Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La mano di un bambino


la_mano_di_un_bambino.jpg
foto di Karen forever

L’altra sera passeggiavo in una città italiana. In pieno centro c’erano due bambini di quattro/cinque anni soli che mendicavano sul marciapiede. Ho chiesto a un carabiniere poco distante di intervenire. Mi ha risposto di rivolgermi alla polizia e indicato dei poliziotti. Sono andato da loro. Mi hanno rassicurato che qualcuno sarebbe intervenuto. Mezz’ora dopo i bambini erano ancora lì.
I bambini non dovrebbero chiedere la carità, ma la chiedono davanti agli occhi di tutti. Potrebbero essere bambini rapiti, venduti. A cosa servono le Forze dell’Ordine se non li proteggono? A scortare delle teste di c..o allo stadio e i nostri dipendenti a Montecitorio?
Ho pensato di mettere a disposizione il mio blog per le fotografie dei bimbi abbandonati per la strada riprese da tutti voi via mms. Il mio avvocato mi ha sconsigliato. Mi ha detto che per la legge italiana finirei in galera. Invece, chi costringe i bambini, forse bambini rapiti, a mendicare e talvolta a prostituirsi non rischia nulla in questo Paese del c...o.
Aiutatemi. Trovate un’idea per identificare questi bambini, per fare cessare questo schifo.

Allego un estratto della lettera del legale:

“ Rimetto alcune osservazioni sulla questione relativa alla possibilità di pubblicare su un sito Internet foto ritraenti soggetti minori che si trovano in un apparente "stato di difficoltà", scattate ed inviate via mms dagli utenti. Numerosi sono i riferimenti normativi da considerare e tutti conducono ad un'univoca valutazione negativa del quesito.

In particolare:

- l'art. 96 della legge n. 633 del 22 aprile 1941 stabilisce che "il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il consenso di questa"; il successivo articolo 97 introduce alcune deroghe al principio sopra esposto, sancendo che "non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico. Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritrattata".

- Per quanto attiene alla pubblicazione di immagini di minori l'ordinamento è molto più restrittivo. Non possono, infatti, essere pubblicate immagini di minori in modo che siano riconoscibili, e questo anche nel caso di fatti di rilevanza pubblica. Ai sensi dell'articolo 114, 6° comma, c.p.p. “è' vietata la pubblicazione delle generalità e dell'immagine dei minorenni testimoni, persone offese o danneggiati dal reato fino a quando non sono divenuti maggiorenni. È altresì vietata la pubblicazione di elementi che anche indirettamente possano comunque portare alla identificazione dei suddetti minorenni. Il tribunale per i minorenni, nell'interesse esclusivo del minorenne, o il minorenne che ha compiuto i sedici anni, può consentire la pubblicazione”.

- L’articolo 50 del D. lgs. n. 196/2003 (Testo Unico sul trattamento dei dati personali), richiamato l’articolo 13 del Dpr n. 448/1988, precisa che “il divieto di pubblicazione e divulgazione con qualsiasi mezzo di notizie o immagini idonee a consentire l'identificazione di un minore si osserva anche in caso di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale”.

- L'articolo 7 dell'Allegato A (Codice di Deontologia relativo allo svolgimento dell'attività Giornalistica) al Testo Unico sul trattamento dei dati personali, sotto la rubrica "tutela del minore" dispone che "al fine di tutelarne la personalità, il giornalista non pubblica i nomi dei minori coinvolti in fatti di cronaca, né fornisce particolari in grado di condurre alla loro identificazione. La tutela della personalità del minore si estende, tenuto conto della qualità della notizia e delle sue componenti, ai fatti che non siano specificamente reati. Il diritto del minore alla riservatezza deve essere sempre considerato come primario rispetto al diritto di critica e di cronaca; qualora, tuttavia, per motivi di rilevante interesse pubblico e fermo restando i limiti di legge, il giornalista decida di diffondere notizie o immagini riguardanti minori, dovrà farsi carico della responsabilità di valutare se la pubblicazione sia davvero nell'interesse oggettivo del minore, secondo i principi e i limiti stabiliti dalla “Carta di Treviso”.

- La richiamata Carta di Treviso, approvata e sottoscritta, in collaborazione con Telefono Azzurro, dalla FNSI e dall'Ordine dei giornalisti, ribadisce che il rispetto per la persona del minore richiede il mantenimento dell'anonimato nei suoi confronti, il che implica la rinuncia a pubblicare elementi che anche indirettamente possano comunque portare alla sua identificazione fra i quali l'immagine fotografica del minore appare, senz'altro, un elemento fondamentale.
In ragione di quanto sopra ritengo che l’iniziativa si ponga in contrasto con la normativa ed i divieti sopra esaminati.

Sul fronte sanzionatorio, il discorso è piuttosto complicato.
Non vi sono, infatti, sanzioni specificamente correlate alla violazione dei divieti sopra ricordati. Il Codice Privacy, tuttavia, prevede una sanzione penale rilevante (parliamo della reclusione da sei a diciotto mesi) per il caso di diffusione di dati trattati senza il consenso dell'interessato; certo, la norma prevede un elemento soggettivo - il fine di trarre profitto per sé o per altri o di recare ad altri un danno - che in questo caso sarebbe difficilmente individuabile ma la cui ricorrenza potrebbe, invece, essere accertata sulla base di considerazioni in questo momento non ipotizzabili.
Su questi presupposti, dunque, suggerisco di soprassedere.”

10 Mar 2007, 23:15 | Scrivi | Commenti (1211) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Il problema è la legge. La seconda volta che vengono portati per accattonaggio ai centri per i minori, dovrebbero essere tolti ai genitori automaticamente, e la madre andrebbe sterilizzata obbligatoriamente.

Davide Cavallini 25.10.13 16:25| 
 |
Rispondi al commento


sono separata e praticamente dal mio ex marito ,che è fuggito chissà dove,non percepisco da 5 anni più nulla e quest'anno sono anche riuscita ad ottenere l'annullamento della patria potestà(questo per non avere problemi per i documenti che richiedevano la firma di entrambi).
I miei figli si possono considerare orfani giuridici in questo caso?
Chiedo questo perchè nella domanda all'inpdap per le vacanze studio mio figlio (15 anni)non è stato ammesso perchè la precedenza ce l'hanno i figli degli orfani e anche perchè lui c'è già stato.
Premetto che ho anche presentetato la certificazione Isee (che è bassa) e che ho 2 figli da mantenere ..quindi senza questa occasione non lo posso mandare.... Non so a chi rivolgermi per far valere i diritti allo studio di chi come me non può permettere di mandare suo figlio a scuola di inglese all'estero e prendere dei crediti(poi questo concorso è solo fino a 17 anni...).
Aspetto una risposta :Grazie

patrizia moschini 20.05.10 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Allora provo a risponderti:
sono un Poliziotto. Vedo bambini che chiedono la carita' (legalmente si dice accattonaggio), intervengo, li porto in Questura, li fotosegnalo (disposizioni del Tribunale dei Minori), poi avviso il Magistrato per i Minori di turno e li accompagno in una comunità di accoglienza convenzionata. I bambini, che vengono mandati ad accattonare dai genitori o chi per essi, non mi diranno MAI come si chiamano. Se non scappano da soli dal Centro di Accoglienza vengono recperat dai genitori che si presntano a reclamarli: solitamente sono Rom o stranieri, se identificat verranno denunciati a piede libero (perchè così prevede la legge) e comunque gli verranno riconsegnati i figli, che la sera stessa saranno di nuovo sulle strade a chiedere l'elemosina. Ecco tutto. Non sono certo le forze dell'ordine a latitare, magari può essere che gli girano le balle dopo che per 10 volte hanno fatto le stesse cose con risultato ZERO. Ciao.

claudio lucas 27.04.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Calderoli sulla pedofilia e sugli stupri non sei completo,la castrazione chimica è una cazate,serve l'eliminazione fisica di codesti e di chi è contro queste affermazioni.

gesuino bussu 25.04.07 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Calderoli sulla pedofilia e sugli stupri non sei completo,la castrazione chimica è una cazzata,serve l'eliminazione fisica di codesti e di chi è contro queste affermazioni.

gesuino bussu 25.04.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bella inziativa quella delle foto....
voglio però raccintarvi una fatto che dimostra la sensibilità della gente in Italia.
Nel mio paese (poco più di 3500 ab.) la settimana scorsa è uscito dal cortile di casa un bimbo di due anni e mezzo.
E' membro di una famiglia molto, molto disagiata (ma non discutiamo su quello che gli assistenti sociali non fanno!); bene...solo soletto per la strada si stanca e decide di sedersi per terra, in mezzo all'asfalto...e per 3 minuti (il tempo di raggiungerlo da una mia conoscente), LE AUTO LO HANNO SCHIVATO CAZZO!!!! NESSUNO SI E' FERMATO! GLI GIRAVANO ATTORNO SENZA CURARSI DELLA COSA!
Siamo arrivati ad un punto di non ritorno.
La nostra testa è rapita da onde elettromagnetiche che ci portano a vedere i bambini come piaghe sociali.
Io mi chiedo perchè non diamo loro il diritto di essere felici.

Teo Marchetti Commentatore certificato 04.04.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
La mia idea è questa:
Costringiamo i nostri dipendenti, in modo convincente, magari con una consistente petizione e raccolta di firme, e vista la sensibilità che si riscontra su questo argomento non mi sembra un problema, a fare una legge che tuteli questi bambini e le loro (nostre) famiglie, non solo dalla privacy e dalla riservatezza dei dati, ma anche dal loro rapimento, e quindi autorizzino loro stessi questo sito (che lo gestiscano loro)e ci permettano in libertà di poter cercare i "nostri" figli rapiti. Le fotografie, possono essere raccolte in maniera proficua, da un'istituzione pubblica, dalla polizia di stato, nelle questure ecc., e quindi non pubblicare nulla ma permettere a chi ne faccia richiesta, identificandosi e se proprio serve, motivando la richiesta, o ancora autorizzando chi ha subito un rapimento o la scomparsa del proprio figlio, ad accedere a questa banca dati e cercare il poroprio bambino. Non può esistere una legge che tuteli la privacy del minore e non tutela lo stesso bambino che cerca la sua famiglia. Una pronta massiccia raccolta di firme per far fare ai nostri dipendenti quello che più ci interessa, e che è importante per noi. Facciamoli lavorare proficuamente per noi, in democrazia.

Marco Longhi 24.03.07 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
La mia proposta è la seguente:
In collaborazione con Telefono azzurro e le Autorità di polizia aprire un sito di raccolta di fotografie di bimbi italiani e non, scomparsi, comparandoli con le foto di bimbi inviate allo stesso sito da chi come nel post li vede per strada e ha la possibilità di fotografarLi con il Cell.
Questo darà modo di:
1- Non rendere pubbliche le foto perchè saranno visionabili solo da chi gestisce il sito e quindi rispettare la legge,
2- Collaborare ed essere aiutati dalle autorità magari con software aggiornati per comparare i visi,
3- Trovare nuovi posti di lavoro, (personale che gestirà il sito) che sarà stipendiato dalla raccolta pubblicitaria del sito stesso,
4- Incentivare chi manda le foto raccolte per strada con ricompense nel caso in cui la ricerca vada a buon fine; dopotutto si sà che se viene promesso un incentivo economico trasformare indifferenza in interesse....è un attimo.
Non sò se la mia idea può essere buona e fattibile ma è un pensiero che mi è sembrato giusto manifestare.
Ringraziandoti per lo spazio che mi hai concesso e complimentandomi per lo splendido lavoro dei tuoi collaboratori del blog auguro a tutti una buona giornata.
Cristian Bregoli

Cristian Bregoli 23.03.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
La mia proposta è la seguente:
In collaborazione con Telefono azzurro e le Autorità di polizia aprire un sito di raccolta di fotografie di bimbi italiani e non, scomparsi, comparandoli con le foto di bimbi inviate allo stesso sito da chi come nel post li vede per strada e ha la possibilità di fotografarLi con il Cell.
Questo darà modo di:
1- Non rendere pubbliche le foto perchè saranno visionabili solo da chi gestisce il sito e quindi rispettare la legge,
2- Collaborare ed essere aiutati dalle autorità magari con software aggiornati per comparare i visi,
3- Trovare nuovi posti di lavoro, (personale che gestirà il sito) che sarà stipendiato dalla raccolta pubblicitaria del sito stesso,
4- Incentivare chi manda le foto raccolte per strada con ricompense nel caso in cui la ricerca vada a buon fine; dopotutto si sà che se viene promesso un incentivo economico trasformare indifferenza in interesse....è un attimo.
Non sò se la mia idea può essere buona e fattibile ma è un pensiero che mi è sembrato giusto manifestare.
Ringraziandoti per lo spazio che mi hai concesso e complimentandomi per lo splendido lavoro dei tuoi collaboratori del blog auguro a tutti una buona giornata.
Cristian Bregoli

Cristian Bregoli 23.03.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Non si puo' fare ?
ed allora facciamolo al contrario..
Raccogliere in un sito tutte le immagini dei bambini scomparsi con vari criteri che aiutino chi ha scattato la foto a poter valutare la somiglianza e nel caso l'autore dello scatto creda di aver identificato il bambino, che abbia a disposizione un link per inviare la foto ripresa che NON VERRA' pubblicata ma solo inoltrata alle Forze dell'ordine. Cio' dovrebbe essere legale.. no ?
Un saluto.

michele r. Commentatore certificato 21.03.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in merito al problema dello sfruttamento che si fa dei minori tra le possibili azioni da svolgere riesco a pensarne a tre:
1) denunciare ogni qual volta si veda una situazione analoga a quella rappresentata da Beppe Grillo al primo carabiniere/poliziotto che si incontra ciò che abbiamo visto; la numerosità delle segnalazioni potrebbe sortire qualche effetto positivo;
2) non cadere nella tentazione di cedere alla falsa "generosità" elargendo l'elemosina, infatti se tali ragazzi sono costretti a fare ciò è perchè qualcuno ne trova un tornaconto economico, ed occorre "rendere inproduttivo il business" che si è creato;
3) creare una sorta di data base su ciò che siamo stati spettatori per farci (e far rendere conto a chi teoricamnte può) rendere conto di quante sono tali situazioni e forse passare da spettatori inermi ad attori di un possibile miglioramento. personalmente il giorno 12 marzo verso le 9,30 10,00 ho visto un bimbo da solo (forse non aveva nemmeno 10 anni) che nel raccordo della metropolitana di Napoli tra la fermata del Museo e quella di Piazza Cavour chiedeva la carità (forse carità è più forte di elemosina ed è più appropiata) mi sono sentito impotente ad una qualsiasi azione se non quella di informare due poliziotti presso la fermata di Napoli Centrale che mi hanno promesso che avrebbero provveduto a mandare qualcuno (sarà stato fatto? spero di si, ma se la singola segnalazione può non dare effetto, sono convinto che una valanga di segnalazione almeno pone il problema).
Sicuramente il mio agire in tale occasione è stato dettato dalla sensibilizzazione dell'intervento di Grillo che avevo il giorno prima letto e quello che era un banale senso di compassione che si prova, e con il quale giustifichiamo molte cose, può indurre a fare qualche cosa, qualsiasi cosa purchè si faccia.
Spero di avere contribuito con qualche piccola idea al problema Pasquale

pasquale nobile 20.03.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe un piccolo inizio potrebbe essere almeno quello di localizzarli..descriverli...insomma dare quanti indizi possibili per poterli individuare anche senza foto. Con l'aiuto di tutti si riuscirebbe man mano a capire di chi si sta parlando. Ovviamente bisognerà essere il più dettagliati possibile: città, quartiere, via viale corso o piazza, dettagli sul minore, maschio o femmina, carnagione, occhi, capelli, segni particolari...

Gionata Russo 20.03.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Idea banale, ma magari efficace:
se (TUTTI) ogni volta che ci capita di vedere un bimbo mendicare per strada, segnalassimo con una semplice chiamata alle forze dell'ordine la sua presenza, sono convinto che dopo qualche settimana di migliaia di chiamate, le autorità preposte si attiverebbero per risolvere questa indecenza.
ps per chi preso dalla legittima pena verso il bimbo, non ce la fa a tirare dritto, gli dia un dolce o un panino, MAI SOLDI.

Davide Baldi 20.03.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è incredibile come a volte la legge stessa ostacoli dei processi con un giusto fine....è scoraggiante in molti settori . purtroppo però se si semina diffidenza si raccoglie indiffernza . anche se ciò accade nei rapporti stato-cittadini e suona incredibilmente arcaico credo che i rapporti cittadino-forze dell'ordine debbano subire un cambiamento radicale x consentire un rapporto più umano ed efficente . reset

frank morrell Commentatore in marcia al V2day 19.03.07 16:52| 
 |
Rispondi al commento

(INSISTO!)SAREBBE IL CASO
=========================
ai ragazzini italiani di cucirgli una bandiera italiana sulla giacca, e ai ragazzini rom le Chiavi di San Pietro, cosicche' per un verso i trafficanti di organi saprebbero chi prendere a colpo sicuro e per altro verso si alleggerirebbe il lavoro di polizia e carabinieri che non intercetterebbero minori che hanno licenza di accattonaggio per poi doverli rilasciare. Questo perche' bisogna capire che il traffico di organi e' un male minore, anzi necessario, e non capriccioso come quello delle coppie di omosessuali, e bisogna capire che gli organi dei minori italiani tra i ricchi del mondo sono i piu' ricercati (fanno chic!)e noi italiani ne dovremmo andare orgogliosi. Per altro verso i minori rom che fanno l'accattonaggio sono solo la punta emergente di un icesberg, che e' proprio quello del traffico di organi, ed e' normale che i loro genitori non li facciano oziare, ma li tengano al lavoro, e vicini, per potere dare loro un'occhiata mentre adocchiano i figli degli italiani da kidnappare.

paolo emiliani 19.03.07 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe non ho la piu' pallida idea di come poterti aiutare per pubblicare foto di minori in internet a scopo di farli riconoscere. Se si publica una parte del viso e' la stessa cosa ??? Lo so' non e' l'uovo di Colombo. L'altra e' la raccolta delle firme per un referendum che consenta la pubblicazione di foto di bambini sfuttati a scopo di ritrovare i genitori.
Credo che cio' sia stato scritto da altri, ma scusate non leggo gli altri commenti, per motivi di tempo. Ciao a tutti.

Salvatore Di Salvo 18.03.07 22:28| 
 |
Rispondi al commento

circa i bimbi sfruttati in modo ...(si metta pure l'aggettivo più idoneo per una schifezza del genere)...da nomadi,immigrati ecc.,per poter usare con effetto delle immagini,e vista la risonanza ed i risultati che ottiene, penso a tuoi possibili agganci tecnici con "Striscia".
Anche sole immagini riprese in più luoghi e per più giorni potrebbero "scoprire il c..o" e far muovere (e non solo parlare a vuoto)qualcuno dei nostri dipendenti capoccioni ed incapaci. E poi,
Telefono Azzurro funziona? Io ho provato due\tre volte(e proprio per un caso di questi)senza mai riuscire a parlare con qualcuno!!!


francesco spitaleri 18.03.07 20:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao.
nel mio piccolo paese di 1300 abitanti(colloredo di prato in provincia di udine) vogliono costruire un termovalorizzatore di grandezze colossali ke brucerà buona parte dei rifiuti del FRIULI E DEL VENETO.si sà ke ormai le discariche aumentano a vista d'occhi,e ke i rifiuti vanno in qualke modo smaltiti,ma come dice lavasieur,nulla si crea,nulla si distrugge,ma tutto si trasforma,e com è vero ke i rifiuti si trasformeranno in energia elettrica,è vero anche ke in un italia con valori morali troppo bassi x pensare al futuro averrà un disastro ecologico.dicendo ciò intendo dire ke SICURAMENTE conoscendo la mentalità di molte persone si penserà solo ai soldi,speculando sui sistemi di sicurezza x l'ambiemte,quali filtri x evitare ecessive emissioni di sostanze tossike,ke dovranno essere cambiati molto spesso(secondo le mie fonti più o meno attendibili).per non parlare poi dell' effetto ke avrà questa struttura svalutando tutte le qualità paesaggistiche del mio paese.con questo commento spero di ottenere da qualcuno delle ulteriori informazioni attendiili x riuscire a far cambiare idea a coloro del mio paese,amanti della diossina,che pensano ke a costruire un termovalorizzatore ci sia tutto di guadagnato, perkè il comune promette acqua calda x tutti.
grazie.

d'antoni alex 18.03.07 13:21| 
 |
Rispondi al commento

aiutiamoedoardo e un bambino che ha urgente bisogno di aiuto..!!!!!!!visitate il sito

sandro salustri 18.03.07 06:55| 
 |
Rispondi al commento

UNA SERIE DI INSOSPETTABILI E ILLUSTRISSIMI SIGNORI
Autore: GiacomoMonta naa
 
 Mentre le speranze di potere contare su una giustizia italiana che consenta di fare salvare la vita a chi è vittima di reati si vanno assottigliando, contestualmente nella fattispecie si vede una sempre maggiore attenzione da parte della gente che dimostra sempre più stupore, ma anche comprensione e solidarietà verso una vittima che subisce violenze psico-fisiche. Dopo avere saputo degli abusi che vengono ancora a distanza di oltre un decennio, consumati attraverso gli effetti dei reati ai danni di una donna ridotta ammalata e disabile in servizio e per causa di servizio in ospedale ( se vuoi, clicca in fondo sul nome) si comprende con estrema chiarezza che ai danni della maggioranza dei cittadini, a causa di una politica oramai allo sbando, le norme morali sono oramai come un edificio che poggia su un terreno sismico, argilloso e vulcanico. Come abbiamo visto, nella vicenda della dipendente, rovinata in tutti i sensi, con infinite farse e inquinamenti delle prove, affidate alle catene di complicità, omertà e al trascorrere del tempo, i crimini occulti portati alla luce sono così selvaggi e al tempo stesso organizzati con tanta burocratica freddezza, da fare rabbrividire anche le persone più sprovvedute. Sono crimini, i cui effetti ad oltranza sono portati ad essere consumati, persino ai danni di quella stessa donna dipendente impiegata di un ospedale pubblico, ridotta persino portatrice di handicap, dimostrano una aperta e inequivocabile disumanità, malvagità e sete di nuocere, per la quale non si può non provare il più profondo senso di vergogna e al tempo stesso di sdegno, anche al solo prendere atto che gli i carnefici sono addirittura degli uomini falsamente presentati alla società come persone oneste e ai quali vengono persino assegnate cariche di responsabilità e di rilievo.

GiacomoMonta naa 17.03.07 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Windows VISTA, un pericolo alla tua libertà!

VISTA pone seri problemi per quanto riguarda la liberta' dell'utente e l'interoperabilita' tra i vari sistemi.

E' giusto che le persone meno informatizzate ne vengano a conoscenza per evitare che l'acquisto inconsapevole ricada poi su loro stessi e su tutti gli altri.

Pubblicizzato come innovativo e rivoluzionario, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalita' di sicurezza migliori, include anche molte restrizioni per l'utente !!!

Restrizioni che Microsoft, Stampa e Negozianti cercheranno di tenervi nascoste il piu' possibile.

Avete mai sentito parlare di Trusted Computing detto anche TC ? Palladium ? DRM ?

Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori.

Il DRM permette a Microsoft ed alle aziende dei media di:

- Decidere quali programmi tu puoi o meno usare sul tuo computer

- Decidere quali funzionalità del tuo compuuter o software tu puoi utilizzare in ogni momento

- Forzarti ad installare nuovi programmi anche se tu non vuoi (e, ovviamente, pagando per tale privilegio)

- Limitare il tuo accesso a determinati programmi e perfino ai file di dati tuoi

Tu provi a fare qualosa ed il tuo computer ti dice che non puoi.

Per renderlo possibile, il tuo computer deve controllare costantemente cosa stai facendo.

Tale controllo utilizza potenza di calcolo e memoria ed è in buona sostanza il motivo per cui Microsoft ti invita all'acquisto di hardware nuovo e con prestazioni più elevate per poter far funzionare Vista.

Vogliono farti acquistare nuovo hardware non perché ne hai bisogno, ma perché ne ha bisogno il tuo computer per essere più efficiente nel limitare ciò che tu puoi fare.

Poiché esse sono progettate per fare in modo che il tuo computer smetta di aver fiducia in te ed inizi ad aver fiducia in Microsoft.


www.no1984.org/Fermiamo_Windows_Vista%21

www.no1984.org 17.03.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento


WWW.PORLOSCHICOS.COM


Andrea Bertaglio 17.03.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

IO AVREI UNA BELLA IDEA CHE SICURAMENTE NON CONTRASTA CON LE NORME CITATE DA BEPPE.

.....E SE OGNUNO DI NOI FOTOGRAFASSE QUESTI MAMBINI ED INVIASSE POI LA FOTO ALLA POLIZIA O AL GIUDICE DEI MINORI CON LA DOMANDA : " CHI E'?"( ANCHE IN FORMA ANONIMA)? BOMBARDIAMOLI, NON FACCIAMO NESSUNA PUBBLICAZIONE MA RENDIAMO ATTENTE LE AUTORITA' ALLA PRESENZA DI UN BIMBO SFRUTTATO.
PENSATECI....FACCIAMOLO TUTTI....MA PROPRIO TUTTI......VOGLIO VEDERE SE POI RESTERANNO CON LE MANI IN MANO.

PIno Mazzei 17.03.07 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo col Sig. de Filippi
secondo me ci dovrebbero essere nelle città in cui questo problema è costante, dei funzionari gestiti dalle amministrazioni, che facciano un lavoro di controllo a riguardo intervenendo ove necessario..
Io vivo a viterbo e questo tipo di problema qui non esiste, ma se vado a roma se ne vedono in ogni dove.
Direi che le amministrazioni si dovrebbero rimboccare le maniche per tentare di risolvere questa assurdità

Christian Corbucci 17.03.07 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare a tutti che le forze dell'ordine sono gestite dai nostri dipendenti.
E' facile prendersela con chi prende 1000 euo al mese e deve (secondo i cittadini) sventare le rapine, arrestare gli scippatori, inseguire i ladri, far ragionare gli aspiranti suicidi, liberare gli ostaggi, smascherare i siti pedo-pornografici e le truffe informatiche, individuare gli immigrati clandestini, accompagnare i tifosi fuori e dendro gli stadi anche a fare la pipì mentre loro ti cantano le filastrocche, riconoscere le banconote false ecc ecc... e nel frattempo dare visibilità alla propria divisa, (perchè il cittadino possa notare la sua presenza) svolgere le attività burocratiche passaporti, licenze , ricevere denunce, ecc ecc ecc...
Le persone che dovrebbero fare qualcosa sono i politici... mancano le leggi per punire questi mostri che sfruttano i loro (quando và bene) figli.
E quando ci sono non vengono applicate.
Viviamo in un paese troppo garantista.
Ci vorrebbero calci in c... a non finire altro che indulti!!!!
INDULTI?????????????????????????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
GRANDE BEPPE!!!!

alessandro de filippi 17.03.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
quando vado a Milano e sono in metropolitana, capita anche a me di vedere dei bambini che mendicano. Già due o tre volte ho detto all'adulto che era con loro: 'questi bambini dovrebbero essere a casa, oppure a scuola'. Naturalmente nemmeno mi ha risposto. Ma vorrei trovare il coraggio di dire ad alta voce, alla gente che mi sta intorno, dentro il vagone:'signore e signori, come potete tollerare la vista di questo sfruttamento? Indignatevi! protestate! Avete o non avete dei figli, dei nipoti? Questi sono dei bambini e devono vivere come bambini!E' un loro sacrosanto diritto!.
Se lo facessimo tutte le volte, magari qualcosa succederebbe. Dagli interveni nel blog è chiaro che siamo in tanti a pensare la stessa cosa, il guaio è che pensiamo anche di essere i soli. E' questo che ci frena.
E comunque non capisco perchè nel nostro paese ancora non esista un corpo di vigilanza urbana il cui compito unico e specifico sia quello di impedire lo sfruttamento infantile. Davanti ai supermercati. Nelle metropolitane. Agli angoli delle strade. Nelle stazioni ferroviarie. Qualcuno ha chiamato questi bambini 'gli invisibili'. Ma è solo perchè non si vogliono vedere. Il caro vecchio Dickens si sta rivoltando nella tomba. E anche quel buon trombone del nostro De Amicis da qualche tempo non riposa più tranquillo nel suo sepolcro.

anna lavatelli 17.03.07 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che la questione principale non sia se pubblicare o no le foto dei bambini, ma il fatto che i bambini siano lì, e che le forze dell'ordine non muovono un dito per cambiare la situazione! Quindi che differenza fa se sulle foto ci sia un viso piuttosto che un altro? Preoviamo a fotografare chi sta dietro quei volti, quelli che mandano i bambini a far l'elemosina e anche gli omertosi che lasciano che succeda.

veronica marioli 16.03.07 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non hai chiamato il capo di tutte le forze dell'ordine il supremo "GABIBBO"?
Ho notato che in Italia reati che sono sotto gli occhi di tutti,(vedi Wanna Marchi, pedofilo arrestato grazie al programma "le Iene")
vengono risolti da programmi televisivi.
Poi è di questi giorni la notizia di aver scoperto un assassino di 13 anni fa grazie alla fiction Ris Delitti Imperfetti.
Ma in che Mondo sto vivendo?

Andrea Rossetti 16.03.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, ciao a tutti, io ho una soluzione molto efficace, ma prevedere un minimo di Back Office da parte del tuo staff.
Raccogli le foto scattate, le rielabori con un filtro grafico, trasformandole in disegno, cartone animato, molti programmi di grafica hanno questi filtri. Ovviamente il traffico sarà notevole e conviene fare un programmino apposta che "converta le foto" in "disegni/illustrazioni"... non potete pensare di farle una ad una.
Il risultato che ottieni non è una foto, bensi un disegno.
A dirla tutta potresti "fumettare" le foto, e nelle vignette inserire nomi, strade, città, e altri dettagli. Credimi Beppe, fate delle prove.

Saluto, AleB

Alessandro Buono 16.03.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento

ho letto il post e alcuni commenti (non tutti, in verità): io andrò controcorrente; perchè qui non si tratta, a mio avviso, di pubblicare o meno le foto dei bambini e delle bambine per la strada. Vista così, la questione si risolve di nuovo in buoni (noi che fotografiamo e pubblichiamo le foto dei bambini) e cattivi (i genitori o chi per loro che fanno mendicare i bambini). Ma io, sarò una buonista, un'illusa, credo che dietro a questo fatto ci sia sempre una grande sofferenze, e una grande povertà. Da parte della famiglia tutta. E allora, secondo me, è qui che si deve agire, sulle situazioni di estremo degrado in cui sono costretti i bambini assieme alle loro famiglie. Sinceramente a me fa male anche vedere una donna o un uomo, che chiedono la carità: è una vergogna per noi tutti e tutte, per la nostra "progredita" società. E' proprio una sconfitta. E per cambiare, secondo me, si deve scavare alla radice. La visione del rom cattivo che manda i bambini rapiti a mendicare la trovo un po' semplicistica, sinceramente. Ma forse pubblicando delle foto le nostre coscienze si sentiranno un po' più leggere?

sara mezzari 16.03.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

La mancata segnalazione e l'eventuale successivo mancato intervento da parte delle forze dell'ordine, a mio umile giudizio si può ricondurre ad un omissione di soccorso del tutto simile a quella perpretrata del pirata della strada che non si ferma dopo un incidente infatti.....come da wikipedia:
L'articolo 593 del Codice Penale prevede due distinte ipotesi: nel primo comma l'omissione consiste nel non dare avviso immediato all'autorità di aver trovato abbandonato o smarrito un fanciullo minore di anni dieci o altra persona incapace di provvedere a sé stessa. Il termine utilizzato dal legislatore: " trovando" allude all'imbattersi nella persona in pericolo, attraverso un contatto materiale e diretto, solo un orientamento minoritario afferma la rilevanza della semplice conoscenza del fatto. La distinzione effettuata tra abbandono e smarrimento presuppone la volontarietà o meno del soggetto che sul minore ha un potere-dovere di custodia. Nel secondo comma del suddetto articolo l'omissione penalmente rilevante è quella di non prestare assistenza o di dare avviso all'autorità di aver trovato un corpo umano che sembri inanimato ovvero una persona ferita o che necessiti assistenza. I due obblighi di avviso o di prestare soccorso tuttavia non costituiscono la possibilità di tenere due condotte alternative in quanto l'obbligo di darne avviso all'Autorità ricorre esclusivamente qualora non sia possibile prestare effettiva assistenza.

Colgo l'occasione per complimentarmi con Lei per il suo bolg e per l'opera di sensibilizzazione dell'opinione pubblica che conduce, pur non trovandomi d'accordo con tutte le questioni da Lei sollevate sono felice nel constatare che esistono ancora persone aperte al dialogo e capaci di pensare con la proria testa, senza lasciare che le proprie opinioni siano dattate da una preformata quanto sterile visione di "Destra" o di "Sinistra".

Distinti Saluti Facchin Fabio

Fabio Facchin 16.03.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di tutela dei bambini? E allora mi permetto di offrire a tutti un altro spunto inquietante:
"Tremila morti ogni giorno sulle strade.Tra questi, 500 bambini. Ma è una strage che si può fermare." L'ACI e la FIA stanno cercando di sensbilizzare Governo ed ONU con una petizione online: l'esperienza di recente ci ha insegnato che spesso funziona:
http://www.aci.it/index.php?id=1999

Ipajo A. 16.03.07 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo ci sia un modo per scavalcare la legge soprattutto per te Grillo, non aspettano altro che tu compia un'errorino! a meno che non si richieda un permesso a PPRRRodi o al presidente delle Repubblica che ne so! In tanto bisognerebbe non offrire più caratità ai bambini, non per cattiveria ma se c'è li mettono e perchè guadagnano qualcosa, deduco che se non guadagnano non fanno l'elemosina, ma non è una soluzione anche perchè utopica. ma scusate se io faccio una fotografia e per caso c'è un bambino che chiede l'elemosina è un reato? infondo non importa che il viso del bimbo sia in primo piano ma è sufficente che si capisca che chiede l'elemosina. Fai una galleria fotografica intitolata i portici d'Italia.

Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 16.03.07 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Una soluzione? Un documento preparato prestampato(su formato .pdf) scaricabile dal sito che autorizza il trattamento dei dati personali dei bambini, da far firmare a loro e, per la foto, un´offerta di qualche decina di centesimi o qualche euro. Tre vantaggi: si da soddisfazione alla legge, si identifica il minore e SI E´SICURI CHE LA FOTO VIEN BENE.
Penso sia possibile con un po´di buona volonta´...
G.

Giovanni L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.07 09:35| 
 |
Rispondi al commento

perchè non iniziamo a scrivere i nomi sul web sempre che si riescano a sapere anche senza mettere una loro foto? forse questo è possibile senza il diritto della privacy..... ciao a tutti.

andrea bombardi 16.03.07 09:28| 
 |
Rispondi al commento

mi sono sempre chiesta anch'io perchè esista un tale disinteresse verso tutti i bambini che oggi troviamo sulle strade italiane a chiedere la carità. Perchè il governo non vra una legge che tuteli questi bimbi? indipendentemente di chi siano nessun bambino dovrebbe stare su una strada, ma dovrebbe fare il bambino, se si volesse , se a qualcuno interessasse la lorro sorte si troverebbe il modo di proteggerli. Se però siamo in molti a pensarla allo stesso modo credo che potremo parlare con beppe grillo e vedere che cosa si può fare , i bambini sono il futuro, sono l'espressione pura della vita aiutiamoli a non diventare mostri per difendersi.

Sono a disposizione se vogliamo unirci per sensibilizzare il governo
Grazie

patrizia krisa 15.03.07 22:39| 
 |
Rispondi al commento

CATACLISMA POLITICO IN GIALLO
GiacomoMo ntana

Politica in giallo,ovvero carenza di civiltà, di diritti umani e di democrazia che impedisce un cammino coerente,dignitoso,maturo isolato da una strada da battere nella miriade di soluzioni politiche. Essa è una politica pericolosa,che infine spinge alla scissione della personalità, introducendo nei cittadini torturati,in mille diverse maniere,una propria base spirituale completamente mutata e indipendente da quella della persona umana originaria. Ciò è notoriamente più marcato negli individui che vivono sotto i regimi totalitari.

Una politica che va contro il bene pubblico porta con sé la rovina,perché piena di scandali, disumanità,ambiguità e infine colma di inerzie, per mancati interventi,persino in situazioni estreme di pericolo. La distruzione della originaria personalità dell'individuo diviene più marcata di volta in volta che l'arretratezza politica prosegue verso il totalitarismo.

Anche nella fase che precede il totalitarismo essa sfrutta e trasforma quei cittadini che in tale contesto vengono torturati di nascosto e che in sé sarebbero buoni e umani. Difatti ho constatato più volte che la persona che subisce ignominie,abusi,violenze non rappresenta più un essere solo, ma più esseri a seconda delle circostanze criminali,che di volta in volta le vengono fatte forzatamente vivere,contro ogni legittima,naturale umana aspettativa.

Queste sono situazioni a tinte forti che scavano e denudano le fondamenta di tutti i sospetti, sino a vedere le sabbie mobili della palude politica,che fa sprofondare causando danno alla gente,con tensione,preoccupazione,devastazione morale e materiale. Non c'è civiltà se non c'è imparzialità,rispetto della persona,chiarezza, giustizia. Regna solo il caos,che fa sognare di vedere uno spirito politico positivo,che si opponga senza finzioni al negativo,ripristinando anche i sentimenti religiosi,oggi sempre più assopiti o assenti e oltraggiati.

http://oltreilbuio.blogspot

GiacomoMon tana 15.03.07 20:17| 
 |
Rispondi al commento

CATACLIMA POLITICO IN GIALLO
GiacomoMo ntana

Politica in giallo,ovvero carenza di civiltà, di diritti umani e di democrazia che impedisce un cammino coerente,dignitoso,maturo isolato da una strada da battere nella miriade di soluzioni politiche. Essa è una politica pericolosa,che infine spinge alla scissione della personalità, introducendo nei cittadini torturati,in mille diverse maniere,una propria base spirituale completamente mutata e indipendente da quella della persona umana originaria. Ciò è notoriamente più marcato negli individui che vivono sotto i regimi totalitari.

Una politica che va contro il bene pubblico porta con sé la rovina,perché piena di scandali, disumanità,ambiguità e infine colma di inerzie, per mancati interventi,persino in situazioni estreme di pericolo. La distruzione della originaria personalità dell'individuo diviene più marcata di volta in volta che l'arretratezza politica prosegue verso il totalitarismo.

Anche nella fase che precede il totalitarismo essa sfrutta e trasforma quei cittadini che in tale contesto vengono torturati di nascosto e che in sé sarebbero buoni e umani. Difatti ho constatato più volte che la persona che subisce ignominie,abusi,violenze non rappresenta più un essere solo, ma più esseri a seconda delle circostanze criminali,che di volta in volta le vengono fatte forzatamente vivere,contro ogni legittima,naturale umana aspettativa.

Queste sono situazioni a tinte forti che scavano e denudano le fondamenta di tutti i sospetti, sino a vedere le sabbie mobili della palude politica,che fa sprofondare causando danno alla gente,con tensione,preoccupazione,devastazione morale e materiale. Non c'è civiltà se non c'è imparzialità,rispetto della persona,chiarezza, giustizia. Regna solo il caos,che fa sognare di vedere uno spirito politico positivo,che si opponga senza finzioni al negativo,ripristinando anche i sentimenti religiosi,oggi sempre più assopiti o assenti e oltraggiati.

http://oltreilbuio.blogspot

GiacomoMon tana 15.03.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto complimenti per il tuo lavoro, poi grazie per aver permesso a molti di noi di svegliarsi, dal torpore che radio, televisioni, giornali ecc. con i continui bombardamenti di caz...e ci avevano rimbecilliti. Come si dice se l'unione fa la forza più siamo più potremo farci ascoltare....Anche noi semplici cittadini un giorno potremmo diventare così potenti da far cambiare le cose in questo paese, governato e gestito dai furbi...Relativamente al problema delle foto dei bimbi, si potrebbero mandare a "CHI l'ha visto"

Ciao e buona giornata

Piero

Piero Marinacci 15.03.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

LA VITTORIA FINALE DELLA VERA LIBERTA'

Si dice che la religione è principio della libertà. Ognuno attraverso di essa trova lo spazio per potere vedere illuminati i doveri, passando attraverso: LA COSCIENZA.
Ma allora se è così, ci si potrebbe chiedere quante persone al mondo davvero credenti in Dio ci sono rimaste, se la delinquenza domina in abbondanza? Non si capisce più dove sono i benefici del cristianesimo, dell'ordine sociale, se è in aumento la protezione dei criminali. Io ho sempre creduto nel cristianesimo, come garante dell'avvenire, mentre oggi vedo che si critica il riconoscimento dei Dico, contrastandoli e non si guarda al vero marciume, che distrugge e uccide esseri umani. Possiamo essere fieri della Nostra Costituzione e poi non la vediamo applicare come se si seguisse la carta non scritta di privilegi, si guarda un quadro tutto nero della Nazione ma bordato di oro zecchino. Oggi conta solo il contorno e non il popolo. Gli abusi vengono sempre più tollerati sino a fare sospettare all'esistenza di una dilagante moda “tangenti”. Improvvisamente quello che nessuno vede o fa finta di non sapere per anni, ad un tratto viene portato alla luce. Ci si potrebbe chiedere, si tratta di un fenomeno conclusivo naturale o di conseguenze legate a qualche tangente ritenuta insufficiente e da qui la vendetta della soffiata?
Si vede la pagliuzza e si nascondono le grosse travi. Oggi viene distrutta anche la sovranità dell'opinione della gente comune, occupando tutto lo spazio democratico per conto dei personaggi politici e giù di lì.
La libertà anche in Italia la si potrà limitare più o meno sempre. Elementi voluti o accidentali potranno interromperne lo sviluppo, ma qualsiasi cosa si faccia, si pensi di fare o si dica, ad essa non può essere mai negata una brillante vittoria vera finale. Un grande esempio dell'esercizio di una falsa libertà lo si può vedere visitando il seguente blog.
http://oltreilbuio.blogspot.com
Un caro saluto a tutti. Giacomo

GiacomoM ontanaa 15.03.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che il 6° comma dell'art. 114 c.p.p. vieta la pubblicazione d'immagini dei minorenni atte alla loro identificazione quando però non sia l'identificazione l'obiettivo che si vuole raggiungere, se si pensa ai tristi casi di cronaca che ormai sono quasi all'ordine del giorno la diffusione delle immagini dei bambini scomparsi è il più importante veicolo per coinvolgere l'intera popolazione nelle ricerche affinchè forniscano informazioni.In questi casi senzaltro sarà stato richiesto dalle famiglie un provvedimento autorizzativo al giudice in tal senso, ma se questi bambini non hanno nessuno che esrciti la patri potestà ne' le forze dell'ordine se ne occupano, pur se sarebbero per legge obbligate a rivolgersi a un giudice tutelare per l'apertura della pratica della nomina di un esercente la potestà, ex art 343 c.c., allora perchè non possiamo essere noi cittadini che ancora ci attacchiamo con i denti ad un perso senso civico a voler fare qualcosa a chiedere una virtuale autorizzazione affinchè si possano identificare questi bambini o si accolgano in strutture che se ne occupino.
in un momento in cui si riparla dell'istituto delle famiglie ,si ridiscute sulla fecondazione ma perchè non occuparsi delle creature che non hanno nessuno e che esistono e soffrono nelle nostre città?
I giudici non sopporterebbero una mole di lavoro che gli piovesse addosso per l'obbligo che hanno di assegnare dei tutori ai minori in condizioni di abbandono, le forze dell'ordine idem, ai cittadini viene impedito di aiutarli, ma allora si vuole determinare la già triste abitudine di vedere e girare la testa dalll'altra parte? Che democrazia illuminata è quella che dei deboli se ne disinteressa e lecca il...... a cji ha già tutto? ...... La nostra!

emanuela forti 15.03.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, mi chiamo Patrizia,vivo a Torino, sono infermiera e madre di 4 figli. Grazie per aver parlato dei bambini di strada,nella mia città è un fenomeno molto vasto e non riguarda solo i Rom ma bimbi e ragazzi slavi ecc. tutti indistintamente figli miei. Lo so forse sembro una fuori di testa ma i miei appelli volanti non hanno sortito effetto ed io voglio fare qualche cosa senza violare la legge.A una dei miei figli la nonna ha parlato dell' angelo custode e lei incontrando un bimbo mendicante mi ha detto "si vede che lui non ha l'angelo custode, non posso prestargli il mio?" mi sono vergognata. La mia vergogna è quella di essere un adulto progredito, impegnato, di sinistra ecc. ecc.
che non vuole più parlare ascoltare pensare...
vuole fare e non sa da che parte iniziare.
Tutte le volte che incontro uno di questi bambini penso che sono il futuro come i miei ...ma non voglio diventare retorica o melensa... voglio solo dirti grazie e chiedere attraverso il tuo blog a chi rivolgersi e come fare le segnalazioni.

patrizia fanciotto 15.03.07 11:48| 
 |
Rispondi al commento

E se ti mandassimo la foto del Carabiniere/Poliziotto/Vigile Urbano/Pompiere/Finanziere etc etc di turno che invece di curarsi del bambino guarda il sedere delle turiste che passano?

Fabrizio F 15.03.07 11:33| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SAREBBE IL CASO
===============
ai ragazzini italiani di cucirgli una bandiera italiana sulla giacca, e ai ragazzini rom le Chiavi di San Pietro, cosicche' per un verso i trafficanti di organi saprebbero chi prendere a colpo sicuro e per altro verso si alleggerirebbe il lavoro di polizia e carabinieri che non intercetterebbero minori che hanno licenza di accattonaggio per poi doverli rilasciare. Questo perche' bisogna capire che il traffico di organi e' un male minore, anzi necessario, e non capriccioso come quello delle coppie di omosessuali, e bisogna capire che gli organi dei minori italiani tra i ricchi del mondo sono i piu' ricercati (fanno chic!)e noi italiani ne dovremmo andare orgogliosi. Per altro verso i minori rom che fanno l'accattonaggio sono solo la punta emergente di un icesberg, che e' proprio quello del traffico di organi, ed e' normale che i loro genitori non li facciano oziare, ma li tengano al lavoro, e vicini, per potere dare loro un'occhiata mentre adocchiano i figli degli italiani da kidnappare.

paolo emiliani 15.03.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il post del 10 marzo 2007 la mano di un bambino. Se al posto della forografia ci metti un ritratto disegnato cmabia qualcosa? te lo potrebbe dire il tuo avvocato... Forza e coraggio continua a lottare... zeno

zeno caccamo 15.03.07 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Bè, leggendo direi che se ci si inquadra o si inquadra un soggetto terzo consenziente e "per caso" nella foto ci finisce anche il bambino, mica gli si può dire di levarsi dai piedi per fare una foto no??? Al massimo passava di lì per caso... Dovrebbe aggirare il problema...

Cristiano Gariboldo 15.03.07 03:30| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera,
in questi giorni sono in Inghilterra e mi è capitato di leggere un manifesto che pubblicizza il sito www.missingkids.co.uk che pubblica le fotografie delle persone scomparse in Gran Bretagna.
Dal sito si accede all'omologo sito italiano www.bambiniscomparsi.it, dove è possibile consultare l'elenco dei minori scomparsi (in Italia) e stampare le loro fotografie. Inoltre contiene consigli su come comportarsi in presenza di abusi su minori.
Un suggerimento potrebbe essere quello di mettere questo link sul vostro sito e di telefonare al 113 per segnalare un abuso su minori. Le telefonate sono registrare e il mancanto intervento dimostrabile.
Cordiali Saluti

Mario Ornaghi 14.03.07 23:27| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, in un paese dove i pregiuducati siedono al parlamento ed al senato è ovvio che le leggi siano palesemente s fsvore di coloro che commettono reati, sarebbe strano il contrario,purtroppo viviamo in stato dove abbiamo l'illusione di avere una democrazia, ma in realtà subiamo la dittatura dei cosidetti politici.

rodolfo scarsciafratte 14.03.07 21:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

IDEA IDEA IDEA!!! la mano di un bambino......... ti scrivo per condividere con te la mia diea per poter pubbilcare le facce dei bambini senza incorrere in problemi legali: come si fa per divulagre le immagini dei processi a porte chise, invece della foto puoi assumere un disegnatore e pubbilcare i ritratti.N.B. vorrei collaborare da sempre con te, se l'idea ti piace ti lascio i miei riferimenti: Giuseppe Coregiano, Roma, 3331505244

giuseppe cortegiano 14.03.07 21:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
sono un avvocato che si interessa di privacy e vorrei appoggiare la tua iniziativa. Secondo me, pur condividendo l'analisi giuridica del collega, la divulgazione delle immagini dei minori mendicanti ha un’utilità sociale che prevale su un’idea asettica di privacy del minore come riparo da occhi indiscreti. La verità è che quei bambini vengono già dati in pasto agli occhi di tutti. Se privacy è dignità, qui l’utilità sociale della notizia si concilia con la dignità del minore, cioè con la sua privacy di oggi e soprattutto di domani.
Credo che se te ne assumi la responsabilità come (libero) professionista dell’informazione, puoi portare avanti l’iniziativa. Assumersi la responsabilità significa che dovresti fare filtro redazionale sugli MMS, scegliendo quelli dove l’immagine rende la situazione di elemosina senza zoomare troppo sul volto del minore, trasformare questa campagna d’informazione in un reportage col contributo di tutti, ma a tua firma, senza testi altrui né affermazioni xenofobe.
A queste condizioni, puoi avvalerti della norma del codice di deontologia privacy dei giornalisti: il giornalista dovrà farsi carico della responsabilità di valutare se la pubblicazione sia davvero nell'interesse oggettivo del minore. La diffusione delle immagini è nell’interesse di queste povere vittime. Se sei d’accordo ad assumerti questa responsabilità, a fare filtro redazionale, a costruirlo come un reportage, sono disposto a darti sostegno legale.
Rosario Imperiali
www.imperiali.com


Aggiornamento per il libro "La scomparsa dei fatti" di Marco Travaglio, a Teramo venerdì 16 marzo 2007...Siete tutti invitati. Anche Berlusconi.


Trans politici, trans economisti, trans religiosi, trans...di che? Un dato è certo: L'Italia è alla frutta! Fanno di tutto pur di nascondere i problemi del Paese. E nell'ultimo libro dell'infaticabile Marco Travaglio, La scomparsa dei fatti, sottotitolo "Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni", edito da Il Saggiatore, si mette il dito in una delle piaghe più evidenti del giornalismo italiano degli ultimi anni, “la scomparsa dei fatti”, ossia il presentare sempre e solo opinioni, e mai gli eventi che, credibilmente, le dovrebbero produrre. URGE L'AGGIORNAMENTO SIRCANA. Marco Travaglio in questo libro inizia col porsi una domanda cruciale. Perché è avvenuto questo stravolgimento del significato intrinseco della professione giornalistica? La domanda gli venne per la prima volta spontanea quando, dopo essere stato ospite della trasmissione di Daniele Luttazzi, Satyricon, per presentare il libro scritto con Elio Veltri, "L’odore dei soldi", e nacque un vero putiferio. Il guaio è che qui, qualunquismo a parte, tutto scorre verso l'inesauribile oceano dell'ipocrisia a senso unico della sconfitta della ragione in nome della difesa del proprio tornaconto.
Il metodo è giusto, la causa pure, il fine un po' meno perchè la ricerca della verità non guarda in faccia ad alcuno. Non risparmia nessuno! Nessuno.

Nicola F. Commentatore certificato 14.03.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo capito che non si possono fotografare i minori, ma esiste il divieto di farli lavorare e allora esiste una sanzione per le forze pubbliche che non sono intervenute? esiste un obbligo di sanzione per un genitore che lascia solo un figlio a mendicare? non dovrebbero togliere un minore ad un genitore simile? quantomeno avvisarlo che potrebbe accadere?

gloria pescatore 14.03.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento

ma in riferimento dell'ART.96 del 1941, come mai il programma CHI L'HA VISTO pubblica foto di persone scomparse che non penso possano aver dato il consenso alla pubblicazione!?!?!?

francesco martorna 14.03.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

la soluzione ce l'hai data tu l'altro giorno segnalandoci il sito www.troviamoibambini.it

io ho inserito il banner che loro mettono a disposizione sul mio sito con le facce dei bambini scomparsi. E davvero una lodevole iniziativa.

Perchè non lo inserisci anche tu?

marco facchini 14.03.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'altro giorno ho visto camminando per le calle veneziane una giovane donna tutta in tiro che passeggiava tranquilla facendosi baciare dal sole..... (ora, fin qui tutto ok...) peccato però che al guinzaglio avesse un BAMBINO!!!!!!!!
un bambino capite??? non volevo crederci!!! un bambino al guinzaglio!!!

in galera oltre a quei poliziotti ci metterei quella madre snaturata e le aziende che pensano e e producono guinzagli per bimbi!!!!
alla prossima!!

giulia gazzola Commentatore certificato 14.03.07 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Chi crede che fatti simili accadono solo in Italia dovrà ricredersi.

Ho avuto un'esperienza analoga a quella di Grillo a Madrid. Alla risposta, un po' strafottente, del poliziotto però non sono riuscito a tacere ed ho cominciato ad urlargli in faccia tutti gli insulti che conoscevo in italiano, spagnolo, e dialetti vari.

Udite udite!

AL TERZO "VAFFA" IL MISERABILE SE N'È ANDATO SCOCCIATO.

Credo che una cosa analoga possa accadere in tutti gli altri paesi d'Europa.

Roberto Volpi 14.03.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

PER I NOSTRI DIPENDENTI:avete mai dormeito sotto un ponte?siete mai rimasti 10 giorni col culo sporco?...PROVATECI,FORSE IMPARATE QUALCOSA...

pinna gianluca 14.03.07 12:44| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRAZIE DI ESISTERE.
e mi raccomando :
NON IMBORGHESIRTI MAI,
MAI!!!!
sennò farai migliaia di orfani.

ivan manotti 14.03.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Questi bambini che fanno l'accattonaggio, ove l'Italia fosse un paese razionale, dovrebbero essere quelli che i trafficanti di organi dovrebbero prelevare per primi, per logica di cose, dico io! Ma siccome questi bambini sono Rom e sono i loro genitori che sequestrano i minori cui poi vengono asportati gli organi (ieri un Rom ha tentato di prelevare un bambino di un anno da una carrozzina, come e' stato scritto in tutti i giornali)e' ovvio che questi genitori Rom non sono cosi snaturati da sequestrare i loro stessi figli! E cosi per un verso spariscono sempre di piu' minori italiani di povere famiglie o di genitori separati, cui vengono asportati gli organi, per altro verso aumentano i figli dei Rom che chiedono l'elemosina... Qualche sconsiderato dice: "E' il Vaticano che protegge gli zingari!". Ma questo e' ovvio, dico io! Mica si puo' chiedere ai carabinieri di sequestrare i minori cui asportare gli organi!... Un vero rompicapo all'italiana!

sandro altarini 14.03.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Grillo, vorrei darti un'idea per riuscire a pubblicare le foto dei bambini in strada: pubblicare le foto di questi bimbi con la firma di tutti i sostenitori di questo progetto. Se siamo veramente in tanti non possono arrestare un'esercito (CREDO!!!!!)ma anzi cosi' facendo si attirerebbe l'attenzione di altri 1000 eserciti echissa' che si possa ottenere una variante alla legge attuale, che ritengo giusta ma assolutamente non completa.Un grande grazie per tutto il lavoro che fai. Ciao mariella

mariella arnaldino 14.03.07 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
noi non siamo il "settimo paese industrializzato", ma "TERZO MONDO AVANZATO"!
Credo che negli ultimi 10 anni solo Sirchia e Veronesi siano stati messi nei Ministeri giusti, per il resto (vedi Di Pietro ai Lavori Pubblici invece che alla Giustizia), nessuno capisce niente di niente con la pretesa di legiferare tutto su tutto. I risultatati si vedono, siamo un popolo di artisti (c'inventiamo il lavoro), di brava gente (ci mettono sotto i piedi cani e porci da tutto il mondo) e navigatori .......come navighimo galleggiando nella m...a noi non ci riesce nessuno!
Gianfranco.

Gianfranco ZERBI 14.03.07 09:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
chi scrive non ha mai avuto in simpatia un certo genere di forze dell'ordine ma bisognerebbe cercare di non umiliare chi magari cerca di fare il proprio lavoro con onestà e criterio. se,come è vero, spesso le leggi sono fatte da incompetenti è umano credere che i tutori dell'ordine non possano lavorare al meglio. non buttiamo il bambino con l'acqua sporca.in merito potremmo anche segnalare il lavoro spesso inutile dei nas, dei finanzieri( parlo ovviamente di chi onesto è)etc. qulacosa mi dice che se non si inverte rotta il peggio lo dobbiamo ancora vedere. se guardiamo con onestà al nostro paese vediamo che pur rimanendo in europa in realtà ci stiamo trasformando nella spazzatura d'europa. le varie mafie vengono qua a mettersi daccordo su come operare.in questo contesto è difficile per tutti fare del proprio meglio. rimane il fatto che dobbiamo tenere duro.fuori da questo blog mi capita di rado di trattare tali argomenti- a meno di non considerare i vari progarammi demenziali televisivi- per niente soddisfacenti

massimiliano m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.03.07 04:23| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo beppe ho letto sul tuo blog la storia dei bambini che mendicavano, e ti posso dire che mi vergogno di essere un poliziotto quando sento queste cose. Purtroppo il problema dello sfruttamento dei bambini per lo scopo di chiedere le elemosina è una piaga che affligge molte città della nostra Italia, e tidico che le forze dell ordine avrebbero dovuto intervenire in qualsiasi modo, carabinieri o polizia che fosse. Purtroppo molto spesso chi indossa una divisa ha perso di vista quelli che sono gli "interventi" di natura umana, dando priorità a quelli di natura penale... Grandissimo errore. Probabilmente se ogni poliziotto o carabiniere o finanziere che sia provasse a mettere in primo piano i piccoli interventi di natura umana, non esisterebbero gli interventi di natura penale o quantomeno sarebbero limitati.... A maggior ragione quando si tratta di bambini che nella loro innocenza si affidano alle menti bacate degli adulti.

Antonio Satta Commentatore certificato 14.03.07 01:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciatemi fare un commento semplice ed anche piuttosto da ignorante, quando ignorare è una delle ultime libertà che ci rimangono.
Visto che in base alle vigenti leggi sembrerebbe sconsigliabile la pubblicazione delle foto dei bambini... allora pubblichiamo data, ora e foto degli agenti che non intervengono!!! Non tanto per loro che, poveretti, non son per nulla tutelati in quel che fanno, ma per creare un caso e sensibilizzare chi non vuol sentirci!!

beppe b. Commentatore certificato 13.03.07 22:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Per i casi di accattonaggio si può chiamare il numero verde 800 290 290 e si può fare qualcosa di concreto.

stefano cosmo 13.03.07 21:23| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La legge impone giustamente delle limitazioni all'uso delle immagini dei minori ... e come mai su You Tube, ci sono migliaia di video girati nelle scuole con i videofonini ... e le situzioni sarebbero sanzionabili, ma a nessuno salta in mente di applicare questi articoli di legge!
Qui lo scopo è molto più serio.

Anna Galli 13.03.07 19:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SEGNALO IL SITO
http://www.troviamoibambini.it/
ISCRIVETEVI NUMEROSI !

IVO POSTIGLIONE 13.03.07 19:09| 
 |
Rispondi al commento

>>>
- L’articolo 50 del D. lgs. n. 196/2003 (Testo Unico sul trattamento dei dati personali), richiamato l’articolo 13 del Dpr n. 448/1988, precisa che “il divieto di pubblicazione e divulgazione con qualsiasi mezzo di notizie o immagini idonee a consentire l'identificazione di un minore si osserva anche in caso di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale”.
>>>

Ora, per la legge italiana, il vagabondaggio da quanto ne so è un reato PENALE, per cui viene a mancare la fattispecie oggettiva, per lo meno basandosi sull'articolo appena quotato...
Ritengo quindi che sia possibile la pubblicazione delle foto.
Ma in fondo io non sono un avvocato...

paguro .paguro.. 13.03.07 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Non vogliamo più vedere i bambini che chiedo l'elemosina?Basta non dargleli più!Ve lo siete chiesti il perchè vedete solo bambini o finti zoppi a fare l'elemosina?Perchè chi ce li mette è consapevole che fanno pena!Se fanno pena fanno soldi.Il povero zoppo del semaforo,il povero storpio tutti con la faccia triste e la stampella sempre troppo corta.Poverini non trovano nemmeno la stampella della loro misura,e allora soldi!
Di che vogliamo parlare?Siamo noi che ce li mettiamo,ma poi al solo pensiero che sono poveri bambini noi ci commuoviamo e......perchè no,sono solo 2 euro,infondo non ci cambia la vita.

david galassi 13.03.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe potresti inserire le foto dei bambini rapiti col consenso dei genitori in modo da poter tenere a mente i loro volti

Rob ben 13.03.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe fare un ritratto della foto? Tipo un quadro esattamente corrispondente alla foto? In questo caso si incorre in sanzioni penali?

Giovanni Salamone Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento

giuro, mi viene da piangere nel leggere tutte queste cose... siamo un paese incivile e paraculo, mi vergogno di essere italiana!

ilaria g. 13.03.07 15:21| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Legge sulla Privacy:
Riguardo la legge sulla privacy in certi uffici richiedono oltre alla autodichiarazione pretendono anche la fotocopia di documenti attestante la tua identità.
Ed allora a che gioco giochiamo? alla faccia della privacy ti schedano come in un archivio della polizia !!

Erminio Caruso 13.03.07 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Effetivamente queste cose mi lasciano perplesso e sfiduciato vrso chi dovrebbe tutelare il cittadino, bambino o adulto che sia. Le istituzioni sono fatte da persone che nella maggior parte dei casi se ne lavano le mani,so che non bisogna fare di un erba tutto un fascio,ma quello che succede in questo paese ha dell'inverosimile. Vorrei proprio vedere se uno di quei poveri bambini fosse il figlio di un poliziotto,sicuramente la reazione sarebbe diversa. Ormai le persone si danno da fare solo quando sono parte in causa disinteressandosi di tutto ciò che succede intorno a loro. Alcuni giorni mi vergogno di essere italiano.

Omar S. Commentatore certificato 13.03.07 14:49| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE L'IGNORANZA, NON HO CAPITO UNA COSA? NEL MOMENTO IN CUI DENUNCIO ALLA POLIZIA DI AVER VISTO DEI MINORI CHE CHIEDONO L'ELEMOSINA E CHE SONO DA SOLI PER STRADA, LA POLIZIA HA L'OBBLIGO DI INTERVENIRE? SE SI, E NON LO FA, COME DICE ENZO AVITABILE IN UNA SUA CANZONE, "ARRESTATE LA POLIZIA".....
A PARTE QUESTA COSA, QUANDO VOGLIO DENUNCIARE QUESTO TIPO DI SITUAZIONE, RECANDOMI PRESSO UN UFFICIO DI POLIZIA, NON MI LIMITO SOLO A COMUNICARE LA NOTIZIA (VISTO CHE NON SI OTTIENE ALCUN RISULTATO)E NON MI ACCONTENTO DI VANE RASSICURAZIONI MA RESTO LI' IN ATTESA CHE QUALCHE POLIZIOTTO MI SEGUA SUL LUOGO DA ME INDICATO E PROVVEDA IN MIA PRESENZA A PRENDERE DEI PROVVEDIMENTI. NON SI POSSONO IGNORARE LE COSE SOPRATTUTTO SE SI E' INVESTITI DI UNA CARICA IN CUI L'INTERVENTO E' D'OBBLIGO. LO SO CHE E' UNA BATTAGLIA CONTRO I MULINI AL VENTO, MA SE NON CI TUTELA LA POLIZIA O CHI PER ESSA, COME POSSIAMO SPERARE NEI CAMBIAMENTI? E POI, FORSE DA SOLI NON SI VA DA NESSUNA PARTE.

SILVIA C. Commentatore certificato 13.03.07 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domenica pomeriggio ho visto, su rai 2,un reportage sulla Sierra Leone:terrificante.Stamane su repubblica.it il fotoracconto di A.Jolie dal Darfur:terrificante.Lo scorso mese ho "visitato"un campo nomadi nei paraggi di Napoli, città dove vivo:terrificante.E mi fermo qui.Ed intanto i nostri dipendenti "legiferano" e credono di risolvere il problema migrazione chiudendo le frontiere.Ed intanto dal vaticano, nel caldo e sicuro rifugio delle loro dorate stanze, il papa ed i suoi reggicoda strepitano sulla purezza del matrimonio e la sua indissolubilità mentre milioni di persone, bambini compresi, muoiono di fame ogni minuto, lasciando ai poveri missionari il compito di fare qualcosa in quei paesi , magari facendosi uccidere da vari signori della guerra locali:terrificante.Ed intanto i nostri TG nazionali, aprono con la notizia dell'arresto e divieto di espatrio di tali Corona e Mora, squallidi epigoni della nostra italica "cultura".Ed intanto la Moratti ed il consigliere comunale Berlusconi cianciano su nuovi poliziotti e commissariati, dimenticando che sarebbe il caso, e lo dice uno che vive a Napoli e sà dove s'imboscano gran parte di vigili comunali,che prima di chiedere nuovi tutori dell'ordine, andrebbe inculcato loro il rispetto della res publica:terrificante.Ed intanto continua ad esser lasciata alla buona volontà dei singoli, Zanotelli-Strada, la mano tesa verso i bisognosi,gli emarginati,i poveri:terrificante.Perchè quand' è la macchina della solidarietà internazionale a muoversi, arrivano in Africa medicinali inutili e scaduti, nonchè derrate alimentari immangiabili....che possiamo fare?Non lo so, davvero non lo...nel frattempo cerco di parlare ai bambini, figlie comprese, attraverso la carica di consigliere di istituto presso la loro scuola o di volontario in parrocchia,"sfruttando" qui la fortuna d'aver incontrato un giovane parroco di "strada".O "sfogandomi" attraverso il nostro muro del pianto, qui da Beppe.

marcello ciucci 13.03.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

LA LEGGE ITALIANA E MOLTO GUIUSTA E BUONA E TUTELA MOLTO BENE I BAMBINI - BASTA COMINCIARE DI OSSERVARLA E DI RISPETTARLA!

Olga Babenko 13.03.07 13:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Io chiederei alle forze dell'ordine, magari con la collaborazione delle sedi dei quartieri o dei Comuni,un numero di cellulare dedicato da rendere pubblico tramite il tuo blog ed i servizi pubblici, cui poter inviare via sms le indicazioni dei luoghi in cui di volta in volta i cittadini vedono bambini in stato di abbandono o che chiedono l'elemosina da soli; poi magari a fine giornata una persona del tuo gruppo locale, che ha ricevuto in copia l'sms inviato alle forze dell'ordine, fa un elenco e si mette in contatto con il referente di tale servizio presso le forze dell'ordine e inserisce gli eventuali aggiornamenti e i risultati degli interventi.
Tutto ciò potrebbe essere poi pubblicato periodicamente sul tuo blog in modo da renderlo più visibile e stimolare così nuove soluzioni.Io mi rendo disponibile fin d'ora a collaborare. Grazie.

annalisa sansoni 13.03.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

ART.591 C.P. ABBANDONO DI PERSONE MINORI O INCAPACI:
chiunque abbandona una persona minore degli anni 14,...., incapace di provvedere a se stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni.....

Quando sulla strada si trovano bambini soli è sempre un reato di abbandono da parte dei genitori o dei tutori, quindi è il dovere di ogni cittadino italiano di intervenire e di avvisare le Autorità del fatto.

In Italia le Autorità sanno di questi bambini, li vedono così come li vediamo noi, quindi le Autorità stesse compiono il reato di omissione degli atti d'ufficio non intervenendo per la tutela dei minori.

Pubblicando apertamente le foto dei bambini abbandonati (sfruttati) dai propri genitori/tutori bisogna alzare la questione di mancato intervento da parte dei Comuni, Sindaci, Asessori per le politiche sociali, Assistenti sociali, giudici del Tribunale dei minori, Pubblici Ministeri e giudici del Tribunale ordinario, Carabinieri, Polizia.... - sono loro che compiono il reato di omissione degli atti d'ufficio nella
presenza del reato di abbandono (sfruttamento)dei minori.

La foto del bambino pubblicata diventa "attestato" dei reati degli uffici e delle persone legalmente dovuti, la foto è pubblicata PER LA TUTELA DEL MINORE CON LO SCOPO DI OBBLIGARE I RESPONSABILI DI OSSERVARE LA LEGGE E DI RILASCIARE L'ASSISTENZA AL MINORE CHE SI TROVA NELLO STATO PREGIUDIZIEVOLE.

Art.12 Lett.G L.675/96 Privacy, Esclusione del consenso per il trattamento dei dati personali:
Il consenso non è richiesto quando il trattamento è necessario per la SALVAGUARDIA DELLA VITA O DELL'INCOLUMITA' FISICA DELL'INTERESSATO,...nel caso in cui l'interessato non può prestare il proprio consenso per impossibilità fisica, per inapacità d'agire o per incapacità di intendere e volere.

SONO SICURA CHE IL CITTADINO CHE PUBBLICHERA LE FOTO DEI BANBINI ABBANDONATI/SFRUTTATI/MALTRATTATI VINCERA' IL SUO PROCESSO
Babenko Olga

Olga Babenko 13.03.07 13:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ART.593 C.P.: chiunque, trovando abbandonato o smarrito un fanciullo minore degli anni 10, o un'altra persona incapace di provvedere di se stessa, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia o per altra causa, omette di darne immediato avviso all'Autorità è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 2.500 euro.

Babenko Olga 13.03.07 12:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,PENSO SI POTREBBE PUBBLICARE LA FOTO DEI BIMBI COL VOLTO NON RICONOSCIBILE,IL LUOGO CON DATA E ORA ,E A QUANTO DISTAVA LA PATTUGLIA AVVERTITA DEI FATTI;CONTROLLARE SE INTERVENUTI(SE NO ,DENUNCIA).MANTENERE PARALLELAMENTE ARCHIVIO FOTO RICONOSCIBILI E RESTO PER VERIFICHE DEGLI ORGANI COMPETENTI.PRESSATIO COSI, CHI DEVE INTERVENIRE LO FARA.POI PRESSARE I POLITICI AFFINCHE' FACCIANO UNA LEGGE ATTA VERAMENTE A PROTEGGERE I BAMBINI SFRUTTATI IGNOBILMENTE SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.

GIULIO VERONESE Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Credo che tutti noi dovremmo evitare di dare l'elemosina ai bambini.
Involontariamente siamo noi a incrementare questo orribile mercato ed a finanziarlo.

Io preferisco fare donazioni ad associazioni riconosciute che si occupano dei bambini piuttosto che incrementare questa mercificazione.

NON FATE PIU' L'ELEMOSINA A BAMBINI O PERSONE CON BAMBINI IN BRACCIO.

E poi dovrebbero essere i poliziotti a intervenire quando vedono un minore mendicare. Non voltarsi dall'altra parte e far finta di nulla.

Marika Iotti 13.03.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

intanto grazie. fa bene al cuore sapere di non essere soli a "sentire" le sofferenze degli altri che poi, spesso, sono anche le nostre paure.
la sola soluzione, in un paese che si dice civile, è rivolgerci ai nostri dipendenti. in particolare al ministro per la famiglia onorevole Rosy Bindi, la quale, mediante una nuova ed appropriata legislazione, possa darci gli strumenti per rendere possibile l'identificazione dei minori abbandonati o sfruttati. per questo il tuo blog può essere molto utile...muoviamoci!!!

mamma ale 13.03.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

siamo un paese di caste. l'altra casta intoccabile è quella delle forze dell'ordine:
tanti corpi, tante persone, per lo piu' impreparate e demotivate. un colosso burocratico che rispecchia uno stato pesante e inefficiente. per lo piu' persone che hanno scelto la divisa in alternativa all'emigrazione dalle loro regioni di origine o semplicemente per avere un posto sicuro. tante uniformi e pochissime persone in borghese. negli altri paesi i poliziotti camminano o vanno in bicicletta. da noi stanno stravaccati negli alfettoni guardando le ragazze dietro gli occhiali da sole da bulletti di periferia. spesso hanno un livello culturale bassissimo. il turismo è una delle nostre principali risorse ma non abbiamo un corpo di polizia turistica e la stragrande maggioranza dei nostri dipendenti in divisa non spiaccica una parola di inglese, francese, spagnolo o tedesco.
al sud sono invisibili, al nord rompono le palle con inutili controlli dove tutti li possono vedere. multano chi di giorno supera il limite di 10 km ma di notte non trovi una pattuglia mai. i controlli sono pochissimi e previdibilissimi. i vigili poi sono una vergogna. se ne stanno tutti insieme e solo a vederli scappa da ridere. siamo gli unici ad avere i cani negli aeroporti, per spaventare gli stranieri non abituati a vedere gente in mimetica, ma poi dalle loro parti se ne stanno chiusi nelle caserme. ho girato due settimane per la Sicilia. gente dappertutto senza casco, pestaggi in pieno giorno in pieno centro, mai un carabiniere o un poliziotto in divisa. gli unici vigili urbani se ne stavano chiusi al bar mentre nella zona pedonale scorrazzavano i mocciosi in motorino. e smettiamola di difenderli sempre. a parte una minoranza di persone efficienti e motivate che spesso devono pagare con la vita uno stato che li abbandona, la maggior parte andrebbe licenziata. dovrebbero essere meno, piu' preparati, piu' pagati, piu' motivati, meno in divisa e piu' in borghese, piu' a piedi e meno in auto.

Antonio Lovi Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Non so, magari ci avete già pensato, ma volevo dare un'idea circa il tuo progetto, Beppe, su come usare le foto dei bambini abbandonati per strada.
In effetti la legge parla chiaro circa la pubblicazione di foto senza consenso. Ma invece di farlo pubblicamente, e cioè di mettere le foto alla vista di tutti, le potresti mettere in una sezione coperta da password e protetta. Al meglio sarebbe se si potesse creare un comitato, ratificato dagli organi competenti, abile alla raccolta di tali foto ed il loro trattamento. Non so, sarebbe una specie di comitato tipo assistenza sociale che si occupa di questa faccenda (raccolta foto) passando tutto il materiale, poi, agli organi competenti, tipo Polizia, Carabinieri, e quant'altro.
Dato che ce ne sono a decine di gruppi accreditati che si occupano di svariati argomenti (adozioni, bambini appena partoriti e non desiderati, ecc.) non credo che sia difficile creare un gruppo per tale scopo. Se poi a questo gruppo fa capo un sito (o parte di questo) protetto e solo visibile dai membri, non dovrebbe questa cosa essere considerata un reato.
Solo la mia idea..........

Ciao

Michael

Michael M. Commentatore certificato 13.03.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma come Beppe ti rivolgi ai Carabinieri e poi alla Polizia? Ma hai sentito che negli ultimi giorni 20 poliziotti sono stati arrestati a Gela (perchè chiedevano tangenti ai camionisti) e 4 a Torino? E chisà quanti ce ne sarebbero da arrestare.Di fronte a certi avvenimenti il cittadino italiano dovrebbe rimanere sconvolto e chiedere che i capi dei corpi in questione si dimettano!!! Perchè ci sono delle responsabilità!!!Chi ha assunto queste persone? Chi le ha selezionate?In ogni aziende privata le assunzioni le fa il responsabile delle risorse umane o lo stesso amministratore delegato.Nel caso specifico credo che a mettere la firma sia lo stesso capo della Polizia!!E allora io mi chiedo come mai certe persone sono finite in Polizia? Ho fatto molti concorsi nelle forze dell'ordine senza averne mai superato uno,ma la mia vita è andata avanti e ho ottenuto ottimi risultati nel privato.Ma tutti sanno come si passano certi concorsi.E alla fine ecco i risultati. La Polizia è un corpo autocontrollato la cui funzione non si capisce qual'è, sicuramente rubare i soldi allo stato (cittadini) ma non quella di proteggere i cittadini anzi i cittadini hanno paura di rivolgersi a queste persone poco affidabili dall'aspetto e dai comportamenti trogloditi.
--------------------------------------------------
SPERO CHE QUALCUNO PRENDA IN MANO LA SITUAZIONE E SI INIZI A FARE UN Pò DI PULIZIA (NO POLIZIA) PERCHE' QUANTO ACCADUTO NON E' BELLO!!
LE PERSONE CHE ENTRANO IN QUEI CORPI DOVREBBERO ESSERE SUPERSELEZIONATE E INVECE TROVIAMO GENTE CON DIFETTI FISICI O ADDIRITTURA CON PRECEDENTI PENSALI O MAFIOSI !!!
--------------------------------------------------
CHISSA' COM'E' IL CAPO DELLA POLIZIA E' UN NAPOLETANO E ALL'ANTIMAFIA C'E' UN SICILIANO!!! E GIA' SI RISOLVONO COSI' I PROBLEMI IN ITALIA!!!!!!
CORRUZIONE SU CORRUZIONE E A PROBLEMI SI AGGIUNGONO PROBLEMI.
!!!!!!!!!!!!! R E S T A R T !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
BENVENUTI AL CIRCO, BENVENUTI AL CIRCO ITALIA!!!!!
--------------------

Ciccio Ingrassia 13.03.07 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace che come al solito la buttimao sempre contro le forze dell'ordine!Cosa dovrebbero fare, ben sapendo come andrà a finire dopo aver redatto verbali, richiamato i genitori eccetera.La colpa è della politica la quale non vuole e non intende salvaguardare i minori per non urtare la suscettibilità di chissà quali poteri occulti!Mi spiegate come mai la questione nomadi?Non è per razzismo, am se cominciassimo a togliere i figli a questi figuri che li allevano al solo scopo di detenere un peso all'interno della propria comunità, potendfo fare affidamanento alla raccolta dei fondi/elemosine, per poi investirli in attività "pulite" dando luogo ad una vera formula di riciclaggio. Se togliessimo la loro fonte di reddito diretto, presumo che ci penserebbero due volte a farli girare a chiedere le elemosine, o a portarli epr ore in viaggi interminabili sulle metro delle nostre città a respirare l'aria viziata!I minori sono sacrosanti ma si è vero la Binettutelli - NUOVA FIGURA NATA DALLA FUSIONE CATTO-LOGICA DI BINETTI E RUTELLI - si premuniscono di salvaguardare le famiglie dall'attacco dei DICO....sai che
cosa possa riguardarli la vita di questi bambini, la famiglia anche se nomande ne fa sempre tanti quindi vai con il "famiglificio"!Il movimento per la vita, la manifestazione delle famiglie scende in piazza per la condizione di questi minori - e mica so scemi mica so figli loro -?No! Scende in piazza perchè il potere con il "cappello" lo ha deciso e lo impone, pena decadimento benefici elettorali!Insomma dei bimbi si parla se vengono stuprati ed ammazzati, mica se stanno in mezzo ad una strada!W L'Italia!

FABIO C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

beppe hai perfettamente ragione!!!
le forze dell' ordine sono delle teste di c...o!
dovrebbero mantenere l' ordine, ma non lo fanno;
dovrebbero risolvere alcuni problemi e se ne fregano; sono solo delle belle statuine e sanno solo prendersi lo stipendio...
scusate se sono stata un po' "cattiva" ma questo è quello che penso!
forse non tutti sono così ma la maggior parte non fa il lavoro che dovrebbe svolgere!!!

sara carloni 13.03.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe sono una mamma di cagliari, ti diro' pure qui capitava spesso di vedere bambini per strada a chiedere l'elemosina. io ho fatto cosi un anno fa' ,dopo aver lasciato mio figlio a scuola alle 8'30 passo nel centro della mia citta' e seduta sui gradini di una banca, vedo questa bella bambina bionda sui 9 10 anni mi avvicino e le dico che a quell'ora una bimba della sua eta' doveva stare a scuola nn per strada ad elemosinare.la cosa piu' logica da fare che mi e' venuta in mente e' stato chiamare i vigili urbani, perche' sapevo che dovevano interessarsi loro, ma loro nn potevano muoversi alche' ho fatto la prepotente puntando sul fatto che si parla tanto di bimbi sfruttati qui eli' ...allora mi hanno dato il n. di tel. degli assistenti sociali del tribunale dei minori .ho spiegato la situazione mi ha risposto una donna anche un po' seccata...vabbe' alla fine io ho aspettato sul luogo per vedere se arrivavano, dopo mezz'ora si e' avvicinata una macchina scura (menomale erano irriconoscibili perche' la bimba come vedeva una macchina della polizia si nascondeva..) io mi sono aavvicinata ai due un uomo e una donna, lei seccatissima,mi fa notare che per questi interventi ci sono le forze dell'ordine ,il tizzio mi fa' una faccia compassionevole, alche' gli ho risposto:perche' lei ha ancora fiducia nelle forze dell'ordine..? ecco cosi si e' potuto fare qualcosa per quella bimba io e' ovvio nnmi son fatta vedere per la mia incolumita' perche' dall'altra parte del marciapiede c'era la mamma con un neonato a chiedere l'elemosina.bene posso dire che nella mia citta' queste cose sono piu' sentite la gente se vede bambini sfruttati interviene infatti nn ho piu' visto quella bimba spero vada a scuola...

m.antonietta 13.03.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Non sarà la prima volta che fatta la legge si trova l'inganno, ma almeno in questo caso sarebbe per una buona causa. Le foto dei bambini potrebbero essere ospitate da un sito ad-hoc su un server di un straniero (in cui ovviamente non vige la legge italiana, così attenta a "proteggere" i bambini). Certo non è bello pensare che per un problema così importante si debba andare contro la legge...ma ripensando a chi le leggi oggi (...e ormai da tempo) le fa...riesco serenamente a sentirmi una persona onesta.

gianmaria mazzeo 13.03.07 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Il bambino proibito
Il diritto di partecipazione dei giovanissimi come cittadini è sancito dalla Convenzione Onu dei diritti del fanciullo, ratificata dall’Italia, con legge n° 176 del 27/05/1991. Monitorare ogni anno il rispetto dei diritti dei bambini è l’obiettivo che Legambiente persegue da dieci anni con Ecosistema Bambino.
L’annuale ricerca sulle politiche per l’infanzia, nei comuni capoluoghi di provincia, valuta le forme di partecipazione avviate per i minori, le strutture dedicate alle politiche per l'infanzia, i servizi e le iniziative d’aggregazione e d’animazione culturale.
La graduatoria di Ecosistema Bambino è redatta in base ai dati che le stesse amministrazioni pubbliche forniscono rispondendo (quando rispondono!) al questionario di Legambiente, che tiene conto delle forme di partecipazione avviate per favorire un ruolo attivo dei bambini nella città. Nella relazione del 2006 di Legambiente (pagina 11/12) leggiamo che la situazione è pessima per alcuni grandi centri del meridione, dove l’investimento sulle politiche per l’infanzia è nullo.
Sono principalmente le città toscane, rispetto alle altre dell’Italia centrale, ad occupare le migliori posizioni nella classifica di Ecosistema Bambino 2006.
Con maggiore preoccupazione si appunta l’assoluto disinteresse dimostrato verso questi argomenti da alcuni Comuni, che non hanno risposto al questionario.
Il minore impegno è stato registrato in Abruzzo, dove solo Pescara ha ottenuto una posizione sufficiente mentre Chieti, Teramo e L’Aquila sono completamente assenti dalla classificazione per indisponibilità delle amministrazioni a fornire le informazioni richieste.
Ai semafori, sotto i ponti, lungo il fiume, fra la ruggine delle ferraglie e uno stagno dove fa il bagno Shrek, con malinconia, l’uomo in frac riconosce a se stesso non irragionevole il presupposto all’insano gesto, che gli turba la mente, fin dai tempi del giovane Domenico Modugno.

Domenico Attanasii Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Windows VISTA, un pericolo alla tua libertà!

VISTA pone seri problemi per quanto riguarda la liberta' dell'utente e l'interoperabilita' tra i vari sistemi.

E' giusto che le persone meno informatizzate ne vengano a conoscenza per evitare che l'acquisto inconsapevole ricada poi su loro stessi e su tutti gli altri.

Pubblicizzato come innovativo e rivoluzionario, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalita' di sicurezza migliori, include anche molte restrizioni per l'utente !!!

Restrizioni che Microsoft, Stampa e Negozianti cercheranno di tenervi nascoste il piu' possibile.

Avete mai sentito parlare di Trusted Computing detto anche TC ? Palladium ? DRM ?

Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori.

Il DRM permette a Microsoft ed alle aziende dei media di:

- Decidere quali programmi tu puoi o meno usare sul tuo computer

- Decidere quali funzionalità del tuo compuuter o software tu puoi utilizzare in ogni momento

- Forzarti ad installare nuovi programmi anche se tu non vuoi (e, ovviamente, pagando per tale privilegio)

- Limitare il tuo accesso a determinati programmi e perfino ai file di dati tuoi

Tu provi a fare qualosa ed il tuo computer ti dice che non puoi.

Per renderlo possibile, il tuo computer deve controllare costantemente cosa stai facendo.

Tale controllo utilizza potenza di calcolo e memoria ed è in buona sostanza il motivo per cui Microsoft ti invita all'acquisto di hardware nuovo e con prestazioni più elevate per poter far funzionare Vista.

Vogliono farti acquistare nuovo hardware non perché ne hai bisogno, ma perché ne ha bisogno il tuo computer per essere più efficiente nel limitare ciò che tu puoi fare.

Poiché esse sono progettate per fare in modo che il tuo computer smetta di aver fiducia in te ed inizi ad aver fiducia in Microsoft.


www.no1984.org/Fermiamo_Windows_Vista%21

www.no1984.org 13.03.07 03:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. La tua iniziativa delle foto via MMS e di identificare, attraverso il tuo Blog, eventuali bambini rapiti, è eccezionale. E' davvero geniale. Tanto che mi domando perchè non si possa effettuare una raccolta di firme per chiedere che i nostri dipendenti (parlamentari) approvino una legge che consenta di poterlo fare, in barba ad una burocrate legge sulle privacy. Perchè il problema non sono solo i bambini rapiti, sono comunque tutti quei bambini obbligati a chiedere la carità da genitori/sfruttatori. Tolgono la patria potesta a genitori poveri ma onesti e non fanno niente per dei bambini figli di genitori disgaziati e delinquenti. Chiediamo che venga approvata una legge che consenta di poter publicare le foto su internet per tutti i bambini per i quali è evidente uno stato di disagio come il chiedere la carità, non andare a scuola e non vivere come dei bambini meriterebbero.

Gianluca Airaghi 13.03.07 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
se non si possono pubblicare le foto dei minori che mendicano, ritraendoli in maniera da renderli identificabili, sicuramente li si potrà riprendere in maniera che non si possano identificare. Ma si potrà rendere riconoscibile il luogo in cui si trovano ed inviare le foto con l'indicazione del luogo e della data al Tuo blog ed alle Procure presso i Tribunali per i minori, nonchè alle Associazioni (serie) del posto che si occupano di tali problematiche.
Ci sarà pure qualcuno che alla fine si sensibilizzerà ed interverrà, almeno spero...
Continua così caro Beppe!

Leonardo Mennella 13.03.07 00:18| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
vorrei che tra i vari commentatori vi fossero dei tutori dell'ordine per chiedere loro perchè non protestano con il loro sindacato visto che lo stato li obbliga a fare il loro lavoro male. male perchè è assurdo che vi facciano perdere tempo con i tossichelli quando vi impediscono di arrestare i grandi spacciatori; male perchè è assurdo vedere dei bambini buttati in mezzo alle strada e non poter fare niente; male perchè è inconcepibile che vi facciano fare ( teoricamente) le multe ai puttanieri e lasciare le puttane e i protettori indisturbati.io vedevo tutte le mattine una coppia di albanesi( non è una questione razziali,ovvio) che riscuoteva alle 6.15 i soldi dalle loro belle, e solo io li vedevo? male perchè non ha senso strapunire sempre e comunque le vittime. ma non vi viene mai voglia di mandare affanculo i vostri superiori o i giornalisti che vi criticano su questi argomenti? ma perchè non si comincia a dire la verità?

massimo emigrante 13.03.07 00:16| 
 |
Rispondi al commento

devo ripetere sempre la stessa cosa....questo è un paese di merdaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.......possiamo fare una cosa,inviamo TUTTI una foto di bambini sfruttati ,che faranno,ci metteranno tutti in galera?buona serata a tutti.

gildo ricci 12.03.07 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve ! Mi metto a vostra disposizione x fare le foto ai bambini che chiedono l'elemosina,mi faro un po di domiciliari! Penso ne valga pena !!!!!!! Ciao Roberto Roma !

tonini roberto 12.03.07 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riguardo al problema dei bambini per le strade non basterebbe applicare la legge italiana che prevede, nel caso di abbandono o incapacità di mantenere i propri figli il prelievo dei bimbi dai servizi sociali togliendo la patria potestà ai genitori controllandone anche l'identità genetica?

Roccangelo Russo 12.03.07 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un post sensato.
Proviamo a chiederci cosa sarebbe successo, se lo sfruttamente minorile fosse applicato da cittadini italiani...e magari perché con queste persone non succede nulla.

Luca Ponticelli 12.03.07 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, in merito al problema legale dell'esporre la foto di un minorenne, si potrebbe ovviare con la famosa censura degli occhi, tanto usata in tv... Perchè io penso cmq che un genitore o un parente riuscirebbe tranquillamente a riconoscere il proprio caro dall'ovale compreso bocca, naso, ecc... Forse è un'idea bizzarra però è l'unica che mi è venuta in mente!Arrivederci e a presto...!

Anonio B. 12.03.07 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, l'argomento è delicato.
Una soluzione, forse l' unica è quella di coinvolgere le organizzazioni umanitarie e riferire a genitori a cui hanno sottratto i figli, dove vediamo questi bambini. TUTTI QUANTI. Se esiste quest' ultima possibilità faccelo sapere. Saluti e forza Beppe

Luca Petruzzo 12.03.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta ti sbagli Bebbe.
Le forze dell'ordine servono anche a perseguitare i cittadini con gli autovelox. Sulla famigerata Salerno Reggio, nei pressi di Lagonegro, per una deviazione (ma quante ce ne sono?) il limite di velocità è stato portato a 40 km h. In direzione sud l'unica piazzola che rende possibile posizionare l'autovelox è a 2 metri dal cartello di inizio limite di velocità. Ma come, in città con gli attraversamenti pedonali, gli incroci, le strade a doppio senso, i bambini e le vecchiette che attraversano la starda .... i limiti sono a 50 Kmh e su un'autostrada (la chiamano così) a senso unico, doppia corsia, il limite è a 40km??? Sai quante pattuglie ci sono normalmente? 4 due in direzione sud e due in direzione nord. E sai chi circola normalmente per quella strada? La gente che lavora. Un saluto

Pitta Costantino 12.03.07 20:14| 
 |
Rispondi al commento

e, dico così... ci organizzassimo per portare personalmente questi bimbi al posto più vicino delle forze dell'ordine? Non potrebbero rifiutarsi di aprire un indagine su queste povere anime, lli avremmo tolte (almeno per il momento) dalla strada e forse indirizzati verso un mondo migliore per loro.

Raffaele A. Commentatore certificato 12.03.07 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Oramai queste scene di bambini che mendicano fanno parte della "tappezzeria" di una citta che a forza di vederla non ci si fa più caso.Propongo di non inviare le foto ma indicare i punti precisi,citta, via, numero civico, dove c'e la presenza costante di giorni, a volte mesi,, di questi bambini. Io ne conosco a decine nella mia citta e sono sempre quelli da mesi e mesi.

Giuseppe Spagnuolo 12.03.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbero inviare delle segnalazioni contenenti solamente il luogo frequentato da queste creature a forze dell'ordine, sindaci, assessori, ed insistere finchè qualcuno non interviene.

Poi in questi casi diffondere la voce e sensibilizzare le persone è indispensabile: l'unione fa la forza! In questo l'aiuto dei meetup sarebbe fondamentale: si potrebbe creare una mappa della città con le zone più frequentate dai poveri minori e cercare così di porre in essere una seria collaborazione tra cittadinanza e forze dell'ordine.

stefano maron 12.03.07 19:40| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA

Si potrebbero comunque inviare le foto a te attraverso una mail appositamente creata , tu potresti memorizzarle in un archivio ed una volta alla settimana bonbardare le caselle del ministero ; dei carabinieri ; della polizia ; dei giornali , insomam di chi ti pare in modo da costringerli ad agire.

Gino d'Ignazio 12.03.07 19:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA

Si potrebbero comunque inviare le foto a te attraverso una mail appositamente creata , tu potresti memorizzarle in un archivio ed una volta alla settimana bonbardare le caselle del ministero ; dei carabinieri ; della polizia ; dei giornali , insomam di chi ti pare in modo da costringerli ad agire.


Caro amico mio credo che la tua richiesta,peraltro giusta e generosa, vada in contrasto alla tradizione di certi gruppi etnici che come i room hanno istruito loro bimbi, per intere generazioni a chiedere la carità per mantenersi.
Anche in oriente hanno usato,e tutt'ora usano, minori maschi e femmine,per turismo sessuale, che io disapprovo, per mantenere intere famiglie.Usanze che se opportunamente insegnate da piccoli non necessitano di violenze.
Unendomi al tuo accorato appello, mi viene da pensare che invece di rivolgersi allo stato e alle forze dell'ordine,per impedire lo sviluppo di questi fenomeni, sarebbe meglio educare i nostri figli a non elargire elemosine e a non alimentare il turismo sessuale.
Ricordiamoci che tali culture sono da sempre sostenute dai poteri politici e religiosi.
Spero di non essere frainteso.
Un saluto affettuoso. lusuardi rinaldo

rinaldo lusuardi 12.03.07 19:17| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

é culturalmente inaccettabile non proporre lo scandalo che ci appare ogni giorno liberamente,
non credo che i tg etc paghino mai diritti d'immagine
sulle miserie, eppure ci speculano, sui volti dei bimbi palestinesi, ebrei, cinesi o africani, i bimbi sono i bimbi; e se fanno pena perché sfruttati, noi liberi cittadini abbiamo il diritto di libertà di denunciare con orgoglio e dignità questo schifo sul web;
sono fotografo e non chiedo il diritto di fotografare della merda e se poi é umana che male c'é? se serve a farci vergogna ed azione.

gianluca tanoni 12.03.07 19:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E' capitato anche a me ed a mio marito di vedere una bambina di due anni e non più, seduta per terra col visino nero, le manine sporche e un abitino bianco che non era più bianco ma sporcato da quelle schifose e dagli schifose che l'avevano messa lì e che di nascosto la controllavano. Era nel bel mezzo di Via Dante a Riccione e i passanti passavano e molti come noi hanno chiamato la polizia che dopo averci risposto che non eravamo i primi a fare la segnalazione, ci hanno informato che stavano andando a vedere! Noi siamo ripassati e qualcuno/a aveva già portato via la bambina. In America mettono del foto dei bambini scomparsi sui cartoni del latte. Non so se può servire. certo che mi inc.... così tanto quando vedo cose del genere e penso che io e mio marito disoccupato a trent'anni ed io con pensione di invalidità vorremmo tanto un bambino ma nemmeno ci vedono le istituzioni che per prima cosa vogliono un contratto e una dimostrazione di busta paga quindi...anche i bambini sono per i ricchi e non per chi ha amore da dare. Per di più sono in carrozzella e figuriamoci se ce lo danno e poi vediamo questo schifo per strada o chi li abbandona o addirittura li ammazza...non voglio prolungarmi oltre. Beppe che si può fare?

M.Antonietta Coccia 12.03.07 18:57| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non possiamo fotografarli (nè, del resto, servirebbe ... sarebbero soltanto foto su Internet come tante altre). Però possiamo chiamare telefono azzurro, se ci capita di vedere qualche bambino che ha bisogno di aiuto. Tempo fa, io l'ho fatto: Ti danno un numero riservato agli adulti che corrisponde al servizio minori della polizia della tua città. Devo dire che sono arrivati subito (e, a Palermo, c'è da stupirsi). Potremmo fare così e, magari, ogni volta scrivere due righe a Beppe Grillo che potrebbe creare una raccolta ....
Caterina

Caterina Bettinazzi 12.03.07 18:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vero Bambini a chiedere elemosina ,ma dove sono finiti i diritti del Bambino, e tutte quelle Associazioni di persone che parlano dei diritti dei Bambini stando comodomamente seduti sulle loro poltrone,strapagati e con le pance piene, infatti sono tutti GRASSI per non dire OBESI.
Parole ,parole parole i mendicanti uomini donne bambini ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Ma ancora non capite che i Carabinieri sono soli di fronte a queste emergenze,anche se loro li portano in caserma chiamano i genitori e loro rispondono che il figlio è scappato, e poi quando li riportano a casa li picchiano.Se li mandano In una comunità scappano, E TORNANO A MENDICARE
CI VOGLIONO LE LEGGI PER TUTELARE QUESTI ESSERI UMANI ,UOMINI, DONNE E BAMBINI.
Telefono Azzurro dove sei???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????? questi bambini non conoscono il tuo numero????????????????
Politici ciccioni andate voi a fare elemosina per le strade .


Gritti Maria 12.03.07 18:30| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Dieci anni fa quando è nato mio figlio il comune in cui abito ( Bologna ) mando un loro incaricato a verificare in quali condizioni sarebbe cresciuto il bambino se aveva una sua stanza e la tipologia dell'appartamento ,fu spiegato a mia moglie che era stato un controllo a campione svolto appunto periodicamente , la cosa di per sè può apparire giusta , infatti controllare che un bambino cresca in um ambiente sano e decoroso oltre che in una famiglia a posto è giustissima , la cosa che però mi ha fatto imbestialire è che abitiamo in uno dei condomini migliori di uno dei quarieri migliori di Bologna ,e per anni ho portato la posta ad un campo nomadi vedendo bambini tenuti in condizioni allucinanti !! La solita Italia !

giorgio vitale 12.03.07 18:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

OGNI BAMBINO CHE MENDICA E' UNA SCONFITTA PER TUTTI NOI!!!
l'indignazione serve a non rendere fatti del genere NORMALI, perché non c'è nulla di normale nel vedere gente che mendica e che lo fa sfruttando i bambini: siano essi loro figli o figli di qualche ignaro genitore disperato. credo però che bisogna INDIGNARSI maggiormente quando tutto ciò diventa cosa normale per chi tutela l'ordine e rappresenta la legge, per chi deve proteggere i deboli, siano essi bambini o persone indigenti.
è dalla tutela dei bambini che si misura il grado di civiltà di una nazione!!! (quest'ultima frase nn è mia ma nn ne ricordo l'autore)

antonietta c. Commentatore certificato 12.03.07 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un mio amico in quel di P. perse il borsello con dentro tutti i documenti. Dopo un'ora dallo smarrimento se ne accorse e si recò dai carruba per la regolare denuncia. Dopo due ore dallo samrrimento una telefonata lo avvertiva che il suo borsello era satto ritrovato e lo ritirò presso una gentile signora che lo aveva avvertito telefonicamente. Riandato dai carruba per smentire in qualche modo la precedente denuncia si sentì rispondere che ormaia non si poteva fare più niente e che avrebbe dovuto rifare tutti i suoi documenti: come non pemsare che il carruba non abbia avuto voglia di stendere una semplice lettera di rettifica della denuncia? I carruba avranno anche poca voglia di lavorare; ma io penso che essendo loro nel sistema dal lato che noi non conosciamo, si siano rotti i coglioni a fare i coglioni.
Ringraziamo i politici.

Manlio Padovan 12.03.07 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma quandomai la legge si preoccupa di evitare che questi scempi si vedano tutti i giorni ovunque in questo paese disastrato?
La gente ci può fare l'abitudine tranquillamente, tanto ogniuno ha i propri problemi.
Adesso i ragazzini o stanno a scuola a fare filmini con il cellulare (basta usare un programma P2P per rendersi conto che cosa filmano), o stanno già lavorando, "tanto la scuola non serve a niente" dicono.
Dei "giovani" come ci chiamano i "vecchi", non glie ne frega a nessuno, figuriamoci di un paio di ragazzini che mendicano.
Questo è un allarme serio, è una situazione di degrado consenziente dalla quale non usciamo.
Metteteci qualche "giovane" tra i vecchi, vedrete che "giovane" non significa "stupido".
Chiedete hai vostri figli quanti amici hanno perso per colpa della droga, o quanti preferiscono spacciare per strada piuttosto che andare a scuola, e chiedetegli come sono finiti, perchè se non hai mai vissuto qualcosa del genere non puoi conoscerla.
Chiedetevi se vostro figlio preferirebbe fare il criminale subito piùttosto che studiare anni e anni per non potere fare niente senza raccomandazioni e mazzette.
Ci state crescendo tra ipocrisia e odio, e nessuno VUOLE fare niente per cambiare questo letamaio che chiamiamo Italia.
Quindi, se vedete qualche ragazzino mendicare, non fate gli ipocriti, e pensate che è colpa di chi non fa niente per evitare, anche vostra.

Giovanni Barbetta Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 17:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Negli u.s.a. pubblicano la foto dei bambini scomparsi sui cartoni del latte. perchè non fare lo stesso (ovviamente con l'autorizzazione dei genitori)?

erika staropoli 12.03.07 17:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CI VOREBBE UN CITTADINO ITALIANO VERO PATRIOTA DEL PROPRIO PAESE PER APRIRE UN SITO CON LE FOTO-DENUNCE!!!

Le foto dei bambini potrebbero essere presentati in forma "notizia di reato" - in quanto attesta lo stato disagiato del minore ed il fatto che si trova da solo senza un adulto.

La foto deve essere accompagnata dalle indicazioni della data, dell'ora precisa, del posto e del nome/i delle persone che hanno fatto la foto (testimoni).

Pubblicando la foto bisogna fare anche la richiesta esplicita e pubblica alla Procura competente di occuparsi del caso e di rendere pubbliche le azioni intraprese per l'identificazione e per la tutela del minore in questione (di solito le Procure archiviano i casi senza iniziare le indagini - essendo la situazione pubblica le Autorità Giudiziarie saranno stimolati ad indagare).

I bambini soli sono uno scandalo!
Ci vuole Glasnost! La privacy e segretezza favoreggiano ai criminali trafficanti dei bambini.

I bambini in detenzione negli istituti/case famiglia dietro le "porte chiuse" fuori dal controllo della società è un altro scandalo!

Cittadini italiani! Fate qualcosa! La situazione è spaventosa!

Babenko Olga 12.03.07 17:22| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che il triste fenomeno dei bambini mendicanti è dovuto ad un bug nella legislazione italica. Ma come fanno nel resto d'Europa? Avete mai visto un minorenne mendicare su una strada di Vienna o di Stoccolma? Le nostre forze dell'ordine non posson fare altro che accompagnare questi schiavi metropolitani in qualche comunità, da dove prima o poi scapperanno.

Roberto Silvestri 12.03.07 17:16| 
 |
Rispondi al commento

E'veramente una vergogna la questione dei bimbi che per strada chiedono l'elemosina e non solo....E piu'vergognoso il fatto che non si possa fare niente. Hai ragione io avrei fatto come te chiedendo alle auorita'competenti di occuparsene ma come vedi...sono le leggi assurde.
Cque forse se fossero tutti come te che non si girano dall'altra parte probabilmente le cose potrebbero anche cambiare.Grazie

Massimiliana Rossi 12.03.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione caro Beppe le forze dell'ordine fanno solo quello che a loro fa più comodo.ho denunciato più volte che i bambini utilizzati dagli adulti per impietosire i passanti cercando la carità è un reato, ma a nessuno interessa, tanto meno ai poliziotti mi sono sentita rispondere che poco tempo dopo sarebbero ritornati a mendicare, Abito a Milano e questi bambini li trovo dappertutto sulla metro, sui mezzi di superfice,ai semafori,davanti ai supermercati ecc.ecc.cosa si può fare per risolvere il problema?un caro saluto Pinù

pinuccia micca Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

..sarebbe una bella cosa un sito con le foto di questi esseri umani....forse saremmo riusciti a trovare la piccola Pipitone.. la piccola Celentano...forse in mano a sconosciuti. All'incrocio della mia città un piccolo ragazzino chiedeva l'elemosina, gli ho chisto quanti anni aveva....è passato alla macchina successiva...vergogna.

luca ena 12.03.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene in mente qualcosa, tipo un bel sito per la segnalazione delle foto residente su un bel server alle isole “quìnoncèlegge” dove, ovviamente le severe leggi italiane una volta tanto non colpiranno chi vuole fare qualcosa di costruttivo oltre che come sempre troppo spesso capita chi adotta comportamenti ignobili oltre che illegali.

Massimiliano Bianca 12.03.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

... e se le foto venissero inviate al tribunale dei minori come segnalazione di maltrattamento? se mandassi mia figlia per strada a chiedere l'elemosina, dopo 5 minuti me la toglierebbero. Dietro ognuno di questi bambini c'è la violenza... i carabinieri a me hanno risposto che sono i loro usi ... ma dietro questi bambini, quanti sono loro figli e quanti provengono da rapimenti ?

paola borsellino 12.03.07 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a questa bellissima idea di raccolta foto di bimbi potenzialmente persi, aggiungerei anche la lista con nome e cognome di coloro che hanno avuto riconosciuta dalla legge una condanna di pedofilia. Vuoi vedere che forse riuisciamo a controllare il fenomeno?

roberta bottazzi 12.03.07 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbero pubblicare le foto oscurando il volto dei bambini, citando luogo e circostanze, e mantenendo in archivio gli originali integrali. La denuncia avrebbe comunque un grande effetto e dovrebbe indurre chi di dovere a fare ciò che deve.Ciao
Giuseppe

Giuseppe Franceschi 12.03.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento

perchè non usi un sito web estero ? youtube o qualcos'altro ? resta da verificare se dopo puoi linkare il contenuto nel tuo blog. PS Come va con linux beppe ? mesi fa mi ero proposto di assisterti 24/7 affinchè tu avessi il tuo pinguino funzionante e attivo sul portatile ! mandaci un bel screenshot !

sei sempre il migliore.
da padova

pippo c 12.03.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe potremmo inserire le foto dei bambini scomparsi con l'autorizzazione dei genitori stessi

agostino armenise 12.03.07 16:13| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Bambini sfruttati e umiliati ce ne sono fin troppi!
Visitata vergognatevi.com e trovere un esempio di come i bambini vengono umiliati: la pedofilia è un reato!
Come un reato è lo sfruttamento di bambini per farli mendicare!
Difendiamo i bambini!
Difendiamoli dagli interessi degli adulti, dagli psicofarmaci, dalla pedofilia!

guerrino benedetti 12.03.07 16:11| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe lanciare un concorso forografico "Bambini di strada" e pubblicare le foto su un sito apposito. Magari chiedendo aiuto ad un grande fotografo italiano cone copertura.
La legge 633 da te citata prevede che per ragioni culturali si possono pubblicare immagini anche senza il permesso "per motivi culturali". Una mostra di fotografie è una attività culturale. Se poi la visione delle immagini può essere utilizzata per altri scopi, ad esempio la denuncia del fenomeno dei bambini di strada, non è responsabilità di chi le pubblica. Che ne pensi?
Osvaldo Pavese

Osvaldo Pavese 12.03.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe lanciare un concorso forografico "Bambini di strada" e pubblicare le foto su un sito apposito. Magari chiedendo aiuto ad un grande fotografo italiano cone copertura.
La legge 633 da te citata prevede che per ragioni culturali si possono pubblicare immagini anche senza il permesso "per motivi culturali". Una mostra di fotografie è una attività culturale. Se poi la visione delle immagini può essere utilizzata per altri scopi, ad esempio la denuncia del fenomeno dei bambini di strada, non è responsabilità di chi le pubblica. Che ne pensi?
Osvaldo Pavese

Osvaldo Pavese 12.03.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe lanciare un concorso forografico "Bambini di strada" e pubblicare le foto su un sito apposito. Magari chiedendo aiuto ad un grande fotografo italiano cone copertura.
La legge 633 da te citata prevede che per ragioni culturali si possono pubblicare immagini anche senza il permesso "per motivi culturali". Una mostra di fotografie è una attività culturale. Se poi la visione delle immagini può essere utilizzata per altri scopi, ad esempio la denuncia del fenomeno dei bambini di strada, non è responsabilità di chi le pubblica. Che ne pensi?
Osvaldo Pavese

Osvaldo Pavese 12.03.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe lanciare un concorso forografico "Bambini di strada" e pubblicare le foto su un sito apposito. Magari chiedendo aiuto ad un grande fotografo italiano cone copertura.
La legge 633 da te citata prevede che per ragioni culturali si possono pubblicare immagini anche senza il permesso "per motivi culturali". Una mostra di fotografie è una attività culturale. Se poi la visione delle immagini può essere utilizzata per altri scopi, ad esempio la denuncia del fenomeno dei bambini di strada, non è responsabilità di chi le pubblica. Che ne pensi?
Osvaldo Pavese

Osvaldo Pavese 12.03.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo GRILLO, il problema è di dificile risoluzione. Infatti oltre al fatto che non si possono fare foto e divulgare dati a riguardo dei minori, non si può chiedere il consenso agli stessi perchè giuridicamente sono i genitori/tutori i legali rappresentanti.
A mio avviso, quando tu hai chiesto alle forze dell'ordine, di poter intervenire, questi non potevano rifiutarsi, proprio perchè essendo minori e quindi tutelati dalla legge italiana, vanno ridati ai legali rappresentanti, cioè genitori o tutori, in mancanza di entrambi assegnati al tribunale e di conseguenza a istituti competenti. Se questi bambini anche se giuridicamente non si ritiene che l'elemosina non sia reato, vengono sfruttati con il fine di lucro, maltrattati o posti in condizioni degradanti, i genitori/tutori possono essere denunciati per struttamento minorile.E' sconvolgente che i bambini in un paese civile come il nostro vengano sfruttati e ridotti in quegli stati pietosi. I genitori/tutori, di coloro che sono scomparsi,possono però dare il consenso al fine d'identificarli. Comunque non sarà facile.
Già in queste cose si vede quanto l'Italia fa parte del terzo mondo.

marco rugo 12.03.07 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Le forze dell'ordine sono comandate da chi l'ordine lo calpesta 365 gg all'anno per più volte ogni giorno! Perciò non mi meraviglia affatto che delle povere creature siano in disgrazia. Che italia di m...a!!!!!!!!!!!

Ignazio Podda Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

Franco Zeffirelli parla dei DICO...

#################################################
Clicca sul mio nome x leggere il post.

Fabrizio Di Luca 12.03.07 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Invece che pubblicarle sul blog si potrebbe raccogliere queste foto e presentarle al ministero o agli organi competenti. Pensate che qualcuno intervenga in loro aiuto? Succederà la stessa cosa come per l'email mandate per far tornare i soldati dall'iraq...SILENZIO ASSOLUTO! FORZA BEPPE!

Fabio m 12.03.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

A Roma è stato creato nel 2003 il Centro di Contrasto per la Mendicità Infantile. Onestamente non ho mai chiamato, ma leggendo sul sito mi sembra una cosa seria e ben organizzata.

Per chi fosse interessato, a questo link trovate tutte ke informazioni utili: http://www.spqrdipsociale.it/minori/centro_di_contrasto.asp

Intanto vi riporto il numero cui fare eventuali segnalazioni: 06/61532567, attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.

Barbara Landi 12.03.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Non mi meraviglio affatto! Le forze del disordine sono specializzate nel creare il caos nell'ordine. E' una legge naturale, si va sempre verso un aumento di entropia.

Elena Porciatti 12.03.07 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
ma... se si aprisse un sito di proprietà di tutti gli iscritti con una quota associativa di €20/30 per coprire le spese degli avvocati ( per me se i soldi li gestisce Beppe va benissimo) dovrebbero portarci in tribunale tutti quanti e "il gesto" assumerebbe un peso diverso per qualsiasi giudice.
Anche se qualche bimbo risultasse avere genitori avremmo tutto il diritto di chiedere a gran voce che non lo si tenga per strada, (forse anche sotto tranquillanti)la nostra morale ci impone di farlo.
Per giunta siamo un paese cattolico quindi anche la chiesa dovrebbe unirsi a noi e rischiare la galera con noi. Perchè non chiedere a qualche alto prelato di far parte dell'iniziativa? Se Andrea d'Ambra è riuscito a raccogliere 800.000 firme per una cosa meno importante forse potremmo portare in tribunale un 1.000.000 di persone......pensate che botto!!!! Proviamoci, vi prego proviamoci.

Monica Filippini 12.03.07 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

propongo di pubblicare le foto dei bambini scomparsi con il consenso dei genitori . Collateralmente si potrebbero raccogliere descrizioni dei bambini che vediamo chedere l'elemosina per strada

Silvia Amato Commentatore certificato 12.03.07 15:01| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno,
al di là di condividere in tutto ciò che dice Grillo, voglio raccontare una vicenda successa circa un mese fà a Genova.
passando in edicola vedo " BIMBO ATTRAVERSA LA CITTA' IN AUTOBUS PER ANDARE A TROVARE LA MAMMA CHE ABITA LONTANO"
Solita storia, genitori separati, bimbo in mezzo, liti e altro.
Bimbo con più cervello dei due adulti cerca la riappacificazione. Il risultato non lo sò, spero positivo.
Ma mi chiedo, quel bimbo di 5 anni (dico 5, quindi o si vedeva che era un bimbo o si poteva pensare fosse un nano),
ma tutte le persone che lo hanno visto, alla fermata e sul bus, ma che cosa hanno pensato (che fosse un nano veramente?) e se hanno visto un bimbo ma non gli è venuto il pensiero di chiedergli come mai da solo? ma dove c...o viviamo? parliamo del terzo mondo, e noi? cosa siamo?
Già i soliti ben (o mal) pensanti diranno, " sai non puoi chiedere a un bimbo da solo dove vai? potresti venir ARRESTATO per molestie, o passare per pedofilo!!!!!!"
ma santa polenta (unica cosa che ancora e forse è rimasta santa). ma siamo così vili e codardi che ci spaventa fare una domanda ad un bimbo?
o siamo così MENEFREGHISTI ( tanto il bimbo non è mio " e chi se ne frega!!!!!)
quindi al di là di scagliarci contro le istituzioni od i rappresentanti delle stesse ( cosa giusta) pensiamo e vediamo di comportarci come si deve.
da parte mia se vedo un bimbo solo che cammina per la strada mi guardo intorno, se non vedo nessun adulto che lo segue o lo accompagna mi rivolgo a qualche passante chiedendo " è con lei il bimbo" quando ne ho interessati alcuni,fermiamo il bimbo e gli chiediamo.
non si può? e chi se ne frega io lo faccio lo stesso, mi assumo le responsabilità e "CICCIA".
penso anche che ci siano ancora (pochi) funzionari delle "forze dell'ordine" che si prendano a cuore casi così, non tutti se ne fregano.per ciò che riguarda l'aiuto che chiede Grillo su cosa fare, sinceramente non ne ho idea.
mi rimane solo una grande amarezza per ciò che succede

bruno gualdi Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinta di una cosa: se nessuno desse soldi agli "pseudogenitori", o chi per loro, forse si fermerebbe questo sfruttamento (e questo vale anche per i cani...vedi punk bestia).

mariella p. Commentatore certificato 12.03.07 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non facciamo un elenco dettagliato di episodi di mendicità infantile descrivendo il luogo e i caratteri fisici dei minori in questione e il luogo dove li abbiamo visti e poi chiediamo a qualche quotidiano di pubblicarlo in prima pagina.
Magari qualcuno si sveglia dal torpore e si attiva per cambiare le cose.
A me sembra che le cose succedono solo se le si legge sui giornali o si vedono nei TG.
Saluti

Sonia Prosperi Commentatore certificato 12.03.07 14:44| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, ma se al posto di fare le foto ai bambini non dai la possibilità ai genitori di pubblicare quelle dei propri pargoletti scomparsi? cosi facendo chi vede un bimbo per strada gli fa una foto e la manda a te o ai genitori cosi che possiate riconoscere il bimbo? no?
stesso risultato, legge evitata.
il CHI L'HA VISTO di BEPPE GRILLO!!!!

Marco C 12.03.07 14:42| 
 |
Rispondi al commento

viviamo in un paese scandaloso... violenza in tv, violenza per strada,, violenza dappertutto!

mi soono rotto i coglioni!

grande beppe!

Antonio Dioddo 12.03.07 14:36| 
 |
Rispondi al commento

A volte, le mani di questi bambini me le ritrovo anche a frugare dentro la borsetta. Conviene darglieli, i soldi, prima che crescano e ti puntino un coltello per averli

Minnie Mouse 12.03.07 14:36| 
 |
Rispondi al commento

In alcuni paesi anche europei, usano mettere la fotografia dei bambini sui pacchetti del latte, ad esempio, forse lo possono fare con il consenso dei genitori dei bambini che spariscono. le forze dell'ordine potrebbero chiedere alle ditte di vari prodotti e/o ai negozianti di apporre le foto in tutta italia e nel resto d'europa dei bambini rapiti o scomparsi

cristina novello 12.03.07 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ci sei rimasto solo te e solo te puoi farlo: dacci il via, come diceva Benigni in Berlinguer ti voglio bene, e noi si parte! Siamo in tanti, si può fare un sacco di cose se si vuole... dacci il via!

Francesco Cusumano 12.03.07 14:23| 
 |
Rispondi al commento

l"unica cosa chè interessa e vi garantisco sanno fare bene le nostre f. dell ordine e partire in missione monetaria a 6000 euri al mese,se venissero obbligati a partire per lo stipendio sarebbe giusto visto chè il 90% si è arruolato per il fascino della divisa,e non per gratarsi i gemelli,la cosa strana è che nessuno abbia il fascino per la divisa da minatore,cameriere,operatore ecologico,ecc ecc...

ziu lingualonga Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 14:12| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BEPPE, ma le foto non le puoi nemmeno spedire via posta come fai per le mail?!?!?
Non risulta come posta privata?!?!
Noi facciamo passaparola...

Giorgio Marinello 12.03.07 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Leggo molti commenti che sfoggiano astio contro l'arma dei carabinieri .

In italia purtroppo si sta attentando anche a quella "NOBILE" divisa .

La figura del carabiniere sta man mano perdendo quel valore di giustezza che ha, agli occhi del cittadino .

Di questo dobbiamo ringraziare LA NOSTRA COSTITUZIONE E tutta quella monnezza che c'è al parlamento , nei centri sociali e non solo ,che si sente perseguitata da quella divisa e si proclama INNOCENTE .

In italia si inpreca alla Democrazia ,ma tutti, dicono e fanno quello che ca,z,z,o gli pare :-)

E quando le cose cominciano a complicarsi si interpellano maghi e cartomanti :-)oppure si da la colpa agli AMERICANI :-)

W l'arma dei carabinieri "SEMPRE" :-)

GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le immagini di questi bambini potrebbero essere pubblicate in un'area riservata su internet alla quale possono accedere con USER e PASSWORD solamente le forze dell'ordine e i famigliari dei bambini scomparsi.

stefano cerri 12.03.07 13:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig. Grillo rispondo alla Sua richiesta di aiuto e le suggerisco di chiedere al Suo avvocato se è legale che i carabinieri e/o polizia non intervengano in certi casi. La risposta è sicuramente che loro non hanno nessun obbligo in quanto la Corte Costituzionale ha stabilito che non è reato chiedere l'elemosima. Qualora anzichè verbalmente Lei facesso una denuncia scritta chiedendo che vengano fatte delle indagini per appurare se dietro la richiesta di elemosina c'è un vero e proprio sfruttamento in che reato incorre? Naturalmente la denuncia deve essere fatta con tutti gli orpelli inutili previsti dalla legge, in mancanza dei quali un bos della mafia è messo in libertà e quindi la Sua denuncia verrebbe cestinata. Anche così facendo non otterrà niente. In italia può fare tutte le denunce che vuole nessuno fa niente. L'unica cosa certa del sistema giudiziario italiano è l'alto costo degli stipendi dei magistrati.
Io ho una causa civile in cui bastava confrontare 2 fotografie per arrivare alla sentenza. Ad oggi sono 20 anni. Il tribunale ha nominato 4 periti, ho spese molti milioni pur avendo vinto in 1^ grado. A tutt'oggi vivo in una casa dove ci piove, è tutto umido praticametne è un tugurio. Il risultato ottenuto per credere nella giusizia? ho dovuto operarmi due volte di tumore e mio padre è diventato un cardipatico cronico. Molti nel frattenmo però si sono arricchiti. Chieda al Suo avvocato come funziona la giustizia italiana.
Dovendo rivolgermi ad un Avvocato ho deciso di non rinunciare più alla cittadinanza italiana. Continuo a vergognarmi di essere cittadina italiani e a tutti i ministri della giustizia, che nel frattempo si sono succeduti, ho sempe chiesto di fare due cose: togliere la scritta "La legge è uguale per tutti" e evitare di scrivere nelle sentenze "in nome del popolo italiano". Nessun cittadino riuscirebbe a fare di peggio di quello che succede nel sistema giuriziaria italiano.
il suddito ciaffoloni maria letizia

maria letizia ciaffoloni 12.03.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo una bella lista con i nomi di poliziotti,carabinieri...che ignorano altamente la situazione o che passano la patata bollente al collega!!!a volte è piu facile ottenere qualcosa facendo vergognare le persone piuttosto che cercando di sensibilizzare le coscienze con il buon senso...che ormai è anadato perso!!!

eleonora verde 12.03.07 12:53| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio Beppe per tutto quello che sta facendo, sinceramente...
Per quanto riguarda i bambini, ma in fondo per molte delle questioni che Beppe segnala alla nostra attenzione, vorrei mettere a disposizione il mio lavoro... Forse è la risposta frustrata di chi non ha soluzioni da proporre di fronte alla vista dei bambini che mendicano in strada o al furto dell'acqua, o al disprezzo della vita e della salute sul posto di lavoro, ecc...
Ma, insomma, se coinvolgere chi non segue il lavoro di Beppe su Internet attraverso forti campagne di sensibilizzazione può apparire anche a voi utile, sono, ripeto, più che felice di offrire le mie competenze di grafico e designer...

walter sardonini 12.03.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento

meglio in galera per questo motivo che in una gabina elettorale a votare questi cialtroni

giovanni nicoletti (giopalinuro) Commentatore certificato 12.03.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Se ci si rivolge alle forze dell'ordine per denunciare/segnalare fatti così gravi, consiglio di prendere nome e cognome nonchè numero di matricola del carabiniere/poliziotto al fine di segnalare successivamente e dettagliatamente chi ha commesso un'omissione.
Se segnalare con un mms i minori sfruttati non è possibile, consiglio di aprire una rubrica :"L'HO SEGNALATO A..." con tanto di nome e cognome dell'agente al quale ci si è rivolti.

Luca Bassignana 12.03.07 12:27| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BASTERA NASCONDERE IL VISO E LA COSA E 'FATTA!

Carao Grillo,
Anch'io spesso ho chiamato carabinieri e polizia per denunciare i bambini ai semafori e le zingare che tengono al freddo dei neonati per impietosire chiedendo le elemosina ...come se dice a ROMA ..
...NUN JE NE PO' FREGA DE MENO A NESSUNO !!!!

Alessandro Roma 12.03.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento

...non vorrei sbagliare in proposito, ma mi sembra che esista in ogni città un servizio comunale di PRONTO INTERVENTO SOCIALE che si occupa di senzatetto,tossicodipendenti,infanzia abbandonata...
Si potrebbero pubblicare i dati telefonici e gli indirizzi di questi servizi pubblici che in genere sono appaltati a cooperative.
Per quello che ricordo sono gli operatori stessi che chiedono l'intervento delle forze dell'ordine.

anna corsanici 12.03.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

BASTERA NASCONDERE IL VISO E LA COSA FATTA!

Carao Grillo,
Anch'io spesso ho chiamato carabinieri e polizia per denunciare i bambini a semafori e le zingare che tengono al freddo dei neonati per impietosire chiedendo le elemosina ...come se dice a ROMA ..
...NUN JE NE PO' FREGA DE MENO A NESSUNO !!!!

Alessandro Roma 12.03.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

La legge 149/01 va precisata su questo punto, ma chi compie gravi inadempienze, chi lascia per mesi e spesso anni in affidamento un bambino e poi gli fa cambiare famiglia come se fosse un oggetto (o peggio, perché per gli oggetti è previsto il diritto di usucapione), compie un enorme sopruso che la società deve riconoscere e punire. Solo così altri non commetteranno lo stesso errore.

Carla Forcolin

brunella benedetti 12.03.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma non potremmo proporre un referendum per modificare questo schifo?
Io resto a bocca aperta delle stranezze che succedono in Italia...

Solo Noi... Solo Noi...

Pierpaolo ARCA 12.03.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Quando il giudice relatore non ha cercato di verificare lo stato della bambina nella famiglia in cui viveva prima di decidere a tavolino che per lei c’erano genitori migliori, quando ha negato ciò che proponeva una giudice onoraria senza nemmeno parlare con la coppia affidataria che chiedeva un incontro, quando ha predisposto un passaggio brusco della bambina su motivazioni inaccettabili.
Quanto dolore per questi errori! La corte d’appello aveva individuato degli errori, anche tecnici, nell’operato del Tribunale per i Minorenni: il fatto che la bambina non sia più spostabile, su indicazione di una perizia, non significa che il T.M. ha operato giustamente. E allora si individuino gli errori e chi ha sbagliato paghi, perché solo così finirà il gioco al massacro dei sentimenti dei bambini piccolissimi.

Ha fatto scalpore il distacco da una famiglia italiana che l’ha ospitata per tre mesi all’anno di una bimba bielorussa di 10 anni. La vicenda avrebbe meritato diverso ascolto per le violenze subite dalla bambina, ma nessuno degli Italiani che criticano i Bielorussi, provvede a stabilire per legge che quando un neonato viene lasciato in ospedale deve essere posto subito in adozione a rischio giuridico (ci dovrebbe essere un elenco di famiglie disposte al rischio giuridico in ogni tribunale per i minorenni) e se si trovano solo famiglie affidatarie disposte a raccoglierlo, l’affidamento si deve trasformare in adozione quanto prima. Non si possono lasciare i bambini in affidamento per anni e poi invocare la rigida divisione dei due istituti per porli in adozione. Tutto ciò porta solo a bambini traumatizzati, soprattutto se alla base di queste storie ci sono lunghe serie di inadempienze formali e sostanziali, come spesso accade.
La legge 149/01 va precisata su questo punto, ma chi compie gravi inadempienze, chi lascia per mesi e spesso anni in affidamento un bambino e poi gli fa cambiare famiglia come se fosse un oggetto (o peggio, perché per gli oggetti è previsto

brunella benedetti 12.03.07 12:09| 
 |
Rispondi al commento

soprassedere..
è questo che si fa sempre, innanzitutto è il metodo più comodo, poi tanto "non è figlio mio".
lavoro in un servizio sociale a Venaria, vicino a Torino:siamo oberati di casi, viaggiamo sui 900 in totali tra nuclei, adulti, minori, diversamente abili, anziani
..le risorse sono poche, ed anche noi ,però se ci vengono segnalati questi bambini in qualche modo possiamo mobilitare una serie di servizi, perciò il mio consiglio è :rivolgersi al servizio sociale della città o del paese dove si trovano questi bimbi.
non dico che sia semplice come procedura, e non tutte le persone che lavorano in questo campo sono molto disponibili, ma tentare, come si dice, non nuoce.
grazie per lo spazio

francesca gallo 12.03.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

al superiore interesse della bimba un’adozione da parte della coppia affidataria, ma dato il tempo trascorso (altri 6 mesi) chiede una perizia nella quale uno psicologo/a verifichi lo stato dell’attaccamento tra la bambina e la famiglia adottiva e quella affidataria e venga comunque disposta una ripresa di contatti tra la bimba e i suoi primi genitori.
Ma la psicologa per fare la CTU ha bisogno di altri tre mesi e, vista la bimba, che in 9 mesi nella nuova famiglia (dopo una crisi gravissima) vi si è inserita attraverso un’operazione psicologica chiamata di “diniego”, più grave della rimozione, ritiene pericoloso per la sua salute mentale riaprire una ferita che la piccola ha tentato di curare da sola negando il suo passato. Ritiene che la bambina, già abbandonata nel primo mese e mezzo di vita, poi riabbandonata, non riesca a sopportare altri traumi e si rifiuta di farle incontrare la famiglia affidataria, temendo che impazzisca. Nessuno si occupa della possibilità che impazziscono coloro che amavano la bambina come una figlia e una sorella e che si sono visti promettere quasi un ritorno a casa della piccola, poi almeno un incontro, poi nulla.
Letta la relazione della perita, in cui la famiglia adottiva appare molto adeguata e quella affidataria molto sofferente ed arrabbiata (ma come avrebbe potuto essere dopo simile vissuto?), la corte d’appello cambia orientamento e rigetta la domanda d’adozione degli affidatari, nonché la domanda di poter vedere la bambina pur lasciandola vivere dove si trova.
Oltre ai danni la beffa: i reclamanti dovranno pagare le spese della perizia!

Che ne sarà della bambina quando, crescendo, vorrà sapere da dove proviene? Che ne sarà del suo equilibrio psicologico futuro?

Forse la perizia psicologica ha evitato ulteriori danni alla bimba, ma di certo i danni sono stati fatti dal tribunale per i minorenni prima. Quando il giudice relatore non ha cercato di verificare lo stato della bambina nella famiglia in cui viveva pri

brunella benedetti 12.03.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente si potrebbero oscurare segni particolarmenti distintivi, come gli occhi ad esempio, ma poi in fondo il problema reale è prendersela e punire civilmente e penalmente chi li mette in strada. Non credete?
http://matrix75.splinder.com/

Matrix 75 12.03.07 12:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

In questi casi credo che ci sia da TELEFONARE al 112 o 113 in modo da far REGISTRARE la chiamata... Se non intervengono sono passibili di omissione d'atti d'ufficio...

Per quanto riguarda la pubblicazione sul Blog... Bhè dovrebbe bastare un "ritocco" in modo che il minore NON sia riconoscibile, mettendo contemporaneamente gli originali a disposizione delle Forse dell'Ordine (ho scritto "Forse" di proposito).

Franco Telò (panzer) Commentatore certificato 12.03.07 12:01| 
 |
Rispondi al commento

la problematica dei bamibini...mi sta molto a cuore forse perchè sono padre di tre..
lo sfruttamento e tutto quello che ne segue senza entrare nei dettagli, percè mi viene solo male a pensarlo, crdo che sia il peggiore peccato che l'uomo possa fare di fronte alla vita ed a Dio
per il problema penso tu possa fare così
raccogli "privatamente" nel senso di nonpubblicare le foto, le trattieni, poi le invio in blocco al ministero pari opprtunità famiglia...sicurezza ..interno Prodi e company e chiedi consiglio! e trattamento
denunciando diretamtenl'autorità per inadempienza della legge sui minori
questa potrebbe essere una ipotesi

pois sie vuoi puoi ance mostrarle in internet... credo che di fronte a tale problematica nessuno ti potrebbe giudicare , e la etica sarebbe dalla tua parte, oltre alla cittananza (tranne gli sfruttatori! ma questi non sono cittadini!)
ciao e grazie dell'impegno
Umberto

Umberto Valentinotti 12.03.07 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

a me è successa una cosa analoga la scorsa settimana:ero con un amico in Corso Vittorio Emanuele a Milano, stavamo andando al cinema..
All'altezza di Galleria De Cristoforis da un lato e dall'altro del corso c'erano dei bambini che suonavano degli strumenti e chiedevano l'elemosina..Due bimbe avevano 3 e 4 anni, altri 2 bambini erano uno sui 5 e l'altro dui 6..
Mi si è stretto il cuore..e non sono riuscita a fare finta di niente come i tanti passanti che non degnavano loro nemmeno di 1 sguardo..
Sono andtaa verso dei poliziotti (erano 5)in Piazza Duomo , intenti a sorvegliare i tifosi scozzesi (era la vigilia della partita di Champions) e ho detto a 1 di loro che c'erano de bambini..ecc eccc.
Lui mi ha guardato e mi ha risposto: "Ma sono minori, non posso fare niente"..Io mi stavo incazz...gli ho rispsoto "appunto perhè sono minori dovete intervenire.Non sapete che questi sono speso bimbi sfruttati..?"..
Mi ha guardata come fossi una marziana, il che non ha fatto altro che farmi arrabbiare di più..
Mi ha detto che avrebbe riferito al suo capo..
Col mio amico ci siamo allontanati, ma dopo circa 10 minuti siamo tornati indietro verso il cinema e...i bimbi erano ancora lì..
Cosa può fare un cittadino per fermare questo orrore...?
Grazie per avermi ascoltata,

Alessandra

Alessandra Capone 12.03.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' SFRUTTANO I BAMBINI?
PERCHE' STIMOLANO L'EROGAZIONE DELL'OBOLO!

PRIMO: NON DARE MAI ELEMOSINE AI BAMBINI;

SECONDO: TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, APPENA LI VEDI, TELEFONARE SUBITO AL 113 O AL 112 E DENUNCIARE INDIGNATI DETTAGLIANDO E DESCRIVENDO MINORE E ACCOMPAGNATORE.
TERZO: INVIARE MAIL A TUTTI GLI ORGANI DI INFORMAZIONE PER "DENUNCIARE LA DENUNCIA".

SE LE FORZE DELL'ORDINE FOSSERO SUBISSATE DA MIGLIAIA DI SEGNALAZIONI FINITE REGOLARMENTE SUI GIORNALI, FORSE, NON SI ESIMEREBBERO DALL'INTERVENIRE.

BASTA IMPUNITA': TUTTI GLI ONESTI DENUNCINO ABUSI DI OGNI TIPO E COSTRINGONO CHI DI DOVERE A FARE IL PROPRIO DOVERE.

SALVATORE LENA COTA 12.03.07 11:40| 
 |
Rispondi al commento

dimenticavo...esiste, in ipotesi e ad alcune condizioni, l'invocabilità dell'esimente di reato dello stato di necessità ex art. 54 c.p. che testualmente recita "non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile.."

luigi cervone 12.03.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento

PER CAPIRE A COSA SERVE LA POLIZIA IN ITALIA BASTA GUARDARE LE SCARPE DELLA POLFER (POLIZIA FERROVIARIA), SONO DI CUOI, MA VI RENDETE CONTO CHE SE UN LADRO TENTA LA FUGA IN STAZZIONE QUESTI POVERI DISGRAZIATI DEVONO INSEGUIRLO CORRENDO CON LE SCARPE CON LA SUOLA IN CUOIO SUL MARMO DELLE STAZIONI ITALIANE.

NON SO VOI MA IO GIà ME LI VEDO A CORRERE COME NEI CARTONI ANIMATI.


Ma quando una legge è controversa, inadeguata, superata (e mi sa che in italia ce ne sono molti di casi del genere) i ns dipendenti non possono intervenire urgentemente. No perchè hanno sempre in mente di dirsi "comunista" ... "fascista"
Per favore un pò di praticità!
Siamo stufi noi cittadini di paradossi veramente stufi... vogliamo tutti riforme veloci pratiche moderne cavoli! diamoci una mossa popolo italiano abbiamo una classe politica disastrosa! Sapete se io fossi un eletto cosa farei. Darei pubblicamente le dimissioni chiedendo scusa al popolo italiano! sono in quasi un migliaio fra deputati e senatori e che cosa fanno?!?!
Siete in troppi.... e troppo spesso delle nullità!

gaetano de franceschi 12.03.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, questa dei bambini che vengono sfruttati per l'elemosina è una questione che mi ha sempre indignato profondamente. Ed infatti ogni volta che accanto ad un bambino c'è anche una sorta di genitore non manco mai di stigmatizzare il genitore (rischiando più di una volta la mia integrità fisica). L'unica cosa che da soggetto singolo posso fare è di non dare mai assolutamente soldi a questi bambini. Ceto non è granchè ma forse se tutti noi adottassimo lo stesso comportamento questo commercio non avrebbe senso. Cosa potremmo fare? Forse si potrebbe pensare ad un disegno di legge di iniziativa popolare che preveda l'obbligo da parte delle forze dell'ordine dell'identificazione del minore e dei suoi genitori, i quali dovrebbero essere condannati ad una pena carceraria REALE, e ai bambini dovrebbero essere garantiti i loro diritti (primo fra tutti l'obbligo della frequenza scolastica). Ma in questo Stato dissestato dove non è garantito più nulla è realistico pensare ad una soluzione che non sia solo strumentalizzata a scopi propagandistici? Rossella

Rossella Milani 12.03.07 11:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BEPPE E SE TI APPELLI ALLA NECESSITA' DI GIUSTIZIA DI CUI ALL'ART.96?
MAGARI CE LA FACCIAMO!!

ALESSANDRA D.V. 12.03.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

ogno ostacolo legale può essere aggirato se la fotografia non costituisse semplice ritratto, ma opera d'arte. ad esempio, basta che sia scattata da un artista della fotografia. oppure che dalla foto si tragga un dipinto fedele, o ancora che venga impiastricciata al computer spacciandola per opera di computer art. poi organizzare una mostra - d'arte - itinerante e divulgare così le informazioni visive.
comunque, ricordiamoci che quando lasciamo la monetina nella mano stiamo avvallando il sistema di sfruttamento dei minori all'accattonaggio.

luigi cervone 12.03.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, questa dei bambini che vengono sfruttati per l'elemosina è una questione che mi ha sempre indignato profondamente. Ed infatti ogni volta che accanto ad un bambino c'è anche una sorta di genitore non manco mai di stigmatizzare il genitore (rischiando più di una volta la mia integrità fisica). L'unica cosa che da soggetto singolo posso fare è di non dare mai assolutamente soldi a questi bambini. Ceto non è granchè ma forse se tutti noi adottassimo lo stesso comportamento questo commercio non avrebbe senso. Cosa potremmo fare? Forse si potrebbe pensare ad un disegno di legge di iniziativa popolare che preveda l'obbligo da parte delle forze dell'ordine dell'identificazione del minore e dei suoi genitori, i quali dovrebbero essere condannati ad una pena carceraria REALE, e ai bambini dovrebbero essere garantiti i loro diritti (primo fra tutti l'obbligo della frequenza scolastica). Ma in questo Stato dissestato dove non è garantito più nulla è realistico pensare ad una soluzione che non sia solo strumentalizzata a scopi propagandistici? Rossella

Rossella Milani 12.03.07 11:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E se li pubblicassimo man mano su La Settimana?

Se i ragazzi dei MeetUp sparsi in tutta italia cercassero di ricevere una autorizzazione dai parenti e dai familiari? Un documento in cui autorizzano a utilizzare una foto e qualche dettaglio scritto da inserire sul blog nella speranza di allargare il campo di ricerca e le persone coinvolte nella ricerca?

Ciao Ciao

Armando Canzonieri 12.03.07 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Senza rendere pubbliche le foto, non si possono semplicemente trasmettere, con un esposto alla stazione di polizia locale e che so, per conoscenza al Ministero degli Interni ed alla Procura della Repubblica?

Roberto Regina 12.03.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, il nostro è, e purtroppo sarà, a meno che non scoppi una rivoluzione, un paese sempre più strano. Già il fatto stesso che uno si rivolge a un carabiniere e quest'ultimo ti dice di rivolgerti ai poliziotti è un chiaro sintomo del famoso scaricabarile italiano. Se qualcosa cambierà non sarà mai merito delle istituzioni. Un saluto.

Giovanni Migliori Commentatore certificato 12.03.07 11:02| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo ci siamo abituati a tutto.
a tutto il peggio di questa esistenza infernale.
di questo girone dantesco che è diventata l'esistenza umana nelle nostre città.
la città - così com'è attualmente - è la morte sociale dell'individuo. e la nostra esistenza è diventata una agonia.
morti che camminano.
morti che accompagnano altri morti.
morti che vanno - assieme - nel fosso.
noi vediamo l'abominio della desolazione dappertutto ormai, ma non ci facciamo più caso.
i bambini sono sacri.
abbiamo dissacrato, violato, anche loro.
nell'indifferenza di tutti, noi compresi.
E' l'essere umano che esce sconfitto da tutto ciò.
mah....

luca a. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

...viene in mente la differenza tra la cultura della citta' e quella del villaggio..Nel villaggio se un bambino lo vedi solo o fa il birichino è naturale fermarsi , chiedergli qualcosa o "sgridarlo" non perche'tu adulto devi scaricare le tue aggressività ma perchè tu adulto sai che ci sono dei limiti importanti di cui quel bambino ha bisogno e che nessuno gli sta dando...e l'adulto deve essere consapevole del modo in cui lo fa...
Nella città , anche piccolissima, questo non succede..borbottiamo un "ma guarda un po'! " e siamo a posto fino al prossimo incontro.. Villaggi, nel senso di approccio culturale alla convivenza, non ce sono piu' e quindi?
Come si fa quindi ad aiutare quei bambini che se li vedi soli realizzi al volo che sono bellissimi e pericolosamente plasmabili sopratutto da adulti deviati?
Come si fa quando le ragnatele delle norme ti impediscono iniziative spontanee?
Forse imparando che le nostre iniziative spontanee non sono deviate ma quelle di altri lo possono essere.. E allora vanno coinvolti quelli che hanno fatto quelle leggi per aiutarci ad aiutare...Vanno progettati parchi , anche coperti, dove dare opportunita' intelligenti ai bambini, dove le esperienze che fanno accrescano la loro stima di se'e li rendano forti nella ricerca dei perche'e favoriscano la costruzione di una coscienza critica. Una "regia educativa", soprattutto indiretta,in un "luogo pensato", non aiuterebbe solo quei bambini evidentemente soli, ma anche quelli "formalmente" con famiglia "normale" che però tra i 18 e i 19 anni vanno a bussare alle porte della psichiatria perchè non stanno bene.
Cosa hanno i bambini nel tempo libero? Hanno ciò che inventano i genitori ma, mi chiedo, noi genitori siamo forse onnipotenti?

claudio rizzoli Commentatore certificato 12.03.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

vogliono reintrodurre il Ritalin e ed un altro farmaco ancora più pericoloso per i bimbi, fermiamoli, dare psicofarmaci ai bambini fa ammalare i bambini e li predispone verso la depressione, l'ictus e l'uso di droghe

reparata de camillis 12.03.07 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,se Maometto non va alla montagna la montagna va da Maometto. si potrebbero inviare le foto scattate direttamente al sito della polizia e chiedere direttamente a loro le informazioni.

Alf Monti 12.03.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Evviva, che bello!
Esser vittime di un reato e doversi pure giustificare!
E sperare che non decidano pure di usarti come capro espiatorio!
Questo si che é un paese all'avanguardia!

Stefano Nunziati (stefanunzio) Commentatore certificato 12.03.07 10:38| 
 |
Rispondi al commento

la risposta che di solito si da ad un cittadino che vuole denunciare,da parte della P.S. o da Carabinieri,è quella di rivolgersi alla procura della repubblica.
Cosi facendo le autorita preposte si lavano le mani.

Michele Terrin 12.03.07 10:23| 
 |
Rispondi al commento

la polizia in questi casi, ha detto qualcuno, non puo'far niente:si',ok, pero'c'e'anche la possibilita'di punire i genitori per abbandono o maltrattamento, o sfruttamento: non mi dire che se il genitore (ir)responsabile viene in commissariato, si riprende il figlio, e amici come prima!
le leggi esistono, perche'non farle applicare?
perche', invece, chiedere sempre leggi speciali, sull'onda emotiva (isterica)provocata da qualche servizio delle iene?! o mi sbaglio?
sulla"pigrizia"di vigili e polizia, scendendo ad un argomento moooolto piu'frivolo, si pensi al caos di bari, al non rispetto del codice della strada che si trova in quella citta'dove di vigili ce ne sono, e tanti...se ognuno facesse il suo dovere...

francz pp. 12.03.07 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Ero sulla spiaggia quest’estate. Mi passavano davanti, per vendere la loro merce, senegalesi, cinesi…
Non voglio sindacare sull’opportunità o meno e sulla legalità delle loro attività, ma un fatto mi ha colpito. Insieme a questi c’erano bambini che facevano le stesse cose!
Nessuno, compreso il sottoscritto, è intervenuto. Ma del resto mi chiedo: possibile che in una spiaggia così affollata non sia presente un carabiniere? Un finanziere? Un assistente sociale? Altre persone tenute a controllare sul lavoro minorile?
Capisco che compriamo prodotti a basso costo da paesi che sfruttano l’operato dei bambini senza scrupoli e facciamo finta di niente, contenti del “basso prezzo”, ma in questi casi l’abuso è palese. Vedevo quei bambini passare, tristi e senza la speranza di un futuro, magari che guardavano i nostri figli che giocavano spensierati a pallone.
Che delusione! Che vergogna! Rubare la giovinezza a un bambino, la sua spensieratezza, la sua allegria è il reato più grave che si possa fare. Quei giorni non torneranno più.
E provatemi a dire che non aveva ragione Gesù: chiunque recherà scandalo ad uno di questi piccoli…..!!!!!
Buona giornata a tutti

manuel mantega (novantuno) Commentatore certificato 12.03.07 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Quanto si nota in questo Blog è che sempre più spesso i cittadini presenti in questo Blog cercano e hanno voglia di trovare soluzioni a dei problemi. Problemi che non vengono risolti da anni perchè i nostri governi (dai locali alle regioni a Roma) erano intenti a fare dell'altro (cosa non si sà, o forse i loro interessi).
Ciò che si sta facendo in questo blog ha qualcosa di straordinario, proposte di leggi, consultazioni e sembrerebbe anche votazioni. Si sono fatte e si fanno raccolte firme per ottenere delle cose. Insomma è il popolo che cerca di intervenire nella vita pubblica. Contrariamente a quanto si possa dire in giro l'Italiano non è disinteressato alla politica ma è interessato ai problemi pubblci. Allora mi chiedo cosa stannno facendo e cosa fanno i nostri politici ogni giorni prendendosi mensilità fuori dall'ordinario? Niente!! Tentano di far capire alla gente che la politica non è la risoluzione dei problemi quotidiani del corretto funzionamento di uno stato. Cercano di far capire che la politica è una cosa che solo pochi possono capire e pochi possono partecipare. SBAGLIATO!!!!
Hanno cretao uno stato indipendente fatto di pochi eletti che fanno i propri interessi non quelli del popolo italiano. Ma a quanto pare le cose stanno cambiando. Cosa succederà se ci sarà una proposta di legge che manderà a casa la maggior parte di loro? Quella che c'è in Italia non è democrazia. Il popolo non decide un cazzo anzi subbisce da sempre!!!!! Con ogni governo!!! Senza veder risolti mai i problemi quotidiani anzi i problemi si moltiplicano e qualli esistenti diventano enormi!!!
Sono ormai più di 10 anni che vediamo succedersi Berlusconi e Prodi, Prodi e Berlusconi!!!! Ma che demoscrazia è questa? Cosa può scegliere il cittadino o meglio cosa gli viene imposto al cittadino???????

--------------------- RESTART -------------------

ciccio ingrassia 12.03.07 10:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E se invece della foto del bambino venisse pubblicato un identikit (..tratto ed elaborato da una foto.. magari con un programma ad hoc di morphing) si correrebbero rischi? Potrebbe far parte di un "gioco dei desaparecidos" da inserire nel blog ...
Saluti

Ettore Barbi 12.03.07 10:14| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
chiedi al tuo avvocato se è legale costituire in Italia un'associazione per le adozioni di bambini a distanza.
Chiedi anche se è legale chiedere soldi a terzi per tale finalità.
Già che ci sei chiedigli anche se è legale pagare google per apparire tra i primi tre link sponsorizzati inserendo le parole "adozioni a distanza".
Infine chiedi se è possibile su questo sito dell'assocazione pubblicare la foto di un bambino a volto ben visibile, preferibilmente straniero ed in evidente stato di difficoltà.
Ora apri l'home page di google,
digita "adozioni a distanza" e
clicca sui primi 3 link sponsorizzati.
Troverai foto di bambini che ti chiedono soldi per conto della loro associazione.
E' legale?
Cosa cambia tra un incrocio semaforico e questi siti web?
RESET

Lello Ciampolillo Commentatore certificato 12.03.07 10:09| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vostra ipocrisia e la vostra ideologia ha prodotto questo...e siamo solo all'inizio, vedrete tra qualche anno...

ruggero zigliotto 12.03.07 10:07| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Le forze dell'ordine purtroppo obbediscono ai politici. I politici fanno le leggi. Le leggi fanno schifo. Le forze dell'ordine, a questo punto sono impotenti. Non è per giustificarle, nè per discolparle da evidente mancanza di senso del dovere. Il problema è che qui da noi si fanno le leggi al contrario. L'interesse pubblico diventa secondario, quesllo di pochi primario. Mi spiego. Ogni giorno assistiamo a decine e decine di scippi, furti con scasso, rapine; tutti perpetrati dai soliti noti. Vengono presi, identificati e rilasciati il giorno dopo. I loro processi si accumulano, tanto loro sanno da se che possono giovarsi delle lacune delle nostre leggi. QUESTI SONO INTERESSI GENERALI, ma in Parlamento non gliene frega a nessuno perchè loro non vengono toccati da questa piaga. Viceversa, quando si commettono reati che ledono interessi di pochi (clonazione di cd, lesione di diritti d'autore, ecc. ecc.), stranamente la legge è velocissima. La legge sulla pirateria è stata approvata in un lampo. E finisci dentro, cioà vai fisicamente in galera se ti beccano con cd contraffatti. Mi sembra evidente la sproporzione, ma è chiaro che qui si va a toccare un interesse delle "alte sfere". Viviamo nel paese del contrario, e loro con questo ci stanno fiaccando. Le forze dell'ordine sono ormai scoraggiate perchè sanno che se anche prendono qualcuno in flagranza di reato ci sarà sempre un avvocato pronto a interpretare la legge a favore del proprio assistito, che potrà quindi usufriure del nuovo diritto a reiterare il reato. Tanto la nostra legge sembra fatta apposta!

alberto rameni Commentatore certificato 12.03.07 10:06| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

In questi casi mi risulta che ci sia un 'obbligo penalmente rilevante di non lasciare minori di 14 anni in stato di abbandono.
Se c'è un obbligo penalmente rilevante credo che le forze dell'ordine che non sono intervenute su segnalazione del cittadino rispondano quanto meno di omissione di atti d'ufficio.
Credo che in questi casi la cosa migliore sia sempre quella di farsi dare i nomi dei rappresentanti delle forze dell'ordine. Lì per lì è certo un incentivo. E dopo li mette di fronte alle loro responsabilità, che sono tra quelle per cui prendono lo stipendio.

gabriella sardella 12.03.07 10:03| 
 |
Rispondi al commento

SE IN ITALIA DISCUTI DI QUESTI PROBLEMI E T'INCAZZI C'E' SEMPRE L'IDIOTA DI TURNO CHE TI ACCUSA DI RAZZISMO. GLI ZINGARI SONO UN PERICOLO SOCIALE? ENTRANO NELLE CASE PER RUBARE MAGARI CON UN NEONATO IN BRACCIO COME DIFESA? ANCHE GLI ITALIANI RUBANO! SI CONTROBATTE!! GLI SLAVI MASSACRANO LE FAMIGLIE NELLE LORO VILLETTE PER SACCHEGGIARE? ANCHE GLI ITALIANI LO FANNO! IO SE DOVESSI AVERE A CHE FARE CON ALBANESI E RUMENI NON MI FIDEREI. VEDONO L'ITALIA COME UN ELDORADO...SI VOGLIONO ARRICCHIRE TANTO E SUBITO!! SI FANNO LEGGI DEL CAZZO COME LA BOSSI-FINI? LA SINISTRA L'ATTACCA COME SE FOSSE UNA LEGGE RAZZIALE NAZISTA!! SI ATTACCANO I CPT COME SE FOSSERO DEI LAGER QUANDO IN TUTTI I PAESI DEL MONDO LA CLANDESTINITA' E' COMBATTUTA COME REATO. C'E' CHI VUOLE APRIRE IL PAESE A CANI E PORCI...NON CI SI PONE IL PROBLEMA CHE IL CAOS SOCIALE E' UNA MINA PER LA SOCIETA'. NEL NOSTRO CASO, PURTROPPO IL PERICOLO NON E’ SOLO IL PELOSO GARANTISMO DIFESO DALLA SINISTRA MA SONO L'IPOCRISIA E LA DEMAGOGIA DEL POLITICAMENTE CORRETTO!!!
!!! !!.

ciao ciao 12.03.07 09:58| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Buondì a tutti credo che forse una soluzione ci sarebbe per aggirare l'inconveniente di mandare Beppe in galera. Basterebbe che ognuno di noi invece che ritrarre il bimbo e basta ci si mettesse a fianco nella foto possibilmente ritraendo anche uno sfondo che non sia una strada (cosa piuttosto semplice se la carità non viene chiesta al semaforo) ed invece che inserire sul blog foto di bimbi inseriamo foto delle nostre giornate ad aiutare i bimbi chi ci può vietare di fare una foto ad un bimbo insieme a noi per puro ricordo dell'evento?
Saluto tutti e restiamo uniti

Davide Lucianò 12.03.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

stamattina ,12/03/07,ho chiamato al n. verde di telelombarbia per una mia opinione riguardo l'invio di altri poliziotti a Milano per fronteggiare l'emergenza criminalità, ebbene mi hanno fatto parlare un pò fichè ho detto le cose che "loro" volevano ma appena sono andato oltre il seminato mi è caduta la linea: anulla sono valsi i miei ripetuti tentativi per continuare il mio discorso.E' intervenuta la Tiziana Maiolo che ha detto sulla giustizia(sono un cancelliere del tribunale di Milano)le solite menate da misera politicante ,dando come al solito la colpa al governo di Prodi ma lei dove era quando al governo c'èra Berlusconi?Premetto che non sono nè di destra nè di sinistra ma per le persone che sono serie e oneste. Ma dov'è questa demoscrazia? Non appena dici la verità o le cose scomode ti silurano...Saluti a tutti da ANGELO

angelo turo 12.03.07 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono sbandati ? sono abbandonati x strada ? non hanno nessuno ? bene allora chi può e chi se la sente li rifocilla li sistema al meglio "puro assistenzialismo ... spero non ci sia una legge che punisce chi fa del bene !?!" ... e con tutta calma li porta davanti a montecitorio !!! " gita di piacere , istruttiva " ... dopodichè li lascia lì "li ho trovati per strada , verità" !!!
vediamo se prendono provvedimenti !!! ...

CHI USA e/o IGNORA LE NECESSITA' DEI BAMBINI E' UN CRIMINALE !!! ...

Saluti a tutti ...

Francesco P. Commentatore certificato 12.03.07 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Senti Beppe,

te le pubblico io le foto, non mi metto paura. contattami

rolando g 12.03.07 09:50| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di Lalla mi pare ottima davvero....

Federico Villa 12.03.07 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io un'idea ce l'avrei: partendo dal presupposto che quando qualcuno - per esempio - ci aggrdisce, non bisogna gridare: "AL LADRO!" ma: "AL FUOCO!" (Possiamo stare certi che accorreranno numerosi ad aiutarci) bisognerebbe (ad ogni bambino che si vede mendicare per strada, o suonare il violino sul metro', o accattonare in qualsivoglia posto) andare alla polizia gridando: "ho visto la piccola Denise! Ho visto la piccola celentano!"... e poi.. ops, mi sono sbagliato, era un'altra.. be' aiutate quello, no? ;o)

Tiziana Stanzani 12.03.07 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Posso capire i consigli dell'avvocato anche se decadono automaticamente quando si parla di pedofili, sfruttatori ecc: la legge NON è uguale per tutti, si sà.
Propongo di inviare sì gli MMS al blog, ma in maniera non visibile.
Poi Beppe manderà le foto alle associazioni serie - e ce ne sono - che si occupano dei minori scomparsi e alla polizia in modo che anche loro ne abbiano traccia.
Ciao
Lalla

Laura Lalla Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 09:43| 
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda il non intervento delle forze dell'ordine, vi segnalo quanto successomi due giorni fa a capri.
dopo aver comprato un oggettino di 3 euro in un negozio sul porto, non ho potuto avere lo scontrino perchè "non avevano ancora aperto" e mi hanno chiesto di tornare più tardi. tre ore dopo sono ripassato ma "non avevano ancora aperto, nel senso che la stagione non è ancora cominciata". mi sono rivolto al comando dei vigili esattamente di fronte all'esercizio che esercitava tranquillamente da ore nonostante non fosse "ancora aperto" e il vigile ha detto che non poteva intervenire. dopo insistenza, mi ha stancamente seguito al negozio e dopo aver parlato con l'esercente mi ha detto che "se aveva il registratore di cassa ancora spento, cosa ci poteva fare?"
a domanda "quindi questo negozio esercita in assoluta evasione fiscale e lei non dice niente nè interviene nè fa interveniore l'autorità preposta?" il vigile ha risposto "eeeeh cosa ci vuole fare....questa è l'italia".
io continuo a pensare (o sperare) che l'italia sia un'altra, ma che un ufficiale pubblico si comporti così è offensivo e gravissimo.

michele di giorgio 12.03.07 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Tutto quanto detto fin qui, conferma che i reati contro la persona, anche quelli più abbietti, nei confronti di minori (pedofilia o riduzione in schiavitù) o degli anziani (truffe e rapine), non vengono puniti o vengono gestiti con indifferenza dalle forze dell’ordine (“tanto non possono fargli nulla, perché minorenni…”). Ma se il reato è contro le multinazionali o le potentissime major…, apriti cielo… Interventi armati delle forze speciali, dei nocs, delle teste di cuoio, delle forze nato. Negli usa, se un ragazzino scarica musica da internet, si ritrova in casa la swat...

Ciao, vado che mi bussano alla porta…. cazzo… sono già arrivati i carabinieri… minchia pure l’elicottero…

Gennaro Saponieri 12.03.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari amici del blog, avendo letto che molti dei commenti inviati da ieri sera a stamattina hanno un tono critico verso l'operato delle forze dell'ordine, ho scelto di riproporre il mio commento.
Premetto che sono un Agente di Polizia in servizio alle "volanti" di Milano.
Il problema dei minori che fanno accattonaggio non è un problema delle forze dell'ordine. E' un problema culturale.
Ma voi avete idea di ciò che avviene quando uno zingarello viene preso mentre chiede l'elemosina o peggio ancora dopo aver rubato un portafogli? Viene accompagnato in Questura e lì le scelte sono due: o si contattano i genitori per riaffidargli i figli invitandoli ad "essere più attenti" oppure si affidano i minori ad una comunità che si occupi di loro. Nel primo caso è tempo perso in quanto sono gli stessi genitori che mandano i figli a mendicare o a rubare, nel secondo caso (qualora si riuscisse a trovare posto in una comunità) i minori sono già stati "addestrati" dai loro genitori a fuggire dalla struttura e tornare a casa...
L'accattonaggio fà parte della cultura dei Rom, così come l'essere nomadi.
E lo stesso problema culturale, di educazione civica, di rispetto, si pone anche per gli italiani: il bulletto di periferia (o anche il figlio di papà) non allaga le scuole o picchia i coetanei perché manca il controllo della Polizia, ma perché alle spalle ha situazioni familiari/culturali disastrose. E seppure questi ragazzi venissero identificati e puniti cambierebbe poco... Il problema è cosa c'è alle spalle dei ragazzi, siano essi Rom o bulletti italiani. Occorre spostare il mirino sulle famiglie, su certi programmi televisivi...
Grazie Beppe. Ci si vede a Milano.

Matt M. Commentatore certificato 12.03.07 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
che dire siamo alle solite in questo paese del c...., io sono un ragazzo di Torino vivo qui da sempre e dato che so che verrai ad aprile qui ti consiglio ,anzi ti invito ,a fare un giro nella zona dei Murazzi di Torino.La situazione li è veramente drammatica, io ormai sono abituato ma con questo non approvo x niente il modo in cui vengono USATI i bambini...La maggior parte sono bambini extracomunitari buttati li gia dai primi anni di eta' per rubare ,spacciare ecc.. vengono mandati li dai genitori stessi!Io purtroppo ho solo 20 anni e non posso fare niente per loro, ma tu, noi del blog insieme possiamo forse fare qualcosa.....I BAMBINI DEVONO GIOCARE ,DEVONO POTER ANDARE A SCUOLA E RICEVERE UN EDUCAZIONE SOCIALE E CULTURALE!FACCIAMO QUALCOSA NON SI PUO' ANDARE AVANTI COSI! Ed approposito di Forze dell'Ordine la situazione non cambia se ne fregano e si fregano i soldi facendo nulla!!!!!

Mario D'agostino 12.03.07 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Cioa Beppe,
proporrei una cosa fattibile via web.
Le tecnologie, come spesso sottolinei tu, ci danno una mano ad affrontare certi problemi. Non so se è il nostro caso ma provo a spiegare... L'idea potrebbe essere quella di creare un'area riservata sul sito visualizzabile solo dalle autorità Italiane (polizia/carabilieri/altro), un data base on line. In questa pagina potranno essere raccolti in via privata (one o one) tutte le foto inviate attraverso i telefonini o altro delle persone.. Basterà a questo punto dare gli accessi a questa pagina on line (protetta) alle forze dell'ordine istituite alla ricerca dei bambini. Ovvio che le stesse forze dell'ordine dovranno accettare il fatto di essere aiutate da te, attraveso questo servizio degli utenti.
Questa è un'ipotesi su cui il tuo avvocato porebbe rifletterci per verificarne la fattibilità, senza incappare in qualche bega giuridica... spero che possa essere utile.
Ciao

cristiano bonetti 12.03.07 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Proposta: fare la foto e inviarla via mail.
a chi: 1. tipo catena s.antonio a tutti i contatti, con un marchio di riconoscimento che certifichi la provenienza e la veridicità,
2. inviarli a un destinatario preciso: es. associazione che si occupa di bimbi scomparsi, e quindi hanno contatto con le famiglie di provenienza;
3. creazione di database consultabile solo dai genitori, naturalmente senza l'intervento dei media.

Ciao
Daniela

Daniela Sala 12.03.07 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Nell'insieme non mi sembra una legge del cazzo quella che protegge la privacy dei minori, che poi diventeranno adulti. Non credo che i bambini siano degli oggetti dove i buoni e i cattivi se li contendono. Mi sembra "buona" non tanto perchè è bello che non si possa fotografare un bambino ma perchè attorno ai bambini, nel mondo dei così detti "buoni" ci sono degli sciacalli quasi sempre peggiori di quelli che costringono i minori a mendicare: i giornalisti e i media! Gente senza scrupoli che si butta sul dolore altrui, e se non c'è lo crea, per strappare lacrime, frasi memorabili,il dolore con tutte le sue smorfie da mandare in onda. A confronto di questa gente chi "utilizza" i bambini per campare è un santo! Certo anche a me piacerebbe non vederli questi bambini per strada e se volete saperlo NON mi piacerebbe vedere neanche gli adulti. Ritenere il disagio degli adulti meno penoso di quello dei bambini è una cazzata assurda. La violenza è violenza e pensare che gli adulti si possono difendere è da minchioni che hanno visto troppi film western. QUindi questa cosa delle foto dei bambini NON mi piace anche perchè si rischia di spingere chi li controlla ad attività più "nascoste" e forse peggiori. E dei bambini non gli frega più niente a nessuno... invece io sarei per fare questo: perchè non facciamo noi le foto dei Sindaci, dei Prefetti, dei Questori e anche dei singoli esponenti delle forze dell'ordine delle città dove esiste la piaga del bambino che fa l'elemosina? Facciamo una bella raccolta di queste facce che avrebbero il dovere (per legge) di reprimere questi fenomeni (le forze dell'ordine) ma ancora più importante di attuare misure per eliminare il problema alla radice... o almeno affrontarlo! I sindaci, per esempio!

Piero Cavina Commentatore certificato 12.03.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non promuoviamo una petizione per modificare queste leggi e regolamenti, affinché per il bene dei bambini si possa realmente fare qualcosa e dare loro una mano per toglierli da situazioni che li rendono schiavi di adulti insensibili e privi di scrupoli.
Ciao.

Alberto Signorini 12.03.07 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Nell'insieme non mi sembra una legge del cazzo quella che protegge la privacy dei minori, che poi diventeranno adulti. Non credo che i bambini siano degli oggetti dove i buoni e i cattivi se li contendono. Mi sembra "buona" non tanto perchè è bello che non si possa fotografare un bambino ma perchè attorno ai bambini, nel mondo dei così detti "buoni" ci sono degli sciacalli quasi sempre peggiori di quelli che costringono i minori a mendicare: i giornalisti e i media! Gente senza scrupoli che si butta sul dolore altrui, e se non c'è lo crea, per strappare lacrime, frasi memorabili,il dolore con tutte le sue smorfie da mandare in onda. A confronto di questa gente chi "utilizza" i bambini per campare è un santo! Certo anche a me piacerebbe non vederli questi bambini per strada e se volete saperlo NON mi piacerebbe vedere neanche gli adulti. Ritenere il disagio degli adulti meno penoso di quello dei bambini è una cazzata assurda. La violenza è violenza e pensare che gli adulti si possono difendere è da minchioni che hanno visto troppi film western. QUindi questa cosa delle foto dei bambini NON mi piace anche perchè si rischia di spingere chi li controlla ad attività più "nascoste" e forse peggiori. E dei bambini non gli frega più niente a nessuno... invece io sarei per fare questo: perchè non facciamo noi le foto dei Sindaci, dei Prefetti, dei Questori e anche dei singoli esponenti delle forze dell'ordine delle città dove esiste la piaga del bambino che fa l'elemosina? Facciamo una bella raccolta di queste facce che avrebbero il dovere (per legge) di reprimere questi fenomeni (le forze dell'ordine) ma ancora più importante di attuare misure per eliminare il problema alla radice... o almeno affrontarlo! I sindaci, per esempio!

Piero Cavina Commentatore certificato 12.03.07 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma come Beppe ti rivolgi ai Carabinieri e poi alla Polizia? Ma hai sentito che negli ultimi giorni 20 poliziotti sono stati arrestati a Gela (perchè chiedevano tangenti ai camionisti) e 4 a Torino? E chisà quanti ce ne sarebbero da arrestare.Di fronte a certi avvenimenti il cittadino italiano dovrebbe rimanere sconvolto e chiedere che i capi dei corpi in questione si dimettano!!! Perchè ci sono delle responsabilità!!!Chi ha assunto queste persone? Chi le ha selezionate?In ogni aziende privata le assunzioni le fa il responsabile delle risorse umane o lo stesso amministratore delegato.Nel caso specifico credo che a mettere la firma sia lo stesso capo della Polizia!!E allora io mi chiedo come mai certe persone sono finite in Polizia? Ho fatto molti concorsi nelle forze dell'ordine senza averne mai superato uno,ma la mia vita è andata avanti e ho ottenuto ottimi risultati nel privato.Ma tutti sanno come si passano certi concorsi.E alla fine ecco i risultati. La Polizia è un corpo autocontrollato la cui funzione non si capisce qual'è, sicuramente rubare i soldi allo stato (cittadini) ma non quella di proteggere i cittadini anzi i cittadini hanno paura di rivolgersi a queste persone poco affidabili dall'aspetto e dai comportamenti trogloditi.
--------------------------------------------------
SPERO CHE QUALCUNO PRENDA IN MANO LA SITUAZIONE E SI INIZI A FARE UN Pò DI PULIZIA (NO POLIZIA) PERCHE' QUANTO ACCADUTO NON E' BELLO!!
LE PERSONE CHE ENTRANO IN QUEI CORPI DOVREBBERO ESSERE SUPERSELEZIONATE E INVECE TROVIAMO GENTE CON DIFETTI FISICI O ADDIRITTURA CON PRECEDENTI PENSALI O MAFIOSI !!!
--------------------------------------------------
CHISSA' COM'E' IL CAPO DELLA POLIZIA E' UN NAPOLETANO E ALL'ANTIMAFIA E' UN SICILIANO!!! E GIA' SI RISOLVONO COSI' I PROBLEMI IN ITALIA!!!!!!
CORRUZIONE SU CORRUZIONE E A PROBLEMI SI AGGIUNGONO PROBLEMI.
!!!!!!!!!!!!! R E S T A R T !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
BENVENUTI AL CIRCO, BENVENUTI AL CIRCO ITALIA!!!!!
-------------------------

Ciccio Ingrassia 12.03.07 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due anni fa ho visto una bambina di 2 anni camminare da sola per la strada, poi ho capito che la madre era a diversi metri di distanza e stava chiedendo l'elemosina. Era fine ottobre, la bambina era scalza. Ho fermato i vigili che casualmente stavano passando di lì e dopo diverse discussioni mi era stato detto che all'apparenza la bambina "non dava segni di maltrattamento" quindi non potevano intervenire. Ho chiamato TUTTI : polizia, carabinieri, avvocato etc. Poi ho MINACCIATO tutti che se non avessero fatto qualcosa avrei chiamato i giornalisti e avrei dichiarato che NESSUNO aveva fatto niente per aiutare questa bambina. Quindi sono usciti i poliziotti, siamo stati a "litigare" sulla strada per quasi un ora, alla fine hanno preso la bambina e la madre e dopo aver seguito le loro tracce tramite il tribunale dei minori etc. ho potuto verificare che la bambina è stata messa in un centro in affido, può vedere la mamma diverse volte la settimana ma sempre con qualcuno degli assistenti vicino, e la bambina adesso parla (mentre prima non era capace di farlo) e sta bene. Anche la madre è stata aiutata, perchè anche lei era comunque una vittima.

scintilla leone 12.03.07 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma se sono foto di bambini rapiti la cosa cambia!
Si potrebbe fotografarli e dare le foto ai carabinieri,loro verificheranno se si tratta di bambini rapiti o no,se sono rapiti i genitori avranno senz'altro denunciato la scomparsa.

Penso però che siano bambini rom, per loro è normale mettere i figli a chiedere l'elemosina.

Trovo scandaloso che le forze dell'ordine non intervengano,devono fare in modo di scoprire chi manda questi bimbi per la strada e arrestarli.
Tutti dovrebbero fare come ha fatto Beppe, se le persone invece di andare per la propria strada insistessero per aiutare questi bambini,le forze dell'ordine si muoverebbero,lo dico sempre l'unione fa la forza,per farsi ascoltare bisogna essere in tanti e uniti!

Paola Giannoni 12.03.07 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Di fronte a questi fatti rimango sconcertata. Anche a me è capitato, ad Alassio, in vacanza, di incontrare una apparente madre con bimbi che mendicavano. I bambini, che mi sembravano di 6 e 1a e 1/2 circa, erano in condizioni preoccupanti. Mi sembravano troppo assonnati per l'orario (le 11 di mattina), temevo fossero drogati. Ho chiamato il 113 e descritto quanto vedevo, mi hanno assicurato che sarebbero intervenuti. Ho dovuto allontanarmi perchè dovevo badare a mia figlia piccola. Un'ora dopo circa sono passata di nuovo e il gruppetto non c'era più. Sorprendente vedere quanta gente passava senza fare nulla...Triste. Triste pensare che non sembra una priorità immediata, questa, piuttosto che scortare i bufali del calcio (va abolito!) o i nostri dipendenti...

franca roberti 12.03.07 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Se non le immagini, pubblichiamo almeno i nomi delle vie, delle piazze, delle città dove queste creature si ritrovano a vivere. Chissà che qualcuno riconoscendo così il proprio indirizzo non si fermi un attimo a riflettere.

Marco Cofani 12.03.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è possibile pubblicare le foto con il consenso dei genitori che legalmente sono tutori dei bambini e potranno autorizzare la pubblicazione particolarmente perché si tratta di minori?

Eric Mellner 12.03.07 08:56| 
 |
Rispondi al commento

LA MANO DI UN BAMBINO
Qualche anno addietro mi è capitato qualche cosa di molto simile: era un luglio di quelli molto caldi, tra le 14,00 e le 15,00 una zingara chiedeva l'elemosina sotto il sole cocente con in braccio un bimbo di pochi mesi. Chiamavo quindi la Questura (che per altro si trovava a poche centinaia di metri) dicendo che tale comportamento era un vero e proprio maltrattamento al bambino ma la risposta fù che l'intervento sarebbe stato inutile pertanto non sono neppure usciti.
Questo comportamento delle forze dell'ordine l'ho riscontrato molte altre volte ed ormai credo abbiano perso totalmente la credibilità.
Complimenti per il Blog e continua così..
saluti
gian maria

Gian Maria Gallo 12.03.07 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe lo vedi che le leggi sono fatte apposta per aiutare gli assassini i rapitori e i vilolentatori di bambini? non dimentichiamo gli sfruttatori siano essi estranei o genitori se così possiamo chiamare queste bestie che mettono al mondo i figli e li usano per far soldi.... perché non c'è una legge che tolga immediatamente la patria potestà a questi genitori? forse ci sono troppi interessi da parte di associazioni criminali che vengono tutelati dai nosti cari legislatori? quanto vale per la legge e per giascuno di noi la vita di questi bambini? mi sembra poco allora simo messi proprio male!!!!! è una strana società la nostra, i nostri bambini o sono ipernutriti, viziati, dissociati caratteriali, firmati dalla testa ai piedi trasformati in fotomodelli o piccole veline oppure sono lasciati a loro stessi, trattati come bestie come cose da utilizzare e buttare. il tutto beatamente organizzato e regolarizzato. tanto poi ci sono gli psicoterapeuti che predicano in televisione e ci fanno sentire tutti più buoni e giustificati. ripeto, vale ancora qualcosa la vita di un bambino?

paola cappella Commentatore certificato 12.03.07 08:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non è necessità di giustizia questa? E non è di interesse pubblico? La risposta è sì. E' un modo per provare a cercare giustizia e per aiutarli!

Alessandra Recchiuti 12.03.07 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe inviare la foto con il volto dei bimbi offuscata, specificando BENE il luogo (indirizzo esatto) in cui la foto e' stata scattata.
Ciao

Luigi Depace 12.03.07 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Creiamo un sito accessibile solo ai genitori di bambini scomparsi e inseriamo le foto con luogo e data. E' necessario PERO'attendere che venga qualcuno a riprendere questi bambini che chiedono l'elemosina e fotografare in modo chiaro e visibile anche loro, collegandoli alle foto da mettere sul sito, in modo da avere eventualmente una traccia che in caso di riconoscimento permetta di risalire a dove sono nascosti. Altrimenti è inutile.

albertino b 12.03.07 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Luogo: Metropolitana milanese di Loreto
Scena: Due ragazzine dall'apparenza italiane (per vestiti e tratti) ma che parlavano in una lingua slava.
Aspettano la metropolitana con "aria sospetta" a 5 metri da me. Inizio ad assorverle. Arriva la metro s'avvicinano alle porte della metro e invece di entrare seguono il flusso della gente puntando alle borse. Io sono entrato nella metro e seguo questa scena da un finestrino. A questo giro niente di fatto da quello che ho visto io non sono riuscite a rubare nulla
Esco dalla metro vado dal personale ATM per avvertire del fatto e mi dicono che le conoscono gia e che anche si chiama la polizia non si può fare nulla. Oltre ad essere minori (13-14 anni mi dice) sono sempre in cinta e che quindi non gli sarebbe successo cmq nulla.
Non voglio accettare che le cose stiano cosi cosi chiamo il 113. Mi risponde una donna le spiego i fatti e lei mi dice praticamente le stesse cose.
Ironia della sorte pochi giorni dopo vedo una trasmissione in tv dove ci sono dei poliziotti che invitano la gente a denunciare le storie di violenza sui minori che si incrociano per strada... se non fosse tragico sarebbe comico

Altra scena avvenuta pochi giorni fa e raccontata da degli amici. Dei ragazzini di 14 e 16 anni a torino stanno andando in palestra vengono aggrediti da dei teppisti. uno dei due si becca un pugno in faccia. Vanno dai carabinieri per denunciare il fatto e i carabinieri gli dicono che fare la denuncia non ha senso. Ora credo che questi ragazzi andranno in giro con un coltello in tasca. Ottimo modo per educare dei ragazzi... ottimo.
Evviva l'italia!! :'-(

Stefano Tomasi 12.03.07 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao io non mi muovo molto bene in queste leggi e leggine, ma voglio fare una domanda al legale. Anche se le forze dell'ordine fanno o non fanno quello che possono......Se una persona comune identificandosi fa la foto al bambino o bambini in questione e la manda in un qualche modo alle forze dell'ordine per fare tipo un archivio di foto segnaletiche dei pregiudicati, identificando luogo data e difficoltà del soggetto; è una cosa impossibile ciò che ho proposto o ha un barlume di senso e fattibilità?
Grazie e saluti, tanti complimenti ancora, nel mio piccolo quel che si può fare spero serva a qualcosa.

Andrea Bortolini 12.03.07 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare che i contenuti della legge debbano essere spiegati meglio
Le foto possono apparire su internet, tant'è che http://www.missingkids.it
è il sito della polizia sui bambini scomparsi dove ci sono elenchi di foto, vedete i visi di 3 bambini

La vecchia legge di tutela della privacy è stata abrogata a partire dal 1 gennaio 2004 dal dlgs 30 giugno 2003

Si possono fare foto a persone e tenerle nei propri archivi, salvo che la persona non chieda la cancellazione o in caso di minore la sua famiglia (questo da sempre) Per es. un negozio di fotografo non può mettere in vetrina o sul web foto di persone senza il loro consenso o di minori senza il consenso dei genitori. La nuove legge si adegua alle norme della Comunità europea che regolamenta la possibilità di fare archivi di foto e pubblicarle con scopi illeciti, per es. diffamazone o pornografia (non solo foto ma anche idee politiche, religiose, vita sessuale, salute, aspetti economici ecc.) vedi la raccolta tramite i dati anagrafici fatta abusivamente da Storace per diffamazione elettorale o di dati fiscali per sputtanare un avversario o ricattarlo come le intercettazioni illecite fatte dentro Telecom di cui si sono avvalsi giornalisti indegni come Farina di Libero che sarebbero da cacciare in una prigione con chiusura immediata del giornale. La destra usa spesso tali metodi

La legge dice: non si possono pubblicare foto di minori coinvolti in provedimenti giudiziari
(capoII)

http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/Testi/03
196dl.htm

"La garanzia di riservatezza offerta agli utenti della Rete non deve pregiudicare le esigenze di sicurezza e di prevenzione di crimini quali quelli che possono trovare realizzazione attraverso le comunicazioni effettuate sulle reti telematiche" (Gaetano Rasi, componente dell’Autorità Garante)
Da una parte c'è la privacy, dall'altra il diritto di punire e prevenire il crimine, lo sfruttamento di prostituzione, pornografia, turismo sessuale, riduzione in schiavitù

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 12.03.07 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Ai rispettabili signori agenti dell'arma e colleghi, il non luogo a procedere nei confronti di un minore mi sembra scontato, questi ragazzini non sono perseguibili è proprio per questo che li mandano a mendicare, a rubare, a spacciare, a prostituirsi. Hanno capito che questo sistema funziona e ci marciano, ma dietro ci sono vere e proprie organizzazioni criminali che lavorano anche a livello internazionale ed ogni pseudogenitore di questi ragazzini disgraziati potrebbe avere collegamenti con queste organizzazioni. Ma perchè non investigate? Ma perchè non seguite questi ragazzini? Perchè non spiate quelli che li usano? A me non sembra che non possiate fare niente, a me sembra che avete paura! Paura di andare a dormire e svegliarvi con una pallottola in testa! E l'avrei anche io, ma io non ho scelto di fare il carabiniere!!

... e se per sopravvivere... qualunque porcheria
lasciate che succeda e dite "non è colpa mia!"
Sorridete... gli spari sopra... SONO PER NOI!

Roberto M. 12.03.07 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Io un'idea ce l'avrei:
Esiste un software su Internet (ne esiste anche la versione desktop) che se gli passi una foto la analizza e trova le somiglianze con una serie di foto precedentemente memorizzate; se noi pubblicassimo le foto dei minori scomparsi (e siamo apposto con la legge) e gli utenti utilizzano le foto dei loro cellulari con quel software per confrontarle con quelle dei minori scomparsi, in caso di positività si utilizza solo la foto MMS buona e si scartano le altre.
Saluti

A.D. 12.03.07 07:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gabriele...prova inconfutabile, sei proprio un carabiniere! ;)

Se vuoi contattare Grillo in forma anonima devi clickare sull'icona della busta da lettere, situata nella barra in alto. Qui selezioni il motivo del contatto e scrivi.

Ora ti consiglio di fare quanto detto per contattare lo staff tecnico e farti rimuovere i commenti.

ciao!

K T. Commentatore certificato 12.03.07 04:55| 
 |
Rispondi al commento

Come non detto al riguardo della possibilità di non pubblicare il mio commento sul sito...è automatico che ciò accada!!! Qualcuno mi sa dire come faccio a non farlo comparire sulla pagina web? Grazie siete degli amici!!!

Gabriele Gregoris 12.03.07 04:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma secondo voi le agenzie di adozione a distanza ( vedi world vision) che hanno sul web la foto, nome e cognome del bimbo, data di nascita, dove abita etc... si sono fatti firmare la liberatoria dal minore?
Se no, perche' loro possono farlo e tu no?
Tra i due scopi trovo molto piu discutibile il loro. Perche' se vuoi aiutare un bimbo forse non hai bisogno di scegliero prima come al supermercato..o no?

angela domenici 12.03.07 04:05| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Grillo, mi chiamo Gabriele e faccio il carabiniere a Dolo (VE) e volevo portarle un esempio concreto e poi dirle la mia idea al riguardo del tema dei bambini che mendicano su strada. Lo sa cosa succede quando cogliamo nella flagranza di reato di furto un minore di anni 18? Forse no...allora glielo spiego io. Il bambino/a viene fotosegnalato (impronte digitali e fotografie) e deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria; quasi sempre (anzi sempre, ndr) questi minori sono di etnia ROM o stranieri ed in quanto non ancora maggiorenni vanno consegnati agli esercenti la patria potestà. Si contattano quindi i genitori che puntualmente non si presentano (per paura delle conseguenze penali in cui incorrerebbero), il magistrato quindi ne disponde l'affidamento in apposite comunità che non hanno alcuna funzione detentiva e quindi si trovano a veder puntualmente sparire il minore che scappa da quel "luogo" di recupero per ritrovare la strada di casa. La legge, con questi minori sbandati, ci permette di fare questo e non vengono mai rintracciati gli aguzzini o i genitori despoti in quanto di fatto irreperibili. E' impensabile che si possa procedere, ogni volta che si verifichino questi eventi, ad indagine per individuare chi sta a monte di queste organizzazioni criminali, le quali vengono spesso "smantellate" ma con il grado di punibilità delle leggi italiane posso ricostituirle praticamente il giorno dopo! Il carabiniere e successivamente i poliziotti le hanno risposto gentilmente per darle soddisfazione verbale, consapevoli cmq nulla poter fare per quei poveri bambini. Se qualcosa dal punto di vista legislativo non cambia avremmo davanti sempre le stesse scene, ogni giorno. Ma se a Roma hanno gravi deficienze a livello mentale non so cosa dirle....
Le chiedo gentilmente di non pubblicare questo mio intervento da nessuna parte nel suo blog per le conseguenze che la cosa potrebbe avere nella mia professione.
Grazie.

Gabriele Gregoris 12.03.07 03:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe sarebbe possibile avere conferma dal legale se sia in qualche modo perseguibile e per quale motivo qualcuno che chiedesse al carabiniere, al poliziotto, al finaziere, al vigile urbano al quale si rivolge di volersi cortesemente qualificare. Se possiamo prendere nota dei suoi dati, numero di matricola ecc. Se possiamo poi protestare con il reparto al quale appartiene il pubblico ufficiale se non siamo soddisfatti della sua risposta o se notiamo che pur avendo assicurato un intervento questo in realtà non viene effettuato.
Mi viene in mente una battuta che circolava qualche decennio fa in merito ad una pattuglia di carabinieri (o polizia, com'è noto il cambio dell'ordine dei fattori non modifica il risultato) che avendo notato un incidente stradale poco lontano da loro anzichè intervenire immediatamente girano l'angolo della strada alla ricerca di uan cabina telefonica pubblica, appena trovata telefonano al 113 (o al 112 nel caso fossero dei poliziotti) per denunciare l'incidente accaduto e far intervenire i loro colleghi dell'altro corpo di polizia.
Se non fossi tu Beppe a raccontare quest'episodio stenterei a crederlo. E poi ci si meraviglia se in alcuni centri, specialmente del nord, si organizzano ronde di privati cittadini. Di questo passo dovremo procurarci da soli l'acqua e la legna per scaldarci dato che anche i diversi servizi pubblici cesseranno di funzionare, ma non di continuare a spillarci denaro. Altro che poliziotto di quartiere! In futuro avremo il responsabile dell'immobile dove abitiamo proprio come nell'ex Unione Sovietica. Ci conosceremo al massimo tra gli stessi condomini, poi del nostro quartiere, della nostra città, provincia, regione o Stato nazionale o dell'Europa non sapremo nulla per il semplice motivo che avremo perso ogni interesse nel conoscere qualcosa dato che qualunque cosa sia in programma di essere realizzata sarebbe a solo ed esclusivo interesse dei medesimi governananti in carica e non dei cittadini, ormai non votano.

Giovanni Funaro 12.03.07 02:56| 
 |
Rispondi al commento

Domanda: se uno la foto scattata la porta alla polizia va in galera lo stesso?
Domanda: se a fare un sevizio fotografico in giro per le strade ci va un giornalista e lo pubblica come servizio scoop va in galera lo stesso?
Domanda: e se uno INONDA polizia e carabinieri con foto e segnalazioni dicendo " mi sembra di aver riconosciuto, in questa foto, il bambino scomparso... va in galera lo stesso.
L'avvocato ha ragione, ma qualcosa si può e si deve fare.
Credo.

Aldo Aldo 12.03.07 02:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

si, alla fine tutti i problemi sono in qualche modo provocati da polizia e carabinieri, o si girano dall'altra parte, e commettono reato, o agiscono, e commettono reato, apprezzo grillo per molte delle cose che dice e che fa, apprezzo la solidarietà dei tanti blogger, ma agli stessi vorrei far sapere che puntando il dito sulle forze dell'ordine e come guardare lo stesso dito quando si punta la luna, la polizia e i carabinieri a volte non fanno quello che vorremmo, perchè non possono farlo, a volte quando lo fanno (perchè si può), non hanno i mezzi per portarlo a termine, a volte sbagliano perchè semplicemente sbagliano, ma in quel caso sicuramente l'ahanno fatto apposta, comunque è sempre colpa loro, oh, li paghiamo noi a questi qui.

antonio molluso 12.03.07 01:04| 
 |
Rispondi al commento

che schifo... peccato! ... che forze dell'ordine del ca..o che sono! gli avrei spronati fosse capitato a me una cosa simile!

che vergogna questa finta "forza" dellordine...!ù

Carlo Alberto Poletti (zarlandia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 00:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Strano che su queste cose madre chiesa cattolica romana faccia o dica poco... mentre sui DICO non riesce a star zitta ;)

Flavio Lupi 12.03.07 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe,
ma sarebbe reato anche pubblicare foto ritoccate per nascondere il volto (come spesso si vede in tv) ?

Al signor Roberto Matalone che ha scritto poco prima di me..: guardi che in molti casi ci sono bambini rapiti e usati come schiavi nell'accattonaggio, cosi' come in altre attività drammatiche! Avrà certamente sentito parlare di "TRAFFICO DI MINORI"..!!

Condivido appieno quanto sostiene Anton Labbras: come è pensabile che si accetti ti condannino per denunciare situazioni drammatiche? Laddove il cittadino sostituisce le forze dell'ordine, deve essere percepito invece un disagio, disagio di chi sente l'insufficienza dello stato...!

Nicola De Chirico 12.03.07 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe partendo dal principio tutti colpevoli, nessun colpevole, cosa potrebbe succedere se tutte le associazioni italiane che tutelano l'infanzia, se tutti i siti internet che trattano l'angosciante tema dei bambini scomparsi, se qualunque sito che è disponibile a farlo, simultaneamente aprisse una pagina alla pubblicazione di foto di bimbi che vengono costretti a chiedere l'elemosina nelle nostre città? Credo che la legge che ti impedisce di pubblicare le foto di questi bimbi, nello specifico sia assolutamente sbagliata,ma per cambiarla ci vorrebbe quantomeno un referendum...facciamolo noi un referendum, volete che su internet siano pubblicati i volti dei bambini che mendicano per le strade...e aggiungo io , i volti di coloro che , distinguibilissimi, li seguono a poca distanza per sorvegliarli, affinchè non scappino...? Sono stata anche io di recente in una grande città italiana, che si proclama moderna, civile e dal gran cuore....troppi ne ho visti di bimbi che elemosinavano,e di fronte al mio spontaneo slancio per avvicinarmi ad una bimba che, in metropolitana, guardando fissamente il tubo in metallo per il sostegno, ha recitato autisticamente con voce monocorde la frase imparata a memoria " Signori e signore scusate il disturbo, sono una bambina povera buone feste...." mio marito mi ha trattenuta, facendomi notare due uomini saliti dietro a lei ...e scesi con lei alla fermata sucessiva, uno dei quali mi stava già osservando...erano brutti...hanno fatto paura anche a me...ho pensato ai miei bimbi e vigliaccamente me li sono stretti ancor più vicini....CITTà DI MERDA! ITALIA DI MERDA! DONNA DI MERDA CHE SONO IO CHE NON HO SAPUTO DIFENDERE QUELLA BAMBINA!!!!Facciamo qualcosa beppe, facciamolo tutti insieme! Se quei bastardi che li mandano per le strade cominciano a vedere le foto dei bimbi su tanti, tantissimi siti internet...forse un po' di paura la beccano!!!! E forse qualche bimbo rapito verrà riconosciuto...

Franca Di Gennaro 11.03.07 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei lanciare una proposta a cui ho pensato già tante volte assistendo per strada a scene come quella di cui stiamo parlando (e magari se la lancia Beppe Grillo qualcuno lo ascolta). Bisognerebbe istituire una sezione di "pronto intervento" per i minori (presso Polizia o Carabinieri o, meglio ancora,in rete, coinvolgendo anche la Polizia municipale, magari su fasce di turni diverse), a cui si possano segnalare tempestivamente minori in stato di abbandono. Naturalmente il servizio consisterebbe in un intervento immediato da parte delle forze dell'ordine, per accertare lo stato effettivo di custodia dei bambini e delle bambine e procedere di conseguenza. Questo consentirebbe di intervenire prontamente nei casi di sfruttamento e di monitorare meglio anche eventuali casi di minori scomparsi. Ma, credo, che servirebbe anche a "scuotere" un po' di più le coscienze, se ognuno cominciasse a sentirsi responsabile di quello che vede.

nadia conticelli 11.03.07 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Costringere un minore all'accattonaggio configura il reato di maltrattamenti previsto dall'art. 572 c.p.

Andrea Occhipinti 11.03.07 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Tanto per iniziare, non dobbiamo MAI dare l'elemosina ai minori, se eliminiamo la motivazione per la quale un minore viene abbandonato in strada, il minore non sarà più abbandonato in strada. So che non è facile, in alcuni casi, non fare elemosine, ma dobbiamo rimuovere le cause, quindi non date MAI soldi a minori. NON ESISTE FORMA PIU' ALTA DI MORTIFICAZIONE UMANA, CHE QUELLA DI FARE ELEMOSINA!

MARCO MARIOTTI 11.03.07 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' pauroso.... un tema così delicato è importante si trasforma in un attacco alle forze dell'Ordine!
Ma dico siete Impazziti?
Sapete che le forze dell'ordine hanno l'obbligo di intervenire SOLO in presenza di reati?
Sapete che il mendicare non è reato?
Quindi basta con soliti discorsi qualunquistici e da baretto di periferia!

Il problema dei bambini nomadi che mendicano è solo ed esclusivamente un problema politico!
Se proprio si vuol trovare dei responsabili e non si vuole guardare ai politici, si guardi ai sindaci che non attivano i preposti uffici ma non le forze dell'Ordine.

roberto matalone 11.03.07 23:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse potremmo fare delle foto a dei minori visibilmente in stato di sfruttamento o cmq in difficoltà se nello scatto riusciamo a riprendere pure qualcuno delle forze dell'ordine. Prima di pubblicare la foto renderemo poi irriconoscibile il minore. Quantomeno chi guarda la foto non può riconoscere "lo sfruttato" ma può chiedersi perchè chi doveva fare qualcosa (e lo paghiamo per questo, non per impedire che assalgano Costantino nelle discoteche)non ha fatto niente per farlo. Chissà quanti potrebbero vergognarsi....

Roberto Incani 11.03.07 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, a proposito delle osservazioni del tuo grande avvocato, mi permetto:
1) Vorresti mettere sul Blog immagini tristissime di bambini al fine precipuo di toglierli da situazioni a dir poco opinabili!
Ancora prima di muoverti, hai messo pubblicamente a conoscienza il suo altissimo fine sociale. Ammesso che tu stia sulle balle a tutta la Magistratura, credi che un giudice potrebbe condannarti senza provocare la sommmossa di tutte quelle persone, e sono tante, che gradirebbero un maggior rispetto di uomini, donne, bambini, disabili e non?
Un' eventuale condanna sarebbe l'ultima pulcinellata che farebbe ingresso sui palcoscenici da Venezia a Canne etc.

anton labbras 11.03.07 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Non si può ritrarre VOLONTARIAMENTE un minore in difficoltà .Va beh , però nessuno può impedire che ci si ritragga ( da noi stessi) , visto che non siamo gli unici sulla terra può capitare che come sfondo possa comparire qualcuno o qualcosa , mica posso cancellarla...

daniele arcidiacono Commentatore in marcia al V2day 11.03.07 22:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CRETINETTI!!!!
Ho chiesto: "A cosa servono le Forze dell'Ordine?", e mi hanno risposto: "A difenderti dai deliquenti". Ho chiesto allora: "E chi mi difende dalle Forze dell'Ordine?", nessuno mi ha saputo rispondere...
--------------------

oggi dei poliziotti hanno arrestato altri poliziotti che derubavano degli immigrati "pregiudicati"

ti basta come risposta... CRETINETTI???!!!!

Roberto Stagni Commentatore certificato 11.03.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho chiesto: "A cosa servono le Forze dell'Ordine?", e mi hanno risposto: "A difenderti dai deliquenti". Ho chiesto allora: "E chi mi difende dalle Forze dell'Ordine?", nessuno mi ha saputo rispondere...

Michele Vecchiocampo 11.03.07 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senti se vogliamo fare valere i diritti di cui si discute sul tuo blog (tutti sacrosanti)o scendi in politica o ci scegliamo un cavallo che sappia galoppare se non si fa questo salto si rischia di essere strumento di qualcuno a cui non gli frega niente.Se si fanno rappresentare anche poteri inqualificabili perchè non possiamo farlo aance noi?

Giovanni Franco 11.03.07 22:20| 
 |
Rispondi al commento

sono consapevole dell'impotenza delle Forze dell'Ordine di fronte a tali problematiche ma lo sono anche rispetto all'impotenza di questi bambini obbligati da mani altrui a destini atroci. Quindi, dovendo scegliere, non la denuncia per omissione di atti d'ufficio nei confronti delle Forze dell'Ordina, non la denuncia degli sfruttatori in quanto ben protetti e nascosti ma io percorrerei la strada dell'autodenuncia per omissione di soccorso nei confronti di minorenni in palese stato di bisogno...Certo scortare i tifosidioti negli stadi o i vari sottoprodotti di questa politica malata offre almeno qualche euro di straordinario per non parlare poi di eventuali possibili missioni all'estero ad esportare la democrazia. Quindi mentre scusiamo le Forze dell'Ordine voltiamoci dall'altra parte alla vista di questi fastidiosi bambini oppure rechiamoci al commissariato di zona ed autodenunciamoci.
IPOCRITIPOCRITIPOCRITIPOCRITIPOCRITI

giacomo La Franca 11.03.07 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Creiamo un sito in cui vengono pubblicate le foto dei bambini, ma che sia accessibile tramite password solo da coloro che ne hanno perso uno.

Con la denuncia di rapimento/smarrimento, una famiglia dovrebbe acquisire tale diritto (e quindi una password) in modo da poter monitorare al meglio i possibili ritrovamenti.

Il tutto, ovviamente, gestito dagli organi di polizia.

andrea p. Commentatore certificato 11.03.07 22:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
Concordo pienamente con la tua iniziativa, d'altronde ogni mezzo ingiusto è necessario per combattere sull'unica l'unica sfida su cui è fondato il nostro paese
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 11.03.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco di fare una sorta di censimento in ogni città.
In questo potrebbero essere utili i meet-up.
Stabilire il giorno, l'ora e la via in cui si è visto uno o più bambini, magari facendo una foto cancellando la testa, per dimostrare l'autenticità della segnalazione.
Dopodichè segnalarli agli argani competenti e sperare che qualcuno faccia qualcosa.
Se ci muoviamo tutti insieme, contemporaneamente in tutta Italia la cosa può funzionare.
Che ne pensate?

Emiliano Rossi 11.03.07 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai proprio ragione: paghiamo affinchè le scorte vengano assegnate a quei lavativi dei ns. dipendenti (mi chiedo: se io a lavoro non rendo, mi danno un calcione e mi mandano via. Com'è che quella gentaglia lì gira e rigira si ricicla sempre e non ce la togliano mai dai piedi? E per di più, fa danni?!). Paghiamo la polizia, carabinieri, ecc, affinchè ci proteggano e nulla: siamo prigionieri nelle ns case, abbiamo paura perchè non c'è un sistema che punisce chi sbaglia. Anzi, noi i carcerati li premiamo. E non intendo SOLO l'indulto: quanta "brava" gente ha "Agito" durante la libera uscita: ma ci pensiamo dopo, quando poverini invocano chissà quale infermità... A dire il vero siamo un paese di pecoroni: ci indigniamo quando succede qualche fattaccio di cronaca (ma ve lo ricordate il piccolo Tommy) e, tempo qualche settimana passa nel dimenticatoio, tanto i tg ci danno sempre materiale fresco... Colpevoli anche i giornalisti che troppo spesso mercificano il dolore, ci vendono orrori e la cosa più triste, noi ne siamo ghiotti! E' la legge del mercato. E' svilente pensare a come stanno, stiamo rovinado le nuove generazioni, non gli diamo valori, non gli diciamo mai NO, i sacrifici non sanno cosa sono, il rispetto per ogni forma vivente è utopia. Salviamo i bambini dai ns errori, proteggiamoli da tutto lo schifo che sta società opulenta ed annoiata ha messo in giro e che non si cura se rapiscono o uccidono un bimbo se non per i secondi in cui dura il filmato...

silvia manente 11.03.07 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito la colpa e sempre delle forze dell'ordine no di quelli che fanno le leggi

ascolta voglio solo discutere però ammettiamo una buona volta che la colpa sta nel mezzo ok, le forze dell'ordine che tengono al loro posto più di quello che dovrebberò fare per meritarselo ed la politica che non li aiuta, è più facile crescere quando lecchi che non provando le tue capacità questo è cosi in tutto il mondo credimi

alexander m 11.03.07 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me il discorso viaggia su un solo binario, chi riesce a prendere il posto come carabiniere, vigile ecc non vuole rischiare di perdere questo lavoro quindi è logico che sta calmo e si rilassa in fondo chi lo fa fare, questa è la verità piuttosto di combattere per la verità si combatte per il propprio posto di lavoro e cosi d'appertutto non si può negare, in italia più lecchi più sei premiato.

alexander m 11.03.07 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mandiamo un appello al presidente Napolitano, al governo, al sacerdote che celebra la messa per "un bimbo mai nato".

francesco itta 11.03.07 21:33| 
 |
Rispondi al commento

In questo nostro paese, bisogna che tutti inizino a fare il proprio lavoro.
Bisogna che qualcuno sia responsabile del lavoro che deve essere svolto.
Non è più possibile che chiunque lavori alla gestione dello stato / regione / provincia / comune, si permetta di non fare il proprio lavoro.
Vale per i politici (che non fanno gli interessi dei loro Datori di lavoro) e vale anche per i carabinieri / poliziotti, che riescono solo a togliere dei punti alle patenti.
Beppe, sei una delle poche voci libere in Italia.
Crea intorno a te un gruppo che si contrapponga a questi politici fossilizzati.
In tanti possiamo aiutarti. Io posso essere uno di questi.
In Italia c'è tanta competenza e ci sono tante brave persone.
Coagulale attorno a te ed attorno a Di Pietro, che è una brava persona.
Non hai idea di che riscontro potresti avere.
Potrebbe essere la nascita della Vera Italia.
Ciao Beppe, e comunque, Grazie.

Vittorio Savariano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.07 21:28| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ti ricordi il video degli studenti che palpeggiavano la prof. e quel video e stato bandito in Italia bè Io lo trovato su un sito straniero quindi come diceva un commento del tuo blog rivolgiti a un sito straniero e poi metti il link sul tuo blog .

paolo ciao 11.03.07 21:23| 
 |
Rispondi al commento

CONSIDERAZIONE:

Quanta passione, e quanti acuti, determinati e rigidi censori, quanto giudici si ergono qui come altrove, sui fatti e sulle umane debolezze fatte di inevitabili paure e/o difetti più o meno gravi causa di tante e tanto spesso di sconosciute sofferenze tanto a se stessi nei rimorsi, quanto ad altri vittime delle azioni.

Mi piacerebbe essere PIU di quel che sono, e sono niente, per poter redarguire e confortare al contempo, i primi dall'esser così duri con se stessi da non dimostrare pietà e comprensione con chi è in errore credendosi forse tanto perfetti da poter giudicare forse ignari, che nascondono a se stessi molti di quei difetti che hanno la pretesa di giudicare così impietosamente. Cosi come vorrei avere io stesso la certezza in me di essere migliore quanto capace, più di quel che credo d'essere, tanto da poter aiutare quei derelitti che hanno in se il male e compiono ad altri e a se stessi quanto di ciò che in se non sanno di avere spesso e di cui non sanno arginarne il dilagare prorompente nella mente e nell'anima. Che dire degli uni e degli altri e di me stesso.......una sola cosa mi sovviene , è che infondo siamo tutti eguali, nella diversità individuale almeno in un punto, siamo imperfettamente umani , e come tali criticabili e fallaci. Dico perciò a me per PRIMO e a voi tutti che: secondo me, un poco di modestia e un poco di amore tra noi non guasterebbe fosse anche per pensare che il sentirlo ci aiuterebbe a comportarci meglio tanto per tendere una mano quanto per consolare chi soffre, assistendo, sia pure nel rispetto della giustizia della legge degli uomini, l’anima degli uni e degli altri aiutando così anche noi stessi, secondo me, ciao

Francesco

f.marletta 11.03.07 21:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Per legge è divieto mendicare o farlo fare ai minori o con loro vicino atto a scaturite sentimenti di pietà per questo è sfruttamento e violenza sui minori. Quindi sarebbero dovuti intervenire le forze dell'ordine interpellate, dopodichè gli assistenti sociali e tribunale minori.Oggi stiamo osservando nelle nostre città e paesi ad un esercito di minori che mendicano dapertutto e sono principalmente zingari rumeni o cittadini di altri paesi dell'est accompagnati solito da donne e qualche uomo che li sorveglia da lontano. Bisogna che le autorità intervenghino per questa gente che non avendo un minimo di sostentamento proprio non essendo neanche interessati ad un lavoro che sia allontanata dal territorio dello stato in quanto oltre a mendicinare rubano e sono possibili portatori di attività illecite comunque. AUTORITA ITALIANE!!!!' SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!

erminio c. 11.03.07 21:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Io sono un dipendente della Guardia Di Finanza, quindi un dipendente di tutti.
Non sono d'accordo con te, per quanto riguarda le forze dell'ordine, devi sapere che tante volte, troppe volte, la burocrazia, le carte, gli "obblighi" di servizio spingono l'attenzione delle forze dell'ordine in direzioni non consone alle vere esigenze della società in cui viviamo. A volte fare meglio e fare di più non è molto semplice, anche perchè capita che come fai fai, fai sempre male.
ciao.

cristian melis 11.03.07 21:11| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa possibile sarebbe forse una foto dei bambini,opportunamente ritoccata in modo che si capisca che siano bambini ma non si posano riconoscere, e sullo sfondo le forze dell'ordine che restano a guardare ?
Però,come ho già discusso con qualcun'altro,le forze dell'ordine potrebbero non far niente (non solo in questo caso) per poter prendere il pesce più grosso che sta dietro alla faccenda e di certo non vengono a dirlo a te che protesti,giustamente,per non mettere in allarme la selvaggina.
Il problema è: come si fa a capire quando le forze dell'ordine stanno facendo il loro dovere oppure no ???
E' il solito problema chi controlla i controllori ???

Matteo Pertegato Commentatore certificato 11.03.07 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Per La Verde Milonga Inquieta; Mario Rossi e ster minator.
Per quanto riguarda le raccomandazioni per entrare in qualche corpo di polizia posso portare la mia personale esperienza.
Non molti anni dopo finita la guerra, feci domanda per entrare nel corpo della Guardia di Finanza. Non avevo ancora 18 anni (mancavano 6 mesi). Andai a Bologna per le visite di idoneità, sia fisiche, psichiche che di cultura (dettato, problemi aritmetici, storia ecc.) Non fui accettato non perché mi mancassero le "doti" ma perché non avevo santi in paradiso.
Nel 1990 mio figlio fece domanda per entrare in Polizia. Cinque giorni di test attitudinali in quel di Trieste e poi la doccia fredda: non ammesso al corso. Tramite un maresciallo di PS, venni a sapere che quei posti erano già occupati, prima ancora della selezioni, da figli di prefetti, alti ufficiali di PS e CC.
Anche allora non avevo santi in paradiso (come mai né ho voluto in vita mia per evitare poi di dover ringraziare qualcuno).
In questo paese, non vale tanto la capacità, che serve comunque, ma la conoscenza di qualcuno che conta. E' triste ma è la verità.

silvano o. Commentatore certificato 11.03.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti,
credo che il proliferare dei bambini che chiedono l'elemosina nelle strade sia causato dalle offerte in denaro delle persone.
In questo modo condannano inconsapevolmente quei bambini a rimanere forzatamente in strada ad elemosinare.
Caro Beppe non condivido assolutamente la tua posizione su questo penosissimo problema, le Forze dell'Ordine non hanno alcuna responsabilità.

marco rossi 11.03.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Quei bambini sono figli di zingari, gli stessi zingari che in un post di qualche tempo fa, tu Beppe, giustificavi! Gli zingari li costringono a mendicare, rapiscono i nostri bambini, ma tanto ci sono tutti i buoni comunisti coglioni che continuano a dire che è il loro modo di vivere, SONO USANZE.
Col c...o!
Provate ad andare nei loro campi a rubare; ti fanno fuori. solo noi dobbiamo guardare e basta!
Grazie COGLIONI COMUNISTI

asa sa 11.03.07 20:39| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non portare avanti da solo questa iniziativa.
A parer mio gli unici che possono aiutarti, consigliandoti sul come fare, sono quelli di TELEFONO AZZURRO.
Quanto fanno loro per i bambini è da ammirare e da rispettare.
Credo che se li contatti saranno felici di collaborare con te.

giovanni 56 11.03.07 20:35| 
 |
Rispondi al commento

fai un host in russia!! lì non è reato

Manwë Sùlimo 11.03.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono anni che vedo bambini sfruttati ad elemosinare per le strade, sono spesso figli di rom che se ne fregano delle regole perchè tanto la fanno sempre franca. Si parla e straparla di tutela dell'infanzia, ma chi è tutelato in questo caso??? Perchè queste persone non vengono sbattute in galera??

Lory R. 11.03.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

1
Questo ha detto Travaglio al n° 1 di Annozero, sui Dico, in cui Mastella, prima ha rifiutato domande da Travaglio, poi interrogato da uno studente, si è alzato ed è andato via in malo modo, denunciando Santoro ai vertici RAI:

“.. solo oggi alla mia età capisco perché mia madre, da ragazzino, non voleva mandarm al cinema da solo, temendo che facessi brutti incontri, in quel cinemino di Via dei Prefetti dove ti davano anche la merenda.
Qui, mi scusi, ma è troppo facile rammentare cosa scrive la Magistratura nella sentenza definitiva confermata dalla Cassazione a suo carico nel processo per mafia: “L’imputato Andreotti Giulio, ha commesso, fino alla primavera del 1980, il reato di associazione a delinquere con Cosa nostra, reato commesso ma prescritto. E c’è scritto che lei incontrò i boss mafiosi Stefano Boutade, Tano Badalamenti, Ignazio Salvo …
Lei poi ha dichiarato al Corriere della Sera: “Nel disegno di legge sui Dico si parla di unioni di fatto tra persone anche dello stesso sesso e questo non mi va giù. Prodi si dovrebbe rileggere Dante, che i sodomiti li caccia nell’Inferno”.
Ma Dante nell’Inferno ci manda anche alcuni Papi, compreso quello in carica all’epoca, Bonifacio VIII, e lancia tuoni e fulmini contro le intromissioni del potere temporale della Chiesa. Poi incontra il suo maestro Brunetto Latini e, invece di condannarlo, lo tratta con grande affetto come un secondo padre..
Lei, senatore Andreotti, lamenta che oggi gli omosessuali dilagano, forse non sa che sono sempre esistiti e che i Papi, anche Ratzinger, vengono eletti sotto le volte affrescate da un famoso omosessuale: Michelangelo.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 11.03.07 20:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Lei, con quella pessima battuta sul cinemino, accosta l’omosessualità alla pedofilia, ma nella stragrande maggioranza, li omosessuali non sono pedofili mentre ci sono tanti pedofili tra gli eterosessuali e anche fra i preti
Nel 2000 il Boston Global ha vinto il Premio Pulitzer per lo scoop sulle migliaia di preti pedofili americani, coperte dalle gerarchie ecclesiastiche. In quel frangente ci fu chi paragonò il clero omertoso ai boss mafiosi
Secondo il Dallas Morning News, 2/3 dei vescovi americani, 111 su 178, hanno permesso a preti pedofili di continuare a lavorare, pur sapendo che erano pedofili e di cosa erano accusati. Tra questi c’erano 8 cardinali e 40 vescovi. 7 vescovi sono stati interrogati dalla magistratura, molti si sono dimessi
Ad es. l’arcivescovo di Lexington, Kentucky, accusato di molestie da un chierichetto
O il più celebre, il cardinale di Boston, Bernard Law, ha confessato di avere protetto per 20 anni i preti pedofili, compresi i rei confessi, poi ne ha cacciati 200. Law è stato indagato, si era dimesso ma il Papa Voitila nel 2004 lo ha chiamato a Roma e ora è arciprete in S. Maria Maggiore
..In Massachussets i giudici hanno fatto pubblicare un dossier di 2000 pagine sui reati coperti dai vertici della Chiesa
C’era anche la storia di un prete che andava a letto con la perpetua e la terrorizzava riempiendola di botte
Un altro, detto Padre Sballo, scambiava cocaina per sesso e foto osé
Uno adescava la novizie, spacciandosi per la reincarnazione di Cristo, raccontando che i rapporti con lui erano un sostituto degli esercizi spirituali
Le gerarchie, anziché denunciarli, si limitarono a spostarli in altre parrocchie
La diocesi californiana di S. Bernardino ha fatto causa a quella di Boston perché le aveva rifilato un prete pedofilo senza prima avvertirla
Thomas O’ Brian, vescovo di Phenix, ha patteggiato per aver protetto preti pedofili, poi l’hanno arrestato per aver investito una persona e averla lasciata agonagonizzante sull’asfalto

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 11.03.07 20:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

3
La diocesi di Los Angeles 60 milioni per 45 vittime. La diocesi di Portland una cifra simile a 150 vittime. La diocesi di San Diego ne deve risarcire 140 e rischia la bancarotta.
Un giudice del Kentucky ha deciso che le vittime dell’arcivescovo di Lewis devono rivalersi sul Vaticano.
Un vescovo della Normandia ha coperto un abate pedofilo, condannato a 18 anni.
Quando seppe che violentava i ragazzini, gli consigliò uno psichiatra, non lo denunciò, poi si giustificò dicendo che pensava si trattasse solo di palpeggiamenti.
L’arcivescovo di Sidney è accusato di abusi.
Su un seminarista si è autosospeso.
per aver molestato 16 ragazzini e ragazzine per 25 anni ha ammesso che ogni volta andava a confessarsi ma regolarmente la Chiesa si limitò a trasferirlo di parrocchia. Il 28 ottobre Papa benedetto XVI ha dichiarato che gli abusi sessuali su minori sono crimini enormi, ancora più tragici quando ad abusare è un uomo di chiesa, e ha invitato tutti a fare verità e giustizia e a prevenire il ripetersi dei fatti.
Ecco, onorevole Andreotti, Io ho consultato l’archivio ANSA , non c’è una sua sola parola sulla pedofilia nel clero, eppure nessuno si è mai sognato di stabilire l’equazione preti= pedofilia.
Il cardinale Hume, prefetto per la congregazione del clero, ha detto una cosa importante; il 99% dei preti non c’entra con la pedofilia, essa non è un problema dei preti ma di tutta la società. Ci sono abusi sui bambini persino nelle famiglie.
Senatore Andreotti, proprio questo è il punto. Se solo l’1% dei preti sono pedofili, forse si può dire che solo l’1% dei gay sono pedofili, mentre molti pedofili si nascondono anche nelle famiglie regolari tradizionali benedette da Santa Madre Chiesa. Fermo restando che le sue posizioni sui Dico sono legittime, lei non crede di poter condividere le parole del Prefetto della Congregazione del clero? E se le condivide, non crede di dovere delle scuse alla maggioranza dei gay che non sono pedofili?


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 11.03.07 20:16| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

OT
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\
Bush gira l’America Latina per “donare” Danari ai falsi innovatori…..in primis Lula.

Nel mentre Gore gira il mondo con “una scomoda verità”!!!.

Ecco i motivi di Bush per socializzare con i vecchi nemici!!!!.

Il re del petrolio che pensa all’energia rinnovabile?

Clicca per leggere

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Emanuele Salli 11.03.07 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato dovrebbe istituire un garante per l'infanzia,cosi,da poter garantire anche i diritti ai minori.

Armando Alberti 11.03.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento

basta dire che la polizia e i carabinieri tollerano.
basta!!!
senza leggi adeguate non possono fare nulla... nulla capito...
.. e così vale ad es per i magistrati

Roberto Stagni 11.03.07 19:12

Quali sono i paesei "civili" in cui queste cose non avvengono?

Sario Maria Maurizio 11.03.07 19:11
------------------------------------

Ciao a tutti, vi rispondo.

Nel mio commento sotto ho accennato al fatto che le leggi in questi casi sono inadeguate.
E che la polizia tolleri, secondo me lo si può dire tranquillamente.

Quanti fatti avvengono tutti i giorni sotto i nostri occhi (e sotto quelli della polizia), e pur essendoci le leggi adeguate per reprimerle, vengono bellamente ignorate ?
Per carità, spesso si tratta di piccole cose, la vendita di oggetti contraffatti, bancarelle abusive, il lasciar degradare lentamente e senza battere ciglio uno spazio pubblico...
E potrei continuare all' infinito.

Quali sono i paesi civili ?

Dipende da cosa si intende per civiltà.
Se intendiamo il mangiar bene, il sapersi vestire perfettamente con delle bellissime scarpe alla moda e tutte queste belle cose, bèh allora non avrei dubbi, senza dubbio è l' Italia.
Ma nella vita c'è altro.
Se invece per civiltà intendiamo il rispetto della cosa pubblica e magari il fatto di impedire che il proprio paese si trasformi in una Babele, bèh allora vi potrei dire...la Svizzera, la Germania, l' Olanda, la Svezia, la Danimarca ecc. ecc.

Paesi dove non regna l'ipocrisia, il ladro viene chiamato ladro e non...padre di figli !

Se mi atteggio a moralista lo faccio solo per il fatto che amo l'Italia e provo schifo a vederla ridotta ad un letamaio fisico e morale !

L'altro giorno parlavo con degli amici, gli dicevo che quest' estate vorrei andare in Puglia a fare le vacanze, oppure in Calabria.
Sembra che il mare sia cristallino !
Sapete che mi hanno detto ?

Che è bello davvero, ma di non andarci, perché è pieno di spazzatura !
Eccoli i paesi civili.

R. Leo Commentatore certificato 11.03.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disinformatori rete4

MARZO

9 mastella udeur
10 santa-chè an
10 frabis mauro udeur
11 giovanardi udc
11capezzone rnp
11bertolini fi

Vito Liberto Commentatore in marcia al V2day 11.03.07 19:43|