Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Chernobyl mon amour


Chernobyl.jpg
immagine da National Geographic

La vera rivoluzione sovietica comincia ora. Aeroflot vuole l’Alitalia. Avremo hostess russe, e fin qui va bene, ma anche aerei Tupolev, e qui dobbiamo toccarci prima dell’atterraggio. L’Enel, per contraccambiare, investe in reattori nucleari sovietici più vecchi di quello di Chernobyl. L’innovazione quando arriva, arriva. E in Italia, lo sappiamo, non arriva mai. Ma il 30% dell’Enel è dello Stato e i cittadini italiani, dopo Chernobyl, hanno votato un referendum contro il nucleare.
Ricordiamolo con la petizione di Greenpeace al dipendente Prodi al suo rientro dal Giappone. Non vorrei che passando per Hiroshima si sia montato la testa.

Lettera di Greenpeace:

“Doppia protesta di Greenpeace oggi contro la decisione dell' Enel di investire 1,8 miliardi di euro per il completamento di due reattori nucleari a Mochovce, in Slovacchia.
Gli attivisti italiani hanno distribuito oggi di fronte alle sedi delle banche nelle principali città italiane degli ironici fac-simile della pubblicità dell'Enel in cui si mostra come in realtà anziché investire sull'innovazione, si investe in una centrale di tecnologia sovietica addirittura precedente al disastro di Cernobyl. “La vera rivoluzione è tornare al nucleare. Sovietico." si legge nel depliant distribuito oggi.
In Europa Greenpeace ha protestato anche di fronte alle ambasciate italiane in Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria e Bulgaria.
Nella lettera inviata al governo italiano si sottolinea come l'Italia, che ha chiuso le proprie centrali con un referendum non possa esportare all'estero il rischio atomico. Il governo è infatti l’azionista di riferimento di Enel, con una quota di circa il 30 per cento.
Le critiche principali al progetto riguardano la scarsa sicurezza ma anche la discutibilità economica. A Mochovce verrebbero realizzati due reattori sovietici VVER-440/213, la cui progettazione risale alla fine degli anni Settanta. I reattori sono ben al di sotto degli attuali standard di sicurezza e difficilmente verrebbero autorizzati in gran parte degli stati europei. Per esempio non dispongono di un doppio guscio protettivo in caso di impatto con un aereo. Non solo, per Greenpeace c'è anche un problema di legittimità, perchè il progetto era stato autorizzato nel 1986 dall'allora governo comunista senza nessuna valutazione d’impatto ambientale, nè il coinvolgimento dell'opinione pubblica. Ancora oggi il ministero dell'ambiente slovacco si rifiuta di avviare una valutazione d'impatto ambientale...”
“Il prossimo mese l'Enel dovrebbe prendere la decisione finale su Mochovce e Greenpeace ha lanciato una petizione via web per chiedere a Prodi di abbandonare subito questo progetto."

Testo completo Greenpeace

17 Apr 2007, 23:31 | Scrivi | Commenti (1210) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

io non sono esperto in materia di centrali nucleari pero'una cosa non riesco a capire,quando si quantificano i costi e sopratutto i vantaggi del nucleare le spese di stoccaggio delle scorie come vengono quantificate visto che si parla di migliaia di anni. saluti frane

franco husu Commentatore certificato 25.03.08 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera.
Ritengo giusto far luce sul disastro di Chernobyl, visto e considerato che tutti parlano, ma è evidente che nessuno sa.

Bisognerebbe iniziare col presentare la natura della reazione definita come "fissione nucleare". Io non lo faccio perchè i duemila caratteri del commento non me lo consentono. Vi consiglio quindi di perdere due minuti su wikipedia, che spiega molto chiaramente come funziona un impianto nucleare.

Passiamo ora ai fatti. Chernobyl fu un disastro dovuto a 3 principali cause:
1. I reattori russi presentavano un difetto di funzionamento nelle barre di controllo dell'uranio (oggi corretto) che generava, a insaputa di tutti, un'accelerazione (di durata minima, ma non trascurabile) della reazione in momenti particolari.
2. I tecnici che lavoravano alla centrale non avevano assolutamente esperienza di impianti nucleari.
3. Gli operatori commisero diverse gravissime violazioni delle procedure, e questo, insieme alla scarsa comunicazione tra gli addetti alla sicurezza e gli operatori, contribuì all'incidente.

Va sottolineato che le esplosioni non furono in nessun caso di tipo nucleare bensì chimica, cioè causate da reazioni fra sostanze chimiche innescate dalle elevate temperature raggiunte.

Dopo il disastro di Chernobyl il governo italiano decise di mettere il nostro destino nelle mani di un popolo impaurito, per niente informato e scettico.
I risultati ce li portiamo dietro ancor oggi.
Confido che internet, le tv e i giornali abbiano messo un po' di sale in zucca alla gente.
Leggendo qualche commento, purtroppo però dell'idea che sono ancora in molti quelli che parlano di nucleare senza sapere NIENTE di nucleare, parlano di auto all'idrogeno senza sapere NIENTE di motori a idrogeno, etc.

Voglio invitare tutti quelli che leggessero questo commento a informarsi.
Sapere permette di giudicare a mente lucida.
Non sapere porta a grossolani errori di giudizio.

Grazie.
Complimenti a Beppe per il blog.

Alberto Lattuada Commentatore certificato 14.03.08 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA PRIMA CENTRALE NUCLEARE LA COSTRUIREMO AD ARCORE

SPERO CHE PREVALGA LA RAGIONE E NESSUNO VOTI QUEI PARTITI CHE VOGLIONO LE CENTRALI NUCLEARI, SE INVECE COSI' NON FOSSE SPERO CHE LA PRIMA CENTRALE LA COSTRUISCANO AD ARCORE E LA SECONDA A ROMA.

VOTA PER CHI VUOLE IL NUCLEARE E I TUOI FIGLI MAGARI GODRANNO I BENEFICI DI QUALCHE NUOVA MALATTIA, I NOSTRI POLITICI DI SICURO VOGLIONO IL NUCLEARE MA LONTANO DA LORO E DAI LORO CARI E COME AL SOLITO CI RIMETTERANNO I POVERACCI.

NON RIESCONO A SMALTIRE I RIFIUTI IN CAMPANIA FIGURIAMOCI LE SCORIE NUCLEARI....... MI SA' CHE LO SMALTITOIO DIVENTERA' IL NOSTRO ORGANISMO FORSE NON TUTTI RICORDANO CHE DOPO CHERNOBYL, CHE PER CHI NON LO SAPESSE NON E' IN ITALIA MA BENSI' IN UNIONE SOVIETICA, SI AVEVA PAURA AD USCIRE DI CASA E A MANGIARE FRUTTA E VERDURA.

COME AL SOLITO QUALCUNO E' AL LAVORO PER CAUSARE LA FINE DEL MONDO INIZIANDO DAI POVERACCI.

FORSE I PIU' POVERACCI SONO QUELLI CHE VOTERANNO CHI VUOLE IL NUCLEARE E DOMANI SARANNO IN PIAZZA CONTRO LA COSTRUZIONE DELLE CENTRALI VICINO ALLE LORO CASE.

SIAMO IN UN EPOCA IN CUI TUTTO IL MONDO SI SPOSTA VERSO LE ENERGIE RINNOVABILI E NOI COME AL SOLITO COSTRUIAMO BOMBE, E NON SOLO, LE TENIAMO IN CASA.

Hon importa che voti, destra, sinistra o centro, l'importante e che voti per la vita.
DI' NO ai politici che vogliono il nucleare, lo vogliono per mangiare su tutte le nuove opere ed avvelenarti.
RICORDATI CHE IL NUCLEARE E PER TE E GLI UTILI SONO PER LORO.

SONO VERAMENTE INCAZZATO ...... FIRMATO WWW.MILIONIDIEURO.COM

LUIGI ROCCA 08.03.08 19:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Perdonatemi, voglio solo dirvi che i tupolef, ma gli aerei russi in genere sono delle ottime macchine, vedi Tu 144, Mig 29/31, Su 37, forse le migliori al mondo, la manutenzione e' un discorso diverso...se cambiassi l'olio ogni 4 anni e mettessi nel serbatoio benzina addizionata con cacca di cavallo diventerebbe inaffidabile anche la mia R4.
Un'ultima cosa riguardo all'energia nucleare: pensate in un prossimo futuro di dover interrompere la visione del vostro film preferito
o del Vs videogioco o la relazione che deve essere pronta per domani mattina solo perche' e' scaduto il vostro "slot" di CONSUMO energetico giornaliero...non ci credete? vedremo...
anche io sono contrario al nucleare...almeno allo stato attuale dell'arte, ma dovremmo pensarci piu' seriamente, studiare, investire in ricerca e sviluppo; L'eolica o la Fotovoltaica da sole non soddisferanno mai le ns esigenze.
Saluti.

Sandro Cirrincione Commentatore certificato 02.03.08 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Lo psiconano ha inseriro nel programma di governo il rilancio del nucleare, nessuno si lamenta?

joe.d 01.03.08 07:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

cernobil = 11/9

Per cambiare la russia se dovuto prima cambiare l'oppinione publica, e il sabbotagio di cernobil fu uno dei piu grandi pugni contro il comunismo anti capitalista, che porto la russia nelle mani dei capitalisti zionisti unaltra volta, si dico unaltra volta perche furono i capitalisti zionisti a finanziare la rivoluzione comunista. la russia zionista comunista sotto trotsky, aveva due punte, una punta erano i lavoratori schiavi che lavoravono per niente, e l'altra punta erono i banchieri zionisti che si prendevono tutto il tesoro. Quando lenin fu avvelenato e mori, lo inbalzamarono per nascondere che e stato avvelenato, i corpi avvelenati non marciscono. Allora stalin si prese controllo dello stato, e perche lui veniva dalla giorgia e non da new york era opposto a questo sistema a due punti e caccio via i capitalisti, e anche uccise i complici, trotsky riusci a scappare via. Perche quasi tutti i rivoluzionari comunisti erano giudei, i zionisti continuarono a avere agenti in russia per cercare di riprendersela. alla fine grazie a gente come gorbachef e yeltsin la russia ritorno a essere capitalista.
Greepeace e un istrumento dei padroni di pozzi di petrolio, perquello in italia non ce la nucleare come in francia.

protocollo dizion 20.01.08 03:34| 
 |
Rispondi al commento

una volta c'era una bella signora, che decise che fare la cacca non era à la page. Così smise di mangiare, per non fare la cacca. Però morì di fame...
Ovvero, c'é ancora qualcuno che si ricorda di un viaggio in 500 con il deflettore orientato verso di sé per prendere un pò d'aria?? o di quando si aprivano le finestre d'estate (che era anche divertente a volte) invece di accendere il condizionatore??
Se si vuole risolvere il problema energetico, anziché affrontarlo dal lato di come produrre (più) energia pulita, bisognerebbe affrontarlo per cominciare dal consumare di meno.
Non mi piace il nucleare, ma non esiste possibilità alcuna di soddisfare completamente i bisogni con l'energia pulita. quindi, occorre un compromesso, anche perché dire no al nucleare e poi comprare energia prodotta in tale modo dalle altre nazioni europee non vi ricorda molto le tre scimmiette? Andate a guardare dove é la centrale nucleare francese più vicina, non fanno neanche 100 km.
Quindi, poiché "nessuno nasce imparato", sarebbe sufficiente cominciare da una piccola cosa, dai piccoli progetti, da noi stessi (ad esempio ho rinunciato al condizionatore a casa), facendo ognuno quello che può.
Magari, con il nostro esempio, e stando MOLTO più attenti a chi diamo il voto, potremmo riuscire a cambiare qualcosa. Si può, non tutto e subito, ma poco per volta, ricordandoci che il popolo, in effetti, siamo noi.

claudio r. Commentatore certificato 20.12.07 20:12| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di gas dalla russia sapete dirmi che fine ha fatto lo scandalo dei misuratori del gas proveniente da quel paese che erano truccati col 6% in più per come venne detto dalla Gabanelli in una rubrica di REPORT durante l'inverno scorso? Se avete notizie in tal senso datemele per favore immettendole nella rete di questo blog.Allora se non ricordo male si paventava il timore che i partiti avessero con tale mezzo percepito illegalmente fondi neri.Ricordo bene o no. GRAZIE

leonardo di stefano 22.11.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

11 buoni motivi per non scegliere il nucleare.

www.sherwy.eu

thebattleofchernobyl@mac.com

alessandro petrucci Commentatore certificato 17.11.07 22:26| 
 |
Rispondi al commento

SE IO FOSSI MINISTRO (CANZONE)
di Severino Verardi

SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

. . . NON CI SON RE
NE' SANTI IN PARADISO
NE' DIAVOLI SENZA SORRISO

SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

Severino Verardi 10.11.07 21:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi vorrebbe il ritorno al nucleare non sa proprio che dice.Io avevo 8 anni quando ci fu l'incidente;ricordo bene la paura..Invece di evolverci e investire sulle energie pulite si vuol tornare indietro..
E pi qualòcuno sa che cosa serve per far funzionare i reattori?L'Uranio.E qualcuno sa che l'URANIO estraibile sta terminando?Si parla di un decennio massimo due.Sarebbe un investimento enorme che non potrebbe avere futuro.Vergogna perchè nessuno dice queste cose??Sono cose importanti basta prenderci per il culo politici schifosi

Sofia Orrù 09.11.07 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Porca zuppa qui si mette male per i piu giovani ancora peggio per chi ancora deve nascere ,non capisco perche se a un figlio del figlio del figlio del figlio nostro gli diranno i morti lui difenderà la nostra memoria ,come facciamo noi contemporanei,con i nostri avi. ma a noi dopo la seconda generazione dato che non la vedremo perche morti non ce ne frega niente di chi verra .MA LORO CI DIFENDERANNO LO STESSO anche non vedendoci MAI.

paolo p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.11.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
non so se ho ricevuto dei voti e nemmeno mi
interessa. Ho comunque notato che i commenti
più votati sono solitamente i peggiori: dato
che ho l'impressione che IL VOTO dei votanti
(nella maggioranza dei casi) non brilli di
molta razionalità . . .

Severino Verardi 08.11.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento

IL GOVERNO NELLA VESTE DI PETRUCCIOLI HA PER TUTTI NOI UNA GRANDE NOVITA' IL CANONE DELLA RAI SI PAGHERA' SULLA BOLLETTA ENEL PER COMBATTERE GLI EVASORI MA SE VEDO LA TV DA INTERNET LO DEVO PAGARE UGUALMENTE? ANCORI LI A METTERCELO NEL C...O.
CIAO E RIFLETTIAMO SU QUESTI DIPENDENTI.

Arcangelo Ponticiello 31.10.07 11:55| 
 |
Rispondi al commento

IL GOVERNO NELLA VESTE DI PETRUCCIOLI HA PER TUTTI NOI UNA GRANDE NOVITA' IL CANONE DELLA RAI SI PAGHERA' SULLA BOLLETTA ENEL PER COMBATTERE GLI EVASORI MA SE VEDO LA TV DA INTERNET LO DEVO PAGARE UGUALMENTE? ANCORI LI A METTERCELO NEL C...O.
CIAO E RIFLETTIAMO SU QUESTI DIPENDENTI.

Arcangelo Ponticiello 31.10.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
vi seguo da tanto e da qualche tempo ho deciso di rendere effettive e pratiche alcune idee che con voi ho in comune.
infatti dopo aver investito in terreni ora sto per presentare un progetto di costruzione di un impianto a biogas.
se qualcuno ha informazioni utili riguardo la normativa, i finanziamenti, le fonti più produttive e qualsiasi materiale inerente il biogas, me lo posti pure all' email: marcobiffimb@libero.it.
tutto l'aiuto che mi darete sara utile allo scopo.
grazie e non mollate.


marcello b. Commentatore certificato 28.10.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti,
vi seguo da tanto e da qualche tempo ho deciso di rendere effettive e pratiche alcune idee che con voi ho in comune.
infatti dopo aver investito in terreni ora sto per presentare un progetto di costruzione di un impianto a biogas.
se qualcuno ha informazioni utili riguardo la normativa, i finanziamenti, le fonti più produttive e qualsiasi materiale inerente il biogas, me lo posti pure all' email: marcobiffimb@libero.it.
tutto l'aiuto che mi darete sara utile allo scopo.
grazie e non mollate.


marcello b. Commentatore certificato 28.10.07 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Trovo incredibile che l'Enel usi come slogan "La vera rivoluzione è tornare al nucleare. Sovietico."
...OH!!! MA STIAMO SCHERZANDO? NON NE AVETE MAI FATTA UNA DI PICCOLA RIVOLUZIONE! E GIà PARTITE CON IL NUCLEARE!?! Santo cielo, pensate prima alle fonti rinnovabili, a quei 45x45 km giù in Sicilia di energia solare coperti solo per il 45%... Cara la mia Enel, NON SOLO doveva mettersi a giocare con il nucleare MA ANCHE quello sovietico, abbiamo visto la cura che ne hanno delle loro centrali con Chernobyl e tra l'altro dovevate mettervi a sponsorizzare centrali ADDIRITTURA PIù VECCHIE DI CHERNOBYL! Capite cosa vuol dire? Se Chernobyl era una più giovane che ha fatto questa fine cosa faranno quelle più vecchie!?! Mia CARISSIMA Enel, se non sapete giocare prima si impara, non si va ai tornei mondiali, non si va a buttare i NOSTRI soldi in Russia quando mancano già QUA le fonti! Non si fa!
Sono Rebecca Sargo ho 14 e sono contraria al nucleare!

Rebecca Sargo 22.10.07 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho capito una cosa, ma per cosa volete manifestare?per le centrali nucleari che l'enel ha comprato in slovacchia?vi siete informati altrove sulle centrali slovacche?

leggete qualcosa da qui:

http://www.seas.sk/en/

e non siate succubi delle baggianate di greenpeace e dei verdi, ragionate con la vostra testa.

ciao a tutti,
gaetano

Gaetano Tortora 11.10.07 10:28| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI NON HO PAROLE!!!!!!Non ero consapevole di tutto ciò perchè il nostro Governo(se così si può chiamare)tiene questa informazione ben nascosta!k dire più che AGIAMO NOI!ma la domanda è come??se qualcuno ha qualche idea me la comunichi sulla mia e-mail perfavore.Io purtroppo sono minorenne e non posso muovermi in macchina ma se c'è la possibilità sarò il primo a scendere in campo per lottare per il nostro ambiente!!!NON ARRENDIAMOCI RAGA!!!!!

gianluca faziotti 01.10.07 20:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' EVIDENTE CHE ABBIAMO A CHE FARE CON DEGLI IMBECILLI, CHE NON STANNO BENE AL POSTO DOVE SONO.
SEMPLICEMENTE NON SONO DEI TECNICI E NON CONOSCONO IL LORO LAVORO?
POSSIBILE CHE IN ITALIA SIANO TUTTI COSI?
E' COSI DIFFICILE METTERE LE PERSONE GIUSTE AL POSTO GIUSTO?
MI SEMBRA UNA MANOVRA LOGICA ED INTELLIGENTE........NIENTE PIU'

GIUSEPPE GIGLIO Commentatore certificato 01.10.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Io cedo che la più grande ipocrisia non sia Prodi che finanzia le centrali nucleari nell' est, bensì che nonostante il referendum dell'86 il rischio nucleare non sia sceso di una virgola (vi sono diverse centrali nucleari presso i nostri confini) l'unica a calare é stata la quantità di energia prodotta dal nostro paese mentre il fabbisogno cresceva. Che fare? energia eolica? o forse solare? perchè non geotermica? Nessuna di queste! e sapete perché? perché non producono abbastanza! Io sono convinto che queste siano le fonti energetiche del futuro ma oggi non riuscirebbero a sostenere il fabbisogno di un paese. La (geniale) soluzione? centrali a carbone. Facendo un quadro generale: Stiamo ancora pagando per lo smantellamento delle centrali nucleari ogni volta che paghiamo la bolletta dell' enel; Siamo sempre a rischio per la vicinanza di centrali straniere e ci faremo intossicare dalle centrali a carbone. però l'energia non basta ancora, che fare? Ma é ovvio! la compriamo da quei paesi che usano ancora centrali nucleari!

Florian Rey 30.09.07 14:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diciamo che è piuttosto facile associarsi alle battaglie ambientaliste che le varie associazioni e movimenti propongono,in fondo un bel prato verde piace a tutti e farsi una bella passeggiata in un parco stimola belle sensazioni,ma vorrei porre l'attenzione sul fatto che nessuno di noi è pronto poi,in nome di tutti questi bei discorsi,a sacrificarsi un po',magari rinunciando a muoversi in auto o abbassare un po' il riscaldamento di casa.
L'energia ha un costo,economico ovviamente,ma anche sociale e dato che consumiamo una quantità di energia pro-capite immensamente maggiore rispetto ai nostri nonni dobbiamo anche essere disposti ad accettare il risvolto della medaglia.Questo potrebbe essere rappresentato da una centrale nucleare davanti casa(ma anche da una termoelettica accanto all'ufficio,oppure una discarica o un inceneritore che si affaccia sul nostro giardino)
Dato che per il momento non mi sembra i paesi tecnologicamente avanzati (+o- come il nostro) siano disposti a rinunciare a qualche beneficio,al fine di consumare un po' meno energia in nome dell'ambiente,dato che ognuno di noi non vuole rinunciare all'mp3,all'idromassaggio o al condizzionatore(tutte cose superflue e non legate alla nostra comodità e non alla nostra sopravvivenza)mi pare ABBASTANZA IPOCRITA,e dire abbastanza è un eufemismo,criticare tanto queste centrali nucleari,la cui energia siamo poi pronti a Risucchare avidamente

Andrea Benvenuti 28.09.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere dove sono le centrali nucleari in Europa? Spero che non ce ne siano,altrimenti, calcolando che l'Italia e' collegata con almeno 4 Stati Europei e con una vicinanza di altri Stati da non permettere via di fuga in caso di una catastrofe nucleare, avrei paura nell'affermare che il problema delle centrali nucleari non riguarda la sola Italia, quindi per cui, averla in casa o no, purtroppo cambi ben poco. SONO SFAVOREVOLE ALLE CENTRALI NUCLEARI. Vuole solo essere una piccola provocazione ad altri Stati.

stefano taurino 26.09.07 02:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi lettori, sono un ex studente di fisica atomica.Non ho finito di leggere tutti i commenti inmateria di energia perchè + o - sono tutti dello stesso tenore. Io penso che sia giusto non rimanere esclusi dal resto d'europa per quanto riguarda il nucleare.Oggigiorno i sistemi di sicurezza sono migliorati di gran lunga rispetto a 20 anni fa, quando venne fatto il referendum.Quella volta fummo saggi oggi le cose sono cambiate. Però permettetemi anche a me di gridare un VAFFANCULO a tutti coloro che pensano di poter risolvere i problemi energetici
vomitando le nostre scorie nucleari sui paesi del terzo mondo.....troppo comodo. Occorre studiare prima il sistema di smaltimento delle scorie cercando soluzioni che non siano dannose per altre persone. Tutti i calcoletti che qualche ing. ha fatto sopra, sono corretti, ma non c'è nessun riferimento a questo piccolo dettaglio.
Come ex studioso di "reazioni nucleari", tutto sommato preferisco energie alternative pulite certamente non per un uso consumistico come la nostra società capitalistica oggi impone, ma per una vita piu sana, con la speranza che quei barili pieni di scorie che sono in fondo al mare non vengano corrosi troppo presto e con la speranza che i nostri vicini, quelli che sono a 200km di distanza, con le loro centrali, prestino la massima attenzione.

BEPPE, SEI UN MITO!!! CONTINUA COSì

sandro Passarani 25.09.07 00:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Tutti pensando nucleare--> chernobyl perciò morte. Però non si dice che è stato un incidente (che oggi è impossibbile che si ripeta tale tipo di errore), che viviamo a stretto contatto con le centrali di francia ,svizzera ecc (che le utilizzano senza nessun problema ). Sapete che chernobyl e le bombe scanciate volutamente dagli americani sul giappone sono pari alle persone che muoiono in miniera negli ultimi 10 anni. solo che sono morti silenziosi. il petrolio sta uccidendo la terra il nucleare nelle forme giuste è pulito. cmq il futuro sono le centrali a idrogeno giuseppe

Giuseppe m. Commentatore certificato 24.09.07 13:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene come al solito ogni anno all'anniversario di chernobyl si dice male al nucleare...io sono uno studente del politecnico di Milano di Ingegneria Nucleare e mi dispiace vedere parlare sempre e solo di Chernobyl e per esempio non ricordare mai la strage di Bhopal in India ma mi pare che l'industria chimica in italia non sia morta come quella nucleare.Mi fa incazzare quando si parla di uranio impoverito e si associa il suo effetto ai tumori ai soldati, quando chissà quanti tossici chimici vengono inalati durante la guerra. Riguardo Mochovce ricordo che il reattore VVER è una tecnologia diversa dagli RBMK (quello di Chernobyl) e che è simile a quella del PWR americano e francese...la differenza???un generatore di vapore posto in modo orizzontale anzichè verticale. Comunque tra 1 po' andremo a Mochovche e vi saprò dire effettivante quello che è vero riguardo i sistemi di sicurezza e il doppio contenitore. Vorrei inoltre ricordare che l'incidente di chernobyl (documentatevi) è stato causato da errori umani (sono stati disattivati tanti sistemi di sicurezza) e che il reattore RBMK è difettoso per progettazione...grafite e acqua reagiscono come si sa a determinate temperature e ci sono problemi in caso di transitori rapidi. Comunque quelli di greenpeace come anche il Ministro dell'Ambiente di nucleare non ci capiscono niente e pensano solo a demistificare questa tecnologia che non mi pare faccia paura agli altri paesi europei. E' normale aver paura del nucleare con i verdi che fanno vedere i pesci dai 3 occhi e le torri evaporative che emettono vapore (quello che vedete alla sigla dei simpson per farci capire) facendo pensare che escono gas radioattivi. E' un peccato che si promuova un no al nucleare Enel all'estero almeno così gli ingengeri nucleari italiano fanno esperienza sul campo (non solo con la ricerca promossa pochi giorni fa da Prodi) in modo da essere più competitivi coi paesi europei in merito alla tecnologia nucleare, che è importante per il futuro.

Gaetano Tortora 24.09.07 12:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Rimango allibito dall'ignoranza della gente, che dibatte sul fatto che non è possibile sostituire le centrali a carbon-fossile, che potremmo tornare al nucleare, perchè tanto abbiamo 13 centrali nucleari a meno di 200 Km dai confini e che centrali fotovoltaiche non potranno mai sopperire al fabbisogno energetico. Allora io mi chiedo... chi ha mai parlato di costruire mega centrali fotovoltaiche?! Cominciamo a proporre disegni di legge che aiutano i cittadini a farsela a casa una centrale fotovoltaica perchè se la gente non lo sa ad oggi senza delle leggi ben precise e quindi non atte a migliorare le nostre possibilità, ognuno di noi con una cifra di circa 6.000/7.000 € può prodursi nella propria abitazione una centrale fotovoltaica che produce 2.000 KWh all'anno, tale da sopperire il fabbisogno energetico di un appartamento con 3/4 persone con attenti consumi elettrici. Ma quali megacentrali. Lo sviluppo dobbiamo crearcelo noi ma devono darcene la possibilità.

Emiliano

Emilinao Di Donato 22.09.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Rimango allibito dall'ignoranza della gente, che dibatte sul fatto che non è possibile sostituire le centrali a carbon-fossile, che potremmo tornare al nucleare, perchè tanto abbiamo 13 centrali nucleari a meno di 200 Km dai confini e che centrali fotovoltaiche non potranno mai sopperire al fabbisogno energetico. Allora io mi chiedo... chi ha mai parlato di costruire mega centrali fotovoltaiche?! Cominciamo a proporre disegni di legge che aiutano i cittadini a farsela a casa una centrale fotovoltaica perchè se la gente non lo sa ad oggi senza delle leggi ben precise e quindi non atte a migliorare le nostre possibilità, ognuno di noi con una cifra di circa 6.000/7.000 € può prodursi nella propria abitazione una centrale fotovoltaica che produce 2.000 KWh all'anno, tale da sopperire il fabbisogno energetico di un appartamento con 3/4 persone con attenti consumi elettrici. Ma quali megacentrali. Lo sviluppo dobbiamo crearcelo noi ma devono darcene la possibilità.

Emiliano

Emilinao Di Donato 22.09.07 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Energia dalla russia?
Pierferdinando Casini ha da poco annunciato che l'italia oggi come oggi è DI NUOVO pronta ad affrontare la sfida del nucleare.
Le sue parole testuali sono state:
"Stiamo perdendo terreno in Europa e nel mondo. Paghiamo i costi di energia di più rispetto a tutti i nostri vicini di casa. Siamo usciti irresponsabilmente dal nucleare per un referendum che fu convocato sotto l'onda emotiva di Chernobyl" poi continua proponendo:"seriamente il tema della ricerca sul nucleare, un nucleare sicuro, che non inquini, che rappresenti una fonte di energia pulita" infine conclude affermando che insieme ai suoi dell'UDC:"presenteremo una mozione in Parlamento per ripercorrere la via del nucleare".

1. PAGHIAMO
Chi paga i costi energetici più alti rispetto a tutti i nostri vicini di casa?
Non bisogna certo ripeterlo che a pagare sempre e sempre di più sono i cittadini italiani.

2.NUCLEARE PULITO
INVESTIAMO (NOI) SU UN NUCLEARE PULITO, UN NUCLEARE CHE NON INQUINI, CHE RAPPRESENTI UNA FONTE DI ENERGIA... PULITA (il nucleare)...
E poi il NOSTRO bel 30% di azioni affidate all'ENEL se ne va a spasso per la Russia a scegliere centrali nucleari innaugurate quaranta anni fa!

3.MOZIONE IN PARLAMENTO PER RIPERCORRERE LA VIA DEL NUCLEARE
L'Italia possedeva prima del referendum quattro centrali nucleari:LATINA TRINO VERCELLESE CAORSO GARIGLIANO
tutte inserite in un programma di finanziamenti varato negli anni '50 costato allo stato MILIARDI DI MILIARDI di lire. nell'87 gli italiani decidono di fermare la produzione di energia nucleare. PARTE LA RICONVERZIONE DI NUOVO VENGONO SPESI MILIARDI DI MILIARDI PER SPEGNERE QUEL PERICOLOSO FUOCO SACRO, di cui oggi Casini si fa vestale e prometeo sull'onda dell'aumento dei costi dell'energia.
Ora secondo il piano dell'illuminato Pier si dovrebbero riaccendere tutte le centrali?

DI NUOVO BISOGNA SPENDERE MILIARDI DI MILIARDI, PER NUOVE CENTRALI?
NON CI HANNO MANGIATO SOPRA GIA' IN TROPPI?
NO, MANCA L'UDC!!!!

Paolo Rosati Commentatore certificato 21.09.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Energia dalla russia?
Pierferdinando Casini ha da poco annunciato che l'italia oggi come oggi è DI NUOVO pronta ad affrontare la sfida del nucleare.
Le sue parole testuali sono state:
"Stiamo perdendo terreno in Europa e nel mondo. Paghiamo i costi di energia di più rispetto a tutti i nostri vicini di casa. Siamo usciti irresponsabilmente dal nucleare per un referendum che fu convocato sotto l'onda emotiva di Chernobyl" poi continua proponendo:"seriamente il tema della ricerca sul nucleare, un nucleare sicuro, che non inquini, che rappresenti una fonte di energia pulita" infine conclude affermando che insieme ai suoi dell'UDC:"presenteremo una mozione in Parlamento per ripercorrere la via del nucleare".

1. PAGHIAMO
Chi paga i costi energetici più alti rispetto a tutti i nostri vicini di casa?
Non bisogna certo ripeterlo che a pagare sempre e sempre di più sono i cittadini italiani.

2.NUCLEARE PULITO
INVESTIAMO (NOI) SU UN NUCLEARE PULITO, UN NUCLEARE CHE NON INQUINI, CHE RAPPRESENTI UNA FONTE DI ENERGIA... PULITA (il nucleare)...
E poi il NOSTRO bel 30% di azioni affidate all'ENEL se ne va a spasso per la Russia a scegliere centrali nucleari innaugurate quaranta anni fa!

3.MOZIONE IN PARLAMENTO PER RIPERCORRERE LA VIA DEL NUCLEARE
L'Italia possedeva prima del referendum quattro centrali nucleari:LATINA TRINO VERCELLESE CAORSO GARIGLIANO
tutte inserite in un programma di finanziamenti varato negli anni '50 costato allo stato MILIARDI DI MILIARDI di lire. nell'87 gli italiani decidono di fermare la produzione di energia nucleare. PARTE LA RICONVERZIONE DI NUOVO VENGONO SPESI MILIARDI DI MILIARDI PER SPEGNERE QUEL PERICOLOSO FUOCO SACRO, di cui oggi Casini si fa vestale e prometeo sull'onda dell'aumento dei costi dell'energia.
Ora secondo il piano dell'illuminato Pier si dovrebbero riaccendere tutte le centrali?

DI NUOVO BISOGNA SPENDERE MILIARDI DI MILIARDI, PER NUOVE CENTRALI?
NON CI HANNO MANGIATO SOPRA GIA' IN TROPPI?
NO, MANCA L'UDC!!!!

Paolo Rosati Commentatore certificato 21.09.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono d’accordo sulla promozione della ricerca sull’energia nucleare avanzata che risolva il problema delle scorie radioattive e nell’approvigionamento del combustibile.
Come si è visto e documentato non esiste abbastanza materiale fissile. Dovremmo pensare ad alimentare i nostri reattori con qualcosa che non sia uranio “classico” ma altro. E che le scorie possano essere smaltite in tutta sicurezza.
Oggi questo è un obiettivo e non una tecnologia disponibile, se non tra 50 anni.
Nel frattempo, ovvero nell’immediato, cosa possiamo fare ?
La ricetta è :
1. Risparmio dell’energia e dell’acqua.
2. Conversione delle centrali elettriche a metano con cicli combinati turbogas/vapore.
3. Massicci interventi nel campo delle rinnovabili, quali fotovoltaico ed eolico.
Vediamo per punti :
1. Risparmio dell’energia e dell’acqua.
Il risparmio dell’energia passa per interventi che riguarda il nostro modo di vivere : come ci riscaldiamo e come ci mviamo principalmente.
Ora se le nostre case fossero isolate come si dovrebbe (esiste una legge in Italia, la n.10 del 1991) avremmo case più calde d’inverno e più fresche d’estate. Per muoverci potremmo usare il mezzo pubblico. Se proprio vogliamo usare l’auto l’auto elettrica ha raggiunto una maturità tecnologica tale da renderla disponibile da subito.
Il rendimento di un motore elettrico è del 90 %.
Il rendimento di un motore a scoppio è del 18 %.
Il resto viene dissipato in calore.
Vi ho anche parlato del risparmio di acqua. Qualcuno potrà obiettare : ma che c’entra il risparmio di acqua con il ripsarmio energetico ?
Semplice : il 19 % dell’energia elettrica prodotta in Italia proviene da fonte idroelettrica. Se ho un bacino da cui prelevo l’acqua per usi idropotabili l’acqua che andrò a sprecare non riuscirò ad usarla per produrre energia elettrica.
2. Conversione delle centrali elettriche a metano o biogas con cicli combinati turbogas/vapore.
La cosa bisogna farla il più presto possibili dotando l’Italia di almeno 8 r

silvano robur 20.09.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il mio vuole essere un appello accorato e sincero ad una persona che non può essere un completo cretino come l'Egregio Ministro dell'Ambiente.

Fai un po' di informazione.

Spiega che Germania fa il 50 % del suo fabbisogno con il carbone, un 30 % col nucleare e ci stanno ripensando alla dismissione delle centrali esistenti (che comunque averrà in decine d'anni).

Spiega che la Spagna fa il 30 % col carbone e altrettanto con il nucleare.

Spiega che la Francia fa il 90 % col nucleare.

Spiega che abbiamo 13 centrali a meno di 200 chilometri dal confine quindi ci accolliamo rischi ma senza nessun beneficio.

Spiega che il costo di generazione di un kWh fotovoltaico è di 50 centesimo contro i 3-5 di carbone e nucleare (7-8 cicli combinati a gas), quindi un economia basata su questa tecnologia andrebbe a puttane.

Spiega che per ragioni di:
1) costi
2) bassa densità e quindi elevatissime superfici necessarie
3) non continuità (L'ENERGIA ELETTRICA NON PUO' ESSERE IMMAGAZZINATA)
le fonti rinnovabili non potranno mai superare un certo limite sul totale.
Alcuni studiosi hanno individuato un limite attorno al 30%, i più fiduciosi arrivano a 40%: passato questo limite la rete non sarebbe più in greado di compensare alle irregoralità nell'erogazione di potenza dato da eolico e fotovoltaico, sia in eccesso che in difetto.

Spiega che la Germania con il FV fa lo "zerovirgolaqualcosa" nonostante sia il paese al Mondo con più potenza installata.

Spiega che al mondo in totale ci sono 5 GW installati di FV e che per fare metà del fabbisogno italiano ci vorrebbero 120 GW (e 700 miliardi di lire).

Spiega che i costi di questi pannelli non si ridurranno fino all'arrivo dei polimerici, che saranno commercializzati fra qualche decina d'anni, ossia quando la nostra industria energetica basata su un 50% di gas metano (in crescita) sarà già collassata.

Spiega questo.

Non limitarti a fare demagogia, perchè è solo grazie a quella che sei arrivato dove sei ora.

Ciao e grazie

Ing. Energetico 18.09.07 17:45| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il mio vuole essere un appello accorato e sincero ad una persona che non può essere un completo cretino come l'Egregio Ministro dell'Ambiente.

Fai un po' di informazione.

Spiega che Germania fa il 50 % del suo fabbisogno con il carbone, un 30 % col nucleare e ci stanno ripensando alla dismissione delle centrali esistenti (che comunque averrà in decine d'anni).

Spiega che la Spagna fa il 30 % col carbone e altrettanto con il nucleare.

Spiega che la Francia fa il 90 % col nucleare.

Spiega che abbiamo 13 centrali a meno di 200 chilometri dal confine quindi ci accolliamo rischi ma senza nessun beneficio.

Spiega che il costo di generazione di un kWh fotovoltaico è di 50 centesimo contro i 3-5 di carbone e nucleare (7-8 cicli combinati a gas), quindi un economia basata su questa tecnologia andrebbe a puttane.

Spiega che per ragioni di:
1) costi
2) bassa densità e quindi elevatissime superfici necessarie
3) non continuità (L'ENERGIA ELETTRICA NON PUO' ESSERE IMMAGAZZINATA)
le fonti rinnovabili non potranno mai superare un certo limite sul totale.
Alcuni studiosi hanno individuato un limite attorno al 30%, i più fiduciosi arrivano a 40%: passato questo limite la rete non sarebbe più in greado di compensare alle irregoralità nell'erogazione di potenza dato da eolico e fotovoltaico, sia in eccesso che in difetto.

Spiega che la Germania con il FV fa lo "zerovirgolaqualcosa" nonostante sia il paese al Mondo con più potenza installata.

Spiega che al mondo in totale ci sono 5 GW installati di FV e che per fare metà del fabbisogno italiano ci vorrebbero 120 GW (e 700 miliardi di lire).

Spiega che i costi di questi pannelli non si ridurranno fino all'arrivo dei polimerici, che saranno commercializzati fra qualche decina d'anni, ossia quando la nostra industria energetica basata su un 50% di gas metano (in crescita) sarà già collassata.

Spiega questo.

Non limitarti a fare demagogia, perchè è solo grazie a quella che sei arrivato dove sei ora.

Ciao e grazie

Ing. Energetico 18.09.07 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il mio vuole essere un appello accorato e sincero ad una persona che non può essere un completo cretino come l'Egregio Ministro dell'Ambiente.

Fai un po' di informazione.

Spiega che Germania fa il 50 % del suo fabbisogno con il carbone, un 30 % col nucleare e ci stanno ripensando alla dismissione di quelle esistenti.

Spiega che la Spagna fa il 30 % col carbone e altrettanto con il nucleare.

Spiega che la francia fa il 90 % col nucleare.

Spiega che abbiamo 13 centrali a meno di 200 chilometri dal confine quindi ci accolliamo rischi ma senza nessun beneficio.

Spiega che il costo di generazione di un kWh fotovoltaico è di 50 centesimo contro i 3-5 di carbone e nucleare, quindi un economia basata su questa tecnologia andrebbe a puttane.

Spiega che la Germania fa lo "zerovirgolaqualcosa" nonostante sia il paese al Mondo con più potenza installata.

Spiega che al mondo ci sono 5 GW installati di FV e che per fare metà del fabbisogno italiano ci vorrebbero 120 GW (e 700 miliardi di euro).

Spiega che i costi di questi pannelli non si ridurranno fino all'arrivo dei polimerici, che saranno commercializzati fra qualche decina d'anni, ossia quando la nostra industria energetica basata su un 50% di gas metano (in crescita) sarà già collassata.

Spiega questo.

Non limitarti a fare demagogia, perchè è solo grazie a quella che sei arrivato dove sei ora.

Ciao e grazie

Ing. Energetico 17.09.07 21:32| 
 |
Rispondi al commento

...continua

[...Non hai dei dubbi su questo meraviglioso nucleare? Andresti a vivere con i tuoi bambini a 10 km da un reattore? E a 100 km?...]
Cara Giusi, ti ringrazio per questa affermazione che ci consente di evidenziare l'ipocrisia italiana.
Ci sono 13 centrali nucleari A MENO di 200 chilometri dal confine. Si hai capito bene, TREDICI. Pensi che le radiazioni si fermino perchè non capiscono la lingua?

[...I paesi che sono DAVVERO industrializzati e DAVVERO tecnologicamente avanzati,rivolgono la loro attenzione verso energie DAVVERO rinnovabili,dismettendo i reattori nucleari che hanno un altissimo rischio e si sono rivelati poco contollabili...]
Scusa di che paesi stai parlando?????
Pensi che la Germania riesca a sostituire il nucleare con il fotovoltaico?? Che fa lo 0,1 % del suo fabbisogno nonostante sia la leader mondiale??
Fino a poco tempo fa faceva il 30% col nucleare adesso PROVA a ridurlo gradualmente nel tempo (non pensare che da un giorno all'altra le spengono).. ma la Merkel ha riaperto il dibattito.
Per la cronaca il 50-60% del fabbisogno lo fa col carbone.

ALtri paesi:
SPAGNA:
- 50 % carbone
- 30 % nucleare

FINLANDIA:
- 30 % nucleare

FRANCIA:
- 80 % nucleare

ITALIA (i migliori)
- 15 % carbone
- 60 % gas e petrolio


Ciao a tutti

Ing. Energetico 13.09.07 15:01| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CRISI ENERGETICA - BIOMASSA SECCA

Il ministro Bersani ha pubblicato le stime sul mercato dell'energia per il 2007: "Non siamo riusciti a tener dietro con investimenti e infrastrutture. Siamo ancora abbastanza nei guai dal punto di vista di sicurezza del sistema energetico"

E' il momento di passare al contrattacco con la biomassa secca 100 Milioni di Tonnellate. Pensavo di avere ancora un anno di tempo, ma è qui e ora è tempo di agire, mi hanno passato la palla, sono solo davanti alla porta sguarnita, devo segnare.

100 stufe gratis per i primi 100 contratti decennali di fornitura di prodotti 100 Milioni di Tonnellate.

Anche l'amministratore delegato dell'Enel Conti è pessimista sul futuro energetico: "Siamo più fragili di due anni fa. I costi aumenteranno ancora. Rischiamo di restare al freddo e al buio. Nell'ultimo inverno ci siamo salvati, ma non so se potremo salvarci quest'anno. Siamo ancora più fragili di quanto lo eravamo nel 2005"

Se sei nel dubbio passa alla stufa a biomassa secca, ci pensiamo noi a rifornirti, 100 Milioni di Tonnellate

GRATIS 100 STUFE

BIOMASSA SECCA ENERGIA PULITA

Contratto di fornitura decennale di cippato, ciocchi o tronchetti

100 Milioni di Tonnellate

LEGNA ECOLOGICA
- tagliata a mano
- piante secche già morte
- cippato ottenuto da rametti
- sfruttamento razionale foreste
- produzione e sviluppo locale

A PARITA' DI PESO E DI PREZZO
- maggior volume
- maggior potere calorico
- maggior risparmio

Tutti potete usare gratuitamente il marchio 100 Milioni di Tonnellate, a patto che abbiate un prodotto ecologico ottenuto da biomassa secca o sfruttamento razionale delle foreste. Se sei pronto, se hai la palla frai piedi, se sei davanti alla porta, fai gol anche tu, è il momento di sfondare, di tirare giù il muro, di liberarci dalla dipendenda straniera, di diventare ricchi: bisogna prenderci la nostra fetta di mercato.

100 MILIONI DI TONNELLATE
http://100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com/

danilo cafù 12.09.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto questo post...l'unica reazione possibile è la risata...
Come può la prima industria energetica di un paese sviluppato(?) come l'Italia investire soldi e tempo su progetti così obsoleti oggigiorno?
Benchè penso che il referendum sul nuclerare sia stata la mossa più masochistica fatta in sessant'anni di republica del "Bel Paese",
l'idea di creare un bel parco giochi per Bin Laden &Co,mi pare un'iniziativa molto positiva da parte dei nostri "lungimirati governanti".....

Antonio il bianconiglio 11.09.07 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e Cari Signori
Sono nuovo del blog e scrivo da reggio calabria...uno dei tanti inferni dimenticati da dio destinato a diventare deserto in un prossimo ma nn lontano futuro. Ho avuto modo di leggere tante delle vostre discussioni e argomenti...dimostrazioni di intelletto brillanti, chiare, decise e potenti che solo una mente evoluta come quella umana poteva affrontare. Viviamo in un mondo in cui la frase "il fine giustifica i mezzi" sembra un lusso di cui potersi appropriare per far fronte agli horrori del nostro secolo...frase che per quanto breve e cruda essa sia, nn passa innoservata al sorgere degli eventi. Tuttavia oggi resta un interrogativo che cerca senza tregua di farsi strada nella nostra cresciuta percezione delle cose...Tutto quello che stiamo facendo, tutto quello per cui stiamo lottando, ci renderà la vita mogliore? Prima di comprendere cosa è giusto o sbagliato il tempo farà la sua parte sui nostri figli e sulle nostre figlie che dovranno far fronte alle conseguenze delle nostre azioni...quindi lascio la rispota a voi nella speranza che possiate placare gli enigmi della nostra società prima che questa marcisca e scompaia senza lasciare traccia.

davide amato Commentatore certificato 11.09.07 02:12| 
 |
Rispondi al commento

con uno dei referendum del novembre 1987 il 71,9 ha votato l'abrogazione della norma che consente all’ENEL (Ente Nazionale Energia Elettrica) di partecipare ad accordi internazionali per la costruzione e la gestione di centrali nucleari all'estero?

Perchè l'ENEL continua tuttora ad acquistare partecipazioni miliardarie all'estero per la costruzione di centrali nucleari?

Paolo De Carolis 06.09.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDE BEPPE SIAMO TUTTI CON TE PER IL V-DAY!!!!!!!!

Federico Sparta 03.09.07 02:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi scarta l'energia nucleare a priori e' un totale ignoranteeeeeeeeeeeeeee

Scimmia Artica 17.07.07 19:25| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi posto il link di un articolo interessante e veritiero, lo possono leggere tutti quelli che si vogliono informare e che vogliono evitare le demagogie moderne.
Molto lungo ma molto esaustivo.

---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------

http://www.archivionucleare.com/index.php/2007/07/03/carbone-nucleare-effetto-serra/

---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------
---------------------------------------

Fabrizio B. Commentatore certificato 10.07.07 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO, + AZIONE!!!
______________________________________
Bene il V-Day, ma si può di più:

RICORDATE CELENTANO, CHE FECE CAMBIARE CANALE A MILIONI DI PERSONE E TERRORIZZO' LA RAI?
GRILLO, HAI UN SEGUITO DI PERSONE ENORME:
USALOOOO!!!!!
_______________________________________
"Appuntamenti" di protesta ATTIVA e di ASTENSIONE!!! Ad. es. "il 6 agosto non compriamo benzina per protesta contro l'energia sporca!". Vedi quando lo Stato PERDE SOLDINI, come si attiva!!! DAI DAI!!!!
_______________________________________
ABBIAMO L'ARMA DEI CONSUMI: USIAMOLA!!!

Emmanuel Rivaro 10.07.07 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe.. Secondo me si puo' fare tanto semplicemente RISPARMIANDO energia.
Come si è fatto per le buste di plastica, perchè non si fa una legge dove si vieta la produzione di lampadine a incandescenza a favore delle lampadine a risparmio energetico???
Una lampadina a risparmio energetico consuma fino all'80% di energia in meno, che moltipicata per tutte le lampadine che abbiamo accese in casa, per tutte le case italiane, si avrebbe già un bel risparmio. Che ne pensi??
Oppure ho notato mentre aspetto il pulman per andare a lavoro, che ci sono tante macchine che stanno ferme col motore acceso per aspettare i figli da accompagnare a scuola, o per aspettare amici e cosi' via. Perchè non si inventa un dispositivo che per esempio dopo 5 minuti che il motore è acceso ma la macchina non si muove, spegne automaticamente il motore?? Che senso ha tenere il motore acceso se non si cammina??
Serve solo aconsumare e inquinare senza motivo.
Che ne pensi??
Grazie dell'attenzione.
Ciao.

Marco de maio 08.07.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 1987 votai a favore del nucleare.Non ne sono pentito. E' chiaro che tutti noi auspichiamo le energie rinnovabili, le migliori in asoluto assolutamente NON inquinanti. Ma nalla realta'? Nella realta' tutti i paesi europei, Francia in testa, hanno adotatto il nucleare producendo piu' energia del loro fabbisogno e...e vendendola a noi...Noi abbiamo continuato col petrolio, tonnellete e tonnelate di petrolio...arricchendo i petrolieri e NON riuscendo NEMMENO a coprire il ns fabbisogno.Abbiamo inquinato i cieli, l'aria del nostro Belpaese...mentre a Nizza c'e' una centrale nucleare francese che se succede un incidente non e' che le radiazioni al confine italiano tornano indietro.
Nonostante cio' formero' la petizione contro l'Enel per i reattori in Slovacchia. Perche' e' un fatto culturale.Semplicemente perche' gl standard di sicurezza NON sarebbero accettati da nessun paese europeo.Le centrali europee hanno standard elevatissimi.Ma l'Occidente e il consumismo stesso e' un paradosso.Il paradosso per cui qui richiediamo elevatissimi standard di sicurezza, li' -a pochi km da casa nostra- possiamo andare a investire e guadagnare in cose assolutamente vetuste e obsolete,rischiose per l'intera umanita'. Stesso principio per cui qui i lavoratori hanno i contratti, devono essere messi in sicurezza ecc. ecc. poi compriamo le merci provenienti dalla Cina dove i lavoratori non hanno NESSUNA garanzia. Ma fatemi il piacere. Forse che l'Occidente dovrebbe avere un po' piu' di COERENZA??

MARIO PISCIOTTA Commentatore certificato 08.07.07 12:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Energia elettrica dal calore? Sì, grazie al suono"

http://www.hwupgrade.it/news/sistemi/energia-elettrica-dal-calore-si-grazie-al-suono_21554.html

iuri fanti Commentatore in marcia al V2day 03.07.07 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, stai pure tranquillo: Mortadella l'Alitalia la dà ai suoi compari di merende di Banca Intesa-San Paolo. Così come già TELECOM (Zpatero+ Banca Intesa), il Corriere-RCS, e presto anche ENI.
Avevi dei dubbi ?
Ogni tanto mi sembri distratto.
Tu non prendi soldi da Bnaca Intesa, vero ?

Piccolo Scrivano Malandrino 02.07.07 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volesse il cielo che in Italia si ridiscutesse il nucleare... Siamo come siamo oggi, senza energia, anche per colpa di un referendum vecchio di decenni, votato con campagne di disinformazione paurose, e sull'onda emotiva di Chernobyl...
Per me bisognerebbe tornare all'investimento sul nucleare... Le tecnologie in tal senso sono migliori rispetto agli anni '70.
Progrediamo anche noi o si resta nel paleolitico dell'energia... Autocombustione o al massimo lumi a petrolio...

Andrea Sperelli 28.06.07 23:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allarme incendi in Sicilia e Calabria

In Lombardia ci sono 100 guardie forestali, mentre in Sicilia, con lo stesso territorio, ce ne sono 50mila, cioè cinquecento volte di più

informati sull'anno internazionale della biomassa

In Italia ogni anno bruciano boschi per una superficie corrispondente a 20 mila campi di calcio, l'equivalente dell'energia di 15 miliardi di pannelli solari, 7 volte il fabbisogno energetico italiano.

http://fondo-investimento-etico.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2007/05/il_settore_dell.html

DANIELA CAPELLO 26.06.07 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillone
su you tube ci sono vari esempi di motori magnetici,io non capisco cosa dicono provate a guardare voi il video:
http://www.youtube.com/watch?v=trws3k9vq6M&mode=related&search=

antonio frau 24.06.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento

www.disinformazione.it

g.d.l. 23.06.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

In Svizzera, paese con 5 centrali nucleari e vari bidoni di scorie senza destinazione certa, non si fa di meglio: http://elezioni.swissinfo.org/energie-nucleaire-titre-pour-ce-sujet/2007/06/01/#more-7

Julien Sorel 12.06.07 21:43| 
 |
Rispondi al commento

NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE
NIKOLA TESLA --> CERCALO SU GOOGLEVIDEO E YOUTUBE

Visto che non vuoi parlare di chi, nel 1905, aveva brevettato un sistema di trasmissione di energia elettrica senza fili, ho pensato di fargli un pò di pubblicità. Se eri in buona fede, dimostramelo con un "post" sul più grande genio dell'umanità. Altro che Leonardo Da Vinci.

Guido Fawkes 10.06.07 06:16| 
 |
Rispondi al commento

Osservazione giusta e meritante di discussione. Però onestamente se tanto è vero che il referendum fatto in italia ha votato per non avere il nucleare, mi dite realmente che valore può avere se tutti intorno ce l'hanno? Anche se come abbiamo visto basta una sola centrale per mettere in crisi tutto il mondo..
Inoltre si non abbiamo il nucleare in italia però perchè allora andarlo a prendere dalla francia alimentando così di fatto comunque il suo utilizzo? Cioè ci vedo molti controsensi nel non volerlo sebbene molti vicini a noi ce l'abbiano ed inoltre sfruttare le loro centrali data l'insufficenza vera o presunta di energia nel nostro paese. Non sono molto a favore del nucleare per ovvi motivi (scorie, incapacità di gestirlo dimostrata e danni causati e che causeremo al pianeta e a noi stessi non solo da centrali) ma qui non si può pensare solo al proprio orticello..


Due post in un colpo solo..
mi allineo all'ing nucleare..

Addio

Fabio Finco 04.06.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

gentile signor Di Lecce,
visto che si sarà accorto anche lei che mi hanno cancellato alcuni interventi del nostro colloquio(mentre hanno lasciato le sue risposte, facendolo sembrare uno psicopatico che interlocuisce da solo) ho deciso che d'ora innanzi non scriverò più su questo blog censuratore.

Un'ultimo consiglio: non vi informate solo su internet. E' fin troppo evidente che è facilissimo manipolare l'informazione.


inge nucleare 02.06.07 22:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig. Roberto,
La Spagna e la Germania che continuate a nominare come esempi virtuosi, hanno già investito a suo tempo sul nucleare e il carbone, e tutt'oggi stanno traendo benefici da queste scelte.

Per cui possono permettersi di investire in altre fonti.

Spagna e Germania abbandonano il nucleare e il carbone?
Cosa pensi che spengano le centrali domani??
Gli daranno energia per altri quarant'anni siamo capaci tutti allora!!!!!!

Ti ricordo che la Spagna fa il 34% col nucleare!
La Germania il 30 %.
Ti ricordo inoltre che la Spagna fa il 45 % con il carbone.
La Germania il 50 %.

Quindi fatemi un piacere, prima di sbandierare la lungimiranza di questi virtuosi paesi pensate un attimo a quello che ci sta dietro.

Ma noi siamo FURBI.
A noi il nucleare deforma i figli e il carbone ci fa morire per i PM2.5.

Un'altra cosa.
Germania e Spagna hanno un'ulteriore vantaggio oltre a non avere Beppe Grillo che fa disinformazione: lo spazio.
La peculiarità delle fonti rinnovabili è l'avere bassa densità, quindi occorrono superfici molto estese.
Loro possono peremttersi di fare campi eolici ovunque avendo molto terreno disabitato (sei passato per il Nord della Germania o per il sud della Spagna verso il Mediterraneo? impressionante..), a noi li bloccano sia in terra che in mare (vedi il primo impianto off-shore al largo del Molise a cui si è opposto Di Pietro in persona).

Ciao

Fabio Finco 01.06.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho guardato il link, grazie per l'informazione.

Giusto per curiosità qualcuno sa (milione + milione -) quanto costa una centrale nucleare?

Me lo sono sempre chiesto.

Grazie

Roberto Di Lecce 01.06.07 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il tutto ha senso. Ma solo francia, inghilterra e finlandia hanno deciso di continuare con il nucleare(credo), la Germania per esempio ha detto stop.

Quello che penso è perchè la prima cosa è il nucleare, perchè nn incominciamo con le alternative, tanto se il nucleare è la cura si fa sempre in tempo, o sbaglio?

Poi ribadisco che io personalmente non vorrei vivere nelle vicinanze di una centrale nucleare, non importa quanto sicura possa essere.

Grazie per la risposta.

Roberto Di Lecce 01.06.07 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Quando le critiche sono costruttive non ci sono problemi.

La differenza fra me e lei è che forse non solo leggo articoli (come probabilmente fa lei), ma io in scozia ci ho vissuto un po e le rane mutanti ci sono davvero.

In Germania alla fiera di Hannover dove presentano nuove tecnologie per le energie rinnovabili ci vado,(io ci vado per la meccanica ma visto che sono lì....).

Cmq non voglio fare discussione su questo. Voglio postare solo un dato che ho omesso la Spagna ha 9 reattori, allora perchè invece di costruirne altri ha optato per il solare? Altra domanda aperta a chiunque mi voglia dare una risposta.

Roberto Di Lecce 01.06.07 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè non vuoi che spieghi all'Egregio Sig. Di Lecce perchè non si deve permettere di essere arrogante e spalare m...a sul primo che fa un commento contro corrente, dicendo che dice stron%&te e dando dell'ignorante in materia.
[Quando lui, con tutto il rispetto, avrà una cultura energetica derivante da quella pagina di Wikipedia e parla perchè ha letto N°1 articoli su Rubbia]

Avrò provato 50 volte ad inviarlo da più terminali.

Siete ridicoli.
Che danno posso fare??
Non è la prima volta che mi fate questi tiri (vedi più in basso un blogger vi ha sgammato in pieno)

La mia opinione vale come quella di qualsiasi altro, condivisibile o meno.

O vale meno perchè come Veronesi sono uno stupido?

Ciao

Finco Fabio 01.06.07 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi è stato fatto gentilmente notare che il costo per KW del fotovoltaico è maggiore del costo KW del solare (non fotovoltaico). E' interessante notare che quando si parla del nucleare per quanto riguarda i costi la gente non prende in considerazione che comunque:
a) in Italia miniere di uranio non ce ne sono (dobbiamo comprarlo)

b) Che l'uranio ha bisogno di strutture per arricchirlo (che io sappia in Italia su grande scala non ce ne sono, opppure dobiiamo comprarlo arricchito)

c) Che si ha bisogno di qualcos chiamata acqua pesante (anche questa bisogna comprarla o produrla)

d) La logistica del combustibile (uranio) e delle scorie

e) I costi di smaltimento (leggi stoccaggio) delle scorie che se fatto in Italia vorrei sia fatto nelle regioni/città dove si ha la maggiore aderenza al nucleare (vicino a casa mia se lo scordano)

f) E quì viene il bello il costo di acquisizione/mantenimento/costruzione/smaltimento che data la situazione morale della nostra politica sarà decisamente esorbitante.

g) Sulle fonti rinnovabili i SIGNORI DI ROMA ci possono fare molti meno soldi.

h) Ho guardato un quel link e anche se le medaglie attaccate ai nomi sono altisonanti, non ho visto nessun PREMIO NOBEL, oppure imprenditore quale sono io, eppure la mia categoria dovrebbe essere a favore del nucleare, ma vi posso assicurare che non è così.

i) Ribadisco la Spagna ci sta massacrando, e questo lo so per esperienza personale, eppure loro la soluzione la vedono nel progetto di Rubbia, loro non costruiscono centrali nucleari, e per quanto ne sappia la loro situazione per quanto riguarda le fonti energetiche è simile a quella italiana.

Devo ringraziere Fabrizio B., le sue critiche e motivazioni sono costruttive e non arroganti o volgari. Questa è la gente con la quale mi piace parlare, anche se forse nn raggiungeremo mai un accordo.

Roberto Di Lecce 01.06.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se qualcuno di voi è interessato guardi questo link.

E poi tragga le conclusioni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_Archimede

Sono stanco di sentire stupidaggini sul nucleare, per quando le centrali saranno finite, il solaer l'eolico, geotermico, le micronde, etc. saranno molto più convenienti.

E noi saremo di nuovo indietro.

Perchè la gente non capisce che bisogna pianificare in anticipo?

Ditto

Roberto Di Lecce 31.05.07 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE ATTENZIONE!!!!!!!!!!!!!
OGGI 30/05/07 SUI GIORNALI DAVANO LA NOTIZIA CHE QUELLA CIMA DI VERONESI INSIEME AD ALTRI "SCIENZIATI" VORREBBERO LA REALIZZAZIONE DI BEN 10 CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA ENTRO IL 2013.
NO COMMENT!

alessio serra (ghez) Commentatore certificato 30.05.07 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non mi fa gentilmente postare gli interventi?

Fabio Finco 29.05.07 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig. Elia,

E' proprio questa attitudine che ha portato l'Italia dov'è ora.

E' naturale che la produzione di qualunque struttura per produrre energia ne consumi. Lei ha citato le fonti alternative, ma potrei dire lo stesso delle centrali termoelettriche o nucleari.

Il problema è che una volta costruite queste strutture si devono autosostenere con il minor impatto possibile. Lei per esempio ha citato il fotovoltaico, ma lo sa che ormai è utilizzato quasi esclusivamente su bassa scala. Le centrali solari sono ben altra cosa. Non so se lei ha mai sentito parlare di un certo signor Rubbia, uno che di fisica se ne intende "veramente poco" bene il suo progetto di centrale solare è stato rifiutato in Italia, ma la spagna ne ha in programma 20. Ora dal punto di visita della crescita la Spagna ci sta demolendo quindi dei co@#§oni proprio non sono. Le potrei citare altre decine di esempi che demolirebbero la sua completa ignoranza in materia ma il numero di caratteri disponibile me lo impedisce.

La rigrazio comunque perchè dopo aver letto le sue st@#§*ate mi sono deciso a postare un intervento.

Scusate se l'intervento è un pò sconclusionato ma è la prima volta che posto su un blog.

Roberto Di Lecce 25.05.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente già a migliaia avranno fatto questa domanda su questo "blog":
se si ritiene il nucleare non idoneo, che cosa si propone nell'immediato per risolvere i problemi energetici italiani e, soprattutto, far abbassare le bollette dell'ENEL?

Non abbiamo acqua (centrali idroelettriche), non abbiamo zone particolarmente ventose (pale eoliche, senza considerare l'impatto ambientale), il fotovoltaico mi fa rizzare i peli delle ascelle....

....le turbogas inquinano, le biomasse inquinano, il carbone inquina, il petrolio inquina (tutto questo a detta del 90% della popolazione italiana)....

.....riprendiamo sul fotovoltaico....l'energia per fare i pannelli?!?! Ci mettiamo a petare su una turbina? NO!!!....inquina!!!!....

....come non pensarci....l'idrogeno!!!! ma come produciamo idrogeno? con le nucleare, le turbogas, le petrolio, le carbone, le idroelettriche, le fotovoltaiche.....con cosa?!?!?

Vi rimando al mio blog (senza censura!!!) per maggiori approfondimenti.

Salut.


Probabilmente già a migliaia avranno fatto questa domanda su questo "blog":
se si ritiene il nucleare non idoneo, che cosa si propone nell'immediato per risolvere i problemi energetici italiani e, soprattutto, far abbassare le bollette dell'ENEL?

Non abbiamo acqua (centrali idroelettriche), non abbiamo zone particolarmente ventose (pale eoliche, senza considerare l'impatto ambientale), il fotovoltaico mi fa rizzare i peli delle ascelle....

....le turbogas inquinano, le biomasse inquinano, il carbone inquina, il petrolio inquina (tutto questo a detta del 90% della popolazione italiana)....

.....riprendiamo sul fotovoltaico....l'energia per fare i pannelli?!?! Ci mettiamo a petare su una turbina? NO!!!....inquina!!!!....

....come non pensarci....l'idrogeno!!!! ma come produciamo idrogeno? con le nucleare, le turbogas, le petrolio, le carbone, le idroelettriche, le fotovoltaiche.....con cosa?!?!?

Vi rimando al mio blog (senza censura!!!) per maggiori approfondimenti.

Salut.

Matteo Elia 21.05.07 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Romano, e' ormai cosa nota che sul blog di grillo vige una censura, di cui sono pero' poco chiari i criteri.
La passa liscia chi si fa pubblicita' (es: vuoi entrare gratis al salone del libro ?) o chi e' completamente off-topic (es: ecoincentivi in lombardia), o ancora chi insulta gratuitamente.

Chi invece ha delle idee sensate e vuole contribuire al dibattito, ma non la pensa come il grillo viene mannaiato.

Il grillo predica bene e razzola male, altro che societa' dell'informazione, wikipedia, skype e balle varie.

Si e' auto-eletto portatore di verita', e applica metodi sovietici al dibattito.
Romano, lascia perdere, ci sono un sacco di altri posti dove dibattere di cose interessanti. Qui si deve solo belare.
ciao.

mava acaghe 18.05.07 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Romano, e' ormai cosa nota che sul blog di grillo vige una censura, di cui sono pero' poco chiari i criteri.
La passa liscia chi si fa pubblicita' (es: vuoi entrare gratis al salone del libro ?) o chi e' completamente off-topic (es: ecoincentivi in lombardia), o ancora chi insulta gratuitamente.

Chi invece ha delle idee sensate e vuole contribuire al dibattito, ma non la pensa come il grillo viene mannaiato.

Il grillo predica bene e razzola male, altro che societa' dell'informazione, wikipedia, skype e balle varie.

Si e' auto-eletto portatore di verita', e applica metodi sovietici al dibattito.
Romano, lascia perdere, ci sono un sacco di altri posti dove dibattere di cose interessanti. Qui si deve solo belare.
ciao.

mava acaghe' 18.05.07 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ecoincentivi previsti 2.000 euro oltre agli 800 della rottamazione euro0 - euro1 ed all'esenzione bollo per 2 anni, per l'acquisto di Auto Ibride.

La Regione Lombardia ne aggiunge altri 2.000, se si rottama un Diesel euro 0,1,2,3.

Complessivamente si possono raggiungere circa 5.200 euro di Econcentivi per l'acquisto di una Prius Toyota o della nuova Honda Civic Hybrid.

Clicca mio nome per la normativa, ed altro materiale.

Matteo T. 14.05.07 23:30| 
 |
Rispondi al commento

E allora, che fine ha fatto questa sporca faccenda? ENEL veramente vuole essere famossa atutti costi perche i cubani avevano una centralle nucleare incominciata con tecnologia di CHERNOBYL e fermaronno tutto di colpo quando capironno che i reattori e morte potevanno essere parole sinonime.
MA certo che per ENEL che sembra che da WIND vendita ha ricevutto un mucchio di soldi sporco farne la pulizia di questi millioni di euro con el nucleare sarebbe il maximum.

ITALIA MA QUANDO COMINCIARETE A FARE COSE CONCRETTE IL GOVERNO DEVE RISPONDERE CONCRETAMENTE ALLE ESSIGENZE DEI CITADINI NO DORMIRE O FARE DISCORSI NOIOSI DI AULA UNIVERSITARIA::::FORZA ITALIANI UNITEVI UNA VOLTA NELLA VITA:: BVISTO CHE NO VI SIETE UNITI PER RIDIMENSIONAR L?EURO CHE SOFFIATO VI PUNIVA UNITEVI PRIMMA DEL E FATTE SITEMARE ALQUNE DELLE TANTE COSE CHE VI STANNO CREANDO SOFFRENZA E FATICA PER VIVERE: CALCIOPOLI- BENE ENELOPOLI.... QUALCUNO SALTERA PER ARIA::ANCHE E UN DIRITTO CONSTITUZIONALE VOSTRO CAMBIARE IL CHE NON VA NELLA REPUBLICA

Hilda . Commentatore certificato 14.05.07 10:32| 
 |
Rispondi al commento

+Ecologia+Energia+Economia

Molti ragionamenti riportati nelle discussioni su come affrontare gli attuali ed i prossimi cambiamenti climatici peccano di settorialismo.
Trovo pertanto improprio affidare seri ragionamenti sul tema a considerazioni solo di rispetto dell'ambiente, o di prezzi dell'energia, o di sviluppo economico.
Peraltro gli attrezzi da usare, per sperare di ottenere dei risultati accettabili per noi ed i nostri nipoti, non possono essere l'improvvisazione, le mode culturali, l'egoismo.

Servono invece: +Scienza+Tecnologia+Politica
Questi strumenti devono obbligatoriamente essere disponibili al più grande numero possibile di soggetti in grado di decidere. Infatti se non sarà uguale per tutti gli esseri

umani l'impegno e l'opportunità di usarli, certamente l'impresa di evitare l'accelerazione dei cambiamenti climatici naufragherà su almeno uno di questi scogli:
- Sviluppo dei paesi a basso reddito pro capite con le nostre tecnologie datate 1950-2000 e che hanno portato il 20 % dell'umanità a consumare ogni anno un'enormità di

carbonio fossile trasformandolo in anidride carbonica (il 500 % di quella che la biosfera terrestre è in grado di fissare con la sintesi clorofilliana).
Ciò, con l'aumento medio di altri 6 gradi della temperatura alla superficie terrestre porterà a milioni di morti all'anno entro il 2100 ed all'esodo forzato del 2 % dell'umanità.
Naturalmente saranno i più poveri.
- Mancato sviluppo del 80 % dell'umanità o danni insopportabili provocati da solo il 20 %, con ovvio sviluppo di guerre fatalmente asimmetriche.

Gabriele Gavioli - gabrielegavioli@tin.it

Gabriele Gavioli 09.05.07 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Il solo vero, reale, drammatico problema delle famiglie italiane che vivono con un reddito congelato da anni è la speculazione abnorme che è stata operata approfittando del passaggio all'euro, con la complicità dei nostri governi. Il primo non ha effettuato i controlli (dicono gli attuali nostri amministratori ....."dipendenti"); il secondo vigente governo non pare minimamente interessato al problema, così preso dai misteri dell'alta finanza, borsa, cordate, scalatine; praticamente impegnato in una partita a Monòpoli giocata con la puzza sotto il naso.
A me sembra piuttosto uno sqallido e perfido espediente ben studiato a tavolino per comprimere i costi di stipendi e pensioni, scaricando le responsabilità sul contadino che aumenta il prezzo dei cetrioli!
Ho ancora impresse negli occhi le facce dei nostri governanti in campagna elettorale, inquadrate a tre quarti a favore di telecamera, con l'espressione contrita da funerale, mentre esprimono tutta la loro preoccupazione per le povere famiglie costrette alla fame.
Oggi che danno da mangiare a quelle famiglie? Un'Opa della Telecom?
Caro Grillo, LE BOLLETTE DELL'ENEL SONO IMMORALI!
Ritorniamo ad occuparci dei problemi terra terra, altrimenti questi ci ubriacano di DICO,embrioni, tassisti, costi di ricarica telefonica,limbi, peccati mortali, alta velocità, referendum, due voti in più al senato, ridicoli sgravi fiscali, e intanto il "contadino" continua a spellarci vivi.
Le bollette dell'Enel sono IMMORALI! Chi se ne è accorto?
Contadino Enel, dove vuoi arrivare?
Cari saluti.

Francesco Vitelli 07.05.07 21:25| 
 |
Rispondi al commento

vorresti entrare gratis alla fiera internazionale del libro di torino dal 10 al 14 maggio ? contattami al 3333 244 812 o all'indirizzo: mao.ca@hotmail.it o sul sito www.arabafenicelibri.it

mauro Casella 06.05.07 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Qualche idea per salvarci la pelle

È ormai evidente anche al più sprovveduto e distratto tra gli uomini che la "rivoluzione climatica" è già un fatto.
Allarmi provenienti da istituzioni internazionali, governi, mezzi di informazione, associazioni e organizzazioni non governative si sovrappongono e cercano di far comprendere le dimensioni e la gravità di ciò che accade.
Finora si è discusso molto sulla gravità e sulla natura delle iniziative da prendere:
timide aperture nel campo del risparmio energetico, della produzione di energia da fonti rinnovabili, dei trasporti individuali e collettivi, non hanno modificato la tendenza suicida del sistema economico.
Certo ogni nazione vive la [..]

Continua su www.energiamoci.it all'url: http://www.energiamoci.it/portale/modules/news/article.php?storyid=16

Roberto Cognigni 06.05.07 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa.
Il Sig. Petrucci insiste nel voler sconvolgere l'opinione della gente con le sue 500 mila vittime dicendo che l'ha detto Gorbaciov.
1) Gorbaciov aveva tutto l'interesse ad esaltare il disastro per farsi mandare più soldi.
2) Visto che i casi di tumori DOCUMENTATI DA MOLTEPLICI STUDI E VARI COMMISSIONI DI ESPERTI i cui i risultati sono stati convogliati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità sono 5000 (sono casi non morti), anche se certamente destinati ad aumentare a 20000, queste 500mila vittime che cita il Sig. Petrucci dove sono?
Ed è inutile che mi dica che sono comprese anche le povere famiglie sradicate dalle loro terre, perchè per costruire la diga sullo Yangtze sono state SRADICATE 1 milione e 300 mila persone.
Quelli non contano??
Se crolla quella diga pensi che non faccia "vittime"??

Lo dica alla cinquantina di persone morte nel recente crollo di una diga in Cina, i cui cadaveri sono stati rinvenuti anche a 30 km più a valle in alcuni casi (o quello che rimaneva).

L'errore umano esiste ovunnque, ma è STUPIDO non sfruttare l'energia nucleare, in quanto è pulita per quanto si voglia far credere il contrario.
E' come non usare la macchina perchè mi si possono rompere i freni.
Accetto il rischio di fare un incidente ma l'auto mi serve.

Vorrei fare un appello alla vostra intelligenza.
Siate obiettivi.
L'obiettivo stratosferico dell'Unione Europea è arrivare al 20% dell'energia complessiva prodotta tramite le fonti rinnovabili nel 2020.

Si continuano a fare appelli insensati dicendo che non c'è bisogno di energia, in quanto basta risparmiare, basta cogenerare, basta usare il fotovoltaico, basta installare le ventole, ecc.. quando il trend di consumi è in continua crescita e importiamo il 16% dell'energia elettrica dall'estero.

Fate un respiro e pensateci un attimo.

Quanto cavolo pensate ci metteremo a sostituire i combustibili fosssili, ossia il restante 80%?
Ricordo che costano qualcosa come 27 miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno.

Finco Fabio 05.05.07 11:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa.
Il Sig. Petrucci insiste nel voler sconvolgere l'opinione della gente con le sue 500 mila vittime dicendo che l'ha detto Gorbaciov.
1) Gorbaciov aveva tutto l'interesse ad esaltare il disastro per farsi mandare più soldi.
2) Visto che i casi di tumori DOCUMENTATI DA MOLTEPLICI STUDI E VARI COMMISSIONI DI ESPERTI i cui i risultati sono stati convogliati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità sono 5000, anche se certamente destinati ad aumentare a 20000, queste 500mila vittime che cita il Sig. Petrucci dove sono?
Ed è inutile che mi dica che sono comprese anche le povere famiglie sradicate dalle loro terre, perchè per costruire la diga sullo Yangtze sono state SRADICATE 1 milione e 300 mila persone.
Quelli non contano??
Se crolla quella diga pensi che non faccia "vittime"??

Non contano forse neanche la cinquantina di persone morte nel recente crollo di una diga in Cina, i cui cadaveri sono stati rinvenuti anche a 30 km più a valle in alcuni casi (o quello che rimaneva).

L'errore umano esiste ovunnque, ma è STUPIDO non sfruttare l'energia nucleare, in quanto è pulita per quanto si voglia far credere il contrario.
E' come non usare la macchina perchè mi si possono rompere i freni.
Accetto il rischio di fare un incidente ma l'auto mi serve.

Vorrei fare un appello alla vostra intelligenza.
Siate obiettivi.
L'obiettivo stratosferico dell'Unione Europea è arrivare al 20% dell'energia complessiva prodotta tramite le fonti rinnovabili nel 2020.

Si continuano a fare appelli insensati dicendo che non c'è bisogno di energia, in quanto basta risparmiare, basta cogenerare, basta usare il fotovoltaico, basta installare le ventole, ecc.. quando il trend di consumi è in continua crescita e importiamo il 16% dell'energia elettrica dall'estero.

Fate un respiro e pensateci un attimo.

Quanto cavolo pensate ci metteremo a sostituire i combustibili fosssili, ossia il restante 80%?
Ricordo che costano qualcosa come 27 miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno.

Finco Fabio 05.05.07 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Insisto. Voi cancellate e io insito.
Ringrazio Mava perchè così almeno non passo per scemo.

Visto che il Sig. Petrucci & C. lamentano mancanza di studi sugli effetti sul disastro di Cernobyl, volontà di insabbiare e continuano a sparare cavolate su morti e tumori volevo ripiortare questa intervista.

Quanto segue è un estratto di un intervista al Prof. Aldo Pinchera, membro dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (se non è una fonte autorevole fatemi sapere).

Egli afferma nella prima parte dell'intervista che per ragioni di spazio non ho postato:
"Secondo il rapporto della commissione di esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, di cui mi onoro di fare parte, il numero di tumori della tiroide, che HA RAGGIUNTO I 5000 CASI A DISTANZA DI VENT'ANNI DALL'INCIDENTE, sarebbe stato tre volte più basso se la carenza di iodio fosse stata precedentemente corretta dall'uso continuativo di sale iodato."

continua...

Fabio Finco 04.05.07 21:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

e' sparito un commento del signor finco fabio che ribatteva sulle vittime di chernobyl.
giuro, l'ho letto poco fa, e adesso non c'e' piu'.
Non offendeva nessuno, era una posizione anche condivisibile per qualcuno.

Ma chi cazzo gestisce sto blog ? il minculpop?
poi adesso ci si e' messo a parlare di nanopatologie.
ma non era un post sul nucleare ??

mi sembrava una discussione interessante.
ammesso che lo scopo di un blog sia discutere.
se poi si deve solo belare, a bhe' allora avete ragione voi.

vediamo se sparisce pure questo (frase messa apposta per non farlo sparire...)


mava acaghe' 04.05.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Facendo parte del meetup di Parigi ho proposto di aiutare la Dottoressa Gatti e il Dottor Montanari a tradurre il sito della Nanodiagnostics per poter meglio divulgare questo problema alla popolazione francese e perché no, mondiale!
Ora il webmaster del sito attende le versioni delle pagine tradotte in francese e inglese...

Potete visionare l'intervento qui:
http://beppegrillo.meetup.com/22/messages/boards/view/viewthread?thread=3003996

Visto che la cosa va un pò a rilento ho voluto lanciarla anche qui!

Adesso aspetto con impazienza la richiesta di chiunque voglia parteciare a questa traduzione condivisa sullo strumento di goggle.

Premetto che chi vuole collaborare deve crearsi l'account su gmail e richiedermi di essere invitato alla condivisione dei file.

Spero che l'iniziativa porti a buon fine

Simone Coccia Commentatore certificato 04.05.07 11:24| 
 |
Rispondi al commento

vorresti entrare gratis alla fiera del libro di torino dal 10 al 14 maggio ? contattami al 3333 244 812 o al macao99@libero.it

mauro Casella 04.05.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

D - Cosa mi può dire degli altri tumori?
R - Sotto questo profilo i fatti hanno in larga misura smentito le più tragiche previsioni. A tutt’oggi, ad eccezione dei soccorritori (cosiddetti “liquidatori”) più esposti alle radiazioni dirette, non si è potuto documentare un aumento dei casi di leucemia che non possa essere spiegato dall’impiego di mezzi diagnostici più sofisticati e diffusi. È stato segnalato un lieve incremento del carcinoma mammario che però deve essere ancora confermato. Estremamente positivi sono peraltro due rilievi: a) non sono state riscontrate malformazioni genetiche dovute alle radiazioni; b) a fronte del grande numero di tumori della tiroide sta fortunatamente il numero molto basso di decessi. Ad oggi i morti direttamente imputabili alle radiazioni ascendono a non più di 47 tra i soccorritori e solo a 15 tra i bambini colpiti da cancro della tiroide. In Bielorussia, in Ucraina e nella Federazione Russa la terapia dei tumori della tiroide viene ormai effettuata con successo secondo gli standard internazionali.

D - La nube radioattiva si è diffusa in quasi tutta l’Europa: che danni ha prodotto?
R - Anche l’Italia è stata interessata dalla nube radioattiva che, spinta dai venti, si è diffusa in quasi tutti i paesi dell’Europa Occidentale. Fortunatamente il grado di irradiazione è stato da noi, come negli altri paesi, molto basso e in ogni caso insufficiente a indurre tumori della tiroide, come si è potuto accertare con studi ben controllati che hanno smentito le sporadiche segnalazioni peraltro non documentate di aumento di tumori e altri effetti nocivi e fonte di inutili allarmi.

Il link è il seguente per coloro fossero interessati al resto:
http://test.cybermed.it/index.php?option=com_content&task=view&id=10697&Itemid=274

Finco Fabio 02.05.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

D - Cosa mi può dire degli altri tumori?
R - Sotto questo profilo i fatti hanno in larga misura smentito le più tragiche previsioni. A tutt’oggi, ad eccezione dei soccorritori (cosiddetti “liquidatori”) più esposti alle radiazioni dirette, non si è potuto documentare un aumento dei casi di leucemia che non possa essere spiegato dall’impiego di mezzi diagnostici più sofisticati e diffusi. È stato segnalato un lieve incremento del carcinoma mammario che però deve essere ancora confermato. Estremamente positivi sono peraltro due rilievi: a) non sono state riscontrate malformazioni genetiche dovute alle radiazioni; b) a fronte del grande numero di tumori della tiroide sta fortunatamente il numero molto basso di decessi. Ad oggi i morti direttamente imputabili alle radiazioni ascendono a non più di 47 tra i soccorritori e solo a 15 tra i bambini colpiti da cancro della tiroide. In Bielorussia, in Ucraina e nella Federazione Russa la terapia dei tumori della tiroide viene ormai effettuata con successo secondo gli standard internazionali.
D - La nube radioattiva si è diffusa in quasi tutta l’Europa: che danni ha prodotto?

R - Anche l’Italia è stata interessata dalla nube radioattiva che, spinta dai venti, si è diffusa in quasi tutti i paesi dell’Europa Occidentale. Fortunatamente il grado di irradiazione è stato da noi, come negli altri paesi, molto basso e in ogni caso insufficiente a indurre tumori della tiroide, come si è potuto accertare con studi ben controllati che hanno smentito le sporadiche segnalazioni peraltro non documentate di aumento di tumori e altri effetti nocivi e fonte di inutili allarmi.

Il link è il seguente per coloro fossero interessati al resto:
http://test.cybermed.it/index.php?option=com_content&task=view&id=10697&Itemid=274

Finco Fabio 02.05.07 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Vi mando il link del sito Enel dove leggere alcune notizie sulla "disinformazione" riguardo le centrali e le emissioni di materiale tossico.
un saluto
Pietro
http://www.enel.it/attivita/novita_eventi/archivio_novita/tvn_disinformazione/

Pietro Salvarezza 02.05.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

@ sig. Petrucci:

"La slovacchia produrrà nucleare per noi e il resto di europa, per chi altri se no?"

Non posso dire con certezza chi saranno i fruitori dell'elettricita' prodotta col nucleare in slovacchia. Chi ci guadagnera' (economicamente) sara' chi di quella elettricita' ne dispone, cioe'la Slovenske Elektrarne, di cui l'enel ha comprato il 66%.
Pero' a me l'ENEL la luce non l'ha mai regalata. Anzi l'ha fatta pagare piu' cara di quanto tutti gli altri europei la pagano a casa loro. Ne conosce la ragione ? Io credo di si. Faranno quello che sara' loro piu' economicamente conveniente, ma far fare km all'elettricita' qualcosina costa.

"Quindi le bombe atomiche vanno mantenute perché garantiscono la pace.
Non solo, vanno date a tutti perché il sistema blocchi contrapposti ha garantito la pace."
Guardi, il discorso della corsa al riarmo mi sembra piu'grande di questo blog.
Vorrei solo precisare che e' in parte vero che la tecnologia nucleare trae origine dalla ricerca militare (come quasi il 100% della tecnologia), per quanto la prima reazione a catena sia stata ottenuta nel 1942, prima del progetto Manhattan.
In secondo luogo molti hanno a lungo sostenuto che la sconsiderata corsa al riarmo avrebbe potuto essere mitigata proprio dallo scambio di informazioni scientifiche(ma forse i tempi non erano maturi).
"tanto è vero che chi ha reattori difficilmente rinuncia all'idea della bombetta "
questa e' una grossa menzogna. Gli stati che hanno centrali sono 31 in tutto il mondo, di cui (forse) 9 hanno l'atomica. Mischiare le due cose e' il solito blocco culturale di qualche antinuclearista.

Per concludere, mi sono stancato di leggere di gente che cita come proprie fonti: "chiedi a gorbaciov, chiedi al dottore, chiedi all'ENEA,chiedi a mia sorella". La scienza e' una cosa seria. Tutti hanno il diritto di parlarne e di essere informati. Ma tutti coloro che ne parlano hanno il dovere di citare FONTI verificabili (su Google, ad esempio)
Altrimenti e' meglio tacere

ing.nucleare 01.05.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah... ancora una volta il cittadino non è stato informato da chi di dovere ( enel e governo ) sul come vengono spesi i suoi soldi e se è d'accordo o meno . i grandi sono prepotenti e fanno il cazzo che vogliono . malagestione . reset

frank morrell Commentatore in marcia al V2day 30.04.07 16:22| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

è un'ottima soluzione da paese riccoeipocrita; gli sloveni si prendono la centrale e le scorie, mentre noi ci prendiamo la corrente! poi, mettendoci tutti operai sloveni, li pagheremo anche poco. io non sono contrario al nucleare, ma questa è una cosa che non mi piace proprio

fabio monti 28.04.07 13:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Centinaia di migliaia di morti???
Ma come sono fatti sti calcoli? In base a cosa si è stabilito se il tumore veniva dalle emissioni di una raffineria a pochi chilometri o da Cernobyl??
Un blogger ha per fino affermato che Chernobyl ha aumentato l'incidenza dei tumori in TOSCANA!!! E che quindi ne stiamo pagando le conseguenze sulla nostra pelle..
Sono rimasto allibito.
La realtà è che stiamo pagando le conseguenze delle vostre battaglie inutili sulla nostra pelle.
In termini di qualità dell'aria, di surriscaldamento globale, di malattie respiratorie (le allergie dei vostri figli da cosa pensate provengano?), di TUMORI a causa delle micro e nano polveri, di piogge acide e non per ultimo ricordiamo il danno economico.

Il tutto senza tutelarci dal rischio visto che sono una dozzina le centrali nel raggio di 200 chimoletri dai nostri confini.

Ridicolo.

Su un altro aspetto voler far riflettere.
La tesi di battaglia di molti avversi al nucleare è lo smantellamento delle centrali.
Non si sa come farlo.. costi esorbitanti... radiazioni per milioni di miliardi di miliardi di anni.. generazioni su generazioni deformate e con tumori come funghi su ogni parte del corpo.. bambini che si illuminano di notte...

Lasciamo li la centrale una volta dismessa!
Qual'è il problema?
Per garantirci l'energia e non morire mooolto ma mooolto priva grazie all'uso intensivo di combustibili fossili, lasciamo decadere la radioattività residua che permea la struttura all'interno del grande contenitore in cemento biologico.
Gli elementi altamente radioattivi, quelli che fanno veramente male, sono quelli con il minor tempo di decadimento.. quindi i primi a stabilizzarsi.

Avremo sacrificato un migliaio di chilometri quadrati su tutta la terra, ma avremo un futuro.

Riguardo alla persona maleducata che mi da del disinformato e del pirla e poi propone l'economia dell'idrogeno senza dire da dove lo tira fuori ritengo non sia neanche meritevole di una risposta.

Finco Fabio 28.04.07 13:31| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARTE 3

Premesso in ogni caso che la sicurezza assoluta non esiste, ditemi, quante persone sono morte come topi nelle miniere di carbone? o per l'energia idroelettrica (vedi Vajont)? o con esplosioni di metano? e le emissioni di polveri sottili? di diossine? di furani? di SOx? di NOx? di metalli pesanti? quanti morti? quanti tumori?
E quante persone morirebbero se crollasse l'enorme diga sullo Yangtse?

Paradossale come queste battaglie "ambientaliste" ridicole contro il nucleare favoriscano solo il surriscaldamento globale.
La tesi a voi carissima del povero ambientalista schiacciato dalle lobby del petrolio è una grande cazzata, state facendo il loro gioco! Svegliatevi!

Finco Fabio 27.04.07 17:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' pazzesco come quando si parla di questi temi, il tono della discussione cada subito nell'arrogante e maleducato. Come se la scienza desse ragione a chi alza di piu' la voce.
Ed e' incredibile come spesso qualcuno si creda portavoce della verita' (come se esistesse un'unica verita' riguardo alla politica energetica), per il fatto di essersi letto un libro divulgativo (come ha fatto il sig. Ancinelli, che poi da anche del pirla, va detto, scusandosi).
La conoscenza scientifica invece, e i problemi tecnologici ad essa annessa, al contrario delle idee politiche, non si trasmettono con slogan faziosi. L'unico metodo accettabile (e civile) per aprire un dialogo su temi scientifici e l'assunzione che ogni tesi venga accompagnata dalla fonte (verificabile) da cui trae origine. Poi la fonte puo' essere smentita o messa in discussione. Nessuno mette in dubbio la tragicita' di chernobyl, dal punto di vista ambientale ed umano. Ma sparare numeri a caso non e' di nessuna utilita'. Gli stessi esperti hanno grosse difficolta' a quantificare i danni, e di certo parlare col proprio amico medico(come fa Fra Giacomo) o sparare numeri tipo 500.000 morti (come fa il sig. Guerra) non e' proprio "scientifico".
Giusto per smentire Guerra (al quale chiedo scusa per averlo un po' deriso. Anch'io ho indubbiamente alzato un po i toni), wikipedia (che non e' un libro di testo, ma una fonte piuttosto valida), nella pagina delle discussioni riporta :
" Somebody put a sentence in the article claiming that "recent studies" had showed that there had been 500,000 deaths as a result of Chernobyl. They notably failed to cite these recent studies, hence it was removed. --Robert Merkel
Condivido invece il discorso di Fabio Finco, cioe' che il nucleare, come ogni attivita' umana, deve essere valutato comparandolo alle alternative. L'analisi di rischio di una centrale occidentale non e' applicabile ad una sovietica. Chernobyl e' la dimostrazione del fallimento della societa' sovietica, non del nucleare

ing.nucleare 27.04.07 12:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARTE 3

Premesso in ogni caso che la sicurezza assoluta non esiste, ditemi, quante persone sono morte come topi nelle miniere di carbone? o per l'energia idroelettrica (vedi Vajont)? o con esplosioni di metano? e le emissioni di polveri sottili? di diossine? di furani? di SOx? di NOx? di metalli pesanti? quanti morti? quanti tumori?
E quante persone morirebbero se crollasse l'enorme diga sullo Yangtse?

Paradossale come queste battaglie "ambientaliste" ridicole contro il nucleare favoriscano solo il surriscaldamento globale.
La tesi a voi carissima del povero ambientalista schiacciato dalle lobby del petrolio è una grande cazzata, state facendo il loro gioco! Svegliatevi!

Fabio Finco 25.04.07 12:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PARTE 1

Mi sembra di sentire una mandria belante che acclama il grande capo.
Colui che HA L'INFORMAZIONE.
Colui che ci protegge come un padre dall'incubo del lavaggio del cervello.
Un profeta.

Poi vedo la sua facciona sul TG1 che dice che il carbone e il nucleare finiranno tra 60-70 anni.
Non volevo credere alle mie orecchie.
Le stime parlano di un paio di secoli per il carbone, per il nucleare con i "reattori veloci" le stime si proiettano ancora oltre.

Tali centrali funzionano con una miscela di combustibile costituito da circa un 20% di Plutonio e l'80% di Uranio238 (il 99,3% dell'uranio sulla terra, che non si resterebbe da solo alla fissione, per la quale si usa invece tradizionalmente l'Uranio235, ossia solo il 0,7% del totale e sulla quale si basano i calcoli del Sig. Grillo).

Senza dilungarmi su aspetti tecnici, alla fine della reazione parte dell'Uranio238 (si parla anche di un paio d'anni senza toccare nulla e la centrale continua a produrre) si trasforma in plutonio che può essere utilizzato a sua volta come carica fresca per un altro reattore, per cui ho alla fine più "combustibile" di quello che avevo in partenza.
Non ci vuole un genio per capire che quella del Sig. Grillo è solo disinformazione.

FONTI DI ENERGIA, EMISSIONI E SCORIE
Appurato che l'alternativa non c'è, in quanto con le rinnovabili arriveremo nelle più rosee previsioni ad integrare un 30% dei consumi globali entro una trentina d'anni, continueremo a bruciare gas, carbone, orimulsion, petrolio, rifiuti e porcherie varie per mooolto tempo.
Ma che cosa costa al pianeta tutto ciò?
Si stima che il consumo di combustibili fossili comporti l'emissione in atmosfera di 27 MILIARDI DI TONNELLATE DI CO2 ALL?ANNO. Se la solidifichiamo, potremmo costruire una montagna conica alta un chilometro e mezzo e con un diametro di circa 40 chilometri (ricordo: ogni anno).

Fabio Finco 25.04.07 12:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione


PARTE 3

Premesso in ogni caso che la sicurezza assoluta non esiste, ditemi, quante persone sono morte come topi nelle miniere di carbone? o per l'energia idroelettrica (vedi Vajont)? o con esplosioni di metano? e le emissioni di polveri sottili? di diossine? di furani? di SOx? di NOx? di metalli pesanti? quanti morti? quanti tumori?
E quante persone morirebbero se crollasse l'enorme diga sullo Yangtse?

Paradossale come queste battaglie "ambientaliste" ridicole contro il nucleare favoriscano solo il surriscaldamento globale.
La tesi a voi carissima del povero ambientalista schiacciato dalle lobby del petrolio è una grande cazzata, state facendo il loro gioco! Svegliatevi!

Fabio Finco 25.04.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento


PARTE 3

Premesso in ogni caso che la sicurezza assoluta non esiste, ditemi, quante persone sono morte come topi nelle miniere di carbone? o per l'energia idroelettrica (vedi Vajont)? o con esplosioni di metano? e le emissioni di polveri sottili? di diossine? di furani? di SOx? di NOx? di metalli pesanti? quanti morti? quanti tumori?
E quante persone morirebbero se crollasse l'enorme diga sullo Yangtse?

Paradossale come queste battaglie "ambientaliste" ridicole contro il nucleare favoriscano solo il surriscaldamento globale.
La tesi a voi carissima del povero ambientalista schiacciato dalle lobby del petrolio è una grande cazzata, state facendo il loro gioco! Svegliatevi!

Fabio Finco 25.04.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamoci mai che Cernobyl lo stiamo ancora pagando sulla nostra pellaccia e lo pagheranno a caro prezzo decine forse centnaia di generqazioni a venire.
Pochi giorni fa parlando con un mio amico medico parlavamo proprio di questo aumento di tumori enorme negli ultimi 20 anni, ringraziamo i russi ma anche tutti coloro che pensano che il futuro sia nucleare.

Fra Giacomo 25.04.07 05:36| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo il comunicato stampa del 24/04/2007 dell'autority per l'energia:

http://www.autorita.energia.it/com_stampa/index.htm

Impatto di alcune disposizioni delle Leggi finanziarie per il 2005 e 2006 sulla tariffa elettrica
L’Autorità rileva che con le due leggi Finanziarie citate (articolo 1, comma 298 della Legge 30 dicembre 2004 n. 311 e articolo 1, comma 493 della Legge 23 dicembre 2005 n. 266) sono stati introdotti maggiori oneri sulla tariffa elettrica che hanno comportato un aumento del costo annuale delle forniture elettriche per circa 135 milioni di euro (150 milioni all’anno tenendo conto dell’Iva).
Al fine di assicurare un gettito al bilancio dello Stato, è stato, in sostanza, introdotto un prelievo aggiuntivo di tipo fiscale, a valere sulla tariffa elettrica, sotto forma di “oneri di sistema” (sulle componenti tariffarie “A2” ed “MCT”, previste a copertura dei costi di smantellamento delle centrali nucleari).
La destinazione a finalità generali di fondi raccolti a valere sulle tariffe elettriche, che per loro stessa natura non incidono sulla totalità dei cittadini, sembrano inoltre contraddire i principi di generalità e progressività, alla base di tutte le misure in materia tributaria.
L’Autorità propone dunque l’abrogazione delle citate disposizioni delle leggi finanziarie 2005 e 2006. La segnalazione fa seguito a quelle già inviate al Parlamento e al Governo in data 2 dicembre 2004 e 16 dicembre 2005, quando la discussione sulle leggi finanziarie in oggetto era ancora in corso.

....sempre a ciucciare in modo losco sull'energia elettrica in modo tale che i cittadini non possano accorgersene visto che le bollette sono illeggibili per i non addetti.

Saluti
Furgoni Matteo

Matteo Furgoni 24.04.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo Guerra
quote: -
Dobbiamo smettere di finanziare la classe di fisici nucleari. -
Caro Sig. Guerra, forse non si rende conto che "la classe di fisici nucleari" come la chiama lei ha prodotto conoscenza ed applicazioni. Basterebbe questo a rispondere al suo commento ma mi sembra necessario, nel suo caso, dirle anche alcune applicazioni "inventate" da fisici ed ingegneri come:
la risonanza magnetica nucleare, la PET (Tomografia ad Emissione di Positroni) e la SPET, la radioterapia e l'adroterapia. Queste sono solo le più famose. Spero corregga il suo commento.

Fabrizio B. 24.04.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gentile sig. Guerra,
quando citofono all'ENEA per chiedere i documenti riservati, posso fare il suo nome, o c'e' una parola d'ordine ?

Beppe !!
Lo vedi cosa combini ?
Ormai ti devi rendere conto del ruolo che, volente o nolente, rivesti nell'opinione pubblica.
So che non e' piacevole rivestire le vesti del messia, ma molti ormai ti vedono come tale. Quindi devi fare estrema cautela quando usi certe parole.

La gente e' ignorante, e questo e' inevitabile, ma quando si ha la possibilita' di parlare ad un ampio pubblico, come fai tu, e' un dovere morale non fare disinformazione.
E visto che tu hai la possibilita' di infromarti, parlare con esperti, sentire piu' punti di vista, hai il dovere di farlo, prima di esprimere un giudizio avventato.
Quindi ti prego, informati sul nucleare. La fissione ha molti pregi ed indiscutibilmente qualche grosso difetto (cioe' le scorie). Ma qui sta passando, per associazione d'idee, che anche la fusione sia dannosa.

Dai, fai un bel post sulla fusione.
E non fare come i tanti che cascano come babbalucchi alle parole di greenpeace. Visto che sei in buoni rapporti con loro, chiedigli quale sarebbe la loro strategia. Vedrai che un piano fattibile non ce l'hanno. Siamo tutti daccordo nel vole salvare il pianeta, non e' mica un loro copyright, pero' bisogna fare cose fattibili.
E in tutto il mondo, quando mi voglio fare una lavatrice, la voglio fare a casa mia. Questo e' progresso, o vogliamo tornare a lavare i panni alla fonte del paese ?

ps (per il sig. Guerra).
se l'e' presa troppo. La mia ironia era per sottolineare che nella scienza le fonti sono importanti. Lei non si puo' documentare su wikipedia solo quando le fa comodo. Sui reattori veloci ed autofertilizzanti (che non sono la stessa cosa), la pagina inglese mi sembra dia un buon quadro. Se la vada a leggere e vedra' che nessun reattore veloce ha mai sofferto dei problemi che le mi cita per superphenix, nel quale i numerosi incidenti erano tuttalpiu' dovuti al sodio liquido.

ing. nucleare 24.04.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gentile sig. Guerra,
quando citofono all'ENEA per chiedere i documenti riservati, posso fare il suo nome, o c'e' una parola d'ordine ?

Beppe !!
Lo vedi cosa combini ?
Ormai ti devi rendere conto del ruolo che, volente o nolente, rivesti nell'opinione pubblica.
So che non e' piacevole rivestire le vesti del messia, ma molti ormai ti vedono come tale. Quindi devi fare estrema cautela quando usi certe parole.

La gente e' ignorante, e questo e' inevitabile, ma quando si ha la possibilita' di parlare ad un ampio pubblico, come fai tu, e' un dovere morale non fare disinformazione.
E visto che tu hai la possibilita' di infromarti, parlare con esperti, sentire piu' punti di vista, hai il dovere di farlo, prima di esprimere un giudizio avventato.
Quindi ti prego, informati sul nucleare. La fissione ha molti pregi ed indiscutibilmente qualche grosso difetto (cioe' le scorie). Ma qui sta passando, per associazione d'idee, che anche la fusione sia dannosa.

Dai, fai un bel post sulla fusione.
E non fare come i tanti che cascano come babbalucchi alle parole di greenpeace. Visto che sei in buoni rapporti con loro, chiedigli quale sarebbe la loro strategia. Vedrai che un piano fattibile non ce l'hanno. Siamo tutti daccordo nel vole salvare il pianeta, non e' mica un loro copyright, pero' bisogna fare cose fattibili.
E in tutto il mondo, quando mi voglio fare una lavatrice, la voglio fare a casa mia. Questo e' progresso, o vogliamo tornare a lavare i panni alla fonte del paese ?

ps (per il sig. Guerra).
se l'e' presa troppo. La mia ironia era per sottolineare che nella scienza le fonti sono importanti. Lei non si puo' documentare su wikipedia solo quando le fa comodo. Sui reattori veloci ed autofertilizzanti (che non sono la stessa cosa), la pagina inglese mi sembra dia un buon quadro. Se la vada a leggere e vedra' che nessun reattore veloce ha mai sofferto dei problemi che le mi cita per superphenix, nel quale i numerosi incidenti erano tuttalpiu' dovuti al sodio liquido.

ing.nucleare 24.04.07 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Società della decrescita, l'unica soluzione esatta!

Ancora grazie.

massimo guerra 22.04.07 02:55
*****

grazie a te Massimo.
Di questo si dovrebbe parlare, ma si parla, ancora.., di formazioni politiche, di calcio, di dico e famiglia ecc.
Resistere.
ciao.


Paola Bassi Commentatore certificato 24.04.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Senta ing del chilotone,
le fonti le chieda all'ENEA di Bologna dove hanno il centro di Ricerca del Brasimone (Reattore sperimentale) oltre che l'accelleratore di particelle sui colli della stessa città.

Le ho detto chi le ha e dove sono.

Ora alzi il culo e vada a prendersele.

E se non ci riesce non sono io ad impedirlo.

In quei documenti è scritto perchè è stato chiuso il Superphenix, perchè gli autofertilizzanti funzionano ma poi si autodistruggono, e tanto sarà per Iter.

La valutazione di rischio pare che non venga proprio fatta come dice lei, perchè il meteorite da 500.000 morti x Chernobyl non l'ho ancora visto (menomale), Three Miles Island non ha fatto il raddoppio di Chernobyl solo per CASO e non si sa molto altro.

Ma non è che non ha contaminato.

Un curie di rilascio con una fusione del nocciolo, e volete che ci si creda?

Siamo alle bufale^100.

Quindi, ad oggi, mi mancano ben 2 meteoriti da 500.000 morti.

Uno su una città e uno in un deserto.

Sa anche valutare se un metoerite cade in un deserto od altro?

Con precisione assoluta?

Meglio della Nasa che brancola nel buio :-)

A me pare che lei giochi a far di prendiperilculo l'altro.

Ho messo il pare solo per politically correctly.

Non sono abbastanza giovane da sapere tutto (ironia).

Non esiste alcun sistema di valutazione d'impatto che possa contenere tutte le variabili in gioco, sono approssimazioni belle e buone, anche le migliori.

E' da tempo che è noto, oltre che teoricamente, anche per esperienza empirica diretta.

Mi mancano altre cazzate di questo livello, ma sono certo che una miniera come lei saprà produrne altre, il grave è che ci crede, il serio è che ci coinvolge.

(sulla luna ci siamo andati caro spiritosone casomai ho seri dubbi ed ottimi motivi d'averli per come siano andate le cose alle Twin Tower; resto in attesa di sapere da lei perchè hanno chiuso il Superphenix, non si faccia scrupolo, inventi qualche bella storiella :-)

massimo guerra 23.04.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

mamma mia, signor guerra,
con lei uno non si puo' distrarre un attimo. O si usa un linguaggio da terza elementare, o non c'e' verso.
Bisogna rispiegare tutto da capo.
Allora si studi un po' di analisi di rischio. Vedra' che il rischio e' definito non solo in relazione alla probabilita' di un incidente di accadere, ma anche al danno che tale incidente procura.
Nei calcoli di analisi di richio delle centrali, ovviamente si tiene in conto tutto. Errori umani, fenomeni fisici possibili, ed anche i fenomeni che sono fisicamente impossibili (cosi' per stare un po' larghi...).

Allora, per metterla sul facile, il rischio di un incidente nucleare severo (diciamo 100000 morti ?) e' paragonabile al meteorite che fa 100000 morti (bello grande, no?).

sulle fonti, mi arrendo.
Non sono in grado di accedere ad informazioni segrete riservate a cui lei evidentemente ha accesso, allora che devo fare ? Mi fido !!:-)

gia' che ci siamo, non e' che ha sottomano anche la prova che l'allunaggio e' stato fatto in un set fotografico ?
ah, poi ci sarebbe anche quel documento che proverebbe che l'11 settembre e' stato ordito dallo stesso governo USA.
Ci prego, ci faccia avere questi documenti (e ci riveli una volta per tutte dove si nasconde Elvis, che sappiamo tutti che non e' mica morto).
ma la prego, non cada ancora una volta nella tentazione di ribattere al mio intervento.
Tutto quel pigiare sulla tastiera mi manda alle stelle l'entropia del sistema in maniera inaccettabile !!
=======
"Cmq non risolviamo il problema che generare energia entropizza il sistema aumentando il disordine termico del sistema in cui si produce e poi si applica l'energia, che finisce sempre per decadere in termica, e guardi che di calcoli entropici coi logaritmi me ne intendo un bel po."
====

apparte per l'italiano impeccabile, mi congratulo per l'eccellente abilita' con la quale si destreggia nell'uso dei logaritmi.

Saluti.
ps se vuole qualche chiarimento serio sul nucleare sono a disposizione

ing.nucleare 23.04.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Regno unito

PETROLIO AL BANDO, ECCO LA "TRANSITION TOWN"

http://futuribilepassato.blogspot.com/

L T 23.04.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Vede, non è vero che avere un LOCA equivale alle probabilità statistiche di un impatto meteorico nel mio lette mentre ronfo, casomai russando, non c'è il fattore umano e tecnologico nell'analogia che lei implica.

E neppure il degrado della macchina.

Inoltre, il LOCA è già avvenuto e solo per CASO (e insito sulla fisica del caso, modelli complessi e caso, ecc... non li legga su wikipedia, le rubo la battuta :-) non è stata una chernobyl 2.

Su altri LOCA e mancate fusioni del nocciolo per un soffio non si sa molto, la gestione nucleare dei rettori non è proprio un esempio di trasparenza, ammettono solo quando non possono evitarlo.

Materiali, e metalli, che si disgregano, crepandosi sotto il bombardamento neutronico: chieda i fascicoli del Superphenix in mano all'ENEA e forniti dalla EDEF Francese, è tutto scritto lì.

Sulle copertine d'ogni rapporto tencico c'è pure il timbro Secrete, come nei film o nei fumetti.

Fonte ENEA caro ing, fonte enea e tenuta nascosta.

Il vero unico motivo per cui gli autofertilizzanti sono stati abbandonati.

A iter toccherà la stessa sorte.

Dato che il JEY ha prodotto il 65% della potenza di ingnizione hanno ingradito la macchina per usare la maggiore massa che riduce l'importanza delle fluttuazioni del plasma durante la fusione=+stabile, i calcoli indicano una resa termodinamica positiva, cioè produce + energia (teoricamente per il momento) rispetto a quanto si consuma per l'ignizione.

Ma non può reggere per i neutroni da 17Mev.

Cmq non risolviamo il problema che generare energia entropizza il sistema aumentando il disordine termico del sistema in cui si produce e poi si applica l'energia, che finisce sempre per decadere in termica, e guardi che di calcoli entropici coi logaritmi me ne intendo un bel po.

Oggi siamo messi così.

Serve una fonte d'energia rinnovabile che rissorba la CO2=amplificatore entropico, un calo di produzione e consumo energetico.

Al nuke è no fisso.

Società della decrescita

massimo guerra 23.04.07 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Incredibilmente oggi alle ore 14 dopo secondo me avere sentito commenti sullo show di beppe RESET Rutelli ha tolto il suo invito a visitare l'italia dal sito Italia.it "So please visit Italy because Italy [...]" quello letto in inglese quello italiano c'è ancora nella sezione:
http://www.italia.it/wps/portal/channels?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/Portale+del+Turismo/Multimedia/Video/Intervista+a+Rutelli

vito torino 23.04.07 14:31| 
 |
Rispondi al commento

@ massimo guerra.

Oh! vede che iniziamo a ragionare ?

quindi sul moderatore mettiamo un punto.
Sono ovviamente daccordo che il LOCA e' un incidente gravissimo. Ma non posso riassumere in poche righe tutta l'analisi di sicurezza di una centrale nucleare. Le assicuro che e' molto complicata. Ma se ha voglia di andarsela a studiare (su un libro, non su internet), si convicera' che c'e' da dormire sonni tranquilli. Piu' o meno con la stessa tranquillita' con cui si corica la sera a letto sperando che un meteorite non impatti sulla sua casa durante la notte.

cito:
"Quindi la questione su Iter rimane inalterata e a questo punto, cavolata per cavolata, segnalo che lei ha scritto che i neutroni da 17Mev sarebbero stati moderati dal moderatore e quindi non avrebbero danneggiato il core di magneti superconduttivi sotto vuoto del reattore"

facciamo di nuovo chiarezza. i reattori a fusione non hanno bisogno di un moderatore (non credo di aver usato questa parola). i neutroni giocano un ruolo differente. Cioe' scaldano l'acqua da mandare in turbina.

Continua a non dirmi dove ha letto questa storia della disgregazione dei metalli. I neutroni interagiscono debolmente con la materia, proprio perche' neutri. Il materiale del core sara' debolmente irraggiato (ma per emissioni secondarie). Ma non crollera' (ci deve essere davvero sfiducia negli ingegneri per affermare il contrario !!)
per chiarirsi le idee:
http://www.fusion.org.uk/faq/answers.html

per il discorso CO2. non ci sono idrocarburi in ballo. Il combustibile e' deuterio, cioe' idrogeno. Che e' contenuto nell'acqua e viene estratto per scambio isotopico.

iter sara' un progetto sperimentale. ha ragione quando dice che probabilmente non produrra' piu' energia di quella consumata. Ma serve per studiare i fenomeni in ballo.

l'entropia non e' come la diossina. Non uccide nessuno (e' un concetto usato dai fisici, piu' che una quantita' misurabile).

se vuole continuare questa discussione, mi citi le sue fonti.

ing.nucleare 23.04.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Brodi se peggio del nanaccio! che fai dopo gli fai comprare anche l'enel?

gabriele fontani 23.04.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione, ho scritto una mezza cavolata sul dettaglio.

Senza moderatore i neutroni da 2Mev della fissione non vengono + moderati (portati a sezione termica) e quindi la reazione nucleare tende a fermarsi, rallentando, sebbene il numero di neutroni disponibili aumenti per mancata cattura neutronica da urti anaelastici col moderatore.

In caso di LOCA dove il diatermico è anche moderatore (solo nei BWR e PWR ad acqua) se il refrigerante non c'è più, anche se il reattore si spegne (cioè se il processo di catena neutronica si interrompe) la brace nucleare dovuta ai decadimenti delle scorie di fissione è sufficiente a fondere il nocciolo del reattore.

E quindi nonostante il cavillo sul mio errore la questione rimane inalterata.

Three Miles Island ne è la prova.

Sui neutroni da 17Mev e i loro effetti si vedano il risultati dei neutroni da 1,2Mev del Superphenix.

Già i neutroni da 1,2Mev disgregano i metalli che compongono il core del reattore, ovviamente a cominciare dalle camicie di zirconio contenenti il combustibile atomico, ed agendo su tutte le strutture del core.

Il Superphenix fonda 1 delle 2 basi del suo fallimento proprio su questo fatto fisico.

Quindi la questione su Iter rimane inalterata e a questo punto, cavolata per cavolata, segnalo che lei ha scritto che i neutroni da 17Mev sarebbero stati moderati dal moderatore e quindi non avrebbero danneggiato il core di magneti superconduttivi sotto vuoto del reattore.

Ciò è impossibile per la stessa struttura costruttiva del reattore a fusione: http://www.fusione.enea.it/index.html#activities/proiter.html

Può continuare all'infinito a negare le conseguenze di costruire un reattore a fusione con energia densa da idrocarburi dentro alla nostra atmosfera con effetto serra aumentato dal CO2 e la sua incapacità a rendere tutta l'energia utilizzata per costruirlo e manutentarlo prima del suo cedimento per neutroni da 17Mev.

E può farlo anche per l'entropia che esso immette.

Io nego lei.

massimo guerra 23.04.07 09:38| 
 |
Rispondi al commento

allora, signor Guerra. Io provo anche a spiegarle le cose semplicemente perchè mi spiace che gente che mostra una passione per la scienza sia così mal informata. Però lei deve fare 2 cose: primo sforzarsi di più di capire. Secondo avere un po' più di umiltà nell'imparare.
cito (senza omettere nulla, lo spazio però è poco):
"La sua assenza (dell'acqua o della graffite) accellera la reazione, non l'inverso, i moderatori non sono mai in grado di fermarla, ma di rallentare i neutroni rendendoli disponili nello spettro d'energia sotto 1Mev (detti neutroni termici), cioè nello spettro utile per la fissione moderata."
Questo è sbagliato. L'assenza del moderatore frena le fissioni. Ed infatti quello che credo il sig.Rizzo volesse semplicemente dire è che un'incidente LOCA (perdita di refrigerante) è più grave in un reattore a grafite che in uno ad acqua. Perchè nel secondo se perdo acqua ho l'effetto negativo di non raffreddare più, ma il controeffetto positivo di perdere moderatore e quindi fermare le reazioni. Se continua a non capire, mi arrendo!

riguardo alla fusione:
"Lei a me chiede la fonte dei neutroni da 17 Mev. :-)"
No. Io le chiedevo dove ha letto che tali neutroni avrebbero distrutto il reattore.

Mi rendo conto che la divulgazione a volte deve semplicemente abbassare il proprio livello.
Allora la faccio ancora più semplice:

La reazione di fusione produce neutroni energetici ? SI.
E questa è una cosa buona o cattiva ? BUONA.
Perchè ? Perchè se una reazione da cui voglio estrarre energia, non producesse particelle energetiche, non me ne farei niente.
Quindi siamo proprio sicuri che gli ingegneri che costruiranno ITER spendendo qualche miliardo di euro non assisteranno alla distruzione del reattore appena acceso ? Sicuri.

sulla questione della termodinamica, sinceramente non ho capito cosa intende.
Sulla CO2, purtoppo è banale, ma il nucleare è l'unica centrale termica che va a favore del protocollo di Kyoto.

saluti.

ing.nucleare 23.04.07 02:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie beppe...
avevo letto qualcosa sui giornali ma onestamente non avevo capito un granche' su che cosa stessero investendo, ora credo aver capito qualcosa e con te si riesce a capire sempre qualcosa, si impara di piu' da una barzelletta che dai nostri quotidiani...
ps.:ti seguo da tanto ma e' la prima volta che lascio un commento, grazie per informarci!!-)

luca maruca 23.04.07 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Regno unito

PETROLIO AL BANDO, ECCO LA "TRANSITION TOWN"

http://futuribilepassato.blogspot.com/

Luke T 22.04.07 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Regno unito

PETROLIO AL BANDO, ECCO LA "TRANSITION TOWN"

http://futuribilepassato.blogspot.com/

Luke T 22.04.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

volevo farti i complimenti per la serata a Torino del 20/04/07. Grande come sempre continua cosi'a presto saluti. ps anche mia figlia Chiara di 15 anni è diventata una tua fan!

claudio melano 22.04.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento

non è un reato dire la verità..
non è un reato dire le cose come stanno..
tu lo fai,e ti riesce pure bene!!
sono dalla tua parte..come tantissime altre persone..che ancora sono vittime di un sistema a mio parere MALATO.
conto(contiamo)su di te..
non è ora che ti candidi??!!
Non mollare..continua così!!
Questo paese può solo migliorare..con il tuo aiuto!
una forte stretta di mano. Cinzia

cinzia gulminelli 22.04.07 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella vale di san Felix, l´acqua piú pura del Cile scorre nei fiumi alimentati da due ghiacciai. Grandissimi giacimenti d´oro, argento e altri minerali sono stati individuati sotto a questi ghiacciai. Per arrivare a questi giacimenti, sará necessario rompere e quindi distruggere questi ghiacciai, - niente di cosí folle é mai stato concepito nella storia del mondo, (forse si) - e fare due grandissimi buchi, ognuno dei quali sará grande come una montagna, una per l´estrazione e l´altro per lo scarico della miniera. Questo progetto si chiama PASCUA LAMA. La compagnia si chiama Barrik Gold. L´operazione é stata pianificata da una multinazionale della quale é membro George Bush padre. www.barrick.com

Il governo cileno ha approvato il progetto che doveva cominciare giá nel 2006. L´unico motivo per cui non é ancora cominciato é perché i contadini hanno ottenuto una sospensione dei lavori. Se distruggono i ghiacciai, non distruggono solo questa speciale fonte d´acqua pura, ma inquineranno anche i due fiumi, cosí che non saranno piú adatti al consumo sia umano che animale dovuto al cianuro e all´acido solforico usato nel processo di estrazione. Tra l´altro tutto l´oro che sará estratto verra inviato tutto alla multinazionale straniera e non ci sará nessun guadagno per la gente che vive in questi luoghi. A loro resteranno l´acqua avvelenata e le conseguenti malattie. I contadini hanno abbastanza tempo per lottare per la propria terra, peró non hanno potuto usufluire della televisione perché il ministero dell´interno lo ha proibito. L´unica speranza per bloccare questo progetto é ottenere l´aiuto della Giustizia Internazionale. Il mondo deve sapere quello che sta succedendo in Cile. Il posto dove si puó cominciare a cambiare il mondo é questo. Fai circolare questo messaggio fra i tuoi amici in questo modo: Per favore copia questo testo e mettilo in un nuovo messaggio, aggiungendo la tua firma e inviandolo a tutte le persone che conosci... lascia anche la parte in spagnolo

simone liguori 22.04.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono anch'io!
arrivo sempre "tardi" perche' IN BRACCIO AL CANGURO...
Un caro saluto alle care firme(TRIBU')
a cui con piacere aggiungo il sig. Guerra (anche se e' un po' difficile...)
CIAO DECRESCENTI!

Cinzia De Paolis 19.04.07 16:11
****

ciao Cinzia, in ritardo.. 10..
e ovviamente il sig. Guerra!.. 11 (è molto difficile, non un po'.. ma almeno suscita dibattito)
e Claudio.(perplesso) 12 ...

Paola Bassi Commentatore certificato 21.04.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ massimo guerra.

precisando che inizio ad interrogarmi se questo signor guerra esita veramente o sia uno dei tanti burloni che si divertono a scrivere cose a vanvera per il gusto di vedere quanti hanno la pazienza di rispondere. per amor di divulgazione scientifica rispondo.

Sulla questione dell'acqua pesante ci metterei una pietra sopra. Guerra aveva detto che: (cito) "E' evidente che l'acqua pesante non è un moderatore e viene scelta appositamente come fluido diatermico"
ed io ho voluto solo chiarire che invece l'acqua pesante, esattamente come quella leggera, fa sia da moderatore che da refrigerante.

Passando a ITER mi chiedo dove il signor guerra abbia appreso della distruzione dell'impianto a mezzo dei neutroni, poco dopo l'accensione.
In ogni caso gli consiglio di cambiare fonti di informazione. Proprio perche' la fusione produce neutroni altamente energetici è enormemente vantaggiosa (molto più della fusione, a parità di materia). I neutroni veloci scalderanno il fluido refrigerante che produrrà il vapore da mandare in turbina (come in ogni centrale termica).

il sig. Guerra ha poi anche detto:
++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
Per fare un reattore a fusione bisogna utilizzare energia densa con idrocarburi.

E qui si inquina aumentando l'effetto serra.

Il reattore a fusione produce calore, esso aumenterà il calore globale all'interno del sistema precedentemente caricato con + effetto serra a seguito della sua costruzione.

Ora una domanda fantasiosa su un mondo impossibile: cosa succederebbe termodinamicamente al nostro pianeta se avessimo davvero a disposizione una fonte di energia di grandissima potenza con emissione di calore e a basso costo?

risposta: non so da dove cominciare !!

il nucleare (fissione o fusione) non produce C02, quindi niente effetto serra. Riguardo alla questione termodinamica, non so di cosa sia sta parlando. Se avessimo una fonte di energia a basso costo, avremmo un problema da risolvere in meno.

ing.nucleare 21.04.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare alcune precisazioni riguardanti quanto detto dal sig. Guerra.
Innanzitutto va detto che nella storia dei reattori "occidentali" si è già verificata una fusione di nocciolo a three miles island. Conseguenze per la popolazione: nessuna.
E sulla base di quanto avvenuto in quell'incidente i sistemi di sicurezza attuali si sono ulteriormente affinati.
Per quanto riguarda la fine delle scorte di uranio le stime fatte riguardano i prezzi attuali, un po' come per il petrolio: è da decenni che si dice che durerà 40 anni...solo perchè siccome aumenta il prezzo si sfruttano risorse che precedentemente non conveniva sfruttare.
Tralasciando considerazioni economiche, per il combustibile nucleare il discorso è diverso in quanto i reattori veloci permettono di aumentare il fissile al loro interno (non a caso sono caratterizzati da un tempo di raddoppio)
Tramite il riprocessamento è possibile utilizzare il fissile prodotto senza dover estrarre nuovo uranuio dai giacimenti

Mario Centofante 21.04.07 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

**************************************************
!PETIZIONI FRESCHE DI GIORNATA!:

1°) PARLAMENTO PULITO? PETIZIONE DETERGENTE!”

Salve a tutti, vorrei segnalare la petizione:

PER LA DECADENZA AUTOMATICA E IMMEDIATA DEI RAPPRESENTANTI ELETTI NELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA ALL’INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI;
PER L’ESTENSIONE DI TALI PENE AD ALTRI TIPI DI REATI

Petition to PRESIDENZA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA ITALIANA – PRESIDENZA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI – PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – MINISTRO DELLA GIUSTIZIA.

è possibile firmarla quì:

http://www.petitiononline.com/ddp02/

FIRMIAMOLA TUTTI E DIFFONDETELA!

(Da quanto ho capito è stata appoggiata anche da Jacopo Fò, Elio Veltri, www.parlamentopulito.com , moltissimi meet-up.)

2°) Come già evidenziato da molti di voi, ce ne è un’altra per l’introduzione della “class Action”:
APPROVAZIONE DELLA CLASS ACTION:

To: Governo Italiano, Giornali Italiani, TV Italiane.

E’ possibile firmarla qui:

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

(Da quanto ho capito è appoggiata da Jacopo Fò, Dario Fò, Franca Rame, dai meet-up e da moltissime Associazioni dei consumatori)

FIRMATELA E DIFFONDETELA!
saluti,

Paolo
************************************************

Paolo O. Commentatore certificato 21.04.07 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
xchè prima di risolvere i danni che i nostri fanno all'estero, non cerchiamo di risolvere i problemi in casa nostra? Questa naturalmente vuole essere una provocazione. Però riflettiamoci un po' sù.... stiamo attenti a non sponsorizzare il marcio, a non spettacolizzare la protesta, non facciamoci influenzare dai media. la manifestazione in piazza non deve assomigliare troppo a un circo mediatico. la protesta deve fare impressione per la sua forza, per la sua imponente identità, non solo per la prima pagina nei tg della sera.. non sò se sono stato tanto chiaro, al limite siete autorizzati a prendermi per il culo_ cmq viva GreenPeace e forza ragazzi ce la possiamo fare
Grazie Beppe e buon lavoro a tutti

Moreno B. Commentatore certificato 21.04.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Appunto, la memoria è utile. Guarda il video della manifestazione ambientalista tenutasi ad Augusta il 13 Marzo 2004.

http://augustaviva.blogspot.com/

Giovanni Intagliata 21.04.07 13:33| 
 |
Rispondi al commento

@ massimo guerra

Letto il documento... Non è altro che una conferma a quello che le dicevo. Come avevo già affermato in precedenza, ovvero che i meccanismi che portano alla fusione del nocciolo nei due tipi di centrale sono diversi (non ho mai detto che non possa avvenire la fusione in una centrale occidentale, ho detto che non può avvenire una fusione del tipo Cernobyl in una centrale occidentale). C'è una sicurezza intrinseca nel meccanismo di funzionamento che non c'era a cernobyl, la quale garantisce che nella peggiore delle ipotesi c'è una fusione per brace, ben diversa da quello accaduto in ucraina. In caso di perdita di refrigerante perdo anche il moderatore e inibisco la reazione, in ucraina refrigerante e moderatore erano divisi, se perdo il refrigerante la reazione continua ad avvenire allo stesso modo. Il fatto che poi cmq possa avvenire una fusione per brace nella realtà le probabilità si abbassano utilizzando anche altre tecniche di controllo, come ad esempio l'inserimento tra le barre di combustibile di materiali assorbitori di neutroni oltre l'acqua pesante, oppure estraendo una o più barre di combustibile dal bagno...

Alessandro Rizzo 21.04.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Massimo Guerra

Ma come fa? E' riuscito a non capire anche il commento dell'ing. sul moderatore, e dire che era chiarissimo...cmq
Il solo fatto che lei non capisca le cose, o non le voglia capire, non può portarla ad indicare con falso o vero le cose che le si dicono... Visto che è palesemente inutile che io ribatta ancora una volta le sue "ponderate*" argomentazioni (e mi creda, ci sarebbe molto da dire), posso giusto consigliarle di continuare a prepararsi su wikipedia... chissà che in un futuro non le diano una laurea in fisica, oppure la mettano a capo di una centrale nucleare...


* nota di sarcasmo

Alessandro Rizzo


Caro Rizzo mai come in questo caso è opportuno un punto di sintesi :-)


Un punto di sintesi.

https://gforge.miu-ft.org/download.php/160/Carlo_Bernardini_-_Analysis.pdf

Carlo Bernardini


(Alla faccia di qualsiasi * nota di sarcasmo :-)

massimo guerra 21.04.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un punto di sintesi.

https://gforge.miu-ft.org/download.php/160/Carlo_Bernardini_-_Analysis.pdf

Carlo Bernardini 21.04.07 10:39| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo Guerra

Ma come fa? E' riuscito a non capire anche il commento dell'ing. sul moderatore, e dire che era chiarissimo...cmq
Il solo fatto che lei non capisca le cose, o non le voglia capire, non può portarla ad indicare con falso o vero le cose che le si dicono... Visto che è palesemente inutile che io ribatta ancora una volta le sue "ponderate*" argomentazioni (e mi creda, ci sarebbe molto da dire), posso giusto consigliarle di continuare a prepararsi su wikipedia... chissà che in un futuro non le diano una laurea in fisica, oppure la mettano a capo di una centrale nucleare...


* nota di sarcasmo

Alessandro Rizzo 21.04.07 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non me la prendo affatto, in relazione all'acqua normale e pesante, mi da ragione. :-)

Frena l'energia dei neutroni portandola sotto il valore di 1Mev assorbendone qualcuno, fenomeno che con l'acqua pesante diventa irrisorio rispetto all'acqua normale.

Non è questo che impedisce la FUSIONE DEL NOCCIOLO.

Me la prendo in merito a tutto il resto.

Sulla fusione nucleare mi addebita qualcosa che non ho mai scritto.

Infatti lei stesso non dice, citando banalmente Iter.

Ovviamente prima è salito in cattedra con tanto di autodichiarazione di titolo e poi usandola anche come firma identificativa, vabbè.

Iter è noto che produrrà neutroni da 17 Mev attraverso la fusione.

Questi faranno a pezzi il core fatto a sua volta di magneti superconduttori, tra l'altro a tenuta stagna col vuoto pneumatico.

Ora voglio e prentendo delle risposte.

Sono stanco di questi autoaccreditamenti del tipo sono un fisico o sono un ing di qui o di la, francamente potreste essere anche pippo della walt disney.

Cosa succede ad un materiale (anche metallo)quando viene colpito da neutroni da 17 Mev?

A parte calcoli matematici che dicono che Iter sarà stabile in fusione, e lo sarà x via delle dimensioni fisiche, quel tanto che basta per avere una resa positiva rispetto all'ignizione, cioè siamo ancora nella fase puramente teorica fatta di matematica, Iter ripagherà tutta l'energia che serve per farlo e manutentarlo?

E' eliminabile il fenomeno dei neutroni da 17 Mev?

Ora una domanda fantasiosa su un mondo impossibile: cosa succederebbe termodinamicamente al nostro pianeta se avessimo davvero a disposizione una fonte di energia di grandissima potenza con emissione di calore e a basso costo?

Ora una domanda di prospettiva reale sulla vita di certe gente: che lavoro faranno fisici e ing nuke quando si capirà che nuke è cazzata?

Ecco, non mi spreco neppure a chiedere dove finiranno le scorie, se fosse per me ve le darei in pasto a voi e la vostra discendenza.

massimo guerra 21.04.07 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non che i dettagli tecnici interessino molto. Ma visto che ho letto un po' di sciocchezze spendo due parole in tecnicismi.
Prima pero' vorrei far notare la cosa ovvia che non si diventa ingegneri nucleari studiando su wikipedia. Visto che io lo sono (ing. nucleare) chiarisco la questione dell'acqua pesante. In realtà vado a memoria e ste cose le ho studiate tempo addietro. Corregetemi pure se sbaglio.

Per farla breve: un atomo di uranio (235) per fissionarsi si deve mangiare un neutrone LENTO ("termalizzato"). Quando si fissiona produce, oltre a varie porcherie, 2 o 3 neutroni veloci. Affinchè la reazione a catena non diverga( = esploda), solo uno di questi neutroni prodotti deve rimanere in vita e deve essere rallentato in modo da procedere con la reazione.
Per il rallentamento si usa il MODERATORE. Se uso l'acqua naturale, questa fa sia da moderatore che da liquido refrigerante (cioè esporta il calore prodotto). L'acqua però oltre a moderare assorbe anche i neutroni, ecco perchè in questo caso devo arricchire l'Uranio, perchè l'uranio naturale non fa abbastanza fissioni. Se voglio invece usare l'uranio non arricchito devo usare l'acqua pesante (ma in genere costa meno arricchire l'uranio che produrre acqua pesante).
L'acqua pesante ha il vantaggio (rispetto a quella naturale) di assorbire meno neutroni. Ma continua a moderare.
Quindi l'acqua pesante è un moderatore.

I reattori veloci fanno fissionare l'uranio con neutroni non moderati (la probabilità è più bassa, ma non è impossibile).

Ho letto poi altre fesserie (perlopiù a nome del signore Guerra, non se la prenda), riguardo alla fusione. La fusione non ha nulla a che fare con la fissione. Quel che è certo è che se si riuscisse a farla (e l'Europa ci sta investendo, vedi progetto ITER), il problema energetico sarebbe risolto una volta per tutte. Riguardo al fatto che la centrale inquina perchè produce calore, viene da ridere! Per forza produce calore, è lo scopo di ogni centrale termica !!!

ing. nucleare 20.04.07 23:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo se ho capito.

L'acqua pesante serve solo come scambiatore termico per la produzione di corrente elettrica e assolutamente non blocca la reazione nucleare.

Quindi non la blocca nemmeno se per assurdo evaporasse tutta.

Ergo se un 18-20 persone, un centrale che ne so a boro, bloccano le pompe di raffreddamento, estraggono per una qualsiasi stupidissima o criminale intenzione il barre di boro che servono ad assorbire neutroni e quindi a rallentare o azzerare la reazione nucleare si fa il botto.

E siamo punto e a capo.

Ma la vogliamo proprio smettere con sta fissione residuo post guerra fredda o che?

Mi so pure letto che è un reattore autofertilizzante, ma dico, sta gente c'ha la testa o è li sul collo solo proforma?

TheBattleOfChernobyl@mac.com ... fatemi sapere se volete il video sulla situazione aggiornata di chernobyl ... vi assicuro che sono ancora cazzetti da cagare.

alessandro petrucci Commentatore certificato 20.04.07 22:11| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro (fisico) Rizzo,

cito testualmente dal suo post del diciannove aprile duemilasette per Petrucci: Ora il reattore ha continuato a fissionare poiche i sovietici usavano barre di grafite per "frenare" i neutroni e far avvenire il processo.. Per farla breve, senza acqua ma con le barre di grafite il nocciolo si è "surriscaldato" e si è verificata la fissione del nocciolo.

(vero)

Nelle centrali occidentali il liquido refrigerante è lo stesso che deve frenare i neutroni, ed è la cosidetta acqua pesante... Se non c'è, ovvero viene bloccato il suo afflusso non c'è pericolo, poichè il reattore si arresta (la catena di fissione si interrompe)...E' per questo motivo che ho detto che non può fisicamente avvenire una reazione come quella avvenuta a cernobyl in una centrale occidentale... non mi riferivo ad una sicurezza assoluta... Sarei ingenuo a dire che i rischi non ci sono, ma sono stati ridotti dall'86 a oggi...

(falso)

Fine della citazione.

Ai blogger: APPELLO al VERO.

Si verifichi wikipedia in merito a cosa serve l'acqua pesante nei reattori a fissione: http://it.wikipedia.org/wiki/Reattore_a_fissione

massimo guerra 20.04.07 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi volesse vedere il video

The Battle Of Chernobyl

mi faccia sapere e provvederò.

Scrivere a TheBattleOfChernobyl@mac.com

alessandro petrucci Commentatore certificato 20.04.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
comprare un'azienda non significa cambiargli gli aerei - anzi. E vorrei farti notare che non è che i Tupolev siano peggio dei Boeing o degli Airbus - per anni non hanno fatto che semplicemente copiarsi.
La Aereoflot di oggi ha una flotta che fa invidia a molti in quanto ad efficienza e giovinezza e, sopratutto, è tra le prime 25 compagnie aeree del mondo in quanto a guadagni (172 milioni di Dollari USA al 2004).
La vecchia Aeroflot dei tempi Sovietici non esiste più, è stata smembrata in tante compagnie - ma questo significa soprattutto che le operazioni e i velivoli peggiori sono stati smembrati dalla compagnia ed è rimasto soltanto il meglio.
Quindi, facile fare le battutine su una compagnia il cui nome ricorda l'inefficienza del passato, ma attualmente l'Alitalia avrebbe molto da guadagnare e da imparare. Se poi si mandano via tutti questi assistenti inutili che non fanno altro che sedersi in fondo all'aereo a chiaccherare... e li sostituiamo con hostess Russe... tanto di guadagnato, secondo me.

Cordiali saluti

Marco Ermini Commentatore certificato 20.04.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor guerra,

Mi vedo costretto a ribattere anche questa sua precisazione... La sezione d'urto per la reazione di fissione è inversamente proporzionale all'energia dei neutroni (è per questo che si termalizzano)... l'assenza del moderatore (acqua pesante nel nostro caso) manda a zero la sezione d'urto e la CATENA e sottolineo LA CATENA DI FISSIONE si arresta... Quello che lei riporta è proprio questo fatto... se in assenza del moderatore lei perde i neutroni che le servirebbero per la fissione, cosa pensa che succeda? LA catena di fissione si arresta. I meccanismi che possono portare alla fissione del nocciolo sono altri, ad esempio il non bilanciamento della produzione di xeno nel reattore... La confusione la genera lei, perchè cerca di fare divulgazione usando come fonte wikipedia... In questo caso la sua fonte non dice cose sbagliate, è lei che ha tratto conclusioni totalmente sbagliate. E giusto per amore della chiarezza, nei miei precedenti commenti non ho mai affermato che nelle centrali occidentali non è possibile una "fusione" del nocciolo, ho solamente detto che che non è possibile lo stesso meccanismo che ha portato la fissione del nocciolo a Cernobyl...
Un ultimo favore, cerchi di non fare divulgazione visto che non è in grado, o quantomeno sia più civile nel chiedere spiegazioni riguardo quello che non capisce... chieda e le sarà risposto, non creda di conoscere tutto lo scibile umano...

Alessandro Rizzo 20.04.07 17:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andate a cagare. Pensiamo e parliamo dei nostri problemi, quelli veri. Sui falsi problemi non ci casco. Cerchiamo di essere seri.

pierangelo pedemonte 20.04.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Sacrosanto. Ma gli italiani hanno votato contro per paura che succedesse qualcosa in casa propria, non credo che per tutti sia stata una petizione di principio. E ci sarebbero adesso finalmente i margini per riparlarne, no?

Stefano Nicosia 20.04.07 17:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Alessandro Rizzo

Devo smentirla.

Si veda qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Reattore_nucleare_a_fissione

L'acqua pesante è usata in reattori con Uranio debolmente arricchito perchè offre basse probabilità di cattura neutronica da parte del liquido di raffredamento dato che il problema di tali centrali è nel non perdere neutroni che alimentino la fissione.

Esattamente l'inverso di quanto ha scritto.

Le centrali occidentali possono allegramente fondere quanto quella di Chernobyl, qualsiasi centrale sopra massa critica lo può fare senza confini di paesi o tecnologia.

A far così si produce solo confusione con disinformazione.

massimo guerra 20.04.07 14:34| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

IO ABITO IN PROVINCIA DI FIRENZE HO CHIESTO IL PERMESSO PER METTERE I PANNELLI SOLARI MA NON ME LO DANNO PER I VINCOLI PAESAGGISTICI A COSA SERVE FARE INCENTIVI SIA STATALI CHE REGIONALI SE POI TI BLOCCANO IN COMUNE!!!

STRI PPO 20.04.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

IO ABITO IN PROVINCIA DI FIRENZE HO CHIESTO IL PERMESSO PER METTERE I PANNELLI SOLARI MA NON ME LO DANNO PER I VINCOLI PAESAGGISTICI A COSA SERVE FARE INCENTIVI SIA STATALI CHE REGIONALI SE POI TI BLOCCANO IN COMUNE!!!

STRI PPO 20.04.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO ABITO IN PROVINCIA DI FIRENZE HO CHIESTO IL PERMESSO PER METTERE I PANNELLI SOLARI MA NON ME LO DANNO PER I VINCOLI PAESAGGISTICI A COSA SERVE FARE INCENTIVI SIA STATALI CHE REGIONALI SE POI TI BLOCCANO IN COMUNE!!!

STRI PPO 20.04.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento

IO ABITO IN PROVINCIA DI FIRENZE HO CHIESTO IL PERMESSO PER METTERE I PANNELLI SOLARI MA NON ME LO DANNO PER I VINCOLI PAESAGGISTICI A COSA SERVE FARE INCENTIVI SIA STATALI CHE REGIONALI SE POI TI BLOCCANO IN COMUNE!!!

STRI PPO 20.04.07 12:25| 
 |
Rispondi al commento

c'e' tanta ipocrisia in giro. Chiedo a tutti:
Quanti di voi hanno in progetto i dispositivi per la produzione di energia eolica e/o solare casalinghi? Sapete che il governo paga per questo? Prima di protestare cerchiamo di guardarci intorno e chiederci che cosa possimo fare al posto di. Sennó facciamo la fine del governo Prodi 1. Lui aveva il Signor No, meglio noto come Bertinó, il quale diceva sempre no ma senza proporre valide alternative. Ve lo ricordate che é successo dopo? A proposito di Tupolev e donne Russe: Ho volato piú volte sui Tupolev (anche degli anni 50) con al fianco una moglie Russa.. mai stato necessario grattarsi.. piuttosto con Aeroflot almeno Alitalia sará piú efficiente (non piú 10 managers per un impiegato ma 10 impiegati per un solo manager..)

Sergio Sciarretta 20.04.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

A parte le battute obbligatorie e banali quando si parla di donne o aerei russi:
- e' un falso mito che i Tupolev siano aerei del cavolo. Andate su airdisaster.com e confrontate il numero di incidenti del Boeing 737 e del Tupolev 154 (equivalente del 737).
- Aeroflot ha nel frattempo rinnovato la flotta e sulle tratte internazionali opera quasi esclusivamente Airbus 319/320 e Boeing 777 nuovi di zecca
- gli MD80 dell'Alitalia ve li raccomando
- Ultimo ma non ultimo: Aeroflot ha sempre fatto utili (che non guasta mai)

Gigi Ferro 20.04.07 12:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è vero che voleremo sui Tupolev! L' aereo utilizzato sará il Superjet 100 della Sukoi sviluppato assieme alla Alenia e alla Boeing, un signor-aereo. Un bell' aereo. guarda chei russi sono dei signori ingegneri!!!

giuseppe lodarni 20.04.07 11:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Carissimi lettori vi volevo informare che:
-un solo generatore eolico di media grandezza produce circa un megawatt di potenza con il quale si può soddisfare il fabbisogno di più di 500 famiglie.
-se ogni appartamento o condominio fosse dotato di pannelli fotovoltaici per produrre corrente e solari per i sanitari ed in più per sopperire alle richieste energetiche nei periodi di basso irragiamento solare si utilzzassero stufe a biomassa, ed inoltre si adottassero misure atte a dimunuire le perdite energetiche, allora sarebbero autosufficienti energeticamente.
-inoltre in Italia si potrebbero costruire centrali termosolari a concentrazione (Rubbia le sta realizzando in Spagna)
-si potrebbero realizzare centrali fotovoltaici a concentrazione (cioè ad alta efficienza)
-si potrebbero realizzare centrali per la cogenerazione che fa uso di biomassa
-si potrebbero costruire automobili elettriche ad alta efficenza e quindi per il recupero delle energie in frenata e in discesa
e tante altre cose che neanche immaginate
mi volete dire:
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA PUTTANA TROIA
A CHE CAZZO SERVE IL NUCLEARE PORCA

Mario Barbato 20.04.07 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Francesco,

mi spiace contraddirti ma il pianeta ne ha ben oltre altri 50 anni.

Quello che alcuni si ostinano a non comprendere è come certi non siano tanto preoccupati delle sorti della vita sul pianeta in quanto tale, questa infatti sicuramente troverà il mondo di procedere, lo ha sempre fatto e lo farà sempre, anche in zona contaminate da radiazioni nucleari piuttosto le che le profondità marine.

Qui il problema sono le future condizioni di vita della razza umana.

Alcuni danno scontata ed eterna la sua capacità di sopravvivenza dimenticandosi che in natura veri e propri RESET sono veramente accaduti, basti pensare alla sorte dei dinosauri.

Noi esseri umani siamo qui da 50.000 anni e ci crediamo di rimanerci in eterno, la storia, quella vera, ci insegna che così non è.

Quindi state tutti tranquilli, qualunque cosa accada la vita sulla terra continuerà sino all'implosione del sistema solare ... chi sa ... magari anche oltre ... non ci sarò sicuramente ... ma quanti millenni o milioni o miliardi di anni prima di questo evento sarà scomparsa la razza umana così come la intendiamo oggi?

Non saremmo ne il primo ne l'ultimo caso di specie estintasi per raggiunti limiti di evoluzione.

alessandro petrucci Commentatore certificato 20.04.07 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi piaccia o no, il pianeta ne ha ancora per 50 anni. E ogni anno che passa gli scienziati di Erice ne tolgono qualcuno. L' alternativa al petrolio, sembra lapalissiano come lo sono tutte le cose semplici, e' il risparmio energetico. Spegnimento delle luci in ambienti vuoti. Basta lordare aria e acqua. Rifiuto dell'800esco motore a scoppio. E riciclaggio! Poi bisogna costringere i papi a zittirsi sul loro medievale concetto del sesso e insegnare la contraccezione. A noi e' il numero che ci frega!! Saluti ambientalisti e atei

Francesco Manfredi 20.04.07 09:52| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di coerenza dell' ENEL: s'è comprata Endesa, che di centrali nucleari ne ha 9. Evidentemente con il risultato del referendum ci si ... (scegliete un gesto osceno qualunque)
Fa piacere a una che 20 anni fa era per strada a raccogliere le firme!

Cecilia Caltabiano 20.04.07 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono fisico ma mi appassionano gli eventi.

Qua ho letto molte chiacchiere sulle centrali sicure e moderne, poi un rapido escursus dell'esistente mi mostra che queste fantomatiche centrali de facto non esistono per un motivo molto semplice, costano troppo. Le altre vivono tra un incidentino e un altro (senza che nessuno faccia esperimenti come a Chernobyl che proprio in seguito a quello fece la fine che fece).

Rubbia un decennio fa parlava di una fantastica centrale intrinsecamente sicura, era anche convincente, peccato sia rimasta sulla carta e che lo stesso sia passato all'energia solare come ben sanno gli spagnoli.

Sigle e siglette dei reattori ci dicono una cosa, il parco macchine occidentale è vecchio, forse obsoleto. Incidenti più o meno pericolosi più o meno seri più o meno conosciuti sono occorsi in ogni dannata centrale costruita sino ad oggi. I giapponesi non fanno eccezione.

Chernobyl forse non era sicura, ma quale centrale nucleare lo è se chi la governa procede a fare esperimenti scavalcando i dispositivi di sicurezza? Nessuna che sia documentabile.

A spasso per il mondo ce ne sono parecchie, ma chernobyl ci insegna che più sono lontane e meno danni si ricevono da certi disastri oltre ogni ragionevole dubbio ... un pò di radiazioni magari ... dannose certo ... ma meglio che morire carbonizzati o intossicati.

O mi si viene a raccontare che in australia nel 1986 hanno avuto lo stesso livello radioattivo di pripyat alle 8:00 del mattino del 26 aprile?

Se crede provvederò recapitarle il servizio di cui tanto mi affanno a stimolare la visione ... mi creda ... forse poi cambierà idea.

La fissione va abbandonata, è frutto della guerra fredda come i reattori autofertilizzanti.

TheBattleOfChernobyl@mac.com, mi faccia sapere.

alessandro petrucci Commentatore certificato 20.04.07 00:10| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo, visto che stai a Genova, perchè non vai alla convention che i Verdi fanno sull'ecologia e le rinnovabili? Ci sarà anche Rubbia come relatore. Nei tuoi post dai strali a destra e a manca ma sei culo e camicia con Di Pietro di cui sono delusa , nelle infrastrutture sta attuando il progetto Lunardi con costruzioni di Tav e alta velocità lasciando invariate le vecchie ferrovie in cui accadono sempre più incidenti. Chissà quale alchimia c'è tra te e questo ministro delle infrastrutture e fino a quando durerà, a meno chè non vada a finire come con Pietro Ricca o Montanari con cui vi guardate a dir poco in cagnesco. Notizie prese dai vari blogs
Mi raccomando non censurare questo post.

anna visarno 20.04.07 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Cito ulteriormente, wikipedia cui siete tanto affezionati. Argomento superphénix, più per evidenziare quanto costi spegnere una centrale nucleare che per altro.

"""
Nel 1996 la produzione di energia elettrica fu fermata per manutenzione ordinaria. Però il 28 febbraio 1997 il Consiglio di Stato francese stabilì che un decreto del 1994 che autorizzava la centrale ad operare era in realtà invalido: nel giugno 1997 una delle prime azioni di Lionel Jospin come nuovo Primo Ministro fu annunciare la chiusura dell'impianto "per i costi eccessivi". Il governo di Jospin comprendeva ministri dei Verdi: i critici argomentarono che la decisione di Jospin fosse dovuta più al desiderio di contentare i suoi alleati politici che a considerazioni razionali.

Il Superphénix è stato l'ultimo reattore autofertilizzante veloce in Europa per la produzione civile di energia elettrica. Secondo un rapporto del 1996 della Corte dei Conti francese il costo totale dell'impianto è stato di 60 miliardi di franchi (9,1 miliardi di euro)((da rapportare ai valori del 1996 togliendo 11 anni di inflazione)).

Le ultime delle 650 barre di combustibile furono rimosse dal reattore il 18 Marzo 2003 e sono ora stoccate in vasche di raffreddamento.

Nell'aprile 2004 è stata varata una commissione per esaminare il progetto di incorporare le 5.500 tonnellate di sodio refrigerante in 70.000 tonnellate di cemento, in modo simile a quanto fu fatto alla chiusura del reattore veloce di Dounreay in Inghilterra.
"""

70.000 tonnellate di cemento per il sodio usato per il raffreddamento, come fatto per il reattore di dounreay ... 140.000 tonnellate di cemento contaminato stanno da qualche parte a spasso in europa o per il mondo.

Quale futuro dopo la chiusura di tutte le altri centrali quando avranno esaurito il loro ciclo?

TheBattleOfChernobyl@mac.com

alessandro petrucci Commentatore certificato 20.04.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Matteo Mergè

Del suo post al veleno noto alcune cose.

Una dichiarazione di dogmatismo quando indico IMPOSSIBILITA' = un capolavoro dialettico.

L'uso di paroloni quando dovrei ... blablabla, mi perdoni l'uso del metalinguaggio appropriato, questa critica appare sempre quando non s'hanno argomenti scientifici con corpo della logica sui fatti in esame, sorrido.

Noto una conoscenza della semantica tale da comprendere la stupidità del rinominalismo e la costruzione di un post con attacco personale senza altro argomento che non l'attacco ad personam, i fatti spariscono, la scienza pure, è il caso che ne prenda atto chi legge.

Le rese termodinamiche non le conosce?

Sì?

Bene, allora che scrive?

No?

Beh, allora s'informi.

Capire come un reattore a fusione produca riscaldamento globale.

A me pare giocare a non capire, cmq... .

Per fare un reattore a fusione bisogna utilizzare energia densa con idrocarburi.

E qui si inquina aumentando l'effetto serra.

Il reattore deve avere dimensioni ciclopiche, in fisica le dimensioni contano, veda post precedente.

Il reattore a fusione produce calore, esso aumenterà il calore globale all'interno del sistema precedentemente caricato con + effetto serra a seguito della sua costruzione.

Dato che il reattore a fusione produce neutroni da 17Mev (mega elettron volt=unità di misura elettron volt) essi spaccheranno il core del reattore attivandolo neutronicamente in isotopi (come far diventare radioattivo qualcosa che non lo è...)

Che i neutroni oltre 1Mev disgreghino la compattezza dei materiali c'è prova scientifica e tecnologica, il fallimento del reattore autofertilizzante Superphenix con neutroni da 1,2 Mev fonda qui 1 dei suoi 2 pilastri di fallimento di tale tecnologia, l'altro era il moderatore a sodio liquido, di cui non dirò, esula.

L'impianto ciclopico, anche quando producesse + energia di quanta ne serve ad accenderlo, si sfalda in poco tempo sotto i neutroni da 17Mev.

Ecco fatto

massimo guerra 19.04.07 23:51| 
 |
Rispondi al commento

E' per questo motivo che ho detto che non può fisicamente avvenire una reazione come quella avvenuta a cernobyl in una centrale occidentale... non mi riferivo ad una sicurezza assoluta... Sarei ingenuo a dire che i rischi non ci sono, ma sono stati ridotti dall'86 a oggi...

Non può avvenire una reazione come quella di chernobyl? Che ne diciamo delle perdite di sodio usato per raffreddere il superphènix e che hanno portato al blocco della centrale diverse volte prima che il governo jospin la chiudesse perché costava più di quel che produceva?

Io non sono fisico ma mi appassionano gli eventi.

Qua letto molte chiacchiere sulle centrali sicure e moderne, poi un rapido escursus dell'esistente mi mostra che queste fantomatiche centrali de facto non esistono per un motivo molto semplice, costano troppo.

Rubbia un decennio fa parlava di una fantastica centrale intrinsecamente sicura, era anche convincente, peccato sia rimasta sulla carta e che lo stesso sia passato all'energia solare come ben sanno gli spagnoli.

Sigle e siglette dei reattori ci dicono una cosa, il parco macchine occidentale è vecchio, forse obsoleto. Incidenti più o meno pericolosi più o meno seri più o meno conosciuti sono occorsi in ogni dannata centrale costruita sino ad oggi. I giapponesi non fanno eccezione.

Chernobyl forse non era sicura, ma quale centrale nucleare lo è se chi la governa procede a fare esperimenti scavalcando i dispositivi di sicurezza? Nessuna che sia documentabile.

A spasso per il mondo ce ne sono parecchie, ma chernobyl ci insegna che più sono lontane e meno danni si ricevono da certi disastri ... un pò di radiazioni magari ... dannose certo ... ma meglio che morire carbonizzati o intossicati.

Se crede provvederò recapitarle il servizio di cui tanto mi affanno a stimolare la visione ... mi creda ... forse poi cambierà idea.

La fissione va abbandonata, è frutto della guerra fredda come i reattori autofertilizzanti.

TheBattleOfChernobyl@mac.com mi faccia sapere.

alessandro petrucci Commentatore certificato 19.04.07 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutto cio che dobbiamo fare è seguire cio che vogliamo noi veramente e imporlo ai nostri dipendenti come una nostra decisione e non lasciare che loro facciano solo i loro sporchi comodi.
Dobbiamo reagire , dobbiamo mandarli a casa tutti!!!!!!
perche non raccogliamo le firme per un referendum dove si chiede che i nostri politici, a partire dal consigliere comunale fino al presidente della repubblica, possano rimanere in carica solo 2 legislature ?????? e poi a lavorare, se vogliono continuare a mangiare........

Comunque beppe tu si che sei un grande .... AIUTACI...........

katia Lo Monaco Commentatore certificato 19.04.07 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Petrucci,

Volevo solo dire con il mio commento che rispetto a Cernobyl sono stati fatti molti passi in avanti... Non nego che c'è ancora molto da fare... In particolare, le spiego cosa intendevo con il mio commento rispetto le fusioni e cernobyl... La fusione di Cernobyl si è verificata poichè il reattore ha continuato a fissionare nonostante che il liquido refrigerante (l'acqua in quel caso) era stato interrotto. Ora il reattore ha continuato a fissionare poiche i sovietici usavano barre di grafite per "frenare" i neutroni e far avvenire il processo.. Per farla breve, senza acqua ma con le barre di grafite il nocciolo si è "surriscaldato" e si è verificata la fissione del nocciolo. Nelle centrali occidentali il liquido refrigerante è lo stesso che deve frenare i neutroni, ed è la cosidetta acqua pesante... Se non c'è, ovvero viene bloccato il suo afflusso non c'è pericolo, poichè il reattore si arresta (la catena di fissione si interrompe)...
E' per questo motivo che ho detto che non può fisicamente avvenire una reazione come quella avvenuta a cernobyl in una centrale occidentale... non mi riferivo ad una sicurezza assoluta... Sarei ingenuo a dire che i rischi non ci sono, ma sono stati ridotti dall'86 a oggi...

Alessandro Rizzo 19.04.07 23:28| 
 |
Rispondi al commento

@Massimo Guerra
mi ha incuriosito come si sia sbilanciato nel consigliare di cambiare mestiere a persone che sanno il fatto loro quando parlano di fisica nucleare, mi incuriosiscono anche come molti dei suoi commenti "scientifici" e molte delle sue assersioni dogmatiche sul funzionamento delle centrali a fusione/fissione vantano una conoscenza che non traspare evidente da quanto scrive.
Parlare di fisica a persone che ne sono digiune risulta molto facile quando l'interlocutore non può controbattere quello che gli si presenta davanti come verità assouluta.

Già l'italia è vittima di fantomatiche illusioni sul nucleare, già viviamo in un paese che per via dell'ignoranza si vede costretto a rinominare un esame medico, la Risonanza Magnetica Nucleare per chiamarla solo Risonanza Magnetica, perchè abbiamo paura anche solo della parola "nucleare" se poi ci impegnamo anche a fomentare questi spauracchi facendo chissà che illazioni su cose che non si conoscono ne tantomeno si capiscono.

Compito di uno scienziato dovrebbe essere quello di guidare coloro che non ne sono avvezzi nella comprensione di cose più elevate, non sventolando una superiorità mascherata da illustri paroloni di cui nessuno mai chiederà spiegazioni, si rischia di far affossare la figura degli scienziati già tenuti così poco in considerazione in un paese che di scienza oramai ne respira ben poca.

Mi piacerebbe capire meglio alcuni dei suoi commenti "termodinamicamente non redditizzi" e vorrei davvero capire come puo' un reattore a fusione aumentare il riscaldamento globale quando forse i nostri frigoriferi o le nostre lampadine contribuirebbero molto di più.

Limitiamoci a usare la scienza per il suo scopo principe, ovvero il migliorare la conoscenza della natura e migliorare la vita dell'uomo.


Matteo Mergè 19.04.07 23:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

dobbiamo riprenderci il nostro paese e mandare in galera i disonesti che ridono di noi e del nostro immobilismo.rifondare questo paese nel ripsetto delle regole costituzionali e del buonsenso.chi ha pendenze con la giustizia non può governare nè ricoprire incarichi importanti.comunque dobbiamo fare in fretta.per i nostri figli non rimane quasi più niente. reset

max casamicciola 19.04.07 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Le moderne centrali occidentali sono sicure.

Quindi lei potrebbe giurare che il super phoenix è intrinsecamente sicuro e che se le dimostro il contrario cambia idea?

alessandro petrucci Commentatore certificato 19.04.07 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor guerra

Visto che lei è così preparato sull'argomento le ribatto punto su punto
1) Nel mio precedente commento ho affermato che una fusione come quella accaduta a cernobyl è fisicamente impossibile nelle centrali occidentali: Visto che lei è così preparato sicuramente conoscerà i due diversi meccanismi di funzionamento... mi riferisco naturalmente ai "bagni" termalizzanti,cmq vista la sua preparazione non mi addentro nell'argomento...saprà già tutto
2) Afferma che i neutroni termalizzati vengono prodotti da acceleratori di particelle: a parte il fatto che sei lei riesce a creare fasci primari di neutroni in un acceleratore è il prossimo premio nobel, forse si riferiva alla produzione di fasci secondari di neutroni prodotti da collisioni su targhetta... Non vorrei rovinarle la festa, ma, ammesso lo faccia, come risolve il problema dello spettro energetico che copre un range troppo ampio rispetto quello che le serve? mi illumini, visto che dovrei cambiare mestiere...
3) A quanto leggo, nonostante il suo amore per le parole scientifiche ha una bella confusione su come funziona una centrale nucleare: la informo che i neutroni non vengono prodotti termalizzati, il bagno termalizzatore di acqua pesante viene dopo (non mi va di entrare nei problemi di scattering multiplo che lei conoscerà benissimo e andamento delle sezioni d'urto)
4) La sua sicurezza sulla natura dei prodotti del trattamento di scorie con fasci di particelle è quantomeno preveggenza: come fa ad essere così sicuro dell'andamento dei tempi di dimezzamento dei prodotti del trattamento se, in quello che ho scritto nel mio primo commento, non ho specificato la natura del fascio? è un mago? Non solo non ne ho specificato la natura, ma non ho detto neanche che tipo di diffusione si intende fare... d'accordo che lei sa tutto, ma legge anche nella mente? Avrei altre due cosette da dirle, magari per amore della conoscenza vorrà saperle, ma sta finendo lo spazio... peccato, si informi

Alessandro Rizzo 19.04.07 21:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I FANTASMI...

L'Italietta sta diventando come in quei film Wester,città di fantasmi con tanti sceriffi...
Questa mattina,come di consuetudine mi sono recato all'ufficio di collocamento di Pescara,al quale ufficio sono 8 anni che faccio avanti e indietro...
Fiumane di persone che ti si mangiavano con gli occhi per un posto magari da imballatore di mobilo...fantasmi,dove gli impiegati a più riprese mi dicevano che per me nn c'è nemmeno un posto che ne so,magari per pulire i vetri alle macchine...
certe volte disteso sul balcone guardo il porto direbbero gli Afterhours e sembra un cuore nero e morto,il porto pieno di scarichi..
la stagione balneare iniziata ad aprile,orde di giovani e meno giovani fanno all'amore perchè in questa società non c'è posto per loro per noi...
in questa mattanza,ci sono le donne,le quali portando la vita dentro di loro,risentono di questa penosa SITUAZIONE ITALIANA e allora vedendoci tristi,e con i volti avviliti di chi dà dieci anni lotta per sperare di avere un lavoro-lampadina acceso per sempre,vengono ti regalano un sorriso,ti abbracciano e precariando socialmente,dopo un po ti lasciano e vanno a coccolare un altro fanciullo.Questà è la società PESCARESE che analizzo e alla quale annoto i vari fenomeni sociali.Oramai sono un esperto diceva mio padre.
Eppoi se vogliamo analizzare la gente che fa compere in maniera compulsiva,che poi torna a casa e sta come una m****ma quella ve la racconterò più là...
Alle volte penso,i miei tre anni all'esercito,e il baratro del nulla al termine della ferma...ho sacrificato un amore,una donna alla quale tenevo tanto quando avevo 20 anni,amici,ed ora,scrivo questa missiva nell'cyberspazio,come lanciare una bottiglia nell'oceano...
STEFANO CAIAZZA PESCARA Pensieri di un giovedì mattina.

Stefano Caiazza 19.04.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non sono pessimista malgrado gli ultimi eventi mi dovrebbero far pensare il contrario.
Poi riflettendoci un poco, mi accorgo qualsiasi pensiero noi facciamo, malgrado la ns forte volontà di cambiare davvero il mondo ci accorgiamo quanta ipocrisia e quanta stupidità offriamo a personaggi che dovrebbero prima su ogni cosa al mondo proteggerci... invece non è così.
Guardiamo gli Stati Uniti nazione forte, ricca, piene di persone intelligenti e qualificate (parlo di scienziati) che malgrado i loro sforzi non hanno nulla in capitolo. Anni sprecati di studio davanti ad una scrivania soldi dei contribuenti spesi per nulla. Perchè dico questo? Semplicemente perchè vi elenco nell'arco di questi anni UN SOLO UOMO cosa abbia potuto fare, regalandoci a noi ed alla nostra amata terra.
I regali di Bush al mondo
2004
22 Febbraio: Bush nascondeva i rapporti sulla criticità del clima
2003
10 Febbraio: Gli USA bloccano il trattato sulle emissioni di mercurio
7 Febbraio: Bush vuole minare il protocollo di Montreal sull'ozono
2002
13 Marzo: Annulla il trattato per ridurre le emissioni di CO2.
20 Marzo: Ritarda l'abbassamento dei livelli di arsenico tollerabili per l'acqua potabile.
26 Marzo: Annulla il "Diritto di sapere" a riguardo degli impianti chimici.
28 Marzo: Fa ritirare gli Stati Uniti dal trattato di Kyoto contro il surriscaldamento del pianeta.
9 Aprile: Taglia i fondi per la ricerca sulle fonti di energia rinnovabili.
9 Aprile: Taglia i fondi per il programma di riserva naturale delle Wetlands.
9 Aprile: Finanzia la ricerca di petrolio nel parco-naturale Artico.
9 Aprile: Preme affinchè venga eliminato il fondo per le specie in via d'estinzione.
12 Aprile: Sospende il rapporto-diossina

Possibile che un scienziato non abbia potuto far nulla davanti ad un'uomo cosi "stupido" possibile che abbia più valenza la parola di uno stupido che di uno scienziato??????
Che parliamo a fare???

fernanda d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.07 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Strano che Enel investa nel nucleare sovietico dopo che ha ottenuto insieme ad Eni il 20% di Gazprom ed altre tante belle cose sovietiche....come si dice no? Do ut des....

Simone Revelli 19.04.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono sicuramente la meno preparata dal punto di vista scientifico e tecnico per disquisire nei dettagli del nucleare e in genere delle tecnologie energetiche "tradizionali" (nucleare, carbone ecc...),

ma vorrei condividere una mia sensazione :

perchè giovani scienziati come Alessio Pennati e
Daniele Moriconi, che hanno dato il loro parere su questo post, o come la giovane ingegnere ENEL invitata da Santoro ad Annozero per difendere la conversione a carbone della centrale di Torre Valdaliga Nord di Civitavecchia

non investono la loro sicuramente valida preparazione in tecnologie NUOVE, GIOVANI e dalle prospettive e finalità SICURAMENTE più ALLETTANTI che non rianimare vecchi catorci post sovietico o accanirsi terapeuticamente su tecnologie obsolete come il carbone "pulito" (si, sicuro...) e alle quali vogliono farci ricorrere spacciandocele come soluzioni "DI EMERGENZA" o peggio "ALTERNATIVE"?

Il mondo ha bisogno di menti giovani, preparate, fresche e libere dai vecchi cascami politici, scientifici e dottrinali. Se non sono i giovani a voler dare un colpo di reni e invertire la rotta verso l'autodistruzione che la terra ha tragicamente imboccato, chi deve farlo? I vecchi tromboni che tra breve non ci saranno più?

Possibile che scienziati "senior" come Carlo Rubbia o Rita Levi Montalcini siano mentalmente più GIOVANI delle ultime generazioni?

E non mi si risponda che questi ragazzi "tengono famiglia" e timbrano il cartellino come noi impiegati, perchè ada esempio uno come Daniele Moriconi sta all'estero, e da quel che ci racconta se la passa pure bene (ben per lui...)

Ad Alessio Pennati tanti (sinceri) auguri per la sua missione in Slovacchia...ne avrà bisogno credo

Cristina M. Commentatore certificato 19.04.07 16:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Beppe quando cominci a parlare di 11 Settembre?
Ora le prove ci sono, non si parla più solo di intuizioni.
Si tratta solo di guardare e sapere, non si può più mettere la testa sotto la sabbia.

E' uscito 911 Mysteries sottotitolato in Italiano:
http://video.google.com/videoplay?docid=-82216570068505790

E qui c'è la prova della della demolizione della torre 7, con il servizo andato in onda su Matrix:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1773

Cominciamo ad aprire gli occhi per favore...

Alessandro Pentori Commentatore certificato 19.04.07 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi lettori del Blog sosteniamo Grillo perchè questo cazzo di paese ne ha veramente bisogno. L'utilizzo delle fonti alternative e un corretto uso delle energie accumulate può tranquillamente mandare avanti il paese.
Farlo capire alle persone è un impresa colossale
ma dobbiamo riuscirci. Inoltre è molto importante
la ricerca sui materiali per rendere più efficenti
i sistemi di produzione di energia.
Ci sono personaggi politici molto inquietanti che stanno cercando in tutti i modi di proporci il nucleare e questo è un atteggiamento da miserabili.
Svegliatevi dal sonno profondo e comatoso.
Sia i politici di destra che di sinistra non ci hanno capito un emerito cazzo per cui armiamoci di sapere e conoscenza.
Chi ha rispetto dell'ambiente delle tecnologie del progresso non può sostenere il nucleare, cazzo non lo tollero da ingegnere.
Inoltre sappiate che la Francia non vuole più investire sul nucleare una volta che le vecchie centrali saranno dismesse. E l'Enel va in Russia per comprare quel tipo di tecnologia CARA PERICOLOSA DANNOSA PER L'AMBIENTE E QUINDI ANTIECONOMICA, MA CHE CAZZO DI PAESE SIAMO

Mario Barbato 19.04.07 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggete "L'italia a secco" di Tozzi, capirete quanto poco lungimiranti siano i nostri politici in materia di energia (e abbiamo al governo i verdi, prima era ancora peggio....)

emanuele bertolotti 19.04.07 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a te Beppe ! Io mi sto chiedendo da un bel po' di tempo se questi giullari di corte del nostro governo intendano sterminare la popolazione italiana e far entrare solo stranieri che da un bel po' di tempo si sono arricchiti a spese nostre...mi sa tanto che arriveremo fra non molto a ribellarci (noi che lavoriamo come ciucci perchè crediamo in quel che facciamo) oppure la maggior parte degli italiani continuerà a seguire i nostri giullari politici perchè tanto mangio io che mangi tu (alle spese di quelli che lavorano) !!! Non basta tutto l'inquinamento ci voleva pure il nucleare !!! Dove sono andati a finire gli uomini che lottavano per i buoni ideali e per la concretizzazzione dei fatti costruendo insieme qualcosa di buono per il bene comune ??? Stiamo messi male cari Italiani !!! A più tardi... vado a LAVORARE.... baci Maria Elena ;)

Maria Elena Bruno 19.04.07 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe

So che difficilmente potrai leggere questo mio commento a causa delle numerose risposte che il tuo commento ha suscitato ma comunque io ci provo lo stesso. Sono un ingegnere nucleare da poco assunto da enel per andare a lavorare in repubblica slovacca alla centrale di Mochovce. IO credo che ci sia molta disinformazione e che ci sia molta ipocrisia in quello che si dice e si fa. Tutti vogliano l'energia elettrica in casa i cellulari i computers,la lavatrice la lavastoviglie etc etc .............. beh tutto questo che ci crediate o no ha un costo e per far fronte a questi costi serve energia. quella del sole e del vento non è sufficiente ripeto non basta servono altre fonti di energia,ed allora si parla di gas carbone e petrolio, ma queste emettono cox ed nox. Cosa rimana adesso ?? solo il nucleare che lo vogliate o no.

Ma credete davvero che la gente al mondo sia scema? Se le cosa si fanno in un certo modo c'è un perche e avvolte non sono le grandi lobby che impongono certe regole ma sono l'efficenza delle verie tecnologie....

Chiamtemi pure se avete bisogno di spiegazioni o se avete bisogno di un confronto con chi non la pensa come voi
A presto
Alessio Pennati

Alessio Pennati 19.04.07 14:27| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti,

scusate se vi annoio, ma nel CASO che qualche DIPENDENTE (sindaci, assessori, consiglieri, MINISTRI DELL'AMBIENTE ecc...) passasse da queste parti, ripropongo un mio commento di ieri (abbastanza ignorato per la verità), a testimonianza che per cambiare le cose si può partire da quelle piccole come nella mia città, e che comunque il BUON ESEMPIO DEVE VENIRE DALL'ALTO!!!!

COMUNE DI BOLZANO

"Standard minimo della classe B, con l’incentivo del 10% di riduzione degli oneri di urbanizzazione per la classe A e utilizzazione obbligatoria dell’energia solare, con pannelli termici ovvero con impianti fotovoltaici, per almeno il 25% del fabbisogno termico totale equivalente.

La nuova normativa è entrata in vigore il 12 marzo e si applicherà a tutti gli edifici pubblici e privati di nuova costruzione ovvero sottoposti a ristrutturazione che coinvolga almeno il 50% del volume o della superficie utile.

Tale normativa si aggiunge a quella in vigore dal 2004 (introduzione della certificazione RIE -riduzione impatto edilizio) che impone per ogni nuovo edificio l’obbligo di calcolo del coefficiente deflusso delle acque superficiali ed il raggiungimento degli standard minimi di permeabilità.

La combinazione dei vari provvedimenti e la loro concreta applicazione contribuisce sensibilmente allo standard di qualità ambientale della nuova produzione edilizia bolzanina.

Gli effetti più significativi, si registrano (ancor più in futuro) sotto il profilo del risparmio energetico (con comprovate sensibili riduzioni delle bollette energetiche) e della salvaguardia ambientale (riduzione inquinamento atmosferico da riscaldamento, protezione falda acquifera, tetti verdi).

Senza questi requisiti non saranno rilasciate le concessioni edilizie."

Cristina M. Commentatore certificato 19.04.07 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
#################################################

La Turchia non è pronta per entrare in Europa.

NON DEVE ENTRARE IN EUROPA!

#################################################
Clicca sul mio nome x la notizia.

Marcello De Sanctis 19.04.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

La Turchia non è pronta per entrare in Europa.

NON DEVE ENTRARE IN EUROPA!

#################################################
Clicca sul mio nome x la notizia.

Marcello De Sanctis 19.04.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Posso unirmi anch'io?

Cito il prof. Sartori (da Mala tempora):

"La tecnologia è il miracolo che ci tiene vivi in 6 mld e che forse ci consentirà di diventate 10 mld tra 50 anni. Ma la tecnologia è un miracolo costoso, gravido di effetti collaterali nocivi. Il fatto è che il nostro habitat sta diventando sempre più inabitabile, e che la tecnologia ci ha fatto imboccare il tunnel dello sviluppo "non sostenibile". Nel senso che la natura non è più in grado di provvedere a se stessa, rigenerarsi e autoripararsi. Non è solo che stiamo consumando risorse finite (petrolio e carbone) che finiranno presto; è anche che stiamo pericolosamente inquinando l'aria e l'acqua e pericolosamente disturbando gli equilibri climatici.

(...)Le cose da frenare sono essenzialmente tre: la crescita della popolazione, il consumismo inquinante, la tecnologia inquinante."

Ciao
Cristina

Cristina M. 18.04.07 23:08
******

.. Liliana 8.. Cristina 9...
beh, non male per cominciare

Buona giornata a tutti i "decrescenti" convinti che leggeranno

Buona giornata anche a voi.

Per ridurre la popolazione mondiale è sufficiente ridurre la produzione di potenza energetica, le due curve vanno di pari passo.

Quindi passando solo a energie non dense centriamo + obiettivi.

Avrei il piacere che venisse compreso che l'unico modo di ragionare che funziona in questo argomento è quello termodinamico.


massimo guerra 19.04.07 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ah sì ? Giù le azioni enel Eh Eh

Enrico V 19.04.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Gente senza alcuna idea innovativa. Il nostro futuro dipende da loro, che parlano di comprare ex-centrali nucleari sovietiche! Con i nostri soldi...Miiii.

Francesco Mancini 19.04.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Il comunismo: la tomba della civiltà umana.
Qual'è l'unica centrale nucleare europea che è esplosa nella storia dell'umanità?
Chernobyl: sovietica e comunista.
Quale paese costruisce ancora centrali nucleari insicure e pericolose?
La Russia: sovietica e comunista.
Grazie Dio, per averci donato la Nutella, la coca cola, il sesso ed il comunismo.
Intell.

Gustavo Gesualdo 19.04.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il comunismo: la tomba della civiltà umana.
Qual'è l'unica centrale nucleare europea che è esplosa nella storia dell'umanità?
Chernobyl: sovietica e comunista.
Quale paese costruisce ancora centrali nucleari insicure e pericolose?
La Russia: sovietica e comunista.
Grazie Dio, per averci donato la Nutella, la coca cola, il sesso ed il comunismo.
Intell.

Gustavo Gesualdo 19.04.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

mi dice autenticati quando lo sono già!!!!!Ma funziona questo blog o qui regnano solo fantasmi????

stefy lore 19.04.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Pensierino della giornata.

Sembra un assurdo ma è più sicura una bomba atomica di un reattore civile o militare che sia.

La bomba non è armata, è statica, fatta per reggere urti e bombardamenti, tolto il detonatore c'è solo da chiuderla dietro una porta molto molto spessa. Il materiale al suo interno se non raggiunge la massa critica è inerte.

Il reattore. Sempre in funzione emette radiazioni a non finire, produce scorie ovviamente radioattive a sua volta. Un sacco di gente tutti i giorni ci mette le mani, ci pastrocchia, ci fa chi sa cosa che tanto, li dentro, non entra nessuno, lo sanno solo loro.

Poi arriva una notte di un 25 aprile qualsiasi, l'aria è tiepida (ricordo ancora il beltempo di quei giorni a casa mia che mi fece passare uno splendido primo maggio sul prato con le radiazioni che scendevano su di noi) e sinanco un po' noiosa, sai che c'è facciamo l'esperimento ... ma si dai che idea ... uno spegne qua ... l'altro spegne la ... uno toglie le barre di controllo ... l'altro chiude le turbine ... un bel passatempo lungo 500.000 anni per tutti. Un anno per ogni povero cristo contaminato per giocherellarci dal 26 aprile fino ad ottobre in poi.

WOW!!!

Datemi retta, collegatevi alla rete gnutella (tramite limewire ad esempio), scaricatevi il film/dossier "The Battle of Chernobyl" che tanto non lo vedrete mai più... ma quella notte alle 3:30 ero sveglio solo io dannazione? Qualcuno che mi capisce esiste? Beppe Grillo ti prego, tu che sei amato alla rai chiedi di quel dannato filmato ... magari a te lo danno ... è sconvolgente per quanto documentato al millimetro!

Ovviamente era una battuta ... :))) quella di rivolgersi alla rai.

alessandro petrucci Commentatore certificato 19.04.07 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un'unica soluzione: società della decrescita.
massimo guerra 18.04.07 12:39
*****

ciao massimo,
qui ora quanti siamo?
tu uno.. maurizio due.. e io tre?...
Paola Bassi 18.04.07 19:24

in ritardo, ma ci sono anch'io
liliana pace 18.04.07 22:23

---------------------------------------

Posso unirmi anch'io?

Cito il prof. Sartori (da Mala tempora):

"La tecnologia è il miracolo che ci tiene vivi in 6 mld e che forse ci consentirà di diventate 10 mld tra 50 anni. Ma la tecnologia è un miracolo costoso, gravido di effetti collaterali nocivi. Il fatto è che il nostro habitat sta diventando sempre più inabitabile, e che la tecnologia ci ha fatto imboccare il tunnel dello sviluppo "non sostenibile". Nel senso che la natura non è più in grado di provvedere a se stessa, rigenerarsi e autoripararsi. Non è solo che stiamo consumando risorse finite (petrolio e carbone) che finiranno presto; è anche che stiamo pericolosamente inquinando l'aria e l'acqua e pericolosamente disturbando gli equilibri climatici.

(...)Le cose da frenare sono essenzialmente tre: la crescita della popolazione, il consumismo inquinante, la tecnologia inquinante."

Ciao
Cristina

Cristina M. 18.04.07 23:08
******

.. Liliana 8.. Cristina 9...
beh, non male per cominciare

Buona giornata a tutti i "decrescenti" convinti che leggeranno

Paola Bassi Commentatore certificato 19.04.07 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco che uno stato emergente o con difficoltà economiche possa pensare di prodursi energia senza doverla importare ma visto che questo stato da maggio del 2004 fa parte dell'unione europea, questa, dovrebbe almeno "indirizzare" quel governo alla costruzione di una centrale NON con tecnologia e soluzioni ante-chernobyl.
Per quello che riguarda enel che investe in un progetto simile mi lascia semplicemente attonito e atterrito dal momento che la cartina geografica mi dice che la slovacchia è davvero molto vicino all'italia e non solo.....

luca ragozzino 19.04.07 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo aver accolto con soddisfazione la decisione dell'Europa di incentivare l'efficienza energetica e le fonti rinnovabili, dobbiamo purtroppo accorgerci che altri, addirittura con una "nostra" società (la stessa che ha appena comprato con ENI una quota rilevante della Yukos e quindi del gas russo), proseguono nell'opzione nucleare, sempre ricordandoci dei quasi 60 reattori francesi a noi vicini. Purtroppo, malgrado gli allarmi sul clima e sui rischi del nucleare, non si sta facendo concretamente nulla per cercare fonti energetiche pulite, poco costose e disponibili a tutti. Sono oltre trent'anni che lavoro nel campo dell'ambiente e dell'energia e, come provo da tempo a dire, inascoltato, sul mio sito poco visitato www.alternativenergy.it, ci sono due campi sui quali rivolgere gli sforzi: la geotermia dei serbatoi profondi e delle rocce calde secche e quello del nucleare pulito, sicuro ed economico. Il primo perché trasformerebbe una rinnovabile come il calore della terra in una fonte anche alternativa potendo fornire quantità immense di energia a tutti. Il secondo perché, non potendo impedire il ricorso al nucleare di paesi come Francia, Stati Uniti, Cina, Giappone..., dobbiamo chiedere con forza che le oltre 400 centrali esistenti nel mondo (che un terrorismo come quello degli attentati alle torri gemelle può trasformare in tante potenziali "bombe sporche") siano modificate come indico nel mio sito. O che almeno le nuove non siano così "immorali" come le attuali. Ma l'impressione è che ci stiano prendendo in giro un po' tutti facendo finta di litigare. Da un lato i nuclearisti perché ritengono, bontà loro, che i nuovi impianti (l'AP1000 americano e l'EPR franco-tedesco)siano già più che sicuri e dall'altro alcuni ambientalisti che, rendendosi conto dell'impossibilità di sostituire se non in piccola parte il petrolio con solare ed eolico, accettano il metano. E i petrolieri se la spassano, in attesa che a breve cominceranno a ridere i signori del carbone. E noi?

Sergio D'Offizi 19.04.07 09:42| 
 |
Rispondi al commento

6

manuela bellandi 18.04.07 20:21

Sera...

Giorgio Sodano 18.04.07 20:04
******

Ciao Manuela e Giorgio!
.. 7!

Paola Bassi Commentatore certificato 19.04.07 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Vi prego fermateli!Vai beppe non ti addannare troppo ci servi sempre in forma!

Mario d. Commentatore certificato 19.04.07 08:56| 
 |
Rispondi al commento

VEDO CHE QUANDO C'E' UN NUOVO BLOG DOVE SI PUO' PARLARE E SPARLARE DELLA "SOLITA" POLITICA LE COSE IMPORTANTI E CONCRETE NON INTERESSANO PIU' A NESSUNO!
PARLARE E' FORSE MEGLIO DI AGIRE?

Alba Kan. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.07 08:49| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi,firmiamo e facciamo firmare la petizione!

mario greco 19.04.07 03:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, i russi non sono cosi' sfigati come ci fanno pensare... fatevi un giro, rimarrete a bocca aperta...

David Viola 19.04.07 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dimenticavo, fonte sempre il solito ex-segretario generale dell'URSS signor gorbaciov.

18 MILIARDI DI DOLLARI i soldi spesi in 6 mesi per porre in sicurezza il mostro del reattore numero 4 della centrale di chernobyl.

Chiedilo a igor kostin il giornalista che per primo sorvolò in elicottero il reattore ancora fumante esploso la notte precedente.

Chiedilo al colonnello vladimir grebeniuk colonnello della difesa civile incaricato di risolvere il problema nei primi giorni.

Chiedilo al generale nikolai antochkin generale dell'aviazione militare incaricato di spegnere l'incendio ove bruciavano 1200 TONNELLATE di magma a quasi 3000 GRADI CENTIGRADI.

Chiedilo ad hans blix direttore dell'agenzia internazionale dell'energia nucleare, primo esperto straniero a visitare il sito subito dopo l'incidente (lo stesso che bush non ascoltò perchè sosteneva che in iraq non vi erano armi di distruzione di massa).

Chiedilo a vladimir naumov e i suoi colleghi minatori di toula che scavarono il tunnel sotto il reattore per evitare che il magma raggiungesse l'acqua innescando un esplosione che avrebbe coinvolto anche il reattore 2 arrivando a distruggere anche minsk a 320 KM di distanza.

Chiedilo al generale nikolai tarakanov comandante delle truppe di terra che ebbero il compito di ripulire il reattore e sigillarlo in quel sarcofago che ora si sta crepando.

Chiedilo a Alla Yaroshinskaya allora deputato al soviet supremo dell'URSS che trafugò i documenti con i dati reali delle vittime di chernobyl.

Le 1200 TONNELLATE DI MAGMA RAFFREDDATO CONTENTE 100 KILOGRAMMI DI PLUTONIO sono ancora li sotto, abbastanza per uccidere 100 MILIONI DI PERSONE, parola di vassili nesterenko fisico nucleare. Metà della vita del plutonio 245.000 anni, praticamente eterno. Afferma anche che ci sono aree dove non ci sarà MAI PIU' VITA.

Datemi retta, si deve cambiare strada, non c'è nessun motivo per perseguire quella della fissione nucleare.

LimeWire/Gnutella "The Battle of Chernobyl"


alessandro petrucci Commentatore certificato 19.04.07 00:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo tutti preoccupati perché in un paese oltre confine si stanno costruendo delle centrali nucleari? Daccordo!
Ma siamo altrettanto preoccupati perché nel territorio nazionale sono dislocate 90 testate nucleari?
Personalmente mi preoccupano molto di più degli idioti si ostinano a disperdere per mezzo mondo le scorie di queste centrali sparandole con cannoni e missili, che non alcuni ingegneri che conducono un impianto che in certi frangenti può essere pericoloso.
Comunque, se, a ragione o a torto, ci adoperiamo ad osteggiare centrali nucleari civili, condotte magari da persone che qualcosa di fisica nucleare capiscono, tanto più dovremmo adoperarci per far togliere dal nostro territorio dispositivi nucleari creati per uccidere e gestiti da persone che non sempre sanno cosa stanno maneggiando.
Questo per coerenza!

Paoluccio Anafesto 19.04.07 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piena solidarietà con il Sig. Guerra, è raro trovare persone intelligenti come Lei al giorno d'oggi.

A chi si arrampica sugli specchi per trovare a tutti i costi la "fonte d'energia miracolosa" che permetta a tutti di consumare sempre più ed aumentare di numero in maniera follemente esponenziale, quasi come se il cervello, che dovrebbe essere caratteristica distintiva della specie umana, abbia un'area menomata (dalla demagogia e dalla boria) che impedisce di far due più due e capire che aumento di popolazione + aumento di consumi = degrado progressivo ed esponenziale del sistema di sostenimento (a ciclo CHIUSO, lo sottolineo per i più duri di cranio) che è il pianeta.

Il nucleare è come una bomba ad orologeria, è costosissimo, ha tempi di realizzazione biblici e altrettanto biblici (letteralmente, direi) sono i tempi di decadenza delle scorie. E' un rischio che val la pena correre, sapendo che, anche se andasse tutto liscio, l'Uranio disponibile durerà per ancora una quarantina d'anni, dopodichè saremo punto e a capo (ma con tanti bei sarcofagi pieni di scorie da sorvegliare come reliquie sacre per circa un migliaio d'anni, secolo più secolo meno)?

Rimangono le energie rinnovabili: solare, eolico etc. ma non ci si faccia illusioni: la produzione sarà sempre poca, maledetta e completamente insufficiente a sostenere uno stile di vita come quello attuale, basato sul consumo in tempi relativamente brevissimi di energie fossili che, in quanto tali, il pianeta ha impiegato ERE per accumulare. Per fare un'esempio, il combustibile fossile si potrebbe paragonare ad una batteria, caricatasi lentamente nel corso della vita del pianeta grazie al continuo apporto di biomasse (in una parola, tramite il ciclo della vita biologica, animale e vegetale). In circa un secolo, le attività umane l'hanno scaricata quasi completamente, permettendo (ad una piccola parte della popolazione) l'attuale stile di vita e di consumo. CONTINUA NEI COMMENTI -->

Lilly Ferreri 19.04.07 00:36| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Batman ha fatto copia e incolla.

Non ha visto il documentario che citi, quello che indica anche che alcuni tecnici capivano il rischio ma furono costretti ad eseguire pena la perdita del lavoro.

Questo post non è un'elegia del sistema sovietico, e neppure degli altri, indica i LIMITI che ci sono, che abbiamo.

Batman ha copiaincollato una versione rimaneggiata della storia, tipico dei revisionisti.

Cerca di dire che il problema è la tecnologia utilizzata, la Russia Sovietica, mentre i guai arrivano sempre dalla sinergia di fattore umano + usura della tecnologia.

Batman cucù.

Società della decrescita, nuke fuck off.

massimo guerra 19.04.07 00:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO GLI INCENERITORI ALIMENTATI A POLIT (POLITICI) IN ITALIA UNICA, VERA, UTILE FONTE RINNOVABILE GRATUITA. SAREBBE IL PRIMO E L'UNICO, GLI STATI ESTERI CI MANTERRANNO FACENDO PULIZIA ANCHE A CASA LORO.

gianluca sacchelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.07 00:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro batman, ti sei perso robin per strada.

Tale Gorbaciov all'epoca segretario generale dell'URSS è colui che parla di 500MILA vittime.

I suoi generali parlano di 500MILA vittime.

La zona di esclusione di vari km di ampiezza dal reattore parla da sola della catastrofe.

La città fantasma di pripyat parla di questo.

500MILA sono le persone che sono state cooptate sul reattore per porlo in stato di sicurezza.

500MILA sono le persone che affannosamente con valori migliaia di volte superiori ai limiti di sicurezza hanno lavorato per rimuovere l'uranio e la grafite esplosi fuori della struttura.

500MILA sono le persone che affannosamente hanno lavorato per costruire un tunnel sotto il reattore per colare calcestruzzo al fine di evitare che il materiale fuso del reattore scendesse fino alle falde sottostanti.

500MILA sono le persone che sono salite sul tetto del reattore esploso per ripulirlo da ogni pezzettino di materiale radioattivo.

500MILA sono le persone che hanno materialmente realizzato la copertura denominata sarcofago.

Di quelle 500MILA persone, di cui parlano i generali dell'armata rossa che hanno diretto i lavori e lo stesso ex-segretario generale gorbaciov, non si conosce lo stato di salute.

Senza considerare i danni collaterali sui quali a distanza di 20 anni nessuno ha fatto seri studi.

Vi ricordate all'epoca? Il latte non si poteva bere, i vegetali a foglia larga non si potevano mangiare, migliaia di renne abbattute in lapponia ...

500MILA sono le persone che sono state coinvolte, forti della loro ignoranza, all'epoca per mettere in sicurezza il reattore numero 4.

Ti chiedo... chi oggi compirebbe un gesto del genere a puro titolo gratuito?

Tutto questo lo trovi in "The Battle of Chernobyl" un documentario/intervista andato in onda alle 3:30 di notte qualche tempo fa su raidue e mai riproposto altrove.

Lo trovi in rete, cercalo, limewire e la rete gnutella ti potrebbero aiutare.

Poi se ne riparla di quei 500MILA EROI DIMENTICATI.

alessandro petrucci Commentatore certificato 19.04.07 00:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Posso unirmi anch'io?

Cito il prof. Sartori (da Mala tempora):

"La tecnologia è il miracolo che ci tiene vivi in 6 mld e che forse ci consentirà di diventate 10 mld tra 50 anni. Ma la tecnologia è un miracolo costoso, gravido di effetti collaterali nocivi. Il fatto è che il nostro habitat sta diventando sempre più inabitabile, e che la tecnologia ci ha fatto imboccare il tunnel dello sviluppo "non sostenibile". Nel senso che la natura non è più in grado di provvedere a se stessa, rigenerarsi e autoripararsi. Non è solo che stiamo consumando risorse finite (petrolio e carbone) che finiranno presto; è anche che stiamo pericolosamente inquinando l'aria e l'acqua e pericolosamente disturbando gli equilibri climatici.

(...)Le cose da frenare sono essenzialmente tre: la crescita della popolazione, il consumismo inquinante, la tecnologia inquinante."

Ciao
Cristina

Meno produzione di energia=decrescita della popolazione.

Non esiste tecnologia non inquinante in un sistema termodinamico.

Per fare tecnologia e usarla serve energia e ogni trasformazione energetica tecnologica produce inevitabilmente impatto entropico.

Il punto è che si deve trovare la variabile di funzione che identifichi la soglia di tollerabilità dell'ecosistema alla tecnologia, senza compromettere la capacità autosostenente autorigenerante dell'ecosistema.

Perciò poca tecnologia, molto poca.

Il consumismo è una ideologia demenziale, dovuta alla cultura borghese, dove il borghese è colui che vuole sempre di + senza mai accontentarsi ed è felice di ciò che è.

La risposta alternativa a tutto questo è una nuova etica di tipo razionale che si trova nella Teoria dei Giochi coi Giochi a Somma Diversa da Zero.

massimo guerra 19.04.07 00:01| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ridurremo i nostri consumi energetici quando non potremo più permetterceli.
Non prima.
Chi ha studiato il comportamento dei virus lo sa.


Mario Angelino 18.04.07 23:15

Analogia fallace, i virus non sanno nè capiscono quello che fanno.

Il modello epidemiologico dei virus è valido solo per disegnare come le idee "infettino" i cervelli, ecco perchè media e comunicazione sono così potenti.

Ed io lo so bene come il nano, anzi, meglio di lui che è un gran ignorante.

massimo guerra 18.04.07 23:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aeroflot vuole Alitalia?Dov'è il problema? Gli italiani ,per sentirsi più sicuri avranno a disposizione molte altre compagnie aeree,più serie ed economiche,ed il piacere di veder pagati da altri i megastipendi dei parassiti di bandiera ,sempre che i russi siano fessi come noi,ma ne dubito.Venendo al tema delle centrali nucleari,mi viene da pensare ,che da millenni l'umanità è abituata a convivere con le più terrificanti calamità naturali,che causano quasi ogni anno centinaia di migliaia di morti,ci siamo abituati a tal punto,da costruire intere città ai piedi di vulcani pericolosissimi ,o lungo coste molto esposte a terremoti e tsunami,sapendo benissimo che certi eventi non sono controllabili,ma tant'è,a noi ci fanno un baffo le calamità naturali,e ora non più tanto naturali, dato che ci stiamo mettendo molto impegno per far si che avvengano molto più spesso. Mi viene in mente anche tutto il materiale radioattivo che è a spasso per il mondo,nelle varie guerre o guerricciole, nelle basi militari,nei sottomarini atomici,e in tantissimi altri posti,e mi domando;come posso farmi prendere dal panico per due centrali,quando ce ne sono a bizzeffe in tutto il mondo?Oltrtutto queste potrebbero servire a farmi risparmiare un po'di soldi.Siamo seri,guardiamo le cose nell'insieme senza condizionamenti,forse riusciremo a migliorarci moreno politici 18 04 07 23:43

moreno politici 18.04.07 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Cristina M. 18.04.07 23:27

io ho messo i riduttori di flusso in tutti i rubinetti. ho notato un certo risparmio. ha ragione mario, l'ho fatto perchè non potevo più permettermi di pagare le cifre astronomiche a cui arrivavano le bollete.

liliana pace Commentatore certificato 18.04.07 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nucleare è una grandissima risorsa dell'umanità. Semmai chi pensa ed agisce per sentito dire o per partito preso continua ad ignorare questa importante fonte di energia. Prego lor signori che pendono dalle labbra di Beppe Grillo di informarsi (e Beppe Grillo pure) sulla sicurezza delle nuove centrali.
Chi è morto fino ad ora per le scorie radioattive stoccate in luoghi sicuri e controllati? E quanta gente muore ogni anno per cause legate all'inquinamento ambientale?

Riflettete!!!

andrea bocelli 18.04.07 23:34| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe falli neri tutti sti magna pane a tradimento ti vogliamo al posto di questa sotto specie di politici.
Beppe Grillo for president

Massimo Maspes 18.04.07 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma, mi sono perso...
il 30% dell'ENEL è dello Stato, dopo Chernobyl abbiamo fatto un referendum contro il nucleare e l'ENEL investe lo stesso sul nucleare?

e il nostro pensiero non vale un ca..o, allora?
e sia lo Stato che l'ENEL se ne fregano minimamente?

Antonio Petruzziello Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.04.07 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pare che i problemi dei blogghettari siano:

Telecom - Alitalia - Enel - calcio - ecc.

Ma che muoiono sul lavoro 4 persone al giorno, non interessa a nessuno.

Che cosa siete un postribolo di capitalisti pentiti.

Il capitalismo è marciume, e tutto ciò che ne consegue.

Un vecchio detto popolare recitava: con le budella del padrone buono ci strozzi quello cattivo.

Per carità sono un pacifista il senso è figurato.

Giusto per rendere l'idea.

Mi fa soltanto schifo, sentire, persone che inneggiano allo sfruttamento buono in contrapposizione di quello cattivo, come se la loro merda fosse meno puzzolente.

Senza offesa per nessuno, spero soltanto che il dibattito cresca andando al nocciolo delle questioni.

Sapendo individuare cause ed effetti, senza scambiarli, altrimenti rendiamo un servizio ai potenti e creiamo soltanto confusione inabissando quel poco di chiarezza che si riusciva ad intravedere.


luigi DiLallo Commentatore certificato 18.04.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un'unica soluzione: società della decrescita.
massimo guerra 18.04.07 12:39
*****

ciao massimo,
qui ora quanti siamo?
tu uno.. maurizio due.. e io tre?...
Paola Bassi 18.04.07 19:24

in ritardo, ma ci sono anch'io
liliana pace 18.04.07 22:23

---------------------------------------

Posso unirmi anch'io?

Cito il prof. Sartori (da Mala tempora):

"La tecnologia è il miracolo che ci tiene vivi in 6 mld e che forse ci consentirà di diventate 10 mld tra 50 anni. Ma la tecnologia è un miracolo costoso, gravido di effetti collaterali nocivi. Il fatto è che il nostro habitat sta diventando sempre più inabitabile, e che la tecnologia ci ha fatto imboccare il tunnel dello sviluppo "non sostenibile". Nel senso che la natura non è più in grado di provvedere a se stessa, rigenerarsi e autoripararsi. Non è solo che stiamo consumando risorse finite (petrolio e carbone) che finiranno presto; è anche che stiamo pericolosamente inquinando l'aria e l'acqua e pericolosamente disturbando gli equilibri climatici.

(...)Le cose da frenare sono essenzialmente tre: la crescita della popolazione, il consumismo inquinante, la tecnologia inquinante."

Ciao
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 18.04.07 23:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se avete seguito la puntata di Ballarò di ieri, vi ricordo che sono emersi i seguenti drammatici punti:

a)I LAVORATORI ITALIANI GUADAGNANO GLI STIPENDI PIU' BASSI D'EUROPA!

B) I LAVORATORI ITALIANI PAGANO LE TASSE PIU' ALTE D'EUROPA!

C) I LAVORATORI ITALIANI RICEVONO DALLO STATO I SERVIZI PEGGIORI D'EUROPA!

D) I PARLAMENTARI ITALIANI SONO I PIU' PAGATI D'EUROPA!

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
ALLA LUCE DI QUANTO SOPRA VORREI SAPERE DA VOI QUALE SAREBBE LA REAZIONE...AD ESEMPIO DEL POPOLO FRANCESE DI FRONTE A COSI' DEVASTANTI INGIUSTIZIE

Marco Presti 18.04.07 23:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI SPRECHI DELLA TAV

Servizio delle iene

Parte 1
http://www.youtube.com/watch?
v=b1MXc5Nd1lM&mode=related&search=

Parte2
http://www.youtube.com/watch?v=L_A517A9ztQ&mode=related&search=

Parte 3 (interessantissima)
http://www.youtube.com/watch?
v=D4uLnQC757E&mode=related&search=

Manlio Brigaglia 18.04.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento

NOTTE A TUTTI, belli e brutti
e fate i bravi....

p.s.

INTERISTI!..... nonostante tutto, nonostante mi costa ammetterlo....

riprenderVi sarà impossibile!

per cui.... ONORE AI VINCITORI e alla prossima!

silvia badas Commentatore certificato 18.04.07 22:54| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con i suoi 11 MW di potenza l’impianto PS10 è entrato in funzione a Sanlucar La Mayor, vicino a Siviglia (Andalusia) la più grande centrale solare termodinamica europea inaugurata da Andris Piebalgs, commissario UE all’energia.
Il principio su cui si basa il sistema a torre realizzato a Siviglia è la concentrazione della radiazione solare da parte di un sistema di 624 specchi (detti eliostati) che inseguono il moto del sole e che convogliano i raggi sul ricevitore posto sulla sommità della torre, a 115 metri di altezza. Con il calore sviluppato (temperature comprese tra i 600 e i 1000°C) e accumulato per mezzo di un fluido si produce il vapore che mette in funzione un turbogeneratore elettrico. Le torri solari sono particolarmente adatte alla produzione centralizzata di energia nell’intervallo di potenza solare da 100 a 200 MW elettrici.
La centrale spagnola PS10, il cui costo complessivo è di 35 milioni di euro, occupa 60 ettari di terreno e secondo le previsioni produrrà 23 GWh/anno per un costo di 0,1 euro per kWh prodotto. Un risultato interessante - se si considera che i migliori sistemi fotovoltaici attuali producono energia a non meno di 0,23 €/kWh – che si avvicina significativamente ai costi dell’energia prodotta dagli impianti a combustibili fossili (0,06€/kWh).
La Spagna non è l’unico paese europeo a credere nel solare termodinamico. Il Ministero dell’Ambiente tedesco ha infatti commissionato al TREC (Trans-Mediterranea Renewable Energy Cooperation) un rapporto sulle potenzialità delle tecnologie che sfruttano le risorse rinnovabili nella regione europea e nel bacino mediterraneo. Da osservazioni satellitari, effettuate dal Centro Aerospaziale tedesco (DLR) su indicazione del TREC, risulterebbe che usando meno dello 0,3% dell’intera area desertica della regione mediorientale e nordafricana si potrebbe generare tanta energia elettrica da alimentare la regione stessa e tutti i paesi europei.

Mentre voi parlate di signoraggio, immigrati, veline...

Cristina M. Commentatore certificato 18.04.07 22:52| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

chi la propone lo fa con l'esempio e non con le parole...ovviamente chi cerca di diffondere questa idea di vera modernità genuina è il primo a viverla.
baci
manuela bellandi

Quindi se la propongo la vivo? Stanchina?

Ferdinando Pisticchi 18.04.07 22:37

Sofismi dialettici.

Purtroppo Manuela sei caduta nella trappola dialettica del Pisticchi.

Non si può essere in società della decrescita dentro ad una società consumistica a crescita (teorica) infinita, essa o ti coopta, o ti espelle.

Quindi, il Pisticchi, ben sapendolo, gioca fingendo di darmi il ruolo di chi predica bene e razzola male.

Per cambiare modello serve la massa critica per farlo, cioè una larga maggiornaza assoluta che lo voglia fare.

Cioè cambiare, fare col vecchio il nuovo, perchè non si fanno nuove cose senza usare le vecchie cose, come non si fanno nuovi strumenti senza i vecchi strumenti.

Lapalissiano.

Ci conviene cambiare per sopravvivere mentre il Pisticchi e quelli come lui sono per muoia Sansone con tutti i filistei (evidentemente si sente un Sansone).

Lo ripeto Pisticchi, mi dia il suo indirizzo, se tutto va a puttana per teste come la sua so dove trovarvi per magnarvi vivi.

In qualche modo dovrò pure magnà !

massimo guerra 18.04.07 22:49| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

HAI SOSTENITORI DEL CEMENTO ARMATO COME SACRO SIGILLO ALLE SCORIE NUCLEARI.

Trovatemi un ingegnere che sia in grado di garantire oltre gli 80anni la resistenza di un palazzo costruito in cemento armato.

alessandro petrucci Commentatore certificato 18.04.07 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Standard minimo della classe B, con l’incentivo del 10% di riduzione degli oneri di urbanizzazione per la classe A e utilizzazione obbligatoria dell’energia solare, con pannelli termici ovvero con impianti fotovoltaici, per almeno il 25% del fabbisogno termico totale equivalente.

La nuova normativa è entrata in vigore il 12 marzo e si applicherà a tutti gli edifici pubblici e privati di nuova costruzione ovvero sottoposti a ristrutturazione che coinvolga almeno il 50% del volume o della superficie utile. Il Comune di Bolzano conferma dunque la sua attenzione rispetto alle tematiche ambientali e di risparmio energetico. Primo in Italia si è dotato di strumenti normativi e pianificatori totalmente innovativi ed anticipatori rispetto alle buone pratiche da adottare nella gestione dei processi edilizi.

Nel 2002 la prima manovra normativa edilizia per l’eccellenza ambientale che ha introdotto la procedura CasaClima, quindi nel 2004 l’implementazione della manovra normativa sulla qualità ambientale con l’introduzione della certificazione RIE (riduzione impatto edilizio) che impone per ogni nuovo edificio l’obbligo di calcolo del coefficiente deflusso delle acque superficiali ed il raggiungimento degli standard minimi di permeabilità. Quindi l’approvazione del piano d’attuazione del nuovo quartiere Casanova (Casaclima A e controllo Rie).
Ora questo nuovo significativo passo in avanti. La combinazione dei vari provvedimenti e la loro concreta applicazione contribuisce sensibilmente lo standard di qualità ambientale della nuova produzione edilizia bolzanina. Gli effetti più significativi, si registrano (ancor più in futuro) sotto il profilo del risparmio energetico (con comprovate sensibili riduzioni delle bollette energetiche) e della salvaguardia ambientale (riduzione inquinamento atmosferico da riscaldamento, protezione falda acquifera, tetti verdi).Senza questi requisiti non saranno rilasciate le concessioni edilizie

Mentre voi parlate di Inter e monnezza...

Cristina M. Commentatore certificato 18.04.07 22:47| 
 |
Rispondi al commento

ma perche' secondo voi non danno la possibilita' a tutti di installare il fotovoltaico a costo zero per chi installa, e dare poi la possibilita' allo Stato di recuperare quei soldi con il non dover comprare petrolio per il resto della vita ?

giancarlo pivotto 18.04.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a postare

marco Casartelli 18.04.07 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI SPRECHI DELLA TAV

Servizio delle iene, censurato e mai andato in onda:

Parte 1
http://www.youtube.com/watch?
v=b1MXc5Nd1lM&mode=related&search=

Parte2
http://www.youtube.com/watch?v=L_A517A9ztQ&mode=related&search=

Manlio Brigaglia 18.04.07 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, un mio personalissimo parere:
- se avevo la facoltà di vedere nel futuro, non avrei mai votato come votai, cioè contro l'atomo,
- ovviamente auspicandomi (io posso solo auspicarmi) che sarebbero state costruite centrali super sicure.
Almeno non saremmo stati petrolio-dipendenti, o almeno non fino a questo punto.

fabio bru 18.04.07 22:39| 
 |
Rispondi al commento

chi la propone lo fa con l'esempio e non con le parole...ovviamente chi cerca di diffondere questa idea di vera modernità genuina è il primo a viverla.
baci
manuela bellandi

Quindi se la propongo la vivo? Stanchina?

Ferdinando Pisticchi 18.04.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma il Vajont non ha proprio insegnato niente a questa gente?

Marco Ocram

Che gli stronzi galleggiano?

Traiano Mesti 18.04.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

ma il Vajont non ha proprio insegnato niente a questa gente?

Marco Ocram 18.04.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento

O.T. dal blog di Pietro Ricca :

Ecco che cos’è il dibattito sul caso Europa 7 di questa sera: un lusso. Ne ho avuto la definitiva certezza ieri pomeriggio. Stavo chiedendo come favore personale (siamo arrivati a questo punto) a un esperto cronista della principale agenzia di stampa nazionale di mettere sui terminali due righe di annuncio tra gli appuntamenti milanesi. Poi mi è venuto un dubbio: ma conosci il caso Europa 7, vero? Risposta: veramente no, ma è una cosa nuova? sai io sto tutto il giorno chiuso qua dentro…
Ovvio che nemmeno il Corriere della Sera ha pubblicato mezza riga: troppo presi con l’Inter, che questa sera forse vincerà lo scudetto, e sai che bella festa.
Repubblica è in sciopero.
Il buon Gianni Barbacetto ha bidonato all’ultimo momento: ha preferito un’intervistina tv di pubblicità al suo ultimo libro, “se no l’editore mi licenzia”.
Come se non bastasse, inizia oggi il salone del mobile (l’unica settimana dove a Milano sembra che succeda qualcosa). E la corsa è alla festicciola con aperitivo gratis, mentre il pappone nazionale sta trattando anche l’acquisto di Telecom. Fra poco sarà sua anche l’aria che respiriamo, come prevedeva Franco Cordero. Ma va bene così, l’estate si avvicina e a chi vuoi che importi di leggi antitrust, di indipendenza dell’informazione, di soluzione dei conflitti di interesse, e magari di una giustizia che funzioni.
Il disinteresse e l’ignoranza che ho constatato parlando con i cronisti li ho percepiti ancora una volta distribuendo volantini e parlando con le persone cosiddette comuni. Non c’è più l’agorà, questo è il problema. La testa delle persone è il luogo più inquinato. Conoscere per farsi un’opinione è l’interesse di una esigua minoranza. Investire un paio d’ore per sostenere un’idea è il sintomo di una follia sempre più rara.

continua....http://www.pieroricca.org/2007/04/18/un-lusso/

manuela bellandi Commentatore certificato 18.04.07 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un'unica soluzione: società della decrescita.

massimo guerra

Cominci lei, io la seguo.

Ferdinando Pisticchi 18.04.07 22:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La melandri,ministro dello sport,oggi poverina,ha versato lacrime di dispiacere xche gli europei del 2012 invece di essere assegnati all' Italia,sono stati assegnati alla Polonia.. capisco e comprendo il dispiacere che puo provocare questa drammatica vicenda,ma sinceramente mi sento preso per il culo.. Vivo in una nazione dove:
1)La più grande azienda di telecomunicazioni è in vendita
2)La compagnia aerea di bandiera è in vendita
3)Lo stato non ha più nessuna proprietà...quindi a breve termine cioè nel 2012, pagheremo TUTTO!!!!
4)La nostra classe politica fa ridere (questo è un complimento)
5)Si formerà il partito democratico, il primo partito al mondo dove si metteranno insieme le radici del comunismo con quelle dello stato del vaticano..
6) il nostro sistema previdenziale è andato a rotoli, a favore di mani gestite da banche a ssicurazioni, che tutto fanno tranne che il bene di chi investe..
7) nessuna carica istituzionale versa lacrime di vergogna, per gli sperperi di denaro pubblico,per le mancanze che ancor'oggi sono paragonabili al terzo mondo
8)ci sono strade autostrade che sono in cantire da più di 25 anni e che ancora sono in fase di realizzazione (salerno-reggio calabria)..e la Melandri piange,piange lei,tutti quelli della sua coalizione e dell'opposizione, xche quando se tratta de magna,non esistono partiti...ed è cosi,xche sicuramente avranno pensato, che nel momento in cui l'Italia avesse avuto gli europei,sarebbe stato UTILE nel vero senso del termine,continuare nella lunga tradizione nazionale,cioè di rubare denaro pubblico!!!
Grazie Platini..
Mi hai fatto ridere...

emanuele pisa Commentatore in marcia al V2day 18.04.07 22:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un'unica soluzione: società della decrescita.

massimo guerra 18.04.07 12:39
*****

ciao massimo,
qui ora quanti siamo?
tu uno.. maurizio due.. e io tre?...


Paola Bassi 18.04.07 19:24


in ritardo, ma ci sono anch'io

liliana pace Commentatore certificato 18.04.07 22:23|