Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un mondo a parte


un_mondo_a_parte.jpg
illustrazione da jimconte.com

Esistono persone come me, come voi, che vivono in un mondo a parte. Un mondo parallelo dove i desideri si avverano. Una realtà di fiaba dove si va in pensione dopo due anni e pochi mesi, i Pacs ci sono già, si viaggia gratis, si percepisce uno stipendio da favola. Un mondo in cui i pregiudicati sono ben voluti e numerosi. In percentuale tale da superare i quartieri più malfamati d’Italia. In cui un corruttore di giudici può fumare il suo sigaro e rilassarsi a spese nostre. Un posto ideale con macchine blu e portaborse. Chi ha la fortuna di viverci vuole condividere con noi la sua felicità. E lo fa tutti i giorni nelle trasmissioni televisive, radiofoniche, sui giornali. Non importa ciò che dice, ma che lo possa dire.
Un luogo dell’Ideale, della democrazia compiuta con persone elette dai segretari di partito. Un cerchio del Paradiso con pregiudicati, avvocati, giornalisti, dipendenti dello psiconano, sindacalisti e funzionari di partito. Non rappresenta gli italiani, ma il Sogno italiano sì. Quella aspirazione alla ricchezza e al potere senza meriti, senza intelligenza, senza onestà che è nei nostri geni. Questo mondo è un incantesimo figlio della legge elettorale e dei media.
Lo scorso anno ho proposto di limitare a due i mandati elettorali, di non candidare pregiudicati, di permettere al cittadino di votare una persona e non un partito. Proposte che avvicinano la politica alla realtà. Che permettono un ricambio del sangue in Parlamento. Adesso non ci credo più. Non penso che sia possibile scalfire questa classe, l’unica vera classe in Italia, con referendum o proposte di legge. Una corporazione autoreferenziale che non vuole perdere nessuno dei suoi privilegi. L’unica possibilità è isolarla, svuotarla di significato, prendendo il controllo delle realtà locali. Un passo alla volta. Sostituendo i partiti con i movimenti e le liste civiche. Nel tempo, quel mondo a parte comincerà a svanire e ne rimarrà solo l’involucro. Le persone che lo popolano ci appariranno come in realtà sono. Dei dipendenti infedeli e, quasi sempre, incapaci. RESET!

11 Mar 2007, 18:48 | Scrivi | Commenti (1488) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

mandate i politici tutti compreso me in galera
in una stansta 1 x 1 e buttate via la chiave e
in più tirate su un muro anti atomico srnza porta
e vorrei anche beppe grillo dentro insieme a mà quelli che io prediliggo di più sono i politici
più in vista degli ultimi anni 1980 1994

distinti saluti

Paolo moscogiuri.

paolo moscogiuri 13.11.07 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Spett.le Beppe Grillo,
apprezzo le campagne in termini di trasparenza e razionalità che lei sta portando avanti, al di là dell'appartenenza politica, in primo luogo quella di riportarci la democrazia. Mentre sono in procinto di finire di leggere il libro "La Casta" e avendo letto l'articolo del Giornale di qualche settimana fa riguardante i tagli ai vitalizi, mi accorgo che purtroppo non c'è volontà da parte dei nostri dipendenti politici a ridimensionarsi in termini di uguaglianza con gli italiani. Perché un italiano deve andare in pensione (forse) a 60 anni (o 58 poco cambia, ..e qui nascerebbe il problema dei sindacati…che per nulla riflettono le esigenze reali dei giovani) con metodo contributivo, mentre ci sono caste che meritano vitalizi? Questo è il punto. Il politico DEVE dare l'esempio, DEVE sottoporsi a trasparenza (meno privacy di un normale cittadino), dedizione, sacrificio, senso dello stato. Per fare questo la politica non può controllare se stessa; ogni sistema per evitare di collassare deve avere un controllo esterno, e la politica (quindi il sistema democratico italiano) sta collassando. Dopo l'antipolitica, la magistratura in politica (e il bilanciamento dei poteri?) e i duri e puri della lega (non più tanto puri), l'italiano si rifarà ad una persona forte, un Charles DE GAULLE all'italiana però non ce lo vedo molto...farà anch'esso i suoi interessi o il bene pubblico?
Cordialmente.
Samuele Larzeni
PS la prego di non creare un nuovo partito anche lei…lo può fare solo se ne elimina altri due…

Samuele Larzeni 31.07.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti
sono un semplice cittadino, mi alzo tutte le mattine compreso la domenica per lavorare nel mio piccolo negozio che dopo tanti sacrifici sono riuscito ad aprire da 4 mesi e quando vengo sulle pagine del blog di Grillo mi sento frustrato e con la consapevolezza che niente potrà mai cambiare in Italia.
Avete idea di che cosa significhi cambiare una modo di pensare e di agire talmente radicato in ogni settore e ramificazione della società?
Anche se al parlamento ci andasse Grillo come potrebbe essere ascoltato e seguito dai tanti parassiti che vi siedono?
Parassiti che guardano ai loro interessi economici perchè è solo questo la politica in Italia "interesse economico".
La verità è che ci vorrebbe una dittatura democratica, vi spiego, deve andare una persona e comandare solo lui, prendersi le sue responsabilità e guidare l'Italia, formare un gruppo di 21 saggi che come unico compito devono avere il controllo che la dittatura da democratica non si trasformi in assoluta.
Io la chiamo dittatura anche se non sarebbe il termine giusto poichè la dittatura è repressione con la forza militare, democratica perchè la vedo per il popolo che avrebbe tramite indizione di votazioni annuali informatizzate andando presso i propri comuni di confermare o destituire il ns. Capo di stato e dittatore.
E togliere tutti questi inutili senatori e deputati.
Chiunque sipotrebbe candidare a spese dello Stato fare la campagna elettorale e poi niente più soldi per mantenere partiti o altro, e cosa importante fedina penale pulita e nessun procedimento penale in corso.
Mandiamoli a casa questi care sanguisughe.

Alberto Centrella 16.06.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
parli di personaggi che vanno in pensione dopo 2 anni e pochi mesi e che per di piu percepiscono 1 assegno quasi pari all'ultima retribuzione ( e considerato lo stipendio dei parlamentari non è cosa da poco...).
Bene io vorrei sollevare un quesito a tutti qs Signori: considerato che la pensione dell'inps tra 30 anni in base alle attuali proiezioni dovrebbe essere molto meno della metà del mio ultimo stipendio, PERCHE' la mia pensione integrativa deve dipendere dall'andamento dei mercati finanziari da qui a 30 anni SENZA alcuna garanzia o certezza mentre la loro è garantita e soprattutto pagata da tutti quelli come me? non mi sembra stiano rischiando la vita per me! sono nostri dipendenti o no? e allora in quanto dipendenti DEVONO avere il mio stesso trattamento pensionistico! perchè nessuno ci pensa? perchè nessuno ne parla? le lobby finanziarie stanno tacendo la cosa per vedere quanto entrerà nel calderone dei fondi pensione entro il prossimo 30 giugno? e dopo cosa succederà? che dovrò essere stato FORTUNATO? che per avere uno straccio di pensione integrativa oltre a -FORSE! sempre che la gestione finanziaria non sia andata in perdita!!- la META' del capitale accumulato fino alla data di pensionamento dovrò SPERARE che i gestori abbiano fatto meglio dei benchmark del mercato? Andiamo tutti a riguardare la puntata di Report su rai 3 del 21 maggio 2006 "le mani sulle pensioni" e riflettiamo bene su quello che qs Signori ci stanno facendo. NON possiamo accettare così supinamente un simile trattamento, non fosse altro perchè per loro non vale lo stesso. Non è giusto, non è etico, non è civile! E poi mi chiedo: come mai i dipendenti pubblici sono ancora fuori da questa mirabilante riforma? per non parlare di chi un lavoro non ce l'ha se non saltuariamente. Ma dove viviamo? Ma possibile che nessuno si è ancora posto simili domande? e soprattutto possibile che non possiamo fare nulla??

Eugenio Oceano 03.05.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi meraviglio del fatto che ci sia ancora gente che pensa che Prodi sia meglio di Berluusconi o viceversa.Possibile che non ci si renda conto che se non si e'uguali non si arriva al palazzacio?Ti fermano molto prima.Nessuno fa leggi che possano un domani danneggiare la classe politica sia di destra che di sinistra,poiche'con questi salti di coalizione,(che normalmente fanno)i nostri parlamentari,in base al pranzo che viene offetro loro nella legislatura diventando delle" vispe terese"che saltellano qua e la,vi pare possibile che si zappettino i creapopoli da soli?Nessuno e dico nessuno,si abbassa lo stipendio o la pensione,eppure sanno far bene gli avvocati di quei poveri cristi che percepiscono 500 euro al mese.Perche'questo non viene mai detto nelle trasmissioni?Perche' nessuno ha il coraggio di dire lo schifo che fanno.

Giaco Lory 24.04.07 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna prendere una iniziativa globale per imporre a questi politici di cambiare la legge elettorale. Dopodichè, prima delle elezioni, una iniziativa globale per mandare a casa chi sta in parlamento da sempre.

Cosimo Polverino Commentatore certificato 18.04.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

dopo Noifeltre tante Noimilano, Noifirenze, Noitreviso.........
Feltre è una bellissima cittadina della provincia di Belluno con uno splendido centro storico e tutto intorno un territorio ancora incontaminato che si adagia ai piedi dei Monti del sole anticamera delle Dolomiti. Il 27/28 maggio ci saranno le elezioni per il rinovo del consiglio cmunale ed i partiti scaldano i motori e si apprestano ad iniziare la campagna elettorale. In mezzo ci siamo noi di "Noifeltre" lista civica formata da tanti giovani che vogliono dire la loro ed essere partecipi alle scelte di sviluppo della città. Mentre i partiti litigano sulle canditarure e sulle alleanze aspettando le decisioni dei vertici nazionali e regionali , Noifeltre ha redatto un programma elettorale basato sullo sviluppo sostenibile, ha costruito un sito internet www.noifeltre.it e ha preso in affitto una stanza nel centro della città e programmato una serie di incontri con i cittadini denominati "il salotto di Noifeltre" dove discutere di energie rinnovabili, di commercio e di turismo, di immigrazione, di anziani e giovani, di volontariato, di cultura e difesa del territorio. Nel nostro sito abbiamo attivato un forum invitando i cittadini a discutere attorno a 21 idee guida per la redazione del piano strategico di sviluppo di Feltre.
La competizione con gli apparati dei partiti e con i big della politica è dura ma l'entusiasmo è alto e speriamo di eleggere un nostro consigliere che difenda le nostre idee programmatiche.
Concludiamo con una citazione di Eleanor Roosvelt suggerita dalla Consulta Giovani di Feltre:
" Il futuro appartiene a chi crede nella bellezza dei propri sogni".....Noifeltre, come i giovani della Consulta Intercomunale Giovanile, crede nei suoi sogni
Invitiamo i giovani a riappropriarsi della politica e auspichiamo che nascano tante Noimilano,Noitreviso,Noifirenze,Noinapoli.......
Gino Piolo Noifeltre

Gino Piolo 15.04.07 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che NON C'E' SOLUZIONE, alle prossime elezioni se "non siete d'accordo" non siate nemmeno "complici del sistema"!!!!

Matilde Emilio 14.04.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che condivido la sensazione di una classe politica italiana autoreferenziale, il problema della rappresentanza mi richiama alcune considerazioni che vi sottopongo:

· perché quando si parla di legge elettorale nessuno prende in considerazione l’ipotesi di elezione diretta dell’esecutivo?

· negli Stati Uniti (che in tante occasioni piace prendere ad esempio) funziona;

· ci toglierebbe di torno il problema della governabilità e della stabilità dei governi che tanto condiziona il dibattito politico;

· permetterebbe veramente ai cittadini di scegliere (magari fra squadre di governo già note al momento del voto) valutando i requisiti dell’affidabilità e dell’alternanza;

· consentirebbe un ritorno al proporzionale (vero) per le elezioni politiche, recuperando l’agognata rappresentatività del Parlamento (altro che “tagliare le ali” ! );

· farebbe tornare il Parlamento alla sua propria missione: fare leggi nell’interesse della collettività, a prescindere dalle logiche di schieramento;

· allontanerebbe i parlamentari dagli “appetiti” generati dalla contiguità con “chi ha le mani in pasta”;

Forse mi sfugge qualcosa: perché tali ipotesi non vengono proprio considerate nei vari dibattiti, dove invece mi capita di ascoltare le ipotesi più astruse?

Maurizio Colognola 13.04.07 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
ciò che ormai è lampante per tutte quelle persone che riescono a leggere dai blog, aimè, non lo è per tutta la restante parte degli italiani (secondo me parecchi o forse la stragrande maggioranza).
Porto un esempio per tutti per la lampante mafiologia politica, "Sicilia".
Dopo i fasti ottenuti dopo la morte dei grandissimi Falcone e Borsellino tutto si è spento, la svolta che ci si aspettava non è mai apparsa, e adesso ci ritroviamo con i "soliti ignoti" ancora a ricoprire le cariche istituzionali più importanti della "mia" cara isola.
Non mi concentro solo sulla Sicilia perchè siciliano (vivo a Roma da 7 anni), ma pechè per me rappresenta in piccolo ciò che avviene a Roma.
Non dimentichiamo chela Scilia è una delle Regione a statuto speciale (ossia con un governo e parlamentari come per il paramento italiano), ciò comporta un potere pe i facenti parte di questa bella cerchia a possedere gli stessi diritti dei nostri parlamenari del governo italiano.
Vi lascio immeginare che spreco c'è (per non dire arricchimento per l'ligarchia che ormai governa da anni).
Dobbiamo in qualche modo reagire, perchè le parole di tutti rimangono tali.
Uniamoci per scacciare l'usurpatore dal nostro bel paese.
Massimiliano

P.S.:Contattatemi alla casella di posta : massimiliano@ciccazzo.it
per qualsiasi cosa d organizzare contro l'oligarchia che tiene le redini di un paese che non vuole più starci agli scempi di ogni giorno

Massimiliano Ciccazzo Commentatore in marcia al V2day 06.04.07 17:03| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe .. vedo che tutto il mondo politico nn fa altro che giocare... si come fa il mago casanova,, si si proprio lui quel simpaticone di casanova, è allucinante dover assistere ad uno sfacielo cosi.. ma la gente comune , come me , nn sa come fare x mandare a casa questa gente, come possiamo fare?? dai qualke consiglio alla gente comune , che lavora e che cerca di arrivare a fine mese con grandi difficoltà queste persone vogliono cambiare le cose , ne sono sicuro, ma hanno bisogno di qualcuno che le guidi e che le dia motivazioni abbastanza grandi x poter combattere contro qualcuno !

carlo perra Commentatore certificato 02.04.07 09:58| 
 |
Rispondi al commento

http://video.libero.it/app/play/index.html?id=5e3acc1acf787cad31bd99f94724496f


UN ALTRO GRANDE PERSONAGGIO SPARITO DALLE CRONACHE, MA VIVO E VEGETO. VI RICORDATE DI

STEFANO SALVI?

UN ALTRO GRILLO A MODO SUO, CHE HA INIZIATO COME CRONISTA SU STRISCIA LA NOTIZIA.

UN BEL PEZZO DA NOVANTA.

ANCHE LUI HA UN SUO BLOG WWW.SISALVICHIPUO.IT

VI INVITO A SENTIRE QUESTO FILE AUDIO

http://video.libero.it/app/play/index.html?id=5e3acc1acf787cad31bd99f94724496f

IL PIU' GRANDE POTERE CHE ESISTE E' LA MAFIA

TUTTI LA CONOSCONO, TUTTI LA GESTISCONO, STA' IN QUASI OGNI POSTO POLITICO, E SOPRATUTTO A ROMA.

100 MILIARDI DI FATTURATO L' ANNO
(CE NE VOLGIONO 3 DI FINANZIARIE, E NE FANNO 1
OGNI 5 - 10 ANNI)

HA 1.000 MILIARDI DI CAPITALE IMMOBILIARE
(QUANDO AMMONTA IL DEBITO PUBBLICO)

HA UN INCREMENTO DEL 7% DEL PIL IN ITALIA
E IL 25% A LIVELLO MONDIALE

L' INDULTO, LA LEGGE PIU' VOTATA, HA TOLTO IL CARCERE A 85 DEPUTATI.

OGNI PARTITO E POTERE E' MAFIOSO, SENZA PIU' DISTINGUERE DESTRA O SINISTRA.

UN SOGGETTO, SALVI, CHE ASSIEME A GRILLO,
FAREBBE LA COLONNA PORTANTE DI UN PARTITO
CHE GOVERNEREBBE A PULIZIA, RETTITUDINE,
E A CREARE UNO STATO EQUO, SANO, E GIUSTO.

SOSTENETELO, SCRIVETE CHE GRILLO E LUI SI METTANO ASSIEME, E PUBBLICIZZATE QUESTO SITO.

POPOLO ITALIANO, SE NON SI FA UNA FORZA POLITICA
DI QUESTI BLOG E DEI SUOI CONTENUTI,

SIAMO SOLO CONIGLI, ILLUSI, E INCAPACI.

FAI COPIA INCOLLA E METTILO DAPPERTUTTO.

POTERE ALLA GIUSTIZIA, ALL' UGUALIANZA, AL BENE DI TUTTI, A UNO STATO CHE SIA ESEMPIO MONDIALE DI INTELLIGENZA E DI BENE COMUNE, DI CONSERVAZIONE DELLA SPECIE, DEL TERRITORIO, E DELLA PACE MONDIALE,

FARE E NON PIU' DIRE, DIRE PER FARE.

(scrivete in redazione che mettano un data base per la raccolta di tutti i commenti per AUTORE, come nei FORUM. serve e e' importante)

Basta parole Fatti e al governo (grillo salvi e comedonchisciotte mondiali) Commentatore certificato 30.03.07 12:41| 
 |
Rispondi al commento

FURBIZIOCRAZIA. Il Potere dei Furbi. E' il vero volto della democrazia all'italiana. Una nazione di santi, poeti, navigatori e ....furbastri. E' l'arte del non rispettare le regole facendo finta di rispettarle ma indignandosi, stracciandosi le vesti (meglio se pubblicamente) se qualcuno le vìola. E' l'arte di arraggiarsi fregandosene del rispetto per il prossimo, della solidarietà e di tutto quanto di buono la cultura cristiana c'ha lasciato in eredità. E' il calpestìo scientifico di ogni ordine morale. E' il preponderante lato oscuro della meschinità umana che cerca sempre facili scorciatoie. E' il modo di vivere del vigliacco, dell'arrogante, del prepotente, del corrotto e del corruttore, di chi vuole salvare la faccia sapendo che non c'è nulla da salvare. E' la giustificazione del debole, del miserabile, del povero in spirito. E' il cancro dei vertici politi che ha metastatizzato il nostro tessuto sociale. E' l'adeguamento micragnoso al "così fan tutti". La furbiziocrazia è il boia della giustizia, la mortificazione del merito.
In questi giorni, il Dottor Gherardo Colombo, sostituto procuratore presso la Procura di Milano, uno dei grandi artefici di "Mani Pulite", si è dimesso. Il suo gravissimo "J'accuse" verso una società marcia, che non conosce nè rispetta le regole, che vede in prima fila proprio i politici come artefici del nostro tramonto è stato velocemente archiviato dalla RAI.

Andrea Brunelli Commentatore certificato 29.03.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

vorrei ricordare un articolo (anno 1999!)dello stimatissimo padre domenicano Don Domenico Pezzini intitolato "Pezzini contro Ratzinger".
http://www.we-are-church.org/it/omo/OMOPezzini_su_Ratzinger_4.htm

ciao

giovanni cantone 29.03.07 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo discorso,Maurita ma mi spiace svegliarti dal sogno,puramente utopistico.La manifestazione pro famiglia ,è chiaramente un attacco ai DICO ed una partecipazione alla manifestazione da parte di altri gruppi,gay in testa,verrebbe presa come una provocazione e senz'altro strumentalizzata.Ma se appena insediato,il sostituto di Ruini alla CEI,la prima cosa che ha detto non è stata neanche "buongiorno",ma "I DICO SONO UN ATTACCO ALLA FAMIGLIA" ed ha esortato i parlamentari cattolici a fare il "loro dovere".Quindi cosa aspettarci di buono?

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 27.03.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Lancio un appello a tutti quelli che pensano che la parola Famiglia abbia un significato e un diritto ad esistere che è al di là di una regola religiosa. Non ne posso più di leggere articoli e sentire le opinioni autoritarie di chi pensa di poter attribuire la parola Famiglia a piacimento. La famiglia è un luogo di affetti e di amore, di legami di sangue e di amicizia a prescindere dal rito in cui è stato siglato o meno un matrimonio. Ora con l'appropriazione indegna del family day si tenta di censire le famiglia di serie A di serie B. Dimostriamo che al concetto di famiglia, al concetto più alto e ampio di famiglia ci crediamo tutti!!! Partecipiamo al family day tutti!!! coppie gay, coppie conviventi, famiglie musulmane, induiste, ateee....
Io penso che così facendo, con una partecipazione numerosa e pacifica di chi non si aspettano eviteremo di far snaturalizzare questa bellissima parola.

maurita mita 27.03.07 17:03| 
 |
Rispondi al commento

BERTINOTTI CONTESTATO ALL'UNIVERSITA' DI ROMA

http://futuribilepassato.blogspot.com

Luke T 27.03.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho ricevuto un'e-mail che descrive tutti i compensi ed i privilegi dei parlamentari....... vabbè insomma quelle cose che se le leggi ti rovinano la giornata; comunque desideravo informarti, a meno che non ne sei già al corrente, della petizione di seguito descritta. Io non l'ho girata a nessuno ancora, voglio leggere quel link di riferimento cosa dice. Ciao Stefano

Far circolare.......si sta promovendo una petizione per l'abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA.

e aderite alla petizione promossa da comincialitalia.net

dai la tua adesione e vai alla pagina

http://www.comincialitalia.net/petizioni.asp?id_petizione=3

stefano rosati 27.03.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

RIFLETTEVO SULLA BONTA' DEI NS. POLITICI CHE PER IL NS. BENE CI IMPONGONO DI NON FUMARE, DI MANGIARE POCO, DI FARE MOTO, DI ANDARE PIANO IN MACCHINA, DI LASCIARCI CONTROLLARE TELEFONATE CARTE DI CREDITO BANCOMAT.POI HO SENTITO LE AFFERMAZIONI DELLA SENATRICE FRANCA RAME CHE PER IL NS.BENE PUR NON CONDIVIDENDO NULLA DI QUELLO CHE FA QUESTO GOVERNO, LO VOTA PER EVITARE CHE TORNI L'ORRIDO NANO. CHIEDO MA E' VERAMENTE COSI'??????

MASSIMO RUBINI 27.03.07 09:47| 
 |
Rispondi al commento

anche tu, beppe grillo, non dici NO ai privilegi che ti offre la classe politica. per il tuo nuovo tour, reset, quando verrai a biella il 23/4/07 potrai utilizzare gratuitamente il palazzetto dello sport, rara concessione della giunta comunale (di centro sinistra). se una persona meno famosa avesse fatto analoga richiesta avrebbe dovuto pagare almeno 3.000 euro.

davide z. Commentatore certificato 26.03.07 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Il Pulcinella nazionale, nonostante le vergogne consumate in cinque anni, continua la sua professione preferita: il mentitore!
Chi nasce idiota resta idiota, nonostante la pressione dell'evoluzione della Storia!

ergo sum 26.03.07 07:12| 
 |
Rispondi al commento

GIOVANNI SARTORI: "IL PROPORZIONALE TEDESCO NON AFFOSSA IL BIPOLARISMO"

dite la vostra

http://futuribilepassato.blogspot.com


ma tu Grillo se pro o contro i pacs?

angelo fragomeni 25.03.07 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Bella la vita dei nostri dipendenti!!
Ma io nelle mie utopie, nelle mie illusioni, nei miei sogni vivo meglio. Si! Perché immagino che sia io - noi a scegliere quali e quanti debbano essere i nostri dipendenti. Se non quali, almeno quanti. Perché nelle mie utopie penso che dato 100 il numero degli eleggibili, saranno eletti 100 solo se il 100% degli aventi diritto va a votare. Per cui se il 10% si vede trasformare i sogni in incubi dai propri dipendenti e decide di non votare è bene che gli eletti siano il 90%.
Penso che far dipendere il numero degli eletti da quanti si recano a votare, perché anche il non voto di chi le ha piene debba avere il suo peso, sia un'utopia. In ogni caso passa parola...
Giuseppe

Giuseppe De Pascalos 25.03.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

GIOVANNI SARTORI: IL PROPORZIONALE TEDESCO NON AFFOSSA IL BIPOLARISMO

dite la vostra

http://futuribilepassato.blogspot.com

Luke T 24.03.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

IL PROPORZIONALE TEDESCO NON UCCIDE IL BIPOLARISMO

http://futuribilepassato.blogspot.com/

Luke T 23.03.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Difficile però.....ci si deve impegnare a fondo per tentare di scrivere di politica rispettando tutti i punti non consentiti dal blog....comunque...sogno da sempre un mondo a parte, ma anche nei miei sogni più grotteschi non riesco neanche lontanamente ad avvicinarmi a quello che trovo risvegliandomi!Ultimamente poi, mi sono svegliato ridendo dopo aver fatto un sogno straordinario(nel senso letterale della parole), ho sognato che il dolcissimo Clemente veniva nominato Ministro di Grazia e Giustizia (come dire che Rossella sta al giornalismo come il giovane Muccino a Mastroianni), ho sognato che la sinistra era piena di filo-americani che imbarazzati ed imbarazzanti cercavano giustificazioni, e che un giovane rampollo biondo, fascinoso, con un'improponibile italiano, alimentava il suo discretissimo conto in banca vendendo felpe con quattro lettere cucite in centro Fottutissimi Italiani Andate Tutti..... Nel mondo reale però non è cosi! Fortunatamente quando sono sveglio non è cosi! Quando sono sveglio mi allieto le giornate con Emilio, che come lo sa fare lui il cabaret nessun'altro al mondo...o meglio forse qualche concorrente ce l'ha, però quell'enfasi d'altri tempi....incredibile. Pensare che per un brevissimo lasso di tempo ho creduto alla politica anch'io, ho creduto all'informazione anch'io, ho creduto nelle persone anch'io.....forse era una pennica pomeridiana...!

fortunato stramandinoli 22.03.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

scusate è www.vendovoti.tk

mario c. Commentatore certificato 22.03.07 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in questi giorni ho avuto un idea mi sono chiesto ma se noi andiamo a votare gente che non mantiene le promesse perche non chiediamo prima di votare cosa vogliamo, allora ho fatto un piccolo bloog dove lasciare la richiesta di ciò che si desidera per dare il voto ad un politico (è una provocazione ma ho intenzione di mandare poi alla fine una email a tutti i vari partiti con le richiesta spero serie^_^)l'indirizzo è www.vendovoti.it non c'è nessuna speculazione dietro e solo per vedere che succede.....

mario c. Commentatore certificato 22.03.07 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti, mi sorge spontanea una domanda, in queste settimane di voti di fiducia e crisi di governo. Che fine ha fatto Deaglio? Quello del film sui brogli alle elezioni. Lo hanno eliminato fisicamente? Ho scaricato il suo film dalla rete dato che in giro è irreperibile e vi assicuro che, anche se un po' "lento" fornisce delle informazioni molto interessanti. Sono contento per i ritorni di Santoro e Travaglio, ma è possibile che questa sinistra non riesca a fare le cose interamente? Rientrano in due ma escono Deaglio e i Guzzanti e non rientra Luttazzi. Perchè questa sinistra non prende una posizione finalmente chiara, invece di trattare compromessi come per l'indulto o il rifinanziamento in Afghanistan? A proposito Beppe, cosa aspetti a inserire la petizione Via Dall'Afhanistan?
Ciao a tutti.

Carlo Scuri 22.03.07 05:46| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione... eccome se hai ragione. E non è questione di demagogia o di falso/voluto moralismo. Il fatto è che chi deve fare non fa gli interessi e non risolve i problemi di chi ne ha veramente bisogno. Io mi sono fatto una domanda un pò banale che, comunque, vi propongo: un grande problema europeo delle cosidette democrazie è la governabilità. Quindi, l'obiettivo dovrebbe essere quello di eleggere un gruppo di persone che possano realmente governare per un tot numero di anni, diciamo cinque. Perché allora non si creano almeno tre schieramenti: A Destra, A Centro e A Sinistra per il Governo (volendo, si può aggiungere anche in Sù e in Giù) nei quali i partiti non devono assolutamente comparire. Chi prende più voti governa. Se uno vuole fare il deputato o il senatore non deve avere neanche la tessera del partito e vige l'obbligo di non poter cambiare casacca. Oltre a non poter avere cariche di nessun tipo in alcun ente pubblico o equivalente. E poi basta alle candidature in ventottomila posti. Dove ti vuoi candidare ??? In un solo posto e basta. La pluralità deve essere garantita a livello locale, cioè nei Comuni. Lì è logico che ci siano duecentosessanta partiti. Oggi si vuole creare per forza una "linea dello stesso colore" dall'assessore Comunale al Ministro... Perchè ? Solo per legalizzare i piaceri personali, i favoritismi e la corruzione. Vi sembra un'idea più illogica di quella che è in atto??? Ormai non possiamo neanche più scegliere i candidati. Il problema più grande è che comandando in assoluto i partiti, tutti i posti decisionali sono occupati da persone senza qualifiche e i cittadini non hanno più interlocutori locali. I partiti, le sezioni, i confronti devono ritornare a livello locale. E' dal basso che si fa politica. Venitevi a sporcare un poco di m...da per una decina di anni e poi, se siete degn ie preparati, NOI vi eleggiamo per essere deputati e senatori. E assolutamente senza preferenze. Non mi sembra tanto assurdo. Fatemi sapere. Grazie.

Angelo Morlando 21.03.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

L'italia non e' piu'un paese DEMOCRATICO(governo di molti)ma un paese OLIGARCHICO(governo di pochi)ormai i nostri DIPENDENTI si fanno solo le leggi che interessano i loro profitti,non avendo alcun riguardo per cosa pensano milioni di italiani

bombaci nino 21.03.07 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Comitato per le primarie aperte dei cittadini
VERSO L'ITALIA DELLE PRIMARIE

aperte perchè sono rivolte a tutti i cittadini italiani di ogni orientamento politico

aperte perchè sono gratuite ed a carico dello Stato

aperte perchè sono obbligatorie e non scelte a seconda delle convenienze

sono la rappresentazione della democrazia vera perchè:

non devi metterti in fila per primarie di partito e di coalizione che è contro la Costituzione Italiana che impone che il voto debba essere sempre segreto;

possono partecipare, come canditati, tutti i cittadini che lo vogliano, scegliendo il partito e/o la coalizione ed accettandone i programmi

tutto questo aiuta i partiti a tornare ad essere luogo di partecipazione e democrazia e li obbliga ad essere radicati nel territorio

è una espressione della libera volontà dei cittadini, unici, per la Costituzione Italiana, a scegliersi e a darsi le forme della democrazia

SIAMO IN UNA EMERGENZA DEMOCRATICA!

ADERISCI ANCHE TU - VIENI E SOSTIENI LA CAMPAGNA PER LE PRIMARIE APERTE

OGNI FIRMA UN SUDDITO IN MENO
UN CITTADINO IN PIU'

www.laspedizionedei1001.it
info@laspedizionedei1001.it
umbertocalabrese@laspedizionedei1001.it


umberto calabrese Commentatore certificato 20.03.07 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che queste informazioni mi sono arrivate via mail da una fonte autorevole e ho ritenuto giusto inviarle a Beppe Grillo che seguo da diverso tempo.
Beppe hai ragione Tu: RESET!!!
Saluti da una delle migliaia di voci che ne ha le palle piene!!!
Renato Maggiora

PS: se serve, ho un file in word con fotografia della vettura e altre informazioni.

"L'auto ad aria è... volata via
Eolo, la vettura che avrebbe fatto a meno della benzina è stata fatta sparire. Perché?
Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la "Eolo" (questo il nome originario dato al modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita interamente in alluminio tubolare,fibra di canapa e resina, leggerissima ed ultraresistente.
Capace di fare 100 Km con 0,77 euro, poteva raggiungere una velocità di 110 Km/h e funzionare per più di 10 ore consecutive nell'uso urbano.
Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che veniva utilizzata d'estate per l'impianto di condizionamento.
Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore il compressore presente all'interno dell'auto riempiva le bombole di aria compressa, che veniva utilizzata poi per il suo funzionamento.
Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni termiche o meccaniche la manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una bicicletta.

Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie lire, nel suo allestimento più semplice."

Renato Maggiora 19.03.07 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravo grillo bravissimo ! noi stiamo vivendo un sogno... non è possibile che la realtà conceda certi sprechi davanti ai nostri occhi . quello che essi vedono è in raltà un sogno ( o meglio incubo ) ! però è giusto iniziare ad aprire gli occhi , con calma . iniziamo a lavarci la faccia e ad affacciarci alla finestra di casa e dire : questo non va bene a chi glielo dico ? il signor pincopallino nn m'ascolta ? ne parlo a tavola con la famiglia poi magari con le persone che frequento , ne dicuto . se dovesse venire fuori che si può migliorare la situazione ci si organizza e SI VA A ROMPERE I COGLIONI! liste civiche , class action , AZIONI di qualche tipo non violento purchè ci ascoltino . dateci un segno , cari i miei burocrati dal visto onnipotente , che le nostre parole non sono vane . fate qualcosa di quello che vi viene chiesto .sennò non pago le tasse , sopporto tutto con più calma e me ne torno a dormire . reset

frank morrell Commentatore in marcia al V2day 19.03.07 17:47| 
 |
Rispondi al commento

aiutiamo i ricchi
scrivo queste poche righe per chiedere se quanto vado a esporre corrisponde alla realtà. Mi risulta che vengono erogati aiuti agli agricoltori pari a 500 euro per ettaro coltivato,
fino a qui se fosse vero niente di male, perchè vuole essere un aiuto ai piccoli agricoltori, però quando ti dicono che questi incentivi vengono erogati anche a padroni di centinaia di ettari, vuol dire che con cento ettari ricevono 50.000 euro di sovvenzione, mi risulta inoltre che questa cifra viene erogata anche per terreni che sono stati pagati 500 euro a ettaro tipo le pietraie delle murge e che da qualche anno à stato tolto l'obbligo di coltivare quindi se fosse vero cento ettari di terra pagati 50.000 euro in un anno si sono pagati e dall'anno successivo percepiscono uno stipendio da dirigente senza fare nulla.
quanti sono i proprietari terreni che possiedono 20 ettari che equivale a uno stipendio annuo di un lavoratore?
saluti

riccardo bevilacqua 19.03.07 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto le tre serate su RAI3 di PANE E POLITICA del giornalista Riccardo Iacona ma quella di ieri sera è stata veramente fantastica ho capito chiaramente che tutti le forze politiche se la intendono fra di loro come cane non mangia cane vorrei chiedere a tutti quelli del Blog: alle prossime votazioni cosa dobbiamo fare? potremmo unirci e dare il voto al partito più piccolo che esiste per sbilanciare il sistema? troviamo un sistema per cambiare le cose!!

Lucio Pevarello 19.03.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

NOI SIAMO GIA' PASSATI AI FATTI.

Esiste un'Italia che lo sta già facendo... MA non svuotando i partiti per sostituirli con altri, bensì mettendo in campo una semplice ma efficace regola che levi il marcio dagli attuali partiti e ne dia il controllo ai cittadini.
La via che indichi non è sbagliata, ma è lunga e spossante e fino ad oggi non ha portato a nulla.
IL PROBLEMA E' NEGLI ATTUALI PARTITI? E ALLORA PERCHE' NON CE LI RIPRENDIAMO? DOPOTUTTO SONO NOSTRI (art. 49 Cost.)
Perché lasciarli continuare ad essere come sono, nelle mani di vertici potenti che ne abusano, così influenti su tutto e tutti che ogni tentativo di creare alternative è già stato e continuerebbe ad essere messo in serie difficoltà!
Senza stampa, senza fondi, senza visibilità, tutto diventa più difficile, non credi?
E purtroppo i fatti lo dimostrano: guarda che fine hanno fatto e fanno tutte le liste alternative.
No, IL PROBLEMA VA AFFRONTATO E RISOLTO ALLA RADICE.

Noi siamo dei semplici cittadini, stufi come tutti di questo stato di cose. Abbiamo solo avuto la ventura di scoprire che ESISTE UN SISTEMA LEGALE E COSTITUZIONALE PER VOLTARE PAGINA.
BASTA UNA FIRMA!

Stiamo lavorando, con umiltà e dal basso, per farlo divenire una realtà... Perché, sì Beppe, E' POSSIBILE!
Sta già accadendo, provincia dopo provincia, in tutta Italia.

... Infatti, siamo meravigliati che tu ancora non sia con noi...
Ma forse anche tu sei vittima, come la maggioranza degli italiani, dell'ASSENTEISMO DELLA STAMPA E DEI MEDIA che non danno spazio a notizie che possano "disturbare" i poteri forti.
Perciò, probabilmente ancora non l'hai saputo che dei "matti" ci stanno lavorando da anni e che, dagli e dagli, alla fine ci stanno riuscendo.
Siamo sempre di più e cresciamo ogni giorno, ma siamo certi che, appena avrai dato un'occhiata al nostro sito, potremo contare anche sul BEPPE GRILLO che tutti noi stimiamo.
Perciò, a presto Beppe!
www.laspedizionedei1001.it
www.primarie.org

Guido De Simone 19.03.07 06:57| 
 |
Rispondi al commento

Amen a questo post di Beppe!
Io dall' Italia me ne sono andato proprio perche' non ho mai retto quella mentalita'. Il colpo di grazia mi e' arrivato quando ho realizzato che avrei dovuto considerare il modello di impiegato statale ignorante, raccomandato e fancazzista come uno che " ce l' aveva fatta" perche' aveva il posto sicuro, lo stipendio buono e non faticava. Un paese fatto cosi' se lo merita di sprofondare. Io ho cercato di prendere con me il buono della mia italianita', nei limiti delle mie capacita' personali, e di andarmene. Lavoro piu' duramente e alla fin fine con meno diritti e meno soldi di quanto mi sarei potuto permetere in Italia (a patto di trovare lavoro), ma qui riesco a dare un senso sia alla routine che ai passi avanti, perche' qui mi posso mettere in gioco e costruire una MIA strada anche partendo dal nulla. A volte vinci e a volte no, ma se vuoi, non smetti mai di essere in gara e se sei capace, ottieni.
Quindi buon riposo ai parassiti italiani che ce l' hanno fatta.

corner stone Commentatore certificato 18.03.07 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto sovente, in occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono cellulare. Tuttavia, in occasione di tali interventi, non si sa chi contattare tra la lista interminabile dei numeri della rubrica.

Gli operatori delle ambulanze hanno lanciato l'idea che ciascuno metta, nella lista dei suoi contatti, la persona da contattare in caso d'urgenza sotto uno pseudonimo predefinito.


Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE (=In Case of Emergency).


E' sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona da contattare utilizzabile dagli operatori delle ambulanze, dalla polizia, dai pompieri o dai primi soccorritori.
In caso vi fossero più persone da contattare si può utilizzare ICE1, ICE2, ICE3, etc.
Facile da fare, non costa niente e può essere molto utile.
Se pensate che sia una buona idea, fate circolare il messaggio di modo che questo comportamento rientri nei comportamenti abituali.

savio flacchi 18.03.07 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bipolarismo...
150 Senatori (che lavorano)...
300 Deputati (che lavorano)...
10% Quota di sbarramento...
Certificati dei "carichi pendenti" illibati...
Sistema pensionistico uguale per tutti...
Questo può essere l'incubo ricorrente di questi m....i.
Ma per noi italiani rimane solo un sogno......
Ciao Grande Beppe!!!!!

Felice Z. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.07 23:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Giorgio
io credo in Dio a modo mio e avrebbero bruciato anche me, anzi credo di essere già stata bruciata come strega in qualche vita precedente perché ho dei ricordi scottanti
La Chiesa è una struttura molto grande, e dentro c'è di tutto come in ogni grande carrozzone, ci sono i buoni e i cattivi, le brave persone come Don Ciotti o padre Kizito, i furbastri materialisti come Ruini, gli ingenui idealisti come Don Vitaliano, i delinquenti come Marcinkus, ci sono quelli che salvano i bambini perduti e i pedofili, gli usurai avidi e materialisti come il vescovo Giordano e i santi purissimi e senza macchia come Zanotelli, ci sono dentro dei poveri preti di poco conto e scarsa intelligenza e persone di incredibile nobiltà e finezza come il cardinale Carlo Maria Martini
Non si può dare giudizi in massa
Qualche volta sale al soglio papale uno come Papa Luciani o come Papa Giovanni, e si tira un sospiro di sollievo, qualche volta abbiamo figure controverse come Pio XII o decisamente squallide come il papa attuale e ci chiediamo: ma questi cardinali che cosa mai hanno fatto?
Non so che dirti. Questa è la chiesa e così è

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giorgio
credo che dovremmo credere all'archetipo
Il Che incarnava l'archetipo dell'eroe; se fosse stato più brutto, basso, grasso, non fotogenico, più razionale, se fosse morto da vecchio, se fosse diventato ministro... sarebbe stato uno qualunque ma incarnava perfettamente l'eroe e con la morte ascese al cielo del mito, smuoveva qualcosa di eterno che è in noi, qualcosa di universale che la natura stessa ha messo nel nostro desiderante immaginario e che si proiettava benissimo nella sua giovinezza, nel suo coraggio, nella sua passione, nella bellezza, nella sua infelicissima morte di cui non sapremo mai la verità e in cui comparve come un povero bellissimo Cristo, perché il vero eroe è sempre sacrificato, muore sempre giovane, vittima del Male, così vuole il mito e così si tramanda da sempre nelle eroiche figure del buono tradito da Abele a Odino a Osiride a Orfeo a Cristo..
L'archetipo dell'eroe vive su un piano senza tempo che può avere poco a che fare con la realtà storica e non la cerca nemmeno
La storia è il regno delle imperfezioni ma il cielo del mito è un piano perfetto che scaturisce dal nostro desiderio e guida come un faro le nostre realizzazioni perché si incide nell'immaginario e ci spinge al di là dei nostri confini
Per questo il Che risplende sulla magliette dei giovani, a loro la storia non importa, il mito lavora sui loro sogni ed è quello che conta
L'archetipo viene prima del pensiero e viene prima della storia, perché è una forma primigenia che crea pensiero e storia
Ogni genere ha i suoi archetipi e quello dell'eroe è prefenzialmente maschile, nutre i giochi del bambino, i fumetti, i film, i libri e poi le passioni e azioni future

"Come tutti gli eroi, il Che combatte contro il mostro che affama e inghiotte la povera gente, compie imprese meravigliose che suscitano stupore e ammirazione, rinuncia, in nome di una giusta causa, alla tranquillità, per affrontare sacrifici e pericoli, acquista via via saggezza.."
E' una favola!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 17:23| 
 |
Rispondi al commento

IL SILENZIO E' L'UNICO ARGOMENTO CHE SPETTA HA NOI ITALIOTI ,SIAMO SEMPRE I SOLITI PIAGNONI E SEMPRE CON I PANNOLONI BAGNATI ,COME CI PERMETTIAMO I CRITICARE VISTO CHE ABBIAMO VOTATO CON UNA LEGGE DI MERDA(VISTO COSA HA COMBINATO) VOLUTA DALLE LAIDE SEGRETERIE DI PARTITO.CARO BEPPE LA VERA RIVOLUZIONE E' CACCIARE TUTTI METTER SOTTO CONTROLLO L'ITALIA CON UN OVERNO EUROPEO CHE PRENDA A CALCI AL CULO SINDACATI,LOBBY,BANCHE,ASSICURAZIONI,FACCIA VERE RIFORME SENZA GUARDARE IN FACCIA NESSUNO,POI DOPO 10 ANNI TORNARE A VOTARE CON UNA VERA LEGGE ELETTORALE CHE TI TOLGA DALLE PALLE E TASCHE TUTTI I PARTITI SOTTO IL 7%..CIAO BEPPE.

roberto valentini 17.03.07 16:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

UNA SERIE DI INSOSPETTABILI E ILLUSTRISSIMI SIGNORI
Autore: GiacomoMonta naa
 
 Mentre le speranze di potere contare su una giustizia italiana che consenta di fare salvare la vita a chi è vittima di reati si vanno assottigliando, contestualmente nella fattispecie si vede una sempre maggiore attenzione da parte della gente che dimostra sempre più stupore, ma anche comprensione e solidarietà verso una vittima che subisce violenze psico-fisiche. Dopo avere saputo degli abusi che vengono ancora a distanza di oltre un decennio, consumati attraverso gli effetti dei reati ai danni di una donna ridotta ammalata e disabile in servizio e per causa di servizio in ospedale ( se vuoi, clicca in fondo sul nome) si comprende con estrema chiarezza che ai danni della maggioranza dei cittadini, a causa di una politica oramai allo sbando, le norme morali sono oramai come un edificio che poggia su un terreno sismico, argilloso e vulcanico. Come abbiamo visto, nella vicenda della dipendente, rovinata in tutti i sensi, con infinite farse e inquinamenti delle prove, affidate alle catene di complicità, omertà e al trascorrere del tempo, i crimini occulti portati alla luce sono così selvaggi e al tempo stesso organizzati con tanta burocratica freddezza, da fare rabbrividire anche le persone più sprovvedute. Sono crimini, i cui effetti ad oltranza sono portati ad essere consumati, persino ai danni di quella stessa donna dipendente impiegata di un ospedale pubblico, ridotta persino portatrice di handicap, dimostrano una aperta e inequivocabile disumanità, malvagità e sete di nuocere, per la quale non si può non provare il più profondo senso di vergogna e al tempo stesso di sdegno, anche al solo prendere atto che gli i carnefici sono addirittura degli uomini falsamente presentati alla società come persone oneste e ai quali vengono persino assegnate cariche di responsabilità e di rilievo.

GiacomoMonta naa 17.03.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Viviana ri ciao
ho letto il tuo post sul dvd che tradisce il Che Guevara, sai sono un mal fidente e mi sono chiesto, anche il dvd racconta la storia, ma allora la storia vera qual'è?

quella che tradisce Guevara oppure l'altra?

Questo dubbio nasce dal fatto che viviamo in un momento storico nel quale un Che Guevara molti lo desidererebbero e allora professarne la malvagità ritorna utile per calmare possibili teste calde.
Mi chiedo come mai sia diventato un mito?
Hitler non lo è diventato
Mussoline nemmeno
Stalin neanche

Busch meno che mai
Berlusconi lasciamo stare

Cosa rappresenta?
Sono gli uomini che innalzano un'individua a mito, a chi dobbiamo credere agli uomini o allo storico?


Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 17.03.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Windows VISTA, un pericolo alla tua libertà!

VISTA pone seri problemi per quanto riguarda la liberta' dell'utente e l'interoperabilita' tra i vari sistemi.

E' giusto che le persone meno informatizzate ne vengano a conoscenza per evitare che l'acquisto inconsapevole ricada poi su loro stessi e su tutti gli altri.

Pubblicizzato come innovativo e rivoluzionario, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalita' di sicurezza migliori, include anche molte restrizioni per l'utente !!!

Restrizioni che Microsoft, Stampa e Negozianti cercheranno di tenervi nascoste il piu' possibile.

Avete mai sentito parlare di Trusted Computing detto anche TC ? Palladium ? DRM ?

Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori.

Il DRM permette a Microsoft ed alle aziende dei media di:

- Decidere quali programmi tu puoi o meno usare sul tuo computer

- Decidere quali funzionalità del tuo compuuter o software tu puoi utilizzare in ogni momento

- Forzarti ad installare nuovi programmi anche se tu non vuoi (e, ovviamente, pagando per tale privilegio)

- Limitare il tuo accesso a determinati programmi e perfino ai file di dati tuoi

Tu provi a fare qualosa ed il tuo computer ti dice che non puoi.

Per renderlo possibile, il tuo computer deve controllare costantemente cosa stai facendo.

Tale controllo utilizza potenza di calcolo e memoria ed è in buona sostanza il motivo per cui Microsoft ti invita all'acquisto di hardware nuovo e con prestazioni più elevate per poter far funzionare Vista.

Vogliono farti acquistare nuovo hardware non perché ne hai bisogno, ma perché ne ha bisogno il tuo computer per essere più efficiente nel limitare ciò che tu puoi fare.

Poiché esse sono progettate per fare in modo che il tuo computer smetta di aver fiducia in te ed inizi ad aver fiducia in Microsoft.


www.no1984.org/Fermiamo_Windows_Vista%21


cara Viviana Vivarelli,

Io non credo in Dio questo lo dico nel 2007 se l'avessi detto tipo nel 12 13 secolo mi avrebbero minimo torturato per eresia!

Allora l'uomo perchè usa Dio?
a che scopo?

Lascia perdere la teologia(La teologia è la scienza di Dio e del Suo rapporto con l'uomo e con il mondo) basati sui fatti storici.

Ecco ti accorgerai che la chiesa non può essere altro che politica, tutto ciò che si fa nel nome dei propri "eletti", "elettori" è politica è gestione!!
perciò dico Se si deve credere a Dio, al vangelo, a gesù a tutti i santi e madonne non serve nulla, basta il proprio credo la propria fede e punto.
Ed io non aborro chi ci crede anzi... ne sono curioso e vorrei che mi convincessero della sua esistenza.

Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 17.03.07 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Alle prossime elezioni annuliamo tutti la scheda elettorale, prepariamo una lettera firmata da tutti dove si chiede la dimissione a vita della classe politica italiana e si propongono i nomi dei nostri rappresentanti che avranno nel frattempo preparato delle proposte di gestione del paese per il loro mandato.
Non si può vero?
pazienza
Allora bisogna toglierli a forza?
non si può
pazienza
Non si può fare un cazzo!
Ma quando ditemi quando nella storia e successo che i potenti se ne sono andati perchè gli e l'hanno chiesto?

Scusa puoi andartene per cortesia? si si certo arrivederci...

Ma quando scenderemo dalle nuvole?

Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 17.03.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE NON MOLLARE
CONTINUA A CREDERCI....
REFERENDUM.....
CACCIAMOLI A CALCI IN CU..
CE LA POSSIAMO FARE
VAI BEPPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

alessandro de filippi 17.03.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

UNA PROPOSTA: RACCOLTA FIRME PER UN REFERENDUM SULLA NON RIELEGGIBILITà DOPO DUE MANDATI E FUORI DAL PARLAMENTO I CONDANNATI.
SECONDO ME SI PUO' FARE.
REFERENDUM!

Roberto Della Vecchia 17.03.07 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Ascolta, Giorgio
tu parli di proiezione della paura o della speranza, per quel che mi riguarda non credo proprio
Ho fatto 7 anni duri di depressione da coma chius ain una stanza buia e Dio non c'è stato mai
Ho passato lutti che mi hanno stroncato e Dio non c'è stato mai
Sono stata più volte in punto di morte e Dio non l'ho mai conosciuto
L'ho studiato nella facoltà di filosofia da un punto di vista teologico e filosofico e non mi è mai stato vicino né mi è stato chiaro che cosa fosse
Poi, quando nemmeno pensavo a lui, si è manifestato travolgendomi
Io posso solo dire che su di lui non posso dire nulla, solo raccontare me stessa a me stessa, perché una esperienza personale vale solo per chi ne è protagonista
Dio è un mistero. Punto. Qualcuno che sfida ogni nostro ragionamento. Non è un atto di speranza quando abbiamo paura e cerchiamo la mamma, è una "esperienza", capisci cosa voglio dire? Come il panico, l'innamoramento, la catarsi, la vertigine, il dolore, l'orgasmo ... una esperienza che supera ogni altra esperienza al punto che basta averla avuta una sola volta per non poterla negare mai più, ma che non è raccontabile, esprimibile, comunicabile
Ci dice solo che la realtà è enormemente più grande di quello che la nostra mente debole può immaginare, che siammo un mistero immerso in un mistero incommensurabile
Se quella CEI e quel Papa che si proclamano illuminati dallo Spirito Santo comunicassero anche solo di un grammo di questo mistero smetterebbero di colpo le loro battaglie terrene e mondane di aggressione e sopraffazione e avrebbero per gli uomini sofferenti solo una partecipazione dolente e sconfinata e non si vedrebbero atti di puro cinismo come di fronte al dolore dei malati terminali, dei poveri del mondo, delle vittime delle guerre e dell'avidità economica
Allora avremmo non le pretese temporali e arroganti di una chiesa politica e senza Dio che pensa solo al proprio potere, ma il Vangelo, semplicemente il Vangelo, cioè l'amore universale

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento

(segue)
Scusa Giorgio
il problema non è disquisire un punto di vista teologico o esperenziale
Ciò che sento su Dio è prezioso e inattaccabile, appartiene alla mia storia e contrasta con la teologia di 2000, pensatori che di esperienze del divino nemmeno ne avevano fatte
La mistica e la patristica sono sempre state divergenti, tanto che di solito la Chiesa i mistici li brucia o li emargina e la mistica esiste più nel mondo femminile dell'interiorità che in quello maschile dell'esteriorità
Il problema qui non è quanto uno crede e cosa crede, ma difendersi da una chiesa "politica" che in modo massiccio sta sferrando una aggressione politica a uno Stato e ai suoi cittadini in un tentativo aberrante di predominio che di spirituale non ha proprio nulla
Non è in discussione il carattere di Dio ma il carattere della CEI come istituzione terrena prevaricante
Sul piano spirituale mi basta contattare chi nella Chiesa può capire e accettare le mie esperienze spirituali e potrei fare a meno di Ratzinger e di Ruini se essi non interferissero pesantemente sui miei diritti
E' sul piano sociale che quanto impone la chiesa come struttura di potere mi riguarda
Questo lotta non è mia in quanto fedele, è mia in quanto cittadina democratica di uno stato che deve essere laico e non confessionale, in quanto donna entro un sistema che coarta e calpesta i diritti delle donne, in quanto essere civile, tollerante e universale che non può accettare barbarie, apartheid, intolleranze e faziosità che riportano a secoli bui
Io farei a meno di attaccare la chiesa se essa avesse rispetto per me in quanto donna, per me in quanto cittadina, per me in quanto essere umano, ma è proprio questo che non avviene e io ho ogni diritto di ribellarmi
Ma tornateci voi al Medioevo! Io aspiro a un futuro migliore di quello fatto di roghi, torture, imposizioni, inquisizioni, anatemi, indici e balle varie
Ma come si permettono certi partiti di difendere queste aberrazioni?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giorgio
la fede dovrebbe essere una esperienza personale
Nella bel "Il parlamento dei bambini" un bambino diceva: "Chi crede in Do ha un'idea. Chi è ateo ha un'idea. Sono due idee"
Perfetto!
Credo che su Dio si possa dire tutto e il contrario di tutto, si può affermarlo come negarlo, ma non si esce mai dall'ambito della propria esperienza o percezione e la sua immagine è l'immagine che noi ci formiamo col nostro immaginario
L'esperienza diretta è talmente sconvolgente che possiamo esserne stroncati perché siamo contenitori troppo piccoli per contenere la sua grandezza
Dio alla fine non è che un'idea soggettiva per cui è degno di rispetto chi lo crede come chi non lo crede, chi segue un culto come un altro come nessuno
Ho vissuto tanto a lungo da aver provato ogni sorta di esperienza. E alcune erano troppo insolite per sembrare vere
Ho avuto lunghe fasi della vita in cui Dio non c'era affatto, altre in cui è stato una presenza quasi destrutturante e implacabile
Non è merito o colpa di nessuno. Siamo poca cosa di fronte all'infinito
Possiamo chiamarlo ogni giorno e misurarci con la sua assenza, possiamo accantonarlo come una zavorra inutile ed esserne colpiti nostro malgrado come da un fulmine, possiamo aggredirlo e vuol dire che non riusciamo a dimenticarlo. Non dipende da noi dunque non entra nella nostra responsabilità
Dio si concede secondo criteri per noi indecifrabili
Questo mi ha insegnato ad avere rispetto per le fedi come per la mancanza di fede, perché le une e le altre stanno dei suoi disegni di cui noi abbiamo poca responsabilità
Dio è un mistero su cui non si può dire nulla
E farne esperienza è un raro atto di grazia su cui a nulla contano i nostri desideri
Si può anche combatterlo ed esserne folgorati come capitò a Paolo sulla via di Damasco
Ogni riflessione che ho fatto su Dio è sempre sfociata sulla mia nullità a comprenderne il mistero
Il mistero non si spiega e non si nega. Si rivela
(segue)

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Dan Brown (Il codice da Vinci):

“Nessuno poteva negare l’enorme bene fatto dalla Chiesa nel mondo sofferente di oggi, ma essa aveva alle sue spalle una lunga storia di inganni e di violenze. La sua brutale crociata per rieducare le religioni pagane e il culto della femminilità era durata tre secoli e aveva impiegato metodi astuti e terribili. L’opera più sanguinaria era stata il manuale contro le
streghe, il Malleus maleficarum, contro ‘il pericolo delle donne che pensano liberamente’ che aveva insegnato al clero come individuarle, torturarle e distruggerle. La categoria delle streghe comprendeva tutte le donne istruite, le sacerdotesse, le zingare, le amanti della natura, le erboriste... anche le levatrici erano uccise per la loro pratica eretica di servirsi di conoscenze mediche per alleviare i dolori del parto, una sofferenza che per la Chiesa era la giusta punizione di Dio per la tentatrice...
La donna, un tempo celebrata come l’essenziale metà dell’illuminazione spirituale, era stata bandita dai templi… Non c’erano rabbini di sesso
femminile, né sacerdotesse cattoliche, né imam islamiche. L’atto, un tempo sacro, dello yeros gamos, l’unione sessuale tra uomo e donna, con cui
ciascuno dei due acquistava l’unità spirituale, era stato ridefinito come peccato!..
I giorni della dea erano finiti… La Madre Terra era divenuta un mondo di maschi e gli dei della distruzione e della guerra avevamo prelevato
il loro terribile tributo.
Per due millenni l’io maschile non era stato
frenato dalla sua controparte femminile”.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 17.03.07 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Rinunciare a cambiare le regole del parlaento italiano equivale a dichiarare la morte preannunciata di una democrazia, quella italiana. In questo modo l'Italia sar'a solo una nave che affonda. Come si pu'o organizzare un referendum per cambiare le regole ?

Maria Laura

Maria Laura Granieri 17.03.07 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Visto che di Dio c'è ne uno solo perchè quasi ogni religione ne ha uno suo fatto su misura?

Qual'è quello vero?

secondo me il mio!


Non credete anche voi che Dio sia nient'altro che la speranza di ogni individuo in un qualcosa? ad esempio che la vita possa continuare dopo la morte, oppure un qualcosa a cui rivolgersi quando si è di fronte a situazioni senza uscita; Dio e paura signori e stato creato dall'uomo per questo, nel nome di Dio si sono fatte cose orribili, perciò le donne non si sentano emarginate da questa favola, non c'è ne motivo. Se proprio credete in Dio non c'è bisogno della chiesa non c'è bisogno di niente tranne della propria fede.
Dio è un' po' come l'oroscopo tanti ci credono ma non c'è nulla di fondato, è una speranza.
Per quanto riguarda la politica avete ragione gli uomini sono stati assai ignoranti e stupidi, ma non solo per la politica!

Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 17.03.07 02:24| 
 |
Rispondi al commento

3
Il trucco della chiesa è di far credere che tutto venga da Dio, mentre la storia delle religioni è fatta da volontà politiche molto umane
Nella società gnostica (primi cristiani) Dio è Madre e Padre, Dea e Dio, e ciò si riflette in una concezione paritaria uomo-donna, senza discriminanti sessuali, per cui anche le donne hanno diritto al sacerdozio e possono esercitare il potere politico. Storicamente però prevalse quella parte del Cristianesimo che si appoggiò a Roma, ereditando i suoi principi gerarchici, patriarcali e maschilisti, che emarginarono le donne dal potere e dal sacro e imposero un Dio al maschile
Al Concilio di Nicea, convocato da Costantino nel 325, 318 Padri della chiesa stabilirono le regole della nuova religione, fissarono la domenica, la Pasqua e il Natale, come doveva essere la figura del Cristo, il dogma della Trinità per cui Dio, Cristo e Spirito Santo erano una sola sostanza, il Credo... Dopo Nicea comincia per il cristianesimo una storia nuova. Costantino dette a Roma un ruolo privilegiato di capitale della Cristianità e al vescovo di Roma il titolo di papa, che a poco a poco assunse potere e infallibilità
Costantino aveva davanti una situazione incredibile di anarchia religiosa che gli rendeva difficile amministrare lo stato al punto che si temeva una disgregazione. Le varie correnti religiose erano in lotta tra loro, la chiesa cristiana era la più numerosa e ricca dell’impero ed egli le dette il primato, così come si darebbe il primato a una azienda forte
La rese religione dello stato, in cambio essa si sarebbe data una struttura solida conforme ai principi di Roma. Sparì il dualismo, e anche la parità tra maschile e femminile, la donna fu emarginata dal potere e dalla spiritualità, subordinata, e fino al 1300 addirittura privata del riconoscimento dell’anima. Ancor oggi il delitto che la Chiesa perdona meno e contro cui scaglia scomuniche, il delitto più grave anche della pedofilia è la parità con le donne

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento

2
Non è qui il luogo..tuttavia..
Inutile citare i Vangeli, furono scritti almeno mezzo secolo dopo il Cristo (il più antico è il Vangelo di Marco: 70 d. C.) e già questo..!
Il Cristianesimo è un prodotto contingente che sorse per sedimentazioni successive, in base a precise scelte politiche via via che il Papato diventava una potenza
Quando vennero alla luce i rotoli di Qumran (e i 50 manoscritti di Nag Hammabi) nel '45 si temette una rivoluzione, le 3 religioni rischiarono di andare in crisi
Successe di tutto, si temeva un capovolgimento della figura del Cristo e che venissero alla luce le manipolazioni successive operate faziosamente, si temeva per la gerarchia ecclesiastica che basava il suo potere su dei falsi
Alcuni manoscritti furono rubati, fu un affare grosso che mise in campo i servizi segreti
Soprattutto si temeva che i testi gnostici mostrassero un Cristo totalmente diverso che poteva destabilizzare poteri secolari che avevano costruito il loro potere su menzogne e discriminazioni
Perché il modo più spiccio per creare il potere è di scegliere qualcuno che lo subisce, così fece Hitler con gli ebrei, così la Chiesa con le donne
Quando si dice: "Il Vangelo non dice questo ecc."
si sa di che si sta parlando? I Vangeli erano tanti e in alcuni Cristo era sposato e aveva dei figli, come aveva dei fratelli, c'era la parità sociale e politica tra i sessi, si parlava di reincarnazione..
I primi cristiani furono in parte gnostici e per loro la sessualità vissuta con amore era una delle strade per unirsi a Dio. E' molto orientale questo
La misoginia e la sessuofobia furono imposizioni artificiali della Chiesa successiva ma probabilmente Cristo non era misogino né sessuofobico e l'omosessualità non era vista come peccato in molte società primitive ma come fatto normale
La Chiesa fece molte scelte nei secoli ma furono scelte di potere, perché chi controlla il sesso e la famiglia controlla l'uomo
Non furono mai scelte di Vangelo né scelte d'amore

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Enzo, piano con frasi come "La Chiesa Cattolica venera le donne come nessun'altra fede al mondo"
Che il maschilismo abbia dominato le società primitive è un fatto, che certe non se ne siano affrancate è un altro, ti vorrei ricordare che tutte le religioni antiche hanno un Olimpo con 2 divinità paritarie, il Dio e la Dea. La triade iniziale prevede Padre, Madre e Figlio, solo il Cristianesimo dopo i primi secoli, riconoscendolo Costantino, elimina la divinità femminile ponendo 3 essenze tutte maschili: Padre, Figlio e Spirito Santo. La dea scompare dal mondo sacro e in parallelo la donna viene espunta anche dai luoghi del potere
L'emarginazione del femminile dal sacro si rispecchia nell'emarginazione del femminile dal politico. La religione costituisce la base di tutte le discriminazioni sociali successive
L'Europa sorge sulla discriminazione delle donne
Tutte e 3 le religioni del Libro (Bibbia): cristianesimo, islamismo e ebraismo partono da un maschilismo di fondo, che pone la famiglia patriarcale come base dello Stato al cui interno essa è solo l'incubatrice di figli priva di potere
Alcune forme di protestantesimo si emancipano poi dall'impostazione iniziale per riconoscere pari diritti alle donne, il cattolicesimo no
Parlare di Vangeli apocrifi ha un senso relativo dal momento che tutto fu deciso a tavolino (Concilio di Nicea ecc.) quali Vangeli scegliere, quale immagine dare al Cristo, quale tipo di religione fare
I primi cristiani furono in parte Gnostici, la divinità era equamente divisa tra energia maschile e femminile, c'erano sacerdoti e sacerdotesse, parità tra sessi, socialismo di beni. Ma gli Gnostici furono vinti, i loro testi distrutti, la memoria infamata. Le scelte sempre furono politiche: la figura del Cristo, la subordinazione della donna, i dogmi .. Quando il Papa parla di "diritto di natura" mente sapendo di mentire. Nulla è più assurdo. Chi prese il potere decise il diritto, come adesso
Nulla è più lontano dal Cristo di questa Chiesa

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 22:42| 
 |
Rispondi al commento

MI domando, visto che nel senso comune, imporre due mandati ai nostri dipendenti e vietare che inquisiti possano andare in parlamento, sono cose ragionevoli, perhce non avviare una raccolta di firme per un referendum popolare?
Vorrei vedere il politico che va in tv a dire che i pregiudicati in parlamento ci vogliono.

vito antonio furio 16.03.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Roberto Suriani,

Nel tuo discorso ci sono troppi "sembra". Tutte le cose che dici sono tratte dai vangeli cosiddetti "apocrifi" e da altri testi antichi che sono visibilmente infarciti di elementi troppo mitici e troppo fantastici per non dare il sospetto di essere inventati. Il fatto che l'antichità venerasse la madre terra e la figura femminile come manifestazione di fertilità, non impediva ai greci e ai latini di considerare le donne meno della polvere. Se facessimo un elenco di tutto quello che le donne non potevano fare nell'antichità classica dovremmo compilare un'enciclopedia. E non parliamo degli Ebrei e degli altri popoli orientali, e dei Musulmani. La Chiesa Cattolica venera le donne come nessun'altra fede al mondo. Il problema, che le donne nella Chiesa vogliono fare carriera, vogliono assurgere ai posti di comando. E trovo davvero strano che persone che criticano tutti i giorni la Chiesa come gerarchia perchè si allontanerebbe dal vero spirito del Vangelo a favore del potere e dell'oppressione, sostengano poi le ragioni di donne che vogliono solo fare carriera, che vogliono diventare come quei prelati che tanto sono condannati perchè fanno politica, si intromettano negli affari dello stato, ecc. Dovremmo deciderci: qual è la Chiesa che Vogliamo, quella che si dedica agli altri senza pretendere nulla per sè? o quella che vuole il potere. le donne nella Chiesa sono fondamentali per la prima; sono escluse solo dalla seconda.

enzo palmieri 16.03.07 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è vero,cara Viviana che il tuo intervento non interessa,a me invece sembra molto azzeccato nella sequenza in cui denunci l'emarginazione della donna nella chiesa.Ora qualche benpensante dira'"ecco un altro che da credito a cio che è scritto nel Codice da Vinci",ma avete mai sentito parlare del culto del femminino sacro? Non l'ha inventato DAN BROWN,nell'antichita' esistiva gia,30000/40000 anni fa,la gente dell'epoca adorava la grande MADRE terra in tutta la sua espressione femminea e lo testimoniano le antichissime statuine che raffiguravano le veneri paleolitiche e portavano a vedere la donna come massima espressione di Dio.La donna è generatrice di vita,quindi non v'e' motivo per cui Dio abbia scelto di emarginarla.La Maddalena non era affatto una prostituta(e ripeto non lo dice solo Dan Brown),ma sembra fosse una donna facoltosa che addirittura finanziava gli spostamenti di Gesu' ed i suoi apostoli,ma per comodita'fu spacciata per PUTTANA,cosi' da rendere credibile la sua conversione.Lo sai che nella Francia meridionale molte chiese venerano la figura della Maddalena?,sembra che anche la famosa cattedrale di NOTRE DAME a Parigi,non sia in onore di Maria madre di Gesu',ma di Maria Maddalena?E'solo un caso che questa sia una delle poche ad assistere alla morte di Gesu'e la prima a rivederlo dopo la resurrezione?Possibile che sia solo un caso che Gesu' risorto abbia preferito veder per prima una vecchia peccatrice,piuttosto che la Madre o Pietro l'eletto?Cristo fa di una meritrice la sua prima testimonianza della resurrezione,mentre la chisa ha relegato da sempre la donna ad un ruolo marginale...non ci vedete un incongruenza in tutto cio'?Sminuire dando della peccatrice alla Maddalena,la chiesa ha voluto cosi' ribadire la predominanza dell'uomo,sminuendo cosi' l'importanza di colei che era molto piu' di cio' che vogliono,per comodita',farci credere.Per tutti coloro che dissentiranno,ci sono solo 4 vangeli,ma centinaia di libri sul femminino sacro,informatevi.

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 16.03.07 16:36| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo
credo che abbiamo alcuni punti in comune ma anche temperamenti diversi, io sono per la critica, tu per l'obbedienza; io sono libera, tu conformato
Oggi un disegno di legge equipara i diritti dei figli nati fuori del matrimonio a quelli legittimi, suppongo che la Chiesa ci vedrà un altro attentato alla famiglia
Vedi, tu ci tieni alle regole formali, ai privilegi e al potere di certe istituzioni e accetti forme di apartheid e riduzioni di diritti
Io vedo creature che soffrono e mi sembra che troppo spesso questa sofferenza sia pretesa da forme di potere che sulle discriminazioni umane ci imperano
Per chi vuole solo il potere i figli nati fuori dal matrimonio sono figli di 2° ordine, per me non hanno fatto niente di male per essere penalizzati
Allo stesso modo chi nasce omosessuale per me è nato secondo natura e non dovrebbe essere punito da chi si crea una natura a suo misura e punisce chi non entra nei suoi parametri
Per questo io che sono donna e dunque sono nata donna secondo natura non ho mai capito perché la Chiesa mi ha dovuto sempre discriminare in quanto donna, come se per questo mi dovessi sentire inferiore, subalterna o addirittura iniqua; non ho mai capito perché mi è stata negata l'anima fino al 1.400, perché le suore non possono impartire i sacramenti, perché non possono avere la parità di carriera dei preti, perché persino i loro ordini religiosi devono essere diretti da uomini e perché la Chiesa di Roma si opponga con tanta cattiveria alla loro parificazione come al matrimonio dei preti
Sono molte le cose che all'interno della Chiesa io non capisco, e ci vedo solo una forma iniqua di imperio. A te invece va bene tutto. Io cerco di valutare. Non posso nemmeno mandar giù tutto come fai tu che salvi Pietro dicendo che Paolo fa del bene...Ognuno è responsabile di quel che fa e non si può assolvere o condannare in toto niente

Ti ricordo anche che non potremmo fare un dialogo a 2 su un blog e che quel che diciamo non interessa a nessuno

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sento che Camilleri è in urto con la Curia per aver scritto di una vecchia storia di 10 suore siciliane che si suicidarono per salvare il loro pastore e la curia, però, afferma che "in quel caso" non si può parlare di suicidio e dunque non si commise peccato
Non posso ritenere attendibili le affermazioni di chi ha due pesi e due misure, uno per ciò che riguarda i suoi membri in tonaca, uno per chi è esterno
Non so cosa avrebbe fatto Papa Giovanni, è di ogni uomo essere fallibile, siamo umani e imperfetti e anche Papa Giovanni fece cose che si poteva disapprovare come ascoltare le diffamazioni costruite faziosamente su Padre Pio e sospenderlo a divinis, segregandolo. Non ho santi in Terra e penso che la qualità di una vita o di un papato non possano essere misurate su questa o quella presa di posizione in dettaglio ma sull'insieme di un'intera vita. E' proprio per questo che la sovrabbondanza di Male che esce dal papato attuale mi spaventa e demoralizza, tanto più in tempi dove le beatificazioni sono fatte per biechi interessi o per il boato di una piazza e saltando i 40 anni canonici, come avviene ora

Su Camilleri cito:
Il primo vescovo in Sicilia, nel 1944, quando cominciano le occupazioni delle terre, si schiera dalle parti dei contadini. A un certo punto proprio per questo gli sparano. E rimane per 6 giorni tra la vita e la morte. Riesce a sopravvivere? Sì, miracolosamente. Operato in fretta su un tavolaccio di cucina.
Bene, 11 anni dopo questo fatto, la madre badessa del convento di Palma di Montechiaro gli scrive una lettera e gli dice: «Eccellenza, non glielo dovrei dire, ma glielo dico per obbedienza. Nei 6 giorni in cui lei stette tra la vita e la morte, 10 tra le più giovani suore di questo convento fecero un patto con il Signore...». Quale? Le loro vite contro la sua. E il Signore accettò lo scambio. Le 10 suore sono morte e lei è sopravvissuto.

Ora la curia le difende e attacca Camilleri
Questi sono i fatti che non vorrei più leggere

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento

per Viviana,

è davvero interessante la citazione di Padre Balducci. Credo che possa riferirsi anche al disprezzo per la vita e per la sua sacralità (aborto, eutanasia), ai comportamenti sessuali dissoluti (divorzio, tradimenti, omosessualità), alla ricerca solo e sempre del proprio piacere della propria affermazione a discapito di tutti, ma anche a discapito di qualsiasi limite imposto all'uomo, di qualsiasi confine davanti al quale fermarsi (esperimenti genetici, manipolazione deklla cellule, delirio di onnipotenza dei medici). Anche il progresso - regresso di cui si parla nel brano credo si possa collegare all'imbarbarimento dell'uomo che diventa egoista e schiavo dei propri desideri qualunque essi siano, accanito difensore di diritti che sono solo il diritto a veder riconosciuto il proprio modo di essere a qualsiasi costo. "L'uomo è orfano di valori e cade dentro abissi spaventosi", così dice il padre; sarebbe bello approfondire il suo pensiero.

Non comprendo perchè una coppia gay deve essere considerata per forza emarginata, maltrattata, indifesa. Mi sembra la nascita di un mito. Si puniscano severamente chi discrima e si consenta a chiunque di disporre con atto anche privato della sua vita, delle sue sostanze, della sua eredità e di tutto quello che vuole. Non c'è assolutamente bisogno di fare una legge per dire che due gay sono coppia o famiglia.

Sinceramente non ricordo di aver mai parlato del dogma dell'infallibità del Papa che, come dici tu, è applicato solo a determinate materie. Leggo con piacere che sei cattolica vera e ti richiami all'evangelo.

Ma mi domando: secondo te Giovanni XXIII avrebbe detto si ai DICO, all'Eutanasia, agli esperimenti genetici ecc.?

E nel Vangelo credi che ci sia contemplata l'ammissione di qualcosa del genere.

GESU' perdona l'adultera per il suo tradimento ma le dice: "non peccare più". Una cosa è essere vicino a chi commette peccato, un'altra giustificarlo, avallarlo in qualsiasi modo.

enzo palmieri 16.03.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto un po' di commenti, sembra che ci sia la voglia di riunirsi per risolvere definitivamente molti problemi, però?
Però finchè questa unione e solo legata alla voglia di far sapere di se e dei propri pensieri senza sentire realmente la rabbia per le ingiustizie nulle accadrà. La rabbia proprio lei, chi è che e più portato alla rabbia? Chi ha vissuto sulla propria pelle delle ingiustizie, chi ha un senso della giustizia superiore alla media, ma soprattutto chi non ha di cui sfamarsi o sfamare i propri figli;
Signori i nostri politici badano bene che la maggioranza non patisca di stenti non per buon cuore ma proprio perchè la voglia di cambiare con rabbia nasce dalla disperazione. Finche non sentiremo questa disperazione perchè in fondo dormo in un'letto, mangio tutti i giorni 2 volte al giorno se basta, ho il cellura dell'ultimo tipo, la macchina l'ho cambiata, ecc... non accadra nulla. Si sa che di questo passo ci arriveremo alla fame perciò sarebbe cosa saggia muoversi prima, ma non accadra perchè siamo anestetizzati dalle balle che ci hanno raccontato, per la rabbia si richiede urgentemente la verità e allora forse ci incazzeremo. Poi per passare all'azione ci vuole la volontà, le capacità, e soprattuto la complicità di molte molte persone incazzate di cui una più incazzate delle altre.
Con questo voglio dire che la rivoluzione è l'unica soluzione, per risolvere problemi tramite la giustizia, si deve presumere che una giustizia ci sia a priori su cui appoggiarsi, ma se essa e controllata dai poco onesti....

Giorgio Fiandrino (rompipalle) Commentatore certificato 16.03.07 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho tre figli ed amo i bambini e mi spezza il cuore al pensiero del bambino malato.Ma prima di far entrare in mezzo a noi lupi travestiti da agnelli con belle argomentazioni che nascondono cattive intenzioni, io mi chiederei una cosa: se noi permettiamo gli esperimenti genetici, siamo sicuri, ma veramente sicuri che ad aprofittarne non saranno sempre i soliti, quelli che i soldi? Manipolando le persone, costruendole a tavolino, stravolgendo le regole della vita? Il problema è quello di stabilire se per l'uomo esistono limiti; oppure se è tutto lecito e permesso. Stabilire cos'è la vita, se posso disporne a piacimento oppure no. Se noi aboliamo tutti i limiti, se non tentiamo almeno di capire cosa potrebbe essere bene e cosa male, arriverà un giorno in cui tutto apparirà bello e giusto solo perchè piace a uno, due, mille persone.
Non ricordo di aver parlato mai di patti lateranensi; personalmente non mi interessano i patti lateranensi. Contesto però con tutto me stesso che questioni come l'aborto, il divorzio, l'eutanasia, gli esperimenti sulle cellule staminali appartengono allo stato italiano, o a qualsiasi altro. Lo stato, caro , non può, non deve essere stato etico, uno stato che legifera su questioni intime. Questo è lo stato dei peggiori dittatori, è lo stato islamico, integralista, fanatico che mette a morte le persone per adulterio, che le lapida, che uccide in nome di Allah. Mi rifiuto di accettare l'idea di uno stato del genere. Le questioni di cui parla sono di competenza della fede, della morale, della parte più intima di tutti noi e quindi anche della Chiesa. Semmai è lo stato italiano che si è intromesso in questioni che riguardano la coscienza dei singolo. E quando si tratta di questioni che riguardano la coscienza delle persone la Chiesa e la fede hanno ben il diritto di ricordare la sua fede e di esprime la sua valutazione (perchè di questo solo si tratta). Aborto e divorzio sono passati: la Chiesa non ostacola nulla, indica solo la Via.

enzo palmieri 16.03.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per ale caste,

sarebbe come dire che DIO dovrebbe distruggere fulminare, far bruciare nel fuoco tutta la razza umana perchè qualcuno ruba, altri adescano i bambini, qualcuno straparla come te; invece si è fatto mettere in Croce per salvarla questa umanità che sinceramentre non lo merita (io per prima).

E' notizia di oggi: due uomini e una donna sono stati lapidati per adulterio e opoi fiiti a colpi d'arma da fuoco. Come sarebbe bello se la vostra la faceste sentire per denunciare gli orrori del vero integralismo, quello musulmano. E invece solo pochi lo fanno, e fra questi, guarda un po', la Chiesa cattolica.

enzo palmieri 16.03.07 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se CRISTO fosse qui sarebbe dalla parte dei veri poveri, dei veri oppressi

enzo palmieri

Allora se vedrebbe gli anelli d'oro sulla mano del Papa, i vestiti in tessuti pregiati, i monaci e le suore di clausura che invece di vivere la vita e vedere quanto di bello a fatto Dio, si autosequestrano, politici e Papi che concedono la libertà a ladri e malfattori, ma si scagliano contro una convivenza (i 10 comandamenti dicono di non rubare e non uccidere, non dicono di non convivere)e cosa penserebbe?

ale caste 16.03.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Mono logos

“L’autolesionista scopre di essere totalmente alienato, assolutamente solo… estraneo alla comunità degli uomini…tra se e se pensa “devo essere pazzo”… quello che non riesce a capire è che la società è praticamente come lui…un interesse particolare per le grandi sciagure, nelle catastrofi….
Guerre carestie alluvioni terremoti rispondo a bisogni ben precisi.
L’essere umano vuole il caos… in realtà gli è necessario… depressione, conflitti sommosse omicidi.. tutto questo terrore.. siamo inevitabilmente attratti da quello stato semiorgiastico creato dalla morte e dalla distruzione.
Siamo fatti tutti così… e la cosa ci piace…
Certo i media cercano di mettere una maschera triste a queste cose dipingendole come grandi tragedie umane, ma sappiamo bene che il compito dei media non è mai stato quello di eliminare i mali del mondo…il loro compito è quello di abituarci a questi mali e a farci convivere con essi.
Chi ha in mano il potere ci vuole semplici spettatori passivi…
E non ci hanno dato nessun altro diritto di scelta.. a parte l’occasionale e puramente simbolico e partecipatorio atto del voto.
Vuoi il burattino di destra o vuoi il burattino di sinistra?
Credo sia arrivato il momento di incanalare tutte le mie inadeguatezze e le mie frustrazioni negli attuali piani socio politici e scientifici e di far sentire la mia voce spenta….
SWAMPPP!!!!

Piazza di Spagna… Roma. Ore 14 di un venerdì di marzo 2007.
Un uomo si è dato fuoco per protesta.
Nessuna vittima.


roberto frazzetta 16.03.07 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo
grazie a te ho sviluppato tutto un tema: critica del papato attuale di Ratzinger

Lo svolgimento è stato raccolto per intero in un numero di Masada, il 441

http://www.masadaweb.org

ti ringrazio pertanto del lavoro che mi hai fatto fare, aiutandomi, per contrapposizione, a precisare le mie idee sullo stato di degrado spirituale e di imperio materialistico dell'attuale Chiesa di Roma.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo
nulla da dire su quattro quinti della tua lettera, sono d'accordo. Ho sempre affermato che ci sono 2 Chiese, amo una e aborrisco l'altra
Ma se Cristo dovesse essere dalla parte della giustizia, sarebbe per l'allargamento dei diritti non per la loro restrizione, sarebbe per la Teologia della Liberazione e per Don Ciotti, non per la Chiesa di Ratzinger e di Marcinkus
Tu fai una equivalenza che dai per scontata, che ogni cosa fatta da qualsivoglia Papa sia non discutibile e perfetta. Per me questa formula è inaccettabile
S. Paolo ha detto: "Non siate conformati!" Il nostro deve essere l'Umanesimo della responsabilità, non dell'omologazione
Abbiamo il mandato della responsabilità, non della conformità all'autorità precostituita L'autorità può sbagliare come ogni altra fonte umana. A noi è dato criticarla, è il nostro compito
Non sarò mai per la Chiesa che difende i pedofili o gli usurai, che fa più politica che assistenza, che ha più tracotanza e avidità che compassione e misericordia. Il mio cristianesimo viene molto prima di ogni fanatismo
Distinguere il bene del male è compito del figlio dell'uomo
La Chiesa è rappresentata dalla parabola della zizzania. Il seme buono sono i figli di Dio; la zizzania sono i figli del maligno. Grano e zizzania sono mescolati. E lo sono anche nelle alte sfere della Chiesa, anche sul soglio di Pietro, basta scorrere 2.000 pagine di storia per vederlo, Papi santi e Papi iniqui, come le erbe del campo
Ma Voitila ha instillato nella testa della gente il culto della personalità, divinizzando se stesso, e Ratzinger dà alla propria divinizzazione tutti gli attributi esclusivi che materialmente si può dare
Guai a chi scambia l'uomo per Dio e adora l'uomo invece di applicare Dio! Questo è fanatismo e non porterà a niente di buono, sarà la degradazione della Chiesa di Roma e il suo sprofondamento nei gorghi del potere. Il potere, ricordalo, non è tra i compiti della vera Chiesa ma è tentazione
del maligno

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 16.03.07 07:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che fine ha fatto il decreto legge che abrogava il comma 1343 della finaziaria (prescrizione dei reati contabili)?
C'erano 60 giorni di tempo per convertirlo il legge altrimenti decade e entra il vigore il comma.
Il termine era il 26 febbraio, data il cui per cade il governo per una votazione che la volta successiva trova tutti d'accordo.
Non è che la caduta fosse organizzata per non lasciare il tempo alla conversione e coprire con un polverone il fatto?

Mi auguro di no!

Angelo Menardi 15.03.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento

per Viviana,

se CRISTO fosse qui sarebbe dalla parte dei veri poveri, dei veri oppressi, di quelli che muoiono di fame, di peste, di carestia. sarebbe dalla parte dei bambini africani o di quelli meno citati, brasiliani che vengono cacciati e uccisi per divertimento dai ricchi del loro paese. sarebbe dalla parte dei veri diseredati, di quelli che hanno fame e sete soprattutto di giustizia, di quelli che hanno un vero, disperato bisogno di amore, dei bambini abbandonati in case famiglia senza genitori, di bambini che nessuno adotta perchè sono moderni e preferiscono farsi fare il figlio in provetta. Starebbe dalla parte di chi un figlio lo ama non se lo costruisce in provetta come i gay che corrono in America per costruirsi un figlio che non possono avere in modo naturale. Starebbe dalla parte di quelli che rispettano veramente la natura, in ogni sua sfumatura e accettandone tutte le conseguenze.

enzo palmieri 15.03.07 20:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CATACLISMA POLITICO IN GIALLO
GiacomoMo ntana

Politica in giallo,ovvero carenza di civiltà, di diritti umani e di democrazia che impedisce un cammino coerente,dignitoso,maturo isolato da una strada da battere nella miriade di soluzioni politiche. Essa è una politica pericolosa,che infine spinge alla scissione della personalità, introducendo nei cittadini torturati,in mille diverse maniere,una propria base spirituale completamente mutata e indipendente da quella della persona umana originaria. Ciò è notoriamente più marcato negli individui che vivono sotto i regimi totalitari.

Una politica che va contro il bene pubblico porta con sé la rovina,perché piena di scandali, disumanità,ambiguità e infine colma di inerzie, per mancati interventi,persino in situazioni estreme di pericolo. La distruzione della originaria personalità dell'individuo diviene più marcata di volta in volta che l'arretratezza politica prosegue verso il totalitarismo.

Anche nella fase che precede il totalitarismo essa sfrutta e trasforma quei cittadini che in tale contesto vengono torturati di nascosto e che in sé sarebbero buoni e umani. Difatti ho constatato più volte che la persona che subisce ignominie,abusi,violenze non rappresenta più un essere solo, ma più esseri a seconda delle circostanze criminali,che di volta in volta le vengono fatte forzatamente vivere,contro ogni legittima,naturale umana aspettativa.

Queste sono situazioni a tinte forti che scavano e denudano le fondamenta di tutti i sospetti, sino a vedere le sabbie mobili della palude politica,che fa sprofondare causando danno alla gente,con tensione,preoccupazione,devastazione morale e materiale. Non c'è civiltà se non c'è imparzialità,rispetto della persona,chiarezza, giustizia. Regna solo il caos,che fa sognare di vedere uno spirito politico positivo,che si opponga senza finzioni al negativo,ripristinando anche i sentimenti religiosi,oggi sempre più assopiti o assenti e oltraggiati.

http://oltreilbuio.blogspot

GiacomoMon tana 15.03.07 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono un felice papà e purtroppo un infelice promotore finanziario. Sembrera' strano a chi leggerà questa mail ma devo denunciare la mia onestà professionale che mio malgrado si concretizza in un reddito a dir poco scarso, inadeguato alle esigenze familiari e demotivante. Dopo anni di attività sono giunto alla conclusione che in generale agli italiani piacciono i "promoillusori" ossia promotori che vendono illusioni, brillanti, battuta pronta, con l'aria di saperci fare.In genere nel mio lavoro ci si arricchisce o per appartenenza sociale altolocata o per palese disonestà (intesa come volontaria omissione di informazioni corrette al risparmiatore) altrimenti si annaspa. Sembrerà strano ma conosco altri colleghi onesti alcuni dei quali mantenuti dai propri genitori o peggio dalla moglie (il mio caso) perchè la nostra società premia chi ha il cellulare di ultima generazione, auto di lusso, finta abbronzatura, il single o il coniuge traditore, chi applica alla meraviglia le tecniche di vendita, chi è meno preparato tecnicamente ma in compenso conosce perfettamente tutti quelli di "amici" o "grande fratello". Ogni volta che attraverso giornali e tv si comunica l'arresto di promotore finanziario i soli danneggiati sono quelli onesti, pochi o molti che siano. Intanto in questo gioco al massacro, non sapendo fare altro, guardo avanti speranzoso che il tempo possa darmi ragione. Ma dopo 9 anni di attività quanti ne devo ancora vivere prima di potere essere ricompensato adeguatamente dalla mia attività?

tommaso manzo 15.03.07 17:57| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E cosi' il nostro "amato" Papa vorrebbe reintrodurre la messa in latino ed i canti gregoriani,nulla in contrario,problemi loro,ma da cio si evince una chiesa la cui mentalita' invece di guardare avanti,sembrerebbe arretrare di diversi secoli,quasi da medioevo.Questo sembrerebbe una sciocchezza,ma se ci pensate bene andremo incontro ad un clero sempre piu' oltranzista e riluttante di fronte a tutto cio' che invece è progresso e soprattutto democrazia.Ho letto di qualche esponente della chiesa,pronta a scendere in piazza (San Giovanni a Roma)e radunare migliaia di fedeli per ribadire il concetto del no a questo ,no a quello!!Finalmente!!!si stanno rivelando cio' che moltissimi hanno scritto sul blog,"LA CEI E'UFFICIALMENTE UN MOVIMENTO POLITICO."Questa sarebbe a tutti gli effetti una manifestazione politica,centrata a contrastare in ogni modo cio' che legittimamente sta legiferando un parlamento di uno stato laico.Tutto cio' è INACCETTABILE,questa ingerenza NON E' PIU' TOLLERABILE e lo stato dovrebbe farsi sentire una volta per tutte,e vaffanculo ai Buttiglione e Mastella vari....ha detto bene Russo Spena:"Perche' quando è la sinistra estrema a dissentire contro un provvedimento della coalizione,si fa riferimento alla lealta'ed al rispetto del programma dell'unione,quando invece si tratta di esponenti centristi,si parla di "libera scelta" e cosi i Mastella della coalizione,unitamente a Rutelli,prima radicale ora Ruiniano,voteranno no e insieme al voto contrario dell'opposizione,fra i cui esponenti c'è chi si professa cattolico e vota no ai DICO per principi morali,nascondendo invece quella che è la loro vera motivazione cioe'RAZZISMO piu' becero verso tutto cio' che loro ritengono "diverso"(chi vorrebbe cacciare a colpi di fucile gli extracomunitati,o chi in passato andava a caccia col manganello di negri,gay e tutto cio che era a detta loro"diverso",come puo' professarsi cattolico!!!)ebbene questa legge non passera'!Grazie clero e falsi moralisti del cazzo!!!!!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 15.03.07 16:38| 
 
  • Currently 1.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ognuno nella vita identifica chi è il suo "nemico" (peggiore) o meglio qual'è la "battaglia" che vuol combattere. La mia (e non me la sono scelta, ma sento che è cosi') è quella contro chi maltratta i bambini (genitori compresi), contro i pedofili. Chi non ferma la propria "mano" contro un bambino, non puo' dirsi sano di mente! Purtroppo sono anni che non credo piu' al "recupero" di pedofili e dei violenti contro i bambini. E' come obbligare un omosessuale a diventare etero...e la legge dovrebbe difenderci? No, ci danneggia! Prendono i pedofili e li sbattono in carcere 2 anni!!!! poi fuori...a violentare e ammazzare i ns. bambini, in germania è appena successo, in francia e belgio solo qualche mese fa! Tutti gia' conosciuti come pedofili e lasciati liberi di uccidere...come madre mi sento vulnerabilissima e come persona non capisco : chi uccide o fa male ad un bambino (e anche chi lo permette), uccide il futuro! i ns. politici troppo impegnati a fare leggi ed occuparsi di cose troppo lontane dalla realta' e di pubblica utilita'...dico, iraq, afghanistan, fecondazione artificiale...mesi e mesi per discutere di cose che basterebbero 10 minuti di buonsenso per decirle unanimamente...ma devono pur impegnare il loro tempo, che noi paghiamo a caro prezzo. D'altra parte che lo "stato" non tenga ai bambini, quindi al futuro, è chiaro: tagli enormi alla scuola!!!!Un paese sano e che non vuol "morire" parte dalla scuola in cui deve investire il piu' possibile perchè è da li che usciranno gli individui che poi faranno il mondo !!!! Per cui finche' i ns. politici guarderanno non piu' lontano del tempo che rimarranno al potere, noi andremo sempre piu' alla deriva morale, economica, tecnologica.
Noi non amiamo i bambini, noi non amiamo il futuro!!!

elisabetta palazzani 15.03.07 15:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

leggete questa.

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=9464

stefano bruno 15.03.07 15:19| 
 |
Rispondi al commento

voglio la democrazia! non considero l'italia un paese democratico, in quanto la nostra unica possibilità di scelta è quella di decidere chi ci deve prendere per il c..o!

Andrea P. Commentatore certificato 15.03.07 13:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Wikipedia: “Il dogma dell'infallibilita’ afferma che il Papa, essendo sostenuto e ispirato dallo Spirito Santo nel suo incarico di Vicario di Cristo, non puo’ sbagliare. Cio’ non si applica tuttavia a tutti gli atti e le parole pronunciate dal Papa, ma vale solo quando egli proclama un nuovo dogma o comunque afferma una dottrina in modo definitivo. I documenti ordinariamente emanati dal Papa, come le encicliche, normalmente non sono coperti dall'infallibilita’.”
E’ forse dogma che i parlamentari italiani debbano ubbidire al volere del Papa, ac perinde cadaver? No certo
E’ pertanto da ritenere che le affermazioni oscurantiste che il papa trancia quotidianamente non possano ne’ debbano essere considerate dai fedeli verita’ di fede, ma solo private opinioni. A maggior ragione nessun principio della Chiesa puo’ attribuire ad esse valore di diktat per coartare la liberta’ di scelta dei parlamentari. Anche in questo, e non solo nei rapporti concordatari, Raztinger l’ha fatta fuori del vaso

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.03.07 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe, ci sei arrivato pure tu a capire che questa classe politica da sola non si toglierà nemmeno un centesimo di Euro nè il più piccolo privilegio, ma che, anzi, ci stangherà fino all'ultimo per conservarli. Altro che DIPENDENTI. Si vede che non sei mai stato un lavoratore dipendente che per avere un aumento netto in busta di 60,00 euro è costretto a battaglie di un anno e diversi scioperi, se va bene, e intanto i 60 euro in più se li è mangiati già l'inflazione. Loro i loro aumenti di 1500,00 euro se li elargiscono ogni anno, subito nel giro di qualche ora, e TUTTI D'ACCORDO. Saluti a tutti.

Antonio di donato 15.03.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

LA VITTORIA FINALE DELLA VERA LIBERTA'

Si dice che la religione è principio della libertà. Ognuno attraverso di essa trova lo spazio per potere vedere illuminati i doveri, passando attraverso: LA COSCIENZA.
Ma allora se è così, ci si potrebbe chiedere quante persone al mondo davvero credenti in Dio ci sono rimaste, se la delinquenza domina in abbondanza? Non si capisce più dove sono i benefici del cristianesimo, dell'ordine sociale, se è in aumento la protezione dei criminali. Io ho sempre creduto nel cristianesimo, come garante dell'avvenire, mentre oggi vedo che si critica il riconoscimento dei Dico, contrastandoli e non si guarda al vero marciume, che distrugge e uccide esseri umani. Possiamo essere fieri della Nostra Costituzione e poi non la vediamo applicare come se si seguisse la carta non scritta di privilegi, si guarda un quadro tutto nero della Nazione ma bordato di oro zecchino. Oggi conta solo il contorno e non il popolo. Gli abusi vengono sempre più tollerati sino a fare sospettare all'esistenza di una dilagante moda “tangenti”. Improvvisamente quello che nessuno vede o fa finta di non sapere per anni, ad un tratto viene portato alla luce. Ci si potrebbe chiedere, si tratta di un fenomeno conclusivo naturale o di conseguenze legate a qualche tangente ritenuta insufficiente e da qui la vendetta della soffiata?
Si vede la pagliuzza e si nascondono le grosse travi. Oggi viene distrutta anche la sovranità dell'opinione della gente comune, occupando tutto lo spazio democratico per conto dei personaggi politici e giù di lì.
La libertà anche in Italia la si potrà limitare più o meno sempre. Elementi voluti o accidentali potranno interromperne lo sviluppo, ma qualsiasi cosa si faccia, si pensi di fare o si dica, ad essa non può essere mai negata una brillante vittoria vera finale. Un grande esempio dell'esercizio di una falsa libertà lo si può vedere visitando il seguente blog.
http://oltreilbuio.blogspot.com
Un caro saluto a tutti. Giacomo


Caro Beppe,

NOI SIAMO GIA' PASSATI AI FATTI.

Esiste un'Italia che lo sta già facendo... MA non svuotando i partiti per sostituirli con altri, bensì mettendo in campo una semplice ma efficace regola che levi il marcio dagli attuali partiti e ne dia il controllo ai cittadini.
La via che indichi non è sbagliata, ma è lunga e spossante e fino ad oggi non ha portato a nulla.
IL PROBLEMA E' NEGLI ATTUALI PARTITI? E ALLORA PERCHE' NON CE LI RIPRENDIAMO? DOPOTUTTO SONO NOSTRI (art. 49 Cost.)
Perché lasciarli continuare ad essere come sono, nelle mani di vertici potenti che ne abusano, così influenti su tutto e tutti che ogni tentativo di creare alternative è già stato e continuerebbe ad essere messo in serie difficoltà!
Senza stampa, senza fondi, senza visibilità, tutto diventa più difficile, non credi?
E purtroppo i fatti lo dimostrano: guarda che fine hanno fatto e fanno tutte le liste alternative.
No, IL PROBLEMA VA AFFRONTATO E RISOLTO ALLA RADICE.

Noi siamo dei semplici cittadini, stufi come tutti di questo stato di cose. Abbiamo solo avuto la ventura di scoprire che ESISTE UN SISTEMA LEGALE E COSTITUZIONALE PER VOLTARE PAGINA.
BASTA UNA FIRMA!

Stiamo lavorando, con umiltà e dal basso, per farlo divenire una realtà... Perché, sì Beppe, E' POSSIBILE!
Sta già accadendo, provincia dopo provincia, in tutta Italia.

... Infatti, siamo meravigliati che tu ancora non sia con noi...
Ma forse anche tu sei vittima, come la maggioranza degli italiani, dell'ASSENTEISMO DELLA STAMPA E DEI MEDIA che non danno spazio a notizie che possano "disturbare" i poteri forti.
Perciò, probabilmente ancora non l'hai saputo che dei "matti" ci stanno lavorando da anni e che, dagli e dagli, alla fine ci stanno riuscendo.
Siamo sempre di più e cresciamo ogni giorno, ma siamo certi che, appena avrai dato un'occhiata al nostro sito, potremo contare anche sul BEPPE GRILLO che tutti noi stimiamo.
Perciò, a presto Beppe!
www.laspedizionedei1001.it
www.primarie.org

Guido De Simone 15.03.07 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo, allora perchè non formare una nostra lista civica, magari partendo già dai gruppi "meet up " oppure "gli amici di Beppe"?
potrebbe essere un'idea ma bisogna guardarsi dall'essere in contatto con quella merda , perchè potremmo sporcarci anche noi, indelebilmente e la puzza non va via facilmente.

daniele andrea 15.03.07 10:20| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Dovremmo dare anche a D'Alema l'appellativo di "ateo devoto"?

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.03.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Il prudentissimo d’Alema, che dice di essere di sinistra, è sempre stato in ottimi rapporti con Ruini e la CEI, e presenziò, su invito stesso di Ruini, alla sontuosa cerimonia di beatificazione di Escriva’, il fondatore dell’Opus Dei, societa’ assolutamente segreta nei membri e nei fini, che agisce inserendosi subdolamente nei gangli politici e finanziari dello Stato (ricordiamo Fazio) e contro gli interessi democratici di questo, non diversamente da quanto fa la Massoneria, quantunque un preciso articolo della Costituzione vieti tassativamente le società segrete e soprattutto quello che hanno scopi eversivi nei confronti dello Stato
Lo stesso D’Alema si è più volte manifestato come estimatore di Bush e ha più volte ribadito la sua concordanza con la globalizzazione
In quanto alla sua posizione sulle guerre, possiamo notare, en passant, che ogni volta che egli è apparso sulla scena politica è aumentato a dismisura il nostro impegno militare (Kosovo, Iraq, Aghanistan, Libano), contravvenendo al solenne impegno costituzionale nei confronti della pace, fino ad arrivare, con la complicità di Prodi e Parisi, all’abnorme investimento attuale in armi di 20 miliardi di euro, che ci pone ai vertici delle spese militari nel mondo Ricordiamo anche che D’Alema fu il 1° a proporre le sovvenzioni alle scuole private cattoliche e che nel suo Governo non mossa foglia né per ridurre i privilegi abusivi del Vaticano né per limitare le emissioni cancerogene delle antenne di Radio Maria
Infine il suo giornale, Il riformista, non solo è l’unico benvisto nella rassegna stampa televisiva della destra, ma eccelle spesso in posizioni reazionarie e di pura conservazione, non molto dissimili dalla destra peggiore
Ora il tentativo dei DS di andare ancora più a dx nel costruendo Partito Democratico dominato da soggetti come la Binetti segnerà un altro clamoroso scivolone dalla sx moderata fuori da ogni identità reale di sinistra, con un loro hara kiri definitivo, in pratica una dissoluzion

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.03.07 10:05| 
 |
Rispondi al commento

2
La Binetti dice:
“L’omosessualità è una devianza della personalità ... un comportamento molto diverso dalla norma iscritta in un codice morfologico, genetico, endocrinologico e caratteriologico” (Ricordiamo che da oltre 10 anni l’omosessualità non e’ inclusa nell’elenco delle malattie dal DSM IV, sia a livello internazionale che nazionale)

Gloria Buffo: “La Binetti è una integralista cattolica che vuole imporre i suoi valori, come fanno i fondamentalisti del Jihad”

Roberto Villetti: “Prende ordini dal Vaticano. Il cardinale Camillo Ruini ordina, Binetti esegue”

La senatrice Binetti ha fatto sapere che porta il cilicio, un laccio stretto sulla coscia, pratica la mortificazione richiesta ad alcuni dall’Opus Dei, dorme su una tavola di legno, probabilmente si autoflagella
Tanto valeva fare senatrice mamma Ebe

Dal web: “Alla fine faremo dibattiti in par condicio anche con chi sostiene che il Sole gira attorno alla Terra, mentre altri ribadiranno che le donne hanno il cervello più piccolo e che i bambini schizofrenici devono essere esorcizzati”

La teodem Moratti, fatta Ministro per l’istruzione tentò di reintrodurre il creazionismo nelle scuole, la Genesi al posto di Darwin. Tentò anche di reintrodurre nei libri di storia una apologia del fascismo riducendo il valore della resistenza e dei moti operai

Il Papa è il grande tutor della Binetti e ribadisce la sua restaurazione medievale richiamandosi a un improbabile “diritto di natura” (credevamo che l’uomo evolvesse dentro una “cultura”) e imponendo varie aberrazioni non solo biologiche o etologiche ma anche di controllo della sessualità e di primazia sullo Stato. Non ci vediamo molta differenza con le imposizioni di Bush, ma tant‘è... La barbarie ha sempre i suoi estimatori

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.03.07 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3
Dizionario
Teocon: abbreviazione di neocon, neoconservatore, branca USA cristiana (in genere protestante) con posizioni integraliste e neoliberiste, sostiene Bush e le guerre imperialiste, propugna la guerra preventiva: “Colpire il nemico prima che questo colpisca noi”. In genere repubblicana.
Teodem: teocon all’italiana, corrente cattolica integralista all’interno del csx. I più fanatici sono i 3 senatori teodem. I deputati (vd Carra, Bianco, Caldaro) tuttavia, meno estremisti, hanno votato per i Dico. Sono teodem Comunione e Liberazione, l’Opus Dei e i Legionari di Cristo (quelli di Fazio). Sono stati chiamati neocon Pera, Ferrari e la Fallaci, personaggi faziosi, anti-islamici, favorevoli alla guerra e alla dipendenza americana, Ferrara è addirittura stipendiato dalla CIA; i loro giornali sono Libero e Il foglio (Farina vicedirettore di Libero, legato ai servizi deviati, è stato inquisito all’interno del reato di spionaggio a fini di ricatto); la loro posizione non è affatto religiosa ma prettamente politica; personalmente sono atei, per cui si è creato per loro il termine di “atei devoti” (ossimoro), nel senso che non credono affatto in Dio ma diffondono idee integraliste dette “cristianismo”, un integralismo non religioso ma politico, che non ha niente a che fare col cristianesimo o nessuna religione in genere. Chiaro che la spiritualita’ e’ proprio ai loro antipodi

Queste sono le posizioni ufficiali, che con gli “atei devoti” toccano il limite del grottesco e del ridicolo. Poi ci sono gli scemi che si accodano per pura faziosità, ma quelli sono un’altra disgrazia italiana

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 15.03.07 09:45| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

..Ma quanti soldi e quante firme ci vogliono per formre un partito nazionale??

ignazio ignorante 14.03.07 23:15| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

il potere politico italiano funziona come una cosca mafiosa : se non sei mafioso anche tu non puoi entrarci e quindi non puoi far valere la tua opinione . E' inutile tentare di cambiare le cose dal di dentro , e dell' opinione pubblica ai mafiosi
non gli importa un granchè : non si vergognano e difficilmente si pentono . Bisogna capire che abbiamo la malavita al potere . Un paese normale , con un popolo normale , avrebbe già fatto la rivoluzione , o perlomeno ci avrebbe provato . Gli Ungheresi ci provarono nel 56 con i sassi contro i carriarmati , e hanno fatto barricate per le strade tutto lo scorso anno solo perchè il loro leader si è fatto scappare una bugiola . Alternative non ce ne sono , a meno che non appaia un Ghandi italiano che ci guidi alla disobbedienza civile ; ricordo però che gi imperialisti Inglesi erano meno tosti dei mafiosi . Grillo è uno dei pochi italiani che è rimasto uomo ; gli altri sono quacquaracquà .

edoardo guzzeloni Commentatore certificato 14.03.07 22:13| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Aggiornamento per il libro "La scomparsa dei fatti" di Marco Travaglio, a Teramo venerdì 16 marzo 2007...Siete tutti invitati. Anche Berlusconi.


Trans politici, trans economisti, trans religiosi, trans...di che? Un dato è certo: L'Italia è alla frutta! Fanno di tutto pur di nascondere i problemi del Paese. E nell'ultimo libro dell'infaticabile Marco Travaglio, La scomparsa dei fatti, sottotitolo "Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni", edito da Il Saggiatore, si mette il dito in una delle piaghe più evidenti del giornalismo italiano degli ultimi anni, “la scomparsa dei fatti”, ossia il presentare sempre e solo opinioni, e mai gli eventi che, credibilmente, le dovrebbero produrre. URGE L'AGGIORNAMENTO SIRCANA. Marco Travaglio in questo libro inizia col porsi una domanda cruciale. Perché è avvenuto questo stravolgimento del significato intrinseco della professione giornalistica? La domanda gli venne per la prima volta spontanea quando, dopo essere stato ospite della trasmissione di Daniele Luttazzi, Satyricon, per presentare il libro scritto con Elio Veltri, "L’odore dei soldi", e nacque un vero putiferio. Il guaio è che qui, qualunquismo a parte, tutto scorre verso l'inesauribile oceano dell'ipocrisia a senso unico della sconfitta della ragione in nome della difesa del proprio tornaconto.
Il metodo è giusto, la causa pure, il fine un po' meno perchè la ricerca della verità non guarda in faccia ad alcuno. Non risparmia nessuno! Nessuno.

Nicola F. Commentatore certificato 14.03.07 19:52| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

attendevo sornione una proposta concreta!Si!lista civica con tutte le persone iscritte al tuo blog e iniziamo a sfanc..are la classe politica italiana!
graaaaaazie...sono con te!

davide alasci 14.03.07 19:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Esiste un mondo dove l'alba è nera,
Esiste un mondo dove la vita non è sincera,
Esiste un mondo dove si innalzano canti di memoria,
Esiste un mondo dove l'infinito ha tramortito la gloria,
Esiste un mondo dove il vento ha spazzato la storia,
Esiste un regno dove ridipingo la gioia!
L'ho visto di notte mentre fuori pioveva!

giuseppe bruno 14.03.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Penso che uno dei problemi più gravi sia il fatto che, come ha giustamente detto Sabina Guzzanti, sopportiamo tutto, ci abituiamo a tutto... siamo abituati a stare col culo sul divano, e ci fannno sentire liberi... Intanto il nostro codice penale è ancora, nella struttura principale quello del 1931...sapete quante norme di legge ci sono in Italia? scritte da emeriti imbecilli, da ignoranti come capre, oppure da avvocati in mala fede...queste sono la maggioranza... la proposta di cancellare questo guazzabuglio di mer... e di lasciare intatta solo la Costituzione della Repubblica, per poi riscrivere tutto daccapo, è una pia utopia me ne rendo conto...non sarebbe possibile neppure con una rivoluzione armata, cosa che mi renderebbe imputabile di vari reati previsti dal fascista codice Rocco...e allora? che si fa? quello che propone Beppe? liste civiche? ma ragazzi, io sto ancora a casa di mamma e papy, come faccio a presentarmi seriamente? qualcuno che ha un minimo di base economica stabile e un pò di onestà? c'è?

Francesco Cabiddu 14.03.07 18:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Imporre l’Assoluto e dominare in suo nome è un grave abuso
L’uomo ha bisogno di assoluti che lo ispirino ma la storia è il regno del relativo. Sulla terra non abbiamo che rappresentazioni imperfette e confondere la propria con l’assoluto è folle
Sono assoluti Dio, la democrazia, il socialismo, l’uguaglianza, i diritti, la libertà.. ma le loro esplicazioni storiche appartengono al piano dell’imperfetto gestite da umani imperfetti che spesso, in loro nome, hanno compiuto nefandezze. In nome di Dio sono state fatte stragi e inquisizioni, in nome del socialismo si sono imposte dittature e in nome della democrazia si continuano guerre
I teodem disconoscono l’etica laica e l’etica civile, pretendono il monopolio della verità per imporla al mondo. Hanno sovrapposto al Vangelo una verità diversa che ha inquinato la fede col controllo, l’amore col potere
Voi non siete brave persone! Avete qualcosa di vizioso. Siete quelli che hanno rimosso gli schiavi, ignorato l’olocausto, negato il regno d’Italia, osteggiato la scuola pubblica, il voto alle donne, il divorzio, l’aborto, la fecondazione assistita, l’emancipazione femminile. Quelli che hanno bloccato la scienza, dall’eliocentrismo alle autopsie, dai vaccini ai contraccettivi, dagli anestetici alle staminali. Che hanno ostacolato la donna in ogni modo, negandole l’anima, il lavoro, la parità, i diritti, l’identità, l’autodeterminazione
Siete contro il progresso della scienza, della morale, della cultura, della democrazia e della vita
Siete logori e inquietanti, vecchi catafalchi tentati da Mammona, la chiesa peggiore, i fanatici
Quelli dei roghi e delle torture, dell’indice dei libri proibiti e dell’inquisizione. Siete andati a braccetto con Franco, Hitler, Pinochet, Peron, Bush, ostacolando don Milani, Padre Pio, Zanotelli, Romero, Boff. Avete scambiato il mondo reale per un mondo disumano, artificiale, nemico del bene, pronto a schiacciare i poveri, alleato ai dittatori
Noi questo mondo non lo vogliamo!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo Palmieri,ti ho scritto gia' 2 volte una su questo blog il 13.03.2007 alle 17.07,l'altra sul blog dello sciopero dei sacramenti oggi 14.03.2007 alle 16.14.
Sto ancora aspettando che ti degni di darmi una risposta,se ne sei in grado,visto che parli tanto di valori della vita e di giuste ingerenze da parte dei tuoi amici preti,in tema di leggi dello stato.
Leggi,e per favore ti prego di rispondermi,vista la ,credo,serieta' del mio post.
Aspetto fiducioso?

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 14.03.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

X Enzo
consiglio ai teodem di leggersi uno splendido libro :"L’impero svelato" di Wes Howard-Brook e Anthony Gyther
Non è certo un libro comunista e la casa editrice è la EMI dei missionari comboniani, con prefazione di Zanotelli; è una interpretazione dell'Apocalisse alla luce delle guerre medio-orientali di Bush con risvolti parecchio interessanti e molti riferimenti al neoliberismo e alle guerre imperialiste
Cito da essa un brano di Padre Balducci:

“L’uomo dei nostri tempi, sempre più orfano di valori, sta declinando verso abissi spaventosi.. Forse l’Apocalisse è profetica in quanto annunzia questi infelici regressi dell’umanità, che nei millenni si sono fatalmente succeduti. Stiamo per entrare in un periodo di barbarie, in cui celebreremo la crisi finale del mondo contemporaneo.. A fronte di una evoluzione tecnologica stiamo involvendo come persone.
E’ un progresso-regresso. L’uomo è un essere sociale oggi in crisi per eccesso di egoismo e mancanza di amore. Con la caduta dei valori essenziali ognuno guarda verso l’arrivismo e il tornaconto. E questo è sinonimo di male. Credo che l’Apocalisse si stia già verificando non tanto come fine del mondo ma come povertà di coscienza e morte del cuore”

Quello che tu chiami "vivere senza regole" non è che progresso morale, quello che allarga i diritti alle minoranze
Minoranza non è chi ha minor numero di persone ma chi ha minor quantità di potere
E' minoranza il popolo se è suddito
i poveri se sono calpestati
le etnie se sono emarginate
i neri se sono discriminati
le donne se non sono parificate
gli omosessuali se sono riconosciuti

Progresso è allargare i diritti a tutti
Se oggi Cristo fosse qui, credi tu che starebbe dalla tua parte e non da quella degli oppressi?
Se lo facesse, non sarebbe Dio, ma il suo antagonista.

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a patto che esista un politico che voglia provare a far funzionare l'italia, e ne dubito, il vero grande ostacolo è rappresentato dagli italiani stessi, che sono totalmente impantanati nelle logiche del clientelismo, una mano lava l'altra, mi faccio aiutare dall'amico dell'amico, ecc. sempre a voler essere più furbi di un altro, sempre a cercare la scappatoia per fare fesso il prossimo e arricchirci a spese altrui, sempre a vedere solo il nostro piccolo orticello. troppa gente è cosi, siamo un popolo di cafoni ignoranti e presuntuosi e dobbiamo evolvere, educare il senso civico, imparare che o si migliora tutti insieme o si va tutti verso il baratro. finchè manca questo concetto fondamentale continueremo solo a fare sterili sproloqui.

sara groppi 14.03.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Per Damiano Pisi 14.03.07 09:44

Caro Damiano,

ti ammiro per il tuo impegno, ma ammetterai che purtroppo i tuoi "capi", a noi che stiamo "sulle tribune" come dici tu, riservano uno spettacolo quantomento pietoso. Quindi penso che sono proprio i militanti di lungo corso come te, che con sacrificio mandano avanti la baracca nell'ombra e che hanno come obiettivo il bene comune e non il proprio tornaconto, che dovrebbero ribellarsi dall'interno e fare pulizia!

Per noi "civili" (passami il termine), con un simile parterre de roi politico non resta che stare a guardare appassionandoci sempre meno alla vita politica o, nel migliore dei casi e le migliori intenzioni cercate uno sbocco trasversale formando delle liste civiche "kamikaze", che purtroppo per loro natura altro non sono che scimmiottamenti più o meno diretti dei partiti stessi e comunque destinate a durare lo spazio (politico) di un mattino prima di sciogliersi nell'oblio o "confluire" in souplesse in qualche partito!

Non accettare di farti rappresentare da un Polito qualsiasi ma difendi la tua (guadagnatissima) dignità !

Cristina M. Commentatore certificato 14.03.07 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Enzo
sei uno che legge le mail degli altri un rigo sì e 3 no, tanto sai già tutto tu

ma sono paziente e posso ripetermi

la netiquette del web non è un pensiero mio o di moda ma una regola del web: "chi scrive maiuscolo è un cafone che urla per prevaricare gli altri", non lo dico io, poi uno è padrone di farsi le presentazioni che crede

Il richiamo al seggio papale non è mio ma di un parroco, l'ho citato. Cito spesso persone della Chiesa nella convinzione che vi siano 2 chiese, una aperta, sensibile e tollerante che segue Giovanni XIII e un Vangelo d'amore, e un'altra assolutistica, intimidatoria e discriminante che vuol imporre un potere e discende dai peggiori papi della storia cristiana

Se proprio volessi seguire il pensiero di moda, sarei una teodem, non ti pare? non mi cercherei un Evangelium di duemila anni fa, visto che è questo oggi il pensiero di moda, quello del creazionismo, dell'intolleranza, dell'impero che poggia sulla forza delle armi e sulla prevaricazione, delle crociate anti-islamiche, e che affianca nei fatti un feroce neoliberismo e le sue scelleratezze (Bush docet)

Ricorda l'Apocalisse.
"E verrà una Bestia e sarà l'Anticristo"
Oggi non ci viene chiesto il fanatismo, ci viene chiesta la critica della responsabilità
L'alternativa non è essere dell'Impero di Bush o essere dell'Impero del Papa. L'uomo torni all'uomo e riprenda se stesso. Deve ripartire dalla propria testa e dalla comunità di Base. Le autorità si sono infrante da sole
Padre Alex dice: “O si fa questo o si diventa funzionali a questa Bestia. Siamo convocati da Dio per essere alternativi all’Impero”

Etienne Gilson l'ho studiato in uno dei primi esami sulla storia del Medioevo a Scienze politiche un milione di anni fa

Che si ritorni al Medioevo è più che acclarato, velocemente questo Papa sta tornando già a prima del Concilio di Trento (canto gregor., ritorno al latino, a quando la Bibbia solo dei preti?) e sta già rivendicando la primazia sull'Italia


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Enzo
sei uno che legge le mail degli altri un rigo sì e 3 no, tanto sai già tutto tu

ma sono paziente e posso ripetermi

la netiquette del web non è un pensiero mio o di moda ma una regola del web: "chi scrive maiuscolo è un cafone che urla per prevaricare gli altri", non lo dico io, poi uno è padrone di farsi le presentazioni che crede

Il richiamo al seggio papale non è mio ma di un parroco, l'ho citato. Cito spesso persone della Chiesa nella convinzione che vi siano 2 chiese, una aperta, sensibile e tollerante che segue Giovanni XIII e un Vangelo d'amore, e un'altra assolutistica, intimidatoria e discriminante che vuol imporre un potere e discende dai peggiori papi della storia cristiana

Se proprio volessi seguire il pensiero di moda, sarei una teodem, non ti pare? non mi cercherei un Evangelium di duemila anni fa, visto che è questo oggi il pensiero di moda, quello del creazionismo, dell'intolleranza, dell'impero che poggia sulla forza delle armi e sulla prevaricazione, delle crociate anti-islamiche, e che affianca nei fatti un feroce neoliberismo e le sue scelleratezze (Bush docet)

Ricorda l'Apocalisse.
"E verrà una Bestia e sarà l'Anticristo"
Oggi non ci viene chiesto il fanatismo, ci viene chiesta la critica della responsabilità
L'alternativa non è essere dell'Impero di Bush o essere dell'Impero del Papa. L'uomo torni all'uomo e riprenda se stesso. Deve ripartire dalla propria testa e dalla comunità di Base. Le autorità si sono infrante da sole
Padre Alex dice: “O si fa questo o si diventa funzionali a questa Bestia. Siamo convocati da Dio per essere alternativi all’Impero”

Etienne Gilson l'ho studiato in uno dei primi esami sulla storia del Medioevo a Scienze politiche un milione di anni fa

Che si ritorni al Medioevo è più che acclarato, velocemente questo Papa sta tornando già a prima del Concilio di Trento (canto gregor., ritorno al latino, a quando la Bibbia solo dei preti?) e sta già rivendicando la primazia sull'Italia


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Il rudere/residuo del tardo medioevo residente al vaticano lancia i suoi strali! Interferendo con l'attività legislativa di uno Stato sovrano, predica nuove crociate contro la diversità, il progresso scientifico, l'evoluzione della società umana.
L'unica differenza fra l'ayatollah Ratzinger e l'iraniano Ahmadinejad è che entrambi i fanatici hanno i soldi per costruire le bombe atomiche, ma il Ratzinger non ha dove parcheggiarle per imporre la fede a colpi di testate nucleari, dato che il vaticano è un pò ingombro di monumenti per costruirci una base missilistica! ;-)

Clemente Carlucci Commentatore certificato 14.03.07 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Leggo schifato sul Corriere di oggi (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/03_Marzo/13/papa.shtml): CITTA' DEL VATICANO - «Politici e legislatori cattolici consapevoli della loro grave responsabilità sociale non devono votare leggi che vanno contro la natura umana».
MA SECONDO VOI, SE CI FOSSE DI NUOVO SULLA TERRA IL GRAN BUON GESU' SI FAREBBE PROBLEMI PER QUELLE 4 LESBICHE CHE VOGLIONO CRESCERE UN BAMBINO E MAGARI SI VOGLIONO PIU' BENE DI QUEI 4 POLITICI DIVORZIATI CON AMANTI E FIGLI A CARICO (dei cittadini loro datori di lavoro ovviamente)?!? COME CI RICORDANO LE IENE E BEPPE GRILLO, GLI STESSI "politici e legislatori cattolici consapevoli della loro grave responsabilità sociale" USUFRUISCONO GIA' ADESSO DEI PACS PER REGOLAMENTO PARLAMENTARE!!!

Ma i VECCHI UOMINI del Vaticano non trovano più vergognoso e DISEDUCATIVO PER LA FAMIGLIA che OGNI GIORNO vadano in onda in TV A QUALSIASI ORA le varie telenovela/reality (tipo Beautiful, Amici, Grande Fratello e porcate varie) dove tipicamente la suocera aspetta un bambino dal marito della figlia zoccola che esce da 3 divorzi con 4 figli a carico degli ex?!?

...e leggo ancora:

"I futuri preti si preparino a comprendere e celebrare la messa in latino a utilizzare i testi latini e a eseguire il canto gregoriano. I fedeli, invece,siano educati a conoscere le più comuni preghiere in latino come anche a cantare in gregoriano certe parti della liturgia". CERTO! IMPARATE IL LATINO INVECE DELL'INGLESE, COSI' COMUNICHEREMO CON TUTTI I FRATELLI, SPECIE QUELLI MUSULMANI!

MA INVECE DI ANDARE AVANTI TORNIAMO INDIETRO? HO 27 ANNI E SONO STANCO CHE DEI DINOSAURI (in Parlamento e in Vaticano) DECIDANO IL FUTURO DI NOI GIOVANI. B-A-S-T-A!

Sogno che un GIOVANE pubblico da stadio di S.Siro (tipo quello dei concerti degli U2) si riversi tutto davanti al Parlamento per URLARE a quei VECCHI BABBIONI che ci rappresentano di andare a casa e non "festeggiare i 30 anni di politica"! RESET!

ODERINT, DUM METUANT

Davide Chemin 14.03.07 12:19| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo schifato oggi sul Corriere (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/03_Marzo/13/papa.shtml): CITTA' DEL VATICANO - «Politici e legislatori cattolici consapevoli della loro grave responsabilità sociale non devono votare leggi che vanno contro la natura umana».
MA SECONDO VOI, SE CI FOSSE DI NUOVO SULLA TERRA IL GRAN BUON GESU' SI FAREBBE PROBLEMI PER QUELLE 4 LESBICHE CHE VOGLIONO CRESCERE UN BAMBINO E MAGARI SI VOGLIONO PIU' BENE DI QUEI 4 POLITICI DIVORZIATI CON AMANTI E FIGLI A CARICO (dei cittadini loro datori di lavoro ovviamente)?!? COME CI RICORDANO LE IENE E BEPPE GRILLO, GLI STESSI "politici e legislatori cattolici consapevoli della loro grave responsabilità sociale" USUFRUISCONO GIA' ADESSO DEI PACS PER REGOLAMENTO PARLAMENTARE!!!

Ma i VECCHI UOMINI del Vaticano non trovano più vergognoso e DISEDUCATIVO PER LA FAMIGLIA che OGNI GIORNO vadano in onda in TV A QUALSIASI ORA le varie telenovela/reality (tipo Beautiful, Amici, Grande Fratello e porcate varie) dove tipicamente la suocera aspetta un bambino dal marito della figlia zoccola che esce da 3 divorzi con 4 figli a carico degli ex?!?

...e leggo ancora:

"I futuri preti si preparino a comprendere e celebrare la messa in latino a utilizzare i testi latini e a eseguire il canto gregoriano. I fedeli, invece,siano educati a conoscere le più comuni preghiere in latino come anche a cantare in gregoriano certe parti della liturgia". CERTO! IMPARATE IL LATINO INVECE DELL'INGLESE, COSI' COMUNICHEREMO CON TUTTI I FRATELLI, SPECIE QUELLI MUSULMANI!

MA INVECE DI ANDARE AVANTI TORNIAMO INDIETRO? HO 27 ANNI E SONO STANCO CHE DEI DINOSAURI (in Parlamento e in Vaticano) DECIDANO IL FUTURO DI NOI GIOVANI. B-A-S-T-A!

Sogno che un GIOVANE pubblico da stadio di S.Siro (tipo quello dei concerti degli U2) si riversi tutto davanti al Parlamento per URLARE a quei VECCHI BABBIONI che ci rappresentano di andare a casa e non "festeggiare i 30 anni di politica"! RESET!

ODERINT, DUM METUANT.

Davide Chemin 14.03.07 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Per Viviana,

per quanto riguarda la storia della filosofia medioevale del Gilson che sarebbe superata, mi limito a fare una grossa risata e ti invito a leggerla magari, a documentarti sul medioevo e magari a spiegare in che cosa, come e perchè sarebbe superata.

per quanto riguarda il carattere maiuscolo si è trattato semplicemente della forza dell'abitudine, visto che scrivo sempre in maiuscolo. In ogni caso non posso fare a meno di notare che è vergognoso che voi cosiddette persone libere, aperte e tolleranti, approfittiate di ogni minimo pretesto per accusare di arroganza quelli che non la pensano come voi, quelli, diciamo, che la pensano in modo diverso dal pensiero di moda. Ammazza! quanto siete arroganti voi! Visto che ritenete di sapere tutto su una persona dal carattere tipografico che sceglie per scrivere!

Non posso fare a meno, per concludere, di notare che in modo o nell'altro tu e le persone come te riescono sempre ad evitare di parlare delle cose fondamentali, di morale, di bene e di male, del senso vero e profondo della vita. Ho visto in altri tuoi interventi il nome di Papa Giovanni XXIII, ho sentito parlare della sedia gestatoria e dei simboli del potere papale. Ebbene, dovresti sapere che quella sedia gestatoria e quei simboli il Papa Buono li usava ancora. E' stato Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e l'attuale Papa che li hanno definitivamente eliminati e non li usano. Non dico questo per attaccarmi ai particolari:le persone e il valore delle persone non si giudicano dai dettagli. Dico questo per indurre tutti, ma proprio tutti a pensare meglio al senso della vita dell'uomo e al significato della predicazione della Chiesa. Il vero problema è oggi tutti, ma proprio tutti vorrebbero vivere senza regole, senza leggi, senza alcun ostacolo alla propria voglia di godere di tutti i piaceri che vengono dal mondo. Padronissimo ognuno di farlo, ma non si pretenda di farlo con la benedizione dei Cattolici, quelli veri.

enzo palmieri 14.03.07 11:22| 
 |
Rispondi al commento

E una vergogna viviamo in un paese dove , lo spreco di soldi è quotidiano , tutti questi politici , che sprecano soldi , l'autista , i biglietti aerei gratuiti , tante altre assurdità. non parliamo poi delle spese inutili dell' esercito , di queste truppe che sono impiegate nei vari territori che non capisco cosa ci stanno a fare visto che militarmente facciamo pena (NO WAR), devono pensare ha risolvere i problemi interni del precariato devono pensare alle giovani generazioni , vittime di contratti di lavoro (sconcertanti) e assurdi dove non è prevista nessuna malattia ,o periodo di ferie .
Grazie

Giuseppe Nucera 14.03.07 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto il tuo post dell’11 marzo, e mi decido a sottoporti alcune riflessioni che serbo da un po’ di tempo.Vivo in un paese di 10mila abitanti tra Reggio E. e Parma. Ho 30 anni, sposato un pupo in arrivo, laureato in Economia; dipendente di un’azienda di software, parrocchiano.
Dal 95 sono iscritto al PPI prima e alla Margherita poi. Dal 99 sono un dipendente consigliere comunale: consigli, commissioni, riunioni informali con gli amici di partito, insomma parecchi impegni e qualche responsabilità, il tutto per 350 euro l’anno.
L’attività politica, nonostante incazzature, rotture di p…e, tempo perso, mi piace, mi appassiona, mi realizza. La faccio volentieri. In tutta sincerità senza nessuna ambizione.
Ciò non toglie che la trovi impegnativa e complicata.
Vista la deriva qualunquista che le discussioni sui partiti assumono, vorrei sottoporre 2 riflessioni: a)per me il partito, anche solo nella mia piccola realtà locale, è stata una scuola di impegno civile, vorrei dire di vita, importantissima. I primi tempi ascoltavo e non capivo, poi cominciavo a capire, ora a volte riesco anche a capire prima di altri e convincerli che ho ragione; b)Vorrei sapere se c’è qualcuno che almeno SA che esistiamo anche noi, che non con ogni probabilità non arriveremo mai a Roma o Bologna, forse nemmeno a Cavriago  (…3 km), che perdiamo un sacco di tempo perché ci appassiona fare qualcosa per il nostro paese, ci incazziamo nel vedere una politica così lontana e tremendamente autoreferenziale, ma pensiamo che per cambiare bisogna starci nel gioco, e non solo giudicarlo “dalle tribune”.
Parli di sostituire i partiti con i movimenti e le liste civiche; credo che movimenti o liste civiche, se dovessero sostituirsi ai partiti come collanti tra società e istituzioni politiche, anziché esserne partecipi con idee e persone, rischierebbero di essere il miglior viatico per tanti duci e ducetti populisti.Credo che i partiti vadano rifatti, mai buttati.
Un saluto
Damiano Pisi

Damiano Pisi 14.03.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Perfettamente d'accordo con Beppe. E' ora di occuparsi delle cose che ci circondano, cambiare la realtà che viviamo tutti i giorni e non mi riferisco solo alle realtà locali intese come città (che a volte possono essere già troppo grandi per poter avere qualche percezione di essere in grado di incidere) ma anche semplicemente come circoscrizione, quartiere, condominio, la famiglia di ognuno di noi. Noi stessi. Perchè non si creano gruppi di persone motivate in grado di intervenire a tappeto su un determinato territorio e provare a risolvere, con il coinvolgimento della gente che vive su quel territorio, i piccoli problemi quotidiani?

Claudio Moscogiuri 14.03.07 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho letto il tuo post dell’11 marzo, e mi decido a sottoporti alcune riflessioni che serbo da un po’ di tempo.Vivo in un paese di 10mila abitanti tra Reggio E. e Parma. Ho 30 anni, sposato un pupo in arrivo, laureato in Economia; dipendente di un’azienda di software, parrocchiano.
Dal 95 sono iscritto al PPI prima e alla Margherita poi. Dal 99 sono un dipendente consigliere comunale: consigli, commissioni, riunioni informali con gli amici di partito, insomma parecchi impegni e qualche responsabilità, il tutto per 350 euro l’anno.
L’attività politica, nonostante incazzature, rotture di p…e, tempo perso, mi piace, mi appassiona, mi realizza. La faccio volentieri. In tutta sincerità senza nessuna ambizione.
Ciò non toglie che la trovi impegnativa e complicata.
Vista la deriva qualunquista che le discussioni sui partiti assumono, vorrei sottoporre 2 riflessioni: a)per me il partito, anche solo nella mia piccola realtà locale, è stata una scuola di impegno civile, vorrei dire di vita, importantissima. I primi tempi ascoltavo e non capivo, poi cominciavo a capire, ora a volte riesco anche a capire prima di altri e convincerli che ho ragione; b)Vorrei sapere se c’è qualcuno che almeno SA che esistiamo anche noi, che non con ogni probabilità non arriveremo mai a Roma o Bologna, forse nemmeno a Cavriago (…3 km), che perdiamo un sacco di tempo perché ci appassiona fare qualcosa per il nostro paese, ci incazziamo nel vedere una politica così lontana e tremendamente autoreferenziale, ma pensiamo che per cambiare bisogna starci nel gioco, e non solo giudicarlo “dalle tribune”.
Parli di sostituire i partiti con i movimenti e le liste civiche; credo che movimenti o liste civiche, se dovessero sostituirsi ai partiti come collanti tra società e istituzioni politiche, anziché esserne partecipi con idee e persone, rischierebbero di essere il miglior viatico per tanti duci e ducetti populisti. Credo che i partiti vadano rifatti, mai buttati.
Un saluto
Damiano Pisi

Damiano Pisi 14.03.07 09:44| 
 |
Rispondi al commento

E' la prima volta che scrivo sul blog ma è tanto tempo che volevo farlo. Basta con questa classe politica. Sono tutti uguali, tutti daccordo quando si tratta di aumentarsi stipendi e privilegi vari. Davvero mandiamoli a casa. A lavorare sul serio a guadagnarsi il pane o ancora meglio a cercare di sopravvivere con la pensione minima. Ecco credo che intanto sarebbe giusto che la loro pensione fosse la minima, visto il minimo che hanno lavorato, e solo se ottengono i risultati almeno promessi nel programma politico elettorale. E' una vergogna. Non se ne può più di questo magna magna. A caaasa!

elisa zipoli 14.03.07 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna tornare alle liste civiche
esigere che una maggiore democrazia di base avanzi in politica
Non fa conto che in Calabria ci siano state liste civiche fatte di rei, non sarà così ovunque, non sarà così sempre
Nessun processo migliorativo avanza in fretta ma la goccia scava la pietra e il desiderio di democrazia partecipata deve continuare a spingere nel paese senza arrendersi con tutti i sistemi a disposizione per i piccoli passi che tracceranno le linee future
Ci hanno strappato la sovranità, ci hanno rubato la scelta politica e il controllo (B come D'Alema come Calderoli)ma non dobbiamo desistere
In primo luogo l'informazione! Perché senza quella non esiste intelligenza delle cose e valutazione possibile. E a questa attingiamo ovunque e facciamola ovunque. Informazione non è propaganda, non è fanatismo. E' desiderio di sapere la verità e necessità di farla sapere
Stanno tornando nubi cupe di oscurantismo: gli imperi,la guerra preventiva, le missioni falsamente umanitarie, gli elogi alla globalizzazione, i rantoli del neoliberismo, il creazionismo, il presunto diritto naturale, i danni alla democrazia, gli inciuci nascosti, il controllo dei media, i nuovi fanatismi medievali
Gli attentati alla ragione e alla conoscenza sono continui e dominano la scena della conoscenza. Ma non prevarranno!
Il paese è nostro e dobbiamo riprendercelo!
E il 1° modo è quello di Grillo: dare controinformazione, stimolare il confronto che è anche riformulazione del proprio pensiero, piccoli passi avanti, dal buio della fede cieca al dubbio della conoscenza
Siamo nella fase in cui si abbattono i falsi idoli
Altri ne risollevano e la lotta è dura
I fideismi ciechi devono lasciare il posto al pensiero critico
Gli assoluti risorgenti devono cedere al work in progress
Le idolatrie acritiche devono essere sostituite dalle partecipazioni personali creative e dubbiose
Dobbiamo ricreare l'uomo libero che è in noi
Non credo che Dio ci abbia dato l'intelligenza per buttarla

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 08:31| 
 |
Rispondi al commento

11 settembre 2001 Il grande inganno

I grandi media non ne parlano piu', ma non possiamo accettare supinamente di vivere in una realta' costruita da "persone" che non esitano ad uccidere anche migliaia di loro connazionali pur di perseguire i loro scopi

Siete a conoscenza del fatto che...

1 - Nessun aereo ha colpito il Pentagono, e' stato un missile : nessun detrito, nessun danno strutturale prima del crollo, nessun incendio post impatto.
....e nemmeno un'immagine dello schianto , nel luogo piu' sorvegliato del mondo.
Agenti del FBI hanno sequestrato i video civili dell'area pochi minuti dopo il fatto.

2 - Le torri sono state demolite con esplosivi : gia' le leggi della fisica smentiscono la versione ufficiale, ma i video rallentati mostrano distintamente le detonazioni delle esplosioni controllate, che necessitano di settimane di pianificazione
Le trasmissioni delle varie CNN, CBS etc riportanti le testimonianze di poliziotti, pompieri, giornalisti e passanti che hanno visto le cariche o che addirittura hanno subito le esplosioni non sono piu' stati mandati in onda

3 - La risposta militare e' stata scientemente neutralizzata da diverse "esercitazioni"
I 3 ufficiali responsabili del piu grande fallimento della difesa aerea americana sono stati promossi, cosi' come i vertici del FBI che hanno bloccato le indagini sulle scuole di volo.

Potrei continuare, ma cercate i video 911 in plane site, 11 Settembre 2001 - L'inganno 11 Settembre - Inganno globale, o andate sui siti www.reopen911.org www.luogocomune.net www.911inplanesite.com www.nexusitalia.com perche' cio' che vedrete e' oltre il descrivibile.Molto, molto oltre..

Credo indispensabile per qualunque democrazia evitare che venga insabbiata la piu' grande ed incredibile bugia del secolo, per il nostro stesso interesse, visto che ci costringe a vivere in una realta' di violenza sempre crescente che non esisterebbe

Aiutiamo gli americani, isoliamo questi farabutti

Diffondete i video.

Alessandro Pinardi Feletti Commentatore certificato 14.03.07 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Ci stiamo accorgendo che sta girando un certo atteggiamento ipocrita e falsificante, lo stesso che presentò la Lega.
Credo che in maggioranza siamo d'accordo che la Lega non è proprio un movimento moderato e democratico che essa ha preteso forme di persecuzione inaccettabili in un paese civile: contro i migranti, contro gli islamici, contro i meridionali, contro i gay...contro cui sempre ha chiesto a suon di urla e di gestacci disposizioni restrittive di diritti quando non addirittura lesive della persona, però, quando c'è stata la reazione dei cittadini democratici contro le loro assurdità, i leghisti si son messi a strillare che erano loro i perseguitati, rovesciando le carte in tavola in modo grottesco.

La stessa situazione, del persecutore che si dichiara pereguitato, si ripropone ora da parte dei teodem e non è meno grottesca e delinquenziale. Quando solo loro che chiedono di schiacciare gli altri sotto le loro pretese assurde, tentando di imporre una restrizione di diritti sulla libertà di autodeterminazione delle donne, degli omosessuali, dei democratici, se si reagisce com'è giusto che si facci aun un paese civile, si mettono a strillare che li si perseguita, mentre sono proprio loro a perseguitare gli altri
Insomma la favola del lupo e dell'agnello di Fedro
http://www.ilnarrastorie.it/Fedro/Il.lupo.e.lagnello472.html
è sempre attuale

"Ti mangio perché mi intorbidi l'acqua"
"E come posso, se io sto a valle e tu a monte"
"Se non sei stato tu, sarà stato tuo nonno"

Insomma vale la soluzione USA per attaccare una guerra: ti attacco perché domani potresti attaccarmi, però dico che lo faccio per difendermi, è una guerra preventiva
Qui abbiamo la persecuzione preventiva, ma il turpe modello è lo stesso: un tentativo di dispotismo che si autogiustifica e pretende di schiacciare chi vuole, ignorando sia il Cristo che la democrazia

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Sembra (rainews24) che si siano decisi a fare una riduzione di tasse a maggio. Era l'ora! Se non fanno qualcosa di popolare l'indice di gradimento si schianterà al suolo
Ricompaiono i vecchi difetti di Prodi: assenza di comunicazione ai cittadini, incapacità di presentare quello che fa, propaganda zero, ma anche i Ds in questo non scherzano!
B era tutto fumo e niente arrosto, Prodi niente fumo e poco arrosto. Tra i 2 noi moriamo di inedia

E' uscito per Rizzoli un documentario (libo più dvd) bellissimo "Sacrificio", chi ha tradito il Che Guevara" (a ottobre è il quarantennale della morte), ne compare il video su http://www.lestorie.rai.it/category/0,1067207,1067002-1069235,00.html
la bella trasmissione di 15 minuti di Augias, in onda su rai3 ogni giorno da lunedì a venerdì alle 12,40
Questa di Augias è una trasmissione nobilissima che si può rivedere sul web
Mentre preparo il pranzo e mangiamo accendo sempre la tv sul 3 e vedo sempre programmi eccellenti, come Le storie o Cifre in chiaro, o la tramissione sull'agricoltura (frequenti i servizi sugli OGM, i biocarburanti o i ricarchi dei mediatori che stroncano i contadini) o Mediterraneo, trasmissione ottima che tratta dei migranti con tenerezza e un'attenzione che aiuta. C'è "amore e rispetto" per il dolore, in queste trasmissioni, che contrastano in modo stridente con le volgarità di Mediaset e della stessa inamovibile rai. Spiace solo che siano viste da pochi, data l'ora, e proporrei di scambiarle con gli idioti programmi di quiz che impazzano la sera, perché anche così si aprirebbe qualche squarcio nella banale stupidità ignorante di tanti italiani
Anche questo è un modo di fare buona politica, facendo buona informazione

Uno dice nel film

La storia non è mai quella che si racconta
La storia vera si nasconde e non si sa mai come apparirà
La storia non è come la si insegna
La storia che si insegna è fatta di menzogne
Tutto il mondo mente, tutto il mondo è una gara di menzogne

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 14.03.07 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Comitato per le primarie aperte dei cittadini
VERSO L'ITALIA DELLE PRIMARIE

aperte perchè sono rivolte a tutti i cittadini italiani di ogni orientamento politico

aperte perchè sono gratuite ed a carico dello Stato

aperte perchè sono obbligatorie e non scelte a seconda delle convenienze

sono la rappresentazione della democrazia vera perchè:

non devi metterti in fila per primarie di partito e di coalizione che è contro la Costituzione Italiana che impone che il voto debba essere sempre segreto;

possono partecipare, come canditati, tutti i cittadini che lo vogliano, scegliendo il partito e/o la coalizione ed accettandone i programmi

tutto questo aiuta i partiti a tornare ad essere luogo di partecipazione e democrazia e li obbliga ad essere radicati nel territorio

è una espressione della libera volontà dei cittadini, unici, per la Costituzione Italiana, a scegliersi e a darsi le forme della democrazia

SIAMO IN UNA EMERGENZA DEMOCRATICA!

ADERISCI ANCHE TU - VIENI E SOSTIENI LA CAMPAGNA PER LE PRIMARIE APERTE

OGNI FIRMA UN SUDDITO IN MENO
UN CITTADINO IN PIU'

www.laspedizionedei1001.it
info@laspedizionedei1001.it
umbertocalabrese@laspedizionedei1001.it

umberto calabrese Commentatore certificato 14.03.07 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sei mitico!!!

davide calledda 14.03.07 00:21| 
 |
Rispondi al commento

A CASAAAAAAAAAAAAA!!!!!mandiamoli a casaaaaa!!!!

fra w. 13.03.07 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, è difficile se non impossibile battere i partiti politici perche’ purtroppo la responsabilità è solo nostra.
Votiamo solo sulla base dei comizi senza guardare a fondo le cose e pensando ognuno al nostro orticello.
La cosa che piu’ mi spaventa è che basta come si dice che cachi un uccello e subito siamo pronti a seguirlo(vedi ultime elezioni politiche).
Nonostante tutti i danni fatti da “mi consenta” siamo riusciti a farlo rivincere !
Nelle realtà locali le liste civiche si assoggettano ai partiti prendendosi le poltrone che gli vengono proposte.
Insieme ad un amico nel nostro paese Forte dei Marmi, abbiamo creato un movimento senza scopi politici per sensibilizzare l’ opinione pubblica che si stà apprestando a votare i nuovi rappresentanti locali.
Ce la metteremo tutta ma dubito che ce la faremo!
Un saluto.
Verremo a vederti a Livorno o a Firenze.


michele pierini Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, è difficile se non impossibile battere i partiti politici perche’ purtroppo la responsabilità è solo nostra.
Votiamo solo sulla base dei comizi senza guardare a fondo le cose e pensando ognuno al nostro orticello.
La cosa che piu’ mi spaventa è che basta come si dice che cachi un uccello e subito siamo pronti a seguirlo(vedi ultime elezioni politiche).
Nonostante tutti i danni fatti da “mi consenta” siamo riusciti a farlo rivincere !
Nelle realtà locali le liste civiche si assoggettano ai partiti prendendosi le poltrone che gli vengono proposte.
Insieme ad un amico nel nostro paese Forte dei Marmi, abbiamo creato un movimento senza scopi politici per sensibilizzare l’ opinione pubblica che si stà apprestando a votare i nuovi rappresentanti locali.
Ce la metteremo tutta ma dubito che ce la faremo!
Un saluto.
Verremo a vederti a Livorno o a Firenze.


michele pierini Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, è difficile se non impossibile battere i partiti politici perche’ purtroppo la responsabilità è solo nostra.
Votiamo solo sulla base dei comizi senza guardare a fondo le cose e pensando ognuno al nostro orticello.
La cosa che piu’ mi spaventa è che basta come si dice che cachi un uccello e subito siamo pronti a seguirlo(vedi ultime elezioni politiche).
Nonostante tutti i danni fatti da “mi consenta” siamo riusciti a farlo rivincere !
Nelle realtà locali le liste civiche si assoggettano ai partiti prendendosi le poltrone che gli vengono proposte.
Insieme ad un amico nel nostro paese Forte dei Marmi, abbiamo creato un movimento senza scopi politici per sensibilizzare l’ opinione pubblica che si stà apprestando a votare i nuovi rappresentanti locali.
Ce la metteremo tutta ma dubito che ce la faremo!
Un saluto.
Verremo a vederti a Livorno o a Firenze.


michele pierini Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,non posso sentire che non ci credi più, un modo c'è di sicuro, pensa che ho creato un blog proprio a questo scopo, il mio intento e di riappropriarmi del diritto ad avere dei rappresentanti in parlamento che mi rappresentino e che non stiano li solo a fare gli interessi della casta a cui appartengono.
ma ho bisogno di aiuto in questa giungla della comunicazione, non so da che parte iniziare per dare il mio contributo, voglio delle elezioni libere, il diritto a eleggere rappresentanti che appartengono alla mia categoria di italiano medio
alla mia fascia di reddito e che abbia un'idea dei miei problemi e faccia qualcosa per migliorare la vita dell'italiano medio.voglio essere la goccia che rompe la roccia, e sono sicuro che ci sono pronte tante gocce stufe di questa presa in giro,

rino lionetti 13.03.07 22:25| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

caro beppe, il problema pero' siamo solo noi.
Dopo tutto quello che ha combianto tra un pò siamo riusciti a far nuovamente vincere "mi consenta".
La cosa mi spaventa e sai perche'.
Perchè la storia mi sembra che non ci insegni niente.
Basta un buon oratore e il paese gli và dietro come un canino.
CARO BEPPE le liste civiche oggi sono solo uno strumento per cercare una poltrona oppure sono liste mascherate che nascondono sempre i partiti politici.
Pensa: seguendo il tuo esempio ho realizzato un blog ove ho cercato di informare i cittadini sulle marachelle dell' Amministrazione e polemizzando sul modo di fare politica.
Ho incontrato un amico e appena abbiamo deciso di fare un movimento di cittadini per le prossime elezioni senza fini politici siamo stati duramente attaccati dalle liste partitiche che temono un nostro ingresso.
Siamo stati ANCHE contattati proponedoci le poltrone che abbiamo naturalmente rifiutato.
La gente credi che riuscirà a capire il nostro spirito?
Dubito.
E sai perchè.
Ognuno pensa solo ed esclusivamente al proprio orticello.
Per questo è e sarà difficile estirpare il potere partitico.
uN SALUTO.

michele pierini Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 21:43| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio vero....la società odierna rappresenta per molti uno scivolo verso condizioni sempre più drammatiche, (mi riferisco a persone oneste) e per altri una scalata a suon di benefici.
Ho detto persone oneste perche i disonesti la scappatoia la trovano sempre.
Vedete io penso che una persona che si candida a rappresentare il popolo debba avere oltre a sani principi anche una fedina penale pulita.....inutile farvi l'esempio di un prete che ruba o che ha 4 mogli....la sua carriera ecclesiastica finisce all'istante...è un vizio che non si puo tollerare. Sarebbe utile costituire una legge in proposito ma....quando hai la facolta' di fare come ti pare e sei perennemente disonesto scegli sempre quello che è meglio per te, e non mi aspetto certo che qualcosa cambi. E' come se ogni beneficio (extra) che hanno lo avessero rubato a quelle migliaia di italiani inondati da prestiti per arrivare in fondo al mese.
Il drammatico è che a qualcuno mancano solo i 7 euro per andare al cimena.

Sara Arrighini 13.03.07 21:36| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,sono ancora troppo piccola per poter attirare l'attenzione di un pubblico adulto,soprattutto se gli argomenti trattati entrano nella sfera politica,purtroppo ho ancora 15 anni...che ci posso fare!io seguo moltissimo il tuo blog e spero che in futuro ci sia gente come te, che riesca a stimolare e a fornire tutto il materiale possibile aprendo gli occhi della gente verso un realtà ,direi, squallida...scrivo per dirti che io sarei favorevolissima se gli italiani per una volta si rendessero conto che votare non è più un diritto ma solo un grandissimo favore per gonfiare le tasche;adesso non vorrei insultare con parole ignominiose questa gente,se così si può chiamare, ma vorrei solo comunicare che pur essendo piccola mi sento chiusa in uno stato di soverchiamento perchè se prima potevo permettermi di fare tante belle cose adesso anch'io devo stringermi e sinceramente sono veramente stanca di sentirmi come un limone...QUINDI MI RIVOLGO A VOI,ITALIANI, PERFAVORE NON VOTATE..MANDIAMOLI A CASA ..E SE I PROSSIMI NON CI PIACCIONO MANDIAMO A CASA ANCHE LORO,,PERCHè RICORDIAMOCI SONO NOSTRI DIPENDENTI, QUINDI SE SON BRAVI LI TENIAMO ALTRIMENTI LI SCARTIAMO!

martina leone 13.03.07 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Enzo

Copio dalla mail di un parroco che profondamente stimo

“Quella chiesa che, ai tempi del Concilio Vaticano II, aveva riscoperto la sua vocazione di "itinerante", compagna di strada degli uomini e delle donne che Dio ama e per la quale "le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d'oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore" (Gaudium et Spes), riesuma dalle ceneri di un passato mai veramente passato la sua vecchia vocazione "imperante"
Lo scettro e il trono al posto del grembiule
A quando la sedia gestatoria con i pavoneschi pennacchi e la gemmata mitra?
I nodi sono venuti al pettine ed ora ci tocca sopportare le triste eredità lasciataci da Giovanni Paolo II che, impunemente, ha sostituito i vescovi/profeti più avanzati con le figure grigie di vescovi/veline, carrieristi e diplomatici da manovalanza ed ha messo sottaceto ben 140 teologi per l'interposta persona dell'attuale pontefice, allora custode della "sacra verità"!

20 anni fa Padre Turoldo scrive: "Pare che i vescovi siano sempre più esposti al farsi prefetti di un impero, oltre che apostoli di una chiesa; il papa sempre più monarca assoluto, oltre che papa.. Quella unità che dovrebbe essere un valore sacramentale ed evangelico ("fà che siano una cosa sola..") ecco che diventa una soggezione e una schiavitù". Questa radiografia concorda pienamente con quanto afferma Giuseppe Alberigo sull'art. apparso su Repubblica Parlando dei Vescovi di oggi lamenta un "abbassamento di qualità" e uno "scadimento intellettuale": salvo rarissime eccezioni, si tratta di personaggi che si accontentano di fare da notai, ratificando quanto deciso altrove

Stando così le cose mi chiedo: lo Spirito Santo, sarà mica andato in ferie?
.
No, io non credo che lo Spirito sia scomparso, ma stento a trovarlo nei teodem attuali

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo
so come te quanto grande sia il valore di coloro che nella Chiesa lottano per la salvezza dei poveri, li ho apprezzati a Nairobi come a Rio e ho in padre Alex Zanotelli la mia guida e il mio faro, come ho profonda stima e venerazione per quanti in Sudamerica hanno seguito la Teologia della Liberazione per aiutare profondamente i popoli traditi. Mia figlia ha lavorato al fianco di missionari nobilissimi e io li amo come li ama lei
Credo che il riferimento all'eugenetica qui sia del tutto fuori luogo, e noto una tendenza a sforare dai temi trattati. Non credo che il Parlamento si debba pronunziare a favore di questo
Nessuno più di me considera valido e utile al mondo il lavoro di tanti cattolici, in tonaca o laici, ma la mia stella non è esattamente la CEI odierna, le cui pretese temporali aumentano solo i miei dubbi, quanto papa Giovanni XIII che aveva della Chiesa un concetto molto diverso

(Chiudo ricordandoti gentilmente che sul web è regola di creanza non scrivere maiuscolo, cosa che equivale a gridare e a mostrare i muscoli e non credo che una fede gridata abbia più valore di una fede sussurrata. San Francesco o Madre Teresa ti direbbero che è esattamente il contrario. A meno che questo non faccia parte della nuova arroganza che non tanto vuole aiutare l'uomo quanto soverchiarlo per fini che di religiso hanno ben poco. Come vedi, io non faccio di ogni erba un fascio e distinguo la Chiesa operante dalla Chiesa imperante, di cui francamente nessuno aveva bisogno)

Nota: la storia del Medioevo di Gibson (non Gilson!) è un tantino superata, a meno che non ti riferisca alle truculenze di Mel Gibson che piacciono tanto ai nuovi teodem americani o al Willliam Gibson che scrive di fantascienza

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,Ti apprezzo e Ti stimo, ma ora esageri. Perchè nel tuo articolo "Un mondo a parte" metti gli avvocati accanto ai pregiudicati e ai dipendenti dello psiconano?
Sono un avvocato, ho 36 anni e faccio una fatica bestiale. Lavoro come un mulo e non so se ce la farò a comprarmi la casa. Sono una persona onesta, come buona parte di quelli che fanno il mio mestiere. O le mele marce ci sono solo tra noi? Se non sbaglio anche tu,nell'articolo immediatamente precedente a quello che ho citato, trascrivi una lettera del tuo avvocato...
Gli avvocati fanno schifo solo fino a che la gente non ne ha bisogno?
Caro Grillo, mi aspetterei da te una valutazione più "critica" rispetto a quella che, anche grazie al decreto Bersani, si sta diffondendo sempre di più tra la gente. I Santi non stanno tutti tra i Magistrati e le Forze dell'ordine, come i demoni non stanno tutti dalla mia parte. Ne avrei di storielle da raccontare, ma devo tornare al lavoro.
Grazie dell'attenzione.

Cristina Meoni 13.03.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

NOI SIAMO GIA' PASSATI AI FATTI.

Esiste un'Italia che lo sta già facendo... MA non svuotando i partiti per sostituirli con altri, bensì mettendo in campo una semplice ma efficace regola che levi il marcio dagli attuali partiti e ne dia il controllo ai cittadini.
La via che indichi non è sbagliata, ma è lunga e spossante e fino ad oggi non ha portato a nulla.
IL PROBLEMA E' NEGLI ATTUALI PARTITI? E ALLORA PERCHE' NON CE LI RIPRENDIAMO? DOPOTUTTO SONO NOSTRI (art. 49 Cost.)
Perché lasciarli continuare ad essere come sono, nelle mani di vertici potenti che ne abusano, così influenti su tutto e tutti che ogni tentativo di creare alternative è già stato e continuerebbe ad essere messo in serie difficoltà!
Senza stampa, senza fondi, senza visibilità, tutto diventa più difficile, non credi?
E purtroppo i fatti lo dimostrano: guarda che fine hanno fatto e fanno tutte le liste alternative.
No, IL PROBLEMA VA AFFRONTATO E RISOLTO ALLA RADICE.

Noi siamo dei semplici cittadini, stufi come tutti di questo stato di cose. Abbiamo solo avuto la ventura di scoprire che ESISTE UN SISTEMA LEGALE E COSTITUZIONALE PER VOLTARE PAGINA.
BASTA UNA FIRMA!

Stiamo lavorando, con umiltà e dal basso, per farlo divenire una realtà... Perché, sì Beppe, E' POSSIBILE!
Sta già accadendo, provincia dopo provincia, in tutta Italia.

... Infatti, siamo meravigliati che tu ancora non sia con noi...
Ma forse anche tu sei vittima, come la maggioranza degli italiani, dell'ASSENTEISMO DELLA STAMPA E DEI MEDIA che non danno spazio a notizie che possano "disturbare" i poteri forti.
Perciò, probabilmente ancora non l'hai saputo che dei "matti" ci stanno lavorando da anni e che, dagli e dagli, alla fine ci stanno riuscendo.
Siamo sempre di più e cresciamo ogni giorno, ma siamo certi che, appena avrai dato un'occhiata al nostro sito, potremo contare anche sul BEPPE GRILLO che tutti noi stimiamo.
Perciò, a presto Beppe!
www.laspedizionedei1001.it
www.primarie.org


caro Beppe
sono pienamente d'accordo con te: partiamo dalle realtà locali con movimenti e liste civiche per riconquistare spazi di democrazia.
Non bisogna però essere ingenui: non si possono raggiungere risultati significativi senza una rete di collegamento tra le diverse iniziative. Internet può consentire di realizzare il coordinamento e lo scambio di esperienze a costi accessibili.
Sarebbe opportuno anche esaminare la possibilità di lanciare referendum per l'abrogazione delle leggi e leggine nazionali ma anche regionali che sono state varate per elargire somme enormi ai partiti, per assumere funzionari di partito e amici degli amici come dirigenti nelle regioni e negli enti locali, ecc.
Finchè non si tagliano questi finanziamenti vergognosi e al di là di qualsiasi decenza non sarà possibile minare questa "casta" politica che è ormai ampiamente e spudoratamente trasversale.

Marco Masciadri 13.03.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese da favola ci dovrebbe essere per i condannati non solo l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, ma anche, per certi personaggi anche l'iterdizione perpetua dal video. Basta con queste facce che sorridendo mostrano il loro lato "umano".....
Beppe, quando a Cagliari?

Giovanni Foddis Commentatore certificato 13.03.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

PER VIVIANA VIVARELLI.
SE EVOLUZIONE CULTURALE E MORALE SIGNIFICA LA DIFESA DEI DIRITTI DELLE PERSONE, MI VENGONO ALLA MENTE TUTTI I MISSIONARI, I PRELATI, I SACERDOTI MORTI IN OGNI PARTE DEL MONDO PER LA DIFESA DELLA LIBERTA', DELLA DEMOCRAZIA, MA SOPRATTUTTO DELLA DIGNITA' DELLE PERSONE, NEI PAESI A REGIME COMUNISTA, MA ANCHE IN AMERICA LATINA, IN ORIENTE, IN AFRICA. IN TUTTE LE PARTI DEL MONDO CHIESA CATTOLICA E'SINONIMO DI DIFESA DEI DIRITTI DELLE PERSONE, DELLA DIGNITA' DELLE PERSONE. L'IDEA CHE HAI DI MEDIOEVO E'UN'IDEA STORICAMENTE E CRITICAMENTE SUPERATA (LEGGI SE HAI TEMPO LA STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIAEVALE DEL GILSON). CREDEVO CHE QUANDO SI PARLASSE DI MORALE SI DOVESSE PARLARE DELLA PARTE PIU' INTERIORE DELL'UOMO, DI QUALCOSA CHE AVESSE A CHE FARE CON LA CRESCITA COME PERSONA PRIMA CHE COME CITTADINO DI UNO STATO LIBERO. QUELLO DI CUI PARLI COME EVOLUZIONE MORALE E CULTURALE SEMBRA RIGUARDARE SOLO IL CITTADINO, MA NON L'UOMO IN QUANTO PERSONA, NON LA VERA ED AUTENTICA NATURA DELL'UOMO. MA VISTO CHE SEI COSI'GENTILE DA RISPONDERMI SPIEGAMI MEGLIO IL TUO PENSIERO: MI PIACEREBBE SAPERE CHE COS'E' L'UOMO, VISTO CHE PARLI DI DIFESA DELL'UOMO. COME SI DIFENDE L'UOMO? METTENDOLO NELLE MANI DEI MANIPOLATORI GENETICI (CHE NATURALMENTE MANIPOLANO A FIN DI BENE NON PER PROCURARE LUCRO ALLE CASE FARMACEUTICHE)? METTENDOLO NELLE MANI DEI TOLLERANTI, CHE SONO QUELLI CHE DICONO CHE TUTTO QUELLO CHE FAI VA BENE, BASTA CHE TI PIACE, E CHE NON DA' FASTIDIO A ME? METTENDOLO NELLE MANI DI QUELLI CHE TI DICONO CHE BENE E MALE NON ESISTONO, TRANNE POI PARLARE DI EVOLUZIONE MORALE. MI PIACEREBBE ANCHE CAPIRE IL
PERRCHE' QUESTO ATTACCO ALLA CHIESA. IO NON RIESCO A CAPIRE: IN FONDO COSA HA FATTO LA CHIESA
CATTOLICA. UNA VOLTA SI COMMINAVA LA SCOMUNICA.
OGGI LA CHIESA SI E' LIMITATA A RICORDARE LA PAROLA DEL VANGELO, MAGARI CON INSISTENZA, CON MOLTA INSISTENZA; MA VORREI RICORDARTI L'ESEMPIO DI SOCRATE, MORTO PERCHE'ERA INSISTENTE NEL DIRE AGLI ATENIESI CHE SBAGLIAVANO.

enzo palmieri 13.03.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti sento un po sfiduciato ma ti prego non mollare anche tu un modo per mandare a casa questa classe politica vergognosa ci drve pur essere, ma forse non dovremo aspettare ancora molto visto che non si trovano mai daccordo su nulla e i voti risicati che hanno al senato. che tristezza che provo quando penso che sono già tre volte che con il nostro voto li mandiamo al governo e l'oro fanno di tutto per fregarci e prenderci in giro e poi finiscono sempre per cadere. Ora mi chiedo dove sono finiti i politici onesti come Berlinguer ,come il più grande Presidente della Repubblica che L'Italia abbia mai avuto Sandro Pertini L'oro erano veri politici che pensavano al popolo hanno lasciato un bellissimo ricordo e anche nostalgia. Questi 8invece pensano solo hai propri interessi .Siamo stanchi mandiamoli a casa e alle prossime elezioni non andiamo più a votare.ROMANO NEGROMANTI

romano negromanti 13.03.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Bilancio 2006 sugli extracomunitari: Teramo un po’ lenta nei flussi. Siamo al 76° posto !

A quanto pare Teramo nel 2006 è stata un po’ lenta nel rispondere alle pratiche per regolamentare la domanda di lavoro degli extracomunitari. I dati resi noti dal Ministero degli interni fanno registrare la nostra provincia al 76° posto complessivo (sulle 101 italiane) con una percentuale del 39,30 % di pratiche definite. In particolare sono state presentate 1.794 domande, 705 delle quali con esito. Siamo ultimi in Abruzzo, preceduti da Chieti, 62° posto con il 47,41%; Pescara al 51° posto con il 55,37% e L’Aquila addirittura al 10° con l’87,02. Un elemento di confronto è la media nazionale, che si attesta sul 45,90% delle pratiche definite sul totale delle presentate. In generale è comunque nei centri minori che le pratiche sui flussi 2006 hanno avuto un esito migliore, con percentuali di chiusura delle domande (con il rilascio del nulla osta al lavoro o perché respinte) di oltre il 90%. La graduatoria è guidata da Isernia, Rimini, Enna, Benevento, Oristano, Potenza e Grosseto. Nella parte bassa della stessa classifica si incontrano invece le grandi città e quelle a più forte immigrazione, Torino, Roma e Vicenza per ultime, ma anche Milano al 90° posto e Napoli al 78°, proprio un po’ più giù di Teramo. In totale sono 179.976 le pratiche concluse in un anno su 392.077. La nuova legge Amato-Ferrero sull’immigrazione non lascia sperare nulla di buono, secondo FI. "Dove metteremo un milione di nuovi immigrati ogni tre anni? Amato e Ferrero si sono posti il problema che queste persone avranno bisogno non soltanto di un lavoro, ma di una casa, di assistenza sanitaria, di scuole? La nuova legge sull’immigrazione, così com’è stata annunciata ha dell’incredibile: sembra nata nel mondo dei balocchi dove è stata bandita la realtà, per vivere un mondo di sogni. Questa legge è un condensato di ideologia massimalista, ancorata a principi di socialità che prescindono da ogni logica".

Nicola F. Commentatore certificato 13.03.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Bilancio 2006 sugli extracomunitari: Teramo un po’ lenta nei flussi. Siamo al 76° posto !

A quanto pare Teramo nel 2006 è stata un po’ lenta nel rispondere alle pratiche per regolamentare la domanda di lavoro degli extracomunitari. I dati resi noti dal Ministero degli interni fanno registrare la nostra provincia al 76° posto complessivo (sulle 101 italiane) con una percentuale del 39,30 % di pratiche definite. In particolare sono state presentate 1.794 domande, 705 delle quali con esito. Siamo ultimi in Abruzzo, preceduti da Chieti, 62° posto con il 47,41%; Pescara al 51° posto con il 55,37% e L’Aquila addirittura al 10° con l’87,02. Un elemento di confronto è la media nazionale, che si attesta sul 45,90% delle pratiche definite sul totale delle presentate. In generale è comunque nei centri minori che le pratiche sui flussi 2006 hanno avuto un esito migliore, con percentuali di chiusura delle domande (con il rilascio del nulla osta al lavoro o perché respinte) di oltre il 90%. La graduatoria è guidata da Isernia, Rimini, Enna, Benevento, Oristano, Potenza e Grosseto. Nella parte bassa della stessa classifica si incontrano invece le grandi città e quelle a più forte immigrazione, Torino, Roma e Vicenza per ultime, ma anche Milano al 90° posto e Napoli al 78°, proprio un po’ più giù di Teramo. In totale sono 179.976 le pratiche concluse in un anno su 392.077. La nuova legge Amato-Ferrero sull’immigrazione non lascia sperare nulla di buono, secondo FI. "Dove metteremo un milione di nuovi immigrati ogni tre anni? Amato e Ferrero si sono posti il problema che queste persone avranno bisogno non soltanto di un lavoro, ma di una casa, di assistenza sanitaria, di scuole? La nuova legge sull’immigrazione, così com’è stata annunciata ha dell’incredibile: sembra nata nel mondo dei balocchi dove è stata bandita la realtà, per vivere un mondo di sogni. Questa legge è un condensato di ideologia massimalista, ancorata a principi di socialità che prescindono da ogni logica".

Nicola F. Commentatore certificato 13.03.07 17:44| 
 |
Rispondi al commento

io non credo più nemmeno alle liste civiche.
Non credete che una volta giunti in parlamento anche gli esponenti delle fantomatiche liste civiche non proveranno la tentazione perversa di lasciare tutto così com'è? Dopo il signore degli anelli dovremmo scrivere una nuova saga : il signore delle poltrone.
Dovrebbe finire come la saga di tolkien solo che invece di distruggere un anello si dovrebbero distruggere le poltrone.
L'unica speranza per questo pianeta è che arrivi un bel meteorite e cancelli definitivamente la razza umana

michele rizzini 13.03.07 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Per Enzo Palmieri,posso capire che probabilmente sei cattolico praticante,segui i dettami della chiesa,ma non puoi non riuscire a capire cio' che sta succedendo.Quando parli di patti lateranensi,parli di un concordato in cui il primo principio è rispetto reciproco,ma senza violare le leggi che regolano i 2 stati.Hai mai visto lo stato italiano intromettersi su faccende che riguardavano esclusivamente la chiesa?MAI!! Hai mai visto la chiesa intromettersi su faccende che riguardavano lo stato italiano,SPESSO!! Partiamo dagli anni 70,aborto,divorzio,fino ai giorni nostri,ricerca scientifica,cellule staminali,eutanasia,DICO,la chiesa non ha fatto altro che scagliare anatemi su tutte queste leggi che danno,ed avrebbero dato una liberta' maggiore,una qualita' di vita migliore,ai cittadini dello stato italiano.E' una continua ingerenza che va oltre il concordato,possibile che non lo capisci?Ti porto un piccolo esempio:quando ci fu il referendum sulla possibilita' di debellare certe malattie attraverso le cellule staminali embrionali,il vaticano pose il suo perentorio NO!,perche' è immorale,perche' Dio..BLABLA.
Ora non so se sei al corrente di un bambino di 3 anni malato di LEUCODISTROFIA METACROMATICA,(sito web:www.aiutiamoedoardo.it)che domenica era allo stadio di Roma e Totti in testa,ma tutta la gente di Roma,sta facendo una colletta perche' per provare a salvarsi deve andare negli U.S.A.,perche' qui da noi certe ricerche,grazie anche a chi non era daccordo(per motivi morali,religiosi)il referendum non passo',e questo bimbo poteva sperare,mentre cosi morira' tra pochi mesi.Contento? tu e la tua (vostra)morale del cazzo?Poi qui se c'è qualcuno che se non la pensa come lei viene punito con anatemi,ghettizzato e,quasi,maledetto in nome di Dio,è proprio la chiesa...mentre adesso per ingerenti passiamo noi..ridicolo!!
Tu prega il tuo Dio,libero di farlo,ma tu e tutti quelli come te,non rompete i coglioni su fatti che non vi competono.VERGOGNATEVI,PSEUDOMORALISTI DEL CAZZO!

ROBERTO SURIANI Commentatore certificato 13.03.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione!!!

Prendete una bella abitudine:scaricatevi una legge che vi interessa e leggetela. Così capirete veramente cosa si vuole fare su un determinato problema....e se il legislatore fa bene.

Es. i DICO.
PREMESSA: SONO FAVOREVOLE AL RICONOSCIMENTO DELLE COPPIE DI FATTO ANCHE OMOSSESSUALI.

PROBLEMA: IL DISEGNO DI LEGGE COSI' COME E' SCRITTO PRESTA IL FIANCO A TANTISSIMI PROFILI DI INCOSTITUZIONALITA' PERCHE' , IN PARTICOLARE, PUO' METTERE UNA DELLE DUE PARTI IN UNA POSIZIONE DI INFERIORITA' DI CUI L'ALTRA PUO' ABUSARE, SFRUTTANDONE DIRITTI E POSIZIONE, CON UN SEMPLICE ATTO UNILATERALE, RACCOMANDATA CON RICEVUTA DI RITORNO...PENSATE A PERSONE INVALIDE, INCAPACI, ANZIANE...QUANTI RISCHI POTREBBERO CORRERE SE INCONTRASSERO DEI MALINTENZIONATI CHE CARPISCONO LA LORO FIDUCIA.

QUANTI DI VOI SANNO CHE NEL DDL SUI "DICO" SI PREVEDE CHE L'EXTRACOMUNITARIO CHE FA UN "DICO" ACQUISISCE COSI' IL PERMESSO DI SOGGIORNO?

CERTE MATERIE, PER LA LORO DELICATEZZA, PRESUPPONGONO UNO STUDIO ATTENTO E GRANDE COMPETENZA TECNICA DI CUI , PURTROPPO, SPESSO IL LEGISLATORE, DI DX\SX NON OFFRE PROVA.
Speriamo nella discussione in parlamento....ma..

RIVOGLIO GENTE PREPARATA CHE LE LEGGI LE SAPPIA PENSARE -PER TUTTI- E POSSIBILMENTE ANCHE SCRIVERLE!!!
De Gasperi, Moro, Berlinguer....

CITIZEN KANE 13.03.07 16:38| 
 |
Rispondi al commento

carissimi beppini, vi scrivo perchè sono daccordo nel dover fare qualcosa oltre che non andare a votare. Mi sono chiesta se era giusto rinunciare alla mia unica occasione di "farmi sentire" cioè attraverso il mio voto, ma quando non hai più nessuno a cui concedere la tua fiducia...voti a "vanvera"?NO!!! come per tutte le altre "cose" improntate da Beppe si và tramite blog e blog e blog;il passaparola è sempre fantastico, credo che funzioni, soprattutto nel ns paese! Bene: referendum dei nomi (per ritornare ad avere fiducia)di politici (nazionali ma anche regionali, perchè no!)oppure "nomi nuovi ai voti", oppure "vota un onesto",ditelo come vi pare, insomma, elezioni politiche "trasversali", elezioni "utopiche" o chiamiamole elezioni "elettive" tramite internet!?!Che ne dite?E' fattibile? Mi tornerebbe voglia di interessarmi di politica.Ma Beppe Grillo è interessato a candidarsi? Perchè non crea un partito dei giovani (più o meno!)?!!Beppe tu sei un comico, lo sappiamo, ma preferisco te e la tua comicità di adesso che la tragi-commedia dei politici di sempre!!!!! Baci Beppe e beppini.

anna d. Commentatore certificato 13.03.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

l'idea di non votare alle prossime elezioni è ottima e la condivido, ma dobbiamo fare qualcosa ora il problema e che non sappiamo come comunicare tra di noi, lo sto dicendo ogni giorno che passa ma nessuno mi ascolta...apriamo un enorme forum ...facciamo qualcosa!!!

Fabio Paparella 13.03.07 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusa Beppe, ma non so sei hai visto la trasmissione "W l'Italia - pane e politica" delle ultime due domeniche...lì, in Calabria, le liste civiche le hanno fatte, ma i risultati mi sembrano un pò discutibili sia in termini di candidati che di sostenitori. E' vero che c'è lista civica e lista civica ed è anche vero che forse bisognerebbe specificare il tipo di liste civiche da NON fare...
Ma se non ci fossero persone come te a stimolare le "celluline grigie" (poche nel mio caso) di noi tutti, sarebbe un vero disastro: GRAZIE DI ESSERCI!

elena girardi Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo beppe questo è forse il tuo post migliore o forse semlicemente piu' condiviso o semplicemente "sentito". dalle televisoini stiamo sentendo solo un mare di cazzate sulla prossima legge elettorale e sui vari "modelii" che debbono essere proposti ed approvati dai partiti o dal fantomatico referendum. Se non ricordo male gli Italiani un po' di anni fa votarono a larghissima maggioranza il referendum sul maggioritario che poi, ovviamente, piano piano si è svuotato fino a permettere (con l' ultima legge) ai partiti di nominare direttamente i parlamentari scollando sempre diu piu' la politica dalla vita civile. Quindianche un nuovo referendum sarebbe totalmente inutila a meno di riuscire a creare un meccanismo per l' elezione diretta dei parlamentari, con mandato max di 2 legislature (e senza i ridicoli benefici pensionistici e di privilegi dopo appena 30 mesi. I candidati dovrebbero come giustamente sostieni tu dal basso ovvero dalla vita civile e dovrebbero in ogni momento rispondere del proprio operato agli elettori.
Come fare? Iniziamo una consultazione sul Blog? Sono sicuro che una proposta siffatta verrebbe approvata dalla strgrande maggioranza degli italiani ed assolutamente osteggiata da tutte le forze politiche. Cominciamo?

Sergio de Paola 13.03.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Gli elettori, per legge, non possono far nulla sul Concordato
Il contraenti sono Stato e Chiesa; 2 stati: l'Italia e lo stato del Vaticano
Il Concordato è un patto internazionale su cui non è ammesso referendum, nemmeno quando il Patto è violato da uno dei 2 contraenti, come avviene oggi
Il 1° tentativo di revisione fu nel 73 su richiesta dell'estrema sx che poi abbozzò
Una richiesta di referendum nel 78 fu dichiarata inammissibile dalla Corte Costituzionale
Nel 76 fu lo stesso Andreotti a presentare un progetto di revisione che poi lasciò cadere
Alla fine nell'84 c'è il nuovo Concordato di Craxi
Da allora PCI e DS non se ne sono più occupati
Prodi non vuol sentirne nemmeno parlare
L'estrema sx è ondivaga
Solo i radicali e i socialisti di Boselli continuano a chiedere una revisione
Ma questa diventa urgente di fronte all'offensiva integralista di Ruini e della CEI che stanno sforando quando era stato pattuito, con pesantissime intromissione nell'attività legislativa di Parlamento e Governo (come oggi sui Dico e ieri sulla fecondazione assistita, il veto alla ricerca sulle staminali embrionali o alla discussione sull'eutanasia, il boicottaggio del referendum..mentre si sferra una battaglia contro i consultori e i centri per aborti legali)
La Chiesa tenta di trasformare lo Stato italiano in un suo feudo integralista e confessionale dove coartare la volontà dei reggitori politici, tutto questo vìola il Concordato e chiede di rimetterlo in discussione
Non si può firmare un patto e poi violarlo accampando nuovi poteri e diritti inesistenti
Che poi quando la violazione è denunciata si gridi alla persecuzione mi sembra il massimo dell'impudenza. Si confondono i perseguitati coi persecutori
E che si continui a proclamare che le intromissioni continue di Ruini non sono intromissioni politiche ma atti dovuti è il massimo della falsità
Uno Stato moderno non è nè sarà mai confessionale, ma laico, con tutela dei diritti di tutti

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 14:51| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

secondo me dovresti lanciare una campagna affinché nessuno vada più a votare la prossima volta.... cosa succederebbe se la percentuale dei votanti scendesse drasticamente?
Non sarebbe una bella rivoluzione?

Alessandro Martini 13.03.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
se la realtà non può cambiare, oggi si può preparare il cambiamento per domani.
Facciamo bel RESET della realtà parlamento/leggi/costituzione.
Creiamo un parlamento virtuale in internet dove i cittadini possono proporre e votare direttamente le leggi cominciando dalla costituzione.
1- Mettiamo un limite massimo al numero di leggi
2- Le leggi vanno suddivise per temi o per aree come si fa con le directory dei computer.
3- Quando si modifica una legge il testo si sostituisce per intero per evitare casini di comprensione del tipo " ... in conformità alle legge X dell'anno y modifiata successivamente al paragrafo z con decreto ZK e succ.. #%£$&ò@§"

Tra qualche tempo grazie all'apporto diretto e democratico di tutti avremo scritto e votato una costituzione migliore di quella che abbiamo adesso
e saremo pronti per sostituire la realtà con la fantasia.

Dimmi che senso ha "L'Italia è una repubblica fondata sul lavoro". Mi chiedo: "il lavoro di chi?", per lavoro cosa si intendere?
- il posto di lavoro (sindacato)
oppure sarebbero migliori queste altre definizioni
- il lavoro è uguale al prodotto della forza per lo spostamento.
- lavoro è uguale alla potenza impiegata per il tempo in cui si svolto il lavoro.
- quantità di energia trasferita.
Almeno queste ci permetterebbero di valutare in maniera oggettiva i lavori in base alla loro utilità.
Ad esempio un impiegato anche se non fa nulla trasferisce l'enegia termica dalle sue chiappe alla sedia PERCIO' compie un lavoro ... questo è un esempio di lavoro inutile.

Raimondo Barbera 13.03.07 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo
dire che in Italia qualcuno vuole che i membri della Chiesa "siano puniti, ricattati o esiliati" mi pare da fuori di testa. Al momento essi non sono punibili nemmeno se commettono assassinio Recentemente ne è tornato uno reo di stragi in Sudamerica e i giornali non ne hanno nemmeno parlato. Dopo il crak dell'Ambrosiano (mille miliardi di furto e 8 morti) non c'è stato uno dei responsabili che abbia fatto un giorno di galera o abbia rifuso i danni
Semmai è vero il contrario, le gerarchie ecclesiastiche si sono abituate a un regime di totale impunità, si veda la legge che prevede il carcere da 6 mesi a 3 anni per i ministri di culto che inducono a boicottare un referendum (mai applicata)o il vescovo usuraio di Napoli che non è stato nemmeno rimosso, lo stesso dicasi per preti pedofili o che incettano opere d'arte rubate
Il privilegio e l'impunità sono assoluti

Richiamarsi ai patti Lateranensi perché la Chiesa li sta sforando non vuol dire perseguitare la Chiesa ma richiamarsi alla legge,che la Chiesa ha firmato, sempre che legge voglia dire qualcosa

Mussolini fu il 1° firmatario nel 29, stabiliva le relazioni civili tra Stato e Chiesa e risarciva il Vaticano per le perdite subìte. I vescovi giuravano fedeltà allo stato italiano. Il cristianesimo era riconosciuto come religione nazionale e si cominciava a insegnare la religione cattolica nelle scuole pubbliche
Il Concordato fu rivisto nell'84 (Craxi), il cristianesimo non era più religione ufficiale, si decideva di finanziare il clero con l'8 per mille e il matrimonio religioso aveva effetti anche civili
I radicali oggi contestano alcune sue parti
Purtroppo il Concordato non può essere oggetto di referendum né possiamo chiederne l'abolizione perché è un trattato internazionale. Ma un Patto tra Stati dovrebbe essere come minimo osservato
mentre oggi assistiamo a tentativi di prevaricazione della Chiesa nelle leggi dello stato italiano, cosa che non è stata fatta in nessun paese europeo


viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,ciao a tutti,
ma possibile che non si riesca a fare nulla?secondo me l'idea dei 2 mandati è geniale,e potrebbe favorire veramente una rivoluzione politica.1:per sedersi in parlamento la fedina penale deve essere limpidissima(lo deve essere per fare il carabiniere!).2:elezione limitata a 2 mandati al seguito dei quali ognuno riprende la sua precedente attività lavorativa.
ma con tutte le sedi degli "amici di beppe grillo" sparse per l'italia,non si riesce a mettere dei banchetti nelle piazze e raccogliere firme per proporre un referendum su queste tematiche?
io non ce la faccio più..........

Marco Chiavelli 13.03.07 14:16| 
 |
Rispondi al commento

...OBIEZIONE FISCALE..OBIEZIONE FISCALE....OBIEZIONE FISCALE....OBIEZIONE FISCALE ALL'INGLESE

marco penazza 13.03.07 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Enzo
Ti rispondo subito

-evoluzione culturale e morale significa allargamento dei diritti civili e del rispetto che si deve all'uomo e al lavoro, è il movimento che porta dalla dittatura alla democrazia, dalle democrazia imperfette a quelle partecipate, dai sistemi verticisti a quelli che partono dalla base, dalla tirannide di uno solo al controllo portato avanti da tutti, dalle oasi di privilegi alla parità davanti alla legge, dagli abusi di potere alla redistribuzione delle responsabilità, .. e più nello specifico è la via che porta dalla schiavitù alla libertà, dallo sfruttamento del lavoro agli statuti dei lavoratori, dalla famiglia poligamica alle unioni di fatto, dalla tortura all'habeas corpus, dalla guerra alla pace, dal colonialismo all'autodeterminazione, dalla subordinazione della donna al suo riconoscimento

-lo scontro Stato-Chiesa nacque già nei primi secoli del cristianesimo, in quanto la nuova fede minava alla base la società romana, e si precisò via via come imposizione di una primazia e scontro violentissimo del Papa di Roma contro l'Imperatore, per perpetuarsi poi ben oltre il Medioevo, citiamo la bolla Unam Sanctam di Bonifacio VIII o gli atti di Pio IX contro la nascente Italia risorgimentale

-Il Medioevo è, per convenzione, il millennio compreso tra la simbolica data della caduta dell'Impero Romano (474 d.C.) e la nascita dell'era moderna (1400.1500 Umanesimo e Rinascimento), segnata da una rivalutazione delle scienze umane rispetto a quelle teologiche e di un pensiero laico che si accosta o contrappone a quello confessionale
Il Medioevo è segnato da una forte impronta ecclesiale e, politicamente, da un potere ferocemente accentrato in una oligarchia sciolta da doveri e da obblighi. Lo Stato moderno nasce in Europa verso il 1400, da noi più tardi

I Patti Lateranensi dicono che Stato e Chiesa sono ognuno libero e sovrano nel suo ambito e nel suo territorio e stabiliscono reciproci rapporti. Mentre oggi la Chiesa li calpesta

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Per VANNI M. 13.03.07 11:33

Grazie per averci parlato di questo ecomostro chiamato AUTODROMO DEL VENETO; personalmente ammetto che sono caduta letteralmente dalle nuvole !

Ho provato a documentarmi (velocemente a dire il vero) e ho scoperto che la legge regionale che autorizza la costruzione di questo mostro è addirittura del 1999 e che l'ultimo articolo comparso sulla stampa disponibile su GOOGLE è :

http://liberazione05.rifondazione.co.uk/Notizie05/09settembre05/05M3581.htm

e che sul sito della Regione Veneto la legge si trova nella voce di menu "Servizi alla Persona - SPORT!!! (fini umoristi?)

E dulcis in fundo...se non fossero finiti in disgrazia chi c'era dietro? GNUTTI, FIORANI, CONSORTE E RICUCCI! Nientepopodimeno !! Mancava solo Coppola (ma forse ho letto male)! E adesso chi avrà preso il loro posto? Qualcuno si degna di farcelo sapere?

Pecoraro Scanio? Dove sei? Ancora alla sfilata di Roma? ??? SVEGLIA! ANZI CONTINUA A DORMIRE VA!

Cristina M. Commentatore certificato 13.03.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Se i pregiudicati non possono essere eletti chi rimane?

virna armstrong 13.03.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento

OGNI GIORNO BRUCIATE DUE ORE DI TEMPO

articolo + sondaggio

http://futuribilepassato.blogspot.com/

Luke T 13.03.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

" ... L’unica possibilità è isolarla, svuotarla di significato, prendendo il controllo delle realtà locali. Un passo alla volta. Sostituendo i partiti con i movimenti e le liste civiche. Nel tempo, quel mondo a parte comincerà a svanire e ne rimarrà solo l’involucro. Le persone che lo popolano ci appariranno come in realtà sono. Dei dipendenti infedeli e, quasi sempre, incapaci. RESET! ..." -----------------


Caro Beppe e amici vari, era ora. Noi abbiamo provato a scriverlo a più riprese nell'ultimo anno e mezzo circa. Tale e quale: Dal basso, conquistare le realtà amministrative locali, anche a macchia di leopardo, e piano piano minare il potere centrale fatto di politicanti e burocratanti. Le petizioni, le manifestazioni, le prediche non servono proprio a niente. SE NE FREGANO ALTAMENTE. Nel nostro territorio, basso piemonte, ci stiamo provando. Ci siamo dati una struttura denominata GENTEPRODUTTIVA (www.genteproduttiva.it) fatta soprattutto di lavoratori, produttori e vittime del fisco. Vorremmo collaborare con voi, con chiunque, poete collaborare con noi.
Carmelo Miragliotta

Gente Produttiva 13.03.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo, questi signori vivono su un'isola felice dove le chiacchere la fanno da padrone. Tutti molto bravi quando si tratta di rappresentare i cittadini, che non li vogliono come rappresentanti, quando questo significa pregigio e comodità, ma mai una volta che ci sia uno di questi cari rappresentanti che si sporchi le mani per gli altri. L'importante è mantenere la poltrona sotto al c..o. è una vergogna, dobbiamo smettere di votarli

Daniele Milesi 13.03.07 13:23| 
 |
Rispondi al commento

!!questo POST di Beppe dovrebbe passare alla storia!! Che tristezza!. E' tutto vero. c'e' veramente da risettare tutto..ma li vedete questi bastardi che adesso si proteggono pure con i Body Guard!! NON VOTERO' Mai più questa classe politica.Se fossimo un popolo capace...nessuno dovrebbe andare a votare...e che cosa succederebbe !?

turi finocchiaro 13.03.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
anche se non del tutto pertinente, voglio soffermarmi un attimo su Mastella ad Anno zero, probabilmente sono cose dette e ridette, cmq, ma chi si crede di essere, chi si credono di essere, ma davvero crede di darci a bere la storia del cattolico praticante..?? Ma che prendesse coscienza che intanto non è stato in grado di sostenere il confronto con un giornalista e con il pubblico..e questo è un limite per una persona comune, per un politico poi!! e poi lo sappiamo che se voti i Dico i chirichetti non ti votano più.. Madre Mastella di Calcutta, sei una vergogna e sono stanco di te, della classe politica, dei preti, ma siete ridicoli.. Sono contento di non vivere più in Italia..è deprimente..frustrante..mortificante essere governati da gente del genere!!

Janjo Praga Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Ci penso spesso, un partito di cittadini che non hanno mai fatto politica x mestiere, che parta da una realtà locale per arrivare ad una nazionale, magari col supporto della rete, persone a cui non frega nulla degli interessi economici dei potenti, che non diventerebbero mai servi delle lobby, della Chiesa, degli USA; la prima cosa da fare arrivati in parlamento sarebbe cambiare tutte leggi e le regole che garantiscono i privilegi alla classe politica: stipendi da comuni mortali con reletivi contributi pensionistici che funzionino esattamente come per tutti gli altri italiani,due mandati al massimo, niente immunità parlamentere, niente case e appartamenti gratuiti, ridimensionamento radicale di auto blu, portaborse, viaggi gratis. Perchè il problema enorme per me è questo: finchè quello del politico continuerà ad essere un mestiere che prevede ricchezza e privilegi, le cose non potranno cambiare per noi, perchè fare il politico è un fatto di tornaconto personale( con vantaggi x amici e parenti), mentre dovrebbe essere qualcosa che ha a che fare con la VOCAZIONE, la necessità di promuovere il benessere di tutti i cittadini. Io ci starei a fare questo partito, Beppe FACCIAMOLO! Camilla Vicini

CAMILLA VICINI 13.03.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
condivido pienamente il tuo pessimismo sul fatto di riuscire a sradicare da Palazzo Chigi i Matusalemme della ns politica e soprattutto la rete d'interessi, nei meandri della quale questi "signori" riescono sempre a trovare il modo di tenere il proprio c..o su quelle poltrone. Sarà forse che, da buon meridionale, sono un pò fatalista o forse, ancora, si tratta di una presa di coscenza definitiva e niente più. Quello che so di certo é che sono stanco! Stanco sopra ogni cosa di non riuscire a trovare il modo di mandare fuori dalle p...e chi non mi rappresenta (ne a destra ne a sinistra) in parlamento e che, pure, legifera e condiziona inevitabilmente la mia socialità. Avrei voglia di cambiare nazione, ma questo sarebbe abbastanza qualunquista e, tra tutti i difetti che ho, questo non mi pare ci sia.
Mi viene voglia di chiederti se non ti andasse di candidarti alla prossima Presidenza del Consiglio per una lista solo "nostra".
Lo so, sembra più una proposta da "2nd Life", ma quando inizi i tuoi spettacoli con la battuta "io sono la vostra ultima speranza" credi davvero che solo di battuta si tratti?
Luca

Luca Oliveri 13.03.07 12:41| 
 |
Rispondi al commento

tempo fa su internet,lessi un'articolo riguardante le banche e cioè,si leggeva che in inghilterra hanno creato una sorta di banca virtuale,tra l'altro la voce gira e pare si stia diffondento in tutta europa, dove puoi accendere dei mutui a tasso molto molto basso,ora non ricordo esatamente il tasso di interessi,mi pare comunque che fosse o sia allo 0,o4-5%,cmq relativamente basso,in pratica funziona + o - così,io ho una somma di denaro la cedo in prestito al fondo comune e ne ricavo un'utile,forse anche il tasso di ineressi,penso,sia alquanto basso,viceversa per chi vuole appunto accendere il mutuo.
sta di fatto che nessun tg,sia rai che mediaset,non hanno accennato alla notizia,dal mio punto di vista molto rilevante,questo perchè non si vigliono toccare i cosidetti poteri forti le lobby,berlusca come tutti sanno possiede anche qualche banca,fassino e compani,anche loro sono in mezzo alle banche e qundi guai che si sappia qualcosa,potrbbero fare così una brutta fine,le banche,e spero anche loro. lascio a voi trarre le conclusioni,un saluto dalla SARDEGNA.

matteo murgia 13.03.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

a Viviana Vivarelli chiedo di nuovo di dar conto delle parole che usa. Innanzitutto chiedo di spiegare

1) che cosa si intende per "evoluzione morale e culturale". Cos'è la morale? Cos'è la cultura?

2) Cosa significa battaglia medievale?. Cosa significa medievale?

3) Corruzione Civile e degrado riferiti ai parlamentari. Che cosa significa corruzione civile?

4) e per finire, quando dice che per frenare l'arroganza della Chiesa vuole rivedere i patti lateranensi per revocare privilegi e sovvenzioni, intende dire che se uno non la pensa come lei deve essere punito, ricattato, esiliato? Alla faccia della tolleranza e della democrazia! E alla faccia soprattutto dell'integralismo!

enzo palmieri 13.03.07 12:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Scopro da "controinforma", bollettino di controinformazione dei lavoratori pubblici che la ministra Lanzillotta, maestra delle liberalizzazioni che impoveriscono il paese e la cosa pubblica, è moglie di tale F. Bassanini, quello delle famose leggi che con la scusa di riformare la pubblica amministrazione hanno tolto di mezzo qualsiasi controllo preventivo agli atti delle amministrazioni pubbliche, fatto salire il numero di consiglieri, assessorati e commissioni negli enti locali e, di fatto, causato il vertiginoso aumento delle spese "politiche" degli ultimi 10 anni.
Noto che le "coppie" (fassino, mastella etc...)in politica spopolan,o affermando sempre di più il concetto di famiglia all'interno della vita politica del nostro paese. La tendenza mi pare confermata anche da una certa tasmissibilità parentale degli incarichi politici (vedi Craxi, cossutta etc...)confermata anche da programmi televisivi come "pane e politica"
Non è che per caso ci stiamo avviando verso la creazione di una sorta di nuova nobiltà o di casta?.
Più che un RESET, andando avanti di questo passo, ci vorrà una nuova presa della Bastiglia, una nuova rivoluzione francese e, perchè no, relativo TERRORE.

francesco pancin 13.03.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Proseguo nel ragionamento sugli strumenti a disposizione dei cittadini onesti per colpire al cuore il sistema dei partiti e della loro vergognosa manipolazione delle istituzioni (dove sembrano muoversi come soggetti attivi mentre in realtà sono tutti SERVI, insieme alla stragrande parte dei mezzi di informazione, del potere economico (legale e non).

Oltre alla protesta per mezzo del voto,(ANNULLAMENTO DELLE SCHEDE=DELEGITTIMAZIONE DEI PARTITI)
vanno penalizzati pesantemente proprio i mezzi di "informazione" complici di questo sistema.

Per fare un esempio proviamo a immaginare questa frase, pronunciata dalla povera giornalista russa Politkovskaja, calata nel contesto italiano:

"Sono sicura di voler fare qualcosa per le altre persone usando il giornalismo, ecco tutto"

Secondo voi per un giornalista medio italiano chi sono "le altre persone"? I lettori? ACQUA...Gli editori? FUOCHINO...I padroni degli editori ? FUOCO !

Basta subire salotti televisivi embedded, dove girano sempre e solo le stesse brutte facce e dove le domande sono talmente preparate e addomesticate che se ne accorgerebbe anche un bambino (vedi caso Santoro: alla prima occasione in cui un politico si è sentito rivolgere una domanda scomoda oltre che non concordata se ne è andato scandalizzato...)

Basta giornali mascherati da fonti di informazione liberi e indipendenti e in realtà veri e propri organi di partito!

Basta TG che occultano o truccano palesemente le notizie scomode!

Io non so scrivere bene nè ho le necessarie conoscenze giuridiche, ma sarebbe bello scrivere una "CARTA DEI DIRITTI DEL CITTADINO INFORMATO" e divulgarla il più possibile (evitando giornali e TV che ovviamente comunque si rifiuterebbero di darle spazio). Magari inviamone una copia alla Commissione Europea chiedendo almeno pari diritti con i cittadini degli altri paesi!

Diciamo apertamente a tutti gli italiani che ci stanno prendendo TUTTI per i fondelli e forse qualcosa di buono ne viene fuori, o no?

Cristina M. Commentatore certificato 13.03.07 11:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Con la parola sviluppo ci fanno digerire di tutto e di piu, la gente stanca di sentire le solite parole e' disamorata e non crede piu a nessuno, MA QUESTO E' QUELLO CHE VOGLIONO i grandi gruppi politico affaristici.
ESEMPIO:STANNO INIZIANDO A DEVASTERE UN'AREA DI 5 MILIONI DI METRI QUADRATI DI TERRENO IN ZONA DI CONFINE TRE MN E VR, OPERA PENSATA DALLA REGIONE VENETO, GESTITA DAL CENTRO DESTRA, FACENDOLA COSTRUIRE ALLA COOP SETTE DI AREA OPPOSTA, LO HANNO CHIAMATO AUTODROMO DEL VENETO MA IN REALTA E UN'IMMENSA DEVASTAZIONE DI TERRENO CON UN'ENNESIMO CENTRO COMMERCIALE CHE FARA' CHIUDERE TUTTI I PICCOLI ESERCIZI.PROMETTONO TREMILA POSTI DI LAVORO MA DATI ALLA MANO NON SARANNO PIU' DI OTTOCENTO E TUTTI PRECARI, AIUTATEMI A FAR DERAGLIARE QUELLA CHE E' STATA DEFINITA LA TERZA OPERA VENETA DOPO IL MOSE; IL PASSANTE DI MESTRE.

VANNI M. Commentatore certificato 13.03.07 11:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, i media sono pieni delle considerazioni dei partiti sulla legge elettorale (sopratutto su tempi e metodi, sfumando molto sui contenuti)ma ai desideri degli elettori in materia nessun media sembra interessato a dare voce: non un sondaggio, una campagna di opinione ecc. tutto il dibattito arriva dall'alto e verte su strategia e tattica ma certamente non sui principi che una legge dovrebbe applicare alla realtà. Ci vorrebbe uno spazio che aiutasse a rendere visibili i paletti che noi cittadini soci di questa "associazione" chiamata Italia vorremmo fossero utilizzati per arrivare a scegliere coloro che dovranno guidarci.
Magari un comico potrebbe essere interessato...

marco giglioli 13.03.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono in perfertta sintonia con quello che dici, poichè penso però di non avere la possibilità di cambiare le cose, mi viene voglia di ritirarmi in una sperduta campagna e perdere i contati con questo mondo, sarà possibile?

pia clemente 13.03.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

MEDITATE GENTE... MEDITATE....

parlacon@ulivo.it 13.03.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Questo è senza dubbio il miglior articolo che ho letto nel tuo blog...senza parole. Forse sarebbe meglio avere il coraggio di prenderli a calcio nel c...o per una volta.

SALUTI

mario pesce 13.03.07 10:37| 
 |
Rispondi al commento

RESET.

sara carloni Commentatore in marcia al V2day 13.03.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Tali politici, tale Chiesa
Il moto reazionario, già forte sotto Voitila, si fa ancora più cupo con Ratzinger e Ruini, che sprofondano ogni credibilità
Le campagne contro la limitazione delle nascite, i contraccettivi, la fecondazione assistita, la ricerca sugli embrioni, i Dico, i gay … è ogni giorno più squallida e integralista
Solo in questo paese la Chiesa di Roma si permette di invertire il corso della storia e creare ostacolo e scandalo, rendendo succubi parte dei politici, negando diritti civili e potestà statuali, e impedendo il corso dell’evoluzione morale e culturale
Contro tutto ciò proviamo un enorme ribrezzo, come di un cancro gigantesco incastrato nel cuore dello Stato che lancia temibili metastasi ovunque, senza remora alcuna
La Chiesa di Roma ha aperto in Italia una battaglia medievale di primazia sullo Stato, che nel resto d’Europa sarebbe totalmente impensabile, persino nelle cattolicissime Spagna, Austria o Irlanda, e molti politici italiani glielo lasciano fare, ciò testimonia del grado di corruzione civile e di degrado di questo Parlamento e di questo Governo
Di fronte a tale arroganza e all’avanzare di un ripetuto e illegittimo strapotere, mi affianco ai radicali, chiedendo una revisione restrittiva dei Patti Lateranensi, che rimetta il Vaticano oltre il Tevere e gli tolga i privilegi finora immeritatamente goduti
Mentre la “democrazia” americana pretende di rapire, carcerare e torturare chiunque ovunque e senza motivazione legale, lo Stato italiano non ha la possibilità nemmeno di esercitare la sovranità sul proprio territorio e non può nemmeno perseguire, in Italia, in tribunali italiani, preti che hanno commesso gravi reati, trasgrendendo la legge italiana
Non si può pretende di soverchiare lo Stato, violando persino le sue leggi e non riconoscendo i suoi diritti
Ratzinger sta facendo questo, chiedendo per sé una immunità totale e proseguendo in un regime di privilegi, senza riconoscersi rispetto allo Stato
E ciò è intollerabile!

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 10:12| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Un utile strumento per bloccare questo sistema è anche quello di fermare la rainvest, non esistono norme a livello europeo che possono bloccare sto sistema??
in una democrazia, la stampa controlla la politica (come ha detto F Fazio allo psuedo direttore del tg1), mentre da noi è l'inverso...
forse l'80° posto per la libertà di stampa ci sta troppo stretto...

ROLANDO MORI 13.03.07 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, a proposito di diritti acquisiti e negati, ieri in azienda è venuta una consulente ad illustrare la nuova riforma del TFR. Bene, tutto chiaro, ognuno deciderà a seconda della propria situazione e delle proprie convinzioni. Ma il problema vero in fondo è che la riforma del TFR è in verità solo una toppa di pezza ad una diga i cui argini sono già rotti da tempo. Ho scoperto che se mi va bene (e se la salute me lo permetterà) andrò in pensione a 65 anni con il 50/55% della mia retribuzione, senza probabilmente arrivare nemmeno alle pensioni minime che vengono date attualmente anche a categorie di persone che non hanno versato un solo anno di contributi. Si parla addirittura di innalzare a 45 gli anni di contribuzione minima (allorché andrei in pensione a 70 anni!). Mi chiedo: in virtù di quale buona azione chi va in pensione adesso ci può andare a 58 anni con l'80% della retribuzione e tutto il suo TFR, mentre noi giovani paghiamo le pensioni anche a chi non ha mai lavorato, con la prospettiva di non avere nemmeno la metà di quello che ci spetterebbe?

Den Ranakpur 13.03.07 09:25| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della tua ottima proposta "Lo scorso anno ho proposto di limitare a due i mandati elettorali, di non candidare pregiudicati, di permettere al cittadino di votare una persona e non un partito" perche' non promuovi una bella raccolta di firme e se arriviamo a raccoglierne un milione non potranno (i nostri dipendenti) fare finta di nulla.
Proviamoci.Io non so da che parte iniziare ma tu e il tuo staff avete le idee chiare,e il cittadino apprezzera' questa iniziativa, ne sono sicuro.

stefano romerio 13.03.07 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Oggi c'è il sole,l'Italia sembra un paese bello e normale!
Sembra lontano lo schifo scovato in Calabria dalla inchiesta Pane e politica di Riccardo Iacona su rai tre domenica 11\3\2007.
Ma preparatevi lo stomaco: la prossima domenica si parlerà di Roma, del Parlamento.
Io ci metto sempre 2 giorni prima di riprendermi da quelle verità scandalose,mi lasciano uno strano nervoso addosso.
Io ho una laurea in giurisprudenza e se faccio un concorso i buoni governi di destra\sinistra hanno stabilito che non basta più: ci vuole un diploma delle SSPL cioè delle scuole di specializzazione. Cosa sono? bè andate a documentarvi....sono un bel regalo del governo di centr-sinistra del 1996\2001 alle università.
Se volessi fare il concorso in magistratura la laurea non basta più: Castelli prima e ora Mastella hanno stabilito che ci vogliono requisiti ulteriori, titoli in più....andate a documentarvi, andate a leggere....il controllo della Magistratura sta partendo dall'accesso al concorso....Attenzione: di queste cose secondarie nessuno parla.
Se volessi fare l'avvocato le nuove liberalizzazioni stabiliscono che non si può più sostenere l'esame dopo aver compiuto 40 anni oppure che se uno ha acquisito il titolo ma per 5 anni ha fatto un altro lavoro poi non può più fare l'avvocato...il titolo, per così dire, scade...salvo per i parlamentari...bè effettivamente è difficile considerarlo un lavoro quello.Altro che liberalizzazioni...
Ma di questo nessuno parla.

Grillo documentati un po' su queste cose....

Ma se sei un assistente di un consigiere regionale, come quelli visti in Pane e politica, bè allora lì puoi essere assunto a vita con il solo diploma, perchè la politica assorbe troppo tempo e quindi in genere il politico italiano non ha la laurea,neanche triennale, non sa l'inglese (vedi Rutelli) e non sa manco accendere un computer..ma serve il Paese!!

stamattina c'è il sole e voglio sentirmi felice!Parafrasando Kant:il sole sopra di me la legge morale dentro me!

CITIZEN KANE 13.03.07 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La riforma elettorale Calderoli costituisce un gravissimo attentato al nostro paese, in quanto costruita per sabotare la governabilità, con lesioni pesanti ai diritti elettorali dei cittadini e alla democrazia, ma nessuno dei presunti leghisti onnipresenti in questo blog recrimina su questi effetti perversi
Evidentemente le capacità autocritiche sono assenti a destra, dominando solo faziosità e menefreghismo, una specie di odio permanente contro il paese
Di fronte a un sistema barbaro come quello di Calderoli che consegna la scelta dei candidati alle segreterie dei partiti, rinforzandole abusivamente e castrando qualsiasi diritto, anche parziale, dei cittadini, i leghisti tacciono, fanno finta di niente. Non sembra che abbiano voglia di criticare le loro orrende riforme che hanno aumentato la barbarie del sistema
Così, se pure vincesse B, si ritroverebbe con un Senato di giornata con numeri scarsi e senza un premio di maggioranza che non gli consentirebbe di resistere che pochi mesi non diversamente da Prodi
Eppure da B non arriva nessuna proposta di autocorrezione del suo sistema di sabotaggio, creato solo per essere distruttivo della governabilità, un vero attentato alla vita del paese
B cincischia, rimanda, evade
Sembra sia solo capace di fare atti favorevoli a se stesso e dannosi per l'Italia
Il suo popolo ripete vacui slogan nell'incapacità totale di essere opposizione dopo che ha mostrato per 5 anni l'incapacità totale di essere forza di governo. Non c'è stata costruttività prima, non ce n'è ora.
La debole ripresa economica rischia di essere bruciata.
Ora si discuterà di "aggiustamenti" del sistema elettorale. Ma la riforma è interamente marcia. E' da buttare. La gente che pensa solo una cosa vuole: una maggiore democrazia e un sistema di controlli e depurazione forte che ponga fine alle oligarchie attuali. Ma sia D'Alema che B eludono, puntano a un premierato forte, se ne fregano della democrazia diretta e maggiormente rappresentativa

viviana. vivarelli (viviana. vivarelli) Commentatore certificato 13.03.07 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Parla il Premio Nobel per la Fisica
L'ERA NUCLEARE
di Carlo Rubbia
.................
Si apre a questo punto grave problema dell'eliminazione dei rifiuti radioattivi. Con vari metodi sono inceneriti, triturati, macinati, pressati, vetrificati e inglobati in fusti impermeabili a loro volta disposti in recipienti di acciaio inossidabile, veri e propri sarcofaghi in miniatura.
Queste "vergogne" dell'energia nucleare vengono nascoste nelle profondità sotterranee e marine. Non abbiamo la minima idea di quello che potrebbe succedere dei fusti con tonnellate di sostanze radioattive che abbiamo già seppellito e di quelli che aspettano di esserlo. Ci liberiamo di un problema passandolo in eredità alle generazioni future, perché queste scorie saranno attive per millenni.
La sicurezza assoluta non esiste neppure in quest'ultimo stadio del ciclo nucleare. I cimiteri radioattivi possono essere violati da terremoti, bombardamenti, atti di sabotaggio. Malgrado tutte le precauzioni tecnologiche, lo spessore e la resistenza dei materiali in cui questi rifiuti della fissione sono sigillati, la radioattività può, in condizioni estreme, sprigionarsi in qualche misura, soprattutto dai fusti calati nei fondali marini. Si sono trovate tracce di cesio e di plutonio e altri radioisotopi nella fauna e nella flora dei mari più usati come cimiteri nucleari. Neppure il deposito sotterraneo, a centinaia di metri di profondità può essere ritenuto secondo me, completamente sicuro. Sotto la pressione delle rocce, a migliaia di anni da oggi, dimenticate dalle generazioni a venire, le scorie potrebbero spezzarsi o essere assorbite da un cambiamento geologico che trasformi una zona da secca in umida, entrare quindi nelle acque e andare lontano a contaminare l'uomo attraverso la catena alimentare. A mio parere queste scorie rappresentano delle bombe ritardate. Le nascondiamo pensando che non ci saremo per risponderne personalmente.
Clicca mio nome per materiale e progetti di Carlo Rubbia.

luca rossi 13.03.07 04:02| 
 |
Rispondi al commento

Windows VISTA, un pericolo alla tua libertà!

VISTA pone seri problemi per quanto riguarda la liberta' dell'utente e l'interoperabilita' tra i vari sistemi.

E' giusto che le persone meno informatizzate ne vengano a conoscenza per evitare che l'acquisto inconsapevole ricada poi su loro stessi e su tutti gli altri.

Pubblicizzato come innovativo e rivoluzionario, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalita' di sicurezza migliori, include anche molte restrizioni per l'utente !!!

Restrizioni che Microsoft, Stampa e Negozianti cercheranno di tenervi nascoste il piu' possibile.

Avete mai sentito parlare di Trusted Computing detto anche TC ? Palladium ? DRM ?

Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori.

Il DRM permette a Microsoft ed alle aziende dei media di:

- Decidere quali programmi tu puoi o meno usare sul tuo computer

- Decidere quali funzionalità del tuo compuuter o software tu puoi utilizzare in ogni momento

- Forzarti ad installare nuovi programmi anche se tu non vuoi (e, ovviamente, pagando per tale privilegio)

- Limitare il tuo accesso a determinati programmi e perfino ai file di dati tuoi

Tu provi a fare qualosa ed il tuo computer ti dice che non puoi.

Per renderlo possibile, il tuo computer deve controllare costantemente cosa stai facendo.

Tale controllo utilizza potenza di calcolo e memoria ed è in buona sostanza il motivo per cui Microsoft ti invita all'acquisto di hardware nuovo e con prestazioni più elevate per poter far funzionare Vista.

Vogliono farti acquistare nuovo hardware non perché ne hai bisogno, ma perché ne ha bisogno il tuo computer per essere più efficiente nel limitare ciò che tu puoi fare.

Poiché esse sono progettate per fare in modo che il tuo computer smetta di aver fiducia in te ed inizi ad aver fiducia in Microsoft.


www.no1984.org/Fermiamo_Windows_Vista%21

www.no1984.org 13.03.07 03:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, qui da me sono le 13:09, voi, calcolando 10 ore di meno sono le 3 del mattino e fate la nanna. Ho letto quasi tutti i commenti e sono esausta, ma soprattutto smarrita. La paura che mi prende, quando una nazione e' allo sfascio come la nostra,padon, la vostra, arrivano i......colonnelli. Vi sembra anacronistico? Roba da Grecia trentanni o quarant'anni fa? o sud-America?Io non ci giurerei. State attenti, quando il gregge e' senza pastore, arriva subito il cane che morde loro i calcagni.......A pensarci bene pero', proprio quando tutto e' allo sfascio, le bastonate sono necessarie. La disgrazia e' che sara' poi difficile buttarli fuori, i colonnelli.....ed ancora piu' tragico quando le bastonate vengono date a chi non le merita, come spesso succede, ahime' siete proprio nella merda! Tutti insieme potete fare qualcosa RESET!!!! Ad majora as usual!

Delfi Marigo-Spitaleri Commentatore certificato 13.03.07 03:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe...io ho appena ventisette anni e abito nella terra del sole e dei mandorli: la sicilia.
La mia regione, anzi i suoi abitanti, hanno visto affrontarsi alle ultime elezioni regionali Rita borsellino, sorella di quel Paolo Borsellino al cui nome ogni siciliano che si rispetti (perchè ci tengono eh) versa una lacrima e scuote la testa, essa stessa simbolo di una lotta alla Mafia che porta avanti ormai da anni in tutta italia, Rita Borsellino che non ha voluto lasciare l'appartamento in via D'amelio perchè dice "sono loro a doversene andare"; contro L'uscente presidente ormai noto: Totò Cuffaro.
Cuffaro che già all'epoca delle elezioni era inquisito per favoreggiamento alla Mafia, lo stesso presidente che ha visto due dei suoi uomini finire in carcere per delitti di natura Mafiosa...il simbolo della speculazione della Mafia nella sanità.
Beh sai meglio di me chi i Siciliani hanno scelto...io ho ventisette anni e sto smettendo di crederci Beppe...non bisogna cambiare politici...bisogna cambiare testa.

Alessandro Leone 13.03.07 02:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dicono che è nata l'enesimissimissma Lista Civica, e, udite udite, nel
programma si parla di referendum consultivi. Che ci sia in giro un Virus? Mi
piacerebbe davvero sapere quante, tra queste novelle Liste dall'anima così
profondamente democratica, sanno veramente che cosa sono i referendum e che
differenza ci sia tra uno "consultivo" (leggi sondaggio che fai prima) ed
uno propositivo (leggi "il cui risultato è legge"). Del primo non so che
farmene, è una fanfaluca per allocchi. Io, nei mei sogni, voglio che i
referendum possano incidere sulla vita di tutti i giorni, sui fatti che mi
riguardano. Io non delego in bianco. I referendum non si fanno ogni tre
giorni, si fanno quando servono a decidere sulla nostra pelle. E dato che è
nostra, se non vi dispiace, scegliamo noi! Non siamo capaci di decidere del
nostro destino? Siamo dei dementi? Quelli che eleggiamo diventano
improvvisamente più intelligenti di noi? Dei tuttologhi di alto profilo? La
democrazia diretta si può fare, ci sono paesi che la praticano da centinaia
di anni e, guarda caso, sono tra i più evoluti del pianeta. Chissà perchè!
Il problema è culturale, è meramente culturale. Per anni ce l'hanno menata
che dobbiamo pensare al calcio, a San Remo e alla gnocca che al resto ci
pensano loro. Beh! Sull'ultimo punto mi può anche stare bene, ma per il
resto, della mia vita e di quella dei miei figli voglio decidere io. Come?
Che ne so io di cellule staminali, di DICO, di alta finanza, di Afhganistan
ecc..ecc..? Verissimo, non ne so una azza! Beh! Facciamo che mi fate sentire
qualche campana, e quella che mi suona meglio la voto. Se sono duretto, me
lo spiegate bene e chiaro. Ma voglio sentire più voci, quelli del sì e
quelli del no, e anche quelli del forse, poi decido, DECIDO IO! No eh?
Troppo semplice! Se me lo lasciano fare finisce la corruzione, finisce lo
spreco, finiscono gli armamenti e le guerre...ecceccazzo! Cosa mangiano poi
i milioni di parassiti che su ste cose ci mante

michele morini 13.03.07 01:55| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe....
da qualsiasi punto di vista si osservino i nostri
dipendenti mi sembra ovvio che manchi loro il senso del pudore......stasera a striscia la notizia, qualcuno della '' margherita '' ( come sono agresti i nostri partiti politici ) ha denunciato le votazioni false alle elezioni interne del partito ( spero di aver capito bene ): hanno espresso il loro voto anche i morti.( come fanno non lo so, certo è che questo episodio potrebbe mettere in dubbio anche le elezioni politiche: la prossima volta che voteremo i ruoli degli scrutatori, presidenti dei seggi, li affideranno ai carabinieri ?
Sinceramente tutte queste notizie mi rattristano, non capisco se siamo in un paese di adolescenti, continuamente sorpresi con le mani nel barattolo della marmellata, o di borderliner.
I politici di qualsiasi espressione poltica siano
dovrebbero essere un punto di riferimento e certamente non lo sono.
Come avevo accennato molti mesi fa, perche' occuparsi di politica ? torni a farci sorridere, siamo troppo arrabbiati, abbiamo bisogno di sorridere di questa nostra Italia, così ci sta che a Rutelli venga meglio il video per invitare gli stranieri a venire in Italia, mi viene un dubbio : mica si ricordera' degli americani che alla fine della seconda guerra mondiale lanciavano dai loro carri armati cioccolata e sigarette alla popolazione ?
buona notte a tutti

patrizia parlani 13.03.07 00:48| 
 |
Rispondi al commento

POLITICA

La politica deve essere al servizio del cittadino,belle parole e poi?
E poi siete i primi(Io no)che andate a scambiare il voto per un pezzo di pane(una cena)o qualche litro di benzina o per quello che vi promette il posto....
Scusate ma lo dovevo dire e lo ripeto:voi li avete eletti e voi ve li meritate...
Io no, non ho votato alle scorse elezioni e a quelle precedenti perchè volevo semplicemente dei parcheggi per la mia città Bari,qualcuno lo hanno fatto ma appena ci metti la macchina è un salasso e ti trovi punto e a capo.Chi è il pazzo che parcheggia o se è miliardario beato lui.
Mi sono iscritto ad un partito e lo dico pure AN
di Bari perchè stimo Fini,ho iniziato a parlare dei miei progetti per Bari e per il mondo.
Non mi importa di cariche e poltrone varie.Mi importa di fare qualcosa di decente per il cittadino(es.parcheggi) o per il mondo(energia pulita,kioto,meno tasse + servizi etc).
Appena sentirò puzza di bruciato,me ne scappo e faccio il mio partito...
Ma sta battaglia me la devo fa da solo?
Tanto lo so che in giro nessuno più crede a qualcuno...tanta è la merda che sta in giro...
Per il momento vado avanti poi si vedrà...
A sinistra purtroppo vedo poco o nulla...

saverio vella Commentatore certificato 12.03.07 23:54| 
 |
Rispondi al commento

per cristina

spero solo che un giorno la gente onesta della calabria possa liberarsi di queste persone equivoche che in un modo o nell'altro sono sempre presenti. il problema è che forse ( anzi certamente) queste "persone" sono ormai presenti dappertutto in italia..bisogna trovare un modo per isolarle, per far si che non sia più contemplata la loro opzione. hanno immerdato questo paese di concerto con gli italiani per "bene" e i nostri "liberatori", i politici s'intende, non i poveracci uccisi dalle mitragliatrici nazifasciste... ciao ciao

massimo emigrante 12.03.07 23:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,

concordo con quanto scritto dalla sig. cristina.
l'unico pericolo del non votare risiede però nella deleggitimazione democratica di un diritto acquisito a suon di fucilate. la tantazione di farlo è grande.... certo non possiamo pensare di creare altri partiti, nuova confusione.... é una cosa da studiare e che potrebbe avere conseguenze pesanti se ottenesse successo.. cosa penserebbe l'eeuu SE IN ITALIA ALLE PROSSIME ELEZIONI nessuno votasse? ci sospenderebbero a tempo indeterminato? e chI governerebbe nel frattempo, i pduisti felici di aver ottenuto un tale caos?? ci vuole comunque a monte un referente, che sia un movimento o un gruppo legittimato.CERTO qualcosa bisogna fare e in fretta. RESET!!!!!!!

massimo emigrante 12.03.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo solo 2-3 cosette per chi vorrebbe ancora dare una chance ai politici (dipendenti scusa Beppe) disponibili sulla piazza:

- Di Pietro : oggi l'ho sentito parlare della TAV Torino Lione che si farà senza dubbio, l'importante è non farsi fregare (i francesi ci hanno chiesto incuriositi perchè da loro 1km costa 12 mln di € e da noi 60...). Ma che carino, 12 o 60 sempre soldi buttati sono! Dovrebbe ribattezzare il suo partito l'Italia dei Valori Bollati! Ma non era lui il paladino della democrazia diretta? Ma vaff...

-Agazio Loiero : ieri stavo per tirare il telecomando sullo schermo quando l'ho visto in Pane&Politica di Iacona (DA PULITZER!) stravaccato mollemente sul bordo della piscina nella sua villa che con fare da uomo "che ce la sa" cercava di giustificare il puttanaio osceno che è la classe politica della povera Calabria (tra parentesi ha ovviamente fondato un proprio partito...)
QUESTO E' L'UOMO CHE UN ANNO FA PIANGEVA IN TV DOPO L'OMICIDIO FORTUGNO CHIEDENDO AIUTO ALLO STATO E SOLIDARIETA' AGLI ITALIANI PER SCONFIGGERE LE INFILTRAZIONI MAFIOSE NELLA SUA REGIONE! MENO DI UN ANNO FA!!!
Giuro che mi sono vergognata di me stessa perchè quella volta le sue parole mi avevano colpita...che fessa!

- Calderoli : si parla di revisione della legge elettorale e subito la Lega si fa melliflua e fa la ruota del pavone al centrosx: il Porcellum? sì ci siamo presi la responsabilità politica della porcata, ma mica l'abbiamo firmata noi..!

-dulcis in fundo Prodi : cambiamo la legge elettorale insieme a Berlusconi, farà comodo a entrambi gli schieramenti...(passando con il caterpillar sul fatto che nei 5 anni di governo di centrodx sono state votate LEGGI VERGOGNA degne del peggior paese del 4 mondo...e che chi ha votato lui si aspettava l'abrogazione di quelle, e non l'ennesimo inciucio suicida con il nano!)

Ne volete ancora? Basta?

Buonanotte e meditate gente, meditiamo!

Cristina M. Commentatore certificato 12.03.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la DELEGITTIMAZIONE ELETTORALE sia rimasta l'unica forma di protesta eclatante rimasta ai cittadini.

Metodi "esausti" (secondo me) :

- cortei/manifestazioni : troppe polemiche, le solite tiritere su minacce di infiltrazioni terroristiche, no-global bla bla. Vicenza è stata una bellissima parentesi ma si è trattato di un perfetto mix tra istanze locali, pacifismo, antiamericanismo, contestazione al metodo antidemocratico del governo difficilmente ripetibile, diciamoci la verità
- referendum : tempo perso, tanto gli esiti vengono regolarmente ignorati (quelli scomodi ovviamente)
- raccolta firme : alcune ottime (suggerisco www.acquabenecomune.org) ma anche qui ad altissimo rischio di inflazione
- liste civiche : al 90% ricettacoli di ex vecchi marpioni trombati dai partiti e riciclati alla bell'e meglio con qualche ggiovane e qualche signora volenterosa a fare da paravento e facciata di novità...no grazie
- Francaramedariofo ecc...per carità alla loro età li ammiro ma ormai si votano anche alla causa delle balene e delle foche, basta via dosatevi un pò!
- nuovi partiti : NOOO BASTA!

Per il momento propongo di radunare le forze, scambiarci più informazioni possibili attraverso il web (e questo sito), documentarci pesantemente sfruttando la rete e il maggior numero di fonti possibili. Soprattutto IGNORARE le SIRENE che cominciano a cantare per attirarci : PARTITO DEMOCRATICO, LA SINISTRA di Bertinotti, il CIPPALIPPA di Casini/Mastella o come cavolo si chiamerà...c...o abbiamo votato meno di un anno fa e già hanno tutti la fregola di ribaltare l'orizzonte partitico di riferimento con cui abbiamo votato...quanta poca serietà e disprezzo totale per chi li paga!

E alle prox elezioni un bel pugno nello stomaco : ANNULLIAMO LE SCHEDE ELETTORALI, insultiamoli con l'unico linguaggio che capiscono, l'unica unità di misura con cui sono capaci di giudicarsi e misurare la propria legittimità ed esistenza. ANNIENTIAMOLI QUESTO E' L'UNICO RESET !!!!

Cristina M. Commentatore certificato 12.03.07 23:17| 
 |
Rispondi al commento

SANTO CIELO BEPPE!!! METTI QUALCUNO A CONTROLLORARE I POST, PER FAVORE.. MESSAGGI RIPETUTI ALL'INFINITO, IGNORANZA DILAGANTE, STUPIDAGGINI GRATUITE.. DOVREBBE ESSERE UN BLOG SERIO, INVECE E' DIVENTATO UN PUTTANAIO..NON SI PUO' ANDARE AVANTI COSI'... DOVRESTE PRESTARE ATTENZIONE AI CONTENUTI NON PUBBLICARE CHIUNQUE!!! CERCATE DI VENIRE INCONTRO ALLE ESIGENZE DI QUELLI CHE HANNO QUALCOSA DI INTERESSANTE DA DIRE E NON DEI DEMENTI!!!
GRAZIE.

luca mingozzi 12.03.07 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi è accaduto di visionare trasmissioni angoscianti, in cui qualche politico parlava di se e di eventi accaduti, di come si era comportato e di come si erano comportati altri partiti, altri uomini politici ecc..

Insomma, sono molto più seri il mercato delle vacche e i bambini di asili.
In fondo, i meccanismi sembrano gli stessi: le tattiche, i giri di parole, le offesucce che diventano ripicche ecc..

Ma non avevamo mandato a casa gli spagnolismi di cui si accusavano i Borboni? Con cosa li abbiamo sostituiti?

Forse qualche donna al comando o di staff aiuterebbe. Almeno qualcuna più concreta (e vorrei dire seria) la troviamo.

Le liste civili vanno benissimo, ma la difficoltà è informare le gente e fare in modo che i boccaloni, quelli che si pavoneggiano con amicizie potenti e promesse elettorali (i primi che saranno tromba.i dalle promesse che non saranno rispettati!), fossero messi in grado di non nuocere.

A questo scopo, si dovrebbe potere proclamare liberamente gli intrallazzi fatti da questo e da quello. Un po' all'Americana (anche se questi ultimi si orientano più sul sesso chè sui soldi, però il soldi li guardano bene, meglio di noi).

Molti pariti vivono di giochini e sotterfugi, ingannano le anime pie fiduciose in un ricambio che non ci sarà.
E danno potere spesso al più furbo di tutti, il
più intrallazzatore, quello che garantisce meglio le spartizioni di potere.
O fanno eleggere quello più innocuo, quello (o quella) che si possono "giocare" più facilmente dopo che aver fatto da specchietto per le allodole per il popolo votante.
Di questi esempi ne ho visti anche di recente: basta guardare certi sindaci che sono osteggiati, anche in qualche grande città, proprio dalla .. propria maggioranza!

rosario vesco 12.03.07 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Io credo sia mio diritto "scegliere" una persona e non votare una persona sottile differenza, ma non troppo.

Il precedente sistema Maggiorittario e l'attuale legge "Porcata" pari sono, nel vecchio sistema non potevi indicare nemmeno il partito ma solo la coalizione, tra i due sfidanti spesso andava in parlamento sia il vincente che il perdente perchè a fronte di 450 collegi i posti a disposizione sono 630 e quindi 180 trombati potevano essere recuperati.

Da più parti si rileva che i partiti ormai non esistono più. Hanno chiuso i battenti. Si sono ritirati nei salotti buoni.
E c'è chi vorrebbe chiuderli ma se son chiusi da almeno 30 anni.

Il problema è riaprire i "Partiti" come luogo d'incontro e vita pubblica per il sociale, e non tenerli come lobby rette dal gran maestro o da una cerchia oligarchica con potere d'investitura.
L'investitura va conquistata sul campo e dev'essere esercitata dal basso attraverso i cittadini tutti e gli iscritti ai partiti.
E si gli iscritti ai partiti che ora non ci sono più, i partiti non hanno più iscritti, ma non perchè la gente fugga i partiti ma perchè gli stessi non fanno nulla per attrarre iscritti, tranne quelli che firmano cambiali in bianco, che ciòe si accontentano di far folclore quando si organizza qualche bella manifestazione davanti ai media, la "Politica" è diventata "tifo da stadio".

Chissà se la "Vera Politica", quella dei Padri della Costituzione per intenderci rinascerà mai?

Questa società dell'opulenza, Tv da 40", un auto a testa, telefonini a grappolo, che installa il fotovoltaico solo se ci guadagna in pecunia, forse non vuole una vera politica cioè una "Democrazia Sana"?

In tutto ciò l'esempio che arriva dall'alto non è certo stimolante e senza colpe.

Se si vuole "migliorare" la Via è la Costituzione:
"Art. 49.
Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale."

NON ESISTONO ALTRE VIE.

giorgio bruni 12.03.07 22:38| 
 |
Rispondi al commento

pienamente daccordo sull'articolo un mondo a parte... ma ritengo che sia ora di darsi la sveglia.
tutti i giorni parlo di queste cose nel mio ambiente di lavoro, con persone di tutte le estrazioni politiche, su una cosa sono tutti daccordo... cosi non va!!!
ma non si riesce a capire come fare per cambiare, a chi dare il voto la prossima volta.... secondo mè se apparisse un nuovo soggetto al di fuori dei partiti con un minimo di ficucia potrebbe ottenere un 30% dei consensi... come finanziare la propaganda ma con internet!!!
chi non ha in archivio alemno un centinaio di e mail, bene potremmo usarle per convincere la gente... facciamo qualcosa!!!
beppe dacci uno stimolo.

alfio magnesi 12.03.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Io sono ancora parecchio giovane... (15 anni...) però mi interessa la politica e cerco di seguirla e magari anche di farmi un'idea...e me la sono fatta: credo ci stiano prendendo in giro...un momento sebra che tutto vada a rotoli, il secondo dopo il mondo è pefetto. Non capisco proprio come le persone riscano a fregarsene altamente della situazione attuale...non li capisco proprio: loro ce l'avranno un futuro? E se anche non lo volessero...io ce l'avrò un futuro? Un saluto!!!

Chiara Gottoli 12.03.07 22:12| 
 |
Rispondi al commento

LISTE CIVICHE, LISTE CIVICHE!
NEI VOSTRI COMUNI VOTATE LISTE CIVICHE, LISTE CIVICHE VERE!
DS, Forza Italia, AN, Margherita, Sinistre Unite, Destre: nessuno lavora per noi, nessuno si sente dipendente del cittadino!
Scartate i politici di professione, scartate chi viene candidato dai partiti tradizionali. Solo uomini e donne di LISTE CIVICHE, ma che mai siano stati eletti... e solo per una volta, due al massimo!

Massimo Lanci 12.03.07 22:11| 
 |
Rispondi al commento

vi chiedo di scusarmi, ma stavolta mi autocito:

"in questo sistema è possibile fare di tutto, tranne le cose fondamentali".

saluti

enrico mattioli 12.03.07 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Stavo scrivacchiando al PC quando sento alla tivù Fabrizio Corona (il fotografo arrestato stamattina) dire alle Iene: "Non ne capisco una mazza di politica ne m'interessa. Se dovessi candidarmi col partito del gossip, so per certo però che verrei eletto". E' disarmante il fatto che, in fondo, abbia detto due grandi verità.
Altro che movimenti e liste civiche! Su queste due semplicissime verità ci sarebbe da scrivere un trattato sociologico. Altro che scherzi! Ciao

Rino Porrovecchio Commentatore certificato 12.03.07 21:32| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

MI MERAVIGLIO ANCORA DI TUTTA QUESTA.....MERAVIGLIA!!!
QUELLO DA CAMBIARE E'IL POPOLO , IL POPOLO ITALIANO , CI SARA' UN MOTIVO PERCHE' SOLO QUI CE LO METTONO SOLO IN C...O TUTTI !!!!!. BANCHE ,ASSICURAZIONI , PETROLIERI , GESTORI TELEFONICI , MANAGER E AMMINISTRATORI DELEGATI DI AZIENDE , E DULCISINFUNDO POLITICI....
S V E G L I A T E V I !!!! POPOLO BUE!!!!!

ALESSANDRO SERRA 12.03.07 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

adopero queste tua pagina perché voglio seguire il tuo consiglio. Però voglio puntare dritto al cuore.

Sono di Torino e cerco 100 persone con cui condividere un obiettivo. Creare una lista di partito con un programma limitato ad un solo punto:

1)L'ineleggibilità dopo un mandato. Di qualsiasi livello.

Ne avevo un secondo riguardante la riduzione dei compensi dei parlamentari a 8000 euro, ma c'è stato del disaccordo, uno sostenendo che era troppo, l'altro già piangendo per uno stipendio da fame.

Credo non siano necessari commenti o spiegazioni. Servono solo democratici onesti, consapevoli che non basta lavarsi le mani con un referendum o una proposta di legge.
Nel porcile, si sa, ci si sporca di merda.

Vi aspetto numerosi. O siete quei 1500 che vi siete dimostrati fino ad adesso?

Claudio Dal Col 12.03.07 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ICH BIN EIN HOMOSEXUELLER!

qui:

HTTP://GIANNIGUELFI.ILCANNOCCHIALE.IT/?ID_BLOGDOC=1399926

gianni guelfi 12.03.07 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono tantissime cose che non vanno. Ci sono tantissime cose criticabili. Spero però che ce ne siano altrettante belle e funzionali. Di seguito la mia proposta alternativa. Penso che Beppe conosca persone oneste ed intelligenti impegnate in varie attività. Perché non parlare delle cose che funzionano e ,venendone a conoscenza, farle diventare realtà sempre più forti?

Viola Chége Commentatore certificato 12.03.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non c'è bisogno che io dica che tutto ciò che dici è stramaledettamente vero (e non solo in questo caso). Però io ho la convinzione che la classe politica di un paese sia lo specchio della società civile. Nel nostro caso in parlamento regna l'incompetenza, l'interesse privato eccetera eccetera...insomma manca quell'interesse per la cosa pubblica, quel senso civico che PURTROPPO manca alla maggioranza degli italiani. Io non penso di essere retorico se dico che la maggiorparte degli italiani pensa solo al suo c...o di portafoglio altrimenti non mi spiegherei 5 anni di governo dello psiconano (E non mi si venga a dire che anche solo un italiano ha votato lo psiconano per convinzione politica!). Insomma io sono convinto che sia necessario un radicale cambiamento culturale per meritarsi una classe politica degna di questo nome. Lo so...sono un sognatore...

matteo milite 12.03.07 21:03| 
 |
Rispondi al commento

www.ilsensocivico.blogspot.com

Mauro Milia 12.03.07 20:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro beppe mi chiedo: (vorrei veramente saperlo)
ma dove trovi la forza di andare avanti quando questi personaggi amareggiano la tua vita quotidianamente, sparando solo cazzate per difendere i loro privilegi? E spariti loro, sai quanti ce ne sono in fila per prenderne il posto?
Penso sia troppo tardi e me ne dispiace per i miei figli e per i bambini e ragazzini che vivono ancora di belle speranze.

Luca Petruzzo 12.03.07 20:42| 
 |
Rispondi al commento

si dobbiamo assolutamente firmare, e raccogliere firme per un referendum che tolga l'immunità parlamentare ed anche la sorta di Dico che in parlamento esistono!!! E' assurdo che percepiscano stipendi da favola appunto, dalle tasche dei cittadini che lavorano!!! sottolineo lavorano!!!
vi prego organizziamo un referendum!!!!!

annarita botti 12.03.07 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro qualunquista, era proprio necessario scrivere questo post?

Gian Luca Marcialis 12.03.07 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Disinformatori rete4

MARZO

9 mastella udeur
10 santa-chè an
10 frabis mauro udeur
11 giovanardi udc
11 capezzone rnp
11 bertolini fi
12 landolfi an
12 caldarola ds
12 maroni lega n.

CHI DI QUESTI DIPENDENTI FA QUALCOSA PER L'ITALIANI.

Vito Liberto Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo visto che tuttora, nel pieno della notte, mi appare il faccione rubicondo di Ruttelli che dice "please visit Italy, please, please, please", turbando non poco i miei sogni e la mia digestione....non si potrebbe DICO, non si potrebbe, visto che è un personaggio pubblico...vendicarci delle notti insonni, pubblicando la sua pagella scolastica ?

Ahhh che spasso navigare fra i voti scolastici di Ruttelli, Mastellatrallallà e company!

Marco Presti (The original)) 12.03.07 20:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Beppe, ogni volta che scrivi sul parlamento pulito, apri una porta aperta...
Mi auguro che questa volta la legge elettorale sia pensata e ragionata, e non come i DICO, una legge per accontentare tutti che alla fine non accontenta nessuno e spinge tutti a dire:"Meglio di Niente!". Penso che le principali priorita della legge elettorale debbano essere:
- Non permettere ai condannati in via definitiva di poter legiferare quindi essere in parlamento.
- Abbassare l'età di candidatura, in modo da avere un parlamento piu giovane sia come età che come mentalita!
- Permettere a chi ha superato i diciotto anni di votare anche per il Senato.
- Permettere ai cittadini di poter scegliere un nome, e non un partito con le liste gia fatte.
- Permettere a chi ha vinto le elezioni di poter governare e fare il proprio lavoro per i 5 anni previsti (non come adesso al Senato)
- Eliminare i voti degli italiani all'estero, che a mio avviso non hanno senso (se io abito da 10 anni in Spagna per quale motivo devo avere il diritto di votare per Italia? Poi se invece sono in vacanza non posso!)

Queste per me sono le priorita! Non ho dimenticato le cosidette "quote rosa", ma per me sono inutili, non perchè io sia maschilista, anzi... ma per il semplice fatto che avendo una legge come illustrato sopra, ogni cittadino puo decidere se votare una donna o un uomo ed il numero di donne lo fanno i cittadini stessi votando!

Ivan R. Commentatore certificato 12.03.07 20:17| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Prova

GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

@Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com)

MOTORE ELETTRICO, MAXISCOOTER TESTATO DA VERGOGNATEVI.COM
guarda il video:

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=83

abbiamo fotografato la presa di corrente elettrica per la ricarica del mezzo.
===========================================

Peccato che costa 13.000 euro! In più non si capisce perchè negli Usa costa qualche migliaio di euro in meno!

Lorenzo Puddu (non sono puddu) Commentatore certificato 12.03.07 20:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Capitano mio capitano quando cazzarola ti decidi a palesare le tue membra e a muoverle in modo che io capisca la giusta direzione dove ricazzarola andare?
Cristoforo di un Beppe Vuoi si o no deciderti.
A che cosa? Lo sai benissimo
Resto in attesa.

fabrizio tato 12.03.07 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ammiro molto quello che fai ma non posso però esimermi dal constatare, con una certa demoralizzazione, che tutto questo, la politica, i partiti, le schifezze italiane, non si combattono facendo incazzare le persone per pochi giorni. Sai benissimo che noi italiani siamo un popolo di pecoroni pronti a fermare l'Italia se bloccano il calcio ma molto lascivi quando si tratta di andare contro un sistema falso e ladro. Sicuramente le tue osservazioni sono molto utili per far aprire gli occhi a qualcuno che ancora non avesse capito in che mondo viviamo.
Quando leggo il tuo blog la sensazione che ormai mi persuade non è più rabbia ma tristezza. Tristezza nel capire che soluzioni a questo schifo non ce ne sono, le nostre sono grida nel nulla. I tuoi argomenti sono tanti, non possiamo seguirli tutti; dovremo cercare di risolvere il principale: come arrivare ai vertici senza prima essere ammazzati, senza stare in nessun partito, come governare noi questo Paese, con le nostre idee, con il nostro sistema. Aiutaci in questo, il sistema è marcio, forse irreversibilmente, aiutaci a farlo morire e a farlo rinascere come i cittadini auspicano. Non abbiamo nemmeno il coraggio di non votare nessuno nonostante abbiamo davanti agli occhi che i candidati sono sempre gli stessi, sono indagatai, sono processati, sono colpevoli. La colpa è nostra. Abbiamo permesso noi che tutto questo accadesse. E adesso tocca a noi porvi un rimedio. I tuoi argomenti durano pochi giorni, giorni di riflessione, di rabbia che poi vanno però scemando fino al menefreghismo. I politici giocano su questo e vivono di questo.
Perchè non ci provi tu a salire al governo, hai i mezzi economici, l'appoggio delle persone, i pareri degli esperti in ogni settore, tante idee da proporre. Facciamo questo, insieme.

Aldo M. Commentatore certificato 12.03.07 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe! Mi sono rotto le palle di come si vive in questo paese,e in Campania è tutto ulteriormente peggio.

scusa, ma chi è che comanda in Campania? Berlusconi no..ah si, Bassolino governatore dela Campania (DS) e Rosa Russo Iervolino sindaco di Napoli (POpolari)..ed è lì che le strade sono piene di rumenta fino a scoppiare no? e allora prenditela con chi hai votato...

Il moralista 12.03.07 18:32 |

Io invece me so rutt'e palle della gente che pontifica su Napoli e La Campania senza averci mai vissuto. In Campania si vive meglio che altrove!

E certamente in maniera più sensata! affanciullo


Caro Beppe,

NOI SIAMO GIA' PASSATI AI FATTI.

Esiste un'Italia che lo sta già facendo... MA non svuotando i partiti per sostituirli con altri, bensì mettendo in campo una semplice ma efficace regola che levi il marcio dagli attuali partiti e ne dia il controllo ai cittadini.
La via che indichi non è sbagliata, ma è lunga e spossante e fino ad oggi non ha portato a nulla.
IL PROBLEMA E' NEGLI ATTUALI PARTITI? E ALLORA PERCHE' NON CE LI RIPRENDIAMO? DOPOTUTTO SONO NOSTRI (art. 49 Cost.)
Perché lasciarli continuare ad essere come sono, nelle mani di vertici potenti che ne abusano, così influenti su tutto e tutti che ogni tentativo di creare alternative è già stato e continuerebbe ad essere messo in serie difficoltà!
Senza stampa, senza fondi, senza visibilità, tutto diventa più difficile, non credi?
E purtroppo i fatti lo dimostrano: guarda che fine hanno fatto e fanno tutte le liste alternative.
No, IL PROBLEMA VA AFFRONTATO E RISOLTO ALLA RADICE.

Noi siamo dei semplici cittadini, stufi come tutti di questo stato di cose. Abbiamo solo avuto la ventura di scoprire che ESISTE UN SISTEMA LEGALE E COSTITUZIONALE PER VOLTARE PAGINA.
BASTA UNA FIRMA!

Stiamo lavorando, con umiltà e dal basso, per farlo divenire una realtà... Perché, sì Beppe, E' POSSIBILE!
Sta già accadendo, provincia dopo provincia, in tutta Italia.

... Infatti, siamo meravigliati che tu ancora non sia con noi...
Ma forse anche tu sei vittima, come la maggioranza degli italiani, dell'ASSENTEISMO DELLA STAMPA E DEI MEDIA che non danno spazio a notizie che possano "disturbare" i poteri forti.
Perciò, probabilmente ancora non l'hai saputo che dei "matti" ci stanno lavorando da anni e che, dagli e dagli, alla fine ci stanno riuscendo.
Siamo sempre di più e cresciamo ogni giorno, ma siamo certi che, appena avrai dato un'occhiata al nostro sito, potremo contare anche sul BEPPE GRILLO che tutti noi stimiamo.
Perciò, a presto Beppe!
www.laspedizionedei1001.it
www.primarie.org

Guido De Simone 12.03.07 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Noi italiani siamo bravi a lamentarci , i politici sono tutti ladri ecc. però non si sa perchè poi al momento di votare succede parafrasando una canzone dei Pink Floyd a momentary laps of reason ossia si continua a votare gli stessi sordidi individui o partiti visto che con l'ultima legge elettorale del nostro ex premier Berlusconi (ora chissà perchè la vuole modificare , mah forse sente di poter vincere e questa gli sta stretta!) si vota solo il partto e non le persone. Io vedo il probelma in due termini:
1) perchè gli altri paesi tipo la Spagna ci stanno facendo le scarpe? perchè la nostra classe dirigente politica è formata da vecchi politici spompati e fuori dalle problematiche reali che ormai non hanno più niente da dare al paese ma solo attaccarsi alla poltrona e ai suoi prilivegi bloccando ogni tentativo di rinnovo, oppure da oppurtunisti venditori di sogni che pensano esclusivamente a tutelare i propri interessi vendendosi per salvatori della patria .
2) la democrazia è uno strumento meraviglioso ma per poterla far funzionare bene occorre un corpo elettorale formato da cittadini responsabili che non si limitino a guardare solo i propri interessi di bottega pensando che tutto il resto non conti nulla oppure non li interessi, per questo ci vorrebbe un forte investimento di risorse nella scuola che è la vera fucina di nuovi cittadini responsabili , invece sappiamo in che condizioni è

Gianluca Naldoni 12.03.07 19:45| 
 |
Rispondi al commento

MOTORE ELETTRICO, MAXISCOOTER TESTATO DA VERGOGNATEVI.COM
guarda il video:

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=83

abbiamo fotografato la presa di corrente elettrica per la ricarica del mezzo.

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 12.03.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento

MOTORE ELETTRICO, MAXISCOOTER TESTATO DA VERGOGNATEVI.COM:
guarda il video:

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=83

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 12.03.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

che noia...solite palle su sto blog
Buona serata

Antonio C. Commentatore certificato 12.03.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo visto che tuttora, nel pieno della notte, mi appare il faccione rubicondo di Ruttelli che dice "please visit Italy, please, please, please", turbando non poco i miei sogni e la mia digestione....non si potrebbe DICO, non si potrebbe, visto che è un personaggio pubblico...vendicarci delle notti insonni, pubblicando la sua pagella scolastica ?

Ahhh che spasso navigare fra i voti scolastici di Rutelli, Mastella e company!

Marco Presti (The original)) 12.03.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

*********************
Caro regista,
non mi interessa fare del campanilismo né del
nazionalismo, né rivangare cose accadute 700 anni
fa', però all'oppressione politico-ecclesiastica
dell'Italia, la Francia contribuì parecchio,
soprattutto con la dominazione degli Angioini,
tremendi soperchiatori e spremitori di popolo,
appoggiati dalla Chiesa.
Saluts
E. Belcampo 12.03.07 19:20
*****************
Sera Belcampo, sfugge un particolare di non poco rilievo: la Francia è cambiata, la chiesa no.
Quanto bisogna attaccare qualcuno che ha dimostrato di andare avanti, si ritorna indietro di secoli, quando si deve riconoscere le nefandezze dei contemporanei si fa come le tre scimmiette.
Esempi? Cominci lei, non m'aggrada aprire contenziosi, sono pigro, poi casomai mi butto dentro, per inerzia.

Giorgio Sodano (giorgio sodano) Commentatore certificato 12.03.07 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ICH BIN EIN HOMOSEXUELLER!

qui:

HTTP://GIANNIGUELFI.ILCANNOCCHIALE.IT/?ID_BLOGDOC=1399926

gianni guelfi 12.03.07 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe! Mi sono rotto le palle di come si vive in questo paese,e in Campania è tutto ulteriormente peggio.

scusa, ma chi è che comanda in Campania? Berlusconi no..ah si, Bassolino governatore dela Campania (DS) e Rosa Russo Iervolino sindaco di Napoli (POpolari)..ed è lì che le strade sono piene di rumenta fino a scoppiare no? e allora prenditela con chi hai votato...

Il moralista 12.03.07 18:32 |

Io invece me so rutt'e palle della gente che pontifica su Napoli e La Campania senza averci mai vissuto. In Campania si vive meglio che altrove!

E certamente in maniera più sensata! affanciullo

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 12.03.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ancora non lo avevi capito? Stiamo "combattendo" contro i mulini a vento. Non abbiamo la voglia e la possibilità di reagire a questa realtà con i nostri miseri mezzi. L'unica nostra arma è il voto ma non siamo capaci di dire basta ai soliti nomi, basta alle promesse, basta ai partiti. Chi se ne frega della destra o della sinistra, io voglio persone capaci che portino avanti dei programmi coerenti e funzionanti per il benessere del cittadino e del paese. Siamo un popolo di pecoroni che se vogliono fermare il calcio tutti uniti ma se i nostri politici ci rubano le mutande siamo solo capaci di lamentarci al bar.
Io seguo tutto quello che dici, mi interessa, ma come molti osservano sono solo parole, che portano una reazione immediata che sfuma con il passare del tempo. Dobbiamo trovare una soluzione insieme per arrivare a governare noi questo paese, persone con idee sane, persone veramente prestate alla politica che esaurito il loro compito tornano a fare il loro mestiere.
Che dobbiamo fare per arrivare lassù senza passare da partiti e partitini? E' questa la domanda che dobbiamo porci.
Studiamo insieme una soluzione, cerchiamo di cambiare le cose.
Vorrei permettermi di chiederti una cosa che probabilmente in molti ti hanno già chiesto:
perchè non ti esponi direttamente candidandoti come indipendente? Hai i mezzi economici per affrontare un progetto come questo, hai un sacco di persone pronte ad aiutarti, hai tanti esperti che ti consigliano. Provaci, proviamoci. Pensi che vivremo molto o ci uccideranno rpima?

Aldo M. Commentatore certificato 12.03.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento


O.T.

Jacopo della Quercia sei pagato da Grillo? Sei uno dei simpatici animatori?
Antonio C. Commentatore certificato 12.03.07 18:57
_________________________________

x Antonio C. e Lorenzo Puddu

Antonio, com'è che ogni volta che qualcuno difende Grillo c'è sempre il personaggino di turno che sospetta emolumenti ?
Io di Grillo ho una stima infinita, nonostante non mi trovi d'accordo su tutto ciò che dice come credo sia normale.

A me sembra che Beppe sia stato l'unico a denunciare le cose in un momento in cui poteva anche f.ttersene e si è spinto oltre la semplice denuncia, lanciando i meetup, promuovendo iniziative come la Share Action, la Ricerca Imbavagliata, pagine di giornali e raccolte di firme.
Però capisco anche che ci possa essere qualcuno non contento e convinto che si possa fare di meglio, quindi prego, avanti con le vostre proposte così le giudichiamo.

Antonio, Lorenzo, siete ON AIR ...

Jacopo della Quercia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Eccone un altro che insegna e redarguisce, tra un pò saranno una pletora i professorini in questo blog, ma idee sempre poche, solo rimbrotti e giudizi, bravo anche te o tu, boh!!

f.marletta 12.03.07 16:47
--------------
Ti consiglio prima di imparare a scrivere: dopodiché riprova, che magari il concetto sarà più chiaro.

Riccardo P. 12.03.07 17:26
-------------

Gentil Riccardo, aspettavo proprio te che me lo evidenziassi questo mio difetto:

e si! lo so non sono bravo come te che stai a guardare le virgole, i punti, soggetto, verbo e predicato, ecc.di solito mi perito di sforzarmi di comprendere chi non conosco, non come te che di fare un pò di sforzo per capire e magari suggerire invece di giudicare, a chi ne sa meno di te, almeno a quanto dici, di grammatica e di sintassi, “manco per niente”, vero? Più facile fare il professorino e il gradasso che regala consigli non richiesti, non so con quale autorità, non certo quella della modestia, senza esporre idee e giudicando gli altri con l’arroganza del proprio metro, che magari non è quello degli altri. Segnati il mio nome e quando ti disponi alla lettura se vedi la mia firma passa oltre, non ti merito certamente, e so che potrai avere di meglio, magari nelle risposte alle tue pretese conoscenze, non ci vuol poi molto, secondo me. Ciao

Francesco

f.marletta 12.03.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

L'italia deve prendere come modello alcuni paesi al mondo e sono il primo ad ammetterlo tra questi ,mi spiace ,ma non c'è la Francia ,che in anni di storia ha solo saccheggiato questo paese .

Tanto per precisare e niente di personale .

Saluti .

GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 19:09 | Rispondi al commento


Tanto caro Gino è inutile che ci sbattiamo! Quelle 4 o 5 leggi come hanno in America, non ce le daranno MAI!
Soprattutto quei politici che si professano filoamericani.
Ciao.

Saletti Walter Commentatore certificato 12.03.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

sentite ragazzi dfopo tutto quello che fa non possiamo addossare altre responsabilità a Beppe...piu che altro io vorrei proporre di fondare un forum in cui noi del blog possiamo parlare, comunicare, scriverci e magari organizzare manifestazioni, iniziative eccetera, la mia email è fabiop13@hotmail.it se siete interessati ditemelo e vediamo che si può fare...


da Fabio a tutti quelli che sono stanchi!!!

RESET!!!

Fabio Paparella 12.03.07 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Penso di aver capito cosa intende Beppe con questo argomento. Ho sempre pensato che sia giusto interessarsi della vita politica del proprio paese per poter esprimere il proprio punto di vista riguardo le varie necessità della cittadinanza o della società e, magari, incidere con la propria partecipazione politica diretta, alle scelte necessarie allo sviluppo civile del paese.
Purtroppo il nostro sistema di partiti costruito su una rete di amicizie e intrallazzi non permette di pertecipare direttamente alla scelta di chi deve governare e controllare gli enti e le società pubbliche che dovrebbero garantirci una migliore qualità della vita.
Noi invece possiamo adoperarci nel nostro piccolo per tutelare e sviluppare il nostro territorio non considerando più la politica (ignorarla)dei nostri politicanti come chiave per raggiungere più facilmente i nostri obiettivi. Il sindaco, il presidente dell'ente, il direttore della società pubblico-privata, se saranno illuminati da obiettivi e progetti funzionali e trasparenti, renderanno il territorio migliore... (ma anche questi vengono alla fine scelti dai nostri politicanti su criteri direttamente legati a logiche di potere).
Allora dobbiamo essere noi che portiamo avanti un progetto preciso che ci tocca da vicino dove possiamo partecipare attivamente alla riuscita e quindi al miglioramento delle nostre condizioni di vita. I meetup non sono cresciuti con questa logica?
Penso che sia una buona idea portare avanti un progetto specifico per per la tutela e lo sviluppo di ogni singolo territorio, ma questo nuovo sistema non deve diventare ostaggio della politica dei politicanti e qualche partito ha già cominciato a fiutare (o copiare)l'idea...

vittorio spagnolo 12.03.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Non me ne ero accorto, ma in uno dei sottocommenti ho scritto una delle mie SOLITE frasi profetiche (si vede che ero andato in trance, strano, di solito prendo l'autobus):

******************INIZIO PROFEZIA*****************

Abbiamo ancora internet, ma per poco tempo, prima ancora che diventi una realtà come la TV, hanno già immesso in commercio Vista e l'hardware "trusted computing" di Palladium. Scommettiamo che quando avrà preso piede, ci saranno finanziamenti per tutti per avere un bel PC (ovviamente Palladium e Windows VISTA obbligatorio) in ogni casa?

*****************FINE PROFEZIA********************

e nel frattempo zio Bill viene pure ricevuto dai capi di stato eheheh! Azzo come ce lo vogliono infilare nel kul. e lungo e duro.

P.S.x lo staff: Perchè non sono più certificato? Vi siete persi il mio IP o ho fatto il "bambino cattivo"?


Caro Beppe,

NOI SIAMO GIA' PASSATI AI FATTI.

Esiste un'Italia che lo sta già facendo... MA non svuotando i partiti per sostituirli con altri, bensì mettendo in campo una semplice ma efficace regola che levi il marcio dagli attuali partiti e ne dia il controllo ai cittadini.
La via che indichi non è sbagliata, ma è lunga e spossante e fino ad oggi non ha portato a nulla.
IL PROBLEMA E' NEGLI ATTUALI PARTITI? E ALLORA PERCHE' NON CE LI RIPRENDIAMO? DOPOTUTTO SONO NOSTRI (art. 49 Cost.)
Perché lasciarli continuare ad essere come sono, nelle mani di vertici potenti che ne abusano, così influenti su tutto e tutti che ogni tentativo di creare alternative è già stato e continuerebbe ad essere messo in serie difficoltà!
Senza stampa, senza fondi, senza visibilità, tutto diventa più difficile, non credi?
E purtroppo i fatti lo dimostrano: guarda che fine hanno fatto e fanno tutte le liste alternative.
No, IL PROBLEMA VA AFFRONTATO E RISOLTO ALLA RADICE.

Noi siamo dei semplici cittadini, stufi come tutti di questo stato di cose. Abbiamo solo avuto la ventura di scoprire che ESISTE UN SISTEMA LEGALE E COSTITUZIONALE PER VOLTARE PAGINA.
BASTA UNA FIRMA!

Stiamo lavorando, con umiltà e dal basso, per farlo divenire una realtà... Perché, sì Beppe, E' POSSIBILE!
Sta già accadendo, provincia dopo provincia, in tutta Italia.

... Infatti, siamo meravigliati che tu ancora non sia con noi...
Ma forse anche tu sei vittima, come la maggioranza degli italiani, dell'ASSENTEISMO DELLA STAMPA E DEI MEDIA che non danno spazio a notizie che possano "disturbare" i poteri forti.
Perciò, probabilmente ancora non l'hai saputo che dei "matti" ci stanno lavorando da anni e che, dagli e dagli, alla fine ci stanno riuscendo.
Siamo sempre di più e cresciamo ogni giorno, ma siamo certi che, appena avrai dato un'occhiata al nostro sito, potremo contare anche sul BEPPE GRILLO che tutti noi stimiamo.
Perciò, a presto Beppe!
www.laspedizionedei1001.it
www.primarie.org

Guido De Simone 12.03.07 19:19| 
 |
Rispondi al commento

la manifestazione di sabato a Roma in difesa dei diritti delle coppie di fatto, eterosessuali e non. Secondo le gerarchie ecclesiastiche le oltre 50mila persone (donne, uomini e bambini) che hanno chiesto il riconoscimento dei propri diritti, hanno partecipato a «una manifestazione nella quale al di là dell'immagine borghese e rassicurante che si voleva dare, hanno trovato posto discutibili mascherate e carnascialate varie. Ironie e isteriche esibizioni da parte di chi invoca riconoscimenti e non esprime rispetto».

natalia laurinova Commentatore certificato 12.03.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MOTORE ELETTRICO, MAXISCOOTER TESTATO DA VERGOGNATEVI.COM:
guarda il video:

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=83

Gianluca Grilllino (www.vergognatevi.com) Commentatore certificato 12.03.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Giovedì 8 marzo, trasmissione "annozero".
L'attuale ministro della giustizia esprime, in diretta, tutta la sua solidarietà al senatore Andreotti perchè qualcuno ha osato ricordare o informare chi non ne fosse a conoscenza che è stato condannato e prescritto per associazione mafiosa. Il ministro della GIUSTIZIA!!!!!!!!!!!!!solidale coi mafiosi!!!!!!!!!Mastella ministro della giustizia???!!!!!!!!!!!
Io sono di sinistra da sempre, da quando ho imparato a riconoscere il bene dal male, ma voi lì al governo chi diavolo siete? cosa siete? che aspettate a far pulizia?
Alle prossime elezioni noi, popolo della sinistra non ci saremo. Non potremmo mai votare per la destra, ma voi perderete, avete già perso per aver dimenticato la differenza che passa nel fare cose di destra e cose di sinistra.
Continuate a fare inciuci con gli avversari e il paese continua nel suo degrado sociale e culturale. Il signor D'Alema, come primo viaggio da ministro degli esteri va ad omaggiare la Condoleeza invece di far visita magari a Zapatero, oppure a qualcuno dei ministri scandinavi per farsi spiegare come si fa a civilizzare un paese così retrogrado. Bisogna che impariate di nuovo a far bene il vostro lavoro giacchè fate solo quello e vi paghiamo anche molto bene.

paola franceschini 12.03.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'infaticabile Iacona nella trasmissione "w l'Italia" in onda domenica sera alle 21.30 su rai3 si è prodigato a spiegarci come funziona la politica in Calabria. Nella trasmissione sono state documentate di volta in volta l'ingiustizia, il trasformismo, le assunzioni clientelari mascherate da concorsi pubblici con la complicità di partiti e funzionari regionali e ancora il dispendio di denaro pubblico, il prolificare di assessorati, di commissioni consiliari e di posti di sottogoverno con l'unico scopo di accontentare i partiti e politici della coalizione vincente.
In un paese normale, la gente sarebbe dovuta scendere in piazza, gridare allo scandalo; i politici coinvolti avrebbero dovuto dimettersi all'istante, abbandonare la politica e essere processati per corruzione, abuso d'ufficio, clientelismo.
In un paese normale le segreterie dei partiti nazionali avrebbero dovuto rendere conto per la scelta di taluni personaggi e intervenire al più presto per giustificare uno scandalo che in parte li tirava in ballo (vedi legge elettorale).
L'infaticabile Iacona nella trasmissione "w l'Italia" in onda domenica sera alle 21.30 su rai3 si è prodigato a spiegarci come funziona la politica in Calabria. Nella trasmissione sono state documentate di volta in volta l'ingiustizia, il trasformismo, le assunzioni clientelari mascherate da concorsi pubblici con la complicità di partiti e funzionari regionali e ancora il dispendio di denaro pubblico, il prolificare di assessorati, di commissioni consiliari e di posti di sottogoverno con l'unico scopo di accontentare i partiti e politici della coalizione vincente.
In un paese normale, la gente sarebbe dovuta scendere in piazza, gridare allo scandalo; i politici coinvolti avrebbero dovuto dimettersi all'istante, abbandonare la politica e essere processati per corruzione, abuso d'ufficio, clientelismo.
In un paese normale le segreterie dei partiti nazionali avrebbero dovuto rendere conto per la scelta di taluni personaggi e i

cicero onesto 12.03.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Letizia Moratti, Sindaco di Milano, ha rivolto un appello ai milanesi per una discesa insieme in piazza. Basta con violenze alle donne, spaccio dappertutto, scippi e via dicendo. La sicurezza sopra ogni altra cosa. E’ stata contestata a sinistra, come se fosse la sinistra ad avere il monopolio della piazza. E invece ha ragione al 100 per 100. L’ha spiegato. Aveva esposto al Ministro dell’Interno Amato la situazione e le richieste. E’ passato parecchio tempo e non si è visto niente. Un Sindaco deve avere al primo posto la sicurezza della sua città e dei suoi cittadini e lei si è augurata di una risposta corale, di tutti.
La polemica però si è sviluppata, non solo perché “il Sindaco non deve fare queste cose” (e chi l’ha detto?) ma anche perché “Da dieci anni c’è il centro-destra a Palazzo Marino”. La risposta, non del Sindaco che ha conservato grande equilibrio ma di altri è stata che violenze, spaccio, scippi sono cose che richiedono, per combatterle, strumenti e quinti non sono a Palazzo Marino ma in Corso Manforte dove ogni mattina arrivano i responsabili delle Forze dell’Ordine a rapporto dal Prefetto. E chi c’era là negli anni scorsi? Guarda caso il dr.Bruno Ferrante, avversario della Moratti nelle elezioni del 2006…
La realtà è diversa. Non serve il pugno di ferro, che certe volte fa diventare martire anche il delinquente. Bando però all’eccesso di tolleranza. Se si legge sui giornali che questa o quella zona sono posti abituali di scambio della droga vuol dire che si sa benissimo dove bisogna andare per prendere la gente in fallo. E perché allora non ci si va abitualmente? Una volta ogni tanto non serve a niente.
Il buffo è che persone autorevoli criticano la Moratti mentre, cosa mai vista, sono tre Ministri loro amici a scendere in piazza…

natalia laurinova Commentatore certificato 12.03.07 19:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Francia gli esperti hanno notato l'impoverimento della lingua,il governo ha così deciso di introdurre nelle loro scuole elementari un paio di ore a settimana in cui far imparare i vari termini del vocabolario agli studenti.
In Inghilterra gli esperti hanno notato lo scarso interesse degli studenti inglesi nelle lingue straniere che si traduce in un ignoranza nella conoscenza di queste.Il governo ha così deciso di anticipare l'insegnamento di almeno una lingua straniera già a 7anni.

QUESTO SIGNIFICA AVERE POLITICI COMPETENTE E UNA SCUOLA ALL'AVANGUARDIA

Francesco Inglese Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 19:11| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sei certo che tutte le colpe siano dei preti ?

Infondo i preti sono UOMINI :-)O SBALIO ?

Ti consiglio se ti va di leggere "NIETZCHE"

“Ciò che gli uomini comprendono così difficilmente è la loro ignoranza di se stessi”
GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 18:42
*****

Ho letto alcuni di libri di Nietzsche, proprio per
questo penso che i preti siano 'untermenschen'.

Per i preti del monoteismo, l'ignoranza dell'uomo
è Santa...

La colpa del Male che c'è al mondo non è certo dei
preti, non hanno questo potere, ma la loro colpa è
quella di cercare di impedire che l'uomo limiti il
Male, di impedire che venga costruita una società
migliore.
Il loro mestiere è quello di fare il paravento del
Potere, convincere l'uomo che nulla può cambiare e
bisogna aspettare rassegnati e sottomessi.
Questo insegnano i preti, i rabbini, i mullah.
Peggio ancora il loro ruolo nella cultura, nella
ricerca di risposte.
Pretendono di fingere che prima di loro nulla di
buono esistesse, volendo cancellare i 5000 anni di
storia che li precede, la cultura, le grandi realiz-
zazioni, l'arte, la Bellezza.
Come può mai l'Occidente migliorare, se gli viene
proposta come Verità quella contenuta in libri
ridicoli, assurdi, come bibbie, vangeli, corani?

E. Belcampo
paganesimo

E. Belcampo 12.03.07 19:11| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

vorrei solo proporre l0 scioper del cittadino votante, mandiamo un @ ai segreterai di tutti i partiti al presidente di camera e senato in cui diciamo che non voteremo più se non ci sara una legge elettorale adeguato e un dimezzamento dei costi dei politici

miclausig gualtiero 12.03.07 19:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

hello signore grillo, sono jean-patrick, francese, vivendo in italia da 20 anni in puglia, in un paese di 50.000 habitanti. sono un regista indipendente e ho avuto modo di conoscere il vostro paese in questi anni e mi chiedo ma come avete fatto a sopportare tutto questo peso politico-ecclesiastico che si esprima in modo arrogante ed ermetico! ho capito perchè tanta violenza nella storia del vostro paese, dove c'è oppressione violenta c'è ribellione violenta, sembra strano per un paese detto civilizzato, ma nel corso della storia umana dove c'è ingiustizia soffoccante per troppo tempo, la consequenza può essere dannosa. Per quanto tempo ancora.....!!!?

jean-patrick sablot 12.03.07 18:57 | Rispondi al commento |
====================================================================================================

Senti da che pulpito arriva lo schiaffo :-)

Oppressione violenta ,ribellione violenta che naturalmente in francia non esiste, vero ?

L'italia deve prendere come modello alcuni paesi al mondo e sono il primo ad ammetterlo tra questi ,mi spiace ,ma non c'è la Francia ,che in anni di storia ha solo saccheggiato questo paese .

Tanto per precisare e niente di personale .

Saluti .


GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 19:09| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piu che commenti vorrei chiedere a tutti:
perchè nessuno prende l'iniziativa per fare un referendum per l'abrogazione di tutti i privilegi che hanno i nostri parlamentari?

ffranco raiti 12.03.07 19:08| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe perchè non fondi entri tu in politica??
io ti voterei...

laura martegani 12.03.07 19:06| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Beppe credimi sono deluso, demoralizato, incazzato sono calabrese vivo a catanzaro è immaginavo che i nostri dipendenti fosse un po diciamo " manovratori della polita " ma dopo le 2 puntate di W l'italia, non c''è la faccio più a stare zitto mi devo sfogare nessuno mi sta a sentire i giornali locali sono alla mercè di questo o quel politico idem le tv locali, la gente quando parlo di politica o va via o mi dice mi ha favorito lo votero a vita ma ci pensate a che punto siamo arrivati.

Scusa lo sfogo Beppe ciao

Antonio Alì 12.03.07 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stasera inizia la rambata del solito raul.
propaganda, pura propaganda per far vedere che noi eravamo i bravi in iraq.
ma io vorrei proprio sapere fino in fondo quanto siamo stati buoni laggiù, infondo la guerra e guerra.
pio noi saremo l'unico paese ad essere andato là senza interessi, ma chi ci crede.

E POI BASTA CON STA MISSIONE DI PACE, non se ne può più. cavolo la guerra e guerra non pace.
spiegateglielo a questi politici di m...........

pasquale procaccianti 12.03.07 19:04| 
 |
Rispondi al commento

La guerra piace a chi ci MANGIA !


manuela bellandi Commentatore certificato | Rispondi al commento |
Vota commento

I vermi?

Terenzio Capino 12.03.07 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perche', cosa e' successo in calabria ?

ahhh....il parentado, accordi tra rc e destra, inciuci, stipendi altri, casse in rosso, disinteresse completo per il popolo ?

e vi fate anche degli scrupoli della loro faccia tosta ? e' gia' buono che non hanno tirato fuori il fucile a canne mozze.

e allora dove sta il problema ? sono anni che va avanti cosi, Bossi ci aveva provato, ma purtroppo non e' andata bene.

questa e' la vita!!
ssssssssssssttttttttttt : e guai a chi si lamenta delle tasse!!!!

oneri ed onori!!

natalia laurinova Commentatore certificato 12.03.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao,sicuramente il potere,il benessere economico è il sogno che gratifica,facendo realizzare la propria Vita,ma la dignità,l'umiltà,l'onestà e la sincerità della propria coscienza,può sembrare banale e retorico, ha 1 valore aggiunto che completa la propria Esistenza,al di là di qualsiasi congettura.

domenico valerio 12.03.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento

I collaboratori parlamentari, i cosidetti portaborse, non potranno accedere nelle sedi di Camera e Senato se non avranno un contratto regolare. E' quanto hanno stabilito i presidenti di Senato e Camera, Franco Marini e Fausto Bertinotti, durante il loro incontro svoltosi stamani a Palazzo Madama. La decisione è stata presa dopo le inchieste de "Le iene" sui collaboratori parlamentari.

altri dolori: prepariamoci ad un futuro aumento dello stipendio,

natalia laurinova Commentatore certificato 12.03.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

hello signore grillo, sono jean-patrick, francese, vivendo in italia da 20 anni in puglia, in un paese di 50.000 habitanti. sono un regista indipendente e ho avuto modo di conoscere il vostro paese in questi anni e mi chiedo ma come avete fatto a sopportare tutto questo peso politico-ecclesiastico che si esprima in modo arrogante ed ermetico! ho capito perchè tanta violenza nella storia del vostro paese, dove c'è oppressione violenta c'è ribellione violenta, sembra strano per un paese detto civilizzato, ma nel corso della storia umana dove c'è ingiustizia soffoccante per troppo tempo, la consequenza può essere dannosa. Per quanto tempo ancora.....!!!?

jean-patrick sablot 12.03.07 18:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, tu esprimi un bisogno profondo (e sempre frustrato) di tutta la polazione italiana. Quello di vivere la libertà nella maniera cantata tanti anni fa da Giorgio Gaber: libertà come partecipazione. Ma la storia ci da torto, visto che in Italia la partecipazione è qualcosa che ha le caratteristiche di un sogno, degno forse di interpretazione psicoanalitica, ma non certo dell'attenzione del potere costituito, ben più sensibile alle dinamiche della fiaba che lo riguarda, da te descritta così efficacemente.
Insomma, come ne "La vita è sogno" di Calderon de la Barca, noi italiani viviamo sospesi fra un mondo onirico e un altro fiabesco, che riguarda però pochi privilegiati. Dov'è finita la realtà quotidiana? Dobbiamo ridurre anche questa a simbolo e mitologia, rinunciando alla vita? Così siamo ridotti. C'è in ognuno di noi un Prometeo incatenato, che viene punito quando pretende di portare il progresso ai suoi simili. C'è Atlante, che regge il mondo sulle sue spalle. C'è Tantalo, che desidera allo spasimo il cibo che gli viene negato. E via di questo passo. La tragedia non è materia che riguarda solo l'antica Grecia.

Edy Lanza 12.03.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

"Sulla questione dei Dico sono pronto a far cadere il governo di Prodi".

per mastella:
hip , hip, hurra!!!
hip , hip, hurra!!!
hip , hip, hurra!!!

natalia laurinova Commentatore certificato 12.03.07 18:55| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

A chi piace la guerra ?

La guerra piace a chi non l'ha mai provata dice un vecchio proverbio medioevale .


GINO S,E,R,I,O(, 49ERS :-) 12.03.07 18:33
******************************************

La guerra piace a chi ci MANGIA !



Buonasera.
Caro Beppe nell'ultimo tuo video di Bolagna, visto più volte, quando parlavi di capitalia nello specifico banca di roma,ho dato un'occhiata più accurata e ho scoperto che con un finanziamento di 5000 euro x 150 al mese, da due anni, ho già pagato 3600 euro, ma me ne sono rimasti da pagare ancora 4000 ....ma come ca...o e possibile questo?MI SONO LICENZIATO DAL POSTO DI LAVORO, X POI FARMI RIASSUMERE, PER POOTER RITIRARE IL TFR E SALDARE L'AVVOLTOIO.... SFOGO...
buonasera

Luigi Ardau 12.03.07 18:51| 
 |
Rispondi al commento

"Io ho un sogno: che domani questo paese si svegli e cacci tutti i mercanti dal Tempio."

Io ho un sogno: di svegliarmi domani e scoprire che non sono piu' in Italia e non sono piu' italiana...


Vedi Beppe Grillo che c'è gente che parla dell'articolo 49? Vedi che c'è gente che si organizza? C'è gente come Guido De Simone 12.03.07 18:32 che ha portato un'iniziativa concreta! E' una iniziativa di quelle che ti cambia l'Italia!
Ma tu voui cambiare l'Italia o vuoi continuare ad abbaiare alla luna?
Oggi ho girato un po su siti politici e ho trovato anche www.legalizziamoipartiti.it che trasversalmente fa una raccolta dei disegni di legge per la modifica dell'articolo 49!
Se vai a vedere non sono pochi i politici che propongono il cambiamento!
Per la miseria...SVEGLIA! Non è aizzando i sempliciotti contro la politica che risolvi le cose!
In altre parole questo blog sta diventando sempre più sterile senza un'iniziativa trasversale e giusta!

Lorenzo Puddu (non sono puddu) Commentatore certificato 12.03.07 18:43| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera interessante puntata di w l'italia su rai 3.
Argomento gli sprechi nella regione Calabria, ma è uguale in tutte le altre regioni.
Sconvolgente quanto guadagnano assessori, consiglieri, dirigenti a vita e altri parassiti vari per fare poco meno di un caz.o.
Stamattina non avevo voglia di andare a lavoro, la rabbia e la frustrazione stavano avendo la meglio, ma poi ho pensato l'unico modo per stare meglio e spaccare la faccia al primo che sostiene che sia ancora giusto pagare le tasse per mantenere in piedi questo carrozzone, ed è al momento l'unico stimolo che mi spinge ad andare avanti.

Marco Stravaglio 12.03.07 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

allora non sai nemmeno che il loro reddito ha una quota "non tassabile" (poi parlano di lotta all'evasione, loro fanno "il nero" "per legge")

alberto rossi 12.03.07 18:14
__________________________________________________

E vi scandalizza questo?
Allora non sapete nemmeno che hanno pure legalizzato la corruzione. (solo per loro eh?)

Paolo Cicerone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.07 18:40|