Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Scemo di guerra


scemo_di_guerra.jpg

Voglio spezzare una lancia, dire una cosa positiva sugli italiani: non amano la guerra. Preferiscono da secoli evitarla o farla fare agli altri. E, giustamente, non se ne vergognano. I politici questo non l’hanno capito, non vogliono capirlo. Uno c’è rimasto nel 1945 e l’ultimo ha fatto cadere il governo. Il sogno del soldato italiano in guerra è sempre quello: l’avventura con una donna. Il Ratto delle Sabine è storia patria. Faccetta Nera è la canzone che ha accompagnato la conquista delle etiopi e poi dell’Etiopia. L’italiano tiene famiglia. Durante la ritirata di Russia cantavamo “Mamma... solo per te la mia canzone vola” e i tedeschi non capivano se li prendevamo per il c..o oppure no. Le guerre di indipendenza le ha vinte l’esercito francese. La prima guerra mondiale è stata un massacro di disertori con fucilazioni di massa. La seconda guerra l’abbiamo persa, poi vinta, poi pareggiata. Ancora adessso non sappiamo come è andata a finire.
Siamo arrivati ad oggi con le missioni di pace a casa degli altri. Con le multinazionali di guerra a casa degli altri. Gli occupati ci rapiscono volentieri. Sanno che siamo lì contro voglia, che siamo simpatici e che il governo qualche milione di euro lo tira sempre fuori.
I tecnici dell’Eni rapiti in Nigeria sono stati un grande spot per i terroristi. Se li trattenevano ancora qualche giorno li arruolavano nella lotta armata contro le multinazionali. L’occupazione americana la viviamo con indifferenza. Se c’è una guerra ci penseranno loro. Ma le guerre sono SEMPRE loro e MAI nostre, prima o poi ne pagheremo le conseguenze.
L’Italia ha vinto l’Oscar con “Mediterraneo”, un film dove l’integrazione tra soldati italiani e la popolazione greca occupata era totale, carnale, famigliare. Il nostro ideale di occupazione. Mastrogiacomo è rientrato in Italia. Ha detto che non tornerà più a Kabul. Il suo dovere lo ha fatto: ha portato una ventata di pace. Al tavolo delle trattative ci saranno anche i talebani. I terroristi sono stati rilasciati, ma forse sono patrioti. Di sicuro sono a casa loro e noi a casa degli altri.
W l’Italia, l’Italia che non ha paura...


Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°11-vol2
del 19 Marzo 2007

22 Mar 2007, 22:39 | Scrivi | Commenti (1482) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

L'Italia fino pochi anni fa aveva un esercito fatto di persone normali: strettamente legate al tessuto sociale, persone con il difetto di essere sempre più acculturate e sempre meno manipolabili e pronte ad obbedire ad ordini di uso della guerra per risolvere le controversie internazionali (vedi art.11 della costituzione).Da un governo di sinistra è stato cancellato e sostituito da un esercito di mercenari pronti ad ubbidire sempre a chi comanda sia esso Berlusca, D'Alema, o Prodi (con l'allettamento di 5.000 euro al mese). Hanno cancellato anche gli alpini: troppo legati al territorio, troppo autonomi: ingovernabili!!! Se non fosse stato cancellato l'esercito fatto di persone normali (giovani e legati alla famiglia e al territorio)non sarebbe stato possibile mandarlo in IRAK in Afganistan e in giro per il mondo a "difendere la Pace".
Torniamo all'esercito di leva: costa molto meno, fa meno danni e garantisce moto meglio la pace

giacomo olivero 27.11.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sign. Beppe Grillo,
le scrivo,innanzitutto per farle i miei complimenti per le sue iniziative che stanno risvegliando la coscienza assopita di molti italiani.
Devo dirle sinceramente che non proprio tutto mi convince di quello che fa,ma trovo che lei sia la persona giusta al momento giusto e soprattutto sono convinta che agisca in buona fede,nell'interesse del NOSTRO paese.
Volevo chiederle,se tra le tante cose di cui si occupa potrebbe darmi un suo parere sul nostro Esercito di precari( e in questa accezione mi riferisco non ai disoccupati in generale,ma proprio a tutti quegli VFB,vfp4,vfp1 introdotto nell'Esercito in questi anni).
Si tratta di una categoria che non ha sindacati,prevalentemente arruolata nel Sud(per endemica mancanza di lavoro)che non ha nessun tipo di certezza sul proprio impiego.
Molti di questi vanno in missione,rischiando (dal contatto con l'uranio impoverito,che portano anche a casa avendolo respirato,al rischio di beccarsi una pallottola),e poi quando tornano a casa aspettano anni nell'attesa di conoscere l'esito di una graduatoria che dovrebbe assicurargli il passaggio in definitiva.
Si tratta di ragazzi coraggiosi,ma che oggi sono molto sfiduciati.
Lei,cosa ne pensa?Ha intenzione di fare una campagna per questi cittadini senza voce?
La ringrazio anticipatamente.

Antonella Rivellino 29.09.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo le "missioni di pace" servono solo a difendere gli interessi delle grandi potenze.
Delle esigenze della popolazione locale non interessa a nessuno.

g.d.l. 23.06.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Il giro di affari dei nemici dell'umanità è in Italia almeno doppio del PIL.

Se proviamo a riflettere sulla situazione nel mondo è ancora peggio. Il commercio dell'eroina per esempio vale il 5% del fatturato mondiale, più di 500 miliardi di dollari all'anno. Il 90% dell'eroina proviene dall'Afghanistan.

Nel 2001 i Talebani smisero di coltivare oppio, il mercato dell'eroina crollò di colpo, e nel giro di pochi mesi venne organizzata la messinscena delle torri gemelle e l'invasione dell'Afghanistan. Ora la produzione di oppio è tornata al massimo.

Il petrolio finisce perchè i pozzi si esauriscono, invece le produzioni di oppio proseguono da migliaia di anni e non finiranno mai. E c'è guerra anche in Colombia per la cocaina. Le droghe pesanti sono il più grosso business del mondo da migliaia di anni.

Allora come fare?

INFORMATI SULLE DINAMICHE NONVIOLENTE SCHIETTISTE

INFORMATI SUI METODI DI LAVORO DEI NEMICI DELL'UMANITA'

INFORMATI SUI FESTINI SADOMASO LA SERA DOPO GLI SCONTRI DI PIAZZA E GLI ATTENTATI

INFORMATI SUI FONDI CARCATERRA - BPM - BANCA ETICA

E poi rifletti a lungo...

Francesca Torella 09.06.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Fosse per me non saremmo nemmeno partiti a portare la pace.Forse loro non stavano tanto bene,ma adesso come stanno?

silvano martello 08.05.07 21:48| 
 |
Rispondi al commento

sto per partire volontario al militare ho 18 anni è soo convinto di quello che faccio e sono convinto che è vero che gli italiani spesso nn la vogliono fare la guerra ma che se vogliono la sanno fare meglio degli altri

ambrogio zaccaro 29.04.07 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono sconvolto:
20 enni che muoiono per ingrassare le lobby petrolifere e degli armamenti.

20enni mandati a morire per salvare il sistema economico statunitense (o meglio ritardare la caduta del dollaro).

20enni che saltan in aria per avere scorte di greggio quando stiamo arrostendo sotto il sole rovente grazie all'inquinamento del "prezioso"liquido nero bruciato.

madri di 2oenni che ricevono la croce al valor militare; da scandalizzarsi..una consuetudine bigotta e vecchia di 100 anni. Piu' che croce di ferro dovrebbero chiedere perdono platealmente a tutte le madri, a tutte le mogli, a tutte le compagne..a tutti i figli di questi soldati disperati che vanno a rischiare la pelle per 1500 euro al mese..

si dice che la guerra è inevitabile.
Io non credo.
Purtroppo inevitabile è l'avidità di pochi, gli interessi geopolitici internazionali.

si parla di Iraq..Bush metterà il veto contro un ritiro certo.."perchè è come darla vinta al nemico" dice..
Ma ricordo a lor signori che il nemico ce lo siamo creati noi: nessun terrorista islamico che si è spalmato sulle torri è iracheno.
Nessun iracheno .
Nessun iracheno.
L'unica colpa è che Saddam volle vendere il petrolio in euro. Anzichè in dollari. Facendo potenzialmente perdere "valore" alla moneta d'oltre oceano.
E' tutto cosi' chiaro.
Tutto cosi' sconcertante. Come sconcertante è il silenzio su questa verità e le balle colossali che vengono inventate di sana pianta.
L'amministrazione Bush ci porterà alla rovina.
Piu' totale. Solo che quando accadrà questo sarà troppo tardi.
Loro sono al di là di un oceano. Noi abbiamo coloro che vengono punzecchiati e malmenati (iran, iraq, libano, turchia..etc..) qui dietro l'angolo.. e ci dovremo NOI fare i conti.
Spero solo che l'iran, se attaccato, sia in grado di rispondere, perchè finalmente sarebbe uno scontro ad armi pari.. fatto che non c'e' mai stato fino ad ora. Cosi' vedremo quanto gli ideali di guerra terranno botta...

Paolo S. 27.04.07 10:43| 
 |
Rispondi al commento

In un articolo precedente ho manifestato la mia idea, secondo la quale, la guerra sarebbe inevitabile e neccesaria per il conseguimento della pace. Credevo che questo Blog potesse essere un esempio di democrazia, poichè ogni individuo poteva esporre la propria tesi e discuterla con altri utenti....un sogno.
Il sig. Banzi ha pensato bene di rispondermi con offese ed insulti, definendomi schiavo dei potenti e schernendomi per il mio elevato livello culturale ( da lui evidentemente non posseduto ). Ora un aviso ai naviganti: Se vogliamo che questp blog sia democratico smettiamola con le offese sistematiche rivolte a chi manifesta pensieri diversi da quelli condivisi dalla maggioranza, impegnamici ad essere seri e rispondere nel merito delle questioni, con argomentazioni apropriate e serie. Ci lamentiamo tanto della mancanza di democrazia effetiva in questo paese, poi non riusciamo a rispettarci nemmeno in questo blog!
Spero che eventi simili non si ripetano, nel caso contrario sarebbe opportune chiudere il blog ed aprire un sito in cui ci si possa offendere liberamente, liberandosi così dalla frustrazione quotidiana.
Ringrazio il secondo utente che mi ha risposto, in quanto egli ha saputo dibattere le mie tesi e mi ha chiarito alcuni aspetti sulla droga in Afghanistan che non avevo considerato.
Voglio però rispondere anche a lui: certamente l'uomo moderno è diverso da quello antico e medioevale, divesità che si nota sopratuto nella visione con la realtà, con il mondo, la religione, ecc. Ma nella sua interiorità l'uomo è sempre lo stesso violento, aggressivo, bellicoso e la nascita di uno spirito nazionale non ha modificato enormemente la situazione ( anche perchè lo spirito nazionale è stato messo in discussione dalla globalizazzione ). In Europa si è ragiunta la pace solo quando si sono eliminati i fascisti, nazisti ( almeno dai governi ) e Schuman propose la condivizuione delle economie europee. Solo il mercato può scatenare o fermare le guerre.

Christyan lucchiari 05.04.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Anche io penso che,UOMINI come Gino Strada ed altri che per sana modestia non appaiono mai meritino il Nobel per la pace.Ma questo sarebbe solo un premio, che non renderebbe minimamente idea dello spessore di queste persone che,meritano di essere presi come RIFERIMENTO.A questo proposito vorrei che, solo chi dimostra di avere anche in minima parte i requisiti di onestà ed altruismo di costoro, possano essere definite persone veramente importanti(V.I.P)e non questi quattro cialtroni che, in questi giorni passano da Vespa a Mentana.

Pietro Coraini Commentatore in marcia al V2day 04.04.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

ho sentito il commento di Bagnasco sui dico. Nella stessa frase afferma la sua contrarieta' ai DICO come alla pedofilia e all'incesto. Ci sono due modi di citare piu' fatti/soggetti in una frase: una lista scollegata, una lista collegata. Ad esempio io sono contrario alla pedofilia ed alla frittata con le zucchine. Cito due cose scollegate. Nel caso di bagnasco mi sembra che il senso fosse diverso, mi sembra che lui equiparasse la gravita' della pedofilia all'amore omosessuale. Sono sconcertato, anche perche' conferma la scarsa considerazione per la pedofilia, cosa gia' dimostrata dal comportamento della chiesa cattolica in merito allo scandalo pedofilia negli US.

simone meloni 31.03.07 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora io dico, tutti siamo concordi che l'Italia non è una paese che ama la guerra. Tutti scrivono che i politici sono m...e. Ma che c...o di sinistra c'è a rappresenraci allora! Io voglio la sinistra vera, quella che guarda il prossimo come fratello e pari. Voglio che tutti i politici che ci governino abbassino la cresta e facciano il loro dobìvere perchè se sono lì nonj è per grazia divina (Come in america) sono lì perchè ce li abbiamo messi noi. Loro devono ascoltare noi. Andate tutti a casa, falsi ipocriti che non siete altro. Non ci rappresentate, fate solo i vostri svporchi interessi. VOGLIO LA VERA SINISTRA....queall che vede nell'altro il rispetto e la comprensione....NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTAT DA LADRI CORROTTI CHE NIENTE HANNO A CHE VEDERE CON NOI POPOLO ITALIANO.........NOI SIAMO ONESTI......SIETE VOI PARLAMENARI LADRI....
proporrei a questo punto ciò che da tempo doveva essere attuato: ogni parlamentare nojn avrà più uno stipendio verrà messo in cassa integrazione fino a che noi popolo italòiano non avremmo stilato un programma NOSTRO VERO.
Ma vogliono farci credere che siamo tutti beoti?
BASTA....
Grazie BEPPE....RESET!

Flavia c. Commentatore certificato 30.03.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe non sapevo che avevi girato un film con il piu grande dei comici francesi e colui che ha fatto della politica francese un campo di battaglia.
Malgrado siano 20 anni che sia scomparso le sue idee e la sua forza di cambiare le cose ed opignioni è sempre presente.
Ora capisco perchè sei diventato cosi anche te,(scherzo)pero' di gente come te e lui sono rare e devete saperlo ed essere incoraggiate.
Quindi non posso che dirti di continuare cosi sono sicuro che un giorno parte dell'ipocrisia che ci circonda si attenuerà.
Continua ancora e ancora e anocra..........Ciao

alberto fattorini 29.03.07 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate ma come mai tutto sto casino per i compromessi a cu si è arrivati per liberare un giornalista (che per lo meno ci rende un servizio).
ci siamo dimenticati di aver pagato per un manipolo di mercenari al soldo di chissa chi!
ciò detto, chi va in zona di guerra deve sapere i rischi che corre e non mi pare sensato dipendere dall'azzardo di alcuni incoscienti.

fabio triuzzi 29.03.07 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Fantastico, i talebani sono patrioti, questa è davvero bella!!! Ci sarebbe da piangere su questa affermazione, fatta poi da una persona che di testa c' è l' ha come Beppe Grillo. Un patriota vero non va ad ammazzare altri innocenti e sottolineo innocenti per un ideale caduco e assolutamente folle, casomai lotta democraticamente per la propria causa. Grillo, predichi bene e razzoli molto male: parli tanto di diritti umani, di libertà ma voglio vedere che libertà avranno quei poveri disgraziati che verranno fatti saltare in aria da 5 baldi ed audaci patrioti... Beppe, te lo dico col cuore VERGOGNA!!! Io ritrarrei queste parole, se fossi in te.

Francesco Scabar 29.03.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe!Essere un popolo pacifista non è da ritenersi un demerito,anzi un onore per noi italiani! Ma vorrei ricordare a molti pacifisti che gran parte dei "volontari" italiani partiti in missioni militari sono stati spediti oai loro comandi: altro che volontari! Non prendetevela con loro, ma con chi li manda all'estero per missioni inutili, almeno nella gran parte.E ricordiamoci quel che disse Berlusconi alle vittime di Nassirya: " Erano volontari che sapevano a che cosa andavano incontro"! Ma lo disse alla stampa,perchè evitò di andare ai funerali!

roberto mario mastelloni 28.03.07 19:35| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E cosi' il rifinanziamento della missione è passato,che merde di politici che abbiamo....
Tagli alla scuola,alla ricerca,etc...pero' i soldi per finanziare una missione di pace(guerra),quelli ci sono.....per fare cosa poi?
L'altro giorno c'è stato un attentato a Kabul verso un gruppi di soldati italiani,per fortuna tutto bene,ma se ci scappava il morto?Avremmo accolto l'ennesima bara italiana,e poi rifinanziato la missione?L'America in passato ha finanziato i talebani,noi gli abbiamo dato le armi ed ora andiamo giu' a redimerli?Sono di sinistra per questo sono ancora piu' incazzato per questa cosa,perche' in nome della lealta' alla coalizione tutti hanno votato si,pur vomitando...è una vergogna.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 28.03.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

è che siamo un popolo un po' c......e e ci facciamo fregare sempre trovandoci inpelagati in beghe di altri e volute da altri e non riusciamo a dire di no....o meglio chi ci rappresenta, o dovrebbe farlo, non riesce mai a dire di no.

valeria della bella 28.03.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE!!!!

torna tra noi.
Smetti di lanciare i tuoi anatemi come un cardinal Ruini della laicità (almeno la laicità mi pare sia rimasta, qua e là tra i tuoi tuoni preteschi).
Facci ridere di nuovo, che una volta eri capace.

Aristofane non si vergognava di far ridere, il giornalista lascialo fare a Travaglio che è capace.

Bruno Soldati 28.03.07 05:54| 
 |
Rispondi al commento

Cronaca politica/articolo odierno:

DURA CONTESTAZIONE AL PRESIDENTE DELLA CAMERA FAUSTO BERTINOTTI

http://futuribilepassato.blogspot.com/

Luke T 27.03.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento

sono commossa

"viva l'italia" è la mia frase preferita
(grazie de gregori)

federica musmeci 27.03.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine aveva ragione Cetto La Qualunque.... abbiamo solo la figa in testa!!! emigriamo, andiamo a fare l'erasums viaggiamo.... per la figa.

E allora?

Se ci fosse davvero ccchiù pilu pe'tuttti... non ce sarebbero piu' guerre ma solo tanto amore universale.

W ESN, W l'AGM

Andreves Kunanan Commentatore in marcia al V2day 27.03.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Parlare di guerra o lotta tra i popoli crea sempre contrasti, perchè le parole sono eteriche.
Ho visto un film Kundum ed è l'esempio che si può rispondere alla violenza con la non violenza.Per chi fa della prevaricazione sugli altri il simbolo della vittoria questo film è molto educativo ma il "vincente" avrebbe subito da ribattere che sua Santità il Dalai Lama è dovuto scappare da Mao e le sue truppe.Il movimento che si è creato è forse molto più forte di quanto sarebbe stato se il Tibet, nonostante sia ancora sotto occupazione cinese avesse vinto la sua battaglia con le armi.Non sono Buddhista ma è un bell'esempio.
L'Afganistan è uno stato con un'ubicazione strategica ma pieno di pietre e asini.Cosa c'è di così importante dietro la lotta ai Talebani terroristi?
La guerra che il primo stato democratico al mondo sta portando avanti da tempo."Oppio".Ci fanno vedere le riconversioni delle piantagioni di papavero da oppio in coltivazioni di avena e ortaggi per prenderci per il c...o.Sapete a quanto ammonta il fatturato oppio dell'Afganistan?.Credetemi se non ci fosse l'oppio la guerra sarebbe finita da un pezzo.Pietre e asini non interessano molto.

ANGELO ORLANDI 27.03.07 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
è in corso una petizione su internet affinchè il governo dia sostegno alla ricerca della 'fusione fredda'

http://www.progettomeg.it/fusione-fredda-petizione.htm

Stefano Lovisetto 26.03.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

La guerra è necessaria per creare la pace. La storia lo dimostra, i filisofi ne hanno dibattuto a lungo e non sono riusciti a concepire una pace, che non sia il diretto risultato della guerra ( Hobbes disse che Homo hominis Lupus, Darwin parlò della "lotta per la vita concepita come motore dell' evoluzione, Eraclito pensò che la guerra e la lotta fossero i padrono del mondo) . A livello storico Le guerre puniche e le conquiste di Napoleone, furono necesarie per garantire un equilibrio nel Mediteraneo ed in un Europa dominata da una nobiltà gretta e meschina.
Sempre storicamente Basti pensare alla più significativa e duratura pace storica la " Pax Romana". Essa fu il risultato di un interminabile serie di conflitti che si svolsero nei confini, tra Romani e Barbari, e che preservarono la tranquilità e la pace nel centro dell'impero ( Pacem pare bellum ). La "Pax Americana" fu molto simile, ma in più ebbe alcuni aspetti significativi: 1) un controllo continuo dei servizi segreti; 2) la paura di una minaccia atomica. Caratteristiche simili si incontrano sia nella pace Sovietrica che in quella Cinese.
La pace è un effimera e momentanea situazione di stallo tra grandi guerre, ma è caratterizata da una condizione di violenza durevole ( espressa da continui conflitti periferici ). Umberto Eco definisce la pace come quella situazione di stallo che si ha quando due animali si fronteggiano e compiono una sorta di rituale di combattimento.
La pace si origina o dal controllo degli elementi destabilizzanti, dal conflitto che si scatena contro questi e dalla paura del sorgere di nuovi conflitti o dal contrasto tra due forze di pari livello che mantengono alta la tensione e non si attaccano ( Guerra fredda ).
La pace come la intendono i pacifisti non ci sarà mai, come non vi è mai stata.
Il vero problema attuale sta nel metodo della guerra, stiamo combattendo una guerra di posizione, ma il nemico è ovunque e per fermarlo dovremmo usare i servizi segreti e colpire i nemici.

Christyan Lucchiari 26.03.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me il miglior uomo politico afghano è stato l'ex presidente Najibullah, che gli uomini di Massud hanno deposto e i talebani hanno poi giustiziato in maniera orribile. Quanto meno lui ha tentato di fare una riforma agraria fino a quando i signori della guerra e i feudatari a vario titolo sono riusciti a buttarlo giù. Talebani, Amerikani, Razai etc., venuti poi, stessa merda, solo una guerra fra mafiosi per il predominio del territorio. Così la vedo io.

Romaldo Peruzzi 26.03.07 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggetevi cosa scrive il generale Fabio Mini.

http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idc=0&idart=7603

Lui che è un militare, ha capito tutto della politica; mentre i politici non hanno ancora capito un ca**o di tutto il resto

Buona lettura ragazzi

Riccardo P. Commentatore certificato 26.03.07 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha messo su i Talebani?
Risposta : gli americani.
Chi ha fornito milioni di mine antiuomo e anticarro ai talebani? Qualcuno se lo ricorda? Ve lo ricordo io: noi Italiani.
Perchè hanno assunto una così grande importanza, come forza militare, i talebani? Chi o cosa dovevano contrastare? Molti se lo ricordano ma fanno gli smemorati; anche questo ve lo ricordo io: L'Afganistan fu invaso da una certa "armata rossa" che ha mantenuto, per dieci anni, quel paese sotto un'occupazione militare vera, senza alcuna intenzione di aiutare niente e nessuno, commettendo crimini orrendi, distruggendo intere comunità con gas micidiali, altro che danni collaterali.
Ma allora nessuno se ne accorgeva, non c'era l'America da criticare, parlarne era sconveniente in certi ambienti ora pacifisti.
L'armata rossa non esiste più, così come il mostro che l'ha generata, per fortuna.
Quindi prima di dare addosso agli americani,che avranno anche le loro responsabilità, guardiamo un attimo alla storia recente, capisco il desiderio di rinnegare passate simpatie, ma ognuno si assuma le proprie responsabilità a cominciare da noi Italiani.

eugenio pirisi del balzo 26.03.07 14:06| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

commento al post...

maggiordomo

sto post è scemo come il tuo filmetto...

ipocrita e infantile..... e non fa neanche ridere.

Questa è l'ITALIA maggiordomo, la terra di Giulio Cesare e di Augusto Imperatore, terra di EROI e PATRIOTI, che hanno sempre preso a calci in culo qualsiasi straniero ci abbia occupato...

la terra di Ciro Menotti, dei Ragazzi del '99, dei Cavvalieri di Vittorio Veneto, dei Ragazzi del Col Moschin, del Piave, Grappa, Caporetto,

VAI A RE DI PUGLIA, VAI A VITTORIO VENETO e guarda che RAZZA di gente siamo!

questa è la Terra di Pisacane, di Natale Palli, di Francesco Baracca, e di migliaia di giovani come loro!

e poi i ragazzi dell'Amba Alagi, del Duca D'Aosta di El Alamein, della Divisione Julia, della Taurinense, della Brigata Sassari,

e gli UOMINI di Valerio Borghese! i Ragazzi del Barbarigo, della Folgore e delle CC.NN. che COMBATTERONO E MORIRONO tra il Gennaio e il Giugno del '44 nella Battaglia di Campo di Carne, per difendere ROMA e L'ONORE D'ITALIA!

vieni a vedere il Campo della Memoria a Nettuno, vieni! ti faccio vedere un bunker bombardato tra la spiaggia e la pineta di Torre Astura dove c'è ancora una impronta di mano fatta con il sangue! sangue italiano! sangue che non sparirà mai!.... come la tua striscia di bava da buffone di corte del re sola e del suo porta-coso pervertito.


silvia bada 26.03.07 13:34| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

#################################################

Aderisci alla petizione che vuole proporre Gino Strada per la candidatura al Premio Nobel per la pace.

#################################################
Clicca sul mio nome per saperne di più.


La questione afgana è troppo complessa per essere trattata con demagogia.
È ovvio che il vaticano cerca di far finta che non esista , nei più classici stili medioevo/crociatisti loro pensano che è più importante coltivare il proprio orticello per renderlo più verde possibile, se poi l’ Afganistan mussulmano è in fiamme amen!.
In quanto ai politici niente di nuovo il nano truffolo ha fatto ben di peggio, il punto è che non si può sperare di risolvere una situazione in cui.

1- chi ha liberato l’Afganistan dai talebani sono i talebani stessi
2- gli usa e gli inglesi cercano di comprare i talebani con i soldi, ma si sa gli arabi sono poco fedeli sin dai tempi del Saladino.
3- Senza un posizione al di fuori delle solite convenienze di partito non si riuscirà mai dico mai fare quello che la Russia non è riuscita a fare.. e la Russia aveva mano libera in Afganistan.

Detto questo penso che chi và a cercare spiegazioni al di fuori di questi punti stia solo girando a vuoto o peccando di superficialità

francesco caboni 26.03.07 09:17| 
 |
Rispondi al commento

MA ALLORA SIETE PROPIO UNA MASSA DI CO.....NI Beppe ha ragione ancora parlate di mastrogiacomo come un eroe,i tre mesi che era giu'non ha pubblicato un solo pezzo su repubblica .. vi chiedo se voi al mattino quando andate a lavorare e non producete che succede? vi mandano a casa o no? no quei pochi di voi che lavorano si fanno rapire cosi' hanno una scusa. con tutte le str....te che avete scritto mi sembra di essere su scherzi a parte. i militari italiani sono inutili, la guerra faccaimola fare a chi la sa fare. Mi auguro che le vostre sorelle figlie o voi stesse sposino e sposiate un bel patriotta Talebano cosi' la finirete d rompere le p...e con sta storia dell'invasione americana. Che la guerra sia una cosa sbagliata mi sembra logico come lo dite voi sembra che sia un idea scaturita dalla mente di un genio.... bhe genio torna nella lampada con la speranza che nessuno la sfreghi. e poi non rompete i maroni a Grillo se solo fose furbo come dite voi avrebbe fatto soldi a palate, sarebbe bastato prostituirsi alle vostre idee e ai partiti. Voi vi meritate Vespa e travaglio e qullo avete.


Stefano P. Commentatore certificato 26.03.07 02:11| 
 |
Rispondi al commento

.... tutto cio' e' deprimente !!
Tra qualche anno saremo tutti dei morti di fame(non proprio tutti ).La situzione sta precipitando e non ce ne rendiamo veramente conto.

Grazie di cuore a tutti i nostri "VENDUTI"

ilenia marangoni 25.03.07 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Roberto Soriani:Oggi ho sentito Berlusconi,
lui non sà se votare si oppure no alla missione di pace in Afganistan.Comunque da come parla ci dobbiamo preoccupare di una cosa sola:Se tornasse
al potere in questo momento comincerebbe la 3 guerra mondiale:una persona che mi ricorda il Duce
sia nelle espressioni e il modo di aizzare le folle,e creare odio fra i cittadini.Mi auguro che la gioventu ,e le persone di una certa età non si facciano influenzare.Ritorneremo indietro di qualche decennio, su tutti i fronti.
Informatevi su internet di quello che suggede in
Afganistan:ne parlano poco in tv.E quel poco lo
rigirano a loro piacere.

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui Huston,abbiamo un problema...
Effettivamente qualcosa che non va c'è.
Dopo l'ennesima figura di merda che abbiamo fatto noi italiani con la vicenda Mastrogiacomo e con la cenetta tra Condi e Max finita a schifio. Con i Bertinotti e seguaci vari che si dicono orgogliosi di queste vicende è giunto il momento di riconoscere che la malattia mentale del comunismo (l'ho avuta anch'io) ha sedimentato nel nostro paese un antiamericanismo d'accatto irrazionale,opportunista e vigliacco. Non solo. E' chiaro che per assecondarlo la sinistra antioccidentale italiana cerca qualsiasi tipo di argomento per tutelare talebani e dittatori contro gli Usa.
A questo punto non mi resta che augurare CON TUTTO IL CUORE che gli americani riempiano 4 aerei con i figli,le madri,i mariti,i nonni dei vari esponenti dei vari politici antiusa nostrani e li buttino contro gli ospedali di Strada.Solo a quel punto potremmo verificare la sincerità del loro "pacifismo"

mario manfredi 25.03.07 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i politici farisei lanciano stralli a destra e manca perchè per liberare il nostro giornalista hanno dovuto liberare 5 terroristi,per loro il giornalista doveva essere ucciso cosi potevano andare scondinzolando dai loro amici USA e dire "in segno di fedeltà anche noi abbiamo lasciato uccidere un nostro giornalista" GRANDI FIGLI DI PU.... perchè non si sono consegnati loro al posto del giornalista se sono cosi coraggiosi.Noi dovremmo obbligare a tutti quei signori di destra e sinistra che mandano i nostri giovani in prima linea,a trascorrere al loro fianco 4 mesi e se si imboscano vanno fucilati alla schiena sul posto.
Tanto siamo li per missione di pace,lo so che non c'è niente da rubare, ma e solo per 4 mesi. Saluti a tutti

gianni sonzogni 25.03.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Osservazione ottima ed acuta,Paolo T.finalmente qualcuno ci è arrivato a capire che questa gentaglia,dal vaticano al parlamento,usano il metro della morale cattolica solo quando fa comodo a loro.Per difendere i diritti,anche di pochi in Italia,si scatenano anatemi papali e guerriglie interne al parlamento,nonche' manifestazioni con la benedizione della chiesa a favore della famiglia(dietro cui ovviamente si cela l'avversione ai DICO),mentre per una missione,di fatto,di guerra(finiamola di nascondersi dietro questo ormai tramontato mito della "missione di pace"!!!),anche i pseudo cattolici parlamentari sono tutti pronti a votare si alla missione.E la chiesa cosa in merito?Come hai fatto giustamente notare tu,non c'è molto interesse nelle sale vaticane per quella che sara' di fatto una guerra,dove inevitabilmente qualcuno ci rimettera' la vita,di qualunque nazione sia.Secondo voi come ci accoglieranno i talebani? come missionari di pace,o come nemici occidentali?Non credo sia difficile immaginare il loro comportamento.Ho letto nei post che il popolo talebano è un popolo oppresso,ma poi sono gli stessi che ti sparano addosso come accade ancora in Iraq.Quanti popoli oppressi da governi totalitari ci sono sparsi nel mondo e che veramente ti chiedono di aiutarli?magari li vuoi trovare....in centro africa ce ne sono diversi,ma per quei popoli ci devono pensare organizzazioni umanitarie,che si finanziano con l'aiuto della gente comune,tramite donazioni o invii di 1 o 2 euro tramite sms(quanti ne abbiamo mandati?).Ma li,l'America non c'è,l'europa neanche,la chiesa ni(forse qualche missionario,non certo spedito dal vaticano,che pur rischiando la morte va portando aiuti concreti,non per costruire la chiesetta prima di tutto.)

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 25.03.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo mi chiedo per i DICO:
Il Vaticano tramite Ruini si è intromesso molte volte nel dibattito parlamentare.Arrivando a chiedere ai parlamentari cattolici di votare in base al dettato della chiesa:Cioè No ai Dico.
E molti nostri parlamentari casa e chiesa, si sono schierati per il no.
Chiedo ora:Al Cardinale Ruini Per L'afganistan,
non chiede ai suoi parlamentari casa e chiesa,
di essere coerenti anche su questo.
Come mai il vaticano non si intromette su questo,argomento,che è piu grave?
Come mai Mastella chiede nuove misure d'ingaggio per i nostro soldati, e armamenti piu pesanti, essendo tutto casa e chiesa?
Queste decisioni non spettano a Parisi e a qualche generale?
Non è il caso che pensino di piu al proprio incarico?(far fumzionare la giustizia)
Non è il caso di farsi vedere un po meno il qualsiasi trasmissione, o varietà e lavorare un po di piu, in silenzio!non fare salotto.


Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento

segue4
Ricordo il sole perennemente impolverato ma caldissimo, la nostra bandiera straziata dal vento continuo stagliarsi su un cielo grigio, ho risentito la sabbia graffiarmi gli occhi. Ho rivisto il monumento ai nostri caduti torreggiare solitario in un piazzale di ghiaia, le facce esauste bianche di polvere dei ragazzi al ritorno dalle pattuglie e gli sguardi cupi che ho incrociato negli occhi dei locali ogni volta che sono uscito fuori dalla base.
Per me, non c'è niente di positivo, in quel posto, se non la mia personale esperienza. Né i ricordi, né il presente, e non credo nemmeno il futuro. Non so quanto ci metterò, a metabolizzare quei quattro mesi. So che un'assurda inquietudine mi ha tormentato per mesi, la notte, con incubi ed insonnia, prima di andarsene. Ed è successo a tanti come me. Un medico interno mi avrebbe consigliato uno psicologo; io, da ortopedico, ho aperto la mia mente come una mela, o meglio come un focolaio di frattura, e a mani nude ho cercato di fare ordine, di trovare la riduzione e stabilizzarla in qualche modo. Sperando naturalmente che alla fine non mi restassero troppi pezzi d'osso in mano.
In giorni come questi, mille pensieri mi affollano la mente. Trovano spazio dentro di me anche la rabbia per le polemiche assurde e le strumentalizzazioni in tv, il dubbio se un giorno tutto verrà dimenticato, la constatazione che in questi anni sono cambiato tanto, siamo cambiati tutti, ma di quel che volevo cambiasse invece non è cambiato nulla.
*Tenente paracadutista della riserva e chirurgo ortopedico

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento

segue4
Ricordo il sole perennemente impolverato ma caldissimo, la nostra bandiera straziata dal vento continuo stagliarsi su un cielo grigio, ho risentito la sabbia graffiarmi gli occhi. Ho rivisto il monumento ai nostri caduti torreggiare solitario in un piazzale di ghiaia, le facce esauste bianche di polvere dei ragazzi al ritorno dalle pattuglie e gli sguardi cupi che ho incrociato negli occhi dei locali ogni volta che sono uscito fuori dalla base.
Per me, non c'è niente di positivo, in quel posto, se non la mia personale esperienza. Né i ricordi, né il presente, e non credo nemmeno il futuro. Non so quanto ci metterò, a metabolizzare quei quattro mesi. So che un'assurda inquietudine mi ha tormentato per mesi, la notte, con incubi ed insonnia, prima di andarsene. Ed è successo a tanti come me. Un medico interno mi avrebbe consigliato uno psicologo; io, da ortopedico, ho aperto la mia mente come una mela, o meglio come un focolaio di frattura, e a mani nude ho cercato di fare ordine, di trovare la riduzione e stabilizzarla in qualche modo. Sperando naturalmente che alla fine non mi restassero troppi pezzi d'osso in mano.
In giorni come questi, mille pensieri mi affollano la mente. Trovano spazio dentro di me anche la rabbia per le polemiche assurde e le strumentalizzazioni in tv, il dubbio se un giorno tutto verrà dimenticato, la constatazione che in questi anni sono cambiato tanto, siamo cambiati tutti, ma di quel che volevo cambiasse invece non è cambiato nulla.
*Tenente paracadutista della riserva e chirurgo ortopedico

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:59| 
 |
Rispondi al commento

segue3
gli animali graffiano, o mordono, in qualche modo reagiscono. l'afgano che viene con fare dubbioso dall'ortopedico italiano per un problema, quando tocchi il punto giusto, annuisce con una smorfia contratta e fa: "Alam.". Alam è il dolore. Spesso, comunicando con gli afgani, è stata l'unica parola che ho sentito e che a mia volta ho detto.
Nel piccolo accampamento che costituiva la nostra base, sotto tenda mi è capitato di curare italiani, statunitensi, afgani. Malattie comuni, piccoli infortuni, ferite da arma da fuoco e da mina. In molti mi hanno chiesto come ho fatto, come si fa a curare chi, come è capitato, fino a pochi minuti prima armava la trappola esplosiva a bordo strada che avrebbe dovuto spappolare te e chissà quanti altri.
La mia coscienza dorme tranquilla, come il mio gatto al focolare, perché posso esser certo, guardando indietro, di aver trattato sempre i miei pazienti con equità. Riesco a pensare cose tremende di certe persone, ma appena mi capitano come pazienti e le devo curare scatta qualcosa, non riesco a non comportarmi con tutti con la stessa correttezza. La mia 'cattiveria' si esaurisce sempre con il pensiero, o al massimo con le parole, ma non trova mai riscontro nella realtà. Non credo riuscirei mai a vendicarmi su un paziente, non ne troverei mai né il coraggio né la forza, anche quando chi sto curando mi dimostra che il coraggio per uccidermi l'avrebbe eccome.
L'esser riuscito a condurre a buon fine la mia missione non mi ha fornito tutte le risposte: come medico forse sono obiettivo e ho raggiunto la pace, ma come uomo no. Ogni volta che ci provo, mi basta accendere la televisione, sgranare il quotidiano bollettino di guerra degli attentati nel mondo per rendermi conto che forse davvero non è possibile, comunicare con gli afgani, con gli islamici, senza dover dire ancora alam.
Poi ho deciso che è da vigliacchi nascondersi dietro un dito e fare gli ipocriti. Mi sono chiesto cosa fosse per me, cosa mi comunichi, quella terra

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:57| 
 |
Rispondi al commento

segue2
le notti insonni, svegliati di continuo dagli altoparlanti dei minareti, e non si sentono gli allarmi notturni quando qualcuno fa con i razzi tiro al bersaglio sulla base, o il dolore fisico delle sassate provenienti dai locali anche dopo aver distribuito aiuti o visite sanitarie, secondo solo a quello morale di aver visto i farmaci che tu hai donato gettati dai medici afgani in uno scantinato umido, solo perché il foglietto illustrativo non era tradotto in arabo. O l'incubo delle mine sempre e ovunque. Non raccontano le mille piccole e grandi imprese di ragazzi e uomini, chiamati spesso con slanci e volontà del tutto individuali a compensare croniche e assodate carenze di un esercito bambino, che si ritrova a mostrare bandiera nei teatri più caldi del mondo come rivalutato strumento di politica estera, al fianco di strutture militari agguerrite, che godono da sempre del pieno appoggio economico dei loro governi.
Perché per lo spettatore del tg un talebano è un uomo col turbante, e una mina è solo una mina. Per un ortopedico militare invece è un'altra notte passata a tagliare, segare, interventi che hanno lo stesso squallido sapore di uno stupro per chi gli arti dovrebbe salvarli.
Io faccio il chirurgo ed è opinione comune che un chirurgo sia drastico, pragmatico, con risvolti poco umani che non raramente vengono scambiati per cinismo. Mi rendo anche conto che non sia facile vedere come normale uno come me, che per mestiere ha scelto di aver a che fare con l'interno, e non con l'esterno dei suoi simili.
Meno che mai è semplice, per un occidentale, parlare con un musulmano e capirlo, e non solo dal punto di vista linguistico. Se per argomenti semplici un interprete può bastare, costui non sa mai tradurre i termini medici: nel mio lavoro gli interpreti sono quasi sempre stati inutili. È lo stesso problema che hanno pediatri e veterinari con i loro particolarissimi pazienti, infatti il loro è un mestiere difficilissimo. I bimbi se sentono male piangono, gli

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Il mio bisturi contro i talebani
di Edoardo Crainz*

La vita sotto i razzi e raid anche in Pakistan. Le mine, i feriti e l'odio della gente. Gli aiuti buttati. La verità sui soldati italiani nel diario di un medico dei parà
Parà italiani che entrano in territorio pakistano per dare la caccia ai talebani, popolazioni ostili anche contro chi distribuisce doni, cappellani militari che maledicono i mullah, soldati chiusi per settimane nelle basi senza far nulla e gli sprechi della burocrazia. Ma anche tanta professionalità nel reagire agli attacchi, la volontà di aiutare la popolazione, la capacità di resistere all'odio e alla paura.
Afghanistan' edito da Mursia), descrivendo senza censure cento giorni della missione più difficile: quella a Khost sul confine orientale, nei luoghi di Osama Bin Landen. Un testo unico per capire come vivono, come agiscono e cosa non fanno i soldati italiani in Afghanistan.
Afghanistan, maggio-settembre 2003. Quattro mesi di vita, l'esperienza di un medico-soldato non ancora trentenne, partito al seguito del suo reggimento di paracadutisti col suo zaino e tante speranze in mezzo a un'infinità di dubbi. Se sarei stato all'altezza, se ne sarebbe valsa la pena. non ultimo, se la mia borsa da medico poteva andar d'accordo col fucile che avevo in spalla.
I telegiornali sono troppo occupati a trasmettere sempre le stesse immagini di talebani col turbante, per raccontare i nostri itinerari interminabili seguendo il led di una mappa satellitare gps, le notti a dormire nei mezzi, turni di due ore dietro un'arma e un visore notturno, tendendo le orecchie verso raffiche lontane, i polmoni intasati da chili di polvere sudicia che ti tormenta per mesi dopo il rientro, il caldo patito in tende pneumatiche adatte all'Antartide forse, ma non al deserto, e in vecchie uniformi sotto chili di equipaggiamento che ti si appiccicano addosso e ti impediscono di muoverti proprio quando dovresti farlo velocemente.
Non si vedono nei tg nemmeno le nott

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

SEgue2
forte però anche il sospetto del sabotaggio. Ma in Afghanistan la verità rimane sempre lontana.

da espressonline

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Nostri amici Inglesi.
Sas, dollari e capi tribù
Un aereo britannico carico di soldi e commandos. Bruciato nel mistero
Lashkar Gah, la città chiave della liberazione di Daniele Mastrogiacomo è anche il cuore di tutte le trattative segrete con i talebani. Dove è difficile stabilire il confine tra gruppi tribali e combattenti oltranzisti E dove la Nato per imporre le armi non usa soltanto armi e aiuti umanitari. Lo dimostra un giallo accaduto lo scorso anno, con una trama da spy story: sembra uscito da uno dei volumi della serie Sas. Perché i protagonisti sono tutti britannici, pronti a comprare il nemico a suon di quattrini.
Nell'aprile 2006 un aereo da trasporto britannico Hercules prende fuoco dopo l'atterraggio a Lashkar Gah: il grande cargo militare ha appena toccato terra, poi c'è un'esplosione e si infiamma. Gli uomini a bordo riescono a scendere e salvarsi: il velivolo brucia lentamente. La prima sorpresa è che dallo scheletro dell'Hercules spuntano solo le carcasse di auto e jeep civili. Anche i passeggeri hanno tutti abiti borghesi: ma sono armati fino ai denti, si tratta infatti dei celebri commandos del Sas. Che dovevano fare?
La seconda sorpresa è stata la presenza a bordo dell'ambasciatore britannico Stephen Evans. Ma ancora più choccante è stata la scoperta del carico: pacchi di dollari. Casse di biglietti verdi, imbustati e stipati in due fuoristrada e in altre cassette. Soldi andati in fumo nel rogo dell'aereo. Quanto denaro? Fonti ufficiose parlano di diversi milioni di dollari contanti, tratti dai fondi riservati del Foreign Office. Ufficialmente, il governo ha poi dovuto stanziare mezzo milione di sterline pari a circa 700 mila euro per ripianare le scorte. A cosa servivano tanti soldi? 'Programmi di sviluppo'. Ma nessuno a Londra nega la realtà: il denaro doveva comprare il sostegno di alcune tribù vicine ai talebani. Quanto all'incidente, l'inchiesta ritiene sia colpa di una mina rimasta nascosta ai bordi della pista da anni. Resta forte pe

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

I nostri amici Inglesi!
Sas, dollari e capi tribù
Un aereo britannico carico di soldi e commandos. Bruciato nel mistero
Lashkar Gah, la città chiave della liberazione di Daniele Mastrogiacomo è anche il cuore di tutte le trattative segrete con i talebani. Dove è difficile stabilire il confine tra gruppi tribali e combattenti oltranzisti E dove la Nato per imporre le armi non usa soltanto armi e aiuti umanitari. Lo dimostra un giallo accaduto lo scorso anno, con una trama da spy story: sembra uscito da uno dei volumi della serie Sas. Perché i protagonisti sono tutti britannici, pronti a comprare il nemico a suon di quattrini.
Nell'aprile 2006 un aereo da trasporto britannico Hercules prende fuoco dopo l'atterraggio a Lashkar Gah: il grande cargo militare ha appena toccato terra, poi c'è un'esplosione e si infiamma. Gli uomini a bordo riescono a scendere e salvarsi: il velivolo brucia lentamente. La prima sorpresa è che dallo scheletro dell'Hercules spuntano solo le carcasse di auto e jeep civili. Anche i passeggeri hanno tutti abiti borghesi: ma sono armati fino ai denti, si tratta infatti dei celebri commandos del Sas. Che dovevano fare?
La seconda sorpresa è stata la presenza a bordo dell'ambasciatore britannico Stephen Evans. Ma ancora più choccante è stata la scoperta del carico: pacchi di dollari. Casse di biglietti verdi, imbustati e stipati in due fuoristrada e in altre cassette. Soldi andati in fumo nel rogo dell'aereo. Quanto denaro? Fonti ufficiose parlano di diversi milioni di dollari contanti, tratti dai fondi riservati del Foreign Office. Ufficialmente, il governo ha poi dovuto stanziare mezzo milione di sterline pari a circa 700 mila euro per ripianare le scorte. A cosa servivano tanti soldi? 'Programmi di sviluppo'. Ma nessuno a Londra nega la realtà: il denaro doveva comprare il sostegno di alcune tribù vicine ai talebani. Quanto all'incidente, l'inchiesta ritiene sia colpa di una mina rimasta nascosta ai bordi della pista da anni. Resta forte

Paolo.T Commentatore certificato 25.03.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Dimissioni Cuffaro- Alfonso Sciangula (IdV)

"Di Pietro batti un colpo se ci sei"

Palermo, 24 marzo 2007- "E' a dir poco inquietante il silenzio dell'ex PM e
degli altri esponenti IdV sulla situazione del presidente della regione
Sicilia Salvatore Cuffaro, indagato per concorso esterno in associazione
mafiosa. Il ministro, o chi per lui all'interno del suo partito, ne chieda
almeno le dimissioni, se non l'arresto.
Ai tempi di tangentopoli bastava un capello fuori posto per far scattare il
"tintinnio di manette", sopratutto se eri della DC o del PSI.
Ma si vede che per l'ex PM l'UDC è un'altra cosa" così dichiara l'esponente
IdV Alfonso Sciangula

ALFONSO SCIANGULA 25.03.07 12:39| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, Il tuo post e' una offesa ai soldati italiani che si trovano in Iran ed in Afghanistan ad aiutare quei popoli che purtroppo sono maledettamente arretrati "grazie" ai talebani ed alla dittatura. Non credo che tu ritenga la lotta contro le dittature una cosa vergognosa e dunque non comprendo il tuo accanimento verso i soldati italiani che sono li' per aiutare popoli per anni vessati da dittature sanguinarie. Per cio' che concerne il Nobel a Gino Strada spero sia solo una provocazione fine a se stessa....certo che se l'hanno dato ad Arafat allora tutto e' possibile.

Pietro Pan 25.03.07 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Windows VISTA, un pericolo alla tua libertà!

VISTA pone seri problemi per quanto riguarda la liberta' dell'utente e l'interoperabilita' tra i vari sistemi.

E' giusto che le persone meno informatizzate ne vengano a conoscenza per evitare che l'acquisto inconsapevole ricada poi su loro stessi e su tutti gli altri.

Pubblicizzato come innovativo e rivoluzionario, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalita' di sicurezza migliori, include anche molte restrizioni per l'utente !!!

Restrizioni che Microsoft, Stampa e Negozianti cercheranno di tenervi nascoste il piu' possibile.

Avete mai sentito parlare di Trusted Computing detto anche TC ? Palladium ? DRM ?

Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori.

Il DRM permette a Microsoft ed alle aziende dei media di:

- Decidere quali programmi tu puoi o meno usare sul tuo computer

- Decidere quali funzionalità del tuo compuuter o software tu puoi utilizzare in ogni momento

- Forzarti ad installare nuovi programmi anche se tu non vuoi (e, ovviamente, pagando per tale privilegio)

- Limitare il tuo accesso a determinati programmi e perfino ai file di dati tuoi

Tu provi a fare qualosa ed il tuo computer ti dice che non puoi.

Per renderlo possibile, il tuo computer deve controllare costantemente cosa stai facendo.

Tale controllo utilizza potenza di calcolo e memoria ed è in buona sostanza il motivo per cui Microsoft ti invita all'acquisto di hardware nuovo e con prestazioni più elevate per poter far funzionare Vista.

Vogliono farti acquistare nuovo hardware non perché ne hai bisogno, ma perché ne ha bisogno il tuo computer per essere più efficiente nel limitare ciò che tu puoi fare.

Poiché esse sono progettate per fare in modo che il tuo computer smetta di aver fiducia in te ed inizi ad aver fiducia in Microsoft.


www.no1984.org/Fermiamo_Windows_Vista%21

www.no1984.org 25.03.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Matteo,non è una questione di antiamericanismo,ma la volonta' di tutti di farla finita di partecipare,spacciandole per missioni di pace,a vere e proprie guerre volute non certo da noi italiani.Il parlamento americano ha stabilito il ritiro delle truppe dall'Iraq entro il 2008,ma Bush ha gia' detto che porra' il veto,anzi vorra' stanziare altri miliardi di dollari per qualcosa che sta assomigliando molto al Vietnam.Guarda l'Iraq,caccia frenetica a Saddam ed i suoi scagnozzi,bene...tutti morti!!!Missione compiuta,diremmo...tu vedi democrazia in Iraq?Allora perche' soldati americani continuano a morire come mosche in attentati antioccidentali?Quante bare sono tornate in Italia dalla "missione di pace in Iraq"?Vogliamo vedere le stesse scene anche per l'Afghanistan? Io no!!
Eppure andremo anche li,per non fare figure di merda con l"alleato Bush".Ma poi ci rendiamo conto,del fatto che quella è gente senza regole,che è capace di farsi saltare in aria in nome di Allah,e noi vorremmo "redimerli" tentando di occidentalizzarli?Ma lasciamoli cuocere nel loro brodo e chissenefrega!!!!
Perche' piuttosto non mandiamo missioni di pace ed aiuti in certi paesi del centro africa dove tra guerre civili,dittature e poverta',muoiono migliaia di bambini innocenti all'anno?Gente senza futuro del quale pero' non gliene frega un cazzo a nessuno,perche' li non c'è nulla da sfruttare e guadagnare,non c'è IL PETROLIO IN CENTROAFRICA,è questa la ragione di certe guerre assurde.E credete che finisca qua?Guardate come finira' con l'IRAN,al quale Bush sta gia' rompendo i coglioni per il nucleare,come se l'america non ce l'avesse...Come vedete sempre l'america c'è di mezzo a scatenare tensioni per i suoi interessi personali,e noi come pecoroni gli andiamo dietro,e se questo significa essere antiamericanista,beh...cazzo!!!lo sono anch'io!!!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 25.03.07 04:59| 
 |
Rispondi al commento

come mi piacerebbe che tu fossi una donna ed abitassi a kabul...vedresti come sono simpatici i talebani, altro che scrivere i blogghini....

oppure che decidessi di tagliarti la barba...

l'antiamericanismo e' la peggior forma di cecita'....

matteo grignani 25.03.07 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1995 a Tokio vi fu un atto di vero terrorismo che lasciò morti ed invalidi a vita,nella metropolitana.E stato di pari,se non peggio,entità all'11-9 e si usarono contro la popolazione inerme gas mortali.A diciasette anni da questo attentato i lesders della setta terroristica sono stati giustiziati,ma altri vi aderiscono ancora e di più.In Iraq,a quattro anni dall'occupazione,oltre ai pozzi,c'è violenza,terrorismo,attacchi suicidi quotidiani,autobombe,gli USA incolpano Siria ed Iran di fomentare il terrorismo mentre loro stessi si sono fatti scaccomatto creandolo per continuare a combatterlo e a spendere fiumi di miliardi in un labirinto senza uscita,a casa altrui,come in Vietnam.In Afghanistan circa succede la stessa cosa,condita con l'oppio,e le mine,e quant'altro,si dovrebbe dire che abbiamo la memoria corta,o siamo subnormali per continuare ad accanirci su causa che non ci apparterebbero più.

stefano masetti 25.03.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

si tratta di salvare un bimbo di due anni!
un bimbo di 2anni di brescia è stato colpito da leucemia fulminante e per SALVARSI necessita sangue B RH +
rif: ERMINIO ZAMBETTI tel:347 0184063

per favore inoltrate questa a piu persone che potete grazie

giuliano tosadori 24.03.07 23:23| 
 |
Rispondi al commento

voto anch'io per il Nobel per la pace a Gino Strada che conosco personalmente e ammiro per il
suo coraggio e la sua dedizione alla causa della vita di quelli a cui la guerra ha fatto del male,
Eugenio Critelli

eugenio critelli 24.03.07 21:45| 
 |
Rispondi al commento

La petizione per la candidatura di Gino Strada al premio Nobel per la pace, a cinque giorni dall'inizio, ha raggiunto 1500 firme.
Per partecipare.
http://iltafano.blog.kataweb.it/

viviana vivarelli 24.03.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io uso sempre il detto "fate l'amore non la guerra" tutti i soldati devono andare via da kabul e devono andare i politici

orlando soliberto Commentatore in marcia al V2day 24.03.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo va a rotoli e nessuno si ferma a riflettere..cosa sto facendo?Egoismo..saranno cavoli di chi verra' dopo intanto me la godo.Ma io mi sono sempre chisto..l'esercito e' fatto di quegli stessi uomini del popolo come si fa a non capire che quello che sta succedendo e' sbagliato?In Iraq,Afghanistan abbiamo mandato degli hare krshna?Non mi pare..succede l'inevitabile e diventano martiri..ma abbiamo gli occhi coperti di speck o vogliamo prenderci per il c... da soli?

mark kap 24.03.07 19:21| 
 |
Rispondi al commento

La maestria che hanno gli americani nel farla pagare senza sparare ,non ce l'ha nessun altro al mondo .
I mercenari ci costeranno cari ,anzi, ci sono sempre costati cari .
Bisogerebbe privatizzarlo quel settore ,è molto redditizio .

Il Caravaggio ( famoso pittore) 24.03.07 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Nei paesi poveri bisogna portare tecnologia ma soprattutto logica si' proprio quella che noi invidiamo ai paesi nordici ma che per non sentirci pirla la mettiamo in contropartita alla nostra creativita'.Non si puo' essere solo artisti quando non c'e' un cazzo da mangiare o peggio da bere..bisogna essere costruttivi.Bisogna far capire agli africani che si puo' trivellare e prendere l'acqua,depurarla e non pensare come i nostri politici tanto sono caxxi di mia moglie che si fa trenta km col vaso in testa.La nostra vita e' un premio non una punizione

mark kap 24.03.07 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Siamo servi di queste lobby ...anche gli italiani sono servi degli americani...bisogna cambiare le regole del gioco..io non ti voto tu te ne vai..l'ufficio di collocamento e' di fronte...lotta all'evasione?Vogliamo fare del modello americano la nostra ideologia?Bene..scarico tutto dalle tasse e tutti scaricano tutto..fine dell'evasione.L'acqua?Chi cazzo sei per impradonirtene?Portarla ai paesi poveri?Ma vi ricordate lo scandalo di De Michelis?Questi sono talmente melmosi dentro che venderebbero quella delle fogne di Calcutta in Africa..siamo talmente ridicoli che ormai le migliori porcate ci passano sotto al naso nella totale indifferenza.."il traffico scorreva lento come gli stronzi nelle fogne" diceva il buon Bukowsky

mark kap 24.03.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Poverino questo Luca Firpo.
Quelli che hanno liberato loro li hanno pagati con le noccioline americane.
La liberazione di Mastrogiacomo dà fastidio.
Che amore di equità hanno questi signori.
Basta che non gli tocchi le mazzette.

Roby & 14 24.03.07 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno dice questo governo lecca.Chi che cosa?
Bush nel precedente Governo aveva acquistato due SETTER A COMANDO.BERLUSCONI E FINI.DATESI CHE SONO SEMPRE STATI COERENTI ,NELLO SCORSO GOVERNO VOTARE IL DECRETO PER LORO ERA UN ATTO EROICO,QUESTA VOLTA DICONO CHE FORSE NON LO VOTERANNO.QUALCHE SCIENZIATO MI SA' DIRE PERCHE'?
FORSE,VOGLIONO FAR CADERE PRODI?COSA NON VERA.
SENTONO NOSTALGIA DEI COMANDI E DEL CONTENTINO,L'OSSO,CHE BUSH GLI DAVA SOTTOBANCO.
NON CAPISCO PERCHE'FINI NON SI METTE A FARE LE SFILATE NEL TRENTINO CON LA SUA SOLITA BANDIERUCCIA.QUALORA CADESSE PRODI,COME MINISTRO DELL'ECONOMIA CI METTIAMO AD INTERIM LUI E BOCCHINO?CHISSA' QUANTI GIORNALI NON APRIRANNO I FONDI PERO' LI DIVIDERANNO.QUANT'E' CHE APRIRANNO GLI OCCHI I SUBLIMINATI.

Roby & 14 24.03.07 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Gli Italiani non amano la guerra; lo sappiamo e ne siamo tutti felici ,è una delle nostre caratteristiche positive.
Ma è altrettanto vero che, anche non avendo propensioni belliche, gli italiani hanno saputo combattere quando sono stati chiamati a farlo, quando cioè, era in ballo la propria libertà, il loro onore di italiani, spesso con mezzi inadeguati; hanno combattuto anche quando c'era da salvare soltanto la propria dignità, cosa che non sempre ha saputo fare chi li comandava.
Francamente,caro grillo, il tuo blog mi disgusta parecchio, l'Italia è stata fatta dagli Italiani non dai francesi, la grandissima parte dei 600.000 morti Italiani della prima guerra mondiale è caduta guardando verso le trincee nemiche non fucilata per diserzione, nell,ultimo tragico e assurdo coflitto mondiale gli Italiani in Russia avranno anche cantato "mamma", ma un comunicato tedesco all'inizio della tragica ritirata diceva:"l'ultimo reparto che continua a restere è il corpo d'armata alpino del regio esercito italiano". Tutto questo per non parlare delle grandi battaglie in Africa settentrionale e della resistenza, quella vera, dei partiggiani, non di quelli che si sono scoperti tali l'ultima settimana di guerra.
Nessuno di questi tanti, ne sono sicuro, ha mai amato la guerra, ha soltanto avuto dignità e amor proprio, come si conviene a dei patrioti, appellattivo che, caro Grillo, tu cerchi di dare a dei tagliagole fanatici, che uccidono prevalentemente loro concittadini, che combattono non per patriottismo ma per imporre universalmente il loro "Corano" nella interpretazione più integralista e retriva.
Tu dici che siamo in casa loro, cercando di far dimenticare che nessuno moriva dalla voglia di andarsi a cacciare in mezzo a quelle montagne e a quei deserti, se un reggime folle e fanatico non avesse fatto di quei posti la base per attccarci e colpirci in tutti i modi possibili, in tutto questo noi tolleriamo in casa nostra milioni di mussulmani che aspirano ad anniantarci.

eugeniopirisi del balzo 24.03.07 17:33| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche questo governo lecca i piedi al piu' grande assassino di tutti i tempi W.BUSH(la doppia w e'un doppio vaff...)

mark kap 24.03.07 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto una striscia su rainews24 dove il molto onorevole Mastella propone di aumentare armamenti e più regole (spariamo nel mucchio anche noi?)per Afghanistan.Ricordiamoci che i Talebani sono stati a suo tempo istruiti e armati dagli USA non sarebbe meglio che ci pensassero Loro? Gli italiani sono bravagente.

silvano messina 24.03.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

che fine anno fatto quelli con la bandiera della pace? forse non va piu' di moda? qualcuno con questa scusa a vinto le elezioni.

andrea cecchini 24.03.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con queste guerre cosidette "democratiche" stanno accadendo a noi le stesse situazioni che esportiamo,come dire la menzogna torna sempre a casa dell'ingannatore.Forse se si fosse cambiato in meglio qualche art.della Costituzione,scritta dai patrioti di 60 anni fa e quindi tutti morti o quasi,sopratutto l'art.11,si sarebbe potuto rinunciare a promuovere la civiltà occidentale pelosa ad altre civiltà fori sede.Noi non siamo nemmeno più capaci di votare con questa Costituzione ambigua,perchè i giochi sono sempre fatti,e,peggio sono fatti da altri fuori dall'Italia,quindi pilotati dal petrolio e dalle multinazionali.Insomma non siamo e non contiamo nulla se non decidiamo di darci da fare e resettare anche questo aspetto giuridico ormai vecchio.Credo che se si semplifica la Costituzione soltanto e si aggiorna al 2007 e non agli anni 40,forse i servotori del potere occulto potrebbero chiederci educatamente più permessi.

stefano masetti 24.03.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

ritiriamo i nostri soldati,non per la pace ma per la sola verita NON CE LO POSSIAMO PERMETTERE!!!!!
ci costa troppo, questa è la verita, tutto il resto sono cazzate.Prima di andare a risolvere i problemi degli altri, risolviamo i nostri, e solo dopo che ogni famiglia italiana potra arrivare alla fine del mese,quando la sanità,servizi pubblici funzioneranno a dovere e solo quanto ci rimaranno dei soldi,potremo interessarci del problemmi altrui.
Quando si tasche e pancia piena, forse allora,se la cosa ci va,non è obbligatorio,ci interesserano i talebani.Vedi la svizzera ha prosperato su tutte le guerre mondiali,arrichendosi sempre di facendo stare beneil loro popolo.Seicento anni di democrazia insegnano.

britti alex 24.03.07 16:03| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti mi sono stufata mastrogiaco qui mastrogiacomo li etc..
qst uomo è un girnalista, qlcuno lo deve pur fare, anche se comporta dei rischi stiamo tt li a voler sapere cosa succede in iraq in afganistan... giusto? quidi qst Mastrogiacomo era li x informare noi x dirci cosa accade far farci sapere. L'Italia ha fatto benissimo a liberarlo ora, ci vuole solo un altra cosa: levare i soldati italiani mandarli a casa, si prendono un sacco di soldi e poi piangono se muoiono, non è obbligatorio potevi rimanere in Italia e non scassare il caxxo. Ma poi, eroi di guerra cosa?? avete visto i filmati dove si divertono a saparare sulle case e dicono: " bella guarda come l'ho tirato giù".. per favore dai.... Eroi del cavolo buoni solo con le armi la pace così...ahahah è come scopare x la verginità
assurdo appunto

missy missy 24.03.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per molti la verita' e' solo quella dettata dalla logica americana: una crociata per distruggere il terrorismo, la jihad contro l'occidente", nessuno osa chiamare in altri modi questa guerra, forse per pudore, forse per paura di una verita' nascosta che rivelatasi farebbe ancora piu' male. Nessuno vuole mai definire questa guerra anche "guerra per il petrolio". Eppure è questo uno dei risvolti della crisi in corso negli ultimi anni, perche' le guerre in iraq e in afghanistan in questo momento servono per ridefinire gli equilibri strategici nella regioni da cui proviene il 65% delle risorse energetiche che muovono il mondo. Ma continuiamo pure a nasconderci dietro l'ideologia razzista che l'america sta portando avanti, una propaganda che pagheremo cara anche noi italiani.

anna chariello Commentatore certificato 24.03.07 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Mastrogiacomo ha fatto una cazzata e troppo poco è rimasto prigioniero,lì è territorio altamentre rischioso e lui per il suo scoop di merda si è inoltrato troppo in là e ha ottenuto il rapimento l'uccisione del suo autista,la liberazione dietro una grande somma e la liberazione di 5 assassini mandanti di atti terrostici e alla fine anche l'accuse dell'america,tutto questo causato da un cogl....ne.e lui ora che dice?non tornerò più a kabul,ma era meglio se diceva non tornerò più in italia.se lo incontrassi gli sputerei in faccia a quel pirla!!

michela maggio 24.03.07 15:19| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono una docente universitaria svedese, visiting professor all’Università del Molise a Campobasso, dove vivo.

Ho richiesto a Fastweb l’attivazione del servizio ADSL, pagando diversi euro. Come le condizioni di Fastweb consentivano, un mese dopo ho deciso di non perfezionare il contratto, poiché l’attivazione avrebbe richiesto tempi più lunghi del previsto. Avrei dovuto ricevere il rimborso che Fastweb aveva detto sarebbe stato “automatico” ma, dopo quasi 6 mesi, ciò non è avvenuto.

Giorni fa sono stata invece contattata da un operatore perchè restituissi l’ormai inutile e mai usato modem precedentemente recapitatomi. Questa condizione, mai comunicata prima, sarebbe stata necessaria al rimborso “automatico”. La restituzione doveva però avvenire ad Isernia. Ho quindi percorso i 50 Km tra Campobasso e Isernia e lì, dopo collegamento al sito amministrativo Fastweb non accessibile ai comuni mortali, mi è stato detto che non risultava da parte loro alcuna richiesta di restituzione. Di conseguenza, non erano autorizzati né a prendere il materiale né a darmi la relativa ricevuta necessaria al rimborso “automatico”.

In questi mesi ho tentato di contattare Fastweb più volte senza successo. Comincio a capire, a mie spese, perchè i cittadini consumatori Italiani siano così “insoddisfatti”. E vi risparmio le mie vicissitudini bancarie.

Sandra Ann Ingela Wright

Sandra Ann Ingela Wright 24.03.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PROPORZIONALE TEDESCO NON AFFOSSA IL BIPOLARISMO

http://futuribilepassato.blogspot.com

Luke T 24.03.07 14:53| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

è inutile dire che questa guerra non ci appartiena, è facile dire noi ci facciamo i cazzi nostri a casa nostra, però un domani quando qualche pazzo islamico se la prenderà con il nostro paese sarà altrettanto inutile andare a piangere dagli stati uniti o dagli alleati perchè ormai siamo rimasti soli.per quanto riguarda il rilascio di mastrogiacomo, se lo stato italiano ti avvisa che l'afganistan è territorio di guerra e che si corrono pericoli, sono cazzi tuoi, perchè non è giusto liberare 5 terroristi che faranno strage di innocenti afgani per liberare delle teste di cazzo che si potevano stare a casa.

massari manuel 24.03.07 14:13| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OGGI E' L'ULTIMO GIORNO PER FIRMARE LA PETIZIONE CONTRO LA VIVISEZIONE. SUL SITO DELLA LAV (LEGA ANTI VIVISEZIONE) SI TROVANO LE PIAZZE IN CUI OGGI LA LAV E' PRESENTE. FIRMIAMO PER FERMARE INSIEME QUEST'ORRORE. SALVIAMO I NOSTRI POVERI AMICI ANIMALI DA QUESTE CRUDELTA'.

anna chariello Commentatore certificato 24.03.07 12:54| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Beppe, d'accordo con la tua analisi storica sulle nostre virtù militari:purtroppo è quasi tutto vero,chi conosce un pò di storia d'Italia sa benissimo che le cose sono andate esattamente così.
Ti critico solamente quando parli dei talebani come dei patrioti. Mah!Questa è gente che andrebbe sterminata solamente per il loro modo di trattare le donne, senza contare tutto il resto, come per esempio sul fatto di non aver mai voluto consegnare alla comunità internazionale Bin Laden (che forse qualcosa di brutto l'ha commesso, chissà cosa....).

Giul Sfo 24.03.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono giornalisti che si accontentano di rimanere seduti dietro una scrivania, scrivendo di guerre senza esserci mai stati veramente. Ma e' questo il vero giornalismo? Un giornalista dovrebbe essere colui che rischia la propria vita e a volte purtroppo anche quella di altri, perche' le persone possano avere una visione di cio' che succede nel mondo a 360°. E io penso che per un giornalista credere nel proprio lavoro, significa anche questo: lavorare per dare voce a tutte le verita', anche a quella da noi considerata nemica. Un giornalismo efficace, indipendente, libero e' la risposta ad una certa propaganda di cui saremmo certamente schiavi, una propaganda di notizie di parte pronte a seguire un esercito senza pero' nulla sapere di cosa succeda dall'altra parte. Per questo un reporter di guerra per essere serio deve andare sul posto e non accontentarsi di notizie prefabbricate. Rammento ancora oggi come alcuni scoop giornalistici siano avvenuti proprio per amore di liberta' di informazione. Le iene non poco tempo fa riuscirono con un servizio stravolgente e anche pericoloso a fare arrestare un pedofilo italiano, che di quella terra thailandese aveva fatto la sua roccaforte per sfogare i suoi bassi istinti. Mi chiedo se avremmo mai saputo dell'esistenza di questo esserre infame, se avessimo potuto gioire del suo arresto se non ci fosse stato qualche giornalista che invece di rimanere seduto alla sua scrivania...........Tacere sui fatti e' sinonimo di connivenza, non si puo' tradire l'umanita' intera ascoltando sempre e solo una campana.

anna chariello Commentatore certificato 24.03.07 12:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti voglio solo dire una cosa: FAI SOLO SCHIFO!...
Ti auguro che tua figlia si sposi un talebano che se la tromba a modo suo bastonandola regolarmente assieme ad altre 5 !!!...

Nome e Cognome 24.03.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe,perchè hai scritto una petizione per chiedere il ritiro delletruppe dall'Iraq e non lo fai anke per l'Afghanistan???
è incoerente,non ti pare???

veronica zegarelli 24.03.07 11:53| 
 |
Rispondi al commento

hanno fatto bene a liberare gli ostaggi in cambio del giornalista, anzi dovrebbero liberarli tutti perchè loro,i cosiddetti terroristi, non vengono a casa nostra a far prigionieri.
se tutti abbandonassero gli USA del cazzo al loro destino il mondo sarebbe molto migliore. Ma perchè il mondo finge ancora di credere alle parole di un paese nato e cresciuto solo con delle guerre?
lasciamo che gli Stati Uniti si autodistruggano.
Poi vorrei fare un appello a tutti i popoli assediati dagli Yankee: UNITEVI E FATEGLI VEDERE CHI VALE DI PIù!!
YANKEE GO HELL

veronica zegarelli 24.03.07 11:44| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora oggi leggo commenti come se in un'italia gia' spaccata in due per via di destra e sinistra, ci sia anche un'italia divisa tra filoamericani e antiamericani. Siamo alle solite, il popolo italiano non riesce ad essere almeno per una volta solo "nazionalista" (i francesi in questo caso insegnano). Pur non amando craxi, a suo tempo mi ricordo di averlo condiviso quando durante la crisi di sigonella, stanco per l'ennesima esagerazione mando' a quel paese gli americani. In quel momento pensai che qualcuno in italia i coglioni li possedeva. Oggi l'anitiamericanismo (inteso come antigovernobush)e' paradossalmente piu' vivo proprio negli americani stessi che in noi italiani. Alcuni di noi credono ancora di poter essere padroni a casa nostra, tranne quando ci riserviamo il diritto di metterci in posizione genuflessa appena il governo americano ci striglia e ci strapazza un po'. Amerei che questo mio paese, l'italia, potesse essere allo stesso livello di alcuni paesi europei come francia e spagna, che si riservano il diritto di essere "nazionalisti" e padroni in casa loro. E' invece abbastanza chiaro, se ci soffermiamo sui casi di ustica, la strage del cermis, l’assassinio di Nicola Calipari, capire chi e' il padrone qui da noi: gli americani. Oggi essere nazionalisti in italia significa essere antiamericani, ed e' questa la parte piu' comica aihme' della maggioranza dei commenti perche' amare, rispettare e difendere il proprio paese o un proprio connazionale significa essere tacciati di terrorismo. Tuttavia sono d'accordo con tanti quanti pensano che in italia manchi una vera e propria politica in grado di rapportarsi all'america in modo paritario ed equilibrato, senza troppi eccessi di genuflessione e senza troppi eccessi di anitiamericanismo. Un'europa piu' unita in futuro ci aiutera' sicuramente ad essere piu' forti e piu' coesi e l'america sara' costretta con il tempo, a prenderne atto.

anna chariello Commentatore certificato 24.03.07 11:39| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao beppe...
in questi giorno assisto a cose schifose da parte delle Destra democratica...sono tutti incazzati perchè il governo ha ceduto ai talebani e ha pagato un riscatto per liberare una persona che era in Afganistan per compiere il suo dovere in una GUERRA che non era la sua...che probabilmente non è nemmeno quella di tanti italiani..e sicuramente non è la mia....
Era li per documentare (...anche se tantissime volte poi i fatti non ce li faranno mai vedere..)quello che succede...quello che stiamo combinando...
penso che il governo abbia il dovere di tutelare un proprio concittadino in difficoltà in qualunque modo e quindi invito la minoranza....(SU CUI GRAVA LA RESPONSABILITà MORALE DI TUTTO QUESTO...)di avere almeno l'accortezza di non parlare....visto che le liberazioni dei 3 body guard,Giuliana Sgrena e le Due Simona le hanno fatte loro e non penso che i talebani si siano accontetati di una stretta di mano....G I U S T O?.....
Ammiro la presa di posizione del governo sui commenti americani sulle liberazione di mastrogiacomo...anch se penso che bisognerbbe avere un pò più di coraggio....
VOI SIGNORI CHE STATE AL GOVERNO (...e a cui io ho dato il voto...)....
abbbiate un pò di CORAGGIO!!!!!!....
RITIRIAMO LE TRUPPE....
METTIAMO FINE AD UNA GUERRA CHE NON ABBIAMO VOLUTO E CHE NON è LA NOSTRA.....
TORNIAMO AD ESSERE UNO STATO SOVRANO....
E SOPRATTUTTO METTIAMO FINE ALL'IPOCRISIA DI CHI DICE CHE SIAMO IN MISSIONE DI PACE....
NON C'è E NON CI SARà MAI PACE SE CONTINUEREMO AD ANDARE IN GIRO CON I CARROARMATI!!!!!!!!!!!!!!

BASTA CON QUESTA GUERRA.......................

BEPPE FOR PRESIDENT (.....magari degl' u.s.a.)...


;-)

Super T. Commentatore certificato 24.03.07 11:38| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre il grido e il silenzio: quando il lavoro della donna viene trasformato in danno alla persona e rovina.

Ci sono provvidenze della Costituzione e che quindi appartengono alla Legge Padre del nostro ordinamento che recita come segue: “L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro (art. 1 Cost.), richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà...economica e sociale” (art. 2 Cost.) e deve assicurare i mezzi adeguati ai lavoratori “in caso di infortunio, malattia, invalidità...” (art.38 Cost.).

Si dice che: “Al cittadino va garantito il diritto alla salute, al lavoratore una vita libera e dignitosa, al pensionato e all'invalido per servizio pubblico il riconoscimento morale ed economico da parte dello Stato” Questi però sono anche i diritti che da molti anni non ho visto tutelare nelle aule di giustizia, ai danni persino di una donna ridotta ammalata grave in ossigenoterapia quotidiana domiciliare e portatrice di handicap a causa del comportamento inconfutabilmente illegale, ripetuto per anni da dirigenti del servizio di un ospedale milanese e protetti col silenzio assenso, dalla politica dei partiti del nostro Paese.

In questo modo i reati di lesioni colpose gravissime, falso ideologico, omissioni di atti di ufficio, violenza privata da mobbing e due sentenze del Tribunale Amministrativo per la Regione Lombardia: i reati sono rimasti impuniti e le sentenze successivamente ignorate con l'elusione del giudicato. Non venendo rispettate le leggi dello Stato, sia prima che dopo gli infortuni sul lavoro, i lavoratori continuano a soffrire e a morire sui posti di lavoro. Se i nostri antenati potessero vedere l'odierna politica italiana e ciò che non viene fatto per il bene comune, cadrebbero in stato confusionale. E' stata costruita la mera illusione che il popolo influisce sulle scelte politiche e sul destino del Paese, ma poi sostanzialmente non è più così. E i difetti, le inerzie e le farse non sono di poco conto,…Segue qui sotto…

GiacomoMo ntana 24.03.07 11:34| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe questa non l'ho capita.....
mi dispiace ma non condivido affatto la tua analisi.
con chi stiamo noi con gli afgani o con i talebani?
se sei convinto veramente che bisognatrattare con i talebani perchè non pensiamo ai cazzi nostri ed invitiamo la mafia al tavolo delle trattative?

maurizio stabile 24.03.07 11:32| 
 |
Rispondi al commento

SeguitoSisu….se si pensa che si potrebbe tracciare un parallelo tra quello che viene fatto finta di non vedere o di non sapere e i numerosi problemi insoluti. Con quello che ho scoperto (con mio totale orrore) ho potuto constatare che con gli enormi inganni e i colossali raggiri politici si causano danni al cittadino, sia di ordine economico, sia morale che esistenziale.

L'albero cresciuto dalle radici del nostro Paese diviene sempre più irriconoscibile per il tracollo morale e civile, che esso deve continuamente subire a causa dell'inerzia e la strafottenza politica nazionale. Anche in campo giornalistico viene tutto filtrato, ridotto o censurato. E' accertato che le vicende più scabrose e oscene che contestualmente screditano la classe politica, perché denotano un fenomeno di regresso della civiltà, vengono fatte rigorosamente rimanere segrete. Perciò, di conseguenza, i documenti scritti che provano gli abusi e le torture psico-fisiche ai danni della vittima, restano a conoscenza di poche persone.

C'è un interrogativo fondamentale che ormai sempre più gente si pone: quali sono i motivi e le cause che permettono la consumazione dei reati civili e penali, come per esempio ponendo allo sbaraglio sul posto di lavoro, parecchi lavoratori, privati dei mezzi di protezione dagli infortuni e dalle malattie professionali, contravvenendo a quanto nella fattispecie il legislatore ha legiferato e inteso fare attuare a tutela dei lavoratori. Sembra come se, tutto quello che viene fatto male o addirittura non fatto, faccia parte di una inspiegabile strategia di distruzione dello stato di diritto e della identità del cittadino, logorata dalla sottomissione, dall'umiliazione, dalla disuguaglianza e quindi con la parzialità, l'emarginazione dal proprio contesto sociale, sino alla pratica dell'abuso,con danni alla persona di ogni tipo, estranee a qualsiasi considerazione dei diritti umani.

Per saperne di più è possibile visitare
in breve http://48agimurad.blogspot.com

GiacomoMo ntana 24.03.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Si ma si sa che l'italiano "medio" è un vigliacco!!!

Ho fatto il militare nel periodo dell'attacco alle Twin Tower e guarda caso c'era mezzo reggimento che ha marcato visita,per la paura di essere spedito in guerra....

Hai proprio toccato un tasto giusto complimenti...

Mario Ascierto Commentatore in marcia al V2day 24.03.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillo parlante,
mi piace quasi sempre il tuo anticonformismo, ma stavolta con "scemo di guerra" sei caduto nei più classici deja vù nazionali: la "libido denigratoria delle nostre (dopotutto dignitose) virtù militari".
affermare che la guerra agli italiani non piace è quanto di più banale potevi dire.
vorrei sommessamente ricordarti che c'è la fila agli arruolamenti da quando l'esercito è stato professonalizzato, nonostante tutti avessero pomposamente previsto il contrario.
e ti aggiungo, da ragioniere - senza giudicare, che delle sette guerre condotte dall'Italia dal 17 marzo 1861 (proclamazione dell'unità) ne abbiamo vinte quattro (libia 1911, prima mondiale 1918, etiopia 1936 e spagna 1938) e perse due (etiopia 1887 e seconda mondiale 1943).
tanto si doveva, sperando in un tuo commento.
lahoz

luca firpo 24.03.07 11:25| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

(arriva dall'altro commento)In Afghanistan i partigiani erano aiutati dagli americani... i partigiani erano Bin Laden e quelli che poi avrebbero fondato il movimento talebano!!! gli americani erano alleati dei terroristi??? e come se Pertini dopo la liberazione dell'Italia fosse diventato un terrorista. Allora la mia formula matematica diventa Terrorista=Talebano=Partigiano=Alleato USA.
O forse sarebbe meglio invertire in ordine cronologico Partigiano=Alleato USA=Talebano=Terrorista.
Perchè la nazione più grande del Mondo nel giro di vent'anni riesce a cambiare definizione così tante volte alla medesima entità.
E' un errore di parole o i termini vengono canbiati o coniati ogni volta che fa comodo? io sinceramente nn so cosa sia oggi l'Afghanistan a parte sapere che è un paese in guerra. Non so cos'è L'Iraq. Capire chi governa il mondo significa nn prendere per oro colato tutto quello che dice. Le guerre preventive e il terrorismo non esistono... esiste solo la sete di potere e i propri interessi... nn c'è bisogno del vocabolario per capire questo.

claudio pala (pala_82) Commentatore certificato 24.03.07 11:24| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ho capito in questi anni che spesso quando si parla di guerra si fa uso di parole o di giochi di parole atte di solito a travisare la realtà, a ingannare o più semplicemente a sdramattizzare. Chi nn ha mai sentito negli ultimi anni il termine "guerra preventiva"?
Analizziamo le parole: "guerra": il dizionario suggerisce il termine più comune "Situazione di conflitto armato fra Stati" e fino a qui ci siamo; "preventiva": "Che previene o serve a prevenire", in poche parole si commette un gesto prima che ne avvenga un altro.
Mettendo insieme le parole significa che si fa una guerra per evitare che accada qualcosa... ma cosa? perchè dovrei sacrificare centinaia di vite umane per evitare una cosa che nn sono sicuro che avverrà??? La risposta di tutto è in Iraq presumo... quella è la Guerra preventiva.
Un altro termine molto comune è "Terrorismo"; il vocabolario dice: "lotta politica che fa uso della violenza come attentati ecc"; colui che pratica il terrorismo viene definito "terrorista". Tutti noi pensiamo agli attentati in Iraq, in Israele, in Italia negli anni 70 quando saltavano in aria treni e stazioni... in genere colui che mette bombe.
L'altro giorno in Tv mentre si parlava del caso Mastrogiacomo ho sentito che i responsabili del rapimento erano dei terroristi dell'ex regime talebano... talebani??? strano... comunque ho riffletuto e ho dedotto la seguente formula matamatica: Terrorista=Talebano. Nessuno nasconde che i talebani nn erano certo degli stinchi di santo però ho continuato a riflettere e sono tornato indietro di alcuni anni in Afghanistan. "Anno 1979 l'occupazione sovietica in Afghanistan". I sovietici respinti dalla lotta partigiana... partigiani??? cosa significa?:"Appartenente a formazione armata irregolare che svolge azioni di guerriglia nel territorio nazionale invaso dal nemico" per fare un esempio è partigiano chi durante la 2° guerra mondiale combatteva contro le forze nazifasciste. (continua)

claudio pala (pala_82) Commentatore certificato 24.03.07 11:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

La banca di Italia è privata o pubblica?
I soldi sono dello stato italiano?
I soldi sono della comunità europea?
Di chi sono i soldi?
Quanto è il valore intrinseco di 50 euro?
Chi stabilisce il loro valore?
Chi li mette in circolazione?
Chi decide quanti soldi mettere in circolazione e perché una quantità e non un altra?
Perché sulle banconote non c’è più scritto “pagabili a vista del portatore”?
Credi davvero che il debito pubblico sia il vero problema del costo dello stato?
Secondo te il debito pubblico si può, o si potrà mai, estinguere un giorno?
Secondo Voi alzando le Tasse si estingue il debito pubblico?
Perché sul loco BCE c’è il simbolo del copyright e non quello di monopolio?
Sapete perché è morto Kenedy?
Sei convito che quello dichiarato sui conti sia il valore reale del denaro che gira?
Secondo voi gli inglesi sono stupidi che sono entrati in Europa ma si sono tenunti la sterlina?
Sapete perchè siamo entrati nell'euro?
sapete chi ci ha portato nell'euro?

Allora informati

mario rossi 24.03.07 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"I terroristi sono stati rilasciati, ma forse sono patrioti. Di sicuro sono a casa loro".
Sono d’accordo e questo dovrebbe far riflettere noi meridionali: ve li ricordate i nostri “liberatori” di 147 anni fa? E, ve li ricordate i nostri “briganti”? Già da allora i grandi poteri occulti sapevano dove mettere le mani servendosi di pseudoeroi (per noi ne hanno inventato addirittura mille, pagando sottobanco i generali dei loro perfidi nemici perché si arrendessero, storia provata da rimesse bancarie, ma che non si trova nei libri scolastici). Se si capisce questo, ci si spiega tanti misteri italiani e non dei nostri giorni.
Tanto per fare un esempio: si capisce perché non si possa dire che il governo israeliano sia un tantinello cattivello con i palestinesi , senza essere immediatamente bollati di antisemita, razzista, nazista.
Anna

Anna Maurantonio 24.03.07 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Un giornalista è stato catturato in territorio dove si combatte una guerra, dov'è l'errore .... nel giornalista o nella guerra?

Trama Paolo 24.03.07 08:39| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
a proposito di terroristi liberati, vorrei spendere qualche parola su Gino Strada. L'unico vero pacifista sullo scenario di "guerra" (camuffato da "missione umanitaria")che, da grande eroe del primo momento, sta ora diventando (a causa delle pressioni americane) il capro espiatorio del governo italiano. Gino Strada, con la sua organizzazione, è l'unico italiano che rappresenta davvero lo spirito degli italiani, o almeno di quelli come me che ritengono questi interventi militari una follia. Come dici giustamente tu, caro Beppe, gli italiani non vogliono la guerra ed io, personalmente, mi sento molto più rappresentata da un Gino Strada che da una truppa di militari in uniforme mimetica o da una CRI. Per questo mi sento offesa e indignata quando leggo che i nostri rappresentanti politici, pur di pararsi il c...o e di mantenere buoni rapporti con "mamma America", sono pronti a gettare fango sull'unica persona che "veramente" rappresenta la pace in quel mondo di guerra. Mi piacerebbe ricordare che Emergency non prende un soldo dal governo italiano (ha rifiutato finanziamenti anche quando offerti) e non si avvale dei militari italiani per "proteggere" i suoi presidi sanitari .... al contrario della CRI che ha (dove presente) il proprio personale "protetto" dalle nostre forze armate. Mi piacerebbe far arrivare un "messaggio" ai nostri "dipendenti" ed in particolare al nostro ministro degli esteri e al nostro presidente del consiglio, per dimostrare il nostro sostegno a chi ogni giorno mette a rischio la propria vita per "rimediare" ai danni fatti da scelte di politica estera così lontane dal mio modo di pensare .... e credo da quello di gran parte degli italiani che come me e te Beppe, sono contrari alla guerra.

Carla Tozzi

Carla Tozzi 24.03.07 08:12| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

w l'Italia , l'italia che non muore. descriverei il nostro modo di partecipare alle guerre un intervento del tipo "vengo dopo il caffe'" ovvero "ci sto', ma senza fretta, vediamo come si mettono le cose e poi.." in questo caso - interventi militari ecc - e' un bene.. non lo e' quando impieghiamo la stessa tecnica per la vita di tutti i giorni, quando, aspettando sempre di vedere come va a finire e non prendendo posizione, ci ritroviamo nella me..a fino al collo senza poterne uscire.. e nessuno ne ha mai colpa.

quaglia gianluca 24.03.07 07:01| 
 |
Rispondi al commento

esatto beppe

paolo sciuto 24.03.07 03:04| 
 |
Rispondi al commento

Italia Nazione Garante dei Valori per la VITA.

Se un sequestratto muore per non cedere al pagamento del riscatto sei connivente dell'OMICIDIO. Se paghi il riscatto dai ALTO VALORE alla VITA. Di sicuro se uno STATO funziona, chi sequestra prima o poi se VERAMENTE si indagha i colpevoli si trovano. (SE LA VITA DI UNA PERSONA E' IL BENE PIU' PREZIOSO SALVALA HA QUALUNQUE COSTO). Pagando un riscatto non stai soccombendo ma giustamente SALVANDO LA VITA ALL' OSTAGGIO.

Sè il lavoro è il nobile prncipio di VITA, l'opera di un solo giorno dei fornai ha più SENSO e VALORE di tutte le giornate spese per le stupide improduttive e devastanti guerre. Lavoro guarentigia per la VITA - Le armi sono la caparra per la morte. ITALIA Promessa e impegno dei VALORI di VITA, UGUAGLIANZA, PACE e LAVORO esortiamo NO alla GUERRA PERilBENEdiTUTTI. Governanti fatte LARGOaiGIOVANI lasciando a loro le redini del LAVORO per creare un mondo di PACE. E' ora di passare dalle parole ai FATTI. ITALIANI TUTTI DEDICHIAMOCI AFINCHE ROMA DIVENTI LA CAPITALE DEI PIU' ALTI VALORI DA DIFFONDERE AI POPOLI DELLA TERRA LIBERTA', PACE, AMORE.


Concordo in pieno: la guerra, noi Italiani, preferiamo farla fare agli altri. E a tal proposito, trovo molto azzeccato il poster del tuo film con Coluche: un grandissimo comico francese che, stufo del "sistema", decise di entrare in politica dopo aver lanciato e fatto prosperare diverse iniziative per il sociale. Ma la sua carriera politica fu stroncata da un tragico incidente stradale avvenuto in circostanze ancora da chiarire. A riprova del fatto che la guerra, indipendentemente da "contro chi", è meglio farla fare agli altri, dico bene Beppe?

Massimo Tumiati 24.03.07 02:31| 
 |
Rispondi al commento

ESATTO MOSTRO MOSTRUOSO
E UN ANNO CHE VADO DICENDO IN GIRO CHE X L'IRAN SCOPPIERA LA 3A GUERRA MONDIALE (OVVIAMENTE L'IRAN E UNA SCUSA LA COLPA SARA DI STATI UNITI E ISRAELE COME SEMPRE E AFFANCULO CHI MI CREDE RAZZISTA) E ORAMAI I TEMPI SONO MATURI, RUSSIA E ARABI CONTRO I NOI POI TOCCHERA ALLA CINA, AMEN!

mistero buffo 24.03.07 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero che il tema del forum stimola commenti di segno molto diverso, ma non parlerei di ambiguità rispetto a molti, quanto di convinzione di ciascuno nelle proprie idee, per sbagliate che siano.
Io detesto la violenza e adoro una Costituzione come la nostra che addita la guerra come cosa "da ripudiarsi" salvo le nobili eccezioni (sì, eccezioni!!!!) di limitazione di sovranità indissolubilmente collegate al fine di garantire la pace e la giustizia tra le nazioni. Siamo dunque ben lontani dal motto latino "si vis pacem para bellum".
Ma Beppe nel suo post è stato illuminante per un altro verso: non che abbia semplicemente voluto indugiare sulle consuete considerazioni dei vizi (infiniti) e delle virtù (accuratamente nascoste) del nostro popolo, ha fatto molto di più rappresentandoci con chiarezza il quadro logistico in cui ci stiamo muovendo, e cioè che andiamo a far qualcosa in casa altrui. Coi soldati non credo che si possa far granchè di diverso da azioni militari e affini, salvo costruire ospedali da campo o scuole in prefabbricati che d'estate diventano stanze della tortura stile Abu Graib, con Gino Strada e i suoi forse ci scappa pure di salvar la vita a qualche bambino, garantire un'esistenza a qualche storpio di guerra e non far morir di setticemia post partum qualche donna.
Se davvero i benpensanti sono tanto preoccupati dei terroristi liberati da Karzai gli vorrei assicurare che io non dormo bene la notte al pensiero che girano ancora liberi come fringuelli quelli che han messo e ordinato le bombe da Piazza Fontana a Brescia ai vari treni e stazioni di Bologna, quelli che sanno com'è andata a Ustica e non vogliono che lo sappiamo mai noi tutti con i parenti di 281 persone che sono volate in cielo, sì proprio in cielo come gli angeli di Nassirya (ricordate?) ma che per loro estrema disgrazia non sapevano di correr rischi semplicemente andandosene in vacanza in Sicilia.
Per le vittime di tutte le ingiustizie solo silenzio e ingiustizia. Allora W Daniele!

davide valdambrini Commentatore in marcia al V2day 24.03.07 00:32| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

mi piacerebbe vedere tutti i furbi che pontificano su italia calabrache, sul non dover trattare, avessero avuto il padre un figlio un fratello o fossero stati loro nelle mani di qualche rapitore, cosa avrebbero fatto, cosa avrebbero voluto....
imbecilli prima di pontificare usate il cerv....
ah!scusate dimenticavo che di quell'organo siete privi.

Ken S. Commentatore certificato 24.03.07 00:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo è un paese di falliti capace solo di fottere i più deboli e dove i più deboli si lasciano volentieri fottere.ovviamente all'estero ( che ci vedeno come noi vediamo i colombiani) sanno benissimo che a calarci le braghe simao perfetti.infatti a nessuno con un pò di cervello può fregare di questi rapiti.nessuno può andare a kabul o a bagdad se non è accreditato presso agenzie di spionaggio o militari e perciò chi è li e per fare certe cose con la scusa dell'informazione e quand'anche non fosse cosi guarda caso gli altri li ammazzano a noi chiedono i soldi:come mai.personalmente penso che sia passata da un pezzo l'ora della sopportazione ma tant'è. ciao a tutti

massimiliano m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.07 23:33| 
 |
Rispondi al commento

W Il BUSINESS della guerra che porta tanti soldini ai cretini costruttori di fucili.
W il BUSINESS della guerra che porta tanti soldoni ai coglioni mercanti di oro nero.
W il BUSINESS della guerra che fa spendere denaro al povero malcapitato.

secondo me e' meglio W LA FIGA!!!

leoni alessandro 23.03.07 23:25| 
 |
Rispondi al commento

per parafrasare Diliberto... l'italia è (divenuta)la puttana dei Talebani ;)

Mauro Bellapsica 23.03.07 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto la maggiorparte dei commenti posso solo dedurre che le scimmie sono la logica prosecuzione dell'evoluzione umana.

Mauro Bellaspica 23.03.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi italiani siamo l'espressione vivente della mediocrità, della ambiguità. Amiamo stare con tutti. Siamo ruffiani.
La classe politica, sempre la stessa, è quella che meritiamo : i geni si trasmettono nel parto.

Pietro Mata 23.03.07 22:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
io ho rischiato di farmi "prendere" attraverso i concorsi, ma la vista mi ha salvato, ma non le dita che ho perso sotto una macchina "aggiustate, meno una che ho perso". Io ti confesso che una cosa sola, ho avuto paura di partire, ma non per i proiettili, per la leucemia dell'uranio impoverito.
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 23.03.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

W
*W
**w
***.
****s
*****i
******g
*******n
********o
*********r
**********a
***********g
************g
*************i
**************o
***************.
****************i
*****************t

Marianna Monaca 23.03.07 22:08| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Vendetta sottile.Gli americani ci uccidono Calipari( e non ci rilasciano i killers), gli americani ci impongono la base di Vicenza e noi in cambio scambiamo i prigionieri talebani.

Elvio Gatto 23.03.07 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Merita rispetto chi si batte e si da da fare per il bene del proprio paese, ma ricordiamoci che i talebani sono dei fanatici all'ennesima potenza, che hanno sottoposto la popolazione afghana a regole assurde ad angherie di tutti i tipi, come proibire la musica o a mettere all'indice qualificandole come peccaminose attività innocue come far volare un aquilone, senza contare la brutale segregazione a cui sono state sottoposte le donne, trattamenti che in occidente neanche il peggiore maschilista si sognerebbe loro di riservare.
Ricordiamoci poi, come diceva Giovanni Paolo II, che la pace non è semplice assenza di guerra.

Mauro Bellini 23.03.07 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SERVE ALL LOVE ALL NEI LIMITI DI OGNUNO DI NOI SCELGO DI SFORZARMI IN QUESTO ORIZZONTE.

gian Mario Lanfranxoni 23.03.07 21:31| 
 |
Rispondi al commento

BAH. GENERALIZZAZIONE STUPIDA SECONDO ME.

Fabio Valentinuzzi 23.03.07 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo ancora come vi siano molte persone che credono all'esistenza dei cosiddetti terroristi di Al Qaeda, terroristi talebani, yankees buoni, guerre giuste.E non capisco come questo possa accadere.Come la Menzogna con la M maiuscola sia potuta entrare nel cervello di queste persone e quasi come fosse un virus,attecchirvi e proliferare.Persone convinte di quello che vedono e sentono alla tv,quasi fosse il Verbo.Persone senza senso critico.Stamane alle ore 5.30,su RAINEWS 24 hanno detto che le relazioni ITALIA-USA sono solide,che la faccenda Mastrogiacomo non le ha intaccate e che comunque,le trattative sono state portate avanti da Emergency (leggi:se gli USA ci rompono i cosiddetti, la colpa possiamo sempre darla agli altri).
Bisogna smetterla con le polemiche sterili e sterilizzanti,la colpa è tua,no è tua,la guerra è giusta,no non è giusta.La guerra non è MAI giusta.La guerra non è l'ultima opzione,è lo STOP alle opzioni.Se solo la gente pensasse un po' di più,leggesse un po' di più,si informasse un po' di più...buona serata a tutti

Gino Ginestra (catalpa) Commentatore certificato 23.03.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER ALKUNI KE SCRIVIONO SU questo blog, se sanno ke non esiste la VERITA' ASSOLUTA SEMMAI LA MIA E LA TUA VERITA'ognuno crede in quel ke dice! sperando in buona fede! MA CERTI DOVREBBERO PRIMA DI SCRIVERE MINCH...ATE FARSI UN PO' DI INFO!SE NO APRONO BOCCA E DANNO FIATO, MEGLIO SRIVONO DEMENZIALITA'IL BEL TACER NON FU' MAI DETTO !MEGLIO SCRITTO!!
IO LA PENSO COME GINO STRADA SONO CONTRO LA GUERRA PUNTO .

pino gardon Commentatore in marcia al V2day 23.03.07 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stefania D....:"Con tutti i soldi che servono per riqualificare le strutture (sempre se non se li intaschino)... a che pro una guerra che non ci appartiene con i soldi dei contribuenti?"


sempre il solito stupido vizio degli italiani stupidi!ognuno guarda il suo orticello e fuori non c'è nulla!non c'è nulla fin quando qualcuno non tocca il tuo orticello!se viene toccato quello degli altri chissene frega!giusto? idee del cazzo!da quando siamo al mondo e facciamo parte di questa umanità ogni cosa che succede è parte di noi!e per questo anche le guerre ci riguardano!anche se non coinvolgono il nostro orticello! Il mondo non sei tu!ci sei anche tu!ma non solo!e nessuno dice che tu sei più importate di milioni di africani che muoiono di fame, di uomini che muoiono per attentati, delle vittime dell'11 settembre...il tuo orticello è solo una caccola del naso rispetto a tutto il resto!quindi guarda fuori e vedrai che la nostra situazione è la meno brutta!e non dobbiamo essere noi i primi ad essere aiutati, ma coloro che non hanno libertà, che non possono pensare come vogliono se no possono essere uccisi tranquillamente, di coloro che uccido in nome di un Dio che li vuole morti martiri per farli entrare in Paradiso, di persone che si svegliano la mattina e non sanno se arriveranno o no alla sera, o coloro che si addormentano senza sapere se si sveglieranno ancora....pensa!!!!!!!!

Pesenti Andrea 23.03.07 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe "Marcello Lupi" Grillo, per il bene che ti voglio, dimmi se secondo te dato che abbiamo dei politici che mandano dei contingenti militari strapagati in guerre altrui quando siamo quasi al livello di paesi come Bananas (se non peggio)gli possa interessare la situazione dei paesi "invasi"/"liberati"/"democraticizzati"....

PS: Ma che tu sappia, il dvd di "Scemo di guerra" o quantomeno una vhs uscirà mai?
PS2: Ho letto il libro di Tobino e visto il film, e devo dire che è stato molto commovente... Peccato solo che ciò fu l'ultimo film del grande COLUCHE (che si era anche presentato alle presidenziali francesi)...

Renato Leoni 23.03.07 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Dove cazzo sono i miei posttttttttttttttt???????
PERCHé MI AVETE CENSURAToooooooooooooooooo?????
DATEMI UNA RISPOSTa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Domenico Trovato 23.03.07 20:22| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto delusa e irritata che il vizio di parlare senza sapere di cosa si stia discutendo non decresce! Eppure Federico Moro ci ha vinto il Festival di Sanremo con "PENSA". Ma nessuno lo ASCOLTA! Leggo in un commento che "abbiamo ceduto 5 terroristi talebani" per riavere il giornalista. Ma dove li tenevamo noi italiani quei terroristi? Nella tasca della giacca di Prodi? Perchè qualcuno non si ferma a riflettere sulle ragioni che hanno indotto il governo afghano a concedere lo scambio? Eppure ha lasciato che si sgozzasse un proprio cittadino senza muovere un'unghia! Quindi, perchè? Ditemi.

domenica m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.07 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"""".....se non vi ricordate, come fecero andreotto e berlinguer ad arginare il problema BR quando Aldo Moro fu rapito?!?!? I pugno duro dei due portò alla morte di Aldo Moro (che in questo caso non era uno stupido giornalista venduto, ma un personaggio politico molto importate che era segrterio della DC), ma le BR si miserò più o meno a tacere...""""
Pesenti Andrea 23.03.07 19:40


C'e' del vero in cio' che dici.........solo in parte......

In realta' la brigatista, malata, da scambiare con Moro era gia' individuata.
Trattavasi di Paola Besuschio. Piu' che la volonta' ferrea di opporsi a qualsiasi trattativa gioco' la volonta' di molti quadri Dc di mettere....una pietra sopra Aldo Moro......

Per quanto riguarda il caso Mastrogiacomo.......per me vale la priorita' di salvare una vita CERTA, contro il rischio di mettere in pericolo vite ipotetiche.
In caso contrario, auspicherei, una volta tanto, in questo buffonesco Stivalone, che qualche duro e puro "Antitrattativa", si presenti nome, cognome e codice fiscale e lo dichiari PRIMA piuttosto che criticare POI!!!!!!

Segnalerei, piuttosto, conoscendo l'idiosincrasia dello Zio Sam ad ogni mediazione, con conseguente facilita' di grilletto, lo scandaloso comportamento di Edward Luttwak.

Il losco figuro ha partecipato a Ballaro' e Porta a Porta.......invece di andare a Ciampino a mitragliare Mastrogiacomo personalmente.......

Non si fa cosi'.......

Saluti noSam bipartisan....

maurizio spina Commentatore certificato 23.03.07 20:15| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ENORME AMBIGUITA' DI QUESTO POST E SINTOMATICA DI UNA SOLA COSA

... del fatto che Grillo è confuso su ciò che è accaduto in afghanistan

il Nostro infatti pencola fra il suo SPIRITO IPOCRITO-PACIFISTA che gli fa apprezzare gli italiani pacifondai

e la CONSAPEVOLEZZA che CEDERE COSÌ AL NEMICO e TRADIRE COSÌ GLI ALLEATI è da puri e semplici CODARDI

La verità è sempre e solo una... e ce la racconta la nostra millenaria STORIA di abitanti di uno stivale (la storia cioè di un POPOLO SCARPONE):

gli italiani non sono mai stati capaci di difendere la propria terra ed hanno SEMPRE APPALTATO LA DIFESA DEI PROPRI CONFINI AGLI STRANIERI

Roberto Stagni Commentatore certificato 23.03.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento

E quì casca l'asino.

Alfredo Larducci 23.03.07 18:43
---------------------------------------------------

Ti sei fatto molto male? Mi dispiace! La prossima volta non incamminarti su terreni dove ricascherai sicuramente.

Ciao caro

Max Stirner


"Finché ruoterà al sicuro la Terra...
si riterrà necessaria ogni guerra"!...

Rovesciando questa idea formuliamo la seguente congettura...

"Se non sarà più al sicuro la Terra...
in quel momento avrà fine ogni guerra"!

Questa è una congettura della quale non è possibile fornire... al momento... una dimostrazione "reale"!...

Proveremo... dunque... a darne subito una "immaginaria"!...

a) Immaginiamo che venga avvistato un asteroide in rotta di collisione con la Terra... e che si preveda... con matematica certezza... che l'impatto avverrà tra cinque anni!...
b) Si immagini... inoltre... che le dimensioni del corpo celeste siano tali da mandare... all'impatto... letteralmete in frantumi il pianeta... decretandone la fine!...
c) Immaginiamo... ancora... che tutti i governi del mondo prendano sul serio la previsione!...

Domanda!... quale governo continuerebbe a finanziare una guerra?!

Risposta!... nessuno... ovviamente che non sia "scemo di guerra"!

La congettura avrebbe la sua dimostrazione immaginaria... dunque... solo se aggiungiamo un'altra ipotesi!... e cioè...
d) Si immagini... infine... che gli eventuali governi "scemi di guerra"... alla notizia... subissero uno shock tale da convertirsi in "intelligenti di pace"!...

Bene... la congettura può dirsi dimostrata in modo immaginario!...

Se vogliamo... poi... procedere a darne anche una dimostrazione "reale"... dobbiamo solo aspettare che tutti gli astronomi del mondo... convinti della superiore ragione della pace... si trasformassero in tanti Orson Welles!...
ma questa volta dovranno resistere almeno cinque anni... senza mettersi a ridere!...

Tu che puoi... essendo un grande comico... comincia a prendere i contatti con qualche astronomo buontempone!


Sera Beppe :)
poche parole nn mie....
" ho chiesto al meglio della mia faccia una polemica di dignità" ( de andrè) ......fategli la guerra a sta gente sotto casa...che entaancora parla...sti dipendenti che diventano padroni!
...per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti!

Peppiniello L. Commentatore certificato 23.03.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

CIAO PEPPINO
Hai MAI PENSATO HO IMMAGINATO (scusa sto facendo le rime come in sardo. ( ex pres. of republic)

DICEVO T'IMMAGINI DURANTE LA 2 GUERRA MONDIALE SE NEL IPOTESI L'AVESSIMO VINTA SENZA l'AIUTO DEGLI AMERICANI?
CON LA NOSTRA CLASSE POLITICA A GOVERNARCI ?.

CON LA NOSTRA INTERPRETAZIONE TUTTA ITALIANA DI FARE POLITICA?

CON I MAFIOSI CHE ALL'EPOCA DETTAVONO LEGGE!!!

CON PRETI E SUORE PRATICAMENTE IN PARLAMENTO?

CON PARTIGIANI SCALMANATI TIPO RIVOLUZIONE MESSICANA (senza offesa per i miei amici messicani).

CON UN POPOLO ALLO SBANDO AVEVAMO FAME E PIDOCCHI.

E CI SAREBBERO 1000ALTRI CON MA FACCIO BASTA.

TI VOGLIO FAR CAPIRE CHE ALL'EPOCA NESSUNO HA DATO UNA MANO ALL'ITALIANO MA SIAMO STATI NOI STESSI AD AIUTARCI IL MOTIVO ERAVAMO UNITI NELLE LOTTE ERAVAMO COSTRETTI AD ESSERE UNITI PERCHE CERA LA FAME FACEVAMO E ABBIAMO FATTO DI TUTTO PER RISOLLEVARCI SENZA VERGOGNA DI FARE I LAVORI PIU UMILI .

OGGI TUTTO QUESTO PER RISOLLEVARCI NON PUO SUCCEDERE PERCHE?
NON SIAMO UNITI E NON ABBIAMO FAME ECCO PERCHE E A DIRE IL VERO NON ABBIAMO PIU VOGLIA NEANCHE DI COMBATTERE PERCHE SIAMO TUTTI OBESI MA OBESI DI TUTTO E TUTTI.
E VOLENTE E DOLENTE QUEL PO CHE SIAMO RIUSCITI A COMBINARE DOPO LA GUERRA E GRAZIE AGLI AMERICANI ALTRO CHE FANTASIA, E MADE IN ITALY E TOP DI QUA E D.O.P. DI LA .
AVEVA RAGIONE P.P.PASOLINI ITALIANI POPOLO DI ACCATTONI.
SALVATORE VISCA CASERTA

salvatore visca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Aver tirato fuori mastrogiacomo da una situazione in cui si era cacciato lui per i cazzi suoi è stata la cosa più assurda del mondo!e l'assurdità è stata aumentata dai 5 terroristi rilasciati in cambio di quello sfigato che voleva fare un grande scoop!se non vi ricordate, come fecero andreotto e berlinguer ad arginare il problema BR quando Aldo Moro fu rapito?!?!? I pugno duro dei due portò alla morte di Aldo Moro (che in questo caso non era uno stupido giornalista venduto, ma un personaggio politico molto importate che era segrterio della DC), ma le BR si miserò più o meno a tacere...(Poi bhe, qualche sfigato sopravvive sempre come quelli che si sono trovati poco tempo fa....ma non sono paragonabili ai brigatisti del 68)...e lo stesso avremmo dovuto fare con Mastrogiacomo!ora aumenteranno i rapimenti perchè i terroristi hanno sperimentato la poco spina dorsale degli occidentali!!!!!!!!!!!!!!ora siamo fottuti!grazie Emergency, grazie comunisti, grazie governo di merda!l'abbiamo già fatto tante volte sto errore!perchè continuiamo a rifarlo?!sbalgiando si impara?!?no no....sbagliando si sbaglia!....ma tiriamo fuori le palle!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pesenti Andrea 23.03.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

""""maurizio spina 23.03.07 19:04 """"

Siete gentucola.
Qui si parla del prestigio di una nazione, e voi badate a tirar acqua al vostro misero mulino.

Fate pena, come coloro che rappresentate.

Margherita Grassi 23.03.07 19:29

Chiudi discussione

Carissima e dolce Margherita.....

Dubito che il prestigio di una Nazione si misuri dai chilometri di lingua bavosa struscianti le opulente chiappe dello Zio Sam.......

Ma tant'e'......i gusti sono gusti......

Saluti antibase bipartisan.......

maurizio spina Commentatore certificato 23.03.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

f.marletta 23.03.07 18:25

Caro Francesco, scusami ma la tua immagine dei talebani é molto stereotipata. Quella che gli americani vogliono darci.
Come ogni buon musulmano, qualunque talebano é sempre disposto a trattare su quasi tutto. Specie in Afghanistan.
Ciao

M. S.
----
beh..comunque sia credo che nessuno li abbia nemmeno invitati fino ad ora :)))

La definizione TERRORISTA poco si adatta al tavolo delle trattative.
Baci
manuela bellandi
----
BUONA CENA ad entrambi:

Non mi pare che abbiano problemi a far giungere notizie se volessero aprirsi a trattative non avrebbero che a dirlo, quando mai lo hanno fatto? Non risulta che abbiano tante difficoltà a far conoscere le loro INTENZIONI, anzi di sicuro cè che non hanno richieste se non che fuori tutti e comandiamo noi, contro non solo gli stranieri, cosa comprensibile. Ma proprio CONTRO quelli dei loro stessi connazionali che non li vogliono al controllo del paese. Se questa è una immagine stereotipata io non lo so, quello che è certo che l'Irlanda ha cercato, non da sola, più volte un incontro e alla fine lo ha accettato e con gli inglesi ha raggiunto una intesa dopo averli combattuti strenuamente sino all'ultimo. QUESTI NON SENTONO RAGIONI, PER ORA, altro che trattare. Comunque vedremo, il tempo risolverà la situazione in un modo o nell'altro. Per quanto attiene gli americani per il momento, piaccia o non piaccia, sono loro che hanno quel che serve per dominare la situazione, costi o non costi; Secondo me, meglio capirlo e fattasene una ragione, sarebbe bene ove possibile, cercare di contenerne, DA ALLEATI QUALI SIAMO, le pretese. Altrimenti non saranno i soli a pagare sia pure da vincitori la loro arroganza. Non si discute con una belva arrabbiata SENZA AVERE I MEZZI PER INDURLA ALLA RAGIONE, o sopprimerla. Fare LAGNE, come fanno alcuni, DA SOGNATORI PURITANI non risolve un ciufolo, meglio prendere atto delle cose reali affrontando la realtà per QUEL CHE E', Ciao

Francesco

f.marletta 23.03.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Tapping
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: Navigazione, cerca

Il tapping è una tecnica chitarristica e bassistica che consiste nell'utilizzare la mano ritmica (destra per i destrorsi, sinistra per i mancini) per suonare delle note sulla tastiera, generalmente usata per suonare intervalli molto larghi, altrimenti molto difficili da eseguire. Il suo utilizzo risale fino ai tempi di Niccolò Paganini, passando poi per la cosiddetta "tradizione musicale abruzzese" con artisti del calibro di Ivan Graziani. Acquistò enorme popolarità negli anni settanta e ottanta con Eddie Van Halen (il quale codificò la tecnica già sperimentata da Steve Hackett, chitarrista dei Genesis, che a sua volta la riprendeva da altri chitarristi): il pezzo Eruption è infatti un passaggio obbligato per chi si interessi a questa tecnica.

Il tapping si è tuttavia evoluto notevolmente da allora, ed è ormai abbastanza consueto incontrare musicisti che facciano uso di più dita per il tapping. La versione più virtuosistica è il tapping a otto dita, che consiste appunto nell'usare tutte e quattro le dita della mano destra, combinandole ovviamente con le quattro della mano sinistra: tra gli utilizzatori più celebri di questa tecnica citiamo Buckethead, Jennifer Batten, Stanley Jordan e TJ Helmerich.

Marco Presti (the original) 23.03.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/487.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Scemo di guerra:

» DOSSIER ILLEGALI, "DA BERLUSCONI A BOSSI 70 MILIARDI" da ANSA
MILANO - Negli appunti sequestrati all'ex giornalista di Famiglia Cristiana, Guglielmo Sasinini, e citati [Leggi]

23.03.07 00:01

» CORONA PREPARA IL MEMORIALE, VUOLE LIBERTA' da ANSA
i difensori di Marco Mancini (l'ex capo dell'antiterrorismo del Sismi in carcere nell'ambito dell'inchiesta milanese sui dossier illegali) hanno parlato di "gravissime e gratuite insinuazioni [Leggi]

23.03.07 00:09

» RICERCATO EX AGENTE CIA J.P.SPINELLI da ANSA
MILANO - E' John Paul Spinelli il cittadino americano ricercato in seguito all'emissione di una nuova ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta sui dossier illegali. Spinelli [Leggi]

23.03.07 00:10

» Mastrogiacomo, quello che non ci hanno raccontato da Svolte Epocali
Ma non c'è qualcosa che non vi torna del rapimento e della successiva liberazione di Mastrogiacomo? [Leggi]

23.03.07 09:39

» Forum: Una sentenza che mi lascia senza parole da Web Log di M.rkino
[Leggi]

23.03.07 13:57