Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dalla Borsa con livore


Borsa_di_Milano.jpg

“Il capitalismo italiano è a un estremo d'impresentabilità”, ha spiegato Bertinotti, “come d'altronde la vicenda Telecom ci dice.” La Confindustria ha replicato parlando di “livore anti-industriale”.
Dicesi “livore”: sentimento di aspra e sorda invidia (Garzanti 2006). Bertinotti sarebbe invidioso del capitalismo italiano nutrito a stock option, concessioni statali, assenza di regole e casse integrazioni dello Stato? Ma per favore... In Italia non c’è più capitalismo, né industria. La nostra Borsa non ce la invidia nessun capitalista serio. Di quelli che ci mettono del proprio e non i soldi degli altri. Gli stranieri stanno ben lontani dalla Borsa di Milano.
La tabella del 2005 dimostra come, con qualunque Governo, gli investimenti esteri sono sempre sconsolanti.

share_ownership.jpg

Il motivo è il controllo del territorio economico. Così come in alcune regioni del Sud le multinazionali non investono per la presenza mafiosa, in Borsa non si investe per la presenza del salotto buono. Il gioco dell’Opa lo comandano in 20/30 persone, il resto sono solo barzellette.
“Gli investitori stranieri, secondo la Federation of European Securities Exchange, comprano azioni ovunque piuttosto che in Italia.” (Financial Times 28/3/2007).
La Borsa italiana ha la più bassa percentuale d’Europa di investimenti dall’estero: il 13%. Altrove, da Malta all’Estonia, è in media il 33%. In Italia ci sono il patto di sindacato, le scatole cinesi, il conflitto di interessi. Un Vietnam. Il patto di sindacato funziona così: due o tre azionisti si mettono d’accordo per sottrarre ogni potere alla maggioranza. Le scatole cinesi funzionano così: con la proprietà di un c...o comanda un tizio con le pezze al culo. Il conflitto di interessi funziona così: le stesse persone fanno l’azionista, il manager, il fornitore, il consigliere di amministrazione, il sindaco in più aziende quotate. Sono personaggi inquietanti dalle personalità e dai conti correnti esteri multipli. Tutto regolare, tutto secondo la legge, a norma Consob.
La Corporate Governance, le regole che dovrebbero tutelare gli azionisti e la società, ci sono? Dove sono? Cardia illuminaci.
Intanto l’assemblea di Telecom ha deliberato le stock option per i consiglieri. La prima e più importante priorità. E Tronchetti assente per motivi di salute all’assemblea di Rozzano si è presentato in tribuna a San Siro, guarito dal sole primaverile.

19 Apr 2007, 19:56 | Scrivi | Commenti (1036) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe, è tutto vero! Sono uno studente di economia e con la mia tesi di laurea(1 livello) ho trattato lo stesso argomento: gli intrecci dei cda italiani. Il mio lavoro è stato incentrato però solo sul settore bancario, assicurativo e finanzario. La cosa non cambia!!! C'è da dire che dietro tutta questa porcheria, che semplicemente il caro Grillo ha consentito a tutti di venirne a conoscenza, c'è uno studio alquanto complesso applicabile a tutte le realtà, anche al mondo politico per studiare gli intrecci come quelli "amichevoli" che possono esserci o meglio ci sono tra politici. Tutto oggi è rete e attraverso la social netwok analysis è possibile studiare qualunque forma di rete. Oggi siamo stati chiamati in causa dal grande beppe per individuare i connettori che tengono in piedi la rete politica per "distruggerla". Vi lascio con una citazione dei max esponenti di questa teoria, Barabasi " LA TEORIA DELLE RETI COSTITUISCE UN NUOVO PARADIGMA PER INDAGARE LA MULTIFORME VARIETA' DEL MONDO CHE CI CIRCONDA"...PS GRILLO NN MOLLARE SIAMO TUTTI CON TE!!!

Pierluigi Daniele 27.09.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è tutto vero! Sono uno studente di economia e con la mia tesi di laurea(1 livello) ho trattato lo stesso argomento: gli intrecci dei cda italiani. Il mio lavoro è stato incentrato però solo sul settore bancario, assicurativo e finanzario. La cosa non cambia!!! C'è da dire che dietro tutta questa porcheria, che semplicemente il caro Grillo ha consentito a tutti di venirne a conoscenza, c'è uno studio alquanto complesso applicabile a tutte le realtà, anche al mondo politico per studiare gli intrecci come quelli "amichevoli" che possono esserci o meglio ci sono tra politici. Tutto oggi è rete e attraverso la social netwok analysis è possibile studiare qualunque forma di rete. Oggi siamo stati chiamati in causa dal grande beppe per individuare i connettori che tengono in piedi la rete politica per "distruggerla". Vi lascio con una citazione dei max esponenti di questa teoria, Barabasi " LA TEORIA DELLE RETI COSTITUISCE UN NUOVO PARADIGMA PER INDAGARE LA MULTIFORME VARIETA' DEL MONDO CHE CI CIRCONDA"...PS GRILLO NN MOLLARE SIAMO TUTTI CON TE!!!

Pierluigi Daniele 27.09.07 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma dopo il peccato originale quale misfatto abbiamo commesso per partorire tale sovrastruttura tanto mostruosa ed effimera.
squallore contemporaneo perpetrato dall'immorale liberismo



BORSA
Ma dopo il peccato originale quale misfatto abbiamo commesso per partorie tale sovrastruttura tanto mostruosa ed effimera.


DENARO

Pochi l'accucchiano, molti hanno fame. C'è da vergognarsi. Pentitevi!

Paolo A. Commentatore certificato 19.09.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro bebbe in merito alla nostra borsa ti invito a citare e rendere noto nel tuo sito lo studio di un poco noto economista russo di nome "Kondratiev" che già nel '39 ha indirettamente previsto la crisi del 2007...

La mia tesi di laurea è stata proprio su di lui che invita a guardare cicli economici cinquantennali piuttosto che insignificanti singhiozzi quadriennali!

Se i signoroni che ci governano dessero una lettura agli studi di Kondratiev (si può dare anche un occhiata ad Ian Gordon, Canada; o George Modelsky, USA) capirebbero che siamo sull' orlo di una catastrofe finanziaria e bancaria peggiore di quella avvenuta nel 29!

Approfitto del blog per consigliare a tutti i cittadini italiani di SBARAZZARSI DI TUTTI I PROPRI INVESTIMENTI AZIONARI E SVUOTARE I PROPRI CONTI CORRENTI o le banche li prosciugheranno del giro di qualche mese! E... sinceramente... se fallisce la BNL o il Monte dei Paschi non mi faccio problemi, ma se ha problemi uno di Noi Cittadini qualunque è un problema!

Se volete investire consiglio di investire in oro ed in attività agricole che in tempo di crisi schizzano alle stelle...

BANCHE, ASSICURAZIONI, FINANZIARE vanno abbandonate! Tanto stanno già collassando...

O forse per il cittadino è ancora meglio... fate debiti e riprendetevi i soldi che avete nei conti... le banche falliranno ed i vostri debiti verranno sciolti con le banche.

Wido

Guido Gasparro 17.09.07 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, interessante la MAPPA DELLA BORSA ITALIANA.
Tanto piu' paradossale se si pensa che la Borsa si è dotata di un CODICE DI AUTODISCIPLINA per evitare queste schifezze. Vediamo dunque quanto sono bravi ad "autodisciplinarsi" questi signori, ECCO IL DOCUMENTO. http://www.borsaitaliana.it/chisiamo/ufficiostampa/comunicatistampa/2006/codiceautodisciplina_pdf.htm Pensa che in Borsa SpA esiste una divisione che dovrebbe VIGILARE su questo scandalo, sicuramente strapagati, e certe cose emergono da un sito di un comico e non dalle informative di questi signori! Poi si arricchiscono a convegni sproloquiando di BUONA GOVERNANCE, sti ipocriti! "lasciamo che il mercato si dia le sue regole" dicono, certo! ecco le regole che si sono dati! una rete peggio della cupola mafiosa! complimenti, cari boss della finanza, continuate a fare quel che volete! e complimenti cara Borsa SpA, che "VIGILA" su queste cose come un cieco durante una rapina!

Lanza Umberto 15.09.07 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si, Caro Beppe, i patti di sindacato servono a proteggere cialtroni amici del salotto buono a non perdere il loro status quo ed allegramente fare la bella vita senza averne titolo. Ciao a tutti.

Salvatore Di 24.06.07 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Fintanto che le solite grandi imprese italiane gestite dai soliti incompetenti che ruotano nei Cda saranno protette dall ingresso di altre imprese italiane o estere la Borsa italiana rimarrà un arena dove solo i grossi investitori, solitamente i meglio informati sulle reali situazione d'azienda, ci guadagnano.I piccoli ci perdono, come al solito. L'inapettibilità del mercato italiano (a causa dall intervento statale, mafia, triangolo stato-grandi imprese italiane-banche) e di una tassa sui profitti elevatissima (33%) tiene lontano imprese straniere che porterebbero lavoro, innovazione, ricerca.La cosa più grave è che persino le imprese italiane hanno dei forti vincoli a crescere di dimensione secondo un testo universitario "innovazione cercasi" di Daveri un impresa per aumentare di volume deve sostenere costi Dieci (10!) volte superiori alla media europea e tempi Venti (20!) volte alla media Europea un forte disincentivo ad ampliare l'impresa. Una multitudine di piccole imprese nazionale bloccate dalla solita burocrazia italiana e un piccolo numero di grandi imprese che sono protette istituzionalmente, e che a causa dell assenza di altre grandi imprese sia nazionali e estere le poche grandi imprese che operano a livello nazionale, mi riferisco perciò a imprese non manufatturiere le quali invece sono in crisi a causa della concorrenza estera, prosperano. Il settore dei servizi ,come la telefonia, le banche le assicurazioni può perciò applicare prezzi più alti o permettersi di truffare investitori o clienti grazie alla totale assenza della consob e della debolezza istituzionale delle associazioni dei consumatori. L'attuale governo ha reso piu veloce l'apertura di nuove imprese (diverso dall ampliamento aziendale) il quale invece costi e tempi nella media europea, un altro segno che l'esecutivo e la politica in generale non capisce i problemi di un'italia in declino

nicolo sassi Commentatore certificato 08.06.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Qualche squarcio di luce sul nuovo CDA del colosso bancario risultante dalla fusione UNICREDIT/CAPITALIA. Sapete chi rappresenta la Regione Sicilia (in CDA perchè già azionista del defunto Banco di Sicilia e di Capitalia)? Il personaggio si chiama Salvatore Mancuso, definito dalla stampa poco informata "banchiere", noto alle cronache dei beni informati come grande amico dell'eterno Gianfranco Micchichè ed ex Amministratore Delegato della Rodriquez di Messina, nota per i suoi aliscafi, che tanto lustro ebbero a dare alla esangue industria siciliana e alla quale il nostro Mancuso ha dedicato la più cruenta azione di demolizione societaria mai vista oltre lo Stretto: quotata in borsa alla fine degli anni '80 del secolo scorso, condotta attraverso spericolate operazioni finanziarie e triangolazioni commerciali improbabili con staterelli caraibici da operetta,scippata alla dinastia industriale che l'aveva fondata, regalata ai filibustieri genovesi che rispondevano al nome di Cameli,portata al fallimento e fatta radiare dal listino di Piazza Affari con conseguente azzeramento del valore per i piccoli azionisti che vi avevano investito i risparmi di una vita. Questo signore, di cui si vociferano da sempre frequentazioni poco chiare e in qualche caso imbarazzanti che spiegherebbero la sua incontenibile ascesa nel mondo della finanza milanese (un pò come le origini da imprenditore di Berlusconi), negli ultimi 20 anni è stato avvistato alla corte di ogni sorta di politico siculo (purchè di destra)e ci ha allietati con le sue incursioni nel mondo del gossip (nota la sua breve ma intensa relazione con Valeria Marini). Adesso rappresenterà i siciliani nel CDA della seconda banca europea i quali hanno poco da stare sereni a proposito della tutela del valore del loro investimento. Alessandro Profumo, integerrimo banchiere di sinistra, non poteva trovare miglior compagno di strada! Poveri noi!

gigi cafiero 24.05.07 07:01| 
 |
Rispondi al commento

sono perfettamente d'accordo con questo articolo, e non solo sono sicura che questa è la realtà perchè l'ho sperimentata personalmente sulla mia pelle lavorando per grandi aziende grossi nomi che dopo aver prosciugato i fondi dello Stato e delle risorse politiche che permettevano a queste di andare avanti a spazzare tutto,(oltre che a continuare ad acquistare altre Aziende SANE PER POI FARLE CHIUDERE)pergiunta licenziavano tutti lo stesso togliendo lavoro e dignità anche quando avrebbero potuto continuare a farlo!!!O peggio ancora:MEGALIQUIDAZIONI a dirigenti fatti poi lavorare come consulenti esterni a cifre da capogiro e operai licenziati. Sto parlano di Aziende come Siemens, Telecom,Infostrada,Alcatel (sulla quale mi piacerebbe sapere perchè nessuno ha indagato sulla strage di mercato e risorse che ha fatto!) Sul settore Telefonia conosco tutto o quasi ,non è solo Telecom anche le altre...e non finisce mai è sempre lo stesso circuito...

claudia tronci 28.04.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, si fa un gran parlare della violenza negli stadi ultimamente. be' chi è che dovrebbe tutelare la sicurezza negli stadi(anche se le violenze si verificano sempre al di fuori degli impianti)? ad adesso i responsabili della tutela della sicurezza negli stadi sono le forze dell'ordine...beh hai per caso mai visto una partita di calcio allo stadio?hai mai visto cosa fanno le forze dell'ordine dentro il campo? guardano la partita...noi li paghiamo per tutelarci e loro guardano la partita...è una cosa pazzesca!!grande beppe continua sempre cosi

stefano argenio 25.04.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Vedere l'Italia che si strappa le vesti guardando allo specchio, per l'ennesima volta i propri errori e' uno spettacolo che mi fa allo stesso tempo sorridere e rabbrividire.
Ma non si riesce proprio ad avere uno sguardo meno negativo?
A trovare un contraltare alla pur giusta denuncia delle malefatte di alcuni?
Un angolo d'attacco che valorizzi l'azione positiva di quelli che -e sono tanti- lavorano con determinazione e tenacia,creano lavoro, prodotti che esportiamo nel mondo intero, scoperte che valorizzano i nostri studiosi a livello internazionale?
I ragazzi ci guardano e potrebbero pensare che i veri eroi sono quelli di chi riesce a farla franca facendo imbestialire Beppe e noi "veci" con lui, che come dei cretini ridiamo soddisfatt.
Potrebbero scegliere l'eroe negativo e pensare alla sopravvivenza dei disvalori che trasmette come ad un modello ideale di italianita'
"Siamo i piu'furbi, freghiamo tutti.
Cativi ma pieni di miliardi ed invincibili, inamovibili, inarrestabili, belle donne, barche, auto ... A modo loro dei supereroi per un publico facile da affascinare, foss'anche con personaggi simili.
Noi(parlo dei 50 e+) possiamo solo ridere della nostra ingenuita' che ci ha portato a credere ai politici ed ai finanzieri che hanno fatto fino ad oggi il comodo loro. Ridiamo sopratutto della nostra complice cecita' ("com'e' vero quel che dice Grillo") e non c'e' mica da ridere. Ce lo dicevano gia i Biagi i Bocca 20 anni fa che il sistema Italia era paradossale e sbagliato. Vogliamo continuare o vogliamo creare eroi diversi a cui i nostri figli possano ispirarsi.
Il sistema capitalistico ha gli stessi fini(forse, e non sempre, con piu eleganza, stile e ligua diversa)in tutti i Paesi.
Quello che voglio dire e' che i nostri giovani si sviluppano in un sistema che premia,esaltandone le gesta,i piu' luridi faccendieri senza dedicare altrettanto impegno alla creazione di una mitologia positiva a cui ispirarsi. Tempo d'antenna = successo. Lo voglio anch'io

carlo tarsia 25.04.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

nessuna parla di quello che fa la f.i.g.c. che ha la "forza" di non prendere neanche in considerazione un decreto emanato dal t.a.r. di catania, in barba a tutte le leggi.... e commettendo sia un reato penale che amministrativo. ciò significa una sola cosa oggi la f.i.g.c. ha più potere del t.a.r.(che dovrebbe far valere la legge dello stato italiano nei confronti di TUTTI!!!)

ivan valeni 25.04.07 07:34| 
 |
Rispondi al commento

a prescindere da ogni considerazione, molto giusta, che voi tutti fate, vorrei dire che Tronchetti vorrei vederlo povero (meglio che morto), e tutti quelli come lui. Scusate lo sfogo

michele rossi 24.04.07 14:04| 
 |
Rispondi al commento

=================== 3 / 4 ===================
Tornando sull'argomento della Borsa, ci sono ben peggiori e ben piu' gravi conflitti di interesse in gioco in Francia: tutti si conoscono, tutti condividono gli stessi seggiolini nei ministeri, in Parlamento, i posti del potere tanto amministrativo quanto "privato" di nome... Anche in questo paese l'economia non funziona come dovrebbe. Siccome il sistema regge scarsamente il confronto col mondo reale, coloro che sono alle leve del potere impongono a quelli che stanno sotto, tutti i cittadini insomma, salvo poche eccezioni (gli amici politici...), una dieta che dura da venticinque anni: miniere (anni '70), siderurgia (anni '80), industria (anni '90 e tuttora), banche e servizi (dal 2000) che e' peggiorata contemporaneamente all'irruzione della moneta unica; mentre la dieta se la dovrebbero imporre loro.
E la borsa in tutto questo? E' un nulla di fatto, che dovrebbe essere vietato al piccolo risparmiatore quanto e' vietato l'accesso alle mescite di vino ai minorenni. E' una presa in giro dei lettori dei quotidiani economici francesi (piu' prosa per bottegai che autentica stampa economica quale e' The Economist). E' una preso per il cu...o che serve ancora ed egregiamente a scippare con bella maniera i soldi dal salvadanaio dei piccoli
Amico Italiano, che vieni in Francia per turismo e di solito ti fermi qualche giorni a Parigi, che tu ammiri musei e monumenti della citta' o che tu critichi i modi altezzosi dei Francesi nei confronti dei turisti, sfiori la verita' senza toccarla mentre incontri barboni (in numero crescente) per le vie e nella metropolitana: essi erano come te dieci anni fa', hanno avuto fiducia nel sistema, hanno messo soldi nelle mani dei potenti della Francia, un giorno han perso il posto di lavoro, oggi sono per la strada.

Gian Luca 24.04.07 11:39| 
 |
Rispondi al commento

=================== 2 / 4 ===================
Si sta riscoprendo uno dei motivi della rivoluzione francese, cioe' la chiusura delle vie di ascensione sociale per la borghesia da parte della nobilta' (la quale voleva mantenere i vecchi privilegi e non condividere il potere con la borghesia). E’ andata creandosi una nuova nobilta' repubblicana, maturata nel dopoguerra, definitivamente arrimata al potere col signor Giscard, e questa combriccola oggi controlla tutto e tutti. Le elezioni in Francia sono vissute con noia e con passione repressa perche' i favoriti fanno parte della stessa combriccola: destra o sinistra, bianco o nero, sono equivalenti e, con lievi sfumature, intercambiabili.
In Francia vige l'omerta' imposta dalle varie mafie, mica mafia violenta, pasticciona ed artigianale: in Francia, la mafia e' nazionalizzata, e' quella dello stato e di coloro che gli gravitano intorno. I parlamentari sono burattini che non controllano gran che'.
Loro vivono bene, controllano sia le vie del potere che le lavatrici del cervello dei cittadini semplici (televisione, quotidiani...), la regolamentazione a carattere legislativo (dal 1958, il perimetro delle leggi e' definito in maniera restrittiva; tutta l'attivita' paralegislativa ha preso il passo sulla legge ; un "contrôleur des finances" -qual'era Giscard da giovane- ha piu' poteri di tutto il Parlamento). Dunque fanno e disfano a loro piacimento, tanto non c'e' corpo sociale organizzato e dotato di autonomia, qual'era la borghesia nel settecento, che li possa contrastare. Ogni volta che succedono sommosse o proteste, tremano tuttavia: ben sapendo che il loro potere e' basato:
1° sull’astuzia ed un sistema che hanno modellato a loro piacimento, da una parte (un po' alla maniera di queste poche diecine di migliaia di Inglesi che assogettarono l'impero delle Indie nel secolo XIX),
2° sulla stupidaggine e/o sul beneplacito dei semplici cittadini dall'altra.

Gian Luca 24.04.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

=================== 1 / 4 ===================
Esiste un altro paese dove politica, affari ed amministrazione sono aggrovigliate senza possibilita' di controllo dall'esterno, cioe' dai semplici cittadini: la Francia.
Infatti l'andamento degli affari alla maniera anglosassone non conviene allo spirito francese che ricerca guadagni immediati, non investimenti a lunga scadenza -abbastanza latino insomma-. Per sopperire a questa mancanza di spirito imprenditoriale e/o controllare ed evitare una conduttura fallimentare dell'economia, il potere politico centrale ha imposto da secoli un controllo rigoroso dell'economia reale, con leggi e provvedimenti, con interventi importanti (opere pubbliche), dal 1945 con la trasformazione degli amministratori statali in amministratori economici ed imprenditori a capo delle banche nazionalizzate, degli enti industriali parastatali...etc...
In complesso, i risultati sono stati buoni dalla meta' del settecento fino ai primi anni settanta del secolo XX.
Chiedere ad alti dipendenti statali -essi siano bravissime persone con tanto di studi e di pratica funzionale dell'amministrazione di un paese- di tramutarsi in imprenditori da' risultati ambigui: finche' tutto era rigorosamente controllato ed inquadrato da leggi e regolamenti, potevano fare illusione. Oggi col liberalismo ambiente, cascano come innocenti alle prime armi nei trabocchetti di un economia mondializzata -vedi fallimento del Crédit Lyonnais, dieci anni fa'- e, per timore della realta', si rinchiudono fra' di loro e serrano i ranghi: infatti l'economia francese appare molto opaca, amministrativa, ottusa, agli Anglosassoni. Le leve di controllo sono detenute da poche migliaia di persone che alternano l'alta amministrazione con l'alta finanza, l'industria e le comunicazioni. A turni alterni fanno anche politica quindi, nel giro di pochi anni, si ritrovano segretari di stato, ministri, o presidente della repubblica.

Gian Luca 24.04.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

=================== 4 / 4 ===================
Conclusione: messaggio personale per Beppe GRILLO

Caro Beppe, anche all’estero leggiamo la tua prosa.
Volevo aggiungere questa dedica :
C’era una volta un tizio che faceva il comico, qui in Francia, il cui nome non ti sara’ sfuggito : COLUCHE, ossia Michel Gérard Joseph Colucci, rampollo di una coppia italo-francese (il babbo era napoletano), morto ventun’anni fa’.
Immensamente popolare, annuncia il 30 ottobre 1980 che si presentera’ alle elezioni presidenziali l’anno successivo. Certi considerano l’annuncio come una battuta, pero’ e’ creditato di 16 per cento delle intenzioni di voto. Momento di panico nel microcosmo dei politici, tutti uniti -una volta tanto- contro lui: colpi bassi e minacce piovono fino all’apice dell’assassinio del suo impresario René GORLIN ; rinuncia e si ritira ufficialmente nel mese di Aprile 1981…
Ad un quarto di secolo di distanza, si puo’ considerare che era caduto l’ultimo baluardo gentile della liberta’, lasciando via libera per questi aguzzini del popolo quali Giscard, Miterrand, Chirac, ed il o la prossimo/a...
Vedi caro Beppe, dai due lati delle Alpi siamo ridotti maluccio

GianLuca Dollat 24.04.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

=================== 4 / 4 ===================
Conclusione: messaggio personale per Beppe GRILLO

Caro Beppe, anche all’estero leggiamo la tua prosa.
Volevo aggiungere questa dedica :
C’era una volta un tizio che faceva il comico, qui in Francia, il cui nome non ti sara’ sfuggito : COLUCHE, ossia Michel Gérard Joseph Colucci, rampollo di una coppia italo-francese (il babbo era napoletano), morto ventun’anni fa’.
Immensamente popolare, annuncia il 30 ottobre 1980 che si presentera’ alle elezioni presidenziali l’anno successivo. Certi considerano l’annuncio come una battuta, pero’ e’ creditato di 16 per cento delle intenzioni di voto. Momento di panico nel microcosmo dei politici, tutti uniti -una volta tanto- contro lui: colpi bassi e minacce piovono fino all’apice dell’assassinio del suo impresario René GORLIN ; rinuncia e si ritira ufficialmente nel mese di Aprile 1981…
Ad un quarto di secolo di distanza, si puo’ considerare che era caduto l’ultimo baluardo gentile della liberta’, lasciando via libera per questi aguzzini del popolo quali Giscard, Miterrand, Chirac, ed il o la prossimo/a...
Vedi caro Beppe, dai due lati delle Alpi siamo ridotti maluccio

Gian Luca 24.04.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento

SI SALVERA' IL MONDO CAPITALISTA?-3-

In ogni caso, la differenza fra il comportamento della rendita americana e inglese rispetto a quella tedesca e giapponese, ci dimostra uno degli assunti comunisti sulle radici dell'imperialismo e della lotta fra i paesi imperialisti: siccome la rendita è in ultima analisi plusvalore, con la globalizzazione del Capitale la guerra di concorrenza fra capitalisti che se lo ripartiscono si sposta sempre più dall'interno dei singoli paesi allo scenario internazionale. Naturalmente il prezzo degli immobili si tramuta in denaro soltanto nella compra-vendita e questa per la maggior parte dello stock immobiliare di un paese non avviene certo tutti i giorni. Ma dal punto di vista del valore non c'è proprio nessuna differenza fra il possedere denaro, titoli o immobili, perché in ogni caso c'è trasformazione in un diverso equivalente solo nello scambio e comunque il valore è garantito solo da una regola condivisa, sotto l'egida di un'autorità, cioè di una legge dello Stato.
Se il plusvalore internazionale che un tempo era in circolazione sotto forma di titoli si fissa ad un certo punto in immobili americani e inglesi invece che tedeschi e giapponesi, qualunque sia il meccanismo di ripartizione, significa che l'imperialismo anglosassone si è effettivamente impossessato di quote di plusvalore altrui, garantite dalla potenza dell'imperialismo maggiore.AMEN

carlo e federico 23.04.07 20:04| 
 |
Rispondi al commento

SI SALVERA' IL MONDO CAPITALISTA?-2-

Dal nostro punto di vista il valore delle case è quello di prima, è solo aumentato il prezzo. Se vogliamo essere più precisi ancora: il valore di molte case, quando il costruttore e il proprietario l'abbiano già intascato lungo il periodo necessario a ricostituire il capitale anticipato più il profitto, è zero. Nonostante tutto, anche dopo secoli, l'immobile porta rendita nelle tasche del proprietario. E siccome la rendita e l'interesse rappresentano profitto levato al capitalista industriale, ecco che la salvezza del mondo appare subito come un qualcosa di assai contraddittorio.
Le borse mondiali avevano visto un gran tracollo dei prezzi che però, protratto nel tempo, non aveva causato lo stesso panico di un crack repentino. Aveva comunque cancellato e dirottato grandi masse di capitali. Quindi era stato cancellato e dirottato profitto, dato che anche il risparmio di un lavoratore, finché non viene consumato, non è salario ma capitale altrui. Per il capitalismo il guaio è che il profitto si converte facilmente in rendita; è un fatto normale, ma la rendita si converte in profitto soltanto come eccedenza del rentier, cioè quando questi andasse in banca a depositare il sovrappiù rispetto ai suoi consumi e la banca prestasse questo capitale a fini d'investimento. Comunque una parte del nuovo profitto andrebbe a pagare interesse alla banca la quale ne darebbe una parte al rentier e così via. Questo meccanismo è quello che porta Marx ad affermare: "Quanto maggiore è lo sviluppo della civiltà in un paese, tanto più gigantesco è il tributo che la società versa sotto forma di sovrapprofitti ai grandi proprietari". E naturalmente sappiamo che sovrapprofitto dei capitalisti vuol dire maggior plusvalore estratto dal lavoro dei proletari nelle loro aziende.
.......

carlo e federico 23.04.07 19:59| 
 |
Rispondi al commento

SI SALVERA' IL MONDO CAPITALISTA ?-1-

"Le case che salvarono il mondo"
Così era titolato un articolo di fondo dell'Economist. "Esse [le case] hanno protetto l'intera economia mondiale da una profonda recessione". Nel 2001, per esempio, gli Stati Uniti hanno avuto la più grave crisi industriale dagli anni '30, raggiungendo il minimo dei profitti e degli investimenti in settant'anni, col risultato di avere alcuni milioni di disoccupati in più. Inoltre, pur tenendo presente il massiccio recupero degli ultimi mesi, l'intero ammontare dei titoli in borsa è ancora del 25% inferiore a due anni fa e quasi tutti i 275 milioni di abitanti degli Stati Uniti possiedono titoli, direttamente o indirettamente. Nonostante ciò, i consumi degli americani sono mediamente saliti. Ma com'è possibile?
Semplice: i capitali "rimasti liberi nella società" si sono investiti nel classico mattone. Il prezzo medio di tutti gli immobili degli Stati Uniti è salito del 9% in termini reali in un anno. Ognuno può immaginare quale enorme cifra ciò rappresenti. L'Inghilterra segue da vicino. Lo stesso fenomeno, anche se in modo meno appariscente, è avvenuto in tutti gli altri paesi del mondo sviluppato tranne che in Germania e Giappone, dove i prezzi sono scesi. Un altro fatto interessante è che ovunque il rapporto medio fra reddito e spesa per la casa è aumentato negli ultimi vent'anni, tranne che negli Stati Uniti e in Inghilterra.
.....

carlo e federico 23.04.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Per dirla nel mio dialetto!! Gi seusu a prumu!!!

martina s. Commentatore certificato 23.04.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

LEGGE DEI RENDIMENTI DECRESCENTI

L'anno scorso il capo degli economisti del Fondo Monetario Internazionale, Raghuram Rajan, gettò l'allarme per la discesa dei tassi d'incremento del PIL nei paesi più industrializzati: "Il mondo sta investendo troppo poco, l'attuale situazione affonda le radici in una serie di crisi avvenute nell'ultimo decennio, causate da investimenti eccessivi, come la bolla speculativa giapponese, le crisi nei paesi emergenti dell'Asia e dell'America Latina, la bolla dell'Information Technology. Da allora gli investimenti sono rapidamente crollati, con solo alcune caute riprese". Le cose non sono cambiate, alla fine anche il 2006 sarà un anno di investimenti sotto il segno della caduta del saggio di profitto. Ovvero: mentre salgono i profitti delle maggiori aziende, specie multinazionali, languono quelli della piccole e medie. L'ecceso di capacità produttiva rispetto all'impoverimento delle popolazioni provoca ciò che Marx analizzò come crisi già in riproduzione semplice: gli scaffali dei magazzini si riempiono di merci invendute. E non basta più la produzione just in time, ormai adottata da decenni. Qualche economista sta già lanciando l'allarme: il duo complementare USA-Cina non basta più a trainare il mondo. Il circolo è vizioso: i paesi che non riecono a investire sul proprio futuro capitalistico sono destinati ad accendere una crisi sistemica.Solo il 5% del capitale finanziario mondiale si fissa in attività produttive per la propria valorizzazione, per il resto il tavolo della roulette-borsa aspetta i "piccoli finanzieri in erba".

carlo e federico 23.04.07 12:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CROLLO IN BORSA. A SHANGHAI?

"Not made in China", scriveva The Economist, la rivista principe del fondamentalismo di mercato. In Cina la borsa l'ha fatta ridimensionare il governo con una manovra politica, dato che la bolla si stava mangiando i risparmi dei cinesi meno abbienti. E infatti è bastato l'annuncio che lo Stato avrebbe pesantemente tassato le rendite da capitale speculativo per far cadere i titoli di un buon 9% in un sol colpo. Ma gli investitori stranieri non sono presenti sul mercato borsistico cinese e non hanno perso neppure un dollaro. L'effetto domino sulla caduta delle principali borse estere ha quindi altre cause, che l'evento asiatico ha solo messo in luce. Queste cause sono strutturali e riguardano specificamente la capacità, in tutto l'Occidente, di produrre valore, di far consumare i cittadini e perciò di investire in attività industriali cinesi. The Economist non lo dice, ma è assai probabile che il governo cinese voglia smorzare ogni bolla sul proprio territorio (è in corso anche quella immobiliare) prima che scoppi quella vera, mondiale, a seguito del previsto crack americano (come del resto ha detto pubblicamente persino Greenspan, l'ex capo della Riserva Federale americana, smentendo il falso ottimismo del suo successore Bernanke).

carlo e federico 23.04.07 12:05| 
 |
Rispondi al commento

TELECOM E' IL CAPITALISMO

Il tragicomico caso dei dossier "illegali" Telecom ci presenta un ulteriore interessante spaccato del capitalismo autonomizzato, nella sua specifica branca italiana. Sembra infatti che Telecom non si limiti solamente alla produzione-vendita di servizi telefonici, bensì coltivi al suo interno attività quali lo spionaggio diretto, la collaborazione continuativa con agenti dei servizi segreti e strani rapporti con oscure agenzie di investigazioni. Il tutto gestito da curiosi personaggi a metà strada tra lo Stato, l'attività imprenditoriale e la criminalità (ammesso e non concesso che vi sia differenza di natura fra i settori). In un'epoca in cui l'accesso alle informazioni è tutto, non c'è da stupirsi che il lavoro di intelligence svolto all'interno dell'azienda servisse - come dicono i magistrati - ad "anticipare mosse finanziarie e politiche non gradite a qualcuno e predisporre le necessarie contromisure, giovandosi del ricorso a metodi radicalmente illeciti." Un bell'esempio dell'ultimo stadio raggiunto dal capitalismo: la produzione vera e propria diventa un optional e si sviluppano sempre più strutture e attività indefinibili, atte al puro e semplice drenaggio di valore altrui.

carlo e federico 23.04.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

non c'è nessun controllo.. sia i politici, sia gli imprenditori, possono fare come vogliono senza i controlli che ognuno di noi invece ha, da quando si sveglia, a lavoro, al telefono( per fortuna qualche volta li rintracciano..ma anche qui ce ne sarebbe da indagare)..
non c'è un organo nazionale autonomo, fatto di esperti, di onesti(che non hanno a che fare con gli interessi economici..) che pensano alla tutela del cittadino.. ma SOLO per la voglia dentro di giustizia comune..

io lo proporrei: un organo di tutela..formato da esperti nei vari settori.. con il vincolo di non essere iscritti a partiti politici e di non avere attività private.. (lo potrebbero fare i nuovi giovani laureandi..che si sono inesperti ma anche sani e PURI, critici e volgiosi).. potrebbero entrarci anche membri esterni di nazioni confinati(come gli arbitri delle partite)...

Penso che la proposta si possa fare alla Comunità Europea..che mi sembra una delle poche organizzazioni che ancora tuteli la giustizia.. e quindi possibilmente estesa anche alle altre nazioni..

che ne dite? Ovviamente l'organo indipendente dovrebbe controllare sia le aziende azioniste.. sia i politici e la loro attività amministrativa, e sottoamministrativa..perchè essendo eletti da noi.. come il nostro datore di lavoro ci controlla ogni pezzo! allora anche noi abbiamo il diritto di farlo con chi è sotto di noi=i politici.. perchè sono nostri dipendentI! e se fanno gli affari sporchi è giusto controllarli al telefono! all'uso di droga! all'uso di collaboratori a nero! ai loro interessi privati!

non ci si fida più di nessuno... per fortuna.. ma purtroppo!

riccardo seri Commentatore in marcia al V2day 23.04.07 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che non sono un economista, e me ne scuso, vorrei portare un mio modesto contributo, da tecnico abituato a valutare i fatti.
C’è una prima constatazione ed è la seguente: Il sistema vigente permette, magari agendo al limite della legalità e a danno dei piccoli azionisti, di realizzare enormi guadagni, nei vari passaggi di proprietà, a cominciare dal primo, la privatizzazione che, in questo caso, ricordiamo fu fatta proprio dalla coppia Prodi Ciampi e che è stata una svendita come è stato dimostrato successivamente dai fatti. Pertanto i veri colpevoli sono i governi che si sono succeduti per decenni e che hanno permesso che le grandi Aziende possano essere controllate da possessori di quote di minoranza, sotto la coltre protettiva di patti di sindacato e contiguità di vario tipo, secondo la teoria che le azioni si pesano e non si contano (bel principio di democrazia!).
Secondo il mio modesto avviso bisognerebbe intervenire su due fronti:
Il primo riguarda la rappresentatività dell’azionista di controllo e in questo caso sarebbe sufficiente che in qualsiasi patto di sindacato ci debba, per legge, essere almeno uno dei soci del sindacato che possieda direttamente almeno il 30 - 40 % delle azioni, qualunque sia la somma di azioni possedute collettivamente dal sindacato che controlla la Società. Questo non renderebbe meno ingiusta la legge, ma almeno porterebbe la quota di controllo di una società ad un valore decente.
Il secondo riguarda la protezione dei piccoli azionisti che possiedono la maggioranza numerica delle azioni e in questo caso basterebbe una legge che obblighi gli acquirenti di una scatola capofila, che contiene quote di controllo di fatto di società a valle, ad effettuare un'OPA per tutte le società di cui si acquisisce il controllo di fatto, questo servirebbe anche a combattere le tanto deprecata, ( a parole) pratica delle scatole cinesi.
Tutto questo, che a mio avviso vale per tutte le società quotate in borsa, non solo per Telecom.

Vincenzo di Tella 23.04.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento

sono proprietario di 1000 azioni fastweb con in corso un opa da una banca svizzera. avendo deliberato la società prima dell'opa un dividendo per azione di € ,3,77 (senza ritenuta di capital gain). al prezzo attuale o a € 47,la banca usufruirebbe di un finanziamento di € 3,77 per azione in quanto sarebbe l'unica beneficiara del dividendo. gradirei sapere cosa ne pensate, grazie.

fratini franco 23.04.07 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Hai perfettamente ragione: non c'è più il capitalismo, non ci sono più gli imprenditori.
Ci sono solo dei "prenditori" che arraffano tutto quello che trovano e scappano col bottino.

http://www.pleonastico.it/modules/news/article.php?storyid=95

Non ci rimane che sperare in un intervento straniero. A proposito, e se la NATO bombardasse la sede centrale della Telecom?

ilBuonPeppe
www.pleonastico.it


Di Pietro

Sullo status quo in campo economico governa chi dovrebbe promuovere riforme, liberismo, regole di mercato, autorità di controllo Essi invece contestano al sottoscritto, che vuole mettere l’economia al servizio dei cittadini, di interferire con un supposto mondo ideale che si autoregola per magia. Si scrive di una Controriforma strutturale in atto da parte dello Stato.. oscuro. Una valutazione partigiana perché, prima della Controriforma, deve esserci una Riforma
La “grande confusione mentale”, “l’assenza di guida del governo” e “lo spregiudicato disegno” li rifiiuto. Si citano Abertis e Telecom come prevaricazione dello Stato sul mercato, sulle sacre regole dell’economia. Ma di che regole si sta parlando? Forse di scatole cinesi, stock option, megastipendi, mega buone uscite, conflitti palesi di interessi con consiglieri presenti in 6-7 consigli di amministraz., della impossibilità da parte dei piccoli azionisti di avere rappresentanza, degli investimenti non effettuati a fronte dell’aumento dei pedaggi, degli acquisti di aziende fatti indebitandole?
Ci si dimentica di sottolineare che nei casi di Autostrade e di Telecom sono in gioco 2 reti fondamentali per il Paese: le autostrade e la dorsale telefonica. Lo Stato non dovrebbe esprimere un’opinione? E allora a cosa serve?
Il tanto invocato mercato è la solita foglia di fico di interessi privati. Autostrade e Telecom sono di fatto 2 monopoli, settori protetti di cui lo Stato è concessionario, il mercato è altra cosa
L’Italia ha bisogno di riforme economiche, di nuove regole a tutela dei piccoli azionisti e dei consumatori, di entrare nel capitalismo vero
Quello che premia il capitale di rischio e spedisce in galera i dirigenti disonesti, come è successo negli USA per Enron Il Financial Times scrive che se non si investe in Italia è perché mancano regole certe. Qui non si punisce il falso in bilancio e si lascia al suo posto chi è condannato per bancarotta fraudolenta E' questo il pericolo oscuro

viviana vivarelli 23.04.07 07:22| 
 |
Rispondi al commento

Imprenditori coi soldi dello stato, imprenditori che non rispettano le regole anche per quanto attiene la sicurezza nei cantieri, come abbiamo visto in questi giorni, imprenditori 'con le scatole cinesi'ossia un capitalismo con le 'pezze
al cu..' Saluti per lei, Grillo
Eugenio Critelli

eugenio critelli 22.04.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
approfitto del tuo sito complimentandomi con te
e per dire che a chiunque parli a vanvera di libero mercato, capitalismo democratico, democrazia nelle assemblee societarie, ricordo che :
1)il libero mercato non esiste, esistono gruppi oligarchici internazionali che stabiliscono i limiti entro cui ognuno di noi può operare
2)la democrazia non esiste nè in politica (vedi i casini che combinano chiesa e parlamento ai danni di noi laici e pacifisti), nè in economia (prego ricordare le autentiche rapine compiute in ENRON, WORLDCOM, CIRIO/BANCHE, BNL/ATLANTA/USA/BUSH PADRE/EU, ARGENTINA/BANCHE, PARMALAT/BANCHE, TELECOM, ecc., vedi le regalie milionarie dette stock options attribuite ai più inefficienti amministratori ed ai danni degli azionisti.)
3)Boiardi di stato e di grandi aziende che con la loro influenza garantiscono le migliori posizioni ai loro figli spesso immeritevoli ed ignoranti; (avete mai conosciuto figli di VIP con la sola licenza media o licenza professionale ?);questi giovani virgulti diventeranno presidenti di qualcosa, non importa cosa tanto si sa che per dirigere un'azienda basta assumere dei buoni sottopancia
4)Dulcis in fundo grazie all'indulto voluto dai ns. parlametari di quest'Italia (si fa per dire)nata dalla resistenza i figli del cattolicissimo Tanzi eviteranno la galera dopo aver truffato con il loro papà milioni di euro a decine di migliaia di piccoli e grandi azionisti.
Comcludendo ricordatevi che giocare in borsa è solo un modo come un'altro di giocare di soldi quando il casino' di venezia è troppo distante;
si può vincere, si può perdere, ma quello che conta è non fidarsi MAI di chi dice che la borsa è il termometro dell'economia.

Un'ultimo consiglio: non investite neanche un ghello nel PARTITO DEMOCRATICO! (però come scatola cinese si potrebbe quotare in borsa...)

gianluigi sellari 22.04.07 19:25| 
 |
Rispondi al commento

caro Bertinotti,
se desidera aggiornarsi sull'economia e su tutto quello che ne consegue, esca dall'orto, vada in libreria e acquisti: La Globalizzazione della Povertà ( termine assolutamente Maiuscolo ) edizioni Gruppo Abele del signor ( termine mai così bene appropriato ) Michel Chossudovsky.
Buona lettura.

Roberto Michele Maria Bernardi Giraudo 22.04.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANIIII......... TROMBATI..........

alberto zorli 22.04.07 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe
E vero quello che leggo,
http://www.forza-ivrea.it/beppe_grillo_e_fotovoltaico.html

Oppure ci potrai fare un nuovo spettacolo?
Ti auguro di farti ancora più soldi alla faccia loro.
Facci sapere.

Piero


Pietro Dettori 21.04.07 21:13| 
 |
Rispondi al commento

per carlo e federico..

forza ragazzi che alla (XV)quindicesima stazione troverete il vostro idolo (l'economista per antonomasia) il grande trombato della finanza..è lui o non è lui..certo che è lui...Giulio Tremonti che vi consegnerà il mongolino d'oro!!!
Dopo a letto che è tardi e ca...zzate ne avete dette anche troppe per oggi!
Notte cari

Gianni e Pinotto 21.04.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TREVISO-- 26 APRILE A PARMA ASSEMBLEA PARMALAT . NOI TRUFFATTI , DAL CRAK PARMALAT DI TANZI CON LE SUE AMICHE BANCHE , CI SAREMMO DENTRO E FUORI . GRILLO VIENI A DARCI UNA MANO O LE BANCHE DI TANZI CI MANGIANO COME CARAMELLE . INIZIA IL 26 APRILE ORE 21 / 21.30 IN PRIMA SERATA - NOI CITTADINI - di ANTONIO LUBRANO . IN 40 CANALI ( WWW.STUDIOBERGONZINI.COM ) ( UNIMEDIAGROUP ) COLLEGATI IN DIRETTA ( PARMALAT ) WWW.CONTROLETRUFFE.COM GRAZIE BEPPE PER CIO' CHE STAI FACENDO .

cogo andrea 21.04.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

sicuramente questo messaggio lo ha scritto "chao" prima di andare a fare una visita nel Virginia College

george busch 21.04.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x gianni e pinotto

lasci perdere e si dedichi alle canne.

carlo e federico 21.04.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento

x carlo e federico,

ragazzi, avete tenuto il conto delle stazioni??? Secondo noi siete arrivati al capolinea, se non scendete vi riportano indietro, attenti!!
Pensate poi che ad una certa ora la clinica chiude eh!!!

P.S: Per gli Infermieri

Attenti che questi due sono da camicia di forza!!!

Gianni e Pinotto 21.04.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

ULTIMO PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Ma senza diventare merce è soltanto capacità lavorativa che manca di qualsiasi oggettività; per attingere l'oggettività deve negare sé stessa, porsi fuori dalla sua materialità, sotto il comando del capitale. Miseria assoluta del lavoro che si nega per esistere oggettivamente ma che al contempo, al di là dei mezzi di sussistenza nulla possiede e di fronte a sé, vede soltanto aumentare la potenza del capitale. Tale la negatività e la deflagrante contraddizione tra lavoro salariato e capitale.
E questo ci sembra sufficiente.
Epilogo
Però per chiudere il percorso, irto di negatività e contraddizioni, massa di contraddizioni, seppure non analizzate con la dovizia necessaria, antitetiche dell'unità sociale, torneremo alla proposizione che avevamo consegnato alla memoria dei lettori (Grillo compreso) per farne discendere un passo di Marx, sempre presente in ogni passaggio dell'esposizione seppur mai esplicitamente citato:
".. .Una massa di forme antitetiche dell'unità sociale, il cui carattere antitetico tuttavia non può mai essere fatto saltare attraverso una pacifica metamorfosi. D'altra parte, se noi non trovassimo già occultate nella società, così com'è, le condizioni materiali di produzione e i loro corrispondenti rapporti commerciali per una società senza classi, tutti i tentativi di farla saltare sarebbero altrettanti sforzi donchisciotteschi". Tali forme antitetiche non sono mai scomparse e prende abbaglio chi ritiene siano scomparse sotto Stalin o M a o , mendaci e falliti affossatori , con tutti i loro manutengoli , delle posizioni del partito-storico. Esse ,comunque ,morranno insieme ai giuochi di borsa, siatene certi. Tanto Vi dovevamo ed un caro saluto.

carlo e federico 21.04.07 18:35| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Per il capitale invece la dinamica delle sequenza è rappresentata da D-M- M+-D+, Risulta solare che la forza lavoro appropriata attraverso lo scambio dal capitale è quella che fermenta M che può anche essere descritto, divisandolo, nei suoi elementi costitutivi T e Pm, rispettivamente forza lavoro e mezzi di produzione.
Sviluppare la formalizzazione è qui di scarso momento; più importante invece sottolineare che il salario è premessa costitutiva del ciclo produttivo in cui è sussunta la forza lavoro appropriata che come tale, come merce T, elementarità di M - questo ci sembra cruciale - vivifica Pm , che genericamente si connota come mezzi di produzione e materie prime, lavoro morto insomma, e permette la trasformazione di D in D+, il compimento del processo di auto valorizzazione del capitale.
Ed è sempre e soltanto come merce che viene pagata la quantità di lavoro necessaria alla sua riproduzione, cioè alla riproduzione della capacità lavorativa, l'unica e straordinaria merce che permette il processo di auto- valorizzazione del capitale.

carlo e federico 21.04.07 18:27| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

CI rendiamo conto che il passaggio è un po' rozzo ma la specificità delle forme in cui il proletariato riceve minime parti di reddito va ad investire una discussione, il cui lavoro preliminare di ricerca degli istituti e delle norme preposte alla bisogna avrebbe debordato dalla cornice del quadro astratto, in senso marxiano, dell'unità capitalistica che abbiamo cercato di rappresentare.
Detto ciò, torniamo all'esposizione anche per concludere.
VI stazione
Abbiamo incontrato, nel processo di valorizzazione del capitale, elementi di negatività e contraddittorietà e tra questi il salario come prodotto dello scambio tra operaio e capitale.
In questo scambio l'operaio non produce alcuna ricchezza: questo accade dopo, come già abbiamo visto, nel processo produttivo. Per il capitalista il salario è una cessione di ricchezza, per l'operaio la possibilità di procurarsi i mezzi di sussistenza sotto la forma del salario.
Ma il salario non gli permette mai l'accesso alla ricchezza. Vediamo il perché a volo di uccello.
La vicenda dello scambio delle sua merce - stiamo parlando della capacità lavorativa dell'operaio legata alla sua corporeità - percorre la sequenza M-D-D-M cioè da un valore d'uso al consumo diretto della merce come oggetto diretto di un bisogno: da un valore d'uso all'altro, il cui consumo permette all'operaio la mera ricostituzione della sua capacità lavorativa, sempre e soltanto la sua sola proprietà, peraltro, come abbiamo visto, di per sé inane, miseria assoluta.

carlo e federico 21.04.07 18:23| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

In realtà l'operaio ottiene sì denaro ma solamente nella sua determinazione di moneta cioè come mediazione; mediazione che non fa accedere l'operaio ad un autentico valore di scambio e quindi realmente alla ricchezza generale, ma gli consente l'accesso ai meri mezzi di sussistenza atti a conservare la sua vitalità e a soddisfare i suoi bisogni storici, predeterminati dalla produzione capitalistica.
In altri termini il costo di produzione del suo lavoro, la cui disposizione su di esso cede l'operaio.
E tale è il salario.
V stazione
Ma allora se il lavoratore libero non può svolgere il lavoro necessario per produrre i mezzi del suo sostentamento perché il capitalista non ha bisogno del suo lavoro eccedente - di questo già si è accennato un po' di parole or sono - che cosa succede a costui, cosa gli capita e come sopravvive?
Egli ottiene i mezzi necessari alla sua sussistenza perché - citiamo in parafrasi Marx perché il passaggio è di estrema importanza - una parte del reddito va a lui sotto forma di elemosina.
Due considerazioni immediate ci sembrano ora necessarie. La prima che bisogna purgare il sostantivo elemosina da imbarazzi teologali -dissociamolo, vogliamo dire dalla fede e dalla speranza - e valutiamolo invece come altra maniera di definire la forma con cui il capitalismo mantiene i suoi schiavi.
La seconda, che è comunque connessa dalla prima e da lì si sviluppa, ci rimanda a considerare che tale espressione adotta la forma di intervento - non ha poi molta importanza se pubblico o privato - che possiamo ritrovare sotto le specie dello Stato assistenziale moderno.

carlo e federico 21.04.07 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Buon pomeriggio a tutti,

ma sti carlo e federico chi c...azzo sono !!! Da dove sono usciti. Dall'uovo di pasqua!!!Stanno riempendo il Blog di NIENTE. Parole senza senso, discorsi inutili e logorroici, ma perchè non tornate da dove siete venuti cioè dal nulla !!!
Ormai siamo alla frutta!
Ciao barboni

Gianni e Pinotto 21.04.07 18:17| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Il libero lavoratore non ha alcun valore e questo già l'abbiamo visto; ma ciò vuol dire anche che ha valore soltanto la disposizione sul suo lavoro attivata con lui stesso. La sua svalutazione e la sua mancanza di valore sono il presupposto del capitale e la condizione del lavoro libero in generale. E' l'appropriazione del lavoro da parte del capitale, quindi la negazione del lavoro libero, che consente di farne il momento fondamentale del suo processo di valorizzazione: il lavoro si trasmuta nel fermento che agisce con feconda vitalità sulla materialità oggettivata del capitale; reiterando ancora, lavoro vivo che vivifica lavoro morto.
Abbiamo accennato al processo di valorizzazione del capitale che potremmo anche definire processo di auto-valorizzazione cioè sia la sua valorizzazione che la sua moltiplicazione: è il lavoro, appropriato dal capitale, che vivifica tale processo il cui fine è il prodotto nel quale la materia prima, che però è stata a sua volta prodotto, si presenta congiunta
con il lavoro e lo strumento di lavoro e da possibilità si è tradotto in realtà.
L'intero processo è allora consumo produttivo ossia consumo che non finisce nel nulla ma si pone al punto terminale nuovamente come oggetto. L'attività formatrice del lavoro forma l'oggetto trasformando l'indifferenza alla sua forma originaria e materializzando l'attività stessa -prodotto infine come valore d'uso.
Ma il lavoro che vivifica non è quello che si trova nella moltitudine degli individui, soggettivamente presente come capacità lavorativa. E' invece il lavoro appropriato dal capitale tramite lo scambio ossia dando in cambio l'equivalente nella forma della ricchezza generale, in altri termini del denaro.
Apparenza, ciò è solo apparenza.

carlo e federico 21.04.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Tutto il rapporto lavoro salariato/capitale è rapporto - vorremmo invitare però gli attenti lettori , senza tralasciare i fasulli sinistri, a tenere sempre presenti i cenni di analisi della merce -rapporto, dicevamo, negativo e contraddittorio, dove un polo produce l'altro e al contempo produce la sua negazione.
Una esemplificazione: il capitale che si presenta come prodotto del lavoro. Il capitale si presenta come entità prodotta dal lavoro ma contemporaneamente il prodotto del lavoro sì presenta altresì come capitale.
Cosa vuoi dire? Vuoi dire che il lavoro vivo ha dato una propria anima al lavoro oggettivato, al lavoro morto ma questi gli si afferma di fronte come forza possente del capitale, come minacciosa potenza estranea.
Miseria assoluta del lavoro, dunque; lavoro che impotente a porsi come essere per sé è costretto dal rapporto sociale capitalistico a porsi
come essere per l'altro, cioè per il capitale, sua proprietà e quindi nella dolente miseria di essere in opposizione a sé stesso.
IV stazione
Abbiamo parlato del rapporto lavoro salariato/capitale ed abbiamo rilevato che il lavoro, come capacità lavorativa dell'operaio è di per sé improduttivo: è valore d'uso solo per il capitale e semplice valore di scambio per l'operaio.
Emerge conseguentemente una domanda: ma come si determina questo valore di scambio?
La determinazione non è certamente data dal modo in cui il compratore cioè il capitalista usa la merce ma è data soltanto attraverso il calcolo della quantità di lavoro che costa produrre l'operaio stesso, quindi come qualsiasi altra merce.
Non per essere petulanti ma questa analogia ci suggerisce che è bene tenere costantemente presenti le considerazioni svolte intorno alla merce.
Andiamo avanti.

carlo e federico 21.04.07 18:11| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Tuttavia lo sviluppo delle forze produttive necessita di una sempre maggiore produzione di plusvalore a fronte dell'espulsione di lavoro necessario, dinamica da cui consegue l'aumento della sovrappopolazione che si può identificare con il pauperismo.
Il lavoro appare dunque nella sua luce più cruda, vale a dire come povertà assoluta, povertà da intendere al di là dell'immediata accezione di indigenza ma come esclusione totale dalla ricchezza materiale generale.
Il lavoro, la capacità lavorativa si pone come non-capitale, materialità priva di esistenza oggettiva, materialità non separata dalla persona, coincidente con la sua corporeità.
Nella vendita della capacità lavorativa, nello scambio, il valore d'uso viene negato di fronte al capitale che lo valuta come pura forma astratta, creatrice di valore, che nell'operaio esiste solo come attitudine e potenzialità.
Il lavoro, quindi, diventa attività reale solo quando è sussunto dal capitale, attività creatrice di valore.
Il lavoro vivo vivifica così il lavoro morto, fomenta ricchezza ed è questa la contraddizione esplosiva. L'accrescimento delle forze produttive sociali, i progressi della civiltà, non arricchiscono l'operaio ma il capitale. Il lavoro dominato dalla potenza del capitale ne accresce il potere oggettivo sul lavoro.
E tutto ciò perché il lavoro nell'esistenza per sé - pensiamo a quanto già detto in analogia e similmente per la merce - dicevamo nell'esistenza per sé
nell'operaio, è antitetico al capitale. Vogliamo dire che il lavoro nella sua esistenza immediata non è produttivo, lo diventa soltanto trasponendosi nel capitale, nella sua negatività, e soltanto in questa movenza diventa allora valore d'uso per il capitale e valore di scambio per l'operaio.

carlo e federico 21.04.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

La merce deve quindi sdoppiarsi realmente, acquistare al contempo un'esistenza diversa - (farsi valore di scambio) - dalla sua esistenza naturale che è il valore d'uso. Ponendola diversamente, possiamo dire che la naturale diversità delle merci entra in contraddizione con la loro equivalenza economica.
A questo punto è lecito affermare che il processo storico è consistito nella separazione di elementi un tempo uniti che entrano in un rapporto negativo, di negazione l'uno con l'altro cioè contraddittorio. Ma ciò non comporta la scomparsa di uno dei due elementi opposti; infatti l'un non può stare senza l'altro e al contrario entrano incessantemente in rotta di collisione, l'affermazione dell'uno è continuamente negata dall'altro.
III stazione
Lo sappiamo, l'abbiamo già ribadito: il lavoro si è trasformato in lavoro salariato e quindi possiamo dire che una immensa moltitudine di individui ha un'unica risorsa per produrre e riprodurre la propria vita, vale a dire quella di scambiare la propria capacità lavorativa, la propria forza-lavoro, contro un valore, la moneta come forma della ricchezza generale. Così nell'apparenza.
Ma il rapporto non si realizza in questa maniera: lo scambio avviene differentemente.
Intanto c'è da dire che il lavoratore è pura capacità lavorativa vivente ma attenzione: questa capacità lavorativa oggettivamente non esiste.
Se il capitalista non ha bisogno del lavoro eccedente del lavoratore, quindi non del lavoro necessario alla sua sussistenza, ma del suo plus-lavoro, il lavoratore non può produrre i mezzi per la sua sussistenza. L'esistenza di questo scambio è legata alle necessità di valorizzazione del capitale, determinata da circostanze che sono del tutto indifferenti alla esistenza organica del lavoratore.

carlo e federico 21.04.07 18:02| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Allora andiamo presto al culmine di questo processo: una sterminata massa di individui viene a trovarsi nella condizione di avere come unica proprietà la propria capacità di lavoro e la possibilità di scambiarla contro valori esist enti.
Valori esistenti sotto le specie del patrimonio monetario che tutto può comprare, dagli strumenti di produzione allo stesso lavoro vivo.
Il denaro si è trasformato in capitale, il lavoro in lavoro salariato, la produzione non è più d valori d'uso ma di valori di scambio.
Questo il diorama della società borghese; ma andando avanti nella nostra ricognizione e s'impone una sosta.
II stazione
Davanti a noi si pone la cellula elementare della società borghese, la merce e i suoi due lati: il valore d'uso e il valore di scambio.
Le merci come valori d'uso sono incommensurabili, possiedono qualità diverse ma come valori di scambio sono tutte reciprocamente convertibili in proporzioni e rapporti determinati. E subito cogliamo una contraddizione: come valore ogni merce è uguale alle altre, nella realtà le merci si scambiano perché soddisfano, nella loro diversità, bisogni diversi.
Diremo ancora, abbreviando un po', che la misura di scambio della merce è determinata dalla quantità di lavoro socialmente necessario contenuto in essa ma nello scambio reale è scambiabile in quantità connesse alle sue qualità naturali e ai bisogni di chi scambia.
Speriamo, nei limiti di una esposizione necessariamente succinta di essere stati fin qui chiari. Ad ogni modo l'accento posto su alcune
contraddizioni della merce è l'intenzione costitutiva della premessa che ci conduce ad affermare che la merce è una contraddizione reale.
Insomma, la merce non vive nella sua identità naturale con sé stessa - valore d'uso.- ma è posta come non uguale a sé stessa cioè nel valore di scambio.

carlo e federico 21.04.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

PER GLI ATTENTI LETTORI,GRILLO ED ANCHE MONIQUE ARLETTI:

Percorso con stazioni intorno a ricchezza e salario
Prologo
Questa sera parleremo di un po' di cose, cose marxiane naturalmente, non tutte immediatamente afferenti al salario ma costituenti la premessa astratta per ridiscendere ad esso, al salario intendiamo, come determinazione e relazione nel contesto dell'unità sociale.
Unità sociale il cui carattere antitetico andremo a visitare, rilevandone i rapporti che genera e costituiscono altrettante mine atte a farlo saltare.
Parleremo di conseguenza dell'opposizione tra lavoro concreto/lavoro astratto, tra valore d'uso/valore di scambio. Opposizioni -ma più correttamente, marxianamente diremmo- che-vanno definite come contraddizioni dialettiche e che minano le fondamenta stesse della società borghese, preparandone il suo tramonto e la sua scomparsa.
Pregheremmo i lettori, GRILLO compreso con il suo capitalismo straccione, di ricordare quest'ultima proposizione da cui muove il percorso che ci condurrà poi a reincontrarla, viandanti speriamo inesausti, e a suggellarla con la ceralacca di una citazione di Marx che sarà quindi sigillo non occasionale ma di buon stampo.
I stazione
Poco prima abbiamo fatto riferimento all'unità sociale a carattere antitetico; ma quale fu, e la domanda è lecita come si evidenzierà più avanti, l'unità non antitetica? - Era " l'unità originaria", definita dall'unità dell'uomo con lo strumento e il mezzo di lavoro e l'unità dell'uomo con gli altri uomini.
Ora noi non abbiamo bisogno di indagare, qui e ora, l'avvenimento della frattura di questa unità, né di cercare le movenze progressive della sua dissoluzione - anche perché introdurrebbe tutta una serie di questioni sulla necessità della scissione originaria che adesso non è neppure il caso di menzionare.
Siamo viandanti e abbiamo fretta e avidità di sapere.

carlo e federico 21.04.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Perchè questi "signori" che stanno al governo, e gli altri della classe liberale che stanno all'opposizione,visto che spudoratamente, nonostante l'evidenza dei fatti,continuano a dire che lavorano a favore nostro "ONESTI CITTADINI",non eliminano tutti quei disonesti privilegi che in maniera del tutto disonesta si sono attribuiti,e non utilizzano i soldi veramente per NOI e non per loro,le loro famiglie,i loro parenti,i loro amici,e via via tutta la marmaglia che li circonda???????

ONESTO CITTADINO 21.04.07 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Perchè tanta tristezza,tutto questo marcio lo abbiamo messo lì noi,quel famoso referendum che vietava il finanziamento pubblico ai partiti,che noi CITTADINI ONESTI abbiamo votato,è andato a PUTTANE assieme ai nostri bei sogni di avere una classe politica ONESTA..... Per caso qualcuno si è incazzato e ha reagito????????

ONESTO CITTADINO 21.04.07 16:50| 
 |
Rispondi al commento

**************************************************
!PETIZIONI FRESCHE DI GIORNATA!:

1°) PARLAMENTO PULITO? PETIZIONE DETERGENTE!”

Salve a tutti, vorrei segnalare la petizione:

PER LA DECADENZA AUTOMATICA E IMMEDIATA DEI RAPPRESENTANTI ELETTI NELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA ALL’INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI;
PER L’ESTENSIONE DI TALI PENE AD ALTRI TIPI DI REATI

Petition to PRESIDENZA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA ITALIANA – PRESIDENZA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI – PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – MINISTRO DELLA GIUSTIZIA.

è possibile firmarla quì:

http://www.petitiononline.com/ddp02/

FIRMIAMOLA TUTTI E DIFFONDETELA!

(Da quanto ho capito è stata appoggiata anche da Jacopo Fò, Elio Veltri, www.parlamentopulito.com , moltissimi meet-up.)

2°) Come già evidenziato da molti di voi, ce ne è un’altra per l’introduzione della “class Action”:
APPROVAZIONE DELLA CLASS ACTION:

To: Governo Italiano, Giornali Italiani, TV Italiane.

E’ possibile firmarla qui:

http://www.petitiononline.com/cait2006/petition.html

(Da quanto ho capito è appoggiata da Jacopo Fò, Dario Fò, Franca Rame, dai meet-up e da moltissime Associazioni dei consumatori)

FIRMATELA E DIFFONDETELA!
saluti,

Paolo
************************************************

Paolo O. Commentatore certificato 21.04.07 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
#################################################

Su diversi siti inglesi da giorni sta circolando una foto davvero curiosa.

#################################################
Clicca sul mio nome per saperne di più.

Marcello Di Sante 21.04.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe andiamo sotto il palazzo un giorno si e l'altro pure e sfasciamo tutto...carte alla mano.

Emilio Mazzariello Commentatore in marcia al V2day 21.04.07 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se andrò fuori tema, ma stranamente non ci sono stati accenni da parte di Grillo sulla questione della dichiarazione dei redditi dei parlamentari, e pure da dire ce ne sarebbe.
Sono assolutamente nauseata da il cittadino Prodi Romano, che ha una dichiarazione di redditi inferiore a 90.000 euro annui, inferiore anche quella de minimarket sotto casa mia.
Forse qualcuno ricorda ancora che in campagna elettorale ha scorporato, smembrato il suo patrimonio personale intestandolo ai figli prima di applicare, anche se con franchigia, tasse di successione e fare in modo che l'ici si gonfiasse a discrezione dei vari comuni.
La moglie del cittadino Prodi è multimiliardaria, ma hanno la separazione dei beni.
E la stessa signora, titolare di una grande azienda che ha a che fare con gli immobili, appena il marito è stata eletto, si è affrettata a condonare e mettersi a posto col fisco.
Lecito chiedersi se quella perla di onestà avrebbe fatto lo stesso senza marito in posizione di preminenza.
Mi sento vagamente presa per i fondelli, non so voi.
Auspico che la Guardia di Finanza, invece di vessare il verduruere per lo scontrino fiscale, si decida a mettere il naso in questi patrimoni blindati di sinistra, ogni tanto ci provano, come con le cooperative rosse ma finisce tutto lì.
"Reporter" aveva fatto un'indagine sulla collusione cooperative/politica in romagna e spero che qualcuno di voi l'abbia seguita, era da brividi.
Non fatemi subito il contraltare con Berlusconi, io non sono berlusconiana, guardo i fatti e mi stupisco.
Scrivo questo, oltre che per rabbia per mettere almeno una pulce nell'orecchio di chi si appresta a votare per quel marcio fino dalle fondamenta di partitone che la sinistra cerca di varare con i soliti ladri e compagni di merende, per prenderci ancora un po' per il sedere.

cinzia torti 21.04.07 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

daltronde si sa come funziona il nostro paese... come dico sempre io: ci vogliono facce nuove al governo!

http://amolitalia.blogspot.com

Andrea Cini Commentatore certificato 21.04.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Per dare dei calci nel CULO senza puntini di sospensione (ora non ho più peli sulla lingua)a quella ventina del salotto ARRAFFONE,basterebbe che TUTTI gli ITALIANI VERI,la smettessero di comprare azioni di chicchessia,e VENDESSERO TUTTE le AZIONI che possiedono,in modo da togliergli l'ossigeno (vedi danaro).In modo da vederli AGONIZZARE sopra a tutta quella CARTASTRACCIA.....AMEN!

juvi jolly Commentatore in marcia al V2day 21.04.07 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe calmati che ti viene l'ulcera, tanto poi passa tutto, fra due mesi il proprietario di telecom diventa il berlusca, grazie ai prodi comunisti, poi spodestano il re dal trono finto e mettono il berlusca re d'italia con poteri da primo ministro e quindi trono vero, la carica sarà ereditaria, quindi ci sarà sempre un berlusca re d'Italia.
In un colpo solo risolvono il conflitto di interessi, lui avrà in mano tutto e nessuno li spierà più. E come dice sempre il berlusca fuori dai riflettori grazie a voi tutti COGLIONI!

gabriele fontani 21.04.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento

All'immaginario ASTENSIONISTA LIBERISTA WALTER SALETTI, detto il BISCHERO...


"..B e r l u s c o n i ha parlato di "situazioni oscure" e ha invitato i rappresentanti di lista forzisti a "contare le schede a una a una". Noi abbiamo provato a curiosare nelle tabelle elettorali pubblicate dai comuni sui loro siti internet e con la calcolatrice alla mano abbiamo fatto due conti. Dunque: i voti contestati, tra Camera e Senato, sono 70.000: 43.000 alla Camera il resto nell'altro ramo del Parlamento: Prendiamo in esame la votazione alla Camera: oggi lo scarto è di poco meno di 25.000 voti - 24 mila e 204 per l'esattezza - e di certo 43.000 voti in più o in meno ad una coalizione potrebbero davvero fare la differenza.Ma quelle schede contestate sono tutte di F o r z a I t a l i a?
Senza nulla togliere alle dichiarazioni del senatore di F I P a o l o G u z z a n t i che grida "all'esproprio dei voti",a Milano,città di non poco peso nella bilancia dei votanti,le schede contestate alla Casa delle Libertà sono un terzo rispetto a quelle non assegnate all'U.n.i.o.n.e:30 contro 109.
Siccome è a tema, un famoso m a f i o s o (Lucky Luciano, mi pare) diceva che ci sono tre tipi di uomini: quelli veri, i mezzi uomini e i q.u.a.q.q.u.a.r.a.q.u.a.
Quelli veri accettano la sconfitta;i mezzi uomini fanno come l'U D C,tacciono; i q.u.a.q.q.u.a.r.a.q.u.a, penosamente indegni, sbraitano e inveiscono.

Walter Saletti 13.04.06 11:20

Walter Saletto 20.04.07 22:40 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5 (voti: 1)


Lucky Luciano diceva che le categorie di uomini erano quattro, non tre: i veri uomini, i mezzi uomini, gli ominicchi e i quaqquaraqua. Tu, che non solo non ti firmi, ma non capisci nemmeno quello che ho scritto, non rientri in questa classifica, perchè gli stupidi sono esclusi.

Saletti Walter Commentatore certificato 21.04.07 09:24| 
 |
Rispondi al commento

ABBIAMO POLITICI,GIORNALISTI E IMPRENDITORI DAVVERO IMPRESENTABILI. NON E' LIVORE DI CHI OSSERVA E GIUDICA. I RISULTATI SONO PALESI A TUTTI. STIPENDI E PENSIONI DELLA GENTE COMUNE SEMPRE PIU' BASSI MENTRE BURATTINAI E POLITICI,CON IL CONSENSO DI GIORNALISTI INDEGNI E VENDUTI, SI ARRICCHISCONO ALLE NOSTRE SPALLE.

CARLO DI CARLO 21.04.07 08:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Chi parla oggi di comunismo e nazismo é davvero patetico!

Monique Arletti

di comunismo siamo costretti a parlare se è vero che l'italia ha avuto ed ha tuttora l'economia più statalizzata del mondo dopo quella dell'unione sovietica comunista naturalmente!!

marco aurelio 20.04.07 19:58

******
In Italia siamo passati da una economia statalizzata a monopoli locali e privati,un vero processo di liberalizzazione non c'e' stato MAI.

Monique Arletti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.04.07 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, a Rozzano hai fatto ciò che la politica blatera ma non realizza (vedasi gli slogan di Bertinotti, ridottosi a fare il comico da Fiorello).

Giovanni Russo 21.04.07 00:15| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è piena di regole scritte e non scritte che non piacciono a nessuno.

Vincoli, trappole, trabocchetti, scatole cinesi e matrioske, intermediari obbligatori o istituzionali e quant'altro ...

Chi si avvicina in Italia alla Borsa, oramai prima dovrebbe passare a Loudes. E probabilmente lo fa.
Altri preferiscono rischiare il tutto al gioco d'azzardo, convinti che hanno maggiori speranze di cavarne qualcosa anche per se stessi e non fare da semplici carne da cannone, portatori d'acqua e simili figure di ca..a.

Almeno la fortuna è abbastanza cieca, mentre gli speculatori ci vedono molto bene e sanno come e quando affondare i loro colpi mortali.

Le stock options, poi, sembrano essere diventate una oscenità.
Nate come incentivo ai top manager affinchè avessero il loro (ulteriore) tornaconto a fare andar bene una azienda, hanno preso una china forse senza ritorno.
Se i "manager" si spartiscono lauti e immotivati dividenti sottraendo risorse allo sviluppo aziendale, tutte le aziende (tutte!) sono a rischio di essere svuotate dal cancro interno di manager-maneggioni.
E' la scelta del "dopo di me il diluvio" applicata in ambito aziendale.
Diluvio che ovviamente si riversa sui suddetti "portatori d'acqua" in primis e sull'itera economia nazionale come risultato finale quando tale prassi diventa sistema!

rosario vesco 20.04.07 23:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Borsa a parte: Non trovate sconcertante che due persone non sposate, ma con un figlio, e che vivono sotto lo stesso tetto, devono dichiarare i reddditi congiuntamente, e quindi perdere diritti ( come l'ingresso in asilo nido o l'assegno per il nuovo nato) e contemporaneamente pagare di più per i servizi? I Pacs o Dico esistono già sulla carta in vita per pagare più tasse e poi spariscono per non dare la pensione di reversibilità? Nessuno a questo punto ritiene che sia illegale certificare uno stato di famiglia solo perchè due persone vivono insieme e magari hano qualche figlio in comune alla luce di tutti i distinguo che la politica pone intorno al termine famiglia?

gianni pivetta 20.04.07 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONSIGLIO PER TUTTA LA POPOLAZIONE ITALIANA: SE NON SPOSTATE LA MERDA CHE VI SOFFOCA IL CERVELLO.STAMO BENE COSI.TUTTE CHIACCHIERE DA BAR."PEE FA LA VITA MENO AMARA,ME SO COMPRATO STA CHITARA".

Luca Nnz 20.04.07 22:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

non voglio commentare, voglio solo scrivere che sono veramente furiosa e non so come fare
spero che questo sia comunque possibile farlo qui perchè non sono molto brava con internet. il governo ci ha propinato una serie di cazzate (e io sono una di quelle che lo ha votato), ha promesso che avrebbe fatto pagare le tasse ha chi guadagna di più e non è così. lo stipendio di mio marito è di 1500,00€ al mese e pago tutto. non ho esenzione per il ticket delle medicine, che, in sicilia, è aumentato del doppio. è aumentato il canone rai, il bollo dell'auto (ne abbiamo una di 14 anni) sono aumentati i libri scolastici, non parliamo poi del cibo (siamo pieni di vizi ancora non riusciamo a smettere di mangiare). mio figlio si deve poerare da un mese e non riusciamo a trovare una sala operatoria disponibile (le tonsille non sono gravi anche se ha la febbre da 3 mesi). siamo tutti influenzati e ho speso 64€ di medicine. sono un'illusa ho creduto che tutto sarebbe cambiato. forse in realtà mi sento truffata

SERIO GIUSY 20.04.07 21:34| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Credo umanamente doverosa una constatazione:

Già una volta ho visto un compagno piangere ad un congresso dove un partito cambiato il nome ... tentò e ha tentato di trovare una nuova identità. Mi dispiacque allora per l'uomo, e GLI INDIVIDUI DI ALLORA fiduciosi un poco alla volta persero e perdono terreno, inanellando vittorie di Pirro che niente hanno aggiunto al medagliere delle forze proletarie in Italia, anzi ad oggi molte identità e certezze sono andate perdute tra i sogni infranti e in speranze deluse........
Oggi ho visto nuovamente da quella stessa parte u uomo piangere, meno copiosamente ma con più rabbia che rimpianto e mentre un groppo gli stringeva la gola a differenza dell'altro rimproverava il nuovo cambiare di una identità di già per lui troppo diluita in un domani senza traguardi nè iptesi credibili per lui da raggiungere in un incerto quanto non appropriato futuro con le tradizioni di una storia anelata e mai nemmeno sfiorata....mi dispiace anche oggi per l'uomo e spero per lui che si accorga che gli ideali debbono priettare realtà possibili, anche se non perfette ma possibili. L'uomo non si improvvisa, BUONO O CATTIVO O ONESTO O LADRO, la sua natura è chiara E TUTTO QUESTO E MOLTO DI PIU', ESSA VA DOMATA, sperare nel ravvedimento virtuoso a breve, non è di oggi e credo difficilmente sarà in un domani nè vicino nè tanto prossimo, anche se nel tempo forse possibile. Cercare nuove vie è lecito come capire il significato dei cambiamenti irrinunciabilmente realistici è doveroso, il discorso niente più nemici ma avversari è giusto, sarà sincero?Secondo me, lo vedremo presto. Cerchiamo di dare spazio ad un moderato ottimismo ma prepariamoci a lottare, per noi e il nostro domani, Ciao

Francesco

f.marletta 20.04.07 21:26| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE IO VOGLIO ESSERE UN TRUFFATORE!!!

ANCHE IO VOGLIO MANGIARE A SBAFO!!!

DICE BENE BERTINOTTI... INVIDIA!!!

CHE PENSIERI VUOI CHE ABBIANO I "GRASSI"?

MA SI... RUBBIAMO... CHE CI FREGA?

Cordialmente.
VOGLIO UNA FABBRICA, VOGLIO ACCORDARMI CON LA MAFIA, VOGLIO ALMENO UNA RETE TV, E VOGLIO RIDERE IN FACCIA ALLE PERSONE CHE SUDANO PER ME!!!

Antonino Di Bella 20.04.07 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Eh beh! vedo che al "cor" (volevo dire stomaco) non si comanda...
Buona cena e buona serata a tutti/e

mario z. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 20:20| 
 |
Rispondi al commento

GENNARO ESPOSITO


Il progetto politico di Bossi e dei Leghisti è quello di relegare il SUD ITALIA al ruolo di mercato interno impedendone l'industrializzazione a favore del NORD ITALIA.
===================
PORTA LE PROVE DI QUELLO CHE DICI .

Non c'è bisogno: l'han detto loro ed in Pubblico,
davanti a migliaia di telespettatori...
°°°°°°°
2) Ogni anno decine di ragazzi del SUD, in divisa, per mancanza di alternative, muoiono per difendere beni e vite umane al NORD, ma loro dispregiativamente, continuano a chiamarli TERRONI.
==================================================?
Quelli non sono certo commercialisti con il loro bel ufficio ma gli emarginati che voi professionisti inutili ( commercialisti ,notai, avvocati ) in uno stato moderno ,avete creato , e loro sono i napoletani veri ,quelli che predicano bene e razzolano altrettanto bene.
°°°
Esercitare una professione non è reato

2)Il nord che è il massimo responsabile del disastro Italiano, continua ad addossare al sud le colpe di tutto.
==================================================

MA TI RENDI CONTO DI QUELLO CHE SCRIVI ?
Senza l'assistenzialismo dato al sud in 60 anni probabilmente certe regioni sarebbero le più ricche ,meglio atrezzate e socialmente più evolute d'europa .
===========
Ho solo detto il vero

1)Il problema maggiore per un imprenditore del Sud, non è la mafia o la camorra, sono le banche che da noi negano finanziamenti che elargiscono al NORD con soldi raccolti al SUD.

iL PROBLEMA PRINCIPALE AL SUD SONO LE DENUNCE DEI REDDITI TROPPO BASSE PER PRETENDERE DI ACCEDERE AD UN MUTUO :-)
°°°°
l'Area Italiana di maggior evasione è il nord est, secondo il ministero, non il sud!

Continuate pure così rino che volete che ve dica , se volete sta secessione vedrete che l'avrete E POI PIANGERETE .
°°°
Sono personalmente favorevole e penso che chi piangerà sarà il
SALUTI

GINO SERIO(

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 20:17| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni anno decine di ragazzi del SUD, in divisa, per mancanza di alternative

Ma perche non ce li manda qui' al nord ? c'e tanto di quel lavoro da portare avanti.
°°°°°°°
Ci sono già al Nord, per vostra fortuna e protezione.
°°°°°°°
pretendere il lavoro sotto casa, ben retribuito, e dietro una scrivania per tutti non e' immaginabile.
°°°°°°
Lavorano a mille e più chilometria da casa, e non si lamentano.
°°°°°°°°
scusi dott gennaro ma dove ha studiato ?
°°°°°°
All'Università di Napoli fino a conseguire tre lauree e relative specializzazioni prima di diventarne uno dei professori. E voi?
°°°°°
l'alternativa quale sarebbe ? stipendio gratis a tutti perche' vi sentite discriminati nel lavoro ?
cosa volete ? un posto gratis a tutti ?
°°°°°°
I Meridionali sono, daquesto punto di vista, come le donne: lavorano il doppio e sono pagati la metà

non vi e' bastata l'alfa sud ?
°°°°°°
L'Alfa sud non ce l'abbiamo noi: è stata ceduta dall'IRI agli Agnelli che l'hanno pagata la spaventosa cifra di mille lire neanche poi versate

le 5000 aziende agricole presenti solo sulla carta ?
le pensioni a invalidi fasulli ?
i soldi del terremoto ?
l'illegalita a 360 gradi ?
l'illegalita con i cinesi ?
°°°°
Chi siete Voi per dichiarare fasulli gli invalidi,
di giudicare circa la ricostruzione del terremoto dell'ottanta e delle dichiarate (da voi) illegalità? Se avete prove o anche dubbi e notizie di reato andate dal magistrato e denunciateli
°°°°°°°°
se avete cosi' tanta voglia di lavorare perche' non vi fate assumere dal comune e fate pulizia sulle strade ?
°°°°°°°°°°°°°
io faccio il Professore universitario ed il Commercialista: Mi Basta
°°°°°°°°
tra poco non riuscirete piu' neanche a passeggiare in quelle strade
°°°°°°
Personalmente, ci passeggio benissimo.
Venite a passeggiarci anche voi così vediamo quanto dura il vostro culetto liscio da bel bambino del NORD...

Indistinti Saluti,

Rino, Napoli
antonio o'autonomo 20.04.07 19:29

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 19:59| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Chi parla oggi di comunismo e nazismo é davvero patetico!

Monique Arletti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 19:46| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

..........FINALMENTE ANCHE DA SX SONO ARRIVATI APPLAUSI AL NOSTRO CAVALIERE
GLI IMPRENDITORI DI SUCCESSO HANNO SEMPRE RAGIONE, RICORDATEVELO BENE

ALLA LUNGA POTRREBBERO DOVREBBERO ESSERE BEATIFICATI PER IL LAVORO CHE CI DANNO

SE POI FANNO ANCHE POLITICA, IL SACRIFICIO PER LA PATRIA RADDOPPIA - COME DOVREBBE RADDOPPIARE LA NOSTRA GRATITUDINE

CHE FORTUNA AVERCELO
ADESSO POTREBBE SALVARE LA NOSTRA TLC DAI PEONES MESSICANI

VIVA L'ITALIA

francesco sardu 20.04.07 19:44| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BISOGNA INCENTIVARE L OFFERTA PER RAFFORZARE LA DOMANDA.
SOLO AVENDO MINORI costi di gestione e una politica che si impegni a produrre infrastrutture per migliorare la viabilità, si possono avere prezzi contenuti per l utenza e salvaguardare i diritti dei lavoratori.

Andrea Colagiacomo (taximilano) 20.04.07 19:1

Ou contraire, mon ami:

In genere si incentiva la domanda per rafforzare l'offerta.

Diminuite i prezzi...

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Ogni anno decine di ragazzi del SUD, in divisa, per mancanza di alternative

+*+*+*+*+*+


ma perche non ce li manda qui' al nord ? c'e tanto di quel lavoro da portare avanti.

pretendere il lavoro sotto casa, ben retribuito, e dietro una scrivania per tutti non e' immaginabile.

scusi dott gennaro ma dove ha studiato ?

l'alternativa quale sarebbe ? stipendio gratis a tutti perche' vi sentite discriminati nel lavoro ?
cosa volete ? un posto gratis a tutti ?

non vi e' bastata l'alfa sud ?
le 5000 aziende agricole presenti solo sulla carta ?
le pensioni a invalidi fasulli ?
i soldi del terremoto ?
l'illegalita a 360 gradi ?
l'illegalita con i cinesi ?

se avete cosi' tanta voglia di lavorare perche' non vi fate assumere dal comune e fate pulizia sulle strade ?

tra poco non riuscirete piu' neanche a passeggiare in quelle strade

antonio o'autonomo 20.04.07 19:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

GENNARO ESPOSITO


Il progetto politico di Bossi e dei Leghisti è quello di relegare il SUD ITALIA al ruolo di mercato interno impedendone l'industrializzazione a favore del NORD ITALIA.
====================================================================================================
PORTA LE PROVE DI QUELLO CHE DICI .

2) Ogni anno decine di ragazzi del SUD, in divisa, per mancanza di alternative, muoiono per difendere beni e vite umane al NORD, ma loro dispregiativamente, continuano a chiamarli TERRONI.
===================================================================================================?
Quelli non sono certo commercialisti con il loro bel ufficio ma gli emarginati che voi professionisti inutili ( commercialisti ,notai, avvocati ) in uno stato moderno ,avete creato , e loro sono i napoletani veri ,quelli che predicano bene e razzolano altrettanto bene .


2)Il nord che è il massimo responsabile del disastro Italiano, continua ad addossare al sud le colpe di tutto.
====================================================================================================

MA TI RENDI CONTO DI QUELLO CHE SCRIVI ?
Senza l'assistenzialismo dato al sud in 60 anni probabilmente certe regioni sarebbero le più ricche ,meglio atrezzate e socialmente più evolute d'europa .
==================================================


1)Il problema maggiore per un imprenditore del Sud, non è la mafia o la camorra, sono le banche che da noi negano finanziamenti che elargiscono al NORD con soldi raccolti al SUD.
==================================================

iL PROBLEMA PRINCIPALE AL SUD SONO LE DENUNCE DEI REDDITI TROPPO BASSE PER PRETENDERE DI ACCEDERE AD UN MUTUO :-)

Continuate pure così rino che volete che ve dica , se volete sta secessione vedrete che l'avrete E POI PIANGERETE .

SALUTI



GINO SERIO( the original :-) 20.04.07 19:27| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo un'indovinello chi sa rispondere?

chi a detto:

"Fare impresa è espressione di civismo". Parlo di imprese, non di scatole cinesi...

e "razza padana «capitani coraggiosi»"

su telecom leggete anche questo....

http://spazioinwind.libero.it/cobas/econosua/telecom.htm (e sono cobas)

oppure questo:
http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/politica/congrediesse/ritradalema/ritradalema.html (è repubblica)

oppure questo:
http://www.tempi.it/notizia_dett.aspx?idnews=103
(va bè e tempi)


tutto quello riportato è liberamente e scaricabile su internet

ognuno vede e dice ciò che gli pare

a.d 20.04.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento

adriana dellacollina 20.04.07 18:41 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently 1/5 1 2 3 4 5 (voti: 1)

Beh, donn'Adriana

Almeno a giudicare dai voti, sembra che i ragazzi del blog siano più inclini a pensarla come me che come voi.

Salutiamo.

Rino, Napoli

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
è arrivata l'ora di muoverci sul territorio per mandare veramente questa gente a casa con i fatti.
Perchè di parole ne abbiamo per tutto il nuovo millennio, ma quello che conta veramente è la messa in pratica di tutto quello che condividiamo.
Noi non molleremo mai fino a che la luce del sole italia illumini di nuovo la nostra terra.
Siamo veramente stanchi di farci prendere per il c....o da questa massa di dementi, ora siamo abbastanza per iniziare la nuova resistenza sul territorio.
Immaginate una mega manifestazione a Roma dove l'unica cosa che chiediamo è che tutti questi parassiti politici e non, se ne vadano a casa.
Spero che presto tutto questo si possa mettere in atto.
Comunque grazie Beppe per l'impegno e la serietà che ci stai mettendo.
Non mollareeeeeeeeeee

Daniele M. 20.04.07 19:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SOLO PER GRILLO :

L'intero pianeta è come un immane laboratorio in cui innumerevoli elementi bio-chimici prodotti dall'uomo siano lasciati alla sperimentazione spontanea nella dinamica dell'ambiente. La multinazionale che progetta e brevetta combinazioni genetiche nuove è solo uno dei fattori che danno vita al laboratorio globale. Lo scatto di fase verso una nuova società non farà scomparire tale laboratorio ma la sua anarchia, le sue finalità e il tipo di conoscenza cui i suoi criteri sono improntati. La genetica sociale capitalistica ha clonato cervelli capitalistici e questi non possono, in quanto organi individuali, pensare contro l'ideologia dominante anche se la contestano. A meno che l'individuo-cellula non vada a far parte di un organo-cervello-sociale che già esiste e che è proiettato fuori da questa società. Da Marx in poi, questo organo si chiama "partito storico".Altrimenti si abbaia solo alla luna.Saluti a tutti.

carlo e federico 20.04.07 19:16| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io aggiungerei altre 2 considerazioni che hai tralasciato:

1) almeno lui non è in POLITICA x campare (15.000 € al mese + pensione dopo 30 mesi) come i D'ALEMA, i FASSINO, i FINI, i COSSUTTA e compagnia bella,che non hanno fatto nulla nella vita se non appunto i POLITICI di PROFESSIONE.

2) almeno lui dichiara tutto il reddito che precepisce,essendo da diversi anni il primo incontrastato contribuente Italiano,a differenza di qualche altro imprenditore non entrato in politica...

Comunque, SALETTI, sei sulla retta via...vedo che stai migliorando a vista d'occhio rispetto a qualche mese fa,visto che ora elogi addirittura il LIBERISMO...

Ti comunico ufficialmente che from now on il P.r.o.f M.I.L.L ti ha tolto dalla sua lunga lista di C.O.J.O.N.S qui presenti...contento?


j.O.e

Hasta Komandante siempre 20.04.07 18:35 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5 (voti: 1)

Chiudi discussione
I Fini, Cossutta, D'Alema e via dicendo sono in politica perchè tanti italiani cretini integrali li hanno votati e continuano a votarli. Berlusconi, essendo un antiliberista d'hoc, è entrato in politica per curare meglio i propri interessi. In Paesi di tradizione liberista non gli avrebbero MAI permesso di fare quel che ha fatto in Italia.
Il caro professore M.I.L.L si dimostra un po' distratto perchè da sempre nei miei post parlo di liberismo; quindi, per ora, non verrà depennato dalla mia lista dei bischeri.

Saletti Walter Commentatore certificato 20.04.07 19:10| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Errata corrige..

BEPPE ABBIAMO DECISO DI PRENDERTI PER SFINIMENTO !

Ti sei accorto che sempre più voci chiedono un modo per trovarci ed organizzare una MEGA MANIFESTAZIONE DI CITTADINI ? NOO? Sono le voci di chi nonostante tutto si sforza di conservare accesa la fiamma della speranza, della, pazienza, dell'energia dell' iniziativa.

Energia di persone come

Cincia Allegra
Jacob P.
Uto Pia
nicola p.
Fabio La Torre
Marco C.
M. Castoldi
f.marletta
icrima A.A
...e di molti altri che magari non hanno il coraggio di manifestarla,

che però rischia di disperdersi in fuochi di paglia o appelli scoordinati all'adunata di massa.

Non chiediamo che tu faccia la c...ta di entrare in politica o di fare il capopopolo, ma una cosa te la possiamo e dobbiamo chiedere.

Metti a disposizione il tuo (e un pò anche nostro) blog e con un post ad hoc lancia un'iniziativa per una GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA, fissando una data precisa!

Solo tu hai il carisma per poter garantire il successo di un'iniziativa simile.

Questo è uno dei siti più letti al mondo, ma non illudiamoci: solo una MINIMA parte legge i nostri commenti (a volte dubitiamo che anche tu ci ignori); la STRAGRANDE MAGGIORANZA legge solo i tuoi post, quindi noi bloggher facciamo un passo indietro e chiediamo che sia tu (magari delegando l'organizzazione al meetup di Roma) a LANCIARE LA CAMPAGNA.

L'impegno che tutti quelli di noi che vorranno crederci si prenderanno sarà quello di diffondere a più non posso l'iniziativa nei posti di lavoro, in famiglia, tra gli amici...

Ci serve la scintilla per mettere in moto il motore, pensaci Beppe!


Se poi come giustamente chiede Cincia Allegra ci "presti" uno dei tuoi avvocati per scrivere LA MADRE DI TUTTE LE PETIZIONI ...siamo stufi di firmare a casaccio qua e là...ce ne vuole una MEGAPESANTE!

La lezione di coraggio che ci hai dato da Rozzano l'abbiamo imparata, ma ci serve una cassa di risonanza!

Siamo sicuri che non ci deluderai..

Cristina M. Commentatore certificato 20.04.07 19:09| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ASSILLO BORGHESE(DI SINISTRA , DESTRA E DI GRILLO) SULLA PRODUTTIVITA':

La necessità di aumentare la produttività è uno dei ritornelli più in voga tra i borghesi. Sembra che tramite l'innovazione tecnologica e organizzativa possano essere risolti tutti i problemi che gravano sul proletariato, come la disoccupazione, la precarietà e i bassi salari. Ma non è necessario saper fare di conto per capire che in una società alle prese con una crisi irreversibile di sovrapproduzione, all'aumento della produttività corrisponde quello della disoccupazione e della miseria. Oggi le economie nazionali sono talmente integrate che non possono svilupparsi tutte insimeme ma solo l'una a spese dell'altra. La concorrenza per l'accaparramento di quote più ampie di mercato si fa mortale. Non sarebbe male ogni tanto ricordare che oggi troppi si danno da fare per aiutare il capitalismo senile a sopravvivere in questa sua infinita crisi, mentre esisterebbe un potenziale enorme per varare già da subito un "programma immediato rivoluzionario" basato sull'indifferenza rispetto ai "costi di produzione" che permetta livelli ottimali e generalizzati di soddisfazione dei bisogni con un drastico taglio del tempo di lavoro.

carlo e federico 20.04.07 19:09| 
 |
Rispondi al commento

- sono Commercialista, ma non per questo copro evasori; Il mio lavoro consiste nell'aiutare i miei clienti a scegliere il regime fiscale più adatto e conveniente per loro, nel rispetto delle leggi


scommetto che quelli che aiutate a scegliere il miglior regime fiscale hanno soldi, mentre gli errori tecnici che voi fate ,giustamente perche' errare umano est e con pagamento / more a carico del cliente , a loro non glielo consigliate come scegliere il regime fiscale: cosa vogliono questi pezzenti ???.

ma a chi volete prendere per il sedere ?

e scommetto anche che vi lamentate dell'alto costo dell'idraulico quando viene a ripararvi il rubinetto:

ovviamente nulla di personale contro di lei , continui pure quotidianamente ad accendere un cero alla madonna nella speranza che il governo si inventi di continuo nuove norme fiscali.

antonio o'autonomo 20.04.07 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Cincia Allegra
Jacob P.
Uto Pia
nicola p.
Fabio La Torre
Marco C.
M. Castoldi
f.marletta
icrima A.A
...e di molti altri che magari non hanno il coraggio di manifestarla,

che però rischia di disperdersi in fuochi di paglia o appelli scoordinati all'adunata di massa.

Non chiediamo che tu faccia la c...ta di entrare in politica o di fare il capopopolo, ma una cosa te la possiamo e dobbiamo chiedere.

Metti a disposizione il tuo (e un pò anche nostro) blog e con un post ad hoc lancia un'iniziativa per una GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA, fissando una data precisa!

Solo tu hai il carisma per poter garantire il successo di un'iniziativa simile.

Questo è uno dei siti più letti al mondo, ma non illudiamoci: solo una MINIMA parte legge i nostri commenti (a volte dubitiamo che anche tu ci ignori); la STRAGRANDE MAGGIORANZA legge solo i tuoi post, quindi noi bloggher facciamo un passo indietro e chiediamo che sia tu (magari delegando l'organizzazione al meetup di Roma) a LANCIARE LA CAMPAGNA.

L'impegno che tutti quelli di noi che vorranno crederci si prenderanno sarà quello di diffondere a più non posso l'iniziativa nei posti di lavoro, in famiglia, tra gli amici...

Ci serve la scintilla per mettere in moto il motore, pensaci Beppe!


Se poi come giustamente chiede Cincia Allegra ci "presti" uno dei tuoi avvocati per scrivere LA MADRE DI TUTTE LE PETIZIONI ...siamo stufi di firmare a casaccio qua e là...ce ne vuole una MEGAPESANTE!

La lezione di coraggio che ci hai dato da Rozzano l'abbiamo imparata, ma ci serve una cassa di risonanza!

Siamo sicuri che non ci deluderai...

Cristina M. Commentatore certificato 20.04.07 19:03| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GINO SERIO( the original :-) 20.04.07 17:4

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Vi dico invece quello che so io:

Il progetto politico di Bossi e dei Leghisti è quello di relegare il SUD ITALIA al ruolo di mercato interno impedendone l'industrializzazione a favore del NORD ITALIA.

Ogni anno decine di ragazzi del SUD, in divisa, per mancanza di alternative, muoiono per difendere beni e vite umane al NORD, ma loro dispregiativamente, continuano a chiamarli TERRONI.

Borghezio è così imbecille che di più si muore.
Eppure è un membro della lega autorevole e di spicco.

Il nord che è il massimo responsabile del disastro Italiano, continua ad addossare al sud le colpe di tutto.

Dicono (Sic) che pagano le tasse per noi e che noi prendiamo e sperperiamo i soldi loro, quando è vero il contrario: il flusso finanziario è un impetuoso torrente che scorre dal sud al Nord.

Il problema maggiore per un imprenditore del Sud, non è la mafia o la camorra, sono le banche che da noi negano finanziamenti che elargiscono al NORD con soldi raccolti al SUD.

Secondo loro, al sud dovremmo campare di turismo il equvale a dire sole mare e mandolino, preparare il vino e la tavola a lorsignori quando vengono, e fargli da camerieri. Magari cantargli una canzoncina mentre pranzano, salvo poi pretendere la versione in ToscoItalico perchè lorsignori, poverini, il Napolitano non lo capiscono...

Beh, signor mio io tengo i cosiddetti scamazzati da tutto l'andazzo, e quando vedo uno di lorsignori cado in preda all'irrefrenabile pulsione di prenderli a calci prima nei denti, e poi di punta nel culo.


Saluti, Rino, Napoli


Dicono

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 19:01| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MORTI BIANCHE SU SFONDO NERO E IL PIAGNUCOLARE DELLA SINISTRA FASULLA:

La precarietà e la mancanza di garanzie dei lavoratori "sono le cause principali dell'abnorme frequenza e gravità degli incidenti, anche mortali, sul lavoro". Lo ha detto il Presidente della Repubblica Napolitano alla seconda Conferenza Nazionale su Salute e sicurezza sul lavoro. All'appello lanciato dal Capo dello Stato si è unito il codazzo della sinistra, bisognoso di dare in pasto all'elettorato rifondarolo (e dintorni) una manciata di principii "di sinistra". Resta il dato di fatto contro cui non si fa niente: 1141 vittime ufficiali, sui posti di lavoro, nei primi nove mesi del 2006, oltre a quelle provocate dalle malattie professionali, altre centinaia di decessi riconducibili ad amianto, sostanze tossiche, condizioni disagiate. Il confuso vociare sugli effetti del capitalismo, dai morti ammazzati all'ambiente, non ne intacca minimamente i caratteri e la violenza. Le lacrime di coccodrillo non hanno mai modificato la realtà che le suscita.

carlo e federico 20.04.07 19:00| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

20 apr 16:32
Chiesa: abolito il limbo, salvi i bimbi morti senza battesimo
CITTA' DEL VATICANO - I bambini morti senza battesimo saranno salvi. La Chiesa ha abolito il limbo con un documento della Commissione teologica internazionale, approvato dal Papa e pubblicato oggi. Il limbo, infatti, riflette una ''visione eccessivamente restrittiva della salvezza''. (Agr)

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

FFIIUUUUUU !! MENO MALE !! E IO CHE PENSAVO CHE IL LIMBO FOSSE QUELLA BEVANDA DOLCIASTRA IGNOBILE AL LIMONE DELLA MIA INFANZIA !!


j.uan m.iranda 20.04.07 19:00| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cari amici, voi sottovalutate, in modo direi un pò ingeneroso, cosa è costato agli amici DS la formazione del PARTITO DEMOCRATICO (TUTTO IN LETTERE MAIUSCOLE): abbandonare un simbolo, LA QUERCIA, che è la storia nella quale sono racchiuse battaglie politiche immani di civiltà ed uguaglianza.

Abbiamo accettato persino la dolorosa scissione di una parte del partito non ancora pronto ad un sì grande cambiamento, ma con la quale saremo pronti a discutere e dialogare per il bene del paese, e dalla quale accetteremo sempre consigli ed opinioni. Questa è la casa di tutti i VOLENTEROSI, è la VOSTRA casa.

E' gradito il contributo di chiunque abbia a cuore le sorti del nostro paese.

Saluti.

Nazareno Pi 20.04.07 18:11

-----------------------------------------------

Ragazzi, chi è quel MATTO che ha votato con 5 manine (= fantastico) questo commento?

Le possibilità sono 2:

1) se ha colto l'ironia con la quale ho parlato finora del PARTITO DEMOCRATICO (TUTTE LETTERE MAIUSCOLE) lo ringrazio per l'apprezzamento;

2) se invece lo ha fatto in buona fede allora sono molto preoccupato, perchè devo pensare che c'è già un primo potenziale elettore che è caduto nella rete del nuovo MARKETING in stile VELTRONIANO operata dai DS.

Che qualcuno gli ritiri la tessera elettorale per cortesia!!

Nazareno Pi 20.04.07 18:58| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che poi uno fa del proprio capitale, sono affari suoi: c'è chi lo spende andando a veline e mignottone, c'è chi lo investe in politica, chi in affari vari...

Margherita Grassi 20.04.07 18:28 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5 (voti: 1)

Chiudi discussione


Investire il proprio capitale in politica???
Prova a farlo negli USA un discorso del genere, ma scherzi, cos'è una barzelletta?

Saletti Walter Commentatore certificato 20.04.07 18:57| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo ma come mai non hai fatto casino sul fatto che alla faccia dell'austerity i parlamentari (poverini) il mese scorso si son aumentati il magro sipendio di alttri 1700 euro?
E che dire dell'emenfamento della finanziaria sui precari che riguarda si i precari ma anche staffisti, portaborse e quant'altra melma al servizio dei nostri parchi parlamentari? perché debbo pagare le tssse per mantenere questi portaborse/parassiti?

veronica de gregorio 20.04.07 18:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER I SINISTRI FASULLI:

BABY-BUSINESS, L'AVANZATA DEL MATRIX-MONDO

Esseri umani ordinati e costruiti direttamente in laboratorio: sarà la nuova frontiera delle bio-tecnologie che sembra ispirata direttamente da "Matrix". Per adesso non siamo ancora all'uso generalizzato dell'ingegneria genetica sugli umani, ma negli Stati Uniti la riproduzione semi-artificiale di bambini è già una realtà da tre miliardi di dollari e l'industria è fiorente in tanti altri paesi del mondo. In Italia, nel 2005, sono nati circa 9.000 bambini con la procreazione assistita con metodi più o meno spinti e legali. Il fenomeno coinvolge oltre 20 mila coppie l'anno e alimenta un mercato da centinaia di milioni di euro. Un bambino procreato artificialmente può costare, tra analisi, farmaci e trattamenti, fino a 90.000 euro. Qualcuno se la prende con le biotecnologie in quanto tali: i cannoni sono fatti di acciaio, ma se ci sono le guerre nessuno dà la colpa alla siderurgia.

carlo e federico 20.04.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

“L'attività bancaria fu fecondata dall'ingiustizia e nacque nel peccato. I banchieri posseggono il mondo. Toglieteglielo via, lasciando loro il potere di creare denaro e con un colpo di penna creeranno abbastanza depositi per ricomprarselo. Toglieteglielo via in qualsiasi modo e tutti i grandi patrimoni come il mio scompariranno, ed è necessario che scompaiano, affinché questo diventi un mondo migliore in cui vivere.
Ma se preferite restare schiavi dei banchieri e pagare voi stessi il costo della vostra stessa schiavitù, lasciate che continuino a creare denaro.”
[Sir Josiah Stamp, Direttore della Banca d'Inghilterra tra il 1928 e il 1941, considerato a quel tempo il secondo uomo più ricco di tutta l'Inghilterra.]

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento

PER LA FASULLA SINISTRA :

DALLA CARTA AI BIT

Altra merce che si smaterializza. Fra cinque anni il New York Times non sarà più pubblicato su carta, ma solo in rete e a pagamento, secondo una pratica che si sta diffondendo sempre più nel mondo dell'informazione. Allo stesso modo l'ultimo ritrovato della tecnologia, il librofonino, consentirà di scaricare dal web libri e giornali interi. Il capitalismo lavora quindi per produrre la sua stessa antitesi creando le condizioni per il suo superamento: cosa significherebbe un mondo senza pubblicazioni cartacee, ma solo on-line? Nell’immediato sarebbero risparmiati milioni di tonnellate di carta e perciò di alberi, milioni di litri di carburante per la distribuzione, migliaia di ettolitri di inchiostro e perciò diminuzione dell'inquinamento. Via le edicole, le librerie, le biblioteche personali e pubbliche. Vi sarà un aumento della disoccupazione e della miseria sociale ma, nello stesso tempo, si potrà intravvedere meglio la potenzialità per la società futura di trasformare sempre più tempo di lavoro in tempo di vita.

carlo e federico 20.04.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sul fatto che non si debba fare di tutta l'erba un fascio hai ragione, nella mia famiglia ci sono molti militanti della Lega (esclusa la sottoscritta) e conosco altri aspetti anche positivi di questo partito, soprattutto per quanto riguarda alcune proteste contro lo status quo. Trovo, peró molto brutto che si dia risalto a personaggi che istighino l'odio tra le persone e che non ne vengano prese le distanze, sennó ció che appare é solo un movimento di poveri invasati del folklore nordico. Non mi trovo affatto d'accordo sull'esprimere in modo violento le proprie idee durante i congressi, soprattutto nei confronti delle diversitá, proprio perché non sempre i militanti hanno un cervello per filtrare le provocazioni dalle proposte concrete.
Bisogna avere un lungo colloquio con un leghista "moderato" per carpirne effettivamente lo spirito di protesta.


stefania stefanioni 20.04.07 18:36

====================================================================================================


GRANDE POST :-D ti quoto in toto .

Aggiungo come detto altre volte ,che l'italiano deve inparare a diventare inprenditore di se stesso ,sopratutto in politica .

ciao :-)

GINO SERIO( the original :-) 20.04.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

vergogna tronchetti

manuel cesena 20.04.07 18:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ragazzi,

guardando le cose italiane da lontano, tipo in questi giorni, si ha l'impressione che si sia sotto elezioni, partiti, nuovi leader, pagine intere dedicate alle sttrategie e alla cordate interne dei partiti...etc....o in italia si sta troppo bene, e ci stiamo raccontando cazzate, o qui qualcosa di Molto Sbagliato è in essere...vi prego spiegatemi....ma nessuno dice niente???

dani brasil 20.04.07 18:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

SONO SEMPRE QUI' A ROMPERE I .....ONI! CERCASI URGENTEMENTE UN AVVOCATO INTELLIGENTE PER STESURA TESTO DI PETIZIONE, SEGUITA DA MANIFESTAZIONE) PER MANDARE VIA QUESTA CLASSE POLITICA. BEPPE O CHI PER LUI, DATECI UNA MANO!!!!!
cincia allegra.

Quoto il post per esprimere il mio appoggio a questa proposta.
Apprezzeremmo molto se qualcuno tra i lettori o i bloggers puo' dare il suo contributo.
...O magari tu Beppe!

Grazie

Jacob P. Commentatore certificato 20.04.07 18:41| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Pentitevi, donn'Adriana, e cambiate vita.
Rino, Napoli
Gennaro Esposito (rino) 20.04.07 18:24


don gennari' , perche' mi avete presa in un momento si stanchezza, ma ci sarebbe da scrivere un libro in risposta al vostro post.

specie sulla felicita' , in parallelo alla depressione di chi si sente un gradino superiore...

adriana dellacollina 20.04.07 18:41| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

E' un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina
[Henry Ford]

Permettetemi di emettere e gestire la moneta di una nazione, e mi infischierò di chi ne fa le leggi.
[Mayer Anselm Rothschild]

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

SALETTI WALTER

Non c’è proprio storia. L’ex premier Silvio Berlusconi si conferma il deputato più ricco di tutti. Lo scorso anno il Cavaliere ha dichiarato al Fisco un reddito di oltre 28 milioni di euro, annichilendo il suo successore Romano Prodi che ha presentato al Fisco di reddito di neppure 90 mila euro.

Margherita Grassi 20.04.07 17:12

Questo mi spinge a due considerazioni:
la prima mi fa chiedere che ci fa in politica un uomo tanto ricco, la seconda mi conferma che un uomo così ricco al potere non sarà mai un liberista.


Saletti Walter 20.04.07 18:03


Io aggiungerei altre 2 considerazioni che hai tralasciato:

1) almeno lui non è in POLITICA x campare (15.000 € al mese + pensione dopo 30 mesi) come i D'ALEMA, i FASSINO, i FINI, i COSSUTTA e compagnia bella,che non hanno fatto nulla nella vita se non appunto i POLITICI di PROFESSIONE.

2) almeno lui dichiara tutto il reddito che precepisce,essendo da diversi anni il primo incontrastato contribuente Italiano,a differenza di qualche altro imprenditore non entrato in politica...


Comunque, SALETTI, sei sulla retta via...vedo che stai migliorando a vista d'occhio rispetto a qualche mese fa,visto che ora elogi addirittura il LIBERISMO...

Ti comunico ufficialmente che from now on il P.r.o.f M.I.L.L ti ha tolto dalla sua lunga lista di C.O.J.O.N.S qui presenti...contento?


j.O.e

Hasta Komandante siempre 20.04.07 18:35| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

calma, ho fatto solo un richiamo.....
Tornate a fare quello che stavate facendo, bastano i bloggers....

simeone camporese 20.04.07 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Grazie cincia allegra.
tutti dovrebbero essere determinati come lo sei tu.
Io lo apprezzo molto perche' ne va anche del mio bene.
L'avvocato lo troverai, tieni duro!
Se invece il blog non e' frequentato da avvocati,
la petizione la faremo noi. Tutti assieme.

Jacob P. Commentatore certificato 20.04.07 18:30| 
 |
Rispondi al commento

PCI,PDS,DS,PD.

Quindici anni di trasformismo vergognandosi di essere stati comunisti, solo per diventare democristiani.

Avanti popolo alla riscossa, bandiera rossa ...........
Sigh,Sigh!!!

Marco Stravaglio 20.04.07 18:28| 
 |
Rispondi al commento

CIAO PEPPINO
SONO UN TIFOSO DEL INTER DA 35 ANNI, E TI GIURO HO TRASCORSO GLI ULTIMI 20 ANNI A PIANGERE SULLE SCONFITTE NERO AZZURRE, MA DA 1 ANNO A QUESTA PARTE MI SI E LETTERALMENTE SCHIFATO LO STOMACO.
VENGO RAPPRESENTATO DA UN PRESIDENTE MOLTO SENSIBILE CON I SUOI GIOCATORI E POCO ANZI NIENTE CON I SUOI TIFOSI E CITTADINI ITALIANI,PER NON PARLARE DEL TRONCHETTO E UN ESSERE VISCIDO,PERFIDO,FALSO,IMMONDO.
PENSA CHE UNA VOLTA MI TROVAVO A SAN SIRO IN OCCASIONE DI INTER-NAPOLI PORTAVO LA MASCHERINA E I GUANTI PER PROTEGGERMI DA VIRUS PERCHE ERO USCITO DA POCO DALL' OSPEDALE MOTIVO LEUCEMIA E QUINDI DOVEVO STARE MOLTO ATTENTO ALLE VARIE INFEZIONI POTEVANO PROVOCARMI DANNI SERI,MA L'OCCASIONE ERA PARTICOLARE ERA L'ANNO DI TRAPPATTONI IO NON SAPEVO DEL MIO FUTURO SE CE L'AVREI FATTA A VIVIRE, E MI PIACEVA ALMENO UNA VOLTA ANDARE A VEDERE L'INTER .
PENSA HO MESSO A RISCHIO LA MIA VITA PUR DI PARTECIPARE CON FELICITA A QUEL STORICO SCUDETTO.
IL CASO VUOLE CHE IO E MIA MOGLIE AVEVAMO BIGLIETTI FASULLI CI AVEVANO FREGATI E COME GIUSTO CHE SIA I CONTROLLORI NON CI HANNO FATTO ENTRARE COSI COME ERO CONCIATO MOLTO STANCO E DISABILITATO HO AVUTO UNA CRISI DI PIANTO, ANCHE MIA MOGLIE NON SI CAPACITAVA DEL PERCHE di questo sfogo cosi esagerato.
IN QUEL ISTANTE ASSISTIVANO LA SCENA UN GRUPPO DI TIFOSI NAPOLETANI CHE NON SO COME ABBIANO FATTO MA SONO RIUSCITI A FARMI ENTRARE GRATIS NONOSTANTE IO FOSSI UNO SFEGATATO TIFOSO DELL INTER E MI SONO VISTO LA PARTITA INSIEME A LORO.
MORALE DELLA FAVOLA OGGI MI VERGOGNO DI TIFARE INTER SARA PER IL TRONCHETTO SARA PER MORATTI SARA PER QUEL EPISODIO CHE OGGI HA DISTANZA DI ANNI GLI DO MOLTO PIU PESO DI ALLORA FATTO STA CHE DA OGGI 20 APRILE L'INTER A PERSO UN TIFOSO.
salvatore visca-caserta

salvatore visca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:25| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Hasta la Gnokka siempre 20.04.07 18:01 |

Premesso che comunista sarà il tuo microp.e/n/e, un paio di occhiali (dopo le innumerevoli pip.p;e che ti fai) ti aiuterebbero, rileggendo la mia risposta, a capire che
- anche Berlusconi ha utilizzato prestiti bancari per delle SOMME INGIUSTIFICATE (non erano soldi suoi)
- rimbalzavano centinaia di miliardi tra una holding e l'altra dalla PROVENIENZA IGNOTA (non erano soldi suoi, altrimenti avrebbe aperto il becco in tribunale... e si sa che da qualche parte la m/af,i/a "sostituisce" lo stato)
- entrando in politica ha annullato debiti per migliaia di miliardi (non erano soldi suoi)
ecc. ecc.
E' stato un bravo imprenditore?
Lo sarebbe stato lo stesso senza le "agevolazioni eccezionali" di cui sopra?
Forse sì.
Non mi interessa quanto grano uno riesce a fare.
Fa della furbizia la virtù più importante (e all'italiano medio questo concetto piace) e si presenta al pubblico con una squallida faccia di tolla. E questo non è un merito, non lo annovero tra i bravi.
Uno bravo è il chitarrista Michael Landau (esempio su un milione).
Scilvio è un furbo e non mi interessa.
Come te, anche tu sei su questo blog esclusivamente per fare il furbo.
Ma forse non lo sai
Continua pure a gridare "Hasta la gnocca", ho la sensazione che non la vedi nemmeno col binocolo

Pietro D'Antonio 20.04.07 18:24| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

adriana dellacollina 20.04.07 17:49

Carissima
adriana dellacollina 20.04.07 16:34

La capisco, quando ero giovane, inesperto, e secondo me anche un po' coglione, animato dal sacro fuoco dell'assolutismo sono stato leghista anch'io.
Poi maturando quel tanto che basta per potermi definire "adulto" ho capito che basarsi un particolare per farne una regola generale è profondamente dannoso per noi stessi.
Poichè sono il più egoista degli uomini, ho deciso per il mio bene di smetterla di vedere la Realtà con le fette di salame, seppur "mantovano" sugli occhi.
Non mi dilungo sul piacere che si prova nello scoprire che ogni Essere di questa terra è diverso dall'altro e che con ognuno di essi si può instaurare una relazione diversa...
Lei è finora stata abituata a instaurare relazioni "pret-a-porter"... Contenta Lei...
Con affetto

mario z. 20.04.07 17:48

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Ed inoltre:

- Io non sono un delinquente e non ho mai ammazzato nessuno;
- Sono Napoletano, ma non per questo, automaticamente, sono evasore, ladro scippatore, etc.
- Sono Napoletano, ma non per questo, mi piace avere a che fare con la monnezza.

- sono Commercialista, ma non per questo copro evasori; Il mio lavoro consiste nell'aiutare i miei clienti a scegliere il regime fiscale più adatto e conveniente per loro, nel rispetto delle leggi

- Sono cittadino del mondo Vado in giro per il Mondo, è normale che capitino sotto casa altri viandanti che, come me, girano nel mondo. Se non hanno pane nella bisaccia, li invito al mio fuoco, e divido il mio pane con loro.

Voi, Donn'Adriana vivete sola al mondo, non avete fuoco, non avete pane, per voi non c'è sole, non c'è luna, non c'è vento, non c'è il bisonte, non l'erba delle praterie, non l'albero della foresta.

Pentitevi, donn'Adriana, e cambiate vita.

Rino, Napoli

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 18:24| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

PER LA FASULLA SINISTRA:

TRANSIZIONI DI REGIME

A distanza di un anno dalla strage di pellegrini alla Mecca, uccisi dalla calca dei fedeli, un gruppo di fisici tedeschi e sauditi ne ha ricostruito la dinamica utilizzando una serie di modelli astratti derivanti dall’analisi del movimento delle folle negli stadi, in manifestazioni di piazza, nei mercati, ecc. Le simulazioni sono definite "transizioni di fase del secondo ordine", e analizzano la dinamica delle folle alla stregua delle transizioni di regime nei fluidi. Il moto umano è equiparato a quello dell’acqua di un rubinetto: quando è poco aperto il getto fluisce uniforme ma se si apre un po' di più esso diventa irruento, talvolta distribuito in due o più filetti distinti. Nessuno "decide" di creare disordine e non ci sono volontà individuali coscienti, il comportamento collettivo è quindi indipendente dai singoli. La transizione di fase, improvvisamente, si verifica quando la pressione raggiunge un alto valore critico e le singole molecole vengono passivamente trascinate in un regime turbolento. Allora la massa deve suddividersi in sotto-gruppi (o classi) compatti e separati dagli altri, finché l'attrito diventa insostenibile e determina una dinamica di slittamenti dirompenti, una polarizzazione.La rivoluzione si presenterà.Violenta e aninima.

carlo e federico 20.04.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, sicuramente puoi avere la possibilità di vedere l'andamento economico_finanziario mondiale,antecedente l'11 settembre 2001. Dopo che l'hai osservato noterai che guarda caso proprio in prossimità del mese di settembre stava andando tutto a picco..(gli economisti paragonarono l'andamento della linea a quella che si verificò nella famosa crisi che colpi gli stati uniti, e non solo nel 1929..crisi che si risolse con un conflitto mondiale, la storia si ripete).. L'economia per funzionare non deve avere di fornte stati in cui l'assistenzialità per i cittadini è forte..Per i "tronchetti" della felicità che gestiscono aziende, e rubano ad investitori, serve uno stato di cose povero..di idee politiche e di gestione delle istituzioni. I reati che vengono commessi in Italia, negli altri paesi del mondo sono puniti con pene severissime..mi riferisco a reati tipo falso in bilancio,banca rotta.. SE NON CE LI MANDA LA GIUSTIZIA IN GALERA MANDIAMOLI NOI VIA A CALCI NEL CULO!!! Per i politici invece applichiamo la legge 30...contratti a progetto (durata del governo) oppure interinali.. e poi a casa!!! Altro che partito democratico..La democrazia è il popolo..ricordiamocelo sempre, la democrazia la fa il popolo non la fa ne berlusconi ne prodi, ne tantomeno Fassino_Rutelli( i righeira del 3° millennio). Protestiamo,scendiamo in piazza, famo qualcosa...mannamoli a fxxxxxo TUTTIIIIII
ciao
emanuele

emanuele pisa Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:23| 
 |
Rispondi al commento

P.C.I.,P.D.S.,D.S.,P.D.

Quindici anni vergognandosi di essere stati comunisti, per diventare finalmente dei
democristiani.

Avanti popolo alla riscossa, bandiera r.........!!!
Sigh,Sigh..

Marco Stravaglio 20.04.07 18:22| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Prodi annuncia che a fine mandato lasciera'.
Non dovremmo neppure dargliela questa soddisfazione al mortadella. Probabilmente avra' anche lui qualche losco affare da concludere con la mafia o con gli USA. Quindi ce la mette bene bene in culo a tutti e poi, con il suo bel sorriso, ci salutera' senza nemmeno ringraziarci per i voti. Non se lo merita! E poi che succedera'? Poi, se non ritorna il pluri condannato armato di televisioni e telecomunicazioni nazionali, sara' il tempo della vera svolta in Italia. Il Pd, definito come "il partito nuovo che serve al paese".
Pero' manca qualcosa:
Il partito nuovo che serve al paese dei teledipendenti, che ormai seguono la politica come fosse uno show o una telenovela.
Cio' che devono sapere i cari dipendenti, e' che ormai il tempo del co.co.co e' arrivato anche per loro, ed il contratto e' breve. Molto breve. Gli Italiani stanno aprendo gli occhi e non staranno piu' al gioco delle belle marionette.
Istituire un nuovo partito e leggere tante belle parole in televisione non ci ingannera' piu'.

TUTTI IN PIAZZA! ANDIAMO A ROMA ITALIANI! MANIFESTIAMO IL NOSTRO PENSIERO!
(altrimenti che cazzo ci facciamo in sto mondo? lavoriamo per loro e basta?)

Tutti a Roma per manifestare la nostra volonta'! L'aria viziata che esce da palazzo Chigi comincia a puzzare troppo! Avanti Italiani! Avanti Beppe, dacci un po' della tua considerazione. Fatti sentire. Grazie

Jacob P. Commentatore certificato 20.04.07 18:20| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, sicuramente puoi avere la possibilità di vedere l'andamento economico_finanziario mondiale,antecedente l'11 settembre 2001. Dopo che l'hai osservato noterai che guarda caso proprio in prossimità del mese di settembre stava andando tutto a picco..(gli economisti paragonarono l'andamento della linea a quella che si verificò nella famosa crisi che colpi gli stati uniti, e non solo nel 1929..crisi che si risolse con un conflitto mondiale, la storia si ripete).. L'economia per funzionare non deve avere di fornte stati in cui l'assistenzialità per i cittadini è forte..Per i "tronchetti" della felicità che gestiscono aziende, e rubano ad investitori, serve uno stato di cose povero..di idee politiche e di gestione delle istituzioni. I reati che vengono commessi in Italia, negli altri paesi del mondo sono puniti con pene severissime..mi riferisco a reati tipo falso in bilancio,banca rotta.. SE NON CE LI MANDA LA GIUSTIZIA IN GALERA MANDIAMOLI NOI VIA A CALCI NEL CULO!!! Per i politici invece applichiamo la legge 30...contratti a progetto (durata del governo) oppure interinali.. e poi a casa!!! Altro che partito democratico..La democrazia è il popolo..ricordiamocelo sempre, la democrazia la fa il popolo non la fa ne berlusconi ne prodi, ne tantomeno Fassino_Rutelli( i righeira del 3° millennio). Protestiamo,scendiamo in piazza, famo qualcosa...mannamoli a fxxxxxo TUTTIIIIII
ciao
emanuele

emanuele pisa Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:19| 
 |
Rispondi al commento

La Corporate Governance è una bufala, così come Cardia & c.,secondo me.

Da Amnesty International a Sant’Egidio, dall’Unicef (ONU per i diritti dei bambini) a Banca Etica e tutti quelli addetti ai lavori che spesso promuovono iniziative e petizioni contro armi,pena di morte,schiavitù e quant’altro di orribile e terrificante,cosa aspettano a fare una petizione o un referendum internazionale per impedire che banche e fondi producano direttamente o indirettamente dividendi e utili finanziari per mezzo di produttori e trafficanti di morte,feriti e invalidi.
Non è molto,potrebbe essere un sufficiente inizio,secondo me.

gian Mario Lanfranconi Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:18| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L.I.L.I.A.N.A P.A.C.E alias V.I.V.I.A.N.A V.I.V.A.R.E.L.L.I

primo: a uno che si firma h a s t a la g n o k k a
per principio non rispondo
secondo: se non sapessi che a te non te ne frega un beneamato di quello che penso io, forse potrei anche degnarmi
è perfettamente inutile che continui a provocarmi e a evocare il mio nome e quello di persone a cui tu non sei degno neanche di leccare le suole delle scarpe (e non quell'altra cosa che dicevi qualche bannatura fa)
io vivo benissimo senza di te, tu riesci a vivere senza di noi?

liliana pace 20.04.07 17:07


primo: non è colpa mia se i tuoi amici "democratici" dello s t a f f di questo blog b a n n a n o tutti i giorni i miei nick e le parole che uso più di frequente nei miei messaggi.

Se mi firmo H A S T A comandante S I E M P R E mi rispondi?


Comunque vedo che,come tutti i K.o.m.u.n.i.s.t.i c i a l t r o n i di questo povero paese, sei brava solo in una cosa: a raccontare m.e.n.z.o.g.n.e e a non rispondere mai alle domande scomode tipo le mie sperando nella c e n s u r a o rifugiandoti in banali scuse tipo quelle da te sopra citate...

Ciao V.I.V.I.A.N.A

j.O.e

Hasta Komandante siempre 20.04.07 18:18| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

PER LA FASULLA SINISTRA:
CAPITALISMO IN FASE SUPREMA

Settori sempre più vasti dell'industria, dell'agricoltura, dell'energia e delle materie prime sono rapidamente fagocitati dai monopoli, ultima via del capitalismo e preludio allo sfascio completo del sistema monetario e finanziario. Significativi gli esempi del settore siderurgico (in cui 15 imprese controllano il 47,5% della produzione mondiale) e del rame (in mano ad un cartello di 5 grandi produttori che controllano il 55% della quota mondiale), che mostrano come il Capitale abbia ormai abbattuto ogni frontiera e trovi nella centralizzazione degli apparati produttivi l'estrema ratio per rimandare la sua inevitabile fine. "Il capitalismo, nel suo stadio imperialistico, trascina i capitalisti senza che essi se ne rendano conto in un nuovo ordinamento sociale... rimane intatto il quadro della libera concorrenza formalmente riconosciuta, ma l'oppressione sulla maggioranza della popolazione diviene cento volte peggiore". (Lenin, L'imperialismo).

carlo e federico 20.04.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

è un quadro sconfortante e desolante. non c'è mai stato, nonostante i finanziamenti alla fiat e gli appoggi di craxi al cavaliere nei decenni passati, un livello così basso e umiliante dell'economia italiana.

ribadisco che un settore è lo specchio di un sistema e quando ti guardi intorno, vedi solo settori in crisi...

saluti

enrico mattioli 20.04.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

La gente non è stupida, l’Europa è fatta da banchieri, da gente che beve vino buono e pensa che qui ci sono delle scimmie , mentre loro come santoni parlano di umanità, dopo aver rubato miliardi , vivono in grandi ville con servitù al seguito, e continuano a guadagnare miliardi con i telex . Mangiano le ostriche, mentre il popolo deve mangiare würstel di gomma . Credono che la gente non capisca, pretendono di stampare i soldi, per poi affittarli alla gente!
E così hanno bocciato l'Europa. La gente non crede più nell’idea dell’Europa perché si sente derubata, schiavizzata, perché l’Unione Europea non può essere fatta dai banchieri della Bce e da politici che hanno firmato un accordo senza alcuna investitura da parte del popolo sovrano. Ecco un altro trucco del sistema bancario! La Bce non è leale, nasconde i propri proprietari e fa una truffa ai danni dei cittadini, che , dal canto loro, anche se non capiscono i meccanismi tecnici, si sente sempre più povera e derubata, proprio perchè pagano un falso debito.
E poi perché l’Inghilterra, azionista della Bce, continua a percepire il signoraggio europeo pur non facendo parte dell’Unione monetaria. Questi signori non rispondono mai, dovrebbero dar conto a noi ma invece ci ignorano.

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

La società di consulenza di management McKinsey, nel sondaggio "Global Investor Opinion Survey" (effettuato nel 2000 e aggiornato nel 2002) su oltre 200 investitori istituzionali, ha scoperto che l'80% dei rispondenti sono disposti a pagare un premio per le aziende ben governate. La maggior parte di loro delinea l'azienda ideale come una società che abbia in maggioranza amministratori esterni, con nessun legame precedente col management. Questo deve essere valutato dagli amministratori, nonché assumersi la responsabilità delle richieste di informazioni degli azionisti. L'entità del premio, secondo il sondaggio, va dall'11% per le aziende canadesi al 40% per quelle operanti in paesi con una regolamentazione statale meno forte (come Marocco, Egitto e Russia).

Altri studi hanno rivelato un collegamento tra la percezione di qualità dell'azienda alla performance dei titoli azionari. In uno studio sul ritorno cumulato delle azioni in cinque anni, condotto dalla rivista americana Fortune tra le aziende "più ammirate", è stato rilevato che queste società "molto ammirate" avevano un ritorno medio del 125%, contro l'80% di quelle "meno ammirate". La rivista Business Week, in un altro studio, ha chiesto a un gruppo di investitori istituzionali e "esperti" del settore di differenziare una serie di CdA con una buona o cattiva governance; è poi risultato che le società con il punteggio di governance più alto avevano anche i ritorni finanziari più elevati.

Franco Vagge 20.04.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Ripristinare con la velocità del censurare, o anche il mattatore deve cominciare a guardarsi le spalle?

simeone camporese 20.04.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Oggi siamo seduti in realtà sul nulla, perché i soldi si sono dissolti nei sistemi informatici e paghiamo degli interessi sul nulla , dando in ipoteca case e beni veri. E così se vado in banca per un prestito devo restituire il 300% di quello che chiedo, pagando interessi usurai, a questo punto credo che sia molto intelligente e più leale nei confronti degli imprenditori usare le cambiali.
E la televisione continua ad accreditare strutture e a convincere la gente, che può guadagnare senza lavorare, quando in realtà la borsa è una truffa, così come è una truffatrice la Banca d’Italia che, essendo un istituto privato e non pubblico, ruba il signoraggio : siamo al ridicolo, chi ha preso soldi non sapeva perché, e chi ha fatto i bilanci neanche, insomma una massa di idioti al centro del potere.
La Etleboro ha uno scopo di fondo molto profondo, cioè quello di creare un data base di leggi e di notizie pubbliche, liberamente accessibile tramite un computer, all’interno del quale i media che disinformano sarebbero passibili di una sanzione. Oggi la rete è molto disorganizzata, un risultato del tutto intenzionale, e i grossi motori di ricerca sanno benissimo di cosa stiamo parlando: la disinformazione è la nuova arma, così come i data base e i programmi che reggono i sistemi monetari e valutari. La disinformazione è il nemico da combattere.

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio infierire sui Poveri parlamentari tra cui Prodi ma come fa a denunciare un reddito quindi lordo di soli 90.000,00E se lo stipendio mensile dei nostri politici supera serenamente i 24.000,00 E al mese . Sono confuso !!!!!!

Fabrizio Calanchi 20.04.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Cinzia Torti 20.04.07 17:40
@ Jacob P. 20.04.07 17:38

Ma cari amici, voi sottovalutate, in modo direi un pò ingeneroso, cosa è costato agli amici DS la formazione del PARTITO DEMOCRATICO (TUTTO IN LETTERE MAIUSCOLE): abbandonare un simbolo, LA QUERCIA, che è la storia nella quale sono racchiuse battaglie politiche immani di civiltà ed uguaglianza.

Abbiamo accettato persino la dolorosa scissione di una parte del partito non ancora pronto ad un sì grande cambiamento, ma con la quale saremo pronti a discutere e dialogare per il bene del paese, e dalla quale accetteremo sempre consigli ed opinioni. Questa è la casa di tutti i VOLENTEROSI, è la VOSTRA casa.

E' gradito il contributo di chiunque abbia a cuore le sorti del nostro paese.

Saluti.

Nazareno Pi 20.04.07 18:11| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE COLPEVOLE, DEVE ANDARE AL GABBIO, MA NON SOLO LUI COME AL SOLITO ALL'ITALIANA PER FARE SHOW, LA LEGGE PUNISCA SEVERAMENTE TUTTI I LADRONI GROSSI E PICCOLI DI CUI L'ITALIA STRARIPA, OK??!!

MILANO (Reuters) - La difesa dell'ex premier Silvio Berlusconi ha chiesto oggi che, per la nullità dell'atto di citazione in giudizio, ricominci da capo il processo stralcio per la vicenda Sme davanti alla Corte d'Appello di Milano in cui il leader di Forza Italia e proprietario di Mediaset è imputato di corruzione in atti giudiziari.

Gli avvocati Nicolò Ghedini e Gaetano Pecorella, giunti alla fine del processo -- rinviato al 27 aprile -- che si sta avviando verso la sentenza, hanno sostenuto che l'atto di citazione è nullo a causa di un errore di notifica e che il procedimento, su cui incombe la prescrizione, deve ripartire da zero.

Il professor Pecorella in particolare ha affermato che l'atto in cui si comunica all'imputato il rinvio a giudizio e l'inizio del processo, venne notificato presso la residenza anagrafica di Berlusconi, in via San Gimignano a Milano, e venne ritirato da un certo Walter Francia che si qualificò come "impiegato incaricato del ritiro".

Ma, dice la difesa, quella persona non era fra quelle previste dalla Cassazione come atte al ritiro di atti, e cioè, come ha ricordato l'avvocato Pecorella, "il portiere, il vice portiere, un familiare o il convivente".

Il processo d'Appello Sme nei confronti di Berlusconi -- per il quale, dopo l'arringa della difesa e le eventuali controrepliche dell'accusa, è previsto che i giudici si ritirino per emettere la sentenza -- si è celebrato dopo che la Corte Costituzionale ha annullato lo scorso febbraio la legge Pecorella sull'inappellabilità delle sentenze di assoluzione in primo grado.

La procura generale lo scorso 26 marzo aveva chiesto la condanna a cinque anni di reclusione.

Berlusconi era stato assolto il 10 dicembre 2004 con formule diverse in primo grado nel processo Sme, in cui era accusato d

dani brasil 20.04.07 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo creato un sito per convogliare la protesta contro la schifosa politica della Wind che cambierà i piani tariffari UNILATERALMENTE, ma ILLEGALMENTE, con grande danno per gli utenti.

Il sito è questo: web.tiscali.it/fermiamowind

Ci sono le istruzioni per difenderci da questa vergogna e per mettere su un gran casino in modo da mandare la Wind gambe all'aria.
Vi preghiamo, anche se non siete clienti wind, di divulgare il sito, in tutti i modi che vi vengono in mente (segnalatelo via mail, linkatelo in altri siti o forum, ecc.)

Grazie

------
LA REDAZIONE DI
FERMIAMOWIND

FermiamoWind - Redazione 20.04.07 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Carissima
adriana dellacollina 20.04.07 16:34
e a questo punto anche
GINO SERIO( the original :-) 20.04.07 17:47

La capisco, quando ero giovane, inesperto, e secondo me anche un po' coglione, animato dal sacro fuoco dell'assolutismo sono stato leghista anch'io.
Poi maturando quel tanto che basta per potermi definire "adulto" ho capito che basarsi un particolare per farne una regola generale è profondamente dannoso per noi stessi; avevo sempre creduto, osservando il mio cane che questi fossero mansueti, fino a quando non mi ha morso un pastore "tedesco" e sottolineo tedesco, non meridionale.
Poichè sono il più egoista degli uomini, ho deciso per il mio bene di smetterla di vedere la Realtà con le fette di salame, seppur "mantovano" sugli occhi.
Non mi dilungo sul piacere che si prova nello scoprire che ogni Essere di questa terra è diverso dall'altro e che con ognuno di essi si può instaurare una relazione diversa...
Lei è finora stata abituata a instaurare relazioni "pret-a-porter"... Contenta Lei...
Con affetto

Sig: Gino Serio
L'industria ha sempre avuto bisogno di bacini di mano d'opera a basso costo o di figure lavorative che assumessero compiti poco qualificati.
Se i Savoia decisero di "unificare l'Italia" utilizzando fuochi nazionalistici, fu anche per assecondare le esigenze di mano d'opera che la nascente industria piemontese richiedeva.
Il Sud fu un ottimo bacino di reclutamento, questo durò fino agli anni '70 (1970)
Il Sud ha dato il suo contributo allo sviluppo dell'Italia, lo ha dato eccome e lo sta pagando ancora.
Cordialmente

mario z. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:07| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

il bertinotto è come tutti gli altri ,se non peggio, dx,sx,adesso si danno una spolverata cambiano nome,ma son loro ...son sempre li, e ki si fa avanti ....gli chiudono la porta....eee... il vil danaro è più forte......i parlamentari son tutti in conflitto di interessi....qua ci vuole una magistratura libera....poi reset.....si cambia
p.s.salvate dipietro penso sia unico.

renato luccon Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 18:04| 
 |
Rispondi al commento

SONO SEMPRE QUI' A ROMPERE I .....ONI! CERCASI URGENTEMENTE UN AVVOCATO INTELLIGENTE PER STESURA TESTO DI PETIZIONE, SEGUITA DA MANIFESTAZIONE) PER MANDARE VIA QUESTA CLASSE POLITICA. BEPPE O CHI PER LUI, DATECI UNA MANO!!!!!

Cincia Allegra Commentatore certificato 20.04.07 18:04| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

pazzesco,nell'era del capitale globalizzato siamo ancora alla padania e al regno delle due sicilie!!

carlo e federico 20.04.07 18:03| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Dedicato a Martino Estate o Estate di S.Martino

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla poco, il saggio parla solo se è interpellato... lo stronzo parla sempre!

indivia romana 20.04.07 18:03| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non c’è proprio storia. L’ex premier Silvio Berlusconi si conferma il deputato più ricco di tutti. Lo scorso anno il Cavaliere ha dichiarato al Fisco un reddito di oltre 28 milioni di euro, annichilendo il suo successore Romano Prodi che ha presentato al Fisco di reddito di neppure 90 mila euro.

Margherita Grassi 20.04.07 17:12

Questo mi spinge a due considerazioni:
la prima mi fa chiedere che ci fa in politica un uomo tanto ricco, la seconda mi conferma che un uomo così ricco al potere non sarà mai un liberista.

Saletti Walter Commentatore certificato 20.04.07 18:03| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

max


LA GRANDE TRUFFA

Lo sapevi che la Banca d’Italia e’ una S.p.a (PRIVATA)

Lo sapevi che la BCE (banca centrale europea) e’una S.p.a

Lo sapevi che la Federal Reserve (banca centrale americana)
e’ una S.p.a

Lo sapevi che questi tre enti (privati) hanno il potere di
emettere moneta (stamparla dal nulla) e di darla agli stati in
cambio di titoli di stato (che dovranno essere pagati con
gli interessi) il cosiddetto SIGNORAGGIO

Lo sapevi che la sovranità monetaria dovrebbe appartenere al popolo

Lo sapevi che le famiglie proprietarie delle banche più antiche,
sono sempre le stesse dalla loro fondazione

Ci parlano del debito pubblico da sanare , ma non ci dicono
con chi ce l’abbiamo sto debito ……….. forse con le banche

Per la natura e per la modalità con cui si crea il debito pubblico italiano esso rimarrà INESTINGUIBILE!!(nessun politico ce lo dice però ci sono sempre nuove tasse)

Perchè uno Stato Sovrano emette titoli di debito(bot, cct ecc.)
Non si puo’ stampare i soldi da solo?

Perchè la Zecca dello stato(ente statale ) conia ed emette le monete
mentre le banconote vengono emesse dalla Bce e dalla Banca d’Italia?
(enti privati)

Lo sapevi che le banche finanziano i partiti di destra, sinistra, centro
senza particolari distinzioni foraggiando tutti i capi politici.


Adesso puoi continuare a dormire(fartelo mettere nel c..o)
o provare a svegliarti ma ricordati potrebbe essere molto doloroso.
Per scoprire ed approfondire le tematiche relative a questa grande
truffa un sito internet apolitico, apartitico con l’unico scopo, il bene
del cittadino.

WWW. SIGNORAGGIO.IT

WWW.SIGNORAGGIO.COM

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 18:01| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza, offuscate il superfluo ma ripristinate la sostanza, dovete.

simeone camporese 20.04.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Se NESSUNO compra in borsa,perchè ha raggiunto i massimi storici?

carlo e federico 20.04.07 17:57| 
 |
Rispondi al commento

X d d, va va, n n, zi zi, zu zu e l'allegra brigata apuana di balordi

FATEVELO MENARE UN PO' DA FRAN_ZISKA DAI !! VEDIAMO SE CAMBIATE DISCO !! masculi !!

j.uan m.iranda 20.04.07 17:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Non c’è proprio storia. L’ex premier Silvio Berlusconi si conferma il deputato più ricco di tutti. Lo scorso anno il Cavaliere ha dichiarato al Fisco un reddito di oltre 28 milioni di euro, annichilendo il suo successore Romano Prodi che ha presentato al Fisco di reddito di neppure 90 mila euro.

Margherita Grassi 20.04.07 17:12


.
Se fossi Berlusconi, invece di continuare a perdere tempo con la politica (tanto l'attuale governo non avrà mai il coraggio o la volontà di cancellare le leggi ad personam fatte da lui), prenderei questi 28 milioni di euro e ci costruirei una megavilla in un'isola sperduta del pacifico nella quale me la spasserei con le più belle fi..e di questo mondo.
Ma forse lui ha altre priorità...

Maurizio Scappapera 20.04.07 17:54| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ma la borsa nel centro del capitalismo mondiale, gli USA, com’è, diversa dalle altre? Non succede anche negli USA che con Enron, milioni di lavoratori perdono il lavoro, i propri risparmi, la pensione e la dignità? Non sono gli USA il posto dove le Lobbj quotate in borsa, le lobby degli armamenti e del petrolio decidono le guerre e centinaia di migliaia di morti civili? E non sono gli USA il posto dove le multinazionali quotate in borsa, quelle che fanno medicine, uccidono milioni di poveri, bambini, donne e anziani che senza alcun reddito, con l’Aids, la malaria, la dissenteria non possono comprare le medicine? E non è la borsa Usa che decide che si debbano vendere le armi che poi servono per i massacri nelle scuole e nelle università, vere e proprie palestre dei futuri “esportatori” di democrazia a basso costo? E non è la borsa degli USA a determinare 40 milioni di poveri in quel paese E 4 MILIARDI DI POVERI IN TUTTO IL MONDO? E non sono speculazioni di borsa causa dei Bleck aut energetici che sono oramai consuetudine negli Usa? E non è la borsa il centro di nuove schivitù,sfruttamento e prevaricazione dell’uomo sull’uomo? E non è la borsa Usa il centro mondiale dove si decidono le sorti dei sudditi planetari? Non è la borsa con le sue regole che determina e decide chi debbano essere i proprietari delle risorse mondiali,energia, alimenti e acqua potabile disponibile? Non è la borsa che causa il “NO” al protocollo di Kioto e che genera l’inquinamento che determinerà gli sconvolgimenti atmosferici prossimi futuri? Non è la borsa che ci rende più fanatici, più competitivi, che induce consumi non necessari e anzi inutili quando non dannosi, non è la borsa che raccoglie i nostri risparmi e li occulta, li nasconde, li aliena? Siamo o meno in presenza di un potere nascosto, misconosciuto, invasivo, pericoloso e a-democratico? Perchè mai la borsa in altri paesi dovrebbe avere connotati diversi? Il capitalismo "reale" è questo, piaccia o no:
Nino Amendola

Nino Amendola 20.04.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

La Borsa è in una situazione vergognosa, ma penso che la cosa più schifosa la si stia facendo con la "previdenza complementare", dove i proventi dei TFR dei lavoratori andrebbero a finanziare fondi pensionistici, che in alcuni casi si è già visto come hanno funzionato! I fondi della Parmalat hanno impoverito chi li aveva sottoscritti, ed ora leggo che alcuni fondi pensionistici oltre a due strutture esistenti, (prudenza= 75% obbligazionario e 25% di azioni, e garanzia=85% obbligazionario e 15% in azioni), ne verrà istituito uno "dinamico"=50% obbligazioni e 50% in azioni!! La prossima mossa sarà quella di convincere la gente che il rischio è "fisiologico" e totalmente coperto da possibili guadagni!! Tutto questo in totale assenza di informazioni per i lavoratori! Con una Borsa come la nostra, dove solamente gli addetti ai lavori riescono a muoversi e con 1000 difficoltà, come si fa seriamente a pensare di varare la previdenza complementare che si basa su investimenti finanziari e di riflesso sulla Borsa??

Roberto Sangiorgi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

http://www.petitiononline.com/wmaxfree/
FIRMAREEE!! WI-MAX LIBERO
PRESTO CHE' E' TARDI..GIUGNO E' VICINO!!
FACCIAMOCI SENTIRE

Matteo L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 17:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

VOI NEL VOSTRO MESCHINO FURORE LEGHISTA, ACCECATA DA UN ODIO CHE NON HA MOTIVO DI ESISTERE, MERCIFICATE LE PERSONE E LE UMILIATE SOLO PERCHE' STRANIERI E/O DI ETNIA DIVERSA DALLA VOSTRA


By Rino, Napoli

Gennaro Esposito (rino) 20.04.07 17:28 |
====================================================================================================

Dove lo vedi tutto sto odio ?
Solo perchè vi sbattono in faccia la cruda realtà voi offendete e vi chiudete a riccio ,dando dei razzisti .

Io sono di origine siciliana ,nato in veneto, residente in veneto come altri migliaia qui da me.

I leghisti razzisti come li chiami tu non ce l'hanno con il napoletano, ce l'hanno con il sistema napoletano , che è altra cosa , e sai benissimo di cosa parlo .

Sai benissimo Rino che il sud ha un bisogno assetato del nord ,senza il continuo saccheggio dell'enorme apparato burocratico che esiste li al sud ,l'europa sarebbe un miraggio per certe zone d'italia .

e Stato il sistema italia ,che ha creato la lega nord come partito di protesta ,qui ci sono ancora soldi e benessere per fortuna ma quando finiranno ........

Saluti .


GINO SERIO( the original :-) 20.04.07 17:47| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimentoni alla censura!!!

simeone camporese 20.04.07 17:47| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO DI DESTRA, IO SONO DI SINISTRA,
NO IO SONO PIU DI DESTRA DI TE, NO IO SONO PIU DI SINISTRA DI TE,


MAI SENTITE STUPIDAGGINI PEGGIO DI QUESTE

SVEGLIATEVI CAPRE!!!!!!!!!!

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ADN KRONOS DI OGGI
ANKARA
I tre cristiani uccisi mercoledì a Malatya da un gruppo di ultrafondamentalisti islamici sono stati brutalmente torturati per ore e mutilati prima di essere sgozzati. Lo scrive oggi la stampa turca. "Le coscie, i testicoli, l'ano e la schiena di uno del gruppo, da me esaminato e giunto in ospedale ancora vivo, erano stati dilaniati da colpi di coltello. Le sue dita erano state tranciate fino all'osso"

- ha affermato al giornale Hurriyet il chirurgo Murat Ugras dell'ospedale di Malatya, dove le tre vittime sono state trasportate dopo l'eccidio.

Roberto Stagni 20.04.07 11:51 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently 3/5 1 2 3 4 5 (voti: 2)

Chiudi discussione
Discussione

preghiamo che non vengano qui....

sabato domenica 20.04.07 11:55

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

CI SONO GIA' QUI !!! CHE FAI !!! OLTRE CHE RINCOGLIONITO SEI PURE CIECO ??

j.uan m.iranda 20.04.07 17:44| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Molto bravo Bertinotti a criticare i nostri "capitalisti" (voleva dire penso "industriali", ma per un comunista sono solo capitalisti).

Ha sbagliato mestiere Bertinotti avrebbe fatto molto bene l'industriale, mentre sta facendo molto male il politico, considerato che già una volta ha fatto vincere la parte politica a lui (in teoria) più avversa.

Velaspez italo 20.04.07 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Tanto x capirsi:
clikare meetup quì a fianco, poi message board. Buona visione.

simeone camporese 20.04.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Scusami Beppe,
ma il post di oggi... non attira!
Come vedi si parla di tutto tranne che di Borsa, Capitalismo e Conflitto di Interessi, non credo siano l'argomento del giorno...
Penso sarebbe stato più "simpatico" argomentare la creazione del "nuovo" PARTITO DEMOCRATICO lanciato da Grissino... Che ne dici?

Conosci l'effetto "esplosione-implosione"?... l'oggetto viene scomposto per poi essere ricomposto?...
E' quello che è successo in passato alla "vecchia" DC e ad altri partiti come PSI, PRI, PCI e MSI...
La causa? Una prima "rivoluzione" popolare che con il suo malcontento (ricordate le monetine a Craxi?) espresse la volontà di "cambiamento" dello status quo della politica di quel momento.
Il risultato? (purtroppo?)
La creazione di tanti altri "Partiti Satelliti" (e dove sarebbero andate tutte le sanguisughe) dai nomi più svariati che per "sopravvivere" hanno dovuto sottostare al inciuci e coalizioni varie sovvertendo le loro "ideologie politiche fondamentali e costitutive".
Comunisti capitalisti, Fascisti che difendono la classe operaia, Democratici anticlericali e chi più ne ha più ne metta...
Risultato odierno? Il tentativo, da parte della sinistra di creare il "nuovo" Partito Democratico.
Un "partito" "democratico" che (pur di continuaer a vivere "fottendo") vuol attirare al suo interno appartenenti di sx, cx, csx, cdx, csdx, dscx, etc.,etc....
Bella cosa, vero? Immagina, persino lo Psiconano era ad applaudire il Grissino dichiarando la "necessità, anche per la CDL, di generare una nuova coalizione simile"...
...spero si chiameranno "Partito Mai Arrivato".
Beppe, a quando invece un tuo intervento come per Telecom?... Hai bisogno di deleghe?
Dobbiamo riappropriarci di qualcosa che costituzionalmente spetta al cittadino italiano: la Sovranità nazionale e, quindi, il potere decisionale.
Basta alle bugie ed ai sotterfugi di questi "comici"!

BEPPE GRILLO FOR PRESIDENT!
"Meglio un Comico al parlamento che un Parlamento di comici"

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.petitiononline.com/wmaxfree/
FIRMAREEE!! WI-MAX LIBERO
PRESTO CHE' E' TARDI..GIUGNO E' VICINO!!
FACCIAMOCI SENTIRE

Matteo L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLI: SECONDO OMICIDIO IN POCHE ORE

(AGENZIA GRT) - Secondo omicidio nel napoletano nel giro di poche ore.

antonella giotto 20.04.07 17:36| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE: MA IN QUESTO MERAVIGLIOSO BLOG NON C'E' UN BRAVISSIMO AVVOCATO CHE POSSA REDIGERE IL TESTO PER LA PETIZIONE L I C E N Z I A M O L I T U T T I O B O C C I A M O STA CLASSE POLITICA (TITOLO DA CONCORDARE)? PETIZIONE ALLA QUALE FAREMO SEGUIRE UNA BELLA MANIFESTAZIONE A ROMA? DAI, SIAMO COSI' TANTI ..ZZO!!!! E TU BEPPE DOVE SEI? OGNI TANTO LEGGI I NOSTRI COMMENTI? EH MA NON MI ARRENDO, MAI.

Cincia Allegra Commentatore certificato 20.04.07 17:33| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LO SAPEVATE CHE ROMANO PRODI ERA UN CONSULENTE DELLA GOLDMAN SACS (BANCA D'AFFARI AMERICANA)

LO SAPEVATE CHE LA GOLDMAN SACS HA FINANZIATO LA CAMPAGNA ELETTORALE DI PRODI NEL 1993 CON UN MILIARDO DI LIRE

SAPETE CHI C'E' FRA LE FINANZIATRICI PER LA REALIZZAZIONE DELLA TAV?

BRAVI LA GOLDMAN SACS

BERLUSCONI NON MI E' MAI PIACIUTO MA IL MORTADELLA STA FACENDO DI TUTTO PER RAGGIUNGERLO


PS. IO NON SONO NE DI DESTRA NE DI SINISTRA IO SONO UN UOMO LIBERO

PS.PS. IO ODIO LE BANCHE

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 17:32| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ragazzi, date corda a uno come Martino Estathe?
Ma mandatelo a fare in c... che con lui non c'è dialogo, non è in grado ne di intendere ne di volere.

Paolo Manca 20.04.07 17:29| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

gennari'...
per caso
e' turco ?
e' compagno ?
e' islamico ?

perche' l'ha con me ?

vuole la lotta armata ?
a me basta poco, ....basta fare l'elenco dei mali di napoli e dintorni : vedi immondizia, sanita, morto giornaliero, orologio al polso, epressione da casco, truffe, pensioni, parentado nelle istituzioni..........


ultima odierna:

.......Si tratta, infatti, del sacrestano del Duomo di Napoli e di suo figlio, ristretti in carcere insieme ad altri 9 soggetti perché ritenuti accoliti di una associazione per delinquere dedita alla contraffazione ed alla masterizzazione di supporti digitali contenenti film ed altre opere dell’ingegno sprovvisti del contrassegno SIAE.

Si tratterebbe di una vera e propria holding della masterizzazione, nei confronti dei cui aderenti sono stati formulati oltre 400 capi d'imputazione per associazione a delinquere e violazioni alla normativa sul diritto d'autore. Il modus operandi degli arrestati consisteva nello ..........

adriana dellacollina 20.04.07 16:34

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Je, donn'Adriana
Sono Turco
Sono Islamico
Sono Cattolico Romano
Sono Cinese
Sono Napoletano
Sono Marocchino
Sono Italiano
Sono Compagno
Sono Camerata
Sono di Destra
Sono di Sinistra
Sono un Uomo
Sono Bianco
Sono Giallo
Sono Nero
Sono Rosso
Sono Bianco
Ma tutto questo non è importante:
Importante è CONSIDERA TE STESSO E GLI ALTRI COME FINE, NON COME MEZZO.

VOI NEL VOSTRO MESCHINO FURORE LEGHISTA, ACCECATA DA UN ODIO CHE NON HA MOTIVO DI ESISTERE, MERCIFICATE LE PERSONE E LE UMILIATE SOLO PERCHE' STRANIERI E/O DI ETNIA DIVERSA DALLA VOSTRA

PQM
In nome del Popolo Italiano

SIETE CRETINAAAA
CRETINAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
IRRIMEDIABILMENTE CRETINAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

E SE NON LO SAPETE CHIEDETELO A MEEEE
(Totò)

By Rino, Napoli

Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 17:28| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cristina,

anch'io mi chiedevo come poter contattare Beppe.
E poi, Beppe che ne pensa? Nel blog non si sente mai nessuno. Come potremmo essere sicuri che ricevera' il messaggio? Certo sarebbe ottimo avere il suo supporto. Prima la telecom e poi il governo...
STORICO!
Unita'!
...e grazie per la proposta.

Jacob P. Commentatore certificato 20.04.07 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rispondo a Cristina che proponeva di organizzare un'incontro a Roma....io ci sto....svegliamo questo tepore "assopito"....ci chiameranno caroselli...buffoni...."grillati"....chi se ne frega...l'immobililismo non è stato mai il mio forte....qualcuno ci ascolterà....nessuno ci ascolterà....mah vedremo....nascono nuovi partiti ....muoiono vecchi partiti....resuscitano nuovi partiti...in questa schizzofrenia voglio schizzare anch'io....ripropongo l'idea di fare lo "sciopero bianco" delle utenze, rate mutui e quant'altro...allora forse si ci sarà qualcosa di rosso... il ns conto corrente...:-)

messaggio di servizio: come accidenti si fa a rispondere direttamente ad un commento ho provato diverse volte e non mi è riuscito....uffa

icrima A. Commentatore certificato 20.04.07 17:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Jacob P. 20.04.07 17:09

caro Jacopo io non potrei esserci a roma e quindi non mi pare corretto postare il messaggio se non sono io in prima persona che ci vado
mi spiace perchè credo che potrebbe essere una buona iniziativa, ma la mia coerenza mi impedisce di farlo. sorry

peace&love

filippo russo 20.04.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

"Scendo in campo per difendere i miei interessi"

peccato che lo faccia con ogni mezzo!
Ti ripeto, non sono qui a difendere Prodi o altri,
ma se tu ti informassi sull'operato di Berlusconi lo terresti lontano da certe parole. Se non hai tempo e voglia di informarti, capisco, mica si puo vivere leggendo libri, ma non pretendere di sapere!

Simone Grassi (simone37) 20.04.07 16:13


Simone sappi che:

1) Sono molto infomato sul pre e post "entrata in campo" di Berlusconi

2) Conoscendo le nefandezze e il potere di sinistra posso solo dire che ha fatto bene!

3) Non ci sono altri in questo paese che possano risollevare la nazione dai danni causati dalle sinistre!

Io voto Berlusconi...ma stai tranquillo che lo farà anche la maggioranza del paese!... e anche tra breve...

Martino Estate 20.04.07 17:0

è PROPRIO QUELLO IL PUNTO...TU SEI INFORMATO?? TU SAI SOLO QUELLO CHE LUI TI VUOL FAR SAPERE...SENTIAMO UN PO...PRIMA DI ENTRARE IN POLITICA COSA FACEVA SAN SILVIO DA ARCORE???? VEDIAMO SE è INFORMATO

MOSTRO MOSTRUOSO.. (nuovo mostro..) Commentatore certificato 20.04.07 17:20| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARA CRISTINA E' OVVIO CHE BEPPE E' IL PRIMO E CON DIRITTO CHE DEVE INDIRE LA MANIFESTAZIONE, MA SE NON SI FA SENTIRE LUI CHE DOBBIAMO FARE? SE TU RIESCI AD OTTENERE LA SUA ATTENZIONE BENE, E' QUELLO CHE CI VUOLE. BEPPE, NOI SIAMO PRONTI, DICCI LA TUA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cincia Allegra Commentatore certificato 20.04.07 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Hasta la Gnokka siempre 20.04.07 16:47

ipse dixit
" SCILVIO, unico imprenditore NON C O M U N I S T A sec l'interpretazione di BEPPE a ROZZANO (nel senso che usa i suoi soldi anziché quelli dello STATO e/o delle BANCHE)
_________________________________________________
_________________________________________________

Il non comunista Scilvio per decenni ha, per decenni usato prestiti ingiustificati da Monte Paschi Siena e Bnl

Nonchè centinaia di miliardi di provenienza sconosciuta...
Il fatto che si scagli contro i comunisti (potendo avrebbe dato del comunista anche a papa wojtyla sulla questione irachena) si spiega col fatto che usi le stesse parole che usò Totò Riina in tribunale contro i magistrati e contro la sinistra.

Però tessere affari tra Publitalia '80 e Movicoop russa in periodo pre-perestrojka va bene... (Ah, sti comunisti)

E gli oltre 4000 miliardi di debiti scomparsi nel'94? erano soldi suoi anche questi?

Certo, ora non ha più bisogno, ora i soldi sono suoi.
Comunista o non comunista è solo un dettaglio, un concetto che, espresso da lui, è privo di significato.

Pietro D'Antonio 20.04.07 17:18| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

A TUTTI I BLOGGHERS PREOCCUPATI PER LA SITUAZIONE DELL'ITALIA.

CARI AMICI, noto con un pò di sconforto dai vostri commenti che siete delusi dalla politica italiana, leggo di persone che chiedono di andare addirittura davanti al Parlamanto per manifestare il senso di disgusto che provano di fronte ad una classe politica accusata di clientelarismo, affarismo, immoralità, collusione con la malavita.

Tutto ciò è giustificato, certo, ma da questa settimana in poi NON LO SARA' PIU'!!
Nasce infatti un nuovo soggetto politico, una vera officina di democrazia, di nuove idee, entusiasmo, LIBERTA', PROGRESSO E RIFORMISMO.

Il nome lo conoscete già: si chiama PARTITO DEMOCRATICO (CON TUTTE LE LETTERE MAIUSCOLE).

Spero che TUTTI vi rendiate conto della vera svolta compiuta dalla classe politica italiana, di questa occasione UNICA e irripetibile di far tornare questo martoriato paese come un modello di civiltà e progresso.

Insomma quello che stò cercando di dirvi cari amici è che il contributo di ognuno di voi sarà prezioso per far crescere questo nuovo movimento che va al di là dell'obsoleto concetto di partito, ragione per la quale da questo momento in poi non sarà più GIUSTIFICATO leggere commenti di gente che si piange addosso e che si ostina a vedere buio il proprio futuro.

Le basi sono gettate, coraggio, IL FUTURO E' VOSTRO!!!!!

Nazareno Pi 20.04.07 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi di destra siamo pronti a governare l'Italia per i prossimi decenni senza contraddittorio!
....e stronzate varie.....

Martino Estate 20.04.07 15:46
__________________________________________________

Tu non sei di destra.

IO sono di destra!

Tu sei solo un berluschino del cactus che con la destra non ci ha nulla da spartire.

Paolo Cicerone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.07 17:16| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Il problema è che qualcuno che li voti esiste sempre guarda in sicilia Cuffaro (mafioso) ha vinto promettendo appalti e posti di lavoro con i soldi pubblici...quando si deve mangiare non è facile

Vaffan....

Mario Rossi 20.04.07 16:40

caro Mario lo so è difficile ma bisogna provarci, noi non abbiamo nessuno strumento per poter intervenire se non il non voto e se ci pensi è un potere enorme che abbiamo
il potere di togliere il potere.
peace&love

filippo russo 20.04.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

prima della pace serve il pugno di ferro per stabilire equilibri

da che mondo è mondo la pace si fa fra due o più parti che vogliono la pace... parti che parlano la stessa lingua... e parti che stanno allo stesso "livello" come forza contrattuale.

dire pace come fai tu, di fronte a bestie di questo tipo, è ridicolo... ridicolo ha capito.. ridicolo

Roberto Stagni 20.04.07 12:15

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Caro Roberto, il mio post era ironico !!

Ciao

j.uan m.iranda 20.04.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

piccolo consiglio a chi si reca in banca per fare un investimento


chiedete al vostro gestore dopo che vi ha consigliato alcuni prodotti( fondi titoli ecc.)
di stamparvi o mostrarvi il suo conto titoli

vi stupirete notando che nel suo conto titoli non c'e' niente di quello che vi ha proposto

PROVARE PER CREDERE

stella massimo Commentatore certificato 20.04.07 17:10| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

MARTINO ESTATE IL TUO CERVELLO è PIENO DI RETE4 CANALE 5 ITALIA 1 TI CONSIGLIO UNA COMUNITA' TERAPEUTICA PER LIBERARTI DALLE SCORIE MEDIASET DEL TUO CERVELLO ANCORA Cè UN PO DI SPERANZA PER SALVARTI AUGURI

maurizio iannuso 20.04.07 17:09| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Hasta la Gnokka siempre 20.04.07 16:47

to mister joe vestri (motherfucker) without love

primo: a uno che si firma hasta la gnokka
per principio non rispondo
secondo: se non sapessi che a te non te ne frega un beneamato di quello che penso io, forse potrei anche degnarmi
è perfettamente inutile che continui a provocarmi e a evocare il mio nome e quello di persone a cui tu non sei degno neanche di leccare le suole delle scarpe (e non quell'altra cosa che dicevi qualche bannatura fa)
io vivo benissimo senza di te, tu riesci a vivere senza di noi?

liliana pace Commentatore certificato 20.04.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una vera e propria agenzia matrimoniale italo-nigeriana. Peccato che fosse clandestina e che i proventi venissero “reinvestiti” anche nello spaccio di stupefacenti. Tutto serviva per cercare di regolarizzare più immigrati possibile. Venivano procurati finti matrimoni e fasulli permessi di soggiorno mentre grazie alla “trovata” la questura di Roma ha calcolato che sono entrati in Italia centinaia di nigeriani che, diversamente, non avrebbero avuto titolo per rimanere nel Belpaese.
L’indagine è stata chiamata dalla polizia “Luna di miele”. Dieci le persone arrestate (sei italiani e quattro nigeriani) ma altre 7 persone del giro sono finite in manette nei mesi scorsi: l’accusa per tutti è di associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina, falso e ricettazione. L’indagine è decollata nell’agosto dello scorso anno ed è stata portata avanti dall’Ufficio Immigrazione della Polizia di Stato e dalla Squadra Mobile di Roma. Ha riguardato, oltre alla capitale, anche le città di Olbia, Firenze, Cuneo e Venezia. Non solo narcotraffico tra le attività degli arrestati, stando alle accuse: anche prostituzione.
«Oltre ai matrimoni combinati tra italiani e nigeriani che costavano dai duemila ai quattromila euro - ha sottolineato ieri mattina Maurizio Improta, dirigente del’ufficio immigrazione delle Questura di Roma - sono state scoperte false assunzioni per lavoro o intestate a prestanome, generalmente tossicodipendenti». Gli inquirenti hanno reso noto che i permessi di soggiorno, grazie a questa banda, costavano dai 200 ai 700 euro. Da oggi inizieranno gli interrogatori di garanzia per gli arrestati nel carcere di Rebibbia. Tra delinquenza e legalità sembra, dunque, diventare sempre più facile entrare in Italia e rimanervi per uno straniero. Per decreto ministeriale, da qualche tempo anche un’immigrata che non lavori, quindi che sia casalinga, se dimostra che il marito guadagna a sufficienza può ottenere il permesso di soggiorno

antonella giotto 20.04.07 17:06| 
 |
Rispondi al commento

A

Uto Pia
nicola p.
Cincia Allegra
Jacob P.
Fabio La Torre
Marco C.
M. Castoldi
f.marletta
me stessa...,

e a tutti quelli che conservano ancora un briciolo di pazienza, energia e iniziativa.

Siamo realisti, vi prego. Non disperdiamoci in micro-iniziative o appelli scoordinati all'adunata di massa.

Io sono la prima a non volere che Beppe Grillo faccia la c...ta di entrare in politica o fare il capopopolo, ma una cosa gliela possiamo e dobbiamo chiedere.

Vogliamo chiedergli di mettere a disposizione il suo (e un pò anche nostro) blog e con un post ad hoc lanciare un'iniziativa per una MANIFESTAZIONE A ROMA, fissando una data precisa?

Solo lui ha il carisma per poter garantire il successo di un'iniziativa simile.

Questo è uno dei siti più letti al mondo, ma non illudiamoci: di tutti quelli che conosco e che lo frequentano, solo una MINIMA parte legge i commenti; la STRAGRANDE MAGGIORANZA legge solo i post di Beppe, quindi facciamo un passo indietro e chiediamo che sia lui (magari delegando l'organizzazione al meetup di Roma) a LANCIARE LA CAMPAGNA.

Io credo che questa sia l'unica via realistica da percorrere. Che ne pensate?

(Ovviamente la domanda è rivolta a tutti)

Cristina M. Commentatore certificato 20.04.07 17:06| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAPOLI: UOMO UCCISO IN AGGUATO DAVANTI A SCUOLA SOCCAVO
Un uomo e' stato ucciso davanti a un istituto scolastico a Napoli. Il fatto e' accaduto nel quartiere di Soccavo, in via Risorgimento. Due persone con il volto coperto dal casco integrale, a bordo di un ciclomotore, hanno affiancato una Fiat Panda nera e hanno sparato alcuni colpi di pistola contro l'uomo seduto al posto di guida, incuranti dell'uscita degli alunni dell'istituto.

ecco... mi sembrava strano che non ci scappasse il solito morto odierno...

adriana dellacollina 20.04.07 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Il Comitato ringrazia per i solidali riconoscimenti.
Esorta i convenuti a continuare nella propositiva missione.
Ora abbiamo altri impegni, ci rivediamo più tardi... e mi raccomando, non mollate: potreste stabilire un record niente affatto trascurabile.
Buonasera.

Comitato Accoglienzap 20.04.07 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Leonardo Graniti 20.04.07 16:33 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5 (voti: 1)

Chiudi discussione
Discussione

...e in caso di morte cerebrale a cuore battente il gatto è vivo o è morto?

Ai posteri l'ardua sentenza.

Ivo Relativo 20.04.07 16:44
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO PER GLI INFERMIERI DEL FRULLONE

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
SI RICHIAMA L'ATTENZIONE DEL PERSONALE PARAMEDICO SULLA CIRCOSTANZA CHE IL SUMMENZIONATO PERSONALE E' RESPONSABILE DEI REPARTI DI PSICHIATRIA LORO AFFIDATI.

LA DIREZIONE SANITARIA, INVITA PERTANTO A TENERE LE PORTE DEI REPARTI RIGOROSAMENTE CHIUSE AD EVITARE CHE I DEGENTI SI ALLONTANINO E VADANO AD ESPORSI SUL BLOG DI BEPPE GRILLO.

RICORDA ALTRESI' CHE IL CCNL RELATIVO PREVEDE PER TALI DISATTENZIONI IL LICENZIAMENTO IN TRONCO

Il Direttore sanitario
(Dr. Aggio Perzacapo)

Il dirigente amministrativo
(Dr. Nosaccio Aggioperzocunto)


Gennaro Esposito (rino) Commentatore certificato 20.04.07 17:04| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Prodi vuole aprire le porte ai cinesi. Cosi' ha detto da Seul.

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Perche' quando mai sono state chiuse ??

Comunque ha ragione, ogni islamico che entra, ogni islamico che nasce dovete far entrare 1 cinese !! I cinesi di islam non ne vogliono sentir parlare !

ci sono 30 milioni di cinesi islamici ai confini ovest della cina che sono tenuti sotto mordecchia stretta ! Come si muovono li massacrano !
E nessuno dice niente !

ps: perche' Al Quaeda, gli Imam infoiati di paradiso islamico non citano mai i massacri dei 'fratelli' cinesi ??

j.uan m.iranda 20.04.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

non votare serve ancora meno che votare il meno peggio! saluti!!

marco aurelio 20.04.07 14:50

caro Marco di grazia perchè secondo te non votare non serve, mentre votare il meno peggio è più utile?

filippo russo 20.04.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/517.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Dalla Borsa con livore:

» I Banchieri Di Dio da www.wsws.org
Come governi, banchieri, servizi segreti, logge massoniche, il Vaticano e la mafia influenzarono la politica internazionale degli anni '70 e '80 [Leggi]

19.04.07 21:34

» Report DEBITI E SPIE - Puntata del 25 marzo 2007 da RAI CLICK
L'inchiesta e' dedicata alle vicende Telecom. Guardate di cosa veniva accusata la gente per poterla spiare e come la ammazzavano... [Leggi]

19.04.07 21:36

» Il fallimento del governo Prodi da Maxso's Blog
Guardando la trasmissione “AnnoZero” ho capito perché l’Italia è un paese di persone infelici. La precarietà lavorativa e la riforma delle pensioni fa sì che il nostro futuro sia sempre più nero. Che senso ha lavorare per poi avere una pensione di 400 ... [Leggi]

19.04.07 22:52

» Un Grillo sulla Telecom da se un giorno scopri che non è come la pensi..
Sono contento che, grazie all’onnipresente Beppe Grillo e a poche trasmissioni radio-televisive, qualcosa si muove in questa Italia fatta di continui fallimenti. Parliamo di Telecom che Beppe Grillo tiene in particolare considerazione visto che ... [Leggi]

19.04.07 23:20

» Sentenza Interferenze illecite nella vita privata da La Mia Notizia - Citizen Journalism in Italy
CASS. 10.444/2006 (SUNTO DELLA SENTENZA A CURA DI SIMONE MARANI, E TESTO INTEGRALE)Interferenze illecite nella v... [Leggi]

20.04.07 00:56