Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le finestre rotte


broken_windows.jpg

La finestra rotta, dall’inglese 'broken window', descrive un comportamento sociale. Se viene spaccata la finestra di un edificio è probabile che ne verrà spaccata un’altra. Se le finestre rotte sono due le probabilità che se ne aggiunga una terza aumentano. Se la finestra è invece riparata, il processo di solito si ferma.
L’Italia è il Paese delle finestre rotte. Ogni volta che una nuova finestra viene danneggiata c’è subito la fila per:
- romperne un numero illimitato
- trovare una giustificazione per il nuovo comportamento antisociale
- e, se necessario, legalizzarlo
La legalizzazione del comportamento antisociale, detto più semplicemente reato, dipende dalla sua dimensione. Più gente pratica il reato, più è probabile che il Parlamento legiferi per renderlo ammissibile, o almeno non punibile.
Di norma però questo non è necessario. E’ sufficiente alzare il livello di tolleranza. Oppure inserire dei procedimenti di natura burocratica per bloccare eventuali rimostranze e denunce. Se qualche ingenuo cittadino protesta gli vanno spiegate le regole della convivenza incivile. Dargli del populista, demagogo, qualunquista aiuta. Pretendere l'applicazione della legge nel caso in cui non sia rispettata in Italia è un esercizio antidemocratico, un po’ fascista.
Ogni giorno si esplorano nuove vie, nuove finestre rotte. I pionieri, se riescono a fare proseliti, diventano persone di successo, intoccabili. Talvolta latitanti. Può succedere che gli siano perfino intitolate piazze e vie. E siano chiamati statisti.
L’italiano è antropologicamente affascinato dalle finestre rotte tranne in un caso: quando la finestra rotta è sua. Ma, in questo caso, dopo l’indignazione iniziale, si rassegna e va alla ricerca di una pietra.

3 Feb 2007, 23:10 | Scrivi | Commenti (1044) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

LA CGIL PALESTRA DEL NUOVO TERRORISMO ROSSO,

NELLA CGIL UN'INTERA CELLULA DI TERRORISTI, UN GRUPPO DI FUOCO PRONTO A SPARARE,

7 ARRESTATI SU 15 CHE PREPARAVANO UNA STRAGE CONTRO L'ECONOMISTA ICHINO E LA SUA SCORTA, ERANO ISCRITTI ALLA CGIL...

SCIOGLIERE LA CGIL !!!

LA CGIL E' UN MOVIMENTO TERRORISTA !!!


MA SI SA,

FANNO PIU' PAURA DUE CELTICHE SVENTOLATE E I SALUTI ROMANI,

E TUTTA LA VIOLENZA STA IN FORZA NUOVA, VERO ???


CGIL = TERRORISMO


RIBELLIAMOCI !!!!!

FORZA NUOVA
UNICA OPPOSIZIONE

ITALIA AGLI ITALIANI 12.02.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono tante strade in Italia intitolate a orrende persone, come ad es. a Vittorio Emanuele III (terzo), Lenin, Giolitti (ministro della malavita lo definiva Salvemini)....altro che viuzze dedicate a "statisti" latitanti. Caro Grillo leggi l'articolo dell'8/2 di Sansonetti su Liberazione(Rif.Com) "Moro,Andreotti, Craxi e la Casa Bianca.Speriamo che D'Alema sfugga all'anatema", di cui cito "Bettino Craxi,sapete,è l'unico protagonista di Tangentopoli che fu lasciato senza via d'uscita,dovette riparare in Tunisia dove morì,forse,anche perkè non potè curarsi.."Capito? La tua simpatica comicità ha una grande colpa: è fra le (tante) cause della crisi irreversibile della sinistra.Grazie alla tua satira a senso unico in Italia c'è un indistruttibile pregiudizio antisocialista generato da una visione giudiziaria della politica,staccata da una seria riflessione storica.Ormai è remotissima la possibilità di creare un grande partito laburista.Se tanti, pur dicendosi di sinistra, ma colpiti da un corto circuito (mentale)semantico-ideologico, equalizzano socialisti=ladri, non ci sarà mai un'alternativa progressista di stampo socialdemocratico europeo. Anche l'ex-Pci è stato travolto, indirettamente, da tangentopoli: chi di Grillo e giudici ha ferito, di Grillo e giudici è perito (defunto). Ma la satira libera non risponde a nessun tribunale terreno, solo quello della storia potrà giudicare....Urra' per il futuro bianco-rosato P.Democratico, caro Beppe Grillo,forse non ne convieni, ma sei uno dei suoi svariati padri. Amen

Elio Parmensi 12.02.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

oggi finalmente ho visto il tuo dvd e mi sono commosso mi venivano le lacrime agli occhi,nel ascoltarti mi veniva il magone e mi sentivo sempre più piccolo e sempre più coglione,grazie di esistere il mondo a bisogno di te e di persone come te

Ermanno E. Commentatore certificato 12.02.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante questo articolo che ci mostra come in italia piuttosto che rimediare ai problemi si cerchi una giustificazione o si lasci semplicemente correre: "se lo ha fatto lui perchè non dovrei farlo anch'io?".
Io dico che non bisogna mai lasciar correre, bisogna punire i malviventi e chiunque commetta reato, qualunque sia, perchè altrimenti si crea un precedente.
Se da un lato il modo di vedere queste "FINESTRE ROTTE" possa essere il riscontro di una società che non intende fare niente, da un altro lato lo vedrei come un modo positivo di mettere in atto le proprie proposte. Non fraintendetemi, quello che sto cercando di dire è che se una parte di cittadini Italiani si smuove per cambiare qualcosa anche seppur in minima parte della nostra società e, questo qualcosa, viene davvero cambiato allora si creerà una prima finestra rotta; altri cittadini potrebbero "svegliarsi dal proprio letargo" e aprire gli occhi per vedere che la differenza siamo noi a farla e non quattro teste in cravatta con la macchina blu. E' ovvio non si potranno fare dei miracoli ma è sempre dalle piccole cose che si parte....

Marco G. Commentatore certificato 12.02.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante questo articolo che ci mostra come in italia piuttosto che rimediare ai problemi si cerchi una giustificazione o si lasci semplicemente correre: "se lo ha fatto lui perchè non dovrei farlo anch'io?".
Io dico che non bisogna mai lasciar correre, bisogna punire i malviventi e chiunque commetta reato, qualunque sia, perchè altrimenti si crea un precedente.
Se da un lato il modo di vedere queste "FINESTRE ROTTE" possa essere il riscontro di una società che non intende fare niente, da un altro lato lo vedrei come un modo positivo di mettere in atto le proprie proposte. Non fraintendetemi, quello che sto cercando di dire è che se una parte di cittadini Italiani si smuove per cambiare qualcosa anche seppur in minima parte della nostra società e, questo qualcosa, viene davvero cambiato allora si creerà una prima finestra rotta; altri cittadini potrebbero "svegliarsi dal proprio letargo" e aprire gli occhi per vedere che la differenza siamo noi a farla e non quattro teste in cravatta con la macchina blu. E' ovvio non si potranno fare dei miracoli ma è sempre dalle piccole cose che si parte....

Marco G. Commentatore certificato 12.02.07 15:06| 
 |
Rispondi al commento

http://edicola149.altervista.org/blog/index.php?m=02&y=07&entry=entry070212-084941
Milano, «Stroncato abusivismo»
Condannata giornalaia ribelle
Disposte indagini nelle maggiori città

La signora A.P conosciuta nel quartiere come “siora Pina” è stata condannata al pagamento di un’ammenda di 100 euro per essersi rifiutata di ottemperare al dovere di lavorare ininterrottamente 45 giorni di seguito senza godere del riposo settimanale.

Il fatto, pur nella sua gravità, grazie al pronto intervento delle associazioni imprenditoriali è stato immediatamente contrastato e sanzionato.

Ad un poll di avvocati è stata messo a disposizione un team di investigatori specializzati in questo lavoro d’intelligence.

Sono in arrivo da Guantamo delle tute arancione,tute che dovranno essere obbligatoriamente indossate da tutti i rivenditori di giornali pena, la sospensione della licenza amministrativa.

Le OOSS, pur rammaricandosi, hanno inviato un telegramma di scuse alle organizzazioni imprenditoriali ribadendo nuovamente la totale dedizione alla causa comune, l’interesse di un singolo non
può prevalere sugli interessi generali.

Su iniziativa della segreteria generale, e, avvalendosi del momento propizio (Governo amico) sono stati disposti incontri ad alto livello per proporre una strategia atta ad ottenere queste conquiste sindacali anche ad altre categorie di lavoratori, al momento si sono mostrate interessate le organizzazioni dei metalmeccanici, degli statali e dei bancari.

Carmine Abruzzese

La sentenza :
http://www.snagnazionale.it/site/omsnag_webprofessional_com/org.di_Conc.e_Garanzia_decisione_n_04.2007.pdf

Gianfranco D. Commentatore certificato 12.02.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento

scomunicati?!

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/candidati.html

Berlusconi, Silvio
Deputato della Repubblica. Eletto a Milano. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

Cicchitto, Fabrizio
Deputato della Repubblica. Eletto per Forza Italia nel collegio di Corsico (Milano). Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2: fascicolo 945, numero di tessera 2232, data di iniziazione 12 dicembre 1980. All'epoca della scoperta degli elenchi Cicchitto era deputato e membro della direzione del Psi. è uno dei pochi ad aver ammesso di aver sottoscritto la domanda di adesione.

Fiori, Publio
Deputato della Repubblica. Eletto in un collegio di Roma. Il suo nome compare negli elenchi della loggia massonica segreta P2: fascicolo 646, numero di tessera 1878, data di iniziazione 10 ottobre 1978. Fiori, all'epoca deputato democristiano, ha smentito di essere iscritto. Oggi è membro di An.

Martino, Antonio
Deputato della Repubblica. Eletto in Sicilia, al proporzionale, nelle liste di Forza Italia. Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2, scoperte nel 1981: aveva presentato la domanda d'iscrizione, poi non perfezionata. Martino ha sempre negato, ma nei documenti P2 c'è una domanda d'iscrizione da lui stesso firmata, con data 6 luglio 1980, e la testimonianza del "fratello" presentatore, il collaboratore di Licio Gelli Giuseppe Donato. E' stato ministro alla Difesa.

Selva, Gustavo
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Treviso. Ex democristiano, oggi è esponente di An. Il suo nome compare negli......

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 10.02.07 09:53| 
 |
Rispondi al commento

x risolvere i nostri mali nazionali
annullate sempre le schede elettorali
fare referendum x 2 soli partiti centro dx sx
solo allora daremo il nostro consenso

Simone Bruno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

VOI COMUNISTI FATE S-C-H-I-F-O!

SIETE DEGLI S-C-H-I-F-O-S-I!!!

E SAPETE PERCHE’?!

PERCHE’ SE TUTTE QUESTE S-T-R-O-N-Z-A-T-E FATTE DA QUESTO GOVERNO DI M-E-R-D-A LE AVESSE FATTE BERLUSCONI, AVRESTE FATTO UN MILIONE DI SCIOPERI, L’AVRESTE MALEDETTO ALL’INFINITO ED AVRESTE FATTO RINASCERE LE BRIGATE ROSSE!

VOI COMUNISTI SIETE SOLO DELLE M-E-R-D-E E FIGLI DI T-R-O-I-A!

C-O-M-U-N-I-S-T-I DI M-E-R-D-A!

Antonio Bianchi 08.02.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTA SINISTRA SALOTTIERA E BORGHESE, TROPPO SIMILE ALLA CANAGLIA BERLUSCONIAN-FASCISTA, E' CONVINTA, PERCHE' QUESTO GLI SUGGERISCE IL LORO PRIVILEGIATO PUNTO DI OSSERVAZIONE, CHE I PROBLEMI PRIORITARI DELLA GENTE SIANO I PACS, O IL PARTITO DEMOCRATICO, O RIDICOLI DISSIDI DI FRANGE ESTREME. PURTROPPO PER LORO, TROPPA GENTE VIVE ANCORA IN BARACCHE E MUORE ANCORA DI MISERIA. MA COSA POSSONO SAPERE COSTORO, COSI' PROTETTI NELLE LORO TORRI D' AVORIO? SALUTI

Francesco Manfredi 08.02.07 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LEGGETE E DIFFONDETE QUESTO LIBRO CHE TROVERETE ANCHE IN VENDITA SUL WEB
" E U R O S C H I A V I, CHI SI ARRICHISCE DAVVERO CON LE NOSTRE TASSE?
EDITO A R I A N N A E D I T O R E SCRITTO DA
m,a,r,c,o,d,e,l,l,a,,l,u,n,a, e, a,n,t,o,n,i,o, m,i,c,l,a,v,e,z,
capirete qual'è il vero nemico: ne la destra ne la sinistra sono le banche.
ho dovuto scrivere in questo modo perche scrivendo certe parole "innominabili" non viene pubblicato il post.
Caro grillo ti sei fatto zittire su questo grave argomento, ed io che credevo in te.....
che delusione!!

randazzo luigi 08.02.07 16:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/candidati.html

Berlusconi, Silvio

Deputato della Repubblica. Eletto a Milano. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

Cicchitto, Fabrizio

Deputato della Repubblica. Eletto per Forza Italia nel collegio di Corsico (Milano). Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2: fascicolo 945, numero di tessera 2232, data di iniziazione 12 dicembre 1980. All'epoca della scoperta degli elenchi Cicchitto era deputato e membro della direzione del Psi. è uno dei pochi ad aver ammesso di aver sottoscritto la domanda di adesione.

Fiori, Publio

Deputato della Repubblica. Eletto in un collegio di Roma. Il suo nome compare negli elenchi della loggia massonica segreta P2: fascicolo 646, numero di tessera 1878, data di iniziazione 10 ottobre 1978. Fiori, all'epoca deputato democristiano, ha smentito di essere iscritto. Oggi è membro di An.

Martino, Antonio

Deputato della Repubblica. Eletto in Sicilia, al proporzionale, nelle liste di Forza Italia. Il suo nome compare nelle liste della loggia massonica P2, scoperte nel 1981: aveva presentato la domanda d'iscrizione, poi non perfezionata. Martino ha sempre negato, ma nei documenti P2 c'è una domanda d'iscrizione da lui stesso firmata, con data 6 luglio 1980, e la testimonianza del "fratello" presentatore, il collaboratore di Licio Gelli Giuseppe Donato. E' stato ministro alla Difesa.

Selva, Gustavo

Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Treviso. Ex democristiano, oggi è esponente di An. Il suo nome compare negli.............

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 08.02.07 13:18| 
 |
Rispondi al commento

occhio che un conto è la legalità, un altro la giustificazione della repressione... Chissà xchè le finestre rotte ci sono solo nei "quartieri sfigati" e non in quelli eleganti?
Tanto x capirci la teoria delle "BROKEN WINDOWS" è quella che sta alla base della politica di "tolleranza zero" di giuliani a new york. al di là di creare un falso mito ha avuto qche controindicazione piuttosto seria. tra l'altro la teoria è stata formulata per la prima volta da un neoconservatore (sì proprio quelli della guerra in IRAQ!!!!!!!! sono piuttosto fascistelli...)in un articolo pubblicato sul the atlantic monthly nel 1982. il titolo è "Broken Windows.The police and neighborhood safety"; autori James Q. Wilson e George L. Kelling.

ignazio.fuoco 07.02.07 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Per Loredana Solerte, che diceva che a Catania non usano il casco solo i delinquenti: qua ce ne sono 2, su un 50, e senza casco.
Sentiamo che scusa avrai oggi...
http://www.circolosantagata.it/webcam/index.php?id=4

Franco G 07.02.07 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho notato che ultimamente molti comici la sanno molto lunga in fatto di politica ed amministrazione statale. Anche tu mio "CARO" Beppe hai sempre predicato bene ma, fondalmente,razzzolato a mio avviso male. Come mai non vi mettete tutti asssieme(Guzzanti Sabina e frat.,Cozza,Luttazzi,Travaglio...)e fondate un qualche cosa che ci dia veramente la speranza in persone capaci? O E'TROPPO RISCHIOSO?

bolmetti enzo 07.02.07 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PIU' DI UNA VOLTA HO SENTITO POLITICI LAMENTARE I DISAGI CHE IL LORO LAVORO A VOLTE COMPORTA, E LE CRITICHE A CUI SONO ESPOSTI. SI PUO' PENSARE CHE I POLITICI DI SINISTRA LO FACCIANO MOSSI DA IDEALI, O DAL DESIDERIO DI ALLEVIARE LE SOFFERENZE DELLA POVERA GENTE. MA FA RIDERE PENSARE CHE QUESTO NOBILE CONCETTO SFIORI MINIMAMENTE I BORGHESISSIMI, VIZIATI, SALOTTIERI DALEMA/SALVI/DILIBERTO/GIORDANO/BEVTINOTTI & CO. NONOSTANTE LA "DUREZZA" DEL LORO LAVORO, COSTORO OCCUPANO LA SCENA PER DECENNI. SE VOLEVANO AVERE UN' INDICAZIONE, IO GLIELA DO. SE NE VADANO A FARE UN ALTRO MESTIERE, SE NE SONO CAPACI. SENNO' RIMANERE LI, E' LA CONFERMA CHE CI STANNO PER COLTIVARE I LORO, E SOLO LORO, INTERESSI. OVVIO CHE QUESTO RAGIONAMENTO NON VALE, PER IL CONSORZIO DI AFFARI (LOSCHI) CHE E' QUESTA DESTRA, PERCHE' SONO LI',EVIDENTEMENTE PER SERVIRE IL LORO PADRONE. COME ABBIAMO VERIFICATO

Francesco Manfredi 07.02.07 14:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,vengo spesso a visitare il tuo blog e
volevo chiederti che cosa ne pensi della legge gasparri sull'emittenza.ti chiedo questo perche'
io da libero cittadino,secondo l'articolo 21 della costituzione,sarei libero di esporre le mie idee con ogni mezzo,tra cui la radio.
allora perche'oggi le frequenze delle radio sono in mano solo ai grossi network a discapito della realta' locale? perche'nella mia citta',come in altre,grossi network hanno anche 5 frequenze che coprono la stessa zona e io che voglio aprire una radio non lo posso fare perche' non ci sono piu' frequenze e concessioni? a volte vorrei dare vita ad una radio pirata,pero'poi mi dico perche' rischiare e invece non provare a cambiare quello scempio che e'la gasparri/mammì?
l'etere non e' stato disciplinato a favore di tutti come la legge auspicava ma a vantaggio dei grossi poteri editoriali che in barba alla legge hanno fatto scempio di frequenze libere che non potevano occupare,ma che invece hanno tranquillamente utilizzato per espandersi a dismisura senza che nessuno li fermasse!!! tu cosa ne pensi in proposito?
grazie.

luca ceccolini 06.02.07 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quel che importa è che le dichiarazioni severissime del senatore Bianco non sono frutto di un’improvvisa intuizione investigativa ma il risultato di annose indagini ben note alla magistratura e alla politica. E allora. Perché non si era intervenuti, isolando i violenti e i loro cattivi maestri, subito dopo gli incidenti di Messina che già un morto avevano causato? Perché non si è vietato il derby Catania-Palermo visto che da settimane era noto lo scontento delle tifoserie per alcune cessioni eccellenti da parte della dirigenza del Catania?

Il presidente Pulvirenti, ricco e fortunato imprenditore, non ha costruito le sue fortune a Oslo. Quando gestiva supermercati nel Catanese e la mafia incendiava la Standa di Berlusconi e i centri di smistamento del gruppo Sma-Agnelli avrà pur sentito puzza di bruciato? Si sarà pure accorto che Catania non è Stoccolma!

Da settimane Catania era in allarme. Tant’è che sono stati schierati mille e cinquecento uomini armati, poco meno di quanto basta per tenere in pace una provincia del Libano. Ma a Catania non son bastati a proteggere l’incolumità di un quartiere messo a ferro e fuoco, dove gli abitanti ormai da anni vivono come ostaggi. Se quel che ha detto il senatore Bianco è vero – ed io per esperienza, in quanto cronista e in quanto catanese mi sento di dire che è vero e sono pronto a confermarlo ovunque – quello che è accaduto venerdì non è stato un attacco al presidente Pulvirenti ma un’Intifada suscitata dalla mano nera che tiene uniti gli interessi di Cosa Nostra e di certa Destra al cuore dello Stato.

Se lo Stato a Catania c’è, batta un colpo. Altrimenti, di tragedie annunciate come questa dovremo narrarne molte altre. Non soltanto attorno allo stadio insanguinato del quartiere Cibali.

Articolo 21, 5 febbraio 2007

Autore: Pino Finocchiaro
Fonte: www.articolo21.info

Loredana Solerte Commentatore certificato 06.02.07 16:24| 
 |
Rispondi al commento

franco g è inutile che pigli per i fondelli
ti rammento che tu ieri hai scritto questo:


««««« ma vedi di andare a cag.are! non è colpa mia se vivete in un posto di mer.da dove non potete mettervi il casco altrimenti siete dei killer.

Franco G 05.02.07 18:06 »»»»»»»»»

e questo:

«««« non vorrei essere volgare, ma credo tu abbia bisogno di un manganello...di carne

Franco G 05.02.07 15:30 »»»»»»

io ho semplicemente detto quello che so, che ho visto e che ho sentito da chi c'era in quei momenti, mi da fastidio che a ciarlare sia uno che spari cazzate al punto da dirmi le cose di cui sopra,


ps
È da quando è obbligatrio l'uso del casco, che a non portarlo son proprio i delinquenti,
Se tu venissi a Catania ti farei conoscere coloro che non indossano il casco, coloro che frequentano i centri sociali, qualche poliziotto, ma soprattutto ti farei entrare nei centri ultras. E sai come immagino la scena? Hai presente Verdone ne "Il mio miglior nemico" quando fa il gradasso di fronte all'energumeno che gli aveva rubato la macchina?
Ecco, proprio così.

Loredana Solerte Commentatore certificato 06.02.07 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido i tuoi pensieri.
Siamo un popolo di caproni.Basta che ci diano un giochino,preferibilmente il calcio ma anche tv spazzatura,cellulari,automobili, e tutto il resto lo lasciamo fare a "papà".Chi osa pensare con la sua testa è considerato antisociale. La norma è trastullarsi con i giochini "regaleti da papà"e chi è contrario è un bambini cattivo e va messo in punizione.Giochiamo, giochiamo, giochiamo ...

Loris Calzoni 06.02.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Il disobbediente Francesco Caruso, candidato di Rifondazione comunista alla Camera, è un latifondista milionario. Lui, che agli elettori promette l'esproprio delle seconde case, è proprietario di uliveti, vigneti, terre da agrumi, terreni da pascolo e immobili, sparsi tra vari comuni in provincia di Cosenza, frutto del generoso lascito di uno zio.
La visura catastale su terreni e fabbricati intestati al leader dei no global meridionali Francesco Saverio Caruso, è lunga sette pagine. Nei comuni calabresi di Longobucco, Calopezzati, Corigliano Calabro, nel Cosentino, il giovane no global è un padrone a cui dare del voi. Ha proprietà, immobili e terre, per un valore enorme. Sei appezzamenti tra terreni da pascolo e uliveti in località Calopezzati. Una frazione di un vasto agrumeto a Corigliano Calabro, metà proprietà di due terreni da 15 e 9 ettari a Longobucco, dove possiede anche una frazione di due appartamenti di 5 locali. Nella sua rendita catastale figurano poi altri 35 terreni (vigneti, uliveti e pascoli) sempre a Longobucco. Tra cui un uliveto di 54 ettari e un altro di 60, un querceto di 22 ettari, un frutteto di 38 ettari, poi pascoli e campi a perdita d'occhio. Nel complesso, una proprietà da latifondista coi fiocchi.
Ma anche da papà e mamma non è mancato nulla al giovane Francesco, antagonista cresciuto negli agi della ricca famiglia beneventana prima di trasferirsi nell'Officina 99 e nel centro sociale Ska di Napoli, dopo l'università a Bologna, la laurea all'Istituto universitario Orientale di Napoli e la scoperta del mondo dei centri sociali.
Con i genitori e il fratello ha vissuto per anni, fino alla fine del liceo, in un superattico di 350 mq nel centro storico di Benevento, nella lussuosa via Calambra. Appartamento in cui la famiglia Caruso stava in affitto, con un canone di favore. Proprietaria dell'immobile erano infatti le Ferrovie dello Stato, di cui il padre era un dirigente.

francesca rossi 06.02.07 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ripropongo un articolo di Beppe Grillo di quasi 2 anni fa, che condivido al 100%


--------------------------------------------------
29.05.05
L'Odio al calcio


A partire da oggi, il post della domenica sarà dedicato all' "Odio".
Cominciamo con il calcio.

Odio il calcio.

Odio profondamente chi lo gioca, lo discute, lo compra, lo vende, lo commenta.

Odio chi ne parla convinto che interessi a tutti.

Odio i giornalisti e i comici in tv ma odio sopra ogni altra cosa le giornaliste sportive che parlano di calcio.

Odio i Presidenti e i figli dei presidenti, odio la loro decisione di pagare le tasse spalmandole.

Odio i mister, mestiere che non serve a nulla, e odio i Direttori Sportivi e i procuratori.

Odio il Calciomercato, il Totocalcio e il calcio scommesse.

E odio appassionatamente i calciatori, come si pettinano, gelatinosi, come si vestono, le loro automobili tutte uguali, le loro veline tutte uguali; ma li odio sopratutto quando in campo cadono, sputano, bestemmiano, quando segnano un goal e si tolgono la maglia, quando parlano con dietro il cartello dello sponsor.

Odio gli arbitri, i guardalinee e odio persino i giardinieri che tengono l'erba nello stadio cosi perfetta.

Il calcio non va né visto né parlato né giocato, Il calcio va spento!!!!!!!!!!!!!!!!


Postato da Beppe Grillo alle 14:02

Sabrina Ruzza 06.02.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento

penso che quello che è successo a catania non abbia nulla a che spartire con ciò che è accaduto a genova. Per me(questo è un mio parere) Carlo Giuliani ha pagato con la vita un comportamento sbagliato per delle ideologie,mentre ciò che è successo alla diaz va bene al di là del semplice poliziotto inteso come tale..... e comunque si può dire che a genova ci è scappato il morto per una lotta(giusta o sbagliata non saprei), per delle ideologie,,,,,,,,
a catania nò.......il morto ci è scappato per il calcio......per gli ultras........gente che nella testa ha il vuoto assoluto....ignorante come le capre.Gente che sopravvive in funzione della Lazio,della Roma,del Milan.........ma che cazzo di gente è?
gente che va allo stadio per fare del male gratuito.....come si fa a paragonare un Giuliani ad un ultras?
Caruso ha detto una cazzata,,,,,,,,come al suo solito,vorrebbe fare il politico ma ragiona come un ultras........un saluto a tutti

passeri luigi 06.02.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

COME ELIMINARE LA VIOLENZA NEGLI STADI?

SEMPLICE:

FAR PAGARE 100 EURO IL BIGLIETTO PARTITA.

FINE VIOLENZE.

PS.
PER QUALCUNO E' UNA CAXXXTA?

PERCHE' 10 MILIARDI DI LIRE L'ANNO A TESTA DI MEDIA PER I CALCIATORI (SPONSOR ESCLUSI) COS'E'?

MEDITATE GENTE MEDITATE...

Luigi Rossi 06.02.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

franco g

Raciti è stato ucciso per una vendetta di un delinquente

strumentalizzarlo politicamente non ha assolutamente senso


vallo a dire ai colleghi di RACITI a Catania
che è stato ucciso da un no global, invece di fare sta manfrina, e sentirai direttamente da loro cosa ti risponderanno


anche Caruso in questo caso sbaglia quando dice che la polizia mnganella chi trova trova

non è stato il caso di quella sera

Loredana Solerte Commentatore certificato 06.02.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto che la maggior parte degli stadi sara' chiusa al pubblico in quanto non a norma.
Benissimo.
Ma la domanda sorge spontanea: perche' questi stadi non a norma sono stati aperti fino ad ora?
Chi ha firmato le deroghe?
Sono stati i prefetti?
Io dico che chi ha firmato queste autorizzazioni dovrebbe essere perlomeno indagato...
Facciamo tutti un bell'esposto???

Marco Baldo 06.02.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Se non avesse finito il suo commento dando del "fascista" a Franco G sarebbe stato anche quasi un discreto commento. Invece lei non è altro che uno sfigato "comunista" (ben diverso dai veri comunisti che peraltro io non ho mai avuto il piacere e l'onore di incontrare di persona).
Stefano Furlanis Commentatore certificato 05.02.07 21:32 "

Si spieghi meglio, sig. Furlanis, poichè non ho colto la sfumatura che avrebbe reso il mio commento discreto se non avessi dato del fascista a chi dice "...Carlo Giuliani, uno di meno"
Che suona tanto come le scritte della feccia da stadio che ho letto su alcuni muri "Ultras 1 - Polizia 0"
Stessa logica perversa. Stesse motivazioni ideologiche. Stesso pensiero di chi considera la violenza come affermazione della personalità.
Diverso è il caso di chi usa la violenza come strumento politico. Attenzione: non sto giustificando la violenza spontanea e senza fini strategici. Ma la violenza di classe per liberare il popolo dalla tirannia capitalista è un altro discorso.

Clemente Carlucci Commentatore certificato 06.02.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quando un Referendum Propositivo per non far eleggere condannati in sede definitiva e condannati e poi amnistiati?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio perchè massone?
Perchè Papa Benedetto, Cardinal Bertone e Cardinal Ruini non dicono che chi è massone, Cicchitto di FI e Gustavo Selva di AN, sono scomunicati? Forse perchè anche loro sono massoni?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di.....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 06.02.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

IO PENSO.....

che L'OGGETTO del post di oggi, come quelli delle ultime settimane, faccia parte della strategia decisa DAL SISTEMA nella recente ADUNATA DI CASERTA...

penso proprio che è nella CITTA' DELLE BUFALE che il salame abbia impartito ordini PERENTORI al maggiordomo-"comico" ed alla servitù tutta....

"chiudere il blog" farebbe troppo rumore.... "censurarlo" ancora di più.... ora che la MISSIONE E' COMPIUTA...., NULLA sarebbe più "utile" che fargli perdere qualche migliaio di "visitatori"....SOPRATTUTTO ADESSO CHE IL CONSENSO E' "CALATO" (o che qualche COGLIONE si è svegliato)....

a trovare altre soluzioni al PERCHE' questo blog ultimamente tratta argomenti scialbi, stupidi e sensa senso proprio non ci riesco...

e sì.... la gente ha visto l'ultima busta paga... GLI ASSEGNI FAMILIARI SONO RIMASTI INVARIATI..è aumentato dal 23 al 27% il prelievo fiscale..in compenso però ne LAZIO, ad esempio è già aumentata l'addizionale IRPEF, la len-SOLA-ta del maniacobersani farà risparmiare AI CONSUMATORI UNA BELLA CIPPA LIPPA, mentre alle Coop farà lievitare i guadagni, da portare tra l'altro NELLE BANCHE PROLETARIE DI MONTECARLO, a far compagnia agli ALTRI miliarducci già stipati dalla banda consorte e SCONGELATI DA UNA MAGISTRATURA MILITANTE, il salame viene fischiato OVUNQUE, TUTTI GLI AMBASCIATORI NATO PROTESTANO UFFICIALMENTE, ecc. ecc......

bè tutto questo "CARI" cojons.... NON VI DEVE RIGUARDARE.... NON SE NE DEVE PARLARE.....

ecco quale CEPPA hanno deciso di infilarvi dopo LA "RIUNIONE" DI caserta.....

silvia bada 06.02.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO, QUESTO POST E' TROPPO BELLO E SOTTILE, PERCHE' L' ABBIA SCRITTO TU! LASCIA CHE SIA L' AUTORE A PRENDERSENE I MERITI. SALUTI

Francesco Manfredi 06.02.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

e'tornata la censura!!!
http://www.grnews.it/?Azione=dettaglio&IdNews=550
HAIDI GIULIANI E CARUSO: VERGOGNATEVI ! 05/02/2007 (GrNews.it) Potrebbe questo non essere il momento di fare polemiche. Ma non possiamo non rispondere alle provocazioni, che oltre a giungere dai delinquenti in giro per le città italiane, provengono da alcuni parlamentari di questo Paese. Ieri, Haidi Giuliani, la madre di Carlo, morto a Genova nel 2001 mentre tentava di assassinare Mario Placanica, dichiarava in un lunghissimo articolo su Liberazione, che Filippo Raciti poteva essere suo figlio.Ci perdoni signora Giuliani. Ma noi pensiamo che Filippo abbia ricevuto dalla madre ben altra educazione! Quindi non può essere "suo figlio". continua sul sito


Franco G 06.02.07 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

g.melandri@governo.it

Scrivete al ministro per invitarla a tenere duro contro la sindrome di Matarrese!!!
Se non trovano soluzioni valide per contenere la violenza negli stadi possiamo sempre tentare la riconversione e coltivarci dentro le patate.

Benedetto De Rango 06.02.07 10:34| 
 |
Rispondi al commento

E te Beppe che medicina avresti per quetse finistre rotte??
Io comincerei con il rompere le teste di chi rompe le finestre altrui.
E ti posso assicurare che non sono una fascista anzi.....ma il buonismo non solo non fa bene a nessuno ma aiuta a cadere sempre più in basso e non fa crescere la gente, non dà alle persone il senso civico per dichiarare quelle società civile.
Un pò di rigore e disciplina serve ad imparare a vivere in una società civile.

ilenia nefzi 06.02.07 10:32| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE.
CI RISIAMO , E' SI CHE CI RISIAMO, SEI RICADUTO NELLA TRAPPOLA, HAI AVUTO UNA RICADUTA DELLA TUA MALATTIA , INTENDO QUELLA CHIAMATA VIRUS DA BERLUSCONISMO, HE' SI , PERCHE' TI DICO QUESTO...,HO ACQUISTATO IL TUO DVD INCANTESIMI, CHE TRA L'ALTRO, MI E' ARRIVATO DOPO VARI SOLLECITI AL TUO STAFF, MA TORNIAMO AL TUO SPETTACOLO, MI SONO DIVERTITO I PRIMI DIECI MINUTI, POI QUANDO TI E' SCATTATA LA FEBBRE DA VIRUS CONTRO BERLUSCA, MI SONO RATTRISTATO, NENACHE PIU' UN SORRISO, MA NON SOLO IO, ANCHE GLI ALTRI OSPITI CHE ERANO CON ME, SI, PERCHE' CON L'OCCASIONE, AVEVO RADUNATO PER LA SERATA GLI AMICI DELLE GRANDI OCCASIONI.
GRILLO, CONTINUA A FARE IL COMICO, QUANTO TI IMMEDESIMI NEL POLITICO, DIVENTI TRISTE, COME LORO.
CORDIALMENTE . GIACOMO FOIS

giacomo fois 06.02.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Tutto tristemente vero, aggiungo agli esempi le varie Gregoraci,Dell'Utri e tutti i trovatori dell'ipocrisia, che dire....
Io che credo in Dio e spesso mi ritrovo a fargli i complimenti per il capolavoro.
Mai come in questo periodo hanno trionfato gli ambiziosi senza sostanza gli speculatori e l'ingiustizia. Io sarei un tipo risoluto sarei disposto anche a mettere in pratica, sono stufo di lamentarmi e a questo punto dico, gente contiamoci o altrimenti è meglio che Colui da me citato metta mano...

Roberto Vesci 06.02.07 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Dopo avere assistito allo spettacolo demenziale di Catania, dove Filippo Raciti, eroico Ispettore di Polizia è stato ucciso da assassini, vigliacchi che nulla hanno di meglio da fare che confondersi tra la folla per fare le cose più nefaste fino anche a cusare la morte di un uomo, siamo costretti ad assistere alle demenziali dichiarazioni dell' "Onorevole"? Caruso: "I POLIZIOTTI ITALIANI NON SONO PREPARATI - SI DEVE FARE IN MODO DI RENDERLI IDENTIFICABILI"...
Se fosse degno di una qualche risposta, gli avrei scritto direttamente al suo indirizzo email della Camera dei Deputati di vergognarsi.
In un momento come questo, anzichè tacere (visto che per uno come lui è troppo pretendere una espressione di solidarietà per i familiari della vittima e una ferma condanna per i vili autori) non trova di meglio che conquistarsi qualche voto tra gli stessi facinorosi.
Mi cascano veramente le braccia.
Non è che io ce l'abbia con lui, mi viene rabbia contro chi lo ha votato consentendogli di portarsi a casa 15 mila euro al mese per dire tali stupidaggini.
Caro Beppe, invito te e tutti i tuoi lettori a visitare il sito della Camera e vedere le proposte di legge fatte da Caruso. Si va dalle lilberalizzazioni di droghe all'indulto, all'amnistia per i reati fino ai 5 anni, all'abolizione dell'ergastolo, amnistia anche a chi è condannato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. (Chissa che non ci scappi un amnistia anche per i suoi reati... Altro che Berlusconi e le sue leggi ad personam!).
Altra nota iniziativa di Caruso, utile a tutti i cittadini italiani onesti, è quella di piantare piantine di marijuhana alla Camera dei Deputati...
Cercando un po in rete ho trovato cose molto interessanti sul "nostro":
http://bastiancontrarian.blogspot.com/2006/03/proletari-di-tutto-il-mondo-unitevi.html
Caro Beppe, a quando un post dedicato a Caruso?
Ciao

marco cescato 05.02.07 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ arrivata l’ora che lo stato sradichi la mafia dal territorio. I politici collusi con la mafia meritano l’ergastolo. Sono dei collaborazionisti al soldo del nemico. Non si tratta solo di semplice “associazione esterna” ma anche di alto tradimento nei confronti della patria.

CONSENSO NEGATO!

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

alessandro del monte 05.02.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bepe togli le lettere ripetitive automaticamente,ke sono baccano e stress a ki vol dire provocatoriamente (e ci siamo spesso prov...)inserendo in ogni blog le stesse email noglobal(mentali!)poco intelligenti ma tanto rompenti!io proporrei di smettere i premi ai 4 attoruncoli di turno publicizzanti varii spettacoli deludenti a favore dell'oscar ai minatori,telegatto alle lavoratrici dei laboratori di sartoria,campiello ai maestri e proffessori delle scuole dell'obligo,il leone agli uscieri...eccc ti ga capio neh!

anane tre 05.02.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono d'accordo con quello che dici, ma a mio avviso manca una parte nella tua osservazione. Infatti, io credo che questo procedimento, che porta alla giustificazione per il nuovo comportamento antisociale e alla sua eventuale legalizzazione, non si ha per tutte le "finestre rotte".

Ci sono effettivamente alcune "finestre rotte" che non e' un bene legalizzare.
Altre, invece, a mio avviso varrebbe la pena legalizzarle, come per esempio il P2P (scaricare da internet canzoni e musica) oppure le droghe leggere. Non dirmi che non c'è abbastanza gente che usa le droghe leggere o che usa programmi di filesharing da poterlo accettare socialmente e legalizzarlo!

Forse i politici credono di perdere la parte "conservatrice" del proprio elettorato se prendono dei provvedimenti per adeguarsi alla società moderna (caso delle droghe leggere, del matrimonio tra omosessuali o della fecondazione assistita). Oppure (caso del filesharing), semplicemente non possono fare a meno di sottostare alle volontà delle potenti multinazionali che hanno in mano l'economia mondiale.

Il vero problema e', a mio avviso, che le "finestre rotte" vengono legalizzate solamente quando e' conveniente per coloro che tirano le corde di questo enorme burattino che chiamiamo "mondo".

Si', e' vero che diventa e diventera' legale rompere molte finestre, ma solo quelle che vogliono "loro" e, molto spesso, proprio quelle che sarebbe meglio non rompere.

Giorgio Gili Tos 05.02.07 22:31| 
 |
Rispondi al commento

tanti anni fa' gli orari dei cinematografi e dei locali pubblici erano stati limitati da esigenze di austerity.
anche adesso avremmo esigenze di risparmi energetici, ma siete andati nel reparto "illuminazione" di un qualunque supermarket/negozio/ikea? bisogna togliersi il cappotto per il grande calore.....tutto continua come se niente fosse.
cordiali saluti

gianfranca fra 05.02.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento

che ne dite dei commenti di CARUSO?

michele roma 05.02.07 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe cosa ne pensi di questo decalogo?

1. Limitare il potere di tassazione dello Stato e degli enti locali, identificando nella Costituzione un tetto massimo alla pressione fiscale complessiva. Invertire i flussi fiscali, eliminando l’intermediazione dello Stato e statuire che le PA di ogni Regione devono coprire almeno l’80% di tutte le loro spese, incluse quelle previdenziali. Solidarietà e perequazione possono coprire il rimanente 20% solo in assenza di sprechi e di significativa evasione fiscale nelle Regioni che ricevono la solidarietà dalle altre Regioni.

2. Riconoscere nella Costituzione l’impresa, e tutelarla

3. Limitare la presenza dello Stato nell'economia.

4. Regolamentare il diritto di sciopero.

5. Imporre obblighi di trasparenza e di rendiconto ai sindacati.

6. Tutelare come valore fondamentale la professionalità, l'imparzialità e l'indipendenza della pubblica amministrazione.

7. Togliere gli attuali limiti all'esercizio dei referendum.

8. Statuire con molta chiarezza che il debito pubblico potrà essere trasferito alle generazioni future solo a fronte di investimenti.

9. Passare gradualmente dall’attuale, assurdo sistema pensionistico “a ripartizione” a un più razionale e responsabile sistema “a capitalizzazione”.

10. Sancire nella Costituzione il principio dell’assoluta uguaglianza tra pubblico e privato, che devono essere considerate due sfere parimenti sovrane. Prevedere che se tra queste due sfere sorgono gravi conflitti, a decidere sia la volontà popolare, attraverso un referendum. Sancire che il cosiddetto "primato della politica" é un'idea falsa, e che una società libera e aperta é sempre dualistica: poggia cioè su una assoluta uguaglianza tra privato e pubblico.

Se ne potrebbe aprire una discussione

Saluti

Roberto Di Giand 05.02.07 20:48| 
 |
Rispondi al commento

"ecco un altro collione di sinistra che pensa di avere solo lui la verità...andate a protestare al prossimo g8 senza caschi e passamontagna, vedrete che non vi capiterà niente
Franco G 05.02.07 14:07 |

gandhi non girava col passamontagna e un estintore in mano per spaccare la testa ad un carabiniere
Franco G 05.02.07 14:06 "

Non ho avuto il piacere di essere a Genova, ma ho partecipato, in età scolare, a molte manifestazioni. Ed ho letto le cronache di molte altre. Come una manifestazione di lavoratori anni fa, a Como o a Varese, non ricordo bene, nella quale c'erano anche bambini (come in molte manifestazioni di LAVORATORI) e durante la quale i carabinieri hanno caricato arbitrariamente, ferendo un bambino di 10 anni.
Non ho la pretesa di possedere la verità assoluta. Sono marxista ergo penso, non accetto per fede. Non sono cattolico o musulmano. Dialettica! Discussione! Il mio unico credo è il non credere! E' il verificare!
Mai avuto la pretesa di essere pacifista. Sono una persona pacifica. Non credo nella guerra come strumento preferenziale della politica (non mi chiamo G.W. Bush!). Ma, contrariamente ai compagni pacifisti, e da buon leninista, credo nella lotta di classe.
Riguardo al crimine in ogni caso, non distinguo un atto criminale da un altro per l'atto stesso. Il movente conta. Anche per il nostro ordinamento giuridico. Un reato commesso in stato di necessità non è punibile! E moralmente, ammesso che per voi borghesi abbia senso il termine "morale", commettere un atto per motivazioni ideologiche, per la brama di costruire un mondo migliore è, perdonatemi il termine, "accettabile". mentre non lo è commettere lo stesso atto per sfogare le proprie miserabili e personali frustrazioni con la scusante della fede in 22 semianalfabeti miliardari che rincorrono una sfera di cuoio!
In quanto al collione... meglio collione che fascista!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 05.02.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I politici DELINQUENTI sono l'emblema della prepotenza, a quando un referendum propositivo?
Silvio Berlusconi è un unto dal demonio (massone) e un delinquente?

http://www.societacivile.it/

NUOVO PARLAMENTO, NUOVO GOVERNO
Le schede degli impresentabili
Il Caimano e le mozzarelle
di Marco Travaglio

Berlusconi, Silvio/Forza Italia

Candidato premier. Fondatore di Forza Italia. Presidente del Consiglio dei ministri nel 1994 e nel 2001. Il suo nome di compare nelle liste della loggia massonica segreta P2: fascicolo 625, numero di tessera 1816, data di iniziazione 26 gennaio 1978. In un'audizione alla commissione parlamentare sulla P2, Berlusconi ammette di essersi iscritto alla P2 all'inizio del 1978 su invito di Gelli. Conferma la sua iscrizione alla loggia al processo P2, nel novembre 1993.

• Nel settembre 1988, invece, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi dichiara al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene denunciato per falsa testimonianza. Il processo per falsa testimonianza si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per intervenuta amnistia.

• Berlusconi fu indagato già dal 1983, nell'ambito di un'inchiesta su droga e riciclaggio: la Guardia di finanza aveva posto sotto controllo i suoi telefoni e scritto nel suo rapporto: «è stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

• Berlusconi è stato accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro del........

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

alla faccia della miseria

Nando Bianchi 05.02.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Matarrese e Zamparini hanno detto che non è giusto fermare il calcio perchè si produce un danno economico alle società che saranno costrette a decurtare i salari ai giocatori.
Beppe, tu che hai promosso iniziative lodevoli di solidarietà in molte occasioni, aggiungine un'altra: raccogliamo fondi attraverso il blog da destinare alle società di calcio e ai loro dipendenti.
Lanciamo una specie di CalcioTHON.

ennio de rossi 05.02.07 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma è vera la notizia secondo cui il Presidente del Consiglio Romano Prodi dall'alto del suo piedistallo ben sorretto dalle cariatidi Giordano, Pecoraro Scanio e Diliberto, abbia sollecitato i ministri Amato, Martella, D'Alema e tutti i servizi segreti, KGB compreso, affinchè individuassero al più presto l'assassino dell'Ispettore Capo Filippo Raciti per dedicargli la sala di riunione del Consiglio dei Ministri? Altro che l'intestazione di una sala del Senato a Giuliani! Questo assassino merita di più! O no? Antonio

astefane nello 05.02.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poi dicono perchè non si fanno figli, con una società che và verso la sua deriva, come ci si può prendere la responsabilità di mettere al mondo un bambino che ha davanti più incognite che certezze?? Ma del resto, quando la nostra classe politica, colei che dovrebbe dare l'esempio e/o comunque cercare di indirizzare una nazione verso il suo futuro, è quella che tutti noi abbiamo davanti agli occhi, cosa possiamo noi sperare per quello che io considero ancora il mio paese.

Ugo Lamberti 05.02.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

MATARRESE DOVREBBE DIMETTERSI E ANDARE A VENDERE FRUTTA AL MERCATO.
POVERI GIOCATORI. RISCHIANO DI VEDERE IL LORO STIPENDIO DIMINUIRE. ALLORA SI CHE SARA UN BEL PROBLEMA. INFATTI I CASSAINTEGRATI E LE MIGLIAIA DI GIOVANI DISOCCUPATI SONO DELLE TESTE DI CAZZO: PERCHE NON SI SONO MESSI A GIOCARE A CALCIO. AHAHAHAHAH
CHE PAESE DI MERDA


Hanno rotto una finestra a Catania ?
Va beh ! però la Melandri e Prodi sono indignati !
Evviva il paese dove il figlio della TAV ( quella di suo padre che lo ha mantenuto e quella di Torino che lo ha portato alla Camera ) laconicamente commenta che i poliziotti manganellano nel mucchio !
Immaginate se in questo paese ci fosse poco poco di "Giustizia".

umberto luigi corlianò 05.02.07 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Parlare dei fatti di Catania e pensare che sia un problema del calcio è quanto di più sbagliato si possa fare. Mi spiace ma è colpa dello stato che tollera da anni quello che non è normale tollerare, "l'alzare il livello di tolleranza" di Beppe è esattamente quanto succede da anni in Italia. Tanti anni fà scoprirono una falda d'acqua altamente inquinata in Piemonte, nessun problema, l'allora ministro Donat Catten,credo si scriva così altrimenti perdonatemi, mise tutto a posto, il giorno dopo alzò con un decreto i valori massimi entro i quali l'acqua poteva considerarsi potabile e la falda era nuovamente consumabile.
In Italia dobbiamo semplicemente far osservare le leggi e che le osservino tutti, politici per primi, già così faremmo qualche passo avanti e che le pene comminate non vengano poi cancellate con indulti vari.
Ritornando ai delinquenti degli stadi, che la polizia ad esempio non possa usare gli idranti perchè rischia di far male a chi con spranghe e sassi e bombe carta va loro contro mi sembra assolutamente inaccettabile, come è inaccettabile che gli stadi il giorno prima siano aperti e, chi vuol far del casino, può portare dentro di tutto e nasconderlo, così da poter entrare il giorno dopo tranquillamente pulito.
Ma purtroppo non possiamo dimenticare l'educazione che questi ragazzi ricevono dalle loro famiglie, o meglio una non educazione, i valori del rispetto per gli altri, delle idee anche diverse dalle tue, il rispettare un contradittorio che non condividi, i veri valori del convivere civile.
Se poi alla fine scopri pure che tra quelli incriminati ci sono figli di poliziotti allora diventa difficile capire tutto il male che questa società globalizzata ha fatto.

Ivan B. Commentatore certificato 05.02.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

l'ultima finestra è stata rotta a catania

Francesco Speranza 05.02.07 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Una proposta sensata:
prendere Matarrese e tutti quei calciologhi che infestano le tv (Biscardi & C.)di stato e commerciali con le vomitevoli trasmissioni-gazzarre preconfezionate e farli girare in pullman toccando tutti gli stadi italiani, dalla serie A alla 3^ categoria.
Dovranno convertire in pecorelle i lupi assetati di sangue che infestano quei luoghi e, all'occorrenza, fare da scudi umani alle Forze dell'Ordine che dovessero subire lanci di sassi o violenze di ogni genere.
Matarrese, Matarrese, carneade, ancora tu? Ma non dovevamo vederti più?

ennio de rossi 05.02.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto un pò di commenti...che tristezza.
Solo gente minuscola come quel tale Franco G. abitante nel paese delle meraviglie che mi dà l'impressione di essere un agitatore a comando...
Ho invece molto apprezzato i commenti di Loredana, sia perchè vive a Catania, conoscendo la sua città, sia perchè vive su questa terra.

Rosso Petti 05.02.07 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GOGNA GOGNA E GOGNA.
Messi alla gogna e lasciati fuori dallo stadio.Se ti viene voglia di tirare una pietra fallo pure...quegli idioti messi li col culo per aria ci stanno apposta per prendersi tutte le pietrate.

Ranieri Matteucci 05.02.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Soluzione! E' presto detta:
1. Limitare le trasmissioni di calcio ad una sola, la domenica sera (la cara e vecchia domenica sportiva);
2. limitare i quotidiani sportivi a un paio, ponendoli sotto osservazione per accertare se scrivono di sport tutta la settimana o, invece, scrivono 6 giorni di Gossip e un giorno di sport e d'incitamento e rafforzamento della violenza;
3. fermare il campionato fino a settembre prossimo, devolvendo, nel frattempo, gli stadi alle società, con l'obbligo di metterli a norma entro la ripresa del campionato; altrimenti quella società giocherà fuori casa o sta a spasso (se, dai loro magheggi, tirano fuori i milioni da dare ai giocatori, tireranno fuori anche i miloni per adeguare gli stadi, se vogliono esistere);
4. nel frattempo, un piano ventennale di rifacimento di tutti gli stadi fuori città, in spazi aperti e lontano da centri abitati;
5. sicurezza privata obbligatoria al soldo delle società, dentro e nelle immediate vicinanze dello stadio. Per i soldi vale quanto detto sopra, meno milioni ai giocatori;
6. nuove norme per la polizia e un magistrato in servizio, durante le partite (in ufficio e non a casa, è medioevale la norma che il sabato o la domenica il giudice è intoccabile, perchè mantenerla?), con potere di condanna immediata. Con le norme attuali produciamo carta, burocrazia e svuotamento dell'attività di polizia; difatti, quando la polizia arresta, il sabato o la domenica un ultras facinoroso, il lunedì il giudice, sentite: convalida l'arresto ma lo scarcera perchè per quei "reatucci" non può andare in carcere, al massimo agli arresti domiciliari, oppure gli s'infligge solamente la diffida dai campi di calcio.
7. Via Matarrese dal calcio.
Poche norme C.C.C.

Per una laternativa: Synallagma.blogspot.com


Non è questione nè di destra nè di sinistra, ma di Ultras:
- a Livorno sono tutti comunisti, e non sono teneri
- in curva nord i tifosi della lazio sono praticamente tutti di destra o di estrema destra, e non sono teneri (vanno a roma-livorno, sotto lo stadio, solo per "fare politica")
- in curva sud c'è un pò di tutto, dall'estrema sinistra all'estrema destra, e anche lì non scherzano, anche se non ho mai visto morire un poliziotto
- a Napoli non credo siano molto gentili, spesso scappa l'accoltellato
- Bergamo ha una tifoseria tra le più temute dai celerini, ma credo che sia più che altro una tradizione storica, oggi fanno paura altri nuclei

Il problema è l'Ultras, non so che cosa lo spinga ad essere così brutale (la sindrome del gruppo, il bullismo, la politica, la frustrazione? boh!) so solo che non è più il tempo di capirlo e compatirlo, ma è il momento di combatterlo e di arginarlo (che magari presi singolarmente sono anche brave persone), come hanno fatto in Inghilterra dove sono riusciti a domare gli hooligans.

Una volta in curva c'erano i padri di famiglia, i quarantenni, che ci pensavano 4 volte prima di fare pazzie. Oggi sono piene di pischelli fomentati che si vogliono sfogare contro l'altra tifoseria. Un conto sono i cori, un'altra cosa le bombe, i razzi, i coltelli, i sassi, i bastoni.

Diamoci una controllata tutti quanti, sennò gli stadi ce li chiudono.

Andrea Carrassi 05.02.07 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Io cittadino che non segue lo sport
PAGO i stadi di calcio
PAGO il servizio di vigilanza della Polizia di Stato
PAGO la televisione pubblica che incita gli animi e favorisce i conflitti
PAGO danni e pensioni alle vittime della violenza negli stadi.

INVECE

Le societa sportive usano i miei stadi, fatti con i miei soldi, per fare business
Le società sportive ingaggiano giocatori a suon di miliardi e non spendono una lira per la sicurezza

giuseppe cosenza 05.02.07 14:46
-------------------------------

Che ne dite se raccogliamo le firme per:
- la nascita della "polizia da stadio", privata e a carico delle società;
- l'addebito alle società dei danni a cose e/o persone arrecati durante le manifestazioni sportive;

Michele

P.S.: a quanto ammonta l'affitto incassato dai comuni per le partite di campionato?

Michele DT 05.02.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

ringraziamo Loredana Solerte che porta luce e verità in questo blog.

Franco G 05.02.07 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

=============================
WWW.SPLENDOR.SPLINDER.COM
=============================

L'ispettore di Polizia morto a Catania guadagnava un duecentesimo di quello che prende Ronaldo per far il pensionato di lusso al Milan (con altri 40 - 50 giocatori in rosa!!!

Non ci vengano a dire che le squadre non sono proprietarie degli impianti e che non possono permettersi la messa a norma degli stadi!!!
Il personale di vigilanza, fra l'altro, dovrebbe lavorare due giorni al mese (partite in casa) e in occasione delle (eventuali) coppe ....

e noi dobbiamo sopportare ancora Matarrese, Carraro, Pippo Baudo: il nuovo che avanza

Francesco Bastianelli 05.02.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Gli altri brigatisti rossi,venivano quasi tutti dall'Università "CATTOLICA" di Trento.
Caxxo,che brigatisti ROSSI!
Erano tutti ex chierichetti e,molto probabilmente,sì comunicavano quotidianamente.

I "Casini" in italia sono sempre stati di destra.

joseph pane 05.02.07 15:48 |

@@@

Ritengo non esistano differenze tra demonicristiani e comunisti di ogni tinteggiatura.Ambedue sono risvolti della stessa medaglia.In tempi attuali,poi, il marasma o amalgama politico costituzionale è perfettamente funzionale alla conservazione del sistema.
E

Wolf Blondie 05.02.07 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non so se sono il solo: dopo un giorno di commenti dalla mattina alla sera vorrei subito dei provvedimenti, riparlare continuamente delle stesse cose su tutti i canali TV e tutti i media, senza dare una risposta, mi stanca e mi esaspera. Sia chiaro: vorrei che si prendessero delle contromisure anche forti ma efficaci, e si perdesse l'abitudine di doverne parlare fino allo sfinimento. Parlarne oltremisura é una cattiva un'abitudine a riempire gli spazi lasciati vuoti dal calcio, per il limite dei media a non sapere fare silenzio, quel silenzio che nei rapporti normali, invece, significa qualcosa. Per questo spero che si aspetti, che si trovi il modo di fare un silenzio mediatico per distaccarsi da queste cose da questi avvenimenti, e mostrare la propria indignazione, nel silenzio appunto, ma con più forza.

francesco rapisaldi 05.02.07 15:57| 
 |
Rispondi al commento

quello della logica geniale per cui essendo stati arrestati fra i teppisti di venerdì anche il figlio di un poliziotto e due figli di medici, ecco provato il legame con la mafia.

Con lo stesso acume deduce che i c a m p i di A.......z erano dei centri di benessere

Loredana Solerte 05.02.07 15:14 |
@@@
Signora ,
sia...solerte a non rompere i co.....i!
Mi afferra,vero?
Non l'ho cercata e non mi interessa avere contatti con Lei.
Comunque Le rispondo in modo chiaro e forte...
1) Non mi importa nulla del poliziotto morto, da me muoiono 12 cavatori all'anno e nessuno riempie le pagine di questo blog,per quello.
2) Il poliziotto faceva il suo "mestiere",quindi ci sta anche quello.
3) I figli di Onorevoli (si fa per dire) ministri...erano nelle BR !
4) I figli dei celerini sono nelle file degli ultrà.

Questa è la realtà di questo calderone che si noma italia.Se ,poi, a Catania c'è la congiunzione stato-mafia-delinquenza a me nulla importa...è "cosa loro"...non è il mio Stato...non sono miei simili...
La Sua idiota pseudo-conclusione sui K_ L mi lascia indifferente...Lei ha capito perfettamente...solo cerca un pò di compagnia...nel Suo stato...La capisco!
Cerchi altri...non ho lo spirito samaritano,nè da assistente sociale.

A non risentirLa,
E

Wolf Blondie 05.02.07 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor Grillo,
ma lei, nello specifico, cosa ne pensa dei fatti di Catania e della morte dell'ispettore Filippo Raciti?

Cristina P. 05.02.07 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Con_tatto con:

E T S v
r h k e
w u y l
i l p v
n e e e
......t
......b
......l
......u

Wolf Blondie 05.02.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che modificare a fare gli stadi? Perché mandare a morire poliziotti che noi paghiamo? A che serve mettere in galera gli arrestati se poi dopo tre giorni sono fuori?
Perché non li lasciamo entrare, armati come sono, negli stadi e li chiudiamo dentro a chiave, senza polizia, senza controllo alcuno, lasciandoli scannare tra loro e riaprire le porte dopo cinque giorni per raccoglierne i pezzi?

marcello tetro 05.02.07 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il calcio è un'altra finestra rotta dell'Italia anche se in altri stati è ugualmente uno sport esageratamente sopravalutato e pagato. Siamo non di fronte a un semplice sprt ma ad un'azione imprenditoriale e di mercato dove girano miliardi e compromessi tali da allontanare piano piano gli amanti in genere dello sport. Per i giovani che vedono questo sport e ciò che succede
dentro gli stadi, fuori degli stadi e nelle stanze del potere non è certo un esempio di moralità ma un miraggio di facile raggiungimento
anche se poi nella realtà non è propio così. Comunque ciò che succede negli stadi è un pò come i governi che i cittadini si votano e quindi
si meritano. Non si può morire per uno sport, semplicemente per guardarlo, da una parte o dall'altra. Se questo accade significa che il nostro stato e il nostro governon non sono degni di chiamarsi democratici ma anarchici. merli giuseppe

giuseppe m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 15:03| 
 |
Rispondi al commento

S k y p e:
V e l v e t b l u

Wolf Blondie 05.02.07 14:56| 
 |
Rispondi al commento

a livorno e piacenza scrivono picchiano insultano sempre con le stesse caratteristiche: comunisti e mafiosi che si nascondono dietro allo sport. situazione invivibile e dunque
acab (al posto di cops comunists)

franco bollo 05.02.07 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ITALIANI!
CHE INCIVILI...
CHE ARROGANTI...
CHE STRAFFOTTENTI...
MAFIA
SPAGHETTI
PAPA
PERò CHE SIMPATICI.

COSì CI VEDONO DALL'ESTERO,
COSì PARLANO DI NOI GLI STRNIERI
COSì SIAMO RIDOTTI

CHE COGL...I.

Gianpietro Colla 05.02.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa vi indignate a fare ancora in italia? il vostro capo del pallone, tale antonio matarrese, rampollo di una nobile famiglia di palazzinari abusivi (ricordate punta perotti??), ha detto, con il cadavere dell'incolpevole ispettore raciti ancora caldo, che "lo spettacolo deve andare avanti", e "che la morte e' un prezzo da pagare"...
vi chiedo...cosa vi indignate a fare?? fossi in voi, pagherei duemila euro ad uno scafista che vi porti clandestinamente in albania... cosi potreste provare a rifarvi la vita in una nazione piu' civile della vostra!
viva Francia!! toujours!

andrea mallin 05.02.07 14:50| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANI!
CHE INCIVILI...
CHE ARROGANTI...
CHE STRAFFOTTENTI...
MAFIA
SPAGHETTI
PAPA
PERò CHE SIMPATICI.

COSì CI VEDONO DALL'ESTERO,
COSì PARLANO DI NOI GLI STRNIERI
COSì SIAMO RIDOTTI

CHE COGLIONI...

Gianpietro Colla 05.02.07 14:49| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANI!
CHE INCIVILI...
CHE ARROGANTI...
CHE STRAFFOTTENTI...
MAFIA
SPAGHETTI
PAPA
PERò CHE SIMPATICI.

COSì CI VEDONO DALL'ESTERO,
COSì PARLANO DI NOI GLI STRNIERI
COSì SIAMO RIDOTTI

CHE COGLIONI...

Gianpietro Colla 05.02.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento


perchè se chiedi l'applicazione delle leggi sei un fascita. Purtroppo l'Italia è piena di centri solciali e di persone come Solerte che credono che i cs siano sinonimo di civiltà, democrazia e cultura

Franco G 05.02.07 14:04


franco (che nome meridionale però che ti ritrovi) io aveveo in precedenza scritto questo:

««««AD UCCIDERE RACITI SONO STATI DEI DELINQUENTI DELLA MANOVANZA MAFIOSA CHE SI DEFINISCONO (LORO) TIFOSI E ULTRAS
I POLIZIOTTI PROPRIO IN QUEL MOMENTO STAVANO ARRESTANDO UNO DI LORO

LA TUA DICHIARAZIONE (per me sono teppistelli uguali a quel collione di Carlo Giuliani: la polizia dovrebbe poter sparare a vista) È LA CAUSA DI DISORINI E OBBROBRI DI ABUSI DA PARTE DELLA POLIZIA COME QUELLI DEL G8

SE PERMETTI, IO SON DI CATANIA E CONOSCO BENE LA DIFFERENZA FRA COLORO CHE FREQUENTANO I CENTRI SOCIALI E COLORO CHE FREQUENTANO I CENTRI ULTRAS
MOLTI DI QUEST'ULTIMI È GENTE SENZA ALCUNA MORALE E SENZA NESSUN SENSO CIVICO, CAPACI DAVVERO DI RUBARE AI PROPRI FAMILIARI E DI PICCHIARE LE DONNE INCINTE.
IL TUO INTERESSE AD ADDOSSARE LA COLPA AI SOLITI COMUNISTI È RIDICOLA, COSI' COME RIDICOLI, OLTRE CHE ABERRANTI, SONO CERTE SCRITTE SUI MURI DI ALCUNE CITTA'

ps
GLI ULTRAS CATANESI SON PERLOPIU' DI ESTREMA DESTRA

Loredana Solerte 05.02.07 10:22»»»»


il tuo modo di travisare gli argomenti e le affermazioni è infido e infame

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ITALIANI!
CHE INCIVILI...
CHE ARROGANTI...
CHE STRAFFOTTENTI...
MAFIA
SPAGHETTI
PAPA
PERò CHE SIMPATICI.

COSì CI VEDONO DALL'ESTERO,
COSì PARLANO DI NOI GLI STRNIERI
COSì SIAMO RIDOTTI

CHE COGLIONI...

Gianpietro Colla 05.02.07 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Io cittadino che non segue lo sport
PAGO i stadi di calcio
PAGO il servizio di vigilanza della Polizia di Stato
PAGO la televisione pubblica che incita gli animi e favorisce i conflitti
PAGO danni e pensioni alle vittime della violenza negli stadi.

INVECE

Le societa sportive usano i miei stadi, fatti con i miei soldi, per fare business
Le società sportive ingaggiano giocatori a suon di miliardi e non spendono una lira per la sicurezza

giuseppe cosenza 05.02.07 14:46| 
 |
Rispondi al commento

a Milano tirano i motorini, al sud, per questione culturali, si tirano le bombe carta. La cultura malavitosa si vede pure qui. Guardiamo i morti allo stadio: 90% sono al sud.

Sempre Sud 05.02.07 10:24

http://www.tgcom.mediaset.it/sport/articoli/articolo347224.shtml

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

e chi scrive sui muri??? Ma perchè quando vengono trovati questi "teppistelli", non vengono puniti con il ripristino di ciò che hanno rotto/sporcato/asportato?? sicuramente la volta dopo ci pensano un pò sopra, prima di fare delle stupidaggini.

roberta robert 05.02.07 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ti pongo una domanda: è tua opinione che questo comportamento sia geneticamente italiano o è, piuttosto, il risultato delle manovre del potere, della strategia dei potenti per creare un popolo di zombie?
Io propendo per la seconda ipotesi. Anche se la tentazione dell'imperfezione genetica, in alcuni momenti, è forte.
E' anche colpa della nostra storia? Possibile che la barbarie violenta occidentale del medioevo sia in qualche modo arrivata fin qui?

Clemente Carlucci Commentatore certificato 05.02.07 13:18| 
 |
Rispondi al commento

"Quando si pensa solo al potere e ai soldi
Quando non si crede più a niente perché non c’è più niente da credere
Quando il laicismo imperante distrugge le ultime regole di cristianità
Quando siamo costretti a ripetere gli stessi sbagli
Quando ci sono troppi galli a cantare
Quando vogliamo giustizia ma ad una raccomandazione non si dice mai di no
Quando vogliamo lealtà ma un aiuto di un conoscente è meglio
Quando nonostante denunce su denunce non succede niente assolutamente niente
Quando pur non avendo niente da dire dobbiamo dire la nostra
Quando le nostre opinioni seguono il vento del momento
Quando un comico deve prendere le parti di una nazione
Quando qualcuno disse “governare gli italiani non è impossibile è solo inutile”
Quando……sono troppo stanco per continuare e la voglio finire

Ed ogni volta sappiamo solo dire “che centra scusa”
sappiamo solo dire

che centra
giuseppe turrisi"

Quando ci sono troppi galli nel pollaio... preferiresti averne uno solo? Che si chiami Mussolini, magari?

Quando la laicità imperante ecc. ecc. Vuoi sapere la testimonianza cristiana più importante che i barbari europei occidentali hanno lasciato al mondo? Leggi "Storia delle crociate" del professor Steven Runciman. Il massacro di Gerusalemme del 1099. E poi l'inquisizione, la caccia alle streghe, l'appoggio ai tiranni contro il popolo, l'uccisione della scienza, la collaborazione con i regimi fascista e nazista, l'aiuto ai criminali nazisti dopo la guerra, la scomunica per chi votava dopo l'unità d'Italia e per i comunisti dopo. Gli omicidi politici, gli stupri. L'ingerenza nell'attività legislativa di uno stato sovrano da parte della conferenza episcopale italiana (che si dice italiana ma è vaticana e quindi straniera!).
Quando non succede niente perchè nessuno denuncia lo hai dimenticato?
Quando l'ignoranza regna sovrana e chi è colto viene guardato come un fenomeno da baraccone? Perchè si puo essere un imbecille famoso, ma è difficile essere un anonimo acculturato.

Clemente Carlucci Commentatore certificato 05.02.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

"finchè al governo abbiamo la signora Giuliani, figlia di un teppistello a cui hanno intitolato una NOSTRA stanza in senato, Caruso non-voglio-lavorare-ma-datemi-uno-stipendio, sono-un-sindacalista-in-cashmire Bertinotti e abbasso-i-suv-w-le-barche-a-vela baffetto, dove vogliamo andare? Siamo un paese in cui se rubi i sindacati ti difendono!!!

Franco G 05.02.07 09:44"

Teppistello? Chi Carlo Giuliani? Perchè voleva portare il suo dissenso politico ai grandi del mondo e per proteggere le maestà loro dei potenti del g8, la polizia aveva bloccato tutta la città? Perchè ha combattuto per forzare il blocco dei difensori del potere ed è morto nel tentativo di gridare ai vari Bush, Blair, Berlusconi ecc. ecc. "Siete gli affamatori del mondo!" ed è stato ucciso per questo! Ma siccome l'uniforme la portava il suo assassino e non lui, automaticamente Carlo Giuliani è il teppista, il comunista, lo sfaticato. Anche le SS portavano l'uniforme. E anche degli ebrei si diceva che erano "haftlingen", semi-umani, teppisti, ladri, imperfetti, nemici. Quindi, per te, siccome chi li ammazzava era il rappresentante dell'ordine costituito, aveva il pieno diritto di farlo?
Non mescoliamo qualunquisticamente le cose. I tipi che hanno ammazzato quel poveraccio in uniforme a Catania sono teppisti, fascisti. Perchè non rappresentano altro che se stessi, la loro totale assenza di ideali e di riferimenti. La loro barbarie. Il loro senso di appartenenza al branco, che è l'unico modo in cui sentono di esistere.
Hai fatto caso che la polizia le prende quasi sempre nei disordini da stadio e invece pesta a sangue e spara durante le manifestazioni politiche. Sai perchè? Perchè le botte allo stadio fanno parte dello spettacolo, del business. Ai padroni un poliziotto morto così fa anche comodo. Fa più audience. Invece i manifestanti politici sono CONTRO il sistema. Fanno paura ai padroni. E quindi gli ordini sono diversi. Ammazzare e pestare. Pensa prima di scrivere stronzate!

Clemente Carlucci Commentatore certificato 05.02.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Metti una Grande Città in un giorno di festa.
Metti migliaia di giovanivecchiadultiprofessionitibenemalavitosifancazzistipensionati, che sciamano tra bancarelle di dolciumi e robbabbuna a pocoprezzo.
Metti bambini con cane finto, signore con cane vestito, giovanotti con cane incazzato.
Metti divisioni corazzate di macchine, furgoni, motorinisenzacasco.
Metti parole volanti come corvi: "...manonèchelavraffattapposta...peròppureloro...pennavotachièddilloro..."
Metti che un venticello gelido che parte dal Vulcano e passa tra la folla intabarrata.
Metti dei ragazzi con dei fiori in mano ed uno striscione che dice CONTRO L'INDIFFERENZA.
Indifferenza? Da cosa?

Walter Veltri 05.02.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Se questa società è ridotta in questo modo a chi vogliamo dare la colpa ?
Ne facciamo o no parte ?
Partiamo dal nostro quotidiano, partiamo da noi stessi: C'è maleducazione ? Non la alimentiamo. C'è inquinamento ? Rendiamoci conto che è colpa anche delle nostre scelte. Succedono tragedie agli stadi ? Iniziamo ad interrogarci su chi ci va. Non sono forse i nostri figli ?
Io credo che la soluzione sia partire dalla consapevolezza che per lo Stato, per i politici, per le società di calcio, per gli ultras, per gli sponsor, per le televisioni, per i giornali non siamo che dei consumatori.
Smettiamo di esserlo o almeno sappiamolo essere.
Andando allo stadio o molto più semplicemente assistendo a quegli inutili dibattiti televisivi fatti da gente che "LAVORA" parlando di calcio (!!!) non facciamo altro che alimentare tutto un meccanismo che degenerando porta a quello che è successo venerdì sera.
Abbiamo molto potere, sappiamolo utilizzare

alberto m. Commentatore certificato 05.02.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito già questa teoria delle finestre rotte, se non sbaglio introdotta da un criminologo americano, che prima era il responsabile della "polfer" di New York (se non erro...) ed ora è a capo della polizia della stessa città...

Francesco 05.02.07 12:32| 
 |
Rispondi al commento

ma in che posto di mer.da vivete???

Franco G 05.02.07 12:05


in un posto governato dalla mafia esattamente come quello in cui vivi tu

è solo che alcuni come me non hanno glii occhi foderati dal prosciutto della "dx", della "sx", dei "no global" e degli "sbirri", del "sud" e del "nord" come li hai tu

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi dispiace ma non ci credo. No, non credo alla versione che stanno dando i telegiornali e che si sta cercando di far passare. Non credo alla verità ufficiale. Mentre avevo inizialmente creduto, come tutti, alla versione della bomba carta - perché la dinamica aveva una sua logica - ora non credo affatto al "masso" che avrebbe colpito Raciti.
a) lo stesso medico che ha eseguito l'autopsia ha parlato di "trauma addominale e fratture multiple del fegato, compatibili con un colpo contundente di importante adeguatezza lesiva". Nessuno quindi, se non i mass media, ha parlato di un masso e "importante adeguatezza lesiva" non si riferisce alla grandezza dell'oggetto, ma alla sua potenzialità lesiva. Ad esempio, un proiettile di pistola - piccolissimo - ha una importante adeguatezza lesiva.
b) per provocare lesioni del genere il masso dovrebbe esser stato scagliato con inaudita violenza. In considerazione del fatto che l'Ispettore Raciti pare si trovasse in piedi fuori della vettura (così dice il suo collega), sembra impossibile che, a mani, possa essere scagliato in orizzontale un masso. In più il collega che faceva servizio con Raciti non ha mai riferito del fatto che il proprio collega era stato colpito. Un masso che spappola il fegato sicuramente non lascia indenni ma provoca l'immediato accasciarsi al suolo o quantomeno fa sì che qualcuno si accorga di quanto accade. Se invece vien detto - perché si è detto anche questo - che Raciti era all'interno del veicolo della Polizia che vedete nella foto qui sotto, allora è legittimo chiedersi come abbia fatto un masso a passare attraverso grate intatte.
c) lo spappolamento del fegato ben potrebbe essere compatibile, invece, con una bastonata, o un colpo diretto inferto a distanza ravvicinata. Tuttavia nessuno ne ha parlato e poiché Raciti prestava servizio insieme a un collega che non ha parlato di corpo a corpo anche questa ipotesi è da escludere.
d) ciò che invece è compatibile con le lesioni subite è il lancio di un

sempre i soliti 05.02.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è, cari signori, che tra i giovani non esiste più disciplina per colpa, innanzitutto, di genitori ed educatori impreparati alle nuove evoluzioni sociali sempre più consumistiche e tendenti al "nulla interiore"...e se poi qualcuno osa far notare che "così non si fa" (come è capitato a me che ho sorpreso dei ragazzini dopo che mi hanno fatto esplodere la cassetta della posta con i petardi), i genitori danno ancora loro ragione, perchè, i loro figli hanno ben diritto di divertirsi...!!!

ENRICO C. Commentatore certificato 05.02.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Ho letto l'articolo intitolato finestre rotte, lo condivido in pieno e ancora una volta mi trovo di fronte a qualcosa di illogico di paradossale. In questi giorni l'Italia è scossa dalla notizia del polizziotto ucciso a Catania e ho la angosciante sensazione che si tratti di un'altra finestra rotta che nessuno vuole riparare. Ieri sera ho visto alcuni talk show "calcistici" in cui ho sentito delle cose incredibili a difesa di questo "sport", se così ormai si può chiamare, dette da persone che ovviamente campano sul vergognoso giro di soldi che decide ogni cosa.Io sono un tifoso blucerchiato da sempre come del resto anche tu Beppe e , vedi, appena ho appreso la notizia mi sono promesso di non seguire mai più questo schifo di carrozzone controllato dai dirigenti corrotti e dalle televisioni. Perchè nessuno ieri sera ha detto queste cose?!!?? Perchè non si ha l'onestà intellettuale di ammettere che non è più possibile aspettare il morto per far finta di muoversi? Ogni domenica allo stadio la violenza fa da padrona e nessuno dice nulla! Quelli che hanno tirato il motorino a San Siro sono tutte le domeniche allo stadio belli sereni!!!!!Così si romperanno altre finestre vicino alla finestra rotta di Filippo Racina.
Io intanto ho buttato l'abbonamento e rescisso il contratto con sky.....Chi è disgustato come me mi segua; così non dovranno chiudere gli stadi per vederli vuoti. Beppe sei un grande so che qui posso dire queste cose grazie per questa possibilità.

andrea gnocchi (bluesman) Commentatore certificato 05.02.07 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


italiano ?no italiota.!!


il calcio è sempre stato e sempre sara' sporco,fa troppo comodo ai nostri politici,che di riffa e di raffa ci sono immischiati dentro,ma perchè in italia si arriva sempre in ritardo su tutto? prima si finisce il prosciutto e una volta arrivati all'osso si prendono provvedimenti,cosa servono i prefetti?se non a farsi fatti loro,il disagio giovanile?fa comodo,come fanno comodo le cooperative dove tutti attingono a mani piene.il calcio è solo la parte piu' visibile di un'italia marcia dentro,ma siccome viviamo in uno stato governato da una sinistra destroide capitalista,è giusto che il prezzo da pagare sia una retrocessione lenta verso il 3°mondo,italioti !qua a forza di chiacchiere i nostri politici ci prendono solo per il culo siamo solo carne da barattare per le loro comodita'. per il cemento ringraziate sempre i soliti ..noti.....prodi,.pizzarotti,lunardi,d'alema.cofferati.bertinotti,scalfaro, ecc..e 5000 uomini destinati a far loro la scorta solo perche' hanno il culo molto sporco,purtoppo questa è l'italia,gente tenuta negli uffici,a non far nulla,burocrazia infinita, spolpano tutto e chiunque salga al potere dell'italiota non gliene puo'fregar nulla ........solo parole e i fatti solo per i meri interessi propri.
,vorrei anche aggiungere che l'italia in fatto di genitori e figli è un disastro,perche' i minorenni se stanno fuori la sera,i genitori godono,nelle scuole non viene insegnato nulla se non il fatto che hanno solo diritti.ma i doveri?,la legge nei locali di fatto non viene rispettata,nessun gestore se ne peroccupa,anzi.....nelle scuole molte volte insegnano persone il cui primario obbiettivo è lo stipendio,l'italiano la matematica chi se ne frega meglio il grande fratello come avvenire oppure seguire l'esempio di un del noce...questa è italia africa o giu' di li..in quanto descrivere questi giovani asociali "fascisti" mi sembra solo una posizione di comodo per chi molti di questi soggetti violenti le alleva nei pr

roberto crociani 05.02.07 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Man mano che scorre la rotella del mouse appaiono sempre più indignazione con argomentazioni,insulti..neppure noi che ci definiamo tanto progressisti,pacifisti e arguti da renderci conto che l'italia non è più una nazione ma una poltiglia di leggi,media e soprattutto bugie non riusciamo a non stare male per essa,a digrignare i denti e stringere i pugni di fronte alle notizie del telegiornale, che da una parte mostrano gli orrori del vicinato e dall'altra la stupidità di chi ci governa (e sta all'opposizione).Ed è allora che ti alzeresti, corresresti urlando per le strade con la tua pietra cercando chi ha fatto questo all'italia,a una nazione che vanta il genio di uomini illustri e menti fuori dal comune e che ora è tuttaltro, un ibrido tra omertà e stupidità e violenza. Ti fermi con il fiato affannoso e lo sconforto xkè sai che in fondo non è uno,non è da ora che va così e non sarai mai tu da solo a bloccare tutto questo.Hai due possibilità,uniformarti lanciando sassi addosso ad ogni vetrina che ti blocca nel cammino,oppure spegnere la TV,chiuderti in qualche luogo nascosto e lasciare che siano gli altri a rompere le vetrine per te! sconfortante e deprimente.
Forse è per questo che ci arrabbiamo,perchè ancora pensiamo di poter salvarla questa nazione,di guarirla da questa malattia, di riuscire a bloccare quel sasso che si sta scgliando contro quella fragile,fragilissima vetrina che è l'Italia.

stefano diana 05.02.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella realtà delle cose credo che questo comportamento "broken windows" non sia solo una patologia italiana, in ogni cultura esisterà qualcuno che in qualche momento può godere del fatto di distruggere qualcosa di immacolato. E' una sensazione labile, ma di potere. Un sasso contro una vetrata che si frantuma.

Il problema italiano è un altro. E' che qui come negli altri paesi, ci si incazza con chi frantuma il vetro. Perchè vederlo rotto è brutto e dà l'idea di qualcosa di incurato, ma nessuno si indigna, nessuno, qui in Italia, si incazza se qualcuno, con strumenti ben più fini di una pietra, toglie il vetro dai bordi così che l'aria passa, il vento entra in casa, ma ad un occhio poco attento non appare la rottura.
E comunque nessuno si scandalizza troppo, perchè almeno a vedersi le cose son rimaste decenti. E si premia più il losco potente truffatore che ha mezzi e abilità piuttosto che chi sporadicamente si scaglia contro la società. Se lo fai continuativamente sei accettato.

La seconda peculiarità italiana è quella del porre i rimedi... Ogni altro europeo chiamerebbe uno capace di riaccomodare il vetro, sostituire il pezzo e via. In Italia ci si ingegna per riparare il vetro con cartone e scotch. Così si spende meno, ma il risultato è che da fuori il vetro fa schifo, e dentro fa freddo perchè gli spifferi non si tappano. E ai furbi continua a venir voglia di spaccare gli altri vetri.

David Rinaldi Commentatore certificato 05.02.07 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si pensa solo al potere e ai soldi
Quando non si crede più a niente perché non c’è più niente da credere
Quando il laicismo imperante distrugge le ultime regole di cristianità
Quando siamo costretti a ripetere gli stessi sbagli
Quando ci sono troppi galli a cantare
Quando vogliamo giustizia ma ad una raccomandazione non si dice mai di no
Quando vogliamo lealtà ma un aiuto di un conoscente è meglio
Quando nonostante denunce su denunce non succede niente assolutamente niente
Quando pur non avendo niente da dire dobbiamo dire la nostra
Quando le nostre opinioni seguono il vento del momento
Quando un comico deve prendere le parti di una nazione
Quando qualcuno disse “governare gli italiani non è impossibile è solo inutile”
Quando……sono troppo stanco per continuare e la voglio finire


Ed ogni volta sappiamo solo dire “che centra scusa”

giuseppe turrisi 05.02.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando sono sempre gli altri
Quando si muore dalla noia perché non si consce il sacrifico
Quando chi con un passa montagna ed un estintore assale un carabiniere diventa un eroe
Quando non c’è la certezza della pena
Quando con la condizionale non ti fai nemmeno un ora di carcere
Quando si muore per niente
Quando ci sappiamo solo lamentare
Quando muore un delle forze dell’ordine per fare il suo dovere e scriviamo “polizia infame”
Quando parliamo di tolleranza ma servirebbe il rispetto e disciplina
Quando i processi dovrebbero essere rapidi
Quando abbiamo perso tutti i valori possibili in nome di un laicismo imperante
Quando abbiamo perso ogni rispetto delle regole civili in nome di una democrazia vuota
Quando il dio denaro comando
Quando vogliamo tutto e subito
Quando non siamo leali
Quando cerchiamo la giustizia ma una raccomandazione non si rifiuta mai
Quando non si ruba ma se c’è l’occasione si sa come è
Quando se vai la c’è un amico che ci consce..
Quando viviamo sopra le nostre possibilità economiche…
Quando a diciotto anni facciamo girare nostri figli sul fuori strada
Quando i bambini muoiono di fame e basterebbe 1 euro al giorno
Quando ogni sabato annoiati i giovani spendono 40 euro per la droga
Quando i giovani a 18 anni vanno con le auto sportive in discoteca
Quando il consumo della cocaina è alle stelle
Quando dei bambini manca il latte e basterebbe un euro al giorno
Quando non si conosce la storia
Quando si vive solo del momento
Quando si spengono i riflettori e si dimentica tutto
Quando a governare ci sono ex terroristi ed io per fare un concorso devo fare il giudiziario del casellario
Quando si studia da 30 anni sui testi del Villari che nascondono che i partigiani ne hanno ucciso più dei fascisti…
Quando un intellettuale di sinistra (Panza) se ne accorge lo scrive lo radiano
Quando si brucia la bandiera italiana
Quando sotto falce è martello ancora oggi in cina muore gente
Quando non ci sono più ideologie
Quando non c’è più ne destra ne sinistra

giuseppe turrisi 05.02.07 11:25| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per risolvere il problema è far sì che 'CHI ROMPA LA FINESTRA' PAGHI. La punizione esemplare è l'unico modo per far rispettare la convivenza civile.
Chi danneggia gli altri non deve essere compatito perchè povero disadattato, ma mazzato per bene così da far da esempio agli altri 'disadattati'.

M. Toscano 05.02.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Ucciso dai nostri “che centra scusa?”


Quando piangeva in continuazione fino a quando non otteneva
Quando a tre anni ha cominciato ad alzare la voce è non gli hai detto niente
Quando serviva un schiaffo perché ha risposto male al nonno e non hai detto niente
Quando urlava alla sorellina e non gli hai detto niente
Quando a casa di amici urlava senza rispetto
Quando cominciava a lasciare il cibo sul piatto
Quando lo avete ricoperto di regali
Quando lo avete viziato
Quando cominciava a decidere sempre lui il programma televisivo
Quando a scuola a riposto alla maestra e anziché punirlo avete denunciato la maestra
Quando a picchiato il suo compagno ma lui è il vostro bambino ed è stato sicuramente l’altro
Quando non può assolutamente essere mio figlio
Quando tutto gli e dovuto perché non deve passare quello che abbiamo passato noi
Quando la famiglia non serve
Quando il vero padre non serve
Quando non serve la morale
Quando non serve la chiesa
Quando della libertà fai quello che ti pare
Quando non serve l’etica
Quando le madri fanno altro che le madri
Quando si educa ad avere solo diritti
Quando non si parla mai di dovere
Quando si ha tutto senza sacrificio
Quando la libertà viene data senza averla guadagnata
Quando non si ha proprio niente
Quando la scuola non si deve permettere di essere dura con gli studenti se non la si denuncia
Quando si liberalizza la droga
Quando in fondo è solo una sigaretta
Quando in fondo è solo una canna
Quando in fondo è solo una tirata
Quando in fondo è solo una pasticca
Quando la libertà viene data ma non viene restituita
Quando la vita è mia e ne faccio quello che mi pare
Quando si comincia a bere
Quando poi metterà la testa a posto
Quando la tua identità vale solo se sei nel gruppo se non sei niente
Quando manca la cultura
Quando non si capisce che lo stato siamo noi
Quando di civile non c’è niente
Quando “in fondo è un minorenne”
Quando “è solo un ragazzino”
Quando “non si picchiano i bambini”
Quando poi lo Stato deve fare tutto,

Giuseppe Turrisi 05.02.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un agente racconta: ''Così ho visto morire Filippo''
"Filippo prima di essere un collega esemplare era un mio caro amico. Una persona carismatica e professionale che dimostrava grande coraggio dentro e fuori il contesto lavorativo. Era anche tifoso del Catania. Durante gli scontri eravamo insieme dentro al 'Discovery' e ci arrivava di tutto: pezzi di ceramica, pietre, lavabi ed estintori che hanno sfondato il mezzo". E' questa una parte della lunga testimonianza resa all'ADNKRONOS da un agente di polizia, che ha preferito mantenere l'anonimato, ma che durante i gravissimi incidenti di venerdì scorso attorno allo stadio 'Massimino' ha vissuto da vicino gli ultimi drammatici momenti di vita dell'ispettore capo Filippo Raciti."Eravamo in piazza Spedini - ricorda l'agente - e con il 'Discovery' giravamo attorno a tutti quegli pseudo-tifosi per evitare di farli avvicinare a quei pochissimi poliziotti presenti, che erano aggrediti da tutti. A un certo punto siamo dovuti scappare verso la piccola via che porta all'ingresso del settore della curva nord perché ci avevano circondato. Hanno persino sfondato la carrozzeria del fuoristrada, i vetri, e bucato una ruota"."Ricordo che poi ci siamo fermati per arrestare una persona - prosegue l'agente - e per tale motivo mi sono dovuto allontanare verso il nostro camper predisposto per accogliere i fermati. Nel momento in cui mi sono allontanato ho visto un fumogeno che, arrivato sotto al 'Discovery', ha riempito di fumo la vettura. Da lì a poco mi sono riavvicinato verso Filippo e l'ho visto in barella privo di sensi"."Filippo - aggiunge il poliziotto - ha sempre vissuto con coraggio sia a livello professionale che fuori dal lavoro. Era uno di quelli sempre in prima linea e da persona molto carismatica cercava sempre di coinvolgere noi ragazzi a lavorare"."Raciti era un tifoso del Catania - continua - e durante i disordini di venerdì scorso cercava di convincere i più facinorosi a calmarsi.

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.autoslalom.it/articolo.php?_news=952

Personalmente ho seguito le vicende della tragica morte del poliziotto catanese quasi in presa diretta, trascorrendo la serata assieme da alcuni amici, tra cui una signora il cui figlio, poliziotto, era in servizio al Cibali, una mamma che ha trascorso un pomeriggio davanti la Tv, lei a cui il calcio non piace, non per seguire la partita, ma nel timore che qualcosa potesse succedere, qualcosa di brutto, ma già “marquezemente” annunciato.

Salvatore Morselli

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 11:18| 
 |
Rispondi al commento

In un paese in cui non esiste la certezza della pena (e per questo dobbiamo ringraziare i nostri cari dipendenti ed il loro indulto) non possiamo meravigliarci che avvengano vere e proprie azioni di guerriglia messe in atto da un mucchio di delinquenti che inzozzano l'onore di un intero paese ... Grazie Grazie tante ai nostri cari dipendenti che come sempre dimostrano di occuparsi attivamente dei compiti che gli sono stati affidati unitamente al mandato elettorale ... I NOSTRI INTERESSI !!! GRAZIE ANCORA

Giulia Angeletti 05.02.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO, QUESTO POST E' TROPPO BELLO E SOTTILE, PERCHE' L' ABBIA SCRITTO TU! LASCIA CHE SIA L' AUTORE A PRENDERSENE I MERITI. SALUTI CARI

Francesco Manfredi 05.02.07 11:13| 
 |
Rispondi al commento

ma l'hai scritto proprio tu Grillo?
incredibile sono d'accordo su tutto l'articolo

lamberto conte 05.02.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Mal comune mezzo gaudio.
Ci basta quello.

Paolo Schena 05.02.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, stavolta mi hai proprio toccato...
Il tuo post è più arguto di quanto può sembrare... complimenti!

Simone Zimi 05.02.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

BASTANO POCHI ANNI IN PARLAMENTO PER MATURARE UN VITALIZIO CHE VA DA 3.000 A 10.000 EURO.PENSIONI PRESE GIA' A 50 ANNI. CUMULABILI. PER QUESTI PRIVILEGI NESSUNO, NESSUNO PARLA DI RIFORMA

paola verde 05.02.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

LA SINTESI DELL'ITALIA sta nelle ultime tre righe. Ed è desolante...

Dario Guanella 05.02.07 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
riporto qui di seguito la notizia data dalla Reuters e che ho letto su Repubblica.it. Non penso che questo settore sia fra le industrie più importanti d'Italia e CERTAMENTE questo o null'altro giustifica l'antica pratica dell'immolarsi in nome dello show must go on. Qualcuno li fermi, li porti a S. Elena!

"Reuters - 46 minuti fa

(Pubblicità)

MILANO (Reuters) - Il calcio non deve mai chiudere, è una delle industrie più importanti d'Italia che ha bisogno di continuare a operare, e in questo mondo anche i morti fanno parte del sistema.

Sono le parole del presidente della Lega calcio, Antonio Matarrese, che oggi ha commentato così sulle pagine di un quotidiano gli incidenti verificatisi tra polizia e tifosi venerdì a Catania in cui ha perso la vita l'ispettore capo della polizia Filippo Raciti.

Karis . Commentatore certificato 05.02.07 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Milano tirano i motorini, al sud, per questione culturali, si tirano le bombe carta. La cultura malavitosa si vede pure qui. Guardiamo i morti allo stadio: 90% sono al sud.

Sempre Sud 05.02.07 10:24| 
 |
Rispondi al commento

gradasso? ma ci sei o ci fai? cosa c'entra quello che ho scritto con gli ultras? per me sono teppistelli uguali a quel collione di Carlo Giuliani: la polizia dovrebbe poter sparare a vista

Franco G 05.02.07 10:06


AD UCCIDERE RACITI SONO STATI DEI DELINQUENTI DELLA MANOVANZA MAFIOSA CHE SI DEFINISCONO (LORO) TIFOSI E ULTRAS
I POLIZIOTTI PROPRIO IN QUEL MOMENTO STAVANO ARRESTANDO UNO DI LORO

LA TUA DICHIARAZIONE (per me sono teppistelli uguali a quel collione di Carlo Giuliani: la polizia dovrebbe poter sparare a vista) È LA CAUSA DI DISORINI E OBBROBRI DI ABUSI DA PARTE DELLA POLIZIA COME QUELLI DEL G8

SE PERMETTI, IO SON DI CATANIA E CONOSCO BENE LA DIFFERENZA FRA COLORO CHE FREQUENTANO I CENTRI SOCIALI E COLORO CHE FREQUENTANO I CENTRI ULTRAS
MOLTI DI QUEST'ULTIMI È GENTE SENZA ALCUNA MORALE E SENZA NESSUN SENSO CIVICO, CAPACI DAVVERO DI RUBARE AI PROPRI FAMILIARI E DI PICCHIARE LE DONNE INCINTE.
IL TUO INTERESSE AD ADDOSSARE LA COLPA AI SOLITI COMUNISTI È RIDICOLA, COSI' COME RIDICOLI, OLTRE CHE ABERRANTI, SONO CERTE SCRITTE SUI MURI DI ALCUNE CITTA'

ps
GLI ULTRAS CATANESI SON PERLOPIU' DI ESTREMA DESTRA

Loredana Solerte Commentatore certificato 05.02.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo un po animali ... se stai troppo fermo a terra nella savana arrivano le jene e gli avvoltoi, se non te ne vai ti fanno a pezzi ... se lasci la macchina ferma troppo tempo in strada iniziano con un pezzo e poi se non la sposti continuano e alla fine gli danno fuoco.

Il calcio non c'entra nulla! E' solo questione di numeri. Il calcio è il più seguito e quindi è il miglior "campione" per rappresentare la società italiana e allo stesso tempo il miglior nascondiglio perché i vigliacchi possano compiere i loro scempi rimanendo impuniti.

Siamo noi, la nostra società che è malata.

Quindi questo dovrebbe preoccuparci MOLTO ma MOLTO di più che se fosse limitato al solo calcio.

un triste saluto
www.toroclub.it

Luciano Martina Commentatore certificato 05.02.07 10:08| 
 |
Rispondi al commento

ha ragione Giovanna Giugni. Purtroppo il nostro paese è questo.

stefano gresta 05.02.07 09:56| 
 |
Rispondi al commento

O.I. (off inculation)
da
FEDERALISMO FISCALE E SESSO DEGLI ANGELI

La cosiddetta “superiorità romana” naufraga attonita di fronte alle condizioni dei SUOI nosocomi da terzo mondo; di fronte all'inefficienza irrimediabile dei SUOI compiti di “capitale” guastati dai SUOI ministeriali burini indicibilmente remunerati coi NOSTRI soldi.
Quantomeno suona sfrontata e stupida la persistente demonizzazione di Milano e del Nord da parte di una città che annualmente manda migliaia di SUOI cittadini a curarsi GRATIS nelle strutture sanitarie padane.
Immenso terrore che impedisce al potere centralista di delegare alla responsabilità locale l'amministrazione dei tributi ivi riscossi. Ammettendo il proprio insuccesso. Anzi un ingresso selvaggio di stranieri pur di dissipare le conquiste sociali degli operai, la sanità, la scuola, l'ordine pubblico nel Norditalia per poter fissare senza ombra di dubbio che Roma è “er mejio”.
Perciò le “istituzioni” stanno accentrando come mai avvenuto in passato, le competenze ed il controllo di ogni cosa nell'Urbe.
Da sempre i militari del Nord, di leva e non, venivano e vengono mandati al Sud e viceversa nella speranza di creare delle coppie miste partorienti i “veri italiani”, bastardi ma incapaci di votare contro il loro sangue “meticcio”.
A questo serve l'immigrazione selvaggia, intra ed extracomunitaria, pungolata con ogni mezzo, disperatamente: a creare un popolo italico meticcio (senza virgolette stavolta) non di santi, nemmeno di poeti o navigatori ma dotato di un simulacro di sentimento “nazionale”.
Non riteniate si tratti di una questione “ideologica” proprietaria della sinistra.
Anche il Duce deportava i veneti nelle paludi pontine bonificate, i romagnoli in Sardegna ed i meridionali in Sudtirolo a “ibridare” i crucchi per formare gli “altoatesini”.
Non è un caso che il decreto Bersani capiti subito prima dell'abrogazione della legge Bossi-Fini che spalancherà totalmente ed incondizionatamente le frontiere.

in
www.fottilitalia.com

giuseppe resoli 05.02.07 09:55| 
 |
Rispondi al commento

finchè al governo abbiamo la signora Giuliani, figlia di un teppistello a cui hanno intitolato una NOSTRA stanza in senato, Caruso non-voglio-lavorare-ma-datemi-uno-stipendio, sono-un-sindacalista-in-cashmire Bertinotti e abbasso-i-suv-w-le-barche-a-vela baffetto, dove vogliamo andare? Siamo un paese in cui se rubi i sindacati ti difendono!!!

Franco G 05.02.07 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"le regole della convivenza incivile"

Giovanni D'Elia 05.02.07 09:43| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che noi italiani siamo affascinati dal mito del "furbo" che riesce a fare strada nella vita. Per molti Berlusconi è il vitello d'oro da portare come esempio e spiattellare di fronte a chi, invece, non la pensa come loro. Provate a parlare male ad un berlusconiano del mitico Cavaliere (soprattutto per tutte le leggi ad personam che ha fatto in questi anni e della situazione economica di m...a in cui ci ha lasciati) e poi vedrete che l'Italia è piena di spaccavetri. Io sono per "chi sbaglia paga" e Berlusconi non deve mai più mettere piede a Palazzo Chigi. Prodi idem se si dimostrerà altrettanto inetto.

Daniele Giancola 05.02.07 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente Beppe!
Finalmente prendi la posizione che ha tutta la gente per bene e con un minimo di capacità cerebrale.
Oggi l'Italia è di chi rompe le finestre di chi ruba, di chi ci sottrae il vivere civile. In molti, moltissimi ne abbiamo le tasche piene.
Vai avanti così!

Massimo Meridio 05.02.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, io amo il calcio come sport, l'ho praticato x ben 18 anni nutrendomi di sani principi sportivi nel rispetto di regole anche verso l'avversario, a partire dalle giovanili. Non è facile capire di chi è la colpa, se di destra o di sinistra, se dell'arbitro o della sconfitta, se del poliziotto o dell'ultrà, se dei genitori o delle scuole calcio, se della fatalità o della premeditazione... Credo che il calderone contenga tutto quello che si può mettere in un minestrone, è bello colmo, riscaldato pian piano x lasciarti il tempo di avere una fame diabolica alla resa della quale ti avventi voracemente sul piatto da ingurgitare tutto senza renderti conto che la pietanza non è cibo sano ma industrializzato, non ha sapore ma è ricco di composti chimici che stimolano cellule preposte al sapore, ma soprattutto è bollente e quando ti accorgi che la lingua si è scottata e provi a protestare, chi ti ha preparato il pasto ti dice "POTEVI ANCHE MANGIARE CON PIU' CALMA E SOFFIARE PRIMA D'INGOIARE" :-D allora ci rinunci e quando trovi qualcuno a cui raccontare l'episodio dici "...DOVREBBERO INVENTARE I PIATTI CHE RAFFRADDANO IL CIBO (SEMPRE CHE ESSO LO SIA!) CHE SUPERA UNA CERTA TEMPERATURA!" così, a mo di medicina che è spesso indolore, agisce sul sintomo e dopo un pò di tempo tutto si ripresenta + pesante di prima. Allora odiamolo questo calcio, rinunciamo a quello che ci ha dato insieme ad altri sport, anzi, usiamolo come valvola di sfogo xchè è utile avere un capro espiatorio... SEMPRE!

Dario Zuccon (dariugia) Commentatore certificato 05.02.07 09:32| 
 |
Rispondi al commento

ARTICOLO PUBBLICATO OGGI SU REPUBBLICA:

E' accaduto durante una lite per un incidente stradale non grave
Ferita lievemente la figlia della vittima, che aspetta un bambino
Caserta, un uomo ucciso
per uno stop non rispettato

NAPOLI - Una banale lite per un lieve incidente stradale si è trasformata in tragedia a Caserta: Antonio Russo, 42 anni, è stato ucciso da due colpi d'arma da fuoco e sua figlia Matrona, 19 anni, in attesa di un bambino, è rimasta ferita in modo non grave.

Il fatto è avvenuto ieri sera in un parco della città. Due automobili si sono scontrate per uno stop non rispettato. Il diverbio sulle responsabilità dell'incidente è degenerato: è spuntato un coltello, poi recuperato dalla polizia - non è ancora chiaro chi lo avesse in mano - e poi è venuta fuori anche una pistola. L'uomo che la impugna spara almeno un paio di colpi e ferisce, probabilmente in due punti, Russo all'addome; un proiettile sfiora anche il braccio della ragazza, che riporta una ferita lieve. Per Russo invece non ci sarà niente da fare: trasportato all'ospedale di Caserta, è morto nel reparto di Rianimazione per alcune complicazioni. La figlia è stata trattenuta in osservazione.

La polizia ha fermato un uomo, R.C., sulla trentina: potrebbe essere lui ad avere impugnato l'arma e a uccidere Russo.

(5 febbraio 2007)

IN ITALIA E' COSI'. MI STAI ANTIPATICO? TI SPARO. FAI RUMORE? TI ACCOLTELLO. TIFI UN'ALTRA SQUADRA? TI BRUCIO. ECC.ECC. TANTO IL CARCERE, SE HO UN BRAVO AVVOCATO (CONSIGLIO TAORMINA) NON ME LO FACCIO, MI AFFIDANO AD UN CENTRO DI RECUPERO, SCRIVO UN LIBRO, E MI FACCIO ANCHE UN SACCO DI SOLDI......

pippo pippo 05.02.07 09:32| 
 |
Rispondi al commento

"Pardon one offence and you encourage the commission of many"

Fabio Tilomelli 05.02.07 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta ho mandato una proposta al comune di Torino per avviare una campagna di sensibilizzazione dei cittadini al senso civico (era stato aggredito un ragazzo da un gruppo di extracomunitari ma le persone presenti non avevano fatto nulla...come sempre in Italia), mi è stato risposto che non siamo in Germania...la cultura è differente...
Vorrei istituire un club di persone per cui anche in Italia merita vivere in modo civile, vorrei che queste persone portassero un distintivo visibile sugli abiti o in fronte e voreei che si impegnassero a mettere in atto SEMPRE ciò che ritengono "civile", gli altri facciano come possono...
Penso che queste persone si accorgerebbero che vivere con onore e dignità sarebbe la più grande ricompensa per i loro sacrifici, come succedeva ai miei nonni e forse ancora ai miei genitori...
penso che nelle loro famiglie non ci sarebbero omicidi, figli tossici, forse nemmeno divorzi.
Magari in questo modo un po' di Italia decente riusciremmo a salvarla, quando il resto si estinguerà....

Federico Amianto 05.02.07 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alberto aleotti, questo è secondo me il cuore del problema.
anche nei dibattiti, ad esempio quello di ieri su la7 col fratello di paparelli, ci si ostina a chiamare questi ragazzi dei tifosi e in quanto tifosi ci si ostina a voler risolvere il problema facendoli stare zitti e buoni a guardare la partita....mi spiego meglio....un problema sociale così grande e complesso come questo, lo si continua a trattare con i manganelli, si vuole risolverlo come un problema "da stadio", un affare di ordine pubblico perchè FA' COMODO ignorarlo quale è, cioè problema strettissimamente politico che esula completamente dal gioco del pallone!..ieri l'intervistatore (ancora nel 2007 e questo è il vero dramma....dopo 30 anni di guerra politica allo stadio) si chiedeva sgomento sena potersi dare una risposta come fosse possibile che questi ragazzi la partita allo stadio non la vedessero nemmeno tanto erano presi da cori, bandiere, risse...tirando poi fuori una faccia da idiota che mi fa odiare tutta la classe dei giornalisti di regime ben educati nel parlare del NULLA.
Questa carissimi è una guerra vera, guerra politica, i poliziotti ora sono le istituzioni rosse e i catanesi i neri. il problema, se problema è, visto che in italia ci si ammazza da sempre per la politica, è sempre solo ed esclusivamente POLITICOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.
io non ho soluzioni rapide o a lungo termine altrimenti non farei l'impiegato ma occuperei uno dei posti dove ora siede uno dei tanti culi molli che dovrebbe farsi un bell'esame di coscienza se ce l'ha e capire che il sistema politico-sociale va RIFONDATO.

pier luigi 05.02.07 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Che cosa aspettarsi da un Paese che dedica sale istituzionali ai balordi che tentano di uccidere i poliziotti e che ha come editorialista di uno dei suoi più grandi giornali un condannato quale mandante dell'assassinio di un rappresentante delle forze dell'ordine?

giovanna giugni 05.02.07 09:08| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE E' SUCCESSO DOMENICA SCORSA IN SICILIA E' EMBLEMATICO. PER UNA PARTITA DI CALCIO E' STATO UCCISO UN POLIZIOTTO, UN PADRE DI FAMIGLIA, DA QUALCHE TEPPISTELLO CHE ADESSO MAGARI SI VANTA PURE DI QUELLO CHE HA FATTO. E ALL'INDIGNAZIONE DI MASSA (MA QUANTO DURERA'?????) SI SONO SUBITO CONTRAPPOSTI I SOLITI NOTI CHE TENDONO A MINIMIZZARE, CHE DICONO CHE IL CALCIO E' ALTRO, CHE SONO POCHI IMBECILLI A ROVINARE IL TUTTO, ECC. MA IO VENGO DA UNA REALTA' DI PROVINCIA DOVE L'ODIO VERSO LA SQUADRA AVVERSARIA E' CURATO E FORAGGIATO DAI MEDIA, DALLE SQUADRETTE GIOVANILI, DALLE SCUOLE CALCIO, DAGLI STESSI GENITORI IMBECILLI DI RAGAZZINI IMBECILLI CHE LA DOMENICA, INVECE DI FARE QUALCOSA DI PRODUTTIVO, CORRONO ALLO STADIO AD INSULTARE L'AVVERSARIO, L'ARBITRO, IL POLIZIOTTO, IL PASSANTE, E, SE CI ESCE UNA SCAZZOTTATA, SONO CONTENTI PERCHE' COSI' VIENE ESALTATA LA LORO MASCHIA VIRILITA (!?!?!). MA DICIAMOLO CHIARAMENTE, SIAMO UN POPOLO DI DELINQUENTI, SENZA VALORI, PRONTI A DIFENDERE IL PROPRIO ORTICELLO A SCAPITO DI QUELLO DELL'ALTRO. DICE BENE VASCO ROSSI NELLA SUA ULTIMA CANZONE "TI BRUCEREI CASA SE MI PASSASSE IL MAL DI DENTI!"........

Raffaele Di Marcello 05.02.07 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Volevo avanzare qualche osservazione sul problema della violenza negli stadi. Credo sia profondamente miope pensare che il problema sia il calcio in se: lo stadio non è altro che uno dei pochi momenti di aggregazione rimasti, in cui si sfoga una violenza che nasce dal profondo di questa nostra società moderna. Facciamo finta di essere per un momento degli osservatori esterni che improvvisamente vengono catapultati nel nostro mondo (la parte fortunata e ricca ovviamente). Cosa vede? Un mondo di Bengodi dove la gente guadagna aprendo pacchi, facendo gli idioti nei Reality, giocando a calcio e via dicendo. E' l'immagine che purtroppo molti giovani percepiscono: un mondo dove chi studia, lavora, fa il proprio dovere è un povero idiota! Peccato che la realtà sia diversa: pochissimi riescono ad emergere in questo modo. Invece spesso non hai neanche il lavoro, oppure ce l'hai precario e se vai a chiedere un prestito per comprarti quell'auto che in teoria tutti possono avere ti ridono in faccia (non parliamo poi del mutuo per la casa). E allora ti incazzi! Con questo non giustifico la violenza. Nulla può giustificare quello che è successo a Catania. Ma se si pensa di risolvere il problema solo rimandando le partite o chiudendo gli stadi, non si risolverà nulla. Ci troveremo con esplosioni di violenza in altri luoghi. Bisogna cominciare a pensare che c'è il rovescio di ogni medaglia. Se si vuole risolvere il problema della violenza sociale occorre anche rifondare piano piano la società, ridando valenza a valori quali quelli della giustizia, del lavoro e dello studio (intesi come impegno per ottenere un miglioramento della propria vita e di quelli che ci stanno attorno). Bisogna cominciare a "riparare" le finestre rotte: ma bisogna farlo contemporaneamente dai piani alti ai piani bassi.

alberto aleotti Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ammazzano ,loro, a forza di calci e pugni un ragazzo di 18 anni e non succede niente!
.
Ammazzano uno di ,loro,
-lutto cittadino
-stop ai campionati
-lettera del Presidente delle Repubblica
-lettera del Presidente del Consiglio
-indennità e borse di studio ai famigliari
-funerali di Stato
-cerimonie di commemorazione in tutta Italia
-Angelus Papale
.

cimbro mancino Commentatore certificato 05.02.07 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le opinioni sono rispettabili, anche quelle della Chiesa sull' eutanasia, e posso comprendere il conflitto morale ed etico, pero che Fassino, uomo di sinistra, consideri omicidio l'eutanasia, mi sembra rispettabile pero no degno di un politico di sinistra e progressista.
Sono sempre perplesso nel vedere che la maggioranza dei partiti di sinistra in italia sono rimasti conservatori, titubanti davanti alle risposte e problematiche che la societa' attuale ha bisogno. Un' incapacita' di prendere delle chiare posizioni e sopratutto velate da una falsa morale che non e' propriamente un atteggiamento che appartiene alla sinistra, e ai partiti democratici che realmente lavorano per una politica sociale che si rispetti. Sul matrimonio e sulle coppie di fatto, direi vegognoso l'atteggiamento e la poca sensibilita' e fermezza con il quale la sinistra italiana si schiera, invece di lottare per una ampliazione dei diritti.
Adesso capisco perche' in italia definite Zapatero un sovversivo.
Un cordiale saluto, Salvatore Cibelli, Madrid.

salvatore cibelli 05.02.07 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Una visione integrale è una delle fondamentali esigenze sulla faccia del pianeta.La salute dell’intera spirale, e particolarmente le sue onde più prossime, gridano verso di noi come la più importante domanda etica
[Ken Wilber, A Theory of Everything/Una Teoria del Tutto]

questo ken Wilber pare un gran fico, no?


una condomina 05.02.07 02:27| 
 |
Rispondi al commento

NUOVO ALLARME:

alcune riflessioni in riferimento al comunicato stampa del Comitato: "Giù le mani dai bambini" del 24 gennaio 2007.
Nel suddetto comunicato viene lanciato l'allarme sul fatto che tra un mese il Ritalin torna in Italia vale a dire che, dopo essere stato messo al bando per circa vent'anni, viene nuovamente messo a disposizione degli psichiatri quale psicofarmaco atto a curare soprattutto i cosiddetti bambini, ragazzi, adolescenti affetti dalla sindrome denominata Ddai (disturbo da deficit di attenzione e iperattività) conosciuta in inglese con l'acronimo Adhd (Attention deficit hyperactivity disorder).

Inoltre, come non bastasse, contemporaneamente viene dato il via alla attivazione del registro dove verranno schedati i bambini in terapia psicofarmacologica.
Nel frattempo gli "screening" psichiatrici nelle scuole proseguono senza l'autorizzazione dei genitori.
Tutto ciò si basa, a mio modo di vedere, su una catena di irresponsabilità nata dall'ignoranza, intesa nel suo stretto senso etimologico di "non conoscenza", della totalità della problematica in oggetto.

Antonio amati Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Il calcio rincoglionisce.
occorrerebe dividere i cittadini in due categorie: quelli che non hanno mai visto una partita negli ultimi dieci aNNI E GLI ALTRI. e DARE IL DIRITTO DI VOTO SOLO AI PRIMI.

Antonio amati Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Una legge Finanziaria 2007 positiva per l'industria militare. Saranno utilizzati anche i soldi del Tfr per finanziare la Difesa.

Antonio amati Commentatore in marcia al V2day 05.02.07 01:35| 
 |
Rispondi al commento

Allora Manuelina? In quel post parlavo del Papa e di altro. 'ndò sta?

una tizia 05.02.07 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Blog, sono tanto contenta che non hai censurato il mio intervento, ma quello prima mi piaceva molto molto di più, era un pugno nello stomaco e non hai avuto il coraggio di pubblicarlo

una tizia 05.02.07 01:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo vogliamo dire che l'etica, spernacchiata da noi italiani da sempre, durante il governo berlusconi si è allontanata ancora di più dalle nostre vite?Lo vogliamo dire che è immorale anzi folle, da capo di governo, incoraggiare il doppio lavoro in nero e strizzare l'occhio agli evasori? Sul piatto della bilancia l'etica ha un peso enorme, anche se non si vede. Le scelte secolari di furbizia da parte degli italiani hanno dato questo risultato.

una tizia 05.02.07 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici,
mi volete spiegare perchè tutti i "media" dicono SINISTRA RADICALE invece di dire SINISTRA COMUNISTA?
Chi vogliono prendere per il c.lo?
O continuano imperterriti A PRENDERCI PER IL CU.O?
E i votanti del Partiti di Rifondazione Comunista non si sente preso per il C.lo a essere in qualche modo assimilato, lontanamente, al PARTITO RADICALE?
Chi me lo spiega?
Grazie

Rino L. 05.02.07 00:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domenica 28/01 durante la trasmissione "Quelli del calcio" l'On. Cento, oltre a perorare la causa della libertà di drogarsi, auspicava un rapido processo ad alcuni ultras ancora in carcere.
HO VERGOGNA CHE UN SIMILE ELEMENTO SIEDA IN PARLAMENTO !
Ed ho votato alle ultime politiche per il centro-sinistra!

A quando un bell'indulto a favore degli ultras, che non ci permettono nemmeno di goderci una partita di calcio ?

Dopo il recente scandalo del calcio, da appassionato, speravo in uno stop di almeno un anno.

Dopo l'uccisione del povero Raciti spero che il calcio professionistico venga messo fuorilegge.

Ma ci sono troppi interessi, vero ?!?!?

Cesare Brugnoli 05.02.07 00:04| 
 |
Rispondi al commento

COME DISSE BEPPE GRILLO:BISOGNA COMINCIARE A ODIARLO IL CALCIO!!!!!!!!!!!!!!!! IN UN SUO SPETTACOLO, BEPPE DAVA LA POSSIBILITA', A CHI VOLEVA, DI TELEFONARE, TRAMITE UN CELLULARE CON TARIFFE BASSISSIME,A QUALCUNO A SUO PIACIMENTO E QUALCUNO FECE IL NOME DI TOTTI!!!!!!!!!! VI RENDETE CONTO!!!!!!!!!!!!! SMETTETE DI ANDARE NEGLI STADI!!!

marzia domenicimarziadomenici 04.02.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento

E dimmi un po' tu, che la sai lunga, come facciamo a non "decidere" di continuare a far le vittime ?

-Con il voto no, perche' chi si astiene vota lo stesso, e chi vota vota per chi decide cosa devono votare gli altri...

-Con lo sciopero no, perche' i sindacati sono politicizzati e stumentalizzati, e se scioperi senza sei col culo a terra e ti licenziano (interruzione di pubblico servizio, dicono...)

-Con le proteste di piazza no, perche' se protesti troppo (vedasi quote del latte) ti mandano i "manganellatori" e ti sfasciano il trattore, picchiano le vecchiette (visto io !) e pungono le mucche con gli aghi delle siringhe.

-Con la raccolta di firme (referendum) no, perche' gli Italiani hanno fatto un referendum per bloccare i fondi ai partiti, e questi si son fatti delle leggi su misura per ricevere nuovamente i fondi.

-Con le lettere ai politici no, perche' ho perso il conto delle mail che, da questo blog, sono arrivate nei palazzi del potere, solo per esser filtrate dal modulo anti-spam.


Allora, tu che sai, illuminaci.
Come si fa ?

Gigi Roccabolfi 04.02.07 04:36 |

E SE METTESSIMO UNA BELLA TAGLIA SU TUTTI I POLITICI, TANTO PER COMINCIARE?

giuliano agostinetti Commentatore certificato 04.02.07 23:50| 
 |
Rispondi al commento

OT
##################################################################################################

Stimo Pippo Baudo, è un gran presentatore, ma la sparata contro il Papa se la poteva evitare!

Infatti oggi, il presentatore di origine siciliana, ha inveito contro Benedetto XVI e la Chiesa Cattolica.

A che pro?

Leggete, leggete....

##################################################################################################
Clicca sul mio nome per leggere il post.


Grillo, hai visto????? Cosa dicevi di chi dava del populista e del demagogo a chi si ribella all'evidenza dei fatti "marci"?

Ecco qua:
http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=67184

M.Gabriella 04.02.07 22:37


ho letto anche le dichiarazioni di Giro e Alemanno,( con riferimento all'unica volta che quel bel tomo di Baudo ha detto una cosa che ho letto e condiviso), che ipocriti! che leccaculo! per natale gli regalerò un osso

paola verde 04.02.07 22:59

la festa di s. agata ha i suoi grossi introiti commerciali
la gente delle bancarelle di s. Agata spesso è legata alla malavita e sapete per chi vota?

Loredana Solerte Commentatore certificato 04.02.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Lorenzo Ordinelli 04.02.07 00:10
----
Una risposta:anche al Post

Credo che tu abbia in parte ragione, ma non è vero secondo me che tutti sanno quali, oggi, siano i limiti del comportamento corretto o almeno accettabile mella società civile.
Questa responsabilità è di tanti e tra costoro io sono convinto che figura il lassismo in cui i costumi familiari sono stati lasciati cadere, in un continuo attentato ai valori tradizionali, e la evidente mancanza di una sana e sentita responsabilizzazione nelle azioni dei suoi componenti, i quali nella maggioranza dei casi privilegiano fattori di egoismo personale al disporre i necessari freni, alle esigenze individuali, conseguenti alle necessità della famiglia in quanto nucleo nel quale i figli una volta concepiti prima di tutto e non solo secondariamente devono avere l'esempio e la precedenza su ogni altra cosa compresa le scelte e la stessa coppia. Il pensare di demmandare i compiti dei genitori alla scuola è demenziale, o sostituire alla loro attenzione fruizioni scnsiderate di tecnologie ( TV, Videogames, sale giochi, palestre) e quant'altro è altrettanto demenziale, non che non siano utili queste cose ma in misura adeguata e non come sostitutivi. Il disagio giovanile è l'indicatore principe della necessità di ricercare le motivazioni devianti degli adulti che non riescono piu' a vedere nella famiglia e nella sua costruzione in una società ad essa somigliante, per solidarietà e rispetto delle regole, lo scopo primario del vivere.
Darmi del demagogo o dell'arretrato non cambia i fatti che, secondo me, stanno quasi tutti in queste motivazioni, essendo sotto gli occhi di tutti le conseguenze e le mancanze di chi ha chiesto ed ottenuto, dal popolo, l'incarico e la responsabilità di salvaguardare la pace nel benessere della società anche nell'esempio che vediamo, hai-noi, in realtà da aprte di costoro, dei peggiori, Ovviamente è una mia opinione se volete opinabile, ciao buona notte a tutti,

Francesco

f.marletta 04.02.07 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Per esempio, nel mio comune (Venezia) i centri sociali fanno ciò che vogliono, il comune affitta parchi a gente che terrà sveglia la città tutta la notte con i suoi concerti, lo stesso fanno le discoteche politicamente "amiche", e se tu telefoni alla polizia ti prendono gentilmente per i fondelli ("Faccia un esposto al Comune!" Ma se è il Comune stesso il fuorilegge!?!).
Risultato: la mia asocialità è arrivata ai limiti, ben presto delinquerò per legittima difesa. Lo so fare!

giuliano agostinetti Commentatore certificato 04.02.07 23:22| 
 |
Rispondi al commento

L’italiano è antropologicamente affascinato dalle finestre rotte tranne in un caso: quando la finestra rotta è sua. Ma, in questo caso, dopo l’indignazione iniziale, si rassegna e va alla ricerca di una pietra.

Postato da Beppe Grillo il 03.02.07 23:10
------------
Bella qesta frase ma terribile al contempo:

E SE FOSSE QUESTO QUELLO CHE SI VUOLE OTTENERE? Qualcuno se lo è chiesto?

Di solito caro Grillo basta un commento per dare un parere ai tuoi post, non perchè sia sufficente ma perchè altri più o meno bravi, alla fine grazie ai loro interventi ne toccano, se non tutti, molti degli aspetti più meritevoli di nota.
Mi è balenata una domanda: e se a decidere i comportamenti fosse come nel film di Charlot,
(il vetraio che faceva rompere i vetri da un monello prezzolato per ripararli); LO STATO, CHE FACENDO ROMPERE LUI I PRIMI VETRI PER DARE UN "CELATO" ESEMPIO NEGATIVO, RITARDANDONE POI LE RIPARAZIONI(al contrario di quanto accade nel film), O ROMPENDONE IN MANCANZA DI EMULAZIONE SPONTANEA ALTRI PER GIUSTIFICARE COSI' I PROPRI ILLECITI COMPORTAMENTI NONCHE' CERTE REAZIONI E REPRESSIONI UTILI ANCHE PER SCORAGGIARE ANCHE ALTRI COMPORTAMENTI DI ALTRA NATURA?
Certo, io non ho titoli, n'è sono uno studioso accreditato per esprimere opinioni accreditabili, sul comportamento umano, come ottiene con ragione l'esimio professore; sono però un individuo che scrive novelle, dotato di fantasia, hai vsto mai? che magari salta fuori un altro che la pensa come me? Del resto la mancanza di interventi, ADEGUATI AI PROBLEMI SOCIALI, da parte di questo Stato, i condoni vari e il lassismo dei costumi con il giustificare i poverini di turno, in barba alle vittime, dando la colpa al degrado sociale, come se fosse colpa solo della gente, testimonia da solo la situazione. Allora il dubbio, secondo me, su certi comportamenti, fatti di mancanze inammissibili, in un contesto come il nostro, diventa legittimo. Ciao

Francesco

f.marletta 04.02.07 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Gli stadi e le tifoserie in genere, sono sempre stati funzionali in un paese come l’Italia, per questo motivo non si è mai fatto niente per risolvere il problema….perchè servono come valvola di sfogo per tutti quei giovani che, essendo stati da sempre derubati dei loro sacrosanti
diritti, possono sfogare tutta la loro rabbia e frustrazione in queste apposite strutture create per l’occasione…per quello che riguarda poi il ruolo delle forze dell’ordine negli stadi, sono da sempre carne da macello per far apparire feroci delinquenti, dei ragazzi che spesso avrebbero solo bisogno di essere ascoltati, ed aiutati a trovare la loro giusta dimensione in una società che, per definizione fa sempre più SCHIFO!!

Ps: Caro Grillo, o chi per te…mi auguro che questo post non venga censurato un’altra volta visto che, esprime solo un’opinione che non mi sembra essere offensiva per nessuno……

M.Roby 04.02.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento


Se permette e scherzando: e la concorrenza dai paesi dell'est che importano mutilati di ogni genere, dove la mette. Oramai è un'attivita pure quella.

Giuseppe Campa 04.02.07 20:55
--------------

Come si fa, SECONDO ME, a non permettere uno scherzo, innocente, quando il o i governi da operetta di turno scherzano da sempre, persino sulla morte di innocenti facendo finta di essere preoccupati e indignati, sempre fino a domani, poi spento i riflettori fatti i proclami e seppellita la vittima, tutto continuerà fino alla prossima volta. I disabili, quelli veri sono vittime loro malgrado da sempre in questo paese, sono stati usati a scopi, non per loro attuati ma per favorire, coprire e servire ai comodi dei potenti di turno per pagare clientele e voti di scambio sulla pelle della gente per-bene, che non ha avuto e non ha ancora valide e sufficienti tutele, SECONDO ME, da uno STATO IMPUDICAMENTE MISERABILE E BARBONE verso i BISOGNOSI E i poveri; crapulone con se stesso e munifico e servile, con chi non ha bisogno. Ciao

Francesco

f.marletta 04.02.07 22:30 |

f.marletta 04.02.07 23:03| 
 |
Rispondi al commento

ma a questi "deboli - esasperati" qualche responsabilità la vogliamo dare? oppure hai deciso che tutti i deboli e gli esasperati si sono pisciati il cervello, stanno a Catania e fanno quello che fanno?

paola rossi 04.02.07 22:23 |
----------

BUONA SERA, Paola: se fossi io a decidere cosa e come fare, la prima cosa che farei è dare una risposta ai tanti GIOVANI o presunti tali, che trovano una risposta alle loro frustrazioni in un permessivismo insopportabile da tempo dove ogni nefandezza è giustificata dalla situazione nella incapacità di chi non si dà l'autorevolezza di dare risposte alle esigenze di vita che essi hanno più volte espresso. IN CHE MODO? Io non ho chiesto di essere eletto promettendo soluzioni se lo avessi fatto non sarei quì come te a scivere nel blog avrei cose più CONCLUDENTI da fare.
In oltre, credo che, forse, avrei dovuto spiegare meglio che il mio discorso non si riferisce a Catania soltanto, essa è un episodio di una ormai dilagante violenza che in tutto il paese in forme diverse e in numero diverso di persone si verifica
dagli stupro di gruppo, alle stragi familiari, all'assassinio di donne immotivato o per futili motivi come per l'addestratrice di delfini, alle faide criminali presunte, ecc., ormai gli sballati sono troppi, tanti e ovunque. Blogger attenti e documentati più di me potrebbero farti un elenco. Così forse potrei spiegare meglio che fino a quando il o i colpevoli non li sbatti ai LAVORI FORZATI PESANTI E DURI e se SI rifiutano li metti a pane e acqua in galera senza confort per un tempo certo, la gente debole e ribelle continuerà, contando su una presunta quanto semieffettiva impunità, a colpire per poi chiedere e ottenere una comprensione per me incomprensibile. Direi BASTA, per tutti, compresi i politici ai quali raddoppiate le pene, per quel che attiene ai loro reati specialmente il peculato la corruzione, mi sono spiegato meglio? Ciao

Francesco

f.marletta 04.02.07 22:56| 
 |
Rispondi al commento

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
~~~~~~~~~W~W~W~.~S~I~G~N~O~R~A~G~G~I~O~.~I~T~~~~~~~~
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Pietro Roccia 04.02.07 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, hai visto????? Cosa dicevi di chi dava del populista e del demagogo a chi si ribella all'evidenza dei fatti "marci"?


Ecco qua:
http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=67184

M.Gabriella 04.02.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non cambia niente sono solo coriandoli.......un'altra vita buttata via per niente,non c'è soluzione violenza chiama violenza ...è un cane che si morde la coda ,la pianta oramai è nata storta e bisogna tagliare alla radice

paolo f. Commentatore certificato 04.02.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono di saronno, una cittadina "incastonata" tra como e milano. Qui governa il centrodestra, e la giunta guidata dal "dott." Gilli è abbondantemente oltre la metà del suo secondo ed ultimo (spero) mandato elettorale. In 8 anni e mezzo sono cambiate una marea di cose nella mia città tanto che alle volte stento a non riconoscerla più rispetto a quando a guardarla erano gli occhi del mè bambino e del mè adolescente solo 12/15 anni fa.
Sono sorte miriade di nuove costruzioni, talmente tante a mio avviso che spesso mi chiedo se davvero tanta gente vuole venire a vivere qui e dove i trova i soldi per acquistare appartamenti che hanno oramai prezzi identici a milano. Ci siamo riempiti di rotonde anche dove non serviva, e oramai circolare per la città ha l'aspetto di un valzer psichedelico dove chi prima arriva prima si infila. Sono sparite completamente le campagne così come gli spazi verdi, sostutuiti da case o aree di parcheggio(a pagamento)e quelle poche aree verdi rimaste sono state divise: "di quà area gioco bimbi e di là area gioco animali". (Curiosa divisione quest'ultima! se um bimbo ha un cane dove va? e i genitori che che fanno? dividono fido dal figlio?)L'unico parco "il parco del lura" è un lenzuolo di terra che pare minacciato dall'incalzare della città che reclama terreno, e alle volte riesce pure ad eroderlo complici gli amministratori silenti!In compenso sono aumentati i furti, i microcrimini, la zona stazione continua a restare impraticabile ad una certa ora per non parlare di molte altre zone come la mia che fino a un anno fa era zona residenziale; via chiusa a ridosso dei campi di calcio della parrocchia"sacra famiglia". Ora non più dicevo. I lavori in una via parallela hanno cambiato la viabilità costringendo noi residenti a vedere quanto davvero schifosa era divenuta la città e la gente che la frequenta.Ogni sera una portiera rigata, un finestrino rotto, uno specchietto distrutto. Ciascuno vive con la consapevolezza che prima o poi sarà il loro turno

Doriano Checcaglini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento

secondo me...il post d grillo si riferiva ai commenti di un suo stesso post,di qualke giorno prima.c'è chi gli ha dato del populista,chi gli ha scritto"mi hai deluso"...ma ricordiamoci ke grillo non è il detentore della verità, è un uomo ke scrive quello che pensa.senza volere rivelare kissà quali verità assolute e senza pretendere di insegnare una linea di comportamento.le idee di un uomo possono cambiare,perke nn siamo robot e la perfetta coerenza e immobilità d pensiero è propria solo degli stupidi.o dei sassi.
ed è vero che in italia pretendere semplicemente che le leggi siano applicate viene sentito come atteggiamento fascista.
non facciamo i demagoghi e i populisti.
è tristemente vero.

lucia robbi 04.02.07 22:24| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAZIONE
e che prima o poi sarà la loro autovettura ad essere danneggiata. E magari fosse se tutto finisse li, con i danni alle sole cose. Perchè anche la gente è estremamente in pericolo da vandali che sfrecciano a tutta birra in una strada larga pochissimo e che ha per giunta macchine parcheggiate su ambo i lati.
Fina ad ora non e' successo nulla, ma sono sicuro che solo se succederà allora qualcuno si muoverà cavalcando l'onda della rabbia popolare per cercare consensi e i conseguenti voti.
Si perchè lo cose le sanno. le ho personalmente senalate più volte alla polizia locale.
Ai carabinieri che fanno i sopralluoghi dopo un danno (prassi utile solo per recuperare i danni dall'assicurazione) sono state fatte denunce di danni. Abbiamo narrato le nostre paure.
Ma loro ci confortano dicendoci che possono fare poco. Che bisogna prendersela con i politici e una marea di porcate su marocchini extracomunitari e via dicendo (che nemmeno centrano ma sempre vanno bene quando si tratta di dare giudizi sommari).
Cosi tutto si ribalta come in un'incantesimo.
E capita che ti senti dare dalle forze dell'ordine consigli che di legale hanno ben poco. (a buoni intenditor poche altre parole)
E il mio stomaco si torce ancor di piu'. Sempre più.
Checcaglini Doriano

Doriano Checcaglini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

BASTANO POCHI ANNI IN PARLAMENTO PER MATURARE UN VITALIZIO CHE VA DA 3.000 A 10.000 EURO.PENSIONI PRESE GIA' A 50 ANNI!!!!! CUMULABILI.
PER QUESTI PRIVILEGI NESSUNO, NESSUNO PARLA DI RIFORMA

paola verde 04.02.07 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarà anche un aspetto NATURALE dell' economia di mercato, del DARWINISMO SOCIALE, quando ci si affida alla libertà, in verità ci si affida alla NATURA, ed è la stessa che regola la savana e le giungle, ma la NATURA, così affascinante, ha un tenebroso rovescio, che SONO LE TRASFORMAZIONI CRITICHE E CATASTROFICHE. Può essere che L'Italia sarà il primo paese occidentale dove s'innescherà la crisi dell' attuale sistema INSOSTENIBILE, e la violenza negli stadi che sempre più tracima fuori da questi potrebbe essere uno dei primi sintomi.
Grazie Beppe per avermi offerto questo spazio, e aver accettato queste panzane che ho scritto, ma solo scrivendoti riesco a chiarirmi le idee. BUON LAVORO A TE E AL TUO STAFF, E VIVA QUEL SOGNO, SEMPRE MENO REALE CHE CHIAMO ITALIA !

massimo esposito 04.02.07 21:56
--
Una voce tra la folla se si unisce ad altre può diventare un grido che non si può ignorare. Facciamoci sentire.

Probabilmente se molta più gente si interrogasse come hai fatto tu e esprimesse come te le tue "panzane" magari cercando di darsi una visione accettabile di cose che a quanto pare chi dovrebbe vedere non vede o fa finta di non vedere, forse non si arriverebbe da parte dei più deeboli o i più esasperati a commettere le nefandezze che si compiono, per poi cercare soluzioni improbabili in repressioni tardive. Magari si chiederebbe subito a chi di dovere di trovare risposte a certe domande ormai da tempo ineludibili, prima che l'attesa divenendo insostenibile non sfoci poi in incredibili manifestazioni apparentementre senza spiegazione. Ciao

Francesco

f.marletta 04.02.07 22:08 |

f.marletta 04.02.07 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rifletto sull'articolo di Emanuela Audisio pubblicato sul sito di Repubblica, e penso:
......e poi sui Tg ci fanno vedere reportage da chissà quale luogo mediorientale con fanatici religiosi dell’Islam poveracci e sbraitanti che sparano fucilate a caso in mezzo a strade circondate da fatiscenti baraccopoli come se fossero distanti da noi anni luce,
ma guardiamo in casa nostra!
Con che occhi pensate che il mondo ci possa guardare ? vabbè se alla maggior parte va bene così……..comunque io mi vergogno d’essere Italiano, con l’aggravante d’essere cittadino di un paese SCHIFOSAMENTE religioso ed ipocrita
Signori il mix POLITICO-MAFIOSO-RELIGIOSO ha in pugno il ns.destino da anni e la colpa è nostra, siamo fatti così…….chi più chi meno quando arriva ad avere un minimo di potere è coinvolto o si fa coinvolgere dal sistema e pensa al suo conto in banca, punto e basta, non c’è un cazzo da fare! Figuriamoci se qualcuno si possa effettivamente sbattere per risolvere il problema del “violenza nel calcio”, signori il problema non è il calcio, lo sport è solo un sistema per dar modo alla massa di sfogare le proprie frustrazioni, una vera e propria valvola di sfogo, che tutto sommato da effettivamente la possibilità di tenere isolati e sotto controllo gli eccessi della plebe, se non ci fosse il calcio ci sarebbe il basket, la pallavolo, il rugby ecc.ecc. rassegnamoci il campionato starà fermo 1,2,3 giornate ? ma che bello, che bello che bello, è il solito “contentino” per tener buona l’opinione pubblica e poi ? tra un mese ce ne saremo tutti dimenticati, “the show must go on ” e così sia !

STEFANO Z. Commentatore certificato 04.02.07 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi sorprende che nessuno si indigni per il fatto che tutti i week end centinaia di agenti siano costretti a prestare servizio negli stadi, invece di concentrare le proprie forze sui reati che continuano a venire perpetrati con crescente intensità sotto gli occhi di tutti. Queste persone rischiano la vita e vengono pagati dai contribuenti per controllare delle partite di calcio...O le squadre destinano una buona parte di ciò che danno ai calciatori per controllarseli da sole gli stadi o aboliamo questo business che di sport ormai non ha più nulla!

Fabio Pillonca 04.02.07 22:12| 
 |
Rispondi al commento

BASTANO POCHI ANNI IN PARLAMENTO PER MATURARE UN VITALIZIO CHE VA DA 3.000 A 10.000 EURO.PENSIONI PRESE GIA' A 50 ANNI. CUMULABILI. PER QUESTI PRIVILEGI NESSUNO, NESSUNO PARLA DI RIFORMA

paola verde 04.02.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono di saronno, una cittadina "incastonata" tra como e milano. Qui governa il centrodestra, e la giunta guidata dal "dott." Gilli è abbondantemente oltre la metà del suo secondo ed ultimo (spero) mandato elettorale. In 8 anni e mezzo sono cambiate una marea di cose nella mia città tanto che alle volte stento a non riconoscerla più rispetto a quando a guardarla erano gli occhi del mè bambino e del mè adolescente solo 12/15 anni fa.
Sono sorte miriade di nuove costruzioni, talmente tante a mio avviso che spesso mi chiedo se davvero tanta gente vuole venire a vivere qui e dove i trova i soldi per acquistare appartamenti che hanno oramai prezzi identici a milano. Ci siamo riempiti di rotonde anche dove non serviva, e oramai circolare per la città ha l'aspetto di un valzer psichedelico dove chi prima arriva prima si infila. Sono sparite completamente le campagne così come gli spazi verdi, sostutuiti da case o aree di parcheggio(a pagamento)e quelle poche aree verdi rimaste sono state divise: "di quà area gioco bimbi e di là area gioco animali". (Curiosa divisione quest'ultima! se um bimbo ha un cane dove va? e i genitori che che fanno? dividono fido dal figlio?)L'unico parco "il parco del lura" è un lenzuolo di terra che pare minacciato dall'incalzare della città che reclama terreno, e alle volte riesce pure ad eroderlo complici gli amministratori silenti!In compenso sono aumentati i furti, i microcrimini, la zona stazione continua a restare impraticabile ad una certa ora per non parlare di molte altre zone come la mia che fino a un anno fa era zona residenziale; via chiusa a ridosso dei campi di calcio della parrocchia"sacra famiglia". Ora non più dicevo. I lavori in una via parallela hanno cambiato la viabilità costringendo noi residenti a vedere quanto davvero schifosa era divenuta la città e la gente che la frequenta.Ogni sera una portiera rigata, un finestrino rotto, uno specchietto distrutto. Ciascuno vive con la consapevolezza che prima o poi sarà il loro turno

Doriano Checcaglini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 22:10| 
 |
Rispondi al commento

AL CAPOLINEA c'è il mondo sè non si trova la forza di dire BASTA all'arrogante BUGIA politica.

Mario Flore 04.02.07 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè non provare, invece di stare sempre a criticare, a costruire qualcosa?
Ad aggiustare qualche finestra invece di criticare chi non lo fa?

Sara Gasparini 04.02.07 22:06| 
 |
Rispondi al commento


MI SPIEGATE PERCHE' SE LA CURVA DEL CATANIA ERA EGEMONIZZATA DAI NEOFASCISTI, COME SCRIVONO OGGI TANTI DEMENTI

LE SCRITTE CHE INNEGGIANO ALL'OMICIDIO DEL POLIZIOTTO APPAIONO SOLO IN CITTA' POLITICAMENTE E CALCISTICAMENTE SCHIERATE CON L'ESTREMA SINISTRA ???


CHI SONO I VIOLENTI DEL CALCIO ?????

ITALIA AGLI ITALIANI 04.02.07 21:18


chi vive a Catania sa benissimo che la curve son anche frequentate da delinquentacci che appoggiano la destra senza spesso sapere nemmeno che significhi essere di destra
http://www.kidsareunited.it/italia.htm


ma sono spesso e soprattutto frequentati anche da delinquenti patentati

avete dimenticato lo striscione a palermo
Uniti contro il 41 bis. Berlusconi dimentica la Sicilia ???

chi ha lanciato le pietre (perché son state più d'una) erano solo dei delinquentacci

Loredana Solerte Commentatore certificato 04.02.07 21:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FACCIAMO MOLTA ATTENZIONE !!!!

Gli stadi di calcio possono diventare, soprattutto nel sud Italia, un luogo dove possono accendersi rivolte simili a quelle avvenute nella periferia di Parigi.
L'Italia, la nostra amata Italia, ventre molle dell' Europa, sta conoscendo una destrutturazione sociale, che credo sia uscita completamente fuori controllo. Le divergenze sociali stanno aumentando in maniera esponenziale. Intorno a me vedo per ogni dieci persone, che non riescono ad avere una famiglia, che abbandonano la famiglia quando ce l'hanno, gente che si suicida, e cittadini perfetti che vivono agli arresti domiciliari (quando il domicilio ce l'hanno)perchè asediati da delinquenti; una sola persona che compra un SUV da 70000 euro e poi lo regala perchè gli fa male la schiena, che passa giornate intere ad andare avanti e indietro su 300 metri di strada di periferia con una ferrari, e gente che dichiara che l'impresa che fa è un hobby perchè ha come dividendo solo 150.000 euro all' anno.
Sbilanci che una generazione fa erano inconcepibili.
Sarà anche un aspetto NATURALE dell' economia di mercato, del DARWINISMO SOCIALE, quando ci si affida alla libertà, in verità ci si affida alla NATURA, ed è la stessa che regola la savana e le giungle, ma la NATURA, così affascinante, ha un tenebroso rovescio, che SONO LE TRASFORMAZIONI CRITICHE E CATASTROFICHE. Può essere che L'Italia sarà il primo paese occidentale dove s'innescherà la crisi dell' attuale sistema INSOSTENIBILE, e la violenza negli stadi che sempre più tracima fuori da questi potrebbe essere uno dei primi sintomi.
Grazie Beppe per avermi offerto questo spazio, e aver accettato queste panzane che ho scritto, ma solo scrivendoti riesco a chiarirmi le idee. BUON LAVORO A TE E AL TUO STAFF, E VIVA QUEL SOGNO, SEMPRE MENO REALE CHE CHIAMO ITALIA !

massimo esposito Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PAGHIAMO IL FASCISMO,PERIODO STORICO DA CANCELLARE SICURAMENTE,MA L'OMBRA DI QUELLO SPETTRO NON CI PERMETTE DI SCUOTERCI AL RIFIUTO TOTALE DI COLORO CHE IGNORANDO LE REGOLE COMPIONO ATTI DI PURA FOLLIA CON LA CONSAPEVOLEZZA CHE TANTO NON PAGHERANNO PER CIO' CHE FARANNO.LE RIDUZIONI DI PENA, GLI INDULTI,E MILLE CAVILLI LEGALI FANNO SI CHE UN PADRE CHE DA' UN CEFFONE AL FIGLIO SI VEDA SOTTRARRE IL MINORE DAL TRIBUNALE TRAMITE LA DENUNCIA DI UN INSEGNANTE AD UN ASSISTENTE SOCIALE,IL QUALE POI TENDERA' A CERCARE FONDI E FINANZIAMENTI PER QUEL PADRE TOSSICODIPENDENTE SENZA LAVORO E QUELLA MADRE PROSTITUTA CHE CON LA SCUSA DEL MARITO CHE NON HA LAVORO CONTINUA A FARLO SENZA "garga" PERCHE' IL DENARO CHE ARRIVA E' FACILE E TANTO.
BUTTARE LA CHIAVE,CERTEZZA DELLA PENA,ELIMINAZIONE DI ARTICOLI DEL CODICE PENALE CHE IMPEDISCONO AI MAGISTRATI DI RENDERE ATTO ALLE FORZE DELL'ORDINE CHE IL LORO LAVORO E'RICONOSCIUTO,CONDANNA PER GLI AVVOCATI CHE SI ARRAMPICANO SUI VETRI PUR DI DIFENDERE,RIPRISTINO DELL'ASINARA,E PROCESSI VELOCI,OLTRE CERTI TEMPI LICENZIAMENTO PER CANCELLIERI,IMPIEGATI,MAGISTRATI,GIUDICI E TUTTO CIO' CHE RALLENTA GLI STESSI PROCESSI.
UTOPIA ??? FORSE....MA SIAMO AD UN PASSO DAL FAR WEST E FORSE E' L'ULTIMO APPELLO PRIMA CHE IL POPOLO SI RIBELLI ED INIZI A FARSI GIUSTIZIA DA SOLO.
P.S. NON CREDIATE CHE SIANO IN POCHI COLORO CHE HANNO SUBITO TORTI,MORTI PER MALASANITA',MORTI PER INCIDENTI AEREI E NON, CON I COLPEVOLI MAI CONDANNATI,FURTI AI QUALI ANZICHE' RICONOSCERE IL DANNO E' STATO DETTO "IGNOTI" ,POSTI DI LAVORO DATI A CHI HA AMICI,INGIUSTIZIE SCOLASTICHE ALLE QUALI I PRESIDI DICONO "NON POSSIAMO VEDERE TUTTI" MENTRE BIDELLI E PROFESSORI SORSEGGIANO CAFFE' O FUMANO SIGARETE NELL'ATRIO...BULLISMO ??? NO CLASSE DIRIGENTE CHE FA SCHIFO,NON C'E' CONTROLLO PERCHE' CHI CONTROLLA I CONTROLLORI???? FAR WEST L'ULTIMA SPIAGGIA PER UN PAESE CHE CONSENTE LE ARMI AI DELINQUENTI E CONDANNA CHI HA UN ASCIA NEL BAULE DELL'AUTO PER ANDARE A FARE LEGNA.

MARCO GIONA 04.02.07 21:46| 
 |
Rispondi al commento

LA CRISI

La Crisi e' strutturale
e' nata col capitale
sta dentro al meccanismo di accumulazione
il riformismo non sara' una soluzione.
La crisi e' gia' matura
e Marx non si e' sbagliato
quando che ci ha insegnato
a prendere lo Stato.
Io la crisi la risolvo
oh parbleu ma come fa!
Si' la crisi, si' la crisi
la risolvo lapperla'
Prendo un fucile lo faccio pulire,
lo punto sulle masse, ci aggiungo
un po' di tasse
e il sin...dacato lo tiro da un lato
gli dico in un orecchio
non rompermi lo specchio!
Si' ma il gioco non riesce
tu cosi' tiri a campa'
dalla crisi non si esce per di qua.
La Crisi e' strutturale
e' nata col capitale
sta dentro al meccanismo di accumulazione
il riformismo non sara' una soluzione.
La crisi e' gia' matura
e Marx non si e' sbagliato
quando che ci ha insegnato
a prendere lo Stato.
Prendo lo Stato lo giro da un lato,
lo rendo piu' efficiente con molto
meno gente,
poi prendo l'Europa, ne' troppa
ne' poca,
la rendo piu' matura
con piu' tecnostruttura.
Si' ma il gioco non riesce
tu cosi' tiri a campa'
dalla crisi non si esce per di qua.
La Crisi e' strutturale
e' nata col capitale
sta dentro al meccanismo di accumulazione
il riformismo non sara' una soluzione.
La crisi e' gia' matura
e Marx non si e' sbagliato
quando che ci ha insegnato
a prendere lo Stato.
Prendo le aziende in nome di Allende,
gli do' una tappezzata di carta programmata
ed al parassita gli taglio le dita,
che rubi un po' di meno,
al mezzogiorno il fieno.
Si' ma il gioco non riesce
tu cosi' tiri a campa'
dalla crisi non si esce per di qua.
La Crisi e' strutturale
e' nata col capitale
sta dentro al meccanismo di accumulazione
il riformismo non sara' una soluzione.
La crisi e' gia' matura
e Marx non si e' sbagliato
quando che ci ha insegnato
a prendere lo Stato.
-----
Gianfranco Manfredi - canzone 1974

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto successo a Catania per quanto esecrabile e spiacevolissimo ..è nel conto di ogni persona che sceglie un lavoro "a rischio".
I ragazzi delle Nostre Forze dell'Ordine sono scelti per lo più tra persone del Sud Italia ..per mancanza di altro lavoro..
Chi comunque sceglie tale professione è anche motivato e formato per il rischio ..sempre e tutti i giorni ..si deve avere un determinato carattere ..come quelli che si lanciano col paracadute.
Sono quasi certa ( ma la butto lì) che se per un attimo potessimo parlare con L'Ispettore direbbe :
" O.K. l'avevo messo in conto .....soffro da matti per i miei cari ..per me meno ...".
Di più preferisco non dire.

Elisabetta elisa 04.02.07 17:28 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione


Di più preferisco non dire.

Elisabetta elisa 04.02.07 17:28

a dir poco demenziale

forse lo ha anche messo in conto che tentare di difendere la vita di un altro evitare una rapina o uno stupro gli sarebbe potuto costare caro ma non certo per guardare una partita di calcio

ma il bello della diretta e che se avesse visto il sasso partire e avesse sparato, sarebbe pure stato crocifisso
qui si parla di frustrazione di disagio sociale e altro
ma voi come credete che si senta un agente che arresta un delinquente e lo vede fuori galera 3 giorni dopo
o arresta un mafioso che gli accoppato un collega un parente o un amico, e lo vede uscire e pure pieno di soldi perche pentito

si sente frustrato, deluso, deriso, impotente Carlo Giuliani di qui Carlo Giuliani di la, io al g8 non c'ero non so cosa abbia fatto la polizia non so come sia andata con quell'estintore,
ma una cosa la so per certo, io vado in manifestazione ma non mi porto un passamontagna,
se mi porto un passamotagna so a priori che faro qualcosa per cui mi devo nascondere, e questo sarebbe gia' sufficente a qualificarmi

Marco Fiaschi 04.02.07 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Papa all'attacco contro aborto ed eutanasia.

Joseph Ratzinger, in arte benedettosedicesimo, af-
facciato al suo balcone, difende la 'vita' e i suoi
termini naturali, attaccando chiunque vi attenti...
-Tutto bene, se il Papa si rivolgesse semplicemente
alle sue pecorelle per ricordar loro come comportarsi
(che memoria corta però, 'ste pecorelle!).
Il fatto inacettabile è che egli si rivolge invece
ai GOVERNI, ai PARLAMENTI, perché facciano leggi
adeguate alla volontà della Chiesa.
Il dio dei cattolici non è capace di farsi obbedire
dal suo gregge, il Papa nemmeno, i preti neanche; allora cosa fanno?
Vogliono l'aiuto dei carabinieri!
Che banda di balordi, di impotenti...
Cosa fanno gli italiani di fronte a queste ingerenze?
Il solito: è stato insegnato loro che il Papa è un
vecchio saggio; in pubblico dicono di rispettare le
sue opinioni, in privato fanno quello che vogliono.
Dimostrano ciò che si è sempre saputo: la religione
è un paravento, un simulacro vuoto, una maschera.
-Il Papa dovrebbe poi spiegare cosa intende per limiti
'naturali' della vita; la chirurgia è forse naturale?
Vi è qualcosa di più innaturale dei farmaci inventati
dalla chimica negli ultimi 150 anni, che possono
condizionare tanto pesantemente, nascita, salute, morte?

Il bello è che gli islamici sono sintonizzati sulla
stessa lunghezza d'onda delirante del Papa...

Eugenio B.
paganesimo logico

E. Belcampo 04.02.07 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legalizzazione del comportamento antisociale, detto più semplicemente reato, dipende dalla sua dimensione. Più gente pratica il reato, più è probabile che il Parlamento legiferi per renderlo ammissibile, o almeno non punibile.

questa è una grande verità. si comincia con chiudere un occhio su piccole irregolarità, e il testimone passa di mano in mano, ingrossandosi per via, come quelle aziende "a piramide" diventate tristemente famose nei rombanti anni 80, alla fine la rete dei personali scheletri e scheletrini negli armadi è talmente fitta, che avvolge tutti e tutto, e in genere i pochi sentimentali che resistono vengono emarginati e chiamati con un nome appropriato: "coglioni"

liliana pace Commentatore certificato 04.02.07 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedo che nel blog si tira fuori ancora il G8 di Genova è vero che la polizia caricava più i dimostranti "calmi" che non gli incapucciati devastatori (si è visto nelle tv locali) ma va anche detto che le forze dell'ordine erano composte anche da giovani spaventati ...e mal guidati...
Carlo ora riposa in pace:non è più nei sottopassaggi a chiedere soldi....forse per un caffè ?

bruna S. Commentatore certificato 04.02.07 21:22| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,come mia prima volta sul blog che ti posso dire?che innanzitutto in questo blog ci sono molti approfondimenti sul tema fatto da persone intelligenti,e questo mi infonde ottimismo,e che non è vero che tutti i ragazzi di 16 anni o più siano privi di valori,ce ne sono molti che si discostano dai vari "grande fratello"e violenze varie,eppure mi viene da chiedermi,se le finestre rotte da quacuno(da condannare sicuramente)non siano il sintomo della nostra società,che infonde in noi un'eterno pessimismo (mascherato da finto ottimismo),e che fa poco o niente per capire delle persone che non hanno niente da perdere,perchè ignoranti e mantenuti ignoranti,senza lavoro e dignità dalla società stessa,ed anzi questa professa invece che la ricchezza è sempre sinonimo di virtù, intelligenza e agiatezza,che si possono fare tutti i figli che si vogliono(come ha detto qualcuna del mondo dello spettacolo,che ha sposato un calciatore),mentre quello che non arriva a fine mese deve programmarlo con cura,e a seconda se cè lavoro garantito!tutto questo infonde in qualcuno la rabbia di colui che non ha niente da perdere,perciò in grado,alcuni di pensarle ..altri di farle,cazzate!

giovanni baldassarri Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'offtopic, volevo segnalarvi un sito molto interessante con un test che vi permette di capire come siete veramente orientati politicamente!

http://www.voisietequi.it/

Pietro Marcello Commentatore certificato 04.02.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento

bellandi/Jannacci 04.02.07 20:44

DONNE DEI GIORNI DI PIOGGIA N. 12 & 35
Dunque, ti prendono a sassate quando provi a fare il bravo
Ti prendono a sassate proprio come han detto
Ti prendono a sassate quando cerchi di andare a casa
Ti prendono a sassate quando te ne stai tutto solo
Ma io non voglio sentirmi così solo
Dovremmo esser tutti presi a sassate*

Dunque, ti prendono a sassate mentre cammini per strada
Ti prendono a sassate se cerchi di rimanere seduto
Ti prendono a sassate mentre passeggi
Ti prendono a sassate mentre cammini verso la porta
Ma io non voglio sentirmi così solo
Dovremmo esser tutti presi a sassate

Ti prendono a sassate quando stai facendo colazione
Ti prendono a sassate se sei giovane e capace
Ti prendono a sassate se provi a tirar su qualche lira
Ti prendono a sassate e dopo ti augurano "buona fortuna"
Ma io non voglio sentirmi così solo
Dovremmo esser tutti presi a sassate

Dunque, ti prendono a sassate e dicono che è finita
Poi ti prendono a sassate e ritrornano di nuovo
Ti prendono a sassate se sei in auto
Ti prendono a sassate se stai suonando la chitarra
Già, ma io non voglio sentirmi così solo
Dovremmo esser tutti presi a sassate

Dunque, ti prendono a sassate mentre te ne vai tutto solo
Ti prendono a sassate mentre te ne torni a casa
Ti prendono a sassate e poi dicono che sei un prode
Ti prendono a sassate quando sei nella tomba
Ma io non voglio sentirmi così solo
Dovremmo esser tutti presi a sassate

*Con la frase "They'll stone..." Dylan, con un gioco di parole, allude all'uso di sostanze stupefacenti, nella fattispecie alla marijuana (la frase del titolo è un espressione gergale che sta per "spinelli").
Dunque "dovremmo esser tutti presi a sassate" equivale a "dovremmo esser tutti fatti".
Una possibile traduzione del verso "Everybody must get stoned" potrebbe essere resa con "Tutti dovrebbero essere rintronati" per mantenere il doppio senso

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 04.02.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO (R.S.N.)

↓↓

Valentina Martorelli 04.02.07 21:06| 
 |
Rispondi al commento


L'Italia è sull'orlo del baratro per chi non se ne fosse accorto!

La contingenza impone: combattere o scappare!

Quindi o entrate in politica o andate all'estero!

Entrambe le soluzioni sono efficaci perchè mirano 1) a non essere più sfruttati da questo stato iper-indebitato, 2)a togliere la "materia prima", che sorregge in piedi questo sistema politico e di politici di m...a!

Badate..io non sono avvezzo ai luoghi comuni, anzi li disprezzo, però sono certo che da quando sono nato, questo è il peggior periodo storico che io ricordi!

SOLUZIONI DISPONIBILI:

1) EMIGRARE

2) LOTTARE

Marco Presti 04.02.07 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
lungi da me il giustificare atti delinquenziali come quelli relativi ad un incontro calcistico, mi convinco sempre più che ciò, al di là di spiriti violenti, criminali e provocatori, è anche la conseguenza di una profonda insoddisfazione ed arrabbiatura della gente per come vanno le cose. Sono più che convinto che a generare e perpretare simili atti siano anche i disperati, per lo più giovani senza futuro che sanno esprimere solo così, in modo violento, le loro ingiustificabili proteste. E, questo, senza prenderne la paternità di questa riflessione, è anche il commento ed il parere che ho sentito ieri, in un momento di discussione fra comuni cittadini. Molti di questi, pur dichiarandosi elettori di centrosinistra esprimevano la loro delusione ed amarezza per il comportamento di questo governo e di questa politica. Un pò (ciò detto però con maggiore consapevolezza e lucidità) mi ha fatto venire alla mente come una volta si diceva: "piove governo ladro!". Non è certo un buon esempio (specialmente guardando ai più facinorosi) promettere e non mantenere le promesse. Parlo dei tagli allo stato sociale, alle pensioni, alla sanità, all'aumento spropositato delle tasse e delle imposte, alla incapacità di affrontare i temi della disoccupazione, della giustizia, etc.
Non sento nemmeno più parlare della famosa "ultima settimana". Ricordo le inique pensioni, per la precisione dei vitalizi, di cui godono e godranno i politici dopo aver militato qualche anno in parlamento (visitare per la lunga lista, il sito espresso.it). E, poi si sentono gli annunci degli stessi politici di governo che è aberrante andare in pensione a 58 anni, a cui fa eco (a mio avviso, strumentalmente) il governatore della banca d'Italia, l'europa e quanti altri.
Nessuno di questi parla però dei privilegi e degli sprechi, di cui innanzi, della politica .
Mi pare ovvio che i cittadini non ci stanno e questi cattivi esempi non giovano al comportamento delle teste calde. Bisogna pensarci!

Giuseppe Ferraro 04.02.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

le finestre rotte.....
dai palazzi ai teatri per arrivare ai comuni
chi di noi non ha mai trovato o voluto romperle
chi di noi non ha una finestra nel cuore rotta
a causa di tutto cio'che ci circonda.

luca.mannarino 04.02.07 20:55| 
 |
Rispondi al commento

ma...scusate, si dice dalle mie parti che il pesce puzza dalla testa.
Sicuramente si deve trovare il modo per porre rimedio ai disastri sociali, ma, chi per primo deve dare l'esempio su come ci si deve comportare?
In un campo di calcio, i primi dovrebbero essere i calciatori, non credete? E invece....vi ricordate per esempio ai mondiali la testata di Zidane (un campione)a Materazzi? Come è stato punito quell' incivile gesto? Non ricordo quale titolo onorifico gli è stato assegnato, ma, nonostante quell'atto non proprio da campione,lo ha avuto.
E quelli che fanno il saluto fascista uscendo dal campo? E quelli che si sputano in faccia? Eppure guadagnano fior di quattrini o no? Ma allora è vero che i soldi fanno perdere la testa e non fanno la felicità?

tina esposito (pecorellasmarrita) Commentatore certificato 04.02.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

10 idee su cui discutere per aiutare lo sport, lo spettacolo e la politica:

1- Stadi meno capienti, massimo 30.000 spettatori;

2- Incentivare gli abbonamenti;

3- per accedere allo stadio bisogna fare il chek-in come in aeroporto, con controllo metal-detector, ingresso a fasce orarie a seconda del tipo di biglietto o abbonamento;

4- controllare corrispondenza tra titolare del biglietto, preregistrando dati e foto, a chi si presenta al chek-in;

5- costituire uno speciale schedario con i nominativi di tutte le persone sottoposte a misure restrittive per il controllo al chek-in;

6- dividere gli stadi a piccoli settori ed ogni settore deve avere un sistema di monitoraggio ad altissima risoluzione con almeno una telecamera brandeggiabile collegate ad una sala di regia con degli operatori specializzati ed addestrati direttamente dalle società;

7- Monitoraggio esterno antistante lo stadio e nelle immediate vicinanze o zone ritenute sensibili a cura delle Prefetture/Questure utilizzando attrezzature acquistate dalle società;

8- per partite ad alto rischio o derby fuori dallo stadio la polizia può utilizzare gli idranti con coloranti e sistema di monitoraggio affinchè, dispersi i facinorosi, sia più semplice l'identificazione e conseguente fermo(abiti inzuppati di colorante e immediato confronto con le riprese dell'azione di repressione effettuate dai mezzi idranti);

9- le coreografie devono essere solo ed esclusivamente responsabilità delle società, chiunque vorrà proporre striscioni o coreografie dovrà consegnare il tutto alla società che dopo accurato controllo restituirà il materiale nello stadio appena prima delle partite;

10- costituzione di un fondo speciale per premiare le coreografie più belle ed originali oltre che il tifo meglio organizzato per ogni giornata ed a fine campionato.

Giuseppe Volpe 04.02.07 20:52| 
 |
Rispondi al commento

vorrei riparare una finestra.....,
rotta da tempo nel nome della crescita:
"ve ne siete accorti?"
Siamo tutti in continua crescita,
più 2%; più 3%; ma non basta!
Crescere poco equivale alla regressione, allora bisogna ... accellerare, spingere più a fondo il pedale di questa vecchia carretta.
AAAAA cercasi tartarughe soddisfatte.

raffaello flamini 04.02.07 20:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHIEDO SCUSA A TUTTI PER QUESTO -- OT.-- DI SERVIZIO: E' DI VITALE IMPORTANZA!!!!!!

A tutti i DISABILI, d' ITALIA, Siete CONTENTI?

ringraziate il munifico e giusto governio delle sinistre interpreti acuti dei problemi sociali.

E' STATO CONCESSO L'AUMENTO DELL'ASSEGNO PER LE DISABILITA'.
A PARTIRE DAL 1° GENNAIO 2007: DA € 238,07 MENSILI A € 242,84 MENSILI. ESATTAMENTE
+ € 4,77 MENSILI. Ovvero da € 7,35 al giorno, a € 7,83 al giorno , che dire?

Bene da domani festa grande.

CONTENTI? . Ciao ragazzi sarà per la prossima volta.

Francesco

f.marletta 04.02.07 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

enzo jannacci 04.02.07 20:26
*******************************

Si tratta del brano portato con successo al Festival di S.Remo del 1967 da Antoine e Gian Pieretti, autore lo stesso Pieretti con l’ubiquo Ricky Gianco. Sin dal primo ascolto i giornalisti musicali notarono la somiglianza del testo e del pezzo con il brano Rainy Day Women 12 & 35 di Bob Dylan, contenuto nell’album Blonde On Blonde dell’anno prima, sia nella idea di fondo sia nel tema musicale, tanto che spesso questa viene considerata una versione non ufficiale.

manuela bellandi Commentatore certificato 04.02.07 20:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe so che e' un argomento strugente come mai nessun giornalista tocca l'argomento prezzi che i profitti sono andati solo da una parte vedi MILLE lire un EURO ma lo stipendio e rimasto al valore della LIRA CIAO TI SALUTO sei il DIAMANTE della VERITA' e il governo cosa FA' ho visto un decreto rimborso spese elettorali pima era mille lire adesso e' UN EURO

francesco dimattia 04.02.07 20:43| 
 |
Rispondi al commento

scusate, lo so che non c'entra col post, ma queste cose vanno diffuse.... devono rispondere alle interrogazioni parlamentari, non possono continuare ad avvelenarci senza che nessuno faccia nulla...
Beppe denuncia il fenomeno dell scie chimiche per favore!!!!! Oggi a Mestre e Treviso hanno fatto uno scempio!! stamattina il cielo era terso, poi è iniziato un via-vai di aerei... scie che si sfaldano fino a formare nuvole..NON ERANO SCIE DI CONDENSAZIONE MA SCIE CHIMICHE!!TUTTI DEVONO SAPERE!! usano il cielo per esperimenti militari... vedete i dettagli di ciò che stanno facendo su www.sciesardegna.it www.sciechimiche.org diffondete queste informazioni!!!

Laura Steffant 04.02.07 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'Italia siamo noi!

Io mi immagino un palazzo enorme, sconfinato, con milioni di finestre, e la gente che tira sassi e dice "tanto li tirano tutti".

Intanto le finestre rotte sono sempre di più e arriva l'inverno.
Qualcuno prova a mettere un po' d'ordine, a cercare di arginare la cosa, ma non ci riesce se va bene, e ci rimette se va male.

Allora una possibilità è uscire dal grattacielo e cercarsi un altro posto.

Oppure magari recintare un piano e trasferisrsi lì con quelli della stessa idea, e difendere il difendibile.

O anche passare la vita a riaggiustare più finestre possibili sperando di risvegliare le coscienze col proprio esempio.

Oppure da una di queste finestre rotte, buttarsi di sotto.

O incazzarsi al punto da far saltare il palazzo dalle fondamenta.

O inventare un nuovo tipo di vetro che non si spezza.

O requisire tutti i sassi.

O farsi scrupolo di buttare di sotto tutti quelli che sono sorpresi a rompere vetri.

O farsene una ragione e girare con la sciarpa.

Oppure semplicemente aspettare e aspettare e aspettare e aspettare e aspettare.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Beppe cosa aspetti a denunciare il fenomeno delle scie chimiche?? Oggi a Mestre e Treviso hanno fatto uno scempio!! stamattina il cielo era terso, poi è iniziato un via-vai di aerei... scie che si sfaldano fino a formare nuvole..NON ERANO SCIE DI CONDENSAZIONE MA SCIE CHIMICHE!!TUTTI DEVONO SAPERE!! usano il cielo per esperimenti militari... vedete i dettagli di ciò che stanno facendo su www.sciesardegna.it www.sciechimiche.org diffondete queste informazioni!!!

Laura Steffant 04.02.07 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La protesta. Volevo esporre il mio punto di vista per sapere se sono diventato visionario oppure c'e' ancora un briciolo di razionalità nel mio ragionamento. Guerriglia allo stadio a Catania. Adolescenti delle periferie della Città che vivono nel disagio più totale niente più ideali e per la maggior parte di essi con problemi di occupazione. Cosa fa la classe dirigente Calcistica ed in secondo piano il governo? Fermi tutti qui siamo in pericolo. Subito inizia una campagna mediatica... diamo più potere alla polizia... pene più severe..... (xkè no la licenza di uccidere in presenza di simili teppisti) magari risolvere il problema alla radice no??? ke sò con un programma di recupero delle periferie... si xkè no io sono un nostalgico dell'assistenzialismo sociale.... perchè se va bene che un parlamentare vada in pensione (e ke pensione dopo una legislatura) non andrebbe bene garantire il pane ad un disoccupato??... penso che sia questa oggi la dura realtà... cambiare questo sistema pensate sia ancora possibile??

antonio buffone 04.02.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Platone:
anarchia-democrazia-oligarchia-monarchia-anarchia-democrazia-oligarchia-monarchia-anarchia-democrazia-.......

Forse ci siamo.

Corrado Solinas 04.02.07 20:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO, COSA CAZZO ME NE FREGA DELLE FINSTRE ROTTE? HAI PERSO L'ENNESIMA OCCASIONE PER DIMOSTRARE CHE TU COMBATTI PER TUTTI, O ALMENO DOVRESTI. O SEI UNO DI QUELLI CHE PENSA CHE TANTO UN POLIZIOTTO UCCISO FA PARI CON GIULIANI A GENOVA? IO PENSO CHE POTRESTI RIENTRARE FRA QUEST'ULTIMA CATEGORIA...
COMUNQUE ORA VOGLIO LA MOGLIE DEL POLIZIOTTO UCCISO, IN SENATO E LA PIAZZA ANTISTANTE LO STADIO DI CATANIA, DEVE CAMBIAR NOME.
LA TANTO (DA TE) AUSPICATA PAR CONDICIO.
POSSO DIRTI CHE MI FAI SCHIFO? (ORMAI TE L'HO DETTO), NEMMENO UN POST SU QUELLO CHE è SUCCESSO?
V E R G O G N A
V E R G O G N A
V E R G O G N A

fabio z. Commentatore certificato 04.02.07 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ACCI ACCI Sento odor di coglionacci!!!
Ve la siete guardata la busta paga facce da mortadella?
Adesso dovremmo chiedere a voi il risarcimento.
HiHi lavorate voi per pagare le tasse a questi dementi. Io FACCIO SCIOPERO!!!SI LAVORA TRA DUE ANNI!!!

Luca Fineschi 04.02.07 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che cosa stà succedendo?
Si ammazza come se niente fosse e per niente, per una partita di calcio, perchè non hai lo stesso colore di pelle, perchè sei un vicino di casa che ha un bimbo che, come natura vuole, piange, perchè guardano la tua ragazza, perchè non lasci passare il bulletto di turno all'incrocio pur avendo tu la precedenza e....ancora e ancora.
Ma mi chiedo: non è che l'umanità ha fatto il passo più lungo della gamba?
Tutto ciò che si è fatto, diciamo... negli ultimi 100/150 anni, il progresso, le tecnologie, le scoperte, le CROCIATE dei BUONI contro i CATTIVI....a cosa ci hanno portato, visto che sembriamo sempre più somiglianti all'uomo delle caverne? (salvando la pace degli stessi). Forse avremmo fatto meglio a cercare di ALLARGARE le nostre vite piuttosto che ALLUNGARLE.

tina esposito (pecorellasmarrita) Commentatore certificato 04.02.07 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Buona domenica sera a tutti.
--
L’italiano è antropologicamente affascinato dalle finestre rotte tranne in un caso: quando la finestra rotta è sua. Ma, in questo caso, dopo l’indignazione iniziale, si rassegna e va alla ricerca di una pietra.

Postato da Beppe Grillo il 03.02.07 23:10
------------
Bella qesta frase ma terribile al contempo:

E SE FOSSE QUESTO QUELLO CHE SI VUOLE OTTENERE? Qualcuno se lo è chiesto?

Di solito caro Grillo basta un commento per dare un parere ai tuoi post, non perchè sia sufficente ma perchè altri più o meno bravi, alla fine grazie ai loro interventi ne toccano, se non tutti, molti degli aspetti più meritevoli di nota.
Mi è balenata una domanda: e se a decidere i comportamenti fosse come nel film di Charlot,
(il vetraio che faceva rompere i vetri da un monello prezzolato per ripararli); LO STATO, CHE FACENDO ROMPERE LUI I PRIMI VETRI PER DARE UN "CELATO" ESEMPIO NEGATIVO, RITARDANDONE POI LE RIPARAZIONI(al contrario di quanto accade nel film), O ROMPENDONE IN MANCANZA DI EMULAZIONE SPONTANEA ALTRI PER GIUSTIFICARE COSI' I PROPRI ILLECITI COMPORTAMENTI NONCHE' CERTE REAZIONI E REPRESSIONI UTILI ANCHE PER SCORAGGIARE ANCHE ALTRI COMPORTAMENTI DI ALTRA NATURA?
Certo, io non ho titoli, n'è sono uno studioso accreditato per esprimere opinioni accreditabili, sul comportamento umano, come ottiene con ragione l'esimio professore; sono però un individuo che scrive novelle, dotato di fantasia, hai vsto mai? che magari salta fuori un altro che la pensa come me? Del resto la mancanza di interventi, ADEGUATI AI PROBLEMI SOCIALI, da parte di questo Stato, i condoni vari e il lassismo dei costumi con il giustificare i poverini di turno, in barba alle vittime, dando la colpa al degrado sociale, come se fosse colpa solo della gente, testimonia da solo la situazione. Allora il dubbio, secondo me, su certi comportamenti, fatti di mancanze inammissibili, in un contesto come il nostro, diventa legittimo. Ciao

Francesco

f.marletta 04.02.07 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Ora basta! E' indecoroso e indegno e offensivo per l' essere umano, fare ragionamenti e lanciare commenti che sanno di imbecillità e stralcioneria. Mi riferisco a tutto quello che ho ascoltato in televisione dopo i fatti di Catania di Venerdi notte. Altro che finestre rotte! Qui si rompe il il buon senso e ci si prende per il culo senza andare a monte del problema. Parto da lontano per far capire il mio concetto! Dall'età di 18 anni fino al 2001 i non ho mai perso una partita della Lucchese, squadra della mia città che è Lucca. Per moltissimi anni ho seguito la squadra nelle trasferte, in auto in pulman in treno con gite organizzate. Ho vissuto tutte le varie fasi di evoluzione organizzativa tifoide ed altro. C'è un fatto molto importante che nessono, neppure quelli della mia età che hanno vissuto le stesse esperienze, vuole dire! Mi spiegate voi soloni e intelligentoni e sapientoni come mai, prima di divedere le tifoserie in curve anteposte i famigerati tifosi condividevano le tribune, le curve, le gradinate e i parterre senza essere divisi e quando c'erano incontri di grande richiamo si ritrovavano fianco a fianco e salvo qualche raro esempio di improperi e battibecchi e qualche scazzottata bernerfica, tra alcuni tifosi delle opposte fazioni, poi finiva il tutto in una sana pacificazione? Io sono stato in tanti stadi di serie C C2 D e B a seguire la mia Lucchese e porto la testimonianza di aver assistito raramente a scontri degni di essere chiamati tali. Certo è che avevamo a che fare con altre generazioni e c'era un rispetto per le istituzioni e per la persona che da circa vent'anni non c'è più. Questo significa che le generazioni di questi anni non sono rispettosi e sono violenti perchè a loro oggi tutto è permesso. e si permettono sbeffeggiare e combattere le forze dell'ordine, di bruciare mezzi della polizia e di nascondersi sotto un passamontagna e l'impunità. Non sono tifosi, ma teppaglia che si infiltra per scopi ben precisi, anche nei cortei o no!

LUCIANO F. Commentatore certificato 04.02.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok, passiamo ai fatti e ai soldi disponibili:
mettere a norma gli stadi o fare il ponte di messina o la TAV?

Con la messa a norma degli stadi si mette "a norma" la plebe, con il ponte si mette "a norma" la mafia, con la TAV si mette "a norma" i bancarottieri del nord est operoso e laborioso.

Finalmente è chiaro cosa vuol dire mettere a norma.
Non vi sognate di uscire dalla norma, non ci provate.

Buona cena.


Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al capolinea mi sembra la morale della politica, non solo Europea ma Mondiale. Non ha più senso parlare di Sinistra o Destra, oggi contano gli affari i BUSINESS. Parlare ancora di ideologie si rischia di essere persone fuori dal mondo.Oggi si globalizzano i mercati, l'impresa, poco importa la tendenza ideologica.Tranquillamente trovi imprenditori che dicono di essere di Sinistra o di Destra, ciò che conta è la cordata per essere presenti. Prevale la logica di potenza economica da diffendere con ogni mezzo possibile (guerra compresa). I VALORI non contano, conta battersi contro la concorrenza dove bisogna produrre al più basso costo possibile e dove c'è disponibilita di risorsa umana. L'Europa non è immune e tanto meno L'Italia ma il mondo globale che non sà e non riesce a fermarsi. Prigionieri di un sistema disastroso, incurante delle piaghe, della fame e della sete di questo PIANETA. Dove ci sono bambini che aspettano un pezzo di pane.C'è un solo modo per porre rimedio il CORAGGIO, bisogna averlo veramente e battersi per creare un mondo CHIARO e ONESTO per essere LIBERI di agire. Fatte LARGOaiGIOVANI PERilBENEdiTUTTI e mandiamo a casa chi non conosce i VALORI del rispetto dell'uomo e la cooperazione tra i popoli. Leggete, meditate, diffondete senza PAURA

Mario Flore 04.02.07 20:01| 
 |
Rispondi al commento

I campi di concentramento esistono ancora guardate qui
http://verainformazione.altervista.org/

Giovanni Storti 04.02.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Spiace dirlo, ma questo è il solito momento del "Fiato alle trombe" da parte di tutte le entità.
Farò un salto fra qualche giorno nel blog, per esempio dopo le decisioni sulle sorti dela calcio, per vedere i commenti e...spero tanto di sbagliarmi.

Valerio Agate 04.02.07 19:59| 
 |
Rispondi al commento

dovrebbero raconntarla a scuola ai bambini,
nell'ora di educazione civica.

Ci sarà ancora? ..... ne dubito.


ciao

Matteo Betori 04.02.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo chiedere come si fa a Telecom:

http://andreasacchini.blogspot.com/2007/02/telecom-insegna.html

andrea sacchini 04.02.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti,
volevo addurre una prova favorevole al fatto che non è solo il calcio, o chi lo segue assiduamente, il problema della violenza del intorpidimento mentale.Infatti ho letto su un libro pubblicato da edelsa, che anche in Spagna il calcio è molto seguito e partecipato dalla popolazione. Ci sono circa 2.000.000 di lettori giornalieri del giornale "Marca", il quotidiano sportivo più letto. Questo per far notare come il calcio, ed anche altri sport, sono fenomeni di cultura, ed anche molto radicati (Spagna-Italia).Ma a differenza nostra, la Spagna sta divenendo uno dei maggiori paesi Europei, era il nostro fanalino di coda, ed ora ci ha superato: sia economicamente, sia come etica civile. Riflettere su questo, riflettere...
http://stefanoscargetta.blogspot.com

Stefano Scargetta 04.02.07 19:57| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI E PER NESSUNO

Mi sto interessando alla questione della base USA di Vicenza, perchè penso che la cosa sia una "PORCATA" fatta dall'attuale governo, pari a quella "PORCATA" dell'indulto.
Per tale motivo seguo le vicende sul giornale locale dal quale ho copia-incollato l'articolo che segue: una perla d'articolo!

QUESTI SONO I CAVALLI DI RAZZA E... CHE RAZZA DI... PARGOLI COSTORO HANNO GENERATO!

L'articolo:

I contrari alla nuova base

Bordon-figlio
«Parisi e papà
che errore»

(r. b.) «Mio figlio vive a Vicenza e quindi so per presa diretta che lì la maggioranza dei cittadini, a prescindere dalle opinioni politiche, è contraria a quella base». E che presa diretta.
Willer Bordon, ulivista di area parisiana, sul Manifesto di ieri ha spiegato la sua astensione sulla mozione della Casa delle Libertà, criticando anche gli "insopportabili bizantinismi" delle sinistre
sul caso Dal Molin. E, chiamando in causa il figlio che abita a Vicenza, ha anche parlato della contrarierà della città all’allargamento della base. Conferma tutto l’avvocato Raniero Bordon, 36 anni, da otto di casa a Vicenza, zona piscine. Guarda caso, con vista sul Dal Molin.
«Quando mi affaccio sul terrazzo - dice - vedo l’aeroporto. Credo che costruire lì la base sia sbagliato, perchè è troppo vicina alla città ed è anche una delle aree più belle. E poi non penso che da lì, diversamente da quanto è stato detto finora,
non facciano partire gli aerei militari.
Credo che almeno una volta la settimana dal mio terrazzo me li vedrò decollare.


MAX STIRNER: Avete capito cosa pensa il...
pupetto di Bordon? Lui è contrario alla Base USA, perché quando si affaccia alla finestra la Base gli rovina la vista del paesaggio. Inoltre, egli è ben convinto che gli USA vogliano l'areoporto, non per farci correre i go-kart, ma perché vi faranno arrivare e decollare Jets militari e LUI, il...
pupattolo Bordon Junior, sarà disturbato dai
sorvoli dei Jets sulla sua casa.

CONTINUA NEI SOTTOCOMMENTI


mancanza di educazione, si dice, mancanza di valori, si dice. Ma chi dovrebbe insegnare ai questi ragazzi i valori veri e alti della vita? chi dovrebbe educarli alla convivenza civile?
La famiglia è minata, maltrattata, negletta da un'ideologia frocista, sterile e necrofora. I modelli familiari proposti dai media sono quelli "alternativi", famiglie estese, senza ruoli genatoriali precisi, costituiti non di rado da coppie omosessuali, famiglie che si tenta di omologare come "normali".
La scuola è stata distrutta da decenni di occupazione comunista. I fatti che accadono nelle scuole che la cronaca riporta tutti i giorni ce ne rendono tutto il suo degrado.
Un disastro annunciato, quello a cui assistiamo, simboleggiato dalla targa, affissa al senato, in onore del martire eroe di questa generazione di teppisti drogati, Carlo Giuliani.

ettore muti 04.02.07 19:29

***************************************************************

Ah già è vero, la mancanza di valori e di civiltà è per colpa di quelli che tu chiami "froci".
Quello che è successo a Catania è la conseguenza di "un'ideologia frocista e necrofora".
Non so se tu ti rendi conto di quello che dici. Forse sei solo un provocatore, però adesso mi viene in mente ciò che ha detto il ministro Amato a proposito degli enormi consumi di cocaina da parte degli italiani. Tu ne sai qualcosa?

Gabriele Quintini 04.02.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Se un milione di persone crede ad una cosa stupida, la cosa non smette di essere stupida."
Anatole France

Figuriamoci quando il numero dei soggetti aumenta sensibilmente (es. 60 milioni circa)

Domenico D'Ambrosio (mymmouth) Commentatore certificato 04.02.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Un gran bel post Beppe ..... ci fanno passare tutto quello che è di colore scuro per....cioccolata.
La colpa è comunque sempre nostra, perché passi per il colore ma dalla puzza dovremmo capire di che si tratta.
Siamo tolleranti se distruggono le auto degli altri ma guai se graffiano “leggerissimamente” la nostra.
Sull’intitolare vie o piazze a Craxi non sono d’accordo e riconoscergli lo status di statista mi sembra alquanto inopportuno.
Per quanto riguarda la definizione di statista (uomo di Stato, persona che partecipa attivamente alla vita politica del suo Paese esperto negli affari di Stato) la vedo leggermente “incompleta” in quanto non parla di
attività svolta “nell’interesse del Paese”....
così com’è la definizione di Statista si può estendere a molti politici
da Luxuria a Mastella passando per Calderoli.
Un cordiale saluto.


Dario Salerno Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le scelte sono solo due, una è quella giusta.

ettore muti 04.02.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo solo dire che, dal momento che le forze dell’ordine, sono spesso utilizzate per disperdere “con i soliti metodi che conosciamo” i manifestanti, sarebbe interessante vedere come si comporterebbero nei confronti di chi, manifesta proprio per i loro diritti….

Ps: al g8 hanno caricato tutti, anziani, bambini, e tutti quelli che gli capitavano a tiro…

R. Marco 04.02.07 19:38


Io questi metodi non li conosco.
Negli ultimi anni (l'ultima è quella del 2 dicembre a Roma) ci sono state tante manifestazioni senza nessun tipo di disordine.
Non è per polemizzare ma a me non risulta che al g8 di Genova hanno caricato anziani e bambini.
Forse mi sbaglio ma allora mi piacerebbe sapere da lei per quale motivo lo avrebbero fatto.

Davide Procopi 04.02.07 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe haifatto una analisi perfetta, ma se
guardiamo i ns. politici di cosa si occupano sembra che noi probabilmente viviamo in un altro mondo: davanti ad una societa' che sta precipitando, dove l'illegalita' primeggia, LORO STANNO FaCENDO LA LEGGE SUI PACS (SEMBRA CHE QUESTO SIA L'UNICO PROBLEMA IN ITALIA) la
malasanita' imperversa, si muore negli ospedali
ed il ministro cosa fa?:
STUDIA L'AUMENTO DELLA DROGA DA 5 A 10 GRAMMI
FA LA LEGGE SUI CANI (SPERIAMO CHE FACCIA ANCHE QUELLA PER I CITTADINI)

io credo che questo sia un grande fratello dove
tutti (destra e sinistra) recitano prendendoci
per ilc...lo ma salvaguardando il loro portafoglio -14000 EURO E' LA PAGA DI UN PARLAMENTARE DI PRIMA NOMINA-

AUGURI ITALIA!!!!!!!!!
FARANNO LA LEGGE SULLA PENSIONE MA LORO RESTERANNO FUORI DALLA MISCHIA.

gio bandenere 04.02.07 19:45| 
 |
Rispondi al commento

L'avevo scritto che i pallonari avrebbero rotto i palloni.
Speriamo che non ammazzano baudo, se no saranno czzi pure coi canzonettari orfani di sanremo.
Addà passà a nuttata!

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:45| 
 |
Rispondi al commento

il problema della certezza della pena non è certamente limitata alle problematiche legate alla violenza negli stadi !
Il messaggio mica tanto nascosto di impunità derivato dell'indulto,delle amnistie, dei condoni, dello strapotere della prepotenza, della connivenza della politica con la mafia, del fancazzismo nazionale, delle truffe legalizzate di banche e assicurazioni,della protezione sempre e comunque dei poteri forti nei confronti del cittadino, etc, convince un sempre maggior numero di persone che solo la capacità di difendersi da soli può salvarci in questo paese impazzito in preda all' autodistruzione.
CHi se ne frega del calcio. Mandate tutti a lavorare nelle miniere ed i poliziotti ad arrestare i delinquenti.

mario rossi 04.02.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Io non la rompo perché:
• Ho un lavoro dignitoso
• Una casa dignitosa accessibile al mio stipendio
• Uno stipendio dignitoso
• Un’etica che i miei vecchi con il loro comportamento hanno reso valore.
• L’idea che nella solidarietà e nel rispetto reciproco si fondi la società.
• Ecc.
Io quella finestra la romperei perché:
• Non c’è un lavoro dignitoso
• Una casa dignitosa accessibile allo stipendio
• Uno stipendio dignitoso
• Vedo libera sopraffazione (libero mercato = libera sopraffazione)
• Manca il guidare con l’esempio.
• Mancanza di giustizia e di sicurezza della pena
• Sopraffazione da parte di chi ha il potere (economico, istituzionale, familiare)

claudio giubbilo Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

@@ La signora Margherita Grassi dà segni di squilibrio mentale,offende tutti e ne va fiera.
Fermatela e ricoveratela,prima che faccia del male ai suoi vicini di casa.
Corriamo il rischio che Pancalli,e il ministro dell'interno,decidano di chiudere tutti i "vicini di casa" negli ascensori.
@@
Signora si deve rassegnare.Bloccare tutte le attività inerenti al gioco del calcio perchè degli i.d.i.o.t.i(fasssssscisti)hanno causato la morte dell'ispettore di polizia è un'ingiustizia.
Decidere dall'oggi al domani il blocco di tutte le attività riguardanti la F.I.G.C.(Federazione italiana gioco calcio)è un gesto da FASCISTA!
La sospensione può anche essere giusta,ma non in questi termini.
Il campionato andava sospeso da domenica prossima.Tutti coloro che hanno già pagato l'albergo o altro hanno il diritto/dovere d'incazzarsi ben bene.
Mettere nei guai altre persone non ridà la vita al morto e,non ridà la vita al morto il mio ed il suo dolore.
Tutti i ristoratori che butteranno via la merce inutilizzata cosa devono fare? scendere in piazza anche loro e sfasciare tutto?
Immi grato,che aveva programmato un guadagno di 50/70 euro cosa deve fare?
La smetta di dare dello stupido a chi non condivide la sua "ridicola morale" che,fra l'altro,morale non è.
Joseph

joseph pane 04.02.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tu sei schiavo dell'ideologia...non riesci a scindere il vissuto dal raccontato...

O hai vissuto poco, o eri assente mentre vivevi.
ciao
manuela bellandi Commentatore certificato 04.02.07 19:32 |

Ho un'esperienza che manco te la immagini.

Ciao e baci.

ettore muti 04.02.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' arrivato il gatto tra i piccioni ? o se ne è andato ?
Questa il Suo profilo Maz= gatto tra i piccioni ...appena arriva lui è scompiglio...totale .


Elisabetta elisa 04.02.07 19:28
*******************************************

Per Elisabetta elisa

Dal francese :
Tous les gouts sont à la nature

C'è chi fa il gatto fra i piccioni e c'è chi amaa fare il piccione....buon volo!


Mi piacerebbe tanto vedere che cosa succederebbe se domani, centinaia di migliaia d’Italiani, indignati per l'ennesima morte assurda di un tutore dell’ordine, nel pieno esercizio delle sue funzioni, scendessero in piazza a protestare….

Chissà se anche questa volta le forze dell’ordine, avrebbero lo stesso comportamento che hanno avuto nel tristemente famoso g8 di Genova….
R.Marco 04.02.07 18:04 | Rispondi al commento | Chiudi discussione



Cosa intendi?
Che una volta di più dovremmo vedere incapucciati che sprangano e tentano di uccidere, ed altri (le cosiddette forze dell'ordine) che si difendono?

Copione già visto, e si è visto anche come è finita.
Grazie, no, non vogliamo il ripetersi di quelle brutture: vogliamo che non inizino neppure.

Margherita Grassi 04.02.07 18:47

Volevo solo dire che, dal momento che le forze dell’ordine, sono spesso utilizzate per disperdere “con i soliti metodi che conosciamo” i manifestanti, sarebbe interessante vedere come si comporterebbero nei confronti di chi, manifesta proprio per i loro diritti….

Ps: al g8 hanno caricato tutti, anziani, bambini, e tutti quelli che gli capitavano a tiro…

R. Marco 04.02.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

***************
Quando avete finito di scambiarvi le vostre amenità personali, possiamo sapere il vostro parere su quanto è attuale al momento, o siete qui solo per far numero?
Margfherita Grassi 04.02.07 19:17 |
****************

Amenità???
Facciamo i vetrai forse?
Siora! Possibile che non legge in queste AMENITA' un sonoro VaFFanculo al mondo del pallone e alla matrice di questo merdaio?
Cosa vuole che le dica: poveri tifosi? Poveri ultras? Povero poliziotto? Povera domenica senza pallone? Fanculo tutti i seminatori subcultura e propagandisti di marchettume.
La facevo più perspicace, ieri ho postato pure una cosetta sul TFR che dovrebbe interessarle, ma il fatto che il furtarello riguarda i suoi beniamini non la incuriosisce?
Sera.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://tools.mrwebmaster.it/work/gbook.php?gbook_id=11201

marco melli 04.02.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

E di quel delinquente che cercava di uccidere un carabiniere con un estintore a Genova non dici niente ? Anche a lui hanno dedicato cose, fino a farlo apparire un martire.
-----------
A genova c'erano ragazzi, vecchi, frati, preti, volontari, gente che viveva un disagio perche' una parte del mondo sopravvive senza dignita' e senza NIENTE non per una partita del cazzo!!! Questo spaventa il potere, per questo altri ragazzi (anche loro spaventati) sono stati mandati contro quella gente che manifestava, e con una regia ben studiata in modo da reprimere i pacifici e lasciar correre con i violenti e gli spaccavetrine. Carlo non ha ammazzato nessuno, e' stato ammazzato.

Attilio Bongiorni 04.02.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Ci vogliono pene certe per chi viene trovato a delinquere,questa è l'unica regola.Ma cosa ci aspettiamo da un parlamento dove legiferano una quarantina di onorevoli condannati in via definitiva?!Pensate che vogliano veramente il benessere del paese ed del nostro futuro?
Ha voglia il Presidente Napolitano di esortare i cittadini a credere nella politica,ma si è ben guardato intorno aprendo gli occhi agli esempi che quotidianamente ci danno????

cangrande_verona 04.02.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe hai detto bene,
è per questo che fare "RESET" NON serve!!!
CAPISCI?!
Auguri.

Onorato Spadone 04.02.07 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Criminali e buonisti comunisti :

GIU' LE MANI DAL CALCIO !

Il calcio e' nostro e vogliamo VIVERLO in pace : chi chiede di abolirlo e' il solito comunista prevaricatore : non andarci TU allo stadio e pensa a liberarlo dai DELINQUENTI, invece di ROMPERE le scatole ai CITTADINI che amano il CALCIO !

Maxubs Lanzani 04.02.07 14:50

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

E' STATO PIU' CHE DIMOSTRATO CHE IL CALCIO E' UNA TRUFFA AI VOSTRI DANNI, MA C'E' ANCORA GENTE MENTALMENTE RITARDATA (ED E' LA MAGGIORANZA!!) CHE TI FA L'ELEGIA DEL "CALCIO NOSTRO" !!

MA SIETE PROPRIO IMBECILLLLIIIII !!!

j.uan m.iranda 04.02.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è uno..nella società d'oggi non esiste più rispetto sia da parte dei giovani sia da parte degli stranieri per le istituzioni e le leggie sopratutto per le persone con i capelli grigi.
Ha Genova ho letto che la giunta di sinistra vuole che i pensionati e nonni puliscano le aiuole!!!
Vi rendete conto gente pagata da noi sono proprio senza vergogna!!
La soluzione è quella di alternare anni di democrazia con uno di fascismo e vedrai che andrà tutto a posto!!!
Leonardo Da Vinci 04.02.07 19:19

***************************************************************

Andrà tutto a posto nel senso che gli italiani vorranno tornare al fascismo!!!
Purtroppo è questa la realtà dell'Italia: la dittatura o l'anarchia. Non esiste un altro modo per una pacifica convivenza.
La soluzione è abolire i tre grandi mali di questo paese:
LA MAFIA, IL VATICANO E LE BANCHE.
La prima è difficile ma per le altre due occorre solo ignorarle...

Gabriele Quintini 04.02.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

mancanza di educazione, si dice, mancanza di valori, si dice. Ma chi dovrebbe insegnare ai questi ragazzi i valori veri e alti della vita? chi dovrebbe educarli alla convivenza civile?
La famiglia è minata, maltrattata, negletta da un'ideologia frocista, sterile e necrofora. I modelli familiari proposti dai media sono quelli "alternativi", famiglie estese, senza ruoli genatoriali precisi, costituiti non di rado da coppie omosessuali, famiglie che si tenta di omologare come "normali".
La scuola è stata distrutta da decenni di occupazione comunista. I fatti che accadono nelle scuole che la cronaca riporta tutti i giorni ce ne rendono tutto il suo degrado.
Un disastro annunciato, quello a cui assistiamo, simboleggiato dalla targa, affissa al senato, in onore del martire eroe di questa generazione di teppisti drogati, Carlo Giuliani.

ettore muti 04.02.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A qando le soluzioni ?

Gianni Battistini 04.02.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

DOMENICA IN FAMIGLIA...
Oggi prima domenica di carnevale il paese era gremito di famiglie al completo,nessuno parlava di calcio,nessuno dei soliti falli o rigori inventati o "rubati",si e' tornati per qualche ora
a socializzare,a far correre e giocare i nostri figli, si e' tornati ad una domenica di quasi normalita'.Serviva l'ennesimo morto???
Il calcio serve alla politica,serve per scaricare le ansie e le frustrazioni di un sistema sociale alla deriva,serve alle nostre istituzioni come parafulmine.Vinciamo un mondiale e dimentichiamo tutte le nefandezze che ci vengono rifilate ogni giorno.Totti espulso,na' traggedia!!!Se poi a fine mese si arriva per miracolo,che importa...al derby gli abbiamo spaccato le ossa!
Poi del resto il lunedi' quando passa se non si parla delle nostre vittorie o delle nostre ingiuste sconfitte.....
Siamo degli eterni sconfitti e nemmeno tutte le coppe dei campioni immaginabili possono cancellare le nostre vere frustrazioni...vorremmo un po' tutti essere diversi,vorremmo essere vincenti,ma veramente vincenti...
Che competizioni oneste abbiamo ancora,la politica?il lavoro?
La meritocrazia e' una favola come la destra e la sinitra,piu' si e' luridi piu' si fa' carriera,piu' si e' ipocriti piu' si e'invidiati,i conti non tornano...bene,che sia questo quello a cui ognuno di noi aspira(cocaina a parte)????
Si esce da un ologramma e si entra in un altro,dal nano mediatico ai finti "kompagni",che cambia per noi,per il popolo italiano cosa e'
cambiato,si e' scelto il meno peggio.....
KE CAZZO VUOL DIRE???
Voglio essere governato bene,non ho votato per il "meno peggio" per ritrovarmi Mastella o altri come lui che ricattano,insultano o indultano.
Si cambia si o no questa Kazzo di legge elettorale
o come al solito tra infami non ci si ostacola???
Voglio che questo kazzo di stipendio basti fino a fine mese con dignita'e senza doppi o tripli lavori...Altro che BROKEN WINDOW non voglio piu BACK-BROKEN....Pecoraro permettendo!!!!

Luigi Nasoni 04.02.07 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Questa me la incornicio.

**************************
Doveva accadere, era inevitabile dopo 60 anni di governi comunisti in sicilia, altro che mafia e ultras!!!
W la DC
W il PSI
W il MSI
W AN
W Forza Itaglia.

Moggi for president.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:01 | Rispondi al commento
-------------------------
governo di sinistra in sicilia?

a catania son dieci anni che ci sta lo sciampagnino
alla regione adesso c'è il tuo cuffaro, prima c'è stato musumeci di an

la curva nord di cui facevano parte quella marmaglia, è sempre stata appoggiata dalla destra estrema
emanuele grasso 04.02.07 19:13 |
------------------------
Denuncia il tuo spacciatore.
mario cerri 04.02.07 19:12 |
--------------------------
L'On.La Russa è un ultras del Catania.
Questi........comunisti del caxxo.
joseph pane 04.02.07 19:10 |
***********************

Ciao Joseph, l'è dura, eh?

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo è un paese che non ha piu' il senso della giustizia.
ormai chi ruba viene applaudito e chi ha ancora dei sani principi,viene quasi deriso.
questa è davvero la cosa che fa piu' male.

luca battaglia 04.02.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pisanu da due giorni non fa altro che dire che la colpa è di chi non fa rispettare la legge, solo quella sua sul pallone però.
Per tutte le altre è meglio glissare: da sempre in forza dc e cdl, merito del suo passato piduista, non può intruppare gli amici.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:20| 
 |
Rispondi al commento

L’italiano è antropologicamente affascinato dalle finestre rotte tranne in un caso: quando la finestra rotta è sua. Ma, in questo caso, dopo l’indignazione iniziale, si rassegna e va alla ricerca di una pietra.
Postato da Beppe Grillo
************************************************

L'allaarmante "verità" che sembra prospettarsi è che i nostri migliori sforzi per ottenere diritti civili, pace internazionale,controllo delle nascite, distribuzione ma anche conservazione delle risorse naturali, per urgenti che siano, distruggeranno inveche che aiutare se saranno compiuti con lo spirito di oggi e con l'attuale mentalità.

Al punto in cui siamo, non abbiamo nulla da fare.

Se le nostre ricchezze e il nostro modo di vivere non portano a noi, qui, la serenità (o come ognuno preferisce chiamarla:felicità, pace,armonia)come potranno portarla altrove e cioè nel futuro?

Questi sforzi daranno solo quella momentanea sferzata di energia e di speranza che la metedrina ed altre droghe del genere danno alle persone estremamente affaticate.

"Causa ed effetto, seme e frutto, non possono essere separati, perchè l'effetto germoglia già nella causa, il fine preesiste nei mezzi, il frutto nel seme"

manuela bellandi Commentatore certificato 04.02.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO (R.S.N.)

↓↓

Valentina Martorelli 04.02.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Ancora scritte contro la polizia sui muri delle città italiane: il calcio è un pretesto, l'obiettivo è lo scontro con l'istituzione, con la polizia in questo caso.
I cattivi maestri sono sempre in agguato, predicano e si nascondono, il gregge che fiancheggia e giustifica tutto è sempre pronto a seguire le direttive.
La giustificazione principale è la non credibilità dello Stato è delle sue istituzioni, prima fra tutte la polizia.
Qualcuno tenta la difesa richiamandosi agli scritti pasoliniani, ricordando che il sotto la divisa da poliziotto c'è un proletario, un fratello da non colpire, ma essa è debole come difesa. L'esperienza di tutti i giorni ci insegna che spesso la divisa è indossata da uno stronzo, un caporale, per dirla con Totò, ma quello che non si può e non si deve colpire, ma sempre rispettare, non è l'uomo dentro la divisa, ma proprio la divisa in se, che rappresenta l'istituzione. Lo Stato deve poi garantire al cittadino la difesa dalla prepotenza della pa, questo va da se.

ettore muti 04.02.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

i sedicenni di oggi sono miseramente la peggiore generazione mai comparsa sulla terra e si sentono onnipotenti e invincibili aiutati dalle leggi che li rendono intoccabili e non giudicabili. Molti di loro cresceranno con la convinzione di poter agire come meglio credono senza la minima preoccupazione di causare danni alle altre persone. Non c'è rispetto, tutti vogliono solo diritti, ma i doveri dove sono? Ci vogliono pene severe, basta con i tarallucci e vino. parliamo sempre dei colpevoli, ma le vittime? Chi porta il rispetto delle vittime lasciando impuniti gli aggressori? Bisogna sollevare i pantaloni a vita bassa dei ragazzini a calci in c... così forse risolleveremo un po' le sorti di un paese in deriva. Andrea

Andrea N. Commentatore certificato 04.02.07 18:53

*****************************************************************

No signore, non è esatto ciò che dice.
ALCUNI sedicenni si sentono onnipotenti e invincibili, come ALCUNI trentenni, cinquantenni ecc.
Io detesto il solito ritornello "è colpa della società", "è una società alla deriva" e tante altre caz..te come queste. Ci sono tantissimi ragazzi e tantissime persone in generale che mai si comporterebbero come gli str..zi di Catania, anche se le leggi li rendono intoccabili e ingiudicabili.
Bisogna fare come dice lei, PENE SEVERE senza sconti o attenuanti generiche, attenuanti specifiche, comunità di recupero ecc.
Ma poi intervengono i soliti psicologi e sociologi del c..zo che ti dicono "bisogna comprenderli", "sono solo dei ragazzi" e finisce sempre a tarallucci e vino.
Bisogna metterli ai lavori forzati almeno 12 ore al giorno e con i dobermann che gli ringhiano dietro.

PS: i pantaloni a vita bassa li portano le put....lle che scopano con questi straccioni.

Gabriele Quintini 04.02.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Doveva accadere, era inevitabile dopo 60 anni di governi comunisti in sicilia, altro che mafia e ultras!!!
W la DC
W il PSI
W il MSI
W AN
W Forza Itaglia.

Moggi for president.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) 04.02.07 19:01

----------------------------------

Denuncia il tuo spacciatore.

mario cerri 04.02.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Siamo il popolo delle meraviglie e delle indignazioni. Ci meravigliamo e indignamo di tutto e di tutti, per poi il giorno dopo essere noi stessi artefici di azioni che possono creare meraviglia e indignazione nel prossimo. In Italia manca fondamentalmente una cosa, L'EDUCAZIONE CIVICA. Questa non dovrebbe essere nè di destra nè di sinistra. Siamo riusciti a politicizzare anche quella. Ho 49 anni, famiglia meravigliosa e lavoro più che dignitoso, dovrei fondamentalmente essere soddisfatto. Come faccio ad esserlo in un paese che è collocato al 60° posto nelle clasdsifiche mondiali per LIBERTA' DI IMPRESA e all'80° come LIBERTA' DEMOCRATICA. Mitico Beppe, prova a darci una speranza. Grazie.

Daniele Bartolini 04.02.07 19:13| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA HA SOLO UN UNICO,INDEROGABILE,IRRISOLVIBILE,TRAGICO,APPICCICOSO PROBLEMA,
QUESTO PROBLEMA NONOSTANTE TUTTI SI SFORZINO DI EVITARLO PER DEMAGOGIA E IPOCRISIA HA UN NOME:
IL TERRONE.

guido civile 04.02.07 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tolleranza e la giustificazione del male sono le cause del male stesso.
Caino si autoassolve e si proclama cittadino modello... Dio cmq secondo la narrazione, lo punì con un segno apposto sulla sua fronte (non ricordo se si trattasse dell'indicazione della colpa) affinchè gli altri uomini fossero consapevoli dell'atto efferato commesso.
Oggi Caino nasce IMPUNITO, LEGIFERA, DELINQUE e in nome della CIVITLTà (moderna) è innocente a prescindere.
La democrazia (governo del popolo), se vuole continuare ad ESISTERE DEVE RENDERE IL DIRITTO CERTO (ed il diritto è applicato se POSITIVO).
In cosa consiste la positività del diritto? Essa rappresenta l'esercizio della SOVRANITà CHE IMPLICA L'ESERCIZIO LEGITTIMO DELLA FORZA PER RIPRISTINARE LA LEGALITà (anche definita "potestà di imperio").
Nel nostro "Paese" vige il DIRITTO DEL PREPOTENTE che ancorchè anticostituzionale è disumano, sicchè:
i dentisti non emettono ricevuta fiscale;
i commercialisti aiutano ad evadere;
i banchieri speculano nella attività finanziarie a danno dei risparmiatori;
gli impiegati pubblici non sono licenziabili;
gli amministratori pubblici amministrano le risorse fiscali appropriandosene;
organizzazioni sindacali promuovono corsi con risorse collettive dispensandole senza verificarne l'effettiva meritevolezza;
i politici abusano del potere, fumano coca, e si circondano di mignotte legiferando per proprio vantaggio;
compri una pizza e se chiedi lo scontrino ti osservano con sospetto e acredine, perchè non sono abituati a farne;
...
da ultimo, se dovessi perseguire Caino, Caino ti seppellirà con un ghigno ferale.
+ anarchia di questo non si potrebbe ottenere.
A forza di giustificare ed ammettere infine, qualcuno si è domandato, analizzando le acque dei fiumi principali, semmai il nostro sia un paese di cerebrolesi. La terra sarà anche brulla perchè il sole ultimamente è + incisivo, ma il cervello degli uomini s'è riarso con leggero anticipo.

Mauro Bellaspica 04.02.07 19:08| 
 |
Rispondi al commento

NON SAPPIAMO UN CAZZO ITALIANI

SCARICARE E' ILLEGALE?

Ma scusate se è illegale perchè non ci "chiudono" internet? Che problema c'è no? Evidentemente è perchè a qualcuno fà comodo,e c'è un giro di soldi che non si pùo' neanche immaginare.

Ma vi sembra normale? Cioè è come se io ti dò una caramella e ti dico di non mangiarla

Un pò come la droga: se ti beccano ti fanno un culo cosi(.) però adesso hanno raddoppiato la quantità di cannabis per uso personale???

No qui c'è qualcosa che non va,ma allora allo stato interessa che gli spacciatori ci siano per fare i loro interessi,o abolire la droga? Mah

Comunque sapete cosa vi dico? Viva la pirateria e chi la pratica

Mi spiace per il poliziotto ucciso a Catania,il calcio dovrebbero abolirlo anche perchè in Italia c'è solo questo:AVETE ROTTO I COGLIONI CON IL CALCIO!!!
Hanno fatto bene a sospendere tutte le partite,tanto i coglioni che fanno sti casini ci sono sempre stati e sempre ci saranno.

MA dico:MA PER GUARDARSI LA PROPRIA SQUADRA DI CALCIO,O GUARDARSI UNA PARTITA E TIFARE,C'E' BISOGNO DI FARE TUTTE QUESTE COSE?
ARRIVARE AD UCCIDERE???


(SEMPRE PER CHI FA LE LEGGI)
Ah dimenticavo, ma bisogna per forza scrivere dei paragrafi di pagine e pagine con dei termini e paroloni da vocabolario per dire se una cosa è vietata o no?
Una volta si semplificava,adesso si deve complicare tutto?

P.S. Cazzo ma se ci arriva un ragazzo di 23 anni,come non può arrivarci altra gente?

Mario Ascierto Commentatore in marcia al V2day 04.02.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Andrea N., musica per le mie orecchie. Finalmente una visione realistica della fabbrica dell'immoralità garantita e fomentata da una classe politica che non vede un palmo oltre il proprio interesse. La trasgressione e il malcostume dei nostri giovani non certo si commuteranno in managers del domani ma mocciosi viziatelli alla ricerca del facile guadagno lecito o meno che sia. L'ombellico scoperto in classe ha un significato chiaro....fiacchezza delle istituzioni nell'imporre rispetto e rettitudine . Ma è lampante.....nel caos...chi ha le idee chiare...ha tutto da guadagnare !! Che l'italiano non si metta a riflettere....troppi politici avrebbero carriera breve!!!

peppino garibaldi 04.02.07 19:05| 
 |
Rispondi al commento

alla fine cari amici, caro Beppe, stiamo parlando dello sport nazionale, le finestre vengono rotte da tante mani, l'importante è che quando vengono scoperti i colpevoli, questo ricada sugli incolpevoli. punto. il resto sono chiacchiere. comunque complimenti per la metafora. figura pienamente la situazione disperata e disperante di questo paese. Ciao a tutti, Salvatore

Salvatore Portincasa 04.02.07 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Da ciò che scrivi nelle ultime frasi deduco che ti riferisca anche a Craxi. E di quel delinquente che cercava di uccidere un carabiniere con un estintore a Genova non dici niente ? Anche a lui hanno dedicato cose, fino a farlo apparire un martire. Lo ha fatto anche quell'idiota del ns presidente della camera che disonora il posto che copre....

Claudio A. Commentatore certificato 04.02.07 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Doveva accadere, era inevitabile dopo 60 anni di governi comunisti in sicilia, altro che mafia e ultras!!!
W la DC
W il PSI
W il MSI
W AN
W Forza Itaglia.

Moggi for president.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 04.02.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ERRATA CORRIGE
________________+
+
E' ben peggio il motivo per il quale è stato cestinato il nuovo pezzo sui fatti di Catania: l'URL del sito non c'entra niente, sennò non avrebbe "passato" niente. In quel post si parla di Privilegi, di Stipendi faraonici, di Pensioni d'oro... no, non si deve parlare di queste cose, ma allora questo Stato in che modo dovrebbe essere equo? Ci saranno altri fatti di sangue, a priscindere
___________ www.ricostruire.it _________

Salvo Bonaccorsi Commentatore certificato 04.02.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Avete prevaricato il senso della responsabilita' ,nel rispetto di coloro i quali pagano le TASSE,, Il sistema e' gestito da BUFFONI..non riuscite ad ottemperare, alle minime basi di connivenza,,povera italiiiia

Roberto Cante 04.02.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Il garantismo italiano genera una corrente di pensiero che vuole legittimare qualunque azione illegale e violenta.
Ecco allora che gli aggressori diventino vittime e si onorino come caduti in una guerra di liberazione (vedi Giuliani al G8), mentre sui muri di Livorno si sbeffeggia la morte di un polizziotto, padre di 2 figli, come se fosse il misero risultato di una partita di calcio 1 a 1.
i sedicenni di oggi sono miseramente la peggiore generazione mai comparsa sulla terra e si sentono onnipotenti e invincibili aiutati dalle leggi che li rendono intoccabili e non giudicabili. Molti di loro cresceranno con la convinzione di poter agire come meglio credono senza la minima preoccupazione di causare danni alle altre persone. Non c'è rispetto, tutti vogliono solo diritti, ma i doveri dove sono? Ci vogliono pene severe, basta con i tarallucci e vino. parliamo sempre dei colpevoli, ma le vittime? Chi porta il rispetto delle vittime lasciando impuniti gli aggressori? Bisogna sollevare i pantaloni a vita bassa dei ragazzini a calci in c... così forse risolleveremo un po' le sorti di un paese in deriva. Andrea

Andrea N. Commentatore certificato 04.02.07 18:53|