Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ammazzateci tutti

  • 1101


Reggio_Calabria_17-2-07.jpg

Una lettera dalla Calabria di Rosanna del Movimento Ammazzateci Tutti. Il 17 febbraio a Reggio Calabria i nostri ragazzi sfileranno contro la mafia. Non lasciamoli soli.

Caro Beppe,
mi chiamo Rosanna, ho 23 anni e sono la figlia di un giudice di Cassazione calabrese ucciso poco prima di Falcone e Borsellino. Ma non è per parlare di me che ti scrivo.
E’ trascorso più di un anno dalle grandi manifestazioni di Locri scaturite dalla rabbia per l’omicidio del Vice Presidente del Consiglio Regionale Francesco Fortugno, ciliegina sulla torta dopo decine di delitti impuniti perpetrati nella Locride ed in tutta la Calabria.
Dopo un anno e mezzo in Calabria si continua a morire, a pagare la mazzetta, a sopravvivere soggiogati dalla ‘ndrangheta.
Dopo un anno e mezzo noi ragazzi siamo ancora qui a combattere per contrastare ogni forma di mafia, da quella di strada a quella dei Palazzi, e riprenderci la nostra terra.
...
Molto spesso ci si sente immuni al problema ‘ndrangheta, finché non ci troviamo a doverne affrontare la prepotenza. Ce ne accorgiamo al momento di aprire un’attività, quando ‘qualcuno’ bussa alla tua porta chiedendo un ‘contributo’ per lasciarti lavorare, poi il ‘contributo’ diventerà un quarto, metà, tre quarti del guadagno dell’attività e sarai costretto o a scendere a compromessi o a chiudere ed andare via. Tutto normale, preventivato, anche se completamente assurdo. Tutto consumato in silenzio.
Come quando ammazzano qualcuno a te caro e sai chi è stato, ma quel nome è troppo pesante da dire, così come diventa troppo rischioso chiedere che sia fatta giustizia, perché certi nomi sono impronunciabili. E allora si ingoiano bocconi amari e si continua la solita vita.
Oppure può succedere che un giorno un ragazzo si senta umiliare dai compagni perché non ha la maglia firmata e non l’avrà mai perché in famiglia si fanno i salti mortali per arrivare a fine mese e allora, per dare una mano, per sentirsi qualcuno e farsi rispettare eccolo rivolgersi al ‘capetto’ di turno, eccolo ipotecare la sua vita, vendere la sua dignità per diventare ‘qualcuno’. Che importa se poi rischia di finire in carcere per spaccio o per aver ucciso un uomo? Che importa se avrà buttato nel fango la sua coscienza?
Perché, sia chiaro, alla fine chi ci rimette è la povera gente, non ‘lorsignori’.
No, quelli guardano dall’alto delle loro ville al Nord, sicuri ed al calduccio! C’è chi paga per loro.
In Calabria è rimasta solo la spietata manovalanza, quella che si occupa di tenere sotto controllo il territorio e soggiogare, sostituendosi allo Stato, i calabresi. E’ quella a cui ci si rivolge per comprare i propri diritti, quella che alimentiamo con l’ignoranza e la paura.
...
Ed è proprio questo il senso della manifestazione che noi ragazzi del Movimento Ammazzateci tutti stiamo promuovendo per il prossimo 17 febbraio a Reggio Calabria.
Noi vogliamo mettere in pratica le parole del Giudice Borsellino: “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo.”
Perché se continueremo a rivolgerci al ‘capobastone’ per ottenere i nostri diritti, se lasceremo che la ‘ndrangheta continui ad interferire nelle nostre vite con arroganza e prepotenza, se ci faremo ingannare dai suoi diabolici sorrisi, non riusciremo mai a liberarci dal suo giogo.
...
E’ la prima manifestazione auto-convocata che organizziamo a Reggio Calabria, la prima completamente auto-finanziata, anche se non nascondo che vorremmo fare appello a tutti i calabresi, commercianti, imprenditori, mamme e papà, perché ci aiutino anche economicamente nell’organizzazione della manifestazione, vorremmo infatti chiedere una sorta di ‘pizzo legalizzato’, ovvero un contributo economico con tanto di certificato di acquisizione da parte loro di una ‘azione antimafia’ dal nostro virtuale pacchetto azionario.
...
Le mafie non sono un problema solo del Sud, ma sono il cancro dell’Italia intera e, finchè si continuerà a fare il loro gioco ignorando e girandosi dall’altra parte, non potremo mai estirpare questa malattia. Per questo il nostro appello non vuole fermarsi solo ai calabresi, ma vuole essere un richiamo per TUTTI gli italiani onesti, perché c’è sempre, in ogni regione, qualcosa che prende il nome di ‘mafiosità di comportamento’. E’ il pensare di poter essere diversi rispetto agli altri, il pretendere di poter comprare e vendere dei diritti, il curarsi esclusivamente del proprio bene anche a scapito degli altri.

Abbiamo attivato un blog per la manifestazione, lì potrete trovare tutte le informazioni utili “work-in-progress” fino al 17 febbraio. L’indirizzo è http://17febbraio.ammazzatecitutti.org
Un mio, seppur virtuale, abbraccio.”

Rosanna Scopelliti
figlia del giudice Antonino, ucciso da Cosa Nostra a Campo Calabro (RC) il 9 agosto 1991.
Movimento "E ADESSO AMMAZZATECI TUTTI"
giovani uniti contro tutte le mafie
www.ammazzatecitutti.org

Testo completo della lettera

2 Feb 2007, 19:32 | Scrivi | Commenti (1101) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1101

| La Settimana | Trackback (0)

Commenti

 

Sorry per errore del termine inorridisco (stanchezza)Teniamo duro ora più che mai si è stanchi,ma come dice Capovilla 'del teatro degli orrori'io non mi arrendooo.....la pagherete tutta e la pagherete cara!!!

cristina giordano 13.06.16 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Salve,io innoridisco a tutto ciò e soffro molto a vedere e sentire che cè un livello di atti demoniaci intorno a noi!!Si salvi chi può...personalmente faccio un appello a tutti ed in primis a me,prendiamo una posizione netta quando usciamo fuori nel mondo. Dobbiamo lottare e combattere le nostre battaglie quotidiane che sono le battaglie per la collettività finchè non prenderemo una cosciente visione di questa dinamica non sarà mai possilile un concreto e reale cambiamento!!!


Forza calabresi ricordatevi che 2500 anni orsono Locri Epizeferi era già una culla di civiltà come tutta la Calabria,ricordiamoci di Pitagora crotonese, della Magna Grecia e di tutti i sacrifici che facevano i nostri padri e nonni che lavoravano con onestà "e iurnu a iurnu"cioè da quando sorgeva il sole a quando tramontava,ritroviamo il nostro orgoglio e soprattutto non ci facciamo prendere per il culo da questi 4 politici ignoranti.Solo con la cultura diventeremo più forti ragazzi,studiate ma non per la scuola ma per voi stessi"sentite profondamente dentro ogni ingiustizia"diceva Ernesto Guevara alle sue figlie,cerchiamo di fare lo stesso
un abbraccio v.Pisani Cosenza

Vincenzo Pisani 12.07.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido l'indignazione per quanto accade.. sono un giovane e non mi sento rappresentato, nè mi ritrovo nella nostra classe politica, ma...
Devo anche fare un po' di autocritica, purtroppo gli elettori sono corresponsabili nella scelta degli eletti, lamentarsi non basta e non può bastare (e sono altrettando consapevole che da soli non si riesce a cambiare nulla).. in questo noi giovani abbiamo delle responsabilità, dovremmo organizzarci di più e meglio.. invece trionfa la politica degli interessi..
Uno dei punti critici secondo me è il modo di raccogliere i voti.. spesso non si chiedono perchè si condividono delle idee o dei valori, ma solo per 'amicizia', riconoscenza, famiglia.. alcuni lo considerano persino un dovere, un gesto maleducato quello di rifiutare il voto ad una persona che lo chiede (anche se rappresenta la negazione dei valori in cui si crede).. è semplicemente sconcertante.. le idee diventano solo specchi per le allodole da utilizzare a beneficio personale..
Candidandomi, in pochissimi mi hanno chiesto cosa volessi fare, che cosa pensassi.. E parlo di ragazzi 'sulla carta' preparati, istruiti.. Pensare che io dicevo 'non chiedo il voto', semplicemente rappresento un modo di vedere le cose ed alcune iniziative..
La radice di tutti i mali per me sta nel clientelismo e i votanti sono responsabili quanto i politici, anzi.. FORSE DI PIU'!
Si deve riflettere più profondamente su questo.. qualcuno lo fa.. salvo poi tornare indietro al momento del voto.. 'quello è un caro amico, quello è parento, questo me lo ha detto mio padre, etc..'
Senza consapevolezza non si può ottenere alcun risultato positivo.. non basta accusare, occorre anche essere autocritici..
Luca

Luca Lu 19.06.07 17:34| 
 |
Rispondi al commento

mi chiamo Alessandro, e vorrei un aiuto da tutti voi, o anche solo un consiglio. Io abito a Torino, ma sono di origine calabrese e mi sta tanto a cuore la battaglia contro la 'ndranghete; ultimamente si è mosso qualcosa a Lamezia Terme, avrete visto il servizio delle Iene, anche quello molto criticato dai lametini perchè infine è sembrato uno spot senza alcun risultato. Quest'anno io e alcuni miei amici di Lamezia Terme e della provincia di Catanzaro in generale ci siamo impuntati per portare la May Day, il 1° maggio, a Lamezia Terme, perché pensiamo che possa essere un segnale forte, ma non la solita manifestazione tipicamente calabrese che viene capita dagli abitanti come un'occasione per festeggiare, ma un vero e proprio concerto con accanto convegni sulle mafie, sul lavoro che non esiste al sud,... Io avevo pensato, principalmente, di invitare degli imprenditori (giovani, anziani, del sud, del nord, esteri,....) per parlargli del problema predominante in Calabria: il lavoro e lo sfruttamento della disoccupazione da parte della 'ndrangheta. Logicamente ho già contattato un centinaio di associazioni, calbresei e non, ma nessuno mi ha risposto. Nemmeno Libera si è degnata di rispondere, quelli str...i!!! Dicono che loro vogliono rimanere apolitici, ma intanto corrono per la manifestazione del 25 aprile. Non so più cosa fare, eppure ho cominciato a organizzare da questo inverno e non credo che terrò duro fino all'anno prossimo. Per favore, datemi il vostro supporto, perchè sono disperato e non voglio arrivare a pensare che per risolvere questi problemi ci voglia solo la violenza. Grazie. Alessandro

Alessandro V. Commentatore certificato 28.02.07 14:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

IL lavoro è un diritto di tutti SANCITO e imposto dalla COSTITUZIONE. IL precariato, gli ammortizzatori sociali, Co Co Co, Co Co Pro, contratti a tempo determinato sono IMMORALI obligazioni di incapacita POLITICA e inerme lotta dei disgiunti SINDACATI

Mario Flore 15.02.07 02:06| 
 |
Rispondi al commento

Non ho avuto tempo di leggere tutti i commenti, ma ho letto l' articolo.

Secondo il mio punto di vista e suppongo anche altri, penso che sia inutile urlare e farsi vedere in gruppo per le strade andando contro lo stato italiano. Avete capito bene lo stato italiano.
La mafia n'drangheta o la camorra e chi più ne ha più ne metta esiste è sempre esistito tutto questo, ma perchè esiste lo stato italiano, Lo stato italiano è tutto questo

Mimmo nnEsperto 14.02.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao
Sono un ragazzo che vive in Calabria ed è davvero dura andare avanti da queste parti se hai un minimo di dignità e di coscenza. Viviamo in una regione strana dove i posti di lavoro sono merce di scambio da offrire in cambio di voti e così in regione ci sono 8000 persone precarie assunte dopo le varie elezioni dai politici di turno.
Siamo in una regione dove non si capisce dove finisce la politica ed inizia la mafia e dove è vietato non avere "amici" se si vuole lavorare o anche semplicemente creare un attività.
Siamo in una regione dove il "favore" è una cosa sacra, dove i politici impongono le assunzioni anche alle ditte private dove, come sucede anche nel resto d'italia, la maggior parte dei politici è indagata. Che cosa possono fare queste persone contro la criminalità organizzata? L'altra giorno guardavo un servizio sulle elezioni di reggio ed intervistavano un politico ora non ricordo chi e questo anzichè parlare di idee e di linea politica e di programa ha detto che adesso a Gioia tauro ci saranno 350 nuovi posti di lavoro come a dire "chi ci vuole lavore sa chi deve votare" sento parlare tanto di ndrangheta a lamezia terme di recente c'è stato l'inferno un paio di giorni sulla cronaca nazionale ed ora? tutto è a posto si sono ristabiliti gli equilibri basta casino fate silenzio lasciateli lavorare in pace, lasciategli costruire supermarket centri commerciali e quantaltro che almeno creano posti di lavoro.
La ndrangheta ora è passata c'è la malasanità e gli stadi da rifare.
Tanto noi calabresi abbiamo nel sangue il vivi e lascia vivere non faremo mai nulla ci viviamo addosso, siamo dei sepolti vivi aspettiamo tranquilli la fine dei nostri giorni senza fare bordelo che senò potrebbe arrivare prima. Io di mio non ho speranza di vedere cambiamenti anche perchè i giovani che ci provano a cambiar le cose alla lunga, vista la staticità delle persone e delle istituzioni, smettono ed emigrano che è più facile. Ci stanno uccidendo l'anima

ivan paone 11.02.07 00:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao Rosanna, ciao a tutti...
io in Calabria ci ho abitato fisso fino a 18 anni finita la scuola sono passato alla capitale...università, lavoro, vita nuova...adesso è più facile vedere l'enorme differenza che c'è... giù infatti è impossibile vivere per la gente onesta, perchè "ti devi fare i fatti tuoi" e se hai qualcosa che non va arriva qualcuno a ricordarti il tuo triste ruolo... è PAURA che questa gente riesce a imprimere nel prossimo, una paura che non si può vincere assolutamente da soli, perchè se si manda a quel paese lo strozzino che ti chiede il pizzo molto probabilmente l'indomani ti bruciano qualcosa... e i danni materiali sono il meno...
la Calabria e la Sicilia sono ormai terre in cui la gente ci vive solo perchè ci è costretta, se tutti sapessero che basta cambiare città per vivere degnamente non ci rimarrebbe più nessuno...
io amo la mia terra in ogni suo aspetto, ma allo stesso tempo la odio perchè la vedo in mano a persone meschine e codarde... cara Rosanna fatti sentire a Reggio perchè voi amici rappresentate la stragrande maggioranza dei calabresi! di questo ne sono sicuro :)

Sergio Mercuri 11.02.07 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Il sacrificio di tanti non andrà perduto

Claudio Papale 10.02.07 23:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Rosanna,
giusto poche righe per dimostrare tutta la mia solidarietà con te e con tutte le persone che hanno la forza e il coraggio di imporsi a questi criminali. Non sarò fisicamente presente alla vostra manifestazione per motivi logistici, ma approvo la vostra iniziativa e il vostro movimento. Può essere l'inizio di un cambiamento radicale. Ma attenzione, è dura. Perche la mafia non la trovi solo quando apri un negozio o un attività in calabria. La trovi quotidianamente e ovunque e sotto diverse forme... e chi la combatte, nella convinzione di vivere in un futuro migliore ed onesto, in qualche modo paga di prima persona. Chi con la vita, chi con altri sacrifici. Ricorderò sempre la parole di un mio vecchio zio al quale ero molto affezionato. Mi disse: "l'onestà si paga!".
Ma questo non ci deve spaventare. Sarà dura ma ci si può riuscire. Già il fatto che molti giovani oggi dimostrano di essere più sensibili o comunque più propensi a sradicare questo male che rovina la vostra bella regione e l'Italia intera, già questo costituisce un buon punto di inizio.
Un saluto
Francesco

francesco B 10.02.07 15:25| 
 |
Rispondi al commento

E' il Vaticano che controlla il Meridione d'Italia con un intreccio di politici, magistrati, forze dell'ordine e malavita organizzata. E' inutile fare i ciechi e cercare brancolando tra i manovali: aprite gli occhi e cercate tra i cardinali!
Italiani, risvegliatevi nell'ira!

paolo emiliani 10.02.07 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Rosanna,
la tua forza nel dire certe parole mi fa rendere conto che forse i miei 26 anni sono nulla in confronto ai tuoi...sei davvero in gamba e spero che le cose in calabria possano cambiare prima o anche grazie alla forza di noi giovani che ci ostiniamo a voler cambiare il mondo.

Sappiamo benissimo che tutti sanno ma nessuno parla, per non compromettere i propri affetti, e la proprio incolumità personale...

So di per certo per esempio che la famiglia dei MANCUSI di LIMBADI è una delle GANG mafiose che controllano il Vibonese ( Tutti sanno che è lei a gestire gli introiti della CAFFO che produce l'amaro del capo per esempio....sanno che Lei che ha controllato la realizzazione della SALERNO-RC che a distanza di 40 anni non è stata mai completata e che è lei che controlla le attività del Vibonese....)

Tutti i calabresi sanno...ma nessuno per paura vuole parlare!!!

Io sono di origine calabrese (mamma e papà sono nati lì) e vivo nel Nord Italia ed ogni hanno cerco di tornare nella mia terra perchè effettivamente ci sono legato e devo dire che le persone calabresi hanno tutto un altro modo di vivere che qui...e l'aria è pulita, il panorama
è unico...WOW...!

La cosa che mi rattrista di più è vedere che ogni anno i paesi senza vita aumentano, perchè le persone scappano da quella terra maledetta perchè il lavoro (che non c'è poichè gli imprenditori non vogliono investirci...grazie alla MAFIA! grazie!),
perchè hanno paura, perchè il futuro per i propri figli non c'è...

Io mi chiedo...possibile che anche la MAFIA non capisca che se la gente scappa anche i loro introiti finiscono? possibile che nel 2007 forse è il caso di utilizzare il cervello e non più l'ignoranza maledetta e la violenza?


Spero che Rosanna faccia riflettere tutti un pochino come ho fatto io.
La fortuna di non esserci dentro in certe situazioni non significa che non ci capiterà mai!
Aiutiamoci ragazzi a crearci un futuro migliore. Siamo noi il futuro!

Daniele

Daniele F. 10.02.07 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutte le persone giuste che ogni giorno visitano questo stupendo e significatvo blog.
Ho letto la lettera, e l'iniziativa di "ammazzateci tutti"
Sinceramente mi sento una merdina a confronto della forza che hanno questi ragazzi che vivono in una realtà così diversa da quella che vivo io.
Io sono di Roma ho un'attività e tirare avanti è dura senza che sia costretto a dare il pizzo, figuriamoci se fosse come in calabria o in tutte le parti dove esiste questa piaga di merda.
dire mi sento vicino a loro pare pura retorica, ma posso dire che il mio pensiero "è" il loro, mi sento molto simile a tutti quelli che saranno lì il 17. In bocca al lupo!spaccategli il culo!

Christian Galli 10.02.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti...
sono un'iscritta fresca fresca.io e il mio ragazzo abbiamo spesso seguito Beppe Grillo nei suoi spettacoli e soprattutto nelle sue denunce,ma questa lettera ha dato l'input decisivo.
Io sono iscritta alla Facoltà di Scienze della formazione di Torino,curriculum di Scienze dell'educazione.l'ultimo esame che ho dato è stato Sociologia....nonostante il libro fosse di una pesantezza tremenda e il professore avesse praticamente 90 anni mi sono ritrovata a pensare sempre di più a come la "società" italiana viene costruita,a che cosa è che spinge ogni singolo cittadino italiana chiudere gli occhi di fronte a una MAFIA dilagante non solo al Sud,ma anche in qualsiasi oragnizzazioneche conti più di 5 persone.
Eh sì,perchè io ho "lavorato" per 6 anni in un oratorio,offrendo il mio contributo anche con il servizio civile,ma non ho mai visto un minimop di meritocrazia,mai che una proposta fatta per eliminare antichi quanto radicati "privilegi"(mi fa ridere queta parola in un oratorio,ma è così...)sia stata presa in cosiderazione.
Il mio ragazzo è un laureando in Economia.è molto bravo(vabbè,io sono di parte...),ma forse poco "figlio di papà" per poter ottener un posto di lavoro con la sua "bravura".
perchè per gli italiani la bravura consiste nel chi sa meglio scavalcare il vicino,nel chi ha più raccomandazioni per poter alla fine anche solo andare a fare l'animatore in oratorio.come si fa a credere in un'Italia così?come si fa ad andarea letto la sera solo pensando a come vestirsi la mattina per andarea giocare a Ping Pong all'università?
Ve ne prego,rispondetemi....Ho bisogno di credere che ancora possiamo scrivere un futuro diverso.

sara squizzato Commentatore certificato 10.02.07 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei esprimerti la nostra solidarietà e il grande rispetto per la battaglia che porti avanti. Siamo con voi.

Un abbraccio.

Luca,Marco,Aurora

cecchi luca 10.02.07 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scomunicati?!

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/candidati.html

Berlusconi, Silvio
Deputato della Repubblica. Eletto a Milano. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

Cicchitto, Fabrizio
Deputato della Repubblica. Eletto per Forza Italia nel collegio di Corsico (Milano). Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2: fascicolo 945, numero di tessera 2232, data di iniziazione 12 dicembre 1980. All'epoca della scoperta degli elenchi Cicchitto era deputato e membro della direzione del Psi. è uno dei pochi ad aver ammesso di aver sottoscritto la domanda di adesione.

Fiori, Publio
Deputato della Repubblica. Eletto in un collegio di Roma. Il suo nome compare negli elenchi della loggia massonica segreta P2: fascicolo 646, numero di tessera 1878, data di iniziazione 10 ottobre 1978. Fiori, all'epoca deputato democristiano, ha smentito di essere iscritto. Oggi è membro di An.

Martino, Antonio
Deputato della Repubblica. Eletto in Sicilia, al proporzionale, nelle liste di Forza Italia. Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2, scoperte nel 1981: aveva presentato la domanda d'iscrizione, poi non perfezionata. Martino ha sempre negato, ma nei documenti P2 c'è una domanda d'iscrizione da lui stesso firmata, con data 6 luglio 1980, e la testimonianza del "fratello" presentatore, il collaboratore di Licio Gelli Giuseppe Donato. E' stato ministro alla Difesa.

Selva, Gustavo
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Treviso. Ex democristiano, oggi è esponente di An. Il suo nome compare negli......

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 10.02.07 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Cara Rosanna,
ho letto la Tua lettera ed una luce di speranza si è accesa in me. Ho sempre sostenuto che i giovani e solo i giovani possono cambiare lo stato delle cose nella nostra povera Italia. Intorno a me vedo ragazzi demotivati, che ripetono a mò di registratore le insane idee dei loro stessi genitori.Mi sono ritrovata spesso a discutere con loro, amo parlare con i ragazzi, che inevitabilmente sprono a documentarsi su argomenti importanti come la politica, ma, spesso e volentieri mi stanco dei miei stessi e ripetitivi argomenti tant'è l'apatia che avvolge i Loro cervelli.Come hai saputo scrivere Tu, sono troppo presi dalle "griffe"e da tutto ciò che simbolegia il loro "dolce vivere", cullati da genitori con idee vergognosamente vergognose.(Scusami il ripetermi).
Il sorriso mi è tornato dentro leggendoTi, anche se gli argomenti sono da pianto. EccoVi!!!....ci siete, i giovani in cui pongo le mie speranze, i ragazzi in gamba della mia tanto amata e detestata Calabria.Spero di tutto cuore che la Vostra voce diventi così forte e tonante da far crollare questi intoccabili.Il cittadino onesto italiano, non solo calabrese, non è apatico ma messo con le spalle al muro.Denunciare significa esporsi in primis con il rischio di ritrovarsi sommerso da querele per calunnia e diffamazione, non dimentichiamo che questa "gente onorata" conosce ogni singolo cavillo legale per poter inchiodare chiunque osi mettersi contro di loro, non è solo un fatto di minaccia di morte ma il ritrovarsi fra le reti di una "giustizia ingiusta" che punirebbe chi ha osato denunciare.
Forse è da qui che bisognerebbe cominciare, come in molti Stati Europei: dare al cittadino onesto la possibilità di denunciare un fatto in forma anonima e far si che le forze dell'ordine nè verifichino la vedicità e con le dovute indagini inchiodare il "delinquente di turno".
La scoperta dell'acqua calda? Però...amo sognare un paese dove la democrazia dia voce solo agli ONESTI!! Un abbraccio...Francesca

Francesca G. 10.02.07 09:08| 
 |
Rispondi al commento

a proposito del tuo video sui dipendenti. sono pienamente d'accordo a stabilire degli stipendi ad obbiettivo raggiunto per i politici. Sai cosa c'è che non sopporto? Sono le interviste e gli interventi dei politici dove dicono la loro a volte nascondendosi dietro gli "interessi degli elettori". Dunque vediamo ci sono le elezioni dove in teoria dovremmo votare l'uomo ma sopratutto il suo programma. Al potere, invece,ci sono sempre gli stessi politici da anni ormai ( che professione fa lei? il politico...) che portano avanti imperterriti programmi inadatti alla realtà attuale anche se durante le campagne politiche declamano grandi cambiamenti. E poi quando li vedo lì in televisione che dicono quello che pensano loro!la loro realtà, il loro modo di vedere le cose, la loro interpretazione dei fatti (per poi magari smentire il giorno dopo con dispacci attraverso i giornali) e lì che mi sento preso in giro, è li che non capisco a cosa serve il voto. Ma perchè non possiamo mandare a casa tutta questa classe politica vetusta e decadente troppo legata al passato e miope sul futuro. Questo mio intervento forse è un pò ingenuo e tratta un argomento discusso, forse, troppo ma, ripeto, quando sento i balletti di slogan, battute e motti sui telegiornali dei vari politici mi cadono le... braccia.

gianpaolo casale 09.02.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti...Io vorrei esprimere solo una cosa riguardo a questo articolo: I primi che devonocambiare sono i politici,non noi ragazzi,be qualcuno si,perche la MAFIA,nel nostro bel paese,è ormai dentro quel mondo....RAGAZZI...NON BISOGNA PIU VOTARE NESSUNO DI QUESTI BUFFONI...Ciao a tutti...c sentiamo

CRIS D. 09.02.07 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Per sconfigere le Mafie devi abbattere il modello del capitalismo italiano.
Non esiste alcuna possibilità di rivoluzionare il sistema dal di dentro.
Iteressi convergenti non consentono modifiche al sistema, retto con parvenza democratica, ma di fatto governato da una "Oligarchia AMORALE".
LA MASSERIZIALOGIA è una nuova disciplina delle
scienze umane, che verifica "L'INTELLIGENZA SUPERIORE" degli uomini educati nelle MASSERIE.
Aver constatato che tutti i BOSS mafiosi hanno,
sin da piccoli,frequentato masserie e praticato
i corsi di formazione COLLEGATI, oggi sono ai vertici di olding internazionali.

MARCUNZIO LI 09.02.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento

ciau...sn con voi!!!!!!!!!!!!!!!!anche se materialmente non potrò esserlo...bravi!continuate così! non abbiate paura, sono certa che sono in molti a pensarla come me!!! vi voglio bene! AMMAZZATECITUTTI!

la cicalina 09.02.07 19:07| 
 |
Rispondi al commento

ho 19 anni e vivo a reggio calabria.troppo spesso sentiamo parlare di qualche negozio che va a fuoco o che salta in aria,camminando per strada ci si imbatte contro la "solita" macchina carbonizzata.sono stufa di sentirne parlare,sono stufa di vedere che se provano a rovinarti la vita e ti ribelli riesci ad andarci tu di mezzo,sempre e comunque:se intraprendi le vie legali sicuramente non farai valere le tue ragioni nel migliore dei casi,perchè potrebbero anche invertirsi le parti, potresti finire tu ad essere imputato.se ti ribelli con il rifiuto rischi in prima persona fisicamente e metti in pericolo tutta la tua famiglia.trovi lo schifo persino nei tribunali, perchè non puoi mai essere sicuro che quel giudice o quell'avvocato non sia impastato nel giro (vedi tutto il casino successo poco tempo fa ad esempio).ma per trovare tutto questo questo non serve mettersi contro il più potente boss o la più potente famiglia della zona.no,basta solo avere a che fare con molte di quelle persone che definiresti normali,tranquille,ma che nel momento opportuno si "comportano",si atteggiano come se fossero loro a dover decidere tutto.da noi si dice di quelle persone che "'ndranghetìanu",che hanno atteggiamenti 'ndranghetisti:sì,perchè la 'ndrangheta è soprattutto questo,è tutto l'insieme di quelle cose che la persona per bene non farebbe mai,"però se mi rompono le scatole...vedono chi sono io!!".sono tutte le forme di prepotenza,che fin quando saranno presenti nella mentalità di un posto o di un'intera nazione,daranno sempre il diritto a qualcuno di pensare che in fondo se quello è sceso dalla macchina e ha pestato un altro solo perchè non gli ha dato la precedenza è del tutto normale,se lo meritava anche!dico questo perchè purtroppo sento spesso espressioni di questo tipo anche da persone che non hanno nulla a che fare con la 'ndrangheta generalmente intesa:è un modo di pensare,che si trasforma in un modo di vere il mondo e le persone,e quindi in un modo di vivere.

alessia stelitano 09.02.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti sono un ragazzo di 18 anni.Conviviamo con la mafia ormai da una vita.Cos'è la mafia? La mafia ormai è tutto quello che ci circonda.Cosa bisogna fare?!..accettare?..stare zitti?..subire?..NO!..Bisogna urlare..farsi sentire e questo lo dico soprattutto ai miei coetanei! Siamo noi la generazione che potrà fermare questo paese in mano della mafia!Non dobbiamo avere paura;dobbiamo crederci!Facciamoci sentire uno x uno.La nostra parola potrà essere una vittoria per tutti!

Un saluto Beppe!!! (In Italia la verità brucia!! ecco perchè non ti vogliono piu!)

Roberto B. Commentatore certificato 09.02.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento

In ricordo di Falcone e Borsellino. Per Peppino Impastato. Ho solo 19 anni, ma i miei miti sono queste tre persone. Persone buone. Senza retorica. Aiutate quei ragazzi del sud Italia. Portiamo istruzione e lavoro nel meridione. Non solo tasse. no alla mafia. No alla camorra. Si alla vita. Si ad un futuro migliore per i miei parietà. E che non ci sia più una strage di maggio. Perchè la mafia è anche assegnare un ufficio, un appalto, un qualsiasi posto di lavoro solo perchè si è amici di amici. Tutti insieme gridiamo: BASTA!!!!!!!

Simone Sbrilli 09.02.07 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Salve, ho visto ieri sera il programma di RaiDue "La storia siamo noi", andato in onda,appunto, ieri sera, dedicato al signor Beppe Grillo. Casualmente, finito il programma, ho fatto un pò di zapping, e mi sono imbattuto nel programma di RaiUno "Porta a Porta"; il caso ha voluto che proprio in quel momento alcuni politici si stessero scambiando opinioni dai toni accesi. Il fatto, immediatamente, ha provocato in me un'immensa ilarità, facendomi capire l'importanza del personaggio Beppe Grillo. La domanda che mi pongo adesso è questa: come può accadere che un personaggio come Grillo sia allontanato dalla tv? Come mai non ci sono seguaci? Perchè non si da più spazio alla satira politica fatta anche in modo pungente e velenoso? E' vero, sono tre le domande, ma il punto è un'altro: è giusto fare satira politica alla "Beppe Grillo", e vi spiego anche il perchè.La satira politica è l'unico modo di dare voce alla gente,anche comune, di ribellarsi ai politici.Parliamoci chiaro: non se ne può più della politica.Non se ne può più di questo sistema che abbiamo oggi in Italia.Indifferentemente dalla destra e dalla sinistra (non sono ne per l'una, ne per l'altra,odio la politica!Sono un estremista di centro!), é il sistema che non va; sono tutti i politici che non vanno; é la loro mentalità che non va; sono le leggi che non vanno; è la giustizia che non va.E di conseguenza è la libertà e la serenità di ogni cittadino che non va.Ci sono troppe cose sbagliate in Italia, da tutti i punti di vista. Perfino il calcio, che dovrebbe essere il vero orgoglio italiano ed uno sport bellissimo, divertente ed educativo, è stato distrutto. Ma questo è un'altro discorso più complesso. Adesso voglio rivolgere una domanda a questo blog: esiste un fan club di Beppe Grillo in Sicilia o a Palermo? Gradirei una risposta, così se ancora non è stato creato, sarei pronto a farlo io. Beppe Grillo sei un mito!!!

alex gimma 09.02.07 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

contro la mafia. sono nato in un paese siciliano. non devo dire altro.
ho un idea allo stato embrionale:lo stato potrebbe obbligare o temporaneamente gestire le entrate dei negozi? come una confisca di beni? per tutte le spese che deve poi sostenere una famiglia con un'attività, ci vorrebbero domande e resoconti, verifiche che certificano l'utilizzo dei proventi. supponiamo che chi conduce un attività non sia in grado di gestire i propri soldi come per le vittime di un sequestro. tutto questo piu lontano possibile dalla burocrazia italiana; forse un modello simile non esiste o forse si. una somma in percentuale dei proventi potrebbe finanziare il tutto, e molti giovani siciliani potrebbero cosi lavorare contro la mafia.per la propria terra. si spenderebbero molti soldi probabilmente, niente comunque a confronto di quelli che la mafia sottrae allo stato.
poi, certo, tutti uniti come milioni di spermatozoi verso l'ovulo si potrebbe ingravidare la libertà, uno da solo o in pochi si va verso morte certa.
poi istruzione,culura e rivoluzione; qualche altro ingrediente ancora, giudici e commissari, vittime della mafia, insegnanti e tutti coloro che sono stati oppressi hanno dentro la forza necessaria che crei l'impasto giusto per la torta dell'ultimo compleanno della mafia.
i miracoli non esistono. eppure c'è chi è andato a dormire da malato terminale di cancro e si è svegliato completamente sano..
immaginiamo il corpo umano fatto di milini di cellule. lo stato il corpo, ciascuno di noi una cellula.
la mafia il cancro. se le cellule sane si organizzassero potrebbero tranquillamente sostituire le cellule cancerogene. e il mattino dopo il miracolo. fin'ora contro la mafia si sono scagliate poche cellule alla volta, qualcuna è stata contagiata, qualcun'altra è morta. organizzati e uniti sarebbe addirittura facile. abbiao bisogno di gesu cristo per credere in noi stessi e negli altri? per poterci organizzare? bene, piacere. gesù.

giuseppe randazzo 09.02.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Rosanna,

la tua lettera mi ha fatto venire la pelle d'oca.
E' passato del tempo da quando eravamo in classe insieme (quarto ginnasio)e sei diventata davvero una donna coraggiosa.

I miei migliori auguri. Continua cosi'!

Diana

Diana Bertucci 09.02.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Nella speranza che la sinistra si desse come priorita' una regolamentazione del mondo del lavoro (basta con i cococo cicici lavoro interinale etc etc) alle ultime politiche ho votato l'ulivo) il risultato: prima priorita' del nuovo governo far uscire di galera i nostri galeotti con i risultati che tutti sapete..(non costruire nuove carceri per carita')

seconda priorita' (sempre a tutela dei lavoratori) mettere le mani sul tfr...

terza priorita' (perche' in italia non ci sono problemi piu' urgenti) le coppie di fatto...


Bah.. ho solo l'impressione di aver di nuovo sbagliato a votare.......

Dario Coia

Dario Coia 09.02.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

ammazzateci tutti = democratici di sinistra
baget di costituzione 600.000€ alla faccia dei poveretti!!!!!!!!!!!!
e tutto un magna magna...............

Vincenzo da Siderno 09.02.07 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi siamo giovani e siamo il futuro dobbiamo tenere duro se vogliamo andare avanti, uniti siamo inbattibili!!!

Eros C. Commentatore certificato 09.02.07 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Ogni uomo deve essere LIBERO di pensare senza essere condizionato.Deve poter dire la sua teoria senza che nessuno lo possa impedire . L'uomo non si puo considerare tale finche questo sfrutta e sottomette un proprio simile . Chi sfrutta l'uomo è bestia . IL VALORE della LIBERTA' è nell'aria non dimenticatevi é PERilBENEdiTUTTI ricordare LARGOaiGIOVANI, quel che conta sono i VALORI.C'è un solo modo il CORAGGIO, bisogna AVERLO veramente, battersi per creare un mondo CHIARO e ONESTO per essere LIBERI di AGIRE. Fatte LARGOaiGIOVANI PERilBENEdiTUTTI. Sosteniamo i VALORI per il RISPETTO dell'UOMO e la COLLABORAZIONE tra i POPOLI. Leggete, Meditate, Diffondete senza PAURA per creare un MONDO di PACE.La l'IBERTA' è sempre con NOI USIAMOLA è PERilBENEdiTUTTI

Mario Flore 09.02.07 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Vivo e lavoro nella provincia di Napoli. Abito in quella zona nord che dal terremoto dell'80 è diventata terra di veleni e di tumori, grazie alla scellerata e insulsa gestione di una classe politica by atizan che l'unica cosa che ricicla è se stessa, passando da destra, a sinistra e al centro, anche grazie a quelli che continuano a credere alle frottole che raccontano con tanto di fascia tricolore e stendardi di partito..Di tumore si muore dieci volte di più che nel resto d'Italia e sono tanti gli aborti spontanei per malformazioni congenite.A Napoli, la delinquenza ha assunto il ruolo di assistenza alle fasce più emarginate e produce, oltre che appalti e altro, semilavorati a basso prezzo per le ditte delle regioni "ricche", dove uno Stato di diritto può garantire redditi adeguati e non costringe a lavorare negli scantinati e senza contribti e garanzie. Spesso il boss che assume la faccia dell'amico o del benefattore,diventa il male minore, per il cinico calcolo di quella classe politica che nonostante l'inettitdine dimostrata, raccoglie consensi e rimane salda alle poltrone. grazie ai preti e ai "benpensanti", ma anche grazie ai tanti che gli permettono di presenziare le proteste con le fasce tricolori e con la recita dell'indignato. Le sostanze stupefacenti non si legalizzano e non viene meno il maggiore guadagno delle cosche , si permette però che la gente si rovini di debiti e di gioco con grattini, alcool, bingo e schedine. Non si parla di reddito minimo garantito e per questo la politica la fanno i boss e i preti. I politici, si accontentano di tenere il posto per se stessi e per amici e parenti, chiedendo ogni tanto di capeggiare le manifestazioni con stendardi e fasce tricolori.E' per questo che le manifestazioni a Napoli, senza distinzione di parti, sono solo quelle che si fanno vedere con le bugie della televisione, a Voi dico, GRAZIE DI ESISTERE E FATE ATTENZIONE A NON AVALLARE CARRIERE DI INCAPACI MA NON MOLLATE!!!
VINCENZO FAIELLO

Faiello Enzo 08.02.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

debelliamo la mafia delle banche che spremono il nostro paese senza dare nulla in cambio
finiamola di scannarci tra chi è di destra e chi di sinistra, uniamoci contro il nemico comune:le banche(la BCE in particolare)
leggete tutti il libro di M,I,C,L,A,V,E,Z, e D,E,L,L,A L,U,N,A,
€,U,R,O,S,C,H,I,A,V,I c,h,i s,i, a,r,r,i,c,c,h,i,s,c,e d,a,v,v,e,r,o, ,c,on le n,o,s,t,r,e t,a,s,ch,e?
ho scritto in questo modo strano perche' la parola s i g n o r a g g i o , o quella del titolo del libro in questione sono off-limit in questo che dovrebbe essere un blog LIBERO?
stanno minacciando beppe grillo perche non parli di questo problema?

randazzo luigi 08.02.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Rosanna! La tua lettera ha colpito nel segno...
il 17 non potrò essere con voi, il minimo che posso fare è pubblicizzare la manifestazione nel mio blog personale e sensibilizzare. www.skylife.it sweetjane
In bocca al lupo a tutti!

meloni sonia 08.02.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

di MARZIO LAGHI ADRIANO Sofri è un interlocutore privilegiato dei Ds? A porre la domanda è Olga D’Antona, vedova del giuslavorista assassinato dalla «nuove» Br e deputata della Quercia. «In occasione della presentazione della mozione di maggioranza dei Ds, tra gli interlocutori chiamati a discutere con Piero Fassino, Massimo D'Alema e Walter Veltroni, c'era anche Adriano Sofri», ha reso noto la donna. «Premetto che a volte ho avuto modo di apprezzare le cose che Sofri ha scritto e che, in considerazione del suo stato di salute, non ho mai manifestato contrarietà alla concessione della grazia nei suoi confronti per motivi umanitari», spiega D’Antona, aggiungendo che non ha mai «mostrato un particolare accanimento né spirito di vendetta verso chi, pur essendo stato autore di gravi atti di terrorismo, ha scontato la propria pena e ha mostrato segni di ravvedimento». Questo caso, però, è diverso. Infatti, «Sofri è stato condannato con una sentenza passata in giudicato per l'omicidio di un servitore dello Stato e non ha ancora finito di scontare la sua pena». Quindi la riflessione sull’imbarazzante scelta del partito di Fassino: «Mi chiedo - continua la donna - perché il gruppo dirigente del mio partito, che è partito di governo, lo sceglie come interlocutore privilegiato, in un passaggio che indubbiamente è un passaggio epocale nel nostro partito e nella storia della politica italiana. Qual è il messaggio simbolico di questa scelta? Se si ritiene che Sofri sia vittima di un errore giudiziario, in base ad elementi concreti, perché non chiedere la revisione del processo per scagionarlo e cercare i veri colpevoli? Ma se invece è colpevole, come la magistratura ha ritenuto - conclude la deputata dei Ds - chiedo ai dirigenti del mio partito, che hanno ricoperto e ricoprono importanti incarichi di governo, se in un Paese democratico questo non rappresenti un vulnus nei rapporti con una delle più importanti istituzioni dello Stato, cioè nei confronti della magistratura...

gianluca forni Commentatore in marcia al V2day 08.02.07 15:07| 
 |
Rispondi al commento

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/candidati.html

Berlusconi, Silvio

Deputato della Repubblica. Eletto a Milano. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

Cicchitto, Fabrizio

Deputato della Repubblica. Eletto per Forza Italia nel collegio di Corsico (Milano). Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2: fascicolo 945, numero di tessera 2232, data di iniziazione 12 dicembre 1980. All'epoca della scoperta degli elenchi Cicchitto era deputato e membro della direzione del Psi. è uno dei pochi ad aver ammesso di aver sottoscritto la domanda di adesione.

Fiori, Publio

Deputato della Repubblica. Eletto in un collegio di Roma. Il suo nome compare negli elenchi della loggia massonica segreta P2: fascicolo 646, numero di tessera 1878, data di iniziazione 10 ottobre 1978. Fiori, all'epoca deputato democristiano, ha smentito di essere iscritto. Oggi è membro di An.

Martino, Antonio

Deputato della Repubblica. Eletto in Sicilia, al proporzionale, nelle liste di Forza Italia. Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2, scoperte nel 1981: aveva presentato la domanda d'iscrizione, poi non perfezionata. Martino ha sempre negato, ma nei documenti P2 c'è una domanda d'iscrizione da lui stesso firmata, con data 6 luglio 1980, e la testimonianza del "fratello" presentatore, il collaboratore di Licio Gelli Giuseppe Donato. E' stato ministro alla Difesa.

Selva, Gustavo

Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Treviso. Ex democristiano, oggi è esponente di An. Il suo nome compare negli.............

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 08.02.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sa che in calabria è come combattere contro i mulini a vento; in bocca al lupo.

"Calabria, ambiente e il gioco di 864 milioni
Denunce e accuse nella relazione del commissario Antonio Ruggiero. Che ha lasciato"

ROMA — Credevano di giocare coi soldi finti del Monopoli, al Commissariato per l'Emergenza Ambientale in Calabria. Scrivevano su un foglietto: entrate. Su un altro: uscite. Fine. Senza «un bilancio vero e proprio». Senza una «documentazione giustificativa». Senza un controllo della Ragioneria. Hanno speso così, in otto anni, 864 milioni di euro

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/02_Febbraio/08/stella.shtml

Alberto Villa Commentatore certificato 08.02.07 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè quando ci sono dei problemi tecnici, come in questo caso, nessuno si dà la briga di risolverli o quanto meno di rispondere alle problematiche riguardanti il blog?!?

elena caparini 07.02.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Non è la prima volta che leggo articoli sulla mafia. Girovago spesso sui siti "ammazzatecitutti" e "libera" a cui volentieri faccio delle donazioni. Esprimo piena solidarietà alla figlia del Giudice di cui purtroppo conosco la drammatica vicenda, come anche quella di Falcone, Borsellino, Livatino e tanti altri. Il dramma che percepisco esserci in Calabria, è il sentirsi soli, è percepire che se il mafioso ti raccomanda a superare l'esame all'università, è motivo d'orgoglio, se invece sei uno qualunque devi sudare molto di più. Non è vittimismo è subire il senso dell'ingiustizia e (per fortuna) non sopportarlo. Penso a quel povero poliziotto ucciso per un partita di calcio. Hanno intervistato un suo collega che ha raccontato di quando un ragazzo arrestato, dopo aver patteggiato la pena, è andato via facendo un sorriso sarcastico. Ma che razza di giustizia si ha senza certezza della pena. E' già difficile beccarli in flagranza di rato, o avere prove di un atto delittuoso, e pure quando si hanno le prove è difficile che scontino una giusta pena. Che rabbia!!!!!! Penso agli abusi edilizi...condonati, penso agli appalti truccati ai connubbi massoneria deviata e 'ndrangheta, che treistezza, che squallore. Ma la cosa più brutta è il sentirsi dire:" non la cambi tu l'Italia", ma se ognuno facessimo con coscienza il nostro dovere quanto staremmo meglio tutti. Sperando di essere in tanti il 17 febbraio mando un saluto e tenete duro...........

gregorio lombardo 07.02.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
ho appena letto la lettera di Rosanna. Ritengo giusto e importantissimo lavorare e organizzarsi contro la mafia e quindi appoggio e sostengo, nell'ordine del possibile, qualunque iniziativa tesa a modificare lo stato di cose presente.
Però c'è una cosa che non mi convince: di tanti giorni che si potevano scegliere per la manifestazione perché proprio lo stesso scelto per la mobilitazione di Vicenza?
che bisogno c'era di far conicidere gli eventi?
Perché ci costringete a lasciarvi soli?

daniela iannella 07.02.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig.Grillo oggi ho scritto per la seconda volta, da quando frequento il suo blog, e per la seconda volta non trovo il mio commento che stavolta era riferito alla lettera della giovane Scopellitti. Vorrei sapere se ciò che scrivo non le piace oppure sbaglio qualcosa io? i commenti non vengono pubblicati automaticamente sul blog?
Gradirei avere una risposta almeno non perderò altro tempo in seguito. grazie

paola franceschi 07.02.07 16:54| 
 |
Rispondi al commento

IL LINK
http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp

ROSS QUARESMINI 07.02.07 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Boicotta Palladium, Windows Vista, Mac Os, Drm, Tcpa - Liberta' Digitale A Rischio!!!WARNING: PALLADIUM INCOMING!!!
Torna alla pagina delle informazioni tecniche
Torna alla Home Page di Jack

QUESTO TESTO E` ABBASTANZA LUNGO, MA SE AVRAI PAZIENZA DI LEGGERLO TUTTO AVRAI MODO DI ESSERE PIU` INFORMATO SULL'IMMINENTE CATASTROFE INFORMATICA CHE E` DESTINATA AD AVVENIRE... IO PERSONALMENTE MI STO IMPEGNANDO IL PIU` POSSIBILE PER FAR GIRARE QUESTO MESSAGGIO E FARLO ARRIVARE A TUTTI, SPERO CHE VOI FACCIATE LO STESSO

FORSE tu che stai leggendo non sei un esperto dell'Informatica, ma quello che sta per succedere a questo Mondo, cambiera` profondamente anche la vita di coloro che di Computer proprio non se ne interessano, ed a questo punto, pensiamo che abbiate gia` capito di cosa stiamo parlando, perche` bene o male, a tutti e` giunto all'orecchio questo nome: Palladium, e bene o male, molti degli utenti, anche quelli meno esperti, hanno letto qualcosa relativo a questo progetto.

Per chi non lo sapesse, Palladium sara` la costrizione, si, proprio cosi`, costringere gli Utenti ad acquistare determinati prodotti, senza lasciare loro scelta, ma dato che a questo Mondo siamo normalmente liberi di scegliere, ma si e` ormai capito che scelte ne avremo 2 soltanto, e quella piu` logica e` anche la piu` difficile: starne fuori, ma per fortuna c'e` piu` di un modo di starne fuori, ma e` difficile: o si rimane con Windows XP, o si passa a "Linux" perche` anche "Machintosh" e` entrato a far parte del TCPA e quindi e` diventato Palladium, quello pero` di cui ci dovremo dimenticare e` "Windows".

Si, perche` a questo Mondo, fino a prova contraria, 1+1=2 e 2x2=4, e di fatti, "casualmente" le varie multinazionali si sono combinate in modo da lasciare poca scelta;

Eh si, perche` il prossimo "Windows", conosciuto come "LongHorn", come tutti sappiamo, sara` il Sistema Palladium per eccellenza, e di fatto, pure quella che doveva essere la scelta piu` ovvia per evitare Palladium, Mac, ha pref

ROSS QUARESMINI 07.02.07 14:24| 
 |
Rispondi al commento

lodevole azione..ma dovrebbe essere rivolta anche parallelamente allo stato, che deve garantire che nelle istituzioni non sieda nessuno anche pallidamente colluso con la malavita.
Altrimenti quello che fate non conta nulla.. conta solo a dare visibilità a quei politici ipocriti che sfruttano la manifestazione per far incetta di voti..
Questa è la realtà, secondo il mio punto di vista.
Vi deve essere una serie di azioni concatenate tra cittadini, opinione pubblica, media e politica.
la volontà sincera di dire RESET!
In bocca al lupo per il vostro impegno..degno di nota e di merito.
Un abbraccio Paolo S.

Paolo S. 07.02.07 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Rosanna e grazie Beppe!
Io ho lasciato la calabria dieci anni fa'soprattutto per la realta'in cui si trova. Mi ha fatto molto piacere leggere la tua lettera, 'grande' il signor Grillo per averla publicata.
Il sud si ristrova, dall'unione del paese, con due governi, uno (chiamato 'italiano') corrotto, ladro, sporco, e chi ne ha piu' ne metta, e uno che e' quello che noi 'terroni' conosciamo bene e che il mondo chiama 'mafia', da qualche anno a questa parte, grazie anche a i nostri eroi che son morti lottando 'sti bastardi', la 'ndragheta ha ottenuto un potere ineguagliabile. Dopo Buscetta, 'cosa nostra' si e' sputtanata come non mai, libri film e telenovele.... I colombiani e i turchi hanno saggiamente pensato di sbarcare le toonellate di 'coca' e di 'eroina' a Gioia Tauro, in calabria. E chi piu' affidabile di una organizzazione che segue legami di sangue e non ha 'infami' come gli amici siciliani? con tutto il rispetto per i siciliani...
Ora hanno tanti di quei soldi che davvero stanno costruendo un 'pilastro per ogni nascita'.
Quando c'e' da colpire un'organizzazione va colpita la loro economia, grazie al vaticano e ad altri motivi, la legalizzazione della droga (che gli taglierebbe le gambe) va esclusa, gli appalti saranno sempre i loro perche' sono loro stessi a concederli.... che tristezza.
Voi incitate i giovani, mi fa piacere e non vorrei sembrare negativo ma quando vengo giu' in vacanza i giovani son quelli che mi fanno piu' paura, gli attegiamenti, l'arroganza, le playstation etc etc etc.
Nella mia ignoranza informatica, un'idea che mi ha sempre macinato in testa era quella di un 'blog' dove li sputtaniamo tutti, nomi, cognomi e atti. Giustamente con un pannello direttivo di controllo per filtrare eventuali 'scam'. Come dice il signor Grillo, dobbiamo usarlo quest'internet e giustamente non possiamo neppure chiedere a lui di combattere sto male,che lo fanno fuori in dieci minuti! Come voi dite, uniamoci noi! e se po ce la fanno, ammazatindi a tutti!

jack daniels 07.02.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Rosanna,
le tue parole mi hanno colpito profondamente soprattutto quando scrivi che la "mafiosità" non è un problema calabrese o siciliano ma nazionale,
che si alimenta con la nostra paura.
Avanti! Combattiamo questa paura! Facciamo in modo che i diritti non debbano essere elemosinati o acquistati in cambio della nostra coscienza e della nostra libertà!
Auguro a noi tutti un riscatto sociale

angelo torzi 07.02.07 00:59| 
 |
Rispondi al commento

Appello ai ragazzi del meetup di Roma :
organizzate una trasferta a Reggio per la manifestazione?Fatemi sapere.Grazie e ciao.

Antonio Caprari 06.02.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STASERA: Giorgio Bongiovanni a Bivio(Martedi'6 febb italia1 ore 23)

racconta il suo percorso di vita Spirituale e Sociale nell opera di divulgazione dei messaggi cosmici(datigli da esseri di luce o E.T.),e Mariani!
La Chiesa lo teme ,perche' stimmatizzati viventi colti e consapevoli,possono piu' dell ipocrisia d un potere che non ha piu'senso nel TERZOMILLENNIO!

Il david Icke italiano!

www.giorgiobongiovanni.it

6 febb Italia1 ore 23 a BIVIO ,GIORGIO BONGIOVANNI

Cercate inoltre su googlevideo ,yahoovideo e youtube ,i vedeo doc. su:

SCIE CHIMICHE, GLOBALIZZAZIONE, MULTINAZIONALI, iLLUMINATI, DAVID ICKE, 911, ARCOIRISTV, SCIENZANEGATA, GUERRA,GRILLO!

vittorio messina 06.02.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe, sempre grazie.
Cmqe i link mi danno una pagina non raggiungibile che è successo...(qualche nome importante..), riprovo domani.

Alan Omodei 06.02.07 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e Cara Rosanna,

ricordo bene il giudice Scopelliti, lo ricordo benissimo. Di primavere ne ho visto passare e quando i capelli erano più pepe che sale mi sono immaginato una Italia uscita dalle paludi. Di battaglie ce ne sono state ne ho viste e quando pareva che un poco più di democrazia di uguaglianza e sopratutto GIUSTIZIA potessero illiminare l'orizzonte del nuovo mattino tutto e cessato niseramente. E' morto anche quel grande generale Dalla Chiesa abbandonato dai potenti collusi e collusori. Si dice sempre che speriamo: nelle giovani generazioni e lo vorremmo per loro. Loro devono essere più forti e non solo a parole più forti, molto più forti di tutto e tutti

domenico denaro 06.02.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Perchè le Tv nazionali (Rai e Mediaset) non vengono invitate a trasmettere la diretta della manifestazione a Reti unificate? sarei curioso di leggere l'eventuale motivazione al diniego.

Giovanni Aloe 06.02.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

A quando un Referendum Propositivo per non far eleggere condannati in sede definitiva e condannati e poi amnistiati?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio perchè massone?
Perchè Papa Benedetto, Cardinal Bertone e Cardinal Ruini non dicono che chi è massone, Cicchitto di FI e Gustavo Selva di AN, sono scomunicati? Forse perchè anche loro sono massoni?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di.....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 06.02.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

cara Rosanna Scopelliti, spero che tu senta la vicinanza anche di una di torino. Cosa si può fare per aiutarvi ad eliminare il cancro mafioso. In un momento in cui il governo parla di liberalizzazioni e della possibilità di aprire varie attività secondo certi criteri, mi sembra di vivere in un altro paese se voi cari ragazzi del sud non potete gestire una vostra attività.GOVERNO APRI GLI OCCHI !!!
cosa posso fare per sostenervi
Auguri di cuore cari ragazzi, non mollate
Bruna

BRUNA CAPORALI 06.02.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono amareggiata, in che cavolo di mondo viviamo!!! tutto è il contrario di tutto! IO sono con Voi ragazzi....grazie a voi sento la possibilità di un cambiamento.
Mi fanno incazzare tutte quelle persone che sono a rappresentarci...non sanno di niente e di conseguenza visti i loro grossi interessi economici non fanno niente per sostenere la legalità....Vergognatevi parlamentari: sia di destra che di sinistra.....ma ricordatevi che l'onestà che è dentro di noi è molto più grande della loro sporcizia interna....
Hanno semprte cercato, nella storia, di creare MITI, isolandoli nelle loro battaglie.....basta! NOn più miti ma persone semplici che riescano a vincere la battaglia dell'onestà e dell'umanità....grazie ragazzi e grazie ROSANNA

Flavia c. Commentatore certificato 06.02.07 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Lungi da me il sentirmi esente, diversa o migliore. La mafia va combattuta non con una soluzione, ma con un insieme di azioni, decise e continue.
Certo le connivenze sono mostruose e a pensarci scoraggiano.
Poi c'è il fattore umano. Leggo la lettera dove si parla dei giovani e non posso non fare una considerazione.
Figlia di un sarto, vissuto e morto povero. Il tv lo ebbi da ragazza, le vacanze dai nonni, la festa per la prima comunione una semplice torta per noi 4. Certo in qualche momento mi sono sentita "diversa" ma in casa eravamo poveri ma non miserabili. Mio figlio è cresciuto senza PS, senza motorino, le vacanze le abbiamo fatte in campagna quando non si poteva, in albergo quando si poteva.
Sono cresciuta ed ho cresciuto mio figlio con concetto dell'indispensabile, dell'utile, del superfluo. Si fa quello che si può e se non si può non si fa. Essere non apparire, valori. Non che anche lui non avesse compagni griffati e bulli ma ha scelto, si è assunto le sue responsabilità.
Rammento casi di gente in mano ai cravattari per una festa da prima comunione o un funerale e per la quale si fa ricorso alla cassa di solidarietà.
Ricordo le manifestazioni delle "donne contro la mafia" e mi chiedo se siano le stsse che aggrediscono i poliziotti quando arrestano i picciotti.
Umilmente chiedo: oltre alle manifestazioni che lasciano il tempo che trovano, oltre a chiedere sempre aiuto a tutti i poteri, non credete che serva anche agire sul tessuto quotidiano, sulla mentalità, sugli atteggiamenti e sulla bellezza di lottare invece che scegliere sempre le vie più facili?


Giovanna Merlo 06.02.07 11:00| 
 |
Rispondi al commento

La mafia si manifesta in alcune regioni in modi espliciti e arroganti ma è nel nostro DNA di italiani. Mafia è anche quando hai bisogno della raccomandazione per lavorare e magari chi lavora con te non vale niente ma è stato raccomandato, mafia vuol dire che quando in ospedale qualcuno sbaglia ed è incompetente nessuno paga perchè c'è omertà, la mafia è un atteggiamento che purtroppo fa parte del nostro custume e al quale un pò tutti ci siamo abituati per non essere diversi e per vivere senza problemi.
Penso che solo se cambieremo questa nostra mentalità potremo migliorare questo paese e forse questo cambiamento sta nelle mani di noi giovani.

ilenia nefzi 06.02.07 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I "poteri mafiosi" sono enormi e i "comportamenti mafiosi" sono tanti in Italia dal sud al nord... Il nostro compito è quello di non lasciare soli chi si batte per la legalità e un futuro migliore.
Innanzitutto bisognerebbe trovare un modo per dire, urlare quello che i giornali non dicono... quello che viene nascosto. Ci vorrebbe un sito, un foglio informativi, una mailing list... dove la gente può scrivere, denunciare, raccontare fatti... insomma rendere pubblico ciò che è nascosto.
E poi bisogna informare, far conoscere tutte le possibilità che ci sono per uscire da certe schiavitù o creare qualcosa di nuovo... insomma vivere ... i poteri forti come la "mafia" si reggono sull'"ignoranza" (non voglio offendere nessuno)e sulla povertà e disperazione della gente.

Stefano G. Commentatore certificato 06.02.07 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Noi vogliamo mettere in pratica le parole del Giudice Borsellino: “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo.”

dovrebbe negarla la totalita dei giovani,
ma con la tv di oggi (che forma checchesenedica),
la politica di oggi,
la schivizzazione economica in atto, (beveremo acqua di fogna come in astralia),
ecc ecc

quanti giovani saranno ancora onesti, sinceri, dignitosi, con sani principi morali, come i nostri vecchi falcone e borsellino?

viva i reality, siamo fritti, la strada è tutta in discesa. (per chi?)

nicola simatralesimpsi 05.02.07 23:20| 
 |
Rispondi al commento

E’ arrivata l’ora che lo stato sradichi la mafia dal territorio. I politici collusi con la mafia meritano l’ergastolo. Sono dei collaborazionisti al soldo del nemico. Non si tratta solo di semplice “associazione esterna” ma anche di alto tradimento nei confronti della patria.

CONSENSO NEGATO!

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 05.02.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento

ad occhio e croce,

la criminalita organizzata non esiste,

almeno a sentir parlare molti politici del nostro paese, e molti imprenditori di tutto il territorio nazzionale.

tante vero che gente sul posto ha confermato ciò, e soprattutto non sono saltati fuori problemi eclatanti dalle bombe a costanzo in poi.

l'ultimo capo è andato in pensione e ormai il tutto è sublimato oltre. come dimostrano i successi elettorali dell'ultimo decennio.

sento parlare ancora di omicidi, si è vero, mi dispiace moltissimo, ma non mi è sembrato di vedere accuse dirette a nessuno, ormai da quando santoro ha smesso samarcanda.

scusate la mia disinformazione.
a parte l'ironia.
non saprei cosa fare.
tanti italiani sono tra l'incudine e il martello e non ho idea di come possono migliorare le cose.

la solita mia speranza.
è che chi ha il potere, si converta ad usarlo per il bene di tutti e di se stesso, a discapito di assolutamente nessuno, nemmeno di chi non vuole obbedire.

è l'unico modo per vivere un po meglio, ma certi signori credono che il potere serve a qualcosa.

per favore convertiteli, non combatteteli, (sono violenti), fategli capire che per vivere meglio non serve prevaricare.

fatelo capire sia hai militanti che ai ricconi con le mani pulite.

rinunciate al potere e godetevi i vostri nipotini e null'altro che produca la bencheminima violenza.

godetevi anche i fagioli con la trippa se non avete i nipotini, i miliardi non vi porteranno da nessuna parte, e la sola vanita è ancora piu sciocca dell'egoismo.

parlo pure per gli imperatori economici moderni.
qualche milione di euro vi basta, per voi e per le vostre future geerazioni, basta assoldare complici, per accrescere il proprio potere (fittizio).

smettete le vostre attivita "finanziarie" e andate a fare una pizza con qualche amico, anche un conoscente vabene, se ovviamente non avete veri amici.

comandate voi non ho dubbi,
ma rilassatevi,
comandare è inutile

buonaserata a tutti

adocchio ecroce 05.02.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, condivido al 100%... peccato quegli annunci KE TI PAGANO PER OGNI CLICK KE RICEVI! - Tristissimo. E il bimbo con il fuck U? Bah...

sound heart 05.02.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene ragazzi,
siamo ormai a poco più di due settimane dal 17 febbraio. Possiamo, dobbiamo spingerci oltre.
Vorremmo provare a mettere sul blog una mappa con i riferimenti in tutta Italia per l’organizzazione delle trasferte (treni speciali, pullman, auto, ecc.).
Intanto invitiamo chi già sta organizando o vorrebbe organizzare il viaggio di un gruppo di persone per Reggio Calabria a lasciare un commento con i propri recapiti (città, nome, numero di telefono) in questo spazio.

Vogliamo ringraziare anche tutte le persone che ci stanno dimostrando il loro affetto, anche solo “spiritualmente”.
Un grazie grande quanto tutta la Calabria lo dobbiamo soprattutto a Beppe Grillo, che dimostrandosi vicino al nostr Movimento e pubblicando sul suo blog la lettera-appello di Rosanna ha dirottato qui da noi mezza Italia (basti pensare che i contatti al nostro sito sono praticamente triplicati in meno di 24 ore)!
Abbiamo ricevuto, inaspettatamente, diversi messaggi nei quali ci è stato chiesto in che modo poter contribuire, anche economicamente, alle spese organizzative, e di questo Vi rigraziamo, anche perchè le “azioni antimafia” non stanno riscuotendo apprezamento e sostegno da parte dei commercianti calabresi (quasi come se qui le parole “pizzo” e “racket” sono scomparse dai vocabolari!). Per fortuna stiamo avendo giorno dopo giorno prova che l’Italia è con noi ed a tal proposito avremo tra poco un conto corrente postale, il cui numero sarà ovviamente inserito anche nel blog.

Grazie a tutti, Amici. Grazie di (r)esistere.

I ragazzi di Ammazzateci tutti 05.02.07 21:48| 
 |
Rispondi al commento

gran parte dei politici italiani sono persone che se le mandiamo nei paesi civili del nord europa canada usa ecc. ecc.a fare politica ce li rimandano indietro immediatamente dopo avere fatto il primo intervento politico motivo demenza mentale infantile
ricordatevi
fare referendum x avere 2 soli partiti nel frattempo ogni volta che ci sarà da votare ricordate sempre di annullare le schede elettorali vedrete che se saremmo in molti a farlo cominceranno a prenderci sul serio

Simone Bruno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 21:42| 
 |
Rispondi al commento

I politici DELINQUENTI sono l'emblema della prepotenza, a quando un referendum propositivo?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio (massone) e un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro del........

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

La destra si scatena.


Se rivolti verso il Vaticano, che controlla tutto in Italia, aveste detto "E ora vi ammazziamo tutti!" non vi avrebbero fatto la pubblicita' che vi stanno facendo. Questo e' certo!

paolo emiliani 05.02.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Cito "Perché, sia chiaro, alla fine chi ci rimette è la povera gente, non ‘lorsignori’.
No, quelli guardano dall’alto delle loro ville al Nord, sicuri ed al calduccio! C’è chi paga per loro".Premettendo la mia vicinanza e la mia massima comprensione al dolore di una figlia per la morte del padre, comunque non riesco a capire questa dimostrazione di disprezzo verso la società "benestante" del nord Italia.I cosidetti "lorsignori" del nord est sono persone x la maggior parte di umili origini che per molti anni si sono fatti il culo in fabbrica e poi appena possibile hanno avuto il coraggio e di mettersi in proprio aprendo magari un piccolo laboratorio artigiano che poi negli anni è cresciuto divetando magari una azienda di successo.Cosa c'è da biasimre in tutto questo!? La voglia di lavorare o l'intraprendenza tipica della gente del nord!?Non è colpa di noi "polentoni" se nella cultura meridionale manca il modello e l'istinto impenditoriale diffuso invece al nord, non è colpa nostra se la corruzione della pubblica ammnistrazione, che rallenta la crescita economica, è più diffusa al sud rispetto che nel resto d'Italia.Voi eleggete i vostri politici locali che in numerosi casi si dimostrano poi corrotti o peggio collusi con la mafia (a prescindere poi dall'appartenenza politica, dato che la corruzione nella politica e nella pubblica amministrazione al sud è così diffusa da risultare trasversale tra i vari principali schieramenti politici.E sono poi questi politici da voi eletti a nominare amministratori pubblici corrotti che rubano o semplicemente non fanno niente x cambiare in meglio le cose, e quando a causa loro gli ospedali del sud non funzionano, o la giustizia non funziona (permettendo xesempio che le case sequestrate ai mafiosi vengano date in affitto per anni dalle mogli degli stessi boss) voi cosa fate?..accusate di tutto questo caos noi polentoni.Forse al nord ci sono meno persone colte e laureate, però x anni noi abbiamo trainato l'economia del paese!!

lorenzo Roncolato 05.02.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento

MA ALLA FINE STO FORTUGNO CHI LO HA AMMAZZATO?????????????????????????????

silvia bada 05.02.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

...SECONDA PARTE
"Oppure può succedere che un giorno un ragazzo si senta umiliare dai compagni perché non ha la maglia firmata e non l’avrà mai perché in famiglia si fanno i salti mortali per arrivare a fine mese e allora, per dare una mano, per sentirsi qualcuno e farsi rispettare eccolo rivolgersi al ‘capetto’ di turno, eccolo ipotecare la sua vita, vendere la sua dignità per diventare ‘qualcuno’".
Io credo che la maggior parte delle persone, insegnino ai propri figli che seguire la moda, vestirsi tutti uguali, o pagare un capo cifre esagerate, sia sbagliato, perchè dimostrano indossando un oggetto "pregiato", di valere qualcosa all'interno. Superficialità. Ecco in realtà cosa dimostra la gente a "mostrare" i propri capi firmati. E' uno schiaffo alla povertà, come chi si ostina ad indossare le pellicce con tanto di effetto serra. Gli oggetti "preziosi" sono il pane per chi non ne ha, l'acqua per chi ha sete ecc. Guai! Guai se per i nostri figli diventa un problema quello che tu hai citato. Ed è per questo che l'unione non fa la forza, bensì il branco, si deve essere più CORAGGIOSI, come lo era tuo padre e il mio fratellino acquisito, ogni persona singola deve essere, a mio parere, CORAGGIOSA, nelle proprie azioni. E non pensare che solo se si fa gruppo si può dire no alle ingiustizie. Non si rischia niente ad avere coraggio, o a chiedere giustizia: la coscienza non subisce danni, e si è più nobili d'animo.
Comunque la tua associazione è a favore del bene, ed è per questo che ti auguro con tutto il cuore, tanto successo, malgrado, come già detto, promuova maggiormente la presa di coscienza in ogni singola persona. Forse, l'unione è il primo passo, e un giorno, mi auguro, non avremo più bisogno di manifestare tutti raggruppati. Non volevo polemizzare la tua lotta, che stimo moltissimo, FIGURIAMOCI!!, ma solo quelle due parti del tuo discorso, dove ho sentito il bisogno di intervenire.Con tantissimo affetto ti invio i miei saluti.
Mi chiamo Emanuela La Porta

Emanuela La Porta 05.02.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA PARTE:
Ho subito, purtroppo, una vicenda simile alla tua, ...ma..
"Come quando ammazzano qualcuno a te caro e sai chi è stato, ma quel nome è troppo pesante da dire, così come diventa troppo rischioso chiedere che sia fatta giustizia, perché certi nomi sono impronunciabili. E allora si ingoiano bocconi amari e si continua la solita vita."
Tuo padre era un uomo coraggioso, la vita è preziosa? Bò, viene, và, si muore per una tegola in testa o da eroi, comunque la vita se ne va in qualsiasi momento. Ma di certo, almeno io, non scendereI mai a certi compromessi pur di campare di più. Meglio un giorno da leoni che 100 da conigli. Non sono d'accordo neanche su quest'altra parte del tuo discorso:
SEGUE...

Emanuela La Porta 05.02.07 15:53| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBILE,
ORMAI IN ITALIA NON FA PIù NOTIZIA IL DELITTO DI MAFIA, NON FA PIù NOTIZIA LA MAFIA.
CI SIAMO TALMENTE ABITUATI CHE è DIVENTATO "NORMALE" AMMAZZARE O ESSERE AMMAZZATI.
LO STATO NON C'è! LO STATO NON HA MAI VOLUTO GUARIRE QUESTO CANCRO.
LA STORIA CI RACCONTA CHE QUALCUNO CI HA PROVATO E C'ERA "QUASI" RIUSCITO NEGLI ANNI 30-40, QUASI APPUNTO.

Gianpietro Colla 05.02.07 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assolutamente condivisibile l'incipiente protesta davanti al Parlamento contro gli abusivi, che l'oltraggiano!
E' la società civile, che deve muoversi, perché la stragrande maggioranza del potentato politico è molto coesa nel difendere i propri privilegi castali, chiudendosi a riccio contro ogni rivendicazione di uguaglianza giuridica, principio fondante di ogni vera democrazia!
Abbasso gli usurpatori delle Istituzioni Democratiche!

ergo sum 05.02.07 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Sento la necessità di condividere la vostra stessa rabbia di fronte alla prepotenza degli stolti su coloro che hanno una visione limpida di quali siano gli elementi fondamentali del convivere civile.
Questi miserabili fanno funzionare un sistema fra i più deboli, ma che resiste, perché è ben radicato e, sebbene insostenibile, ormai sembra più semplice tenerselo così com'è che abbatterlo. Più facile che trovare il coraggio di indignarsi, di lottare, di mettersi contro alle cattive abitudini dei padri e cercare vie d'uscita alla mortificazione sistematica della vita.
Anche qui a Milano stiamo morendo, piano piano, soffocati dalle abbondanti nuvole di fumo delle nostre inutili marmitte catalitiche. Corriamo, o meglio, arranchiamo, incastrati dentro un sistema vuoto ma vorace, che ingoia la vitalità degli esseri umani in modo sottile, quasi invisibile. Eppure, nonostante le differenze apparenti, vedo inquietanti somiglianze con la Calabria, con quello che ho letto qui, con questo senso d'impotenza diffuso.
Qui devastano la città, mortificano i bambini, tagliano gli alberi, quei pochi rimasti, e sembra tutto legale, condiviso, necessario, invece è semplicemente criminale.
Le persone sembrano non preoccuparsi, oppure sono solo rassegnate, non so. Forse il vuoto pneumatico dell'indifferenza avvolge gli esseri umani nella stessa misura: quelli ricchi, "fortunati", per un eccesso d'abbondanza che sembra accecare la coscienza; quelli più deboli, più "poveri", per le troppe bastonate e per quel senso ingiudicabile di paura paura paura...
Questa è l'Italia, tutta intera, collegata da fili invisibili che sembrano riuscire a trattenerla, soffocandola. E la nostra coscienza che oscilla fra il desiderio di una rottura vera, irrazionale, liberatoria, e il cercare di tessere una tela altrettanto forte, collegando i cuori e i cervelli di coloro che hanno ancora voglia di credere in noi stessi, e nella possibilità di un Paese migliore per i nostri figli.

Vi abbraccio

Fabio Amoretti 05.02.07 15:15| 
 |
Rispondi al commento

ARRIVANO GLI ZINGARI!

La Romania (e la Bulgaria, ma i bulgari non se li fila nessuno…), è entrata nell’Unione europea. Aiuto, saremo invasi da ladri, zingari, scippatori, campi rom a iosa. Eppure francesi, inglesi, tedeschi, spagnoli hanno come partner un Paese dove fino a qualche anno fa sequestravano la gente a scopo di estorsione (e ne spedivano a casa orecchie e dita se i familiari non pagavano), dove i figli di chi collaborava con la giustizia venivano sciolti nell’acido, dove i negozianti che non pagano il pizzo vengono freddati, dove la prima spa di alcune regioni si chiama “’ndrangheta spa” dalla criminalità organizzata, dove la Borsa è inquinata da denaro riciclato, dove una bella fetta di parlamentari è stata spedita lì nonostante condanne passate in giudicato, dove si è esportata in mezzo mondo la criminalità organizzata, dove l’industria dal fatturato più elevato è gestita da tre organizzazioni criminali, dove lo Stato organizza missioni militari oltre che all’estero, anche all’interno del proprio territorio, dove grazie a una massiccia evasione fiscale e previdenziale, le piccole e medie imprese fanno concorrenza sleale alle altre colleghe dei vari Paesi dell’Unione… e possiamo continuare. E non stiamo parlando della… Romania.


L'Italia è divisa in tre e questa costatazione è a prescindere delle paranoiche esternazioni dei leghisti. Tre realtà con tre economie, Al Nord, un primo livello di economia, con considerevoli parti della realtà che produce ricchezza e che da un valore al prodotto finito, con altra parte che poi vive una realtà, soprattutto "secondaria" che inerisce ai "servizi", quali i ministeri, le sedi di coordinamento, i servizi vari, quali aeroporti, la difesa ecc. Una Terza realtà territoriale, vive solo delle elemosine delle precedenti realtà e consuma quello che è prodotto fuori dalla propria zona. E' nata un economia del malaffare, su cui ormai si mantiene tutta la Nazione...Non per citare ma..Tutta l'Italia è ormai trainato dall'"economia" del sud. Gli eroi che amiamo, come il Giudice Scoppelliti o Falcone o Borsellino, rimangono un esempio di perseveranza e di amore per il nostro popolo, ma, la risposta deve essere economica e politica..Non è più sopportabile che gli unici che fanno la VERA politica, non quella degli affari e dei giochi di potere, siano i Giudici, la gente di spettacolo, i Preti....Anche con la Vostra coscienza, sono sicuro che l'arroganza delle mafie, rimarrà uno stomachevole ricordo.

Vincenzo Faiello 05.02.07 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Tutta l'Italia Delinque da una vita ed e' lo Stato stesso che Delinque su du noi....Che cosa ci si puo' aspettare adesso?

GianMaria Le Mura 05.02.07 13:59| 
 |
Rispondi al commento

La mafian'dranghedacamorra ha la sua testa a Roma in un palazzo che tutti conosciamo bene.......
Un bacio a te e massimo rispetto per tuo padre.
A.S.

Andrea S. 05.02.07 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa le Iene avevano fatto un servizio su Lamezia Terme dove evidenziavano il fatto che c'erano "un po' troppe banche" in ragione del numero di abitanti....
Chissà perchè
Eeeeeeeeeeeh chissà perchè..................

Sabrina Ruzza 05.02.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Esprimo il mio consenso, l'apprezzamento e la solidarietà mia e della mia famiglia.
Carissimi saluti a voi tutti.

ergo sum 05.02.07 12:10| 
 |
Rispondi al commento

grosse problema: il 17 c'è anche la manifestazione a vicenza!!!

g fumagalli 05.02.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito pizzo.

Vorrei sapere perchè si parla sempre del pizzo che si paga in Calabria, in Campania, in Sicilia ecc. mentre non si parla mai del pizzo che tantissime attività commerciali pagano a Milano?

Purtroppo, l'omertà esiste anche al nord.

mauro iodice 05.02.07 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Perche' mai dovrebbero essere loro a scrivere i nome quando sia i Giugidi che le forze dell'ordine sanno bene chi sono e non possono/vogliono fare niente ?
Tanto si sa, poi c'e' l'indulto e si esce tranquillamente e dopo essere usciti si va alla ricerca di danaro che nel frattempo qualcuno a reperito per loro e quindi lo deve "restituire".
Secondo me si dovrebbero costruire nuovi carceri ed utilizzare per circa 20 anni le leggi USA e cioe' chi entra dovra' scontare tutti gli anni di carcere anche se si comporta "bene".

Salvatore Q. 05.02.07 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Secondo il mio parere se volete fare qualcosa di importante oltre a manifestare in giro per l'italia, cominciate a scrivere su questo blog un po' di nomi di questi "lorsignori" tanto da far sapere a tutti quanti chi sono sti st----i, xkè inutile protestare contro i mafiosi sapendo chi sono e poi non fare i nomi. E' come essere loro complici.

PAOLO T. Commentatore certificato 05.02.07 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Beppe, ho lasciato un messaggio anche nel sito dei ragazzi. Sono bei segnali, condividi? Che Dio li benedica questi ragazzi. Li abbraccerei tutti!

Gianni Mancino 04.02.07 21:59| 
 |
Rispondi al commento

È vero ragazzi,e voi perdete tempo ad incazzarvi a giudicare governi di destra o di sinistra?A parlare di Prodi o Berlusconi?...mah,secondo me fanno bene a prendervi per il culo....RESET

Marco de Curto 04.02.07 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Auguri a Rosanna e al Movimento

il vostro slogam E ADESSO AMMAZZATECI TUTTI commuove e nello stesso tempo dona speranza agli italiani per un futuro migliore...

Sempre che si riesca a debellare la MAFIA anche dal GOVERNO...

bruna S. Commentatore certificato 04.02.07 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Rosanna, anche io sono calabrese e capisco la tua indignazione. Ma se tutto il governo italiano è mafioso il problema non si risolverà mai! come è possibile ribellarsi a certa gente se non vieni ascoltato da nessuno? quando un negoziante non paga il pizzo lo fa suo rischio e pericolo sapendo che cmq vada non sarà tutelato. E se venisse ammazzato se ne parlerebbe al massimo nel quotidiano del paese! l'italia è davvero un paese triste: i governanti sono dei pagliacci, i giornalisti sono dei burattini da chi potremo mai essere tutelati?
se le cose non cambiano dall'alto non si va avanti. e finchè ci saranno milioni e milioni di italiani che andranno alle urne a dare fiducia (e ci vuole un gran coraggio per farlo oltre che avere un testa di c....) chiunque va al governo avrà l'arroganza di dire che rappresenta il popolo italiano. Noi gente comune non abbiamo nessuna arma contro i potenti, non è più tempo di rivoluzioni e di 68, la gente dorme purtroppo! Le uniche cose che possiamo fare e parlarne, come fai tu, come faccio io, come fa beppe grillo, per fare capire a tutti verso che mondo andremo a finire.
L'unico modo per far capire a tutti (ma proprio a tutti) che ci siamo ROTTI LE PALLE sarebbe non votare! Se ci fosse un astinenza alle urne di massa, daremmo un chiaro msg a questa gente che a noi non ci incantano. Purtroppo però mi rendo conto che la mia è pura illusione: alle urne ci saranno sempre milioni di italiani convinti di votare nel giusto, convinti di poter cambiare le cose votando a destra e a sinistra..ma anche loro sono degli illusi!

Daniele P. Commentatore certificato 04.02.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento

mafia, camorra, ndrangheta et similia = ROMA è li la volontà dell'esistenza di esse e di ogni forma!

MA QUAN'è CHE SECONDO VOI TUTTO IL SISTEMA VERRA' A CADERE? ..............CREDO MAI CADREMO NOI NOI E SEMPRE E SOLO NOI!!!

Massimo M. Commentatore certificato 04.02.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se scoccio ancora ragazzi.
In parte posso capire come alcune personalità eccellenti possano mostrare una certa riservatezza
nel dichiarare apertamente la propria partecipazione a una manifestazione così delicata.Noto cmq con tristessa e rammarico in : http://www.ammazzatecitutti.org/17febbraio/adesioni/
come tra i parlamentari figuri solamente il nome di Di Pietro.Gli altri "dipendenti" cosa hanno intenzione di fare ?

Antonio Caprari 04.02.07 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho appena scritto alla redazione di Repubblica se
hanno intenzione di dare notizia con un certo anticipo di tale manifestazione oppure come è successo
per quella dei precari a Roma sapremo qualcosa solamente il giorno stesso.
Ma tu Beppe vieni ? Su http://www.ammazzatecitutti.org/17febbraio/adesioni/
il tuo nome non figura.
Trattasi di una svista ?
Grazie.

Antonio Caprari 04.02.07 18:31| 
 |
Rispondi al commento

E' così difficile copiare le leggi delle prime: Finlandia, Danimarca, Norvegia e Svezia?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio (massone) e un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue s...

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Basta violenza negli stadi! allo stadio ci si deve divertire e non andarci a morire in una guerriglia! mi auguro che il calcio italiano abbia tolleranza zero verso gli ultras e prenda seri provvedimenti come ha fatto il calcio inglese. Nicola da Milano

Nico Milan 04.02.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

mi sembrano le solite belle parole.credo che le mafie si possono combattere solo con anticorpi all interno della società.ognuno di noi deve avere al proprio interno il rispetto e la"paura"delle regole.

alfonso sala 04.02.07 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Calabrialibre, associazione aderente alla Rete per la Calabria, molto attiva sul fronte del rispetto della legalità nella nostra Regione, ha aderito alla manifestazione antimafia del 17 Febbraio a Reggio Calabria. A tal fine si stanno organizzando dei pulmann per permettere a tutti gli associati di partecipare all’importante manifestazione antimafia, la prima organizzata dalla società civile, e promossa dagli indomiti “ragazzi di Locri. Per informazioni 17febbraio@calabrialibre.it, oppure l’agenzia Giramondo di Cosenza al seguente numero Telefonico 0984 408527 .

Associazione Calabrialibre 04.02.07 16:44| 
 |
Rispondi al commento

salve.ho letto la lettera della figlia di scopelliti che combate insieme con il suo grupo contro tutte le mafie ma a che cosa serve?quando sei comandati dai mafiosi dallo clientelismo dallo squallore totale dove il pizzo la tangente il crimine la truffa e chi ne a piu nemeta e rregolarizato dallo stato fatte le leggi aposte per delinquere per depradare tutto e tutti ormai l'italia e un paese bazato sulla truffa .come potremo avere giustizia in questo modo ?.grazie.

arianita kalaja 04.02.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che in Italia non c'è certezza di pena e quindi chi ha voglia di uccidere, rubare, stuprare e quant'altro fa bene a farlo se piace perchè nessuno e dico nessuno gli dirà mai nulla. In più ci sarà sempre qualcuno che lo giustificherà adducendo psicologie e psicopirleria di vario rango...è triste ma è così...questo è il mondo che ci siamo creati e il giustificazionismo e il perdonismo ci hanno portati a queste distorsioni sociali e sembra che siamo impotenti di fare qualcosa...che ci piaccia o no solo il pugno duro e la cerezza di pene severissime ci possono garantire (forse) un po' di serenità. Parlavo con un mio amico maghrebino che ha studiato alla Sorbona di Parigi e x lui questo è un comportamento naturale e logico. I suoi conterranei delinquono da noi perchè se va bene hanno le tasche piene di quello che hanno rubato e se vengono arrestati tanto meglio:nelle nostre carceri tutti loro se ne vanno a malincuore perchè spesso dentro stanno meglio che fuori.
In Marocco le case sono lasciate aperte perchè nessuno ( e lui dice nessuno) si azzarderebbe a rubare perchè il ricordo delle loro carceri è così tremendo che nessuno ruba. A noi scegliere. Ma temo che ormai siamo in ritardo....solo un movimento intransigente come quello musulmano può salvare anche quelli che tra noi occidentali siamo persone per bene...solo loro ci possono davvero difendere...

gianni roveda 04.02.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Ho letto due notizie INCREDIBILI che devo assolutamente porre sotto la Vostra attenzione...

#################################################
clicca sul mio nome x le notizie shock!

Fabrizio Di Luca 04.02.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento

il calcio sè sempre stato e sempre sara' sporco,fa troppo comodo ai nostri politici,che di riffa e di raffa ci sono immischiati dentro,ma perchè in italia si arriva sempre in ritardo su tutto,negli altri stati cio' difficilmente ricapitera'sanno prevenire,qua mai, prima si finisce il prosciutto e una volta arrivati all'osso si prendono provvedimenti,cosa servono i prefetti?se non a farsi fatti loro,il disagio giovanile?fa comodo,come fanno comodo le cooperative dove tutti attingono a mani piene.il calcio è solo la parte piu' visibile di un'italia marcia dentro,ma siccome viviamo in uno stato governato da una sinistra destroide capitalista,è giusto che il prezzo da pagare sia una retrocessione lenta verso il 3°mondo,italioti !qua a forza di chiacchiere i nostri politici ci prendono solo per il culo siamo solo carne da barattare per le loro comodita'. per il cemento ringraziate sempre i soliti ..noti.....prodi,.pizzarotti,lunardi,d'alema.cofferati.bertinotti,scalfaro,berlusconi e parenti e amici.. ecc..e 5000 uomini destinati a far loro la scorta solo perche' hanno il culo molto sporco,purtoppo questa è l'italia,gente tenuta negli uffici,a non far nulla,burocrazia infinita, spolpano tutto e chiunque salga al potere dell'italiota non gliene puo'fregar nulla ........solo parole e i fatti solo per i meri interessi propri.
,vorrei anche aggiungere che l'italia in fatto di genitori e figli è un disastro,perche' i minorenni se stanno fuori la sera,i genitori godono,nelle scuole non viene insegnato nulla se non il fatto che hanno solo diritti.ma i doveri?,la legge nei locali di fatto non viene rispettata,nessun gestore se ne peroccupa,anzi.....nelle scuole molte volte insegnano persone il cui primario obbiettivo è lo stipendio,l'italiano la matematica chi se ne frega meglio il grande fratello come avvenire oppure seguire l'esempio di un del noce...questa è italia africa o giu' di li..

roberto crociani 04.02.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe che quanti piu' professori possibile scegliessero di portare le proprie scolaresche a manifestazioni del genere...tra l'altro sarebbe l'occasione di scoprire le bellezze di una regione, la Calabria, solitamente dimenticata dagli itinerari classici scolastici (invece delle assurde "settimane bianche", che anche ai miei tempi venivano proposte). Se non si scuote la "pigrizia" in cui molti nascono di sapere e conoscere, tante parole sono inutili e rimangono distanti. Saltare la barricata dell'indifferenza e' faticoso. Si dovrebbe puntare di piu' sulla scuola in questo. Un saluto partecipato dalla toscana.

Claudio Tortorelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

non come dici tu, ogni tanto qualche vittima, ma tutti i giorni i morti ammazzati in tempo di pace in una società progredita come la nostra sono una vergogna per tutti, salvo per chi fa i distinguo tra morti e morti. PREFERIVO LE MIE SCAZZOTTATE E DOPO, UN BICCHIERINO ALL'AMERICANA. Più spavaldo? FORSE,CERTO PIU' VERO E UMANO. Ciao

Francesco

f.marletta 03.02.07 22:27 | Rispondi al commento |

Ho 40 anni non so dove vivi tu ,io vivo nell'interland milanese ma francamente non parlavo di scazzottate con amici parlavo degli anni 80 con discoteche come il Blu notte e lo Splash down chiuse definitivamente per accoltellamenti in risse parlo di un paese che faceva la guerra al paese accanto se se questo di permetteva di presenziare a feste pubbliche erano guerre a suon di fucile a canne mozze, parlo di un parapeglico in carrozzella alla testa di un gruppo di ragazzini tra i 15 e i 20 che circolava terrorizzando e taglieggiando coetanei, finche non venero arrestati per violenza carnale di gruppo

probabilmente viviamo in realta diverse ma insisto
dare colpa a questo del degrado sociale non mi sta bene, in alcune di queste persone c'e volonta di fare del male per il proprio piacere , e va soppressa.

Marco Fiaschi 04.02.07 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Auguri per la vostra manifestazione!!!
Fatelo sapere a piu' persone possibili...

nicolò adragna 04.02.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con molta tristezza questa lettera,che di per se non dice poi tanto di nuovo su un argomento vecchio come questo paese!Il nostro errore piu'grande e che continuiamo a pensare che il nostro governo sia assente.Ma una domanda sorge spontanea,chi ha mai visto qualcuno scendere in piazza contro se stesso?Il vero problema e che la mafia e'lo STATO e finche questo non cambia difficilmente ci sara'un risultato positivo in questo senso! Tanti auguri!!

Marco Parente 04.02.07 11:56| 
 |
Rispondi al commento

MAX LANZANI sei un poveretto.

Mi meraviglio con quei pochi neuroni che ti ritrovi come fai ad utilizzare il computer.

Gli idioti sono da tutte le parti, sia in Sicilia che al Nord, e tu ne sei la dimostrazione.

Andrea (Catania)

ps: il motorino lanciato dagli spalti qualche anno fa, se non sbaglio fu a Milano..

Andrea Tranchida 04.02.07 11:28| 
 |
Rispondi al commento

ciao grillo. sono un ragazzo di Brescia e ti scrivo per raccontarti qualche commento che ho sentito dalle mie parti riguardo ai fatti di Catania.
Cose del tipo:
"certe cose succedono sempre al sud, son tutti mafiosi e delinquenti questi terroni!"

Forse dimenticando cosa succede quando certi "bravi e onesti lavoratori ultra'di alcune citta' del nord, vanno nei loro stadi o magare in trasferta in altre citta'e sacchegiano gli autogrill in autostrada,rompono i pullman e i treni,insultano e minacciano i controllori, insultano i cittadini di altre citta'dove vanno a seguire la loro squadra del "cuore", minacce e insulti anche nelle biglietterie degli stadi.ecc.

Insomma, certamente la stragrande maggioranza dei tifosi non e' cosi',ma,guardiamoci in giro anche dalle nostre parti prima di apostrofare con termini Bossiani la gente del sud.
Poi basta con i regalini delle societa' di calcio verso i capi ultra'.

grazie per lo spazio.

giovanni.tomasoni 04.02.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Tanti auguri di cuore. Ciao a tutti.

Salvatore Di Salvo 04.02.07 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Se faceste parte di un gruppo di criminalità organizzata , e un poliziotto un pò troppo zelante vi ha dato fastidio in qualche modo quale migliore occasione di aspettare che sia impiegato in qualche servizio dove ci siano molte persone assembrate, tipo una partita di calcio, per vendicarsi? Oltre a essere un'occasione perfetta per un delitto , diventerebbe anche un monito ben chiaro per i commilitoni.
Le forze dell'ordine dovrebbero poter rifiutarsi di essere impiegati in servizi dove non siano garantite le condizioni minime di sicurezza (tipo le partite di calcio) senza essere sottoposti ad alcun tipo di sanzione.

Fausto Piazza 04.02.07 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Agghiacciante.
L'Italia non è un Stato, non è e basta.

dani brasil 04.02.07 03:30| 
 |
Rispondi al commento

=======================================
--------------------------------------
VOCI PERSE
--------------------------------------
=======================================

BEPPE QUESTO BLOG COM'E' NON BASTA PIU'.

TANTE PERSONE QUI SCRIVONO CREDENDO
DI ESSERE ASCOLTATE, MA TANTI BEI PENSIERI
E TANTE BELLE STORIE SI PERDONO NEL MARE DI COMMENTI PERSI NELLA COLONNA E SCRITTI IN PICCOLO.

COLLEGA UN FORUM AI VARI POST, PER FAVORE.

E' UNA PICCOLA FATICA MA UN INVESTIMENTO IN DEMOCRAZIA, E NON DIRMI CHE SEI UN COMICO E NON DEVO CERCARLA DA TE LA DEMOCRAZIA.

TU, UN COMICO, SEI DIVENTATO QUASI L'ULTIMA VESTIGIA DELLA DEMOCRAZIA RIMASTA DALLE MIE PARTI, IL CHE PER UNA NAZIONE E' MOLTO TRISTE MA SO CHE NON TI OFFENDI.

ANZI SO BENE CHE NE SEI RATTRISTATO ANCHE TU.

UN ABBRACCIO VIRTUALE MA FRATERNO.


MICHELE


=======================================
--------------------------------------
VOCI PERSE
--------------------------------------
=======================================

Michele Assunti 04.02.07 03:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

JOSEPH è RIFIUTATO DA QUESTO BLOG

JOSEPH è RIFIUTATO DA QUESTO BLOG

JOSEPH è RIFIUTATO DA QUESTO BLOG

JOSEPH è RIFIUTATO DA QUESTO BLOG

JOSEPH è RIFIUTATO DA QUESTO BLOG

PAUL ANKA 04.02.07 00:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"speriamo di esserci domani?...anzi stanotte".

angelo riviello 04.02.07 00:51| 
 |
Rispondi al commento

beati voi che riuscite a fare ciò che a napoli sembra ancora remoto!

jack leopardi 04.02.07 00:50| 
 |
Rispondi al commento

La Camorra fa schifo! La Mafia fa schifo! La Sacra Corona unita fa schifo! La 'Ndrangheta fa schifo!
Uno slogan che ho letto sui muri delle città del Mezzogiorno (soprattutto campani)alcuni mesi fa....dove politici, giornalisti e dottori vari, relazionavano sui fatti di Napoli...senza concedere la parola al pubblico...
DI QUESTO SCHIFO, MI FA PIU' SCHIFO UNO STATO ETERNAMENTE ASSENTE!!!! Dal giorno della prima Repubblica, dal 1948 a oggi...anzi dal giorno dell'Unità d'Italia ad oggi. UNA NAZIONE NATA PER BEN DUE VOLTE MALE, ANZI MALISSIMO!!...
Commette più crimini uno STATO ASSENTE che la Camorra, la Mafia, la Scara Corna Unita e la 'Ndrangheta messi insieme...(speriamo di esserci domani)

angelo riviello 04.02.07 00:49| 
 |
Rispondi al commento

la lobbies mafiosa incomincia a roma e da li che si deve incominciare ,dai loro stipendi(che sono in conflitto di interessi)e dalle loro pensioni,oltretutto con la reversibilità(vergogna) che cazz. hanno fatto le mogli hanno tenuto su il moccolo????i nostri parlamentari bisogna licenziarli per quello che ci costano e riassumerli per quello che valgono,sarebbe l'affarone del secolo

renato luccon Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 00:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una malattia così profonda e radicata, può essere debellata solo da medici bravi e coraggiosi, sono sicuro che voi siete i migliori! Purtroppo, considerata la distanza, non potrò essere lì, ma la mia mente vi penserà costantemente!.

Alessandro Rossi 04.02.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

...."compianto pinoche"....

Se invece di trovare soluzioni concrete e costruttive, si inizia a lasciar andare il proprio istinto animale, amici miei siamo alla deriva.

Alcuni italiani sono frustrati e si sfogano allo stadio? domandiamoci il perchè, forse il precario periodo economico che stiamo passando, forse la perdità di valori quali la lealtà, l'onestà, l'umiltà, l'onore, e l'amore, verso il prossimo e verso se stessi, queste azioni hanno avuto delle reazioni, non ci trovo nulla di strano io, strano è cercare di porre rimedio alle reazioni fregandosene delle cause, che non sono solo queste certo..., curare un male dalle cause non è semplice, è molto più facile amputare la parte malata, ma se la parte malata fa parte del vostro corpo voi fareste di tutto per curarla ed evitare di perderla, ora si sa quale è la via più semplice quando vi sono disordini, la repressione, l'amputazione degli elementi nocivi dalla società, voi non conoscete quelle persone, per voi quella gente non merita comprensione, perchè i problemi li avete anche voi e non per questo andate a gettare bombe carta verso i poliziotti, ma siete fortunati e forse non ve ne rendete neanche conto. Voi non avete la sfortuna di essere attaccati sentimentalmente a tali persone, perchè ad una madre che vede lo Stato che vuole solo che suo figlio non commetta più simili azioni, è come se gli si amputasse un arto, sa che quella persona che gli è cara non verrà aiutata, sa che verrà disprezzata e spedita in un luogo da dove ne uscirà ancora peggio, e lei si che vorrebbe curare le cause, e lo vorreste anche voi, ma siete stati fortunati..., certo l'esser fortunati non dipende da voi, ma la scelta della cura per questa italia malata la decidiamo noi, e allora dobbiamo domandarci se è meglio la veloce e inefficente repressione o la lenta e difficile risoluzione delle tante cause che comportano questo stato di cose, ma siate prudenti perchè le scelte di oggi creano il nostro domani.

(gia censurato...)

italo dormiente 03.02.07 23:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siete l'orgoglio di questa nazione allo sbando, molti ragazzi dovrebbero seguire il vostro esempio per un mondo migliore.
Data la distanza non potrò essere li con voi, ma con il cuore vi sarò vicino.

PABLO LIBRE 03.02.07 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Saluti a Beppe e ai lettori da Augusta, una città ..."industrializzata".
http://augustaviva.blogspot.com/

Giovanni Intagliata 03.02.07 23:48| 
 |
Rispondi al commento

siete ragazzi meravigliosi, incoscienti, testardi ma splendidi.
Reggio Calabria è troppo lontana per me ma mi piacerebbe tanto essere lì con voi e ci sarò anche se vivo a 1.000km di distanza. Ci sarò con il cuore e con tutto il mio affetto e come mamma sono orgogliosa di voi e di come le vostre famiglie hanno saputo crescervi.
Vi abbraccio tutti

lalla fumagalli 03.02.07 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Livorno e Piacenza scritte contro Raciti
Slogan deliranti vicino alla sede del quotidiano "Il Tirreno". "Morte allo sbirro..."Un altro Filippo Raciti, Ultras liberi"..."2/2/2007 vendetta per Carlo Giuliani", il giovane morto a Genova durante il G8. A Piacenza: "Catania...Meno uno"


Non c'è limite all'idiozia. Ancora con la storia di Carlo Giuliani. No, a questi pezzenti non importa nulla di Carlo Giuliani. E' gente con gravi problemi psichici che va rinchiusa negli istituti di igiene mentale. Fanno certe cose per sentirsi forti, ribelli, dei superuomini e LA COLPA E' DI QUEI CO....NI DEI LORO GENITORI, non della società, perché in questa società ci vivono anche tante persone del genere.
Qualcuno si è chiesto perché la polizia non usa gli idranti. Per questi straccioni ci vuole il LANCIAFIAMME!!!

Davide Procopi 03.02.07 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza,
e che pena.Noi italiani abbiamo il gusto tragico del dopo.Sempre dopo.Esistono le leggi,ma non importa,ci pensiamo dopo.La legge Pisanu per la lotta alla violenza negli stadi,prescrive che i biglietti di tutti i settori dello stadio siano nominali e gli ingressi provvisti di cancelletto.
Ma non importa,ci pensiamo dopo,la partita si deve fare,deroghiamo,tanto in Italia nessuno è responsabile,nessuno paga per le proprie mancanze.
Come mai il prefetto di Catania ha concesso il nullaosta per la partita visto che lo stadio era ed è fuorilegge?e la questura?e il comune?Nessuno è responsabile di questo?e del fatto che in Italia gli unici stadi in regola sono il Meazza,l'olimpico di Roma e quello di Torino?e che tutte le partite che si sono svolte finora non si dovevano svolgere c'è qualcuno che è responsabile di questo?Ma si,facciamo delle belle manifestazioni antiviolenza,antimafia,antitutto,e continuiamo a sollazzarci con i bei programmi che la tv manda in onda,ammassiamo il cervello che è piu' facile e costa meno fatica.Non preoccupiamoci per un morto,fra tante partite che si giocano e tanti incidenti che succedono è solo un numero,un caso fisiologico,è colpa del dopo.Continuiamo così,deresponsabilizzati per empatia con la classe dirigente.Facciamoci di gossip e se prima il gossip era riservato,con tutto il rispetto,alle parrucchiere ed alle sartine,ora è di tutti,accessibile e vivibile in diretta 24 ore su 24,per tutti,avvocati medici e sapienti ed è argomento del giorno e discussione non piu' da bar ma da salotto.L'Italia non sta morendo,è morta da un pezzo.In campo politico,economico,morale e cio' che è peggio culturale.

fabio maccioni 03.02.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

La storia che avete letto è documentata nei testi sacri di quella religione esattamente come la vita di Cristo è descritta nel Nuovo testamento. Non è straordinario trovare la stessa identica storia in relazione a due personaggi diversi? Qualcuno ha copiato? Ma non è finita, di storie simili, se ne trovano ancora molte altre: Khrishna, Salivahana, Osiride, Horus, Odino, Crite, Baal, Taut, Indra, Bali, Jao, Wittoba, Tammuz, Attis, Xamolxis, Zoar, Adad, Deva, Tat, Sammonocadam, Alcide, Mikado, Beddru, Hesus, Bremrillahm, Thor, Cadmo, Hil, Feta, Gantaut, Ischy, Xaca, Fohi, Tien, Adonis, Issione, Quirino, Mitra.

Quasi tutti questi figli di Dio, venuti a salvarci dai nostri peccati, sono antecedenti a Cristo. Per una incredibile coincidenza (che io non so spiegare), sono quasi tutti nati da una madre vergine. Molti sono stati crocefissi e sono risorti

Paola D. Commentatore certificato 03.02.07 22:30


Scusi ma lei dove le trova tutte queste notizie?

Davide Procopi 03.02.07 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Fino a che questi idividui avranno diritto a votare,non cambiera nulla,ma vi sembra logico che i loro rappresentanti in parlamento si diano da fare per mandarli tutti in galera? Poi chi li vota?
Adriano Pozzuoli

Adriano Benetti 03.02.07 22:56| 
 |
Rispondi al commento

io rimango veramente deluso da una persona che crede che chi ha sempre pagato o versato il propio stipendio per 50 anni allo stato abbia sempre sbagliato e lo abbia sempre preso in quel posto ma è propio per le persone come tè che hanno sempre rubato che noi paghiamo brutto ciglione
massimo saggiorato 03.02.07 20:34


Non sapevo di avere delle ciglia così folte.
Se lei avesse l'accortezza di leggere ciò che aveva scritto il tale di alicarnasso capirà perfettamente il senso delle mie parole.
Quella persona è un ragazzino sfigato con tendenze omosessuali che scarica il suo disagio e la sua tristezza provocando e insultando gli altri. Oppure è un fanatico che prende le difese dei ciarlatani che scrivono caz..te sul "dipartimento di formazione" del suo amato partito.
In entrambi i casi è un codardo che non ha il coraggio di firmarsi con il suo vero nome.

Lorenzo Ordinelli 03.02.07 22:52| 
 |
Rispondi al commento

"L'autodifesa è un diritto, sacrosanto, ma l'essere umano è fallace, alle sue mancanze deve sopperire la strategia di uno stato intero"?!... tu dici?!...

Quando sei costretto ad autodifenderti... bada bene a non essere "fallace"... perché alle tue "mancanze" non "deve" sopperire la strategia di uno stato intero!... perché non potrebbe più!... non farebbe in tempo!


"Nessuno tocchi Caino":
Nessuno tocchi Caino, ma nessuno prenda per il culo Abele. Che già il fatto di essere Abele, a parte la morte violenta, gli comporta non poche difficoltà.

- Il Marchese De Sade doveva essere un grande amatore, ma, visti certi "numeri" che ci sono in giro, Masoch doveva esserlo di più.

- Rispetto alla considerazione che molti hanno di sé, lo yogurt è un formaggio duro.

- Né nobilitudine, né proletariadine.

- Se il mafioso fosse intelligente non farebbe il mafioso, cioè un "mestiere" che lo espone al tradimento e mette a repentaglio la vita sua e di chi gli sta vicino.

e. b.


X M. FIASCHI 20:15

Non solo ho avuto i miei ventanni, ma ai miei tempi potevi lavorare e studiare, e avere dentro la speranza di migliorare la tua posizione, in oltre ero unn vero rompiscatole per certe forze dell'ordine che ai miei tempi si chiamavano fascisti di uno stato fascista, anche se il fascio era già morto e sepolto. Non so quanti anni hai tu ma ai miei tempi, ho avuto la fortuna di non "subire" mai da nessuno e qualcuno, haimè. l'ho anche mandato all'ospedale, senza che mammina o l'assistente sociale di turno ci ficcasse il naso, me ne vergogno un pò oggi, alcuni sono ancora amici, una volta fuori dall'ospedale, ci si ritrovava al bar per rifarci di botte, non di roba, come fanno ora o a bere insieme. Caro Fiaschi forse, anzi sicuramente sarò poco gradevole nei miei secondo me, ma secondo me, i malesseri dei nostri giovani sono dovuti per lo più per mancanza di nerbo, diffuso lassismo generale, esempi che dire discutibili è davvero riduttivo, famiglie disunite e promiscue, uomini solo all'anagrafe in crescita esponenziale e non solo per il sesso, donne che conformi agli uomini solo all'anagrafe anch'esse non solo per il sesso. Scuole e futuri approssimativi in cui non credono più. Lo Stato fascista, allora rappresentava una autorità, l'ordine, e non i furbi di turno, e non, CERTO, perchè erano migliori loro o quei tempi, ma solo perchè le cose si conoscevano meno e la gente non aveva l'illusione di potersi permettere di tutto e di più. Oggi si crede di sapere tutto e non con la necessaria chiarezza, la confusione e totale e nel caos tutti voglio fare come gli pare in una totale confusione dei ruoli; risultato? non come dici tu, ogni tanto qualche vittima, ma tutti i giorni i morti ammazzati in tempo di pace in una società progredita come la nostra sono una vergogna per tutti, salvo per chi fa i distinguo tra morti e morti. PREFERIVO LE MIE SCAZZOTTATE E DOPO, UN BICCHIERINO ALL'AMERICANA. Più spavaldo? FORSE,CERTO PIU' VERO E UMANO. Ciao

Francesco

f.marletta 03.02.07 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Crack del Fondo pensione CARIPLO

(2 febbraio 2007)

In questi giorni è stato scoperto "un ammanco di bilancio per oltre 40 milioni di euro nella cassa Ibi, il fondo pensione degli ex dipendenti dell'Istituto bancario italiano, incorporato in Cariplo nel '91, ora nel gruppo Intesa-Sanpaolo".
L'ammanco è "superiore alla metà dell'intero patrimonio del fondo" "a cui è iscritto oggi circa un migliaio di dipendenti del gruppo (IlSole24ore, 31-1-2007);
Il dirigente responsabile dei fondi pensione di Intesa/Cariplo, sino a poco tempo fa, era Alberto BRAMBILLA, poi sottosegretario al ministero del lavoro con Maroni e autore della legge sullo scippo del TFR;
Brambilla è tuttora nel "nucleo di valutazione della spesa previdenziale", l'organismo ministeriale che ha proposto di diminuire del 10% l'importo delle già taglieggiate pensioni Inps "perché sta aumentando l'aspettativa di vita", e fino a 6 mesi fa ne è stato presidente;
Il ministro del lavoro Cesare DAMIANO è stato presidente del fondo pensione COMETA;
IL "VIGILE" DEI FONDI PENSIONE, Luigi Scimìa, presidente della Commissione di Vigilanza sui fondi pensione, era presidente del fondo pensione BNL, il quale è ora in stato pre-fallimentare ed ha lasciato con un pugno di mosche migliaia di lavoratori.

Il coordinamento nazionale dello Slai Cobas presenterà MERCOLEDI 7 FEBBRAIO 2007 alla Procura della Repubblica un ESPOSTO PENALE CONTRO LO SCIPPO DEL TFR

SI A PENSIONI PUBBLICHE DIGNITOSE !
NO AI FONDI PENSIONE PRIVATI
LAVORO STABILE - SALARIO - DIRITTI

Slai Cobas

-----

Brambilla e Maroni, comunisti al governo.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 03.02.07 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INACCETTABILE non doveva succedere. Morire durante il normale servizio di controllo della partita di calcio Catania - Palermo dell'Ispettore Filippo Raciti. Per mano di stupida e barbara violenza nell'ora del divertimento a causa di una bomba carta (le bombe sono seme che genera morte). E' inammissibile la perdita di un lavoratore che svolge onestamente la sua mansione. Tutti dobbiamo condannare questi individui e allontanare dal mondo del calcio e dello sport per far tornare le gare sportive ad essere momenti di sano agonismo.E non raduni per dare sfogo a giochi violenti.

Mario Flore 03.02.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

In genere non credo molto nelle manifestazioini, ma questa mi sembra particolarmente importante per chiedere un serio aiuto al governo e contemporaneamente far sentire che i giovani calabresi si stanno organizzando per difendersi da questa schifezza che è la mafia. Bisogna fare qualcosa anche noi dal centro nord, me ne rendo conto solo oggi che non possiamo guardare la mafia come ad una cosa che non ci riguarda.
http://aurelionappi.blogspot.com

aurelio nappi 03.02.07 22:15| 
 |
Rispondi al commento

STAMPA ESTERA CONCORDE: FORZA PRODI, FORZA DI LIBERTA'

qui:

HTTP://GIANNIGUELFI.ILCANNOCCHIALE.IT/?ID_BLOGDOC=1340863

gianni guelfi 03.02.07 22:10 | Rispondi al commento |

mi premeva farti sapere che in alcuno paesi l'eutanazia e libera

Marco Fiaschi 03.02.07 22:13| 
 |
Rispondi al commento

STAMPA ESTERA CONCORDE: FORZA PRODI, FORZA DI LIBERTA'

qui:

HTTP://GIANNIGUELFI.ILCANNOCCHIALE.IT/?ID_BLOGDOC=1340863

gianni guelfi 03.02.07 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma Perodi, cosa stà dicendo: GLI ULTAS NON DEVONO AVERE PROTEZIONE!!!!!!!!!
PERCHè PER CASO L'HANNO AVUTA DA QUALCHE D'UNO???
c'è o faccia sapere!!!!!
Non sà quello che dice??
Cari Italiani di destra di sinistra di centro ecc. ecc.
Un saluto a tutti..

Camillo Busarello Commentatore certificato 03.02.07 22:10| 
 |
Rispondi al commento

@@
@@
Amato:"....quando il campionato riprenderà.....
i "MIEI" poliziotti......
I miei poliziotti... i suoi?
Se anche i poliziotti son convinti di ciò,che si dimettano tutti.L'edilizia li attende.
Joseph

joseph pane 03.02.07 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CASINI stai zitto, intervieni sempre a fattacci accaduti, mai perima!!

Con affetto..........

Camillo Busarello Commentatore certificato 03.02.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento


Se prendiamo il numero 17 e lo scriviamo in numeri romani ovvero XVII e proviamo ad anagrammarlo, viene fuori il termine VIXI che in Latino Antico è un tempo perfetto. In Italiano vuol dire VISSI ovvero SONO MORTO.


Opino che in Italia esista un apparato di potere occulto che pone nella comunicazione pubblica il numero 17 sottoforma di data, oppure di numero di un qualcosa nel discorso, per indicare in maniera criptica a chi ha da intendere, un qualcosa di negativo (ma ancora non sono riuscito a decifrare bene il quadro)!!!

Marco Presti 03.02.07 21:52| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI E' UN GENIO!

qui:

HTTP://GIANNIGUELFI.ILCANNOCCHIALE.IT/?ID_BLOGDOC=1348419

gianni guelfi 03.02.07 21:49| 
 |
Rispondi al commento


Prova

Marco Presti 03.02.07 21:47| 
 |
Rispondi al commento

IL Ministro Amato dovrebbe, ed ha in mano la Nazione, NON MANDARE PIU' NESSUNA FORZA DELL'ORDINE ALLE PARTITE DI CALCIO, COSì SI ESTINGUEREBBE DA SOLO, OVVERO I VERI TIFOSI ANNIENTEREBBERO LE CAROGNE""
Agenti di Polizia, tutti in spiaggia od in montagna ad ogni evento calcistico.
Che se ne occupino i vari presidenti migliardari ed i loro giocatori altrettanto migliardari!!
Un abbraccio, in un momento di lutto a tutti Voi

Camillo Busarello Commentatore certificato 03.02.07 21:47| 
 |
Rispondi al commento


Gent.ma Clo,
Li avevo avvisati che sarebbe stato più facile che ci divertivamo NOI..
Complimenti per i suoi post ...facciamo che li ho letti solo oggi ..
Grazie.

Elisabetta elisa 03.02.07 18:11 |


e il divertimento è appena iniziato
ciao cara


patrizia gherardi 03.02.07 21:45| 
 |
Rispondi al commento

OPs , dimenticavo,
CASINI stai zitto, intervieni sempre a fattacci accaduti, mai perima!!

Con affetto..........

Camillo Busarello Commentatore certificato 03.02.07 21:38| 
 |
Rispondi al commento

il calcio a casa mia è finito, non è sport, è mafia,guerriglia e, come tale le Forze dell' Ordine dovrebbero essere adeguatamente munite di strumenti atti a fronteggiare efficacemente gli imbecilli di turno.
Invece, i nostri Poliziotti sono mandati al massacro, credendo ancora sia una semplice partita di calcio.
Pare il Ministro Amato lo abbia capito,esortiamolo a proseguire su questa strada.
Il calcio è violenza, affari di miliardi, giocatori che con una sola stagione guadagnano come una vita di un rispettabile lavoratore Italiano.
La morale non esiste più in Italia. Cerchiamo di ripristinala!!
Certo è anche colpa di chi lo segue!!
Ma attenti cari tifosi di non andare con la propria famiglia allo stadio, potreste tornare con qualche elemento in meno. Vi Interessa!!
Auguri ai futuri tifosi di questo " Calcio"!!!!

Camillo Busarello Commentatore certificato 03.02.07 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, le chiedo scusa se uso il suo blog per questo, ma voglio che la petizione che ho inserito in internet per chiedere una dura legislazione contro la violenza negli stadi raggiunga più persone possibili, l'indirizzo è
http://www.petitiononline.com/mauri123/petition.html
ancora scusa per l'intrusione...

Maurizio Marinaro 03.02.07 21:30| 
 |
Rispondi al commento

MAFIA? MA PERCHE' ANCORA VI BEVETE LA STORIA DELLA MAFIA? MA POSSIBILE CHE NONOSTANTE LE COSE ACCADANOSOTTO GLI OCCHI DI TUTTI NESSUNO VEDE COME VANNO DAVVERO? PERCHE' NON LEGGETE ARTICOLI COME QUESTO
http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=67068
O COME QUESTO
http://www.globalproject.info/art-10605.html
O COME QUESTO
http://it.geocities.com/comedonchisciotte/borsellino.html
PERCHE' CONTINUATE A NON VEDERE?

Andrea Bastulli 03.02.07 21:29| 
 |
Rispondi al commento

@@ Furto senza scasso @@

Nel coleggio x,in Lombardia,verso la fine degli anni '50 sì verificò un fatto sconcertante.
Un bambino di anni 8 entro in cucina,aprì una credenza(armadio da cucina),e rubò,dico rubò, della cioccolata,prelevandola dalle famosissime confezioni in scatola della Ferrero.
Le "assistenti" incavolate nere,cercarono l'artefice dell'"efferato" gesto,senza però individuarlo.
(Il furto venne scoperto perchè la cioccolata era sciolta ed il bimbo mise le mani all'interno del contenitore lasciando così un'evidente traccia)
Punirono tutti i bambini,presenti in quei giorni in collegio(eravamo non più di 10)mandandoci tutti a letto senza cena e senza carosello.
Perchè,le assistenti,punirono tutti?
Perchè volevano trovare e punire(allora erano botte della madonna)il colpevole.

Ma Pancalli,ch è al corrente di chi è stato,perchè punisce tutti?
Fra l'altro,con che faccia punisce "tutta l'Italia" dopo aver perdonato i vari Galliani e Della Valle,che con Moggi ed altri hanno rubato,truffato,rubato,truffato e ancora rubato?
Un gradito fan.ulo l'invio anche a Pancalli.
Joseph

p.s.
Dimenticavo,l'autore del furto lo sapevamo tutti chi era.Io,dovetti anche lavargli il viso perchè era tutto sporco di cioccolata.
L'autore dell'"efferato gesto" altri non era che quel rompipalle del mio "fratello" che,in quegli anni,me ne combinava una ogni cinque minuti.
Joseph

joseph pane 03.02.07 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

↓↓

Valentina Martorelli 03.02.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi, Dell'Utri, Previti, Lunardi, questi si erano i veri paladini della lotta alla mafia. Sempre in prima linea. E i baldi leghisti al seguito...

pietro spina 03.02.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La colpa non è dei (delinquenti) ma di chi continua a farli delinquere. Prevenire è il principio che si deve inculcare. Se vogliamo che fatti come Catania Ispettore Raciti, Ermanno Licursi San Martino di Finita, non diventino notizie di secondo piano.Sono fatti gravissimi che niente hanno a che vedere col mondo del calcio ma è solo da imputare all'incapacità politica che non sà educare e evitare. Tolleranza zero è una parola che non si sarebbe mai dovuta dire nel mondo sportivo.Bisogna indagare con un attento albero delle cause, risalire e fermare il seme che spinge le persone a violente azioni che ci lasciano attoniti.

Mario Flore 03.02.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Onu: il surriscaldamento è causato dall'attività umana!!.

Hanno capito anche loro

Legambiente ha presentato la “lista nera” dei 12 impianti a carbone italiani, che più contribuiscono all'effetto serra!.

Sono vicino alle nostre case!.

Clicca per leggere

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

andrea zambelli 03.02.07 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Grillo dice che pas.ucci è un troll. Chi è pas.ucci?

Silvio Radaelli 03.02.07 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Calabria è a due passi dalla Sicilia... ed è a due passi dall'ETNA... magari in un colpo solo ci liberiamo per sempre di ndrangheta e mafia... FORZA ETNA.... ora più che mai !
A dimenticavo a Napoli ci sta u' Vesuvio.... FORZA VESUVIO... tu si na' cosa grande... un Vulcano esplosivo... in tutti i sensi !!!

Maurizio Monti 03.02.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Una volta si facevano le manifestazioni (vere), e mafia e 'ndrangheta ti sparavano addosso.

Oggi si fanno le fiaccolate, e i padrini sono in prima fila coi santini.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 03.02.07 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono decenni che l'umanità sta morendo... attraverso dei falsi miti: il comunismo, il fascismo, il liberismo, il fanatismo religioso che offre una falsa immagine di Dio, ... la mafia è solo una consegunza...
Cosa volete voi uomini in nome della libertà?
Droga? Noi ve la diamo ( ed oltre la cervello si perde la capacità di essere padroni di se stessi: il libero arbitrio);
Donne? Noi ve le diamo (e l'uomo perde la capacità di essere padrone dei propri impulsi strumentalizzando altre persone per provare piacere effimero che non è felicità);
Potere? E noi ve lo diamo attraverso la corruzione (e l'uomo perde la propria dignità di servire nel giusto);
Calcio emozionante? E noi ve lo diamo truccando partite e corrompendo il sistema di comunicazione affinchè i vostri animi siano esasperati di emozione e desiderio di vittoria (e l'uomo perde la capacità di essere padrone delle proprie emozioni e le subisce nell'aggressività);
Dominare gli altri? E noi vi faremo politici dipingendovi con colori differenti affinchè siate credibili e controlliate le masse (idiote) che nell'ignoranza saranno faziosamente ostili... e noi in cambio del vostro appoggio vi daremo droga e puttane (da non confondere con le prostitute)...
La mafia è la conseguenza del paese dei balocchi e fin quando l'uomo non dominerà la libertà attraverso la RESPONSABILITà saremo noi i veri mafiosi, egoisticamente incapaci della più elementare forma di Amore verso gli altri, di Amore verso noi stessi, escludendoci da una possibile e piuttosto ideale quanto vituperata felicità (ma la felicità costa: costa abnegazione, a volte rinuncia, a volte incomprensione di coloro verso i quali si è "diversi" ed in apparenza "deboli").

Mauro Bellaspica 03.02.07 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo fai qualocosa per l'ispettore di Catania. L'hai detto anche tu ,,, bisogna eliminare il calcio ma bisogna annaffiare con un getto potente di acqua chi non rispetta le regole civili,,,, ma in Italia non si puo ' perche gli ultra' terroristi prendono il raffreddore.... Spero che non ritorniamo alla P38 delgli anni 70 ma e' ora di finirla.... Annafiateli

Marco Rossi 03.02.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI PIACEREBBE CHE SUL BLOB DI RAI TRE FACESSERO DEI FILMATI SUGLI INCIDENTI DI CATANIA E SUCCESSIVAMENTE DEI FILMATI DI REPERTORIO DI QUELLO CHE SUCCEDE IN PARLAMENTO OGNI TANTO GRAZIE.

Paolo Caorsi 03.02.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento

X CORRADO S.

Beppe a quando un tuo illuminato post sui fatti di Catania ?
Qui c'è gente che attende di sapere se le cose sono veramente andate nel modo in cui dicono oppure quel povero disgraziato che ha tirato la bomba carta lo ha fatto solo per difendersi.

Corrado S. 03.02.07 19:14
------------------------------------------------

Hey Corrado S., io avevo pensato che il messaggio fosse totalmente ironico. Altri stanno invece replicando come se non lo fosse.
Lo era oppure eri serio??

Almerigo Albaness 03.02.07 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono andato sul sito di Franca Rame convinto a firmare la proposta di legge contro gli sprechi.
Devo dire che non mi è piaciuta per niente. Tante chiacchere e soprattutto non si parla dei LORO sprechi ( stipendi onorevoli, pensioni, auto blu, etc )

mario bonfanti 03.02.07 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Provate a richiamare CiccioMessere a Reggio, al grido di "Boia chi molla" i celereni non reagivano, mandarono i militari, ma pure quelli...

Ah, ma lui non pensava alla 'ndrangheta...

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 03.02.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me del calcio non me ne sbatte niente, quindi sarò OT.Io sono sempre dubbioso su quello che mi si dice. Leggo la lettera postata dal Comico e mi sento solidale. Ma è passato inosservato (come al solito qui) un messaggio importante. E' di ieri sera, e chi ci sta davanti al pc il venerdì sera?? Uno studente di Locri, se non sbaglio, sosteneva che i ragazzi di Ammazzateci Tutti (iniziativa quanto mai lodevole) compaiono solo se c'è una telecamera. Che fanno bei proclami (e chi è che non li condivide? solo uno sciocco) ma poi in termini di iniziative reali sono un po' scarsetti. Ora, io prendo con le molle anche questo giudizio, dato che il Comico ci insegna a guardare con occhio critico tutto ciò su cui siamo informati, e questo, ahimè, gli si ritorce spesso contro. La manifestazione è una proposta importante. Ma è utile? Ho letto belle parole, solidarietà incondizionata, ho letto che il problema reale di quei luoghi è la mentalità, che informare è importante. Ma è così? Queste piaghe, mafia, 'ndragheta, e sterco vario, sono associazioni culturali o bande armate? Il potere lo hanno conquistato col sangue o con il convincimento indotto? Rimasi sconvolto, sentendo Diliberto che aveva la soluzione a tutti i mali. Diceva che per risolvere la situazione in Campania, si era raggiunto allora il culmine della violenza, non serviva l'esercito, ma bastavano 25 funzionari scolastici. Secondo lui questi poveracci dovevano andare per le case di Napoli, a convincere i genitori a mandare i figli a scuola. Ora, possiamo riderne di quest'uomo? Ce lo vedete un tipo con gli occhiali di un provveditorato che va a casa di Toto Riina e lo convince a mandare i figli al liceo classico? Chi può fare questa proposta, se non un vero, e gigantesco ed eclatante cretino? Tutto ciò per dire che sì, il problema è la mentalità diffusa, ma il vero problema sta nel titolo dell'argomento proposto dal Comico: Ammazzateci Tutti. Perchè quelli ammazzano. E le bandiere non fermano i proiettili.

Massimo Bolli Commentatore certificato 03.02.07 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra la sceneggiatura di "Uccelli di rovo", ma è successo davvero: una 34enne di Ceprano, nel Frusinate, ha lasciato il compagno e due figli ed è fuggita insieme ad un diacono di un convento che dista pochi chilometri dal paese. (fonte:tg.com)
preti e politici..........stamm 'nguaiate !!!

peppino garibaldi 03.02.07 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo dati ufficiali, 110,000 sono i militi assegnati al controllo delle partite ogni settimana
e mentre 'sti poveri cristi stanno sugli spalti a beccarsi palate di merda senza nessuna seria possibilità di agire, i delinquenti spacchettano allegramente i pacchi dono ricavati dalla loro attività incontrollata...
Amo il calcio, ... ma se questa è la situazione, che chiudano per sempre il calcio in Italia.... chi se ne frega!

Pippo P. Commentatore certificato 03.02.07 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Che speranze ha questo paese dove la morale,la
coscienza civile,il merito,l'onestà,la democrazia è sotto le scarpe,a partire dai
rappresentanti delle istituzioni?
Un paese che si nutre di calcio dal lunedi al
lunedi(centinaia di trasmissioni con calcioTV),sono considerati VIP calciatori,veline,prostitute d'alto bordo,nullafacenti vari,parlamentari condannati definitivamente per vari reati(molti ancora in parlamento),pagliacci che litigano in TV discu-
tendo di tutto senza sapere di che parlano,
giornalisti prezzolati che danno opinioni ed intervistano senza far conoscere i fatti, revisioni storiche che approfittano della scarsa cultura di una larga parte di cittadini.Un mix micidiale che ha creato una massa informe(voluta?)chiamata cittadini.
Biognerebbe ripartire dall'inizio:
Repubblica,costituzione...
Non credo piu' a questa Italia.


mario carli 03.02.07 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra di aver visto qualche onorevole ( ultrass) con dei striscioni ogni tanto gridare mandare a quel paese qualcuno in parlamento o mi sbaglio ?

Paolo Caorsi 03.02.07 20:15| 
 |
Rispondi al commento

SECONDO ME, nessuno ama farsi e fare del male, se è sano di mente. Oggi, COME CONTINUIAMO A VEDERE, le depresioni: frutto di amarezze e frustrazione di giovani che non credono nel futuro e che si ritengono defraudati delle speranze e anche della possibilità di vivere compiutamente la loro adolescenza e/o giovinezza con la normale spensieratezza di chi ha un indirizzo per un domani probabile;

Ciao
Francesco
f.marletta 03.02.07 16:49
f.marletta 03.02.07 20:00 | Rispondi al commento |

senza offesa ma questa e sociologia spicciola di quart'ordine tali problemi sono ovunque in italia,
se fosse come tu dici, avremmo scontri costanti con migliaia di persone in ogni angolo di Italia

ma cio' non avviene semplicemente per un motivo perche qualcuno riesce a dare un valore alla vita altrui, puo insultare inveire essere incazzato quanto ti pare ma non togliera' mai la vita a un altro essere umano e una questione di principi e di valori o li hai o non li hai, vale in tutto di poveri e pieno il mondo ma non tutti rubano, di ragazzini con le scarpe bucate ce ne sono ovunque ma non tutti accoltellano il coetaneo per prendegli lo scooter

da che mondo e mondo esaltati pieni di se stessi ce ne sono sempre stati e sempre ce ne saranno alcuni recuperabili altri no,e quelli non recuperabili vanno isolati e messi in condizione di non nuocere

Penso che 20 anni li hai avuti anche tu, non credo tu sia passato indenne da risse in discoteca megarisse di piazza e altre amenita simili, e non c'era la polizia non c'era rabbia verso lo stato c'era solo il piacere perverso di fare del male a qualcuno per dimostrargli di essere il piu forte,
e 9 volte su 10 data la vigliaccheria umana erano violenze perpetrate in gruppo senza fondamenti e senza motivazioni,
c'e chi e cosi punto e stop, e va socialmente messa in condizione di non nuocere, sopratutto perche quello sara' il prossimo manovale della criminalita

Marco Fiaschi 03.02.07 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=5367&numero=874

Ufficiale:annullati i costi di ricarica!

:)

Cesare Lazzini 03.02.07 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Onu: il surriscaldamento è causato dall'attività umana!!.

Hanno capito anche loro

Legambiente ha presentato la “lista nera” dei 12 impianti a carbone italiani, che più contribuiscono all'effetto serra!.

Sono vicino alle nostre case!.

Clicca per leggere

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

andrea zambelli 03.02.07 20:12| 
 |
Rispondi al commento

penso che tutta la società debba cambiare mentalità:
-mafia
-violenza agli stadi
-droghe
-omicidi

tutti tipi di violenze... bisogna riflettere e cercare di cambiare noi stessi e tutti coloro che ci circondano...

Giulio C. Commentatore certificato 03.02.07 20:09| 
 |
Rispondi al commento

ALIGI DI ALICARNASSO 19:53

chiamalo marxismo, chiamala democrazia critiana, sono cinquantanni che lo prendi nel culo e visto come rispondi ci provi pure piacere secondo me.
aligi di alicarnasso 03.02.07 19:53


E invece no caro signore. E lo sa perché? Semplicemente perché io di anni ne ho 22.
Forse lei è uno di quei poveri gonzi che credono a tutte le caz..te dei loro amati politici. Vede io sono una persona fortunata, cioé posso permettermi un ottimo stile di vita e quindi per quel che mi riguarda al governo di questo squallido paese ci possono anche stare Paperino, José Carioca e Aldo Biscardi. Io seguo la politica solo per farmi quattro risate. Quelli che lo prendono nel culo sono i poveracci come lei che credono di essere tanto svelti ma che da 50 anni versano il loro stipendio allo stato in cambio di tanta vasellina.

Lorenzo Ordinelli 03.02.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

almeno nel lontano 68 gli studenti avevano le palle. riuscirono a scuotere gli animi e comunque palesavano il desiderio di una società diversa. adesso, che le palle sono una rarità o semplici pendagli ornamentali , chi dovrebbe rivoluzionare questa società? i politici collusi o i mangiapagnotta che hanno fatto del mandato politico un mestiere ?

peppino garibaldi 03.02.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

↓↓

Valentina Martorelli 03.02.07 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei dire una cosa sui fatti di Catania, ma se non sbaglio ogni tanto non succede qualche rissa in parlamento ? A proposito di delinquenti, non ci sono dei condannati onorevoli ? Bell'esempio che danno!!!!!!!

Paolo Caorsi 03.02.07 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Politici= mafiosi!

Simone Pellegrini 03.02.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Una risposta aLL'AMICA PATTY,(alias flower) che vale anche per altri, non credo che ci siano verità assolute, ma i segnali si e da troppo tempo.

SECONDO ME, nessuno ama farsi e fare del male, se è sano di mente. Oggi, COME CONTINUIAMO A VEDERE, le depresioni: frutto di amarezze e frustrazione di giovani che non credono nel futuro e che si ritengono defraudati delle speranze e anche della possibilità di vivere compiutamente la loro adolescenza e/o giovinezza con la normale spensieratezza di chi ha un indirizzo per un domani probabile; a tutte queste situazioni, troppi di loro, trovano uno sfogo in occasionali incontri che divengono scontri violenti per affermazioni di, improbabili quanto assurde, superiorità sfidando una a AUTORITA' "presente" ritenuta rappresentativa di chi IN EFFETTI E RESPONSABILE IN QUANTO INEFFICACE NELLE SOLUZIONI AI PROBLEMI, QUANTO NEI PROVVEDIMENTI PER DARE RISPOSTE ALLE ESIGENZE ORMAI DA TROPPO DISATTESE. Così da mandare, rischiando incoscientemente , secondo me, allo sbaraglio, i repressori (i giovani comandati delle forze dell'ordine) quanto soggiacendo alle pretese delle tifoserie, senza garanzie di responsabilizzazione nei e dei comportamenti, che ormai è accertato in buona parte, vanno allo stadio per sfogare insospettati istinti che altrove non potrebbero esplodere. Istinti che una volta esplosi possono degenerare nei fatti di cui le cronache, ormai, fanno una triste quanto riprovevole collezione. Nel mio commento d'apertura mi sono avventurato in una possibile quanto immaginaria soluzione, secondo me, ma anch'essa è frutto di una, repressa quanto continuamente delusa speranza, ormai. Ciao

Francesco

f.marletta 03.02.07 16:49

f.marletta 03.02.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe a quando un tuo illuminato post sui fatti di Catania ?
Qui c'è gente che attende di sapere se le cose sono veramente andate nel modo in cui dicono oppure quel povero disgraziato che ha tirato la bomba carta lo ha fatto solo per difendersi.

Corrado S. Commentatore certificato 03.02.07 19:14
____________________________________________________

Già chissà se è andata proprio così.
Addesso un poveraccio non si può neanche difendere....
del resto anch'io quando vado allo stadio mi porto sempre 7/8 bombe carta che non si sa mai che i pulotti mi vogliono menare....

..per sicurezza mi porto anche un paio di kalashnikov che possono sempre tornarti utili nel caso i celerini ti carichino in massa.....

8-(

Paolo Cicerone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Negate il consenso, SUL SERIO, o almeno minacciate di revocare fiducia: Stragi, Segreti di Stato, Leggi ad personam, congiura degli uguali.

http://www.petitiononline.com/gr7m1964
▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.07 19:55| 
 |
Rispondi al commento

NON CAPIAMO NIENTE DI LEGGI!!! CI VUOLE UN BREVIARIO!!! I CORSI NETTUNO FANNO CORSI SU QUESTE COSE???? NOI PRECARI ABBIAMO BISOGNO DI CAPIRE!!!!!

Dario Nicanto 03.02.07 19:55| 
 |
Rispondi al commento

chiedo scusa per OT
noto con piacere che c'e ancora gente che ha il fegato di dire il calcio non lo dovete toccare
bella massa di beoti il calcio va abolito anche senza il morto a Catania,
migliaia di miliardi fasulli decreti spalmacrediti prova ad avere una azienda e fatti spalmare un debito in 10 anni al massimo ti spalmano sul muro
gente pagata i un anno quanto guadagnerebbero 100 operai in tutta la vita
montagne di soldi riciclati
contabilita creativa per i falsi in bilancio, cia facciamo che tizio anche se fa il racattapalle vale 5 miliardi e copriamo il buco

io li leverei si i poliziotti dagli stadi poi metterei i suddetti ultra' dentro e chi perde compresi di dirigenti allenatori presidenti e calciatori paga pegno alla curva
cosi leviamo un po di sanguisughe dalle palle

non c'e che dire popolo bue non c'e altro appellativo

veramente non ci arrivo a parte gli esagitati
come cazzo si fa ad andare anche solo allo stadio a osannare gente che guadagna cifre senza senso rispetto a quello che fa',inveire insultare fare la ola urlare fino a farsi venire il mal di gola
poi vi fottono il TFR le PENSIONI, si inventano tasse che un qualunque dittatore protetto da un esercito avrebbe difficolta ad applicare

e voi belli muti e silenziosi lo prendete nel culo e portate a casa

per carita' non mi estraneo dalla lotta anche se tra 3 mesi scade il bollo via l'auto lavoro sono disoccupato se posso lavoro in nero non voglio dare un cent a sta gentaglia cellulare con autoricarica uso solo quella ovviamenteniente canone rai per il resto purtroppo corrente acqua ecc lo pago
aspetto vediamo come si sviluppano le cose poi decido se aprire un attivita' o cmabiare stato

ma perlomeno allo stadio a dare soldi a sta massa di merda avariata non ci vado

scusate lo sfogo non cel'ho con chi va allo stadio perche va allo stadio, ma solo perche e sordo e cieco sulle esigenze reali delle persone

Marco Fiaschi 03.02.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

on mi dire che tu nella tua vita non sei mai andato allo stadio con un'arma ?
non ci credo,
achille grasso 03.02.07 19:33 |
--
----------------------------------------------------

Non so se stai scherzando. Se sei andato allo stadio armato, mi chiedo perchè lo hai fatto, certo non perchè SERVISSE, ma per quelli che le persone NORMALI E PERBENE considerano " LOSCHI MOTIVI".

Se anche tu sei di quelli che vive in un fumetto di quartordine, FATTI CURARE, ti avverto che la vita vera è una altra. Se Sei un delinquente, come e' facile, aspettati che la SOCIETA' DELLE PERSONE PERBENE, faccia di tutto PER ESCLUDERTI.

Esistono quelli che discettano di sociologia per giustificare i delinquenti, ma non so se ti sei accorto : CI HANNO ROTTO LE SCATOLE QUANTO E PIU' DEI DELINQUENTI.

Lascia le armi e vai a lavorare, metti un minimo di nozioni nel cervello, e se ci riesci , diventa una "persona", se sei quello che pare,non sei che uno ZOMBI. Preda di qualunque interesse, mezzo per qualunque organizzazione delinquenziale, appunto : UNO ZOMBI, infelice e stupido

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 03.02.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei, caro Beppe,che commentassi la morte dell'ispettore di polizia F.Raciti avvenuta per mano di pazzi esaltati a cui probabilmente lo Stato concederà l'INDULTO!!!!
Lo sanno i nostri ricchi e grassi politici che un poliziotto muore per 1500euro circa al mese e per giunta con un contratto scaduto da due anni?
Altro che indulto certa gentaglia è solo recidiva!Il Ministro Melandri dovrebbe punire questi terroristi che si celano sotto il nome di tifosi, radiando anche la società calcistica del Catania per almeno 10 anni da qualsiasi competizione sportiva professionista e dilettantistica!

m.paola racca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Teorie sovietiche del processo
Marx e Vysinskij: dal diritto proletario alle purghe staliniane

«La Corte Costituzionale si è espressa: la legge Pecorella sulla inappellabilità delle sentenze di proscioglimento da parte del Pm è costituzionalmente illegittima. Tuttavia, se la pronuncia sembra soltanto l'inizio di un processo teso a smantellare le presunte leggi "ad personam" del Governo Berlusconi, in effetti, scandagliando più in profondità, dietro la patina dell'integerrimo lavoro del giudice costituzionale, si cela invece l'atto ultimo di un lungo percorso ideologico che affonda le sue radici nel marxismo, nel leninismo, nello stalinismo.»
(Aldo Vitale, ragionpolitica.it - 1 febbraio 2007)


E' pazzesco. Come si fa a combattere la mafia, la camorra e, come diceva Peppino Impastato, tutta questa montagana di m..da se in Italia esistono personaggi che affermano che la nostra Costituzione ha radici marxiste e staliniste? La cosa sconcertante è che questo signore, insieme a tanti altri ciarlatani, scrive le sue caz..te su un sito RIVOLTO AI GIOVANI!!! E tale sito è diretto da una persona che è uno dei pochissimi (o forse l'unico in assoluto) sacerdoti SOSPESI DALLA CHIESA per gravi mancanze disciplinari!
Come è possibile una cosa del genere? Che paese di m..da è l'Italia?

Lorenzo Ordinelli 03.02.07 19:49| 
 |
Rispondi al commento

mi dire che tu nella tua vita non sei mai andato allo stadio con un'arma ?
non ci credo,
achille grasso 03.02.07 19:33 |

-------------------------------------------------

Purtroppo hai torto. Del resto io non sono intelligente come te.

Corrado S. Commentatore certificato 03.02.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

l'onorevole caruso dovrebbe dire la sua .
O NO ?

IGNOBILI BUFFONI.

paolo prestigiacomo 03.02.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
il problema della mafia è un problema serio,...
e i ns politici discutono di ....lana caprina...
FORZA RAGAZZI,COMBATTETE,..E LASCIATE DA PARTE
LA POLITICA MAFIOSA,...SIA ESSA DI DESTRA O SINISTRA...
Una legge subito che proibisce agli over 6o di
presentarsi alle elezioni,...
LARGO AI GIOVANI E ALLE DONNE....
Buana fortuna da un settantenne...

bernardo di giuseppe 03.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Si muore generalmente perché si è soli o perché
si è entrati in un gioco troppo grande.
Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze,
perché si è privi di sostegno.
In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato
non è riuscito a proteggere."

Giovanni Falcone
******************


Verso il 21 marzo 2007 – POLISTENA (RC)

Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime di mafia

- Scheda di adesione
- Documento generale
- Come arrivare a Polistena
- Pensioni, B &B

dal sito di Libera
|
V

Paola Bassi 03.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

OT per Beppe.

Caro Beppe,
scusa se divago, ma ci tengo.

Oggi, sul quotidiano nazionale più diffuso (Corriere della Sera),
un grande giornalista (Alberto Ronchey) si è lanciato in prima pagina
con un articolo dal titolo: "Quanto costa salvare la Terra".

Già il titolo denuncia una pecca colossale, non tanto del giornalista,
quanto della nostra società:
salvare la Terra è un problema di 'costi', non più di mera
'sopravvivenza', come fossimo marziani che ragionano di un pianeta in
cui 'non vivono'.

L'articolo, poi, si dipana abbastanza ragionevolmente tra i grandi
temi della questione energetica. Insomma: se ne può discutere.

Ma, ad un certo punto, ecco l'affermazione perentoria, inevitabile,
che 'non lascia alternative':
"Le fonti di energia solare, o eolica, promettono solo risultati
marginali".

Beppe, diglielo tu, al grande giornalista che scrive su una grande
testata in prima pagina, che: esiste il 'kite wind generator'.

Link:
http://www.corriere.it/edicola/index.jsp?path=PRIMA_PAGINA&doc=RON
http://www.kitewindgenerator.com

Ciao Beppe e grazie.
Giovanni.

Ps: un bacio virtuale a Rosanna.

Giovanni Piuma Commentatore certificato 03.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

CORRUZIONE BARBARA

http://futuribilepassato.blogspot.com

Luke T 03.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

TOLLERANZA ZERO !!!

MANDIAMO I VIOLENTI DEGLI STADI A PRODURRE ENERGIA ELETTRICA A PEDALI, COSì QUESTA FOTTUTA FRUSTRAZIONE CHE A DIRE DI MOLTI è ALLA BASE DELLA VIOLENZA,SE LA SCARICANO PEDALANDO FACENDO QUALCOSA DI UTILE....VERGOGNA! FATEVI UN'IDEA DI SANO TIFO...........GUARDATEVI DEL SANO RUGBY!

S.Giovanni 03.02.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

In bocca al lupo Rosanna, in bocca al lupo Calabria, in bocca al lupo Italia.

Samuel Pavanello 03.02.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, capisco e adoro i principi dell'anarchia, ma questa volta mi sembrava che la discussione dovesse vertere sulla ineffabile situazione calabrese e sulle iniziative che i giovani calabresi (purtroppo non tutti i giovani calabresi) stanno prendendo per cercare di conquistarsi un luogo migliore dove vivere e non solo sopravvivere; e per di più pericolosamente.
Tutti invece a parlare di calcio e della sospensione dei campionati. Per me li possono anche abrogare, perché per lo schifo che sono non dovrebbero interessare più nessuno. Continuare ad acclamarli significa dare ragione a coloro dai quali i giovani di calabri cercano rischiosamente di affrancarsi.
Complimenti!!!!!!
Allora è proprio vero che il vero sale della vita sono il balon e la mona.
Siamo sicuri non ci sia altro?

Gaddo de Anna 03.02.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Tra tutti gli scemi che ho visto qua negli ultimi anni , tu sei IL NUMERO UNO !
Maxubs Lanzani 03.02.07 17:44

***************************************************************

Chissà perché ma ho la sensazione che lei sia un altro di quelli che "ce l'hanno duro".
Il suo nome mi giunge nuovo. Percaso Maxbus Lanzani è l'alter ego di "Italia agli italiani"?

Gabriele Quintini 03.02.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Beppe a quando un tuo illuminato post sui fatti di Catania ?
Qui c'è gente che attende di sapere se le cose sono veramente andate nel modo in cui dicono oppure quel povero disgraziato che ha tirato la bomba carta lo ha fatto solo per difendersi.

Corrado S. Commentatore certificato 03.02.07 19:14

----------------------------------------------------

Un MINIMO di senso critico e di PIEDI SULLA TERRA, non ti farebbero male. Se io e molti altri come me, andiamo allo Stadio, non ci portiamo le spranghe e le Bombe, A ME NON SERVIREBBERO, a ! "quel povero disgraziato" che ha assassinato un PADRE DI FAMIGLIA, a che servivano le BOMBE?
A quegli scalmanati visti in televisione, le spranghe, a che servivano? COMINCIATE A VIVERE NELLA REALTA' E NO IN UN FUMETTO DI QUARTORDINE!

Marista Urru (marista urru) Commentatore certificato 03.02.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A certi comportamenti "folli" e aggressivi, non credo sia estraneo l'uso di sostanze stupefacenti, come la cocaina, che ormai si trova ad ogni angolo di strada.
Sostenitori della droga libera, pensateci.

ettore muti 03.02.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Rossella, sono un calabrese che risponde all'appello e il 17 feb. saro a Reggio C. a manifestare con voi perchè è la cosa giusta da fare. Dobbiamo svegliarci da questo sonno centenario.

Francesco Careri 03.02.07 19:20| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/438.