loro posizione si è ulteriormente rafforzata col crollo della rivale Unione Sovietica . 3/4

ijimiaz galir 25.01.07 18:38| 
 |
Rispondi al commento

-> 2 maggio 1998 (Bruxelles): approvazione dei paesi partecipanti all'unione economica e monetaria e nomina dei vertici della BCE
-> 1 gennaio 1999: entrata in vigore dell'euro come moneta ufficiale dell'Unione europea (11 paesi la Grecia aderirà il 1 gennaio 2001)
-> 10 - 11 dicembre 1999 (Helsinki): definizione delle tappe del processo di allargamento: sono interessati i sei paesi già indicati in Agenda 2000 (Slovenia, Repubblica Ceca, Ungheria, Estonia, Polonia, Cipro), più altri 6 paesi (Slovacchia, Romania, Bulgaria, Lettonia, Lituania, Malta) e la Turchia (accattazione della candidatura sotto tre condizioni)
-> 1 gennaio 2002: inizio circolazione dell'euro come moneta corrente in 12 paesi membri
-> 12 - 13 dicembre 2002 (Copenhagen): chiusura dei negoziati di adesione con 10 paesi (Cipro, Rep. Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia Slovacchia, Slovenia) e fissazione definitica della data di adesione al 1 maggio 2004; indicazione del 2007 come possibile anno della adesione di Bulgaria e Romania; decisione di valutare nel dicembre del 2004 il soddisfcimento da parte della Turchia delle condizioni di natura politica richieste.
-> 1 maggio 2004: data ufficiale di allargamento ai 10 nuovi paesi
->10 - 13 giugno 2004: elezione del primo parlamento europeo a 25 paesi
->29 ottobre 2004 (Roma): firma del Trattato Costituzionale europeo da parte dei 25 paesi membri (con entrata in vigore nel 2009: ???)
->17 dicembre 2004 (Bruxelles): accordo per l'avvio dei negoziati per l'adesione della Turchia nell'ottobre 2005
->3 ottobre 2005: decisione di avviare i negoziati di adesione con la Turchia, ma con adesioene non prima del 2014, sottoposta a varie condizioni e con processo dall'esito non scontato; accettazione della Croazia come paese candidato all'adesione (il 17 dicembre 2005 per la FYROM-Macedonia)
->26 settembre 2006 come data di adesione di Bulgria e Romania
2/4


Una semplice considerazione...
->18 aprile 1951 (Parigi): firma del trattato istitutivo della Ceca (Comunità europea del carbone e dell'acciaio) da parte di sei paesi (Francia, Germania, Italia, Beglio, Paesi Bassi, Lussemburgo
->25 marzo 1957 (Roma): firma dei trattati istitutivi della Cee (Comunità Economica Europea) e della Ceea (Comunità europea dell'energia atomica o Euratom) da parte degli stessi sei paesi
->1 luglio1968: entrata in vigore dell'unione doganale fra i paesi della Cee
->1 gennaio 1973: adesione di Gran Bretagna, Irlanda e Danimarca (Cee a 9 paesi)
->13 marzo 1979: entrata in vigore del sistema monetario europeo (Sme)
->7 - 10 giugno 1979: entrata in vigore dello Sme
->1 gennaio 1981 adesione della Gracia (Cee a 10 paesi)
->1 gennaio 1986: adesione di Spagna e Portogallo (Cee a 12 paesi)
->17 e 28 Febbraio 1986 (Lussembrgo e L'Aia): firma dell'atto unico europeo (modalità e tappe per la realizzazione del mercato unico): entrata in vigore il 1 novembre 1992 (Cee -> Ce)
-> 7 febbraio 1992 (Maastricht): firma del trattato istituitivo dell'unione europea (presupposti e tappe per l'unione economica e monetaria e prospettive per l'Unione politica): entrata in vigore il 1 novembre 1992 (Ce -> Ue)
->1 gennaio 1993: entrata in vigore del Mercato unico europeo
-> 1 gennaio 1995: adesione di Austria, Svezia e Finlandia (e mancata adesione della Norvegia) Ue a 15 paesi
-> 26 marzo 1995: entrata in vigore dell'accordo di Shengen per la libera circolazione delle persone (8 paesi, l'Italia aderirà il 26 ottobre 1997 ed il 1 aprile del1998)
->13 - 14 dicembre 1996 (Dublino): approvazione del Patto di stabilità per il mantenimento dell'equilibrio finanziario nei paesi membri anche dopo l'adozione della moneta unica.
->luglio 1997: presentazione da parte della commissione Europea del documento Agenda 2000, con le strategie per il rafforzamento e l'allargamento dell'Unione a nuovi paesi nei primi anni del terzo millennio
1/4

ijimiaz galir 25.01.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento

vi state interrogando su quesiti poco rilevanti. Perché non parliamo del nuovo sistema socio economico che sta prendendo vita in europa? Parlo dell' USE ... UNIONE SOVIETICA EUROPEA!
Dalla moneta unica all'esercito unico, dal blocco anti americano agli interessi "comuni" internazionali, dalla spietata gestione della cosa pubblica al graduale appiattimento culturale ed economico. Vi preoccupate della nascita di una base onu, americana, o cosa, e non vedete la trave piantataci nell'occhio dai nostri politici: UNA BELLA GRANDE RISSOSA UNIONE DI FENOMENI!!!

Francesco Morra (reporter rai) Commentatore certificato 25.01.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento

@ diego meneghini
"Favorevole perche' e' un ampliamento e gli americani a Vicenza non hanno mai creato problemi..... sempre meglio di via Cricoli o del campo nomadi dell'albera..."

ma smettila con questi paragoni assurdi fra americani e rom!!!!!!!!con certe persone si cade sempre nella più profonda ignoranza!!
allora vatti a dare un'occhiata a chi sta al di sopra nello sfruttamento della prostituzione...o ancora delle rapine in villa...vatti a fare na ricerca per vedere che 1 su 2 al di sopra ci sta l'imprenditore italiano (o il mafioso di turno) che manda a fare il lavoro sporco all'extracomunitario perchè non vuole sporcarsi le mani!vatti a vedere cosa succede nei cpt(centri di permanenza temporanea, te lo specifico che non si sa mai...), dove vanno a finire metà degli extracomunitari che arrivano nei barconi una volta giunti nei cpt e vatti a vedere anche come e quanto e a chi hanno pagato per venire qua questi signori...vai vai a farti un pò di cultura, che poi ne riparliamo ok?

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 25.01.07 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari Diego e Fabio

io sono vicentino e sono assolutamente contrario alla base americana.

Cose ci dite del contributo del 41% a carico dei contribuenti ITALIANI per le spese di mantenimento (alzato dal governo berlusca (prima era del 37%) nella finanziaria del 2004)? E dei 2,114 milioni di metri cubi di gas e dei 30,59 Mwh di elettricità stimati di consumo alla nuova base?

Per ora piove ancora abbastanza ma nei prossimi anni pioverà sempre meno (potete contestare anche questo?) e l'acqua sarà un bene preziosissimo.

Avete visto le foto dei bambini iracheni e afgani ammazzati dalle bombe dei ragazzotti che partono da qui? Se queste scene non vi colpiscono allora siete senza cuore.

Opporsi a questo penso sia un dovere primario di tutti e non riesco a capire come possiate essere così miopi.


Favorevole perche' e' un ampliamento e gli americani a Vicenza non hanno mai creato problemi..... sempre meglio di via Cricoli o del campo nomadi dell'albera dove si vedono parcheggiate 5 bmw serie 7 e nessuno lavora.... chissa' cosa fanno... giocano al lotto forse..... ogni tanto pero' li prendono a Padova o a Verona o a Milano che andavano a chiedere un prestito in banca ..... oppure gli extra di v.le Milano e limitrofe......oppure passate a guardare le signorine sulla s.r.11 verso Verona ( forse qualcuno le sfrutta o no ?).... fatalita' le zone dove ci sono gli americani sono tranquille chissa come mai .....una donna passa tranquilla in v.le della Pace un po' meno tranquilla in v.le Milano.....

Diego Meneghini 24.01.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Favorevole perche' e' un ampliamento e gli americani a Vicenza non hanno mai creato problemi..... sempre meglio di via Cricoli o del campo nomadi dell'albera dove si vedono parcheggiate 5 bmw serie 7 e nessuno lavora.... chissa' cosa fanno... giocano al lotto forse..... ogni tanto pero' li prendono a Padova o a Verona o a Milano che andavano a chiedere un prestito in banca ..... oppure gli extra di v.le Milano e limitrofe......oppure passate a guardare le signorine sulla s.r.11 verso Verona ( forse qualcuno le sfrutta o no ?).... fatalita' le zone dove ci sono gli americani sono tranquille chissa come mai .....una donna passa tranquilla in v.le della Pace un po' meno tranquilla in v.le Milano.....

Diego Meneghini 24.01.07 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Saro molto sintetico.... abito a vicenza e dico SI ALL'AMPLIAMENTO!!! per due motivi:
1) Nuovi posti di lavoro
2) Non penso che la nuova base sara una minaccia per vicenza anzi sara un rilancio economico per la citta!!! tutti voi che scrivete contro compresi!!
3)Gli aerporti in generale che siano militari o civili portano soldi e posti di lavoro (vedi aeroporto di venezia) e questo nessuno l'ha ancora capito purtroppo!!!

fabio de lorenzi 24.01.07 22:56| 
 |
Rispondi al commento

La costruzione della nuova base è prevista a meno di due chilometri dalla basilica palladiana (pieno centro storico)... voi credete che l'attuale pista del Dal Molin non verrà usata dai soldati per far partire i loro caccia che sfrecceranno sopra la basilica? Io non credo a quello che finora hanno garantito, ossia che caricheranno i soldati nelle camionette per dirigersi ad Aviano dove li aspettano gli aerei... avete presente la tangenziale di Mestre cos'è durante il giorno? pensate che i comandanti in Friuli stiano ad aspettare le loro truppe bloccate nel traffico? Io no.

Inoltre, la nuova base consumerà tanta acqua quanta quella di cui hanno bisogno 30 mila cittadini, costerà ai contribuenti milioni di euro (il 41% delle spese di mantenimento delle basi militari Usa nel nostro territorio è coperto dallo Stato Italiano).

A questo aggiungerei una nota sul fattore sociale, che mi pare emerga meno degli altri in tutto il dibattito sulla stampa: non sono pochi i casi di violenza e di pestaggi da parte di soldati americani di rientro da missioni in Iraq e lasciati in congedo senza sostegno o terapie di recupero.

Alcuni episodi:
IL GAZZETTINO (Vicenza)
PARA’ TEPPISTI
Undici auto danneggiate. E’ il risultato di un raid dei sei parà della caserma Ederle tutti un po’ alticci. La notte tra sabato e domenica i militari americani hanno sfogato la loro rabbia causata dai fumi dell’alcool prendendosela con le auto parcheggiate soprattutto in via Padova. Sono stati denunciati e riportati dalla polizia militare nella caserma di viale della Pace.

Dopo l’Iraq, stupro meno grave (Fonte Il Giornale di Vicenza, 20 luglio 2004)
http://www.globalproject.info/art-7762.html

...cosa succederà se il numero dei soldati aumenta?

Per approfondire le molteplici ragioni del no (non solo politiche-pacifiste ma anche e soprattutto ambientali, urbanistiche e sociali) può essere utile consultare il dossier http://www.altravicenza.it/dossier/dalmolin.asp

ciao
elena

Elena Dalla Massara 24.01.07 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Quindi, razzismo da una parte, e dall'altra il più profondo disprezzo senza alcuna differenziazione, l'esito però è il medesimo: morte e miseria. Che nelle due popolazioni, quella tedesca e giapponese, ci fosse sempre stata molta più buona volontà che ideologia, lo dimostra per altro il dopoguerra. Una volta scomparsa l'ideologia del male assoluto, si sono ripresi alla svelta, mentre l'ideologia marxista, quella del male ma solo perché era necessario, ha lesionato l'anima non solo di chi l'ha subita, ma di intere generazioni in tutto il mondo.

Hugo Kolion 23.01.07 16:38 "

Non credo di avere l'anima lesionata. E non parlavo della buona volontà della popolazione, ma dell'idea.

Clemente Carlucci Commentatore certificato 24.01.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

@ Hugo Kolion

Allora forse sono io a non capire la tua domanda...quale altra forma politica???non sto dicendo che io sono contro, quindi sono di sinistra, mentre un altro è a favore e quindi è di destra se è questo che intendi!!!
Intendo si la cosa in ambito democratico, te l’ho detto, non sto facendo un comizio politico! Intervengo in quanto abitante vicino a Vicenza e contraria alla cosa, intervengo a chi dice che siamo tutti a favore perchè non è vero, intervengo a chi dice che se posso parlare democraticamente lo devo solo agli americani e non lo credo....intervengo perchè NON VOGLIO LA NUOVA BASE!!!!sono stata chiara adesso?

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 24.01.07 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono a conoscenza di tutti i dettagli che hyanno portato gli americani a vicenza, nè del perchè non se ne vogliono andarer via, anzi pensano di ingrandirsi, ma credo che le palle ce le abbiano già rotte abbastanza. Questa non è la loro casa ma la nostra, e in casa nostra noi siamo padroni!!Quindi se decidiamo che loro si devono levare dai coglioni, si levano dai coglioni!!Loro possono fare tutto quello che vogliono e gli altri devono subire??Ma in che mondo stiamo vivendo?!Altro che bomba atomica.Non servirebbe. Bisognerebbe mettere un po' di rispetto nel culo degli americani. Non basta la bomba atomica!!!

Andrea Cerrano Commentatore certificato 24.01.07 11:56| 
 |
Rispondi al commento

@ Hugo Kolion

Il mio discorso mi sembra molto chiaro, io non appoggio e NON VOGLIO VICINO A CASA MIA qualcuno che sfrutta gli altri popoli e uccide in nome del dio denaro!! E per me dovrebbe essere innanzitutto una questione di coscienza....(e la coscienza dovrebbe esserci sia a sinistra, quanto a destra....)vedere bambini senza gambe, senza braccia, martoriati dalle mine antiuomo, donne stuprate, oppressione, morte, torture e tutto ciò che porta una guerra inutile non può lasciare indifferenti se esiste una coscienza interiore...per questo chi continua a difendere l’operato americano a mio avviso manca di tutto ciò (e forse anche un pò di cultura in più non farebbe male), poi ovviamente è una mia democratica opinione, sicuramente non volevo farne un comizio politico!
Ciao

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 24.01.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente da fare...
per quanto possiamo criticare, urlare, scalpitare, manifestare (e lo stiamo facendo) non cambierà nulla. L'amerika ha il potere e alla fine arriveranno a distruggersi da soli.
il problema è che il mondo può ancora vivere senza di loro, ma loro si sono accorti che non è possibile il contrario e hanno paura.
la guerra è inutile. e questa frase è zuppa riscaldata.
si deve passare a un piano concreto: un disarmo mondiale!
non capisco perchè fino a questo momento l'amerika attua il disarmo e continua a fabbricare mine antiuomo, mitra, pistole e ogni genere di armi e non dimentichiamo che è in possesso della bomba h...

giovanni c. Commentatore certificato 24.01.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre l'interesse economico di pochi riesce a sopraffare il diritto civile di molti.
Parliamoci chiaro, non voglio colpevolizzare i concittadini che cercano di mantenere giustamente il loro posto di lavoro, ma desidero evidenziare la base del problema scaturito che è quello di riuscire a capire a che cosa, oggi, è "necessaria" la presenza di una base "straniera" sul territorio nazionale.
L'Italia, costituzionalmente, "ripudia la guerra quale strumento di offesa" e pertanto, le nostre FF.AA. sono state concepite e armate in maniera tale da poter difendere il nostro Stato.
Ci lamentiamo quando militari italiani vengono mandati all'estero: A fare che? spesso egoisticamente ci si domanda. Ebbene la mia domanda è la stessa: A fare che, abbiamo le basi alleate nel nostro territorio? A creare altri casi Ustica o Cermis?
Ritenendo indubbio che una base militare porta del "guadagno" alla città dove è ubicata (basta vedere nelle città dove è instaurato un Comando/Base "Italiano") potremmo ritenere più realistico che lo Stato Italiano, decidendosi di far valere il proprio diritto di "Sovranità", sloggiasse gli "stranieri" e rioccupasse il proprio territorio decentrando in esse i Comandi/Basi/Enti "italiani"(come hanno fatto gli spagnoli con la base aerea di Torrejon).
Questo non farebbe perdere posti di lavoro e, nel contempo, ci permetterebbe di risparmiare fior fiore di quattrini non dovendo ricercare nuovi siti militari e non dovendo pagare, con ulteriori tasse a nostro carico, i 360 milioni di euro che annualmente evolviamo (attraverso agi e sconti) agli "alleati" per occupare il nostro territorio.
Doppio risparmio, doppio guadagno.
Basta poco, che ce vo'

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.01.07 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Ha tutta la mia stima colui che ha nominato Craxi....
Un signore...nonostante tutto quello in cui e' stato coinvolto...nonostante lo scandalo che l'ha travolto...e' stato l'unico...L'UNICO UOMO POLITICO CON LE PALLE DAL DOPOGUERRA AD OGGI...
E IO SONO CONVINTO CHE L'EPISODIO DI SIGONELLA...E' DIVENTATO LA SUA CONDANNA...!

un socialista nazionale

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 24.01.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Pippo 64,
adesso non fare la vittima (che di persone che perdono il lavoro con famiglia a carico ce ne sono tutti i giorni e in tutto il mondo, non che non mi spiaccia sia chiaro!però neanche esagerare, c’è chi sta peggio al mondo no?) o il saputello di turno...sembra adesso che tutto il blog abbia 16 anni e tu sia l’unico adulto! E finiamola con sta storia che dobbiamo tutto all’America!la solita scusa su cui attaccarsi quando non si sa cosa dire, sempre lì cascate!direi che il nostro debito in 60 anni è più che estinto! Chi si batte contro questa base non ce l’ha con l’americano in sè (poi parlo per me) ma con una politica sbagliata portata avanti dagli USA, i colonizzatori del mondo per il petrolio...per non parlare dell’amministrazione attuale, che ha portato il mondo nell’instabilità totale, per aver cominciato una guerra assurda e inutile ingannando il mondo (o meglio utile solo alle tasche di Bush e qualche suo amico), per aver provocato migliaia e migliaia di vittime innocenti con le loro “bombe intelligenti”, per non parlare di Guantanamo e delle varie torture usate nei carceri iracheni dagli americani...(portatori di democrazia e poi torturate voi per primi???)se vuoi potrei continuare per ore...ma cosa racconti ai tuoi figli? Che lavori per delle persone che stanno facendo questo nel mondo? Nel mondo in cui LORO poi dovranno vivere? Probabilmente a te non te ne frega niente, ma allora non vuol dire che tutti gli altri sono ragazzini o persone meno intelligenti di te, solamente abbiamo coscienze profondamente diverse...Io non voglio una nuova base, non ne voglio neanche una, perchè sono contro alla guerra sempre e in ogni caso, sono contro la politica americana che si basa sulla guerra per l’oro nero e lo sfruttamento dei meno abbienti(e l’arricchimento dei soliti pochi)! E la mia non deve essere un’utopia, ma una speranza per il futuro, una speranza per me, per i miei figli e per chi verrà dopo....

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 24.01.07 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Pippo,
...finalmente sei stato chiaro...capisco le tue ragioni e ti faccio un "in bocca al lupo" per il tuo lavoro...
..permettimi di pensare, però, che chi amministrà una città, ha certamente l'obbligo di occuparsi e cercare di migliorare ogni situazione, individuale o collettiva (es. 744 persone e rispettive famiglie)...ma dovrebbe scegliere in funzione del bene comune (degli altri 109.000, per capirci)...
Vorrei precisare inoltre che nessuno ha preso l'iniziativa di chiedere la chiusura della Ederle... questa è stata una geniale pensata dei tuoi datori di lavoro che hanno ritenuto di utilizzarvi come arma di ricatto per contrastare chi era contrario alla costruzione della nuova base (non allargamento, come si dice)... mi dispiace... lo "scontro" è così avvenuto tra noi vicentini, senza che gli americani si siano spesi più di tanto nella vicenda...proprio come facevano i Romani nelle Provincie dell'Impero (perdonami la battuta). Ti saluto.

marco albera 24.01.07 10:13| 
 |
Rispondi al commento

di Diego Galli
pubblicato il 05 Gennaio 2007

Il 3 gennaio 2007, alla vigilia del suo viaggio negli Usa in qualità di presidente di turno dell'Unione europea, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha lanciato un proposta di integrazione economia tra Stati Uniti e Ue.

Al quotidiano della City, il Cancelliere ha parlato di "una partnership economica transatlantica", con l'obiettivo di creare un unico mercato per gli investitori delle due sponde dell'oceano, con regole e standard comuni su questioni come proprietà intellettuale e disposizioni finanziarie.

«I nostri sistemi economici sono basati sugli stessi valori, dobbiamo fare attenzione a non allontanarci, ma al contrario avvicinarci perché ci sono evidenti vantaggi per ambo le parti. Una maggiore armonia fra le 27 Nazioni dell'Ue e gli Stati Uniti aumenterebbe il volume degli scambi e degli investimenti. In Europa abbiamo accumulato una certa esperienza in fatto di mercato unico che potremmo applicare a livello transatlantico. Con l'aumento della globalizzazione, questa potrebbe essere una buona base per una cooperazione».

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

"...Noi viviamo se siamo e sappiamo essere “meticci”, se siamo e sappiamo essere “ogm”, se sappiamo che a volte le nostre radici stanno sui rami, che il frutto può cadere lontano dall’albero, e che noi siamo felicemente condannati ad essere -insieme- radici, albero, ramo e frutto..."

^_^

Un saluto

ijimiaz galir 24.01.07 01:52| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti coglioni.


Almeno Craxi ebbe la faccia tosta di dire una volta no agli americani, noi con sto governo beffa non siamo stati capaci di annuire al padrone americano.

Se avessi il denaro, sapete che farei, aprirei un lussuoso agriturismo in Toscana o in Umbria.... il posto è lo stesso per tutta Italia, ma fuori metterei la scritta che noi Italiani mettevamo per gli ebrei fuori dei locali

"AMERICANI VOI QUI NON SIETE BENE ACCETTI"
oppure
"QUI NON SI ACCETTANO AMERICANI"
ed ancora
" IN QUESTO LOCALE NON POSSONO ENTRARE I CANI E GLI AMERICANI, SONO ACCETTATI TUTTI GLI ALTRI"

ma quando cavolo capiremo che l'Italia non esiste più....è stata svenduta governo dopo governo....e ci stanno rincoglionendo con i soliti programmi televisivi tutti gli anni.

SPEGNETE IL TV E ANDATE IN RETE

S V E G L I A ! ! ! ! !

roberto gramolini Commentatore in marcia al V2day 24.01.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Roma 23 gen. 07
Oggi mi sono recata a fare delle analisi del sangue e delle urine con l’impegnativa del medico della mutua. Il laboratorio privato e convenzionato mi ha posto questa domanda: preferisce utilizzare l’impegnativa e pagare £ 31.00 o fare le analisi privatamente al costo di £ 26.00?
C’è qualcosa che non funziona secondo me!
Alcune persone a cui ho raccontato la mia esperienza, avevano già sentito stupiti, questo racconto.
Grazie
Fabiana Berni


VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 23.01.07 21:27| 
 |
Rispondi al commento

....e l'impatto ambientale di questa cxxxo di base dove lo mettiamo??...tanto gli USA dell'ambiente se ne sbattono gia a casa loro, poi figuriamoci da noi! P.S.: basta con i politici che si fanno comandare dagli americani guerrafondai.

davide ghirardi 23.01.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE FRANZINA FINALMENTE UN POLITICANTE CHE PARLA CON IL CUORE,GRANDIOSO FRANZINA PRESIDENTE!!!!!!!!!!!!!!!!

antonio borrelli 23.01.07 17:59| 
 |
Rispondi al commento

va bè, mi hanno tagliato il commento, comuque leggendo la risposta che ti ha dato Simone posso tranquillamente associarmi a lui, il commento era praticamente lo stesso!
i dati sono più che attendibili e il referendum, se veramente lo facessero, avrebbe una risposta: NO.
vedremo quanti saremo alla manifestazione del 17 febbraio, se 5.000 o di più......credo fermamente nella seconda.....
saluti

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 23.01.07 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Pippo,

i dati forniti dal Altravicenza li considero più che attendibili, se c'è uno studio di un ente indipensente che dimostri che non sono reali o verosimili basta solo che sia reso pubblico. Io finora non ne ho visti. Per ora la base potrebbe arricchire i fornitori di energia ma di sicuro non il cittadino e ci impoverirebbe di risorse. Se per te questo è uno scambio conveniente forse non usiamo lo stesso tipo di matematica.

La manifestazione davanti alla fiera è stata bloccata dalle forze dell'ordine prima di arrivare davanti all'entrata perchè c'era il rischio di scontri con il comitato del si che poi non si è visto. Non volevano nemmeno che la delegazione portasse il comunicato in sala stampa.

Per il referendum penso che se ci fosse stata la previsione della vittoria del si il sindaco e il governo non avrebbero esitato ad organizzarlo o pensi veramente che non lo abbiano fatto per evitarci una figura barbina?

Spero che tu non ci creda veramente a quello che scrivi.

Simone X. Commentatore certificato 23.01.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

@ PIPPO64
quanti sono i vicentini che non vogliono la base???quanti?ma stai scherzando vero?? bè guarda, te ne accorgerai molto presto......
e comunque, tanto per farti capire, alla manifestazione del 2 dicembre scorso eravamo in 20.000 e tutto questo, intendo sottolineartelo, senza una stracavolo di pubblicità, di propaganda, non ne ha parlato nessun TG, di nessun colore, di nessun partito, niente di niente!!!(anche perchè lo stesso giorno c'era la super manifestazione del nano a roma che ovviamente ombreggiava la cosa!) nemmeno sul tg3 regionale il giorno dopo non ne hanno parlato!quindi quei 20.000 puoi credermi, erano quasi tutti vicentini incazzati neri, ma avrai modo di capirlo meglio alla prossima di manifestazione, che sarà sabato 17 febbraio e mi auguro che adesso (e solo adesso perchè prima a nessuno fregava niente) che finalmente la cosa è diventata un caso nazionale si mobilitino veramente in tanti così potrai vedere con i tuoi occhi quante persone la vogliono sta base....
e poi per cortesia documentati meglio su costi, benefici e non benefici che porterà questo nuovo progetto! ho visto che qualcuno te l'ha già segnalato il sito:www.altravicenza.it vai a darci un'occhiata, ci sono tutti i documenti che vuoi, così almeno la prossima volta non dirai scemenze! (comprese le offese gratuite e razziste che hai fatto)

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 23.01.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro BEPPE,- mi piange il cuore,- che fai e fai a parlare e dire a questi 55000 milioni di PLAGIATI ( non sentono e vedono che miracoli, BALLE piu' grande di SATURNO ) perche' porta l'aureola,-non si riuscira' MAI a cambiare questi AUTOMI---come fai a far CAPIRE che dovremmo avere come massimo 250 deputati in tutto,--l'unica mia speranza e' UNA METEORITE che spazzi tutta l'italia

sergio sprecacenere 23.01.07 15:58| 
 |
Rispondi al commento

caro Pippo,

se gli americani sono così benvoluti a Vicenza e gli oppositori sono solo qualche migliaio, perchè alla manifestazione davanti alla fiera non si è presentato nessuno del fronte del si anche se avevano il permesso del prefetto (dopo loro richiesta) mentre del fronte del no c'erano centinaia di persone?

Perchè se tutti vogliono i vecentini vogliono la nuova base non concedono il referendum e lasciano decidere alla maggioranza della popolazione locale? L'esito dovrebbe essere scontato a quel che dici.

Mi dispiace per te che lavori alla base però ci sono anche altri lavori in giro. Quando è stato scoperto che l'amianto è nocivo hanno continuato a lavorarlo solo per non fare perdere il posto alle persone?

Sono state fatte delle previsioni sul consumo che avrà la nuova base e corrsponde a 2,114 milioni di mc di gas mentre quella di elettricità è di 30,54 MWh annuali (fonte:http://www.altravicenza.it/dossier/dalmolin/doc/20061201comitati01.pdf). Quando un giorno dovremo razionare le risorse energetiche perchè non ce ne saranno abbastanza per tutti pensi che i consumi della base subuiranno delle limitazioni?

Capisco che tu voglia mantenere il posto di lavoro però io fossi al tuo posto avrei già cercato qualcosaltro appena venuto a conoscenza di tutte le stragi di cui è responsabile l'esercito americano nel mondo.

Simone X. Commentatore certificato 23.01.07 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Va bene Ruini, mi hai convinto, dopo 25 anni di convivenza mi sposo, ma tu in cambio fai in modo che la base americana non venga ampliata. ok ?

Rosa Fumetto 23.01.07 15:12| 
 |
Rispondi al commento

SPERIAMO CHE A CALDOGNO PIOVA TANTO IN QUESTI GIORNI! CIAO A TUTTI

PIPPO 64 23.01.07 10:54 | Rispondi al commento |

Caro Pippo,
anch'io come te spero che a Caldogno piova, così come in tutto il nord... considerata la siccità di questo periodo...ne abbiamo proprio bisogno...
...a tal proposito... visto che anche tu sei interessato all'acqua, vorrei farti notare che la Nuova Base Americana di Vicenza consumerà (lo ha già richiesto) tanta acqua quanto ne consumerebbero in 30.000... Per non parlare del fatto che sorgerà in una zona ricca di falde acquifere... speriamo che non vengano inquinate, altrimenti chi possiamo mandare da Bush per chiedergli gentilmente di risolvere il problema?
Acqua, Aria, Spazi per la città, Sicurezza quali posizioni occupano nella tua speciale classifica, dove in testa troviamo, irraggiungibile e intoccabile, il tuo posto di lavoro?
Ti informo inoltre che nonostante Vicenza sia una città ricca, molte aziende hanno chiuso ultimamente e molti lavoratori hanno purtroppo perso il loro posto di lavoro...non mi sembra che si siano mossi in tanti in loro difesa... tu, per esempio, dove'eri?

marco albera 23.01.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Siamo dei somari che valutano secondo informazioni sbagliate e secondo valutazioni sbagliate. Più leggo che l'unica cosa che conti sono dei posti di lavoro, più mi invelenisco e maledico il giorno che sono nata italiana

Non esisteva nessun patto Berlusconi-Bush, anzi gli americani avevano dato per scontato che avremmo detto di No al 99% ed erano pronti su un altro paese. Ci hanno imbrogliato

Era già ripugnante pensare che un altro pezzo di territorio fosse svenduto ad un paese straniero quando ne abbiamo già regalati 114 (nessuno come noi!), ma la verità è anche peggiore delle illazioni:
Prodi ha deciso in 2 ore "per non scontentare la Confindustria veneta!"!!!!!!!!!!!!!
Ed essa è pronta a svendere il territorio italiano in cambio di qualche commissione edilizia e di una presunta una spartizione di 200 milioni di €!
Dunque dovremmo spendere 400 milioni di euro l'anno e dare una parte del nostro paese in cambio di 200 milioni di dollari subito (sempre che ciò sia vero) e mettere parte di una nostra città a sovranità americana! Un bell'affare davvero! Se non fosse surreale, sarebbe cretino!
Un premier cede la sovranità di uno stato che dovrfebbe proteggere e rispettare per il lucro di pochi industrialotti locali, quelli stessi che il tricolore lo metterebbero nel cesso
Gli altri parlino pure di eroismio e di sangue versato per salvare il sacro suolo della patria, noi ci facciamo i piccoli affarucci in casa e la patria ce la svendiamo, mentre i soliti rimbambiti applaudono beati
Quello che fa la solita figura di me...a è Prodi
Hanno svenduto l'Italia agli spagnoli, l'hanno svenduta ai francesi, poi l'hanno svenduta ai tedeschi, ora sono pronti a svenderla agli americani. E si deve stare anche a sentir parlare del patriottismo statunitense!
Spero solo che quando questi traditori scenderanno in piazza per l'ennesima fanfara ai caduti, il tricolore si stacchi, gli caschi in testa di picca e gliela trafori!

viviana

viviana vivarelli 23.01.07 14:31| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile...a me interessa solo la sovranità nazionale...per farti capire...non accetto che l'italia sia nella nato...tanto per farti un esempio...
A TE COME LAVORATORE...LO SO CHE NON TI CAMBIA NIENTE SE IL PADRONE E' STRANIERO O ITALIANO...
A ME COME PERSONA CHE AMA IL PROPRIO PAESE E LO VUOOLE LIBERO ED INDIPENDENTE...
BHE LA COSA STA MOLTO A CUORE
E' INUTILE...CAMBIA IL PUNTO DI VISTA...
saluti

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 23.01.07 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma allora non hai capito il senso del mio discorso...
IO DI BASI,MULTINAZIONALI, STRANIERE A CASA MIA NON NE VOGLIO...E' QUESTO IL PUNTO...PORTANO LAVORO?TI HO RISPOSTO GIA'...QUELLA GENTE CHE CI LAVORA NON LA PUOI CERTO MANDARE A CASA...SEMPLICE...TE LO RIPETO...IL NOSTRO ESERCITO PRENDERA' QUELLE BASI...IL NOSTRO IL NOSTRO E SOLTANTO IL NOSTRO


un socialista nazionale

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 23.01.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Cari Pippo64 e Gennaro, come sempre si finisce con il "cane che morde sempre lo stracciato". La questione non è basata sulla "convenienza" economica o meno (visto che è indubbio che dove c'è una base militare - italiana o straniera - la città ne procura vantaggi economici non indifferenti) ma sull'utilità dell'esistenza di "basi straniere" nel nostro territorio. In relazione al decentramento delle basi militari italiane potremmo benissimo utilizzare quelle basi (oggi degli alleati) con nostro personale il tutto risparmiando, oltre ai costi di ricerca e costruzione di nuove basi, i 360 milioni di euro che annualmente evolviamo (attraverso agi e sconti) agli "alleati" per occupare il nostro territorio. Sapete di quanto è stato ridotto il bilancio alla nostra Difesa? In compenso da un'altra tasca facciamo uscire denaro pubblico...
Meditate amici!

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Certo tu mi potrai rispondere...di quegli italiani che vi lavorano dentro cosa ne facciamo...cosa più semplice di questa?
quelle basi da americane vanno riadattate e funzionalizzate PER IL NOSTRO ESERCITO...il nostroE NON DI UNA POTENZA STRANIERE...qua non si tratta nemmeno più di antiamericanismo e pacifismo(lungi da me essere tale)...si tratta di SOVRANITA' E DIGNITA' NAZIONALE...che è un qualcosa ASSAI più importante...
GLI AMERICANI HANNO IL DIRITTO DI DIFENDERCI?
ma da chi??
INVECE TU NON CREDI CHE SE CI FOSSIMO ALLONTANATI DALLA LORO POLITICA ORA NON DOVREMMO TEMERE NIENTE E NESSUNO?
SE OGGI SIAMO IN PERICOLO(COSA TRA L'ALTRO POCO VERA)...E' PER COLPA DI CHI?
NON E' FORSE COLPA DEI NOSTRI POLITICI(TUTTI...NESSUNO ESCLUSO)
NON E' FORSE COLPA DEI PEZZI GROSSI DELL'INFORMAZIONE SIONISTA?(PAOLO MIELI,MENTANA,GAD LERNER,MIMOUM,VITTORIO FELTRI,DE BENEDETTI)
MEDITIAMO...E CERCHIAMO DI DARCI UNA MOSSA...VOI NON VI RENDETE CONTO CHE CI STANNO CHIUDENDO LENTAMENTE IN UNA CELLA...
NESSUNO SI RIBELLA,NESSUNO ATTACCA...TUTTI SONO STANCHI...NESSUNO FA NIENTE...!

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 23.01.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

CARO PIPPO...QUELLE BASI STANNO A NAPOLI E PROVINCIA DA INNUMEREVOLI ANNI...PROVASSERO ORA A FARE UNA COSA SIMILE

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 23.01.07 11:30| 
 |
Rispondi al commento

GUARDA PIPPO 64...
MI FAI DAVVERO PENA...
SE FOSSI NEI TUOI CONCITTADINI SAREI DAVVERO INCAZZATO...
MA DICO IO...SIETE UOMINI?AVETE DIGNITA'? E L'ORGOGLIO?
MI FATE SOLO PENA...SCHIAVI!

TUZZOLO GENNARO(CAMERATA NA) 23.01.07 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono veramente incazzato!
E' stato fatto tanto per abolire la leva (tanto i giovani non capiscono più il valore "Patria") a favore di Forze Armate formate con personale volontario specializzato.
Visto che stiamo rimodernizzando (anche se in maniera purtroppo limitata) il nostro sistema di difesa nazionale con nuovi carri armati, navi e aerei e visto che costituzionalmente l'Italia "ripudia la guerra come strumento di offesa": A che servono delle basi "straniere" sul nostro territorio? A difenderci da chi? Dal terrorismo? Per quello basta un buon sistema di polizia e di prevenzione.
Da un articolo, apparso su un quotidiano metropolitano, ho appreso che addirittura paghiamo le loro tasse, affitti, acquisti di terreni. Ma ci rendiamo conto? I militari italiani non riescono ad avere un alloggio di servizio ed intanto lo Stato paga l'alloggio ai militari alleati nelle città occupate?
Non solo: nel caso in cui si decidessero a lasciare l'Italia, lo Stato dovrebbe addirittura pagare delle indennità per le "migliorie" apportate dalla loro presenza... E i rifiuti e le scorie lasciati che cosa ne facciamo? E delle bombe rimaste in fondo all'Adriatico durante il conflitto nella ex Iugoslavia?
Tutto ciò non considerando che avere una base "Alleata" sul nostro territorio può significare anche esporre le città ove sorgono tali basi a possibilità di attentati da parte di coloro che "non amano", come noi, gli americani bushniani elargitori di democrazia bellica.

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.07 09:08| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 22.01.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento

ti correggo...terza guerra fredda...
la prima iniziò nel dopoguerra e finì nel 68
la seconda dal 79 all'89in mezzo la grande distensione...
ed ora...
sotto con la terza...
MA PURTROPPO LE MERDE CHE CI COMANDANO GIA' SONO AMPIAMENTE SCHIERATE DALLA PARTE SBAGLIATA
saluti

un socialista nazionale

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 22.01.07 23:30| 
 |
Rispondi al commento

siamo in piena seconda guerra fredda....

(ANSA)-MOSCA,22 GEN-'Un'evidente minaccia' per la Russia:cosi' il gen. Popovkin ha definito la possibile installazione di sistemi antimissilistico Usa in Europa. 'La dislocazione di una stazione radar nella Repubblica ceca e di una postazione antimissilistica in Polonia sono una evidente minaccia per noi'', ha dichiarato il comandante delle forze spaziali russe aggiungendo che ''si stenta a credere che la traiettoria dei missili nordcoreani e iraniani passi attraverso la Polonia e la Repubblica Ceca''.

Se l'allargamento della base di Vicenza è da inserire in questo contesto allora c'è da spaventatsi....una nave ce l'hanno incendiata(moby prince), un aereo ce l'hanno abbattuto(ustica) cominciamo a prepararci a qualche altro disastro...!!!!!!!

Giuseppe Volpe 22.01.07 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio a tutti di dare un segno concreto firmando la petizione al sito http://www.petitiononline.com/vicenza/ o cliccando sul mio nome!!

Leonardo Dal Zovo 22.01.07 23:08| 
 |
Rispondi al commento

E'vero...in principio fu il tanto decantato De Gasperi a "VENDERCI"...ed in principio sia destra storica(msi) e sinistra(forse un pò di meno) erano nettamente antiatlantiche...poi passano gli anni
la destra storica SI VENDE ATTRATTA DALL'ODOR DEL POTER(AN) e la stessa linea segue quella che una volta si chiamava sinistra...
Risultato?
15 partiti politici CHE LA PENSANO ALLO STESSISSIMO MODO SU QUASI TUTTI...DIVISI SOLO DA RIVALITA'DOGMATICHE E RANCORI,VERI O FINTI CHE SIANO,PERSONALI...
POLITICA IN ITALIA?
COS'E' LA POLITICA?
COS'E' L'ITALIA?
CHI FA LA POLITICA IN ITALIA?
I SIONISTI?
GLI USA?
L'ALTA FINANZA?
I BANCHIERI?
MI RACCOMANDO...CONTINUATE A DARE IL VOSTRO SACRO VOTO A QUESTE LURIDE PERSONE...
I TEMPI CAMBIANO...LE MENTI SI APPIATTISCONO...LE OSSA SI ATROFIZZANO...I CERVELLI ARRUGINISCONO
IL POPOLO HA PERSO LA VOGLIA DI LOTTARE


UN SOCIALISTA NAZIONALE

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 22.01.07 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Non scherziamo dai,l'Italia agli italiani ok?
Purtroppo è un miraggio,prego ringraziare quel ladro di De Gasperi,dalle elezioni truffa del '48 abbiamo regalato il nostro Stato a persone scoperte a dondolarsi sugli alberi nel 1492,quando da noi si RISORGEVA.
Sarei più contento se certi discorsi si facessero da Vespa o Mentana ma saranno troppo impegnati l'uno con la trentottesima puntata su Cogne e l'altro con qualche velina rifarcita.
Che pena il Bel-ex-Paese

Scaramella Ugo 22.01.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè voglio gli iuessei nella mia domus:
mi fanno compagnia quando guardo un tiggì fazioso,meglio se quello di Rossella;
mi proteggono dalle rapine di tizi scuretti che parlano allhallahballhallallalla;
portano il cagnetto a fare la piscia;
mi fanno trxxxxre la loro gentile signora quando sono fuori sede;

Giorgi Dabliu 22.01.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Certo che da quando gli americani sono venuti a liberarci dai tedeschi non se ne sono piu' andati... sara' dura toglierceli dai piedi dopo tutto sto tempo...

Massimo Lotto 22.01.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Analisi giustissima la tua...Da 62 anni siamo (e la cosa che mi fa rabbia è che "nessuno" se ne rende conto)una colonia(magari troppo pesante come termine)americana...ma non mi meraviglio più di tanto...in un paese dove la gente non conta un cazzo e la politica la fanno le lobby(sionista,finanziaria,industriale,editoriale)...questo ed altro ancora deve succedere...
E PENSARE CHE "VOI" LI CHIAMASTE LIBERATORI...FATEVI UN'ANALISI DI COSCIENZA...E NON MI DITE CHE ALLORA VERAMENTE LO ERANO...PERCHE' QUANDO UN PAESE TI DA A MANGIARE(PIANO MARSHALL E PRESTITI VARI)...TI FIRMA IN PRATICA UNA CAMBIALE A VITA
ebbiba gli uessei
un socialista nazionale

TUZZOLO GENNARO(Camerata NA) 22.01.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Up per Hugo!

Anche se ho il sospetto che i tuoi post mi piacciano a causa di devianze personali.

;)

ijimiaz galir 22.01.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento

PER FARE TORNARE LA NOSTRA PENISOLA L'ITALIA CHE ERA E NON RESATARE LA LITTLE ITALY CHE è ORA...

YANKEE GO HOME!!!

max viola 22.01.07 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Come contraddirLa? forse il conflitto mondiale non fu proprio architettato da loro....ma le cosiddette forze occulte sono ben altro che una favola, questo è poco ma è sicuro!

Francesco Cabiddu 22.01.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Perche', non dovrei credere che :chi e' a trarre i maggiori benefici al termine d una guerra,ne e' quasi sicuramente l artefice ?!
Ci hanno inculcato alla nausea quasi fosse catechismo ,che la 2a guerra mondiale e' stata solo il frutto di due sole "menti malate" ,diaboliche ed entrambe europee ; per non contare il versante ad est dell europa!
Quasi quasi ci crederei,ma ormai non credo piu' ne' a tv, ne' libri ;ed i giornali buoni solo all igiene intima in casi estremi!
Se nell epoca della TiVu', internet e dei satelliti ,ci hanno fregato con la farsa dell 11 settembre ,pensate cosa possono aver fatto in epoche remote ,dove radio e giornali erano un lusso per pochi!
Insomma hanno preso un "frocetto" complessato paesaggista ,forse ebbreo, non alto e ariano ,e lo hanno trasformato in una belva sanguinaria ,quasi in contemporanea col suo collega contadinotto emiliano ,professore si, ma elementare, come tutto di lui!
Allora, "mi sia consentito" anch io , potrei!
Forse gli Usa o i suoi potenti occulti ,volendo mettere le mani sull europa ,patria degli Illuminati,e volendo passare pure per dei benefattori portatori fin d allora di pace e democrazia , hanno messo in scena tutto un conflitto mondiale !
Ed oggi? Oggi fanno la stessa cosa : favoriscono la salita al potere d un dittatore "cattivone" made in usa ,e poi quando gli serve qualcosa , vanno a fare i "missionari"!
troppo fantasioso? mai come l inverno che scompare ! Oggi questi potenti sono quasi allo scoperto! di loro sappiamo cosa hanno(le multinazionali) e cosa vogliono (il controllo globale del pianeta) e come lo vogliono (con la globalizzazione coatta)!!!
vedi su googlevideo documentari di :
David Icke e gli ILLUMINATI , Multinazionali, globalizzazione Scie Chimiche ,911, scienza negata,ecc.ecc.
sogno di non scoprire mai una cura per il cancro!
sicuramente sarebbe un rimedio: economico, efficace ,e finirei per essere ammazzato o fatto scemo !
www.guardabassi.it www.sciechimiche.org
www.cistannoammazzando.it

vittorio messina 22.01.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Quanti dei bravi signori che scrivono è vicentino?!?! NESSUNO!!! è bello parlare di politica internazionale(iraq, afghanistan,vietnam) ma qui stiamo parlando di CASA MIA. Sono 60 anni che a Vicenza c'e' la caserma Ederle e la vita è sempre stata tranquilla con gli americani,viviamo insieme come viviamo con qualsiasi altro vicino. Hanno portato molti benefici, oltre alla tecnologia che prima arriva in caserma Ederle e poi nel resto d'Italia, al pagamento di affitti di migliaia di case, alle manutenzioni, al lavoro che in generale si crea tutto intorno. Si parla tanto dell'aeroporto ma nessuno sa che se sputi per lungo copri l'intera distanza? E' così piccolo che è impossibile che aerei di medio-grandi dimensioni atterrino in quell'aeroporto, cosa volete che chissà quali armi strane arrivino a Vicenza?NON costruiscono un deposito d'armi e munizioni bensì case!Nessuno dice che con i 500.000.000 e passa di dollari che gli USA investono si costruiscono anche strade, allargano e migliorano servizi della città, ampliano e rendono moderno e tecnologico l'OSPEDALE CIVILE, vogliono costruire pure una sede distaccata di uno o due college americani....Nessuno si è mai chiesto perchè in Germania sono disposti a pagare pur di avere la caserma da loro e noi facciamo tanto casino per questo?Devono pure costruire sta maledetta caserma e chi la costruisce?Muratori,idraulici,elettricisti,..di Vicenza!!Ripeto,io da casa mia vedo la caserma e non ho mai avuto problemi con loro,se devo scegliere fra portare disoccupazione oppure creare nuovi posti di lavoro,nuove tecnologie e progresso in generale io dico SI AL DAL MOLIN!!!Se non parliamo tedesco sappiamo chi ringraziare,il cellulare,l'automobile,il pc..in generale sappiamo chi ringraziare! SVEGLIA ITALIA,CRESCI E COLLABORA CON CHI PUO' DARCI UNA MANO.
P.S.:la esimia viviana.vivarelli si informi prima di parlare perchè se mi dice che hanno protestato in 30.000 ed è da un anno che Vicenza protesta contro gli americani sono tutte bugie!!!

Michele Grass 22.01.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto le ultime discussioni su questo post ed è perfettamente legittimo difendere le proprie posizioni politiche ma così perdiamo il senso. Siamo arrivati ad un punto nel quale bisogna cambiare la direzione dello scontro da destra e sinistra e viceversa a 'dal basso verso l'alto' per non permettere a questi amministratorucoli (tutti, da destra a sinistra) di far affondare definitivamente questa nazione.

Non ci sono i soldi per le pensioni ma per le missioni militari si. Che sia forse perchè qualcuno ci guadagna? Io che non voglio la nuova base amiricana a Vicenza cosa dovrei votare? Non ho forse anch'io il diritto di essere rappresentato? Penso che ormai sia ora di non spendere neanche più i soldi per le elezioni, tanto è tutta una farsa.

La manifestazione del due dicembre a Vicenza nella quale si dice abbiano partecipato quasi trentamila persone (io non so quantificare ma eravamo davvero tantissimi) è stata volontariamente ignorata dagli organi di informazione perchè c'era quella manifestazione a Roma del partito dello psiconano che ha perfino pagato i bus e le spese perchè la gente ci andasse. Ma ci rendiamo conto che siamo lo zimbello d'Europa? A volte mi torna in mente il discorso del nano al parlamento europeo. Dopo averlo sentito avrei voluto sprofondare io per lui. Ho alcuni amici spagnoli che mi esprimono la loro solidarietà per la grave situazione in cui ci troviamo (perchè a loro l'informazione corretta arriva). A volte mi prende lo sconforto parlando con le persone che non si informano se non da mamma tv dello zio Silvio e allora mi viene da pensare che forse è proprio quello che ci meritiamo.


P.S. SABATO 17 FEBBRAIO MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE A VICENZA, CONTRO LA GUERRA E LE BASI DI GUERRA, PER LA PACE E LA GIUSTIZIA

Simone X. Commentatore certificato 22.01.07 16:12| 
 |
Rispondi al commento

"Poi, per citare di nuovo Walter Williams: "... il capitalismo viene valutato paragonandolo alle mai raggiunte utopie del socialismo e del comunismo. Qualsiasi sistema di organizzazione sociale è "detestabile" se confrontato con certe utopie, che esistono solo nell'immaginazione dei loro cultori ..."

Infine, nessuno vede dei fantasmi, non quando abbiamo ancora 3 milioni di elettori che purtroppo credono ancora in utopie assai poco pratiche a produrre una realtà positiva. Inutile menzionarti che laddove ciò non ha avuto luogo, la situazione è diversa. Ti basta pensare a Schröder, e poi chiederti perché la realtà tedesca è sempre stata più adatta a produrre progresso.

Hugo Kolion 22.01.07 09:58 "

Caro Hugo, scusa se mi intrometto nella discussione fra te e Gio D. Io sono uno di quei 3 milioni di elettori. Lo sono perchè credo che abbia ancora un senso essere comunista. Lo sono perchè sono convinto che il comunismo vero non sia un utopia, ma una pulsione irrinunciabile. Dov'è l'errore? Certo, in nome del comunismo sono stati commessi molti crimini. Ma anche in nome del cristianesimo. Pensa alle crociate, all'Inquisizione. Alle guerre di religione nel periodo della Riforma. Ma non accuserei mai il cristianesimo di essere un'idea sbagliata, ne lo etichetterei come una utoopia irrealizzabile. E' una pulsione verso la giustizia e la fratellanza. Verso l'eguaglianza realizzata e non solo enunciata. Dio ha dato la terra agli uomini... a TUTTI gli uomini. Non solo a pochi privilegiati. Omnia sunt communia. Tutto è di tutti. Marx ha detto più o meno le stesse cose! Senza l'elemento trascendentale, solo da un punto di vista materialistico, ma il succo è lo stesso.
Tutti hanno diritto di godere dei frutti del lavoro, dei frutti della terra. Il capitalismo va contro gli insegnamenti di Nostro Signore, non solo contro gli insegnamenti di Marx, di cui a qualcuno, giustamente, potrebbe non importare nulla.
OMNIA SUNT COMMUNIA!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 22.01.07 13:18| 
 |
Rispondi al commento

SI all'allargamento base:
- 300 mil di euro al comune di Vicenza..(quante cose si possono fare con una cifra così enorme?!!)
- si crea nuova occupazione,
- 2/3000 persone in più che useranno servizi forniti da cittadini vicentini,
- altre spese (come la costruzione della circonvallazione nord di Vicenza) completamente a carico degli americani,
- mantenimento di 1000 posti di lavoro di cittadini vicentini,
- recupero e sfruttamento di un area poco usata e che attualmente è solo una spesa inutile per i contribuenti..
- ce ne sarebbero altri buoni motivi..

NO all'allargamento della base:
- USA se ne vanno, bene, però:
- 1000 lavoratori a casa (+ relative famiglie da sfamare)
- esercizi commerciali+ristoranti+locali ecc.. che fin'ora hanno campato con loro, che faranno?
- svalutazione mercato immobiliare(pro e contro).
- ne servono altri?

Alberto Rabadozza 21.01.07 17:50 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

...Ma dove sono stati presi questi dati? C'è per caso un accordo sottoscritto dalle parti?
...se c'è perchè non ne pubblicchiamo i termini? Non ci farà paura la trasparenza, no?
Non saranno forse tutte palle (tanto noi italiani ormai siamo abituati!)..
...e in ogni caso, anche fosse (ma non è)..che cazzo ce ne facciamo di 300 mln al comune di Vicenza,
se perdiamo uno degli ultimi spazi cittadini per progettare il futuro (abbattiamo il centro storico per creare nuovi spazi comuni?);
se rischiamo di esaurire le nostre scorte di acqua potabile (arrivano in 3.000, ma hanno già chiesto acqua per 30.000);
se aumenterà l'inquinamento di una città che già da sola, senza l'aiuto di estranei, è ai primi posti per i livelli di polveri sottili..
...e tutto ciò per cosa...uno sconto sull'ICI, magari...
...che tristezza dover sempre valutare ogni cosa in termini economici...neanche Vicenza fosse una città del Terzo Mondo...
...ma la dignità...non esiste più?

marco albera 22.01.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI all'allargamento base:
- 300 mil di euro al comune di Vicenza..(quante cose si possono fare con una cifra così enorme?!!)
- si crea nuova occupazione,
- 2/3000 persone in più che useranno servizi forniti da cittadini vicentini,
- altre spese (come la costruzione della circonvallazione nord di Vicenza) completamente a carico degli americani,
- mantenimento di 1000 posti di lavoro di cittadini vicentini,
- recupero e sfruttamento di un area poco usata e che attualmente è solo una spesa inutile per i contribuenti..
- ce ne sarebbero altri buoni motivi..

NO all'allargamento della base:
- USA se ne vanno, bene, però:
- 1000 lavoratori a casa (+ relative famiglie da sfamare)
- esercizi commerciali+ristoranti+locali ecc.. che fin'ora hanno campato con loro, che faranno?
- svalutazione mercato immobiliare(pro e contro).
- ne servono altri?

Alberto Rabadozza 21.01.07 17:50 | Rispondi al commento |
Chiudi discussione
Discussione

...Ma dove sono stati presi questi dati? C'è per caso un accordo sottoscritto dalle parti?
...se c'è perchè non ne pubblicchiamo i termini? Non ci farà paura la trasparenza, no?
Non saranno forse tutte palle (tanto noi italiani ormai siamo abituati!)..
...e in ogni caso, anche fosse (ma non è)..che cazzo ce ne facciamo di 300 mln al comune di Vicenza,
se perdiamo uno degli ultimi spazi cittadini per progettare il futuro (abbattiamo il centro storico per creare nuovi spazi comuni?);
se rischiamo di esaurire le nostre scorte di acqua potabile (arrivano in 3.000, ma hanno già chiesto acqua per 30.000);
se aumenterà l'inquinamento di una città che già da sola, senza l'aiuto di estranei, è ai primi posti per i livelli di polveri sottili..
...e tutto ciò per cosa...uno sconto sull'ICI, magari...
...che tristezza dover sempre valutare ogni cosa in termini economici...neanche Vicenza fosse una città del Terzo Mondo...
...ma la dignità...non esiste più?

marco albera 22.01.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Quante bugie sono state scritte qui e quante ce ne hanno raccontate!
Che vergogna fra tutti!

Fino al 10 gennaio il governo ha sostenuto l'assenza di qualsiasi "accordo sottoscritto" con gli Usa in merito alla questione della base vicentina.
Il 9 il sindaco di Vicenza, dopo un incontro con l'ambasciatore Usa Spogli, dichiarava: "l'ampliamento della base, salvo miracoli, al 99% non si farà".
Il 16 gennaio di colpo Amato e il Quirinale rilasciano dichiarazioni favorevoli all'allargamento della base. Due ore dopo, anche Prodi ufficializza il si’ del governo. Il presidente degli industriali Massimo Calearo esprime grande soddisfazione: "Spogli nel ringraziare le categorie economiche vicentine per l'impegno profuso, mi ha confermato che si impegnerà direttamente a garantire... la revisione...dei dazi, l'arrivo in città di una università tecnologica, la realizzazione di una struttura ospedaliera..."
Sono questi i 30 denari? E’ il patto con Confindustria l’inderogabile patto da cui non si poteva recedere? Quante bugie ci raccontano? E che figura fanno fra tutti.
Ora Prodi non può recedere “a meno che” non riceva dal territorio una spinta contraria.

Non c'è bisogno di essere stalinisti e polpottiani per capire cosa sta succedendo alle nostre spalle, basta essere democratici!
E qui di bugiardi ne abbiamo tanti, di democratici pochi!
E di persone che difendano l'Italia e non i loro piccoli interessi ne abbiamo troppe per sentirci un paese civile!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 22.01.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

www.altravicenza.it
sabato 17 febbraio manifestazione internazionale a Vicenza contro la guerra e contro la nuova base!
continua la raccolta firme contro la base, http://www.petitiononline.com/vicenza/

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 22.01.07 11:22| 
 |
Rispondi al commento

"Sarebbe più onesto. Detto questo, almeno in una democrazia, bisogna prima cambiare le condizioni che poi permettono di fare sloggiare l'incomodo. In poche parole, uscire dalla NATO.

Niente NATO, niente patti da rispettare, ma anche zero protezione. Più semplice di così :-)

Il solo non ampliamento della base non significa in ogni caso meno affari loschi, armi nucleari e quant'altro, e nemmeno ritrovarsi di colpo con un paese migliore dell'attuale :-)

Hugo Kolion 21.01.07 16:15 "

Certo. La soluzione da proporre è proprio questa: sciogliere la NATO.
Perchè conservare un residuo della guerra fredda che, dal punto di vista strategico è più comodo per gli USA che per noi? Se è vero che andiamo verso l'Europa unita, e che l'Europa e gli USA sono concorrenti commerciali, hanno interessi strategici divergenti, hanno dottrine strategiche differenti, non vedo l'utilità della NATO.
Dovremmo costruire una forza armata europea, che risponde al parlamento europeo, senza canadesi e americani. L'Europa deve diventare un soggetto politico vero. Ed avere un esercito europeo è un passo in quella direzione. Poi l'Europa potrà discutere di alleanza militari difensive con chi vuole, USA compresi. Ma nell'autonomia che la sovranità che stiamo costruendo ci deve garantire. E con la sicurezza che le forze armate comunitarie difenderanno gli interessi strategici dell'Unione Europea e non quelli americani!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 22.01.07 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè continuate a parlare di base NATO. La Ederle non è per niente una basa NATO è una base US Army...sono cose molto diverse fra loro.

Adolfo de Luca 22.01.07 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi e' che permette tutto cio'? E perche'? Per il nostro bene??? Io non penso proprio!

Massimo Lotto 21.01.07 23:45| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 21.01.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Presupposto:
ovvio che sarebbe meglio non avere alcun tipo di esercito straniero nel nostro suolo..

MA

SI all'allargamento base:
- 300 mil di euro al comune di Vicenza..(quante cose si possono fare con una cifra così enorme?!!)
- si crea nuova occupazione,
- 2/3000 persone in più che useranno servizi forniti da cittadini vicentini,
- altre spese (come la costruzione della circonvallazione nord di Vicenza) completamente a carico degli americani,
- mantenimento di 1000 posti di lavoro di cittadini vicentini,
- recupero e sfruttamento di un area poco usata e che attualmente è solo una spesa inutile per i contribuenti..
- ce ne sarebbero altri buoni motivi..

NO all'allargamento della base:
- USA se ne vanno, bene, però:
- 1000 lavoratori a casa (+ relative famiglie da sfamare)
- esercizi commerciali+ristoranti+locali ecc.. che fin'ora hanno campato con loro, che faranno?
- svalutazione mercato immobiliare(pro e contro).
- ne servono altri?

Sono consapevole che sono tutte considerazionei economiche..ma..
ORA, SENZA FARE QUESTIONI IDEOLOGICHE CHE NON PORTANO A NULLA! COSA CONVIENE FARE PER IL BENESSERE DI NOI VICENTINI E NON PER LE BOCCHE BEN PENSANTI CHE VIVONO NELLA LUNA (a cui nulla cambia ci siano o non ci sinao gli yankee; tanto in un modo o nell'altro l'unica parte che ne subirà gli effetti è, al solito, la povera gente)

GUARDIAMO LA REALTà PRATICA OGNI TANTO!!!


Alberto Rabadozza 21.01.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sei dello stesso parere? Per quale motivo?

Hugo Kolion

Semplicemente vorrei sapre quali altre forme abbiamo scelto..ti riferisci al modello liberale savoiardo? ti riferisci al fascismo? beh, non mi risulta che l'italiano medio abbia scelto nulla responsabilmente, mai. Semplicemente, si è limitato ad assecondare i cervelli che comandavano. Sarebbe stato lo stesso penso, se al posto del fascismo, ci fossimo beccati un soviet......tutti a seguire, ma non a scegliere e capire....ha ragione la Guzzanti, sopportiamo tutto! 62 anni di cosiddetta democrazia non sono serviti poi a molto, dal puntio di vista della cultura politica...del benessere senz'altro, ma non della cultura. La democrazia non è ancora nel nostro DNA.

Francesco Cabiddu 21.01.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Bertinotti,Rizzo,Cossutta,Pegoraro Scanio,Diliberto,visto che il signor Prodi ha detto che il governo ha deciso su Vicenza,Voi dove cazzo state quando c'è da tirare fuori le palle se siete coerenti fate cadere stò governo.A parole siete contrari o la poltrona è cosi comoda che non si tocca

mauro quagliani 21.01.07 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Vedi, caro Beppe, tu dall'alto e della tua posizione economico-sociale tranquilla, riverita e solidissima, non hai problemi a pontificare sulla necessità di sgomberare la base nato da Vicenza. Dimentichi però che non è vero che non la vogliono, o meglio, che nessuno la vuole. Ci sono centinaia, forse migliaia di cittadini (di serie b forse?)che vivono dei proventi di quella base, hanno un impiego sicuro all'interno, hanno alberghi, ristoranti, locali che prosperano grazie al suo indotto. Vallo a raccontare a loro che gli americani se ne devono andare. Dopo però li mantieni tu.

andrea gherardi 21.01.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo, se il giorno per te diventa notte a piacere, o viceversa, allora le dittature in quelle zone sono paradisi della democrazia, quindi le loro donne vanno in giro in minigonna :-)Hugo Kolion

Secondo te le donne preferivano la minigonna o la casa e le famiglie?
Ma davvero ti sei bevuto la xtronxata della democrazia da esportazione o ci stai prendendo in giro?

il socialismo reale è andato a picco perché forze occulte hanno messo in giro la voce che l'esperimento ha costato la vita ad oltre 200 milioni di persone Hugo Kolion

L'Unione Sovietica è stata distrutta da una classe politica sempre più corrotta, ha Perso la Guerra Fredda, il comunismo (e il socialismo) non c'entra un beneamato, ti sei bevuto troppo berlusconio, e vedi nemici della democrazia rossi con molotov nel cappotto in ogni supermercato.
Sono i tuoi soliti argomenti, siccome le stragi sono ovunque e il male è dappertutto dobbiamo per forza sciropparcelo per l'eternità ed essere anche felici.

Paghiamo la benzina quasi il doppio? Ma non sei contento? non ti rallegri se l'arabo busca il doppio per il gregge? Sai quanto buon sociale potrà fare con queste monete? Hugo Kolion

Certo, ogni euro in più che paghi di benzina finisce dritto dritto nelle tasche di un iracheno.
Se invece di sparare citazioni riflettessi su quello che studi e leggi, anche nei blog, capiresti che è possibile esprimere dissenso nei confronti di tutte le parti che contribuiscono a questo stato delle cose.
Solo un imbecille può credere che il mondo sia diviso in americani contro arabi.
Il mondo è diviso tra chi lucra sugli stermini e chi viene sterminato.
Smetti di fare il lungimirante perchè la strada che indichi tu porta solo a una cosa: la guerra infinita per tutti. Pure per te. La democrazia non c’entra niente, è da tutt’altra parte.
Credi che per fare qualche milione in più i tuoi amiconi non raderebbero al suolo anche casa tua?

Gio D. Commentatore certificato 21.01.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Se lo dici tu sarà vero per forza.......

Francesco Cabiddu 21.01.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!Sei contro la conversione dell’Aeroporto civile Dal Molin a militare per
ospitare la 173° Brigata Usa già impegnata ad esportare democrazia in Iraq? Sul sito www.altravicenza.it è possibile mandare una petizione (via email) al governo per far capire a Prodi che non vogliamo una delle più grandi basi d’Europa ad appena 1500m (in linea d’aria) da Piazza dei Signori!
Sono state spedite più di 1000 petizioni in 24 ore!!!
Spediscila anche tu!
NIENTE BASI SULLA NOSTRA TERRA!!!

Guglielmi Marco 21.01.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Cerchiamo di fare un pò di ordine?
altrimenti il pubblico a casa non capisce!:-)
Allora: ex Jugoslavia-abbiamo lasciato che si scannassero per 7 anni senza fare praticamente nulla per impedirlo. A cosa è dovuto l'intervento NATO? magari se ne stava interessando la Russia?
Ruanda- nessuno, nessuno ha mosso un dito...a nessuno è interessato far nulla. Un milione di morti accertati ma sono certamente molto di più...ma è l'Africa..........
Iraq- guerra di aggressione basata su bugie (vedi le violazioni polacche in merito alla città di Danzica nel '39 o Ual Ual nel '35 per noi...)e diretta invece ad impadronirsi del petrolio (ma non dimentichiamo le vie di comunicazione energetica) dell'Iraq prima che ci mettessero troppo le mani russi e francesi.
Afghanistan- il fantasma del terrorismo (il terrorismo ma per cortesia!) per rovesciare un governo che (detestabile e barbaro, di certo, ma non è questo che interessa Washington) stava trattando per oleodotti e altro con Russia e Cina.
Cecenia- I russi hanno mano libera dall'inizio, perchè chi avrebbe il coraggio di rompere le scatole seriamente ala Russia? lo fanno un pò gli USA finanziando i "terroristi"
Ho semplificato in maniera esagerata e me ne scuso, ma giusto per chiarire un paio di conflittucci in corso....

Francesco Cabiddu 21.01.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che sn una persona di sinistra, vorrei chiedere ad alcuni di voi che hanno lasciato dei messaggi"rivoluzionari" in questo blog: è piu di sinistra (o se volete è piu giusto) che circa tremila persone( probabilmente altrettante famiglie) abbiano un posto di lavoro e quindi riescano a vivere dignitosamente( riuscendo anche a dare qualcosa da mangiare ai loro figli) o continuare a bruciare bandiere Usa, gridare hasta la victoria siempre, o sfilare contro qualsiasi cosa ecc. in nome di un ideale che non rinnego ma che però spesso nn fa svanire un senso di minorità ed infelicità che affligge parte del popolo quando nn riesce a sopravvivere.
Con questo nn voglio sminuire la vostra protesta che rispetto ma voglio soltanto esprimere un pensiero che ritengo giusto.
Vi ringrazio

leo fortunacca 21.01.07 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, non mi vergognno come fanno tanti, a dichiararsi di destra, ma non quella destra che vuole la politica oggi. Non sono neanche un "nostalgico", ma come te sono uno che vorrebbe vedere l'italia che non c'è più. E tra l'italia che non c'è più vorrei vedere anche gli americani fuori dal nostro paese. Ci hanno "liberato" insieme a tanta gente italiana, "i partigiani" che hanno lottato per la libertà e un loro ideale. Dopo, non avrebbero pensato di passare da una dittatura ad un'altra. Perchè questo penso degli americani. Penso a tutto quello che nel nostro amato paese è stato fatto e che nessuno ha mai avuto il coraggio di dichiarare, ne di destra ne tanto meno di sinistra. La strage del Cermis (http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_del_Cermis )e tante altre angherie non mi tirano su di morale. Voglio l'Italia con la bandiera tricolore e non l'italia a stelle e strisce. Saranno pure un grandissimo popolo come tanti dicono, ma io non ci credo.

Daniele T. Commentatore certificato 21.01.07 10:34| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 21.01.07 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Se "la scelta" e’ la connotazione dell'uomo libero, essa non puo’ ridursi a un vagolamento tra le imposizioni del vecchio, ma deve essere opzione e proposta del nuovo, deve essere innovazione, o non ne usciamo.
Non possiamo continuare a confrontare URRSS e USA cercando meriti e difetti, vecchie democrazia o vecchie dittature, dobbiamo uscire da questo schema indotto, dobbiamo innovare su entrambe e guardare oltre!
La prima condizione perche’ possa aversi un pensiero libero e’ lo sganciamento da posizioni precostituite, vecchi partiti, vecchi blocchi, vecchi schieramenti, vecchi confessionalismi.. essi sono le nostre catene.
La liberazione mentale dalle ideologie imposte e’ la condizione sine qua non da cui puo’ scatuire liberta’: cominciare a pensare in proprio.
Senza di cio’ non raggiungeremo mai nessuna autonomia, nessuna liberta’ interiore, e continueremo ad agitarci per conto terzi. Saremo sempre servi.
Resteremo come il mulo legato alla macina, e quello che macineremo continuera’ ad arricchire i forzieri di altri.
La ricchezza e’ precaria, la salute anche, le nozioni sono dimenticate, la cultura se non si rinnova muore, ma l'accensione di un pensiero critico e la bellezza di pensare liberamente sono cose per cui vale la pena di lottare. Anche se so benissimo che l’uomo che tenta di essere mentalmente libero sara’ sempre crocifisso.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.01.07 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine della guerra gli americani ci fecero una proposta che chiaramente non potemmo rifiutare,cedere una delle nostre due isole ,oppure 99anni di permanenza sul nostro paese,be' 62anni sono passati,ne mancano altri 37anni. VIVA L'ITALIA

lancerin oscar 21.01.07 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Ricevo da Mariapia e ringrazio

"Tutto mi conferma che i potenti della Terra non sbagliano "quasi" nulla e hanno vinto tutti i Nobel del cattivo operare umano. Ma mi resta un "quasi”, e dentro quel quasi, in duemila anni (meno di un secondo per il pianeta Terra), si sono infilate migliaia di formichine nel granaio dei potenti. Molte formichine sono morte, ma alcune sono riuscite a portare fuori delle bricioline: a quelle formichine darebbero volentieri il Ziclon B, ma e' troppo pericoloso per i padroni del granaio.
Mio padre era analfabeta, io ho preso il diploma alle serali, i miei parenti piu' giovani sono laureati, la liberta' e' piu' ampia, il cibo... e' troppo per me.
Nel 1963, per andare in Cecoslovacchia, ho impiegato 4 mesi per ottenere il visto. Ora si va a Praga con la carta d'identita'.
I potenti, vista l'abilita' delle formichine, stanno alzando il tiro, e da venti anni le loro nuove armi hanno messo in difficolta' le formichine distruggendo i mezzi che queste avevano approntato per entrare nel granaio.
La Selezione Darwiniana e il Divenire Umani aspettano i nuovi strumenti delle formichine.
Questa storia la racconto, ogni volta con della varianti, ai miei nipotini, e dico loro che gli strumenti stanno gia' nascendo, e le formichine sono sempre piu' attente ed esperte.
La racconto a loro e anche a me, per non perdermi. Ho gia' rischiato troppo.
Non sbaglio, guardando la storia, a vedere che gli innovatori sono presenti nella vita degli uomini in ogni tempo e sono portatori di evoluzione.
Vedo anche i lunghi medioevi della storia, ma nel buio un fiammifero......
Mi viene persino da pregare!!!!
Quando penso al peggio, mi dico che ce la giochiamo alla pari. Se il pianeta implode o esplode...via tutti.
La bella canzone dedicata ai morti di Reggio Emilia dice "teniamoci per mano in questi giorni tristi".

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.01.07 09:21| 
 |
Rispondi al commento

La piccola coscienza di molti italiani si manifesta gia’ nel fatto che sono poco sensibili ai Grandi Valori ma molto sensibili ai Piccoli Interessi.
I 774 posti persi a Vicenza o la possibilita’ di qualche commercio con gli americani contano molto di piu’ della complicita’ in stragi, della paura di essere bersaglio atomico, dell’esaurimento delle falde acquifere, della contaminazione da uranio, o del fatto, gravissimo, che pezzi di territorio siano venduti a un paese straniero o che si accetti la guerra al posto della pace per salvaguardare qualche ambigua alleanza.
Paradossalmente proprio quei leghisti che difendevano il territorio come il massimo dei loro valori sono oggi insensibili davanti alla svendita di un pezzo del Veneto, dimostrando una volta di piu’ quanto l’unica cosa che conta per loro sia solo il piccolo guadagno personale. Potrebbero mettere il dollaro sulla loro bandiera padana e sarebbe lo stesso. Tutti i loro pseudo-ideali crollano qui.
In quanto alla Destra italiana e alla sua retorica patriottarda… il Nazionalismo, il culto della bandiera e degli eroi ecc. diventano ridicoli di fronte a questo mercimonio.
Nessun rispetto puo’ avere chi non si da’ rispetto.
Sulla sinistra centrista o estrema non spendo nemmeno parole tanto e’ lo schifo.
Siamo dei servi. Lo siamo sempre stati. Ci tratteranno sempre da servi.
Nel sito che celebra il 50° anniversario dell’UE non c’e’ nemmeno la lingua italiana.
A Strasburgo e Bruxelles non esistono traduttori italiani.
Siamo gia’ morti sulla faccia del mondo, come muore ogni paese mai nato alla propria dignita'.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.01.07 09:10| 
 |
Rispondi al commento

I generali americani hanno dichiarato che le due guerre (Afghanistan e Iraq) sono state perse
False le motivazioni, sbagliata la strategia, nessun obiettivo raggiunto, né militare, né democratico. Il fallimento è totale!
La politica di Bush e del suo governo ha fallito
Non lo dice la sinistra estrema italiana, lo dicono i generali americani, lo dice la maggior parte del popolo americano. Non è una dichiarazione antiamericana, è una critica alla politica interna e internazionale di un preciso governo neocon, e ciò segna il fallimento della destra americana
Perduti, sconfitti, infilati in una via senza sbocco che mostra chiaramente che Afghanistan e Iraq sono stati due Vietnam, due paludi da cui non sanno come uscire (e questo era stato puntualmente previsto fin dall’inizio dagli stessi analisti militari!), due paludi da cui anche i democratici (che hanno ormai la maggioranza al Congresso) non sanno come uscire. Le lobbies del petrolio e delle armi hanno fatto grassi affari, la famiglia petroliera di Bush ha fatto grassi affari, anche la famiglia petroliera di bin Laden ha fatto grassi affari ma il mondo ha fatto un grande passo indietro
Riconoscere questo fallimento politico e militare
non vuol dire essere anti-americani. Vuol dire cercare di salvare l’America da ulteriori fallimenti che già si preannunciano nella decisione di Bush di mandare altri 21.500 soldati in Iraq a perpetuare la mattanza. Non è insistendo sull’errore che questo sarà sanato
Già molti cittadini statunitensi pensano che Bush sia stato il loro peggiore presidente, ma dirlo rientra nella democrazia e negarlo, come fa la Cdl o come tenta di fare persino l’Unione col suo appoggio a Vicenza, è sostenere l’errore e farsene complici

Ma gli Italiani sono gli zingari d'Europa e non possono pensare che sostenendo guerre preventive acquisteranno maggiore credibilità internazionale
Finché il basso lucro e la piccola furbizia ci domineranno non saremo degni della stima di nessu

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.01.07 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Francesco, come volevasi dimostrare :-)
K è completamente pazzo
Vuole solo aggredire e lo fa secondo una follia precisa: divide il mondo in 2 gruppi: lui che elogia ad oltranza la politica USA qualunque cosa abbia fatto / e gli stalinisti di Pol Pot che sono nemici degli USA dunque suoi (la sua identificazione è chiara). Non ci sono altre possibilità: o sei con lui o sei uno stalinista polpottiano. Già questo dichiara il livello mentale del soggetto, che è il copincolla di Giovestri (inizialmente scriveva in inglese come lui e quando appare uno scompare l'altro), ha una paranoia a senso unico, fissa e ripetitiva. Non c'è niente da fare. Così è e così resterà per sempre. Probabilmente è schizofrenico
Mi spiace per lui. Soggetti così è meglio ignorarli. Se ne resta solo contaminati. Lascialo perdere o ti porterà nel suo gorgo
Della storia non gli importa niente e nemmeno degli USA, sono solo il suo pretesto fisso per una aggressione, cerca un idealista (i no global sono i suoi preferiti) e, se quello ci casca, il blog viene ingoiato nel suo ring personale
I pazzi sono come gli scorpioni, si può solo starne alla larga

Paranoia: malattia mentale con un contenuto delirante fisso. In genere rivolto a un soggetto, gruppo o categoria proiettati su una persona vivente che si aggredice costantemente credendosene aggrediti
Il malato si identifica con qualcosa che crede potente: una star, un personaggio famoso, una figura storica, una Nazione... e attacca tutti quelli che ne considera nemici
Alla base c'è una personalità debole, squilibrata, asociale e non realizzata; l'identificazione gratifica il malato e lo fa sentire qualcuno, per cui egli vi proietta la sostanza e lo scopo della sua vita
Anche Stalin e Pol Pot probabilmente soffrirono di paranoia. Paradossalmente sono i prototipi che il malato in questione ripete come un disco fiss ponendoli come suoi antagonisti personali, la sua parte ombra. Lui "è" gli Stati uniti, tutti gli altri sono Stalin o Pol Pot

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 21.01.07 07:27| 
 |
Rispondi al commento

e vai!!!!!!!!!!

manuel ceccarelli 21.01.07 03:33| 
 |
Rispondi al commento

Chevrolet Volt in anteprima al Salone di Detroit
• La prima automobile con il sistema E-Flex

Il sistema E-Flex, capace di rendere eccezionalmente flessibile l’auto grazie all’unione di trazione elettrica, batterie, motore alimentato da un combustibile e generazione di bordo dell’elettricità, dimostra subito la sua reale fattibilità grazie al prototipo Chevrolet Volt.

Il nome del prototipo parla chiaro e rende omaggio ad Alessandro Volta, scienziato italiano inventore della pila elettrica

la batteria è agli ioni di litio non è ottenuta dall’unione di piccole batterie già oggi in commercio, ma rappresenta il primo passo verso grandi batterie al litio che saranno sul mercato a costi competitivi – secondo le proiezioni degli esperti – tra il 2010 ed il 2012.

Grazie all’unione delle tecnologie che compongono l-Flex, Chevrolet Volt può viaggiare in “solo elettrico” per oltre 65 chilometri,

Chevrolet Volt è progettata per poter essere alimentata da elettricità presa direttamente dalla rete elettrica, da benzina, oppure da E85, miscela composta da 85% di etanolo e 15% di benzina

La Chevrolet Volt è un veicolo elettrico a quattro posti alimentato a batteria, dotato di un motore a benzina per creare elettricità aggiuntiva

“La Chevrolet Volt è un nuovo tipo di veicolo elettrico che risolve il problema dell’autonomia e offre spazio per quattro-cinque passeggeri più i bagagli."

La Volt può caricarsi totalmente collegandola a una presa a 110 V per circa sei ore al giorno.

Il sistema E-flex di GM porta l’automobile verso la nuova era elettrica.
------------------------------------

Chevrolet Volt molto più di un semplice prototipo, tra 2 o 3 anni queste auto saranno in concessionaria, anche Toyota prevede per il 2009 la nuova Prius con batteria al litio.

Per conoscerla meglio clicca mio nome
Ciao

PS: se non è proprio indispensabile, forse, conviene attendere due o tre anni prima acquistare un'altra auto nuova?

marco bianchi 21.01.07 03:21| 
 |
Rispondi al commento

YANKEE GO HOME !!

P.G. 75 21.01.07 02:59| 
 |
Rispondi al commento

Francesco, lascia perdere K, di' le tue idee agli altri ma non ti appicciare con lui!
E' un troll che ha infastidito anche troppo questo blog, lo conosciamo bene
Non gli interessa la verità, la storia, la giustizia, nulla...Non ha rispetto per niente e non crede in niente, è un sacco vuoto
Gli interessa solo acchiappare qualcuno e dirgli fesserie sempre più spinte finché non lo fa incaxxare, è il suo sport preferito, avanza con una tattica precisa sempre uguale, diventando via via sempre piu' volgare e si diverte a vedere che l'altro si innervosisce sempre più. Non fare il suo gioco! Alla fine il blog diventa solo un ring con lui che tira sberle a uno solo, nessuno ci scrive più e il blog muore. L'ho visto altre volte. Così K ha raggiunto il suo scopo ed è contento. E' un guastatore nato. L'unico modo per neutralizzarlo è evitare con cura di rispondergli. Ha un grado di fetenzia piuttosto elevato e non è utile a nessuno
Tu cosi' stai facendo il tuo gioco e lui si diverte come il gatto col topo
Lascialo perdere! E' un tipo che non merita attenzione ne' rispetto!
Ce ne sono diversi di tipi cosi' che cercano solo di attaccare tanto per divertirsi, e con gli idealisti si divertono un mondo, ci vanno giu' sempre piu' pesanti, ma sono tipi vuoti, sacchi di vento, che servono solo a far perdere tempo

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

L'ISOLA DI LOHACHARA E' SCOMPARSA
10.000 PERSONE SENZA CASA

La prima isola abitata, nel Golfo del Bengala, è stata sommersa dal mare che cresce di livello. Iniziano ad avverarsi le più fosche previsioni degli scienziati. The Independent, 24 dicembre 2006

LA PROSSIMA PREDESTINATA SEMBRA ESSERE ADDIRITTURA UN'INTERA NAZIONE "L'ARCIPELAGO DI TUVALU"

--------------------
Da La Repubblica.it
Si alza il mare scompare un'isola
ROMA - Lohachara, piccola isola nella Baia del Bengala, è stata risucchiata nel gorgo dell'oceano in crescita e i suoi abitanti sono stati evacuati. È il primo lembo di terra ferma che paga il prezzo prodotto dal bombardamento di carbonio in cielo. La notizia, rimbalza dal sito del giornale inglese The Independent e segue il calvario degli isolotti già conquistati per giorni o settimane dal mare che si alza rabbioso sconvolgendo i villaggi e mettendo alla prova la sopravvivenza fisica e psicologica degli abitanti.
Il cambiamento climatico ha cominciato a mutare le carte geografiche partendo da uno dei luoghi più popolati del pianeta. Là dove il Gange e il Brahmaputra si gettano nella Baia del Bengala è sparita Lohachara, diecimila persone evacuate, la prima isola abitata risucchiata nel gorgo del mare in crescita, la prima terra pagata come "danno collaterale" prodotto dal bombardamento di carbonio in cielo.
La notizia rimbalza dal sito del giornale inglese The Independent e segue il calvario degli isolotti già conquistati per giorni o settimane dall'oceano che si alza rabbioso: non una risalita lineare, ma ondate violente che cadono come un colpo di frusta sugli atolli dell'oceano Indiano e del Pacifico sconvolgendo i villaggi, i campi, le riserve di acqua dolce.
Un'invasione che mette alla prova la sopravvivenza fisica e psicologica degli abitanti. Quanto è possibile sopportare? Quando è ora di arrendersi? Nelle isole Tuvalu l'esasperazione ha portato 12 mila abitanti a

Per conoscere meglio Tuvalu clicca il mio nome.
Ciao

matteo tocco 20.01.07 22:31| 
 |
Rispondi al commento

E' da sempre che l'America usa la politica del terrore per fare i suoi porci comodi in giro per il mondo. Siamo una piccola colonia e loro fanno quello vogliono. Vi ricordate della tragedia della funivia? Giocavano a fare i top gun e hanno causato una tragedia. Non ha pagato nessuno e i piloti sono tornati in America come se niente fosse successo. Questa e' la Democrazia del piu' forte, questo e' quello che alcuni vorrebbero per l'Italia, i forti sempre piu' forti e i poveri sempre piu' ha fondo.

roberto p. Commentatore certificato 20.01.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Amerikanos a balla chi bos bokene!
(Americani che vi ammazzino a fucilate)
titolo significativo di un pezzo del gruppo Kenze Neke....il disagio sardo verso le basi americane e in generale verso la pesantissima presenza militare è grande...e genera anche canzoni come questa, peraltro molto riuscita musicalmente!
Chi volesse informazioni sui Kenze Neke può trovare un esaustivo riassunto su Wikipedia!
buona serata a tutti!

Francesco Cabiddu 20.01.07 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Cioè, stiamo scherzando? ci si lamenta che non c'è lavoro, non girano soldi, e via dicendo e poi si dice no ad un progetto che se viene bocciato toglierà il lavoro a molte persone e che se viene approvato però porta soldi e lavoro?

bha, di questo passo non sò dove finiremo.

Fabio a 20.01.07 18:27

Ha considerato che se adesso c'è gente che lavora a Ederle continuerebbe a farlo, mentre ampliando la caserma il numero di occupati in quell'ambito aumenterebbe. Quindi non ampliarla non toglie il lavoro a nessuno, alla peggio lascia chi non ce l'ha ancora senza.
Detto questo, cosa vogliamo fare, creare un milione di posti di lavoro aprendo caserme in franchising?
Sotto! A chi più offre!
Un ottimo sistema per abbattere la disoccupazione!

g de giorgi 20.01.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

"e chi si ricorda oggi degli armeni?"
Adolf Hitler

Francesco Cabiddu 20.01.07 21:13| 
 |
Rispondi al commento

"se dici una bugia enorme e continui a ripeterla, prima o poi il popolo ci credera.."
Joseph Goebbels

Francesco Cabiddu 20.01.07 21:11| 
 |
Rispondi al commento

ma tu cosa hai fatto di speciale per non essere al loro posto? Nulla, è stato solo il caso ad avvantaggiarti, niente di più! Ti pare giusto questo? No? Allora sii almeno più equo, giusto … e c’è un solo modo per farlo: essere il più oggettivo possibile! Altresì, non solo non avrai capito più di tanto, ma non farai altro che seminare odio gratuito, poi però a sbrodarlo saranno i soliti poveracci di questa terra … di certo non quelli come te!
Hugo Kolion 20.01.07 14:35 |

Scusa ma sei in corto circuito? I tuoi argomenti fanno a pugni con le tue opinioni, te ne sei accorto? Sei tu che sostieni che fare le guerre è giusto?
Cos'è il tuo, una sorta di inevitabile fatalismo?
Siccome siamo nati in una realtà avvantaggiata è giusto che continuiamo a fare in modo che altri rimangano nel fango e nelle trincee a morire per i nostri soldi? (nostri per modo di dire)
Credere nella possibilità di un mondo senza guerre è senza dubbio utopico, ma alzare le spalle e dire "Questo è il mondo crudele, baby" lo trovi invece costruttivo?
Certo è il caso a farci venire al mondo da una parte anzichè da un'altra, ma non credo sia un buon motivo per avallare tutto il male che c'è.
La tua equità e la tua giustizia dove sono?
Nel ritenere che il male sia ovunque?
Bello sforzo, complimenti.

g. de giorgi 20.01.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

le moschee....ma per favore.......ahahahaha!

Francesco Cabiddu 20.01.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace per voi ma io sono favorevole alla base U.S.A. Insomma facciamo tante storie e invece sulle moschee che stanno crescendo come funghi nel nostro paese non diciamo nulla.

Gabriele B. 20.01.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero, la storia ha vari aspetti e molte mani che scrivono, ed è vero che Gandhi è stato ucciso da un indiano dopo l'indipendenza. Ma.... l'anglosassone utilizzava molte sfumature per esercitare il proprio potere, così come fano gli Estados Unidos

Francesco Cabiddu 20.01.07 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Amici di Vicenza voglio esprimervi la mia più profonda solidarietà e vorrei darvi anche, se posso permettermi, qualche consiglio.Io sono un giovane lucano, come migliaia di ragazzi come me (e non solo) ho partecipato alla protesta contro l'individuazione di Scanzano Jonico (MT) come sito per la costruzione del deposito unico nazionale per le scorie nucleari di 2^ e 3^ categoria.Settimane di protesta intesa hanno parmesso la cancellazione del decreto che istituiva il suddetto deposito.Se non volete che gli americani deturpino la vostra città fate come noi.Bloccate tutto.Cominciate con gli scioperi (dei lavoratori e degli studenti)incatenatevi alla base, presidiate il sito dove dovrebbe sorgere la nuova ala del complesso,passate poi a bloccare le strade le ferrovie e tutte le vie di comunicazione e vedrete in una quindicina di giorni i risultati sicuramente proficui.Dovrete però essere intrensigenti compatti e costanti nelle proteste......Vi auguro di bloccare il progetto......Cristian

Cristian Stolfi 20.01.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forse le conviene, caro lei, scendere dallo stupido saccente piedistalo dove è salito......non confonda la storia con l'odio....

Francesco Cabiddu 20.01.07 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Al signor Franzina, con ammirazione e affetto. Se fossi vicentino, sarei orgoglioso di esserlo solo perchè Lei lo è!

Francesco Cabiddu 20.01.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento

"io amo e rispetto Gesù, ma non sono cristiano. Lo diventerei se vedessi anche un solo cristiano comportarsi come lui."
Mahatma Gandhi

era più cristiano lui o lo è mr. G. Walker Bush?
riflettete predicatori di odio e di sette...

Francesco Cabiddu 20.01.07 19:00| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLA MORTE DI ALESSANDRO GAROFOLO.
VOGLIO LA VERITA' SULLE BASI IN ITALIA E SULL'URANIO IMPOVERITO!!!!!

massimiliano garofolo 20.01.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

E non mi si dica che sono antiamericano......la gente è colpevole solo di essere ignorante e superstiziosa, ma gli statunitensi non sono diversi da noi...penso che la maggior parte vorrebbe vivere in pace. Io sono antimperialista, è molto diverso!
Perchè le voci della cultura, della scienza, dell'arte degli USA non si levano alte e gridano loro, al posto dei derelitti che vivono nei camper o della gente dei ghetti? possibile che non abbiano nessuna influenza?
Se ci pensiamo non l'hanno avuto neppure nei magici '60.........ma che peccato....se il seme della ragione e della solidarietà tra gli uomini avesse prevalso...non prevale mai! perchè? perchè?

Francesco Cabiddu 20.01.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento

MA...ALLORA! Cosa veramente possiamo aspettarci da un paese il cui governo ha in passato operato il genocidio dei nativi, organizzato per "fare posto", alcuni stati del quale ancora negli anni '60 negavano idiritti civili a una parte della popolazione, in base alla RAZZA! ma dove c...o vivete? cosa avete davanti agli occhi?

Francesco Cabiddu 20.01.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Franzina UN GRANDE!!!!Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno,perchè aiutare chi servendosi della futura base andrà a bombardare civili ,sempre per errore naturalmente,in nome della democrazia!!E se voi foste sulla traiettoria di un proiettile,sempre per errore naturalmente... GLI AMERICANI DEVONO STARE A CASA LORO!!Guardate il film "OSAMA"la guerra non può essere l'unica soluzione .CIAO A TUTTI

dani m 20.01.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Simone per la tua bella lettera,
grazie Marco e Francesco! Non sapete come vi apprezzi e come illuminate questa notte di desolazione, dove le belve applaudono alla guerra e ai carnefici, attaccandosi a futili e vili pretesti! Non diversamente facevano i fascisti italiani quando elogiavano le guerre aggressive di Hitler.
Miei cari, copio tutte le vostre belle lettere
Siete voi il seme dell'unico futuro possibile!
Preparazione, cultura e soprattutto solidarietà del cuore! ciò che forma un vero uomo!

Simone chiede "Dov'è la chiesa che predica l'amore fra i popoli?"
Quella piccola e meschina Chiesa si sta disinteressando della guerra infinita, preventiva e di totale dissoluzione del mondo ed è tutta concentrata... sui PACS.. !?!? E' incredibile, ma sembra occuparsi solo di qualcosa che riguarda una percentuale piccolissima di cittadini che chiedono solo "solidarietà", non Sodoma e Gomorra, e sembra cieca, sorda e muta di fronte alla distruzione del pianeta. La cosa è talmente inconcepibile da non sembrare nemmeno vera!
Ma se le tonache (salvo eroiche eccezioni) si disinteressano della morte quando a subirla sono i popoli e non le cellule, e sono ottusamente fissati sulla piccola morale di coppia, i veri cristiani e le persone etiche sanno benissimo dove stare e sono moralmente o fisicamente accanto ai vicentini che dicono NO alla guerra e accanto a tutti coloro che rivendicano il diritto di una Nazione alla "neutralità" come rivendicano il diritto di ognuno alla "pace" e a un futuro migliore
Ma cosa ci sta succedendo? Il peggio rigurgita, il nostro paese precipita, i politici si difendono dietro l'indifendibile e i nomi che indicano valori si sono ormai screditati sulle loro labbra avizzite; anche coloro che si presentano come uomini di fede o di democrazia stanno declinando paurosamente. Stiamo andando male, molto male, malissimo, così male che se non ci fosse gente come Francesco e Marco e Simone e tanti altri ci prenderebbe la disperazione!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.movisol.org

19 gennaio 2007 – Mentre in questi giorni i media statunitensi, in particolare il Washington Post, sono pieni di articoli volti a creare il clima di sospetto nei confronti di Teheran, puntando a dare per ormai inevitabile un confronto militare con l'Iran, con l'intenzione di scoraggiare sia il Congresso che il pubblico americano a fare una seria opposizione, dall'altra parte in molti si stanno muovendo per cercare di sottrarre ai pruriti imperiali dell'Amministrazione Bush il potere, costituzionalmente dato al Congresso, di decidere la guerra.

Così la Commissione Affari Esteri del Senato e quella sulle Forze Armate USA stanno conducendo colloqui e audizioni per capire quanto la Casa Bianca sia determinata a passare all'azione.

In una di queste audizioni il Generale Joseph P. Hoar ha sottolineato come l'invio di un altro gruppo navale portaerei nel Golfo Persico (mentre le operazioni attuali in Iraq non richiedono l'uso di tanti velivoli), l'invio di missili Patriot, la nomina di un ammiraglio della Marina a capo del Comando Centrale USA, siano tutti chiari segnali dell'intenzione di attaccare a breve Teheran.
Hoar ha inoltre suggerito che solo l'annuncio di un prossimo ritiro delle truppe USA dall'Iraq manderebbe un segnale di completo cambio di rotta, aprendo la possibilità ad efficaci colloqui a livello diplomatico, dato “l'inganno, l'incompetenza e lo stupefacente fallimento dell'Amministrazione Bush nel comprendere quella regione.”

Il Generale Barry Richard McCaffrey ha da parte sua definito l'intenzione di allargare il già disastroso conflitto all'Iran “follia assoluta”, “totale insensatezza”, dal momento che ci sono 150.000 soldati americani in Iraq che dipendono da linee di rifornimento che si estendono per 400 chilometri, in un territorio ad assoluta maggioranza sciita. McCaffrey ha aggiunto che, se questi piani andranno avanti, essi saranno “il più grande errore di pensiero strategico dalla fine della seconda guerra mondiale.”

Francesco Cabiddu 20.01.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento

A Vicenza è un anno che si fanno manifestazioni contro quella che vuole essere la più grande base militare USA in Europa, con 4.500 paracadutisti e un muro alto 20 metri che non permette di vedere cosa avviene dentro
Ora, non tutti possono o vogliono scendere in piazza. I motivi sono tanti (età, salute, lavoro, non abitudine..), per questo i manifestanti sono sempre una piccola percentuale del totale
Eppure, a Vicenza, c'è stata una manifestazione di 30.000 persone (ben prima di questa di 3.000 studenti). Vicenza conta 100.000 abitanti
La percentuale di dissidenti è dunque altissima
Togliendo coloro che non prendono posizione, i SI' sono meno del 15%
Con quale faccia qualcuno qui ha scritto che la maggioranza dei vicentini è a favore della base?
Questa è un'offesa alla verità
Con quale faccia ha scritto che si tratta solo di comunisti drogati e nullafacenti dei centri sociali?
Questa è un'offesa ai cittadini di Vicenza
Con quale faccia ha scritto che su questo blog le mail a favore delle guerre americane sono in maggioranza, quando chi scrive queste eresie nemmeno si certifica ma si moltiplica con più nomi falsi?
Ha sventolato anche i 774 impiegati. Essi sanno benissimo che la Ederle doveva chiudere in 2 anni. Si immagina che anche a la Maddalena ci sia chi ha perso il lavoro. E allora? La Sardegna ha esultato lo stesso. Eppure i posti di lavoro sono anche meno che nel ricco Veneto
Devono essere sempre gli opportunismo locali a prevalere? mai una visione del futuro? mai una considerazione più ampia di ciò che è bene e male?
Ho sentito rai3 del Veneto
Confindustria ha detto che la base va bene purché gli USA allarghino l'ospedale e allarghino l'università tecnologica americana!!!
Mi cadono le braccia. Cosa dovrebbero insegnarci? Missilistica?
Una Confindustria che contratta guerre imperialiste e stragi di popoli in cambio di un'ala dell'ospedale e qualche aula di una università americana merita solo una cosa: dei pomodori in faccia!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Art. 241 C.p. Attentati contro la integrità, l'indipendenza o l’unità dello Stato.
Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza dello Stato è punito con l’ergastolo.

Vi prego aiutateci.

Simone X. Commentatore certificato 20.01.07 17:41 | Rispondi al commento |

come e possibile aiutarvi

Marco Fiaschi 20.01.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse non è chiaro a tutti, ma è abbastanza facile capire il perchè del sì del governo alla nuova base......o no?
Allora: i sinistrorsi duri e puri, che alla fine hanno sempre fatto ben poco di concreto, starnazzeranno, ma non più di tanto, perchè a voler andare fino in fondo con coraggio il governo prodi cade di sicuro....qual è il male minore? amici sottosegretari sardi siete rimasti male per la bomba che qualcuno vi ha fatto recapitare sotto casa? Beh, gente incazzata ce ne dev'essere parecchia in giro.....ma tuta la nostra classe politica si spertica in dichiarazioni di amicizia ancora più sperticata per la superpotenza........

Francesco Cabiddu 20.01.07 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Art. 241 Attentati contro la integrità, l'indipendenza o l’unità dello Stato.
Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza dello Stato è punito con l’ergastolo.

Originariamente era prevista la pena di morte, poi soppressa e sostituita con il carcere a vita, a testimonianza che questo è, per la legge italiana, reato più grave, per esempio dell’omicidio, per il quale sono previste gradazione di pena più lievi prendendo in considerazione le modalità del delitto.

L’attentato alla integrità dello Stato non ammette, invece, attenuanti e l’articolo 5 dello stesso Codice Penale non ammette l’ignoranza della legge.
Noi crediamo che la decisione di concedere agli Usa l'area attualmente occupata dall'aeroporto "Dal Molin» per la realizzazione di una base militare americana (Ederle2), che sarà fuori dalla giurisdizione italiana, violi proprio l’articolo 241 del Codice Penale.

E' infatti indubbio che, quel pezzo di madre Patria verrà sottratto nel fatto e nel diritto all'Italia diventando un'isola straniera all'interno dei nostri confini.
Probabilmente nessun magistrato avvierà mai un procedimento in questo senso, come nessuno fece nulla quando, ambiguamente, nella legge che aboliva la leva obbligatoria, al comma 1 di fatto si stabilì la condizione subordinata dell'Italia alle decisioni delle "organizzazioni internazionali delle quali l'Italia fa parte”, leggi, tra l'altro, la Nato.

Paolo Emiliani, Rinascita del 18/1/07 disinformazione.it

Francesco Cabiddu 20.01.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono un vicentino e chiedo a tutti coloro che non sono d'accordo con l'allargamento della base americana a Vicenza di firmare la petizione online

http://www.petitiononline.com/vicenza/

Basta appoggiare un esercito che nel dopoguerra si è sporcato le mani di sangue di innocenti di tutto il mondo, dal Vietnam al Sudamerica senza contare in casa nostra con il Chermis e Calipari. Penso che i parenti siano tutti contrari alle basi americane sul nostro territorio. Provate a pensare se fosse stato vostro padre o vostro fratello o vostro figlio in quella funivia meledetta fatta cadere perchè i piloti stavano giocando alla guida dei caccia. E cosa ha fatto il nostro governo per garantire la giustizia? Dov'è la chiesa che predica l'amore fra i popoli e poi non dice nulla sull'insediamento di militari che sono responsabili di tante atrocità nel mondo? Se non vogliamo che accadano simili fatti mandiamo via le basi americane dall'italia. Non sono antiamericano, sono sicuro che la maggior parte degli americani si sia resa conto di quello che sta combinando il suo esercito nel mondo ma come noi in Italia è convinta di non poterci fare niente. Ho sentito molti dire che con il problema del terrorismo è bene avere le basi qui. Penso che queste basi potranno solo attrarre il terrorismo in Italia, per esempio la Svizzera che è neutrale mi sembra non abbia mai ricevuto minacce. Se gli Stati Uniti vogliono per forza attirarsi l'odio degli estremisti musulmani noi dobbiamo andargli dietro? Il divieto di concedere territorio Italiano a stati stranieri dove all'interno vige la loro legge e non quella italiana sarebbe garantito anche dalla legge

Art. 241 C.p. Attentati contro la integrità, l'indipendenza o l’unità dello Stato.
Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza dello Stato è punito con l’ergastolo.

Vi prego aiutateci.

Simone X. Commentatore certificato 20.01.07 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
premetto di non aver antipatie o pregiudizi verso gli USA, anzi!!
Ritengo però di non condividere la linea e la decisione di questo debole governo (che ho votato).
Credo che solo i cittadini di Vicenza (e non i suoi amministratori comunali) siano "legittimati" a decidere sulla nuova base militare.
L'impatto che questa base può avere su una città di medie dimensioni non è da sottovalutare.
Così come non ritengo che tale presenza militare possa dare importanti contributi all'economia del posto.
Gli americani, legittimamente, spendono i loro soldi nell'ambito dei circoli americani (soprattutto perchè molti prodotti sono più economici ed esentasse). Né credo che tale base sia necessaria per la lotta al terrorismo islamico per il quale, fortunatamente, il nostro paese (non certamente per la presenza americana), non ha finora subito danni.

Giuseppe Ferraro 20.01.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Si apre a Nairobi il social forum mondiale,
World social Forum, la manifestazione dei movimenti che si battono contro questo tipo di globalizzazione neoliberista. Sono arrivati 100.000 delegati da ogni parte del pianeta
Questo è il mondo nuovo che alcuni non riescono nemmeno a immaginare, plagiati come sono da una visione neoliberista improntata alla depredazione e all'arbitrio, che a loro sembra irrinunciabile
Quest'anno non è stato invitato nessun uomo politico, giusta risposta a una politica obsoleta e menzognera, ormai totalmente scollata dai diritti dei popoli e dai valori universali
Non ci sarà speranza finché non avremo governi che operano per la salvezza del mondo, non come questi che operano solo per la sua rovina

A Nairobi il corteo della pace, lungo almeno 3 chilometri, chiede pace e giustizia nel mondo, alcuni si rivolgono direttamente al presidente degli USA Bush, additato come "numero uno del terrorismo internazionale"
"Al centro della marcia", dice Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace "ci sono le persone più povere e violentate della Terra, i loro fondamentali diritti negati, la loro voglia di liberarsi dalla violenza che li opprime. C'è la voglia di riscatto di tutti quei milioni di persone che ogni giorno sono costretti a combattere la guerra più difficile: quella contro il morso della fame e dell'ingiustizia". "Insieme chiediamo anche pace per la Somalia, Darfur, ma anche per Palestina, Israele e intero MO, dove la comunità internazionale sta consumando il suo più grande fallimento politico"
"People struggles, people aternatives".
Consistente la delegazione italiana, composta da circa 500 persone, con attivisti della tavola della Pace, Arci, Cobas, movimenti per l'acqua e reti del commercio equo, nonché Ong che operano in Africa come Amref e i missionari comboniani di padre Alex Zanotelli, che ha passato 12 anni della sua vita proprio qui, nello 'slum' di Korogocho.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 17:25| 
 |
Rispondi al commento

interessante... soprattutto considerando che la redazione del sito vicenza.com non e' certo composta da pacifisti o rivoluzionari...

http://www.vicenza.com/mx_op-nwarticoli_id-0000005270_cat-3038008002.shtml

ciao

pasqualino veraca 20.01.07 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia vita ho commesso un solo errore, acquistare un appartamento vicino alla caserma Ederle di Vicenza, a tutti i favorevoli all'ampliamento della base militare al Dal Molin offro una settimana a casa mia con vitto e alloggio compresi per rendersi conto di quanto educata, civile e rispettosa degli altri sia la popolazione militare che già è ospite di Vicenza e cosa ci aspetterà con l'ampliamento. Offro anche delle piacevoli e ironiche telefonate con il comando setaf (responsabile dell'ordine all'interno della caserma) per vedere se siano più tutelati loro oppure i fondamentali diritti della popolazione sovrana che gli abita intorno. A chi è interessato posso scrivere per raccontare le centinaia di episodi che mi sono successi in questi anni e chi mi hanno visto sempre soccombere di fronte alle innumerevoli possibilità legali della base (difesa dall'avvocatura dello stato italiano).
Ora (finanze permettendo) me ne andrò via da Vicenza, il più lontano possibile da qualsiasi insediamento americano; ho perso, e devo lasciare la mia città in mano a questa accozzaglia di animali.
Un ultima considerazione su chi parla dell'indotto economico: i cibi li comprano nei loro supermercati, le auto le acquistano (a prezzi ridotti senza tasse di dogana) direttamente negli USA, le case sono di proprietà di società americane che le affittano solo ad americani,la benzina è pagata dallo stato italiano con l'erogazione di buoni omaggio ai militari, gli elettrodomestici sono in affitto da una società americana che li importa (sempre senza tasse) dagli stati uniti, ma dove cazzo stà sto indotto?

michele saggin 20.01.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro sig. Beppe, la presenza delle basi hanno dei valiti motivi. Un consiglio lascia perdere l'emotivitá e usa la razionalitá.

Capiresti tante cose...

Jørgen Jørgensen 20.01.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

purtroppo stiamo toccando con mano come ormai da tempo il dipendente Prodi non sia in grado di guidare l'Italia come da mandato dei cittadini. Questa é solo l'ultima di una serie di decisioni dettate più dall'interesse di pochi (che si sentono "costretti" a chinare il campo sempre e comunque, quando si parla di USA) che dalla volontà di tutti gli italiani, o comunque della stragrande maggiornza di essi.

Le basi americane in Italia devono essere CHIUSE e SMANTELLATE. Punto e basta. Non ci sono più ragioni valide che giustifichino una presenza militare americana STABILE sul nostro territorio. Come molti hanno detto, non si tratta più di destra o sinistra ma semplicemente di sovranità nazionale. Che qualcuno vada a spiegarlo a Prodi prima che siano gli italiani a farlo!

Mauro Vitale (mauro da udine) Commentatore certificato 20.01.07 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciò che non sai, è che sei proprio tu con questo tuo odio viscerale a senso unico ad alimentare la miseria nel mondo ... prova a riflettere!
Hugo Kolion 20.01.07 13:03

No, scusa, ma tu o non capisci o fai finta.
A parte che il mio odio a senso unico te lo sei inventato, di cosa vai parlando?
Stai dicendo che le guerre ci sono proprio perchè qualcuno non le vuole?
Sei tu che sei a senso unico, credi che il benessere di una società si misuri con il suo fatturato? Che fare la guerra sia un buon investimento e quindi valga la pena farlo, perchè tanto quei poveracci sarebbero morti comunque?
Ma certo tu non pensi a senso unico, sei molto saggio, perchè sai che gli orrori non stanno da una parte sola, che le vittime sono a loro volta carnefici. Che i comunisti e gli islamici han fatto danni teremendi anche loro. Che saggezza.
Io invece gurada un po' penso che ci sia una parte buona e una cattiva.
Penso che dalla parte cattiva ci siano tutti coloro che pensano che le guerre servano al loro sviluppo, che uccidere più gente con meno armi sia una buona applicazione di qualche funzione, che fare affari sulle teste di milioni di persone sia un buon modo di condurre il business.
Non mi interessa che bandiera sventolino queste persone, o di che religione siano.
E credo che siano le persone che la pensano come te a fare sì che sopravviva ancora questa mentalità autodistruttiva. Perchè è facile pensare che la guerra è una cosa che avviene da un'altra parte, ad altre persone, ma alla lunga ci vanno di mezzo tutti, ci stiamo già andando di mezzo.
Ne vale la pena? Pensi di guadagnarci qualcosa?
Dalla guerra in Iraq ci hai guadagnato qulacosa?
Prova a riflettere.

giovanni de giorgi 20.01.07 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Qui i fanatici danno di matto.
Secondo qualcuno il servilismo italiano nei confronti degli USA sarebbe Umiltà e Gratitudine.
Scambierei volentieri entrambi con Buon Senso.
In pratica siete serenamente convinti che andare in giro per il mondo a imporre le proprie necessità economiche con la violenza e l'orrore sia giusto?
O avete una Gran Paura che a indispettire il bestione USA abbaimo da rimetterci?
Gli USA sono più forti ogni giorno?
LA forza di un paese va misurata un po' più attentamente.
Gli Stati Uniti sono allo sfascio, internamente.
Sale il numero di persone che muoiono di fame, che non hanno lavoro nè assistenza di nessun genere.
Sale il tasso di violenza vertiginosamente. Avere milioni di poveri armati non è una garanzia di tranquillità.
Potranno anche abbaiare e distruggere mezzo mondo, ma di solito queste sono le politiche di chi in casa propria ha dei grossi problemi.
Tant'è, l'esercito USA è in franchising, appaltato a compagnie di "Sicurezza", reclutano soldati stranieri in paesi sottosvilupati (da loro), perchè sono sempre meno i fessi che si volgiono fare ammazzare.
Qui abbondano a quanto pare, i post favorevoli alla guerra. Tutte persone che partirebbero domani, immagino, per andare a difendere la democrazia da qualche parte.
Siete ridicoli. O vi siete bevuti le idiozie che vi raccontano, tipo che la democrazia è far farae agli altri quello che volgiamo noi, distruggere un paese e ricostruirglielo come vogliamo noi, per fare girare l'economia del nostro, o siete dei malvagi bugiardi.
Certo che i cattivi non sono solo americani, che bella scoperta, tanto per cominicare sono anche tutti i conigli che gli corrono appresso.

giovanni de giorgi 20.01.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

sig. Simone...si svegli lei per cortesia, non vive nel mondo di Barbie...

Jørgen Jørgensen 20.01.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza leggere tutte questi fatti accaduti e ancora piu' triste è leggere persone che difendono l'America.........SVEGLIA!!

simone ciarra 20.01.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

ancora da Movisol:

Nel frattempo i preparativi militari nella regione parlano chiaro. Dopo il discorso di Bush, Flynt Leverett, ex alto funzionario della CIA e del National Security Council, ha scritto sulla newsletter Washington Note che i gruppi di portaerei dispiegati nella regione servono a “fornire il numero e la varietà necessaria di aerei tattici” per attacchi contro l’Iran, poiché l’uso di basi terrestri è impedito per motivi politici. Leverett inoltre ha scritto che l’unica ragione per la quale Bush manderebbe batterie di missili Patriot nel Golfo Persico è per contrastare i missili iraniani Shahab-3, “l’unica minaccia missilistica nella regione”.
Preoccupazioni simili sono state espresse anche dal quotidiano francese Le Figaro.

Nel Golfo ed in particolare nello stretto di Hormuz ormai si assiste ad un vero affollamento di vascelli e un “incidente” alla “golfo del Tonkino”, provocato o direttamente simulato, è sempre più possibile. È infatti di pochi giorni fa lo scontro tra un sottomarino USA e una petroliera giapponese, sintomo del fatto che i sottomarini americani operano a bassa profondità nella zona, ovvero in assetto da puntamento. Tale sospetto è stato sollevato anche dall’Ammiraglio russo della flotta del Mar Nero Eduard Baltin...

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

ancora da Movisol:

Successivamente, l’11 gennaio, soldati americani hanno attaccato il consolato Iraniano ad Irbil, nel Kurdistan iracheno, atterrando sul tetto con elicotteri, sfondando la porta, arrestando sei dipendenti e sequestrando computer e documenti. Il Ministero degli Esteri iraniano ha accusato gli USA di violazione delle norme del diritto internazionale, mentre altre proteste sono arrivate dal governo iracheno, dal governo regionale curdo e dal Ministero degli Esteri russo, in quanto le persone sequestrate erano diplomatici.

Il Ministro della Difesa Robert Gates e il generale Peter Pace hanno rassicurato i membri della Commissione Forze Armate del Senato USA che il blocco delle presunte linee di rifornimento dall’Iran e dalla Siria in Iraq avverrà su suolo iracheno. Tuttavia il Consigliere per la Sicurezza Nazionale Stephen Hadley è stato più puntuale. Dopo che aveva detto: “alcuni Iraniani sono stati presi ad Irbil e vedrete ancora cose del genere”, gli è stato chiesto delle incursioni attraverso il confine con l’Iran. L’intervistatore della ABC ha chiesto ad Hadley se pensasse che gli USA hanno l’autorità per prendere di mira obiettivi in Iran. Dal momento che Hadley ci girava intorno senza rispondere, la domanda è diventata: “Quindi lei pensa che non avete il potere di farlo?”, al che la risposta è stata: “Non ho detto questo”.

Il problema in questione è che, come ha rivelato Seymour Hersh sul New Yorker qualche tempo fa, ed insieme a lui altri giornalisti, forze segrete statunitensi, inglesi ed israeliane sono all’opera da un po’ di tempo all’interno dei confini iraniani e lavorano con gruppi dissidenti tra Azeri, Beluci, Curdi e Arabi per attacchi terroristici a bassa intensità, di cui le recenti bombe nel Khuzestan sono un esempio.


Francesco Cabiddu 20.01.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

tratto da www.movisol.org :

16 gennaio 2007 – Informazioni da fonti diverse, sia statunitensi che dalla regione dell’Asia sud-occidentale, raccolte dall’Executive Intelligence Review, concordano nel descrivere il vice-presidente Cheney determinato a scatenare a breve la nuova guerra all’Iran, scavalcando e mettendo di fronte al fatto compiuto il Congresso e la stragrande maggioranza degli americani che è ostile alla guerra.

C’è innanzitutto il forte sospetto, avanzato anche da ambienti militari USA ostili ad un attacco militare nei confronti di Teheran, che il rincalzo di 21.500 soldati da inviare in Iraq sia solo una mossa preventiva in preparazione di un eventuale attacco all’Iran, condotto da Stati Uniti e/o Israele. Un attacco alla repubblica islamica avrebbe infatti ripercussioni molto forti anche all’interno dell’Iraq, data la componente sciita, maggioritaria in quel paese; l’aumento delle truppe occorrerebbe quindi per far fronte ad una nuova ondata di attacchi nei confronti dei soldati USA in Iraq.

Il 14 gennaio il Segretario di Stato Condoleeza Rice sul New York Times si è lasciata andare ammettendo che il presidente Bush ha già emesso un ordine esecutivo per permettere alle forze statunitensi di attaccare presunti combattenti siriani e iraniani che appoggerebbero l’insurrezione in Iraq. Ma già alcune azioni militari avevano messo in pratica tale politica sul campo. Infatti già il 25 dicembre scorso il governo iracheno aveva sollevato proteste dopo che due iraniani erano stati sequestrati dalle forze USA a Baghdad dietro l’accusa di voler preparare un attacco militare. L’ufficio del Presidente iracheno Jalal Talabani ha dichiarato che i due erano stati invitati dal governo iracheno nell’abito di un accordo tra Iran e Iraq teso a migliorare la situazione della sicurezza.


Francesco Cabiddu 20.01.07 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor Jorgensen(scusi ma non ho la o scandinava in tastiera.....), se io offro il mio aiuto a una persona che considero amica, non pretendo che in cambio del mio aiuto si inginocchi e mi lecchi i piedi e il buco del sedere...certo, mi rendo conto che in una scala geopolitica mondiale le cose siano un pò più complicate! ma: ci hanno salvato gratis,per filantropico amore verso l'umanità? direi proprio di no........e direi che gli è convenuto molto spendere qualche centinaio di migliaia di figli di mamma....perchè ora sono, e qui sono assolutamente d'accordo con lei, in una posizione di dominio e di rafforzamento continuo. Questa però comincia a essere minacciata, non certo dall'Iran, che come noi, è solo una pedina, ma da India e Cina,(e la Russia ancora non ha sparato tutte le sue cartucce) con le quali se non cambia il modo di vedere le cose, si arriverà, presto o tardi, allo scontro armato, e a quello che Kubrick ha chiamato "Ordigno Fine del Mondo"!

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:28| 
 |
Rispondi al commento

C'e troppa ignoranza nel campo militare, l'ignoranza NON é MAI un vanto oppure un vantaggio. Ma una VERGOGNA!

Su paginedidifesa www.paginedidifesa.it

vi sono delle discussioni relative alla base usa...
http://pub10.bravenet.com/forum/795583276/show/951413

saluti.

Jørgen Jørgensen 20.01.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Beh, ma per farci rispettare è sufficiente urlare la nostra indignazione? no, di certo....una soluzione potrebbe essere comprare un mortaio e qualche proietto, piazzarlo magari su uno scoglio della Maddalena, e lanciare qualche pillolina su S.Stefano, così, giusto per manifestare il dissenso di qualcuno sulla presenza degli "alleati"....beh, ma così andremmo contro la nostra Costituzione, con la quale tutti, dal nostro ridicolo presidente del consiglio fino ai colletti bianchi del pentagono si puliscono ogni mattina....e allora che fare' boh, ragazzi, proprio non lo so...ci teniamo la catena in attesa di tempi migliori? siamo schiavi trattati bene direi......ma è giusto essere schiavi? non sarebbe meglio ognuno a casa propria senza armi? utopia? E CERTOOOOOO!

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Il declino USA é un mito, non esiste, anzi gli USA si rafforzano nel mondo anno dopo anno, sia militarmente che non.

Inoltre dobbiamo essere riconoscenti agli USA di averci salvati dall'orrore Sovietico!

Jørgen Jørgensen 20.01.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e, infine...Antonella Randazzo:

Nella base di Okinawa avvengono esercitazioni con granate d'obice, che provocano gravi danni ambientali e incendi nelle foreste. Inoltre, viene prodotto inquinamento acustico, che ha provocato danni all'udito in molti abitanti dell'isola.
Sull'isola di Torishima, a 100 chilometri da Okinawa, fra il dicembre 1995 e gennaio 1996 sono state esplose 1520 granate all'uranio impoverito. I cittadini giapponesi non sono mai stati informati del tipo di munizioni utilizzate nei poligoni.

Oggi nelle basi americane continuano le esercitazioni che producono danni alla salute e all'ambiente, e le violenze e prepotenze contro la popolazione. La retorica di Washington vorrebbe far credere che le basi hanno motivazioni etiche:
La nostra presenza preventiva garantisce la stabilità... La presenza delle forze armate americane... favorisce anche lo sviluppo democratico... offrendo un esempio chiaro e tangibile del ruolo apolitico dei militari americani.[9]

Per capire la verità occorre considerare i fatti, cioè che ogni base americana rappresenta un pericolo per la vita e il benessere delle popolazioni, e che i militari americani sono posti al di sopra delle leggi del paese che li ospita. Occorre temere il proliferare di questi centri della morte e del segreto che aleggia in essi. Si tratta di luoghi di potere e di guerra. Come osserva lo studioso Chalmers Johnson: "(C'è) una grande strategia volta a preservare o addirittura accrescere il potere americano... Ciò diventa chiaro allorché volgiamo la nostra attenzione ad alcune delle attività segrete in tutto il globo... di cui il Pentagono è a perfetta conoscenza ma di cui altri organi del governo e la popolazione tutta sono completamente all'oscuro.

leggete disinformazione.it (e altre fonti, anche contrastanti) , confrontatelo con l'informazione ufficiale, fate ricerche e prima di pontificare sugli americani, analizzate........

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:13| 
 |
Rispondi al commento

e infinitamente ancora Antonella Randazzo:

Anche in molti altri paesi del mondo le popolazioni sono costrette a subire l'occupazione militare americana.
L'isola di Okinawa, nell'arcipelago giapponese, è di fatto una colonia militare americana da oltre 58 anni, occupata da ben 38 basi militari americane.
Le basi americane assolvono a diversi scopi: sono basi strategiche da cui far partire le operazioni belliche, ma sono anche punti militarizzati per controllare la popolazione. Per assolvere quest'ultima funzione sono maggiormente militarizzati i paesi sconfitti durante l'ultima guerra mondiale (Germania, Italia, Giappone), e quelli in cui attualmente gli Usa stanno cercando di sottomettere la popolazione (Afghanistan, Iraq, alcuni paesi dell'Africa e dell'Asia). Dal dopoguerra, l'Italia (come la Germania e il Giappone) è considerato un paese da "proteggere", che nel linguaggio delle autorità americane significa da tenere sotto stretto controllo. Nel periodo della "Guerra Fredda" gli Usa giustificarono la militarizzazione dell'Italia con il pericolo di "minaccia sovietica". In un rapporto segreto americano del maggio 1962 si legge:

La presenza delle forze americane in Italia garantisce un importante sostegno psicologico ai governi filo-occidentali di fronte alla minaccia dell'aggressione sovietica e costituisce l'evidente testimonianza dell'alleanza americana. Ciò d'altro canto contribuisce alla stabilità politica. Il ritiro delle forze sarebbe seguito da uno sviluppo di sentimenti neutralisti.[6]

Per "stabilità politica", le autorità americane intendevano "subordinazione agli Usa". Si trattava di occupare militarmente zone la cui popolazione doveva essere costretta a subire la presenza di militari americani, come un continuo avvertimento su chi avesse il vero dominio del territorio. Di fatto, dopo la Seconda guerra mondiale, l'Italia cedeva la sua sovranità alle truppe americane, che potevano commettere impunemente ogni sorta di illegalità.

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Edward Gibbon
“Il declino dell’impero americano sta nella sua incapacita’ di osservare le regole che esso stesso aveva offerto al mondo”.

Oggi c'è ancora gente che non riesce a vedere che sono gli USA i primi nemici della democrazia nel mondo. Essi sono come servi accecati da un potere che non possono fare a meno di adorare.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

e ulteriormente Antonella Randazzo:

Soltanto nella nave-balia Uss Emory S.Land, ormeggiata nelle acque di Santo Stefano ci sarebbero ben 34 missili a testata nucleare.
Nel 2003 sono partiti i missili contro la popolazione irachena in spregio all'articolo 11 della nostra Costituzione che "ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali"
Nel luglio del 2006 il governo israeliano chiese agli americani armi "speciali", che sarebbero partite dalla base italiana di Camp Darby (base posta fra il porto di Livorno e l'aeroporto di Pisa). Questa base nacque da accordi fra Italia e Stati Uniti conclusi nel 1951.
La base militare di Camp Darby ha assunto un ruolo importante nelle guerre del Mediterraneo, e rappresenta uno dei più grandi arsenali che gli Usa hanno all'estero. Nel 1991 quasi tutte le munizioni utilizzate durante la "Tempesta del deserto" provenivano da Camp Darby, come anche gran parte di bombe e granate utilizzate per la guerra in Kosovo e in Iraq. Dal 1990 al 1998 a Camp Darby sarebbero transitate almeno 22 mila tonnellate di munizioni e 3278 cluster bomb.
L'uso bellico delle basi sul territorio italiano, di cui gran parte della popolazione è all'oscuro, è una delle tante prove che l'Italia è un "paese a sovranità limitata", le cui autorità sono corresponsabili dei crimini che gli Usa stanno commettendo in molti paesi del mondo.


Francesco Cabiddu 20.01.07 11:05| 
 |
Rispondi al commento

75%? noooo intendi forse 7,5%...non confondete una minoranza chiassosa con la maggioranza!

e poi allearsi con i leghisti (che vogliono dovidere l'Italia) non mi sembra un vanto, anzi é una contradizione...

Jørgen Jørgensen 20.01.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma quali komunisti e kommunisti? Come dice la leghista Giuliana, anche lei per il No alla base:
“Semo de mille colori, ma diremo tutti NO allo stesso modo”

Il No dei vicentini è salito al 75%

E siamo in zona leghista con giunta di centrodestra, non in un centro sociale di RC !

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 11:02| 
 |
Rispondi al commento

ancora A.Randazzo da disinformazione.it :

La Maddalena è stata istituita in seguito a trattati conclusi nel 1972, e al suo interno viene riconosciuta l'extraterritorialità e l'extragiurisdizionalità, cioè tutto quello che accade non può essere controllato o penalmente perseguito dallo Stato italiano. Il trattato è rimasto segreto, né i cittadini né i parlamentari possono conoscerne tutti i contenuti, in offesa al potere sovrano democratico del popolo. Dagli anni Settanta numerosi medici e scienziati denunciano strani fenomeni genetici e una percentuale elevata di tumori, che sarebbero causati da sostanze radioattive prodotte dai reattori. Il governo italiano non ha mai fronteggiato la situazione, e non ha mai autorizzato controlli sanitari o ambientali. Il nostro governo ha persino negato la presenza di armamenti atomici nella base della Maddalena, che il Congresso americano e l'Assemblea Atlantica hanno confermano.

Dagli anni Cinquanta il governo italiano ha dato mano libera all'installazione di basi militari americane. Il potere attribuito agli Usa è enorme, se si pensa che non sono tenuti a precisare né l'ubicazione della base né le attività che si svolgono all'interno. Ciò è anticostituzionale perché viola gli articoli 80 e 87, che prevedono la sovranità su tutto il territorio dello Stato.
Il nostro territorio è disseminato di basi americane: Ghedi, Sigonella, Aviano, Camp Darby, Pisignano ecc.; le basi sono complessivamente 113. In Sardegna c'è il triste primato della morte, col 66% delle installazioni militari.

La base militare di Sigonella, in Sicilia, è fornita di bombe atomiche, e produce un alto grado di inquinamento, spreco di energie e di acqua. La base, creata nel 1984, ospita l'Helicopter Combat Squadron Four HC-4 Black Stallion, dotato di nove elicotteri pesanti MH-53E Sea Dragon per trasportare uomini, mezzi e munizioni. Lo squadrone partecipa alle operazioni militari americane in Europa, Africa e Medio Oriente.

Francesco Cabiddu 20.01.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Circa chi nega l'olocausto è in dirittura di arrivo al legge che equipara ciò a reato, così da allineare l'Italia ad altre democrazia europee
Spero che allora che Beppe cesserà di ospitare gente che continua a perpetuare menzogne negazioniste
Spero anche che ci sia difesa contro chi viene tacciato di anticamericanismo da figuri prezzolati alla Ferrara quando critica le strategia aggressive americane o di antisemitismo se lo fa con quelle israeliane
Migliaia di morti e un paese contaminato e distrutto per due soldati israeliani prigioneri. Sono queste le politiche dobbiamo difendere?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

ancora Antonella Randazzo:

Nell'ottobre del 2003 si era verificano un incidente al sottomarino nucleare Hartford, che aveva prodotto gravi danni. Le conseguenze dell'incidente sono state tenute segrete, ma gli abitanti avevano sentito un enorme boato. Anche nel 2000 si era verificato un incidente nella base di Camp Darby, in seguito al quale furono evacuate diverse armi, forse nucleari. La popolazione è tenuta all'oscuro di ciò che avviene nelle basi, e non c'è alcuna protezione per la salute dei cittadini.

In caso di incidenti, lungi dall'avanzare proposte di giusto risarcimento, gli americani non ammettono nemmeno i danni prodotti.
La Sardegna veniva chiamata dal Pentagono, già nel 1954, “A pivotal geographic location”. Da molti anni il popolo sardo è privato di parte del territorio e subisce restrizioni e conseguenze di vario genere a causa delle basi militari americane. Nella base militare Capo S. Lorenzo-Quirra avvengono esercitazioni e sperimentazioni di tipo bellico. Il poligono si estende per più di 11.000 ettari , e le zone interdette o pericolose per la navigazione sconfinano in acque internazionali e coprono oltre 2.800.000 ettari , una superficie più estesa di quella dell'intera Sardegna. Periodicamente viene organizzato lo "shopping della morte", con aziende come la Thomson , la Fiat , la Aerospatiale e la Alenia , che presentano nuovi armamenti e materiali di guerra da testare e di cui promuovere l'acquisto in tutto il mondo.

Nelle zone limitrofe ai poligoni si sono registrate morti strane e sospette. Ad esempio, a Quirra, un paesino di soli 150 abitanti, 20 persone sono morte di leucemia o tumori emolinfatici. Anche 10 persone che avevano lavorato nella base sono morte di cancro. A Escalaplano, un paesino di 2.600 abitanti, a nord del poligono, 14 bambini sono nati con gravissime malformazioni genetiche e patologie rarissime.

Francesco Cabiddu 20.01.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento

E' triste ogni tanto svegliarsi e scoprire, in fondo, di essere schiavi? ma perchè, qualcuno aveva dubbi? la catena che abbiamo è lunga, ma ogni tanto i padroni d'oltre atlantico la tirano un pò.....non possiamo mica fare tutto quello che vogliamo! Ricordo ancora con soddisfazione infantile, e un pò me ne vergogno, l'episodio dei palestinesi dell'Achille Lauro....avevano sequestrato una nave italiana, e in Italia andavano giudicati....no, gli americani in spregio a qualunque legge se li volevano portare via.....beh, Craxi fece schierare a Sigonella un pò di carabinieri con i mitra spianati per impedirlo...si rischiò un bell'incidente.........Craxi tirò troppo la catena in quell'occasione!

Francesco Cabiddu 20.01.07 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Non solo la Francia si oppone alle basi USA ma ritira i suoi 200 soldati dalla NATO (noi ne abbiamo altrettanti). La NATO è sorta in funzione antisovietica ma oggi l'UE corre per ingraziarsi Putin e Hu Tsao e Putin è il miglior amico di B
Tirar fuori la guerra contro il terrorismo dopo il fallimento tragico di due guerre è grottesco!
Di fronte al terrorismo la NATO è uno strumento sbagliato come combattere le pulci con un elefante
Non è certo il momento di ribadire la fallimentare strategia aggressiva neocon e aiutarne il proseguimento
Bush ha distrutto l’ordinamento internazion. e ora i rapporti tra i paesi del mondo sono in ridiscussione
Prodi si era impegnato a rivedere i patti internazionali italiani, invece sottopone “alla fiducia” il rifinanziamento della missione afgana, contraddicendo le sue promesse e sconfessando il suo ministro degli Esteri, non sapendo fare altro che proseguire il pessimo cammino berlusconiano e rimettendo decisioni internazionali a poteri municipali (il che sarebbe da incompetenti se non fosse una beffa)
Allora B fa un vòltafaccia e ordina ai suoi di votare “contro” la missione in Afghanistan !? Dimostrando ancora una volta che i valori cambiano in funzione degli interessi di bottega (e fregandosene se il voto risulta anti-americano)
Prodi rimette tutto "alla fiducia" mettendo l’Unione sotto ricatto, così anch'essa si troverà a votare per gli interessi di un potere e non per i propri valori
Nessuna differenza tra Prodi e B, che abusò del voto di fiducia imponendolo a carrozzoni pieni di ogni sorta di legge, il voto di fiducia è vergognoso per Prodi come lo fu per B, col crollo della credibilità di entrambi
Per noi che difendiamo valori e non interessi, le presunte ragioni di stato sono indigeribili se perpetuano un sistema di guerra e di strage
Non fa che aumentare il nostro disprezzo profondo per queste basse strategie
Che qualcuno sbraiti ancora di democrazia italiana o americana è del tutto ridicolo!


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 10:47| 
 |
Rispondi al commento

ovvio che il comando del corpo italiano risponde cosí. Come dovrebbe altrimenti rispondere?
È la politica che deve intervenire non il corpo italiano.

Ragazzi sveglia su!

Jørgen Jørgensen 20.01.07 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Antonella Randazzo scrive su www.disinformazione.it :

Gli Stati Uniti hanno oltre 800 basi militari sparse nel mondo. Tale livello di militarizzazione globale viene giustificato con l'esigenza di "sicurezza e protezione". Ma da chi? Chi sono i nemici? E se gli Usa non sono capaci di proteggere nemmeno se stessi da attentati aerei, a cosa possono servire questi enormi arsenali? Di sicuro gli effetti della militarizzazione sono devastanti ovunque. Con le basi militari, gli Usa introducono una cultura di guerra, di dominio e di violenza. Ovunque avvengono crimini contro la salute, l'ambiente, reati sessuali e di altro genere. Nell'esercito americano avvengono almeno 14.000 casi di violenza sessuale ogni anno. Raramente i responsabili subiscono un processo perché vige ovunque il principio dell'extraterritorialità.

Nella base della Maddalena, in Sardegna, i danni ambientali sono enormi. Nel settembre del 2005 è stato rivelato che i sottomarini di attacco americani avevano gettato acqua radioattiva dai reattori, inquinando il Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio. Invano l'allora deputato Mauro Bulgarelli chiese al Ministro italiano della Difesa: "Quali i provvedimenti presi durante questa delicatissima operazione?"[1]

Già nel dicembre del 2003, Bulgarelli aveva sollevato domande sull'operato dei militari della base, ma incredulo si era trovato di fronte ad un atteggiamento arrogante:
Sapete cosa ci ha risposto il comando del corpo militare italiano quando ci siamo allarmati per il modo in cui vengono stoccate le armi atomiche dalla Marina americana alla Maddalena? E quando ci siamo preoccupati per le procedure relative allo scarico dei residui radioattivi? Ci hanno risposto: "No comment".

Francesco Cabiddu 20.01.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo sig. Hugo.
Approvo al 100%

Jørgen Jørgensen 20.01.07 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 28 anni e devo fare i salti mortali per acquistarmi un appartamento, lo stato dà dei contributi che più che altro sono una presa in giro e poi si svendono/regalano ettari ed ettari a personaggi che ad Aviano ci tengono le testate atomiche, alla Maddalena ci riparavano i sottomarini nucleari con delle crepe agli scafi da far paura (notare che tengono è presente), a personaggi implicati nei peggiori episodi della storia dell'ultimo secolo.
Ragazzi l'Italia non è più ini ginocchio dopo la seconda guerra mondiale, sono ormai passati sessant'anni, vogliamo cominciare ad imporre la nostra volontà?
Basta basta, io la mia patria non la voglio dare a degli assassini!
Non ho fatto il militare per vederla svenduta!!!
Ciao

Gimo De Faveri 20.01.07 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Francesco Pansera 20.01.07 09:46 |

====================================================================================================


Grande post :-O

Forse uno di più belli da quando frequento questo blog .

complimenti :-)

GINO SERIO( 49ERS :-) 20.01.07 09:58| 
 |
Rispondi al commento

poi questo nazionalismo, cieco e bieco, una brutta bestia questa, ancora fin troppo radicata in qualche mente … non c'è bisogno di una certa Alessandra Mussolini per capire che nel nostro paese ci sono fin troppe anime "nere" …

Hugo Kolion 20.01.07 09:37 | Rispondi al commento


Ciò che ci hanno lasciato i Romani un giorno finirà .

Ci abbiamo provato in tutte le maniere ad autodemolirci e ancora ci proviamo .

Le risorse infinite di questo paese un giorno finiranno come finira il pretolio ma noi non potremmo far altro che guardare .

Vuoi mettere andare a MANIFESTARE nudi, contro l'estinzione dei ragni .

Ci siamo seduti PURTROPPO ,da troppo tempo .

bla bla bla bla bla bla bla bla ................................................................................................|

GINO SERIO( the original :-) 20.01.07 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Se la Guerra fredda l’avessero vinta i Russi la stessa borghesia compradora che dice “antiamericano” direbbe “antisovietico”.
Una classe dirigente si definisce “compradora” quando si fa mediatrice dello sfruttamento della nazione alla quale appartiene da parte di poteri stranieri. Nonostante il nome la dirigenza compradora non compra, ma vende. Vende cose che non sono realmente sue, approfittando del suo potere politico, amministrativo o informale. Il ceto compradore vende, o svende, i beni del Paese, trattandoli come risorse di sua proprietà, e tradendo quindi il mandato istituzionale o morale. Possono essere venduti pezzi di territorio; gli interessi del Paese, la sua sicurezza e il suo onore; ma anche imprese e aziende competitive, conoscenze tecniche, patrimoni culturali, identità antropologiche, persone scomode, etc. Si dice che la borghesia compradora discenda dalla lumpen-borghesia, la borghesia stracciona; ma anche chi patisce le conseguenze dei suoi affari sporchi stenta a crederlo, dati i modi forbiti e levigati coi quali spesso si presenta.
Contro la base USA di Vicenza si è manifestato davanti a Montecitorio, ma un luogo più vicino al potere che ha decretato l’ampliamento della base è Piazza Santi Apostoli, dov’è la sede dell’Aspen Institute (e dell’Ulivo). L’Aspen Institute dice di coltivare l’umanesimo. Non è un cenacolo di acchiappafarfalle: si fece promotore dell’invio di truppe in Iraq. Alcuni nomi eccellenti del “think tank” statunitense “bipartisan”: Condoleeza Rice, Romano Prodi, M. Thatcher, F. Frattini, G. Tremonti (presidente della sez. Italia), G. Amato, T. Padoa Schioppa, L. Stanca, G. Urbani, Gianni ed Enrico Letta, F. Cossiga, F. Confalonieri, P. Mieli, F. De Bortoli, L. Annunziata, G. De Michelis, C. Geronzi, RAI, Mediaset, Telecom, Vodafone, Philip Morris, Rockefeller Foundation. E’ stato chiamato la “terza cameraR

Francesco Pansera Commentatore certificato 20.01.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pax Christi

"Diceva Tonino Bello nel 1987, durante la terribile guerra che travolse nel Golfo Iran e Iraq e di fronte alla partenza in assetto da guerra dei nostri soldati: "Quanta tristezza! Non perché abbiamo visto 'partire' i nostri uomini in assetto di guerra. Ma perché abbiamo visto 'tornare' a uno a uno, con inesorabile puntualità, gli argomenti di una logica, che pensavamo esiliati per sempre dal nostro costume"

prima di tutto le alleanze,
(bugie):
per difenderci dobbiamo riarmarci,
le amicizia armate sono preziose,
prima gli interessi poi le persone e le loro ragioni,
militarizzare i territori è un dovere civico, l'Europa e in essa l'Italia devono dare segni di responsabilità internazionale,
le logiche della Nato e della sicurezza armata sono imprescindibili,
la lotta al terrorismo che giustifica ogni scelta,
allarghiamo le basi militari serviranno per gli interventi umanitari (armati) ...
(bugie!)
..
(ma forse i soliti nostri diranno che a parlare non sono Pax Christi e gli uomini di buona volontà, ma pochi Komunisti pieni di droga e figli di papaà (quante sciocchezze!)

Ricordo a Truant Giancarlo che da TUTTI i recentu sondaggi sono contrari all'allargamento della base di Vicenza 73% dei cittadini di questa città. Bastano?

La CIA stipendia onorevoli e giornalisti italiani (Ferrara, Farina...) per diffondere sciocchezze contro l'Italia e questi creano cloni che le ripetono a pappagallo
I servi creano servi
Ma le bugie restano bugie, e le guerre per esportare democrazia erano menzogne come quelle secondo cui non esisteva alcun disastro climatico

Essere servi giova a qualcuno
ma nuove a tutti gli altri.

Come si vede dai bozzetti, l'aeroporto resterà. Credete che resti per farci una pista di bowling?
Credete davvero che i caccia partiranno da Aviano?
Credete che i paras dormino lontano dal luogo di decollo?
E che i paras restino lontano dai depositi di armi nucleari?

Non credete forse a troppe cose?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Pax Christi

Siamo pienamente solidali con l'azione della società civile di Vicenza che si oppone all'allargamento della Base di Dal Molin Riteniamo che "l'essere con o contro gli Usa" sia un approccio strumentale al problema che chiude ogni dialogo democratico

denunciamo
la logica della militarizz. ulteriore dei territori

la decisione conseguente di rilanciare e rifinanziare il riarmo come soluzione politica alla complessa conflittualità internazion.

la conferma del "sistema Guerra", una guerra preventiva, globale e permanente, come intoccabile

chiediamo che Prodi non conceda l'allargamanto della base di Vicenza, né conceda altri siti alternativi per tale ipotesi

che sia accolta e rispettata l'azione e il parere dei cittadini che abitano nei territori interessati

che il potere e il sostegno per la costruzione della pace a livello internazion. sia trasferito all'Onu invece che alle basi militari

che si costruisca una Politica Estera disarmata e non ossequiente a chi copre quasi il 50% della spesa militare mondiale

chiedamo al governo, sui temi di disarmo, pace e cooperazione internazionale un doveroso segno di discontinuità con il governo precedente

che le alleanze rspettino con più coraggio gli impegni contro la fame, la povertà , l'ingiustizia, lo sfruttamento, la privatizzazione esasperata dei beni comuni, più che i patti militari e spesso non conosciuti, non discussi e approvati in parlamento

Ci avete promesso nel programma di governo:
"reputiamo necessario arrivare ad una ridefinizione delle servitù militari sui nostri territori, con particolare riferimento alle basi nucleari. Daremo impulso alla 2° Conferenza nazionale sulle servitù militari, coinvolgendo
la Difesa, le Forze Armate, le Regioni e gli Enti Locali, per arrivare ad una soluzione condivisa che salvaguardi al contempo gli interessi della difesa nazionale e quelli altrettanto legittimi delle popolazioni locali." (pag 109)

Rispettate le promesse fatte!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.01.07 07:34| 
 |
Rispondi al commento

E le nostre basi militari in U.S.A. quando le ampliamo? Se siamo alleati e se quelle di Aviano, Vicenza, Napoli sono basi NATO, immagino che anche noi abbiamo le nostre basi militari in California, in Alaska, in Florida, in Francia, in Germania, nel Regno Unito e così via. O no?!

Giuseppe Perricone 20.01.07 02:43| 
 |
Rispondi al commento

non ho mai detto che non ha un esercito...
ma che ce l'ha da poco: vatti a rivedere il mio post al riguardo.
e che quindi esistono paesi senza un esercito, di conseguenza non necessitiamo di essere difesi.

marco marchi 19.01.07 22:49 |
====================================================================================================


SEI UN pagliaccio che scrive e parla a vanvera .

Essendo semplicemente REALISTI ,un paese di 127.000.000 di abitanti MOLTO NAZIONALISTA e circondato da realtà COMUNISTE non può permettersi di avere a difesa 26.ooo uomini .

Il Giappone, di cui non so il numero effettivo dei suoi soldati E' sicuramente una potenza militare BENEDETTA dagli americani .

BENEDETTA in maniera molto meno MARCATA di qualsiasi altra realtà europea alleata .

Questo semplicemente perchè il giapponese ha uno spiccato senso patriottico e difficilmete lascia fare ad altri ciò che saprebbe fare benissimo da solo, tranne , COMPROMESSI alquanto vantaggiosi .

Non stiamo parlando di italiani ,ATTENZIONE .

GINO SERIO( the original :-) 20.01.07 02:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo, mostrare gratitudine non è proprio un nostro pregio, ma chissà che un bel giorno non ci pentiremo di questo …

Camminiamo con i tacchi troppo alti per un bassotto e ci diamo pure arie, ma poi se si rompe un tacco …

Hugo Kolion 19.01.07 19:12

Senti hugo, ma di che gratitudine vai parlando?
Qui mica si parla di un amico che ti presta la macchina, si parla di fare guerre, e al di là che sia giusto o sbagliato, che orgoglio provi nello sbavare dietrop a chi è più forte di te?
Guarda che a leccare il culo ti ritrovi solo la merda in faccia.
Si capisce benissimo che hai un'enorme ammirazione per chi è più potente di te, ma allora forse sei tu che dovresti emigrare negli USA.
Tacchi alti o bassi, lascia perdere, l'importante è che siano i tuoi.
O vuoi passare la vita a dire grazie a chi ti trascina nelle sue guerre?
Ancheammesso che tu queste guerre le voglia fare, trovati un modo di fartele tu, senza bisogno degli eserciti degli altri.
Non mi sono perso le pagine del libro di storia, hai capito benissimo.
Hai una testata nucleare sotto il letto e non decidi tu cosa farne, ti piace?
A me no.

giovanni de giorgi 20.01.07 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Cè poco da dire...sia con il centro destra che con il centro sinistra, quando si tratta degli americani non si litiga nemmeno più ... ho l'impressione che L'Italia sia un paese agli ordini degli USA altro che sovranità nazionale...bisogna fare quello che decidono i padroni, a tale proposito ricordate la vicenda, anzi, meglio dire la folle tragedia della funivia abbattuta da un aereo delle forze armate USA? ricordate come è finita, tanto per cominciare anche se "l'incidente" è avvenuto sul nostro territorio, nessuno è stato in grado di fermare il responsabile per fargli un giusto processo, e già questo la dice di granlunga su chi comanda in Italia, concludo dicendo questo: se ho ragione dei miei dubbi allora i nostri governanti c'è lo dicano esplicitamente, magari dicendo: cari italiani/e dovete sapere che quando gli americani ci chiedono qualcosa noi non possiamo rifiutarci, se invece il sottoscritto avesse torto marcio, magari aggiungo io... allora che i cari politici provino anche a ricordarsi dei cittadini di Vicenza, i quali saranno in parte favorevoli e in parte contrari all'ampliamento della base, e visto che sono proprio gli americani a diffondere la democrazia nel mondo, (aggiungo; la loro democrazia) a questo punto democraticamente si chieda con referendum ai Vicentini se favorevoli o contrari all'ampliamento... ma sarebbe troppo bello, come dire....e vissero tutti felici e contenti.

Mario Bertocchi (berto59) Commentatore certificato 20.01.07 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Il Costa Rica ha una Costituzione simile a quella giapponese, non possiede forze militari e spende cifre notevoli per l'educazione alla pace. Il suo Presidente ha ricevuto il Nobel per la pace.

guido collenti 19.01.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Hugo Kolion 19.01.07 22:39 | Rispondi al commento |

non barare

non tu quello sopra ma non ci stava pardon

Marco Fiaschi 19.01.07 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Unità Militari
Cinque Armate,
Cinque distretti marinttimi
Tre forze di difesa aerea ...

Un bel malloppo direi :-)

Hugo Kolion 19.01.07 22:39 | Rispondi al commento |

non barare

Le JSFD contano circa 246,400 (nel 1992 ) con 156,00 nelle Forze di Autodifesa Terrestri, 44,400 nelle Forze di Autodifesa Marittime, e 46,000 nelle Forze di Autodifesa aerea. Le riserve contano di circa 48,400 unità.

[modifica] Equipaggiamento

* Forze di Autodifesa Terrestre: carriarmati da battaglia principali, veicoli da ricognizione, veicoli di trasporto uomini corazzati, artiglieria rimorchiata e semovente, mortai, lanciamissili singoli e multipli, contraerea, missili terra-terra, missili anticarro, velivoli ad ala fissa, elicotteri di trasporto e d'attacco.

* Forze di Autodifesa Marittime:sottomarini diesel, missili anti-missile, fregata con elicotteri, navi da pattugliamento e da combattimento costiero, navi posamine, navi anfibie, navi ausiliari, aerei ad ala fissa ed elicotteri con base a terra.

* Forze di autodifesa Aeree: velivoli da attacco terrestre, velivoli da caccia, velivoli da ricognizione, velivoli da attacco AWACS, aerei da trasporto, missili terra-aria, aria-superficie, aria-aria, controllo della difesa aerea e unità di allarme


Marco Fiaschi 19.01.07 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Momentaneamente l'intero Medio Oriente, poi la Cina e insieme alla Corea del Nord ci metterei pure il barbuto che nega l'olocausto …

Hugo Kolion 19.01.07 22:22 | Rispondi al commento |

per il medioriente gliel'ho detto ripetuto e documento quali sono le motivazioni di tanto astio nei nostri confronti, se non li avessimo vessati e sfruttati per anni non ne avremmo mai sentito parlare e probabilmente se li lasciassimo in pace a cominciare dagli israeliani continueremmo a non sentirne parlare

francamente a me non fanno tanta paura ovviamente questo e subordinato allo smettere di bombardarli e fottergli il petrolio

la cina credo abbia troppi problemi al suo interno per preoccuparsi di fare guerra al mondo sopratutto ora che e incasinata col suo boom economico e la gente se comincia a stare bene ha poca voglia di fare guerre (pensiero personale ovviamente)

poi francamente non mi pare che gli americani abbiano velleita guerresche verso la cina, anche perche le prenderebbero sonoramente se andassero ad attaccarli in casa loro


La corea del nord e un problema in quanto in mano a un pazzo, ha sviluppato un arma nucleare ed e pericolosa pero senza l'appoggio della cina non va da nessuna parte,
puo ovviamente tirare qualche missile qui e la da casa sua ma francamente mi dica lei a che le servono le difese in caso di guerra nucleare


e dubito fortemente di un invasione via terra Cinese o Coreana

lei crede davvero che l'Iran avrebbe avuto interesse a sviluppare un arma nucleare se non si paventasse di continuo una sua invasione da parte degli Stati Uniti

Marco Fiaschi 19.01.07 22:38| 
 |
Rispondi al commento

ma in ogni caso coi se e coi ma non si va da nessuna parte resta il fatto che attualmente israeliani e americani non stanno facendo nulla di meglio dei nazzisti

Marco Fiaschi 19.01.07 21:31

Hmm, in questo caso il paragone è del tutto sproporzionato, questa è pura ideologia! Sarebbe come dire che il regime di Pol Pot fosse stato simile a quello di Castro :-)

Hugo Kolion 19.01.07 22:10 | Rispondi al commento |

se lei calcola la volonta di uccidere arbitrariamente e inutilmente, invadendo paesi sovrani, dal numero dei morti forse ha ragione
io non lo faccio

e un po come dire che un serial killer che ammazza 25 persone e meglio di uno che ne ammazza 50

poi ognuno la pensa come vuole, io valuta l'ideologia e l'ideologia e quella controllare il mondo e ridurlo al proprio volere sotto una prepotenza militare sia aggressica che pacifica

Marco Fiaschi 19.01.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Articolo 9.
Comma 1. Aspirando sinceramente ad una pace internazionale fondata sulla giustizia e sull'ordine, il popolo giapponese rinunzia per sempre alla guerra, quale diritto sovrano della Nazione, ed alla minaccia o all'uso della forza, quale mezzo per risolvere le controversie internazionali.
Comma 2. Per conseguire, l'obbiettivo proclamato nel comma precedente, non saranno mantenute forze di terra, del mare e dell'aria, e nemmeno altri mezzi bellici. Il diritto di belligeranza dello Stato non sarà riconosciuto.(3)

cretino a chi???

marco marchi


====================================================================================================


Questo è immediato dopo guerra .

Mi dia la fonte della cagata immonda che ha postato e cioè che i giapponesi hanno un esercito di 26000 uomini

ribadisco ,il CRETINO :-)

GINO SERIO( the original :-) 19.01.07 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non 260.000 ma 26.000 (alla faccia dell'esercito)
non possono avere ne aerei ne navi da guerra:
come lo spendono questo 1% me lo spieghi tu, almeno che tu non intenda per esercito e per spese tutte le spese per la sicurezza interna(polizia ed intelligence)
Non fanno "affidamento", ma gli è stato imposto! (avendo perso la guerra dopo 2 bombe atomiche) e non ne sono molto contenti!


marco marchi 19.01.07 22:00 |

Mi dia la fonte della cagata immonda che ha postato

Forse lei ha confuso il Giappone con il Lussemburgo .

O meglio ancora i dati dell'immediato dopo guerra .

GINO SERIO( the original :-) 19.01.07 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non solo non hai studiato, ma non leggi nemmeno i giornali! (a parte i comunicati stampa di Arcore)
Informati e poi ritorna a chiedermi scusa...
anzi non tornare che coi deficienti non ci voglio perdere tempo...

marco marchi 19.01.07 21:52


Quali giornali sentiamo ?


L'unità
il messaggero
Quali ?

Secondo te il giappone è un paese senza esercito ?

Sei proprio un cretino , scusa ma ti veniva .

per finire ti dico che il giappone è forse il paese che più di tutti si fa rispettare dagli americani .

Per i giapponesi contano i fatti più delle pugnette .

GINO SERIO( the original :-) 19.01.07 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma per favore.... gli americani ci hanno liberato dal fascismo, dal nazismo, dal comunismo (non ancora conclusa al 100%) e stanno dandoci una mano contro l'islam.......

Impariamo a dire grazie almeno

Alberto

Alberto Ascari 19.01.07 21:48 | Rispondi al commento |

ma islam de che l'integralismo islamico lo hanno creato loro a partire dagli anni 50 sapientemente alimentato, per poter giustificare le loro guerre e la loro presenza in europa

perche sti fenomeni non attaccano la cina Komunista
glielo dico io se vuole,
perche la cina gli fa un culo come una casa (sono 2 miliardi) perche ha i missili nucleari puntati contro l'america

perche non produce petrolio ma lo consuma perche compra le nostre tecnologie produttive di 50 anni fa perche non c'e alcun interessere economico a farlo

perche i caschi blu o le forze nato non stanno in Darfur o in Etiopia semplice perche non c'e un beneamato cazzo da rubare

Marco Fiaschi 19.01.07 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma per favore.... gli americani ci hanno liberato dal fascismo, dal nazismo, dal comunismo (non ancora conclusa al 100%) e stanno dandoci una mano contro l'islam.......

Impariamo a dire grazie almeno

Alberto

Alberto Ascari 19.01.07 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Dico subito che vivo in provincia di Vicenza.
Art. 5 della Costituzione
La Repubblica è una e indivisibile
Art.241 Codice Proc. Penale
Attentati contro l'integrità,l'indipendenza o l'unità dello Stato.Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza dello stato è punito con l'ergastolo.
Con questo credo si sia detto tutto su questa triste vicenda, vediamo se qualche Giudice dimostra di avere gli attributi

giacomo lucchin 19.01.07 21:41| 
 |
Rispondi al commento

necessari a raggiungere questo obbiettivo. Rimane poi il problema di difendere l'Europa dai pericoli che sono oltre i suoi confini. La situazione intorno a noi non non è stabile, non siamo contornati da un'oasi di tranquillità ...

[ Arduino Paniccia, analista militare ]

Hugo Kolion 19.01.07 21:16 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

mi perdoni seriamente mi faccia l'elenco di questi pericoli

Marco Fiaschi 19.01.07 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ah mbeh...! se lo dice l'analista militare!!!
A me risulta che esistono numerosi paesi che spendono molto meno di noi in esercito... (vedi Giappone che non ne aveva uno fino a qualche mese fa)
Premesso questo sono daccordo con il resto.


marco marchi 19.01.07 21:21 |

====================================================================================================

A PARTE la stronzata cha hai scritto ,il giappone ha un esercito di tutto rispetto , visto la vicinanza di certi paesi come la corea nord o cina :-)

Ma visto che hai menzionato il giappone , anche li esistono basi americane e non vorrei allargarmi ma forse più che in italia :-)

Ma loro a differenza di noi sono riusciti addirittura a far si che l'uomo più potente al mondo ( l'allora presidente USA clinton )quasi si inginocchiasse a chiedere elemosina , RICORDI ?

Eppure il Giappone è pieno di basi ,AMERICANE .

TZE.....

GINO SERIO( the original :-) 19.01.07 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’Unione Sovietica, non avrebbe mai retta da sola l’impatto con i tedeschi, la sconfitta sarebbe stata, anche qui senza alcun dubbio, schiacciante …
a me sembra che a stalingrado e in tutta la campagna di russia alla fine del 42 e inizio del 43 dove buona parte dell'esercito tedesco era stato impegnato e distrutto non ci fossero americani

ho seri dubbi in merito al fatto che se la germania non avesse attaccato la Russia gli americani sarebbero riusciti a sbarcare,
e indubbiamente la russia non sarebbe arrivata a berlino senza un attacco americano sul fronte opposto e la sconfitta dell'asse a
El Alamein queste tre battaglie sono indispensabili una all'altra per l'esito della guerra

ma in ogni caso coi se e coi ma non si va da nessuna parte resta il fatto che attualmente israeliani e americani non stanno facendo nulla di meglio dei nazzisti

Marco Fiaschi 19.01.07 21:31| 
 |
Rispondi al commento

a prescindere da questo secondo lei se i primi a essere sconfitti fossero stati i tedeschi, pensa che non si sarebbero arresi per gratitudine verso l'Italia ?

Marco Fiaschi 19.01.07 20:07
====================================================================================================
GUARDI sig FIASCHI io mi fido cecamente delle parole di mio nonno ancora vivo fortunatamente ( 89 anni ).

L'armata tedesca secondo mio nonno ,era praticamente invincibile ,solo grazie ai TRADIMENTI e agli AMERICANI si è potuto avere la meglio, GRAZIE A DIO dice lui .

P.s.
Mio nonno era sotto-ufficiale artigliere al fronte in africa ,mi creda , senza i tradimenti e gli yankee non ci sarebbe stato fututo per il mondo .

GINO SERIO( the original :-) 19.01.07 21:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso che non sono daccordo con l'allargamento della base a Vicenza ci sono da valutare 2 fattori importanti:
1 PUNTO
Grillo, per quanto lo stimi, si sta comportando da razzista! Il suo post è offensivo e denigratorio: "Padroni a casa nostra. Senza agenti della Cia che si muovono come in un saloon..."
2 PUNTO
(IL governo (b)erlusconi ha preso un impegno con uno Stato,non è importante con chi, e ne va della credibilità del nostro Paese (nei confronti della comunità internazionale) mantere l'impegno preso. Tutti lo fanno, tranne qualche Statarello poco, ma veramente poco serio.

Insomma i Vicentini se la prendano con il solito nanetto, che un governo serio non può e non deve togliere la parola data, anche se è data da uno STRONXO.

marco marchi 19.01.07 21:05| 
 |
Rispondi al commento

- Weishaupt (fondatore dell'Ordine Segreto degli Illuminati Bavaresi) morì nel 1830

- Nel 1834 Mazzini assunse la guida degli Illuminati bavaresi e la mantenne fino alla sua morte nel 1872

- Mazzini corrispondeva col satanista Pike, il Gran Comandante Sovrano della Massoneria dell'Antico ed Accettato Rito Scozzese, della giurisdizione del sud degli Stati uniti, che fondò, più tardi il Ku Klux Klan

- Mazzini aveva nominato Pike capo delle operazioni degli Illuminati bavaresi negli USA

- Pike si occupò degli aspetti teosofici delle loro operazioni, Mazzini di quelli politici

- Mazzini diede a Pike un progetto

- In una lettera a Pike, datata 22 gennaio 1870, Mazzini scrive:"Dobbiamo creare un super-rito, che rimarrà sconosciuto, al quale chiameremo quei massoni di un più alto grado che sceglieremo". Pare che questo sia l'elite del 33° grado del Rito Scozzese

- In una lettera del 1871, Pike spiegò in un abbozzo a Mazzini, il modo per conquistare il mondo con tre guerre mondiali ed instaurare il NUOVO ORDINE MONDIALE

- La Prima Guerra Mondiale avrebbe dovuto essere pianificata per portare la Russia sotto il dominio degli Illuminati bavaresi

- La Russia avrebbe dovuto poi essere adoperata come uno spauracchio per favorire i piani degli Illuminati bavaresi in tutto il mondo

- La Seconda Guerra Mondiale dovrebbe poi iniziare con una manipolazione delle differenze tra tedeschi e sionisti. Questo dovrà sfociare in un'espansione dell'influenza russa e nella costituzione dello stato di Israele in Palestina

- La Terza Guerra Mondiale era pianificata come risultato delle differenze, fomentate dagli agenti degli Illuminati, tra i sionisti e gli arabi. Il conflitto doveva stendersi attraverso il mondo.

E POI QUALCUNO CREDE ANCORA CHE NON SIANO TUTTI D'ACCORDO E CHE IL MOOOTTORE DI SCHIIIEEETTI NON FUNZIONI

Laura Cardelli 19.01.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Hmm, qui in fatto di storia hai beccato qualche pagina bianca :-) non cadde l’alleanza, ma i tedeschi furono traditi, cosa ben diversa … dopodiché occuparono il nostro paese !

Certo, mostrare gratitudine non è proprio un nostro pregio, ma chissà che un bel giorno non ci pentiremo di questo …

Camminiamo con i tacchi troppo alti per un bassotto e ci diamo pure arie, ma poi se si rompe un tacco …

Hugo Kolion 19.01.07 19:12 | Rispondi al commento |

IL CONTO NON MI TORNA L'italia tradi la germania in quanto si arrese non potendo contrastare l'avanzata alleata ma i tedeschi non invasero l'italia erano gia qui, le altre loro truppe erano impegnate a prenderle dai Russi (che con i loro 16 milioni di morti hanno ampiamento contribuito in vite umane molto piu degli americani)alla sconfitta dei nazzisti

a prescindere da questo secondo lei se i primi a essere sconfitti fossero stati i tedeschi, pensa che non si sarebbero arresi per gratitudine verso l'Italia ?

Marco Fiaschi 19.01.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento

parliamo tedesco sappiamo chi ringraziare,il cellulare,l'automobile,il pc..in generale sappiamo chi ringraziare!!! SVEGLIA ITALIA,CRESCI E COLLABORA CON CHI PUO' DARCI UNA MANO.

UN VICENTINO 19.01.07 18:57 | Rispondi al commento |


EGREGGIO FORSE A LEI NON E CHIARO CHE IL 40% DEI COSTI DELLA SUDDETTA BASE DA OGGI E NEI GIORNI A VENIRE PER IL SUO MANTENIMENTO SONO PER IL 40% A CARICO DEL CONTRIBUENTE ITALIANO

E CHE L'AMPLIAMENTO DELLA BASE PREVEDE UNA AUMENTO DI 40 DICO 40!!!! TESTATE NUCLEARI

E SUPPONGO ANCHE CHE I 2000 PARA CHE VI VERRANNO STANZIATI PER UN FUTURO ATTACCO CONTRO L'IRAN VERRANNO LANCIATI CON LA FIONDA VISTO CHE HA DETTO SUA ARRIVERANO SOLO QUELLI

Marco Fiaschi 19.01.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

cosa sarebbe successo se l'OK all'allargamento della base Americana (cosa della quale non ho commenti poichè non capisco la necessità) l'avesse dato il Governo che c'era prima?

Quanti Agnoletti, Casarini, No Global avremmo visto sfilare per le vie delle nostre città al grido di 10, 100, 1000 Nassyria?

Va be va un poco di informazione sarebbe il caso, perchè si fa questo allargamento della base?
Grazie.

Lorenzo Musso 19.01.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe. La cosa di cui mi rendo sempre più conto,è che l'Italia non è più schiava di Roma, come una volta..ma schiava degli stati uniti,ciò è inaccettabile! basta stringere amicizie e alleanze con stati che non rispettano i diritti umani(pena di morte,torture,guantanamo...)eppure si definiscono stati democratici! la verità è che ai nostri politici, escluso nessuno, poco importa dei crimini che hanno fatto e continuano a fare gli u.s.a. nel mondo, finchè c'è il guadagno economico benvengano le basi militari usa in italia,quelle della c.i.a. in europa, le guerre di prevenzione ecc.. non è possibile che nessuno dei politici che ci dovrebbe,e dico dovrebbe rappresentae ha l coraggio di prendere le redini sulla questione e dire senza timore, BASTA!
BASTA A QUESTA FALSA ALLEANZA.. chiudiamo i rapporti con gli stati uniti finchè la loro politica mondiale non cambia..via le basi militari dall'Italia,i mc donald's, e tutto ciò che finanzia e aiuta gli u.s.a. nella loro lotta al potere! basta strette di mano tra diplomatici italiani e americani..si è parlato di antiamericanismo in questi giorni..bhè non c'è niente di male a dirlo..IO SONO ANTI AMERICANO..e ciò non vuoldire che sono contro il popolo o la loro esistenza, ma contro il loro modo presuntuoso di fare politica mondiale!. U.S.A. GOVERNO CRIMINALE..la gente non si deve vergognare, IL SANO ANTIAMERICANISMO è GIUSTO! per la pace,la giustizia il rispetto degli altri popoli...
No all'ampiamento della base americana a Vicenza! Max da Roma

max viola 19.01.07 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono diversi motivi che possono portare una persona a dire NO al dal Molin, dai più semplici e pratici a più alte e anche astratte ideologie. Motivi per me tutti ovvi ma evidentemente non per tutti e questo lo accetto poichè la nostra è una democrazia giusto? Almeno così dovrebbe essere....Quindi perchè c'è tanto timore da parte degli organi istituzionali ad affidare tale decisione al popolo mediante un semplice referendum? E soprattutto perchè il caro sindaco di Vicenza non ha mai, e dico mai, accennato a tale decisione o potenziale decisione di assegnare il Dal Molin per una nuova base Usa? Aveva forse paura della risposta dei cittadini? Chi nasconde le cose ha paura, non è sicuro di ciò che fa o più probabilmente è sicuro che sta facendo una pura "schifezza". Ma la cosidetta "schifezza" il sindaco Hulveck la sta facendo a noi cittadini considerandoci meno di nulla visto che non ha sentito la necessità di considerarci. Tutti dovrebbero essere offesi da tale atteggiamento anche chi dice SI al Dal Molin, tutti dovevano sapere fin da subito, ne avevamo diritto. Il popolo deve restare ignorante vero sindaco? Avanti così, questa è democrazia......

Tommy Sinicato 19.01.07 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Certi valori vanno difesi, all’occorrenza con le armi, o vuoi sostenere che i nazisti sono stati sconfitti sventolando la bandiera della pace?


guarda caso dai nazi ci si e difesi perche volevano conquistare il mondo, non mi risulta che qualcuno gli abbia fatto guerra preventiva, anche se c'erano avvisaglie e motivi ben piu plausibili di quelli per farla a loro piuttosto che all'iraq

Marco Fiaschi 19.01.07 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai nostri politici voglio solo chiedere: VI SIETE DIMENTICATI DELLA TRAGEDIA DEL CERMIS? Era il 3 febbraio del 1998, quando un pilota americano della base di Aviano, non si sa se per gioco o scommessa, ha tranciato i cavi della funivia causando la morte di 20 persone. Nè il pilota nè i membri dell'equipaggio sono stati processati in Italia, perchè noi dobbiamo tenerci le basi, pagare profumatamente per la loro presenza, ma se un soldato americano compie un reato da noi non lo possiamo giudicare!!! Allora mi chiedo: SIAMO UNO STATO SOVRANO O UNA COLONIA? E' giusto che siano i vicentini, e solo loro, a decidere cosa si fa del loro territorio!!!! Un governo che ci rappresenti dovrebbe considerare solo la nostra opinione, non chinare sempre il capo davanti agli americani. Se invece il governo americano potrà utilizzare la nostra terra come più gli piace allora VORREI CHE NOI ITALIANI VOTASSIMO REGOLARMENTE ALLE PROSSIME ELEZIONI NEGLI STATI UNITI! Chissà che la nostra voce non venga più ascoltata lì che a casa nostra!!! Beppe grazie per esserci!

Lara Caser Commentatore certificato 19.01.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Hugo Kolion 19.01.07 16:00 | Rispondi al commento |


gliel'ho detto ieri glielo ripeto oggi il suo nome e una garanzia vada a dare un occhiata alle foto Ronald Rumsfeld che stringe la mano a Saddam, guarda caso proprio nel periodo in cui Saddam sterminava i curdi con gas di fornitura Americana,
infatti guarda caso gli Americani di gas in iraq non ne hanno trovati, se hanno smesso di fornirglieli come cazzo facevano a trovarli

e lei si chiede come mai esiste l'estremismo islamico
mi dica una cosuccia semplice semplice se le metto in casa per 30 anni un serial killer, che si diverte a torturare la sua famigla lei che fa mi stende un tappeto rosso quando vengo poi ad ammazzare i suoi figli per portarlo via ?

Marco Fiaschi 19.01.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Datti una calmata, Fernanda, se un paese dice No all'America, non succede niente!
Lo hanno già fatto Canada, Norvegia, in parte Francia e Germania, persino la piccola Grecia!
Non succede niente!
Solo l'Italia continua a dire un SI' vergognoso a Bush, gli altri paesi ci stanno ripensando e stanno smantellando le basi americane e gli USA NON CI POSSONO FARE NIENTE!
Solo noi facciamo la figura dei pirla!! Grazie a Berlusconi e a Prodi!
Gli altri paesi ci hanno pensato bene prima di fare da tappetino a Bush e a imbarcarsi nell'avventura afgana e irachena
Noi di errori ne abbiamo fatti abbastanza!
Consideriamo questa mossa di Prodi un gravissimo errore! un reato
120 parlamentari dell'Unione pensano questo

Il Pentagono ha dichiarato che le 2 guerre (Afghanistan e Iraq) sono state "perse"
Understand?
Capisci la parola? P.E.R.S.E. !

False le motivazioni, sbagliata la strategia, nessun obiettivo raggiunto, né militare, né democratico. PERSE !!!!
Perduti, sconfitti, kaput, infilati in un cul de sac che mostra chiaramente che Afghanistan e Iraq sono 2 Vietnam, 2 paludi da cui non sanno come uscire
Una montagna di denaro buttato, 10 miliardi di dollari al mese! Decine di migliaia di persone ammazzate, 2 paesi distrutti con acqua e suolo contaminato. Nessun ordine, nessuna democrazia, nessuna ricostruzione. Risorse petrolifere depredate. I vecchi signori integralisti intoccabili ai loro posti di prima. La popolazione più povera e disperata di prima. Le leggi internazionali a pezzi. Un terrorismo che in Iraq nemmeno esisteva e ora è diventato una piovra. Conflitti religiosi che prima erano tenuti sotto controllo ora sono esplosi
Il fallimento totale!
Questo l'America ha da mostrare al mondo: una totale sconfitta!
E in queste condizioni c'è poco da fare i gradassi e da esigere altre basi militari e altre guerre!
STOP WAR
Tornatevene a casa, yankees, e cominciate a ricostruire l'America, che il vostro stupido fanatismo sta portando a distruzione il mondo!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

firmate la petizione contro la nuova base americana a Vicenza!
http://www.petitiononline.com/vicenza/

manuela masiero Commentatore in marcia al V2day 19.01.07 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Lettera inviata alla Presidenza della Repubblica
Non le nego il GRANDE sconforto quando ho appreso la NUDA VERITA' riguardo all'uso dell' URANIO da parte delle forze dello stato. E' un GRAVE atteggiamento CRIMINALE che non fa onore ad un italia cosi in bilico sotto il profilo della stabilità politica.
Cosa deve pensare un cittadino delle forze armate? Quale linea separa il BENE dal MALE? Anche Lei avrà di sicuro persone care, si immagini per un momento che qualcuno autorizzi su di loro armi come queste... E' spaventoso mi creda! Come si può pensare uno STATO CHE UCCIDE ma non solo, non riesce a capire che la VITA E' UN DONO MERAVIGLIOSO PER TUTTI e NESSUNO può improvvisarsi giudice dell alto solo perchè è stato armato ed esaltato. VERGOGNA! Lei rappresenta, secondo la costituzione,la più alta carica...ma in cuor suo non prova degli strani sensi di colpa???
UN CITTADINO CON LA VOGLIA DI VIVERE

GIORGIO CASINI 19.01.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un grande applauso a Franzina da parte mia... incredibile.

Raffaele Scarica Commentatore certificato 19.01.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento

La dittatura...... un'altra frase che si usa troppo spesso...... Secondo voi Bush è un dittatore?? PENSATECI....
Soprattutto immaginatevi se il Sig.Prodi avesse detto no al progetto sull'ampliamento della caserma Usa. Come avrebbero reagito i grandi democratici amerikani?????
Mi ricordo tanti anni fa qualche personaggio politico si è permesso di dire NO all'america e dopo qualche mese siamo andati in "austerity".
E come disse un grande dittatore..... Chi ha forza e potere lo usi!!!!

fernanda denni Commentatore in marcia al V2day 19.01.07 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si sente spesso che gli immigrati fanno quel che vogliono in questo paese, ma chi ha governato in questo paese negli ultimi 5 anni, se non leghisti ed ex-missini?

Prodi doveva fare in 7 mesi ciò che non ha fatto merlusconi in 5 anni a riguardo?

c'è chi predica di svegliarsi agli altri, ma evidentemente parla nel sonno

aldo nini 19.01.07 14:58| 
 |
Rispondi al commento

gli stati uniti nell'86 sono stati riconosciuti colpevoli di terrorismo dalla corte internazionale dell'aia, lo prova la trasmissione Report.

per chi ancora non vuole vedere/ammettere, NON ANDATE a questa pagina:

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90169,00.html

aldo nini 19.01.07 14:50| 
 |
Rispondi al commento

A mio modo di vedere, abbiamo già dato! Cioè, tutte le servitù e i privilegi concessi in questi anni hanno abbondantemente compensato il debito di riconoscenza dovuto per la liberazione dal nazifascismo, il troppo storpia!

Non si azzardi nessuno a tacciarmi di antiamericanismo essendo io un grande estimatore dell'architettura, della tecnica della capacità di impresa e di ogni lato positivo che questo popolo ha saputo manifestare nell'ultimo secolo, ma c'è un limite a tutto, il futuro nostro e direi del mondo è legato all'Europa e qualsiasi ammiccamento di troppo da parte nostra verso gli USA sarebbe un passo indietro all'integrazione europea vista come unico sbocco reale per gli anni a venire . A incominciare dalla difesa, la vivibilità dell'ambiente, le politiche macroeconomiche e il futuro dei nostri figli, tutte queste cose noi le dobbiamo cercare nella federazione europea di cui facciamo parte.

Qualsiasi doppiogiochismo (quello che una certa destra contraria all'integrazione europea vorrebbe : leggi Lega) ci porterebbero un mare di guai futuri come ormai chiunque capisce seguendo la politica dissennata di Busch.

Quin

Giangi Erri 19.01.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento

La faccenda dell'allargamento della base di Vicenza fa riflettere su una questione squisitamente Italiana di servitù e vassallaggio senza reali controparite e anzi con prevedibili problemi internazionali.

Sono ormai 62 anni che l'America utilizza a suo piacimento il nostro territorio e all'insaputa della maggior parte della gente che non conosce la reale pericolosità della persistenza delle enormi basi sparse nel nostro Paese, molto spesso senza rispetto per l'ambiente naturale :Nelle esercitazioni, ormai vengono usati proiettili anticarro all'uranio impoverito e i sottomarini atomici in avarìa nei dintorni della Maddalena rilasciano sostanze radioattive, le circa novanta testate nucleari che ospitiamo nel nostro sottosuolo sotto forma di testate di missili tattici non possono essere ignorate.

Qualcuno ha cercato di giustificare i danni subiti dal nostro paese con la necessità di avere un alleato forte ad ogni costo o con il guadagno che il nostro paese conseguirebbe...
Non c'è niente di più sbagliato !
Se durante la guerra fredda potevamo essere interessati ad essere protetti dall'ombrello della Nato (per alcuni anche questo problema non è mai esistito, non essendoci mai stato il pericolo di un passaggio dell'Italia alla galassia dei vicini paesi comunisti dell'epoca, infatti oggi non ne è rimasto nessuno ...), oggi, una così grande presenza USA è vista come un reale pericolo di future ritorsioni da parte dei paesi arabi presi di mira da Busch che ormai è capace di qualsiasi opzione futura pur di favorire le lobbyes petrolifere e bancarie (leggi : Guerre e destabilizzazioni locali come Libano, Somalia e prossimamente Siria e Iran).

Il discorso poi bassamente commerciale e di guadagno viene facilmente smontato da chiunque abita in prossimità di dette basi: In effetti sono autodigerenti nel senso che producono e vendono tutto ciò che viene consumato e ci sono anche discoteche, palestre ecc...
Quindi pare logico che di reali vantaggi non se ne parla ...anzi...

A m

Giangi Erri 19.01.07 14:12| 
 |
Rispondi al commento

E' infatti indubbio che, quel pezzo di madre Patria verrà sottratto nel fatto e nel diritto all'Italia diventando un'isola straniera all'interno dei nostri confini. Probabilmente nessun magistrato avvierà mai un procedimento in questo senso, come nessuno fece nulla quando, ambiguamente, nella legge che aboliva la leva obbligatoria, al comma 1 di fatto si stabilì la condizione subordinata dell'Italia alle decisioni delle "organizzazioni internazionali delle quali l'Italia fa parte”, leggi, tra l'altro, la Nato.

Rifondazione Comunista, che ho sempre votato, MI HA TRADITA. Non ha fatto cadere il governo Prodi, ormai alleato alla destra nazionale, e io non glielo perdonero' mai.

Tiziana Stanzani 19.01.07 10:42

Sto blog sta a diventà un Teatrino.Tu che biascichi di "Madre patria" mi mette un brivido sull'osso Sacro.Ma che te ne è mai fregato della patria a te.10 100 100 Nassirya e poi.....la Patria.Ma tu non sei una di quelle decine di persone che scendono in Piazza per i "Diritti degli Immigrati" cosa lodevole che non fa il paio con l'interesse per i Diritti di chi sta con le pezze al culo qui?Di "Isole Straniere" come dici tu ci sono tutti i Paesini dell'hinterland laziale in balia di tutte le genti, meno che italiche genti.Porca miseria, ma veramente pensate quello che dite o al contario dite per dire qualcosa.Voi date linfa vitale al razzismo piu' becero, proprio perchè funzionate come un Isola estranea agli interessi nazionale all'interno del Vostro paese.Ma io dico: se pensate veramente quello che dite, ma xchè non emigrate altrove invece di avvelenire una situazione già di per se letale?Rifondazione ti ha già tradito quando per uscire dalle sabbie mobili del 9/10 % ha pensato bene di candidare Luxuria( hai sentito qualcosa che valga la pena di porre in evidenza dalla medesima?) e Caruso Pascosky, cosi' i movimenti sono accontentati e pure la Matematica ha avuto un senso.Povera illusa.Povera Italia, diceva Battiato.

Mario Bartulli 19.01.07 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Italia autolesionista?
Qui non c'entra il pacifismo, anzi, è più una questione strategica.
Qualcuno mi deve spiegare come può essere che in un paese dove le caserme le chiudono perchè di militari ce ne sono sempre meno, ampliamo le basi militari straniere.
Quale governo con un minimo di sale in zucca permetterebbe a 30000 soldati di un altro paese di avere base sul proprio territorio?
E poi che schifo Prodi, che vigliacco.
Demanda al comune una decisione del genere, come se fosse una questione logistica, e nient'altro..
Pronto? Raddoppiano i soldati americani!
Alleati? Per ora! In un paese dove l'antipatia per gli USA cresce di giorno in giorno, ci piazzi altri 1800 militari?
In una città come Vicenza, dove la convivenza tra soladti USA e vicnetini bene o male è sempre stata tranquilla, ne metti altri 1800 e allora i vicentini cominciano a dire No, cazzo, no.
Allora anche gli americani arrivano e si accorgono che non sono nemmeno graditi..
A chi giova?
Ai vicnetini che lavorano a Ederle?
Vogliono raccontarci che senza caserma a vicenza fan la fame? Che se non gli aggiungono altri 1800 soladati non hanno più un lavoro?
E poi se fosse davvero per quello allora perchè non una base russa, o francese, o pakistana?
Questo governo è la cosa peggiore che ci poteva capitare.
Berlusconi metà paese lo odiava ma almeno i suoi li faceva contenti.
prodi chi fa contento?
E poi basta con quet'onta dell'antiamericanismo!
Sì, l'esercito americano con le sue bombe e le sue armi non lo voglio in Italia, cosa c'è di strano?
Sono antiamericano, e allora? Con lo scempio che sta facendo Bush, non dovrei? Lo devo nascondere? E' già considerato un reato di slealtà punibile con la morte?
Fucileranno dieci italiani per ogni antiamericano?
Nessuno si vergogna di essere servo degli USA ma tutti si precipitano a giustificarsi: "Io amo gli USa, ma...""Gli USA sono un grande paese, ma.." Basta, IO SONO ANTIAMERICANO!

giovanni de giorgi 19.01.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gino,
per colpa di pochissimi deficienti come te il più avanzato dei paesi dell'est Europa ha fatto una fine davvero grama.
La Slovenia almeno è stata risparmiata, ma i poveri Serbi ancora stanno pagando la contaminazione nucleare dei "cari amici" americani.

Valentina Vlahovic 19.01.07 02:16 | Rispondi al commento |
====================================================================================================

I poveri SERBI ?

Mi vorrai gentilmente spiegare cosa centrino gli americani con la guerra civile ,perchè molti serbi, sloveni ,bosniaci e croati attribuiscono quella nefandezza all'occidente e mai ad un certo TITO e seguaci nostalgici .

Dimmi valentina quanti nostalgici esistono ancora nel tuo paese ,perchè è da li che dovreste partire, per un reale cambiamento .

Non hai capito NULLA di ciò che intendo .

Le offese te le potevi risparmiare .

GINO SERIO( 49ERS :-) 19.01.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

A pensarci bene, anche "the KC and the Sunshine Band" mi fanno pensare che quando mi saro' rotto i cogl......di questo Paese senza midollo, l'unico approdo sicuro potrebbe essere l'America. Li manco lo sanno chi è Ferrero.Per sbaglio conoscono Pavarotti.Ma è solo un mero errore.

Mario Bartulli 19.01.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Volevo far sentire anch'io la mia voce...
La mi opinione è che questi Americani portatori di pace e di "DEMOCRAZIA", sarebbe ora che la finissero di rompere il cxxxo a tutto il mondo.
Ormai delle loro guerre per portare la pace non ci crede più nessuno...
Hanno tantissimi problemi da curarsi nella loro casa, e ancora continuano a preocuparsi del resto del mondo.
LE LORO BASI SE LE FANNO A CASA SUA!!!
La cosa che mi meraviglia ancora di più è che nel 2007, ci sia ancora la guerra tra i popoli, per il petrolio...
Italiani zerbini del mondo, che si mettono a 90 di fronte ad un popolo senza storia. Dovremmo solo insegnare loro come comportarsi... Visto che la vecchia europa ha qualche migliaio di anni in più.

Mattia Severin 19.01.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cavolo! Oggi osservando un Video su YouTube delle Sister Sledge che con una facilità estrema quasi cantassero "La Marianna che va in campagna quando il Sole tramonterà" canzone tradizionale del Nostro Popolo o meglio, delle Campagne del Nostro Popolo,cantabvano invece "All American Girls" Pietra miliare della Disco music anni 80, non ho potuto fare a meno di cantarla a squarciagola.So troppo forti sti Americani!! Non posso proprio preferire tutta quell'altra accozzaglia che volete difendere e propinare inculcandola con panegirici piu' o meno intellettualistici, nelle nostre menti.pure perchè de questi io non ho sentito mai un cazzo che valesse la pena di sentire.Men che meno di ricordare.

Mario Bartulli 19.01.07 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma se gli accordi vanno assolutamente rispettati, anche quelli ufficiali, perchè non abbiamo rispettato quello con i tedeschi nazisti?
Non si può cambiare idea?

Marco Vagnozzi 19.01.07 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Dovete leggere l'articolo di Antonella Randazzo sulle Basi Americane (18 gennaio 2007).
http://by15fd.bay15.hotmail.msn.com/cgi-bin/getmsg?msg=MSG1169179071.0&start=305

Enrico Rossi Commentatore certificato 19.01.07 12:40| 
 |
Rispondi al commento

E POLIS - IL VICENZA
17 gennaio 2007
Una informazione che aggiunge vergogna a vergogna
Marco Mostallino

Una leggenda circola da anni negli ambienti politici e economici: gli americani saranno anche ingombranti, però pagano l'affitto delle basi allo Stato italiano. Falso. Completamente. La verità è contenuta nel "2004 Statistical Compendium on Allied Contributions to the Common Defense", ultimo rapporto ufficiale reso noto dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Alla pagina "B-10" c'è la scheda che ci riguarda: vi si legge che il contributo annuale alla "difesa comune" versato dall'Italia agli Usa per le "spese di stazionamento" delle forze armate americane è pari a 366 milioni di dollari. Tre milioni, spiega il documento ufficiale, sono versati cash, mentre gli altri 363 milioni arrivano da una serie di facilitazioni che l'Italia concede all'alleato: si tratta (pagina II-5) di «affitti gratuiti, riduzioni fiscali varie e costi dei servizi ridotti». Ciò che le imprese del Nord-Est e del Meridione domandano da anni a Roma senza ottenerlo, gli Usa lo incassano in silenzio già da molti anni. È come se il padrone di casa, oltre a dare alloggio all'inquilino, gli girasse anche dei soldi. Nel caso delle basi americane, il 41 per cento dei costi totali di stazionamento sono a carico del governo italiano: il dato è riportato alla pagina B-10. Alla tabella di pagina E-4 sono invece messi a confronto gli alleati: più dell'Italia pagano solo Giappone e Germania, mentre persino la fidata Gran Bretagna è dopo di noi, si è limitata - nel 2004 - a contribuire con 238 milioni di dollari.

Marco Vagnozzi 19.01.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe. A natale mi han regalato il tuo libro, edito dalla Feltrinelli. Confesso che rileggere certi passaggi dei tuoi interventi televisivi (quando ti facevano lavorare in TV) mi ha riempito di angoscia. Da giovane, quando ti vidi la prima volta su NO-STOP (avercene trasmissioni così) mi facevi soltanto ridere, e molto. Oggi, che ne ho 42, moglie e figlia, continui a farmi ridere, ma mi carichi anche di angoscia. Angoscia perchè non vedo fine allo sfascio del nostro Paese. Angoscia perchè si proibiscono films sui Maya e si continua a mandare in onda quei cazzo di cartoni animati giapponesi, o si fa pubblicità inebrianti sulle alte velocità, fregandosene dei controlli elettronici (per vendere delle cazzo di caramelle alla menta!). Angoscia perchè sono di sinistra, e venti anni fa ero fiero d'essere rappresentato da uomini come Berlinguer. Oggi mi vergogno, mi disgusta tutto. Non compro più giornali, nemmeno Manifesto. Sono diventato un uomo depresso, qualunquista. Come vogliono "loro".
Un abbraccio.

Jacopo Masi 19.01.07 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo neanche un certo guadagno economico per la città di Vicenza, per l'ampliamento della caserma Usa.
In caso vi foste dimenticati all'interno della caserma verranno costruiti: negozi, scuole, parruchieri (per mogli dei soldati), cinema, una radio privata esclusivamente x i soldati e le loro famiglie, un'ospedale, case dove andranno ad abitare le famiglie dei soldati. Dunque ....... mi domando dov'è il guadagno economico x la città di Vicenza???????????
In quanto agli scambi culturali, io credo che gli italiani sappiano abbastanza della cultura americana...... il guaio è che gli americani sappiano poco o niente della cultura italiana.... E NON'E' ANTIAMERICANISMO MA E' REALTA' DEI FATTI....... PURTROPPO

fernanda denni Commentatore in marcia al V2day 19.01.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, se il dibattito si centrasse su questo piuttosto che sull'opportunita' o meno di accontentare o scontentare Bush, forse si riuscirebbe ad estrarre dall'ampliazione qualche ulteriore vantaggio per la popolazione locale ...

http://www.noisefromamerika.org/index.php/articoli/454#body

Hugo Kolion 19.01.07 10:08 | Rispondi al commento |


allora considerato che spendiamo circa 300 milioni (nel 2002 540 milioni) di euro l'anno per mantenere le 10/11 basi ufficiali che abbiamo in Italia faccia 2 conti se veramente ci conviene, quella e la base piu grossa d'italia e dopo l'ampliamento piu grande d'europa
credo che 720 lavoratori e l'indotto esterno dei bar cinema e altro difficilmente arrivera' a produrre un reddito che possa coprire le decine di milioni di euro che quella base costa al contribuente

Tolto questo che e' un calcolo empirico e alquanto approsimativo, non sapendo quanto esattamente la base produca di indotto e in quale percentuale incida sui 300 milioni di spesa annua,

pero ci sono cose cose che non necessitano di una clacolatrice per fortuna, e per la precisione non
serve una calcolatrice non ha abbastanza cifre per contare quanti omicidi segreti e non ha perpetrato l'america nel corso dei decenni rivendicandone lei stessa alcuni,
non mi occorre fermarmi a pensare per chiedermi se voglio essere complice di crimini contro l'umanita come quelli perpetrati dalle loro guerre "preventive", o dalla guerra del kossovo a base di armi a uranio impoverito che che nell'arco degli anni uccideranno molto piu della guerra stessa

e non ho bisogno di dibattere per dirle che non voglio armi e in particolare 90 testate nucleari 10 volte piu potenti di quelle del 45 nel mio territorio e ancor meno le voglio se sono fuori dal mio controllo

ci manca solo che mister camicia di forza bush ne lanci una da territorio italiano, per qualcuna delle sue guerre preventive secondo lei chi viene attaccato dove rispondera ? a New York o alla base di partenza del missile

Marco Fiaschi 19.01.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Ditemi se c'è differenza tra gli italiani ed una puttana senza coscienza!
Lei dà il suo corpo e lasciamo che il NOSTRO TERRITORIO sia sporcato da chi fa la guerra!...in cambio di denaro!
E pretendiamo pure di non aver nessuna responsabilità!

Che schifo!
Cerchiamo di avere un pò di buon senso... una volta tanto!

Gio Fasola 19.01.07 11:39| 
 |
Rispondi al commento

gli stati uniti nell'86 sono stati riconosciuti colpevoli di terrorismo dalla corte internazionale dell'aia, lo prova la trasmissione Report.

per chi ancora non vuole vedere/ammettere, NON ANDATE a questa pagina:

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90169,00.html

aldo nini 19.01.07 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Alberto R

"Fa male pensare che in Italia c'è gente che pensa che sia "FIGO" manifestare spaccando tutto..."

sono d'accordo, ma fare di tutta l'erba un fascio è proprio l'obiettivo di chi infiltra gruppi violenti tra i manifestanti pacifici, ed è un esempio di qualunquismo che proprio lei detesta tanto


"Fa male pensare che ci sono persone che pensano che i militari USA in Italia fanno i loro comodi senza essere perseguiti"

fa più male il fatto che sia vero: CERMIS

aldo nini 19.01.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

La Repubblica è una e indivisibile
E' molto chiaro, in questo senso, l'articolo 5 della nostra Costituzione.
Anche il Codice Penale non ha bisogno di molte interpretazioni su questa materia.
Art. 241 Attentati contro la integrità, l'indipendenza o l’unità dello Stato. Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza dello Stato è punito con l’ergastolo.

Originariamente era prevista la pena di morte, poi soppressa e sostituita con il carcere a vita, a testimonianza che questo è, per la legge italiana, reato più grave, per esempio dell’omicidio, per il quale sono previste gradazione di pena più lievi prendendo in considerazione le modalità del delitto.

L’attentato alla integrità dello Stato non ammette, invece, attenuanti e l’articolo 5 dello stesso Codice Penale non ammette l’ignoranza della legge.
Credo che la decisione di concedere agli Usa l'area attualmente occupata dall'aeroporto "Dal Molin» per la realizzazione di una base militare americana (Ederle2), che sarà fuori dalla giurisdizione italiana, violi proprio l’articolo 241 del Codice Penale.

E' infatti indubbio che, quel pezzo di madre Patria verrà sottratto nel fatto e nel diritto all'Italia diventando un'isola straniera all'interno dei nostri confini. Probabilmente nessun magistrato avvierà mai un procedimento in questo senso, come nessuno fece nulla quando, ambiguamente, nella legge che aboliva la leva obbligatoria, al comma 1 di fatto si stabilì la condizione subordinata dell'Italia alle decisioni delle "organizzazioni internazionali delle quali l'Italia fa parte”, leggi, tra l'altro, la Nato.

Rifondazione Comunista, che ho sempre votato, MI HA TRADITA. Non ha fatto cadere il governo Prodi, ormai alleato alla destra nazionale, e io non glielo perdonero' mai.

Tiziana Stanzani 19.01.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Abito da sempre a Vicenza e questa vicenda ha degli aspetti tenuti nascosti dai media che la stanno strumentalizzando a favore di chi preferiscono (come sempre). Prima di lasciarsi andare a commenti che prendono spunto da fatti parziali vorrei che tutti si informassero bene di come stanno le cose. Personalmente non sono contro ad un nuovo sito dove stanziare altri militari ma lo sono riguardo a come le cose sono state sommersamente portate avanti dalla giunta centrodestra (caso strano sempre loro). I media televisivi continuano a far vedere i soliti che ripetono i soliti commenti. La maggior parte di questi sono commenti assurdi e assolutamente ristretti a una minima parte di quello che potrebbe voler dire un nuovo sito militare. Perchè non si parla mai del posto di lavoro che perderebbero gli attuali lavoratori civili della caserma Ederle? Perchè non si dice che la giunta comunale di Vicenza NON INTENDE RISPETTARE gli accordi contrattuali che molti di tali lavoratori hanno stipulato? Perchè non si dice che l'indotto lavorativo per molte aziende verrebbe a scemare in maniera trascendentale in mancanza della caserma Ederle?
Continuate a vedere solo quello che ci propinano i media e a non informarci su come stanno veramente le cose, che così va bene. Continuate a non aprirvi la visuale che la ristrettezza mentale dei vicentini è ormai famosa quanto il Palladio. Continuate ad abboccare come pesci alle esche politiche dei politici da 4 soldi che avete votato in maggioranza a Vicenza.

Paolo Fresu 19.01.07 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Che siate d'accordo o meno.... è una NUOVA BASE che sorge nel cuore di VICENZA...e non come dicono orami tutti i tg un "ampliamento" della base di "ederle".

ederle come località non esiste, è solo il nome di un altra caserma di Vicenza.

il dubbio è: NON E' CHE SUONI MEGLIO "AMPLIAMENTO" DI "NUOVA BASE"? e sbatterla a "ederle" (che non esiste) è meglio che a Vicenza?
Complimenti ai giornalisti....

stefano sartori 19.01.07 09:42| 
 |
Rispondi al commento

io credo che supportare l'unione europea, piuttosto che l'alleanza americana sia nostro interesse;

la politica tedesca e francese spingono evidentemente ad una emancipazione dal controllo politico che gli stati uniti mantengono sul globo,

aborro l'atteggiamento di una alleanza in posizione subordinata con gli stati uniti che gli 'americanofili' sembrano ricercare: questo è il contrario di un 'sano nazionalismo'.

aldo nini 19.01.07 09:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Jørgen Jørgensen

anche il terrorismo di stato statunitense è una realtà, le piaccia o no.

perchè vede l'uno e non l'altro?

aldo nini 19.01.07 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dear melania, like it or not, islamic terrorism is a reality. I dont deny maybe there are some political implication by someone (and we all know who)but we CANT call it a "PAGLIACCITA".

Cheers....

Jørgen Jørgensen 19.01.07 07:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sig.na Valentina, i deficenti sono coloro che usano l'insulto. L'Insulto é una dimostrazione di impotenza intelettuale, una dichiarazione di sconfitta insomma.
Gino ha che le piacca o meno, ragione. Ora lei tira in ballo i balcani, ma é ovvio che non sa di cosa parla.

saluti

Jørgen Jørgensen 19.01.07 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Si continua a dire che fummo liberato dagli americani.
Nella seconda guerra mondiale, gli americani sbarcarono in Italia per ragione strategiche, ma l’esercito alleato era formato da americani, inglesi, francesi, russi, polacchi, canadesi, australiani, finlandesi, danesi, norvegesi, greci.. forze militari e partigiani di tutti questi paesi.
A tutti loro dobbiamo riconoscenza. Ma a nessuno di loro dobbiamo dipendenza. E a nessuno di loro abbiamo l’obbligo di regalare pezzi del nostro territorio. Perche’ il nostro territori e sacro come la nostra casa e non dobbiamo tollerare invasori.
I paesi europei stanno smantellando le basi americane o rifiutano di averne. Non sono tacciati di antiamericanismo per questo. Hanno semplicemente governi con le palle che hanno deciso politiche internazionali diverse da quelle di Bush, “nel loro pieno diritto”. Anche la Germania lo fa. “Nel suo pieno diritto”. Se i debiti di guerra fossero eterni, L’Europa sarebbe ancora suddita dell’impero romano.
E quando Bush ha voluto imporre uno scudo difensivo USA sull’UE, l’UE ha educatamente detto: “No, grazie!”, senza che ci fosse gente che si sbracciava a dire che questo era antiamericanismo. Questa e‘ semplicemente liberta’ e autonomia. Significa essere paesi liberi e non venduti a un altro stato da governi corrotti e anti-italiani che hanno fatto questa cosa orribile per i loro interessi occulti.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 06:23| 
 |
Rispondi al commento

Uno di Vicenza puo’ dirmi quanti km ci sono tra Vicenza e Aviano?
Vorrei immaginarmi la scena: 1.800 paras che si svegliano ogni mattina nel "dormitorio" di Vicenza, prendono mitra, bombe, autoblindo e carri armati e partono per fare le esercitazioni ad Aviano, o addirittura ci vanno per decollare in missione urgente di guerra! “Urgente” si fa per dire.
Si fanno tutti quei km su una strada stretta, ingorgata, con in mezzo la bretella di Mestre dove si inchiodano per due ore, la sera viceversa?!
Magari devono fare una partenza veloce per una operazione militare. Me lo immagino che blitz!
Di qui a che siano usciti dal traffico, sono passate due ore.
Ma vi pare possibile che questo accada e che l’aeroporto di Vicenza in pieno centro non sia rimesso in funzione per partenze veloci di caccia? o che il materiale bellico o i poligoni di tiro non siano impiantati nel cuore di Vicenza? Parisi ha detto solennemente che gli yankees gli hanno promesso.. ma a che valgono le promesse americane? A che valgono soprattutto quando, dopo che il territorio, 1.250.000 mq., sara’ ceduto, nessuno piu’ avra’ o potra’ dire alcunche’ essendo a tutti gli effetti TERRITORIO AMERICANO?
Poveri vicentini! Sarà meglio si provvedano di bunker aomici! E li mettano in conto al sindaco Hullweck!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 05:56| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste patto internazionale tra paesi liberi che implichi che uno dei due sia succube ai comandi dell’altro senza espressione propria. Quello e’ un patto vile da padrone a servo che uccide la dignita’ di entrambi e chiude ogni discorso sulla democrazia.
E dire che gli americani ci hanno liberato dai nazisti e dunque dobbiamo loro subalternita’ eterna e’ privo di senso, dopo 64 anni dalla fine della guerra, non c’e’ debito che non sia estinto dal tempo e agli americani abbiamo dati fin troppo senza riceverne altro che insulti e discredito, non hanno mai rispettato la nostra dignita’, non ci hanno nemmeno lasciato condurre la missione irakena sotto il nostro corpo d’armata e ci hanno messo sotto il comando inglese, ci hanno sempre trattato con disprezzo, senza riconoscerci mai un diritto.
E poi allo stesso modo potremmo dire che ci hanno liberato gli Inglesi, i Russi e perfino i marocchini, ma nessuno ci viene a dire che abbiamo il dovere di vendere loro pezzi di patria per diventare pericolosi bersagli di bombe nucleari per guerre che non abbiamo deciso noi.
Penso con terrore che siamo diventati un paese di zombi. La prima colonizzazione che hanno fatto e’ quella dei cervelli, ad alcuni non e’ rimasta nemmeno l’immaginazione, altrimenti non baratterebbero 744 posti di lavoro per la morte atomica. Il loro cervello arriva ai posti di lavoro, non riesce nemmeno a immaginare gli esiti di una guerra nucleare. Tremo per loro. Tremo per noi. Tremo soprattutto perche’ molti traditori erano al governo e molti traditori ci sono ancora.
E che questa gente sfoggi anche patriottismo mi sembra il peggio insulto a questo paese. Se amo mia madre non la vendo sul marciapiede. Questo fanno e se ne vantano. L’unico patriottismo che conoscono e’ quello del dollaro.
Questo non e’ un governo libero. E’ il governo di Vichy.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 05:43| 
 |
Rispondi al commento

Tra destra e sinistra non so chi è più grottesco
E poi dove sta questo famoso patto Berlusconi-Bush con cui si regala l'Italia all'esercito americano che già ci tratta come pezze da piede?
Lo hanno firmato nel ranch, con Bush brillo e Berlusconi fatto? Lo ha vidimato il cane Barney?
Risulta che qualcuno in parlamento lo abbia accettato?
Risulta ch eil popolo italiano lo abbia accettato?
Dobbiamo considerare amico della patria chi se la vende? O non dovremmo cacciarlo a calci in cu..o?

Visto che Berlusconi aveva promesso l’Italia a Bush, potevamo fare anche il ponte di Messina dato che lo aveva promesso a mafia e n’drangheta

E, se dobbiamo far fede ai patti precedenti dovremmo ancora essere nall'asse Roma- Berlino-Tokio in guerra contro gli americani, mi pare
Non solo non vediamo Zapatero, ma nemmeno il suo usciere, sono tutti peggio
E questo non e’ piu’ un paese onorevole, e’ na figlia e’n trocchia

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 05:19| 
 |
Rispondi al commento

Vicenza è patrimonio Unesco. E’ Italia. Rubare un pezzo d’Italia, e anche circondata su 4 lati da zone densamente abitate, per darlo agli USA, dovrebbe essere un reato punibile con l’ergastolo. E' tradimento grave in tempo di guerra. Chiamarlo “urbanizzazione” è da manicomio o da crisi di governo. Invece la Cdl dice che la turpe cosa è cosa “molto americana”, come se noi fossimo cittadini USA. Se Bush regalasse pezzi del suo paese ad altri lo accuserebbero di tradimento con impecheament, non durerebbe un dì. Invece da noi svendere l'Italia a eserciti in guerra è lo sport nazionale. Qui mezzo Parlamento se ne impippa e l’altro mezzo considera la cosa “lodevole”
Se vogliamo svendere l'Italia, almeno facciamo un’asta e vendiamola a chi ce lo paga di più, non a chi la fa pagare a noi. Nemmeno una tribù nomade arriverebbe a tanto. Ma loro al deserto ci tengono, noi l’Italia la buttiamo
Ormai che il tricolore sia al cesso mi pare innegabile, nel cesso ci siamo tutti e da dx a sx fanno a chi dell’Italia se ne strafrega di più
Alcuni dicono che regalare l’Italia mantiene 744 posti di lavoro, allora agevoliamo la mafia! Farà molti più posti di lavoro della guerra con meno morti, si pagherà da sola le spese e risparmieremo 400 milioni di € l’anno!
Un sondaggio di 2 mesi fa dava il 60% della popolazione contro questo schifo. Ora sono di più. Ma alcuni sui blog continuano a dire che la maggioranza dei vicentini “vuole” la base e la rifiutano solo 3 scalzacani di no global fusi di marijuana e figli di papà. Insomma i traditori che si fanno di coca pagando in dollari credono di vincere
Dicono anche che nessuno ha mai fatto detto nulla finora, come se un anno di proteste fosse nulla solo perché i media lo ignorano
Il governo è cambiato ma le turpitudini restano e anche l’andazzo di attribuire la responsabilità a chi c'era prima Mai uno con le palle che governi in proprio. Siamo dominati dalle pendenze arretrate.. insomma e’ tutta colpa di Garibaldi!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.01.07 05:10| 
 |
Rispondi al commento

ho appena visto il video vicentino:Franzina 1 uomo 1 mito..6 tutti noi!Ce ne fossero di + di uomini come te..soprattutto al Governo

Giada Di Trinca 19.01.07 02:21| 
 |
Rispondi al commento

COSA centra valentina ?.


Il problema balcani non ha nulla a che fare con quello italo-francese .

E detto questo ti posso assicurae che storicamente gli italiani hanno poco da dividere con i francesi .

Il mio non è un discorso razzista anche perchè in questa vicenda a rimetterci sono sempre stati solo gli italiani .

Non c'è da rivendicare un bel niente ,quello da me elencato è roba nostra e basta .
c'è un detto ,
DAI A CESARE QUEL CHE E' DI CESARE .

GINO SERIO( the original :-) 18.01.07 18:39 | Rispondi al commento |

Caro Gino,
per colpa di pochissimi deficienti come te il più avanzato dei paesi dell'est Europa ha fatto una fine davvero grama.
La Slovenia almeno è stata risparmiata, ma i poveri Serbi ancora stanno pagando la contaminazione nucleare dei "cari amici" americani. Ti ricordo che la Germania, paese civile ed avanzato almeno come l'italia, 60 anni fa ha commesso atrocità non peggiori di quelle balcaniche.
Essere occidentale e cattolico, e così orgoglioso di essere Italiano, non ti fa meno idiota di chi cantava "popporoppoppò e ridacce la Gioconda e Materazzi fu ferito etc etc...".
Per fortuna di decerebrati come te in Italia ce ne sono veramente pochi, ma son quelli che fanno la differenza: come successe in Italia e in Germania 60 anni fa e in Jugoslavia 10 anni fa. E come sta succedendo in Iraq, USA e Israele oggi.

Valentina Vlahovic Commentatore in marcia al V2day 19.01.07 02:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè protestare?
Ci siamo dimenticati di essere una provincia americana?
Gli americani ci chiedono il culo? Tutti a 90 gradi!

http://www.pleonastico.it/modules/news/article.php?storyid=88

Siamo un popolo di schiavi...

ilBuonPeppe
------------------
www.pleonastico.it - Alla riscoperta del buon senso

Peppe Dantini 19.01.07 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono sentita veramente schifata, dopo che anche CISL, UIL e il Ministro Di Pietro si sono espressi a favore dell'ampliamento della base USA a Vicenza.Ho votato l'Italia dei Valori pensando che le scelte fossero diverse..., ma mi chiedo se sono i valori che anche questo partito porta avanti, o gli interessi di qualcuno. Non ho parole per esprimere la mia delusione sempre crescente, per le scelte di un governo da cui non mi sento rappresentata nel modo più assoluto.Sono sempre più convinta che la politica è solo un grossissimo affare per coloro che ci navigano e si ingrassano alle nostre spalle... nessuno di loro ha veramente a cuore l'interesse di noi cittadini! Quello che mi fa più rabbia, però, è vedere fino a che punto questa sinistra è così falsa ed ipocrita, poichè a parole dice di essere dalla parte degli operai e delle classi più deboli, ma nei fatti opera le stesse scelte della destra, se non peggio! Almeno la destra è coerente con quello che dice!

Paola Fornasari 18.01.07 23:09| 
 |
Rispondi al commento

How much is good press worth? To the Bush administration, about $1.6 billion.

That's how much seven federal departments spent from 2003 through the second quarter of 2005 on 343 contracts with public relations firms, advertising agencies, media organizations and individuals, according to a new Government Accountability Office report.

........

The new report reveals that federal public relations spending goes far beyond "video news releases." The contracts covered the waterfront, from a $6.3 million agreement to help the Department of Homeland Security educate Americans about how to respond to terrorist attacks; to a $647,350 contract to assist the Transportation Security Administration in producing video news releases and media tours on the subject of airport security procedures; to a $6,600 contract to train managers at the Bureau of Reclamation in dealing with the media

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2006/02/13/AR2006021301897.html

Melania Pomante 18.01.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento

FALSE NOTIZIE AMERICANE PRECONFEZIONATE

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2006/02/13/AR2006021301897.html

Melania Pomante 18.01.07 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Re:
firmataro n. 201. Calogero Staffolani - Città del Vaticano - Commento: Il segreto di stato è NECESSARIO per la sicurezza nazionale!

da =========>
http://www.petitiononline.com/gr7m1964
=============

Essendo la Petizione Contro i Segreti di Stato praticamente censurata al di fuori di questo blog... rispondo qui:

I Segreti di Stato NON servono la "sicurezza nazionale", dietro questa baggianata di cui si possono riempire la bocca solo gli ignorantoni o coloro che evidentemente si sforzano di servire a qualcosa vi è l'interesse mafioso e privato di quanti necessitano della copertura-ricatto del Segreto.

Non solo stragi, NON solo omicidi su commissione (ben remunerati con i soldi dei contribuenti), ma manipolazioni giudiziarie, corruzione, operazioni finanziarie, lobbismo d'assalto, terrorismo d'informazione.

Un manipolo di pontentissime corporazioni tengono in scacco politici, magistrati e le imprese stesse.

I Segreti di Stato non servono la sovranità nazionale (che di per sé non vuol dire un cazzo) e MENO che MAI il bene pubblico.

Ma precisissimi Interessi Privati con logiche ricattatorie.

Un modello, una prassi, una normalità fatta di stragi, assassini, fallimenti, privatizzazioni (quelle vere), controlli aziendali, accaparramenti "liberali" su larga scala e su aree strategiche della produzione.

Chi ignora il modello ECHELON (di cui l'Italia è illustre suddito e biascicante servitore) è di per sé ignorante. Ma chi lo difende sul serio non si esporrà mai pubblicamente.

Calogero Staffolani... sarai cancellato dalla petizione... fanne un'altra per difendere stragi , omicidi, usura e signoraggio.

I criminali come te (se Servi ancora peggio) ogni tanto sbagliano indirizzo.

============
Basta con stupide remore e la complicità dei "sensi di colpa".

Esponetevi contro questa classe politica (tutta), TRADITELA!!

http://www.petitiononline.com/gr7m1964


Hugo Kolion 18.01.07 21:11 | Rispondi al commento |

egreggio signor un nome una garanzia prima di dare fiato alle trombe

si legga un po di storia, si legga le motivazioni che hanno portato l'islam a odiare l'occidente si legga nelle dichiarazioni Ci_a, i colpi di stato attuati dalla citata agenzia nei paesi mediorientali in particolare iran 1953 basta che digiti queste 2 paroline su google iran 1953

poi si chieda chi ha messo Saddam al suo posto
si documenti sui Talebani afghani tanto odiati dagli americani, si documenti su chi gli ha fatto riprendere il poter in afghnistan e gli ha armati per combattere l'armata rossa, onde evitare che la russia potesse succhiargli il petrolio prima di loro

si documenti su come andavano vestite le donne in Iran negli anni 70 (avevano la gonna)e su come mai ora portano i velo e sono integraliste

poi sputi le sue sentenza sulla necessita dei mitici stermina civili americani ne piu ne meno del caro adolf o del caro stalin

chieda ai comunisti vietnamiti con quale immenso piacrere hanno accolto il napalm e gas nervini della grande democrazia americana

e se mi vuol dire che ci hanno liberato nella seconda guerra mondiali, se lo scordi le favole vanno bene per i bambini, se i giapponesi non li bombardavano in casa loro, e non correvano il rischio di un dominio russo in europa stia tranquilli che gli italiani potevano tranquillamente morire tutti

la politica di Bush e la stessa di adolf di stalin di napoleone di giulio cesare assoggettare il mondo volente o nolente alle sue necessita


arrivederci

Marco Fiaschi 18.01.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

siamo come quelli che hanno il fucile e poi vogliono anche il bazooka, e così appariamo visti dall'esterno.

andrea vagnoni Commentatore certificato 18.01.07 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dear Jørgen Jørgensen

Terrorism has been sinthetic, artificial political tool since of the end of world war 2, you ask me to inform myself? Are you familiar with Gladio? Since you are writing on an Italian web page i think you should be if you want to lecture of terrorism.

melania pomante 18.01.07 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Dear Jørgen Jørgensen

Terrorism has been sinthetic, artificial political tool since of the end of world war 2, you ask me to inform myself? Are you familiar with Gladio? Since you are writing on an Italian web page i think you should be if you want to lecture of terrorism.

melania pomante 18.01.07 21:33| 
 |
Rispondi al commento

L'ISOLA DI LOHACHARA E' SCOMPARSA
10.000 PERSONE SENZA CASA

La prima isola abitata, nel Golfo del Bengala, è stata sommersa dal mare che cresce di livello. Iniziano ad avverarsi le più fosche previsioni degli scienziati. The Independent, 24 dicembre 2006

LA PROSSIMA PREDESTINATA SEMBRA ESSERE ADDIRITTURA UN'INTERA NAZIONE "L'ARCIPELAGO DI TUVALU"

--------------------
Da La Repubblica.it
Si alza il mare scompare un'isola
ROMA - Lohachara, piccola isola nella Baia del Bengala, è stata risucchiata nel gorgo dell'oceano in crescita e i suoi abitanti sono stati evacuati. È il primo lembo di terra ferma che paga il prezzo prodotto dal bombardamento di carbonio in cielo. La notizia, rimbalza dal sito del giornale inglese The Independent e segue il calvario degli isolotti già conquistati per giorni o settimane dal mare che si alza rabbioso sconvolgendo i villaggi e mettendo alla prova la sopravvivenza fisica e psicologica degli abitanti.
Il cambiamento climatico ha cominciato a mutare le carte geografiche partendo da uno dei luoghi più popolati del pianeta. Là dove il Gange e il Brahmaputra si gettano nella Baia del Bengala è sparita Lohachara, diecimila persone evacuate, la prima isola abitata risucchiata nel gorgo del mare in crescita, la prima terra pagata come "danno collaterale" prodotto dal bombardamento di carbonio in cielo.
La notizia rimbalza dal sito del giornale inglese The Independent e segue il calvario degli isolotti già conquistati per giorni o settimane dall'oceano che si alza rabbioso: non una risalita lineare, ma ondate violente che cadono come un colpo di frusta sugli atolli dell'oceano Indiano e del Pacifico sconvolgendo i villaggi, i campi, le riserve di acqua dolce.
Un'invasione che mette alla prova la sopravvivenza fisica e psicologica degli abitanti. Quanto è possibile sopportare? Quando è ora di arrendersi? Nelle isole Tuvalu l'esasperazione ha portato 12 mila abitanti a

Per conoscere meglio Tuvalu clicca il mio nome.
Ciao

matteo tocco 18.01.07 21:26| 
 |
Rispondi al commento


Sono perfettamente d'accordo con te x quanto riguarda l'ampliamento di questa base.

Vadano a matterne qualcuna in stati dove non sono presenti oppure dove la presenza è meno massiccia e da noi, essendocene diverse, di qualcuna si potrebbe anche fare a meno (se poi c'è anche il nucleare c'è da stare tranquilli....)

E poi è inutile che persone come Fini vadano in tv tutti i gg. dicendo che chi non vuole le basi è antiamericano perché non corrisponde al vero e penso che molti italiani che non la pensano come lui e il suo entourage non siano antiamericani.

Nessuno credo ce l'abbia col popolo americano ma gli ultimi anni forse con la loro politica estera e le varie guerre illegali hanno esagerato.

E il CERMIS? E CALIPARI?

Purtroppo con l'ultimo conflitto hanno (e abbiamo mi pesa dirlo) combinato un sacco di casini e anche se siamo alleati gli "incidenti" che causano sul ns territorio li dovremmo giudicare noi come accadrebbe a noi in territorio loro giusto?

E dobbiamo ancora credere che hanno ammazzato Hussein perchè ha ucciso i curdi? Perché loro soffrivano a vedere l'Iraq senza democrazia? O perchè Saddam (prima loro amico) voleva inziare a farsi pagare il petrolio in Euro invece che in dollari?

Non sono informatissima ma forse più dei telegiornali a volte.....

L'Europa deve alzare la voce e anche i paesi extra-europei.

E se qualcuno riempisse il loro territorio di basi europee con tanto di bandierine e magari vicino a una piccola città?

Abbiamo tanto da riflettere sui problemi italiani speriamo di non infilarci in una spirale involutiva....

L'opposizione dovrebbe anche cambiare il procedere dell'argomentare nelle interviste di lagne televisive e la maggioranza più informazione e chiarezza.

Ciao a tutti mi sto perdendo Marcoré che è bravissimo.

Elena Ferrari 18.01.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

gli americani dovrebbero tornarsene a casa.E non creare piu' conflitti

mario rossi 18.01.07 21:09| 
 |
Rispondi al commento

BASTA CON GLI AMERICANI IN CASA NOSTRA!CREDONO DI ESSERE I PADRONI DEL MONDO,BOMBARDANO IN NOME DI DIO E DELLA DEMOCRAZIA...QUELLA CHE TUTELA I FABBRICANTI D'ARMI E PETROLIERI CON IL CAPPELLO DA COWBOY...GERONIMO DOVEVA FARLI FUORI TUTTI...MA INVECE HA AVUTO FIDUCIA NEL GENERE UMANO ED ECCOCI QUA!!!SONO TORNATA DA POCO DAL VIETNAM ED ANCORA I SEGNI SONO TANGIBILI DELLA STUPIDITA E DELL'INGORDIGIA UMANA..BASTA AVETE ROTTO!!

dani m 18.01.07 21:06| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA BISOGNA FARE PER SCROLLARCI DI DOSSO

dani m 18.01.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Margherita, sono da tempo simpatizzante dell'Italia dei Valori, ma devo ammettere che ci sono rimasta davvero male quando ho saputo che il partito di Di Pietro non ostacolerà la creazione della nuova base a Vicenza. Credo che a causa di questa "defiance" il nostro ministro perderà un voto. Ringrazio anche Emilio Franzina, mio profe universitario, per l'intervento.

Margherita Sperotti 18.01.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sig Hugo, siamo proprio STUPIDI quando chiediamo la chiusura della basi USA, l'uscita dalla NATO e lo smantellamento della DIFESA ITALIANA.

A questo punto siamo deficenti al massimo e irresponsabili.

Secondo me la gente che queste richieste non ha ben chiaro le conseguenze dell'uscita dell'Italia dal giro delle alleanze.

Jørgen Jørgensen 18.01.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe nel 92 ero a naja in Friuli in un paesino del c..zo. Quei montanari del c..zo non perdevano occasione per insultarci pubblicamente e dovresti vedere come hanno trattato i miei quando sono venuti a trovarmi per il giuramento ( poi per chi non era Padano era peggio )!!! Però in quel paese del c..zo c'erano 3 alberghi almeno 6 bar/pasticcerie e 8 pizzerie un supermercato enorme e via dicendo e quei c..zo di zappatori facevano un sacco di soldi a spese nostre......3 anni fa ci sono tornato mentre ero in vacanza, le caserme sono state chiuse di alberghi ne era restato uno solo e molte pizzerie e bar sono chiusi e i montanari son tornati a vivere nella m..... e a zappare !! ma sai come ero contento quando ho rivisto quel posto???!!!! Quindi CHIUDETE la caserma Ederle e quei magna gati vadanno pure in mona !!!!!!

Giovanni Brivio 18.01.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/421.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Un Paese a sovranità limitata:

» Messaggio N. 50 da LIBERTA' VIRTUALE
P2 TECNOLOGICA STRANE COINCIDENZE? Come mai James Woolsey, ex capo della Cia, è divenuto un consulente della Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi? La domanda, decisamente interessante, l’ha posta il vice-presidente dello Sdi Ugo Intini ... [Leggi]

16.01.07 20:13

» Bella scusa da Democrazia o no?
Secondo Prodi il suo governo "non si oppone" all'ampliamento della base americana di Vicenza, ma sottolinea che "la decision... [Leggi]

16.01.07 22:49

» Dal Molin c'è chi dice no da Svolte Epocali
Le servitù militari si pagano, sotto forma di vincoli urbanistici, di inquinamento, di militarizzazione della città, di rischi [Leggi]

17.01.07 02:25

» Base Usa, Prodi: 'Non ci opponiamo' da WWW.LOPSTER.IT
"Il governo non si opporrà all'allargamento della base Usa di Vicenza". La risposta di Prodi arriva da Bucarest dopo le polemiche nei Poli e la necessità di prendere al più presto una posizione. "C'è un'agenda - ha detto il premier - la rispettiamo".... [Leggi]

17.01.07 09:26

» Padroni a casa nostra! da ammiragliodelweb
Padroni a casa nostra! [Leggi]

17.01.07 12:06

» Prodi Pilato da RAMELLA.ORG
La buona notizia è che chi – Berlusconi in testa – in questi mesi si è ostinato a parlare di una maggioranza antiamericana, ostaggio della cosiddetta sinistra radicale (o massimalista), una volta tanto è stato costretto a stare zitto. Per il res... [Leggi]

17.01.07 13:24

» Vicenza, la manifestazione degli idioti da la moscacieca
AMPLIAMENTO BASE USA A VICENZA: UNA MANIFESTAZIONE D'IDIOTI. Sempre le solite storie e le solite polemiche e nessuno che va in piazza a protestare s'interessa della fonte generatrice di queste vergognose realtà. Mai nessuno s'interroga su chi muove i ... [Leggi]

17.01.07 16:11

» La guerra segreta da Svolte Epocali
George Bush ha iniziato una guerra segreta contro l'Iran e la Siria? [Leggi]

17.01.07 21:29

» La guerra di Vicenza da Radio Web Log
  Audio slogan Roma - Radioweblog oggi pomeriggio era alla manifestazione organizzata, come si dice, da una variegata serie di sigle per protestare contro la decisione del governo relativa all’allargamento della base militare di Vicenza. C&#... [Leggi]

19.01.07 21:41