I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Marzo 2007


31.03.07

L'omicidio Torregiani

interviste_staff_Torregiani.jpg
L’omicidio è solo un omicidio. Non esistono omicidi qualificati, di destra o di sinistra. Alberto Torregiani vive dal 1979 su una sedia a rotelle colpito da un proiettile durante la rapina in una gioielleria in cui fu assassinato il padre adottivo, Pier Luigi Torregiani. Nei giorni successivi i PAC, Proletari Armati per il Comunismo, rivendicarono l’omicidio del “porco Torregiani”. Cesare Battisti, tra i responsabili, fu catturato. Evase dal carcere. Accusato di quattro omicidi. Condannato in contumacia all’ergastolo Si rifugiò in Francia e poi in Messico. Quindi ancora a Parigi dove diventò scrittore di romanzi noir.


30.03.07

Lettere dal fronte

lettere_dal_fronte.jpg
Il bello è, da sempre, intorno a noi. Una chiesa, una fontana, una piazza, un parco storico, una via romana, un ponte in pietra, un affresco. Il made in Italy è un’eredità che viene dal nostro passato, il nostro senso estetico ha creato e esportato in tutto il mondo oggetti, moda, mobili, macchine. Poi sono arrivati i sindaci. Attila era un dilettante, dove passava non cresceva più l’erba. I sindaci sono oltre. Dove passano crescono gli inceneritori e le discariche. Bisogna andare in trincea. Proteggere il territorio per i nostri figli e per rispetto delle generazioni passate. Ricevo ogni giorno lettere di cittadini dal fronte. Coraggio, Italiani, riprendiamoci il suolo patrio!


29.03.07

I messaggi al mondo

messaggio_al_mondo_2_Udine.jpg
In Rete tutti possono avere una voce. Sto girando l’Italia con il mio spettacolo Reset e ogni sera chiedo a una persona di parlare al pubblico del palazzetto e a tutti attraverso YouTube.


28.03.07

Politica all'amatriciana

amatriciana.jpg
“La politica non è un pranzo di gala”, parola di Bertinotti. Lui se ne intende di cucina parlamentare. Gli studenti della Sapienza di Roma lo hanno contestato. Qualche cartello, qualche parolaccia. Lui se l’è presa un po’ a male. Anche perchè si è stropicciato il golfino di cachemire. Ma non doveva. Ha un buon posto di lavoro. Una grande carriera dietro alle spalle. E soprattutto in Università è riuscito a entrare e a uscire con le sue gambe. Una impresa non da poco in questi tempi. Si, perchè alcuni non potrebbero entrarci neppure con la scorta. Mi riferisco ai pregiudicatiparlamentari. Agli orfani del bottino di Bettino. Agli eredi della Cassa del Mezzogiorno. Agli sponsor della legge Biagi. A tutti quelli, per dirla alla Bertinotti, che si occupano da sempre di bassa cucina.


27.03.07

Il ruggito del topo

ruggito_del_topo.jpg
Le multinazionali ci provano sempre. Ma qualcuno, nel suo piccolo, reagisce. Ci vuole molto coraggio e anche qualche sponsor. Il blog, caro signor Privato, è qui per questo. "Gentile Beppe Grillo, mi chiamo Privato (di nome) e Fenaroli di cognome, di professione faccio il Primario Ospedaliero del Reparto di Chirurgia Senologica e Centro di Senologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo, abito a Tavernola Bergamasca sul lago d'Iseo (sponda bergamasca) dove ha sede un Cementificio di proprietà della Lafarge multinazionale francese e leader mondiale nella produzione del Cemento. Ora vogliono bruciare i rifiuti speciali anche nel cementifico di Tavernola, paese di 2.400 persone, che già per la sola produzione del Cemento paga uno scotto di inquinamento e basti pensare che questo paesino ha un inquinamento per ossido di azoto, NOX, (fonte Arpa) come quello di Bergamo città (circa 100.000 abitanti)..."


26.03.07

Il Pil delle bombe a grappolo

cluster_bomb.jpg
Un bambino cammina in un prato e trova un nuovo giocattolo, giallo brillante, con un piccolo paracadute. Un regalo del cielo. Un dono dei produttori di armi. Lo tocca e, se non muore, perde un braccio, una gamba, la vista. Il dono è una ‘cluster bomblet’ o bomba a grappolo. Una singola bomblet contiene da 200 a 600 mini esplosivi che colpiscono un’area grande come un campo di calcio. Le bomblet sono un’eredità storica di Adolf Hitler, lui le chiamava romanticamente “butterfly bomb”, bombe farfalla, e le sganciava sulla Gran Bretagna. Sconfitto il nazismo, rimasero le bomblet. Gli Stati Uniti le usarono senza risparmio in Vietnam, la Russia li ha adottati in Afghanistan e in Cecenia.


25.03.07

Un appello di Gino Strada

appello_Gino_Strada.jpg
In Italia anche le storie a lieto fine finiscono male. E’ solo questione di esperienza politica. Quella della trasparenza e dei servizi a cui si ispirano da sempre Cossiga e D’Alema. Il Governo chiede a Gino Strada di salvare Mastrogiacomo. Strada accetta, vola a Kabul dal Sudan, è stimato dalla popolazione afghana, restituisce il giornalista alla famiglia. Senza il suo intervento avremmo un decapitato in più a cui dedicare una piazza. E ora? Il manager dell’ospedale di Lashkargah, Rahmatullah Hanefi, che ha trattato con i rapitori è stato incarcerato dal governo afghano. L’interprete Ajmal è in mano a un gruppo di talebani. Di queste due persone sembra non interessare nulla a nessuno. Liberato il Mastrogiacomo, gabbato lo Strada.


24.03.07

La Mappa del Potere

pillola_rossa_mappa_del_potere.jpg
Voglio rovinarmi il fegato e parlare della Borsa. Un luogo malsano da cui stanno fuggendo tutti. E’ un’orgia. Chiunque scopa come un riccio tranne i piccoli azionisti. Quelli possono solo stare a guardare, ripiegare su una sveltina con i pronti contro termine o nella pace dei sensi con i Bot. La Borsa è una grande famiglia. I consiglieri di amministrazione si conoscono tra loro come vecchi amici. E hanno il dono dell’ubiquità. Sono presenti sia nelle aziende clienti che in quelle fornitrici. Vendono e comprano da sé stessi.


23.03.07

L'acqua non è una merce

acqua_denaro.jpg
“L’acqua non è una merce.” Ripetetelo allo specchio ogni mattina: vi darà consapevolezza. I numeri parlano e ci sussurrano dati che non vogliamo ascoltare. Un miliardo di persone non ha acqua potabile. Un milione e ottocentomila bambini muoiono ogni anno per malattie causate dall’acqua inquinata. Dove va l’acqua? Una tazza di caffè richiede 140 litri di acqua, un paio di jeans 11.000 litri, un’automobile 400.000 litri. E solo il 3% dell’acqua del pianeta è potabile. In Italia l’acqua è una risorsa finanziaria e, quindi, viene privatizzata. Dove prima c’era una sorgente, una fontana pubblica sono arrivati gli imprenditori. I mercificatori dell’acqua.


22.03.07

Scemo di guerra

scemo_di_guerra.jpg
Voglio spezzare una lancia, dire una cosa positiva sugli italiani: non amano la guerra. Preferiscono da secoli evitarla o farla fare agli altri. E, giustamente, non se ne vergognano. I politici questo non l’hanno capito, non vogliono capirlo. Uno c’è rimasto nel 1945 e l’ultimo ha fatto cadere il governo. Il sogno del soldato italiano in guerra è sempre quello: l’avventura con una donna. Il Ratto delle Sabine è storia patria. Faccetta Nera è la canzone che ha accompagnato la conquista delle etiopi e poi dell’Etiopia. L’italiano tiene famiglia. Durante la ritirata di Russia cantavamo Mamma... solo per te la mia canzone vola” e i tedeschi non capivano se li prendevamo per il c..o oppure no.


21.03.07

Verso la catastrofe con ottimismo

sci_d'acqua.jpg
L’Intergovernmental Panel On Climate Change (IPCC) distribuirà tra aprile e maggio il Quarto Rapporto sui cambiamenti climatici commissionato dall’Onu. Un suo estratto: “Cambiamento del clima – Sommario per i politici” è stato presentato a Parigi alcune settimane fa. 2.500 esperti di 130 nazioni hanno lavorato per 6 anni per dirci una cosa che si percepiva, che sapevamo già: che i nostri figli e i nostri nipoti penseranno a noi come a dei delinquenti. Se la prima parte del XX° secolo ha prodotto dei grandi criminali come Hitler e Stalin, i loro successori sono stati centinaia di milioni. Nazioni, Stati, Corporation.


20.03.07

Disabili nel vano porta bici

vano_porta_bici.jpg
Mi ha scritto Luca, un diversamente abile che fa il pendolare da anni. E’ ormai rassegnato a viaggiare con la sua carrozzella nel vano porta bici. Le cose però cambiano anche per Trenitalia. In peggio. Luca per prendere il treno deve ora firmare una dichiarazione di scarico di responsabilità. Il disabile deve “essere informato che il treno scelto è privo di carrozza attrezzata e di servizi igienici per disabili” e “manlevare nel modo più ampio Trenitalia da ogni responsabilità civile e penale...”. Il disabile firma la liberatoria e Trenitalia è libera di non fornire un servizio.


19.03.07

Muhammad Yunus, Nobel per la Pace 2006

Muhammad_Yunus.jpg
Ho incontrato un grande uomo. Un vero economista che ha salvato la vita a un numero incredibile di persone. Il suo nome è Muhammad Yunus, Nobel per la pace del 2006. Grazie a lui anche i mendicanti hanno potuto avere credito. E hanno sempre restituito i soldi. Altro che i finanzieri delle nostre parti. 85.000 mendicanti sono clienti stimati della Grameen Bank di Muhammad Yunus e grazie a lui hanno la possibilità di cambiare la loro vita. In Italia è il contrario entri in banca che non hai problemi e ne esci per chiedere la carità. Ieri mi hanno chiesto un breve discorso all’Università di Bologna in Aula Magna. C’erano i banchieri, c’era Yunus. Guardate il filmato.


18.03.07

Pornografia politica

De_Michelis.jpg
Il porno è stato vietato in televisione. I guardoni potranno vederlo solo criptato. L’Autorità per le comunicazioni ha vietato 24 ore su 24: “immagini pornografiche che prevedono la descrizione, l’illustrazione o la rappresentazione visiva e/o verbale di soggetti erotici e di atti o attività attinenti alla sfera sessuale che risultino offensivi del pudore”. Si vuole difendere il senso del pudore, è una buona cosa. Ma perchè partire dal sesso?


17.03.07

Informazione talebana

informazione_talebana.jpg
Su Mastrogiacomo voglio fare alcune premesse: deve tornare a casa, la sua famiglia ha la mia solidarietà, il Governo deve fare tutto il possibile. Fatte le premesse dico che è uno schifo che il Paese(?) si mobiliti solo se il sequestrato è un giornalista. E che non batta ciglio se ogni giorno vengono assassinati per la mancanza di sicurezza quattro operai sul luogo di lavoro. O se sono sparate tre persone alla volta in Campania. Quando si è saputo che è stato ucciso l’autista di Mastrogiacomo abbiamo tirato un sospiro di sollievo, temevamo il peggio. Ma si trattava, fortunatamente, solo dell'autista.


16.03.07

Petrolio verde

petrolio_addio.jpg
Gli zuccherifici stanno chiudendo. Hanno ceduto il posto a supermercati vuoti, disoccupazione e (indovinate) petrolio. Barbabietola e petrolio convivono in molti Paesi, come il Brasile. In Italia si preferisce far chiudere chi offre alternative al petrolio. Alternative verdi, meno inquinanti, meno costose. La Alcoplus di Ferrara che produce biocarburanti chiuderà, 46 dipendenti saranno licenziati. Il motivo? La chiusura in serie degli stabilimenti saccariferi ha ridotto le scorte di melasso dal quale si ricava l'alcol.


15.03.07

Europa 7: la televisione scomparsa

Francesco_DiStefano.jpg
In Italia c’è una cupola dell’informazione. Si sapeva già, ma ora c’è la certezza: lo dimostra Francesco Di Stefano di Europa 7. Una cupola bipartisan, solida, d’acciaio. Non è più come nella Prima Repubblica con tre canali televisivi che commentavano lo stesso fatto in modo diverso. E poi il cittadino faceva la media. No, ora c’è un monopolio e il cittadino ha la sicurezza del falso. In un certo senso è più garantito. Seguitemi in questa storia incredibile. Nel 1999 è assegnata a Europa 7 la concessione per trasmettere sul territorio nazionale, che viene revocata a Rete 4. Per legge dopo SEI mesi Europa 7 dovrebbe usare le frequenze di Rete 4. Il governo di CENTROSINISTRA non fa nulla. Fede è rilassato.


14.03.07

Parlamento trans

trans.jpg
Il fattore C ha colpito ancora il Governo Prodi. Il portavoce Sircana è stato fotografato secondo fonti autorevoli su una strada piena di trans. L’agenzia 'Velina Rossa' vicina a Massimo D’Alema ne chiede le dimissioni con queste parole: “Riteniamo l’onorevole Sircana una persona retta, ma di fronte a determinate accuse non può che compiere un atto dovuto: rassegnare subito le dimissioni da portavoce.” Prodi aveva dedicato due punti su dodici del nuovo Patto tra alleati a Sircana. Lo aveva blindato. E lui passeggia in una strada piena di trans... Pensate cosa sarebbe successo se fosse stato fotografato in intimità con i parlamentari pregiudicati.


13.03.07

Il nano tronchetto

vendita_Olimpia.jpg
Ho commesso un errore con il tronchetto dell’infelicità. L’ho sopravvalutato. Credevo che controllasse la più grande azienda italiana con lo 0,8%. Quasi nulla, ma sempre qualcosa. Non è così. Il tronchetto è meno di un tronchetto, è un nano tronchetto. Visibile solo con gli speciali microscopi elettronici dei direttori dei giornali. Che lo hanno sempre considerato un gigante per la pubblicità che la Telecom spandeva sull’informazione grazie al nostro canone . Il nano tronchetto possiede (STATE FERMI!!!!) solo lo 0,08% di Telecom.


13.03.07

Voglio fare l'editore

Schiavi_moderni.jpg
Voglio fare l’editore. Sto derivando. La nuova collana si chiamerà beppegrillo.it e proporrà contenuti tratti dai miei spettacoli, dal blog e di persone di cui ho stima. I temi saranno l’economia, l'ambiente, la Rete, l’energia, il lavoro, il nostro futuro. Nei prossimi mesi pubblicherò due titoli. Il primo è: “Schiavi Moderni – Il precario nel Paese delle meraviglie” con testi miei, di Stiglitz e del professor Gallegati che commentano le testimonianze dei precari italiani che mi hanno scritto. Schiavi Moderni sarà scaricabile gratuitamente dal sito oppure acquistabile on line in formato cartaceo. Seguirà un libro tratto dal blog dal titolo: “Tutte le battaglie di Beppe Grillo”...


12.03.07

Supposte Fiat

supposte_Fiat.jpg
Una notizia è passata quasi inosservata. Lo scorso mese la Consob ha preso coraggio, o forse non poteva farne a meno, e ha dichiarato l’incapacità temporanea ad assumere cariche in società quotate per il trio Lescano dell’Ifil (che controlla la Fiat) composto da Gianluigi Gabetti, Franzo Grande Stevens e Virgilio Marrone. Gabetti si è beccato 5 milioni di euro di multa. La Consob ha riferito di Gabetti: “carattere doloso delle violazioni, da ricollegare alla piena falsità dei comunicati conseguente alla partecipazione (riconnessa anche alle cariche rivestite nell’ambito del Gruppo Agnelli) alle attività...


11.03.07

Un mondo a parte

un_mondo_a_parte.jpg
Esistono persone come me, come voi, che vivono in un mondo a parte. Un mondo parallelo dove i desideri si avverano. Una realtà di fiaba dove si va in pensione dopo due anni e pochi mesi, i Pacs ci sono già, si viaggia gratis, si percepisce uno stipendio da favola. Un mondo in cui i pregiudicati sono ben voluti e numerosi. In percentuale tale da superare i quartieri più malfamati d’Italia. In cui un corruttore di giudici può fumare il suo sigaro e rilassarsi a spese nostre. Un posto ideale con macchine blu e portaborse. Chi ha la fortuna di viverci vuole condividere con noi la sua felicità.


10.03.07

La mano di un bambino

la_mano_di_un_bambino.jpg
L’altra sera passeggiavo in una città italiana. In pieno centro c’erano due bambini di quattro/cinque anni soli che mendicavano sul marciapiede. Ho chiesto a un carabiniere poco distante di intervenire. Mi ha risposto di rivolgermi alla polizia e indicato dei poliziotti. Sono andato da loro. Mi hanno rassicurato che qualcuno sarebbe intervenuto. Mezz’ora dopo i bambini erano ancora lì. I bambini non dovrebbero chiedere la carità, ma la chiedono davanti agli occhi di tutti. Potrebbero essere bambini rapiti, venduti. A cosa servono le Forze dell’Ordine se non li proteggono?


09.03.07

Un Paese di rispetto

scozzesi_a_Milano.jpg
Rispetto: sentimento che induce a riconoscere i diritti, il ruolo, la dignità, il decoro di cose o persone e fa astenere dal recare loro offesa. Dizionario Garzanti 2006.Il rispetto in Italia non esiste. Le aziende non rispettano i clienti e neppure i lavoratori. Spesso precari, talvolta assassinati. I politici non rispettano più nulla: per loro i cittadini sono un optional. La cafonaggine e l’ignoranza virtù. L’Italia è uno Stato libero, più libero degli altri. In cui si può fare tutto, ma proprio tutto. Meglio di Disneyland e Las Vegas. E non si paga neppure il biglietto di ingresso. La voce si è sparsa in tutto il mondo. Migliaia di allegri scozzesi del Celtic Glasgow hanno trasformato il sagrato di Piazza del Duomo in una latrina di birra e vomito.


08.03.07

Un microfono per il tuo naso

una_canzone_per_Pippo.jpg
Una canzone per Pippo. "Ti regalerò un microfono
Un microfono rosso per spaccarti il naso. Un microfono per ogni tua lacrima da consolare. E un microfono per il tuo setto nasale. Ti regalerò una rosa. Una rosa bianca come fossi Bonolis. Una rosa bianca che ti serva per dimenticare. Ogni piccolo dolore. Mi chiamo Fabrizio e sono di Torino. Sono nato nel ’48 e vivo in Rai da quando ero bambino. Credevo di parlare col demonio. Così mi hanno chiuso quarant’anni dentro al Vaticano..."


07.03.07

Acqua a mano armata

Altamore_Petrella.jpg
Seguitemi, se ci riuscite, in questa storia. Vi svelo subito il finale: ci hanno rubato l’acqua. Nel 1992 la legge Galli avvia la privatizzazione dell’acqua. Nascono 92 società di gestione a capitale misto: privato e pubblico. Queste società hanno un solo obiettivo: il profitto. Alcune sono quotate in Borsa. Più aumenta il prezzo dell’acqua, più aumenta il valore dell’azione e più staccano dividendi. Tutti sanno che il petrolio di questo secolo si chiama acqua. Rispetto al petrolio ha una qualità importante: non serve per spostarsi, ma per vivere.


06.03.07

Angela Celentano

angela_celentano.jpg
Ricevo una lettera dalla famiglia Celentano. La pubblico e ripeto quanto già scritto nel post: 'Bambini fantasma '. Quasi 1.700 minori a fine 2006 erano scomparsi secondo la Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. Tra questi TRECENTOTTANTACINQUE BAMBINI. E' una emergenza nazionale. Il telegiornale ogni sera dovrebbe iniziare con le foto dei bambini scomparsi, non con le minchiate dei nostri dipendenti. Chi sa qualcosa di Angela Celentano, anche solo un indizio, scriva al blog. I miracoli, ogni tanto, succedono...


05.03.07

Santi, navigatori e invalidi civili

Tempi_moderni.jpg
Un milione di infortuni sul lavoro all’anno, 27.000 invalidi senza una mano, una gamba, tre dita. 41 miliardi di euro di danno sociale nel 2006. Una corte dei miracoli. Stiamo diventando un Paese di navigatori, di santi e di storpi. La domanda è sempre la stessa: chi ci guadagna? E’ evidente che è un problema di soldi. Meno un’azienda investe in sicurezza più fa profitti perchè se rimborsa un invalido paga solo due lire. Se le paga. Questa imprenditoria ha però i suoi lati positivi. Può produrre mutilati da esportare nei Paesi più ricchi. Per chiedere la carità per la strada e mandare le rimesse in Italia. Nella lettera di Marco Bazzoni, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, una cosa però non mi torna.


04.03.07

Born in the USA

born_in_the_USA.jpg
Chissà perchè le Brigate Rosse sono apparse sui giornali. In televisione. Sono state biascicate, evocate, dalle bocche dei nostri dipendenti lumaconi. Per giorni e a tutte le ore PRIMA della manifestazione di Vicenza. Identikit. Armi e stelle a cinque punte. Una resurrezione che neanche Lazzaro e Gesù messi insieme. E poi, dopo una manifestazione pacifica. Bellissima. In cui si è detto chiaro e forte che gli italiani non vogliono basi di guerra americane. Aeroporti di guerra. Bombe nucleari di guerra. Aerei che decollano per bombardare. DOPO la manifestazione di Vicenza. In cui non è successo nulla. Nessuno è stato ferito. Non ci sono stati incidenti. Nonostante il clima creato dai media. Che si aspettavano un secondo G8 di Genova. Dopo la manifestazione, le Brigate Rosse non ci sono più.


03.03.07

Supplemento rapido con rapina

I_razziatori.jpg Il turista che parte per il Sud dalla Stazione Centrale di Milano è un novello pioniere. Un eroe della Frontiera. Non lo sa ancora. Ma lo aspetta un viaggio degno di Gary Cooper e del Governo di Romano Prodi. Prima di salire sul treno di solito subisce un furto. Ne avvengono sei al giorno. Se sfugge ai borseggiatori, una volta seduto al suo posto, scacciate zecche e pidocchi, nulla può contro i venditori ambulanti. Di fazzoletti, preservativi, lamette da barba. Seguono i mendicanti con lamenti e bambini e cartelli al collo. Di controllori neppure l’ombra.
Il treno finalmente parte per la terra del Sole...


02.03.07

Lo sciopero dei sacramenti

I_dieci_comandamenti.jpg
Esiste in Italia una classe di persone che mi preoccupa. Sono gli ingerenti. Si dice ingerente un soggetto che si fa i c..i degli altri non sapendone un c...o. Gli ingerenti frequentano i talk show, rilasciano dichiarazioni, si preoccupano per i problemi della società civile. Problemi che loro non hanno. Che neppure li sfiorano. Confindustria, politici, giornalisti pontificano sulla legge Biagi. In assenza degli interessati: i precari. Ministri, sottosegretari, sindacati si esprimono sui caduti sul lavoro. In assenza dei famigliari delle vittime. E il Vaticano si esprime sulla famiglia. Un tema che gli è caro da sempre. Forse perchè gli ecclesiastici non tengono famiglia. E’ una forma di nostalgia.


01.03.07

Il costo della vita

Agnoletto.jpg
Il governo Prodi è moroso, non paga le medicine per aids, tbc e malaria. Aiuti umanitari sottoscritti con l’Onu. Come il governo precedente del resto. Promesse da italiani. Senza farmaci si muore. Chi non può pagarli muore. Le nazioni povere muoiono. Il Wto approva. Le case farmaceutiche, capofila la Glaxo, incassano. I Governi ricchi assistono. Io non capisco. La ricerca costa. Le società farmaceutiche devono spesarla. Anche guadagnarci (quanto?). Ma assistere alla morte di 30 milioni di africani di aids è un crimine contro l’umanità.