Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Brigate CGIL


brigate_rosse.jpg

I sindacalisti sono istituzionali, qualche volta conservatori, spesso riformatori. Osservatori del mondo del lavoro. Amano lo Stato, diventano presidenti della Camera, del Senato. Perfino ministri e sindaci. Dopo l’Arma dei Carabinieri ci sono loro. E allora perchè nessuno si è chiesto perchè dei sindacalisti sono diventati brigatisti rossi?
Forse perchè 1200 persone muoiono sul lavoro ogni anno? Morti con stile. Meglio che nei racconti di Hannibal Lecter. Negli ultimi giorni un operaio è morto in una vasca di trielina e un altro è stato incenerito da una fiammata.
Forse perchè molti sono assunti solo dopo morti per regolarizzarli?
Forse in questi sindacalistibrigatisti si è insinuato il dubbio che in Italia esista lo schiavismo? E che i diritti conquistati nel dopoguerra siano stati annullati dalla legge Biagi?
Chissà.
I sindacalisti sanno che un banchiere condannato per bancarotta in Italia non rischia niente. Che in Parlamento stanno comodamente seduti venticinque condannati in via definitiva. E che se ad essere condannato fosse un operaio nessuno gli darebbe più un lavoro. Hanno arrestato quattro persone perchè distribuivano volantini a sostegno delle Brigate Rosse. Dopo due giorni le hanno rilasciate. Nulla da obiettare. Ma se ci fosse la stessa severità nei confronti del vertice Telecom, dei manager di Stato che hanno trasformato le aziende in scolapasta e delle amministrazioni corrotte quanti ne dovrebbero arrestare?
Farsi qualche domanda può aiutare a capire perchè nella CGIL si annidassero dei pericolosi brigatisti. O più semplicemente delle persone che, sbagliando, non vedevano altre vie.
Capirne 20 per evitarne 100.000.

18 Feb 2007, 18:25 | Scrivi | Commenti (2024) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro beppe grillo,sul tuo sito che visito oggi per la prima volta leggo che:"i sindacalisti amano lo stato,diventano presidenti ....ecc.ecc. che i diritti del dopoguerra sono dissolti,che un banchiere condannato .....non rischia niente(e si diverte pubblicamente nelle discoteche e quant'altro,che in parlamento siedono 25 persone condannate,del "problema" vertice Telecom,delle amministrazioni corrotte, dei brigatisti sindacalisti-brigatisti e chissa quanto altro ancora.La mia forse è retorica o vittimismo,ma quale giustizia c'è in Italia per coloro (imprenditori e giudici) che hanno concesso e concedono di :
non pagare il mio lavoro fatto (ho dovuto chiudere l'attività per questo),è stata venduta all'asta la mia casa, la casa dove ho creato la mia famiglia, dove vivono , per ora , i miei figli, la casa dove ho perso il rispetto e la stima della mia famiglia, la casa dove ho visto sviluppare un sogno di una vita e dissolversi il 15 giorni.Una casa dove periodicamente,fra un lavoro precario e pagato in nero , vado come un girovago senza un riferimento,una casa dove porto € 1.500,00 al mese ( ripeto in nero), quando mi viene dato ( stò aspettando il compenso di luglio ( e non posso permettrmi il lusso di richiederli perchè è già un miracolo avere questi € 1.500 ( con moglie e quattro figli a carico) e rischierei di perdere pure questa unica alternativa. Fortunatamente il lavoro nobilità l'uomo,devo lavorare per mantenere la famiglia ,ma anche perchè una dignità tutti la dobbiamo avere. I miei risparmi di tutta la vita sono stati letteralmente "divorati" da tutti quanti mi erano attorno.Non ho più nulla.Ho solo € 1.500,00 che porto a casa non appena il "mio datore di lavoro" pensa di dovermeli dare.E' ridicolo ed è tutta una farsa la vita.Scusa, forse il mio è più un problema umano che sociale,ma non ho nessuno con cui sfogarmi, mi trovo in questa situazione da 6 anni.Ti saluto e ringrazio, chiudo perchè con le lacrime agli occhi non si conclude nulla. Angelo Cavalleri

angelo cavalleri 26.09.07 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco come fa la gente ad essere comunista e parlare di diritti dei lavoratori,quando comunismo significa dare allo stato il 90 per cento dello stipendio,e non mi sembra che qualcuno abbia mai avuto dei diritti....

Il sindacato e' la rovina di questo paese,e quanto comanda lo si deduce dal fatto che nessuno di questi "coraggiosi" comici- giornalisti osano contraddirlo,come del resto non osano parlare male mai del partito comunista o dei centri sociali !!!!
Trovo sconcertante che qualcuno giustifichi la violenza delle brigate rosse per risolvere(si fa per dire)i problemi! Mi fa paura quanto odio possa avere la gente e quanto ne possa creare un' ideologia!!!!!

fabio valente 13.09.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto questo non mi sorprende visto che nell'azienda dove attualmente lavoro a sassari (ALGIDA)si distribuiscono gia'da 2 anni frigoriferi al propano .Spendo che negli stati uniti gli stessi sono stati tolti di mezzo gia da 20 anni perche ad alto rischio di implosione ,lo stoccaggio andrebbe situato all'aperto e invece da noi lo fanno dentro il capannone dove noi tecnici frigoristi, giornalmente utiliziamo, fiamme libere, fiamma ossidrica e smerigliatrici.Ho 2 figli e una moglie a carico un mutuo da sostenere,per meno di 1500€ al mese di stipedio,posso ribellarmi??????????????

Enrico lallai 13.05.07 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Una catastrofe economica e … elettorale! Ma vi rendete conto? Un cittadino che si emancipa dal padrone, che vota per chi gli pare! Che pensa !!! Intollerabile. Quindi ? Quindi, prendiamolo per mano e se necessario forzutamente. Il soggetto va guidato, assistito; la formazione costa, il patrocinio rende. Il suo essere clientes è in pericolo. Rischiano di perderci il loro latino anche se tardo. Quindi ? Il sindacato è l'impresa del proprio futuro, e per prima cosa svela la sua identità: da sindacato a patrono, pardon… padrone.

e il Manumittente? Manomesso!

don vito Commentatore certificato 21.04.07 22:57| 
 |
Rispondi al commento

contributi previdenziali obbligatori" incassati da INPS, INPDAP, INAIL e IPSEMA. Quindi sono risorse che non derivano dal bilancio dello Stato, ma dai lavoratori…. L’ammontare del fondo, nel 2003, è stato pari a 310 milioni di Euro.

Ancora… l’impatto sociale della loro missione... quali pericoli senza di loro (parla sempre INCA-CGIL): “Si avvalgono della professionalità di più di 8.000 operatori, di consulenze legali e medico-legali di primissimo ordine e di un considerevole numero di collaboratori volontari. Una riduzione del Fondo patronati determinerebbe una riduzione del concorso alle spese con inevitabili effetti sull’occupazione. Sarebbero esposti tutti i dipendenti degli istituti di patronato". Nella sostanza : perderebbero 8.000 e passa, tessere buone ? E pensano pure alla concorrenza : “La proliferazione dei Patronati: una scelta contraddittoria".

Riassumiamo. In una società tardo-latina e magari ingnorantella, l’individuo fa riferimento al competente di turno per ottenere anche le cose e più umili. C’è chi gli scrive le lettere, chi gli fa i conti, chi lo difende e magari… chi lo frega! In una società moderna, quella normalmente composta da individui consapevoli dei loro doveri e diritti, autonomi nelle loro scelte, in uno stato al servizio della comunità, l’individuo acquista autonomia e competenza nell’espletare gran parte delle pratiche richieste dalla pubblica amministrazione. Mi fermo… mi manca l’ossigeno, da alta quota! Dicevo, l’individuo sbriga le sue faccende, coadiuvato dagli strumenti che il progresso mette a sua disposizione, riducendo costi e code; diciamo che fa la parte del cittadino. Lo Stato e i servizi semplificano gli iter comuni e si concentrano nel dare un valore aggiunto su questioni più complesse, riducendo costi e code (bis reperita placent, e magari juvant). Cosi è, senza l’ombra di un dubbio in uno Stato moderno.

Roba pericolosa. Ma per chi? Un cittadino autonomo e consapevole ? Ma siamo matti! Una catastrofe economica e … elet

don vito Commentatore certificato 21.04.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

SINDACATI - Perdono il pelo ma non il vizio ! La fanno da padrone !

Ecco come risolviamo l’inefficienza del servizio Pubblico nel nostro paese, deleghiamo la pratica ai Sindacati. Riassumiamo: per anni hanno dato un forte contributo alla crescita… della loro influenza… del loro potere… dei loro introiti! Hanno fatto le grandi battaglie sociali, tipo: hum, beh, … non ricordo... ma qualcosa poi mi verrà in mente. Oggi sono saldamente istallati come 5° potere (ordine cronologico), probabilmente 1° de facto, visto che hanno fagocitato pure il 4°; basta guardare quello che è successo nel 2006, dove, alla faccia della Costituzione, hanno dettato chi e come governare.

Ma loro sono pure strateghi ed imprenditori! Dopo il prelievo obbligatorio pluridecennale su busta paga, l’ulteriore salto di qualità; meglio un progetto su larga scala che un fondo cassa mobile anche se impreziosito dalla rendita sovietica. Il paese è zeppo di cooperative; ci si sorprende che non abbiano ancora avuto l’idea di farne una per sostituire il parlamento e magari il Senato, più consone all’età media dell’intelligentia dirigente. Pero ci voleva una svolta e hanno messo la mano al business-plan, dando un taglio decisamente imprenditoriale alla loro ragione di (non) essere: il patronato, con listino 730 a 90€! Loro che tanto ce l’avevano con i padroni, si sono finalmente allineati. E’ opportuno a questo punto inquadrare bene di che cosa stiamo parlando.

Cominciando con la definizione della parola “patronato”. Garzanti e Treccani favoriscono: Dal latino tardo patrona¯tu(m), deriv. di patro¯nus 'patrono'. Nel diritto romano (ma guarda che coincidenza!): “il rapporto giuridico che si instaurava tra padrone (manumittente) e liberto (manomesso)”. E già lì abbiamo qualche indizio sul tipo di rapporto che potrebbe istaurarsi! Diamo pure un’occhiata ai parametri del business-plan (dati INCA-CGIL) : più di 5.000.000 di pratiche, 10.000 sportelli… prelevamento dell’aliquota pari allo 0,226% del gettito dei

don vito Commentatore certificato 21.04.07 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
penso che tu non abbia lavorato nell'ambito della pubblica amministrazione altrimenti non avresti questa considerazione alta del movimento sindacale in Italia.
Ogni forma di progressione di livello professionale e/o stipendiale, concordata con le rappresentanze sindacali, sono avulse da criteri meritocratici e dettate da logiche clientelari.

I CONCORSI SONO AD PERSONAM, -e avendo lavorato prima a Milano, e poi a Roma, ed essendo
Siciliana, posso asserire-DAI PELORITANI ALLE ALPI.

In sicilia esiste un vero e proprio tariffario, concordato tra l'assessore/consigliere locale e il suo Marchese del Grillo, a Roma.
I sindacati stabiliscono privilegi e trattamenti economici per i propri iscritti.
Se nella P.A. non ci sono figure menageriali capaci è colpa anche loro.
Non si muove foglia che CGIL non voglia.
Ho visto dissipare con superficialità (più è grande la torta...; tanto al Nord quanto al Sud..)tanto denaro pubblico, da esserne disgustata.
E sapete chi era seduto al tavolo, per la spartizione della torta con il forchettone più grosso?!!!!
I NOSTRI AMICI sindacalisti, promotori di se stessi, come ogni altra lobby.
Sissy

sissy brambilla 12.04.07 15:23| 
 |
Rispondi al commento

io credo che la domanda da porsi è "cosa spinge un sindacalista a diventare un brigatista?"è facile sparlare sui sindacalisti o,mio dio,su quanto perceposcono.
ci sono persone che senza lucro aiutano lavoratori,il piu delle volte mai riconoscenti,con l'unico riconoscimento la soddisfazione personale di aver ottenuto giustizia.posso portare il mio esempio,rispecchiabile in tantissime realta lavorative:lavoro presso una nota banca italiana tramite una cooperativa di operai/archivisti;tal coop. è un subappalto di un subappalto di un maledettissimo subappalto,fino a un anno(e da 15 anni circa)prendevo 800 euro al mese con regolare busta paga(legale ed approvata quindi dallo stato)senza aver diritto a nessuna malattia,a nessun giorno di ferie,a nessun permesso;se avessi perso due giorni anziche prendere 800 avrei preso 730 euro.tutti si lamentavano nessuno faceva nulla.
dei sindacalisti della banca hanno preso in mano la situazione,ci hanno passato dipendenti della prima ditta appaltatrice,ci han fatto adeguare gli stipendi e regolarizzare la posizione senza farci viaggaire a spese nostre da una parte all'altra di roma a picimento dell'azienda.
tali persone che hanno raggiunto tale conquista non sono altro che ancora prese di mira,boicottate e fatte passare per ipocrite nonnostante ques'esemipio di sacrifici "gratuiti" effettuati.
ora non voglio dire che i sindacati siano oro che luccica,ne che tutti i sindacalisti siano persone d'oro,ma quantomeno sono persone che si danno da fare;voi che criticate,crticate,giudicate,ma fate qcs per migliorare il mondo e voi stessi?????!!!
tornando alla domanda iniziale..vivo ed ho vissuto situazioni lavorative disarmanti,veri atti di prepotenza nei confronti dei lavoratori da parte di ditte ed aziende tutelate dal nostro schifoso sistema politico..morti,licenziamenti,sfruttamenti..no,non mi stupisco che gente esasperata commetta o abbia intenzione di commettere gesti estremi..non giustificabili magari,ma,dio,quanto capibili!!!

massimiliano ragusa 02.04.07 23:17| 
 |
Rispondi al commento

io credo che la domanda da porsi è "cosa spinge un sindacalista a diventare un brigatista?"è facile sparlare sui sindacalisti o,mio dio,su quanto perceposcono.
ci sono persone che senza lucro aiutano lavoratori,il piu delle volte mai riconoscenti,con l'unico riconoscimento la soddisfazione personale di aver ottenuto giustizia.posso portare il mio esempio,rispecchiabile in tantissime realta lavorative:lavoro presso una nota banca italiana tramite una cooperativa di operai/archivisti;tal coop. è un subappalto di un subappalto di un maledettissimo subappalto,fino a un anno(e da 15 anni circa)prendevo 800 euro al mese con regolare busta paga(legale ed approvata quindi dallo stato)senza aver diritto a nessuna malattia,a nessun giorno di ferie,a nessun permesso;se avessi perso due giorni anziche prendere 800 avrei preso 730 euro.tutti si lamentavano nessuno faceva nulla.
dei sindacalisti della banca hanno preso in mano la situazione,ci hanno passato dipendenti della prima ditta appaltatrice,ci han fatto adeguare gli stipendi e regolarizzare la posizione senza farci viaggaire a spese nostre da una parte all'altra di roma a picimento dell'azienda.
tali persone che hanno raggiunto tale conquista non sono altro che ancora prese di mira,boicottate e fatte passare per ipocrite nonnostante ques'esemipio di sacrifici "gratuiti" effettuati.
ora non voglio dire che i sindacati siano oro che luccica,ne che tutti i sindacalisti siano persone d'oro,ma quantomeno sono persone che si danno da fare;voi che criticate,crticate,giudicate,ma fate qcs per migliorare il mondo e voi stessi?????!!!
tornando alla domanda iniziale..vivo ed ho vissuto situazioni lavorative disarmanti,veri atti di prepotenza nei confronti dei lavoratori da parte di ditte ed aziende tutelate dal nostro schifoso sistema politico..morti,licenziamenti,sfruttamenti..no,non mi stupisco che gente esasperata commetta o abbia intenzione di commettere gesti estremi..non giustificabili magari,ma,dio,quanto capibili!!!

massimiliano ragusa 02.04.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

8 SINDACALISTI ARRESTATI NIENE DI STRANO

Io non mi meraviglio del fatto che tra i15 arrestati ci
siano ben 8 sindacalisti della cgil, lavoro da circa dieci anni in una ditta
dove


ad ogni assemblea sindacale la politica è di casa, sempre
pronti i sindacalisti a combattere il governo Berlusca, ad indire scioperi
inutili (gli scioperi politici) tralasciando i discorsi sulla sicurezza, ora
che sono riusciti a mandare al governo i loro kompagni non li senti più parlare
male del governo anzi sono venuti a “spiegarci “ la finanziaria 2007 come se
l’avessero scritta loro, ma vedeste che roba lucidi, spiegazioni, grafici tutto
questo per cambiare l’aria tralasciando i discorsi come l’aumento inutile delle
tasse.


Poi e venuta l’ora del tfr subito pronti a dire che si
tratta della riforma Maroni del precedente governo che tanto male ne avevano
parlato tanto da proporre pure degli scioperi, ora va bene perché è stata
modificata dai loro politici con il loro consenso, è stato introdotto il temuto
fondo” imps “che solo a nominarlo uno si caga addosso quindi tutti i lavoratori
intimoriti di vedere un giorno sparire il tfr saranno obbligati ad aderire ai
fondi previdenziali ovviamente gestiti dai sindacati(un mare di soldi).


Certo ora sono stati accontentati in cambio loro firmano un protocollo d’intesa con il governo per
discutere sulla possibilità di innalzare l’età pensionabile.


Pagate la tessera coglioni, dite sempre che loro hanno
ragione pecore, intanto i soldi in busta paga sono sempre meno e le tasse
sempre più su.!!!!!!!!!!!!

michele m. Commentatore certificato 29.03.07 23:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

cazzo...CGIL = brigaterosse...partiamo dal fatto che secondo me il clima da anni di piombo e stato creato solo x diminuire l'afflusso di manifestanti a vicenza...ma la cosa ke fa riflettere è:
pochi sindacalistibrigatisti ma 1 enorme consenso tra centri sociali e anche gente comune....Marx aveva ragione...anche se il capitalismo si è evoluto continua a scavarsi la fossa con le propie mani...e fra nn molti anni nn saranno solo una trentina i BRIGATISTI ma saranno abbastanza da rovesciare questo sistema di merda....hola

jerry punk 22.03.07 11:46| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

>Forse in questi sindacalistibrigatisti si è
>insinuato il dubbio che in Italia esista lo
>schiavismo? E che i diritti conquistati nel
>dopoguerra siano stati annullati dalla legge Biagi?
>Chissà.

chissà...

stefano m. Commentatore certificato 13.03.07 13:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

COME MAI IN ITALIA I SINDACATI NON HANNO L'OBBLIGO DI PRESENTARE IL BILANCIO PER I SOLDI CHE PERCEPISCONO? FORSE ESSENDO TANTI POSSONO ESSERE GESTITI PER GLI AMICI DEI SINDACATI O PER FINANZIARE CHISSA COSA MA VIVA L'ITALIA

ROBERTO LA VITA è BELLA 09.03.07 19:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Mi auguro che i prossimi 100.000 arrivino presto e ripuliscano con OGNI mezzo questo Paese, cancellando questa laidissima classe politica. E spero di far parte di questi novelli "garibaldini"...

luca lucignano 06.03.07 14:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo: Sono ormai arrivato ala pensione e devo dirti che se QUEI PRESIDENTI CAMERA E SENATO non ci fossero mai stati nei sindacati l'Italia che lavora veramente starebbe molto meglio.Il sindacato è nato per servire i lavoratori e non per servire loro ad altre cariche politiche, di conseguenza a buon intenditore..............................ciao

eros diana 06.03.07 12:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

tutte le volte che un governo sia di destra che di sinistra,attacca lo stato sociale,se mai havete fatto caso,rispuntano le brigate rosse.ecco perchè sono d'accordo con grillo,è proprio vero ,io li manderei anche in india in pachistan,non solo in cina.la cosa che più mi fà arrabiare,è che non muovono un dito per i lavoratori per i pensionati,sono capaci solo di andare fuori a mangiare ed intascarsi i soldi delle tessere,ed iscrivere centinaia di extracomunitari con la speranza di un voto per il partito,di questo o quello.vergognatevi avete ridotto l'italia in una discarica,vermi schifosi politicanti del CAZZO.reset reset reset.

franca ferrari 03.03.07 16:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

la colpa dello sviluppo delle nuove Br è colpa solo ed esclusivamente della pseudo sinistra italiana,ke cn le sue politike economike liberiste ke favoriscono precarietà,generano il malcontento nei giovani.1 ke nn sa dove sbattere la testa,a volte reagisce molto male.nn è cn la semplice repressione ke si risolve la questione Br.la si risolve cn 1 vera politica sociale e cn il vero agire da sindacalisti(cioè nn genuflettersi a Confindustria). vai Beppe vai avanti cs!facciamoli neri!CASTRIAMOLI DA PICCOLI!!!!!!!!!!!!!!

matteo luca andriola 28.02.07 14:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

i TERRORISTI se mai hanno cambiato qualcosa lo hanno sempre fatto a favore dei poteri forti e delle destre il più delle volte in cambio della loro giovinezza in carcere.....IMBECILLI!!!!...non so come altro definirli.Bisogna escluderli da ogni dibattito e chiederci piuttosto come riuscire a cambiare le cose seguendo la difficile e tortuosa strada della DEMOCRAZIA.

sergio arena 28.02.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Un paese dove si arrestano dei ragazzi solo perchè attaccano manifesti dove si inneggia ala pace...che dobbiamo dire!

Francesco Cabiddu 27.02.07 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,tutto vero su i sindacalisti.E PERO'ALTRETTANTO VERO,CHE IL MINISTRO DAMIANO EX SINDACALISTA POCO TEMPO FA',HA LEGGIFERATTO IN RELAZIONE AI MORTI ASSUNTI A POSTERIORI.QUINDI NON SARA' PIU'POSSIBILE FARE IL GIOCCHETTO CHE I PADRONI HANNO USATO NEL PASSATO.COME VEDI ANCHE I SINDACALISTI PUR CAMBIANDO MESTIERE QUALCOSA L'AZZECCANO!IL 23MARZO 2002 AL CIRCO MASSIMO IO C'ERO,ART.18 NON PASSO'.IL SINDACATO CHE DOMANI NON SO DOVE SARA',OGGI E CONTRO LA LEGGE 30 E CONTRO IL TERRORISMO,COSI COME E' CONTRO I PARLAMENTARI CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA.TUTTO CIO PREMESSO NON GIUSTIFICA L'ATTEGGIAMENTO CHE DICE, CAPIRE 20 PER EVITARE 100.000 IN QUANTO ABBIAMO VOTATO IN MILIONI ,ANCORA PRIMA DI CAPIRNE 20.NON SI PUO COSTRUIRE UNA COSCIENZA CIVILE PARAGONANDO GLI ERRORI DEI PICCOLI CON QUELI DEI GRANDI.SEMPRE VIVA LA FANTASIA CIAO SE PUOI RISPONDI.

alberto pinna 27.02.07 19:46| 
 |
Rispondi al commento

ho sessanta anni vissuti tutti, vissuti tanto. a vent'anni ero certa che una giustizia sociale sarebbe stata possibile, credevo che l'armonia sociale e il benessere "umano" (non quello delle cose) si sarebbe diffuso a macchia d'olio ... invece no, non so più dove guardare e non trovo più un orizzonte accettabile. nonostante tutto ho ancora la speranza che qualcosa, che non sono in grado di immaginare, possa accadere. sono stata lunghi anni iscritta alla CGL nella mia vita lavorativa ma non credo che i brigatisti siano espressione dei lavoratori perchè sono sempre stati funzionali al potere. domandiamoci perchè.

nadia castelletti 27.02.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

una delle domande che mi sono sempre posta è:se i parlamentari sono immuni a determinate sanzioni,perchè si alza al di sopra dei giudici,in qualsiasi tribunale italiano (scritto peraltro in caratteri cubitali),la scritta LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI?
tutto ciò a mio avviso è ridicolo!

Simona Elia 27.02.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che, cambiano gli uccelli... ma i sederi disponibili sono sempre gli stessi

vincenzo padula 27.02.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Le brigate rosse, come tutte le forme di terrorismo o di ribellione violenta, sono da condannare senza se e senza ma! Detto questo credo sia importante ed essenziale porsi una domanda fondamentale: perché delle persone hanno sentito il bisogno di unirsi e pensare (e in alcuni casi) attuare forme violente di protesta? Sicuramente per il nostro Paese, ma anche per il resto dell'Europa, questi sono anni difficile. La globalizzazione ha lentamente portato il barricentro del mondo verso est, togliendo all'Europa il ruolo centrale nello scenario mondiale. L'Italia che già aveva un sistema molto debole ed instabile ha risentito più di altri questo cambiamento, e quel che è peggio non ha saputo dare una risposta efficace a questo problema. Dal 1994 si è dovuto registrare una progressiva e costante crisi del nostro sistema "bipolare" oggi retto solo dalla divisione tra pro-Berlusconi anti-Berlusconi. Non si è stati capaci di arrivare ad una sintesi dei partiti... anzi si è avuta una crescente frammentazione: ad oggi abbiamo 13 partiti che vanno dalla Lega a Rifondazione Comunista. Inoltre questi partiti sono tra loro molto distanti in termini di pensiero e valori, distanza che invece di essere ridotta è stata esasperata nel tentativo, delle frange estreme, di ottenere il maggior numero di voti possibili. Allo stato attuale non sono sufficienti misure di controllo ma è essenziale rivedere l'intero sistema italiano prima che ci esploda tra le mani.

Matteo Acchini 27.02.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Prima Repubblica

Non è cambiato niente nella politica italiana. Nel 2007 l'uomo politico più decisivo dello stato rimane Giulio Andreotti. Decisivo e influente. Prima vota la fiducia al governo Prodi, poi lo manda in crisi, adesso decide di rivotare la fiducia a Prodi. Senatore a vita, prescritto sulla questione degli aiuti alla mafia, stava per diventare presidente del senato al posto di Marini. Adesso impone che siano tolti i DICO dal programma di governo. Sposta il governo più a centro. Manovre neo-democratico-cristiane perfettamente riuscite. Quale sarà il prossimo colpo dello zio Giulio? un governo di centro.

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 27.02.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

A proposito delle automobili.... Da anni nell'Unione Europea é obbligatorio il marchio CE per tutte le apparecchiature di uso comune, in base al quale ogni apparecchio GARANTISCE L'INCOLUMITÁ a chi lo usa propriamente.

Le automobili questo marchio CE non ce l'hanno (perché?) altrimenti dovrebbero garantire l'incolumitá degli occupanti sino alla velocitá progettata dalla Casa o consentita dai Codice (ad esempio, 130 aull'autostrada).
Semplice

Giovanni Farkas 27.02.07 11:00| 
 |
Rispondi al commento


CANCELLERIA PRIVATA DEL DIVINO OTELMA


Roma,21 Febbraio 2007

Comunicato stampa

IL DESTINO DI PRODI

Circa il destino del Governo Prodi,informiamo che IL DIVINO MAESTRO OTELMA -rispondendo alle numerose richieste medianiche pervenute- ha elaborato il Vaticinio relativo.

Cotesto è a disposizione degli interessati.

Info:338 6466364 o 348 4450555 o 010 2476997

Mal: info@divinotelma.com

Sacro Sito: www.divinotelma.com

*****************

Ecco il testo del Vaticinio:

Il Presidente Napolitano rinvierà il Governo Prodi in Parlamento per il voto di fiducia,come previsto dalla Costituzione.
Il Governo si presenterà in Parlamento ed otterrà la fiducia.
Conseguentemente il Governo resterà in carica ancora per qualche tempo e si escludono elezioni politiche anticipate di quì all'estate 2007.

IL DIVINO MAESTRO HA PARLATO.LA QUESTIONE E' CHIUSA.

(trasmesso alle Agenzie di Stampa italiane il 21 Febbraio 2007)


Eva Peres 27.02.07 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo mettere in evidenza un realtà tecnologica che sta arrivando dagli Stati Uniti,si tratta dei verichip,sono dei microchip MICROCHIP BIOLOGICO DI IDENTIFICAZIONE INTERNAZIONALE

Viene accelerata la manovra per eliminare gradualmente l'uso di monete e banconote e far avvenire tutte le transazioni monetarie elettronicamente, attraverso carte di credito e/o smart cards. Il piano é quello di fondere la carta d'identità con quella di credito e registrare così tutti i dati personali su un microchip. Se le cose vanno come previsto, tutte queste transazioni saranno registrate da un computer globale,il piano prevede che il microchip sia trasferito dalla carta di credito elettronica al corpo umano, non appena si creeranno le condizioni favorevoli perché la gente accetti questa trasformazione.

.. Una volta che avremmo accettato la fine del denaro contante e non ci sarà più possibilità di tornare indietro, dovremo accettare l'inserimento di microchip nel nostro corpo o non avremo alcuna possibilità di acquistare alcunché, una volta messe fuori uso le carte di credito. Tutto questo sarà presentato alla gente come uno strumento vantaggioso che porrà fine alle frodi relative alle carte di credito contraffatte e a quelle smarrite. Si tratta della fase finale del controllo. Sarete costantemente controllati da un computer, che saprà anche dove vi trovate in ogni momento,il nome e lo scopo di questo progetto si chiama nuovo ordine mondiale gia menzionato più volte dal presidente Busch.

Gianni Di Pasquale 27.02.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

A me sembra che quei "brigatisti rossi" erano solo dei poveri operai che cominciavano ad avere grossi problemi di sopravvivenza, come molti altri del resto. Le armi servivano solo per suicidarsi.

Silvana De Lorenzi 26.02.07 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, a quando una petizione popolare, per mandare a casa e non far più eleggere condannati, patteggiati, amnistiati e prescritti?
Quando il pesce puzza dalla testa!
Unici partiti esclusi: IDV, VERDI e PDCI.

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 26.02.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Lo schiavismo in Italia? Nell'accezione moderna si chiama Lavoro Autonomo sopratutto se è al femminile! Sono donna e già questo mi penalizza, ho 45 anni, seprata con due figlie,quindi necessità di lavorare (cosa che ho sempre fatto) perché di soli assegni familiari per le figlie non si vive.
Sono laureata, ho vissuto all'estero per 15 anni (causa mio ex marito straniero). Sono tornata in Italia a 40 anni, troppo vecchia per un inserimento nelle aziende italiane (al Nord Europa esistono leggi che favoriscono il reinserimento delle donne nel mondo del lavoro anche a 50 anni!!!).Sono traduttrice di professione. Il lavoro perciò c'è anche se va e viene, ma c'è.A 42 anni Ho trovato lavoro part-time (grazie alla mia p.ta iva).Nessun contratto. Lettera d'incarico a 1060 euro lordi al mese, togli contributi vari, 20% IVA e benzina.Sono comunque sicuri alla fine di ogni mese.Danno un po' di tranquillità. Devo essere contenta. Lo sono ma sfruttata. Sono piacente e questo mi penalizza doppiamente. Mi devo difendere ogni giorno dai commenti "maschi" dei colleghi(sono separata e se lo possono permettere).Mi chiamano consulente professionista ma mi vogliono tutti i giorni in ufficio alla misera paga a ore di una apprendista.Uno dei due soci dell'azienda mi chiede qualche mese fa,già che sono lì,di lavorare anche per un'altra delle sue aziende:sono così brava intelligente con laurea e 3 lingue al mio attivo che mi si deve sfruttare meglio(appunto!).Si tratta di procacciare nuovi clienti nel Nord Europa via Internet.Niente paga. Lo farà se me lo meriterò.Dopo qualche mese discutiamo(io propongo provvigioni sulle vendite: sono una professionista no?!).Lui replica che sono pazza! Si divide la fattura che emetto ora con l'altra azienda.Doppio lavoro stessa paga!Dico al grande capo di No!L'amministratore delegato mi comunica che se non voglio lavorare per l'altra azienda del grande capo,non posso più lavorare per la zienda con cui avevo siglato il mio(allora)attuale incarico!Silurata!

Lucia Caravita 25.02.07 21:05| 
 |
Rispondi al commento

ma quali brigatisti questa è un'invenzione del Centro- sinistra per creare panico e confusione ai conflitti sociali in atto e che si faranno (vedi: TFR nei fondi pensione, TAV, guerre, ecc...

Tonino Innocenti 25.02.07 18:55| 
 |
Rispondi al commento

siccome tutti si scandalizzano per la morte del polizioto (scusate il termine) raciti voglio ricordare i compagni operai e studenti ammazzati nelle piazze.


Quando poi le camionette
hanno fatto i caroselli
i compagni hanno impugnato
i bastoni dei cartelli
ed ho visto le autoblindo
rovesciate e poi bruciate,
tanti e tanti poliziotti
con le teste fracassate.

viva Stalin

manuel ceccarelli 25.02.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
sono un operaio da circa 5 anni, precario per 4, e pultroppo vorrei dire che a mio modesto parere che proprio noi che scriviaamo le e-mail nei forum per cercare di protestare contro un sistema che ormai è andato siamo i perdenti!!
semplicemente non vogliamo credere a ciò che accade, ma è evidente!!
da anni cerco di dire la mia sino addirittura a stare al loro gioco, ma pultroppo non vedo rimedio.
continuiamo ad avere delle logiche dove ogni differenza è terrorismo, ma non ci siamo ancora accorti che esitono due mondi:
quello dei nani del potere;
quello dei nessuno.
per un nano datore di lavoro ormai è fin troppo facile sviare quali sono i veri problemi, perchè è sin troppo facile per lui creare dei pretesti in cui il cattivo è sempre chi sta peggio.
credo che a volte serva anche la violenza semplicemente perchè alla vioenza si risponde con la violenza.
ciò che ho visto all'interno delle aziende in cui ho lavorato lo trovo al quanto incredibile e l'indifferenza degli stessi operai che ucciderebbero il proprio compagno per 100 euro in più.
i nani del potere credo che ormai stiano sempre più soprafaciendo il popolo che per giunta diventa sempre più ignorante socialmente e soprattutto sempre più individualista.
come si fa ancora a parlare di prodi, d'alema ecc.
bisogna essere proprio scemi per negare l'evidenza.
la CGIL????????
esiste??????
forse esiste solo per chi lavora in un SPA, ma per la maggior parte dei lavoratori, il sindacato è un pretesto per esser licenziati.
io credo che nel loro paese (dei nani) non c'è più posto per chi vuole andare avanti con le proprie capacità ma solo per chi accetta di esser come loro.
bisognerebbe capire che questa situazione possiamo cambiarla solo noi, ma per cambiarla bisogna mostrar la faccia e perdeci anche qualche cosa.
le manifestazioni pacifiche sono belle ma a che servono, a far vantare i nani del potere di avere impedito ai terroristi manifestanti di non aver ucciso nessun polizziotto?

Valerio Zizzi Commentatore certificato 25.02.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MISSIONE COMPIUTA!

Il governo Prodi affossato dai poteri forti. Da qualche tempo si faceva sempre più minaccioso l'asse Washington-Città del Vaticano contro il governo di centro-sinistra. La questione dei DICO ha serrato le fila. Così i BRONTOSAURI, longa manus, dei poteri forti sparano alle gambe del governo. Che guarda caso rinasce escludendo i DICO dal programma governativo e inserendo quali punti qualificanti la permanenza in Afghanistan e l'allargamento della base di Vicenza. E la TAV. Con buona PACS di Vaticano e USA. I poteri si fanno sempre più forti.

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 25.02.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE E SENTIAMOCI SPESSO, AUGH!

ANTONIO CELENZA 25.02.07 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito fior di giornalisti(ehmmm)sforzarsi e non,per dare risposte.Una domanda molto frequente è stata quella che ragionava sul perchè, all'estero, Francia,Germania,Spagna,solo per citare alcuni paesi europei, il terrorismo rosso si sia fermato agli anni'70(più o meno). Ma che diavolo! Non riescono a chiedersi invece, come mai noi siamo gli unici che non hanno un ricambio politico generazionale? Stiamo ancora con delle mummie in parlamento, gente che ha firmato la costituzione della repubblica. E lasciamo perdere che la situazione del lavoro in Italia fa schifo al c...o!!! Morti bianche ogni giorno,prepotenze senza pari, calpestio dei basilari diritti del lavoratore, il 1°Maggio è il giorno del concerto a Roma.....Non mi meraviglio che qualche individuo non riesca a vedere oltre la lotta armata.

Alessio M. Commentatore certificato 24.02.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno può parteggiare per il terrorismo e per i terroristi. A tutti è concesso il diritto di porre domande e allora la mia domanda è semplice :
come mai le BR compaiono sempre un istante prima che sia necessario imporre una sterzata autoritaria al Paese?
Se ripercorriamo con occhi critici la nostra storia le troveremo sempre anticipare e in alcuni casi determinare gli avvenimenti politici.
Forse esiste una risposta o forse sono io che vedo mostri dove ci sono solo chiaroscuri (l'immaginazione dicono crei brutti scherzi), ma dalla strategia del terrore in poi la mia confidenza nella lealtà di certi settori è venuta meno

renato belluati 24.02.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

tutte le volte che l'elettorato italiano si è spostato a sx chissà xchè chissà xcome riappaiono le BR,che con i loro atti terroristici fermano la discussione civile e democratica a vantaggio del sistema al potere.
é evidente che questi assassini vengono pilotati e manovrati dal sistema.
MEDITATE GENTE,MEDITATE!!!

Giuseppe Palmisano 24.02.07 18:52| 
 |
Rispondi al commento

io mi domando e dico cosa vogliono fare queste brigate rosse che ammazzano povera gente che non c'entra niente e poi parlano a nome mio e non hanno risolto mai niente ma chi vi conosce fatemi sapere chi vi paga il problema e nella mente degli Italiani quando vanno a votare, ho fatto 25anni il metalmeccanico, e c'ì ho rimesso la spina dorsale e quando sento dire al "sig. berlusconi", ai lavoratori protestano andate a lavorare l'ì si che mi sento ribollire il sangue, vigliacco

abelardo redondo 24.02.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Il terrorismo è nel migliore dei casi una reazione velleitaria a un vuoto organizzativo politico e sindacale che solo i lavoratori potranno e dovranno colmare.

livio sicuranza 24.02.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo, a quando una petizione popolare, per mandare a casa e non far più eleggere condannati, patteggiati, amnistiati e prescritti?
Quando il pesce puzza dalla testa!
Unici partiti esclusi: IDV, VERDI e PDCI.

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
(è interessante leggerlo)

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 24.02.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutte e a tutti, sono una lavoratrice e una delegata di fabbrica (quella che viene indicata spesso come "sindacalista"). Mi piacerebbe vedere tutta questa rabbia che viene qui messa per iscritto confluire in azioni concrete di protesta (assolutamente non violenta). Quello che mi trovo intorno è invece troppo spesso individualismo sfrenato, persone capaci di lamentarsi di tutto (come nei commenti che leggo) per poi inginocchiarsi di fronte a chi ti può far avere per favore ciò che ti tocca per diritto.
Non voglio lanciarmi in considerazioni sociologiche ma forse chi agisce con azioni violente vuole punire proprio quelle operaie e quegli operai che sostiene di voler difendere. Forse sono troppo giovane o ignorante, ma qualcuno può affermare che in Italia (parliamo ovviamente dell'Italia della repubblica democratica) ci sia stata solo una conquista delle lavoratrici e dei lavoratori ottenuta attraverso la violenza? Per ciò che conosco tutte le conquiste sono frutto di azioni di protesta dure ma pacifiche, a cominciare dallo statuto dei lavoratori ottenuto attraverso innumerevoli ore di sciopero e manifestazioni di lavoratrici e lavoratori (principalmente metalmeccanici) e difeso (nell'articolo 18) da milioni di manifestanti pacifici portati in piazza dalla CGIL.
Tra le responsabilità che possono attribuirsi alla politica e all'informazione tutta c'è quella di non diffondere abbastanza il fatto che la violenza (oltre ad essere deprecabile) non paga, la violenza è stata ed è funzionale solo a chi vuole eliminare ogni forma di dissenso, di conflitto democratico, di disobbedienza civile. Criminalizzare per consentire "epurazioni", criminalizzare per impedire manifestazioni democratiche, criminalizzare per approvare leggi che impediscano il conflitto democratico, criminalizzare per prevenire il dissenso.


iole d'agostino 24.02.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il finto buonismo è ora di lasciarlo a casa.Capisce il senso dell'operato dei brigatisti solo chi ha ingoiato troppo dal "sistema lavoro" sono un OPERAIO in busta paga anche se faccio l'IMPIEGATO in effetti per comodita' della mia azienda che cosi' risparmia su di me. Vedo intorno a me solo l'arroganza di chi ha il potere con il quale vuole trarne profitto sulle spalle di chi lavora. Darei volentieri una strizzatina a qualche dirigente della mia azienda, sarei cosi' sicuro che le decisioni che prendera' in futuro riguardo noi dipendenti tutti saranno piu' "RAGIONATE". Senza combattere ho capito che non si ottiene nulla. Non combatte solo chi sta' un po' + bene degli altri, ma chi si addormenta rischia di lasciare un eredita' pesante alle prox generazioni.L' unica cosa che mi fa' paura delle b.r. è che ha fatto delle vittime. Ho profondo rispetto della vita e credo che la forza dei movimenti di questo tipo oramai debba generarsi dalla mobilitazione delle masse. In merito al ruolo dei sindacati ce ne sarebbe da dire... potrei sbagliarmi ma ho sentito che il sindacato dovrebbe essere apolitico!!!!! dovrebbe solo interessarsi ai problemi dei lavoratori. Ora si e' trasformato per lo + in un modo per fare "carriera", mi sbaglio? Un consiglio, teniamo sempre il cervello acceso e non facciamoci prendere in giro da nessuno compreso BEPPE !!!!! (SCERZO CIAO GRILLO) con la speranza che un giorno nasca un movimento o un qualcosa che rappresenti me e quelli che la pensano come me! (PEPPE PERCHE' NON PARLI DI QUANTO CI COSTANO TUTTI QUESTI MILITARI CHE ABBIAMO, CASERME, GENERALI ECC... SIAMO SICURI CHE CI SERVONO TUTTI... HANNO TAGLIATO TUTTO X I GIOVANI MA NON HO MAI SENTITO PARLARE DI TAGLI ALLA DIFESA.... TANTO SE CI SARA' UNA GUERRA LA PERDIAMO TUTTI CON IL NUCLEARE. SALUTI A TUTTI ALESSANDRO.

Alessandro OPERAIO 24.02.07 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terrorismo assolutamente no. Uccidere delle persone perchè non condividono le nostre idee è folle.Sul piano pratico penso che le idee politiche si propongono con metodi democrati e non si impongono con la violenza. Ma cosa sarebbero capaci di fare queste persone se avrebbero il potere? Fucialzioni di massa per chi non è d'accordo con loro?

gregorio lombardo 23.02.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Nel bene e nel male se giudichiamo solo per quel che si conosce attraverso la televisione, siamo già in errore. Impariamo a usare la nostra testa e a non credere a tutto quello che ci propone la TV. Invece di giudicare,chiediamoci perchè succedono certe cose e impariamo a correggere i motivi che le fanno accadere.
Ciao Beppe.

fabrizio gianotti 23.02.07 23:13| 
 |
Rispondi al commento

non è facendo questi discorsi che si possono cambiare le cose.
mi rammarico nel veder una persona della tua intelligenza che in qualche modo "giustifica" la violenza.
La lotta armata non è mai giustificabile!
Poi possiamo discutere di tutto e di tutti e "schifarci" del mondo che viviamo, ma non si può ammettere in nessun modo il terrorismo!

Federico Mengalli 23.02.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento

stavolta beppe dovresti autodirti:"anche i migliori sbagliano..".perchè stavolta l hai sbagliata davvero

Paderno Marco 23.02.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Inaspettatamente leggo un post dove si tenta una giustificazione storicosociologica a quattro rimbambiti che ( a leggere le trascrizioni delle intercettazioni pubblicate sui giornali ) non vedevano l'ora di scaricare un pò di adrenalina mascherata di veteroideologia vecchia ammuffita e storicamente fallita attraverso un pò di pallottole addosso all'economista ( riformista ) scomodo di turno. Mah... Spero che li becchino tutti e che, stavolta, neanche si parli di soluzioni politiche o ridiscussioni storiche sul brigatismo dato che, evidentemente, non si può storicizzare il presente. Sinceramente, trovo il tuo post imabarazzante come minimo, caro Grillo .
Antonella

Antonella Ficarra 23.02.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Inaspettatamente leggo un post dove si tenta una giustificazione storicosociologica a quattro rimbambiti che ( a leggere le trascrizioni delle intercettazioni pubblicate sui giornali ) non vedevano l'ora di scaricare un pò di adrenalina mascherata di veteroideologia vecchia ammuffita e storicamente fallita attraverso un pò di pallottole addosso all'economista ( riformista ) scomodo di turno. Mah... Spero che li becchino tutti e che, stavolta, neanche si parli di soluzioni politiche o ridiscussioni storiche sul brigatismo dato che, evidentemente, non si può storicizzare il presente. Sinceramente, trovo il tuo post imabarazzante come minimo, caro Grillo .
Antonella

Antonella Ficarra 23.02.07 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Mio dio ma come si fa ad esporre con tanta superficialità e ignoranza concetti così esplosivi, banalizzando e sdoganando i terroristi?
Complimenti Grillo, con questo post hai raggiunto le più oscure profondità del qualunquismo e dell'omologazione. E meno male che Ti professi alternativo, una voce fuori dal coro. Più che altro direi fuori dalla realtà e dentro al mucchio.

Lupo.

lupo cimmino 23.02.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto il tuo sfogo in un biglietto passatomi da un mi caro compagno e amico, vecchio iscritto alla CGIL, questo mi ha portato al tuo blog, dove intendevo lasciati un messaggio di disaccordo per come tratti l’argomento e soprattutto affermare che non si possono cercare attenuanti di nessun tipo a chi progetta l’eliminazione fisica di persone (chiunque esse siano).
In oltre credo che le morti sul lavoro meritano un rispetto tale che non le si debba citare se non per denuncia…………………..
Mah! Leggendo ciò che ha scatenato e i vari commenti, che non ho potuto far ha meno di leggere, mi pare che lo scopo lo hai raggiunto.
Il problema però rimane tutto lì, la rivoluzione moderna che deve essere combattuta, con i mezzi che anche Tu professi (devono essere, all’occorrenza anche violenti) usando la forza delle parole e della ragione, ma non mi pare che da ciò che si legge si riesca a fare quel balzo in avanti.
Piccoli passi si stanno facendo, pero mi pare che l’uso impropri o l’uso che non pota ad una finalizzazione rischia di annullare o ritardare la rivoluzione stessa.
Proviamo insieme a dire che la Cgil è un’organizzazione con 100 anni di storia fatta da uomini, perciò imperfetta, e che non è distruggendola che si migliorano le condizioni dell’uomo o del lavoratore in particolare.
La Cgil si espone ed è soggetta ad ogni forma d’attacco, ciò è naturale, ma ha chi fa comodo cancellarla?

marco sanna 23.02.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

leggi biagi annulla i diritti... pazzesco!! il livello di demagogia su sto blog supera ogni livello... incredibile!!

marcus travaglionis 23.02.07 16:00| 
 |
Rispondi al commento

LE BR NON ESISTONO !!!

se intese come cellula eversiva politica e autonoma,
è un braccio armato inventato dalla cia con l'appoggio del nostro governo, per i suoi sporchi giochi e se adesso è stato ritirato fuori è perchè serviva spostare l'attenzione da qualche altra parte.

ancinelli marco 23.02.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Mai come adesso si vedono forti i segni che porteranno l'avvento dell'anticristo
e poco dopo
la seconda venuta di Cristo unica soluzione a tutto, apriamo veramente gli occhi e le orecchie agli avvertimenti biblici, i tempi sono sempre più maturi
Noi a chi confideremo???? IO nel Signore
Ciao a tutti.

Roberto Crimi 23.02.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Presenti alla bella serata di Pordenone, volevamo dirti che, se tutti coloro che dovrebbero governare (dx./sx.) facessero gli interessi della "nazione" ed avessero un minimo di buon senso e relativa coscenza questo sfacelo potrebbe essere evitato.
In un mondo dove quello che conta è solo il denaro e tutto si giustifica per il suo accumulo, non c'è spazio per le persone buone.
Ci sembra che, allo stato odierno, tutto ciò sia l'inizio di una dilagante anarchia atta a creare caos e disordine.
Continua così e fai un buon uso dei tuoi mezzi.
s'ciao.
mario - marika - daniela.

mario fulgenzio 23.02.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Giuseppe... mi hai fatto commuovere.

Marco Massarelli Commentatore in marcia al V2day 23.02.07 03:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...io non ce la faccio più.Davvero!ci sto perdendo il sonno,ma da un sacco di tempo!Faccio fatica a credere alle "brigate rosse",forse sono troppo giovane per esprimere un giudizio obbiettivo sui fatti del passato, su Moro, la Cia e tutte le strane cose che ho sentito, ma sulle nuove br prorprio mi viene su una roba dallo stomaco che è una via di mezzo tra una risata isterica e un conato di vomito...tutto quello che sono riuscito a capire dal tg3(che è l'unico tg che riesco a guardare senza che mi vengano delle bolle sulla pelle!) è che la digos, non avendo niente da fare di meglio, era da un pezzo che filmava quattro strani personaggi che sparavano ai cartelli con delle armi dell'anteguerra "pronti a colpire (chi?) dal 2002" e sucessivamente gli ha arrestati, loro e chi, nei giorni a seguire, ha anche solo osato bisbigliare un "ma xchè?" o stampare qualche volantino...Guarda caso proprio in concomitanza con la grande manifestazione di Vicenza...quasi a voler creare un "mostro rosso" che solo l'amico superman a stelle e strisce può sconfiggere!!!
Non so, forse sarò paranoico,ma arrivato a 25 anni(operaio aimè),ogni volta che provo ad aprire un pò(neanche troppo!) gli occhi e a guerdarmi intorno: tra "BR",basi a Vicenza, tav, inceneritori, governo di pseudosinistra che a sinistra non ha nemmeno il cuore in petto, mi viene da pensare alla rivoluzione(qui lo scrivo e qui lo nego sennò mi arrestano!!!), ma tanto sarei solo, che gli altri,non tutti per fortuna, sono troppo impegnati a pensare al milan che perde o alla velina scosciata...la rassegnazione è una gran brutta cosa,non resta che la fuga!

loris robbiati Commentatore certificato 22.02.07 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i brigatisti?.......in parlamento cosa c'e'? mafiosi? ladri?...persone oneste con stipendi di 20 operai fiat al mese...? qlcn spera che la lotta si avveri....

marcello castello 22.02.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono Lorenzo Conti, figlio di Lando, ex Sindaco di Firenze assassinato dalle BR-PCC nel 1986.
In questi mesi sto conducendo una battaglia contro il reinserimento degli ex Br nelle Istituzioni (caso D'Elia, Del Bello, Ronconi, ecc.)

Come già scrissi ad ottobre (ed i fatti di questi giorni mi danno ragione) il terrorismo non è mai finito come qualcuno ci voleva far credere.
Io sono convinto che il Sindacato CGIL non abbia colpe in merito alla presenza di terroristi nella propria struttura. Penso, invece, che tutti e ripeto tutti, dobbiamo tenere alta l'attenzione sul "rinascere" del fenomeno terrorismo senza cercare "colpevoli" nel Sindacato.
Come vittima vi posso dire che la perdita di un genitore, di un figlio, ecc per terrorismo provoca un dolore che non è descrivibile.

Ecco perchè chiedo a GRAN VOCE .... ATTENZIONE !

Lorenzo Conti 22.02.07 22:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve sono iscritto da poco e volevo dare la mia opinione in merito allo schiavismo in Italia e in particolare nella mia città Messina ma come credo in tutto il sud.Lavoro da 10 anni come panettiere in una grande azienda che da poco ha aperto un grande sito industriale,solo che gli operai siamo ancora 10 SU25e facenti parti del vecchio organico e dello stesso modo di ragionare del vecchio sito levorativo.Oltre che dichiarare meno ore (72invece di40)di quante non ne facciamo in realtà e non ci vengono messe in busta,la quale non rispecchia mai il vero stipendio che prendiamo.Ebbene la mentalità è questa che se tu sei figlia di impiegati statali ed hai entrambi i genitori guadagni un tot se non hai di queste "FORTUNE"guadagni di più.non esistono festivi e cioè se a natale non si lavora ti si viene tolto un giorno dalle ferie e cosi via a scalare per le altre ricorrenze.I primi tre giorni di malattia vengono detratti sempre dalle ferie e quindi se prendo due volte l'influenza in un inverno o se sono colpito da qualunque altro malanno durante l'anno,alla fine mi ritrovo con 5 giorni di ferie attive e cioè che mi posso godere salvo altre disgrazie.La mia rabbia è che nessun governo di dx o sx si preoccupi di questa piaga dell'Italia o x meglio dire tutti ne parlano ma nessuno fa niente x risanare gli ambienti di lavoro che hanno come soci Ispettorati della Sanità,del lavoro e politica varia.Quindi mi rendo sempre più conto che se sono onesto devo abbassare la cresta,mentre un onesto fratello napoletano non si piega e preferisce rubare,che essere derubato, la mia piena solidarietà a costoro,ma se la legge la rispettassimo tutti a cominciare dai datori di lavoro che girano dentro eni giardini delle loro ville con il BMW pieno di amanti allora credo che la microcriminalità sarebbe meno presente,l'evasione fiscale minima etc. etc.Quindi basta con i falsi moralismi ma solo fatti quando andiamo alle urne.Ah dimenticavo KE se ci si ribella la risposta è una:SE TI PIACE è COSi

giuseppe messina 22.02.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

credo che vittorio abbia ragione, questo governo si è fatto troppi nemici, e la situazione politica e siciale è l'acqua dove nuota il pesce brigatista.
personalmente so bene che sbagliata una via simile, ma, c'è anche un ma. dobbiamo porci delle domande, alle quali dobbiamo dare immediatamente delle risposte, è inutile elencare tutto quello che ci si aspettava da questo goveno, che puntualmente non ha fatto.
ormai non ci possiamo più fidare di nessuno non esiste più destra o sinistra ma solo loro e noi il popolo proletario, e quando poi si difende lo chiamano terrorista, ma mi chiedo chi è davvero il terrorista? quale è il vero significato della parola terrorista? e come si chiamano quelle azioni commesse dai vari tronchetti e altri presunti economisti vari? parmalat, cirio, banche varie e coperative rosse solo per citarne alcuni. come dobbiamo definire gli stati uniti e stati affini? con la loro politica estera, vedi torture, guerre varie per poi non parle del fatto che stanno rendendo alla fame mezzo mondo, creando quelli che possiamo chiamare gli schiavi del nuova millennio. per non parlare del vaticano, che cosa rappresenta ? e per favore lasciate in pace cristo che è altra cosa.
quando ci si sente impotenti a tutto questo c'è chi reagisce e chi si rassegna.
siamo davvero in una guerra perenne? dove solo attraverso la lotta armata si intravede la vittoria? se è così è già una sconfitta.
ma evidentemente c'è chi crede che sia l'unica soluzione....

emiliano b. Commentatore certificato 22.02.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento

sono un delegato sindacale della FIOM CGIL di una azienda modenese, secondo il mio punto di vista le BR non hanno nulla a che fare con la CGIL, il tutto è servito per coinvogere persone disperate al movimento BR, con diperate intendo giovani e no che per colpa delle leggi inerenti al mondo del lavoro hanno una vita precaria e non hanno sicurezze (provate a mettervi nei loro panni).
Voglio essere chiaro non giustifico le BR!! ma se quando era il momento noi lavoratori eravamo uniti non permettevamo di rendere il mondo del lavoro così PRECARIO!!!
Purtoppo molti lavoratori sono egoisti!!

Fabio Vaccari 22.02.07 20:23| 
 |
Rispondi al commento

c'è da riflettere se un senatore a vita come andreotti, abbia favorito la caduta del governo, dandone prima il pieno appoggio...andreotti...usa ...vaticano... che strana "libera associazione" potrebbe venire in mente?????

michele cappuccio 22.02.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO SI E' MAI CHIESTO COME MAI SIAMO FINITI TUTTI; CATANESI ED ITALIANI SULLA BOCCA DI TUTTI (ABITANTI DEL PIANETA)per i fatti di catania , nonostante altri fatti simili in precedenza???? lO STATO ED AL DI FUORI SAPEVANO CHE QUALCOSA SAREBBE SUCCESSO ED HANNO AMPLIFICATO ALL ECCESSO! POI SONO VENUTE FUORI LE Brigate Rosse (un classico) ed ora Le DIMISSIONI DI PRODI PER LA PERDITA DELLA FIDUCIA IN PARLAMENTO causa doppio gioco di molti,in mezzo la diatriba sui DICO fra chiesa e stato!
chi ha interesse a destabilizzare cosi' il nostro paese? USA,MAFIA o VATICANO ???? credo tutti e tre messi assieme! i primi necessitano di ampliare la Base di vicenza,per l Imminente attacco Programmato all IRAN, I secondi per ritorsione contro i tantissimi arresti subiti e che subiranno,ed i terzi per la storia dei DICO e per riavere il potere che non hanno con la sinistra al governo!
TUTTI E TRE VOGLIONO FAR CADERE IL GOVERNO DI SINISTRA!
se sembrano cretinate,durante la 2a guerra m. gli usa sono entrati in italia con l aiuto di lucky luciano e della chiesa,ed hanno continuato a destabilizzare con il terrorismo rosso e nero!

vittorio messina 22.02.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

sono un rappresentante sindacale della fiom-cgli lavoro alla fiat mirafiori,la più grande fabbrica d'italia e forse anche d'europa,a me pesonalmente e neanche ai miei compagni non interessa nessun tipo di violenza che sia essa organizzata oppure no.lo dimostra il fatto che sino ad oggi NESSUNO ripeto NESSUNO della fiom-cgil di mirafiori è stato arrestato oppure solo indagato per collusione con i brigatisti,eppure in questi ultimi anni da noi le cose non sono andate benissimo,basti pensare che mirafiori fino a due o tre anni fà doveva chiudere..gli operai in fabbrica hanno perso la fiducia verso le organizzazioni sindacali e anche verso le istituzioni,tutti avete visto cosa è successo quando sono venuti i segretari di cgil cisl e uilm.pensate che le nostre assemblee in questi ultimi anni,la maggior parte delle volte sono così oppure l'affluenza è scarsa,così che il padrone approfittando di questa sfiducia e disunione tra operai cerca di cambiare le cose a suo favore,pur avendo questi ed altri problemi(che non sto a citare)da noi le brigate rosse non hanno trovato spazio..noi della fiom-cgil comunque stiamo lavorando duro per riconquistarci la fiducia dei nostri colleghi,continuando a lavorare così credo che cose si aggiusteranno noi ci crediamo tanto...

rino rossi 22.02.07 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte della segreteria del NIDiL CGIL da oltre due anni (la categoria dei precari)e per quello che vedo e per quello di cui vengo a conoscenza alle volte mi viene da andare a vivere nella foresta amazzonica pur di non vedere mai più esseri umani. Una cosa è certa però, i brigatisti non sono compagni che sbagliano, non sono compagni. La critica và rivolta a 360° e non solo al padrone e allo schiavista perchè avere l'idea di una alternativa radicale è un lavoro faticoso, non basta individuare un nemico e distruggerlo. La critica va rivolta tanto al sistema economico o sociale quanto a come noi esseri umani usiamo la ragione. La critica all'esistente, razionalità compresa, è la chiave di costruzione dell'alternativa. Il fattore preoccupante in Italia è che gli operai votano Berlusconi perchè hanno tre telefonini e la loro visione di società si ferma nell'avere 50 euro in più in tasca. E la risposta sarebbe distruggere ad un multimiliardario le finestre di una delle sue ville? o ancora peggio arrivare a uccidere, introiettando al 100% le strutture del dominio sul prossimo e della violenza che stiamo faticosamente cercando di combattere? Credo che l'indignazione non debba essere nè violenta e ne "da sveltina", una grossa fiammata che si estingue dopo 10 minuti. Dobbiamo mantenere le postazioni, e agire costantemente il cambiamento, senza bisogno di eroi o di martiri.
Dobbiamo guardare oltre le miserie del nostro periodo storico e lavorare per creare una comunità che fondi nuovi criteri di convivenza, basati su un nuovo immaginario collettivo (non più colonizzato da feticci e dall'accumulazione di oggetti senza senso), su un nuovo dizionario in cui le parole siano riportate nel giusto spazio semantico. Distruggere e ammazzare non fa parte di questo cambiamento ma è la continuazione speculare della fase antropologica da cui stiamo faticosamente tentando di uscire.

Gianni Bertossi 22.02.07 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte della segreteria del NIDiL CGIL da oltre due anni (la categoria dei precari)e per quello che vedo e per quello di cui vengo a conoscenza alle volte mi viene da andare a vivere nella foresta amazzonica pur di non vedere mai più esseri umani. Una cosa è certa però, i brigatisti non sono compagni che sbagliano, non sono compagni. La critica và rivolta a 360° e non solo al padrone e allo schiavista perchè avere l'idea di una alternativa radicale è un lavoro faticoso, non basta individuare un nemico e distruggerlo. La critica va rivolta tanto al sistema economico o sociale quanto a come noi esseri umani usiamo la ragione. La critica all'esistente, razionalità compresa, è la chiave di costruzione dell'alternativa. Il fattore preoccupante in Italia è che gli operai votano Berlusconi perchè hanno tre telefonini e la loro visione di società si ferma nell'avere 50 euro in più in tasca. E la risposta sarebbe distruggere ad un multimiliardario le finestre di una delle sue ville? o ancora peggio arrivare a uccidere, introiettando al 100% le strutture del dominio sul prossimo e della violenza che stiamo faticosamente cercando di combattere? Credo che l'indignazione non debba essere nè violenta e ne "da sveltina", una grossa fiammata che si estingue dopo 10 minuti. Dobbiamo mantenere le postazioni, e agire costantemente il cambiamento, senza bisogno di eroi o di martiri.
Dobbiamo guardare oltre le miserie del nostro periodo storico e lavorare per creare una comunità che fondi nuovi criteri di convivenza, basati su un nuovo immaginario collettivo (non più colonizzato da feticci e dall'accumulazione di oggetti senza senso), su un nuovo dizionario in cui le parole siano riportate nel giusto spazio semantico. Distruggere e ammazzare non fa parte di questo cambiamento ma è la continuazione speculare della fase antropologica da cui stiamo faticosamente tentando di uscire.

Gianni Bertossi 22.02.07 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte della segreteria del NIDiL CGIL da oltre due anni (la categoria dei precari)e per quello che vedo e per quello di cui vengo a conoscenza alle volte mi viene da andare a vivere nella foresta amazzonica pur di non vedere mai più esseri umani. Una cosa è certa però, i brigatisti non sono compagni che sbagliano, non sono compagni. La critica và rivolta a 360° e non solo al padrone e allo schiavista perchè avere l'idea di una alternativa radicale è un lavoro faticoso, non basta individuare un nemico e distruggerlo. La critica va rivolta tanto al sistema economico o sociale quanto a come noi esseri umani usiamo la ragione. La critica all'esistente, razionalità compresa, è la chiave di costruzione dell'alternativa. Il fattore preoccupante in Italia è che gli operai votano Berlusconi perchè hanno tre telefonini e la loro visione di società si ferma nell'avere 50 euro in più in tasca. E la risposta sarebbe distruggere ad un multimiliardario le finestre di una delle sue ville? o ancora peggio arrivare a uccidere, introiettando al 100% le strutture del dominio sul prossimo e della violenza che stiamo faticosamente cercando di combattere? Credo che l'indignazione non debba essere nè violenta e ne "da sveltina", una grossa fiammata che si estingue dopo 10 minuti. Dobbiamo mantenere le postazioni, e agire costantemente il cambiamento, senza bisogno di eroi o di martiri.
Dobbiamo guardare oltre le miserie del nostro periodo storico e lavorare per creare una comunità che fondi nuovi criteri di convivenza, basati su un nuovo immaginario collettivo (non più colonizzato da feticci e dall'accumulazione di oggetti senza senso), su un nuovo dizionario in cui le parole siano riportate nel giusto spazio semantico. Distruggere e ammazzare non fa parte di questo cambiamento ma è la continuazione speculare della fase antropologica da cui stiamo faticosamente tentando di uscire.

Gianni Bertossi 22.02.07 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Faccio parte della segreteria del NIDiL CGIL da oltre due anni (la categoria dei precari)e per quello che vedo e per quello di cui vengo a conoscenza alle volte mi viene da andare a vivere nella foresta amazzonica pur di non vedere mai più esseri umani. Una cosa è certa però, i brigatisti non sono compagni che sbagliano, non sono compagni. La critica và rivolta a 360° e non solo al padrone e allo schiavista perchè avere l'idea di una alternativa radicale è un lavoro faticoso, non basta individuare un nemico e distruggerlo. La critica va rivolta tanto al sistema economico o sociale quanto a come noi esseri umani usiamo la ragione. La critica all'esistente, razionalità compresa, è la chiave di costruzione dell'alternativa. Il fattore preoccupante in Italia è che gli operai votano Berlusconi perchè hanno tre telefonini e la loro visione di società si ferma nell'avere 50 euro in più in tasca. E la risposta sarebbe distruggere ad un multimiliardario le finestre di una delle sue ville? o ancora peggio arrivare a uccidere, introiettando al 100% le strutture del dominio sul prossimo e della violenza che stiamo faticosamente cercando di combattere? Credo che l'indignazione non debba essere nè violenta e ne "da sveltina", una grossa fiammata che si estingue dopo 10 minuti. Dobbiamo mantenere le postazioni, e agire costantemente il cambiamento, senza bisogno di eroi o di martiri.
Dobbiamo guardare oltre le miserie del nostro periodo storico e lavorare per creare una comunità che fondi nuovi criteri di convivenza, basati su un nuovo immaginario collettivo (non più colonizzato da feticci e dall'accumulazione di oggetti senza senso), su un nuovo dizionario in cui le parole siano riportate nel giusto spazio semantico. Distruggere e ammazzare non fa parte di questo cambiamento ma è la continuazione speculare della fase antropologica da cui stiamo faticosamente tentando di uscire.

Gianni Bertossi 22.02.07 15:19| 
 |
Rispondi al commento

questa è la risposta ad un paese che sta tornando indietro.davvero non c'è politicamente più niente da fare? la nostra democrazia è fallita.da una parte il nano-dittatore dall'altra i capitalisti di sinistra che stanno accumulando il gruzzolo per scappare in belgio al molto prossimo colpo di stato. i nostalgici brigatisti diventeranno eroi quando la fame risveglierà la coscienze

sara s. Commentatore certificato 22.02.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento

questa è la risposta ad un paese che sta tornando indietro.davvero non c'è politicamente più niente da fare? la nostra democrazia è fallita.da una parte il nano-dittatore dall'altra i capitalisti di sinistra che stanno accumulando il gruzzolo per scappare in belgio al molto prossimo colpo di stato. i nostalgici brigatisti diventeranno eroi quando la fame risveglierà la coscienze

sara s. Commentatore certificato 22.02.07 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Trovo giusta la considerazione di Grillo.

Perchè si fanno celebrazioni ogni anno, pubblicità "non dimenticare", minuti di silenzio in parlamento per "i martiri di Nassirya", 20 poveracci mandati al macello che meritano rispetto, non fraintendetemi, e però non si fanno per le 1200 morti sul lavoro all'anno, forse più di tutti gli altri "martiri" della società capitalista industriale?

Credo che la TV rimbecillisca molti. Se vai ad ammazzare gente in Iraq per conto dello stato sei un eroe, se l'ammazzi qui per conto di un ideale stantìo e malinteso sei il peggiore degli assassini. Forse sei uno stronzo in ogni caso, se togli la vita a qualcuno, per conto di chicchessia, ma datemi retta se la TV dicesse questo non ci sarebbero terroristi. I terroristi vengono fuori dalla doppia morale dello stato, che è vergognosa.

Massimiliano M. 22.02.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,
vallo a raccontare ai familiari di Marco Biagi od alla figlia di D'Antona che erano persone che sbagliando non vedevano altra via.
O vallo a raccontare alle vittime degli attentati e delle rapine che progettavano.
La superficialità e l'ambiguità del tuo post è sconvolgente. Tutto è relativo: anche chi è pronto ad uccidere può essere seppure in parte giustificato.
SOno realmente sbigottito

Maurizio V. 22.02.07 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la vedova Biagi sarà felice...e ancora una volta orgogliosa di essere italiana...

eva malfatti 22.02.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

la vedova Biagi sarà felice...e ancora una volta orgogliosa di essere italiana...

eva malfatti 22.02.07 10:11| 
 |
Rispondi al commento

la vedova Biagi sarà felice...e ancora una volta orgogliosa di essere italiana...

eva malfatti 22.02.07 10:10| 
 |
Rispondi al commento

in italia la politica ha egemonizzato anche il sindacato. il male del nostro paese sono le pensioni. bisogna morire a 80 anni sul lavoro di vecchiaia per mantenere i nostri nulla facenti di destra e sinistra al parlamento.
secondo me tutto nasce e tutto muore nel parlamento italiano che è sede di tutti i nostri mali. ma quale fiducia nelle istituzioni se siamo governati da lazzaroni vestiti da politici.

luca zanicchi 22.02.07 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Quando ho saputo che avevano arrestato questi ragazzi, che erano pronti a agire con forza, attraverso la lotta armata, per colpire i simboli e anche eventuali responsabili di questa insensata e ingiusta Italia, ho pensato subito a come si saranno sentiti e quali saranno state le loro riflessioni dopo il fermo e l’ arresto, penso di capire quali sentimenti li abbiano spinti a credere che questa fosse una buona e giusta soluzione, e capisco le ragioni…..ma non i mezzi .Forse se si crede e si combatte per la giustizia sociale si deve essere pronti a morire!?!? Ma sicuramente non ad uccidere, é strano che persone che credono fermante nei valori di giustizia possano poi impugnare una pistola ,e o privare chiunque della propria libertà individuale, insomma è una contraddizione, se lotti per la libertà e la giustizia non può essere questo il modo…. Perchè anche Bush lotta per la libertà o perlomeno così dice.
Le battaglie vanno combattute con mezzi pacifici, perchè noi moriamo comunque, resta solo quello che lasciamo......
e non è retorica, ma solo la semplice verità.

R. Spanu 22.02.07 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto il tuo sfogo in un biglietto passatomi da un mi caro compagno e amico, vecchio iscritto alla CGIL, questo mi ha portato al tuo blog, dove intendevo lasciati un messaggio di disaccordo per come tratti l’argomento e soprattutto affermare che non si possono cercare attenuanti a chi progetta l’eliminazione fisica di persone (chiunque esse siano).
In oltre credo che le morti sul lavoro meritano un rispetto tale che non le si debba citare se non per denuncia…………………..
Mah! Leggendo ciò che ha scatenato e i vari commenti, che non ho potuto far ha meno di leggere, mi pare che lo scopo lo hai raggiunto.
Il problema però rimane tutto lì, la rivoluzione moderna che deve essere combattuta, con i mezzi che anche Tu professi (devono essere, all’occorrenza anche violenti) usando la forza delle parole e della ragione, ma non mi pare che da ciò che si legge si riesca a fare quel balzo in avanti.
Piccoli passi si stanno facendo, pero mi pare che l’uso impropri o l’uso che non pota ad una finalizzazione rischia di annullare o ritardare la rivoluzione stessa.
Proviamo insieme a dire che la Cgil è un’organizzazione con 100 anni di storia fatta da uomini, perciò imperfetta, e che non è distruggendola che si migliorano le condizioni dell’uomo o del lavoratore in particolare.
La Cgil si espone ed è soggetta ad ogni forma d’attacco, ciò è naturale, ma ha chi fa comodo cancellarla?

marco sanna 21.02.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto il tuo sfogo in un biglietto passatomi da un mi caro compagno e amico, vecchio iscritto alla CGIL, questo mi ha portato al tuo blog, dove intendevo lasciati un messaggio di disaccordo per come tratti l’argomento e soprattutto affermare che non si possono cercare attenuanti a chi progetta l’eliminazione fisica di persone (chiunque esse siano).
In oltre credo che le morti sul lavoro meritano un rispetto tale che non le si debba citare se non per denuncia…………………..
Mah! Leggendo ciò che ha scatenato e i vari commenti, che non ho potuto far ha meno di leggere, mi pare che lo scopo lo hai raggiunto.
Il problema però rimane tutto lì, la rivoluzione moderna che deve essere combattuta, con i mezzi che anche Tu professi (devono essere, all’occorrenza anche violenti) usando la forza delle parole e della ragione, ma non mi pare che da ciò che si legge si riesca a fare quel balzo in avanti.
Piccoli passi si stanno facendo, pero mi pare che l’uso impropri o l’uso che non pota ad una finalizzazione rischia di annullare o ritardare la rivoluzione stessa.
Proviamo insieme a dire che la Cgil è un’organizzazione con 100 anni di storia fatta da uomini, perciò imperfetta, e che non è distruggendola che si migliorano le condizioni dell’uomo o del lavoratore in particolare.
La Cgil si espone ed è soggetta ad ogni forma d’attacco, ciò è naturale, ma ha chi fa comodo cancellarla?

marco sanna 21.02.07 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ,
volevo solo dirti che condivido alcune cose che tu dici però il tuo commento sulle brigate rosse lo trovo superficiale e fuori luogo. Tu sai benissimo che questi tra virgolette signori non hanno nulla a che vedere con i lavoratori e con le problematiche del lavoro. Sono soggetti che hanno alimentato le loro idee in modo distorto e questo avviene dagli anni 70 non è dovuta alla legge Biagi.
Scusami la bacchettata ma hai ragionato in modo troppo semplicistico.
grazie se per caso hai letto il mio intervento.
fausta.

fausta frattura 21.02.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO MA CHE CAZZO DICI?

NO ALL'EVERSIONE SENZA SE E SENZA MA

Non si esporta la democrazia con le armi, non si cambia il paese con le armi: ma siete tutti scemi?

roberto polli 21.02.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ma sei matto?

San Petronio 21.02.07 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un ragazzo di 24 anni e spero tanto che tu possa leggere questo mio commento.
Ho sostenuto e condiviso moltissime delle tue battaglie perchè le ritenevo giuste e al quanto logiche se fossimo in un paese abbastanza normale ma ora voglio farti una critica a proposito di ciò che hai scritto in merito alle B.R. Essendo io un laureando in Sociologia conosco e so perfettamente che disagio e isolamento sociale, dovuti oggi a questo continuo stato di incertezza e precarietà, possono far generare all'interno della società meccanismi sociali che portano alla violenza o a qualsiasi azione che sia sfogo di un disagio.
Però caro Beppe questo post rappresenta queste dinamiche sociali in modo troppo semplificato diventando cosi una giustificazione per quelle persone che stavano organizzando azioni terroristiche finalizzate all'uccissione di altre persone.Credo fortemente che tu debba corregere o quantomeno spiegare meglio che è si importante capire che il disagio sociale puo generare dinamiche anche di tipo violento qualsiasi esse siano però far anche capire che questo passaggio non è cosi diretto e che la situazione pdierna non puo e non deve essere un giustificativo di tutto questo.
Io sono come tanti altri un lavoratore al quale viene rinnovato il contratto ogni tre mesi togliendomi la possibilità di progettare un futuro però nn mi sognerei mai di uscire dagli schemi della civile convivenza.
Spero di cuore tu possa leggere questo messaggio perchè sono convinto che ti porterebbe quanto meno a chiarire meglio cio che tu hai scritto in questo post.
Ti ammiro e so che lo farai....intanto io mi sono già allertato per prendere i biglietti per il tuo spettacolo di Milano.
Con affetto.

LORENZO

Lorenzo Sala 21.02.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un ragazzo di 24 anni e spero tanto che tu possa leggere questo mio commento.
Ho sostenuto e condiviso moltissime delle tue battaglie perchè le ritenevo giuste e al quanto logiche se fossimo in un paese abbastanza normale ma ora voglio farti una critica a proposito di ciò che hai scritto in merito alle B.R. Essendo io un laureando in Sociologia conosco e so perfettamente che disagio e isolamento sociale, dovuti oggi a questo continuo stato di incertezza e precarietà, possono far generare all'interno della società meccanismi sociali che portano alla violenza o a qualsiasi azione che sia sfogo di un disagio.
Però caro Beppe questo post rappresenta queste dinamiche sociali in modo troppo semplificato diventando cosi una giustificazione per quelle persone che stavano organizzando azioni terroristiche finalizzate all'uccissione di altre persone.Credo fortemente che tu debba corregere o quantomeno spiegare meglio che è si importante capire che il disagio sociale puo generare dinamiche anche di tipo violento qualsiasi esse siano però far anche capire che questo passaggio non è cosi diretto e che la situazione pdierna non puo e non deve essere un giustificativo di tutto questo.
Io sono come tanti altri un lavoratore al quale viene rinnovato il contratto ogni tre mesi togliendomi la possibilità di progettare un futuro però nn mi sognerei mai di uscire dagli schemi della civile convivenza.
Spero di cuore tu possa leggere questo messaggio perchè sono convinto che ti porterebbe quanto meno a chiarire meglio cio che tu hai scritto in questo post.
Ti ammiro e so che lo farai....intanto io mi sono già allertato per prendere i biglietti per il tuo spettacolo di Milano.
Con affetto.

LORENZO

Lorenzo Sala 21.02.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe (ti seguo spesso anche negli spettacoli, quindi mi permetto il tu), sono un delegato CGIL, membro del Direttivo provinciale di Varese de SLC (Sindacato Lavoratori Comunicazione, quindi ci saresti anche tu). Vorrei ringraziarti per essere riuscito a cogliere nel segno con la tua sintesi sui rapporti brigatisti-CGIL. Quello che dici è maledettamente vero: la distanza che esiste tra i nostri burocrati sindacali e i lavoratori, è tale da poter dar luogo ad estremismi comunque lontani dal nostro modo di agire. Spesso i delegati territoriali non vengono nemmeno interpellati negli accordi nazionali e chi lavora come me in frontiera, non fa fatica a concepire una radicalizzazione delle posizioni, in particolare quando neanche i morti sul lavoro smuovono i nostri leader sindacali. Non condivido affatto l'operazione di epurazione che sta conducendo la CGIL sotto indicazione dei partiti di sinistra di riferimento. Serve solo a far tacere le voci dissidenti che ci sono in CGIL e che, per fortuna, continuano a tenere in piedi la fiducia che i lavoratori danno alla nostra organizzazione.Ma attenzione: come puoi ben vedere, questa è una ghiotta occasione per chi ritiene di poter cancellare il sindacato dalla vita politica e sociale del nostro Paese.E quello che piu' mi dà da pensare è che tale operazione la stiano alimentando Bertinotti, Napolitano e quella parte della sinistra che faceva della lotta sociale il proprio stendardo. Da parte nostra, vigileremo sull'operato dello strano figuro Epifani.

Ciao
Damiano

DAMIANO BINETTI 21.02.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

abito a trento e ho conosciuto curcio e compagni e con loro qualche vota ho discusso discusso anche piuttosto animatamente. io già lavoravo ed ero simpatizzante socialista. ai tempi ho sostenuto che non si poteva pensare ad una rivoluzione armata perchè c'erano altri mezzi, bastava informare seriamente il popolo che poi avrebbe votato di conseguenza,e ne sono ancora convinto oggi. però ritengo che a quei tempi nell'insieme c'erano meno motivi di oggi di perdere la testa. voglio dire che da troppo ormai i deboli devono sobbarcarsi sempre i debiti dei furbi e dei ricchi. non è possible che l'unico mezzo per far quadrare i conti sia fottere chi lavora mentre certe caste gudagnano sempre di più

arturo terragni 21.02.07 18:35| 
 |
Rispondi al commento

"Farsi qualche domanda può aiutare a capire perchè nella CGIL si annidassero dei pericolosi brigatisti. O più semplicemente delle persone che, sbagliando, non vedevano altre vie."

NON VEDEVANO ALTRE VIE?????!!! Poverini, sono stati praticamente costretti ad armarsi, a progettare attentati ed omicidi... poverini, perchè non diamo loro un premio? per le buone intenzioni di cambiare le cose, intendo. Come premio li manderei un pò in iraq, afghanistan e in aggregazione ai gruppi terroristici di bin laden. magari imparano cose nuove che possono poi mettere in pratica anche da noi... che ne dite???
Mai frase fu così infelice caro beppe, detta poi da te che sei seguito,rispettato ed emulato da tanta tanta gente.... mi vengono i brividi...

Norberto Roner 21.02.07 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma non era beppe grillo ad aver affermato che a vicenza tutto era stato fatto per creare scontri? che sicuramente ci sarebbero stati scontri? l'ho letto sui giornali. Era la SOLITA stampa sciatta italica? e se la dichiarazione e' stata fatta cosi' come riportata, sabato sera dopo che NULLA e' avvenuto, il succitato grillo ha fatto ammenda? e se si, perche' non era in bella vista sui giornali? sempre la SOLITA stampa?
Mah......

Fabrizio Bero 21.02.07 15:28| 
 |
Rispondi al commento

COLORO CHE, SBAGLIANDO NON VEDEVANO ALTRE VIE, SI
RICORDINO DELLO STRISCIONE CHE CAMPEGGIAVA NELLA PROTESTA DEI 40.000 A TORINO CHE HA SEGNATO UNA SVOLTA EPOCALE ALLA FIAT.
"SIAMO LAVORATORI NON PICCHIATORI"
A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE,

STEFANO PASETTI 21.02.07 14:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispediamo tutti insieme al mittente, in busta chiusa, le tessere elettorali con su scritto "per i tuoi bisognini". Ragazzi questi ormai hanno capito da un pezzo, che il POPOLO ITALIANO è debole non si incazza non urla, dobbiamo reagire come i Francesi (loro sono un grande Popolo), se quello che accade il Italia indulto,Giancarlo Cimoli (ALITALIA), parmalat, cirio, ecc. accadesse in Francia a quest'ora la Francia era un immenso braciere. Facciamo le manifestazioni e sai che gli frega a sti governanti del c...o, Maroni 3 anni fà alla vigilia di una giornata di sciopero dichiarò "una giornata di sciopero non fà male a nessuno", avete capito gente!!!!Non c'è alternativa o noi gli rompiamo il c..o a loro o loro ce lo......STANNO GIA' ROMPENDO.

anar chia 21.02.07 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ORMAI GRILLO E' FUORI DI SE...

Thomas Poli 21.02.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Aiutate la signora P.Giannoni @@

La Signora Giannoni,ieri 20/02 ha postato un commento(veramente interessante)erroneamente nello spazio riservato al:rispondi al commento di un mio post(ore 13,31 del 20/02/07).
Io,non riesco fare il copia incolla e nel
trascriverlo potrei sbagliarmi.
Qualcuno può inserirlo nella prima pagina,affinchè in tanti possano leggerlo?
Grazie e scusatemi.
Joseph

joseph pane 21.02.07 13:16| 
 |
Rispondi al commento

definire i sindacalisti arrestati
"persone che sbagliando non vedevano altre vie"
mi sembra MOLTO RIDUTTIVO e completamente assurdo.
Stiamo parlando di persone che avevano armi a loro disposizione e le avrebbero usate.
Sig. Grillo non faccia l'errore che e' gia' stato fatto in passato nel definire i BR "compagni che sbagliano". Sono pericolosi e potenzialmente degli assassini. NON SONO ROBIN HOOD

sonia negroni 21.02.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNA!!!!!
Ma in che paese viviamo???!!!?!?!?
Parliamo e parliamo di problemi senza renderci conto che ci saranno sempre fino a che ci saranno delle differenze enormi tra nord e sud!!Mi spiegate perchè 2 persone che lavorano con la stessa azienda con lo stesso ruolo non debbano guadagnare in maniera "ALMENO" simile??
Per capirci il brutto anatroccolo del sud deve lavorare 10 ore al giorno per sperare di guadagnare 1400 euro lorde il bel cigno del nord invece con le sue 6 ore di lavoro si porta a casa la bellezza di 3200 euro lorde.
E vabbè direte voi al nord si guadagna di più ,e ci voglio pure stare a quello che dite , ma mi spiegate perchè io debbo pagare 1200 euro d'assicurazione all'anno per una macchina 1600 e il mio amico invece per la stessa macchina paga si e no 600 euro all'anno oppure spiegatemi perchè la benzina, altro bene fondamentale per il mio lavoro, io la devo pagare (FATTA STAMATTINA) 1,260 e il mio amico a ieri la pagava 1,210.Ma dico io non solo guadagniamo di meno per colpa di politicanti ladroni ma perchè c...o dobbiamo pagare pure di più per cose essenziali.Sto urlando a tutto il mondo il mio disprezzo ma purtroppo questo è un tasto che nessuno vuole toccare,ho scritto a striscia la notizia alle iene a mi manda rai tre alle associazioni dei consumatori ma evidentemente sono notizie che non fanno audience oppure sono delle lobby INTOCCABILI.

giacomo pisapia 21.02.07 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

vorrei ricordarti che il lavoro interinale lo hanno inventato i komunisti nel governo precedente al governo Berlusconi. Vogliamo anche magari anadare a vedere di chi sono molte delle agenzie per il lavoro interinale? Mica saranno dei Komunisti che le hanno volute e legalizzate?
Noooo! (E poi, se sono stati loro, ... meglio dimenticarlo, meglio di re che è stato Berlusconi, no?)

Massimo Meridio 21.02.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Sapete noi qui della bassa padovana non siamo dei terroristi...siamo solo della gente che quando "gli girano" non stiamo là come dei pagliacci a prendercelo in quel posto, ma dobbiamo fare qualcosa...si alcuni metodi non sono condivisibili lo ammetto..ma neanche muti e puniti...sindacati fatevi un esame di coscienza e pensate perche con un sindacato che c'è, con un governo di sinistra che c'è alcuni sentono il bisogno di protestare..ok non condivido neanch'io le bombe e i fucili..ma meditate..non è per caso che qualcuno si sente tradito da voi sindacati..come gli aveste venduto il didietro senza dirglielo...e a noi queste cose ce li fanno girare...

cristian schio 21.02.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

I Brontosauri

Siamo governati da esseri preistorici. Un "illustre" esponente del parlamento italiano, il senatore a vita Andreotti ha recentemente dichiarato: "Se la cosiddetta modernità vuol dire che addirittura si possa legiferare sulle unioni tra persone dello stesso sesso, si è veramente fuori dal giusto...Non sarebbe male se tutti, compreso Prodi, si andassero a rileggere Dante: i sodomiti nella Divina Commedia finiscono all'inferno. Non c'è un quarto girone che si crea per decreto legge". Io al signor Andreotti consiglio invece di rileggere la costituzione italiana all'articolo 3: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali". Rilegga anche la sentenza della Cassazione che ritiene provata la sua "seria, concreta e continuata collaborazione" nei confronti di personaggi legati alla mafia. Non pensa sarebbe il caso di alzare il sedere dalla sedia parlamentare? Chissà Dante dove l'avrebbe collocata!

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 21.02.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Credo che Lei - scusi se Le dò del Lei, ma non conoscendoLa di persona non non credo di potermi permettere la confidenza che il Tu presuppone - abbia colto nel segno (e non è la prima volta).
Spero che Epifani legga il Suo post ed abbia un moto di resipiscenza: è improbabile ma non impossibile.
Continui così! E - per favore - prenda in consisderazione l'ipotesi di aiutare a nascere realtà politiche che, alle prossime consultazioni, presentino liste elettorali esterne ai partiti, per poter finalmente cambiare i nostri dipendenti nelle istituzioni.
Cordialmente.
Federico Cipolla

Federico Cipolla 21.02.07 10:01| 
 |
Rispondi al commento

...belin... ma la legge è uguale per tutti?

Aurelio Bertolino 21.02.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, a quando una petizione popolare, per mandare a casa e non far più eleggere condannati, patteggiati, amnistiati e prescritti?
Quando il pesce puzza dalla testa!
Unici partiti esclusi: IDV, VERDI e PDCI.

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiamento, concussione, frode fiscale 4
Diffamazione, abuso edilizio, lesioni personali 3
Banda armata, corruzione giudiziaria, peculato, estorsione, rivelazione di..................

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 21.02.07 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è che si puo cambiare il mondo solo scrivendo e-mail. O scrivendo su un blog. O ci si impegna su un lavoro quasi quotidiano con altre persone o ci si tiene il sistema che abbiamo. Volete cambiare i partiti? Credete che i partiti non siano piu in grado di assicurare una reale rappresentaza? Partecipate impegnatevi per far passare le vostre idee. Io Capisco che aspettate un segno dal vostro messia e vi muovete solo quando un grillo parlante vi stimola ma vi siete mai guardai intorno? Non avete visto quello che è stato il movimento di questi anni? Le centinaia di associazioni che hanno portato avanti battaglie sui diritti, l'ambiente, la riforma della politica e della democrazia? Guardate che l'hanno fatto semplicemnte mettendosi insieme e

Alorie alorie 21.02.07 08:25| 
 |
Rispondi al commento

ganzo
nulla cambia
ibrigatisti sono solo compagno che sbagliano, ma per delle ragioni serie.
bravi
via dal governo del paese comunisti che non siete altro
rispetto a voi quel venditore di tappeti che è berlusca sembra sant antonio

paolo frosini 21.02.07 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Dubito che la tragedia dei morti sul lavoro sia la causa principale del brigatismo rosso.
L'impegno per combattere la piaga dei morti sul lavoro sarebbe quantomai necessario anche per altri morti e feriti di cui si parla poco, per non infastidire troppo qualche potente : i morti causati dalla trascuratezza, dalla codardia e dal malfunzionamento delle ben pagate e sindacalizzate istituzioni statali italiane.
Si fanno pochi scioperi se, a causa di una sala operatoria sporca oltre il dovuto, una persona si ammala o muore. Come se ne fanno pochi se un cittadino italiano subisce danni morali, materiali e biologici gravi a causa di un perverso funzionamento della sacra ed intoccabile istituzione giudiziaria italiana.
Pietro Ichino, per avere osato criticare una delle categoria più compromesse con la perversione burocratica italiana, gli avvocati, è stato querelato da un pool di legali coordinati dal celeberrimo dr Balanzone di Bologna.
L'italia è così : gli enormi danni causati dallo stato vengono sottaciuti dalla grandi organizzazioni (sindacati in testa) e dai potenti, dal Parlamento, dai Comuni eccetera, perchè abbiamo tutti il nostro misero, utile tornaconto.

maurizio d. Commentatore certificato 21.02.07 08:09| 
 |
Rispondi al commento

A Chi continua a ripete che la democrazia liberista e liberale è il miglior modo possibile di amministrare la nostra società propongo di farsi un esamino di coscienza e di chiedersi quanto valga il suo parere e il suo essere cittadino.
Mi sto ponendo io stesso questo quesito e la risposta non mi sovviene al momento.

Mi domando inoltre, quali sono i metodi per portare avanti le proprie lotte e le proprie idee?
Votare? non votare? scrivere nei blog? mandare tonnellate di lettere? mandare giga di e-mail? fregarsene? fottere il vicino di casa? armarsi? suicidarsi?

Incominciamo a creare un dibattito maggiormente pragmatico su questo tema, non nascondiamoci, non dobbiamo cedere alla paura di perdere dei vantaggi acquisiti. E' qui che ci fregano, non ci permettono di esporci, di ribellarci raccontandoci frottole, ci inducono a pensare positivamente al futuro, cercano di convincerci che se stiamo buoni e calmi e se lavoriamo sodo diventiamo ricchi come berlusca. Voi ci credete?

francesco guasconi 21.02.07 03:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il terrorismo e ogni forma di violenza (guerra in testa) non risolvono alcun problema, semmai i problemi li aumentano, ai giorni nostri la democrazia pare sia il migliore dei modi per far vivere i popoli in pace, purtroppo la democrazia che gli attuali padroni del mondo (americani) stanno piano piano divulgando, è una democrazia fatta a modello per i più ricchi, in pratica anche in Italia benchè al governo ci sia il centro sinistra, si continua a legiferare a favore di pochi, magari buttando un po' di fumo negli occhi a chi spera in qualcosa di consistente a favore dei più deboli, facendo un gran polverone con la faccenda dei pacs o dico, fingendo di non darla vinta alla chiesa, poi tanto alla fine i ruini, bertone, e compagnia bella ci metteranno comunque lo zampino per non dire l'artiglio. Forse... e dico forse è anche per questi motivi che qualcuno pensa di risolverli col terrore, ripeto non è con i morti che si risolvono i problemi, ma nemmeno prendendo per il c..o la gente magari diminuendo l'irpef, per aumentare qualcos'altro, oppure facendo un grosso favore alle case automobilistiche dando incentivi per la rottamazione, che va sempre a favore di chi si può permettere di cambiare macchina, i più poveri, sempre che la macchina c'è l'abbiano, al massimo ne riprendono un altra usata perchè nuova non possono permettersela, altro che comunisti...attualmente non c'è nessun governo o partito che sia veramente con i più deboli, ognuno se la deve cavare con quello che ha.
RESET per il terrorismo e RESET per questa falsa democrazia. grazie Mario

Mario Bertocchi (berto59) Commentatore certificato 21.02.07 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Ma è mai possibile che ci si debba sempre adeguare alle più grandi str...ate e portarle a compimento solo per metterci allo stesso livello dei paesi più ricchi e potenti, che se no, ahiahiai, ci calpesterebbero?
Ma chissenefrega a questo punto di uscire dalla rete europea!
Machissenefrega se l'America bum bum, ci offre posti di lavoro!
Machissenefrega del Libano e dell'Afghanistan e dell'Iraq: perchè allora non mandiamo i nostri soldati anche in USA o in Russia o in Israele o nel nostro meridione?
Le armi non portano mai alcuna cultura-ragione da nessuna parte, e senza cultura c'è solo distruzione, altro che democrazia, lotta al terrorismo: imparare a cambiare le cose con lentezza, gradualità, comprensione del diverso, disponibilità, capacità all'ascolto. Altrimenti sono solo imposizioni del potere, e peggio ancora se è un potere che viene da lontano arrogantemente, provocando così solo altro odio e reazione violenta ai popoli, agli individui che invece dovrebbero vivere la propria vita autogestendosela il più possibile a seconda del proprio contesto specifico che solo loro possono davvero conoscere e tentare di cambiare per primi, e ben volentieri accetterebbero l'aiuto altrui se l'altro si avvicinasse con umiltà e voglia di capire per davvero, senza alcun interesse economico-dittatoriale!
Machissenefrega dei partiti-individui magnasoldi(da una parte e dall'altra: cioè idem con ipocrisia), del governo e dell'opposizione (stesso pappone dall'aroma chimico che dà un'apparenza di gusto diverso), quando questi hanno solo privilegi che chi li ha votati si possono solo sognare: e questo "piccolo esempio" dovrebbe bastare a far capire la malafede di chi "dovrebbe" garantirci una vita vivibile.
BASTA FARCI DROGARE DALLA PUBBLICITA', DAI TG, DAI TALK SHOW, DAI CABARET COMICI SEMPRE PIU' NUMEROSI E PATETICI, E DALLA FINTA POLITICA CHE CAMMINA 100 KM SOPRA LA TESTA DELLA GENTE, APPESA AL MEMBRO DEL DIO DENARO!

RESET come Anarchia

AracNiK

Nicola Morella 21.02.07 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Ma è mai possibile che ci si debba sempre adeguare alle più grandi str...ate e portarle a compimento solo per metterci allo stesso livello dei paesi più ricchi e potenti, che se no, ahiahiai, ci calpesterebbero?
Ma chissenefrega a questo punto di uscire dalla rete europea!
Machissenefrega se l'America bum bum, ci offre posti di lavoro!
Machissenefrega del Libano e dell'Afghanistan e dell'Iraq: perchè allora non mandiamo i nostri soldati anche in USA o in Russia o in Israele o nel nostro meridione?
Le armi non portano mai alcuna cultura-ragione da nessuna parte, e senza cultura c'è solo distruzione, altro che democrazia, lotta al terrorismo: imparare a cambiare le cose con lentezza, gradualità, comprensione del diverso, disponibilità, capacità all'ascolto. Altrimenti sono solo imposizioni del potere, e peggio ancora se è un potere che viene da lontano arrogantemente, provocando così solo altro odio e reazione violenta ai popoli, agli individui che invece dovrebbero vivere la propria vita autogestendosela il più possibile a seconda del proprio contesto specifico che solo loro possono davvero conoscere e tentare di cambiare per primi, e ben volentieri accetterebbero l'aiuto altrui se l'altro si avvicinasse con umiltà e voglia di capire per davvero, senza alcun interesse economico-dittatoriale!
Machissenefrega dei partiti-individui magnasoldi(da una parte e dall'altra: cioè idem con ipocrisia), del governo e dell'opposizione (stesso pappone dall'aroma chimico che dà un'apparenza di gusto diverso), quando questi hanno solo privilegi che chi li ha votati si possono solo sognare: e questo "piccolo esempio" dovrebbe bastare a far capire la malafede di chi "dovrebbe" garantirci una vita vivibile.
BASTA FARCI DROGARE DALLA PUBBLICITA', DAI TG, DAI TALK SHOW, DAI CABARET COMICI SEMPRE PIU' NUMEROSI E PATETICI, E DALLA FINTA POLITICA CHE CAMMINA 100 KM SOPRA LA TESTA DELLA GENTE, APPESA AL MEMBRO DEL DIO DENARO!

RESET come Anarchia

AracNiK

Nicola Morella 21.02.07 01:42| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Ma è mai possibile che ci si debba sempre adeguare alle più grandi str...ate e portarle a compimento solo per metterci allo stesso livello dei paesi più ricchi e potenti, che se no, ahiahiai, ci calpesterebbero?
Ma chissenefrega a questo punto di uscire dalla rete europea!
Machissenefrega se l'America bum bum, ci offre posti di lavoro!
Machissenefrega del Libano e dell'Afghanistan e dell'Iraq: perchè allora non mandiamo i nostri soldati anche in USA o in Russia o in Israele o nel nostro meridione?
Le armi non portano mai alcuna cultura-ragione da nessuna parte, e senza cultura c'è solo distruzione, altro che democrazia, lotta al terrorismo: imparare a cambiare le cose con lentezza, gradualità, comprensione del diverso, disponibilità, capacità all'ascolto. Altrimenti sono solo imposizioni del potere, e peggio ancora se è un potere che viene da lontano arrogantemente, provocando così solo altro odio e reazione violenta ai popoli, agli individui che invece dovrebbero vivere la propria vita autogestendosela il più possibile a seconda del proprio contesto specifico che solo loro possono davvero conoscere e tentare di cambiare per primi, e ben volentieri accetterebbero l'aiuto altrui se l'altro si avvicinasse con umiltà e voglia di capire per davvero, senza alcun interesse economico-dittatoriale!
Machissenefrega dei partiti-individui magnasoldi(da una parte e dall'altra: cioè idem con ipocrisia), del governo e dell'opposizione (stesso pappone dall'aroma chimico che dà un'apparenza di gusto diverso), quando questi hanno solo privilegi che chi li ha votati si possono solo sognare: e questo "piccolo esempio" dovrebbe bastare a far capire la malafede di chi "dovrebbe" garantirci una vita vivibile.
BASTA FARCI DROGARE DALLA PUBBLICITA', DAI TG, DAI TALK SHOW, DAI CABARET COMICI SEMPRE PIU' NUMEROSI E PATETICI, E DALLA FINTA POLITICA CHE CAMMINA 100 KM SOPRA LA TESTA DELLA GENTE, APPESA AL MEMBRO DEL DIO DENARO!

RESET come Anarchia

AracNiK

Nicola Morella 21.02.07 01:42| 
 |
Rispondi al commento

La lotta armata produce solo dittature ed è storicamente fallimentare ma una riflessione come la tua l'ho fatta subito dopo l'annuncio per televisione.
Giuro, mi è venuto spontaneo pensare che queste persone, che probabilmente hanno votato questo governo nella speranza che cambiasse qualcosa, si sono scoraggiate ed hanno pensato che per risolvere le cose in Italia non resta che questo.
Mi convinco sempre di più che quei furbetti che sono a Roma e che si fanno chiamare onorevoli sono d'accordo ed hanno capito tutto dalla vita, dividi e impera oggi vai tu che domani toccherà a me.
Dobbiamo cambiare radicalmente queste persone, impossessarci di nuovo di un parlamento con persone capaci e che pensino veramente all'interesse della nazione e non ai propri.
Per farlo si dovrebbe però cambiare la legge elettorale (altrimenti sono sempre loro a decidere chi deve occupare le poltrone)..........ma la legge elettorale la dovrebbero cambiare loro e figuriamoci se rinunciano ai loro bei cadreghini.........è il gatto che si morde la coda; forse hanno ragione quei debosciati.

Luigi G. Commentatore certificato 21.02.07 00:36| 
 |
Rispondi al commento

beppe!!! mi stupisce quello ke dici! una delle tue frasi principali è: siamo nel 2006 e ancora succedono cose del medioevo!!! BENE ALLORA ADESSO IO DICO: SIAMO NEL 2006 E AFFRONTIAMO I PROBLEMI CON RIVOLTE TERRORISTE, CON OMICIDI, CON VIOLENZA???? LE BRIGATE ROSSE NON VANNO GIUSTIFICATE PUNTO E BASTA!!! SIAMO UOMINI NON BESTIE PRIVE DI INTELLIGENZA CHE NON SANNO RISOLVERE QUALCOSA SENZA LA VIOLENZA!!!!!

giovanni de ghantuz cubbe 21.02.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

la stessa sera dell'operazione anti terrorismo, peraltro lodevole, uno dei pluri condannati con sentenza definitiva siedeva ospite del salotto buono di Vespa, lo stesso politico incaricato di formare i quadri giovanili del partito nelle cui liste è stato eletto, piccoli giovani crescono.....bene....
credo non ci siano ulteriori spiegazioni di quelle che hai deto prima per giustificare il riemergere del fenomeno terrorismo soprattutto nel sindacato.

sergio giuli 20.02.07 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Storia magister vitae
Corsi e ricorsi storici
scenari diversi problemi sempre uguali
già affrontati molte volte in passato con successo
è deleterio guardarsi sempre le punte dei piedi a meno che non si usino per girare le pagine di un libro di storia (serio) tipo il Villari.
oh valentina!

Aldo Bassi 20.02.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

La disperazione gioca brutti scherzi; sono comunque contraria ad ogni forma di violenza, ma sono consapevole che non è per nulla semplice la situazione che si sta delineando.
Conosco molta gente che pur di lavorare, e non solo al sud, è costretta a rimanere in nero altrimenti a fine mese non mangia. Molta gente che è ancora sfruttata sul lavoro e che non ha la possibilità di richiedere i propri diritti.
Non so quali siano le opzioni per driblare questi sopprusi. Però credetemi si arriva ad andar giù di matto quando hai un affitto, e delle spese da affrontare, spese non di svago bensì di semplice sopravvivenza.

Valentina Gaglione
Valentina Gaglione

Valentina Gaglione 20.02.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento

E questo no, e quello neanche..., una rivoluzioncina? no eh? a quest'ora dopo mangiato! col film che incombe!

aldo bassi 20.02.07 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E questo no, e quello neanche..., una rivoluzioncina? no eh? a quest'ora dopo mangiato! col film che incombe!

fulvio bassi 20.02.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Sindacato, tessera, e perchè farla? mah forse per mantanere il loro carrozzone, ma visto che nessuno + la fa.... beh han trovato un modo per sostenere il carrozzone anche da chi non vorrebbe e come? Pensioni integrative col TFR nostro, ma bravi, ma perchè non avete chiesto a NOI LAVORATORI se siamo d'accordo? Perchè non avete spinto per una opzione in + che a nessuno poteva far male e cioè i soldi li volgio io e me li gestico come voglio???
Beh grazie di cuore per avermi portato via il tfr e spero di riuscire a pagare sempre il mutuo perchè se perdo il lavoro per 2 anni non mi date i soldi per salvaguardare il mio futuro e intanto mi son perso la casa... perchè non ho pagato il mutuo... bella mossa EH
Ah per non parlare dei 730.. esistono solo per mantenere carrozzoni, come mai son cosi complicati???
Vabbe se un sindacalista vuol rispondere, sarebbe bello sapere cosa pensa in merito...
ma tanto so già la risposta.. ahahah

Giorgio 20.02.07 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Attenti a non recitare la parte di quelli che stanno sempre fuori dal coro o che vedono ciò che gli altri non vedono. Attenti a non contraddire ciò che pensiamo sull'inutilità della violenza in Iraq e ovunque ci sono gli...americani.
Io vorrei che fossimo coerenti sempre: la violenza è sempre violenza e nessun motivo sociale può giustificare il ricorso all'uccisione del proprio avversario politico. Le BR sono solo degli assassini e NON vanno capiti !

Alberto Maravigli 20.02.07 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Vi informo che uno dei ragazzi fermati lavorava in una piccola azienda (a Cinisello) in cui lavora mia sorella; che mi ha detto che era un bravo ragazzo ed un lavoratore modello...

Marco Perrone 20.02.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Non so perchè,ma non mi stupisce troppo tutto ciò ...
Da che mondo è mondo e l'uomo è uomo i "forti" sono pochi,mentre i "deboli" sono molti ...
Da che parte è più facile che ci siano colpi di testa ? Statisticamente dai più deboli,ed è grazie a loro che ci sono le rivoluzioni: faranno male ad un sacco di gente,ma servono per avviare un nuovo ciclo storico ...
Capitemi bene: SONO CONTRO LA VIOLENZA,ma questa è la mia lettura della storia ...
Perciò non stupitevi di questo e siate grati che viviamo in un paese dove i deboli (compreso me)
si lasciano infinocchiare senza troppo spargimento di sangue: un altro Mussolini non lo vorrei (anche se sarebbe necessario per una presa di coscienza da parte dei "penso bene perchè è comodo") e nemmeno una rivoluzione (solo che sembra che i "forti" non ne vogliano sapere di far parte con i più "deboli").

Tutto ciò mi mette di malumore e mi toglie l'appetito
Comunque ciao a tutti e che nessuno faccia colpi di testa

Matteo Pertegato 20.02.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Allargandoci sino ad arrivare ad oggi: E se le br o la parte + trucida dei loro componenti non fossero realmente BR ma altro?

fabio lenino 20.02.07 21:17| 
 |
Rispondi al commento

scusate dico la mia,non capisco,ma voglio capi'...dunque lavoro da 25 30 anni??... mha! me lo sono dimenticato.in questo mondo del lavoro ne ho avute di fregature ed ho imparato una sacrosanta verita'E'INUTILE tutto questo perdiamo tempo sono sicuro che chi manovra il tutto non si scoprira mai, che siano i politici sindacalisti uomini di successo o conosciuti vari.So troppo furbi a noi ci restano che le parole i dibattiti ma e' inutile andra sempre avanti cosi
perche ci sono tante sigle di sindacati voglio capi?forse un unico sindacato sarebbe troppo forte?e magari andrebbe troppo in culo ai padroni?e farebbe troppo gli interessi degli operai?voglio capi?cosa è la destra è la sinistra qualcuno me lo spieghi gruppi uniti di persone che fanno gli interessi di un singolo uomo potente ,gia perche loro si uniscono loro hanno capito come funziona l'unione fa la forza
ma chi fa la forza della gente che lavora che ha figli, famiglia, paga e non solo le tasse ,tutti schierati ma verso chi? non certo verso i lavoratori quelli che davvero mandano avanti sto cazzo di paese ,brigatisti, terrorismo,il clima che cambia,lo scontro di culture ,ci annebbiano la mente con queste cose ....penateci il grande "burattinaio" è sempre li.

gennaro minieri 20.02.07 21:11| 
 |
Rispondi al commento

In Svezia stato autenticamente democratico 1+1 può veramente fare 2.

In italia repubblica democratica delle banane non penso.

Credo che dal dopoguerra ad oggi si sia sempre giocata una partita sporca e perversa.

Non è facile giudicare ed arrivare a conclusioni di verità ineluttabile, basandoci solo su quel che sappiamo.
Ma che sappiamo, c'eravamo?
No, ce l'ha detto qualcuno, ma sempre per bocca dei media di stato.

Noi possiamo fare delle ipotesi: X esempio

Se fossero stati sobillatori dei servizi segreti negli anni '70, nelle manifestazioni degli operai, chi dalle parole passava alla violenza;

Se fossero stati:
sobillatori-questurini-se dicenti black blok a genova alcuni di quelli che spaccavano le vetrine;
insomma,
Se questo fosse stato il metodo per screditare la contestazione, perchè non porsi il dubbio se ciò possa essere accaduto anche negli anni '70 anche all'interno del sindacato + ingombrante e scomodo in Europa?

Ovvero se non si fosse trattato di veri brigatisti ma di qualche dipendente statale (leggi agente dei servizi deviati, infiltrato) che avesse voluto creare imbarazzo e far abbassare i toni alla CGIL?

fabio lenino 20.02.07 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Sei contro la riforma delle pensioni?

Sei "conservatore" in materia di diritto del lavoro?

Sei "critico" nei confronti della democrazia delle facce dimmerda che si arrogano il diritto di essere rappresentativi con una legge truffa?

ALLORA SEI ATIGUO ALLE BRIGATE ROSSE.

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

I berlusconisti di sinistra si scatenano. I loro proclami di terrorismo vero viaggiano sull'etere.

Cosa Nostra ha vinto!

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Le operazioni più sporche si fanno sempre in nome della sinistra.


E i servi sono la loro arma.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Per me questi "DIPENDENTI" bisogna licenziarli in tronco senza nemmeno un preavviso , motivazione: LADRI,BUGIARDI,INCAPACI,PREGIUDICATI,ECC.
Pero' mi e' sorto un dubbio , se li licenziamo prenderanno anche la disoccupazione?????? Ahhhhhh ho capito aspettiamo che si dimettono loro ......

stefania auletta 20.02.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
questa non è una notizia che prenda proprio del in contropiede un operaio attualmente.. o meglio: si fatica a credere che delle persone abbiano preso la decisioni di armarsi e progettare di far del male, però non che non lo abbiano mai pensato.
la cgil normalmente, che io sappia dalla mia esperienza personale, è la parte più estrema (anche se il concetto è esagerato) dei sindacati: oggi questi signori non ne possono più.
Troppe le differenze da persona a persona nel nostro posto di lavoro e nella nostra società..
come giustamente nominata, la legge Biagi è stata un'ulteriore mazzata contro un operaio.. chiedevi solo: come fa un operaio con un contratto a tempo determinato a richiedere un mutuo per garantire una casa e una vita ai suoi cari??

Ennio Sponga Commentatore certificato 20.02.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe..
cari ragazzi..questo è il parco buoi dei poveri..

non si possono giustificare assolutamente attentati brigatisti..

riflettiamo però su come la l'ignoranza e la disperazione continuino a sfornare carnefici e vittime...

caspita sig.ri in blu,nero,rosso..

trà un pò vi rimarranno solo le ossa da spolpare..

e poi?inizierete trà di voi?

speriamo nella lungimiranza di chi è chiamato a difendere il popolo..il lavoro...l'equanimità..

forza Beppe...

onofrio amendola 20.02.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da tempo ti seguo con attenzione ed interesse. Condivido molte tue battaglie e, da elettore di sinistra parzialmente inc..zato, molte tue critiche all'attuale compagine di governo. Sono però anche un iscritto alla CGIL e, per una volta, non sono d'accordo con te. Non lo sono perchè credo tu commetta un grave errore quando dici che "nessuno si chiede perche dei sindacalisti sono diventati brigatisti". Purtroppo, caro Beppe, ce lo chiediamo in tanti alla CGIL ma non credo che la risposta sia semplice (o superficiale) come quella che tu dai. Premesso che credo che un terrorista sia un terrorista e basta (anche se addosso gli si trovasse un vangelo o la tessera dell'AVIS) credo che il tuo errore stia soprattutto nel non considerare la storia di una organizzazione democratica e civile come la CGIL. Il prezzo enorme, in termini di vite umane, che ha pagato in un secolo di vita per difendere i lavoratori e l'enorme azione di stimolo che svolge verso i governi (di qualsiasi colore. La CGIL ha da sempre lottato contro chi, anche dal suo interno, ha tenuto comportamenti pericolosi (ti invito a dimostrare il contrario). Spesso è stata lasciata da sola in numerose battaglie e denunce. Credo infine che la CGIL così come tante organizzazioni democratiche sia composta da uomini. Da uomini buoni e da uomini meno buoni. Posso assicurarti però che la stragrande maggioranza di essi sono PERSONE che vivono giornalmente, e gratuitamente, la propria esperienza sindacale con il solo ed unico scopo di rappresentare il sempre più bistrattato mondo dei lavoratori dipendenti. Non sempre si riesce a vincere e qualche volta si sbaglia pure ma, credimi, la maggior parte di essi lo fa con onestà, abnegazione e spirito di sacrificio.
Saluti

Giuseppe La Sala 20.02.07 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono a favore delle BR..è brutto da dire però sinceramente non vedo altra soluzione che nell'attaccare i poteri forti che tengono sotto scacco la povora gente!!!

Emanuel Marcon 20.02.07 20:25| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE NON SCIOGLIAMO LA CGIL?

greg sarna 20.02.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

poveri ricchi, potenti, governanti; con il loro dio denaro tengono le redini dei popoli della terra, e se qualche operaietto schiatta per il lavoro o sul lavoro cavoli sua, ma se qualche operaio senza alternative si incavola e li vuole piccionare, è un terrorista. O GRILLO BASTA DARE SENTENZE DAL BLOGG, SE CI VUOI VERAMENTE AIUTARE, DEVI SCENDERE IN CAMPO CON LA GENTE,SCHIERARTI,ALTRIMENTI CI FARAI FARE SEMPRE RISATE AMARE, AMARE COME LA BILE DEL FEGATO.Forza Beppe si può fare grandi cose, ma ti devi sporcare le mani con tutti noi.

nicola genovesi 20.02.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

E se, puta caso, anche le democratiche elezioni fossero sempre state taroccate?

Maurizio Lumera 20.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

le br sono contro la cgil e il sindacato .si infiltrano solo per raccogliere e reclutare gli scontenti e imbecilli vari
con il mondo del lavoro e della contrattazione e dei diritti non centrano una mazza
sono dei semplici idioti

mimmo primo 20.02.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

condivido interamente il contenuto dell'articolo -
non ho condiviso invece l'atteggiamento a mio avviso blando del sindacato nel rispondere a quella politica che più o meno apertamente ha accusato la cgil di essere un covo di br.
non si può rispondere solo chiedendo scusa e dire cose ovvie anche se vere come il fatto che la cgil è un baluardo al terrorismo - bisognava rispondere alla politica anche di guardarsi prima in casa propria visto che non riesce a liberarsdi di delinquenti NOTI che bivaccano apertamente al suo interno come per esempio il condannati in via definitiva e che ancora siedono in parlamento

bruno manni Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe....quello che tu dici non mi piace.Io sono sicuro che dopo l'arma e i carabinieri ci siano i sindacati...ma non posso minimamente pensare a giustificazioni di tale atto.E' troppo grave.....forse perchè quello che combattono è troppo grave....e allora cosa si è risolto o si sarebbe risolto???NULLA!!!!Sarà pur banale ma è l'amore per lo stato che ti fa redere impossibile fregarlo...nussuno frega una cosa a cui tiene!se i rappresentanti delle istituzioni sono incompetenti è "solo" colpa del cittadino in quanto se pur non rappresenta la perfezione,le elezioni rappresentano la volontà del popolo.Allora che popolo siamo se non capiamo o peggio non sappiamo il marcio che ci circonda?Le sono qualche cosa che affronta un problema nel modo più veloce ma che va contro a qualsiasi principio democratico e sociale...non contano le Br o Berlusconi o Prodi per mettere in carreggiata l'italia ma far riflettere le persone e per far questo è fondamentale la cultura di un popolo;e la nostra rispecchia la libertà di stampa che abbiamo!Questo secondo me....

Alessandro Gialdi 20.02.07 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Che caspita dici fabbri'?
Cos'è il terrorismo fabbri?
tu sei terrorizzato dalle br?
io no!
chi ha la coscienza sporca, si!
e ti dice che loro sono i cattivi, che la violenza va bandita, è peccato vergona: perche a sta gente qui in italia gli puoi dire di tutto, manco ti sentono, dove invece cominciano a impensierirsi e solo quando gli toccano la salute.

Io deploro la violenza.
Ma oggettivamente secondo me le cose stanno cosi
sono tutti terroristi?
Chi semina la morte tra gente inerme è un vigliacco oltre che terrorista.
Ma puo essere che appena si torce un ca capello allo status quo si diventa di botto terroristi.

Io non credo, sarebbero stati terroristi anche i partigiani, e prima ancora I carbonari, i cospiratori che sognavano l'italia unita.

Mettiamoci nei loro panni.
sei sfruttato, derubato, truffato, esasperato privato della tua stessa terra (vedi iraq, palestina, cile) c'è sempre qualcuno che per i suoi interessi decide sulla testa di tutti gli altri, sempre, ogni giorno, metodicamente in tutto il mondo: ce ne per odiare, per incazzarsi, per avere il coraggio di prendere le armi.
Ma ripeto bisogna essere sfruttati, per capire, magari non giustificare, ma umanamente capire.

Caspita quando gli stati ricchi uccidono gente inerme per i loro sporchi interessi, in tutto il mondo, nessuno ne dice terrorista o brigatista, o fondamentalista perché?

Paolo Baldi 20.02.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che manca ai nostri governanti è "la diligenza del buon padre di famiglia".
Lo Stato Italiano ha prodotto questi figli additati e tacciati come bestie.
Questi "tumori" frutto di un una società priva d'amore, sopratutto amor proprio, sono lo specchio del "corpo" Italia. Così come nelle casistiche sanitarie, si vedrà il trend in aumento di queste cellule impazzite, perchè chi privo di comprensione e incapace di reagire con altri mezzi, si troverà a rischio di mutamento.

William Shakespeare disse "E' davvero un buon padre quello che riconosce il proprio figlio".

Buoni padri qui nada de nada.

Alessio Moretto Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Sembra impossibile, ma sempre nei momenti cruciali saltano sempre fuori: le BR, gli anarcoinsurrezionalisti, ecc. e noi dobbiamo sorbirci tutte le fandonie televisive che tutti sono contro la violenza, dobbiamo lottare contro la violenza:
MA LA VIOLENZA DI VEDERE CHE
NEGLI OSPEDALI ITALIANI SI MUORE PER INEFFICIENZA

CHE PAGHIAMO TANTI FANNULLONI AL PARLAMENTO ITALIANO CON 17.000 EURO MENSILI MENTRE I NS. RAGAZZI CON 900 EURO LI MANDANO A CASA

CHE PAGHIAMO STIPENDI E AUTISTA A GENTE COME FAZIO, PREVITI ECC.

CHE UNA CAUSA DA NOI NON FINISCE MAI

CHE LA GIUSTIZIA E' SOLO PER I RICCHI-PER I POVERI NON C'E' LA PRESCRIZIONE

MA VOGLIAMO LOTTARE PER FAVORE ANCHE CONTRO QUESTA VIOLENZA

gio bandenere 20.02.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Messaggio su vicenza

Qualcuno può dirmi perchè gli extracomunitari di Vicenza non hanno sfilato?
A Vicenza, dicono , ci sono 20.000 extra, 20% della popolazione e quasi tutti di colore.
Ho rivisto varie volte la sfilata, ma non ne ho visto UNO?
Possibilità:
- sono cieco o distratto
- gli extra hanno preferito defilarsi...hanno altri problemi
- qualcuno..li ha consigliati a stare a casa (sindacati?).

Sarei felice che qualcuno mi potesse smentire ed indicarmi dove erano e sotto quale striscione manifestavano!

Ciao gente: meditate,meditate

carlo negri 20.02.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto penso che B.Grillo potrebbe dire qualsiasi amenità che avrebbe il suo gruppetto di ultras pronti a difenderlo ad ogni costo ed in ogni caso.
Caro sig.Grillo la cavolata (scellerata pericolosa) sta nella frase:
"...capire perchè nella CGIL si annidassero dei pericolosi brigatisti. O più semplicemente delle persone che, sbagliando, non vedevano altre vie."
in quanto è sbagliato pensare e considerare questi terroristi qualcosa come degli "intellettuali armati" oppure degli "strmati difensori dei deboli" essi sono e vanno considerati solo come VOLGARI ASSASSINI DI PERSONE INNOCENTI!
Questo sono e questo sono sempre stati.
Loro si nascondono dietro l'eloquenza per una bramosia di potere e per una rabbia che portano con se, una frustrazione dovuta più a delle carenze di amore proprio e nei confronti del mondo che per un obbiettivo di giustizia ed uguaglianza (O.Scalzone docet).
Quindi per favore meno filosofia e più rispetto per i cittadini VERAMENTE pacifici

Fabrizio Bozzetto 20.02.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

15 province in 15 anni
(http://www.aduc.it/dyn/macromicro/art/singolo.php)

Il numero dei "rappresentanti del popolo" in Italia tocca quota 150 mila: giudicato dai piu' eccessivo. Oltre ai quasi 1.000 parlamentari nazionali, si contano 78 parlamentari europei, piu' di 1.000 consiglieri regionali, oltre 3.000 provinciali, quasi 120.000 comunali e oltre 25.000 tra consiglieri circoscrizionali (nelle grandi citta') e delle comunita' montane.

A questi incarichi elettivi si aggiungono quelli di governo (assessori, ministri, ecc.) e una massa di consulenti. Una stima per difetto porta il numero vicino al mezzo milione di persone che percepiscono una retribuzione per la loro funzione politica: l'1% degli italiani, pagato dalla collettivita'. Una percentuale enorme, con costi che si aggirano sui 2 miliardi di euro all'anno, che i cittadini pagano versando tasse allo Stato o agli enti locali.

A cosa servono le oltre 350 comunita' montane che finanziamo (12.500 consiglieri)? A nulla. Hanno forse rivitalizzato i comuni montani? No. La popolazione in questi borghi continua a decrescere. Perche' non si aboliscono? Boh!??

Anche quando tutti concordano su: "le province sono enti inutili", nulla cambia, anzi aumentano di numero. Basta l'interessamento di un politico locale e la speranza di avere qualche posto di lavoro "sicuro" in zona per rendere quasi impossibile fermare la deriva.

Eppure il mantenimento in vita delle province rende impossibile governare il territorio nelle Aree metropolitane, previste da anni, ma mai decollate. Se occorre decidere il tracciato di una nuova arteria stradale attorno ad una citta' media come Firenze, hanno voce in capitolo ben 44 consigli comunali e il consiglio provinciale.

Una speranza c'e': che i cittadini si rendano conto che una parte di quei 2 miliardi di euro all'anno, potrebbe essere risparmiata con vantaggi per il portafogli e per l'efficienza del sistema.

Aboliamo le comunita' montane, aboliamo le province.

Carlo Casella Commentatore certificato 20.02.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa classe politica fa schifo perchè noi li abbiamo eletti, questa immondizia è da 30 anni tra di noi perchè ce li mettiamo, non potremo mai avere uno Zapatero, non ce lo meritiamo.

massimo rocchietti 20.02.07 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno, nei commenti letti, giudica il tuo post come a difesa dei terroristi, allora io l'ho riletto. Forse con impeto volevi far capire ai tuoi lettori che in giro, non solo nei sindacati, ci sono molte persone inc...te. Verissimo! Le reazioni umane a quanto ci circonda sono svariate, MAI giustifico la violenza, ma comprendo quanti non ce la fanno più. Tutti si sono scagliati contro l'attuale Governo, in un modo così irruento da farmi pensare dov'erano tutti quando il nano legiferava per sè e per i propri "amici" e perchè allora andava tutto bene. All'inc...tura di allora si è aggiunta questa protesta infinita al Governo di adesso, pochi ricordano quello di prima.
Questi pochi balordi arrestati hanno sbagliato, però come dice Beppe, vorrei veder pagare anche tutti gli altri che hanno sbagliato e, almeno, non vorrei più pregiudicati in Parlamento. Le leggi non possono essere varate o votate da chi E' ILLEGALE o lo è stato.
In Sicilia continuano a morire negli ospedali, perchè tanti medici che vi lavorano sono entrati perchè amici degli amici, poco importa se non sono capaci....di questo DOBBIAMO PARLARE: SI MOURE PER TONSILLE E APPENDICITE COME NEL TERZO MONDO!
Scusate lo sfogo

ANNA B. Commentatore certificato 20.02.07 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma siamo ancora alle solite??? ancora a dividere tra bianco e nero (anzi, rosso e nero), comunisti e fascisti, BR e CL?? che palle... Io non so cosa ha in testa il Beppe, ma da qui a dargli del favorevole alle BR, c'è di mezzo un oceano... Come ho già detto, dire "attenti, la gente ne ha le palle piene e la conseguenza sarà il formarsi di nuovi pericoli terroristici" non significa "avanti o popolo alla riscossa"!!! La volete usare quella testa?? la volete liberare da preconcetti e idee inculcate dal Vespa, dal Prodi, dal Mastella, dal Dipietro, Berlusca, ecc ecc ecc????? Ma la storia l'avete mai studiata? o dovete per forza seguire come pecoroni le idiozie altrui... Se c'è un disagio, la gente si ribella. Punto. E' ovvio come è ovvio che se ti scappa e non trovi un bagno, prima o poi te la fai sotto. E attaccarsi all'ovvio per fare del sensazionalismo non è comproducente: le B.R. sono superate... gli anarchici stessi, son superati... come il comunismo e il fascismo... non rivanghiamoli ogni volta... Questi "nuovi brigatisti" son solo dei giovani (pericolosi!) che son stanchi di vedere tutto andare nel modo sbagliato! Son dei giovani che vedono degli adulti LADRI che si intascano soldi della COLLETTIVITA', a danno dell'ambiente, della salute e del nostro futuro... son giovani che non sentono vicine le istituzioni... e se i giovani s'incxxano, allora vuol dire che hanno ragione... La violenza è inammissibile, sempre, ma se io becco uno che mi sta rubando la macchina, gli rompo naso e un braccio, chiamo la polizia e lo faccio arrestare... ma se a rubare sono i politici pregiudicati autoeletti e protetti da immunità? come si fa? Non perdetevi in giochi demagogici: se si vuole evitare il peggio, bisogna comportarsi bene. E da 40 anni a oggi, hanno mangiato mezza Italia, lasciando dietro solo rifiuti, inquinamento, e MORTE. Perchè la gente sta GIA' MORENDO, uccisa da leggi idiote sul PM10, inceneritori, ecc... siamo già in guerra per la NOSTRA INCOLUMITA'!!!
Svegliatevi!

Claudio M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai che il prossimo obiettivo è già stato individuato: l'Iran. Per poi sentirci dire per l'ennesima volta che siamo *antiamericani*.

Domanda ma perchè la base USA di Vicenza non la ampliano ad Arcore o a Bologna sotto casa del mortadella? Oppure a casa di quello squallidume di Fini e del suo fedele intrattenitore Gasparri? Oppure ancora a casa di quella porcella della Santanchè, oppure ancora nel condominio di d'Alerma, sempre che quel maiale grasso di Calderoli non la voglia tutta per lui. Ah si questi sono gli omuncoli che ci rappresentano per una sana ed equa divisione sociale.

Michael Levi 20.02.07 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Si ricomincia a parlare di compagni che sbagliano.
Non ci resta che aspettare per contare i morti.

eugeniopirisi del balzo 20.02.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Queste sono parole sante.
Beppe , hai colto nel segno.
Vi siete chiesti perche' sono tutti dei giovanissimi queste nuove BR?
Perche' se un giovane guarda avanti e riesce a immaginare cio' che gli si parera' innanzi l'unica cosa che reputa logico fare e' imbracciare il Kal....
Meditate gente, meditate.

mauro cicognani 20.02.07 16:40| 
 |
Rispondi al commento

dopo questo post non farai più parte della mia posta...io mi vergognerei. Basta! niente può giustificare il terrorismo!!! Da te mi aspettavo una voce fuori da un coro dove la sinistra non ha mai del tutto rinnegato il terrorismo, anzi velatamente l'ha sempre giustificato

silvia pezzoni 20.02.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma i brigatisti che hanno ucciso Biagi non sono forse in galera? Mentre la Franzoni è comodamente seduta sul divano di casa a guardare TV e mangiare nutella.
Questa è forse la tua visione di giustizia?

Michael Levi 20.02.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Biagi è stato ammazzato dalle BR. Biagi era stato indicato da alcuni sindacalisti e politici come un nemico del popolo. Biagi è stato ammazzato.Lei signor Grillo, continua a indicare Biagi come "nemico del popolo" e a giustificare la violenza usando quel linguaggio fanatico che divide il mondo tra bene e male, buoni e cattivi, amici e nemici. Biagi era per i brigatisti un simbolo del male e come simbolo è stato abbattuto : punirne uno per educarne 100.Trasformare le vittime dell'odio da esseri umani in oggetti è il primo passo che ha portato da sempre alla loro morte. Tra i 25 deputati condannati in via definitiva ci sono anche ex terroristi che ragionavano allora come lei ragiona oggi. Le ricordo che i terroristi prima di sparare pallottole ,spararono c.....e. E lei si è incamminato sulla stessa strada. Trovo interessante poi questo suo doppiopesismo tra il giustificazionismo per i suoi "amici rivoluzionari"(il Bene) e il giustizialismo per i suoi "nemici borghesi, capitalisti e liberisti"(il Male).In questo ritrovo in lei una caratteristica tipicamente italiana, quella che la legge si applica ai nemici ma la si interpreta con gli amici. Le campagne contro le morti sul lavoro o contro una giustizia di classe non hanno bisogno di violenti impotenti e dei loro portavoce ma di ispettori più numerosi e rigorosi(le leggi ci sono),che facciano il loro mestiere e di finanziamenti alla giustizia di stampo europeo. No alla violenza. Senza "se" e senza "ma".Lei è un comico,o almeno, questo lei dice di se stesso quando qualche giornalista la prende troppo sul serio.Ma in altri momenti si presenta come un capopopolo che ha la verità in tasca e che indica la strada.Lo strano caso del Dottor Jekyll e Mister Hide? Credo di non essere il solo a pensare che forse questa sua schizofrenia è voluta, per poter meglio scagliare la pietra e poi nascondere la mano.In fondo in Italia, anche i fanatici tengono famiglia!

roberto graziani 20.02.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I contratti di oggi rappresentano il nulla cosmico, come i sindacalisti. Mi piacerebbe avanzare l'idea di un movimento di scioglimento dei sindacati. A cosa servono al giorno d'oggi? Che ragione hanno di esistere il PC o Rifondazione Comunista? Ma dove stanno i grandi movimenti della lotta operaia se gli operai oggi, come sostengono, fanno davvero tanta fatica per vivere? E già che ci siamo aspettiamo sempre che siano creatii movimenti riformisti dei Call Center, promessi e mai creati. Bertinotti, Epifani se ci siete battete un colpo che due sono troppi.

Michael Levi 20.02.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente anche io certe volte ho pensato davanti a tanta impotenza "a se ci fossero le B.R."perchè veramente in questo stato democratico dove se hai potere puoi se sei della gente non puoi nulla ,Ne con il voto ne con le organizzazioni sindacali e no.(buoni ci dicevano sull'aumento dei treni del gas, luce,acqua,ecc. perchè adesso arriverà la busta paga. E' arrivata e i sindacati sono fuggiti i comunisti rintanati,ed io che non riesco a pagare il canone rai per poter dare milioni ad amici di politici di turno ed a Pippo.Scusate ma Berlusconi non l'aveva fatto.Con il solo ticket pagato per far visitare mia figlia caduta al pronto soccorso mi sono giocato tutto l'aumento di un anno sig. Prodi.Ma capisco che i compagni Agnelli Pirelli Tronchetti Della valle,siano felici delle sue posizioni.Questo e tanto altro per dire dove sono come ci si può far parte.LA RABBIA: poi passa e sei sicuro che non lo faresti perchè rispetti non la persona ma la VITA e allora no non possiamo per nessun motivo accettare ne il mafioso ne il delinquente ne il brigatista perchè la vita la mia e quindi quella di tutti gli altri è sacra Corrado

corrado spinelli 20.02.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

C'è una profonda differenza tra il comprendere e il giustificare.
Trenta, o forse quaranta anni fa si diceva che "la violenza non è nè buona nè cattiva, la violenza è". La nostra è una società profondamente, inconsapevolmente, endemicamente violenta.
E'inutile, ipocrita, idiota scandalizzarsi per questo. Il governo degli uomini nasce dalla, con, a causa della violenza. Ma non per eliminarla. Per monopolizzarla. Esercitarla in modo assoluto. Non importa per conto di chi o per quale ragione. Non è forse violenza il carcere? Il diritto non ha in fondo uno strettissimo legame con la violenza?
Trovo che chi cerca di cambiare lo stato di cose presenti tramite essa fa nulla più che una scelta. Personalmente la trovo sbagliata, se non altro strategicamente. Un collettivo cinese ha recentemente sostenuto che questa non è un'epoca di grandi rivolgimenti politici. E'un'epoca di riflessione ed elaborazione. Di Teoria.
Eppure davvero credete che se tra cinquanta o duecento anni sarà necessaria una nuova rivoluzione essa riuscirà davvero ad essere non violenta? Fino a che punto sarete, saremo, saranno capaci di sopportare una qualsiasi forma di violenza (che si può esercitare in molti modi, non tutti illeciti), prima di utilizzarla noi, voi, essi stessi?
Oggi nessun popolo dell'Occidente possiede i mezzi per mettere in pratica un rivolgimento sociale che possa chiamarsi rivoluzione. Ed è per questo che c'è chi si straccia le vesti per quattro deficienti con un fucile, e chissà quanti innocenti tirati in mezzo. La logica dell'emergenza. E'così da quarant'anni.
L'unica arma che possediamo oggi. L'unica davvero letale se usata nel modo giusto è la tastiera sulla quale scrivo.
Una volta vinto non c'è bisogno di combattere. per questo bisogna vincere prima di scendere in campo. Da vincitori.
Del futuro.

Edoardo Petrelli 20.02.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

e caro beppe quante verita' dici, in italia esistono due leggi quella inflessibile per i cittadini di serie "B" e quella per i potenti che è di serie "A" ORA mentre quella di serie "A" cioè quella che riguarda politici,avvocati, notai,
professionisti,o pseudo tali, la legge è fatta in modo molto interpretativa cioè loro possono trovare tutti gli appigli possibili per scansarsi una condanna, è fatta apposta per loro.
Poi cè l'altra legge quella di serie "b"dove li le maglie della giustizia sono inflessibili,rubi un pollo perche hai fame,cinque anni di carcere, mette una firma falsa,dieci anni di carcere,e li non si scappa, e questo perche la gente non capisce che sè deve commettere un reato deve commetterlo in modo che abbia una grande risonanza cosi tutti ti invitano in televisione,mi chiedo in che mondo viviamo che messaggio diamo alle nostre generazioni,perche non possiamo vivere in un mondo dove tutti rispettino le leggi e dove non si possano capovolgere le leggi che uno stato emette.
io non credo di essere un uomo ingenuo,ho inculcato nei miei figli l'onesta, il rispetto delle leggi,ed il rispetto del prossimo, ma non pensavo che solo certa gente doveva attenersi a queste regole,e gli altri potevano fare tutti i reati che volevano tanto con dei buoni avvocati tutto si sarebbe sanato,in questo modo creiamo degli alibi in chi è facile preda di tutte quelle persone che vivono hai margini dell'illegalita'

giovanni smimmo 20.02.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di sindacalisti…
Bertinottii …noi stiamo aspettando! Le promesse …si devono mantenere!
Ci si domanda perché dal sindacato escono “adepti” per le brigate rosse: non è difficile da capire !
Chiunque abbia letto un contratto di lavoro degli anni 60/70, e lo confronta con i 5 punti della riforma Biagi,
si può rendere conto degli enormi passi indietro, in termini di garanzie e tutele, che i lavoratori hanno subito negli ultimi 30 anni. Signori sindacalisti al governo guardate che non ci basta mettere in discussione se il call center è in regola oppure no, la legge sul lavoro vi siete impegnati a cambiarla, ne avete fatto un "caposaldo" in campagna elettorale. Certamente nessuno si sogna di ritornare agli anni 60 (sarebbe troppo bello) quando dopo il colloquio di lavoro, la prima cosa che ti si raccomandava era di portare il libretto di lavoro o di passare all'ufficio di collocamento. "Allora" l'azienda aveva paura ad assumere non in regola, perché il lavoratore avrebbe fatto "la vertenza" e avrebbe fatto rispettare i suoi diritti, che "allora" c'erano!
Forse i giovani che non hanno vissuto il mondo del lavoro degli anni 60 non hanno la percezione di quello che può essere il riconoscimento della dignità del lavoro e magari non conoscendolo non si rendono conto di quello che si è perso in questi ultimi 30 anni. Quelli della mia età (65) lo conoscono bene. Oggi noi che abbiamo lavorato con dei veri contratti di lavoro, percepiamo una pensione dignitosa e che ci consente di aiutare i nostri figli, che anche quando lavorano, non riescono a farcela da soli. Ora signori sindacalisti al governo, si tratta di cambiare delle leggi sul lavoro che hanno raggiunto forme di sfruttamento vergognose per un paese che si dichiara civile.
Giordanoo, Rizzoo! Fate attenzione! Oggi noi siamo ancora i vostri elettori perché crediamo che si possa fare qualcosa: non deludeteci, è la vostra ultima occasione.
Angelo Proietti

Angelo P. Commentatore certificato 20.02.07 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Gino Serio, ti prego utilizza gli aggettivi giusti, la gente come me è comunista, e non Komunista.
Di komunisti in Italia ve ne sono troppi ed anche in questo forum, devo dire che sono in assoluto i peggiori per incoerenza ed ipocrisia.

Altro discorso, la denuncia di Grillo è molto coraggiosa e giustamente provocatoria, dal mio punto di vista chi si definisce comunista non può negare gli intenti rivoluzionari, chi li nega è un falso.
Altro discorso è se adottare strategie che coinvolgano direttamente la massa oppure l'utilizzo di avanguardie (che è il caso del brigatismo e della lotta armata in generale).

Se non riusciamo a parlarne in modo normale di queste cose facciamo il gioco di chi censura di chi continuamente ci schiaccia il capo, di chi ci sfrutta.
Chi comanda è ben lieto di dividere i lavoratori su questi argomenti, inserendo la più volte discussa tematica della violenza politica, mi domando e vi domando: se il sistema democratico non ammette di essere sovvertito, anzi non ammette altro sistema, è sempre democratico? è la volontà del cittadino?
Altra cosa, leggo spesso di gente che dice di non votare, sono d'accordo ma la propria volontà politica in qualche modo deve essere espressa, se non è possibile farlo con il voto (che è spazzatura) è doveroso cercare altri metodi più o meno ortodossi.

francesco guasconi 20.02.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento

VERI TRUFFATORI SONO LE B,anche
che indebitano il nostro paese col signor.Agg.io
leggete e divulgate il libro di m,icla,ve.z e della l.una euro-s.c.h.i.a.v.i
CHIEDETEVI SE SONO RIUSCITI A METTERE A TACERE ANCHE IL NOSTRO beppe CHE RAZZA DI POTERE HANNO QUESTI MANGIA SUGHI.

CERCANO DI DIVIDERCI(DESTRA-SINISTRA;LAV.DIPENDENTI-LAV.AUTONOMI;TITOLARI-DIPENDENTI;)COSI' NOI CI SCANNIAMO PER UN PEZZO DI PANE MENTRE LE B,A,N,C,H,E, CENTR,LI OCCULTANO CAPITALI CHE PORTANO ALL'ESTERO SENZA DICHIARARE ALCUN REDDITO.

POI DICIAMO CHE I COMMERCIANTI O I LIBERI PROF.STI NON PAGANO LE TASSE, QUANDO "LORO" SONO I PRIMI A NON METTRE IN BI.LANCIO GLI EMOLUMENTI DEL SIGNOR A-GG-I-,-I-O-

SVEGLIA!!

E SMETTETELA DI CANCELLARE I POST
CHE RAZZA DI BLO.G E' DIVENTATO? DI REGI.ME?

andazzo gianluigi 20.02.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che sia in discussione il SINDACATO ma i "sindacalisti" oggi per far carriera non servono più qualità,professionalità,motivazioni ma essere RSU.
nello stabilimento dove lavoro capo del personale,capi turno, uffici tecnici etc....
sono tutti occupati da ex sindacalisti e poi
sindaci il presidente del consorzio COSTA SMERALDA
Ragazzi ma basta studiare facciamoci una tessera...

Alessandro Serri 20.02.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento

@@ x Beppe @@

Scrivi:...........
Forse perchè molti sono assunti dopo morti per regolalizzarli?

Dal primo(o 4)gennaio di quest'anno questa pratica è inattuabile.
E questa è una delle poche legge fatte davvero con la "crapa".
Ciao
Joseph

joseph pane 20.02.07 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Si parlava, delle brigate rosse già da quando ero bambino e non riuscivo a capirne il senso, ora che sono adulto, se ne parla ancora e....... ancora, non riesco a capirne il senso; anzi mi si sono complicate ancora di più le idee, visto che sfilano per la pace ed organizzano attentati, sono per caso dei seguaci di BUSH che organizza la guerra per la pace??? perchè non organizzate manifestazioni o meeteng pacifici per chiarire alla gente le vostre idee e farne partecipi tutti o siete come i lobbisti a numero chiso e occultati da un cappuccio tipo ku klux klan.
Mi piacerebbe fondare un partito no destra no sinistra ma un partito popolare per il popolo senza assassini o ladri.......... ma pulito da lavoratori/ci pesionati/te ovvero da gente finalmente seria.

Enzo Grilloparlante 20.02.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO, la violenza NON è giustificabile, ma il raro cittadino attento è estremamente frustrato... Mah, forse il problema base è culturale. Ricordo ancora con fastidio quando, da piccolo, mi si consigliva: "Fatti Furbo !" cioè, frega il prossimo prima che esso freghi te... E' un concetto tipico italiota che vale più o meno per tutti. Sembrerà poco, ma implica un'accettazione di condotta deviata in ogni aspetto della società. Anche a livello inconscio. O no ? ... Ciao Beppe, stanni ben e dagghe drentu !

Gianmaria Valente Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

I sindacalisti "attivi" non sono più in grado di gestire nè il rapporto tra lavoratori e aziende; quelli prestati alla politica (e a che livello! vedi Marini/Bertinotti) non sono più in grado di tutelare i diritti dei lavoratori stessi nemmeno in quanto cittadini.

Se arrivano a dover essere "difesi" da Beppe, che come pochi in questo post hanno capito, cerca di spiegare che è comprensibile (non giustificabile) che alcuni tra loro abbiano abbandonato la via della trattativa a tutti i costi e del compromesso infinito (a rischio corruzione tra l'altro), significa che l'istituzione stessa del sindacato ha perso per sempre la propria identità e credibilità.

Invece di occupare la piazza mediatica continuando ad insistere ad affermare la propria estraneità al fenomeno terrorismo che coltivavano (più o meno inconsapevolmente) in seno, perchè con altrettanta forza non condannano ad esempio il fatto che la FIAT si sta facendo tanto bella con gli azionisti e sui mercati MA COME AL SOLITO SULLA PELLE DEI LAVORATORI, STAVOLTA ALTRI DUEMILA MESSI IN MOBILITA'??????

Servirebbe da parte loro un enorme sforzo di coscienza : guardate le percentuali di iscritti tra i lavoratori iscritti e quelli pensionati e riflettete...quanti lavoratori vanno in pensione e continuano a risultare iscritti senza saperlo?

Hanno assecondato vigliaccamente l'esplosione del mercato del lavoro in mille schegge impazzite di forme atipiche, precarie, non tutelate, vicine allo schiavismo o al caporalato) e poi si lamentano che il mondo giovanile non aderisce alle proposte sindacali???

Per un lavoratore a cui serve assistenza meglio a questo punto metter da parte i soldi della tessera e in caso di bisogno farsi coraggio e avvalersi di un avvocato con le p...e specializzato in cause di lavoro!

Crsitina Mozzi 20.02.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

@@
Terroristi da "arrestare e condannare ai lavori forzati" sono coloro che spingono e impongono a credere in un dio.

"Terroristi sono coloro che,con riti solenni e altre cerimonie,come si addice a dei perfetti imbonitori,riescono ad accreditarsi come unici depositari della verità.Ben sapendo che:
Il monoteismo genera il fanatismo,il fanatismo l'odio e l'odio le guerre".

"Terrorista è colui che,raggiunto il potere,emana leggi solo a tutela di se stesso e dei propri amici e familiari".

"Terrorista è anche colui che,raggiunge il potere promettendo di cambiare le leggi "porcate" fatte dal precedente governo e,poi,se ne strafrega".

"Terrorista è colui che promette di riformare la legge Biagi e non lo fa".

"Terrorista è colui che promette di risolvere il conflitto di interessi e non lo fa".

"Terrorista è colui che prima di essere eletto prometteva:Terremo fede e terremo sempre presente
il programma dell'Unione.
Nel programma,non c'era l'allargamento della base di Vicenza:Fatto.
Nel programma non c'era la missione in Libano:Fatto.
Nel programma non c'era una spesa esagerata per aerei militari:fatto.
Nel programma c'era,ai primi posti,la lotta al conflitto di interessi:NON fatto,non fatto,non fatto".
Joseph

P.s.
PreViti,perchè può andare a Castelgandolfo in villeggatura estiva e no,"da senatore della Repubblica"?
"Grazie compagggneros,la vostra democrazia non mi appartiene!"

Giudici "comunisti" gli hanno concesso i "lavori a domicilio".Ora inizierà,in nome e per conto di Sberluskazz,la trattativa per l'acquisto del palazzo estivo dei papi in quel di Castel Gandolfo.
Scommettiamo che l'acquisterà per poche lirette, come fece con la famosa villa di Macherio?
Il Vaticano,grazie a tanti benefit ottenuti,dal suo sodale e badrone,un favore extra glielo deve.
Joseph

joseph pane 20.02.07 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi a 'Punto donna' sul 3 c'era un bel programmino publicitario su Camp Darby tutto casette zuccherose, musichette allegre e belle ragazze in divisa, che pareva tratto da Confidenze, non il minimo accenno al più grande deposito di armi micidiali USA fuori degli USA, e a quanti morti hanno fatto, una vera sciccheria, ci mancavano i mandorli in fiore e i mandolini, e poi si è parlato naturalmente dei posti di lavoro che queste basi producono, dei guadagni dei commercianti e della felice "integrazione" tra italiani e americani...
Sembra che da 50 anni e più ci portiamo dietro patti militari segretissimi (tanto segreti che nesuno ne fa nulla) che ogni Parlamento ignora e che siamo tenuti a onorare per quanto siano desueti e obsoleti e legati ancora al Patto Atlantico che oggi non ha più alcun senso. E poi parlano di sovranità?!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.02.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Condivido il ragionamento di Grillo. Analizzare un fenomeno e capirlo è fondamentale per contrastarlo. Mi innervosiscono invece i molti commenti fatti di parole aspre e offensive nonchè privi di analisi.
perchè si sceglie di divenire brigatista col fucile sotto il letto? io non lo farei mai. come non mi passerebbe mai nell'anticamera del cervello di farmi saltare in aria su un bus. ma c'è chi lo fa. c'è chi è arrivato a pensare che la lotta armata di 15 persone possa portare ad un miglioramento della propria esistenza! Ma non riesco a scordarmi che in tutto il periodo degli anni di piombo le BR tanto come le formazioni eversive di destra erano abilmente maneggiate dai servizi segreti, italiani ma sopratutto dal servizio segreto militare americano (che non è la CIA). dalle bombe di stato al rapimento Moro, l'inquinamento dei gruppi eversivi da parte dei servizi è stato sempre presente. perchè non dovrebbe essere così oggi? non voglio abbandonarmi a inutili dietrologie o teorie del complotto, ma è anche vero che i vertici dei nostri servizi sono stati recentemente azzerati. e la caduta dei nuovi br è seguita subito dopo.
chi ci sta rimettendo con tutta questa faccenda? il sindacato, i centri sociali e i movimenti antagonisti. Come accadde con i terroristi anarco insurrezionalisti ormai ex mostri da prima pagina, assolti da ogni accusa (pacchi bomba a roma e viterbo, condanne in primo grado fino a 9 anni) con formula piena per non aver commeso il fatto.
Allora ha stramaledettamente ragione Grillo a porsi domande fuori dai canoni, tentando di capire chi cerca la violenza e perche. E se le sue analisi vi sembrano solo cadute di stile chiedetevi come mai un uomo così scaltro dovrebbe farvi il regalo di farsi sfottere per un post.

Diego S. Commentatore certificato 20.02.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avendo letto i precedenti commenti, posso rendermi conto che la forza armata non può essere enfatizzata, ma allo stesso tempo rendiamoci conto che, siamo arrivati a dei livelli di sfascio politico, intellettuale e comportamentale generalizzati dove non serve più (tra l'altro forma democratica)nemmeno non recarsi alle urne con l'intenzione di dimostrare la sfiducia alla classe politica perchè la cosa viene comunque reinterpretata a loro favore.
L'altra alternativa?

ennio olivi 20.02.07 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe....ti stimo...ma stavolta hai messo assieme solo una vagonata di sciocchezze...si vede che tu il mondo del lavoro ( quello di fabbrica..in questo caso) e sindacale non lo conosci...in tal caso sarebbe meglio evitare di esporsi a figuracce. I morti sul lavoro ( una strage!) non c'entrano proprio niente, come pure non c'è nessuna infiltrazione ( non c'è mai stata!): iscritti alla CGIL, o al defunto PCI, che ad un certo punto si abbandonano alla follia della lotta armata (sedicente) non indicano alcuna infiltrazione....nessuno nasce terrorista..e un attimo prima di diventarlo queste persone conducono una vita assolutamente "normale"..per esempio lavorano, e se lavorano in fabbrica sovente si iscrivono al sindacato...e se si iscrivono al sindacato nove volte su dieci si iscrivono alla CGIL...
..In questa occasione mi sarei aspettato da te una "legnata" a tutti quelli che da giorni stanno montando questa sciocchezza tesa ad evocare un'assonanza fra terrorismo e sindacato, e fra terrorismo e radicalismo. Sul sindacato, come pure sul radicalismo, tutte le opinioni sono lecite...sul terrorismo no.

ivano deragli 20.02.07 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Grillo definisce le BR come risposta "sbagliata" a problemi "veri". Risolvendo i problemi "veri" le BR scomparirebbero per mancanza di "ragione sociale".
Mi sorprende vedere come pacifisti "senza se e senza ma" quindi centrati su un principio universale vacillino d'innanzi a chi uccide.
Non esistono "problemi veri" risolti i quali la violenza scompare. E' vero il contrario.
D'innanzi a un mondo con molti problemi quelli più chiari ed evidenti vanno condannati senza "se e senza ma". Ovviamente ciò non esclude che altre questioni siano gravi ed urgenti.

andrea fioravanti 20.02.07 13:06| 
 |
Rispondi al commento

"La corruzione che persegue il denaro e il potere è pericolosa ma è limitata dalla quantità di denaro e potere disponibile, la corruzione che persegue una personale visione del bene, invece, non ha alcun limite ed è molto più pericolosa"

Non ricordo chi l'ha detto, ma mi pare adatto alla situazione. Amici, vi prego, cerchiamo di ragionare con un pò di lucidità:

Grillo cerca di indagare le cause che hanno trasformato dei sindacalisti in dei volgari assassini, le individua nell'ingiustizia del sistema e forse in parte ha ragione.
Ma davvero è tutto qui o invece si può scavare ancora? La reazione all'ingiustizia può forse essere il motore della manovalanza brigatista, di chi fisicamente preme un grilletto, ma siamo sicuri che non ci sia dell'altro?

Nelle azioni delle br c'è qualcosa di molto diverso dalla difesa dei deboli e non parlo solo del modo (che è un eufemismo definire "sbagliato") ma nello spirito.

Si dichiarano difensori dei diritti, ma non hanno avuto rispetto per il diritto alla vita di D'Antona e Biagi, invocano un mondo + giusto ma volevano sopprimere la libertà di pensiero di Ichino, definito "un traditore"

No amici, non è solo reazione all'ingiustizia, c'è anche, a monte, un folle disegno politico, per fortuna oggi irrealizzabile ma non per questo innocuo.
C'è qualcuno, quel qualcuno che scrive le rivendicazioni, quel qualcuno che individua gli obiettivi, quel qualcuno che probabilmente è ancora a piede libero, che insegue la sua personale visione del bene e per farlo colpisce al cuore, oltre che delle persone, gli stessi principi cardine della democrazia che sostiene di difendere

E quello che davvero trovo pericoloso, quello che davvero fa paura, non sono le pistole e i kalashnikov, non sono nemmeno i brigatisti in sè, ma le esternazioni di approvazione e di solidarietà con quegli assassini che molti, più o meno velatamente, hanno espresso in questi giorni

Simone De Prosperi 20.02.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Forse i nostri potici dovrebbero prendere esempio a cominciare dalle piccole cose da alcuni colleghi stranieri. L'esempio che volevo citare ,forse è un pizzico demagogico, ma credo che possa esemplificare il concetto "se predico una cosa..la faccio anch'io" anzi cerco di dare l'esempio. Mi riferisco ai due vice del ministero della salute Giapponese impegnati in un pubblico (su un blog)calo di peso dopo aver lanciato una campagna contro l'obesità.
Ho messo i dettagli sul mio blog oggi ; a chi può interessare questo è l'indirizzo:
www.doctorbebop.blogspot.com

Amedeo Galassi 20.02.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Da "vecchio" militante della CGIL so che le infiltrazioni delle BR purtroppo non sono una novità. La CGIL è una confederazione enorme di sindacati dove la componente più antica, e "operaia" è la FIOM che da sempre ha una componente anarcoide ed estremista: le "mele marce" che il Segretario Epifani vuole epurare.
Ma criminalizzare non serve a nulla, per non tornare alla tragedia degli anni '70, bisogna capire quali sono le radici del terrorismo la matrice antica del "combattentismo operaio". Pochi ricordano che negli anni venti fu' proprio la FIOM ad occupare militarmente interi stabilimenti per mesi, scegliendo la via del contrasto armato contro i padroni e lo Stato: dalle fabbriche vennero cacciati i padroni, con l'autogesione delle maestranze. Poi però il capitale e lo Stato reagirono, gli imprenditori spaventati si allearono con i fascisti, il re Vittorio Emanuele III pensò che era ora di riprendere il controllo ... E venne l'ora tragica del Duce.
Ancora oggi è la FIOM Metalmeccanica e operaia ad esprimere questa tendenza "militare" perchè è nel modo operaio e di fabbrica che la lotta di classe è tuttora acuta. Occorre però anche ricordare chi in CGIL e FIOM, ha pagato con la vita la difesa della democrazia e della tolleranza in fabbrica e negli uffici : Guido Rossa, operaio metalmeccanico assassinato proprio dalle BR nel 1979, e Pio La Torre, segretario regionale CGIL in Sicilia. O quando la CGIL da sola (CISL e UIL si erano svendute al Governo Berlusconi, firmando separatamente) il 23 marzo 2002 - anche contyro il terrorismo - mobilitò e portò in piazza a Roma 2 milioni di lavoratori facendo fallire il "Patto per l'Italia" e l'attacco all'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori: http://www.lomb.cgil.it/art18/foto.htm
Sono queste le vere CGIL e FIOM di cui si deve parlare, ed essere orgogliosi.

maurizio fedele 20.02.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero Grillo ! pensavi che ti seguisse qualche persona intelligente, invece vedi come il sito sia impestato da decelebrati senza humor ed agitatori conservatori. Tutta la mia stima per l´ardire del tuo post e mi spiace per la delusione!

paolo moretti 20.02.07 12:30| 
 |
Rispondi al commento

e un ora che cerco di far inserire il messaggio ma me lo censurano. qualche politico ti controlla? complimenti bravo sei un grande fallito bravo beppe vergognati

giuseppe torrisi 20.02.07 12:17| 
 |
Rispondi al commento

andate a cacare tanto so che lo leggete farò pubblictà contro il tuo blog

giuseppe torrisi 20.02.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento

A volte il tuo essere "normale rivoluzionario", ti porta oltre, e' l'unico pezzo che non ho apprezzato.

Natale Angelo Antonio 20.02.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

O.I. (off inculation)

Sto cercando di inserire pezzi dell’articolo

“ECCO PERCHE’ L’INPS FALLIRA’”

Sul blog di Grillo ma mi viene censurato.
Vorrei sapere perché quando dicono la verità sullaprevidenza ci sono casini
Articolo in
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

resoli giuseppe 20.02.07 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo post è schifoso (eufemismo di rivoltante)
e pericoloso! caro sig.Grillo molti ragazzi giovani e impulsivi sono affascinati dagli (spesso illusori ed ipocriti) eroi rivoluzionari e questo stentato, confuso e macchinoso tentativo di comprendere può (molto) facilmente suonare come un tentativo di giustificazione! E' un post IRRESPONSABILE ed estremamente deludente! Grillo devi dire prima di tutto forte e chiaro: MAI LE ARMI! (ne per le guerre ne per le rivoluzioni)
MAI LA VIOLENZA CONTRO PERSONE O COSE (nemmeno nemmeno nei cortei di protesta).
A meno che tu non la pensi così ed in tal caso devi dirlo ed accettare il pubblico disprezzo.

Franco Rosa 20.02.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Forse bisognerebbe non tanto leggere i libri di storia ma ascoltare le esperienze dei pochi anziani che sono rimasti per conoscere i disastri che provoca una guerra civile, e non solo mondiale come è successo in italia dal '39 al '45. allora tanti si placherebbero, perchè tutto ciò che la democrazia e la libertà ha costruito andrebbe perso, e non pensiate che sia un videogioco dove si muore e poi di si rialza con altre 3 o 4 vite, di vita ne abbiamo una sola.
io sono contro ogni forma di terrorismo, anche se mi fanno ridere quando ho setito per la radio del ritrovamento di un arsenale a Padova, poi in tele hanno mostrato 4 pistole e una mitraglia, neache un ladro è così povero!!!!!
però mi è venuta in mente um'altra cosa, se questo è terrorismo allora, se qualcuno mi può rispondere, i mille kg di tritolo usati per far saltare Falcone cosa sono? per non dimenticare tutti i figli dello stato morti per la libertà, quali Borsellino, il prefetto Dalla Chiesa... Bisogna ricordare loro, e non dimenticare, e sopratutto aiutare e aver fede sulle forze dell'ordine e magistrati che fanno il loro lavoro per la libertà e democrazia, rischiando la propria vita.
io non mi condisero ne di destra ne di sinistra, mi considero solo un ITALIANO CHE HA VOGLIA DI LIBERTA', E CHE CREDE NELLE ISTITUZIONI E NELLA DEMOCRAZIA.

Francesco Bellese 20.02.07 11:51| 
 |
Rispondi al commento

i brigatisti rossi come i fascisti come gli integralisti religiosi sono degli infelici: sono sopratutto dei disadattati che trovano nelle ideologie qualcosa per riempire la loro esistenza vuota. Teorizzare o attuare la violenza e il terrore per imporre alla maggioranza la loro visione del mondo è principalmente squallido e fuori del tempo.
Sono oltre che pericolosi, perchè potenzialmente degli assassini, anche un fattore di sclerosi della società civile che invece avrebbe bisogno di un confronto sereno per migliorare la condizione del cittadino. Sono una manna invece per i nostri politici perchè mettono sul piano dell' emotività (terrore e paura) i ragionamenti delle persone che invece di un' analisi razionale sui reali problemi sono costretti a ragionare per concetti astratti e ideologici di schieramento. I media sono asserviti alle elite finanziarie che a braccetto con 2/300 politici lavorano per la perpetuazione dello status.
La logica è quella delle lobby che oramai fanno leva su milioni di persone e impediscono sia il rinnovamento che lo sviluppo e il progresso.
E' come il mio amministratore di condominio:
tiene divisi i condomini, fomenta le discussioni,
da ragione a tutti ma non risolve i problemi.
Vive sull' emergenze perchè gli consentono di guadagnare di più sui lavori straordinari.
Nonostante siano dieci anni che cerchiamo di cambiarlo lui è sempre li, un vero politico...

michele mori 20.02.07 11:49| 
 |
Rispondi al commento

http://www.petitiononline.com/sms05it/petition-sign.html

Petizione x abbassare il costo degli SMS: il loro costo a monte (1 cent!) è in realtà molto più basso di quanto ogni utente è costretto a sborsare per ognuno di essi!

(vedi articolo su Punto Informatico:

http://punto-informatico.it/p.asp?i=50886

SMS, business gonfiato? Pagano gli utenti

Ecco come ci si spartisce la grande torta degli SMS. PI indaga sul prezzo dei messaggini più spediti dagli italiani. Le tariffe degli SMS sono stratosferiche se paragonate al costo del servizio per gli operatori)

http://www.petitiononline.com/sms05it/petition-sign.html

http://www.petitiononline.com/sms05it/petition-sign.html

http://www.petitiononline.com/sms05it/petition-sign.htm

Carlo Casella Commentatore certificato 20.02.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

+
+
+
+
+++
+++
+++
+++
+++
+
+
+
+++
+++
+++
+
+
+
+++
+++
+++
+
+
+
+
+
+
+
++++
+++
+++
+++
+++
++++
+++
++
+
LO SANNO ANCHE I SEMAFORI CHE CON IL ROSSO TUTTO SI FERMA.
+
+
+
+
+
+
+
+
+
++
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
++
+
+
+
+
+
+
+
+
++
+
+
+
++
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
++
+
+

franco columbu 20.02.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'unico modo per risolvere il problema è l'istituzione del reddito di cittadinanza.
Ad ogni cittadino gli dovrebbero spettare 500€ di reddito mensile.
Potrebbero essere al meglio, integrativi del reddito da lavoro.
Al peggio, sostitutivi.
Così se qualcuno ti fa lavorare non in sicurezza lo puoi sempre mandare a quel paese !

Beppe comincia a parlarne nel prossimo argomento, parla del reddito di cittadinanza per tutti gli europei !
Se poi qualcuno si permetterà di dire che questo genera del lassismo gli si puo sempre rispondere se il lavoro che fa lui è effettivamente utile per tutti...

Io sono di sesto san giovanni e vorrei dire alcune parole ai ragazzi fermati dalla magistratura : non vi rovinate la vita per fare idiozie...non emulate il passato o soggetti che appartengono al passato.
Loro oramai la vita, nel bene o nel male, se la sono fatta e vissuta...voi avete ancora molto da vivere e siete giovani.
Buttarla via per cose del genere state pur certi che non ne vale la candela.

davide tramma 20.02.07 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo e il professor Rossi

Uno dei più forti e attuali grattacapi del presidente di Telecom è come cercare di neutralizzare l'annunciata presenza di Beppe Grillo (e fans) all'assemblea del gruppo.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-02-2007]

C'è tempo fino ad aprile per pensarci e inventarsi qualche strategia di neutralizzazione o contenimento ma certamente lo sbarco in forze di Beppe Grillo con i suoi fans nell'auditorium Telecom Italia di Rozzano per l'assemblea della stessa Telecom, è uno dei pensieri che tolgono il sonno al presidente, il professor Guido Rossi.

Come spesso accade in Telecom, probabilmente Rossi insedierà una task force per studiare cosa fare: ne farà parte Toni Concina, l'uomo delle pubbliche relazioni di Rossi, che somma a una pensione d'oro di Telecom (dove aveva già lavorato fino all'età pensionabile) l'emolumento di dirigente Telecom; ci sarà poi l'ex maggiore dei carabinieri Damiano Toselli, già capo della security delle FS e oggi al posto che fu di Tavaroli alla guida dei guardiani Telecom; e ancora il capo del legale Guglielmo Bove (fratello del capo della security Telecom purtroppo suicidatosi) e infine Franco Brescia, assistente personale di Rossi.

Cosa si potrà inventare la task force per l'assemblea è difficile dirlo ma la preoccupazione è forte nei vertici, dopo l'acquisto da parte di Grillo di un'intera pagina del quotidiano La Repubblica per chiedere la cacciata di Buora e Tronchetti; e ormai Grillo è un personaggio anche per la stampa economico-finanziaria americana.

Una volta le assemblee Sip, ai tempi dell'Iri, erano disturbate solo da qualche sindacalista autonomo che prendeva la parola per criticare la durezza nei confronti del personale.

Basterà blindare Rozzano e alzare la voce in assemblea da parte di Rossi per fermare Grillo e i suoi seguaci? Ci saranno contatti diplomatici prima dell'assemblea, quei contatti sempre evitati da Tronchetti,che oggi è accusato da Grillo di averlo fatto spiare,pedinare e ascoltare.

Carlo Casella Commentatore certificato 20.02.07 11:32| 
 |
Rispondi al commento

mai estrapolare una situazione dal suo contesto. se si vuole, capire, risolvere ed evitare che ricapiti una disgrazia bisogna impedire la possibilità che si riformino le stesse condizioni.
la storia è la migliore arma.

Tommaso Perrone Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 11:28| 
 |
Rispondi al commento

PROVA

davide tramma 20.02.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

OT
##################################################################################################

Novartis ha fatto causa al governo indiano perché permette la produzione di farmaci generici dai costi contenuti.

FIRMA LA PETIZIONE CONTRO NOVARTIS!

##################################################################################################
CLICCA SUL MIO NOME PER LA NOTIZIA.

Fabrizio Di Luca 20.02.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ho molto rispetto per la sua intelligenza e spero che questa riflessione sulle BR sia frutto di un pensiero avventato e superficiale. Come certamente avrà sentito, per il caso dei Brigatisti, si è parlato di INFILTRAZIONI nel sindacato; ora se lei si attiene al significato etimologico del termine scoprirà che con il termine "infiltrazione" ci si riferisce a qualcosa che dall'esterno si insinua all'interno. Ora il fenomeno da denunciare in questa vicenda non è la condizione del mercato del lavoro (che peraltro versa sicuramente in condizioni allarmanti), ma la penetrazione di elementi facinorosi nelle file del sindacato. Non crede forse che questi individui siano penetrati in una organizzazione come il sindacato per avere maggiore capacità di azione?? Non credo che vi sia bisogno di chiedersi perchè certa gente arrivi alla decisione di associarsi in banda armata perchè qui entriamo nel campo della psichiatria non certo della sociologia! Grillo non ricopra di valori e di ideali di giustizia e di uguaglianza persone che seminano terrore e morte in nome di una ideologia vecchia e crollata su se stessa!! Crede forse che far saltare in aria la sede di Libero, la casa di Berlusconi o assassinare uno dei migliori professori di diritto del lavoro che abbiamo in Italia migliorerebbe la condizione dei lavoratori?? Francamente questa se la poteva risparmiare.

Daniel Canola 20.02.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei prendere posizione in favore di Grillo e la sua dichiarazione. Ho letto alcuni messaggi indignati e preoccupati della sua dichiaraione ma penso che queste persone abbiano interpretato male le sue parole. Nessuno giustifica la violenza, la morte, ma bisogna porsi molte domande su un aspetto di malessere che affligge i lavoratori e le classi basse del paese. Se certa gente sceglie ancora la violenza invece di una lotta civile e democratica, è sintomo di un processo per i diritti dei lavoratorti che ancora non funziona e per alcuni non trova nessuna soluzione che la lotta armata. Sbagliato, nessuno lo mette in dubbio. Il dubbio è cosa fa lo stato e le varie istituzioni nei confronti del mondo operaio e delle classi deboli. Sicuramente potrebbe e dovrebbe fare di più. E inoltre come dice Grillo ci si trova in continuazione davanti ad ingiustizie legislative che adottano diversi pesi e misure nei confronti di chi ha realmente potere come politici ed industriali alimentando maggiormente i sentimenti di malessere e ingiustizia.

Damiano De Pieri 20.02.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è che la gente come Carlo Giuliano diventa eroe e, il carabiniere il carnefice.

Se il terrorismo parte dalla scuola, dalla famiglia (il padre di Carlo Giuliani è un sindacalista in pensione) giustifichiamo i nostri figli sempre, diventando opportunisti e candidandoci nella sinistra (madre di Giuliani)


bhé ... non avremo mai una sinistra in Italia, l'unico paese in cui chi lavora ed è di sinistra si dovrebbe sentire umiliato dalla candidatura della Giuliani....


A proposito ... non governa la sinistra?
Perchè la flessibilità non è accostata ad ammortizzatori sociali come in tutti i paesi del mondo... PERFINO GLI USA!!!!

Simo sira 20.02.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


sono un sindacalista manco a dirlo della CGIL, ma posso dire di conoscere almeno un pò la mentalità dei terroristi, dal momento che per ben 19 anni la mia professione è stata ed è ancora quella del Poliziotto penitenziario.
questi soggetti, nel loro operare delirante, debbono mimetizzarsi, e per farlo spesso aderiscono al sindacato, come la stragrande maggioranza dei lavoratori.
da qui al tentativo di fare proseliti tra altri iscritti al sindacato il passo può sembrare breve, ma così non è.
il sindacato, tutto, è portatore di valori universali, e checche se ne dica, il lavoro principale del sindacalista consiste nel sottoscrivere accori, certo dignitosi, ma sempre accordi.
purtroppo nell'immagginario collettivo si ricorda il sindacato più per le lotte che per gli accordi, quindi si generalizza il sindacato come brodo di coltura per frange estreme.
altra distinzione da fare è quella tra il sindacalista e l'iscritto al sindacato, poichè a ben vedere, i sindacalisti, quelli che fanno questa attività con dedizione e convinzione, e che sono stati barbaramente assassinati dai brigatisti (ho apprezzato enormemente il cal. 2007), risultano essere più numerosi di quelli arrestati per terrorismo.
in riferimento ai condannati che siedono tra i banchi del parlamento, quello si, fa schifo veramente e può creare esasperazione, poichè se neanche la legge riesce a rimuovere dalle istituzioni quel cancro allora sì che qualche mentecatto può avvertire la tentazione di ricorrere a mezzi estremi per fare da se quello che le istituzioni non possono o non vogliono fare.
chi spara non ha amici, chi non rispetta la vita è semplicemente nemico di tutti.
la storia ci insegna che il ricorso alle armi genera frutti marci, ovunque.
si guardi all'America Latina, a tanti paesi Africani o Asiatici o Europei, dove c'è stata lotta armata, e si confrontino poi i dati con la rivoluzione di Ghandi ed al suo pensiero " conosco mille ragioni per morire e neanche una per uccidere".

diego nunzi 20.02.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Solitamente i populisti non si danno un tono troppo nobile o
non ci riescono.
In questo caso l’ analisi viscerale dei Brigatisti, su la Stampa, che Ricolfi
ha colato nel calice delle “grandi verità storiche” interpretate
a proprio uso e consumo, è una informe massa di risentito,
come l’ ululato del cane del vicino.
Parla dei Brigatisti, portando come esempio la dialettica dei figli minorenni dei propri amici,
quasi bonariamente, definendoli pericolosi comunisti, come a voler minimizzare il grande danno che questi idioti
stavano per fare, e comunque hanno fatto, alle persone, ai movimenti,
al mondo del lavoro, alla sinistra,
e a quel poco di sindacato attivo e sincero che è rimasto sparso sul territorio.
Il partito delle grande verità:
tanti populisti a caccia di consensi, sempre sicuri di sviscerare giornalmente
affascinanti interpretazioni della vita politica attuale,
sempre troppo presente sui media, sempre attaccati al risentito,
per non rischiare comunque di approfondire, annoiando magari il lettore superficiale.
Che palle !!!!!!!!

giorgio mariottini 20.02.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

MA SEI FUORI DI TESTA?!!?!?!?!?!

CAPISCO LE PROVOCAZIONI (e ti ho sempre stimato per questo) MA NULLA CHE IN QUALCHE MODO POSSA GIUSTIFICARE LE BRIGATE ROSSE E SIMILI DOVREBBE USCIRE DALLA BOCCA DI NESSUNO.

Allora anche il nazismo e i campi, le foibe il terrorismo nero, l'uccisione di moro ... posso essere giustificati... TUTTO.

CI SONO SEMPRE STATI PROBLEMI SOCIALI MA QUESTI NON GIUSTIFICANO NESSUNA SIMILE DEVIANZA VIOLENTA.

VERGOGNATI DI QUESTO POST! Hai deluso me uno qualsiasi, conta poco, ma ti sei dimostrato COME QUELLI CHE CRITICHI!

SPERO CHE RITIRERAI E DARAI DELLE SPIEGAZIONI SUL POST!!!

SPIEGA BEPPE SPIEGA.. PERCHe' E' GRAVE QUELLO CHE HAI DETTO!!!!!!

matteo de castello 20.02.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

A questo indirizzo trovate l'elenco dei parlamentari condannati in via definitiva: http://www.beppegrillo.it/documenti/parlamento_pulito.pdf

secondo voi è Democrazia questa? O si chiama *presa per il culo* ?

Michael Levi 20.02.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

secondo me dici una cazzata Grillo. Ma che Pippo c'entra perchè dei sindacalisti sono diventati brigatisti rossi? Tanto più che, forse, si tratta di brigatisti rossi che sono diventati sindacalisti.
I brigatisti, quelli veri (perché questi sono ancora sub judice), son gente posseduta da cieca violenza. Son gente che gode a far saltare le cervella altrui e si eccita alla vista del sangue dei propri simili. Essi ammantano di pseudoideologia maccheronica il proprio brutale desiderio di uccidere.
Andiamo Grillo, non hai mai conosciuto una persona violenta in vita tua? Non credi che possano esistere i sadici, i perversi, gli assassini? Credi che il male abbia sempre una ragionevole causa?
... andiamo, stavolta hai detto una cagata.
sull'indebitamento invece hai ragione

Sara Colorni 20.02.07 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembrava strano che non ci fosse ancora stato nessuno che, con argomenti di bassa sociologia (e strumentalizzando i poveri morti sul lavoro) trovasse una giustificazione non dico alle BR (per carità!), ma alle "maglie lasche" del sindacato (meglio, della FIOM) nell'arruolare relitti e derelitti mentali, con enormi problemi di convivenza e paurosi complessi di inferiorità, che poi grazie alle armi ci mettono niente a diventare degli assassini.

Non ci era ancora arrivato nessuno, e tu sei il primo: bravo!

E hai trovato la soluzione: "capirne 20 per evitarne 100.000".

Ma cosa c'è da capire da questi disperati? Cosa chiedono, dopo aver letto e mal digerito troppi libri di rivoluzione spicciola? Cosa rivendicano? Guarda, c'è solo da capire che sono da ricovero coatto.

Ma forse tu hai capito meglio: e allora spiegaci, che noi non ci arriviamo.

In'âtra votta, Beppe: ò puia cu te se seggie propiu mesciou u belin cu-u servellu.

Gianni F. Commentatore certificato 20.02.07 10:23| 
 |
Rispondi al commento

secondo me dici una cazzata Grillo. Ma che Pippo c'entra perchè dei sindacalisti sono diventati brigatisti rossi? Tanto più che, forse, si tratta di brigatisti rossi che sono diventati sindacalisti.
I brigatisti, quelli veri (perché questi sono ancora sub judice), son gente posseduta da cieca violenza. Son gente che gode a far saltare le cervella altrui e si eccita alla vista del sangue dei propri simili. Essi ammantano di pseudoideologia maccheronica il proprio brutale desiderio di uccidere.
Andiamo Grillo, non hai mai conosciuto una persona violenta in vita tua? Non credi che possano esistere i sadici, i perversi, gli assassini? Credi che il male abbia sempre una ragionevole causa?
... andiamo, stavolta hai detto una cagata.
sull'indebitamento invece hai ragione

Sara Colorni 20.02.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Per conto mio la CGIL NON COMBATTE PER IL LAVORATORI MA PER SE STESSI, SONO UN PRECARIO DI UN'AMMONISTRAZIONE PUBBLICA E ISCRITTO AL SINDACATO DELLA CISL, NEGLI INCONTRI ULTIMI FATTI TRA REGIONE E SINDACATI PER DISCUTERE DEL NOSTRO PROBLEMA DI PRECARIATO LA CGIL NON SI E' PRESENTATA A INCONTRI MOLTO IMPORTANTI PER COMBATTERE IL NOSTRO PROBLEMA MA AL CONTRARIO SI E MESSA FUORI DEI NOSTRI PROBLEMI E CONTRARIA ALLA NOSTRA STABILIZZAZIONE. SOLO UNA COSA PER CONCLUDERE NON FIDATEVI DEI SINDACATI E DEI POLITICI SONO TUTTI MANGAI MANGIA

gabriele montemurro 20.02.07 09:51| 
 |
Rispondi al commento

I media tacciono, i politici non si presentano, la cd. società civile del meridione assente...questo ha caratterizzato una manifestazione coraggiosa promossa da ragazzi in guerra contro la mafia. E' soltanto scandaloso e pieno di orrendi significati quello che è accaduto. Il primo che mi viene in mente è che quello che penso ormai da anni: non c'è nessuna volontà politica di sconfiggere la mafia. Ricordatevi che la regione calabria annovera 26 consiglieri regionali indagati dalle procure...in sicilia succede di peggio...la situazione della campania è esplosiva. In commissione antimafia siedono 2 personaggi condannati con sentenza passata in giudicato e allora...

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 20.02.07 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Vi sembrerà poco inerente l'argomento Previti ma è proprio - anche - dalla rabbia che nasce all'interno di alcuni individui, a causa di ingiustizie eclatanti come questo caso, che si arriva a esplosioni violente e a piani di attentati allo stato, estremi!

joselito gargasole 20.02.07 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Per il simpatico Gino Serio (poco o tanto?)....

Per la mia quasi ventennale esperienza (ormai ho la gobba Andreottesca e l'orchite ai testicoli) di delegato sindacale dell'azienduola nella quale presto la mia devastante opera lavorativa, posso affermare quanto segue.

1) I lavoratori se la passano meglio degli anni 50/60 SOPRATTUTTO grazie alle lotte sindacali...
2) I lavoratori sindacalizzati se la passano meglio di quelli non sindacalizzati......

Questo gia basterebbe.........

Pero' esagero con le perle di saggezza.........

Il sindacato ha bisogno di profondo rinnovamento e di una filosofia che si liberi dalle scorie degli anni 70, sugli statali tende a difendere l'indifendibile pero'........la controparte, spesso, invece di favorire un nuovo modo d'intendere le relazioni, tende ad approfittarne per mettere i lavoratori a novanta........

Quanto alla sua allegra categoria.......ho visto parecchi imprenditori del mio settore guardare il sindacato di traverso, per poi telefonare ai vari segretari provinciali, disperati, per chiedere un aiuto alla soluzione di precarie situazioni aziendali. La garantisco che i casi NON SONO POCHI.......

Le auguro di non attraversare MAI (sia ben chiaro) crisi nella sua stimata attivita' ma........se proprio cio' dovesse accadere.........si guardi bene dai SUOI competitori che, magari, assumono in nero o lavorano sottocosto per alcuni periodi (nel mio settore c'e' il festival del sottocosto) il sindacalista stronzo o l'operaio nullafacente sono piu' facilmente gestibili.

Il sindacato "ridimensionato" e' una sua speranza fallace........parliamo piuttosto di ammodernamento......

Ps.
Sono perennemente dimissionario......

Saluti sindacali bipartisan...

maurizio spina 20.02.07 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la prima parte di PREVITI non riesco a inserirla...Vi è diventato simpatico e mi state boicottando?

joselito gargasole 20.02.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Chi scrive ha alle spalle una lunghissima esperienza diretta come sindacalista.
Caro Beppe hai azzeccato la domanda e sei stato delicato, ma impreciso ed errato nelle risposte. Da un lato penso che nulla possa giustificare e la disperazione solo spiegare un itinerario terrorista, in qualunque paese del mondo; in Europa in particolare.
Dall'altro solo la "distrazione" abissale che contraddistingue la nostra quotidianità non può palesarci l'estremo "bisogno di Sindacato" che c'è nella società contemporanea, che i troppi dirigenti e impiegati dei molti sindacati, confederali e non, non sanno soddisfare. Milioni di domande: individualiste, tra loro difformi, nuove e, spesso, inconsapevoli e anche consumiste; ma ci sono.
Ma i Sindacati non sanno rispondere.
E' vero che anche la vita del sindacato è difficile: es. 1) il valore lavoro è rimasto solo sui primi articoli della Costituzione e nei Cavalierati presidenziali, ma - nella quotidianità - valgono di più l'impresa e, soprattutto, l'intermediazione e non solo economicamente; 2) dagli anni '90 gli consentono di occuparsi solo delle conseguenze negative, ma non delle scelte economiche che le producono; 3) mentre ai lavoratori chiedono di "allungare" la "speranza di lavoro" (sempre che quella di vita, mantenga il passo), nessuno chiede al sistema delle imprese di mettere in discussione il fallimento economico e competitivo delle strategie anni '90 e di capire e vagliare la qualità della "innovazione" propinata oggi; quando la gente pensa ad un'associazione, immagina il CLUB dell'Ipermercato.
Però quando ancora nel 2007 il sindacato:
regala "con soddisfazione" alla FIAT 2000 "prepensionamenti con mobilità lunga",
in epoca di "liberalizzazioni" fa finta di non vedere numerose aree protette di privilegio,
pensa come innovativo il "sindacato dei precari",
guarda più a organizzazione e carriere interne che alla domanda esterna dei lavoratori e
si potrebbe continuare a lungo
beh, ci sono ritardi e responsabilit

Pierluigi Toccagni 20.02.07 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Previti 3^ ed ultima parte.
"Una volta al mese va a ritirare l'assegno dello stipendio da parlamentare. L'ultima trovata dei ds e margheritini riformisti sarebbe fare una interpretazione della legge per cui l'affidamento ai servizi sociali estinguerebbe l'interdizione "perpetua" ai pubblici uffici, perchè è normale "interpretare una legge". Simpatici no? "

joselito gargasole 20.02.07 09:22| 
 |
Rispondi al commento

scusate....volevo chiedere una cosa.....forse voi lo sapete....ma è vero che la moglie di Dini ha comprato delle isole alle cayman....no perche mi sembra assurdo...cioè Dini è insieme nell'unione con Diliberto, Bertinotti e tutto il seguito.
Grazie per un'eventuale risposta
PERCHE' NON RISPONDE NESSUNO?

caro marco, mi fai tenerezza.
spero che tu non abbia mai votato altrimenti potresti aver fatto dei danni.

comunque, per la cronaca, la moglie di dini non ha comprato delle isole, ma possiede delle societa' con sede in paradisi fiscali (è un modo per evadere le tasse)

ma la cosa strana è che quando dini era in forza al governo berlusconi queste cose erano sulla bocca di tutti, come il fatto che aveva fatto ottenere la pensione baby alla propria segretaria. ricordo anche che il partito marzista e leninista italiano aveva fatto dei manifesti (esposti in vatri ospedali di firenze) con scritto "wanted" (ricercato)

e adesso una serie di cose che scoprirai fra 20 anni:

d'alema ha una barca in leasing per cui spende 8000 euro al mese

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il grosso problema che si ripete e' quello che noi tutti "belli e brutti" siamo governati (parola grossa) da degli attori della politica i quali recitano il copione del momento...Da sinistra a destra vanno in televisione parlando di pensioni di catasto di dico ecc senza spesso sapere nemmeno di cosa si tratti...basta rivedere qualche puntata di REPORT per rendersi conto che la vita reale della gente (operai,studenti,professionisti,immigrati )non e'rappresentata da nessuno... Dopo e sottolineo sempre dopo facciamo finta di interrogharci sul perche'delle cose...Genova,Catania,Vicenza ecc.
Come cantava De Gregori : W L'ITALIA

Simone Peplis 20.02.07 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe . nonm so come fai ad essere sempre così tempestivo.. ogni volta che succede qualcosa arriva il tuo blog con i tuoi commenti.. Complimenti.. Ma tu la notte dormi???
Relativamente alle parole scandalizzate dei comunisti sui sindacati anch'essi comunisti.. ci si dimentica che il sindacato, il PCI, ecc. sono nati per la stramaledetta "rivoluzione proletaria"... rivoluzione da realizzare con la violenza contro lo stato, contro la borghesia e contro lo stato liberale e capitalista. Non sono "provocatori annidati" "schegge impazzite" ma sono semplicemente comunisti on i vecchi ideali, mai abbandonati, che vedono la trasformazione dal partito delle "volanti rosse" in una associazione tipo "Dame di S. Vincenzo" solo come una UTILE facciata, adottata anche in precedenza, per meglio raggiungere il famoso e mai dimenticato obiettivo della "costruzione dello stato socialista". Anche farsi passare per froci, per protettori degli immigrati, qualsiasi cosa anche inimmaginabile viene rivolta al loro sogno che é anche la loo fede. La domanda da fare a d'Alema é questa: "QUALE ISCRITTO AL PARTITO, QUALE SINDACALISTA DELLA CGIL, RESTEREBBE INORRIDITO ALL'IDEA DI UNO STATO SOCIALCOMUNISTA IN ITALIA E LOTETREBBE CON TUTTE LE SUE FORZE PER UNA SIMILE EVENTUALITA'"? LA RISPOSTA LA CONOSCI... NESSUNO!
Ecco allora la verità. Le "schegge impazzite" non sono che veri comunisti che non credono al metodo della vasellina per raggiungere i loro scopi. Meglio il vecchio, tradizionale, familiare sistema dell'agguato proditorio, dell'assassinio punitivo, dell' "ammazzane uno per educarne dieci" magari l'educazione é una altra cosa! Ciao Franco da Riva

franco dariva Commentatore certificato 20.02.07 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ......purtroppo hai messo il dito nella piaga,,,,,,piena di merda direi perchè le conquiste per un mondo migliore "la globalizzazione" spesso si sono fatte sulla pelle dei più deboli e se c'è qualcuno che reagisce è uno "fuori" è un terrorista ......cosa vuo dire oggi essere brigatisti? io non lo sono mai stata e non ho mai appoggiato nessun tipo di violenza di nessun colore e tanto meno quella in nome del proletariato che è l'unico che ne ricava un danno . Però l'esasperazione è tanta : manca la fiducia nel futuro, una prospettiva di vita , manca la felicità .......la felicità di vivere la propria esistenza con dignità sia come persona e tanto più come lavoratore cittadino. Ora dopo tutto lo schifo che si vede e si è visto in questi anni di impunità totale di chi ha avuto il potere non mi posso meravigliare che rinascano le Br mi meraviglio di chi ha una sensibilità a basso livello della vita pubblica della REX pubblica .....di questi mi meraviglio .
Buon giornata a tutti

monica giuliani 20.02.07 08:56| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE RIPRENDITI!

STAI PER CASO GIUSTIFICANDO I BRIGATISTI E, CON ESSI, TUTTE LE AZIONI E FORME TERRORISTICHE?

NO ALLA VIOLENZA DI QUALSIASI FORMA, VESTE E COLORE DA QUALSIASI LUOGO. DALLA STRADA ALLE CASE O NEGLI STADI!

VENGANO APPLICATE LEGGI PIU' SEVERE (DA SCONTARE INTERAMENTE) PER DISINCENTIVARE I REATI.

UN ITALIANO

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 08:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE DISCORSI IDIOTI CHE FAI OGNI TANTO!

Sergio Ferrari 20.02.07 08:31| 
 |
Rispondi al commento

In questo blog scrivono troppi:

a- fascisti
b- digossini
c- ipocriti
d- baciapile

francesco guasconi 20.02.07 03:39 |

====================================================================================================

Hai dimenticato i komunisti come te :-) che sono la maggioranza schiacciante .

GINO SERIO( 49ERS :-) 20.02.07 07:53| 
 |
Rispondi al commento

To: STATO ITALIANO
Petizione contro le SPROPOSITATE pensioni percepite dai POLITICI italiani, anche dopo soli 5 anni di mandato! Un altro scandalo italiano!!!!

Alcuni esempi? Vittori Sgarbi: 8.455 Euro al MESE!!!!!Mario Segni 10.000 Euro al mese!! Susanna Agnelli 8.455 Euro!!!!

FIRMATE TUTTI!! E poi ci alzano le tasse a noi... ASSURDO!!!!


http://www.petitiononline.com/pensioni/petition.html

romeo lolli 20.02.07 07:44| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un popolo del cazzo, si salvano solo i monumenti e la cucina... Una vera MASSA di COGLIONAZZI !

Gianmaria Valente Commentatore in marcia al V2day 20.02.07 06:37| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente....!!!! era ora di parlare di cose serie. Mi fà piacere leggere quelle parole, che io condivido pienamente. E' evidente che a nessuno piaccia "la violenza" ma analizzando la situazione "socio politica" credo ci abbiano lasciato solo quella possibilità. Non ci stanno dando altra scelta. Democraticamente, cioè con le elezioni,non c'è più possibilità di scelta e il "non voto" non è un voto. Purtroppo devo constatare che non c'è nessuno che ci tuteli, che tuteli i giovani...nemmeno i sindacati!.... stanno ripetendo pari pari quello che hanno fatto nel periodo dello scorso governo Prodi "NULLA". La corte dei conti e l'europa ci chiedono la riforma delle pensioni...come se quello fosse d'avvero il problema...non parlano mai dell'evasione fiscale...quella è davvero il problema. Che, se portato al livello percentuale degli altri paesi, noi risaneremmo un bel pò di cose, non ultimo il problema delle pensioni!
Grazie Beppe per aver meso in evidenza le ragioni"VERE" per le quali, a volte, si può arrivare a decisioni e scelte di un certo tipo!!!!RESISTERE RESISTERE RESISTERE!!!!

pier della francesca 20.02.07 05:40| 
 |
Rispondi al commento

PER ADRIANO SOFRI.

UN SUO CONTRIBUTO NON DISPIACEREBBE!
COSA NE PENSA DELLA PROTESTA FRANCESE?
LA SUA RIUSCITA,E' DOVUTA AI MEZZI USATI?
DOBBIAMO LEGGERE QUELLA VITTORIA PER LA FORZA DELLE IDEE? O PER LA RESISTENZA A NON DESISTERE
FISICAMENTE PARLANDO? I GIOVANI FRANCESI HANNO MAGGIORE SPIRITO DI ORGANIZZAZIONE, IDEALI,O HANNO SOLO DEI GOVERNANTI PIU' MORBIDI E RAGIONEVOLI?

GRAZIE!

Brown.v 20.02.07 04:57| 
 |
Rispondi al commento

In questo blog scrivono troppi:

a- fascisti
b- digossini
c- ipocriti
d- baciapile

francesco guasconi 20.02.07 03:39| 
 |
Rispondi al commento

grande beppeeeeeeeeeeeeeeee

Danilo Sacco 20.02.07 02:36| 
 |
Rispondi al commento

certo che a vedere i politici in tv mi viene qualche rimpianto circa i vecchi tempi,se proprio non vogliamo eliminare questa classe politica,continuiamo a plaudirli nelle piazze e nei miserrimi spettacolini da baraccone televisivi,darsi torte in faccia e farsi belli con le figone di turno,io sono disoccupato,ho 38 anni,e loro...altro che torte in faccia a calci in culo li prenderei,mantengo un tono morbido per il rispetto del blog e di chi lo gestisce

antonello recanatini 20.02.07 02:35| 
 |
Rispondi al commento

come si fa a trovare un commento che si è inserito da tempo in questo post?

Alessandro Gonciaruk 20.02.07 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che le BR parte uccidere qualche politico (cosa deprecabilissima) non sono mai andati a colpire i grandi imprenditori che cassaintegravano gli operai o i grandi banchieri che rubavano e rubano i soldi ai correntisti o le grandi multinazionali che oggi come allora consideravano "l'individuo cittadino" meno di niente. Se lo avessero fatto come (l'ETA o l'IRA) adesso avrebbero anche loro un braccio politico liberamente eletto in Parlamento(come l'ETA o l'IRA). Invece oggi come allora sono ancora chiusi negli scantinati a scrivere i loro deliranti volantini. E all'individuo cittadino della loro esistenza non gliene può fregare niente di meno perchè alle BR dell'individuo cittadino non gliene frega niente.

Pedro Pedroni 20.02.07 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Sei tristemente pericoloso, in questo tuo blog. sembri giustificare la scelta di qualcuno che ammazzare e' l'unico modo per liberarsi della nostra corrotta classe politica.
triste all'inverosimile questo tuo intervento.

Mimmo

Domenico Cianniello 20.02.07 01:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono nel mio piccolo un lavoratore ed un sindacalista della FIOM...la tanto temuta FIOM covo di terroristi. Vorrei congratularmi con Te per il tuo intervento e per aver messo il dito nella piaga. Spesso le circostanze ti portano a non vedere più le strade giuste e a seguirne di alternative. Spesso sbagliamo, ma quando vedo gente che affonda aziende del valore di miliardi di euro e ad alla fine riceve anche la buonauscita mi domando come noi dobbiamo reagire. Dobbiamo continuare a fidarci di chi ci governa e fa le leggi?
Quando vedo applicare una legge come la legge 30 che, secondo quanto riporta il sito di Forza Italia, "dota l'Italia di strumenti efficaci e coerenti per garantire trasparenza ed efficienza al mercato del lavoro" mi domando come dobbiamo fare per non sbagliare e come possiamo ancora credere in chi ci governa.
Con questo non ti dico che sono un terrorista o che appoggio la loro idea, ma in Italia rimanere lucidi e riuscire a ragionare è sempre più difficile.

Michele Puccini 20.02.07 01:42| 
 |
Rispondi al commento

Diversamente colta Bellandi...proprio nel momento in cui scrivo, Il compagno Diliberto a Porta a Porta dice le stesse cose che ho scritto io. Non comprendere, ma combattere i terroristi.
Puerile pure lui o non hai per nulla le idee chiare?

francesco landi 20.02.07 00:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
la legge Biagi sarà discutibile, sopratutto per chi non ha la minima idea di cosa voglia dire portare avanti un'azienda in Italia, ma almeno per i morti ammazzati dai brigatisti o sindacalisti che disperati per i mali del mondo non trovano soluzione migliore che diventare assassini, secondo me bisognerebbe avere un pò più di rispetto.
Ti consiglio di parlare di ambiente e di energie alternative, argomenti per i quali sei più ferrato.

nicola madama 20.02.07 00:49| 
 |
Rispondi al commento

L'anarchia è il massimo pensiero strutturato: e per questo il più utopico, e per questo quello che non va mai smesso di essere ricercato: Anarchia come anticorpo al marciume dei governi.

W De Andrè!

Nicola Morella 20.02.07 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo è semplicemente ipocrita.
I partiti fanno semplicemente schifo da quando esiste il bipolarismo.
Che questo governo cada pure il prima possibile, e spero che ci siano ancora tante persone intelligenti da capire che non c'è più nessuno da votare, che tanto non si viene ascoltati.
Tutto è compiuto. (chi coglie la citazione?)

A come Anarchia.

AracNiK

Nicola Morella 20.02.07 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi consiglio un bel film:

TITOLO

Le BRIGATE monetarie e le loro figlie dai capelli rossi.

TRAMA

Un splendido affresco degli anni in cui il racket monetario internazionale minacciava gli ignari uomini con la pistola alla tempia.
Di grande efficacia il ritratto dell'avvocato Bill Dolleur, che, mentre di giorno invoca le libertà civiche, di notte carica quella pistola.

Giudizio

*****

Attori

Ottima la prova dei pentiti Giovanni Bazoli e Alessandro Profumo: il primo nei panni di un povero sagrestano alla ricerca del vero Dio, il secondo nei panni di nessuno alla ricerca di niente.

renzo tramaglino 20.02.07 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Il CARO e GRANDE TOTO' se lo chiedeva già tanto tempo fa. Siamo uomini o caporali?
Nei paesi industrializzati si prende sempre più la strada del potere e dell'egoismo. Morte tua vita mia... Questo è il motto di oggi. Le aziende in Italia ormai fanno solo sciacallaggio e non investono più sulla ricerca o sulla professionalità. Spesso ti ritrovi caporeparti, quadri e capoccetti che farebbero bene ad andare a zappare la terra, anzi, a spaccare le pietre. Sono più cani da guardi che professionisti. Spaventapasseri, un vero e proprio caporalato. Caro Beppe se in questo paese non crolla la raccomandazione ed ognuno non fa' il proprio lavoro, con i tempi che corrono andremo allo sfascio totale. In questo paese ci sono geometri che fanno i banchieri, Architetti che fanno i commercialisti, Odontotecnici che fanno i dentisti, senza contare che nel precariato si fa di tutto e di più. Fino ad arrivare alla politica. AAHHH... qua poi più che un minestrone sarebbe da dire la sciorda che fai dopo aver mangiato il minestrone. Nel nostro parlamento Bertinotti si arrabbia se arriva WOJTYLA ma si fanno passare gente come Cicciolina, Moana, Luxuria, Caruso ecc.. PAPPONI! VOTA ANTOGNO... VOTA ANTOGNOOO!

Giuliano Candilio 20.02.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè non mi mettono quello che diceva il Marchese del Grillo?? uff
cmq "io sò io mentre voi non siete un c***o" Speriamo adesso

Antonio LaTrippa 20.02.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Il vero pericolo di questo paese non sono 4 idioti br che non riescono nemmeno a scassare un bancomat ma le menzogne di chi ci governa
La 2° base di Vicenza doveva essere costruita in base a un "patto precedente" che B avrebbe stipulato con gli USA ma che il governo precedente, guarda caso, dice di non aver mai firmato!
E noi stiamo a litigarci per la CGIL!?

A forza di dire menzogne si sono messi in un cul da sac
A metà marzo si voterà il rifinanziamento della missione afgana. Scrivono: "Salvate il soldato Prodi!" E perché, se si tratta di un bugiardo matricolato! Questo non è un soldato, è un birbante che parte da solo anche se non lo segue nessuno per interessi che nemmeno riusciamo a capire ma che nostri non sono
Con gli scarsi numeri al Senato e la legge Calderoli che nessuno ha cambiato, ci ritroveremo in una situazione in cui 5 o 6 senatori in meno faranno cadere il Governo a breve. La maggioranza non è autosufficiente e se i numeri mancherano sulle missioni, avremo un caso politico ben più grave dell'altro, e tutto a causa della dissennatezza di Prodi, che, se vincerà, lo sarà di nuovo grazie ai voti del cdx. Una cosa inaccettabile!
E in una situazione così critica, Prodi si permette il lusso di mentire e inventarsi balle!? a patti fantasma?!
Mettiamoci anche come ha trattato i cittadini di Vicenza fregandosene delle loro richieste, come ha trattato i pacifisti confermando le guerre USA, come ha trattato i valsusini (la TAV si fa e chi se ne frega dell'amianto), o le popolazioni che vogliono salvarsi dal cancro (rigassificatori e termovalorizzatori), o i contribuenti (una Finanziaria da 32 miliardi con un surplus di 30 miliardi ma le tasse non sono scese), a come ha trattato gli onesti (l'iniquità dell'indulto)
E chi sperate che vinca le prossime politiche? Prodi? Governando così si ottengono solo 2 possibilità: o vince di nuovo Berlusconi, perché i suoi gli sono fedeli qualunque porcheria faccia, o vince l'astensonismo. Prodi non vince di sicuro

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 20.02.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Marchese Del Grillo: >

Antonio LaTrippa 20.02.07 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Per Luca DeLuca e tutti i delusi dal mitico Beppe, e dopo questo post, più che mai:

Ciao ciao!
Quasi quasi mi commuovo: "uffi però, beppe sta dalla parte dei comunistacci brutti e cattivi, nghè nhè!"
Ma svegliatevi, parlate tutti come lo psiconano!

AracNiK

Nicola Morella 19.02.07 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Non ci dobbiamo stupire se la nostra vicina di casa, se il nostro dolce marito lavoratore e servitore della borghesia da un giorno all'altro diventi un terrorista.
Ringraziamo la "bonanima" di Biagi che ha rafforzato lo strapotere delle aziende. Come diceva il buon Marchese del Grillo (di Monicelli): > E' la sintesi perfetta dello strapotere delle aziende sul povero dipendente/operaio che con 1000€ scarsi al mese deve:
-pagare l'affito o estinguere mutuo
-cambiare guardaroba (almeno 3 volte l'anno)
-non far sentire la/il propria/o figlia/o diversi dagli altri comprandogli un paio di nike
-pagare il bollo auto
-pagare imposte varie
-luce
-gas
-la moglie che si ammala
etc etc..
Il buon Biagi cosa si inventa? Il CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO. Contratti che non ti permettono di accendere un mutuo (le banche si fanno una risata se presenti una richiesta di mutuo con un contratto a tempo determinato) e poi ci lamentiamo che i giovani non mettono su famiglia. Contratti di lavoro a PROGETTO.. A progetto?????? Progetto? Quando finisce il progetto che faccio?? Divorzio da mia moglie? Smetto di pagare le tasse e le imposte? Loro sò loro mentre noi non siamo un cazzo.

Antonio LaTrippa 19.02.07 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Bello ragionare e parlare di massimi sistemi...ancora qualche anno pochi oramai e non ci saranno piu' nemmeno i sindacati con la fine della classe operaia...si perche' forse qualcuno se ne rende pure conto ma le aziende stanno chiudendo e smantellando alla velocita' della luce...la produzione in Italia a breve sparira'..un popolo che ha perso il suo sapere il suo modo di essere sempre creativo...se ne vanno tutti a pagare un operaio 2 eur e non 30 eur...
non ci saranno piu' nemmeno finte BR rosse nere o gialle...quando saremo tutti senza piu' nulla o con poco...

Mara Ongaro Commentatore certificato 19.02.07 23:53| 
 |
Rispondi al commento

le morti sul lavoro sono sicuramente una disgrazia,i soloni della politica e della finanza sicuramente non pagheranno mai per le loro malefatte.Ciò non consente a nessuno d'imbracciare un mitra e uccidere qualcuno solo pechè dice cose non condivise da qualcuno(centi sociali,rifondazione,etc.....)

alfonso sala 19.02.07 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Notte a tutti.
Grazie degli scambi a tutti quanti.

Francesco Folchi

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E BRAVO PEPPINO, TI DICO ADDIO, DOPO IL TUO SFORZO DI "CAPIRE" (OVVERO GIUSTIFICARE)LE BR, STAI BEN SELEZIONANDO IL PUBBLICO DI CHI FREQUENTA QUESTO DEMENZIALE BLOG.
VI RITROVERETE PRESTO DA SOLI: COMUNISTI NEO E VETERO, NOGLOBAL, PACIFISTI CON ESTINTORI SGUAINATI, ECOCATASTROFISTI, TERZOMONDISTI, FILOPALESTINESI... E VAI COSI.
CONTINUERETE A DARVI RAGIONE L'UN L'ALTRO...
MA LA STORIA CONTINUERA' A DARVI SEMPRE TORTO

Luca Duca 19.02.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviamo in una menzogna permanente. Ma come si discute con verità se Grillo parla di 20 br nella CGIL a la Boccassini dice che la notizia è priva di fondamento? Di che stiamo parlando?

Guardiamo Vicenza. Prodi dice che la base s'ha da fare perché B ha firmato un patto con gli USA. Ma l'ex ministro Martino lo nega e dichiara che non c'è mai stato nessun patto di B. Gli USA hanno chiesto solo una indagine di fattibilità ed erano sicuri di una risposta negativa tanto che si sono rivolti anche alla Germania
Tra B e gli USA ci sono state solo delle lettere di intenti, non decisive e senza un nulla di concreto. Poi arriva Prodi e di sua iniziativa ci racconta questa balla degli impegni improrogabili e delle firme... false! Ma ci prendono tutti per il c..o?! Ci muoviamo tra menzogne spudorate e ci crediamo pure! E' tutto agli atti ma giornali appoggiano le balle di governo e noi stiamo qui a scassarci sui patti o non patti.
L'ultimo trattato a cui l'Italia ha preso parte risale al 1954, ben 54 anni fa, quando la situazione politica era del tutto diversa e non c'era un Bush a intraprendere guerre preventive assassine calpestando bellamente tutti i trattati internazionali. Da allora molti paesi europei si sono staccati da questo trattato obsoleto: la Spagna, la Germania, la Francia, il Portogallo, persino la Turchia.. Solo l'Italia di Prodi dice no e parla di patti fasulli di Berlusconi!
Prodi prima promette nel suo programma che anche l'Italia finalmente rivedrà, ultima in Europa, i patti internazionali e le servitù militari, poi agisce per suo conto, senza sentire nessuno, tradisce il suo stesso programma a racconta falsi
Ma come si fa a parlare di coerenza e fedeltà ? Ma a che? quando la situazione internazionale è totalmente cambiata, e di fronte alle guerre preventive di Bush che l'Europa ha ripudiato e che lo stesso elettorato statunitense sta ripudiando? E per di più si permette che il nostro paese diventi la rampa di lancio dei missili di una nuova guerra?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 19.02.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posso capire la frustrazione per un paese che va a rotoli, con i leader che commettono gravi errori magari in malafede, ma giustificare in qualche modo i terroristi mi sembra eccessivo.

Ivano Maglione 19.02.07 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Il monopolista Trenitalia ha deciso, così, di aumentare i prezzi dei biglietti del 10%.
Grandi! Continuate così!

domenico petrolino (democrazia-elettronica.it) Commentatore certificato 19.02.07 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe!!!
E chi non ha capito o ha frainteso il tuo messaggio, lo si può semplicemente ritenere un idiota, come tutti quelli che pensano che tu sia dalla parte dei "terroristi": comunque termine stra-abusato e quindi ormai privo di valore.
Come ad esempio sono prive di valore le parole governo, democrazia, patria, diritti civili, o come sono stati svalorizzati o contraffatti concetti come resistenza, libertà, dignità.
Vicenza dimostra come nonostante si fosse in migliaia di persone a urlare ciò che non si vuole (chi vuole invece le basi di guerra, o i nuovi 100 bombardieri americani che l'italia comprerà per la misera cifra di 15 miliardi di euro- senza che i principali canali d'informazione abbiano detto nulla, o la fabbrica militare che vogliono costruire vicino a Novara per l'assemblaggio degli aerei nucleari suddetti, beh, chi giustifica queste cose pensando ai risvolti economici, posti di lavoro che si offrirebbero a noi schiavettitalici, o chissà per quali altre "nobili" ragioni, o ignora o è una persona che merita di essere vomitata addosso: si può creare del lavoro costruendo fabbriche di morte? Fuori di testa, lavatevi la bocca!), l'"Impero del Male occidentale" ha già deciso.
Comunque chi non è venuto, potendo, nonostante "poco poco, piano piano" non vorrebbe la base, perchè crede che manifestare sia inutile (come infatti per l'ennesima volta si è rivelato), ha comunque perso.
BRUCIATE LE TV, E LA FINTA SINISTRA INTELLETTUALOIDE MODERATA IMPOLTRONITA E ACCOMODATA, CADESSE IL GOVERNO E MAI PIU RINASCESSE!!!

E poi basta chiamare "comunista" questo governo, che comunista non è.
Solo perchè Berlusconi accusa in continuazione di "comunismo" il suo nemico - che poi nemico non è: tutti facenti parte della stessa sceneggiata partitocratica asservita alla "GRANDE DITTATURA NEO-FASCIONAZISTALINISTA TOTALITARIA DEL CONSUMISMEDIATISMO PUBBLICITARIO GLOBALE" per cui noi siamo solo carne da macello.

V PER VENDETTA + FIGHT CLUB

AracNiK

Nicola Morella 19.02.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento

E bravo Beppe,giustifica pure il terrorismo,tanto come dici tu l'Italia è un paese di criminali,e allora giustifichiamo pure gli stupri e al Qaeda!

Flavio Zocca 19.02.07 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Guarda il video "Antiamericano?" su:

http://video.libero.it/app/play/index.html?id=549ffffbdba4b0f3db141dba2a971aa8

Paolo Ares Morelli 19.02.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO, BRAVO, BRAVO, BRAVO, BRAVO, BRAVO, BRAVO, ECC..................................................................................................................FINALMENTE QUALCUNO CHE PARLA E NON SI "APPECORA" DAVANTI AI POTENTI. MARTIN LUTHER KING DISSE" LA RIVOLTA E' LA VOCE DEGLI INASCOLTATI", SE I NOSTRI "DIPENDENTI" CONTINUANO COSI' PENSO CHE LE BRIGATE ROSSE ED ALTRI GRUPPI EVERSIVI NON FINIRANNO QUI. POVERI NOI! COME SIAMO RIDOTTI!!! BEPPE FOR PRESIDENTE!!

Mario Frontini 19.02.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Max Stirner 19.02.07 23:25

ciao Max tutto bene?
e siamo venuti a saperlo solo perchè un avvocato l'ha fotografata col cellulare... ora, io immagino i motivi per cui la ragazza abbia voiluto tenere con sè i figli.
Però. Non avrei voluto assistere al ritorno di brigate di qualsiasi colore e sono ben contento che li abbiano bloccati prima che cominciassero a nuocere (i proclami della tizia presa quel paio di anni fa condannata all'ergastolo sono un capolavoro di argomentazione semantica... ma il significato? Mistero...)
Ma, per dirla semplice, il potente di turno ha sempre il sedere parato e il poveraccio precario nessuna tutela. Non va bene, non mi stupisco che qualsiasi squilibrato con la sindrome di Robin Hood si metta in testa di sistemare le cose sparacchiando a destra e a manca. E meno male che abbiamo giudici/investigatori in gamba (gli stessi che hanno chiesto la condanna di Previti e di altri, mi sembra...)
e poi erano trinariciuti i comunisti...
G.M.

Giorgio Matera 19.02.07 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi accusa di nascondermi dietro un certo perbenismo, ebbene questo è più o meno quello che penso io di quest'ìtalia , se questo è perbenismo, sono perbenista, ma è anche vero che altri hanno enormi e fumanti code di paglia.
---------
Troppa, tanta, sempre, assai, comunque, dovunque con chiunque e per tutto con tutti, ecco così mi sento allineato, sono del tutto sbarellato nella confusione più completa. Tantè che ti saluto, caro amico, agirandomi di fatto, dove tutti sanno tutto di tutti senza sapere nulla, ovvero un ciufolo, di nessuno. Appunto nella babele DI QUEST'ITALIA al secolo il paese dove l'impossibile è probabile, mentre il certo è opinabile e il comprovato è risibile, dove non ci sono colpevoli ma solo indagati, bello nè ciao

Francesco

f.marletta 19.02.07 20:47

f.marletta 19.02.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mastella,Ministro della Giustizia Italiana, Ti vorrei vedere in un confronto con il Dott. Di Pietro Antonio su materie Legislative...
Mastella, propongo che l' indulto sia passato a reato penale, che ne pensi!!Di qusti tempi ,poi, ci guadagneresti!!
No!!?? Ed allora per Lei Sig. Ministro Mastella, che cosa è un reato.........denunciare forse reati???
Ho paura che in Italia sia prioprio questo, chi denuncia un reato vero è un delinquente per qualche Politico e per il "Sistema"!!!
Vai Italia, se c'è la fai così???

Vi voglio bene, vogliamoci bene fra noi cittadini e, qualche Politico onesto.

Camillo Busarello Commentatore certificato 19.02.07 23:31| 
 |
Rispondi al commento

L'ANTIAMERICANISMO DEGLI... AMERICANI, VUOI VEDERE CHE SONO COMUNISTI?

-IRAQ/2. Vogliono ridurgli i poteri di guerra

I democratici contro Bush:
«Grave errore l’invasione»

New York. Un’altra domenica di sangue e di morte a Baghdad, mentre si avvicina il quarto anniversario dell’invasione dell’Iraq, «il peggior errore di politica estera nella storia degli Usa», nelle parole del capo dei senatori democratici Harry Reid. All’indomani del voto del Senato che ha spedito su un binario morto la mozione contro il piano Bush, il partito di Reid ha messo a punto una nuova strategia: cercherà di contenere i poteri di guerra del presidente rivisitando la risoluzione che nel 2002 diede luce verde all’uso della forza contro Saddam. Reid e il portavoce della Casa Bianca Tony Snow si sono affrontati ieri a distanza facendo il giro delle televisioni: «È una guerra dura, ma la soluzione non è quella di andarsene», ha detto Snow sullo sfondo della nuova carneficina al mercato di Baghdad.
Ai democratici sabato erano mancati quattro voti per ottenere la maggioranza qualificata di 60 «sì» che avrebbe permesso di aprire il dibattito parlamentare sulla mozione anti-escalation. Forti dell’appoggio dei sette repubblicani, i leader del partito di maggioranza sono tornati alla carica con l’idea di rivisitare la risoluzione sui poteri di guerra.
Snow ha replicato alle critiche e alle imminenti manovre parlamentari: il piano Bush «è appena cominciato e non ha ancora avuto il tempo di iniziare a funzionare». Il presidente capisce l’importanza del dibattito sulla guerra a Capitol Hill e l’ansia dei parlamentari sulla guerra: «Ai membri del Congresso direi, calmatevi, guardate quel che succede e chiedetevi: se appoggiate le truppe, neghereste loro i rinforzi di cui hanno bisogno per completare la missione?».


I tuoi lavori sono a buon punto? Come procedono?

Annamaria Farina 19.02.07 23:25 |
***

Considerando che non è il mio mestiere vanno benone ma ovviamente a rilento, ogni tanto esce un problemino da risolvere.
Ma sono soddisfatto. Poi ti inviterò a vedere il manufatto finito.....e ti dedicherò la prima canzona che suonerò li dentro...poi si vedrà........ah ah ah ah !

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALTRO CHE LE BR CI VORREBBE PER CERTA GENTE!


GIUSTIZIA. L’imputata fotografata con un cellulare

Udienza in gabbia con le bimbe
A Napoli gli ispettori di Mastella

Roma. Il ministro della Giustizia Clemente Mastella ha avviato un’ispezione per capire perché una donna portata in tribunale è stata lasciata insieme alle due figlie di due e tre anni dietro le sbarre della gabbia per gli imputati. La più piccola era in braccio; l’altra con le manine a stringere le sbarre. L’immagine è stata ripresa, giorni fa, nell’aula della Corte d’appello di Napoli dove la donna, una nomade detenuta per furto, veniva giudicata per evasione dagli arresti domiciliari.
Gli addetti ai lavori si meravigliano: mai successo, deve essere stata una distrazione. Il procuratore generale del tribunale di Napoli, Vincenzo Galgano, dice che il caso dipende forse da una «distrazione del personale». «È stato un fatto irrituale; forse una svista del giudice» dice Ettore Gassani dell’Associazione avvocati per la famiglia e i minori, il quale spiega: una donna ha il diritto di stare con i figli, ma non nella gabbia né in aula. «È inspiegabile» anche per Melita Cavallo, capo del Dipartimento Giustizia minorile: «Probabilmente, non si è riusciti a staccare la donna dai figli durante l’udienza».
Per il sottosegretario alla giustizia Luigi Manconi, «la legge attualmente in discussione alla Camera ha precisamente lo scopo di evitare l’obbrobrio che abbiamo visto fotografato nella gabbia del tribunale di Napoli». E mentre la parlamentare di An Daniela Santanchè presenta un esposto alla procura di Roma per accertare le responsabilità del magistrato, Telefono Azzurro segnala i rischi di «possibili traumi»: «Va evitato in tutti i modi», dice il presidente Ernesto Caffo, «che i bambini e gli adolescenti entrino in contatto con le sbarre».

PREVITI NON SI E' FATTO UN SOLO GIORNO DI CARCERE, MA I POVERI DISGRAZIATI VANNO IN GALERA CON I FIGLI.

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 19.02.07 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Oh braccio de montone oh che tu l'hai la vena poetica e stassera?
E complimenti pella bella poesiola de sto paese de strolti!!
Buonasera a voi o amico dalo nome cangiante.
Son tardo e lo sso ma imparai a riconoscerve e così a nun romperve troppo le scatole...almeno lo spero.
Kiss to huncle john!!!

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E chi lo sa' Grillo,forse questi personaggi hanno cercato nel modo sbagliato di rimettere le cose a posto ma ora dimmi sinceramente...tu credi veramente di poterli vincere con le loro stesse armi e sul loro campo preferito?
Se fossero riusciti veramente a levarci di mezzo il nano,fatto cacare a dosso alcuni potentati e magari i loro angeli custodi al governo sarebbe stato poi cosi' male?A causa di chi ci governa e di chi ci comanda ogni anno abbiamo morti e sofferenze che ci potremmo veramente evitare eppure quelli sono sempre li...hanno messo radici e a volte l'unica e' ESTIRPARLE...

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:20| 
 |
Rispondi al commento

prova

roberto ba 19.02.07 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Antonio Cataldi 19.02.07 23:14

***

Ciao Antò...E io pagooooo...e ioooo pagooooo...... Capisc'a me!!!

Ciao grazie dei saluti Cavalier Cataldi.

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

***

W l'Italia.
(di Gugliemo Marconi. Inedito)

W l'Italia, l'Italia senza duce
l'italia di chi parla e non produce,

W l'Italia, l'italia tutta aperta
l'italia che non ha più la Berta,
l'italia delle chiese
l'italiaaaa... delle spese.

Viva l'italia, l'italia a sinistra
l'italia che sta a destra
l'italia di chi amministra
w l'italia...l'italia della minestra.


W l'Italia, l'italia dei partigiani
l'italia dei mortadella... l'italia dei nani
l'italia magbrina l'italia della cina
l'italia cispadana... ormai l'italia
è... na vecchia puttanaaaaaa.


*

Braccio da Montone 19.02.07 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Annamaria, stasera lassù c'hanno le corna da montone, si vede che hanno la luna di traverso.
STROZZATEVE!!!!

Ciao Annamaria, come stai? Io tutto bene i lavori procedono e non mi lamento. Ciao, tu tutto bene?

francesco folchi Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete visto il servizio delle iene su bobo Craxi ?


Il bobo va dalle tipografie si fa stampare i manifesti e non paga !!!

Un debito di piu' di 500.000 euro !


Ma non è che questi soldi li piazzano sul debito pubblico ?


E io pago.....

Mi raccomando alle prossime elezioni tutti al seggio a votare indefessi.

Votate, votate, e poi si fanno questi danni.
Evviva abbiamo vinto, e invece gli unici che vincono sono loro.

Bobo Craxi e Mastella, che non paga i pranzi, faranno il partito dei pagherò.............

CAMBIALI IN PROTESTO


E io voto, ma poi io pago ......

Anzi pagherò !

Capisc'a me


*
*
*

Ps UN SALUTO AL EGR. CAVALIER FOLCHI

Antonio Cataldi 19.02.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

qui non sitratta di antiamericanismo.
Le dimostrazioni di questi giorni negli USA per smantellare il governo di Bush (impeachment)
possono dare un'idea di come gli stessi statunitensi ( quelli che hanno a cuore veramente la loro patria) si diano da fare per risolvere
il loro problema e lo fanno raccogliendo fondi da chi ci crede a questa campagna " di informazione"
pagando pagine di pubblicità ai giornali più prestigiosi degli USA. Che pubblicano senza remore di sorta le denuncie dirette al loro Presidente e al suo entourage. Solo con i soldi e seguendo la stessa prassi usata dal potere (cioè l'informazione e la pubblicità)si arriva al pubblico.
Forse questo da noi è impossibile, senza togliere i finanziamenti statali ai giornali.
Noi li paghiamo per dire quello che vogliono e quello che vogliono i loro padroni.

giuliano viola 19.02.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Allora: la pillola rossa o quella blu, siamo pronti per uscire da matrix? bisogna svegliarsi ed uscire da questa realta' imposta, bisogna riappropriarsi del proprio corpo e della propria mente, non vedete che siamo talmente asuefatti dalla vita dallo stress che ci uccidiamo e uccidiamo il nostro mondo? siamo dei burattini in mano loro...

Alessandro Pesce 19.02.07 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Gli obiettivi erano: Mediaset, Libero, Sky, ENi, casa di Berlusconi...

Hanno salvato La pubblicità in tv, Feltri, magari anche Fede, l'ENI che ci dissangua e inquina e le proprietà di Berlusconi.

Siamo sicuri che lo "stato" abbia sferrato un colpo mortale "all'antistato"?

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, a quando una petizione popolare, per mandare a casa e non far più eleggere condannati, patteggiati, amnistiati e prescritti?
Quando il pesce puzza dalla testa!
Unici partiti esclusi: IDV, VERDI e PDCI.

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html

Categorie penali*

Condannati definitivi (o patteggiamenti) 25
Prescritti definitivi 10 Assolti per legge** 1
Prosciolti per immunità*** 1
Condannati in I grado 8
Imputati in I grado 17
Imputati in udienza preliminare 1
Indagati in fase preliminare 19

Totale 82

* Quando un parlamentare ha piú processi, abbiamo registrato quello in fase piú avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie).
** Il dato non tiene conto dei casi BERLUSCONI, PREVITI, Brancher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
*** Si tratta della insindacabilità che ha salvato il leghista Speroni da un processo per reati ritenuti compiuti nell¹esercizio delle funzioni parlamentari.

L¹hit parade dei partiti


Forza Italia 29
Alleanza nazionale 14
Udc 10
Lega Nord 8
Movimento per l¹autonomia 1
Dc 1
Psi 1
Gruppo misto **** 1

Totale Destra 65

Margherita 6
Ds 6
Udeur 2
Rifondazione comunista 2
Rosa nel pugno 1

Totale Sinistra 17


La classifica dei reati*****

Corruzione 18
Finanziamento illecito 16
Truffa 10
Abuso d¹ufficio, falso 9
Associazione mafiosa 8
Bancarotta fraudolenta, turbativa d¹asta 7
Associazione a delinquere, resistenza a pubblico ufficiale, falso in bilancio 6
Attentato alla Costituzione, attentato all¹unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge 5
Favoreggiamento, concussione, frode fiscale 4
Diffamazione, abuso edilizio, lesioni personali 3
Banda armata, corruzione giudiziaria, peculato, estorsione, rivelazione di..................

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma le brigate rosse non contano un cazzo...
ma ci fabnno vedere 4 facce da culo per il tg.
E allora avanti destra e sinistra e destra e terroristi e gli americani e allora..ma basta...

Spegnete il telegiornale del cazzo.
Mi meraviglio di beppe che se la mena con queste stronzate.

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 19.02.07 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione