Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Acqua a mano armata

  • 1138


Altamore_Petrella.jpg

Seguitemi, se ci riuscite, in questa storia. Vi svelo subito il finale: ci hanno rubato l’acqua. Nel 1992 la legge Galli avvia la privatizzazione dell’acqua. Nascono 92 società di gestione a capitale misto: privato e pubblico. Queste società hanno un solo obiettivo: il profitto. Alcune sono quotate in Borsa. Più aumenta il prezzo dell’acqua, più aumenta il valore dell’azione e più staccano dividendi.
Tutti sanno che il petrolio di questo secolo si chiama acqua. Rispetto al petrolio ha una qualità importante: non serve per spostarsi, ma per vivere. L’acqua è vita e ogni giorno 30.000 persone muoiono nel mondo per mancanza d’acqua. Quale speculazione migliore della vita umana?
La privatizzazione dell’acqua è più di una vergogna, di uno schifo. Le parole trovatele voi. L’Acea che dà l’acqua ai romani ha incrementato il suo utile nell’ultimo anno del 30% distribuito in gran parte agli azionisti. “Grazie Roma che ci fai piangere ed abbracciarci ancora...”.
Il giro d’affari annuo delle piovre dell’acqua è di CINQUEMILIARDIDIEURO. Questo non è capitalismo. E’un’economia di rapina che fa utili sulla pioggia. L’acqua non può essere un dividendo, non può produrre utili. Va sottratta alle società per azioni. In futuro di acqua ce ne sarà sempre meno. E’ un bene pubblico. Anzi, è il principale bene pubblico. Il Governo faccia qualcosa prima che la gente si muova da sola.
Ascoltate l’intervista di Piero Ricca a Giuseppe Altamore di Famiglia Cristiana e a Riccardo Petrella professore emerito dell’Università Cattolica di Lovanio.

Ps: La somma necessaria per il microscopio elettronico è stata raggiunta. Obiettivo raggiunto! Grazie a tutti.

YouTubeGoogle VideoQuickTime 56k3GPiPod VideoAudio Mp3

7 Mar 2007, 17:12 | Scrivi | Commenti (1138) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1138

| La Settimana | Trackback (8)

Commenti

 

ciao Beppe sono un ragazzo di SAN VITALIANO in provincia di NAPOLI l'altra sera sono stato al tuo spettacolo a NAPOLI e ho visto e apprezzato che dei ragazzi di napoli,iscritti al meetup,sono riusciti a non far privatizzare l'acqua a NAPOLI.Qui invece nel mio piccolo paese, come penso anche negli altri paesi limitrofi, l'acqua si paga e come!!!!!!ad una società chiamata "gori"quindi volevo chiederti magari un consiglio su cosa fare per lottare contro questi ladri che ci rubano una cosa gia nostra....

Dario Confessore 05.06.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

quando si dice "hanno privatizzato l'acqua", non si potrebbe dire una fesseria piu grossa di questa; è chiaro che l'acqua è un bene di tutti, sono i servizi che si possono privatizzare(depurarla, portarla nelle case e nelle aziende, ecc.) e poi l'acqua si pagava anche quando era publica

fabio monti 29.03.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di gestione privata dell'acqua, ho appreso che Alberto Irace, che negli scorsi 9 anni in qualità di presidente dell'ATO 3 Sarnese Vesuviano (Campania) ha contribuito all'affidamento alla GORI S.p.A del servizio idrico integrato (società del gruppo ACEA), ora a fine mandato, prenderà possesso del suo nuovo ufficio a piazzale Ostiense. E si, perchè Irace è stato chiamato a far parte dello staff di Andrea Mangoni, amministratore delegato di Acea. Sarà uno dei top manager della spa capitolina controllata al 51% dal Comune e quotata in Borsa dal 1999.
Come buona prassi in Italia i favori si restituiscono.
Sarà uno dei pochi manager in Italia ad avere meno di 40 anni.

Alfredo Pisapia 28.03.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Mercoledì 21 Marzo, alle ore 17:30 si terrà una riunione con Matteo Gaddi contro la privatizzazione dell'acqua.
La riunione si svolgerà in via Tezze 6/A a Mantova

paolo borghese 21.03.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

LO STRACCETTINO DI SCHIIIETTI

L’acqua di mare può essere desalinizzata con lo Straccettino di Schieeeti che filtra le molecole di acqua ma non quelle di sale. Bisogna collegare due secchi con un tubo e lo straccettino come filtro. Un secchio pieno di acqua salata e uno vuoto. L’acqua passa dal secchio pieno a quello vuoto filtrata del sale. (il principio del goretex che ha le trame del tessuto così piccole che lasciano passare l’aria ma non l’acqua. Lo straccettino di Schiettti lascia passare l’acqua ma non il sale)

Nella foto a questo link alcuni abitanti di una zona marittima in festa dopo aver ricevuto uno straccettino di Schiiietti che corrono a casa a desalinizzare secchi di acqua con cui coltivare il loro orto, lavarsi, ed altri usi domestici
http://www.free-people-world.com/3/images/running.jpg

Paola Dootttti 20.03.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei mobilitarmi.Vorrei anche io raccogliere firme x abolire la legge GALLI.Ma,nn so come muovermi,sono solo.Qualcuno può aiutarmi?come posso fare x Istituire un comitato o qualcosa del genere?Se qualcuno potesse indicarmi la via(senza dovermi far arrestare)gliene sarei grato.ARMANDO GIORGI via ronco della Quercia 10/f AULLA (MassaCarrara)3409762966 -RIPRENDIAMOCI L'ACQUA!!!!

armando giorgi 19.03.07 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
mi chiamo Pablo De Paola (Comitato difesa acqua pubblica di Rieti) e sto cercando di organizzare banchetti per la raccolta firme sulla legge per la gestione pubblica dell'acqua durante il tuo spettacolo del 25 marzo a Rieti.

Qui abbiamo davvero bisogno di amplificare al massimo la nostra voce di cittadini che si battono contro lo strapotere delle SPA nella gestione dei servizi. L'occasione è irripetibile,anche considerando il momento particolare che sta vivendo la nostra Provincia in questi ultimi anni, oltre al fatto che la data coincide casualmente proprio con le primarie del capoluogo.

Oltre a sensibilizzare sulla legge di iniziativa popolare che hai sottoscritto, vorremmo denunciare i ricatti mafiosi delle lobby politiche ed economiche legate ad ACEA, SUEZ, SEVERN TRENT e a tutte le altre SPA (ormai permeate da fondi finanziari speculativi) nei confronti delle amministrazioni pubbliche locali (... e pensare che stiamo parlando di acqua).

Sai inoltre che per noi acqua significa sorgenti del PESCHIERA.
Cioè 560 milioni di mc annui che corrispondono ad altrettanti euro lordi che i soci di ACEA incassano ogni anno e con cui poi rafforzano le posizioni dominanti di mercato nelle altre regioni (campania, toscana, puglia, liguria...Armenia) e negli altri settori (energia, rifiuti e waste to energy).

Siamo in grado, con approfondimenti documentati, di denunciare "i nostri dipendenti" (anche locali) mettendo in risalto come nel Lazio quanto in Campania e in tutta Italia gli interessi privati stanno appropriandosi, per almeno altri 30 anni, delle risorse idriche e delle relative gestioni dei servizi idrici integrati, senza alcuna attenzione a politiche di risparmio e conservazione della risorsa.

Il nostro è un movimento civico nato due anni fa e in città ormai ci conoscono bene per aver rotto le palle a tutti i partiti, anche a quelli che oggi fortunatamente ci appoggiano. Per questo ti chiediamo di aiutarci a "gridare contro"!

Un abbraccio

Pablo De Paola 17.03.07 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Notizia ANSA: Hanno aperto un 'inchiesta sul programma annozero perche hanno mandato in onda non in fasca protetta un video dell'ultimo gaypride.

Fascia protetta da cosa??

-Per quei ragazzini, che filmano i compagni che fanno sesso con la prof.?
-Sempre quei ragazzini che picchiano un compagno?
-Oppure vanno su internet a vedere i siti porno?

E sti quattro defficenti al governo spendono soldi dei contribuenti per aprire un'inchiesta su delle immagini di gente truccata e travestita come se fosse a carnevale?

Mi sa' che c'e' qualcosa che non quadra!!

Claudio R. 16.03.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento

CATACLIMA POLITICO IN GIALLO
GiacomoMo ntana

Politica in giallo,ovvero carenza di civiltà, di diritti umani e di democrazia che impedisce un cammino coerente,dignitoso,maturo isolato da una strada da battere nella miriade di soluzioni politiche. Essa è una politica pericolosa,che infine spinge alla scissione della personalità, introducendo nei cittadini torturati,in mille diverse maniere,una propria base spirituale completamente mutata e indipendente da quella della persona umana originaria. Ciò è notoriamente più marcato negli individui che vivono sotto i regimi totalitari.

Una politica che va contro il bene pubblico porta con sé la rovina,perché piena di scandali, disumanità,ambiguità e infine colma di inerzie, per mancati interventi,persino in situazioni estreme di pericolo. La distruzione della originaria personalità dell'individuo diviene più marcata di volta in volta che l'arretratezza politica prosegue verso il totalitarismo.

Anche nella fase che precede il totalitarismo essa sfrutta e trasforma quei cittadini che in tale contesto vengono torturati di nascosto e che in sé sarebbero buoni e umani. Difatti ho constatato più volte che la persona che subisce ignominie,abusi,violenze non rappresenta più un essere solo, ma più esseri a seconda delle circostanze criminali,che di volta in volta le vengono fatte forzatamente vivere,contro ogni legittima,naturale umana aspettativa.

Queste sono situazioni a tinte forti che scavano e denudano le fondamenta di tutti i sospetti, sino a vedere le sabbie mobili della palude politica,che fa sprofondare causando danno alla gente,con tensione,preoccupazione,devastazione morale e materiale. Non c'è civiltà se non c'è imparzialità,rispetto della persona,chiarezza, giustizia. Regna solo il caos,che fa sognare di vedere uno spirito politico positivo,che si opponga senza finzioni al negativo,ripristinando anche i sentimenti religiosi,oggi sempre più assopiti o assenti e oltraggiati.

http://oltreilbuio.blogspot

GiacomoMon tana 15.03.07 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Ah dimenticavo...
perchè è stato snobbato da tutti gli organi di informazione a livello nazionale...?
Non è stato menzionato da nessun giornale o telegiornale...?
anche facendo una ricerca su internet... niente...non si trova nemmeno il nome del bravo giornalista...

Franco Cagino - Nocera Terinese 15.03.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peppe
L’altra sera, Domenica 11 marzo, guardando il programma su Rai Tre “Viva L’Italia –Pane e politica” sono rimasto letteralmente esterrefatto!
Un giornalista in mezzo alla strada, a Catanzaro a raccontare come si fa la politica in Italia.
Si, come si fa, chi la fa, perché la fa…
Non era un documentario, non era una denuncia, non era costume né colore era la nostra Società, in quel momento la nostra Calabria!
e la Rai ad un tratto mi era sembrata rinata… Sembrava finalmente una TV di qualità, quella che nasce da una idea, che cresce facendola, che è ingenua, semplice, tenera: che guarda raccontando quello che vede, che non ha bisogno di format milionari; facendoti guardare chi siamo, da dove veniamo, dove stiamo andando.
Che ti dice dove si coltiva quell’organismo geneticamente modificato che è il ceto politico del nostro Paese…
quasi come una nuova BBC…
Ed i fatti vengono snocciolati, sviscerati, analizzati senza elucubrazioni di parte: solo la cruda realtà…la nostra purtroppo:
La vicenda dell’Ex-Sir nella Piana di Lamezia, con il sindaco di Lamezia Gianni Speranza… la candidatura di Pippo Callipo silurata a favore dell’Architetto Tal de Talis, L’intervista al Presidente della regione Calabria…Il “nepotismo” di Masella …del Concorsone per gli amici insomma di come è amministrata la cosa pubblica…
Ebbene in quei momenti ho visto tradito, carpito la buona fede di tanti onesti cittadini, che hanno nel loro patrimonio genetico un’idea di società giusta e corretta..! che credono in un mondo migliore…
Ecco le ragioni e le motivazioni di chi si candida nei vari enti locali (Comuni, Provincie, regioni etc..)
CHE FARE…?
Necessita riportare l’attività politica nell’alveo di un rinnovato rapporto etico-civile…

Franco Cagino - Nocera Terinese 15.03.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, poichè credo che il tuo BLOG sia una valido ed efficiente crocevia per diffondere informazioni utili, vorrei proporti di segnalare la presenza del sito www.referendumelettorale.org che è come già saprai il sito ufficiale del Comitato Referendario per una nuova, moderna legge elettorale.

Sono un semplice cittadino, non ho nessuna specifica funzione all'interno dell Comitato, ma dopo aver seguito la puntata odierna di Omnibus (La7), dove Mario Segni ha segnalato la presenta di questo sito, ho deciso di aderire e di fare qualcosa per diffondere la cosa ad altri.

Grazie.

Francesco Rossi 15.03.07 12:25| 
 |
Rispondi al commento

LA VITTORIA FINALE DELLA VERA LIBERTA'

Si dice che la religione è principio della libertà. Ognuno attraverso di essa trova lo spazio per potere vedere illuminati i doveri, passando attraverso: LA COSCIENZA.
Ma allora se è così, ci si potrebbe chiedere quante persone al mondo davvero credenti in Dio ci sono rimaste, se la delinquenza domina in abbondanza? Non si capisce più dove sono i benefici del cristianesimo, dell'ordine sociale, se è in aumento la protezione dei criminali. Io ho sempre creduto nel cristianesimo, come garante dell'avvenire, mentre oggi vedo che si critica il riconoscimento dei Dico, contrastandoli e non si guarda al vero marciume, che distrugge e uccide esseri umani. Possiamo essere fieri della Nostra Costituzione e poi non la vediamo applicare come se si seguisse la carta non scritta di privilegi, si guarda un quadro tutto nero della Nazione ma bordato di oro zecchino. Oggi conta solo il contorno e non il popolo. Gli abusi vengono sempre più tollerati sino a fare sospettare all'esistenza di una dilagante moda “tangenti”. Improvvisamente quello che nessuno vede o fa finta di non sapere per anni, ad un tratto viene portato alla luce. Ci si potrebbe chiedere, si tratta di un fenomeno conclusivo naturale o di conseguenze legate a qualche tangente ritenuta insufficiente e da qui la vendetta della soffiata?
Si vede la pagliuzza e si nascondono le grosse travi. Oggi viene distrutta anche la sovranità dell'opinione della gente comune, occupando tutto lo spazio democratico per conto dei personaggi politici e giù di lì.
La libertà anche in Italia la si potrà limitare più o meno sempre. Elementi voluti o accidentali potranno interromperne lo sviluppo, ma qualsiasi cosa si faccia, si pensi di fare o si dica, ad essa non può essere mai negata una brillante vittoria vera finale. Un grande esempio dell'esercizio di una falsa libertà lo si può vedere visitando il seguente blog.
http://oltreilbuio.blogspot.com
Un caro saluto a tutti. Giacomo

GiacomoM ontanaa 15.03.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Ci scusiamo signor Beppe per l'intrusione,ma voglio raccontare questa storia.Peccato sia stato modificato l'ordine.Comincia dal fondo finisce quì.

Carlo Bonesi 15.03.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Magari non riuscirà a vincere da solo una partita in una giornata non troppo ispirata, ma anche prima doveva essere così.
Secondo me sarà sempre lo stesso. Sempre lo stesso Pavel che negli ultimi tre anni è stato uno dei grandi di questo sport.

Carlo Bonesi 15.03.07 10:16| 
 |
Rispondi al commento

sembrare che difendessero in sei contro cinque.
Segna anche in contropiede con un gancio dall'angolo sinistro appongiando la palla sul tabellone contro un avversario davanti al canestro che spacca le gambe degli avversari. Solo negli ultimi 5 minuti con l'uscita sua e di altri giocatori esperti, sono arrivati a 44 punti. Poi la birra (almeno 7 litri), cocktail e vino durante tutta la festa gli hanno fatto sentire per gran parte dell'estate un pallone. Ha fatto un'ingenuità soprattutto considerando il suo stato di salute. Ma tutto ciò non gli impedisce di segnare a raffica marcato da più avversari. E quando ha dei compagni di squadra (che si possono definire tali) gli serve con assist deliziosi. Una volta ho ricevuto un messaggio che diceva: "...che tempo frenetico, salvo il Carso, dall'incendio, coi pompieri, dopo tre ore in bici, poi vado sul campo, col fumo nei polmoni, vinco: MIO MERITO". Ho intuito subito che era lui.

In un campionato più scarso, la Promozione, con una squadra con più talento, nuova dirigenza, senza Pavel, il Prosek non vince la finale. Resiste per una partita, tre mesi dopo convinto a tornare lascia durante il secondo tempo durante la seconda partita. Ha giocato poco, anche quando ci sono solo sette giocatori a referto. Dei nuovi dirigenti hanno rubato la società al fratello di Pavel colpevole di non aver pagato la palestra tanti anni fa. Così decide di giocare solo sui playground, dov'è il Re, Sua Maestà, Monsignor Pavel.
Se dovrà tornare al basket di squadra, e tornerà solo se giocherà, potrebbe fare una squadra con i suoi cugini e fratelli. Se facesse una squadra tutta in famiglia, ci sarebbe da divertirsi, ovviamente non per gli avversari. C'è da chiedersi che cosa sarà ora. È probabile che col passare del tempo giocherà sempre tenendo conto della salute, ma la classe ed il talento sono sempre quelli. Lui dice che al peggio sarà solo il più forte. Ma lo stesso disse un anno e mezzo fa. Magari non riuscirà a vincere da solo una partita

Carlo Bonesi 15.03.07 10:11| 
 |
Rispondi al commento

È partito per fare una pagliacciata e all'improvviso ha schiacciato e tutto tremava.
Una volta l'ho visto con i miei occhi saltare 1 metro, un'altra è saltato 1,20m quando è impazzito per il goal di Shevchenko (2-1 Milan vs Lazio). Prima del drammatico episodio che lo segnò, aveva acquisito una velocità irreale per un adulto, figuriamoci per un ragazzino. È a tratti veloce anche oggi. E lo sarebbe ancora se avesse tempo per fare un'adeguata preparazione atletica. Non ho dubbi di cosa sarebbe successo se fosse sano, ma che cosa può essere il Pavel con preparazione atletica e la resistenza di 4/5 anni fa lo so benissimo.

Pavel arriva da un anno, l'estate 2002, nel quale non poteva neanche muoversi. Quell'anno ha avuto allo stesso tempo un bell'inizio e una bella fine, ma in mezzo trova posto una vera squadra di basket: gioca solo 5 partite. Quindici chilometri al giorno gli permettono di avere una buona condizione, a volte l'immobilità per le partite pomeridiane e serali.
Cresce a 1,90m e da 80kg passa a oltre cento (oggi sono di più). Sono solo muscoli... e impara presto a sfruttarli bene. Ma durante l'anno c'è meno tempo e la condizione fisica e la scarsa circolazione del sangue lo rendono poco più che immobile. Con la sua squadra, il Prosek, società di cui uno dei suoi fratelli era presidente, ottiene ottimi risultati. In quell'anno non c'era la Prima Divisione e sono stati organizzati due campionati, uno più forte dove ha militato il Prosek e una squadra di C2.
Nella penultima partita, Pavel chiude la partita con 10 punti consecutivi poco prima del finire. Dopo aver iniziato malissimo, alla fine il giramento alla testa non ha buttato via gli sforzi fatti in quelle ultime settimane. Prima dell'ultima partita la Federazione ha rimandato la giornata a causa di tre infortuni dei giocatori avversari, mentre Pavel correva con una ferita al ginocchio aperta. Grazie ad una difesa titanica di tutta la squadra, ma soprattutto di Pavel che con la sua velocità faceva

Carlo Bonesi 15.03.07 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Pavel Berdon

14/Ott/04di Walker Ranger
La leggenda che stramerita di essere nominata è Pavel Berdon, giocatore sloveno di Villa Opicina (vicino Trieste). In una realtà dove il basket al campo aperto è sbeffeggiato e non considerato, il ventiduenne risponde (oltre che a parole) con delle suonate micidiali. È stata forse questa superiorità cosí netta che gli ha impedito di diventare un giocatore professionista. Non è stato certamente il suo talento, neanche la sua malattia ad impedirlo. Sono state le invidie degli allenatori, di chi sta dietro, ad impedirlo. Una cosa non gli sarà mai tolta: lui è una vera Leggenda del Playground, che più vera non si può.
Poco prima di compiere 9 anni, una zecca ha segnato il suo destino. Gli ha procurato una meningite che lo ha colpito principalmente la zona destra del cervello, mentre la sinistra è stata colpita in misura minore. Ora ha la testa stanca che gira, dolori vari, mal di stomaco. Il suo corpo ha un ritmo limitato, spesso il polmone sinistro gli tira quello destro e gli fa male, l'occhio sinistro vede in ritardo.
Sotto il consiglio dei medici non deve assolutamente praticare sport!!! Ma Pavel è una forza della natura... mi correggo, una forza del soprannaturale. A 11 anni prende in mano la palla, ma la sua vera attività cestistica (secondo le sue parole) inizia neanche quattordicenne nel campetto di Opicina, all'epoca pieno e non il deserto di oggi.

Era l'estate del 1997. Pavel gioca otto ore al giorno. Ma non ha tutti quei problemi? Dopo tre anni si limita a quattro. Fino a 18 anni era (come lui stesso afferma) un buon giocatore, con un ottimo tiro, buon atletismo, ottimo difensore in anticipo, difensore decente in 1 vs 1.
A diciotto anni il BOOM. Computerizza bene la penetrazione, col tempo anche il tiro in mega-allontanamento. All'inizio dei 18 anni alto 188cm, riesce a schiacciare con una mano per la prima volta da fermo. Avendo solo un piede a disposizione!!! Non ci poteva credere nemmeno lui. È partito per

Carlo Bonesi 15.03.07 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao...
Da quando l'ONU ha dichiarato l'acqua "bisogno e necessità" e non più "UN DIRITTO", tutto quello che era già pronto da prima si è sviluppato in pochissimo tempo....Caro Grillo, qui a Belluno la socità che controlla e monopolizza acqua, acquedotti, fognature, gas e tra poco anche rifiuti, catasto, informatizzazione, ecc, si chiama BIM (già Bacino Imbrifero Montano del Piave), a Padova/Bassano/Asiago si chiama ETRA e da altre parti chissà come si chiamano...Perché non vieni su di qua a fare una bella inchiesta su come funziona tutto questo...?
ciao ciao

fabiano isma 15.03.07 08:03| 
 |
Rispondi al commento

se non fosse che siamo obbligati a mangiare (e bere) il mondo sarebbe morto prima.....MOLTO prima.......siamo ricattabili.....e stupidamente ce lo facciamo fare......
questa dell'acqua era l'ultima mossa,ora sono ca... amari....

io non mi metto a fare l'eroe ma se a qualcuno passasse in testa di mettersi a fare l'antieroe....beh.......

ivan c. Commentatore certificato 15.03.07 06:13| 
 |
Rispondi al commento

A QUESTO LINK IL SOLITO ARTICOLO DEI NEMICI DELL'UMANITà CHE SVELANO IL PROGETTO DI ELIMINARE 3 MILIARDI DI ESSERI UMANI

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/03_Marzo/13/clima.shtml

In questo caso assumono l'aspetto di funzionari ONU preoccupati per le crisi idriche

SAPETE TUTTI CHE PER FARE ACQUA BASTA USARE UN DEUMIDIFICATORE, LA SERPENTINA DI SCHIIETTI, E NON C'E' NESSUN PERICOLO DI RIMANERE SENZA ACQUA

per l'energia basta usare il motore di Schiietti, o la geotermia, il vento o le onde.

Però se ragionate se questi minacciono che in 3 miliardi rimarranno senza acqua significa che loro creeranno le condizioni per farci rimanere senza acqua

La cosa ridicola è che mettono il 2100 come data.

Un miliardo e mezzo sono già adesso senza acqua.

Il loro progetto non è dimezzare la povertà per il 2015, ma i poveri, nel senso di eliminarli

NUOVO ORDINE MONDIALE, una delle tante congiure.

In questo caso evidentemente pilotati dalla setta degli ingegneri scientisti, 2500 scienziati al servizio dell'ONU, e nessuno che riesce a immaginare all'acqua di Serpentina?

Carmelo Daaaccapo 14.03.07 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe parli sempre dell'inquinamento e di come sarebbe meglio se ci scambiamo le ricette invece di mandare merci inutilmente su e giu' per l'ialia con i tir, beh parliamo delle poste, ci lavoro dentro, che hanno fatto un bel investimento in un nuovo sistema che si chiama video codifica, cio' vuol dire che un'impiegato di palermo puo' timbrare una lettera a padova grazie ad un computer, dirai bello meno camion delle poste in giro e no qui ti sbagli hanno spostato talmente tanta gente in questo sistema che in certe citta' si ritrovano senza personale e costretti a mandare le lettere in un centro piu' grande per lavorarle per poi far ritorno alla citta' di partenza.
Spedisco una lettera da Trieste per Trieste e la mia lettera dove va?
Parte per gorizia dove a sua volta parte per Padova, una volta arrivata a padova ritorna a gorizia e poi a trieste.
La prossima volta la porto io a mano viva le poste italiane

francesco pusole Commentatore certificato 14.03.07 20:11| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,
sono un lavoratore dipendente o meglio socio collaboratore visto che lavoro in una coperativa per le poste italiane, ma questo e' un'altro discorso, mi trovo a dover vivere con 700 euro al mese con l'affitto da pagare e una famiglia da mantenere e come fai ti chiederai? infatti non faccio.
Mi sono imbattuto in internet alla ricerca d'un lavoretto part-time in dhs, ti propongono un lavoro semplice a patto di lasciare come anticipo 20 euro al mese + 40 per iniziare a lavorare io non so cosa fare vorrei tentare ma ho paura che sia una truffa... Visto che tu sei un comico m' aiuti a capirci qualcosa???????
Ciao beppe sei un grande

francesco pusole Commentatore certificato 14.03.07 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Aggiornamento per il libro "La scomparsa dei fatti" di Marco Travaglio, a Teramo venerdì 16 marzo 2007...Siete tutti invitati. Anche Berlusconi.


Trans politici, trans economisti, trans religiosi, trans...di che? Un dato è certo: L'Italia è alla frutta! Fanno di tutto pur di nascondere i problemi del Paese. E nell'ultimo libro dell'infaticabile Marco Travaglio, La scomparsa dei fatti, sottotitolo "Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni", edito da Il Saggiatore, si mette il dito in una delle piaghe più evidenti del giornalismo italiano degli ultimi anni, “la scomparsa dei fatti”, ossia il presentare sempre e solo opinioni, e mai gli eventi che, credibilmente, le dovrebbero produrre. URGE L'AGGIORNAMENTO SIRCANA. Marco Travaglio in questo libro inizia col porsi una domanda cruciale. Perché è avvenuto questo stravolgimento del significato intrinseco della professione giornalistica? La domanda gli venne per la prima volta spontanea quando, dopo essere stato ospite della trasmissione di Daniele Luttazzi, Satyricon, per presentare il libro scritto con Elio Veltri, "L’odore dei soldi", e nacque un vero putiferio. Il guaio è che qui, qualunquismo a parte, tutto scorre verso l'inesauribile oceano dell'ipocrisia a senso unico della sconfitta della ragione in nome della difesa del proprio tornaconto.
Il metodo è giusto, la causa pure, il fine un po' meno perchè la ricerca della verità non guarda in faccia ad alcuno. Non risparmia nessuno! Nessuno.

Nicola F. Commentatore certificato 14.03.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che l'acqua è un bene di tutti e non bisogna commercializzare beni così importanti.Detto questo penso che prima che l'acqua era in mano a società acquedotti,politicizzati,be prima non funzionava molto meglio.Per quel prima oggi abbiamo tuberie antiquate che perdono acqua da tutte le parti.Quindi credo che qualcosa si dovrà fare,e sinceramente con mille riserve io non ho paura del privato,ma bensì del publico che vuole gestire il privato ciao corrado

corrado spinelli 13.03.07 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Mi pongo una domanda e la giro a chi ha voglia di pensare e a chi possa darmi una risposta:ma l'Italia non è una penisola???? è circondata dal mare e abbiamo problemi d'acqua noi???? Dell'acqua che scarseggia se ne parla da tempo e nessuno ci viene a dire che,per esempio,desalinizzando quella del mare si potrebbe.....però costa,ho sentito dire.Tanto tempo fà le colture erano resistenti alla siccità però ci mettevano più tempo,è da un pò che per produrre di più si usano colture che necessitano di molta acqua...che non c'è e allora?? E allora mi domando:non è che tutto ciò che si potrebbe fare non si fà così ci si può speculare sopra?? Quando ho guardato certi films di fantascienza dove in una atmosfera cupa si combatteva per l'acqua,beh! non siamo,purtroppo,molto lontani da ciò e la massima colpa sarà dei potenti della terra ma anche noi,stando sempre zitti, dicendoci che probabilmente ingigantiscono troppo i problemi e che a noi non toccherà mai,abbiamo una buona parte di responsabilità che se non ricadrà proprio su noi quanto meno sui vs.figli sì(io purtroppo non ne ho). Sono pessimista??!!forse sì visto che accettiamo tutto come se ciò ci venisse imposto dagli extraterrestri che ci annientano se non si obbedisce:ma vogliamo tirare fuori gli attributi si o no????????????e non solo per l'acqua,meditate gente meditate...prima che sia tardi,buona notte a tutti. Gianfranco Calderoni

Gianfranco Calderoni 13.03.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, sono michele da forte dei marmi.
L' acqua è diventata cara anche da noi e la cosa piu' grave è che nessuno fà nulla.
Siamo all' assurdo.
Noi paghiamo l'acqua ad una società che si chiama GAIA spa e siamo costretti a pagarla non per l' effettivo consumo a mezzo i contatori ma a forfait.
Infatti la società gestrice del servizio(lo chiamerei strozzinaggio!)dice che non possiamo mettere i contatori perche' (segnatelo) nel comune dei vip le tubature dell' acqua sono fatiscenti.
Noi cittadini ci siamo sovuti organizzare contro questo sopruso con un comitato che stà lottando per la riduzione delle tariffe e per l' installazione dei contatori.
DIRAI:e il vostro Sindaco e l' Amministrazione?
Zero! Non viene mai alle nostre assemblee e
e ti garantisco che non fà niente per aiutarci.
Inoltre ci recapitano le bollette a scadenza semestrale e ci richiedono il pagamento anticipato nel primo mese.
Ci arrivano bollette da salasso!
E' una vergogna!
Un saluto e grazie per lo spazio che ci concedi.

michele pierini Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si comporta l'Amga ora Iride a Genova?

Nel 2005 il bilancio Amga riportava nella voce servizio idrico integrato un fatturato di 100.785.000 euro e un utile lordo di 36.646.000 e di 20.513.000 euro dopo i vari oneri.
Nel primo trimestre 2006 il fatturato era di 35.000.000 più 92% con un utile di 9.600.000 euro più 58,3% rispetto lo stesso periodo 2005 (dati ricavati dal loro sito ufficiale).
Nonostante questo aumentano l'acqua, inoltre nella carta dei servizi vi è scritto:Eguaglianza Le regole riguardanti il rapporto fra il Gestore e i propri Clienti sono uguali per tutti, senza alcuna distinzione di sesso, razza, religione e opinioni politiche. Il Gestore si impegna a garantire il medesimo livello di servizio, a parità di condizioni impiantistico-funzionali, a tutti i propri clienti”
Nel novembre 2004 la stessa società sostituiva i tubi del gas per un lungo tratto della via dove abito con altre 80 famigie,nonostante nella stessa non passano i tubi acqua si è guardata bene ad intervenire in tal senso.
Questo è avvenuto a Quarto,nonostante le nostre lettere con relativa raccolta firme. Le lettere sono state inviate all'azienda all'ATO al Sindaco agli Assessori al Difensore Civico.
La società invece chiede ai clienti di sopperire alle loro carenze,e fa si che gli stessi passino attraverso altre propietà private con tubi lunghi anche più di 100 metri,non da nessuna risposta alle richieste e non investe negli impianti.
Teniamo inoltre conto che il 51% della società è
in mano al Comune di Genova quindi a noi cittadini,che votiamo i nostri rappresentati,lo stesso Comune mette nel Consiglio di Amministrazione degli Assessori che conoscono la situazione e non fanno nulla perche questa società creata con le tasse degli abitanti di Genova sia al servizio degli stessi e non del mercato azionario.

Gianpaolo Zetti 13.03.07 12:02| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua è anche oggeto di ricatto politico. I politici promettono sempre, alla vigilia delle elezioni comunali, acqua che arriverà alle nostre case ogni giorno. Ma poi la promessa và in fumo perchè servirà per le prossime elezioni. Chi invece è al potere, ma uscente, prima delle elezioni fa erogare l'acqua ogni giorno cosicchè tutti gli stupidi si convincano che "l'uscente" debba essere rivotato.
Questo succede ad Agrigento.
Speriamo tutti in un giovane candidato a sindaco, in una lista civica, con valori che faccia pulizia in questa città tanto amata.

luigi corbino 12.03.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

E' notizia fresca che il "Governatore" Cuffaro ha deciso di svendere l'acqua dei Siciliani.
Dichiarando però che la Regione vigilerà sui prezzi, che tra l'altro, grazie alla concorrenza, diminuiranno. (miracolo!)Privatizzare l'acqua: ma se i privati che la comprano non possono lucrarci sopra, perchè dovrebbero comprarla?
Ah dimenticavo, perchè ci amano...

simone faldetta 12.03.07 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene un sospetto...che genera un certa apprensione...non è che questi "gestori" dell'acqua, visto che molti hanno già previsto un'estate torrida e senza pioggia, si prenderanno la briga di "regolare le forniture" sospendondo per qualche ora della giornata l'erogazione ai privati??? Magari per favorire i processi produttivi di qualche azienda...Spero di aver scritto una stupidaggine e che il mio sospetto sia infondato...

Daniela Ballerini 12.03.07 09:13| 
 |
Rispondi al commento

*********************************************************************
L'acqua è un bene comune e vitale che non può essere svenduto da politici affaristi (senza neanche indire un referendum consultivo) ad industrie private (anche estere!) che operano a fini di lucro e non garantiscono un fico secco di servizio. Piuttosto che aspettare che qualche politico in futuro si rinsavisca indiciamo un referendum popolare e firmiamo tutti la proposta di legge.
Andate sul sito:

www.acquabenecomune.org

dove troverete tutte le informazioni necessarie.
*********************************************************************

Renato G. Commentatore certificato 12.03.07 03:29| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, COSA DIRE ??? PER DIRLA TUTTA L'ACQUA DOVREBBE ESSER DISTRUBUITA GRATIS, MA SAPPIAMO BENE QUALE USO SE NE' FAREBBE DA GRAN PARTE DELLA GENTE. MA ALMENO 3 LITRI A TESTA SENZA PAGARE LI DOVREBBERO DARE DATO CHE IL FABISOGNO GIORNALIERO -ALMENO PER NON DIRGLI ORGOGLIOSAMENTE LADRI DI UN BENE DI TUTTI IN FACCIA- NENCHE 3 LITRI.
NON HANNO PUDORE DI COME CI DERUBANO, ALMENO IN VIETNAM SCAVI AD AL MASSIMO 5 METRI TROVI L'ACQUA, QUI SE L' HAI TROVATA TI ESPROPRIANO IL POZZO, M.....A E QUESTO E' LIBERISMO DI QUESTA M.....A. CIAO A TUTTI.

Salvatore Di Salvo 11.03.07 21:17| 
 |
Rispondi al commento

si, è verissimo!! in questi anni è in corso in italia uno scippo, un furto ai danni di tantissimi italiani che si vedono afflitti da improponibili spese per l'erogazione di servizi primari quali la distribuzione dell'acqua e la raccolta dei rifiuti. vi scrivo descrivendovi la tragica situazione della provincia di enna (la provincia più povera d'italia, a detta di chi non vive questa realtà...ma questo è un altro capitolo).negli ultimi anni fuglidi esempi di imprenditoria politica stanno affamando l'intera provincia e prosciugando le casse comunali di tutti i paesi della provincia.l'assemblea dei sindaci ha affidato all'ATO idrica ed all'ATO rifiuti la gestione dei due servizi causando un incredibile rincaro delle rispettive tariffe (a richiesta posso inviare bollette..e vedrete!!!).paradossale la connivenza dei sindaci che adesso, a ridosso delle elezioni, si ergono a difensori degli interessi dei cittadini chiedendo la soppressione di queste società, tutte amministrate dai nostri illuminati politici di sinistra che adesso stanno lentamente abbandonando la nave dopo aver intascato milioni di euro.se non bastasse centinaia di persone sono state assunte a ridosso delle elezioni nazionali e regionali, le stess persone che, oggi, nel più assoluto silenzio di giornali e telegiornali, protestano perche non percepiscono da mesi il loro stipendio.oggi, all'interno delle nostre amministrazioni, si discute su come assumere questa gente all'interno delle pubbliche amministrazioni creando false attese ed eventuali disservizi all'interno delle amministrazioni. stiamo assistendo ad uno sfacelo totale e gli scioperi e le astenzioni dal servizio, soprattutto nella raccola rifiuti, stanno trasformando i nostri centri in pattumiere a cielo aperto.alcuni partiti stanno facendo di questa finta lotta la loro bandiera, falsità che si sono presentate alle passate elezioni regionali e si stanno puntualmente ripresentando in vista delle comunali...falsità politiche di ladri conniventi...

gaetano Scarlata Commentatore certificato 11.03.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

bel cazzo di risultato che hanno creato le privatizzazioni!
Ai monopoli si sono sostituiti gli oligopoli! Perlomeno i monopoli costavano meno ai cittadini!
Vorrei sapere se quei luminari ispiratori della concorrenza e del mercato calmieratore sono ancora convinti di ciò che hanno realizzato o se cominciano a rendersi conto che hanno fallito.Intanto noi servi della politica, nonché cittadini senza diritti, continuiamo a pagare sempre di più benzina, telefoni domestici e cellulari, acqua, biglietti ferroviari, gas, elettricità ecc. ecc.
Però, le Aziende che gestiscono questi servizi, private o pubbliche che siano, continuano a fare utili stratosferici, pagano profumatamente i loro Amministratori messi lì dal potere politico e a distribuire dividendi cospicui.

massimo giacomaniello 11.03.07 18:43| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo il perchè delle privatizzazioni e semplice (si va a finire dalla padella alla brace)le privatizzazioni si fanno perchè il pubblico e nettamente passivo la ragione e che nel pubblico i nostri politici cì infilano a dirigere fannulloni, e incapaci, con stipendi esorbitanti, che a loro volta cè ne mettono altri e tutto perchè il clientelismo politico il Italia non finirà mai. riguardo alle privatizzazioni sempre i nostri politici fanno in modo da assegnare gli appalti a chi poi possa finanziarli e tutto si risolve in un famoso magna magna totale

abelardo redondo 11.03.07 12:41| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, tu dici "questo non è capitalismo", invece è proprio capitalismo!il capitalismo è ricerca selvaggia di profitto, e il fine si sa, giustifica i mezzi!qualcuno crede ancora che si possa arrivare a un capitalismo "etico" e "umano", che in nome del profitto non arrivi a sacrificare la dignità umana!ma il capitalismo è così per sua natura, e chiedergli di non essere se stesso è come chiedere a un pollo di spiccare il volo...Io ti apprezzo molto perchè denunci molti guasti della società contemporanea, ma credi ancora che con un pò di buonsenso si possa risolvere tutto!Già di buonsenso chi sta nella stanza dei bottoni ne ha poco, ma poi la questione non sta nemmeno li:non è un buoni vs cattivi...il problema non risiede tanto nell'onestà o disonestà di questo o di quel politicante, ma nelle leggi economiche che ci governano (concorrenza,ecc.)al di sopra delle quali si eleva il profitto! e siccome il capitalismo vive da decenni una crisi, non tanto di profitti in se (quelli aumentano sempre più) ma di saggi di profitto (ossia di profitti in rapporto a quanto capitale viene investito in macchinari e innovazione), si cerca di recuperare questo gap in ogni modo possibile.Se il capitalismo si potesse concedere il lusso di essere "umano", per i privilegi e i profitti padronali sarebbe la fine....e che sono matti?!
La soluzione è nel superamento di questo sistema economico (senza padroni si starebbe mooolto meglio) in nome di un sistema fondato non sul profitto, ma sulle esigenze e sui bisogni della collettività:il comunismo!Ora mi prenderai per marziano, ma se l'alternativa tra un capitalismo "troppo selvaggio" (come è per te) e il comunismo è un capitalismo "dal volto umano", io a quest'alternativa ho smesso di crederci da un pezzo. Il capitalismo, se perdura, non garantirà a lungo la sopravvivenza dell'umanità:vedi guerre (per i profitti), disastri ambientali (sempre per i profitti),ecc.E che i governi siano di destra o di sinistra, la musica cambia poco....

ivan bartone 11.03.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

intanto grazie sig. Grillo, sei una delle poche luci in una notte buia!!
Quanto al problema dell'acqua, è l'ennesimo problema di una gestione del mondo drogata dal dio denaro. Che vogliamo fare? Pregare e basta? Io non mi lamento perchè non faccio nulla per cambiare le cose. Scrivere e parlare serve sicuramente per informare ma poi tutto si ferma alla rabbia che continuiamo a portarci dentro. Accumuliamo come delle molle che spero non vengano rilasciate tutte insieme......
Ci vuole più coraggio, bisogna tornare a combattere come facevano i nostri avi, beh del resto abbiamo vissuto comodamente per tanti anni....

fabio scarselletti Commentatore in marcia al V2day 11.03.07 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando: Perchè ogni "nostro bene"(acqua, lece, telefonia, gas, autostrade....per funzionare..."dicono LORO" devono essere PRIVATIZZATE???? invece....editoria, fiat(almeno nel passato) e quant'altro, devono godere di sovvenzioni di ogni tipo dallo STATO (cioè NOI)????
Cosa si deve fare per far ritornare tuto in nostro possesso???....e farlo funzionare????
Beppe....oltre alle informazioni che tu ci dai (grazie per questo) ci vogliono anche dei consigli e delle attivazioni concrete per risolvere questi problemi.
Se ci sono almeno delle sottoscrizioni o delle marce in favore di....Faccelo sapere...è importante!! Un saluto a tutti.

piero n. Commentatore certificato 11.03.07 10:36| 
 |
Rispondi al commento

tanti anni fa quando non c'era l'acqua corrente c'erano i pozzi le piscine che ogni casa doveva avere per forza si raccoglieva l'acqua piovana.perche non fare altrettanto oggi e lo mettiamo a quel posto a questi ladri sanguissughe

di meglio luigi 11.03.07 09:40| 
 |
Rispondi al commento

All'ospedale San Giovanni di Roma non viene servita acqua da bere insieme ai pasti, i pazienti e i loro familiari vengono invitati o per meglio dire obbligati ad acquistarla, ho inviato una e-mail di reclamo a urp@hsangiovanni.roma.it e non si sono nemmeno degnati di rispondere.

Marco Cascioli 11.03.07 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Il Governo faccia qualcosa prima che la gente si muova da sola?
Beppe la gente si è GIA' mossa!

Dal 1/3/07 è partita la camapagna nazionale di RACCOLTA FIRME per la proposta di legge a favore dell'acqua pubblica!

Il Forum Italiano dei movimenti per l'Acqua propone una legge di iniziativa popolare che ha come obiettivo la tutela della risorsa e della sua qualità, la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato, la gestione dello stesso attraverso strumenti di democrazia partecipativa :

1.l'acqua è un bene comune e un diritto umano universale, la disponibilità e l'accesso all'acqua potabile sono diritti inalienabili e inviolabili della persona

2.L'acqua è un bene finito, da tutelare e conservare perchè indispensabile all'esistenza di tutti gli esseri viventi della presente e delle future generazioni

2.Ogni territorio deve definire un bilancio idrico che preservi la risorsa e la sua qualità

4.Il servizio idrico integrato è un servizio pubblico privo di rilevanza economica, sottratto alle leggi del mercato e della concorrenza e finalizzato ad obiettivi di carattere sociale e ambientale

5.Il servizio idrico integrato deve essere gestito esclusivamente attraverso enti di diritto pubblico

6.Entro tempi certi devono terminare tutte le gestioni affidate a privati, società miste pubblico-privato e a società a totale capitale pubblico

7. 50 litri/persona è il quantitativo minimo vitale giornaliero garantito e gratuito

8.I lavoratori del servizio idrico e gli abitanti del territorio partecipano attivamente alle decisioni sugli atti fondamentali di gestione del servizio idrico integrato

9.Il servizio idrico è finanziato con la riduzione delle spese militari, con la lotta all'evasione fiscale, con tasse ambientali di scopo

10.Un fondo nazionale finanzia progetti per l'accesso all'acqua potabile nel sud del mondo

www.acquabenecomune.org

IO HO FIRMATO FATELO ANCHE VOI!!!

Cristina M. Commentatore certificato 10.03.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento

SONDAGGIO PRIVATIZZAZIONE ACQUA,

RAGAZZI VISITATE E VOTATE.
SE COMMENTATE PURE E'COME FARE 13 AL TOTOCALCIO...

http://futuribilepassato.blogspot.com

Luke T 10.03.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Questo è quello che pensa un pedofilo, questo è quello che desidera un pedofilo, questo è il DIARIO DEL MOSTRO EDSON ALVES DOS SANTOS, sacerdote brasiliano di 64 anni...

#################################################
Clicca sul mio nome x saperne di più.

Fabrizio Di Luca 10.03.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Per fare qualcosa si potrebbe
cominciare con una proposta di legge popolare
e
una petizione alla commissione europea

probabilmente non basterà ma almeno sarà un inizio di reazione

Ciro Marzio 10.03.07 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
pensavo in merito all'oggetto perchè l'acqua a roma sgorga sempre dalle fontanelle non è uno spreco il mio amico mi risponde " poi però non è così bonà " ha ragione però è uno spreco

Danilo Vito Pinelli 09.03.07 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, volevo informarti che il sottoscritto cerca di far conoscere anche alla pubblica ammnistrazione l'utilizzo del VOIP skype mi hanno risposto che non e possibile perche non e certificata ed occorre utilizzare quella che ha (telecom) pure se non ha larga diffussione, siamo sempre alle solite

Danilo Vito Pinelli 09.03.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

http://www.studioaperto.mediaset.it/video/popup/videopopup_28262.shtml

omar grrr 09.03.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento

bastardi mi censurate!!!!la verità brucia
!

omar grrr 09.03.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

La volete conoscere un'altra estorsione perpetrata dalle società private di erogazione dell'acqua potabile? Si chiama VOLTURA: la società Acque di Casalotto, che gestisce i servizi idrici della zona nord di Catania (Aci Castello, Acitrezza ecc.) prtende la somma di EUR 230 (DUECENTOTRENTA) per la voltura del contratto, cioè per modificare nel database le generalità del titolare di un contratto legato ad un contatore. Nessun altro intervento è necessario. A casa mia ciò si chiamerebbe "appropriazione indebita"; nel mondo di oggigiorno si chiama "libertà d'impresa". Saluti. Mario

Mario Guanziroli 09.03.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.newstech.eu News of technology

gioffry 09.03.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Io non metto in discussione la leggittimità delle società e del sistema con cui queste abbiano ottenuto la gestione delle acque di talune zone tuttavia per non fare disinformazione e per diretta conoscenza personale delle vicende di alcuni comuni della zona in cui risiedo, ritengo opportuno fare alcune precisazione e/o riflessioni.
Le autorità d'ambito appaiono come il solito sistema di risolvere un problema all'italiana e cioè definire una entità astratta che permetta principalmente di sistemare alcune persone amiche dei politici, far girare soldi pubblici e nel caso in questione legittimare anche alcune società come quelle di cui stiamo parlando che guadagnano soldi vendendo un elemento primario per la vita dell'uomo a fronte di un minimo investimento e ricaricando illegittimamente un costo aggiuntivo sul cittadino.
Eh sì cari amici, infatti queste società gestiscono gli acquedotti che i comuni hanno realizzato e mantenuto con cura per anni, con grandi sacrifici per il loro bilancio, ma con la consapevolezza di fornire il miglior servizio possibile per i cittadini. Da un giorno all'altro una legge glieli ha portati via....e come se non bastasse, per coloro che si sono rifiutati di cedere i loro acquedotti è successa una cosa che non capita nemmeno nelle peggiori dittature: IL COMUNE E' STATO COMMISSARIATO PER UN GIORNO per permettere di deliberare la cessione dell' acquedotto alla società di turno.
Ma come si è arrivati a questo punto: è chiaro che qualcuno ha iniziato un movimento dal basso, spingendo le ASL a vessare i comuni con controlli più serrati e guarda caso i campioni prelevati non erano mai a norma anche se tutti sanno che le acque di montagna sono state bevute dai nostri avi per secoli e ora sono disinfettate e clorate come le più putride acque prelevate dai fiumi.
La qualità dell'acqua è sicuramente scaduta così come il servizio, specialmente in caso di guasti che prima erano a carico del comune ma fatto in giornata a proprie spese.

Luca Zarpellon 09.03.07 16:48| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua è una risorsa preziosa, è vero. Non trovo assolutamente corretto lo sfruttamento di un bene essenziale per scopi lucrosi. Ma volevo sapere una cosa: sento spesso dire che l'acqua si stà esaurendo, che è sempre meno...è vero?
A me risulta che l'unica acqua perduta per sempre è quella che si disperde nello spazio, attraverso l'atmosfera. Per quale altro infernale motivo stà sparendo l'acqua? Non di certo perchè la beviamo, in fin dei conti uriniamo, sudiamo, restituiamo al suo ciclo naturale l'acqua dopo il suo utilizzo biologico! L'acqua ripiove!
C'è chi dice che l'acqua dolce è infinitamente poca rispetto a quella salata, e che bisogna prestare attenzione...attenzione a cosa? L'acqua salata si può desalinizzare. L'acqua salata è sfruttabile tanto quanto quella dolce...forse con qualche costo in più, ma è comunque sfruttabile.
Il volume di acqua presente sulla Terra è stimato in 1.360.000.000 km3.
La verità credo sia un'altra. L'acqua non si stà esaurendo, ma diversamente è la popolazione umana che stà aumentando. Di conseguenza le percentuali di acqua disponibili per ogni persona si stanno abassando, e desalinizzare l'acqua è una prospettiva, forse, non ancora valutata.
Se potete aiutarmi a comprendere meglio il problema e dove sbaglio con il mio ragionamento, vi prego di scrivermi.

Emiliano Gentilini 09.03.07 16:23| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito della privatizzazione dell'acqua, il dilemma è che, i quattro "BASTARDI" vogliono guadagni sempre più elevati e... controllare tutto il pianetta. Debbo fare alcune considerazioni:
1) pochi staranno sempre più bene, molti staranno sempre più male. Dobbiamo cominciare a calare il rispetto per certe persone o caste di potere, perché ad un certo punto se non alziamo il capo, arriverà il momento della schiavitù e questi "BASTARDI" cammineranno sulle nostre carcasse. Intendo dire che, di considerazioni ne abbiamo fatte anche troppe ma… la situazione è sempre andata in peggioramento. Ragazzi!! I politici si stanno coalizzando e… sempre di più cercano fotterci e ci riescono. Cominciamo con il togliere il rispetto a certe persone – continuiamo a mostrar loro che sono degli esseri viscidi e privi di forza propria poi… si vedrà.
Saluti,
Dr Gian Pietro Bomboi.

Dr. Gian Pietro Bomboi 09.03.07 15:50| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Ho fatto una piccola ricerca sul problema dei preti pedofili e sull'atteggiamento del Vaticano di fronte ai casi di pedofilia che si sono verificati e che, sicuramente, continuano a verificarsi al Suo interno!

Partiamo da questo documento: il CRIMEN SOLLICITATIONIS!

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME X SAPERNE DI PIU'

Fabrizio Di Luca 09.03.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Per correttezza, pubblico le risposte relative alla mia richiesta di informazioni a gli enti ETO:

Anche se non ho il piacere di conoscerLa personalmente,
quello che lei segnala ha degli spunti interessanti ma non rappresenta la verità totale in un tema vastissimo con problematiche molto complesse e troppo spesso trattato con sufficiente pressappochismo.
A Viterbo - ATO 1 - è stata fatta una scelta di affidamento del servizio "in house" ad una società totalmente pubblica ma i problemi non sono affatto semplici specialmente se ci si riferisce alle aspettatve dei cittadini rispetto alle dinamiche tariffarie.
Resto a disposizione per chiarimenti e scambio di informazioni.
Ing. Giancarlo Daniele
Dir. Resp. STO
ATO 1 Lazio Nord - Viterbo
-------------------------------------------
Gentili Sig.ri,
con riferimento all'intervista a Giuseppe Altamore e a Riccardo Petrella, presente sul sito internet segnalato, preme precisare a tutela delle nostre scelte, che la SMAT S.p.A. di Torino è affidataria in house del servizio idrico integrato dell'ATO/3 Torinese. L'affidamento è avvenuto con specifici atti pubblici della Conferenza dell'Autorità d'ambito e nel pieno rispetto della legge.

SMAT S.p.A. è società interamente pubblica dei Comuni dell'ATO e una delle condizioni dell'affidamento, pena decadenza, è che la Società resti pubblica dei soli Comuni dell'ATO.

La Società opera sulla base delle tariffe e delle scelte operate dall'Autorità d'ambito, che controlla l'operatività e i bilanci societari. La Società, da quando è affidataria del servizio idrico integrato, realizza modesti utili (e non in tutti gli esercizi) e non dà corso a dividendi, ma li rinveste nel servizio idrico; in ogni caso i dividendi andrebbero ai Comuni soci.

Dispiace vedere così distorta l'informazione sull'attività, costante e difficile, dell'Autorità d'ambito Torinese, per garantire un servizio idrico pubblico, solidale in tutto l'ambito (306 Comuni, 2.200.000 residenti) e al minor prezzo in Italia (


W la democrazia (monarchia)....

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 09.03.07 13:56| 
 |
Rispondi al commento

CIO' CHE RESTA DI UNA DEMOCRAZIA E DELLA LIBERTA' DI OPINIONE SULLA POLITICA DI OGGI
Autore: Giacomo an atnoMMonta na

Non si può affrontare lo studio della politica, completamente deviata, fuori dal suo campo di appartenenza per cercare di porvi rimedio, se non si sono prima chiariti dei punti.
Esistono anomalie comportamentali del soggetto politico, sia come variante abnorme del personaggio in sé (disideologizzazione), sia come sequele di disonestà vera e propria a sé stante per una sfrenata corsa all'arricchimento privato (spoliticizzazione). Ogni cittadino continuerà a vedere tali persone e a considerarle per abitudine ancora dei personaggi politici, anche quando la loro portata, nel senso della sostanza del loro lavoro, è quasi completamente scomparsa. La nozione di politica resta ancora segnata sulle carte e per questo esse sono e saranno valide in sé, ma sostanzialmente più nulla è dominato da un'ideologia, ovvero dal quel complesso di idee Continua sotto....

Giacomo anatnoMMontana 09.03.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione:
.....che si possono riconoscere in un sistema politico legittimo e connesso ad un senso logico positivo per il bene pubblico. Se andiamo a vedere il campo di azione delle ideologie, esso lo si legge solo sulla carta ma nei fatti di ideologia non ve ne rimasta neppure l'ombra. Tale osservazione viene posta all'attenzione della gente, perché, sebbene certe cose siano subito possibili, mentre per altre occorrerà un dato periodo di tempo, ci sono anche cose che, per quanto può saperne l'uomo, appaiono impossibili. Tendenzialmente dai signori che si presentano alla gente come lavoratori della politica, relativamente alla soluzione dei problemi nazionali, si noterà una estrema inerzia, come se il tutto appartenesse alle cose impossibili da risolvere e realizzare. Molti di questi signori, per quanto riguarda ai meriti, vivono di rendita su quello che di positivo i politici hanno fatto o hanno tentato di fare in passato per i cittadini. In tale scabrosa situazione però, per i soggetti politici c'è contestualmente un grosso ostacolo: quello dell'istruzione sempre più diffusa e che rende i cittadini ben consapevoli della relatività delle ideologie. Ecco che allora la politica la si rende più complessa e confusa, tirando molto di più in campo la politica estera, per farla fungere da coltre di nebbia e da paravento e così nascondere al popolo parecchi ulteriori danni economici con fiumi di danaro che escono dal Paese con un'infinità di nuovi motivi (?).
In questo modo, tra la gente, viene creata enorme confusione e paura, distogliendola il più possibile dalla politica nazionale, sino ad ottenere, su quanto riguarda i diritti dei cittadini, una grande DISINFORMAZIONE.
Questo è l'ultimo atto del ciclo al quale viene fatto ricorso, per coprire, nascondere e insabbiare crimini inimmaginabili. Ecco come le ideologie politiche, nate nel passato, non svolgono più un suo ruolo legittimo.

Giacomo anatnoMMontana 09.03.07 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Questione di punti di vista.
Si potrebbe anche pensare che un privato che gestisce il bene pubblico potrebbe avere tutti gli interessi a minimizzare gli investimenti sulla gestione del servizio al fine di massimizzare i propri profitti, ai danni ovviamente di chi paga il servizio. Basta corrompere qualche assessore... nel nostro onestissimo paese questa pratica non mi sembra sia una rarità.
Questione di punti di vista.
Comunque la si veda il risultato non cambia.
L'acqua è un bene primario ed irrinunciabile, è fondamentale che lo stato si assicuri attraverso la legge sia per adesso sia per il futuro che l'acqua ci sia e sia disponibile per tutti.
L'acqua in economia è come il petrolio, o meglio, senza petrolio si può vivere, senza l'acqua no.

Gabriele Stroppa 09.03.07 13:16| 
 |
Rispondi al commento

La società "abbanoa" in Sardegna va demolita!! é una vergogna quello che stanno facendo ai cittadini!! Nel gennargentu l'acqua é sempre o quasi sempre stata abbondante e in molti paesi dell'entroterra sardo ,in barbagia, ci sono le fontanelle e le sorgenti pubbliche a disposizione dei cittadini!La rete pubblica é stata affidata a questi ladri legalizzati!! La società abbanoa da quando é nata ha aumentato le tarffe dell'acqua in alcune fasce anche del 100% (...e forse anche più)con costi per bolletta scandalosi! Questi costi e questi soldi entreranno direttamente nelle loro tasche,visto che i dirigenti si sono raddoppiati lo stipendio che ora dovrebbe essere di 120 mila euro(O 110) all'anno!! Si arricchiscono alle spalle della povera gente che ogni giorno fa sacrifici e rinunce per poter vivere dignitosamente e mettere qualche soldo da parte!!Popolo sardo dobbiamo alzare la voce e farci ascoltare con tutti i mezzi(....legali...)!! L'ACQUA NON PUO' ESSERE PRIVATIZZATA E' UN BENE DI TUTTI!! Se il governo continuerà con questo passo fra un pò ci dovremmo aspettare la privatizzazione dei metricubi di aria che respiriamo!! I dirigenti di "abbanoa" sono dei ladri che ci stanno derubando su un bene vitale al quale nessuno di noi può rinunciare! Mandiamoli via "abbanoa" deve morire !! SUBITO!!

Pasquale Fadda Commentatore certificato 09.03.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

da www.cipsi.it
BRUXELLES, 18-20 MARZO
Prima assemblea mondiale dei cittadini e degli eletti per l'acqua (AMECE)
invito a partecipare alla lotta contro la privatizzazione dei servizi idrici e la mercificazione dell'acqua
LE ISCRIZIONI SCADONO IL 7 MARZO: AFFRETTATEVI!

e da www.portatoridacqua.it

"IL MANIFESTO DELL’ACQUA
a cura Comitato internazionale per il Contratto Mondiale sull’Acqua

Il diritto alla vita
Veniamo dall’Africa, dall’America Latina, dal Nord America, dall’Asia e dall’Europa.
Ci siamo riuniti nel 1981 con nessun’altra legittimità o rappresentatività se non quella di essere cittadini preoccupati dal fatto che 1 miliardo e 400 milioni di persone del pianeta su 5 miliardi e 800 milioni di abitanti non hanno accesso all’acqua potabile.
Questo è intollerabile.
Ora il rischio è grande che nell’anno 2020, quando la popolazione mondiale sarà di circa 8 miliardi di esseri umani, il numero delle persone senza accesso all’acqua potabile aumenti a più di 3 miliardi.
Questo è inaccettabile. Possiamo e dobbiamo impedire che l’inaccettabile diventi possibile.
Come?"

sabina v. Commentatore certificato 09.03.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento

... eheh però ci resta il calcio...

a B 09.03.07 12:38| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A quelli che scrivono che l'acqua dev'essere gestita dallo stato, da un'authority....ma vi rendete conto che prima di questo ci dev'essere un risanamento di tutto il nostro paese?
Ma come fate ad avere fiducia in una gestione statale o in un'authority, che si e' dimostrato in ogni campo un fallimento?
Le authority non servono ad un benemerito ca**o, sono gente messa li per non far niente.
Una gestione statale, fatta da uno stato che spende i soldi pubblici come li spende ora..ovvero scialacquandoli completamente in inutilità, non gestirà mai niente in modo corretto.
Per quanto riguarda il servizio acqua/fogne nel mio territorio, come ho gia' detto, è molto migliore con una s.p.a. che lo gestisce. Prima se ne occupava il comune e oltre a spendere 10 volte di + per i pochi lavori (dato che avendo operai inutili assunti, dovevano commissionare tutto a ditte esterne), non faceva assolutamente niente.
Da 2 anni invece si lavora ogni giorno.
Il nostro stato non riesce a gestire niente perche' ogni cosa anche li è dettata dall'interesse di pochi, e mai E RIPETO.. MAI.. lo stato fa il bene del cittadino

Michele Trasforini 09.03.07 12:31| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, ho lavorato presso una di queste aziende miste private-municipali nel settore acque potabili, Vorrei farvi notare che in molti piccoli paesi non c'erano le risorse economiche e le conoscenze per effettuare interventi migliorativi sulla rete, inoltre molti di questi avevano approvvigionamenti idrici in diversi punti (pozzi,sorgenti,etc..) e non vi era alla fine una qualità dell'acqua costante. La possibilità di avere una gestione privata ha permesso così di migliorare nettamente il servizio e la qualità dell'acqua.
Personalmente trovo sbagliatissimo, quando possibile, acquistare bottiglie di acqua minerale che è la stessa del rubinetto...

Santo Olivero 09.03.07 11:57| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti!
Abito in un paese tra il comasco e il varesotto, vicino Saronno...lascio a voi il piacere della scoperta...
Ebbene, il sindaco del mio comune è, da alcuni anni, proprio quel Giancarlo Galli... Certe persone non sembrano imparare dagli errori del passato. Il nostro sindaco si è dimostrato uno spendaccione, acquistando innumerevoli beni da privati (con i soldi dei cittadini), costruendo diverse opere pubbliche (sempre con i nostri soldi). Tuttavia, il più delle volte queste operazioni cadono nel vuoto, nel senso che i beni pubblici poco dopo tempo (per diverse cause quali: poco utilizzo, ad esempio) vengono SVENDUTI!!!Nel senso che il comune li da in concessione a privati, chiedendo in cambio poco o nulla rispetto al valore del bene pubblico, di cui i cittadini si sono dovuti far carico!Tanto alla fine è sempre al cittadino che si deve mettere le mani nel portafogli...eppoi se non vuole pagare poco male: nel mio comune ci sono ben due discariche (una è in disuso, l'altra, pare, debbano ampliarla) che può far cassa, visto che i comuni limitrofi sono disposti a pagar fior di quattrini per scaricare le loro immondizie...Insomma: in Italia la mala gestione delle cose pubbliche è la dorsale della nostra politica. Stranamente poi, coloro che si dimostrano non idonei ritornano quasi sempre...anzi: li rivotiamo!!!

Luca Vitali 09.03.07 11:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Grillo.
Qualche tempo fa ho visto il tuo dvd "Incantesimi"... E sono venuta a conoscenza delle "nanoparticelle" presenti nei diversi prodotti, noti anche sul blog.
So che te lo hanno già domandato in molti, ma non so se mi sono persa la tua risposta a riguardo. Non si potrebbe avere un elenco dei prodotti "sicuri"? te lo chiedo anche a nome di persone che conosco e che ho prontamente informato. Attendiamo tutti vostre notizie, continua così! mary

Mariangela Cracco 09.03.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ha pienamente ragione.
L'acqua è dello stato, l'acqua è di tutti.
Se l'attuale situazione climatica dovesse protrarsi e confermarsi, cioè andremo verso una progressiva tropicalizzazione dell'italica penisola, l'acqua, ed in particolare quella potabile, aumenterà esponenzialmente di valore. Chi ne avrà il controllo, vedrà quindi moltiplicati i propri investimenti.

Ma è inammissibile che un bene VITALE ED ESSENZIALE possa essere dato in concessione a qualcuno e che possa essere rivenduto a prezzi di mercato a chi ne è il legittimo propietario, cioè il cittadino. Le nostre ricchezze idriche non sono meno importanti della sanità, delle autostrade o delle ferrovie.
L'acqua deve essere rimessa sotto il controllo diretto dello stato, i soldi ce li avete, usateli per smatellare la nostra fatiscente rete idrica e crearne una nuova che ci garantisca l'acqua per il prossimo secolo. Legiferate al fine di massimizzare il rapporto tra lo sfruttamento ed il rendimento, per minimizzarne lo spreco ed inchiodare alle sue responsabilità chi la inquina o la rende inutilizzabile.
In Russia hanno già pronto il bussines post Gas-Petrolio, viste le loro immense riserve d'acqua, costruiranno una rete di aquedotti simile in tutto a quella degli idrocarburi, stavolta per esportare il liquido della vita (qualcosa che nel deserto non ha prezzo) alle nazioni assetate.
Dopo quello del Gas ci faremo chiudere anche il rubinetto dell'acqua?

Gabriele Stroppa 09.03.07 11:25| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

non demonizziamo troppo le privatizzazioni; spesso il privato riesce a gestire meglio del pubblico proprio per il fatto che il suo unico obiettivo è il profitto; se il tuo fine è il guadagno devi inevitabilmente conservare il piu a lungo possibile ed il meglio possibile la tua fonte di profitto.In un' economia sana e liberale dovrebbe essere così, in Italia forse no. E' giusto che l'acqua rimanga per sempre un bene pubblico ma una gestione privata potrebbe aiutare la sua sopravvivenza. Rimane allo stato il compito di sorvegliare in modo che questo avvenga secondo regole ben stabilite che vadano a salvaguardare il principale bene dell'umanità evitando che ci siano speculazioni.

luca passerini 09.03.07 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA PIU' GRANDE TRUFFA DELL'UMANITA':

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=80

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 09.03.07 10:18| 
 |
Rispondi al commento

La distribuzione dell'acqua deve essere gestita da un "Autority" (traduco in Autorità) STATALE cioè di tutti, con azionariato sociale. Questo non significa acqua gratis per tutti ma che la gestione dell'acqua, essendo un bene comune, debba essere sotto controllo STATALE.
Altrimenti, fra non molto, si troverà normale privatizzare anche l'ARIA!

Maria Deri 09.03.07 09:39| 
 |
Rispondi al commento

do una risposta a una domanda che si sente spesso nel forum...

LA PAROLA DEMOCRAZIA ESISTE E SIGNIFICA:

>>> DITTATURA DELLA BORGHESIA <<<

marco ricci 09.03.07 09:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

VOTATE PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

CAMBIATE IL CORSO DELLA STORIA E DELLA SOCIETà IMPAZZITA

ADERITE TUTTI AL PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

marco ricci 09.03.07 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Qui a Cagliari chi deve fare la radioterapia per la lotta contro un tumore deve aspettare circa un anno o andare da altre parti con spese insostenibili!!!!

Ma io dico: più che comprare un altro macchinario non e’ meglio che lo stato investa i nostri soldi nel decoder digitale terrestre???

Del resto cosi chi ha bisogno di CALCIO può sempre acquistarlo da Silvio!!!!!!

Schifo totale!!!!!!!!!!!!!

Andatelo a dire a un disoccupato:
- si, il tuo problema mi interessa, però ora non ci son soldi che li devo usare per investire nel DECODER DIGITALE, poi devo dare contributi alle squadre di calcio, con il canone TV devo pagare la Hunzicker….. -

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 09.03.07 09:03| 
 |
Rispondi al commento

EQUITA’ SOCIALE:

1) Tutti devono contribuire al corretto funzionamento dello Stato in base alle proprie finanze.
2) Ogni pagamento dovuto dal cittadino deve essere comparato al proprio reddito e alla composizione del proprio nucleo familiare;
3) Per reddito deve essere inteso ogni tipo di introito del nucleo familiare;
4) Anche le multe e le sanzioni in genere, per adempiere al loro vero significato, vanno proporzionate al reddito e alla composizione del nucleo familiare;
5) Lo Stato non può finanziare l’acquisto di nuove tecnologie da parte dei cittadini a meno che non abbia un avanzo tale da permettergli di investire in frivolezze e che queste spese risultino di maggior rilevanza di altri impegni in settori chiave tipo sanità, istruzione,…. (VEDI DECODER)
6)……

Qualcuno ha da aggiungere?

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 09.03.07 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Perché il Governo non fa un sito dove inserisce ogni legge prima della sua approvazione e fa esprimere un voto ad ogni cittadino? Così, solo a fine statistico. Poi quando pubblica la legge pubblica anche in quanti italiani l’hanno approvata punto per punto… ripeto: solo a titolo conoscitivo!

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 09.03.07 08:35| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Roma esistono ancora le fontanelle, chiamate popolarmente “nasoni”, che erogano acqua 24 ore su 24, per la gioia dei turisti che ne fanno scorta riempiendo le bottigliette vuote. Sono circa 2000, secondo l’ACEA, e fanno di Roma l’unica città al mondo provvista di questo servizio di ‘dissetamento’ pubblico a partire dal 1872. Erano altri tempi, in cui il concetto di acqua non era ancora associato al lucro. Oggi le cose sono radicalmente diverse e vedere tanta acqua che sgorga di continuo, nel tombino sottostante, procura un vago senso di disagio, soprattutto pensando a quanti nel mondo non riescono neanche a sognarsela.
Sarebbe giusto regolarne l’erogazione con dei rubinetti, visto che la paghiamo tutti noi.
Per quanto riguardo il riferimento al ‘petrolio’ viene da pensare che forse si stanno preparando ad equiparare il prezzo dell’acqua con quello della benzina, visto che ormai la tendenza è quella di progettare e produrre automobili a idrogeno.
Forse le SETTE SORELLE stanno cambiando i bidoni, o forse subentreranno SETTE CUGINE, che comunque i ‘bidoni’ ce li rifileranno in ogni modo…
Il POTERE (economico-politico) controlla l’energia….

Marcello M. Commentatore certificato 09.03.07 08:28| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti,
io di leggi e di economia non ne so molto. so solo che l'acqua come altre cose sono sacre. CHIEDO QUINDI che chiunque sia un avvocato,giudice,giornalista o abbia più potere di un qualunque cittadino, aiuti gli altri ponendosi in prima fila per poter fare qualcosa.
v9oglio però dire ancora ( ma forse non è il problema di chi fraquenta questo blog) che ci sono moltissime persone che ancora non si rendono conto del bene prezioso che noi sprechiamo incondizionatamente ogni volta che apriamo un rubinetto. per es. i miei vicini di sopra fanno scorrere acqua dal mattino alle 6.00 fino alla sera alle 21.00 e quando gli è stato fatto notare ( poichè il rumore è notevole) hanno risposto che a casda loro fanno quello che vogliono. certo, e ci mancherebbe, ma nel rispetto di un bene come l'acqua che non è una cosa da sprecare inutilmente. esistono insomma degli sprechi notevoli, magari sporadici e forse bisognerebbe fare più informazione e qui forse siamo alle solite

massimiliano m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.07 02:14| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

*********************************************************************
(... continua - parte2)

La Acea, quando qualche mese fa ci sono state un paio di settimana di scarse precipitazioni, ha unilateralmente interrotto la fornitura di acqua potabile per molti giorni (fornendola solo qualche ora in piena notte!) a molti comuni della provincia, arrecando un disagio enorme a migliaia di famiglie, dando la colpa alle scarse riserve ed alle perdite nelle condotte DA LORO GESTITE dimostrando una insensibilità unica nei riguardi dei cittadini PAGANTI; tanto è vero che per questi comportamenti dell'ACEA ci sono state delle denuncie ed esposti presentati alle pubbliche autorità.

La situazione è così grave che molti Comuni, sobissati anche dalle continue lamentele dei cittadini esasperati e delusi, sono arrivati a minacciare l'ACEA che se le cose non cambiano recederebbero unilateralmente dalla convenzione ATO e riprenderebbo a gestire direttamente, meglio ed a minor costo, le acque bianche e nere.

Per beni NATURALI E PUBBLICI come l'acqua non dovrebbe essere permesso PER LEGGE un loro sfruttamento economico a scopo di lucro da parte di qualche azienda privata ...

Caro Beppe Grillo ci sei rimasto che tu solo a gridare queste ingiustizie subite da noi cittadini (altro che politici, sindacati, autority, garanti, associazioni dei consumatori ecc. ecc.)
******************************************************************

Renato G. Commentatore certificato 09.03.07 01:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
sono daccordo con massimo esposito.

massimiliano m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.07 01:49| 
 |
Rispondi al commento

UN NUOVOO MODO DI TELEFONARE:

www.levoip.it

Provate ora anche perchè è tutto GRATIS. Scaricate il software (GRATIS), scegliete l'username, ed il nostro server le regalerà del credito per provare la nostra qualità, che senza tema di smentite dichiaro superiore a chiunque sul mercato. Regalo per tutti coloro che si vorranno registrare durante il periodo di promozione.

NON Ricaricate più il Cellulare, usalo con:

www.levoip.it

migliore di tutti...un vero telefono a costi minori di skype... e lo usi anche dal tuo vecchio telefono di casa o GSM.... PROVATE è GRATIS e sarà presentato al CeBIT di Hannover il 15 marzo.
Scarica il programma, scegli il nominativo e password, su tools scegli language e vai su Italiano. Il resto è facile e soprattutto gratis fino al lancio ufficiale e garantito come il meno costoso da tutti i siti web di confronto. Vi aspetto numerosi. Anche tu Beppe, FORZA!!!
COSA ASPETTI A PROVARLO?

Gian Piero Lombardi Commentatore certificato 08.03.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento

proponi qualcosa Beppe, non possono tenerci in vita fino a quando possiamo dare qualcosa,per poi eliminarci con qualche sapiente errore di malasanità.
C'è qualcosa nella nostra società che è peggio del nazismo. Il nazismo era chiaro in fin dei conti, un regime che fin dall' inizio si era dichiarato violento. Bambini a confronto di quello che sta accadendo oggi, in Italia e forse in europa. altro che paese arretrato, l'Italia con le sue porcherie, con la sua supermafia sta facendo scuola in tutto il mondo: L'Italia è sempre all'avanguardia ! Dicono che si devono avere più figli, e intanto ci danno stipendi ridicoli, e va sempre peggio, ci dicono che ci devono essere più laureati, e intanto il laureato è colui che in Italia più rischia di diventare un barbone. controllano e razionano i beni supremi della vita di un essere umano: i bambini, le case, il lavoro, l'acqua...e folle, e a parte, Tu, io e qualche altro scalzacane, nessuno s'accorge di niente, sembra tutto normale, normale, normale, è pazzesco !

scusa lo sfogo è buon lavoro a te e al tuo staff : proponi iniziative, io ti seguirò, e non fondare partiti saresti mangiato in un boccone: la purezza e l'umanità in questo mondo pagano meno di qualunque altra epoca della storia umana, queste persone sono considerate semplicemente da internare.
Grazie di esistere!

massimo esposito Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 23:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=38

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 08.03.07 23:24| 
 |
Rispondi al commento

HO UN LEGGERISSIMO DUBBIO E VORREI CHE VOI LO SCIOGLIESTE. IN CAMPANIA CI SONO VARIE SOCIETA' CHE SI INTERESSANO A COME ARRICCHIRSI CON L'ACQUA MA DA POCO IO NE HO SCOPERTA UN'ALTRA - LA G.O.R.I. DI SORRENTO - E VORREI A PROPOSITO CHE VOI FACESTE UNA RAPIDA RADIOGRAFIA DELLA SOCIETA' PER AVERE CERTE CONFERME OVVERO LE SMENTITE DEL CASO. GRAZIE.

carlo bellelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 22:49| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

VEDIAMO PEZZI DI KALASHINKOV AGLI AFGANI ?

Caro Beppe,

nel servizio RAI del TG1 andato in onda appena qualche minuto fa, scopriamo che in una bottega artigiana dell'Afghanistan si producono fucili mitragliatori del tipo "AK-47". Nel servizio si nota anche che su un'arma, appena "sfornata" da un maestro armaiolo, è chiaramente leggibile la dicitura "Italy".
Incredibile ma vero: forniamo noi italiani i pezzi agli afgani per costruire queste micidiali armi?
Cosa dicono i generali Usa e Nato? La vinciamo questa guerra contro tutte le fazioni e sette dei Talebani o, come noi italiani, stanno contrattando la resa incondizionata dell'Occidente con una poderosa fornitura d'oppio? Parliamo di strategia e tattica, prima di votare SI al Senato. Perchè, secondo Panorama, il settimanale in edicola domani 9 marzo 2007 in Italia, la guerra contro i Talebani è già persa sia sotto il profilo militare sia dell'immagine sui mass-media come per l'Iraq e il Vietnam. I militari Usa e Nato hanno carta bianca o no?
Prima di vincerla sul campo, una guerra bisognerebbe vincerla con i mass-media cosa che Al-Qaida e il Talebani (vedi rapimenti di giornalisti occidentali e, particolarmente, italiani) hanno già capito da un pezzo.


Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 22:48| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'acqua, come l'aria, rappresenta un bene primario, fondamentale alla sopravvivenza.
Non può essere gestito da privati. Non deve essere usato a fini di lucro. Non deve essere in mano a monopoli di fatto (cfr. ENI), che con i loro utili garantiscano tassazioni e introiti extra, cammuffate da servizi per la popolazione.
La distribuzione dell'acqua deve essere garantita da strutture pubbliche o super partes, democratiche nel servizio offerto, da società che non devono produrre utili.
La rete idrica italiana versa in condizioni pessime e gli sprechi sono impressionanti. L'inefficienza delle condutture e le perdite prevalgono, in alcuni casi, sulla portata effettiva. In alcune zone dell'alto Lazio le perdite sono superiori al 50% della portata. Il che significa che dall'inizio delle condutture alla fine di queste si sono dissipati più della metà dei litri trasportati. Cioè che per poter bere 100 litri, devo sprecarne ad esempio 105 e consumarne in tutto 205. E in altre regioni le cose non vanno poi così meglio.
La domanda da porsi è: ha senso parlare di investimenti per grosse realizzazioni come la TAV, che non sono giustificate da un punto di vista economico, non si pagheranno mai e porteranno costi fissi di gestione molto alti, realizzazioni che sembrano previste più per soddisfare i bisogni di grosse imprese appaltatrici e far passare i soldi di tutti noi dalle tasche pubbliche alle tasche di chi sembra gestire il vero potere nel nostro paese?
Non sarebbe forse meglio destinare queste risorse per salvaguardare il nostro patrimonio idrico. ormai fondamentale e sempre più strategico negli anni a venire?

Pierfranco F. Commentatore certificato 08.03.07 22:32| 
 |
Rispondi al commento

SPERO SOLO CHE DI TUTTO CIO' NON SE NE RENDANO CONTO GLI INTELLIGENTONI DEGLI AMERICANI, ALTRIMENTI SI RISCHEREBBE "UNA MISSIONE DI PACE" A FIUGGI E A PEJO, SIMILE A QUELLA IN IRAQ.

SPERIAMO PROPRIO DI NO!!!

andrea frassanito Commentatore certificato 08.03.07 21:41| 
 |
Rispondi al commento


Sul quotidiano "telecomandato" City di due giorni fa c'era un pezzo in prima pagina che parlava dei mutui per la casa! L'avete letto?

In Italia, un cittadino con uno stipendio medio di 45mila euro l'anno (medio ahahahahahah medio ahahahah medio ahahahah) impiega per comprare casa di 50 metri quadri, in Italia ben 26 anni a fronte dei 5 anni della Germania!

CAPITE?
Stessa casa:
26 anni di mutuo in Italia
5 anni in Germania

Qui altro che rivoluzione ci vorrebbe!

Marco Presti (The original)) 08.03.07 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Sull'acqua non vi è possibilità di scelta


Bisogna tagliare le mani lorde dei privati che incombono sul massimo bene COMUNE.

Occorre iniziativa, scendere in campo.

Ricatto del consenso.

Battersi per il bene comune ha solo un senso:

La lotta alla MAFIA delle privatizzazioni.

Non vi è una sola ragione al mondo che possa giustificare la speculazione dell'"iniziativa privata".

Io mi rifiuto di chiamarla così.

Preferisco chiamarla iniziativa MAFIOSA.

E contro la Mafia VI è solo la LEGITTIMA DIFESA.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 21:04| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
LA RIVOLUZIONE PUO' ESSERE SOLO COLLETTIVA!!!
*************************************************

Questa 'frase storica' è solo per dire che sarebbe meglio smettere, in questo blog, di invocare L'ENTRATA IN POLITICA di BEPPE!!!
Intendiamoci, piacerebbe pure a me...(anche solo per vedere l'effetto che fa...:)))..ma è meglio smetterla proprio perche' UN UOMO DA SOLO non potra' mai fare nulla da nessuna parte, figuriamoci in Italia!!!

Non esistono supereroi o 'Capitan Italia' o unti del signore dei miei maroni...
L'idea di UNO CONTRO TUTTI e' un atteggiamento che ha, da sempre, il suo punto di arrivo naturale nell'idea dell'uomo forte che arrivera' e risolvera' tutto....caxxate!!! Questa e' giusto l'idea che ci ha portato a 20 anni di dittatura, e' UN'IDEA FASCISTA del mondo!!!

Chiaro che Beppe non e' certo fascista, anzi....
E meno male!! Pero' tutto questo per dire una cosa chiara:
se Beppe entra in politica, PRETENDO CHE MI DICA ADESSO O APPENA SI CANDIDA LA LISTA DEI SUOI COLLABORATORI, DEI SUOI CANDIDATI E (eventualmente...!!) DEI SUOI MINISTRI!!!!
Voglio saperlo ora, altrimenti niente sostegno!!! Ho il terrore all'idea di Beppe bloccato nei suoi progetti dai soliti e vecchi noti.....
Da soli non si combina una mazza, con un gruppo (partito?) di persone serie magari si arriva lontano....

Spero di essermi spiegato: voterei Beppe a vita, ma mi deve dire (DA SUBITO!!) con chi andrebbe al governo!!! (magari!!:)))

Ciao a tutti

gianni santi 08.03.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento


i-o l-a fir-mo sol-o s-e l-a met-ti ver-ticale.
gabr--iele fon--tani 0-8.0-3.0-7 1-0-:1-5
************************************************
Guarda cosa mi tocca fare per evitare la censura dello s,t,a,f,f, e capirai il perchè!!!

Marco Presti (The original)) 08.03.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Il mio regno per un bicchiere d'acqua. Faremo come gli egiziani costruiremo piramidi per i nostri dei e padroni che in cambio ci daranno un po d'acqua. SALVATORE

salvatore cicatiello 08.03.07 20:21| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

VEDIAMO PEZZI DI KALASHINKOV AGLI AFGANI ?

Caro Beppe,

nel servizio RAI del TG1 andato in onda appena qualche minuto fa, scopriamo che in una bottega artigiana dell'Afghanistan si producono fucili mitragliatori del tipo "AK-47". Nel servizio si nota anche che su un'arma, appena "sfornata" da un maestro armaiolo, è chiaramente leggibile la dicitura "Italy".
Incredibile ma vero: forniamo noi italiani i pezzi agli afgani per costruire queste micidiali armi?

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 20:20| 
 |
Rispondi al commento

io la firmo solo se la metti verticale.
gabriele fontani 08.03.07 10:15
****************************************Provaci tu e vedrai lo staff che fa!

Marco Presti (The original)) 08.03.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

sono un tuo sostenitore da molto tempo e volevo solo farti conoscere una situazione sull'acqua molto importante. La Basilicata o Lucania è una terra, come saprai, ricca di dighe la diga di Monte Cotugno (la prima in terra battuta in Europa), la diga del Pertusillo, la diga del Camastra, la diga di San Giuliano, la diga di Acerenza e la diga di Genzano. Ora fino a qualche tempo fa l'acqua della basilicata era gestita da AQP (acquedotto pugliese Spa). Be non potevamo lamentarci l'unico problema era che pagavamo l'acqua più della Puglia.. Ora abbiamio finalmente l'AQL(acquedotto lucano) abbiamo un sacco di problemi e l'acqua che beviamo ci costa ancor più di prima.....http://www.acquedottolucano.it/html2/areaclienti/clienti_f3.html
ma i lucani per una volta cosa devono fare per qlk agevolazione sui costi visto che ci fregano l'acqua e il petrolio?????

Pietro D'Alcantara 08.03.07 20:02| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

*************************************************LA RIVOLUZIONE PUO' ESSERE SOLO COLLETTIVA!!!
*************************************************

Questa 'frase storica' è solo per dire che sarebbe meglio smettere, in questo blog, di invocare L?ENTRATA IN POLITICA di BEPPE!!!
Intendiamoci, piacerebbe pure a me...(anche solo per vedere l'effetto che fa...:)))..ma è meglio smetterla proprio perche' UN UOMO DA SOLO non potra' mai fare nulla da nessuna parte, figuriamoci in Italia!!!

Non esistono supereroi o 'Capitan Italia' o unti del signore dei miei maroni...
L'idea di UNO CONTRO TUTTI e' un atteggiamento che ha, da sempre, il suo punto di arrivo naturale nell'idea dell'uomo forte che arrivera' e risolvera' tutto....caxxate!!! Questa e' giusto l'idea che ci ha portato a 20 anni di dittatura, e' UN'IDEA FASCISTA del mondo!!!

Chiaro che Beppe non e' certo fascista, anzi....
E meno male!! Pero' tutto questo per dire una cosa chiara:
se Beppe entra in politica, PRETENDO CHE MI DICA ADESSO O APPENA SI CANDIDA LA LISTA DEI SUOI COLLABORATORI, DEI SUOI CANDIDATI E (eventualmente...!!) DEI SUOI MINISTRI!!!!
Voglio saperlo ora, altrimenti niente sostegno!!! Ho il terrore all'idea di Beppe bloccato nei suoi progetti dai soliti e vecchi noti.....
Da soli non si combina una mazza, con un gruppo (partito?) di persone serie magari si arriva lontano....

Spero di essermi spiegato: voterei Beppe a vita, ma mi deve dire (DA SUBITO!!) con chi andrebbe al governo!!! (magari!!:)))

Ciao a tutti

gianni santi 08.03.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo nell’era delle più grandi prese per il (_O_) planetaria a fin di Business….e questa dell’acqua è in assoluto quella più “incredibili” di tutte, ma la cosa più incredibile ancora è che c’è purtroppo troppa gente che non lo riesce proprio a capire, e si fa venire stupidamente sensi di colpa aprendo il rubinetto….ma dico io: come si fa veramente a credere che sul pianeta terra manchi davvero l’acqua? “potabile” Possibile che non si capisca che è solo una delle tante banali scuse, per giustificare uno dei più grandi affari delle multinazionali? Arrivare a vendere alle popolazioni addirittura una delle cose più abbondanti che possono esistere in natura?! la pioggia ed il mare!


Ps: Albert Einstein diceva: due cose sono infinite, l’universo, e la stupidità umana….e non sono sicuro della prima…

M. Giovanni 08.03.07 20:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Gino, che dirti....
Per le prossime presidenziali americane, i democratici presentano un afro-americano di 45 anni e una donna (Hillary Clinton); non hanno firmato Kyoto ma stanno facendo più loro, nonostante Bush, per l'ambiente che tutti gli stati firmatari l'accordo, messi insieme. Noi, da 15 anni (cazzo, da 15 ANNI!!!) abbiamo Prodi e Berlusconi.

WALTER SALETTI
====================================================================================================
ESATTO !!

Nei prossimi 10 anni ridurranno il consumo di carburante del 20 % e lo faranno ,stanne certo .

Hanno spostato intere multinazionali da nord a sud vedi General Motors anche ad uno scopo di risparmio energetico .

Il protocollo di kioto lo rispetta solo il giappone "Purtroppo" tutti gli altri ,in primis gli europei (Inghilterra in testa) è MEGLIO CHE CON TUTTE LE SCARTOFIE CHE HANNO FIRMATO A RIGUARDO SI PULISCANO IL CU..... :-)

Riguardo le presidenziali spero venga eletta Hillary Clinton e ti posso assicurare che per le donne del tutto il mondo sopratutto quelle musulmane cambieranno tante cose :-)

Per ciò che riguarda Prodi e Berlusconi li vedrai ancora a lungo ,affinchè la nostra costituzione rimmarrà tale ,ma peggio ancora vedrai presidenti della repubblica sempre più vecchi .( LO specchio del nostro paese ) :-)

Ciao walter .


GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 08.03.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

IL VOSTRO NUOVOO MODO DI TELEFONARE:

www.levoip.it

Provate ora anche perchè è tutto GRATIS. Scaricate il software (GRATIS), scegliete l'username, ed il nostro server le regalerà del credito per provare la nostra qualità, che senza tema di smentite dichiaro superiore a chiunque sul mercato. Regalo per tutti coloro che si vorranno registrare durante il periodo di promozione.

NON Ricaricate più il Cellulare, usalo con:

www.levoip.it

migliore di tutti...un vero telefono a costi minori di skype... e lo usi anche dal tuo vecchio telefono di casa o GSM.... PROVATE è GRATIS e sarà presentato al CeBIT di Hannover il 15 marzo.
Scarica il programma, scegli il nominativo e password, su tools scegli language e vai su Italiano. Il resto è facile e soprattutto gratis fino al lancio ufficiale e garantito come il meno costoso da tutti i siti web di confronto. Vi aspetto numerosi. Anche tu Beppe, FORZA!!!
COSA ASPETTI A PROVARLO?

Gian Piero Lombardi Commentatore certificato 08.03.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma dove vivete ? han fatto vedere delle immagini l'altro ieri dove si vedeva un fiume inquinato di acqua...
In Campania han fatto vedere decine di discariche abusive.
Fino a prima di Natale Napoli era sotto montagne di immondizia
Un anno fa son morte delle mucche zona nord Campania/basso Lazio
Pochi mesi fa c'era da doparsi gratuitamente con l'acqua , zona Caserta
potrei continuare ancora
Capisco l'amore per la sua terra, sig. Gennarino, ma adesso invertire completamente la situazione mi pare troppo
Certo anche al nord c'erano dei fiumi inquinati,ma c'erano anche 1000 aziende chimiche nella zona
Al Sud c'e qualche sparuta industria chimica e i fiumi ( non tutti ovviamente) sono piu' inquinati che al nord.
Mezza Italia si e' messa a ridere per un po' di droga trovata nel Po, e poi si scopre che nel Tevere era presente in tripla quantita'.
Per non parlare di scarichi direttamente in mare, distruggendo in parte l'azienda turismo della vostra zona, opere megalattiche di depuratori, costati 10 volte tanto e mai entrati in funzione..
Almeno, dite: "avete ragione, ma noi cosa ci possiamo fare se abbiamo una classe politica di questo genere al Sud"....... siete piu' credibili.
Umberta Rossi (pdn) 08.03.07 18:

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Scusatemi signora se ho corretto un po' il vostro post...

Quello che scrivete denota il vostro ignorare le cose.

Vedete nel Sarno, scaricava l'industria conciaria del polo di Solofra (AV)(circa tremila aziende) che vende pelle a tutto il mondo ed il fiume era pieno di arsenico, solfuri ed altri veleni che si usano per conciare le pelli.

Voi forse, siete rimasta l'unica in Italia a credere alle panzane somministrate dalla TV

Il fatto è che Napoli fa sempre notizia e parlare male di Napoli e del Meridione fa taaanto ma taaaanto trend

Il colore giallo di certi fiumi campani, dopo le piogge, è dovuto alle sabbie tufacee che vengono dilavate, non è inquinamen

Saluti Napolitani

Bernardo Tanucci (napule) Commentatore certificato 08.03.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

E' vero, Al Gore ha fatto il film-documentario da Oscar.
Peccato che il sig. Gore viva in una casa con non so più quante stanze, un numero spropositato di bagni e una bolletta mensile di oltre 1000 dollari di energia... magari per lui è poco, io personalmente con 1000 euro ci faccio un inverno.
Il lato positivo è che un americano ha un margine di miglioramento enorme: se solo dimezza il consumo passa da 1000 a 500. Noi se dimezziamo passiamo da 100 a 50, che in percentuale è la stessa variazione, ma vuoi mettere il peso complessivo?

Alberto Rosso (rossocinque) 08.03.07 19:09

Se è per questo molti nostri politici vivono quasi come Gore, ti sembra che abbiano avuto la stessa idea?

Saletti Walter Commentatore certificato 08.03.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, come sempre ci fornisci notizi veramente importanti, ma questa ha dell'incredibile, è una vergogna che il governo non abbia fatto ancora niente, credo che l'acqua sia una cosa diciamo essenziale per vivere e ricavare dei profitti su di essa è una vergogna macraba.... Ormai le ho sentite tutte ma quasta ha dell'indecenza, che vergogna!!!! Questi luridi politici devono capire che l'acqua è di tutti mi fate schifo e non avete rispetto della vita degli altri rubate tutto soldi, favori giuridici e anche altri pur di far o far fare carriera, ma l'acqua...... quella no!!!!! Più avete soldi e più ne volete basta, lavorate per noi e non per voi...... fate SCHIFO!!!!!!!!!!! Siete tutti uguali dal primo all'ultimo...... Ritiratevi che è meglio sia per noi (soprattutto) che per voi almeno salvate un poro della vostra faccia!!!!!!!

Grazie Beppe per uttilizzare questo strumento e grazie per il tuo lavoro!

Andrea Montanari 08.03.07 19:08| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe Grillo, hai toccato un argomento che mi sta molto a cuore ed ora spiego il perchè. Vivo a Trento e quest'inverno non è nevicato in montagna, ma gli sciatori sono stati accontentati egualmente e sai in quale modo? HANNO PRELEVATO L'ACQUA POTABILE E HANNO INNEVATO LE PISTE CON NEVE ARTIFICIALE!!!!! iN QUESTO MODO GLI ALBERGATORI SONO STATI ACCONTENTATI INSIEME AI TUTTI GLI OPERATORI TURISTICI, LE PERSONE, EQUIPAGGIATE ALL'ULTIMA MODA, HANNO POTUTO ESIBIRE LE LORO PIROETTE. HO SENTITO QUALCHE GIORNO FA IN UNA TRASMISSIONE RADIOFONICA, che l'autunno scorso e durante l'inverno le precipitazioni sono state pochissime e che durante il periodo della prossima stagione estiva probabilmente si dovranno effettuare dei razionamenti di acqua!!!
Devi sapere che già nel mese di gennaio nella zona attigua alla città di Trento in territorio delle Sarche si stava pensando al razionamento perchè l'acqua iniziava a scarseggiare; per fortuna una piccola pioggia ha tamponato l'emergenza!!! Ma chi ci governa é in grado di farlo o governa per impinguare le tasche degli speculatori di un bene così prezioso? Oggi ho aperto il quotidiano "Trentino" e in una zona meravigliosa che dovrebbe essere tutelata dagli SPECULATORI E PROFANATORI DI TERRITORI GIà ARRIVANO LE MANI PER COSTRUIRE NUOVE PISTE PER SCIATORI. La zona è a cavallo fra la provincia di Trento e quella di Vicenza,si chiama ALTIPIANO VEZZENA, caratteristico per la preservazione dell'ambiente montano, con malghe e grandi prati dove in estate pascolano mucche e dove si produce il FORMAGGIO VEZZENA. In questo luogo dove le impronte della I° guerra mondiale sono ancora rimaste e dove si può veramente respirare a pieni polmoni perchè inibita fino ad oggi a qualsiasi speculazione, la MANO LUNGA DELL'INGORDIGIA STA GIA' ARRIVANDO. IN QUESTA ZONA, CHE E' A 1500 mt. DI ALTEZZA, NON C'E' ACQUA in quanto è un ALTIPIANO, arriva un poca di neve all'inverno e poi basta. TI PREGO AIUTAMI A SALVARE QUEL POCO CHE RIMANE!!!!

Laura Zanolli 08.03.07 19:06| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Nella vita socio-politica italiana di AMERICANO non c'è "NIETE".

Sera a tutti gli amici del blog :-)


GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 08.03.07 18:19 | Rispondi al commento


Ciao Gino, che dirti....
Per le prossime presidenziali americane, i democratici presentano un afro-americano di 45 anni e una donna (Hillary Clinton); non hanno firmato Kyoto ma stanno facendo più loro, nonostante Bush, per l'ambiente che tutti gli stati firmatari l'accordo, messi insieme. Noi, da 15 anni (cazzo, da 15 ANNI!!!) abbiamo Prodi e Berlusconi.
Al Gore, vice di Clinton, ha fatto un film-documentario sui cambiamenti climatici, premiato anche a Hollywood; noi continuiamo a fare le "domeniche ecologiche" e il resto della settimana respiriamo m...a.
Certo, l'Iraq, l'Afghanistan, le Torri Gemelle, Calipari, il Cermis...... buchi neri, anzi nerissimi di cui l'America porterà il peso e le responsabilità, ma per tanti aspetti sono avanti anni luce.

Saletti Walter Commentatore certificato 08.03.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONA SERA, UN POCO DI BUON SENSO NON GUASTA:
------------------
E ridagli M: è la storia, la storia!
Un bene sotto il controllo pubblico è più razionalmente distribuibile, basterebbe togliersi dalla capa che la politica è inutile, basterebbe scegliere bene quando si va al voto, basterebbe pretendere dai politici leggi eque, impedirgli di rubare, c'è la possibilità, un popolo intero non lo puoi fermare, ma pare che tutti concorrano a azzannare la torta, miserabili compresi, ignari di quello che gli si prospetta: il ricatto che devi subire quando sei privato della cultura.
La propaganda degli ultimi decenni ha fatto delle privatizzazioni un totem, ma c'era chi era contro prevedendone la catastrofe, e vedrai che toccherà dargli ragione. Indovina chi? Ho letto qualcuno che citava Bossi, me vié da ride!
I rossi non ci sono più a rivendicare queste sacrosante priorità.
----------

Caro Giorgio Sodano amico E RIVALE D'AVVENTURA NEI PERCORSI, NON CERTO NEL BUON SENSO:

A parte il discorso dei COLORI che rivendicavano priorità, i colori e le parti, quando certe evidenze sono appunto evidetnze NON CONTANO POI MOLTO, è il buon senso che dovrebbe dare ragione ai SODANO che si celano, MALDESTRAMENTE PERO', dietro diatribe per rancorosa e giusta rabbia rivelandosi ALLA FINE, come si puo' constatare,
ONESTI NEI SENTIMENTI E NEL BUON SENSO. Sarebbe come se domani lo STATO ( qualunque stato) desse in appalto la difesa del territorio nazionale a terzi PRIVATI, come ci sentiremmo noi tutti, SICURI? Non credo proprio. Ogni tanto rileggere un poco di commenti serve, secondo me, ciao a Giorgio che QUOTO, e a tutti voi a più tardi.

Francesco

f.marletta 08.03.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paoola Dootti (paola dtt) 08.03.07 18:43 | Rispondi al commento | Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5
Vi fate dei gran bei tromboni voi, eh!

Beati!!

Abraço, Dani.

Ps ma andate anche un pó in giro senza tastierare, l'effetto ipertastieramento unito con il videoestasi e i cannoni possono far sorgere effetti indesiderati.
Min. San DL 23200/74

Dani Brasil 08.03.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Hanno appena detto a Studio Aperto che Beppe Grillo si è stufato di fae il "paladino" e si ritira.... mah... perchè parlano di lui adesso che ha deciso di mollare? e tutte le sue battaglie in difesa dei cittadini?

Claudia da Roma 08.03.07 18:35 | Rispondi al commento | Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5


Se l'hanno detto, tocca a Beppe rispondere o non risondere....

Dani Brasil 08.03.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe il problema dell'acqua è un problema serio tanto è vero che si è posto all'attenzione di tutti ultimamente. A livello onu ci sono state delle commissioni che hanno analizzato il fenomeno di portata mondiale e non solo italiano.Si pensi alle privatizzazioni "forzate" in bolovia e a come è finito il tutto in una grossa sommossa popolare contro la care tariffe.
In italia potrebbe accadere lo stesso . Giustamente tutti si chiedono come se ne esce!
Bhè una soluzione molto elegante è stata trovata in sud africa dove nella loro costizione è stato sancito il diritto all'acqua come bene di tutti.
In questo modo poco e nulla possono le privatizzazioni ..nessuno può + dire questo è mio e non ve lo fornisco se non a X cifra. Penso che una tale idea sia degna di stima ...e che visto che si modifica la costituzione per garantire la governabilità forse la si può modificare anche per garantire l'acqua a tutti!
Ciao e grazie dello spazio
fredi
ps consiglio un ottimo testo al riguardo
Jean Ziegler: dalla parte dei deboli di Marco Tropea Editore scusate la pubblicità ma vale la pena leggerlo.

Nb. La Costituzione del Sud Africa sancisce nella sua sezione 27 che ogni essere umano ha diritto di aver accesso a cibo ed acqua in quantità sufficiente.

fredi ricchioni 08.03.07 18:47| 
 |
Rispondi al commento

UN MONDO A MISURA DI BAMBINO
IL GRANDE EVENTO DI MILANO 14 LUGLIO 2007
ARIA PULITA - MOTORE DI SCHIETTI

Alcune ospiti di importanta internazionale che interverranno e che si sono riservate di scegliere la piazza e la città in cui intervenire

- Tori Amos
- Laura Pausini
- Shakira
- Madonna
- Carmen Consoli
- Skin
- Sinead O'Connor
- Elisa
- Avril Lavigne
- Cyndy Lauper
- Raffaella Carrà
- Jennifer Lopez
- Loredana Bertè
- Nelly Furtado
- Mannoia
- Irene Grandi
- Paola e Chiara
- Alicia Keys
- Lauryn Hill
- ....

e veramente decine di altre di cui via via aggiungeremo i nomi...

saranno ospiti spesate a Milano per tutta la manifestazione e potranno spendere ciascuna diecimila eurocomunali che il comune devolverà per la loro partecipazione, riceveranno un Motore di Schietti, e fiori al loro compleanno vita natural durante.

Ognuna sceglierà dove esibirsi e nella maniera che preferirà.

Nessun limite di spesa per l'allestimento dei loro spettacoli, a ciascuna verranno attribuiti cento volontari del servizio civile che le scorteranno e le aiuteranno ad allestire il loro show.

Se volessero possono anche fare uno show qui, uno là, uno a Bergamo e l'altro a Pavia e poi farsi portare a Como per farlo sul lago o a Lodi per farlo in una piazza medioevale.

La città è al loro servizio.

- Cranberries
- Eurytmichs
- Mina

Paoola Dootti (paola dtt) Commentatore certificato 08.03.07 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Pensa che c'era un tempo in cui sembrava impossibile e brutto anche privatizzare la terra, o gli alberi, o i pascoli, o le spiagge.
Ora siamo all'acqua, ma ci scommetto che fra non molto si accorgeranno che si può privatizzare anche l'aria.
E dopo magari tenteranno con l'anima.
E' il progresso, no?

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento

NEL GIRONE DELLE MERDE TOSSICHE
++++++++++++++++++++++++++++
++
San Pietro:- Diamogli un'altra possibilità, chissà che non lascerà che i Siciliani abbiano il Ponte Sullo Stretto...
iL Padreterno: - Questo sarebbe nocivo anche in una terza vita: buttalo nel girone delle Merde Tossiche

_______> Girone delle Merde Tossiche
Incontra iL Pagnottaro: è condannato a riempire di denaro una gerla senza fondo.

iL Pagnotta :- Echec'azzeca, tu qui?
iL Gay sculettando:- Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandar: un Ponte devo costruire in 50 anni.
iL Pagnotta:- Uèh, il MezzoMinistro delle Infrastruttere sono io!
iL Gay:- Tu non sei mai stato un caxxo.
_________ www.ricostruire.it ___________

Salvo B. Commentatore certificato 08.03.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Storia nota quella della privatizzazione dell'h2o, ma non se ne parla mai abbastanza.

visita e commenta i nuovi articoli sul raffablog

su http://raffablog.blogspot.com

raffaele s. Commentatore certificato 08.03.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

OT
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Se siete convinti che il vostro lavoro sia il peggiore,

Se siete convinti di danneggiare molte persone,

questo post potrebbe farvi ricredere!!!.

I cento lavori più orrendi!!!.

Lasciate le vostre esperienze!!.

Clicca per leggere
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Emanuele Salli 08.03.07 18:27| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua ed il caffè

I Napolitani hanno una vera passione per il caffè espresso come si fa nei bar di Napoli.

Secondo molti, anche non Napolitani, la peculiarità sta nell'acqua di Napoli che sarebbe particolare...

Non è vero la peculiarità del caffè di Napoli sta nelle miscele di caffè e nel grado di tostatura.

Chiedete ad Illy o a qualche altro torrefattore: Vi confermerà che producono dei caffè particolari che vendono solo nel Napolitano.

By Rino

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 18:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

NON SONO UN COMUNISTA.
Ecchisenefrega direte voi.
Mi sembrava una doverosa premessa visto quanto sto per dire.
Non sono comunista, ma penso che alcuni beni e servizi debbano essere, per loro stessa natura, gestiti dallo stato in maniera calmierata.
L'acqua è uno di questi.
La casa è un altro, nel duplice aspetto affitto/proprietà.
L'assicurazione sull'auto un altra.
Le telecomunicazioni.
L'energia elettrica.
Sono SERVIZI CHE INTERESSANO IN VIA PRIMARIA TUTTA LA COLLETTIVITA'.
PErchè devono essere in mano a privati?
Perchè le gestiscono meglio?
Ci hanno fregato con questa barzelletta per vent'anni.
Non è vero.
Punto.
Senza contare che, se anche fosse vero, ancora di più saremmo noi cittadini comuni a scontare le colpe di quella casta di parassiti che non rappresenta più nessuno da molto tempo. (Con rare eccezioni, vedi Di Pietro)
Fatemi capire bene.
Visto che degli incapaci o corrotti amministravano male le nostre risorse primarie, anzichè punire chi le gestiva in maniera allegra le abbiamo svenduti ad una manica di sanguisughe.
Mi pare un ottimo affare!
Proprio ottimo.
E tra l'altro, visto che ormai è di uso comune acquistare acque minerali, perchè non c'è una fonte di stato che venda a prezzi popolari.
30-40 centesimi una bottiglia di minerale non è commercio. E' furto!

Mario Luciani Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma l'amerika con tutte le centrali atomiche che ha perchè usa il petrolio? Perchè non costruisce una super mega centrale?

Jarmino Vogli
Chiudi discussione Discussione

Lasciare in mano il petrolio agli arabi o ad altri,significa non guadagnare più miliardi di dollari al giorno.
Sarebbero disposte a questo le sette sorelle?
(Ricordarsi che gira e rigira sono tutte in mano agli USA).
Giuseppe Vianello (libero) Commentatore certificato

Allora è solo questione di vendere ad altri? Senza il petrolio, energeticamente l'america potrebbe sopravvivere? Ma l'energia non è l'unica cosa importante? Fanno tutto stò casino per non lasciare roba ad altri?

Jarmino Vogli 08.03.07 18:22| 
 |
Rispondi al commento

TURIGLIATTO E ROSSI C'HANNO ROTTO I COGLIONI PERCHè NON SI DIMETTONO FORSE I SOLDINI GLI PIACCIONO MA QUALE COERENZA QUESTO è OPPORTUNISMO VERGOGNOSO

maurizio iannuso 08.03.07 18:19| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

AMERICANIZZAZIONE DELL'ITALIA ?

Ma dov'è questa americanizzazione ? Magari ci fosse un filo di tale organizzazione sociale qui da noi :-).

Proviamo a privatizzare come fanno loro e non far finta di privatizzare .
Decentralizziamo il potere .
Buttiamo giù qualche legiuccola a riguardo e facciamole rispettare ,come fanno loro, e poi vediamo se cadono più teste a Sinistra o a Destra ,Sempre che in italia si possa parlare di sinistra e destra :-).

Nella vita socio-politica italiana di AMERICANO non c'è "NIETE".

Sera a tutti gli amici del blog :-)


GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 08.03.07 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERO ANCHE QUESTO ANCHE SE NON SONO DEL NORD.

MA CI TENEVO A DIRE APPUNTO CHE LEGGENDO TE SEMBREREBBE UN PARADISO TERRESTRE MENTRE SICURAMENTE LO ERA TANTO, TANTO, TROPPO TEMPO FA

nick name 08.03.07 18:06

Lo è amcora, Nick. non mi dite di dove siete?

In ogni caso venite a vedere di persona: è la maniera migliore per verificare e rendersi conto.

Saluti Napolitani


Buonasera.
Negli ultimi anni i media ci stanno tenendo al corrente del problema idrico, molti della popolazione italiana hanno preso a cuore questo problema, tant'è vero che si preso coscienza di evitarne lo spreco domestico. Ma il problema inizia dal fatto che gli italiani con l'acqua ci si lavano e ci fanno da mangiare? oppure sono le SPA privatizzate? e se esistono queste, perché si sta permettendo questo? Nella mia ignoranza del del post x la parte che riguarda le società e palese, ma la cosa che mi preoccupa di più sono i 30.000 bambini che muoiono al giorno. DOBBIAMO CHIEDERLO A TUTTO IL MONDO:
CA..O FACCIAMO QUALCOSA!!!!!!!!!!!!!!!
e GIà da anni che sento dire che nel terzo mondo i bambini muoiono di fame e di SETE , ma è possibile che invece di migliorare la situazione l'abbiamo peggiorata privatizzando il primo bene mondiale??
C..ZO 30.000 ANCHE DOMANI Beato colui o "coloro" che non lo tocca il problema.
Buonasera

Luigi Ardau 08.03.07 18:18| 
 |
Rispondi al commento

non ho capito bene alcune cose cmq sarò breve, abito in friuli venezia giulia a pertegada, la mia passione é la natura, mi potrebbe far sapere qualcosa in più sul fatto della legge galasso riguardo all'ambiente, al fatto che non si possono raccogliere i legni sulle spiagge dopo le mareggiate(chissa perchè, ....?)non si può più pulire l'ambiente, esempio ho una piccola barca sul fiume stella, , non posso legalmente tagliare due cannelle per pulire il posto barca raccogliere i legni portati dalla corrente ecc, inoltre come é possibile che la colpa della distruzione degli animali e dell'ambiente sia dei cacciatori se......fino a 5 anni fa si vendeva atrazina, probabilmente adesso la venderanno sotto qualche falso nome, gli agricoltori la usano,i microorganismi muoiono,i pesci muoiono, gli uccelli migratori non hanno di che sfamarsi,mio nonno ha pescato molto pesce ma le passere le pescava da mezzo chilo in su, come si può permettere che se la misura minima é 15 cm nei supermercati la vendano a misure minori, inoltre perchè solo da 7 mesi a Marano i pescatori sono fermi dopo aver distrutto per anni la laguna che era un ecosistema perfetto????perchè questa gente non é in carcere??, se gentilmente ha documenti a riguardo mi faccia sapere, lignano sabbiadoro era uno tra i litorali più belli d'italia ora é ,visto dal mare uno scempio dell'abusivismo edilizio con grattacieli inutilizzati semivuoti e tanta sporcizia, la prego come posso fare o come possiamo fare per mandare via i verdi che di ambiente non ne sanno niente e faranno sempre più danni, esempio non si può dragare i fiumi, lo facevano i romani!!!!!!la ghiaia dei letti dei fiumi non si può toccare, meglio fare cave in pianura così si inquinano le falde acquifere e comprare le ghiaie dalla slovenia,avevo detto che sarei stato breve altrimenti non riesco a studiare, se in qualche modopuò aiutarmi mi scriva, cmq sei un signore e ti ammiro per come con la comicità riesci a esplicare i problemi del mondo

cristiano mauro 08.03.07 18:11| 
 |
Rispondi al commento

negli ultimi 20 mesi la BCE ha aumentato i tassi di interesse BEN 7 VOLTE!

direi Beppe che sarebbe ora di dedicargli un bel post

come mai ????

Ma aumentando i tassi l'inflazione euro sale o scende?

Terenzio Capino 08.03.07 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Gennaro, non ci sto !! Ci volete fregare il primo posto dei fiumi più inquinati non solo dell'Italia ma dell'Europa intera???? Hai mai sentito parlare del Lambro?? (per chi non lo sa si trova in Lombardia) Pure gli scarafaggi e le pantegane hanno rinunciato a fare la gita domenicale in quella cloaca.
silvano o. 08.03.07 17:34

gennari'...so che e' un brava persona, di ottima cultura e di stile ( cose che non si possono comperare) , capisco anche l'amore per la sua terra, pero' certe volte vuol difendere l'indifendibile..
umberta rossi (pdn) 08.03.07 17:30

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Signori, non voglio difendere niente, nè i primati negativi nè quelli positivi...

L'unica cosa che voglio è che di Napoli e del Meridione si parli con obiettività, cortesia e rispetto. E sopratutto non in termini denigratorj e senza stereotipi.

Come agiamo noi nei confronti degli altri.

Mi dovete capire: io sono ORGOGLIOSO di essere Napolitano e di Napoli che credo sia la più BELLA città del mondo...

Al riguardo del Lambro, conosco la situazione, ma presto riavrete questo brutto primato: la bonofica del Sarno è quasi alla conclusione.

Saluti Napolitani


poverina, non ci crede.

non ce se crede.

No, non po' esse.

Non ce credo.

poverina.

Il governo cade, cade.

E invece no.

No, forse cade.

No, nemmeno questa volta.

Eppure l'aveva detto.

Ahh, adesso cade il salame! Aghhhh.. Grfff..

Poverina.

Nun ce vo' crede.

Eh, eppure.

Rosica rosica

Rosica Rosica 08.03.07 17:42 | Rispondi al commento | Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5

Chiudi discussione
Discussione

rosica???, macchè, GODO!

GODO, GODO, GODO!

più passa il tempo e più vi rendete ridicoli!

godo!

pensa....

SE, per VOI, tutto va bene, tra una ventina di giorni vi ritroverete al governo con serpeinseno casini, e il SISTEMA caccagirone....

i COMUCRISTIANI, non usciranno mai dal bunker del salame e LE POLTRONE dovranno essere per forza moltiplicate E DA 106, CHISSA' A QUANTE PASSERANNO......

a questo punto farete skifo anche ai lombrichi...

il popolo delle partite IVA lo avete bruciato

i "professionisti" pure

gli autonomi non ne parliamo

ai pensionati fate già rabbia

i precari tra un pò vi prenderanno a calci in culo

agli statali co sta storia del "troppo aumento" state andando sempre più sulle palle...

pompieri, forze dell'ordine, difesa, infermieri, benzinai, fornai, tassisti, padri di famiglia, mamme ciulate con la favoletta del bonus, disoccupati, sfrattati, ecc. ecc.

è da un pezzo che vi aspettano al varco....

E IO DOVREI ROSICARE PER QUESTO LENTO SUICIDIO???

sodano in realtà c'ha ragione in parte....

non moriRETE democristiani..... ma AGONIZZERETE democristiani..... per poi sparire per sessant'anni.

bye, e GODITI il salame... che il tempo passa....tic....tac....tic....tac....


e.... firmati pane, firmati....

silvia bada 08.03.07 18:03| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

PRIVATIZZIAMO

Privatizziamo le ferrovie
privatizziamo le telecomunicazioni
privatizziamo radio e tv
privatizziamo a compagnia aerea di bandiera
privatizziamo la sanità
privatizziamo la scuola
privatizziamo l'acqua
privatizziamo l'aria...

e andiamo a 'ffanculo!!!

Quando 'cce vo' 'cce vo'.

(e dire che scrivo poesie)

Ermanno Bartoli (barlow) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 17:56| 
 |
Rispondi al commento

"C'è un fungo commestibile che cresce sulle pareti.
E' viola, di un viola rossastro, e ha un gusto dolce.
Lo si raccoglie nelle fenditure."

(Margaret St. Clair, "Il segno della doppia ascia")

L'incipit del romanzo di una donna quale augurio per tutte le donne in occasione della festa dell'8 marzo.


Come hobby faccio lo scrittore. Scrivo racconti e poesie... e piccoli saggi.
Questa frase l'ho fatta mia più delle mie perché rappresenta la forza e la voglia di vivere nonostante tutte le peripezie e i dolori.

E' il tuo compleanno o quello di una persona a te cara? Fatti un regalo. Visita il mio sito; non costa nulla e potrà dare molto a te, quindi a me. Nel sito ci sono racconti e poesie miei e non solo miei... e belle immagini. Fanne l'uso che vuoi.

Grazie anche solo per aver letto e preso in considerazione questo messaggio.

BUON 8 MARZO A TUTTE LE DONNE SOTTO QUESTO... ED ALTRI CIELI.


Ermanno Bartoli (Reggio Emilia)

www.webalice.it/barlow


Ermanno Bartoli (barlow) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

08 mar 00:01
Calcio: Galliani, "Nei quarti non vorrei la Roma"
MILANO - Adriano Galliani risponde a Francesco Totti, che ieri aveva dichiarato di desiderare una sfida Roma-Milan nei quarti di finale di Champions League: "Io preferirei di no - ha dichiarato il vicepresidente rossonero a Sky - non per questioni tecniche, pero', ma perche' cosi' due italiane potrebbero avanzare alle semifinali. E' sempre meglio affrontare una squadra straniera". Galliani ha sottolineato la vocazione europea del Milan: "Siamo l'unica squadra nei quarti per la quinta volta consecutiva. Io sono convinto che la tradizione, la storia e l'abitudine a giocare questo tipo di sfide contino moltissimo" ha concluso. (Agr)


---------
...... paura eh?

silvia bada 08.03.07 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Il Tribunale amministrativo regionale della Campania ha bocciato le due delibere della Regione Campania che spianavano la strada ai privati, in particolare all'Eni Acqua Campania, per la gestione degli impianti idrici attraverso la ristrutturazione e la gestione degli acquedotti campano e occidentale. Una sentenza che se da una parte ribadisce la gestione pubblica dell’acqua, dall’altra affida a Eni Acqua l’ammodernamento della rete idrica autorizzando quindi anche la partecipazione dei privati. La sentenza del Tar andrebbe a impedire la svendita dell'ARIN,acquedotto napoletano,che serve 26 comuni campani,e quasi 1.700.000 utenti ,di cui 1.000.000 solo a Napoli. Ora la Regione potrebbe ricorrere al Consiglio di Stato. Ma è bene ricordare che lo scorso giugno, dopo una agitata assemblea dei comuni coinvolti nell’Ambito territoriale si è deciso di affidare fino al 15 settembre a un tavolo tecnico la fattibilità della gestione “in house” e che il 30 settembre si chiuderà la gara per decidere a chi affidare la gestione del servizio idrico.

“Fin ad ora, tranne rare voci, si è data enfasi particolare al processo di privatizzazione della gestione delle infrastrutture che riguardano la rete potabile, cercando di sottrarla alla gestione pubblica attraverso i tentativi (peraltro poco riusciti) da parte degli ATO di far gestire al privato la rete pubblica (per 20- 30 anni in media) e di far pagare, oltre agli aiuti comunitari, gli investimenti necessari con la tariffa del ciclo completo dell’acqua (distribuzione, fognatura e depurazione)” commenta Nino Lo Bello in una sua analisi sul governo dell’acqua. Secondo l’emerito professor Giorgio Nebbia, “l'acqua venduta ai cittadini è un bene costoso anche perché alcune zone di ciascun paese sono ricche di acqua di buona qualità e altre hanno poca acqua a disposizione.
L'acqua, bene primario, deve avere lo stesso costo in tutta Italia.

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 17:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'opposizione della precedente legislatura ha avuto cento occasioni per mandare a casa il governo Berlusconi, e non l'ha fatto.
L'opposizione attuale ha avuto altrettante occasioni per mandare a casa il governo Prodi, e non l'ha fatto.

Le frasi storiche dall'11 settembre a oggi le hanno dette due stronzi doc:
Lucia Annunziata: Bin Laden è troppo bello per essere vero. Aveva ragione.
Piero Fassino: questa opposizione poteva andare dal presidente della repubblica e chiedere di andare al voto, e non l'ha fatto. Aveva ragione.

Schiatterete democristiani.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 08.03.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

acqua... acqua... acqua... fuoco!

Paolo Schena 08.03.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento

UN MONDO A MISURA DI BAMBINO
IL GRANDE EVENTO DI MILANO 14 LUGLIO 2007
ARIA PULITA - MOTORE DI SCHIETTI

@@@@ Se non vi daranno il permesso, voi lo farete lo stesso?

La gente fa quello che vuole, se la gente lo vorrà fare, lo farà lo stesso, ma non saremo noi a dirgli di farlo, lo faranno loro perchè avranno voglia di farlo.

Paoola Dootti (paola dtt) Commentatore certificato 08.03.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento

ciao,sempre con umiltà virtuale,quello che mi fa rabbia,è quella sorta di indifferenza passiva quotidiana della gente comune,mi spiego meglio:io vivo in 1 paese di 15.000 abitanti (nel barese),da 1 pò di tempo purtroppo sono disoccupato,a periodi frequento il bar e parlando del + e del-, noto in prevalenza 1 non voler sapere x convenienza e x ignoranza,della realtà altrui in sensolato e vige la legge morte tua vita mia (esagero),causando cosi 1 squilibrio ed 1 confusione quasi patologica.

domenico valerio 08.03.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento

auguri sì
a colpi di vignette :)

rodo

filippo ricca 08.03.07 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007.

AL CINEMA...C'E' BERLUSCONI MA...

...Cosa vedrebbe Sua Emittenza: Shooting Silvio?
“Non ho visto Il Caimano di Moretti e non vedrò neppure quest’ultimo capolavoro”.

Casini potrebbe essere contento: Berlusconi sta già pensando insomma alla pensione.
“Ma no, ma per carità… Quando mi domandano: chi te lo fa fare? Rispondo che ho un impegno morale con gli elettori, con la metà del paese che ci ha votati, che si fida di me e di noi. Non posso e non voglio deludere il Popolo delle Libertà”.

Insomma non c’è spazio per i dibattiti sulle successioni a Berlusconi.
“Ho sempre detto: tiratemi fuori un’alternativa che metta d’accordo tutti e io mi faccio da parte e mi limito a fare il padre nobile di Forza Italia. Avverto però che la cosa, stando all’oggi, non è possibile: non ci sono le condizioni. Al contrario c’è l’esigenza di lavorare per non trovarci impreparati nel caso, più che probabile, di elezioni anticipate. Il dubbio sui risultati delle elezioni politiche, il cambio degli equilibri (il partito dei Pensionati di Fatuzzo, per esempio, che non è più nello schieramento del centrosinistra come ai tempi delle elezioni ma è ritornato con noi), la cattiva prova di governo del centrosinistra e soprattutto il fatto che la maggioranza reale del paese è dalla nostra parte, sono ragioni sufficienti perché alla prossima crisi si vada a nuove elezioni”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:30| 
 |
Rispondi al commento

UN MONDO A MISURA DI BAMBINO
IL GRANDE EVENTO DI MILANO 14 LUGLIO 2007
ARIA PULITA - MOTORE DI SCHIETTI

@@@ ma perchè non vi lasciano organizzare questo grande evento?

E' un bel mistero, infatti abbiamo chiesto il commissariamento di Milano, l'intervento della polizia, di poter produrre il Motore di Schietti sotto scorta dell'esercito ed abbiamo invitato tutti non a frequentare ambienti scientifici per via delle possibili ritorsioni che potrebbero avvenire ai danni della setta degli ingegneri scientisti, i peggiori criminali della storia umana.

Il danno che noi stiamo subendo direttamente è immenso, ma comunque ben poca cosa paragonato a quello che sta subendo l'umanità.

20 mila morti al giorno più tutta la sofferenza che ci gira intorno.

Abbiamo sospetti ragionevoli che ci siano di mezzo visitors o specie terrestri, ma non umane, che ci stanno portando all'autodistuzione per trarne vantaggi per la loro specie.

leggi qua:
Detersivi chimici, petrolio, oro e Letizia Moratti
http://domenico-schietti.blogspot.com/2007/02/detersivi-chimici-petrolio-oro-e.html

Paoola Dootti (paola dtt) Commentatore certificato 08.03.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho la senzazione che dovremmmo ribellarci e riprenderci la nostra acqua
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento

"C'è un fungo commestibile che cresce sulle pareti.
E' viola, di un viola rossastro, e ha un gusto dolce.
Lo si raccoglie nelle fenditure."

(Margaret St. Clair, "Il segno della doppia ascia")

L'incipit del romanzo di una donna quale augurio per tutte le donne in occasione della festa dell'8 marzo.


Come hobby faccio lo scrittore. Scrivo racconti e poesie... e piccoli saggi.
Questa frase l'ho fatta mia più delle mie perché rappresenta la forza e la voglia di vivere nonostante tutte le peripezie e i dolori.

E' il tuo compleanno o quello di una persona a te cara? Fatti un regalo. Visita il mio sito; non costa nulla e potrà dare molto a te, quindi a me. Nel sito ci sono racconti e poesie miei e non solo miei... e belle immagini. Fanne l'uso che vuoi.

Grazie anche solo per aver letto e preso in considerazione questo messaggio.

BUON 8 MARZO A TUTTE LE DONNE SOTTO QUESTO... ED ALTRI CIELI.


Ermanno Bartoli (Reggio Emilia)

www.webalice.it/barlow


Ermanno Bartoli (barlow) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Volevo esprimere il mia felicita' alla notizia del raggiungimento della somma per il nuovo microscopio elettronico.

E' la dimostrazione che, nonostante tutte le critiche, qualcosina si puo' fare anche dal "basso".

Enrico Drusiani Commentatore certificato 08.03.07 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007.

...Torniamo al partito delle Libertà: si fa o no?
“Figuratevi se io non voglio dare una risposta a quel Popolo delle Libertà che il due dicembre ha riempito Roma, dando prova di entusiasmo politico e compostezza di comportamento. E’ a loro che lo dobbiamo: quel giorno quando sono passato nei punti di ritrovo della Lega o di Alleanza nazionale sono stato salutato con un affetto indescrivibile. Ecco perché continuo a lavorare per superare la coalizione e avviarla verso la federazione. La federazione compatta maggiormente: le decisioni verrebbero prese a maggioranza e nel caso di decisioni delicate a maggioranza dei due terzi”.
Uniscono tutti? Bossi l’ha definita una “tonnara” da cui sarebbe impossibile uscire, Casini non ne vuole sentire parlare e anzi lavora per il centro…
“Cosa volete che vi dica: raccolgo l’invito di Feltri e continuerò a lavorare con estrema pazienza, confidando nel fatto che tra Forza Italia, An, Lega e Udc c’è un “idem sentire””.
E se un giorno Berlusconi si stufasse di tutto questo e iniziasse a godersi la famiglia, le ville e le barche? La prende col sorriso.
“A volte uno è tentato. Non faccio proprio una vita da ricco, anzi come ricco sono proprio un distastro: inizio a lavorare alle sette e mezzo del mattino e finisco alle due, due e mezzo, talvolta alle tre di notte. Spengo le luci lasciate accese perché sono stato abituato da piccolo a fare così e poi vado a letto al culmine della stanchezza. Il giorno dopo si ricomincia. Non c’è più teatro, né mostre, né concerti, né cene con gli amici, l’ultimo film che ho visto al cinema è stato Il Gladiatore alcuni anni fa. Mi resta il Milan che però quest’anno è stato ingiustamente penalizzato e che molte soddisfazioni non le dà”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Le guerre sono finanziate da chi consuma il petrolio, cioè da noi stessi. Finanziamo le guerre senza esserne i diretti responsabili.

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=79

L’Italia si trova al secondo posto dopo gli Usa nella classifica dei paesi esportatori di armi leggere nel mondo ed è al settimo posto per armi esportate.

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 08.03.07 17:26| 
 |
Rispondi al commento

@@ Nick Name

PER GENNARO ESPOSITO ( RINO)

TU CI RACCONTI ( PER CARITA' IMMAGINO SIANO COSE VERE E DOCUMENTATE) DI UNA NAPOLI E DI UN SUD CHE TUTTI NOI NON CONOSCIAMO O FORSE NON CONOSCIAMO PIU' ED INFATTI NEI TUOI RACCONTI I VERBI SONO TUTTI AL PASSATO, MAI AL FUTURO O AL PRESENTE!

POI MI LEGGO IL LIBRO DI ROBERTO SAVIANO E SCOPRO UN ALTRO MONDO, UN ALTRO SUD.

QUALE E' QUELLO VERO?

IL TUO O IL SUO ??

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Voi dovete essere uno di quelli per i quali esistono solo verità assolute, o il bianco o il nero.

Sono veri entrambi, sono due faccie della stessa medaglia, il Sud non è solo mafia che purtroppo esiste, ma come ho argomentato ieri in risposta ad un altro blogghista, la mafia più pericolosa, quella finanziaria, l'avete al Nord...


Intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007.

...Il Cavaliere non intende regalare la Lega alla sinistra, è chiaro. “Il mio rapporto con Bossi si fonda sull’amicizia e sulla lealtà. L’ha confermato lui stesso in una recente intervista al Messaggero. In privato poi mi ha rinnovato la sua fiducia proprio l’altro giorno”.
L’amicizia con Bossi però si scontra con il referendum.
“E’ un non problema, perché ho dato la mia parola a Bossi che sulla legge elettorale avremmo deciso insieme. Così faremo. Sono stati alleati leali nei cinque anni di governo e io sarò leale con Umberto. Vi dico anche un’altra cosa: sono convinto che questo referendum non si farà”.
Legge elettorale a parte, con il Senatur li divide il partito unico o la federazione. Quella federazione che invece un altro alleato, Gianfranco Fini, sollecita.
“Che fare? Ben prima delle elezioni, la fondazione Liberal di Ferdinando Adornato aveva lavorato per un manifesto del partito unitario del centrodestra e tutti gli avevano dato la loro disponibilità di massima. Anche alcuni esponenti della Lega sembravano essere interessati. Con l’avvicinarsi della campagna elettorale sono cominciati i distinguo che conoscete, fino ad arrivare alla strategia delle tre punte. Una strategia che, lo ricordo, io ho subìto.Perchè alla fine non ci ha dato la vittoria, un po’ per colpa dei nostri alleati e un po’ anche per quel che è successo quella notte che ho che ho definito degli spogli e dei brogli. Quanto agli errori, ne sono stati commessi dieci “capitali”: dalla mancata abolizione della par condicio alle alleanze non perfezionate per impuntature ora di questo ora di quello. Un errore in meno e avremmo vinto le elezioni, come meritavano i nostri elettori”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'udc Cesa gela l'ex premier: noi invece diciamo sì al governissimo

Berlusconi: «Larghe intese? No, si voti» Il leader della Cdl smentisce ogni ipotesi di governi tecnici. «La legge elettorale va bene, abbiamo i numeri per una maggioranza»

MILANO - «Macchè larghe intese, l'unica via sono le urne . Basta un ritocco al sistema elettorale». Così Silvio Berlusconi che in lunga intervista al quotidiano Libero svela i suoi piani e lancia un appello agli alleati, spiegando che non è più tempo di pensare a governissimi o formule tipo "grosse koalition" alla tedesca, che pure lui per primo aveva ipotizzato all'indomani del risultato elettorale dell'aprile scorso. «In questo momento - sottolinea Berlusconi - non ci sono le condizioni per fare governi tecnici o di larghe intese. La via maestra resta il voto».

«I VOTI CI SONO» - Il ritorno alle urne, secondo il Cavaliere, dovrebbe prescindere da una riforma del sistema elettorale, invocata da più parti come condizione indispensabile per evitare nuove impasse istituzionali causate da maggioranze risicate. «Non è vero che se andassimo a votare con la legge attuale, anche il centrodestra sarebbe nelle stesse condizioni del centrosinistra - dice il leader di Forza Italia -. Noi ora, dopo la cattiva prova della sinistra i voti ce li abbiamo e quindi avremmo una maggioranza ben più consistente. Anche al Senato». E aggiunge: «basterebbe poco per migliorare l'attuale legge. Basterebbe riportare il premio di maggioranza anche al Senato, com'era nel progetto originale, su scala nazionale anzichè regionale, come invece accade ora, e aggiungere un quorum del 4 o del 5 percento».

...... aveva ragione sodano..... moriRETE democristiani.....

silvia bada 08.03.07 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007

...Vox populi: li mandiamo a casa e subito dopo facciamo un decreto che rifinanzia le missioni. Il senso politico che noi diamo alle missioni non ha niente a che vedere con la puzza sotto il naso della sinistra radicale verso i militari. Tutti dicono: Berlusconi telefona a Bush, glielo spiega e Prodi va a casa.
“Se ci fosse l’accordo di tutta la coalizione su una strategia del genere, molti di noi sarebbero disposti a prenderla in considerazione”.
L’Udc non ci starà di sicuro. “L’opposizione non può essere efficace se non ritrova la sua unità”.
C’è però un’altra soluzione: il centrodestra vota sì al decreto ma prima di farlo va dal Presidente Napolitano e fa presente che se quei voti fossero necessari per la sopravvivenza del governo, dev’essere lui a prendere in mano la situazione.
“Non mi sembra sia una strada praticabile”.
Allora teniamoci questa sinistra… E il centrodestra dovrebbe cominciare a pensare a una strategia di più lungo periodo. Quanto può durare? “Nessuno può dirlo. E’ persino inutile ribadire che sono divisi su ogni punto: è lì, sotto gli occhi di tutti. E’ però grave che un esecutivo privo di una politica estera condivisa unanimemente possa governare. Non basta però per azzardare stime sulla durata. Il loro unico cemento è dato dall’esercizio del potere e dal favore dei mezzi d’informazione. Nella sinistra resta forte l’idea di dominio politico della società da parte dei poteri pubblici, l’asservimento dei cittadini al potere e allo Stato, l’uso dello Stato come mezzo di omologazione politica”.
Gli faccio notare che Maroni con questa sinistra intende dialogarci per fare la riforma elettorale e il federalismo.
“Lì per lì, mi ha sorpreso, non lo nego. C’è stato evidentemente un equivoco che si è subito chiarito”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Noi ci faremo il bide' con la Coca Cola, i musulmani col petrolio, gli indiani coi monsoni e gli americani con la brio rocchetta

Cretin Etti
Vota commento

Certo che il bidè colla coca cola deve lasciare una sensazione peggio dei pantaloni aderenti in pelle.

Umberto Dogli 08.03.07 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Ti proponiamo l’intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007...

PROSSIMA CRISI E...AL VOTO ANTICIPATO

...E qual è la percentuale delle matricole al Senato? “Il 36, 5 per cento”.
Sono questi che bloccano il voto anticipato, allora. E che sostengono trasversalmente Prodi in qualche modo. “No, il nodo è politico”.
E’ la legge elettorale, il “porcellum”?
“Sfatiamo anche quest’altro falso mito. Non è vero che se andassimo a votare con la legge attuale, anche il centrodestra sarebbe nelle stesse condizioni del centrosinistra. Noi ora, dopo la cattiva prova del governo della sinistra i voti ce li abbiamo e quindi avremmo una maggioranza ben più consistente. Anche al Senato, certo”.
Allora se va bene così com’è, perché tanto affanno per cambiare la legge? Il dubbio che sia una polpetta avvelenata del centrosinistra, che con la scusa di riformare questo e quest’altro alla fine vivacchia, è grande.
“Basterebbe poco per migliorare l’attuale legge. Basterebbe riportare il premio di maggioranza anche al Senato, com’era nel progetto originale, su scala nazionale anziché regionale, come invece accade ora, e aggiungere un quorum del 4 o del 5 per cento. Quanto al dialogo sulle riforme, vi garantisco che nessuno ha intenzione di regalare tempo al governo Prodi”.
Le aperture sulle maggioranze variabili sembrano non interessare il Cavaliere.
“No, no. Oggi non ci sono le condizioni per fare governi tecnici o di larghe intese. Per quel che ci riguarda, la via maestra resta il voto”.
Se volere è potere, gli facciamo notare che basterebbe inchiodarli sul rifinanziamento delle missioni militari: perché regalare ossigeno a Prodi?
“Quel voto lo dobbiamo per senso di responsabilità verso i militari. So che i nostri elettori sono perplessi perché questa sarebbe una grossa occasione per mandarli a casa, ma come si fa?”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:17| 
 |
Rispondi al commento

genna', siete messi bene laggiu' : in tv han fatto vedere un fiume della zona... li l'inquinante e' l'acqua
secondo me conviene andare da bassolino, ciriaco, mastella e relative consorti, dalla rosy e rovesciargli la scrivania adosso !!!
umberta rossi (pdn) 08.03.07 16:55

come e' finita la storia di quelli che scavando pozzi vicino alla ferrarelle.... si succhiavano l'acqua originale e la rivendevano ?
umberta rossi (pdn) 08.03.07 16:50

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Il fiume a cui alludete, signora, dovrebbe essere il Sarno che nasce nell'avellinese ed ha foce nei pressi di Castellammare di Stabia.

E' il fiume più inquinato d'Europa, perchè per decenni usato come sversatojo del polo conciario di Solofra (AV) e ciò fino a qualche lustro fa.

Ora è in corso una bonifica radicale del fiume, dove, fino al dopoguerra, venivano gli storioni a riprodursi.Per questo i Politici che citate vanno ringraziati...

La fonte in concessione alla Ferrarelle è pubblica e la Ferrarelle non può impedire, come fa, alla cittadinanza di attingervi liberamente...

Così ad abuso si contrappone abuso.

Sistema spiccio e senza lungaggini giudiziarie...


Ti proponiamo l’intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano Libero giovedì 8 marzo 2007...

IL MISTERO DEL VOTO ANTICIPATO

...“In questo momento noi dovremmo stare schisci, zitti, fermi. E soprattutto uniti”. Invece Fassino l’altro giorno ha avuto gioco facile nell’infilzarlo laddove il Cavaliere più soffre: le divisioni nella Casa delle Libertà o di quel che resta. “Fuori dal Palazzo, c’è un popolo delle Libertà che ci chiede di stare uniti. I nostri elettori hanno già superato le distinzioni di partito, si sentono uniti nei valori comuni. Sono più avanti dei protagonisti politici, ecco perché dobbiamo dare loro una risposta”.
Ci tornerà più volte, Berlusconi, su questo Popolo delle Libertà. Ma tra gli scenari futuri e la stretta attualità resta il fatto che il centrodestra è andato alle consultazione del presidente della Repubblica diviso, ognuno con una sua posizione. E le elezioni le ha chieste solo la Lega.
“Non è mica vero: anche Forza Italia ha chiesto al Capo dello Stato elezioni anticipate. Le abbiamo chieste perché ci sembravano e ci sembrano ancora oggi la soluzione più lineare”.

Allora chi non vuole le elezioni? Feltri gli ricorda la legge dei due anni, sei mesi e un giorno: il tempo di maturare la pensione. Ma quanto è fondata questa cosa? Neanche Berlusconi sa dire se sia vera oppure è leggenda.
“Facciamoci spiegare da Schifani, se è vero che la pensione si matura a metà mandato più un giorno”.
Tocca al capogruppo di Forza Italia al Senato svelarci la verità della cadrega. “La regola dei due anni, sei mesi e un giorno vale soltanto per chi è alla prima legislatura”, ci dice Schifani. Quello è il termine minimo per maturare la pensione, che comunque non potrebbe essere percepita prima dei 65 anni. Ci prendiamo gusto e domandiamo a Schifani: quanto prendono?
“Tremila e cento euro lordi al mese, netti fanno duemila e duecento”.
E qual è la percentuale delle matricole al Senato?
“Il 36, 5 per cento”...

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la puntata di Report, di Milena Gabanelli, che parla dell'acqua e della sua privatizzazione, vedete e diffondete:

http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report%5E11466,00.html

CRISTIANO MARINELLI Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

PER GENNARO ESPOSITO ( RINO)

TU CI RACCONTI ( PER CARITA' IMMAGINO SIANO COSE VERE E DOCUMENTATE) DI UNA NAPOLI E DI UN SUD CHE TUTTI NOI NON CONOSCIAMO O FORSE NON CONOSCIAMO PIU' ED INFATTI NEI TUOI RACCONTI I VERBI SONO TUTTI AL PASSATO, MAI AL FUTURO O AL PRESENTE!

POI MI LEGGO IL LIBRO DI ROBERTO SAVIANO E SCOPRO UN ALTRO MONDO, UN ALTRO SUD.

QUALE E' QUELLO VERO?

IL TUO O IL SUO ??

nick name Commentatore certificato 08.03.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento

La patafisica

Jean Baudrillard

“il comunismo crollò a causa della sua stessa inerzia, si autodistrusse dall’interno, implose, più che morire nella battaglia ideologica o nella guerra militare. Con l’assorbimento dei suoi dissidenti nel potere, non c’era più un contrasto di idee forti, di opposizione e resistenza, di trascendenza critica. Con l’integrazione degli ex regimi comunisti nel sistema del mercato mondiale capitalista e della democrazia liberale, l’Occidente non aveva più un Altro contro cui combattere, non c’era più nessuna tensione creativa o ideologica, né una alternativa globale al mondo occidentale”

“la realtà era stata uccisa dalla virtualizzazione, mentre la specie umana si preparava a un’esistenza virtuale”

“gli attacchi alle torri furono “l’evento principale, quello da cui sono derivati tutti gli altri, l’evento perfetto che unisce in sé tutti gli eventi che non sono mai accaduti.."

“gli attacchi dell’11 settembre rappresentavano un nuovo tipo di terrorismo, che mostrava una “forma di azione che sta alle regole del gioco, che le stabilisce, esclusivamente con l’obiettivo di infrangerle … ed impossessarsi di tutte le armi del potere dominante”

“Gli attacchi avevano evocato uno spettro di terrore che faceva credere che il sistema stesso della globalizzazione e il capitalismo e la cultura occidentali fossero minacciati dallo spirito del terrorismo e da possibili attacchi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo“

"La condanna morale e l’unione sacra contro il terrorismo sono direttamente proporzionali alla prodigiosa esultanza provata nell’aver visto questa superpotenza globale distrutta”

“è il modello terrorista che provoca un eccesso di realtà e fa crollare il sistema al di sotto di quell’eccesso”

gli attacchi dell’11 settembre rappresentavano lo scontro della globalizzazione trionfante in guerra contro se stessa e inauguravano una 4°guerra mondiale”

http://www.masadweb.org

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 08.03.07 17:05| 
 |
Rispondi al commento

non lo sapevo.... che i disobbedienti adesso si chiamano COMUCRIstiani......

silvia bada 08.03.07 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON CI SI CREDE!

Roma, 8 mar. - (Adnkronos) - ''Ci sono tutte le condizioni per votare contro. Ma se ricomincia la danza e va in scena un'altra commediola come l'altra volta, 'se non ci sono i voti c'e' la crisi e siamo tutti rovinati', allora esco dall'Aula. Ma altrimenti voto no". Cosi' il senatore Fernando Rossi, ex Pdci, esprime al quotidiano on line 'Affaritaliani.it' la sua posizione sul decreto che rifinanzia la missione in Afghanistan.

Roma, 8 mar. - (Adnkronos) - "Non ho cambiato idea, confermo che votero' no. A maggior ragione visto quello che sta accadendo". Il senatore Franco Turigliatto, espulso da Rifondazione comunista, annuncia al quotidiano online 'Affaritaliani.it' che votera' contro la missione in Afghanistan quando il decreto arrivera' a Palazzo Madama.

Roma, 8 mar. (Adnkronos) - ''Sono soddisfatto. Mi sembra che meglio di cosi' non poteva andare''. Cosi' il premier Romano Prodi commenta il voto della Camera sul decreto di rifinanziamento delle missioni italiane all'estero, parlando con i giornalisti prima di rientrare a palazzo Chigi.

…..davvero davvero!

-----> per l'appunto....

il voto è stato dato alla camera e quelli sono senatori, fin quì ci arrivo...... ma che il salame è soddisfatto e sereno non ci arrico prorpio. ciccio....

silvia bada 08.03.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

e mi ritrovo come sempre a:
1. leggere
2. sdegnarmi
3. chiedermi il perchè di queste cose e, subito dopo... il perchè il nostro grande beppe non decida una volta per tutte di scendere in campo, riportare un equilibrio dove ormai proprio non c'è più...

beppe, tu che puoi... scendi in campo e riporta le cose allo stato che il senso civico e la ragione richiedono... non ignorarci, siamo in tanti!

Ada Fluvina 08.03.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI: NO A MISSIONE AFGHANISTAN SOLO SE CI FOSSE UNA STRATEGIA DI TUTTO IL CENTRODESTRA

Ti proponiamo l’intervista rilasciata dal Presidente Silvio Berlusconi al quotidiano "Libero" giovedì 8 marzo 2007...


"Accetto anche stavolta il consiglio del direttore Feltri: lavorerò per ricucire. Come ho sempre fatto. Ho avuto tanta pazienza in questi anni: credo che tutti me la debbano riconoscere. Ma non dipende solo da me: l’unità del centrodestra la si costruisce insieme”.Mentre il Cavaliere parla, sul tavolo plana l’ultimo sondaggio prodotto dalla società americana, quella che in campagna elettorale tutti prendevano in giro perché lo dava in costante rimonta. “Silvio dà i numeri”, sfottevano a sinistra. La notte del 10 aprile quelle risate sarebbero diventate bocche cucite. Ora nessuno scherza più sui numeri di Euromedia Research. E se sta scritto che il 58,4 per cento degli elettori ha fiducia in lui e che al contrario Prodi ne ha solo il 30 per cento, conviene crederci. E se il centrodestra vola al 52,2 per cento senza l’Udc di Casini (con lui farebbero il 57 per cento) contro il 42,5 del centrosinistra, è meglio ragionarci su..."


Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento

La patafisica

Copio:

Ieri e’ mancato il pensatore, filosofo, intellettuale francese Jean Baudrillard.
E' stato un precursore, sotto molti aspetti.
Nella seconda meta' degli anni sessanta scrisse tre libri "Il sistema degli oggetti", "La societa' consumistica" e "Critica all'economia politica del segno" in cui , in piena fase acritica della societa' consumistica, si avventurava in uno studio sugli oggetti, sulla loro simbologia e sul riflesso che questi simboli determinavano e avrebbero determinato in maniera sempre piu' preponderante sul sistema e sulle organizzazioni sociali.
Contestualmente, in questi primi libri, vi fu anche una critica al "valore d'uso e valore di scambio"marxista, o meglio, Baudrillard sosteneva la loro inadeguatezza.
Pensava che si dovesse attribuire a questi "valori" dei simboli, appunto e che in virtu' di questa attribuzione traessero, quindi, origine i cosiddetti bisogni imposti, fondamento principe della societa' dei consumi.
Nel ‘68 definiva l'alienazione come elemento strutturale ed imprescindibile per qualsiasi societa' di mercato. Dove tutto e’ alienabile.
Con gli anni, la critica al marxismo si fece piu' marcata e la sua posizione si radicalizzo': sosteneva che esso fosse inadeguato, come alternativa al sistema capitalistico, sostanzialmente perche’ aveva una posizione che ruotava attorno al prodotto e non prendeva in considerazione altri elementi fondamentali come il tribalismo o le religioni…
Fu un sostenitore della "patafisica"


http://www.masadweb.org

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 08.03.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Splendido il risultato per il microscopio elettronico. Ora vorremmo rimanere informati sui risultati del suo utilizzo.

Erio Calderara 08.03.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aspttiamoci anche la privatizzazione dell' aria oramai non ci si stupisce ma queste persone al futuro dei loro figli non ci pensano? xchè di questo passo l' intero pianeta andrà distrutto o mi sbaglio

fabrizio liviotti 08.03.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento

SONO DELLE MERDE !!

paolo tumolo Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

LA GROTTA DELLA DRAGONARA
LA GROTTA DELLA DRAGONARA

Sulla spiaggia di Miseno è l’ingresso della Grotta della Dragonara, imponente cisterna scavata completamente nel tufo con copertura voltata a botte, divisa all’interno in cinque navate da quattro file di pilastri alquanto irregolari.

La struttura può considerarsi lo sviluppo in grande di altre simili nell’area flegrea. A Baia, per esempio, una cisterna scavata nel tufo retta da quattro pilastri fu realizzata nel costone tufaceo all’incrocio tra le vie Lucullo e Fusaro.

Nella volta della cisterna si aprono tre lucernari dotati di scale, che conducono al di sopra della cisterna stessa. Scavi effettuati anni addietro nella zona portarono alla scoperta dei resti mal conservati di un ninfeo e di cisterne.

La presenza sul lato ovest della Dragonara di una fonte d’acqua dolce, utilizzata forse già dai Saraceni ma certo fino ad alcuni decenni fa dagli abitanti del luogo, lascia pensare che questa e le altre cisterne fossero utilizzate per la villa marittima attribuita a Lucullo.

Nelle vicinanze, infatti, si individuano una serie di ambienti (ninfei e peschiere), attualmente semisommersi tra la spiaggia e il costone.

Che la cisterna fosse a uso privato si deduce dall’esistenza della Piscina Mirabile, certamente pubblica e di maggiore capacità, e in grado di canalizzare più funzionalmente l’acqua del Serino per erogarla direttamente alla flotta e alla colonia marittima.

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 16:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

'O puzzaro (Il manutentore di pozzi)

Molte case del centro storico di Napoli, in ogni caso, conservano ancora oggi l’accesso agli antichi pozzi dai quali era (ed è) possibile attingere acqua.

Ma chi provvedeva alle pulizie periodiche ed alla “manutenzione” dell’impianto?

C’era ‘o puzzaro che, assicurato da robuste corde, si calava nel pozzo fino a raggiungere le cavità sotterranee per eliminare i detriti (e non solo quelli!) che si accumulavano col tempo rendendo l’acqua imbevibile.

Qualche volta ‘o puzzaro era convocato d’urgenza per recuperare oggetti od animali domestici caduti accidentalmente o per rintracciare, su mandato della gendarmeria, ricercati che, per sfuggire al “delegato di polizia”, si calavano negli sconosciuti anfratti della Napoli sotterranea.

Gli ultimi pozzari hanno contribuito notevolmente a redigere una mappa del sottosuolo della città, per secoli sconosciuto, ignorato e sfruttato senza raziocinio come cava di tufo e scarico di rifiuti.


scusate, ma in quale posto d'italia manca l'acqua ?

al sud ? ma li e' un'altro mondo, e con i soldi che il nord ha dato free al sud potevano costruirsi un paio di monti tipo bianco e rosa... e costruirsela da loro l'acqua

..... so, so, avete ragione: giu' al sud le organizzazioni mafiose e politiche si mangerebbero fuori anche le montagne.

... ma fa piu' male vedere svenduta l'italia acquifera alle multinazionali grazie a sindacalisti ideologizzati, incapaci perche' con paraocchi politici,ciechi industrialmente parlando che non sapevano e non vedevano l'andamento industriale dell'italia negli anni passati, buoni solo a far sciopero per le minime cretinate mondiali.
..........oltre ai soliti politicanti da 4 soldi di sinistra incapaci, bugiardi e infinocchiatori.

sinistra, rovina della terra !!!

umberta rossi (pdn) Commentatore certificato 08.03.07 16:43| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Ettoruccio torna al giulivo...

PS: chi legge i miei commenti sa bene che non sono ne ideologizzato ne allineato a sx o dx. Lo stesso non si può dire di te, quindi: chi è il pecorone?
In quanto alla cultura lascia parlare chi ci conosce di persona, qui sul blog ti rendi ridicolo a fare l'intellettuale con le finestre di wikipedia aperte e sovrapposte.

Buona Giornata incauto navigatore.
Maurizio G. Cataldo Commentatore certificato 08.03.07 11:52

Cataldo, se tu avessi un minimo di perspicacia, avresti compreso da solo che Ettore Muti non ha niente a che vedere con i berluscones del Giulivo, ma tant'è...

ettore muti 08.03.07 16:38| 
 |
Rispondi al commento

perchè non ti studi a modino "il libro nero del comunismo" è vero che l'ha stampato lo psiconano ma è il frutto di ricerche di storici francesi socialisti. sono solo 700 pagine e vedrai che il numero dei morti che il comunismo ha provocato in un solo secolo è superiore alla somma della popolazione dei secoli passati!!!
marco aurelio 08.03.07 16:20

Non leggo libri oltre le 50 pagine, ma offri uno spunto di discussione interessante. Per l'analogia Cristianesimo - Totalitarismo Criminale il comunismo è ottimo. I caratteri sono gli stessi però lo sono anche gli esiti pratici, nonostante la sconfitta storica del comunismo.
Fare il segno della croce e sbandierare un pugno chiuso sono nella normalità. Il saluto romano è da "criminali". Il Fascismo calza di più.

Massimo Bolli (a io piacciono le colte letture) Commentatore certificato 08.03.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciò è dovuto al fatto che le acque di acquedotto o di fogne, trovano quasi sempre una via preferenziale verso i vecchi pozzi, per cui si innesca un vuoto che procede verso l'alto e si rende palese solo allorché in esso crolla l'ultimo strato, costituito o da solai di terranei o dalla massicciata delle stesse strade.Dopo circa 20 anni di scavi e di bonifica, oggi è possibile conoscere una pagina inedita della storia di Napoli.

Nelle visite guidate nel sottosuolo, si va sotto i Quartieri Spagnoli, si possono ammirare le vecchie cisterne dell'acquedotto del Carmignano e si possono rivivere le sensazioni di chi vi si rifugiò durante la guerra. Sulle mura sono graffite pagine di storia, nomi e caricature di personalità che hanno fatto la storia di Napoli e dell’Italia, costumi dell'epoca, soldati di varie nazioni, date.

Si possono leggere esternazioni a volte ingenue, a volte salaci, fatte da coloro che, essendo costretti a vivere sotto terra come talpe per salvare la vita, vollero tramandare ai posteri le loro considerazioni, la loro rabbia, la loro disperazione.

Una curiosità: nessun graffito è datato prima del Settembre 43.

Dimenticavo: si poteva attingere acqua direttamente dall'interno delle case o dai cortili comuni ed esistevano "pozzari", addetti alla manutenzione di aree determinate, distinte da propri contrassegni. Io sono nato in Via Foria 154, in una casa situata al secondo piano che, nel locale adibito a cucina, ha un pozzo dal quale è possibile attingere acqua.

La casa esiste ancora, con il pozzo e con l’acqua.

(Fine)

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 16:32| 
 |
Rispondi al commento

La gente si sta organizzando. Solo che non è ascoltata: nel mio paese (bassa bresciana) abbiamo raccolto quasi 500 firme chiedendo al sindaco di attivarsi perchè il nostro acquedotto resti pubblico (da noi l'ATO ha deciso per l'affidamento a società mista, 60% pubblica e 40% privata). Anche nel paese vicino sono state raccolte più di 600 firme. Il nostro sindaco si è detto preoccupato per questa specie di "esproprio" del bene acqua di proprietà PUBBLICA operato dall'ATO a favore della gestione privata. Posizione ribadita nell'assemblea pubblica in cui gli abbiamo consegnato le firme. Ma alla prova dei fatti,cioè quando si tratta di andare ad approvare gli atti che consentono all'ATO di privatizzare sempre di più, i Comuni deliberano. Per non essere commissariati: perchè la legge consente all'ATO di far adottare D'IMPERIO gli atti amministrativi con poteri sostitutivi nei confronti dei consigli comunali. Grazie a questo bel sistema democratico e partecipativo, nella nostra provincia l'ATO, da assemblea dei 208 comuni, è trasformato in CONSORZIO di diritto privato, dove un consiglio di amministrazione di 10 soggetti definiti rappresentativi (da chi, non si sa) deciderà sull'acqua di 1.000.000 di persone. Altro che darcela a bere, ormai siamo obbligati a ingoiare di tutto e di più, senza poter alcuno. Chi si sta SVEGLIANDO sono i comuni delle nostre valli, abituati ad amministrare secondo la logica delle COMUNITA' MONTANE, ovvero per comprensori omogenei, gestendo secondo logiche di condivisione le risorse comuni, ben conoscendo l'importanza dei loro bacini idrici. Traduzione: piccolo e pubblico è bello, e sicuramente MEGLIO di quei mostri insaziabili inventati per prosciugare le nostre tasche in nome del nostro bene. Continua a chiedere una FIRMA SULLA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE SULL'ACQUA PUBBLICA. Magari te, che sei un comico, ti ascoltano. (ATO: Ambito territoriale ottimale, formato dei comuni dell'ambti. Puo funzionare: chiedetelo a Lodi)

Maria Faita 08.03.07 16:31| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

se dicevo un privato che investe un capitale personale per produrre reddito e lavoro, ha giustamente diritto a un guadagno superiore a colui che produce per suo conto, in quanto il soggetto che investe corre un rischio personale
che il sottoposto non corre

Marco F,i.a,s.c.h,i. 08.03.07 15:50

POSSO DARTI PER SICURO CHE MOLTI PICCOLI IMPRENDITORI GUADAGNANO POCO PIU' DEI LORO DIPENDENTI. MOLTO SPESSO FALLISCONO PERCHE' LA CONCORRENZA DALL'ESTERO E' SPIETATA E A VOLTE SONO COSTRETTI AD EVADERE QUALCOSA DAL FISCO, EPPURE NON NAVIGANO NELL'ORO. OGGI IN ITALIA L'IMPRESA E' TARTASSATA. CON QUESTO NON VOGLIO DIRE CHE SIA GIUSTO GIUNGERE A SOLUZIONI ESTREME DI LAVORO FLESSIBILE CHE SI TRADUCE IN PRECARIATO PER I GIOVANI LAVORATORI. PERO' LE AZIENDE VANNO SICURAMENTE AIUTATE DAL PUNTO DI VISTA FISCALE E CONTROLLATE AFFINCHE' NON SI GIUNGA A QUELLE DEVIAZIONI DEL CAPITALISMO CHE TUTTI BEN CONOSCIAMO.

QUELLO CHE BISOGNEREBBE EVITARE E' IL FORMARSI DI LOBBY MONOPOLISTICHE CHE UCCIDONO IL SANO CAPITALISMO, CHE UCCIDONO LA LIBERA CONCORRENZA, CHE SFRUTTANO GLI UTILI PER DIVIDERLI CON GLI AZIONISTI ANZICHE' TRADURLI IN SERVIZI MIGLIORI.

NON SEMPRE SONO D'ACCORDO CON GRILLO PERO' STAVOLTA CONDIVIDO IL SUO DISCORSO SULL'ACQUA, E SULLA TELEFONIA. SECONDO ME LE FORME PARASSITARIE CHE INTENDI TU SONO PROPRIO QUESTE. MA QUESTO NON E' CAPITALISMO, SONO DEVIAZIONI CHE UN GOVERNO DEVE INTERROMPERE.

AUTOSTRADE SPA, AD ESEMPIO, FARA' PRIMA GLI INTERESSI DEI PROPRI AZIONISTI, E SOLO DOPO AVRA' A CUORE L'INTERESSE DELL'AUTOMOBILISTA. PRIMA DI FARE UN'OPERA NECESSARIA, GUARDERA' SE GLI CONVIENE FARLA, E NEL CASO TENTERA' IN QUALCHE MODO DI NON FARLA, SE QUESTO COMPORTA RISCHI PER I SUOI AZIONISTI.

TELECOM E GLI ALTRI GESTORI DI TELEFONIA CI HANNO RIEMPITO DI BALZELLI PERCHE' NESSUN GOVERNO E' STATO CAPACE DI METTERSI CONTRO QUESTO STATO DI COSE. QUESTO STATO DI COSE UCCIDE IL SANO CAPITALISMO CHE E' FATTO DI CONCORRENZA LEALE E DI SERVIZI DA OFFRIRE AL CITTADINO.

Dario Mantova 08.03.07 16:30| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ovviamente, le cisterne destinate a conservare l’acqua non erano un modello di igiene e spesso contribuirono alla diffusione di malanni ed epidemie per cui nel 1885, dopo una tremenda epidemia di colera, fu abbandonato l'uso del vecchio sistema di distribuzione idrica per adottare il nuovo acquedotto, che ancora è in funzione e che, a giudizio di molti esperti, non ha risolto questo secolare problema.

L'ultimo intervento sul sottosuolo fu imposto da avvenimenti che hanno lasciato un’impronta indelebile e cicatrici incancellabili nelle caratteristiche urbane e sociali della vecchia città. Faccio riferimento alla seconda guerra mondiale, quando per offrire rifugi sicuri alla popolazione si decise di adattare le strutture dell'antico acquedotto alle esigenze dei cittadini.

Furono allestiti in tutta Napoli 369 ricoveri in grotta e 247 ricoveri anticrollo. Un elenco ufficiale del Ministero degli Interni del 1939 annoverava 616 indirizzi che portavano nei 436 ricoveri suddetti, alcuni dei quali con più di un accesso.Finita la guerra, per la mancanza di mezzi di trasporto e per la nota sciatteria dei napoletani, che ci ostiniamo a definire furberia, quasi tutte le macerie furono scaricate nel sottosuolo, quasi a voler seppellire con esse, anche tutti i ricordi di quel triste periodo.

Fino alla fine degli anni '60 non si è più parlato del sottosuolo, anche se molti continuavano ad utilizzare i pozzi come discariche. Dal 1968, però, cominciarono a verificarsi dissesti e sprofondamenti dovuti essenzialmente a rotture di fogne o perdite del nuovo acquedotto: tali inconvenienti, che in tutte le città del mondo si evidenziano con rigurgiti di liquami in superficie o allagamenti, a Napoli invece, proprio per la presenza del vasto sottosuolo cavo, si palesano con grosse voragini.

(segue)

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 16:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nei secoli successivi l’espansione della città, con la conseguente, crescente necessità di materiale da costruzione, indusse gli abitanti del luogo a scavi sempre più estesi e alla realizzazione di un vero e proprio acquedotto che permetteva di raccogliere e distribuire acqua potabile grazie ad una serie di cisterne ingegnosamente collegate ad una fitta rete di cunicoli.

Tale tendenza crebbe ulteriormente durante il dominio dei romani che, sfruttando le loro ben note capacità, ampliarono a perfezionarono l’esistente acquedotto facendo di Napoli una delle città meglio servite dell’epoca. Alla creazione della “città che poggia sul vuoto” contribuirono, nei secoli successivi, altri avvenimenti che cercheremo di schematizzare:

- A partire dal 1266, con l'avvento degli Angioini, la città conobbe una grande espansione urbanistica con conseguente incremento dell'estrazione del tufo dal sottosuolo per costruire nuovi edifici;

- Per evitare l’espansione incontrollata della città, fra il 1588 ed il 1615, alcuni editti proibirono l'introduzione di materiali da costruzione entro la cinta urbana e i cittadini, per evitare sanzioni e soddisfare la necessità d’ampliamento urbanistico, pensarono bene di estrarre il tufo sottostante la città, sfruttando i pozzi già esistenti, ampliando le cisterne destinate a contenere l'acqua potabile e ricavandone di nuove.

Vale la pena di ricordare che questo tipo d’estrazione, che avveniva dall'alto verso il basso, richiedeva tecniche particolari al fine di garantire la stabilità del sottosuolo ed evitare crolli indesiderati e che non tutti furono all’altezza del compito.

(segue)

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 16:25| 
 |
Rispondi al commento

E PENSARE CHE I PARASSITI CHE PROFITTANO DELLE LORO POSIZIONI DI POTERE, PER FAR DANNI ALLA COLLETTIVITA', PER PROCURARSI PROFITTO, SONO UNA NETTA MINORANZA, E NOI INFINITAMENTE DI PIU'. POTREMMO RIVOLTARCI E ANDARLI A SCOVARE NELLE LORO LUSSUOSE DIMORE E FARE COME NELLA RIVOLUZIONE FRANCESE. MA DA CHI COMINCIAMO? E CHI PARTE PER PRIMO? SALUTI DISILLUSI

Francesco Manfredi 08.03.07 16:24| 
 |
Rispondi al commento

.... il buon fassino sottolineava che la statistica è una scienza esatta (parte del testo censurato nel commento precedente....)

giovanni dimichele 08.03.07 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, se puoi, passa questo documento alla Dottoressa Gatti
Grazie.


http://www.rapportiparlamento.it/bioetica/testi/Nanoscienze_Nanotecnologie.pdf

Biagio . Commentatore certificato 08.03.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento


Napoli sotterranea: come e perché

I poeti e gli autori nati all’ombra del Vesuvio sono stati, da sempre, concordi nell’attribuire al Signore sentimenti di particolare affetto nei riguardi della loro città. Cominciò Polibio affermando che, conquistati dalla sua bellezza e dalla sua fecondità, gli dei se ne contendevano il possesso e tale tradizione continua ancora oggi, splendidamente perpetuata da Capurro, E.A.Mario, Bovio, Di Giacomo e via discorrendo.

Tutti sono concordi nell’affermare che, in un momento di buonumore, il Signore si è divertito ad elargire ai napoletani autentici tesori, purtroppo frettolosamente e scriteriatamente dilapidati. Tra l’altro, nell’intento di non fare lavorare troppo i suoi simpatici scugnizzi, il Creatore pensò bene di mettere sotto i loro piedi un eccellente materiale da costruzione, facilmente estraibile, immediatamente utilizzabile e, particolare non trascurabile, gratuito.

L’esistenza di Napoli sotterranea è legata proprio a tale elargizione poiché il sottosuolo della città è composto di roccia tufacea che ha caratteristiche di leggerezza, friabilità e stabilità del tutto particolari. I primi a sfruttare le caratteristiche geologiche del territorio furono i Greci che, a partire dal 470 a.C., diedero inizio alla crescita di quel mondo affascinante che è la Napoli sotterranea.

E’ facile arguire come gli intenti dei greci non fossero artistici poiché le trasformazioni furono dettate da esigenze d’approvvigionamento idrico e dalla necessità di recuperare materiale da costruzione per erigere gli edifici di Neapolis.

Le cavità create per prelevare i blocchi tufacei utilizzati come mattoni furono utilizzate, infatti, come cisterne sotterranee adibite alla raccolta d’acque piovane.

(segue)

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 08.03.07 16:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

So che non centra nulla con il post di oggi ma quest è un scoop che deve essere reso noto al popolo dei blog.
Oggi ho ascoltato al tg1 un'intervista di fassino (cadaverico più del solito....) che attaccava berlusconi in quanto quest'ultimo negava l'evidenza di risultati statistici. Inoltre per rafforzare la sua tesi sottolineava. > Una scienza esatta?
Forse il buon fassino si riferiva al sondaggio in cui risulta che:
"Cosa fanno gli uomini italiani dopo aver fatto l'amore?
Il 5% si gira dall'altra parte e dorme; il 9% si alza e va in cucina a bere un bicchiere; il 15% fuma una sigaretta. E il restante 71 si alza, si veste e torna a casa dalla moglie!"
Ci permetta di ridere alle sue st....zate onorevole

giovanni dimichele 08.03.07 16:20| 
 |
Rispondi al commento

AZIONE DIRETTA PER FARCI SENTIRE:

Aboliamo i privilegi parlamentari

http://www.petitiononline.com/06032007/petition.html

Gianfranco C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI SCUSATE SE PARLO DI ALTRO!!!!
TRA QUALCHE GIORNO PER TUTTI I DIPENDENTI AVVERRA' UNA SCELTA OBLIGATA, LA DESTINAZIONE DEL TFR.
STATE ATTENTI, LO STATO HA BISOGNO DI DANARO BELLO E FRESCO, ECCO PERCHE HA FATTO QS.
IL FONDO DI DESTNAZIONE I.N.P.S è UNA VORAGINE, UN'ABISSO SENZA FINE DOVE TUTTI ATTINGONO.
LASCIATE I "VOSTRI" SOLDI AL DATORE DI LAVORO,NEL CASO VI DOVESSE FREGARE, ALMENO AVETE LA CHANCE DI SAPERE CON CHI PRENDERVELA.

francesco igo 08.03.07 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Qualche settimana fa sentivo l'ex ministro TREMONTI che parlava in maniera negativa delle liberalizzazioni di BERSANI.

Mentre riflettevo su cosa avesse fatto TREMONTI, ho sentito il prosieguo del suo discorso che verteva su una ben più importante, a suo parere, liberalizzazione, quella dell'acqua potabile!
Già solo l'aver attaccato gli interventi fatti da Bersani aveva suscitato in me un qualche disappunto.
Ma sentire affermare che è prioritario liberalizzare l'acqua potabile e che lui avrebbe fatto qualcosa subito, mi ha fatto paura.

In un mercato come quello italiano dove non esiste la concorrenza, dove i consumatori sono tartassati da tutti, energetici, farmaceutici, assicurazioni, telefonici, quale speranza rimarrebbe se pure l'acqua potabile finisse in mano ai "monopoli privati"?

La risposta l'abbiamo vista in trasmissioni come Report, in tutte le città dove si è privatizzata l'acqua, si vivono situazioni agghiaccianti, bollette raddoppiate e triplicate nell'arco di mesi a fronte di un servizio del tutto uguale a quello comunale. Pensionati che diventano morosi, costretti a decidere se pagarsi gli alimenti o diventare fuorilegge.

Gli interessi sono forti, si tratta di milioni di euro da raccogliere, le società che guadagneranno da questa situazione hanno schierato, come sempre succede nel nostro paese, alcuni politici per fare i loro interessi, pronti ad un nuovo scambio di favori. Il legame che unisce il denaro al potere è sempre più importante di quello che unisce i politici ai cittadini.

Mario Amabile Commentatore certificato 08.03.07 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le rivoluzioni per settore lasciano il tempo che trovano.Sono parole inutili.Tempo perso.
Due sole rivoluzioni hanno prodotto eguaglianza
per alcuni anni:Rivoluzione Francese e Russa.
Aldila' di questi due brevi periodi e' sempre stata vigente in ogni luogo ed in ogni tempo la legge del Menga.
A propostito, la novita' Amato-Prodi con la maggioranza mobile, non e' una novita'.
Gia Moro imbarco' Berlinguer nel 1976 con la maggioranza parlamentare-programmatica.
A Moro non porto' fortuna, speriamo che anche a Prodi non faccia cosi' Male.

Steva Marino 08.03.07 15:59| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magari la religione fosse solo una mistificazione da oppiaceo!
Volendo essere buoni, Cristianesimo e Fascismo hanno un valore condiviso fondamentale:
una ideologia politica che ha lati positivi e aspetti oscuri e in entrambi i casi, un'applicazione di essa che si è rivelata con tutti i connotati del crimine (e non parlo solo di guerre sante o sante inquisizioni). Crimini molto più efferati per quanto riguarda il Cristianesimo.
Perchè si criminalizza chi, scioccamente, è nostalgico del Duce alla carbonara, e non si processa per direttissima uno che segue la messa ogni domenica?

Massimo Bolli (a io piacciono le colte letture) Commentatore certificato 08.03.07 15:57| 
 |
Rispondi al commento

MENTRE REINVESTIRE IL CAPITALE SIGNIFICA MOLTO SPESSO ESPLORLO AL RISCHIO DI PERDERLO, ED E' QUESTO RISCHIO CHE UNA CERTA SINISTRA NON VUOLE RICONOSCERE. LA TUA ANALISI DEL COSIDETTO CETO BORGHESE ED IMPRENDITORE MI PARE MOLTO APROSSIMATIVA, SCOLPITA ROZZAMENTE CON L'ACCETTA.

Dario Mantova 08.03.07 14:38 | Rispondi al commento |
Vota commento

la classe parassita e quella che non produce che bazzica dentro e attorno alla corte di palazzo raccogliendo a volte gli avanzi (per chi e attorno) a volte il piatto pieno (per chi e dentro)

per il resto non so che dirti uno non mi pare il posto per mettersi a fare trattati di sociologia,
primo non sono un sociologo, secondo degli esempi per quanto "rozzi" rendono bene l'idea e sono di facile comprensione per tutti.
Per il resto se ci tieni a controllare la forma facendo finta di non comprenderne il contenuto fai pure

se dicevo un privato che investe un capitale personale per produrre reddito e lavoro, ha giustamente diritto a un guadagno superiore a colui che produce per suo conto, in quanto il soggetto che investe corre un rischio personale
che il sottoposto non corre, il quale pero', nonostante non abbia diritto di pretendere un tenore di vita economico pari al soggetto investitore, ha comunque diritto a un reddito che consenta un tenore di vita dignitoso e privo di stenti per lui e i componenti del suo nucleo familiare andava meglio

Marco F,i.a,s.c.h,i. 08.03.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

@@
Ricca,recita il post,ha intervistato
1)Giuseppe altamore di famiglia "cristiana".
2)Riccardo Petrella,professore emerito(emerito come CoSSiga?)dell'universitè catholique di Lovanio(Belgio).

Vista la loro "cattolicità" chissa quante balle raccontano.Tanto per cominciare la legge Galli non è del 1992 ma del 1994.Ed è esattamente la legge 36 del 05/01/1994.
Diffidate dei cattolici,loro falsificano tutto.
Poi,una volta scoperti,diranno che:"l'hanno fatto per il tuo bene".

I cattolici vanno messi al rogo.
Hanno combinato più scempi delle armate di tutti i tempi.Eppure sono ancora ascoltati e riveriti.
Questo è un altro irrisolvibile mistero.

joseph pane 08.03.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

FORZA BEPPE!
Oggi hai acquisito un nuovo sostenitore ;)

NON ARRENDERTI! SIAMO CON TE!

Max Gallo Commentatore certificato 08.03.07 15:47| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Non prendo nemmeno in considerazione il fatto di leggere lo scritto di Grillo. Sarà il solito ciarpame. E allora gli faccio un favore e scrivo qualcosa su cui si può realmente aprire un dibattito. Sto scrivendo un saggio sulle analogie tra Cristianesimo e altri crimini (o considerati tali) e altri malsani costumi.
Solo alcuni: Cristianesimo e Pornografia, Cristianesimo e Pedofilia, Cristianesimo e Totalitarismo.
Oggi vi illustrerò quest'ultimo. Prendo ad esempio il Fascismo (lo scopo è quello di rendere intellegibile il pensiero alla maggior parte di voi, quindi prendo il totalitarismo all'amatriciana del Duce).

Dopo aver riscontrato semplici analogie criminali, sia per caratteri qualitativi sia quantitivi (quantità che vedono in netto svantaggio il Fascismo) e che risultano ampiamente banali e certificate, la mia domanda è:

Perchè il saluto romano è (o era) considerato apologia di reato, punibile penalmente, e il segno della Croce no?
Il segno della croce non è altrettanta icona di crimini perpetrati contro l'Umanità tutta?

Sicuro del valore aggiunto che porterete al mio pensiero, vi saluto con immutata stima.

In fede,
Massimo Bolli

Massimo Bolli (a io piacciono le colte letture) Commentatore certificato 08.03.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anno zero, ho aperto una discussione e un sondaggio, votate tutti al sondaggio almeno.

http://www.forum.rai.it/index.php?showforum=194

Partecipate tutti, più post ci saranno più sarà data importanza all'argomento e più facilmente sarà portato in discussione nel programma.

salvatore d'urso Commentatore certificato 08.03.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo in un mondo nel quale ciascuno di noi è solo una pulce tra miliardi di altre pulci e dove pochi elefanti pretendono di sapere e stabilire cosa sia meglio per tutti. Se le pulci osassero però scagliarsi tutte insieme contro gli elefanti potremmo forse fare un mondo di sole pulci, che certamente saprebbero meglio di chiunque altro cos'è meglio per se stesse.

Rino Porrovecchio

Rino Porrovecchio (rino porrovecchio) Commentatore certificato 08.03.07 15:41| 
 |
Rispondi al commento

NON CI SI CREDE!

Roma, 8 mar. - (Adnkronos) - ''Ci sono tutte le condizioni per votare contro. Ma se ricomincia la danza e va in scena un'altra commediola come l'altra volta, 'se non ci sono i voti c'e' la crisi e siamo tutti rovinati', allora esco dall'Aula. Ma altrimenti voto no". Cosi' il senatore Fernando Rossi, ex Pdci, esprime al quotidiano on line 'Affaritaliani.it' la sua posizione sul decreto che rifinanzia la missione in Afghanistan.

Roma, 8 mar. - (Adnkronos) - "Non ho cambiato idea, confermo che votero' no. A maggior ragione visto quello che sta accadendo". Il senatore Franco Turigliatto, espulso da Rifondazione comunista, annuncia al quotidiano online 'Affaritaliani.it' che votera' contro la missione in Afghanistan quando il decreto arrivera' a Palazzo Madama.

Roma, 8 mar. (Adnkronos) - ''Sono soddisfatto. Mi sembra che meglio di cosi' non poteva andare''. Cosi' il premier Romano Prodi commenta il voto della Camera sul decreto di rifinanziamento delle missioni italiane all'estero, parlando con i giornalisti prima di rientrare a palazzo Chigi.

…..davvero davvero!

silvia bada 08.03.07 15:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Parlamento Pulito.

Ho aggiunto altri indirizzi ed eliminato alcuni quotidiani meno importanti.

Chiedo la collaborazione di tutti, se davvero volete aiutare il ministro a far si che questa legge diventi realtà allora dateci una mano, DATEVI UNA MANO.


Corriere della Sera = http://www.corriere.it/scrivi/carta.shtml
La Repubblica = repubblicawww@repubblica.it - vzucconi@aol.com
La Stampa = stampaweb@lastampa.it
Il Giorno = DIRETTORE = online@quotidiano.net - VICEDIRETTORE = nazioneonline@quotidiano.net
Il Giornale = SEGRETERIA@ILGIORNALE.IT
Il Messaggero = cronaca@ilmessaggero.it
Il Sole 24 ore = lettere.online@ilsole24ore.com
Il Mattino = posta@ilmattino.it
Libero = redazione@libero-news.it
Italia Oggi = italiaoggi@class.it
Il Secolo XIX = info@ilsecoloxix.it
L'Osservatore Romano = ornet@ossrom.va
Avvenire = lettere@avvenire.it
La Padania = editore@lapadania.net – DIRETTORE = direttore@lapadania.net
Liberazione = politica@liberazione.it
Il Foglio = lettere@ilfoglio.it
Il Tirreno = laposta@iltirreno.it
La Sicilia = segreteria@lasicilia.it
Il Centro = lettere@ilcentro.it
L'Unità = DIREZIONE = direzione@unita.it – POLITICA = politiche@unita.it
Il Manifesto = redazione@ilmanifesto.it
Il Riformista = p.soldini@ilriformista.it

http://www.raiuno.rai.it/FAQ = Porta a porta

ballaro@rai.it = Ballarò


Anno zero = http://www.annozero.rai.it/annozero/default.htm partecipate tutti. IMPORTANTE!!!

Chiedete ai media di trattare l'argomento.

Il blog di Di Pietro = http://www.antoniodipietro.com/2007/03/la_legge_elettorale_e_i_condannati.html

salvatore d'urso Commentatore certificato 08.03.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

giustissimo Beppe...

problema che è tra i fondamentali nella mia zona..

ovvero quello della società "Acqualatina"..

ci stiamo portando avanti...
spero che tutto torni alla normalità..


è inconcepibile.. dover pagare una bolletta di 1000euro di acqua...!!

cosa che è capitata alla mia famiglia..
ma anche ad altri miei concittadini

Gabriele Grillo 08.03.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

"Quale speculazione migliore della vita umana?"?!...

...forse... un giorno... quella divina!

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Tua madre ti sembra forse priva di colpe???

C. Forni 08.03.07 15:03

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

IO PERLOMENO UNA MADRE CE L'HO,

...MA TU L'HAI MAI CONOSCIUTA TU MADRE ???

j.uan m.iranda 08.03.07 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN MONDO A MISURA DI BAMBINO
IL GRANDE EVENTO DI MILANO 14 LUGLIO 2007
ARIA PULITA - MOTORE DI SCHIETTI

@@@@ Non credo riuscirete a costruire tutti gli anni 100 mila giardinetti, siete degli esagerati e non otterrete nulla...---

Signora, due pezzi di legno, tre sacchi di cemento e qualche pezzo di ferro per fare un'altalena, uno scivolo e una palizzata costano poche migliaia di euro.

Ci mettiamo dentro qualche semente, il disegno di un architetto, due lampioncini alimentati con una Pila Zamboni e poi se lo costruiscono loro.

Se non son capaci di costruirselo, di trovare dei sassi con cui fare un ciotolato e dei muretti, di bagnare le piante, noi non glielo faremo di certo.

Però li possiamo aiutare a fare delle aziendine per migliorare l'economia locale... a creare dei volontari che si occupino della manutenzione del verde e possiamo offrire tutta la consulenza che vorranno via internet.

Noi una volta che avremo indivuato il punto in cui agire, rispetto ai giardinetti, faremo solo un bel pacco e gli manderemo giù qualche pezzo da montare.

L'anno dopo magari gliene ne manderemmo qualche altro.

Paoola Dootti (paola dtt) Commentatore certificato 08.03.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento

"Il governo agisca prima che lo facciano i cittadini da soli" è davvero bellissima. Abbiamo un governo in Italia? Ci sono davvero cittadini capaci di agire da soli? A Carini, in provincia di Palermo, l'acqua è gestita dalla So.R.I. (Società ricerche idriche) il cui proprietario anni addietro è stato inquisito per mafia ed i cui pozzi son stati per un certo tempo sequestrati. Oggi alla So.R.I. il comune di Carini (gestione di centro-destra col sindaco Gaetano La Fata) ha anche affidato il compito di incassare le somme derivanti da una fantomatica attività di bonifica refluo-fognaria. Il controbuto -si dice nella lettera-fattura spedita agli utenti- è dovuto, secondo una sentenza della Corte di Cassazione, anche se non si usufruisce del servizio (magari perchè non si è ancora stati collegati alla rete fognaria pubblica e si dispone di una fossa Imhof spurgata autonomamente). La So.R.I. ha anche recentemente eliminato i contatori dell'acqua dalle immediate vicinanze di ciascuna abitazione ponendoli in modo raggruppato e lontani dall'abitazione, dunque fuori dal controllo dell'utente. Da allora, i consumi degli utenti sono aumentati (magari per l'invio di aria invece che di acqua) e gli scavi per lo spostamento dei contatori son stati effettuati dalla So.R.I., anche in proprietà privata, senza alcuna autorizzazione preventiva e con ripristini stradali fatiscenti. Una vergogna? No, è la norma oggidì. La bolletta dell'acqua la si può pagare solo ed esclusivamente agli sportelli di Banca Nuova (con un costo aggiuntivo in regime di monopolio) perchè la So.R.I. non accetta bonifici d'altro tipo e provenienti da altro istituto. Devo aggiungere altro?

Rino Porrovecchio (rino porrovecchio) Commentatore certificato 08.03.07 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Le guerre sono finanziate da chi consuma il petrolio, cioè da noi stessi. Finanziamo le guerre senza esserne i diretti responsabili.

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=79

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 08.03.07 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Nel teatro della politica c'è sempre un Arlecchino o un Silvio, che toglierà l'ici da una parte, ma la rimetterà da un'altra, in perfetto stile Prodiano come dire: castigat ridendo mores (punisce i costumi ridendo).

Ah, mala tempora current! (corrono brutti tempi!)
E noi siamo presi per il collo.

Un saluto.

Gian Franco

Gian Franco Dominiyanni (domini) 08.03.07 14:

--------------

Bè NON è CHE MI RISULTA CHE ALLA FINE IL SALAME abbia tolto QUALCOSA PER POI rimetterla in un altra........


HA MESSO E BASTA!

silvia bada 08.03.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande beppe mandaci le foto del microscopio!!!!!

riccardo zilli 08.03.07 15:13| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

L'equazione di Einstein è sbagliata,quella giusta è E=m=E=m ossia l'equivalenza tra massa ed energia 1 ad 1 e non 1 miliardo di massa per 1 di energia,i fisici hanno sbagliato altrimenti le centrali nucleari sarebbero gia' esplose.La velocita' della luce non è una costante accelera e decelera.Le centrali nucleari a fusione o ad antimateria ci ammazzeranno tutti perchè sprigionano raggi gamma(neutroni ad alta' velocita' fuori dal nucleo).Si possono chiudere le centrali nucleari a fissione e i pozzi petroliferi,l'energia del presente è la differenza di potenziale,la batteria,in un sistema isolato la carica elettrica è costante,basta aumentare il voltaggio aumentando la resistenza(il filo di rame)che non è una costante.Un televisore di 2000 watt a 200 volt consuma 10 ampere,un televisore di 2000 watt a 1000 volt consuma 2 ampere.Non c'è pericolo di cortocircuito,il chilowattora non esiste nei libri di scuola,esiste solo l'ampere.L'universo è rotondo,una sfera di elio,circondata dal vuoto assoluto,0 gradi kelvin,l'effetto igloo,il freddo che tiene il caldo.Le galassie sono all'interno e ruotano intorno al buco nero centrale,la rimanenza della stella a neutroni originaria.Il tempo è dato dallo scontro tra meta'universo di materia e meta'universo di antimateria ad un intervallo regolare e costante quello di Planck.Le galassie sono ferme ma ruotano,alla stessa velocita' ma quelle piu'vicine al centro piu' lentamente,quelle piu' lontane piu' velocemente,esiste il vuoto all'interno della sfera ma non esiste.Non è difficile da capire è solo logica.Per esempio se ad una corda di 3 metri attacchiamo una pietra ad 1 un metro e un'altra all'estremita' e la facciamo ruotare,le pietre viaggiano alla stessa velocita'ma quella piu' lontano piu' velocemente.La radiazione di fondo 3 gradi kelvin,sono i neutrini(elettroni fusi con gli antielettroni)attraversano la materia,sono lo spirito.Esiste anche l'antineutrino,la rotazione invertita.L'energia è massa per accelerazione per spazio.

Leonardo Graniti 08.03.07 15:11| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spie al servizio del nemico: Mastrogiacomo ha confessato. Turigliatto?

rocco scotellaro 08.03.07 15:10| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

UN MONDO A MISURA DI BAMBINO
IL GRANDE EVENTO DI MILANO 14 LUGLIO 2007
ARIA PULITA - MOTORE DI SCHIETTI

---@@@ Non mi sembra che un fondo basato solo sul dell'elemosina e dei diritti di autore sarebbe fragilissimo, sarebbe milioni di euro tutti gli anni...----

E' arrivata l'esperta che crede che tutti gli altri nel frattempo stiano a guardare?

Se funzionerà (garantiamo il 100% di successo) tutte le città del mondo faranno il loro fondo solidale e tutte pubblicheranno il loro cofanetto collezione e quindi finita la sorpresa del primo evento, le vendite saranno bassissime. Complessivamente verranno acquistati centinaia di milioni di cofanetti all'anno, di migliaia di città diverse, di migliaia di fondi diversi uno dall'altro, ma singolarmente, il cofanetto del fondo milanese per l'infanzia venderà pochi milioni di copie, ma forse nemmeno, alcune centinaia di migliaia.

I diritti televisivi, una volta che la manifestazionesarà avvenuta, saranno poche briciole che arriveranno da qualche programma che trasmetterà pezzi d'epoca.

Invece è importante investire i ricavati in aziende bioetichesolidali in modo che si possano anche raccogliere donazioni, eredità, finanziamenti e utili da investire in protezione dell'infanzia.

In questa maniera tutti gli anni si raccoglierebbero gli utili dalle attività produttive di cui avremmo finanziato l'avviamento senza fare niente altro che riscuotere i dividendi

Invece le attività di raccolta di elemosina e donazioni saranno quindi solo attività marginali concentrate una volta ogni 4 anni nel grande evento.

da
http://domenico-schietti.blogspot.com/2007/03/un-mondo-misura-di-bambino-aria-pulita.html

Paoola Dootti (paola dtt) Commentatore certificato 08.03.07 15:10| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

IL CRISTIANESIMO PROPONE 2 TIPI DI DONNE:
LA MADONNA VERGINE (CAZZZO ANCORA VERGINE NEL 2007 !!) E LA MADDALENA PUTTANA !!

j.uan m.iranda 08.03.07 14:55 | Rispondi al commento
****************************************************************************************************

AL CONTRARIO, SECONDO LA BIBBIA, MENTRE QUALCUNO LAPIDAVA LA DONNA REA DI TRADIMENTO UN SIGNORE DI NOME GESU' INTERVENNE E DISSE.. CHI DI VOI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA!

DUNQUE? L'INSEGNAMENTO C'E', BASTA SAPER LEGGERE!!!

nick name Commentatore certificato 08.03.07 15:08| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

RISCHIAMO DI AFFOGARE IN...

SABATO 10 MARZO 2007
GIORNATA NAZIONALE PER L'ACQUA

Per ulteriori informazioni:
http://www.acquabenecomune.org/
(campagna sostenuta anche da Beppe Grillo)

DAL 17 AL 25 MARZO 2007 SETTIMANA PER L'ACQUA
Mobilitazione straordinaria con banchetti permanenti di raccolta firme in tutte le città iniziative e dibattiti.

Per individuare il comitato più vicino dove poter apporre la firma a sostegno dell'iniziativa:
http://www.acquabenecomune.org/spip.php?rubrique=98

MEZZO BICCHIERE D'ACQUA

By Gian Franco Dominijanni

Gian Franco Dominiyanni (domini) Commentatore certificato 08.03.07 15:02| 
 |
Rispondi al commento

@ Andrea Brizzi

A gionni, sistema chiuso, sistema aperto...lascia perdere.
Se nella fascia a clima temperato (dove noi siamo) si verificano meno precipitazioni, poggia, neve, quella roba lì, le falde acquifere si impoveriscono. E se poi le smerdiamo con l'inquinamento, quelle potabili o sfruttabili per uso umano diminuiscono di numero.
L'acqua è sempre la stessa ma con quella del mare ci facciamo cazzo.
-------------------------------------------------

Sono d'accordo con la tua riflessione, ma io volevo solamente sottolineare il fatto che é una falsitá dire che piove meno.
Piove nella stessa quantitá, anche se come tu ben dici le masse d'acqua provenienti dalle precipitazioni non sempre si riversano sulla terra ferma.
Evidenzierei comunque il fatto che é l'industra una delle principali cause della scarsitá d'acqua potabile.
Per il raffreddamento delle turbine (é un esempio giá riportato) si usa spesso acqua pulita.
Questo é un DELITTO!!!
Poi influiscono molto anche le abitudini di vita.
Americani ed europei sono abituati a consumere quantitá d'acqua procapite da far impallidire milioni di poveri africani.
Quindi la soluzione a breve termine passa per due azioni:

- usare acque di riciclo per l'industria
- ridurre i consumi e adeguare le abitudini di vita ad esigenze sostenibili con l'effettiva quantitá d'acqua disponibile per ogni singolo individuo

Privatizzare l'acqua é comunque un rischio!
Perché l'acqua é un bene necessario all'intera VITA, umana e non umana.
E i profitti sull'acqua non si dovrebbero fare...

Saluti

Jonny Maneschi 08.03.07 15:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

IL CRISTIANESIMO PROPONE 2 TIPI DI DONNE:
LA MADONNA VERGINE (CAZZZO ANCORA VERGINE NEL 2007 !!) E LA MADDALENA PUTTANA !!

****************************************************************************************************

voto ?
10 alla fantasia !

nick name Commentatore certificato 08.03.07 15:01| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ottima notizia quella del microscopio!

Bene Bene e Bene!

Beppe tieniti anche aggiornati sui risultati dei ricercatori del gruppo!

Simone Grassi Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 15:01| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Fantastici! Ore 15:00 raggiunta quota 140.000 firme!!!

Bravi!!!

Avanti così! E divulgate la notizia!

PETIZIONE: AUTO AD IDROGENO SUBITO! (sito di appoggio alla petizione www.automobileidrogeno.com)

Indirizzato alla: COMMISSIONE EUROPEA (DIPARTIMENTO PER L’AMBIENTE)

Noi Italiani vogliamo essere i primi nel mondo a creare una legge che obblighi le multinazionali petrolifere ad installare distributori di idrogeno accanto ai convenzionali distributori di benzina?

CON QUESTA PETIZIONE CHIEDIAMO UNA LEGGE CHE OBBLIGHI LE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO AD INSTALLARE DISTRIBUTORI MULTIENERGY (METANO, IDROGENO) IN OGNI STAZIONE DI SERVIZIO ITALIANA E A PRODURRE IDROGENO UTILIZZANDO ENERGIE ALTERNATIVE! FIRMA PER L’INDIPENDENZA ENERGETICA!

http://www.petitiononline.com/idrogeno/petition-sign.html

Carlo Casella Commentatore certificato 08.03.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

ACQUA PIOVANA
Il Generale Jack.D.Ripper, il comandante americano“ fissato” di una base dell’ Air Force, inizia un piano di attacco per colpire l’Unione Sovietica con armi nucleari. Egli spieghera’ che l’attacco era inteso a comprometere cio' che egli credeva una cospirazione comunista, il minacciare la purezza dell’acqua e i preziosi fluidi umani del popolo americano con acqua fluoridata...

"Vede Mandrake, io bevo solo acqua piovana, e sa’ perche’? Capii che i comunisti stavano minacciando i nostri preziosi fluidi corporei quando cominciai a sentirmi stanco perdendo l’essenza durante il rapporto sessuale...le donne cercano l’essenza vitale, io non evito le donne ma nego loro la mia essenza..”

Il Dottor Stranamore
Ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba
Stanley Kubrick

Alex M. Commentatore certificato 08.03.07 14:56| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

8 MARZO FESTA DELLA DONNA

UNA RIFLESSIONE:

PERCHE' LE RELIGIONI MONOTEISTE CONSIDERANO LA DONNA UN ESSERE DI SERIE B ???

IL CRISTIANESIMO PROPONE 2 TIPI DI DONNE:
LA MADONNA VERGINE (CAZZZO ANCORA VERGINE NEL 2007 !!) E LA MADDALENA PUTTANA !!

UNO DEI PADRI DEL CATTOLICESIMO PEDOFILO E' STATO UNO PSICOPATICO INTEGRALE DI NOME TOMMASO D'ACQUINO CHE SI RIFIUTAVA DI VEDERE PERSINO LA PROPRIA MADRE IN QUANTO LE DONNE LE CONSIDERAVA UNO SBAGLIO DELLA CREAZIONE, UN ERRORE DIVINO !!
(ROTTOINCULO PEDOFILO FINO AL MIDOLLO)

L'ISLAM ADDIRITTURA LE NASCONDE SOTTO UN SACCO COI BUCHI !!

CHE ABBIA RAGIONE SALMAN RUSDHIE QUANDO DICE:

"LIBERATE LA DONNA SARA' LA FINE DELL'ISLAM !!"

LE RELIGIONI MONOTEISTE TEMONO LE DONNE.....HANNO PAURA DELLA FEMMINA ......PERCHE' ??

PS: FORZA DONNE SPACCATE TUTTO !!!

j.uan m.iranda 08.03.07 14:55| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, scusate se ri-posto, ma non sapevo la cosa dell'autenticazione e del voto.
Ci riprovo:


Ciao Beppe,
perche' non crei una tua televisione, con i tuoi spettacoli, le interviste, i documentari?
Sul satellite ci sono cartomanti e telefoni erotici che hanno i loro canali dedicati, oltre ad un mare di TV locali che sono veremente fatte con una sola telecamera puntata su una parete del garage; la cosa dovrebbe essere fattibile abbastanza agevolmente. L'audience ce l'hai gia'!
E' vero che internet permette di vedere i filmati, ma vuoi mettere sdraiarsi sul divano, invitare 2 o 3 amici, farsi una birretta e discutere mentre si guarda la TV?
Grillo TV
Grillo Channel
Grillo International
Grillo +
GBC (Grillo Broadcasting Corporation ...cooool!)
Grillo xxx (cosi' vedrai che la gente uno sguardo ce lo da'!)

Antonio Ferraresi 08.03.07 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER NICOLA B.
E' vero il blog è un momento di confronto ed io, con il mio commento, penso di essermi confrontato su diverse tematiche incandescenti contemporaneamente. Ti assicuro che ho già provato la frustrazione di interagire con i quotidiani ... pensavo che inviando un mio pensiero, una mia perplessità ad un blog ... avrei avuto più fortuna. Si è integralisti se si "pretende" di confrontarsi su temi di drammatica attualità partendo da dati concreti? Bene! Allora io sono integralista. Ma chi non vuole partire da dati concreti e, invece, fuorvianti che cosa è? Come può essere "etichettato"? Forse io non ho capito cosa è un blog ma non mi permetterei mai di dire a te che forse non hai capito che anche fare corretta informazione e non disinformazione è Democrazia. E forse adesso mi beccherò anche del "comunista" ... non che mi dispiaccia ... lo sono.

Leandro R. Commentatore certificato 08.03.07 14:54| 
 |
Rispondi al commento

@ FRANZISKA_

Voi siete quelli di Thule_. Siete quei malati di mente che pensano di discendere da una civiltà superiore, quindi ariana. Siete i discendenti degli atlantidei e mirate alla perfezione.
Tu sicuramente avrai un'altezza non inferiore a 1.90 mt, avrai la chioma biondo platinata ed avrai fatto il militare a Cuneo.

E si anca i òmi te desmentegarà senzha inacòrderse,ghén sarà osèi... cio'

Dario Mantova 08.03.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma quindi noi pensiamo che il giornale "Repubblica" sia fatto tutto da gente per bene e invece magari dietro la facciata di antiberlusconismo e antiblairismo si annidano spie nemiche. Niente di più facile. Anche la CIA ha da sempre uomini dentro Rifondazione e nelle BR. Ora si spiegano certi strani ultimi comportamenti di alcuni...Ma verrà mai fatta una seria scrematura/epurazione a sinistra o bisognerà attendere che lo facciano i Talebani?

rocco scotellaro 08.03.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Convinciamo Beppe a candidarsi alle prossime elezioni.

Per la "par condicio" potrà cosi finalmente accedere alle tribune elettorali in TV e dire finalmente la sua (la nostra) attraverso i media, e non potranno impedirlo.

www.petitiononline.com/bgfpres/petition.html

Firmate, firmate, firmate!!! E mandate il link a tutti i vostri amici!!!

e tu, Beppe, URLA!!!

Massimiliano Monopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi Umani stiamo vedendo cose che nemmeno i marziani di una lontana galassia ai confini dell'universo possono immaginare... Noi umani siamo gli unici killer della natura e di noi stessi, la nostra avidità e seconda solo alla nostra ipocrisia. Noi umani meritiamo una punizione severa che per fortuna non dipende da un dio superiore ma dalla nostra stessa inferiorità...
SIAMO PIETOSI ESSERI DESTINATI A SCOMPARIRE NEL NULLA!!!

Filippo Luly 08.03.07 14:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

NEL BEL MEZZO DELL'OCEANO PACIFICO SI E' FORMATA UN'ISOLA GRANDE QUANTO IL TEXAS (QUASI 3VOLTE LITAGLIA) FATTA DI SACCHETTI DI PLASTICA CHE PER IL GIOCO DELLE CORRENTI SI E' COMPATTATA FORMANTO UN'ISOLA ARTIFICIALE DELLO SPESSORE DI 8 METRI SU CUI STANNO GIA' CRESCENDO ARBUSTI E NIDI DI UCCELLI MIGRATORI !!

j.uan m.iranda 08.03.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci stanno privatizzando!!! Tutto ciò che è indispensabile per la nostra vita è privatizzato...ci si lucra!!!
Le medicine, soprattutto i farmaci essenziali...
Il petrolio, risorsa naturale, viene sfruttato dalle aziende petrolifere...
L'acqua, che grazie alla legge Galli del 1994, è stata privatizzata!!!
Siamo in attesa della privatizzazione dell'aria (già inquinatissima grazie alle stesse aziende private)!!!
Il cibo, altro bene vitale, è già privatizzato da più di un secolo!!!
Chissà forse, un giorno, si privatizzerà la vita stessa.... Chissà!!!

Enrico Z. Commentatore certificato 08.03.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Il calendario gregoriano quello attuale si basa sull'anno del tropico della durata di 365 giorni 5 ore 48 minuti 46,98 secondi,che ha corretto il calendario giuliano(da Giulio Cesare)che durava 365 giorni 6 ore togliendo 3 anni bisestili(3 giorni)ogni 400 anni.La differenza da colmare è di 11 minuti 13 secondi(673 secondi ogni anno moltiplicato per 400 anni fa'269200 secondi)ma tolti i 3 giorni(259200 secondi,un giorno ha 86400 secondi)rimangono 10000 secondi(269200 meno 259200)di errore ogni 400 anni,25 secondi ogni anno.Oltretutto un anno è un giro completo della Terra intorno al Sole che a causa della precessione degli equinozi(l'asse terrestre non è fermo)è piu'lento dura 365 giorni 6 ore 9 minuti 9,54 secondi,è l'anno siderale che ci dice la posizione della Terra nel tempo e nello spazio per prevedere l'orbita degli asteroidi e la giusta data degli equinozi,le stagioni.Bisogna correggere l'attuale calendario aggiungendo la differenza tra l'anno siderale di 365 giorni 6 ore 9 minuti 9,54 secondi e l'anno del tropico di 365 giorni 5 ore 48 minuti 46,98 secondi,ossia 20 minuti 22,56 secondi.20 minuti ogni 3 anni sono un'ora,ogni 72 anni 24 ore,percio' bisogna aggiungere un anno bisestile(un giorno)ogni 72 anni.Tenendo conto dell'errore del calendario gregoriano di 25 secondi l'anno da sottrarre e dei restanti 22,56 secondi che si dovevano aggiungere,bisogna togliere un'ora ogni circa 1450 anni per avere un calendario esatto.

Leonardo Graniti 08.03.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno privatizzando!!! Tutto ciò che è indispensabile per la nostra vita è privatizzato...ci si lucra!!!
Le medicine, soprattutto quelle essenziali...
Il petrolio, risorsa naturale...
L'acqua, che grazie alla legge Galli del 1994, è stata privatizzata!!!
Siamo in attesa della privatizzazione dell'aria (già inquinatissima grazie alle stesse aziende private)!!!
Il cibo, altro bene vitale, è già privatizzato da più di un secolo!!!
Chissà forse, un giorno, si privatizzerà la vita stessa.... Chissà!!!

Enrico Z. Commentatore certificato 08.03.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

un po diverse sono le classi nullafacienti autoreferenziate che non danno lavoro a nessuno ma hanno piu profitti di una multinazionale

Marco F,i.a,s.c.h,i. 07.03.07 23:29


NON CAPISCO COSA TU INTENDA PER CLASSE NULLAFACENTE, MAGARI ME LO SPIEGHERAI IN SEGUITO.
SE TU IDENTIFICHI PER NULLAFACENTE IL FIGLIO DEL COMMENDA CHE GIRA IN LAMBORGHINI A FARE IL FIGHETTO MI PARE CHE NON STAI CENTRANDO IL PROBLEMA. SE PER NULLAFACENTI INTENDI I PARASSITI, QUELLI PIU' CHE MAI STANNO NEL LAVORO STATALE, NEI MEANDRI DEI MINISTERI AD INVENTARSI COMMISSIONI, TAVOLE ROTONDE E BALLE VARIE CHE NON SERVONO A NIENTE SE NON AD OTTENERE RIMBORSI, E SONO TANTI, E' UN FENOMENO CHE NON HA COLORE POLITICO, MA LARGAMENTE DIFFUSO IN ITALIA.
IN OGNI CASO, DOTARSI DI UNO STATO CHE CONTROLLI EFFICACEMENTE LA PROPRIA SPESA PUBBLICA, SERVE A RIDURRE QUESTO COSTOSO PESO CHE CI TRASCINIAMO.

MENTRE REINVESTIRE IL CAPITALE SIGNIFICA MOLTO SPESSO ESPLORLO AL RISCHIO DI PERDERLO, ED E' QUESTO RISCHIO CHE UNA CERTA SINISTRA NON VUOLE RICONOSCERE. LA TUA ANALISI DEL COSIDETTO CETO BORGHESE ED IMPRENDITORE MI PARE MOLTO APROSSIMATIVA, SCOLPITA ROZZAMENTE CON L'ACCETTA.

Dario Mantova 08.03.07 14:38| 
 |
Rispondi al commento

E' uno schifo, pur di guadagnare soldi sono disposti anche a fare commercio su un bene prezioso come l'acqua.

"Luigi" R. Commentatore certificato 08.03.07 14:33| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------------
--------------------------------------------

il video scandalo di Totò Cuffaro
presidente della regione Sicilia

fa mifioso e vuole dichiarare guerra agli usa (x finta ovviamente)

una vergogna targata UDC Sicilia


.......................................
su: www.liberidiinformare.135.it

----------------------------------------
----------------------------------------
mettetevi il sito tra i preferiti

----------------------------------------
----------------------------------------
----------------------------------------

Roberto Scurto (scurtoroberto) Commentatore certificato 08.03.07 14:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Parlamento Pulito, aiutiamoci tutti.

Anno zero, ho aperto una discussione e un sondaggio, votate tutti al sondaggio almeno.

http://www.forum.rai.it/index.php?showforum=194

Partecipate tutti, più post ci saranno più sarà data importanza all'argomento e più facilmente sarà portato in discussione nel programma.

salvatore d'urso Commentatore certificato 08.03.07 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma saranno affari suoi no?
Marcos Ferreria

Ma non ci sono cliniche per tossicodipendenti in italia? Cos'è, manco quelle vanno bene per i ricchi legislatori che si possono permettere di meglio...

Franca Damiani 08.03.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto su libero che la figlia studentessa di bellusca va all'estero per studiare: non è che va a disintossicarsi? Conosco gente che le è stata molto vicina...

Franca Damiani 08.03.07 14:07

-----

ma che bella persona che sei.

attilio ferri 08.03.07 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chi se ne fotte se privatizzano l'acqua. Berremo tutti la Coca Cola. Capitoooooooooooooooooo!!!!

silvano o. Commentatore certificato 08.03.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANTOLOGIA DELL'UMORISMO
_____________________+
+
http://www.ricostruire.it/antologia_umorismol.htm
-
Er mejo

Salvo B. Commentatore certificato 08.03.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

OT INPS

Dicono che in realtà i conti di tutto il sistema previdenziale pubblico stanno migliorando.
Ma allora perché parlano un giorno sì e l'altro pure di RIFORMA delle pensioni?
Poi lo strano giochetto del "miglioramento rispetto alle previsioni". Previsioni di chi?
A noi sembra una faccenda del tipo; la nostra squadra ha perso 3-0, noi facciamo credere che ci aspettavamo perdesse 5-0. Così possiamo rigirarla per fare credere che ha vinto 2-0!
La verità è ineluttabile, i conti dell'INPS (e di tutto il sistema previdenziale pubblico) sono inderogabilmente volti al collasso poiché, da un lato, non è possibile eliminare

.il patologico abnorme assistenzialismo al Sud, anzi negli scorsi anni è aumentato a differenza di ciò che fanno credere i giornali
.il disagio sociale anzi deciso ad aumentare e quindi la spesa assistenziale, per la crisi economica, anche al Nord, e non solo per l'ingresso incontrollato di stranieri poveri

e dall'altro i contributi introitati sono destinati a calare per

.l'emigrazione delle produzioni "labour intensive", sia per l'aumentare inverecondo delle imposte (per mantenere i "parametri europei"), sia per la forza dell'euro che rendono impossibile la competizione alle aziende private
.il dilagare del lavoro nero anche al Nord per l'eccessivo carico fiscale/contributivo e la non convenienza alla regolarità (come già avviene al Meridione)

Da aggiungere che l'impoverimento di sempre maggiori strati della popolazione eroderà anche la non trascurabile fetta di coloro che versano le cosiddette "volontarie" riducendo ulteriormente le entrate.
Eppure forse, diciamo forse, un modo per salvare la baracca esisterebbe; pagare le pensioni solo a chi ha effettivamente versato i contributi o, e in un certo qual modo è la medesima cosa, separare la PREVIDENZA dall'ASSISTENZA.
Ma lo sapete; se così fosse significherebbe erogare le prestazioni previdenziali solo nel "Lombardo-Veneto" ed in poche altre zone della sventurata penisola

www.fottilitalia.com

giuseppe resoli 08.03.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

QUI I DATI DELLA ACEA PER L'ESERCIZIO 2006, +34%, RICAVI NETTI 1536 milEuro


Credo di aver trovato la definzione giusta circa la privatizzazione dell'acqua;quella partita,insomma,in seguito alla "Legge Galli":POLITICA! Più che schifosa o vergognosa,questo decreto è POLITICO! Penso che in Italia,in questo momento preciso,non ci sia aggettivazione più offensiva di "POLITICO"!!!
Privatizzare la Natura,senza aver nemmeno interpellato il Creatore,credo sia una scelta quanto meno "irrispettosa"!Almeno pagare il "copyright",i diritti d'autore,a Dio...! Ed intanto,il Governo "Mortadela" si accapiglia(o complotta) con la "Casa delle Iniquità" per sopravvivere qualche ora in più...!Che miseria umana,oh!!!
"Acqua azzurra,acqua chiara,se pago l'ACEA posso finalmente bere...",diceva il genio di Lucio Battisti!...più o meno!RESISTERE!VOMITARE!SOVVERTIRE!RESETTARE!

Agiamo presto fratello-compagno Beppe Grillo,che i "padroni dell'acqua" aumentano;le mie nevrosi pure;e gli psico-farmaci costano!

Rosario Acito (sognorosso) Commentatore certificato 08.03.07 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo gentilmente se qualcuno è in grado di darmi una sua versione o spiegazione a dei quesiti che mi pongo da tempo, assicurando che non hanno nessun intento provocatorio, ma con il solo fine di avere una visione più completa e globale.
Innanzitutto vorrei capire perchè con un governo di centrosinistra attualmente( ore 14,00) in carica personaggi come Grillo e Luttazzi non sono presenti stabilmente in tv, (ma non era tutta o per buona parte colpa del cavaliere?)
Poi un'altra cosa che non mi spiego è perchè visto il grande amore e impegno concreto per le tematiche sociali che ha Grillo, non tenta almeno una volta la via della politica, si badi non per invischiarsi e rovinarsi nel sistema ma per lottare dal suo interno.
Sicuramente molti sosterranno che è solo un comico, ma mi pare che questa definizione sia piuttosto stretta( a parte che non vedo perchè un comico non dovrebbe fare il politico, ne abbiamo già tanti...)e non credo nemmeno lo sia la scusa che ci sono già troppi partiti, visto che nonostante tutti questi schieramenti siamo qua ogni giorno a leggere sul blog di nefandezze, ingiustizie e malaffari.
Grazie

Marcos Ferreria Losego 08.03.07 14:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un assiduo lettore del blog. Appassionato, pure. Tu denunci, richiami, accusi, fai petizioni.. ma nulla di piu. Perche?forse perche è questo e basta che vuoi fare, forse perche ti fa comodo cosi. Ritengo però, che per la popolarità che hai e il successo che hai ottenuto con questo strumento tu debba fare qualcosa di piu. troppo comodo tirare sassi a destra e sinistra e poi finirla cosi.. ogni giorno una denuncia nuova, uno scandalo nuovo.. cosa ha portato tutto questo?che il tuo pubblico aumenta di giorno in giorno?e poi?e poi dovremmo mobilitarci noi?e come?facendo petizioni?dando contributi?ti sei esposto molto, in tantissime iniziative, lo ammetto e lo riconosco e ti ringrazio. Ora è arrivato il momento, a mio avviso, di fare di piu, di concretizzare tutto questo. Io mi sto rompendo il c...o a leggere schifezze ogni giorno. Noi ti seguiremo, in molti almeno, ma fai qualcosa di piu, usa il tuo "potere" (eh si, perche ne hai) per cambiare qualcosa. In fondo denunciare e basta è anche abbastanza facile.. risolvere o impegnarsi ogni giorno per risolvere almeno un pò dei problemi e degli scandali ceh sollevi è piu difficile, ma forse piu utile.
Con profonda stima.
Enrico

Enrico Veneto 08.03.07 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto su libero che la figlia studentessa di bellusca va all'estero per studiare: non è che va a disintossicarsi? Conosco gente che le è stata molto vicina...

Franca Damiani 08.03.07 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ad Ancona stanno privatizzando anche l'ersu ,l'ente regionale per il diritto allo studio: vendono le mense e danno in gestione a privati le case degli studenti costruite e rinnovate con soldi pubblici.E' come se io dassi in gestione casa mia ad un'altra persona , e pagassi lui perchè mi accende il riscaldamento!!

Giovanni Bordoni 08.03.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe io credo che il problema tra non molto si sentirà davvero e l'acqua non è una cosa da niente, vedrai che quando mancherà tutti si muoveranno e faranno male, molto male. Bisogna solo attendere che caschi l'asino.

P.S smettila di dire "questo non è capitalismo" perchè non c'è mai stato, solo gli ipocriti credono di vivere in un epoca di capitalismo, è un utopia.
ciao!!!!!!!

marco g. Commentatore certificato 08.03.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna ma purtroppo il nostro sistema funziona in questa maniera!!!e prima o poi ci ucciderà.

Giovanni Bordoni 08.03.07 14:02| 
 |
Rispondi al commento

andiamo tutti a vivere in Second Life!

marco ricci | Rispondi al commento |
Vota commento

...ke cos è Second Life?
Lucia Laurenzi

E' un posto in cui ti devi concedere sessualmente per avere bei vestiti. E non è illegale il ricatto.

Geranio Ascia 08.03.07 14:01| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Cari Ragazzi. E' da anni, ormai, che porto avanti una solitaria campagna di sensibilizzazione, contro i crimini dell'Amministrazione Comunale di Roma, che vede nell'orrenda figura di Walter Veltroni, una tragica personificazione.
Nelle analisi da me condotte sono stati riscontrati i peggiori delitti. Dai più insignificanti a quelli di maggiore gravità. Dalla ricettazione ai crimini contro lo Stato, passando per l'omicidio tutt'altro che preterintenzionale e per crimini di natura ambientale. Nonchè furto aggravato, rapina a mano armata (vedi i pizzardoni) e abuso di potere.

Ci sono domande?

Massimo Bolli (a io piacciono le colte letture) Commentatore certificato 08.03.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

ABBASSO IL CLORO!!! VIVA LA COCA COLA!!!

Ferdinando Pisticchi 08.03.07 13:57| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Quanti di voi sono preoccupati per il futuro riservato ai figli diano un giudizio a questo post. Una società equa e corretta, che funzioni anche economicamente, vuol dire: sanità, istruzione, infrastrutture e solidarietà umana!
Se crolla l’economia crollano anche tutti i diritti conquistati con sacrificio da padri, nonni, bisnonni…
Vorrei far qualcosa. Ma cosa? Sono solo un modesto padre di famiglia monoreddito!

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 08.03.07 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamo informazioni a gli enti ATO, di seguito la lista con gli indirizzi email:
robutti@provincia.vercelli.it, ambito@ato3torinese.it, autorita.ambito@provincia.cuneo.it, ambito5.ato5@reteunitaria.piemonte.it, ato6@provincia.alessandria.it, presidente@bimvda.it, segreteria.ato@provincia.bergamo.it, mzemello@provincia.brescia.it, atocittadimilano@comune.milano.it, infoacque@provincia.como.it, segreteria@atocremona.it, segreteria.ato@provincia.lecco.it, segreteria.ato@provincia.lodi.it, s.t.ato@provincia.milano.it, atopv@provincia.pv.it, informazini@provincia.so.it, ato@provincia.belluno.it, segreteria@atobacchiglione.it, segreteria@atobrenta.it, ato.segreteria@provincia.venezia.it, segreteria.presidenza@provincia.rovigo.it, atoveronese@tin.it, ato@comune.arzignano.vi.it, ato_vo@libero.it, risorse_idriche@provincia.imperia.it, atosavonese@provincia.savona.it, v.silva@provincia.pc.it, s.attolini@provincia.parma.it, ato.reggioemilia@virgilio.it, yos.zorzi@tiscali.it, mail@ato-bo.it, agenziaambito@mail.provincia.ra.it, ato.forlì-cesena@libero.it, info@atorimini.it, autorita@ato3acqua.toscana.it, info@ato4.toscana.it, info@ato5acqua.toscana.it, aatosei@tin.it, ato1@ato1.umbria.it, ato2umbria@provincia.terni.it, info@atoumbria3.it, autorita@ato1acqua.marche.it, ato2marche@yahoo.it, info@ato3marche.it, info@aato4.it, s.camastra@tin.it, giancarlo.daniele@libero.it, ato3rieti@tiscali.it, ato4lt@caltanet.it, ato5provinciafrosinone.a@tin.it, ato.aquila1@virgilio.it, m.sciaruto@acqua.itacqua.it, info@ato5teramo.it, ato6ch@tiscali.it, info@atocaloreirpino.it, info@ato2campania.it, info@atosele.it, ato3rg@virgilio.it, info@ato.molise.it, segreteria@atobasilicata.it, atocalabria1@provincia.cs.it, ato2cz@atocatanzaro.191.it, atocalabria3crotone@tiscali.it, ato4vv@libero.it, ato5rc@libero.it, ato1pa@provincia.palermo.it, mariofer@ngweb.it, ptpragusa@tin.it, angelomart@virgilio.it, atoidrico@provincia.trapani.it, acquambiente@tin.it, atoidrico.agrigento@email.it

Lorenzo Poggioli 08.03.07 13:53| 
 |
Rispondi al commento

... non hai scritto una cosa importante !
Perche' non pubblichi l'elenco dei politici legati al mercato dell'acqua ? Guarda tra i nomi degli azionisti ... e pubblica il prezzo che pagano per ciascun litro d'acqua !!!

Emiliano Lanzaro Commentatore certificato 08.03.07 13:53| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

"Macchè larghe intese, l'unica via sono le urne. Il cavaliere è fermo e deciso su questo punto. "Basta un ritocco al sistema elettorale", dichiara, mandando un segnale distensivo e chiamando a raccolta i propri alleati. Basta con le idee di grandi intese, basta con la storia della riforma elettorale alla tedesca: per il leader di Forza Italia bisogna sfruttare il momento propizio ed andare alle urne.

Alba Padana Commentatore certificato 08.03.07 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamo informazioni a gli enti ATO, di seguito la lista con gli indirizzi email:
robutti@provincia.vercelli.it, ambito@ato3torinese.it, autorita.ambito@provincia.cuneo.it, ambito5.ato5@reteunitaria.piemonte.it, ato6@provincia.alessandria.it, presidente@bimvda.it, segreteria.ato@provincia.bergamo.it, mzemello@provincia.brescia.it, atocittadimilano@comune.milano.it, infoacque@provincia.como.it, segreteria@atocremona.it, segreteria.ato@provincia.lecco.it, segreteria.ato@provincia.lodi.it, s.t.ato@provincia.milano.it, atopv@provincia.pv.it, informazini@provincia.so.it, ato@provincia.belluno.it, segreteria@atobacchiglione.it, segreteria@atobrenta.it, ato.segreteria@provincia.venezia.it, segreteria.presidenza@provincia.rovigo.it, atoveronese@tin.it, ato@comune.arzignano.vi.it, ato_vo@libero.it, risorse_idriche@provincia.imperia.it, atosavonese@provincia.savona.it, v.silva@provincia.pc.it, s.attolini@provincia.parma.it, ato.reggioemilia@virgilio.it, yos.zorzi@tiscali.it, mail@ato-bo.it, agenziaambito@mail.provincia.ra.it, ato.forlì-cesena@libero.it, info@atorimini.it, autorita@ato3acqua.toscana.it, info@ato4.toscana.it, info@ato5acqua.toscana.it, aatosei@tin.it, ato1@ato1.umbria.it, ato2umbria@provincia.terni.it, info@atoumbria3.it, autorita@ato1acqua.marche.it, ato2marche@yahoo.it, info@ato3marche.it, info@aato4.it, s.camastra@tin.it, giancarlo.daniele@libero.it, ato3rieti@tiscali.it, ato4lt@caltanet.it, ato5provinciafrosinone.a@tin.it, ato.aquila1@virgilio.it, m.sciaruto@acqua.itacqua.it, info@ato5teramo.it, ato6ch@tiscali.it, info@atocaloreirpino.it, info@ato2campania.it, info@atosele.it, ato3rg@virgilio.it, info@ato.molise.it, segreteria@atobasilicata.it, atocalabria1@provincia.cs.it, ato2cz@atocatanzaro.191.it, atocalabria3crotone@tiscali.it, ato4vv@libero.it, ato5rc@libero.it, ato1pa@provincia.palermo.it, mariofer@ngweb.it, ptpragusa@tin.it, angelomart@virgilio.it, atoidrico@provincia.trapani.it, acquambiente@tin.it, atoidrico.agrigento@email.it

Lorenzo Poggioli 08.03.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Il provvedimento è passato con un'ampia maggioranza -- 524 sì, tre no e 19 astenuti -- sostenuto anche da Udc, Verdi, Pdci e Rifondazione Comunista, nonostante gli espliciti dissensi di Salvatore Cannavò di Rifondazione, della deputata verde Luana Zanella e della Lega

La Lega invece oggi si è astenuta. "E' difficile stare in maggioranza: noi ci siamo riusciti governando con l'Udc, cosa che per uno della Lega non è facile. Voi oggi rinnegate gli ideali pacifisti e votate a favore della guerra", ha dichiarato in aula il leghista Federico Bricolo.

Alba Padana Commentatore certificato 08.03.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento

per alberto rossi 08.03.07 13:03

Grazie per la nota con cui concordo pienamente.

roberto laris Commentatore certificato 08.03.07 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Visto e considerato che viene sprecata,facciamo pagare l'acqua a chi la usa in modo improprio(vedi industrie)al prezzo della benzina così glielo mettiamo nel c..o a tutti!saluti a tutti.

gildo ricci 08.03.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Tutti questi problemi non esisterebbero se non fosse stata data l’opportunità all’imprenditore di gestire una specie di monopolio e questo lo si è fatto, e si continua a sbagliare, con le privatizzazioni dei servizi pubblici essenziali della società.
Sono stati concesse, a privati, intere reti: elettriche, telefoniche, postali, acquedotti. Ma chi le aveva fatte con investimenti da capogiro negli anni? Noi cittadini, con le nostre tasse. Ci siamo tutti tassati negli anni per dare un impresa monopolistica di sicuro guadagno a dei privati e ora i privati, giustamente, ne fanno quello che vogliono. Massimo profitto minimo costo è la legge del mercato. Non può essere fatta impresa in questo modo. Non vi può essere libera concorrenza. La libera concorrenza per l’abbattimento dei costi di questi servizi, se proprio la volevamo, doveva essere di questo tipo: tutti gli imprenditori possono produrre e vendere corrente, o farsi linee telefoniche o altro; solo che le spese per i cablaggi e per le infrastrutture sono TUTTE a carico dell’impresa.
Ecco la libera concorrenza che abbatte i costi agli utenti finali. Anche se non penso che molti imprenditori si sarebbero imbarcati in un investimento così cospicuo.
E perché non l’avrebbero fatto? Perché è antieconomico e solo uno Stato può fare un investimento del genere perché è indispensabile.

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 08.03.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

mi piace essere informata con questi video sottotitolati. Sono più immediati della parola scritta e permettono, con i sottotitoli di memorizzare meglio l'argomento.

La situazione è grave e l'avevo già ascoltata da un'intervista ad Alex Zanotelli.

Fermiamo questi speculatori

giorgia della seta 08.03.07 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Ormai non mi sconvolge piu nulla...
Tutto quello che accade in italia e nel mondo di sconvolgente viene preso come normale.
Va' bhe' comunque volevo condividere con voi un modo di dimezzare l'inquinamento dell'automobile.
sul sito http://www.alfio.myffi.biz/italian/
Ciao

Alfio Palombi 08.03.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Egreg. Beppe
Ti potresti interessare un momentino di quella meravigliosa invenzione napoletana, cosidetta " Gest Line" ?
Privati, imprese e cittadini tutti, grazie a questa famelica impresa di recupero crediti, si ritrovano senza avvisi e preavvisi con beni mobili e immobili pignorati. Qualcuno ha parlato di incostituzionalità dell'azione di questa società, che vedrebbe nel suo albo geneologico soggetti molto vicini a dirigenze politiche locali e nazionali.
Nell'attesa un abbraccio

Pasquale D'Andrea 08.03.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

come si fa l'aroma cocco e l'aroma pesca?


clicca sul mio nome per sapere

Nicola Cellamare (pensierarte) Commentatore certificato 08.03.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Continuo assiduamente a visitare il sito www.internetcrazia.com nella speranza che gli autori si rifacciano vivi ma nessuna risposta. I forum son fermi… qualcuno sa darmi qualche notizia?
manuel mantega (novantuno) 08.03.07 12:40
----------
hai pagato l'iscrizione ?
tutto a posto allora
aspetta e spera
Fabio La Torre 08.03.07 12:56

Discussione
-----

Iscrizione? Quale iscrizione?

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 08.03.07 13:31| 
 |
Rispondi al commento

"C'è un fungo commestibile che cresce sulle pareti.
E' viola, di un viola rossastro, e ha un gusto dolce.
Lo si raccoglie nelle fenditure."

(Margaret St. Clair, "Il segno della doppia ascia")

L'incipit del romanzo di una donna quale augurio per tutte le donne in occasione della festa dell'8 marzo.


Come hobby faccio lo scrittore. Scrivo racconti e poesie... e piccoli saggi.
Questa frase l'ho fatta mia più delle mie perché rappresenta la forza e la voglia di vivere nonostante tutte le peripezie e i dolori.

E' il tuo compleanno o quello di una persona a te cara? Fatti un regalo. Visita il mio sito; non costa nulla e potrà dare molto a te, quindi a me. Nel sito ci sono racconti e poesie miei e non solo miei... e belle immagini. Fanne l'uso che vuoi.

Grazie anche solo per aver letto e preso in considerazione questo messaggio.

BUON 8 MARZO A TUTTE LE DONNE SOTTO QUESTO... ED ALTRI CIELI.


Ermanno Bartoli (Reggio Emilia)

www.webalice.it/barlow

Ermanno Bartoli (barlow) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 13:26| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO A FAVORE DELLA PRIVATIZZAZIONE DI TUTTE LE ACQUE

un popolo sodomita gode nel perenderlo in quel posto

ma anche i sodomiti soffrono la sete

forse ci sarà una ribellione quando questo avverrà

IO SONO A FAVORE DELLA PRIVATIZZAZIONE DI TUTTE LE ACQUE

filippo russo 08.03.07 13:19| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

VOLETE RISPARMIARE QUALCHE LIRA???

invece di comprare l'acqua al supermercato, se vi arriva l'acqua potabile a casa, potete comprare una caraffa filtrante (esempio BRITA o BODYFORM)

COSTO: DA 3 a 6 EURO OGNI 100 LITRI!!!!!

risultato: GUADAGNO DI BUONSENSO

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
tu hai chiamato in causa l'ACEA di Roma. Ebbene, sin dal 1997-2000, momento del passaggio di ACEA da Azienda Speciale (municipalizzata) a SPA (con contestuale collocamento in borsa), i politici autori del passagio stesso (RUTELLI & co, la causa di ogni male, insieme a Berlusca) asserivano che si sarebbe inaugurato finalmente in Italia l'AZIONARIATO POPOLARE! Oggi vediamo invece che i PADRONI di ACEA sono CALTAGIRONE e i BELGI di ELECTRABEL (intervenuti ad arte per sanare le voragini finanziarie crate da Paolo CUCCIA, "compagno di scuola di Rutelli"). In pratica in Italia le privatizzazioni sono promosse dalle lobbies e finiscono in tasca alle lobbies. Sempre con i vari SERVI delle lobbies (RUTELLI & i DS!) che fanno da promoter! E la destra ovviamente fa i salti di gioia: la politica "di sinistra" è diventata quella di foraggiare i Padroni! (mi rifiuto di chiamare "imprenditore" chi si improvvisa capitalista con i soldi degli altri) .
Beppe for President!

Carlo Sca 08.03.07 11:46 | Rispondi al commento = Vota commento, IO NON POSSO VOTARE PERCHE' NON MI E' PERMESSO, COMUNQUE GLI DO' UN DIECI !!!

________________________________________________


COMMENTO DA INCORNICIARE !


Capisc'a me


Antonio Cataldi 08.03.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

A te è costata 5 euro, ma quando andiamo al ristorante o la prendiamo direttamente dal distributore, costa da 1 a 1,6 €, fosse un litro capirei ma una bottiglietat da un quarto di litro mi sembra esagerato. Quanto costerebbe un barile di acqua? provare a calcolarlo!!!
in casa continuiamo a bere quella del rubinetto perchè è di buona qualità, ma quando anche l acqua del rubinetto non sarà potabile, cosa si farà?
io vivo nel veneto in una zona dove ci sono molte imprese estraggono acqua, negli ultimi dieci anni o forse meno l abbassamento del livello delle falde si è dimezzato, seccando molti pozzi da dove uno poteva estrarre l acqua direttamente,CE LA STANNO RUBANDO, INOLTRE HA UN FORTE IMPATTO ECOLOGICO!
giudicate voi!

Stefano Z. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Parlamento Pulito.

Ho aggiunto altri indirizzi ed eliminato alcuni quotidiani meno importanti.

Chiedo la collaborazione di tutti, se davvero volete aiutare il ministro a far si che questa legge diventi realtà allora dateci una mano, DATEVI UNA MANO.


Corriere della Sera = http://www.corriere.it/scrivi/carta.shtml
La Repubblica = repubblicawww@repubblica.it - vzucconi@aol.com
La Stampa = stampaweb@lastampa.it
Il Giorno = DIRETTORE = online@quotidiano.net - VICEDIRETTORE = nazioneonline@quotidiano.net
Il Giornale = SEGRETERIA@ILGIORNALE.IT
Il Messaggero = cronaca@ilmessaggero.it
Il Sole 24 ore = lettere.online@ilsole24ore.com
Il Mattino = posta@ilmattino.it
Libero = redazione@libero-news.it
Italia Oggi = italiaoggi@class.it
Il Secolo XIX = info@ilsecoloxix.it
L'Osservatore Romano = ornet@ossrom.va
Avvenire = lettere@avvenire.it
La Padania = editore@lapadania.net – DIRETTORE = direttore@lapadania.net
Liberazione = politica@liberazione.it
Il Foglio = lettere@ilfoglio.it
Il Tirreno = laposta@iltirreno.it
La Sicilia = segreteria@lasicilia.it
Il Centro = lettere@ilcentro.it
L'Unità = DIREZIONE = direzione@unita.it – POLITICA = politiche@unita.it
Il Manifesto = redazione@ilmanifesto.it
Il Riformista = p.soldini@ilriformista.it

http://www.raiuno.rai.it/FAQ = Porta a porta

ballaro@rai.it = Ballarò


Anno zero = http://www.annozero.rai.it/annozero/default.htm partecipate tutti. IMPORTANTE!!!

Chiedete ai media di trattare l'argomento.

Il blog di Di Pietro = http://www.antoniodipietro.com/2007/03/la_legge_elettorale_e_i_condannati.html

salvatore d'urso Commentatore certificato 08.03.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BERLUSCONI: NO A MISSIONE AFGHANISTAN SOLO SE CI FOSSE UNA STRATEGIA DI TUTTO IL CENTRODESTRA

"In questo momento non ci sono le condizioni per fare governi tecnici o di larghe intese. La via maestra resta il voto".
Lo afferma Silvio Berlusconi nell’intervista che appare oggi sul quotidiano ’Libero’.
"Nessuno ha intenzione di regalare tempo a Prodi con il dialogo sulle riforme (...) è un esecutivo diviso su tutto e tuttavia è difficile stabilire quanto durerà (...) sulle riforme basterebbe poco, riportare il premio di maggioranza anche al Senato su scala nazionale e aggiungere un quorum del 4-5%". Ma se l’Esecutivo è diviso, domanda il quotidiano milanese, perchè non affossarlo sul decreto che rifinanzia le missioni militari? Spiega il Presidente: "Quel voto lo dobbiamo per senso di responsabilità. So che i nostri elettori sono perplessi perché sarebbe una buona occasione per mandarli a casa: ma come si fa? Se ci fosse una strategia di tutta la coalizione (per esempio no alle missioni, quindi un decreto che rifinanzia l’impegno dei militari, ndr) molti sarebbero pronti a prenderla in considerazione".

Quotidiano "Libero", 8 marzo 2007.

Nicola Facciolini 08.03.07 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la puntata di Report, di Milena Gabanelli, che parla dell'acqua e della sua privatizzazione, vedete e diffondete:

http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report%5E11466,00.html

CRISTIANO MARINELLI Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Io sinceramente non farei di tutta l'erba un fascio..io abito in provincia di Ferrara e qui da 2 anni i servizi acqua e fogne sono in mano a CADF s.p.a., però c'e' da dire che da 2 anni si effetuano centinaia di lavori di manutenzione e riparazione che prima, quando le cose erano in mano al comune (specialmente di Comacchio) non venivano svolti assolutamente. La situazione che si sono presi in carico era drammatica. Hanno assunto decine e decine di uomini, comprato mezzi..e ora si puo' dire che il nostro territorio ha un servizio buono per quanto riguarda fognature. E parlo di servizio al cliente finale.
Ok, si faranno pagare per l'acqua, però almeno in questo territorio, si lavora sodo e si investe tanto per mantenere e migliorare le cose.
Vogliamo parlare dei comuni con operai pagati per non fare niente e girare dalla mattina alla sera con dei mezzi senza una meta?Almeno ora i soldi che si pagano vengono utilizzati per la miglioria di beni comuni...i comuni invece prendono soldi per fare cassa e basta

Michele Trasforini 08.03.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di acqua guardate cosa ha fatto il governatore della sardegna con abbanoa spa ..ha tolto le sorgenti ai comuni proprietari e aumentato le tariffe del 30% .. ..uomo di sinistra ..mah??

massimo sanna 08.03.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Inerente al post sull'acqua :
penso che siamo troppo occupati a "bere" l'acqua e non a pensare chi ci guadagna sopra. Ma mentre scrivo mi è venuta un'idea capitalistica :
aderiamo tutti creando un fondo comune e poi compriamo azioni delle maggiori "holding" dell'acqua (Acea, Consiag, Toscana Energia, ecc.., ecc...) e poi entriamo con un "delgato" presso i maggiori consigli di amministrazione.
Il resto lo lascio pensare a voi............
VI PIACE????

Andrea Leporatti Commentatore certificato 08.03.07 13:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Giusto per la cronaca: sabato sera in rock club del cesenate al bancone del bar ho chiesto una bottiglietta da 1/2 l. di acqua minerale, che il barista mi ha gentilmente concesso alla modica cifra di 5 euro!!!!!! Nota bene: Per la birra ne servivano solo 3.
Che ne dite donne di attrezzarci con una borsetta di quelle belle grandi e di portarci le bibite da casa? Un pò come facevano le nostre nonne quando andavano ai veglioni e si portavano dietro la "Ligaza", quel bel fazzolettone a quadretti rossi e bianchi con vino e piadina romagnola?

erika cola 08.03.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

andiamo tutti a vivere in Second Life!

marco ricci 08.03.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe l'esperienza boliviana ci può insegnare qualcosa...www.selvas.org
C'è un articolo di un mio amico di qualche tempo fa: " I nuovi Conquistatores" anvedi un pò!!!

federico corsale 08.03.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la disponibilità d'acqua non èm solo un problema italico, o dei nostri politici. Tanto per gradire nella vicina Francia si spende giù molto di più per il consumo... senza pensare alle zone dove per avere l'acqua si fa anche la guerra...

Guido Rolando 08.03.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento


O.T.

Allora i cittadini non possono esercitare il potere legislativo? Hanno solo un potere abrogativo o... propositivo?
Scusate la confusione... che potere ha il cittadino?
F. Marillo 08.03.07 12:25

--------------

In Italia è possibile promuovere referendum abrogativi per le leggi ordinarie, tranne per alcune eccezioni come ad esempio trattati tra Stati sovrani.
E' necessario il quorum del 50%+1.

Esiste poi la possibilità di richiedere referendum confermativi in caso siano state attuate dal Parlamento modifiche costituzionali a maggioranza semplice. La richiesta può essere presentata da un quinto dei membri di una Camera, da cinquecentomila elettori o da cinque Consigli regionali entro tre mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
In caso di approvazione di tali modifiche con maggioranza qualificata dei 2/3 del PArlamento la richiesta del referendum non può essere accolta.
In questo caso il quorum non è necessario.

Poi esistono i referendum consultivi a vari livelli istituzionali (nazionale, regionale, comunale) che però non hanno nessun tipo di validità, esprimono solo un parere.

L'unico strumento propositivo per i cittadini è la Proposta di Legge Popolare per cui servono 50.000 firme autenticate da messi comunali per farla arrivare all'esame delle Camere.
In ogni caso si tratta solo di proposta, ed essa segue poi la trafila classica delle leggi, passando dalle Commissioni Parlamentari ed eventualmente votata dal Parlamento che ha facoltà di cassarla.

Trovi tutto con maggiori dettagli qui:
http://it.wikipedia.org/wiki/Referendum

Ciao
JdQ

Jacopo della Quercia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un piccola idea:

Propongo di dare Prodi, D'Alema, Bertinotti, Berlusconi, Fini, Follini, Mastella, Cossiga e Bondi ai Talebani, in cambio (anche se nettamente favorevole all'Italia) di Mastrogiacomo.

Chissa...

roberto laris Commentatore certificato 08.03.07 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse bisognerebbe essere un po' meno integralisti.
Allora elenchiamo dei dati, in un anno in Italia si hanno, più o meno, i seguenti consumi di acqua: uso domestico 10.000 milioni di tonnellate; agricoltura 40.000 milioni di tonnellate; industria 10.000 milioni di tonnellate. Per costruire un'automobile del peso di circa una tonnellata occorrono 150 tonnellate di acqua, ma è acqua di raffreddamento e tutti sanno che le industrie siderurgiche le quali producono il metallo anche per le automobili sono situate prevalentemente vicino al mare dal quale prendono l'acqua per raffreddare il prodotto e poi la reimmettono nel mare. Quindi per fare un'automobile non