Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lo sciopero dei sacramenti


I_dieci_comandamenti.jpg
foto di kencf0618

Esiste in Italia una classe di persone che mi preoccupa. Sono gli ingerenti.
Si dice ingerente un soggetto che si fa i c..i degli altri non sapendone un c...o. Gli ingerenti frequentano i talk show, rilasciano dichiarazioni, si preoccupano per i problemi della società civile. Problemi che loro non hanno. Che neppure li sfiorano.
Confindustria, politici, giornalisti pontificano sulla legge Biagi. In assenza degli interessati: i precari.
Ministri, sottosegretari, sindacati si esprimono sui caduti sul lavoro. In assenza dei famigliari delle vittime.
E il Vaticano si esprime sulla famiglia. Un tema che gli è caro da sempre. Forse perchè gli ecclesiastici non tengono famiglia. E’ una forma di nostalgia. Civiltà Cattolica avverte del pericolo “di un testo peggiore da un punto di vista del bene comune”. E il presidente della commissione della famiglia monsignor Anfossi non vuole neppure sentire parlare dei DICO. Perchè: “similmatrimonio destinato alle coppie omosessuali”. La maggioranza degli italiani è a favore del DICO. Fanno eccezione il duo di chierichetti Andreotti-Mastella e pochi altri. Anche Casini, nel segreto del talamo di divorziato, è a favore.
I nostri dipendenti non se la sentono di affrontare il problema. Facciamolo noi. Dichiariamo lo sciopero dei sacramenti. Fino all’approvazione dei DICO. A cominciare dal matrimonio religioso. A seguire battesimo e onoranze funebri. Magari congelando il parente per un po’.
Il danno economico e di immagine per il Vaticano sarebbe enorme. Interrompere il flusso di cassa dei sacramenti lo porterebbe alla bancarotta.
Se anche questa misura non funzionasse, il Governo potrebbe iniziare a ingerire in Vaticano. Proporre un referendum per fare sposare i preti. Come ha voluto Madre Natura. E per sostituire le Guardie Svizzere con la Guardia di Finanza.


Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°08-vol2
del 26 Febbraio 2007


2 Mar 2007, 19:25 | Scrivi | Commenti (2598) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

per favore, beppe, intervieni...
sto leggendo post terribili, sembrano aborti delle assemblee di classe dei primi anni delle superiori, c'è gente che si dà del razzista a vicenda, ho trovato frasi clamorose... poi s'inseguono, per rispondersi, offendersi "intellettualmente", con citazioni, la-mia-laurea, la-tua-laurea, l'evoluzionismo dei gay???? oooooooooooooooh! ma stiamo scherzando?
ma che modo di perdere tempo, sprecare energie e fiato, nervi (perchè tanto si avvelenano....)!!

smettetela e scrivete idee, fatti, denuncie... o andate ad insozzare coi vostri litigi altri siti, che siano abbastanza mediocri da poter ospitare i veleni che vi lanciate.
questo siti non meriterebbe di vedere tanto tempo&spazio sprecato!

giorgio manca 28.05.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ultima x Tommy!

Ti vanti della laurea da 110 e lode. Io ho una laurea molto + prestigiosa della tua ma non me ne vanto xkè ciò non mi rende migliore di ness1. Si vede ke la troppa matematica t'ha fuso il cervello. In quale laboratorio 6 rinkiuso? Fortunatamente il mondo non la pensa come te. Tu 6 razzista ed omofobico, abbi l'onestà intellettuale di ammetterlo. A parte qualke insulto non ho mai impedito di farti esprimere la tua opinione, non potrei neanke farlo. La tua teoria è incompatibile con tantissimi aspetti scientifici ed umani e te l'ho già spiegato di s8. Lascio ai posteri l'ardua sentenza di giudicare ki tra noi è + condivisibile. Io penso ke il mondo mi stia dando sempre + ragione con le sue scelte e mi trovo perfettamente in sintonia con la natura, l'Amore e la società di cui tanto sparli. Tu probabilmente avverti un disagio esistenziale causato dalla tua condizione ke posso solo immaginare e di cui ti 6 fatto una ragione tutta tua. Mi spiace molto per la tua condizione e x quello ke pensi di te e degli altri. Ognuno ha uno scopo nella vita, il tuo è quello di procreare e di lavorare, fatti tuoi. Io nella vita ho altri scopi, e non devo venirli a dire a te. Tu puoi vivere come vuoi, io pure. Cosa ti imedisce di fare lo Stato? Anke gli altri devono poter vivere la loro vita liberamente come vogliono, liberi da pregiudizi, etichette e bollini di ogni genere. 6 una persona ke ha delle idee ke svaniranno col tempo fortunatamente. Sono vecchie e superate ormai. T'ho già dedicato troppo tempo e non ne voglio sprecare +. Inutile dare le perle ai porci, e scusami x l'offesa. A parte leggere dal libro della logica (come se un libro bastasse ad insegnarti la logica), cerca di capire anke da solo qualke volta. Rimettiti in gioco ogni tanto, puoi ancora imparare tanto dalla vita e dalle xsone. Io lo faccio spesso, credimi.

P.S: "Gli imbecilli sono sempre + ingegnosi delle precauzioni ke si prendono x impedirgli di nuocere" Ed Murphy

Ciao ciao dinosauro!

Christian D. Commentatore certificato 22.05.07 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Christian D. cominciando dal fondo.
Data la lunghezza del suo messaggio devo rispondere
in più post. La risposta è contenuta in 8 post (compreso questo).

Post 1

- Cito: "FINE!"
- Risposta: GRAZIE! Non se ne poteva più dei tuoi vaniloqui!

- Cito: "Magari tu sei stato attratto da minorenni e non lo sai
neppure."
- Risposta: Da ora me lo verrò a far dire da te se mi piace una
minorenne (o una bambina) visto che in questo campo sembri essere
un'autorità.

- Cito: "...Che poi bisognerebbe distinguere minorenni da bambini. Su
di te invece stendiamo un velo e basta (senza pietà :-)"
- Risposta: Distingui, distingui... Poi spiegala anche in tribunale la
tua teoria della distinzione.

- Cito: "La schizofrenia è una condizione che pone gli individui
ad essere incoscienti, inconsapevoli ed a volte incontrollabili. Un
gay è cosciente, consapevole e conrolla perfettamente le proprie
azioni. E' la coscienza che ci rende più evoluti..."
-Risposta: Anche uno zoppo è cosciente, consapevole e conrolla
perfettamente le proprie azioni, ma zoppica lo stesso e non può
farne a meno perchè ha una gamba più corta dell'altra.
Certamente la coscienza ci rende più evoluti, ma non elimina
i problemi fisici che uno ha.

- Cito: "NO! Per me sono condizioni (sordità, cecità, ritardo
mentale,...). Non sono errori come dici TU e non le giudico neppure
condizioni svantaggiose come fai TU.
- Risposta: Che bello! Lessere umano è perfetto! Ma valle a dire a un
cieco (per esempio) queste cose, vedrai dove ti manda! O forse
tu pensi che, potendo, non vorrebbe riacquistare la vista?
Io conosco una signora cieca che si è fatta operare a 80 anni
correndo gravi rischi nella speranza di acquistare almeno un po' di
vista da 1 occhio.

Tommaso Boccellari 21.05.07 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 3

(Il Post 2 si trova dopo questo post per un errore di invio)

- Cito: "A quanto pare sei un ottimo cnoscitore di A.Hitler, posso
tirare ad indovinare di che partito sei, vuoi vedere? Alleanza
Nazionale, vero? Ma rimpiangi la fiamma tricolore dici la verità.";
"Fonte A.Hitler, 13/12/1940. Non sono i termini o le parole
a fare la democrazia o il razzismo, ma le persone con le loro idee."
- Risposta: Prima mi rimproveri di essere un conoscitore di Hitler
perchè ti CHIEDO se alcune tue frasi intolleranti le
hai prese dal "Mein Kampf", e poi tu citi Htler a piene mani?
Complimenti per la coerenza del tuo ragionamento! Il libro di logica,
comunque, è sempre lì che aspetta... aspetta... aspetta...
Se ti interessa la mia opinione politica: Voto turandomi il naso
secondo quello che ritengo meno peggio al momento. Anche se ora è
la destra che sui gay esprime un parere più simile al mio, so
benissimo che lo fanno per calcolo politico non certo perchè credono
davvero nella famiglia tradizionale (loro che hanno 2 o 3
mogli/mariti!). Tu invece (correggimi se sbaglio) mi sembri un
attivista di prima linea, iscritto a rifondazione o
all'arci(magari gay) convintissimo che quei buffoni facciano della
tua anche la loro battaglia. Ma fammi il piacere! Se così fosse
avrebbero affrontato l'argomento in tempi non sospetti, non ora che
il numero di chi la pensa come te ha assunto rilevanza elettorale!

Tommaso Boccellari 21.05.07 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 2

- Cito: "L'uomo è un animale e purtroppo checché ne possa dire io
anche tu sei un animale, RICORDATENE!"; " Ma poi, tre l'altro,
l'evoluzione deve conciliarsi, nella nostra specie, con la
salvaguardia del benessere dei singoli individui a prescindere dal
contributo che possono apportare all'evoluzione stessa."
- Risposta: Deciditi un po! Se l'uomo è un animale allora
l'individuo vale solo
se può contribuire alla sopravvivenza della specie quindi per te gli
handicappati (gay compresi) sono inutili, se invece l'uomo non è
soltanto un animale allora ti contraddici e offendi soltanto
(altro che tolleranza!).

- Cito: "Alla fine vai a vedere che sono io il razzista. Se intendi
razzista anche chi odia i razzisti io allora sono il più razzista di
tutti i razzisti!"
- Risposta: E sì, sei proprio tu il razzista! Voltaire diceva
"Io non condivido la tua opinione, ma darei la mia vita
perchè tu possa esprimerla liberamente". Tu invece daresti la mia
vita (e quella di chi non la pensa come te) per poter
esprimere la tua opinione liberamente. Matematico:
non ti accorgi che c'è qualcosa che non va nel tuo ragionamento?
Meglio che vai a ripassare l'esame di logica!

Tommaso Boccellari 21.05.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 4

- Cito: "(I gay sono svantaggiati dal punto di vista
evoluzionistico n.d.r.) In che senso? Cosa vuoi dire che un gay non
può evolvere? ...Tu forse
auspichi ad una razza pura come qualche tuo amico predecessore, ma
forse sei arrivato troppo tardi."
- Risposta: I gay sono svantaggiati dal punto di vista
evoluzionistico perchè non possono tramandare il loro patrimonio
genetico. Per questo ritengo che siano handicappati dal
punto di vista evoluzionistico. Non mi sembra molto difficile da
capire!
Mi attribuisci idee naziste, ma li hai letti i miei post?
Dove ho mai parlato di inferiorità o di sterminio dei gay? E dove di
razza pura? Cita cose del genere se le trovi!
Sembra proprio che tu ti sia preparato dei discrosetti per ribattere
a certi argomenti prestabiliti (come i testimoni di jeova che il nostro
comune amico perseguitava), e se uno va un
po' più a fondo cogliendoti impreparato cerchi di riportare il
discorso su percorsi per te sicuri. Questo con me non funziona!

- Cito: "Ma vai a morire ammazzato. Falcone e sua moglie scelsero
di non avere figli perchè non volevano farli vivere nel terrore
facendo una scelta che la società intera ha ammirato e condiviso
sottolineandone il coraggio."
- Risposta: Ma hai studiato per non capire quello che leggi e che
scrivi? Chiaramente Falcone e sua moglie non possono definirsi
egoisti, il loro caso rientra invece nella prima categoria che ho
esposto nel post che citi (a sproposito): non hanno voluto avere
figli perchè ritenevano che le condizioni ambientali fossero avverse.
Questa loro scelta la condivido pienamente.

Tommaso Boccellari 21.05.07 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 5

- Cito "Se tu mi vieni a dire che hai un problema al Cuore io non
ti dico cosa devi o non devi fare e non lo fa neppure la legge né
tantomeno la chiesa e nessun DIO. Se sei gay invece la gente, quelli
come te, pensano ad una malattia, alla cura. Ti danno consigli, ti
impongono regole e ti dicono cosa puoi o non puoi fare limitando la
LIBERTA' personale. Anche i neri in America una volta erano
considerati come consideri tu i gay oggi. Non ti rendi conto dai tuoi
discorsi quanto sei razzista e ceco?"
- Risposta: Se io ho un problema al cuore il dottore mi dice che
certe cose non le posso fare, lo Stato mi limita in certi diritti,
una società sportiva non mi tessererebbe mai. Anche per i problemi come il
mio la gente pensa a una malattia, alla cura.
Io però, contrariamente ai gay, sarei ben felice che la trovassero la
cura perchè riconosco senza difficoltà che la mia non è una
condizione normale.
L'unica cosa che rende certi gay antipatici è il non voler
ammettere che, dal punto di vista sessuale (e solo da quello),
loro hanno un problema grave.
Non capisco cosa induca certi gay a rigettare ogni ipotesi che li
veda portatori di handicap. Non è mica un disonore riconoscere di
avere un problema, è anzi grottesco voler essere considerati normali
proprio in ciò che rappresenta un problema. Sarebbe come se
io volessi essere considerato un gran ciclista quando non posso fare
100 metri di salita che sono già spompo.
Ancora mi attribuisci idee razziste che non ho mai espresso.
Quando mai ho detto che i gay non sono esseri umani, come si diceva
dei neri d'America ai tempi dello schiavismo? Cita mie frasi a
riguardo se le trovi nei miei post!

Tommaso Boccellari 21.05.07 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 6

- Cito: "Se non sbaglio l'unica specie che non si
estinguerà mai anche se gli omosessuali diventassero il 50% della
popolazione mondiale è proprio la specie umana. Anzi ben venga
l'omosessualità in questo mondo infestato dal tumore UOMO!"
- Risposta: Meglio: basta una sola coppia etero, magari la
teniamo in uno zoo insieme ai panda! Comunque il
problema di chi è gay rimane: quello di non poter procreare che,
dal punto di vista evoluzionistico, è un handicap
come tanti altri che possono portare l'individuo a non potersi difendere
dai predatori o a non potersi
procurare il cibo (per esempio). Non è tanto difficile da capire!


- Cito: "E perchè quelle che non possono procreare per sterilità
dove le metti? E poi perchè non possiamo accostare le cose? A quale
gioco stiamo giocando, facci capire. Quali sono le regole? Le tue? Ma
sparati. Sei solo in difficoltà e non riesci a sostenere in altro modo
le tue posizioni."
- Risposta: Le coppie etero che non possono procreare riconoscono
di avere un problema e cercano di curarsi, i gay invece no.
Questo rende diversa la loro situazione .
Non si possono accostare coppie etero che non vogliono procreare
a coppie gay o no che non possono procreare perchè non VOLERE e non POTERE
sono due cose diverse, ti pare? Oppure anche questo non ti è facile
da capire? Hai studiato tanta matematica che ti sei dimenticato
l'italiano a tal punto da non sapere più che VOLERE e POTERE sono due
verbi diversi e non sinonimi? A quanto pare quello in difficoltà
(a connettere) sei tu.

Tommaso Boccellari 21.05.07 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 7

- Cito: "Cosìè per te la normalità? dove l'hai letta? Qual'è il tuo
confine tra ciò che è normale e ciò che non lo è? Illuminami. Per me
sei tu a non essere normale. Come concili il mio concetto di normalità
col tuo? Chi dovrebbe stabilire secondo te cosa è e cosa non è normale?
Tu, io, la chiesa, Dio, lo Stato o la società?"
- Risposta: Dal punto di vista evoluzionistico normalità è
(tra le altre cose) anche potersi
riprodurre, è tanto difficile da capire? Lo stabilisce la biologia.
Siccome poi i mammiferi si riproducono per via sessuale, chi ha una
sessualità che ostacola la riproduzione non è normale.
Il concetto di normalità non è soggettivo (mio, tuo,...), ma va legato
a fatti certi, richiamandosi alla scienza (come la biologia) non
all'opinione personale. Le opinioni non stabiliscono la normalità,
è qui che tu fai confusione. Essere fuori dalla normalità non
è certo una colpa, ma può essere un problema a volte grave.
Anche uno con sei dita non è normale ma questa anomalia non gli
procura problemi, un gay invece ha una anomalia che lo rende inabile
a una attività essenziale dal punto di vista evoluzionistico.
Che poi un gay possa avere 1000 altri talenti (Turing, Hardy per
rimanere in ambito matematico) non lo discuto,
ma faccia valere quelli senza pretendere di venire considerato
sessualmente normale.

Tommaso Boccellari 21.05.07 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Christian D.

Post 8

- Cito: "Le certezze matematiche sono la base delle idee che
portano a tutte le guerre! E ti parla un MATEMATICO!
Lascia stare la matematica che anche lì, secondo me, non capisci un tubo."
-Risposta: Complimenti! Per definirti
matematico devi certamente aver lasciato un segno indelebile nella storia di
questa disciplina come Eulero, Lagrage, Gauss, Riemann, Poincarè, Hilbert,
Thom, Serre, Grothendieck,...!
Io certamente non sono un brillante scienziato come te, ma dire che di
matematica non capisco un tubo è eccessivo: mi sono laureato in matematica
con 110 e lode che avevo ancora 23 anni e poi ho fatto il dottorato.
Come vedi non sono proprio a digiuno, dimmi dove posso trovare
quei lavori fondamentali che ti hanno reso una celebrità nel mondo
scientifico, chi lo sa, magari ci capisco qualcosa pure io.

Tommaso Boccellari 21.05.07 00:02| 
 |
Rispondi al commento

***********************
-----------------------
Risposte per TommASINO!
-----------------------
***********************

Mi permetto di rispondera anche se non mi compete alle innumerevoli assurdità esposte dal nostro caro amico Tommaso Boccellari. Spero abbiate tutti (e soprattutto lui) la pazienza di seguirmi in tutte le risposte. L'elenco è lungo e non posso scrivere tutto in un unico messaggio. Mi scuso anticipatamente per gli errori grammaticali e per le repliche di alcuni messaggi. Grazie

- Cito: "Non sono d'accordo quando dici che certi handicap non si cureranno mai. Si arriverà a curarli, è una certezza matematica..."
- Risposta: Le certezze matematiche sono la base delle idee che portano a tutte le guerre! E ti parla un MATEMATICO! Lascia stare la matematica che anche lì, secondo me, non capisci un tubo.


continua......

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:58| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "...magari noi non ci saremo, ma i nostri figli sì..."
- Risposta: Finalmente cominci a realizzare. E' già un primo passo.

- Cito. "...il rimedio lo si possa trovare agendo solo sul diritto privato e considero la richiesta di un riconoscimento legale (DICO o altro) delle unioni gay come una pretesa eccessiva..."
- Risposta: Ma il matrimonio cos'è? Per me è una istituzione e non un sacramento. Sono libero o no di pensarla come cavolo mi pare? Posso fottermene o no della religione cristiana, induista e mussulmana? Perchè quindi dovrei agire secondo regole morali imposte da una religione o da una filosofia di pensiero (la tua) che non condivido affatto? Coi DICO nessuno ti impedisce di sposarti come cazzo ti pare. Per me il matrimonio non è altro che un atto semplicemente burocratico che si stipula proprio per regolamentare DIRITTI e DOVERI all'interno della coppia. Diritti e doveri che devono essere tutelati dallo STATO (che appartiene a TUTTI: cristiani, mussulmani e quelli come te), e non dalla religione o da te.

- Cito: "...una soluzione legislativa diversa che, in più, porta solo a riconoscere implicitamente la normalità di un aspetto della natura umana che normale non è..."
- Risposta: Cosìè per te la normalità? dove l'hai letta? Qual'è il tuo confine tra ciò che è normale e ciò che non lo è? Illuminami. Per me sei tu a non essere normale. Come concili il mio concetto di normalità col tuo? Chi dovrebbe stabilire secondo te cosa è e cosa non è normale? Tu, io, la chiesa, Dio, lo Stato o la società? Ma guardati bene prima di parlare di normalità, moralista troglodita dei miei stivali.


continua......

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:55| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "Sembra che, più che i diritti, chiedano alla società di riconoscer loro una normalità che non hanno. Sarebbe come se io, te o altri che hanno handicap diversi ci sentissimo emarginati dalla società finchè questa non ci riconoscesse perfettamente normali."
- Risposta: Se tu mi vieni a dire che hai un problema al Cuore io non ti dico cosa devi o non devi fare e non lo fa neppure la legge né tantomeno la chiesa e nessun DIO. Se sei gay invece la gente, quelli come te, pensano ad una malattia, alla cura. Ti danno consigli, ti impongono regole e ti dicono cosa puoi o non puoi fare limitando la LIBERTA' personale. Anche i neri in America una volta erano considerati come consideri tu i gay oggi. Non ti rendi conto dai tuoi discorsi quanto sei razzista e ceco? Parli di problemi che non conosci e dai giudizi su cose sulle quali non hai la levatezza morale per farlo. Ma chi sei per dire tutte queste cose così categoriche? Io l'ho studiato il "problema" ed ho letto molto e di tutto (pro e contro l'omosessualità). Tu cosa hai fatto oltre che chiamare a raccolta nel tuo cervello tutti i tuoi pregiudizi?

- Cito: "...ma non si possono accostare coppie normali che non procreano per scelta a coppie gay o no che non procreano per impossibilità fisica..."
- Risposta: E perchè quelle che non possono procreare per sterilità dove le metti? E poi perchè non possiamo accostare le cose? A quale gioco stiamo giocando, facci capire. Quali sono le regole? Le tue? Ma sparati. Sei solo in difficoltà e non riesci a sostenere in altro modo le tue posizioni.


continua......

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "Sembra che, più che i diritti, chiedano alla società di riconoscer loro una normalità che non hanno. Sarebbe come se io, te o altri che hanno handicap diversi ci sentissimo emarginati dalla società finchè questa non ci riconoscesse perfettamente normali."
- Risposta: Se tu mi vieni a dire che hai un problema al Cuore io non ti dico cosa devi o non devi fare e non lo fa neppure la legge né tantomeno la chiesa e nessun DIO. Se sei gay invece la gente, quelli come te, pensano ad una malattia, alla cura. Ti danno consigli, ti impongono regole e ti dicono cosa puoi o non puoi fare limitando la LIBERTA' personale. Anche i neri in America una volta erano considerati come consideri tu i gay oggi. Non ti rendi conto dai tuoi discorsi quanto sei razzista e ceco? Parli di problemi che non conosci e dai giudizi su cose sulle quali non hai la levatezza morale per farlo. Ma chi sei per dire tutte queste cose così categoriche? Io l'ho studiato il "problema" ed ho letto molto e di tutto (pro e contro l'omosessualità). Tu cosa hai fatto oltre che chiamare a raccolta nel tuo cervello tutti i tuoi pregiudizi?

- Cito: "...ma non si possono accostare coppie normali che non procreano per scelta a coppie gay o no che non procreano per impossibilità fisica..."
- Risposta: E perchè quelle che non possono procreare per sterilità dove le metti? E poi perchè non possiamo accostare le cose? A quale gioco stiamo giocando, facci capire. Quali sono le regole? Le tue? Ma sparati. Sei solo in difficoltà e non riesci a sostenere in altro modo le tue posizioni.


continua......

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "Dal punto di vista evoluzionistico la scelta di non procreare è più vantaggiosa della scelta opposta se le condizioni ambientali sono avverse..."
- Risposta: E allora? Se non sbaglio l'unica specie che non si estinguerà mai anche se gli omosessuali diventassero il 50% della popolazione mondiale è proprio la specie umana. Anzi ben venga l'omosessualità in questo mondo infestato dal tumore UOMO! L'evoluzione è fare tante persone tutte uguali e come te? Preferisco estinguermi!

- Cito: "Nella specie umana c'è poi chi non procrea per semplice egoismo. erto l'egoismo non è un handicap, ma non è una buona qualità nè dal punto di vista laico nè da quello religioso..."
- Risposta: Ma vai a morire ammazzato. Falcone e sua moglie scelsero di non avere figli perchè non volevano farli vivere nel terrore facendo una scelta che la società intera ha ammirato e condiviso sottolineandone il coraggio. Se una persona mi dovesse venire a dire che non vuole avere figli in una società in cui ci sono acora persone che la pensano come te io non darei giudizi così negativi come fai tu. Il fine della vita non è procreare (forse è quello della tua vita; mi immagino come saresti stato se non avessi potuto aver figli), ma VIVERE! Ed allora vivi e lascia vivere chiunque come cavolo vuole, a te nessuno toccherà mai il tuo orticello del cazzo.

- Cito: "Handicappato non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico."
- Risposta: Fonte A.Hitler, 13/12/1940. Non sono i termini o le parole a fare la democrazia o il razzismo, ma le persone con le loro idee.


continua......

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "...un gay è appunto svantaggiato dal punto di vista evoluzionistico..."
- Risposta: In che senso? Cosa vuoi dire che un gay non può evolvere? L'evoluzione implica un miglioramento della specie ed il fatto che i gay non possano procreare è già parte dell'"evoluzione" che TU intendi. Per me alcuni gay sono molto più evoluti di te. Ma poi, tre l'altro, l'evoluzione deve conciliarsi, nella nostra specie, con la salvaguardia del benessere dei singoli individui a prescindere dal contributo che possono apportare all'evoluzione stessa. Tu forse auspichi ad una razza pura come qualche tuo amico predecessore, ma forse sei arrivato troppo tardi.

- Cito: "...amare un animale più degli umani non è propriamente da persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali..."
- Risposta: Tua moglie allora è anche lei handicappata. E' da curare a forza di farmaci. Anche lei ama un animale al punto tale di arrivare a compiere atti sessuali con questo animale (almeno così qualcuno spera :-). L'uomo è un animale e purtroppo checché ne possa dire io anche tu sei un animale, RICORDATENE! Comunque se ti piacciono le capre sei libero di fartele, nessuno te lo può vietare ...a parte la capra. Se poi la violenti il discorso cambia potresti essere perseguito per maltrattamento. Ma che stronzate dici?

- Cito: "Dove le hai prese queste, dal Mein Kampf di Hitler? Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di chi non la pensa come te!"
- Risposta: A quanto pare sei un ottimo cnoscitore di A.Hitler, posso tirare ad indovinare di che partito sei, vuoi vedere? Alleanza Nazionale, vero? Ma rimpiangi la fiamma tricolore dici la verità. Alla fine vai a vedere che sono io il razzista. Se intendi razzista anche chi odia i razzisti io allora sono il più razzista di tutti i razzisti!


......continua

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

......continuo


- Cito: "sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora non sono handicap?"
- Risposta: "NO! Per me sono condizioni. Non sono errori come dici TU e non le giudico neppure condizioni svantaggiose come fai TU. Se la vita la vedi solo tra i tuoi due occhi, tra le tue due orecchie col tuo naso, con le mani, coi tuoi testicoli e con le tue certezze matematiche non potrai mai capire ciò che sto dicendo ora. Ma infondo un po' t'invidio. invidio la tua impossibilità a realizzare il vero senso della vita, che non c'è.

- Cito: "E, per esempio, la schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana, ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per quanto possibile."
- Risposta: E' qui che sta il grande errore del tuo ragionamento, a mio avviso. La schizofrenia è una condizione che pone gli individui ad essere incoscienti, inconsapevoli ed a volte incontrollabili. Un gay è cosciente, consapevole e conrolla perfettamente le proprie azioni. E' la coscienza che ci rende più evoluti (usando un termine a te molto caro) di tante altre specie animali, non è solo l'inteligenza o la capacità di essere razionali e di fare 2+2. Ma forse tu sei solo inteligente, vero? (secondo me neppure quello :-)

- Cito: "Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale. Circuire e violentare è un reato STR..: stendiamo un velo pietoso."
- Risposta: Magari tu sei stato attratto da minorenni e non lo sai neppure. Che poi bisognerebbe distinguere minorenni da bambini. Su di te invece stendiamo un velo e basta (senza pietà :-).

FINE!

Christian D. Commentatore certificato 30.04.07 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani.
Non sono d'accordo quando dici che certi handicap (il tuo, il mio,
l'omosessualità, altri) non si cureranno mai. Si arriverà a curarli, è
una certezza matematica, magari noi non ci saremo, ma i nostri figli
sì. "Campa cavallo" dirai tu, e hai ragione; credo anch'io
che nel frattempo si debba rimediare per impedire l'emarginazione dei
gay. Penso però anche che il rimedio lo si possa trovare agendo solo
sul diritto privato e considero la richiesta di un riconoscimento
legale (DICO o altro) delle unioni gay come una pretesa eccessiva.
Se si possono dare ai gay i diritti necessari col diritto privato
perchè loro chiedono una soluzione legislativa diversa che,
in più, porta solo a riconoscere implicitamente la normalità di un
aspetto della natura umana che normale non è?
Sembra che, più che i diritti, chiedano alla società di riconoscer
loro una normalità che non hanno. Sarebbe come se io, te o altri che
hanno handicap diversi ci sentissimo emarginati dalla società finchè
questa non ci riconoscesse perfettamente normali. Che pretesa assurda
sarebbe? Capisco benissimo il discorso che procreare non è un obbligo,
ma non si possono accostare coppie normali che non procreano per scelta
a coppie gay o no che non procreano per impossibilità fisica.
Io ho sempre parlato in temini evoluzionistici e biologici non in
termini di libero arbitrio.
Dal punto di vista evoluzionistico la scelta di non procreare è
più vantaggiosa della scelta opposta se le condizioni ambientali sono
avverse (periodi di scarsità di cibo, acqua, ...), ma
l'impossibilità fisica a procreare è sempre patologica.
Nella specie umana c'è poi chi non procrea per semplice egoismo.
Certo l'egoismo non è un handicap, ma non è una buona qualità nè
dal punto di vista laico nè da quello religioso.

Tommaso Boccellari 29.04.07 15:12| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

prova

Max Stirner Commentatore certificato 28.04.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

prova

Max Stirner 28.04.07 00:06| 
 |
Rispondi al commento

prova

Max Stirner 28.04.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Io ed Angelo ( il mio fidanzato che legge in copia) siamo tuoi grandi sostenitori e seguaci…. non ti scrivo per esaltare i tuoi operati ( sebbene siano degni di lode) piuttosto per proporti un nuovo modus operandi per il rito del matrimonio .
Diamo una svolta ..creamo un precedente !
Basta dare potere a chi , in maniera più o meno celata ,vuole vendere indulgenze !
Ma per dimostrare il mio amore ed esprimere il mio desiderio di unione devo passare per forza per preti vescovi e clero appartenenti????
Con la scusa dei sacramenti questi “tipi” si ricoprono di super poteri che poi riversano in altri campi (vedi politica) in maniera impropria.
Non vogliono che la scienza e la medicina facciano il loro corso? Allora poi quando qualcuno di loro sta male curiamolo con le pezze calde e le foglie di malva!
Non vogliono questo e non vogliono quello….parlano bene loro che non mancano di alcun privilegio….
Mi scuso con chi il suo “ mestiere “ di uomo della Chiesa lo fa con devozione e serietà e con tutti i missionari di ogni religione….
Non sono un’atea ma una credente che per non essere ipocrita ha deciso di vivere la fede ed il matrimonio a suo modo.
A tal proposito Grande Beppe…ho un grillo per la testa….
....c’è la possibilita di renderti titolato per sposarci ????( fra più’ di un anno) con rito non religioso ovviamente eheheheheh
Sai tra la scelta clero e politica ( sindaci e via dicendo) non sapevo chi mi facesse venire meno la pelle d’oca e cosi ho pensato che per un matrimonio contro corrente ci volesse un Grande uomo contro corrente.
Magari al posto delle bomboniere un bel video informativo …UN “RESET” del vecchio modo di sposarsi!!!!
Fiduciosa attendo risposta

Erika Della Chiesa (non è uno scherzo è il mio cognome!)

erika della chiesa 27.04.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento

---Gb, no Olocausto e Crociate in alcune scuole---
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/04_Aprile/26/olocausto_crociate_scuola.shtml

c’è da aver paura…ora con la scusa di non offendere i musulmani non si parla dei delitti della Chiesa, è pazzesco

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 26.04.07 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Gli impieghi dell’Otto per Mille
ATTENZIONE! ATTENZIONE!!! MOLTO IMPORTANTE! LEGGERE TUTTO E DIFFONDERE.

Dal sito di Franca Rame:
http://www.francarame.it/?q=node/324

Se ci si prende la briga di verificare come la Chiesa Cattolica abbia effettivamente impiegato i fondi ricevuti dall’otto per mille, ci si accorge che le cose, in realtà, sono ben diverse da come appaiono: non hanno nulla a che fare con gli spot pubblicitari di questi mesi, dove si vedono immagini di bambini e anziani felici, case e scuole nel terzo mondo.
All’indirizzo internet 8xmille.it è possibile consultare il rendiconto di spesa dei fondi assegnati con l’otto per mille, così come pubblicato dalla C.E.I. In particolare, prendendo come riferimento i fondi assegnati nell’anno 2005, si può evincere quanto segue:

Impiego dei fondi assegnati

Sacerdoti € 315.000.000

Culto e pastorale € 271.000.000

Edilizia di culto € 130.000.000

Carità € 115.000.000

Terzo Mondo € 80.000.000

Beni culturali € 70.000.000

Fondo di riserva € 3.000.000

Totale dei fondi assegnati € 984.000.000

Esaminando le voci appena elencate, ci si accorge che la più significativa (circa il 32% del totale) è quella relativa al sostentamento dei sacerdoti: il 57% dei fondi necessari al sostentamento del clero deriva dall’otto per mille dell’IRPEF, dallo Stato italiano.(...)

CONTINUA NEL LINK
http://www.francarame.it/?q=node/324

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 26.04.07 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Gli impieghi dell’Otto per Mille
ATTENZIONE! ATTENZIONE!!! MOLTO IMPORTANTE! LEGGERE TUTTO E DIFFONDERE.

Dal sito di Franca Rame:
http://www.francarame.it/?q=node/324

Se ci si prende la briga di verificare come la Chiesa Cattolica abbia effettivamente impiegato i fondi ricevuti dall’otto per mille, ci si accorge che le cose, in realtà, sono ben diverse da come appaiono: non hanno nulla a che fare con gli spot pubblicitari di questi mesi, dove si vedono immagini di bambini e anziani felici, case e scuole nel terzo mondo.
All’indirizzo internet 8xmille.it è possibile consultare il rendiconto di spesa dei fondi assegnati con l’otto per mille, così come pubblicato dalla C.E.I. In particolare, prendendo come riferimento i fondi assegnati nell’anno 2005, si può evincere quanto segue:

Impiego dei fondi assegnati

Sacerdoti € 315.000.000

Culto e pastorale € 271.000.000

Edilizia di culto € 130.000.000

Carità € 115.000.000

Terzo Mondo € 80.000.000

Beni culturali € 70.000.000

Fondo di riserva € 3.000.000

Totale dei fondi assegnati € 984.000.000

Esaminando le voci appena elencate, ci si accorge che la più significativa (circa il 32% del totale) è quella relativa al sostentamento dei sacerdoti: il 57% dei fondi necessari al sostentamento del clero deriva dall’otto per mille dell’IRPEF, dallo Stato italiano.(...)

CONTINUA NEL LINK
http://www.francarame.it/?q=node/324

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 26.04.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Bene Tommaso,poniamo che il tuo termine "handicap"vada bene per i gay.Lo dico io e mi sembra lo ribadisci anche tu che gay si nasce,non si diventa per far dispetto a qualcuno.Io ti ho portato il mio esempio di handicap(cieco da un occhio)che nella vita mi ha penalizzato non poco,precludendomi dei lavori che non posso fare,ti ho citato ad esempio che non avendo fatto il militare,non avrei mai potuto entrare nell'arma....ma il mio handicap non si curera' mai,vedro' per la vita con un occhio solo,ma non si cura neanche un gay,e' questo che non vuoi capire....e per questo dobbiamo limitare il loro modo di vivere?farli sentire quasi emarginati? io del mio handicap ne soffro,loro no!!!perche' come per me,anche per loro la natura ha scelto di farli essere"diversi"dagli altri,e negar loro il diritto di vivere il loro "handicap",significa precludergli una vita come vorrebbero giustamente viverla.A me la natura mi ha un po emarginato,vogliamo fare lo stesso anche con loro? Se 2 uomini o 2 donne si amano,che fastidio danno alla societa'? Sono cittadini normali che lavorano,pagano le tasse,perche' privarli dei diritti che la loro natura gli chiede? Solo perche' il papa ruini o qualche bacchettone la butta sulla morale cattolica?
Ma che ne sa questa gente di che significa vivere la vita vera,con tutti i suoi problemi quotidiani,questi vivono nell'oro serviti e riveriti e vogliono insegnarci loro a noi come vivere e ci fanno la morale?
Non capisci il discorso che procreare non e'un obbligo?Non e' difficile...molte coppie sposate decidono di non fare figli e se il fine della vita e' procreare,che differenza c'e' tra una coppia etero che non procrea per scelta ed una coppia gay? Allora scomunichiamoli,togliamo i diritti anche a loro visto che se tutti facessero cosi' la specie umana si estinguerebbe lo stesso...non credi?
Non mi sembrava tanto difficile da capire....

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 25.04.07 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani e Christian D.
X Roberto.
"Handicappato" non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico.
Come il buon Christian e il vocabolario di inglese insegnano, "to handicap" significa
"svantaggiare", "ostacolare" e un gay è appunto svantaggiato dal punto
di vista evoluzionistico.
Che poi qualcuno lo usi per offendere (vero Christian!) è un
altro discorso.
Poi mi sfugge cosa intendi: procreare non è un obbligo, ma neanche
lavorare nell'esercito o nell'arma; gay si nasce non si diventa, ma
neanche io e te ci siamo procurati i nostri handicap per scelta
masochista; amare un animale più degli umani non è propriamente da
persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali!.
X Christian.
Citi spesso fonti autorevoli per sostenere le tue idee: bravo! Apprezzo
soprattutto due frasi che mi dedichi: "per questo è bello il
modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un
valore."; "L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità
farà festa!". Dove le hai prese queste, dal "Mein Kampf" di Hitler?
Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di
chi non la pensa come te!
"nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita",
vedi i bisonti": verissimo! Nessuna specie si è mai estinta nemmeno
per colpa di sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora
non sono handicap?
"l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una
variante della sessualità": d'accordissimo. E, per esempio, la
schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli
schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli
handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana,
ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per
quanto possibile.
"Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale.
Circuire e violentare è un reato STR..": stendiamo un velo pietoso.

Tommaso Boccellari 25.04.07 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani e Christian D.
X Roberto.
"Handicappato" non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico.
Come Christian e il vocabolario di inglese insegnano, "to handicap" significa
"svantaggiare", "ostacolare" e un gay è appunto svantaggiato dal punto
di vista evoluzionistico.
Che poi qualcuno lo usi per offendere (vero Christian!) è un
altro discorso.
Poi mi sfugge cosa intendi: procreare non è un obbligo, ma neanche
lavorare nell'esercito o nell'arma; gay si nasce non si diventa, ma
neanche io e te ci siamo procurati i nostri handicap per scelta
masochista; amare un animale più degli umani non è propriamente da
persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali!.
X Christian.
Citi spesso fonti autorevoli per sostenere le tue idee: bravo! Apprezzo
soprattutto due frasi che mi dedichi: "per questo è bello il
modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un
valore."; "L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità
farà festa!". Dove le hai prese queste, dal "Mein Kampf" di Hitler?
Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di
chi non la pensa come te!
"nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita",
vedi i bisonti": verissimo! Nessuna specie si è mai estinta nemmeno
per colpa di sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora
non sono handicap?
"l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una
variante della sessualità": d'accordissimo. E, per esempio, la
schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli
schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli
handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana,
ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per
quanto possibile.
"Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale.
Circuire e violentare è un reato STR..": se intendi pederastia
stendiamo un velo pietoso.

Tommaso Boccellari 24.04.07 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani e Christian D.
X Roberto.
"Handicappato" non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico.
Come Christian e il vocabolario di inglese insegnano, "to handicap" significa
"svantaggiare", "ostacolare" e un gay è appunto svantaggiato dal punto
di vista evoluzionistico.
Che poi qualcuno lo usi per offendere (vero Christian!) è un
altro discorso.
Poi mi sfugge cosa intendi: procreare non è un obbligo, ma neanche
lavorare nell'esercito o nell'arma; gay si nasce non si diventa, ma
neanche io e te ci siamo procurati i nostri handicap per scelta
masochista; amare un animale più degli umani non è propriamente da
persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali!.
X Christian.
Citi spesso fonti autorevoli per sostenere le tue idee: bravo! Apprezzo
soprattutto due frasi che mi dedichi: "per questo è bello il
modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un
valore."; "L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità
farà festa!". Dove le hai prese queste, dal "Mein Kampf" di Hitler?
Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di
chi non la pensa come te!
"nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita",
vedi i bisonti": verissimo! Nessuna specie si è mai estinta nemmeno
per colpa di sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora
non sono handicap?
"l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una
variante della sessualità": d'accordissimo. E, per esempio, la
schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli
schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli
handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana,
ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per
quanto possibile.
"Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale.
Circuire e violentare è un reato STR..": se intendi pederastia
stendiamo un velo pietoso.

Tommaso Boccellari 24.04.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani e Christian D.
X Roberto.
"Handicappato" non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico.
Come Christian e il vocabolario di inglese insegnano, "to handicap" significa
"svantaggiare", "ostacolare" e un gay è appunto svantaggiato dal punto
di vista evoluzionistico.
Che poi qualcuno lo usi per offendere (vero Christian!) è un
altro discorso.
Poi mi sfugge cosa intendi: procreare non è un obbligo, ma neanche
lavorare nell'esercito o nell'arma; gay si nasce non si diventa, ma
neanche io e te ci siamo procurati i nostri handicap per scelta
masochista; amare un animale più degli umani non è propriamente da
persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali!.
X Christian.
Citi spesso fonti autorevoli per sostenere le tue idee: bravo! Apprezzo
soprattutto due frasi che mi dedichi: "per questo è bello il
modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un
valore."; "L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità
farà festa!". Dove le hai prese queste, dal "Mein Kampf" di Hitler?
Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di
chi non la pensa come te!
"nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita",
vedi i bisonti": verissimo! Nessuna specie si è mai estinta nemmeno
per colpa di sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora
non sono handicap?
"l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una
variante della sessualità": d'accordissimo. E, per esempio, la
schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli
schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli
handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana,
ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per
quanto possibile.
"Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale.
Circuire e violentare è un reato STR..": se intendi quello che temo
(pederastia) stendiamo un velo pietoso.

Tommaso Boccellari 24.04.07 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Roberto Suriani e Christian D.
X Roberto.
"Handicappato" non è un termine nè democratico nè razzista, ma tecnico.
Come Christian e il vocabolario di inglese insegnano, "to handicap" significa
"svantaggiare", "ostacolare" e un gay è appunto svantaggiato dal punto
di vista evoluzionistico.
Che poi qualcuno lo usi per offendere (vero Christian!) è un
altro discorso.
Poi mi sfugge cosa intendi: procreare non è un obbligo, ma neanche
lavorare nell'esercito o nell'arma; gay si nasce non si diventa, ma
neanche io e te ci siamo procurati i nostri handicap per scelta
masochista; amare un animale più degli umani non è propriamente da
persone normali specie se tale "amore" ha implicazioni sessuali!.
X Christian.
Citi spesso fonti autorevoli per sostenere le tue idee: bravo! Apprezzo
soprattutto due frasi che mi dedichi: "per questo è bello il
modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un
valore."; "L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità
farà festa!". Dove le hai prese queste, dal "Mein Kampf" di Hitler?
Tu sì che sei veramente tollerante, democratico e rispettoso anche di
chi non la pensa come te!
"nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita",
vedi i bisonti": verissimo! Nessuna specie si è mai estinta nemmeno
per colpa di sordità, cecità,..., ritardo mentale,... Questi allora non sono handicap?
"l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una
variante della sessualità": d'accordissimo. E, per esempio, la
schizofrenia? Quella non fa parte della natura umana? Gli
schizofrenici non sono umani? E tutti gli altri che soffrono degli
handicap che hai elencato? Tutto fa parte della natura umana,
ma alcune cose sono difetti e si devono correggere per
quanto possibile.
"Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale. Circuire e violentare è un reato STR..": se intendi quello che temo(pederastia) stendiamo un velo pietoso.

Tommaso Boccellari 24.04.07 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Tommaso,io posso anche rileggere 1000 volte il punto 2,in cui dici di non emarginare gli omosessuali,ma non riconoscere l'handicap che portano e' un ipocrisia.Quindi tu continui a considerare loro handicappati e questo termine come lo chiami?democratico? Io sono cieco dalla nascita all'occhio sinistro,io sono teoricamente un handicappato perche' la mia condizione non e' normale rispetto al resto delle persone,in quanto molte cose mi sono state precluse di fatto.Non avendo fatto il militare,causa questa condizione,ad esempio a me sono state precluse alcune professioni,tipo lavorare nell'esercito,nell'arma etc...ma un gay,non ha questi problemi,non gli preclude nulla la loro condizione,se non quella di procreare,ma non e' un obbligo procreare,anche coppie normali non procreano,per malattie o scelta personale.Ci sono cose in natura per cui non c'e' rimedio e gay si nasce non si diventa per hobby o per far dannare la chiesa o quelli come te.....Ripeto,l'amore ha molte facce e forme e l'essere omosessuale è una di queste,che ti piaccia o no...c'e' chi ama piu' un amimale che un essere umano,allora anche quello e' un handicappato.....
Ma tanto stai tranquillo,i Dico non passaranno,tra ingerenza della chiesa ed il nascente P.D.che di sinistra ormai non ha piu' nulla,tutto sara' un lontano ricordo,per buona pace della chiesa e di quelli come te.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 22.04.07 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Tommasino.

A quanto pare ti piace proprio la tua visione razzista ed offensiva dell'omosessualità. Bravo, per questo è bello il modo, perchè guardando quelli come te anche la cacca acquista un valore.

Prima di cominciare a sputtanarti, ti cito una definizione di handicap che spero condividerai: Nella classificazione dell'OMS ICIDH del 1980 si definiva con handicap lo svantaggio sociale della persona con disabilità. Ques'ultimo termine si riferiva invece alla menomazione alla base dell'handicap.
Questo documento è ora superato dall'ICF del 2001 dove il termine disabilità comprende le difficoltà sia a livello personale che sociale, mentre il termine handicap viene sostituito dal concetto di restrizione della partecipazione sociale.
Il termine deriva dalla parola inglese che nello sport indica uno svantaggio assegnato ai competitori più forti per rendere più interessante una gara (vedi l'handicap nel golf).
In genere la disabilità che causa l'handicap è rappresentata da difficoltà sensoriali o legate alla mobilità o alle relazioni col prossimo. Alcuni esempi di handicap fisico oltre alla sordità o la cecità possono essere la paraplegia, la distrofia muscolare, la paralisi cerebrale infantile (detta anche paresi spastica). In campo psichiatrico possono essere persone affette da schizofrenia, ritardo mentale, autismo, sindrome di Down.

Bhè, io penso che col tuo problema al cuore tu sia MOLTO più handicappatto di un omosessuale, e questo senza tenere in conto delle tue limitatissime capacità mentali.

Per risponderti punto a punto:
1 -> nessuna specie si è mai estinta per colpa dell'"omosessualita", vedi i bisonti
2 -> io riconosco solo che sei tu l'handicappato
3 -> l'omosessualità fa parte della natura umana nel senso che è una variante della sessualità

Appunti vari:
- Avere attrazione per minorenni può essere, in alcuni casi, normale. Circuire e violentare è un reato STR..
- L'unica cosa che devi accettare è che morirai. L'umanità farà festa!

Christian D. Commentatore certificato 22.04.07 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Mattia A., Roberto Suriani, Christian D. (quello colto).
Ricordo le mie opinioni:
1) dal punto di vista evoluzionistico l'omosessualità è un
handicap perché se la maggioranza degli individui di una specie fosse
omosessuale quella specie si estinguerebbe in 1 generazione!
2) l'emarginazione degli handicappati va impedita (nel caso dei
gay ciò si può fare benissimo agendo solo sul diritto privato),
rifiutarsi di riconoscere l'handicap che portano è ipocrisia.
3) contrasto il riconoscimento legale di unioni tra gay perché
nasconde il riconoscimento della normalità della
condizione omosessuale.
X Mattia.
Dici "la normalità è diversa da persona a persona",
attento: così legittimi chiunque a fare di tutto (anche i criminali
pedofili).
X Roberto.
Dici "tuoi discorsi nascondono una lieve forma di razzismo".
Leggi il punto 2! Come puoi accusarmi di razzismo o discriminazione?
(vero Christian!) Emarginare chi ha un handicap è razzismo,
riconoscere l'handicap no.
X Christian.
Mi citi "...io, soffro di un difetto al cuore..." poi dici "...sei
handicappato. Sappi che essere cerebroleso...".
Non te l'hanno detto quelli dell'OMS che cuore e cervello sono
organi diversi? Ma non mi stupisci: da come ragioni forse confondi
pure cervello con uccello!
Ti rifai all'OMS per dire che l'omosessualità è una variante della
sessualità umana (non ci arrivavi da solo?) ma non ne trai
le conseguenze: è una variante che, se fosse maggioritaria, porterebbe
l'umanità all'estinzione. Se non è un handicap questo!
Dici "La posizione attuale della comunità scientifica, degli
operatori della sanità mentale..." Certo che deve essere proprio
normale una persona perché gli "operatori della sanità mentale" se ne
occupino! Infine è ovvio che, in assenza cure definitive per una malattia,
bisogna limitare il disagio di chi ne è affetto aiutandolo ad
accettarsi.

Tommaso Boccellari 20.04.07 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Mattia A., Roberto Suriani, Christian D. (quello colto).
Ricordo le mie opinioni:
1) dal punto di vista evoluzionistico l'omosessualità è un
handicap perché se la maggioranza degli individui di una specie fosse
omosessuale quella specie si estinguerebbe in 1 generazione!
2) l'emarginazione degli handicappati va impedita (nel caso dei
gay ciò si può fare benissimo agendo solo sul diritto privato),
rifiutarsi di riconoscere l'handicap che portano è ipocrisia.
3) contrasto il riconoscimento legale di unioni tra gay perché
nasconde il riconoscimento della normalità della
condizione omosessuale.
X Mattia.
Dici "la normalità è diversa da persona a persona",
attento: così legittimi chiunque a fare di tutto (anche i criminali pedofili).
X Roberto.
Dici "tuoi discorsi nascondono una lieve forma di razzismo".
Leggi il punto 2! Come puoi accusarmi di razzismo o discriminazione?
(vero Christian!) Emarginare chi ha un handicap è razzismo, riconoscere
l'handicap no.
X Christian.
Mi citi "...io, soffro di un difetto al cuore..." poi dici "...sei handicappato. Sappi che essere cerebroleso...".
Non te l'hanno detto quelli dell'OMS che cuore e cervello sono
organi diversi? Ma non mi stupisci: da come ragioni forse confondi
pure cervello con uccello!
Ti rifai all'OMS per dire che l'omosessualità è una variante della
sessualità umana (non ci arrivavi da solo?) ma non ne trai
le conseguenze: è una variante che, se fosse maggioritaria, porterebbe
l'umanità all'estinzione. Se non è un handicap questo!
Dici "La posizione attuale della comunità scientifica, degli
operatori della sanità mentale..." Certo che deve essere proprio
normale una persona perché gli "operatori della sanità mentale" se ne
occupino! Infine è ovvio che, senza cure definitive per una malattia, bisogna limitare il disagio di chi ne è affetto aiutandolo ad accettarsi.

Tommaso Boccellari 20.04.07 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera 17/04/07 servizio su Italia 1 sullo scandalo mondiale dei preti pedofili.

Nel servizio di Live1: Interviste impressionanti alle vittime. Inchieste della magistatura in corso. Condanne di centianaia di preti e sacerdoti per abusi sessuali. Centinaia di migliaia di casi in tutto il mondo. Scandalo in America, in Spagna, in Francia ed in quasi tutti i paesi europei. In Italia ancora nulla a confronto di altri paesi ma i casi e le denunce non sono affatto pochi e marginali. Trascuratezza del fenomeno nel nostro paese che si presuppone sia più esteso di quello che si pensi. Le gererchie ecclesiastiche conoscevano e conoscono il fenomeno ma tacciono da anni nascondendosi dietro l'immunità della tonaca.

Riflessioni personali: Personalmente conoscevo già il fenomeno ma il servizio mi ha lasciato sconcertato in merito alla grandezza del fenomeno. In Italia l'opinione pubblica e l'informazione danno pochissimo spazio alla denuncia del fenomeno per ovvi motivi clienterali. La chiesa si interroga sulla naturalezza o meno delle convivenze omosessuali basate sulla consensienza di due persone adulte consapevoli e coscienti delle loro azioni e non si interroga invece sulla condizione, questa si veramente innaturale, di tanti preti e sacerdoti che devono praticare il voto di castità a vita. Non è possibile che si sia così ciechi ed ottusi. Non è possibile che nessuno si ponga le giuste domande e che poi si dia anche risposte sbagliate.

La chiesa ha voluto dare giudizi, a mio avviso sbagliati su famiglia e convivenze, e scendere in campo a spada tratta contro i pacs o dico di turno con un offensiva che non ha precedenti in nessun paese del mondo. Influenza opinione pubblica e politica quasi fino alla nausea al limite delle regole stablite dal concordato tra chiesa e stato. Ed adesso cadono tutti i tabù, anche in Italia. A Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che NON è di Dio.

Cosa ne pensate?

Christian D. Commentatore certificato 18.04.07 09:27| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa e' composta da uomini semplicissimi ma che vivono nel lusso piu' sfrenato,non conoscono il matrimonio,la convivenza con l'altro sesso,il sesso stesso(ma sara' proprio cosi'???)e ignari dell'argomento pretendono di importi il loro volere.ma secondo voi,il papa e tutti i suoi sottoposti,sono veramente l'espressione e la rappresentanza di Cristo in terra?A parte qualche coraggioso missionario che si finanzia da solo o con l'aiuto della gente comune,avete mai visto la chiesa aiutare fisicamente persone veramente povere? "Chiedi e ti sara' dato","Bussa e ti sara' aperto",parole del Cristo....provate a farlo in vaticano...provate a dire ad un prete che hai famiglia e sei disoccupato,sapete che ti risponde?"abbi fede,figliuolo". Questa e' gente che prende miliardi di euro dallo stato (LAICO),ed impone poi allo stesso stato tramite alcuni suoi rappresentanti(dinosauri come li chiama Christian),di imporre le proprie volonta.La costituzione parla di "uguali diritti per tutti i cittadini senza distinzione di sesso,classe sociale e razza",ed e' questo l'unico articolo da seguire,l'unico che conta veramente,non cio'che dice chi non esce mai dalla sua reggia dorata,e non sa cosa significa vivere veramente la vita di tutti i giorni,problemi infiniti annessi.No all'aborto,no alla contraccezione,no all'eutanasia...ma che ne sa sta gente di queste cose,secondo loro dovresti avere decine di figli per poi dar loro da mangiare cosa?la fede?
ma fatemi il piacere...la chiesa si faccia un bel bagno di umilta'e la smetta di pretendere di insegnarci a vivere,se poi ho sbagliato tutto nella vita ne rendero' conto al padreterno,ma la mia vita,senza far male a nessuno o ledere i diritti di qualcun altro,la vivo come decido io,non come vuole il papa o bagnasco(e dire che credevo che peggio di ruini non ci fosse nulla..)

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 12.04.07 17:09| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa e' composta da uomini semplicissimi ma che vivono nel lusso piu' sfrenato,non conoscono il matrimonio,la convivenza con l'altro sesso,il sesso stesso(ma sara' proprio cosi'???)e ignari dell'argomento pretendono di importi il loro volere.ma secondo voi,il papa e tutti i suoi sottoposti,sono veramente l'espressione e la rappresentanza di Cristo in terra?A parte qualche coraggioso missionario che si finanzia da solo o con l'aiuto della gente comune,avete mai visto la chiesa aiutare fisicamente persone veramente povere? "Chiedi e ti sara' dato","Bussa e ti sara' aperto",parole del Cristo....provate a farlo in vaticano...provate a dire ad un prete che hai famiglia e sei disoccupato,sapete che ti risponde?"abbi fede,figliuolo". Questa e' gente che prende miliardi di euro dallo stato (LAICO),ed impone poi allo stesso stato tramite alcuni suoi rappresentanti(dinosauri come li chiama Christian),di imporre le proprie volonta.La costituzione parla di "uguali diritti per tutti i cittadini senza distinzione di sesso,classe sociale e razza",ed e' questo l'unico articolo da seguire,l'unico che conta veramente,non cio'che dice chi non esce mai dalla sua reggia dorata,e non sa cosa significa vivere veramente la vita di tutti i giorni,problemi infiniti annessi.No all'aborto,no alla contraccezione,no all'eutanasia...ma che ne sa sta gente di queste cose,secondo loro dovresti avere decine di figli per poi dar loro da mangiare cosa?la fede?
ma fatemi il piacere...la chiesa si faccia un bel bagno di umilta'e la smetta di pretendere di insegnarci a vivere,se poi ho sbagliato tutto nella vita ne rendero' conto al padreterno,ma la mia vita,senza far male a nessuno o ledere i diritti di qualcun altro,la vivo come decido io,non come vuole il papa o bagnasco(e dire che credevo che peggio di ruini non ci fosse nulla..)

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 12.04.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Il PAPA DOVEVA ESSERE PROCESSATO IN USA MA.:::
Articolo su:

nicotri.blogautore.espresso.repubblica.it

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 12.04.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Il PAPA DOVEVA ESSERE PROCESSATO IN USA MA.:::
Articolo su:

nicotri.blogautore.espresso.repubblica.it

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 12.04.07 16:49| 
 |
Rispondi al commento

IL PAPA HA DIFESO I PRETI PEDOFILI; DOVEVA ESSERE INCRIMINATO IN USA MA...E' DIVENUTO CAPO DI STATO:
Articolo da Espresso:
http://nicotri.blogautore.espresso.repubblica.it/2007/04/08/sorpresa-ecco-chi-come-e-quando-ha-deciso-in-vaticano-di-sottrarre-i-preti-pedofili-alla-magistratura-non-lo-indovinereste-mai/

"A muovere l’accusa contro l’attuale pontefice, documenti vaticani alla mano, è l’agguerritissimo avvocato Daniel Shea, difensore di tre vittime della pedofilia dei religiosi di Galveston Houston. E Ratzinger sarebbe stato trascinato in tribunale, forse in manette data la gravità del reato, se non fosse nel frattempo diventato papa. Nel settembre 2005 infatti il ministero della Giustizia, su indicazione di Bush e Condolezza Rice, ha bloccato il processo contro Ratzinger accogliendo la richiesta dell’allora segretario di Stato del Vaticano, Angelo Sodano, di riconoscere anche al papa, in quanto capo dello Stato pontificio, il diritto all’immunità riconosciuto non solo dagli Stati Uniti per tutti i capi di Stato. A questo punto è doveroso e niente affatto scandalistico porsi una domanda, decisamente scomoda: quanto ha pesato nella scelta di eleggere papa proprio Ratzinger la necessità di sottrarlo alla giustizia americana e di difenderlo per avere in definitiva eseguito la volontà del pontefice precedente? C’è anche un altro particolare: di solito non si riesce a portare in tribunale anche i superiori dei preti stupratori perché in un modo o nell’altro evitano di ricevere l’atto di accusa, specie se risiedono sia pure solo ufficialmente in Vaticano. Ratzinger invece ....." (LEGGERE L'ARTICOLO)

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 12.04.07 16:38| 
 |
Rispondi al commento

IL PAPA HA DIFESO I PRETI PEDOFILI; DOVEVA ESSERE INCRIMINATO IN USA MA...E' DIVENUTO CAPO DI STATO:
Articolo da Espresso:
http://nicotri.blogautore.espresso.repubblica.it/2007/04/08/sorpresa-ecco-chi-come-e-quando-ha-deciso-in-vaticano-di-sottrarre-i-preti-pedofili-alla-magistratura-non-lo-indovinereste-mai/

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 12.04.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Eccoci a rifare sempre i soliti discorsi...

L'ingerenza sta nel voler influenzare in maniera più o meno diretta l'opinione pubblica e quella politica in merito ad un argomento che è di stretta competenza dello Stato e della società nella sua totalità (quindi non solo della parte cristiana). La chiesa può e deve liberamente esprimere la propria opinione come chiunque altro, nessuno vuole e può impedirglielo. Ma non può farlo ogni giorno, ogni settimana, ogni mese e su televisioni, giornali, radio e parrocchie (e non dite che non lo sta facendo). Questa è propaganda (quindi politica e ingerenza) e non è quindi solo l'espressione di una "opinione".

Quando poi, tra l'altro, l'"opinione" di qualcuno si basa su di un giudizio sbagliato ed offensivo nei confronti proprio della controparte è naturale che si attirino critiche spesso anche violente nei propri confronti. L'essere contro i DICO perchè questi legittimano unioni omosessuali che si ritengono di per se peccaminose è una visione scientificamente contestata già da anni e che mortifica chi vive all'interno di situazioni già particolarmente difficili.

Che la chiesa ed i suoi fedeli quindi non facciano le vittime come è solito loro fare. Qui i veri perseguitati sono altri. La chiesa contribuisce da anni, se non da secoli, all'emarginazione degli omosessuali e fomenta il razzismo con le sue posizioni. I recenti fatti di cronaca ne sono una conferma.

Continuo a sperare nella morte dei dinosauri! E' tempo di cambiare. E' tempo di dire NO anche alla chiesa!

Christian D. Commentatore certificato 11.04.07 17:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Faccio fatica dunque a capire questa levata di scudi contro l’espressione di un pensiero del chiesa che può essere tranquillamente non condiviso ma non capisco come proprio in questo sito possa essere censurato ed appellato come ingerente.

Non è che anche a noi le libertà quando non le condividiamo danno fastidio?

Secondo me chiunque può parlare di ogni cosa sta poi all’intelligenza di chi ascolta capire se la fonte è attendibile ed informata sull’argomento. Ma l’i il problema diventa un altro ed è forse anche più difficile da risolvere.

Scusate ancora l’ingerenza.

Marco M. Commentatore certificato 11.04.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente arrivo tardi sulla discussione in merito a tale argomento comunque non ce l'ho fatta a resistere alla tentazione di “ingerire”.

Dalla lettura del blog qualcuno potrebbe arrivare alla deduzione che quella che è stata fatta rientrare nell'ambito delle "ingerenze" da parte della chiesa sui "DICO" (come se Gesù non abbia mai trattato argomenti inerenti alla famiglia visto che non era sposato e non aveva figli; della serie predicava bene e razzolava male) sembra abbia come fine ultimo solo il non perdere il giro di affari che ruota intorno al sacramento del matrimonio.
Premesso che la chiesa non è contro il matrimonio civile, che è solo uno delle centinaia di strumenti disponibili al cittadino per ottenere diritti che adesso, invece, dopo un secolo ed oltre di diritto civile solo la figura dei DICO ( o dei PACS per i nostalgici) sembra poter garantire ma non credo neanche che del volume di affari che gira intorno al sacramento del matrimonio religioso più di un 10% entri nelle casse della chiesa.

Tra l’altro la chiesa non e che ha lanciato anatemi, scomuniche o minacce di pene corporali o spirituali a “dipendenti” che promuovino leggi sui DICO o similari ha semplicemente indicato quella che secondo la chiesa è la strada da seguire per chi si professa suo seguace. Cosa che secondo me non è solo un suo diritto (visto che la liberta di pensiero e parola è considerata giustamente inalienabile) ma è anche un suo dovere.

Se poi queste indicazioni danno fastidio in primo luogo a chi pubblicamente si professa seguace di certi ideali vorrei ricordare che il libero arbitrio è la prima delle libertà che proprio colui che è all’origine della chiesa professa.
Così però va ricordato anche che ognuno è responsabile delle proprie azioni. Ed il concetto di responsabilità sembra un p’ò desueto di questi tempi.

Faccio fatica dunque a capire questa levata di scudi contro l’espressione di un pensiero del chiesa che può essere tranquillamente non condiviso ma .....

Marco M. Commentatore certificato 11.04.07 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Probabilmente arrivo tardi sulla discussione in merito a tale argomento comunque non ce l'ho fatta a resistere alla tentazione di “ingerire”.

Dalla lettura del blog qualcuno potrebbe arrivare alla deduzione che quella che è stata fatta rientrare nell'ambito delle "ingerenze" da parte della chiesa sui "DICO" (come se Gesù non abbia mai trattato argomenti inerenti alla famiglia visto che non era sposato e non aveva figli; della serie predicava bene e razzolava male) sembra abbia come fine ultimo solo il non perdere il giro di affari che ruota intorno al sacramento del matrimonio.
Premesso che la chiesa non è contro il matrimonio civile, che è solo uno delle centinaia di strumenti disponibili al cittadino per ottenere diritti che adesso, invece, dopo un secolo ed oltre di diritto civile solo la figura dei DICO ( o dei PACS per i nostalgici) sembra poter garantire ma non credo neanche che del volume di affari che gira intorno al sacramento del matrimonio religioso più di un 10% entri nelle casse della chiesa.

Tra l’altro la chiesa non e che ha lanciato anatemi, scomuniche o minacce di pene corporali o spirituali a “dipendenti” che promuovino leggi sui DICO o similari ha semplicemente indicato quella che secondo la chiesa è la strada da seguire per chi si professa suo seguace. Cosa che secondo me non è solo un suo diritto (visto che la liberta di pensiero e parola è considerata giustamente inalienabile) ma è anche un suo dovere.

Se poi queste indicazioni danno fastidio in primo luogo a chi pubblicamente si professa seguace di certi ideali vorrei ricordare che il libero arbitrio è la prima delle libertà che proprio colui che è all’origine della chiesa professa.
Così però va ricordato anche che ognuno è responsabile delle proprie azioni. Ed il concetto di responsabilità sembra un p’ò desueto di questi tempi.

Faccio fatica dunque a capire questa levata di scudi contro l’espressione di un pensiero del chiesa che può essere tranquillamente non condiviso ma .....

Marco M. Commentatore certificato 11.04.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

ANGOLO DELL'IGNORANTE...
RISPOSTE PER TOMMASO

- Cito: "...essere pienamente coscienti della propria natura implichi che essa (o parte di essa) non rappresenti un handicap. ...io, soffro di un difetto al cuore e lo so benissimo...".
- Risposta: Ebbene, caro Tommaso, sei handicappato. Sappi che essere cerebroleso oggi è un difetto che oltre te colpisce quasi il 35% della popolazione italiana. Mi dispiace tu soffra di demenza senile.

- Cito: "...è ipocrita essere pro DICO e contro l'adozione...".
- Risposta: Chi è per i DICO non sempre è contro l'adozione. Se lo è, non è per i motivi che indichi tu. Io ad esempio sono momentaneamente contro l'adozione per le coppie omosessuali. Una società come la nostra al cui interno annovera individui come te discriminerebbe un bambino cresciuto in una coppia gay. Quindi per il bene dei bambini è meglio rimandare, a mio avviso, il discorso dell'adozione a tempi in cui la società sarà più matura.

- Cito: "...lo Stato non può far passare il messaggio che l'omosessualità sia nella norma."
- Risposta: L'OMS (l'organizzazione mondiale della sanità) ha definito l'omosessualità come una variante della sessualità umana e non la considera più come una malattia o un handicap già dal 1992, Se non sei preparato o informato sull'argomento perchè non ti informi prima di dire cazzate ed offendere le persone?

- Cito: "Ci sono altri modi per impedire l'emarginazione dei gay."
- Risposta: Quali? Sei tu il primo a discriminare.

- Cito: "Dire come curare le malattie spetta a ricercatori e medici, ma riconoscere che l'omosessualità è un handicap è logica comune."
- Risposta: La posizione attuale della comunità scientifica, degli operatori della sanità mentale, di fronte ad un caso di omosessualità ego-distonica è quella di portarla ad essere ego-sintonica e non a modificare la tendenza sessuale. Qualsiasi posizione che si discosti da tale metodologia va contro la posizione ufficiale dell'APA e dell'OMS.

Cheistian

Christian D. Commentatore certificato 10.04.07 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Tommaso,scusa ma continuo a non capire come si cura un gay,cosa c'entrano medici e ricercatori?
come li dovrebbero curare?bombardandoli di ormoni maschili affinche' questi li attirerebbero alla donne?sinceramente stento a capirti,non so se te ne rendi conto,ma questi tuoi discorsi nascondono una lieve forma di razzismo verso che è diverso dal "normale".
Ovvio che omosessualita' e pedofilia sono ben diversi,ma non lo devi spiegare a me ma a Bagnasco della CEI che li ha paragonati come fosse lo stesso peccato.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 06.04.07 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Chiarisco in anticipo che io sono etero. io non capisco xkè non si possono avere i DICO... xkè non possiamo lasciare che una coppia gay non possa stare insieme? che problema c'è scusate? non mi sembra giusto che noi dobbiamo imporgli la nostra normalità che poi qualcuno deve spiegarmi cosa è normale, la normalità è diversa da persona a persona. Secondo me continuando a negare i DICO stiamo andando contro la costituzione xkè stiamo ponendo degli ostacoli a loro
" Art. 3.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali."

E SOPRATTUTTO

--->"È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese."<---

stiamo limitandogli la libertà e l'eguaglianza.
poi magari sto dicendo delle cavolate xò io sono a favore dei DICO.

ah e per far felici tutti i bigotti leccacu.lo ai preti tanto se i dico non ci saranno oggi ci saranno nella prossima generazione xkè ormai siamo sempre di meno a seguire la religione, con tutte le stronz.ate ke spara quello la che si affaccia alla finestra ogni mattina in piazza San.Pietro e logico... son le parole non si risolve nulla... è facile parlare da la in mezzo al lusso e dire " la guerra e cosa brutta, i ciofani sono futuro, blablabla..." se non lo diceva lui noi non lo sapevamo eh che perle di saggezza ke dice. (rispettavo molto di più Giovanni Paolo lui si ke era + vicino ai giovani ed era molto + attivo a cercare di risolvere i problemi) ne ho tante di cose da dire contro la chiesa io,ormai non se ne può più,fa schifo tutto in questo mondo, si sono accumulati troppi problemi al mondo e se ne accumuleranno ancora.

Mattia A. Commentatore certificato 06.04.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Replico a Roberto Suriani.
Dire come curare le malattie spetta a ricercatori e medici, ma riconoscere che l'omosessualità è un handicap è logica comune.
Non ho mai tirato in ballo nè Chiesa nè Padre
Eterno, non intendo farlo ora ma non accetto che mi vengano
attribuiti pensieri altrui. No so se tu abbia riportato fedelmente il
pensiero di Bagnasco, io comunque ho espresso una posizione ben diversa:
ho sostenuto che l'omosessualità è un handicap, non un crimine come
la pedofilia. Ritengo che ci sia una bella differenza tra handicap e
crimine, non so tu... Per questo, fossi in te, non
legittimerei l'omosessualità alla luce di quanto si faceva nell'antica
Grecia e nell'antica Roma, infatti pure la pedofilia era "praticata
senza vergogna o tabu'". Certo loro, che erano letterati e raffinatis
simi cultori dell'estetica, la chiamavano pederastia e la praticavano
solo con minori consenzienti, ma non credo che questo rappresenti
un'attenuante in tribunale oggi. Sulle coppie etero sterili: 1) loro
almeno riconoscono si avere un problema e tentano di curarsi; 2) possono
comunque adottare figli e, allevandoli, fornire un servizio allo Stato
che per questo permette loro di avere un riconoscimento giuridico
(matrimonio). Poi insisto ancora, sì dico - no adozioni è una contraddi
zione: se infatti la nostra civiltà si evolvesse come tu auspichi
(omosessualita vista come una normale forma di affetto) perchè mai "un
bambino con 2 papa' (o due mamme ndr) potrebbe creare a lui un danno
psicologico soprattutto nell'eta' scolastica"? Infine noto una certa
analogia tra laicisti e bacchettoni clericali: entrambi
scagliano anatemi contro chi la pensa diversamente. Loro chiamano in
causa Dio, voi civiltà e tolleranza, entrambi senza ragione, è meglio sostenere tesi usando la razionalità, allora
non ci si contraddice: sì dico - no adozioni; si omosessualità perchè in Grecia si faceva così - no pedofilia perchè in Gracia...si faceva così lo stesso.

Tommaso Boccellari Commentatore certificato 05.04.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E,caro Tommaso,come pensi di curare un gay?Questa tua sottile ironia:"poverini non facciamoli sentire handicappati",testimonia quanta poca civilta' e tolleranza ci sia in giro di fronte a tutto cio' che non si ritenga "normale".Poi non capisco i tuoi esempi,vanno anche bene per i casi che hai descritto,ma per i gay,scusa,no!Consapevoli del loro "handicap",cosa dovrebbero fare?tapparsi in casa e non uscire piu'?o sforzarsi di convincersi che in fondo a loro piacciono le donne ma sono gay per fare un dispetto a qualcuno?Ti ribadisco che sono contrario alle adozioni tra gay perche' un bambino con 2 papa'potrebbe creare a lui un danno psicologico soprattutto nell'eta' scolastica,ma questo non significa che due uomini o due donne non possano amarsi come una coppia etero,se non di piu'!!E'la loro natura,come il tuo problema al cuore o come lo schizzofrenico e non la cambi ne tu ne il papa,possibile che non lo capite?
"Fondi dello stato per curare il loro handicap"???ma ti rendi conto di cosa dici?Poi quando parlo di cerimonia felice,auguri etc...ovviamente mi riferisco al vero matrimonio,quello in comune...non parlo di sacramenti(lasciamo stare la chiesa che è meglio...),se poi tu sei uno di quelli che ha esultato al discorso di Bagnasco successore di Ruini,che ha paragonato l'essere omosessuale alla pedofilia(VERGOGNA!!!),scusa,ma è inutile che discutiamo.Ti ho citato l'esempio di molte coppie etero che per malattie o cos'altro,non possono avere figli...allora dimmi,che coppia benedetta dal Signore è, se non puo' procreare?Pero' quella va bene perche' è uomo-donna,anche se non possono avere figli,mentre coppie gay sono handicappati? Credo sia vergognoso giudicare un sentimento perche' questo ha molte facce,ed una di queste è l'omosessualita che nell'antica Grecia o nell'antica Roma,culle della civilta',era praticata senza vergogna o tabu',mentre al mondo d'oggi,morte della vera civilta',tutto è peccato,pure respirare,tra un po...ahhh..premetto non sono gay.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 05.04.07 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Replico a Roberto Suriani.
Contesto che essere pienamente coscienti della propria natura
implichi che essa (o parte di essa) non rappresenti un handicap.
A prova di questo porto tre esempi: un cieco è pienamente consapevole
di esserlo ma ciò non gli restituisce la vista (per restare
sull'esempio della cecità); nel mio paese vive una persona che soffre
di schizzofrenia e ne è pienamente consapevole, ma non riesce a
trattenere le sue crisi durante le quali, a volte, picchia i suoi
famigliari per poi disperarsi quando rinsavisce; per ultimo io, soffro
di un difetto al cuore e lo so benissimo ma se scalo il Mortirolo in
bici ci rimango secco lo stesso.
Mi sembra poi superficiale essere pro
DICO per consentire ai gay di fare una bella festa di nozze (chi si
sposa prevalentemente per questo è meglio che lasci perdere, e questo vale anche
e soprattutto per le coppie normali) o per una forma di pietà
inutile (poverini, non facciamoli sentire handicappati!), sarebbe
meglio usare i fondi dello Stato per curare il loro handicap.
Inoltre è ipocrita essere pro DICO
e contro l'adozione infatti "se il desiderio e la felicita' di una coppia gay è quella di" poter adottare un bambino perchè opporsi? "a te e tutti quelli che la pensano come
te,cosa vi tolgono dalla tasca?"
Questo per dire che non sono contro i DICO perchè temo di perderci qualcosa
(in tal caso non mi importerebbe nulla nemmenno dell'adozione:
che due gay adottino un figlio non mi tange proprio),
ma per una questione di principio: lo Stato non può far passare
il messaggio che l'omosessualità sia nella norma.
Ci sono altri modi per impedire l'emarginazione dei gay.

Tommaso Boccellari Commentatore certificato 04.04.07 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere a Tommaso Boccellari,
posso essere daccordo con te sul discorso di adozione da parte di omosex,ma il termine che usi è improprio,"handicap".
Dici bene tu,un cieco non puo' portare un auto,ma un gay non è un handicappato,è pienamente cosciente della sua natura e privandolo di una legge che non lo emargina,non credo che faccia lui cambiare il suo modo di vivere e all'improvviso scopre di amare il sesso femminile,cosa che per lui è ovviamente anormale.E' ovvio che se tutti fossero gay il mondo si estinguerebbe in una generazione,ma ti ripeto,non è facendoli sentire handicappati che li fara' divenire di colpo sciupafemmine,è la loro natura,la stessa natura che fa si che coppie sposate non possano avere figli per diversi motivi.O viceversa,se passa la legge sui DICO,non è che tutti gli etero,per sport,diventano gay per fare un dispetto allo stato ad alla chiesa....Quindi,adozione a parte che non condivido neanch'io,se il desiderio e la felicita' di una coppia gay è quella di veder legalizzata la loro posizione dando loro modo di sposarsi,ovviamente non in chiesa!!!,a te e tutti quelli che la pensano come te,cosa vi tolgono dalla tasca?Perche' quello che per le coppie etero è il giorno piu' bello della loro vita,il matrimonio,parenti,amici,allegria,brindisi,auguri etc.. una coppia gay non puo' viverlo?,perche' l'arretratezza mentale di molti glielo impedisce,vivendo cosi' la loro natura in maniera clandestina e nelle 4 mura domestiche? E questa sarebbe democrazia?

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 02.04.07 03:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Christian,ricambio il favore e ti rispondo io.O pensano,come qualcuno,che sono troppo superiori per risponderci(VERO PINCOPALLINO?),o forse le parole del nuovo presidente della CEI,Bagnasco li ha,FORSE,convinti che qualche leggera ingerenza in tutto cio' c'è eccome!!!
Per non parlare della manifestazione pro famiglia,quindi anti DICO,benedetta dalla chiesa e da una buona parte delle istituzioni politiche.Oppure attendono l'esito delle votazioni per poi,se vincono,riattaccarci con la boria che li contraddistingue.
Ciao,a presto.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 30.03.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Sto notando da un po' di tempo che nessun oppositore ai DICO scrive più su questo post.

Le ipotesi sono due. O ci si è resi conto di sostenere delle tesi oramai assurde e si stanno cercando (inutilmente secondo me) nuove argomentazioni per potersi arrampicare sugli specchi oppure la maggioranza oramai è netta ed è quella dei PRO-DICO.

Mi sento come uno che sta sparando sulla croce rossa. Siete vivi cattolici NO-DICO oppure state cominciando ad avere un po vergogna di voi stessi?

Christian D. Commentatore certificato 30.03.07 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mettiamo in chiaro una cosa, non ho letto i commenti di tutti xkè non ho volgia di leggere tutto quanto fino in fondo... comunque la cosa principale che volevo dire è BASTA CON I PRETI CHE SI INTROMETTONO NELLA VITA POLITICA ITALIANA!!! hanno il loro stato del vaticano che stiano li e basta... ma vi sembra che noi votiamo il papa o l'elezione dei cardinali??? allora xkè loro devono votare in italia???
nessuno mi spiega come mai i preti parlano tanto di fare del bene ma a parte i missionari e frati (gli unici che rispetto nella chiesa) gli altri vivolno in palazzi enormi sono pieni d'oro??? ma lo sapete che con tutti i soldi ke ha la chiesa si potrebbe togliere la povertà dal momndo???
poi per chiarire con chi pensa che se non ci fosse la religione cattolica allora subentrerebbero i mussulmani che imporrebbero il velo sapete cosa dico che non è vero... ma vi sembra che negli altri stati dove i preti non intervengono ci siano questi problemi?? e poi io sono contro tutte le religioni secondo me non dovrebbe esisterne nemmeno una... la religione ti toglie la libertà di vivere non fare certe cose per PAURA di un giudizio di qlk uno ke nemmeno vediamo... ma dai bisogna vivere nel rispetto degli altri e basta! leggete un pò qlk libro di nietzsh ( ad esempio "al di la del bene e del male") che vi fa bene...
ciao ciao a tutti :)

Mattia A. Commentatore certificato 29.03.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento

"Non si appellino al pluralismo e all'autonomia dei laici in politica". Un vero e proprio richiamo all'obbedienza.
"Politici cattolici siate coerenti". I vescovi non dimenticano di parlare ai politici cattolici ai quali rinnovano l'invito a votare no ai Dico: "Nessun politico che si proclami cattolico può appellarsi al principio del pluralismo e dell'autonomia dei laici in politica, favorendo soluzioni che compromettano o che attenuino la salvaguardia delle esigenze etiche fondamentali per il bene comune della società. Sarebbe incoerente quel cristiano che sostenesse la legalizzazione delle unioni di fatto". Il parlamentare cattolico, prosegue la nota, ha il "dovere morale di esprimere chiaramente e pubblicamente il suo disaccordo e votare contro qualsiasi progetto di legge che possa dare un riconoscimento alle unioni gay".

Questo è il primo discorso del nuovo presidente della CEI,Bagnasco,nel quale "impone" ai politici di "non badare alla laicita' dello stato" ma di seguire "solo" i dettami della morale cattolica e votare NO ai DICO.
Avete capito bene?
QUESTA NON E' INGERENZA?
E' VERGOGNOSO E SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO....MA..E' IL NUOVO CHE AVANZA.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 28.03.07 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,


molto di più.... Casini e tutti i parlamentari hanno già i DICO!!! Da prima che si inventassero di litigare per una legge che loro già hanno!!!

Saluti.

marino bretossi 28.03.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

come è drammaticamente vero che a parlare dei problemi della gente comune siano sempre quelli che spesso non sono neanche minimamente sfiorati da questi problemi..

Paolo Pajusco 25.03.07 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Christian,sei una delle poche note liete su questo post e da te non mi aspettavo altro che cio che hai scritto.Sinceramente speravo di far incazzare qualche bigotto tipo quella specie di PICCHIOPACCHIO,attirando l'attenzione sua o di qualche altro bigotto e veramente non so come spiegare il silenzio di questi.forse visti i tanti post nuovi di Beppe si saranno spostati da su un altro argomento...mah...eppure credevo che temi quali la manifestazione pro famiglia dietro cui si nasconde l'anti DICO,l'eutanasia,il peccato carnale,il 1.000.000.000 di persone che rischiano la morte per mancanza di acqua,scuotesse le coscienze di qualche chierichetto(come li chiami tu),visto che sono temi tanto cari alla chiesa.Forse credono che snobbandomi,si rendano migliori di me,come dire:"lasciamolo chiacchierare da solo sto scemo",io invece dico che NON AVETE LE PALLE PER RISPONDERE,PERCHE' NON AVETE ARGOMENTI VALIDI,SE NON LE SOLITE MENATE RIPETUTE A MEMORIA IMPARATE IN CHIESA.
In ultimo,caro Christian,visto che ci sara' la manifestazione pro famiglia,e poi la votazione in parlamento sui Dico,ti prego di non lasciare questo blog,perche' qualche reazione ai 2 eventi ci sara' e devi esserci anche tu.
Un saluto

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 25.03.07 03:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FINE DEI MIEI COMMENTI SU QUESTO POST.

Concludo la mia presenza su questo post a cui spero di aver dato un mio vivace contributo.

Ho cercato invano di spostare il discorso dallo scontro tra fede e ateismo, ma alla fine l'atteggiamento della "redenzione" del "buon pastore" ha prevalso sulla maggioranza dei cattolici che scrivevano qui.

Finisco dicendo che se essere cattolico oggi significa essere dalla stessa parte di SGARBI, CASINI, MASTELLA ed ANDREOTTI, io SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE ATEO!!!

Ciao a tutti...

Christian D. Commentatore certificato 24.03.07 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che non ci sia anima viva disposta a spendere qualche minuto per commentare i miei ultimi post? Capisco che PINCOPALLINO e' troppo superiore per abbassarsi al mio livello da sottosviluppato,anche se un post era per lui,ma qualcun altro meno saccente ed umile ci sara' in giro ancora su questo post,spero.
A proposito,riguardo la manifestazione pro famiglia organizzata di fatto dalla chiesa con la benedizione di alcuni parlamentari,l'unica nota positiva viene dal vescovo di Pisa,persona lungimirante,che avverte di evitare,nella manifestazione,di accanirsi contro i DICO,anzi di evitare di pronunciarla,altrimenti sarebbe strumentalizzata e di fatto la pacifica manifestazione diventerebbe,inevitabilmente,politica!!
Da parte mia,piena solidarieta' e stima per l'unico esponente della chiesa che ha il coraggio di "avvertire" di non strumentalizzare la cosa,sa benissimo che una manifestazione che diventi "politica",sarebbe la classica zappa sui piedi per la chiesa,cosa che finora non hanno capito nelle stanze del vaticano.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 23.03.07 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre un miliardo di persone nel mondo sono senz'acqua.Voi direte che c'entra,mi domandavo,cosi',se la chiesa oltre ad incassare soldi dallo stato italiano ed essere forse lo stato piu' ricco del mondo,ha intenzione di fare qualcosa,oltre a pregare.
E non ditemi,come ha fatto qualcuno,che non è compito della chiesa ma dei governanti risolvere i problemi,perche' allora se non spetta loro fare certe cose,evitassero allora di metterci il becco.Anzi credo che "moralmente" sia un dovere per la chiesa aiutare povere anime che soffrono,quindi voglio proprio vedere,oltre alla solita preghierina a Dio la domenica mattina da p.zza s.pietro,cosa fara' di concreto la chiesa per quello che credo sia un problema molto piu' grave delle unioni di fatto o condannare un omosessuale.Qui si tratta di 1.000.000.000 di persone che rischiano di morire per mancanza d'acqua,altro che DICO.Un forte impegno di tutti i governanti,ma voglio vedere qualcosa di concreto anche dalla chiesa,non solo preghiere.
Non vi piace questo discorso?bene,contradditemi con validi argomenti,non con le solite menate sul fatto che la chiesa non entra in questi problemi,perche' come è stata capace di far crollare il muro di berlino,GRANDE CAROL,si impegni anche per quella che attualmente è la piu' grande sciagura per l'umanita'

ROBERTO SURIANI 22.03.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento

...Poi quando parlo di qualcosa per il bene mio e della comunita' intera,non significa che voglio creare una religione o un partito mio,ma parlavo di quelle leggi alcune(purtroppo per voi) approvate come aborto e diverzio,ed altre non approvate o cmq fortemente discusse,come ricerca scientifica sulle cellule staminali,equiparazione di diritti per tutti,eutanasia.Tu ricordi il caso Welby,un uomo morto da anni tenuto in vita da un respiratore artificiale.Soffriva le pene dell'inferno e con lui tutta la famiglia,impotente di fronte ad una situazione irrimediabile.Prego' di staccargli la spina perche' non ne poteva piu' e la famiglia era daccordo.A questo punto chi interviene per magia a farsi i cazzi altrui e sparare anatemi?Gia' sempre lui,il papa."L'eutanasia è un crimine verso Dio,è Dio che decide il destino della gente..."Ma chiedo io,un essere umano che non ha futuro perche' è malato terminale,non puo'decidere di prorpia volonta' di farla finita,perche' anche grazie alla chiesa,l'eutanasia non è contemplata dalla legge italiana?Morale? chi umanamente ha staccato la spina fu accusato di omicidio volontario!!!Per la chiesa questo vegetale avrebbe dovuto soffrire in eterno e con lui la famiglia...BRAVI,questa sarebbe la chiesa misericordiosa?NOOO,ma una banda di parassiti falsi moralisti che gia' prendono 8000 miliardi dallo stato e quando qualcuno propose di destinare l'8/1000 per qualcosa di piu' utile alla comunita'e non piu' alla chiesa,come si incazzarono in vaticano!!!te credo!!!!i soldi fanno gola a tutti,anche a coloro che con 4 preghiere credono di rimettere i peccati alla gente...addirittura c'è chi propose di non far pagare l'ICI a tutte le proprieta' del vaticano..ragazzi,il comune di Roma sarebbe scoppiato,poi se questo alzava,inevitabilmente,le tasse per i cittadini normali,la colpa sarebbe stata di quel "comunista" di Veltroni.Per fortuna c'è stato chi ha avuto il coraggio di dire NO!!QUESTO NO.Io una revisione al concordato la darei.......

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 22.03.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Nella dottrina cattolica classica, la lussuria è frutto della concupiscenza della carne (al pari del peccato di gola e dell'accidia) ed infrange sia il Sesto Comandamento che vieta di commettere atti impuri sia il Nono che riguarda il desiderare la donna d'altri.

Fra questi atti impuri la Chiesa indica tanto le azioni concrete materialmente compiute in materia di sessualità non finalizzata alla procreazione e all'unione in seno al matrimonio, quanto il solo desiderio e l'immaginazione ("chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.", Vangelo di Matteo 5,28).

PINCO.......
Visto che sei cosi' dotto ed io "testa vuota" e che traviso cio' che scrivi,tu da cattolico convinto se ti "diverti" a letto senza procreare,questo è il dettame della chiesa cattolica in materia di lussuria(GIURO CHE NON L'HO SCRITTO IO,NON MI CHIAMO MATTEO).LA SESSUALITA'NON FINALIZZATA ALLA PROCREAZIONE E' UN ATTO IMPURO!!!peccato che tu,come milioni di cattolici che ovviamente non fanno l'amore solo per procreare,credono di espiare andando da un prete a confessarsi,e l'anima è salva.Che strano concetto di cattolicesimo che hai(avete),peccate come qualunque persona e 4 ave marie vi rimettono il peccato,e cosi' via finche' ce la fate.....Bravo,tu questo lo sai,ma vieni a fare il moralizzatore con me,insultandomi tralaltro,io non l'ho mai fatto con te.Anche l'insulto verso chi non è daccordo con te è contemplato nel tuo catechismo?Credi cosi' di rafforzare le tue ragioni?Non me lo devi insegnare tu che l'omicidio è peggio di fare l'amore senza procreare,saccente di bassa lega,ma quello che fai tu va contro il significato che da la chiesa ad uno dei peccati capitali,la lussuria,e "scopare" senza procreare è un atto impuro,ma tu lo fai e credi lo stesso di essere meglio di me solo perche' vai in chiesa e ti confessi!!!!!sei uno come tutti gli altri,che si professa cattolico e poi nel talamo fa i cazzi suoi.Grande lezione di moralita'.complimenti.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 22.03.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Roberto, noto dalla tua risposta che abbiamo due concezioni diverse dell’etica della vita. E’ pertanto difficile dialogare in rete, specie quando la controparte ha la pretesa di avere la verità in tasca e che dice a tutti ciò che devono fare o non fare e ciò che è giusto e ciò che non lo è.
Il tuo intervento sa troppo di paternalismo, peraltro ironico e nefasto!
Il fatto è che ti fermi alle apparenze delle cose e degli avvenimenti, mi sembra di capire che a te interessano che le cose si facciano solo per il pieno soddisfacimento delle immediate esigenze dell’essere umano senza porti anche la domanda se la scelta è moralmente lecita e umanamente accettabile.
Al caro Edoardo e ai suoi genitori va tutta la mia solidarietà e la mia comprensione e a quanti si stanno prodigando per lui tutta la mia ammirazione. Anch’io sono impegnato per altre situazioni.
E non ti nego che lo ricorderò nelle mie preghiere. Ti piaccia o no.
Mi sembri veramente convinto che in Italia molte Leggi si fanno in “base alle esigenze del popolo sovrano”. Io qualche perplessità ce l’ho.
Sono convinto, invece, che la persona che dice di credere in Dio deve testimoniare e vivere ciò in tutti gli ambiti della vita, per questo anche il Parlamentare ha il dovere di agire in coerenza alle sue convinzioni etiche o religiose e quando il Papa richiama i cattolici a questo dovere non è ingerenza, perché lascia la liberta ultima alla decisione di ciascuno. Tant’è che in Italia è stato approvato di tutto! Manca giusto qualcosa che non tarderà ad essere approvato per la “scialba” vita di molti che si dicono cattolici.
Ti saluto.
Leonardo Santoro

LEONARDO SANTORO Commentatore certificato 22.03.07 07:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A TUTTI GLI OPPOSITORI ALL'EQUIPARAZIONE TRA COPPIE OMOSESSUALI E COPPIE ETEROSESSUALI (compreso rincopallino)

Un giorno moriremo tutti per un'inevitabile legge della natura. Allora il mondo sarà libero di cambiare. Ed anche se non vi interesserà sappiate che il giudizio che i posteri daranno al vostro essere "oppositori" a tale cambiamento, non sarà di sicuro benevolo. Ma infondo a voi cosa interesserà, sarete tutti in paradiso, vero? Poveri illusi.

Che brutta vecchiaia che auspico per quei pochi di voi che ci arriveranno. Tra coppie gay, eutanasia ed adozioni per le coppie omosessuali a tanti verrà di sicuro un infarto prima dei 50. HAHAHAHAHA

E se le cose non dovessero cambiare, abbiamo un altro motivo in più per andarcene da questa immondizia.

Christian D. Commentatore certificato 22.03.07 07:15| 
 |
Rispondi al commento

Senti pinco pacchio o come diavolo ti chiami,io non strappo nessuna copertina da riviste hard,non ne ho bisogno,per fortuna,perche' la tua boria ti porta a chiudere commentando "ma che parlo a fare"...come se tu fossi il possessore della verita' assoluta?io non mi arrogo il ditirro che cio che dico sia vangelo,ovviamente,ma neanche cio che affermi tu!ti masturbi e dici che non è peccato?fai sesso anche senza procreare e cio' sarebbe benedetto dalla chiesa?Cazzoooo,vedo essermi perso qualcosa...ma tutto cio' non equivale alla lussuria,che se non sbaglio è uno dei peccati capitali? ahhhhh....scusa io non capisco un cazzo,cortesemente,mi doni un po del tuo tempo per spiegarmelo?
Grazie infinite.

ROBERTO SURIANI 21.03.07 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

5-"li giudico e credo che cio' che è giusto per me e per tutti" quel per tutti è una altro sintomo sospetto...

Caro Pinoco Paloco,se da questa mia affermazione hai ritenuto di riconoscere in essa una mia ammissione all'essere omosessuale,hai toppato alla grande,sono tranquillamente etero 43enne,divorziato con figlia di 16 anni e attualmente convivente.
Solo che forse al contrario tuo e di quelli come te,non ho nulla verso i gay,non sono persone da "cremare" in qualche forno o "garrotare" come da affermazione di un politico milanese,ma persone con cuore e sentimenti,diversi dai tuoi ed i miei,ma sempre sentimenti.A te piacerebbe sentirti emarginato su qualcosa? credo di no.Abbiamo vissuto troppe situazioni in passato in cui molte razze sono state emarginate,e molta gente arsa viva dalla chiesa per molto meno,che sarebbe ora di aprire un po le nostre menti verso quello che impropriamente crediamo di ritenere "anormale"

ROBERTO SURIANI 21.03.07 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie per la risposta rapida rincopallino.

Devo farti osservare però che di "revisioni" nel proprio modo di pensare la chiesa ne ha fatte eccome nel corso della storia. Come mai un teologo come te non ricorda nemmeno uno dei tanti passi indietro della chiesa? Tutte le volte che ha chiesto scusa secondo te perchè lo ha fatto?

Io non odio i cristini in generale. Odio i razzisti, e purtroppo mi spiace dirtelo (e contraddirti nuovamente) ma voi lo siete. Fortunatamente però non tutti i preti la pensano come Ratzingher e come te, informati anche su questo amico mio.

Sul fatto poi che voi accogliete tutti, questa è una cosa che mi ha fatto molto ridere. Li accogliete in chiesa, è vero, ma permettete poi alle famiglie di allontanarli da casa (cosa che puntualmente accade nelle migliori famiglie cattoliche). Li volete redimere perchè sbagliano. Ma vi ci hanno mai mandato?

Io non voglio né il perdono né la compassione di nessuno. Non sono inferiore a nessun credente di nessuna religione, anzi. Sto benissimo come sto. Accompagno la mia ragazza in chiesa perchè anche lei come tutti i cristiani è abituata a cercare di convincere e non a capire. Io spero comunque per lei che rimanga nella sua beatitudine e che non giunga mai alle conclusioni alle quali sono arrivato io, ma non mi deve rompere i maroni. Rispetto la sua SCELTA! VOI RISPETTATE LA MIA E QUELLA DI TANTISSIME ALTRE PERSONE (e non mi riferisco all'omosessualità, quella non è né una scelta, né una malattia e TANTOMENO UN PECCATO)! Non voglio "PADRI" ad indicarmi la via. La presunzione è figlia della superbia ed è un peccato che voi cristiani dovreste riconoscere bene, perchè fa parte della vostra natura.

Christian D. Commentatore certificato 21.03.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Christian D.: QUOTO una risposta
"Caro rincopallino...
Forse non hai il coraggio, come altri, di mostrare il tuo vero nome quando scrivi, ma vorrei proprio che rispondessi ad un paio di domande.
[..]è giusto che la chiesa "indichi"[..]le regole a tutta la società?[..]Se ad un tratto ci trovassimo in una società composta anche da mussulmani, cosa farebbe la chiesa se si lanciasse la proposta del velo per tutte le donne[..]? Le regole della società e della convivenza tra gli individui non andrebbero concordate tra tutte le parti secondo te?
TI PREGO RISPONDIMI! Ma forse il tuo pseudonimo è solo un modo come un altro per evitare di rispondere alle solite domande sgradite"
--
Lo ammetto,mi firmo con nick di fantasia per spingere altri a ridicolizzarmi e offendermi,nonché darmi del vile così da farli agire da una posizione di finta superiorità e far fare loro il passo più lungo della gamba, come nel tuo caso
Oppure,COME TE,penso che "l'abito non fa il monaco" e confido che chi mi legge soppesi quello che scrivo per le idee e non perché mi chiamo Marco Z.
Ma TU sicuramente ora che sai su di me quanto io so su di te(ovvero NULLA + di prima) leggerai quanto segue con spirito differente,lo so...speriamo serva a qualcosa,ma dubito, visto il tuo incipit.
1-"tutta la società" sarebbe anche agli EBREI,MUSULMANI,PROTESTANTI,etc che vivono numerosissi in Italia?E gli atei,ecc?Cala,cala..
2-darebbe come sempre la propria indicazione,così come le guide spiritutali di qualsiasi altra religione.Starebbe COME SEMPRE ai politici decidere.E se un domani ci sarà una maggioranza sunnita che approverà il burka..amen,anzi meglio!W la democrazia!
3-sì,vanno concordate tra tutte.Ma mi pare che tu applichi il veto alla parte cattolica.

Ti ho risposto,mi sono presentato.Ora rivedi la tua boria signorino.

pinnco palto 21.03.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...E non ci tengo neanche a fare lezioni di catechismo,anche se da piccolo te lo impongono,per farti fare quei sacramenti che neanche conosci,ed in maniera assolutamente inconsapevole.
Io non ho detto che dentro san pietro ci sono le bancarelle,ma fuori e non ho mai detto che quei soldi vanno al vaticano,ma disprezzavo il "mercato" di oggetti sacri.Sfamare il mondo spetterebbe ad altri..ok!ci posso stare,ma tu hai mai udito anatemi contro questi marcanti di morte,Bush & co,che per il petrolio scambiano missioni di pace per vere guerre?con tutti i soldi spesi per riarmarsi il mondo sfamerebbe l'intera africa,hai mai sentito il papa scagliarsi con autorita' facendo nomi e cognomi,contro questi esseri e magari scomunicarli?
Non mi fermo alle apparenze,credetemi,guardo semplicemente i fatti cosi come accadono e li giudico e credo che cio' che è giusto per me e per tutti,sempre nella legalita' assoluta,non debba avere la benedizione del papa prima della mia esigenza.Oh...cavolo,dovremmo essere uno stato laico o no? ovvio che non ci credo piu' alla laicita' dello stato,ma dico solo che nei paesi integralisti,vedi l'islam,le leggi si fanno in base alla religione,nei paesi occidentali laici,le leggi dovrebbero essere fatte in base alle esigenze del popolo...tutto qui.
Purtroppo cio' non avviene...colpa dei politici troppo filo cattolici?tutti questi ex democristiani io non ce li ho messi davvero!!!!
Ma se vedo che uno che negli anni 70,ex radicale,si batte' per far approvare divorzio ed aborto,quindi in profondo contrasto con la chiesa,ora sembra il braccio destro di Ruini,parlo di Rutelli,cosa vogliamo aspettarci da chi invece politicamente è sempre stato vicino alla chiesa?Qui si torna indietro,ragazzi....

ROBERTO SURIANI 21.03.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai non esiste più la giustizia in Italia, nemmeno quella divina. Vi appellate ad un senso di giustizia del 19° secolo che ha visto fin troppi errori ed orrori.

Probabilmente persecuzioni, olocausti, massacri e quanto altro non hanno insegnato nulla alle religioni. Forse sapete parlare solamente della persecuzione, ma ne ignorate evidentemente il significato perchè non la vivete sulla vostra pelle. Invece non perdete mai il "vizio" di dettare regole e di monopolizzare il mondo e la società secondo il vostro credo e la vostra fede.

Intendiamoci, la violenza è da condannare. Ma perchè non cercare di capire le ragioni del male e dell'odio? La chiesa con i suoi atteggiamenti predica la difesa dei valori della famiglia, ed è giusto da un lato. Ma d'altra parte c'è un mondo che si sente escluso, emarginato e non tutelato da troppo tempo ormai. Questo mondo comincia a venire sempre più allo scoperto ed odia chi li discrimina. E con loro anche quelli come me che sono dalla loro parte cominciano ad odiare.

Una volta non avvertivo nessun senso di disagio ad entrare in una chiesa. Domenica scorsa, accompagnando la mia ragazza, sono staso assalito da un sentimento che non avrei mai pensato di provare davanti a tutte quelle persone, in una chiesa: rabbia mista a rancore.

Vi prego dal più profondo del cuore di rivedere le vostre posizioni di credenti, a partire dal papa. Non mi va di odiare. Ma posso garantirvi al 100% che non sono neppure il solo a pensarla così.

Se la chiesa al posto di unire la comunità, la divide, la spacca e fomenta l'odio nei suoi confronti, questa è una cosa che deve far riflettere, e molto anche. E non venitemi a dire che la chiesa non sta facendo questo.

Christian D. Commentatore certificato 21.03.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo,io non ho alcun problema,e ti ricordo,ad esempio,che anche la spagna è un paese fortemente cattolico,eppure li si sposano coppie gay...tu continuerai a dire che la colpa è del parlamento in questione che li segue,e li sono con te.
MA non dimenticarti che c'è un concordato stato-chiesa che prevede reciproco rispetto e piena indipendenza l'uno dall'altro e qui si sta volutamente e consapevolmente pressando su chi in parlamento dovra' votare una legge che non piace alla chiesa.QUESTA NON LA CHIAMI INGERENZA?
Lo sai che tra pochi giorni a Roma ci sara' una manifestazione indetta da cardinali,al quale ovviamente non parteciperanno di persona,per la salvaguardia della famiglia,con la benedizione della chiesa e di alcuni deputati?da quando la chiesa puo' scendere in piazza per contrastare una legge del governo?Allora ho ragione io quando affermo che finalmente si sono dimostrati per quello che sono,ed il concetto è "LA CEI E' UN MOVIMENTO POLITICO",NIENT'ALTRO!!
La chiesa difende la vita gia' dal suo stato embrionale per questo non approva certi esperimenti scientifici? ma se gia'nel referendum sull'aborto hanno preso gli schiaffi,non credi che la vita di un embrione,se serva a debellare certe malattie attualmente incurabili,possa salvarne altre migliaia,sia un sacrificio per il bene della generazione futura?
No,eh? Per la chiesa dovremmo fare figli a grappoli,mai divorziare anche se la coppia è di fatto Scoppiata,fare l'amore solo per procreare....perche' il piacere puro è PECCATO MORTALE...ma andate al diavolo voi e la vostra morale,ma in che epoca vivete.Tu stesso fai l'amore solo per procreare? Quindi non ti sei mai masturbato(scusa se scendo nel volgare),oppure sei corso subito a confessarti.Roba da medioevo,aggiornatevi...

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 21.03.07 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahime..io leggo i tuoi post e BENE,q

Tutto qui è cio' che hai da dire?Credo di averti portato argomenti molto seri,vedi il bimbo(lo hai visitato il sito?nooooo,ovvio,la verita' fa male,vero?Mentre noi facciamo una colletta per quel bimbo per salvarlo da morte certa,tu, la chiesa,che fate?Pregate? ecco....bravi pregate e smettetela di fare i falsi moralisti del c....,per voi vale piu' un saluto del papa dalla finestra che la vita di qualcuno,ma che razza di gente siete.......?ora ti tocca imparare anche il latino e i canti gregoriani...auguri,popolo medioevale!!!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 21.03.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre per Pinco Pallo,
tu parli dell'insegnamento del Cristo,sul quale non oso discutere,ma discuto il fatto che la chiesa operi credendo di farlo in nome di Lui.Cristo scaccio' i mercanti dal tempio,perche' disse che non di potevano adorare Dio e il denaro.Lo hai mai visto il vaticano?io abito qui a Roma,quindi spesso.Sei mai entrato nella stanza del tesoro nella basilica di San Pietro?Io si!!C'è da sfamare l'intero mondo,sistema solare compreso,eppure per entrare li ti fanno pagare,esci ed accendi una candela e paghi,a messa passano per l'obolo e paghi(se vuoi)ma è il gesto che contesto,c'è piu' oro in vaticano che in qualsiasi altra parte del mondo,esci da li ed inizia una sorta di mercato rionale fatto di bancarelle e negozietti vari,che vendono oggetti inerenti alla chiesa,ovvio.Se la chiesa è il tempio di Cristo,tutte queste ricchezze gia' in bella mostra piu' la richiesta di denaro per qualsiasi cosa,non la vedi molto simile a quella mercanzia che proprio Cristo caccio' dal tempio?Poi proprio loro si permettono di parlare di aiuti umanitari verso chi ha bisogno?Non fare l'errore di scambiare il povero missionario che ci crede veramente e che si finanzia da solo o con l'aiuto della gente comune,coi parassiti che passeggiano tra i quadri del Caravaggio e le sculture del Bernini o di Michelangelo,perche' questi un bimbo che muore di fame non lo hanno mai visto.Tu dici "lascia che la chiesa parli in nome di Cristo",gia' l'esempio sopra ti dovrebbe bastare,ma per approfondire,quel NOME,lo hanno gia' sfruttato troppe volte in passato,quando proprio in nome di Cristo spargevano sangue in "guerre sante".Credi che fosse questo il vero volere del Cristo?Uccidere in Suo nome?Credi veramente che in 2000 anni,la chiesa abbia operato nel nome di GESU'?Lo IOR di Marcinkus era un atto di devozione a Cristo?Per cio' ti dico,se sei cattolico segui l'insegnamento di Gesu',ma allo stesso tempo ti dico che chi lo rappresenta non è migliore del peggior truffaldino.Riflettici...

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 21.03.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Pinco Pallo,
so perfettamente che la colpa non è tanto della chiesa che dalla sua ottica ritiene errate certe cose,ma proprio di quello stato laico di cui parlo.Quando scrivo che "ho il dubbio che non viviamo in uno stato laico",è chiaro che me la prendo con lo stato stesso che si lascia condizionare troppo dal volere della chiesa,in fondo in questa politica,sparsi qua e la,ci sono piu' ex democristiani che veri laici,quindi cosa aspettarci?Se avessi letto i miei post precedenti ti saresti accorto che l'ingerenza della chiesa viene estesa non tanto al popolo comune,visto che non c'è un referendum sui dico,ma proprio ai rappresentanti del popolo che stanno in parlamento,mentre questi dovrebbero legiferare in piena autonomia per il bene e le esigenze del popolo,anche di una minima parte di esso.Il fatto che tutti quei "NO" li esprimeva anche il vecchio Papa non cambia la sostanza. Se la ricerca scientifica si fosse fermata al medioevo,moriremmo ancora oggi per un raffreddore,la ricerca sulle cellule staminali embrionali permetterebbe di curare gravi malattie gia' ora,ma il referendum di 2 anni fa non passo' grazie anche al forte intervento della chiesa.Invito anche te a visitare un sito:www.aiutiamoedoardo.it,un bimbo di 3 anni affetto da una gravissima malattia che per provare a curarla deve andare negli USA e sara' operato da chirurghi italiani,che qui non possono farlo.Qui a Roma è in atto una colletta popolare per aiutare economicamente la famiglia per sostenere le spese di viaggio ed operazione,altrimenti questo bimbo morira'tra breve,e tutto cio' anche grazie al volere della chiesa per cui tutto è peccato,anche curare.Gia,forse avremo un angioletto in piu' in cielo,ma almeno la morale cattolica è salva....e salvare questo bimbo sarebbe stato un "bene"da quello che tu scindi dal "male",e la chiesa lo sa,ma proprio da lei viene il perentorio NO!!Io non voglio fare come mi pare,ma l'anima è una cosa,la vita di tutti i giorni,un altra.Quel bimbo insegna....

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 21.03.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come fate ad essere cosi' ottusi in materia di dico?come fate a scindere cio' che è normale da cio' che non lo è? E'ovvio che il matrimonio tra uomo e donna sembra il piu' logico non fosse altro perche' solo insieme si puo' procreare,ma cosa dire di tutte quelle coppie etero che per qualunque motivo non possono procreare?A questo non avete mai pensato,vero?Cosi' inevitabilmente viene meno il principio dell'unione atta alla continuita' della specie umana.Voi direte:"e che c'entra questo!" c'entra eccome ,perche' cosa differisce una coppia etero che non puo' procreare,da una coppia omosessuale?L'amore è qualcosa che va al di la della forma e credo che nessuno si possa permettere di disquisire su un argomento cosi' vasto e complicato,neanche il Papa,che si permette,dall'alto della sua carica di rappresentante di Cristo in terra,di lanciare anatemi e giudicare,quando lo stesso Cristo disse:"Non giudicate o sarete giudicati" oppure quando perdono' un adultera e zitti' chi la accusava,e se Cristo perdonava chi peccava,chi è il Papa per accusare e condannare?Si ricordi piuttosto i secoli in cui il sangue scorreva a fiumi per guerre "sante" in nome di Cristo,in cui si bruciava chi fosse ritenuto "indiavolato"solo perche' era piu' dotto della povera gente sulla quale la chiesa ha basato tutta la sua potenza.Voi direte che è roba passata,ma la chiesa è sempre quella,cambiano gli uomini e questo di Papa sembra voler riportare la chiesa ai tempi del medioevo,senza accorgersi che i tempi cambiano.NO all'aborto,no al divorzio,no all'eutanasia,no alla ricerca scientifica,no ai dico,no a questo no a quello,e questo mi fa pensare che forse è solo una favoletta la storiella che l'Italia sia uno stato laico,visto che spesso il volere della chiesa è piu' forte di quella del "POPOLO SOVRANO DI UNO STATO LAICO!!!

ROBERTO SURIANI 20.03.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
stavolta sui DICO non hai proprio azzeccato!! Ti sei fatto autogoal.
Il tema della famiglia formato da un uomo e da una donna è una realtà che è molto cara al Vaticano. Hai proprio ragione. Peccato che sei scivolato su una buccia di banana!
Anch’io appartengo alla minoranza (?) degli Italiani –e ne sono fiero- che non sono favorevoli alla equiparazione delle unioni delle coppie omosessuali a quelle di un VERO matrimonio, formato da un uomo e una donna.
Le coppie omosessuali sono libere di convivere, è una loro scelta che si può condividere o non condividere.
Hai basato il tuo articolo sulla parola “ingerenza” ma non hai colto il vero significato del termine perché la Chiesa ha tutto il diritto e il dovere di parlare e di difendere il valore della famiglia “naturale”, della vita, della sessualità, della procreazione e di tutto ciò che è per il bene dell’uomo e della donna.
Nessuno può avere la pretesa di mettere il bavaglio al Vaticano. Questo sì che sarebbe ingerenza!
La Chiesa parla all’uomo in quanto “essere libero”. Non c’è nessuna ingerenza, in quanto il suo messaggio è rivolto ai credenti in Cristo. Coloro che non vogliono ascoltare hanno la libertà di farlo, ma per favore, non venirmi a parlare di ingerenza della Chiesa su argomenti che Le appartengono.
Distintamente.

Leonardo S.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Ciao Leonardo, ti quoto in toto!
Anche io faccio parte della minoranza (?) contraria ai DICO. Credo che gli omosessuali debbano avere gli stessi diritti degli eterosessuali di lasciare, ad esempio, i propri beni al convivente o di essere tutelati in caso di separazione dopo numerosi anni di convivenza, ma questo si ottiene modificando i DIRITTI INDIVIDUALI, non creando e approvando
dei similmatrimoni gay! Matrimonio e famiglia sono tutt'altra cosa!

Martina Ferrari 20.03.07 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
stavolta sui DICO non hai proprio azzeccato!! Ti sei fatto autogoal.
Il tema della famiglia formato da un uomo e da una donna è una realtà che è molto cara al Vaticano. Hai proprio ragione. Peccato che sei scivolato su una buccia di banana!
Anch’io appartengo alla minoranza (?) degli Italiani –e ne sono fiero- che non sono favorevoli alla equiparazione delle unioni delle coppie omosessuali a quelle di un VERO matrimonio, formato da un uomo e una donna.
Le coppie omosessuali sono libere di convivere, è una loro scelta che si può condividere o non condividere.
Hai basato il tuo articolo sulla parola “ingerenza” ma non hai colto il vero significato del termine perché la Chiesa ha tutto il diritto e il dovere di parlare e di difendere il valore della famiglia “naturale”, della vita, della sessualità, della procreazione e di tutto ciò che è per il bene dell’uomo e della donna.
Nessuno può avere la pretesa di mettere il bavaglio al Vaticano. Questo sì che sarebbe ingerenza!
La Chiesa parla all’uomo in quanto “essere libero”. Non c’è nessuna ingerenza, in quanto il suo messaggio è rivolto ai credenti in Cristo. Coloro che non vogliono ascoltare hanno la libertà di farlo, ma per favore, non venirmi a parlare di ingerenza della Chiesa su argomenti che Le appartengono.
Distintamente.

Leonardo S.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ciao Leonardo, ti quoto in pieno!
Gay e lesbiche devono essere liberissimi di fare quel che vogliono, di vivere insieme, di lasciare a chi vogliono i propri averi e via di seguito... Ma in questo caso non si parli di una famiglia! Nè, men che meno, di contrarre matrimonio. Anche io faccio parte della piccolissima minoranza, a quanto pare, e ne sono ben contenta!
Andrebbero riviste le libertà INDIVIDUALI, per consentire anche a chi è omosessuale di beneficiare delle stesse opportunità concesse agli eterosessuali, ma questo non ha nulla a che vedere con FAMIGLIA e MATRIMONIO!


Martina Ferrari 20.03.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Non ne potete più delle ingerenze della Chiesa cattolica? SBATTEZZIAMOCI!
E' facilissimo, informazioni qui: http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/

G Papini 19.03.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quoto in TOTO ciò che ha detto Simone!

Per rispondere a Lorenzo poi non saprei proprio da che punto cominciare.
Parli di famiglia senza sapere probabilmente che la tua famiglia (del Mulino Bianco è già morta e sepolta da anni come i suoi biscottini avariati). Il "modello" di famiglia fortunatamente si è evoluto lo stesso con e senza DICO. Potrete fare tutto quello che volete voi cattolici e cattolici politici di questo paese. Se io un giorno nella mia famiglia accetterò al suo interno il ragazzo di mio figlio o la ragazza di mia figlia potrete scandalizzarvi quanto volete. PER ME QUELLA RIMARRA' E SARA' ANCORA LA MIA FAMIGLIA! Poi potete fare tutte le leggi razziste e discriminatorie di questo mondo. Ma state sicuri un giorno, come è accaduto tante volte in passato, vi renderete conto di essere in GRANDE MINORANZA, sulla questione e vi TRASMORMERETE ancora secondo quello squallido fenomeno di trasformismo subdolo che vi ha sempre contraddistinto.

Poi parli di NON ingerenza? Ma come lo chiami l'appello del Papa ai politici a NON VOTARE la legge sui DICO? Come definisci LA PRATICA BERLUSCONIANA di lasciare VOLANTINI CONTRO I DICO all'atto della benedizione pasquale della casa? IO LA CHIAMO SEMPLICEMENTE PROPAGANDA! LA CHIESA FA POLITICA! Personalmente, se il prete si presenterà alla mia porta col volantino LO PRENDERO' A PEDATE!!! E fanculo alla benedizione! Voglio essere maledetto ed andare al'inferno, almeno il DIAVOLO non fa la stessa propaganda che fa la chiesa. Sarà una mia scelta LIBERA E CONSAPEVOLE E NON ROMPETECI I MARONI!

VATTI A LEGGERE SU WIKIPEDIA IL CONCORDATO TRA CHIESA E STATO ITALIANO!!!

Mastella sta fondando il nuovo partito di "rifondazione democrazia cristiana" proprio ora. La CHIESA ALLA RISCOSSA! Vuole avere POTERE in ITALIA! Capisce che le cose vanno male per lei. ITALIANI! NON FATEVI FOTTERE ANCORA!!! AVETE MANDATO A CAGARE IL NANO (il semiDIO), POTETE MANDARE A CAGARE ANCHE LA CHIESA!!!

W LO STATO LAICO, LAICO, LAICO!!!

Christian D. Commentatore certificato 18.03.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Leonardo,non ci siamo proprio,tu parli di interventi della chiesa su argomenti che le competono.Niente di piu' sbagliato!!!C'è un concordato che appunto determina il reciproco rispetto e la piena autonomia dei 2 stati e l'intervento della chiesa,palesemente viola questo patto,in quanto è il parlamento di uno stato, di fatto laico,che deve decidere sulle leggi da attuare,senza avere il consenso di nessuno.Ripeto anche a te un concetto gia' espresso,non essendoci un referendum in materia di DICO,non è il popolo cattolico che va a votare,e li avrei capito di piu' l'indizzare i fedeli su cio' che è morale o immorale,ma parlamentari di uno stato laico,ed è per questo che si tratta di vera e propria ingerenza!!!!non compete alla chiesa trattare su leggi dello stato italiano,METTETEVELO IN TESTA UNA VOLTA PER TUTTE.Il popolo sovrano,ha diritto di essere tutelato in tutte le sue forme,qui non c'entra nulla la religione.Nei paesi integralisti si fanno le leggi in base alla religione,qui da noi si fanno in base alle esigienze del popolo sovrano.Che vi piaccia o no,la chiesa,stato estero,non ha alcun diritto di condizionare le decisioni di parlamentari.No all'eutanasia,no alla ricerca scientifica,no alla contraccezione,no a questo no a quello.C'è chi in Italia non puo' curarsi da certe malattie perche' la ricerca scientifica sulle cellule staminali embrionali,sono vietate dalla morale cattolica,e deve andare negli USA,a spendere migliaia di euro che non hanno per salvare un bimbo di 3 anni e questo bimbo rischia di morire tra breve...gia'...avremo un angioletto in piu' in cielo,ma almeno la morale è salva!!!spiegaglielo ai genitori,se ci riesci.
Vai sul sito "www.salviamoedoardo.it" e fatti un esame di coscienza,qui a Roma stiamo facendo la colletta cittadina per aiutare la famiglia a salvare un bimbo da morte certa,voi moralizzatori che fate?pregate?ecco...bravi,pregate e lasciate perdere cio' che non vi riguarda,CHIESA IN TESTA!!!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 17.03.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
stavolta sui DICO non hai proprio azzeccato!! Ti sei fatto autogoal.
Il tema della famiglia formato da un uomo e da una donna è una realtà che è molto cara al Vaticano. Hai proprio ragione. Peccato che sei scivolato su una buccia di banana!
Anch’io appartengo alla minoranza (?) degli Italiani –e ne sono fiero- che non sono favorevoli alla equiparazione delle unioni delle coppie omosessuali a quelle di un VERO matrimonio, formato da un uomo e una donna.
Le coppie omosessuali sono libere di convivere, è una loro scelta che si può condividere o non condividere.
Hai basato il tuo articolo sulla parola “ingerenza” ma non hai colto il vero significato del termine perché la Chiesa ha tutto il diritto e il dovere di parlare e di difendere il valore della famiglia “naturale”, della vita, della sessualità, della procreazione e di tutto ciò che è per il bene dell’uomo e della donna.
Nessuno può avere la pretesa di mettere il bavaglio al Vaticano. Questo sì che sarebbe ingerenza!
La Chiesa parla all’uomo in quanto “essere libero”. Non c’è nessuna ingerenza, in quanto il suo messaggio è rivolto ai credenti in Cristo. Coloro che non vogliono ascoltare hanno la libertà di farlo, ma per favore, non venirmi a parlare di ingerenza della Chiesa su argomenti che Le appartengono.
Distintamente.

Leonardo S.

Leonardo Santoro 17.03.07 19:05| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI!

Troppo spesso il dibattito sui DICO si sposta sul piano della "fede". Ciò accade perchè chi è credente cerca di difendere la propria posizione appellandosi all'amore di Dio, mentre chi non lo è cerca di dire ai cattolici che Dio no esiste. A mio modo di vedere le cose, il dibattito proteso in questa direzione non porta assolutamente a niente se non ad uno scontro.

Molti, ignorantemente, parlano della scelta di essere omosessuali, della scelta della convivenza ecc. ecc. Allo stesso tempo, quasi tutti, dimenticano che invece E' "CREDERE" AD ESSERE UNA SCELTA. L'OMOSESSUALITA' E' UNA CONDIZIONE (come anche la sterilità o l'eterosessualità). Intendiamoci, questo non lo dico io: lo dicono teologi e scenziati di tutto il mondo, compresi quelli italiani.

Allora il problema qual'è: la chiesa può continuare a pensare che non possano essere riconosciuti diritti a delle persone che si trovano in una determinata "condizione"? La risposta più logica, più razionale e più dotata di buon senso, a prescindere che si sia credenti o meno, è NO! La chiesa condanna l'atto sessuale tra omosessuali come l'atto sessuale tra eterosessuali se non è proteso alla procreazione. Allora domando al papa se è peccato l'atto sessuale praticato da una coppia etero sterile. Tra l'altro se si facesse una legge che discriminasse le coppie etero che praticano sesso non proteso alla procreazione, quanti protesterebbero? Non raccontiamoci sciocchezze allora. Il papa è rappresentante di Dio in terra e di tutto quello che volete. Ma il papa è anche un uomo, e come tale, lo sono Mastella, Buttiglione e compagnia bella. E gli uomini si sa, a volte dicono cazzate.

La chiesa non cambierà mai posizione sull'argomento perchè così crede di attirare consenso. Questa è la politica Ratzinger. Secondo me (e non solo) invece la chiesa sta commettendo uno degli errori più gravi della sua storia. I DICO SI APPROVERANNO! E la chiesa si troverà per l'ennesima volta in torto e con meno consenso.

W GP2

Christian D. Commentatore certificato 15.03.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace che questo argomento languisca un pò, e che i blogghisti vengano "distratti" da una raffica di nuovi post (interessanti ma forse Beppe per voler essere prolifico sta diventando dispersivo..)

Piccolo aggiornamento sulle ultime "esternazioni" dell'esimio prof. Buttiglione (quello per intenderci cacciato dalla Commissione Europea per dichiarazioni razziste e discriminatorie) in materia DICO:
"...NO FIGLI...NO FAMIGLIA".

BRAVO! Tutte le coppie cattoliche sposate in Chiesa che non possono avere figli TI RINGRAZIANO DAL PROFONDO DELL'ANIMA, imb..lle!

Per finire con una quisquilia di "colore" : un grande GRAZIE al Vaticano anche da parte di tutte le donne che fanno parte dei cori parrocchiali; con il ripristino del canto gregoriano (ovviamente solo maschile) potranno tornare dove compete loro, cioè dietro le grate nella parte di chiesa a loro riservata come nel Medioevo!

Scusate ma oggi mi girano proprio!

Cristina M. Commentatore certificato 15.03.07 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Enzo Palmieri,posso capire che probabilmente sei cattolico praticante,segui i dettami della chiesa,ma non puoi non riuscire a capire cio' che sta succedendo.Quando parli di patti lateranensi,parli di un concordato in cui il primo principio è rispetto reciproco,ma senza violare le leggi che regolano i 2 stati.Hai mai visto lo stato italiano intromettersi su .faccende che riguardavano esclusivamente la chiesa?MAI!! Hai mai visto la chiesa intromettersi su faccende che riguardavano lo stato italiano,SPESSO!! Partiamo dagli anni 70,aborto,divorzio,fino ai giorni nostri,ricerca scientifica,cellule staminali,eutanasia,DICO,la chiesa non ha fatto altro che scagliare anatemi su tutte queste leggi che danno,ed avrebbero dato una liberta' maggiore,una qualita' di vita migliore,ai cittadini dello stato italiano.E' una continua ingerenza che va oltre il concordato,possibile che non lo capisci?Ti porto un piccolo esempio:quando ci fu il referendum sulla possibilita' di debellare certe malattie attraverso le cellule staminali embrionali,il vaticano pose il suo perentorio NO!,perche' è immorale,perche' Dio..BLABLA.
Ora non so se sei al corrente di un bambino di 3 anni malato di LEUCODISTROFIA METACROMATICA,(sito web:www.aiutiamoedoardo.it)che domenica era allo stadio di Roma e Totti in testa,ma tutta la gente di Roma,sta facendo una colletta perche' per provare a salvarsi deve andare negli U.S.A.,perche' qui da noi certe ricerche,grazie anche a chi non era daccordo(per motivi morali,religiosi)il referendum non passo',e questo bimbo poteva sperare,mentre cosi morira' tra pochi mesi.Contento? tu e la tua (vostra)morale del cazzo?Poi qui se c'è qualcuno che se non la pensa come lei viene punito con anatemi,ghettizzato e,quasi,maledetto in nome di Dio,è proprio la chiesa...mentre adesso per ingerenti passiamo noi..ridicolo!!
Tu prega il tuo Dio,libero di farlo,ma tu e tutti quelli come te,non rompete i coglioni su fatti che non vi competono.VERGOGNATEVI,PSEUDOMORALISTI DEL C

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 14.03.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Tratto da "El Pais", uno dei migliori quotidiani della cattolicissima Spagna:

"Un matrimonio su cinque si disfa entro cinque anni"

E allora, dove questo valore della famiglia che i DICO dovrebbero distruggere??? Ma fatemi il piacere... bigotti!

Max Gilardenghi 14.03.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate non ho perso le misure, comunque:
Art 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’or¬ganizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Articolo 14 - Divieto di discriminazione.
Il godimento dei diritti e delle libertà riconosciuti nella presente Convenzione deve essere assicurato senza nessuna discriminazione, in particolare quelle fondate sul sesso, la razza, il colore, la lingua, la religione, le opinioni politiche o di altro genere, l'origine nazionale o sociale, l'appartenenza a una minoranza nazionale, la ricchezza, la nascita o ogni altra condizione.
Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.
Articolo 2
1. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.

Francesca Rigoni Commentatore certificato 13.03.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo sui DICO si è creata una gran confusione.
I DICO non hanno nulla a che fare con la religione, ma più semplicemente con i diritti civili e la Costituzione italiana, nonché la Convenzione Europea sui diritti dell’uomo, nonché la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Testi che in Italia non si conoscono o , quasi, perché non costituiscono materia di studio nella scuola dell’obbligo, come invece, a mio avviso, sarebbe bene fare, perché ormai i confini entro cui ognuno di noi si muove non sono più quelli nazionali, bensì quelli del mondo intero.
I diritti sanciti in questi documenti sono il nostro “port-folio diritti” quando varchiamo la porta di casa e ce ne andiamo per il mondo, il nostro tesserino di riconoscimento se mai ci perdessimo in un universo parallelo in cui sia difficile distinguere i nostri simili dalle bestie, l’unico comune denominatore tra civiltà, che più diverse non potrebbero essere se non fosse che insieme hanno elaborato quei testi, li hanno sottoscritti e si sono impegnati a rispettarli.
Ora l’adeguamento dei rispettivi ordinamenti ai principi sanciti in quei documenti ha seguito tempi e percorsi diversi. L’obiettivo di abbattere tutte le forme di discriminazione (scopo fondante delle suddette dichiarazioni) è stato perseguito con maggiore solerzia ed efficacia da molti Stati Europei, quasi tutti per la precisione. NOI MANCHIAMO ALL’APPELLO. Sarà il caso di correre ai ripari.
Odio fare la maestrina, ma di seguito riporto gli artt. di riferimento, rispettivamente, della Cost.Italiana, della Convenzione Europea sui diritti dell’uomo e della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo:
Art 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
Il godimento dei diritti e delle libertà riconosciuti nella presente Convenzione deve essere assicurato senza nessuna discriminazione

Francesca Rigoni Commentatore certificato 13.03.07 20:46| 
 |
Rispondi al commento

AI DINOSAURI DI QUESTO PREISTORICO PAESE!

Forse solo quando avrete un figlio, un fratello o un parente che vi confesserà di essere omosessuale vi porrete davvero in maniera più saggia il problema di andarvi a STUDIARE l'argomento. Perchè molti di voi ne parlano ma non sanno cosa DICONO!

Si, perchè c'è molto bisogno di INFORMAZIONE! In Italia ci si interessa ai problemi solo quando ci capitano a noi. E' ARROGANTE presumere di sapere TUTTO sulla "naturalità" delle cose quando in realtà il MONDO INTERO e la COMUNITA' SCIENTIFICA ti SMENTISCE e ti chiede di INFORMARTI!

Quanti di quelli che sono contro le unioni omosessulai e le adozioni conoscono veramente l'omosessualità, o meglio la genesi delle tendenza sessuali in generale? A molti IGNORANTI fa addirittura PAURA parlarne, o solo pensare all'omosessualità. Come se fosse un qualcosa da cui si possa essere contagiati.

Dall'ALTO della mia esperienza (E PER UNA VOLTA VOGLIO ESSERE IO PIU' PRESUNTUOSO DI VOI) posso solo dirvi che LA STORIA vi giudicherà come STOLTI o peggio addirittura come PERSECUTORI! E bisogna essere VERAMENTE CECHI per non capire che le cose vanno già in questa direzione. APRITE GLI OCCHI E GUARDATE IL MONDO!!!

La saggezza, la tolleranza e l'Amore che spesso attribuite al vostro DIO, che tanti di voi dite di professare, non si vedono affatto nelle vostre parole. Che il vostro DIO abbia pietà di voi, per quello che dite e per quello che fate, e che vi PERDONI. Perchè i vostri figli non lo faranno!

Christian D. Commentatore certificato 13.03.07 02:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN COMUNIONE CON TUTTI I CREDENTI CHE HANNO AVUTO LA GRAZIA DI CONOSCERE GESù EUCARISTICO E IL SUO AMORE,UNA GRAZIA SENZA LA QUALE NON POTREMMO ASSOLUTAMENTE RICONOSCERE IL VALORE DEI SACRAMENTI ED ESSERE UNITI ALLA CHIESA E AL PAPA:

meno male che ci sono persone così informate e razionali che sono così premurose nel volerci aprire gli occhi,nello stimolarci ad abbandonare l'ignoranza,nel volerci salvare dall'illusione di vivere una bella favoletta...vero?
Di sicuro queste persone otterranno molti consensi...ma da chi è unito a Gesù e al suo Vicario in terra non otterranno altro che una testimonianza ancora più fervente e,paradossalmente,persino un accrescimento di Fede(sì,perché i dubbi che possono sorgere di fronte alle tante "prove storiche" svaniscono completamente nella preghiera).Queste persone scopriranno presto che è inutile ogni tentativo di distogliere i nostri pensieri e il nostro cuore da Dio;inutile,perché da quando è entrato nella nostra vita è impossibile voltare le spalle a Colui che è Vita.

A TUTTE LE PERSONE CHE SONO NEL DUBBIO,E A TUTTE QUELLE CHE STANNO VIVENDO SITUAZIONI DIFFICILI E CHE DESIDERANO TROVARE DELLE RISPOSTE:

in questo periodo ci sono e ci sono stati tanti avvenimenti che possono davvero far dubitare e allontanare da ciò in cui si è sempre creduto. Se dentro di voi c'è il desiderio di fare chiarezza,io vi consiglio di pregare,che non vuol dire solo recitare delle preghiere,ma cercare un dialogo con Dio:chiedergli,se esiste,di
rivelarsi.Provate,chiedete,insistete.Troverete
"la pietra preziosa" nel campo del vostro cuore. Vi invito anche ad andare a Medjugorje,se potete e se ne avete sentito parlare,e soprattutto se volete sinceramente scoprire Dio nella vostra vita.In quel luogo troverete qualcosa che oggi è difficile trovare:la vera Pace e la vera Gioia.
Il mio è solo un invito..io ci sono stata e ho visto i miracoli che Dio può fare nella nostra vita,primo fra tutti il miracolo della conversione.Fidiamoci di Dio.

Eufemia Divietro 12.03.07 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella piu' profonda preistoria, l' uomo spaventato dai fenomeni naturali (sopratutto quelli metereologici, che provengono dall' alto) ne attribuiva l' origine a entita' misteriose. Nacquero coloro che si fecero carico di interpretare queste paure; Gli stregoni. A costoro venivano fatti doni e sacrificate le bestie migliori, per ingraziarsi la loro protezione e ricevere da essi rimedi. La cosa si rivelo' un affare, e i santoni affinarono le tecniche per consolidare questa posizione di privilegio. Da li alle attuali confessioni il passaggio e intuibile. La genesi di cio' avvenne quando l' uomo viveva nella piu' completa ignoranza. I pagani associavano i cicli naturali a divinita'. Le tribu' del Borneo a misteriose bestie delle foreste. Poi arrivarono gli scribi, si sfruttarono leggende e credenze popolari, per alimentare la grande suggestione, e da "conquista" a conquista, si arriva ai giorni nostri. Oggidi' la scienza smaschera giorno per giorno questo grande trucco. Ma la cosa sorprendente, e' che nel 2007 ci sia ancora chi crede in qualunque dio. Saluti atei

Francesco Manfredi 12.03.07 19:05| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Per chi se lo fosse perso,qualche giorno fa in un intervista televisiva,quel cultore del buon vivere in fatto di vini,di Rocco Buttiglione,ha detto,ovviamente no ai DICO,ma peggio ancora ha affermato che gli omosessuali devono dichiararsi PECCATORI!!!,PER POTER ESSERE ACCETTATI DALLA SOCIETA'E DALLA CHIESA e,spero vivamente di aver capito male io,dovrebbero girare con il cartello al collo con su scritto PECCATORI!!
Signori,questo qui è un parlamentare di uno stato democratico e laico,questi sono discorsi da medioevo,questo è un cattolico praticante che pero'dimentica a suo piacimento,alcuni degli insegnamenti del Cristo,quali:"NON GIUDICATE O SARETE GIUDICATI",oppure "NON GUARDARE LA PAGLIUZZA NELL'OCCHIO DEL VICINO,MA LA TRAVE CHE E' NEL TUO".
Questo,e come lui chissa quanti altri ce ne sono,purtroppo,è uno di quelli che dovrebbe decidere,legiferando,delle nostre vite?
Se Gesu' perdono' un adultera e zitti' chi la accusava,chi sono costoro,che dicono di essere cattolici,per giudicare? Ognuno,sempre nel rispetto delle leggi,dovrebbe decidere da solo come vivere la sua vita e non per questo essere emarginato o peggio ghettizzato da falsi ipocriti che vivono una vita piu' che agiata piena di privilegi e quattrini e con 4 anatemi pretendono di cambiare le persone.Che ne sanno questi di come vive la gente comune,dei loro problemi anche i piu' disparati,compresi quelli esistenziali dati da chissa' quali accadimenti.C'è molta gente che ha subito gravi traumi da bambino ed una volta cresciuti li portano ancora dentro e per questo magari vivono una vita in maniera diversa da cio' che impropriamente qualcuno definisce "normale",e questi esseri si arrogano il diritto di giudicare e con 4 anatemi,di redimerti?
In uno stato laico,le leggi si fanno in base alle esigenze del popolo sovrano,senza ghettizzare nessuno,anche fosse solo una persona.In uno stato integralista si fanno leggi in base alla dottrina religiosa,MA NON QUI!!!!!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 12.03.07 17:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nella piu' profonda preistoria, l' uomo spaventato dai fenomeni naturali (sopratutto quelli metereologici, che venivano dall' alto, gli altri li accettava per ineluttabili, come fanno gli animali) ne attribuiva l' origine a entita' misteriose. Nacquero coloro che si fecero carico di interpretare queste paure; Gli stregoni. A costoro venivano fatti doni e sacrificate le bestie migliori, per ingraziarsi la loro protezione e ricevere da essi rimedi. La cosa si rivelo' un affare, e i santoni affinarono le tecniche per perpetrare questa posizione di privilegio. Da li alle attuali confessioni il passaggio e intuibile. La genesi di cio' avvenne quando l' uomo viveva nella piu' completa ignoranz. I pagani associavano i cicli naturali a divinita'. Le tribu' del Borneo a misteriose bestie delle foreste. Poi arrivarono gli scribi, si sfruttarono leggende e credenze popolari, per alimentare la grande suggestione, e da "conquista" a conquista, si arriva ai giorni nostri. Oggidi' la scienza smaschera giorno per giorno questo grande trucco. La cosa sorprendente, e' che nel 2007 ci sia ancora chi crede in qualunque dio. Saluti atei

Francesco Manfredi 12.03.07 12:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Per Enzo Palmieri
Perché non ci spieghi per bene cosa vuoi dire?
Vuoi dire che "qualche testo" (quale?) dice di una sconfitta di un faraone(quale?chi?) e allora è esistito Mosè? Nella Bibbia non c'è mai un riferimento ad un nome,si parla solo di "il faraone",come nelle fiabe.E poi dici che bisogna informarsi noi?Due autori citano il nazareno?Vuoi dire Giuseppe Flavio per esempio?Perchè non dici i riferimenti precisi,te che fai tanto il saccente, o leggi cosa ho già scritto in questo post?Antichità Giudaiche di Flavio ce l'ho,l'ho letto,spende 10 righi su Gesù che fa cose straordinarie,muore e resuscita...bene,allora è tutto vero?E' esistito Gesù per te?Peccato che Flavio è uno che descrive anche i fili d'erba e i sassi,è ebreo e secondo te scrive 10 righi (libroXX cap.64)su uno che fa miracoli e poi resuscita in un opera di 1108pagine;L'ho letto da me e sostengo che è un falso che prova quindi l'assenza di riferimenti storici e il bisogno di falsificarli.In 1700anni di omicidi per religione e regimi ti sembra strano falsificare testi?.Studia te ciccio e fai meno il saccente;o vuoi dirmi che un Dio onnipotente manda un figliolo per farsi inchiodare a una croce per?Per toglierci i peccati?E lo manda in un posto preciso?Come previsto dalle profezie di un libro di favole senza riferimenti storici?Per favore,se vogliamo capire come è stato composto il libro,porta anche te riferimenti e non ergerti sopra le parti.Intanto Nazareno,o nazir,sappiamo che era il titolo di coloro che avevano fatto 3 anni di studio e praticantato per diventare "guide spirituali" (più o meno) e non abitante di Nazareth,che non esisteva a quei tempi,come ci di fa capire Flavio e le cartine.
Quindi?tranquillo e discuti con riferimenti alla mano
Ti ho risposto anche a diverse tue uscite poco felici ma non ho mai visto controbattute all’altezza;ancora non mi hai dato spiegazione sul perchè nel vangelo Gesù nasce in due luoghi diversi ad almeno 10 anni di distanza (matteo2 e Luca2)
Grazie


Caro amico,mi spiace dirtelo ma hai completamente rivoltato la frittata a tuo piacimento.Il fatto che la stragrande maggioranza sia cattolica,non da diritto alla chiesa,in uno stato laico,di intervenire sulle leggi dello stato(come da concordato stato-chiesa),seconda cosa,se i cattolici sono liberi di agire secondo coscienza,perche' bombardarli in continuazione?Tu dici non c'è ingerenza ma,come ho gia' detto in un altro post,visto che non c'è un referendum popolare sui DICO,non è il popolo cattolico che va a votare.Se cosi fosse capirei un po di piu' il volere della chiesa di "indirizzare moralmente"il suo popolo,ma visto che non è cosi',secondo te,a chi stanno facendo 2 palle cosi'con questa morale?al popolo di piazza San Pietro la domenica mattina? no!!!visto che non deve votare un referendum..,2 palle cosi' le stanno facendo ai parlamentari cattolici che ,loro si,dovranno votare o meno la legge,e tu questa non la chiami ingerenza,visto che si sta cercando di "indirizzare" rappresentanti del parlamento di uno stato laico?Addirittura dici che non si consente di esprimere un parere a chi è contrario,e tutti gli anatemi del papa di ruini fino al piu'piccolo parroco di periferia ,cosa sono? Il nuovo cardinale che sostituira' ruini alla cei,la prima cosa che ha detto è stata:"NO AI DICO!!!" e meno male che,secondo te,vengono censurati........
Terza cosa,la piu' orrenda,dici che non c'è la liberta' di pensiero e mentre dici questo nel frattempo giudichi gli omosessuali come dei pervertiti? se ci fosse la liberta' come la intendi tu,forse tu stesso li metteresti al rogo come ai tempi della santa inquisizione o come fece Hitler nei lager....qui se c'è un incivile,arcaico e razzista sei proprio tu,vergognati.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 12.03.07 01:56| 
 |
Rispondi al commento

Il Grillo parlante è sempre il n°1, ma questa volta mi sembra che con il suo potere stia cercando di orientare le masse, perchè non è affatto vero che la maggioranza dlla popolazionei è a favore dei DICO (anzi...) ed inoltre la stragrande maggioranza è cattolica e la Chiesa ha tutto il diritto di far sentire la sua voce ai suoi fedeli. Non c'è alcuna ingerenza perchè non obbliga nessuno e i cattolici sono liberi di decidere secondo coscienza. Al contrario ormai, l'informazione oggi bolla come arcaio e ignorante chiunque abbia il coraggio di dire che la pensa diversamente, anzi non gli si concede nemmeno di esprimere il proprio parere. Sui DICO per sapere cosa ne pensa la popolazione, l'unico modo è un referendum, ma nessuno ha il coraggio di sentire il suo parere. Non parliamo poi delle coppie omosessuali, ormai i media ci martellano e se qualcuno osa dire che è perversione, (che è la verità) viene messo al rogo. Non esiste libertà di pensiero questa è la verità.

Ancora SANO 12.03.07 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Forse qualcuno ha dimenticato il Cardinale Marcinkus, lo IOR e la P2! Informatevi gente, informatevi.....

P.S. comunque ci sono tante altre storielle che conducono in quella Grande Città.....

giuseppe bruno 11.03.07 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che gli omosessuali siano sempre stati liberi di fare quello che vogliono (e ci mancherebbe altro.. cazzi loro!)
Ma spero che non avranno mai la possibilità di adottare bambini! Mai!

E poi perchè prendersela con la religione?
Chi ti obbliga a fare qualcosa?
di sicuro non la chiesa..
Sei gay? Bene.. Ma ti prego.. il buongusto.. sii discreto e vivi la tua vita come più ti aggrada senza offendere nessuno..

Diego De Longis 11.03.07 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(ANSA) - ROMA, 11 MAR - "Fare penitenza e correggere la propria condotta non e' semplice moralismo" ma migliora la societa': cosi' il Papa all'Angelus. "Le persone e le societa' che vivono senza mai mettersi in discussione hanno come destino finale la rovina". Il Pontefice spiega che "la conversione invece, pur non preservando dai problemi, permette di affrontarli in modo diverso: aiuta a prevenire il male e permette di vincerlo con il bene, se non sempre sul piano dei fatti certamente su quello spirituale".

COMMENTO:
Magistrale esempio di finezza POLITICA. Come non condivirere questo "accorato" appello. Ma forse che la società cristiana stia incominciando a fare un po' di AUTOCRITICA?

Christian D. Commentatore certificato 11.03.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tabula rasa rasa (a zero) Commentatore certificato 11.03.07 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Dunque, sul punto DICO e Casini, vorrei precisare che in un'intervista, PierFer disse che lui è contro i DICO, anche in relazione alla sua esperienza di divorzio; questa anzi gli ha consentito di riflettere sul valore della famiglia.
Dunque, ora redento, il PF vorrebbe non farci intraprendere sghimbescie vie, seconda la sua visione del mondo...
Ascoltando queste sue dichiarazioni, di qualche tempo fa, mi sono sentito considerato inferiore, nel senso che egli deve prescrivermi comportamenti, regolati altrimenti da leggi, e leggi che han fatto degli italiani degli italiani importanti, alla loro epoca...

Lorenzo B. Commentatore certificato 11.03.07 10:03| 
 |
Rispondi al commento

L’Unione europea con decisione n. 771/2006/CE ha designato il 2007 Anno europeo delle pari opportunità per tutti - Verso una società giusta - per sostenere gli sforzi diretti ad attuare la legislazione comunitaria in materia di parità di trattamento e di non discriminazione, tenendo conto dei diversi modi in cui uomini e donne subiscono le discriminazioni. Questo atto è il risultato di una legislazione comunitaria contro le discriminazioni fondate su genere, razza e origine etnica, religione e convinzioni personali, condizioni di disabilità, età, orientamento sessuale, considerata la più avanzata al mondo. Per questo l’Unione europea propone agli Stati membri, alle organizzazioni sindacali e datoriali, a tutti gli enti, organizzazioni e associazioni, di sensibilizzare, informare, stimolare la riflessione, la discussione e il confronto attraverso manifestazioni ed eventi di grande impatto che contribuiscano in modo concreto ed efficace a perseguire i seguenti obiettivi specifici ecc..
Dedicato ai fascistoni trogloditi e ignoranti che scrivono qui,per fortuna siamo in Europa.

spitout x. Commentatore certificato 11.03.07 01:53| 
 |
Rispondi al commento

NO TALEBAN NO VATICAN

Rocco Tanica Commentatore in marcia al V2day 10.03.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

A Che tempo che fa di Fazio stasera il senatore a vita Oscar Luigi Scalfaro ha impartito una GRANDISSIMA lezione di LAICITA' dello Stato, meritandosi la standing ovation da parte del pubblico.
Che dire, mi sono quasi commossa; poi mi sono resa conto che siamo arrivati a farci dare lezioni di CIVILTA', DIRITTO e LIBERTA' da parte di un VERO democristiano (cioè prima democratico, e poi cristiano) e mi sono molto, molto inc...ta a pensare a quell'altro democristiano tarocco (ma sì dai quello con il completo da Al Capone, la sciarpona rosa e la piscina a forma di cozza) e ho concluso che il colore politico non conta; importa solo se sotto la divisa ci sono uomini liberi o schiavi!

Grande Scalfaro; dopo il referendum per proteggere la nostra Costituzione anche questa lezione di civiltà: grazie da una socialista!

Cristina M. Commentatore certificato 10.03.07 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Cara Valentina (ERRATA CORRIGE)

In questo preciso momento scrivo per sfogarmi dopo una accesa discussione familiare in cui sono volate parole grosse ed in cui si è quasi venuti alle mani. Cosa di per se INTOLLERABILE! Il dibattito, causa della discussione, era incentrato proprio sui DICO e sul concetto di famiglia.
Dobbiamo renderci tutti conto (me compreso) che l'argomento è estremamente delicato perchè mette in contrapposizione la difesa dei diritti di un determinato tipo di persone da una parte e la fede di altre persone dall'altra. E' molto facile quindi dire parole che possono offendere la sensibilità di qualcuno.
Quello che è successo oggi nella mia famiglia però è proprio lo specchio di questo confronto. Si è sempre parlato di scontro generazionale. Ebbene eccolo qua, nella sua massima espressione. Sul tavolo il valore della famiglia. Una famiglia che da un lato è intesa come luogo in cui regna sovrano l'amore tra i suoi componenti e dall'altro una famiglia in cui regna sovrano l'amore di Dio.
Personalmente, a questo punto, non ritengo più di avere la serenità mentale di riuscire a difendere ancora con obbiettività la mia posizione. Posso dire però che lo scontro, sia io che tutti i sostenitori dei DICO, di certo non lo vogliamo.
Non so se sia meglio discutere di famiglia dal punto di vista del diritto costituzionale, dal punto di vista religioso oppure dal punto di vista della società. Io so solo che oggi qualcosa nella mia famiglia si è rotto. E parlo di rapporti tra le persone. Se ora si cercherà di rimediare oppure no questo lo affido all'intelligenza dei singoli. Credo però che certe cose non debbano proprio accadere. Non per il concetto di famiglia che ho io, ma solo per una questione di buon senso.
A questo punto penso che il dibattito debba essere trasferito nelle mani di persone più competenti. La mia paura, e quella di tanti altri, è che nemmeno in parlamento ci siano.
Non chiedo di fare qualcosa per la famiglia in generale, ma per la MIA!

Christian D. Commentatore certificato 10.03.07 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come al solito, come è sempre accaduto il ricatto morale rimane lo strumento preferito del potere di controllo sugli illusi e gli infelici.
Purtroppo non c'è possibilità di vincere contro chi brandisce l'idea di Dio come un ascia...

edoardo contro la chiesa 10.03.07 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono una meetuper del gruppo di RC, anche se vivo a Genova (sono calabrese doc). Anzi, vorrei chiederti un tuo intervento per sollecitare tale gruppo a svegliarsi, perchè vive un giorno sì e 100 no.
Con riguardo allo sciopero dei sacramenti, sarebbe una gran cosa provocatoria. Però alla fin fine dalla chiesa non ci si può aspettare altro, ha sempre ingerito negli affari statali e non si può certo pretendere che accetti i DICO.
Io propongo una petizione, iniziativa legislativa popolare, referendum, insomma un qualsiasi strumento di democrazia diretta per "ricattare" i nostri cari dipendenti (così esercitiamo finalmente il nostro ruolo di datori di lavoro!!!): o estendete i DICO a tutta la popolazione o abolite i diritti che voi, falsi predicatori, avete da tempo, compresi quelli che stanno preparando la manifestazione contro i DICO, e compresa anche la presentatrice Gardini che ingerisce da tempo in politica e che, se non vado errato, ha alle spalle qualche divorzio e numerose convivenze.
La legge deve essere uguale per tutti!!!! Ora basta, non è più possibile subire.
Ciao
Marina

Marina Crisafi 10.03.07 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Cara Valentina.

In questo preciso momento scrivo per sfogarmi dopo una accesa discussione familiare in cui sono volate parole grosse ed in cui si è quasi venuti alle mani. Cosa di per se INTOLLERABILE! Il dibattito, causa della discussione, era incentrato proprio sui DICO e sul concetto di famiglia.
Dobbiamo renderci tutti conto (me compreso) che l'argomento è estremamente delicato perchè mette in contrapposizione la difesa dei diritti di un determinato tipo di persone da una parte e la fede di altre persone dall'altra. E' molto facile quindi dire parole che possono offendere la sensibilità di qualcuno.
Quello che è successo oggi nella mia famiglia oggi però è proprio lo specchio di questo confronto. Si è sempre parlato di scontro generazionale. Ebbene eccolo quì, nella sua massima espressione. Sul tavolo il valore della famiglia. Una famiglia che da un lato è intesa come luogo in cui regna sovrano l'amore tra i suoi componenti e dall'altro una famiglia in cui regna sovrano l'amore di Dio.
Personalmente, a questo punto, non ritengo più di avere la serenità mentale di riuscire a difendere ancora con obbiettività la mia posizione. Posso dire però che lo scontro sia io che tutti i sostenitori dei DICO di certo non lo vogliamo.
Non so se sia meglio discutere di famiglia dal punto di vista del diritto costituzionale, dal punto di vista religioso oppure dal punto di vista della società. Io so solo che oggi qualcosa nella mia famiglia si è rotto. E parlo di rapporti tra le persone. Se ora si cercherà di rimediare oppure no questo lo affido all'intelligenza di tutti. Però, credo che certe cose non dovrebbero proprio accadere. Non per il concetto di famiglia che ho io, ma solo per una questione di buon senso.
A questo punto penso che il dibattito debba essere trasferito nelle mani di persone più competenti. La mia paura e quella di tanti è che forse nemmeno in parlamento ci siano.
Non chiedo di fare qualcosa per la famiglia in generale, ma per la MIA!

Christian D. Commentatore certificato 10.03.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare un commento sul discorso dei cosiddetti "ingerenti", ed in particolare su Vaticano e famiglia. Premetto che sono una fan del grandissimo Beppe, ieri sera ero al suo spettacolo di Padova ed è stato grande come sempre. Sulle critiche al Vaticano però non sono d'accordo. Chi vuole fare della famiglia quello che vuole si difende sempre dicendo che preti e papi non hanno voce in capitolo perchè non sanno cosa vuol dire avere famiglia. Ma è solo una scusa per fare quello che si vuole. Se uno ha una malattia non dice al proprio dottore di farsi i cavoli suoi perchè quella malattia lui non l'ha mai avuta e quindi non "può capire" e non può guarirlo. Per il prete è la stessa cosa, se una persona crede, e non solo per etichetta, in quel misterioso predicatore della Galilea che ha spaccato il mondo e plasmato la storia dell'umanità, se crede che veramente Lui è il Redentore e lo mette al primo posto nella sua vita allora si deve affidare totalmente a Lui. Non ci sono mezze misure, o dentro o fuori. Se sei cristiano la tua verità è il Vangelo e la politica della famiglia portata avanti dalla Chiesa si fonda su quella verità. In questo tempo di relativismo imperante tutti predicano che la Chiesa si deve adattare i tempi. Ma la Verità non si può adattare secondo ciò che ci conviene, a causa delle nostre debolezze, la Verità è una ed è il mondo che si deve adattare a lei. Perciò io dico, liberissimi di scagliarsi contro il Vaticano e di criticare la sua "ingerenza", ma chi lo fa abbia il coraggio di dirsi ateo perchè se sei cristiano davvero la tua legge è il Vangelo e la Chiesa, per quanto abbia comesso errori ed anche crimini a causa di uomini corrotti, è e rimane il ponte voluto da Gesù tra il cielo e la terra. "d'ora in poi ti chiamerai Pietro. Su questa pietra fonderò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno su di essa. Ciò che scioglierari sulla terra sarà sciolto in cielo e ciò legherai sulla terra rimarrà legato in cielo".

valentina albanese 10.03.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche tu parli dei c degli altri (anche tuoi, forse, ma non ci sembri affezionato) dimostrando di non saperne un c. I sacramenti non sono biglietti ferroviari.

Giovanni Cavadini 10.03.07 00:23| 
 |
Rispondi al commento

(Forse vi è arrivata prima la seconda parte)

Prima di postare la mia dose di sproloqui (o frose no) giornalieri, volevo riassumere in tre punti cardinali il mio pensiero da cattolico non giudicante, per poi lanciare un sassolino nell'acqua con un quesito, rivolto in particolare a tutti i credenti cristiani di confessione cattolica e non che stanno seguendo la discussione.

1) Non credo che i DICO in generale siano la priorità maggiore dell'Italia. Davanti ci sono problemi ben maggiori che in questo momento sono più urgenti e affliggono tutti gli italiani, che siano single, famiglie o coppie di fatto sia etero che omosex e, allo stato attuale di indigenza economica e di scarsità di servizi sanitari, scolastici e assistenziali, non ci si può permettere di avere problemi di instabilità istituzionale per una questione al momento di secondaria importanza.

2) In Italia non si è ancora pronti ad estendere eventuali DICO e sopratutto il diritto all'adozione anche alle coppie omosessuali. C'è bisogno innanzi tutto di una legislatura seria che permetta agli omosessuali di non essere discriminati in quanto tali nel mondo del lavoro e nella società in generale. Precorrere i tempi in questo senso, minerebbe la stabilità psicologica e sociale sia dei single e delle coppie gay, che dei bambini che potrebbero venire adottati o affidati a loro.

(Continua).

Simone A. Commentatore certificato 10.03.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

(Continua dal precedente post...)

3) Ipotizzando, e sottolineo ipotizzando, che l'omossessualità praticata sia considerata da Dio un peccato, non penso che, in ogni caso, possa essere considerata peggiore di peccati come l'omicidio, il furto, l'adulterio e il sesso eterosessuale fuori dal matrimonio (ammettendo per ipotesi anche quest'ultima cosa sia tra gli atti di natura peccaminosa). Per questo motivo non trovo corretto pensare che, mentre negli altri casi da me elencati Dio possa perdonare i peccati, nel caso dell'omosessualità, non solo si presuppone che questo peccato sia imperdonabile, ma si condanni chi lo pratica come se non fosse neppure degno di essere considerato una persona e una creatura di Dio al di la di questo.

Fatte queste premesse volevo chiedere, in relazione al terzo punto in particolare, che cosa vi fa credere che chi "pecca" di omosessualità non debba essere neppure considerato essere umano, mentre chi compie reati ben peggiori, come la pedofilia o la violenza carnale, può invece sperare lo stesso al perdono divino? Non è stato forse scritto nel Vangelo che Gesù disse: "Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell`occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio?" (Mt 7,1-3)?

Simone A. Commentatore certificato 09.03.07 23:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Antonio Carchietti 09.03.07 21:11

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Finalmente qualcuno che abbia il coraggio di rivendicare 2000 anni (circa) di crimini.

Per meglio capire l'importanza di questa rivendicazione leggete e studiate

STORIA CRIMINALE DEL CRISTIANESIMO

KarlHeinz Deschner

finalmente disponibile ANCHE in italiano.

scoprirete, per chi ancora lo ignorasse, le vere radici del cristianesimo e cosa hanno fatto i cattolici per essere ricordati nelle più immonde pagine dell'umanità.


Caro Enzo,gli egizi hanno subito piu' di una sconfitta,ma ti risulta che una di queste sia a causa del volere divino che apre e chiude il mare?questo se lo hai letto,riportami dove leggerlo,per favore.
Per cio' che riguarda il nazareno crocefisso,beh...che dire,migliaia di persone della giudea sono state giustiziate in questo modo,magari anche Gesu' perche' no?ma questo non esclude molte incongruenze nella bibbia e nel vangelo.

ROBERTO SURIANI 09.03.07 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di proporre qualche risposta a considerazioni colte alla rinfusa fra le tante, escludendo a priori gli argomenti solo suggestivi e le esplicite pubbliche porcherie.

"Partendo dal presupposto che tutti i FEDELI sono CITTADINI ma non tutti i CITTADINI sono FEDELI, la legge "terrena" garantisce dignità e DIRITTI CIVILI a tutti i CITTADINI (laici+fedeli).
I FEDELI sono liberissimi di decidere secondo COSCIENZA e continuare a vivere seguendo i dettami della propria religione; nessuno li obbliga a aderire ai DICO o a sposarsi con un omosessuale!"
Sulla base di questa concezione dello Stato, mi si dovrebbe spiegare perchè esiste il reato di incesto. Se davvero lo Stato deve solo garantire la libertà, che senso ha punirlo? E che senso ha l'art. 2 della Cost., quando richiama ai "doveri di solidarietà"? Lo Stato non può certo investirsi di autorità etico-religiosa: ma non può nemmeno straniarsi dalle questioni etiche, altrimenti perde il suo significato.

"Povero Nazinger...non si rende neanche conto che sta facendo crollare tutto il bene che GPII era riuscito a far volere bene alla chiesa dai giovani"
Prendo questo messaggio per fare riferimento a tutti quelli che menzionano il Santo Padre. Si tratta di curiosi casi di sostituzione della realtà con i propri "desiderata". Leggete le percentuali di afflusso all'Angelus nel primo anno di pontificato di Benedetto: quasi il doppio rispetto all'afflusso medio nel precedente pontificato. Guardate alla folla di giovani che hanno invaso Colonia, ed a quella che si appresta a popolare Loreto. E poi rileggete le encicliche di Giovanni Paolo: hanno gli stessi identici contenuti rispetto all'insegnamento dell'attuale Pontefice. I giovani che partecipano alle GMG non sono rintronati e non seguono le mode: amano la Chiesa e il suo magistero, ed il Papa - il precedente come l'attuale - per ciò che "significa" nella fede cristiana e per il suo insegnamento. Tutto il resto è distorsione ottica. Può capitare.

Antonio Carchietti 09.03.07 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di proporre qualche risposta a considerazioni colte alla rinfusa fra le tante, escludendo a priori gli argomenti solo suggestivi e le esplicite pubbliche porcherie.

"Voi pretendete (per tradizione secolare) di essere portatori di verità assoluta, in cielo come così in Terra, pretendete che gli altri si prostino di fronte alla grande menzogna e vi indispettite quando qualcuno non vi Riconosce Alcuna patente di moralità"
La Chiesa non pretende. D'altronde, se anche volesse (e non vuole), non ne avrebbe le armi. La Chiesa propone. E' il Dio dei cristiani, d'altronde, che si propone. Piuttosto, il relativismo, dietro questa patina di bontà democratica, non tenta esso stesso di imporsi come verità assoluta? Solo, sostituendo ad atti di fede espliciti, sotteranee forme di "prostrazione" verso feticci umani o verso i propri personali pruriti.

"Possibile che fossero tutti ciechi da non notare che tutto cio' non poteva non essere che opera Divina? C'è troppa incongruenza e molta fantasia,o esagero io?"
Possibile. Come è possibile che ancora oggi, dinanzi ai miracoli di Padre Pio giusto per fare un esempio recente, qualcuno, per negare l'intervento divino, scomodi teorie para-psicologiche molto più "fideistiche" di un "normale" atto di fede. Anche oggi accadono prodigi come quelli narrati nei Vangeli, ma anche oggi questi prodigi si rivelano non decisivi per credere. Lo stesso Gesù d'altronde lo sapeva, e si rattristava addirittura quando gli venivano chiesti dei segni. Nessuno crede in forza dei miracoli. La fede chiede innanzitutto disponibilità a credere, a non reputarsi al centro dell'universo ed a cogliere il nostro bisogno di Dio.


Antonio Carchietti 09.03.07 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di proporre qualche risposta a considerazioni colte alla rinfusa fra le tante, escludendo a priori gli argomenti solo suggestivi e le esplicite pubbliche porcherie.

"poiché la chiesa INVECE di occuparsi delle anime pretende di legiferare e di determinare le scelte del legislatore"
La Chiesa, in primis, non determina proprio nulla. Nè tantomeno legifera. Dall'alto della sua millenaria esperienza di umanità (espressione usata da Paolo VI presso l'Assemblea dell'ONU), indica la strada conforme agli insegnamenti del Cristo, come leggibili nei Vangeli e come tramandati dalle stesse comunità cristiane, dalle origini fino ai nostri giorni. Questi insegnamenti - e la stessa figura del Cristo quale Dio incarnato - sono fortemente collegati all'uomo ed al suo vivere in una comunità organizzata. Se si chiede alla Chiesa di "occuparsi di anime" pensando che l'anima sia un'entità staccata dall'uomo tutt'intero, non si ha grande confidenza col messaggio cristiano, che coinvolge l'uomo nel suo complesso. E' proprio questa, d'altronde, che piaccia o no, la peculiarità cristiana rispetto ad altri credo.

"siccome quando i portatori di fede hanno legiferato... il risultato è stato una millenarietà dell'oppressione, della morte e del dolore inflitto al prossimo..."
Questo è proprio un falso storico. Vogliamo essere davvero equilibrati? E allora leggiamo un po' meno romanzi come "Il nome della Rosa" e studiamo - perdonate la franchezza - un pizzico di storia. Senza la Chiesa, oggi, e senza il Medioevo (!) noi la cultura non sapremmo nemmeno come procurarcela, e dell'esistenza del libero pensiero non avremmo nemmeno il sospetto! Vi consiglio, sul punto, i testi dello storico di fama internazionale Franco Cardini, che, per origini, non può certo essere sospettato di connivenze col Vaticano...

Antonio Carchietti 09.03.07 21:11| 
 |
Rispondi al commento

buona sera

Angela Gail 09.03.07 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Lorenzo Sodi 09.03.07 17:26

Ma scusate se a voi atei e agnostici davvero non ve ne frega nulla di quello che dice la chiesa perchè gli date cosi tanta importanza?

......

=======================▼

Siamo costretti a fregarcene...

stando alle esperienze del passato

poiché la chiesa INVECE di occuparsi delle anime pretende di legiferare e di determinare le scelte del legislatore.

siccome quando i portatori di fede hanno legiferato... il risultato è stato una millenarietà dell'oppressione, della morte e del dolore inflitto al prossimo...

allora ce ne frega eccome.

Abbiamo paura del vostro amore sanguinario.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.07 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Ad angela ferazza 09.03.07 18:48

▼ ▼ ============================

Sull'ipocrisia dei cattolici.

Si è cattivi sottolineando una tradizione millenaria di crimini e soprusi.

Questione di punti di vista.

Invece, chi si nutre di omertà e chi la promuove è il buono.

Colui che perdona e che ama.

I buoni e i cattivi.

▼ =========================

Chi richiama i cervelli atrofizzati A NON DIMENTICARE i cattivi esempi del passato (ma nel presente non è che siete messi meglio)..., chi suggerisce qualche buona ricerca NON addomesticata...

sarebbe portatore di odio.

Gli immacolati portatori di "amore" sarebbero così ancora una volta coloro che sanno discernere in materia di odio e amore.

Candidi, puri e casti.

Portatori in realtà di un silenzio di morte.

Di un silenzio colpevole tanto quanto ne sono promotori.

La buona novella come menzogna storicamente artefatta.

Guai a metter becco in materia, a contestare la verità assoluta imposta con la scusa della fede.

La differenza che passa tra me

il cattivo..., senza dio..., il portatore di odio relativista, drogato... perché parla contro l'oppio..., materialista e nemico della famiglia... "tradizionale" e chissà cos'altro...

e Voi

umili pecorelle, devote ai santissimi accumulatori, intrisi di amore per il prossimo, immacolati ed espressione della volontà diddio...
massimi difensori dell'istituzione del bene...

è che

io so convivere con il dubbio senza ricercare a qualsiasi costo la verità assoluta dietro cui nascondermi e mi accontento della verità possibile accettando i limiti della conoscenza e della ricerca.

Voi pretendete (per tradizione secolare) di essere portatori di verità assoluta, in cielo come così in Terra, pretendete che gli altri si prostino di fronte alla grande menzogna e vi indispettite quando qualcuno non vi Riconosce Alcuna patente di moralità.

Per il resto... stando al post

ha già risposto Grillo.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

per Nicola Ulivieri, Alessandro Timpanaro ed altri come loro.

Per favore, stuidiate un po' di più i testi sacri e non. Se cercate bene in alcuni testi egiziani c'è notizia di una grandissima sconfitta del faraone e del suo esercito; se ne trova traccia anche in qyualche testo di altri popoli. Due autori latini inoltre citano espressamente un certo nazareno che sarebbe stato messo a morte in Palestina. fate i bravi, andate a cercare queti testi, leggeteli e smettete di parlare di cose che non sapete.

enzo palmieri 09.03.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scusate se a voi atei e agnostici davvero non ve ne frega nulla di quello che dice la chiesa perchè gli date cosi tanta importanza?
Il Papa e la chiesa si esprimono come si esprimono tutte le teste di cazzo che ci sono a giro nel mondo, non vuole imporre nulla a nessuno, Dio parla per chi vuole ascoltarlo, ognuno si deve sentire libero di fare cio che vuole, ma qui stiamo parlando di valori che vanno al di là della politica e delle diverse opinioni di ognuno, parliamo di un aspetto etico e morale che è alla base di ogni uomo!
Facciamo passare i DICO, e presto arriveremo a legalizzare la Pedofilia o l' incesto...voglio dire, se tra un uomo adulto e un bimbo c'è il cosidetto AMORE perchè no?....se tra fratelli c'è amore perchè no?
MA VE NE RENDETE CONTO?????
IL RELATIVISMO E' L' ERRORE PIU GRANDE AL QUALE PUO ABBANDONARSI L' UOMO!
Vorreste cancellare il giusto e lo sbagliato dall' esistenza, lo so! DOVETE RISPETTARE LA COSCIENZA DELL' UOMO!....Ringrazio davvero Dio e la Chiesa per il forte sostegno che danno alle persone!
NO ALLA LEGALIZZAZIONE DELLE PERVERSIONI!
Noi Cristiani è vero che siamo i primi a sbagliare, ma almeno lo riconosciamo!
non possiamo giustificare con delle stupide leggi-fantoccio tutte le maialate che ci vengono in mente!
Gesù Cristo tramite la chiesa ci sta aiutando a capire qualcosa della nostra vita!
Fatevi sentire Cristiani Cattolici!...a noi è arrivata una parola che dobbiamo portare al di fuori! coraggio!

Lorenzo Sodi 09.03.07 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Nicola Ulivieri,
Grazie,vedo che in buona sostanza sei concorde con me sulle contraddizioni della Bibbia,ma c'è qualcosa di errato nella tua risposta,perche'in "genesi 4,25 come dici tu,Adamo "si uni'DI NUOVO con la moglie e genero' Seth",ma il paragrafo che io contesto è precedente(genesi 4,17) in cui dice che "Caino si uni' alla moglie e partori' Enoch" e l'episodio è immediatamente successivo alla cacciata dall'eden sia di Adamo ed Eva e dello stesso Caino,e fino a li non si parla di altre nascite,poi improvvisamente Caino si sposa,e poi il Set generato da Adamo era un altro maschio("Dio mi ha consesso una nuova discendenza al posto di Abele..." 4,25),per cui continua ad essere un mistero con quale donna,nata da chi,si uni'Caino per la prima volta.
Per carita',sono piccole congetture,non è certo da questi piccoli particolari,che nasce la mia "perplessita'"su quanto riportato nella Bibbia,un accozzaglia di eventi messi li senza un minimo di continuita'logica e senza avalli sulla loro reale esistenza,da parte di altri storici successivi ai fatti.Io ieri portavo l'esempio del "miracolo"del mar rosso che si apre in 2 per far fuggire gli ebrei dall'Egitto,per poi richiudersi al passaggio dell'esercito del faraone.Di fronte a questo accadimento,anche il faraone di allora si sarebbe prostrato al Dio degli ebrei,o sbaglio? invece in nessun testo egizio antico si parla di quest'episodio,che cosi' rimane,grande,ma isolato nei testi biblici.Altro esempio gia' descritto,alla morte di Gesu' accaddero terremoti,morti che resuscitano e vagano per Gerusalemme tra la gente,il velo del tempio squarciato in 2,etc...di fronte a tutto cio' anche il piu' scettico si sarebbe convertito nel credo Cristiano,perfino Caifa e Pilato...ma anche questo sembra non aver scalfito minimamente il credo degli ebrei e quello dei Romani.Possibile che fossero tutti ciechi da non notare che tutto cio' non poteva non essere che opera Divina? C'è troppa incongruenza e molta fantasia,o esagero io?

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 09.03.07 16:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho un bellissimo slogan per la manifestazione di domani (sabato 10 a Roma):

IO VI BENE-DICO!!!

Magari da scrivere sulle magliette :-)

MI RACCOMANDO, ACCORRETE NUMEROSI

Spero che il GAY-PRIDE (il carnevale dei GAY) quest'anno abbia una valenza più simbolica che folcloristica. C'è tutta la società pronta a scatenare i suoi pregiudizi semplicemete guardando questa manifestazione.

INVITO ALLA SOBRIETA'!!!

Christian D. Commentatore certificato 09.03.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIO' CHE RESTA DI UNA DEMOCRAZIA E DELLA LIBERTA' DI OPINIONE SULLA POLITICA DI OGGI
Autore: Giacomo an atnoMMonta na

Non si può affrontare lo studio della politica, completamente deviata, fuori dal suo campo di appartenenza per cercare di porvi rimedio, se non si sono prima chiariti dei punti.
Esistono anomalie comportamentali del soggetto politico, sia come variante abnorme del personaggio in sé (disideologizzazione), sia come sequele di disonestà vera e propria a sé stante per una sfrenata corsa all'arricchimento privato (spoliticizzazione). Ogni cittadino continuerà a vedere tali persone e a considerarle per abitudine ancora dei personaggi politici, anche quando la loro portata, nel senso della sostanza del loro lavoro, è quasi completamente scomparsa. La nozione di politica resta ancora segnata sulle carte e per questo esse sono e saranno valide in sé, ma sostanzialmente più nulla è dominato da un'ideologia, ovvero dal quel complesso di idee Continua sotto....

Giacomo anatnoMMontana 09.03.07 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione:
.....che si possono riconoscere in un sistema politico legittimo e connesso ad un senso logico positivo per il bene pubblico. Se andiamo a vedere il campo di azione delle ideologie, esso lo si legge solo sulla carta ma nei fatti di ideologia non ve ne rimasta neppure l'ombra. Tale osservazione viene posta all'attenzione della gente, perché, sebbene certe cose siano subito possibili, mentre per altre occorrerà un dato periodo di tempo, ci sono anche cose che, per quanto può saperne l'uomo, appaiono impossibili. Tendenzialmente dai signori che si presentano alla gente come lavoratori della politica, relativamente alla soluzione dei problemi nazionali, si noterà una estrema inerzia, come se il tutto appartenesse alle cose impossibili da risolvere e realizzare. Molti di questi signori, per quanto riguarda ai meriti, vivono di rendita su quello che di positivo i politici hanno fatto o hanno tentato di fare in passato per i cittadini. In tale scabrosa situazione però, per i soggetti politici c'è contestualmente un grosso ostacolo: quello dell'istruzione sempre più diffusa e che rende i cittadini ben consapevoli della relatività delle ideologie. Ecco che allora la politica la si rende più complessa e confusa, tirando molto di più in campo la politica estera, per farla fungere da coltre di nebbia e da paravento e così nascondere al popolo parecchi ulteriori danni economici con fiumi di danaro che escono dal Paese con un'infinità di nuovi motivi (?).
In questo modo, tra la gente, viene creata enorme confusione e paura, distogliendola il più possibile dalla politica nazionale, sino ad ottenere, su quanto riguarda i diritti dei cittadini, una grande DISINFORMAZIONE.
Questo è l'ultimo atto del ciclo al quale viene fatto ricorso, per coprire, nascondere e insabbiare crimini inimmaginabili. Ecco come le ideologie politiche, nate nel passato, non svolgono più un suo ruolo legittimo.

Giacomo anatnoMMontana 09.03.07 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Se i gay sono contro natura, i preti non lo sono altrettanto? Se scopo naturale delle creature è quello di riprodursi deduco che i signori della Chiesa vanno contro questa legge naturale. Per farli tacere bisogna colpirli su ciò che più conta: il denaro. Tutti coloro che sono disgustati dalle ingerenze del Vaticano sulle proposte dello Stato smettano di devolvere il loro 8 per mille alla Chiesa. se devono andare a lavorare forse non avranno più il tempo di farsi i cavoli nostri.

Paola Schiavon 09.03.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel bel libro-intervista "Il socialismo dei cittadini", che consiglio vivamente a tutti (AVVERTENZE : si astenga chi soffre di fegato perchè il paragone tra la qualità umana e politica del premier spagnolo e del suo staff di governo con il disastroso parterre de roi italiano è veramente desolante...), Zapatero fa un ragionamento molto sereno e semplice :

il governo di un Paese laico (per Costituzione) deve garantire uguali DIRITTI CIVILI ed opportunità a tutti i CITTADINI ; alla chiesa e alle religioni va garantita libertà di parola e di indirizzo verso i FEDELI.
Partendo dal presupposto che tutti i FEDELI sono CITTADINI ma non tutti i CITTADINI sono FEDELI, la legge "terrena" garantisce dignità e DIRITTI CIVILI a tutti i CITTADINI (laici+fedeli).
I FEDELI sono liberissimi di decidere secondo COSCIENZA e continuare a vivere seguendo i dettami della propria religione; nessuno li obbliga a aderire ai DICO o a sposarsi con un omosessuale!
Se poi aggiungiamo che a differenza della Spagna la legislazione italiana non autorizza il matrimonio tra omosessuali, l'adozione di figli da parte di coppie "DICO", o altre posizioni considerate troppo estreme... mi viene da dire PERCHE' tanto accanimento?

Proviamo a dare sui giornali e in TV lo stesso spazio che ha la CEI anche agli imam musulmani che vorrebbero il velo, la poligamia e la sharia...secondo voi cosa succede? Chi saranno i primi a gridare all'ingerenza?

Cristina M. Commentatore certificato 09.03.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

angela ferazza 08.03.07 22:01

Sai solo odiare

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Bella questa:) E da che pulpito viene la predica...

Fino a prova contraria coloro che hanno seminato odio, morte e distruzione sono stati coloro che in nome di dio hanno emarginato, escluso e assassinato.

Non si tratta di singoli improbabili episodi... ma come sottolineato, di una tradizione millenaria che non ha nulla da difendere.

Un papa che chiede perdono... non cancella una tradizione di crimini e stragi.

Forse lo cancella in coloro che credono... ma andarlo a spiegare alle loro vittime è cosa abbastanza pretestuosa.

Resta il fatto che tentate di passare da carnefici a vittime... ma la pretesa è illegittima.

Avete Voi il BREVETTO dell'ODIO dalle lettere scarlatte ai roghi purificatori all'emarginazione dal villaggio.

È pretendete di imporlo ANCORA OGGI in nome di un fideismo fanatico e becero.

Ancora oggi pretendete di metter lingua nelle relazioni tra persone...

Ed imporre partitocraticamente (per altro ipocritamente) la differenza tra bene e male.

Ripeto:

Siete la vergogna dell'umanità.

Siete la massima espressione dell'ipocrisia.

La tipica tradizione che NON ha nulla da difendere.

I vostri rappresentanti di dio in Terra sono ormai la rappresentazione eloquiente di chi predica bene e RAZZOLA MALE.

Siete i CREATORI del razzismo.

Più Vi arroccate nell'AFFERMARE la Vostra ISTITUZIONE più Vi schierate dalla parte del MALE.

Tanto che... vien perfino il dubbio:

sarete mica voi i VERI ATEI?


Nella piu' profonda preistoria, l' uomo spaventato dai fenomeni naturali (sopratutto quelli metereologici, che venivano dall' alto, gli altri li accettava come ineluttabili, come fanno gli animali) ne attribuiva l' origine a entita' misteriose. Nacquero coloro che si fecero carico di queste paure; Gli stregoni. A costoro venivano fatti doni e sacrificate le bestie migliori, in cambio di protezione e di rimedi. La cosa si rivelo' un affare, e i santoni affinarono le tecniche per perpetrare questa circostanza. Da li alle attuali confessioni il passaggio e intuibile. La genesi di cio' avvenne quando l' uomo era all' oscuro di tutto. I pagani associavano i cicli naturali a varie divinita'. Poi arrivarono gli scribi, si sfruttarono leggende e credenze popolari, per aiutare la grande suggestione, e da conquista a conquista, si arriva ai giorni nostri. Oggidi' la scienza smaschera giorno per giorno questo grande trucco. La cosa sorprendente, e' che nel 2007 ci sia ancora chi crede in qualunque dio. Saluti

Francesco Manfredi 09.03.07 12:06| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Mastella se ne va dalla trasmissione di Santoro indignato per una battuta sui comunisti che si autodefiniscono anche "froci".
Cosa l'avrà fatto indignare, il fatto che erano comunisti o il fatto che erano "froci"?

Più che indignazione però mi è sembrato patetico opportunismo visto che prima della pubblicità gli era stata fatta una domanda sul regolamento parlamentare che prevede l'estensione di alcuni diritti (gli stessi di cui si parla nei DICO) ai CONVIVENTI dei parlamentari. Andandosene ha semplicemente evitato di rispondere a questa domanda scomoda.

Mastella come Berlusconi, non gli piacciono le domande se prima non gli si lecca almeno un po' il sederino....

Adesso ho un motivo per non votare al centro, almeno finchè gli ex-DC non capiranno che dovranno cominciare ad essere più D e meno C.

Christian D. Commentatore certificato 09.03.07 03:37| 
 |
Rispondi al commento

@Cristina Magri @Christian D. @Simone A.

Mi spiace che Cristina Magri non abbia risposto ai commenti di Christian e Simone, ma credo ci sia un equivoco di fondo. Per un cristiano (cattolico o altro non c'entra) è peccato tollerare il male. Il male inteso come azioni malvage. Altra cosa è tollerare le persone, che invece vanno sempre e solo amate. Stessa cosa per il giudizio: è doveroso giudicare le azioni, è peccato giudicare le persone. Ossia si deve dire "fare così è male (o peccato)" ma non dire "quella persona è cattiva", ossia non si può identificare l'azione con chi la compie.

Franz B. 09.03.07 00:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

KarlHeinz Deschner

Storia criminale del cristianesimo.

10 tomi - volumi di oltre 500 pagine ciascuno dall'età arcaica ai giorni nostri.

Finalmente in italiano :))))

Fatti scomodi da digerire per chi Vende e Compra fede.

Troppo comodo voltarsi dall'altra parte...
cari credenti-politicanti:)

Ogni volta che vi si tocca nel vivo della Vostra IPOCRISIA vi impertinentite reclamando rispetto e libertà.

Pretendete di giudicare ma Vi scomponete quando Vi si giudica.

Rivendicate libertà MA PRETENDETE DI NEGARLA AGLI ALTRI IN NOME DEL VOSTRO DIO DI TURNO.

"Implorate" (falsamente) RISPETTO... ma da 1800 anni (kristo con voi non c'entra niente) lo riconoscete agli altri solo col SANGUE.

Siete la più grande vergogna dell'Umanità.
STANDO AI FATTI di una tradizione millenaria. MILLENARIA.

FINO A PROVA CONTRARIA.

Ma anche nell'insignificante RECENTE storico NON fate altro che schierarvi dalla parte del MALE, del DENARO, delle Peggiori dittature.

Fino a giungere al localismo più BANALE dove la vostra SANTA ingerenza è sempre stata dalla parte dei mammasantissima e dei peggiori criminali.

La CRONACA PARLA. FINO A PROVA CONTRARIA.

E non strumentalizzate le poche eccezioni di preti che le CURIE a cui leccate i piedi hanno PRIMA ISOLATO e poi fornito la mano d'opera per eliminarli.

Per Fortuna l'EUROPA VI HA MANDATO A CAGARE sulla costituzione...


VEDIAMO PEZZI DI KALASHINKOV AGLI AFGANI ?

Caro Beppe,

nel servizio RAI del TG1 andato in onda appena qualche minuto fa, scopriamo che in una bottega artigiana dell'Afghanistan si producono fucili mitragliatori del tipo "AK-47". Nel servizio si nota anche che su un'arma, appena "sfornata" da un maestro armaiolo, è chiaramente leggibile la dicitura "Italy".
Incredibile ma vero: forniamo noi italiani i pezzi agli afgani per costruire queste micidiali armi?

Nicola F. Commentatore certificato 08.03.07 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di inserire un commento in merito alle idee espresse sui DICO e sulla proposta provocatoria (o no?) dello sciopero ai Sacramenti della Chiesa Cattolica...a parte che non penso che chi è contro la posizione della Chiesa tanto da pensare ad un reale sciopero dei Sacramenti non lo faccia comunemente tale sciopero essendo di suo agnostico/ateo/lontano dalla Chiesa...quindi nessuna novità...piuttosto per chi è contro sarebbe più costruttivo forse parlare/discutere con i preti e i credenti in genere per un confronto di posizioni. La grande maggioranza probabilmente non è né contro né a favore al 100%...si interroga (se va bene) alla ricerca di chiarezza su chi ha ragione e chi ha torto. Io mi permetto allora qui di proporre l'argomento: "e se non fosse la Chiesa ad avere torto?". Proviamo a studiare seriamente la base di tutte le posizioni in materia evitando offese (almeno noi, perché politici e a volte anche vescovi sono arroganti, almeno noi!!!). Non c'è lo spazio per argomentare qui ovvio. Da credente invito comunque al rispetto per una Comunità (la Chiesa) che non mi pare criminale in genere dato il bene che emana nel mondo in termini di carità e speranza a derelitti, affamati ecc...Certo ogni comunità ha le sue pecore nere, anche la Chiesa ovvio è fatta di uomini e non di angeli, con cime di santità vera e squallori (speriamo sempre di meno). Come credente mi sto interrogando sull'idea di omosessualità proposta nella Chiesa. Sono critico su alcuni punti, ma so che posso discuterne essendo parte della Chiesa con altre parti sapendo di essere ascoltato. Posso capire che per molti non sia così, ma ho sempre trovato accoglienza di idee e vita nella Chiesa e non sono certo un santo...sono solo uno che accoglie per essere accolto. Saluti.

Federico Savia 08.03.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

B
A
S
T
A

Mi sono seccato di continuare a spiegare ripetutamente le stesse cose a tutti. Il problema della maggior parte di voi è che vi ostinate a credere di conoscere una realtà della quale in realtà non conoscete niente o di cui avete enorme paura a causa dei vostri numerosissimi pregiudizi:

L'OMOSESSUALITA'!

Credete di poter affrontare il dibattito a prescindere dalla vostra conoscenza del fenomeno, oppure (il più delle volte) credete di sapere il giuso necessario per poter affrontare obbiettivamente l'argomento.
Ebbene vi informo che non è così! Non sono bastati anni di dibattiti nella comunità scientifica per giungere ad una posizione unanime del perchè del fenomeno dell'omosessualità ed adesso ecco che spuntano fuori tutti gli scenziati ed i teologi d'Italia a dire la "verità", basandosi sul fatto che uomo+donna=figlio. Vi informo che in matematica molti sono sicurissimi che 1+1=2 ma in realtà in alcuni contesti 1+1 può fare anche 1.

Andatevi a leggere questo articolo su Wikipedia e (per quei pochi che lo capiranno) forse si aprirà una nuova prospettiva da cui poter guardare le cose:
http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_%28cause%29
(copiate ed incollate il link in internet explorer)


Christian D. Commentatore certificato 08.03.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Per Nicola Ulivieri,
Luigi Cascioli lo conosco benissimo,l'autore del libro "La favola di Cristo",e ha addirittura denunciato la chiesa cattolica per "abuso della credulita' popolare e "sostituzione di persona",uomo coraggiosissimo.

Per Christian D.
perdonami ma non riesco a capire(scusa l'ignoranza)il senso della seconda parte del tuo post.Per il resto,su cosa non sei daccordo? sul fatto che scientificamente la comparsa dell'uomo è successiva all'estinzione dei dinosauri?non lo dico mica io!!Vogliamo parlare di Caino?Quando fu cacciato dall'eden per l'uccisione di Abele,disse a Dio"Ecco,tu mi scacci oggi da questo luogo e mi dovro' nascondere da te,io saro' ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrera' mi potra' uccidere"(Genesi 3,23-14).Domanda banalissima,a parte Adamo Eva e lui stesso(morto il fratello)chi altro c'era sulla terra che lo avrebbe potuto uccidere??

I FIGLI DI CAINO
"Ora Caino si uni' alla moglie che concepi' Enoch che divenne costruttore di una citta'che chiamo Enoch dal nome del figlio,il quale genero.....etc etc..."(Genesi 3,23-17)
Altra domanda banalissima,da dove è uscita fuori la moglie di Caino con la quale si uni'?
Scusami ma tutto cio' me lo devi spiegare tu,anzi "illuminare" perche' tutto cio' è completamente irreale,visto che gli unici esseri umani esistenti erano Adamo Eva(dei quali non v'è piu' menzione una volta cacciati dall'eden)e Caino(oh..non saro' un luminare della scienza ma l'italiano lo so leggere!!),quindi eventuali assassini di Caino e addirittura un'altra donna,divenuta poi moglie di Caino,DA DOVE SAREBBERO USCITI FUORI? Tutto cio'è scritto CHIARAMENTE nella Bibbia e non credo dia adito ad interpretazioni diverse da cio che leggi.Quindi chiedo a te e a chiunque volesse commentare,di "chiarirmi"questi fatti con parole chiare,senza evadere,possibilmente,dai fatti sopracitati.
Grazie.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 08.03.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ve la ricordate Carolina di Monaco che tanti anni fa aveva fatto la c...ta di sposarsi in chiesa con un playboy da strapazzo? Beh quando si è stufata il paparino ha chiamato la Sacra Rota e...oplà la principessa è tornata signorina e ha potuto rifarsi una bella cerimonia con tanto di benedizione!

Sarà perchè a Montecarlo fanno tanta beneficienza?

Ai comuni mortali ? Anatema, scomunica e vergogna a vita!

Se il povero Piergiorgio avesse fatto Ranieri o Pinochet di cognome eccome se gli avrebbero concesso il funerale religioso!

Slogan per Christian D (un classico rivisitato) :

CLORO AL CLERO
(PERO' MASCHERA ANTIGAS PER DON CIOTTI/PADRE ZANOTELLI E PER TUTTI I SACERDOTI NON PORPORATI CHE SI SBATTONO PER I DIRITTI DEI POVERI E UMILI SENZA FARE TANTA PROPAGANDA)

Cristina M. Commentatore certificato 08.03.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

G
A
y
|
P
R
I
D
E

Dopodomani (il 10 Mrrzo) a Roma ci sarà il gay-pride. Quest'anno avrà una forte valenza sociale. Cerchiamo di fare pubblicità e di accorrere numerosi. Mi raccomando. Io ci sarò, e non sono gay!

Propongo un po' di SLOGAN per qualche striscione per la manifestazione:

ANCHE NOI VOGLIAMO UNA FAMIGLIA
MA BASTA MANDARCI FAMIGLIA CRISTIANA

------------------------------------

ZAPATERO - SANTO SUBITO

------------------------------------

ANCHE NOI SIAMO NELLA FAMIGLIA

------------------------------------

PRO-DI_CO

------------------------------------

AIUTIAMO ANCHE GIUSEPPE E MARIA

------------------------------------

Se qualcuno ha altre proposte...

Christian D. Commentatore certificato 08.03.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Si dice ingerente un soggetto che si fa i c..i degli altri non sapendone un c...o. Gli ingerenti frequentano i talk show, rilasciano dichiarazioni, si preoccupano per i problemi della società civile"

Beppe ha centrato la questione (nonostante la mancanza di rispetto verso i sacramenti su cui non mi trova d'accordo) :

Ormai l'informazione è costituita al 99% da teatrini alla PortaPorta&CO o da un collage quotidiano sui TG di esternazioni di politicastri di varia estrazione e natura (di norma di durata inversamente proporzionale al loro peso politico perchè poverini se no si sentono trascurati)

Queste OPINIONI vengono date in pasto al popolo bue e prendono sempre più il posto dei FATTI, con il semplice risultato che chi non ha sufficiente tempo, accesso a più fonti di informazione indipendenti, cultura, buon senso , ecc... non riesce a rendersi conto che viene preso per il c...o e ingoia il pillolone di idee precotte e preconfezionate che gli viene somministrato.

IN TUTTO QUESTO I GIORNALISTI HANNO UNA RESPONSABILITA' ENORME, SECONDO ME ANCORA MAGGIORE DEI POLITICI. TROPPO SPESSO NASCONDONO I FATTI PER COMPIACERE I LORO PADRONI O PEGGIO ANCORA LI RIPORTANO IN MODO PARZIALE, DISTORTO E INCOMPLETO.

Così i manifestanti di Vicenza sono diventati potenziali brigatisti, i DICO i matrimoni per gay, Azouz Marzouk un potenziale pluriassassino, gli inceneritori degli esempi di ecologia, Previti un benefattore dei tossicodipendenti, Andreotti un grande e sagace statista e chi più ne ha più ne metta...

Anche Travaglio e la Gabanelli hanno diritto a un pò di ferie, possibile che non ci sia nessuno a disposto a dargli un pò il cambio e a dare ogni tanto delle NOTIZIE e non delle veline di regime?

Cristina M. Commentatore certificato 08.03.07 13:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MESSAGGIO PER "SIMONE A"

Caro Simone però converrai con me che l'adozione per i bambini da parte delle coppie omosessuali deve essere ben valutata.

Il problema della "valutazione" però non deve essere "viziato" da pregiudizi morali o sociali nei confronti degli omosessuali, ma da persone competenti in materia quali esperti di pedagogia e di psicologia.

Mi rendo conto che una gran parte dei pedagoghi e psicologi italiani sono contro questo tipo di adozioni, ma la posizione scientifica in questi anni sta notevolmente evolvendosi e cambiando. Basta vedere la posizione dell'OMS in merito. Tanto è vero che le perplessità che molti esperti hanno nei confronti dei "traumi" di un bambino con "genitori" omosessuali non sono legate alla "cattiva educazione sessuale" del bambino (che molti inesperti ipotizzano), ma invece derivano dalla paura di rapportarsi del bambino con la società che (ignorantemente a mio avviso) potrebbe discriminarli.

Quindi che il discorso sia prematuro è un conto, ma che sia giusto o ingiusto ne è un altro. Prima di parlare di adozioni devono cambiare tante cose in questa società (soprattutto quella italiana). Ma si deve pur cominciare da qualcosa, non credi?

P.S.:
Hai mai sentito una volta quando qualcuno voleva insultare una persona di colore con la seguente frase: "sporco negro"? Oggi fortunatamente questo modo di fare è stato bandito dalla maggioranza delle società più avanzate.
Oggi, ed è pratica comune di tantissime zone (soprattutto del SUD), esiste ancora chi vuole insultare le persone con frasi del tipo: "brutto finocchio" o semplicemente con la parola "ricchione" (vedi anche il poco onorevole Sgarbi). Ebbene, quando la società si renderà conto che questo modo di fare è anch'esso RAZZISTA, allora sarà possibile discutere serenamente sulla questione.

Christian D. Commentatore certificato 08.03.07 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Christian D., siccome tra tutti mi sembri quello che non è un fero cristiano ma non è neanche ateo, secondo te, io parlo da invasato e dottrinato? Secondo Francesco Manfredi è così..

Simone A. Commentatore certificato 08.03.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellissimo post.

Sui DICO si faccia un referendum senza quorum. I cittadini hanno lo sbarrameto al 50% i partiti no per "difedere le minoranze", la chiesa ancora meglio, si legifera già pro-clero.

Le ingerenze sono dei virus che ci attaccano: dove sono gli antivirus? Il ministero degl interni? Quello degli esteri? I servizi segreti?
Facciamo le riforme vere: carabinieri, finanza e polizia devono essere un unico corpo.
Tre antivirus diversi finiscono per entrare in conflitto fra loro.

L'interesse della famigliaè solo di facciata, funzionale ai sacramenti e a chi li gestisce.
In realtà, chi ha 3/4 figli è spacciato. Se ti rivolgi ai preti ti mandano dagli assistenti sociali i quali, dopo essere stati distolti dalla loro attività principale: guardare l'orologio, incominciano a farti delle minacce velate sulla possibilità che ti vengano tolti i figli per indgenza: è meglio non disturbare...
Qualche volta ci sono andato dagli assistenti sociali per il "diritto" alla casa. Alla fine mi dice con tono autoritario: allora, la cambiamo questa casa? Se fosse per me mi prenderei un castello. E poi: e questo lavoro lo passiamo a indeterminato? Se fosse per me lo farei subito.
Con l'intimidazione o le minacce ti ripassano la palla per il "loro" quieto vivere.

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 08.03.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Gli imbecilli sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere. (Ed Murphy post. 9)

Christian D. Commentatore certificato 08.03.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

bello parlare di religioni di credo di fede....

SPIEGATEMI QUESTO

A BOLOGNA

AFFITTO MEDIO PER UNA STANZA 350 EURO

SPESE CASA GENERICHE 50

MANGIARE MENSILE MEDIO 250

ASSICURAZIONE MEDIA
MACCHINA RIPARTITA AL MESE 100

TOT 750

LE SPESE FISSE SONO 750...IO SONO UN PRECARIO...COME CAZZO FACCIO A PAGARE SE UN DOMANI NON HO PIù LAVORO

E IN TUTTO QUESTO NON HO MESSO BENZINA MALATTIE IMPREVISTI BOLLO VESTIARIO

IL DIVERTIMENTO E LE USCITE NON LE METTO SE NO NON SO DOVE VADO A FINIRE

QUINDI A VOI POLITICI E GENTE DEL DENARO E DELLE MANIPOLAZIONI MENTALI MI SONO ROTTO IL CAZZO DI FARE LO SCHIAVO PER VOI.....

BEPPE TI RINGRAZIO....MI DAI LA POSSIBILITà DI CONOSCERE PERCHè LA TELEVISIONE E I GIORNALI SONO ORMAI MANIPOLATI....E SAPERE CHE IN ITALIA CI SONO 50 BOMBE ATOMICHE è DA NAZIONE ANTI PACE !!!

SIG. MARCO TRAVAGLIO LA RINGRAZIO PER I SUOI LIBRI E LA SUA LIBERTà DI PENSIERO E DI SCRITTURA...CONTINUI COSì !!!!!

SU BALLARò SI PARLA DI ABBASSARE LE TASSE O AUMENTARE GLI STIPENDI OVVIAMENTE PER CHI GIà LAVORA....MA QUESTI GRANDI ANALISTI NON HANNO CAPITO UN CAZZO ANZI LO SANNO CHE DEVONO DARE VALORE AL POTERE D ACQUISTO.....COME ??

ABBASSARE AFFITTI E MUTUI CHE TI ANNIENTANO

E ASSICURAZIONI !!!!!!!!!!!

SIG. BERSANI QUESTA è LIBERALIZZARE E AIUTARE LA POVERA GENTE....COLPISCA I POTERI FORTI

E DIA AIUTO AI PRECARI CHE SIAMO ORMAI ALL OSSO....

E VOI RICCHI FATE RINASCERE L ITALIA DANDO VALORE AI GIOVANI....ABBIAMO TANTA VOGLIA DI FARE....

alessandro lombardo 08.03.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe,
leggo spessissimo i tuoi articoli, condivido quasi sempre le tue lotte, mi hai aperto gli occhi su moltissime situazioni strane, questa volta però non ti condivido!
Premetto di essere cattolica cristiana, SI, ma di non essere ferma al medioevo.
Approvo una legge a favore delle coppie omossessuali, è giusto che sia permesso loro di formalizzare il proprio rapporto, di avere diritti (come una qualunque altra coppia etero),non trovo giusto però che si estendano i DICO alle coppie etero!!!
Quest'ultime hanno già la possibilità del matrimonio civile se vogliono formalizzare il proprio rapporto e non sono credenti, utilizzare i DICO per loro sarebbe sono scegliere la strada dei diritti senza i doveri!!!! NON MI STA BENE!!
DICO SI ai DICO solo per gli omossessuali, loro non possono scegliere, hanno solo questa possibilità,ne hanno diritto!!!
Un bacio e continua a lottare, io sono con te!!!
p.s. E' triste però pensare che tu sia l'unica possibilità di avere un'informazione apolitica!
dove sono finiti i GIORNALISTI?!

anna verdoliva 08.03.07 11:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SULLA CHIESA IO LA VEDO COSI'; IL CREDENTE E' VITTIMA CONSENZIENTE (MAI CONSAPEVOLE) DELLA PIU' GRANDE ORGANIZZAZIONE CRIMINALE DEL MONDO, OLTRE CHE DELLA PIU' GROSSA BUFALA!! L' ATEO, O MEGLIO, IL "NORMALE (SIETE VOI CHE CREDETE ALLE PANZANE, NN NOI!) E' VITTIMA DELLE CHIESE, E DEI CREDENTI CHE AVVALLANO L' OPERATO DI DETTE ORGANIZZAZIONI
P.S. SIMONE, A LEGGERTI METTI PAURA!!!

Francesco Manfredi 08.03.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questa parte del blog mi sono espresso su molte cose a volte, lo ammetto, anche poco laiche. Tuttavia non mi sono mai espresso sull'eventuale possibilità di adozzione o procrezione in vitro di bambini da parte di coppie di fatto omosex.
Se trattassi l'argomento con superficialità direi, perché no, in fondo dove ce amore c'è famiglia, però poi mi metto nei panni di un bambino con due papà o due mamme che, a un certo punto della sua vita, scopre come si fanno i bambini, a questo punto come dovvrebbero comportarsi i due papà o le due mamme, gli dovrebbero dire che lui è nato sotto un cavolo o l'ha portato la cicogna?
Poi voi forse, non ve lo ricordate, ma io che ho a che fare con i bambini per via dell'oratorio, so che, fino a una certa età, sono veramente cattivi verso chi ha delle diversità, ma non perché hanno in se una cattiveria innata ma solo perché la loro giovane età non permette loro di comprendere a pieno certe diversità.
Io penso, anche perché ho letto diversi articoli di psicologi infantili, che questa sia una questione molto difficile da gestire e pemso anche che anche i pedagoghi dei paesi dove l'adozione da parte di coppie omosex è accettata abbiano almeno qualche perplessità sull'argomento.

Simone A. Commentatore certificato 08.03.07 11:00| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Chiesa non ingerisce! Provate a riflettere:la Chiesa si occupa di Dio, Dio si occupa dell'uomo ergo la Chiesa si occupa anche degli uomini! Non è ingerenza tutelere i diritti di quelli che continuano a credere che la famiglia sia la prima cellula di formazione dell'idividuo e che come tale vada tutelata e non smantellata.

francesca somma 08.03.07 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Chiesa è giusto e doveroso che si esprima perchè, per i cattolici, dev'essere l'entità che indica il cammino giusto da percorrere. Ed è giusto anche che dica di essere in disaccordo con lo Stato quando lo è, effettivamente. C'è la libertà di pensiero e l'opinione di tutti va rispettata, per non parlare poi delle "opinioni" che devono essere riferite ad un macrocosmo come quello del mondo cattolico (in Italia e all'Estero, perchè, per dirne una, il Papa è il rappresentante di Cristo in terra e dunque il sommo capo del Cattolicesimo mondiale).

Però, pur essendo cattolica convinta, mi fa davvero arrabbiare una cosa, ovvero questo continuo interferire tra Chiesa e Stato ad opera di entrambe le parti ( Ruini come Mastella come Capezzone come Casini ...e qui mi fermo, perchè si potrebbe continuare fino a domani). L'Italia nella fattispecie è uno stato laico e certi prelati se ne dimenticano spesso e volentieri. Se Dio ci ha dato il ibero arbitrio, tu come rappresentante di Cristo dai le indicazioni, ma non imponi nulla a nessuno. Chi crede in te e nella Chiesa ti segue, chi non crede in te vede solo un individuo chiuso su ciò in cui crede senza aprirsi ad ottiche diverse e non ti segue più. Se c'era una possibilità si è chiusa.. e stavolta, mi spiace dirlo, pe colpa dei nostri rappresentanti religiosi.La tolleranza è un peccato, ma l'accettazione è il primo passo verso l'integrazione VERA dell'altro. Poi, le strade di Dio sono infinite.e per i politici idem...NON SI PERMETTANO di usare la Chiesaa o qualsiasi altra cosa a scudo della loro meschinità nel proibire ciò di cui loro godono da anni. Sentire Berlusconi o Casini difendere la cristianità mi indigna nel profondo, perchè sono divorziati. Insomma,ai preti e ai politici, che spesso e volentieri si alzano sul pulpito ad esclamare la Verità di Dio, chiederei con tutto l'umiltà dettata dalla mia condizione di "cattolica semplice" di scendere dallo scranno e di tornare a Catechismo facendosi un esamino di coscienza.

Cristina Magri 07.03.07 23:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

S
U
N
T
O

Famiglia, figlio, convivenza sono definizioni, ed in quanto tali, possono variare liberamente a seconda dei cambiamenti della società.
Mi spiego. Può essere famiglia un uomo con dei figli, un uomo con una donna, un uomo con i suoi nipoti. Qual'è il confine tra ciò che è famiglia e ciò che non lo è? I figli possono essere, naturali, legittimi, adottivi, acquisiti. Qual'è il limite entro il quale una persona può considerare figlio o meno un individuo che ama? Discorso analogo lo si può fare per la convivenza.

In questo post, in realtà, si mette in discussione (almeno questo penso sia lo scopo di Beppe) la posizione predominante della chiesa nello stabilire le regole per la definizione di tali modelli sociali.
Lo STATO NON E' FORMATO SOLO DA PERSONE CRISTIANE, che quindi condividono la stessa "definizione" di famiglia, di figli, di convivenza ecc. ecc. PERCHE' QUINDI LO STATO DEVE TUTELARE SOLO LA COMUNITA' CRISTIANA?

Il fatto che sia stato così per secoli, non è perchè questo è il modo giusto in cui devono andare le cose (assunto di molti dei commentatori). Ma solo perchè fino a qualche decennio fa la quasi totalità della popolazione condivideva i valori della religione cristiana. Ovvero, perchè la comunità cristiana coincideva con la totalità dei cittadini.
Oggi, purtroppo o fortunatamente (dipende dai punti di vista), non è più così. Ed i fatti lo dimostrano. Minoranze o quasi-maggioranze di individui propongono ed adottano nuove tipologie di modelli sociali. Bidogna quindi assimilarli, o meglio, ridefinire alcuni "parametri" sociali.

La società ormai, dall'alto della sua sovranità sulle regole di convivenza tra gli individui, impone la ridefinizione del modello sociale di famiglia ed anche di altri tipi di modelli. Modelli nei quali possono essere inglobati benissimo, liberamente, senza restrizioni di nessun tipo, senza discriminazioni e senza minaccie di nessun genere anche il modello della famiglia ed il modello di vita cristiani.

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MESSAGGIO PER "MARCO DA PADOVA"

Ho letto un tuo commento e non posso fare a meno di notare la tua visione ottocentesca della famiglia dell'amore e dell'omosessualità.

Tu ritieni che l'atto procreativo debba essere uno dei fondamenti della famiglia senza pensare che così offendi la dignità di tutte quelle coppie che condividono un progetto familiare pur non potendo avere, per motivi fisici, figli.

Poi ritieni che l'Amore tra uomo e donna è più forte e non sarà mai come quello tra uomo e uomo o donna e donna. Bhe, mi permetto di farti osservare che forse confondi il SESSO con L'AMORE. Personalmente conosco tante coppie omosessuali che si amano così tanto che alcune persone, come te probabilmente, potrebbero solo avere da imparare. Se tu sapessi l'Amore tra due omosessuali quali barriere culturali e quali difficoltà supera ogni singolo giorno forse ti vergogneresti anche di pensarla così.

Io ti capisco perchè una volta la pensavo come te, ma poi ho visto ciò che può fare l'Amore. Forse tu non lo vedrai mai, ma mi auguro con tutto il Cuore che lo vedranno i tuoi figli. Perchè quando ti toccano l'animama ti rendi conto di cose che probabilmente tanti come te non capiranno mai.

Io penso (di sicuro non pretendo) di essere nel giusto. Perchè sono dalla parte dell'AMORE!

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ognuno si tenga il dio in cui crede, l'importante è NON imporlo agli altri.

O pretendere che gli altri si comportino secondo le masturbazioni cerebrali di chi è stato UNTO.

Poi non si capisce bene tutto questo dimenarsi in difesa dei rappresentanti diddio in terra...

Sarà che vi dà fastidio proprio la critica a questi UNTI?

E dove sta scritto che certi personaggi NON possano essere criticati, smentiti e contraddetti???

Sono mica loro il dio.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
non sarebbe il caso di iniziare una raccolta firme per indire un referundum sui DICO? Noi comuni mortali non abbiamo nessuna paura della Chiesa, mentre i polici non posso mettersi contro l'ambiente clericale. Vorrei anche ricordare ad alcuni politici che uno dei comandamenti è "Non rubare" visto che spesso lo dimenticano..............ma guai a parlare di Dico.

Antonio Verdino Commentatore certificato 07.03.07 18:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro "davide z"

Il concetto di famiglia in quanto tale è suscettibile di cambiamenti a seconda dei cambiamenti della società stessa.

La chiesa, così come gli omosessuali, possono portare nel discorso un contributo mostrando quelli che per loro sono i "modelli da seguire". La famiglia cristiana (quella del Mulino Bianco per intenderci) è già un modello obsoleto per questa società e lo dimostrano le statistiche. Ciò tra l'altro a prescindere dai DICO e dalle unioni omosessuali. Il fatto che si voglia ancora tenere questo modello come riferimento è una cosa che, secondo me, deve essere fortemente messa in discussione.

Lei parla di Maria, Giuseppe e Gesù come modello di famiglia. Le faccio notare che Maria e Gesù oggi potrebbero rappresentare quello che per la società attuale è uno dei modelli di "coppia di fatto".

La famiglia, e ci tengo a risottolinearlo ancora, non è il luogo in cui si deve procreare (le persone sterili non possono avere una famiglia?), ma il luogo in cui SI DEVE AMARE INDISCRIMINATAMENTE!

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dio disse: "La terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e bestie selvatiche secondo la loro specie". E così avvenne: 25 Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la propria specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona.


Creazione dell`uomo. -


E Dio disse: "Facciamo l`uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra".
Questo è un passo tratto dalla "genesi" sul quale vorrei fare delle puntualizzazioni,anzi una in particolare.
Potra' sembrare un po infantile come ragionamento,ma Bibbia a parte,c'e' un incongruenza enorme parlando a livello scientifico e soprattutto pratico.Le scoperte scientifiche hanno provato,con ritrovamenti veri,reali,l'esistenza in epoca molto remota,di animali giganteschi chiamati dinosauri di ogni specie ,ma la maggior parte di loro carnivori e sicuramente poco propensi dall'essere dominati dall'uomo e sembra che la comparsa dell'essere umano sulla terra,sia successiva all'estinsione dei dinosauri.Quindi appare molto improbabile che in 2 giorni Dio abbia creato prima i rettili e poi l'uomo e fatti convivere insieme(dura,eh!!).
Da piu' parti si dice che la genesi sia una metafora,e qui non ci sto!perche' cosi risulterebbe meno credibile tutto cio' che ne è seguito,mare che si apre in 2,compreso.Testi egizi,riferiscono di un faraone che ha visto meta'del suo esercito,ingoiato dal mare che si richiudeva?se si,ditemi dove andare a leggerlo.
Poi,Adamo,Caino e Abele 3 uomini con l'unica donna Eva,moglie e madre,quindi da un incesto continuo sarebbe nata l'intera umanita?Dio avrebbe permesso che l'unica donna esistente,si accoppiasse coi figli?Adamo genero' 2 figli maschi,ed il resto dell'umanita' chi lo genero'?Scusatemi,ma temo che 5000 anni di menzogne bastino,o no?


ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 07.03.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sei forte. Ma anche in questo caso io dissento. Condivido molte tue battaglie, ma la tua battaglia contro l’ingerenza della chiesa sulla famiglia mi lascia alquanto perplesso. Sai perché? Te lo spiego subito. Innanzitutto sono d’accordo con te sul fatto che il mondo è pieno di gente (i cosiddetti ingerenti) che si esprime su temi di cui non conosce nulla e che riguardano gli altri. Perciò è bene che a parlare di famiglia non siano gli ingerenti. Però il dubbio che ho è questo: forse sono gli omosessuali i deputati a parlare della famiglia? O piuttosto i single che in tutto il mondo stanno crescendo spaventosamente di numero? Che io sappia, fin dall’origine dei tempi, nessuno ha mai chiamato famiglia un single che va a vivere da solo, né l’unione di due persone dello stesso sesso. Che esperienza hanno costoro di famiglia? Allora cosa facciamo? Sono anche loro degli ingerenti e non hanno il diritto di esprimersi sulla famiglia? Forse mi dirai che sono figli e dunque sono stati e sono parte di una famiglia, ma questo non vale forse anche per i preti? O i preti sono nati dal nulla e cresciuti dal nulla? Almeno i preti hanno un bel esempio di famiglia a cui ispirarsi che è la Famiglia di Nazareth, con Giuseppe, Maria e Gesù (anche per uno che non creda alla sua verità storica o alla sua attualità). Mentre ho l'impressione che chi legifera, a volte,abbia visto troppi film di pedro almodovar e si sia immedesimato.

davide z. Commentatore certificato 07.03.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

ma voi italiani non ne avete ancora pieni i coglioni della chiesa??????

ma dove cazzo vivete?

ma come cazzo ragionate?

ma avete le fette di salame sugli occhi?

PORCODIO

Attila Ricchioni 07.03.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*** MESSAGGIO PER "TITO DRAGO"!!! ***

La chiesa non fa discriminazione? E perchè secondo lei una coppia omosessuale decide di rimanere lontana dalla sua famiglia (cattolica) di origine? Perchè sono asociali?

Perchè un omosessuale dovrebbe vivere in astinenza sessuale? Perchè la religione cristiana dice che l'omosessualità è peccato?
Allora lei (e tutti gli eterosessuali) deve astenersi dai rappoti sessuali perchè secondo la mia religione, gli "antitestediminchiologisti", l'eterosessualità è peccato. Come la mettiamo adesso?

Mi fa piacere che lei paragoni la convivenza tra una coppia omosessuale a quella con un cane o un animele. Questo è lo specchio esatto della cultura cristiana Sgarbiana. Pensate veramente di non essere razzisti? Le sue erano le STESSE parole che utilizzavano i soci del CUCUS CLAN per definire i neri. Complimenti!

Carissimo, la base della famiglia è L'AMORE e non la SESSUALITA' o la PROCREAZIONE!!!

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è una nuova DEMAGOGIA che si aggira per l'Italia in questi anni. Quella che tende a ritenere i problemi meno importanti perchè ce ne sono altri più importanti da risolvere.

Ma chi è che stabilisce quale problema è più importante o prioritario di un altro?

E poi, quale criterio è più giusto adottare per stabilirlo?
Forse il numero di persone che ce l'hanno? La sua gravità (intesa come disagio)?

Non metto in dubbio che questo non sia né il problema più sentito né quello più grave di questo paese. Ma non per questo non va affrontato o rimandato.

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno a tutti
volevo chiedere a beppe grillo cosa ne pensa di quello che e' accaduto ieri nella partita dell'inter in coppa.
per me non c'e' molta differenza tra i giocatori e i gli ultra' del catania, sono certo che se i giocatori dell'inter avessero avuto una sbranga l'avrebbero usata contro contro il giocatore spagnolo (un po' vigliacco).
a mio modesto parere vista le aggravanti per i giocatori che si dichiarano professionisti e sono profumatamente pagati darei qualche anno di galera anche a loro farebbe bene a loro stessi e al calcio che sta riempiendo sempre piu' i giornali di cronaca invece dei giornali sportivi..sperando in una giusta punizione da parte dell'uefa ti saluto...........
bikecity


Ma che idea brillante!
Beppe caro...ormai non sai più cosa dire e tiri fuori delle idee che non stanno nè in cielo nè in terra.
Sciopero dei sacramenti!?!??!
Ma che vaccata è?
E poi...scusa...ma per te i preti si generano dal nulla?
No perchè a me risulta che anche loro vengano al mondo perchè generati dall'unione di uomo+donna.
Ergo...anche loro hanno una famiglia.
Altrimenti chiunque non è sposato non ha famiglia...
Altra breve riflessione...chissà come mai la Chiesa non si può esprimere parlando dell'uomo...eppure tutti possono sparare a zero su di lei...dicendo castronerie incredibili!
Assurdo!

Massimo Grassi 07.03.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Messaggio di "Tito Drago":

Spettabile Cristian.La Chiesa,visto che non ne sei informato ti informo io,non apllica nessuna discriminazione verso gli omosessuali,nè tantomeno li considera malati.Vai a leggere qualcosa,e scoprirai che esiste una pastorale rivolta agli omosessuali (nonchè associazioni di omosessuali cristiani) ai quali si chiede di vivere la loro sessualità nella castità,perchè l'atto sessuale,è detto dalla BIBBIA,(libro sacro composto da ANTICO e NUOVO Testamento, non solo dai Vangeli)è contronatura in quanto non ha forza generatrice (nel senso di generare nuova vita).Se poi vuoi approfondire il discorso,in linea generale,ti posso consigliare "Perchè non farlo" di Roberto Beretta ed Elisabetta Broli,ed. Piemme,libro molto vivace e piacevole,non un trattato.Giusto per avere un'infarinatura generale sulla sessualità da parte della Chiesa e conoscere qualcosa in più dei soliti luoghi comuni che si sprecano in un sacco di post su questo sito,tra cui il tuo.Se poi resti convinto che si può chiamare famiglia qualsiasi tipo di unione provocatoriamente ti chiedo (senza pensare con questo esempio che non ci sia la stessa dignità tra omo,etero,e i soggetti che cito):se un giorno uno volesse stare col suo animale di compagnia formando una famiglia,non avrebbe diritto di farlo senza che nessuno gli dica che è sbagliato

--------------------------------------------------

RISPOSTE:

La chiesa non fa discriminazione? E perchè secondo lei una coppia omosessuale decide di rimanere lontana dalla sua famiglia (cattolica) di origine? Perchè sono asociali?

Perchè un omosessuale dovrebbe vivere in astinenza sessuale? Perchè la religione cristiana dice che l'omosessualità è peccato?
Allora lei (e tutti gli eterosessuali) deve astenersi dai rappoti sessuali perchè secondo la mia religione, gli "antitestediminchiologisti", l'eterosessualità è peccato. Come la mettiamo adesso?

Carissimo, la base della famiglia è L'AMORE e non la SESSUALITA' o la PROCREAZIONE!!!

Christian D. Commentatore certificato 07.03.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come sempre il filo tra la denuncia sociale intelligente, arte in cui Grillo è maestro, ed il basso populismo è sottile.

I sacramenti sono un fatto privato, i giudizi universali lasciamoli al sommo, se una coppia non crede che si sposasse con rito civile ed avrà tutti i diritti tutelati dallo stato.

Se una coppia non vuole sposarsi col rito civile o non può che si organizzasse diversamente, il compagno di Versace ancora prende il vitalizio che il buon Gianni gli accordò senza rompere i coglioni a nessuno, senza fare battaglie inutili.

Di fronte alle emergenze in cui si trovano moltissime famiglie che non sanno come trovare i soldi per mandare i figli a scuola spendere anche solo un minuto di attività parlamentare è una bestemmia al senso civico di una nazione.

La religiosità dei singoli è un fatto privato che nemmeno la Chiesa istituzione può e deve controllare figuriamoci il populismo da centro sociale.

DICO che è meglio pensare ai problemi seri del paese piuttosto che alle beghe ereditarie di una minoranza che non hanno nemmeno la trasparenza di ammettere che si tratta solo di interessi e non di amore. l'amore è un fatto privato e come tale non va giudicato ma gli interessi sono un fatto pubblico e ci sono priorità decisamente più importanti.

Gino Di Tacco 07.03.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione